Sei sulla pagina 1di 24

* In abbinamento obbligatorio in Abruzzo e Umbria con Il Messaggero a 1,20.

**
In abbinamento facoltativo con raccolta Peanuts a 6,99 + il costo del giornale.
*** In abbinamento facoltativo con Deadpool Serie Oro a 8,99 ciascuno + il
costo del giornale. **** In abbinamento facoltativo con dvd Occhi di gatto a
9,99 ciascuno + il costo del giornale. ***** In abbinamento facoltativo con Serie
Fumetti Super Robot a 5,99 ciascuno + il costo del giornale.

60501

edizione
NAZIONALE

Domenica 1 maggio 2016


ANNO 93 - N. 120 - 1,30* IN ITALIA
www.corrieredellosport.it

9 771124 848403

Siamo tutti con Ranieri:


pu diventare leggenda
Claudio Ranieri, 64 anni, alla sua prima stagione al Leicester

Se batte lo United scudetto. Liga: vincono le grandi

LINTER SFIDA LA LAZIO

ALLEGRI VUOLE MORATA, POI GOMES


E PRENOTA ANCHE LA COPPA ITALIA

Mancini
blinda i big:
Champions
non finita

LA JUVE
HA FAME!
LOPINIONE

STILE BIANCONERO
IL FUTURO
GI IN COSTRUZIONE

> di STEFANO CHIOFFI <

a Juve conosce solo una regola: non


staccare mai la spina, neppure dopo il
quinto scudetto consecutivo, perch
la ricerca della perfezione il suo segno distintivo. Da luned ha messo il
timbro su un altro campionato con tre turni
di anticipo, divorando alla concorrenza tutto il vantaggio che aveva concesso con una
falsa partenza. In questi sei giorni ha stappato bottiglie di spumante e si fatta contagiare dallallegria di Pogba, che ha celebrato
il tricolore ballando sui tavoli in ritiro e suggerendo al suo barbiere un nuovo look con
il numero dei titoli vinti dai bianconeri nella storia. La Juve si divertita e oggi, allora di
pranzo, in occasione della gara con il Carpi,
si prender anche gli applausi della sua gente. Ma la societ, ecco la differenza, ha gi cominciato a progettare altri successi: si avvicina alla finale di Coppa Italia del 21 maggio con
il Milan, studia le mosse sul mercato, lavora
alla conferma di Morata e ai colpi per lanciare lassalto alla prossima Champions. Priorit alle trattative per Cavani e Andr Gomes.
La Juve pu impostare il futuro, mentre le
sue rivali - dal Napoli di Higuain alla Roma di
Totti - devono preparare lo sprint per il secondo posto, che vale lingresso alla fase a gironi
della Champions e un ricco bonifico. Appuntamento a domani: Sarri si trova avanti di due
punti e aspetta lAtalanta al San Paolo; Spalletti insegue a Marassi contro il Genoa la dodicesima vittoria della sua gestione. Cerca risposte, gi stasera, lInter di Mancini, che affronta lamico Inzaghi e la sua vecchia Lazio,
reduce da un anno pieno di errori. Mancini
pu blindare il quarto posto dopo linvoluzione della Fiorentina, fermata anche dal Chievo. Domenica decisiva per la salvezza: il Palermo deve battere la Samp e il Frosinone fa
visita a un Milan contestato dai suoi tifosi. E
da ieri ripiombata nellansia lUdinese.
RIPRODUZIONE RISERVATA

C il Carpi, tifosi in festa


per il quinto scudetto
ma il tecnico non molla:
Dobbiamo battere il Milan
> BONSIGNORE > ALLE PAGINE 2 E 3

Roberto Mancini, 51 anni

Se non arrivo terzo


il mio voto basso
Inzaghi: Un esempio
Alvaro Morata, 23 anni, attaccante della Juve e punto fermo di Allegri

Fiorentina, solo errori


Udinese ko, che paura
> FEDELE E GOMIRATO > A PAGINE 7

SERIE B 39 GIORNATA
Ascoli-Salernitana
2-2
Brescia-Vicenza
0-1
Cagliari-Livorno
2-2
Latina-Spezia
0-0
Modena-Crotone (g. ven.)
1-1
Perugia-Bari
0-0
Trapani-Novara
0-0
V. Entella-Pescara
0-0
V. Lanciano-Avellino
1-2
Oggi Como-Ternana
ore 17.30
Domani Cesena-Pro Vercelli 20.30
CLASSIFICA
Crotone
78 Avellino
48
Cagliari
74 Ascoli
46
Trapani
66 Ternana
45
Bari
65 Vicenza
45
Pescara
65 Pro Vercelli 42
Spezia
62 Latina
41
V. Entella
61 Modena
41
Novara
59 Salernitana 41
Cesena
58 V. Lanciano 39
Brescia
54 Livorno
37
Perugia
53 Como
29

SERIE B

F1: SOCHI ORE 14

> CALZONE > DA PAGINA 14 A 17

> SOLMS > A PAGINA 20

Cagliari
rinvia
la festa
BUON
PRIMO MAGGIO
Domani il Corriere dello
Sport-Stadio non sar
in edicola per la festivit
del Primo Maggio. Ai nostri
lettori diamo appuntamento
a marted. Potrete
continuare a seguirci
anche oggi sul nostro sito
www.corrieredellosport.it

> DE PAULI E MARCOTTI


> ALLE PAGINE 12 E 13

Rosberg vola
Ferrari insegue
Hamilton male
ROMA 2024

Il sogno parte
dalla Sardegna
con la Vespucci
> AMISANI > A PAGINA 21

> PATANIA, RINDONE E RAMAZZOTTI > PAGINE 4 E 5

SERIE A 36 GIORNATA
Chievo-Fiorentina
0-0
Udinese-Torino
1-5
Oggi Juventus-Carpi 12.30
Empoli-Bologna
15.00
Milan-Frosinone
15.00
Palermo-Sampdoria 15.00
Sassuolo-H. Verona 15.00
Lazio-Inter
20.45
Domani Genoa-Roma 19.00
Napoli-Atalanta
21.00

CLASSIFICA

Juventus
Napoli
Roma
Inter
Fiorentina
Milan
Sassuolo
Chievo
Lazio
Torino

85
73
71
64
60
53
52
49
48
45

Genoa
Empoli
Atalanta
Sampdoria
Bologna
Udinese
Carpi
Palermo
Frosinone
H. Verona

43
42
41
40
40
38
35
32
30
25

LE PARTITE DI DOMANI

Il Napoli difende
il secondo posto
Roma allassalto
con Strootman
> DUBALDO E EVANGELISTI > PAGINE 10 E 11

2
CORRIERE DELLO SPORT
STADIO

DOMENICA
1 MAGGIO
2016

JUVENTUS-CARPI (ORE 12.30)

ALLEGRI LANCIA
LA NUOVA JUVE

Spero Morata rimanga qui, felice per il riscatto di Lemina


Di una cosa sono certo: sar una squadra da Champions
di Filippo Bonsignore
TORINO

Si apre il cantiere della Juve


2016-17. Lo scudetto in tasca, l'ora dell'entusiasmo ma
anche di iniziare a programmare il futuro. Massimiliano
Allegri non ha voglia di parlare di mercato, preferisce rimanere concentrato sulle ultime
tre partite di campionato che
preparano alla finale di coppa Italia, l'altro trofeo da agguantare. Il tecnico sar uno
dei punti fermi della prossima
stagione: il rinnovo del contratto fino al 2018 dietro l'angolo. In ogni caso un voto chiaro
lo esprime: Spero che Morata rimanga. La vicenda dello
spagnolo chiara: il Real Madrid ha la possibilit di riacquistarlo pagando i 30 milioni stabiliti dalla clausola di recompra. La societ bianconera ha
messo sul piatto 25 milioni per
disinnescare il pericolo e attende una risposta dalla Casa
Blanca. L'affare resta comunque difficile. Intanto c' da registrare l'apprezzamento di Allegri, consapevole che di centravanti come Alvaro, giovani (
un classe '92), di grande qualit e prospettiva, non ne esistono tanti in giro e quindi preferirebbe tenerlo, visto che l'ha
gi in casa. Mi spiacerebbe
perdere qualunque giocato-

re - ammette - Alvaro ha fatto


bene l'anno scorso, quest'anno
ha iniziato bene e poi ha avuto un periodo di letargo e ora
ritornato il Morata che conosciamo. Spero che rimanga.
Max approva poi il riscatto di
Lemina, annunciato venerd. Il
centrocampista franco-gabonese si guadagnato sul campo la riconferma e l'allenatore
applaude: Con la societ ab-

Andr Gomes? Ci
sono tanti buoni
giocatori, la societ
si sta gi muovendo
saremo competitivi
Va bene la gioia
per lo scudetto per
dobbiamo restare
concentrati: voglio
la Coppa Italia
biamo valutato, io ho dato un
mio giudizio tecnico. Mario
un giocatore giovane, ha avuto problemi al tendine rotuleo,
per quando stato chiamato
in causa, vedi il derby col Torino, vedi a Firenze, ha giocato sempre delle buone partite, anche quando ha sostituito Marchisio. E' un giocatore

giovane, con grandi prospettive e la societ ha fatto bene ad


acquistarlo. Altri nomi, Allegri non ne fa. Quando gli viene chiesto di Andr Gomes,
non si sbilancia e spiega: Ci
sono tanti buoni giocatori in
Italia e all'estero, la societ si
sta gi muovendo. Una cosa
certa: la Juve far una squadra competitiva sia per il campionato, sia per l'Europa. E non
scordiamoci che il grosso gi
stato fatto quest'anno.
SPINA ATTACCATA. Intanto oggi

si torna in campo per la prima


partita dopo la conquista dello scudetto. Lo Stadium avr il
vestito delle grandi occasioni,
ancora una volta tutto esaurito
per festeggiare i campioni d'Italia. Sar l'antipasto delle celebrazioni che si svolgeranno
tra due settimane in occasione dell'ultima di campionato
contro la Sampdoria, match
che sar anticipato a sabato
14 maggio al pomeriggio per
consentire la premiazione in
campo e poi la sfilata per le vie
della citt. Massimiliano Allegri sorride: Lo scudetto fa un
bell'effetto perch stata una
rincorsa straordinaria, iniziata dopo la partita di Sassuolo,
nessuno si immaginava che
potessimo fare una cosa del
genere. E' anche molto difficile che un'altra squadra pos-

sa fare una rincorsa del genere vincendo 24 partite su 25.


Quindi c' da fare i complimenti a tutti quelli che hanno
lavorato per questo successo:
dal presidente alla societ, a
tutti quelli che hanno lavorato
con me, alle persone dentro Vinovo, ma soprattutto agli otto
giocatori della rosa che hanno
vinto tutti e cinque gli scudetti
di fila. In ogni caso, il tecnico
tiene particolarmente al trittico Carpi-Verona-Sampdoria perch prepara alla finale
di coppa Italia. C' soddisfazione, c' entusiasmo, c' euforia - sostiene - per abbiamo ancora tre partite da giocare, in cui non bisogna abbassare la tensione e staccare
la spina, perch il 21 maggio
abbiamo un obiettivo importante e quindi bisogna farsi trovare pronti. Poich riattaccare
la spina in tre giorni difficile. A me interessa che la squadra rimanga concentrata, attenta e lavori per la sfida con
il Milan che, nonostante tutto, sar molto difficile perch
i rossoneri contro di noi hanno giocato due ottime partite, sia all'andata che al ritorno. Bisogna quindi mantenere
una buona condizione fisica,
mentale e soprattutto cercare
di chiudere il campionato in
bellezza, perch un dovere.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Gianluigi
Buffon
Massimiliano Allegri, 48 anni, due scudetti, una supercoppa e una coppa Italia con la Juve ANSA

JUVENTUS

3-5-2

1
BUFFON

Buffon, 38 anni LAPRESSE

Il desiderio
di vincere
la Champions c:
a me mancano
due anni
e dovremo cercare
in questo periodo
di ridurre
al minimo
i rimpianti
IL PORTIERE DELLA JUVE
IERI AL TG1

24
RUGANI

19
BONUCCI
6
KHEDIRA

16
CUADRADO

CARPI

5-3-1-1

Allenatore: Castori.
A disposizione: 91 Colombi, 36 Daprel, 3 Letizia, 13 F. Poli,
33
7 Porcari, 11 Di Gaudio, 19 Pasciuti, 9 Franchini, 16 De
EVRA
12
Guzman, 15 Lasagna, 25 Mancosu. IndispoALEX SANDRO
nibili: Fedele, Gnahor. Squalificati:
10
Bianco, Lollo. Diffidati: Letizia,
POGBA
18
9
Romagnoli, Zaccardo,
LEMINA
MORATA
Lollo, Poli.
17
MANDZUKIC

99
MBAKOGU

10
VERDI
4

17
CRIMI
5

2
SABELLI

ZACCARDO
COFIE
Allenatore: Allegri.
21
A disposizione: 34 RuS. ROMAGNOLI
29
23
27
binho, 38 Audero, 15 BarzaMARTINO
SUAGHER
BELEC
gli, 26 Lichtsteiner, 20 Padoin, 11
6
Hernanes, 22 Asamoah, 27 Sturaro,
GAGLIOLO
37 Pereyra, 7 Zaza, 21 Dybala. Indisponibili:
Caceres, Chiellini, Neto, Marchisio. Squalificati:
- Diffidati: Hernanes, Pogba, Lichtsteiner, Mandzukic.

TORINO Juventus Stadium, ore 12.30


ARBITRO: Irrati di Pistoia. Arbitri darea: Celi e Candussio. Guardalinee: Marrazzo e La Rocca. Quarto uomo:
Stallone. Prezzi: stadio esaurito. TV: Sky Calcio 1 e SuperCalcio, Premium Sport.

domenica
1 maggio
2016

3
Corriere dello Sport
Stadio

Juventus-Carpi (ore 12.30)

GOMES & CAVANI

Caccia alle stelle


per la Champions
Per Andr e il Matador gli ostacoli sono Valencia e Psg
di Filippo Bonsignore
TORINO

Andr Gomes, Cavani, Kant,


Batshuayi. Cos nasce la Juve
per la Champions League. E'
ormai chiaro che il prossimo
obiettivo dei bianconeri sar
tentare la scalata all'Europa
dei grandi, quindi diventa
naturale ragionare su grandi rinforzi per migliorare una
rosa gi adesso competitiva,
per compiere il definitivo salto di qualit. Non sar una rivoluzione: il grosso del cambiamento, come ha ricordato
anche Massimiliano Allegri,
gi stato effettuato la scorsa estate. Certo, un eventuale addio di Pogba, per il quale si faranno vive le superpotenze continentali, potrebbe
rendere un po' pi ampio il
maquillage. Ma, al momento, non ci sono avvisaglie che
il giocatore voglia cambiare aria e, anzi, la Juve sta lavorando per blindarlo almeno per un altro anno proprio
per anticipare la concorrenza straniera.

Non
solo Pogba, comunque. Anche Morata da trattenere e
il club bianconero ha messo
sul piatto 25 milioni per sterilizzare il diritto di recompra che consente al Real Madrid di riportare a casa il centravanti della cantera blanca
per 30 milioni. Si vedr. InSUPER PORTOGHESE.

Nel mirino anche


Kant del Leicester
e il belga Batshauyi
che in scadenza
con il Marsiglia
tanto le contromosse sono
gi state avviate. A partire dal
centrocampo dove si prova a
stringere per Andr Gomes.
E' il portoghese la priorit
per rendere ancora pi forte
il reparto che in questo quinquennio vincente ha fatto la
differenza. Il ventiduenne del
Valencia gi stato agganciato e i contatti con il suo entourage sono stati proficui. Ora si

attende l'accelerata definitiva:


bisogna trovare l'intesa con il
club spagnolo che chiede 4050 milioni. La Juve ha pronta
un'offerta da 30 milioni pi
bonus per convincere il presidente Peter Lim. Le alternative non mancano, a cominciare da N'Golo Kant rivelazione del fenomenale Leicester.
In Inghilterra sono convinti delle chance bianconere,
nonostante la forte concorrenza di Paris Saint Germain,
Chelsea e Real Madrid tanto
che il Daily Mirror ha scritto
di una Juve pronta a investire 20 milioni di sterline, circa 25 milioni di euro, per assicurarsi il francese.
MATADOR. Fari sull'attacco.
In caso di addio di Morata,
il sogno risponde al nome
di Edinson Cavani. Il Matador considera conclusa la
sua esperienza al Paris Saint
Germain e gradirebbe il ritorno in Italia. Con la Juve ci
sono gi state discussioni positive (si lavora su un contratto triennale da 6 milioni pi

bonus a stagione) ma bisogna superare l'ostacolo del


club parigino, con cui i rapporti non sono idilliaci, che
chiede non meno di 40 milioni. Un altro profilo che piace gioca sempre in Ligue 1:
Michy Batshauyi, 22 anni,
belga, talento del Marsiglia.
L'aspetto interessante che
il centravanti in scadenza
di contratto, quindi sarebbe
un ottimo colpo stile Marotta, e che i dirigenti bianconeri hanno fatto passi concreti per anticipare Roma e
Tottenham.
A CHIAVARI. Ieri pomeriggio,

intanto, il direttore sportivo


bianconero Fabio Paratici,
stato avvistato in tribuna a
Chiavari per Entella-Pescara
dove ha visionato ancora una
volta il bomber degli abruzzesi, Gianluca Lapadula, e l'esterno d'attacco Gianluca Caprari. Un occhio andato anche a Rolando Mandragora,
altro talento gi acquistato a
gennaio dalla Juve.
Riproduzione riservata

Edinson Cavani, 29 anni, 16 gol in 30 presenze in Ligue 1 con il Paris St. Germain ansa

LA GIORNATA

Chiellini sta
meglio e punta
la Coppa Italia
ore 12

Juventus in campo per


l'allenamento di rifinitura:
migliora Chiellini che dovrebbe
tornare per la finale di Coppa
Italia. Lo Stadium tutto
esaurito e omagger i campioni
per la prima volta dopo la
conquista dello scudetto.
ore 14.25

22 convocati da Allegri per la


sfida con il Carpi: torna Sturaro.
Il tecnico far turnover
moderato, riposo per Barzagli e
forse Dybala. Largentino in
ballottaggio con Mandzukic.
Sicuri titolari invece Morata,
come Buffon, Bonucci, Rugani,
Evra, Pogba e Alex Sandro.
Lemina agir ancora in rega,
Cuadrado in vantaggio su
Lichtsteiner, mentre Khedira
favorito su Pereyra e Sturaro.

LA VOCE

In Spagna: Juve su Mascherano


Ma la societ smentisce i contatti
di Andrea De Pauli
BARCELLONA - La Juventus
cerca rinforzi in Liga. Dopo i
sondaggi per Andr Gomes del
Valencia e James Rodriguez
del Real Madrid, entrambi
rappresentati dal super
agente Jorge Mendes, i
bianconeri starebbero
sondando niente meno che
per Javier Mascherano.
Secondo Sport, quotidiano
barcellonese vicino ai
blaugrana, ci sarebbero stati
gi diversi contatti con
lentourage del Jefecito,
contatti per smentiti dalla
Juventus. Il centrocampista,
riadattato negli ultimi anni a
centrale difensivo, sempre
secondo Sport, ci starebbe
pensando seriamente. E
tuttaltro che scontato onori il

Mascherano, 31 anni EFE

contratto che lo lega al Bara


fino al 30 giugno del 2018,
nonostante la proibitiva
clausola rescissoria da 100
milioni che pare blindarlo.
Nelle ultime settimane,
Mascherano aveva ammesso
ai microfoni dei media del suo
Paese che cambier aria non
appena si renda conto di non
poter pi sopportare la forte
pressione che comporta la
camiseta blaugrana e che non
gli spiacerebbe per nulla
chiudere la sua gloriosa
carriera nel River Plate, la
squadra degli esordi.
Largentino, 32 anni a giugno,
ha scartato un paio di offerte
giunte dalla Premier, una dalla
Turchia e unaltra da addirittura 50 milioni provenienti
dalla Cina.
Riproduzione riservata

4
CORRIERE DELLO SPORT
STADIO

DOMENICA
1 MAGGIO
2016

LAZIO-INTER (ORE 20.45)

INZAGHI
Io contro Mancio
questa felicit

59

Le vittorie
dellInter nel
145 confronti
in Serie A tra
i nerazzurri
e la Lazio.
I successi
della squadra
romana sono
34 e 52 i pari.

I successi
della Lazio
sullInter
negli ultimi 8
confronti in
campionato.
Due le
vittorie dei
nerazzurri,
un solo pari.

Mi ha portato lui alla Lazio, per me oggi un esempio


LInter grande, ma noi dobbiamo riconquistare i tifosi
di Fabrizio Patania
INVIATO A FORMELLO

Un tuffo nel passato per proiettarsi verso il futuro. Simone Inzaghi, per prendersi la
Lazio, deve provare a battere lInter di Mancini. Ha un
obiettivo: convincere Lotito e
diventare lallenatore del futuro biancoceleste. Questa sera
allOlimpico si abbracceranno prima della partita. Rivedere Roberto che stato un
compagno di squadra e poi
mio allenatore, mi fa piacere.
Ricordo soprattutto che convinse Cragnotti ed Eriksson
a portarmi alla Lazio, quindi
per me rappresenta qualcosa
di importante. Sono felice, potr sfidarlo per la prima volta
in panchina. Simone, anche
da calciatore, esprimeva sicurezza. Ha uno spirito positivo,
si fa voler bene. Oggi Mancio
un suo punto di riferimen-

Un successo per
convincere Lotito
a confermarlo
Con i risultati
lo stadio si riempie
to. Vorrebbe diventare un allenatore top. Ho cominciato
ad allenare per questo, se c
ambizione ci provi. Quando
giocavo, il mio obiettivo era
quello di arrivare in nazionale
e di vincere trofei con la Lazio,
ce lho fatta. Da allenatore, nel
settore giovanile mi sono tolto delle soddisfazioni, posso
crescere. Certo, speriamo di
raggiungere Roberto e di arrivare ai suoi livelli. Parliamo
di un grandissimo allenatore.
PRESTIGIO. Simone prover

intanto a misurarsi sul campo e non potr essere semplice. Conta perch noi abbiamo bisogno di una partita importante, giochiamo con
una squadra costruita benissi-

mo, prima nel girone dandata, completa, con la rosa profonda. Dovremo essere bravi,
per vincere con lInter ci vuole la partita perfetta. LEuropa
s complicata. Ci crediamo
ancora. Ci dispiace per il ko di
Genova, non mi era mai capitato in sei anni di perdere una
partita in questo modo. Neppure da calciatore mi era capitato di andare a Marassi e dominare, ma il calcio cos, se
non fai gol vieni punito e poi
devi spiegare perch. Dobbiamo essere pi cattivi in zona
gol e non parlo solo degli attaccanti.
FUTURO. E scattato il toto-alle-

natore di Formello. Inzaghi


dentro la corsa e non si infastidito. Io sono serenissimo,
sto facendo il mio lavoro nel
migliore dei modi. Ho vinto
le prime due, poi Palermo ed
Empoli hanno dimostrato di
non essere due squadre in disarmo, con la Juve era ingiocabile, la quarta lho persa a Genova come succede una volta ogni sei anni. Sono molto
soddisfatto per la squadra, se
al posto di sei avessimo nove
punti faremmo altri discorsi.
Manca entusiasmo intorno
alla Lazio. Nellimmediato
sarebbe tornato vincendo a a
Genova. Saremmo stati a due
punti dal Milan, per dobbiamo cercare di fare la prestazione. Ricordo nella stagione
passata per il derby e la finale di Coppa Italia un Olimpico da stropicciarsi gli occhi.
Dobbiamo riportare la gente
allo stadio con i risultati, sappiamo quanto i tifosi amano
la Lazio.

EMERGENZA. Simone ha lavorato in emergenza e sta cercando di recuperare Biglia e


Lulic, provati ieri nel blocco
dei titolari. La Lazio giocher
con il solito 4-3-3. Linea difensiva formata da Basta, Bisevac, Gentiletti e Konko. Onazi completer la linea media-

LAZIO

INTER

4-3-3

22
MARCHETTI
13
BISEVAC
8
BASTA

23
ONAZI

18
GENTILETTI

29
KONKO

20
BIGLIA

87
CANDREVA

19
LULIC

11

La Lazio
riesce
a segnare
almeno
un gol
nelle sfide
contro lInter
proprio da 11
partite
consecutive.

4-4-1-1

Allenatore: Mancini. A disposizione: 30 Carrizo, 46


Berni, 21 Santon, 5 Juan Jesus, 12 Telles, 27 Gnoukouri,
83 Felipe Melo, 23 Eder, 11 Biabiany, 97 Manaj, 8
Palacio. Indisponibili: Ljajic. Squalificati: -.
Diffidati: Telles, Handanovic, Perisic,
14
Jovetic.

KEITA B.
11
KLOSE
9
ICARDI

10
JOVETIC

17
MEDEL

77
BROZOVIC

33
DAMBROSIO

25
7
Allenatore:
MIRANDA
KONDOGBIA
S. Inzaghi.
24
44
A disposizione: 99 Berisha,
1
MURILLO
PERISIC
55 Guerrieri, 2 Hoedt, 33 Mauricio, 4
HANDANOVIC
55
Patric, 5 Braafheid, 32 Cataldi, 6 S. Mauri,
NAGATOMO
21 Milinkovic,7 Morrison,10 Anderson,9 Djordjevic. Indisponibili: De Vrij, Radu, Parolo, Kishna, Matri.
Squalificati: -. Diffidati: Gentiletti, Hoedt, Keita, Biglia.

ROMA Stadio Olimpico, ore 20.45


ARBITRO: Banti di Livorno. Arbitri darea: Orsato e Cervellera. Guardalinee: Barbirati e Meli. Quarto uomo:
Vuoto. Prezzi: 200, 90, 70, 45, 20 euro. Tv: Sky Calcio 1 e SuperCalcio, Premium Sport.

na, costringendo Milinkovic


a una nuova esclusione. Davanti il tridente verr composto da Candreva, dal rientrante Klose e da Keita, titolarissimo con Inzaghi. Felipe ancora
in panchina, stesso discorso
per Cataldi. Vedremo come
sta Biglia e poi decideremo.
Cataldi sta lavorando bene
e quando ha giocato ha fatto
la sua parte, segnando alcuni
gol importanti. Qui deve combattere con Biglia, Parolo, Milinkovic, Onazi. E dura. Ma
Danilo alla Lazio ha dimostrato di starci alla grande. Gli infortuni lo hanno penalizzato. La sorte non sta migliorando. Ho perso un giocatore importante come Parolo, ,
ha un grosso versamento. Anche Bisevac e Djordjevic hanno qualche problema, spero
di recuperarli. Matri non pi
stato disponibile e ci sarebbe stato utile. Dovremo essere forti sulluno contro uno e
cattivi quando capiter la palla buona per segnare.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Mauro Icardi
ha partecipato a cinque
delle ultime
sette reti in
serie A
dellInter: tre
gol e due
assist.
Simone Inzaghi, 40 anni: ha sostituito Stefano Pioli il 3 aprile LAPRESSE

IL COMUNICATO

Lotito: Voci false, non vendo la Lazio


di Daniele Rindone
ROMA

Lotito non vende la Lazio, lo


dice da 12 anni, lha ribadito
ieri, dopo una settimana di voci
e indiscrezioni: davano industriali russi (dopo gli investitori arabi) interessati allacquisto
della societ. Lotito ha smentito incontri e trattative di ogni
tipo con questo comunicato:
La S.S. Lazio S.p.A. denuncia
la totale falsit delle notizie relative a presunte trattative per
la cessione della societ, a prezzi richiesti, ad ipotetici aspiranti acquirenti ed alla provenienza di ipotetici gruppi imprenditoriali interessati allacquisto.
Tali notizie sono totalmente
infondate e sono idonee a determinare una oscillazione del

titolo azionario sul mercato,


al fine di favorire manovre speculative, oltre a
creare incertezza intorno al futuro del
club in un momento particolarmente delicato per limpostazione dei programmi della prossima
stagione sportiva.
LO SCENARIO. Lotito
non vende, lha chiarito unaltra volta. E intenzionato a ripartire con un
nuovo progetto, lo sta pensando
con il diesse Tare. Lo attuer rivoluzionando lorganico,
allestendo una squadra che
come obiettivo minimo punte-

r allEuropa League. Ma da
mettere in conto la vendita di
alcuni big, gli indiziati restano
Candreva e Biglia. Le cessioni eccellenti non possono far
piacere, andrebbero sempre
evitate per competere a grandi livelli con continuit. La Lazio, in questo, non cresciuta.
Lotito non vende la Lazio, ma
deve cambiare rotta. La gente
si stancata, tanti gli chiedono
di andare via. Nel calcio italiano stanno entrando nuovi investitori, gruppi stranieri facoltosi. I tifosi della Lazio chiedono al
presidente Lotito di pi
rispetto a quanto sta facendo. La squadra da ormai
12 anni gravita in media tra
il settimo e lottavo posto
tranne alcune eccezioni.

Il rapporto con il popolo laziale


tornato ai minimi storici. Lotito non vende. Poi, se qualcuno ha davvero intenzione di
farsi avanti, non deve fare altro che palesarsi, presentarsi a

Pronto un progetto
con obiettivo
lEuropa League
Per Candreva
e Biglia partiranno
Formello. Non deve fare altro
che bussare alla porta di Lotito
per provare ad intavolare una
trattativa. Che Lotito non venda, per, un dato di fatto. La
porta chiusa a prescindere.
RIPRODUZIONE RISERVATA

domenica
1 maggio
2016

5
Corriere dello Sport
Stadio

LAZIO-INTER (ore 20.45)

MANCINI

quote bwin
ESITO 1X2 FINALE

La Lazio deve rialzarsi


Inter motivata ma fuori
da Milano non convince

3.30

La stagione
andata bene

SEGNO X AL 90'

Tutto in bilico nel posticipo


domenicale Lazio-Inter.
Nerazzurri poco convincenti in
trasferta, la Lazio di Simone
Inzaghi deve ripartire dopo i ko
con Juve e Sampdoria. Grande
equilibrio sulla lavagna bwin.it,
l'1 vale 2.50 mentre il 2 paga
2.90. L'ultimo pari interno della
Lazio risale al 6 gennaio, qui la X
renderebbe 3.30 volte la posta.

Non per niente unannata disastrosa


Penso riusciremo a tenere tutti i big
di Andrea Ramazzotti
INVIATO AD APPIANO

La stagione dellInter non


stata da buttare. A tre partite
dalla fine e con il quarto posto vicino, ma ancora da conquistare, ieri in conferenza
stampa Roberto Mancini ha
alzato la voce per difendere
il gruppo dalle critiche e per
far capire che confermando
tutti i big, il futuro pu essere roseo.
Il tecnico
di Jesi stato molto diretto
nellesprimere il suo pensiero: Aspettiamo domani
OTTIMA ANNATA.

Champions, non
finita la corsa
Sono esigente e mi
do un voto basso
Stiamo costruendo
(oggi, ndr) a parlare di rammarichi e a dire che la corsa per la Champions finita.
La nostra stagione comunque non da buttare e mi
arrabbio quando voi giornalisti dite che non buona. Stiamo costruendo una
squadra e per farlo bisogna
passare per delle sconfitte.
Siamo al quarto posto dietro tre formazioni (Juve, Napoli e Roma, ndr) attrezzate
meglio e ad agosto anche la
Fiorentina sulla carta ci era
superiore perch aveva una
rosa insieme da anni. I tifosi
dellInter devono sapere che
questa non unannata disastrosa. Abbiamo avuto venti

Lo studio
di Ettore Intorcia

giornate straordinarie nelle


quali la stampa ci criticava
non si sa perch, poi abbiamo avuto un calo, ma la stagione rimane buona. Perch
allora mi sono dato un voto
insufficiente? Sono molto esigente con me stesso e volevo
ridare allInter la Champions
League. Poi per devo anche
valutare altre cose ed essere
obiettivo nei giudizi.
Adesso lobiettivo continuare il processo di crescita nel 2016-17 confermando i big. E possibile trattenerli tutti e spero che il gruppo migliori. Siamo lInter e
dobbiamo sempre crescere.
La Juventus? E la pi forte e
negli anni stata pi brava
delle altre perch si costruita lo stadio che porta punti
e introiti, ma anche perch
ha comprato giocatori forti
investendo i ricavi maggiori che ha. Pu contare su un
vantaggio importante.

nega? E del Siviglia e non so


se lInter lo ha preso o no (in
realt per lui ed Erkin tutto
fatto da tempo, lo hanno fatto
capire anche i dirigenti di Siviglia e Fenerbahce, ndr). Banega un nazionale argentino, un elemento che ha qualit, esperienza e tecnica. Cosa
risponderei se Thohir mi dicesse che possiamo prendere Tour? Non saprei, difficile
parlare ora di mercato.
COMPLIMENTI. Il Mancio ha

chiuso con una carrellata


di complimenti: AllAtletico Madrid e a Simeone per
quello che hanno fatto e per

SEGNANO ENTRAMBE

Precedenti con Goal


Difficile ipotizzare
un match da sbadigli

il progetto che stanno portando avanti da quattro anni. Al


Crotone perch la sua promozione in Serie A un qualcosa di bello per il calcio. A
Simone Inzaghi, che stato
mio compagno e mio giocatore: sono contento che sieda sulla panchina della Lazio.
E al Leicester: credo che ormai sia fatta per la vittoria della Premier e che resti solo da
capire quando succeder. E
bello che un allenatore italiano torni a trionfare in Inghilterra. Ranieri lo merita per il
suo lavoro e ora devono intitolargli una piazza.
Riproduzione riservata

1.62
PORTE VIOLATE

Roberto Mancini, 51 anni, contro le critiche salva la stagione ansa

Stevan Jovetic, Inter

marcia da invertire

LInter dovr guarire dal mal di trasferta


INVIATO AD APPIANO - Dallinizio del girone di ritorno solo
Atalanta, Genoa, Udinese ed
Empoli hanno avuto un rendimento peggiore dellInter
in trasferta.
Se il prossimo anno Mancini vorr davvero conquistare un posto in Champions
League (o qualcosa di pi),
dovr guarire da questo... virus che ha attaccato la sua
formazione dopo laffermazione sul campo dellEmpoli, nellultimo match esterno
della prima met del campionato.
Da allora in poi tante, troppe delusioni e un ruolino di
marcia (1 successo, 3 pari e 4
ko) decisamente insufficien-

CATENACCIO MERCATO. Decisi-

vi secondo Mancini saranno


i movimenti della prossima
estate, ma sul mercato zero
concessioni: Dipender da
cosa si potr fare, dai giocatori bravi che si libereranno.
Ora difficile dire quale calciatore potrebbe essere adatto perch se poi non si pu
prendere, devi andare su un
altro. In ogni caso serviranno
elementi che aiutino la squadra e che colmino le lacune
che abbiamo. Indossare la
maglia dellInter a San Siro
per non facile, soprattutto per i giovani e quindi bisogna essere attenti e valutare
bene prima di scegliere. Ba-

te e insoddisfacente.
ANOMALIA. E pensare che nel

girone dandata Icardi e compagni non solo avevano ottenuto pi punti lontano da
San Siro (20 in 9 gare) che al
Meazza (16 in 10 sfide), ma
avevano anche messo in fila
tutte le concorrenti quanto a
rendimento esterno. Nessuno infatti aveva fatto meglio
di loro, neppure la Juventus
che stava guarendo dalla crisi (19 punti in 10 match), la
Fiorentina (16 in 9), il Napoli
(18 in 10), lEmpoli (17 in 10)
o la Roma (14 in 10). Dal giro
di boa in poi, per, qualcosa si rotto: ha forse influito
la forza delle avversarie per-

ch i nerazzurri si sono esibiti sui campi di Milan, Juventus, Fiorentina e Roma, ma


pi in generale stato diverso latteggiamento e la squadra ha iniziato ad accumulare errori pagati a caro pezzo.
La dimostrazione dai gol subiti: erano stati 5 nei primi 9
match esterni, mentre nel ritorno sono 13 con 2 trasferte
che ancora mancano allappello. Solo Torino (14), Genoa (14), Empoli (14), Udinese (16) Frosinone (22) e
Palermo (22) hanno pi reti
al passivo dopo il giro di boa.
LJAJIC, RABBIA E KO. Niente tra-

sferta a Roma per il serbo che


sembrava recuperato dallaf-

faticamento di gioved e che


invece ieri mattina ha accusato un fastidio al flessore destro. Non si tratta di un problema che preoccupa, ma
stato sufficiente per metterlo
ko e non inserirlo nellelenco dei 22 convocati. Ljajic in
ogni caso non avrebbe giocato dallinizio anche perch il suo rapporto con Mancini, dopo le rose e fiori autunnali, decisamente peggiorato e tra i due c grande
freddezza. Scontato il mancato riscatto e il ritorno alla
Roma per fine prestito. Ieri la
squadra ha raggiunto Roma
in treno.
and.ram.

Riproduzione riservata

SEI SQUADRE IN CORSA

Lo sprint europeo
ecco le possibilit
ROMA

INTER

MILAN

SASSUOLO

Per cosa lotta

Per cosa lotta

Per cosa lotta

Per cosa lotta

Per cosa lotta

Per cosa lotta

Difesa del 2 posto dallattacco


della Roma.

Secondo posto; difesa del terzo


dallattacco dellInter.

Terzo posto; difesa del quarto


dallattacco della Fiorentina.

Quinto posto; difesa del sesto


dallattacco del Sassuolo.

Quinto o sesto posto

Cosa serve

Cosa serve

Cosa serve

Quarto posto; difesa del quinto


dallattacco di Milan e
Sassuolo.

Cosa serve

Deve chiudere con almeno un


punto di vantaggio sulla Roma,
che favorita dagli scontri
diretti in caso di arrivo alla pari:
occorre raccogliere lo stesso
bottino dei giallorossi o al
massimo un punto in meno.
Quindi: 3 vittorie; 2 vittorie
se la Roma perde o pareggia
una partita; 1 vittoria e 2 pari se
la Roma perde almeno una
partita e cos via.

Deve almeno agganciare il Napoli:


alla pari sarebbe seconda per gli
scontri diretti: occorre raccogliere
almeno 2 punti in pi in tre partite.
Quindi: 3 vittorie se il Napoli ne
pareggia o perde almeno una; 2
vittorie e un pari se il Napoli ne
vince una e ne pareggia due.
Per evitare il sorpasso dellInter
non deve farsi agganciare dai
nerazzurri, che sono avanti negli
scontri diretti ma devono
recuperare 7 punti. Con una vittoria
giallorossa giochi chiusi; idem se
lInter perdesse una partita.

Deve almeno agganciare la Roma,


avendo ottenuto una vittoria e un
pari nel doppio confronto. Quindi: 3
vittorie sperando che Spalletti perda
almeno una gara e non raccolga pi
di due pareggi nelle altre due; 2
vittorie e un pari se la Roma le
perdesse tutte e tre.
Discorso chiuso aritmeticamente
alla prima vittoria dei giallorossi o
alla prima sconfitta nerazzurra.
Per restare quarta, lInter deve
chiudere almeno un punto avanti
alla Fiorentina, per lhandicap degli
scontri diretti. Occorrono 3 punti a
prescindere dai risultati della viola
nelle ultime due giornate.

Per il quinto posto deve sorpassare la Fiorentina e quindi


recuperarle 8 punti: 3 vittorie
sperando che Paulo Sousa
raccolga solo un pari in due partite.
Per il sesto posto basta
raccogliere negli ultimi 270 un
punto in pi del Milan con il quale
avanti negli scontri diretti: occorre
che i rossoneri non vincano
almeno una partita.
Il sesto posto vale lEuropa
League (dal preliminare Q3, quello
che precede i play off) solo
nellipotesi che il Milan (a quel
punto 7) non vinca la Coppa Italia.

Il calendario

Due partite in casa su tre,


lultima con il Frosinone che
potrebbe essere gi retrocesso.
Subito Atalanta al San Paolo,
poi il Torino fuori casa: giocher
le due sfide conoscendo gi il
risultato della Roma.

Il calendario

Dopo la trasferta sul campo del


Genoa, ultimo match casalingo con
il Chievo: giocher queste due gare
prima del Napoli. Chiusura a San
Siro con il Milan che pu ancora
giocarsi lEuropa League.

Il calendario

La Lazio in trasferta, poi lEmpoli a


San Siro alla penultima. Chiuder la
stagione a Reggio Emilia contro il
Sassuolo che potrebbe essere
ancora in corsa per lEuropa League.

Deve almeno agganciare lInter


per arrivare quarta: avanti
negli scontri diretti. Quindi: 2
vittorie sperando che Mancini
non faccia pi di 2 punti in tre
partite. Servono 3 punti per
tenere dietro il Milan. In caso di
arrivo a pari punti, c parit
negli scontri diretti, sarebbe
decisiva la differenza reti che
oggi ampiamente favorevole
alla Fiorentina (+16 a +7). Ne
basta 1 per tenere alle spalle il
Sassuolo: in vantaggio negli
scontri diretti.
Il calendario

Dopo il Chievo ieri sera, il


Palermo al Franchi (rosanero
ancora in corsa per la
salvezza?). Chiusura allOlimpico con la Lazio che gi fuori
dai giochi.

Molte alternative
Si pu considerare
il pareggio con reti

6.00
LO SCORE DI 1-1

Solo tre pareggi per la Lazio


all'Olimpico, due di questi per
1-1. Dell'Inter va rimarcata la
propensione a segnare un gol
esatto (21 volte finora), smentita
per da tre giornate a questa
parte. Sul tabellone brilla il
punteggio di 1-1 a fine match che
regala un moltiplicatore pari a 6.
Lo 0-0 di partenza proposto a 9
mentre il 2-2 show in lavagna a
12.

Doppia firma all'andata


Quando vede nerazzurro
l'esterno laziale si esalta

FIORENTINA

Cosa serve

RISULTATO ESATTO

PRIMO MARCATORE

Dal Napoli al Sassuolo: obiettivi e chance


NAPOLI

Milan, Juve, Napoli e Roma.


Contro le big, all'Olimpico, la
Lazio non ha mai chiuso con
porta inviolata. L'Inter ha in
scia un doppio No Goal esterno
ma occhio, gli ultimi 4
precedenti in A contro i
biancocelesti dicono il
contrario. Il Goal si gioca a 1.62,
chi ama il rischio pu provare
l'Over 1,5 primo tempo (2.70).

Potrebbe non bastare laggancio


alla Fiorentina: con una vittoria a
testa per 2-0 negli scontri diretti,
infatti, deciderebbe la differenza
reti generale, oggi favorevole alla
viola (+16 contro +7). Quindi: 3
vittorie sperando che Paulo Sousa
non faccia pi di un punto nelle
prossime due partite.
Per chiudere sesto, il Milan deve
ottenere gli stessi punti del
Sassuolo: rossoneri in svantaggio
negli scontri diretti nei confronti
della squadra di Di Francesco.
La vittoria della Coppa Italia
garantirebbe al Milan la qualificazione ai gironi di Europa League a
prescindere dal piazzamento in A.
Il calendario

Il Frosinone in casa, poi la trasferta


di Bologna. Chiusura con la Roma
che potrebbe ancora essere in
corsa per il secondo posto.

