Sei sulla pagina 1di 64
Podismo Podismo e e Atletica Atletica Anno 3° numero 9 Anno 3° numero 9 La rivista
Podismo Podismo e e Atletica Atletica
Anno 3° numero 9
Anno 3° numero 9
La rivista
La rivista
dei runners
dei runners
€ € 2,50 2,50
Ottobre 2006
Ottobre 2006
Podismo Podismo e e Atletica Atletica Anno 3° numero 9 Anno 3° numero 9 La rivista
- Speciale Campionati Europei - Il ricordo di Arturo Maffei - Interviste a Daniele Meucci e
- Speciale Campionati Europei
- Il ricordo di Arturo Maffei
- Interviste a Daniele Meucci
e Monica Carlin

2 - Podismo e Atletica

Un salto lungo sessantotto anni Quel pomeriggio dello scorso 8 di agosto, il vecchio Arturo lo

Un salto lungo sessantotto anni

Quel pomeriggio dello scorso 8 di agosto, il vecchio Arturo lo trascorse davanti alla televisione in attesa che da Goteborg la televisione trasmettesse

la finale del salto in lungo, prevista per quel giorno dal programma della 19ª edizione dei Campionati Europei. Gli faceva compagnia, come ogni giorno

da quando una seconda caduta in poco tempo lo aveva costretto al riposo assoluto, il nipote Arturo (Arturino). E proprio ad Arturino il vecchio campione

ricordava che lui aveva visto la nascita dei Campionati Europei. Non solo! Aveva partecipato alle prime due edizioni. A quella sfortunata di Torino del

1934 dove si era presentato con una caviglia malconcia, rimediando solo un quinto posto, per non parlare di quella sfortunatissima di Parigi del 1938, dove

aveva conquistato una medaglia d’argento con un salto di m 7,61, a soli quattro centimetri dal tedesco Leichum, dopo che un irriducibile giudice francese, dimenticandosi di ripulire l’asse di battuta, scambiò un nullo dell’ungherese Istvan Gyuricza per l’impronta dell’italiano. A nulla era valsa la stessa ammissione del magiaro. Il giudice non ammise il suo errore e sanzionò come nullo un salto di 7,78 (la prestazione fu misurata su richiesta dell’italiano), privando Arturo di un meritatissimo titolo europeo. Adesso era come se d’incanto il tempo di fosse fermato. Sessantotto anni si erano volatilizzati ed Arturo si trovava di nuovo a partecipare ad un “europeo”, questa volta però da spettatore. In pedana infatti non c’era il giovane viareggino dalla pelle bruciata dal sole di Versilia, bensì un ragazzo, anch’esso dalla pelle scura, nato a Los Angeles, ma cresciuto atleticamente a Rieti. Ad Andrew (stessa iniziale del nome…) l’Italia affidava le sue speranze di medaglia. Naturale quindi che il vecchio cuore di Arturo, palpitasse più del normale quando il californiano di Rieti, cominciò la serie dei suoi salti. Arturo aveva ancora negli occhi il balzo a m 8,33 con il quale Andrew si era qualificato per la finale il giorno prima, e aspettava in cuor suo che il ragazzo si ripetesse, o addirittura che si migliorasse. Nessuno meglio del vecchio campione poteva capire e giustificare l’emozione che inevitabilmente attanagliava i muscoli del ventunenne campioncino. Ecco quindi che i salti di Howe, tutti superiori agli 8 metri, vennero accolti da nonno e nipote con una esclamazione di incoraggiamento, quasi a sospingere l’atleta oltre i m 8,20 del secondo salto, che poteva essere ancora alla portata dei suoi avversari. Ma la mente di Arturo viaggiava a ritroso nel tempo. Una sola volta aveva visto di persona superare gli 8 metri nell’arco della sua carriera. Era stato un giorno di agosto (strana coincidenza anche questa…) nell’enorme catino dello stadio di Berlino, durante i Giochi Olimpici del 1936. A compiere l’impresa un atleta la cui pelle era colorata come quella di Andrew: il grande Jesse Owens, con il quale Arturo strinse una rapida, solida, amicizia. Gli occhi del vecchio Arturo si riempirono di lacrime quando l’inno italiano suonò per il giovane Andrew, consacrandolo campione d’Europa. Forse in cuor suo Arturo ringraziò qualcuno per averlo tenuto in vita fino a fargli vivere quella ultima emozione… nonostante tante volte avesse invocato una chiamata che invece tardava tanto a venire. Era scritto che la sua lunga vita si interrompesse dopo che un altro grande saltatore si era affacciato alla ribalta della specialità. Quella specialità che lo aveva visto protagonista per dieci lunghissimi, e non sempre facili, anni. Infatti fu così… Nove giorni dopo la grande gara di Andrew Howe, il grande cuore di Arturo Maffei cessò di battere. Alla nascita di un grande si contrappone sempre la dipartita di un altro grande… Solo così il mondo mantiene i suoi equilibri.

Gustavo Pallicca

ACCORDO SULLA GESTIONE PUBBLICITARIA

“La redazione di Podismo & Atletica comunica di

aver concluso un importante accordo di collabora-

zione con la Società r.l. Mediauisp con decorrenza

dal 1° ottobre 2006.

Mediuisp srl si occupa della ricerca di sponsorizza-

zioni, pubblicità ed organizzazione di eventi.

In seguito a questo accordo tutti i rapporti relativi

alla pubblicazione sulla rivista Podismo & Atletica

di pubblicità saranno curati da Mediuisp srl.”

