Sei sulla pagina 1di 56

www.corriere.

it

Milano, Via Solferino 28 - Tel. 02 62821


Roma, Via Campania 59/C - Tel. 06 688281

Servizio Clienti - Tel. 02 63797510


mail: servizioclienti@corriere.it

FONDATO NEL 1876

Sindrome italiana a Londra

Il Regno al voto pi incerto


tra Cameron e Miliband
di Fabio Cavalera e Michele Farina
alle pagine 14 e 15

Il Corriere, i suoi lettori Lintervista Dalle riforme al Pd, parla il ministro. Mattarella ha firmato la legge elettorale

Ora il conflitto di interessi

UNA FOTO
E I VALORI
DI UN PAESE Boschi: pronti a modifiche sul nuovo Senato, abbiamo un progetto per il Paese
di Luciano Fontana
di Marco Galluzzo

a prossima riforma del governo riguarder il conflitto


di interessi. Lo anticipa al Corriere Maria Elena Boschi, ministra delle Riforme costituzionali e dei rapporti con il Parlamento: Se alcuni dei nostri ex
leader o ex premier avessero
messo la stessa tenacia che
hanno messo negli ultimi tempi sui dettagli della nuova legge
elettorale, per abolire il Porcellum o per avere finalmente una
legge sul conflitto di interessi,
ci saremmo risparmiati molte
fatiche. Ma non mai troppo
tardi. Vorr dire che il conflitto
di interessi lo porteremo in Aula nelle prossime settimane.
Sul nuovo Senato, Boschi dichiara: Siamo pronti a un confronto vero, su varie ipotesi.

di Angelo Panebianco

GIANNELLI

uanto durer lItalicum, la


nuova legge elettorale? C la
Civati lascia: non sar il solo Q
possibilit che duri fino al mo-

di Monica Guerzoni e Alessandro Trocino

a pagina 3
alle pagine 2 e 3

e Camere sembrano finalmente intenzionate


a decidere il taglio dei vitalizi per i parlamentari condannati. In due riunioni parallele degli
Uffici di presidenza, oggi Camera e Senato dovrebbero dire s alla proposta Grasso-Boldrini.

mento in cui un governo (quale


che sia) si convinca di essere in
procinto di perdere le elezioni
successive. Quel tal governo, probabilmente, cercherebbe di cambiare il sistema elettorale per evitare la prevista sconfitta. Ed
possibile che il suddetto governo
si faccia forza, per riuscire nell
impresa, anche delle polemiche
e delle aspre divisioni che hanno
oggi accompagnato il varo della
legge. Una legge, come gi stato
rilevato da molti, che ha chiari e
scuri: assicura la governabilit
grazie al ballottaggio e al premio
di maggioranza ma rischia anche, a causa della clausola di
sbarramento del tre per cento,
troppo bassa, di favorire la frammentazione delle opposizioni.

Breda, Calabr, Martirano

a pagina 8

continua a pagina 33

l the end di Pippo Civati coglie quasi di sorpresa.


E divide per lennesima volta in due il Pd tra chi,
nella maggioranza, accoglie il suo abbandono con
sufficienza, e chi, nella minoranza, invita a non
sottovalutarlo. E lui: al Senato c chi mi seguir.
a pagina 5 Benedetto
LA DECISIONE SUI PARLAMENTARI CONDANNATI

Vitalizi, il giorno della verit


di Sergio Rizzo

la caduta del regime talebano,


Niloofar, pilota afghana: N elnot2001,suldopo
giornale un annuncio dellaviazione
cercavano reclute donne. Pap e mamma
Minacce ma non cedo afghana:
approvarono. E cos oggi Niloofar Rahmani, 23

di Viviana Mazza

anni, la prima top gun del suo Paese.a pagina 19

Cos va in tilt laccoglienza dei migranti


Ferme 40 mila richieste di asilo, i profughi restano in Italia. E i centri sono al collasso
di Fiorenza Sarzanini
CHAMPIONS

a pagina 21

Bayern travolto
dal Barcellona
di Super Messi
di Fabio Monti

ionel Messi mette in ginocchio il Bayern nella semifinale di andata di Champions


League: 2 gol uno favoloso
( foto) poi la rete di Neymar.
a pagina 50

REUTERS / PAUL HANNA

9 771120 498008

50 5 0 7>

I rimborsi Lidea di escludere i redditi pi alti

La storia A 23 anni realizza il suo sogno: la prima top gun

continua a pagina 33

l ministero dellInterno ha
trasmesso al Parlamento la
fotografia di una situazione
drammatica che riguarda i migranti: sono circa 40 mila le richieste di asilo presentate allItalia che devono essere ancora esaminate. In attesa delle risposte, il sistema di accoglienza
rischia di andare in tilt. Le persone alloggiate nei centri e nelle strutture temporanee ormai
sono quasi 75 mila, ai quali si
aggiungono 12 mila minori.

Un esecutivo
che si rafforza
(ma dov
lopposizione?)

ROTTURA CON I DEMOCRATICI

Il caso delle pensioni


tra governo e Consulta

AFP / SHAH MARAI

unimmagine,
labbiamo vista
tutti, che vale pi
di ogni discorso
sullo stato
dellItalia e sulle sue possibilit
di uscire dalla crisi. quella di
tantissimi cittadini in tuta
bianca che ripuliscono palazzi,
vetrine e strade, che tentano di
mettere riparo alle devastazioni
degli estremisti anti Expo. la
fotografia di un Paese che non
si arrende alla violenza e ai
soprusi, che sa reagire con
ammirevole senso civico. Non
era scontato in una nazione
troppe volte incline alla
rassegnazione, che mortifica
migliaia di giovani lasciandoli
senza lavoro, che raramente
riconosce il merito come
criterio unico di selezione. Che
ha una visione arretrata delle
donne e della loro vita, dalla
famiglia al lavoro. Che spende
energie nel creare barriere
quando potrebbe usare la
stessa forza per abbatterle.
Quella foto voglio
appenderla nel mio ufficio. Mi
ricorder sempre quale il
Paese che il Corriere della Sera
vuole informare e
rappresentare e quali sono i
suoi valori.
I giornali, in tutto il mondo,
vivono un periodo molto
difficile. Qualcuno ne ha
annunciato la morte in tempi
brevi, ritenendo che sarebbero
stati travolti dal flusso enorme
di informazioni che si
riversano nella Rete. I nostri
lettori sanno che le cose non
stanno cos. Vanno ogni
mattina in edicola ad
acquistare la loro copia
stampata, aprono il giornale
sul tablet, ci leggono sul
computer e sugli smartphone,
acquistano i libri (su carta e
digitale) prodotti dai nostri
giornalisti, partecipano ai
nostri eventi. Forse mai questa
comunit stata cos
numerosa e cos vicina a quel
giornale-istituzione che il
Corriere della Sera.

LE RIFORME DI RENZI

Caos dopo la sentenza della


Consulta sulle pensioni. Dice il
ministro dellEconomia, Padoan: Pensiamo a misure che
minimizzino limpatto sui conti pubblici, nel pieno rispetto
della Corte. Ma in serata, da
fonti vicine alla Corte costituzionale che ha bocciato il blocco delle indicizzazioni sulle
pensioni del governo Monti,
arriva il chiarimento: la sentenza immediatamente applicativa e, tecnicamente, non servir un ricorso per ottenere i rimborsi. A riaccendere il caso era
stato il sottosegretario allEconomia, Zanetti: Il governo al
lavoro ma impensabile rimborsare chi ha pensioni fino a
sei-otto volte la minima.
alle pagine 10 e 11 De Cesare
Di Frischia, Marro, L. Salvia

LEMERGENZA FINANZIARIA

Torti da sanare:
il dovere
della chiarezza
di Daniele Manca

evidente che sulle pensioni


il governo finito in una tenaglia. Deve rispettare una sentenza della Consulta che dice
che stato un errore, nel pieno
dellemergenza finanziaria del
2011, bloccare ladeguamento allinflazione degli assegni superiore a tre volte il minimo pensionistico. E nello stesso tempo
deve intervenire con urgenza.
continua a pagina 11

Gioved 7 Maggio 2015 Corriere della Sera

Primo piano La riforma

Il s alla legge elettorale. Renzi: la dedico a chi ci ha sempre creduto


Napolitano: traguardo importante. Giudizi positivi dalle agenzie di rating

Italicum, c la firma di Mattarella


Liter
Con la firma
apposta ieri
pomeriggio
dal presidente
della
Repubblica
Sergio
Mattarella la
nuova legge
elettorale
Italicum
stata
ufficialmente
promulgata
Secondo
lart. 73 della
Costituzione,
le leggi sono
promulgate
entro un mese
dalla loro
approvazione,
a meno che le
Camere,
entrambe a
maggioranza
assoluta dei
componenti,
ne dichiarino
lurgenza
fissando il
limite da
rispettare

ROMA Il presidente della Repub-

blica Sergio Mattarella ha firmato, senza osservazioni, la


nuova legge elettorale per la Camera che ora, dopo la promulgazione, verr subito pubblicata in Gazzetta Ufficiale anche se
la sua efficacia scatter il primo
luglio del 2016. Per quella data,
nelle intenzioni del governo il
cerchio verrebbe chiuso con il
referendum confermativo della
riforma costituzionale che cancella il bicameralismo paritario
e il Senato elettivo.
Il testo dellItalicum stato
trasmesso luned sera dalla Camera e poi, ieri mattina, ha fatto lultimo miglio da Palazzo
Chigi al Quirinale, che, infine,
ha comunicato lavvenuta firma
nel tardo pomeriggio. Il presi-

dente del Consiglio, Matteo


Renzi, ha voluto superare il protocollo postando gi di mattina su Twitter la fotografia della sua firma in calce al testo dellItalicum in partenza per il Colle: Una firma importante.
Dedicata a tutti quelli che ci
hanno creduto, quando eravamo in pochi a farlo. rimasto
deluso, invece, chi erroneamente si aspettava una nota del
Colle con le spiegazioni sullavvenuta promulgazione.
Della missione compiuta ha
parlato lex capo dello Stato
Giorgio Napolitano che nel
2013 accett, su invito dei partiti, il secondo mandato proprio
con lobiettivo di condurre in
porto la legge elettorale: Credo sia stato un raggiungimento

importante. Avevo detto quando fui rieletto che consideravo


imperdonabile non aver fatto
una nuova legge elettorale.
Napolitano ha ricordato che
lItalicum non nato in un
mese: ha impiegato pi di un
anno, c stata una commissione di studiosi per la ricerca di
soluzioni. E un segnale per
Renzi arriva dallagenzia di rating Fitch che in una nota sottolinea come la riforma elettorale

Lanalisi
Per Fitch e Moodys
una maggiore stabilit
avr effetti sul profilo
creditizio dellItalia

aiuter indirettamente il profilo creditizio dellitalia riducendo il rischio dellincertezza politica. Anche per Moodys avr
effetti positivi sul credito se
accompagnata dalla riforma del
Senato. Chi dice di opporsi alla legge attacca Mattarella che,
da giudice costituzionale, nel
2013 bocci il Porcellum: Contraddice se stesso, scrive Andrea Cioffi (M5S). Per Maurizio
Gasparri (FI) il referendum sar
il grande cantiere del centrodestra. Per i tecnici, a partire
dallavvocato Aldo Bozzi che
contribu a portare il Porcellum
allesame della Consulta, dubitano che lItalicum possa essere
modificato per via referendaria.
Dino Martirano
RIPRODUZIONE RISERVATA

Sergio Mattarella ieri con le agenti della penitenziaria

Il falso dilemma
dei dubbi sul via libera
del Quirinale
di Marzio Breda

Entro 30
giorni dalla
promulgazione,
la legge deve
essere
pubblicata
sulla Gazzetta
Ufficiale

Su Twitter La firma di Matteo Renzi sulla lettera che ha accompagnato lItalicum al Quirinale, postata ieri mattina dal premier stesso sul proprio profilo

Il costituzionalista

Professor Cesare Mirabelli, lei stato presidente


della Corte costituzionale,
qual il suo giudizio sullItalicum?
molto semplice. Dal punto
di vista costituzionale non vedo
particolari problemi. Qualche
margine di dubbio e qualche
criticit si pongono solo al livello dellopportunit, ma non
cambiano il mio giudizio. Non
c niente che si ponga contro la
piena legittimit della nuova
legge. Il nuovo sistema elettorale sta bene in piedi.
Perch?
LItalicum d risposte alla
sentenza della Corte che ha dichiarato illegittimo il Porcellum.
Per alcuni per sarebbe stato meglio usare la legge risultante dopo la bocciatura della
Corte, il Consultellum.
ROMA

Lanalisi

Mirabelli: il testo
rispetta la Consulta
grazie a liste corte
e limiti al premio
No, il Consultellum non poteva essere sufficiente, anche se
la sentenza era come si dice immediatamente applicativa, cio
la si sarebbe potuta applicare
come legge elettorale in caso di
scioglimento anticipato delle
Camere....
E, quanto al contenuto, in
che cosa lItalicum risponde
alla sentenza?
Innanzitutto, perch mette
un limite al premio di maggio-

Arma a doppio taglio


Il capolista bloccato
un nodo marginale ma
pu indurre a non votare
una faccia che non piace

ranza, nel senso che lo attribuisce solo alla lista che supera il
40 per cento, mentre con il Porcellum esso era destinato alla
coalizione vincente qualsiasi
fosse la percentuale dei voti raggiunta. E poi, adesso, se nessuna lista raggiunge il 40 per cento, la parola ritorna agli elettori,
ai cittadini, con il ballottaggio,
un vero paracadute.
C il nodo dei candidati,
oppure no? stata sollevata la
questione dei nominati...
La mia risposta no. LItalicum rimedia anche alla non conoscibilit dei candidati presentati nel Porcellum con liste
bloccate, cos ampie (in alcune
grandi circoscrizioni, oltre
trenta) da impedire una scelta
consapevole. NellItalicum, invece, le liste sono molto corte.
I capilista non sono un problema?

Chi
Cesare
Mirabelli,
72 anni,
professore
di diritto
ecclesiastico
allUniversit
di Tor Vergata
e di diritto
costituzionale
alla Pontificia
universit
Lateranense
di Roma

stato
vicepresidente
del Csm dal
1986 al 1990.
Giudice
costituzionale
dal novembre
1991, eletto
presidente il 23
febbraio 2000.
Cessa
dalla carica
il 21 novembre
2000

Il caso dei capilista potrebbe prestare il fianco a qualche


dubbio, ma si tratta, anche in
questo caso, di elementi marginali. I capilista bloccati, a motivo delle candidature multiple in
cento collegi, si riducono per
questo stesso fatto ad un numero molto inferiore. Il capolista
bloccato, poi, invece di essere
attrattivo, pu persino rivelarsi
un boomerang: magari un cittadino sarebbe intenzionato a votare una lista, ma dirotta altrove
il suo voto quando vede al primo posto una faccia che non gli
piace.
Insomma, si tratta di punti
opinabili?
S, del resto da oltre mezzo
secolo, dal 1953, che non c mai
stata una legge elettorale che
non abbia creato polemiche.
Comunque, invito ad aspettare
di vedere allopera la legge. A
me sembra molto positivo che
essa tenda a creare un bipartitismo. E anche la soglia del 3 per
cento un elemento positivo.
C gi chi invoca il referendum abrogativo...
Starei attento, perch nel
caso dellItalicum, il quesito referendario imporr a chi lo scrive uno sforzo addirittura titanico per sopprimere le parti che
non piacciono e far restare in
piedi comunque una legge valida. Il referendum, insomma,
gi si presenta con forti accenti
di inammissibilit.
Maria Antonietta Calabr
RIPRODUZIONE RISERVATA

a sperimentato quel sentimento


particolare che chi conosce un po il
Quirinale evoca come la solitudine
del presidente della Repubblica.
Una condizione tanto pi scontata e
scomoda quando c da promulgare una
legge e il capo dello Stato si trova a subire
contrapposte pressioni politiche perch
conceda, o non conceda, la firma di ratifica.
Sono i casi in cui linquilino del Colle si
chiude in se stesso, e decide rispondendo
solo alla propria coscienza di garante della
nostra Magna Charta. A costo di esporsi
a critiche brucianti e crearsi tenaci
inimicizie. Stavolta, poi, i pretesi nodi
dincostituzionalit sullItalicum erano un
falso dilemma, per Sergio Mattarella.
Attraverso le analisi incrociate fra i suoi
consiglieri giuridici e i loro interfaccia in
Parlamento e a Palazzo Chigi, sapeva da
settimane che la nuova legge elettorale non
aveva vizi tali da fargli trattenere la mano.
Per cui ha sentito di poterla avallare senza
perdere inutilmente tempo alimentando
aspettative sbagliate. E ha firmato con la
serenit di chi consapevole di aver
rispettato alla lettera le proprie prerogative e
non vuole entrare nelle diatribe politiche
della quale parla lo staff. Infatti, il sistema di
voto che sostituir quel relitto normativo
del quale provvisoriamente il Paese
disponeva, rispetta con coerenza le
indicazioni segnalate dalla Consulta (di cui
Mattarella era giudice fino a tre mesi fa) al
momento della clamorosa, e non inattesa,
bocciatura del Porcellum, nel 2014. In primo
luogo che fosse fissata una soglia minima
per far scattare il premio di maggioranza,
e questo c. E in secondo luogo la
composizione delle liste, corte e
combinate con un certo numero di
preferenze, in modo che i cittadini possano
scegliere tra i candidati, e pure entrambi
questi elementi ci sono (come del resto
cerano nel vecchio Mattarellum). Dunque,
nessun punto dolente e nessuna
incompatibilit manifesta tali da creargli
dubbi. Di pi: il presidente ha verificato
anche la rispondenza dellItalicum con
quello che viene definito patrimonio
costituzionale europeo in materia
elettorale. Una base di principi che, per
inciso, non va per forza intesa alla stregua di
un vangelo: basta pensare che Bruxelles
aveva ritenuto coerente perfino il
ripudiato Porcellum. Certo, resta
responsabilit del Parlamento completare la
riforma costituzionale sul fronte del
bicameralismo. Una tappa che fatalmente
sintreccia con quella delle regole per il voto,
e lo dimostra la questione della cosiddetta
clausola di salvaguardia.
RIPRODUZIONE RISERVATA

PRIMO PIANO

Corriere della Sera Gioved 7 Maggio 2015

LINTERVISTA IL MINISTRO DELLE RIFORME

Le frasi

La base,
anche
quella
storica, sta
con noi
e ci invita a
non mollare
Oggi
c un
progetto
di cambiamento
del Paese
che soltanto
il Pd pu
affrontare

Noi non
vogliamo
una
scissione, la
stessa
minoranza
non la vuole
e non la
vogliono
gli italiani
che non
sentono
il bisogno
di nuovi
piccoli
partiti

Alla Camera
Il ministro per
le Riforme
costituzionali e
i Rapporti con il
Parlamento
Maria Elena
Boschi nellaula
di Montecitorio
(Cimaglia/
LaPresse)

La nostra maggioranza schiacciante


ma la riforma del Senato non blindata
Boschi: il conflitto di interessi in Aula a giugno. Il Pd si allargato per non fa misure di destra
di Marco Galluzzo
La prossima riforma del
governo? Il conflitto di interessi, lo porteremo in Aula gi
nelle prossime settimane, se
tanti dei nostri ex leader ed ex
premier avessero messo lo
stesso impegno o la stessa tenacia che hanno messo nelle
scorse settimane sui dettagli
dellItalicum non toccherebbe
a noi e avremmo gi una legge. Maria Elena Boschi, ministro delle Riforme costituzionali, in primo luogo fiera del
risultato appena incassato:
lapprovazione della legge elettorale. anche un suo successo, ha seguito liter della riforma passo dopo passo, orgogliosa di un risultato di grande valore, che il Paese aspettava
da almeno dieci anni.
Cosa cambia con questa
legge?
Cambia molto. Col ballottaggio avremo un vincitore
certo. Con il premio alla lista
non saranno pi coalizioni litigiose e si impone ai partiti una
riflessione sul loro ruolo. E poi
per la prima volta ci sono norme che favoriscono la parit di
genere. Un grande passo in
avanti per lItalia. Ma come sta
segnalando in queste ore la
stampa estera un elemento di
distinzione in tutta Europa.
Nel Regno Unito le elezioni sono incerte ed improbabile un
governo monocolore. In Spagna addirittura si iniziato a
discutere di una modifica della
legge elettorale partendo proprio dalle novit dellItalicum.
Ci prendevano in giro quando
dicevamo che ci avrebbero copiato, che poteva diventare un
modello per altri Paesi; e invece.
Avete centrato un obiettivo,
ma a che prezzo? Civati va via
dal partito, la minoranza dem
non ha votato la fiducia al governo...
Il Parlamento ha votato
questa legge elettorale esprimendo in prima lettura la maggioranza assoluta. Nel Pd il 90
per cento del gruppo parlaROMA

mentare si espresso a favore.


Dopo anni di immobilismo mi
sembra un grande risultato.
Abbiamo discusso per 14 mesi
poi abbiamo deciso. A me sembra un indice di seriet e compattezza.
C il rischio di una scissione?
No. Noi non la vogliamo, la
stessa minoranza non la vuole.
E non la vogliono gli italiani
che sono stanchi delle polemiche e non sentono il bisogno di
nuovi piccoli partiti.
Eppure i numeri al Senato
sono ballerini. Temete ripercussioni sulla riforma costituzionale?

Questa legislatura ha numeri che non sono ballerini. La


forbice tra maggioranza e opposizione si allargata. La
maggioranza schiacciante.
Questo non significa che non si
possa aprire una discussione di
merito sulle riforme costituzionali. Il superamento del bicameralismo paritario e la revisione del titolo V della Costituzione sono obiettivi storici: il
testo non blindato anche se
una maggioranza pronta a votare il disegno di legge uscito
dalla Camera c gi.
Siete pronti a un confronto
anche sullelezione indiretta
dei senatori?

Siamo pronti a un confronto vero, su varie ipotesi, dal sistema delle garanzie a modelli
diversi delezione, per esempio
il modello simil Bundesrat, sino allequilibrio dei poteri.
Sciopero generale della
scuola: sulla riforma avete
sbagliato qualcosa?
A me pare una buona riforma, dopo una consultazione
lunga mesi. Nessuno ha la pretesa di dire che la legge perfetta. Affermiamo lautonomia,
mettiamo 3 miliardi in pi dopo anni di tagli, coinvolgiamo
di pi studenti e famiglie, inseriamo lalternanza scuola-lavoro sul modello tedesco, intro-

kidea.net

Lelezione
indiretta dei
senatori?
Siamo
aperti al
confronto
Unipotesi
il modello
tedesco del
Bundesrat
anche se ci
sono i
numeri per
votare il
testo della
Camera

La carriera
Maria
Elena Boschi,
34 anni, nata a
Montevarchi
(Arezzo),
ministro per le
Riforme
costituzionali e
per i Rapporti
con il
Parlamento.
Deputata del
Pd dal 2013
Laureata in
Giurisprudenza
allUniversit
di Firenze,
avvocato
specializzato
in diritto
societario
Lesordio nel
Pd nel 2008
a sostegno
di Michele
Ventura,
candidato
dalemiano alle
primarie di
Firenze poi
sconfitto da
Matteo Renzi.
Organizzatrice
della Leopolda,
tra le
coordinatrici
della
campagna di
Renzi alle
primarie per le
Politiche 2013

bsettecento.it

Oriental taste, italian style.

Dopo la
vittoria di Renzi
al congresso
nel 2013,
stata
responsabile
per le Riforme
nella segreteria
del Pd

duciamo la valutazione degli


insegnanti legata al merito,
una cosa che stata chiesta dagli stessi docenti, incentiviamo
arte, musica e inglese. Naturalmente tutto migliorabile.
Si discute di una metamorfosi del Pd, da partito di sinistra a partito della nazione.
un progetto reale?
Il partito della nazione
definizione di Alfredo Reichlin, una delle menti pi lucide della sinistra. Il nostro Partito democratico entrato nel
Pse, ha come modelli Bill Clinton e Tony Blair nei loro Paesi.
Ha allargato il campo, coinvolgendo persone che guardano
allarea liberal, ma anche a sinistra, come il nutrito gruppo di
deputati guidato da Gennaro
Migliore. La base, anche quella
storica, sta con noi, crede nel
nostro progetto, ci invita a non
mollare, ad andare avanti. Renzi ha vinto le primarie aperte,
ma anche il congresso degli
iscritti. Dagli 80 euro alla riduzione delle tasse sul lavoro, dallautoriciclaggio al divorzio
breve, dal terzo settore ai soldi
per il sociale, le nostre misure
non mi sembrano di destra.
Lunico tab della sinistra che
abbiamo rotto che abbiamo
portato il Pd al 40 per cento.
Non era mai accaduto prima,
c un progetto di cambiamento del Paese che in questo momento solo il Partito democratico pu affrontare.
Una riforma che non avete
ancora fatto o annunciato?
Se alcuni dei nostri ex leader o ex premier avessero messo la stessa tenacia che hanno
messo negli ultimi tempi sui
dettagli della nuova legge elettorale, per abolire il Porcellum
o per avere finalmente una legge sul conflitto di interessi, ci
saremmo risparmiati molte fatiche. Ma non mai troppo tardi. Vorr dire che il conflitto di
interessi lo porteremo in Aula
nelle prossime settimane. Ora
in Commissione, chiederemo
la calendarizzazione in Aula
entro giugno.
mgalluzzo@rcs.it
RIPRODUZIONE RISERVATA

Gioved 7 Maggio 2015 Corriere della Sera

Corriere della Sera Gioved 7 Maggio 2015

Primo piano Il centrosinistra

Civati lascia. Il Pd: non ci preoccupa


Ora anche Fassina pensa alladdio
Guerini: la minoranza non va con lui. Speranza: disagio profondo, sbagliato sottovalutare

6
i senatori pd
che alle ultime
primarie
democratiche
nel 2013
presero
posizione in
favore di Pippo
Civati: Casson,
Tocci, Ricchiuti,
Albano, Mineo
e Lo Giudice

Il the end di Pippo Civati,


dopo il lungo addio, coglie
quasi di sorpresa, dopo settimane di annunci. E divide per
lennesima volta in due il Partito democratico tra chi, nella
maggioranza, accoglie il suo
abbandono con sufficienza, e
talvolta con sollievo, e chi, nella
minoranza, invita a non sottovalutarlo. Anche perch, se
difficile uno smottamento vero
del Pd, non escluso che altri
seguano le sue orme e finiscano a ingrossare le fila di quella
cosa di sinistra di cui si vagheggia da mesi. E che vede in prima linea Sel, insieme a un
mondo variegato che va da
Landini allassociazionismo.
La reazione della maggioranza del partito affidata al viROMA

cesegretario Lorenzo Guerini:


Sono dispiaciuto, ma era una
decisione preannunciata da
tempo. Non sono impensierito
e non credo che la minoranza
lo seguir. La cronaca di una
morte annunciata, per dirla
con Dario Ginefra, prelude a
una resurrezione? Improbabile, anche se il presidente del
partito, Matteo Orfini, la auspica via hastag: #pipporipensaci.
I toni si fanno pi preoccupati e duri man mano che ci si
addentra nella minoranza. Perch se vero che Civati era un
po un cane sciolto nel Pd, gli
altri dissidenti usano il suo addio per lanciare segnali. Di preoccupazione, come fa Rosy
Bindi: Laddio di Civati un
fatto politico da non sottovalu-

tare. E come fa Roberto Speranza: Labbandono sintomo di un malessere profondo


che non si pu liquidare con
una scrollata di spalle.
Gli occhi di molti sono puntati su chi ha espresso il disagio
maggiore in questo periodo.
Stefano Fassina, che ha rapporti non occasionali con Sel e con
Giulio Marcon, deputato della
commissione Bilancio: Se lascio anchio il partito? Al mo-

Lapertura di Sel
Pronti a mettere in
discussione il nostro
partito per una forza
di sinistra pi grande

mento non ho niente da dire.


Ma al no comment alle agenzie, seguono due riflessioni indicative: Se ci fossero le elezioni ora, non mi ricandiderei
nel Pd. Non solo: evidente
che dopo che il governo del Pd
ha approvato una piattaforma
liberista sul lavoro, dopo lo
strappo profondo sulla democrazia sullItalicum e dopo
lemarginazione dei precari e il
prevalere di un modello verticistico sulla scuola, dopo tutto
questo, noi dobbiamo riflettere. Noi? Il sottoscritto innanzitutto. E poi gli altri con i quali
abbiamo ragionato di questi temi in questi mesi. Insomma,
per Fassina laddio solo rimandato, e questa volta non
dovrebbe essere un addio soli-

tario. Posizione non lontanissima da quella di Stefano DAttorre, che per ora resta nel partito, ma che avverte: Nelle
prossime settimane dovremo
capire se possibile evitare il
divorzio tra la sinistra e il Pd. Se
non sar possibile, inevitabilmente la sinistra migrer altrove.
Laltrove potrebbe riguardare anche Sel. Non a caso, la prima reazione stata di Nicola
Fratoianni: Le porte sono
aperte. Diciamo a Civati e tutti
quelli che la pensano come lui
che siamo pronti a mettere in
discussione il nostro partito
per costruire tutti insieme una
forza di sinistra pi grande.
Alessandro Trocino
RIPRODUZIONE RISERVATA

Nel 2010
Renzi e Civati
alla prima
edizione della
Leopolda che
organizzarono
insieme a
Firenze. Uno
era sindaco e
laltro
consigliere
regionale

A Palazzo Madama

Villari (FI):
la riforma?
Discutiamone
e si pu votare
Forza Italia
Riccardo Villari,
59 anni,
senatore di FI,
ex Pd e Mpa

MILANO Al Senato si fanno i

conti in vista della riforma del


bicameralismo. E si parla dei
voti che potrebbero arrivare da
Forza Italia, nel caso i dem
dissidenti facessero mancare i
numeri alla maggioranza.
Una cosa il tatticismo, una
cosa il merito. Noi siamo
opposizione. Ma valuteremo il
testo, spiega Riccardo Villari,
senatore FI (dopo aver lasciato
nel 2009 il Pd), tra quanti
guardano con favore alla fine
del bicameralismo. Perch
un tema troppo nobile per
finire nel tritacarne del
tatticismo. Discutiamo, c la
possibilit di migliorarla. E
Renzi sembra disponibile. Il
testo, per Villari, va cambiato
sul Senato non elettivo: Cera
accordo sullelezione
contestuale di consiglieri
regionali e senatori. O sulle
Regioni a statuto speciale. Con
i ritocchi, sarebbe s? Non
chiedo cambi, ma una
discussione. Di fronte
allipotesi che i verdiniani
possano sostenere il ddl Villari
replica: Chi pensa che
Verdini, senza se e senza ma,
garantisca appoggio generico
a Renzi fuori strada. troppo
intelligente per chiedere ai
senatori un appoggio a zero.
Eppure si discute di gruppi
autonomi. Se ne parla nei
capannelli, ma nessuno
venuto a propormelo. C
sofferenza, c chi pensa che il
Nazareno fosse un modo per
contare, altri non si fidano di
Renzi. E chi strumentalizza
il Nazareno per la resa dei
conti dentro FI, che per non
pu avere come ostaggio la
riforma della Costituzione.
Renato Benedetto
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il fuoriuscito
di Monica Guerzoni

Guerini mi aveva invitato a fare pace con me stesso.


Ecco, adesso mi sento in pace.
Pippo Civati, lei ha laria
provata.
Sono un po stanco. Ma vedo una risposta ottima, vedo
lentusiasmo di tanti elettori
che hanno lasciato il Pd prima
di me.
Perch, dopo mesi di penultimatum, si deciso a
rompere?
La mia credibilit si stava
offuscando, laccusa di non
avere coraggio stava diventando insostenibile. Il mio caso
tutto politico, ma anche molto
personale.
un tradimento, il suo?
Io non ho tradito. Renzi
che non ha rispettato il programma con il quale siamo stati eletti. Esco per coerenza, per
le troppe differenze di metodo
e di merito e per lo spostamento a destra del baricentro poliROMA

Bersani troppo garbato


e Cuperlo sbaglia strada
Io dialogo con Landini,
ci saranno altri movimenti
tico. La mia uscita una conseguenza logica per chi ha vissuto in modo drammatico il passaggio della fiducia.
stato drammatico anche
per Bersani e Cuperlo...
Io non dico che chi resta
incoerente, senn Cuperlo si

Lex premier a Le Monde

Letta: insegner ai giovani


ma la passione politica resta
La passione politica non mi ha abbandonato
ha detto Enrico Letta a Le Monde. Al quotidiano
francese lex premier ha rilasciato una lunga
intervista in cui racconta come da settembre
dalla nuova postazione di direttore della scuola
di affari internazionali di Sciences Po di Parigi
insegner ai giovani che formeranno le lite
di domani a gestire le crisi. Un lavoro a tempo
pieno, continuando per a tenere un occhio
sulla politica italiana.
RIPRODUZIONE RISERVATA

offende. Ma quella frattura irrecuperabile e chi si sta dedicando alla ricucitura, ha scelto
una strada troppo complicata.
La minoranza si divisa e il colpo lo ha mancato, per usare la
metafora di DAlema. Dal Jobs
act allItalicum, hanno attivato
tardi antidoti che non hanno
funzionato.
Ce lha con Bersani?
un uomo troppo garbato
e troppo onesto, lo dico senza
ironia. Non voleva enfatizzare i
contrasti, ma ricomporli. Solo
che Renzi non Bersani, nel
bene e nel male. Hanno affrontato larrivo di Matteo come le
societ precolombiane con i
conquistadores. Bersani potrebbe essere una figura di riferimento del nuovo partito, ma
non credo che lascer il Pd.
E Letta?
Letta un po lontano.
Landini?
Ci siamo visti, per me un

La mia
credibilit
si stava
offuscando,
laccusa di
non avere
coraggio
ormai
stava
diventando
insostenibile
Io non ho
tradito,
Renzi che
non ha
rispettato il
programma
con il quale
siamo stati
eletti. Ci
sono troppe
differenze

interlocutore. Non credo che la


sua iniziativa si chiuda in un
fronte sindacale.
Se ne va da solo?
Non detto che la prossima
settimana non ci siano altri
movimenti. Sar interessante
vedere chi si muove con me, a
partire dal Senato.
Fassina e Dattorre?
Bisogna chiederlo a loro.
Far un partito dello zero
virgola?
No, un progetto di sinistra
di governo. LItalicum, al di l
delle modalit di voto violente,
serve a costruire il partito della
nazione, che in realt c gi. A
leggere le liste delle regionali
c da avere paura.
Perch il segretario non vi
ha ascoltati?
Lo ha fatto solo sul Quirinale, poi ha ricominciato a menare come un fabbro. Quando
dissi facciamo un presidente
non Nazareno i renziani mi
ammazzarono, poi fecero Mattarella. Renzi ha fatto sempre
cos, morto Civati, viva Civati.
Ha sentito Renzi?
Non mi ha mai chiamato e
adesso si tolto un fastidio.
Niente di personale con lui, anche se in questi mesi non ha
mai provato a convincermi,
preferendo imporre le sue decisioni. Vado via senza con rancore, con lorgoglio delle mie
convinzioni.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Gioved 7 Maggio 2015 Corriere della Sera

Primo piano Il centrosinistra


La Nota
di Massimo Franco

UN MALESSERE
CHE NON CAMBIA
LA STRATEGIA
DEL PREMIER

Il personaggio
di Fabrizio Roncone

a coincidenza tra la firma dellItalicum


da parte del capo dello Stato, Sergio
Mattarella, e labbandono del Pd deciso
da un esponente della sinistra,
Giuseppe Civati, emblematica.
Legittima la riforma elettorale dal punto di
vista istituzionale, e insieme conferma linizio
di una nuova fase nel partito del premier. La
scelta di Civati di uscire dal Pd solo ora
sottolinea la rottura che lItalicum produce non
solo tra ma dentro i partiti. I fedelissimi di
Matteo Renzi usano parole di circostanza.
Dispiace ma non siamo preoccupati, chiosa
il vicesegretario, Lorenzo Guerini: sebbene non
si capisca bene quanto sia sincero il dispiacere.
Lunica cosa chiara che la minoranza del Pd
si prepara a usare quelluscita come
certificazione del malessere non tanto della
nomenklatura ma dellelettorato verso la
strategia renziana; e come lo spauracchio di
una lenta emorragia, prima ancora che di una
scissione. Eppure, non si avvertono a Palazzo
Chigi n lintenzione n la voglia di cambiare
direzione per riassorbire quel dissenso. Le
braccia aperte di Sel, la formazione di Nichi
Vendola, nei confronti di Civati e di altri
eventuali Dem delusi, non sono un problema.
Anzi, rafforzano linsistenza renziana su una

linea che sfida, quasi provoca gli oppositori.


una strategia che a parole sostiene la tesi di
un Pd-arca, attento a tenere dentro tutta la
sinistra e a scongiurare rotture; nei fatti
insegue un progetto moderato di sfondamento
al centro, e un modello presidenziale che ha in
Renzi il leader indiscusso e il partito della
Nazione come esito: unidea alla quale
lItalicum sarebbe perfettamente funzionale.
In questo schema, spazi per un dissenso
percepito, in effetti, solo come un fastidio,
nelle parole degli oppositori, saranno sempre
pi marginali. E dunque, lalternativa diventer
presto tra un atto di sottomissione al segretario
e premier, o la presa di coscienza che il Pd
diventato altra cosa rispetto alle origini.
Si tratta di uno scontro che mescola
problemi di identit e protagonismi. Oppone la
classe dirigente storica, per lo pi ma non solo

La vittoria
Luscita di scena di Civati viene
usata dalla minoranza pd contro
Renzi ma in realt sottolinea
la vittoria ottenuta dal segretario

RIPRODUZIONE RISERVATA

Mi spiace per De Gregorio


ma sullUnit ho perso tanto
Soru: anchio sono parte lesa. Ci ho rimesso fino allultimo euro

La notizia dellaltro ieri:


gli ex direttori e gli ex giornalisti
del quotidiano lUnit, dopo il
fallimento della societ editrice,
sono rimasti da soli a pagare le
cause civili e le querele (a Concita De Gregorio, che ha diretto il
giornale dal 2008 al 2011, lufficiale giudiziario ha pignorato
beni per oltre 400 mila euro).
Conferenza stampa a Montecitorio.
Accuse precise. Contro il Pd,
il partito di riferimento, e contro Renato Soru, leditore del rilancio mancato.
Ci hanno abbandonati.
Soru sparito nel nulla.
Soru avr qualcosa da replicare?
(Parlamentare europeo del
Partito democratico, ex presidente della Regione Sardegna,
inventore di Tiscali, 57 anni, da
Sanluri: testimoni raccontano
di averlo visto leggere il bilancio
di unazienda in cinque minuti,
un uomo geniale e gelido, la timidezza confusa spesso con la
supponenza; unico vezzo conosciuto: portare il colletto della
camicia bianca abbottonato ma
senza cravatta, in puro stile
sardo).
molto gentile a chiamarmi: ma io, sinceramente, ne so
quanto lei di questa storia (risponde al telefono, da Bruxelles).
Non ci credo.
Eppure assolutamente cos.
Vuol farmi credere che non
sapeva di
Marted pomeriggio ero a
Londra: e l sono stato avvertito
che, su Twitter, la De Gregorio
mi tira dentro questa vicenda.
Ma io non so di cosa si stia parlando. N la De Gregorio n il Pd
mi hanno mai informato. Per
capirci qualcosa, questa mattina ho parlato con lavvocato
Macciotta, che segue lintera vicenda e che, tra laltro, portai io
allUnit.
Quindi nemmeno il suo avvocato di fiducia lha mai avvertita di ci che stava accadendo?
Credo abbia voluto risparmiarmi lennesimo dispiacere.
Soru
cos. Lavvocato Macciotta
sa bene che ripensando alla mia
ROMA

esperienza di editore dellUnit, gi provo da tempo un enorme miscuglio di sensazioni, tra


amarezza e delusione.
Lavverto che questa intervista sta prendendo una piega

piuttosto curiosa.
Guardi, ci che sta accadendo agli ex direttori e agli ex giornalisti grave, non ci si pu nascondere. Ma, certo, io non ho
alcuna responsabilit n legale

postcomunista, ad un manipolo di renziani che


hanno conquistato prima il Pd con le primarie,
poi Palazzo Chigi e il governo. E adesso, forti
della propria determinazione e degli errori
avversari, cominciano a guardare oltre: oltre i
confini dello stesso Pd, e oltre le elezioni
regionali di maggio, e verso quelle politiche del
2018 o quando saranno. Il tentativo di vedere
come andr il voto a fine mese, e poi decidere
su un nuovo partito; e trasferire la sfida al
Senato dopo lestate.
Ma, appunto, limpressione di una trincea
sempre pi arretrata; di un altol gridato da
posizioni di retroguardia, perch non esiste
unagenda alternativa a quella renziana: nel Pd
e perfino dentro FI. Avere detto s allinizio
del percorso dellItalicum ora rende pi
difficile, perch meno spiegabile, il no. E la
perdita di pezzi di sinistra finisce per
sottolineare la vittoria del presidente del
Consiglio. Dire, infatti, che il passo di Civati
fuori dal Pd una sconfitta, come alcuni
esponenti della minoranza, una tesi condivisa
a seconda dei punti di vista. Il sospetto che
Renzi e i suoi sostenitori la pensino in maniera
opposta: anche se alla vigilia delle regionali
quello che succede pu diventare un inciampo.

n morale.
Morale, se posso permettermi, visto com finita la storia del quotidiano fondato da
Antonio Gramsci, forse un po
s.

Imprenditore
Renato Soru,
57 anni, dal
2004 al 2009
ha guidato la
Regione
Sardegna. Nel
2008 ha
acquistato
lUnit

Sbaglia. E ora le spiego perch. Vede, io arrivai allUnit nel


2008, eravamo in piena campagna elettorale, e non era il caso
che i libri contabili di un giornale cos, fondato come ricorda
lei da Gramsci, finissero in tribunale. Perci, con i miei risparmi, contribuii subito ad evitare la chiusura del giornale.
Quanti soldi impegn nelloperazione di salvataggio?
Tanti. Soldi miei e della mia
famiglia. Il programma era
chiaro: mettere il giornale dentro un mercato nuovo, affrontare le frontiere del digitale, del
web. Purtroppo, e stia attento,
non accuso nessuno, purtroppo
il giornale reag con poca elasticit, rimase molto rigido, poco
incline ai cambiamenti i costi
continuarono ad essere alti e i
ricavi bassi, troppo bassi, e
quanto poi alle copie di carta:
invece di conquistarne qualcuna, ne perdemmo parecchie.
Non andata bene. Non siamo
riusciti a stare dentro un mercato sempre pi difficile. Cos,
lentamente, io sono uscito. Subentrano altri azionisti e io vengo diluito. Le mie azioni scendono intorno al 5%. Allo stato
attuale, con la societ in liquidazione, ho perso praticamente
tutto ci che avevo investito e,
se proprio vogliamo dirla brutalmente, io mi considero parte

La sorpresa
Sono solidale. Non
sapevo di questa
storia. Lho scoperta
marted su Twitter
lesa. Ho cercato di contribuire a
salvare lUnit e ci ho rimesso
lintero investimento, davvero
fino allultimo euro.
Sulla tempistica della sua
uscita dalla guida della societ editrice, ci sono notizie contrastanti: in ogni caso, adesso
c questo grosso guaio dellufficiale giudiziario che bussa alle porte dei miei colleghi.
La prego formalmente di riportare queste frasi: sono totalmente solidale e da qualche ora
sto pensando a come rendermi
utile. Ma, giuro, non so come.
Come posso intervenire? Me lo
dica lei.
Sono certo che gli ex giornalisti dellUnit saprebbero
come consigliarla.
Senta: penso che tutte le
parti interessate, e mi ci metto
anchio, debbano fare uno sforzo e trovare una soluzione. Per,
ecco, una cosa: assurdo, ingiusto venirsela a prendere solo
con me. Io sono anni che non
mi occupo pi del giornale.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Gioved 7 Maggio 2015

Gioved 7 Maggio 2015 Corriere della Sera

Primo piano I partiti

Risse durante la seduta fiume


sospesi sessantasei deputati
In totale 649 giorni di squalifiche per il caos sulle riforme. 5 Stelle in rivolta
I disordini
Alla Camera,
durante la
seduta fiume
dell11
febbraio
scorso, che
prosegu anche
il 12 e il 13, il
governo
ottenne
lapprovazione
della riforma
costituzionale
(gi passata in
agosto al
Senato) ma si
registrarono
risse e
aggressioni da
parte di alcuni
deputati
Dopo aver
visionato
filmati e
consultato i
verbali, i
questori della
Camera,
Dambruoso
(Sc), Fontanelli
(Pd) e Fontana
(FI) hanno
proposto
allufficio di
presidenza il
sanzionamento
(accolto): i 66
deputati
coinvolti sono
stati sospesi da
un minimo
di 3 giorni a un
massimo
di 24 giorni

Sessantasei deputati puniti. Non potranno mettere


piede alla Camera per un totale
di 649 giorni a causa delle risse, parolacce, aggressioni messe in atto a met febbraio durante la seduta fiume notti e giorni nella quale Renzi
e il ministro Boschi ottennero
il secondo s alla riforma costituzionale (Senato ridotto e non
elettivo, pi altro). Seduta fiume immortalata sulla prima
pagina del Corriere della Sera
dal disegnatore Giannelli con
deputate e deputati impegnati
a picchiarsi e la didascalia: Votazione per alzata di mano.
I questori della Camera, Stefano Dambruoso (Scelta civica), Paolo Fontanelli (Pd) e
Gregorio Fontana (Forza Italia)
hanno visionato filmati, consultato verbali e alla fine proROMA

Le sanzioni

posto allufficio di presidenza


(che lha accolto) quello che
pare il pi massiccio sanzionamento avvenuto a Montecitorio. La parte principale per il
Movimento 5 Stelle, con 59
puniti su 66, per un totale di
602 giornate di squalifica. I
seguaci di Grillo dicono che
troppo spesso si usano due
pesi e due misure: per la rissa
provocata dai deputati del Pd
sono stati comminati solo 12
giorni. Parola di Alessio Villarosa: Sono stato espulso durante la legge di stabilit e non
ho potuto partecipare alla discussione sulle banche popolari, dove ero relatore di minoranza.
Stavolta il record di sospensione spetta allavellinese Carlo
Sibilia, 24 giorni. Con molti altri scandiva le parole Serva!