7.50
SBLOCCA CANDREVA

Cosa serve

Il calendario

Subito il Verona (gi retrocesso) in


casa, poi la trasferta di Frosinone
(laziali ancora in corsa?). Chiusura
in casa con lInter che potrebbe
aver gi blindato il quarto posto.

Antonio Candreva, Lazio


Ha segnato 8 gol in questo
campionato, ben 3 all'Inter nelle
ultime due occasioni in cui l'ha
affrontata. Antonio Candreva
mette nel mirino la porta di
Handanovic, nel tentativo di
sbloccare la sfida con l'Inter per
la terza volta consecutiva.
L'ipotesi che sia lui il primo
marcatore in lavagna a 7.50.
Concorrenza agguerrita, il rivale
pi accreditato Icardi (5.50).
Consulta tutte le quote su
www.bwin.it

6
Corriere dello Sport
Stadio

domenica
1 maggio
2016

MILAN-FROSINONE (ore 15)

le sfide di brocchi

Tutto per lEuropa


i tifosi, la panchina
Vincere troppo importante, serve un Milan unito
di Pietro Guadagno
MILANO

Vincere. Vincere per non perdere lEuropa. Vincere per rispondere alla scontata contestazione di San Siro. Vincere per alimentare la speranza
di restare in panchina anche
la prossima stagione. E questo limperativo con cui il Milan, e Brocchi in particolare,
affronteranno oggi pomeriggio il Frosinone. Impossibile
cancellare quello che successo a Verona, ma obbligatorio
almeno voltare pagina. Mancare lEuropa sarebbe un fallimento collettivo, non si nascosto il tecnico. Ecco perch,
al di l dei consueti bei discorsi (Nella mia idea di calcio
non voglio vedere una squadra che giochi solo in ripartenza), per una volta conter la concretezza: Il risultato
troppo importante in questo momento.
TIFOSI DA CONQUISTARE. Intan-

to, si tratta anche di verificare


se stavolta i giocatori reagiran-

no agli input di Brocchi, oppure se faranno ancora scena muta. Per la societ sono
loro i grandi colpevoli della situazione. La mia speranza
quella di vedere in campo una
squadra che abbia la voglia di
reazione, come mi hanno di-

Ho poco tempo
ma non una scusa
Mancare lEuropa
fallire. La gente
va conquistata
mostrato tutti durante questa settimana di allenamenti.
Ai miei occhi, il problema di
questo gruppo chiaro. Nelle difficolt, invece di compattarci ci disuniamo. Ognuno dei
nostri giocatori vuole risolvere
il problema da solo e non con
i compagni.
Peraltro, oggi lavversario
non sar soltanto il Frosinone
ma anche il pubblico, gi sceso sul piede di guerra e pronto
a contestare aspramente, ma

non si annuncia certo il tutto


esaurito, anzi... Siamo noi a
dover conquistare la gente con
l'atteggiamento - ha spiegato
Brocchi -. Giocare nel Milan,
significa anche saper reggere
San Siro, quando si perde, ma
anche quando si vince.
DIFFICOLT ANCHE PER I BIG.

Brocchi va avanti, ma alle


sue spalle c ormai la figura
di Lippi. I due potrebbero anche convivere nel nuovo Milan targato Cina, magari come
direttore tecnico e allenatore,
ma chiaro che senza Europa
League e/o Coppa Italia sar
impossibile. Ad ogni modo,
tagliare il traguardo sarebbe
molto pi semplice se Montolivo e soci avessero la sua
stessa fiducia e convinzione
nei propri mezzi. Come si fa
a dire di no quando ti viene offerto un lavoro di altissimo livello? Nessuno avrebbe rifiutato. Io studio calcio da cinque
anni e ormai ho unidea fortificata. L'ho trasmessa a giocatori giovani, perch non dovrei
farlo con gente pi esperta?

Per giocare in un certo modo


non ci vogliono solo top-player, bastano buoni elementi. Empoli e Sassuolo sono gli
esempi: quando vedo le loro
partite, mi diverto. Il modulo
non c'entra con i nostri problemi e non si cambia. Semmai,
ci sono equilibri da trovare. Il
mio compito trasmettere fiducia e concetti che non sono
assurdi o sconosciuti. E vero
che il tempo a disposizione
poco, ma non deve essere una
scusa. Anche i grandi allenatori hanno avuto difficolt iniziali, vedi Sacchi, Guardiola o
lo stesso Sarri.
PI DI TUTTI. Lultimo pensie-

ro per Berlusconi, che lha


voluto in panchina e che domani mettere la firma alla trattativa in esclusiva con il consorzio cinese guidato dallEvegrande Group. Nessun tifoso ama il Milan pi di lui. E
lui vuole vedere un Milan diverso. Se fossi un calciatore,
per rispetto alla societ, penserei solo al campo.
Riproduzione riservata

VITTORIA SU OTTO

Il Milan ha vinto solo una


delle ultime otto gare di
campionato (3 pari, 4 ko)

15
PARATE

Donnarumma ha effettuato
15 parate nelle ultime 3 gare:
nessun altro pi di lui in A.

13

KO IN TRASFERTA

Il Frosinone ha perso 13 delle


17 trasferte effettuate in
questo campionato.

Cristian Brocchi, 40 anni ammette: Non si pu dire di no al Milan ansa

la giornata

Il logo della societ non cambia


ORE 8

Il Milan si congratula con


Luca e Marta Antonelli per la
nascita di Azzurra. Un
pensiero anche per nonno
Dustin.
ORE 14

In merito a indiscrezioni
apparse su alcuni siti su una
possibile modifica del logo
della societ, AC Milan

precisa che la notizia


destituita di fondamento.
ORE 15

Rifinitura a Milanello. De
Sciglio in vantaggio su
Antonelli per la corsia
sinistra. Se il risultato
dovesse essere favorevole, il
baby Locatelli potrebbe
trovare nuovamente spazio
nella ripresa.

ORE 17

Da Benevento, dove ha
presentato il suo libro, Rivera
ha commentato liniziativa
dei piccoli azionisti rossoneri
che lavevano inserito in un
CdA alternativo: Mi hanno
gi interpellato tante volte,
gli ho detto che in questa
vicenda non voglio figurare.
p.gua.
Riproduzione riservata

FROSINONE, UN TEST PER TUTTI

Balotelli e Alex sotto esame


MILANO - Il match con il Frosinone, per il Diavolo, sar lennesimo esame di questo finale di stagione. Il futuro di molti rossoneri, infatti, pesantemente in bilico. Soprattutto
se ci sar la svolta cinese, che
presumibilmente sfocer in
una profonda rifondazione.
Del resto, la realt di questa
annata ha raccontato che lunica vera certezza si rivelato
Donnarumma, nonostante i
17 anni appena compiuti: lui
stato il solo a non steccare
con il Verona, anzi ha provato
a tenere in piedi il Diavolo fino
allultimo. Tutti i suoi compagni, invece, hanno il dovere di dimostrare qualcosa. A

cominciare dalla gara di questo pomeriggio a San Siro, che


avr come severissimo giudice il pubblico, fino ad arrivare
al 21 maggio.

Dovranno essere
concreti e decisivi
Atteso anche Bacca
Osservato speciale
poi Montolivo
STAVOLTA SEGNA? Rispetto al
Bentegodi, le uniche novit
di formazione dovrebbero essere Balotelli e Alex, entram-

bi costretti a rimanere fuori per squalifica. Quando le


cose vanno male, si dice che
gli assenti abbiano sempre ragione. Ora per tocca anche a
loro. In merito a Mario, tanto per cominciare, non sar
pi sufficiente latteggiamento positivo delle ultime uscite:
ora serve concretezza, capacit di prendersi le responsabilit ed essere decisivo. Anche perch il suo bilancio, dal
punto di vista numerico, un
pianto: un solo gol in 18 presenze in campionato. Su queste basi, la sua conferma (ancora in prestito) non sarebbe
altro che una concessione del
Liverpool, che non lo rivuole

indietro e che finora non ha


ricevuto altre richieste.
NEL MIRINO. Restando in attac-

co, attenzione anche a come


San Siro accoglier Bacca. Stavolta, infatti, non gli verranno
perdonate altre inutili rabone.
E i 17 centri stagionali non lo
metteranno certo al riparo da
fischi e contestazioni. Osservato speciale sar pure capitan Montolivo, pesantemente criticato sui social per non
aver saltato sulla punizione di
Siligardi, che, prima di infilare
la porta, passata esattamente sopra la sua testa.

p.gua.

Riproduzione riservata

domenica
1 maggio
2016

7
Corriere dello Sport
Stadio

chievo-fiorentina 0-0

lucido
Maran blocca Sousa Bizzarri
Badelj tampona
la Viola non vince pi Kalinic opaco
Le Pagelle

Incrocio dei pali di Zarate, poi Tatarusanu salva la Fiorentina

ASTORI 6

CHIEVO
MARAN (all.) 7

chievo
4-3-1-2

0 0

Bizzarri 
6,5
Cacciatore 
6
Gamberini 
6
Cesar 
5
Gobbi 
6
N. Rigoni 
6,5
(35 st Castro) 
sv
Radovanovic 
6
Hetemaj 6
Pepe 
6
(20 st Birsa) 
6,5
Pellissier 
5,5
Inglese 
5
(24 st Floro Flores) 
6,5
All.: Maran 
7

A disp.: Seculin, Bressan, Sardo,


Pinzi, Ninkovic, Mpoku.

La Viola continua a sfiorire in


questo finale di campionato dove, comunque, il quinto posto non dovrebbe essere
pi a rischio. A Verona contro
il Chievo la Fiorentina ha conquistato un punto soprattutto
grazie al bravo e fortunato Tatarusanu che ha salvato, anche grazie al palo, un pareggio non certo entusiasmante.
Quello che di buono (a parte il
risultato...) si era visto al Franchi contro la devastante Juventus non si rivisto al Bentegodi. Lunica consolazione di una
certa consistenza rappresentata dalla quasi certezza che,
nel caso di addio anticipato di
Sousa, Rolando Maran potrebbe essere lallenatore giusto al
posto giusto. Anche se il tecnico del Chievo, abile ed esperto,
nella sua carriera non ha mai
provato a fare i conti con una
piazza dove la pressione mediatica e la tifoseria rischiano
di diventare assillanti.
DOPPIA MOSSA. Il Chievo gi da

tempo non ha nulla da chiedere a un campionato da incorniciare, dove la salvezza anticipata si materializzata naturalmente, senza la bench

Guida sbaglia
Cacciatore era
da espulsione

3-5-2

Tatarusanu 
7
Tomovic 
5,5
Rodriguez 
5,5
Astori 
6
Tello
5
(14' st Bernardeschi) 
5,5
Fernandez 
5,5
(35' st Ilicic) 
sv
Badelj 
6
Borja Valero 
5,5
Alonso 
6
Zarate 
6
Kalinic 
6
All.: Paulo Sousa 5,5

Pessima gestione disciplinare


per linternazionale Guida (una
stagione da dimenticare).
Sventola ben otto gialli,
graziando per Cacciatore dal
rosso diretto e Gobbi dal doppio
giallo, non riuscendo a
spegnere il nervosismo di una
gara dura. I due errori pi gravi:
Cacciatore da terra rifila un
calcione con i tacchetti al
basso ventre di Marcos Alonso:
era da rosso diretto. Tomovic su
Hetemaj, giallo e gli va bene.
Pellissier, giallo inventato.
Gobbi (gi ammonito) ferma
Bernardeschi: da secondo
giallo. Tiro di Floro Flores,
Tatarusanu non trattiene ma
ferma il pallone sulla linea: la
Gol Line Tech conferma.

A disp.: Lezzerini, Pasqual, Roncaglia, Satalino, Blaszczykowski, Tino


Costa, Kone.

ARBITRO: Guida di Torre Annunziata 4,5. Arbitri darea: Valeri e Nasca.


Guardalinee: Tonolini e Carbone. Quarto uomo: Gava.
AMMONITI: 16 pt Zarate (F), 18 pt Gobbi (C), 37 pt Cacciatore (C), 12 st
Badelj (F), 29 st Tomovic (F), 30 st Cesar (C), 30 st Fernandez (F), 34 st
Pellissier (C) per gioco falloso.
NOTE: spettatori diecimila circa di cui 7.329 abbonati. Angoli: 6-2 per la
Fiorentina. Rec.: 0 pt-3 st.
di Furio Fedele
INVIATO A VERONA

LA MOVIOLA

fiorentina

minima sofferenza. Sousa, invece, cercava conferme da un


gruppo che ha le batterie gi
scariche. Primo fra tutti Kalinic che ha perso la malizia e
la rapidit di inizio campionato. Zarate sempre il solito:
dopo aver rischiato grosso per
un fallo inutile nel primo tempo, nella ripresa si trasformato come solo lui sa fare, esaltato e ingolosito da un clamoro-

Floro Flores e Birsa


sfiorano il colpo
nel secondo tempo
Non incidono Ilicic
e Bernardeschi
so incrocio dei pali colpito direttamente su calcio piazzato.
ROSSO. Ma il vero protago-

nista, in negativo, della partita stato larbitro Guida che al


36' del primo tempo ha inspiegabilmente graziato Cacciatore che reagito nel peggiore dei
modi ad Alonso. Lespulsione
doveva essere garantita, invece
il clivense se l cavata con un
giallo. Dopo un primo tempo senza grandi emozioni per
i portieri, nella ripresa Maran
ha cercato di cambiare il de-

La presa alta con cui Albano Bizzarri, 38 anni, anticipa il difensore viola Davide Astori, 29 lapresse

stino della partita rispondendo a Sousa (fuori Tello per Bernardeschi) con un doppio, importante cambio. Birsa e Floro Flores sono decollati dalla
panchina andando a riprendere i loto posti inizialmente
affidati a Pepe e Inglese e hanno iniziato a mettere in affanno la Viola. Tatarusanu ha salvato due volte su Floro Flores
con lo sloveno perfetto direttore dorchestra. Per Sousa continuano ad arrivare brutte notizie da Ilicic che anche quando subentrato nel finale non
ha dato apprezzabili segnali di
vitalit, cos come ieri non ha
inciso sul match lingresso di
Bernardeschi.
AFFANNO. La Fiorentina ha ac-

cusato il colpo perdendo giri


del motore, terreno, entusiasmo e voglia di vincere. Eppure aveva avuto successo in tut-

VITTORIA SU 10

La Fiorentina ha vinto solo


una delle ultime 10 gare di
campionato: 5 pari e 4 ko
completano il bilancio.

te le ultime sei sfide di Serie A


contro il Chievo segnando almeno due reti per partita. Ma,
evidentemente, il Bentegodi
non pi terra di conquista
almeno per quanto riguarda
i clivensi che, con il pareggio
di ieri, adesso imbattuto da
7 partite (4 vittorie e 3 pareggi) in cui ha subito solo 3 gol
e ha tenuto la porta inviolata
in ben 4 occasioni. Ma ieri ha
contribuito molto anche il momento-no della Fiorentina alle
fortune del Chievo. Dallinizio
di marzo i toscani hanno ottenuto solo 7 punti in campionato (una sola vittoria, 4 pareggi e altrettante sconfitte). Solo
Palermo e Bologna (5) hanno
fatto peggio.
CHIAREZZA. A questo punto, fa-

cendo salvo e saldo il quinto


posto che vale lEuropa League
attraverso per i play-off della
seconda met dagosto, bisogna fare chiarezza in casa Viola
sul futuro della panchina. Anche perch lorganico a disposizione appare comunque dignitoso ma, ultimamente, demotivato a deconcentrato se si
fa eccezione la sfortunata prova dorgoglio contro la Juventus. Paulo Sousa se vuoi restare batti un colpo...
Riproduzione riservata

@edmondo_pinna
Riproduzione riservata

LA PARTITA AI RAGGI X

Fa bene la Viola a pensare a


lui per il dopo-Sousa. Nel secondo tempo il Chievo diventa unaltra squadra.
FLORO FLORES (24' st) 6,5

Lintesa con Birsa da manuale ma bravo Tatarusanu che replica su di lui quasi
allo scadere.
RIGONI 6,5

Risponde allincrocio colpito


da Zarate, con il replay (palo)
del gran tiro che aveva contribuito alla goleada casalinga contro il Frosinone.
BIRSA (20' st) 6,5

Splendida intuizione (34' st)


per Floro Flores. Il Milan sta
cercando da un paio danni
uno come lui che aveva gi...
BIZZARRI 6,5

Ringrazia il palo, ma non si fa


mai trovare fuori posto.
CACCIATORE 6

Scintille con Alonso fin dal primo tempo. Merita il rosso diretto per una brutta reazione
sullo spagnolo.
GAMBERINI 6

Quasi sempre puntuale su Kalinic, provvidenziale allo scadere del primo tempo.
GOBBI 6

Si propone con disinvoltura


in entrambe le fasi di gioco.
HETEMAJ 6

chievo
chiave tattica
Maran opta per Pepe alle
spalle di PellissierInglese. E un osservato
speciale perch
la Fiorentina sta
pensando anche a lui per
sostituire
eventualmente Sousa.
Maran risponde al collega
(Bernardeschi per Tello)
gettando nella mischia
Birsa per Pepe e Floro
Flores per Inglese.

la svolta
Maran decide di vincere
la partita quando
ripresenta la coppia
Birsa-Floro Flores che
aveva iniziato la gara in
panchina. I due dialogano
quasi alla perfezione. Fa
riflettere la resa nella
ripresa della squadra di
Sousa che sembrata
impreparata e
impotente.

fiorentina
chiave tattica
Sousa preferisce sfruttare
Fernandez come mezzo
destro anzich come
trequartista-bis
avanzando Zarate al fianco
di Kalinic. Getta nella
mischia Bernardeschi
nella ripresa come
grimaldello per scardinare
il bunker di Maran. Ma il
tecnico portoghese si fa
sorprendere quando il
rivale rivoluziona lattacco.

lerrore
Molto grave lerrata
valutazione di Guida che
avrebbe dovuto espellere
Cacciatore al 36 del primo
tempo per la violenta
reazione nei confronti di
Alonso. Sicuramente in
inferiorit numerica il
Chievo avrebbe giocato
una partita ben diversa nel
secondo tempo quando ha
messo sotto la Viola.

di fur.fed.

Nonostante la Viola sia in superiorit in mezzo al campo


non perde mai colpi.
RADOVANOVIC 6

Intenso nella ripresa quando il Chievo mette due marce in pi.


PEPE 6

Si adatta alla trequarti, fa il suo


fino a quando Maran non decide di ripresentare il titolare Birsa.

Si fa trovare sempre pronto a


pulire larea quando il Chievo
cerca di penetrare con i cross
dalle fasce.
BADELJ 6

Mette pi di una pezza quando il centrocampo cede.


ALONSO 6

Come al solito molto attivo


e propositivo. Si sostituisce
anche a Borja Valero come
ultimo suggeritore. Calcia
alle stelle il pallone respinto
dallincrocio dei pali sulla punizione di Zarate.
ZARATE 6

Inutile il fallo su Hetemaj dopo


appena un quarto dora. Molto
meglio nella ripresa. Si riscatta
(6') facendo tremare lincrocio
dei pali su calcio di punizione.
KALINIC 6

Poco dopo la mezzora tenta


di sorprendere Bizarri dal limite dellarea, ma largentino
si fa trovare pronto. Non lucidissimo in un paio di occasioni nei secondi 45'.
SOUSA (ALL.) 5,5

La Fiorentina non conferma i


segnali positivi che aveva manifestato contro la Juventus. Il
quinto posto quasi in cassaforte, ma senza eccessivo entusiasmo.
BORJA VALERO 5,5

Rigoni lo controlla da vicino,


praticamente a uomo. Gli toglie il respiro e gran parte delle idee migliori.
TOMOVIC 5,5

Quando il Chievo accelera nella ripresa, si... balla un po troppo in difesa. In diffida, viene
ammonito e non ci sar contro il Palermo.
Gonzalo RODRiGUEZ 5,5

Anche per lui una serataccia,


soprattutto quando entrano
in scena Birsa e Floro Flores.
BERNARDESCHI (14' st) 5,5

PELLISSIER 5,5

Lecito attendersi qualcosa di


pi dal suo innesto.

INGLESE 5

Sousa lo propone nella cinquina di centrocampo. Un po


troppo discontinuo.

Non sfrutta come dovrebbe (5'


st) lassist di Cacciatore.
Combatte e si sbatte, ma senza risultati apprezzabili.
CESAR 5

Tello e Kalinic lo mettono


spesso in difficolt. lanello
debole della difesa.

FIORENTINA

FERNANDEZ 5,5

TELLO 5

Tanto generoso ma non altrettanto concreto. Quando


deve ripiegare si trova spesso a disagio.

LARBITRO

TATARUSANU 7

Nel primo tempo impegnato pi che altro a rinvii di piede su reiterati retropassaggi dei
compagni di squadra. Doppio
miracolo (anche un po fortunoso...) nella ripresa. Ha salvato lo 0-0.

GUIDA 4,5

Da censura la mancata espulsione di Cacciatore gi nel primo tempo. Una decisione che
falsa il regolare svolgimento
dellintera partita.
Riproduzione riservata

udinese-torino 1-5

Manita del Toro e ora lUdinese torna ad avere paura


udinese
3-5-2

1 5

torino
3-5-2

Karnezis 
5
Heurtaux 
5
Danilo 
5
Felipe 
6
Edenilson 
4
Badu 
5
Kuzmanovic 
5
(17 st Hallfredsson)5
Fernandes 
5,5
(30 st Piris)sv
Ali Adnan 
4,5
Thereau 
5
Matos 
4
(17 st Perica)5
All.: De Canio4

Padelli 
6
Bovo 
6
Jansson 
7
Gaston Silva 
6,5
Zappacosta 
6,5
(30 st Molinaro)sv
Acquah 
7
Vives 
6,5
Benassi 
6,5
(27 st Baselli)6
Bruno Peres 
6,5
Belotti 
7,5
Martinez 
7
(40 st Edera)sv
All.: Ventura 
7

A disp.: Meret, Wague, Domizzi, Armero, Pasquale, Iniguez, Guilherme,


Lodi, Balic.

A disp.: Castellazzi, Ichazo, Maksimovic, Moretti, Glik, Gazzi, Farnerud, Maxi


Lopez.

MARCATORI: 12 pt Jansson (T), 45 pt Acquah (T), 2 st Felipe (U), 5 st Martinez


(T), 11 st Belotti (T), 38 st Martinez (T).
ARBITRO: Mariani di Aprilia 5. Guardalinee: De Pinto e Fiorito. Arbitri darea:
Doveri e Di Paolo. Quarto uomo: lo Cicero. AMMONITI: Bovo (T), Heurtuax (U),
Gaston Silva (T), Felipe (U) per gioco scorretto. ASSIST: Fernandes
NOTE: spettatori paganti 6.485, incasso 107.859,00 euro, abbonati 10.214.
Angoli 8-5 per il Torino. Rec.: 2 pt e 0. st

Doppietta di Martinez, in gol anche Jansson, Acquah e Belotti. I friulani in ritiro


di Guido Gomirato
UDINE

Non si vuole sminuire la grande prova del Toro che ha sbancato il Dacia Arena con il piglio
della grande, ma lUdinese
stata semplicemente ridicola.
Non ha giocato. E parsa impotente, ha sbagliato oltre il lecito, non ha nemmeno evidenziato quelle componenti che
una compagine in lotta per la
sopravvivenza deve sempre
avere sempre, il cuore e anche la testa.
Quella di ieri per i friulani
stato un disastro. Nel momento in cui era chiamata a
compiere lultimo sforzo per
porsi in salvo, lUdinese non
esistita. Ora torna a tremare e il patron Pozzo pronto
a spedire tutti in ritiro. E oggi
sar al lavoro. I bianconeri non
subivano cinque gol in casa
dal 2007, Udinese-Napoli 0-5.
Meno male che il Torino era

annunciato in difficolt, privo di elementi importanti, ma


l davanti Belotti e Martinez
sono parsi giganti. A De Canio che ha le sue gravi colpe
per aver preparato male la sfida dal punto di vista mentale,
gli va imputata anche la scelta
di Matos che non punta centrale, al posto dello squalificato Zapata. A partire dal 10 del
primo tempo (dopo un clamoroso errore a tre metri da Padelli di Matos al 7) in campo si
vista una sola squadra, quella granata che parsa organizzata, con Vives, Acquah, Banassi dominatori nel mezzo,
che sapeva sempre cosa fare,
con i bianconeri che arrivavano sempre in evidente ritardo
sul pallone. Il Toro andato al
riposo sul 2-0, ma ha motivi
per lamentarsi per il gol annullato a Belotti 10 che ha anticipato Danilo sui cross da destra
di Zappacosta per poi trafiggere da tre metri lincolpevo-

La delusione di Karnezis getty

le Karnezis. Ma lassistente De
Pinto (solo lui) ha visto il bomber in posizione di fuorigioco.
Al 12 stato Jansson con un
preciso colpo di testa a sbloccare il risultato su azione da
calcio dangolo sfruttando un
indecisione di Ali Adnan. LUdinese a qual punto si sciolta come neve al sole e al 45 il

Toro ha segnato la la seconda rete con Acquah, ha ripreso una respinta corta della difesa, ha anticipato Edenilson
per poi entrare in area sparando un bolide dal basso in alto
imprendibile per Karnezis. Nel
secondo tempo lUdinese ha il
merito e la fortuna di riaprire il
match con lo splendido colpo
di testa di Felipe, ma un fuoco di paglia, il Torino riprende
in mano le redini dellincontro, fa il bello e cattivo tempo
va in gol al 5 con un capolavoro di Martinez lanciato alla
perfezione da Acquah che prima di superare Karnezis evita
con una finta Heurtuax; all11
fa poker, ancora in contropiede, con Belotti che parte dalla
propria meta campo per poi
trafiggere il portiere con un
preciso diagonale. LUdinese intontita e al 38 Martinez
ne approfitta per fare cinquina
dopo lennesima contropiede.
Riproduzione riservata

serie A
classifica
JUVENTUS 85 35 27 4 4 67 18
NAPOLI
73 35 22 7 6 72 30
ROMA
71 35 20 11 4 74 38
INTER
64 35 19 7 9 47 32
FIORENTINA 60 36 17 9 10 56 40
MILAN
53 35 14 11 10 44 37
SASSUOLO 52 35 13 13 9 44 39
CHIEVO
49 36 13 10 13 43 42
LAZIO
48 35 13 9 13 45 47
TORINO
45 36 12 9 15 50 51
GENOA
43 35 12 7 16 39 43
EMPOLI
42 35 11 9 15 37 46
ATALANTA
41 35 10 11 14 37 43
SAMPDORIA 40 35 10 10 15 48 51
BOLOGNA 40 35 11 7 17 33 44
UDINESE
38 36 10 8 18 33 57
CARPI
35 35 8 11 16 34 51
PALERMO 32 35 8 8 19 33 63
FROSINONE 30 35 8 6 21 32 68
H. VERONA 25 35 4 13 18 30 58

36 GIORNATA
CHIEVO-FIORENTINA 
0-0
UDINESE-TORINO

1-5
Oggi
JUVENTUS -CARPI
(ore 12.30)  (3-2)
EMPOLI-BOLOGNA
(ore 15)  (3-2)
MILAN-FROSINONE
(ore 15) 
(4-2)
PALERMO-SAMPDORIA (ore 15)  (0-2)
SASSUOLO-H. VERONA (ore 15) 
(1-1)
LAZIO-INTER
(ore 20.45)  (2-1)
Domani
GENOA-ROMA
(ore 19)  (0-2)
NAPOLI-ATALANTA
(ore 21) 
(3-1)
37 GIORNATA
Sabato 7 maggio
INTER-EMPOLI (ore 18) 
(1-0)
BOLOGNA-MILAN (ore 20.45)
(1-0)
Do menica 8 maggio
ROMA-CHIEVO (ore 12.30)
(3-3)
ATALANTA-UDINESE (ore 15) 
(1-2)
CARPI-LAZIO (ore 15) 
(0-0)
FIORENTINA-PALERMO (ore 15)  (3-1)
FROSINONE-SASSUOLO (ore 15)  (2-2)
SAMPDORIA-GENOA (ore 15) 
(3-2)
H. VERONA-JUVENTUS (ore 20.45)  (0-3)
TORINO-NAPOLI (ore 20.45)
(1-2)

DOMENICA
1 MAGGIO
2016

9
CORRIERE DELLO SPORT
STADIO

PALERMO-SAMPDORIA (ORE 15)

CARICA PALERMO
Lordine di Ballardini
Conta solo questa
Allontana le idee di un complotto: Io non ci credo
E Zamparini vola in Libano: a incontrare nuovi soci?
ferno possono attendere. Siamo concentrati sulla Samp,
il resto non conta. Contano
solo i tre punti e le difficolt
per conquistarli. Il mio desti-

simpatia per un Paese bellissimo, dalleconomia giovane.... Euforico per la promozione, promise di portare il Palermo a Beirut per una
amichevole. Ora forse pensa
a legami pi forti.

di Salvatore Geraci
PALERMO

Zamparini in Libano; Ballardini a Palermo, in uno stadio


semivuoto per la decisione del
prefetto di vietare la vendita
dei biglietti. Due partite decisive, giocate in terreni e atmosfere diverse, dalle quali
dipendono presente e futuro
di squadra e societ. Cio restare in corsa per la salvezza;
e capire se il presidente lascer comunque a fine stagione.
Sfide senza ritorno: tre punti
per continuare a sperare, nuovi soci perch il Palermo possa sopravvivere. Zamparini
non ha mai nascosto la sua

Siamo concentrati
solo sulla Samp
La squadra sta
bene. E Gilardino
un campione

CERVELLO GAMBE CUORE. Pen-

sieri lontani dalla mente di


Ballardini che non vuole saperne di aprire un discorso al di l dei novanta minuti con la Samp. Tabelle? Carpi? Programmi? Il rinnovo di
Sorrentino ormai conteso da
Chievo e Atalanta? Laddio di
Vazquez? Quello di Maresca?
Le incertezze su Gilardino? Il
suo contratto? Paradiso e in-

no? Non andiamo oltre lidea


della partita. E non credo che
sia un pensiero riduttivo. Il sogno? Una bella prestazione e
continuare a sperare. E que-

sta la nostra favola. Entusiasmo ritrovato dopo la vittoria.


Voglio rivedere lattenzione,
latteggiamento, la disponibilit di Frosinone. E anche il
gioco. Potremmo dare di pi,
ne abbiamo i mezzi, non facile in una situazione cos critica. Gli ostacoli debbono renderci pi forti. Cervello, gambe, cuore, gli ingredienti per la
salvezza. Pu incidere la parziale assenza di pubblico? Ai
tifosi non bisogna chiedere,
la squadra che deve dare. Tante gioie, a prescindere dalle
presenze. Che peccato, per. E
mi dispiace perch sono certo
che il Palermo con il suo comportamento avrebbe recupe-

rato e meritato il sostegno dei


tifosi.
COMPLOTTO? Noi, vittime di
errori arbitrali? Se ho parlato
con i giocatori? Carpi favorito?
Sorvoliamo. No, non avevamo
motivo di discuterne. Stiamo
solo attenti a come comportarci in campo, niente di pi.
Vazquez ha recuperato? Non
si mai fermato. Solo piccole
precauzioni per evitare qualsiasi trauma. Risposte e sensazioni ci confortano. Vantaggio o svantaggio conoscere il
risultato del Carpi che gioca
alle 12.30? Non lo so. Ci pensiamo poco. Qualcuno sbircer ? Se il Carpi vince a Torino,

Alberto Gilardino, 33 anni, 9 reti in 30 presenze questanno con il Palermo in serie A LAPRESSE

ci condiziona, ma deve farcela.... Il presidente, e non solo


lui, sostiene che Vogliono il
Palermo in B. Esce un sussurro: Penso proprio di no....
Poi, la voce diventa robusta:
Chi dice questo sbaglia, il Palermo deve guadagnarsi la salvezza in campo. Come i nostri
avversari. Le polemiche non ci
interessano. Da uomo di sport,
non tradisco la mia passione,

Ma Quagliarella vuole sbloccarsi


suo primo successo. Adesso
si punter anche sulla voglia
di ritorno al gol che ha Quagliarella, allasciutto da sei turni, mentre Soriano vuole col-

Montella sgombra subito il


campo, quando gli si ricorda
che cinque anni fa il Palermo
affoss la Sampdoria mandandola in serie B. Non abbiamo bisogno di andare indietro nel tempo, cercando
le motivazioni. Ora la situazione si praticamente capovolta, a tre giornate dalla
fine. Doriani salvi, anche se
manca un punticino per laritmetica, ma lobiettivo bissare il successo dellandata. Era
la partita pre-natalizia, e lAeroplanino riusc a cogliere il

Montella cerca
il punto salvezza
Viviano merita
lazzurro. Il futuro?
Serve chiarezza
pire ancora il Palermo come
accaduto in dicembre. Il centrocampista anche capocannoniere della Samp, al netto di

EMPOLI

BOLOGNA

4-3-1-2

23
PELAGOTTI

15
COSTA

24
COSIC
6
BITTANTE

21
MARIO RUI

11
CROCE

14
DIOUSS

17
ZIELINSKI

un Eder che ha abbandonato


la nave in corso dopera. Ma
la squadra cambiata molto,
in generale, dice Montella.
Abbiamo giocatori e metodi diversi, c pi continuit.
E ora capita unoccasione per
chiudere il discorso. In attacco resta da decidere il destino di Alvarez - in ballottaggio con Correa sulla trequarti
- e Cassano, mentre Moisander getta la spugna. Sappiamo che il Palermo ha bisogno
di vincere, prosegue il tecnico blucerchiato. E difficile,
per loro, giocare con una certa
classifica: dobbiamo farlo diventare un vantaggio da par-

20
5
PUCCIARELLI
SAPONARA

7
MACCARONE

4-2-3-1

Allenatore: Donadoni.
A disposizione: 1 Da Costa, 97 Sarr, 15 Mbaye, 4 Krafth,
2 Oikonomou, 11 Zuniga, 6 Crisetig, 8 Taider, 30 Donsah,
5 Pulgar, 18 Acquafresca, 98 Tabacchi. Indisponibili: Destro, Zuculini, Morleo, Rizzo,
Constant, Stojanovic. Squalificati:
Rossettini. Diffidati: Destro,
Taider, Maietta.

99
FLOCCARI

Allenatore:
17
Giampaolo.
A disposizione: 1 Pugliesi,
GIACCHERINI
12 G. Meli, 3 Zambelli, 13 Maiello, 37 Ariaudo, 31 Camporese, 77
Buchel, 33 Krunic, 71 Picchi, 99 Tchanturia. Indisponibili: Skorupski, Tonelli, Livaja,
Laurini, Piu. Squalificati: Paredes, Mchedlidze.
Diffidati: Costa, Buchel, Cosic, Maccarone.

26
MOUNIER
23
BRIENZA

24
FERRARI

33
BRIGHI

21
DIAWARA

20
MAIETTA

25
MASINA

83
MIRANTE

SAMPDORIA

3-4-1-2

4
77
ANDELKOVIC
MORGANELLA
25
MARESCA
8
10
20
TRAJKOVSKI
HILJEMARK VAZQUEZ

70
SORRENTINO 6
GOLDANIGA
2
VITIELLO

3
RISPOLI

11
GILARDINO

3-4-2-1

Allenatore: Montella.
A disposizione: 57 Brignoli, 1 Puggioni, 37 Skriniar, 26
Silvestre, 13 Pereira, 17 Palombo, 25 Alvarez, 18 Lazaros,
99 Cassano, 9 Rodriguez, 24 Muriel, 36 Cal.
Indisponibili: Carbonero, Ivan, Moisander,
Barreto. Squalificati: - Diffidati:
De Silvestri, Fernando, Ivan,
Krsticic, Moisander.

27
QUAGLIARELLA

10
CORREA

21

Allenatore:
SORIANO
Ballardini.
A disposizione: 1 Posavec,
11
23 Struna, 15 Cionek, 7 Lazaar,
DOD
97 Pezzella, 16 Brugman, 28 Jajalo, 24
Cristante, 18 Chochev, 21 Quaison, 22 Balogh, 54 La Gumina. Indisponibili: - Squalificati:
Gonzalez. Diffidati: Hiljemark.

29
DE SILVESTRI

7
FERNANDO
20
KRSTICIC
5
CASSANI

16
RANOCCHIA

4-3-1-2
2
DE SCIGLIO

99
4
13
G. DONNARUMMA A. ROMAGNOLI
J. MAURI
33
18
45
ALEX
MONTOLIVO 10
BALOTELLI
20
HONDA
27
ABATE
70
KUCKA
BACCA
18

Allenatore:
Brocchi.
11
A disposizione: 32 Abbiati,
KRAGL
1 Diego Lopez, 96 Calabria, 31 Antonelli, 25 Simic, 5 Mexes, 17 C. Zapata,
16 A. Poli, 73 Locatelli, 72 Boateng, 7 Menez, 9
Luiz Adriano. Indisponibili: Niang, Bonaventura,
Bertolacci, Ely. Squalificati: - Diffidati: -

EMPOLI stadio Castellani, ore 15


ARBITRO: Chiffi di Padova. Arbitri darea: Calvarese e Capuano. Guardalinee: Pegorini e Liberti. Quarto uomo:
Dobosz. Prezzi: 70, 60, 55, 35, 30 euro. TV: Sky Calcio 4.

PALERMO

Bisogner aspettare l'ultima giornata per poter avere tutti i verdetti.


Alla fase finale si qualificano diretamente le prime due di ogni girone,
mentre gli ultimi due posti saranno
assegnati dai play off ai quali prenderanno parte le terze, le quarte e le
due migliori quinte.

DIONISI

28
GASTALDELLO

23
DIAKIT
2
VIVIANO

PALERMO stadio Barbera, ore 15


ARBITRO: Mazzoleni di Bergamo. Arbitri darea: Damato e Sacchi. Guardalinee: Padovan e Di Fiore. Quarto uomo:
Di Liberatore. Prezzi: ingresso consentito solo agli abbonati. TV: Sky Calcio 2.

FROSINONE

4-4-2

Allenatore: Stellone.
A disposizione: 1 Zappino, 28 Rosi, 44 Pryima, 6 Blanchard, 7 Frara, 8 Gucher, 19 Tonev, 29 Carlini, 12
Longo. Indisponibili: Leali, Pavlovic, Soddimo. Squalificati: Chibsah. Diffidati:
Gori, Soddimo.
9
D. CIOFANI
5
GORI

17
PAGANINI
4
RUSSO

21
SAMMARCO
93
AJETI

4-3-3

SERIE A DONNE

Il Brescia vola, Fiorentina seconda

H. VERONA

4-4-2

Allenatore: Del Neri.


A disposizione: 37 Coppola, 88 Marcone, 4 Samir, 12
3
Gilberto, 6 Albertazzi, 24 Viviani, 19 Greco, 97 Cecchin,
LONGHI
14 Furman, 27 Rebic, 16 Siligardi, 7 Jankovic.
47
15
32
Indisponibili: Fares, Helander, PazCONSIGLI
ACERBI
DUNCAN
zini, Souprayen. Squalificati:
28
17
- Diffidati: Bianchetti,
4
CANNAVARO
SANSONE
Moras, Wszolek.
MAGNANELLI
11
VRSALJKO

6
PELLEGRINI

9
FALCINELLI

25
BERARDI

21
J. GOMEZ

GIRONE B - Cesena-Chievo 1-1: pt


20' Dhamo (CE); st 26' Cataldi (CH);
Perugia-Brescia 5-2: pt 24' Milanesi (B); st 11' Mirval (P), 25' Varfaj
rig. (P), 34' Salvucci (P), 41' Strada
(B), 42' Di Nolfo (P), 47 Mirval (P);
Salernitana-Bologna 1-2: pt 30'
Saporetti (B); st 41' Souare (B), 45'

GIRONE C - Ascoli-Empoli 1-3:


pt 1 Tchanturia (E), 37 Mestre (E);
st 24 Traore (E), 45 Manari rig. (A);
Avellino-Pescara 0-5: pt 34
Odriozola, 38 Del Sole, 39 Odriozola; st 12 Odriozola, 20 Testi; BariFrosinone 2-1: pt 40 Portoghese
(B); st 9 Volpe rig. (F), 28 Lopez rig.
(B); Lanciano-Crotone 0-1: pt 43
Borello; Napoli-Lazio 2-2: pt 18 e
32 Negro (N); st 3 Folorunsho (L),
21 Murgia (L); Roma-Latina 8-0:
pt 1 Spinozzi, 30 e 33 Ponce; st 6
e 15 Spinozzi, 12 Anocic, 41 Ndoj,
45 Tumminello; Ternana-Palermo
2-1: pt 6 Lo Faso (P), 32 Rocchi (T),
st 13 Battista rig. (T). Classifica:
Roma 56 punti; Palermo 52; Empoli
46; Lazio, Pescara 44; Frosinone,
Ascoli 39; Crotone 37; Napoli 29;
Latina 28; Lanciano 27; Ternana,
Bari 26; Avellino 5.

In Breve

25
BARDI

3
CRIVELLO

GIRONE A - Carpi-Novara 0-1: pt


2' Bollini; Entella-Pro Vercelli 5-3:
pt 12' Sene (E), 23' Mitta (E), 41' Puntoriere (E); st 1' Foglia rig. (P), 7' Mitta
(E), 15' Greco (P), 25' Rosano (P), 43'
Moreo rig. (E); Fiorentina-Modena
1-0: st 22' Baroni; Juventus-Spezia
3-0: pt 29' Favilli, 34' Bove; st 10'
Favilli; Sampdoria-Torino 1-0: st
41' Ponce; Sassuolo-Livorno 1-0:
pt 16' Zecca. Oggi Trapani-Genoa
(ore 10.30). Classifica: Juventus
59 punti; Entella 54; Torino 53; Fiorentina 52; Sassuolo 49; Sampdoria
44; Genoa 34; Spezia 30; Novara 27;
Modena 23; Carpi, Pro Vercelli 19;
Livorno 15; Trapani 12.

Infante (S); Verona-Como 1-0: pt


14 Dagnoni; Vicenza-Cagliari 4-0:
pt 1 Bartoluz; st 21 Bonaccorso, 25
e 42 Massaro: Milan-Inter 0-2 (giocata venerd), oggi Udinese-Atalanta
(ore 14). Classifica: Inter 57 punti;
Milan 52; Atalanta 51; Chievo 46;
Cagliari 45; Verona 43; Bologna,
Cesena 32; Udinese 29; Perugia
24; Como 23; Brescia 22; Vicenza,
Salernitana 19. Marcatori: 14 reti:
Cutrone (Milan, 1 rig.).

