Sei sulla pagina 1di 209

1 of 209

2 of 209

JUVE PRIMA DUE MESI DI FUOCO

Volatone dinverno Sprint bianconero Ma Inter in discesa


CAMILLO FORTE
TORINO. Parte la volata per il titolo di campione dinverno: sei partite che portano al primato platonico che, per, quasi sempre premia la squadra che al termina della stagione si laurea campione dItalia. Dallo scudetto dinverno a quello estivo il passo dunque breve. La Juventus guarda tutti dallalto verso il basso con i suoi quattro punti di vantaggio che Javier Zanetti lotta con non sono pochi. Kwadwo Asamoah: il duello JUVE I campioni dItalia cominciano con la fra Juventus e Inter scalder il Lazio pensando al Chelsea dove qualche campionato nelle prossime giorno dopo si giocheranno la qualificazione settimane. E il Napoli... agli ottavi di Champions League. Calendario pi In poche ore disegneranno il loro futuro. Perch con due facile per Napoli e nerazzurri E peser vittorie tutto diventerebbe pi facile ed esaltante. Non sar facile, comunque. Il 25, poi, trasferta a Milano contro i leffetto delle sfide rossoneri in crisi. Sfida insidiosa, certo, come del resto di Champions sempre stato. In partite del genere la classifica non conta, in palio c lonore dovuto ad una rivalit storica. Molto dipender dallaspetto psicologico. Se la squadra di Conte dovesse battere il Chelsea si presenterebbe a questo appuntamento caricata a mille. Ma il calendario sempre in salita. Perch dopo ci sar il derby col Toro, poi la trasferta di Palermo prima della partita casalinga contro lAtalanta. Lunica, sulla carta, con meno problemi. Poi magari, come spesso accade, si riveler pi complicata delle altre. E per concludere il girone dandata la trasferta in Sardegna contro il Cagliari. Tanti impegni duna certa pericolosit. INTER I nerazzurri, rispetto alla Juve, hanno subito tre incontri che potrebbero anche portare a nove punti. Il Cagliari a San Siro, il Parma al Tardini e il Palermo a Milano. Formazioni con aspirazioni diverse ma tutto sommato alla portata. Poi, per, il super match con il Napoli: il 9 dicembre. Potrebbe rappresentare uno spareggio tra chi diventer la principale antagonista della Juve. Il girone dandata nerazzurro terminer con la trasferta di Roma con la Lazio e il match casalingo contro il Genoa: magari nel frattempo, continuando di questo passo, la squadra di Lotito potrebbe essere in corsa per un piazzamento Champions o, La Juve, avanti di addirittura, per lo scudetto. quattro punti, NAPOLI Gli azzurri iniziano il volatone contro il Milan. In potrebbe sfruttare crisi, certo, ma pur sempre il Milan, squadra capace di lo scontro diretto qualsiasi impresa. Certo la squadra di Mazzarri ha tra le due rivali del dimostrato di aver superato il suo momento difficile ed 9 dicembre a tornata a correre. Con un Cavani del genere, poi, tutto Milano potrebbe diventare pi facile. Subito dopo la trasferta a Cagliari, quindi il Pescara al San Paolo prima dello scontro diretto con lInter. Questa pu essere la partita-svolta del campionato di tutte e due le squadre. Infine Napoli-Bologna e Siena-Napoli. Non dovrebbero esserci problemi nel mettere in classifica sei punti.
3 of 209

CONDIZIONE Tutte e tre le squadre stanno bene. Anche lInter che ha interrotto a Bergamo una serie positiva molto importante che laveva addirittura portata ad un solo punto dalla Juventus. Come detto allinizio non bisogna dimenticare gli impegni dei bianconeri in Champions. Soprattutto se la squadra bianconera dovesse restare in corsa sino allultima partita in programma in Ucraina.Questa competizione, da sempre, sfianca il fisico e la testa anche se la rosa a disposizione di Antonio Conte pu permettergli un turn over importante. SCONTRI DIRETTI E magari, come spesso succede in simili situazioni, diventeranno determinanti gli scontri diretti nel girone di ritorno. E in questo i bianconeri sono leggermente svantaggiati visto che devono giocare tutte e due le partite in trasferta. Inter e Napoli, per, per sfruttare il calendario dovranno trovarsi vicino alla Juventus. Che per ora ha quattro punti di vantaggio. Figuriamoci se i bianconeri non avessero perso contro lInter: a questora il campionato sarebbe un po pi chiuso...

4 of 209

LIMBOSCATA La forza di volare bassi


Andrea Bosco
Erodoto considerato il primo giornalista della storia. A volte le sparava grosse. Ma una sua intuizione risulta ancora attualissima : linvidia degli dei. La fzons zen era una sciagura: gli dei invidiosi in un amen ti devastavano i campi con sciami di cavallette, ti affondavano le triremi al Capo Sunio, ti facevano scoprire di aver sposato una moglie etra. Che in quei tempi antichi era un modo elegante per dire di non irreprensibili costumi.I nsomma se ti andava troppo bene, ecco gli dei intervenire a rammentarti di restare con i piedi per terra. Abbagliante attualit nel nostro Paese: nel calcio e non solo nel calcio. Ignoro se Antonio Conte conosca Erodoto. Ma credo che dopo i tre ceffoni presi dallInter ai Andrea Pirlo, 33 anni, da due suoi prodi abbia urlato: Volate basso .Immagino alla Juve sia stata una settimana durante la quale il bastone comparso pi frequentemente della carota. I risultati sono noti: rotonda vittoria in Champions con i danesi. Un set agevole sulla terra verde di Pescara. Prossimo ormai, dopo la squalifica al rientro in panchina Conte del resto ha- a mio avviso- voluto ribadire la centralit del suo ruolo. Lesclusione di Pogba reo di ritardi agli allenamenti suona come un monito alla squadra. Oltre che un tweet ai procuratori di qualche giocatore col mal di pancia: a contare il gruppo. A parte un paio di primi inter pares ( Pirlo e Buffon) nessuno ha il posto assicurato. Risultato: alcuni giocatori stanno recapitando indicazioni interessanti. Quel Quagliarella che ha ripreso a segnare con continuit. Quel Giovinco che forse ha raddrizzato la mira, finalmente convincente come assist-man. Soprattutto quellIsla in crescita. Forse un caso ma con il suo impiego i gol sono arrivati copiosi. Rimessa a distanza in una sola settimana lInter, ora la Juventus attesa da un trittico impegnativo: Lazio, Chelsea e Milan. Auspico contro la Lazio al netto della presenza inevitabile di Pogba sostituto dello squalificato Pirlo, un turnover poco invasivo. Il basilare match con il Chelsea lo prediligo cos: senza mezze misure. Gara da vincere contro i campioni dEuropa per continuare a recitare nel Continente. E per avvilire i gufi. Gara nella quale la Juventus sar obbligata ad osare. I Blues hanno esperienza e qualit individuale. Ma in difesa sono vulnerabili. La fortuna aiuta gli audaci, recita il noto adagio. Forse Conte non conosce Erodoto, ma sono certo conosca i proverbi. A proposito del Chelsea: i due rocamboleschi gol realizzati contro la banda di Lucescu, la rete della vittoria siglata sul fischio di chiusura,avrebbero in Italia scatenato linferno. Con sospetti, ironie, blog bollenti, indignazioni, invocazioni al Procuratore Federale, reiterati cronometrici conteggi televisivi. Ma si giocava oltre Manica: niente sospetti, sono inglesi. Per fortuna degli inglesi. E buona pace degli ucraini .

5 of 209

Ledesma vuole fare il Pirlo della Lazio


SIMONE DI STEFANO
ROMA. E adesso la Juventus. La corsa di Cristian Ledesma non si ferma mai: sempre la stessa, sempre diversa. La scorsa estate aveva cominciato lamentandosi con Petkovic (Ci chiede aggressivit, ma in modo esagerato...), poi dalla prima partita ha risposto sul campo e fin da subito Petkovic lo ha reinventato unico perno del centrocampo laziale. Infranta la concorrenza con Cana per il ruolo di unico regista, Ledesma sempre pi il capitano silente e il pap di questa Lazio alla quale ha giurato amore eterno.

Cristian Ledesma, 30 anni, regista della Lazio di Pektovic

IL CUORE Ha lui le chiavi del centrocampo, lui il ministro del gioco biancoceleste. E se Reja lo faceva giocare al fianco di un altro centrocampista, Petkovic ha affidato lintera responsabilit della mediana al regista italo-argentino. Cos Ledesma gioca pi vicino ai due difensori, libero di raccogliere il pallone senza la pressione dellavversario e far ripartire la manovra biancoceleste. Corre anche di pi Ledesma, e applica il modulo alla perfezione. I GOL Questanno Petkovic chiede a tutta la mediana di segnare di pi, Ledesma non mai stato un bomber, ma un gol alla Juve lo ha gi segnato, nel 2009 (Lazio-Juve 1-1), sogna di ripetersi sabato sera. Per ci che gli compete i numeri continuano ad essere dalla sua parte: sempre un testa a testa tra lui e Pirlo nella classifica dei passaggi. Lo juventino con 770 suggerimenti, Ledesma l appaiato tra i primissimi e ne ha collezionati 668 ed lunico a comparire sia tra i top 10 dei passaggi utili in difesa sia tra quelli dei passaggi in attacco. Insomma, un robottino tuttofare. E Pirlo non ci sar. Ledesma potr quindi diminuire il divario con lo juventino, squalificato. Il Milan sognava di schierarli insieme nel 2011 e in quello stesso anno Ledesma and vicinissimo anche al bianconero. Poi ha rinnovato con la Lazio. LINNO Cristian non se ne mai pentito: Ho scelto la Lazio e basta. Cos come ha scelto la maglia azzurra, nel 2010, quando lo convoc Cesare Prandelli: Mi sento italiano e conosco anche linno di Mameli, disse felice a Coverciano. Unica partita in azzurro, poi il ct fece altre scelte. La speranza c sempre, ma Ledesma ha sempre ammesso: Finch non sar chiamato a Coverciano la mia Nazionale la Lazio. Chi alla Nazionale ha rinunciato per la sfida di sabato Miro Klose. Il tedesco ancora febbricitante e ieri ha svolto lavoro differenziato. Contro la Juve per ci sar. Torna a disposizione anche Ederson che si candida cos per il ruolo di vice-Mauri: favorito resta sempre Brocchi.

6 of 209

7 of 209

8 of 209

9 of 209

10 of 209

11 of 209

Gli strani bomber per lassalto Juve


GUIDO VACIAGO
TORINO. Lazio, Chelsea, Milan: basterebbero queste tre partite per parlare di ciclo di ferro. Ma tanto per gradire, il calendario della Juventus aggiunge il derby con il Toro e lo Shakhtar. In diciotto giorni, la Juventus giocher cinque partite che possono cambiare il volto alla stagione. Pi quelle di Champions, logicamente, perch il campionato resta lungo (Inter e Napoli inseguono e potrebbero, comunque, approfittare di un rallentamento bianconero) ma tutte le partite in una serie cos serrata finiscono per mischiare?? entusiasmo, scorie e fatica luna con laltra. ATIPICI Antonio Conte lo sa, naturalmente. Studia maniacalmente il calendario ed elabora strategie e turnover. La Juventus deve vincerne il pi possibile, quindi deve segnare. Contro Nordsjaelland e Pescara ha ritrovato i gol (10 in due partite!) e anche i goleador. Un po atipici, ma i bianconeri sono ormai abituai ad andare in rete con metodi non sempre convenzionali??. E Quagliarella: tanti cos alla vigilia del ciclo cruciale, Conte punta sui due strani gol, ma poco bomber: Quagliarella e Vidal , i capocannonieri della spazio Vidal: da Juventus con 8 reti a testa. mediano a capocannoniere MATURITA In realt, Quagliarella sarebbe un bomber, ma nel suo caso la stranezza il rapporto gol/presenze, visto che le sue otto reti sono state segnate in undici presenze fra campionato e Champions, solo 5 delle quali da titolare e in 444 minuti in campo: il che vuol dire che il napoletano segna una volta ogni 55, praticamente meglio del mostruoso Cavani che la butta dentro una volta ogni 84. Insomma, Quagliarella quello che segna di pi e gioca di meno. Una stranezza che nasce dal frullato di attaccanti di Conte, beverone energetico per la Juventus (prima in campionato e, soprattutto, con pi gol di tutti), ma che non ha creato una coppia fissa e men che meno una punta sicura di essere titolare per pi di due partite consecutive. Quagliarella compreso, anche se il gol contro il Nordsjaelland e la tripletta contro il Pescara potrebbe averlo rilanciato in modo definitivo o quasi. Lui stesso ha ammesso di essere nel momento migliore della sua carriera: pi forte e pi lucido di sempre, al culmine di una maturazione che si completata anche con la difficile risalita dopo linfortunio ai legamenti del ginocchio del gennaio 2011. ESPLOSIVITA Vidal, invece, si ritrova un po per caso in cima alla classifica dei goleador bianconeri. Lanno scorso era Marchisio il centrocampista bomber e, in fondo, ci poteva anche stare, considerata lattitudine offensiva del Gerrard di Andezzeno??. Il fatto che questanno sia Vidal il bomber che viene dalla met campo stupisce non per le note qualit tecniche cileno, quanto per il fatto che aveva abituato a ricoprire compiti pi difensivi e di recupero palla. Vidal, di sicuro, beneficia del fatto che Pirlo gli ha concesso il ruolo di rigorista (e tre delle otto reti arrivano dagli undici metri, da dove tuttavia Arturo ha pure sbagliato una volta), ma nel 3-5-2 di questa stagione, Vidal si trovato sempre pi a suo agio e ha approfittato del gioco che favorisce gli inserimenti dei centrocampisti. Meno a suo agio, Vidal, sembra trovarsi nel Cile: ieri sera ha rimediato unaltra espulsione nellamichevole contro la Serbia, giocata a San Gallo in Svizzera. A dodici minuti dalla fine, con i serbi in vantaggio per 3-0, il bianconero stato espulso per unentrataccia da dietro. Un genio in Italia, un Arturo Vidal e Fabio Quagliarella: hanno segnato 16 gol in due in questavvio di stagione con la Juventus (LaPresse)

12 of 209

problema per il Cile, hanno commentato i media del suo Paese. GLI ALTRI Perch se gli attaccanti non segnano e finiscono sotto accusa, a loro discolpa va detto che il gioco della Juventus di Conte non favorisce certamente la loro prolificit (a proposito ieri sera Bendtner ha segnato con la Danimarca). La Juventus non sviluppa un calcio che mette nelle condizioni le punte di finalizzare e basta. A loro chiesto un lavoro notevole in fase di pressing e recupero palla, lavoro che deve essere preparato gi in fase di possesso, quando la disposizione sul campo dei bianconeri deve essere distribuita in modo da semplificare proprio lo stesso recupero del pallone. Questo, talvolta, porta gli attaccanti a faticare di pi rispetto ai colleghi delle altre squadre o di non trovarsi sempre vicini alla porta. Fermo restando che in qualche occasione ci sono stati problemi di mira, proprio limpianto tattico juventino che fa nascere degli strani bomber. Ed proprio a questo impianto che Conte si affida per superare il ciclo decisivo e che potrebbe dare le prime risposte prima di Natale.

13 of 209

AMICHEVOLE Ma Vucinic brilla a Vinovo


TORINO. Una doppietta, tanto per confermare che tornato in forma ed pronto a riprendersi il ruolo di leader in attacco. Senza molti nazionali Mirko Vucinic stato uno dei mattatori, insieme con Alessandro Matri, dellamichevole contro il Valle dAosta, formazione della Lega Pro allenata dallex granata Benito Carbone, che si svolta ieri pomeriggio nel centro sportivo di Vinovo. I bianconeri sono usciti vittoriosi per 9-2, con i gol anche di Asamoah, Padoin, Pepe e dei giovani Lanini e Roussos. Ancora una valanga di reti dopo le abbuffate contro i Nordsjaelland e il Pescara: un segnale per la sfida di sabato contro la Lazio. IL PARTNER Dopo la tribuna contro i danesi e la panchina di Pescara per i postumi di uninfluenza intestinale che lo ha debilitato, Vucinic rientra dunque in campo. Contro i biancocelesti dovrebbe fare coppia con Fabio Quagliarella, capocannoniere bianconero insieme con Arturo Vidal, in questo momento il pi accreditato nel reparto avanzato a partire titolare.

14 of 209

15 of 209

Juve-Inter per Willian


MARINA SALVETTI
TORINO. Altro che Juan Fernando Quintero , il gioiellino del Pescara, il vero duello di mercato tra Juventus e Inter si chiama Willian , lala sinistra che sta trascinando lo Shakhtar in Champions League. Non per gennaio perch non si tratta di unoccasione da prendere al volo ma di unoperazione da pianificare a tavolino sia per il costo del trasferimento sia per vincere lagguerrita concorrenza, e non soltanto italiana. LA MISSION Se allinizio il brasiliano si Pu nascere un fatto notare derby di mercato per soprattutto per la il talento dello capigliatura Anni Settanta, poi sono state le prestazioni, Shakhtar condite da assist e da gol, a far parlare di lui. Uno dei migliori in campo allo Stadium nella sfida contro la Juventus e a Donetsk contro il Chelsea, a segno con una doppietta a Stamford Bridge nel ritorno sfortunato contro gli inglesi, Willian ci ha messo davvero poco a conquistare linteresse dei top club europei. Juventus in testa, con Beppe Marotta che ha potuto ammirarlo - ahim - proprio nel pareggio casalingo dei bianconeri, ma non lunica: negli ultimi giorni si inserita prepotentemente lInter, con tanto di missione a Londra del direttore sportivo Piero Ausilio per vedere il ragazzo in azione, e anche il Milan lo avrebbe annotato sul taccuino degli acquisrti. Pure in Premier lo starebbero monitorando, in primis Manchester City, Chelsea e Tottenham. Insomma, il brasiliano dello Shakhtar destinato a diventare luomo mercato della prossima estate. LA QUOTAZIONE Anche la sua valutazione, per, lievitata al livello di un top player. Lo Shakhtar vuole fare strada in Europa e i suoi giocatori non li vende - avverte Mircea Lucescu , il tecnico degli ucraini -. A meno che sia lui a non voler pi restare qua. Per questo c la clausola rescissoria e quella di Willian di 35 milioni. Eccola la quotazione per il talento Lucescu, tecnico brasiliano: del resto, se in estate il club ucraino ha rifiutato degli ucraini, ha fissato il prezzo per unofferta da 20 milioni del Chelsea e una da 25 del Tottenham vuol dire che gi cinque mesi fa Willian veniva il brasiliano: C considerato un giocatore di fascia molto alta. Dopo il nostro una clausola da 35 no, il Chelsea ha preso Hazard per 33 milioni e ne ha pagati milioni 31 per Oscar che, a differenza di Willian, ha meno esperienza in Champions la giustificazione del tecnico. VOGLIO I MONDIALI Un modo anche per cautelarsi da parte del club perch lidea di lasciare Donetsk viene presa in seria considerazione da Willian: alla sesta stagione allo Shakhtar, ha vinto finora undici titoli e ormai considera il suo ciclo concluso. Ho ancora due anni di contratto, ma ho detto chiaro a tutti che il mio desiderio quello di andar via, voglio arrivare in un grande club per mettermi in mostra, vincere altri trofei. Il mio sogno conquistare la Seleao e giocare i mondiali in casa nel 2014. Lunico modo andare in una grande squadra con maggiore visibilit. Qui il mio compito terminato. Il ragazzo non nasconde lambizione, ha le idee chiare sul suo futuro, non altrettanto sulla destinazione: gli piace la Premier League ma rimasto affascinato anche dal campionato italiano dove Juventus e Inter stanno duellando nella corsa scudetto. Dopo maggio per la lotta si sposter inevitabilmente sul fronte mercato: 35 milioni restano tuttavia una cifra molto alta per entrambe le societ.

16 of 209

17 of 209

In Turchia insistono: Fenerbahce su Lucio


TORINO. Carlos Dunga sicuro che il suo figlioccio?? non lascer la battaglia a met, ma sicuramente Lucio fin qui si sarebbe aspettato qualcosa di pi dallavventura juventina: 4 presenze (meno di lui solo Storari, Pepe e Rubinho) sono pochine per un difensore abituato a essere protagonista. La stagione lunga - come ripetono in casa Juve - e il brasiliano nonostante lo scarso minutaggio si sta confermando un professionista serio. Gennaio per si avvicina e di questo passo non sarebbe clamoroso se Lucio chiedesse di lasciare la Juve per trovare maggior spazio. E il Fenerbahce - come riportano i media turchi - segnalato in forte pressing.

18 of 209

JUVE PRIMA STRATEGIE A SINISTRA

Rispunta Kolarov
FILIPPO CORNACCHIA
TORINO. Non ancora tempo di affondi, ma i ragionamenti per gennaio sono sempre pi approfonditi e circoscritti. In casa Juventus gi da un po si guarda soprattutto a un viceAsamoah . Il ghanese a inizio anno partir per la coppa dAfrica (la manifestazione comincia il 19 gennaio in Sud Africa) e per un mese rester lontano da Torino. Lassenza pesante (Asamoah con 16 presenze tra i pi utilizzati), non a caso in corso Galileo Ferraris Se il City esce dalla stanno studiando Champions pu come affrontarla. Due diventare le strade percorribili: unoccasione un prestito per tamponare lemergenza e garantire ad Antonio Conte unalternativa a Paolo De Ceglie ; o una soluzione di alto profilo (una sorta di Caceres -bis edizione 2013) anticipando di fatto il mercato estivo. CHIAVE CHAMPIONS La scelta del percorso dipender dal prossimo mese e decisiva sar la Champions League. Gi, solo col biglietto degli ottavi in tasca la Juventus potrebbe spingere Alexandar Kolarov, 27 anni, per un acquisto di livello e soltanto del City: 7 presenze in Premier uneliminazione del Manchester City riaprirebbe (Liverani) in modo intrigante i giochi per Alexandar Kolarov . PALLINO ESTIVO Il laterale serbo, in cima ai desideri bianconeri gi in estate, a Manchester sempre in concorrenza con Gael Clichy . Roberto Mancini stima entrambi, per anche questanno sta utilizzando con maggiore continuit il francese come laterale di sinistra (il serbo talvolta impiegato a centrocampo). Un motivo unito a una possibile eliminazione dalla Champions degli inglesi (al momento il City ultimo nel proprio girone con 2 punti) - che potrebbe indurre la dirigenza dei citizens a cedere qualche pezzo. Ecco, la Juventus pronta a intervenire nel caso in cui la sforbiciata riguardi anche lex laziale. E come nel caso di Caceres lo scorso gennaio la soluzione potrebbe essere quella di un prestito con diritto di riscatto: qualche milione subito e un assegno pi corposo a A gennaio la Juve giugno. perder Asamoah SEMPRE ARMERO Il serbo non potrebbe giocare gli ottavi per la coppa di Champions, ma lostacolo (proprio perch Asamoah per la dAfrica: oltre al ripresa della coppa sar gi rientrato a Torino) non sembra serbo piacciono insormontabile, anzi... Kolarov potrebbe rivelarsi la classica Peluso e Armero. occasione di gennaio, per non lunico giocatore di livello Voci su Santon che potrebbe fare le valigie a stagione in corso. Occhio, infatti, a Pablo Armero dellUdinese. Anche lui un pallino estivo della Juventus e pure lui, come Kolarov, non pi considerato incedibile.

19 of 209

LUdinese non abituata a fare sconti, per visti i buoni rapporti tra i club e linizio non esaltante di Armero non da escludere un punto dincontro: in agosto le trattative Juve-Udinese si arenarono sulle modalit di pagamento. Gi, i Pozzo rifiutarono il prestito del loro laterale: 4 mesi dopo una marcia indietro tuttaltro che da escludere. ALTERNATIVE Occhio poi a Federico Peluso . E un jolly mancino, dunque risolverebbe due ruoli: alternativa sia a sinistra sia in mezzo, soprattutto se in difesa dovesse salutare Lucio . Conte ha allenato Peluso a Bergamo e il feeling tra Juventus e Atalanta ottimo. Dopo un anno di corteggiamento, non ci sarebbe da stupirsi se la scelta a sinistra cadesse proprio sullatalantino. Una opzione l ow cost potrebbe rivelarsi Andrea Dossena (in partenza da Napoli), pi difficile (almeno per gennaio) arrivare a Davide Santon . In Inghilterra segnalano gli osservatori bianconeri attivi sullex interista, blindatissimo per dal Newcastle.

20 of 209

IL PARAMETRO ZERO Huntelaar indeciso A breve la scelta


TORINO. Riportato alla ribalta dai gol che ha realizzato in Champions League - lunico ad essere andato a segno in tutti i turni europei Klaas-Jan Huntelaar diventato di nuovo luomo mercato: dopo i flop con Milan e Real Madrid, lattaccante olandese ha trovato il riscatto e la giusta dimensione allo Schalke 04, ma la scadenza del contratto nel giugno 2013 e quindi la possibilit di trasferirsi a parametro zero - lo allontana da Gelsenkirchen. Tanti i club interessati a lui, non ultima la Juventus, ma il futuro resta ancora incerto, come ha precisato il suo agente, Arnoldus Lolandese il solo Oosterveer , che ad aver segnato in smentisce le voci di unintesa gi raggiunta, ma lascia spazio tutti i turni di a ogni eventualit. Nulla ancora stato deciso, quello che Champions: su di si legge sui giornali, di un accordo tra Huntelaar e un club lui Juve, Liverpool inglese falso. Si tratta, infatti, soltanto di rumors. Klaas non e Tottenham ha ancora deciso del suo futuro. Non sa se vorr giocare in Italia, in Spagna, in Inghilterra o restare per esempio in Germania. Pianificher il suo futuro in inverno, nei prossimi mesi quindi. In questo momento non viene scartata nessuna ipotesi anche perch nel calcio non si pu mai sapere...Per conoscere il futuro di Huntelaar bisogna quindi aspettare. ELISIR DELLA VITA Che lattaccante dello Schalke 04 sia il giocatore del momento viene confermato anche dal riconoscimento dellUefa che gli riserva la copertina dellultimo numero della rivista Champions Matchday, con tanto di intervista esclusiva in cui lolandese si racconta e rivela come i gol siano lelisir della vita. CONCORRENZA Il fatto che sia un parametro zero aumenta lappeal dei club che non vogliono spendere e considerano loperazione un ottimo affare per le casse. Nei mesi scorsi lolandese era stato associato alla Lazio anche se il club biancoceleste ha escluso qualsiasi trattativa, si era parlato anche di un ritorno del Milan, alla ricerca di un partner per El Shaarawy , mentre allestero i nomi pi gettonati sono stati quelli del Liverpool e del Tottenham. Huntelaar piace per molto anche alla Juventus che sta cercando un bomber da venti gol a stagione. Un giocatore che manca alla squadra di Antonio Conte e il cui identikit corrisponde proprio a quello dellolandese dello Schalke. Il club tedesco avrebbe fissato il prezzo a 11 milioni per gennaio, ma la scadenza del contratto li obbliga inevitabilmente a uno sconto se non vogliono perderlo a zero euro. La Juventus vuole ovviamente aspettare giugno sempre che qualche altra societ, come il Liverpool, non metta i bastoni tra le ruote. Huntelaar non lunico parametro zero che la Juventus segue: il primo della lista resta Fernando Llorente , attaccante dellAthletic Bilbao.

21 of 209

Lichtsteiner pu partire a gennaio


TORINO. Tra la Juventus e Stephan Lichtsteiner qualcosa cambiato, dunque non ci sarebbe troppo da stupirsi se lo svizzero a gennaio cambiasse aria. Lex laziale non ha gradito (come si visto dalle immagini tv) la sostituzione contro lInter, ma lepisodio secondo gli spifferi che giungono da Vinovo sarebbe soltanto lultimo di una mini-serie. Non un mistero che da inizio stagione qualcosa si sia incrinato tra Lichtsteiner e Antonio Conte, che in pi di una circostanza non ha digerito bene certi atteggiamenti un po impulsivi del terzino. Oltretutto - nemmeno questo un segreto - a giugno lallenatore bianconero aveva chiesto lacquisto di Mauricio Isla proprio perch voleva un giocatore pi offensivo e tecnico per migliorare il binario destro del suo 3-5-2. Giuseppe Marotta e Fabio Paratici lo hanno accontentato e cos di fronte a una buona offerta (8/9 milioni) potrebbero decidere di rinunciare a quello che stato uno dei pilastri della cavalcata scudetto. Decisivo lo scorso anno e importante pure in questavvio di stagione. Lichtsteiner a fine agosto era stato avvicinato dal Psg e tuttora conserva un buon mercato in Inghilterra e Germania. I corteggiatori non gli mancano, anche se il suo desiderio - nonostante le ultime esclusioni - sarebbe quello di restate a Torino e continuare a vincere con la maglia bianconera.

22 of 209

23 of 209

24 of 209

AVEVA DETTO IL TECNICO Perch il Borussia ha ispirato Conte


FEDERICO LO GIUDICE
DORTMUND. Bello, imitabile e soprattutto migliorabile. E il pensiero espresso da Antonio Conte sul Borussia Dortmund, che in Germania negli ultimi due anni ha vinto tutto quello che cera da vincere giocando un calcio che ha incantato tutti, e che ora sta provando a imporlo, con successo, anche in Champions League. Una mentalit e un modo di intendere il calcio che hanno molto in comune con il pensiero e il gioco importati da Antonio Conte alla Juventus. E forse non un caso che gialloneri e bianconeri abbiano tanti punti in comune, dallo scambio di tanti giocatori come Jrgen Kohler , Stefan Reuter , Andreas Mller e Paulo SoUsa , al fatto che in passato la storia di questi due club si sia intrecciata Lanno passato il Borussia ha vinto il pi volte in memorabili sfide nelle titolo ed uscito coppe europee. E nella prima fase cos le tante della Champions: somiglianze che oggi ecco i punti di sembrano contatto. Io per mi accomunare le due auguro di superare squadre, appaiono il turno quasi normali a chi le osserva: tranne a Il Borussia Dortmund negli Conte che pur prendendo esempio dai tedeschi ultimi 2 anni ha vinto la di Klopp , spera che la sua Juve non imiti il Bundesliga. In questa cammino della scorsa stagione del Dortmund in stagione 4 in campionato Champions. ma primo nel girone di PASSATO Entrambe grandi e vincenti in Champions Antonio Conte, 43 Europa negli anni 90, entrambe costrette a una anni forzata rifondazione nel nuovo millennio. Il Dortmund, il cui ultimo trionfo europeo quello del 1997 nella finale di Champions contro la Juventus di Lippi , nel 2002 rischi il fallimento. Il forte indebitamento, oltre 140 milioni di euro, costrinse il club tedesco prima a vendere i suoi gioielli in campo e poi il proprio stadio: il WestfalenStadion, limpianto pi capiente di tutta la Germania e teatro di tante sfide indimenticabili come quella della semifinale del Mondiale 2006 tra Germania e Italia. Il 2006, lanno in cui in Italia scoppi lo scandalo di calciopoli che alla Juventus cost due scudetti, la retrocessione in serie B e laddio a molti dei suoi giocatori simbolo e linizio di una scalata forzata per tornare a essere grande e conclusasi nella scorsa stagione con il trionfo in campionato. RINASCITA Un periodo buio che i due club hanno superato quasi contemporaneamente. La rinascita vera e propria del Dortmund comincia nel 2009/10, quando la squadra giallonera conquista il quinto posto, a un passo dalla Champions

25 of 209

League. E il primo anno sulla panchina del Borussia di Jrgen Klopp, luomo che per coraggio e per necessit ha scommesso sui tanti giovani di talento presenti nel club tedesco. Una scelta indovinata e premiata nelle due stagioni successive, con gli Schwarzgelben che vincono due titoli consecutivi giocando un calcio spettacolare che mette alla corde anche il Bayern Monaco, sconfitto in tutte e cinque la partite giocate tra campionato e coppa di Germania. Uno dei segreti di questi successi la totale fiducia riposta da Klopp nei suoi giovani gioielli: prima Sahin e Barrios , poi Kagawa , Gtze , Grosskreutz , Hummels Juve-Dortmund: e Lewandowsky . E proprio nellanno del secondo titolo giovani, gioco e consecutivo del Dortmund, la Juventus torna, dopo la B e stadio E la storia di due settimi posti, a essere bella e vincente. Una rinascita una risurrezione che ha molti punti in comune con quella dei gialloneri: un parallela allenatore giovane, una squadra motivata, tanti ragazzi di qualit e uno stadio di propriet. NUOVA FILOSOFIA Tempo, programmazione e giovani, dunque, sono i segreti che hanno permesso sia alla Juventus che al Dortmund di tornare tra le grandi dEuropa. Ma nonostante tante somoglianze, c ancora qualche importante differenza: il modo in cui i tedeschi hanno saputo trovare nuove forme per crescere e riemergere dal fondo. Il primo lo stadio. Nel 2004 la dirigenza del Dortmumd ha ricomprato il Westfalenstadium, finanziandosi con un mutuo, e questo ha permesso lingresso tra gli sponsor del colosso assicurativo Signal Iduna, da cui deriva lattuale denominazione dello stadio, che sino al 2016 verser nella casse del Dortmund 40 milioni di euro, circa 5 milioni allanno. La seconda mossa il costo del biglietto per andare a vedere una partita: il prezzo medio di appena 20 euro. Un costo che permette al Dortmund, che questanno ha realizzato con 54 mila abbonamenti un record mondiale, di avere per ogni partita lesaurito, cio 80.552 spettatori. Una media di spettatori a partita seconda sola a quella del Barcellona e che precede quella del Real Madrid e del Manchester United. La terza chiave del successo giallonero il marketing. Questanno il club tedesco, logicamente grazie alla vittoria in campionato e alla conquista della coppa di Germania, ha fatturato 215 milioni di euro (in notevole crescita rispetto ai 138 della passata stagione) e un utile operativo di circa 40 milioni. Tanti soldi che il Dortmund rinveste nel settore giovanile, che la quarta forse il pi importante segreto della sua rinascita. Ogni anno, infatti, i gialloneri spendono 6 milioni di euro, oltre il 7% dei ricavi, per scovare e far crescere talenti. I club italiani, i pi importanti e ricchi, sui vivai investono mediamente la met. Troppo poco per sperare di ritrovarsi in squadra giocatori come Gtze, Krosskreutz, Hummels o Reus che permettono di ritornare dal baratro al vertice del calcio europeo.

26 of 209

27 of 209

Europeo, mercoledi 28 il sorteggio della fase finale Mangia applaude lUnder In Israele con fiducia
SIENA. Non ha guastato il morale agli azzurrini il ko patito in amichevole al Franchi contro la Spagna di Lopetegui. Il ct azzurro Devis Mangia, nonostante il risultato, promuove la prestazione della squadra e rimane comunque ottimista in previsione dellEuropeo di categoria che si svolger il prossimo anno in Israele. Ho fatto i complimenti ai ragazzi ha spiegato il tecnico dopo aver radunato la squadra a met campo al termine della partita perch sono stati bravissimi. Nel secondo tempo la Spagna, a detta di tutti la miglior nazionale di Europa, si spaventata. Dobbiamo migliorare sotto alcuni aspetti, ma la squadra mi piaciuta. ASSENZE PESANTI Nel test contro le Furie Rosse mancavano elementi di peso: Insigne e Viviani su tutti, oltre a Sala, infortunatosi dopo soltanto 15 di gioco. Il ct dellItalia ha comunque di che sorridere visto lottimo esordio di Nicola Sansone del Parma e le conferme di De Sciglio e Longo, al suo secondo gol con la maglia dellUnder. OBIETTIVO ISRAELE Il prossimo Devis Mangia, 38 anni appuntamento per la banda di mangia dunque fissato per mercoled 28 novembre. Sar infatti il giorno in cui la delegazione azzurra scoprir le sue avversarie allEuropeo. Proprio il 28 infatti, allHilton Hotel di Tel Aviv, Israele, verranno effettuati i sorteggi. QUATTRO LE SEDI Le 8 squadre qualificate verranno suddivise in due gruppi da quattro e il torneo si disputer dal 5 al 18 giugno 2013 in quattro sedi: Tel Aviv, Gerusalemme, Netanya e Petach Tikva. In occasione del sorteggio, il ct della Spagna campione in carica, Julien Lopetegui, restituir il trofeo al presidente Uefa Michel Platini, che a sua volta lo consegner ad Avraham Luzon, presidente della Federcalcio israeliana e membro del Comitato Esecutivo Uefa. Gli ex nazionali israeliani e ambasciatori del torneo Avi Nimny e Eli Ohana prenderanno parte alla cerimonia. NO TESTE DI SERIE Come detto le otto partecipanti alle fasi finali verranno suddivise in due gruppi da quattro. Israele, in qualit di paese ospitante, e Spagna, prima nel ranking, saranno teste di serie e inserite rispettivamente nelle posizioni A1 e B1. Inghilterra e Olanda, seconda e terza nel ranking, saranno sorteggiate in posizione A2 o B2. Le restanti quattro squadre Italia, Germania, Russia e Norvegia non sono teste di serie.