I recapiti di Mediuisp srl:

info@mediauisp.it - fax 055685052 - tel 055658351

Podismo Podismo e e Atletica Atletica La rivista La rivista dei runners dei runners Mensile Anno
Podismo Podismo e e Atletica Atletica
La rivista
La rivista
dei runners
dei runners
Mensile Anno 3° n. 9 - ottobre 2006
Reg. Trib. n°5321 del 6-2-2004
Direttore Responsabile: Ugo Bercigli
Direttore Editoriale: Barbara Bonanno
Grafica ed impaginazione: Andrea Grassi
Collaboratori: Leonardo Baccini, Andrea Bini, Marco Bonaiuti,
Sergio Califano, Stefano Cappellini, Marco Cecchella, Gianni
Cecconi, Marzia Chiocchi, Patrizia Cini, Franco Civai, Luciano
Facchini, Damiano Fasciano, Luigi Felicetti, Giancarlo Ignudi,
Fulvio Massini, Fabio Fiaschi, Giuliano Menci, Gina Nesti,
Gustavo Pallicca, David Parronchi, Ennio Sarli, Belinda Sorice,
Maria Luisa Tognelli, Massimo Santucci, Augusto Innocenti,
Tiziano Marzotti, sito internet www.lagalla.it.
Fotografie:
Piero Giacomelli, Fabio Marranci, Franco Civai, Belinda Sorice
Le foto di copertina sono tratte dall’archivio di Gustavo Pallicca
e da www.european-athletics.org
Classifiche gentilmente fornite dagli organizzatori delle manifestazioni.
Editore Barbara Bonanno
Redazione c/o UISP
via de’ Vespucci c/o Impianti Sportivi La Trave 50145 Firenze
Cell. 333 1841505 - 333 7179966 - tel. 055 4286774
Fax 055 4249936
E-mail: podismo@runners.it - atletica@runners.it
Stampa: Nuova Cesat Coop Firenze - Tiratura: 3200 copie

Indice

  • 04 Addio Maffei, l’atletica saluta uno dei suoi grandi

  • 05 Speciale Goteborg Risultati e commenti

11

Il dopo Goteborg

  • di Daniele Meucci

  • Per Monica Carlin un
    12 anno da incorniciare

13

Il calendario delle gare

di

ottobre

  • 42 Campionati italiani di mezza maratona a Rubiera

  • 44 Jacky-Tec Apuana campione d’italia di mezzamaratona

Commenti

  • 45 alle gare Lettere

  • 55 in redazione

57

I plantari

di

L.Cardigliano

  • La forma fisica e il sistema
    58 immunitario di D.Becherini

  • L’articolazione dell’anca e
    59 la corsa di S.Vonazzo

60

Charles Paddok

  • di G.Pallicca (3ª parte)

62

Il ritiro dalle competizioni

  • di Maura Viceconte

Per abbonarsi

Nel mese di OTTOBRE sarà possibile sottoscrivere l’abbonamento,

13 numeri (novembre 2006 - dicembre 2007) a 29,00

Versamento c/c 28613503 intestato a UISP Comitato di Firenze specifica-

re nella causale “Abbonamento Rivista Podismo e Atletica”

La ricevuta del versamento dovrà essere inviata via fax

al 055/4249936 oppure per posta alla Redazione Podismo e Atletica

c/o UISP via de’ Vespucci - Impianti Sportivi La Trave - 50145 Firenze

Abbonamenti spediti il 22-9-2006

Primo piano A desso dell’epopea degli anni ’30 che vide l’atle - tica italiana raccogliere successi

Primo piano

Primo piano A desso dell’epopea degli anni ’30 che vide l’atle - tica italiana raccogliere successi

A desso dell’epopea degli anni ’30 che vide l’atle -

tica italiana raccogliere successi insperati, è

rimasta solo lei: Trebisonda “Ondina” Valla.

Infatti il 18 agosto ha chiuso gli occhi per sempre il

grande vecchio dell’atletica italiana, il viareggino Ar-

turo Maffei, classe 1909. Il 9 novembre prossimo Ar-

turo avrebbe compiuto 97 anni! Atleta poliedrico fu,

all’inizio della sua attività sportiva, combattuto fra il

calcio e l’atletica. Il Marchese Luigi Ridolfi, Presiden -

te della A.C. Fiorentina e della Giglio Rosso, rinunciò

volentieri al suo portiere di riserva per farlo diventa -

re uno dei più grandi saltatori in lungo dei sui tempi.

Maffei vinse il suo primo titolo italiano nel 1930 a Udi-

ne quando riuscì a battere un grande di quell’epoca, il

mitico Virgilio Tommasi (padre del giornalista Rino)

e il compagno di squadra e compaesano Guido Cor-

topassi.

Dopo quel titolo Arturo collezionò altre sette maglie

tricolori ed ancora oggi, con otto titoli di campione ita-

liano, è il saltatore in lungo più titolato.

La nazionale italiana vide Maffei indossare per ben 25

volte la maglia azzurra, fra Olimpiadi (1936) e Cam -

pionati Europei (1934 e 1938). Il saltatore della Giglio

Rosso migliorò per ben tre volte il primato italiano

della specialità, fino a raggiungere i m 7,73 il 4 ago-

Addio Maffei, l’atletica saluta uno dei suoi grandi

di Gustavo Pallicca

sto nel corso della “storica” finale di Berlino 1936, che vide il

successo di Jesse Owens. In quella gara Maffei fallì il bronzo

per un solo centimetro e questo fatto costituì il grande cruccio

della sua vita. Il primato di Berlino ha resistito per ben 32 anni,

fino a quando Giuseppe Gentile non lo cancellò (17 agosto 1968)

saltando m 7,91.

Arturo ha partecipato anche a due Campionati Inglesi (consi-

derati la massima rassegna mondiale dell’epoca, giochi olimpici

a parte), nel 1931 giunse secondo con m 7,06, mentre nel 1938

vinse il titolo con la misura di m 7,52, che costituì il primato dei

campionati. Nei Campionati Europei fu sempre sfortunato. Nel

1934 giunse solamente quinto, mentre a Parigi nel 1938 si clas-

sificò al secondo posto con la misura di 7,61, nonostante avesse

una caviglia in disordine. Nel 1941 abbandonò l’attività agoni-

stica e tornò al calcio, sua prima passione. L’A.C. Fiorentina

lo accolse nel suo staff tecnico, dove rimase fino al campionato

1955/56, anno del primo scudetto viola della storia.

Primo piano A desso dell’epopea degli anni ’30 che vide l’atle - tica italiana raccogliere successi

4 - Podismo e Atletica

Foto tratte da www.gazzetta.it

Speciale Goteborg
Speciale Goteborg

Secondo titolo europeo per Baldini

Foto tratte da www.gazzetta.it Speciale Goteborg Secondo titolo europeo per Baldini S tefano Baldini è salito

S tefano Baldini è salito per la terza

volta in carriera sul gradino più al-

to del podio. Lo Stadio Ullevi ha la

sua magia, con un pubblico che l’Atletica

la vorrebbe da colazione a cena. Un altro

oro, anche questo bellissimo è al collo del-

l’atleta simbolo del nostro sport, ma anche

ad un ragazzo che dopo la sua impresa di

Atene può essere considerato una futura

leggenda per ogni memoria storica. E che

vince perché gli è cosa gradita se ci sono

tutte le condizioni.