Giorni di sospensione

M5S

Serva! Serva! allindirizzo della presidente di turno Marina


Sereni, poi si poneva alle spalle
della stessa Sereni e mimava
gesti gravemente irriguardosi
(incapacit di intendere, ripetutamente, e gesto delle manette). Segue Gianluca Vacca
con 20 giorni: Ha tentato di
aggirare lo schieramento degli
assistenti per raggiungere i
banchi della presidenza.
E poi Alessandro Di Battista
e Carla Ruocco (18 giorni), che
turbavano la seduta scanden-

Gli insulti
Carlo Sibilia, record
di sanzioni, urlava
serva! al presidente
di turno Marina Sereni

Sel

Lega Nord

do la parola Onest, onest!


e rifiutavano di uscire dallaula
dopo essere stati espulsi. I grillini ritengono la Ruocco una
vittima. Secondo la sua collega
Patrizia Terzoni, il deputato del
Pd Francesco Sanna le avrebbe dato pi e pi volte della
donna di strada, per non dire
altre parole. Sanna sostiene
invece di aver usato unespressione sarda: Zacca strada,
levati dalla strada. Diego De Lorenzis, sempre M5S, ha gridato
alla presidente dellassemblea:
Sei una dittatrice!.
Il leghista Paolo Grimoldi
chiam zerbino il deputato
Sergio Pizzolante (Ncd-Udc)
che aveva chiesto di continuare
la seduta fino allesame di tutti
gli emendamenti. Pizzolante
defin la seduta fiume uno
strumento per impedire specu-

Pd

5
Stefano Allasia

4
Donatella Agostinelli
Ferdinando Alberti
Massimo Enrico Baroni
Sergio Battelli
Nicola Bianchi
Laura Castelli
Emanuele Cozzolino
Fabiana Dadone

Michele DellOrco
Luigi Gallo
Maria Marzana
Girolamo Pisano
Danilo Toninelli
Simone Valente
Andrea Vallascas

Paolo Grimoldi
Cristian Invernizzi

Cristian Iannuzzi

6
Alfonso Bonafede
Arianna Spessotto

8
Azzurra Pia Maria
Cancellieri
Tiziana Ciprini
Mattia Fantinati
Luca Frusone

Marco Brugnerotto
Paola Carinelli
Vincenzo Caso
Claudio Cominardi
Davide Crippa
Federica Daga
Diego De Lorenzis
Massimo Felice De Rosa
Daniele Del Grosso
Chiara Di Benedetto
Manlio Di Stefano
Federico DInc
Filippo Gallinella
Silvia Giordano
Marta Grande

Giuseppe LAbbate
Roberta Lombardi
Marialucia Lorefice
Matteo Mantero
Dalila Nesci
Riccardi Nuti
Paolo Parentela
Daniele Pesco
Cosimo Petraroli
Girgis Giorgio Sorial
Maria Edera Spadoni
Patrizia Terzoni
Angelo Tofalo
Alberto Zolezzi

Giorgio Airaudo

Il caso

di Sergio Rizzo

Lelenco
Per gli ex
parlamentari
condannati in
via definitiva
per reati gravi
potrebbe
scattare il
taglio dei
vitalizi
Ecco i nomi
che potrebbero
essere coinvolti
e i relativi
vitalizi
(calcolati
dallIdv):
Berlusconi
(8 mila euro);
DellUtri (4.985
euro); Previti
(4.235 euro);
Forlani (6.062
euro); Cirino
Pomicino
(5.573) e De
Michelis (5.517
euro)

Per sapere se sar davvero


una disciplina di forte moralizzazione dellattivit politica, come viene definita nella
bozza di delibera sui vitalizi dei
parlamentari condannati che
oggi Camera e Senato dovranno approvare, non resta che
aspettare la sua concreta applicazione.
Le nuove regole stabiliscono la cessazione dei trattamenti previdenziali erogati a
titolo di assegno vitalizio o
pensione agli onorevoli cessati dal mandato che abbiano
riportato condanne definitive
superiori a due anni per reati
contro la pubblica amministrazione o colpe gravi che
presuppongano una pena
massima non inferiore a sei
anni. Caso classico, quello di
Marcello DellUtri, che ha sulle
spalle sette anni per concorso
esterno in associazione mafiosa. La cosa si applica anche a
chi ha deciso di patteggiare la
pena, ma soltanto a quanti decideranno di chiudere cos i
conti con la giustizia da adesso

3
i deputati
della Lega
sospesi; 2 di
Sel; 1 del Pd
e 1 del Misto

RIPRODUZIONE RISERVATA

14
12

Emiliano Minnucci

i deputati
dei Cinque
Stelle sospesi:
il partito con
pi sanzionati

Gruppo misto

Ecco lelenco dei 66 deputati puniti con la sospensione per i disordini


in Aula l11, il 12 e il 13 febbraio 2015, durante la discussione
che si concluse con lapprovazione del ddl Boschi

59

lazioni di bassa lega e dico lega


non a caso!.
C inoltre la nota rissa nellambito della sinistra. Arturo
Scotto (Sel) che fa i complimenti al Pd per il capolavoro
che avete combinato. Emiliano Minnucci, Pd, gi sindaco di
Anguillara Sabazia, che commenta. Gianni Farina, Sel, area
Leoncavallo, che lo colpisce
sulla mano destra. Intervento
di Elisa Simoni, lontana cugina
di Renzi, e Luigi Taranto (Pd).
Simoni che cade, Minnucci che
colpisce Farina due volte. Lex
sindacalista Fiom Airaudo che
scavalca file di banchi per inveire verso Minnucci. Risultato:
Minnucci sospeso per 5 giorni,
Airaudo per 12. Il renziano Richetti disse ad Aldo Cazzullo
sul Corriere del 14 febbraio
(San Valentino) che si svolgevano duelli impari: Farina viene
dai centri sociali e se l presa
col mite Taranto che viene dalle camere di commercio....
Nello stesso articolo Carlo
Sibilia, il pi punito di ieri, diceva: Ve li immaginate Calamandrei, Terracini, Li Causi
che nellassemblea che scrisse
la Costituzione si prendevano
tranquillamente a mazzate?.
Andrea Garibaldi
agaribaldi@corriere.it

Giuseppe Brescia
Emanuele Scagliusi
Davide Tripiedi

20
Gianluca Vacca

15
Gianni Farina

24
Carlo Sibilia

18
Alessandro Di Battista
Mirella Liuzzi
Carla Ruocco
Stefano Vignaroli

Corriere della Sera

Il taglio (incerto) ai vitalizi per i condannati


Gli uffici di presidenza delle Camere votano sulla delibera voluta da Grasso e Boldrini
Pd favorevole, FI contraria, indecisi i centristi. E M5S chiede misure pi severe
in poi.
Paletti che ricalcano evidentemente quelli piantati dalla
legge Severino, secondo cui i
condannati a pene superiori a
due anni sono incandidabili.
Ma il meccanismo non automatico: toccher infatti ai vertici di Montecitorio o Palazzo
Madama decidere caso per caso, previo accertamento dei
relativi presupposti. Viene
poi escluso il reato di abuso
dufficio. E sono salvi dalla tagliola, anche qui in linea con la
legge Severino, gli ex parlamentari condannati che hanno ottenuto la riabilitazione
avendo scontato la pena accessoria dellinterdizione dai
pubblici uffici. Cio molti di
loro. E comunque chi si visto
togliere il vitalizio, lo riavr nel
momento in cui scatter la riabilitazione.
La cessazione del vitalizio
non si applica quindi agli assegni di reversibilit incassati dai
familiari del parlamentare deceduto, a patto che il decesso
sia avvenuto prima di oggi,

quando le delibere dovrebbero


essere approvate. E in ogni caso chi sar colpito dalla sanzione avr diritto a vedersi restituire in unica soluzione tutti i
contributi versati.
Fin qui le misure messe a
punto dai presidenti di Camera
e Senato, Laura Boldrini e Pie-

La consegna delle firme


Poco meno di 500.000 firme per labolizione dei vitalizi ai
parlamentari condannati per mafia e corruzione sono state
consegnate ieri al presidente del Senato Pietro Grasso dal
coordinatore nazionale dellassociazione Libera, Enrico
Fontana. Oggi gli uffici di presidenza di Senato e Camera
sono convocati per deliberare sulla questione
(Ansa)

ro Grasso (dopo la consultazione di ben otto-pareri-otto di


illustri giuristi e costituzionalisti). Lapprovazione, per, ancora ieri sera era una scommessa. Tanto pi che lesame
avverr in parallelo ma separatamente da parte degli uffici di
presidenza delle due Camere.
Perci con la possibilit di esiti
differenti. Anche perch i rapporti di forza sono diversi.
I rappresentanti del Partito
democratico voteranno a favore. I molti mal di pancia sono
passati davanti al rischio di dover affrontare una campagna
elettorale per le Regionali sotto
i bombardamenti grillini che
potrebbero diventare pericolosissimi in alcune situazioni come la Campania. Dove lo scenario, con il candidato del Pd Vincenzo De Luca condannato in
primo grado e alla testa di una
coalizione per molti a sinistra
palesemente indigesta, gi
abbastanza complicato.
Uno spettro che non ha tuttavia spaventato Forza Italia,
contraria alla delibera. Il parti-

to di Silvio Berlusconi si ostina


a chiedere che la decisione
venga presa con una legge, e
per rimarcare questa posizione
ha depositato una sua proposta. Anche se scontato che
servirebbe solo a far trascorrere inutilmente del tempo: una
legge del genere non passerebbe mai lesame. E sembra quello il reale obiettivo politico.
Le vere incognite sono rappresentate da Area popolare e
Movimento 5 Stelle. Che potrebbero far pendere la bilancia da una parte o dallaltra in
Senato, dove i numeri sono decisamente pi ballerini che alla Camera. Fra gli alfaniani regna lindecisione. Mentre i
grillini reclamano misure ancora pi draconiane criticando
lesclusione del reato di abuso
dufficio e il salvacondotto della riabilitazione. Grasso incrocia le dita. Ma di sicuro la mazzata che il M5S ha preso ieri alla Camera, con la sospensione
di ben 66 deputati, non sembra proprio un gran viatico.
RIPRODUZIONE RISERVATA

PRIMO PIANO

Corriere della Sera Gioved 7 Maggio 2015

Berlusconi
vuole un tavolo
con gli alleati

Il politologo Ignazi

Il nuovo partito?
Solo senza lex premier
Ma prima la destra
decida la sua identit

Il restyling di Forza Italia dopo il voto


ROMA Qualcosa far, perch do-

po aver spinto i suoi primo


fra tutti Giovanni Toti a giocare partite durissime, un appoggio lo deve. E dunque Silvio
Berlusconi conferma le sue prime uscite a sostegno dei candidati alle Regionali sabato sar a Genova, la prossima settimana in Puglia, pi avanti a Napoli , ma resta convinto che i
giochi veri si faranno dal 2 giugno, a risultati elettorali consumati. Non c ottimismo in casa
azzurra: in Campania le cose
non vanno come si sperava,
Caldoro soffre contro De Luca e

Timori sulla Campania


Il leader da sabato
sar in campo a fianco
dei candidati azzurri
Preoccupa la Campania
i movimenti di truppe locali
fanno immaginare una bilancia che si sposta a favore del
candidato pd. In Liguria, il
massimo gi stato quasi raggiunto: lunica regione dove il
centrodestra si presenta compatto, vincere arduo ma ben
figurare possibile. In Veneto
si respira un clima pi tranquillo, anche se non ci si attende un plebiscito per Zaia. Nelle
altre regioni, si valuter la tenuta dei singoli partiti e il senso di alleanze disomogenee.
Quelle alleanze che Berlusconi
non vorrebbe pi vedere, convinto com che lunica strada
per il centrodestra sia convergere in un grande contenitore
elettorale che si ispiri al partito

Italia mia

repubblicano americano: Bisogna convincere gli elettori a


votare un unico grande partito,
per compiere quella rivoluzione liberale che gli alleati non
mi hanno permesso di fare,
ha ribadito ai candidati pugliesi che ha ricevuto a Palazzo
Grazioli. Programma ambizioso, ma nel quale lex premier
crede davvero. La rivoluzione dovrebbe essere graduale,
per limmediato dopo voto Berlusconi parla di un necessario
restyling profondo di FI al
quale sta lavorando ma tutto da
capire nei particolari e nelle dimensioni. Ma contestualmente
vuole chiamare ad un tavolo
tutte le forze del centrodestra,
per costruire assieme il percorso che dovrebbe portare a dare
regole, programma e leadership al rassemblement da lui
immaginato.
Peccato per che, per ora, fra
gli alleati nessuno pensi di sedersi a quel tavolo. Il clima da
campagna elettorale certo non
aiuta, ma i no pronunciati ieri
da Salvini per primo (Mai un
listone con Forza Italia), dalla
Meloni, dai centristi mostrano

Le tappe
Il leader di
Forza Italia
Silvio
Berlusconi ha
deciso di
impegnarsi
personalmente
nella
campagna
elettorale per le
Regionali che si
terranno il 31
maggio

Palazzo Grazioli Silvio Berlusconi ieri ha incontrato i candidati delle liste in Puglia

quanto sia in salita la strada. E


quanto accelerazioni o frenate
dipendano anche dal voto delle
regionali e da come ne usciranno i singoli partiti. Che peraltro
continuano a rimanere divisi al

La nomina del finanziere

Napolitano su Serra commendatore:


leventuale revoca spetta a Palazzo Chigi
Spetta alla Presidenza del Consiglio leventuale revoca del titolo
di commendatore al finanziere Davide Serra. Lo ha spiegato lex
capo dello Stato Giorgio Napolitano. Serra nel dicembre scorso
era stato nominato commendatore dal Quirinale. Napolitano ha
ribadito che la questione di eventuali revoche non ha come
centro motore la Presidenza della Repubblica. RIPRODUZIONE RISERVATA

proprio interno. In FI non solo


Fitto torna allattacco, perch il
vero partito repubblicano si
fonda sulle primarie e la leadership contendibile, ma anche fra gli stessi rinnovatori
che invocano facce nuove gi
scontro: ieri Cattaneo ha criticato il neo responsabile Enti locali Fiori per aver invitato al
suo convegno di Perugia del fine settimana esponenti di partito storici (Gasparri, Tajani) e
non amministratori locali .
Stasera Berlusconi incontrer i
giovani di Azzurra Libert: pare
il momento giusto per dare
qualche indicazione di rotta al
suo partito in ansia.
Paola Di Caro

Sabato sar
a Genova per
sostenere il
candidato
governatore
del
centrodestra
Giovanni Toti,
mentre il 13 e
14 maggio
atteso in Puglia
per lanciare
Adriana Poli
Bortone
Infine, il 16 e
17 maggio sar
in Campania
per dare il suo
appoggio al
governatore
uscente del
centrodestra
Stefano
Caldoro

ROMA Ricostruire un grande partito del centrode-

stra, un luogo di aggregazione dei moderati italiani? Questa potrebbe essere, in teoria, uneccellente occasione. Ma occorrerebbe un lavoro
lungo, attento, paziente. Soprattutto bisognerebbe risolvere il problema della destra: cosa vuole,
questa destra italiana? stata a lungo illusa da Silvio Berlusconi, salvo poi scoprire che sotto il doppiopetto non cera nulla....
Il politologo Piero Ignazi da anni studia ci che
avviene nella destra italiana (a partire dal 1994 col
famoso saggio edito da Il Mulino Postfascisti? La
trasformazione del Movimento sociale in Alleanza nazionale) E oggi segue, con un certo scetticismo, le dichiarazioni di chi
vorrebbe (anche sotto leffetto dell Italicum) ricompattare il centrodestra con una
nuova formazione. Per esempio nel Partito repubblicano
evocato proprio da Berlusconi. Qui Ignazi molto chiaro:
Due considerazioni. La prima: Berlusconi non ha alcuna possibilit di riprendere la
Piero Ignazi, 64
leadership perduta, impossianni, politologo
bile che abbia un ruolo dave accademico
vero primario, la sua parabola politica conclusa. La seconda: anche i sistemi elettorali precedenti, mi riferisco al Mattarellum e al Porcellum, erano stati
pensati per favorire le coalizioni coese e contrapposte. Ma gli obiettivi che si prefiggono taluni ingegneri costituzionali non tengono conto della
cultura politica italiana e dei veri comportamenti
degli attori sulla nostra scena....
Ignazi in sostanza sostiene di non essere affatto certo che nasca un nuovo, unico interlocutore politico del centrodestra. E, per contrappasso, non affatto certo che il Pd rimanga ci che
, se vincesse le prossime elezioni. In che senso?
Avviene spesso che, in mancanza di un interlocutore e quindi di un avversario, le dinamiche tra
partiti trovino spazio allinterno di una stessa formazione. Nel Pd vincitore, una componente potrebbe costituirsi come corrente interna e porre
condizioni, anche con un gruzzolo di deputati. I
timori di una svolta autoritaria con lItalicum? Gli
anticorpi ci sono tutti. Si dicono tante sciocchezze....
Paolo Conti

RIPRODUZIONE RISERVATA

RIPRODUZIONE RISERVATA

La contraddizione dellottimismo
e quel linguaggio che allontana la gente

di Corrado Stajano

embra che lottimismo sia


diventato un obbligo e chi
dissente, chi vorrebbe approfondire i problemi, discuterli
con argomentazioni motivate,
giuste o ingiuste che siano, viene
guardato come un disfattista, un
nemico, un traditore.
Non ci si rende conto che lottimismo predicato in questo modo una contraddizione. Non va
daccordo, infatti, con lo stile politico inaugurato dal governo
Renzi e con il linguaggio usato
dai governanti, rigonfio di
prendere o lasciare che certo
non serve ad avvicinare i cittadini alla politica e a far ritrovare
quella fiducia e quel fervore che
sarebbero necessari.
Abbiamo stravinto, li abbiamo distrutti; Li abbiamo asfaltati: sono alcuni dei modi di porgere del presidente del Consiglio,
durante gli inimmaginabili voti
di fiducia sullItalicum. E ancora:
Se non votate ricordatevi che
andate a casa. la minaccia che
spezza il cuore ai parlamentari
terrorizzati di non tornar pi in
quel paradiso in terra, Monteci-

torio. Dimentico, Renzi, che non


spetterebbe a lui, eventualmente,
il potere di sciogliere le Camere.
Ogni giorno si ha la replica di
questo linguaggio da ring abitualmente usato dai secondi
dei pugili per sgridarli o per eccitarli alla lotta, ma creatore di
disagio nella vita quotidiana.
Non certamente questo il modo di colmare la distanza tra societ politica e comunit. Le
espressioni pi crude sono destinate ai dirigenti e ai parlamentari del Pd non allineati, deboli vittime depoca di quella che
fu la sinistra, il Pci, il Pds, i Ds.
Viene in mente una pagina dolorante del gran romanzo di Claudio Magris, Alla cieca :Comunque, finch te le danno gli altri, i
nemici, i farabutti, una cosa
che, se hai fegato, puoi sopportare. Il peggio viene quando a
metterti nella fossa dei serpenti
sono i tuoi, e dopo un po non sai
pi se quelli sono i tuoi o se sono
le carogne che con i tuoi hai
sempre cercato di spazzar via.
La crisi dei partiti profonda,
la caduta delle aggregazioni crea

Uno stile
rigonfio di
prendere
o lasciare
certo
non serve
a colmare
la distanza
tra cittadini
e politica
e a far
ritrovare
quella
fiducia
e quel
fervore che
sarebbero
necessari

vuoti nella societ e pu dar vita


a populismi dissennati e a reazioni incontrollate. Nel suo saggio di due anni fa, Finale di partito, Marco Revelli spieg come
la crisi dei partiti politici tradizionali rischiava di contagiare
lessenza stessa della democrazia. Ora siamo proprio su quel
pericoloso crinale.
La nuova legge elettorale approvata luned alla Camera dopo
risse, conflitti, scontri allarma
bianca, laula semivuota al momento del voto la minoranza
del Pd ha avuto invece il coraggio
di votare contro non risolve,
come viene detto, il problema
della governabilit. Un costituzionalista illustre come Valerio
Onida, gi giudice della Consulta
e poi suo presidente, ha spiegato
sul Sole 24Ore del primo maggio
quali sono i rischi della legge per
lequilibrio del sistema democratico parlamentare. Il suo giudizio
decisamente negativo, vede
nellItalicum un favore per il
potere di colui che conquista la
carica di primo ministro. Teme
per quel che pu accadere in un

momento come questo in cui i


partiti tendono a trasformarsi in
comitati elettorali a sostegno
personale di un leader. Inascoltato anche lui.
Il presidente Mattarella, professore di Diritto parlamentare,
deputato che vot la legge che
porta il suo nome e si batt contro il Porcellum, giudice della
Consulta, deludendo le speranze
di molti, ha scelto la via del giudizio tecnico-politico in nome
dei poteri del Parlamento. Ora ci
sar probabilmente il referendum e la Consulta non rimarr
silente.
La crisi forse ai timidi albori
della fine, non per meriti nazionali Draghi santo subito
ma ancora ben pressante in
tanti settori della societ, la disoccupazione al 13 per cento,
quella giovanile al 43 per cento,
linflazione che fa capolino, i
consumi che non crescono, la
montagna di soldi da trovare dopo la sentenza della Consulta sul
blocco della rivalutazione delle
pensioni per la bocciatura della
legge Fornero, dodici miliardi,

Invece
di usare
messaggi
pubblicitari,
non sarebbe
pi corretto
e pi utile
dire le cose
come
stanno
e smetterla
di praticare
la vanteria
come
metodo
di governo?
Il dire non
il fare

sembra, e anche lirrisolto problema delle stragi dei migranti


nel Mediterraneo e il rifiuto generalizzato della nuova legge sulla scuola, lo sciopero massiccio
dei professori, degli studenti e
delle famiglie con le manifestazioni di protesta in tutto il Paese
che dovrebbero destare preoccupazione. Invece di puntare sullottimismo della retorica pubblicitaria non sarebbe pi corretto e
pi utile dire le cose come stanno, smetterla di praticare la vanteria come metodo di governo? Il
dire non il fare.
Lo slogan ossessivamente ripetuto che si vuole cambiare
lItalia. Qual il programma riformatore? Il centrosinistra e anche lUlivo ce lavevano. E adesso?
Studiate, ragazzi, dicevano
una volta i vecchi maestri agli
scolari riottosi. Non avete le basi, dicevano anche.
Guai alla decisione che precede lanalisi, ha detto laltra sera Romano Prodi a Che tempo
che fa, la trasmissione di Rai 3.
Quale abisso di stile tra il professore colto e i giovani turchi che
avranno s talento, ma lo usano,
precoci, per il proprio potere
personale e per la propria immagine di pistard della politica.
Limperativo tenere botta,
Facciamo il tagliando, Non
molliamo di un millimetro: di
nuovo protagonista il linguaggio, spia indiziaria che smaschera anche i cuori pi segreti.
RIPRODUZIONE RISERVATA

10

Gioved 7 Maggio 2015 Corriere della Sera

Primo piano La previdenza

Sentenza pensioni, scoppia il caos rimborsi


Padoan: rispetteremo il verdetto minimizzando limpatto sui conti. La Consulta: autoapplicativa
Non servono i ricorsi. Zanetti: si partir dai redditi pi bassi. LEuropa: valuteremo la decisione

16,6
miliardi di euro
quanto
potrebbe
costare allItalia
la sentenza

5
milioni
i pensionati che
hanno subito
il mancato
adeguamento

Pensiamo a misure
che minimizzino limpatto sui
conti pubblici, nel pieno rispetto della Corte. Cos il ministro dellEconomia Pier Carlo
Padoan tornato a spiegare la
strategia del governo sul caos
pensioni. Ma da fonti vicine alla Corte costituzionale che ha
bocciato il blocco delle indicizzazioni sulle pensioni del governo Monti, arrivato in serata il chiarimento: la sentenza
immediatamente applicativa e
tecnicamente non servir un ricorso per ottenere i rimborsi.
A riaccendere il caso, nel pomeriggio di ieri, era stato Enrico Zanetti, sottosegretario allEconomia, dicendo quello,
che in fondo, qualcuno sospettava gi da giorni: Il governo
a lavoro ma impensabile rimMILANO

borsare chi ha pensioni fino a


sei-otto volte la minima ha
detto il vice di Padoan. I numeri della Cgia gli danno ragione:
Il mancato adeguamento Istat
disposto dal governo Monti
con il salva Italia che non riconosceva la rivalutazione per
gli anni 2012-2013 degli assegni
di importo superiore di tre volte il trattamento minimo e dichiarato incostituzionale dalla
Consulta hanno fatto sapere
gli artigiani di Mestre coster allItalia oltre 16,6 miliardi di
euro. La manovra di Monti del
2011, tanto per dare unidea, era
di 30 miliardi lordi, 20 netti.
Che la sentenza della Corte costituzionale potesse non essere
una passeggiata, il governo lo
aveva messo in conto. Tanto
che il viceministro dellEcono-

La sentenza
La pronuncia della Corte costituzionale
che ha ravvisato lincostituzionalit del blocco
dei meccanismi di adeguamento automatico
dei trattamenti pensionistici superiori
a tre volte il minimo Inps (1.441 euro lordi nel 2013)

mia Enrico Morando aveva detto: Ancora non abbiamo effettuato i calcoli ma chiaro che
la sentenza ha conseguenze rilevanti sul bilancio pubblico.
Il ministro dellEconomia
Pier Carlo Padoan aveva subito
escluso che il governo stesse
pensando a una manovra di aggiustamento dei conti per rimediare al colpo sulle finanze
pubbliche inferto dalla decisione della Consulta. Ma aveva anche garantito la ricerca di una
soluzione rispettosa della
sentenza ma che minimizzasse i costi per la finanza pubblica. Frasi ribadite dallo stesso Padoan ieri, dopo che fonti
di Palazzo Chigi avevano voluto
sottolineare che quanto detto
dal sottosegretario Enrico Zanetti era stato espresso a nome
di Scelta civica e non dellesecutivo. Valgono insomma, il
messaggio indiretto, le parole
del ministro. Su cui poi, in serata, tornato lo stesso Zanetti:
La rivalutazione delle pensioni andr a scalare con laumentare dellassegno. La mia posizione la posizione di uno dei
tre partiti che sostiene la maggioranza, non c antitesi con
quanto detto da Padoan.
Ma come se non bastasse,
dopo la Consulta, a suonare il
campanello di allarme, ci ha
pensato anche Bruxelles: La
Commissione sta aspettando la
decisione del governo italiano
per applicare la sentenza della
Corte costituzionale e ne valuter limpatto. Un impatto
ha sottolineato che non dovrebbe avere effetti sullimpegno dellItalia nellambito del
patto di Stabilit. La sostenibilit di lungo periodo delle finanze pubbliche italiane dovrebbe restare una priorit.
Come questa priorit potr
conciliarsi con il rispetto della
sentenza della Corte costituzionale, ancora tutto da vedere.
Corinna De Cesare
RIPRODUZIONE RISERVATA

Le tappe

A fine aprile la Consulta


intervenuta sulla riforma delle
pensioni del 2011 e ha bocciato il
blocco della perequazione 20122013, definendolo
incostituzionale. La norma
del decreto salva Italia aveva
bloccato, per gli anni 2012-2013,
il meccanismo che adegua le
pensioni al costo della vita degli
assegni di importo superiore di tre
volte il trattamento minimo.
Un diritto per la Consulta
costituzionalmente fondato

Con la sentenza si subito posto


un problema di sostenibilit
economica. Ancora non abbiamo
effettuato i calcoli ma chiaro
che la sentenza ha conseguenze
rilevanti sul bilancio pubblico
aveva subito detto il viceministro
dellEconomia Enrico Morando.
Lidea per risolvere la questione
potrebbe essere quella
di introdurre diversi scaglioni
di rimborso, restituendo ad
alcuni molto, ad altri poco,
ad altri niente

I conti sul tavolo del governo


dicono che la sentenza
costerebbe non solo 10 miliardi
di euro per chiudere i conti con il
passato, ma anche 5 miliardi di
euro lanno da qui in avanti.
Secondo la Cgia di Mestre
invece il peso potrebbe essere
di oltre 16,6 miliardi di euro. Da
qui il richiamo di Bruxelles
allItalia: La sostenibilit a
lungo termine delle finanze
pubbliche ha fatto sapere la
Commissione Ue deve
rimanere una priorit

La Corte dei conti

Dagli enti locali scommesse


sui derivati per 25 miliardi
Chi

Raffaele
Squitieri, 73
anni, il
presidente
della Corte dei
conti che ieri
si espressa
sulluso dei
derivati da
parte degli enti
locali
riconoscendo
gravi
anomalie.
Un giudizio
espresso alla
commissione
Finanze della
Camera

ROMA Gravi anomalie nellutilizzo degli

strumenti derivati da parte degli enti locali. il


giudizio espresso dalla Corte dei conti sulluso di
questi contratti davanti alla commissione
Finanze della Camera. Angelo Buscema,
presidente delle sezioni riunite della Corte dei
conti, sottolinea che sono state rilevate da parte
di Regioni, Province e Comuni contabilizzazioni
spesso errate, particolare aleatoriet nelle
sottoscrizioni, oltre a violazioni normative e
notevoli squilibri contrattuali in danno agli enti
per la mancata valutazione della convenienza
economica dei contratti. A fronte dei circa 160
miliardi del portafoglio dei derivati dello Stato,
allinizio del 2015 il valore nozionale dei contratti
degli enti territoriali, per i magistrati contabili,
sarebbe di poco inferiore ai 25 miliardi, il 60%
dei quali imputabili ai contratti sottoscritti da
Regioni e Province autonome. Al presidente
della commissione Daniele Capezzone (Forza
Italia) e ai deputati Giovanni Paglia (Sel) e
Daniele Pesco (M5S) che chiedevano se la Corte
dei conti avesse letto i dettagli dei contratti
derivati (che secondo il Tesoro che devono
rimanere segrete per non danneggiare i conti
pubblici ndr), Buscema ha risposto: A noi i
contratti non arrivano perch il Parlamento ha
scelto di non fare controlli preventivi. Comunque
il Tesoro attrezzato e ha lesperienza per gestire
il terzo debito pubblico pi grande del mondo.
Francesco Di Frischia
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il calcolo della rivalutazione


IMPORTO

RIVALUTAZIONE

*tra parentesi limporto al netto dellIrpef

Quanto entrer in tasca

a dicembre 2011

Come doveva essere

Come stata

Fino a 1.406 euro

+2,7% (100% Istat)

+2,7% (100% Istat)

Da 1.406 a 2.342 euro

+2,43% (90% Istat)

Oltre 2.342 euro

+1,025% (75% Istat) 0

Calcolo del rimborso PENSIONE


al lordo e al netto
1.500
dellIrpef
(tra parentesi)
per cinque importi
di pensione
1.700
mensile lorda
Dovuto
per il 2012

a dicembre 2012
Fino a 1.433 euro

+3% (100% Istat)

+3% (100% Istat)

Da 1.433 a 2.405 euro

+2,7% (90% Istat)

Oltre 2.405 euro

+2,25% (75% Istat)

Dovuto
per il 2013

La cautela sui conti


ma soprattutto
il dovere
della chiarezza

RIMBORSO

1.677 (1.376)
1.846 (1.477)

SEGUE DALLA PRIMA

2.173 (1.739)

2.000

2.327 (1.792)

2.200

2.691 (2.005)

2.500

dArco

I conti
di Lorenzo Salvia

Ecco le ipotesi: restituzione


per i redditi fino a 3 mila euro
Gli adeguamenti a partire da 1.500 euro. Costo a regime di 5 miliardi lanno

Per capire perch stia


prendendo quota lipotesi del
non rimborsare tutto a tutti
bisogna partire dalla riunione
di ieri al ministero dellEconomia. I conti sul tavolo dicono
che la sentenza della Corte costituzionale, che ha bocciato il
blocco della rivalutazione delle
pensioni introdotto dal governo Monti, costerebbe non solo
10 miliardi di euro per chiudere
i conti con il passato. Ma anche
5 miliardi di euro lanno da qui
in avanti. Un peso non sostenibile, anche considerando che
quei 5 miliardi di euro sono
lordi e quindi in parte tornerebbe indietro allo Stato sotto
forma di tasse. Sono comunque troppi. Da qui lidea di introdurre diversi scaglioni di
rimborso, restituendo ad alcuni molto, ad altri poco, ad altri
niente. Il meccanismo, per,
sar pi complesso di quello
immaginato a inizio settimana.
Lo schema di partenza il
correttivo pensato dal governo
Letta, che lanno scorso ha addolcito il blocco della rivalutaROMA

zione. Per le pensioni fino a tre


volte il minimo, poco meno di
1.500 euro lordi al mese, non
cambia nulla perch il blocco
non cera e non ci sar. Estendere al passato il correttivo Letta significherebbe prevedere
un rimborso del 95% per le
pensioni fra le tre e le quattro
volte il minimo Inps, allingrosso fra 1.500 e 2 mila euro lordi
al mese. Del 75% per lo scaglione fra i 2 mila e i 2.500 euro, del
50% fra i 2.500 e i 3 mila euro.
Senza restituire nulla a chi sopra i 3 mila euro lordi al mese.
Dai primi calcoli, per, sembra chiaro che la semplice
estensione di questo schema
non basterebbe. possibile
che la soglia della restituzione
zero venga alzata intorno ai
3.500 lordi al mese. E che il
blocco della rivalutazione venga confermato anche per il futuro ma per un periodo di un
paio di anni, non di pi, altrimenti sarebbe bocciato sempre dalla Corte costituzionale
perch misure di questo tipo
devono essere temporanee. Ma

molto probabile che le percentuali di rimborso per gli


scaglioni intermedi siano molto pi basse. C un altro nodo
da sciogliere, per. Tecnico ma
fondamentale. Nel correttivo
del governo Letta le percentuali di rivalutazione si applicano
non a quella parte della pensione che supera una certa soglia
ma a tutto lassegno. Per capire:
con una pensione da 1.600 euro

Mineo verso laddio

Equitalia sceglie i vertici


(a. bac.) convocata per oggi lassemblea di
Equitalia, la societ di riscossione, che ha
allordine del giorno il rinnovo dei vertici. A
votare saranno i due soci: lAgenzia delle
Entrate e lInps. Secondo indiscrezioni, saranno
nominati i membri del consiglio e verr
confermato il presidente Vincenzo Busa.
Lamministratore delegato, che attualmente
Benedetto Mineo, non verrebbe indicato. Un
orientamento che potrebbe consolidarsi se a
Busa venissero conferite le deleghe di ad.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Brambilla: ma sarebbe iniquo


decidere a chi s e a chi no
I fondi? Si possono trovare
Sulle pensioni la politica ha gi fatto abbastanza pasticci, per esempio aumentando le tasse sulle casse privatizzate e sui fondi pensione, adesso spero che non ne faccia altri,
non adempiendo come si deve
alla sentenza della Corte costituzionale sulla perequazione
delle pensioni. Alberto Brambilla, presidente di Itinerari
previdenziali ed ex capo del
Nucleo di valutazione sulle
pensioni del ministero del Lavoro, molto preoccupato.
Perch?
Perch sento dire strane cose. Tipo che non si dovrebbero
rimborsare i pensionati con
lassegno pi alto. Sarebbe un
errore. Vogliamo continuare a
penalizzare queste persone,
che hanno versato alti contributi per tutta la vita, e premiare
milioni di pensionati al minimo che, anche se hanno un assegno basso, hanno versato

meno di 15 anni di contributi o


non ne hanno versati affatto?.
Ma restituire tutto a tutti
costerebbe 9-10 miliardi almeno, secondo prime stime.
Mi rendo conto che si tratta
di una spesa forte. Ma escludere dal rimborso, per esempio,
un ex dirigente dazienda andato in pensione nel 2000, vorrebbe dire penalizzare di nuovo
la stessa persona. Che prende
di pensione la met di quanto
prendeva di stipendio, a causa
del meccanismo di calcolo re-

Gli ex dirigenti
Vogliamo tagliare ancora
il potere di acquisto a un
pensionato ex dirigente
per un errore di Monti?

la rivalutazione al 95% riguarda


tutti i 1.600 e non solo i 100 euro che superano la soglia dei
1.500. Il pensionato prende un
po di meno, lo Stato risparmia
un po di pi. Ma, nella stessa
sentenza con la quale ha bocciato la scelta del governo
Monti, la Corte costituzionale
ha sollevato qualche dubbio su
questa tecnica. E ha sottolineato come si discosti in modo
significativo dalla regolamentazione precedente, che di solito aumenta il prelievo solo
sulla parte eccedente.
Seguire la stessa strada consentirebbe di limitare il costo
delloperazione. Ma potrebbe
portare, magari fra qualche anno, a unaltra bocciatura. Prima
per c lemergenza da tamponare. Presto arriver in consiglio dei ministri il decreto legge che, di fatto, bloccher i ricorsi in attesa che vengano def i n i t i co s t i e d e t t a g l i . L a
soluzione vera rinviata a dopo
le regionali di fine maggio.
@lorenzosalvia
RIPRODUZIONE RISERVATA

Lintervista

ROMA

tributivo, che, sopra i 44 mila


euro, vedeva scendere drasticamente il coefficiente di rendimento. Poi, da pensionato, ha
subito contributi di solidariet,
precedenti deindicizzazioni e
paga pesanti addizionali Irpef
regionali e comunali, a differenza dei pensionati al minimo. Vogliamo tagliargli ancora
il potere dacquisto, per un errore del governo Monti?.
Fu una decisione dettata
dallemergenza finanziaria.
Certo, lo so che criticare
pi facile che governare. Ma il
governo era stato avvertito del
forte rischio di incostituzionalit di quella misura.
Dove troverebbe i soldi per
restituire tutto a tutti?
Guardi, facciamo una premessa. In un sistema a ripartizione, cio dove le pensioni
vengono pagate con i contributi dei lavoratori, il metodo di
calcolo, anche se contributivo,

Il commento

Il profilo

Alberto
Brambilla,
presidente
di Itinerari
previdenziali
ed ex capo
del Nucleo di
valutazione
sulle pensioni
del ministero
del Lavoro

non assicura di per s lequilibrio. comunque necessario


che ci sia una sufficiente base
occupazionale. Per stare tranquilli dobbiamo aumentare il
numero di lavoratori. Se fossi
un pensionato e mi chiedessero un piccolo contributo per
sgravare in modo permanente
le assunzioni di giovani, sarei
daccordo. Ma dovrebbe essere
un contributo su tutte le pensioni, non sempre sui soliti noti.
Il 12 maggio, in piazza del
Plebiscito a Napoli, si apre la
Giornata della previdenza organizzata da Itinerari previdenziali. Quali le novit?
I cittadini potranno ottenere da noi la simulazione della
loro pensione. Per ora lInps la
fa ai lavoratori con meno di 40
anni. Noi invece, anche grazie
al conto contributivo fornito
dallo stesso ente nella nostra
manifestazione, potremo fare,
insieme con lInps, il calcolo a
tutti e sotto diversi scenari macroeconomici, per vedere per
esempio che succede se il prodotto interno lordo, invece di
aumentare dell1,5% allanno
come prevede lo scenario base
del governo, sale solo dello
0,5%. Molti, purtroppo, scopriranno che la pensione sar pi
bassa di quanto speravano.
Enrico Marro
RIPRODUZIONE RISERVATA

La vicenda
La Corte
costituzionale
ha bocciato la
norma della
legge Salva
Italia che aveva
bloccato la
rivalutazione
delle pensioni
superiori a tre
volte il minimo
Inps, intorno ai
1.500 euro
lordi al mese.
Restituire a
tutti i
pensionati tutti
gli importi
costerebbe
intorno ai 10
miliardi di euro.
Mentre, per il
futuro,
eliminare il
blocco
comporterebbe
un aumento di
spesa pari a 5
miliardi di euro
lordi lanno.
Per questo il
governo sta
studiando un
meccanismo
che, pur
rispondendo ai
rilievi della
Corte
costituzionale,
possa limitare i
costi
delloperazione
Tra le ipotesi,
quella di
introdurre
diversi
scaglioni di
rimborso:
restituendo
quasi tutto ai
pensionati che
hanno un
assegno basso,
per poi
scendere
progressivamente al salire
dellimporto.
Fino ad
azzerare il
rimborso per
chi ha una
pensione pi
alta

i sono qualcosa come


5,5 milioni di
pensionati (in totale
sono 18), che nel 2012, anno
di prima attuazione del
provvedimento di blocco,
percepivano da 1.217 euro
netti in su. Sono questi
cittadini a essere interessati
dalla sentenza. Una
larghissima fetta di
popolazione che non pu
rimanere in balia delle
indiscrezioni o delle mezze
verit.
Intendiamoci, le
conseguenze della
decisione della Corte
Costituzionale sono di non
poco conto per il bilancio
pubblico. Anche qui le cifre
oscillano tra un potenziale
buco minimo di 9 miliardi
(considerando che sui
maggiori importi erogati si
pagheranno pi tasse e
quindi ci saranno maggiori
entrate) e un massimo di 16
miliardi.
Comprensibile quindi la
prudenza di chi, come ha
detto ieri il ministro
dellEconomia, Pier Carlo
Padoan, deve combinare il
rispetto delle leggi con i
conti dello Stato. Ma se c
una lezione netta che da
questa vicenda affiora che
lemergenza finanziaria per
il nostro Paese tuttaltro
che superata. E male fa chi
tende a sottovalutarne la
portata nella azione di
governo.
Si potr eccepire in sede
di dibattito sulla
congruenza o meno di
quella sentenza. Sul fatto
che la Corte non abbia
ritenuto ragionevole
lintervento su pensioni che
sono soltanto tre volte
superiori al minimo mentre
aveva giudicato non
censurabili i blocchi che in
precedenza avevano
riguardato quelli per
assegni 5 volte (nel 98) e 8
volte (nel 2007) il minimo.
A riprova della
complessit del tema, ci
sono anche le parole
attribuite ieri sera alla
Consulta che definiva
autoapplicativa la sentenza,
quindi teoricamente valida
per tutti i pensionati senza
bisogno di ricorsi.
Ma questo il tempo
delle decisioni. Non si pu
fare lerrore di intervenire
con altri provvedimenti che
abbiano il sapore e la
caratteristica della
temporaneit. Quello di cui
soffre il nostro paese
anche questo continuo
rimettere in discussione
leggi e misure (a volte male
architettate, come in questo
caso, secondo la Consulta),
spesso anche da parte della
stessa politica.
Un provvedimento che
dovrebbe sanare i torti
previsto per la settimana
prossima. Ma se i tempi
dovessero allungarsi, allora
si indichi con chiarezza
almeno un percorso di
soluzione. Per uscire
dallincertezza che ci che
spinge allinazione cittadini
e famiglie.
Daniele Manca
RIPRODUZIONE RISERVATA

12

Gioved 7 Maggio 2015 Corriere della Sera

REALE GROUP. AL CENTRO, TU.


C un Gruppo che ha un modo unico di pensare alle Persone, ascoltare i loro bisogni e rispondere alle loro
esigenze. Reale Group. Un Gruppo fatto di tante realt, che ha un ricco bagaglio di esperienze, valori, progetti
e un solo obiettivo: far sentire ogni Socio, ogni Assicurato e ogni Cliente al centro di unattenzione unica.
www.realegroup.eu

13

Corriere della Sera Gioved 7 Maggio 2015

Primo piano Il salvataggio

La Bce concede altro ossigeno alla Grecia


Asse con il Fmi. Missione di Varoufakis a Roma: fiducioso per un accordo. Padoan: tempi pi stretti
Lanalisi
Al Tesoro
Il ministro delle
Finanze greco
Yanis
Varoufakis ieri
al termine del
colloquio in via
XX Settembre
con il titolare
dellEconomia
Pier Carlo
Padoan. La
Grecia far del
suo meglio
sulle riforme

Effetto spread
e previdenza,
i timori
sul deficit al 3%
Non bastassero la sentenza della Consulta
sulle pensioni, e la probabile bocciatura Ue del
nuovo regime Iva nella grande distribuzione, anche landamento dei tassi di interesse, dovuto alla perdurante crisi della Grecia, comincia a minacciare i conti italiani. Che gi questanno rischiano di sforare il tetto del deficit al 3% del
Prodotto interno lordo, facendo ripiombare
lItalia nella procedura di infrazione europea.
Il Documento di economia e finanza appena
trasmesso a Bruxelles costruito sullipotesi di
un differenziale tra tassi sui titoli di Stato italiani
e tedeschi di 100 punti base (il livello medio delle
settimane precedenti lelaborazione del documento), ma da alcuni giorni lo spread in tensione, stabile sui 130 punti base. Secondo Bankitalia un aumento del differenziale di 100 punti
base comporterebbe una maggior spesa di 3 miliardi nel primo anno, 6 nel secondo e 8 a regime. Se lo spread si stabilizzasse al livello attuale, dunque, si avrebbero maggiori esborsi per
interessi di circa un miliardo questanno, 2 il
prossimo e poco pi dal 2017.
Il rischio tassi reale, ma ancora marginale
in questa fase. Preoccupa come il possibile cambiamento delle altre variabili su cui sono costruiti i conti dei prossimi anni, che vedono il petrolio a 57,4 dollari al barile e il cambio euro-dollaro a 1,07 da qui al 2018. Come previsto dalla metodologia Ue, anche se una simile stabilit dei
prezzi inverosimile, come ha sottolineato anche il presidente dellUfficio parlamentare di bilancio, Giuseppe Pisauro.
Ben pi allarmante il quadro determinato
dalle nuove emergenze, prima tra tutte la sentenza della Consulta. I primi contatti con Bruxelles avrebbero gelato il sangue nelle vene dei tecnici del governo. Secondo le prime indicazioni
Ue, tutto il costo della sentenza, si parla di 9-10
miliardi per il pregresso e 5 per questanno (e i
successivi) dovrebbe scaricarsi sui conti del
2015. Che lanno in cui emerge lobbligazione al
pagamento, e al quale, per competenza, andrebbe imputata tutta la spesa. Una prospettiva ben
peggiore di quella valutata dal governo, dove la
spesa degli anni passati si sarebbe potuta scaricare sui conti di quegli stessi anni, con la sola
conseguenza di un aumento del debito.
Se passasse la linea Ue, questanno il tetto del
3% sarebbe seriamente a rischio. Il deficit tendenziale previsto dal governo al 2,5% del Pil, il
che lascia appena 8 miliardi di margine sui conti
del 2015, comprensivi del tesoretto da 1,7, che
a questo punto sparisce. Con questa somma si
dovrebbero coprire le pensioni, la probabile
bocciatura del regime Iva nella grande distribuzione (un altro miliardo), ed eventuali altre evenienze negative. vero che sullaltro piatto della
bilancia c il gettito del rimpatrio dei capitali,
ipotecato solo per 800 milioni, ma potrebbe non
bastare. Pur restando sotto il 3%, la copertura del
buco pensioni potrebbe infrangere la regola della spesa. E riaprire, anche cos, le porte della procedura dinfrazione Ue.
Mario Sensini
ROMA

RIPRODUZIONE RISERVATA

57,4
dollari
al barile
il prezzo
del petrolio.
Un dato molto
pi basso
rispetto a un
anno fa in cui
viaggiava
attorno ai
110 dollari

130
Il differenziale
tra titoli italiani
e tedeschi
fermo ai 130
punti base
attuali, farebbe
salire la spesa
per interessi di
1 miliardo nel
2015, 2 nel 16
e 2,5 a regime

200
Se lo spread
dovesse
continuare a
salire fino a
200 punti base,
la maggior
spesa salirebbe
a 3 miliardi nel
2015, 6 nel
2016 e a 8
miliardi nel 17

Che la situazione in Grecia si


stia aggravando lo dimostra il
nuovo intervento della Banca
centrale europea, che ieri ha alzato di due miliardi il tetto della liquidit di emergenza (Ela)
per le banche greche, portandola a 78,9 miliardi. Secondo
indiscrezioni lEurotower
avrebbe inoltre valutato lopportunit di praticare un haircut sulle garanzie portate dalle banche elleniche in cambio
dei prestiti durgenza, per tener
conto dei rischi di credito che
gravano sulla Grecia, in attesa
di un accordo con i suoi creditori che sblocchi il pagamento
di 7,2 miliardi previsto dal piano di salvataggio.
Il ministro greco delle Finanze Yanis Varoufakis, che ieri
ha definito eccellente lincontro con lomologo Pier Carlo Padoan a Roma, sostiene di

essere fiducioso che alla riunione dellEurogruppo in programma luned 11 maggio la


Grecia e i partner europei troveranno una soluzione positiva
per risolvere i negoziati attuali.
La versione di Padoan: Abbiamo concordato che si debba far
presto a trovare un accordo. C
la volont di tutte le parti. Eurogruppo e governo greco. Vedremo se l11 o forse un po pi
avanti. Ma il presidente dellEurogruppo, Jeroen Dijsselbloem, meno ottimista e, ammettendo che molte questioni
restano irrisolte, prevede che
non sia possibile un accordo
allEurogruppo di luned prossimo. Ma non per divergenze
tra i creditori. come ieri hanno
tenuto a sottolineare in un comunicato congiunto, la Commissione Ue, la Bce e Fondo
monetario internazionale.

Le ultime notizie che vengono da Atene per rischiano di


rallentare di nuovo i negoziati.
Marted notte il Parlamento
greco ha passato un legge che
riassume circa 13 mila statali licenziati con la riforma della
Pubblica amministrazione varata secondo gli accordi previsti dal piano di salvataggio.
il primo passo di una serie di
riforme che passeremo e che
non saranno in chiave neo-liberista ma avranno un aspetto
sociale, ha dichiarato il viceministro per le riforme ammi-

Riassunti gli statali


Il Parlamento greco
ha approvato la legge
per riassumere circa
13 mila statali licenziati

nistrative Giorgos Katrougalos.