28 of 209

Italia, gi la cresta Ma va bene cos


ITALIA-FRANCIA 1-2 MARCATORI: pt 35 El Shaarawy, 36 Valbuena; st 21 Gomis ITALIA (4-3-3): Sirigu 6.5; Maggio 6.5, Barzagli 6 (1 st Bonucci 6), Chiellini 6, Balzaretti 5.5; Montolivo 6.5 (4 st Florenzi 5.5), Verratti 6 (4 st Pirlo 6), Marchisio 6 (4 st Giaccherini 6); Candreva 5.5 (24 st Giovinco PARMA. Il portiere della 6), Balotelli 6.5, El Shaarawy 7 (21 st Francia Hugo Lloris, 25 anni, Diamanti 6). A disp. De Sanctis, Viviano, si volta a guardare il pallone Astori, Peluso, Santon, Destro. Ct Prandelli calciato da Stephen El 6 Shaarawy, 20: lazzurro firma FRANCIA (4-2-3-1): Lloris 6.5; Debuchy 5.5 cos il suo 1 gol in Nazionale (1 st Reveillere 5.5), Koscielny 5, Sakho 6, (Pegaso) Evra 6.5; Capoue 6 (38 st Gonalons ng), PRANDELLI Matuidi 6; Sissoko 6 (45 st Tremoulinas ng), Valbuena Contava provare, 6.5 (26 st Gourcuff 5.5), Ribery 6.5 (17 st Menez 6.5); non il risultato Giroud 5 (17 st Gomis 6.5). A disp. Landreau, Mandanda, Rami, Cabaye, Payet, Yanga-Mbiwa. Ct Deschamps 6.5 ARBITRO: Undiano Mallenco (Spagna) 5 NOTE: 19.665 spettatori per un incasso di 159.878 euro. Ammoniti: Balotelli per gioco falloso. Angoli: 3-1 per lItalia. Recupero tempo: pt 0, st 3 SANDRO BOCCHIO PARMA. Niente da fare, le amichevoli non sono roba per lItalia. Abbiamo vinto lultima un anno fa in Polonia, poi solo sconfitte: Uruguay, Stati Uniti, Russia, Inghilterra e, ieri sera, Francia. Un 2-1 che punisce oltremodo gli azzurri, sperimentali nel 4-3-3 e ringiovaniti, con ovvi problemi desperienza e inevitabili possibili sbavature che, in realt, ci sono state solo per distrazioni difensive. Lunico appunto da muovere, con una certa poca convinzione offensiva, in una prova buona per ritmo e promettente per alcuni suggerimenti. Non a caso Cesare Prandelli contento: Non meritavamo assolutamente di perdere, era giusto provare questi ragazzi e lo faremo ancora. Il 4-3-3 ha proposto cose buone, la squadra ha avuto idee e ordine. El Shaarawy e Balotelli hanno mostrato affiatamento, abbiamo fatto divertire il pubblico. Verratti e Pirlo insieme? Ho poche occasioni per provarli, ci sono le qualificazioni mondiali. Ripeto: la sconfitta eccessiva, abbiamo onorato limpegno. COMPATTEZZA Aveva chiesto personalit ai suoi Prandelli, ed accontentato. Il 4-3-3 non ha sbavature, la squadra Puniti da Valbuena e Gomis. Sconfitta aggressiva e propositiva, a fronte di una Francia (il cui inno viene fischiato da qualche imbecille, subito zittito dagli immeritata. El applausi del Tardini) che pensa solo a non scoprirsi. Gli Shaarawy: Sono felice, Balotelli un azzurri viaggiano molto per vie centrali, ma hanno larma migliore nelle verticalizzazioni improvvise, che portano grande. Lui al loccasione migliore e il gol: prima El Shaarawy addomestica Milan? Magari... un lancio di Verratti per Balotelli, con incrocio dei pali dellattaccante; quindi Barzagli origina lazione che viaggiando sullasse Balotelli-Montolivo - libera El Shaarawy per la prima rete in azzurro, la decima in stagione. Sono molto felice - esulta lattaccante - stato un bel gol alla fine di una bella azione. Con Mario mi trovo benissimo. Servirebbe al Milan? Servirebbe a chiunque. Sembrerebbe linizio di una partita da gestire in tutta
29 of 209

tranquillit, invece gli azzurri pagano lunica distrazione offensiva, permettendo a Valbuena una serpentina in area, fino allimplacabile tiro sotto la traversa. Un pareggio che sembrerebbe pi che generoso nei confronti della Francia, ma che premia il nuovo corso inaugurato da Deschamps allinsegna della concretezza, affidandosi a un assetto molto compatto e punendo la poca capacit azzurra di concretizzare, anche perch Verratti finisce per arretrare troppo. Prandelli cambia nella ripresa inserendo Pirlo, che gioca pi avanzato e alza il ritmo. Un paio di occasioni con Candreva e Francia puntuale a punire con i nuovi entrati: Menez affonda, Evra appoggia, Gomis colpisce una difesa mal piazzata. Da qui in poi si vive pi sulliniziativa personale: Giovinco ci prova dal limite, Lloris manda in angolo, la stessa cosa fa Sirigu su incursione di Menez. La traversa di Giaccherini al 40 la parola fine su una serata poco fortunata per gli azzurri.

30 of 209

Francia, tutto Verratti in tv


PARMA. (s.bo.) Quando si innamorano, i francesi sono totalizzanti. Ne sanno qualcosa i nostri artisti consacrati nei teatri di Parigi, ne sa qualcosa Marco Verratti. Al ragazzo abruzzese bastato pochissimo per convincere la critica della bont dellinvestimento (pesante) fatto con lui dal Paris Saint Germain: 12 milioni per un giocatore che non aveva neppure una partita di serie A allattivo. Carlo Ancelotti gli ha affidato la direzione della squadra, il suo talento ha pensato al resto, facendo del Psg il protagonista in Ligue 1 e in Champions. Cos dalla Francia partita una troupe di Tele France 2 per raccontare la storia del centrocampista. Abruzzo al centro del servizio, con interviste a Daniele Sebastiani, presidente del Pescara, e con Zdenek Zeman. Quindi incursione a Manopello, paese nativo di Verratti. Qui la troupe ha fatto base presso il bar Verri, dove ha seguito Italia-Francia insieme con amici e semplici tifosi del centrocampista, per registrarne le emozioni nel giorno del debutto in azzurro dal primo minuto.

31 of 209

Il ritorno in campo in Olanda nel 2013


PARMA. (s.bo.) Italia-Francia stato lultimo impegno del 2012 per gli azzurri. La squadra di Cesare Prandelli comincer il 2013 con unaltra amichevole di lusso, il 6 febbraio con lOlanda allAmsterdam Arena, a cui seguir la trasferta a Malta per lunico incontro di qualificazione mondiale prima dellestate (26 marzo). Questo perch lItalia sar protagonista della Confederations Cup, antipasto al Mondiale brasiliano del 2014. Si gioca dal 15 al 30 giugno a Rio de Janeiro, Belo Horizonte, Brasilia, Fortaleza, Salvador e Recife (ultime due sedi sub judice?? per il ritardo nei lavori di costruzione dei nuovi stadi). LItalia partecipa perch finalista dellEuropeo, visto che la Spagna era gi qualificata come campione del mondo. Le avversarie saranno Brasile, Uruguay, Giappone, Messico, Tahiti e la vincitrice della prossima coppa dAfrica.

32 of 209

Balotelli testimone Ultimatum dei pm


PARMA. (s.bo.) Tre date. I pm di Napoli (Sergio Amato ed Enrico Parascandalo) le hanno indicate perch Mario Balotelli si presenti come testimone: 20 novembre o 4 e 11 dicembre. Se non risponder alla chiamata, rischia laccompagnamento coatto da parte delle forze dellordine. La vicenda quella che vede coinvolto Marco Iorio, imprenditore della ristorazione indagato per riciclaggio. Una storia che ha molti contatti col mondo del calcio, per rapporti daffari e questioni di tifo. I pm vogliono capire se anche la camorra si fosse inserita nella trama, con i calciatori involontario tramite. Per questo marted i pm hanno interrogato Ezequiel Lavezzi sullamicizia con Antonio Lo Russo, figlio del boss pentito Salvatore (Giocavamo solo alla Playstation), per questo vogliono sentire Balotelli. Al centro dellindagine la passeggiata?? del giocatore a Scampia nel giugno 2010 assieme a Iorio, voluta dal giocatore per conoscere direttamente la realt resa nota da Gomorra, ma in cui cerano anche persone poi rivelatesi legate alla criminalit organizzata.

33 of 209

LE PAGELLE El Shaarawy, gol inutile Verratti: subito applausi


PARMA

ITALIA SIRIGU 6.5 Impotente sulla parabola velenosa di Valbuena, decisiva la chiusura su Menez nel finale. MAGGIO 6.5 Un cliente per niente semplice come Ribery, lui va di anticipo e forza, senza essere falloso e proponendosi in fase offensiva fino allultimo. La sbavatura: perde Menez sul PARMA. Mario Balotelli, 22 2-1. anni, sfugge a Etienne BARZAGLI 6 Origina lazione dell1-0 con un Capoue, 24: lattaccante del lancio dal suo settore. Imponente in alcune City ha messo pi volte in chiusure, ma si fa infilare da Valbuena sul pari. difficolt i difensori francesi, Bonucci (1 st) 6 Poche sbavature. colpendo un clamoroso CHIELLINI 6 Capitano di serata, senza faticare granch. Impedisce di fisico le giocate a incrocio dei pali da fuori area Giroud, piede fermo nei contrasti. Ma tiene in nel primo tempo (Reuters) gioco Gomis sul 2-1. BALZARETTI 5.5 Viaggia molto sulla fascia senza per risultati concreti. Trova la profondit, non la misura nei cross. E si fa sorprendere sul 2-1. MONTOLIVO 6.5 Parte come guardaspalla di Verratti, diventa sempre pi regista con il trascorrere dei minuti. Non a caso c lui nellappoggio che mette El Shaarawy davanti a Lloris per l1-0. Florenzi (4 st) 5.5 Non entra in partita. VERRATTI 6 Il pi atteso della serata: strappa applausi per alcuni preziosismi, lancia El Shaarawy nella trama che porta allincrocio di Balotelli, poi arretra, come avesse paura di strafare e si ritrova fuori del gioco. Le petit hibou (il gufetto, come lo chiamano in Francia) non ancora Pirlo, ma il tempo della sua parte. Pirlo (4 st) 6 Alza la squadra, alimentando la manovra offensiva. Questo apre il fianco alle iniziativi francesi, rade per dolorose MARCHISIO 6 Parecchio defilato a sinistra. Giaccherini (4 st) 6 Sfortunato nel finale quando la palla del 2-2 si stampa sulla traversa. CANDREVA 5.5 Viaggia a corrente alternata, con qualche timidezza di troppo. Ci prova, la mira non mai felice. Giovinco (24 st) 6 Acclamato dal suo ex pubblico, prova la giocata vincente: trova la risposta di Lloris BALOTELLI 6.5 Ennesimo esame di carriera, lo affronta con dedizione. Partecipa al gioco, anche in fase di non possesso, prende botte e suggerisce idee, come la deviazione nellazione del vantaggio. Sfortunato al tiro, con lincrocio dei pali al 10 pt. EL SHAARAWY 7 Lo si vede poco, lo si sente tanto. Difende bene e offre palla a Balotelli per lincrocio, accelera implacabile per l1-0. Prima rete in azzurro a conferma di un momento impressionante: quota 10 in stagione, tra campionato, Champions e Italia. Diamanti (27 st) 6 Contribuisce allassalto finale, generoso e sfortunato. CT PRANDELLI 6 Le amichevoli non fanno per lui, questa oltremodo punitiva per una squadra alla ricerca di alternative. Che ci sono.

34 of 209

FRANCIA LLORIS 6.5 Nega il 2-2 a Giovinco dalla distanza, attento nelle altre situazioni. DEBUCHY 5.5 Tiene la fascia con fatica. Reveillere (1 st) 5.5 Non migliora il rendimento del settore. KOSCIELNY 5 Sorpreso in occasione della rete di El Shaarawy, pi qualche svarione in mezzo allarea. SAKHO 6 Allanticipo preferisce il corpo a corpo, favorito dalla stazza fisica. Balotelli ne paga le conseguenze. EVRA 6.5 LItalia attacca parecchio nella sua zona, se la cava con lesperienza. Ed entra nellazione del vantaggio. CAPOUE 6 Alza la diga e distribuisce palloni. Gonalons (38 st) ng. MATUIDI 6 Si propone anche in profondit. SISSOKO 6 Balzaretti non appare al meglio, lui non ne approfitta quanto dovrebbe. Tremoulinas (45 st) ng. VALBUENA 6.5 Si muove parecchio a cucire i reparti, un gioiello lo slalom e, soprattutto, il tiro per l1-1. Gourcuff (27 st) 5.5 Ininfluente. RIBERY 6.5 Si sbatte come un esordiente, pronto a coprire come a ripartire. Menez (17 st) 6.5 Liniziativa personale per il 2-1, Sirigu gli nega la soddisfazione del gol. GIROUD 5 Fa sponde e cerca palloni, senza trovare assistenza per eccesso di isolamento. Gomis (17 st) 6.5 Reattivo sullinvito di Evra, il gol e altri pericoli. CT DESCHAMPS 6.5 Si conferma molto italiano??: partita di attesa e avversaria colpita alle prime distrazioni.

ARBITRO UNDIANO MALLENCO 5 Permette ai francesi di dar botte a Balotelli, punisce il centravanti con lunica ammonizione del match... S.BO.

35 of 209

36 of 209

37 of 209

38 of 209

Uragano Ibrahimovic
SVEZIA-INGHILTERRA 4-2 MARCATORI: pt 20 Ibrahimovic, pt 34 Welbeck, pt 38 Caulker; st 33, 39, 46 Ibrahimovic SVEZIA (4-4-2): Isaksson 6; Lustig 6.5 (28 st Sana sv), Granqvist 6 (28 st Antonsson sv), Jonas Olsson 6, Martin Olsson 6.5 (1 st Safari 6); Larsson 6.5 (41 st Jansson sv), Elm 6, Kallstrom 6 (15 st Svensson 6), Kacaniklic 6; Ibrahimovic 8, Ranegie 5.5 (43 st Wernbloom sv). A disp. Hansson, Holmen, Berg, Hamad. All. Hamrn 7.5 INGHILTERRA (4-2-3-1): Hart 5; Johnson 6 (29 st Jenkinson sv), Caulker 6 (29 st Shawcross sv), Cahill 5, Zlatan annichilisce Baines 5.5; Gerrard 6.5 (29 st Huddlestone sv), Osman i britannici con una 6.5; Young 6.5 (15 st Sturridge 6), Cleverley 6.5 (15 st sensazionale Wilshere 5.5), Sterling 7 (40 st Zaha sv); Welbeck 7. A quaterna disp. Ruddy, Bertrand, Jagielka, Forster. All. Hodgson 5 ARBITRO: Moen (Nor) 6.5 NOTE: 50mila spettatori. Ammoniti: Granqvist, Wilshere per gioco falloso. Recupero: pt 1; st 4

ALESSANDRO POGGI
SOLNA. Magari dopo la partita di ieri la nuovissima Friends Arena??, il secondo stadio indoor dEuropa per grandezza, cambier nome e verr intitolata a Zlatan Ibrahimovic. In una serata dove a essere attesi erano soprattutto i giovani debuttanti inglesi a farla da padrone stato il gigante di Malmoe, autore di un fantastico poker con cui ha regalato la vittoria alla truppa di Erik Hamrn. Un successo che vendica, almeno in parte, la sconfitta per 3-2 subita nel girone di eliminazione di Euro2012. 100 VOLTE GERRARD Uno dei motivi della serata stato anche lo storico traguardo raggiunto da Steven Gerrard che diventato il sesto giocatore inglese nella storia a festeggiare le 100 presenze con la nazionale dei Tre Leoni (Shilton, a 125, guida questa speciale classifica). Prima della partita il capitano aveva risposto cos ad alcune domande a bruciapelo dei giornalisti: La partita pi bella? La vittoria per 5-1 in trasferta contro la Germania. Il migliore con cui abbia giocato? Paul Scholes. Lavversario pi forte? Zinedine Zidane. Un voto alla mia carriera con lInghilterra? Mi d un sette, ma spero di Lex rossonero ha migliorarmi. concluso il suo DEBUTTANTE Ad accendere la sfida ci pensa dopo venti show con una minuti proprio Ibrahimovic. Su unazione di contropiede, lo fantastica svedese si vede ribattere una prima conclusione da Caulker rovesciata. Gi scavalcato Larsson e poi al secondo tentativo con un guizzo desterno destro bravo a indirizzare la palla sotto la traversa battendo Hart. al terzo posto nei LInghilterra per reagisce e passata la mezzora segna l1-1 marcatori giallobl con Danny Welbeck su assist di Ashley Young. Sul gol ci mette lo zampino anche lattesissimo teenager del Liverpool Raheem Sterling, che a 17 anni e 342 giorni stato il quinto pi giovane debuttante nella storia inglese. VANTAGGIO INGLESE Il raddoppio degli ospiti ci mette solo 4 minuti ad arrivare. Sterling si procura un calcio di punizione, Gerrard lo batte magistralmente e Steven Caulker in spaccata firma il 2-1. Secondo gol nello spazio di tre giorni per il 20-enne difensore del Tottenham che proprio domenica aveva segnato il suo primo gol in Premier League contro il City. LInghilterra dunque va allintervallo in vantaggio. WONDERIBRA Nella ripresa Ibrahimovic-show. Lex milanista mette a segno altri tre gol, uno pi bello dellaltro. Il primo appena dopo la mezzora: sullassist di Svensson,
39 of 209

splendido controllo di petto e girata potente di destro che piega le mani ad Hart. Nel finale, poi, sempre il capitano svedese firma la vittoria dei padroni di casa, prima con una fortissima conclusione su calcio di punizione a fil di palo e poi con una fantastica rovesciata in pieno recupero che sfrutta unennesima incertezza di Hart, questa volta in uscita. bastata una serata a Ibra per agganciare e superare Henrik Larsson, diventando il terzo marcatore svedese di tutti i tempi.

40 of 209

VERSO I MONDIALI 14 Zac vince in Oman Giappone, fatta


MUSCAT. Il Giappone di Alberto Zaccheroni ha ormai in tasca la qualificazione al Mondiale 2014 grazie alla vittoria per 2-1 in Oman in un incontro valido per la 5 giornata del girone B asiatico. I nipponici, che nei precedenti incontri avevano raccolto 3 vittorie e 1 pari, sono in testa al girone con 13 punti e praticamente certi di prendere parte ancora una volta alla fase finale del Mondiale cui partecipano ininterrottamente dal 98. I Blue Samurai sono andati in vantaggio al 20 del primo tempo con Kiyotake, ma al 32 della ripresa hanno subto il pareggio siglato da Mubarak. Quando ormai la partita sembrava avviata a chiudersi 1-1, Okazaki al 44 ha trovato il varco giusto per battere Abdullah e garantire tre punti decisivi. In un altro incontro lIraq di Zico ha sconfitto la Giordania 1-0 a Doha, in Qatar: gol di Ahmed al 41 st. Dopo 5 gare Oman e Iraq sono seconde in classifica con 5 a pari merito con lAustralia, unica ad avere un partita in meno. Il Montenegro balza in testa Anche in Europa si sono disputate due partite di qualificazione mondiale. Nel girone H il Montenegro (senza lo squalificato Vucinic) ha spazzato via 3-0 San Marino a Podgorica (doppietta di Delibasic, acuto di Zverotic) scavalcando in vetta lInghilterra. Nel girone F lIrlanda del Nord ha dovuto attendere lultimo secondo di recupero per pareggiare 1-1 a Belfast con lAzerbaigian (pt 5 Aliyev; st 50 Healy).

41 of 209

LE ALTRE AMICHEVOLI Capello, stop Usa Messi 0-0 a Riyad


LE altre amichevoli. A Hwaseong: Corea del Sud Australia 1-2 (pt 11 Dong-Gook/C, 43 Rukavytsya/A; st 42 Cornthwaite/A). A Shanghai: Cina-Nuova Zelanda 1-1 (pt 32 Zhao/C, 44 Wood/N). A Tbilisi: Georgia-Egitto 0-0. A Yerevan: Armenia-Lituania 4-2 (pt 7 Manucharyan/A; st 5 e 10 Mkhitaryan/A, 21 Rimkevicius/L, 27 zbiliz/A, 38 rig. Rimkevicius/L). A Krasnodar: Russia-Stati Uniti 2-2 (pt 9 Smolov/R; st 31 Bradley/S, 39 rig. Shirokov/R, 47 Diskerud/S). A Sofia: Bulgaria-Ucraina 0-1 (pt 33 Kucher). A Olomouc: Repubblica Ceca-Slovacchia 3-0 (pt 3 e 6 Lafata; st 28 Dockal). A Skopje: Macedonia-Slovenia 3-2 (pt 27Tasevski/M, 41 Jahovic/M; st 4 Pecnik/S, 6 Ibraimi/M, 18 Pecnik/S). A Nicosia: Cipro-Finlandia 0-3 (pt 14Pukki, 28 rig. Hatemaj; st Kolehmainen). Ad Algeri: Algeria-Bosnia Erzegovina 0-1 (st 45 Svraka). Ad Abu Dhabi: Emirati Arabi-Estonia 2-1 (pt 31 rig. Al Kamali/E, 45 Ahjupera/E; st 25 Mabkhout/E). A Riyad: Arabia Saudita-Argentina 0-0. A Sousse: Tunisia-Svizzera 1-2 (pt 40 Derdiyok/S; st 14 Dhaouadi/T, 50 Shaqiri/S). A Vaduz: Liechtenstein-Malta 0-1 (pt 38 Caruana). A Gerusalemme: Israele-Bielorussia 1-2 (pt 20 Damari/I, 45 Kislyak/B; st 46 Balanovich/B). A Bucarest: Romania-Belgio 2-1 (pt 23 Benteke/B, 32 Maxim/R; st 21 rig. Torje/R). A San Gallo: Serbia-Cile 3-1 (pt 21 Markovic/S; st 3 Djordjevic/S, 15 Djuricic/S, 43 Henriquez/C). A Istanbul: Turchia-Danimarca 1-1 (st 20 Bendtner/D, 24 Erdin/T). A Citt di Lussemburgo: Lussemburgo-Scozia 1-2 (pt 11 e 23 Rhodes/S; st 2Gerson/L). A Libreville: Gabon-Portogallo 2-2 (pt 32 rig. Madinda/G, 35 rig. Pizzi/P; st 14 M. Lopes/P, 24 rig. Biyogo Poko/G). A Dublino: Irlanda-Grecia 0-1 (pt 29 Holebas). A Budapest: Ungheria-Norvegia 0-2 (pt 38 Nielsen; st 34 Abdellaoue).A Linz: Austria-Costa dAvorio 0-3 (pt 44 Ya Konan; st 16 Drogba, 31 L. Traor). A Danzica: Polonia-Uruguay 1-3 (pt 22 aut. Glik/U, 34 Cavani/U; st 19 Obraniak/P, 20 Suarez/U). A Ginevra: Albania-Camerun 0-0.

42 of 209

AVEVA 37 ANNI Morto di leucemia il brasiliano Alves


JA (San Paolo). Alex Alves, ex attaccante di Palmeiras, Cruzeiro ed Hertha, morto nella clinica Amaral Carvalho di Ja, nello stato di San Paolo, dove era in cura da alcuni mesi per leucemia. Aveva 37 anni. Alves si era sottoposto anche a un trapianto di midollo osseo, ma le sue condizioni si sono progressivamente aggravate. Panathinaikos: via Ferreira, promosso Rocha Il Panathinaikos, 6 nel campionato greco con soli 13 punti in 10 gare, ha licenziato il 66enne tecnico portoghese Jesualdo Ferreira (ex Porto e Malaga) il cui contratto sarebbe scaduto nel prossimo giugno. Giannis Alafouzos, boss dei verdi, ha affidato temporanemente la panchina allargentino Juan Ramn Rocha, 58 anni, promosso dal settore giovanile. ALANIA: Gazzaev caccia il figlio e torna in panchina Valery Gazzaev, 58 anni, presidente dellAlania Vladikavkaz, ha licenziato il figlio Vladimir dalla guida della squadra (penultima nel campionato russo) e ha ripreso il suo vecchio posto in panchina. Manterr la carica di presidente-allenatore.

43 of 209

FINISCE 0-0 AD AMSTERDAM Germania e Olanda: noia


OLANDA-GERMANIA 0-0 OLANDA (4-2-3-1): Vermeer 6; van Rhijn 6 (1 st Janmaat 6.5), Heitinga 6 (1 st de Vrij 6), Vlaar6.5, M.Indi 6; de Jong 6, van der Vaart 6.5 (27 st Emanuelson ng); Schaken 6, Afellay 6.5 (14 st van Ginkel 6), Robben 5 (1 st Elia 6.5); Kuyt 5.5. All. van Gaal 6 GERMANIA (4-2-3-1): Neuer 6; Hwedes 6, Mertesacker 6.5, Hummels 6, Lahm 6.5; L. Bender 6 (36 st S. Bender ng), Gndogan 6; Mller 6 (39 st Schrrle ng), Holtby 6 (42 st Neustdter ng), Gtze 6.5 (27 st Podolski ng); Reus 6.5 (46 st Draxler ng). All. Lw 6 ARBITRO: Proena (Portogallo) 7 NOTE: Spettatori 51mila. Angoli: 4-4 Tante le assenze nelle due squadre: delude il milanista De Jong. Tra i tedeschi buone le prestazioni di Reus e Gtze

FEDERICO LO GIUDICE

AMSTERDAM. Poche emozioni e tanta noia. AMSTERDAM. Il tedesco Per una volta Olanda Marco Reus contrastato da e Germania non Ron Vlaar (Reuters) regalano spettacolo. LOlanda, reduce da 4 vittorie di fila in casa, ha in van der Vaart e Afellay gli unici elementi che provano a creare qualche problema a una difesa tedesca reduce dal roccambolesco 4-4 di Berlino contro la Svezia. Pessima, invece, la partita di Robben, sostituito al termine dei primi 45. Da rivedere anche la prestazione del milanista de Jong, quasi mai nel vivo del gioco. SORPRESE Le regalano allinizio i due allenatori con esclusioni eccellenti. Van Gaal, che mette Kuyt in avanti spendendo in panchina Huntelaar. Non da meno Lw. Il ct tedesco, costretto a rinunciare a Boateng, Schmelzer, Badstuber, Khedira, zil, Schweinsteiger e Klose, mette al posto dellattaccante laziale Reus, lasciando a sorpresa in panchina Podolski al cui posto viene schierato Gtze che completa la linea di centrocampo composta da Mller e Holtby. Non certo una bella notizia per lex giocatore del Colonia, che ora definitivamente consapevole di non essere pi un titolare di questa Nazionale. Per il ct tedesco, invece, la nota lieta viene dalla prestazione dei sostituti che hanno dimostrato di poter essere una valida alternativa ai vari zil, Schweinsteiger e Co. SBADIGLI I primi 20 del match scorrono via senza che nessuna delle due squadre riesca a concludere verso la porta avversaria. Il primo tiro arriva al 21 con Kuyt che trova pronto Neuer. Al 30 la volta di Robben che dopo aver dribblato Neuer in uscita sbuccia il pallone a porta vuota. Loccasione migliore capita nel finale di tempo alla Germania con Gndogan. Il centrocampista del Dortmund calcia a botta sicura, ma il suo tiro viene respinto sulla linea da Heitinga. RIPRESA Nel secondo tempo van Gaal presenta unOlanda con 3 novit: Janmaat, de Vrij ed Elia al posto di van Rhijn, Heitinga e Robben. Cambi che servono solo ai
44 of 209

sostituti, lex bianconero Elia su tutti, per provare a trovare spazio per i futuri impegni. Per fortuna dei 51 mila accorsi allAmsterdam Arena, la Germania cerca pi degli Oranje la vittoria e quindi regala qualche sprazzo di calcio e un pizzico di emozioni. I tedeschi provano pi volte a trovare il vantaggio con le incursioni di Reus, confortante la sua prestazione come vice Klose, e di Gtze che comunque non creano troppe preoccupazioni a Vermeer. Sul finale arriva anche una chance per gli olandesi con Janmaat, che da fuori costringe Neuer a distendersi per deviare in angolo e bloccare sullo 0-0 una partita non certo indimenticabile.

45 of 209

46 of 209

DOPO AVER SUBITO UN FURTO Lex Quaresma arrestato Ha aggredito un poliziotto


LISBONA. Luomo della trivela?? finito in gabbia. Ricardo Quaresma, 29 anni e un passato di pupillo di Mourinho, stato arrestato ieri a Lisbona, e si trova tuttora in stato di fermo, per aver aggredito un poliziotto. Il marchio di fabbrica del calciatore portoghese era quel particolare tiro di sinistro con cui, appena arrivato dal Porto, sigl un gol al Catania al suo esordio. In realt la storia meneghina del portoghese non fu a lieto fine e dopo tante panchine fin a giocare in Turchia, dove tuttora veste la maglia del Besiktas. I FATTI Tutto accaduto ieri nei pressi del tribunale della capitale portoghese, dove lex nerazzurro si trovava per testimoniare, come parte lesa, in un processo per furto. Poco dopo essere arrivato, Quaresma ha saputo che sua madre era stata derubata nei pressi del tribunale, dove si stava recando per assistere al processo, da una zingara che era riuscita a portarle via lorologio. Il calciatore si trovava nella sala delle udienze ma, dopo essersi tolto la cravatta, corso in strada per cercare di inseguire la rom, in difesa della quale, viste le intenzioni bellicose di Quaresma e di alcuni suoi familiari, intervenuto un poliziotto, che per questo stato aggredito, e anche colpito, dallex interista. Poco dopo il calciatore stato arrestato per aggressione ad un rappresentante delle forze dellordine e ora rischia lui di finire sotto processo come imputato.

47 of 209

IL CILENO AL RIENTRO Il Cagliari a corto di gol Pinilla il suo salvagente


SERGIO DEMURU
CAGLIARI. Sospiro di sollievo prolungato. La coppia di tecnici Pulga-Lopez si ritrova finalmente con tutta la rosa quasi al completo in vista della trasferta milanese in casa-Inter. Unici assenti giustificati, ad inizio settimana, il centrale Astori ed il giovane Del Fabro, il primo impegnato in Nazionale e disponibile nuovamente da oggi, dopo il confronto di ieri sera dellItalia di Prandelli con la Francia, a Parma, mentre il secondo ha partecipato ieri alla gara contro la nazionale Under 18 tedesca. Ariaudo, dopo un periodo di stop, influenzato, ma potrebbe recuperare. Tuttavia la compagine rossobl ha uno dei peggiori attacchi della massima serie: undici reti in dodici gare. Laugurio, per i tecnici, che Pinilla prosegua nel miglioramento della condizione, dato che il giocatore pu permettersi di fare reparto da solo. La doppia seduta del mercoled ha evidenziato i progressi ed il cileno dovrebbe partire dal primo minuto domenica al Meazza contro lInter. Anche perch Nen, dopo la bella prova, con doppietta, con il Siena, ha deluso col Catania. Pinilla, tra laltro, potrebbe avere una sorta di rivalsa nei confronti dellInter. Al suo fianco, spazio per Sau, attaccante di movimento. CASO SANZIONI In merito alleventuale sanzione amministrativa nei confronti della societ, la Questura starebbe per decidere il da farsi. Cagliari in difetto per aver fatto entrare nella Main Stand i media?? e 115 invitati del presidente con il Catania. Il tutto a margine della sentenza da parte degli organi competenti per la gara con la Roma, sulla quale il Giudice Sportivo ha emesso il verdetto di 0 a 3. La data del 20 novembre indicativa. Sono da esaminare le attenuanti e le controdeduzioni giallorosse. Il tutto subir uno slittamento a data da destinarsi.

48 of 209

INTER il colpo di scena

Dietrofront cinese E lInter si infuria


Stefano Pasquino
MILANO. C una muraglia tra lInter e gli imprenditori cinesi che, in base agli accordi firmati il 1 agosto, avrebbero dovuto rilevare il 15% del pacchetto azionario in possesso della famiglia Moratti . Il che, considerato che laffare sarebbe stato propedeutico anche alla costruzione del nuovo stadio - grazie allintervento della China Railway Construction Corporation - mette seriamente in dubbio pure la realizzazione dellimpianto di propriet tanto desiderato da Massimo Moratti. Una trattativa, quella con Pechino, nata male (i cinesi non gradirono per nulla leco mediatica data dalla firma degli accordi), proseguita nellincertezza e oggi vicina al punto di non ritorno. La questione rischia di avere comunque strascichi legali considerato che lInter, forte dei contratti firmati, potrebbe riscuotere importanti penali per insolvenza degli accordi presi, penali comunque che A rischio lo stadio rappresentano una briciola rispetto ai 55 milioni di euro e i 55 milioni del 15 promessi dai cinesi che avrebbero ridato un po di ossigeno per cento Ma la ai bilanci nerazzurri, dopo che lesercizio 2011-2012 ha societ ribatte: Ci chiuso con perdite superiori ai 77 milioni (e il prossimo non sono i contratti sar molto meglio perch labbattimento del monte ingaggi firmati sar compensato dai mancati introiti per la partecipazione alla Champions, una perdita pari a 26-28 milioni). I DUBBI DI PECHINO Loperazione che avrebbe portato i cinesi nel Cda dellInter si incagliata tra problemi burocratici e difficolt insormontabili nel trasferimento dei capitali tra gli imprenditori provenienti da Pechino e la holding che controlla lInter. Secondo l iter stabilito dalla legislazione cinese, come spiegato da Il Sole 24 ore e dal sito internet di La Repubblica , per rendere possibile loperazione sono necessarie cinque autorizzazioni: quella del Ministero del commercio, dellUfficio cambi, del National Development and Reform Commission, di Sasac e Consob locale. Ma c dellaltro: a corredo, sarebbero infatti affiorate in seno alla cordata cinese alcune perplessit sia sullinvestimento in s (che implicherebbe una copertura delle perdite fin qui con cadenza annuale), sia sulliter burocratico per il nuovo stadio nerazzurro che verrebbe costruito dalla China Railway Construction Corporation . Secondo fonti cinesi interpellate dal Sole 24 ore laffare sarebbe un equivoco destinato a chiarirsi nei prossimi mesi. LIRA DI MORATTI Non c nessun equivoco per Massimo Moratti che, da New York, ha seguito con grande trasporto tutta la vicenda. In proposito, da Palazzo Saras emerge una presa di posizione granitica sulla vicenda: Non saltata nessuna trattativa perch non si pu neanche parlare di trattativa in quanto esistono dei contratti gi firmati e vincolanti che non sono entrati ancora nella fase esecutiva. A tal proposito non c allarmismo, ma la volont di lavorare per trovare una soluzione perch i contratti in essere diventino esecutivi. Il disappunto dellInter dovuto anche al fatto che i cinesi, dopo aver monitorato per mesi i conti dellInter, avevano condiviso pure il futuro piano industriale della societ. LULTIMO VERTICE Inter che, in questa fase in una posizione di forza, considerato che, qualora - come tutto ormai fa pensare - i cinesi dovessero disattendere gli accordi presi, sarebbero previste una serie di penali legate alla condizione di insolvenza. In ogni caso tutto sar pi chiaro quando si sar insediato il nuovo Comitato centrale nato dal 18 Congresso del Partito comunista cinese, organismo che d indirizzo programmatico alla China Railway Construction Corporation . A tal proposito le parti potrebbero organizzare un nuovo (forse lultimo) appuntamento per capire se laffare si pu fare o destinato a rimanere sulla carta. Per lInter l impasse dovuta soltanto
49 of 209

alle difficolt nel passaggio di capitali tra gli investitori cinesi e il club (unoperazione che dovr coniugare le esigenze dellInter e le norme in vigore in Cina), il problema che da Pechino arriva unaltra verit, legata al fatto che i cinesi non siano pi per nulla convinti della bont delloperazione. Se cos fosse, la rottura sarebbe inevitabile.

50 of 209

LA PISTA TEDESCA DI MERCATO Pressing nerazzurro su Jung Alvarez in prestito a gennaio


MILANO. LInter accelera per Jung . Obiettivo convincere il ragazzo a non firmare il rinnovo di contratto (in scadenza nel 2014) con lEintracht Francoforte: il che permetterebbe ai nerazzurri di acquistare il cartellino del ragazzo, entrato ufficialmente nel giro della Nazionale maggiore, previo pagamento di una clausola rescissoria pari a 2 milioni e mezzo di euro che entrer in vigore dal giugno 2013. Unaffare che ha radici lontane, ovvero nel blitz dei dirigenti dellEintracht a Milano questaestate per chiedere Caldirola e Livaja (questultimo potrebbe essere ottima pedina di scambio nel caso in cui Jung rinnovasse facendo decadere la clausola della discordia). In quelloccasione, Ausilio prov, senza riuscirci, a ottenere una prelazione sul laterale destro di spinta Gli emissari di classe 90 peraltro Moratti cercano di allepoca nel mirino convincere il pure di Roma, talento Schalke 04 e Werder dellEintracht a non Brema. Un niet , rinnovare il quello dellEintracht contratto, in (allora fresco di scadenza nel promozione), giugno 2014 motivato dalla volont di far disputare senza pressioni al ragazzo la prima Bundesliga da protagonista: nessuno si sarebbe per aspettato che Jung esplodesse cos presto, facendo anche deflagrare il suo valore di mercato, posto che il club di Francoforte riesca a togliergli la clausola ancora in essere che lega lEintracht mani e piedi. LInter lo sa e per questo ha avviato unimportante opera di persuasione verso il ragazzo destinato a raccogliere leredit di capitan Zanetti che tra un anno, dopo aver rinnovato, funger da 12 ideale, data la sua capacit di ricoprire pi ruoli. Sebastian Jung, 22 anni, OCCHIO A DRAXLER Per questo motivo, ieri talento dellEintracht (Ap) stato pure inviato un uomo di Palazzo Saras Ricardo Alvarez, 24 anni, ex allAmsterdam ArenA. Motivo, oltre a visionare Velez Sarsfield (Liverani) Jung, rivedere per lennesima volta Julian Draxler , esterno sinistro dattacco da tempo nel mirino del club le cui cifre sono decisamente pi abbordabili rispetto a quelle di Willian , considerato che per strappare il talentuoso centrocampista tedesco allo Schalke 04,

51 of 209

occorrerebbero appena?? 12 milioni di euro, quotazione consona ai parametri della nuova Inter. RICKY-COUTINHO In societ intanto si sta valutando con grande attenzione la possibilit di spedire Ricky Alvarez in prestito per sei mesi come accaduto una stagione fa a Coutinho , tornato dallesperienza allEspanyol maturato e pronto per giocarsi una chance importante con lInter. Largentino stato penalizzato dalla scelta di non includerlo nella lista per lEuropa League, ma Stramaccioni non poteva fare altrimenti perch lo stesso criterio, ovvero lasciar fuori i giocatori reduci da intervento, era stato utilizzato per depennare pure i nomi di due senatori quali Chivu e Stankovic . Il problema che, a differenza dei colleghi tuttora lungodegenti, Alvarez tornato presto in gruppo e avrebbe avuto bisogno come il pane di giocare almeno in Europa per mettere un po di minuti nelle gambe. Invece, in campionato, si dovuto accontentare delle briciole: sei presenze, nessuna da titolare. Considerato che il Maravilla resta un importante partimonio per la societ essendo stato acquistato per 11 milioni e mezzo dal Vlez Sarsfield su espressa volont di Massimo Moratti e avendo un contratto in essere fino al 30 giugno 2016. Le ipotesi legate al prestito portano a Espanyol e Porto, societ con cui sono stati aperti importanti canali diplomatici. Lopzione migliore, sarebbe quella portoghese, considerato come Alvarez abbia ancora a Oporto (nonostante tutto) grandi estimatori. I dragoni , infatti, gi lo volevano in estate. Darlo al Porto, magari con tanto di diritto di riscatto a una cifra prefissata, potrebbe portare, se non a una prelazione, quanto meno ad aprire una porta importante, per altri due gioielli della casa biancobl, ovvero Rolando e Fernando , entrambi da tempo nel mirino dei nerazzurri. S. P.

52 of 209

e domenica si rivedra coutinho Sneijder prepara il rientro col Rubin LAnzhi rilancia per portarlo in Russia
MILANO. Wesley Sneijder tornato in gruppo. Nel suo piccolo, si tratta di un evento considerato che di lui si erano perse le tracce dallinfortunio patito a Verona (26 settembre: lesione di secondo grado al semimembranoso della gamba sinistra). Lolandese ieri ha iniziato lallenamento con i compagni e, proprio come fatto da Coutinho (altro lungodegente in uscita dai box), lha chiuso continuando a lavorare a parte. CONVOCAZIONE PER KAZAN Tutto come previsto: da escludere una convocazione per il match di domenica contro il Cagliari mentre, se tutto proceder secondo i programmi, Sneijder verr convocato per la sfida di Europa League Weslwy Sneijder, 28 anni, da contro il Rubin Kazan e giocher uno spezzone tre allInter di partita, sempre che ci siano le condizioni per non mettere a rischio la sua incolumit (ovvero che non si giochi in una serata di gelo siberiano). Una volta recuperati alla causa tanto Sneijder, quanto Coutinho (che, al contrario del compagno, dovrebbe essere gi precettato per domenica), toccher a Stramaccioni indossare i panni dello psicologo-motivatore per gestire le tante prime donne presenti in attacco. Un compito sicuramente elettrizzante ma non certo semplice, come prova lesperienza di Claudio Ranieri, naufragato proprio quando stato costretto a rimettere Sneijder nel motore dellInter dopo un infortunio analogo a quello che ha messo ko lolandese in questa stagione. ANZHI E NODO CONTRATTO Parallelamente, proseguono in societ le grandi manovre intorno al futuro dellolandese e il clima continua a essere abbastanza perturbato dopo la proposta fatta dallInter di allungare il contratto a Sneijder in scadenza nel 2015 con un sensibile abbattimento dellingaggio (da 6 milioni a 4), mossa che tra laltro renderebbe meglio vendibile?? lolandese. Ci nonostante, per Sneijder si rifatto sotto, su spinta di Hiddink (e grazie alla... sponsorizzazione di Etoo), lAnzhi offrendo gli stessi soldi che percepisce attualmente lex Galactico. Il tutto, come da prassi, stato smentito da Soren Lerby, procuratore del giocatore, che arrivato addirittura a dire di non aver mai sentito parlare dellAnzhi... Cos Lerby: Wesley non ha intenzione di andare in Russia. Non so da dove venga fuori questa storia, forse bisognerebbe chiedere a Hiddink e allAnzhi. La squadra di Sneijder lInter, dove si trova benissimo sotto ogni aspetto. Staremo a vedere. S.P.