L’inno nazionale è cantato a voce mol-

to alta da Stefano Baldini. Tutta Italia lo

guarda, ha preso un bellissimo dessert in

questa estate, anche in Italia non troppo

calda. Viene dalla corsa più che regale di

un ex ragazzo, che a 35 anni mostra voglia

  • di vincere, non appena possibile “e se la

salute c’è” come spesso ripete. Ai microfo-

ni Rai questo biondo monumento vivente

dello sport italiano si mostra con la solita

grande gentilezza e le sue parole vengono

dal profondo del cuore e dal suo grande

amore per uno sport che ha conosciuto con

il fratello Marco ed Emilio Benati.

Nei suoi occhi il ricordo della piccola

Alessia, sua figlia, Stefano ride di cuore

nel raccontare la dedica della sua vittoria.

“Oggi aveva paura che io arrivassi ultimo

e voleva vedere la gara da sola in camera.

Dovevo vincere per lei, una vittoria da pa-

pà. - sorride e poi continua - Le motivazi-

oni di una vittoria ce le creiamo volta per

volta, sul mio futuro posso solo contarci

lavorando e vivendo gara per gara. Il mio

obiettivo è Pechino, devo solo arrivare lì

in buona salute. Passo dopo passo guar-

diamo avanti”. Prima di cantare l’inno

  • di Mameli, Stefano è stato richiesto dallo

Stadio Ullevi. Gli è stato chiesto di parlare

al pubblico. Ha ringraziato tutti, per il tifo

sul percorso e per uno stadio di vera atleti-

ca. “In una giornata per me perfetta!” La

dal sito www.stefanobaldini.net

sua voglia di vincere non era nascosta, era

evidente. La delusione di Helsinki era ri-

masta viva per molti. Baldini ha vissuto un

anno particolare, dopo quel grandioso Oro

Olimpico ha vissuto un anno di allenamen-

ti ma anche di disponibilità per l’atletica e

la gente. “È stato un anno strano, avevo

qualche lavoro da ultimare dopo Atene. Ad

Helsinki non ho chiuso la gara. Quest’anno

è andato tutto meglio. Ho avuto i crampi

anche qui, ma li ho controllati quando ci

sono stati, tra il 25° ed il 30° km quando

il ritmo era troppo lento per la mia mecca-

nica di corsa, che preferisce ritmi da 3’ a

km. Oggi tutti ci hanno provato, guardava-

no solo me, ero al centro dell’attenzione,

dall’inizio, dal 1° km volevano vedere cosa

avrei fatto, sono rimasto moto freddo per

questo. È stato bravissimo lo svizzero”.

Vincere è bello, piace sempre. Per Stefa-

no oggi è come ad Atene. “Per vincere

bisogna essere capaci di arrivare in con-

dizione alle gare. Poi sono molto contento

per la Nazionale. Sentivo le responsabilità

e le pressioni oggi. Ma nei giorni scorsi me

le sono prese volentieri. Il primo a darsi

pressione sono proprio io. Poi, una volta

iniziata la gara, sparisce tutto quanto! So-

no stato bene dopo, tant’è che in gara sono

riuscito a fare le cose a mio piacimento,

staccando tutti”.

Lucio Gigliotti è contento e racconta

Stefano Baldini, con parole semplici che

evidenziano come anche il suo allenatore

Foto tratte da www.gazzetta.it Speciale Goteborg Secondo titolo europeo per Baldini S tefano Baldini è salito

può dirsi favorevolmente stupito del suo

atleta. “Mi stupisce la sua continuità e il

suo volerci essere sempre. Per lui è dura,

ha 35 anni. In questa gara tutti gli hanno

messo la medaglia sul petto già prima della

gara, la continuità e la capacità di concen-

trarsi sono la vera forza di questo ragazzo.

L’avevo sentito un po’ più teso in questi

giorni, ma da campione qual è voleva solo

quel risultato. Con il minimo sforzo ha rag-

giunto il massimo risultato. Al 40° km gli

ho detto di andare e di non rischiare volate

finali. Sono anche contento per la squadra,

nonostante i ritiri, un po’ troppi”.

Foto tratte da www.gazzetta.it e www.european-athletics.org

Foto tratte da www.gazzetta.it e www.european-athletics.org 100m Uomini 1 Obikwelu, Francis POR 9.99 2 Yepishin, Andrey

100m Uomini

 

1

Obikwelu, Francis

POR

9.99

2

Yepishin, Andrey

RUS

10.10

3

Osovnikar, Matic

SLO

10.14

4

Pognon, Ronald

FRA

10.16

5

Lewis-Francis, Mark

GBR

10.16

6

Kuc, Dariusz

POL

10.21

7

Chambers, Dwain

GBR

10.24

8

Ostwald, Ronny

GER

10.38

200m Uomini

 

1

Obikwelu, Francis

POR

20.01

2

Wissman, Johan

SWE

20.38

3

Devonish, Marlon

GBR

20.54

4

Beyens, Kristof

BEL

20.57

5

Teplykh, Ivan

RUS

20.76

6

De Lépine, Eddy

FRA

20.77

7

Alerte, David

FRA

20.93

8

Goúsis, Anastásios

GRE

20.94

100m Uomini 1 Obikwelu, Francis POR 9.99 2 Yepishin, Andrey RUS 10.10 3 Osovnikar, Matic SLO

400m Uomini

 

1

Raquil, Marc

FRA

45.02

2

Frolov, Vladislav

RUS

45.09

3

Djhone, Leslie

FRA

45.40

4

Dabrowski, Daniel

POL

45.56

5

Barberi, Andrea

ITA

45.70

6

Benjamin, Tim

GBR

45.89

7

Wieruszewski, Rafal

POL

45.97

8

Régas, Dimítrios

GRE

46.23

100m Uomini 1 Obikwelu, Francis POR 9.99 2 Yepishin, Andrey RUS 10.10 3 Osovnikar, Matic SLO

800m Uomini

 

1

Som, Bram

NED

1.46.56

2

Fiegen, David

LUX

1.46.59

3

Ellis, Sam

GBR

1.46.64

4

Milkevics, Dmitrijs

LAT

1.46.70

5

Quesada, Miguel

ESP

1.46.91

6

Lacasse, Florent

FRA

1.46.95

7

Longo, Andrea

ITA

1.47.11

8

Rimmer, Michael

GBR

1.47.66

1500m Uomini

 