In un clima di forte incertezza, sui mercati ha dominato ancora la volatilit. Lo spread tra
Btp decennali e Bund tedeschi
tornato ad allargarsi, chiudendo a 133 punti base dopo
una fiammata sopra i 140 punti
in apertura, mentre il rendimento torna all1,9%. Le Borse
europee hanno cambiato di direzione pi volte durante la seduta, per poi chiudere con il segno pi. Leuro si rafforzato
sul dollaro, tornando oltre
quota 1,13, perch lindebolimento delleconomia Usa, cresciuta solo dell0,2% nel primo
trimestre, ha convinto gli investitori che la Federal Reserve rimander al fine 2015 un rialzo
dei tassi di interesse.
Giuliana Ferraino
@16febbraio
RIPRODUZIONE RISERVATA

14

Gioved 7 Maggio 2015 Corriere della Sera

Esteri

Regno Unito al voto (tra il Bullo e la Scotweiler)


dal nostro corrispondente Fabio Cavalera
La sorte del premier uscente David Cameron e del leader
laburista Ed Miliband nelle mani del Bullo (The Bully) e di
Scotweiler: questi sono i nomignoli affibbiati da giornali e tabloid a Nigel Farage e Nicola Sturgeon. Ma al di l della fantasia
irriverente della stampa britannica vero che il populismo dello
LONDRA

Chi

presenza di pi forze che scardinano le consuetudini politiche. Lo


Ukip prender parecchi consensi nel Sud inglese ma, per via del
sistema elettorale, pochi seggi: la dispersione toglier comunque
collegi ai tory. Parallelamente lo Scottish National Party metter
nellangolo i laburisti nel loro antico fortino. Chi andr a Downing
Street? E con chi?
@fcavalera
RIPRODUZIONE RISERVATA

Lintervista Ukip

Lintervista Scottish National Party

Il deputato euroscettico:
Mai in coalizione con le lite
Aiuto esterno a chi fa bene

Dalla Liguria alla Scozia:


Pronti a portare Miliband
fino a Downing Street

DAL NOSTRO CORRISPONDENTE


LONDRA Douglas Carswell stato per tan-

Douglas
Carswell,
44 anni, ex
conservatore
Nel 2010
partecip alla
stesura del
programma
che port
David
Cameron
a Downing
Street
Nel 2014
ha cambiato
partito,
diventando
il primo
deputato
ai Comuni
con lo Ukip

Ukip e lindipendentismo dello Scottish National Party sono le variabili fuori controllo del voto di oggi. Quanto faranno perdere ai
conservatori e ai laburisti? Si eleggono 650 parlamentari ai Comuni. Nessuno avr la maggioranza. E domani, a risultati acquisiti,
comincer unaltra partita sulle alleanze che renderanno possibile
un nuovo governo. Nel 2010 furono sufficienti cinque giorni a David Cameron per trovare laccordo di coalizione con i liberaldemocratici di Nick Clegg. Questa volta lo scenario dominato dalla

ti anni fra i pi stimati parlamentari conservatori. Nel 2010 partecip alla stesura
del programma che port David Cameron a Downing Street. Poi, lo scorso anno con grande sorpresa dei tory, ha aderito allo Ukip: si dimesso dai Comuni,
si ripresentato per le elezioni suppletive nel suo collegio e ha stravinto, diventando il primo rappresentante del Partito dellIndipendenza del Regno Unito alla Camera dei Comuni.
Sarete voi a sfrattare Cameron?
Noi siamo trasversali. Una volta chi
simpatizzava per lo Ukip era un ex tory.
Adesso ci sono anche ex laburisti, specie
al Nord. Se Cameron perde colpa sua.
Questo Paese dominato da gente incompetente, con idee vecchie.
Lo stesso Cameron sostiene che un
voto dato allo Ukip un voto che avvicina i laburisti a Downing Street.
Questo ci che sostiene llite arrogante. Per chi si deve votare? Cameron ha
preso in giro i britannici, ha dato una
verniciatina al suo partito ma non ha
modernizzato il Paese.
Lo Ukip disposto a siglare un patto
con i conservatori?
Nessun patto di coalizione. Semmai
potremmo appoggiare dallesterno un
esecutivo che fa le cose giuste: il referendum sullEuropa e le riforme politiche
per togliere potere alle lite. Sia Cameron sia Miliband sono terrorizzati.
Cameron ha promesso il referendum nel 2017.
Il suo fumo negli occhi.
Perch fuori dallEuropa?
Leuroscetticismo non nasce dallostilit agli stranieri e neppure dalle
nostalgie del passato imperiale. Leuroscetticismo il sintomo della rivolta
contro llite politica che usa lEuropa come uno scudo per scaricare la responsabilit della sua inettitudine. LEuropa,
comunque, un racket corporativo che

1 abbonamento a

usa il linguaggio del libero mercato ma


distrugge il commercio.
La City e la Confindustria britannica
non la pensano come lei.
La City sta cambiando e da hub finanziario dinamico sta diventando un
altro racket. Le sta capitando ci che accadde a Venezia: si credeva il centro del
mondo e croll. Lopzione giusta uscire
dalle catene della regolamentazione decisa dai burocrati di Bruxelles.
Volete blindare i confini?
Siamo un hub commerciale e finanziario globale, non un fortino. Non intendiamo affatto chiuderci.
Sbarrate le porte allimmigrazione.
Oggi mi sono alzato e ho preso lautobus guidato da un lavoratore dellEst,

Cambiamento
Cameron ha preso in giro
i britannici, ha dato una
verniciatina al suo partito ma
non ha modernizzato il Paese
ho comprato il giornale da un venditore
pachistano e al supermercato alla cassa
cera una cinese. Non potremmo sopravvivere con la chiusura indiscriminata,
abbiamo bisogno della mobilit del lavoro. Ma ci devono essere controlli severi.
Come in Svizzera o Australia.
Non negher le derive razziste.
Ci accusano di tutto perch lo Ukip
una minaccia agli equilibri politici tradizionali. In tutti i partiti e movimenti di
massa ci sono le mele marce, pure fra
noi. Ma ora le cose stanno cambiando.
Se Cameron chiama declinate?
Non entreremo mai in una coalizione con le lite che ci hanno governato.
F. Cav.

in ogni confezione promozionale*

*Operazione a premi valida dal 01/03/2015 al 01/03/2016 per tutte le confezioni promozionali,
nelle farmacie aderenti. Regolamento su sustenium.it

sustenium.it

RIPRODUZIONE RISERVATA

Chi

DAL NOSTRO CORRISPONDENTE

Il nonno Antonio, dopo avere


combattuto la Prima guerra mondiale,
lasci Stadomelli, una piccola frazione
in provincia di La Spezia e part per Glasgow dove apr un fish and chips e incontr la sua futura moglie. Cos uno
dei rami della famiglia ligure Fabiani
prese la strada della Scozia. Linda Fabiani, nipote di Antonio, siede nel Parlamento di Edimburgo, stata ministro
del governo scozzese, indipendentista, una delle leader dello Scottish National Party (SNP) ed ha partecipato ai
lavori della commissione Smith istituita
da Londra per disegnare unautonomia
politica e fiscale pi forte per la Scozia.
Il futuro di Downing Street nelle
vostre mani...
Noi siamo pronti a portare Ed Miliband a Downing Street. Dipende da lui.
Se davvero vuole rovesciare le politiche
di austerit dei conservatori, se vuole
invertire la rotta che il suo partito ha
preso, allora si sieda al tavolo che noi ci
siamo per un appoggio esterno.
In settembre siete stati sconfitti al
referendum, adesso avrete la maggioranza assoluta dei 59 seggi scozzesi
per la Camera dei Comuni. I sondaggi
prevedono una cinquantina di vostri
parlamentari a Westminster...
C pi consapevolezza dellidentit
scozzese e c pure lamara considerazione che le promesse fatte da Londra
sono state tradite. Di conseguenza le
adesioni e le simpatie per il mio partito
sono cresciute. E vi il riconoscimento
per le competenze che abbiamo dimostrato nel guidare il governo scozzese.
Come spiega il crollo del partito di
Miliband in Scozia?
I laburisti hanno pensato che la Scozia appartenesse soltanto a loro. Autocompiacenti e arroganti. Quando hanno governato la Scozia si sono comportati male. Sono stati e sono percepiti come parte dellestablishment inglese.
LONDRA

Linda
Fabiani, di
origini italiane,
siede nel
Parlamento di
Edimburgo ed
una delle
leader dello
Scottish
National Party.
E stata
ministro del
governo
scozzese e
membro della
commissione
che ha studiato
unautonomia
politica e
fiscale pi forte
per la Scozia

Ma con loro intendete allearvi.


S, a certe condizioni. Ed anche
nellinteresse di Miliband perch se intende guidare un governo di tutto il Regno Unito inevitabile che abbia lappoggio degli scozzesi. Lo trascineremo
a Downing Street.
Com possibile un accordo fra
unionisti e indipendentisti?
Lindipendenza della Scozia il nostro obiettivo. Ma non ora in discussione. Lo sar quando gli scozzesi ci
chiederanno, se lo chiederanno, un
nuovo referendum fra qualche anno.
Adesso ci su cui necessario trovare
unintesa la nuova home rule, ovvero
una maggiore devoluzione di poteri.
C unaltra questione delicata: i

I laburisti alla canna del gas


Si sono comportati male,
sono stati autocompiacenti
ed arroganti. Ma noi ridaremo
a loro le chiavi del potere
missili nucleari Trident sui sottomarini nella base navale scozzese.
Non li vogliamo. E non li vogliono
neppure i laburisti scozzesi. Credo che
Miliband ne debba tenere conto.
I laburisti dicono che un voto dato
allo SNP un voto a favore dei tory.
Viene da ridere: ma si ricordano che
cosa votavano gli scozzesi quando governava la Thatcher? Per i laburisti... era
un voto inutile anche quello? In Scozia i
laburisti sono alla canna del gas e cercano di risalire la china insinuando che la
sconfitta per colpa nostra. vero il
contrario. Noi, vincendo, gli restituiamo le chiavi di Downing Street.
F. Cav.
RIPRODUZIONE RISERVATA

ENERGIA? SU CON

Quando devi fare tante cose e hai bisogno di pi energia


c' Sustenium Plus!
Sustenium Plus ha una formula unica, con Creatina,
Arginina, Beta Alanina, Vitamine e Sali minerali,
studiata per trasformare i nutrienti in energia
ed aiutarti a stare su tutto il giorno.
giorno

ESTERI

Corriere della Sera Gioved 7 Maggio 2015

15

In gioco Il primo ministro uscente


David Cameron tra i suoi supporter
in campagna elettorale (Ap/Jon Super)

Valentina Mandorino / Receptionist

Matteo Farinella / Neuro-fumettista

Elezioni? Quali elezioni?


Qui da poco, non ho la tv

Finora in condivisione
Adesso voglio una casa mia

Elezioni? Quali elezioni?.


Valentina Mandorino, 30 anni,
receptionist in un hotel dietro
Trafalgar Square, una goccia
nel mare dei 300 mila italiani
che vivono a Londra (il doppio
nel Paese). Siamo arrivati da
poco, non abbiamo la tv. Leccese, ha
seguito il fidanzato, ingegnere informatico
che ha trovato lavoro alla Panasonic. Paga
minima (650 sterline, 870 euro al mese),
sorriso contagioso: Se la Gran Bretagna
uscisse dallEuropa potremmo trasferirci a
Berlino. Ma la paura che siamo venuti a
rubare il lavoro, dice, appartiene a una
minoranza. Per i nostri vicini i nemici non
siamo noi, ma i topini. Ci hanno chiesto di
non tenere la roba da mangiare in giro.

Fortuna che c il flatshare.


Matteo Farinella, 30 anni,
bolognese, neuro-scienziato
diventato fumettista, a Londra
dal 2009. Il caro affitti rende
la condivisione un obbligo,
dice lautore del bellissimo
Neurocomics. Se la Gran Bretagna
chiudesse la porta agli immigrati, Londra
perderebbe un po della sua identit di citt
globale. Farinella lavora per Science
Practice. Il suo posto preferito un museo
poco conosciuto, la Wellcome Collection in
Euston Road. Vive con la fidanzata e due
coinquilini: Allinizio di una relazione, il
flatshare pu abbassare la pressione. Ma
quando capisci che funziona, vorresti una
casa tutta tua. E a Londra dura.

Virginia Comolli / Esperta di Boko Haram

Salvatore Calabrese / Barman

LIsis non arriva con i barconi


La chiave lintegrazione

Ho sempre trovato
una cultura dellaccoglienza

Da Sartirana Lomellina
allInternational Institute for
Strategic Studies: Virginia
Comolli, 33 anni, a Londra da
9, si occupa di estremismo, ha
pubblicato Boko Haram,
Nigerias Islamist Insurgency.
Gli xenofobi dellUkip vedono i tagliagole
dellIsis sui barconi degli immigrati, ma il
problema del terrorismo in Gran Bretagna
principalmente interno: ragazzi nati qui.
Mancata integrazione. Possibile che lIsis
colpisca Londra? Le autorit hanno alzato
il livello di guardia. Si parla di migliaia di
persone gi conosciute alla polizia. Il
problema, in una democrazia, la difficolt
di monitorarle. Brexit? Prima la ritenevo
impossibile. Adesso ho qualche dubbio.

Viviamo tutti sotto la stessa


luce. E quella britannica una
cultura dellaccoglienza
esclama Salvatore Calabrese,
detto The Maestro. Ho servito
cocktail a Clinton ed Elton
John, Castro e Mandela, dice
il proprietario del Playboy Club di Mayfair.
Sessantenne originario di Maiori, costiera
Amalfitana, a Londra dal 1980, moglie
inglese, tre figli nati qui, appassionato di
cognac antichi e nettari impossibili (il pi
costoso: 5 mila sterline). Linventore del
Breakfast Martini convinto che la
diffidenza verso gli stranieri appartenga a
una ristretta minoranza: Qui, in Italia,
dovunque, come si fa a chiudere le porte?.

Londra una citt fantastica,


ma non per vecchi. Per
azzuffarti e salire su un treno
allora di punta devi essere
giovane e forte. Scherza a
met Vincenzo Scarpetta, 32
anni, avellinese, studi
allOrientale di Napoli e ora political analyst
allOpen Europe. Sar per questo che il suo
obiettivo a lungo termine tornare in
Italia. Intanto Londra medita se tornare
fuori dalla Ue: Ma se vince Cameron,
possibile che Merkel accetti alcune riforme
proposte dai tory. Se vince Miliband,
sarebbe un errore congelare tutto: il
referendum verr fuori comunque, dopo.
Magari con un premier conservatore pi
anti-europeista di Cameron.

Partner

Top sponsor

Sponsor

Sponsor tecnici

Media partner

Modelli politici
Sindrome romana a Westminster
di Fabio Cavalera

ueste elezioni possono essere lo spartiacque fra il


passato e il futuro. Il sistema si frammenta, non
esiste pi il duopolio conservatori-laburisti che una
volta polarizzava il 90% dei voti. Il Regno Unito si
confronta con una situazione di polverizzazione politica e
sociale (il divario fra il Sud ricco e il Nord marginale). Altro
che fuori dallEuropa. Londra dentro allEuropa, aggredita
dalla sindrome italiana e non solo italiana. Che siano i
laburisti o i conservatori ad andare a Downing Street
persino secondario. Entrambi hanno lo stesso compito:
prima che sia troppo tardi c da riformare un modello
istituzionale e costituzionale in sofferenza (gli equilibri con la
Scozia, il Galles, lIrlanda del Nord, le regole parlamentari).
Come lo faranno e se lo faranno tutto da vedere.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenico Siniscalco / Banchiere

Luscita dallUnione Europea


sarebbe un vero disastro
Non credo alluscita
dallEuropa: sarebbe un
disastro per questo Paese.
Domenico Siniscalco, 60 anni,
ex ministro, vicepresidente
esecutivo di Morgan Stanley
International, casa e figli che
studiano a Londra: La scuola inglese
fantastica. La Brexit? Una grande
minaccia per la City. Essere dentro la Ue
significa avere un passaporto per tutti i
prodotti finanziari. Per questo le banche
Usa sono qui. Via dalla Ue, andrebbero in
Irlanda. La ricchezza di Londra la sua
variet. E gli italiani sono in ogni
professione: mezzo milione. Un sacco di
miei ex studenti hanno lasciato lItalia: a
vederli qui mi piange un po il cuore.

Ve
dia
mo
ci

dal
23 apr
2015
alla
carrara
Pisanello, Mantegna, Raffaello,
Lotto, Moroni, Fra Galgario
Un viaggio di cinque secoli
nella storia dell'arte italiana

www.lacarrara.it

Design: Studio Lupo & Burtscher

Fantastica, ma non per vecchi


Da grande? Penso di tornare

RIPRODUZIONE RISERVATA

dal nostro inviato Michele Farina

Ritratto di Carlo Ridolfi, Tiberio Tinelli

Vincenzo Scarpetta / Analista politico

Gli italiani
a Londra

16

Gioved 7 Maggio 2015 Corriere della Sera

OLTRE
LA
DIETA
MEDITERRANEA

ALLINTERN
O
IL SEGNAL
IBRO CON

L
E
5 DRITTE
di

F
E
D
E
PER LA ZOZ

NA

PER PERDERE PESO


PER VIVERE PI A LUNGO

LO TROVI IN LIBRERIA
La ricerca Enervit sostiene principi di alimentazione
mentazione
na.
coerenti con la Strategia alimentare Zona.

ESTERI

Corriere della Sera Gioved 7 Maggio 2015

Il governo di Netanyahu appeso a un solo voto

Diplomazie

Lalleanza si sfalda: Lieberman allopposizione, fragile maggioranza con i coloni

di Paolo Valentino

Mar, se il caso
da dieci mesi
in mano agli 007

ome anticipato dal


nostro Danilo Taino,
il governo italiano
sembra ormai deciso a
procedere con larbitrato
internazionale sul caso dei
mar. Segno che giunto il
tempo di portare il
confronto con lIndia allo
scoperto, sul terreno legale.
quindi lecito domandarsi
cosa non abbia funzionato
nellultimo tentativo di
mediazione, iniziato
nellestate scorsa dal nostro
Paese con le autorit di
Delhi. Un chiarimento
importante, per capire in
quale contesto si muover
leventuale azione
internazionale, per stabilire
dove vadano processati i
due fucilieri di marina,
Massimiliano Latorre e
Salvatore Girone.
Ufficialmente, sappiamo
solo che Delhi, pi
precisamente il Consigliere
per la Sicurezza nazionale
del premier Modi non
avrebbe a tuttoggi risposto
alla proposta di soluzione
concordata, formulata
dallItalia. Nebbia fitta
invece sui contatti seguiti
alla delusione del dicembre
scorso, quando la Corte
Suprema indiana si rifiut
di esaminare le richieste dei
mar. Ricordiamo che dal
luglio 2014, la gestione della
partita uscita di fatto dalla
gestione diplomatica della
Farnesina, per diventare
un negoziato a livello di
intelligence, passando
quindi direttamente sotto
il controllo di Palazzo Chigi,
attraverso il sottosegretario
alla presidenza
responsabile per i servizi.
a questo livello che sono
stati tenuti i contatti con
lIndia, nel tentativo di
risolvere la controversa
vicenda di Latorre (ora in
Italia per curarsi) e Girone,
in libert provvisoria a
Delhi. Se questo il caso,
poco o punto potr
emergere dallaudizione ad
hoc dei ministri degli Esteri
e della Difesa, Gentiloni e
Pinotti, non ancora fissata
ma prevista in Senato per
un giorno della prossima
settimana. Se non altro per
il semplice fatto che da
quasi un anno non sono
loro i detentori del dossier.
Certo una volta messa sotto
traccia la diplomazia e
affidata la gestione della
partita ai servizi, peraltro
molto efficaci in tante
occasioni, si cade
inevitabilmente in un
mondo poco decifrabile,
pieno di doppiezze e
ambiguit, discreto per
necessit. Ma il Parlamento
e lopinione pubblica hanno
il diritto di avere qualche
elemento in pi su come sia
andata veramente nella
complessa trattativa con le
suscettibilissime autorit
indiane.
RIPRODUZIONE RISERVATA

17

DAL NOSTRO CORRISPONDENTE


GERUSALEMME Un solo deputato in pi per garan-

tirsi la maggioranza. Da stravincitore delle elezioni alla met di marzo Benjamin Netanyahu si
ridotto a negoziatore delle ultime ore. Perch
la coalizione ha perso un socio loltranzista
Avigdor Lieberman che ha rinunciato al ministero degli Esteri e ha portato il suo partito allopposizione ed composta da politici con obiettivi
troppo diversi: le riforme sociali volute da Moshe Kahlon, gli ultraortodossi che hanno ottenuto pi di tutti, i religiosi nazionalisti. Il Likud di
Netanyahu sembra rimasto preso in mezzo.
Il premier ha potuto annunciare al presidente

La ong

Reporters
sans frontires
una ong
fondata nel
1985 con
lobiettivo di
difendere la
libert di
stampa
Ogni anno
pubblica
il rapporto
annuale sullo
stato della
informazione
nel mondo

Reuven Rivlin di aver raggiunto un accordo ormai alla scadenza del tempo che gli era stato
concesso. Alla fine ha dovuto cedere alle richieste estorsione la definiscono i suoi consiglieri di Naftali Bennett, il capo del partito dei
coloni, che ha ottenuto il ministero della Giustizia per Ayelet Shaked: le sue posizioni estremiste
preoccupano gi gli attivisti per i diritti civili, anche se il primo ministro ha posto dei limiti al
mandato. La mossa di Liberman stata giudicata un attentato suicida: il suo partito (che rappresenta gli immigrati dallex Unione Sovietica)
rischia di scomparire allopposizione. Eppure la
voglia di danneggiare il primo ministro (hanno
lavorato insieme, si conoscono da venticinque

anni) sembra aver motivato pi di qualsiasi altra


considerazione il politico ex buttafuori che in
campagna elettorale aveva proposto di decapitare gli arabi israeliani non fedeli allo Stato.
Netanyahu arriva al traguardo finale commenta Yossi Verter su Haaretz esausto e dopo
aver svenduto molti possedimenti preziosi che
aveva garantito al suo Likud. Nei prossimi mesi
spera di poter convincere i laburisti a entrare in
un governo di unit nazionale per rafforzarsi e limitare le pretese dellestrema destra. Altrimenti
il suo governo rischia di non durare a lungo.
Davide Frattini
@dafrattini
RIPRODUZIONE RISERVATA

Fond Reporters
Sans Frontires
Da sindaco scheda
i bimbi musulmani
DAL NOSTRO CORRISPONDENTE
PARIGI Il 64,5 per cento degli al-

lievi di Bziers sono musulmani, secondo il sindaco di estrema destra della citt del Sud
della Francia, Robert Mnard.
Come fa a saperlo? Sono le cifre del municipio che dirigo
ha detto Mnard nel corso di
un dibattito in tv . Mi spiace
ma il sindaco ha i nomi, classe

per classe, dei bambini. So che


non si pu ma lo faccio lo stesso. Unaffermazione che pu
costare cara al fondatore di
Reporters sans Frontires
entrato in politica vicino al
Front National: schedare i cittadini su base etnica o confessionale in Francia illegale dal
1978 e pu portare a una condanna di cinque anni di carcere
o 300 mila euro di multa. Ma

Nella bufera
Robert Mnard,
francese di
origini algerine,
61 anni,
fondatore di
Rsf, dal 2014
sindaco di
Bziers

prima ancora delle conseguenze penali, Mnard ha da temere


una possibile destituzione dallincarico di sindaco: ieri stato
interrogato per oltre unora nel
commissariato di Montpellier,
e infatti sta tentando una complicata marcia indietro.
Nato 61 anni fa a Orano, nostalgico dellAlgeria francese
come di un paradiso perduto,
Mnard sostiene che a Bziers

(circa 72 mila abitanti) gli immigrati (quasi tutti provenienti


dal Nordafrica) sono troppi, e
che lintegrazione quindi impossibile.
Ecco perch il sindaco ha
prodotto in pi occasioni, prima in unintervista al giornale
Midi Libre poi nel talk show
Mots Croiss, la cifra di due
terzi di bambini di origine islamica. I nomi di battesimo bastano a indicare lorigine sostiene Mnard : se ti chiami
Maria, non sei musulmana.
La discussione sul divieto di
statistiche etniche anima la
Francia da ventanni, e il caso
Mnard una buona illustrazione delle ragioni di quanti
ancora difendono quel tab. Il
timore che, come in questo
caso, lidentit etnica non venga rivendicata ma subta dal
cittadino. Non sono i bambini
a proclamarsi musulmani, il
sindaco a indicarli come tali
analizzando i loro nomi, allo
scopo di giudicarli francesi di
serie B e bollarli come inadatti
allintegrazione.
La schedatura degli allievi
contraria a tutti i valori della
Repubblica, ha detto il presidente Franois Hollande. Vergogna ha twittato il premier
Manuel Valls , la Repubblica
non fa alcuna distinzione tra i
suoi bambini.
Mnard non nuovo a iniziative controverse, un mese fa
ha tappezzato la citt con gigantesche immagini di una pistola e la scritta ormai la polizia municipale ha una nuova
amica. Ma la questione delle
statistiche non chiusa: molti
trovano ingiusto che non sia
possibile conoscere il numero
delle persone di origine straniera che vivono in Francia.
In passato lo stesso Manuel
Valls si dichiarato favorevole a
unabolizione o almeno a un alleggerimento del divieto, per
permettere ai ricercatori di
analizzare la societ e aiutare
cos a ridurre le discriminazioni. Nascondere le differenze
per legge non basta a farle
scomparire davvero, sostengono studiosi come la demografa
Michle Tribalat, spesso citata
dal Front National. Ma un conto condurre ricerche sociologiche sulla diversit, un altro
usare criteri discutibili come il
nome per schedare i bambini.
Stefano Montefiori
@Stef_Montefiori
RIPRODUZIONE RISERVATA

18

Gioved 7 Maggio 2015 Corriere della Sera

ESTERI

Corriere della Sera Gioved 7 Maggio 2015

Lintervista
di Viviana Mazza

Niloofar, top gun di Kabul


Quando volo non ho paura
La prima pilota e le minacce di morte: Continuer. Finch posso

Volare il sogno di Niloofar


Rahmani dallet di dieci anni.
Era il sogno di mio padre
racconta la ragazza ventitreenne al telefono da Kabul . Pap
voleva fare il pilota militare, ma
non ha potuto, non aveva le conoscenze giuste. Di certo, durante il regime dei talebani in
Afghanistan, non sarebbe mai
venuto in mente a Niloofar di
provarci. Ero in seconda elementare quando vietarono la
scuola alle ragazze, i miei genitori continuarono a istruirmi a
casa. A quei tempi osservava
con invidia il volo degli uccelli
nel cielo. Ma dopo la caduta del
regime, a 17 anni, not sul giornale un annuncio dellaviazione: cercavano reclute donne. Il
pap ingegnere edile e la mamma casalinga approvarono. E
dopo aver studiato linglese per
sei mesi e un addestramento di
due anni e mezzo con gli americani sui Cessna-182 e i cargo
C-208, ce lha fatta: la sottotenente Rahmani diventata la
prima pilota donna dellAfghanistan post talebani. Ribattezzata sui social la top gun afghana. Ma allora sono iniziati
anche i problemi.
C gente sul lavoro che cerca costantemente di trovare
qualcosa di sbagliato in quello
che faccio perch crede che non
sia permesso a una donna di
stare nelle forze armate. Una
volta non volevano lasciarle trasportare i soldati feriti, ritenen-

Il pericolo
non sono
solo i
talebani,
anche
alcuni
membri
della mia
famiglia mi
minacciano

Sottotenente Niloofar Rahmani, 23 anni, stata la prima donna afghana a diventare pilota dopo la caduta dei talebani (Afp/Shah Marai)

dola inadatta (Si crede che le


donne siano emotive, con il
cuore piccolo). Lei decollata
lo stesso, violando gli ordini,
ma alla fine il comandante le ha
fatto i complimenti.
Due anni fa ha cominciato a
ricevere minacce di morte, per
lettera, a casa. Minacce contro
di me e la mia famiglia. Allinizio ho cercato di ignorarle. Vogliono spaventarmi per farmi a
mollare, pensavo. Una volta
hanno seguito suo fratello alluniversit, erano pronti a spa-

La donna uccisa dalla folla in Afghanistan

Quattro condanne alla pena capitale per Farkhunda


Quattro condanne a morte per il
linciaggio di Farkhunda, la 27enne
afghana uccisa a marzo da una folla a
Kabul con laccusa, poi rivelatasi falsa,
di aver bruciato il Corano. La sentenza
stata emessa ieri da un tribunale della
capitale. Su 49 imputati, altri 8 sono
stati condannati a 16 anni di carcere e
18 assolti per mancanza di prove.

Anche 19 poliziotti sono sotto processo,


accusati di aver assistito al linciaggio
senza far nulla: il verdetto atteso nei
prossimi giorni. Il processo, iniziato
sabato, mostrato in diretta tv, si svolto
con inusuale rapidit. Ma la famiglia di
Farkhunda protesta: Solo 4 condanne
a morte? In quaranta lhanno picchiata
e hanno bruciato il suo corpo.

Le colleghe
americane
mi hanno
buttata in
acqua per
festeggiare.
Online c
chi dice che
mi hanno
battezzata

19

rargli. Nel 2013 la mia famiglia


ha deciso di lasciare il Paese. Ma
dopo due mesi siamo tornati:
restare in India era difficile, e
poi pensavo che avrei trovato
una situazione pi tranquilla,
che la gente si fosse scordata di
me. Purtroppo era tutto uguale,
anzi peggio. A minacciarla sono i talebani ma anche alcuni
membri della sua stessa famiglia allargata. Un mio parente
ha scoperto sui social media
che faccio la pilota: ha visto una
foto scattata mentre venivo buttata in acqua da due soldatesse
americane per festeggiare. Erano in divisa e alcuni hanno creduto che fossero uomini che mi
toccavano; altri hanno scritto
che sono stata battezzata e non
sono pi musulmana.
Niloofar fa parte di una generazione di afghane che dal 2001
tornata a studiare, a lavorare
e anche a reclamare i propri
diritti, come dopo la morte di
Farkhunda, la ragazza linciata
in strada a marzo: le donne hanno violato la tradizione portando la bara, rifiutando che gli uomini la toccassero ancora. Ma
lesperienza della top gun
anche emblematica degli ostacoli. Finora solo altre due donne sono diventate pilota (e una
delle due ha mollato). Ci sono
molte donne forti in Afghanistan. Ma per ognuna pronta a
lottare, troppi la minacciano. Io
cerco di rassicurare i miei genitori: Mamma, vedrai che non
succeder niente. Non gira
mai in uniforme, porta sempre
la pistola. Solo quand in cabina di pilotaggio non pensa pi a
nulla: Guardo ci che Dio ha
creato per tutti noi, trovo la calma. Ma quando torna a terra, a
volte vacilla. Ho sempre saputo che non sarebbe stato facile,
ma dieci volte peggio. Continuer a provare, finch posso,
ma sul futuro non posso promettere nulla.
RIPRODUZIONE RISERVATA

20

Gioved 7 Maggio 2015 Corriere della Sera

21

Corriere della Sera Gioved 7 Maggio 2015

Cronache

IL DOSSIER SUGLI SBARCHI


Le cifre

73.705
La vicenda
Dopo
lennesimo
incidente
nel
Mediterraneo
che ha portato
alla morte di
circa 750
migranti,
il presidente
del Consiglio
Matteo Renzi
ha chiesto
un vertice
straordinario
europeo
per arginare
il fenomeno
Lincontro si
svolto gioved
23 aprile e
dopo ore di
colloqui (tra cui
uno pi
ristretto tra
Renzi, la
cancelliera
tedesca Angela
Merkel, il
premier
britannico
David Cameron
e il presidente
francese
Franois
Hollande) si
deciso di
triplicare le
risorse per
loperazione
Triton (che
ha preso il
posto
dellitaliana
Mare
Nostrum)
portandole a
120 milioni di
euro al mese
Ma al vertice
sono rimaste
le divergenze
su come
redistribuire
i migranti
allinterno
dellUe
ed cos
rimasta la
volontariet

Nelle
regioni

I migranti ospitati nel nostro Paese


(al 4 maggio 2015)

Strutture
temporanee
42.569

Valle dAosta
62
Piemonte
4.213
Liguria
1.419
Toscana
3.159

Cara/Cda
e Cpsa*
11.291

Marche
2.098

Umbria
1.095

Sprar**
*Cara (Centri di accoglienza per richiedenti asilo);
Cda (Centri di accoglienza); Cpsa (Centri di primo
soccorso e accoglienza)
**Sprar (Sistema di protezione per richiedenti asilo
e rifugiati)

Sicilia
16.968

Campania
5.517

2014

Basilicata
980

Emilia-Romagna
3.963

Le richieste di asilo

2014

Molise
1.145

14
I centri governativi per richiedenti

Nel 2014 sono state presentate 64.886 richieste per ottenere


lo status di rifugiato. Ne sono
s t a te e s a m i n a te s o l t a n to
36.330 e di queste il 38 per cen-

64.886

Differenza +143,7%

asilo (Cara, Cpsa, Cda)

Calabria
4.500

1.861
Quante sono le strutture temporanee

Puglia
5.578

di accoglienza in Italia

Corriere della Sera

che ne ha 54 e ne prende il 6 per


cento, la Puglia con 50 luoghi di
accoglienza e arriva addirittura
all8. Un peso notevole tenendo
conto che la Lombardia ha 313
luoghi e si fa carico del 9 per
cento dei migranti, il Piemonte
ne ha 190 e finora ha accettato il
6 per cento pur facendo sapere
di essere disponibile ad aumentare la capienza, mentre il
Veneto ha 145 strutture e si ferma al 4 per cento.

Esaminata solo una domanda su due: 40 mila migranti in attesa nei centri

Le nuove istanze

26.620

Abruzzo
993

Le richieste dasilo arretrate


che creano il caos dellaccoglienza
Ci sono circa 40mila richieste di asilo presentate allItalia che devono essere ancora esaminate. In attesa che arrivino le risposte il sistema di accoglienza rischia di andare in
tilt.
Gli accordi internazionali
obbligano infatti le autorit del
nostro Paese a provvedere allassistenza dei profughi fino al
termine della procedura, ma le
commissioni territoriali appaiono ormai ingolfate e i tempi
continuano ad allungarsi. Sono
i dati trasmessi dal ministero
dellInterno al Parlamento a fotografare una situazione drammatica che si aggrava con il trascorrere delle settimane e i
continui sbarchi di migranti.
Perch dimostrano che soltanto una istanza su due viene lavorata mentre le persone alloggiate nei centri e nelle strutture temporanee ormai sono
quasi 75 mila, alle quali si aggiungono 12 mila minori.

33.831

Differenza +14,7%

Fonte: ministero dellInterno

ROMA

29.501

2015

2013

Lazio
8.418

Sardegna
1.375

19.845

I migranti sbarcati in Italia


(periodo 1 gennaio 4 maggio)

Trentino-Alto Adige
Friuli
847
Venezia Giulia
2.039
Veneto
2.911

Lombardia
6.425

to stata respinta.
Larretrato si sommato a
quello degli anni precedenti,
ma ci che maggiormente preoccupa sono le nuove richieste
perch dei 33.831 giunti sulle
nostre coste fino al 4 maggio
scorso, ben 20.858 hanno gi
chiesto di ottenere il riconoscimento. Secondo il Trattato di
Dublino lo Stato dellUnione
europea dove il richiedente asilo ha messo piede per la prima
volta ha lobbligo di verificare i
requisiti e dunque nel caso di
chi arriva attraversando il Mediterraneo lItalia a dover
provvedere.

Migliaia di dinieghi
Tempi pi rapidi servirebbero certamente ad alleggerire la
situazione perch le statistiche
dimostrano che almeno un terzo degli stranieri non ha diritto
a ottenere la protezione internazionale, dunque non deve
rientrare nel programma di accoglienza gestito dal Viminale.
Nel 2014 su ci sono stati infatti
13.327 dinieghi e la stessa percentuale sembra confermata
anche per i primi mesi di questanno visto che su 14.636 casi
verificati, ben 6.927 sono stati
giudicati non idonei. Pi volte
il ministro Angelino Alfano ha

Sacerdote arrestato in Sardegna

Sedava i ragazzi per palpeggiarli


Don Pascal Manca, parroco
fino a pochi giorni fa di
Villamar (nel Medio
Campidano, Sardegna) stato
arrestato ieri con laccusa di
abusi sessuali nei confronti di
tre ragazzini tra i 12 e i 17 anni.
I fatti sarebbero avvenuti nelle
estati 2012 e 2014 a Mandas
(nel Cagliaritano) e Villamar. Il

religioso avrebbe sedato gli


adolescenti, per palpeggiarli
senza che potessero reagire. Le
indagini, coordinate dal
sostituto procuratore di
Cagliari Liliana Ledda, sono
partite dopo un esposto fatto
sotto falso nome nel 2013. Le
vittime avrebbero confermato.
RIPRODUZIONE RISERVATA

aumentato il numero delle


commissioni proprio per cercare di velocizzare il sistema e
adesso si pensa di intervenire
nuovamente per tentare di alleggerire la pressione sul sistema di accoglienza.

Le 1.800 strutture
Oggi pomeriggio al Viminale
ci sar un incontro con i rappresentanti di Regioni e Comuni.
Lobiettivo varare un piano pi
strutturato che consenta di non
agire in emergenza per tutta
lestate alla ricerca di posti dove
alloggiare i migranti. Pi volte il
prefetto Mario Morcone, capo
del Dipartimento Immigrazione, ha evidenziato la necessit
di poter contare su un circuito
stabile senza essere costretti ad
allestire tendopoli oppure a
chiuderli nelle caserme. Lo ha
ripetuto ieri lo stesso Alfano
evidenziando come non sarebbe giusto scaricare sulle Regioni che hanno lonere del 90
per cento degli sbarchi anche il
peso di accogliere da soli tutti i
migranti. Un chiaro riferimento al Sud, con la Sicilia che pu
contare su 107 strutture temporanee e si fa carico del 23 per
cento degli stranieri, la Calabria

65
Mila
Il numero
(64.886 per
la precisione)
delle richieste
di asilo fatte
in Italia nel
2014. Un dato
superiore del
144% rispetto
al 2013

21
Mila
Le richieste
di asilo (20.858
per lesattezza)
presentate
dal 1 gennaio
2015 (fino
al 30 aprile):
la maggior
parte proviene
da africani

I tempi dellOnu
Sbarchi e tragedie non sembrano conoscere tregua, ma
questo non appare sufficiente
ad accelerare le trattative con
lUnione europea e con lOnu
per ottenere almeno il via libera alla distruzione dei barconi
degli scafisti. E sembra sempre
pi difficile che alla fine si riesca ad ottenerlo. Il Consiglio di
Sicurezza delle Nazioni Unite si
riunir luned prossimo per discutere le strategie in materia
di immigrazione, ma le resistenze gi evidenti quelle
della Russia in particolare, ma
non solo rispetto alla possibilit di intervenire militarmente o con operazioni di polizia internazionale fanno ritenere che anche questa volta
non si riuscir a trovare laccordo per la firma della risoluzione. Per questo lItalia ha deciso
di proseguire comunque allaffondamento dei mezzi, oppure
al trasferimento in alcuni porti
delle Regioni del sud o a Malta,
visto che il governo de La Valletta sta mostrando piena collaborazione.
Fiorenza Sarzanini
fsarzanini@corriere.it
RIPRODUZIONE RISERVATA

22

CRONACHE

Gioved 7 Maggio 2015 Corriere della Sera

Scuola, il governo ai sindacati: trattiamo


Lapertura dopo lo sciopero: oggi lincontro con i vertici del Pd nella sede del partito
Ma al test Invalsi alle primarie la partecipazione scende del 10 per cento rispetto al 2014
Le tappe
Il disegno
di legge
sulla riforma
della scuola
(chiamata La
Buona scuola)
allesame
della
commissione
Cultura
della Camera
La
commissione
vuole chiudere
liter entro il 12
maggio per
portare il testo
in Aula tre
giorni dopo,
come deciso
dalla
conferenza dei
capigruppo di
Montecitorio
Marted nelle
pi grandi citt
dItalia migliaia
di insegnanti e
studenti sono
scesi in piazza
per contestare
la bozza
di riforma
dellistruzione
del governo

Alla fine hanno vinto loro. Perch se da mesi il premier


Matteo Renzi ripete: Sulla
Buona scuola nessun passo indietro, ieri, il giorno dopo le
piazze dItalia piene dellesercito dei 500 mila insegnanti,
studenti, genitori, bidelli ha
dovuto ammettere: Dobbiamo
spiegare meglio quello che stiam o f a c e n d o . R i s u l t a to :
Ascoltiamo chi ha protestato. E in commissione Cultura
alla Camera, dove il disegno di
legge allesame, sono stati accantonati gli articoli 6, 7, 8 e 9
su organico e assunzioni, i pi
controversi, proprio per ascoltare e spiegare.
Renzi lo ha deciso dopo un
incontro con i parlamentari pd,
con la ministra delle Riforme
Maria Elena Boschi e la ministra dellIstruzione Stefania
Giannini che ha chiarito: Stiamo lavorando, migliorando e
integrando il testo, dialogando
con tutte le forze interessate al
mondo della scuola. Il che significa associazioni e studenti
ma soprattutto i sindacati, Cgil,
Cisl, Uil, Gilda, Snals, Cobas,
Anief: proprio quella parte di
scuola cui da tempo il premier
manda messaggi del tipo: La
scuola non vostra, ma di studenti e professori.
Si vedranno oggi pomeriggio
nella sede del Pd dove saranno
ricevuti dal presidente Matteo
Orfini, dal vicesegretario Lorenzo Guerini, dalla responsabile scuola Francesca Puglisi e
dalla deputata Simona Malpezzi. Renzi non ci sar, perci Flc
ROMA

Cgil, Cisl e Uil Scuola hanno


chiesto un incontro urgente alle commissioni Cultura di Camera e Senato, al premier e ai
presidenti Laura Boldrini e Pietro Grasso: Il personale della
scuola va ascoltato, laltissima
partecipazione allo sciopero e
alle manifestazioni dimostra
che il suo coinvolgimento essenziale. Sar cos, promette
Puglisi: Vogliamo ascoltare
nel merito le critiche di chi
sceso in piazza, poi valutiamo.
Cos dopo i mesi del muro
contro muro, degli appelli, dei
flash mob, delle lettere di Renzi
ai prof (annunciate e poi mai

inviate) e dello sciopero del 5


maggio con adesioni fino all80%, parte la fase di dialogo
del governo. Ma i sindacati non
brindano e rimangono cauti:
Se parliamo di cambiamenti
radicali allora s dice Domenico Pantaleo della Flc Cgil ,
ma se unapertura a piccole

Il disegno di legge
La decisione di
accantonare gli articoli
pi controversi su
organico e assunzioni

modifiche non va bene. Per


Annamaria Furlan, Cisl, la
scuola di tutti, va costruita assieme, la riforma oggi troppo
distante da questo obiettivo. E
Massimo Di Menna, Uil Scuola:
Se resta lidea che uno comanda e non si discute, il governo
avr tutta la scuola contro.
Perch il nodo continua a rimanere la figura del preside e il
suo potere. La responsabilit
del dirigente scolastico chiarisce subito Anna Ascani, pd
non in discussione: il leader
educativo cui competer la
scelta dei docenti, nel contesto
dellautonomia. E pure il sot-

Incontro
Il ministro
dellIstruzione
Stefania
Giannini esce
dalla sede
del Partito
democratico
a Roma dopo
lincontro sulle
riforma della
scuola
(foto Jpeg)

tosegretario allIstruzione Davide Faraone: Non vogliamo che


sia minimamente toccata lautonomia degli istituti e il ruolo
di sindaco del dirigente che
colui che coordina la comunit,
ma non un comandante.
Sul resto, si pu discutere.
Al preside rimasto solo un
potere: quello di scegliere i docenti dice Ascani , quindi
la disponibilit a cambiare c.
Si rafforzato infatti il ruolo del
consiglio distituto: decider il
piano di offerta formativa triennale della scuola e parteciper
alla scelta dei prof pi meritevoli da premiare con il bonus
annuale. Troppo poco per i sindacati, ma anche per gli insegnanti che il giorno dopo lo
sciopero non si accontentano e
continuano a protestare. Ieri alle elementari c stata la prova
Invalsi: la partecipazione scesa del 10% rispetto al 2014 quando ader il 99% delle scuole.
un segnale spiega Di Menna
, la scuola ancora in subbuglio, i prof la riforma lhanno
capita benissimo, se non c un
cambio di passo, gliela spieghiamo noi. Intanto, ieri sera
il primo incontro dei vertici pd
stato con la Rete degli Studenti, lUds e i giovani dell'Azione
Cattolica: Soddisfatti? Per
niente dice Alberto della Rete : ci hanno dato la loro verit in tasca senza alcuna possibilit di apertura, questo il dialogo?.
Claudia Voltattorni
cvoltattorni@corriere.it
RIPRODUZIONE RISERVATA

Presidi che ce la fanno

Il modello tedesco
Federalismo
ed efficienza
Tutti i poteri
del dirigente

Da Nord a Sud, i racconti di chi sta cambiando (ogni giorno) le nostre scuole

Testi a cura di Antonella De Gregorio e Valentina Santarpia


prova, unendo il sapere al fare. Al Galilei-Ferrari, lalternanza scuola-lavoro una realt da anni: 200 ore
di didattica in pi, programmi scolastici particolari
tarati sulle esigenze delle aziende che chiedono alle
scuole del territorio di formare i talenti che in futuro
manderanno avanti le aziende. Il nostro impegno
sta dando frutti: aumentano gli iscritti e ogni anno
riusciamo a inserire in azienda il 30% dei ragazzi, per
stage ed esperienze lavorative. Tecnici meccanici,
meccatronici, manutentori: vanno avanti i migliori e
i pi motivati. Ma anche quelli che restano a scuola
possono toccare con mano: Le aziende con cui collaboriamo ci hanno fornito macchinari, celle robotiche come quelle che troveranno in futuro in azienda, dice la preside. Il tasso di occupabilit elevato:
chi non prosegue negli studi, dopo 4/6 mesi lavora.

Studio e lavoro:
poi lassunzione
G

overna una squadra di 85 professori e 700 studenti in una scuola ad alto tasso di tecnologia nel
quartiere ex industriale della cintura di Torino. Anna
Luisa Chiappetta, 49 anni, da tre dirigente dellIis Galilei-Ferrari racconta storie di studio e di lavoro,
quellalternanza che nella scuola che verr dovrebbe
consentire ai ragazzi di mettersi concretamente alla

RIPRODUZIONE RISERVATA

Rita Patrizia Bramante

anche un gruppetto di alunni della scuola media Cavalieri tra i curatori di #FoodPeople, la
mostra sulla storia del cibo aperta al Museo della
Scienza di Milano. E Rita Patrizia Bramante la preside di questistituto comprensivo del centro citt, una
entusiasta sperimentatrice che lavora 24 ore al giorno pur di liberare le energie positive. Una donna

RIPRODUZIONE RISERVATA

Ottavio Fattorini

sferirsi da una classe allaltra, ma gli studenti, che si


recano nellambiente di apprendimento. Una trasformazione radicale del fare scuola, senza rinunciare al prezioso e tradizionale patrimonio culturale che
distingue listruzione italiana, sottolinea Fattorini,
44 anni, da due alla guida del liceo. Tra le novit del
Labriola, la peer education (ragazzi del quarto anno
con medie alte che diventano tutor di ragazzini di prima con debiti formativi) e la flipped education, la didattica capovolta. Invece di lezioni frontali e compiti
a casa, a scuola si lavora con pc e tablet e si sperimenta
quello che si imparato, mentre a casa si seguono lezioni video dei docenti. Preside sindaco, manager,
sceriffo... lei come si sente? Un buon padre di famiglia, un pedagogo. E anche un po eroe, per riuscire a
fare queste cose nel contesto normativo esistente.

Il mio scientifico
copia dagli Usa
O

ttavio Fattorini ha scoperto la ricetta della felicit


(scolastica): una comunit soddisfatta, studenti appassionati, voti pi alti. Come ci riuscito? Un
collegio docenti che ha accettato di mettersi in discussione, sintetizza il preside dellAntonio Labriola di
Ostia, liceo scientifico dove i ragazzi studiano come
nelle high school americane: non sono i docenti a tra-

RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica Cacciatore

arrivata ho trovato una situazione allucinante: banchi che volavano dalle finestre, interruttori staccati
dalle pareti, bagni inagibili, omert e bullismo. I ragazzi erano problematici, le famiglie li giustificavano, professori e bidelli facevano finta di non vedere.
Ho chiesto invano aiuto al sindaco, ho chiamato svariate volte i carabinieri. La svolta c stata quando sono salita sulla nave della legalit e ho pianto e implorato i rappresentanti del governo: intervenuto il
prefetto. Non finita, la lotta di Mimma, ma molte cose sono cambiate, gli edifici risistemati, educatori e psicologi fissi a scuola, banchi e sedie trasformati in opere darte. Capisco le paure dei docenti rispetto al potere dei presidi dice ma io senza autonomia non avrei avuto lo staff giusto per cambiare.
Per fare il preside ci vuole cura, cuore, coraggio.

La nostra rivolta
a bulli e omert
D

omenica Cacciatore aveva 44 anni ed era al suo


primo incarico da dirigente scolastico quando
arrivata a San Luca, nella Locride, allistituto comprensivo che raccoglie 520 studenti. Oggi conosciuta come la preside coraggio, quella che riuscita a portare la bellezza laddove cera il degrado,
sfidando le leggi della ndrangheta. Quando sono

The Burns Archive

7 -10 MAGGIO 2015 - BOLOGNA

di Danilo Taino

Lombardia

Torino
Piemonte

LIstituto
Istruzione
Superiore
Statale
GalileiFerrari
di Torino
conta 700
studenti e 85
insegnanti

sola al comando? Nientaffatto precisa lei , vivo SVIZZERA


Milano
il mio ruolo come una leadership diffusa, la cosa pi
SVIZZERA
importante nella gestione di unorganizzazione complessa come una scuola autonoma avere a fianco
Milano
docenti con cui condividere ogni proposta di camLombardia
biamento, ma anche gli impegni della quotidianit.
Dalla cultura musicale nella primaria alle lavagne
multimediali, dalla collaborazione con Expo alla ca- LIstituto
sa pediatrica per salvaguardare il diritto allo studio comprensivo
del bambino malato: sono tanti i progetti in campo. Cavalieri
E a volte quello del preside un compito un po sco- di Milano
modo e delicato ammette , limportante cerca- nato
re di ascoltare tutti, con trasparenza e schiettezza, nel 1997
senza dimenticare che al centro dellattenzione ci so- dalla fusione
no i bambini e i ragazzi in una fase delicata e decisi- tra una scuola
va. E poi? Ci vuole passione, tanta passione.
media e una

Sperimentiamo
anche al museo

Physician Iconography 1840-1950: Selected


Photographs from The Burns Archive
CORTILE DEL PALAZZO DELLARCHIGINNASIO

Torino
FRANCIA

Anna Luisa Chiappetta

RIPRODUZIONE RISERVATA

Tra libro e corpo

Passeggiando nel museo delle Cere Luigi Cattaneo,


Anatomia Umana, Universit di Bologna
ISTITUTI ANATOMICI

elementare

Roma
Roma
Mar
Tirreno

Lazio

Il liceo
scientifico
statale
Antonio
Labriola si
trova a Ostia
Lido, a Roma,
e presenta due
percorsi
formativi

San Luca
Calabria
Mar
Tirreno

San Luca
Mar
Ionio

LIstituto
Corrado
Alvaro a San
Luca (Reggio
Calabria),
paese spesso
al centro di
inchieste
legate alla
ndrangheta

Curare e guarire

on c quasi pi nulla
di prussiano nella
scuola tedesca. Come
tutti i sistemi educativi
europei, in grande
cambiamento. Inoltre,
organizzato su basi federali:
ognuno dei 16
Bundeslnder ha regole
proprie, che divergono
anche radicalmente le une
dalle altre. Quando per si
viene al preside e al suo
rapporto con gli insegnanti
una delle questioni di
contenzioso della riforma
italiana , lo Schulleiter
mantiene un certo prestigio
e una buona dose di potere.
Innanzitutto, pu scegliere
gli insegnanti. Questi si
candidano presso una
scuola o al ministero del
Land e dallelenco che si
forma il preside pu
scegliere, assieme al
consiglio della scuola, il
candidato migliore: anche
attraverso colloqui diretti. Il
contratto poi
responsabilit del
ministero. La questione si
complica quando
dallassunzione si passa al
licenziamento. Lo
Schulleiter non pu
licenziare in tronco. Pu
per fare degli
ammonimenti scritti e,
dopo il terzo, linsegnante
pu essere licenziato (dal
ministero). Ma non
ovunque. In alcuni Land,
per esempio a Berlino, chi
insegna in una scuola un
semplice impiegato
pubblico, il che significa
che ha diritti e doveri
abbastanza simili a quelli di
un dipendente privato.
Quindi, dopo i tre
ammonimenti, pu essere
sia trasferito sia licenziato.
In altri Stati federali, invece,
gli insegnanti hanno lo
status di Beamte, cio di
funzionari di Stato: giurano
fedelt alla Germania e se
non sono assassini o non
violentano vecchiette non
possono essere licenziati; al
pi trasferiti. Di base, per,
il preside tedesco ha
notevoli poteri: e funziona.
@danilotaino

Occhio artistico e occhio clinico


SALA DEGLI ATTI DI PALAZZO RE ENZO

RIPRODUZIONE RISERVATA

24

Gioved 7 Maggio 2015 Corriere della Sera

Lintervista

Perch non abbiamo attaccato i black bloc


Il questore di Milano: la scelta stata fatta durante il corteo, per tutelare tutti gli altri manifestanti
MILANO Sulla scrivania conserva

una cartina. Una fotocopia in


bianco e nero del centro citt. Il
percorso del corteo risalta in
giallo, segnato da un evidenziatore; gli obiettivi sono
sottolineati in arancione. la
mappa del rischio messa a
punto prima del corteo. Il questore di Milano, Luigi Savina,
scorre il dito su quella carta e
racconta: Lintelligence ha
funzionato, la strategia degli
incappucciati era arrivare in
centro, in corso Vittorio Emanuele e alla Scala, per portare la
guerriglia tra i passanti. In alternativa puntavano la Borsa o,
sullaltro fronte, il palazzo che
ospita gli uffici della Comunit
europea, un bersaglio soprattutto dei greci. Su quella carta
il questore ha continuato a riflettere nei giorni successivi,
tenendo in mente le immagini
delle devastazioni del Primo
maggio: Oggi posso dire di esserne ancora pi convinto: se
avessimo agito dimpeto, e non
con lintelletto e la freddezza, le
conseguenze sarebbero state
dieci volte pi gravi.
Macchine incendiate, assalti alle banche. Qualcuno
dice che andata bene. Condivide?
Laver evitato danni gravi
alle persone resta un dato di
fatto, anche se di certo non
possiamo commentarlo con
toni trionfalistici.
Come era organizzata la difesa?
Sul fronte Sud abbiamo
sbarrato laccesso con i mezzi e
gli idranti, che permettono di
respingere gli assalti senza far
male a nessuno. Cos andata
in piazza della Resistenza partigiana.
Come hanno reagito gli
incappucciati?
Hanno cambiato strategia,
con due obiettivi tattici ben definiti: cercare di farci attaccare,
affinch scoprissimo un fronte, per poi muoversi tra la folla
e infilarsi nel lato scoperto. Soprattutto, cercavano di farci
avanzare durante il corteo, per
creare ancora pi caos.