53 of 209

a maggio il primo incontro Tutti i segreti di un affare durato sei mesi


22 MAGGIO Massimo Moratti incontra il presidente della China Railway Construction Corporation, Fengchao Meng, nella sede del colosso cinese delle costruzioni a Pechino. La Crcc comunica che si parlato della realizzazione di un nuovo stadio. 1 AGOSTO Il sito dellInter annuncia che un gruppo di investitori cinesi?? entrer nel capitale del club nerazzurro, diventandone il secondo pi grande azionista?? (15%). Dopo i contatti Contestualmente iniziali, il 1 agosto China Railway e Inter il sito dellInter hanno avviato una annuncia che un collaborazione per la Il dg Marco Fassone gruppo cinese costruzione di un diventer il nuovo stadio di secondo azionista propriet entro il 2017??. Vengono anche indicati i nomi dei del club tre nuovi membri del cda nerazzurro in rappresentanza dei nuovi soci: Kamchi Li, Kenneth Huang e Fabrizio Rindi. 2 AGOSTO China Railway smentisce lacquisto di quote azionarie dellInter: La trattativa riguarda solo la costruzione di un nuovo stadio??. LInter in realt aveva genericamente parlato di un gruppo di investitori cinesi??, ma la precisazione si rende necessaria perch la legge cinese vieta ad aziende pubbliche di investire allestero al di fuori dal core business??, come sarebbe nel caso di una societ di costruzioni che entra in un club calcistico. FINE AGOSTO Si inizia a parlare di un imminente closing??, il termine tecnico che indica lintesa esecutiva sul trasferimento di quote azionarie successiva alla firma del contratto. Ma questo passaggio continuer a essere rinviato. 29 OTTOBRE In programma lassemblea dei soci che, oltre ad approvare il bilancio, avrebbe dovuto ufficializzare lingresso nel cda di Kamchi Li, Kenneth Huang e Fabrizio Rindi. Non ancora possibile farlo, ma Moratti rassicura: Chiuderemo entro lanno. Lentusiasmo del nuovo socio sta crescendo. 14 NOVEMBRE Lannuncio del dietrofront, malgrado il viaggio in Cina del dg Marco Fassone nel tentativo di appianare gli ostacoli. STE. SC.

54 of 209

55 of 209

Applausi a Quintero...
NAPOLI. (r.a.) Non solo Zuniga. A Calleri, Bigon ha fatto i complimenti per un altro suo assistito: Juan Quintero. Il Napoli poteva prenderlo in compropriet col Pescara in estate, a prezzo molto pi basso di quello attuale, quindi probabilmente si trattato solo di elogi. Ma il 19enne colombiano sta stupendo tutti...

56 of 209

MILAN ECCO CHI FINANZIER?? IL MERCATO

Robinho, porta almeno soldi


FEDERICO MASINI
MILANO. Dopo Ibrahimovic e Thiago Silva , ecco Robinho . il brasiliano (pi di Alexandre Pato , che potrebbe essere ceduto solo per il concatenarsi di diversi eventi, come larrivo di un grande bomber, tipo Balotelli ...) il giocatore che il Milan potrebbe decidere di vendere a gennaio per autofinanziarsi il mercato. Il club rossonero, infatti, ha bisogno di rinforzare la rosa in mano a Massimiliano Allegri , acquistando almeno un difensore e un altro attaccante (esterno o centrale, non ancora chiaro) e per farlo sar necessario sacrificare ancora un giocatore. In questo caso la perdita?? sarebbe meno dolorosa per i tifosi, ma assolutamente benefica per le casse della societ, visto che Dalla sua cessione il budget per lassalto a Robinho ha un ingaggio di 4 milioni netti (8 lordi) fino al 30 giugno 2014. Balotelli e I MOTIVI Adriano Galliani , circa un mese fa, a margine del Yanga-Mbiwa rinnovo della collaborazione con un importante sponsor, annunci: Sono finiti i tempi di lacrime e sangue, non ci sar pi bisogno di cedere i grandi giocatori, quanto accaduto era un problema legato al monte ingaggi che adesso stato abbassato. Il tutto corredato dalla notizia che il bilancio del club, che sar chiuso al 31 dicembre 2012, avr un passivo assai ridotto rispetto al recente passato: solo 5 milioni (contro i 67 del 2011). La realt comunque complicata. Basti pensare alle notizie trapelate marted, con il gruppo Mediaset che ha chiuso il bilancio in rosso per la prima volta nella sua storia: il terzo trimestre terminato con una perdita di 88,4 milioni, mentre i primi 9 mesi dellanno hanno evidenziato una perdita di 45,4 milioni. Insomma, se gi era difficile investire nei mesi scorsi nel calcio, figuriamoci ora che lazienda principale della famiglia Berlusconi attraversa un momento non florido sotto laspetto economico. DELUDENTE ovvio che, per questioni di fair play finanziario, il Milan abbia operato in una certa maniera in estate e continuer a farlo nei prossimi mesi. Galliani ha ragione quando dice che il club rossonero non ha pi bisogno di cedere le sue stelle per questioni di bilancio, ma per muoversi sul mercato probabilmente dovr prendere nuove decisioni. E a dettare la linea dei papabili alla cessione, sar il rendimento. Non un mistero che (anche per questioni di ingaggio...) il Milan intenda liberarsi - fra gennaio e giugno - di giocatori come Robinho, Mexes (altri 8 milioni lordi) e Boateng (la met). Elementi che non Non c solo il riescono a prendere in mano la squadra come la societ si Santos sul aspettava dopo i tanti addii di giugno, luglio e agosto. La brasiliano: anche carretta la stanno tirando altri ragazzi (i giovani come El Lippi e il suo Shaarawy , i vecchi come Bonera e Ambrosini , i nuovi Guangzhou in come Montolivo ) e dunque per permettere al tecnico di corsa. Summit a avere nuove carte da giocarsi, ecco lidea di vendere almeno fine novembre un giocatore per ricavare - fra cartellino e risparmio stipendio - una quindicina di milioni da riversare sul mercato. BRASILE E CINA Robinho ha un valore non pi altissimo, ma il Milan confida di poter

57 of 209

incassare dalla sua cessione almeno 8-9 milioni che, uniti al risparmio dingaggio (12 milioni lordi unendo il prossimo semestre e la stagione ventura), portano a quasi 20 milioni di tesoretto. Il Santos lo vuole riportare a casa dopo la parentesi di sei mesi prima della kermesse iridata in Sud Africa. Robinho, fra laltro, non disdegnerebbe un rientro in patria dove potrebbe riconquistare la maglia delle Seleao in vista del Mondiale in casa nel 2014 (naturalmente dovrebbe abbassare le sue pretese economiche). Ma c una possibile nuova contendente (dopo i tentativi estivi del Malaga): il Guangzhou, la squadra cinese allenata dallo scorso maggio dallex ct azzurro Marcello Lippi . I dirigenti del club sono attesi in Italia, precisamente a Milano, a fine novembre. Dovrebbero essere anche in tribuna a San Siro per la sfida fra rossoneri e Zenit in Champions il 4 dicembre e quella potrebbe essere loccasione per intavolare la trattativa (a differenza del Santos, i cinesi non hanno problemi finanziari, anzi...). Lippi cerca dei rinforzi, anche se prima dovr cedere uno dei 5 stranieri della sua rosa, visto che al momento in Cina non sono ammessi pi di 5 extracomunitari (in campo ne vanno poi 3). Si parler anche di altri giocatori, come Mexes e Boateng, ma lobiettivo sembra essere proprio Robinho, luomo che il Milan ha deciso di mettere in mostra sul proprio bancone per ottenere quei soldi necessari per rinforzare la squadra e riportarla a livelli competitivi.

58 of 209

laltro mercato derby con lInter per Lisandro Lopez


MILANO. A gennaio il Milan dovr tornare sul mercato, anche se la posizione in classifica e leventuale passaggio del turno di Champions incideranno molto sulle scelte. Che senso avrebbe, infatti, investire diversi milioni se la squadra non fosse qualificata per gli ottavi e si trovasse in classifica in una posizione pi o meno uguale a quella attuale? In caso contrario, la societ cercher di puntellare la rosa, acquistando un difensore centrale e un attaccante: il sogno, si sa, sarebbe Mario Balotelli , ma ci vorrebbe la collaborazione del Manchester City che rispetto a qualche tempo fa vuole cedere lattaccante, ma non a prezzi di saldo (il Milan lo prenderebbe in prestito con diritto di riscatto a Nellultimo weekend giugno). Altri innesti? Lisandro Ezequiel Lopez, 23 Magari un giovane Braida ha seguito anni centrocampista e il largentino che solito terzino sinistro, piace anche ai anche se fra Antonini , Constant , De Sciglio , Mesbah e nerazzurri: costa 5 Didac Vil (i secondi sono in vendita), il ruolo sembra per il milioni ma c il momento coperto. pericolo di unasta CHE SFIDA Per la difesa i nomi caldi sono principalmente tre. Il solito Yanga-Mbiwa del Montpellier (cercato ad agosto e in scadenza di contratto a giugno, si dice che il Milan abbia gi laccordo col giocatore per acquisirlo da svincolato), Peluso dellAtalanta (lazzurro sta tornando di moda nelle ultime ore, ma pi un esterno che un centrale) e largentino, con passaporto comunitario, Lisandro Lopez dellArsenal di Sarand. Su questultimo in corso un vero e proprio derby con lInter. I nerazzurri avevano seguito il giocatore gi un anno fa di questi tempi (lo vision anche il ds Ausilio ), mentre nelle scorse settimane lha osservato il capo degli osservatori Valentino Angeloni. Nellultimo week end, invece, lo ha scoutato il ds rossonero Ariedo Braida., in tour in Argentina da una settimana. Il Milan aveva gi cercato di ingaggiarlo in estate, mentre aspettava una risposta dal Montpellier per Yanga-Mbiwa, ma anche in quel caso lassalto non and a buon fine. Il ragazzo non costa ancora molto (5 milioni, lui un classe 89), ma se dovesse scatenarsi unasta... LE ALTRE TAPPE Braida per non si fermer a Lisandro Lopez. Il Milan ha messo soprattutto gli occhi sul trequartista del Colon Lucas Mugni , giocatore di prospettiva (92), che pu giocare in pi posizioni fra centrocampo e trequarti. Il ds rossonero ha evidenziato sul proprio taccuino anche Erviti e Paredes del Boca Juniors e il centrocampista Ruiz del San Lorenzo. In pi, sono piaciuti molto i due attaccanti del River Plate, osservati durante il match con lUnion Santa Fe: Rodrigo Mora (uruguaiano 87) e Rogelio Funez Mori (argentino 91). Fra i Millionarios spicca per il regista classe 92, Ezequiel Cirigliano . Come detto, pi facile che a gennaio arrivi a centrocampo un giocatore giovane come Mugni, ma fra un mese potrebbe aprirsi una vera e propria occasione con il laziale Matuzalem , elemento ormai fuori dai giochi nella squadra di Petkovic e ai ferri corti con la societ. Il Palermo e il Genoa sono interessati, ma il Milan potrebbe inserirsi, anche se, come detto, le priorit sono altre

59 of 209

visto che con il centrocampo a due stanno trovando gi ora poco spazio Nocerino e Flamini , tanto per fare due nomi di spicco. Il brasiliano, per, oltre a vantare una grande esperienza in serie A, ha caratteristiche da regista che solo Montolivo ha attualmente nella rosa rossonera. F.M.

60 of 209

verso napoli-milan: ballottaggio insigne-pandev Cannavaro convoca il San Paolo


RAFFAELE AURIEMMA
NAPOLI. C poco da provare schemi, se hai 10 titolari con le Nazionali. Walter Mazzarri costretto a lavorare a scartamento ridotto, soffermandosi sul reparto arretrato, lunico in cui il Napoli ha qualche calciatore a disposizione. In primis Cannavaro e Gamberini , che Mazzarri, rientrato dopo il marted nero passato sul tratto Empoli-Napoli per gli ingorghi provocati dal maltempo, ha iniziato a preparare per il Milan. Si lavora sui movimenti della Per battere il difesa, la meno Milan servir un battuta del grande Napoli, i campionato, ma tifosi ci spingano anche domenica a come sanno. Genova punita da Zuniga chiede un due gol evitabilissimi aumento per gli errori di Campagnaro e Maggio . Mazzarri vuole un atteggiamento pi aggressivo contro tre ragazzini veloci, Bojan , El Shaarawy e Pato . Un confronto che il Paolo Cannavaro, 31 anni, 252 capitano non teme: Sabato arriva il Milan - ha gare nel Napoli (Mosca) detto a Radio Marte - e sar la solita sfida affascinante. Il Milan sempre un club di grande prestigio e servir un grande Napoli per batterli. Faccio un appello ai tifosi affinch ci spingano come sempre in questi big match. TRADIZIONE POSITIVA E la tradizione al San Paolo nei match contro il Diavolo tuttaltro che negativa. Dal ritorno in serie A (2007-2008), il Napoli ha collezionato un solo ko (1-2 il 25 ottobre 2010), due pareggi (0-0 e 2-2 nel 2009) e due successi, entrambi per 3-1. Lultimo un anno fa con tripletta di Cavani, che attende di sapere con chi far coppia: lo decider linfermeria, giacch Pandev e Insigne sono alle prese con gli acciacchi alle caviglie. Entrambi si sono sottoposti a terapie e massaggi, ma Insigne ha lavorato anche sul campo ed in vantaggio. ZUNIGA BATTE CASSA Riccardo e Riccardo. Bigon e Calleri hanno parlato nella sede del Napoli del contratto di Juan Camilo Zuniga , in scadenza nel 2014. Lesterno colombiano, dopo quattro anni e mezzo senza particolari aumenti, vuole che il nuovo accordo economico sia retto su basi completamente diverse: cio il doppio di quanto percepisce adesso, da un milione scarso a poco pi di due a stagione. Quella di adesso solo una fase interlocutoria delle trattative e ci sar tempo per entrare nello specifico, anche perch Zuniga piace molto alle squadre spagnole, Barcellona incluso.

61 of 209

IN CAMPANIA OUT PURE AMBROSINI Per Allegri un altro problema Bonera star fuori un mese
MILANO. I timori si sono trasformati in realt. Il Milan perde per almeno un mese il suo miglior difensore - rendimento alla mano -, Daniele Bonera , uscito anzitempo domenica dalla sfida con la Fiorentina e sottopostosi ieri agli esami strumentali che hanno evidenziato una lesione muscolare alla coscia sinistra. Un ko?? importante visto che - si legge sempre nel comunicato pubblicato ieri dal club rossonero - tra due settimane si ripeteranno gli esami medici per valutare levolversi della situazione. In soldoni Bonera (a questo Per la sfida contro punto si pu parlare serenamente di stiramento), torner a il Napoli il tecnico sottoporsi ai test fra quindici giorni saltando cos certamente pensa alla coppia formata da Mexes e il ciclo di ferro che vedr il Milan impegnato a Napoli sabato 17, a Bruxelles contro lAnderlecht mercoled 21, a San Siro Acerbi. A contro la Juventus domenica 25, a Catania venerd 30 e centrocampo infine a Milano con lo Zenit marted 4 dicembre. Quasi spazio al duo sicuramente i nuovi esami daranno una tempistica migliore, Montolivo-De Jong ma improbabile che Bonera possa essere pronto per la trasferta di Torino contro la squadra granata di domenica 9 dicembre. Pi realistico che Bonera possa rientrare - se liter del recupero sar ottimale - domenica 16 per limpegno casalingo con il Pescara. QUALE COPPIA? Allegri perde cos il suo miglior centrale, certamente quello maggiormente impiegato. Il tecnico, dovr cos inventarsi una nuova coppia, a partire gi da Napoli quando riavr a disposizione i colombiani Zapata e Yepes solamente alla partenza verso la Campania venerd pomeriggio. Probabile quindi che al San Paolo tocchi a Mexes e Acerbi , ma possibile che - visto il rendimento del francese si vada poi verso la scelta di puntare sui due sudamericani, anche se Yepes difficilmente potr giocare con continuit tre gare alla settimana. NOCE ALLA AMBRO Per lanticipo di sabato, Allegri dovr fare a meno anche di Ambrosini , fermato dal giudice sportivo. La coppia di centrocampisti centrali dovrebbe quindi essere formata da Montolivo e De Jong , ma in questi giorni (gi negli allenamenti di preparazione alla Fiorentina) il tecnico sta anche provando in quella posizione Nocerino , giocatore che nel 4-2-3-1 si trova un po spiazzato e che il Milan deve comunque cercare di rilanciare dopo un inizio difficile. Intanto ieri seduta differenziata per Pazzini , mentre Bojan tornato in gruppo smaltendo i fastidi alla caviglia sinistra. F.M.

62 of 209

LA CURIOSA INIZIATIVA DELLA SOCIETA Sul sito c il countdown verso la Juve


MILANO. Dieci giorni al big match fra Milan e Juventus (sfida che un anno fa valeva lo scudetto), dieci pagine personalizzate per la sfida del 25 novembre sul sito ufficiale del Milan. Cos dopo Pazzini, on-line ieri, oggi toccher a Kevin Prince Boateng. Il motivo della sua presenza? Semplice, su acmilan.com partito un countdown in Splash Page che verr idealmente indicato dalle maglie dei giocatori e Boanteg il numero 10.

63 of 209

64 of 209

65 of 209

Ogbonna sallena con i compagni


TORINO. Dopo i due giorni di riposo concessi da Ventura, il Torino ieri mattina tornato ad allenarsi alla Sisport sul secondo campo per consentire a quello principale di tornare agibile?? con lerba presente in modo omogeneo. Tutti a disposizione del tecnico ad eccezione di Vives, fermato da qualche linea di febbre. E quel tutti a disposizione?? comprende anche Angelo Ogbonna. Il difensore, quindi, ha svolto tutta la seduta e se la settimana lavorativa dovesse continuare su queste frequenze il tecnico granata potrebbe anche decidere di farlo tornare titolare riportando Rodriguez in panchina. Il condizionale dobbligo per due ragioni molto semplici: la prima legata al fatto che dopo aver saltato cinque partite di fila rientrare in una sfida difficile come quella con la Roma non il top, la seconda, invece, riguarda proprio il suo sostituto, Rodriguez: luruguayano si dimostrato in grande forma. Oggi doppia seduta di allenamento, sempre a porte chiuse. M.BO

66 of 209

TORO LABBRACCIO CON LA GENTE GRANATA

Tifosi, pieno di fiducia


ELISA GENESIO
TORINO. Discoteca gremita, grande entusiasmo, applausi scroscianti. Un ingresso trionfale per Giampiero Ventura , che stato accolto insieme con squadra, dirigenza e staff tecnico alla discoteca La Gare ?? di Torino dalla, folla di tifosi granata arrivati da tutta Italia per quella che stata ribattezzata la Festa del Toro ??. Uno straordinario, il caso di dirlo, raduno per fare festa tutti insieme e lasciare alle spalle quei fantasmi che VENTURA Non sembravano essere cera carica ritornati a disturbare i migliore per sonni di tifosi e preparare il allenatore. Gi, prossimo ciclo perch quello che ieri terribile sera ha parlato a cuore aperto al popolo granata in visibilio, era un Giampiero Ventura che nelle ultime giornate aveva sentito nuovamente gli echi di unantica contestazione che sembrava definitivamente dimenticata, dopo la strepitosa cavalcata verso la serie A che aveva portato in piazza, nonostante la pioggia incessante che ha battezzato il ritorno nella massima serie, una folla di 70.000 persone festanti. PERICOLO SCAMPATO Dopo le sberle casalinghe ricevute dal Cagliari e dal Parma erano tornati i fischi e lo spauracchio di una lacerante rottura con i tifosi era l, in agguato dietro langolo. Specie in seguito alle pungenti dichiarazioni del tecnico ligure, che aveva consigliato ai tifosi un bagno di umilt, come quello che avrebbero fatto lui, la squadra e la Giampiero Ventura, 64 anni, societ. Dopo il tripudio di Bergamo, la al suo secondo campionato bruciante sconfitta contro il Cagliari e i tre gol sulla panchina del Torino subiti dal Parma avevano un po irrigidito?? la (Liverani) Lo stadio Olimpico curva nei confronti del tecnico, anche se il ko stato espugnato?? domenica era stato in parte causato dallingiusta col Bologna espulsione di Gianluca Sansone per unespulsione seguita a una simulazione inesistente. Senza lappoggio dei tifosi e senza nemmeno laiuto dal calendario le due sfide ravvicinate e in trasferta, sulla carta proibitive, contro Lazio e Napoli avrebbero potuto trasformarsi in unautentica Per festeggiare i disfatta per i granata. Ma Ventura e il Torino contro le beniamini granata squadre di prima fascia hanno sempre reagito in maniera pi sono giunti che egregia e pure in questi casi sono stati allaltezza
67 of 209

portando a casa due brillanti pareggi, anche se lultimo, al San Paolo, ottenuto in piena zona Cesarini. OSTACOLO SUPERATO Il vero problema poteva arrivare dal Bologna, compagine che non ha mai fatto trovare nulla di facile ai granata e in una posizione di classifica tanto simile a quella dei sardi a inizio ottobre. Dalla squadra di Stefano Pioli poteva arrivare una stoccata mortale?? per Giampiero Ventura e i suoi ragazzi, se infatti avessero perso nuovamente in casa si sarebbero ritrovati a navigare nella parte bassa della classifica. Per fortuna non stato cos. Il match di domenica scorsa ha spazzato via il tab della vittoria (e dei gol) allOlimpico, che non arrivavano da oltre due mesi, dal 3-0 inferto al Pescara. Non stata una partita perfetta, vero, ma stata ben gestita, condotta per gran parte dei 90 minuti dalla squadra granata che ci ha creduto fino in fondo. I problemi non sono ancora risolti del tutto, i gol continuano ad arrivare con il contagocce ma la meritata vittoria sui rossobl emiliani ha portato in dote tre punti preziosi, nuovo Non si pu entusiasmo e aria di distensione tra tecnico e tifosi. La prescindere da una leggera ferita apertasi nelle ultime giornate si rimarginata e comunione tra ne arrivata una chiara conferma ieri alla festa. La partita squadra e tifosi. allOlimpico ha rialzato la parabola di consensi nei confronti Vorrei che fosse di Giampiero Ventura che stava pericolosamente linizio di qualcosa scendendo. Adesso il tecnico genovese pu lavorare in di importante. completa serenit e senza particolari assilli. Lavoriamo perch SERENIT E la ritrovata serenit stata evidenziata dalle la gente possa parole dello stesso allenatore che ha voluto complimentarsi essere orgogliosa con gli organizzatori della manifestazione festosa. Bella serata. Ancora una volta grazie ai tifosi per aver organizzato questa festa e per laffetto che costantemente ci dimostrano. Questo incontro la migliore iniezione di fiducia per affrontare il duro ciclo di partite che ci aspetta e il miglior viatico per continuare a fare bene. Ancora applausi da Ventura nei confronti dei tifosi: Questo incontro entusiasmante figlio di tanti mesi di lavoro importante. C grande voglia di stare tutti insieme. Non si pu prescindere da una comunione di intenti tra squadra e tifosi. Vorrei che questo fosse linizio di qualcosa di importante. Noi lavoriamo perch la nostra gente possa essere orgogliosa di questo gruppo. sostenitori da tutta Italia che hanno riempito la discoteca del centro che ha ospitato levento. Quanto affetto per il tecnico

68 of 209

Maratona Il valore assoluto


NACQUE dalla delusione del momento, pi che dalla rabbia contro la squadra, eppure la mini contestazione dopo Torino-Parma avrebbe potuto fare parecchio male. Equivoci, incomprensioni compiono danni enormi, e in casa granata ne sanno qualcosa. La squadra, a conferma del carattere che ha trovato nei giocatori, ha per reagito al meglio. I tifosi hanno fatto altrettanto. E da loro nata la serata di ieri. Un modo per chiarire senza dubbio che fu un incidente. Pu diventare di pi. Una sorta di patto tra i sostenitori e i sostenuti, sopra il quale rinnovare il forte legame di passione, un tempo capace di essere propulsivo e determinante. Per sfatare un falso mito, che negli anni ha rischiato di favoleggiarsi in realt - complici situazioni di squadra e di societ -, cio che fare calcio a Torino difficile, se non impossibile. La bonifica ambientale cosa lunga, per marcia spedita sullonda di una semplice verit: da quando c Ventura non pi capitato di assistere a spettacoli di menefreghismo, scarso impegno, sufficienza e strafottenza calcistica. Il Toro ha perso, a volte pure male, per non per ragioni imputabili alla seriet professionale. Questa la chiave di volta per la gente granata. Ieri sera, dunque, s mosso un altro passo importante di quel processo, allora chimerico, che Ventura enunci il giorno della sua presentazione e che riassumibile in 4 parole: Ricostituire la cellula granata. A.M.

69 of 209

70 of 209

comunicata la sanzione al centrocampista per lespulsione nel derby De Rossi: una multa con vista su Parigi Lungo vertice coi dirigenti giallorossi: a gennaio sempre pi probabile la cessione al Psg
STEFANO CARINA
ROMA. Qualche minuto prima delle ore 13 di ieri - davanti ad un noto ristorante panoramico della capitale in zona Eur - il consigliere della Roma, lavvocato Mauro Baldissoni , aspetta una persona. Lattesa breve, perch poco dopo ecco spuntare Daniele De Rossi . Maglione verde militare a girocollo, jeans e occhiali da sole a nascondere il volto. I due entrano nel locale, salgono allultimo piano del ristorante dove prenotato un tavolo apparecchiato per due persone, con vista lato Palaeur. STANCHEZZA Il pranzo - molto cordiale - dura come una partita, unora e mezza, al termine del quale ufficiosamente trapela come sia stato esclusivamente un rendez-vous strettamente personale che non ha nulla a che fare con la Roma. Presa per buona la spiegazione Pranzo con il tuttavia abbastanza consigliere singolare che il Baldissoni, poi a calciatore, una volta Trigoria incontro arrivato a Trigoria, col dg Baldini, il ds sintrattenga anche Sabatini e lad con il dg Baldini , il Fenucci ds Sabatini e lad Fenucci . Tutto in un giorno. Che sia un momento difficile quello che sta vivendo il calciatore, oramai noto. Prima le incomprensioni con Zeman , poi lo stupore per alcune aperture da parte del club ad una sua possibile cessione. Infine, come se non bastasse, il distacco di parte della tifoseria che sembra avergli voltato le spalle dopo il pugno rifilato a Mauri nel derby. Un gesto, per il quale la piazza si attendeva delle scuse che non sono arrivate. Con i tre dirigenti (che poi si sono intrattenuti anche con Zeman), De Rossi - dopo aver ricevuto comunicazione della multa da

Daniele De Rossi, 29 anni, sta vivendo un periodo molto complicato. Lespulsione nel derby gli costata anche la
71 of 209

pagare (circa 150mila euro, corrispondente al convocazione in azzurro. Per 30% dello stipendio mensile) - ha parlato lui, che ha sempre giocato con apertamente, spiegando il suo malumore, le la maglia giallorossa, si profila cose che in questultimo periodo non gli sono un futuro lontano dalla piaciute, i tormenti che lo affliggono, Capitale ammettendo lerrore nella stracittadina e adombrando per la prima volta una certa stanchezza di fondo. Il club (che ieri ha notificato nel primo trimestre dellesercizio 2012-2013, perdite in crescita a 16,7 milioni di euro, che portano il debito netto a 71,5 milioni) gli ha ribadito la fiducia ma la sensazione che stavolta, diversamente da quanto accaduto questestate quando fu il calciatore a dire di no a Mancini , lepilogo - in caso di eventuali offerte - possa essere diverso. VERSO PARIGI? Al momento, anche se va sottolineato come non ci sia nulla di ufficiale, il costante richiamo parigino non passato inosservato. A differenza del City, questa sarebbe una destinazione (come Madrid e Londra) che De Rossi, a determinate condizioni, non rifiuterebbe. Le manovre di avvicinamento sono iniziate da tempo. Il primo a lanciare lesca stato Verratti : Daniele ci farebbe comodo. Poi toccato ad Ancelotti : Il mercato ora chiuso, se ne potr parlare a gennaio. Dopo pochi giorni stato il turno del presidente del Psg, Al Khelaifi - De Rossi un buon giocatore, ma non faccio le trattative via stampa - sino ad arrivare a Ibrahimovic Grande giocatore, spero possa arrivare - e Lavezzi : De Rossi? Quelli bravi al Psg piacciono. Una morsa che si stringe alla quale, almeno ufficialmente, la Roma non ha fatto nulla per sottrarsi. E De Rossi - nonostante lattestato di stima ricevuto ieri - se n reso conto. LACCUSA Non solo lui. Leandro Greco , ora allOlympiacos ma ex giallorosso e amico di Daniele, ieri a Radio Man Sport ha espresso un giudizio tranchant sulla vicenda: Credo che stiano riuscendo a vendere De Rossi. Fino a qualche mese fa i tifosi sarebbero scesi in piazza per difenderlo. Adesso, invece, sono riusciti a cambiare la mentalit della gente. E vergognoso quello che gli sta accadendo. Forse vergognoso no, ma ogni giorno che passa certamente sempre pi chiaro.

72 of 209

LINCONTRO IN DISCOTECA Masiello, lelogio alla magica curva Sempre con noi
TORINO. Giocatori sereni. S, ieri sera a La Gare??, nota discoteca del centro di Torino, anche quei granata che nellultimo periodo, per un motivo o per laltro non hanno avuto la possibilit di levarsi troppe soddisfazioni, avevano tratti distesi, voglia di passare unora assieme, piena disponibilit nel farsi immortalare con i tifosi accorsi. Tanti i granata intervenuti. Dai giovani Gomis , Diop Nellaria c odore e Suciu , ai totem di derby: contro il Bianchi e Ogbonna , Bologna la curva ai nuovi?? Sansone pensava quasi pi e Birsa . Cera Basha alla Juve che alla , al solito tra i pi gara coi rossobl. sorridenti, come pure Comi: Tifosi, vi DAmbrosio e ringrazio ancora Masiello . Ecco, una volta questultimo uno di quelli che ha voglia di scalare posizioni, che cerca spazio dopo un periodo in naftalina. Atteso da una scalata importante, dal momento che nel suo ruolo va imponendosi con crescente autorevolezza DAmbrosio. Il calore della gente non mi Salvatore Masiello, 30 anni stupisce pi - dice Masiello a proposito dellaccoglienza ricevuta nella discoteca torinese -. I tifosi, e non solo quando scendiamo in campo, non ci lasciano mai da soli. Quindi i concetti vanno sulle prossime sfide che attendono la squadra. Nelle ultime gare sono arrivate conferme importanti, tali da farci affrontare le prossime sfide con piena fiducia nei nostri mezzi. E per gli appuntamenti che sono in programma sono ottimista. Alle cosiddette big sappiamo fare male, e lo dimostreremo fin da luned contro la Roma. E il 1 dicembre ci sar il derby: Laria della stracittadina si sente da tempo: col Bologna ero in panchina, e la maggioranza dei cori della Maratona gi puntava alla gara contro la Juve. I tifosi vogliono che lo si vinca, e noi faremo di tutto per accontentarli. Un breve intervento arrivato anche dal direttore generale Antonio Comi , fresco di patentino da ds per operare sul mercato: Bella serata, a nome della societ voglio ringraziare i tifosi per tutto quello che, anche questa volta, hanno fatto per il Torino. A.B.

73 of 209

C Zeman, il colpo ci sta


ALESSANDRO BARETTI
TORINO. Un filo indissolubile. E quello che lega la gente granata alla squadra. Si pu magari allentare, suddetto filo. Dopo la prova contro il Parma, dalla curva Maratona si pur levato qualche fischio allindirizzo dei giocatori. Per si riannoda in un Amen. Il pari di Roma con la Lazio, quello di Napoli, il successo contro il Bologna e, soprattutto, lo spirito attraverso il quale questi risultati sono arrivati, hanno reso nuovamente saldo il DAMBROSIO Se Danilo DAmbrosio, 24 anni, al legame tra le due giochiamo da Toro a suo primo anno in A, ha gi anime di uno stesso Roma tutto segnato due gol: contro corpo: squadra e possibile lAtalanta e il Bologna (Ansa) tifosi, entrambi riuniti sotto il segno del Toro. DAMBROSIO FIDUCIOSO Il ritrovo alla discoteca La Gare ??, che poi significa la stazione. Un simbolo, per questo Torino. Partito da una fermata buia e fuori mano, dove si era parcheggiato al termine della stagione culminata con lesclusione dai playoff ma oggi approdato in un luogo confortevole. Unaltra stazione di passaggio, comunque. Dalla quale c la possibilit di intraprendere viaggi di ogni tipo. I granata possono muovere il convoglio verso lidi meravigliosi, come sbagliare strada e trovarsi su un binario morto. La cloche in mano a Ventura e ai suoi giocatori. Molti dei quali, ieri, erano presenti nella discoteca torinese per ricevere labbraccio dei propri tifosi, appunto riavvicinati tra Roma e Napoli e poi riconquistati domenica allOlimpico. Quando DAmbrosio , con linzuccata vincente, ha spento le velleit di Diamanti, Gilardino e compagnia. Gi, DAmbrosio, il terzino che del Torino pure vicecannoniere grazie ai gol firmati con i rossobl e a Bergamo contro lAtalanta. Limportante che qualcuno metta a segno le reti utili per la salvezza - ha detto il difensore -. Se per anchio dovessi contribuire nuovamente ai successi del Torino con qualche gol, e cos portare punti utili alla classifica finale, ovviamente ne sarei felicissimo. La prodezza che ha Il ciclo di ferro? battutto Agliardi permette al Torino di affrontare con Una gara per volta. serenit, e soprattutto fiducia nei propri mezzi, il ciclo di ferro Sarei felice di che attende i granata: luned sera di scena a Roma, quindi segnare qualche impegnati in casa contro la Fiorentina prima di buttarsi sul altro gol decisivo derby. Si chiuder allOlimpico di Torino con la visita del per la salvezza, ma Milan. Oggi lavversario che fa meno paura, tra qualche ci che davvero settimana chiss. Prese tutte insieme c da spaventarsi conta che la continua DAmbrosio - ma noi dovremo fare un passo alla squadra resti in A volta, pensare alla singola gara che ci aspetta. Il primo pensiero va quindi alla Roma di Zeman : E un allenatore che ha un gioco un po particolare. Lo scorso anno, contro il suo Pescara, abbiamo fatto molto bene in casa mentre abbiamo perso da loro. La Roma una grande squadra: Lamela sta facendo benissimo, magari non avranno Osvaldo ma potranno ovviare allassenza con Destro , uno nel giro della Nazionale. Detto questo, se scenderemo in campo con il giusto atteggiamento, a Roma siamo nelle condizioni di fare il colpo. Possiamo fare bene, molto bene.... Il pensiero finale di DAmbrosio rivolto ai tifosi, ancora una volta protagonisti, ieri. Si tratta di unaltra bella

74 of 209

dimostrazione daffetto nei nostri confronti. Dopo la gara contro il Parma c stato qualche malumore ma la situazione si ricompattata velocemente. Ci che ci diciamo nello spogliatoio pu valere un po per tutto lambiente. Si sarebbe sbagliato pensando che il Torino reduce dal 5-1 di Bergamo fosse una squadra da scudetto, come sarebbe stato un errore credere che dopo Parma fossimo dei brocchi. Noi cerchiamo ma anche predichiamo equilibrio. SERENITA Autografi, pacche sulle spalle, foto e sorrisi hanno quindi creato un ponte ideale tra squadra e tifosi. Belle facce. Distese. Anche quelle di chi non reduce dal migliore dei periodi. E il caso di Ogbonna , fermo per una nevralgia pelvica dal 7 ottobre, eppure ieri disponibile con la gente, sorridente al momento di farsi immortalare. Da un fotografo deccezione: Bianchi . Pure lui, almeno in superficie, sereno, al netto di un contratto che, se non rinnovato, nel giugno prossimo lo allontaner da Torino. E stata una serata a tinte granata per stringersi ai giocatori, ma pure per discutere di opportunit e problematiche di chi impegna parte del proprio tempo libero dietro alle vicende della squadra. Alla Sisport per seguire gli allenamenti, allOlimpico come in giro per gli stadi italiani quando scende in campo il Torino. Insomma, un forum per migliorare, se possibile, larte di vivere a tinte granata. I giallorossi sono una squadra di assoluta qualit, Lamela poi fortissimo, per se noi scenderemo in campo con il giusto atteggiamento credo proprio che potremo fare molto bene

75 of 209

76 of 209

77 of 209

SERIE A la tregua non regge

Samp: una polveriera


PAOLA BALSOMINI
BOGLIASCO. Il derby, la contestazione, i movimenti societari. C tutto nella settimana che accompagna la Sampdoria alla gara di domenica sera contro il Genoa. Il tempo dei faccia a faccia, evidentemente, finito: da una parte ci sono i vertici blucerchiati che hanno ristretto a due i nomi dei candidati (Enzo Castagnini e Sergio Perinetti ) per il posto di nuovo direttore sportivo, dallaltra ci sono i tifosi Ecco lo striscione di che ieri a Bogliasco hanno ribadito, con contestazione esposto dai maggior forza, che lunico risultato possibile tifosi blucerchiati ieri a nella prossima Bogliasco stracittadina la Unaltra dura vittoria. contestazione dei NUOVO DS Dopo lincontro a tre tra il vicepresidente tifosi a Bogliasco Edoardo Garrone , lamministratore delegato Rinaldo Sagramola e Pasquale Sensibile , si cominciato a lavorare per dare alla societ, in caso di un altro mancato successo contro i rossobl, un dirigente che possa risollevare le sorti di una squadra in caduta libera. Il nome in pole quello di Renzo Castagnini, che potrebbe festeggiare il suo compleanno (ieri ha compiuto 56 anni) con un nuovo incarico nella Sampdoria. La sua lunga carriera da dirigente iniziata nella Salernitana, per poi passare al Catania, Cosenza, Genoa e Vicenza dove ha lavorato per tre anni proprio con Sagramola. Subito dopo emigrato a Piacenza, ottenendo successivamente lincarico di responsabile degli osservatori e del settore giovanile della Juventus. Nel luglio del 2012 tornato a lavorare con il Cosenza nelle vesti di direttore generale, poi una breve parentesi nel Barletta. Castagnini il nome nuovo per la Sampdoria che comunque ha gi trovato luomo giusto in Sagramola, dirigente in grado di ricoprire i ruoli chiave allinterno della societ. Castagnini potrebbe quindi garantirgli un appoggio in fase di campagna acquisti, visto che la famiglia Garrone sar costretta ad intervenire di nuovo sul mercato. La settimana scorsa i vertici di Corte Lambruschini hanno contattato anche Giorgio Perinetti, altra figura ideale per completare il nuovo organico. Per lui parla una lunghissima carriera nelle societ pi prestigiose, dal Napoli, alla Roma, In caso di sconfitta fino a ricoprire il ruolo di responsabile del settore giovanile nuova rivoluzione: della Juventus nel 1998. Lultima esperienza questanno a Castagnini o Palermo ma dopo larrivo di Pietro Lo Monaco ha deciso di Perinetti come ds, lasciare lincarico di direttore generale dellarea sportiva Iachini in pole rinunciando a due dei tre anni di contratto. In realt la come tecnico Sampdoria inizialmente aveva puntato proprio su Perinetti che per resta comunque legato al Palermo fino al giugno 2013 e per questo a Genova non potrebbe ricoprire le stesse mansioni. Cos spuntato anche il nome di Castagnini che, al momento, resta in pole. NERVI TESI Certo che tutto pu dire il tecnico Ciro Ferrara tranne di poter preparare il derby in pace, tra manovre societarie, riunioni tra giocatori e dirigenti e nomi di possibili nuovi allenatori. Anche in questo caso i candidati sono rimasti tre: Beppe Iachini , voluto fortemente dalla piazza e ancora sotto contratto, Delio Rossi e Edy Reja . Gli ultimi due accetterebbero la proposta della Sampdoria soltanto se

78 of 209

prevedesse due anni di contatto. Movimenti frenetici a cui ieri si aggiunta anche la contestazione da parte di un gruppo di tifosi della gradinata Sud che durante lallenamento ha cantato cori rivolti ai giocatori, esponendo poi lo striscione: Tutti colpevoli, tirate fuori i c.... Ennesimo monito dopo lincontro di due giorni fa tra un altro gruppo della gradinata, Ferrara e il capitano Daniele Gastaldello . Una tregua fino al derby, si era detto, mentre quello di ieri sembrava piuttosto un segnale per far capire alla squadra che la vera contestazione, in caso di un altro ko nel derby, sar eventualmente rimandata alla prossima settimana.