13
M. CIOFANI

MILANO stadio Meazza, ore 15


ARBITRO: Massa di Imperia. Arbitri darea: Rizzoli e Pinzani. Guardalinee: Passeri e Paganessi. Quarto uomo:
Tasso. Prezzi: 150, 80, 60, 40, 35, 30, 25, 20 euro. TV: Sky Calcio 1 e Premium Calcio 1.

SASSUOLO

RIPRODUZIONE RISERVATA

Favilli show, Juve ok


Pescara a valanga

te nostra. Per trovare il punto che ancora ci manca. Nel


frattempo, in settimana arrivata la conferma per Montella: non a caso, ha un contratto fino al 2018. Con la societ sono sempre chiaro e leale,
e cos dovr essere in futuro,
ma ora non voglio disperdere energie. Serve lucidit e testa giusta. Viviano agli Europei? Non posso incidere nelle scelte di Conte, per so che
lui segue spesso la Sampdoria. Il nostro portiere un valore assoluto, qui ha trovato
lambiente ideale e ha giovato anche alla squadra.
(ass)
MILAN

ca. Come Maresca. Tutti hanno dato una risposta, nessuno


escluso. Certe situazioni non
hanno aiutato, ma non ci interessa. Importante quello che si
fa da oggi in avanti. La Samp?
Le difficolt esistono, rispetto alla partita di andata pi
forte e ha acquisito certezze.
Il Palermo per ha una strada
obbligata: vincere.

PRIMAVERA

LA SAMPDORIA

di Claudio Baffico
GENOVA

ho mentalit e purezza di un
bambino. In me sono radicati
il rispetto per le regole e il desiderio di dimostrami pi bravo nella competizione. Altre
cose sono estranee alla mia
mentalit. Entusiasmo Gilardino. E sempre stato un
punto fermo per valori umani, carisma, mezzi tecnici che
ne fanno un campione, a prescindere dalla condizione fisi-

9
TONI

8
MARRONE

2
ROMULO
22

3
PISANO

23
Allenatore:
BIANCHETTI
IONITA
Di Francesco.
18
13
95
A disposizione: 1 Pomini, 79
MORAS
WSZOLEK
GOLLINI
Pegolo, 21 Ferrini, 98 Adjapong, 23
28
Gazzola, 37 Broh, 7 Missiroli, 20 Abelli, 16
EMANUELSON
Politano, 29 Trotta, 18 Pierini. Indisponibili:
Antei, Gazzola, Terranova, Laribi, Biondini, Defrel.
Squalificati: Peluso.Diffidati: Duncan, Berardi, Pellegrini.

REGGIO EMILIA Mapei Stadium, ore 15


ARBITRO: Gavillucci di Latina. Arbitri darea: Russo e Baracani. Guardalinee: Di Vuolo e Galloni. Quarto uomo:
Musolino. Prezzi: 65, 55, 45, 40, 30, 20 euro. Tv: Sky Calcio 3.

ROMA (g.fr./infopress) - Il Brescia si aggiudica lo scontro diretto contro il Verona (3-1, gol di Mele e doppietta di Girelli, per il Verona a a segno Bonetti) e
approfittando della sconfitta interna del Mozzanica
ad opera del San Zaccaria, porta a cinque lunghezze
il suo vantaggio sulla seconda, a tre turni dalla fine
del campionato. Alle sue spalle sale ora la Fiorentina di Sauro Fattori vittoriosa sul S. Bernardo che in
un sol colpo scavalca le due inseguitrici della capolista conquistando la zona Champions.
I risultati (8 giornata di ritorno): Brescia-Verona 3-1,
Fiorentina-San Bernardo Luserna 4-0, MozzanicaSan Zaccaria 1-2, Permac Vittorio Veneto-Sudtirol
Damen 1-0, Pink Sport Bari-Res Roma 2-1, Riviera
di Romagna-G. Tavagnacco 0-4. Classifica: Brescia
48 punti, Fiorentina 43, Verona e Mozzanica 41, Tavagnacco 37, San Zaccaria 25, Res Roma 16, Vittorio Veneto e Riviera di Romagna 15, Bari e Luserna
13, Sudtirol 12.

TORNEO DELLE NAZIONI UNDER 15

Oggi lItalia contro gli Usa


Giornata conclusiva del Torneo delle Nazioni per
Under 15. Oggi alle 10,30 gli azzurrini di Antonio
Rocca affronteranno, a Savogna dIsonzo, gli Usa per
il quinto posto. Venerd lItalia aveva battuto 2-0 la
Croazia con doppietta di Edoardo Vergani dellInter. Finale per il primo posto tra Giappone e Slovenia, alle 18 a Gradisca dIsonzo.

10
CORRIERE DELLO SPORT
STADIO

DOMANI NAPOLI-ATALANTA

DOMENICA
1 MAGGIO
2016

MISSIONE SARRI

Napoli Champions
a passo di record
Lobiettivo: chiudere al secondo posto stabilendo
il primato di vittorie e dei punti conquistati in casa
di Fabio Mandarini
NAPOLI

Tre le partite che separano il


Napoli dalla Champions, tre i
punti da strappare al caro amico Reja, tre i record che gli azzurri potrebbero archiviare gi
domani con l'Atalanta: San Paolo pensaci tu. S, comincia il
pellegrinaggio alla volta della
signora di tutte le Coppe europee e il destino della squadra di Sarri pi che mai nelle mani del suo santo protettore: una roccaforte, lo stadio di
Fuorigrotta. Una sentenza quasi infallibile per ogni avversario capitato da queste parti, a
prova di record: battendo l'Atalanta, infatti, il Napoli non solo
ripartirebbe di slancio verso
la Champions, ma scriverebbe anche i nuovi primati della propria storia in campionato in fatto di punti e vittorie al
San Paolo, eguagliando quello
relativo ai successi complessivi in una sola stagione.
CHE RUOLINO.

Al San Paolo vola:


unico club in A
ad aver conservato
limbattibilit in
questa stagione
Raccolti finora
45 punti davanti
ai propri tifosi:
Mazzarri aveva
raggiunto quota 46

dolce casa. Un po' gelida forse, considerando che fino a ieri


la prevendita ha portato in dote
la desolazione di appena diciottomila spettatori irriducibili, ma comunque del tutto
confortevole rispetto alle ultime esperienze itineranti. Lo
dicono i numeri: in trasferta che il Napoli s' maledettamente complicato la vita, rovinando un po' il capolavoro
costruito in casa come neanche la Juve. Anzi, come nessuno in Italia: 45, i punti collezionati finora dagli azzurri in 17
partite (14 vittorie e 3 pareggi); uno pi dei campioni d'Italia, 4 pi della Roma e appena uno meno del miglior Napoli della storia.

cevamo, relativo ai punti in


casa: finora gli azzurri ne hanno conquistati 45, contro i 46
della stagione 2012-2013 con
Mazzarri in panchina. Il secondo, invece, riguarda il numero
di vittorie al San Paolo in campionato: il Napoli di oggi, con
14 successi, ha gi eguagliato
quello di Mazzarri della stagione 2012-2013, ma domani potrebbe ritrovarsi da solo in testa a questa speciale classifica.
Il terzo, infine, relativo alle vittorie complessive in campionato: Higuain e soci ne hanno
messe in fila 22, una meno di
quello che fecero le squadre
del solito Mazzarri nella stagione 2012-2013 e di Benitez
nella stagione 2013-2014 (23).

I RECORD. Vincendo domani

NUMERO PERFETTO. Tutto qui?

con l'Atalanta, insomma, la


squadra di Sarri potrebbe compiere in una sola volta tre passi nella leggenda, migliorando
due primati ed eguagliandone
un altro (griffati nei campionati a 20 squadre). Con ordine. Il
primo record nel mirino, di-

E allora, casa

NAPOLI

2
HYSAJ

Ventidue successi
in campionato:
Mazzarri e Benitez
furono capaci
di ottenerne 23

4-3-3

ATALANTA

4-2-3-1

Allenatore: Reja.
A disposizione: 1 Radunovic, 24 Conti, 6 Bellini, 33 Cherubin,
31
28 Brivio, 77 Raimondi, 55 Djimsiti, 11 Freuler, 13 Gakp, 8 MiGHOULAM
gliaccio,45 Monachello.Indisponibili: Bassi,Carmo25
26
17
na, Pinilla, Paletta, Stendardo. Squalificati:
REINA
KOULIBALY
HAMSIK
Gomez, Paletta. Diffidati: Gomez,
24
33
Diamanti,Borriello,Raimondi,
INSIGNE
8
ALBIOL
Bellini, de Roon.
JORGINHO
5
ALLAN

9
HIGUAIN

7
CALLEJON

7
DALESSANDRO

22
BORRIELLO

Allenatore: Sarri.
27
A disposizione: 1 RaKURTIC
fael, 22 Gabriel, 21 Chiriches,
18 Regini, 11 Maggio, 3 Strinic, 19
David Lopez, 93 Chalobah, 16 Valdifiori,
88 Grassi, 77 El Kaddouri, 14 Mertens, 23
Gabbiadini. Indisponibili: - Squalificati: - Diffidati: Albiol, Callejon, Grassi, Jorginho.

23
DIAMANTI
15
DE ROON

21
CIGARINI

33
CHERUBIN

3
TOLOI

13
A. MASIELLO

57
SPORTIELLO

93
DRAM

NAPOLI stadio San Paolo, domani alle 21


ARBITRO: Giacomelli di Trieste. Arbitri darea: Tagliaventi e Fabbri. Guardalinee: Costanzo e Crispo. Quarto uomo:
Schenone. Prezzi: 60, 45, 35, 10, 20 euro. TV: Sky Sport 1, Calcio 1 e SuperCalcio, Premium Sport.

Macch. Perch i dati di cui


sopra certificano le chance a
portata di mano, ma nel contempo i ragazzi di Sarri inseguono altre cifre storiche: in
primis, per il momento l'unica squadra del campionato
imbattuta in casa, e ci signi-

fica che, in attesa delle partite con Atalanta e Frosinone,


sta momentaneamente registrando il miglior dato della sua
storia (il precedente un solo
ko nel 1946-1947 e nel 20122013). Temporaneamente migliorati anche i numeri relativi ai gol subiti in campionato
(30 contro i 36 del 2012-2013)
e complessivamente in stagione (37 contro i 50 del 20082009). E ancora. Eguagliato per
il momento il primato legato
alle sconfitte complessive, 6
come nel 2012-2013 e nel 20132014, mentre tutta da giocare la partita dei gol realizzati:
complessivamente (98 contro
i 104 delle due stagioni di Rafa)
e in campionato (72 contro i 77
del 2013-2014). Domani Sarri
orientato a schierare il tridente titolare, con Insigne di nuovo al fianco di Higuain e Callejon, e ci significa che a loro,
oltre alla missione Champions,
sono affidate anche quelle dei
gol. Totale: tre. Il numero perfetto del Napoli.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Maurizio Sarri, 57 anni, prima stagione sulla panchina del Napoli: 73 punti in 35 partite MOSCA

45

14

23

Il Napoli ha collezionato 45
punti in 17 partite al San Paolo
(14 vittorie e 3 pareggi): il
record di sempre in campionato (a 20 squadre), nel
2012-2013 con Mazzarri,
46 punti. Un passo.

Il Napoli ha gi eguagliato il
primato di vittorie interne in
campionato: 14, come la
squadra di Mazzarri nel
2012-2013. Manca un
successo al nuovo primato
assoluto.

Nella sua storia, il Napoli


riuscito due volte a centrare 23
vittorie in campionato: con
Mazzarri nel 2012-2013 e con
Benitez nel 2013-2014.
Ora a quota 22 (14 in casa e 8
in trasferta).

PUNTI AL SAN PAOLO

VITTORIE IN CASA

VITTORIE IN CAMPIONATO

OSSERVATO SPECIALE

Sportiello, c lesame davanti a Reina


il suo secondo con potenziale tecnico da titolarissimo per
anni. Sportiello al San Paolo, in
quello che pu diventare il suo
stadio. C' un'opzione mora-

di Francesco Modugno
NAPOLI

Quando si dice: il portiere ha


occhio. E Reina ne ha. Esperienza e conoscenza del mestiere. Sensibilit percettiva. E
sguardo attento, lungo soprattutto. Che copre la porta, l'area
e il campo. E arriva anche cento metri pi in l, dall'altro portiere, l'avversario, da Sportiello
stavolta. S, proprio lui; quello
bravo dell'Atalanta. E che piace a tutti e anche al Napoli: e
che di fatto Reina tester. Domani, da lontano, tra qualche
mese chiss. Magari, vicino.
Appena appena dietro di lui,

resse, insomma. E la stima. La


possibilit concreta scegliendo tra Sepe, di rientro da Firenze, quel Gollini del Verona che viene su bene, Rafael
comunque di propriet e appunto lui, Sportiello, il talento
su cui Giuntoli ci ha gi puntato. E vinto, in Lega Pro.

Il giovane portiere
dellAtalanta
stato opzionato
IL LEGAME. Un anno insieme al
dal Napoli insieme Carpi, tre stagioni fa. Lui, uomo
con De Roon e Conti societ: pensiero e azione.

Marco Sportiello, 23 anni GETTY

le. Una valutazione in atto. Un


discorso avviato nell'operazione Grassi e che ovviamente da approfondire. C' l'inte-

Sportiello il suo portiere. Giovane ma gi affidabile. Sveglio,


pronto di testa. Settore giovanile Atalanta. Un anno col Seregno in D e poi Carpi con la
promozione in B. Ma a Ber-

gamo che torna. L dove cresciuto e si impone. Mani grandi, come pure le spalle. Sicuro,
essenziale nelle parate, freddo.
Non si esalta, ma neppure si
deprime. Neanche quando i
rigori diventarono un cruccio.
"Non ne paro uno". E cos razione doppia di allenamento,
tra video e campo. Studio degli
avversari e istinto. Ne ha presi
tre in questa stagione. E qualcuno anche in quella passata. Ne sa qualcosa Higuain: il
pi temuto sempre. Sportiello l'osservato speciale, scrutato
da tutti. Vuoi vedere che Reina
non butti un occhio.
RIPRODUZIONE RISERVATA

domenica
1 maggio
2016

11
Corriere dello Sport
Stadio

domani Genoa-Roma

Nuova Roma
Obiettivo Bazoer
un altro Pogba

Test in allenamento

E Strootman
fa le prove
della rinascita
di Marco Evangelisti
Roma

Kevin Strootman bollito. Nel


senso che lo hanno cotto a
bagnomaria anche troppo a
lungo. Scaldati, vecchio mio.
E lui comincia a muovere le
ossa con la pazienza di un tessitore di stuoie, sciogliendo e
riannodando intrecci muscolari dimenticati.
Soltanto 13 minuti disputati
in questa stagione. Strootman
inchiodato a quel numero
ormai da un mese e mezzo,
da quando Luciano Spalletti
lo mand in campo per ses-

Sabatini al lavoro sulla squadra del futuro


Per la difesa gi bloccati Caceres e Ansaldi
di Guido DUbaldo
ROMA

Prende forma la Roma che verr. Spalletti si gioca la qualificazione diretta in Champions,
ma gi pensa a come rinforzare la squadra per la prossima
stagione. Walter Sabatini continua a portare avanti il mercato, come se niente fosse. Come
se non avesse gi annunciato
che lascer la Roma. Ma quelle dimissioni non sono mai state accettate e non sicuro che
il direttore sportivo se ne andr. Sabatini ha portato avanti molte situazioni, alcuni giocatori sono stati gi bloccati,
altri sono al centro di trattative complicate. E il caso per
esempio di Riechedly Bazoer,
20 anni, stella dellAiax, olandese originario del Curaao. Anche Juventus e Napoli hanno
messo gli occhi su di lui, da un
anno titolare fisso dei Lancieri.
E un centrocampista centrale, il nuovo Strootman, anche
se per caratteristiche somiglia
pi a Pogba. Forte fisicamente, bagaglio tecnico da poten-

ziale fuoriclasse. Salta luomo,


sa mettersi in evidenza con i
suoi inserimenti. E dotato di
un buon tiro, anche se preferisce sviluppare lazione piuttosto che finalizzarla. Bazoer
un vero e proprio regista con
caratteristiche offensive, potrebbe prendere il posto di Pjanic, in caso di cessione. Bazoer vale almeno venti milioni,
sarebbe un colpo alla Stroot-

Intanto lagente
di Alisson conferma
larrivo del portiere
Mancano le firme
ma tutto fatto
man, che la Roma riusc a soffiare al Milan. In alternativa a
centrocampo Sabatini continua a seguire linterista Marcelo Brozovic, che sar il giocatore che lInter deve sacrificare per motivi di bilancio. Sabatini ne ha parlato con il suo
procuratore a gennaio, se Brozovic dovesse lasciare Milano,

la Roma sarebbe una soluzione


molto gradita. Il croato interessa anche allArsenal, gli inglesi sarebbero pronti a fare una
grossa offerta.
difesa rivoluzionata. Mentre

Bazoer un obiettivo, Sabatini ha gi bloccato due giocatori per la difesa. Si tratta di Cristian Ansaldi del Genoa e Martin Caceres, in scadenza dalla
Juve. Spalletti ritrover Ansaldi
domani da avversario a Marassi, lo ha avuto allo Zenit di San
Pietroburgo, un giocatore che
stima. Il Genoa deve riscattarlo dal club russo e poi lo girer
alla Roma. I rapporti tra i due
club sono sempre ottimi. Il procuratore di Ansaldi ha confermato recentemente linteresse del club giallorosso. Per Caceres Sabatini ha raggiunto un
accordo con il suo procuratore
Daniel Fonseca. E svincolato,
un jolly difensivo che pu ricoprire pi ruoli. Piace anche
al Napoli. C qualche perplessit riguardo il recupero fisico
dopo lintervento al tendine.
In difesa in ogni caso ci sa-

ranno molti cambiamenti. Andranno via Maicon, in scadenza di contratto, e Torosidis. Non
sar riscattato Emerson Palmieri, che Spalletti ha voluto
provare, ma che dovrebbe tornare al Santos. Il tecnico vorrebbe un esterno pi adatto
alla fase difensiva. Digne non
sar riscattato. Pu restare solo
se il Paris Saint Germain accetta di confermare il prestito, ma
unipotesi remota. Castan andr a giocare in Brasile, per cercare di recuperare la migliore
condizione.
alisson: arrivo. Dal Brasile ar-

river il portiere Alisson Becker.


Ieri arrivata lultima conferma da parte del suo procuratore, lex giocatore Z Maria: E
entusiasta di questa nuova avventura. Ha avuto tante richieste da club europei ma lui ed io
abbiamo scelto la Roma. Mancano solo le firme ma rispetteremo senza alcun dubbio il
patto. Alisson ha avviato le pratiche per ottenere il passaporto tedesco o quello italiano.
Riproduzione Riservata

Riechedly Bazoer, 19 anni, centrocampista dellAjax Epa

GENOA

Roma

3-4-3

23
LAMANNA

5
IZZO

Allenatore: Spalletti. A disposizione: 26 De Sanctis, 5


Castan, 24 Florenzi, 33 Emerson, 35 Torosidis, 87 Zuka4
novic, 20 S. Keita, 21 Vainqueur, 48 Uan, 10 Totti, 14
DE MAIO
34
Iago Falque, 22 El Shaarawy. Indisponibili:
GABRIEL SILVA
Gyomber, Lobont. Squalificati: Pja31
93
nic. Diffidati: Digne, Dzeko,
DZEMAILI
LAXALT
Florenzi, Keita, Rdiger.

24
MUNOZ

88
RINCON
3
ANSALDI

4-2-3-1

17
SUSO

19
PAVOLETTI

9
dzeko

Allenatore:
4
Gasperini.
nainggolan
A disposizione: 32 A. Donnarumma, 39 Sommariva, 8 Burdisso,
15 Marchese, 30 L. Rigoni, 29 Fiamozzi, 77
Tachtsidis, 18 Ntcham, 16 Capel, 22 Lazovic, 11
Cerci, 42 Matavz. Indisponibili: Pandev, Perin. Squalificati: - Diffidati: Ansaldi, De Maio, Gabriel Silva, Rigoni.

11
salah
8
perotti
6
strootman

16
de rossi
44
MANOLAS
2
Rdiger

13
MAICON

25
SZCZESNY

3
digne

GENOVA stadio Ferraris, domani alle 19


ARBITRO: Gervasoni di Mantova. Arbitri darea: Rocchi e Di Bello. Guardalinee: Preti e Posado. Quarto uomo:
Ranghetti. Prezzi: 50, 25, 15, 10 euro. TV: Sky Calcio 2 e SuperCalcio, Premium Sport 2.

santa secondi circa contro lUdinese. Era lecito considerarlo


uno sdoganamento: il risultato in bilico, la vittoria un must.
Sdoganamento pi quello
dei 12 minuti contro il Palermo, in una partita evaporata
da parecchio. Due miserrime
presenze, buone per assaggiare contrasti di prima mano, da
quando lolandese rientrato
nellorganico effettivo, convocato per la prima volta appunto per il Palermo: 21 febbraio
2016, quando lanno era giovane.
Coraggio. Ieri Spalletti ha gio-

cato con le azioni, oggi forse


gioca con le parole esprimendosi alla vigilia della partita
con il Genova. Ha preso Strootman e lo ha avvitato in un
meccanismo di copertura
che aveva tutta laria di essere una prova tattica genuina.
Lui, Daniele De Rossi e Vainqueur a distruggere e ricostruire a turno davanti alla difesa,
guarda un po prima di una
gara alla quale non parteciper Miralem Pjanic per via di
una squalifica frutto dellaccumulazione di cartellini gialli. E
in giornate alle quali partecipa con qualche fatica Seydou
Keita, che si porta dietro una
caviglia infastidita. Ora lallenatore non ha che da farsi coraggio, spalancare il bozzolo e
guardare se Strootman tornato la farfalla che era. Anche
lolandese, ovvio, ha paura
delle risposte ma non vede lora di averle.
Riproduzione riservata

12
Corriere dello Sport
Stadio

domenica
1 maggio
2016

ESTERO

Liga, basta
un piccolo
Barcellona

Lagenda europea

A Siviglia la capolista non esalta


A segno Rakitic e Suarez
Betis Siviglia-Barcellona 0-2

BETIS SIVIGLIA (4-2-3-1): Adan;


Bruno, Pezzella, Westermann, Montoya; Petros, N'Diaye; Cejudo, Joaquin
(10' st Musonda), Dani Ceballos (24'
st Portillo); Ruben Castro (34' st Van
Wolfswinkel). All. Merino
BARCELLONA (4-3-3): Claudio
Bravo (43' st Ter Stegen); Dani Alves
(29' st Sergi Roberto), Piqu, Mascherano, Jordi Alba; Rakitic (41' st Arda
Turan), Busquets, Iniesta; Messi,
Suarez, Neymar. All. Luis Enrique
ARBITRO: Mateu Lahoz
MARCATORI: 5' st Rakitic, 36' st
Suarez.
ESPULSI: 35' pt Westermann (BS)
per doppia ammonizione.

to a giocare in inferiorit numerica per un'oretta scarsa a


causa dell'espulsione del ruvido WestermannPrimato ribadito, quando mancano due
giornate al termine del torneo.
QUANTA FATICA. Malinconico

spettatore dei capitoli finali


della Champions League, il

Tre punti pesanti


Luis Enrique
pi vicino al titolo
E per Suarez
la rete numero 35

di Andrea De Pauli

La qualit di gioco lontana


da quella dei giorni migliori,
ma il Bara riesce comunque a
mantenere immutata la situazione in classifica, che lo vede
davanti all'Atletico Madrid solo
in virt del positivo esito degli
scontri diretti, un punticino
avanti rispetto al Real. Merito di un soffertissimo successo al Benito Villamarin contro
uno scorbutico Betis, costret-

Bara, a differenza di Real e Atletico, pu permettersi il lusso di affidarsi all'undici delle


grandi occasioni per giocarsela con un Betis che, al fischio
d'inizio, ha bisogno di un solo
punto per sottoscrivere la salvezza matematica. I nomi saranno pure quelli giusti, ma
in campo si assiste all'esibizione delle ombre dei gran-

di campioni che, non pi di


dodici mesi fa, si apprestavano a completare un incredibile triplete. Lenti, macchinosi, prevedibili, i blaugrana
faticano terribilmente a confezionare occasioni degne di
questo nome. Ci mette del suo
anche il singor Mateu Lahoz,
che decide per una direzione di gara spezzettata, vivacizzata da un irrazionale sventolio di cartellini. Due ravvicinati se li guadagna, attorno
alla mezz'ora del primo tempo, Westermann, che lascia in
dieci i compagni. La supremazia territoriale ospite, per, si
mantiene sterile e solo un'incredibile incomprensione tra
Pezzella e Adan, ad inizio ripresa, permette a Rakitic, che
ha tutto il tempo di controllare e insaccare a porta vuota,
di rompere gli equilibri. Il raddoppio, superata la mezz'ora,
lo trova Luis Suarez, che realizza la 35 rete di campionato
su assist vertiginoso di Messi.
Tre punti pesantissimi, il 24
scudetto pi vicino.

lINSEGUIMENTO DI ATLETICO E REAL

Griezmann-Bale, due regali


per Simeone e Zidane
REALSOCIEDAD-REALMADRID0-1

REAL SOCIEDAD (4-3-3): Rulli;


Zaldua, Elusotondo, Mikel, Yuri (41'
st Hector); Zurutuza, Bergara (23'
st D. Reyes), Illarramendi; Xabi Prieto,
Oyarzabal, Bruma (31' st Bautista).
All. Eusebio.
REAL MADRID (4-3-3): Navas;
Danilo, Varane, Ramos, Nacho;
Modric (40' st Kovacic), Casemiro,
James Rodriguez (28' st Isco); Lucas
Vazquez, Mayoral (20' st Jes), Bale.
All. Zidane.
ARBITRO: Undiano Mallenco.
MARCATORI: 35' st Bale.
A. MADRID-RAYO VALLECANO 1-0

ATLETICO MADRID (4-4-2): Oblak;


Juanfran, Gimenez, Lucas, Gamez;
Thomas Partey, Gabi (1' st Koke),
Kranevitter, O. Torres (9' st F. Torres);
Correa, Vietto (9' st Griezmann). All.

Simeone.
RAYO VALLECANO (4-4-2): Juan
Carlos; Quini, Amaya (19' st Manucho), Crespo, Tito; Llorente, Jozabed,
Embarba; Beb (13' st Piti, 39' st
Montiel), Miku, Javi Guerra. All. Jemez.
ARBITRO: Sanchez Martinez.
MARCATORI: 10' st Griezmann.
di Enrico Marini
MADRID

Le squadre madrilene continuano il pressing sulla capolista con due vittorie sofferte.
Per la prima volta il Real vince senza Benzema e Ronaldo
grazie al 19 gol in campionato di Bale. Decima vittoria di
fila per Zidane in campionato, tre punti anche per il Cholo
merito della 20 rete nella Liga

di Griezmann che entra e risolve dopo nemmeno 40 secondi. Sia il Real che lAtletico
giocano con la mente rivolta
alla Champions. Tra infortuni
e turnover il Real gioca con 6
assenze importanti: Benzema
e Ronaldo in infermeria, Kroos, Marcelo, Carvajal e Pepe a
riposo. E dopo ottanta minuti
di inutili tentativi, Bale aggiusta la mira e segna il suo 9 gol
di testa, pi di chiunque altro
in Europa. Il Cholo, in tribuna per scontare la prima delle 3 giornate di squalifica, corregge il tiro rispetto ai 7 cambi iniziali e, nella ripresa, grazie allingresso di Griezmann
per levanescente Vietto, raccoglie i tre punti.

INGHILTERRA PREMIER LEAGUE (36 giornata)


IERI: Watford-Aston Villa 3-2, Everton-Bournemouth 2-1, NewcastleCrystal Palace 1-0, Stoke-Sunderland 1-1, West Bromwich-West Ham
0-3, Arsenal-Norwich 1-0. OGGI: ore 13 Swansea-Liverpool; ore 15.05
Manchester United-Leicester; ore 17.30 Southampton-Manchester
City. DOMANI: ore 21 Chelsea-Tottenham.
CLASSIFICA: Leicester 76 punti; Tottenham 69; Arsenal 67; Manchester
City 64; Manchester United*, West Ham* 59; Liverpool* 55; Southampton 54; Stoke 48; Chelsea* 47; Everton*, Watford* 44; Bournemouth,
West Bromwich 41; Swansea 40; Crystal Palace 39; Sunderland* 32;
Newcastle 33; Norwich* 31; Aston Villa 16.*= una gara in meno.
MARCATORI: 24 reti: Kane (Tottenham); 23 reti: Aguero (Manchester
City); 22 reti: Vardy (Leicester).
GERMANIA BUNDESLIGA (32 GIORNATA)
VENERDI: Augsburg-Colonia 0-0. IERI: Bayern-Borussia Mnchengladbach 1-1, Borussia Dortmund-Wolfsburg 5-1, Hoffenheim-Ingolstadt
2-1, Magonza-Amburgo 0-0, Darmstadt-Eintracht Francoforte 1-2,
Hannover-Schalke 1-3; Bayer Leverkusen-Hertha Berlino 2-1. DOMANI:
ore 20,15 Werder Brema-Stoccarda.
CLASSIFICA: Bayern 82 punti; Borussia D. 77; Bayer Lev. 54; Hertha,
Borussia M. 49; Magonza 46; Schalke 48; Colonia 41; Ingolstadt 40;
Wolfsburg 39; Amburgo 38; Augsburg, Hoffenheim 37; Darmstadt 35;
Stoccarda, Eintracht 33; Werder Brema 31; Hannover 22.
MARCATORI: 27 reti: Lewandowski (Bayern); 25 reti: Aubameyang
(Borussia D.); 20 reti: Mller (Bayern).
SPAGNA LIGA (36 GIORNATA)
VENERDI: Sporting Gijon-Eibar 2-0. IERI: Real Sociedad-Real Madrid
0-1, Atletico Madrid-Rayo Vallecano 1-0, Betis Siviglia-Barcellona 0-2,
Granada-Las Palmas. OGGI: ore 12 Athletic Bilbao-Celta Vigo; ore 16
Espanyol-Siviglia; ore 18.15 Deportivo La Corua-Getafe; ore 20.30
Valencia-Villarreal. DOMANI: ore 20.30 Malaga-Levante.
CLASSIFICA: Barcellona e Atletico Madrid 85 punti; Real Madrid 84;
Villarreal 61; Celta 57; Athl. Bilbao 55; Siviglia 52; Valencia 44; Las Palmas
43; Malaga, Eibar, Real Sociedad 42; Betis 41; Deportivo 39; Espanyol
37; Rayo Vallecano, Sp. Gijon 35; Granada 33; Getafe 32; Levante 29.
MARCATORI: 35 reti: Suarez (Barcellona); 31 reti: Ronaldo (Real
Madrid); 25 reti: Messi (Barcellona).
FRANCIA LIGUE 1 (36 giornata)
VENERDI: Paris Saint Germain-Rennes 4-0. IERI: Nantes-Nizza
1-0, St.Etienne-Tolosa 0-0, Troyes-Bordeaux 2-4, Caen-Bastia 0-0,
Monaco-Guingamp 3-2, Lorient-Lilla 0-1, Reims-Montpellier 2-3,
Lione-Ajaccio 2-1. OGGI: ore 17 Angers-Marsiglia.
CLASSIFICA: Psg 89*; Monaco, Lione 62; St. Etienne 58; Nizza 57; Lilla
56; Rennes 52; Angers 50; Nantes, Caen 48; Bordeaux*, Montpellier
46; Bastia 44; Guingamp, Lorient 43; Marsiglia 41; Ajaccio 37; Reims
36; Tolosa 34; Troyes 17. *= una partita in meno
MARCATORI: 34 reti: Ibrahimovic (Psg); 18 reti: Lacazette (Lione).
COSI IN TV Alle 21.45 il Toronto di Giovinco
OGGI - Ore 12 Athletic Bilbao-Celta (Fox Sports Plus); ore 13 SwanseaLiverpool (Fox Sports); ore 14.30 Diretta Gol Olanda, (Ajax-Twente e
Psv-Cambuur, Fox Sports Plus); ore 15.05 Manchester Utd-Leicester
(Fox Sports); ore 16.30 Espanyol-Siviglia (Fox Sports Plus); ore 17.30
Southampton-Manchester City (Fox Sports); ore 18 Bruges-Genk
(Belgio, Play off Championship, Sportitalia); ore 18.15 Deportivo-Getafe
(Fox Sports Plus); ore 20.30 Valencia-Villarreal (Fox Sports); ore 21.45
Portland-Toronto (Mls, Eurosport 2).
DOMANI - Ore 20.30 Malaga-Levante (Sky Calcio 4); ore 21 ChelseaTottenham (Fox Sports); ore 22.30 Werder Brema-Stoccarda (Sky
Sport Plus, differita).

BUNDESLIGA

Per Guardiola arrivano altri fischi


Il Bayern frena in casa e il Borussia si porta a -5. Rinviata la festa
Bayern-Borussia Mnch. 1-1

BAYERN MONACO (3-4-3): Neuer;


Benatia, Boateng (23' st Alaba) Tasci
(32' st Douglas Costa); Rafinha,
Rode, Kimmich, Bernat; Coman,
Mller, Gtze (17' st Thiago Alcantara). All. Guardiola.
BORUSSIA MNCHENGLADBACH (3-1-3-3): Sommer;
Elvedi, Christensen, Nordtveit;
Xhaka; Traor (17' st Herrmann)
Dahoud, Wendt; Hahn, Hazard (12'
st Stindl) Raffael (45' st Hofmann).
All. Schubert.
ARBITRO: Siebert
MARCATORI: 6' pt Mller (B), 27'
st Hahn (BM)
AMMONITI: Tasci, Rode (B); Elvedi

(BM)
NOTE: Spettatori 75.000 (esaurito)
di Enzo Piergianni
BERLINO

La capolista non riesce a tagliare il traguardo della Bundesliga e Guardiola incassa


sotto i fischi del suo pubblico un altro dispiacere, pochi giorni dopo la sconfitta
col Cholo a Madrid. AllAllianz Arena erano pronti barili di birra per annaffiare il record del quarto scudetto di
fila, ma il Borussia Mnchen-

gladbach ha impedito la festa


pareggiando nel finale con
Hahn (complice una dormita di Benatia) il vantaggio infilato di testa da Mller dopo
6 su azione dalla bandierina. Lincornata ha portato a
32 reti il bottino stagionale di
Mller e confermato le critiche a Guardiola per lesclusione del campione del mondo con lAtletico. Complimenti al Borussia, naturalmente volevamo vincere, ma
ci manca ancora un punto
per il titolo - ha commentato
Guardiola ancora sotto leffet-

LE COPPE

Marted c
Bayern-Atletico
Nella programma settimana conosceremo le finaliste di Champions e
Europa League, ecco il programma
del ritorno delle semifinali:
CHAMPIONS LEAGUE (ore 20.45)
- Marted Bayern Monaco-Atletico
Madrid (andata 0-1); mercoled Real
Madrid-Manchester City (0-0).
EUROPA LEAGUE (ore 21.05) Gioved Liverpool-Villarreal (andata
0-1), Siviglia-Shakhtar (2-2).

to dei fischi - adesso dobbiamo concentrarci sullAtletico.


Marted sar unaltra partita
e dovremo giocare meglio di
oggi. Il Bayern cos ha sciupato loccasione attesa da 15
anni di conquistare davanti
al proprio pubblico allAllianz
Arena i punti decisivi per vincere il campionato per la 26
volta. Da notare che la squadra di Mnchengladbach
terzultima come punteggio in trasferta. Il Borussia
Dortmund ha approfittato
del mezzo fiasco del Bayern
per accorciare a -5 a due gior-

Un altro pomeriggio da dimenticare per Josep Guardiola, 45 anni, e il suo Bayern ANSA

nate dalla fine travolgendo il


Wolfsburg (5-1) con doppietta di Aubameyang arrotondata da Reus, Kagawa e Ramos. Nella penultima giornata il Bayern, reduce dal ritorno di Champions, giocgher

a Ingolstadt mentre il Borussia andr a Francoforte. Non


male questa coda dincertezza per una Bundesliga che ormai sembrava gi stravinta
dalle Pep-Truppen. Guardiola ieri ha fatto riposare Le-

wandowski, Vidal e il capitano Lahm, mentre il mal di


schiena ha costretto Ribery
a fare compagnia a Robben
in infermeria. In compenso
dopo 99 giorni di cure tornato Boateng.

domenica
1 maggio
2016

13
Corriere dello Sport
Stadio

PREMIER LEAGUE

Il discorso alla squadra, il viaggio a Manchester, il racconto di una vigilia speciale

ranieri
e il giorno

LA SORPRESA

E Leicester
ha dedicato
a Claudio
un murale

Oggi pu fare la storia con il suo Leicester:


se batte Van Gaal, campione dInghilterra
di Gabriele Marcotti
LONDRA

Ora o mai pi. Come fosse il


titolo di un colossal di Hollywood. Che forse un giorno, non troppo lontano, si
girer. Magari con Robert
De Niro nella parte di Claudio Ranieri. Non mi dispiacerebbe affatto, un bell'uomo, ha commentato soddisfatto il tecnico romano.
Onnipresente - suo malgrado - su tv e giornali in questi giorni di febbrile attesa. A un passo da un trionfo storico, dopo una stagione da sogno, che nessuno
avrebbe immaginato. Perch nove mesi fa i bookmaker credevano che fosse pi
probabile il ritrovamento
del mostro di Loch Ness. O
ancora, che Sir Alex Ferguson vincesse il "Ballando
sotto le stelle" d'Oltremanica, o che la Regina Elisabetta incidesse una hit natalizia. Qualsiasi cosa, ma
non il trionfo del Leicester
in Premier League. Una fa-

vola romantica non meno


che illogica,quotata addirittura 5000/1. E che gi luned mattina potrebbe costare
agli allibratori di sua maest
una cifra (complessiva) pari
a 14 milioni di euro. Per for-

BRIVIDI. Potrebbe essere il

Teatro dei Sogni ad avverare quello che Ranieri ha


sempre chiamato un meraviglioso sogno. Lo stadio inseguito vanamente nei loro anni nel settore
giovanile del Manchester
United da diverse pedine
di Ranieri. Dal figlio d'arte
Kasper Schmeichel al difensore Danny Simpson al cursore di centrocampo Danny Drinkwater. Per loro l'Old
Trafford non solo lo stadio della squadra pi titolata d'Inghilterra (20 titoli
nazionali), ma anche un teatro dove non hanno potuto esibirsi. L'affermazione
negata che oggi varr come
uno stimolo in pi. Dopo
l'ultimo pari casalingo del
Tottenham, l'ultima rivale,
sono saliti a sette i punti di
vantaggio della capolista.
Che a tre giornate dal termine significa -3 dal titolo.
Una vittoria oggi in casa del
Manchester United e anche
l'aritmetica sar costretta a
piegarsi.Ormai pare inevi-

Vantaggio di 7 punti
sul Tottenham
a tre gare dalla fine:
cerca la festa nel
Teatro dei Sogni
I segreti di un club
diventato ormai
un fenomeno
di interesse a livello
internazionale
tuna loro, solo qualche decina di scapestrati la scorsa
estate aveva sfidato il principio di realt. La bancarotta sembra scongiurata, anche se le Foxes centrassero
la storica impresa gi oggi.

MANCHESTER UNITED

4-1-4-1
5
rojo

17
1
9
blind
de gea
martial
12
16
10
smalling
carrick
rooney
25
27
39
valencia
fellaini rashford
35
20
lingaard
okazaki

LEICESTER

4-3-3

Allenatore: Ranieri.
A disposizione: 32 Schwarzer, 10 King, 13 Amartey, 15
Schlupp, 22 Gray, 27 Wasilewski, 30 Chilwell. Indisponibili: - Squalificati: Vardy. Diffidati: -

23
ulloa
14
kant

36
mahrez
5
morgan

Allenatore:
drinkwater
Van Gaal.
11
A disposizione: 20 Roalbrighton
mero, 7 Depay, 8 Mata, 21 Her28
rera, 36 Darmian, 28 Schneiderlin,
fuchs
51 Fosu-Mensah. Indisponibili: Shaw,
Schweinsteiger. Squalificati: - Diffidati:
Fellaini, Smalling.

6
huth

17
simpson

1
schmeichel

MANCHESTER Old Trafford, ore 15.05


ARBITRO: Oliver di Ashington. TV: Fox Sports.

Il murale per Ranieri GETTY

tabile l'happy ending, non


pi una questione di "se"
ma di "quando". Perch andasse male all'Old Trafford,
le Foxes avrebbero altri due
match-point: in casa contro
l'Everton, e sul campo del
Chelsea, prossimo avversario degli Spurs nel posticipo
di domani. Che scender in
campo 24 ore dopo la capolista, come ormai capita
da settimane, perch nella
dorata Premier League comandano le tv che vogliono
prolungare la suspense, premiando con la prima serata
la squadra con pi seguito.
Il Tottenham, appunto, che
si consolato con il rinnovo
del suo allenatore, Mauricio Pochettino, fino al 2021.
Conto alla rovescia. Man-

ca solo l'ultimo sprint, il colpo di reni a tre metri dal traguardo. Nonostante l'enorme pressione, non solo di
Leicester citt ma di tutto il
Regno che ormai tifa apertamente per gli underdog
per eccellenza, la vigilia per
la squadra stata relativamente tranquilla. L'allenamento di rifinitura stato
seguito da pochi selezionati spettatori (i cancelli sono
rimasti chiusi al pubblico), e
poi via, direzione Manchester. Sono tranquillo perch ho visto la squadra allenarsi bene. Il nostro segreto fin qui stata la capacit di concentrazione, non
dobbiamo cambiare proprio ora, la raccomandazione del tecnico romano,
che sta facendo ricorso a
tutta la sua esperienza per
mantenere calmo un ambiente sull'orlo di un precipizio di emozioni. Ranieri
ha fatto il possibile per isolare la squadra, anche per
questo ha accettato di buon
grado questo insolito presenzialismo mediatico: tutto per la Premier.
riproduzione riservata

CURIOSIT / 1

I bookmaker
perderebbero
13 milioni
LONDRA - Il Leicester, primo
in Premier League, sta
entusiasmando il mondo.
Ma non tutti gioiscono, a
cominciare dalle aziende di
scommesse che stanno
facendo i conti sulle ormai
imminenti perdite, pari a
dieci milioni di sterline,
circa 12,7 milioni di euro.
I bookmaker ad inizio
stagione davano la vittoria
della squadra di Ranieri
5.000 a uno, una quota
assurda, basti pensare che
una scommessa sulla
possibilit di ritrovare Elvis
Presley vivo e in buona
salute data 2.000 a uno.