Il caso

irraggiungibile
Crocetta chiude
lo spazio Expo
dedicato alla Sicilia
Un angolo irraggiungibile e
privo di indicazioni: cos il
presidente della Sicilia Rosario
Crocetta ha definito lo spazio
assegnato alla sua regione
allinterno del cluster biomediterraneo di Expo. Una
rabbia e uno sconcerto tali che
hanno indotto il governatore a
sospendere ogni attivit
allinterno del cluster. Adesso
Crocetta minaccia di non
versare pi i tre milioni e
mezzo che la Regione, in
qualit di capofila di un
gruppo di enti e imprese
siciliane si era impegnata a
versare in cambio di quello
spazio. Bersaglio della
polemica sono da un lato gli
organizzatori ma dallaltro
anche chi, in nome della
Sicilia, aveva tenuto i rapporti
con Expo. In particolare lex
assessore Dario Cartabellotta,
immediatamente esautorato.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Chi

Luigi Savina,
61 anni, il
questore di
Milano. stato
questore anche
a Terni, Ferrara,
Padova e
Cagliari. E capo
della Mobile a
Milano e
Palermo

per questo che non avete


reagito?
In alto, a Cadorna, cera uno
sbarramento massiccio. E allora hanno deciso di colpire in
largo dAncona, come si vede
dalle immagini. Si sono divisi
in due gruppi, per attaccare in
contemporanea su due lati,
sempre con lo stesso scopo:
provocarci, farci scoprire per
entrare alle nostre spalle.
l che hanno incendiato le
prime auto, perch non li avete contrastati subito?
Erano oltre 600, decisi e organizzati. Ma allinizio dellattacco le 10 mila persone del primo spezzone di corteo erano
ancora l, a contatto, mentre la
coda si stava avvicinando. Entrare in quel momento avrebbe
permesso ai devastatori di tornare a farsi scudo del corteo
normale, per poi uscire di

Il ministro Martina e gli ingressi

Prima settimana
molto positiva

La prima quasi settimana di Expo andata


molto molto bene. Lo ha detto il ministro
delle Politiche agricole Maurizio Martina, che
ha assicurato che sabato verr inaugurato il
padiglione europeo
RIPRODUZIONE RISERVATA

nuovo. Sono stati i 15-20 minuti pi critici.


Come vi siete riorganizzati?
Abbiamo fatto due cose.
Primo, spostare una squadra
sul retro, per isolare la coda del
corteo; secondo, far sfilare via
il primo spezzone, per allontanarlo il pi possibile dai disordini. A quel punto, radunata la
forza, abbiamo iniziato ad
avanzare. Loro arretravano, coprendosi con decine di fumogeni e molotov.
Cinque arresti per danni
cos gravi non sono pochi?
Iniziata la ritirata, avremmo potuto chiuderli alle spalle
e bloccarli, ma tenere qualche
centinaio di persone armate di
martelli, bastoni e molotov
dentro una strada stretta
avrebbe potuto scatenare una
violenza pesantissima.
Significa, allora, che in casi
simili non si pu reagire?
Non c stata a priori una
scelta di contenimento e riduzione del danno, n una direttiva di evitare contatti. Non ci
siamo chiusi gli occhi, e sono
dispiaciuto per le conseguenze. Ma in pochi secondi abbiamo dovuto fare scelte complesse e abbiamo deciso di tutelare
lincolumit degli altri manifestanti, di eventuali cittadini di
passaggio, degli uomini delle
forze dellordine.
I cortei cos a rischio potrebbero essere vietati?
Lautorit prende atto delle
manifestazioni, il riferimento
fondamentale resta larticolo 17
della Costituzione. Due giorni
prima, il 29 aprile, un gruppo
di 60-70 devastatori ha provato
a inserirsi in una manifestazio-

I vandali da isolare
Attorno ai violenti
cera indifferenza:
chi sfila pacificamente
dovrebbe andarsene
ne antifascista che contestava
la commemorazione per la
morte di Sergio Ramelli. In
quel caso gli organizzatori del
corteo li hanno isolati e contenuti, per evitare che la situazione degenerasse. Una cosa simile avvenuta il giorno dopo,
con gli studenti. Li ringrazio
per questo comportamento.
Il Primo maggio non successo?
Un ragazzo sparava razzi
contro la polizia, altri cominciavano a picchiare contro le
vetrine. E ci, allinizio, accaduto nellindifferenza pi totale degli altri manifestanti. Non
voglio criticare nessuno, ma in
quei casi mi aspetterei che chi
in strada soltanto per manifestare si allontanasse, dicendo
questo non il mio corteo.
Cosa si pu fare per evitare
nuove giornate di guerriglia
in futuro?
Per contrastare la violenza
negli stadi sono state introdotte due armi giudiziarie, da una
parte larresto in differita, dallaltra il Daspo, cio lobbligo di
firma in commissariato, prima
e dopo le partite, per le persone con precedenti di violenza.
Sarebbe molto utile anche per
le manifestazioni, soprattutto
per chi arriva da altre citt.
Gianni Santucci
RIPRODUZIONE RISERVATA

26

Gioved 7 Maggio 2015 Corriere della Sera

CRONACHE

Corriere della Sera Gioved 7 Maggio 2015

Dopo mesi Elena riesce a parlare


Soddisfatti per il pirata in cella

Aveva 77 anni

Addio a Simone,
giornalista
militare
del Corriere

Pavia, i genitori della consigliera pd. Un arresto, si cerca un 18enne russo


Chi sono

DAL NOSTRO INVIATO

Per sei mesi non abbiamo pensato ad altro che stare


vicino a nostra figlia, farle sentire il nostro amore e scegliere
di volta in volta che cosa era
meglio fare per lei. Non so pi
quante operazioni ha fatto, so
che finalmente i segnali sono
incoraggianti. Il percorso sar
lungo, ma adesso Elena riesce a
parlarmi e fa
qualche passo.
Nelle parole di
Idangela Vittadini non c (e non
c m a i s t a to )
spazio per odio o
rancore verso
chi, quella sera
di pioggia del 12
novembre scorso, ridusse in fin
di vita la figlia, Elena Madama,
26 anni. Neppure oggi che, con
unindagine lunga e paziente,
sono stati identificati i due balordi dellEst (uno gi arrestato) che la investirono con
unauto nel centro di Pavia, trascinandola per 700 metri e abbandonando poi la macchina
con il corpo maciullato della
ragazza, per sparire nel nulla.
Idangela e il marito Lino ieri
mattina erano in Procura, accanto al capo dellufficio, Gustavo Cioppa, che dopo averli
abbracciati ha parlato della fine di un incubo per i genitori di
Elena ma anche per Pavia, che
ha vissuto lo stesso dolore. Da
PAVIA

I genitori di
Elena Madama,
Lino e Idangela,
sono stati
informati
dellarresto del
moldavo ieri in
Procura (sotto
nella foto)

Non so pi
quante
operazioni
ha subito
mia figlia,
i segnali
di recupero
sono
confortanti

loro solo parole di gratitudine


per tutti: Abbiamo sempre
avuto fiducia negli investigatori, questo un momento di
soddisfazione. Dobbiamo ringraziare tutta la citt che ci
stata sempre vicina e non ci ha
mai fatto sentire soli. Elena,
intanto, continua il suo difficile percorso. Uscita dal coma,
ora in riabilitazione allIstituto neurologico Mondino.
Larrestato un moldavo di
26 anni, Radion Suvac, ammanettato dalla polizia a Piacenza.
Cera lui quella notte alla guida
della Opel Insigna che in Strada
Nuova travolse Elena, praticante avvocato e consigliere del Pd
in Comune, che era appena
uscita dallufficio. Vicino a Suvac cera un russo di 18 anni,
che ora ricercato. I due facevano parte di una banda internazionale specializzata nel furto di navigatori satellitari ed
probabile che quella sera Elena
avesse visto qualcosa che ha
spinto deliberatamente i due a
investirla, prima in retromarcia
e poi in avanti, trascinandola

La vicenda
La sera del
12 novembre
unauto con a
bordo due
persone invest
e trascin per
700 metri
lungo Strada
Nuova a Pavia
Elena Madama,
26 anni
(nella foto),
consigliera pd,
che da allora
ricoverata
in ospedale

per 700 metri. In questi mesi i


due si sono spostati continuamente in vari Paesi dEuropa, e
non per sfuggire agli investigatori ma perch occupati a piazzare la refurtiva allestero. Il lavoro della polizia stato immane: si partiti dallanalisi di 500
mila dati di traffico telefonico

Lemendamento al ddl sugli omicidi stradali

Revoca della patente sino a 30 anni


ROMA Il ddl sugli omicidi stradali cambia grazie a un

emendamento: il pirata rischia la revoca della patente fino a 30


anni se vengono riconosciute la guida in stato di ebbrezza o sotto
leffetto di stupefacenti e il superamento dei limiti di velocit

che aveva agganciato la cellula


della zona dellinvestimento,
per arrivare a un numero, quello del russo, ripreso quella sera
anche dalle telecamere della
stazione di Pavia.
Intercettando le sue telefonate gli investigatori sono risaliti anche a Radion Suvac, di cui
avevano lidentikit, e ne hanno
seguito i movimenti sino a
quando la sua presenza stata
segnalata a Piacenza, dove era
ospite di un connazionale che
faceva parte della stessa banda.
Adesso anche il russo avrebbe
le ore contate.
Luigi Corvi
(ha collaborato Enrico Venni)
RIPRODUZIONE RISERVATA

27

Marted
la polizia
ha fermato
a Piacenza uno
dei due uomini:
un moldavo di
27 anni, Radion
Suvac. Sarebbe
stato lui quella
sera al volante
della Opel
rubata.
Identificato
anche il
secondo pirata,
un giovane
russo di 18
anni, tuttora
ricercato

Gianfranco Simone era uomo


darmi: dalla balestra allogiva
nucleare, nulla sfuggiva alla
sua enciclopedica
competenza. Ho avuto il
privilegio di conoscerlo quasi
trentanni fa, quando ero
arrivato al Corriere da giovane
praticante agli Esteri: lui era
gi una colonna portante del
battaglione internazionale, era
il Redattore Militare (a
quellepoca esisteva). Ogni
qual volta ci si trovasse ad
affrontare un evento bellico,
un atto terroristico o altro fatto
che coinvolgesse qualsivoglia
mezzo doffesa, ci si rivolgeva a
Gianfranco. Che sapeva anche
essere uomo di spirito. Come
quando, la notte del gennaio
1991 dellattacco americano su
Bagdad, arriv trafelato in
redazione in mimetica e
maschera antigas.
O quando si present con una
delle sue amate rivoltelle, che
gli sfugg di mano finendo a
roteare sotto la sedia di un
collega, che esclam: Non
sar mica carica?. E
Gianfranco: Certo, ma ha la
sicura!. Il suo capolavoro era
la sua casa . Una caverna di Al
Bab: pistole, fucili e
munizioni dappertutto, che lui
collezionava con perizia (e
regolare licenza). Da ieri, a 77
anni, Gianfranco ha preso
congedo dal plotone. E noi
siamo per lultima volta
sullattenti.
Luigi Ippolito
RIPRODUZIONE RISERVATA

28

Gioved 7 Maggio 2015 Corriere della Sera

il cibo naturale per cani e gatti


Presenta tante novit
per lalimentazione e il benessere
dei nostri amici a 4 zampe.

Vi aspetto a
GIO 2015
G
A
M
0
1
7
A
N
BOLOG
PADIGLIONE 16 STAND B38 D41

CRONACHE

Corriere della Sera Gioved 7 Maggio 2015

Il copilota prov la discesa suicida


nel volo di andata della Germanwings

La conferma dallUe

Sospetto di Xylella
su un ulivo a Savona
La Liguria attacca:
una pianta toscana

La registrazione della scatola nera: anche in quel caso il comandante non era in cabina
DAL NOSTRO CORRISPONDENTE

Il Bureau denqutes et
danalyses (Bea) che indaga
sulla catastrofe del volo 4U9525
Germanwings Barcellona-Dsseldorf del 24 marzo (150 morti) ha diffuso ieri un rapporto
preliminare. I dati raccolti dalle
due scatole nere, le analisi delle
testimonianze e dei rottami
confermano lipotesi avanzata
nelle scorse settimane: il copilota Andreas Lubitz, 27 anni, ha
intenzionalmente provocato
la discesa dellaereo fino alla
collisione al suolo. La novit
che il copilota si allenato alla
manovra nel volo precedente, il
Dsseldorf-Barcellona effettuato poche ore prima. Anche in
quelloccasione il pilota Patrick
Sondheimer si era assentato
dalla cabina, e Lubitz ha avuto
modo di cambiare i settaggi del
pilota automatico per raggiungere laltitudine di 100 piedi (30
metri).
Quella mattina lAirbus 320
decollato da Dsseldorf alle
7.01, diretto a Barcellona dove
PARIGI

150
Le vittime
del disastro
aereo
Germanwings,
tra passeggeri
e membri
dellequipaggio
(compreso
il copilota).
I loro resti
sono ancora in
Francia per le
analisi del Dna

tz ha pi volte programmato il
pilota automatico per unaltitudine prossima allo zero.
Questa manovra, registrata
da una delle due scatole nere a
bordo, non ha avuto effetti percepibili perch avvenuta in
una fase durante la quale laereo
stava gi scendendo leggermente, come richiesto dai controllori di Bordeaux. Forse Lubitz stato dissuaso da qualcosa, o forse aveva gi deciso di
commettere la strage nel volo di
ritorno verso la Germania, magari sopra quelle montagne che
conosceva bene per avervi passato delle vacanze con i genitori. In ogni caso, n i passeggeri,
n il pilota, n i controllori di
volo si sono accorti di niente: la
prova rimasta senza conseguenze.
Il rapporto preliminare del

Bea conferma inoltre le mancanze sui controlli medici di Lubitz, che tra aprile e luglio 2009
aveva sofferto di una forte depressione. Nel certificato medico, che aveva bisogno di un rinnovo annuale, era menzionato il
bisogno di esami medici specifici e di una presa di contatto
con lautorit che concede le licenze prima di ogni proroga
del brevetto di volo. Eppure, il
permesso di volo di Lubitz fu
rinnovato senza problemi nel
luglio 2014 con validit fino al 14

Sei casi dal 1980


Dal 1980 sei disastri
sono stati causati da
manovre deliberate di
membri dellequipaggio

agosto 2015. Il Bea fa poi notare


che dal 1980 a oggi sei incidenti
nel trasporto aereo pubblico
sono stati provocati da una manovra deliberata di uno dei
membri dellequipaggio, o non
permettono di scartare lipotesi
di manovre intenzionali di uno
dei membri dellequipaggio, allo scopo di arrivare alla perdita
dellapparecchio con i suoi occupanti.
Nel disastro del volo Germanwings decollato da Barcellona alle 9, e finito contro la
montagna alle 9 e 41, sono morti Andreas Lubitz, Patrick Sondheimer, gli altri quattro membri dellequipaggio e tutti i 144
passeggeri, tra i quali 72 tedeschi.
Stefano Montefiori
@Stef_Montefiori
RIPRODUZIONE RISERVATA

Lincidente In Austria

regolarmente atterrato alle


8.57. Ma prima, quando il centro di controllo del traffico aereo di Bordeaux ha chiesto allaereo di scendere da 37 mila a
35 mila piedi (da 11 mila 277 a 10
mila 688 metri), Lubitz ha approfittato del fatto che Sondheimer non era ai comandi per
entrare nel sistema di bordo e
dare istruzioni al pilota automatico per arrivare a 100 piedi
(30 metri), prima di selezionare
di nuovo unaltitudine normale
appena prima del rientro di
Sondheimer in cabina.
La stessa manovra che avrebbe ripetuto poco dopo, nel volo
di ritorno Barcellona-Dsseldorf, impendendo per stavolta al pilota di rientrare e lasciando laltitudine al minimo
fino a schiantarsi a tutta velocit sulla montagna di PradsHaute-Blone, nelle Alpi Marittime francesi.
Il diagramma pubblicato allinterno del rapporto del Bea
mostra le manipolazioni di Lubitz durante il volo DsseldorfBarcellona. Una linea di colore
turchese indica che tra le 7.20 e
le 7.24 (equivalenti alle 8.20 e
8.24 ora di Parigi e Roma) Lubi-

La strage

Il 24 marzo
2015 un aereo
Germanwings
(compagnia
low cost
del gruppo
tedesco
Lufthansa)
diretto
da Barcellona
a Dsseldorf
precipita sulle
Alpi francesi:
muoiono tutte
le persone
a bordo
Dallanalisi
della scatola
nera si scopre
che a far
cadere laereo
stato
il copilota,
Andreas Lubitz,
27 anni (foto
sopra), che ha
riprogrammato
la rotta per
raggiungere
unaltezza di 30
metri, la pi
bassa possibile,
in prossimit
delle montagne

Quota trenta metri


Lubitz programm il
pilota automatico per
scendere a 30 metri
Nessuno se ne accorse

Scontro tra treni


Morto il macchinista
nove passeggeri feriti

300
Milioni di
dollari il costo
delle spese e
dei danni per la
tragedia aerea
secondo
la stima della
compagnia
Allianz, il
principale
assicuratore di
Germanwings

Corriere della Sera

Il gradimento dei giornalisti


al direttore Luciano Fontana
Si sono svolte ieri le votazioni della redazione
del Corriere della Sera per il gradimento del
direttore designato, Luciano Fontana. Al
termine della consultazione, lo spoglio delle
schede elettorali stato effettuato
alla presenza dei notai Valerio Tacchini,
dello studio Ciro De Vivo-Valerio Tacchini,
a Milano, e Luca Amato a Roma, che
ringraziamo entrambi per la disponibilit.
Hanno votato complessivamente
306 giornalisti con questi risultati: favorevoli
250, contrari 45, schede bianche 10,
schede nulle 1. Il direttore Luciano Fontana
ha quindi ottenuto il gradimento della
redazione.
La Commissione elettorale
RIPRODUZIONE RISERVATA

Un uomo morto e nove persone sono rimaste ferite (alcune in modo


grave), nello scontro tra due treni avvenuto ieri su una linea locale vicino
alla citt di Graz, nellAustria sudorientale (nella foto Afp). La vittima
sarebbe un macchinista rimasto intrappolato in uno dei convogli. Uno dei
due treni non avrebbe rispettato lalt e i due convogli si sono scontrati
frontalmente a una velocit di circa 80 chilometri allora. RIPRODUZIONE RISERVATA

29

Dalle
indagini
emerso
che Lubitz
aveva avuto
in passato una
depressione
grave e che
per questo,
nel 2008,
aveva dovuto
interrompere
laddestramento nella
scuola di volo
di Lufthansa.
Inoltre il giorno
dello schianto
sarebbe
dovuto
rimanere
a casa in
malattia per un
problema alla
vista, ma
aveva nascosto
i certificati
medici a
Germanwings
Sul suo
tablet gli
inquirenti
hanno trovato
traccia di
ricerche
sui metodi
per suicidarsi

Un caso sospetto di Xylella, il


batterio killer degli ulivi, sta
creando tensione tra Liguria e
Toscana. Ieri la Commissione
Ue ha confermato il
ricevimento della notifica da
parte delle autorit italiane di
un caso isolato e senza sintomi
di un ulivo potenzialmente
infetto da Xylella in un garden
center della Liguria. Il caso
labbiamo segnalato noi alla
Commissione commenta la
Regione Liguria. E aggiunge
che lulivo proviene da un lotto
acquistato in Toscana, come
chiaramente certificato dal
vivaista che opera in provincia
di Savona. Dalla Toscana
lassessore allagricoltura
Gianni Salvadori fa fuoco e
fiamme e nega la provenienza
della pianta: Abbiamo fatto
controlli nei nostri vivai e non
ci sono piante contaminate. Ci
siamo informati sul vivaio
ligure e guarda caso la
piantina non c pi. Ovvio,
ribattono dalla Regione
Liguria, perch lulivo stato
portato in una zona di
quarantena e sottoposto
a esami di laboratorio che
hanno dato al momento

Fiato sospeso
Lalbero messo in
quarantena in attesa
di esami sui campioni
spediti al Cnr di Bari
risultati solo parzialmente
positivi. Si tratta di un sospetto
di contagio, quindi, e non una
certezza. Per avere una risposta
definitiva bisogner attendere
i risultati delle analisi del Cnr
di Bari listituto competente
a livello nazionale per quanto
riguarda la diagnosi di Xylella
al quale il servizio
fitosanitario della Liguria ha
inviato due giorni fa un
campione della pianta. Nel
frattempo ha bloccato e
interdetto alla vendita le altre
duecento piante di ulivo, tutte
alte circa un metro, acquistate
in Toscana e rimaste in
custodia nel vivaio. Il servizio
fitosanitario ha fatto un
controllo sia sugli ulivi che su
tutte le altre piante nel raggio
di trecento metri ma non sono
stati trovati segnali che destino
allarme. Siamo stati
tempestivi nellintervento
commenta lassessore ligure
allAgricoltura Giovanni
Barbagallo grazie alla
segnalazione rapida del
vivaista quando ha notato che
la pianta era sofferente in
modo anomalo. Anche nella
malaugurata evenienza che
fosse confermata linfestazione
di Xylella siamo certi che non
c stato contagio. La
Commissione Ue ha definito il
caso piuttosto particolare e
ha dichiarato di essere in
contatto con le autorit
italiane per avere ulteriori
chiarimenti sulla notifica,
quindi di non poter fornire
dettagli fino a che non ci
saranno nuove informazioni
dallItalia. Gli olivicoltori
liguri sono col fiato sospeso.
La temibile Xylella ha fatto
strage nelle Puglie e le misure
adottate la settimana scorsa
dal Comitato europeo per la
salute delle piante prevedono
leradicamento degli ulivi in un
raggio di cento metri dalla
pianta identificata come
sicuramente malata.
Erika Dellacasa
RIPRODUZIONE RISERVATA

30

Gioved 7 Maggio 2015 Corriere della Sera

CRONACHE

Corriere della Sera Gioved 7 Maggio 2015

31

Cos la regina dei salotti


ignor tutte le lettere
del figlio tenuto segreto
La storia di Angiolillo tra personaggi, aneddoti e trame
La trama
Nel libro
La signora
dei segreti.
Il romanzo
di Maria
Angiolillo.
Amore e potere
nellultimo
salotto dItalia
gli autori
Candida
Morvillo
e Bruno Vespa
raccontano
anche la storia
del figlio
segreto di
Maria Angiolillo
(foto in basso):
Udo Maria

Gregory Franck
de Beurges
(foto in alto). La
signora dei
salotti lo
aveva lasciato
al padre dopo
una lite. Questi
aveva detto al
figlio di essere
orfano ma poi
Udo Maria
scopr la verit
che Candida
Morvillo svel
su Io Donna.
Udo Maria
prov pi volte
a scrivere alla
madre ma non
ebbe risposta
Nel volume,
gli autori
ripercorrono
il giallo
dei gioielli
scomparsi
dopo la morte
di Maria, nel
2009. Un
tesoro da 200
milioni di euro
conteso tra i
figli delle prime
nozze di
Renato
Angiolillo e il
primo figlio di
Maria Girani.
Lite di cui fa ora
fa parte anche
Udo Maria

ROMA Per molti anni a seguire

Maria ricevette nuove cartoline


di auguri di compleanno dal figlio segreto ma non gli rispose
mai. Non poteva soffrire, non
voleva riaprire un capitolo
chiuso. La storia, tragicamente autentica, ha il sapore del romanzo dappendice con un retrogusto di tragedia greca.
Una madre abbandona il piccolo figlio lasciandolo al padre
dopo una lite quasi di maniera,
per aprire una nuova pagina
della vita. Il figlio, anni dopo,
scopre di non essere orfano come aveva sempre creduto e rintraccia la donna. Ma lei, contraddicendo tutti i luoghi comuni sugli istinti ancestrali,
dopo un gelido incontro, lo allontana quasi con ostilit, lo
cancella, non vuole rivederlo
n risentirlo, nonostante le insistenze di quel figlio riemerso
dal passato, e le sue tante lettere rimaste senza risposta. Per
non soffrire, sussurra lei agli
amici. In realt, costruendo un
monumento allegoismo.
Il libro di Candida Morvillo e
Bruno Vespa La signora dei
segreti. Il romanzo di Maria
Angiolillo. Amore e potere nellultimo salotto dItalia, che
esce per Rizzoli (480 pagine, 20
euro), nasce dallincontro tra

Una vita da romanzo


Dallascesa tra i potenti
della societ romana
alla lite degli eredi
dopo la sua scomparsa
Bruno Vespa (che totalizz 51
presenze nelle serate Angiolillo
entrando nella top five con
Gianni Letta), quindi perfetto
testimone di ci che avvenne a
quelle tavolate tra Prima e Seconda Repubblica, e Candida
Morvillo, che con le sue inchieste su Io Donna scopr nel 2012
lesistenza del figlio segreto,
Udo Maria Gregory Franck de
Beurges, ricostruendo poi il
giallo dei gioielli scomparsi
dopo la morte di Maria Angiolillo nellottobre 2009, contesi
tra i figli delle prime nozze di
Renato Angiolillo e il primo figlio di Maria Girani, Marco
Bianchi Milella, Un tesoro valutato duecento milioni, sparito
dalla cassaforte (murata dietro
un quadro, come in un thriller). Soprattutto, cera il mitico
diamante rosa Princie, unaltra tessera del mosaico ritrovata durante linchiesta, un tempo appartenuto alla Maharani
di Baroda, 34,65 carati, battuto
allasta da Christies nellaprile
2013 per 39 milioni di dollari. Il
tutto al centro di una lite tra
eredi di cui fa adesso parte anche lui, il misterioso figlio segreto, che ancora cerca la madre nelle donne che sposa.
Il libro (che sar presentato a
Roma il 18 maggio alle 18 a Palazzo Wedekind in piazza Colonna e a Milano il 20 maggio a
Rizzoli Galleria alle 18.30) pu
essere letto in molti modi. Per
esempio come una storia del
costume socio-politico italiano
del dopoguerra, partendo dai
salotti milanesi primi anni 50
dove la giovane Maria Girani
futura moglie e infine vedova
di Renato Angiolillo, fondatore
de Il Tempo incrociava il
proprio destino con quello di

Il libro

Esce oggi il
libro Signora
dei segreti,
scritto dai
giornalisti
Candida
Morvillo e
Bruno Vespa
(Rizzoli, 480
pag., 20 euro)
Il libro sar
presentato a
Roma il 18
maggio alle 18
a Palazzo
Wedekind e a
Milano il 20
maggio alla
Galleria Rizzoli
alle 18.30

Wanda Osiris, Luchino Visconti, Indro Montanelli e Gaetano


Afeltra, approdando alla Roma
dei principi, dei cardinali, degli
industriali e degli avventurieri
(molto eloquenti e dettagliate
le pagine sulla stagione della
loggia P2) soprattutto della politica, che fece del suo Villino
Giulia incastonato nella scalinata di Trinit dei Monti un
crocevia di accordi segreti, intrighi, amicizie e amori, persino di inchieste giudiziarie.
Ma pu essere anche affrontato come una autentica bancadati della storia repubblicana
per la fluviale quantit di personaggi, aneddoti, trame, intese politiche, materiale riportato con meticolosa attenzione
per il dettaglio. Nelle pagine ti
puoi imbattere indifferentemente in Silvio Berlusconi e in
Gianni Agnelli, in Andreotti e
nella principessa Isabelle Colonna, in Henry Ford II e nel
cardinal Camillo Ruini (minacciato da Maria Angiolillo al telefono di depennamento dallelenco dei commensali se non
avesse confermato l, allistante). E ciascuno ha uno spazio
per il racconto del carattere,
delle abitudini, dei modi. Vista
lumile partenza da un appartamentino nella periferia milanese della Ghisolfa e larrivo al

piano pi alto della high society nostrana come indiscussa


sovrana dei salotti di Roma
per non dire del figlio segreto e
di unaccusa di bigamia un
tempo si sarebbe parlato della
biografia di unavventuriera.
In realt il libro ricostruisce
una clamorosa, irripetibile avventura in unItalia ormai consegnata alla storia. Tranne che
per quei gioielli da duecento
milioni, per quel diamante rosa, capitolo giudiziario apertissimo a qualsiasi conclusione.
Paolo Conti
RIPRODUZIONE RISERVATA

Anni 50
Una rara foto di
Maria Angiolillo
con in braccio
il suo primo
figlio, Udo
Maria Gregory
Franck
de Beurges
(Bonaventura /
Contrasto)

Il brano

E DAlema raccont:
Spezzo i tappi di ferro
Fini non capace

a prima volta che and ospite


a casa Angiolillo, nel novembre 1995,
DAlema rivel da dove nasceva il
nomignolo di Spezzaferro che era
comparso sui giornali: Per allentare
la tensione, spezzo con le mani in otto
frammenti i tappi dellacqua minerale.
E aggiunse serio: Fini non ne sarebbe capace.
Nessuno os indagare sui retroscena di tanta
sicurezza. A tavola, si parl a lungo delle
proposte di Maccanico per salvare
la legislatura e ipotizzare un nuovo governo.
E alla fine della colazione, DAlema sappart
con Letta: Se raggiungiamo un accordo in
camera caritatis su un paio di punti.... Il
primo riguardava una qualche sistemazione
del conflitto dinteressi di Berlusconi, il
secondo alcuni aggiustamenti costituzionali
che fossero digeribili per la sinistra. DAlema
chiese tre mesi di tempo per verificare
la tenuta dellaccordo e questo indispett
molto i falchi del Polo, guidati da Giuliano
Ferrara che ben tenevano a mente limpegno
di far dimettere il governo Dini entro lanno.
Ma al pranzo natalizio di Maria, il 12 dicembre
del 95, il presidente del Consiglio Lamberto
Dini si present in grandissimo spolvero,
accompagnato dalla moglie Donatella in abito
lungo di velluto e fasciata sul collo da un
prezioso monile come non se ne vedevano
da molto nei tre tavoli del Villino Giulia.
La padrona di casa aveva fatto le cose
in grande. Nella sala da pranzo gli ospiti
trovarono alberi spuntati da una meravigliosa
foresta sommersa: la forma delle chiome
bruno-amaranto era perfettamente sferica
e i frutti erano conchiglie e stelle marine.
Dini era felice: aveva appena incassato
il voto favorevole di Fausto Bertinotti in una
mozione di sfiducia presentata dal
centrodestra. Il rospo diventato principe
ironizzarono i giornali ricordando i giudizi
di Rifondazione sul governo. Ma le minacce
di DAlema e Veltroni a Bertinotti erano
evidentemente state convincenti. La politica,
pero, una donna infedele e trenta giorni
esatti dopo il festoso pranzo natalizio
al Villino Giulia, Dini dovette dimettersi.
Il tentativo di Maccanico cadde per uno
sgambetto che gli fece Scalfaro al momento
in cui gli confer lincarico di formare
il nuovo governo, il 1 febbraio 1996:
tagli dalla dichiarazione di rito la parola
semipresidenzialismo e questo autorizz
Fini e Casini a boicottare un governo di larghe
intese che li avrebbe visti in posizione
marginale. La rinuncia avvenne mercoled
14 febbraio, amarissimo giorno di San
Valentino...
( tratto da La signora dei segreti
di Candida Morvillo e Bruno Vespa, Rizzoli)
RIPRODUZIONE RISERVATA

Astensionismo Un tempo vissuta con senso di colpa,


la decisione di disertare le urne viene oggi rivendicata
con orgoglio. Dalla Campania alla Liguria, dalle Marche
alla Toscana, i sondaggisti intonano il de profundis

ANALISI
COMMENTI

di Pierluigi Battista

LA STANDING OVATION
PER CHARLIE HEBDO
LA GIUSTA RISPOSTA
A CHI NON SA DISTINGUERE

a migliore risposta agli scrittori che


non sanno nemmeno distinguere tra
vittime e carnefici stata la
commovente, interminabile standing
ovation che ha accolto la premiazione di
Charlie Hebdo nella cerimonia del Pen Club
a New York. Avevano contestato quel premio
alla libert despressione.
Hanno messo sullo stesso piano chi ha
pubblicato vignette blasfeme e perci
stato sterminato e il commando di fanatici
jihadisti che considerano una vignetta
meritevole della pena di morte per i loro
autori. Si sono dissociati anche nomi
importanti della letteratura.
Ma alla fine quellapplauso, tutti in piedi,
tutti a omaggiare un giornale massacrato da
una strage compiuta dai nemici della libert
despressione, ha in parte attenuato il senso
di sgomento nel vedere tanti intellettuali
schierati con chi vuole limitarla e mettere le
briglie. Sembrava lontanissimo il tempo in
cui si sfilava gridando Je suis Charlie.
La scelta del Pen Club rientrava in quella
atmosfera. Sembrava evidente lattacco alla
libert, il disgusto per la libert che quella
carneficina trasmetteva. Ma quella
solidariet durata poco.
Intellettuali raffinatissimi hanno
dimostrato tutta la loro pochezza e il loro
scarso attaccamento per la libert
despressione al punto da non capire la
distinzione fondamentale enunciata durante
la cerimonia da Grard Biard, direttore del
settimanale satirico: Being shocked is part
of democratic debate, being shot is not.
Difficile rendere in italiano il gioco di parole
tra shocked e shot.
Ma facile capire che essere scioccati,
colpiti, anche offesi fa parte della
discussione democratica, mentre essere
ammazzati per ci che si scritto e
pubblicato, per quanto duro possa essere,
tutta unaltra storia: intolleranza e
dittatura. La standing ovation di New York
una risposta meravigliosa agli intolleranti e
ai loro sostenitori.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Su Corriere.it
Puoi
condividere sui
social network le
analisi dei nostri
editorialisti e
commentatori:
le trovi su
www.corriere.it

attuti (per ora) gli avversari, addomesticati (per il momento) i


dissidenti, la prossima minaccia sar invisibile. E non in senso metaforico: il 31 maggio
Matteo Renzi rischier di non
vedere alle urne delle Regionali
almeno un elettore su due, nei
casi peggiori due su tre. Dalla
Campania alla Liguria, dalle
Marche alla Puglia e perfino
nella rossa Toscana, i sondaggisti intonano tutti lo stesso de profundis: le Regioni non
piacciono pi a nessuno o quasi, sei italiani su dieci le considerano una iattura, otto su dieci ne diffidano. A torto o a ragione, sono percepite come un
buco nero di sprechi e malaffare: trecento consiglieri e sedici
consigli regionali finiti nelle
indagini per peculato di questi
ultimi tre anni (e rubricati con
lorrido neologismo di Rimborsopoli) hanno scavato un fossato tra la gente comune e i palazzi dellallegro federalismo allitaliana.
Lastensionismo, un tempo
vissuto quasi come una colpa o
una vergogna, sta diventando
un tratto identitario da rivendicare con orgoglio. In EmiliaRomagna, dove si vot per la
Regione a novembre dopo le
dimissioni di Vasco Errani,
ancora in crescita: dal gi clamoroso 63 per cento di sei mesi fa al 72 per cento rilevato di
recente (si rivoter nel 2016 per
il sindaco di Bologna). Con il
fattore A, dunque, sar chiamato a misurarsi a fine maggio il
segretario-presidente in una
sfida che contiene qualche elemento paradossale. Perch, di
suo, Renzi non le ha mai avute
troppo a genio, le Regioni. Appena ha potuto, ha tentato di
sforbiciarne i bilanci. Sensibile
com agli umori popolari, non
ha mai perso occasione per sottolineare che di grasso da

CHIARA DATTOLA

Il corsivo del giorno

SULLE REGIONALI
INCOMBE IL FATTORE A
di Goffredo Buccini
smaltire queste ipertrofiche
istituzioni partorite dalla riforma della Costituzione del 2001
ne hanno ancora tanto, a cominciare da una sanit che, divisa in venti sistemi e altrettanti potentati, ha vanificato il diritto alla salute di molti italiani.
E infatti la sua prima idea di
controriforma del Titolo V
della Costituzione (quello che
si occupa delle autonomie)
proprio sulle Regioni si appuntava. Poi il segretario Renzi,
pressato dai notabili locali del
Partito democratico, prevalso
sul presidente Renzi: e nel mirino sono finite le Province,
meno fondamentali nellarchitettura istituzionale ma pure
meno dannose e meno costose. La questione regionale tuttavia l, e rischia di diventare
piombo nelle ali di chi si propone di cambiare verso al Paese. Aggravata dal terribile mercato delle anime di cui ogni
giorno, allapprossimarsi del
voto, le cronache locali ci danno qualche saggio, con cambi

di casacca e di schieramento
quasi sempre estranei a ragioni
politiche o ideali.
In Puglia il berlusconismo si
disfa in faide locali incomprensibili ai pi. In Campania al
candidato del Pd De Luca, dato
per vincente ma anche per sospeso in caso di vittoria (a causa della legge Severino), si vanno agganciando segmenti della
corrente forzista di Nicola Cosentino (tuttora in carcere per
laccusa di legami con la camorra) e di una destra nostalgica del fascismo. In Liguria
pesa sulla sinistra lo strappo
doloroso di Cofferati. In Veneto, sulla Lega, il divorzio fra Zaia e Tosi officiato da Salvini.
Nelle Marche il governatore

Rimborsopoli
Sedici consigli finiti
nelle indagini
per peculato hanno
scavato un fossato

uscente, Spacca, si ricandida


passando dal Pd a Forza Italia. E
questi sono solo i casi pi clamorosi, sotto i quali sintuisce
la palude: davvero difficile
orientarsi per gli elettori. Il disorientamento potrebbe ingigantire ulteriormente la diserzione dalle urne. Producendo
infine un effetto politico rilevante dopo il 31 maggio. Quando Renzi si trover a difendere
nella calura estiva la sua riforma del Senato, dovr sostenere
anche e soprattutto la figura
dei nuovi senatori: pescati proprio tra i consiglieri regionali.
Unulteriore bocciatura di quei
consiglieri, sancita dallastensionismo, metterebbe in salita
il sentiero gi accidentato della
riforma istituzionale e in pericolo lintero cronoprogramma
del renzismo. Gli ammaccati
oppositori del segretario-presidente potrebbero trovare infine nel fattore A quel collante
di cui al momento appaiono
privi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

RIFORME

UN GOVERNO CHE SI RAFFORZA


E LASSENZA DELLOPPOSIZIONE

COMMENTI
DAL MONDO

AI LETTORI

UNA FOTO
CHE RIASSUME
I VALORI
DI UN PAESE

di Angelo Panebianco

SEGUE DALLA PRIMA

Italicum Matteo Renzi solo a


met strada per quanto riguarda il
rinnovamento delle istituzioni.
Se riuscir a portare a termine
limpresa, si porr un nuovo
problema per lItalia:
la necessit di una minoranza
che si faccia sentire e che possa
puntare il dito sulla ripresa
economica (che non c)
SEGUE DALLA PRIMA

Renzi, comunque, ha fatto,


in materia istituzionale, solo
met del cammino. La met che
manca, altrettanto impegnativa, riguarda la definitiva riforma del Senato. I suoi avversari
possono ancora impallinarlo,
bloccando quella riforma. In tal
caso, la vittoria ottenuta da
Renzi con lItalicum sarebbe di
fatto neutralizzata, annullata.
la ragione per cui continuo a ritenere sia stata sbagliata la rottura con Berlusconi. Si persa
la possibilit di disporre di una
maggioranza ampia, sicura,
confortevole, per riformare in
tutta tranquillit il Parlamento.
Se Renzi, per, batter gli avversari anche sul Senato, allora
potremo dire che, grazie al
combinato disposto Italicum
pi fine del bicameralismo paritetico, egli avr fatto davvero

Traguardi
Per completare lopera
manca la riforma del
Senato, che segner
un punto di svolta

Preoccupazione
Il rischio trovarsi
di fronte a gruppetti
frammentati, urlanti
perch impotenti
la Grande Riforma di cui si
parlato inutilmente per decenni, egli avr cambiato su un
punto decisivo limpianto costituzionale: avr tolto di mezzo
quel meccanismo di contrappesi senza pesi (governi istituzionalmente deboli accerchiati
da una pluralit di forti poteri
di veto) costruito dai costituenti in coerenza con la propria allergia per i governi forti, per gli
esecutivi che dominano i Parlamenti anzich esserne dominati.
Se le opposizioni non riusciranno a fermare Renzi neppure
sul Senato, allora dovranno rifare molti conti. Nulla ha pi
successo del successo. Se Renzi
vincer su tutta la linea, nella
stessa minoranza del Pd, oggi
in rotta di collisione con il premier, ci saranno probabilmente ripensamenti e riposizionamenti. persino possibile che
certi suoi esponenti, a quel
punto, scoprano improvvisamente di essere sempre stati

(in fondo in fondo) renziani.


Ma anche le altre opposizioni
dovranno, fra uninvettiva e laltra, trovare il tempo per mettersi a pensare. LAventino, il fascismo. Ecco come si fa a banalizzare pagine serie e tragiche di
storia patria: sufficiente evocarle a sproposito. Non c nessun fascismo. E uscire dallAula
al momento del voto per tenere
compatto il proprio gruppo
del tutto legittimo ma non ha
niente a che fare con lAventino.
proprio perch Renzi sta raf-

Oakland, la violenza
dei black bloc
ormai di casa
del 1 maggio

Ila corteo
Oakland finito male:

forzando, con le sue riforme, la


posizione del governo allinterno del sistema politico che diventa necessaria, anzi vitale,
lemergere di una opposizione
seria, non velleitaria.
Il rischio pi grave che corre
lItalia in questa fase storica di
avere, al tempo stesso, un governo che si irrobustisce e
unopposizione che diventa
sempre pi debole, che si riduce a una confusa congrega di
individui politicamente impotenti, agitatissimi e fastidiosa-

mente urlanti proprio perch


politicamente impotenti.
Se unopposizione seria ci
fosse, oppure si (ri)formasse, il
premier dovrebbe avere timore:
dopo un anno e mezzo di governo, infatti, ancora non si vista
una vigorosa ripresa delleconomia. Se avesse di fronte a s
una siffatta opposizione, Renzi
dovrebbe cominciare a preoccuparsi. proprio a questo, a
preoccupare i governi, che servono le opposizioni serie.
RIPRODUZIONE RISERVATA

macchine distrutte, vetrine


infrante, una dozzina di
attivisti arrestati. Anomalia?
No, ironizza Debra J.
Saunders sul San Francisco
Chronicle, pi facile che
un corteo a Oakland termini
con atti vandalici piuttosto
che un matrimonio a
Hollywood finisca in
divorzio. La tattica quella
dei black bloc di Milano:
sinfiltrano in un corteo e
attaccano. I manifestanti
pacifici coprono, senza
volerlo, i mascherati. Ma
tutti sanno ormai che i cortei
finiscono male, e costano
tanto ai contribuenti.

tempo di studiare
la nuova economia
della post crisi
studenti della

Gli
facolt di Economia
dellUniversit di
Manchester pare abbiano
proprio ragione: non si pu
studiare economia oggi,
dopo la pi grave crisi
economica mondiale dai
tempi della Grande
depressione del 1929,
come si faceva otto anni fa
sostiene leditoriale sul
quotidiano di Barcellona La
Vanguardia . I piani di
studio e il modo in cui sono
insegnati devono essere
ripensati seriamente. In
effetti, la proposta avanzata
gi due anni fa dalla PostCrash Economics Society,
conquista, giorno dopo
giorno, pi sostenitori.