79 of 209

LA GIOIA DEL NUMERO UNO Mammarella al settimo cielo Questo sogno non finisce qui
UNA PARTITA da impazzire. Venti minuti da incubo, trenta da sogno: lItalia recupera tre gol al Portogallo e riesce a staccare il biglietto per le semifinali di Thailandia 2012, piegando 4-3 Ricardinho (spettacolare la sua partita) e compagni. Dopo aver portato gli azzurri alla semifinale degli Europei persa proprio contro la Spagna, lavversaria di domani Roberto Menichelli ha fatto altrettanto ai Mondiali. A fine partita il ct azzurro non nasconde la sua soddisfazione per il traguardo raggiunto, malgrado lespulsione per le proteste per un time-out concesso con un po di ritardo: Vedere lItalia alle semifinali del Mondiale una grande gioia, lo soprattutto per i giocatori, per la federazione, per la Divisione Calcio a 5, ma anche per tutto il mondo del futsal italiano - spiega Menichelli a fine gara - Penso che sia bello per una squadra diversa, rinnovata, giovane, arrivare in semifinale: una squadra fatta soprattutto di bravi ragazzi, di bravi giocatori con uno spessore morale molto elevato. Nella ripresa si vista unaltra Italia, rispetto a quella del primo tempo: Ci siamo stretti in un momento di difficolt, ci siamo detti pi volte che siamo una squadra e che nei momenti difficili si vedono gli uomini e i giocatori. Abbiamo detto che era necessario scalare una montagna molto alta: eravamo sotto 3-0, ma potevamo farlo, usando la testa. Questo quello che i ragazzi hanno fatto e devo ringraziarli perch sono stati eccezionali. Abbiamo scritto una pagina importante per il futsal italiano: rimontare da 3-0 a 4-3 il Portogallo motivo di grande soddisfazione. IL PROSSIMO MATCH Ventiquattro ore e sar gi Spagna, nella rivincita della semifinale degli Europei. Una grande squadra attrezzata per arrivare fino in fondo ricorda Menichelli - Per anche lItalia lo ha meritato, vedremo di fare ancora meglio, soprattutto meglio del primo tempo in cui non abbiamo giocato bene e commesso anche degli errori, ma in una squadra pu succedere che ci sia un calo di tensione: limportante per sono le reazioni. Stefano Mammarella stato ancora una volta superlativo tra i pali. la prima volta che mi capita di piangere negli spogliatoi racconta il numero 1 azzurro - stato fantastico, ho provato un sentimento troppo bello da descrivere. Nellintervallo bastata una scintilla per ritrovare in noi la consapevolezza che avremmo potuto riprendere la partita. Ogni traguardo possibile. Questa Nazionale ha ancora tanto da dare. Dopo la partita di questa sera, questo sogno non finisce qui. GRANDE SQUADRA Chiusura per Sergio Romano: Eravamo una squadra forte, ora siamo una grande squadra: sembrer banale, ma cos, perch solo cos si riesce a compiere unimpresa del genere, sottolinea il laterale della Cogianco Genzano - Ci sono momenti in cui la tecnica e la tattica non contano, ma serve soltanto il cuore: noi siamo riusciti a fare questo. Sarebbe stato troppo brutto per essere vero uscire in questo modo: erano quattro anni che ci preparavamo per questo appuntamento, essere eliminati per 20 giocati male sarebbe stata una beffa. Dobbiamo rimanere con i piedi per terra, ma allo stesso tempo ricordarci che siamo capaci di fare partite di questo tipo.

80 of 209

RISULTATI E PROGRAMMA
BRASILE e Spagna superano con identico punteggio (3-2) Argentina e Russia e raggiungono le semifinali dei Mondiali. La Colombia continua a stupire: se la vedr con i verdeoro in semifinale, dopo il successo 3-1 sullUcraina. QUARTI DI FINALE Argentina-Brasile 2-3 d.t.s. Marcatori: 1630 Rescia (A), 1707 Borruto (A) del p.t.; 1242 Neto (B), 1355 Falcao (B) del s.t.; 442 Falcao (B) del p.t.s. Colombia-Ucraina 3-1 Marcatori: 218 Reyes (C), 1907 Caro (C), 1944 Abril (C), 1954 Ovsiannikov (U) del s.t. Portogallo-ITALIA 3-4 d.t.s. Spagna-Russia 3-2 Marcatori: 114 Cirilo (R), 318 Ortiz (S), 1313 Fernandao (S), 1847 Lozano (S) del p.t.; 1306 aut. Alemao (S) del s.t. SEMIFINALI (domani) ITALIA-Spagna (Bangkok, Indoor Stadium Huamark, ore 11); Brasile-Colombia (Bangkok, Indoor Stadium Huamark, ore 13.30) FINALI (domenica) 3/4 Posto (Bangkok, Indoor Stadium Huamark, ore 11); 1/2 Posto (Bangkok, Indoor Stadium Huamark, ore 13.30)

81 of 209

GENOA Borriello e Rossi ci sono Oggi test con la Primavera


Maurizio Moscatelli
GENOVA. Il vento che spazza il Signorini sembra voler invitare il Grifone a distendere le ali e prendere finalmente il volo. Per farlo serve per un solo risultato ed quello che porta i tre punti. Gigi Del Neri ne ben consapevole e dopo quattro sconfitte non vuole pi alibi tanto pi che il derby appare come la gara giusta per dare la svolta. Svolta che pu arrivare grazie al recupero di pedine importanti come Capitan Rossi e Marco Borriello . Ormai Dopo quattro pienamente recuperati i due saranno provati questo sconfitte il tecnico pomeriggio nellamichevole contro una formazione mista cerca una vittoria composta da elementi della Primavera di Chiappino e degli scacciacrisi e Allievi di Liverani . Loccasione giusta per quelle che proporr il 4-4-2: in potremmo definire prove generali in vista dellimpegno contro questo modo i blucerchiati domenica sera. Con Vargas che ieri ha ripreso Immobile non sar ad allenarsi con il pallone, e non escluso che gi dalla pi solo. Oggi la successiva sfida con lAtalanta possa ritrovare il campo per spinta dei tifosi qualche minuto, gli indisponibili rimangono a questo punto Jorquera , Ferronetti e Anselmo . Un lento miglioramento atteso da settimane che arriva nel momento pi opportuno. Il rientro di Rossi e Borriello infatti dovrebbe permettere questoggi di vedere finalmente il 4-4-2 pi vicino possibile allo schema classico del tecnico di Aquileia. Con Immobile non pi solo in avanti ma finalmente con il compagno di reparto ideale. Inoltre il recupero di Rossi permetter al tecnico di schierare con Jankovic due esterni di ruolo. Piccoli dettagli ma che sommati luno allaltro fanno del Grifone attuale una squadra sulla via della guarigione. Quanto basta per far sorridere i tifosi che anche ieri hanno affollato le tribune del Signorini e che oggi non mancheranno alla doppia seduta in programma. Perch derby o non derby Del Neri anche questa settimana ha messo in programma lavoro doppio sia la mercoled sia al gioved.

82 of 209

Italia da brividi: Portogallo ko ed semifinale Mondiali: storico successo degli azzurri che vanno sotto di tre gol e rimontano. Domani c la Spagna
UNITALIA infinita, una vittoria storica. Gli azzurri di Menichelli, sotto di tre reti dopo appena 11 di gioco, battono 4-3 il Portogallo dopo i tempi supplementari e conquistano un posto nella semifinale della coppa del Mondo. Quelli giocati al Nimibutr Stadium di Bangkok sono stati 50 di pura adrenalina e pathos. Un concentrato di emozioni che difficilmente potranno essere dimenticate. Tanto negative nel primo tempo, quanto esaltanti nella ripresa e nei supplementari. Ricardinho, soprannominato O Magico??, sembra inarrestabile e nei primi 11 realizza una tripletta che manda provvisoriamente ko lItalia, che non trova il gol nemmeno nei 2 di superiorit numerica dopo lespulsione di Cardinal. Gli Lesultanza dellItalia a fine azzurri rischiano il tracollo e di far scrivere al gara: gli azzurri sono in Portogallo per la prima volta nella sua storia il semifinale ai Mondiali numero uno nella casella delle vittorie: nei (Cassella/Divisione Calcio a 5) quattordici precedenti, infatti, i lusitani non erano mai riusciti a battere la nostra Nazionale. I numeri, per, contano. La tradizione pure. E allora, se il Portogallo non ha mai vinto contro lItalia nella sua storia, ci deve pur essere un motivo. Per ritrovare morale, fiducia ed entusiasmo, agli azzurri basta solo guardarsi negli occhi nellintervallo. LA RIMONTA LItalia rientra in campo convinta e determinata, consapevole di poter riprendere una partita che sembrava persa fino a pochi secondi prima. Il gol (su rigore) di Saad non appena cominciata la ripresa uniniezione di entusiasmo per chi sta chi in campo e sulle tribune. Anche i tifosi, sempre pi numerosi, partita dopo partita, cominciano a credere nellimpresa. Il Portogallo per si difende bene e riesce anche a rendersi pericoloso dalle parti di Mammarella, dove per non si passa. Il numero 1 della Nazionale, oltre a parare, anche il primo ad incitare la squadra verso una rimonta che si fa sempre pi vicina al 18 con il gol di Lima, schierato portiere di movimento, e si completa a 46 dalla fine con il solito Fortino. stato gi fatto qualcosa di straordinario, ma ora lItalia deve compiere lultimo sforzo. IL GOL PARTITA Serve un gol, quello della vittoria, che arriva al 2 del primo tempo supplementare con Honorio, una puntata di sinistro che brucia il portiere. Il numero 6 alza gli occhi al cielo, i suoi compagni corrono ad abbracciarlo. Gli azzurri resistono fino al suono della sirena, che sancisce la vittoria, e scoppiano in un pianto di gioia che rimarr nella storia del futsal italiano. Unimpresa stata compiuta, ma potrebbe non essere lultima. In semifinale lItalia se la dovr vedere contro una Spagna, che non perde da 118 partite. Chiss che domani limpresa contro il Portogallo possa diventare gi acqua passata.

83 of 209

PORTOGALLO-ITALIA 3-4 d.t.s. (3-0 p.t.; 3-3 s.t.) PORTOGALLO: Andre Sousa, Arnaldo, Cardinal, Goncalo, Ricardinho, Joao Benedito, Paulinho, Leitao, Pedro Cary, Nandinho, Djo, Joao Matos, Marinho, Bebe. Ct. Braz ITALIA: Mammarella, Forte, Romano, Honorio, Saad, Ercolessi, Leggiero, Mentasti, Fortino, Merlim, Vampeta, Lima, Barigelli, Miarelli. Ct. Menichelli ARBITRI: Karel Henych (Repubblica Ceca), Renata Leite (Brasile), Daniel Rodriguez (Uruguay) CRONO: Nurdin Bukuev (Kirghizistan) MARCATORI: 102, 1053 e 1101 Ricardinho del p.t.; 124 rig. Saad (I), 1732?? Lima (I), 1914?? Fortino (I) del s.t.; 200?? Honorio (I) del p.t.s. AMMONITI: Romano (I), Cardinal (P), Ricardinho (P), Arnaldo (P), Djo (P) ESPULSI: Cardinal (P) all1132 del p.t. per doppia ammonizione NOTE: allontanati per proteste il Ct. azzurro Menichelli (1458 s.t.) e quello portoghese Braz (020 s.t.s.)

84 of 209

85 of 209

SERIE A SPECIALE MERCATO

Udine, ecco il futuro


ANTONINO MILONE
IN FONDO, Francesco Guidolin ne era consapevole dal primo giorno di ritiro. Tanto che il tecnico dellUdinese, allennesima domanda-ritornello sulle possibilit che i friuliani tornino in alto in classifica, non smette di ripetere la solita solfa: Questa la nostra dimensione. Come dire che la decima posizione attualmente occupata in coabitazione col Cagliari rasenta i confini della normalit per un ambiente infiammato dalle ultime straordinarie stagioni, ma che non deve mai smarrire la propria identit. Eppure la Porta a Consigli, famiglia Pozzo la Bobadilla con Di prima a sapere che il Natale, Pezzella in mercato propone s le difesa occasioni da non mancare, ma perch lUdinese torni a battagliare nei quartieri alti della serie A c bisogno di qualche colpo a sensazione. Perch non affatto delittuoso??, in situazioni del genere, alzare lasticella dei desideri e affiancare alla consueta ricerca dei talenti sconosciuti, quella delle certezze, o degli usati sicuri. TRE NOMI Cos in seno al club bianconero si va diffondendo unidea, per ora ferma allo stadio del sondaggio disinteressato??, poi chiss... E considerato che le prestazioni del portiere serbo Zeliko Brkic si stanno rivelando sempre meno entusiasmanti, con lambiente che continua a rimpiangere i tempi in cui tra i pali bazzicava?? un certo Samir Handanovic , ecco che lUdinese ha provato a sondare il terreno che conduce ad Andrea Consigli , 25 anni e una vita passata a difendere la porta dellAtalanta, svezzato alla scuola del mitico Mino Favini . tale la distanza?? tra le parate sfoggiate in serie dal numero 1 nerazzurro e le immancabili esitazioni del suo omologo in bianconero (peraltro, in scadenza di contratto) che i friulani stanno pensando al colpo grosso. Fermo restando che, per forza di cose, al momento lAtalanta non ha alcuna necessit di cedere il suo gioiello, blindato da un accordo fino al 2015. Per i sogni, spesso, son desideri destinati ad avverarsi, soprattutto se la pista

86 of 209

fosse battuta a lungo. E cos i 4 gol incassati in 180 minuti dallargentino Raul Bobadilla , che hanno rialzato lo Young Boys dal fondo della classifica in Europa League, hanno acceso i fari?? bianconeri. Legato da un contratto biennale, lattaccante considerato la spalla ideale per limmarcescibile Tot Di Natale , considerato che in attacco sia il desaparecido Luis Muriel sia lalterno Mathias Ranegie non danno garanzie in prospettiva. In difesa, inoltre, considerato che (almeno) Mehdi Benatia dovrebbe essere ceduto, al centro piace il 21enne German Pezzella , punto di forza del River Plate e dellunder 20 argentina, spiato?? a pi riprese, anche durante il Mondiale di categoria dello scorso anno. GLI ALTRI Ma la tradizione, legata alla ricerca dei giovani diamanti da sgrezzare, non va a rotoli, tuttaltro. Ecco perch lUdinese tiene vive altre piste, tra lestero e lItalia: nel Lecce piace molto il trequartista Filippo Falco , classe 92, fresco di rinnovo contrattuale fino al 2017 e con ottimi margini di crescita. Fuori dai nostri confini, invece, va segnalato linteresse per Alan Ruiz , 19 anni, mediano del Gimnasia La Plata e della stessa Under 20 argentina. Magari gi a gennaio il centrocampista potrebbe essere ingaggiato per garantire freschezza e la giusta spensieratezza a un reparto ancora sofferente dopo le cessioni di Gokhan Inler , Mauricio Isla e Kwadwo Asamoah . E ancora: lUdinese ha accelerato sensibilmente per Mihael Pongracic , esterno sinistro croato (comunitario da giugno 2013) dellOsijek, per il quale si erano mosse anche Catania e Parma. Guarda caso, l dove la possibile partenza di Pablo Armero rischia di lasciare il vuoto. Nulla viene lasciato al caso: tra sogni altolocati e le solite scommesse, il mercato dellUdinese che verr gi in corso. Il club friulano coltiva unidea se Brkic continuasse a deludere: sondaggio per latalantino. E tra i talenti, c Falco nel mirino

Andrea Consigli, 25 anni (Ansa) Raul Bobadilla, 25 anni (Liverani) German Pezzella, 21 anni (Reuters)

87 of 209

E CUADRADO VUOLE RESTARE Fiorentina al lavoro Lattaccante arriva...


IL DS della Fiorentina, Daniele Prad , esalta giustamente lottima stagione sin qui disputata dai viola. Che, in ossequio al motto gioco pi risultati??, sono stati capaci di riattizzare una piazza quasi disabituata ai trionfi. Eppure, perch il disegno tattico di Vincenzo Montella possa completarsi, la dirigenza toscana (nellaccogliere con piacere la volont di Cuadrado di restare a lungo a Firenze) sa bene che larrivo di un attaccante complementare Montella continua a allintoccabile (almeno fino a giugno 2013...) coccolare Stevan Jovetic sia Bergessio, gi seguito dallAtletico necessario. Il nome di punta quello Madrid. Piace dellitalo-argentino Gonzalo Bergessio , blindato per tre anni Cardozo dal Catania. I siciliani sono ben consapevoli del fatto che, prima o poi, l davanti almeno un componente del trio completato dal Papu Gomez e Pablo Barrientos dovr essere ceduto. Su questultimo, peraltro, insiste lAtletico Madrid allenato da Diego Pablo Simeone , che non ha mai nascosto una certa simpatia per lattaccante rossazzurro. NOMI DI PUNTA La Fiorentina, ad ogni modo, continua a guardarsi attorno: in Portogallo, per esempio, piace da impazzire quellOscar Cardozo gi monitorato, tra le altre, dalla Juventus. Il giocatore ha due anni di contratto e una clausola rescissoria monstre che, per forza di cose, andr ridiscussa al ribasso. Il club viola, dal canto suo, conta sugli ottimi rapporti col ds dei portoghesi, lex capitano Manuel Rui Costa . Meno onerosa, peraltro, appare loperazione legata allolandese Klaas Jan Huntelaar , in scadenza di contratto lestate prossima, pure lui in orbita Juventus. I bianconeri tengono viva anche la pista Osvaldo , un altro degli obiettivi in odor di trasferimento, sul quale i tentacol di Prad non mollano la presa. IN SUD AMERICA Le alternative vanno ricercate a migliaia di chilometri dallItalia. In Sud America la Fiorentina ha ricevuto buone segnalazioni sulluruguaiano, con passaporto portoghese, Gonzalo Diego Bueno Bingola, 19 anni, attaccante di piede mancino del quale si spesso messa in evidenza la capacit di destreggiarsi con buoni risultati sia da attaccante centrale che da seconda punta, preferibilmente sul lato sinistro. La giovane et, naturalmente, farebbe presupporre una strategia differente da parte del club viola: non lusato sicuro, ma il colpo di prospettiva. Per i radar restano accesi... A.MI.

88 of 209

IN BREVE LUnder 20 super contro la Svizzera


GRANDE prova dellUnder 20 di Gigi Di Biagio, che nella 3 partita del Torneo Quattro Nazioni ha battuto 4-1 a Meda la Svizzera (gi superata nella 1 partita in trasferta). Subito in vantaggio con un colpo di testa di Belotti su cross di Piscitella, gli azzurri dopo poco pi di 20 minuti erano gi sul 3-0 grazie a un destro di Battocchio e a unazione personale chiusa in rete da Piscitella, il migliore in campo. Rimasta in 10 al 29 per lespulsione di Masi, lItalia nella ripresa ha subito il gol di Rapp, ma al 41 ha segnato di nuovo, grazie a un rigore procurato e trasformato da Beretta. Sono soddisfatto - ha commentato Di Biagio -: questa partita rappresenta unulteriore crescita rispetto alle ultime prestazioni. I ragazzi hanno fatto quello che avevo chiesto e soprattutto nel primo tempo abbiamo cercato di proporre gioco, poi lespulsione ha un po cambiato le cose. Gli azzurri si sono portati a 6 punti in tre partite, superando la Germania (prossima avversaria, il 6 febbraio) che li aveva battuti alla 2 partita e portandosi al secondo posto dietro alla Polonia, a quota 8 ma con una partita in pi. ITALIA-SVIZZERA 4-1 MARCATORI: pt 1 Belotti, 11 Battocchio, 21 Piscitella; st 14 Rapp, 41 Beretta rig. ITALIA (4-2-3-1): Pigliacelli; Piccini, Benedetti, Masi, Pecorini (1 st Sabelli); Sampietro (30 st Schiavone), Battocchio; Politano (35 pt Blondett), Fossati (13 st Vassallo), Piscitella (1 st Improta); Belotti (20 st Beretta). A disp. Leali, Prestia, Casiraghi. Ct: Di Biagio SVIZZERA (4-1-4-1): Brecher (1 st Frick); Tosetti (30 pt Kryeziu), Jackle (1 st Decarli), Ajeti, Kamber; Zwimpfer; Veloso (15 st Romano), Grether, Freuler (1 st Sessolo), Rapp; Vuleta (1 st Buess). A disp. Schmid. Ct: Trmple ARBITRO: Osmers (Germania) NOTE: espulso Masi (29 pt) per gioco scorretto. Ammoniti: Benedetti, Vuleta, Freuler, Sabelli POLONIA-GERMANIA 2-1 (pt 23 Przybylko/P, 25 Hoffmann/G; st 29 Bereszynski/P) CLASSIFICA: Polonia 8 (4); Italia 6 (3); Germania 4 (3); Svizzera 1 (4). Tra parentesi le partite giocate. UNDER 18 KO CONTRO LA GERMANIA Netta sconfitta per lUnder 18 di Alberigo Evani, battuta 3-0 dalla Germania in amichevole a Kelsterbach: gol di Akpoguma al 13 pt e al 17 st e di Lohkemper al 27 st su rigore. PRIMAVERA: CROTONE-VICENZA 0-0, con 5 espulsi E finita 0-0 la partita tra Crotone e Vicenza, recupero della 7 giornata del campionato Primavera, girone C: merito del portiere calabrese Morabito che al 25 pt ha parato un rigore a Scarpa. Ben cinque gli espulsi: i crotonesi Sahman (4 pt), G. Basile (35 pt dalla panchina), Russo (43 st) e Foresta (45 st) e il vicentino Bruttomesso (20 pt). CLASSIFICA: Napoli* 22; Lazio*, Roma*, Palermo 18; Ascoli 17; Catania* 16; Juve Stabia 14; Reggina 13; Vicenza 13; Crotone 11; Pescara, Bari 10; Lanciano 4, Ternana 3. *Una partita in meno.

89 of 209

90 of 209

COLPI IN DIFESA Genoa, via Granqvist Assalto a Terranova


IL TOURBILLON dirigenziale avviato in estate (dalladdio di Pietro Lo Monaco al recente ritorno di Rino Foschi , con Stefano Capozucca allontanato - anche - per via di un contratto in scadenza) non ferma le trattative in casa Genoa. Anzi: il nuovo ds lavora per migliorare gi a gennaio una rosa ricca di evidenti carenze. Con linevitabile necessit di dare, quand il caso, il placet per la partenza di qualche giocatore. I rossobl lavorano Cos lo Zenit San Pietroburgo di Emanuele Terranova, 25 anni, per rinnovare il Luciano Spalletti , ha un contratto biennale pacchetto dopo aver fatto un (Liverani) arretrato: lo Zenit sondaggio per torna forte sullo Alexander Merkel , svedese, interessa ha capito di avere maggiori chance nella corsa al difensore il centrale del Sassuolo. In mezzo svedese Andreas Granqvist : legato ai colori rossobl fino al si valuta DAgostino 2015, il centralone piace moltissimo ai russi. Foschi ci pensa su e, nellattesa, si muove alla ricerca di un difensore che dia garanzie adeguate. Tra i nomi segnati sul taccuino del ds c quello di Emanuele Terranova , 25 anni, tra gli elementi di punta del Sassuolo capolista in serie B. Il giocatore ha unintesa biennale col club del patron Giorgio Squinzi e obiettivamente sembra complicato pensare che i neroverdi possano privarsi di lui gi a gennaio, considerato anche il suo rendimento: 14 presenze e 4 gol, pure su rigore, una sorta di specialit per il calciatore. OBIETTIVI CALDI Ma il Genoa ha bisogno di rafforzarsi anche sugli esterni. Ecco perch resta piuttosto calda la pista che conduce al 28enne Simone Padoin , gi oggetto di un possibile ritorno allAtalanta, che nella stagione in corso ha giocato soltanto per 78 minuti nella Juventus. Anche in mezzo gli obiettivi non mancano: dal giovane bianconero Luca Marrone (22 anni) al pi stagionato?? Gaetano DAgostino (30), un elemento rilevante nello scacchiere di Serse Cosmi , al punto che il Siena non pare cos disposto a privarsene, perlomeno a stretto giro di posta. In fatto di esperienza, non tramonta il nome del brasiliano Francelino Matuzalem , escluso dalla rosa della Lazio, per il quale lottano anche Palermo e Milan. Ma tra Enrico Preziosi e Claudio Lotito corre sempre buon sangue... A.MI.

91 of 209

92 of 209

93 of 209

94 of 209

95 of 209

96 of 209

97 of 209

SERIE A TRA MERCATO E CAMPIONATO

IL GIOVANE ARGENTINO, che oggi compie 19 anni, DAL SUOCERO?? SPECIALE: MARTIN PALERMO Palermo avanti con Dybala E Matuzalem...
Luigi Butera
PALERMO. Il regalo di compleanno? Unaltra maglia da titolare. A Paulo Dybala , che oggi compie 19 anni, la doner Gian Piero Gasperini a Bologna, laddove il Palermo giocher unaltra partita cruciale. Il ragazzino che ha steso la Samp con una doppietta da sballo sar al centro dellattacco. Per merito certamente, ma pure perch Miccoli non ancora al 100%. Un Miccoli che, premiato ieri dal Panathlon, sul compagno si espresso cos: Io il mio ruolo di fare da chioccia lho fatto prima, lo faccio adesso e lo far fino a quando sar qui. Paulo deve proseguire su questa strada, deve ascoltare i consigli non solo miei ma anche dei compagni pi esperti. Spero per lui e per noi che possa fare bene. Io e lui insieme? Palermo una Decide Gasperini. Il capitano (che sul suo contratto ha piazza gradita, detto: Andr in scadenza, poi vedremo cosa succeder), dice Fusco, si allena a parte, il problema muscolare quasi superato, procuratore del ma Gasperini non intende rischiarlo: dopo Bologna arriva il laziale. Intanto derby col Catania. Tanto pi che Miccoli anche diffidato. Gasperini Se il salentino per non affretta i tempi perch il Palermo domenica a ha trovato il nuovo oro, Dybala. I due gol di domenica hanno Bologna terr detto che il ragazzino argentino non una meteora. Quella ancora fermo doppietta stata una risposta a chi lo aveva bocciato dopo Miccoli pensando la prima partita giocata da titolare contro il Torino. Non al successivo pronto, diceva qualcuno. Meglio mandarlo a giocare con derby con il la Primavera, sentenziava qualche altro. Dybala, invece, ha Catania dimostrato che nel campionato italiano ci pu stare. Anche se ha solo 19 anni. Listinto da attaccante vero, il carattere da giocatore maturo. Non a caso Gasperini, nel dopo partita con la Samp, lha definito scaltro e determinato. A Bologna adesso arriva la prova del nove, contro unaltra squadra che ha disperato bisogno di punti. Paulo far molta strada, ha un grande futuro davanti a s, dice Brienza . AMO IL SORBETTO Gi innamorato di Palermo, Dybala ha scelto di vivere a Mondello, vicino al mare, dove spesso si fa fotografare per poi postare le immagini su Facebook. Pochi grilli per la testa, pi maturo della sua et: chi lo frequenta parla di un professionista esemplare. Campo e casa, lIpad il passatempo (il gioco preferito Virtual Tennis). Non concede sgarri alla dieta, ma ha una passione per il sorbetto al limone. La sua vita sentimentale? Ha una tenera amicizia con la coetanea Aline Lucena Palermo , figlia di Martin, il miglior marcatore di sempre del Boca Juniors. Oggi dopo lallenamento, Dybala festegger il compleanno con la colonia argentina, che presto potrebbe diventare pi folta grazie allad Lo Monaco , specializzato in colpi dal Sudamerica. Intanto c da registrare lapertura dellagente di Matuzalem . Il suo destino dipende solo dalla Lazio. Il Palermo? una piazza gradita - dice Filippo Fusco , agente del calciatore -. Matuzalem ha un contratto con la Lazio che scade nel giugno del 2014, fino a quel momento sar a disposizione della societ. La scelta spetta alla Lazio, le qualit di Matuzalem sono fuori discussione, si sono fatti i nomi di

98 of 209

Milan, Genoa ed ultimo per ordine di tempo Palermo, tutte piazze importanti gradite al giocatore.

99 of 209

SHOWCASE ALLAUDITORIUM: LA PRIMA VOLTA PER IL CANTAUTORE Colpo Rds: Tiziano Ferro in chiave swing
LATTESA sale a livelli straordinari: luscita dellalbum Lamore una cosa semplice Special Edition?? che contiene il brano Lamore una cosa swing??, in programma marted prossimo, sta infiammando i cuori di migliaia di appassionati. Intanto, per scaldarsi anche in vista del prossimo tour, ieri sera Tiziano Ferro si esibito allauditorium multimediale di Radio Dimensione Suono per uno showcase esclusivo. Duecento ospiti hanno avuto la possibilit di vivere il privilegio di assistere alla trasformazione in chiave swing di alcuni tra i maggiori successi del cantautore. Da La differenza tra me e te?? a LOlimpiade??, da Tiziano Ferro, 32 anni: marted Xverso?? a Il bimbo dentro??, la serata stata esce il nuovo album un crescendo di emozioni allo stato puro. EMOZIONE SINCERA un appuntamento molto speciale - ha raccontato Ferro nel corso dellintervista che ha preceduto il live -. Questo posto per me speciale perch lho inaugurato io... Sono stato il primo artista a concedere unintervista ad Anna Pettinelli quando allesterno ancora cera il cantiere. Dunque, esattamente come quella volta, questa sar unaltra prima volta. E per la prima volta, infatti, canter questi brani in versione swing con la mia band. Lo stesso cantautore originario di Latina, nonostante i successi mietuti in tutto il mondo (le vendite ammontano a circa 7.600.000 copie di dischi), non vuole fermarsi sul pi bello. E ieri sera apparso molto emozionato: stato un delicato momento musicale per pochi intimi - ha proseguito innanzitutto stata bella la possibilit di portare dal vivo, per la prima volta, questo disco swing. Non lavevamo mai veramente suonato live con la mia band originale ed era una cosa alla quale tenevo. Egoisticamente dico grazie a Radio Dimensione Suono perch mi ha dato questa possibilit, altrimenti forse non lavrei mai fatto. Poi lAuditorium di Rds mi ha fatto tornare alla mente ricordi legati alla dimensione musicale in cui sono nato, quella dei club. 100% GRANDI SUCCESSI Soddisfatto anche il direttore della comunicazione di Radio Dimensione Suono, Massimiliano Montefusco: Lauditorium multimediale Rds il cuore della musica 100% grandi successi - ha dichiarato - oltre a rappresentare uno spazio esclusivo per essere protagonisti di un grande evento. Il concerto di Tiziano Ferro per 200 ospiti, la condivisione social dellevento e il post concerto nellecobolla rappresentano un format Rds che avvicina sempre di pi gli ascoltatori ai grandi personaggi del panorama musicale.

100 of 209

Catania e Andujar voglia di record


SERGIO MAGAZZ
CATANIA. Rolando Maran contro il suo passato. Domenica il tecnico del Catania affronter il Chievo, ovvero la squadra che ha guidato pi dal campo, come capitano di tante battaglie (280 presenze e 11 reti dal 1986 al 1995), che dalla panchina dove, nella stagione 1997/1998, ha fatto da secondo?? a Silvio Baldini . Il Chievo un tab per il Catania, lunica vittoria dei rossazzurri risale, Largentino cerca i infatti, allo scorso 270 di imbattibilit precampionato, quando risult decisivo il rigore di Lodi , concesso per un fallo ai danni di Morimoto . Anche Maran, in campionato, non ha mai vinto contro la sua ex squadra. Quando era a Trieste, infatti, nella stagione 2007/2008, perse a Verona e pareggi al Rocco??. RISCATTO ANDUJAR Ma di elementi legati alla cabala ce ne sono altri. A cominciare dalla Mariano Andujar, 29 anni, sfida Andujar - Pellissier , che nelle ultime tre portiere della Nazionale occasioni ha visto lattaccante aostano fare argentina nativo di Buenos sempre gol al portiere argentino. Ma stavolta Aires. E al Catania dalla Andujar - ieri con la nazionale argentina stagione 2009-10 (Liverani) impegnata nellamichevole disputata in Arabia Saudita - avr un motivo in pi per evitare di subire gol. Riuscendoci allungher, infatti, a 270 minuti la sua attuale imbattibilit. A conferma che - Gomez a parte - nel Catania c un altro argentino decisivo. Quello che lo scorso anno venne spedito in patria, dopo un faccia a faccia piuttosto teso con lallora amministratore delegato, Pietro Lo Monaco , avvenuto negli spogliatoi del Tardini?? di Parma. In estate, al suo terzo ritorno in Sicilia, sembrava di Sar una gara passaggio, essendo destinato ad essere ceduto. Il Catania, speciale anche per nel frattempo, si era assicurato il promettente Frison che, Maran, 280 per, sinfortun proprio quando la stagione stava per presenze nel Chievo dall86 al 95. prendere ufficialmente il via. E cos Andujar si riconquistato il posto da titolare, passando dai fischi agli Bergessio in applausi dei tifosi. Sabato scorso a Cagliari stato decisivo gruppo con un paio di interventi che hanno negato il gol alla squadra i casa confermando ancora una volta limpressione di grande solidit. Insomma, il portiere sudamericano degli etnei diventato finalmente un fattore. BERGESSIO C Ieri la squadra ha sostenuto una doppia seduta dallenamento nel quartier generale di Torre del Grifo: in mattinata, lavoro di forza in palestra; nel pomeriggio, i rossazzurri si sono concentrati sulla fase difensiva, svolgendo esercitazioni a squadre contrapposte prima e approfondimenti in inferiorit numerica poi. Infine, partite a tema e con le sponde. Takayuki Morimoto, con un gran sinistro allincrocio dei pali, ha firmato la rete pi spettacolare del pomeriggio. Bergessio

101 of 209

tornato come previsto in gruppo e, a questo punto, dovrebbe tornare disponibile gi da domenica. Oggi pomeriggio nuova seduta dallenamento a porte chiuse.

102 of 209

associazione a delinquere Chiusa maxi inchiesta sugli ultr dellAtalanta


ANNALAURA SAURGNANI
BERGAMO. E stata chiusa dal pm della Procura di Bergamo Carmen Pugliese linchiesta per associazione a delinquere a carico degli ultr della curva Nord e in particolare del loro capo, Claudio Galimberti detto il Bocia??. Il pm si appresta a chiedere il rinvio a giudizio. Uninchiesta partita nel febbraio 2011 e che non ha precedenti in Italia. Unimmagine di un corteo di Innanzitutto per laccusa: associazione a ultr bergamaschi (Liverani) delinquere finalizzata a compiere atti di guerriglia (accusa che il gip aveva bocciato al momento di emettere le misure cautelari). ULTRA A PROCESSO Senza precedenti anche il numero di persone coinvolte: 147. Di queste, 6 sono appunto accusate di associazione a delinquere. Tra questi anche lex assessore regionale lombardo Daniele Belotti, che per laccusa avrebbe svolto il ruolo di consigliere del Bocia??. Ecco la sua replica: Pi che un ideologo o istigatore del tifo mi sono sempre sentito un pompiere??, ovvero un mediatore tra la curva e le Istituzioni, ruolo per altro che mi stato richiesto di interpretare negli ultimi cinque anni da quasi tutti i questori di Bergamo. Ha poi aggiunto: Sono contento che si sia arrivati alla chiusura delle indagini perch cos avr la possibilit di ottenere un interrogatorio, per altro gi richiesto dal mio avvocato, per chiarire la mia posizione. IL BLITZ CONTRO MARONI I fatti presi in considerazione sono numerosi e diversi tra loro. Si va dagli scontri tra le tifoserie al blitz del 2010 contro lallora ministro dellInterno Roberto Maroni. Linchiesta stata dunque condotta ad ampio raggio per dimostrare che linsieme di queste azioni pu costituire una vera e propria associazione a delinquere. Ci sono dunque gli scontri con gli ultr del Catania del 23 settembre 2009 ( e infatti dei 147 indagati, 55 sono tifosi catanesi), poi i tafferugli con gli interisti del 13 dicembre 2009 e lassalto alla Berghem Fest di Alzano Lombardo dellagosto 2010, quando sul palco cera il ministro dellInterno Roberto Maroni. La furia ultr si scaten contro la festa leghista dove erano presenti anche tante famiglie con i bambini. Il pretesto era la protesta contro la tessera del tifoso istituita quando cera appunto il ministro Maroni al Dicastero dellInterno. Prima della chiusura dellindagine il pm Carmen Pugliese riuscita a inserire un altro atto violento della tifoseria atalantina: laggressione a un tifoso juventino nel maggio scorso nel centro di Bergamo, mentre stava tornando dalla piazza dove si stavano svolgendo i festeggiamenti per lo scudetto bianconero. Due gli aggressori, secondo la Procura, uno dei quali sarebbe il capo ultr Galimberti.

103 of 209

FIORENTINA: DUBBIO JOVETIC Montella: Scudetto? Sognare bello...