1

Baala, Mehdi

FRA

3.39.02

2

Heshko, Ivan

UKR

3.39.50

3

Higuero, Juan Carlos

ESP

3.39.62

4

Casado, Arturo

ESP

3.40.86

5

Gallardo, Sergio

ESP

3.41.24

6

Baddeley, Andy

GBR

3.42.31

7

Obrist, Christian

ITA

3.42.59

8

Reale, Liam

IRL

3.42.65

9

Dirshe, Rizak

SWE

3.42.87

10

Formela, Miroslaw

POL

3.43.16

11

Labovsky, Mykola

UKR

3.43.47

12

Sneberger, Michal

CZE

3.45.99

5000m Uomini

 

1

España, Jesús

ESP

13.44.70

2

Farah, Mohammed

GBR

13.44.79

3

Higuero, Juan Carlos

ESP

13.46.48

4

Akkas, Halil

TUR

13.46.53

5

Zoubaa, Khalid

FRA

13.55.09

6

Skoog, Henrik

SWE

13.56.34

7

Villalobos, Pablo

ESP

13.58.25

8

Liefers, Gert-Jan

NED

13.58.70

9

Bordukov, Eduard

RUS

14.00.30

Lungo Uomini

10

Lyzhyn, Pavel

BLR

19.51

Compernolle, Tom

  • 10 Howe, Andrew

BEL

14.03.37

  • 11 Rutherford, Greg

Rizki, Monder

BEL

14.04.96

  • 12 Lukashevych, Oleksiy

14.06.18

McCormick, Nick

GBR

  • 13 Kuznetsov, Viktor

van Hooste, Tom

BEL

14.15.32

  • 1 8.20

ITA

GBR

  • 2 8.13

  • 3 8.12

UKR

7.96

  • 4 Disco Uomini

UKR

  • 5 Gomis, Kafetien

FRA

7.93

11

12

Tiisanoja, Ville

Lyuboslavskiy, Anton

1

Alekna, Virgilijus

FIN

RUS

LTU

19.48

19.44

68.67

6 Évora, Nelson POR 7.91 2 Kanter, Gerd EST 68.03
  • 6 Évora, Nelson

POR

7.91

2

Kanter, Gerd

EST

68.03

  • 7 Gataullin, Ruslan

RUS

7.91

3

Tammert, Aleksander

EST

66.14

  • 8 Tsátoumas, Loúis

GRE

7.84

4

Pestano, Mario

ESP

64.84

  • 9 Tomlinson, Chris

GBR

7.74

5

Möllenbeck, Michael

GER

64.82

  • 10 Sdiri, Salim

FRA

7.69

6

Malachowski, Piotr

POL

64.57

  • 11 Morgan, Nathan

GBR

7.65

7

Smith, Rutger

NED

64.46

  • 12 Noúsios, Astérios

GRE

7.34

8

Riedel, Lars

GER

64.11

9

Ursu, Sergiu

ROM

62.48

10 Krawczyk, Andrzej POL 61.56

10

Krawczyk, Andrzej

POL

61.56

11

Varga, Roland

HUN

60.52

12

Máté, Gábor

HUN

57.35

Giavellotto Uomini

1

Thorkildsen, Andreas

NOR

88.78

2

Pitkämäki, Tero

FIN

86.44

3

Zelezný, Jan

CZE

85.92

4

Vasilevskis, Vadims

LAT

83.21

5

Kovals, Ainars

LAT

81.65

6

Esenwein, Peter

GER

81.11

7

Müller, Stefan

SUI

80.87

8

Ivanov, Aleksandr

RUS

80.09

10000m Uomini

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

Fitschen, Jan

Martínez, José Manuel

de la Ossa, Juan Carlos

Belz, Christian

Lebid, Serhiy

Maksimov, Dmitriy

Pollmächer, André

El Himer, Driss

Serrano, Ricardo

Meucci, Daniele

Fagan, Martin

Ramos, José

GER

ESP

ESP

SUI

UKR

RUS

GER

FRA

ESP

ITA

IRL

POR

28:10.94

28.12.06

28:13.73

28:16.93

28.19.14

28.20.43

28.22.56

28.30.09

28.38.40

28.48.30

28.54.04

28.55.45

Triplo Uomini

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

Olsson, Christian

Douglas, Nathan

Oprea, Marian

Évora, Nelson

Idowu, Phillips

Burkenya, Danil

Yastrebov, Viktor

Savolaynen, Mykola

Martínez, Alexander

Sergeyev, Aleksandr

Petrenko, Aleksandr

SWE

GBR

ROM

POR

GBR

RUS

UKR

UKR

SUI

RUS

RUS

17.67

17.21

17.18

17.07

17.02

16.98

16.94

16.84

16.80

16.65

16.60

9

10

11

12

Rags, Eriks

Arvidsson, Magnus

Nieland, Nick

Wenk, Stefan

LAT

SWE

GBR

GER

79.51

78.53

76.92

75.71

9 10 11 12 Rags, Eriks Arvidsson, Magnus Nieland, Nick Wenk, Stefan LAT SWE GBR GER

13

Benhari, Mokhtar

FRA

28.56.07

12

Semenenko, Yevhen

UKR

16.39

14

15

16

17

18

Petrovic, Slavko

van Hoof, Willem

Stroobants, Jesse

Rizki, Monder

Kaczmarek, Michal

CRO

BEL

BEL

BEL

POL

28:56.66

28.57.11

28:59.91

29:13.62

30.14.37

Alto Uomini

1

2

3

Silnov, Andrey

Janku, Tomás

Holm, Stefan

RUS

CZE

SWE

2.36

2.34

2.34

4

Thörnblad, Linus

SWE

2.34

Martello Uomini

110H Uomini

5

Rybakov, Yaroslav

RUS

2.30

1

Tikhon, Ivan

BLR

81.11

1

2

3

4

5

6

7

8

Olijar, Stanislav

Blaschek, Thomas

Turner, Andy

Peremota, Igor

Kronberg, Robert

Werrmann, Jens

Kiss, Dániel

Demydyuk, Serhiy

LAT

GER

GBR

RUS

SWE

GER

HUN

UKR

13.24

13.46

13.52

13.55

13.57

13.73

13.77

13.96

6

6

6

9

10

11

12

12

Palli, Niki

Ciotti, Nicola

Ton, Svatoslav

Frösén, Oskari

Ciotti, Giulio

Bettinelli, Andrea

Pennings, Wilbert

Ukhov, Ivan

ISR

ITA

CZE

FIN

ITA

ITA

NED

RUS

2.27

2.27

2.27

2.27

2.27

2.24

2.20

2.20

2

3

4

5

6

7

8

9

10

Karjalainen, Olli-Pekka

Devyatovski, Vadim

Esser, Markus

Ziólkowski, Szymon

Pars, Krisztián

Kozmus, Primoz

Kobs, Karsten

Vizzoni, Nicola

Haklits, Andras

FIN

BLR

GER

POL

HUN

SLO

GER

ITA

CRO

80.84

80.76

79.19

78.97

78.34

78.18

77.93

76.55

74.83

400H Uomini

400H Uomini

Asta Uomini 1 2 2 4 Averbukh, Alex Lobinger, Tim Mesnil, Romain Mononen, Matti ISR GER