Loriundo italiano
conquista Sydney
citando mamma
Di Natale un

Richard
leader nuovo, scrive
Matthew Knott sul Sydney
Morning Herald, tessendo le
lodi di questo immigrato di
seconda generazione che,
dopo la direzione del Green
Party, sta conquistando
molti australiani che non
hanno mai votato verde.
Un tipo ragionevole e
affidabile, uno con cui
potresti andare al pub, che
usa la parola ambiente
solo quattro volte nel suo
discorso e parla invece di
economia, salute, multiculturalismo. Citando la
mamma, partita dal Sud
Italia, su una nave diretta in
Australia, a fine Anni 50.

a cura di Sara Gandolfi

ono lettori esigenti,


informati, critici
(qualche volta anche
tanto) nei nostri
confronti.
Uninformazione libera,
indipendente, onesta, severa
quello che ci chiedono ed
quello che i direttori che mi
hanno preceduto hanno
coltivato e realizzato.
Ringrazio, con stima e affetto,
Ferruccio de Bortoli, che
sostituisco da oggi, per aver
guidato questo giornale con
grande capacit e prestigio e
per aver assicurato la difesa di
questi valori.
La libert dinformazione
un bene che ha una
caratteristica unica: non lo si
pu conquistare una volta per
tutte. Si misura ogni giorno
con la realt e va difeso
articolo per articolo, titolo per
titolo, idea per idea.
Limpegno con chi ci legge
di raccontare sempre con
onest le notizie che abbiamo
raccolto, di non nascondere
quello che non fa comodo a
un qualunque potere (politico
o economico), di offrire una
pluralit di opinioni ma
pubblicare chiaramente il
nostro punto di vista, quando
sar necessario. Con un
atteggiamento liberale e laico,
mai di parte, mai prigioniero
delle proprie presunte
certezze. Capace di capire che
al riparo di tali certezze,
antiche, non c futuro.
Dobbiamo essere esploratori
e innovatori. Vale per noi e
anche per chi guida lItalia.
Il Corriere non sar mai un
giornale di parte, non dar
mai uninformazione ispirata
a pregiudizi, a ostilit
preconcette e tantomeno ad
adesioni acritiche. Nel nostro
Dna c linteresse a
modernizzare il sistema
politico e istituzionale del
Paese, a rendere pi libera
lattivit economica, a ridurre
le incrostazioni del passato, a
limitare il peso degli interessi
che bloccano il cambiamento.
Ogni passo in questa
direzione avr il nostro
sostegno, basato sulla verifica
dei fatti e lanalisi critica delle
realizzazioni. Con questo
metro giudicheremo lattivit
dellattuale governo e di
qualsiasi altro. Non saremo
mai gufi, ma neppure tifosi.
Ai nostri lettori
garantiremo che
uninformazione di qualit,
approfondita, originale e
sorprendente sar presente
allo stesso modo su carta e
digitale. Il sistema Corriere
sar con voi dove vorrete:
davanti al computer in ufficio,
in viaggio con tablet e
smartphone, seduti in casa
con il giornale stampato tra le
mani. La Rete un
distributore frastornante di
informazioni (qualche volta
vere, altre volte false) e di
opinioni spesso urlate con
rabbia o colpevole
inconsapevolezza. Chi legger
un articolo del Corriere sar
sempre certo che dietro c un
lavoro professionale,
affidabile e verificato.
Voi lettori siete il nostro
bene pi prezioso. Criticateci
quando lo ritenete giusto.
Dateci il vostro sostegno se lo
meritiamo.
Luciano Fontana
RIPRODUZIONE RISERVATA

34

Gioved 7 Maggio 2015 Corriere della Sera

Bando di gara
Universit degli Studi di Milano-Bicocca, Piazza dellAteneo
Nuovo 1, 20126 Milano. Punti di contatto: Ufficio Appalti,
Telefono: +39 026448-5357/5347/5319/5321. Posta elettronica: appalti.ris@unimib.it. Documentazione scaricabile
dal sito www.unimib.it nella sezione: Servizi per le Aziende
- Procedure di approvvigionamento - Gare a procedura
aperta. Eventuali chiarimenti sono da indirizzare alla casella
PEC ateneo.unimib@legalmail.it e in copia conoscenza ad
appalti.ris@unimib.it, entro il 9.6.2015. Precisazioni entro
e non oltre il 15.6.2015, sul sito www.unimib.it. Le offerte
vanno inviate a: Universit degli Studi di Milano-Bicocca,
Ufficio Protocollo e Posta - Edificio U6, 4 piano, Piazza
dellAteneo Nuovo 1, 20126 Milano. Denominazione appalto: Procedura aperta - Servizi integrati di trasloco, trasporto e facchinaggio, carico e scarico di colli, interventi di
manovalanza, servizi di montaggio, smontaggio e messa in
opera di arredi, complementi darredo e attrezzature in genere, per le esigenze delle strutture universitarie. Limporto
complessivo presunto e non garantito dellappalto fissato
in 1.166.666,67 suddiviso in: a) complessivo triennale
700.000,00 di cui: - base di appalto 684.070,00 15.930,00 oneri di sicurezza triennali non soggetti a ribasso; b) complessivo eventuale ripetizione biennale servizi
466.666,67 di cui: - 456.046,67 stima ripetizione biennale servizi - 10.620,00 stima oneri di sicurezza biennali
non soggetti a ribasso. Criteri di aggiudicazione: prezzo pi
basso. Numero di riferimento attribuito al dossier dallamministrazione aggiudicatrice: RIS 1/2015. Termine ricevimento offerte: 22.6.2015 - 11:45. Modalit apertura offerte:
24.6.2015 - 10:30. Luogo: Rettorato, Edificio U6, Piazza dellAteneo Nuovo 1, 20126 Milano. Visita obbligatoria dei luoghi entro il 4.6.2015 (termine ordinatorio). Per quanto non
espressamente indicato si rimanda a tutta la documentazione: disciplinare, allegati e documentazione progettuale.
Responsabile del Procedimento: Dott. Stefano Pini. Data di
spedizione del presente avviso alla G.U.U.E.: 23.4.2015.
IL DIRETTORE GENERALE VICARIO
Dott. Marco Cavallotti

Servizio Sanitario della Puglia


ASL LECCE

Via Miglietta n. 5 - CAP 73100 Lecce (LE)


Tel. +39 0832 215914
Fax +39 0832 215786
e-mail: patrimonio@ausl.le.it
La ASL LECCE indice gara a procedura ristretta accelerata, ai sensi e con le modalit di cui al D.Lgs. 163/2006 e s.m.i., per
laffidamento del servizio assicurativo di
Responsabilit Civile Terzi/Responsabilit
Prestatori dOpera, per la durata di mesi
12 - Appalto a lotto unico. Le istanze di
partecipazione corredate dai documenti
indicati nel Bando e nel Disciplinare di
Gara dovranno pervenire entro le ore
13.00 del 21/05/2015. I documenti di
gara sono reperibili sul sito internet:
www.sanita.puglia.it/portal/page/portalSAUSSC/Aziende%20Sanitarie/ASL/
ASL%20LECCE. Il Bando di gara stato
inviato alla G.U.U.E. in data 27.04.2015 e
pubblicato sulla G.U.R.I. il 04.05.2015
gazzetta n. 51 Gazzetta Ufficiale V Serie
Speciale - Contratti Pubblici con codice
redazionale T-15BFK7012.
Il Direttore Area Gestione del Patrimonio
(avv. Anna Rita DellAnna)

CAMERA DEI DEPUTATI

00186 Roma - Via della Missione, 10


ESTRATTO DI BANDO DI GARA
La Camera dei Deputati indice una procedura
ristretta, in lotto unico, per lappalto dei servizi
di pulizia, guardaroba e attivit varie connesse
nei locali della Camera dei deputati, di durata
triennale, da aggiudicarsi con il criterio del
prezzo pi basso. Possono partecipare alla
P.R. imprese, imprese riunite, consorzi e GEIE
in possesso, allatto della domanda, dei requisiti di ordine generale e speciale previsti dal
capitolato. La domanda di partecipazione e la
dichiarazione del possesso dei requisiti dovr
essere presentata dai legali rappresentanti dei
soggetti interessati e pervenire, a pena di
esclusione, a mezzo raccomandata o posta
celere entro il 4 giugno 2015. Il bando, che
stato pubblicato sulla GUUE e sulla GURI,
consultabile sul sito www.camera.it, sezione
Amministrazione, sottosezione Procedure di
gara, voce Procedure ristrette. Capitolato ed
informazioni possono essere richiesti allindirizzo e-mail pitucco_g@camera.it. Domande
incomplete, prive dei requisiti richiesti o inviate
con mezzi diversi da quelli indicati nel bando
saranno escluse.
CAMERA DEI DEPUTATI
IL CONSIGLIERE CAPO SERVIZIO AMMINISTRAZIONE
(Dott. Nicola Guerzoni)

Juan Muoz
Double Bind & Around
9 Apr 23 Aug 2015

AEDES BPM REAL ESTATE SGR SPA

Bastioni di Porta Nuova n. 21, 20121 - Milano - Iscritta al n. 27 della sezione


gestori di FIA DellAlbo delle SGR tenuto tenuto dalla Banca dItalia
Cap. Soc. Euro 5.500.000,00 i.v. - Registro Imprese di Milano n. 239479/1999
Cod. fisc. e part. IVA 12926160156
Societ soggetta alla attivit di direzione e coordinamento di Aedes S.p.A

AEDES BPM REAL ESTATE SGR APPROVA IL RESOCONTO


INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 MARZO 2015 DEL FONDO
IMMOBILIARE INVESTIETICO.
Il Consiglio di Amministrazione di AEDES BPM Real Estate SGR S.p.A.
- in data 6 maggio 2015 - ha approvato il Resoconto intermedio di
gestione al 31 marzo 2015 del Fondo Comune di Investimento
Immobiliare INVESTIETICO, quotato sul segmento Fondi Chiusi del
Mercato Telematico degli Investment Vehicles (MIV) organizzato e
gestito da Borsa Italiana S.p.A..
Il Resoconto intermedio di gestione a disposizione del pubblico
presso la sede della societ di gestione, AEDES BPM Real Estate SGR
S.p.A. e presso la Banca Depositaria, nonch sul sito Internet
www.aedesbpmresgr.com.
www.aedesbpmresgr.com

COMUNE DI TARANTO

DIREZIONE AMBIENTE SALUTE E QUALITA DELLA VITA


(Codice Fiscale 80008750731 - Partita IVA 00850530734)
Piazza Municipio, 1 - 74123 TARANTO
Tel. 099.4581648; fax 099.4581120; e-mail: f.musci@comune.taranto.it

P.O. FESR 2007-2013


FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE
ASSE II - LINEA DI INTERVENTO - 2.5 AZIONE 2.5.4
Si rende noto che, a seguito di esperimento di procedura aperta, tenutasi con il criterio del
prezzo pi basso, lesecuzione dellintervento denominato PIANO DI CARATTERIZZAZIONE DEL
SITO DENOMINATO PASQUINELLI DI PROPRIETA DELLAMIU spa (CIG: 583742075E - CUP:
E56D14000210002) stata definitivamente aggiudicata in favore della costituenda Ass. Temp.
tra SCA SERVIZI CHIMICI AMBIENTALI srl - Mesagne BR (designata Capogruppo) e SONDAG
srl, per limporto complessivo contrattuale, oltre IVA come per legge, di 110.480,71# di cui
10.584,71# per gli oneri della sicurezza non soggetti a ribasso.
Il relativo Avviso Integrale pubblicato sulla G.U.C.E. n. 2015/S 062 - 109266 del 28.03.2015,
sulla G.U.R.I. n. 51/04.05. 2015 - 5^ Serie Speciale, allAlbo Pretorio On-Line di questo Comune
a decorrere dal 20.04.2015 ed reso disponibile sul sito internet del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti e sui siti internet www.regione.puglia.it e www.comune.taranto.it.
Il Dirigente della Direzione Ambiente Salute e Qualit della Vita
Dott. Alessandro DE ROMA

AVVISO BANDO DI GARA


Expo 2015 S.p.A. ha indetto la Procedura aperta n. 644/2015, ai sensi dellart. 55 del
D.Lgs. 163/2006 e s.m.i., per lacquisizione di crediti CO2 sul mercato volontario internazionale al fine di compensare quota parte delle emissioni di CO2 derivanti dalla
realizzazione e dallorganizzazione di EXPO Milano 2015. Modalit per la presentazione delle offerte e reperibilit della documentazione di gara: la gara pubblicata sul
profilo committente al seguente indirizzo: http://www.expo2015.org/it/opportunita-per-ilbusiness/partecipa-alle-gare/gare-in-corso ove possibile accedere direttamente alla piattaforma di e-procurement Sintel per il reperimento della documentazione di gara. Importo
complessivo a base di gara: Limporto posto a base di gara pari ad euro 1.000.000,00
(unmilione/00), IVA esclusa e spese accessorie incluse. Termine ricezione delle Offerte:
04/06/2015 ore 15:00. Responsabile del Procedimento di Affidamento: Dott. Christian
Malangone.
Il Responsabile del Procedimento di Affidamento
Dott. Christian Malangone

Azienda Provinciale

Juan Muoz, Double Bind, 2001 (detail) Tate Modern, London, 2001
Photo Attilio Maranzano Courtesy The Estate of Juan Muoz, Madrid

ESTRATTO BANDO DI GARA (CIG prevalente 604254952D)


Questa Azienda sanitaria ha indetto una Procedura aperta per laffidamento della
fornitura di dispositivi di sutura chirurgica (fili, collanti, varie) per le strutture
dellAzienda Provinciale per i Servizi Sanitari di Trento, suddivisa in 20 lotti.
Limporto annuo a base dasta ammonta ad 792.700,00 + IVA. Limporto comples
sivo dellappalto della durata massima di anni 6 (anni 4 pi anni 2 per eventuale rin
novo) ai sensi dellart. 29, comma 1 del DLgs 163/2006 pari ad 4.756.200,00
+ IVA. La gara sar esperita ai sensi dellart. 55, comma 5 del DLgs 163/2006 e
aggiudicata ai sensi dellart. 83 dello stesso Decreto. Le offerte, corredate della
necessaria documentazione e indirizzate allUfficio protocollo dellAzienda provin
ciale dei servizi sanitari, Via Degasperi, 79, Trento, dovranno pervenire entro le ore
12:00 del 3/6/2015, termine perentorio. Bando, Norme di Partecipazione e
Capitolato Speciale sono reperibili al sito www.apss.tn.it sezione Bandi di gara.
Bando trasmesso per la pubblicazione nella GUUE il giorno 15/4/2015.
IL DIRETTORE DEL SERVIZIO PROCEDURE DI GARA E CONTRATTI: dott. Luciano Bocchi

COMUNE DI FIRENZE

MINISTERO DELLA DIFESA

DIREZIONE GENERALE DI COMMISSARIATO


E DI SERVIZI GENERALI
I Rep. - 1 Div.
Piazza della Marina, 4 - 00196 Roma
www.commiservizi.difesa.it
Posta Elettr: commiservizi@commiservizi.difesa.it
Posta Cert.: commiservizi @postacert.difesa.it
AVVISO DI GARA
Procedura di gara: ristretta accelerata. Oggetto:
fornitura di n. 84.200 razioni viveri speciali da combattimento. Importo complessivo presunto (esclusa
IVA): 1.153.540,00. Domanda partecipazione:
deve pervenire entro le ore 16:30 del giorno
25.5.2015. Indirizzo: Ministero della Difesa Direzione
Generale di Commissariato e di Servizi Generali.
I Reparto 1^ Divisione - Ufficio Postale di Palazzo
Marina - Piazza della Marina 4 - 00196 Roma.
Bando gara inviato alla GUUE in data 27.04.2015 e
pubblicato sulla GURI del 06.05.2015 n. 52. Bando e
documentazione gara visionabile sul sito internet
www.commiservizi.difesa.it. Ulteriori informazioni
possono essere richieste allURP della Direzione
Generale tel.: 06/36803680 Fax: 06/36805643.
IL CAPO DELLA 1^ DIVISIONE - C.V. Carlo BATTAGLIA

Ufficio Segreteria Generale


Servizio Contratti e Appalti
ESTRATTO AGGIUDICAZIONE APPALTO
Si informa che lavviso dellappalto aggiudicato
con procedura aperta appalto multi service relativo a servizi di: pulizia, portierato, facchinaggio
per gli Uffici comunali (7 lotti) stato pubblicato
sulla GURI n. 47 del 22.4.2015. Il risultato integrale di gara consultabile allindirizzo internet:
http://wwwext.comune.fi.it/cgi-bin/archivi/forniture.cgi?direz=04&interv=0122/2014&step=2.
Firenze, 23.4.2015
LA DIRIGENTE
(Dott.ssa Carla De Ponti)

Per la pubblicit legale e finanziaria


rivolgersi a:
Via Rizzoli, 8

ESITO DI GARA

ThuSun 11 am11 pm

hangarbicocca.org

Settore Avvocatura - Servizio Gare e Contratti


Estratto esito di gara
Il giorno 25 marzo 2015 stata ultimata la procedura aperta per appaltare la fornitura attrezzature per incrementare la raccolta differenziata,
per limporto a base dasta di 388.260,66 oltre
iva. CIG: 59512116AC. Aggiudicataria: NORAP
srl con sede legale in 80143 Napoli Via De Roberto, 79 - per limporto di 319.460,87 oltre
iva al netto del ribasso del 17,72%.
Il Dirigente Settore Ambiente e Patrimonio
Firm. Dott. Giovanni Vitale
Il Dirigente Settore Avvocatura
Firm. Avv. Lucia Cicatiello

A.DI.S.U. LORIENTALE - NAPOLI

Tel. 06-6736.1

Il 29/04/2015 stata inviata alla G.U.U.E.


la richiesta di pubblicazione dellesito di
gara (pubblicazione sulla G.U.R.I. n. 52 del
06/05/2015) per lafdamento dei servizi
di pulizia e servizi annessi presso la sede
di SACE in Roma bandita il 28.05.2014.
Offerte valutate: 12; aggiudicata a RTI
Pulitori ed afni SpA e Miorelli Service
SpA per euro 994.507,87 oltre IVA ed oneri
per la sicurezza (http://www.sace.it).

CITTA DI SAN GIORGIO A CREMANO (NA)

Bando di gara - CIG: 6178900D92


1) Amministrazione aggiudicatrice. A.Di.S.U. LOrientale (Azienda per il diritto allo studio Universitario) - Via
Nuova Marina, 5 - 80133 - Napoli (Na) - IT Tel: +39 081.7909043, fax: +39 081.7909014, pec: adisulorientale@legalmail.it - www.adisulorientale.gov.it. 2) Oggetto: Selezione e fornitura di personale da impiegare con contratto
di somministrazione di lavoro nellazienda per due anni - CIG 6178900D92. Quantitativo: euro 1.144.867,16
oltre IVA da applicarsi sul solo mark-up. Durata: Anni 2. 3) Procedura: Aperta Aggiudicazione: Prezzo pi basso.
Termine ricevimento offerte: 26 giugno 2015, ore 12:00. Apertura: 29 giugno 2015, ore 10:00. 4) Responsabile
del Procedimento: Dott. Umberto Accettullo. 5) Documentazione: www.adisulorientale.gov.it, sezione Amministrazione trasparente, sottosezione Bandi di gara e contratti. Invio GUUE: 20 aprile 2015.
Il direttore - dott. Umberto Accettullo

SACE S.p.A.

Via Chiese 2, Milan

per i Servizi Sanitari

Provincia Autonoma di Trento - Via Degasperi n. 79 - 38123 Trento

Vico II San Nicola

20132 Milano

alla Dogana, 9

Tel. 02 2584 6665

80133 Napoli

Fax 02 2588 6114

Tel. 081 49 777 11


Fax 081 49 777 12

RCS MediaGroup S.p.A.


Via Rizzoli, 8 - 20132 Milano

Via Campania, 59 C
00187 Roma
Tel. 06 6882 8650
Fax 06 6882 8682

C.so Vittorio Emanuele II, 60


70122 Bari
Tel. 080 5760 111
Fax 080 5760 126

35

Corriere della Sera Gioved 7 Maggio 2015

Economia

Assicurazioni
Allianz, Diekmann lascia la guida a Baete
Cambio al timone di Allianz. Come annunciato nellottobre 2014
Oliver Baete, 50 anni, diventa numero uno del gruppo assicurativo
tedesco. Succede a Michael Diekmann che lascia perch ha
raggiunto il limite di et di 60 anni. Baete stato dal 1993 al 2007 in
McKinsey a New York e in Germania. entrato nel consiglio di
gestione di Allianz nel 2008. La compagnia nel primo trimestre ha
registrato un utile operativo in crescita del 4,8% a 2,86 miliardi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Indice delle Borse

Dati di New York aggiornati alle ore 20:00


FTSE MIB
22.659,85 0,37%
Dow Jones
17.804,78 -0,69%
Nasdaq
4.368,03 -0,94%
S&P 500
2.074,11 -0,73%
Londra
6.933,74 0,09%
Francoforte
11.350,15 0,20%
Parigi (Cac 40) 4.981,59 0,15%
Madrid
11.163,60 0,43%
Tokio (Nikkei) BorsaChiusa
1euro
1euro
1euro
1euro
Titolo

Cambi

1,1230
134,5900
0,7376
1,0374

dollari
yen
sterline
fr.sv.

Titoli di Stato
Ced.

-
1,02%
0,50%
0,35%
-0,02%

Quot. Rend.eff.
06-05 netto%

Btp13-12/11/17 2,150% 104,83 0,15


Btp15-01/05/20 0,700%

99,21 0,77

Btp14-01/03/30 3,500% 114,53 1,93


Btp14-01/09/46 3,250% 107,40 2,51
SPREADBUND/BTP10anni:

130p.b.

La Lente
di Rita Querz

Fondazioni,
un anno
per completare
lautoriforma

LEuropa rilancia sulla tutela dei marchi


La Ue propone di scongelare in parte il pacchetto Made in sullorigine dei prodotti importati
Tajani: puntiamo su tessile, calzature e ceramiche. La decisione dei ministri attesa a fine mese
DAL NOSTRO INVIATO
BRUXELLES Si riapre la possibili-

t di tutelare le produzioni italiane nellambito della nuova


regolamentazione Ue sulla sicurezza dei prodotti, ma limitatamente ad alcuni settori.
Nella riunione settimanale della Commissione europea il
progetto noto come Made in,
sostenuto dallItalia per frenare
lavanzata delle importazioni
da Paesi extracomunitari, ha
evitato laffossamento voluto
da vari Stati membri del Nord
Europa, che hanno interessi
minori nelle manifatture nazionali o delocalizzato molto
fuori dallUe. La Commissione
europea ha di fatto recepito
uno studio tecnico sui costi e
ha deciso di proporre al Consiglio dei ministri Ue della Competitivit del 28 maggio prossimo di limitare lobbligo di indicare la provenienza dei prodotti ad alcuni settori. Il

commissario per lIndustria, la


polacca Elzbieta Bienkowska,
durante unaudizione al Parlamento Ue, ha commentato la
decisione sul pacchetto per la
sicurezza delle merci affermando: Vedo la luce in fondo
al tunnel.
Secondo la Commissione di
Bruxelles la documentazione
acquisita avrebbe dimostrato
che il rapporto costi-benefici
dellindicare lorigine nelletichettatura condizionato da
numerosi fattori come linteresse dei consumatori nellorigine dei prodotti, lattuale sistema delle etichettature, il tipo di merci e la complessit

I giocattoli
Per Bruxelles indicare
lorigine dei prodotti nel
caso dei giocattoli
avrebbe effetti negativi

della catena di distribuzione,


gli obblighi di etichettatura nei
Paesi extra Ue, limportanza dei
marchi. Lo studio stabilisce
cos che indicare lorigine dei
prodotti nelletichetta pu produrre un impatto complessivo positivo in settori come le
calzature o le ceramiche, mentre avrebbe conseguenze negative per giocattoli, prodotti
elettronici o elettrodomestici.
La proposta di settorializzare
lapplicazione della normativa
avrebbe convinto il commissario Ue tedesco Gunter Oettinger a ritirare la sua riserva indebolendo lopposizione della
decina di Paesi contrari.
La Confindustria, che sostiene il progetto Made In da vari
anni, vorrebbe far aggiungere
nella lista dei settori oltre alle calzature e alle ceramiche
il tessile, il legno-arredamento
e loreficeria. Sarebbe comunque un successo, soprattutto
per le piccole e medie imprese,

RIPRODUZIONE RISERVATA

Consiglio
Allinterno del Consiglio
europeo una decina
di Paesi si oppongono
alle norme sul Made in

da 10 Paesi membri (tra cui


Olanda, Regno Unito, Danimarca e Svezia), che sono riusciti a frenare lazione dei 16
Stati disponibili allapprovazione contestando larticolo 7 della nuova normativa sulla sicurezza dei prodotti. Hanno richiesto il rapporto sullaggravio dei costi, accettato lanno
scorso dalla presidenza italiana
di turno dellUe, riuscendo a far
slittare ulteriormente i tempi.
Ma anche nelle associazioni
dei consumatori emergono pareri diversificati. Da un lato si
considera negativo frenare le
importazioni di prodotti extracomunitari a costo pi basso rispetto a quelli europei. Dallaltro c lutilit per i consumatori di poter scegliere sapendo
che una merce apparentemente tedesca, danese o britannica in realt importata
dalla Cina o dallIndia.
Ivo Caizzi
RIPRODUZIONE RISERVATA

La classifica

Lauto che si guida da s

Le mappe Nokia
Ferrero al top
della reputazione fanno gola ai big
dellauto tedesca
Ferrero in cima alla classifica
Con Baidu
sulla reputazione delle

un percorso di
rinnovamento
generale quello che
coinvolge oggi le
fondazioni bancarie. Ieri si
riunita a Roma
lassemblea dellAcri
(associazione di Fondazioni
e di Casse di risparmio). In
questo contesto gli organi
associativi in scadenza nel
2015 sono stati prorogati di
un anno. Si tratta di una
scelta funzionale al
completamento del
percorso di riforma avviato
negli ultimi dodici mesi. In
particolare, allo studio
una riforma della
governance stessa dellAcri
che sar definita proprio
nel corso dei prossimi
dodici mesi.
A fine aprile un protocollo
dintesa tra ministero
dellEconomia e Acri ha
definito criteri pi
stringenti per la gestione
finanziaria e la governance
delle fondazioni stesse
(diversificazione del
portafoglio, niente forme di
indebitamento, nessun
utilizzo dei derivati). Ora
queste regole dovranno
essere recepite dalle
singole fondazioni nei loro
statuti. Le novit non
finiscono qui. Ieri
lassemblea dellAcri ha
scelto anche di adottare un
regolamento, recepito in
alcuni articoli dallo Statuto
dellassociazione, che rende
pi vincolanti le scelte
adottate in ambito
associativo. Lassemblea
per finire ha segnato la
compattezza delle
fondazioni nella critica
allinasprimento fiscale
deciso dal governo.

se il Made in passasse in tre settori importanti per lItalia come calzature, tessile e ceramiche, afferma il vicepresidente
dellEuroparlamento Antonio
Tajani di Forza Italia, che da
commissario Ue per lIndustria
si impegn, insieme alla Confindustria, per far introdurre
lobbligo di indicare lorigine
delle produzioni.
LEuroparlamento, su pressione di eurodeputati italiani e
francesi, ha costruito una maggioranza favorevole al Made in
e si espresso positivamente.
Lopposizione si registra nel
Consiglio dei 28 governi. E
composta, oltre alla Germania,

prime 50 aziende italiane.


quanto emerge dallItaly
RepTrak 2015, lo studio che
analizza la reputazione
maggiori aziende italiane
(nella foto una pubblicit
anni 70 della Nutella). Dopo
Ferrero (a 89,5 punti) si
collocano Bmw (83,3),
Barilla (81,7) e Giorgio
Armani Group (80,3).
Enel si piazza al 18esimo
gradino della classifica.

Il caso
di Dario DI Vico

Gli F35 decollano da Caserta


(al posto di Whirlpool-Indesit)
Aero Sekur apre una fabbrica per costruire lofficina mobile

Il contestatissimo programma di fabbricazione degli aerei


americani da combattimento
F-35 salver lindustrializzazione del Sud? Mentre la Caserta
politica e sindacale segue con
angoscia lo sviluppo della trattativa Whirlpool dopo lannuncio degli americani di voler
chiudere lo stabilimento locale
ex Indesit (800 addetti) una
buona notizia arriva dalla Aero
Sekur, media impresa italiana
aeronautica fondata e guidata
da Silvio Rossignoli e oggi partecipata anche da capitali inglesi. Aero Sekur inaugurer,
infatti, il prossimo 11 maggio
un nuovo stabilimento a S.Pietro Infine, proprio in provincia
di Caserta e la nuova fabbrica si
aggiunger a quelle gi operanti a Torino e Arenzano.
Limpianto campano il primo nato in Italia nel quadro

della partecipazione al programma F35 che ha comunque gi una linea di produzione a Cameri ed significativo che a realizzarlo sia stata
una media azienda che conta
230 dipendenti e ha la sede
principale a sud di Roma, per la
precisione ad Aprilia (Latina).
A S.Pietro Infine i nuovi posti
di lavoro inizialmente saranno
30 ma in futuro si pensa che
possano crescere anche perch
la produzione del nuovo stabilimento sar tecnologicamente
competitiva e quindi le occasioni di mercato si potranno allargare oltre il programma degli F-35. LAero Sekur produrr
quella che per gli addetti ai lavori si chiama enclosure ovvero
una struttura gonfiabile che
permetter di effettuare la manutenzione dellaereo anche
quando sar fermo fuori dai

800
i dipendenti
dello
stabilimento
di Carinaro che
Whirlpool
Indesit vuole
chiudere

30
i nuovi posti
di lavoro creati
dalla Aero
Sekur a San
Pietro Infine,
in provincia
di Caserta

grandi scali. La tecnologia sviluppata dagli italiani permetter di lavorare dentro lenclosure anche alle temperature tipiche delle zone desertiche, assicurer la tenuta stagna perch
non entrino polvere o sabbia e
infine sar trasportabile.
Baster lexploit di Rossignoli a rilanciare Caserta? Certamente no, almeno sul piano
dei numeri ma significativo
che anche fabbriche ad alta
qualificazione si stabiliscano al
Sud interrompendo, almeno
per un episodio, la tendenza
del passato secondo la quale le
regioni meridionali erano prese in considerazione solo per
quelle che si chiamano in gergo le fabbriche-cacciavite, ovvero lavorazioni prevalentemente di montaggio e bassa
creazione di valore.
RIPRODUZIONE RISERVATA

La vicenda
Whirlpool ha
acquisito
Indesit
Company
nellottobre
2014. Il piano
ha ambiziosi
obiettivi
di crescita
Lintegrazione comporta
per la
chiusura dello
stabilimento di
Carinaro (Ce) e
del centro di
ricerca di None
(Torino)

MILANO Le mappe Here di

Nokia, gi oggi le pi diffuse


tra quelle preimpostate nelle
automobili di fascia alta,
piacciono ai produttori
tedeschi, Bmw, Audi e Daimler,
e a Baidu, il google cinese.
Lo strano quartetto (tre nemici
acerrimi e una societ internet
di Pechino che difficilmente fa
affari con gli occidentali)
potrebbe presentare a breve
unofferta alla societ
finlandese che, dopo anni
difficili, ora in gran spolvero
grazie alla conquista fatta carta
su carta di Alcatel Lucent. Era
gi emerso proprio nelle prime
ore dopo lannuncio che ha
dato vita al terzo gruppo
mondiale per le reti che Nokia
potesse decidere di cedere il
business profittevole ma a
questo punto non pi centrale
delle mappe Here, il cui valore
si aggira sui 6 miliardi di euro.
Lofferta mostra che gli
acerrimi nemici sul mercato
delle auto hanno compreso di
dover lavorare insieme per
frenare le ambizioni nel settore
di Apple e Google. Le due
societ della Silicon Valley
hanno gi iniziato un percorso
di occupazione nella
promettente industria della
smart-car, le auto intelligenti
che promettono anche di
guidarsi da sole. Le mappe, gi
presenti nella maggior parte
degli smartphone, rischiano
infatti di disintermediare i carmaker nella partita dei sistemi
operativi delle vetture. Non
escluso per che Nokia possa
decidere di tenere duro, anche
perch il business potrebbe
interessare altri big come Uber
o Microsoft.
Massimo Sideri
RIPRODUZIONE RISERVATA

36

Gioved 7 Maggio 2015 Corriere della Sera

I=496
IOHM6HK
"IOHM6HKJK/O+D-%

=J;0I 7655K6 5J=2KH6

7= -% 3O22KI=HO KH 265 -D
7OMJK =J;0I 5K1 /OH702K

M0O44KO46 24K5J6 5J=2KH6


O33O4K 0I=HK 646
6J24O -DD IKJK6HK 7K /KO.3 30 G6020;O

4 5 & $
' 0 * #
D# IKJ=H6
DR IKJ=H6
-D 264KH6
-+ NK4OHFO

I=MMK6
-' 46I=
-$ H=56JK
;=4K
-Q
+- ;6J6MH=
+) 96HOMJK=H6

+
-14) 21( C(*!APEB8C &A>8C -14) 21(+@EPEPA::ACE:!,E
+
-14) 21( C(*!APEB8C &A>8C

@EPE EP@!:A8>

CEB*(PE &A>8C

@EPE@E>:(BA@(
@EPE&PA>!A

0B!@AP E>(BE

+
-14) 21( LA@@E< E>(BE

39=4K9= J?=55 0NNK9K=JO I=496 IOHM6HK O

,.$/ +( 4/ -,$31!./"5/ )5 4(,5 )$441 -61%

ECONOMIA

Corriere della Sera Gioved 7 Maggio 2015

Unicredit
Arriva un voucher
per prenotare
il mutuo sulla casa

Unicredit spinge sullimmobiliare con


quattro nuovi mutui, due dei quali
garantiti per iscritto ancora prima che il
cliente abbia trovato casa (Voucher
Mutuo) o venduto la propria abitazione
per comprarne unaltra (Cambio Casa).
un sostegno al mercato, ha detto ieri
Gabriele Piccini, country chairman Italy
del gruppo bancario guidato dal ceo
Federico Ghizzoni (foto), indicando gli

obiettivi previsti al 2018 della neonata


agenzia Unicredit Subito Casa: 100
milioni di ricavi generati da 20 mila
compravendite, per una quota stimabile
nel 10% del mercato. Lo scorso anno la
banca ha erogato 30 mila nuovi mutui per
un ammontare di 3,2 miliardi, in pratica il
doppio del 2013. Ora dobbiamo
consolidare, ha precisato Piccini.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Gruppo Crdit Agricole


CariParma, pi 63% lutile del trimestre
Primo trimestre in netta crescita
dei conti di CariParma che ha
registrato un utile netto di 54
milioni, in aumento del 63%. La
progressione, per listituto
controllato dal Crdit Agricole,
sarebbe stata ancora maggiore
(85%) senza lappostazione di 7

Squinzi: ecco la nuova Confindustria


E frena la corsa (anticipata) al voto
Dalla riforma della governance alla spinta per la crescita. Lassemblea allExpo
Finora riuscito a conciliare tutto: la Mapei, Confindustria, il privato. Continuer a
farlo. Anche se gli impegni, e
importanti ragioni personali
oltre che aziendali, rendono effettivamente lesercizio sempre
pi faticoso, difficile, complicato. Perci nei corridoi di
Confindustria, al centro come
in periferia, da settimane si rincorrevano le voci. Giorgio
Squinzi lascia. Non lascia. Fa
un passo indietro. Resta.
Gli equivoci (e qualche veleno) li ha sgombrati lui ieri. Ha
presieduto regolarmente lassemblea privata. durata
unora (record di velocit), e i
pochi interventi dopo la relazione sono stati tutti allinsegna dei ringraziamenti per
quello che nella sua presidenza
ha fatto. Cos, come se lesperienza fosse, appunto, gi alle
battute finali. Mentre Squinzi
aveva gi implicitamente chiarito che non nelle sue intenzioni. Davanti ha ancora un anno, e nel pur breve discorso di
MILANO

ieri ha delineato in modo chiaro un programma. Lo stesso


che approfondir quando, gioved 28 maggio, guider la riunione pubblica in una cornice
cui tiene moltissimo: lassise
lascer la capitale per spostarsi
sul palcoscenico milanese di
Expo 2015.
I rumors raccontavano che
giusto da l, dallEsposizione
universale per cui Confindustria si impegnata dallinizio,
il presidente avrebbe potuto
annunciare il supposto passo
indietro. Si immaginava anche
il copione: prima la relazione,
che tra laltro sottolineer il
passaggio alle nuove regole disegnate dalla riforma Pesenti (Carlo), poi lassist che proprio lentrata in vigore della riforma gli avrebbe offerto per
comunicare il passaggio anticipato del testimone. Dopodich, si diceva, limperativo di
evitare una lunga vacatio
avrebbe portato a fissare la nomina del successore in un periodo in cui, normalmente, a co-

Made in Italy

Camperio: riassetto
Borsalino in 2 mosse
E aspetto nuovi soci

La locandina
del film
Borsalino con
Alain Delon
nelle vesti di un
gangster

La modella
israeliana Bar
Refaeli indossa
un modello
Papier, il classico
per donna

Humphrey Bogart
e Ingrid Bergman
in Casablanca,
il film di
Michael Curtiz
girato nel 1942

Dal cuore industriale di Alessandria al distretto


finanziario di Ginevra. Viene dal Lago Lemano la
rete di salvataggio di Borsalino, icona del copricapo in feltro, reso famoso attraverso il cinema da
Alain Delon, Jean Paul Belmondo e Jean Seberg.
Lazienda finita in default a causa del crac del socio di maggioranza, il finanziere astigiano Marco
Marenco gi messo in mora dal board nel 2013 e
finito in manette con laccusa di bancarotta, sembra aver imboccato il percorso di rilancio. Ieri il
consiglio della Borsalino Giuseppe & Fratello,
guidato dal capoazienda Marco Moccia e dal presidente Saverio Canepa hanno messo a segno un
doppio colpo. Prima la firma degli impegni con
Philippe Camperio, luomo daffari svizzero che
avr il ruolo di assuntore come proprietario
della neo costituita Haeres equita, la societ veicolo che affitter il ramo dazienda. Moccia e Canepa hanno cos depositato al Tribunale di Alessandria il ricorso per il concordato in continuit.
Camperio, 44 anni domani, cittadino svizzero.
Ma un filo rosso lo lega allItalia. lerede di quella dinastia lombarda, emigrata in Svizzera a met
del 900, che ha visto tra le sue fila il patriota risorgimentale Manfredo e prima ancora Giannino
Camperio, tra i fondatori nel 1899 (nonch calciatore) dellAc Milan. stato un coup de coeur
racconta Camperio . Sar socio di maggioranza
e investir risorse personali. Quando lassemblea
dei creditori approver il piano e il Tribunale firmer lomologa possibile che si aprano le porte
a investitori industriali. Tutta la produzione rimarr ad Alessandria dove lavorano 120 addetti. Il
rilancio non sar una passeggiata ma c limpegno a farcela. A Ginevra ha gi firmato la ristrutturazione dei marchi Heavens e Ready to wear. In
Borsalino ci sono 15 milioni di ordini inevasi perch non cerano i soldi per pagare i fornitori di pelo di coniglio e di paglia dellEquador. Il prossimo
scoglio sar lAgenzia delle entrate: lazienda ha
un debito fiscale di 15 milioni. Lobiettivo negoziare un rimborso sostenibile rispetto al piano.
Daniela Polizzi
RIPRODUZIONE RISERVATA

Due commesse da 100 mln

Pizzarotti a New York


La Pizzarotti ha acquisito due nuovi contratti
a New York del valore di circa 100 milioni
di dollari, tra cui la costruzione di un hotel di
30 piani in Maiden Lane a Manhattan (foto).
RIPRODUZIONE RISERVATA

37

minciare sono le campagne


elettorali: ottobre.
Non andr in questo modo.
Ma in tanti se ne sono resi conto solo ieri. E in sotterranea la
partita era gi cominciata. Con
undici giocatori gi scesi in
proprio o messi da altri in campo (solo un paio con un pedigree o un cognome famoso:
Carlo Pesenti e Antonella Mansi, ma non Gianfelice Rocca che
si sarebbe chiamato fuori). E
un dodicesimo seduto tranquillo in panchina, ad attendere che il prevedibile caos crei
loccasione per uno sperimentato pacificatore-regista.
Tale , in effetti, Luigi Abete.
lui, ex presidente, a osservare
(per ora basta) dietro le quinte.
Come peraltro aveva gi fatto in
precedenti elezioni complicate. E queste, anche se non si andr al voto anticipato, comunque lo saranno. Quanto meno
per laffollato parterre di aspiranti. Ai nastri sono segnalati:
Vincenzo Boccia, che ha appena inviato a tutto il sistema una

La vicenda
Il presidente
di
Confindustria
Giorgio
Squinzi ha
davanti a s
ancora un anno
di mandato
Il prossimo
28 maggio
guider la
riunione
dellassociazione di viale
dellAstronomia che lascer
la Capitale per
spostarsi sul
palcoscenico
milanese
di Expo 2015

milioni al Fondo unico di


risoluzione bancaria. A trainare il
risultato sono state le
commissioni (+9%), in
particolare nel wealth
management, e la ripresa del
margine dinteresse (3%).
RIPRODUZIONE RISERVATA

lunghissima lettera sui meriti


dellaccordo Confindustria-Abi
(da lui siglato); Stefano Dolcetta, il vice per le relazioni industriali che punta sul ruolo
nella riforma del Jobs act; la torinese Licia Mattioli, che prova
per contro a interpretare il pensiero di una Fca in realt indifferente a viale dellAstronomia;
il presidente degli emiliani
Maurizio Marchesini e il suo
opposto modenese Marco Bonometti, schieratissimo versus
quelli che definisce professionisti dellassociazionismo;
Alessandro Laterza, candidato
di bandiera di un Sud che si

A ottobre
Una dozzina
di candidati, ma
non si parte prima
di ottobre
sente tagliato fuori; Pippo Zigliotto, espressione del pi tipico movimentismo veneto;
Gaetano Maccaferri, bolognese, vicepresidente non cos assiduo allEur; Aurelio Regina,
che sarebbe dovuto essere luomo forte di Squinzi ma ha sbagliato i calcoli e si dovuto presto dimettere. Tutti, da ieri,
sanno che il calcio dinizio
rinviato. E per i pi non sar un
vantaggio.
Raffaella Polato
RIPRODUZIONE RISERVATA

38

Gioved 7 Maggio 2015 Corriere della Sera

Gli annunci si ricevono


tutti i giorni su:

AUTISTA privato abile solutore problemi a disposizione. Tel.


334.16.91.609

www.piccoliannunci.rcs.it
agenzia.solferino@rcs.it
oppure nei giorni feriali
presso lagenzia:

Milano Via Solferino, 36


tel.02/6282.7555 - 7422,
fax 02/6552.436
Si precisa che ai sensi dellArt. 1, Legge
903 del 9/12/1977 le inserzioni di ricerca
di personale devono sempre intendersi rivolte ad entrambi i sessi ed in osservanza
della Legge sulla privacy (L.196/03).

Impianti di trasporto
pneumatico
Artigiano cede modelli in legno con
disegni costruttivi di valvole stella.
Disponibilit collaborazione.

Cell. 335.58.89.775
Fax: 0383.58.97.75

ACQUISTI esperienza 15ennale.


Benchmark, accordi. Scelta fornitori
mercato italiano/estero. Ottimo pc. Inglese/francese parlato/scritto. Disponibile brevi trasferte. 347.05.81.072
AIUTO contabile, impiegata commerciale con pluriennale esperienza offresi full/part-time. 366.42.67.679
DOTTORESSA esperta bilanci fiscali
valuta proposte presso studi/aziende.
Milano tel. 334.78.18.068
AGENTE di commercio valuta proposte concrete di proficua collaborazione. 347.73.12.582 ididdl@icloud.com
ESPERTO in conduzione e guida
agenti di vendita offresi. Donato Elle.
348.44.02.324

REDATTORE/REDATTRICE

con buona e dimostrabile


esperienza in campo editoriale Casa Editrice cerca. Al
candidato, residente a Milano o zone limitrofe, accanto a seriet, precisione e ottima padronanza della lingua italiana, si richiedono
competenze in ogni attivit
redazionale, vivacit d'ingegno ed estrema versatilit. E' gradita una buona conoscenza dell'enigmistica,
cos come la competenza e
la pratica nelle attivit legate al web on-line, app, social. Solo se in possesso di
tali requisiti, inviare curriculum manoscritto a: Corriere 217-XZ - 20132 Milano

Nome

Data

Valuta

Quota/od.

SEQUINO COSTRUZIONI SRL

per propria sede di Parma


cerca geometra di cantiere
con esperienza maturata in
costruzione e ristrutturazione impianti distribuzione
carburanti. Luogo di lavoro:
centro e nord Italia. Inviare
curriculum vitae a: direzione@sequinocostruzioni.it

RIVENDITA di materiale edile in Milano ricerca magazziniere apprendista


diplomato. Inviare curriculum a
info@edilsolari.it

RSA accreditata ASL MI 1 cerca Direttore Sanitario con esperienza. Inviare


CV alla Casella Postale: Corriere
214-XZ - 20132 Milano

Quota/pre. Nome

AcomeA SGR - numero di tel. 800.89.39.89


info@acomea.it
AcomeA America (A1)
AcomeA America (A2)
AcomeA Asia Pacifico (A1)
AcomeA Asia Pacifico (A2)
AcomeA Breve Termine (A1)
AcomeA Breve Termine (A2)
AcomeA ETF Attivo (A1)
AcomeA ETF Attivo (A2)
AcomeA Eurobbligazionario (A1)
AcomeA Eurobbligazionario (A2)
AcomeA Europa (A1)
AcomeA Europa (A2)
AcomeA Globale (A1)
AcomeA Globale (A2)
AcomeA Italia (A1)
AcomeA Italia (A2)
AcomeA Liquidit (A1)
AcomeA Liquidit (A2)
AcomeA Paesi Emergenti (A1)
AcomeA Paesi Emergenti (A2)
AcomeA Patrimonio Aggressivo (A1)
AcomeA Patrimonia Aggressivo (A2)
AcomeA Patrimonio Dinamico (A1)
AcomeA Patrimonio Dinamico (A2)
AcomeA Patrimonio Prudente (A1)
AcomeA Patrimonio Prudente (A2)
AcomeA Performance (A1)
AcomeA Performance (A2)

Invictus Global Bond Fd


Invictus Macro Fd
Sol Invictus Absolute Return

05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05

05/05
29/04
30/04

EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR

EUR
EUR
EUR

19,611
20,365
5,539
5,734
14,908
15,113
5,184
5,355
17,662
17,933
15,040
15,555
13,076
13,696
22,956
23,783
8,959
8,960
7,694
7,994
4,167
4,336
5,520
5,674
6,410
6,589
22,528
22,975

110,131
70,858
108,986

19,870
20,633
5,553
5,748
14,912
15,118
5,232
5,404
17,686
17,957
15,333
15,858
13,193
13,818
23,571
24,419
8,961
8,961
7,722
8,023
4,178
4,347
5,529
5,684
6,409
6,588
22,519
22,966

110,965
70,588
110,002

www.azimut.it - info@azimut.it
AZIMUT CAPITAL MANAGEMENT SGR - tel.02.88981
04/05
Azimut Dinamico
EUR
04/05
Azimut Formula 1 Absolute
EUR
04/05
Azimut Formula Target 2017 Eq. Opt.
EUR
04/05
Azimut Garanzia
EUR
30/04
Azimut Prev. Com. Crescita
EUR
30/04
Azimut Prev. Com. Crescita Cl. C
EUR
30/04
Azimut Prev. Com. Equilibrato
EUR
30/04
Azimut Prev. Com. Equilibrato Cl. C
EUR
30/04
Azimut Prev. Com. Garantito
EUR
30/04
Azimut Prev. Com. Protetto
EUR
30/04
Azimut Prev. Com. Protetto Cl. C
EUR
30/04
Azimut Prev. Com. Obbli.
EUR
30/04
Azimut Prev. Com. Obbli. Cl. C
EUR
04/05
Azimut Reddito Euro
EUR
04/05
Azimut Reddito Usa
EUR
04/05
Azimut Scudo
EUR
04/05
Azimut Solidity
EUR
04/05
Azimut Strategic Trend
EUR
04/05
Azimut Trend America
EUR
04/05
Azimut Trend Europa
EUR
04/05
Azimut Trend Italia
EUR
04/05
Azimut Trend Pacifico
EUR
04/05
Azimut Trend Tassi
EUR
04/05
Azimut Trend
EUR
AZ FUND MANAGEMENT SA - tel.00352 2663811
04/05
AZ F. Active Selection ACC
EUR
04/05
AZ F. Active Selection DIS
EUR
04/05
AZ F. Active Strategy
EUR
04/05
AZ F. Alpha Man. Credit
EUR
04/05
AZ F. Alpha Man. Equity
EUR
04/05
AZ F. Alpha Man. Them.
EUR
04/05
AZ F. American Trend
EUR
04/05
AZ F. Asia Absolute
EUR
04/05
AZ F. Asset Plus
EUR
04/05
AZ F. Asset Power
EUR
04/05
AZ F. Asset Timing
EUR
04/05
AZ F. Best Bond
EUR
04/05
AZ F. Best Cedola ACC
EUR
04/05
AZ F. Best Cedola DIS
EUR
04/05
AZ F. Best Equity
EUR
04/05
AZ F. Bond Target 2015 ACC
EUR
04/05
AZ F. Bond Target 2015 DIS
EUR
04/05
AZ F. Bond Target 2016 ACC
EUR
04/05
AZ F. Bond Target 2016 DIS
EUR
04/05
AZ F. Bond Target 2017 Eq Op ACC
EUR
04/05
AZ F. Bond Target 2017 Eq Op DIS
EUR
04/05
AZ F. Bond Target 2018 Eq Op ACC
EUR
AZ F. Bond Target 2018 Eq Op CLD DIS 04/05
EUR
04/05
AZ F. Bond Target 2018 Eq Op DIS
EUR
04/05
AZ F. Bond Target Giugno 2016 ACC
EUR
04/05
AZ F. Bond Target Giugno 2016 DIS
EUR
04/05
AZ F. Bond TargetSettem.2016 ACC
EUR
04/05
AZ F. Bond TargetSettem.2016 DIS
EUR
04/05
AZ F. Cash 12 Mesi
EUR
04/05
AZ F. Cash Overnight
EUR
04/05
AZ F. Carry Strategy ACC
EUR
04/05
AZ F. Carry Strategy DIS
EUR
30/04
AZ F. Cat Bond ACC
EUR

29,098
8,419
7,420
12,821
12,375
12,422
13,467
13,505
11,693
12,279
12,305
11,062
11,057
17,781
7,289
9,567
9,529
7,199
16,433
15,895
22,400
8,882
10,344
34,664

29,044
8,343
7,400
12,819
12,246
12,290
13,473
13,508
11,764
12,319
12,344
11,143
11,139
17,732
7,265
9,588
9,532
7,175
16,131
15,836
22,208
8,869
10,342
34,562

5,922
5,921
5,238
5,428
6,008
4,256
4,219
4,955
5,764
5,941
4,967
5,516
5,625
4,937
5,809
6,053
5,352
5,775
5,295
5,466
5,249
5,005
5,215
4,950
5,762
5,129
5,999
5,449
5,411
5,300
5,160
5,136
5,320

5,905
5,904
5,244
5,430
5,974
4,244
4,123
4,962
5,757
5,929
4,967
5,513
5,630
4,942
5,787
6,054
5,353
5,767
5,288
5,458
5,241
4,999
5,208
4,943
5,764
5,130
6,001
5,451
5,410
5,300
5,168
5,144
5,327

Data

AZ F. Cat Bond DIS


AZ F. CGM Opport Corp Bd
AZ F. CGM Opport European
AZ F. CGM Opport Global
AZ F. CGM Opport Gov Bd
AZ F. Commodity Trading
AZ F. Conservative
AZ F. Core Brands ACC
AZ F. Core Brands DIS
AZ F. Corporate Premium ACC
AZ F. Corporate Premium DIS
AZ F. Dividend Premium ACC
AZ F. Dividend Premium DIS
AZ F. Emer. Mkt Asia
AZ F. Emer. Mkt Europe
AZ F. Emer. Mkt Lat. Am.
AZ F. European Dynamic ACC
AZ F. European Dynamic DIS
AZ F. European Trend
AZ F. Formula 1 Absolute ACC
AZ F. Formula 1 Absolute DIS
AZ F. Formula 1 Alpha Plus ACC
AZ F. Formula 1 Alpha Plus DIS
AZ F. Formula Target 2015 ACC
AZ F. Formula Target 2015 DIS
AZ F. Formula 1 Conserv.
AZ F. Global Curr&Rates ACC
AZ F. Global Curr&Rates DIS
AZ F. Global Sukuk ACC
AZ F. Global Sukuk DIS
AZ F. Hybrid Bonds ACC
AZ F. Hybrid Bonds DIS
AZ F. Income ACC
AZ F. Income DIS
AZ F. Int. Bd Targ. Giugno 2016 ACC
AZ F. Int. Bd Targ. Giugno 2016 DIS
AZ F. Institutional Target ACC
AZ F. Institutional Target DIS
AZ F. Italian Trend ACC
AZ F. Italian Trend DIS
AZ F. Lira Plus ACC
AZ F. Lira Plus DIS
AZ F. Macro Dynamic
AZ F. Opportunities
AZ F. Pacific Trend
AZ F. Patriot ACC
AZ F. Patriot DIS
AZ F. Qbond
AZ F. Qinternational
AZ F. QProtection
AZ F. Qtrend
AZ F. Real Plus A-AZ
AZ F. Real Plus B-AZ
AZ F. Renminbi Opport
AZ F. Reserve Short Term
AZ F. Short Term Gl High Yield ACC
AZ F. Short Term Gl High Yield DIS
AZ F. Solidity ACC
AZ F. Solidity DIS
AZ F. Strategic Trend
AZ F. Top Rating ACC
AZ F. Top Rating DIS
AZ F. Trend
AZ F. US Income