BRUNELLA CIULLINI
FIRENZE. Felice di far sognare Firenze assieme alla sua squadra, ma da qui a parlare di scudetto ce ne corre: Non credo che la Fiorentina lotter per il titolo, le uniche squadre che possono dar noia alla Juventus sono Inter e Napoli sentenzia Montella a Sky. Realismo, scaramanzia o modestia? Una cosa certa: il giovane tecnico viola tutto vuole tranne che Vincenzo Montella, 38 anni, finire travolto da questa ondata di entusiasmo. prima stagione alla Fiorentina Di qui la decisione di fare il pompiere anzich (Ansa) lincendiario. Fa piacere che la citt sogni e sia felice, bello farsi contagiare dalla gioia dei tifosi, ci gratifica e faremo di tutto per accontentarli come accaduto domenica, vincere a San Siro stata una soddisfazione immensa anche perch abbiamo lavorato tanto per riuscirci. Per bisogna restare con i piedi per terra: aumentano le responsabilit e rilassarci non ci ammesso. JOJO IN DUBBIO Premiato il 26 novembre a Viareggio e relatore a dicembre in un seminario a Lucca sul modulo 3-5-2, Montella si sofferma poi sul campionato: Mi auguro resti incerto fino allultimo. Stramaccioni? Avrebbe potuto avere difficolt in una realt grande e complessa come lInter non avendo oltretutto giocato a certi livelli, invece non successo a conferma di grande personalit e competenza. E affidabile coi suoi giocatori. Consigli per Cassano? Il migliore non darne sorride ribadendo le simpatie giovanili prima per il Milan di Van Basten poi per il Napoli e dedicando un pensiero al derby Samp-Genoa: Purtroppo entrambe le squadre vivono un momento delicato. Al contrario della Fiorentina che fila che una meraviglia. Ma attenti allAtalanta il mantra che da giorni ripete Montella ai suoi. Nellattesa resta aperto il nodo-Jovetic che verr sciolto solo alla vigilia del match con lAtalanta: ieri il montenegrino, che prosegue le terapie dopo la lesione rimediata al polpaccio sinistro 10 giorni fa, ha fatto nuovi esami che hanno confermato il completo riassorbimento dellematoma, ma non essendo ancora rientrato in gruppo persistono i dubbi. In caso di forfeit (ma il rientro col Torino certo) Ljajic e Toni appaiono ancora favoriti. MONTREAL Intanto Montella oggi tester la squadra in amichevole al Franchi (ore 19) col Montreal Impact di Nesta e Di Vaio: la Fiorentina organizzer sul suo canale tematico Violachannel un lungo speciale e la diretta della gara (trasmessa pure su Sportitalia) con il commento tecnico affidato a Emiliano Viviano. Lallenatore viola risparmier i nazionali mentre Cuadrado atteso entro domani dopo limpegno col Brasile. A proposito del colombiano, il suo agente ha ribadito che vuol restare a Firenze anche in futuro.

104 of 209

105 of 209

106 of 209

MOMENTO CRITICO PER I VERCELLESI Pro, ora basta parole


Vittorio Gelso
VERCELLI. Sar stato un segno il destino con quella giornata fredda e piovosa, ma sabato scorso contro il Modena andato un po tutto al contrario. A cominciare dal risultato, ovviamente, con quel 2 a 1 che non ci voleva per la classifica e, soprattutto, per il morale. La Pro stata timida, pasticciona e forse anche un po sola se vero che nel primo tempo c stato lo sciopero dei ragazzi della Curva Ovest: strano il loro silenzio, ma originale anche la protesta, Il dg Romairone visto che uno striscione esposto in curva se la prendeva striglia la squadra: contro i vercellesi troppo sonnecchiosi e poco disposti a Serve una seguire le bianche casacche in trasferta. Il direttore mentalit da serie generale, Giancarlo Romairone , preferisce essere B, invece facciamo di tutto per farci del telegrafico, al punto da risultare quasi sibillino, ma solo in apparenza: In questo momento dobbiamo parlare poco e male allenarci molto. Dobbiamo acquisire una mentalit da serie B dentro e fuori dal campo, invece, a tutti i livelli, stiamo facendo di tutto per farci del male. APPELT E KO La sfida contro il Crotone ormai incombe e sabato pu essere una bella rivincita per tutti: per la squadra e anche per i tifosi, del cui sostegno la Pro ha bisogno in questo momento pi che mai. Mancher Appelt per infortunio che potrebbe essere sostituito da Innocenti, anche se le sorprese con mister Camolese sono allordine del giorno. Di certo la societ non far ricorso a svincolati, come si era sussurrato nei giorni scorsi, quando si era parlato anche di unimminente rescissione del contratto di Andrea Rosso : Non abbiamo neanche mai pensato di far ricorso a giocatori che in questo momento sono svincolati - conferma con fermezza Romairone - anzi, speriamo arrivino segnali importanti da parte di chi allinterno del gruppo. Rosso? Mi auguro che alcuni giocatori che finora hanno avuto meno spazio dimostrino di meritare la considerazione che chiedono anche attraverso gli allenamenti quotidiani. Ci vuole una partecipazione maggiore di tutti. Al contrario cercheremo di migliorare la squadra. Ma, se mai ci fosse questa necessit, sar solo a gennaio.

107 of 209

Cellini, carica Stabia Guai a fermarsi ora


CASTELLAMMARE. C una sorta di euforia in conferenza stampa per il difensore Stefano Dicuonzo (27) e lattaccante Marco Cellini (31) dopo la bella vittoria in rimonta di sabato scorso contro la Virtus Lanciano: E stato un successo molto importante - analizza Dicuonzo - abbiamo dimostrato molto carattere nel ribaltare una partita che sembrava stregata. Gi, stregata, perch la Juve Stabia, come evidenzia il difensore, fatta eccezione per lunica incertezza che ha portato al gol dei nostri avversari, ha imposto il proprio gioco sin dalle prime battute dellincontro, confrontandosi con un grande Leali e una serie di episodi sfortunati. Ora, per, la classifica parla chiaro, le Vespe sono l, a lottare per le prime posizioni subito dietro Sassuolo, Verona e Livorno: E in una situazione come questa che dobbiamo dimostrare maturit - avverte il terzino nativo di Torino - sappiamo di dover tenere i piedi per terra ragionando partita dopo partita e cercando, sin dalla prossima sfida contro lo Spezia, di non lasciare punti per strada. LA FORZA DEL GRUPPO Sulla stessa linea donda lattaccante Marco Cellini, che esalta la forza del gruppo in maglia giallobl: Remiamo tutti dalla stessa parte evidenzia il numero venti stabiese - anche chi subentra dalla panchina d sempre il massimo e questo fa ben sperare anche per il prosieguo della stagione. Lex Modena torna sulla partita di sabato scorso contro la Virtus Lanciano: Nello spogliatoio, a fine primo tempo - confida Cellini - sapevamo che continuando cos prima o poi avremmo fatto gol: per fortuna non ci siamo sbagliati. Parole delogio arrivano anche per mister Braglia, che per la punta ha sempre dimostrato grandissima competenza. Riesce ad adattarsi alle caratteristiche degli uomini a disposizione, schierando una squadra sempre rognosa per lavversario. Nella prossima sfida, la Juve Stabia sar impegnata nella difficile trasferta di La Spezia, ma Cellini mette in guardia la squadra ligure: Sappiamo che lo Spezia una squadra costruita per puntare alla promozione, ma noi siamo in una posizione di classifica molto piacevole e vogliamo restarci a lungo. ENRICO DE MARTINO (OPTA)

108 of 209

VARESE, QUANTE ASSENZE Ebagua e Neto sono out Eusepi con Martinetti?
ALICE PELLEGRINI
VARESE. Durer dieci giorni il riposo forzato di Neto Pereira: questo lesito dellecografia. Il brasiliano, che nellallenamento di marted ha rimediato uno stiramento alla coscia sinistra, salter la trasferta di sabato a Livorno e lincontro in casa con la Pro Vercelli. Rimane in dubbio la sua presenza contro la Ternana. Un problema in pi per Castori: il tecnico allArdenza dovr fare a meno di Ebagua (sconter la seconda e ultima giornata di squalifica) e senza i due titolari si affider a Martinetti e a uno tra Eusepi e Moment. Questultimo si messo in luce nellamichevole di ieri a Verbania (5-1 per il Varese) con una doppietta. Il test servito a Castori per provare nuove soluzioni di gioco: una su tutte, Zecchin regista affiancato da Damonte. Una possibilit gi vista che sembra piacere sempre pi al tecnico marchigiano. In Toscana non ci saranno Filipe e Corti: i due centrocampisti non hanno recuperato dagli infortuni di settimana scorsa. Partiranno molto probabilmente Fiamozzi, la cui caviglia si sta sgonfiando, e Rea che sta recuperando da una contrattura ai flessori. Luned invece si aggregher Oduamadi: dopo lintervento e la riabilitazione al Milan riprender il lavoro con il Varese.

109 of 209

INTERNATIONAL CHALLENGE TROPHY Italia, un altro pari Ma eliminazione


Italia Lega Pro-Russia 1-1 MARCATORI: pt 32 Proietti; st 15 Bolov. ITALIIA: Di Vincenzo (Aprilia); Cane (Aprilia) 41 st Schiavino (Como), Paparusso (Poggibonsi), Tartaglia (Andria), Gonnelli (Pontedera) 40 st Santini (Borgo a Buggiano); Agnello (LAquila) 25 st Vita (Monza), Falco (Lecce), Proietti (Bassano) 25 st Gori (Frosinone), Montini (Benevento); Degeri (Cremonese), Gatto (Pisa). All. Bertotto RUSSIA: Kritciuk; Zhivoglyadov (38 st Seraskhov), Zuev, Zhestokov, Margasov, Podberezkin (1 st Zakuskin), Ambartsumyan, Obukhov (35 st Zaseev), Kireev, Nurov (1 st Bolov), Vasiliev (1 st Dzhaililov). All. Sherbak ARBITRO: Kalogeropoulos. NOTE: Prima dellingresso in campo giro di campo dei bambini del Csi e del settore giovanile del Frosinone con lo striscione Io tifo positivo??. Spettatori 1100. Ammoniti: Zhestokov, Vasiliev. Tartaglia, Montini. Recupero: pt 0, st 5 FROSINONE. Il terzo pareggio si rivela inutile per lItalia di Lega Pro, eliminata assieme al Belgio. In semifinale nell??International Challenge Trophy?? accedono Russia e Inghilterra. La rete di Proietti alla mezzora illude i ragazzi di Bertotto. Italia vicina al gol con una punizione di Falco e i tentativi di Gatto e Montini. La Russia (che aveva piegato per 4-0 Inghilterra e Belgio) cresce nellla ripresa e pareggio con Bolov di testa. Vano il serrate degli azzurrini. Il Ct Bertotto alla fine evidenzia: Sono soddisfatto della prestazione, la squadra mi e piaciuta per la determinazione e lattaccamento alla maglia. Malgrado lamarezza per la mancata vittoria ci sono diversi elementi da cui ripartire. Il presidente Mario Macalli ha voluto esternare la sua considerazione ai giovani della Lega Pro Siamo orgogliosi di voi, ha detto ai giocatori, avete dato tutto e avete onorato la maglia azzurra in un confronto internazionale. G.F. (OPTA) SERIE D. DUE CAMBI IN PANCHINA (g.f.) Il Celano (gir. F) ha esonerato Pierleoni. Panchina per ora affiata al secondo Morgante. Il Francavilla Sinni (gir. H) ha esonerato dopo 7 stagioni il tecnico Lazic. Per ora la squadra affidata al secondo?? Amatucci. Ha rescisso con il Prato il difensore Visibelli (classe 92) che si accasato allo Scandicci (gir.E).

110 of 209

LEGA PRO RECUPERO PRIMA DIVISIONE GIRONE A: LUMEZZANE-LECCE 2-1 Lecce, il primo stop
LUMEZZANE-LECCE2-1 MARCATORI: st 10 Foti, 16 Torri, 27 DAmbrosio LUMEZZANE (4-3-3): Vigorito 6; DAmbrosio 6.5, Mandelli 7, Dametto 4.5, Possenti 6; Gallo 7, Marcolini 8, Giorico 7; Pintori 6 (12 st Baraye 7), Torri 7 (12 st Dadson 6.5), Inglese 7.5 (40 st Zamparo ng). A disp. Coletta, Carlini, Sevieri, Samb. All. Festa 6.5 LECCE (4-2-3-1): Benassi 6; Diniz 6.5, Esposito 6, Di Maio 5.5, Legittimo 5.5 (1 st Franco Lerda, 45 anni, alla Tomi 5); Giacomazzi 5, Memushaj 5; Chiric prima stagione a Lecce 6.5 (21 st Jeda 5), Bogliacino 6, Pi 4.5 (37 st (Liverani) Malcore 5); Foti 6.5. A disp. Petrachi, Vanin, De Rose, Zappacosta. All. Lerda 5.5 ARBITRO: Saia di Palermo 6 NOTE: spettatori 600. Espulsi: Dametto (35 pt) per frase I salentini prima irriguardosa verso larbitro. Ammoniti: Di Maio, Gallo, sciupano un rigore con Pi poi trovano Giorico, DAmbrosio, Diniz, Tomi, Possenti, Giacomazzi. Angoli: 5-3. Recupero tempo: pt 1, st 4. Al 34 pt Pi (Le) il vantaggio con ha fallito un rigore (palo) Foti. In 11 si LUMEZZANE. Limbattibile Lecce cade per la prima volta a completa la Lumezzane al termine di una partita roccambolesca. La rimonta capolista sbaglia un rigore nel primo tempo, gioca in Lumezzzane con superiorit numerica per unora, va anche in vantaggio con il Torri e DAmbrosio solito Foti, ma si fa trafiggere nellultima mezzora da un ottimo Lumezzane. Gara tattica nella prima mezzora con il Lumezzane che imbriglia bene il Lecce e di tanto in tanto prova a pungere. Gli unici pericoli per il team di Festa arrivano dalle serpentine di Chiric sulla destra. Basta poco, per alla squadra di Lerda per accendersi. RIGORE GIALLOROSSO Al 34 punizione di Bogliacino a centro area per Giacomazzi che viene trattenuto da DAmbrosio. E il secondo rigore in quattro giorni per il Lecce dopo quello di Pavia. Cambia il protagonista dal dischetto (Pi e non Foti), ma anche stavolta la mira non precisa. Il pallone viene ribattuto dal palo. Sul contropiede del Lumezzane in quattro contro tre larbitro sente qualche parolina di troppo da parte di Dametto, ferma il gioco ed estrae il cartellino rosso. Il Lecce, in undici contro dieci, inizia con altro piglio la ripresa. Al 10 Diniz scodella in area per Foti che di testa porta in vantaggio i pugliesi. LA RIMONTA Sembra tutto facile, ma la squadra di Lerda pecca di presunzione e il Lumezzane ha una voglia matta di impresa. Al 16 Baraye fa filtrare per Inglese che rimette in area per Torri; stop dellattaccante e tocco di sinistro in rete. Il Lecce accusa il colpo, il Lumezzane scatenato e capisce di poter addirittura vincere. Al 26 Benassi si distende per deviare una punizione di Inglese e al 27 Baraye sfiora di testa il palo su
111 of 209

angolo di Marcolini. Lesperto centrocampista ex Chievo detta i ritmi ed ispiratissimo sui calci piazzati. Qualche secondo pi tardi fa partire dalla tre quarti una punizione per la testa di DAmbrosio che mette sul secondo palo, scatenando la gioia del pubblico di casa. R.C. (OPTA) La classifica del Girone A: Lecce 26; Carpi, Entella 17; Trapani, Alto Adige, Portogruaro 15; Como (-1), Lumezzane, Pavia 14; Cremonese (-1), Cuneo 12; Feralpisal 11; San Marino 10; Reggiana 9; Tritium 4; AlbinoLeffe (-10) 3; Treviso (-1) 1.

112 of 209

IL PROGRAMMA Entella, esame Carpi Che derby a Casale


1 DIVISIONE GIRONE A (12 giornata) AlbinoLeffe-Lumezzane, Cremonese-Pavia (domani ore 20.30, diretta Sportitalia), Cuneo-San Marino, Entella-Carpi, Feralpisal-Portogruaro, Reggiana-Tritium, Trapani-Alto Adige, Treviso-Como. Classifica: Lecce 26; Carpi 20; Entella 17; Trapani, Alto Adige, Portogruaro 15; Como (-1), Pavia, Lumezzane 14; San Marino 13; Cremonese (-1), Cuneo 12; Feralpisal 11; Reggiana 9; Tritium 4; AlbinoLeffe (-10) 3; Treviso (-1) 1. GIRONE B (11 giornata ) Andria-Carrarese (ore 15), Avellino-Gubbio, Barletta-Paganese, Catanzaro-Prato, Latina-Benevento, Nocerina-Viareggio, Perugia-Frosinone, Pisa-Sorrento (19/11, ore 20.45, diretta RaiSport1). Classifica: Pisa, Frosinone (-1), Latina (-1) 19; Gubbio 17; Avellino, Viareggio 16; Prato, Paganese 15; Nocerina 14; Benevento, Perugia (-1) 13; Andria (-1) 12; Catanzaro 8; Barletta, Sorrento 6; Carrarese 3

2 DIVISIONE GIRONE A (12 giornata) Casale-Alessandria, Fano-Bassano, Mantova-Rimini, Monza-Forl, Renate-Milazzo, Santarcangelo-Pro Patria, Savona-Giacomense, Valle DAoste-Castiglione, Venezia-Bellaria. Classifica: Castiglione 24; Savona 23; Pro Patria 20; Forl, Renate 19; Bassano 18; Alessandria 17; Mantova 15; Venezia, Bellaria 14; Monza (-4), Santarcangelo 12; Giacomense 11; Rimini 9; Fano (-1) 7; Valle DAoste (-1), Milazzo 6; Casale (-5) 4. GIRONE B (12 giornata) Aprilia-Pontedera, Borgo A Buggiano-Campobasso, Chieti-LAquila, Foligno-Hinterreggio, Fondi-Arzanese, Martina-Gavorrano, Melfi-Salernitana, Poggibonsi-Aversa Normanna, Teramo-Vigor Lamezia. Classifica: Aprilia 26; Pontedera 24; Salernitana, Martina 21; Gavorrano, Chieti (-1), Poggibonsi 18; LAquila 17; Teramo 14; Aversa Normanna 13; Vigor Lamezia, Melfi, Arzanese 12; Foligno 11; Borgo A Buggiano 7; Fondi, Hinterreggio 6; Campobasso (-2) 5 LAIC CONVOCA I GIOCATORI LUNEDI A MILANO LAssociazione Italiana Calciatori ha convocato per luned prossimo a Milano una riunione con i calciatori rappresentanti delle squadre di Lega Pro. Primo punto allordine del giorno lipotesi di riforma dei campionati, sulla quale lAic si dichiarata disponibile a discutere. Al centro del dibattito lipotesi di una rivisitazione dellattuale norma sullutilizzo obbligatorio dei giovani calciatori. Si parler inoltre del ritorno del problema della violenza nei confronti dei calciatori alla luce degli ultimi gravi episodi, tra i quali linaccettabile aggressione di domenica scorsa allattaccante del Benevento Domenico Germinale.

113 of 209

SERIE B PARLA IL CAPITANO

Novara si salver
GUIDO FERRARO
NOVARA. Nel momento pi difficile dellultimo lustro della storia del Novara, ieri a Novarello ci hanno messo la faccia, il capitano e bandiera Raffaele Rubino e Carlalberto Ludi , due della vecchia guardia. Rubino ha voluto evidenziare: Mai come in questo momento sentiamo vicina la societ: il segnale arrivato da De Salvo , che ha passato diversi giorni qui con noi, al nostro fianco, stato importante e ben recepito dalla squadra. Anche queste cose aiutano. VIETATO ARRENDERSI Il Novara precipitato in coda dopo le sei sconfitte RUBINO Il lavoro nelle ultime otto gare, lunica medicina per ma lattaccante uscire dalla crisi pugliese evidenzia: giusto guardare la classifica, far ragionamenti, ma darci per spacciati ora, con novanta punti ancora in palio prematuro, sbagliato. Cos come odio sentir dire che facciamo pena, quando solo due mesi fa sembravamo tutti fenomeni. La verit che le cose non stanno girando bene e sta a noi invertire la rotta quanto prima. E si potr fare continuando a lavorare sodo, impegnandoci sulla tecnica e ritrovando quella serenit che propria di questo gruppo. Se devo trovare un segnale positivo, per, che siamo tutti preoccupati dalla situazione ma al tempo stesso siamo sereni, consci delle potenzialit. LAPPELLO Rubino si aspetta il sostegno dei Raffaele Rubino, 34 anni, tifosi: Hanno dimostrato ancora una volta il simbolo del Novara loro attaccamento, sostenendoci allo stadio cos come quando sono venuti a Novarello a confrontarsi con noi. Sentiamo il loro sostegno, pi che negativit e rabbia io ho percepito quanto questa gente tenga al Novara, alla maglia azzurra. Se ci meritiamo i fischi, come sta succedendo, giusto anche che arrivino a fine partita. Quello che spero, per, di vedere lo stadio pieno, pronto a sostenerci ora, perch ora che abbiamo bisogno del supporto di tutti. Sar fin troppo facile tornare quando le cose andranno bene. GRINTA LUDI Pure Ludi sulla medesima lunghezza donda: Stiamo cominciando a dare molta intensit in allenamento, laspetto su cui il mister sta insistendo parecchio. Penso che lunica strada Cos come due percorribile per noi, adesso, sia quella di stare zitti e mesi fa non

114 of 209

pedalare??. Conto di riaggregarmi al gruppo gi a inizio della prossima settimana. Il clima allallinterno del gruppo buono, ovviamente lo stato danimo non dei migliori perch comunque i risultati negativi minano le certezze, la fiducia di una squadra. Sono certo che ne usciremo, questa situazione di classifica non ci appartiene, non rispecchia il nostro valore. Il Novara chiamato a Vicenza a spezzare la serie negativa in trasferta che dura da quattro gare: Non sar facile, perch in serie B non esistono partite facili. E logico che rispetto alla gara di Sassuolo, che sapevamo essere proibitiva, a questa ci approcciamo con maggiore fiducia e minor timore anche se in questo momento i nostri timori non derivano dalla bravura dellavversario ma dagli episodi negativi: appena ne capita uno, fatichiamo a reagire. In questo momento la mente che ci difetta, quella che ti fa correre pi veloce, che ti fa reagire alle avversit. Stiamo lavorando bene e il resto lo dobbiamo fare isolandoci, guardando dentro noi stessi, intesi come gruppo, allinterno dello spogliatoio. Siamo noi e solo noi, assieme al nostro allenatore, che ci possiamo tirare fuori da questo momento. Ad ascoltare quello che ci arriva da fuori, il rischio di smarrirci ancora di pi. Non ci dobbiamo far condizionare quando le cose vanno troppo bene, a maggior ragione non deve accadere adesso. Qualcuno dice che siamo da retrocessione? Non ascolto queste cose ma sono fermamente convinto dei valori tecnici e umani di questo gruppo, che ci consentiranno di salvarci e anche comodamente. Certo, non con questa media punti. (OPTA) eravamo fenomeni ora non siamo scarsi. Ludi: Classifica bugiarda

115 of 209

116 of 209

117 of 209

TEXAS CURIOSO Biglietti finiti Sono attesi in 150 mila


AUSTIN, I texani, per quanto non abituati alla Formula 1, si dicono pronti allevento. E la gente, anchessa non abituata alla Formula 1 (in America vanno di moda le gare Nascar e non tramonta mai la categoria Indy), ha risposto alla grande: sono gi stati venduti tutti i 120 mila biglietti disponibili per i tre giorni di gara. E quindi, stimando anche lingente numero di sopiti di ogni squadra e dei vari sponsor, facile credere che si arriver a 150 mila presenze. Considerando anche chi deve lavorare, secondo gli organizzatori si potrebbero avere circa 300 mila persone in citt. Spiega il direttore del circuito, Steve Sexton: E un grande grande evento e noi lo abbiamo preparato bene. Non solo i i texani, per hanno risposto allappello. Secondo le statistiche del botteghino, oltre il 60 per centi dei biglietti sono stati venduti in altri Stati americani e il 15 per cento da persone che arrivano dallestero (si puntato molto sul pubblico dei vicini stati centroamericani - Messico in primis - che conoscono meglio la Formula 1). Molta attenzione stata posta nellorganizzazione del traffico. E per evitare che la citt si blocchi stato allestito un ingente piano di navette che collegheranno vari punti in citt con la pista, che sorge nella Travis County a sud-est dellagglomerato urbano. Gli organizzatori locali puntano a trasformare la loro gara in un punto di riferimento stabile per la Formula 1 (e lautomobilismo in generale) in America. Aver scelto di costruire un impianto ex novo anzich allestire una gara cittadina un segnale che va proprio in questa direzione.

118 of 209

FORMULA 1 SI CORRE AD AUSTIN

GP Usa, che zingaro!


OTTAVIO DAVIDDI
GLI organizzatori della prima gara di Formula 1 ad Austin, in Texas, hanno fatto le cose in grande e - si direbbe - anche molto bene. Non sar la prima gara di Formula 1 nel Paese della Stella Solitaria (si gi corso una volta a Dallas, nell84), ma la prima da quando la Formula 1 ha lasciato definitivamente Indianapolis. Da allora, pi nulla. Ma il mercato americano troppo importante per molti costruttori presenti nel Mondiale (dalla Ferrari alla Mercedes) Il Mondiale cambia e gli organizzatori (leggasi Ecclestone ) nonch la Fia pista per la decima (leggasi Todt ) sperano che una vetrina americana aiuti il volta nella sua storia ritorno di questi costruttori (da Ford a Toyota a Honda) che americana se ne sono andati. PROFILO Anche nellIndiana avevano fatto le cose per bene: la pista era mediocre, ma il contorno di altissimo profilo, non fossaltro che per il prestigio dello Speedway, lo stesso che ospita la celebre 500 Miglia e la Brickyard 400. Le questioni che portarono alla precoce scomparsa della corsa (ultima edizione nel 2007) furono di ordine prettamente commerciale, di mancato accordo tra americani (cio gli organizzatori in loco) ed europei (cio la Fom di Ecclestone). Laddio fu brusco, per questo passato cos tanto tempo dallultima edizione della corsa. CASE Ma il fatto che, nonostante molte case (e molti sponsor) abbiano diretti interessi negli Stati Uniti, la Formula 1 in s che non mai riuscita davvero a fare breccia presso il grande pubblico statunitense. A parte il valore dei marchi globali (come quello della Formula 1) le gare in quanto tali vengono percepite in come troppo europee??. E - anche - troppo distanti dalla mentalit americana. Basti pensare che Oltreoceano si pu pagare un Tanti traslochi?? biglietto per entrare nel paddock, passeggiare accanto ai sono il sintomo piloti, sbirciare dentro le hospitality e scattare foto della difficolt ad liberamente. In Formula 1 laccesso vietatissimo, riservato affascinare gli ai pochi ospiti (in genere paganti). appassionati SOLDONI Sta di fatto che tutto questo si tradotto, detto in americani. Ma ora soldoni, in un costante vagare della Formula 1 alla ricerca di lo sforzo enorme luoghi dove correre. basti pensare che Austin sar il decimo tracciato ad ospitare il GP degli Stati Uniti. E dire che nel passato ci sono state belle corse, alcune segnate da colpi di scena, come quello di Dallas in cui Nigel Mansell (era il 1983) cerc di spingere la sua Lotus sul traguardo (lauto di era fermata poco prima). O quello di Indianapolis del 2005, in cui tutte le squadra gommate Michelin non disputarono la corsa: la battaglia fu tra otto soli piloti e le seguenti polemiche ovviamente infinite. LEGAME E la Ferrari? Il legame tra la Rossa e gli Stati Uniti risale a molti anni addietro, con momenti chiave scritti nella storia delle corse automobilistiche. Alcuni li scrisse Phil Hill , conosciuto per essere il primo americano ad essere diventato campione del mondo di F1, nel 1961 al volante di una Ferrari, la bellissima 156 ribattezzata Shark Nose??. Che sia di buon auspicio? Chiss...

119 of 209

CIRCUITO DA SCOPRIRE Alonso e Vettel, state attenti Parla il progettista Tilke: E una pista piena di insidie, sbagliare sar molto facile
SE Alonso e Vettel pensano di affrontare un circuito facile??, modellato sulla falsariga di altri gi visti (tipo Corea o India) si sbaglia di grosso. Parola di Hermann Tilke, larchitetto ufficiale?? della Formula 1, quello che ha materialmente disegnato tutti i nuovi impianti, occupandosi sia della pista che delle strutture. Anche ad Austin c la sua firma. Ed proprio lui, alla vigilia della gara che potrebbe decidere le sorti del Mondiale, a mettere in allerta i piloti. Soprattutto i duellanti per il titolo. E un tracciato molto insidioso - dice - uno dei pi difficili del Mondiale. Potrebbe diventare una trappola per molti piloti. Commettere errori sar molto facile. Il criterio seguito per disegnare la pista stato quello di alternare AUSTIN. In queste ore si parti molto diverse tra loro: la messa a punto stanno spacchettando?? le delle auto sar difficile e i piloti dovrannno per auto (Cota) forza effettuare delle scelte, cercando di essere veloci o nella parte mista o in quella veloce. I piloti, ovviamente, non conoscono la pista. E da anni stata abolita la giornata di prove supplementare al mercoled. Al massimo potranno effettuare qualche giro in pi, visto che disporranno di un treno di gomme supplementare. Molti hanno lavorato gi al simulatore, strada obbligata per cercare di scendere in pista con una minima preparazione di base. Parla ancora Tilke: Nel pensare questa pista abbiamo cercato di realizzare un qualcosa di speciale. Abbiamo voluto sfruttare il particolare profilo altimetrico della zona, tanto che il circuito tutto un saliscendi. I curvoni veloci si inseriscono proprio in contesto. Detto ci, sono convinto che tutti i piloti del Mondiale siano dei grandi professionisti e impareranno in fretta. Sar comunque emozionante, anche per me che ho disegnato il tracciato. Spero che tutto funzioni nel modo migliore. Il Mondiale? Il fatto che possa essere assegnato gi in questa circostanza rende la gara pi divertente, almeno sulla carta.

120 of 209

NOVITA A MARANELLO La Ferrari punta tutto sulle ali Arrivato un esperto Mercedes
LA FERRARI continua la sua campagna acquisti, al fine di migliorare il reparto aerodinamico. Da poco arrivato il francese Loic Bigois, una figura apprezzata (ma anche discussa) nel panorama della Formula 1. Bigois era alla Mercedes e, nelle file della stessa squadra quando si chimava BrawnGP, contribu in maniera pesante alla vittoria del titolo iridato di Jenson Button nel 2009. La Brawn, quellanno, aveva una soluzione del tutto diversa da quella di tutte le altre auto, Il progettista Nick Tombazis montando un doppio diffusore?? estremamente mentre parla con Felipe Massa efficiente (bench a lungo considerato non regolare, sino al definitivo sdoganamento?? da parte della Fia. Bigois, nella ristrutturazione della Mercedes, non si trovato del tutto a proprio agio e ha deciso di accettare le proposte della Ferrari. E in forza da pochi giorni, dopo il consueto periodo di stacco?? che si osserva in questi casi. Agli ordini del progettista Nick Tombazis, dovr occuparsi (anche) della rifondazione?? della galleria del vento. A Maranello arrivato anche un altro francese, anche lui esperto di aerodinamica. Si tratta di David Sanchez, che in passato ha lavorato in McLaren (assieme allattuale direttore tencio Pat Fry).

121 of 209

122 of 209

123 of 209

124 of 209

125 of 209

IL GAS NATURALE Panda turbo metano, Fiat leader


E leader nel settore del metano, allavanguardia in quello del GPL. Il Gruppo Fiat da tempo ha sposato?? lalimentazione alternativa e pulita abbinandola ai suoi modelli pi venduti nellambito dei vari marchi. In particolare eccelle nel settore del metano, dove leader indiscussa dellalimentazione attualmente pi pulita. PRIMA VOLTA E ora Il bicilindrico twin ha lanciato la Panda air da 0.9 ha dei record: per la consumi molto ridotti senza tradire prima volta al mondo infatti arriva un le prestazioni motore bicilindrico turbo alimentato a metano. Il propulsore in questione il nuovo 0.9 TwinAir Turbo Natural Power da 80 cavalli che vanta ridotte emissioni di CO2 (86 g/km, record nel Gruppo Fiat e uno dei migliori del mercato) ma anche consumi contenuti: 3,1 kg per 100 chilometri nel ciclo combinato AUTONOMIA Eccellente anche lautonomia che, a fronte di un miglioramento delle prestazioni del 30%, aumentata di circa il La Fiat Panda abbina il metano 10% rispetto alla Panda Classic 1.4 Natural al motore biclindrico turbo Power. Il listino prezzi parte da 13.950 euro Twin Air 0.9 La Fiat ha inserito (chiavi in mano). nel listino anche la Qubo con La turbometano?? d un taglio netto ai costi di il metano esercizio, inoltre una versione a minimo impatto ambientale che coniuga in un unico prodotto i vantaggi economici ed ecologici dellalimentazione a metano con la potenza e il divertimento di guida assicurati dal propulsore Turbo TwinAir. Disponibile negli allestimenti Pop, Easy e Lounge nellarco di 2 mila euro, la Fiat Panda Natural Power si affianca alla Panda Easy Power che abbina Gpl e benzina. PUNTO Tre gli allestimenti a listino della Punto a metano, dotata di propulsore da 1.4 con prezzi da 14.850 a 17.450 euro. Anche Qubo e Dobl hanno la versione ad alimentazione pulita.

126 of 209

LA SICUREZZA Un inverno tra pneumatici e catene Ora arriva il bollino sulle termiche
Lautunno avanza e apre le porte allinverno portandosi dietro insidie e difficolt per gli automobilisti. Ma anche gli obblighi in materia di circolazione invernale individuati dal nuovo codice della strada. Una norma in particolare riguarda lobbligatoriet dal 15 novembre (e in alcuni casi anche prima) delle catene a bordo o dellutilizzazione di pneumatici invernali su alcune strade. In caso di mancata osservazione delle regole, in caso di controllo scattano le relative e differenti sanzioni: si passa da un minimo di 39 euro (dentro i centri abitati) a 80 euro (fuori dai centri abitati) e fino a 318 euro, alla decurtazione di due o tre punti (dipende dai casi) dalla patente. Le forze dellordine in caso di controllo possono anche impedire allautomobilista sprovvisto di mezzi antisdrucciolevoli di con tinuare la sua marcia fino a quando non abbia montato gomme da neve o catene. Lobbligatoriet segnalata da una precisa cartellonistica stradale, la gomma catenata?? su sfondo azzurro a significare che da quel punto obbligatorio luso di gomme invernali o catene a bordo. IL SIMBOLO E di pochi giorni la normativa che obbliga i costruttori di gomme a dotare il loro prodotto di un bollino di identificazione. Le gomme invernali (non pi definite da neve?? dopo la legge 120 del luglio 2010) riportano sul fianco la marchiatura M+S (o MS, M/S, M-S, M&S). Quella pi recenti e moderne hanno anche un simbolo denominato Snowflake che riporta un fiocco di neve nel profilo di una montagna per certificare il superamento di specifici test su ghiaccio e neve che la gomma ha superato test specifici su neve e ghiaccio: indica il Winter, richiesto dalla normativa americana, ma non obbligatorio su pneumatici utilizzati in Italia. Esistono anche gomme definite all season?? ma pur avendo prestazioni migliori su fondi viscidi rispetto a quelle normali-estive non garantiscono lo stesso livello di aderenza di quelle invernali quando fa freddo. In tal senso esiste uno studio specifico comparativo delle prestazioni. La legge permette di montare pneumatici invernali anche soltanto sulle due ruote motrici purche siano uguiali tra loro per marca, modello, misure e marcatura, ma per la stabilit dellauto in curva fondamentale montarle sulle quattro ruote perch a basse temperature la differenza di grip determinante per la sicurezza. Di recente apparso un altro segnale stradale con una gomma catenata a fianco di uno pneumatico invernale con la scritta obbligo di pneumatici invernali o catene a bordo??, dal periodo di riferimento (solitamente dal 15 novembre al 15 aprile??) e dai tratti di strade interessati. Pu essere a sfondo blu o verde, su strade di viabilit ordinaria o su autostrade.

127 of 209

Peugeot, il suv ibrido


C un manifesto ambientale e al tempo stesso aziendale in casa Peugeot, prima al mondo a limitare e poi sconfiggere definitivamente il problema delle polveri sottili con il FAP, il Filtro Anti Particolato, diventando leader nella riduzione delle emissioni di CO2 e prima al mondo a lanciare labbinamento diesel-elettrico. E un inno alla vita, perch amando lambiente si rispetta se stessi e tutti quelli cui vogliamo bene. Da sempre Peugeot cosciente del fatto che il diritto alla mobilit individuale debba essere sempre pi rispettoso della qualit dellambiente che ci circonda. In questottica il marchio sta lavorando su pi fronti da anni, convinto che esista una serie di soluzioni, ognuna adatta alle diverse esigenze di mobilit. Peugeot ora sta portando avanti, sia sui Diesel sia sui nuovi motori a benzina, la politica di downsizing??, riducendo le cilindrate 3008 Hybrid 4 primo per diminuire i al mondo col diesel. consumi, e quindi le Autonomia di 150 emissioni inquinanti, km per lelettrica iON senza per influire sulle prestazioni. E le sue proposte passano da soluzioni di rottura?? come la commercializzazione dellelettrica iOn al primo motore Diesel/elettrico su 3008 HYbrid4 e 508 RXH, ma anche dalla introduzione degli innovativi tre cilindri benzina di 1.0 e 1.2 litri sulla 208 (una gamma vincente, lo dicono i numeri di mercato) alla diffusione della La Peugeot 3008 Hybrid4 tecnologia e-HDi (ultima evoluzione dello Stop abbina il propulsore elettrico & Start che arresta il motore quando il veicolo che eroga da 27 a 37 CV al fermo). Ci sono poi altri percorsi intrapresi dalla diesel da 2 litri e 163 cavalli La Peugeot: come limpegno di riduzione delle 208 stata eletta Auto Europa plastiche di origine fossile sui veicoli in dellAnno: ha motori commercio, ad esempio, il 25% dei 170 chili di risparmiosi Peugeot iON, polimeri (gomma esclusa) presenti sulla nuova lelettrica cittadina dalla pi 208 costituito da materiali verdi??. In che ottima autonomia particolare, il paraurti posteriore composto interamente da materiali riciclati, che consentono di risparmiare 1600 tonnellate di petrolio lanno. Insomma, la Casa parigina allavanguardia nella corsa a un mondo pi pulito e a una produzione pi rispettosa delluomo e dellambiente. CARICA IN 5 ORE Peugeot iOn, 100% elettrica, la cittadina per eccellenza per la completa assenza di emissioni e per la rumorosit limitata a quella di rotolamento degli pneumatici. Il passo di 2,55 m e larchitettura alta hanno consentito di disegnare un abitacolo in cui a quattro adulti possono prendere comodamente posto a bordo. Grazie a unefficiente gestione dellenergia della sua batteria agli ioni di litio e allottimizzazione del recupero di energia, sia in fase di decelerazione sia in quella di
128 of 209

frenata, lautonomia della vettura nel ciclo standard europeo raggiunge i 150 chilometri. Ci assicura, nelluso reale, unautonomia sufficiente perch il 90% dei tragitti quotidiani degli automobilisti sono inferiori a 60 chilometri al giorno. La ricarica completa della batteria si effettua in 5 ore e mezzo, collegandosi a una presa di corrente domestica classica. Quella rapida, collegandosi a un terminale specifico, consente di ricaricare la batteria al 50% in soli quindici minuti o all80% in trenta minuti. UNIONE-TRAZIONE Il suv Peugeot 3008 HYbrid4 un modello unico perch il primo diesel ibrido al mondo. Il propulsore termico il 2 litri da 163 CV anteriore appartenente alla gamma HDi che, in abbinamento al filtro antiparticolato FAP, si fatto apprezzare in questo decennio per la pulizia?? delle emissioni allo scarico. Il motore elettrico, montato posteriormente, eroga in continuo 27 CV, con un picco di 37 CV, ed una coppia in continuo di 100 Nm, che sale a 200 Nm nella fase di picco. Per gestire la potenza elettrica, sono utilizzati un invertitore e un convertitore. Linvertitore agisce sulla coppia del motore elettrico regolando la corrente proveniente dal pacchetto di batterie ad alta tensione. Le batterie di tipo Ni-MH (Nickel Metallo Idruro) necessarie per il funzionamento del motore elettrico sono sotto la soglia del vano di carico e si aggiungono alla classica batteria da 12V, posta sotto il cofano anteriore, che continua ad assicurare le sue funzioni abituali. Una sorta di supervisore elettronico, chiamato Power Train Management Unit, gestisce automaticamente ed in modo completamente trasparente per il guidatore i diversi modi di funzionamento dei due motori, per privilegiare i bassi consumi e quindi le basse emissioni.