Asta Uomini

1

2

2

4

Averbukh, Alex

Lobinger, Tim

Mesnil, Romain

Mononen, Matti

ISR

GER

FRA

FIN

5.70

5.65

5.65

5.65

11

Lingua, Marco

ITA

73.73

Marcia 20 km Uomini

1

Fernández, Francisco Javier

ESP

1:19:09

2

Borchin, Valeriy

RUS

1:20:00

3

Vieira, João

POR

1:20:09

4

Burayev, Viktor

RUS

1:20:12

5

Bakulin, Sergey

RUS

1:20:50

6

Tóth, Matej

SVK

1:21:39

7

Tysse, Erik

NOR

1:22:13

8

Rubino, Giorgio

ITA

1:22:34

9

Charnou, Siarhei

BLR

1:23:03

10

Langlois, Denis

FRA

1:24:06

11

Höhne, André

GER

1:24:35

12

Filipovic, Predrag

SER

1:25:16

13

Sánchez, Benjamín

ESP

1:25:58

14

Yurin, Andriy

UKR

1:26:20

15

Casandra, Silviu

ROM

1:26:36

16

Çelik, Recep

TUR

1:27:18

17

Brugnetti, Ivano

ITA

1:27:42

9 Bordukov, Eduard RUS 14.00.30 Lungo Uomini 10 Lyzhyn, Pavel BLR 19.51 Compernolle, Tom 10 Howe,

1

Iakovakis, Periklis

GRE

48.46

2

3

4

5

6

7

8

Plawgo, Marek

Williams, Rhys

Keïta, Naman

Maillard, Sébastien

Carabelli, Gianni

Alozídis, Minás

Derevyagin, Aleksandr

POL

GBR

FRA

FRA

ITA

GRE

RUS

48.71

49.12

49.13

49.54

49.60

49.61

50.31

5

Czerwinski, Przemyslaw

POL

5.65

3000st Uomini

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

Keskisalo, Jukka

Blanco, José Luis

Tahri, Bouabdellah

Mohamed, Mustafa

Jiménez, Antonio David

Poplawski, Radoslaw

Weidlinger, Günther

Pérez, César

Pröll, Martin

Potapovich, Pavel

Magidi, Itai

FIN

ESP

FRA

SWE

ESP

POL

AUT

ESP

AUT

RUS

ISR

8.24.89

8.26.22

8.27.15

8.27.79

8.28.78

8.29.33

8.29.54

8.30.40

8.35.69

8.38.19

8.53.69

6

7

8

8

10

10

10

13

13

15

15

17

Korchmid, Oleksandr

Gibilisco, Giuseppe

Looije, Laurens

Mazuryk, Maksym

Favretto, Vincent

Hultgren, Gustaf

Kucheryanu, Sergey

Efremov, Ilian

Spiegelburg, Richard

Tamminga, Christian

Dossevi, Damiel

Alekseev, Igor

UKR

ITA

NED

UKR

FRA

SWE

RUS

BUL

GER

NED

FRA

BLR

5.60

5.50

5.50

5.50

5.50

5.50

5.50

5.40

5.40

5.40

5.40

5.40

Marcia 50 km Uomini

  • 1 Diniz, Yohan

  • 2 García, Jesús Ángel

  • 3 Andronov, Yuriy

  • 4 Nymark, Trond

  • 5 Odriozola, Mikel

  • 6 Magdziarczyk, Roman

  • 7 De Luca, Marco

  • 8 Korcok, Peter

  • 9 Kanaykin, Vladimir

    • 10 Sudol, Grzegorz

    • 11 Cafagna, Diego

FRA

ESP

RUS

NOR

ESP

POL

ITA

SVK

RUS

POL

ITA

3:41:39

3:42:48

3:43:26

3:44:17

3:46:34

3:47:37

3:48:08

3:51:16

3:51:51

3:53:33

3:55:22

Peso Uomini 1 2 3 4 5 6 7 8 Bartels, Ralf Mikhnevich, Andrei Olsen, Joachim

Peso Uomini

1

2

3

4

5

6

7

8

Bartels, Ralf

Mikhnevich, Andrei

Olsen, Joachim

Smith, Rutger

Sofin, Pavel

Bilonoh, Yuriy

Dittmar, Andy

Majewski, Tomasz

GER

BLR

DEN

NED

RUS

UKR

GER

POL

21.13

21.11

21.09

20.90

20.55

20.32

19.95

19.85

  • 12 Svensson, Fredrik

  • 13 Janevics, Ingus

  • 14 Kinnunen, Jarkko

  • 15 Boulanger, David

  • 16 Stsepanchuk, Andrei

  • 17 Kalka, Kamil

  • 18 Bruvelis, Ugis

  • 19 Costa, Jorge

  • 20 Pereira, António

SWE

LAT

FIN

FRA

BLR

POL

LAT

POR

POR

3:56:15

3:56:32

3:56:54

3:57:08

3:57:27

4:01:28

4:02:03

4:03:48

4:07:46

9

Martínez, Manuel

ESP

19.68

  • 21 Holusa, Milos

CZE

4:12:11

 

Foto tratte da www.gazzetta.it e www.european-athletics.org

Staffetta 4x100m Uomini Rodríguez, Salvador
Staffetta 4x100m Uomini

Staffetta 4x100m Uomini

 

Rodríguez, Salvador

Ezquerro, Santiago

9

Irlanda

IRL

3.05.57

McKee, Paul

Doyle, Brian

Gillick, David

McCarthy, David

Staffetta 4x100m Uomini Rodríguez, Salvador Ezquerro, Santiago 9 Irlanda IRL 3.05.57 McKee, Paul Doyle, Brian Gillick,
  • 1 Gran Bretagna