30/04
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
30/04
30/04
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05

ABRUZZI 7 palazzo signorile ultime


abitazioni due, tre locali. CE: F> - IPE:
147 kWh/mqa 02.28.38.12.08 Granvela.it
APPARTAMENTO nuovo Archimede/Fiamma. Soggiorno-cottura, bicamere, biservizi, balcone. Termoautonomo. APE: B - IPE: 50,71 kWh/mqa.
02.88.08.31 cod. T03 - filcasaimmobili.it
ARENA Giannone 9 appartamenti
nuovi uno, due, tre locali. CE: F - IPE:
153 kWh/mqa 02.33.61.71.12 Granvela.it
BILOCALI /trilocali S. Gregorio, ristrutturati a nuovo. APE: G - IPE: 187,5
kWh/mqa 02.88.08.31 cod. C04
www.filcasaimmobili.it

MOSCOW resident sales manager valuta offerte min. ral 60.000 euro.
+7.911.210.60.11
CUSTODE, condominio, garage,
azienda. Referenziato, fac totum. Anche part-time. Tel: 331.44.29.193

VINCENZO MONTI 79, in stabile signorile mono-bilocali, ristrutturati a


nuovo. CE: F> - IPE: 147,24 kWh/mqa
02.48.01.18.83 Granvela.it

Valuta
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR

RERA parco immersa nel


verde dimora 230 mq., 20 mq.
di terrazzo, ampio box. CE in
corso.
info@solferinoimmobiliare.it
DE AMICIS. Sesto piano, luminoso
quadrilocale, servizi, balconi. APE: F IPE: 154,25 kWh/mqa 02.88.08.31
cod. C15 filcasaimmobili.it
IMBRIANI - Maffucci 52, bilocali,trilocale, ristrutturati CE: G - IPE: 180,97
kWh/mqa Granvela.it 02.39.31.05.57
ISOLA nuova ristrutturazione, confortevole trilocale. CE: C - IPE 86,40 kWh/
mqa 02.88.08.31 cod. TC01 www.filcasaimmobili.it
LOSANNA bilocale nuovissimo 59
mq. Minimo anticipo, mutuo euro
1.000/mese. APE: B - IPE: 33,26 kWh/
mqa. 02.88.08.31 filcasaimmobili.it
codice B45
MM S. DONATO - Mansarda bilocale con terrazzo mq. 47. Minimo anticipo, mutuo euro 400/mese. APE: E
- IPE: 118,08 kWh/mqa. 02.88.08.31
- cod. B18 - filcasaimmobili.it
PRECOTTO via Rucellai, appartamenti nuovi, varie tipologie, vendonsi. CE:
B>
IPE:
37
kWh/mqa
02.25.71.50.01 Granvela.it
TRILOCALI nuovi Murat. Piani alti.
box. APE: C - IPE: 74,9 kWh/mqa
02.88.08.31 codice T09 - filcasaimmobili.it
VIA LOMAZZO nuovo quadrilocale.
Pluriservizi, giardino privato. APE: B IPE: 42,7 kWh/mqa 02.88.08.31 cod.
P15 filcasaimmobili.it

Quota/od.
5,246
6,377
7,513
7,430
5,874
3,358
6,947
6,255
6,164
5,648
5,210
6,454
5,466
8,667
3,169
4,852
5,709
5,602
3,966
6,363
6,222
5,629
5,520
6,398
5,668
5,491
4,691
4,268
6,075
5,748
5,585
5,276
6,453
5,825
4,921
4,456
6,051
5,886
4,286
4,250
4,726
4,276
6,544
5,925
5,197
7,835
6,831
5,519
5,483
5,503
5,724
4,661
4,662
5,306
6,309
5,205
4,965
6,502
5,849
6,675
5,355
5,307
7,627
6,468

Quota/pre. Nome
5,253
6,382
7,503
7,410
5,876
3,359
6,944
6,242
6,151
5,629
5,193
6,428
5,444
8,607
3,170
4,861
5,700
5,594
3,951
6,297
6,158
5,627
5,539
6,387
5,658
5,494
4,700
4,276
6,057
5,731
5,584
5,275
6,439
5,813
4,932
4,466
6,047
5,881
4,248
4,213
4,763
4,309
6,544
5,922
5,195
7,867
6,859
5,515
5,469
5,483
5,710
4,743
4,743
5,304
6,308
5,203
4,963
6,506
5,852
6,662
5,342
5,294
7,607
6,446

Active Dollar Bond A


Active Emerging Credit A
Active Emerging Credit B
Active European Credit A
Active European Credit B
Active European Equity A
Active European Equity B
Active Liquid Bond A
Active Liquid Bond B
Multiman. Bal. A
Multiman. Bal. M
Multiman. Eq. Afr. & Mid. East A
Multiman. Eq. Afr. & Mid. East M
Multiman.Target Alpha A
SB Bond B
SB Equity B
SB Flexible B

05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
04/05
04/05
29/04
29/04
29/04
04/05
04/05
04/05

USD
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR

1509,393
1700,474
1628,242
1503,127
1433,579
1491,113
1404,513
1247,680
1201,995
127,291
127,613
77,448
81,199
110,506
1085,939
1328,776
1080,817

1511,050
1701,225
1628,979
1505,989
1436,327
1504,012
1416,683
1248,081
1202,393
127,388
127,701
77,722
81,475
110,845
1087,765
1322,210
1079,501

ABSOLUTE RETURN EUROPA


BOND-A
BOND-B
DYNAMIC EQUITY
EQUITY- I
F. STRAT. TAA COMPARTO BOLZANO
F. STRAT. TAA COMPARTO TRENTO
PRINCIPAL FINANCE 1

04/05
31/03
31/03
31/03
31/03
31/03
31/03
31/12

EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR

4954,753
827674,166
827674,166
428098,783
633608,387
98948,208
99101,875
64265,183

4979,899
822274,720
822274,720
460355,579
625999,102
62969,876

60,940
70,780

61,650
71,210

Tel: 848 58 58 20
Sito web: www.ingdirect.it
05/05
05/05

EUR
EUR

MILANO 3. Quadrilocale 117 mq.:


soggiorno, cucinotto, tre camere, due
bagni, ripostiglio, loggia coperta. Da
risistemare. Euro 288.000. APE: F - IPE:
147,60 kWh/mqa. 02.88.08.31 - codice P03 - filcasaimmobili.it

OROLOGI MARCHE PRESTI-

GIOSE, gioielli firmati, brillanti,


coralli. www.ilcordusio.com 02.86.46.37.85

PUNTO D'ORO

compriamo contanti, supervalutazione gioielli antichi,


moderni, orologi prestigiosi, oro, diamanti. Sabotino
14 - Milano. 02.58.30.40.26

BANCHE
MULTINAZIONALI

ACQUISTIAMO

RICERCANO appartamenti affit-

AUTOMOBILI E FUORISTRADA, qualsiasi cilindrata. Passaggio di propriet, pagamento immediato. Autogiolli, Milano.
02.89.50.41.33 - 327.33.81.299

to vendita. Milano e provincia


02.29.52.99.43

BANCHE e multinazionali ricercano


immobili in affitto o vendita a Milano.
02.67.17.05.43
IMPIEGATA banca massime referenze cerca monolocale/bilocale in Milano zona servita. 02.67.47.96.25
REFERENZIATISSIMO funzionario
trasferendomi per triennio a Milano
cerco appartamento bi/trilocale a canone concordato. Rivolgersi mio agente di fiducia Francesco Coda
345.29.26.595

CHIANCIANO TERME centro, vendo alloggio ammobiliato, doppio garage, rendita anticipata 5% oppure nuda propriet. 338.84.46.363

Data

Valuta
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR

Quota/od.
61,280
63,780
62,790
64,780
63,260
59,630
56,120
74,830
70,590
63,550
52,940

ACQUISTARE, vendere aziende, immobili, ricercare soci, joint-venture?


Trentennale esperienza nazionale, internazionale, pagamenti garantiti.
www.cogefim.com - 02.39.26.11.91
ATTIVIT da cedere/acquistare artigianali, industriali, turistico alberghiere, commerciali, bar, aziende agricole,
immobili. Ricerca soci. Business Services 02.29.51.80.14
DISCOTECA prestigiosa e/o ristorante cedesi Isola d'Elba. 335.53.98.658
LUGANO vendesi ventennale attivit
di bar, pasticceria, ristorante, 130 posti, terrazza, parcheggi, ottima visibilit.
Fatturato
importante.
0041.76.33.40.545
RIVENDITA monopoli/lotto interno
importante centro commerciale hinterland Milano, alto reddito ideale
gruppo famigliare cedesi. No perditempo. Tel. 02.84.63.033 ore 10/13

Quota/pre. Nome
61,750
63,660
62,980
64,780
63,310
60,440
57,290
74,700
70,520
63,600
54,440

Data

KIS - Multi-Str. UCITS D


KIS - Multi-Str. UCITS P
KIS - Real Return D
KIS - Real Return P
KIS - Risorgimento D
KIS - Risorgimento P
KIS - Risorgimento X
KIS - Selection D
KIS - Selection P
KIS - Selection P-USD
KIS - Selection X
KIS - Selection Y
KIS - Selection Y-USD
KIS - Sm. Cap D
KIS - Sm. Cap P
KIS - Sm. Cap Y
KIS - Sm. Cap X

04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05

ASIAN OPP CAP RET EUR


ADWISE L/S CAP RET EUR
FLEX QUANTITATIVE HR6 A EUR
HIGH GROWTH CAP RET EUR
ITALY CAP RET A EUR
SELECTED BOND DIS RET EUR
SELECTED BOND CAP RET EUR
ACTIVE SH TERM CREDIT CAP RET EUR

05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05

Valuta

Quota/od.

EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
USD
EUR
EUR
USD
EUR
EUR
EUR
EUR

118,250
121,760
101,630
101,660
110,230
144,700
146,520
127,510
130,430
179,140
130,420
106,140
106,100
108,480
114,560
116,910
116,680

05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05

USD
USD
USD
USD
USD
EUR
EUR
USD
USD
USD
EUR
EUR
EUR
EUR
USD
USD
USD
USD
USD
EUR
EUR
EUR
USD
USD
EUR
JPY
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
USD
EUR
EUR
USD
USD
USD

25,320
16,110
14,780
15,520
10,040
15,720
10,220
13,359
8,044
12,715
17,561
13,108
11,147
6,302
5,559
62,730
15,610
11,859
47,790
11,166
13,536
12,186
52,140
10,424
45,450
3885,000
21,260
19,110
14,240
20,470
14,600
17,730
16,700
10,559
11,213
15,250
12,031
10,327
34,190

25,560
16,260
14,760
15,660
10,053
15,760
10,220
13,423
8,083
12,720
17,576
13,119
11,150
6,332
5,570
62,670
15,600
11,874
47,720
11,177
13,552
12,201
52,630
10,434
45,360
3885,000
21,260
19,120
14,240
20,490
14,610
17,730
16,700
10,554
11,199
15,180
12,023
10,320
34,040

EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR

16,597
108,490
117,523
132,742
27,228
5,737
123,518
91,937

118,350
121,850
101,600
101,620
109,700
143,990
145,800
126,930
129,830
178,320
129,940
105,660
105,610
108,740
114,810
117,180
116,940

Kairos Multi-Str. A
Kairos Multi-Str. B
Kairos Multi-Str. I
Kairos Multi-Str. P
Kairos Income
Kairos Selection
KAIROS INTERNATIONAL SICAV
KIS - America D
KIS - America P
KIS - America P-USD
KIS - America X
KIS - Bond D
KIS - Bond P
KIS - Bond Plus D
KIS - Bond Plus D-Dist
KIS - Bond Plus P
KIS - Bond Plus P-Dist
KIS - Bond Plus X
KIS - Bond Plus Y
KIS - Bond P-USD
KIS - Bond Y-USD
KIS - Dynamic D
KIS - Dynamic P
KIS - Dynamic P-USD
KIS - Emerging Mkts D
KIS - Emerging Mkts P
KIS - Emerging Mkts P-USD
KIS - Europa D
KIS - Europa P
KIS - Europa X
KIS - Europa Y
KIS - Global Bond P
KIS - Global Bond P-USD
KIS - Italia D
KIS - Italia P
KIS - Italia X
KIS - Italia X-Dist
KIS - Italia Y
KIS - Key D
KIS - Key D-Dist
KIS - Key P
KIS - Key P-Dist
KIS - Key X
KIS - Key Y
KIS - Liquidity D
KIS - Liquidity P
KIS - Multi Str. UCITS P-USD

31/03
31/03
31/03
31/03
05/05
05/05

EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR

938338,569
610243,921
634983,758
572132,633
6,730
10,946

931756,181
606265,300
630293,421
568561,251
6,732
11,013

04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05

EUR
EUR
USD
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
USD
USD
EUR
EUR
USD
EUR
EUR
USD
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
USD
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
USD

210,210
212,790
303,060
215,050
127,540
132,550
136,010
102,110
139,210
125,270
103,520
103,170
179,160
102,500
123,700
126,270
177,310
138,650
141,630
189,650
142,860
146,930
150,090
117,580
104,710
142,510
110,240
150,920
150,170
111,070
114,440
113,500
113,510
162,780
155,760
162,010
116,500
102,250
105,950
161,080

209,530
212,080
302,030
214,330
127,710
132,750
136,260
102,300
139,440
125,490
103,700
103,340
179,400
102,640
123,880
126,460
177,530
138,730
141,700
189,730
142,130
146,160
149,300
116,970
104,810
142,620
109,800
150,320
149,690
110,710
113,990
112,660
112,660
161,550
154,590
161,020
115,620
102,260
105,960
161,190

16,737
109,921
117,000
136,276
27,601
5,744
123,666
91,900

www.multistarssicav.com multistars@pharus.ch
T. +41 (0)91 640 37 80
Alexander
Biotech A
Biotech E
Biotech I
Emerging Mkt Local Curr Debt A
Emerging Mkt Local Curr Debt B
Emerging Mkt Local Curr Debt F
Orazio Conservative A
Sparta Agressive A

05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05

EUR
EUR
USD
EUR
EUR
EUR
USD
EUR
EUR

1172,660
193,970
121,140
1991,470
1079,120
1089,920
1049,680
108,890
110,280

1196,750
197,880
123,610
2031,500
1080,340
1091,120
1050,820
109,170
111,330

www.newmillenniumsicav.com
Distributore Principale: Banca Finnat Euramerica - Tel: 06/69933475
NM Augustum Corp Bd A
NM Augustum Extra Euro High Qual Bd
NM Augustum High Qual Bd A
NM Balanced World Cons A
NM Euro Bonds Short Term A
NM Euro Equities A
NM Global Equities EUR hdg A
NM Inflation Linked Bond Europe A
NM Italian Diversified Bond A
NM Italian Diversified Bond I
NM Large Europe Corp A
NM Market Timing A
NM Market Timing I
NM Q7 Globalflex A
NM Total Return Flexible A
NM VolActive A
NM VolActive I

05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
30/04
30/04
05/05
05/05

EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR

198,190
108,790
149,490
144,110
139,950
54,260
78,210
107,930
115,800
118,910
138,610
112,730
114,670
107,120
125,530
92,630
94,020

AUGUSTUM EQUITY EUROPE I


AUGUSTUM G.A.M.E.S. A
AUGUSTUM G.A.M.E.S. I

05/05
05/05
05/05

EUR
EUR
EUR

122,640
129,090
172,620

TARIFFE PER PAROLA IVA ESCLUSA


Rubriche in abbinata: Corriere
della Sera - Gazzetta dello Sport:
n. 1, 16: 2,08; n. 2, 3, 14:
7,92; n. 4, 21, 23: 5,00; n. 5, 6,
7, 8, 9, 12, 20, 22: 4,67; n. 10:
2,92; n. 11: 3,25; n. 13:
9,17; n. 15: 4,17; n. 17: 4,58;
n. 18, 19: 3,33; n. 24: 5,42.
RICHIESTE SPECIALI
Data Fissa: +50%
Data successiva fissa: +20%
Per tutte le rubriche tranne la 21,
22 e 24:
Neretto: +20%
Capolettera: +20%
Neretto riquadrato: +40%
Neretto riquadrato negativo: +40%

Quota/pre. Nome

La lista completa dei comparti Invesco autorizzati in Italia


disponibile sul sito www.invesco.it
Invesco Funds
Asia Balanced A
Asia Balanced A-Dis
Asia Consumer Demand A
Asia Infrastructure A
Asian Bond A-Dis M
Balanced-Risk Allocation A
Balanced-Risk Select A
Em. Loc. Cur. Debt A
Em. Loc. Cur. Debt A-Dis.M
Em. Mkt Corp Bd A
Euro Corp. Bond A
Euro Corp. Bond A-Dis M
Euro Short Term Bond A
European Bond A-Dis
Glob. Bond A-Dis
Glob. Equity Income A
Glob. Equity Income A-Dis
Glob. Inv. Grade.Corp. Bd A-Dis M
Glob. Structured Equity A-Dis
Glob. Targeted Ret. A
Glob. Tot. Ret. (EUR) Bond A
Glob. Tot. Ret. (EUR) Bond E-Dis
Greater China Eq. A
India Bond A
India Equity E
Japanese Eq. Advantage A
Pan European Eq. A
Pan European Eq. A-Dis
Pan European Eq. Inc. A-Dis
Pan European High Inc A
Pan European High Inc A-Dis
Pan European Struct. Eq. A
Pan European Struct. Eq. A-Dis
Renminbi Fix. Inc. A
Renminbi Fix. Inc. EUR A-Dis
US Equity A EH
US High Yield Bond A
US High Yield Bond A-Dis M
US Value Equity A

ACQUISTIAMO,
VENDIAMO,
PERMUTIAMO

SOCIET d'investimento internazionale acquista direttamente appartamenti e stabili in Milano. 02.46.27.03

05/05
29/04
29/04
29/04
29/04
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05

Cedola Arancio
Borsa Protetta Agosto
Borsa Protetta Febbraio
Borsa Protetta Maggio
Borsa Protetta Novembre
Inflazione Pi Arancio
Mattone Arancio
Profilo Dinamico Arancio
Profilo Equilibrato Arancio
Profilo Moderato Arancio
Top Italia Arancio

FFICI altissima rappresentanza, pieno centro, edificio


storico, scaloni monumentali,
affreschi, grandi spazi artisticamente restaurati. 900 mq. divisibili APE: D - IPE: 104,5 kWh/
mca. 02.88.08.31 cod. C05 filcasaimmobili. it

CHIRURGO estetico cerca urgentemente a Milano appartamento prestigioso incaricata Sarpi Immobiliare
02.76.00.00.69

Tel: 02 77718.1
www.kairospartners.com

Num tel: 178 311 01 00


www.compamfund.com - info@compamfund.com

Dividendo Arancio
Convertibile Arancio

WWW.VINCENZOMONTIPRESTIGE.IT vende/affitta decine di appartamenti zone Vincento Monti, Pagano. 02.46.39.72

SOCIETA' ALBERGHIERA

affermata, per gestione diretta cerca hotels in fitto


d'azienda 40-150 camere.
Si garantisce riservatezza,
affidabilit. Mail: areagestioni@virgilio.it

Data

Valuta

Quota/od.

Quota/pre.

Tel: 0041916403780
www.pharusfunds.com info@pharusfunds.com
PS - Absolute Return A
PS - Absolute Return B
PS - Absolute Return C
PS - Absolute Return F
PS - Algo Flex A
PS - Algo Flex B
PS - Best Global Managers A
PS - Best Global Managers B
PS - Best Gl Managers Flex Eq A
PS - Bond Opportunities A
PS - Bond Opportunities B
PS - Bond Opportunities C
PS - EOS A
PS - Equilibrium A
PS - Fixed Inc Absolute Return A
PS - Global Dynamic Opp A
PS - Global Dynamic Opp B
PS - Global Dynamic Opp C
PS - Inter. Equity Quant A
PS - Inter. Equity Quant B
PS - Liquidity A
PS - Liquidity B
PS - Liquidity E
PS - Opportunistic Growth A
PS - Opportunistic Growth B
PS - Prestige A
PS - Quintessenza A
PS - Target A
PS - Target B
PS - Target C
PS - Target F
PS - Target H
PS - Titan Aggressive A
PS - Total Return A
PS - Total Return B
PS - Valeur Income A
PS - Value A
PS - Value B
PS - Value C

04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05
04/05

EUR
EUR
USD
CHF
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
USD
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
USD
CHF
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
USD
CHF
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
USD

121,510
128,650
100,690
100,550
120,630
115,750
105,890
110,650
123,670
166,790
124,730
102,270
139,020
75,410
98,980
115,680
116,950
106,070
134,900
138,380
125,400
100,660
99,910
100,260
106,940
94,750
104,230
102,830
103,200
99,470
100,830
101,070
122,520
107,600
102,340
114,660
118,630
121,430
116,330

121,410
128,530
100,600
100,460
120,070
115,200
105,950
110,710
123,950
166,890
124,800
102,350
138,520
76,050
99,160
115,160
116,410
105,470
133,580
137,030
125,380
100,640
99,890
100,330
107,000
95,560
104,320
102,780
103,150
99,430
100,780
101,020
122,600
107,610
102,340
114,730
118,320
121,110
115,990

107,520
108,040
105,510
105,800
105,610
102,880

107,520
108,040
105,510
105,810
105,680
102,950

106,250
149,790
474,910
462,670
317,570
143,070
204,290
80,960
88,450
161,240
208,430
144,920
108,750
198,100
217,520

106,680
150,390
477,130
464,810
323,270
146,330
208,940
82,410
90,040
163,560
211,480
145,660
109,290
201,500
221,240

www.pegasocapitalsicav.com

05/05
EUR
05/05
USD
198,490
05/05
EUR
108,760
05/05
USD
150,060
05/05
EUR
144,890
05/05
EUR
140,060
55,490
78,910
108,820
116,100
119,230
138,690
112,760
114,700
106,630
www.vitruviussicav.com
126,040
93,630
95,040 Asian Equity B
05/05
EUR
05/05
Asian Equity B
USD
05/05
Emerg Mkts Equity
USD
05/05
Emerg Mkts Equity Hdg
EUR
05/05
European Equity
EUR
05/05
Greater China Equity B
EUR
05/05
Greater China Equity B
USD
05/05
Growth Opportunities
USD
124,510 Growth Opportunities Hdg
05/05
EUR
130,830 Japanese Equity
30/04
JPY
174,950 Japanese Equity Hdg
30/04
EUR
05/05
Swiss Equity
CHF
05/05
Swiss Equity Hdg
EUR
05/05
US Equity
USD
05/05
US Equity Hdg
EUR
Strategic Bond Inst. C
Strategic Bond Inst. C hdg
Strategic Bond Retail C
Strategic Bond Retail C hdg
Strategic Trend Inst. C
Strategic Trend Retail C

Numero verde 800 124811


www.nextampartners.com-info@nextampartners.com
Nextam Bilanciato
Nextam Obblig. Misto
BInver International A
Cap. Int. Abs. Inc. Grower D
CITIC Securities China Fd A
Fidela A
Flexible GA A
Flexible GA B
Income A
International Equity A
Italian Selection A
Liquidity A
Multimanager American Eq.A
Multimanager Asia Pacific Eq.A
Multimanager Emerg.Mkts Eq.A
Multimanager European Eq.A
Strategic A
Usa Value Fund A
Ver Capital Credit Fd A

05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05

EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR

7,806
8,058
7,044
6,534
8,034
5,885
9,896
98,938
5,787
8,927
7,279
5,334
6,079
5,657
5,035
5,204
5,725
7,117
5,718

7,880
8,120
7,093
6,598
8,183
5,893
10,004
100,020
5,824
9,047
7,443
5,336
6,097
5,680
5,044
5,220
5,782
7,209
5,726

Tel 0332 251411


www.ottoapiu.it
8a+ Eiger
8a+ Eiger I
8a+ Eiger R
8a+ Gran Paradiso
8a+ Kilimanjaro R
8a+ Kilimanjaro I
8a+ K2
8a+ K2
8a+ Latemar
8a+ Matterhorn
8a+ Tibet

05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
05/05
24/04
05/05

Legenda: Quota/pre. = Quota precedente;

6,996
7,154
EUR
111,610
114,160
EUR
142,830
146,090
EUR
5,236
5,240
EUR
95,110
95,450
EUR
94,960
95,300
EUR
109,010
108,990
EUR
102,960
102,950
EUR
6,118
6,163
EUR
EUR 915515,130 917267,777
104,750
104,790
EUR

Quota/od. = Quota odierna

13378EAB www.kneip.com

Sussurri & Grida

Piazza Affari

Terna fa il pieno di utili in attesa della rete delle Ferrovie


di Giacomo Ferrari

Rally di Beni Stabili e banche


In calo Atlantia e Fiat Chrysler

imbalzo riuscito per Piazza Affari dopo


il calo della vigilia: il Ftse-Mib ha
recuperato lo 0,37% al termine di una
seduta sullottovolante. E il merito va
soprattutto al comparto bancario (alla vigilia
dei risultati trimestrali che molti analisti
prevedono in miglioramento) oltre che al
risparmio gestito, a partire da Mediolanum
(+2,73%) e Azimut (+2,46%), in cima alla
graduatoria dei rialzi davanti a Bper
(+1,97%), Intesa Sanpaolo (+1,96%) e
Unicredit (+1,84%). Tra i titoli minori spicca
Beni Stabili (+6%) dopo lintesa con Telecom
Italia sullimmobiliare. In forte calo Atlantia
(-4,6%) mentre prosegue la discesa di FiatChrysler (-3,32%) che risente dei cattivi
risultati del mercato brasiliano dellauto.
RIPRODUZIONE RISERVATA

BORSA ITALIANA
Nome Titolo

Tel. Prezzo
Rif.
(euro)

A A.S. Roma ................................................(ASR) 0,521


A2A......................................................................(A2A) 1,013
Acea.....................................................................(ACE) 11,490
Acotel Group *................................................(ACO) 11,900
Acsm-Agam....................................................(ACS) 1,323
AdF-Aerop.Firenze.........................................(AFI) 14,840
Aedes *.................................................................(AE) 2,546
Aeffe *................................................................ (AEF) 2,318
Alerion...............................................................(ARN) 3,000
Ambienthesis..................................................(ATH) 0,496
Amplifon.......................................................... (AMP) 7,030
Anima Holding ............................................(ANIM) 8,055
Ansaldo Sts *.................................................. (STS) 9,505
Arena..................................................................(ARE)

Ascopiave * .....................................................(ASC) 2,348


Astaldi * ............................................................(AST) 7,395
Atlantia...............................................................(ATL) 23,230
Autogrill.............................................................(AGL) 8,535
Autostrada To-Mi............................................ (AT) 11,860
Autostrade Mer.......................................(AUTME) 18,150
Azimut...............................................................(AZM) 27,120
B B&C Speakers * ...................................(BEC) 7,550
Banca Generali..............................................(BGN) 31,510
Banca Ifis * ...........................................................(IF) 18,430
Banca Pop. Emilia R.....................................(BPE) 7,495
Banca Pop. Sondrio ................................. (BPSO) 3,996
Banco Popolare ................................................(BP) 14,020
Banco Popolare w10............................(WBP10)

Banzai * ........................................................ (BANZ) 5,830


Basicnet............................................................(BAN) 3,526
Bastogi.....................................................................(B) 2,040
BB Biotech * ..................................................... (BB) 260,700
Bca Carige ........................................................(CRG) 0,074
Bca Carige r...................................................(CRGR) 1,710
Bca Finnat * .................................................... (BFE) 0,494
Bca Intermobiliare........................................(BIM) 3,524
Bca Pop.Etruria e Lazio *........................... (PEL)

Bca Pop.Milano.............................................. (PMI) 0,897


Bca Pop.Spoleto ............................................(SPO)

Bca Profilo....................................................... (PRO) 0,328


Bco Desio-Brianza......................................(BDB) 3,130
Bco Desio-Brianza rnc...........................(BDBR) 2,776
Bco Santander.............................................(SANT) 6,535
Bco Sardegna rnc.......................................(BSRP) 10,700
Bee Team *......................................................(BET) 0,598
Beghelli.................................................................(BE) 0,458
Beni Stabili...................................................... (BNS) 0,716
Best Union Co. ............................................. (BEST) 2,140
Bialetti Industrie *......................................... (BIA) 0,550
Biancamano *...............................................(BCM) 0,478
Biesse *.............................................................(BSS) 14,260
Bioera...................................................................(BIE) 0,522
Boero Bart....................................................... (BOE) 19,820
Bolzoni * ........................................................... (BLZ) 3,580
Bon.Ferraresi......................................................(BF) 25,990
Borgosesia .........................................................(BO) 0,770
Borgosesia rnc ..............................................(BOR) 0,760
Brembo *..........................................................(BRE) 35,780
Brioschi............................................................... (BRI) 0,102
Brunello Cucinelli *.........................................(BC) 16,730
Buzzi Unicem ..................................................(BZU) 14,080
Buzzi Unicem rnc........................................(BZUR) 8,715
C Cad It * .................................................... (CAD) 4,410
Cairo Comm. *................................................. (CAI) 5,105
Caleffi ..................................................................(CLF) 1,209
Caltagirone ....................................................(CALT) 2,190
Caltagirone Ed................................................(CED) 0,848
Campari.............................................................(CPR) 7,025
Cape Live ..........................................................(APE) 2,888
Carraro............................................................(CARR) 2,058
Cattolica As................................................... (CASS) 7,480
Cell Therap......................................................(CTIC) 1,605
Cembre * .........................................................(CMB) 13,480
Cementir *.......................................................(CEM) 6,060
Cent. Latte Torino *.......................................(CLT) 3,670
Ceram. Ricchetti...............................................(RIC) 0,279
Cerved............................................................. (CERV) 6,285
CHL......................................................................(CHL) 0,048
CIA......................................................................... (CIA) 0,312
Ciccolella .............................................................. (CC)

Cir...........................................................................(CIR) 1,037
Class Editori ......................................................(CLE) 0,358
CNH Industrial..............................................(CNHI) 7,650
Cofide .................................................................(COF) 0,481
Cogeme Set .................................................... (COG)

Conafi Prestito'.............................................. (CNP) 0,351


Cred. Artigiano ...............................................(CRA)

Cred. Emiliano ...................................................(CE) 7,445


Cred. Valtellinese.........................................(CVAL) 1,080
Csp.......................................................................(CSP) 1,752
D D'Amico *................................................. (DIS) 0,620
D'Amico 16 warr *............................... (WDIS16) 0,084
Dada *.................................................................. (DA) 2,840
Damiani *.......................................................(DMN) 1,378
Danieli...............................................................(DAN) 21,530
Danieli rnc ....................................................(DANR) 15,820
Datalogic *.......................................................(DAL) 11,400
De'Longhi .........................................................(DLG) 20,400
Dea Capital *...................................................(DEA) 1,872
Delclima ............................................................(DLC) 2,384
Diasorin * ..........................................................(DIA) 39,880
Digital Bros * ...................................................(DIB) 5,350
Dmail Group * ..............................................(DMA) 2,200
DMT *...................................................................(EIT) 54,000
E Edison r ................................................ (EDNR) 0,784
EEMS............................................................... (EEMS) 0,115
El.En. *................................................................(ELN) 35,110

Terna ha chiuso il primo trimestre con utili in


crescita del 13,8% a 165,2 milioni di euro e ricavi
in aumento del 7,4% a 513,3 milioni: sono i conti
approvati dal consiglio della societ della rete
elettrica. Loperazione per lacquisizione della
rete ad alta tensione di Fs dovrebbe andare in
porto subito prima della pausa estiva o poche
settimane dopo, ha detto lamministratore delegato Matteo Del Fante.

cio di Udine che ha partecipato


al progetto Elite di Borsa Italiana e firmato, fra laltro, gli arredi della nave da crociera Britannia varata da Fincantieri. Idb ha
rilevato il 100% della Gervasoni
(24 milioni di fatturato 2014,
+5% sul 2013, e 2,5 milioni di
utile netto) e i due fratelli hanno sottoscritto il
30% della nuova holding, assistiti anche dalla
merchant bank Dvr Capital. Cercavamo un
partner, la proposta di Colonna e Sattin ci ha appassionato, dice Giovanni Gervasoni, presidente di Idb (Michele consigliere delegato). La prima acquisizione attesa entro lanno.

RIPRODUZIONE RISERVATA

Idb compra i mobili Gervasoni


(a. pu.) Diventare il polo per larredamento e il
design italiano, un aggregatore dimprese che
tocchi i 100-150 milioni di fatturato in sei-sette
anni per essere quotato in Borsa. lo scopo di
Idb, Industrial Design Brands, neonata societ
che attraverso Investindesign fa capo per il 70%
alla Private Equity Partners di Fabio Sattin e, a titolo personale, a Paolo Colonna, partner di Permira, pi altri 14 soci. Ha un capitale dichiarato
di 11,5 milioni e ieri ha concluso la prima operazione con i fratelli Giovanni (foto) e Michele Gervasoni, titolari dellomonimo e storico mobilifi-

RIPRODUZIONE RISERVATA

Usa, tv via cavo a 500 megabit


(f.ta.) Per gli addetti ai lavori soltanto lultima
conferma di un processo assolutamente prevedibile ma, nonostante ci, la notizia colpisce:
negli Stati Uniti lassociazione CableLabs, consorzio non profit a cui fanno riferimento le compagnie delle tv via cavo, ha aggiornato lo stan-

B.O.T.

-0,19
-0,78
-2,63
+0,42
-0,90
+2,27
-1,32
-2,03
-1,06
-0,80
+1,37
+0,37
+0,32

+0,26
+1,16
-4,60
-1,44
-3,97
-0,06
+2,46

+0,99
+1,26
+1,97
+1,42
+1,67

+0,87
-3,13
-2,76
-0,91
+0,82
-2,29
-1,40
-0,17

+0,79

+0,26
-0,79
-0,08
-1,47
-1,64
-0,43
+6,00
-1,65
-0,90
-2,01
+0,21
-4,74

+1,42
+1,29
+2,67

-0,53
-0,97
-1,41
-2,90
-2,30
-0,90
-0,39

-1,26
+2,11
+0,36
-0,35
-2,46

-0,50
-3,02
-2,18
+0,27
+1,34
-1,02
+0,21
-2,01

+0,97
+3,17
+1,59
+0,63

+1,57
+0,47
+0,86
+0,32
-2,21
-1,87
+1,32
-0,97
-2,89
+0,18
-0,29
+0,16
-0,25
-0,65
-0,28
-1,79
+0,47

-1,63
-2,88

Max
Capitaliz
Anno (in milioni
(euro) di euro)

-6,29 0,499 0,568 206,6


+21,24 0,792 1,085 3187,1
+26,13 8,900 12,560 2482,4
+16,44 10,220 15,500
50,0
+22,39 1,061 1,442 102,0
+13,63 12,680 15,400 132,1
+127,12 1,010 3,100
27,6
+5,08 1,797 2,710 253,1
+5,93 2,386 3,290 129,5
+26,40 0,353 0,614
46,7
+43,47 4,884 7,070 1580,5
+93,17 3,800 8,340 2390,6
+13,29 8,190 9,520 1900,1

+29,01 1,760 2,460 547,1


+53,68 4,410 8,155 726,1
+16,50 19,150 25,580 19481,0
+33,67 6,060 9,315 2201,3
+21,02 9,450 13,530 1056,2
+15,31 14,890 19,090
79,6
+47,55 17,640 28,870 3842,4
+24,18 5,670 7,970
82,5
+35,24 22,230 31,520 3647,7
+29,42 13,620 20,550 988,9
+34,32 4,804 8,135 3591,1
+28,16 2,840 4,442 1802,0
+36,12 8,915 14,710 5058,1

5,570 6,570 235,5


+55,88 2,226 3,778 211,3
-9,09 2,040 2,440 243,8
+31,60 196,700 329,200

+32,14 0,055 0,074 758,0


+50,93 1,095 2,060
4,4
+19,61 0,395 0,604 178,0
-0,45 3,430 3,546 551,4

+57,37 0,534 0,974 3936,7

+0,12 0,305 0,405 223,6


+43,71 2,030 3,230 364,3
+29,24 2,012 2,978
36,5
-7,44 5,910 7,125

+9,46 9,600 11,230


70,9
+19,60 0,485 0,660
80,2
+15,01 0,389 0,500
92,1
+21,89 0,568 0,766 1602,9
+7,00 1,830 2,220
20,0
-3,51 0,530 0,606
41,4
+1,31 0,421 0,567
16,4
+49,01 9,360 16,800 386,3
+93,33 0,248 0,704
18,7
-2,84 18,410 21,000
86,0
+31,14 2,608 3,716
93,2
+13,89 22,700 27,880 146,2
-3,39 0,746 0,800
27,9
-10,90 0,760 0,900
0,7
+28,57 26,650 39,100 2406,7
+13,59 0,086 0,122
79,6
-7,31 16,370 19,900 1141,1
+34,10 9,630 14,740 2355,8
+34,08 5,880 8,990 358,0
+16,05 3,610 4,996
39,7
+3,09 4,710 5,960 402,7
-13,52 1,187 1,398
14,8
+18,38 1,810 2,438 262,2
-1,34 0,810 1,035 104,3
+39,25 4,930 7,365 4063,8
+27,22 2,150 2,966
28,5
+8,32 1,831 2,400
94,1
+28,63 5,500 8,655 1304,8
-17,69 1,605 2,542

+29,62 10,210 16,600 231,5


+15,87 4,882 7,120 969,6
+36,03 2,684 4,174
36,4
+26,68 0,209 0,325
22,2
+45,35 4,040 6,680 1239,3
+24,29 0,036 0,054
11,7
+31,93 0,230 0,359
28,4

+15,74 0,847 1,118 826,8


+15,48 0,286 0,443 100,3
+16,17 6,245 8,230 10376,0
+11,20 0,403 0,530 350,8

+44,44 0,235 0,367


16,1

+17,61 6,230 8,355 2444,5


+31,71 0,720 1,340 1206,3
+23,38 1,397 1,922
57,9
+33,23 0,432 0,648 266,5
+23,17 0,054 0,086

+8,81 2,414 3,040


47,9
+10,42 1,205 1,557 115,5
+4,67 20,090 24,040 882,6
+15,05 13,280 16,990 647,1
+28,38 8,800 12,060 665,0
+36,91 14,730 21,870 3034,4
+11,76 1,621 1,940 574,9
+22,38 1,805 2,446 358,8
+19,01 33,330 42,370 2233,8
+66,67 3,030 6,450
75,2
-4,10 2,094 2,840
3,4
+27,57 41,310 55,100 1510,6
-8,84 0,784 0,871
86,2
-33,53 0,110 0,173
5,0
+24,50 26,530 41,700 171,2

Nome Titolo

Tel. Prezzo
Rif.
(euro)

Elica *..................................................................(ELC)
Emak *.................................................................(EM)
Enel................................................................... (ENEL)
Enel Green Pw ............................................(EGPW)
Enervit................................................................(ENV)
Engineering * ................................................ (ENG)
Eni ......................................................................... (ENI)
Erg........................................................................(ERG)
Ergy Capital ..................................................... (ECA)
Ergy Capital 16w.................................(WECA16)
Esprinet * .........................................................(PRT)
Eukedos.............................................................(EUK)
Eurotech *........................................................(ETH)
Exor......................................................................(EXO)
Exprivia *..........................................................(XPR)
F Falck Renewables *............................(FKR)
FCA-Fiat Chrysler Aut................................. (FCA)
Ferragamo .....................................................(SFER)
Fidia *.................................................................(FDA)
Fiera Milano *...................................................(FM)
Fincantieri .........................................................(FCT)
FinecoBank......................................................(FBK)
Finmeccanica..................................................(FNC)
FNM................................................................... (FNM)
Fullsix.................................................................. (FUL)
G Gabetti Pro.S......................................... (GAB)
Gas Plus.............................................................(GSP)
Gefran * ...............................................................(GE)
Generali.................................................................. (G)
Geox ....................................................................(GEO)
Gruppo Edit. L'Espresso................................. (ES)
H Hera ...........................................................(HER)
I I Grandi Viaggi........................................ (IGV)
IGD *....................................................................(IGD)
Il Sole 24 Ore...................................................(S24)
Ima *...................................................................(IMA)
Immsi.................................................................. (IMS)
Industria e Inn. ..................................................(IIN)
Intek Group........................................................(IKG)
Intek Group rnc .............................................(IKGR)
Interpump * ........................................................ (IP)
Intesa Sanpaolo...............................................(ISP)
Intesa Sanpaolo rnc....................................(ISPR)
Invest e Sviluppo.............................................(IES)
Irce * .....................................................................(IRC)
Iren.........................................................................(IRE)
Isagro *............................................................... (ISG)
Isagro Azioni Sviluppo * ...........................(ISGS)
IT WAY * ............................................................ (ITW)
Italcementi............................................................(IT)
Italmobiliare.................................................... (ITM)
Italmobiliare rnc ......................................... (ITMR)
IVS Group............................................................(IVS)
IVS Group 16 warr......................................(WIVS)
J Juventus FC.......................................... (JUVE)
K K.R.Energy...............................................(KRE)
Kinexia .............................................................. (KNX)
L La Doria *...................................................(LD)
Landi Renzo *....................................................(LR)
Lazio.....................................................................(SSL)
Luxottica ........................................................... (LUX)
Lventure Group............................................(LVEN)
M Maire Tecnimont....................................(MT)
Management e C..........................................(MEC)
MARR *......................................................... (MARR)
Mediacontech............................................... (MCH)
Mediaset.............................................................(MS)
Mediobanca ..................................................... (MB)

Var.
Var.
Min
Rif. 02/01/2015 Anno
(in %) (in %) (euro)

Max
Capitaliz
Anno (in milioni
(euro) di euro)

2,028 +0,30 +21,00 1,666 2,324 127,0


0,886 +1,78 +2,02 0,842 0,979 144,5
4,120 +0,88 +11,96 3,442 4,464 38529,2
1,740 +1,40 -0,06 1,635 1,915 8665,2
3,786 -0,11 +10,06 3,340 4,190
67,5
53,850 -1,55 +41,49 36,830 57,850 676,3
17,030 -0,06 +16,72 13,370 17,430 62059,6
12,300 -2,30 +30,71 9,020 13,000 1870,8
0,114 -3,96 +23,38 0,087 0,131
19,1
0,013 -13,51 +6,67 0,008 0,019

8,395 +3,51 +43,02 5,730 10,260 434,3


1,049 +1,84 +7,04 0,918 1,140
18,4
1,972 -0,40 +18,65 1,610 2,230
70,5
41,020 +0,17 +19,14 33,150 43,750 10102,3
0,784 -1,38 +11,45 0,696 0,918
40,5
1,174 +1,12 +23,45 0,874 1,267 340,0
12,800 -3,32 +32,30 9,465 15,800 16719,7
28,780 +0,84 +41,63 19,760 31,850 4849,6
7,710 -3,87 +164,95 2,894 9,210
40,1
6,275 -1,41 -1,49 6,010 7,490 265,3
0,803
+4,29 0,706 0,847 1343,8
6,520 -1,14 +37,55 4,438 7,170 3935,0
11,030 +1,29 +42,69 7,350 11,940 6408,0
0,630 -0,79 +14,03 0,516 0,700 271,8
2,000
+17,23 1,612 2,148
21,9
1,137 -1,39 +39,00 0,730 1,503
50,3
3,996 -0,10 +5,16 3,400 4,290 176,6
3,466
+15,53 2,992 3,934
49,1
17,030 +0,77 -0,06 16,430 19,070 26553,9
3,250 +0,93 +18,61 2,572 3,650 840,4
1,052 -0,66 +8,40 0,893 1,295 434,0
2,270 -1,73 +16,95 1,921 2,362 3390,1
0,457 -0,13 -16,13 0,457 0,594
20,6
0,840 -4,55 +27,95 0,643 0,968 650,4
0,770 -1,28 +30,62 0,560 0,920
33,7
44,160 -2,19 +18,39 35,210 48,010 1696,8
0,608 -1,94 +10,55 0,540 0,714 207,8
0,465 -1,08 +28,53 0,311 0,550
11,4
0,344 +0,15 +2,93 0,319 0,384 119,0
0,559 -1,50 -5,82 0,559 0,636
27,9
14,550 -1,42 +21,55 11,460 15,590 1610,1
3,010 +1,96 +22,66 2,248 3,224 47524,8
2,700 +1,28 +27,96 1,972 2,924 2515,1
0,500 -0,06 +4,04 0,432 0,610
3,1
1,968 -1,40 +10,62 1,720 2,320
55,3
1,272 -0,93 +37,37 0,873 1,340 1505,6
1,799 -0,55 +24,07 1,376 2,068
43,7
1,288 -0,16 +5,31 1,215 1,422
17,8
2,060 -1,62 +39,85 1,417 2,500
16,4
6,095 -1,61 +22,10 4,582 7,460 2149,5
29,160 -0,14 +53,47 17,310 33,130 645,4
17,000 +2,10 +16,84 13,990 20,900 277,9
7,255 -0,68 -1,29 6,350 7,690 288,5
0,120 -2,36 -40,05 0,109 0,275

0,294 -3,96 +31,81 0,218 0,338 303,5


0,866 -2,15 -0,35 0,735 1,018
28,8
1,272 -2,15 +27,20 0,852 1,520
71,1
12,880 -0,08 +48,64 8,110 16,350 396,9
1,018 -1,55 +2,62 0,978 1,249 115,9
0,700 -4,11 +41,99 0,486 0,899
48,6
56,900 -1,56 +25,58 44,910 61,500 27633,4
0,849 -1,68 +21,81 0,679 0,916
15,1
2,690
+45,56 1,625 2,888 820,7
0,115 +1,32 +27,38 0,086 0,123
54,7
17,260 -0,12 +15,84 14,260 18,000 1156,3
1,318 -1,35 +65,37 0,721 1,479
24,3
4,448 +0,14 +29,60 3,172 4,862 5245,1
8,620 +1,35 +25,56 6,465 9,130 7443,3

Monete e Lingotti in Oro


Quotazioni in euro 6 maggio 2015
ACQUISTO

VENDITA

Sterlina

247,99

267,83

Marengo

196,72

212,46

Krugerrand

1.054,39 1.138,74

Lingotto 100 gr

3.321,02 3.592,13

www.bolaffioro.it tel. 011.55.76.364


Torino Milano Verona Roma

Nome Titolo

Tel. Prezzo
Rif.
(euro)

Mediolanum.................................................. (MED) 7,725


Meridie.................................................................(ME) 0,163
Mid Industry Cap........................................... (MIC)

Mittel................................................................... (MIT) 1,517


Moleskine *....................................................(MSK) 1,442
MolMed ...........................................................(MLM) 0,405
Moncler ........................................................(MONC) 16,000
Mondadori ........................................................(MN) 1,084
Mondo Tv *.....................................................(MTV) 3,100
Monrif...............................................................(MON) 0,342
Monte Paschi Si. ........................................(BMPS) 0,589
Moviemax......................................................(MMG)

Mutuionline *................................................(MOL) 6,965


N Nice * ...................................................... (NICE) 3,148
Noemalife........................................................(NOE) 5,800
Noemalife 15 warr ............................(WNOE15)

Novare ................................................................. (NR) 0,800


O Olidata....................................................... (OLI) 0,394
OVS......................................................................(OVS) 4,520
P Panariagroup * ....................................(PAN) 2,314
Parmalat ............................................................(PLT) 2,418
Parmalat 15w.......................................(WPLT15) 1,362
Piaggio................................................................ (PIA) 2,700
Pierrel................................................................. (PRL) 0,830
Pierrel 12w.............................................(WPRL12)

Pininfarina...................................................... (PINF) 4,834


Piquadro ............................................................. (PQ) 1,600
Pirelli & C..............................................................(PC) 15,400
Pirelli & C. rnc..................................................(PCP) 15,350
Poligr. S.Faustino *....................................... (PSF) 6,850
Poligrafici Editoriale.....................................(POL) 0,318
Prelios.................................................................(PRS) 0,432
Premuda ..............................................................(PR) 0,233
Prima Industrie * ........................................... (PRI) 18,250
Prysmian...........................................................(PRY) 18,250
R R. De Medici *..........................................(RM) 0,397
Rai Way.......................................................... (RWAY) 4,250
Ratti..................................................................... (RAT) 2,568
RCS Mediagroup ...........................................(RCS) 1,183
Recordati *....................................................... (REC) 17,480
Reply *............................................................... (REY) 93,050
Retelit ...................................................................(LIT) 0,615
Risanamento..................................................... (RN) 0,172
Rosss.................................................................. (ROS) 1,274
S Sabaf S.p.a. *.........................................(SAB) 12,200
Saes *....................................................................(SG) 8,260
Saes rnc *.........................................................(SGR) 6,660
Safilo Group......................................................(SFL) 12,580
Saipem..............................................................(SPM) 12,350
Saipem risp..................................................(SPMR)

Salini Impregilo.............................................. (SAL) 3,716


Salini Impregilo rnc ................................... (SALR) 9,320
Saras...................................................................(SRS) 1,642
Sat.........................................................................(SAT) 15,510
Save...................................................................(SAVE) 12,170
Screen Service................................................(SSB)

Seat PG.................................................................(PG) 0,004


Seat PG 16 warr .................................... (WPG16)

Seat PG r ...........................................................(PGR)

Servizi Italia * ...................................................(SRI) 4,758


Servizi Italia 15 warr *........................(WSRI15) 0,420
Sesa..................................................................... (SES) 15,960
SIAS.......................................................................(SIS) 9,720
Sintesi.................................................................... (SII) 0,066
Snai .................................................................... (SNA) 1,628
Snam Gas .........................................................(SRG) 4,574
Sogefi *................................................................ (SO) 2,762
Sol ........................................................................(SOL) 7,840
Sorin................................................................... (SRN) 2,664
Space.................................................................. (SPA) 11,900
Space warr ...................................................(WSPA)

Stefanel * .......................................................(STEF) 0,328


Stefanel risp * ...........................................(STEFR)

STMicroelectr.................................................(STM) 6,880
T Tamburi......................................................(TIP) 3,458
Tamburi 13w...........................................(WTIP15) 1,380
TAS........................................................................(TAS) 0,515
Telecom IT ..........................................................(TIT) 1,023
Telecom IT Media.........................................(TME) 1,034
Telecom IT Media rnc..............................(TMER) 0,580
Telecom IT rnc ...............................................(TITR) 0,830
Tenaris ...............................................................(TEN) 13,910
Terna.................................................................. (TRN) 4,132
TerniEnergia * ................................................ (TER) 1,860
Tesmec *........................................................... (TES) 0,698
Tiscali....................................................................(TIS) 0,062
Tod's................................................................... (TOD) 82,100
Trevi Fin.Ind........................................................(TFI) 2,530
TXT e-solution *........................................... (TXT) 9,130
U UBI Banca ................................................(UBI) 6,880
Unicredit............................................................(UCG) 6,370
Unicredit risp................................................(UCGR) 9,050
Unipol..................................................................(UNI) 4,700
Unipol prv .......................................................(UNIP) 4,700
UnipolSai..............................................................(US) 2,376
UnipolSai risp...............................................(USRA) 225,500
UnipolSai risp B ..........................................(USRB) 2,390
V Valsoia .......................................................(VLS) 23,720
Vianini Industria .............................................(VIN) 1,200
Vianini Lavori .................................................. (VLA) 5,790
Vittoria Ass. *.................................................. (VAS) 9,400
W World Duty Free...................................(WDF) 10,040
Y Yoox *.....................................................(YOOX) 27,530
Z Zignago Vetro *....................................... (ZV) 5,460
Zucchi .................................................................(ZUC) 0,053
Zucchi 14 warr......................................(WZUC14)

Zucchi rnc.......................................................(ZUCR) 0,153

Var.
Var.
Min
Rif. 02/01/2015 Anno
(in %) (in %) (euro)

14.05.15
12.06.15
14.07.15
14.08.15
14.09.15
14.10.15

6 100,002
35 99,998
67 100,002
98 100,003
129 99,998
159 99,997

0,02
0,01
0,01

Scadenza GG.