129 of 209

Il futuro su 4 ruote ??pulite??


ADRIANO TORRE
IL DESIDERIO di un ambiente pulito, la consapevolezza di dover ridurre drasticamente i costi. Il mondo dellauto ha acquisito i concetti derivati dalle necessit della gente in un momento di crisi. Da quasi ventanni si parla del sogno di unauto a impatto zero, da un decennio si lavora su progetti di vetture a zero emissioni, sulla strada dellalimentazione a idrogeno prodotto da fonti rinnovabili e non inquinanti. La strada alternativa al petrolio si rivelata pi lunga ma sono state poste le basi sul piano della ricerca e della sperimentazione per arrivare a risultati importanti, anche grazie allutilizzazione di incentivi destinati alle Case per produrre le cosiddette alimentazioni alternative. Un lavoro che ha portato strada facendo al Gpl, al metano, allibrido e allelettrico, ma anche ai biocombustibili per arrivare anche allidrogeno. La svolta nel settore auto c stata e ora ha preso velocit nella direzione giusta: se il 2010 era un paletto fondamentale per la storia dellauto, ora siamo in piena evoluzione perch i listini dei vari marchi offrono lopportunit di scelta di vetture a bassissimo impatto ambientale e con riduzione notevole dei consumi e dei costi di esecizio. Almeno da questo punto di vista, siamo entrati in un mondo migliore, con unaria non appesantita come una volta dalle vetture in circolazione.

130 of 209

LALTO DI GAMMA Eleganza esclusiva e 4 assetti di guida con la 508 RXH


Lall-road 508 RXH linterpretazione dellalto di gamma secondo Peugeot. Ha caratteristiche che abbinano libert e piacere di guida, sintetizzate da 200 cavalli, quattro ruote motrici, modalit 100% elettrica, emissioni di CO2 contenute a 107 g/km. E PIU ALTA Rispetto alla versione a due ruote motrici da cui deriva, pi alta da terra di 50 mm ed pi larga di 40 mm, per una mobilit sicura anche su terreni a scarsa aderenza. Peugeot 508 RXH proposta esclusivamente con la catena di trazione che ha debuttato sulla 3008 Hybrid4. QUATTRO MODALITA DI GUIDA Come la La 508 RXH a 4 ruote motrici, 3008Hybrid4, la 508 RXH mette a disposizione lusso e un solo allestimento del guidatore quattro modalit di guida attravewrso una manopola. Eccole. Auto: dove lelettronica gestisce automaticamente tutto il sistema; permette di ottenere i livelli pi bassi di consumi e emissioni. Zev (Zero Emission Vehicle): si utilizza la sola motricit elettrica e le batterie ad alta tensione devono essere cariche al 50%; si disattiva oltre i 60 orari o dopo circa 4 chilometri. 4WD (quattro ruote motrici): i motori funzionano contemporaneamente; la ripartizione della coppia arriva fino al 40% sul retrotreno a bassissima velocit. sempre disponibile anche con le batterie scariche, grazie agli 8 kW di potenza continua che pu fornire lalternatore reversibile. Sport: privilegia il dinamismo, con leggi di selezione delle marce pi rapide a regimi pi alti. Consente di raggiungere la potenza massima combinata di 147 kW (200 cavalli). UN SOLO ALLESTIUMENTO Peugeot 508 RXH ha un unico livello di allestimento, in linea con il suo posizionamento esclusivo, che comprende lo Stop&Start dellultima generazione, il Color Head Up Display a colori (con segnalazione dei parametri della navigazione), lo Smartbeam (sistema di commutazione automatica degli abbaglianti), il freno di stazionamento elettrico automatico, la nuova telematica WIP Nav Evo ed i servizi Peugeot Connect.

131 of 209

132 of 209

133 of 209

LE NOVITA A ROMA Renault, la scossa Twizy


Lindustria dellautomotive si confronta con il mondo della ricerca indipendente per tracciare le linee del futuro che vogliamo. Un futuro che punta sullibrido diesel e sullelettrico, pur non disdegnando le altre tecnologie a basso impatto ambientale che costituiscono la vera svolta in materia di mobilit. Nei giorni scorsi tutto quanto fa futuro si ammirato ad H2Roma, manifestazione internazionale sullenergia e mobilit. Numerosi marchi hanno La Casa francese presentato novit e ha investito sul anteprime italiane. A fronte elettrico Twizy, loriginale elettrica 100% puntando sullurban cominciare dalla tecnologia, dalla della Renault crosser Bosch, allavanguardia in materia di sicurezza ed ambiente, passando ad Enel che ha svelato in anteprima la nuovissima stazione di ricarica compatta da 43kw/h capace in soli trenta minuti di ricaricare un pacco batterie fino all80%. Sul fronte vetture, la Fiat, leader nel settore dellenergia alternativa a metano, la pi pulita, oltre alla sua Panda a metano ha dato la possibilit ai visitatori di interagire con un display di realt aumentata e un simulatore eco-driving per una guida ecologica e rispettosa dellambiente. Gm Powertrain si dedicata al fronte gasolio con il potente propulsore biturbo diesel 2.0 a basse emissioni di CO2. CLASSE E Mercedes ha offerto a Roma lanteprima italiana della Classe E BlueTECH Hybrid che abbina un potente motore diesel ad un propulsore elettrico, e la urbana Smart elettrica. Nissan dopo lanteprima a Parigi, ha portato anche in Italia il nuovo concept suv elettrico TeRRA, dando la possibilit la possibilit di provare la Qashqai 1.6 GPL e lelettrica Leaf. Piatto forte la gamma ibrida della Peugeot. Anche Citroen ha puntato sullibrido diesel con la nuovissima DS5 Hybrid 4 affiancata dalla full electric C-Zero. La francese Renault si dedicata da tempo allo sviluppo dellelettrico e si presentata con lurban crosser cento per cento elettrico, Twizy, e con la nuova Renault Clio, concentrato di tecnologia e design. YARIS IBRIDA Toyota e Lexus in materia di mobilit sostenibile, dopo la pionieristica Prius, hanno portato in scena la nuova Yaris ibrida e la Lexus CT 200h. Volkswagen ha puntato sulla nuova Up! a metano gi disponibile per il mercato, mentre Volvo ha acceso i riflettori sulla V60 ibrida plug-in dotata di motore diesel e capace di farsi in tre: elettrica, ibrida e diesel di ultima generazione.

134 of 209

LA SFIDA TEDESCA VW a metano con la up!


Nella sfida tedesco-italiana, arriva un nuovo elemento di confronto. Una sfida che il Gruppo Volkswagen venuta a lanciare in occasione di H2Roma 2012 dove il colosso tedesco ha presentato la eco up! nella versione a metano, piatto forte di casa Fiat. E stata la prima uscita italiana per la piccola e spaziosa eco up! in versione definitiva, ovvero la versione di serie della city car. Grazie allalimentazione a gas naturale e al pacchetto BlueMotion Technology (compreso nellallestimento di base e che include, La citycar tedesca La eco-up! della Volkswagen tra laltro, sistema ha un propulsore monta un motore 3 cilindri start/stop e mille da 60 o 75 dispositivo di cavalli e arriva ai recupero dellenergia), la nuovissima up! si pone come punto 168 km orari di riferimento per la riduzione della CO2 grazie ad emissioni di soli 79 g/km. Lo stesso discorso vale per il consumo di carburante che, nel ciclo combinato, pari ad appena 2,9 kg di metano ogni 100 chilometri. TRE CILINDRI Anche per la eco up! la Volkswagen si affida al propulsore tre cilindri 1.0 della serie EA211 di nuova concezione, in questo caso opportunamente modificato per lalimentazione a gas naturale. Questo agile propulsore eroga 68 CV a 6.200 giri e sviluppa 90 Nm di coppia massima tra 3.000 e 4.300 giri, consentendo alla eco up! di passare da 0 a 100 km/h in 15,8 secondi e di raggiungere la velocit massima di 168 km/h. Numeri cos interessanti si devono anche allelevato valore energetico del gas metano: un kg di gas naturale equivale a circa 1,5 litri di benzina. I DUE SERBATOI Il metano stoccato in due serbatoi che, complessivamente, contengono fino a 11 kg di gas (72 l) e sono montati sotto il pianale in corrispondenza dellasse posteriore. Il serbatoio 1 collocato, insieme a un serbatoio di riserva da 10 litri per la benzina, davanti allasse; il serbatoio 2 occupa lo spazio normalmente destinato al vano della ruota di scorta. Dato che lintero sistema per lalimentazione a metano stato integrato nella struttura della vettura, la capacit del bagagliaio rimasta invariata rispetto alle altre versioni della up!. UN LITRO Attualmente la up! in vendita in Italia con motore 1.0 litri da 60 o 75 cavalli, cambio a cinque rapporti manuale o robotizzato, carrozzeria a tre o cinque porte e in tre livelli di allestimento: take up!, move up! e high up!. La prevendita della eco up! inizia il prossimo mese.

135 of 209

Qashqai Gpl, autonomia 1.600 km


La presenza della Nissan sul fronte ambientale si materializzata anche con il Qashqai nella versione ECO n-tech, con motore GPL, che sviluppa solo 135 g/km di CO2 (ciclo combinato) e carrozzeria a 5 posti. PRESTAZIONI RECORD Con limpianto fornito dalla piemontese BRC, il motore bifuel della Nissan Qashqai Eco GPL 1.6 litri ha unautonomia da record che arriva ai 1.600 km. Il motore sviluppa 117 CV e 158 Nm di coppia massima, la velocit massima tocca i 181 km/h, in 11??9 passa da 0 a 100 km/h. Molto interessanti i dati su consumi ed emissioni, molto contenuti grazie ad un cambio manuale a 5 rapporti: il consumo medio di GPL di 8,3 litri ogni 100 km, che diventano 10,7 nel ciclo urbano e 7,0 nel ciclo extraurbano, le emissioni di CO2 medie sono di solamente 135 g/km. Un commutatore porta dallalimentazione a benzina a quella GPL, funziona sia da fermo sia in marcia. Il serbatoio GPL ha una capacit di 58 litri, nel bagagliaio al posto della ruota di scorta e ha unautonomia di 559 km. TRE ALLESTIMENTI Tre diversi allestimenti: Visia, Acenta e N-tec, prezzi da 21.160 fino ai 26.190 del top di gamma. Limpegno di Nissan per la mobilit del futuro si fonda non soltanto sulla indiscussa leadership mondiale nella mobilit elettrica ma anche nellottimizzazione di consumi ed emissioni dei motori endotermici tradizionali, meglio conosciuta come strategia Pure Drive.

136 of 209

Nissan cala in TeRRA con lelettrica integrale


Per il debutto di TeRRa la Nissan Italia ha scelto H2Roma, il primo grande salone nazionale dedicato alla mobilit sostenibile che propone la formula del confronto tra enti di ricerca indipendenti ed i maggiori gruppi industriali. E lanteprima nazionale dopo la prima parigina per il nuovo concept SUV elettrico del marchio asiatico. Il prototipo, grazie allinnovativa propulsione elettrica 4x4 a celle di idrogeno ultrasottili alloggiate sotto il bagagliaio, apre nuovi scenari per il futuro della mobilit a emissioni zero dellazienda e si Il suv nipponico apre propone come scelta nuovi scenari con le funzionale e flessibile celle a idrogeno per i consumatori di qualsiasi et, e al passo con i tempi, in risposta alle moderne esigenze di mobilit sostenibile, senza rinunciare alla passione di guida. LEAF URBANA Il cavallo di battaglia della Nissan sul fronte ambientale la Leaf, disponibile nelloccasione anche per i test al pubblico: la 100% elettrica, la pluripremiata berlina che con oltre 40.000 unit rappresenta la vettura elettrica pi venduta al mondo. Leaf significa foglia, emblema della purezza verde, del naturale: silenziosit, risparmio, tecnologia davanguardia, un bel salto di qualit della vita a La Qashqai ora ha anche il quattro ruote. La tecnologia Nissan offre un sistema di informazioni tra livello di carica della motore bi-fuel: tocca i 181 batteria e autonomia residua, ed in grado di kmh La Leaf la vettura segnalare la stazione di ricarica pi vicina, elettrica 100% pi venduta al dialoga anche con il computer o uno mondo Nissan TeRRA un smartphone di ultima generazione. Vocazione concept elettrico a celle di urbana ma spazio per 4 adulti, lunga 4445 idrogeno ultrasottili con la mm, larga 1770 mm e alta 1550 mm, il trazione 4x4 bagagliaio di 330 litri. Al posto della leva del cambio c una sorta di joistick, con la tradizionale posizione D (la diretta del cambio automatico) e quella denominata Eco per il 10% di autonomia in pi. IN SETTE ORE Il piccolo motore elettrico offre 108 cv e ben 280 Nm di coppia motrice disponibili da 0 giri/min. Sotto il pianale i moduli che compongono il pacco batterie agli ioni di Litio per unautonomia dichiarata attorno ai 160 km ma soggetta alluso del... piede. La Leaf si ricarica in circa 7 ore da una normale presa domestica, mentre avendo la possibilit di usufruire di una stazione di ricarica rapida, bastano 30 minuti per raggiungere l80% della sua capacit totale. La velocit massima autolimitata a 145 km/h e il passaggio da 0 a 100 km/h avviene in 11,9 secondi. Il problema della silenziosit eccessiva risolto da un sistema di onde sonore variabili con la velocit e che lavora sino a 30 km/h per farvi sentire?? da pedoni e ciclisti. Il prezzo di 38.500 euro, c anche la telecamera posteriore e lequipaggiamento ricco.

137 of 209

138 of 209

LA SORPRESA Volvo V60 Plug-in Ci sono tre motori in un solo corpo


Lhanno definita la Volvo tecnicamente pi impegnativa che la Casa svedese, costruttrice di auto premium, abbia mai realizzato. E la V60 Plug-in Hybrid, capace di riunire tre filosofie propulsive in una sola auto, utilizzando tre tecnologie di motori: contemporaneamente unauto elettrica, un modello ibrido e un potente diesel. Ora disponibile nella versione Pure Limited disponibile in mille esemplari. La V60 Plug-in Hybrid una svedese molto speciale, sportiva ma con un consumo praticamente da scooter: bastano infatti soltanto 1,9 litri di gasolio per percorrere 100 km. Volvo V60 Plug-In Hybrid La Volvo V60 Plug-In Hybrid utilizza il copre 100 km con 1,9 litri di propulsore 2.4 a gasolio dotato di 215 cavalli (e gasolio 440 Nm) e un motore elettrico da 70 cavalli (e 200 Nm), che assieme garantiscono prestazioni sportive, come unaccelerazione da 0 a 100 chilometri orari in soli 6,1 secondi). Molto basse anche le emissioni inquinanti, limitate a 48 grammi al chilometro. La piattaforma ibrida consente di poter scegliere il proprio assetto di viaggio fra le tre modalit, Pure, Hybrid e Power. Nella modalit Pure il veicolo funziona solo elettricamente e, se la corrente elettrica stata ricavata da fonti di energia rinnovabili, anche completamente a emissioni zero. Lautonomia arriva a 50 chilometri e varia a seconda delle condizioni di guida, della situazione climatica e dello stile di guida. La modalit Hybrid limpostazione standard allavvio del veicolo. Motore diesel e motore elettrico interagiscono per assicurare lequilibrio ottimale fra piacere di guida e riduzione delle emissioni inquinanti. Le emissioni di CO2 (NEDC combinato) sono, in questo caso, pari a 49 g/km, mentre il corrispondente consumo di gasolio di 1,9 l/100 km. Lautonomia arriva fino a 1000 chilometri. Nella modalit Power, il veicolo mette a disposizione tutta la sua potenza. Motore diesel e motore elettrico erogano, insieme, 215 pi 70 CV e una coppia massima di 440 pi 200 Nm. Grazie alla potenza aggiuntiva del motore elettrico, che si inserisce automaticamente, la Volvo V60 Diesel ibrida plug-in accelera da 0 a 100 km/h in 6,2 secondi. La Volvo V60 ibrida plug-in pu essere ricaricata tramite una tradizionale presa di corrente in casa o in garage (230V/6A, 10A o 16A). Il tempo di carica dipende dalla potenza: per 10A sono necessarie 4,5 ore, per 16A bastano invece solo 3,5 ore, mentre con un amperaggio di 6A servono 7,5 ore. Per iniziare comodamente la giornata, durante il processo di ricarica il guidatore pu riscaldare o rinfrescare linterno della vettura alla temperatura desiderata, il che permette di conservare la piena capacit della batteria per la marcia e di raffreddare anche le batterie. La Volvo V60 ibrida plug-in dispone di due sistemi di riscaldamento. Durante il funzionamento elettrico si attiva il sistema PTC (Positive Temperature Coefficient), oltre al quale esiste anche un sistema di riscaldamento tradizionale. Molto curata lestetica di questa versione Pure Limited, con i cerchi in lega da 17 pollici, i terminali di scarico integrati nellestrattore e numerosi elementi del corpo della
139 of 209

vettura in nero lucido, oltre alla verniciatura Electric Silver. I 1.000 esemplari della Pure Limited rappresentano lintera produzione riservata al Model Year 2013.

140 of 209

141 of 209

TUTTONOTIZIE Rugby, Bergamasco All Blacks vulnerabili


ROMA. Entreremo in campo per vincere, non per fare bella figura. A tre anni esatti dal duello di San Siro, dove i neozelandesi fatiocarono per imporsi 20-6, Mirco Bergamasco rilancia la sfida agli All Blacks che sabato affronteranno nuovamente lItalia allo stadio Olimpico di Roma. Conosciamo la loro forza, ma anche loro hanno dei punti deboli, non sono tanti ma ci sono. Il tutto esaurito non comporta ulteriore pressione, anzi, giocare davanti ai nostri tifosi sempre uno stimolo, il loro affetto ci carica. ANCHE FIRENZE VERSO LESAURITO PER LAUSTRALIADopo due anni, Firenze ospiter nuovamente Italia-Australia, terzo test match 2012 in programma il 24 novembre. Puntiamo a riempire il Franchi fino allultimo posto ha affermato il vicesindaco Dario Nardella. Finora sono stati venduti 23.000 biglietti.

CICLISMO GERRY SCOTTI PER LA NOTTE DEGLI OSCAR 2012Sar Gerry Scotti lospite donore stasera a Verona nella Notte degli Oscar 2012. Lappuntamento alla Gran Guardia con diretta Tv su RaiSport2 alle ore 21 per la festa del ciclismo organizzata dal mensile TuttoBici. tra i premiati anche Vincenzo Nibali e Moreno Moser.

VELA ECCO LA ROLEX CUP, IN MAGGIO A GAETA E CAPRILa Rolex Capri Sailing Week/Volcano Race 2013, in programma dal 16 al 24 maggio 2013, stato presentato a Roma, presso il Circolo Ufficiali delle Forze Armate. Saranno Gaeta e Capri a ospitare la terza edizione su oltre 400 miglia complessive. La manifestazione sar riservata ai maxi yacht, barche con una lunghezza minima di 18,29 metri e gli iscritti saranno divisi tra mini-maxi (fino a m 24,08), maxi (m 24,09-30,50) e supermaxi (dai 30,50 in su).

CICLOCROSS ALLAZZURRO BRAIDOT IL TROFEO SCOTTI(gmc) Lazzurro Under 23 Luca Braidot, precedendo di 24?? llite Stefano Capponi e il giovane Francesco Pedante, ha vinto la prima gara del Trofeo Romano Scotti di ciclocross, a Roma. Fra le donne successo di Vania Rossi, davanti allUnder 23 toscana Alessia Bulleri.

GINNASTICA LA GALIULINA STOP 6 MESI DOPO IL DOPINGLa ginnasta uzbeka Luiza Galiulina, gi esclusa dai Giochi di Londra per positivit ad un diuretico, stata sospesa per sei mesi dalla Federazione internazionale di ginnastica. La Galiulina, 20 anni, il 25 luglio era risultata positiva al furosemide, vietato perch coprente di sostanze dopanti. Potr tornare alle gare dal 30 gennaio 2013.

TENNIS ARNABOLDI NEI QUARTI A YOKOHAMA(r.ber) Un altro convincente successo per il canturino Andrea Arnaboldi nel Challenger da 50.000 $ di Yokohama (Gia). E arrivato, per il passaggio nei quarti di finale, contro il britannico Jamie Baker, n 251 Atp, con lo

142 of 209

score di 3-6 6-1 7-5. Ora lazzurro trover Taro Daniel, n 321 Atp, per salire ancora. In tabellone c anche Matteo Viola.

HOCKEY PISTA VALDAGNO INARRESTABILE(r.ber.) E andata in archivio la seconda giornata di serie A1 con i posticipi. Brillante vittoria dei campioni del Valdagno sul campo del Prato (7-1); a segno anche il Lodi, in esterna sulla pista del Trissino (4-2); rotonda vittoria del Bassano, tra le mura amiche, contro il Follonica (6-1); nulla da fare per lHockey Novara, fermato 6-2 dal Forte dei Marmi, in Versilia. Giovinazzo vincente sul Thiene (4-1) e Viareggio sul Breganze, fuori casa, per 8-4.

IPPICA AGNANO RIMANE CHIUSO(gmc) Nessuna novit per lippodromo di Agnano, nonostante sia scaduto il termine di Gaetano Papalia, presidente dellUnione Nazionale Ippodromi, senza che sia arrivato un nuovo socio. Pertanto, lAssi, ex Unire, ha trasferito?? anche le riunioni del 25 e del 27 novembre a Castelluccio dei Sauri e Aversa (il 28). LA CORSA TRIS DI IERI A MILANO E 9-10-1Milano trotto: 1. Leader dei Sogni (9), 2. Matrix di Re (10), 3. Inakus Piov (1), 4. Manzoni Matto (6), 5. Nelson Team (12). La Bibbina (n. 13) non ha corso. Tris: 9-10-1 da 274,21 euro e da 39,20 euro alla coppia. Quart: 9-10-1-6 da 4.046,88 euro e da 82,88 euro alla terna. Quint: 9-10-1-6-12 da 15.746,10 euro. LA TRIS ODIERNA, ANCORA TROTTO A BOLOGNALa Tris odierna di trotto, con quart e il quint, alle ore 18.30, a Bologna sui 2.060 metri con 18 cavalli. La nostra terna Giove Caf (18), Norris Grif (17), Incos (16). Poi Iacopo Duke (15), Nubiana Guasimo (13), Ind Jet (12).

143 of 209

pallanuoto / coppe Brescia ko in Champions Bene Savona e Florentia


Emanuele Mortola
LUCI ed ombre per le squadre italiane nelle coppe europee. In Champions, si disputata la quarta giornata della fase preliminare, impostata su gironi a cinque o a sei squadre con promozione delle prime quattro classificate in ciascuno di essi agli ottavi di finale. Il Brescia nel girone C ha perso in casa con gli spagnoli del Barcelloneta per 7-5, ma la sua qualificazione non per niente compromessa. Questa infatti la classifica del girone: Barcelloneta 12, Brescia, Marsiglia, Kazan e Voyvodina 3. Per, a questo punto diventata molto importante la quinta giornata che si giocher il 28 novembre e nella quale il Brescia sar impegnato a Kazan in Russia. Per il Brescia hanno segnato due gol Elez (con un rigore), uno Presciutti, Mammarella e Fiorentini. In Euro Cup, si sono giocate le partite di andata dei quarti di finale ad eliminazione diretta. Il Savona ha battuto in casa i francesi dellOlympic Nizza per 15-8 con otto gol di Rizzo (con tre rigori), tre di Deserti, due di Petrovic, uno di Lorenzo Bianco e Damonte. E la Florentia ha vinto a Livorno, suo attuale campo di casa, con gli ungheresi dello Szolnoki per 8-6. Il 24 novembre si giocheranno le partite di ritorno. IMPERIA (il.aic.) Si giocher ad Imperia dal 22 al 25 novembre, il girone B eliminatorio di Champions donne. Prima giornata: Nancy (Fra)-Quiriat Tivon (Isr) ore 17; Sabadell (Spa)-Olimpiakos (Gre) ore 18,30; Blau Weiss Bochum (Ger)-Rari Nantes Imperia Linea Mediterranea ore 20. Ai quarti (9-23 marzo 2013) le prime quattro.

144 of 209

TENNIS A Lendl la luce dei riflettori non fa pi ribrezzo Ea Praga per la finale di Davis contro la Spagna
PIERO VALESIO
SCOMPARSO dalla circolazione per anni, tanto il suo disgusto per il tennis era abissale, Ivan Lendl riemerso dal buio prima grazie ad un siparietto gustosissimo che lui stesso raccont tempo fa: e cio che quando offr a John McEnroe lopportunit dio prendere parte ad un evento da lui oprganizzato e John accett lui gli rispose al telefono apostrofandolo: sapevo che prima o poi avresti lavorato per me. Poi Ivan ha trovato qualcuno per cui lavorare lui e il Anni di silenzio poi suo affiancare questo Murray e adesso il qualcuno gli ha ritorno in patria: restituito quella per il grande popolarit che aveva antipatico una perduto e per la quale seconda provare giovinezza sostanzialmente schifo. Lavorare con Lendl stata una delle migliori scelte della mia vita ha detto ieri Murray : e tutto sommato, pur con tutte le perpessit del caso dovuta alla prolungata assenza del ceco dal mondo del Ivan Lendl, 52 anni, coach di tennis si pu azzardare (almeno restando a ci Murray (Reuters) che si visto al Masters) che col cavolo lo scozzese avrebbe vinto Olimpiade e Us Open se non avesse goduto di uniniezione di cattiveria proveniente dal grande ceco. Comunque, la rinnovata celebrit alla fine deve aver suscitato in Lendl sensazioni positive visto che ha accettato linvito della sua Federtennis nata a da Londra ha raggiunto Praga dove in questi giorni sar al fianco della formazione ceca impegnata da domani nel tentativo di strappare la Davis agli spagnoli. Na avr bisogno perch sar un match con i controcavoli; da una parte Il numoero 6 del mondo, Berdych, un doppista e davisman intenso, Stepanek e il giustiziere di Nadal, quel Lukas Rosol che lultimo ad aver giocarto questanno una partita versus Rafa. Dallaltra un Ferrer insieme goduto (per la vittoria a Bercy) e furioso per aver mancato laccesso alle senifinali del Masters pur avendo vinto due match; e il doppio che quel Masters ha vinto, Granollers e linviato di Nadal, Marc Lopez . Contro gli spagnoli pure il campo, un acrilico?? che hanno trovato velocissimo e del quale si sono prontamente lamentati. Certo pi veloce dei tappeti di Londra e Bercy: un greenset assai pi malleabile (troppo, per Federer ). Chiss cosa ha in testa Lendl: speriamo di non ritrovarcelo a Ballando con le stelle visto che ha riscoperto quanto la luce dei riflettori non faccia poi cos schifo.

145 of 209

146 of 209

Dettori: cocaina per pesare meno Io, non drogato


PAOLO VIBERTI
SECONDO unindiscrezione del Sun, il doping del fantino italiano Frankie Dettori sarebbe stato causato non da sostanze finalizzate a migliorare le prestazioni in corsa, bens da tracce di cocaina. Il che perlomeno strano se si tiene presente che la coca?? aumenta la frequenza cardiaca e diminuisce lafflusso dellossigeno ai muscoli, ma comunque spiegabile. I fantini infatti hanno una teorica ragione per assumere cocaina o comunque sostanze che diano una positivit a tale prodotto: lo scopo quello di generare inappetenza e dunque di favorire in Alla base del caso questo modo il Lanfranco Frankie?? Dettori, ci sarebbe il solito mantenimento del 42 anni tra un mese (Ap) problema dei peso che permette fantini, in perenne agli stessi jockey di guerra con la montare cavalli importanti nelle maggiori corse di gruppo su bilancia: Non tutti gli ippodromi di grido del mondo. Se un fantino supera i sono un dopato, 55-56 kg gli viene preclusa la possibilit di ingaggi assai dice dal Dubai. remunerativi. Infiniti i casi di ARCHER La storia dellippica piena di casi alla cocaina: coca??: da una dei fantini pi celebri, il britannico Fred Archer , fu Maradona sino alla trovato positivo alla cocaina nel corso della carriera che si tragedia di Pantani concluse in modo tragico nel 1886, quando linventore della monta a staffa lunga?? mor suicida con un colpo di pistola alla tempia. Lindiscrezione che per Dettori si possa trattare di cocaina stata riportata ieri dal tabloid britannico che aveva raccolto la confidenza di una persona vicina allentourage del fantino anglo-italiano. La positivit di Frankie fa riferimento a un controllo del 16 settembre in Francia, a Longchamp. Ora Dettori dovr rispondere alle autorit francesi per la prossima settimana e rischia una squalifica fino a sei mesi. Gi nel 1993 al fuoriclasse sardo fu negata la licenza di gareggiare in Giappone dopo che la polizia lo aveva fermato a Londra in possesso di un piccolo quantitativo di cocaina. Frankie in vacanza a Dubai con la famiglia: Non sono un drogato, ha detto stizzito. A met degli Anni 90, in una sua autobiografia, aveva detto: La droga non ha mai fatto parte della mia vita, ma come molti giovani lho voluta provare senza pensare alle conseguenze. CASI Nella storia dello sport sono comunque infiniti i casi di positivit alla cocaina: dai tennisti Richard Garquet e Martina Hingis , ai pugili Mike Tyson , Jerry Quarry e Frank Bruno , tanto per citarne alcuni soltanto; dai calciatori Diego Armando Maradona , Adrian Mutu e poi Mirk Juliano, Pagotto, Flachi, Bachini e Higuita ai corridori Tom Boonen , Marco Pantani , Frank Vandenbroucke e Valentino Fois , con gli ultimi tre finiti purtroppo tragicamente. Per molti non s trattato certo di un sotterfugio per ottenere un miglioramento delle prestazioni nelle rispettive discipline, anche perch la cocaina non certo lillecito pi indicato in tal senso, bens del tentativo di sopportarein qualche modo qualcosa di assai pi radicato, il male di vivere.

147 of 209

148 of 209

Sci, paura Vonn e divieto di parlarne


(p.vib) Mistero sempre pi fitto e secondo alcuni anche inquietante: Lindsey Vonn resta ricoverata in un ospedale del colorado per forti dolori intestinali??, ma intanto la federsci americana si affretta a inviare a tutti i componenti dello staff e a tutti gli atleti un laconico sms: vietato rilasciare dichiarazioni sullatleta??. E se non una notizia questa! Il caso diventa di difficile interpretazione, ma se si trattasse di un malessere comune?? gli atteggiamenti sarebbero ben diversi. si fanno le ipotesi pi disparate, c chi sussurra che possa anche trattarsi di qualcosa di antipatico. Di certo la vonn vista a Soelden era apparsa pi grossa?? di almeno 9-10 chili. SCATTA LA TRASFERTA AMERICANA PER LE AZZURRE DI SCIScatta la trasferta nordamericana per le squadre femminili della Coppa del Mondo. Il calendario prevede un gigante e uno slalom sabato 24 e domenica 25 novembre sulla pista di Aspen, Colorado, seguiti la settimana successiva da due discese venerd 30 e sabato 1 dicembre e un superG domenica 2 a Lake Louise. Il dt Raimund Plancker ha convocato 16 atlete: oggi partiranno per Copper Mountain le atlete delle discipline tecniche Moelgg, Karbon, Irene ed Elena Curtoni, Agerer, Nadia e Sabrina Fanchini, Brignone e Costazza. Forfeit di Giulia Gianesini. Sabato 17, poi, sar la volta delle velociste con Stuffer, Recchia, Marsaglia, Borsotti, Merighetti, Elena Fanchini e Cipriani. MA A LAKE LOUISE GARE A RISCHIO: TROPPO FREDDOTroppo freddo, Coppa del Mondo a rischio: a Lake Louise gli organizzatori canadesi hanno detto che il freddo polare ha ghiacciato il fiume dal quale solitamente viene prelevata lacqua per produrre neve artificiale e integrare cos quella naturale (scarsa) presente sul tracciato di gara. Il controllo per dare semaforo verde alle gare, da parte del delegato Fis, avrebbe dovuto aver luogo ieri, dopo essere gi stato rinviato la scorsa settimana. Una decisione sar presa oggi. GARE FIS, MARSAGLIA 2 IN AMERICA DIETRO JITLOFFDue giganti Fis a Cooper Mountain, in Colorado, per gli azzurri che si preparano per le prove di Coppe in Canada. Matteo Marsaglia (due volte secondo) e Mattia Casse (un quarto e un quinto) sono stati protagonisti in entrambe le competizioni vinte dallamericano Tim Jitloff.

Tzetvan Sokolov in azione dattacco per la Bre Banca


149 of 209

VOLLEY / 1 Bre Banca Lannutti Cune-Asseco Resovia Rzeszow3-0Parziali. 25-18 25-23 25-20. ASSEZO RESOVIA RZESZOW: Lotman 1, Grzyb 5, Nowakowski 1, Tichacec, Akhrem 11, Bartman 16, Kovacevic 3, Perlowski, Ignaczak (L). Allenatore: Kowal. BRE BANCA LANNUTTI CUNEO: Mastrangelo 6, Ngapeth 11, De Pandis (L), Wijsmans 11, Kohut 5, Grbic 1, Sokolov 17, Abdelaziz 2. Allenatore: Piazza.NOTE: durata set 22, 26, 24. Cuneo: ric. 69% (48% perfette), att. 51%, muri 7, aces 9, batt.sb. 12, errori 24. Rzeszow: ric. 34% (19% perfette), att. 47%, muri 3, aces 1, batt.sb. 14, errori 23. Spettatori 4500. (c.man.) Una leggera sbandata allinizio del terzo parziale, il resto un monologo di Cuneo la temutissima partita in terra polacca della Bre Banca Lannutti. La squadra di Roberto Piazza vince 3-0 contro il Rzeszow ipotecando il primo posto nel girone G ed il passaggio al turno di Champions League. VOLLEY / 2 TUTTO FACILE PER LA LUBE MACERATA IN GERMANIA(l.muzz) Vince 3-0 (25-20 26-24 25-19) la Lube Banca Marche Macerata in quel di Unterhaching, campo tedesco tutto esaurito da giorni per questa super sfida della Pool D. Un successo che di fatto consegna le chiavi del primo posto finale alla formazione di coach Giuliani a +4 proprio dai tedeschi con la gara di ritorno in casa al Fonte Scodella. LATINA KO In Finlandia inaspettato ko dellAndreoli Latina nella gara di andata degli Ottavi di finale della Coppa Cev sul campo del Valepa Sastamala. I pontini, sconfitti 3-1 (26-24 25-19 23-25 25-20), per superare il turno - dovranno ribaltare il risultato mercoled prossimo a Latina e vincere anche il golden set. DONNE Vince 3-1 LAsystel Carnaghi Villa Cortese contro lAgel Prostejov (25-23 25-19 22-25 25-22) nella terza giornata di Pool B. VELA ANCHE BURTON TAMPONA?? ALLA VENDEE GLOBEDopo Kito de Pavant dopo la partenza della Vendee Globe, sabato, successo anche a Louis Burton: collisione con un peschereccio e ritiro dal giro del mondo da soli e senza scalo. DOPING UN ALTRO LIBRO METTE NEI GUAI ARMSTRONGLance Armstrong ancora nel mirino: uno dei suoi pi ferventi accusatori, David Walsh, il 13 dicembre far uscire il suo nuovo libro Seven Deadly Sins?? con gravi accuse a Lance.

Cuneo (Galbiati) Il croato naturalizzato italiano Dragan Travica, 26 anni (Galbiati) Lindsey Vonn, 28 anni, con la sua 4 Coppa del Mondo (Reuters) Louis Burton, skipper di Bureau Vale alla Vendee Globe (Reuters) Per Lance Armstrong unaltra bufera da un suo accusatore (Reuters)

150 of 209

151 of 209

BASKET Milano, 13 partite per risorgere BASILE Dobbiamo recuperare in Coppa e in campionato, altrimenti andiamo verso il disastro
MIRCO MELLONI
RISORGERE o affondare definitivamente. Dopo un avvio da 5 vittorie in 12 gare tra Italia ed Europa - con una serie aperta di quattro ko casalinghi - la stagione di Milano gi al primo crocevia. E in discussione laccesso alle Top 16 di Eurolega e persino alle Final Eight di Coppa Italia, incredibile per chi annovera nomi come Scariolo, Fotsis, Langford, Bourousis, Hairston, Gianluca Basile, 37 anni, da ed era partito per aprire un ciclo vincente. questa stagione a Milano Domani ad Istanbul c il primo spareggio, un (Liverani) fallimento europeo non sarebbe disastroso a livello economico ma nuocerebbe allimmagine di un club che non vince da 16 anni e metterebbe in dubbio il futuro di un gruppo che fin qui ha convinto solo nella vittoria a Siena. Ma il 37enne Gianluca Basile - lunico giocatore italiano in attivit ad aver vinto lEurolega - invita i suoi a crederci: A partire da domani, avremo 13 partite per rimetterci in carreggiata, da qui alla fine della prima fase di Eurolega e alla boa di met campionato. A quel punto faremo i conti. Basile, la vera Milano quella di Siena, o la squadra con la peggior difesa di Eurolega? La partita contro Siena deve rappresentare lesempio. Avevamo latteggiamento giusto, con laggressivit che aiuta a cancellare certi errori. Dobbiamo migliorare a livello mentale, ne parliamo spesso. Per cambiare chip?? non semplice a livello pratico. Qual la ricetta dettata dalla sua esperienza? Serve mantenere una certa linea a livello di atteggiamento, fin qui non successo ma stiamo lavorando bene. Resto positivo: non posso credere che una squadra come la nostra continui a giocare cos. E se veniamo a capo di una situazione del genere, non ci fermer pi nessuno. Nella sua carriera aveva vissuto situazioni del genere? Lanno dopo il primo scudetto a Bologna, in Fortitudo: perdemmo di 37 il derby di Natale e segu uno sbandamento pesante, per arrivammo comunque in finale-scudetto. Ma quattro gare di fila in casa no, non le avevo mai perse. In Fortitudo visse una realt emotiva fino alla schizofrenia, al Barcellona un club agli antipodi, qual la linea giusta? Milano sta adottando la linea spagnola, simile al Bara, dove Dusko Ivanovic rest quasi tre anni, nei quali il club spese tanto ma non riusc a vincere, prima di arrivare al punto di rottura. Non c una ricetta perfetta ma un cambiamento profondo sempre una sconfitta per societ, staff tecnico e giocatori, e non garanzia di passi avanti. Cosa dice al pubblico di Milano che domenica ha fischiato la squadra? I fischi sono meritati, i tifosi attendono successi da 16 anni, non possiamo chiedere loro ulteriore pazienza.