23

Curiosit / 2

punti in nove partite

Il Leicester ha ottenuto sette


vittorie e due pareggi nelle
ultime sette gare: 23 punti,
15 gol realizzati e 4 subiti.
In totale, finora, la squadra
ha vinto 22 partite su 35.

SCONFITTE IN PREMIER

La squadra di Ranieri ha
perso soltanto tre partite
in Premier: due volte contro
lArsenal di Wenger e una
con il Liverpool. Il Leicester
imbattuto dal 14 febbraio.

A Roma sciarpe
e bandiere
nelle edicole
Cartoline dallItalia per
Claudio Ranieri. Sono di
auguri, quelle che ieri gli
hanno mandato i colleghi
Massimiliano Allegri e
Roberto Mancini, i quali hanno
parlato delle loro squadre ma
hanno anche espresso
sostegno e tifo per lallenatore del Leicester, vicino al
trionfo in Premier League.
Intanto nelle principali edicole
di Roma, la citt di Ranieri,
sono comparse in vendita
anche sciarpe e bandiere della
squadra inglese, destinate
magari a chi seguir oggi la
partita di Manchester in
qualche pub capitolino.

Scommettiamo

g.m.

riproduzione riservata

a cura di
amedeo Paioli
www.corrieredellosport.it/scommesse

PREMIER LEAGUE

Man United-Leicester, il Goal a 1.90


Il segno 2 per coronare limpresa dellundici di Ranieri paga 3.70 volte la posta
Old Trafford, qui si scrive la storia. I protagonisti questa volta maN UNiteD - leiceSter
non vestono per una maglia ros- PReMieR League, 36 gioRNata - oggi oRe 15.05
sa ma blu come quella del Lei- Palinsesto 19504, avvenimento 100 - Quote SNai
cester. I riflettori sono infatti tut1x2
DoPPia chaNce
goL/No goL
ti puntati sulle Foxes capitanate
1
x
2
1x
x2
12
goL
NogoL
dal nostro Claudio Ranieri che, a
2.05
3.40
3.70
1.28
1.77
1.32
1.90
1.80
tre giornate dal termine, hanno
uNDeR/oVeR 1.5
uNDeR/oVeR 2.5
uNDeR/oVeR 3.5
in mano il primo match ball per
uNDeR
oVeR
uNDeR
oVeR
uNDeR
oVeR
2.90
1.35
1.68
2.07
1.22
3.75
raggiungere uno storico successo: la conquista della Premier Le1x2+uNDeR/oVeR 2,5
1+uNDeR x+uNDeR 2+uNDeR
1+oVeR
x+oVeR
2+oVeR
ague. Con i tre punti infatti Mah4.20
3.95
7.50
3.45
14.0
7.00
rez e compagni sarebbero mate1x2+goL/NogoL
maticamente campioni (e il 2 si
1+goL
x+goL
2+goL
1+NogoL x+NogoL 2+NogoL
gioca a 3.70) ma potrebbe anche
4.35
4.80
8.00
3.15
8.00
5.70
bastare una X (3.40) in caso di
RiSuLtato eSatto
insuccesso del Tottenham impe1-0
2-0
2-1
3-0
3-1
3-2
4-0
4-1
4-2
4-3
gnato domani allo Stamford Brid- 6.00 9.00 8.50 18.0 18.0 33.0 50.0 50.0 75.0 175
0-1
0-2
1-2
0-3
1-3
2-3
0-4
1-4
2-4
3-4
ge contro il Chelsea. A Manche16.0
13.0
50.0 35.0 50.0
175
150
175
250
ster piace anche il Goal in lava- 8.50
0-0
1-1
2-2
3-3
4-4 aLtRo
gna a 1.90.
8.00 6.00 20.0 75.0
250
40.0

LONDRA - Una citt che assomiglia alle profondit del mare.


Cos appare al tramonto Leicester, cittadina nell'East Midlands, ad un'ora di treno da Londra. Nuova capitale del calcio
inglese, illuminata da venerd
con i colori della sua squadra
di calcio. Mai nei suoi 132 anni
di storia le Foxes si erano trovate in alto. Nel 1929 avevano
accarezzato il titolo nazionale,
sgonfiandosi per sul pi bello, e chiudendo al secondo posto. Per quattro volte (l'ultima
nel 1969) erano arrivati fino a
Wembley, perdendo per tutte le finali di Coppa d'Inghilterra. Costruendosi la nomea
di squadra votata all'immancabile sconfitta che neppure
le prodezze di Gary Lineker,
il loro giocatore pi forte di
sempre, erano riuscite a confutare. E per questo che l'attesa in questa cittadina, di gloriosa tradizione rugbistica,
febbrile.
Non sono stati allestiti maxischermi e non stato neppure concesso al Leicester di trasmettere la partita di Manchester all'interno del King Power
Stadium: chi detiene i diritti tv
non voleva penalizzare gli abbonati. Il club ha rimediato invitando mille tifosi nel settore hospitality. Pochi, per, rispetto alle richieste. Una febbre contagiosa che ha fatto
impennare il costo dei biglietti per la prossima gara casalinga contro l'Everton anche oltre i 15mila euro. Il pi scatenato il sindaco Peter Soulsby che ha invitato persino il
principe William ad unirsi ai
festeggiamenti. Ieri una giovane coppia di tifosi ha battezzato il loro primogenito con il
nome di Claudio, in onore del
tecnico italiano, raffigurato in
un gigantesco murale non lontano dallo stadio delle Foxes.
Per scaramanzia non sono stati ancora organizzati, almeno
nel dettaglio, i festeggiamenti:
c' tempo, forse baster aspettare soltanto altri 90 minuti.

PRoPoStA DI GIoCo
La proposta di gioco vincente a
condizione che tutti gli esiti indicati
siano centrati
PaRtIte In gIoco
Lazio-Inter
Juventus-Carpi

3.30

Over 2,5 1.70

Valencia-Villarreal Over 2,5 1.73


Espanyol-Siviglia

X2

1.67

Man Utd-Leicester

X2

1.77

...puntando 10 euro
Riyad Mahrez, Leicester

si vincono 301,22 euro

LE qUotE DEI PRINCIPALI CAMPIoNAtI DI oGGI


oRa
17.00
14.00
17.30
13.00
15.00
12.30
15.00
15.00
20.45
15.00
17.30
15.00
14.30
14.30
14.30
14.30
14.30
14.30
14.30
14.30
14.30
21.30
17.00
19.15
17.00
11.00
13.30
16.00
18.30
20.30
18.15
16.00
12.00
15.00
18.00
18.00

PaL
19504
19504
19504
19504
19504
19504
19504
19504
19504
19504
19504
19504
19504
19504
19504
19504
19504
19504
19504
19504
19504
19504
19504
19504
19504
19504
19504
19504
19504
19504
19504
19504
19504
19504
19504
19504

aVV
54
16067
104
108
36
38
42
44
46
50
3378
17222
6917
6919
6921
6923
6925
6927
6929
6931
6933
16127
16130
16134
16143
6807
6809
6811
6813
76
78
84
88
13102
13104
13106

MaN
FRA1
FRA2
ING1
ING1
ITA1
ITA1
ITA1
ITA1
ITA1
ITA1
ITA2
ITA4
OLA1
OLA1
OLA1
OLA1
OLA1
OLA1
OLA1
OLA1
OLA1
POR1
POR1
POR1
POR1
RUS1
RUS1
RUS1
RUS1
SPA1
SPA1
SPA1
SPA1
TUR1
TUR1
TUR1

ANGERS
DIJON
SOUTHAMPTON
SWANSEA
EMPOLI
JUVENTUS
MILAN
SASSUOLO
LAZIO
PALERMO
COMO
GRUMELLESE
HEERENVEEN
AZ ALKMAAR
WILLEM II
AJAX
PSV
EXCELSIOR
HERACLES
VITESSE
NEC
UN. MADEIRA
MOREIRENSE
FC AROUCA
ESTORIL PR
FK UFA
MORDOVIY S
TER GROZNYI
FK KRASNOD.
VALENCIA
LA CORUNA
ESPANYOL
ATHL BILBAO
SIVASSPOR
FENERBAHCE
ANTALYASPOR

PaRtite
MARSIGLIA
METZ
MAN. CITY
LIVERPOOL
BOLOGNA
CARPI
FROSINONE
VERONA
INTER
SAMPDORIA
TERNANA
PONTISOLA
GRONINGEN
DE GRAAFSC.
FEYENOORD
TWENTE
CAMBUUR
ZWOLLE
DEN HAAG
UTRECHT
RODA JC
ACADEMICA
BOAVISTA
CD NACIONAL
MAR MADEIRA
RUBIN KAZAN
ROSTOV
SAMARA KRYL
ANZHI
VILLARREAL
GETAFE
SIVIGLIA
CELTA
AKHISAR B.
GAZIANTEPSP
KONYASPOR

1
3,50
2,05
2,65
3,00
2,35
1,30
1,25
1,50
2,65
1,90
3,00
2,20
1,90
1,35
3,00
1,18
1,06
2,70
1,95
2,30
1,95
2,50
2,60
1,85
2,00
2,90
5,00
1,60
1,30
2,05
2,20
2,20
1,90
1,70
1,15
2,40

x
3,30
3,30
3,40
3,40
3,15
5,50
6,00
4,25
3,30
3,60
3,20
3,15
3,65
5,25
3,50
6,50
10,25
3,45
3,60
3,45
3,50
3,15
3,00
3,35
3,35
3,00
3,30
3,45
4,75
3,60
3,50
3,50
3,60
3,60
7,00
3,25

2
2,15
3,50
2,60
2,35
3,20
10,00
11,00
6,50
2,70
4,00
2,45
3,00
3,60
6,50
2,15
12,50
28,00
2,40
3,50
2,85
3,60
2,80
2,80
4,15
3,55
2,45
1,70
5,75
9,25
3,50
3,20
3,20
4,00
4,50
15,00
2,80

u
1,65
1,75
1,90
1,85
1,85
2,05
2,40
2,30
1,90
2,00
1,65
1,70
2,15
3,25
2,10
2,75
3,70
2,15
2,15
2,15
2,00
1,70
1,55
1,70
1,85
1,50
1,50
1,50
1,90
2,00
1,90
1,95
1,90
1,85
2,75
1,80

o
2,10
1,95
1,80
1,85
1,85
1,70
1,50
1,55
1,80
1,73
2,10
1,93
1,62
1,30
1,65
1,40
1,24
1,62
1,62
1,62
1,73
2,05
2,30
2,05
1,85
2,40
2,40
2,40
1,80
1,73
1,80
1,75
1,80
1,85
1,40
1,90

g
1,85
1,80
1,63
1,70
1,67
2,20
2,00
1,65
1,63
1,70
1,78
1,73
1,55
1,50
1,55
1,95
2,40
1,50
1,55
1,55
1,65
1,80
2,00
1,90
1,75
2,00
2,25
2,30
2,25
1,65
1,70
1,60
1,70
1,80
2,15
1,70

Ng
1,85
1,90
2,15
2,05
2,07
1,60
1,73
2,10
2,15
2,05
1,92
1,90
2,30
2,40
2,30
1,75
1,50
2,40
2,30
2,30
2,10
1,90
1,73
1,80
1,95
1,73
1,57
1,55
1,57
2,10
2,05
2,20
2,05
1,90
1,62
2,05

1x
1,70
1,26
1,49
1,59
1,35
1,05
1,03
1,11
1,47
1,24
1,55
1,30
1,25
1,07
1,62
1,51
1,26
1,38
1,25
1,39
1,39
1,19
1,25
1,47
1,99
1,09
1,02
1,31
1,35
1,35
1,24
1,15
1,38

x2
1,30
1,70
1,47
1,39
1,59
3,55
3,88
2,57
1,49
1,89
1,39
1,54
1,81
2,90
1,33
4,28
7,50
1,42
1,77
1,56
1,77
1,48
1,45
1,85
1,72
1,35
1,12
2,16
3,14
1,77
1,67
1,67
1,89
2,00
4,77
1,50

12
1,33
1,29
1,31
1,32
1,35
1,15
1,12
1,22
1,34
1,29
1,35
1,27
1,24
1,12
1,25
1,08
1,02
1,27
1,25
1,27
1,26
1,32
1,35
1,28
1,28
1,33
1,27
1,25
1,14
1,29
1,30
1,30
1,29
1,23
1,07
1,29

14
Corriere dello Sport
Stadio

domenica
1 maggio
2016

SERIE B - 39 giornata

Il Cagliari in A per un tempo

Giannetti-Joao Pedro gol. Rastelli (in 10) subisce la rimonta del Livorno in 3. Festa a Bari?
Cagliari-Livorno 

2-2

CAGLIARI (3-5-2): Storari 6; Pisacane 6 Salamon 5,5 Capuano 6,5;


Balzano 5 Munari 4,5 Di Gennaro 5
(28' st Tello sv) Deiola 7 Murru 6,5;
Giannetti 7 (33' st Cerri sv) Sau 6 (6' st
Joao Pedro 6). A disp.: Rafael, Krajnc,
Barreca, Ceppitelli, Fossati, Farias. All.:
Rastelli 5,5.
Falli commessi: 19
Fuorigioco fatti: 3
LIVORNO (3-5-1-1): Pinsoglio 5,5;
Ceccherini 5,5 Lambrughi 5,5 Gasbarro 5; Moscati 6 (24' st Fedato sv)
Cazzola 6 Schiavone 6,5 Biagianti 6,5
(35' st Luci sv) Vajushi 6; Valoti 5,5
(10' st Aramu 5,5); Vantaggiato 6. A
disp.: Ricci, Emerson, Antonini, Palazzi, Vergara, Schetino. - All.: Gelain 6.
Falli commessi: 20
Fuorigioco fatti: 1
ARBITRO: Abisso di Palermo 5.
Guardalinee: Prenna-Disalvo.
Quarto uomo: Giua.
MARCATORI: 26' pt Giannetti (C),
20' st Joao Pedro (C, rig.), 23' st Vantaggiato (L), 26' st Biagianti (L).
ESPULSO: Al 13' st Munari (C) per
gioco scorretto nei confronti di un
avversario.
AMMONITI: Ceccherini (L), Cazzola
(L), Pisacane (C), Murru (C), Aramu
(L), Gasbarro (L), Deiola (C) e Tello (C)
per gioco falloso, Biagianti (L) per cnr.
NOTE: spettatori 15.415 (di cui 4.545
abbonati) per un incasso di 75.000 .
Rec.: 1' pt e 4' st. Angoli: 7-6. Storari
ha ribattuto un rigore a Vantaggiato,
poi ribadito in rete dallattaccante del
Livorno.
di Giuseppe Amisani
CAGLIARI

Spumante rimesso in fresco e


festa rimandata per il Cagliari
che riuscito a restare in serie A per poco pi di 45 minuti, tra il 26' del primo tempo, quando Giannetti ha portato in vantaggio i rossobl, al
26' della ripresa quando Biagianti, dimenticato dalla difesa isolana, ha trovato lo spiraglio giusto per battere Storari e realizzare la rete del definitivo 2-2.
Tra le due reti che hanno aperto e chiuso le danze, successo un po' di tutto, due gol, un cartellino rosso a Munari per un fallo che
non apparso cos grave e ben
nove ammoniti, ma soprattutto una promozione che il Cagliari sembrava avere ormai
in tasca perch le altre concorrenti per la A non riuscivano a sbloccare il risultato.
E a fine partita il rammarico
stato ancora pi grande perch Bari, Trapani e Pescara
non sono andate oltre lo zero
a zero contro le rispettive avversarie e per questo sarebbe
stato sufficiente vincere per far
partire la festa. Appuntamento, invece, rinviato perch ai
rossobl manca un punto per
festeggiare la matematica promozione che ora Sau e com-

da Vantaggiato con un tapin dopo la prima ribattuta di


Storari. Tre minuti dopo Biagianti ha sfruttato un lungo
cross di Vajushi e unincertezza di Balzano per battere
Storari con una perfetta incornata. Nel finale il pubblico ha cercato di spingere gli
isolani ma il risultato non si
pi sbloccato.

pagni cercheranno di andare


a prendersi a Bari, venerd.
LA GARA. E tutto sembrava
poter andare per il verso giusto soprattutto al 26' quando
Giannetti, abile a farsi trovare pronto dopo una rocambolesca azione nel corso della quale Deiola aveva colto il
palo di testa su angolo di Di
Gennaro. Sulla respinta, Pisacane ha alimentato l'azione pescando il suo compagno
in piena area di rigore, tenuto in gioco da Vantaggiato e
Gasbarro. Per Giannetti stato semplice, di destro, mettere in fondo al sacco e infiammare il Sant'Elia, ma il tanto
atteso colpo del ko non arrivato da parte dei padroni di
casa che, anzi, hanno rischiato, al 33', di prendere gol su un
destro di Schiavone sul quale
Storari si opposto da par suo.
A inizio ripresa il Cagliari si
trovato, dopo appena 13 minuti, con l'uomo in meno per
l'espulsione di Munari che ha
fatto fallo da dietro su Schiavone in mezzo al campo. L'inferiorit ha, per, galvanizzato il Cagliari che al 20', quasi
a sorpresa, ha raddoppiato.
Murru ha guadagnato spazio a sinistra ed stato messo gi da Moscati in area. Il rigore trasformato da Joao Pedro ha illuso i padroni di casa
che, per, in 3 minuti hanno
compromesso tutto. Al 23' altra ingenuit, questa volta di
Di Gennaro che ha trattenuto in area Schiavone, costringendo l'arbitro a fischiare il
calcio di rigore trasformato

Riproduzione riservata

conto alla rovescia

Ai rossobl
serve ancora
un punto

Lespulsione di Munari che ha dato il via alla rimonta livornese LAPRESSE

Latina-Spezia 

0-0

LATINA (4-3-3): Ujkani 6; Bruscagin


6,5 Brosco 6,5 Dellafiore 6 Calderoni 6; Schiattarella 7 Olivera 6,5 (41'
st Mbaye sv) Bandinelli 6; Scaglia 7
Paponi 6,5 (20' st Dumitru 5) Ammari 6 (30' st Corvia 5). A disp.: Farelli,
Baldanzeddu, Celli, Nelson, Criscuolo,
Shahinas. All.: Gautieri 6,5 (squalificato, in panchina Cincione).
Falli commessi: 20
Fuorigioco fatti: 1
SPEZIA (4-3-3): Chichizola 7,5; De
Col 6 Valentini 6,5 Terzi 6,5 Migliore 5;
Pulzetti 5,5 (33' st Catellani 6) Errasti
5,5 Sciaudone 5,5 (21' st Canadjija 6);
Piccolo 5,5 Calai 5,5 (41' st Vignali
sv) Situm 5. A disp.: Sluga, Martic,
Crocchianti, Kvrzic, Acampora, Ciurria.
All.: Di Carlo 5,5.
Falli commessi: 15
Fuorigioco fatti: 2

ARBITRO: Pasqua di Tivoli 5,5.


Guardalinee: Di Iorio e Gori.
Quarto uomo: La Penna
AMMONITI: Errasti (S), Pulzetti (S),
Olivera (L), Dumitru (L), Dellafiore
(L) per gioco falloso, Catellani (S)
per proteste.
NOTE: spettatori paganti 1.632 per
un incasso di 7.225,00 euro; abbonati 1.996 per un rateo di 19.989,00
euro. Angoli: 5-2 per il Latina. Rec.:
0' pt, 6' st.

4 pareggio accanto a 5 vittorie. I rimpianti dei pontini (2


punti in 5 gare e 7 in 8 turni
con Gautieri) sono parecchi
tra il gol annullato a Mbaye
nel finale (posizione ritenuta
in fuorigioco del centrocampista appena entrato), una traversa nel primo tempo di Olivera con Chichizola decisivo
nelloccasione e anche su Paponi. Lardore pontino si giova della vena di Paponi allesordio da titolare. Lattaccante
irrompe in scivolata davanti la
porta ma non trova la palla sul
cross dalla destra di Bruscagin (10), per poi riprovarci al
18 con una sventola da fuori
che il portiere mette in angolo
e al 27 calcia da 25 metri co-

di Massimo Boccucci
LATINA

Le ha provate tutte il Latina


per vincere questa partita, tenendo sotto scacco lo Spezia
fin troppo rinunciatario che
alla fine ha retto lurto confermando la propria imbattibilit esterna nel ritorno col

BARI-CAGLIARI (1-2)

Sabato 7 maggio

CLASSIFICA

(ore 20.30)

AVELLINO-COMO (1-0)
CROTONE-LATINA (2-2)
LIVORNO-PERUGIA (1-4)
NOVARA-ASCOLI (3-1)
PRO VERCELLI-TRAPANI (1-1)
SALERNITANA-MODENA (0-2)
TERNANA-CESENA (0-4)
VICENZA-V. ENTELLA (1-4)

Domenica 8 maggio

PESCARA-V. LANCIANO (2-1)

Luned 9 maggio

SPEZIA-BRESCIA (1-1)

(ore 15)
(ore 15)
(ore 15)
(ore 15)
(ore 15)
(ore 15)
(ore 15)
(ore 15)
(ore 17.30)
(ore 20.30)

REGOLAMENTO
3 PROMOZIONI- Le prime 2 direttamente in A.
Anche la terza se ha pi di 9 lunghezze sulla quarta,
altrimenti play off tra le squadre (max 6) che terminano entro i 14 punti dalla terza.
4 RETROCESSIONI- Le ultime 3 direttamente.
Quartultima subito se ha pi di 4 punti di svantaggio
dalla quintultima, altrimenti play out tra loro due.
GUIDA ALLE CLASSIFICHE
Sono stilate seguendo nellordine:
a) punti b) partite giocate c) differenza reti
d) gol realizzati e) ordine alfabetico.

offia forte il vento del Sud sul calcio italiano. Un miracolo dietro laltro.
Il Crotone che vola
in A e il Benevento che ne
prende immediatamente il
posto in B non sono successi estemporanei. C passione e organizzazione dietro
queste imprese non scontate.
Quella dei calabresi, opportunamente sottolineata
anche dal presidente del Consiglio Matteo Renzi, inaugurando il Museo nazionale della Magna Grecia, una vittoria additata ad esempio per
un territorio che ha tante risorse per vincere. Nel caso dei
sanniti, potremmo aggiungere, anche tantissima tenacia, visto che lobiettivo era gi
sfuggito di mano uninfinit di
volte in passato e in due circostanze, clamorosamente, proprio contro i pitagorici. Non ci
saranno rivincite nel prossimo torneo cadetto, dove gli
Stregoni colmano un vuoto
diventato col tempo una voragine: quella beneventana era
lunica provincia campana a
non essere mai stata in cadetteria. E forse anche per questo in ventimila sono accorsi
allo Stadio Vigorito per as-

sistere allo storico evento ed


esultare per una promozione vissuta come una liberazione. Allaeroporto SantAnna di Crotone ce ne erano altrietanti ad accogliere Juric
e Palladino, lex juventino
svezzato a Benevento, autore del gol che ha certificato la A a Modena, altro segno
del destino. S, questo Sud ha
tutto per vincere e per andare lontano e il calcio diventa
la lente dingrandimento di
questa straordinaria possibilit. Due occasioni da sfruttare in pieno per un riscatto
anche economico e sociale.
Preparava la festa il Cagliari spinto dai suoi 15 mila tifosi al SantElia. Ma lurlo di gioia si spento in gola, dopo la
rimonta del Livorno che non
vuol sentirne parlare di retrocessione. Per Rastelli festa solo rinviata: a Bari, venerd sera, baster un punto per
la promozione dallingresso
principale. Un epilogo inevitabile visto che cade il fattore campo e alle spalle nessuno approfitta della frenata.
Gli scontri diretti consigliano prudenza e pazienza, virt che portano lontano. Nel
caso del Cagliari in A!
Riproduzione riservata

SQUADRA

CROTONE
CAGLIARI
TRAPANI
BARI
PESCARA
SPEZIA
V. ENTELLA
NOVARA*2
CESENA
BRESCIA
PERUGIA
AVELLINO
ASCOLI
TERNANA
VICENZA
PRO VERCELLI
LATINA
MODENA
SALERNITANA
V. LANCIANO*7
LIVORNO
COMO

78
74
66
65
65
62
61
59
58
54
53
48
46
45
45
42
41
41
41
39
37
29

39
39
39
39
39
39
39
39
38
39
39
39
39
38
39
38
39
39
39
39
39
38

TOTALE
PARTITE
GOL
V N P GF GS

22
22
18
18
19
16
16
17
16
14
14
13
13
13
10
10
9
11
8
12
9
4

stringendo lo stesso Chichizola allintervento in due tempi.


ASSALTI PONTINI. I brividi sono

tutti sul fronte pontino guardando anche loccasione di


Olivera (13) che di testa, sulla punizione dalla trequarti di
Scaglia, trova il portiere alla
deviazione con un balzo: la
palla finisce sulla traversa e lo
Spezia si salva. Non cambiano i rapporti di forza al rientro in campo, solo che i pontini ora faticano a trovare la
porta. Ci prova su punizione
da fuori Calderoni mandando a lato di poco (10), per il
resto la gara si fa pi spigolosa
mentre cambiano i connotati
dellattacco nerazzurro con le

carte Dumitru (ammonito per


un intervento rude su Terzi
dopo pochi secondi) e Corvia,
anche perch si fa male Am-

Traversa di Olivera
e inutile assedio dei
pontini. Spezia al 9
risultato utile fuori
Di Carlo da play off
mari che nel recuperare un
pallone avverte una fitta muscolare crollando a terra (sospetto stiramento). Segna di
testa a centroarea Mbaye, su
una punizione, ma Gori alza
la bandierina e il popolo ne-

razzurro urla prima di gioia e


poi di rabbia, poi Corvia prova la girata non trovando la
porta tra la rumorosa disperazione dei suoi che sono in
piena lite col gol non facendone da 3 partite.
soddisfatti. Pierluca Cincio-

ne, alla sua prima panchina in


serie B al posto dello squalificato Gautieri, elogia il Latina:
Abbiamo ritrovato lo spirito
giusto, quello che serve per
poterci salvare. C il rammarico per non essere riusciti a
vincere, ma siamo fiduciosi
ancora pi di prima: 35 ad altissimo livello, poi siamo calati ed abbiamo deciso di abbassarci: deve essere cos an-

che nelle prossime partite . Il


fuorigioco sul gol di Mbaye?
Difficile da vedere dalla panchina. Ci sar da lottare fino
allultimo minuto, ci metterei la firma per salvarmi il 20
maggio allultimo secondo: il
calendario non ci aiuta. Soddisfatto Di Carlo: Punto importante su un campo difficile, siamo stati bravi a non perdere: punto prezioso per entrambe le squadre. Cosa ci
mancato? Non siamo stati veloci nel giro palla come di consueto. Nel secondo tempo si
vista una gara bloccata perch
ha prevalso la paura di perdere da parte di entrambe le
squadre.
Infopress

POSTICIPO salvezza

RISULTATI

PROSSIMO TURNO

di Tullio Calzone

Il Latina le prova tutte, ma pari. Gol annullato a Mbaye

Serie B 39 giornata

40a GIORNATA
Venerd 6 maggio

CROTONE E BENEVENTO
SOFFIA FORTE IL VENTO DEL SUD

laziali ANCORA SENZA SUCCESSO

ASCOLI-SALERNITANA
2-2
BRESCIA-VICENZA
0-1
CAGLIARI-LIVORNO
2-2
LATINA-SPEZIA
0-0
MODENA-CROTONE (g. venerd)
1-1
PERUGIA-BARI
0-0
TRAPANI-NOVARA
0-0
V. ENTELLA-PESCARA
0-0
V. LANCIANO-AVELLINO
1-2
COMO-TERNANA
oggi ore 17.30
CESENA-PRO VERCELLI domani ore 20.30

A tre giornate dalla chiusura,


solo il Crotone aritmeticamente promosso in serie A. Il
Cagliari ieri ci andato vicino,
ma la rimonta del Livorno
costringe la squadra sarda a
pazientare. Con 8 punti di
vantaggio sul Trapani, a
Rastelli basta un solo punto
per la festa: a quota 75
potrebbe essere ancora
raggiunto da Cosmi, ma
avrebbe la meglio grazie agli
scontri diretti (4-1 e 2-2). Il
punto serve anche al Cagliari
per tenere a bada le altre due
rivali: il Bari, che affronta
venerd al San Nicola
(allandata 2-1 per i rossobl)
e il Pescara con cui in parit
negli scontri diretti (2-1 e
0-1). In questultimo caso, in
un eventuale arrivo a pari
punti, conta la differenza reti
generale.

IL PUNTO

12
8
12
11
8
14
13
10
10
12
11
9
7
6
15
12
14
8
17
10
10
17

5
9
9
10
12
9
10
12
12
13
14
17
19
19
14
16
16
20
14
17
20
17

59
70
58
54
59
45
46
51
51
50
38
50
44
43
38
38
40
35
47
40
39
33

32
40
47
41
49
40
37
34
34
56
37
59
59
51
50
47
48
46
59
49
53
60

19
20
20
19
19
19
20
19
19
20
20
19
20
19
19
19
20
20
19
20
19
19

IN CASA
PARTITE
GOL
V N P GF GS

14
14
10
11
12
9
11
10
14
11
8
8
9
8
4
7
7
10
7
10
6
2

4
3
7
6
4
6
7
5
2
7
7
4
4
4
9
5
7
4
6
4
8
10

1
3
3
2
3
4
2
4
3
2
5
7
7
7
6
7
6
6
6
6
5
7

39
43
36
34
33
21
32
33
37
34
20
26
23
29
19
24
25
23
29
23
22
15

10
17
23
15
20
13
15
16
11
16
15
25
20
21
23
21
22
17
26
20
16
26

20
19
19
20
20
20
19
20
19
19
19
20
19
19
20
19
19
19
20
19
20
19

FUORI CASA
PARTITE
GOL
V N P GF GS

8
8
8
7
7
7
5
7
2
3
6
5
4
5
6
3
2
1
1
2
3
2

8
5
5
5
4
8
6
5
8
5
4
5
3
2
6
7
7
4
11
6
2
7

4
6
6
8
9
5
8
8
9
11
9
10
12
12
8
9
10
14
8
11
15
10

20
27
22
20
26
24
14
18
14
16
18
24
21
14
19
14
15
12
18
17
17
18

22
23
24
26
29
27
22
18
23
40
22
34
39
30
27
26
26
29
33
29
37
34

RIGORI
CON.
FAV.
T R
T
R

11
9
7
2
8
5
11
4
7
9
2
4
7
2
9
4
4
3
7
8
6
3

9
7
4
2
7
5
8
3
6
8
2
1
6
2
6
4
1
2
4
7
5
3

4
3
6
7
7
4
8
1
7
6
4
9
13
4
3
4
8
9
7
8
6
4

3
0
5
5
5
3
7
1
4
6
3
5
11
1
2
3
8
7
7
6
6
4

*= PUNTI DI PENALIZZAZIONE

MARCATORI
24 reti: Lapadula (Pescara); 17 reti: Cacia (4 rig.) (Ascoli); Caputo (5 rig.) (V. Entella); 16 reti: Budimir (3 rig.) (Crotone); 15 reti: Coda (4 rig.) (Salernitana); 14 reti: Ganz (3 rig.) (Como); 13 reti: Farias (2 rig.) (Cagliari); Vantaggiato
(4 rig.) (Livorno); 12 reti: Mokulu (Avellino); Maniero (Bari); Joao Pedro (4 rig.) (Cagliari); Evacuo (2 rig.) (Novara);
Citro (Trapani); 11 reti: Geijo (4 rig.) (Brescia); Ciano (3 rig.) (Cesena); Ardemagni (2 rig.) (Perugia); Caprari (1 rig.)
(Pescara); Donnarumma (Salernitana); Nen (1 rig.) (Spezia); Raicevic (Vicenza); 10 reti: Andrea Caracciolo (4 rig.)
(Brescia); Ricci (1 rig.) (Crotone); Galabinov (Novara); Piccolo (4 rig.) (8 V. Lanciano) (Spezia); Falletti (Ternana).

Breda: Ternana, chiudiamola qui


Como spacciato. Il tecnico lancia gli umbri: Rialziamoci
di Francesco Guerrieri

Pi quattro dai play out e pi


sei dal Lanciano terzultimo.
Pochi, pochissimi punti di distacco in questa pazza serie
B. La Ternana non pu dormire certo sogni tranquilli, la
zona rossa l vicino ed un
pericolo concreto. Oggi servir una vittoria per allontanare
la retrocessione e fare un passo in pi verso lalto (superando lAscoli e raggiungendo lAvellino). La squadra di Breda
scender in campo contro il
Como fanalino di coda.
Breda. Partita importante

che va affrontata con concentrazione e attenzione. Lo sa


il tecnico della Ternana Roberto Breda, che vuole il massimo dai suoi giocatori: Ma
non dobbiamo farci prendere dallansia o dal nervosismo.
Sappiamo di aver raccolto
poco nelle ultime partite, ma
sono sicuro che se mostriamo
in campo le nostre caratteristi-

che migliori riusciremo a giocare bene e a fare punti. Breda


non vuole che i suoi sottovalutino la gara: Il Como una
squadra viva, e lo ha dimostrato nelle ultime partite contro
squadre importanti come Cagliari e Crotone. Non dobbiamo farci ingannare dai risultati e dalla loro posizione in
classifica.
numeri. Due squadre che vo-

gliono rialzare e uscire da un


periodo nero: Como ad un
passo dalla Lega Pro, se non
vince retrocesso, e cercher i tre punti dopo una sola
vittoria nelle ultime 16 gare.
Non sta meglio la Ternana:
due punti nelle ultime cinque
partite. Occhi puntati su Falletti, protagonista in tre degli
ultimi cinque gol della Ternana in campionato: due reti, un
assist (e tra laltro ha segnato
anche allandata). Como ad
un passo dal baratro, la Ternana vuole metterlo ko.
Riproduzione riservata

oggi ore 17.30


COMO
3-5-2
22 Scuffet
32 Casasola
27 Cassetti
4 Giosa
23 Marconi
33 Barella
6 Basha
11 Cristiani
7 Lanini
9 Ganz
18 Gerardi
All. Cuoghi

TERNANA
4-2-3-1
1 Sala
2 Zanon
23 Gonzalez
6 Meccariello
4 Valjent
8 Busellato
28 Palumbo
27 Janse
10 Falletti
7 Furlan
9 Ceravolo
All. Breda

A disp. per il Como: 1 Crispino, 5 Ambrosini,


2 Tentardini, 24 Cech, 30 Kukoc, 17 Brillante,
14 La Camera, 20 Scapuzzi, 10 Ghezzal. Per
la Ternana: 12 Gava, 3 Vitale, 33 Santacroce,
29 Grossi, 23 Belloni, 16 Zampa, 20 Avenatti,
15 Gondo, 17 Troianiello. Arbitro: Ripa di
Nocera Inferiore. Guardalinee: Margani e
Rocca. Quarto uomo: Sozza. Indisponibili: Madonna, Fietta, Pettinari (C); Coppola,
Monteleone, Signorelli (T). Squalificati:
Bessa (C); Mazzoni (T). Diffidati: Gerardi,
Giosa, Pettinari (C); Avenatti, Falletti, Meccariello, Janse, Palumbo, Zampa, Vitale. (T).
Prezzi: 12, 20, 30, 60 . Tv: Sky Supercalcio
e Sky Calcio 2.

domani ore 20.30

Il Cesena ospita
la Pro Vercelli
nel posticipo
CESENA (4-3-1-2): 22 Gomis; 24
Perico, 25 Capelli, 32 Magnusson,
3 Renzetti; 30 Kessie, 5 Sensi, 23
Kone; 10 Falco; 28 Ciano, 18 Djuric. A
disposizione: 1 Agliardi, 38 Fontanesi,
6 Lucchini, 20 Falasco, 4 Cascione, 8
Valzania, 15 Dalmonte, 16 Garritano, 11
Ragusa. All: Drago.
PRO VERCELLI (4-3-3): 22 Pigliacelli;
3Germano,26Coly,29Legati,33Mammarella; 5 Rossi, 23 Budel, 8 Scavone;
20 Malonga, 9 Marchi, 32 Beretta. A disposizione: 1 Melgrati, 2 Berra, 6 Redolfi,
16 Filippini, 21 Castiglia, 17 Ardizzone, 28
Forte, 18 Mustacchio, 30 Starita. All.: Foscarini. Indisponibili: Caldara, Rosseti
(C); Bani, Gatto, Disabato, Emmanuello
(P). Diffidati: Capelli, Caldara, Lucchini,
Renzetti, Sensi, Ciano, Ragusa (C); Beretta, Mustacchio, Legati (P). Arbitro:
Manganiello di Pinerolo.Guardalinee: Del
Giudice e Tolfo. Quarto uomo: Candeo.
Prezzi: 45, 37, 32, 24, 20, 14 euro.

domenica
1 maggio
2016

15
Corriere dello Sport
Stadio

SERIE B - 39 giornata

PARI AL CURI

Perugia e Bari
vince lequilibrio
Ma il punto serve solo allex Camplone per i play off
Perugia-Bari

0-0

PERUGIA (4-2-3-1): Rosati 6.5 Belmonte 6 (38' st Spinazzola sv) Volta


6.5 Mancini 6 Rossi 6; Zebli 6 Prcic 6;
Fabinho 6 (30' st Parigini 6) Aguirre 6
Guberti 6 (14' St Drol 6.5); Ardemagni 6. A disp.: Zima, Molina, Monaco,
Milos, Della Tocca. All.: Bisoli 6.
Falli commessi: 12.
Fuorigioco fatti: -.
BARI (4-3-3): Micai 6; Donkor 6 Tonucci 5.5 Di Cesare 6 Gemiti 6; Dezi 6
(41' st Defendi sv) Romizi 6 Valiani 6;
Rosina 6 Maniero 6 Sansone 6 (30'
st Tutino 5.5). A disp.: Gori, Ionut,
Jakimoski, Donati, Di Noia, Lazzari,
Pusca. All.: Camplone 6.
Falli commessi: 9.
Fuorigioco fatti: 1.
ARBITRO: Saia di Palermo 5.5.
Guardalinee: Intagliata e Opramolla.
Quarto uomo: Moreeale.
AMMONITI: Belmonte (P), Aguirre
(P), Rossi (P), Tonucci (B), Di Cesare
(B), Donkor (B), Ardemagni (P).
NOTE: espulso Bisoli per proteste
al 40' st. Spettatori 9.422 (1.000
baresi) di cui 6.800 abbonati. Ang.:
6-3 per il Bari. Rec.: 1' pt, 3' st.
di Clero Bertoldi
PERUGIA

Tanto rumore (di parole) per


nulla. Le due squadre che

avrebbero dovuto sbranarsi


per la conquista dei tre punti, si sono esibite invece, in un
minuetto. Tranne rare fiammate, una partita di fine stagione senza troppo sale, un
poco insipida, insomma. Un
pizzico di pepe lo ha portato, nel finale, l'ivoriano Jean
Drol.

dei quali deviato in angolo da


un difensore. Al 38' scontro
a met campo tra Fabinho e
Romizi: il brasiliano (operato ad entrambi i ginocchi) resta a terra, ma poi si riprende.
Singolare episodio sulla fascia: Dezi commette un fallo
di mano che n l'arbitro n i
suoi assistenti vedono.

ASSETTI. Belmonte esterno di

RIPRESA. Ripresa con brivi-

difesa a destra e Prcic in regia


le novit di Bisoli. Camplone,
fresco ex (accolto da calorosi applausi della Nord), presenta Dezi in mediana, preferendolo a Defendi. Nel pri
o quarto d'ora solo fasi di studio. Sul fronte perugino il primo tiro lo scaglia Ardemagni
(a fil di palo; sull'altro lo esegue Sansoni (tra le braccia
di Rosati). Splendida invece la conclusione ravvicinata di Sansone con prontissima replica di Rosati. Passano
pochi secondi e Guberti imbecca Aguirre, ma senza esito. I grifoni insistono comunque con due tiri consecutivi di
Prcic dalla distanza, il primo

LERDA QUASI SALVO

do per il Bari allavvio: sfruttando un calcio dangolo Ar-

21

i punti del bari


negli ultimi 9 turni

Sui ventisette disponibili, il


Bari ne ha conquistati 21 in
queste ultime nove
giornate. Il pareggio a reti
bianche ottenuto a Perugia
ha per interrotto una serie
di ben quattro vittorie
esterne consecutive
biancorosse.

demagni, incorna, sulla linea


di porta, ma debolmente. Un
istante pi tardi Belmonte salva in angolo, su una situazione estremamente pericolosa
per i padroni di casa. Bisoli
richiama Giberti, affaticato
e spedisce dentro Drol. Livoriano dialoga con Ardemagni, la cui secca conclusione
impegna Micai in due tempi. cI prova ancora Fabinho,
per il Perugia, ma senza fortuna. Rosina prova a scuotere i
suoi, ma Volta, tempestivo, gli
porta via la palla. Sulla scena
sale Drol con finte e giocate
che mettono in visibile ambasce la difesa ospite. Cambia anche Camplone: Tutino per Sansoni. Bisoli manda in campo Parigini al posto di Fabinho. Larbitro non
si accorge di una deviazione
barese su un tiro di Aguirre.
E subito dopo sorvola su un
fallo commesso, in area, sullo
scatenato Drol, Bisoli, colto a
protestare, viene espulso. Nel
recupero Rosati salva il risultato su un tiro galeotto di Romizi. Riproduzione riservata

novantunesimo

Bisoli: Fiero
della squadra
Non molliamo

Nicola Belmonte, 29 anni, in pressing sul barese Gianluca Sansone, 28 anni

LaPresse

Soddisfatto il tecnico del


Perugia Pierpaolo Bisoli dopo
lo 0-0 casalingo contro il Bari:
Sono contento dei miei
ragazzi, ci mancato solo il gol
e un pizzico di fortuna. Sono
fiero della squadra. Una
battuta anche sul suo futuro:
La societ prender le sue
decisioni, io non rimarr di
certo attaccato alla poltrona a
tutti i costi. Buona prestazione, anche se il morale della
squadra non proprio alle
stelle: Dovr decidere se
lasciare due giorni liberi ai
ragazzi, hanno concluso la
gara stanchi e amareggiati.
Camplone ieri tornato al
Curi da ex: Sono stati tre anni
bellissimi. Sono contento
dellaccoglienza ricevuta, vuol
dire che il lavoro stato
apprezzato.