Pr.Netto Rend.

13.11.15
14.12.15
14.01.16
12.02.16
14.03.16
14.04.16

99,996
99,981
99,974
99,970
99,991
99,970

189
220
251
280
311
342

Max
Capitaliz
Anno (in milioni
(euro) di euro)

+2,73 +44,12 5,090 8,140 5625,5


-5,50 +63,10 0,093 0,180
8,4

-0,78 +25,17 1,165 1,729 132,6


+2,56 +41,93 0,990 1,590 301,9
-0,78 +7,52 0,327 0,467 170,6
+0,63 +44,53 10,680 16,780 4030,4
-0,55 +23,89 0,825 1,169 284,4
-2,33 +82,50 1,609 3,960
83,1
-0,17 +20,73 0,275 0,380
50,1
+1,38 +22,25 0,400 0,630 3002,8

0,026 0,028

-0,92 +46,94 4,700 8,235 279,3


-0,44 +17,46 2,672 3,390 365,2
+0,09 +27,64 4,482 6,000
44,2

-1,96
0,700 1,180
10,8
-0,48 +20,97 0,319 0,429
13,4
+2,03
4,070 5,030 1018,5
-2,03 +82,06 1,245 2,720 107,0
+1,60 2,358 2,528 4425,7
-2,71 -1,09 1,346 1,504

-0,59 +12,50 2,348 2,980 973,2


-4,60 +17,49 0,681 1,010
40,1

-0,49 +50,69 3,060 6,015 145,8


-2,44 +9,29 1,415 1,910
81,0
+0,13 +38,24 10,680 15,580 7325,5
-0,07 +54,27 9,860 15,700 188,0
-2,14 +12,39 5,660 7,560
59,2
-0,53 +40,04 0,225 0,379
41,2
-1,44 +60,74 0,250 0,526 218,2
+2,01 +37,81 0,138 0,282
42,7
+2,24 +31,48 13,470 19,630 188,8
-0,98 +19,99 14,430 19,970 4001,0
+0,43 +45,31 0,271 0,397 149,0
-1,48 +32,65 3,166 4,410 1153,1
-1,61 +7,00 2,320 2,678
69,8
-0,50 +22,02 0,827 1,284 620,1
-0,85 +33,84 12,850 18,940 3678,1
-2,00 +53,55 59,050 95,700 873,9
+1,49 +3,89 0,557 0,680 100,6
-2,55 +73,64 0,093 0,216 307,1
-0,47 +8,15 1,160 1,415
14,5
+0,91 +9,22 10,640 13,440 141,0
-0,12 +34,09 5,810 8,550 120,4
+0,60 +28,57 5,035 7,245
49,1
-2,48 +14,99 10,390 15,100 792,3
+0,82 +40,66 7,190 12,350 5448,1

-3,38 +21,12 2,740 4,340 1852,8


-3,52 -8,63 9,300 10,620
14,9
-1,68 +98,19 0,794 1,867 1573,7
-0,58 +15,75 13,010 15,900 161,6
-1,14 -8,77 12,170 13,720 679,9

+46,67 0,002 0,005 285,4

-1,69 +18,65 3,990 5,480 135,1


+40,09 0,270 0,463

-3,80 +23,72 12,400 17,370 251,6


-4,71 +21,20 7,850 10,880 2247,1
-1,64 +23,60 0,050 0,080
2,8
+4,03 +27,49 1,261 1,778 193,9
+0,44 +12,22 3,910 4,860 16017,7
-2,68 +30,90 2,040 3,300 331,6
-1,45 +17,63 6,575 8,655 711,7
+1,29 +38,82 1,890 3,018 1260,6
+1,28 +23,96 9,600 12,250 156,3

-0,48 +10,02 0,281 0,364


28,0

+1,62 +10,43 6,070 9,265

-1,09 +31,68 2,574 3,680 501,3


-1,57 +134,10 0,557 1,574

-1,81 +37,33 0,335 0,547


21,6
-1,63 +16,78 0,850 1,141 13885,5
-0,10 +6,98 0,954 1,053 106,7

0,533 0,660
3,2
-1,83 +19,17 0,680 0,907 5035,9
-2,18 +11,91 11,250 15,020

+0,24 +10,30 3,556 4,306 8303,7


+0,54 +31,17 1,418 1,970
68,8
-0,71 +18,10 0,565 0,757
75,6
-1,12 +16,89 0,050 0,072 115,9
+0,98 +13,95 69,450 97,350 2513,8
+0,32 -12,40 2,500 3,492 412,6
-0,81 +17,43 7,380 10,300 108,2
+1,18 +13,06 5,315 7,695 6246,7
+1,84 +17,20 4,910 6,550 37291,0
+0,39 +12,42 7,720 9,230
22,2
+3,07 +12,55 3,834 5,310 2074,4
+2,84 +12,71 3,876 5,300 1275,6
+0,17 +6,07 2,120 2,790 5397,1
+0,31 +15,35 192,500 266,000 287,6
-0,17 +6,89 2,126 2,800 903,4
-1,45 +53,43 14,880 29,000 250,1
-1,64 1,166 1,325
36,1
-0,17 +3,39 4,870 6,075 250,4
+0,64 +6,21 8,225 10,230 632,5
+0,30 +23,72 7,965 11,200 2551,9
+0,07 +52,77 15,730 31,040 1706,3
-0,73 +6,85 4,918 5,930 484,2
+0,96
0,050 0,059
19,9

-9,55 0,153 0,172


0,5
* Titolo appartenente al segmento Star.

valuta al 08-05-15
Pr.Netto Rend.

RIPRODUZIONE RISERVATA

Quotazioni in diretta sul telefonino: invia QUOTA <sigla titolo>, ad esempio: QUOTA ACE al numero 482242. Costo 0,5 Euro per SMS ricevuto. Info su www.corriere.it/economia
Var.
Var.
Min
Rif. 02/01/2015 Anno
(in %) (in %) (euro)

Dati a cura dellagenzia giornalistica Radiocor. Monete Auree: ConFinvest F.L. Milano

Scadenza GG.

dard di riferimento dando via libera al Docsis 3.1,


che significa arrivare a 500 megabit per secondo, lunit di misura della velocit di trasmissione dei segnali digitali attraverso la rete in fibra
ottica. Questa decisione ha leffetto di rendere
superati gli standard europei che, secondo
lagenda digitale, stabiliscono lobiettivo di arrivare a 100 megabit di collegamenti possibili per
buona parte della popolazione entro il 2020. Un
traguardo, per lItalia, non facile. Lapprovazione
del nuovo standard americano, naturalmente,
non significa che i 500 megabit verranno raggiunti subito. Lavvicinamento allobiettivo avverr con gradualit e con interventi che ogni societ del settore stabilir sulla base delle risorse
disponibili. La rete in fibra ottica resta quella esistente, mentre i cambiamenti riguarderanno
software e apparecchi da collegare. Resta il fatto
che il dado tratto. E altrettanto vero, peraltro,
che per il momento sul mercato italiano le tv via
cavo non ci sono. La questione getta benzina sul
fuoco dello scontro su come lItalia deve procedere per recuperare i ritardi accumulati e raggiungere gli obiettivi stabiliti a livello europeo.

0,01
0,03
0,04
0,04
0,01
0,03

Monete auree
06 mag
Sterlina (v.c)
Sterlina (n.c)
Sterlina (post.74)
Krugerrand
Marengo Italiano
Marengo Svizzero
Marengo Francese

Denaro Lettera
247,32 284,11
255,31 295,53
255,31 295,53
1.061,28 1.172,01
191,31 219,55
188,81 214,15
186,44 212,94

Oro
Mattino

Oro Milano (Euro/gr.)


Oro Londra (usd/oncia)

34,43 34,21
1.191,25 1.194,25

Argento Milano (Euro/kg.)


Platino Milano (Euro/gr.)
Palladio Milano (Euro/gr.)

Tassi

Euribor

06 mag

-------

Sera

500,81
34,45
23,85

Per.
1 sett.
1 mese
2 mesi
3 mesi
4 mesi
5 mesi
6 mesi

T.360
-0,102
-0,043
-0,024
-0,008
0,062

365
-0,103
-0,044
-0,024
-0,008
0,063

Per.
T.360
7 mesi
8 mesi
9 mesi
0,109
10 mesi
11 mesi
12 mesi 0,169

365
0,111
0,171

Sconto Interv
Italia
Euro17
Canada
Danimarca
Finlandia
Francia

0,05
0,05
0,747
0
0,05
0,05

0,05
0,05
0,75
0
0,05
0,05

Sconto Interv
Germania
Giappone
G.B.
USA
Svezia

0,05 0,05
0,3
0,1
0,5
0,5
0,25 0,25
-0,25 -0,25

BORSE ESTERE
A New York valori espessi in dollari, a Londa in pence,
a Zurigo in franchi svizzeri. Dati di New York e Toronto
aggiornati alle ore 20.00
indici
MERCATI.........................................06-05
Amsterdam (Aex)...........................478,15
Brent Index...........................................65,57
Bruxelles-Bel 20.........................3.589,00
DJ Stoxx Euro.....................................365,67
DJ Stoxx Euro50...........................3.558,03
DJ Stoxx UE ........................................388,68
DJ Stoxx UE50...............................3.382,78
FTSE Eurotr.100............................3.101,76
Hong Kong HS............................27.640,91
Johannesburg ...........................46.802,48
Londra (FTSE 100)....................6.933,74
Madrid Ibex35........................... 11.163,60
Oslo Top 25 .......................................584,50
Singapore ST ................................3.458,97
Sydney (All Ords)........................5.690,94
Toronto (300Comp) ...............14.989,39
Vienna (Atx)..................................2.571,26
Zurigo (SMI)..................................8.888,92

var.%
-0.92
+0.44
-0.31
+0.01
+0.32
-0.60
-0.55
-0.41
-0.41
-0.74
+0.09
+0.43
-0.41
-0.35
-2.15
-1.22
-0.49
-1.50

selezione
FRANCOFORTE .............................06-05
Adidas.....................................................73,31
Allianz ..................................................154,20
Bayer Ag .............................................126,95
Beiersdorf .............................................76,81
Bmw......................................................104,10
Commerzbank Ag..............................11,86
Deutsche Bank n ...............................28,43
Deutsche Post.....................................29,18
Deutsche Telekom n.........................16,48
Dt Lufthansa Ag.................................12,56
Hugo Boss Ag...................................108,65
Metro Ag................................................32,31
Siemens n .............................................96,85
Volkswagen Ag ................................220,80
PARIGI.............................................06-05
Air Liquide..........................................116,75
Alstom.....................................................28,27
Axa SA.....................................................22,54
Bnp...........................................................56,03
Cap Gemini...........................................77,52
Carrefour ...............................................30,49
Casino .....................................................79,59
Crdit Agricole.....................................13,62
Danone...................................................63,93
L'Oral ...................................................167,75
Michelin..................................................99,66
Peugeot S.A..........................................16,51
Renault...................................................91,99
Saint-Gobain.......................................40,41
Sanofi-Synthelab..............................90,44
Socit Gnrale................................43,75
Sodexho Alliance ...............................90,72
Total ......................................................... 47,85
NEW YORK.....................................06-05
Amazon Com .................................... 417,44
American Express.............................. 77,69
Apple Comp Inc................................123,95
At&T.........................................................33,35
Bank of America.................................16,18
Boeing .................................................141,04
Carnival ..................................................43,25
Caterpillar Inc ...................................... 87,01
Cisco Systems......................................28,85
Citigroup Inc.........................................52,61
Coca-Cola Co.......................................40,50
Colgate Palmolive.............................. 67,66
Dow Chemical .....................................50,91
DuPont ...................................................72,60
Exxon Mobil..........................................88,43
Ford Motor ............................................15,49
General Electric ..................................26,78
General Motors...................................34,68
Goldman Sachs ...............................195,23
Hewlett-Packard...............................32,47
Honeywell..........................................100,63
Ibm ........................................................169,54
IGT ............................................................20,82
Industrie Natuzzi Sp............................2,70
Intel Corp ...............................................32,03
Johnson & Johnson...........................98,77
JP Morgan .............................................63,68
Lockheed Martin.............................186,29
Luxottica Grp Spa..............................64,46
McDonald's...........................................95,95
Merck & Co............................................60,12
Microsoft................................................46,49
Monsanto Co.....................................116,32
Morgan Stanley.................................. 37,04
Nike Inc. Cl. B........................................99,92
Occidental Pet.....................................79,46
Pfizer........................................................33,33
Philip Morris.........................................83,46
Procter & Gamble..............................80,18
Unilever NV..........................................42,89
Walt Disney .......................................109,65
Whirlpool ............................................178,35
Xerox........................................................11,34
Yahoo Inc...............................................41,59
LONDRA..........................................06-05
3i Group ..............................................485,40
Anglo American............................1153,50
AstraZeneca...................................4413,50
Barclays Plc .......................................250,66
BP ..........................................................473,89
British Telecom................................453,83
Burberry Group ............................1723,41
Glaxosmithkline ...........................1512,64
Marks & Spencer.............................546,95
Pearson Plc.....................................1289,00
Prudential .......................................1604,51
Rolls Royce......................................1023,00
Royal & Sun All.................................418,00
Royal Bk of Scot...............................333,10
Schroders Plc................................. 3207,36
Unilever Plc.....................................2822,00
Vodafone Group..............................231,86
ZURIGO ...........................................06-05
Nestl......................................................71,15

var.%
-0,77
+2,42
+0,40
+0,18
-2,25
+0,13
+0,85
+0,27
+0,18
+1,37
+0,56
+0,58
+0,63
-3,37
var.%
+0,60
+1,67
+1,19
+1,80
-0,76
+0,28
+0,95
+0,55
+0,39
+0,63
+0,52
-2,25
-0,02
+0,02
+0,44
-2,27
+0,65
+0,36
var.%
-0,89
-0,19
-1,47
-1,10
-1,04
-0,68
-0,35
+0,01
-0,16
-1,39
-0,61
+0,42
-0,86
-0,26
-0,20
-0,26
-0,54
-0,94
-1,04
-2,08
-0,90
-1,30
-1,09
-1,46
-1,88
-0,73
-1,12
-0,57
-0,83
-0,19
-0,61
-2,33
-0,28
-1,09
-0,50
+1,07
-1,51
+0,78
+0,14
+0,09
-1,05
-0,70
-1,82
+0,70
var.%
-1,54
-1,11
-0,57
-0,30
-0,35
+1,14
-0,92
+0,93
-0,18
-1,15
-0,99
-1,16
+0,72
-0,66
+0,06
-0,42
+1,60
var.%
-1,52

Cultura
Spettacoli

Levento

Giardini, Arsenale
Il via sabato 9
fino a novembre
Il curatore
Vincenzo
Trione (1972)

Ai Giardini e allArsenale da sabato 9 maggio,


giorno di inaugurazione, al 22 novembre di scena
la 56 Biennale Internazionale dArte di Venezia.
Oggi e domani, la vernice di All the Worlds Futures,
diretta da Okwui Enwezor e organizzata dalla
Biennale di Venezia presieduta da Paolo Baratta; il
Padiglione Italia, organizzato dal ministero per i
Beni e le Attivit culturali con la Direzione generale
arte e architettura contemporanee e periferie
urbane, curato da Vincenzo Trione.

Biennale darte
Il padiglione nazionale curato da Vincenzo Trione esalta i legami tra contemporaneo e radici
da uno dei nostri inviati
Stefano Bucci
Il rigore quasi conventuale
del Padiglione Italia curato da Vincenzo Trione si traduce fisicamente in una serie di spazi ben definiti,
in bilico tra la cappella di un monastero e la piccola sala di un museo.
Qui ognuno dei quindici artisti
scelti dal curatore ha proposto una
personale declinazione del concetto di avanguardia. Un concetto capace, da una parte, di porsi in sintonia con gli esiti pi audaci delle
avanguardie internazionali contemporanee e, dallaltra, di sperimentare il potere e la ricchezza di
quellimmenso giacimento che la
memoria, in particolare quella italiana
A fianco dei protagonisti di questo Codice Italia, lo hanno fatto anche i tre grandi maestri stranieri
chiamati a renderci omaggio (Peter Greenaway, William Kentridge,
Jean-Marie Straub) con unopera
che rendesse gli italiani finalmente consapevoli dellimportanza del
VENEZIA

LItalia celebra il Codice


(e a Venezia il Codice
trova il suo Manifesto)

Missione
Hans-Ulrich Obrist ha
redatto un documento
contro la dimenticanza:
domani la presentazione
proprio passato (sia che si trattasse
di Caravaggio, di Pasolini o di Giulio Cesare) come strumento indispensabile per guardare al futuro. Il risultato una sequenza di silenziose stanze delle meraviglie,
ispirate allAtlante della memoria
di Aby Warburg, dove le nuove
opere-simbolo elaborate per loccasione sembrano misurarsi felicemente (anche grazie a didascalie
efficaci per nella loro chiarezza)
non solo con gli ingombranti fantasmi della nostra storia dellarte,
ma anche con quelli (personali e
culturali) di ognuno degli artisti,
chiamati a raccogliere i segni e i ricordi da cui hanno tratto ispirazione. Sia che si tratti delle affascinanti statue femminili di Vanessa
Beecroft che guardano senza paura
allantico, dei torsi maschili immortalati con la Polaroid da Paolo
Gioli o del Muro della memoria
che Andrea Aquilanti ha realizzato
guardando in maniera esplicita a
Giovanni Battista Piranesi.
Il Manifesto contro la dimenti-

Le opere
Nella foto grande: il lavoro di Claudio Parmiggiani (1943),
Senza titolo, ferro e vetro. Qui sopra, dallalto: Nino
Longobardi (1953), Senza titolo, tecnica mista su tela
montata su legno; Marzia Migliora (1972), Stilleven/Natura
in posa, installazione, materiali vari; Jannis Kounellis
(1936), Senza titolo, ferro, cappotti e materiali vari

canza curato da Hans-Ulrich Obrist


(in memoria dello storico marxista
britannico Eric Hobsbawn), e che
verr presentato ufficialmente domani nel corso dellinaugurazione
ufficiale del Padiglione Italia, non
potrebbe essere migliore appendice al progetto messo in cantiere
da Vincenzo Trione.
Scaturita quasi per scherzo da
una conversazione con Umberto
Eco (nella quale si lamentava per la
scomparsa della scrittura manuale), lidea dellelvetico Obrist si
qui trasformata in un gioco della
memoria a cui hanno partecipato
una trentina tra scrittori, artisti, intellettuali. A loro stato chiesto di
scrivere (naturalmente a mano) un
pensiero appunto sulla memoria e
di fermarlo su un post-it. Un gioco

che ha coinvolto, tra gli altri, Gillo


Dorfles, Claudio Magris, Jacques
Herzog, David Lynch, Ragmar Kjartansson, Donald Sasson.
Leggere le loro variazioni sullidea del ricordo pu davvero rivelarsi sorprendente: per lo scrittore
inglese Jeremy Millar, ad esempio,
la memoria un negozio di ferramenta dove gli scrittori cercano di
prendere la roba gratis finch tirano fuori lasse che stava in fondo al-

Maestri
Quindici personalit pi tre
hanno interpretato il tema
e su tutti spicca il genio di
Jannis Kounellis

la pila e gli cade in testa tutta la sofferenza.


Partendo da questo Manifesto
inevitabilmente fatto di frammenti
di memoria (e che far parte del
catalogo di Codice Italia pubblicato da Bompiani) il passaggio alla
installazione omaggio firmata da
Peter Greenaway che apre il Padiglione Italia, appare logico: coloratissimo, pieno di suoni, scandito
dei capolavori di Piero di Cosimo
come di Masaccio, celebra la forza
dellimmagine classica e allo stesso tempo il suo futuro.
Lisola movimentata del regista
inglese rappresenta un buon punto di connessione tra il resto della
Biennale, con la sua ricchezza di
problematiche e la variet delle
sue installazioni free style, e la

Dal branco di lupi cinesi ai calchi di statue fino a Baselitz e Pollock: il trionfo della materia

Grandi dimensioni
e grandi numeri
scacciano il virtuale
da uno dei nostri inviati Pierluigi Panza
Dov finito il virtuale?
Nel 2008, con la Biennale intitolata Architecture Beyond Building di Aaron Betsky, la materia e le grandi dimensioni sembravano archiviate persino per
la pi concreta delle Belle arti:
larchitettura. Attraverso simulazioni, proiezioni, giochi virtuali e spazi immateriali, il web
pi del Capitalismo sembrava riuscito ad anestetizzare
VENEZIA

lestetica degli individui riducendoli a una dimensione,


come scriveva il filosofo Herbert Marcuse nel 1964.
Sette anni dopo, Venezia, la
citt pi liquida della storia del
mondo, pare riconnettersi alla
materia e alla terra. E volersi
riattaccare saldamente, proponendo opere gigantesche, che
hanno creato non poche difficolt di trasporto in laguna.

Senza titolo, dellartista tedesco Georg Baselitz alle Corderie dellArsenale (Ansa)

La mostra curata da Okwui


Enwezor, All the Worlds Futures, sembra aver bandito simulazioni virtuali, app, pixel e tutto ci che leffimero apparato
social propone come contemporanea escatologia. Niente plastica, niente visual-data.
Al loro posto le grandi parole al
neon di Bruce Nauman, le centinaia di coltelli piantati per
terra di Abdessemed, unenorme arena che il sistema nervoso centrale della mostra
(Enwezor). E poi i teli neri di
Murillo al Padiglione centrale
alti una quindicina di metri, le
trombe e il tamburo gigante
(Muffled Drums) di Terry
Adkins allArsenale alto sette
metri, le gigantesche tele con
figure a testa in gi di Georg
Baselitz.
Quando non sono le grandi
dimensioni, sono i grandi numeri a fare massa. I 75 lupi fe-

roci che intendono azzannare


una Piet di Michelangelo (sarebbero un grido di denuncia
contro gli attacchi al cattolicesimo), proposti dal cinese Liu
Ruo Wang per il padiglione di
San Marino, ieri pomeriggio
non volevano proprio entrare
dallo stretto portone del Centro
Telecom per occuparne il chiostro.
Alla Fondazione Cini sullIsola di San Marco le 110 figure
acefale della polacca Magdalena Abakanowicz sembrano un
esercito di terracotta composto
da individui senza identit. Abbiamo altri esempi di questa

Dallantica Roma
Un Ercole farnese
in gesso incombe
da Prada a Ca Corner

In pagina
Il cardinale Bassetti
amico dei minatori
di Gian Guido Vecchi

l cardinale Gualtiero Bassetti debutt


da vescovo nel 94 a Massa Marittima.
La sera i minatori venivano a sedersi
sulle gradinate del duomo. Era una vita
che andavano l. E tutti, al duomo,
avevano solo voltato le spalle, racconta.
Mi dicevano: con quelli non parlerai mai.
Uscii, mi sedetti. Cal il silenzio. Ma lei

il nuovo vescovo?. S. Mi feci spiegare


la citt. Uno si volt: noi era ventanni che
non sera visto un vescovo. Ricordavano
monsignor Ablondi perch era sceso
nella miniera di Miccioleta a bere con loro
un fiasco di vino. Quel giorno capii che
cosa significa essere un pastore. A
leggere interventi e omelie ora raccolti ne

La gioia della carit (Marcianum Press,


pp. 370, e 21; il ricavato andr al fondo
per famiglie in difficolt) si capisce anche
perch Francesco, a sorpresa, abbia dato
la porpora allarcivescovo di Perugia.
Nato a Marradi come Dino Campana,
nella povert estrema del dopoguerra
(siamo sopravvissuti perch abbiamo

condiviso quel poco che avevamo), si


formato nella Firenze di Dalla Costa e La
Pira, Turoldo, don Milani. Un pastore con
lodore delle pecore, la Chiesa aperta
che vuole il Papa: Essere cristiani senza
gioia non possibile. Ma vivere da
cristiani senza carit una sciagura.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il traguardo della collana Memoria: la testimonianza della giallista spagnola

Post-it dautore

I post-it dello scrittore


Claudio Magris (Pensai che
tutto questo una volta non
cera e un giorno non sarebbe
stato pi. Dio, la Grande
memoria, non poteva non
esistere); dellartista Douglas
Gordon (non possiamo non
vogliamo desideriamo);
dello scrittore Douglas
Coupland (Vorrei avere pi
cose da dimenticare);
dellartista Olivier Castel
(Che cosa saremmo senza
laiuto di cose che non
esistono?

semplicit del Padiglione Italia. Un


rigore di spazi, di toni, di luci, di
progetto che evitano quelleffetto
magazzino senza regole che in altre edizioni aveva penalizzato lo
stesso Padiglione.
Dunque quindici differenti modi di intendere la propria memoria
ma con un occhio costantemente
rivolto al futuro, un futuro che si
traduce in una serie di opere create
espressamente per Codice Italia. Il
duo Alis/Fillol ha cos messo a
confronto un calco in poliuretano
espanso che sembra arrivare direttamente dal set fantascientifico di
Alien con un code per archivio musicale digitale che contiene tutto
quello che i due artisti amano
ascoltare. Mentre Claudio Parmiggiani ha scelto come riferimento
per la sua emozionante installazione imperniata su una enorme ancora di ferro che spezza un vetro, la
cinquecentesca Melancholia di Albrecht Drer. E se Francesco Barocco con le sue teste che guardano in modo evidente alla storia intreccia il Barocco napoletano con
le sculture Gandhara darea indopachistana, la sequenza Corpo antico di Antonio Biasiucci attualizza
in maniera efficace il tema e le forme delle pale daltare trecentesche.
Un gioco, quello dei rimandi e
delle citazioni, che coinvolge tutti e
che potrebbe durare allinfinito,
ma che la rigida struttura pensata
da Trione riesce a contenere: il Codex Vallardi di Pisanello per Giuseppe Caccavale; i calchi di Pompei
per Nino Longobardi; le seicentesche nature morte dei Paesi Bassi
per Marzia Migliora (uno del lavori
pi fotografati con quello della Beecroft); Gian Lorenzo Bernini (in
particolare lEstasi di Santa Teresa) per Luca Monterastelli; Luis
Buuel e un padre della fotografia
come Hippolyte Bayard per Paolo
Gioli; lo Spagnoletto e Mantegna
per Luca Samor; lAra Pacis per
Mimmo Paladino; Bruno Munari e
Man Ray per Aldo Tambellini (la
sua pi che una bellissima sorpresa una riscoperta dovuta).
Anche se limmagine pi bella
forse quella di un grande maestro
come Jannis Kounellis che ancora
ieri si affannava a cercare la giusta
luce per la sua strepitosa installazione (la sua memoria una testa
antica avvolta su uno straccio nero): il simbolo di un passato glorioso che non si compiace ma che sa
invece guardare al futuro.
RIPRODUZIONE RISERVATA

tendenza allAteneo Veneto,


dove la cinese Zhang Hong Mei
propone una monumentale
opera di 12 metri che riprende
le antiche pitture dellepoca
Han e anche alla Fondazione
Vedova (Frammenti Expo 67.
Alexander Calder e Emilio Vedova, a cura di Germano Celant), dove ruota sopra la testa
dei visitatori la gigantesca forma in alluminio proposta da
Vedova allExpo di Montreal nel
67, che serviva per riverberare
sul pubblico quanto riflesso
dagli schermi.
Infine, anche nei circuiti pi
radical internazionali la memoria e la grande dimensione
hanno occupato tutti gli spazi.
Settimana scorsa, al Guggenheim arrivato dallo Iowa
(rester fino al 14 settembre, a
cura di Philip Rylands) il pi
grande Murale di Jackson Pollock, lungo sei metri di denso

colore. A Ca Corner, da Prada,


la mostra Serial / Portable curata da Salvatore Settis propone al piano terra i calchi in gesso in dimensioni naturali delle
grandi statue dellantichit e al
primo la gigantesca riproduzione dellErcole Farnese.
Il ritorno allideologia, riveduta e corretta dai salotti
newyorkesi, non certo la via
percorribile come alternativa al
pragmatismo decorativo di Jeff
Koons e compagni, ovvero allarte sostenuta dal sistema finanziario e dalle maison di
moda. Meglio, semmai, arroccare con le proposte darchivio,
con la memoria, il recupero, la
riproposta, il calco... Comunque sia, essersi presi un quarto
dora di liberazione dal fideismo per il virtuale pu consentire lavvio di una rieducazione
estetica.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Mille copertine, una rapsodia in blu


La scommessa vinta di donna Elvira

Sopra: il primo
blu, Dalle parti
degli infedeli di
Sciascia. Sotto:
La memoria di
Elvira, Aa. Vv.,
il millesimo

Foto grande: con


Elvira, in piedi
Enzo Sellerio e
Sciascia. Sopra,
libri di Gesualdo
Bufalino e Antonio
Tabucchi

di Alicia Gimnez-Bartlett

In libreria

Da Sciascia
a oggi: un volume
celebrativo

a collana Memoria
delleditore Sellerio
raggiunge il numero 1.000: gli
inconfondibili volumetti blu
della collana di diletto a
misura di tasca, 12 per 17
centimetri, differenti per per
carta e grafica dagli altri
tascabili del consumo di
massa, battezzati da Leonardo
Sciascia e proprio dallo
scrittore siciliano inaugurati
nel 1979 con il suo Dalle parti
degli infedeli, festeggiano il
traguardo dedicando il
millesimo titolo a Elvira
Sellerio, scomparsa il 3 agosto
2010. Nel volume 1.000, in
libreria da oggi, La memoria di
Elvira (pp. 288, e 10), molti
autori della casa editrice
ricordano la coraggiosa e
visionaria editrice palermitana
offrendone delicati ritratti
personali. Il volume (che sar
presentato al Salone del libro
di Torino sabato 16, in Sala
Rossa alle 19.30 con Serena
Dandini) si apre con Elvira e io
di Andrea Camilleri, e
prosegue con tanti talenti
scoperti o riscoperti da Sellerio
proprio nella blu: la
scrittrice spagnola Alicia
Gimnez-Bartlett, con il
racconto La prima cena di cui
pubblichiamo in questa pagina
un estratto, e poi racconti e
memorie di firme come
Francesco Recami, Luciano
Canfora, Daria Galateria, Santo
Piazzese, Masolino DAmico,
Giuseppe Scaraffia, Antonino
Buttitta, Francesco M.
Cataluccio e altri. Sono tanti,
ma una minima parte dei
numerosi autori italiani e
stranieri, con nomi come
Tabucchi, Bolao, Bufalino,
Atzeni, Vzquez Montalbn,
Consolo, o classici come
Dostoevskij, Kipling, Wilde,
Trollope usciti nella collana
Memoria. E nella memoria
rimasti, quella dei lettori e
quella della cultura.
Ida Bozzi
RIPRODUZIONE RISERVATA

l programma era il seguente: avremmo preso laperitivo in casa della signora


Sellerio insieme ad Antonio, e poi avremmo cenato in
casa di una vecchia amica della
signora. In quelloccasione io
ero con Carlos, mio marito.
Arrivammo a casa della signora, ci furono le presentazioni e i convenevoli di rito. Antonio era di ritorno da una partita
di pallone che aveva perso, insieme ad alcuni amici. Io presi
una birra, e solo Carlos accett
il dry Martini che la padrona di
casa si offerse di prepararci.
Mio marito ed io osservammo
come faceva: sciacqu lo
shaker con il Martini, poi lo
vuot in un recipiente, quindi
torn a riempirlo di gin puro.
Lo sguardo che ci scambiammo Carlos ed io non poteva essere pi eloquente. Bevemmo
tutti alla salute della letteratura
e, dopo aver vuotato il loro bic-

chiere, Elvira e Carlos si lanciarono in un secondo dry. Quanto mi piacque, accidenti! Sono
stanca di gente politicamente
corretta che non ha il coraggio
di bere comme il faut. (...)
Da quel momento cominci
a svilupparsi una reciproca corrente di simpatia, per quanto
ancora discreta. Elvira aveva le
mani coperte da un paio di
mezzi guanti neri che le lasciavano libere le dita, era bella e
aveva occhi penetranti che ti
mettevano a nudo in un secondo. Dopo laperitivo, andammo
in automobile a casa dellamica. (...)
Alla cena erano invitati anche un paio di professori universitari di et avanzata. Uno di
quei signori, dal temperamento piuttosto impetuoso, insisteva nel rinfacciarmi la sanguinosa storia di Spagna, come
se io fossi la responsabile dei
molti eccessi che erano stati
commessi nel mio Paese. Io gli
rispondevo, tentando di far
fronte alla tempesta con i miei

poveri mezzi, ma a un certo


punto della discussione il professore si concentr sulla guerra civile dicendo che gli spagnoli si erano macchiati della
pi grande barbarie possibile:
la lotta fratricida, il che permetteva di affermare che nessuna delle due parti era innocente.
Mi arrabbiai. Mi arrabbiai
moltissimo e cominciai a prendermela con Mussolini e la
necessaria? colpevolezza degli italiani. Dio!, ancora adesso
penso che dovevo essere impazzita. Come pu essermi venuto in mente di tirare in ballo
Mussolini proprio in Italia, e a
una cena tra amici alla quale
ero cortesemente invitata? Ma,
allimprovviso, guardai per un
attimo Elvira e vidi che, con gli
occhi socchiusi e il pugno serrato, diceva a mezza voce: Brava, brava!. Mi sentii giustificata allistante. In ogni caso, tutto
fin con un ritorno generale alla pace civilizzata.
Prima che ci salutassimo, Elvira ebbe con me un lungo colloquio a quattrocchi. Parliamo di lavoro mi disse, e mi fece notare la progressiva crescita delle tirature dei miei libri.
Per ti dico che questo solo
linizio; i tuoi lettori diventeranno molti, molti di pi.
Non ho idea di che faccia
avessi fatto a quella predizione,
ma so che lei, sempre spiritosa,
aggiunse: Il tuo sorriso come quello della Gioconda; ma
non essere scettica, e in futuro
ricordati di quello che ti ho
detto. Ci baciammo, nel separarci, e ci stringemmo la mano
cos forte da farci male. Ci rivedemmo una volta soltanto, ma
parlammo per telefono in molte occasioni. La sua predizione
sulla crescita dei miei lettori in
Italia si avver.
Durante uno dei miei viaggi
promozionali a Roma, quando
ormai era evidente che i lettori
mi dimostravano molto, molto
affetto, al mio ritorno in albergo trovai un enorme mazzo di
rose bianche.
Lo aveva mandato Elvira Sellerio. Aveva scritto su un biglietto: Metto queste rose nelle tue mani. Ai tuoi piedi, c
lItalia intera. Poi aveva aggiunto, tra parentesi: Te lavevo detto.
SELLERIO EDITORE

42

Gioved 7 Maggio 2015 Corriere della Sera

SPETTACOLI

Corriere della Sera Gioved 7 Maggio 2015

Su Sky

Viaggia fra i libri Stefano Accorsi (44 anni, foto) per raccontare i
classici della letteratura italiana: Parole che restano, in
onda da luned 11 in prima serata su Sky Arte in nove
appuntamenti che prendono il via con Mimmo Paladino e
vedranno tra i protagonisti Paolo Virz, Andrea Camilleri,
Carmen Consoli, Paolo Fresu, Mario Martone, Ferruccio de
Bortoli, Oscar Farinetti e Giulia Maria Crespi. A loro Accorsi ha
chiesto di raccontare il libro che ha lasciato una traccia nella
loro vita. Non sono interviste ma veri incontri. Pi che un
conduttore sono un ascoltatore..

Stefano Accorsi
fa un viaggio fra i libri
in nove incontri

43

Universiday
Emis Killa agli studenti: la musica speranza
La musica speranza. Sia per chi la ascolta ma anche per chi la fa.
In questo modo ho imparato tante cose sulla vita. Cos Emis Killa
allincontro con gli studenti dellUniversit Bicocca organizzato a
Milano ieri nellambito di Universiday. Con lui c anche Saturnino.
Quello che conta nella vita il tempo, ma anche le persone che ti
capita di incontrare. Bisogna sapersi giocare le proprie carte in
quattro minuti come quando incontrai Jovanotti la prima volta,
racconta il bassista.

Anticipazione
La canzone,
composta nel
75, far parte
di un album live

hiss se parlando con il


suo amico Troisi avrebbe scherzato pi o meno cos: Sai che c
Massimo? Tu hai ricominciato
da tre, io invece ricomincio da
zero. S, da quellanno zero
che segn linizio dellavventura artistica di Pino Daniele. Perch adesso, dopo 40 anni, un
brano inedito registrato alla
meno peggio su una musicassetta arancione, torna in vita
insieme con il suo autore, il cui
cuore ha smesso di tenere il
tempo la sera del 4 gennaio.
Riprende a suonare per il
suo pubblico, il Mascalzone latino, e lo fa con il doppio cd
Nero a met live (in uscita il
9 giugno e dal 12 maggio in
pre-order su tutti i digital store) che la registrazione integrale dellultimo concerto che
tenne il 22 dicembre del 2014 al
Forum di Assago-Milano. E
nellalbum i suoi fan troveranno anche un pezzo che il musicista incise nel salotto di casa
del suo amico percussionista
Rosario Jermano.
Era il 1975: Pino fece ascoltare quattro provini a un discografico, il quale intu le potenzialit di quel sound e decise
che tre di quelle canzoni sarebbero finite nel disco desordio
del bluesman napoletano. Una,
O pusteggiatore, rimase
fuori dallalbum Terra mia: si
ascolter per la prima volta in
Nero a met live con un titolo diverso, Abusivo, e con un
arrangiamento nuovo di zecca
curato da Tullio De Piscopo, Ernesto Vitolo e Gigi De Rienzo.
Oggi vede tutto con occhi
diversi e sono sicuro che approva il lavoro che abbiamo fatto, racconta Alessandro Daniele, il figlio trentacinquenne
di Pino, che proprio fa fatica a
declinare i verbi al passato parlando di quel musicista di cui
stato anche un collaboratore
speciale per quindici anni.
Con lui mi sentivo dieci volte
al giorno e ancora oggi, quando devo fare delle scelte, istintivamente mi viene di chiamar-

Volti
Alessandro
Daniele,
35 anni,
con il padre
Pino, morto
il 4 gennaio
di questanno.
A giugno uscir
il doppio cd
Nero a met
live che, oltre
ai successi,
conterr
la canzone
inedita
Abusivo,
che Daniele
compose
nel 75 con
il titolo O
pusteggiatore

Un brano inedito e il museo:


rivive mio padre Pino Daniele
Il figlio Alessandro: esposizione a Napoli, sar patrimonio dellUnesco
lo. E probabilmente lo avr
chiamato di nascosto per
chiedergli se potevano cambiare il titolo al brano: nato per
caso, forse perch ci sembrata una cosa abusiva modificare

Domani su Sette

Banderas: divento Picasso


dedicata ad Antonio
Banderas la copertina di Sette,
in edicola domani con il
Corriere. In una lunga
intervista lattore spagnolo
racconta come si trasformer
in Picasso nel film di Carlos
Saura: Pittura e cinema sono
le mie passioni. Passerei ore
davanti a Guernica.

la struttura originale del brano, sorride sereno.


Una serenit che gli viene
dalla consapevolezza che quella tempesta seguita alla morte
del padre ormai una leggera
brezza lontana: Ora la famiglia pi unita. E nella Fondazione Pino Daniele che stiamo
per varare lavoreremo tutti noi
figli. Daltronde dovr esserci
molta serenit nel gestire la
Onlus che in agenda ha diversi
progetti, tra i quali ce n uno di
cui Alessandro sente una certa
responsabilit: Mio padre studiava musica almeno tre ore al
giorno. Ecco, vorrei portare nei
conservatori il suo metodo, la
sua filosofia. Assegneremo
borse di studio ai ragazzi di talento che non possono permettersi di pagare una retta; orga-

nizzeremo un concorso internazionale; lavoreremo con gli


ospedali pediatrici per finanziare la ricerca e per garantire
ai bambini malati terminali le
apparecchiature necessarie per
restare a casa con i familiari.
Yes I know my way, cantava Pino, e anche suo figlio Alessandro conosce la strada che
vuole imboccare per far rivivere la figura artistica (e non solo) di suo padre: Lanno prossimo nascer allinterno del
Mamt di Napoli, il museo mediterraneo dellarte, della musica e delle tradizioni, unesposizione permanente dedicata a
pap. Ci saranno i suoi strumenti musicali, i nastri originali delle incisioni, i video dei
concerti, materiali inediti, visite guidate. E tutto diventer pa-

Ora la
famiglia
pi unita,
lavoreremo
assieme
nella
Fondazione
Vogliamo
aiutare
i ragazzi che
studiano
musica e
gli ospedali
pediatrici

trimonio dellUnesco. Vorremmo realizzare un piccolo teatro


in cui proiettare degli ologrammi per rivedere mio padre in
forma tridimensionale nei primi Anni 90 mentre suona la
chitarra.
Alessandro ha condiviso
tante cose con Pino, anche le
sue scelte damore: Con lui
cera un rapporto damicizia. Ed
chiaro che, dopo due separazioni, se ne parlava tanto. Io gli
dicevo: Guarda, che se tu sei
convinto di quello che stai facendo, e lo fai con il cuore, io
sono con te. Tra i due un legame stretto, che Alessandro
desidera ricordare quotidianamente. Il 15 maggio riaprir il
Tuscany bay, il complesso balneare realizzato dallautore di
Napule a pochi minuti da
Orbetello: L c anche il jazz
bar dove faremo musica dal vivo. Tutti i giorni, al calar del sole, pap faceva sentire in spiaggia Nessun dorma, quella
suonata da Jeff Beck. Io far
mettere quella eseguita da pap. Cos il tramonto sar sempre dedicato a lui. E Pino non
dovr mai chiedere al figlio:
Alessandro, dimmi cosa succede sulla Terra.
Pasquale Elia
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il tour al via da Mantova

Luther King e i diritti civili, lo show di Mengoni un credo laico

Ammiro
Lucia
Annibali:
quando ha
detto che
non odiava
chi lha
sfregiata ho
capito cos
la vita

DAL NOSTRO INVIATO


MANTOVA Di parole in circolo ce

ne sono tante. Non solo quelle


delle canzoni (e del titolo del
suo album). Nel suo tour partito dal PalaBam di Mantova laltra sera Marco Mengoni si ritaglia un piccolo spazio per piccoli discorsi. In uno, prima di
Stanco, torna bambino
(mentre sui megaschermi
scorrono immagini di un baby
Marco) e racconta dei giochi
che faceva in macchina coi genitori.
Il cuore dello show, sia nelle
parole che nello spettacolo, arriva con Esseri umani. Mengoni recita una specie di credo
laico in cui cita lanniversario

per il diritto di voto alle donne,


Martin Luther King e i diritti
dei neri, il coraggio di Lucia
Annibali (Quando le ho sentito dire che non odiava chi lha
sfregiata ho capito cos la vita) e Andrea, ragazzo dai
pantaloni rosa suicida perch
si sentiva diverso. Ci ho messo
il micro e il macro della nostra
societ degli ultimi 70 anni. Vivo in questo Paese e in questo
momento storico mi sento di
dire certe cose. Anzi, credo che
vadano dette, racconta nei camerini.
proprio su Esseri umani
anche lo show raggiunge lapice. Sul megaschermo in formato superpanoramico, c un salotto di casa ripreso dallalto. E

In poltrona Marco Mengoni durante lo show a Mantova

Marco l, (s)comodamente
seduto (e imbragato) in una
poltrona appesa in verticale. I 6
mila (sold out, come questa sera e domani al Forum di Milano) esplodono.
Palco minimal in cui protagoniste sono le luci eleganti e il
megaschermo che domina la
scena si accende di proiezioni
ad alto tasso tecnologico. C
subito Guerriero a scaldare
la serata. Mengoni, completo
scuro, molto controllato. E
forse lemozione che lo trattiene si riflette anche sulla minore
tensione della prima parte.
Nel racconto della serata c
anche unapp. Su alcuni pezzi
trasforma il telefonino in uno
schermo che cambia colore a

tempo con la musica e che trasmette immagini. Il messaggio : non guardate un concerto attraverso il filtro del telefonino per registrare tutto. Facciamo il concerto assieme,
spiega il protagonista. Non tutti colgono. La valle dei re la
svolta: energia finalmente libera, sia sul palco che nel pubblico. Su Bellissimo il ritmo sale e su I Got the Fear Marco si
scioglie: la sua voce (e i fiati) ha
quello scatto black che nelle
sue radici. Lessenziale non
deve nemmeno cantarla: la prima strofa se la gode accucciato
sul palco coi cori delle fan. E
qui non servono le parole.
Andrea Laffranchi
RIPRODUZIONE RISERVATA

In platea

7 giorni sul palco


di Claudia Provvedini

DA FASSBINDER

VENTENNALE

Ti regalo la mia morte, Veronika


Antonio Latella e Federico Bellini
si ispirano al cinema di R.W.
Fassbinder gi incontrato nel
2006 per Le lacrime amare di
Petra von Kant. Nel cast, Monica
Piseddu (foto, al centro), Nicole
Kehrberger, Candida Nieri (dal 7,
Teatro Storchi, Modena)

Vicenza Jazz Tra le serate clou


della XX edizione: dopo Massive
Attack e Soft Machine Legacy, il
12 c Gregory Porter star della
black music tra blues, gospel,
jazz song; il 14, John Garbarek
sax norvegese, con Trilok Gurtu
(dal 7 al 16, Comunale e altri
spazi, Vicenza)

TEATRO E MUSICA
Alla Scala

Der Park

Quel finale
hollywoodiano
di Turandot

Stein esplora la decadenza


con il sogno di Shakespeare

di Paolo Isotta

di Franco Cordelli

u di un impianto scenico bello e semplice


nella sua terribilit (Raimund Bauer) , su
una regia che sembra un cabaret berlinese
degli anni Sessanta (Nikolaus Lenhoff), andata
in scena alla Scala la Turandot di Puccini col finale, mancando esso da parte dellAutore, di Luciano Berio voluto dal direttore dorchestra Riccardo Chailly che ne battezz la prima esecuzione nel 2002. Tale Turandot diretta da Chailly sa
di vecchio, e in primo luogo per il finale: Berio
un ottimo compositore ma il suo finale di gusto sdolcinato e hollywoodiano; esso vuole con
ridicola presunzione competere con quello di
Franco Alfano (il maestro Chailly ha trovato in
ci i suoi ignoranti zelatrici e zelatori ), che non
un ottimo compositore, uno dei pi grandi
compositori del Novecento. Se
si fosse voluto fare qualcosa di
nuovo non si sarebbe dovuto
blandire lAvanguardia degli
anni Sessanta, che oggi nella
tomba: ma eseguire lautentico
e sviluppato finale di Alfano,
non quello abitualmente conosciuto ch tagliato da Toscanini e venne ad Alfano imposto: alla Scala non stato mai fatto. Paradossale destino di Alfano, quello desser conosciuto dai pi solo per una cosa non sua.
In quanto direttore il maestro Chailly falsifica
le sue grandi qualit naturali confondendo la direzione con un malissimo inteso vitalismo e con
un peso fonico orchestrale insostenibile: che
mettono capo a un gusto, mi ripeto, enfatico e
sdolcinato. Avrebbe dovuto invece fare un lavoro
di concertazione attento: il tenore Alexandrs Antonenko, dotato di mezzi eccezionali e tali da
consentirgli, solo, di sormontare linsormontabile muro orchestrale erettogli contro dal direttore, ne avrebbe cantato bene; e bene avrebbe
cantato Nina Stemme, Turandot, che ha una
gran voce ma che, terrorizzata da un siffatto peso
strumentale, spinge e impasta la dizione; e
meglio avrebbe cantato, ancora, Maria Agresta,
Li, la quale al terzo atto stata pur essa di dubbio e caricato gusto.
Non corrette da un concertatore di cultura con
dubbio e caricato gusto hanno effettuato la prestazione le tre maschere (Angelo Veccia, Roberto
Covatta e Blagoj Nacoski) e Altoum (Carlo Bosi);
Timur (Alexander Tsymbalyuk) e il Mandarino
(Gianluca Breda) avrebbero addirittura dovuto
esser sostituiti. Il coro diretto da Bruno Casoni
svetta per preparazione e bellezza timbrica.
RIPRODUZIONE RISERVATA

n scena allArgentina di
Roma, Der Park di Botho
Strauss per la regia di Peter Stein una commedia
del 1983, allestita lanno
dopo a Berlino dallo stesso
Stein, cui dedicato il testo. Esso si pu descrivere come uno
spostamento, pi che una riscrittura, del Sogno duna notte di mezza estate di Shakespeare: spostamento verso il nostro mondo. Quale, per la precisione? La prima scena detta le
misure, o lo spazio, o il campo
dazione, in termini di metafisica.
Il tema la Caduta: Helen a
terra, sconsolata, larte non
arte, il circo non pi quello
duna volta, lei non era una vera
artista del trapezio. Ma dallallegoria passiamo alla mitologia, sotto specie di metaletteratura (con lentrata in scena di
Oberon e Titania); e dalla mitologia alla realt e ai suoi simboli, la storia contemporanea,
man mano che si delineano le
coppie, il loro intrecciarsi o
dissolversi: pi o meno secondo lo schema del Sogno con le
varianti del caso: Puck Cyprian, una specie di artista (egli
crea simpatici amuleti di donne, capaci di suscitare desideri); il Giovane Nero, lo spazzino
che Cyprian insegue nel parco,
introduce il tema della diversit che pi tardi si manifester come rifiuto, ovvero razzismo. Oberon e Titania sono il
motore dellazione.
Essi hanno un nobile scopo,
intendono riportare il mondo
l dovera, in alto: nel mondo si
dissolta ci che il traduttore
Roberto Menin chiama la voglia, ossia la sana voglia, il sano desiderio animale delle et
antiche. Nella societ del benessere e dellefficienza tutto si
illanguidito, tutto micro
sul tema del microscopico,

del rimpicciolimento, Botho


Strauss lancia i suoi evidenti
strali. E insomma: fummo per
un breve tempo nel regno della
Caduta, ora siamo in quello vile
della decadenza. Ma qui levoluzione della commedia si ferma. Da adesso in poi non vi
che accumulo, un succedersi di
varianti che non aggiungono
senso, se non il blando senso
moralistico che allorigine

Titania
Maddalena
Crippa (57
anni) interpreta
Titania in Der
Park di Botho
Strauss diretto
da Peter Stein

dellopera di Botho Strauss


(Coppie passanti del 1981 una
versione appunto illanguidita e
decadente dei Minima moralia
di Adorno). Che cosa pu fare
un regista scaltro di fronte a
uninerzia progressiva se non
alzare la posta? Der Park una
commedia in cinque atti e trentaquattro scene: ed ecco che
Peter Stein allestisce trentaquattro sorprese, un ininter-

rotto susseguirsi di visioni sorprendenti, stupefacenti, mirabolanti. Il che, come fatale,


produce il contrario di ci che
vuole, produce distanza, una
crescente e saturante sproporzione tra il testo e la sua messa
in scena: un effetto di kitsch,
per usare un termine del tempo di Adorno e che oggi non ha
pi corso.
Non per nulla il timbro vocale degli attori, in tutti, sempre
uguale a se stesso: insinuante
(si tratta, nel rivolgersi agli altri, di sedurre); e sempre uguale la gestualit: sinuosa, serpentina (vedi, durante lo sproloquio del Minotauro, figlio
della Pasifae in cui si ridotta
Titania, gli sgusciamenti, chiamiamoli cos, della cameriera).
Tra gli attori ricordo Paolo Graziosi, Maddalena Crippa, Graziano Piazza, Pia Lanciotti,
Mauro Avogadro, Silvia Pernarella, Alessandro Averone.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Der Park
regia di Peter Stein

6,5

King Size

Lui, lei e la stanza dalbergo di Marthaler


di Magda Poli

pettacolo raffinatissimo,
King Size-Variazioni enarmoniche diretto dal regista dai molti talenti creativi
Christoph Marthaler, vive di un
fluire di generi e musiche che
tutto unisce, da Bach al cabaret, al pop.
Uno strepitoso spettacolo
da camera eseguito in una
stanza dalbergo, da Lei e Lui,
Michael von der Heide e Tora
Augestad, da un musicista,
Bendix Leffsen, e da unanziana

Protagonista
Lattrice
norvegese Tora
Augestad (35)
in King Size

signora, Nikola Weisse, che


inaspettata attraversa o prende
la scena, lunica che parla. Straordinari gli interpreti (8 giugno, Torino).
Sogni, realt, generi, musiche sfociano, con scarti poco
percepibili, in uno strano teatro di boulevard contaminato
dallassurdo, permeato di ironia. Un delirio che racconta
cantando, grazie anche a una
melanconica noia che si propaga in una ripetitivit con qualche variazione, qui forse da ricercare le note enarmoniche
evocate nel titolo due diver-

se che producono lo stesso


suono. King Size racconta il
suono della solitudine, nel dipanarsi di una ottundente quotidianit allegramente intessuta di sentimenti spenti in un
garbato rispetto, rotta da solipsistici schizzi di liberatoria follia. Uno spettacolo di coinvolgente, pacata verticalit che,
sorridendo, racconta molto pi
di quel che sembra raccontare.
RIPRODUZIONE RISERVATA

King Size
regia di Christoph Marthaler

DISCHI
Classica Time Present and...