152 of 209

Quanto conta la sfida di domani contro lEfes? Non c tempo per recuperare, serve vincere le due in casa e almeno una trasferta. E dobbiamo rimontare pure in Serie A: lesclusione dalla Coppa Italia sarebbe una mazzata. Il suo ex compagno di reparto a Bologna e in azzurro, Gianmarco Pozzecco, debutta da allenatore in Legadue a Capo dOrlando, che effetto le fa? Sono convinto che far bene: la trasformazione da grande giocatore a grande coach non immediata, ma il Poz capisce il gioco e sa riconoscere il talento. E un mestiere differente, che ti costringe a pensare al basket 24 ore al giorno. Tifo per lui anche perch mi piace leffetto-novit che i giovani tecnici hanno portato gi nella Serie A di calcio.

153 of 209

EUROLEGA / IL PROGRAMMA Subito Siena e Cant Domani EA7 a Istanbul


Eurolega, 6 turno GIRONE A Oggi Khimki-Fenerbahce (ore 16.30, SportItalia2), Olimpia Lubiana-Mapooro Cant (ore 20, SportItalia2), Panathinaikos-Real Madrid. Classifica: Real Madrid 8, Khimki e Fenerbahce 6, Cant e Panathinaikos 4, Lubiana 2. GIRONE B Oggi Alba Berlino-Montepaschi Siena (ore 20.45, SportItalia), Maccabi-Malaga, Prokom-Chalon. Classifica: Maccabi 10, Malaga 8, Siena e Berlino 4, Chalon e Prokom 2. GIRONE C Oggi Cedevita Zagabria-Zalgiris Kaunas, domani Efes Istanbul-EA7 Milano (ore 19.45, SportItalia2), Caja Laboral Vitoria-Olympiacos. Classifica: Zalgiris 10, Efes e Olympiacos 6, Milano 4, Vitoria e Cedevita 2. Girone D Oggi Vilnius-Cska Mosca, Bamberg-Barcellona, Partizan-Besiktas. Classifica: Barcellona 10, Cska 8, Besiktas 6, Bamberg 4, Vilnius 2, Partizan 0. NBA, FINALMENTE TORONTO Primo successo esterno di Toronto che, nonostante i soli 5 punti nellultimo quarto e un Andrea Bargnani da 8 con 3-13 al tiro, vince sul campo di Indiana con Calderon in tripla doppia. I Los Angeles Lakers perdono contro San Antonio, decisiva la tripla di Danny Green. Oggi il primo giorno californiano di Mike DAntoni, che ha annunciato: Dovremo ispirarci ai Lakers anni 80, quelli dello Showtime??.

154 of 209

LE NOVITA ALLEICMA Parkour, scommessa che viaggia su 4 ruote


MILANO. Arriva in Italia il primo scooter a quattro ruote: flessibile come una moto, ma pi sicuro perch pi stabile. Si chiama parkour?? e sar nei concessionari a partire dallestate 2013. Ad annunciarlo, Riccardo Marabese, presidente dalla Quadro Vehicles, lideatrice del nuovo veicolo presentato in anteprima mondiale all Eicma 2012, lesposizione internazionale del motociclo che domani aprir le porte al pubblico fino al 18 novembre. Le aspettative di commercializzazione sono altissime, dice Marabese, spiegando che gi oggi ad una richiesta di tre ruote ne abbiamo Con parkour lo scooter venti per il quattro ruote. Inoltre, questo anche a quattro ruote (Ansa) veicolo soddisfer un segmento di mercato che oggi non esiste, sicuramente pi numeroso dei puristI motociclisti, che comprende anche quelle persone che non sarebbero mai salite su una moto, ha aggiunto. Il primo scooter a quattro ruote, con un motore 350 di cilindrata per una velocit massima di 135 Km/h, coster intorno ai 9 mila euro. In occasione di Eicma, Quadro ha presentato anche la nuova creazione della gamma tre ruote, il 350s, pi potente e confortevole del 350d nelle due nuove colorazioni Ocean Blue e White Snow. MOSTRA PER IL SIC Route 58 - in viaggio con Sic, il calendario pubblicato in ricordo di Marco Simoncelli, si trasforma in una mostra video-fotografica allestita, da oggi al 18 novembre, allinterno di Eicma, lEsposizione Internazionale del Motociclo di Milano, in cui verr predisposto uno spazio interamente dedicato al campione della MotoGP. Le pi originali delle diecimila foto del numero 58?? che i fan del pilota hanno inviato a Mediafriends-Mediaset per la realizzazione del calendario saranno esposte su grandi pareti e mostrate in una video-istallazione. Un muro bianco accoglier invece i messaggi, i ricordi e le firme degli amici di Sic. I visitatori della fiera milanese, inoltre, potranno vedere da vicino la sua famosa show bike. Sabato pomeriggio il padre di Marco, Paolo Simoncelli, sar presente alla mostra per un incontro con i tifosi del campione romagnolo. Allinterno della stessa mostra allestita in collaborazione con il gruppo alimentare San Carlo - sar possibile acquistare il calendario Route 58 - in viaggio con Sic i cui proventi andranno alla Fondazione Marco Simoncelli per finanziare un progetto a Coriano (Rimini), per una casa-famiglia per ragazzi disabili.

155 of 209

IL FORLIVESE ASSAGGIA LA DUCATI Dovizioso, il mostro non fa paura


VALENCIA. Dani Pedrosa stato il pi veloce nel secondo giorno di test Irta a Valencia. Dove erano schierati tutti i team tranne la Yamaha che si era trasferita armi e bagagli ad Aragon. Il pilota catalano ha fatto segnare il miglior crono della giornata in 1.32.322 nonostante la pista mai veramente asciutta. Un gran lavoro quello di Pedrosa che ha compiuto 30 giri in totale, mentre il suo inseguitore Cal Crutchlow con la Yamaha Tech3 si fermato a 28 tornate e ha fermato il suo miglior tempo in 1.32.671. Terzo il tedesco Stefan Bradl che ha rinnovato Andrea Dovizioso, 25 anni; il suo contratto come Factory Honda Rider fino primi giorni in Ducati al 2014, in 1.32.813. (Sportinfoto) Quarto tempo per Nicky Hayden, che il primo dei piloti con la Ducati in 1.32.956, mentre Alvaro Bautista (Honda) quinto in 1.33.109. Sesto tempo per Andrea Dovizioso (Ducati) staccato di 0,916 . Marquez ha chiuso il suo primo test della carriera in sella a una MotoGP con il settimo tempo in 1.33.403 a soli 0,165 da Dovizioso. Il collaudatore Michele Pirro ottavo con la Ducati sviluppo, davanti ad Andrea Iannone che ha chiuso nono a un secondo e mezzo da Pedrosa. Randy De Puniet con la sua Art ha fatto segnare il miglior tempo (il decimo tempo) fra le Crt. I piloti che sono rimasti a Valencia e non hanno scelto di trasferirsi ad Aragon come la Yamaha con Lorenzo e Rossi, hanno potuto approfittare di un meteo capriccioso, che ha per permesso a tutti di lavorare. Sotto gli occhi degli osservatori a Valencia cera soprattutto Andrea Dovizioso che ha davanti a se un compito improbo: dimostrare che era Valentino Rossi a non andare daccordo con la Ducati e non il contrario. stato un esordio tutto sommato positivo ha detto Dovi Sullasciutto la moto si muoveva un po, ed ora dovremo capire se si tratta della gestione del motore o del telaio. Altro esordiente ceh ha avuto a che fare con la minacciosissima rossa Andrea Iannone: Essere completamenti soddisfatti difficile, perch vorresti essere velocissimo fin da subito. Ma tutto sommato andata bene. Ho un buon feeling sullavantreno, ora bisogna capire come sfruttare meglio la potenza mettendo a punto lelettronica. Perdo ancora molto in uscita di curva a moto piegata.

156 of 209

MOTO VALE RIASSAPORA IL CLIMA YAMAHA

Non sono mai andato via


PIERO VALESIO
NEI GIORNI dei grandi sogni meglio essere prudenti. Perch basta un niente perch il sogno duri lo spazio di una notte e al risveglio svanisca come neve al sole. E poi c una frase che Valentino ha pronunciato poco tempo fa e che ancora aleggia nellaria con un odore stantio. Una frase che, virgola pi virgola meno, suonava cos: Gi dal primo giorno di prove ho capito che con la Ducati sarebbe stata durissima. Frase il cui significato praticamente questo: appena sono salito su ROSSI Ho ritrovato quella moto sarei tanti amici. La moto un po diversa ma tornato indietro di corsa. Vale dunque la pena iniziare un avventura correndo il rischio che qualcosa vada storto? No sempre lei che non la vale la la pena. EMOZIONI Dunque quello che doveva essere il primo giorno intenso di Valentino in Ducati stato in realt solo un giorno di intense emozioni dato che il nostro ha percorso un solo giro di riscaldamento e dopo precipitosamente tornato ai box visto che ha preso a diluviare. Lesattro contrario di quello che le previsioni meteo avevano annunciato e che avevano indotto il team Yamaha a spostarsi da Valencia (dove ieri cera il sole) ad Aragon dove il sole proprio non s visto. Succede. Ma le emozioni, quelle il volto di Rossi lhanno illuminato. Chi era presente al circuito riferisce di un Rossi che pareva non essere mai andato realmente via dalla Yamaha. Un Rossi che pareva a casa sua, talmente sereno e a suo agi da far sospettare ai pi che il biennio Ducatfi non si a mai esistito. Che sia stato al massimo un sogno brutto, tanto per restare nellambito onirico. DIALOGO Rossi, riferiscono le cronache, aveva iniziato la giornata con un lungo e corroborante (ci si augura per entrambi) faccia a faccia con Jorge Lorenzo . Il grande avversario, colui che la Yamaha di fatto gli prefer due anni fa e che Vale ha probabilmente detestato pi di ogni altro in questi due anni di brutto sogno. Perch Jorge era colui che in realt aveva strappato Vale dal suo lungo dolcissimo sogno di vincente. I tempi sono cambiati e i Con Lorenzo ci due devono esserselo detto guardandosi negli occhi giusto siamo detti tante nella mattinata di ieri: E stato molto gentile, ha fatto gli cose. Non c onori di casa e ci siamo detti molto cose. Tra di noi ci sar bisogno rispetto e ci combatteremo lealmente, non c bisogno di dellamicizia, ci essere amici. E Jorge di rimando: Per me una grande rispetteremo e opportunit perch potrr imparare da Rossi: lui ha qualit basta che io non ho. CONFIDENZA Effettivamente - ha detto dopo Valentino - la sensazione di non essere mai andati via c. Ho ritrovato tanti amici conc ui ho lavorato per sette anni. E poi la moto, per quanto ho potuto capire dai pochi giri che ho percorso luned, non cambiata molto, sempre lei. Certo col motore 1000 lha resa un po diversa ma diciamo che ci siamo riconosciuti. Avevo una gran voglia di girare un po pi intensamente anche per decidere alcune cose su cui impostare il lavoro in vista dellanno prossimo. Invece ci toccher aspettare febbraio quando andremo in Malesia. Ma le buone sensazioni che ho provato luned restano.
157 of 209

DUBBIO Buone sensazioni, ricordi, piacere. Che Rossi sia felice lo si visto in modo chiarissimo. Ma la domanda : pu un ritorno al passato portare risultati positivi?Un passo del genere non sempre stato lanticamera di cocenti delusioni? Difficile dare una risposta. A questo punto bisogner aspettare linverno quando sapremo se quello che aspetta Valentino il sogno leggiadro di un bambino o quello turbato di un adulto stressato.

158 of 209

159 of 209

160 of 209

IL MONDIALE RAFFA A PUERTO IGUAZU: LITALIA ESORDISCE CON DUE VITTORIE, SUDANDO UN PO CONTRO GLI AMERICANI Azzurri sprint: Turchia e Usa ko
PASO doble dellItalia che, nel mondiale della raffa che si sta giocando a Puerto Iguazu in Argentina, ha fatto subito capire di che pasta sono fatti gli azzurri. Prime due uscite e prime due vittorie nette. Contro la Turchia, praticamente un allenamento, e contro gli Stati Uniti che invece ci hanno fatto un po sudare. COLOSSI Qui, in uno dei posti pi incantevoli delluniverso dove ci sono le famose cascate Da sx: il tecnico Rodolfo Rosi, dichiarate dallUnesco patrimonio dellumanit, Benedetti, SIgnorini, Di Nicola, la Confederacion Argentina de Bochas ha Savoretti e il gm Dante organizzato il 10 mondiale a squadre maschili DAlessandro della raffa, un appuntamento di successo considerato che sono state calamitate in Sudamerica 22 nazioni che da tre giorni stanno incrociando le bocce nelle eliminatorie per portarsi nel girone finale a otto. LItalia schiera quattro colossi, Emiliano Benedetti, Giuliano Di Nicola, Mirko Savoretti e Paolo Signorini. Sono quattro bocche da fuoco che ci invidia tutto il mondo e qui, in terra argentina, dove le bocce sono uno degli sport pi amati che vanta centinaia di migliaia di atleti, pagherebbero palate doro per riuscire a fare lo sgambetto alle magliette azzurre, unimpresa che, nelle precedenti 9 edizioni della corsa iridata, non mai riuscita a nessuno. Lalbo doro scritto tutto in lingua italiana. Rodolfo Rosi, tecnico degli azzurri, sta scrutando dalla panchina le squadre avversarie per capire i voti da mettere sulle pagelle ed evitare, non si sa mai, spiacevoli sorprese. C una squadra in pi qui a Puerto Iguazu spiega - ed quella dei supporter argentini. Sono scatenati e sostengono i loro beniamini con un tifo indiavolato che fa tremare il palazzetto. Mi immagino il clima, gi bollente visti gli oltre 30 gradi che ci cucinano e fanno soffrire, che si respirer quando incontreremo i padroni di casa. FORTUNATI Rosi tiene docchio, oltre agli argentini, anche Svizzera e Brasile mentre pone uno scalino sotto Cina, Austria e Stati Uniti. LItalia, che stata sorteggiata del 4 girone, quello a 5 anzich 6 squadre assieme a Venezuela, Sud Africa, Stati Uniti e Turchia, non dovrebbe avere alcuna difficolt ad entrare nella poule degli otto che si giocheranno il titolo. Rosi non nasconde la sua soddisfazione: Ci andata bene, il nostro un girone in cui non dovremmo avere problemi di qualificazione in quanto supereranno il turno le prime due in classifica. Inoltre giocare un incontro in meno, con questa calura, un vero toccasana. Ma torniamo ai due match di apertura. Contro la Turchia stata una passeggiata. Tutte tre le partite dellincontro si cono concluse per 15-2 in poco tempo. Nella terna Signorini, Savoretti e Di Nicola hanno strapazzato Seliciler, Eman e Gemi Tama, nel singolo Benedetti ha fatto un boccone di Gungor e infine, nel doppio, Signorini e Savoretti hanno chiuso il conto con Emen e Gungor. Effettivamente i turchi sono poca cosa fotografa cos lincontro Savoretti perch mancano di esperienza internazionale. Comunque c quel Gungor che ha un ottimo tiro e va molto bene a punto. SOTTO UN ALTRO Sulla corsia degli azzurri si sono presentati in seconda battuta gli Stati Uniti trascinati dalloriundo argentino Jos Botto, un giocatore completo che non si d mai per vinto. Si partiti con la terna. Rosi ha schierato Savoretti, Di Nicola e Benedetti, i stelle e strisce hanno risposto con Botto, Jason Wisniewski e Brian

161 of 209

Polantz. Si capito subito che gli americani avevano pi cartucce dei turchi e , infatti, la partita durata 105 minuti e ha visto, al 70, Botto e compagni sfiorare il pari, 8 a 7 per noi. Time out di Rosi, ragazzi diamo unaccelerata, una pacca sulle spalle ed arrivata la fiammata. Dopo unaltra mezzoretta calato il sipario sul 15-9 a nostro favore. Nel singolo si sono affrontati due pezzi da novanta, Signorini e Botto. Il tete--tete durato ben 135 minuti, il che la dice lunga sullequilibrio che ha regnato nel match. Ma Botto era in vena di far regali e ha ciabattato quattro tiri importanti che potevano dare una svolta alla partita. Signorini, da gattone con le unghie affilatissime, non si lasciato scappare loccasione ed ha inchiodato lo statunitense per 15-9 con una straordinaria rimonta dopo essere stato in svantaggio al 60 per 9-5. PIENA FORMA Botto non lultimo arrivato commenta lazzurro a fine partita e abbiamo visto tutti i grandi progressi che hanno fatto gli Usa in questi ultimi anni. Comunque non ho mai temuto di perdere. Mi sento in piena forma e, dopo aver preso la mano su questi campi che non sono facili perch molto pesanti, penso di poter dare ancora tante soddisfazioni a Rosi ed ai miei compagni. A giochi fatti, con lItalia che aveva gi matematicamente vinto lincontro con due partite su tre, si giocata la coppia, quattro tiri in souplesse. Gli statunitensi avevano finito la benzina (Botto non poteva pi scendere in campo perch gi impegnato due volte) e cos si sono messe in vetrina le seconde linee, Giannotti e Polantz opposti ai nostri Benedetti e Di Nicola. Una folata di soli 35 minuti che ha sbattuto la porta in faccia ai nostri avversari tramortiti per 15-4. Che ci aspetta? Oggi alle 15,00 incontriamo il Venezuela e domani alle 16,00 il Sud Africa. Due match che non dovrebbero riservare sorprese. Gli azzurri guardano gi agli scontri con i colossi per poter alzare la loro decima corona iridata. Daniele Di Chiara

162 of 209

VIAGGIA a vele spiegate la capolista Brb. Anche nella quinta giornata del massimo campionato del volo i componenti lequipaggio della Rossa non si concedono cali di tensione e fanno i corsari nel vicino porto di Rivara, dove il canavesano Forno ha conosciuto la terza sconfitta consecutiva. La sorpresa non sta tanto nel successo dei campioni di Aldino Bellazzini, quanto nel rendimento degli uomini dellaltro presidente e tecnico, Silvano Grivetto. Al quale non basta la classe del nazionale sloveno Davor Janzic per tenere a galla una barca che fa acqua. E gi crisi o flessione momentanea ? Il ruolo di vice prima della classe detenuto dalla Perosina che ha approfittato della giornata negativa di alcuni elementi della Voltrese per mettere a segno il terzo successo. Al termine della prima frazione di incontro Longo e soci avevano gi messo insieme i dodici punti utili per gioire. CABALA Sulla ruota della Chierese uscito per la quarta volta il 9-11. Stavolta di segno negativo e per giunta scaturito sui campi di casa dopo un vantaggio parziale di 9 a 3 nei confronti della Ferriera. Clamoroso il black out successivo proprio nelle quattro prove tradizionali dove, si presume, le squadre ospitanti dovrebbero trarre vantaggio dalla migliore conoscenza dei terreni. Cericola e soci ringraziano per i due punti doro. GENOVESI OUT Sprizza felicit anche la Graphistudio che non pensava di arrivare a Genova e incontrare cos poche difficolt per fare man bassa in casa Abg. I friulani ci hanno messo sicuramente del loro per conquistare la posta in palio, ma per contro la formazione dello Zerbino non ha posto in atto le adeguate contromisure, crollando non solo tecnicamente sotto i colpi avversi. Mauro Traverso SERIE B 5 giornata- Girone A. Masera Borgonese 12-8, La Capannina-B.Valle Helvetia 13-7, Nitri Aosta Nosenzo 14-6, Pozzo Strada L.B.Carcare 12-8 ( Nitri Aosta 8, Borgonese e Nosenzo 6, La Capannina e Pozzo Strada 5, Masera e Carcare 4, B.Valle 2). Girone B. Vadese Beinettese 12-8, Rosta-Serravallese 9-11, Calvarese-Gaglianico 10-10, Auxilium-Roverino 16-4 ( Auxilium 10, Gaglianico 9, Serravallese 6, Calvarese 5, Beinettese e Roverino 3, Vadese e Rosta 2). Girone C. Villaraspa-Gaja 12-8, Mugnai-Pederobba 16-4, Snua-Dolada 12-8, Canova-Noventa 12-8 ( Canova 9, Pederobba 7, Mugnai 6, Noventa e Snua 5, Villaraspa 4, Quadrifoglio e Dolada 2, Gaja 0).

163 of 209

SERIE A-B VOLO Cos la Rossa ha spento il Forno GARE RAFFA Nel Trofeo Rosati la spunta Capponi
MENTRE i nostri quattro moschettieri si stanno battendo in Argentina per la conquista dellalloro mondiale a squadre, gli altri polsi eccellenti della raffa si sono cimentati in tre gare nazionali fra le quali spiccava il Trofeo Alvaro Stortoni, con cui la societ Montegranaro ricorda da 27 anni il mitico fromboliere dalla mira infallibile, gloria e vanto delle bocce ascolane. Fra i 206 individualisti di categoria A1-A si imposto il talentuoso padrone di casa Fernando Rosati che al termine di una finale palpitante ha superato per 12-11 il ritrovato bomber maceratese Moreno Capponi della Sambucheto. Lo stesso epilogo si avuto nel 3 Trofeo Scaramelli alla Cavallino di Modena dove lex iridato Andrea Bagnoli della Montecatini Avis, ben affiancato dal campione dItalia Roberto Signorini, ha regolato con lo stesso punteggio Giuseppe DAlterio e Gaetano Miloro, nuova coppia di punta dellAlto Verbano di Varese. Nella partita della verit del 1 Trofeo Paolo Giaccaglia organizzato dalla Leonardo Da Vinci di Roma, Vincenzo e Antonello Natale del Flaminio (padre e figlio) si sono imposti per 12-6 sullaltra coppia capitolina, Lauri e Diomei della Eretum Bocce. Labbinata gara di supporto riservata alle formazioni di categoria B, C e D stata appannaggio di DElia e Maialetti della Villanova. A Reggio Emilia ha svettato la coppia composta da Maurizio Catellani e Claudio Mazzacani della Formiginese di Modena. Corrado Breveglieri

164 of 209

LAPERTURA DELLA KERMESSE Rizzoli: E bravi gli argentini!


IL 10 CAMPIONATO del mondo a squadre della raffa si aperto a Puerto Iguazu, in Argentina, nellaffollato Anfiteatro incastonato nella scenografia delle stupende cascate al confine con Brasile e Paraguay,dove Hector Limardo, presidente della Confederacion Argentina de Bochas, e litaliano Romolo Rizzoli, presidente della Confederazione Mondiale Sport Bocce, hanno tenuto due discorsi che hanno fatto battere i cuori strappando pi volte gli applausi. Poi il giuramento degli arbitri e degli atleti, i saluti delle numerose autorit sportive e politiche e gli inni nazionale argentino e federale della provincia di Misiones ritmati dalla banda della Gendarmeria de Frontera di Iguazu. Che spettacolo! Rizzoli, un maestro nel fiutare il clima che si era creato tra gli oltre mille spettatori, ha toccato le corde della specificit dello sport delle bocce, un gioco semplice- ha sottolineato - che affonda le sue radici in ogni strato della societ, aperto a tutti ed a tutte le et e praticato da milioni di appassionati, uno sport di cui siamo Lintervento del presidente orgogliosi e in cui voi, argentini, siete bravissimi e lo interpretate al meglio. Un boato di Rizzoli Il pubblico festante di apprezzamento. Puerto Iguazu E non mancata la stretta al cuore quando stato accompagnato in passerella un ospite deccezione, il centenario Cipriano Castelli , il pi longevo bocciofilo delle Americhe. La mia famiglia originaria di Torino ha spiegato Don Castelli - e si trasferita in Argentina alla fine dell800. Sono il quarto di dodici fratelli ed abito a Cordoba. Le bocce sono la mia vita. Oggi per me una giornata indimenticabile. In precedenza cera stata la sfilata delle squadre, bandiere al vento, dei 22 Paesi in gara : Australia, Russia, Svizzera, Austria, Polonia, Libia, Germania, Paraguay, Cina, Repubblica Ceca, Cile, Slovacchia, Uruguay, Canada, Brasile, Per, Venezuela, Sud Africa, Stati Uniti, Italia, Turchia e Argentina (questultima con due equipe in quanto paese organizzatore). La direzione di gara stata affidata allarbitro internazionale brasiliano Leonir Decol, originario del Parana e dello stesso paese, Pato Branco, in cui nato il centravanti del Milan Alexandre Pato, che avr come spalla linternazionale italiano Oscar Butti. Una apprezzata sorpresa di questi mondiali stata la presentazione, da parte del consigliere federale italiano Giulietto Mearini, responsabile dellimpiantistica, di un nuovo tipo di boccia sintetica nata dallo studio della CBI, la Confederazione Boccistica Internazionale di cui presidente Rizzoli, e costruita e commercializzata dalla ditta DueT Sport di Perugia che anche sponsor della Confederazione Bocce. Si tratta di un attrezzo straordinario dalle caratteristiche tecniche di avanguardia, una boccia realizzata, dopo attenti e prolungati studi presso la facolt di Ingegneria di Perugia ed il laboratorio di mineralogia del Consiglio Nazionale delle Ricerche di

165 of 209

Roma, con resina termoindurente senza nucleo. Il risultato che, oltre al prezzo di vendita molto contenuto, questa boccia rimbalza fino al 50 per cento in meno ed ha la capacit di mantenere una traiettoria rettilinea di 4-5 centimetri da 0 a 25 metri (attualmente si va dai 25 ai 30 centimetri). A Iguazu si gioca quindi con questo rivoluzionario attrezzo che ha riscosso da parte di tutti gli atleti un forte gradimento. D.D.C. IMPERIA E CUNEO, VAI! Nel campionato di serie A maschile della petanque continua la marcia incontrastata della Taggese e della Valle Maira. Imperiesi e cuneesi al termine della 3 giornata sono primi con 6 punti in classifica e pare proprio che le altre sei societ in corsa non riescano a scalfire queste due corazzate. Si dovr quindi sicuramente aspettare lultima giornata, quando si arriver allo scontro diretto, per vedere chi delle due andr direttamente nella finale che assegna lo scudetto. In questultima giornata del 2012 (la massima serie riprender il 13 gennaio prossimo) anche ai piani bassi si brindato. I genovesi dellAbg hanno piegato i cuneesi della Bovesana guadagnando 2 preziosi punti che li fanno allontanare dal fondo classifica; nulla ha potuto, invece, laltro club genovese, Il Lanternino, caduto sotto i colpi dei panzer della Valle Maira nonostante lottima prestazione del giovane Alessandro Basso che, assieme ai compagni Giacomo Drago e Marco Sacco, riuscito a strappare tre partiti alla capolista. La Taggese, forte anche dellultimo arrivato, il golden boy Diego Rizzi che si fa sempre rispettare vincendo il tiro di precisione e la coppia, ha avuto la meglio sui giovani della Caragliese di Cuneo che rimangono inchiodati a fondo classifica. I saluzzesi dellAuxilium hanno ancora una volta sofferto, in questo turno contro il Dopolavoro ferroviario di Ventimiglia, ma sono comunque riuscite a prendere per i capelli una importante vittoria. D.H. A FEMMINILE 3 giornata. Il Lanternino-Caragliese 6 12, Anpi Molassana-Valle Maira 12 6, San Bartolomeo-Bovesana 10 8, Pontedassio-Auxilium 10 - 8 (Caragliese 6, Anpi Molassana, Pontdassio e San Bartolomeo 4, Bovesana e Valle Maira 2, Auxilium e Il Lanternino 0. Anpi Molassana e Bovesana una partita in meno).

166 of 209

167 of 209

168 of 209

169 of 209

Questa la Champions per chi ama il pugilato


ANDREA SCHIAVON
QUELLORO che gli sfuggito a Londra lo ritrovi nelle finiture dellaccappatoio, come a ricordare che il traguardo di Clemente Russo sempre lo stesso. Sono passati tre mesi dallOlimpiade e Tatanka pronto a tornare sul ring, senza caschetto e con la voglia di metterci ancora la faccia per uno sport in cerca di unidentit forte. Sabato cominciano le World Series of Boxing e Russo combatter a Milano per capitanare i Dolce & Gabbana Italia Thunder, dopo mesi trascorsi a fare da testimonial e ad RUSSO Pronto in 4 arrabbiarsi di fronte a chi vorrebbe relegare settimane, per non la boxe nella fascia mancare alle Wsb protetta della programmazione televisiva facendo passare noi pugili come dei cani da combattimento, assetati di sangue. Qualche settimana fa lei ha detto che in fascia protetta dovrebbero andarci certe partite di calcio, tra sputi e gomitate??. Ha visto pure il pugno di De Rossi nel derby? Clemente Russo, 30 anni, La partita non lho seguita in diretta, perch vice-campione olimpico pesi ero inviato di Quelli che per commentare il massimi (Lucat) Napoli. Per poi ho visto che su Twitter qualcuno suggeriva a De Rossi di farsi allenare da me. E cosa gli direbbe? Meglio che non gli dia consigli, senn manda ko il prossimo avversario. E si prende una squalifica ancora pi lunga. Piuttosto preferirei raccontargli la prima lezione che mi hanno insegnato quando, a 10 anni, sono entrato in una palestra per allenarmi. E cio? La prima cosa che ti spiegano nella boxe come schivare i colpi. Non a darli. E poi, crescendo, sai che per quanto tu possa fare male al tuo avversario, alla fine dellincontro ci si abbraccia. Vuole dire che non ci sono scorrettezze anche nel pugilato? Ci sono, ci sono. Io in fronte ho una cicatrice frutto di una testata presa lanno scorso. In agosto a Londra ha combattuto il torneo olimpico con il caschetto. Pronto a tornare alle regole professionistiche?? delle Wsb? Dopo un po di vacanze e impegni vari, mi sto allenando da quattro settimane. Diciamo che sono al 60% delle mie normali potenzialit. Con tempi cos stretti, perch ha deciso di esserci? Per quello che rappresentano le World Series of Boxing: Il pugno di De negli ultimi due anni stato creato un torneo che assomiglia Rossi? E poi alla Champions League. E se ami questo sport e fai parte di dicono che la boxe
170 of 209

una squadra, devi dare il tuo contributo. Il suo avversario, il tedesco Gruner, non ha un curriculum irresistibile (1 vittoria e tre sconfitte nelle Wsb), ma ha 23 anni. Sette in meno di lei. Vuol dire che dovr far valere la mia esperienza. Lha studiato al video? No, non lo faccio mai. Lascio che sia il maestro Damiani ad analizzare lavversario e darmi le indicazioni che ritiene pi utili. Io non voglio farmi condizionare troppo prima di un incontro. troppo violenta per andare in tv... Il mio sogno avere Sylvester Stallone a un mio incontro Lanno scorso coi Thunder avete vinto il titolo a squadre, ma ci furono anche polemiche per il ritiro di Baku in semifinale, a causa degli infortuni. Non c il rischio che episodi come quello minino la credibilit delle Wsb? Il regolamento stato migliorato per permettere di fare fronte agli infortuni. La squadra del Kazakistan, ad esempio, si attrezzata con un organico di 30 pugili. E voi Thunder come vi presentate? Nella prima edizione delle Wsb, due anni fa, abbiamo vinto due titoli individuali. Lanno scorso quello a squadre. Con un curriculum cos vogliamo essere protagonisti. Sempre convinto quindi che questa sia la via migliore restando al di fuori del professionismo tradizionale? S. Con le Wsb la boxe uscita da un periodo buio. Ed diventata pi spettacolare e fruibile dal pubblico. A proposito di spettacolo, ha visto che Sylvester Stallone ha assistito allultima difesa del titolo di Wladimir Klitschko? Rocky sempre stato il mio film di boxe preferito. Dovr chiedere a Domenico Dolce di convincere Stallone: sarebbe fantastico se venisse a vedere anche i Thunder. Non se ne pentirebbe. Garantisco.

171 of 209

172 of 209

173 of 209

174 of 209

WORLD SERIES OF BOXING Con Dolce & Gabbana Un torneo a 12 squadre


LE WORLD Series of Boxing mettono di fronte 12 squadre, suddivise in due gironi che prevedono un doppio confronto (andata e ritorno), per conquistare laccesso ai playoff. Ogni team rappresenta una nazione e, per questa ragione, la rosa dei Thunder costituita per il 60% da italiani, su un totale di 20 pugili. Oltre a Russo, combatte per la formazione sponsorizzata da Dolce & Gabbana anche Vincenzo Mangiacapre, pure lui salito sul podio (bronzo) ai Giochi di Londra. A tingere di azzurro la squadra contribuiscono poi altri tre La squadra dei Dolce & reduci di Londra: Domenico Valentino, Gabbana Italia Thunder campione del mondo a Milano 2009, Vincenzo Picardi e Vittorio Parrinello. le squadre Girone A: Algeria, Argentina Condors, Azerbaijan Baku Fires, Mexico Guerreros, Poland Hussars, Dynamo Moscow. Girone B: Dolce & Gabbana Italia Thunder, Astana Arlans Kazakhstan, British Lionhearts, German Eagles, Ukraine Otamans, USA Knockouts. COS SABATO AL FORUM DI ASSAGO (Mi) - ore 20.30 Dolce & Gabbana Italia Thunder vs German Eagles Pesi Mosca Picardi vs Gojan; Leggeri Suarez vs Harutyunyan; Medi Mangiacapre vs Belous; Massimi leggeri Benchabla vs Michel; Massimi Russo vs Gruner

175 of 209

176 of 209

177 of 209

178 of 209

179 of 209

180 of 209

181 of 209

182 of 209

Per Cerci prova Capitale


MARCO BO
TORINO. Se conosci la serie A a 16 anni vuol dire innanzitutto una cosa: hai talento da vendere. Postulato che vale pure per Alessio Cerci , primo gettone nella massima divisione grazie a Fabio Capello , uno proprio non di bocca buona, che lo sped in campo con la Alessio Cerci ai tempi della maglia giallorossa durante una partita contro la Roma mentre parla con Sampdoria datata 16 maggio 2004. Da allora il Giampiero Ventura, allepoca ragazzo ne ha fatta tanta di strada, passando allenatore del Bari. Lattuale da Brescia, Pisa, Atalanta, Fiorentina e adesso tecnico del Torino ha diretto il Torino, sponda granata del Po. In teoria, viste tornante quando sedeva sulla le premesse e il panchina del Pisa (LaPresse) potenziale tecnico, Contro la Roma in avrebbe potuto cui cresciuto e ha raccogliere di pi ma, si sa, per sfondare nel calcio non debuttato a 16 anni basta saper dare del tu al pallone, occorrono tutta una serie cerca il 1 gol di fattori. Ora al Toro, con il suo maestro Giampiero Ventura , che lo ebbe al servizio con la maglia nerazzurra pisana, dopo un ambientamento soft sotto la Mole, sta ingranando. Semplicemente devastante contro il Bologna, dove ha fatto ammonire il diretto avversario disperato e aggrappato alla sua maglia nel tentativo di frenarne la corsa, sta entrando nel cuore della tifoseria con le sue accelerazioni da supercar a bruciare erba e terzini. A TUTTO RITMO Dopo la buona prova al San Paolo, 1-1 grazie al gol di Sansone nel finale, lala sinistra manifest una speranza, quella che il gioco del Toro continuasse ad aumentare in velocit in modo da sfruttare al meglio le sue incursioni. Bene, se col Bologna la sua preghiera?? stata in parte soddisfatta, la prossima partita dellOlimpico, luned sera contro la Roma, pare quella perfetta per far registrare un nuovo step del percorso di velocizzazione della manovra. Perch la Roma se da una parte aggredisce senza soluzione di continuit, dallaltra, lascia lopportunit allavversario di sfruttare vere e proprie praterie come conferma lo score delle reti sinora incassate dalla squadra di Zeman : ventitre, record negativo per la massima divisione condiviso con Chievo e Pescara. RABBIA DOPPIA Dunque per Cerci, purosangue dalla corsa velocissima, una partita che pare, sulla carta, ritagliata Lesterno granata su misura sulle sue qualit. E chiss che ritornare dopo circa ora sempre pi tre settimane allOlimpico dalla sua ultima apparizione contro determinante per il la Lazio non gli permetta di scendere in campo con una dose potenziale del di cattiveria superiore alla media ricordandosi delloccasione gioco di Ventura. doro capitatagli sui piedi allo scadere del primo tempo Luned sera potr quando, se fosse stato capace di superare Bizzarri, avrebbe cercare di sfruttare probabilmente congelato i laziali portando il Toro negli gli spazi che la spogliatoi con il doppio vantaggio. squadra di Zeman POKER DASSIST Ricordi a parte, evidente che molto del lascia agli potenziale offensivo granata dipender in maniera attaccanti avversari direttamente proporzionale da quanto sar ispirato lex viola, sinora fattosi notare oltre che per le sue scorribande prepotenti anche per gli assist che sinora ha saputo fornire: dal suo piede, infatti, sono partiti 4 passaggi-gol che hanno mandato in rete Gazzi , Stevanovic e DAmbrosio contro lAtalanta oltre a Basha con il Parma. Pure col Bologna, a dire il vero, ha offerto

183 of 209

due palloni che parevano pepite, ma Bianchi , una di piede e una di testa, non ha saputo trasformarle in gol. Ci che balza agli occhi la continua crescita di rendimento che il tornante destro sta vivendo. Del resto Ventura laveva detto, appena ritrover la gamba vedrete quanto vale, e infatti grazie a una condizione fisica in linea con quella dei compagni Cerci si sta dimostrando larma in pi del Torino. Unarma in grado di innescare i compagni ma che in teoria potrebbe risultare letale anche in maniera diretta. Di gol non ne ha fatti moltissimi ma uno che, come si dice in gergo, la porta la vede??. I tifosi granata aspettano e fremono dalla voglia di potersi aggregare a chi la pensa cos...

184 of 209

per i granata 9 trionfi di fila I Giovanissimi inseguono la decima E in 4 hanno gi indossato lazzurro
Nicola Balice
TORINO. Giovanissimi, ora inizia il bello. La marcia dei 98 di Andrea Menghini prosegue a spron battuto, domenica anche il Cuneo crollato sotto i colpo del Toro: un 6-0 che aumenta ulteriormente i numeri granata, sempre primo a punteggio pieno dopo nove giornate con la miglior difesa ed il secondo miglior attacco dItalia, mentre il Novara secondo in classifica si allontana di altri due punti. Eppure a sentir parlare Menghini sembra non ci sia nulla di La squadra allenata speciale: Stiamo lavorando tanto e da Menghini ha gi bene, vero. Ma visto convocati da stiamo Rocca, nellUnder semplicemente 15, i promettenti facendo quello che Cucchietti, Rivoira, dobbiamo fare, cio ci Rapa e Celestri concentriamo solo sul nostro percorso di Alessio Cerci, 25 anni, ala crescita cercando di divertirci ed impegnarci il destra del Torino targato pi possibile. Ma per qualit di gioco e Ventura (Liverani) continuit di risultati questo avvio di campionato davvero da incorniciare, ed ora alla vigilia delle due supersfide con Genoa e Juve sono pi le certezze che i dubbi: C grande fiducia, e questo ci permette di lavorare con lo spirito giusto in settimana. Ma posso garantire che i risultati sono davvero lultimo dei nostri obiettivi, e se non stessero arrivando non ne faremmo un dramma. Ad inizio stagione, ad esempio, abbiamo perso quattro partite in competizioni importanti eppure non ci siamo lasciati abbattere. Ci che pi ci interessa che stiamo riuscendo a proporre la nostra idea di calcio con continuit. IN NAZIONALE Un calcio che evidentemente non ha lasciato indifferente nemmeno lo staff azzurro dellUnder 15 di Antonio Rocca . Nel primo stage della stagione sono stati convocati il portiere Cucchietti , il difensore Rivoira ed i centrocampisti Rapa e Celestri : Ma sono in tanti che potrebbero avere la loro opportunit nei prossimi mesi, e non affatto escluso che al termine della stagione almeno altrettanti giocatori possano essere selezionati in azzurro. Noi tutti lavoriamo per cercare di creare giocatori, e questo un dato che ci riempie di orgoglio. DELITTI GRANATA Presso lNH Ambasciatori di Torino ieri stato presentato il libro Delitti Color Granata?? scritto da Nanni Arcudi scrittore di Moncalvo dAsti che con il libro vuole intrattenere i lettori in modo ironico, sportivo, con suspense a sfondo granata. Edito da Sottosopra edizioni di Torino, parte del ricavato sar devoluto allAISM (associazione italiana sclerosi multipla).