GBR

38.91

Chambers, Dwain

 

Campbell, Darren

Maratona Uomini

Devonish, Marlon

Baldini, Stefano

  • 1 Lewis-Francis, Mark

ITA

2:11:32

  • 2 Polonia

2:11:50

Röthlin, Viktor

SUI

ESP

  • 3 Rogowski, Przemyslaw

Rey, Julio

2:12:37

  • 4 Chyla, Lukasz

Krotwaar, Luc

Ingargiola, Francesco

NED

ITA

2:13:04

2:12:44

  • 5 Jedrusinski, Marcin

  • 6 Kuc, Dariusz

2:13:09

Semyonov, Dmitriy

RUS

POL

  • 2 39.05

  • 7 Francia

Holmén, Janne

FIN

2:13:10

  • 8 Kankarafou, Oudere

2:13:14

Chaíça, Alberto

POR

  • 3 100m Donne

FRA

39.07

1

Gevaert, Kim

BEL

11.06

  • 9 Pognon, Ronald

Maase, Kamiel

  • 10 Jesus, Luís

NED

POR

2:13:46

2:14:15

Goffi, Danilo

  • 11 Alerte, David

ITA

2:14:45

Calligny, Fabrice

2

3

4

Grigoryeva, Yekaterina

Khabarova, Irina

Maduaka, Joice

RUS

RUS

GBR

11.22

11.22

11.24

  • 12 Russia

2:14:58

Wójcik, Rafal

POL

RUS

  • 13 Mokrousov, Maksim

Burmakin, Dmitriy

2:15:33

RUS

  • 4 39.29

5

6

Gushchina, Yuliya

Nesterenko, Yuliya

RUS

BLR

11.31

11.34

  • 14 Yegorychev, Mikhail
    15

Bagy, Hakim

Ornelas, Hélder

FRA

POR

2:15:54

2:16:03

GBR

  • 16 Smirnov, Aleksandr

Robinson, Dan

2:16:06

Smirnov, Roman

7

8

Félix, Sylviane

Onysko, Daria

FRA

POL

11.40

11.43

  • 17 Germania

2:16:36

Andreyev, Grigoriy

RUS

  • 18 Kosenkow, Alexander

2:17:04

Setegne, Ayele

ISR

  • 5 200m Donne

GER

39.38

1

Gevaert, Kim

BEL

22.68

Schutgens, Sander

  • 19 Broening, Marius
    20

Lobb, Huw

NED

GBR

2:17:11

2:17:17

  • 21 Ostwald, Ronny

Ramard, David

FRA

2:17:23

  • 22 Italia

van den Broek, Hugo

NED

2:17:25

Bernadó, Toni

  • 23 Verdecchia, Luca

AND

2:17:37

Ernst, Sebastian

  • 6 39.42.00

ITA

2

3

4

5

6

Gushchina, Yuliya

Rusakova, Natalya

Bejnar, Monika

Félix, Sylviane

Kondratyeva, Yekaterina

RUS

RUS

POL

FRA

RUS

22.93

23.09

23.28

23.45

23.58

  • 24 Anceschi, Stefano

2:18:49

Shvetsov, Leonid

RUS

7

Chebanu, Olena

UKR

23.63

  • 25 Donati, Massimiliano

2:19:40

Bimro, Asaf

ISR

8

Morosanu, Angela

ROM

23.66

CZE

  • 26 Scuderi, Francesco

Faschingbauer, Pavel

2:19:41

GBR

  • 27 Ucraina

Abyu, Tomas

2:20:45

  • 28 Bublyk, Roman

Kirwa, Francis

Regraugui, Said

FIN

SWE

2:21:05

  • 29 Vasyukov, Kostyantyn
    30

2:21:33

Dovhal, Anatoliy
31

Sandstad, Henrik

NOR

2:22:10

Ziani, Kamel

ESP

2:21:49

Hlushchenko, Dmytro
32 8

Chernysov, Andrey

Österlund, Kristoffer

RUS

SWE

2:23:23

  • 33 Beck, Timothy
    34

2:23:26

Douglas, Caimin
35

Idland, Trond

NOR

2:26:23

Zvadya, Wodage

ISR

2:24:52

  • 36 Van Luijk, Patrick
    37

Kero, Jaakko

Algers, Kristian

FIN

SWE

2:27:45

2:28:27

  • 7 400m Donne

UKR

39.54

Olanda

Hoogmoed, Guus

NED

39.64

1

2

3

4

5

6

7

8

Stambolova, Vanya

Veshkurova, Tatyana

Zaytseva, Olga

Dimitrova, Mariyana

Usovich, Ilona

Sanders, Nicola

Pospelova, Svetlana

Cuddihy, Joanne

BUL

RUS

RUS

BUL

BLR

GBR

RUS

IRL

49.85

50.15

50.28

50.64

50.69

50.87

50.90

51.46

  • 38 Rasmussen, Karl Johan

NOR

2:30:05

38 Rasmussen, Karl Johan NOR 2:30:05 800m Donne
800m Donne

800m Donne

  • 39 Martinovski, Trpe

MKD

2:54:46

  • 40 Spasevski, Tomislav

MKD

3:04:38

Staffetta 4x100m Uomini Rodríguez, Salvador Ezquerro, Santiago 9 Irlanda IRL 3.05.57 McKee, Paul Doyle, Brian Gillick,

1

Kotlyarova, Olga

RUS

1.57.38

2

Klyuka, Svetlana

RUS

1.57.48

3

Lyne, Rebecca

GBR

1.58.45

Coppa Europa a Squadre (fuori medagliere)