TESSER PIAZZA IL COLPACCIO

Galano (rigore) Avellino, tre punti e salvezza blindata


sbanca Brescia Decisivi Mokulu e Joao Silva. Lanciano in dieci dall11, contestata la famiglia Maio
Brescia Vicenza

0-1

BRESCIA (4-2-3-1): Minelli 7; Venuti


5 Caracciolo Antonio 6,5 Calabresi 6
Castellini 6; Lancini Edoardo 5 (30'
st. Said sv) Martinelli 5,5; Kupisz 6
Morosini 5 (22' st Geijo 5) Embalo 6
(42' st Abate sv); Caracciolo Andrea
5,5 A disposizione: Arcari, Coly, Camilleri, Bertoli, Marsura, Rosso). All.:
Boscaglia 5
Falli commessi: 17
Fuorigioco fatti: 4
VICENZA (4-2-3-1): Benussi 6;
Sampirisi 6,5, Adejo 6, Signori 6, D'Elia 6; Brighenti 6,5 Moretti 6,5 Vita 6;
Galano 7 Sbrissa 6 (17' st Giacomelli 7;
Raicevic 6. A disp.: Pelizzoli, El Hasni,
Urso, Coulibaly, Ligi, Bianchi, Modic,
Dieye). All.: Lerda 7
Falli commessi: 7
Fuorigioco fatti: 2
ARBITRO: Pairetto di Nichelino 7
Guardalinee: D'Apice e Dei Giudici
Quarto uomo: Guccini
MARCATORE: 46' st Galano (rig.).
ESPULSO: 46' st Martinelli (B) per
proteste
AMMONITI: 29' pt Caracciolo Andrea
(B) per gioco falloso, 24' st Geijo (B)
per gioco falloso 36' st Signori (V) per
fallo di mano, 45' st Martinelli (B) per
gioco falloso.
NOTE: angoli: 7 a 6 a favore del Brescia. Recupero: 1' pt e 2' st. Spettatori
7000 circa.
di Roberto Timpini
Brescia

Il Brescia scende in campo per


rientrare nella corsa ai play off.
Il Vicenza invece per evitare i
play out. Logico aspettarsi una
partita quasi all'arma bianca.
Non cos, almeno per i padroni di casa. Il tecnico Boscaglia, che deve rinunciare al regista Mazzitelli, inserisce Lancini, un terzino, a fare coppia
a centrocampo con Martinelli. E Lancini si dimostra subito, ed piuttosto logico, quasi un pesce fuor d'acqua. Il risultato della scelta di Boscaglia non quanto auspicato: il
Brescia infatti fatica a costruire
gioco a centrocampo e non va
tanto meglio in fase di interdizione. Il Brescia cos rischia subito, al 12', su un forte diagonale di Sbrissa che manca di

poco il bersaglio. Stesso destino un minuto dopo per un rasoterra scagliato da Vita. Partita sempre arruffata su entrambi i fronti e quindi equilibrata.
L'equilibrio potrebbe spezzarsi per al 24' del primo tempo, ma il portiere del Vicenza
Benussi fa il miracolo su una
secca incornata, a botta sicura,
di Andrea Caracciolo. Al 46' si
fa vedere ancora l'Airone. Caracciolo si proietta in area ma,
da posizione tutt'altro che impossibile, cerca il secondo palo
e manca ancora il bersaglio.

LANCIANO-AVELLINO 

RIPRESA. La musica non cam-

bia nel secondo tempo. Il Brescia ci prova ma non riesce a


fare la partita. Ci riesce a tratti il Vicenza che si rende pericoloso in avvio, al 5', con Galano che salta Caracciolo ma
spara fuori. Bis di Galano al 19'
con un pallonetto che il portiere di casa Minelli riesce a deviare sopra la traversa. I pericoli corsi non scuotono il Brescia che lascia troppi spazi alle
punte del Vicenza. Cos con il
passare dei minuti il Vicenza
dilaga. E sfiora i gol in diverse occasioni. Ma i momenti
decisivi per le sorti del match
sono i minuti finali. Dopo un
palo centrato da Giacomelli,
al 44' Martinelli stende Raicevic in area: rigore. Galano trasforma con freddezza il penalty e regala la vittoria, meritata,
al Vicenza.
Riproduzione riservata

Vittorie in casa

Nessun successo interno


finora in questa giornata. Se
il Como, oggi con la Ternana,
e il Cesena, domani con la Pro
Vercelli, non riusciranno a
vincere ci sar una giornata di
B senza segni 1.

LAvellino festeggia il gol di Mokulu LaPresse

1-2

LANCIANO (4-3-2-1): Cragno 6,5; Salviato 6,5 Aquilanti 6,5 Amenta 5 Di Matteo
6; Vastola 6 (23' st Milinkovic 6) Bacinovic
6 Vitale 5 (14' pt Rigione 6); Di Francesco 6
Marilungo 6; Ferrari 6 (40' pt Bonazzoli 6).
A disp.: Antonino, Casadei, Di Filippo, Padovan, Rocca, Giandonato. All.: Maragliulo 6.
Falli commessi: 9
Fuorigioco fatti: 3
AVELLINO (4-3-1-2): Frattali 6; Biraschi 6
(37' st Nica sv) Jidayi 6 Chiosa 6 Visconti 6;
Gavazzi sv (26' pt Bastien 6,5) Arini 6 D'Angelo 6; Insigne 6; Mokulu 6 (35' st D'Attilio
sv) Joao Silva 6,5. A disp.: Bianco, Offredi,
Pucino, Ventola, Sbaffo. All.: Tesser 6,5.
Falli commessi:18
Fuorigioco fatti: 2
ARBITRO: Martinelli di Roma due 5.
Guardalinee: Raparelli e Caliari
Quarto uomo: Fourneau
MARCATORI: 12' pt Mokulu (A), 21' pt Joao
Pedro (A), 26' pt Salviato (L).
ESPULSO: 11' pt Amenta ( L) per fallo da

ultimo uomo.
AMMONITI: Ferrari (L), D'angelo (A), Jidayi (A), Arini (A), Biraschi (A), Nica (A), Di
Francesco (L).
NOTE: al 34' st allontanato l'allenatore
dell'Avellino Tesser. Spettatori 3.500 circa(
1693 abbonati pi 1589 paganti) per un
incasso totale di 26.000 euro, in curva nord
500 tifosi ospiti. Angoli: 9-2 per il Lanciano.
Rec.: 3' pt, 5' st
di Tiziano Coccia
LANCIANO

All'Avellino i 3 punti, al Lanciano i rimpianti. Un successo che


consente agli irpini di salire a quota 48, di blindare la salvezza e di
guardare il prosieguo del torneo
con assoluta tranquillit. Il gol di
Mokulu e il raddoppio su colpo
di testa di Joao Silva, sugli sviluppi di un calcio di punizione, hanno consentito alla formazione di
Tesser di amministrare il risulta-

to, anche se l'acceso finale ha fatto correre brividi sulla schiena degli avellinesi. Il Lanciano e i suoi
tifosi hanno un diavolo per capello per la direzione di gara di Martinelli pi volte destinatario delle
ire del pubblico, per l'ostruzionismo dei giocatori ospiti durante
tutto il secondo tempo e per una
sconfitta che brucia sul morale e
sulla classifica. Tutto parte dall'undicesimo del primo tempo. Raccontiamolo: Mokulu viene messo gi in area da Amenta, calcio
di rigore netto e rosso per il centrale difensivo. Dagli undici metri Mokulu si fa parare il rigore e
per ben due volte Cragno respinge il pallone, ma sulla terza battuta l'attaccante mette in rete tra le
proteste di Cragno e dei compagni per l'entrata a piedi uniti dello stesso calciatore . Da quel mo-

mento nervi a fior di pelle che aumentano nell'occasione del rigore


per il Lanciano. Messi gi in area
sia Ferrari che Di Francesco, rigore sacrosanto, ma cambia il merito di giudizio da parte di Martinelli che non ritiene di estrarre il
cartellino. Al di l comunque degli episodi arbitrali va dato merito
all'Avellino che dopo aver disputato un buon primo tempo, condito dai due gol, ha saputo soffrire nel secondo lottando a denti
stretti per portare a casa un successo che ha il sapore della salvezza. Schiuma rabbia la squadra di
Maragliulo che, nonostante l'uomo in meno per ben 85 minuti,
avrebbe strameritato un risultato diverso. A fine gara i tifosi del
Lanciano hanno contestato la famiglia Maio.
Gieffepress

MENICHINI NON SI BATTE

Doppio Cacia, poi soltanto Salernitana


Gli ospiti comandano il gioco ma vanno sotto. Ci pensano Oikonomidis e Bagadur
Ascoli-Salernitana

2-2

ASCOLI (4-5-1): Lanni 6; Cinaglia 5,5


Canini 6 Milanovic 6 Dimarco 5,5 (38' pt
Pecorini 5,5); Orsolini 6,5 (12' st Mengoni
6) Carpani 6 Bianchi 6 Altobelli 5,5 (40'
st Doudou sv) Jankto 5,5; Cacia 7. A disp.:
Svedkauskas, Mitrea, Giorgi, De Grazia,
Perez, Petagna. All.: Cozzi 6 (Mangia
squalificato).
Falli commessi: 10
Fuorigioco fatti: 0
SALERNITANA (4-4-2): Terracciano 6;
Colombo 6 (24' st Gatto 6,5) Bernardini
5,5 Bagadur 6 Franco 5,5 (14' st Zito 6,5);
Nalini 6,5 Moro 6 Ronaldo 6 Oikonomidis
6,5 (35' st Tounkara sv); Donnarumma
6,5 Coda 6,5. A disp.: Strakosha, Pollace, Pestrin, Empereur, Tuia, Bus. All.:
Menichini 7.
Falli commessi: 9
Fuorigioco fatti: 2
ARBITRO: Abbattista di Molfetta 6.

Guardalinee: De Meo-Zappatore.
Quarto uomo: D'Apice.
MARCATORI: 13' pt e 18' pt Cacia (A), 33'
pt Oikonomidis (S), 47' st Bagadur (S).
AMMONITI: Dimarco e Doudou (A) e
Franco (S) per gioco falloso, Cacia (A) e
Ronaldo (S) per reciproche scorrettezze.
NOTE: spettatori paganti 5.025 per un
incasso di 43.064 euro, abbonati 3.810
quota 27.413 euro. Angoli 8-2 per la Salernitana. Recupero: 2' pt e 5' st.
di Andrea Ferretti
ASCOLI

Possesso palla e pallino del gioco per 90 minuti in mano alla Salernitana che agguanta il meritato pari all'ultimo assalto con Bagadur, che si fa perdonare quando, sul primo gol bianconero, si
fatto prendere due metri su tre
da Cacia, 12 anni pi vecchio di

lui. L'Ascoli gioca di rimessa solo


nel primo tempo, poi nella ripresa supera la met campo per due
volte con Cacia (bravo Terracciano a negargli il tris) e Altobelli,
egoista e impreciso. Troppo poco
per sperare di portare a casa una
vittoria e, con essa, la quasi matematica salvezza. Punto d'oro
festeggiato ben oltre il triplice
fischio dai 900 tifosi amaranto e
bella soddisfazione per mister
Menichini sul campo dove negli anni '80 si tolto le pi belle
soddisfazioni da calciatore. Primo brivido al 6' con Oikonomidis il cui destro esce a fil di palo,
poi al 13' ci pensa il solito Cacia
ad inventarsi un gol e sbloccare il
risultato: riceve palla da Altobelli
si gira e infila in velocit Bagadur

rendendo vana l'uscita di Terracciano. Lo show prosegue e Cacia


raddoppia dopo 5 minuti. Il merito di Orsolini che semina due
avversari regalando al suo capitano il 17 gol (sesta doppietta).
La Salernitana accorcia al 33' con
Oikonomidis che pesca l'angolino. Nella ripresa il copione non
cambia. Solo Salernitana, con
i bianconeri chiusi a riccio con
ben 5 stopper vecchia maniera.
Al 27' Cacia (ancora lui) ricaccia
sulla linea di porta l'incornata di
Coda, al 36' Lanni fa il miracolo
su Gatto e al 39' gol annullato a
Donnarumma per fuorigioco. Il
2-2 giunge da un calcio piazzato
di Zito e la deviazione di testa di
Bagadur, due difensori.
GieffePress

Daniele Cacia, 32 anni, festeggia la doppietta

16
Corriere dello Sport
Stadio

SERIE B - 39 giornata

TRAPANI
Cosmi carica
Baroni indenne
Finisce 0-0 la sfida con il Novara
in un match con poche emozioni
Trapani-Novara 

0-0

TRAPANI (3-5-2): Nicolas 6,5;


Perticone 6,5 Camigliano 5,5 (1' st
Scozzarella 6,5) Pagliarulo 6,5; Fazio
6,5 Eramo 6,5 Nizzetto 7 Barill 6,5
(22' st Coronado 6) Rizzato 7; Citro 6,5
(40' st Montalto sv) Petkovic 5,5. A
disp.: Fulignati, Da, Accardi, Raffaello,
Torregrossa, De Cenco. All.: Cosmi 6,5.
Falli fatti: 15
Fuorigioco provocati: 7
NOVARA (4-2-3-1): Da Costa 6,5;
Dickmann 6,5 Troest 6,5 Vicari 6,5
Mantovani 6; Buzzegoli 6 (25' st Viola
6) Casarini 6; Farag 6,5 Lanzafame
7 (38' st Adorjan sv) Corazza 7 (22' st
Evacuo 6); Gonzalez 6. A disp.: Pacini,
Ludi, Collodel, Galabinov, Schiavi, De
Rosa. All.: Baroni 6,5.
Falli commessi: 20
Fuorigioco fatti: 1
ARBITRO: Aureliano di Bologna 6.
Guardalinee: Mondin e Raspollini.
Quarto uomo: Capone.
AMMONITI: Camigliano (T),
Dickmann (N), Farag (N) per gioco
falloso.
NOTE: spettatori totali 6.959, 2.659
abbonati, per un incasso di 69.544,95
euro. Angoli: 8-3. Rec.: pt 0'; st 3'.
di Nino Maltese
TRAPANI

domenica
1 maggio
2016

Appuntamento rinviato. Per


l'aritmetica qualificazione ai
play off bisogner attendere ancora. Trapani e Novara
pareggiano al termine di un
match "bloccato". Cosmi conferma il modulo ma prende in
contropiede tutti mandando
in campo il giovane Camiglia-

no al posto dello squalificato


Scognamiglio. Nizzetto va in
cabina di regia, Scozzarella in
panchina cos come Coronado.
Petkovic stringe i denti e scende in campo. Grossi problemi
in difesa per Baroni che sfrutta
per il ritorno di Vicari e punta
sul 4-2-3-1 che si trasforma in

Luca Nizzetto in contrasto su Pablo Gonzalez LaPresse

4-4-2 in fase difensiva.



GARA SCORBUTICA. La gara
scorbutica. Molta tattica, poche
emozioni. Al settimo Corazza,
il pi pericoloso tra i piemontesi, spaventa la retroguardia
granata. Imbeccato in profondit da un lancio di Lanzafame,
a tu per tu con Nicolas, non riesce a concludere a rete. Un
quarto d'ora pi tardi il Trapani risponde con un colpo di testa fuori misura di Perticone.
Poi grande paura per i siciliani alla mezz'ora quando Farag si libera di due avversari, si
accentra all'interno dell'area e
col mancino colpisce la traversa, poi Corazza, di testa non riesce a ribadire in rete. Non il
solito Trapani spumeggiante.
Anzi, stoppato da una squadra attenta e ordinata, abile anche nel ripartire in velocit. Il
pi pericoloso Corazza, al 35',
ma impreciso al tiro.

RIPRESA. Nel secondo tempo
Cosmi cambia tutto: fuori il
giovane Camigliano, dentro
Scozzarella. Il 3-5-2 si trasforma in 4-4-2 (nel finale un 4-31-2) con Fazio che arretra in
difesa. Il Trapani prova ad impostare, il Novara copre bene
gli spazi. Il gioco non scorrevole e ne risente lo spettacolo. Ma poi il Trapani inizia a
pigiare gradualmente il piede
sull'acceleratore. Al 13' c' un
colpo di testa di Pagliarulo che
termina alto mentre una decina di minuti pi tardi i siciliani concedono un tiro ad incrociare, seppur debole, a Gonzalez con la palla che va fuori.
Al 30' i padroni di casa sfiorano concretamente il gol quando Scozzarella pesca Petkovic
ma l'intervento di Da Costa, coi
piedi, si rivela assolutamente
provvidenziale. Il Novara erige un muro che i granata provano ad abbattere senza fortune. Record di vittorie assoluto
(9 di fila) sfumato per il Trapani ancora 3 e a lungo applaudito dai propri sostenitori in
un Provinciale quasi esaurito.
Lps

PESCARa
Bunker Entella
Mandragora ko
Brutto infortunio per il talento
degli abruzzesi: stagione finita?
V. Entella-Pescara 0-0

V.ENTELLA (4-3-1-2): Iacobucci


6; Iacoponi 6 (28' st Belli sv) Ceccarelli 6,5 Pellizzer 6 Keita 6; Staiti 6,5
(31' st Volpe sv) Troiano 6 Palermo 6;
Masucci 6 (39' st Otin Lauente sv); Di
Carmine 6 Caputo 6. A disp.: Paroni,
Benedetti, Di Paola, Otin Lafuente,
Sini, Mota Carvalho, Coppola. All.:
Aglietti 6.
Falli commessi: 12
Fuorigioco fatti: 3
PESCARA (4-3-1-2): Fiorillo 6; Vitturini 6 Fornasier 6,5 Mandragora sv
(11' pt Zuparic 6) Zampano 6,5; Bruno
6,5 Torreira 6 Benali 7; Pasquato 6 (34'
st Mitrita sv); Caprari 6 (18' st Cappelluzzo 6) Lapadula 6. A disp.: Aresti, Mazzotta, Cocco, Acosta, Selasi,
Diamoutene. All.: Oddo 6.
Falli commessi: 21
Fuorigioco fatti: 1
ARBITRO: Fabio Maresca di Napoli 6.
Guardalinee: Colella e Oliveri.
Quarto uomo: Marini di Roma.
AMMONITI: Troiano e Zuparic.
NOTE: spettatori 2.911 per un incasso 25.874,58 euro. Angoli 5-3 per
Entella. REc.: 2' e 4'. Grave incidente
per Mandragora, il 18enne talento
del Pescara al 10pt in uno scontro di
gioco. Trasportato allospedale, gli
stata riscontrata la frattura al quinto
metatarso del piede destro. Torneo

finito per i talento passato dal Genoa


alla Juventus. Il vicepresidente Fiuman dellEntella si recato a esprimere gli auguri di pronta guarigione
al giocatore.
di Danilo Sanguineti
CHIAVARI

A questo punto della stagione,


il risultato fa premio su tutto.

Lo 0-0, alla luce di quanto visto, delle residue energie e del


sogno play off, comune alle
contendenti, va benissimo.
L'Entella prova a sorprendere il Pescara (out Memushaj
per la febbre), solito a imporre e non a subire il ritmo, interpretando in maniera assai
baldanzosa il collaudato 4-3-

Madragora soccorso dai medici del Pescara

1-2. I terzini Iacoponi e Keita


stazionano nella met campo
avversaria, Masucci dialoga da
presso con le punte Di Carmine e Caputo. Nei primi 10' gli
abruzzesi vedono i sorci verdi:
neppure 50 secondi Caputo
pescato da un lungo lancio di
Troiano, tiene palla e attira la
difesa, assist per Staiti che salta secco Mandragora e calcia
sul palo lontano, bravissimo
Fiorillo a distendersi e allungare la traiettoria. Al 2' corner
di Staiti, Di Carmine sbuca sul
secondo palo, in anticipo su
Vitturni, tocca ma non trova la
porta. Oddo comprende che
se continua cos finisce male
e pone rimedio: paradossalmente aiutato dall'infortunio
del gioiellino Mandragora uno degli osservati speciali,
assieme al bomber Lapadula,
di Paratici della Juventus presente in tribuna - mette Zuparic, pi marcatore rispetto al giovane collega, blocca
Vitturini e Zampano, impone ai centrocampisti, segnatamente a Bruno di non perdere di vista Masucci, guastatore che sbuca da tutte le parti,
e la partita lentamente si riequilibra. Al 21' ecco il Cobra:
Lapadula duetta splendidamente con Caprari, si incunea in area e tenta il diagonale, Iacobucci ribatte.
RIPRESA. Nella ripresa l'Entella
appare un po' stanca, le assenze e la mancanza di alternative in panchina costringono la
squadra di Aglietti ad giocare
di rimessa e limitare un Pescara decisamente arrembante.
Le opportunit migliori per
gli abruzzesi da palla inattiva:
al 68' carambola in area, dopo
un corner, rimbalzo su Benali che, forse convinto di essere
in fuorigioco, nell'area piccola viene anticipato di un'inezia da Pellizzer. L'inesauribile
Benali al 73' appoggia di testa
a Lapadula, per una volta perso di vista, la girata di destro
del bomber pulita ma fiacca e prevedibile.
Atc

Futsal Quarti dei play off scudetto, Gara 1: ko Pescara e Montesilvano. Play out, il Napoli batte la Lazio
Doppia impresa
per Luparense e Rieti
Dopo lAsti, gara-1 dei playoff fa piangere anche il
Pescara: i campioni dItalia perdono 5-4 in casa del
Gruppo Fassina Luparense
e vedono mettersi in salita
il cammino verso la difesa
dello scudetto. Agli abruzzesi non basta la rimonta di
quattro reti: decide Giasson.
Rieti con un piede in semifinale dopo il 7-2 al Montesilvano. Nellandata dei playout, 5-3 della Lollo Caff
Napoli sulla Lazio.
LUPARENSE-PESCARA 

5-4

GRUPPO FASSINA LUPARENSE:


Miarelli, Honorio, Taborda, Foglia,
Leitao, Caverzan, Baron, Guedes,
Giasson, Bissoni, Etilendi, Morassi.
All. Fuentes
PESCARA: Capuozzo, Caputo,
Calderolli, Rescia, Betao, Ercolessi,
Leggiero, Salas, Borruto, Cuzzolino,
Lara, Pietrangelo. All. Colini
ARBITRI: Francesco Cirillo (Rovereto), Andrea Sabatini (Bologna), Francesco Scarpelli (Padova) CRONO: Calogero Castellino
(Treviso)
MARCATORI: pt 251 Honorio (L),
537 Leitao (L), 1921 Taborda (L);
st 156 Leitao (L), 433 Lara (P),
920 Betao (P), 1242 Ercolessi
(P), 1548 Salas (P), 1817 Giasson (L)

serie a2 PLAY OFF PROMOZIONE

E Augusta-Imola
la finale per la serie A

AMMONITI: Caputo (P), Bissoni


(L), Salas (P), Taborda (L), Leggiero (P)

di Antonio Galluccio

MONTESILVANO-REAL RIETI 2-7

MONTESILVANO: Dal Cin, Bordignon, Morgado, Eric, Rosa, Di Risio,


Burato, Tosta, Andr, Rocchigiani,
Ortega, Pasculli. All. Ricci
REAL RIETI: Micoli, Jeffe, Zanchetta, Saul, Hector, Corsini,
Ghiotti, Romano, Martinelli, Rafinha, Liistro, Guennounna. All.
Patriarca
ARBITRI: Mauro Albertini (Ascoli
Piceno), Alberto Vantini (Verona),
Marco Di Filippo (Teramo) CRONO:
Dario Di Nicola (Pescara)
MARCATORI: pt 709 Rafinha (R),
1602 Ghiotti (R), 1952 Saul (R);
st 309 Bordignon (M), 802 Hector (R), 1026 Burato (M), 1408
Ghiotti (R), 1534 Saul (R), 1546
Hector (R)
ESPULSI: Bordignon (M) al 741
s.t. per somma di ammonizioni
AMMONITI: Bordignon (M), Andr
(M), Morgado (M), Tosta (M), Zanchetta (R), Jeffe (R)
ANDATA PLAYOUT
NAPOLI-LAZIO

5-3

LOLLO CAFFE NAPOLI: Rotella, Botta, Javi Rodriguez, Bico,

Il Real Rieti ha ottenuto una grande vittoria Marazzato/Div C5


De Bail, Pedro Toro, Fornari, Bolo,
Botteghin, Milucci, Molaro, Massafra. All. Cipolla
LAZIO: Patrizi, Perri, Nardacchione, Pol Pacheco, Escosteguy,
Gioia, Sachet, Fortini, D. Chilelli,
Juninho, T. Chilelli, Schirone. All.
Mannino
ARBITRI: Vincenzo Giannantonio
(Campobasso), Francesco Peroni
(Citt di Castello), Francesco Miranda (Castellammare di Stabia)
CRONO: Antonio Marino (Agropoli)
MARCATORI: pt 256 Pol Pacheco (L), 1218 Fornari (N); st
041 Nardacchione (L), 924 t.l.
Fornari (N), 1307 De Bail (N),
1343 Perri (L), 1812 Bolo (N),
1835 Fornari (N)
ESPULSI: Pol Pacheco (L) al
1716 per somma di ammonizioni
AMMONITI: Pol Pacheco (L),
Bico (N), Perri (L), Pedro Toro
(N), Chilelli (L), Nardacchione
(L), Gioia (L)

PLAYOFF - QUARTI DI FINALE


GARA-1

Venerd: Acqua&Sapone Emmegross-Kaos Futsal 1-1, Carlisport


Cogianco-Asti 6-4.
Ieri: Gruppo Fassina LuparensePescara 5-4, Montesilvano-Real
Rieti 2-7.
GA R A- 2 : K a o s Fu t s a l Acqua&Sapone Emmegross (mercoled 4, ore 20), Asti-Carlisport
Cogianco (mercoled 4, ore 20.30,
diretta RaiSport 1), Pescara-Gruppo Fassina Luparense (gioved 5,
ore 20), Real Rieti-Montesilvano
(gioved 5, ore 20.15, diretta RaiSport 2).
Gara-3: venerd 6 e sabato 7 maggio (orari e dirette tv da definire)
SEMIFINALI: 12, 17, ev. 19 maggio
FINALE: 25, 30 maggio, 1, ev. 7,
ev. 9 giugno

Saranno Imola e Augusta a disputare la finale per la promozione in Serie A. La squadra


emiliana e la formazione siciliana hanno raggiunto l'importante traguardo ieri pomeriggio, contro Milano e Futsal
Bisceglie, nel ritorno delle semifinali play off di Serie A2,
terminate con due pareggi.
Nella citt dell'Emilia stesso
risultato di una settimana fa,
a Cornaredo, stavolta dopo i
tempi supplementari, con l'Imola che, seconda del girone
A, si qualifica per la migliore
posizione di classifica, contro il
Milano, terzo. Tra le mura del
PalaDolmen di Bisceglie passa, con il pari, l'Augusta che,
sabato scorso, aveva vinto, in
casa, contro il Futsal Bisceglie.
IN EMILIA. L'Imola sorpassa
nel primo tempo con Lopez
Escobar e il Milano riequilibra il risultato sugli sviluppi di
un'autorete. Durante la ripresa
la formazione di casa raddoppia con Castagna e, a meno di
tre minuti dalla conclusione, la
squadra lombarda ripristina la

PLAY OFF serie B, ANDATA SEMIFINALI

Rutigliano, che show!


Ciampino, colpo a Orte

parit con Silveira. Si va ai supplementari: il Milano realizza


la terza rete nella prima frazione con Silveira per la doppietta
personale e la formazione rossobl pareggia dopo quaranta secondi del secondo tempo con Revert Cortes su rigore.

Ieri l'andata delle semifinali


play off in Serie B:vittorie casalinghe di Leonardo e Bubi Merano, contro Bulls Prato e Faventia, successi esterni di Ardenza Ciampino e Virtus Rutigliano, contro BeA Orte e Real
Cefal.

IN PUGLIA. Nella prima parte

GARE. Va al Leonardo la gara di

l'Augusta segna con Creaco e


il Futsal Bisceglie pareggia con
Sanchez. Il secondo tempo si
apre con il vantaggio pugliese di Losito, la squadra siciliana ristabilisce la parit con
Jorginho, il Futsal Bisceglie si
riporta in avanti con Ortiz su
rigore. Strada facendo tre reti
in poco pi di due minuti: Richichi e Diogo, per l'Augusta,
Edson, per il Futsal Bisceglie.
L'Augusta alla sua seconda
finale consecutiva.
Risultati: Imola-Milano 3-3
dopo i tempi supplementari
(andata 3-3, qualificata Imola);Futsal Bisceglie-Augusta
4-4 (andata 4-5, Augusta). Finale play off per la promozione
in Serie A: Augusta-Imola. Andata sabato prossimo ad Augusta. Ritorno sabato 14 maggio ad Imola.

Sestu contro i Bulls Prato: durante il primo tempo la squadra cagliaritana segna con
Tidu e la formazione toscana
pareggia con Della Marca, nella ripresa il Leonardo va avanti
con il secondo gol di Tidu, per
la doppietta personale, e la terza rete di Perdighe, i Bulls Prato accorciano le distanze con
Di Lalla. Rimonta vincente del
Bubi Merano contro il Faventia:per la formazione romagnola gol nel primo tempo di
Barbieri e raddoppio a inizio
ripresa di Garbin, la squadra
meranese dimezza lo svantaggio con Trunzo e il Faventia realizza il terzo gol con Grelle, il
Bubi Merano ristabilisce la parit con la doppietta di Beregula, quarantatre reti fra campionato e play off, sorpassando
a trentatre secondi dalla fine

con Costa. L'Ardenza Ciampino vittoriosa in trasferta contro


la BeA Orte: per la formazione romana tripletta di Terron,
nel primo tempo, per la squadra di casa doppietta di Sanna,
che segna nella prima frazione e nella ripresa a sei secondi
dalla fine. La Virtus Rutigliano
vince a Termini Imerese contro il Real Cefal:tra le fila della
squadra pugliese doppiette di
Paolo Rotondo, cinquantotto
gol fra campionato e play off,
Lopez e Jensen, reti di Ferdinelli e Andrea Rotondo, per la
formazione siciliana gol di Cottone e Madonia. Risultati:Leonardo-Bulls Prato 3-2; Bubi
Merano-Faventia 4-3; BeA Orte-Ardenza Ciampino 2-3;Real
Cefal-Virtus Rutigliano 2-8. Il
ritorno sabato prossimo. Se c'
parit di gol e punti con l'andata tempi supplementari ed
eventualmente rigori.
FINALI. Le quattro qualificate
accedono alle due finali play
off con andata sabato 14 maggio e ritorno sabato 21 maggio:
le due vincenti sono promosse in Serie A2.
a.gal.

LE ALTRE COMPETIZIONI

Play off scudetto Under 21: Aosta nei quarti


L'Aosta si qualificata ai quarti
dei play off scudetto Under 21
vincendo 4-3 contro il Lecco
nell'anticipo per il ritorno degli
ottavi, dopo il successo
esterno, 7-3, dell'andata. Oggi
sei gare: Fenice VeneziaMestreReal Arzignano (4-6); Top
Five-Kaos Futsal (1-7);
PesaroFano-Poggibonsese
(7-2); Real Dem-Carlisport
Cogianco (2-3); BeA Orte-Pgs
Club San Paolo (2-1); Futsal
Barletta-Partenope (0-7).

Marted Cataforio-Augusta
(2-0). Se c' parit di gol e punti
con l'andata tempi supplementari ed eventualmente rigori.
SERIE A ELITE E SERIE A
FEMMINILE. Play off scudetto,
play off promozione e play out,
oggi, nei campionati nazionali
femminili. Ritorno quarti play
off scudetto Serie A Elite e Serie
A: Isolotto Firenze-Olimpus
Olgiata (andata 8-0); Lazio
Femminile-Ternana (2-2, a

Colleferro); Montesilvano-Real
Statte (4-3); Kick Off-Futsal
Cagliari (9-3). Ritorno
semifinali play off promozione
Serie A: Royal Team LameziaPMB Roma ( 2-1); Bellator
Ferentum-Vittoria Sporting
(7-5, a Colleferro); Futsal P5
Palermo-Torino Futsal
Femminile (4-4); Virtus
Ciampino-Rambla (5-2).
Ritorno play out Serie A Elite:
Futsal Portos Colonnella-Real
Five Fasano (4-1). Qualora vi sia

parit di gol e punti con


l'andata, dopo i tempi
supplementari, si qualifica o si
salva la squadra meglio
classificata ossia quella di
casa.
FINALE COPPA ITALIA SERIE
C1. Marted, in Lombardia, il
ritorno della finale nazionale
per la Coppa Italia di Serie C1 fra
Lecco e Lpg Futsal Casoria.
All'andata 2-2.
a.gal.

DOMENICA
1 MAGGIO
2016

17
CORRIERE DELLO SPORT
STADIO

SERIE B - 39 GIORNATA

FESTA PROMOZIONE

Delirio Crotone
citt pazza per la A
Bagno di folla in aeroporto e allo Scida. Gli auguri di Renzi
di Luigi Ioele
CROTONE

Una citt in delirio, impazzita


di gioia, ha accolto all'aeroporto Sant'Anna il Crotone proveniente da Modena, dove venerd sera ha conquistato il punto
che serviva per approdare nella sua prima serie A della sua
quasi centenaria presenza nel
calcio italiano. Sulla statale 106,
che collega la citt all'aeroporto, si camminava a passo di formica al punto che l'autista del
pullman con a bordo i giocatori
e la societ con in testa il trio al
vertice (Raffaele Vrenna, presidente, Gianni Vrenna amministratore e Salvatorino Gualtieri vicepresidente anche della Lega B) ha dovuto cambiare
itinerario e fare il giro da Capo
Colonna per arrivare allo stadio. Dove non meno di cinquemila tifosi, ai quali si sono aggiunti i tremila presenti all'aeroporto, hanno accolto i calciatori. Insomma uno spettacolo
che ha superato le tre precedenti promozioni in B (2000,
2004 e 2007).

GLI AUGURI DI RENZI. Una citt in

le della Magna Grecia di Reggio Calabria, ha ricevuto una


sciarpa del Crotone. Renzi non
l'ha indossata, come aveva fatto qualche giorno fa Papa Francesco, ma si congratulato con
il club per la promozione e ha
augurato anche alla Reggina e
a tutta la Calabria un futuro in
A non solo nel calcio. E possibile essere tutti promossi. Limportante crederci, ha detto il
Presidente del Consiglio.

delirio, si diceva, con una tifoseria impazzita prima all'aeroporto e dopo allo Scida. Un
premio meritato per questi
ragazzi che, partiti in sordina,
per giunta con una clamorosa
sconfitta a Cagliari, hanno saputo trovare la forza per regalare la promozione diretta alla

Il patron Vrenna:
Una fantastica
cavalcata. Juric
e i ragazzi andati
oltre ogni limite

LA GIOIA DI VRENNA. Il presidente Vrenna, accompagnato dalle figlie, non stava fermo un attimo, commosso: Sono felicissimo. E' stata una cavalcata
fantastica, il Crotone andato
oltre il suo limite. Ma stata
una promozione meritata sul
campo da una squadra di bravissimi ragazzi e con un tecnico che conoscevamo e che ha
evidenziato doti umane incredibili. Una promozione dedicata a questi tifosi meravigliosi. Per la societ una grande
soddisfazione entrare nel calcio che conta ed un orgoglio
per questa citt.

citt con largo anticipo. E ieri


la meritata festa, con fidanzate
e mogli al seguito. Particolarmente emozionato il presidentissimo Raffaele Vrenna, insieme al fratello Gianni e al vice
presidente Salvatorino Guatieri. Al Crotone sono arrivati
anche gli auguri del presidente del consiglio Matteo Renzi che, in occasione dell'inaugurazione del Museo Naziona-

JURIC E URSINO. Felicissimo anche Ivan Juric che non riusciva


a contenere la sua gioia: Tutto bello, tutto fantastico. Siamo
andati oltre ogni limite e questo per merito dei ragazzi che
hanno evidenziato grandi valori morali e tecnici. Altrettanto entusiasta il ds Peppe Ursino
che di questa squadra, l'estate scorsa, stato il costruttore
principale: Una promozione
che voglio dedicare a tre persone che non ci sono pi: a Luigi Vrenna, il pap di Raffaele e
Gianni, a Giuseppe Gualtieri,
pap di Salvatore, e a mio figlio
Francesco che non c' pi.
PALLADINO EROE. Questa breve carrellata la chiudiamo con
Raffaele Palladino, che ha realizzato il rigore del pareggio e
quindi della promozione: Abbiamo lottato sempre e vinto.
Devo ringraziare tutti perch
quando sono arrivato a Crotone avevo qualche problema,
ma con l'aiuto di tutti ho superato le difficolt e finito in crescendo.
Liopress

LINIZIATIVA

La biciclettata
in rossobl
a Capo Colonna
CROTONE (Liopress) - Si

dovrebbe concludere oggi la


lunga maratona dei festeggiamenti per la promozione del
Crotone. Con il patrocinio del
Comune, avr luogo, infatti, la
biciclettata rossobl per le
strade di Crotone. Anche oggi
la citt sar invasa dai
sostenitori rossobl. Dopo i
festeggiamenti, comunque, la
priorit il futuro di Ivan Juric.
Tutti si chiedono se il tecnico
della prima A rester. Ha un
altro anno di contratto, ma le
richieste non mancano per lex
genoano che potrebbe
sostituire proprio Gasperini al
Genoa. A scadenza c anche
un altro elemento fondamentale di questa storica impresa:
Raffaele Palladino. Ma dopo il
rigore della A lex juventino si
legato al Crotone ancora di pi.

La gente di Crotone impazzita per la A accoglie la squadra allaeroporto SantAnna PIPITA/LIOPRESS

Strade invase a suon di clacson LAPRESSE

Larrivo della squadra allo Scida PIPITA/LIOPRESS

Anche il Bellinzago e il Siracusa pronti a chiudere i conti, ma le vittorie potrebbero non bastare

Viterbese e Virtus Francavilla vedono la Lega Pro

di Biagio Angrisani
ROMA

Il campionato di Serie D vive


la 16 giornata di ritorno (18
per i gironi A, B,D e I). Dopo
le promozioni in anticipo di
Piacenza, Samb, Parma, Gubbio e Venezia, oggi se ne possono concretizzarsi altre. Per il
salto di categoria in pole position c la Viterbese nel girone
G che ha cinque punti di vantaggio sul Grosseto e rende visita allAstrea gi retrocessa matematicamente in Eccellenza.
La squadra di Nofri con un successo vola in Lega Pro e qualora il Grosseto non battesse
il Flamina anche gli altri risultati le consegnerebbero la promozione.
V. FRANCAVILLA E SIRACUSA.

Pronti a chiudere i conti anche la Virtus Francavilla nel


girone H e il Siracusa (I). La
compagine pugliese ha quattro punti di vantaggio sul Francavilla in Sinni mentre i siciliani
vantano tre lunghezze nei confronti della Frattese. La Virtus
Francavilla va a Torre del Greco ospite della Turris che bordeggia la zona play out ma con
qualche margine di sicurezza. In caso di successo la squadra di Calabr conquisterebbe
la promozione. Il Siracusa davanti al proprio pubblico contro la Vigor Lamezia, fanalino
di coda del raggruppamento.
Oltre a vincere la compagine
siciliana per brindare al salto
di categoria deve per attendere il risultato di Frattese-Le-

LE SQUADRE PROMOSSE
GIA IN LEGA PRO

Sono cinque le squadre che


hanno gi conquistato la
promozione in anticipo in
Lega Pro in questo ordine
cronologico: il Piacenza
(girone B), la Sambenedettese (F), il Parma (D), il
Venezia (C) e il Gubbio (E).

Antonio Calabro, tecnico della Virtus Francavilla

onfortese.
GIRONE A. La situazione del girone A vede un braccio di ferro
a distanza tra Sporting Bellinzago che con due punti di vantaggio sulla Caronnes visita la
retrocessa Novese, mentre gli
uomini di Zaffaroni giocano in
casa contro il Gozzano.

da disputarsi a porte chiuse:


Ligorna-Acqui (girone A), Venezia-Giorgione (C), Taranto-Pomigliano (H) e Gragnano-Roccella (I) che si gioca sul
campo neutro di Massaquano di Vico Equense.

VARIAZIONE DI CAMPO. Variazio-

Retrocesse gi in Eccellenza:
Novese e Castellazzo (A),
Sacilese (C), Fortis Juventus
(D), V. Spoleto (E), Giulianova
(F), Astrea (G) e Gallipoli.

ne di campo di gioco per la gara


Ciliverghe Mazzano-Lecco (B)
che si disputa a Mazzano.

PORTE CHIUSE. Nel programma


odierno ci sono quattro gare

RIPRODUZIONE RISERVATA

GIA RETROCESSE
IN ECCELLENZA

LANTICIPO DEL GIRONE E

Il Gubbio vince a Citt di Castello in extremis


CITTA DI CASTELLO-GUBBIO

2-3

CITTA DI CASTELLO (4-3-3): Massetti 6,5; Barilaro 5,


Marconi 6,5, Gorini 6, Zanchi 6; Lomasto 6, Locchi 6, Idromela
6,5; Bellante 6 (45 st Mancinelli sv), Missaglia 7 (45 st Goretti
sv), Pilleri 7 (32 st Dieme 6). All. Fiorucci 6
GUBBIO (4-4-2): Monti 6,5; Bartoccini 6, Degrassi 6, Bouhali
6 (4 st Tibolla sv), Petti 6; Marini 6, Conti 6 (22 st Barbacci
6), Romano 6, Crocetti 7; Ferri Marini 6, Sciamanna 7 (15 st
Ferretti 6). All. Magi 6,5 (squalificato, in panchina Pascolini)

Arbitro: Somma di Castellammare di Stabia


Marcatori: 21 pt Sciamanna (G), 36 pt Pilleri (C); 39 st Ferri
Marini (G), 44 st Missaglia (C), 46 st Crocetti (G)
Espulso: al 39 st Barilaro (C)
CITTA DI CASTELLO - Il Gubbio vince 3-2 il derby

al Bernicchi. Poi festa generale con i padroni


di casa gi salvi e gli ospiti gi in Lega Pro da
una settimana.

SEDICESIMA GIORNATA DI RITORNO (18 PER I GIRONI A, B, C, D, I) - INIZIO GARE ORE 15


ROMA - Sedicesima giornata (18 per
i gironi A, B, C, D e I). Inizio gare ore 15.