185 of 209

186 of 209

SAMP BLINDATA FINO A DOMENICA Ferrara convinto in attacco 2 punte c Icardi con Eder
PAOLA BALSOMINI
BOGLIASCO. Visto lo strano clima che in questi giorni si sta respirando a Bogliasco, Ciro Ferrara ha deciso di blindare gli allenamenti con un giorno danticipo: da questo pomeriggio infatti i lavori saranno a porte chiuse per tentare di preparare al meglio lil derby di domenica sera. La stessa cosa era gi avvenuta la scorsa settimana prima della sfida con il Palermo, poi per le due mosse a Allenamenti a porte sorpresa di schierare Mustafi e Poulsen chiuse gi da oggi. non avevano portato i Il tecnico risultati sperati. Ora abbandona lidea Ferrara sa di avere del trequartista e ancora una chance punta sul tandem per salvare la dattacco panchina proprio Mauro Icardi, 19 anni sudamericano. nella gara pi Estigarribia sar in importante dellanno. gruppo soltanto Se va male da luned cambier tutto ma il tecnico vuole per la rifinitura di giocarsi fino alla fine lopportunit che in estate gli ha sabato concesso la famiglia Garrone . SI CAMBIA E per questo che anche durante lallenamento di ieri Ferrara ha abbandonato lidea del trequartista provando ancora Icardi al fianco di Eder . Cos domenica sera lattacco della Samp sar affidato al bomber prelevato dalla cantera del Barcellona che lo scorso anno aveva gi salvato la squadra di Iachini segnando un gol determinante contro la Juve Stabia e permettendo ai blucerchiati di continuare la corsa ai playoff. Contro il Genoa ancora in campo con il 4-4-2, quindi, anche se i giocatori che ha disposizione, come lo stesso allenatore aveva ammesso qualche settimana fa, non sono adatti a questo modulo. Oltre a questo, cosa ben pi importante, alla squadra mancano soprattutto lucidit e serenit dopo le 7 sconfitte consecutive. Nel frattempo subentrato anche il problema Estigarribia , impegnato con la sua Nazionale e costretto a sobbarcarsi 12 ore di volo per poter far rientro in Italia. Lex juventino arriver a Genova solo domani e sar in campo per la rifinitura di sabato. Un problema in pi per il tecnico. Certo che, a prescindere dagli uomini che giocheranno contro i rossobl, Ferrara spera di poter contare su un moto dorgoglio da parte dei suoi giocatori.

187 of 209

Il mio Marassi tra amici


MARCO BISACCHI
GENOVA. Gigi Del Neri e il suo primo derby, domenica sera a Marassi, sulla panchina del Genoa, dopo i trascorsi in blucerchiato. Nulla di troppo strano, comunque, se si pensa ai tanti ex??, su entrambe le sponde, nella storia della stracittadina genovese. E c anche qualche matrimonio mancato. Come quello tra Gigi Simoni - 12 stagioni al Genoa negli anni 70 e 80, prima da giocatore e poi da allenatore - e la Sampdoria. Forse non lo sapete, ma SIMONI una volta Enrico Samp-Genoa sfida Mantovani mi infinita gi allora contatt per andare ad allenare i blucerchiati. E quella era la grande Sampdoria racconta Simoni. Era lestate del 1997 e il tecnico di Crevalcore era alla guida del Napoli. E vero, avevo guidato il Genoa. Per avevo coraggio e ricordo che a quei tempi avevo ottimi rapporti con tutti. Quella volta avrei dovuto incontrarmi con Mantovani. Poi per fu lo stesso presidente a dirmi che non si sarebbe fatto nulla, visto che Corrado Ferlaino , allora patron dei partenopei, non aveva gradito. E si potevano complicare i rapporti con la Sampdoria. Pensate per che poi il Napoli mi mand via e io andai allInter.... DERBY E SALVEZZA Quanti ricordi genovesi per Gigi Simoni. Derby vinti e persi, nel segno di un calcio un po diverso da quello attuale. Ai Gigi Simoni, 73 anni, ha miei tempi si diceva che quando si vinceva un giocato nel Genoa e lo ha pure derby, poi si poteva anche retrocedere e non allenato (Liverani) cambiava niente. Io credo che fosse una partita pi sentita, una volta. Cerano passioni maggiori. Anche oggi, certo, una gara molto attesa. Ma penso sia diverso. Lultimo precedente tra Genoa e Sampdoria - quello di due anni fa - stato accompagnato da tanti, troppi, veleni. Nonostante il gol di Boselli allultimo secondo, la vittoria dei rossobl e la retrocessione dei blucerchiati, i sospetti su un derby non troppo belligerante si sono sopiti, almeno in parte, Partita dal valore solo di fronte al fascicolo archiviato dalla Procura di Genova. enorme. Io Ma una volta come erano i rapporti pre e post derby? Io genoano non ho non ho mai avuto problemi - sorride Gigi Simoni -, eravamo mai avuto screzi molto amici con tutti. Ci fu un anno in cui noi riuscimmo ad con i doriani. E che andare in A mentre la Samp rest in B. Ricordo che Paolo pranzi con Lippi! Mantovani mi fece i complimenti, dicendo che la nostra squadra non era pi forte della loro ma aveva solo un allenatore migliore. E poi ricordo ottimi rapporti a Genova. Si mangiava tutti i giorni insieme con i giocatori della Samp. Cera anche Marcello Lippi . COSE NATURALI Domenica sera allo stadio Ferraris sar una sfida salvezza, come

188 of 209

capitato parrecchie volte sotto la Lanterna, in passato. Prima di una sfida del genere, cosa pu dire un tecnico alla squadra? Gigi Del Neri e Ciro Ferrara non avranno di certo un compito facile. Alla fine credo che le cose debbano venire naturali. Tutte le cose. Io ricordo che il derby era il pensiero fisso della settimana e anche oltre. Si cominciava a sentirlo gi un mese prima. I tifosi pensavano soltanto a quella partita. Una gara in cui venivano convogliate tante attenzioni, con la speranza di poter vincere. In questo modo, guadagnavi la serenit dellambiente per tutto lanno. Certo, ora i tempi sono diversi. Ma forse certe cose non sono ancora cambiate del tutto, chiude Simoni.

189 of 209

190 of 209

Meravigliosa Giada dal ghiaccio torinese la nuova Kostner


ELISA GENESIO
CHE FINE far il movimento femminile del pattinaggio di figura italiano quando atlete del calibro di Carolina Kostner e Valentina Marchei decideranno di ritirarsi? una domanda che nellambiente circola da tempo, e ora dal Piemonte sembra arrivare una risposta chiara e decisa, che porta il nome di Giada Russo . CAMPIONESSA ITALIANA SENIOR Latleta quindicenne dellIce Club Torino alla 1 La Russo, a 15 Gara Nazionale anni, ormai si Artistico, tenutasi nel cimenta con Giada Russo, atleta dellIce weekend a Bolzano, difficolt tecniche Club Torino ha sbaragliato la che in Italia solo la concorrenza campionessa conquistando il titolo Senior alla sua prima esperienza nella bolzanina in categoria. La Russo ha messo in evidenza le sue grandi grado di affrontare. qualit tecniche ed artistiche in entrambi i programmi. Nel Sar una stella dei corto ha eseguito una sequenza di passi che stata valutata Mondiali Junior di di livello 4, il massimo, che in Italia finora era stato raggiunto Milano solo da Carolina Kostner, mentre il lungo, pattinato alla perfezione e farcito da ben 4 salti tripli, di cui due in combinazione, e due splendidi doppi axel, ha impressionato i giudici che lhanno premiata con tutti gradi di esecuzione positivi sugli elementi tecnici. Con un totale di 136.93 punti Giada ha superato ampiamente il minimo richiesto dalla Federazione Italiana per poter ottenere la convocazione ai Mondiali Junior che si terranno a Milano. ancora prematuro assegnare a questa giovane pattinatrice la pesante?? etichetta di nuova Kostner, ma lentusiasmo nei suoi confronti giustificato. LA FIDUCIA DEGLI ALLENATORI Soddisfattissimi i suoi allenatori, Claudia Masoero e Edoardo De Bernardis , che la seguono da quando ha mosso i primi passi sulla superficie ghiacciata. Giada una ragazza molto determinata, ha il carattere e la caparbiet di una campionessa commenta De Bernardis. Tra le atlete allenate da Masoero e De Bernardis anche la promettente pinerolese Bogdana Semyryazhko , che nonostante sia ancora Novice, ha gi nelle gambe il punteggio e gli elementi che le permettono di far parte della Nazionale Junior.

191 of 209

IN BREVE
VOLLEY B2M: Benassi Alba cade nel recupero a Vado(bbd) Spreca una buona possibilit per tornare a guardare la classifica del girone A della serie B2 maschile dallalto, la Benassi Alba di Enrico Cico?? Dogliero. Nel recupero di marted sera a Vado (gara rinviata sabato scorso per i timori del possibile maltempo sulla Liguria), gli albesi si erano illusi, vincendo il primo set 20-25 sullEcosavona, che per non ha mai mollato, riuscendo a ribaltare il risultato con tre set tiratissimi e vinti 25-23/ 25-22/ 25-23. Dogliero ha schierato la formazione tipo, con Novello in regia, Ghibaudo opposto (rilevato da Marchisio), Costa e Gonella centrali, Domenghini e Giraudo in attacco, Di Miele libero. Tocca ai savonesi di Suglia e Parodi salire al terzo posto con 10 punti, mentre lAlba resta settima a 9 e si appresta a ospitare sabato la Lauretana Biella di Carlos Di Lonardo, 4a con gli stessi punti nella sesta giornata dandata.

CICLOCROSS VALLE SI IMPONE A SANGANO(pa.bu.) Il manto erboso e allentato del classico circuito di Sangano, ha esaltato le qualit del biker canavesano Paolo Valle che si aggiudicato il ciclocross dellUdace. Al passo dellatleta di San Maurizio, al primo successo stagionale nelle ciclocampestri, ha resistito a lungo il rivolese Sesia che per, a met tracciato, stato costretto a cedere al ritmo di Valle per accontentarsi del posto donore davanti ai distanziati Pozzo, Bianco Dolino ed Elia. Quindi nellordine, Bagnasacco, Bassignana, Giambianco, Sgarbi e Lotito hanno completato la classifica dei primi dieci arrivati.

BASKET UNDER 17: PMS E CUS IMBATTUTE(gt) Nel 4 turno del Campionato Under17 Eccellenza sono andate a segno sia la Pms, che ha espugnato Biella (57-63, Pollone 22, Dellaira 8, Pavone 7; Mascolo 24, Trovato 16, Rauti 11), sia il Cus Torino che passato con autorit a Tortona: 62-80, Tava e D. Gay 17, Gatti 10; Vercellino 16, Chiarella 14, Erb, Idahosa 11; Polyasky 10. I TOP SCORER DELLA SERIE D: PECOLLO NE FA 34!(gt) Grande prova al tiro nell8 giornata della Serie D di Pecollo del San Mauro che nel match con il Casale ha messo a segno 34 punti. Alle sue spalle DAgui del Kappadue Torino con 30 punti, Gay del Castellazzo con 24, Gambaro del Casale con 23.

PODISMO ANCHE LA KENIANA CHEROP ALLA TURINI MARATHON(ma.av.) Nellultimo giorno riservato alle iscrizioni dei top runner alla Turin Marathon di domenica prossima, gli organizzatori hanno messo a segno un gran colpo ingaggiando la keniana Sharon Cherop, gi vincitrice della Maratona di Boston di aprile. La Cherop, che questanno ha stabilito anche il proprio personale sulla distanza, correndo a Dubai a gennaio in 2h2239??, diventa cos la rivale pi accreditata dellalessandrina Valeria Straneo per il successo finale. Oltre ad imporsi a Boston, nel 2012 la Cherop ha conquistato anche il successo nella Mezza Maratona di Philadelphia.

FOOTBALL AMERICANO

192 of 209

UNDER 18: VOLANO I GIAGUARI E I BLACKS RIVOLI(en.ca.) En plein per Giaguari Torino e Blacks Rivoli nel campionato Under 18. I Giaguari hanno sconfitto 59-0 i Seahawks Versilia assicurandosi il primo posto nel girone e la certezza di disputare in casa il primo turno dei playoff. Playoff in tasca anche per i Blacks, secondo in classifica, che hanno piegato 48-2 i Predatori Chiavari.

TENNIS ALLE BATTUTE FINALI IL MEMORIAL BRAMANTA(ro.be.) E giunta alle battute finali la 10.a edizione del Memorial Renzo Bramanta??, under 18 maschile e femminile, sui campi del CT Biella. Sabato saranno di scena le semifinali, domenica le finali. Protagonisti nel maschile Lavagno e Coppero da una parte, Goitre e Casotto, biellese tesserato per la Pro Vercelli e testa di serie numero 2, dallaltra. Nel femminile sfide di semifinale tra la torinese della Stampa Sporting Annamaria Procacci, n 1 al via, e lalessandrina Stella Novelli; quindi tra Giulia Di Lorenzo e Francesca Bullani, portacolori dei Faggi di Biella, n 2 del draw.

PUGILATO TRE MEDAGLIE PIEMONTESI AI TRICOLORI GIOVANI(en.ca.) Tre medaglie dargento per il Piemonte ai campionati italiani giovanili Youth 2012 di Catania. Sul podio sono saliti i verbanesi Fabian Lafratta nei 77Kg (sconfitto dal calabrese Mazzei) e Ivan Zucco negli 84Kg (sconfitto dal siciliano Cavallaro), ed il saviglanese Stiven Leonetti negli 85kg (ritiratosi per un gonfiore alla mano).

BASEBALL PREMIATA LA FRANCHIGIA NORD-EST PIEMONTE(en.ca.) Riconoscimento federale per la nuova franchigia del Nord-Est Piemonte, formata da Porta Mortara e Novara, che stata premiata dalla Federbaseball per essere il club in regione col maggior numero di squadre iscritte ai campionati (11) e per le vittorie in Coppa Piemonte nelle categorie Ragazzi e Cadetti.

193 of 209

Alessandria non ce la faccio


MIMMA CALIGARIS
ALESSANDRIA. Per la gestione di questo campionato manca un milione mezzo di euro e io non sono pi disposto a espormi in prima persona e farmi carico di cifre che sono ben superiori, in proporzione alla mia quota. Le parole di Gianluigi Capra hanno leffetto di una bomba, di quelle che scoppiano improvvisamente e fanno danni pesanti. Pesantissimi. Che la situazione allAlessandria si fosse, di colpo, complicata, dopo lintervento Gianluigi Capra, 44 anni, del presidente Maurizio Pavignano e dopo la lazionista di maggioranza conferma della richiesta di riduzione dellAlessandria Calcio dellingaggio e undici tra giocatori e componenti dello staff, era chiaro a tutti. Ma che il futuro immediato fosse a rischio, certo, era difficile ipotizzarlo, o temerlo, anche perch ieri mattina proprio il presidente ha cercato di tranquillizzare lambiente, anche con una dichiarazione molto possibilista. CAPRA Per C un momento di difficolt, ma confido in una soluzione quadrare il bilancio senza strascichi grazie, ancora una volta, allintervento del serve un milione e mezzo, da solo non nostro azionista di maggioranza. Cio di Capra che, per, poche ore dopo, mentre Pavignano era alla Michelin a lo copro rassicurare anche giocatori e tecnici, ha messo sul tavolo le cifre e manifestato la sua non disponibilit a proseguire da solo. Con una premessa. La mia non una sparata, per creare scompiglio, ma senza motivi fondati. I motivi ci sono, e sono molti, e si chiamano, anzitutto, costi: alla cifra prevista per la gestione di questo campionato manca un milione e mezzo di euro, che non sono pi disposto a garantire da solo. Perch da solo? C una propriet, lAlessandria Communication&Marketing, che dal 15 aprile 2012 detiene il 100 per cento delle quote e che comprende, oltre a Capra, Valerio Bonanno , il presidente Maurizio Pavignano e Gisella Villata . E Capra, di questo pacchetto, ha il 57 per cento. Fino ad ora, per, il mio impegno stato ben superiore a quanto avrei dovuto pagare in base alle quote. Non sono pi disposto a farlo, soprattutto non da solo. Dico questo perch mi risulta che la compagine societaria si sta assottigliando, perch qualcuno ha manifestato la volont di uscire. Chi? A rileggere le parole di Pavignano non certo lui e neppure Gisella Villata. Resta Bonanno . Chiedete a lui. Io posso solo ribadire che da solo non vado pi avanti. Se avessi deciso di fare il presidente dellAlessandria avrei potuto farlo. Da solo. Ma non era questa la mia volont. Sono parte di un gruppo, se resto solo, lo ribadisco, non vado avanti. FORTE DISAVANZO Come si arrivati a questo milione e mezzo da coprire, extra rispetto alle previsioni di bilancio? Avevamo previsto 800mila euro dagli sponsor e, invece, ne abbiamo raccolti, fino ad ora, solo 150mila. Quindi 650mila in meno, a cui dobbiamo sommare 800mila euro in pi di ingaggi, perch siamo riusciti a cedere solo due contratti onerosi, Martini e Pandiani, ma gli altri sono rimasti, anche se spalmati. Una situazione, come la definisce Capra, da allarme rosso. Che potrebbe esplodere definitivamente il 15 dicembre, termine per versare stipendi e contributi del secondo bimestre. Per noi 500mila euro. Serve denaro fresco da immettere: un nuovo socio, sponsor importanti, e garanzie, comunque, di copertura fino a fine stagione. PRESIDENTE SERENO Nonostante tutto, per, il presidente Pavignano resta fiducioso. La mia presidenza un mandato professionale. Anche per questo ci

194 of 209

tengo a dire che le cifre non sono quelle indicate da Capra, ma sono inferiori, soprattutto per gli ingaggi. Mi sento anche di escludere uscite dalla compagine societaria. Invito tutti i dirigenti, per, a non mettere in giro dati che allarmano e non sono reali. La situazione di crisi, per, resta. Un momento di difficolt, sono il primo ad ammetterlo, ma io, anzi tutti noi continuiamo a confidare nellintervento dellazionista di maggioranza. Che ha fatto molto fino ad ora - aggiunge Pavignano - e che non vorr certo mettere in crisi una societ in cui ha investito somme davvero molto importanti.

195 of 209

DOPO IL KO DEL LECCE La classifica corta preoccupa lEntella


CHIAVARI. Il sorprendente successo nel recupero di ieri del Lumezzane con il Lecce un effetto tangibile, oltre ad aver decretato la fine dellimbattibilit dei salentini, lo ha provocato rendendo ancora pi corta e indecifrabile la classifica del campionato di Prima Divisione. La presa di coscienza in casa Entella stata immediata. Il Lumezzane unottima squadra, ma chiaro che il risultato sorprendente ammette il direttore sportivo della societ biancoceleste Matteo Superbi - e contribuisce a ingarbugliare ancora di pi la classifica che Francesco Zampano in forse per effetto della vittoria della squadra di Festa per la sfida con il Carpi diventata ancor pi corta. Se prima non si (Liverani) poteva e non si doveva abbassare la guardia, ora a maggior ragione si dovr farlo ancora di pi. In mezzo a un ingorgo del genere, le insidie possono arrivare da tutte le parti. C da stare attenti, lequilibrio la fa da padrone e con ogni probabilit questo sar il tema dominante per gran parte della stagione. Il terzo posto in classifica dellEntella pesa, ma il realismo va messo prima di tutto. I biancocelesti, in fondo, sono una matricola e dopo un inizio a tutta hanno rallentato come dimostrano i quattro pareggi consecutivi arrivati nelle ultime quattro settimane. TOP MATCH COL CARPI E ora sulla strada dei chiavaresi domenica al Comunale ci sar il Carpi, sfida dalta quota che mette una contro laltra, la seconda e la terza forza del campionato. Unaltra partita, insomma, ad alto coefficiente di difficolt per la formazione di Chiavari. Il Carpi una squadra decisamente forte - la fotografia del ds dei chiavaresi sui prossimi avversari - che ha tutte le carte in regola per poter conquistare uno dei posti che permettono di giocare i playoff. Attenzione molto alta, ma non certo una novit. Nella sgambata in programma questo pomeriggio al Comunale contro una mista Berretti-Allievi, Luca Prina far le prove in vista della sfida contro gli emiliani. Osservati speciali gli acciaccati Luca Cecchini e Francesco Zampano, per i quali si tenta un recupero in extremis. Fuori causa sicuramente oltre allo squalificato Michele Russo, linfortunato di lungo corso Silvano Raggio Garibaldi per il quale i tempi di recupero si sono allungati ulteriormente e che rientrer in campo soltanto dopo la sosta di Natale. DOMENICO MARCHIGIANI (OPTA)

196 of 209

In societ da aprile
Gianluigi Capra, 44 anni, appartiene a una famiglia di imprenditori alessandrini, storicamente attiva nel comparto delle costruzioni, che negli ultimi anni ha diversificato lattivit, anche nei settori agroalimentare e immobiliare. Dallaprile 2012 azionista di maggioranza dellAlessandria Calcio (detiene il 57 per cento delle quote) e componente del consiglio di amministrazione

197 of 209

198 of 209

199 of 209

Pms, raggiunta la testa Ora che test a Treviglio!


GIOVANNI TEPPA
CINQUE vittorie in fila, lultima - perentoria - nel derby con Omegna. E grazie al successo nel posticipo del Matera sul Treviglio, la ZeroUno Pms Torino ha conquistato proprio insieme ai lucani il vertice della classifica raggiungendo i bergamaschi, che hanno perso limbattibilit. LATTACCO Dopo un inizio non particolarmente brillante con le sconfitte esterne con Casalpusterlengo e Lucca, i torinesi hanno cambiato marcia rifilando alle avversarie di turno degli ultimi cinque turni pesanti passivi: al palaRuffini venti a Cinque successi di Mirandola e Omegna, seguito? Merito del 21 ad Agrigento, in gruppo e di Torino trasferta dodici al Bari e quindici alla Viola Reggio Calabria. Non per niente quello torinese di gran lunga il miglior attacco della Dna. La squadra cresciuta a Il play Claudio Tommasini: livello offensivo pi di quanto mi aspettassi suo padre Aldo giocava pivot spiega il tecnico Stefano Pillastrini -. In questo in Serie A inizio di stagione pensavo di dovermi aggrappare alla difesa, invece successo il contrario. In attacco giochiamo fluidi, riuscendo a trovare quasi sempre buone soluzioni. arrivato il momento di crescere anche a livello difensivo, dove stiamo patendo un po. Certo che se mi avessero detto a inizio stagione che avremmo giocato cos bene in attacco non ci avrei creduto. Daltra parte non avrei creduto di vedere la mia squadra subire una dozzina di penetrazioni fino al ferro com successo domenica con Omegna. Roba da non crederci. Per questo inizio di stagione allora non posso che essere normalmente?? soddisfatto. IL GRUPPO Il bello che i torinesi stanno ottenendo questi risultati grazie al gruppo, che firma a chiare lettere le vittorie della Pms. Che sta a significare che Torino ha costruito pensando pi alla chimica?? della squadra, con giocatori a inserirsi in un disegno programmato piuttosto che a tante stelle nel firmamento. E dire che nelle ultime tre gare ha dovuto pure assorbire lassenza di capitan Daniele Parente . Il gruppo ha dato sin dalle fasi iniziali segnali positivi e non sta faticando quindi a diventare squadra - sostiene Pillastrini -. Nel lavoro in allenamento come in partita si stanno vedendo i progressi. Ottime soluzioni Ma, e mi ripeto, c ancora molto da fare. Purtroppo abbiamo in attacco, ora dovuto fare a meno di Parente: gli infortuni fanno parte del dobbiamo crescere gioco perch sappiamo possono capitare. Abbiamo superato in difesa. Per tre senza traumi il suo stop grazie ai risultati ottenuti. In gare senza sostanza lo abbiamo sostituito lavorando tutti insieme per Parente: emerso non farlo rimpiangere. La squadra ha la sua polizza il collettivo. La citt assicurativa sugli infortuni. Che regala tra laltro con noi consapevolezza e autostima. TREVIGLIO Ma si sa, gli esami non finiscono mai, almeno

200 of 209

fino al termine della stagione. Cos la ZeroUno attesa domenica al big match del 10 turno, visto che andr a far visita al Treviglio, che avr una gran voglia di riscatto dopo il capitombolo di Matera. Giocheremo contro quelli che finora sono stati i migliori aggiunge lallenatore della Pms -. Treviglio stata costruita in modo chiaro con precise gerarchie e con leader carismatici. Per noi sar una prova difficile. Non prepareremo comunque una gara sugli avversari. Come sempre lavoreremo sulla nostra crescita pensando alla pallacanestro che abbiamo in mente di fare. Niente cose ad hoc insomma, le faremo soltanto se arriveremo ai playoff. TORINO Al palaRuffini le cose stanno cambiando. Il pubblico sta crescendo di partita in partita. Nel derby con Omegna erano presenti quasi 2.500 spettatori. Segno che dopo lamarezza e lassenza per lunghi anni nelle categorie che contano, il basket potrebbe tornare di nuovo e prepotentemente nel cuore dei torinesi. Sono felice e orgoglioso dallenare a Torino. La squadra si subito legata alla Citt e ha voglia di fare bene per lei. Sentiamo la vicinanza dei tifosi, la cosa bella che quando entri al palaRuffini si respira una bella aria, si sente il coinvolgimento e la voglia arrivare: tutti insieme.

201 of 209

CAMPIONATO DNB Coach Guidi lancia il Kopa Cus Adesso abbiamo unidentit Sabato la verifica a Piacenza
IN PRECAMPIONATO il Kopa Cus Torino era stato sfavillante. Aveva dimostrato una grande compattezza squadra, unita a una determinazione e una qualit del gioco non comune. Nonostante i sei nuovi innesti la squadra universitari pareva avviata a una grande stagione. A dimostrazione era arrivata come ciliegina sulla torta la vittoria sulla Pms nel Memorial Gontero. Iniziato il campionato il Kopa si trovato di fronte alla dura realt, subendo un rovescio casalingo con Varese. Ha rialzato la testa vincendo nel derby piemontese di Dnb col Derthona e di seguito con i friulani Federico Ficetti, 22 anni, del Corno di Rosazzo, favoriti per il salto di guardia di cm 192 del Kopa categoria. Peccato siano giunti tre rovesci di fila Cus Torino pesanti come macigni, che hanno minato le certezze universitarie. A quel punto arrivata la reazione dellorgoglio cussino: prima a vincere e a convincere a Spilimbergo e poi in casa con lUrania Milano, nonostante le assenze di Verri e Persico. Cos dopo essere andati sulle montagne russe per un po, il Kopa pare aver trovato la strada della continuit con il successo sui milanesi che potrebbe essere stato lo spartiacque dellannata anche perch ora gli universitari sono nelle parte alta della classifica, a sole quattro lunghezze dalla capolista Marostica. Un po di rammarico c per alcune sconfitte evitabili - ammette il tecnico cussino, Alessandro Guidi -. Abbiamo vissuto dei momenti non facili, ma ne siamo venuti fuori grazie alla volont dei ragazzi. Con Milano siamo riusciti a recuperare e a vincere nonostante mancassero due giocatori importanti. Significa che il gruppo ha carattere e volont, ma anche qualit. Sabato a Piacenza gli universitari sono attesi a riconfermare quanto di positivo fatto nelle ultime due settimane: Sar una verifica importante - conclude Guidi -. Affronteremo un avversario tosto, ambizioso e in crescita: mi aspetto che la mia squadra non faccia passi indietro. G.T.

202 of 209

203 of 209

LA NOVITA Anche alla Pinetina pronto ad aprire lo store nerazzurro


Stefano Scacchi
MILANO. La realizzazione di un negozio dellInter allinterno del centro sportivo di Appiano Gentile stata confermata anche dalla relazione di gestione al bilancio approvato lo scorso 29 settembre. Tra le pagine con i conti relativi allesercizio 2011-12 si legge: A breve aprir anche il negozio allinterno?? della Pinetina. La realizzazione di un punto vendita nel quartier generale, dove si allena la La conferma arriva squadra, rappresenta dalla relazione di gestione al bilancio una novit finora poco praticata dalle del club di Moratti strategie commerciali dei club italiani, tranne alcune eccezioni decisamente inclini alle porte chiuse intorno ai loro centri sportivi. Fino a questo momento, infatti, gli store con i prodotti delle societ calcistiche sono stati aperti nelle vie principali delle citt o nei centri commerciali. Nellultimo anno proprio lInter ha rappresentato bene questi due esempi. A novembre 2011 stato inaugurato il primo Solo Inter?? a pochi passi dal Piazza Duomo e la Galleria a Milano, riferimento per gli acquisti dei sostenitori nerazzurri e gli incontri dei giocatori della prima squadra con gli appassionati che periodicamente possono farsi firmare autografi o scattare fotografie insieme ai loro idoli. Nelle scorse settimane stato lanciato anche un Solo Inter?? presso il centro commerciale Fiordaliso?? a Rozzano alla periferia sud del capoluogo lombardo. Si tratta di un temporary shop??. Un punto vendita che rester aperto per alcuni mesi. In questo caso fino a dopo il periodo natalizio, il pi propizio per i regali di ogni genere, compresi quelli improntati alla fede calcistica. Nelle pagine del bilancio anche indicata la nuova strategia sul mercato cinese: dalla vendita diretta, che era affidata ai due negozi di Pechino e Shangai (il primo chiuso, il secondo prossimo alla chiusura), si passa alla commercializzazione dei prodotti su internet. Per farlo lInter si affida alla piattaforma di e-commerce di Amazon, leader mondiale del settore.

204 of 209

Per Handanovic c solo lInter


ALESSIA SCURATI
MILANO. Un annuncio a sorpresa, quello di Samir Handanovic , che ha spiazzato tutti dichiarando di voler lasciare la Nazionale per concentrarsi solo sullInter. Non stavo scherzando, ha precisato davanti ai giornalisti, cos da spazzare ogni dubbio sulla veridicit delle sue intenzioni. La decisione del Se non andr al numero uno Mondiale dir addio nerazzurro legata alla Slovenia alla qualificazione della Slovenia alla fase finale del Mondiale Samir Handanovic, 28 anni, ha 2014, obiettivo che in questo momento sembra sostituito Julio Cesar tra i pali difficile da raggiungere. Nel proprio girone di della porta nerazzurra qualificazione, infatti, la Slovenia ha gi sette (Liverani) punti di svantaggio dalla Svizzera prima in classifica e cinque dalla Norvegia seconda. Sono stato abbastanza chiaro da questo punto di vista. Se ho parlato col ct sloveno? Non credo di aver bisogno di parlare con nessuno di questo argomento, ha detto Handanovic. I rapporti con il commissario tecnico Slavisa Stojanovic sono pi che buoni e anche in questi giorni i due sono stati visti spesso parlare e ridere insieme. Nessun argomento, per, pu convincere il portiere (tra laltro capitano della nazionale) a tornare sui suoi passi: se non arriva la qualificazione, addio impegni con la Nazionale. SENZA REQUISITI Per ottenere i risultati che ci servono, occorrono dei requisiti che in questo momento non abbiamo, ha aggiunto Handanovic. Una dichiarazione che si riferisce alla situazione attuale della Basta con la Slovenia, ma che potrebbe essere anche la causa indiretta Nazionale? Non del possibile addio. A 28 anni, il giocatore sta vivendo il stavo scherzando, pieno della sua maturit agonistica in una squadra sono stato chiaro. Il portiere medita di ambiziosa e forte come lInter. Comprensibile, quindi, che il giocatore voglia concentrare energie e ambizioni nella dedicarsi carriera di club. Ancor pi rendendosi conto che, forse, in totalmente al suo Nazionale manca la qualit che pu permettere di club raggiungere grandi traguardi. SOLO NERAZZURRO Se davvero si consumer laddio alla Nazionale, Handanovic potr concentrarsi unicamente sullInter, cos come ha deciso di fare nei mesi scorsi anche Cristian Chivu , altro interista che ha deciso di chiudere il capitolo nazionale. Per lInter un bel vantaggio, oltre che per laspetto dellenergia e delle motivazioni (che verrebbero incanalate tutte per la causa nerazzurra) anche sotto laspetto del rischio infortuni, visto che gli scorsi anni le trasferte in nazionale sono spesso state causa di lunghi stop per troppi giocatori dellInter.

205 of 209

206 of 209

Non sono pentito


PAOLO CAPPELLERI
MILANO. La sera in cui Nigel De Jong sbarcato a Milano cambiata la stagione del Milan. Mentre ancora si piangevano gli addii di Zlatan Ibrahimovic , Thiago Silva e di tanti veterani, ecco la ventata di entusiasmo nelle ultime ore di mercato. Il suo acquisto, assieme a quello di Bojan Krkic avrebbe dovuto colmare il gap secondo Adriano Galliani , ed eliminare ogni alibi. Da quel momento Massimiliano Allegri e la sua squadra avrebbero potuto competere con le prime della classe per lo scudetto, ma i piani DE JONG Periodo dellad rossonero si no, ma sono felice di sono rivelati un po essere rossonero troppo ottimisti. Tanto che il centrocampista olandese, impegnato ieri sera con la sua nazionale contro la Germania, fra i nuovi acquisti sicuramente quello con i margini pi ampi per migliorare il suo rendimento. Ma assicura di non aver alcun dubbio sulla scelta di lasciare la Premier League e il Machester City per vestire la maglia Nigel De Jong, 28 anni, dice: rossonera diventata famosa in Olanda quando Il mio compito difendere e la indossavano Marco van Basten , Ruud poi servire il pallone a chi ha Gullit e Frank Rijkaard . pi creativit (Ansa) MEGLIO UN TACKLE Il Milan rimane il Milan, anche se non pi la grande squadra di un tempo. Da piccolo guardavo la serie A e quello stato uno dei periodi pi vincenti di sempre - ha spiegato il centrocampista alla rivista olandese NuSport-Magazine - Rimpianti di aver lasciato Manchester? Al City mi divertivo e avrei potuto continuare, ma avrei rischiato di giocare meno. Questo, per, non si potr mai sapere. Ora il Manchester sta faticando un po, quindi magari avrei potuto giocare di pi. Tuttavia le sensazioni che ho al Milan sono positive e forti. Mi hanno voluto e sono stati molto felici di prendermi. In questi casi non si pu dire di no. Ma si pu fare meglio di come si comportato finora De Jong, che a ventotto anni uno dei giocatori pi esperti a disposizione di Allegri, ma per il momento ha avuto un impatto al di sotto delle attese. Ci si aspettava un giocatore aggressivo, fisico, lideale da piazzare davanti alla difesa. E invece De Jong non ha reso onore alla sua massima secondo cui un Il Milan rimane il gran tackle meglio di un gol. Di grandi interventi difensivi Milan, anche se non se ne ricordano, e a poco servita la rete segnata il 20 non pi la grande ottobre nella sconfitta con la Lazio, con cui lolandese si squadra di un sentito per qualche attimo attaccante, come allinizio della tempo. Ho carriera, quando sognava di imitare Denis Bergkamp . sensazioni positive PORTATORE DACQUA Suggerito da Mark van Bommel , e forti De Jong ancora non ha reso come il connazionale, e nemmeno come Rino Gattuso . Sicuramente lolandese, reduce da unestate sul mercato e quindi non al massimo della condizione quando sbarcato a Milanello, ha risentito anche dei continui cambi di modulo decisi da Allegri e

207 of 209

delle difficolt dellintera squadra, oltre che di una infiammazione allanca che lo ha costretto a saltare la trasferta di Champions a Malaga del 24 ottobre. Dopo lesordio nel finale della partita vinta a Bologna, lex di Ajax, Amburgo e Manchester City ha collezionato nove apparizioni da titolare (ma in tre delle ultime quattro ha cominciato in panchina), in una sorta di staffetta con Massimo Ambrosini , come vertice basso del centrocampo oppure, nel 4-2-3-1, nella coppia di mediani davanti alla difesa al fianco di Riccardo Montolivo . Ed proprio in questo sistema che lolandese laureato in economia e proprietario di un rivenditore di auto di lusso ad Amburgo pu fare la differenza. Il mio compito difendere e servire il pallone a chi ha pi creativit - ha detto al magazine della Uefa - Si pu dire che sono un portatore dacqua. Ma adesso il momento di accelerare, perch il Milan ha la gola abbastanza asciutta.

208 of 209

STESSO RUOLO, ALTRI TEMPI Colombo: Io da lui mi aspettavo di pi


MILANO. Stessa stazza, stesso ruolo, ma Nigel De Jong non ha ancora in questo Milan lo stesso peso che aveva Angelo Colombo nel grande Milan di Sacchi. Colombo, si aspettava di pi dallolandese? S, molto di pi, dal punto di vista fisico e tecnico. Ma un momento difficile per tutta la squadra, si sente la mancanza dei tanti giocatori andati via e per i giovani pi difficile giocare sotto pressione. Cos anche le situazioni pi semplici si complicano. La soluzione allinterno, un giocatore da solo non pu cambiare il risultato. Ma non solo De Jong spesso eccede con i retropassaggi. colpa sua, la E vero. Ma noto anche che la squadra spesso troppo squadra non va. In passato Berlusconi allungata, e un retropassaggio pu essere meno rischioso quando hai intorno tanti avversari. Ricordo solo Maradona incise molto, ora riuscire a districarsi fra sei o sette di noi in un non pi cos Milan-Napoli.... Dicono che anche lei allinizio fatic con i metodi di Sacchi? Bugie, se ne dicono tante. Il gioco di Sacchi era lo stesso con cui sono cresciuto nelle giovanili del Monza, un 4-4-2 offensivo che diventa 4-2-4. Dopo 3 gare sono diventato un titolare. E poi secondo Gullit divenne un giocatore fondamentale. Cosa faceva di speciale? Dai centrocampisti dipende lequilibrio di una squadra, specialmente i due centrali: dettano i tempi e la tengono unita. Pi la squadra allungata, pi lenta. Il Milan ora cos, infatti le azioni migliori del Milan nascono dai lanci lunghi di Montolivo. Io correvo molto, o forse mi si notava di pi perch ero biondo... Sacchi era bravo a far s che la squadra restasse corta. Guardate la Juventus: gioca in modo collettivo, riduce gli spazi, i giocatori corrono molto ma fanno scatti brevi pi che lunghe rincorse. Allegri a Cagliari ha espresso il suo calcio migliore. Al Milan ha vinto, ma non ho ancora rivisto quel bel gioco offensivo. Venerd Berlusconi atteso a Milanello per dare la scossa. Ricorda un episodio simile nel 1989 dopo un periodo di difficolt? Berlusconi arriv di buon mattino e se ne and a notte fonda. Parl con i giocatori uno per uno, difese lallenatore ma anche la squadra. Arriv la svolta. Allepoca il presidente veniva a Milanello una volta a settimana, era pi vicino alla squadra, mentre ora ha molti impegni. In quegli anni Berlusconi ha inciso tantissimo sui risultati del Milan. P.CAP.

209 of 209