  • 1 Italy

  • 2 Portugal

  • 3 Netherlands

  • 4 Russia

ITA

POR

NED

RUS

6.39.21

6.43.32

6.43.41

6.45.18

4

5

6

7

8

Petlyuk, Tetyana

Langerholc, Brigita

Kolarova, Teodora

Martínez, Mayte

Cherkasova, Svetlana

UKR

SLO

BUL

ESP

RUS

1.58.65

1.59.30

2.00.00

2.00.10

2.03.43

  • 5 Great Britain & NI

GBR

6.54.08

 
  • 6 Israel

ISR

7.01.36

  • 7 Finland

FIN

7.02.00

  • 8 Francia

Sweden

SWE

7.13.26

  • 9 Djhone, Leslie

Norway

NOR

7.18.38

6 Israel ISR 7.01.36 7 Finland FIN 7.02.00 8 Francia Sweden SWE 7.13.26 9 Djhone, Leslie

Staffetta 4x400m Uomini

  • 1 3.01.10

FRA

M’Barke, Idrissa

Keïta, Naman

Raquil, Marc

1500m Donne

1

2

3

4

5

6

Tomashova, Tatyana

Chizhenko, Yuliya

Yordanova, Daniela

Soboleva, Yelena

Chojecka, Lidia

Dumbravean, Corina

RUS

RUS

BUL

RUS

POL

ROM

3.56.91

3.57.61

3.59.37

4.00.36

4.01.43

4.02.24

  • 2 Gran Bretagna Tobin, Robert Williams, Rhys Hedman, Graham Benjamin, Tim

GBR

3.01.63

7

8

9

10

11

Tobias, Nataliya

Lishchynska, Iryna

Dehiba, Hind

Holovchenko, Tetyana

Clitheroe, Helen

UKR

UKR

FRA

UKR

GBR

4.02.71

4.04.98

4.05.46

4.05.53

4.09.73

  • 3 Polonia

POL

3.01.73

12

Martins, Maria

FRA

4.13.72

Dabrowski, Daniel

 

Kedzia, Piotr

5000m Donne 1 Domínguez, Marta 2 Shobukhova, Liliya 3 Abeylegesse, Elvan 4 Pavey, Jo 5 Kravtsova,

5000m Donne

  • 1 Domínguez, Marta

  • 2 Shobukhova, Liliya

  • 3 Abeylegesse, Elvan

  • 4 Pavey, Jo

  • 5 Kravtsova, Volha

  • 6 Mockenhaupt, Sabrina

  • 7 Wigene, Susanne

  • 8 Papp, Krisztina

  • 9 Protópappa, María

    • 10 Rakhimkulova, Regina

    • 11 de Vos, Nathalie

    • 12 Cullen, Mary

    • 13 Staravoitava, Nastassia

ESP

RUS

TUR

GBR

BLR

GER

NOR

HUN

GRE

RUS

BEL

IRL

BLR

14.56.18

14.56.57

14.59.29

15.01.41

15.06.47

15.11.38

15.11.79

15.16.85

15.22.13

15.22.50

15.22.68

15.25.80

15.55.74

Rysiukiewicz, Piotr

Wieruszewski, Rafal

Decathlon

Seitz, Florian
1

Sebrle, Roman

CZE

8526

  • 2 Swillims, Bastian
    3

Zsivoczky, Attila

Drozdov, Aleksey

HUN

RUS

8356

8350

  • 4 Rachkovsky, Oleksiy

Pogorelov, Aleksandr

  • 5 Tverdostup, Andriy
    6

Parkhomenka, Aliaksandr

BLR

8136

Behrenbruch, Pascal

GER

8209

RUS

8245

  • 7 Zyukov, Yevheniy
    8

Barras, Romain

FRA

8093

Drews, Stefan

GER

8105

EST

  • 9 Bobos, Vasile

Rahnu, Kristjan

8083

  • 10 Suciu, Florin
    11

Martineau, Eugène

NED

8068

8035

Sysoyev, Aleksey

RUS

  • 12 Vieru, Ioan
    13

Gourmet, François

BEL

7997

7921

Dvorák, Tomás

CZE

  • 14 Svechkar, Konstantin
    15

Bourguignon, Rudy

FRA

7669

7617

Karas, Josef

CZE

  • 16 Larin, Aleksandr
    17

El Fassi, Nadir

FRA

7604

Kallas, Madis

González, Óscar

EST

ESP

7503

  • 18 Spagna
    19

Raunio, Lassi

FIN

7491

7462

SWE

  • 20 Testa, David

Wiberg, Nicklas

6929

  • 4 Germania Gaba, Kamghe Faller, Ruwen

GER

3.02.83

  • 5 3:04.33

Ucraina

UKR

Dubonosov, Vitaliy

ROM

  • 6 3.04.53

Romania

Cîmpeanu, Catalin

RUS

  • 7 3.04.73

Russia

Lebedev, Yevgeniy

Frolov, Vladislav

ESP

  • 8 3.04.98

Melo, David

10000m Donne

  • 1 Abitova, Inga

RUS

30.31.42

  • 2 Wigene, Susanne

NOR

30.32.36

  • 3 Grigoryeva, Lidiya

RUS

30:32.72

  • 4 Bogomolova, Galina

RUS

30:35.90

  • 5 Kiplagat, Lornah

NED

30.37.26

  • 6 Prokopcuka, Jelena

LAT

30:38.78

  • 7 Domínguez, Marta

ESP

30:51.69

  • 8 Mockenhaupt, Sabrina

GER

31.40.28

  • 9 Mikitenko, Irina

GER

31:44.82

  • 10 de Vos, Nathalie

BEL

31:45.94

  • 11 Tomescu, Constantina

ROM

31.49.47

  • 12 Butler, Kathy

GBR

32.01.04

  • 13 Yamauchi, Mara

GBR

32:07.90

  • 14 Weissteiner, Silvia

ITA

32.09.26

  • 15 Yelling, Hayley

GBR

32.12.50

  • 16 Daunay, Christelle

FRA

32.15.54

  • 17 Jenni-Moser, Mirja

SUI

32:37.66

  • 18 Rungger, Renate

ITA

32.38.17

  • 19 Borst, Selma

NED

32.41.12

  • 20 Syrek, Grazyna

POL

32.53.33

  • 21 Moreno, María Elena

ESP

32.55.10

  • 22 Davenport, Marie

IRL

33.05.48

  • 23 Dahmani, Zahia

FRA

34.47.46

Foto tratte da www.gazzetta.it e www.european-athletics.org Staffetta 4x100m Uomini Rodríguez, Salvador Ezquerro, Santiago 9 Irlanda IRL

100H Donne

 

1

Kallur, Susanna

SWE

12.59

2

O’Rourke, Derval

IRL

12.72

2

Bolm, Kirsten

GER

12.72

4

Alozie, Glory

ESP

12.86

5

Trywianska, Aurelia

POL

12.90

6

Antonova, Aleksandra

RUS

12.93

7

Kallur, Jenny

SWE

12.94

8

Lamalle, Adrianna

FRA

12.96

400H Donne

 