GIRONE A
Borgosesia-Chieri (Frasca di Ragusa),
Caronnese-Gozzano (Moriconi di
Roma 2), Castellazzo-Sestri Levante
(Tremolada di Monza), Derthona-Bra
(Pirrotta di Barcellona PdG),FezzaneseRapalloBogliasco (Lavelli di Sesto S.
Giovanni),Lavagnese-Argentina(Rosami di Carrara), Ligorna-Acqui (Borriello
di Torre del Greco,a porte chiuse),Novese-Sp. Bellinzago (Vitulano di Livorno),
OltrepoVoghera-Vado (Dal Pan di Belluno), Pinerolo-Pro Settimo (Repace di
Perugia). Classifica: S. Bellinzago 80;
Caronnese 78; Lavagnese 71; Chieri 68;
Argentina 62; Gozzano 60; Pinerolo 58;
Sestri Levante, RapalloBogliasco 57;
OltrepoVoghera 51; Derthona, Bra 48;
Borgosesia 47; Pro Settimo 39; Vado
38; Ligorna 37; Fezzanese 30; Acqui
28; Castellazzo 21; Novese 19.
GIRONE B
Bustese-Fiorenzuola (Nube di Mestre),
Ciliverghe-Lecco (Carrione di Castellammare di Stabia, al Campo 1 di Mazzano), Ciserano-F. Caratese (DAngelo
di Ascoli Piceno), Grumellese-Pontisola
(Lillo di Brindisi), Monza-Caravaggio (Di
Paolo di Chieti), Olginatese-Mapellobonate (Stampatori di Macerata),
Pergolettese-V. Bergamo (Marini di
Trieste), Piacenza-Inveruno (Citarella
di Matera), Sondrio-Pro Sesto (Esposito di Aprilia), Varesina-Seregno (De
Leo di Molfetta). Classifica: Piacenza
90; Lecco 74; Seregno 62; Ciliverghe 60;
Pontisola 58; Inveruno, Ciserano 52;
Olginatese 50; Monza 48; Pergolettese,
F.Caratese 46; Varesina 45; Grumellese,
Pro Sesto, Bustese 44; V. Bergamo 42;
Fiorenzuola 32; Mapellobonate, Caravaggio 30; Sondrio 24.
GIRONE C
Abano-Union Ripa (Feraudo di Chiava-

ri), Calvi Noale-Mestre (Festa di Avellino), Campodarsego-Belluno (Finzi di


Foligno), Liventina-Este (DAmato di
Siena), Luparense-U. Triestina (Pennino di Palermo), Monfalcone-Sacilese
(Ferrieri Caputi di Livorno), Montebelluna-Levico T. (Bitonti di Bologna),
Tamai-Fontanafredda (Pascarella di
Nocera I.), Venezia-Giorgione (Catucci
di Pesaro, a porte chiuse), Virtus V. Verona-Dro (Fiero di Pistoia). Classifica:
Venezia 84; Campodarsego 75; Este 70;
Belluno 63; Virtus V. Verona 60; Luparense 54; Tamai 52; Mestre 50; Abano
48; Calvi Noale 47; Dro 45; Union Ripa
44; Levico Terme 42; Montebelluna 40;
Monfalcone, Liventina 39; U. Triestina
38; Giorgione 37; Fontanafredda 35;
Sacilese 13.
GIRONE D
Altovicentino- Arzignano (Garoffolo di
Vibo Valentia), Clodiense-Villafranca V.
(Santorelli di Salerno), Correggese-V.
Castelfranco (Rossetti di Ancona),ForlSammaurese (Maraniello di Paola),
Legnago-Imolese (Rainone di Nola),
Lentigione-San Marino (Acanfora di
Castellammare di Stabia),Mezzolara-F.
Juventus (Morabito di Acireale),ParmaBellaria (Miele di Nola), Ribelle-Rovigo
(Meloni di Carbonia), Romagna C.-Ravenna (Lalomia di Agrigento). Classifica: Parma 88; Altovicentino 74; Forl 68;
San Marino 65; Ribelle 60; Correggese
58; Delta Rovigo,Imolese 57; Lentigione
56; Sammaurese 51; Legnago 48; Arzignano 47; V.Castelfranco 42; Romagna
C. 41; Ravenna 40; Mezzolara 34; Villafranca V. 30; Clodiense 27; Bellaria 26;
Fortis Juventus 12.
GIRONE E
C. di Castello-Gubbio 2-3 (g.i.), Gavorrano-Scandicci (Capovilla di Verona),
Montecatini-Massese (DAquino di
Roma 1), Montemurlo-Sangiovannese
(Prior di Ivrea), O. Colligiana-Poggibonsi

(Copat di Pordenone), Pianese-Sansepolcro (Bertelli di Busto Arsizio), Ponsacco-Ghivizzano (Milana di Trapani),


Viareggio-Foligno (Gualtieri di Asti), V.
Spoleto-Gualdo C. (Bertozzi di Cesena).
Classifica: Gubbio 71; Montecatini,Gavorrano 61; Poggibonsi 55; Ghivizzano
50; O. Colligiana 48; Sangiovannese,
Ponsacco 47; Montemurlo, Foligno 46;
Pianese, C. Di Castello, Viareggio 43;
Sansepolcro 31; Massese, Scandicci
29; Gualdo C. 20; V. Spoleto 17.
GIRONE F
Amiternina-Castelfidardo (Tedesco
di Pisa), Fano-Matelica (Pirriatore di
Bologna), Giulianova-Vis Pesaro (Sili
di Viterbo), F. Veregra-Campobasso
(Pelagatti di Livorno),Isernia-Monticelli
(Fusco di Brindisi), Jesina-Avezzano
(Lopriore di Foggia), O. Agnonese-San
Nicol (Di Marco di Ciampino), Recanatese-Fermana (DAmbrogio di
Frosinone), Sambenedettese-Chieti
(Campagnolo di Bassano del Grappa).
Classifica: Sambenedettese 78; Fano
62; Campobasso 57; Matelica 55; Fermana 49; Recanatese 48; San Nicol
46; Jesina 44; Chieti 43; Vis Pesaro 42;
Avezzano 41; O. Agnonese, Isernia 37;
Castelfidardo 36; Monticelli 34; F. Veregra 31; Amiternina 24; Giulianova 23.
GIRONE G
Arzachena-Albalonga (Ceccon di
Lovere), Astrea-Viterbese (Bonassoli di Bergamo), Cynthia-Ostiamare
(Cascella di Bari), Grosseto-Flaminia
(Miniutti di Maniago), Lanusei-Torres
(Arace di Lugo di Romagna), MuraveraBudoni (Capezzi di Valdarno), OlbiaSan Cesareo (Marcenaro di Genova),
Rieti-Castiadas (Feliciani di Teramo),
Trastevere-Nuorese (Bonaldo di Conegliano). Classifica: Viterbese 70;
Grosseto 65; Torres (-2), Rieti 58; Olbia
(-1), Arzachena 56; Albalonga 54; Nuorese 48; Flaminia 44; Ostia Mare 43;

Trastevere 37; Muravera 35; Lanusei


34; Budoni 33; Castiadas, Cynthia 30;
San Cesareo 27; Astrea 14.
GIRONE H
Aprilia-Bisceglie (Giordano di Novara), Gallipoli-Serpentara (Belfiore di
Parma), Isola Liri-Torrecuso (Cosso di
Reggio Calabria),Marcianise-Francavilla (Moro di Schio), Nard-Manfredonia
(Massara di Reggio Calabria), PotenzaUnicusano Fondi (Trischitta di Messina), San Severo-Picerno (Amadio di
Ascoli Piceno), Taranto-Pomigliano
(Luciani di Roma 1, a porte chiuse),
Turris-V. Francavilla (Vigile di Cosenza).
Classifica: V. Francavilla 64; Francavilla, Nard 60; Taranto 59; Unicusano
Fondi 49; Pomigliano 46; Manfredonia (-1) 43; Marcianise 42; Bisceglie,
Torrecuso, Turris 41; Potenza, Isola Liri
40; San Severo (-2) 39; Serpentara 35;
Picerno 29; Aprilia 28; Gallipoli 21.
GIRONE I
Agropoli-Due Torri (Clerico di Torino),
Gragnano-Roccella (Mastrogiuseppe
di Sulmona, a porte chiuse, al Massaquano di Vico Equense), MarsalaRende (Degli Esposti di Bologna),
N. Frattese-Leonfortese (Tursi di
Valdarno), Palmese-Aversa (Perenzoni di Rovereto), Reggina-Gelbison
(Fontani di Siena), Scordia-Sarnese
(Perissinotto di San Don di Piave),
Siracusa-Vigor Lamezia (Severino di
Campobasso),Vibonese-Cavese (Cavallina di Parma). Classifica: Siracusa
70; N. Frattese (-1) 67; Cavese 64; Vibonese 52; Reggina 50; Aversa Normanna
(-2), Due Torri 49; Sarnese, Roccella
44; Gragnano 43; Rende 41; Noto 40;
Marsala 39; Agropoli 38; Leonfortese
37; Palmese 35; Gelbison 33; Scordia
28; V. Lamezia (-3) 27.

18
Corriere dello Sport
Stadio

domenica
1 maggio
2016

Lega Pro

Benevento in B, la prima volta

Mazzeo (doppietta) e Ciss stendono il Lecce. E i giallorossi entrano nella storia


BENEVENTO-LECCE 

di storia. E quello che tante,


troppe volte gli era sfuggito, ora ben saldo nelle sue
mani: via le scaramanzie, via
dalla soffitta i vecchi fantasmi del passato. Bastava un
pari, con il Lecce di Braglia,
per fare festa, mentre i pugliesi si giocavano lultima
chance di tenere aperto il
campionato finito alla 34
giornata. Il Benevento ha
voluto esagerare, ha travolto il Lecce con un 3-0 netto, inequivocabile, che la
metafora perfetta di quello che ha raccontato questa
stagione. Ha vinto la squadra migliore, per identit tattica e carattere, per qualit
tecniche e capacit di tenere i nervi saldi nei giorni pi
complicati.

3-0

BENEVENTO (3-4-3): Gori 7; Padella 6,5 Lucioni 7,5 Mattera 7; Melara 7 (20' st Angiulli 6,5) Del Pinto
6,5 De Falco 7 Pezzi 6,5; Ciciretti
7 Ciss 7,5 (42' pt Campagnacci
sv; 4' st Marotta 6,5) Mazzeo 8.
A disposizione: Piscitelli, Vitiello,
Mazzarani, Troiani, Mucciante. All.
Auteri 8.
LECCE (3-4-3): Bleve 5; Camisa
5 (1' st Beduschi 5) Abruzzese 5
Alcibiade 5 ; Lepore 6 De Feudis 6
Papini 5,5 Legittimo 5; Caturano 5
(1' st Moscardelli 5) Curiale 6 (29' st
Liviero sv) Surraco. A disposizione:
Benassi, Mangione, Lo Sicco, Sowe,
Salvi, Vecsei, Carrozza , Doumbia.
All. Braglia 4,5 (squalificato, in panchina Isetto).
Arbitro: Marinelli di Tivoli.Guardalinee: Grossi e Rossini.
Marcatori: 17' pt Mazzeo, 25' pt
Ciss, 6' st Mazzeo.
Ammonito: 30' pt Alcibiade (L)
per gioco falloso.
Note: spettatori 18.000, incasso
non comunicato. Angoli: 2-1 per il
Lecce. Recupero: pt 1', st 2'.

il capolavoro. E il capola-

voro di Gaetano Auteri, un


tecnico che la B laveva gi
conquistata sul campo ma
che avrebbe meritato di frequentarla pi assiduamente in carriera. Chiede tanto
ai suoi giocatori, ma sa costruire un ingranaggio che
funziona alla perfezione: un
3-4-3 bello e spietato che dimostra, a dispetto dei pregiudizi, che in Lega Pro si
pu vincere scegliendo il bel

di Ettore Intorcia
Inviato a Benevento

Leterna rincorsa finita, il


sogno l, bellissimo e vivido, saturo del giallo e del
rosso che inondano il verde del Ciro Vigorito: il Benevento in B, finalmente,
per la prima volta in 87 anni

gioco e non solo.


Ed la rivincita per lex
presidente Oreste Vigorito, oggi ufficialmente solo
sponsor della prima squadra (comunque impegnato nel settore giovanile) ma
in realt sempre accanto ai
giocatori nelle settimane decisive della stagione: stato richiamato a gran voce
dai tifosi, tornato allo stadio intitolato a suo fratello,
Ciro, ex ad del club. E quando scoppia la festa, sul campo si materializza un enorme striscione con la scritta
Serie B e il volto sorridente dei due fratelli, di nuovo
insieme.
Era scritto. Nella terra dove

fede e antiche leggende si


equivalgono nel mistero
stesso della loro natura - Benevento roccaforte papalina
ma pure citt delle streghe ci sono dei presagi, dei segni
che lasciano intendere che
questa volta nessuno avrebbe potuto strappare ai sanniti il sogno della B. C un
palo, pochi centimetri di alluminio, a tenere il risultato ancora sullo zero a zero
quando Lepore sorprende la
difesa di casa dopo due minuti appena. E c un nume-

ro, 17, che agli stregoni porta benissimo: cross di Melara (rientrato da un lungo
stop), testa di Mazzeo e vantaggio sannita.
Da quel momento la storia
della partita prende un solo
verso. Perch Mazzeo innesca la verticalizzazione per
Ciss, devastante e chirurgico nel siglare il raddoppio al
25'. E perch l dietro ci sono
Gori, che vola su Curriale, e
Lucioni a chiudere in tackle ancora su Curriale senza paura di rischiare il rigore. Il Lecce ci prova a sprazzi,
puntando molto sulle combinazioni dei tre attaccanti
(Curriale sempre il pi vivace), ma il Benevento ordinato, bello a vedersi, lucido,
spietato quando c da fare
male. Ciciretti ispirato, inventa lui lassist per il tre a
zero di Mazzeo allalba del
secondo tempo. Ed linizio
di un lungo, colorato conto
alla rovescia.
Serie B, Serie B cantano
gli oltre diciottomila del Ciro
Vigorito senza aspettare il fischio finale, senza nessuna
scaramanzia. Scende la notte, dolcissima, e inizia la festa
allo stadio e in citt, fino allalba. E tutto vero, Benevento.
Riproduzione riservata

le altre del girone c

Catania, solo un pari


e c il rischio play out
Paganese-Catania 

PAGANESE (4-3-3): Borsellini 5,5;


Dozi 6,5 Magri 6,5 Bocchetti 7 Della
Corte 6; Guerri 6 Carcione 6,5 Deli
6,5; Caccavallo sv (16' pt Vella 5; 35'
st Penna sv) Cunzi 5,5 Cicerelli 6 (12' st
Palmiero 6).A disp.: Maione.Schiavino,
Acampora, Corticchia, Grillo, Tommasone, De Vita, Cassata.
All.: Grassadonia.
CATANIA (4-2-3-1): Liverani 6,5;
Pelagatti 5 Bergamelli 6 Bastrini 6,5
Nunzella 5,5; Castiglia 6 Di Cecco 6
(23' st Agazzi sv); Russotto 6 Calil 6
Calderini 5 (35' st Lupoli sv); Plasmati
4,5 (25' st Bombagi 5). A disp.: Bastianoni, Ferrario, Parisi, Pessina, Felleca,
Gulin. All.: Moriero.
Arbitro: Bichisecchi di Livorno.
Guardalinee: Galetto e Marcolin.
Espulso: 46' st Pelagatti (C) per
proteste.
Ammoniti: Di Cecco (C), Cicerelli (P),
Calil (C), Nunzella (P), Borsellini (P),
Vella (P), Guerri (P), Bombagi (C).
Note: spettatori 700 circa (incasso
non comunicato). Angoli: 4-4. Recupero, pt 2', st 4'.
pagani - Paganese salva con

Gaetano Auteri, 54 anni, allenatore del Benevento Mosca

la soddisfazione del tecnico

Auteri felice: Abbiamo strameritato

I ragazzi sono stati straordinari, sono contento per la citt che aspettava da anni
di Franco Santo
BENEVENTO

Tifosi del Benevento in festa sul prato del Ciro Vigorito MOSCA

Ci sono imprese che sembrano scritte nelle stelle. E uomini che dopo averle colte lasciano impronte nitide su di esse.
Il destino ha voluto che Auteri e il Benevento si incontrassero dopo anni di corteggiamento proprio nella stagione
pi complicata. Societ nuova, squadra ridimensionata rispetto all'anno prima. Tanto da
far dire a don Gaetano: Se fossi rimasto al Matera, al secondo anno di progetto avrei detto
senza mezzi termini che avremmo puntato alla B. Cos, con un
progetto che deve ancora prendere forma, non posso dirlo. E
invece qui ha bruciato le tappe.
Tutto in un anno solo, un miracolo calcistico. La serie B realt
e rende possibile l'impossibile.
Far commuovere Gaetano Auteri, ad esempio, quando Oreste

Vigorito lo esalta attribuendogli la svolta della storia giallorossa. L'allenatore siciliano prova
quasi a sminuire la sua impresa, vorrebbe che fossero gli altri a riconoscere meriti a questo Benevento. Per me abbiamo fatto una cosa normale, ma
mi rendo conto che per la citt
non lo . Preferirei che qualcuno dei nostri avversari rimarcasse a chiare lettere che una
promozione meritata. Abbiamo strameritato questo campionato, siamo stati straordinari. I ragazzi sono stati straordinari. Devono riconoscerlo tutti, scusate se alzo la voce.
La partita che ha consegnato alla leggenda il Benevento di
Auteri ha visto la strega dominare. Il Lecce venuto a giocare su lanci lunghi e sulle seconde palle e noi lo abbiamo
punito. Nel secondo tempo abbiamo legittimato quanto avevamo raccolto. Abbiamo legitti-

0-0

mato la promozione mettendo


il sigillo su uno scontro diretto
che sapevo avrebbe inciso sul
campionato gi da diversi mesi.
Sono strafelice per tutta questa
gente e per il presidente Vigorito che merita questo obiettivo da anni. E' proprio Vigorito
a prendere la parola dopo l'allenatore. Auteri un grande
allenatore, ma ancor di pi un
grande uomo. E questo la dice
lunga su che uomo sia. La giornata stamattina si aperta con
la telefonata di uno dei massimi esponenti del calcio italiano
che mi ha detto di essere felice
della promozione in B del Benevento perch il Benevento
l'emblema del calcio pulito,
una societ modello. Potranno
dire qualsiasi cosa su di noi, ma
non che non siamo una societ
pulita. Potranno cercare a lungo ma non troveranno mai un
campionato vinto illecitamente. Anzi, semmai ce ne sono stati

sottratti. Gaetano Auteri e i suoi


ragazzi hanno scritto la storia,
vanno portati in trionfo. Anche il presidente Fabrizio Pallotta raggiante. Scherza perch l'ultimo a raggiungere la
sala stampa: Non sono pratico di stadi, mi sono perso. Avevo detto che non avrei mai nominato la B, ma ora finalmente
posso. Sapevamo che sarebbe
stato difficile ma questa squadra straordinaria andata oltre
ogni cosa.
citt in festa. Dopo la festa allo
stadio, caroselli in tutto il capuologo e la provincia sannita, canti e balli per la Strega in B. Una
gioia attesa 87 anni. Piazza Risorgimento, dovera allestito il
maxischermo, in delirio. E stato il punto dincontro per tutti i
tifosi giallorossi. E non finita
qui: tante le iniziative organizzate per questo storico successo.
Riproduzione riservata

una giornata d'anticipo, Catania con l'incubo dei play out.


Pari in bianco. Due minuti e
unoccasione sprecata da Calil. La risposta dellimpreciso Cunzi. Abbandona la scena Caccavallo per infortunio.
Alla fine dei primi 45 Catania
vivo ma risultato bloccato. Al
3 della ripresa intervento di Liverani su Cunzi. Al 12' Paganese due volte vicina al gol. Al 23'
il tiro a giro di Russotto sfiora
il secondo palo. Nel recupero
va a vuoto l'ultimo assalto di
Calil. Il Catania chiude in dieci (espulso Pelagatti) e con un
punto che serve a poco.
Lps

Melfi-Akragas 

2-2

MELFI (4-3-2-1): Gagliardini 6; Petricciuolo 5,5 (28' st Annoni 5,5) Petta


6 Colella 6 Giron 6; Demontis 5,5 (10'
st Giacomarro 6) Maimone 6 Zane 6;
Longo 5,5 Tortolano 5; Canotto 6 (19'
st Ingretolli 5,5). A disp.: Santurro,
Amelio, Silvestri, Masini, Soumar,
Finazzi. All.: Ugolotti.
AKRAGAS (4-3-3): Vono 6; Grea 5,5
Muscat 6 Marino 6,5 Capuano 6,5;
Vicente 6 Dyulgelov 5,5 (11' st Cristaldi
6) Zibert 6; Di Piazza 6,5 Madonia 6,5
(44' st Leonetti sv) Salandria 5,5 (6' st
Di Grazia 6). A disp.: Maurantonio, Da
Silva, Aloi, Fiore, Mauri, Lo Monaco.
All.: Rigoli.
Arbitro: Pagliardini di Arezzo. Guardalinee: Mazzei e Abruzzese.
Marcatori: 22' pt Grea (M, aut.), 48'
pt Maimone (M), 20' st Marino (A), 24'
st Di Grazia (A).
Ammoniti: Colella (M), Zane (M).
Note: Recupero, pt 3', st 5'.

LUPA castelli-MATERA

2-2

LUPA CASTELLI ROMANI (3-52): Secco 6,5; Colantoni 6,5 Di Bella


6 Aquaro 6,5; De Gol 5,Prutsch 6 (25'st
Scicchitano 6), Maiorano 7 (30'st Kosovan sv), Falasca 6, Rosato 6; Morbidelli 6 (40'st Rossetti sv) Mastropietro
6,5. A disp. Coletta, Anderson, Carta,
Proietti, Ricamato, Roberti, Flores
Heatley, Tassi.
All. Palazzi 6.
MATERA(4-1-4-1):Biscarini6;Meola
5,5 Ingrosso 6 De Franco 5,5 Tomi 5
(1'st Di Lorenzo 6); D'Angelo 6 (19' st
Rolando 5,5); Pagliarini 6,5 Iannini 7
Armellino 6,5 Casoli 5 (1'st Carretta
6,5); Infantino 6,5. A disp. Bifulco,
Piccinni, Zaffagnini, Scognamillo, De
Rose, Fortunato. Allenatore: Aprile 7.
Arbitro: Catona di Reggio Calabria 6
Guardalinee: Palermo-Falco
Marcatori: 22' pt Maiorano, 45' pt
Mastropietro, 21'st Infantino (rig.),
38'st Pagliarini
Ammoniti: Prutsch, De Gol (L), Ingrosso, D'Angelo (M).
Note: Recupero: pt 0, st 4.
Ischia-Catanzaro 

0-1

ISCHIA (4-3-3): Iuliano 6; Bruno


6 Vandam 5,5 Moracci 6 Porcino 6;
Acampora 5,5 (39' st Moreira Barbosa
sv) Spezzani 5 (1' st Rubino 6) Armeno
5,5; Di Vicino 6 Gomes 6 Pepe 5,5 (24'
st Sirigu 5,5). A disp.: Modesti, Florio,
Savi, Guarino, Filosa, Manna, Palma,
Belmonte, D'Angelo. All.: Porta.
CATANZARO (4-3-3): Grandi 6,5;
Bernardi 6 Ricci 6,5 Patti 5 Squillace
6; Agnello 6 Maita 6 (15' st Calvarese 6)
Olivera 6; Mancuso 5,5, Agodirin 7 (35'
st Orchi sv) Caruso 6 (19' st Razziti 5,5).
A disp.: Scuffia, Barillari, Fulco, Foresta,
Firenze, Vitale. All.: Erra.
Arbitro: Viotti di Tivoli. Guardalinee:
Pepe e Manzolillo.
Marcatore: 15' pt Agodirin.
Espulso: 34' st Patti (C) per gioco
violento.
Ammoniti: Ricci (C), Gomes (I),
Spezzani (I), Acampora (I), Armeno
(I), Calvarese (C), Moracci (I), Grandi (I).
Note: Recupero, pt 3', st 5'.
Monopoli-Juve Stabia  4-0

MONOPOLI (3-5-2): Pisseri 7,5;


Esposito 6 Ferrara 6 Bacchetti 6,5;
Luciani 6 Tarantino 6,5 Viola 7 Romano
6,5 (33' st Difino sv) Pinto 7; Gambino
6,5 (39' st Lescano sv) Di Mariano 7
(23' st Rosafio 6). A disp.: Pellegrino;
Castaldo, Bei, Mercadante, Ricucci,
Djuric, Battaglia. All.: D'Adderio.
JUVE STABIA (3-5-2): Russo 4,5;
Polak 5,5 Atanasov 5,5 Carillo 5,5;
Cancellotti 6 Carrotta 6 (13' st Grifoni
6), Obodo 6 Lisi 6,5 Liotti 6; Gomez
5,5 (21' st Gatto 5,5) Diop 6. A disp.:
Polito, Navratil, Contessa, Maiorano,
Gatto, Nicastro, Del Sante, Mascolo.
All.: Zavettieri.
Arbitro: Perotti di Legnano. Guardalinee: Costantini e Pizzi.
Marcatori: 18' pt Pinto, 33' pt Di Mariano, 15' st Esposito, 19' st Viola.
Ammonito: Cancellotti (J).

Lega Pro: risultati e classifiche 33a giornata


GIRONE B

GIRONE A
CLASSIFICA

CLASSIFICA

RISULTATI

SQUADRE

Pti G V N P GF GS

CITTADELLA
PORDENONE
BASSANO
ALESSANDRIA
REGGIANA
PADOVA
FERALPISAL
CREMONESE
PAVIA
SDTIROL
GIANA ERMINIO
LUMEZZANE
RENATE
PRO PIACENZA
CUNEO
MANTOVA
ALBINOLEFFE
PRO PATRIA*3

73
62
61
57
51
51
50
50
48
44
42
41
40
38
34
33
19
7

33
33
33
33
33
33
33
33
33
33
33
33
33
33
33
33
33
33

22
18
17
16
13
13
14
13
13
10
10
12
10
8
9
7
4
1

7 4
8 7
10 6
9 8
12 8
12 8
8 11
11 9
9 11
14 9
12 11
5 16
10 13
14 11
7 17
12 14
7 22
7 25

54
49
43
47
38
42
49
38
45
32
32
37
23
30
30
26
22
14

* PUNTI DI PENALIZZAZIONE

33
29
29
27
23
30
40
32
35
35
33
42
37
35
39
38
56
58

33a GIORNATA

ALBINOLEFFE-LUMEZZANE
ALESSANDRIA-REGGIANA
BASSANO-PADOVA
CITTADELLA-CREMONESE
CUNEO-RENATE
GIANA ERMINIO-FERALPISAL
PAVIA-PORDENONE
PRO PATRIA-MANTOVA
PRO PIACENZA-SDTIROL

1-2
0-1
2-1
3-3
0-0
1-1
0-1
0-3
2-0

PROSSIMO TURNO
34a GIORNATA

Domenica 8 maggio

CREMONESE-CUNEO (0-0)
FERALPISAL-PAVIA (2-2)
LUMEZZANE-PRO PIACENZA (0-1)
MANTOVA-ALBINOLEFFE (0-0)
PADOVA-ALESSANDRIA (1-1)
PORDENONE-GIANA ERMINIO (2-1)
REGGIANA-BASSANO (0-1)
RENATE-PRO PATRIA (1-0)
SDTIROL-CITTADELLA (3-2)

(ore 15)
(ore 15)
(ore 15)
(ore 15)
(ore 15)
(ore 15)
(ore 15)
(ore 15)
(ore 15)

Marcatori - 16 reti: Brighenti (Cremonese); 14 reti: Bocalon (3 rig.) (Alessandria); Litteri (Cittadella); Altinier (1 rig) (Padova); Ferretti (1 rig.) (Pavia); 13 reti: Cesarini (3 rig.) (Pavia); 12 reti:
Chinellato (1 rig.) (Cuneo); 10 reti: Neto Pereira (Padova); Arma (2 rig.) (Reggiana); 9 reti: Bracaletti (1 rig.) (FeralpiSal); Bruno (3 rig.) (Giana); Sarao (2 rig.) (Lumezzane); Strizzolo (Pordenone);
Gliozzi (6 rig.) (Sdtirol); 8 reti: Iocolano (2 rig.) (5 Bassano) (Alessandria); Romero (FeralpiSal);
M. Marchi (2 Pavia) (1 rig.) (Mantova); De Cenco, Filippini (Pordenone); Rantier (Pro Piacenza).

GIRONE C

PROGRAMMA

SQUADRE

Pti G V N P GF GS

SPAL
PISA*1
MACERATESE
ANCONA
CARRARESE
SIENA
PONTEDERA
TERAMO*3
AREZZO
LUCCHESE
PISTOIESE
TUTTOCUOIO
SANTARCANGELO*6
RIMINI*2
PRATO
LAQUILA*7
LUPA ROMA
SAVONA*14

68
59
58
50
48
46
44
42
38
36
36
34
33
32
31
30
27
19

32 20
32 16
32 15
32 13
32 12
32 11
32 11
32 11
32 7
32 9
32 8
32 8
32 9
32 8
32 7
32 9
32 6
32 8

8
12
13
11
12
13
11
12
17
9
12
10
12
10
10
10
9
9

4
4
4
8
8
8
10
9
8
14
12
14
11
14
15
13
17
15

56
41
46
33
43
34
39
39
31
33
28
22
36
24
27
32
27
25

* PUNTI DI PENALIZZAZIONE

23
25
27
25
31
34
33
35
31
37
34
33
36
38
41
39
53
41

33a GIORNATA

Oggi ore 15

ANCONA-RIMINI
AREZZO-MACERATESE
CARRARESE-PRATO
LAQUILA-LUCCHESE
PISA-LUPA ROMA
SANTARCANGELO-PONTEDERA
SAVONA-PISTOIESE
TERAMO-SPAL
TUTTOCUOIO-SIENA
PROSSIMO TURNO
34a GIORNATA

Domenica 8 maggio

LUCCHESE-CARRARESE (0-1)
LUPA ROMA-LAQUILA (1-2)
MACERATESE-SANTARCANGELO (0-1)
PISTOIESE-PISA (0-2)
PONTEDERA-TERAMO (0-0)
PRATO-SAVONA (0-1)
RIMINI-AREZZO (0-2)
SIENA-ANCONA (2-0)
SPAL-TUTTOCUOIO (2-0)

(ore 18)
(ore 18)
(ore 18)
(ore 18)
(ore 18)
(ore 18)
(ore 18)
(ore 18)
(ore 18)

Marcatori - 23 reti: Scappini (6 rig.) (Pontedera); 17 reti: Cellini (5 rig.) (Spal); 13 reti: Sandomenico (1 rig.) (LAquila); 11 reti: Guidone (Santarcangelo); Zigoni (1 rig.) (Spal); 10 reti: Tremolada (1 rig.) (Arezzo); Buonaiuto (Maceratese); Capello (1 rig.) (Prato); 9 reti: Fioretti (1 rig.)
(Maceratese); Margiotta (Santarcangelo); Finotto (Spal); 8 reti: Cognigni (Ancona); Dettori (1
rig.), Infantino (Carrarese); Fanucchi, Pozzebon (3 rig), Terrani (4 rig.) (Lucchese); Kouko (2 rig.)
(Maceratese); Polidori (Rimini); Shekiladze (Tuttocuoio).

CLASSIFICA

REGOLAMENTO

RISULTATI

SQUADRE

Pti G V N P GF GS

BENEVENTO*1
FOGGIA
LECCE
CASERTANA
COSENZA
MATERA*2
F. ANDRIA
MESSINA
PAGANESE*1
JUVE STABIA
AKRAGAS*5
MONOPOLI
CATANZARO
CATANIA*10
MELFI
MARTINA*2
ISCHIA*4
LUPA CASTELLI*1

69
62
60
60
57
52
45
44
42
42
39
38
38
36
30
21
21
12

33 20
33 18
33 16
33 17
33 15
33 14
33 11
33 10
33 10
33 9
33 12
33 10
33 9
33 11
33 6
33 5
33 5
33 2

10 3
8 7
12 5
9 7
12 6
12 7
12 10
14 9
13 10
15 9
8 13
8 15
11 13
13 9
12 15
8 20
10 18
7 24

50
58
43
48
38
44
32
35
39
44
34
42
26
35
32
28
30
21

20
30
27
33
27
31
19
39
35
42
46
41
40
33
39
56
59
62

* PUNTI DI PENALIZZAZIONE

33a GIORNATA

BENEVENTO-LECCE
F. ANDRIA-COSENZA
FOGGIA-MARTINA
ISCHIA-CATANZARO
LUPA CASTELLI-MATERA
MELFI-AKRAGAS
MESSINA-CASERTANA
MONOPOLI-JUVE STABIA
PAGANESE-CATANIA

3-0
3-3
4-0
0-1
2-2
2-2
1-1
4-0
0-0

PROSSIMO TURNO
34a GIORNATA

Sabato 7 maggio

AKRAGAS-BENEVENTO (0-1)
CASERTANA-PAGANESE (2-2)
CATANIA-F. ANDRIA (0-0)
CATANZARO-MELFI (0-2)
COSENZA-ISCHIA (2-1)
JUVE STABIA-FOGGIA (1-1)
LECCE-LUPA CASTELLI (1-1)
MARTINA-MESSINA (0-3)
MATERA-MONOPOLI (2-0)

(ore 16)
(ore 16)
(ore 16)
(ore 16)
(ore 16)
(ore 16)
(ore 16)
(ore 16)
(ore 16)

Marcatori - 22 reti: Iemmello (1 rig.) (Foggia); 15 reti: Caccavallo (7 rig.) (Paganese); 14 reti: Di
Piazza (1 rig.) (Akragas); 13 reti: De Angelis (Casertana); Baclet (5 rig.) (Martina); 12 reti: Infantino (4
rig.) (Matera); A. Croce (1 rig.) (Monopoli); 11 reti: Calil (2 rig.) (Catania); La Mantia (2 rig.) (Cosenza);
Sarno (2 rig.) (Foggia); 10 reti: Mazzeo (4 rig.) (Benevento); Nicastro (Juve Stabia); Tavares (Messina);
9 reti: Moscardelli (1 rig.) (Lecce); Gambino (Monopoli); 8 reti: Ciss, Marotta (1 rig.) (Benevento); Alfageme (1 rig.), Negro (2 rig.) (Casertana); Razzitti (2 rig.) (Catanzaro); Diop (1 Lecce) (Juve Stabia).

4 PROMOZIONI
Andranno in serie B 4 squadre: 3 direttamente, cio la prima di ciascun girone,
pi la vincente dei play off che vedranno
in lizza 8 squadre (seconda e terza di
ciascun girone e le 2 migliori quarte).
Per la scelta delle migliori due quarte
qualificate: a) punti; b) differenza reti;
c) reti segnate; d) reti subite; e) numero
di vittorie; f) numero di sconfitte;
g) numero di vittorie esterne;
h) numero di sconfitte interne
Quarti in gara unica (15 maggio): migliore seconda (in casa) contro peggiore
delle due quarte; seconda fra le seconde
(in casa)-altra quarta; peggiore seconda
(in casa)-peggiore terza; prima terza (in
casa)-seconda terza. In caso di parit,
supplementari e rigori. Poi semifinali (22
e 29 maggio) e finali (5 e 12 giugno) con
andata in casa della peggiore in graduatoria e ritorno: in caso di parit di punti e
di gol dopo 180, supplementari e rigori.
9 RETROCESSIONI
In serie D 3 squadre per girone. Lultima
gi direttamente, le altre 2 dopo i play
out: penultima-quintultima e terzultima-quartultima, andata il 21 maggio
in casa della peggio classificata e ritorno
il 28. In caso di parit di punti e di gol
dopo 180, retrocede la peggio classificata.
NB: per la formazione della graduatoria
finale dei gironi, in caso di parit fra 2 o
pi squadre non ci sono spareggi ma si
ricorre alla classifica degli scontri diretti.

domenica
1 maggio
2016

19
Corriere dello Sport
Stadio

Lega Pro

girone b - oggi in campo alle 15

girone C

LAquila cerca
punti salvezza

Foggia scatenato
poker per i play off

ANCONA-RIMINI

ANCONA (3-5-2): David; Di Sabatino, Mallus, Konat; Cazzola, Hamlili,


Paoli, Gelonese, Pedrelli; Libertazzi, Cognigni. A disp.: Piangerelli, Parodi, Radi,
Adamo, Bambozzi, Velocci, Sassano, Di Dio, Bussi, Lombardi. All.: Cornacchini.
RIMINI (4-3-3): Azzolini; Lasicki, Signorini, Martinelli, Varutti: Pedrelli,
Esposito, Mancino; Albertini, Polidori, Leonetti. A disp.: Mignani, Mingucci,
Marin, Todisco, Torelli, Kumih, Di Molfetta, Bifulco, Fall. All.: Acori.
Arbitro: Ranaldi di Tivoli (Viola-Argento).

Iemmello apre e chiude contro il Martina


Vanno in rete anche Sainz Maza e Vacca
FOGGIA-MARTINA 

4-0

FOGGIA (4-2-3-1): Micale 6.5;


Loiacono 6 Coletti 6.5 Gigliotti 6 Di
Chiara 6.5; Vacca 7 (29' st Lodesani 6) Agnelli 6 (21' st Quinto 6);
Chiric 6.5 (1' st Gerbo 6) Sarno 7
Sainz Maza 7; Iemmello 7.5. A disp.
De Gennaro, Lauriola, Floriano, Arcidiacono, Lanzetta. All. De Zerbi.
MARTINA (4-4-2): Viotti 6.5;
Antonazzo 5 Marchetti 5.5 D'Orsi
5 Curcio 5; Di Lauri 5.5 Schetter 6
Rajcic 5.5 Dianda 5 (37' st Verdicchio 6); Taurino 5 (1' st Berardino
6) Baclet 5. A disp. Gabrieli, Basso,
Allegra, Danese, Migliaccio, De Lucia,
Cristofari, Diakite, Kuseta, Topo. All.
Franceschini.
Arbitro: Giovani di Grosseto.
Guardalinee: Orlando-D'Alberto.
Marcatori: 22' Iemmello, 25' Sainz
Maza, 18' st Vacca, 24' st Iemmello.
Ammoniti: Curcio (M), Di Lauri (M),
Vacca (F), Sainz Maza (F), Dianda
(M).
Note: pomeriggio mite, terreno in
buone condizioni. Spettatori 9121.
Angoli 6-4. Rec.: 0 pt, 4 st.

di Walter Carbone
FOGGIA

Missione compiuta, rossoneri ai playoff e con il secondo


posto praticamente in saccoccia a una giornata dal
termine. Doveva essere una
passeggiata e cos stata, il
Martina Franca allo Zaccheria non s' praticamente visto
se non per una conclusione
nel finale che ha fatto salire
sopra la sufficienza anche il
voto in pagella dell'inoperoso Micale. Partita a senso unico con un protagonista, anzi
due, annunciati: Iemmello ha
messo in cassaforte la solita
doppietta ( la terza nelle ultime cinque partite), Sarno ha
assicurato il rifornimento di
tre assist vincenti su quattro.
Un buon viatico in vista dei
playoff ormai dietro l'angolo: si comincia il 15 maggio
con il primo match unico che

i rossoneri, data la classifica


attuale, potrebbero giocare
allo Zaccheria.
la cronaca. De Zerbi schie-

ra un inedito 4-2-3-1 per fare


i conti con sette assenze per
infortunio. La mossa sulla trequarti, dentro un attaccante in pi (Chiric), in linea
con Sarno e Sainz Maza. Punta avanzata Iemmello che al
22' perfora la difesa guardinga dei martinesi aprofittando
di un retropassaggio maldestro: due passi dentro l'area
e botta alle spalle dell'incolpevole Viotti. Rotto l'incantesimo dello 0-0 piuttosto presto, com'era nei piani dei rossoneri, stato tutto pi facile
per la formazione di De Zerbi
che ha cinto d'assedio l'area
avversaria chiudendo praticamente i giochi gi al 25':
Sarno imbecca Sainz Maza
con un'intelligente lettura,

lo spagnolo si libera al tiro e


non perde tempo nella battuta siglando il 2-0. Il Martina dell'ex Daniele Franceschini (rossonero nell'ultima stagione in B del Foggia,
1997-98) prova a darsi coraggio ma neanche l'esperienza
di due vecchi marpioni come
Schetter e Rajcic riesce a scalfire l'attenta difesa rossonera orchestrata dai due centrali Coletti-Gigliotti. Cos
ancora Iemmello a regalare
qualche emozione alla platea rossonera che comincia
a sbadigliare: al 32' Viotti
bravo a respingere una conclusione ravvicinata del bomber calciata da posizione centrale. Prove tecniche del 3-0
che arriva al 18' della ripresa,
Sarno trova un corridoio per
Vacca che come un consumato bomber anticipa D'Orsi con la punta del piede infilando nell'angolo sinistro.