1

Isakova, Yevgeniya

RUS

53.93

2

Halkiá, Faní

GRE

54.02

3

Tereshchuk-Antipova, Tetyana

UKR

54.55

4

Marx, Claudia

GER

54.99

5

Ivanova, Natalya

RUS

55.04

6

Jesien, Anna

POL

55.16

7

Danvers-Smith, Tasha

GBR

55.56

8

Rabchenyuk, Anastasiya

UKR

55.74

3000st Donne

 

1

Turava, Alesia

BLR

9.26.05

2

Petrova, Tatyana

RUS

9.28.05

3

Janowska, Wioletta

POL

9.31.62

4

Ivanova, Lyubov

RUS

9.33.53

5

Dejaeghere, Veerle

BEL

9.35.78

6

Sidorchenkova, Yelena

RUS

9.38.05

7

Nilsson, Ida

SWE

9.39.24

8

Fuentes-Pila, Zulema

ESP

9.40.36

9

Kowalska, Katarzyna

POL

9.42.89

10

11

Casandra, Cristina

Olivarès, Élodie

ROM

FRA

9.42.94

9.52.69

12

Boonstra, Miranda

NED

10.20.01

Foto tratte da www.gazzetta.it e www.european-athletics.org Staffetta 4x100m Uomini Rodríguez, Salvador Ezquerro, Santiago 9 Irlanda IRL

Lungo Donne

  • 1 Kolchanova, Lyudmila

RUS

  • 2 Gomes, Naide

POR

  • 3 Udmurtova, Oksana

RUS

  • 4 Rybalko, Viktoriya

UKR

  • 5 Anton, Adina

ROM

  • 6 Klüft, Carolina

SWE

  • 7 Montalvo, Niurka

ESP

  • 8 Lebusova, Natalya

RUS

  • 9 Vaszi, Tünde

HUN

  • 10 Devetzí, Hrisopiyí

GRE

  • 11 Trybanska, Malgorzata

POL

  • 12 Veldáková, Jana

SVK

6.93

6.84

6.69

6.62

6.54

6.54

6.50

6.49

6.49

6.41

6.40

6.29

Foto tratte da www.gazzetta.it e www.european-athletics.org

Foto tratte da www.gazzetta.it e www.european-athletics.org Triplo Donne 1 Lebedeva, Tatyana RUS 15.15 2 Devetzí, Hrisopiyí

Triplo Donne

 

1

Lebedeva, Tatyana

RUS

15.15

2

Devetzí, Hrisopiyí

GRE

15.05

3

Pyatykh, Anna

RUS

15.02

4

Saladuha, Olha

UKR

14.38

5

Bufalova, Olesya

RUS

14.23

6

Marinova, Tereza

BUL

14.20

7

Gavrila, Adelina

ROM

14.19

8

Safronava, Natallia

BLR

14.13

9

Nzola Meso, Térésa

FRA

13.76

10

Johansson, Camilla

SWE

13.74

11

Castrejana, Carlota

ESP

13.74

12

Trybanska, Malgorzata

POL

13.61

Alto Donne

 

1

Hellebaut, Tia

BEL

2.03

2

Veneva, Venelina

BUL

2.03

3

Bergqvist, Kajsa

SWE

2.01

4

Vlasic, Blanka

CRO

2.01

5

Slesarenko, Yelena

RUS

1.99

6

Myhalchenko, Iryna

UKR

1.95

7

Savchenko, Yekaterina

RUS

1.95

7

Chicherova, Anna

RUS

1.95

9

Beitia, Ruth

ESP

1.92

10

Di Martino, Antonietta

ITA

1.92

11

Green, Emma

SWE

1.92

12

Meuti, Elena

ITA

1.88

13

Ryan, Deirdre

IRL

1.84

Foto tratte da www.gazzetta.it e www.european-athletics.org Triplo Donne 1 Lebedeva, Tatyana RUS 15.15 2 Devetzí, Hrisopiyí

Asta Donne

1 Isinbayeva, Yelena RUS 4.80 2 Pyrek, Monika POL 4.65 3 Polnova, Tatyana RUS 4.65 4
1
Isinbayeva, Yelena
RUS
4.80
2
Pyrek, Monika
POL
4.65
3
Polnova, Tatyana
RUS
4.65
4
Feofanova, Svetlana
RUS
4.50
5
Strutz, Martina
GER
4.50
6
Spiegelburg, Silke
GER
4.50
7
Agirre, Naroa
ESP
4.45
8
Kasprzak, Róza
POL
4.40
9
Ryjikh, Nastja
GER
4.35
10
Hamácková, Pavla
CZE
4.35
11
Molnár, Krisztina
HUN
4.30
Peso Donne
1
Khoroneko, Natallia
BLR
19.43
2
Ostapchuk, Nadzeya
BLR
19.42
3
Lammert, Petra
GER
19.17
4
Ryabinkina, Olga
RUS
19.02
5
Legnante, Assunta
ITA
18.83
6
Kleinert, Nadine
GER
18.47
  • 7 Khudoroshkina, Irina

RUS

18.44

7 Khudoroshkina, Irina RUS 18.44 5 Blonska, Lyudmyla UKR 6357
  • 5 Blonska, Lyudmyla

UKR

6357

  • 8 Rosa, Chiara

ITA

18.23

  • 6 Dobrynska, Nataliya

UKR

6356

  • 9 Zabawska, Krystyna

POL

17.99

  • 7 Sotherton, Kelly

GBR

6290

  • 10 Gaus, Oksana

RUS

17.59

  • 8 Ennis, Jessica

GBR

6287

  • 11 Checchi, Cristiana

ITA

17.42

  • 9 Stratáki, Aryiró

GRE

6145

  • 12 Sobieszek, Magdalena

POL

16.17

  • 10 Levenkova, Olga

RUS

6118

  • 11 Ignatkina, Yuliya

RUS

6072

Disco Donne

  • 12 Oberer, Simone

SUI

6047

  • 1 Pishchalnikova, Darya

RUS

65.55

  • 13 Roshchupkina, Natalya

RUS

5995

  • 2 Dietzsch, Franka

GER

64.35

  • 14 Volzankina, Esenija

LAT

5979

  • 3 Grasu, Nicoleta

ROM

63.58

  • 15 Kelo, Niina

FIN

5956

  • 4 Karsak, Kateryna

UKR

62.45

  • 16 Melnychenko, Hanna

UKR

5942

  • 5 Potepa, Wioletta

POL

61.78