AREZZO-MACERATESE (diretta tv su RaiSport 1)

AREZZO (4-3-1-2): Baiocco; Brumat, Madrigali, Milesi, Masciangelo;


Benedetti, Capece, Feola; Tremolada; Defendi, Mendicino. A disp.: Ronchi,
Garbinesi, Carlini, Panariello, Gambadori, Pugliese, Varano, Mariani, Greco,
Betancourt, Bismark. All.: Bucaro.
MACERATESE (4-4-2): Forte; Imparato, Faisca, Fissore, Sabato; Orlando,
Togni, Giuffrida, Buonaiuto; Kouko, Colombi. A disp.. Ficara, Clemente,
Altobelli, Karkalis, Carotti, Alimi, Fioretti, Potenza. All.: Bucchi.
Arbitro: Rossi di Rovigo (Squarcia-Polo Grillo).
CARRARESE-PRATO

Lesultanza di Iemmello e compagni per la vittoria arcieri

Il Foggia adesso pu giocare


in surplace, De Zerbi ne approfitta per rilanciare Quinto rilevando capitan Agnelli,
mentre subito dopo l'intervallo era entrato Gerbo per
Chiric (Franceschini aveva mandato in campo Bernardino per Taurino). Il poker lo chiude cos Iemmello
che puntella ulteriormente
la vetta in classifica marcatori, ormai inarrivabile a quota
22: Vacca restituisce il favore verticalizzando su Sarno,
il favoloso Vincenzino gio-

ca d'altruismo per il compagno bomber appostato come


un rapace in mezzo all'area e
lo serve per la pi facile delle
conclusioni a rete con il portiere semi-battuto. Dicevamo
di Micale che al 40' va a prendere sul palo pi lontano una
perfida punizione del neoentrato Verdicchio, strappando
gli applausi dello Zaccheria.
Un allenamento, o gi di l:
ma entrare nei playoff a suon
di gol pur sempre una bella
iniezione di fiducia.
Riproduzione riservata

La Casertana non la chiude Tanto spettacolo ad Andria


e il Messina ne approfitta ma pari contro il Cosenza
MESSINA-CASERTANA 

1-1

MESSINA (4-3-3): Addario 6;


Mileto 7 Martinelli 6,5 Burzigotti
5,5 (1' st Barisic 6,5) De Vito 6;
Zanini 5,5 Giorgione 6,5 Fornito
6; Gustavo 6,5 Tavares 6 (41' st
Salvemini sv) Cocuzza 5,5 (37'
st Longo sv). A disp.: Di Stasio,
Gen. Russo, Fusca, Scarbaci, Giu.
Russo, Padulano, Bossa. All.: Di
Napoli.
CASERTANA (3-5-2): Gragnaniello 6; Idda 6 Potenza 5,5
Rainone 5,5; Alfageme 6 (32' st
Giannone sv) Matute 5,5 (12' st
Marano 5,5) Agyei 6 Mancosu 6,5
Pezzella 6; De Angelis 5,5 (19' st
Jefferson 5,5) Negro 5,5. A disp.:
Signoriello, Bonifazi, Guglielmo,
Finizio, Cesarano, Tito. All.: Romaniello.
Arbitro: Paolini di Ascoli Piceno.
Guardalinee: Pellegrini e Mangino.
Marcatori: 4' pt Mancosu (CA),
23' st Mileto (ME).
Ammoniti: Giorgione (ME), Gustavo (ME), Agyei (CA), Idda (CA).
Note: spettatori 3.000, con quarantatre tifosi campani. Angoli 4-2

per la Casertana. Recupero: 0' pt,


4' st.
di Sergio Colosi
MESSINA

Il pareggio del San Filippo


avvicina le due squadre ai
rispettivi obiettivi di playoff
e qualificazione alla Coppa
Italia maggiore. La Casertana paga dazio nella ripresa
per non avere chiuso la sfida nel primo tempo, sprecando tanto in zona gol.
Il Messina, invece, ringrazia, mentre sul fronte societario ripresa ufficialmente la trattativa col gruppo Barbera.
la cronaca. Ospiti in van-

taggio al 4' con una deviazione aerea di Mancosu su


angolo di Negro. I giallorossi sbandano e all'11 De Angelis si divora il raddoppio
con un diagonale calibrato
ma fuori misura. Caserta-

na ancora imprecisa al 27'


con un tiro che va oltre la
traversa di Negro, il quale
intanto si era smarcato da
una combinazione con De
Angelis.
Padroni di casa non pervenuti in area avversaria,
mentre dalla parte opposta la sagra degli errori prosegue al 31' con un tiraccio
di Mancosu che pure si trovava in ottima posizione.
Il primo tentativo dei
giallorossi matura al 37'
con Burzigotti che di testa
non trova incredibilmente
la porta da distanza ravvicinata.
Nella ripresa dentro Barisic per un Messina pi offensivo, che infatti prima
sfiora il pareggio con Gustavo e poi lo raggiunge al
68' con Mileto che stacca di
testa e buca la difesa avversaria.
Riproduzione riservata

FIDELIS ANDRIA - COSENZA 

3-3

F. ANDRIA (3-5-2): Cilli 6; Aya 5,5 Stendardo 6 Fissore 5,5 (10' st Capellini 6,5); Tartaglia 6,5 Strambelli 6
Bisoli 6,5 Onescu 6,5 Bangoura 6,5; Grandolfo 5,5 (29'
st De Vena sv) Bollino 5,5 (18' st Cianci 6,5). A disp.:
Castellano, Vittiglio, Matera, Paterni, Garcia, Alhassan.
All.: D'Angelo.
COSENZA (4-4-2): Perina 6; Corsi 6 Tedeschi 6 Di Nunzio 6 Blondett 6; Criaco 6 (31' st Fiordilino sv) Arrigoni
6,5 Caccetta 5,5 Statella 7,5; Arrighini 5,5 La Mantia 7,5
(21' st Parigi 5,5). A disp.: Saracco, Di Somma, Cavallaro,
Ventre. All.: Roselli.
Arbitro: Baroni di Firenze.
Guardalinee: Abagnara e Spiniello.
Marcatori: 15' pt Onescu (FA), 46 pt La Mantia (C), 1'
st Statella (C), 11' st La Mantia (C), 35' st Capellini (FA),
48' st Cianci (FA).
Ammoniti: Caccetta (C), Corsi (C), Stendardo (FA),
Tartaglia (FA).
Note: Spettatori paganti 2.593 di cui 1.516 vabbonati
per un incasso complessivo di 15.556,70 euro. Angoli
5-2 per la F.Andria. Recupero: 1' pt, 3' st.
di Michele Zito
Andria

Un pareggio spettacolare, con tante reti,


come al 'Degli Ulivi' non se ne vedevano da
tanto tempo.
L'Andria si congeda dal suo pubblico sen-

za ottenere il risultato che forse pi mancato in questa stagione, ovvero la vittoria in


casa.
Il Cosenza esce dal campo deluso e arrabbiato per un successo sfumato all'ultimo minuto di recupero che avrebbe consentito ai
calabresi di alimentare con maggior vigore
la speranza di approdare ai playoff.
partito meglio l'Andria. Per oltre trenta
minuti i ragazzi di D'Angelo hanno puntato
sul ritmo, disorientando il Cosenza.
Ne scaturito un gol di Onescu (15 pt)
e una traversa colpita da Tartaglia. In pieno recupero La Mantia fa pari su errore di
Aya (46 pt). In poco pi di 10' della ripresa
il Cosenza ribalta il risultato con i suoi uomini migliori: prima Statella (1 st) e poi ancora La Mantia (11 st).
Ma L'Andria non si arrende e recupera negli ultimi secondi di gara, segnando altri due gol: a riportare il punteggio
in parit per la squadra di casa ci pensano Capellini (35 st) e infine, nei minuti di recupero inoltrati, Cianci (48 st).
Finisce cos, con sei reti allattivo, una gara
entusiasmante ma che non soddisfa nessuno.
Riproduzione riservata

girone A
ALBINOLEFFE-LUMEZZANE

1-2

ALBINOLEFFE (4-3-1-2): S. Cortinovis 6,5; Muchetti 6


Checcucci 6 Vinetot 6 M. Cortinovis 4,5; Legras 5,5 Nichetti
5 (39 st Girardi sv) Bentley 5; Danti 5; Pesenti 5 (21 st Ravasio 6) Kanis 5 (15 st Mureno 6). A disp. Amadori, Ferretti,
Magli, Gianola, Dalla Bona, Cal, Perini, Soncin. All. Facciolo.
LUMEZZANE (4-3-3): Furlan 4; Rapisarda 6 Belotti 7,5
Nossa 6,5 Russu 6; Varas 5,5 (14 st Mancosu 6) Mantovani
6,5 Calamai 7; Russini 6 (27 st Valotti sv) Sarao 5 (22 st Cruz
sv) Bacio Terracino 6. A disp. Bason, Magnani, Baldan, Monticone, Pippa, Tagliavacche, Farimbella, Barbuti. All. Filippini.
Arbitro: Bertani di Pisa (Mokhtar e Saccenti).
Marcatori: 14 st aut. Mantovani (A), 21 st Belotti (L), 31
st Calamai (L)
Espulsi: al 12 st M. Cortinovis per doppia ammonizione.
Ammoniti: Kanis (A), Belotti (L)
Note: Spettatori circa 450. Angoli 1-7. Rec.: pt 1, st 5
Pro Piacenza-Sudtirol 

2-0

PRO PIACENZA (4-3-3): Fumagalli 6; Cardin 6 Sall 6,5


Piana 6 Ruffini 6; Maietti 5,5 Carrus 6,5 Aspas 6,5; Barba
6 (38 st Martinez sv); Alessandro 6,5 Orlando 5,5 (14 st
Speziale 6,5). A disp.: Bertozzi, Gomis, Calandra, Schiavini,
Annarumma. All. Viali 6,5
SUDTIROL (3-5-2): Miori 6; Bassoli 6 Brugger 4 Mladen
6; Bandini 6 Sarzi 5,5 (7 st Crovetto 6) Lima 5,5 (26 st
Spagnoli 5,5) Girasole 5,5 Tait 6; Gliozzi 6 (7 st Kirilov 6) Fink
6. A disp.: Coser, Tagliani, Bertoni, Melchiori, Cia, Stuardi,
Spagnoli. All. Stroppa 6
Arbitro: Pillitteri di Palermo (Mariottini e Salvatori)
Marcatori: 34 pt Carrus, 36 st Speziale.
Espulso: 3 pt Brugger (S) per fallo da ultimo uomo.
Ammoniti: Cardin (P), Ruffini (P), Aspas (P).
Cuneo-Renate 

0-0

CUNEO (4-5-1): Tunno 7; Barale 6 (14 st Cristofoli 5,5)


Conrotto 6,5 Rinaldi 6,5 Bonomo 6,5; Ruggiero 5,5 (22 st

Beltrame 6) DIglio 7 Cavalli 6,5 Gatto 6 Corradi 6,5 (38 st


Corsini 6); Chinellato 5. A disp.: Cammarota, Campana,
Toscano, Ottobre, Scapinello. All.: Fraschetti.
RENATE (3-5-2): Moschin 6,5; Teso 7 Malgrati 7 Riva 7;
Anghileri 6,5 (32st Sciacca 6) Valagussa 5,5 (35st Graziano
6) Pavan 6 Scaccabarozzi 5,5 Chimenti 6; Ekuban 6 (11 st
Florian 5,5) Napoli 6. A disp.: Castelli, Solini, Di Gennaro,
Ntow, Buongiorno, Roman, Galli, Iovine, Curcio. All.: Colella.
Arbitro: Piccinini di Forl (Maiorano e Cipressa).
Ammoniti: DIglio (C), Chinellato (C), Conrotto (C), Bonomo
(C), Valagussa (R), Pavan (R).
Pavia-Pordenone 

0-1

PAVIA (3-5-2): Facchin 5,5; Malomo 5 Biasi 6 (32 st


Dermaku 5,5) Siniscalchi 5,5; Bonanni 5,5 A. Marchi 5,5
Kladrubsky 5,5 (28 st Grbac 5,5) Carraro 5,5 Foglio 5,5;
Anastasia 5 (15 st Manconi 5,5) Ferretti 5. A disp.: Fiory,
Muscat, Pirrone, Azzi. All.: Rossini.
PORDENONE (4-3-3): Tomei 6,5; Boniotti 6,5 Stefani 6
Ingegneri 6,5 Martin 6 (42 st De Agostini sv); Mandorlini
6,5 Pederzoli 6,5 Pasa 6,5; Martignago 7 ( 41 pt Cattaneo
6) Strizzolo 6 (30 st Beltrame 6) Berrettoni 6. A disp.: De
Toni, Marchi Paolo, Castelletto, Buratto, Ramadani, Valente,
Cosner. All.: Tedino.
Arbitro: Volpi di Arezzo (Ruggeri e Trincher)i.
Marcatore: 38 pt Martignago (PO).
Ammoniti: Biasi (PV), Kladrubsky (PV), Pederzoli (PO),
Pro Patria-Mantova 

0-3

PRO PATRIA (3-4-3): La Gorga 5,5; Douglas 5,5 Pisani


5,5 Possenti 5,5; DAlessandro 5 (1 st Filomeno 6) Coppola
6 Sampietro 5,5 Taino 5 (1 st Bastone); Marra 5,5 Ravasi
5,5 S. Vernocchi 5,5 (32 st De Vincenzi). A disp.: Monzani,
Degeri, Guercilena, Manti, Montini, M. Vernocchi, Ferri. All.
Alvardi - Mastropasqua.
MANTOVA (5-3-2): Bonato 6; Lo Bue 6 (27 st Cristini
sv) Scalise 6 Carini 6 Scrosta 6 Sereni 6; Zammarini 6,5
Raggio-Garibaldi 6,5 (32 st Perpetuini 6) Gonzi 6; Marchi

6,5 Tripoli 6,5 (21 st Caridi 6). A disp.: Pane, Longo, Offin,
Del Bar, Beretta, Samb, Maggio. All. Prina (squalificato, in
panchina Graziani).
Arbitro: Boggi di Salerno (Guddo e Moraglia)
Marcatori: 14 pt Tripoli (M), 32 pt Zammarini (M), 29
st Marchi (M)
Ammoniti: Coppola (P), Gonzi (M), Lo Bue (M)
Alessandria-Reggiana 

0-1

ALESSANDRIA (4-3-3): Vannucchi 6,5; Celjak 4, Morero


5, Sosa 5, Manfrin 4; Vitofrancesco 4,5 (22 st Fischnaller 5),
Branca 5, Nicco 4,5 (41 st Mezavilla s.v.); Marras 5, Bocalon
5 (36 st Iunco s.v.), Iocolano 5. A disp.: Nordi, Sperotto,
Guerriera, Sirri, Cittadino, Loviso, Boniperti, Marconi. All.:
Gregucci.
REGGIANA (3-5-2): Perilli 6; Span 6,5, Sabotic 6,5,
Panizzi 6; Mogos 6, Bruccini 6, Maltese 6,5, Siega 6 (46 st
Danza s.v.), Mignanelli 7; Letizia 5,5 (22 st Loi 6), Arma 7
(44 st Silenzi s.v.). A disp.: Rossini, Zucchini, Zito, Ceccarelli,
Buffagni, Rizzi, Rizzo. All.: Colombo.
Arbitro: Dionigi di LAquila. (Michieli e Badoer)
Marcatori: 24 st Arma (R).
Ammoniti: Sabotic (R),Nicco (A),Arma (R) per gioco falloso.
Giana-FeralpiSal 

1-1

GIANA ERMINIO (4-3-3): Paleari 7; Perico 6,5 Polenghi 6


Solerio 6 Montesano 6; Grauso 6 (36 st Sanzeni sv) Biraghi
6 Marotta 6; Rossini 6 (17 st Cogliati 6) Bruno 6,5 Gasbarroni
6,5 (28 st Bonalumi sv). A disp.: Dini, Sosio, Costa, Augello,
Brambilla, Pinto, Greselin, Romanini, Perna. All. Alb
FERALPISAL (3-5-2): Bavena 6; Carboni 6 Ranellucci 6,5 Allievi 6; Fabris 6 (36 st Tantardini sv) Bracaletti 6
Pinardi 6,5 Settembrini 6 (39 st Maracchi sv) Bertolucci
6; Guerra 6 Cesaretti 6 (17 st Tortori 6). A disp.: Caglioni,
Codromaz, Leonarduzzi, Ragnoli, Quadri, Romero, Ceria,
Polini. All. Esposito
Arbitro: Guarino di Caltanissetta.
Guardalinee: Dessena e Zambelli.

Marcatori: 17 pt Ranellucci (F), 21 pt Bruno (G).


Ammoniti: Ranellucci (F), Tortori (F).
Note: angoli: 7 a 3 per FeralpiSal. Rec.: pt 1 e st 3
Bassano-Padova2-1

BASSANO (4-2-3-1): Rossi 6,5; DAmbrosio 6 Soprano 6


Martinelli 6 (41 pt Toninelli 6) Stevanin 6; Cenetti 6 Proietti
6; Falzerano 6 Misuraca 7 Candido 6,5 (19 st Piscitella 7);
Pietribiasi 6 (45 st Fabbro sv). A disp.: Costa, Semenzato,
Dav, Gargiulo, Laurenti, Moment, Maistrello. All. Sottili.
PADOVA (4-4-2): Favaro 6; Dionisi 5 Sbraga 6 Diniz 6
Anastasio 6; Ilari 6 (45 st Bearzotti sv) Mazzocco 6 De Risio
6 Finocchio 5,5 (19 st Petrilli 6); Neto-Pererira 6,5 Altinier 6
(29 st Sparacello 6,5). A disp.: Reinholds, DellAndrea, Turea,
Bucolo, Baldassin, Bottalico, Cunico. All. Pillon.
Arbitro: Robilotta di Sala Consilina (Pagnotta-Robilotta).
Marcatori: 8 st Candido (B), 38 st Sparacello (P), 48 st
Piscitella (B)
Ammoniti: Sbraga (P), Dionisi (P)
Espulsi: 35 st Dionisi (P) per doppia ammonizione.
Cittadella-Cremonese 

3-3

CITTADELLA (4-3-1-2): Alfonso 6, 5 (12 st Vaccarecci 7);


Salvi 5,5, Cappelletti 6, Scaglia 6, Benedetti 6; Schenetti 6,5,
Iori 6,5, Paolucci 5; Chiaretti 5,5 (25 st Sgrigna 6); Coralli
6,5, Litteri 7,5 (34 st Minesso sv). A disp.: Bizzotto,Bonazzoli,
De Leidi, Donazzan, Jallow, Nava, Pascali, Zaccagni. All.:
Venturato.
CREMONESE (4-3-1-2): Ravaglia 5,5; Formiconi 5,5 (18 st
Guglielmotti 6), Briganti 6, Russo 6, Crialese 6; Scarsella 6,5,
Pesce 6,5, Bianchi 6; Maiorino 6,5 (37 st Pacilli sv); Brighenti
6 (28 st Magnaghi sv), Sansovini 7. A disp.: Aiolfi, Bianco,
Ciccone, Marconi, Siciu, Zullo. All.: Rossitto.
Arbitro: Maggioni di Lecco.
Guardalinee: Evoli-Margheritino.
Marcatori: 7 pt e 17 pt Litteri (Ci), 20 pt Scarsella (Cr), 8
st Schenetti (Ci), 20 st Sansovini (Cr), 23 st Maiorino (Cr).
Ammoniti: Scarsella, Litteri.

CARRARESE (4-3-3): Lagomarsini; Sales, Battistini, Massoni, Barlocco; Cavion, Berardocco, Dettori; Erpen, Cais, Gherardi. A disp.: Gavelotti,
Tavanti,Tognoni, Brondi, Bagni, Giacomelli, Pedone,Vitiello. All.: Remondina.
PRATO (4-3-1-2): Rossi; Ghidotti, Boni, Ghinassi, Eguelfi; Gaiola, Gabbianelli,
Serrotti; Corvesi; Moncini, Capello. A disp.: Bardini, Catacchini, Chelini, Cela,
Rivas, Regolanti, Ogunseye, M. Malotti. All.: R. Malotti.
Arbitro: Mei di Pesaro (Capaldo-Granci).
LAQUILA-LUCCHESE

LAQUILA (4-3-3): Scotti; Di Mercurio, Maccarrone, Cosentini, Piva; M.


Mancini, Bensaja; De Francesco; Ceccarelli, De Sousa, Sandomenico. A
disp.: Zandrini, Bigoni, Sanni, Ligorio, Bruno, Milicevic, Stivaletta, A. Mancini,
Triarico, Perna. All.: Modica.
LUCCHESE (4-3-1-2): Di Masi; Benvenga, Espeche, Maini,Nol; Monacizzo, Mingazzini, Botta; Fanucchi; Pozzebon, Terrani. A disp. Mengoni,
Melli, Lorenzini, Ashong, Fratini, Calcangi, Marchesi, Palomeque, Bianconi,
Bragadin, Ferrara. All.: Galderisi.
Arbitro: Mainardi di Bergamo (Rugini-Vecchi).
Pisa-Lupa Roma

PISA (4-3-1-2): Bindi; Golubovic, Rozzio, Lisuzzo, Fautario; Verna, Ricci,


Mannini; Peralta; Cani, Varela. A disp.: Brunelli, Avogadri, Polverini, Forgacs,
Di Tacchio, Makris, Tabanelli, Sanseverino, Provenzano, Eusepi, Crescenzi,
Giacobbe. All.: Gattuso.
LUPA ROMA (4-3-3): Anedda; Sembroni, Pasqualoni, Silvagni, Sfan;
Belkaid, DAgostino, Ferrari; Perrulli, Fofana, Tajarol. A disp.: Di Mario, Leccese,
Losi, Del Vecchio, Ippoliti, Tulli, Masotina. All.: Di Michele.
Arbitro: Lacagnina di Caltanissetta (Cassar-Jouness).
SANTARCANGELO-PONTEDERA

SANTARCANGELO (4-3-1-2): Nardi; Adorni, Castellana, Capitanio, Rossi;


Ilari, Obeng, Gerli; Venitucci; Guidone, Palmieri. A disp. Malagoli, Mordini,
Mori, Arrigoni, Di Cecco, Romano, Valentini, Yabre, Bardelloni, De Respinis,
Sambo. All. Zauli.
PONTEDERA (3-4-2-1): Citti; Risaliti, Vettori, Sorbo; Videtta, Della Latta,
Gemignani D., Sane; Bazzoffia, Luperini; Scappini. A disp.: Cardelli, Secondo,
Pizza, Cannoni, Bonaventura, Tomaselli, Gio, Tazzari. All.: Indiani.
Arbitro: Di Martino di Teramo (Montanari-Di Monte).
SAVONA-PISTOIESE

SAVONA (4-3-1-2): Falcone; Placido, Rondanini, Cabeccia, Rossini; Carta,


Vannucci, Taddei; Virdis, Cocuzza; Palumbo. A disp. Cincilla, Negro, Lebran,
Lulli, Tassi, Steff, DellAgnello, Romney. All.: Braghin.
PISTOIESE (4-3-3): Iannarilli; Antonelli, Pasini, Priola, DOrazio; Damonte,
Petriccione, Mungo; Vassallo, Colombo, Sinigaglia. A disp.: Marchegiani,
Dondoni, Proia, Lanini, Gargiulo, Romiti, Sammartino, Merini, Anastasi.
All.: Bertotto.
Arbitro: Chindemi di Viterbo (Solazzi-Vettorel).
TERAMO-SPAL

TERAMO (3-5-2): Narduzzo; Caidi, Perrotta, Brugaletta; Scipioni, Palma,


Cruciani, Amadio, Di Paolantonio; Forte, Moreo. A disp.: Tonti, Cenciarelli,
Palestini, Cecchini, Paolucci, Prezioso, Tini, Calderaro, Serrao, Le Noci, Monni,
Petrella. All.: Vivarini.
SPAL (5-3-2): Branduani; Posocco, Ceccaroni, Giani, Gasparetto, Beghetto;
Gentile, Castagnetti, Schiavon; Grassi, Cellini. A disp. Contini, Lazzari, Mora,
Silvestri, Spighi, Bellemo, De Vitis, Ferri, Finotto, Zigoni. All.: Semplici.
Arbitro: Zingarelli di Siena (Scarica-Bianchini).
TUTTOCUOIO-SIENA

TUTTOCUOIO (3-5-2): Feola; Bachini, Falivena, Ferraro; Marchetti, Caponi,


Calvano, Ricciardi, Paparusso; Giovinco, Shekiladze. A disp.: Esposito R.,
Frare, Esposito A., Muroni, Cherillo, Masia, Tempesti, Banchal. All.: Fiasconi.
SIENA (4-3-3): Bacci; Pellegrini, Celiento, Beye, Boron; Opiela, Burrai, Bastoni; De Feo, Yamga, Rozzi. A disp.: Montip, Masullo, Paramatti, Romagnoli,
Cedric, Fella, Minotti, Saba, Torelli, Cori. All.: Carboni.
Arbitro: Valiante di Nocera Inferiore (Trovatelli-Perrotti).

20
Corriere dello Sport
Stadio

OLIMPIADI

domenica
1 maggio
2016

ROMA 2024

Il sogno viaggia
con la Vespucci

Cagliari prima tappa per la nave ambasciatrice


sier presentato al Cio lo scorso febbraio, il
capoluogo sardo avr la possibilit di ospitare tutte le competizioni veliche. La citt
Sbarcata a Cagliari ieri mattina, l'Amerigo Ve- rossobl ha battuto la concorrenza di Bari
spucci non solo sar lo scenario suggestivo nell'aggiudicarsi questa importante opporper la 360 edizione della Festa di Sant'Efi- tunit ed ora non resta che attendere la prosio che animer oggi il cuore del capoluogo nuncia del Comitato che sta iniziando con
sardo ma, ancorata al molo
le sue valutazioni. Ma l'Italia non vuole certo perdeIchnusa, si far portavoce
re questo treno e allora ha
della candidatura di Roma Tanta gente ieri
schierato i suoi migliori assi
per lOlimpiade del 2024 ini- al molo Ichnusa
ziando il suo viaggio proprio
nel tentativo di strappare la
dalla Sardegna, terra di mare per ammirare
competizione a cinque cerchi. E l'Amerigo Vespucci
e pronta ad accogliere tutte il veliero della
uno di questi anche perch
le competizioni veliche a cin- Marina Militare
que cerchi.
il rapporto tra le Olimpiadi e
la Vespucci ha origini lontaIL VIAGGIO. Un percorso che Donata una maglia
ne. Non solo nel 1960 la fiaccola olimpica stata trasporporter il veliero, fiore all'oc- della squadra di
chiello della Marina Milita- calcio, autografata
tata sul veliero tricolore dal
re Italiana, anche in altre cit- da Storari & c. per
porto del Pireo di Atene fino
t come Napoli, Bari e Geall'Italia, ma quello che sanova che dovrebbero avere sostenere Telethon rebbe poi diventato suo comandante, Agostino Strauliun ruolo importanti in caso
no, nel 1952 vinse l'oro oliml'Italia riuscisse ad ottenere
pico a Helsinki.
dal Comitato Olimpico i Giochi del 2024.
Il tour da ambasciatrice partito, dopo
due anni di lavori sull'imbarcazione, da La L'ARRIVO. A centinaia, i cagliaritani si sono riSpezia con prima tappa la Sardegna per por- versati al Porto per vedere da vicino la nave
tare in giro per lo Stivale il messaggio del- scuola e mettersi in fila per poterla visitare.
la candidatura. E proprio Cagliari avr un La Vespucci sar in Sardegna fino a domaruolo molto importante perch, nel dos- ni prima di riprendere il largo, ma intanto
di Giuseppe Amisani
CAGLIARI

sono gi state messe in campo le prime azioni per rafforzare la candidatura con l'aiuto
anche di altri partner. Uno di questi anche Telethon, ai rappresentanti del quale,
ieri mattina, il Comitato Roma 2024 ha donato due maglie da calcio, una del Cagliari e l'altra con il logo della candidatura, autografate da capitan Marco Storari e da tutti i suoi compagni. Le maglie saranno messe all'asta per alimentare la raccolta fondi
per finanziare la ricerca ma allo stesso tempo saranno un veicolo pubblicitario importante per far salire le chance di Roma al raggiungimento della competizione olimpica.
A Lima sar presa, nel 2017, la tanto attesa decisione ma per il momento l'Italia
pronta a giocarsi tutte le sue carte per cercare di fare bella figura e riuscire a centrare
un obiettivo che sarebbe importantissimo
per tutta la Nazione. E con una punta di diamante come la Vespucci a fare da testimonial, il messaggio di Roma 2024 arriver un
po' dappertutto, anche perch la nave della Marina non toccher solo le coste delle
citt interessate dallOlimpiade ma anche
tante altre in occasione del suo ottantacinquesimo anniversario dal varo. Dopo Cagliari e Bari, infatti, il vascello toccher i porti di
Trieste, Venezia, Dubrovnik, Messina, Trapani, Genova, La Spezia, Napoli e Livorno
dove, il 4 luglio, concluder il suo tour.
riproduzione riservata

La Amerigo Vespucci, nave scuola della Marina Militare Italiana, ormeggiata ieri nel porto di Cagliari

Il comandante Curzio Pacifici e Simone Perillo

Le maglie autografate, donate a favore di Telethon

domenica
1 maggio
2016

21
Corriere dello Sport
Stadio

FORMULA 1 GP DI RUSSIA

Hamilton, va tutto storto

tv da sochi

Via alle 14
in diretta Sky
(su Rai2
alle ore 21)

Ancora guai (parte 10) ma la Ferrari non ne approfitta. Rosberg in pole


di Fulvio Solms

macchine SUPER

Solo endorfine o solo tossine, nessuna via


di mezzo. Le prime si producono nel corpo di Nico Rosberg, sempre pi saldamente aggrappato al treno che gli passa davanti:
una macchina velocissima e che non si ferma mai (toccare ferro), una squadra che lo
sostiene e spera pur senza poterlo ammettere che sia lui a prendersi questo Mondiale, infine il compagno ancora bersagliato
da problemi tecnici e per questo furibondo. Hannibal Hamilton con la maschera di
costrizione.

Novit 2017
5 chili in pi
di benzina

Tutto difficile. Per lui, per il campione del

mondo, solo tossine, almeno finora. I problemi elettronici che lo avevano fatto scivolare
ultimo sulla griglia del GP della Cina (guai
allERS poi riverberatisi sul cambio) si sono
ripetuti ieri tra la Q2 e la Q3, impedendogli
di partecipare allultima sessione di qualificazione e relegandolo decimo. Buon per lui
che la giuria si sia limitata a una reprimenda per essersi mosso male nella via di fuga
della curva 2, ignorando le istruzioni preventivamente ricevute nel briefing dei piloti.
E se due settimane fa era risalito fino al
settimo posto, oggi non sar cos facile perch la pista non si presta ai sorpassi e guadagnare posizioni
come limare gli ultiVettel 2 crono mi decimi di distacco
a chi ti precede: semma scatta 7
pre pi difficile, man
per la penalit mano che migliori.
Rosse lente,

Pertanto oggi
nella Mercedes un
a Nico in Q3
circolo vizioso e uno
basta un solo
virtuoso sembrano
tentativo
autoalimentarsi: al
campione del mondo non ne va una
giusta - sulla W07 di Hamilton le bizze elettroniche spariscono e riappaiono come un
fiume carsico, imprevedibili - mentre Rosberg non riesce a sbagliare nulla. Ieri la 24
pole gli ha consentito di raggiungere, nella
speciale classifica, il suo capo Niki Lauda,
tra i pi grandi della Formula 1.
Occasione persa. A Nico manca solo il tito-

lo, e su questo concentrato. Lo sar oggi


al via, per non farsi sorprendere da Bottas
che gli parte al fianco e da Raikkonen che
scatta alle sue spalle con il vantaggio di una
striscia di asfalto pulita. Resta lamarezza di
una Ferrari che non solo non abbastanza
veloce, ma non riesce neanche a giocare di
rimessa: la seconda volta che si fa soffiare
il posto in prima fila lasciato libero da Hamilton. Ieri il secondo crono ha fruttato a
Vettel il settimo posto perch la sostituzione del cambio, compromesso da un problema elettronico, ha comportato la penalit di
cinque caselle in meno al via.
La superiorit prestazionale della Mercedes numero 6 stata imbarazzante: un gap
prossimo al secondo a giro (anche se oggi in
gara il ritmo delle Rosse potrebbe migliorare) ha consentito a Rosberg di fare un solo
tentativo nella Q3 e non tornare pi in pista. Mentre gli altri tribolavano per provare
ad avvicinarlo, lui era gi via a salutare i tifosi con la manina. Viste le Ferrari lontane
e Hamilton dietro, ho capito che la pole era
al sicuro. Per, uffa, cos non vale.
Riproduzione riservata

Lewis Hamilton poco prima del guaio che lo ha fermato. Qui sotto: Sebastian Vettel e Nico Rosberg Ansa e lapresse

Sochi - Nel momento in cui


la Formula 1 delibera
macchine pi prestazionali
per il 2017 e anni seguenti gomme pi grandi con
conseguente aumento
delladerenza e della velocit
in curva oltre che della
sezione frontale, maggior
peso - inevitabile ragionare
di consumi, visto che
attualmente il regolamento
limita a 100 chili di carburante la quantit massima
utilizzabile nei gran premi.
Questo valore-chiave del
regolamento sulle power unit
ibride verr aumentato e dal
2017 si potr correre con 105
chili di carburante. La misura,
che ha gi avuto lok della
Commissione F.1 e deve solo
essere solo approvata e
ratificata dal Consiglio
Mondiale della Fia, era
inevitabile per garantire alle
nuove monoposto di
esprimere il massimo delle
prestazioni.
Riproduzione riservata

Oggi si corre la terza edizione


del Gran Premio di Russia,
quarta delle 21 gare del
Mondiale: sul circuito di
Sochi di 5,848 km verranno
effettuati 53 giri, pari a km.
309,745. Diretta Tv esclusiva
su Sky Sport F1 HD, differita
alle ore 21 su Rai2.

le classifiche

Il tedesco
in vantaggio
di 36 punti
1. ROSBERG (Mercedes) 

75

2. HAMILTON (Mercedes)  39
3. RICCIARDO (Red Bull) 

36

4. VETTEL (Ferrari) 

33

5. RAIKKONEN (Ferrari) 

28

6. MASSA (Williams) 

22

7. KVYAT (Red Bull) 

21

8. GROSJEAN (Haas) 

18

9. VERSTAPPEN (Toro Rosso) 13


10. BOTTAS (Williams) 

11. HLKENBERG (Force India)  6


12. SAINZ (Toro Rosso) 

13. VANDOORNE (McLaren) 

costruttori

1. MERCEDES 

114

2. FERRARI 

61

3. RED BULL 

57

4. WILLIAMS 

29

5. HAAS 

18

6. TORO ROSSO 

17

7. FORCE INDIA 

8. MCLAREN 

ferrari vs mercedes

Vettel: Serve solo


un GP normale...
Lewis ai suoi: Voglio una spiegazione
SOCHI - La delusione di Vettel era palese mo fatto il massimo, ha commentaalla fine delle qualificazioni, non tanto to Sebastian, che per ha riconosciuto:
per la posizione di partenza - pi del se- Rosberg andato davvero forte. Noi abcondo tempo non poteva fare con que- biamo beneficiato di quanto accaduto
sta Mercedes, e scatter settimo per effet- a Lewis per ottenere il secondo tempo,
to della penalizzazione e pensiamo di poter fare
ma per il distacco in teruna buona gara. La macmini cronometrici. Sette Raikkonen ammette china mi d buone sensazioni. Il fatto di partidecimi sono gi tanti in lerrore allultima
re con la penalit non mi
valore assoluto, se poi
fa sentire frustrato ha
consideriamo che il fer- curva che gli ha
rarista ha fatto due ten- negato la prima fila, spiegato il tedesco.
tativi di giro veloce e Ro- ottenuta da Bottas
Ci sono elementi per
sberg soltanto uno... Per
sperare: Stiamo spingendo a fondo per cerla cronaca, in Q2 - dove
il tedesco della Mercedes aveva girato care di recuperare terreno, qui abbiaanche pi veloce - il distacco accusato mo portato una nuova power unit e credalla Ferrari era stato addirittura di 13. do che sul passo gara ci siamo, anche se
non abbiamo ancora avuto una gara liLammissione. Speravo che il gap tra noi neare che ci abbia permesso di dimoe Mercedes fosse pi esiguo ma abbia- strarlo. Magari lavremo domani (oggi,

ndr). Al momento possiamo solo pensare a prendere pi punti possibile.


Pi sconsolato Raikkonen, che aveva
la possibilit di partire dalla prima fila
e lha mancata per un errore all'ultima
curva, come ha riconosciuto lui stesso:
Non abbiamo fatto giri molto buoni ma
vedremo in gara, dove credo che andr
meglio.
In Mercedes. Ben diverso l'umore di Nico
Rosberg, alla seconda pole di fila: Ero
abbastanza fiducioso - ha spiegato - visto che in Q2 le Ferrari erano indietro e
Lewis poi non ha partecipato alla Q3. Io
comunque ero concentrato e sono andato alla grande. Gli altri sono stati molto sfortunati e questo potrebbe rendere la mia gara pi semplice, anche se
in Formula 1 i gran premi non lo siano
mai. Anche se Sebastian e Lewis parto-

no dietro di me, al mio fianco avr Bottas


che molto veloce. E ha anche lui, sulla
sua Williams, una power unit Mercedes.
Furioso invece Hamilton, che potrebbe addirittura sostituire il motore: una
decisione che i tecnici della Mercedes
prenderanno solo questa mattina. Contro cose di questo genere non c difesa
- ha detto il campione del mondo, ieri
davvero contrariato - Sono molto curioso di sapere cosa sta succedendo. Ho
chiesto agli ingegneri di darmi pi informazioni possibile. Non capisco come sia
stato possibile coprire 800 chilometri al
giorni senza problemi nei test invernali
e poi ritrovarmi fermo in questo modo,
per due volte di fila e per lo stesso motivo. Ritenevamo di aver caito la causa
dei problemi in Cina e di aver rimediato, ma evidentemente non cos.
Riproduzione riservata

moto
ESTRAZIONI 30 APRILE
Bari
39 8 24 37 17
Cagliari
64 81 65 66 49
Firenze
60 56 52 21 1
Genova
16 68 1 37 64
Milano
14 49 39 63 69
Napoli
31 78 5 67 70
Palermo
16 70 44 75 4
Roma
68 30 6 17 3
Torino
46 21 57 7 88
Venezia
4 89 22 30 12
Nazionale
6 57 79 23 59

Combinazione concorso n. 52
22 38 47 51 61 85
Numero jolly
Superstar
87
48
Montepremi: 4.595.942,40
LE QUOTE
Nessun vincitore con punti 6
Nessun vincitore con punti 5+1
Ai 3 vincitori con punti 5
64.343,20
Ai 398 vincitori con punti 4
488,30
Ai 16.836 vincitori con punti 3
35,02
Ai 293.774 vincitori con punti 2
6,25
Al prossimo concorso Jackpot con punti 6
di 77.200.000,00
LE QUOTE SUPERSTAR
Nessun vincitore con punti 5; ai 2 vincitori con punti
4 48.830,00; ai 98 con punti 3 3.502,00; ai
1.574 con punti 2 100,00; agli 11.578 con punti 1
10,00; ai 27.248 con punti 0 5,00.

4 8 14 16 21 24 30 31 39 46
49 56 60 64 65 68 70 78 81 89

Sbk: Ducati vince con il fattore campo


A Imola la Rossa di Davies davanti alle Kawasaki. Bene la MV Agusta, sesta
Imola - Il week end sulla pista
di casa (Borgo Panigale dista
poco pi di cinquanta chilometri da Imola) iniziato ieri
nel migliore dei modi per la
Rossa a due ruote, nel Mondiale Superbike. La Ducati
prima ha infatti conquistato
la Superpole e poi soprattutto si imposta in gara 1 con
lo scozzese Chaz Davies.
Una prestazione straordinaria quella del pilota dellAruba.it-Racing, conclusasi
sul gradino pi alto del podio
nella prima manche del GP
dItalia, mentre alle sue spalle la coppia della Kawasaki,
Jonathan Rea e Tom Sykes,
ha lottato per le altre due posizioni del podio, passando
sul traguardo in questordine.

Ieri. La migliore partenza


lhanno fatta Davies e Rea
mentre Davide Giugliano,
che partiva secondo con laltra Ducati dellAruba.it-Ra-

cing, ha subito perso un po


di terreno. Mentre Davies ha
ottenuto la leadership della
corsa, lunico pilota che poteva impensierirlo, Rea, lha
seguito ed restato a lungo
con lui. Quando mancavano dieci giri alla fine, il campione del mondo andato
largo alla curva 1, perdendo
definitivamente il contatto
con Davies e precedendo il
compagno di squadra Sykes.
Rea, leader del Mondiale,
per riuscito a recuperare il
buon passo di gara e ha potuto cos tenere a bada il connazionale, soprattutto negli
ultimi giri, limitando i danni
nella classifica di campionato. Lo spagnolo Jordi Torres,
che aveva conquistato il suo
primo podio nel Mondiale
SBK a Imola nel 2015, ha fatto
una corsa straordinaria sulla Bmw del team Althea, che
si conclusa con un quarto
posto, davanti a Giugliano.
Leon Camier, altro britan-

Hayden, debuttante su questa pista, ha portato a casa il


nono.
Laltro spagnolo Xavi
Fors, pilota del Barni Racing Team Ducati, ha completato la Top Ten davanti al
britannico Alex Lowes, alfiere del team Pata Yamaha.
Baiocco, Reiterberger, Brookes e Alex De Angelis gli altri piloti andati a punti, con il
sammarinese che convalescente da un infortunio alla
mano sinistra, rimediato ad
Assen due settimane fa.
Oggi. Dopo aver perso un po

Chaz Davies, 29 anni, con la Ducati ieri a Imola Sbk

nico, dopo una gara fatta di


alti e bassi, ha tagliato il traguardo in sesta posizione, ottenendo cos preziosi punti per laltra casa italiana, la
MV Agusta, ora settima tra
i costruttori a quota 49. Lorenzo Savadori, su Aprilia,

stato nella Top Five per la


prima parte della gara, ma
ha perso qualche posizione
concludendo in ottava piazza, a separare la coppia Honda, nella quale lolandese Michael Van Der Mark ha ottenuto il settimo posto e Nicky

di terreno in gara 1, oggi Rea


prover a conquistare la sua
sesta vittoria a Imola in gara
2, dove avr unaltra possibilit di superare Carlos Checa,
con cui condivide il maggior
numero di successi sul circuito italiano. Ovviamente dovr fare ancora i conti con la
Ducati di Davies.
Riproduzione riservata

situazione

Giugliano 5
Oggi alle 13
gara 2 (in Tv)
Gara 1: 1. Davies (Gbr, Ducati),
2. Rea (Gbr, Kawasaki) a
3406, 3. Sykes (Gbr,
Kawasaki) a 3729, 4. Torres
(Spa, Bmw) a 13631, 5.
Giugliano (Ducati) a 19948,
6. Camier (Gbr, MV Agusta) a
25586, 8. Savadori (Aprilia)
a 28300, 12. Baiocco
(Ducati) a 30005, 15. De
Angelis (Rsm, Aprilia) a
103267.
OGGI - Gara 2 alle ore 13. Tv:
diretta Italia 1 e Mediaset
Italia 2.
CLASSIFICHE - Piloti: 1. Rea
(Gbr, Kawasaki) 201, 2.
Davies (Gbr, Ducati) 161, 3.
Sykes (Gbr, Kawasaki) 138.
Costruttori: 1. Kawasaki 210,
2. Ducati 171, 3. Honda 125.

22
Corriere dello Sport
Stadio

domenica
1 maggio
2016

Pallavolo

Lottava
meraviglia
di Birarelli

BASKET

Luke Walton
ora i Lakers
sono tuoi
Vice ai Warriors, diventa
il nuovo coach di L.A.
di Roberto Zanni
MIAMI

Modena-Perugia, oggi la prima


finale scudetto al PalaPanini
Sono ormai ben undici anni
che il campionato di pallavolo non viene vinto dalla stessa squadra per due anni consecutivi, da quando la Sisley
Treviso conquist il suo penultimo titolo (stagione 20042005), prima di sparire dalla
scena sportiva.
E una finale inedita quella
che scatta oggi al PalaPanini di
Modena, logicamente stracolmo, come si conviene allimportanza di una finale che potrebbe riportare il titolo in citt,
dopo la bellezza di quattordici
anni.
Modena contro Perugia,
non proprio il nuovo che avanza ma quasi, se si tiene conto
da quanto poco tempo il club
gialloblu ha cambiato propriet (presidente la signora Catia
Pedrini) e del recente approdo
ai massimi livelli della Sir Safety Perugia (presidente Gino Sirci) che per, da debuttante eccellente, si appresta a vivere la
sua seconda finale in sole quat-

tro stagioni di A1/SuperLega.


Rispetto a due anni fa, alla
squadra che si arrese in quattro sfide alla Lube di Zaytsev ed
Henno (decisivi per lo scudetto), la Sir Safety Perugia ha lo
stesso allenatore, Kovac, quattro reduci (Atanasijevic, Buti,
Giovi e Fanuli) ma un Birarelli
in pi. Il centrale marchigiano

Dopo aver vinto


tutto con Trento
il marchigiano
ci prova con la Sir
Sono fiducioso
che con Trento ha vinto tutto,
giocher la sua ottava finale e
non c dubbio che la sua esperienza abbia avuto un peso rilevante nellascesa dei diavoli perugini.
Modena forte, molto forte - dice il 35enne marchigia-

no - Sono un gruppo formato


con un progetto partito tre stagioni fa con gli arrivi di Bruno
e Ngapeth e poi consolidato
negli anni. Squadra completa
e rispetto allo scorso campionato, pur mantenendo un gioco spumeggiante, pi concreta e matura. In pi ha il vantaggio del fattore campo e vincere in casa sua non semplice.
Ma anche noi abbiamo le nostre chance. Questanno ci abbiamo giocato contro tre volte, perdendo sempre. Come
un po tutti, siamo dipendenti da battuta e ricezione, dovremo cercare di avere continuit e forzare dai nove metri. Ma
sono fiducioso.
PIANO spettatore. Si opera-

to alla schiena il 21 marzo, torner ad allenarsi in Nazionale


senza poter dare lassalto allo
scudetto con i suoi compagni
di Modena. Una finale strana
per Matteo Piano, costretto a
viverla da spettatore: Ora sto

Emanuele Birarelli, 35 anni, alla sua ottava finale scudetto, la prima con la Sir Safety galbiati-zani

bene, ho lavorato duro e continuer a farlo anche con la Nazionale, lobiettivo iniziare a
saltare nelle prossime settimane. Sar una bella finale, Modena e Perugia hanno dato e
possono dare ancora tanto.
l.d.s
Riproduzione riservata

LA SERIE FINALE

Gara1 - OGGI ore 18.15: DHL ModenaSir Safety Perugia (arbitri La Micela e
Satanassi). Terzo arbitro: Pol. Tutte le
finali in diretta Tv su RaiSport1.
Gara2 - Gioved 5 maggio ore 20.15:
Sir Safety Perugia-DHL Modena
Gara3-Domenica8maggioore17.30:
DHL Modena-Sir Safety Perugia
Gara4 (ev.) Gioved 12 maggio ore

20.40:SirSafetyPerugia-DHLModena
Gara5 (ev.) Domenica 15 maggio ore
17.30 Sir Safety Perugia-DHL Modena.
FINALE A2: vibo-SORA

Scatta in Calabria anche la finale


dei play off di serie A2, tra Vibo e
Sora.Gara1 - OGGI ore 18: Tonno Callipo Vibo Valentia-Globo Banca Popolare
Frusinate Sora.

la finale FEMMINILE

Orgoglio Piacenza, Conegliano non festeggia


NORMECC.PIACENZA

IMOCO CONEGLIANO

(23-25, 25-21, 25-22, 26-24)


NORDMECCANICA PIACENZA:
Sorokaite 22, Valeriano (L), Belien
12, Leonardi (L), Marcon 8, Bianchini,
Melandri 8, Meijners 23, Ognjenovic 4.
Non entrate Bauer, Petrucci, Pascucci,
Taborelli. All. Gaspari.
IMOCO CONEGLIANO: Glass 2, Vasilantonaki 1, Ortolani 15, Adams 10,
Robinson 21, De Gennaro (L), Easy 16,
Arrighetti 9, Crisanti, Nicoletti. Non
entrate Serena, Santini, De Bortoli,
Barazza. All. Mazzanti.
ARBITRI: Santi, Saltalippi. NOTE Spettatori 3600. Durata set: 28, 28,
27, 31.

Sorokaite e Valeriano galbiati

LImoco ha riportato lo spumante in Veneto, non c sta-

ta la possibile festa scudetto al


PalaBanca piacentino e la serie
tricolore si allunga ora almeno
fino a domani, quando Conegliano e Piacenza si affronteranno di nuovo al PalaVerde.
Nemmeno linfortunio al
polpaccio che ha tolto di scena la Leonardi, il libero della
Nordmeccanica, ha frenato la
voglia di rivalda delle padrone
di casa, spinte dalla continuit
e dalla determinazione di Sorokaite e Meijners, che hanno mostrato maggior lucidit
nei momenti chiave della partita, facendo tornare il sorriso
al loro allenatore Marco Gaspari. Pi merito di Piacenza
che demerito di Conegliano,
che ha peccato di precisione

ma non ha dato lidea di avere la mente altrove, insomma,


non ha certo giocato pensando che ormai il titolo fosse cosa
sua.
Per, stavolta dallaltra parte
della rete cera una Nordmeccanica finalmente in grado di
ribattere i colpi, di scuotersi in
fretta dai suoi passaggi a vuoto, quando cadono a terra anche palloni che sembrano innocui.
Echiaro che a guadagnarne stato lo spettacolo, perch difficile divertire quando
c poco equilibrio. Anche lImoco ha registrato un doloroso infortunio: uscita la Easy,
probabilmente peril riacutizzarsi del problema che laveva

tenuta fuori ultimamente.


Nella partita che ha visto la
coppia arbitrale Santi-Saltalippi festeggiare la direzione numero 400, la finale femminile ha registrato un bel sussulto dorgoglio delle emiliane,
finora apparse decisamente
sotto tono.
Sappiamo di essere sotto
di una partita ma questa vittoria ci d grande fiducia - ha
detto poi la Melandri, schierata titolare da Gaspari al posto della spenta Bauer -Non ci
gasiamo troppo ma un pochino si
Serena Ortolani detta la delusione composta della sponda veneta: Noi non siamo riuscite a dare il massimo. Sa-

pevamo che Piacenza una


grande squadre, ha meritato
di vincere. Ora resettiamo e ripartiamo. Abbiamo fatto troppo errori, dobbiamo mettere a
posto alcune cose
l.d.s.
Riproduzione riservata

FINALE, LA SERIE

Gara1 - Imoco Conegliano Nordmeccanica Piacenza 3-0.


Gara2 - Piacenza - Conegliano
0-3. Gara3 - Piacenza Conegliano 3-1. Gara4 - 2 maggio
ore 20.30:Conegliano - Piacenza.
Ev.Gara5 3 maggio, ore 20.15
Conegliano - Piacenza.
SERIE A2

Finale promozione - Oggi gara1:


Trento-Monza (ore 18).

Fognini fuori in semifinale


ATP - Monaco (terra, 520.070 ) Semifinali: Thiem
(Aut, 3) b. A. Zverev (Ger, 8) 4-6 6-2 6-3, Kohlschreiber
(Ger, 4) b. FOGNINI (5) 6-1 6-4. Tv: oggi diretta Supertennis alle 13.30. Ostrava (challenger, terra, 42.500
) Semifinali: Lestienne (Fra) b.NAPOLITANO 6-2 6-4.
WTA - Praga (terra, 500.000 $) Finale: Safarova
(Cec, 2) b. Stosur (Aus, 4) 3-6 6-1 6-4. Rabat (terra,
226.750 $) Finale: Bacsinszky (Svi, 1) b. 6-2 6-1. Madrid (terra, 4.771.360 ) 1 turno: GIORGI b. ERRANI
(15) 7-5 7-5.

BASEBALL

Parma risponde al Nettuno


Italian Baseball League (4 g.): venerd NovaraRimini 2-9 (all11), Parma-Nettuno 2-7, BolognaSan Marino 9-12 (al 10); ieri Novara-Rimini 5-6,
Parma-Nettuno 7-0, San Marino-Bologna 7-2, rip.
Padova. Classifica: Rimini (6 vittorie-2 sconfitte)
750; Parma, San Marino (7-4) 636; Nettuno (5-3)
625; UnipolSai Bologna (4-4) 500; Padova (4-5)
444; Novara (0-11) 0.

CICLISMO

Froome primo al Romandia


Chris Froome ha vinto a Villars sur Ollon (Svizzera)
la tappa regina del Tour di Romandia, 173 km, tanta
salita e un tempo da lupi. Dopo una fuga di 30 km ha
resistito per soli 4 al ritorno dei migliori della classifica,
5 Quintana (Col) che resta leader in classifica. Oggi

Se una Los Angeles


spera nel futuro, l'altra chiude a Portland i play off. Ancora una volta la sfortuna si
accanita contro i Clippers:
fuori Chris Paul e Blake Griffin per infortunio, dopo 6'
ad Austin Rivers, impiegato come play da pap Doc,
gli sono stati applicati undici punti di sutura, sopra
e sotto l'occhio destro tumefatto, per una involontaria gomitata. Tornato in
campo, sembrava un pugile, ha segnato in totale 21
punti. Un combattente di
strada cos l'ha definito Rivers Senior.
11+21.

Luke Walton 36 anni ANSA

Intanto i Clippers
vengono eliminati
dai play off NBA:
Rivers, 21 punti
e.. 11 di sutura
Dwyane
Wade non realizzava un
canestro da 3 dal dicembre
scorso. A Charlotte, mentre
da bordo campo un imbecille tifoso continuava a insultarlo (lo fa da anni) gridandogli di andare in pensione, nella gara vinci o vai
a casa di Miami, DW prima ha superato il record di
Michael Jordan (proprietario proprio degli Hornets)
per il maggior numero di
stoppate di tutti i tempidi
una guardia, poi negli ultimi 46" ha messo a segno
un canestro da oltre l'arco
(il secondo della partita, il
primo a 3'05" dalla fine), un
altro da 2 e infine ha chiuso
stoppando Walker. La serie
dunque sul 3-3: oggi la decisiva gara 7 a Miami.
WADE ATOMICO.

roz/ecp
RIPRODUZIONE RISERVATA

Play off 1 turno - Eastern Conference: Indiana-Toronto 101-83


(George 21, Carroll e Joseph 15)
serie 3-3; Charlotte-Miami 90-97
(Walker 37, Wade 23) serie 3-3.
Western Conference: PortlandLA Clippers 106-103 (Lillard 28,
Crawford 32) serie 4-2.
Semifinali - East: Cleveland-Atlanta; vinc. Miami-Charlotte contro
vinc. Toronto-Indiana. West: San
Antonio-Oklahoma City (gara 1
giocata ieri notte); Golden StatePortland.

MERCATO

In Breve
TENNIS

I Lakers hanno scelto Luke


Walton. Chiss se questa
volta Jeanie Buss stata informata in anticipo.... La
presidenta infatti l'altro
giorno era rimasta sorpresa
quando le hanno detto, finalmente, che il fratello Jim,
in teoria suo vice, aveva licenziato Byron Scott.
Ma a Los Angeles sono
contenti: dopo tante batoste, una bella notizia. Luke
Walton, uno dei beniamini
del pubblico quando giocava con la maglia giallo oro
(ha vinto due anelli), torna
allo Staples Center: 36 anni,
il pi giovane head coach
della NBA, l'ottavo ex giocatore dei Lakers che si ripresenta come allenatore (i pi
celebri sono stati Jerry West,
Pat Riley e Magic Johnson).
Gli hanno fatto firmare un
contratto pluriennale per
riportare in alto i Lakers. Ci
riuscir? Arriva dopo due
stagioni come assistente dei Warriors, quest'anno per, per i problemi alla
schiena di coach Steve Kerr,
ha guidato Golden State a
una partenza-record da 240, chiudendo con un 39-4.
Certo pi facile allenare i
Warriors che Philadelphia,
ma si visto che ha qualit.
I dubbi? Forse troppo inesperto per ricostruire una
franchigia e in una societ divisa al vertice. Ed Ettore Messina? Probabilmente
non avrebbe accettato, ma
in ogni caso si sapeva che
era il numero 2 dopo Walton.

ultima tappa Ollon-Ginevra, 172 km.


TURCHIA - Tanta Italia a Marmara nella 7 tappa del
Giro di Turchia con Sacha Modolo (Lampre Merida)
vincitore in volata davanti a Belletti e Zanotti, poi
Colli 5 e Cecchin 6. Classifica: 1 Goncalves (Por).
CRONO A GANNA - Liridato dellinseguimento Filippo
Ganna (Colpack) ha vinto la crono di Citt di Castello
(26 km, 52,226 di media) con 52 su Baccio.

RUGBY

LAquila, vittoria speranza


Prima vittoria in campionato per LAquila, che pu
sperare ancora nello spareggio con i Lyons. Ma
dovr vincere col bonus a San Don. Rovigo travolge
Calvisano e lo sorpassa in vetta. Prime quattro gi
matematicamente ai play-off
ECCELLENZA (17 g.) Ieri: Fiamme Oro-San Don
24-27, Rovigo-Calvisano 32-10, Mogliano-Lyons
Piacenza 56-12, LAquila-Lazio 27-7, Viadana-Petrarca
28-30. Classifica: Rovigo 70; Calvisano 68; Petrarca
58; Mogliano (-4) 51; Fiamme Oro 40; San Don,
Viadana 38; Lazio 25; Lyons Piacenza 14; LAquila 9.
CELTIC LEAGUE (21 g.) Ieri: Cardiff-Ospreys 2740, Ulster-Leinster 30-6, Newport-Llanelli 20-34.

PALLANUOTO

Brescia, poker in Eurocup


Brescia - Dopo aver vinto allandata in Russia per
11-4, lAN Brescia ieri ha battuto il Sintez Kazan per
12-6 nella finale di ritorno conquistando per la 4
volta lEuroCup maschile.

Reggio Emilia
arriva Needham
REGGIO EMILIA - La Reggiana
a meno di clamorose sorprese,
ha finalmente trovato il play che
cercava .SI tratta dellamericano Derek Needham, 5 anni, sino a
ieri al Braunschweig (Ger). Stava
viaggiando alla media di 14.6
punti, 3.5 rimbalzi, 3.6 assist e
1.5 palle recuperate a partita.
SERIE A2, via a play off
e ai play out SALVEZZA
ROMA - Iniziano i play off che

mettono in palio una


promozione in serie A, e subito
il programma propone
linteressante sfida tra
Agropoli e Fortitudo Bologna.
Abbiamo dimostrato nel
corso della regular season di
meritarci questi play off - dice
Paternoster, coach di
Agropoli- e ora li approcceremo con la stessa
determinazione e con la
stessa voglia di continuare a
stupire. Non sar facile perch
avremo di fronte unottima
squadra, ma sono sicuro che i
tifosi non ci faranno mancare

il loro sostegno anche al


PalaMangano. La formazione laziale di Ferentino
affronta il pericoloso Roseto
puntando come sempre
sullex centro azzurro Gigli.
SERIE A2 - Play off promozione

- Gara1 ottavi (si gioca al meglio


delle 5): oggi ore 18 Treviso-Casale
Monferrato, Ferentino-Roseto,
Mantova-Agrigento, Brescia-Trapani;
20.30 Agropoli-Fortitudo Bologna
(a Scafati); domani ore 20.30 Tortona-Trieste; ore 21 Scafati-Verona,
Imola-Siena.
Play out - Gara1 1 turno (si gioca
al meglio delle 5): ore 18 RomaRecanati; ore 20.30 Jesi-Omegna
(le perdenti delle due serie accederanno al secondo turno, chi perde
scende in B)
PLAY OFF A1 DONNE - Semifinali,
gara 1: Venezia-Lucca 70-71, SchioRagusa 73-56
VARESE, OGGI LA FINALE - Oggi

a Chalon (ore 20.30) Varese


affronter in finale Fiba
Europe Cup il Francoforte.

domenica
1 maggio
2016

23
Corriere dello Sport
Stadio

Ippica

Lotteria
versione
extralusso

Oggi Oasis Bi e Voltigeur de Myrt


contro Pasci Lest e Princess Grif

di Fulvio Padulano
NAPOLI

Peccato che questa attraente edizione del Gran Premio Lotteria di Agnano debba fare i conti con il meteo.
Perch se oggi lo stesso decidesse di guardare altrove,
sarebbe il massimo per tutto: dallo spettacolo (sempre unico), con un contenitore ricchissimo di spunti ed
eventi, agli stessi contenuti tecnici della corsa. Ma, al
di l delle ipotesi sull'inclemenza del tempo, il Lotteria
edizione 2016 offre notevoli
spunti d'interesse, a partire
dalle tre (consuete) batterie
che annoverano ospiti di statura continentale. E questa
gi una premessa che la dice
lunga sull'ottimo lavoro svolto dagli organizzatori.
Sono arrivati trottatori dal
pregevole palmares, accompagnati dal meglio dei driver in circolazione. Nomi altisonanti riguardo a questi
ultimi: dagli svedesi Johnny
Takter e Orjan Khilstrom, al

vai sul nostro sito


corrieredellosport.it

FOTO
Le emozioni
dei due anticipi
della serie A

belga Jos Verbeeck, ai nostri


Gabriele Gelormini, Enrico
Bellei, Roberto Andreghetti, Pietro Gubellini. Insomma, il meglio in fatto di guide, ma anche nomi di spicco
fra i ventiquattro protagonisti in pista, con ospiti d'eccezione arrivati dalla Svezia e
dalla Francia.

Pochi stranieri ma
ottimi, contro i big
italiani. Ad Agnano
anche Varenne: si
attende il pienone
Molto agguerrita e di rilievo anche la preponderante
presenza indigena. Gli stessi che s'erano aggiudicati ben
otto edizioni consecutive prima che la svedese Vincennes
(l'anno scorso) arrivasse a interrompere al serie. Da notare che le ultime quattro edizioni (tre di seguito di Mack
Grace Sm) se l' aggiudicate il driver ravennate Andre-

Riflettori puntati su di una Princess Grif, allenata come Pasci Lest da Fabrice Souloy
(a segno in tre Lotteria con
Exploit Caf, Gambling Bi e
Vincennes) e in forma straripante. Ma sullo stesso piano da porre Oasis Bi, terzo
nell'Amerique di Bold Eagle
e subito dietro Timoko nel
Criterium de Vitesse (1.10.4).
Questi due sembrano una
spanna decisamente pi su
rispetto a Peace of Mind a
Sharon Gar.
SECONDA BATTERIA.

TERZA BATTERIA. Pasci Lest


da preferire allo svedese
Quick Fix, forza emergente
scandinava. L'indigeno s'
aggiudicato di fresco il Costa
Azzurra, l'estero allenato da
Kolgjini potrebbe precedere il figlio di Varenne in partenza con possibile duello in
retta d'arrivo. Occhi puntati
anche su Probo Op ed Orsia, ma i primi due sembrano avere possibilit ben pi
consistenti.
riproduzione riservata

Cos a Napoli

Diretta su RaiSport 2 e UnireTv


OGGI A NAPOLI (trotto, ore 14.10) Ore
14.40 1 batt. GP Lotteria (2 corsa,
14.300 euro,m.1600): 1 Radiofreccia Fi
(E. Bellei), 2 Sahara Fairytale (R. Andreghetti), 3 Rania Lest (A. Gocciadoro),
4 Voltigeur de Myrt (G. Gelormini), 5
Pioneer Gar (P. Gubellini), 6 Ribelle
Op (V. DAlessandro jr), 7 Pacha dei
Greppi (J. Verbeeck), 8 Rue Varenne
Dany (A. Di Nardo). Favoriti: Voltigeur
de Myrt, Rania Lest, Radiofreccia Fi.
Ore 15.10 2 batt. GP Lotteria (3
corsa, 14.300 , m. 1600): 1 Rum e
Coca Day (A. Di Nardo), 2 Ravenna (E.
Bellei), 3 Sharon Gar (V.P. DellAnnunziata), 4 Oasis Bi (Jo. Takter), 5 Princess
Grif (O. Kihlstrom), 6 Peace of Mind (A.
Gocciadoro), 7 Savannah Bi (F. Esposito), 8 Superbo Capar (G. Lombardo jr).
Favoriti: Princess Grif, Oasis Bi, Peace
of Mind. Ore 15.40 3 batt. GP Lotteria (4 corsa, 14.300 , m. 1600): 1
Steven del Ronco (M. Minopoli jr), 2
Pasci Lest (P. Gubellini), 3 Olona Ok
(Gp. Minnucci), 4 Probo Op (E. Moni),
5 Seattle Bi (A. Gocciadoro), 6 Quick Fix
(A. Guzzinati), 7 Orsia (A. Di Nardo), 8
Sugar Rey (J. Verbeeck). Favoriti: Pasci
Lest, Quick Fix, Probo Op. Ore 18 TQQ
(8 corsa, m. 1600) Favoriti: 12-13-14-

Tifa Azzurri con Dexter Milano

1-11. Sorprese: 8-10-6. Ore 18.35 finale GP Lotteria-Trofeo Saint Vincent


Resort (9 corsa, gr. 1, 581.900 , m.
1600). Tv: diretta UnireTv, batterie in
differita e finale in diretta RaiSport 2.
IERI A NAPOLI (pb) GP Regione
Campania (gr. 2, 77.000 , m. 1600):
1. Totoo del Ronco (M. Minopoli jr)
12.3, 2. Tulum 12.7, 3. Talabrteria 12.7,
4. Testimonial Ok 12.8. Tot. 8,23 3,13
10,12 5,12 (223,08) Trio 2.551,75. TQQ:
Tris 3-11-14, 1.007,07 per 64 vinc.;
Quart 3-11-14-12, 1.961,88 per 8
vinc.; Quint 3-11-14-12-9, 16.113,89
per 2 vinc.
OGGI corse anche a Roma (g, 14.50),
Bologna (t, 14.55), Milano (g, 15.05),
Montecatini (t, 15.25), Siracusa (g,
15.30)
DOMANI - Ore 18.45 TQQ a Windsor
(Ing, g, m. 1007) Favoriti: 5-7-6-2-3.
Sorprese: 9-1-11. Tv: diretta UnireTv.
Gioco su Fairview (Saf, g, 12.15), Maisons Laffitte (Fra, g, 13.47), Curragh (Irl,
g, 14.50), Bath (Ing, g, 14.55), Enghien
(Fra, t, 16.40)
INGHILTERRA - A 40 anni dal successo di pap Gianfranco con Bolkonski, a
Newmarket tris di Lanfranco Dettori
nelle 2000 Ghinee con Galileo Gold.

Vivi lemozione degli Europei con Dexter Milano: liconico anello Time Machine dalla forma di ingranaggio ti accompagner nellavventura calcistica pi attesa dellanno grazie alla sua nuova veste tricolore, creata per il vero tifoso. Un accessorio originale e divertente,
che nasce dallidea di ricordare gli attimi pi appassionanti gli azzurri ci regaleranno. Tutti i gioielli del brand
sono acquistabili sul sito oppure presso la boutique di
piazza Piemonte 10 Milano (45 euro).
dextermilano.com
Y-3 SPORT di adidas e Yohji Yamamoto

Al via una nuova era dellabbigliamento: il mondo del


fashion si unisce a quello dello sport grazie ad Adidas e
alliconico designer giapponese Yohji Yamamoto, che
lanciano per la PE 2016 la prima collezione tecnica di
Y-3: la nuova capsule collection performance Y-3 SPORT,
dalla ricerca avanzata e adatta a molteplici sport e discipline. Dedicata a uomo e donna, unisce il mood audace di Y-3 con le pi innovative tecnologie di Adidas. Filo
conduttore, il tema industriale e si compone di tre diverse storie: Approach, Ultralight e Base Layer, pensate per
gli amanti del brand e caratterizzate dalla sua estetica
unica e individualista. Capi unici ad alta performance
come giacche, sneakers e T-shirt, disponibili presso rivenditori selezionati in tutto il mondo e sul sito dedicato.
Y-3SPORT.com

SKY SPORT 3

RAIUNO

RAITRE
RAIDUE

RAITRE

11.55

14.00
14.55
15.55
16.50
17.00
18.30
19.15
19.45
20.00
20.45

Rubrica sportiva Sky Calcio Show (Diretta)


Rub. Scudetto X5: Juve Le partite dandata
Rub. Scudetto X5: Juve Le partite di ritorno
Rubrica sportiva Calcio Highlights
Rubrica sportiva Sky Calcio Show (Diretta)
Rubrica Terzo Tempo, in onda con noi (Dir.)
Rubrica Sky Calcio Show Countdown (Dir.)
Rubrica Luomo della Domenica (Diretta)
Rubrica sportiva Sky Calcio Show (Diretta)
Evento Calcio, Serie A 2015/2016 Lazio Inter (Posticipo 36a giornata) (Diretta)
22.45 Rubrica sportiva Sky Calcio Club (Diretta)

12.30 Evento sportivo Automobilismo, Ferrari


Challenge Coppa Shell (Gara 2) (Diretta)
13.30 Evento Wrestling, WWE Domestic Raw
15.15 Evento Automobilismo, Ferrari Challenge
Trofeo Pirelli (Gara 2, da Mugello) (Diretta)
16.15 Rubrica sportiva MotorSport
16.45 Rubrica Codice Rosso: Davide vs Golia
17.15 Evento Calcio, Serie A Milan - Frosinone
19.00 Evento Automobilismo, Ferrari Challenge
Coppa Shell/Trofeo Pirelli (Gara 2)
21.00 Evento Golf, US PGA Tour (Louisiana)
Zurich Classic: giornata finale (Diretta)

10.55
12.00
12.20
13.30
14.00
16.30
16.35
18.45
20.00
20.35
21.30
23.30

10.55
12.00
13.00
13.45
17.05
17.10
18.00
19.00
19.35
20.30
21.00
23.00

12.00
12.10
12.55
13.05
14.00
14.30
15.05
16.00
18.55
19.00
20.00
0.00

SKY SPORT 2

RETEQUATTRO

CANALE CINQUE

ITALIA UNO

LA 7

10.30 Evento sportivo Basket, NBA Playoff 2016


12.25 Rubrica Paddock Live Gara (Diretta)
13.55 Evento Automobilismo, Mondiale Formula
1 2016 Da Sochi GP Russia: gara (Diretta)
16.00 Rubrica Paddock Live Post Gara (Diretta)
16.30 Rubrica Paddock Live Ultimo Giro (Diretta)
17.00 Rubrica sportiva Tennis Remix
18.00 Evento Wrestling, WWE Experience
19.00 Evento sportivo Basket, NBA Playoff 2016
21.00 Rubrica sportiva Tennis Remix
21.30 Evento Basket, NBA Playoff 2016 (Diretta)
0.30 Rubrica The Boat Show

10.00
10.50
11.30
12.00
14.00
14.15
17.20
18.55
19.35
19.55
21.15
23.45

12.00
13.00
13.40
14.00
16.15
18.45
19.55
20.00
20.40
21.10
23.30
0.20

12.25 Notiziario Studio Aperto - Meteo.it


12.40 Evento Motociclismo, Mondiale Superbike
2016 Da Imola GP Italia: Gara 2 (Diretta)
14.00 Reality show LIsola dei Famosi
14.15 Reality show Flight 616
14.20 Film Dragon - La storia di Bruce Lee
16.50 Film TMNT
18.30 Notiziario Studio Aperto - Meteo.it
19.00 Reality show LIsola dei Famosi
19.15 Film Scemo & + Scemo
21.15 Variet Le Iene Show
23.35 Real Tv EmiGratis

7.30
7.55
8.45
10.15
13.30
14.00
14.20
16.30
20.00
20.35
21.30
23.45

12.00
12.30
12.40

15.00
15.00
15.45
17.25
17.25
18.10
20.25
20.45

CALCIO LIGA ATHLETIC BILBAO - CELTA

VIGO (36A GIORNATA)


Sky Sport Plus
TENNIS WTA PREMIER MADRID S. Tennis
CALCIO SERIE A JUVENTUS - CARPI
Sky Supercalcio/Premium Sport
MONDIALE SUPERBIKE GP ITALIA:
GARA 2
Italia 1/Italia 2/Eurosport
CALCIO PREMIER LEAGUE SWANSEA CITY
- LIVERPOOL (36A GIORNATA) Fox Sports
TENNIS ATP WORLD TOUR 250 SERIES
2016 MONACO: FINALE
Super Tennis
AUTOMOBILISMO MONDIALE F1
GP RUSSIA: GARA
Sky F1/Sky Sport 2
CALCIO PREMIER LEAGUE MANCHESTER
UNITED - LEICESTER CITY
Fox Sports
CALCIO SERIE A MILAN - FROSINONE
(36A GIORNATA)
Premium Calcio 1
CALCIO LEGA PRO 2015/2016 AREZZO MACERATESE (33A GIORNATA) Raisport 1
CALCIO SERIE B COMO - TERNANA (POSTICIPO 39A GIORNATA) Sky Supercalcio
CALCIO PREMIER LEAGUE SOUTHAMPTON - MANCHESTER CITY
Fox Sports
CALCIO LIGA DEPORTIVO LA CORUNA GETAFE (36A GIORNATA) Sky Sport Plus
CALCIO LIGA VALENCIA - VILLARREAL
(36A GIORNATA)
Fox Sports
CALCIO SERIE A LAZIO - INTER
Sky Supercalcio/Sky Sport 1/Pr. Sport

Santa Messa
Culturale I grandi della fede
Notiziario TG4 - Meteo.it
Telefilm Perry Mason
Documentario I viaggi di Donnavventura
Film Il giro del Mondo in 80 giorni
Film Lovest selvaggio
Notiziario TG4
Notiziario Dentro la Notizia - Meteo.it
Soap opera Tempesta damore
Film Lo chiamavano Bulldozer
Film Mystic River

Evento Santa Messa


Evento Recita del Regina Coeli
Rubrica Linea verde
Notiziario TG1
Attualit LArena
Notiziario TG1 - Che tempo fa
Variet Domenica in
Gioco Leredit
Notiziario TG1
Gioco Affari tuoi
Fiction Una pallottola nel cuore
Attualit Speciale TG1

Documentario Melaverde
Notiziario TG5 - Meteo.it
Rubrica Larca di No
Film Ascolta il tuo cuore
Attualit Domenica Rewind
Gioco Caduta libera
Notiziario TG5 Prima Pagina
Notiziario TG5 - Meteo.it
Variet Paperissima Sprint
Prima tv Telenovela Il segreto
Reality show LIsola dei Famosi
Rubrica X-Style

La TV di domani
RAIUNO

RAIDUE

RAITRE

9.00

TENNIS MASTERS 1000 ROMA:

6.30

12.00

TENNIS MASTERS 1000 MADRID:

6.45
9.55
10.00
11.10
12.00
13.30
14.00
14.05
15.15
16.30
16.40
18.45
20.00
20.30
21.20
23.15

9.30
10.30
11.00
13.00
13.30
13.50
14.00
16.15
17.45
18.00
18.20
18.50
19.40
20.30
21.05
21.15
22.50
23.35

8.00
10.00
11.00
11.55
12.25
12.45
13.10
14.00
14.50
15.05
15.10
16.00
16.40
19.00
20.00
20.35
21.05
23.10

15.00
19.00
20.55
21.00
21.30

PREQUALIFICAZIONE Super Tennis

Sky Sport 2/3/S. Tennis


CALCIO COPPA DI RUSSIA ZENIT CSKA MOSCA
Premium Sport
BILIARDO SNOOKER MONDIALI
2016 FINALE
Eurosport
CALCIO SERIE A 2015/2016 GENOA
- ROMA (POSTICIPO 36A GIORNATA)
Sky Supercalcio
CALCIO PREMIER CHELSEA - TOTTENHAM HOTSPUR
Fox Sports
CALCIO SERIE A NAPOLI ATALANTA (POST. 36A GIORNATA)
Sky Superc./Sky Sport 1/Pr. Sport
TENNIS MASTERS 1000 MADRID:
1 TURNO - SERALE
Sky Sport 2
1 TURNO

Notiziario TG1 - Previsioni sulla viabilit CCISS Viaggiare informati


Attualit Unomattina
Notiziario TG1
Rubrica Storie Vere
Rubrica A conti fatti
Variet La prova del cuoco
Notiziario TG1
Notiziario TG1 Economia
Novit - Prima tv Variet Colors
Real Tv Torto o ragione?
Notiziario TG1
Attualit La vita in diretta
Gioco Leredit
Notiziario TG1
Gioco Affari tuoi
Prima tv Fiction Il sistema
Attualit Petrolio

Attualit TG2 Insieme


Documentario Cronache animali
Attualit I Fatti Vostri
Notiziario TG2 Giorno
Rubrica TG2 Costume e Societ
Rubrica TG2 Medicina 33
Attualit Detto fatto
Telefilm Castle
Att. Rai Parlamento Telegiornale
Notiziario Rai TG Sport - Meteo 2
Notiziario TG2
Telefilm N.C.I.S.: Los Angeles
Telefilm N.C.I.S.
Notiziario TG2 - 20.30
Sit com Lol:-)
Prima tv Telefilm Hawaii Five-0
Prima tv Telefilm Limitless
Notiziario TG2

Attualit Agor
Attualit Mi manda Raitre
Attualit Elisir
Notiziario Meteo 3 - TG3
Attualit TG3 Fuori TG
Rubrica Pane quotidiano
Documentario Il tempo e la storia
Notiziario TG Regione - TG3
Rubrica TGR Leonardo
Rubrica TGR Piazza Affari
Telefilm La casa nella prateria
Documentario Aspettando Geo
Documentario Geo
Notiziario TG3 - TG Regione
Variet Blob - #TreTre3
Soap opera Un posto al sole
Prima tv Attualit Amore criminale
Rubrica Il processo del luned

RETEQUATTRO

CANALE CINQUE

ITALIA UNO

LA 7

9.30
10.30
10.45
11.30
12.00
13.00
14.00
15.30
15.45
16.50

7.55
8.00
8.45
11.00
13.00
13.40
14.10
14.45
16.10
16.20
16.30
17.10
18.45
19.55
20.00
20.40
21.10
0.45

12.05
12.25
13.00
13.15
13.55
14.20
14.25
14.45
15.20
15.45
16.40
17.35
17.55
18.25
18.30
19.25
21.10
23.45

6.00 Notiziario Meteo - Traffico Oroscopo


6.30 Attualit Omnibus - News (Diretta)
7.30 Notiziario TG La7
7.50 Notiziario Meteo
7.55 Attualit Omnibus (Diretta)
9.45 Attualit Coffee Break (Diretta)
11.00 Attualit Laria che tira (Diretta)
13.30 Notiziario TG La7
14.00 Attualit TG La7 Cronache
14.20 Attualit Tagad (Diretta)
16.25 Telefilm Ironside
18.10 Prima tv Telefilm Josphine,
ange gardien
20.00 Notiziario TG La7
20.35 Attualit Otto e mezzo (Diretta)
21.10 Attualit Piazzapulita (Diretta)
0.00 Notiziario TG La7

18.55
19.35
19.55
20.30
0.25
1.25

Telefilm Carabinieri
Rubrica Sai cosa mangi?
Rubrica Ricette allitaliana
Notiziario TG4 - Meteo.it
Telefilm Un detective in corsia
Telefilm La signora in giallo
Real Tv Lo sportello di Forum
Doc. I viaggi di Donnavventura
Telefilm Hamburg Distretto 21
Film Colombo: Le note
dellassassino
Notiziario TG4
Notiziario Dentro la Notizia Meteo.it
Soap opera Tempesta damore
Attualit Quinta Colonna (Diretta)
Attualit Terra!
Attualit Modamania

Notiziario Traffico - Meteo.it


Notiziario TG5 Mattina
Attualit Mattino Cinque
Real Tv Forum
Notiziario TG5 - Meteo.it
Soap opera Beautiful
Telenovela Una vita
Talk show Uomini e Donne
Reality show Lisola dei Famosi
Reality show Amici
Telenovela Il segreto
Attualit Pomeriggio Cinque
Gioco Caduta libera
Notiziario TG5 Prima Pagina
Notiziario TG5 - Meteo.it
Attualit Striscia la Notizia
Reality show Lisola dei Famosi (Dir)
Rubrica X-Style

Evento Celebrazione Festa del Lavoro


Variet Mezzogiorno in famiglia
Notiziario TG2 - TG2 Motori - Meteo 2
Variet sportivo Quelli che aspettano
Notiziario TG2 L.I.S. - Meteo 2
Rubrica sportiva 90 Minuto - Zona mista
Rubrica sportiva Rai Sport 90 Minuto
Rub. 90 Minuto - Tempi supplementari
Telefilm Squadra Speciale Cobra 11
Notiziario TG2 - 20.30
Evento Mondiale Formula 1 GP Russia (Diff.)
Rubrica sportiva La Domenica Sportiva

Previsioni meteo

DIRETTE

14.55

LIVE
Formula 1
il GP di Russia
in tempo reale

Pasci Lest, recente vincitore del GP Costa Azzurra a Torino, molto atteso oggi a Napoli

SKY SPORT 1

13.55

LIVE
Seguite con noi
A, B, Premier
Liga e Ligue 1

er chi si vuole cimentare in veste di designer


loccasione giusta: Pro Trek, il marchio di orologi di Casio dedicato alle attivit outdoor lancia un concorso in collaborazione con il Club
Alpino Italiano. Spazio alla creativit dunque:
attraverso il sito designadaltaquota.protrek.it o la pagina Facebook di Pro Trek Italia, possibile fino al 31
maggio reinventare il design del cinturino dellorologio
Pro Trek PRW-3500, per unesclusiva edizione speciale ispirata allalpinismo, alle montagne e alla loro difesa. E quello che tra i finalisti risulter il migliore secondo una giuria di esperti sar premiato. Per i vincitori, in
palio numerosi premi, tra cui un soggiorno in uno dei
suggestivi rifugi CAI e l orologio, creato per le escursioni e gli sport allaria aperta.
protrek.eu/it

DIRETTE

13.30

VIDEO
Gli allenatori
di A alla vigilia
del 36 turno

PRIMA BATTERIA. Nella prima,


chance di favorito per il francese Voltigeur De Myrt, palmares d'eccezione con quella piazza d'onore nell'Amerique del 2015 (dietro Up and
Quick) ed attitudine alle
due prove come confermato dall'italiano Roberto Donati, allenatore e proprietario del morello. Seconda citazione per Rania Lest, sorella
di Pasci e partitrice provetta.
Non si pu omettere Radiofreccia Fi, terza l'anno scorso.

di Monica Codegoni Bessi

La TV di oggi

12.55

FOTO
Le immagini
pi belle
della 39 di B

ghetti, stabilendo un vero e


proprio record.
Ieri sfilata sul lungomare
cittadino per Varenne, che ad
agnano aveva colpito nelle
edizioni 2000, 2001e 2002: il
Capitano bisser oggi in pista
prima della finale. Pur avendo sfornato ben 1.500 figli fra
Italia ed estero, nessuno di
questi riuscito sinora a far
suo il Lotteria. Stavolta ci
proveranno in sei: Princess
Grif, Pasci Lest, Rue Varenne Dany, Pioneer Gar, Sharon Gar ed Olona Ok.

Design ad Alta Quota


il concorso di Pro Trek
e DEL CLUB ALPINO ITALIANO

Rubrica Cotto e mangiato


Notiziario Studio Aperto - Meteo.it
Reality show LIsola dei Famosi
Notiziario sportivo Sport Mediaset
Cartoni animati I Simpson
Real Tv EmiGratis
Cartoni animati Futurama
Telefilm The Big Bang Theory
Sit com Mom
Telefilm Due uomini e mezzo
Telefilm La vita secondo Jim
Sit com Mike & Molly
Reality show LIsola dei Famosi
Sit com What Women Want
Notiziario Studio Aperto - Meteo.it
Telefilm C.S.I. Miami
Prima tv Film Wolverine - Limmortale
Rubrica sportiva Tiki Taka

Notiziario TG3 - Meteo 3


Attualit Speciale TG3
Rubrica Noi siamo lItalia
Documentario Io & George
Notiziario TG Regione - TG3
Attualit In 1/2 h
Evento Anteprima Concerto del 1 Maggio
Evento Concerto del 1 Maggio (Diretta)
Notiziario Meteo 3
Notiziario TG3 - TG Regione
Evento Concerto del Primo Maggio (Dir.)
Notiziario TG3 - TG Regione

Notiziario TG La7 - Meteo


Attualit Laria che tira - Il Diario
Film I normanni
Film Il volo della fenice
Notiziario TG La7
Attualit TG La7 Cronache
Film La seconda volta non si scorda mai
Telefilm Josphine, ange gardien
Notiziario TG La7
Attualit Fuori onda (Diretta)
Film Il silenzio degli innocenti
Film I falchi della notte

DIRETTORE RESPONSABILE
ALESSANDRO VOCALELLI
CONDIRETTORE
STEFANO BARIGELLI
CAPIREDATTORI
GIULIANO RIVA,
ALBERTO DALLA PALMA
Redazione ROMA
00185 - Piazza Indipendenza
11/b. Tel. 06 49921 Fax 06 4992690
Redazione BOLOGNA
40127 - Via del Litografo 4
Tel. 051 6007201/
Fax 051 6027037
Redazione MILANO
Via Buonarroti 153 - Monza
Tel. 039 2029895
Fax 039 833459
Redazione NAPOLI
80133 - Vico San Nicola della
Dogana 9
Tel. 081 7643944
STAMPA
ROMA Societ Tipografico,
Editrice Capitolina S.r.l.
Via dei Mille, 1; Via Giacomo
Peroni, 280
BOLOGNA Mediastampa S.r.l.
Via del Litografo 4
CAGLIARI LUnione Sarda S.p.A.
Centro Stampa Via Omodeo 5 09030 Elmas
MESSINA Societ Editrice Sud
S.p.A. - Via Uberto Bonino, 15/C
MONZA (MI) Monza Stampa
S.r.l. Via Buonarroti, 153
BENEVENTO Qualiprinters
S.r.l. Zona Industriale Contrada
Olivola

DIFFUSIONE: Rivendita, tel.


06 4992491. Trasporti, tel.
06 4992493. Contabilit
distributori, tel. 06 4992236
PUBBLICITA: Concessionaria
esclusiva per lItalia e per
lestero: SPORT NETWORK
s.r.l. Uffici: Milano 20134, via
Messina, 38 - tel. 02 349621 fax 02 34962450. Roma 00185
- P.zza Indipendenza, 11/B - tel.
06 492461 - fax 06 49246401.
ESTERO, ufficio abbonamenti,
Roma, tel. 06 4992312. Una
copia arretrata 2,60 c/c
postale n. 29367000. Sped. abb.
post. D.L. 353/2003 (conv. in L.
27/02/2004 n. 46 art. 1, comma
1, DCB) Roma
PREZZI DI VENDITA ALLESTERO:
Germania 2,20; Londra 2,00;
Malta 2,50; Monaco Pr. 2,00;
Svizzera Fr. S. 3,00; Svizzera
Tedesca Fr. S. 3,00; Svizzera Tic.
Fr. S. 3,00.
ABBONAMENTI: ITALIA, 7
numeri, annuo 320,00,
semestrale 164,00; 6 numeri,
annuo 286,00, semestrale
146,00; annuale 1 giorno
50,00, semestrale 25,00.
Spedizione con servizio postale.
RESPONSABILE TRATTAMENTO
DATI (D.LGS 196/2003 )
ALESSANDRO VOCALELLI
CORRIERE DELLO SPORT s.r.l.
P.za Indipendenza 11/b
Roma 00185

Reg. e Trib. Roma N. 210


dell8 ottobre 1948
Certificati ADS n. 8048
e n. 8049 del 6-4-2016

Interessi correlati