Cantautori Tortuga

Jazz The Vancouver Tapes

Rock Wilder Mind

Esfahani, scelte originali Venditti sa commuovere Cavallanti-Tononi in trio Rivoluzione dei Mumford

ime Present and Time Past lottimo disco desordio (per Archiv) del clavicembalista iraniano Mahan Esfahani.
Lo perch il rigore ritmico e la sensibilit armonica del giovane musicista sono quelli che
occorrono a un clavicembalista di vaglia. Ma lo
anche per loriginalit del programma inciso, un
mix di barocco e contemporaneo (di qui il titolo)
che rivela quanto imbevute di storia siano la ricercata semplicit di Henryk Gorecki (Concerto per clavicembalo e orchestra darchi op.40) e
il minimalismo ossessivo di una trascrizione
dello stesso Esfahani di Piano Phase for two
Pianos, pezzo del 67 di Steve Reich tra i pi noti
per il suo radicalismo. Ottimo come sempre lapporto dellensemble Concerto Kln. (E. Gir.)

7,5

ancouver, Canada, 28 giugno 1999, 14esimo


International Jazz Festival. Sul palco un trio
con Daniele Cavallanti ai sax, William Parker al
contrabbasso, Tiziano Tononi alla batteria.
sempre un piacere constatare lapprovazione che i nostri musicisti riscuotono allestero,
anche quando (com il caso dei due storici jazzisti milanesi) sono troppo poco riconosciuti in
patria. Affiancati da un maestro dellattuale scena newyorkese, Cavallanti e Tononi, fondatori
del gruppo Nexus e membri dellItalian Instabile
Orchestra, nel concerto che viene pubblicato
dalla Long Song con il titolo di The Vancouver
Tapes attraversavano, in due lunghi brani, atmosfere di ogni genere, dallestasi allenergia pi
pura. (Claudio Sessa)

ltro che squadra che vince etc etc. Carichi di


numeri 1 e sold out, per il terzo album i Mumford & Sons hanno fatto fuori i pezzi pregiati.
La loro era tradizione folk e attitudine rock. In
Wilder Mind le bandiere di genere, banjo e
grancassa a pedale, lasciano il posto a chitarra
elettrica e batteria (e synth). La rivoluzione
sbattuta in faccia da subito (Tompkins Square
Park) ed totale.
Le canzoni non ci perdono: gusto per la melodia e cori da stadio rimangono. Si persa lunicit del suono: qui si guarda alla malinconia dei
National (il chitarrista Aaron Dessner stato
coinvolto) con una voglia pop alla Coldplay (Believe). Ma quando una canzone ha le spalle forti
chissene di come suona. (Andrea Laffranchi)

RIPRODUZIONE RISERVATA

RIPRODUZIONE RISERVATA

RIPRODUZIONE RISERVATA

RIPRODUZIONE RISERVATA

omento magico per due storici cantautori


romani. Mentre De Gregori impazza con la
rilettura dei suoi successi, Venditti pubblica un
grande album: Tortuga (Heinz/Sony). Perch
pur essendo costruito sul filo della nostalgia riesce a essere modernissimo e teso nei suoni.
Chi, come noi, appartiene alla generazione di
Venditti si commuove ritrovando puntuali le
pulsioni della Roma degli anni 60, i licei Tasso e
Virgilio, le utopie, gli scontri politici, la versione
di greco, le ragazze che ti mandavano in bianco
perch eri un po ciccione. Al Bar Tortuga vigeva poi un armistizio dentro il quale dialogavano civilmente anche gli opposti estremi. passato mezzo secolo e Venditti sa ancora commuovere tre generazioni. (Mario Luzzatto Fegiz)

7,5

7,5

VERSO MEDEA

LALTRA CARMEN

IL PARADISO DI MAHLER

RING DELLA VITA

DRAMMATURGIE

Emma Dante La regista e la


compagnia Sud Costa
Occidentale tornano sulla figura
dellinfanticida che si vendica col
ricatto della stirpe. Nel cast,
Elena Borgogni (foto) Carmine
Maringola. Musica e canto
Fratelli Mancuso
(dal 12, Fonderie Limone, Torino)

Iaia Forte La Napoli del regista


Martone si incarna in una
Carmen di altri colori e Bizet
ispira lorchestra di Piazza
Vittorio. Primo dei 300 eventi
per Expo; al Piccolo Studio, un
mese con lArlecchino di
Ferruccio Soleri (fino al 17,
Piccolo Teatro Strehler, Milano)

Quarta Sinfonia Detta La vita


celestiale da lied finale, per
Orchestra Santa Cecilia diretta
da Myung-Whun Chung,
soprano Sophie Karthuser; e
Seconda Sinfonia di Beethoven.
Il 13, il pianista Arcadi Volodos in
Beethoven, Brahms, Schubert
(9-12, Auditorium, Roma)

Boxe Sfida, sconfitta, vuoto:


e cos via, sotto un altro.
Nella boxe come nella lotta
quotidiana per vivere. Di Sabino
Civilleri e Emanuela Lo Sicco.
Prodotto da Fondazione Teatro
Toscana per il Festival
Trasparenze
(7, Teatro dei Segni, Modena)

Preghiera Atto osceno Nella


malattia sopravvive lanima? Di
e con Margherita Ortolani, regia
G. Isgr. Alla rassegna Contagio,
tra Milano e Palermo, anche
Desideranza, Chi ha paura delle
badanti, Paranza (in scena, Elfo
Puccini, Milano)
RIPRODUZIONE RISERVATA

CINEMA
The Gunman

Il passato oscuro
di Sean Penn
spia adrenalinica

ipico film compromesso


tra laction di spie alla 007 e
Sean Penn, sceneggiatore e
star, che vorrebbe denunciare
ma si decide solo a cinque minuti dal finale lietamente di comodo. Un militare sicario e
spia che si redime in una Ong
in Congo con fidanzata (spaesata Jasmine Trinca che debutta tra le fiamme) ma prima deve scontare le colpe dellassassinio di un ministro con rete di
complicit postume. Cos torna
Gunman con regia di Pierre
Morel (non a caso collaboratore di Besson) da un romanzo di
Manchette gi fumetto e film
con Delon e la Deneuve.
Puntando sulladrenalina,
critica e messaggio si annacquano e gli intenti umanitari
sono da spot, ma due scene di
violenza sono torride: quella
asserragliata nella casa incendiata del bruto Javir Bardem e
lagguato finale durante la corrida, tipo Carmen. (m. po.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

Forza maggiore

Box Office

Avengers:
Age of Ultron
di Joss Whedon
con Robert
Downey Jr.,
Mark Ruffalo
e 3.759.767

Adaline Leterna
giovinezza
di Lee Toland
Krieger con
Blake Lively
e 828.682

Child 44 Il bambino
n. 44
di Daniel
Espinosa con
Tom Hardy
e 581.419

IN DISCESA
IN SALITA
NOVIT
STABILE

Se la valanga smaschera
le ipocrisie di una famiglia

G
A
N

Grande macedonia di fiabe


E il cartoon canta vittoria

Combinaguai
Bobo, il nano
combinaguai del
film di
animazione
diretto da Harald
Siepermann

orte del primo week end con 400.000 euro, il


cartoon grida ancora vittoria, anche se il prodotto , parlando come dei medicinali, un generico, lunica ricetta essendo mescolare fiabe partendo da note star mitiche come i nani (ma due
sono alticci), Cappuccetto Rosso, Pinocchio e
quellAddormentata destinata a pungersi in
contorno di streghe e malefici.
Il film uno spin-off dei 7 nani live tedeschi
del 2004, i registi Aljnovic e Siepermann sarrangiano con la computer graphic senza porsi il
problema della sceneggiatura. La confusione alla fine di 87 minuti vince, anche se non Into the
woods, grande musical passato inosservato. Qui
invece la riduzione al massimo comun divisore
infantile, con qualche schizzo musicale, finisce
per far digerire ai bimbi una gran macedonia colorata e piena di panna. (m. po.) RIPRODUZIONE RISERVATA

Adaline - Leterna Giovinezza

La condanna di Blake Lively


senza il ritratto che invecchia

Diva
Lex Gossip
Girl Blake
Lively (27 anni)
la star del film
Adaline di Lee
Toland Krieger

ome nel teatrale Affare Makropoulos di Ronconi anche qui c una donna vecchissima
che, per un sortilegio, non dimostra i suoi anni e
non ha neppure un ritratto che invecchia in soffitta come Dorian Gray. Adaline costretta alla
perenne giovinezza senza aver firmato patti faustiani: vive in fuga per la figlia e un amore (Michiel Huisman) che diventa difficile gestire specie se ritrova nel tempo perduto il vecchio spasimante Bob De Niro.
Con Blake Lively (Gossip girl) che regge il
peso cronologico fantasy pensando alle dive
depoca Davis e Hepburn, il film di Lee Krieger
scorre romantico nel paradosso temporale come
un thriller bergsoniano, trova perfino un finale e
si lascia vedere anche per leleganza di fotografia, scene, costumi (m. po.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

RIPRODUZIONE RISERVATA

opo un incidente, sfigurata nel volto e nellanima,


ruolo da Joan Crawford, Claire
soffre e frequenta gruppi di sostegno e flaconi di pillole, finch il marito e il figlioletto di
unamica suicida fanno breccia
dentro il suo dolore, alzando la
posta come a poker.
Cos pure per la romantica
Jennifer Aniston, arrivato il
momento senza trucco, con lo
sfregio a vista, scarface da gangster. Tutto, ricerca di fantasmi, affetti, nevrosi, affidato
allelegante ma fittizio clich
del dramma californiano con
piscina, dove la sola verit sta
nella giustificata crisi della colf
messicana (Adriana Barraza).
Se fosse di Kieslowski sarebbe Film Grigio, perch non
emerge granch dal professionismo poco originale di Daniel
Barnz che fa sdraiare non metaforicamente la pur impegnatissima Aniston sul ruolo e la
sua rabbia, lasciando gli squittii dei friends. (m. po.)

8,5

6,5

I 7 nani

Jennifer Aniston
sfigurata
anche nellanima

di Maurizio Porro
na valanga si accanisce
contro un albergo sold
out di famiglie in settimana bianca, sulle Alpi francesi: non un film catastrofico
quello premiato e insinuante
del 40enne svedese Ruben
stlund. La temuta ma controllata calamit di neve, imbiancato lo schermo, fa strage solo
morale dentro una famiglia da
Mulino Bianco che perde ogni
certezza avendo visto pap nel
momento massimo di pericolo, salvare se stesso abbandonando alla slavina moglie e due
piccini, recuperando solo il telefonino che lo tradir.
Questa bellissima commedia umana che inizia in flash da
primo giorno di crociera e finisce in geniale metafora on the
road, aperta sullinfinito, ha
una potenza espressiva incontrollabile, una valanga di emozioni sotterranee, sentimenti
inespressi, con stile moderno
che riguarda tutti e nessuno e

Cake

In vetta
Una scena
di Forza
maggiore di
Ruben stlund.
Candidato
allOscar come
film straniero,
stato premiato a
Cannes (sezione
Un certain regard)

osserva da scienziato la seduzione della bugia e la capacit


di negare la codardia.
Arrivato al cinema con passione per sci e video, lautore
salda il debito filmando impeccabile e cinico rarefatta aria di
montagna e paura dei sensi. La
ricca documentazione sulla
psicologia degli scampati a catastrofi, ossigena un racconto
non sociologico ma interiore,
che dimostra la vacuit delle
istituzioni affettive e la falsa

confidenza tra coppie che coccolano le incomprensioni: nessuno si conosce pi. Non pensate a un film intimidatorio: il
dramma stemperato nella vita, nelle sciate fuori pista, fino
alla catarsi finale che ci ripete
ancora, ne fosse bisogno, che
infelice la terra che ha ancora
bisogno di eroi anche con gli
sci.

Eventi

La guida
Sculture misteriose
allisola di San Giorgio
fino al 2 agosto

Fino al 2 agosto 2015, a Venezia, Isola di San


Giorgio Maggiore, Magdalena Abakanowicz:
Crowd and Individual, a cura di Luca Massimo
Barbero. Una grande installazione dellartista
polacca che ha reinterpretato le folle di individui,
rivoluzionando, in 40 anni di carriera, il modo di
fare scultura. Esposte per la prima volta 110
sculture in juta. Linstallazione prodotta dalla
galleria Beck & Eggeling di Dsseldorf e Sigifredo
di Canossa in collaborazione con la Fondazione

Cini. Crowd and Individual parte del ciclo che


Abakanowicz ha dedicato al tema delle folle,
soggetto che la scultrice ha ripreso in periodi
differenti nel corso della sua carriera, con vari
materiali, dal tessuto al metallo. In occasione della
installazione, stato realizzato (dalla galleria Beck
& Eggeling, acquistabile in mostra) un omonimo
volume, in vendita a 35 euro. Orari: 10-19, chiuso
il luned. Ingresso libero. Informazioni: e-mail
info@cini.it, www.cini.it, www.beck-eggeling.de.

Lappuntamento La celebre artista polacca espone per la Fondazione Cini,


a San Giorgio Maggiore di Venezia, linstallazione Crowd and Individual,
110 figure di juta prive di testa in cammino verso unentit a quattro zampe
di Roberta Scorranese

l pi francese dei rumeni, il filosofo Emil Cioran, scelse di lasciare la


sua Romania per salvarsi
dal fallimento collettivo della folla. Erano gli
anni Trenta e Cioran si era spaventato per le proprie stesse
simpatie filofasciste. Cos come, pi tardi, lalbanese Ismail
Kadare fugg dalla pazza folla della sua terra madre, spaventato per lassenza di democrazia del regime filosovietico.
Limmagine della folla in fuga, fremente (come gli assediati di Parigi in Suite Francese di
Irne Nmirovsky) o compatta
(come nei fittissimi dialoghi
corali nel libro La coda, del russo Sorokin, proibito in patria),
un elemento ricorrente nellarte che ha le radici nellEuropa orientale e cos la vigorosa
installazione Crowd and Individual della polacca Magdalena Abakanowicz, fino al 2 agosto a San Giorgio Maggiore di
Venezia, per la Fondazione Cini, acquista valore simbolico.
Lartista, nata vicino a Varsavia (dove vive) nel 1930, inscena
qui un piccolo esercito di 110 figure fatte di juta, una massa
critica mutilata, senza testa,
che muove in sincrono verso
una scultura animale contrapposta (Mutant). Che cosa c
dietro? Innanzitutto una donna
nata e cresciuta in condizioni
difficili, costretta a imparare la
lezione artistica del realismo
socialista, ma ribelle (si rifiutava di ritrarre le enormi modelle
con un tratto veritiero e pertanto veniva derisa da accademici
e colleghi), solitaria (come ha
scritto Angela Vettese: impossibile da inserire in un filone),
sempre in fuga (La propaganda comunista interveniva costantemente per dirci quello
che dovevamo pensare e noi
evadevamo mentalmente).
Per sarebbe riduttivo osser-

LA POETESSA
DELLE FOLLE

1930
Magdalena
Abakanowicz
nasce a Falenty
vicino a
Varsavia,
in Polonia

SOLI IN UNA MOLTITUDINE SENZA IDENTIT


LESERCITO DI MAGDALENA ABAKANOWICZ
vare questo suggestivo teatro
della partenza infinita come
una metafora dellevasione da
un regime politico asfittico.
No, nelle forme artistiche
dellEuropa orientale la folla dipinge grandi affreschi universali. Le lunghissime file per il
pane razionato negli anni pi
bui delleconomia sovietica; le
folle adoranti e rigorose come
unarchitettura che inneggiano
al caro leader in Nord Corea; la
massa informe dei deportati
nei campi di lavoro. Tutto torna
nelle suggestioni di Abakanowicz, ma non solo: si ritrovano, per esempio, nelle moltitudini di volti scavati o mutilati
del siberiano Evgeny Antufiev;
nelle installazioni di oggetti
inanimati fitte e soffocanti delluzbeko Vyacheslav Akhunov.
Erede di una ricca famiglia di
possidenti terrieri, Abakanowicz cresce sentendo i racconti dei suoi, i quali vennero
spogliati di tutti gli averi e costretti a lasciare la propria casa
in fuga, portandosi dietro solo
gli abiti. Nelle testimonianze
dellartista tornano spesso alcuni termini come moltitudi-

La trama della
memoria
La polacca
Magdalena
Abakanowicz
(1930) qui
in uno scatto
giovanile con
una delle sue
opere di fibre

Linsofferenza
Nata e cresciuta in
condizioni difficili, si
ribellata ai canoni del
realismo socialista

ne, unit, citt, povert. Racconta: Eravamo circondati da


una folla che non sapeva adattarsi a vivere in citt con nuove
condizioni. Il denaro non aveva
grande significato. No, questa
eco costante di una umanit
addensata sulla propria invisibilit un reticolo che si inne-

Da abbattere o da idolatrare
Lenigma del Mutante
di Marcello Parilli
quasi una continuit spaziale, una piazza
metafisica che comincia sul sagrato della
candida basilica palladiana di San Giorgio
Maggiore e la Sala Carnelutti che l, alla sua sinistra,
custodisce Crowd and Individual. linstallazione che segna il ritorno a Venezia della scultrice polacca Magdalena Abakanowicz dopo il lontano successo della Biennale del 1980, quello che le apr il
mondo delle grandi gallerie internazionali e dei
collezionisti, senza minimamente cambiarne il percorso.
Quando, nel buio, si cammina tra due alte quinte
verso lapertura che conduce allopera, il fiato rimane sospeso, come se gi sapessimo che oltre quella
porta c qualcosa che ci turber perch ci riguarda.
E, in effetti, tra i tendaggi pesanti e i lampadari di
Murano di un vecchio salone da ballo, la scena che
ci troviamo davanti ha un impatto emotivo immediato e forte: davanti a noi, di schiena, c un oggetto grezzo, abbozzato, quello che poi scopriremo essere Il Mutante, un animale preistorico accucciato,

cacciatore, un idolo pagano, un simbolo del potere


che fissa, nella semioscurit, una folla di corpi (sono 110) che, invadendo (forse) pacificamente uno
spazio pubblico, gli vengono incontro o, fermi, lo
stanno gi scrutando, con i bambini, curiosi e incoscienti, in prima fila.
Regna, volutamente lambivalenza, se non addirittura lambiguit. Non sappiamo se la folla stia
idolatrando il Mutante o lo stia sollevando dallincarico, se gli si opponga o se stia partecipando a un
rito. Allinizio chi entra spiazzato, tocca i corpi
istintivamente dice Luca Massimo Barbero, curatore della mostra e direttore dellIstituto di Storia
dellArte della Fondazione Cini , si chiede di cosa
sono fatti, se sono pieni o vuoti, perch non hanno
la testa. Poi, pi passa il tempo, pi la domanda

Il curatore
Barbero: Il pubblico allinizio
spiazzato, tocca quei corpi, si chiede
di cosa sono fatti. Poi la domanda
diventa: cosa vogliono, dove vanno

sta in grandi opere: Vita e destino di Vasilij Grossman (pubblicato per la prima volta nel
1980) strutturato proprio come una folla di personaggi dalle vite pi o meno parallele.
E lallontanarsi dalle proprie
radici torna anche nella Trilogia della citt di K. dellungherese Agotha Kristof (1935-2011),
dove si sente il rimbombo dellesperienza vissuta dalla scrittrice: la fuga notturna dalla patria invasa dalle truppe dellArmata rossa. Nota: nel Grande
Quaderno, uno dei racconti
della Trilogia, la narrazione
tutta in prima persona plurale.
Si capisce meglio allora il lavoro di Abakanowicz, il titolo
dellinstallazione, che Folla e
individuo, perch in lei il singolo parte di un grande disegno che permane, un po come
la sua decisione di non lasciare
Varsavia, nonostante sia una
delle artiste polacche pi conosciute al mondo. Volevo dice mettere a confronto luomo con se stesso, con la sua solitudine nella moltitudine.
rscorranese@corriere.it
RIPRODUZIONE RISERVATA

1945
Dopo
linvasione
della Polonia
da parte
dellArmata
Rossa, la
famiglia scappa
a Varsavia
e a Danzica
1961
Dopo il diploma
allAccademia
di Belle arti,
comincia la
sua ricerca con
luso di diversi
materiali
1965
Vince la
Medaglia dOro
alla Biennale
di San Paolo in
Brasile:
il grande
successo
1980
Rappresenta
la Polonia
al Padiglione
della Biennale
darte
di Venezia
2004
La serie 20 Big
Figures viene
installata
in modo
permanente
di fronte al
Princeton
University
Art Museum

Il totem
Il Mutante,
la scultura
che fronteggia
la parata
di Crowd
and Individual
(foto di
Alessandra
Chemollo)

Limpatto emotivo di un animale preistorico accucciato

Chi

cambia: Chi sono, cosa vogliono, dove vanno, cosa


rappresenta lanimale?, fino ad arrivare al momento in cui, ribaltando le prospettive, ci si azzarda a
camminare tra le sculture, sullo stesso piano, di fatto sullo stesso palcoscenico, senza piedistalli di sorta a creare distanze e differenze, per capire che loro
sono uno specchio di iuta nel quale ti rifletti, incarnano le tue complessit, le tue paure, le tue memorie, il tuo stesso concetto di storia delluomo.
Le sculture stanno agli antipodi della serialit
dellesercito di terracotta dellimperatore cinese
Qin Shi Huang. Le luci che scendono dal soffitto,
soffuse ma precise, scavano queste corazze di colori
diversi, questi carapaci tormentati e senza sesso, restituendo infiniti dettagli ed esaltando cos lunicit
di ogni figura, modellata dalla Abakanowicz mescolando iuta, materiali poveri e colle speciali, lavo-

rando, a volte con modelli in carne e ossa e magari


dovendo spostare i mobili, negli spazi quotidiani
della sua stranissima clausura (prima un monolocale, poi un piccolo appartamento, a Varsavia, che
non volle mai abbandonare). Un flusso di opere realizzate tra il 1976 e il 2005, una quantit di corpi con
i quali lartista giurava di poter riempire diverse
piazze e che hanno costituito un enorme archivio
da cui attingere di volta in volta i pezzi pi adatti alle
sue grandi installazioni, inedite come questa o apprezzate ospiti dei musei di tutto il mondo.
Magdalena Abakanowicz la prima a concepire
la scultura non come oggetto singolo, che ritiene
decorativo, ridondante, una sorta di grande soprammobile con tanto di didascalia, ma dando importanza alla quantit, alla collettivit, e in questo
aprendo la strada a scultori come Antony Gormley
o Juan Muoz dice Barbero . E mi piace che
dopo 35 anni una maestra di questo livello torni
qui, quasi in chiusura del suo grande percorso, ad
arricchire il pubblico internazionale con quella che
forse la vera scoperta di unartista dal percorso intensissimo, ma duro e integro.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Le altre mostre
Dal vetro finlandese
alle tavolozze
dei grandi maestri

In concomitanza con la Biennale dArte, sei (oltre alla


mostra dedicata alla Abakanowicz) sono i progetti
espositivi promossi dalla Fondazione Giorgio Cini
sullIsola di San Giorgio. Tre gli appuntamenti
principali: da domani apre Painting as Shooting,
prima grande mostra europea di Liu Xiaodong, uno
degli artisti cinesi pi influenti degli ultimi anni,
particolarmente sensibile ai grandi temi della
sociologia e dellambiente. Sempre da domani, e
fino al 7 giugno, il Cenacolo Palladiano ospiter Das

Meisterstck, personale fotografica del tedesco


Matthias Schaller, che ha ritratto le tavolozze di
maestri che hanno fatto la storia della pittura degli
ultimi 200 anni. invece gi visitabile il nuovo
capitolo del progetto Le stanze del vetro, questa
volta dedicato a Il vetro finlandese nella collezione
Bischofberger. Sullisola saranno inoltre visitabili le
installazioni di Enki Bilal (Inbox) e di Giovanni
Manfredini (Stabat Mater Dolorosa), oltre alla
mostra di sculture Rust di Louise Manzon.

Scarica
lapp
Eventi

Eventi

Informazione,
approfondimenti, gallery
fotografiche e la mappa
degli appuntamenti pi
importanti in Italia.
disponibile sullApp Store
di Apple la nuova
applicazione culturale del
Corriere della Sera Eventi.
gratis per 7 giorni.

In marcia
Un dettaglio
della grande
installazione
Crowd and
Individual,
una folla
composta da
110 figure dalle
fattezze umane
in juta, per lo
pi
senza testa,
che avanza
verso una
unica scultura
animale
contrapposta
(Mutant).
Linstallazione
segna il ritorno
a Venezia
dellartista, che
ha esposto
pi volte alla
Biennale darte
(Foto: Alessandra Chemollo)

Il commento
Il bisogno ossessivo
di rimanere diverse
di Francesca Bonazzoli

in da piccola la mia occupazione era


collezionare oggetti: la mia stanza
era piena di pezzi di legno, sassi,
foglie. Diventare artista non stata una
decisione: sono nata cos, mi disse
Magdalena Abakanowicz quando la incontrai
sei anni fa. Nonostante allora avesse 79 anni e
fosse una celebrit gi internazionale, non
aveva ancora superato lestrema timidezza
della bambina ridotta in miseria dal regime
comunista; della ragazza che vendeva il
proprio sangue per mantenersi a
unAccademia di Belle arti dove le imponevano
la dottrina del realismo socialista; della donna
emarginata per le origini da possidente
terriera. Aveva conservato gli atteggiamenti
diffidenti di chi si protegge, linsicurezza e la
ritrosia di chi certo di non poter essere capito.
E tuttavia avevo riscontrato quella stessa
attitudine psicologica in altre artiste molto
diverse, dalla Marina Abramovic pre-America
a Vanessa Beecroft o Tracey Emin.
Generalizzare un metodo di riflessione troppo
superficiale, eppure c qualcosa di molto vero
nellaffermazione che gran parte delle artiste
hanno fatto arte per necessit, spinte da una
motivazione profonda, fino allossessione e
addirittura al disturbo mentale; senza
concessioni allambizione o al riconoscimento
pubblico, ma spinte dalla certezza che larte
era per loro lunica via di espressione e
salvezza in un mondo da cui si sentivano
diverse. Anzi, misurarsi con larte voleva dire
essere sospinte ancora di pi agli angoli. Oggi
la compagine artistica femminile molto ben
rappresentata e non ha problemi di visibilit,
ma la generazione di Abakanowicz ha dovuto
tener fede a se stessa con una ostinazione e
una caparbiet superiori a quelle mai richieste
a qualsiasi uomo. Ed il motivo per cui la loro
arte appare cos diversa e necessaria, mai
banale n decorativa.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Lo scenario
di Maria Serena Natale

uando intorno
tutto crolla, resta
la forma. Liquida
come lamore di
Zygmunt Bauman o il volto di
madre ritratto da Paulina
Olowska in Mother 200, una
trasparenza sospesa al di l del
colore che scivola a gocce quasi
fosse pianto o pioggia su un vetro. Intermittente come le luci
al neon della Varsavia socialista
o la coscienza di Oskar Dawicki
che nelle sue ironiche performance compare e scompare e
addirittura assume veri detective per certificare lesistenza
dellartista. Silenziosa come le
presenze che accompagnano
in corteo le geometrie nude
dello scultore Miroslaw Balka.
La scena polacca contemporanea una tessitura di voci e
linguaggi che rispondono con
continui scarti e sguardi laterali, piani visivi sovrapposti ed
elusivi punti di domanda alla
violenza irrevocabile del passato. Sopravvissuti in fuga su un
tappeto volante. C chi il tappeto lo trasforma in videogioco
interattivo e ricopia un manufatto persiano dellOttocento
per farne il recinto virtuale di
guerre stellari apocalittiche.
Accade in Carpet Invaders di
Janek Simon, che riflette sulla
catastrofe mescolando forza
dei simboli e umorismo dissacrante, vedi il film del 2003
Odlot (Decollo) nel quale le
iconiche torri sante di Cracovia
diventano razzi che si staccano
dal suolo in un atto di emancipazione dalla Storia. Quella

E oggi le torri sante di Cracovia


sono razzi nel cielo della Storia
Storia indecifrabile della quale
riappropriarsi, frammentandola e ricomponendola in una
narrazione drammatica talvolta sovraccarica come nelle ricostruzioni di celle per interrogatori e tipografie clandestine,
nelle pareti ricoperte di foto e
tute operaie, nei caschi gialli
appesi al soffitto del nuovo Europejskie Centrum dei cantieri
navali di Danzica dove nacque
il mito del sindacato che pieg
il comunismo, Solidarnosc.
Anni fondamentali, i Settanta e gli Ottanta, per lelettricit
che si respirava, sotto la cappa
del regime, in gallerie e club

Il contemporaneo
Larte della Polonia
un mosaico di voci che
cerca risposte alla
violenza del passato

studenteschi tra Varsavia, Poznan e Breslavia. Una fede nella


cultura come materia primaria
della nazione forgiata da secolari persecuzioni; una vibrazione inquieta, fissata nel Teatro della morte di Tadeusz Kantor, che neanche la legge marziale proclamata dal Generale
Jaruzelski nel 1981 pot sopprimere e che continu a bruciare
nei circoli Underground fino
alla svolta democratica dell89.
Proprio Kantor uno dei
principali riferimenti insieme alle tradizioni popolari polacche, alla Pop art americana,
alle avanguardie e alla macchina di propaganda sovietica
rielaborati nelle intersezioni di
Paulina Olowska che in installazioni e collage accosta epoche, tradisce stili, reinventa
materiali, tutto sfiorando con
lo sguardo incredulo ed estraneo della marionetta.
Terra dincroci tra Europa e

I nomi

Paulina
Olowska
(1976), artista
che reinventa
la tradizione
con usi diversi
dei materiali

Marta
Deskur (1962)
interpreta
i messaggi
dei grandi del
Rinascimento

Vita nuova
LEuropejskie
Centrum dei
cantieri navali
di Danzica
un omaggio
al mito del
sindacato
Solidarnosc

Oriente slavo, spirito selvaggio


e liturgia; di identit complesse, da riadattare a un corpo
strattonato e stravolto dallo
choc del capitalismo. I corpi
femminili fotografati da Marta
Deskur, in una rivisitazione laica della Famiglia biblica che fa i
conti con la tradizione di Beato
Angelico e Piero della Francesca alla ricerca di nuovi codici
del sacro. I corpi assenti di Malgorzata Markiewicz che abbandona sul pavimento i suoi abiti
alluncinetto, ricordi, atti daccusa, richiami. I corpi-totem di
Pawel Althamer; quelli contorti, malati, tremanti di Artur
Zmijewski e Katarzyna Kozyra.
Lenigma dellidentit al
centro del padiglione della Polonia alla Biennale Arte 2015
dove C.T. Jasper e Joanna Malinowska presentano Halka/
Haiti, riadattamento caraibico
dellopera lirica Halka che fu
rappresentata per la prima volta nel 1848 a Vilnius, in pieno
fervore nazionalista tra la guerra russo-polacca del 1830-31 e
la Rivolta del 1863. A Venezia
sar proiettata la messa in scena realizzata nel villaggio haitiano di Cazale, fondato da soldati polacchi delle legioni napoleoniche mandati a reprimere la ribellione contro i
colonizzatori francesi e poi
passati con gli insorti. Unimpresa artistica sulle orme di Fitzcarraldo di Werner Herzog.
La libert, il destino, limmensit della natura, e i sogni degli
uomini.
msnatale@corriere.it
RIPRODUZIONE RISERVATA

48

Gioved 7 Maggio 2015 Corriere della Sera

Scegli la semplicit
della grande cucina di

E ATA LY

49

Corriere della Sera Gioved 7 Maggio 2015

Risponde Sergio Romano

LA DIPLOMAZIA DELLE SANZIONI


E GLI EFFETTI INDESIDERATI

di Beppe Severgnini

Otto consigli utili


per visitare lExpo

LETTERE
AL CORRIERE

VOTO DI FIDUCIA
Le opzioni
Caro Romano, se
antidemocratico per un
governo chiedere al
parlamento di dargli o di
negargli la fiducia, a che serve
il parlamento?
Vittorio A. Farinelli

vittoriofarinelli@alice.it
Il voto di fiducia chiede ai
parlamentari di scegliere fra
due opzioni: approvare, magari
di controvoglia, la linea del governo, o provocare le sue dimissioni, se non addirittura il
ritorno alle urne. Non un ricatto. un invito alla responsabilit.

Il migliore modo per finirla con le stragi nel


Mediterraneo certamente quello di dare agli
africani quanto serve per vivere a casa loro.
Certo non richiede poco tempo n poche risorse.
LAfrica, sia pur lentamente, sta migliorando.
Ho esperienza diretta solo dell'Africa dellEst e
credo che, pur essendo perfettibili, Kenya e
Tanzania abbiano governi democratici e
abbastanza stabili, mentre lUganda ha un
dittatore illuminato. Nei tre Paesi, ad
esempio, i bambini vanno in larga parte a
scuola e la gente non fugge. I migranti che
annegano al largo di Lampedusa provengono da
Paesi con governi sanguinari che non rispettano
i pi elementari diritti umani. I peggiori sono: il
governo eritreo, somalo e sudanese, che
dovrebbero essere sottoposti a giudizio
internazionale e subire sanzioni. Certo le
sanzioni danneggiano soprattutto la povera
gente, ma quei governi potrebbero resistere
molto meno e peggio di quanto non fanno Iran o
Russia. Sarebbe facile anche far soffrire i
politici importanti locali, bloccando i loro conti
allestero. Finanziare le opposizioni interne (o
espatriate), magari dopo avere accertato che
non siano opposizioni troppo colorate dal
punto di vista politico o religioso, unaltra
opzione, se unita a manovre di intelligence e
sabotaggio. Accelerare lo sviluppo dei Paesi
poveri comunque lideale, ma se si eliminano
quei, tutto sommato, pochi regimi africani, si
riducono in maniera significativa le tragedie al
largo di Lampedusa.
Alessandro Faenza
Bologna

Le lettere firmate con


nome, cognome e
citt, vanno inviate a
Lettere al Corriere
Corriere della Sera
via Solferino, 28
20121 Milano
Fax: 02-62827579

@
lettere@corriere.it
www.corriere.it
sromano@rcs.it

SCUOLA
Democrazia e meriti
Sento i sindacati di categoria
parlare di democrazia nella
scuola. Mi piacerebbe sentir
parlare anche di meritocrazia,
che nella scuola pi
importante. Se un alunno
viene valutato dagli
insegnanti, che male c se i
docenti a loro volta vengono
valutati dal preside, che a sua
volta sar valutato? Se un
alunno non bravo, viene
bocciato; perch la regola
non deve valere per gli
insegnanti?
Pietro Micheletti, Fauglia (Pi)

AUTORIT PUBBLICHE
Dichiarazioni insulse
Dopo ogni inondazione,
terremoto, incendio, violenti
disordini, crolli eccetera, le
autorit competenti ci
informano che in avvenire
bisogner fare... bisogner...
bisogner... Sembrano tutti
lungimiranti e preparati e
sembra tengano sul palmo
della mano la soluzione per
ogni problema. Ma accidenti: i
responsabili consigliano se
stessi sul comportamento da
tenere in futuro. Come non
essere perplessi?
Umberto Gaburro

Guidizzolo (Mn)

Italians

La tua
opinione su
sonar.corriere.it
Caso mar, il
governo italiano
abbandona la
via diplomatica
e procede con
larbitrato
internazionale.
una buona
soluzione?

SUL WEB
Risposte
alle 19 di ieri

Caro Faenza,
razie per un quadro convincente della situazione africana. I processi e le sanzioni,
tuttavia, sono gli strumenti di una diplomazia punitiva e giudiziaria che presenta
parecchi inconvenienti. I processi colpiscono
spesso personalit politiche con cui molti Stati,
in altre circostanze, avevano avuto rapporti di reciproca utilit. Il caso di Saddam Hussein parti-

colarmente indicativo. Quando combatteva contro lIran degli Ayatollah, fra il 1980 e il 1988, il leader iracheno piaceva a quasi tutte le potenze occidentali, allora disposte a chiudere un occhio sul
modo in cui il suo governo trattava curdi e sciiti.
Una societ in cui i vincitori processano i vinti e
perdonano i reati dei loro alleati mi sembra cinicamente e ipocritamente partigiana.
Le sanzioni sono una formula apparentemente
incruenta, ma producono altri inconvenienti. In
primo luogo, come lei suggerisce nella sua lettera, colpiscono soprattutto le fasce sociali pi deboli. In secondo luogo creano leconomia delle
sanzioni, un vivaio in cui crescono le male piante
del mercato nero, del traffico di valuta, delle frodi
bancarie e beninteso della criminalit organizzata. Non necessario andare troppo indietro nel
tempo per ricordare quello che accadde in Iraq
durante le sanzioni degli anni Novanta e in Serbia
allepoca della presidenza di Slobodan Milosevic.
Unultima considerazione. Con le sanzioni i governi che le adottano si propongono generalmente un duplice obiettivo. Sperano di indurre il Paese colpito a modificare la sua linea politica, ma
non nascondono che vogliono soprattutto incoraggiare la popolazione a sbarazzarsi del suo governo. Era questo lo spirito con cui i neoconservatori americani chiedevano al presidente Obama
di inasprire le sanzioni contro lIran. Attratti dallidea che un cambiamento di regime sia miglior
modo per sbarazzarsi di un avversario, i falchi dimenticano che il crollo di un regime crea un vuoto politico e istituzionale che verr riempito, prima o dopo, da terroristi, capitani di ventura e criminali. accaduto in Libia dopo lintervento militare del 2011. Potrebbe accadere in parecchi Stati
africani. Lei ha ragione quindi, caro Faenza,
quando sostiene che il miglior modo per combattere il fenomeno della immigrazione clandestina
quello di aiutare i Paesi da cui gli immigrati provengono a crescere economicamente con il commercio e gli investimenti. Ma occorrono, per realizzare questi obiettivi, interlocutori che non siamo in grado di scegliere.
RIPRODUZIONE RISERVATA

86%
14%
No

La domanda
di oggi
Dopo lo
scontro
sullItalicum,
Pippo Civati
lascia il gruppo
Pd. Ha fatto
bene?

NASCITA ROYAL BABY


Davvero importante?

DISORDINI
Uso degli idranti

MARCIA DI MILANO
Quel corteo di Torino

In questi giorni, e purtroppo


anche nei prossimi, si parler
della nascita della figlia di
William e Kate. Non penso che
ci sia tutto questo interesse.
Cerchiamo di dare importanza
alle cose importanti e lasciare
da parte il gossip!
Sergio Guadagnolo

Davanti a una folla di


dimostranti incappucciati e
armati di spranghe, le forze
dellordine dovrebbero usare
immediatamente gli idranti,
come azione preventiva; dopo,
alle vetrine rotte ed alle auto
incendiate, lacqua serve a
poco!

sergioguadagnolo@
virgilio.it

mauro.zonta@hotmail.com

Il corteo di migliaia di
milanesi e la pulizia delle
vergognose scritte lasciate dai
manifestanti anti-Expo mi
ricorda la marcia dei 40.000 a
Torino, che condusse alla
famosa svolta e alla conferma
della capacit di reazione della
gente di fronte alla violenza.
Spero sia cos anche stavolta.
Attilio Venturi, Milano

Mauro Zonta

opo averne tanto sentito parlare,


avrete voglia di andare a vedere.
Ecco otto consigli per visitare
Expo2015 (e una raccomandazione

finale).
1) Non esagerate
Non cercate di fare troppe cose insieme.
Una visita non pu bastare. Expo2015
dura sei mesi, ci si pu tranquillamente
tornare. Non imitate i turisti che entrano
nei musei e non se ne vanno prima
daver esaurito le sale. Il senso del dovere,
in certi casi, un cattivo consigliere.
2) Non siate troppo seri
Dentro Expo c pure il kitsch (persino il
trash). Il padiglione domopak del
Kazakhstan, la banda di Foody,
il monoblocco della Regione Lombardia,
la scultura (autozoomorfa) della
Repubblica Ceca. Sorridete, primavera!
3)Non dimenticate il senso
Anche se alcuni espositori sembrano
averlo scordato, il tema di Expo2015
nutrire il pianeta. Partite dal Padiglione
Zero. Andate a Palazzo Italia a firmare la
Carta di Milano.
4) Non scordate un senso
Cibo significa odori e profumi: vietato
lasciare a casa lolfatto. Dalla carne
argentina alle spezie del Marocco, dai foodtruck Usa ai caff del mondo.
Siate rinonauti: viaggiate col naso.
5) Non abbiate paura del buio
Expo anche prospettive, suggestione,
illuminazione. Dalle ore 19 si entra con soli
cinque euro. Un prezzo ragionevole
per la pi spettacolare passeggiata
nellarchitettura contemporanea sul
pianeta.
6) Non portate il pranzo al sacco
La variet gastronomica davvero
strabiliante, ma troppi ristoranti hanno
prezzi alti. Non va bene. Non di sole frittelle
del Laos (2 euro) vive luomo.
7) Non fatevi confondere
C chi ha messo tanti soldi, ma aveva
poche idee. Chi aveva una bella idea, ma
non aveva soldi. Qualche Paese ci ha messo
una cosa e laltra. Austria e Regno Unito, per
esempio.
8) Non lasciatevi intimidire
Expo una festa mobile in un posto fisso.
il mondo che mostra come vorrebbe
essere (e non ). Non siete ospiti, siete parte
della rappresentazione. Senza di voi,
Expo2015 sarebbe un guscio vuoto.
Per finire: niente auto, niente tacchi,
niente tute nere. Queste cose, con Expo2015,
non vanno daccordo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Vauro

INTERVENTI E REPLICHE
Tasse patrimoniali: il 2 per mille sui titoli
A proposito del preciso e puntuale articolo di
Massimo Fracaro e Nicola Saldutti sulle tasse
nascoste (La tentazione sbagliata della
patrimoniale, Corriere del 5 maggio), riguardo
allimposta di bollo del 2 per mille sui depositi
titoli, mi permetto di aggiungere che si tratta
non solo di una patrimoniale nascosta, ma
direi anche di una patrimoniale assai scorretta.
Viene calcolata sul valore di mercato del giorno
in cui viene emesso lestratto conto dei titoli, per
cui se i Btp in portafoglio in quel giorno valgono
125 sono costretto a pagare sulla maggior cifra
anzich sul valore nominale 100, sul quale

invece vengono calcolati gli interessi (quando


ancora ci sono) e che mi verr restituito a fine
prestito, se portato a scadenza. Inoltre, se
acquisto un titolo pochi giorni prima
dellemissione dellestratto stesso, sono tassato
comunque per un intero trimestre o semestre
(non tutte le banche seguono le medesime
scadenze per lestratto) senza di fatto averne
avuto il possesso per tutto il periodo. In pratica,
la patrimoniale su quello che non ho. Ma la
patrimoniale invece c, eccome, e non
nemmeno tanto nascosta!
Piero Murri
piero.murri@gmail.com

2015 RCS MEDIAGROUP S.P.A. DIVISIONE QUOTIDIANI

FONDATO NEL 1876


CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
DIRETTORE
RESPONSABILE

Luciano Fontana

PRESIDENTE

Maurizio Costa
AMMINISTRATORE DELEGATO

Pietro Scott Jovane


CONSIGLIERI
VICEDIRETTORI

Daniele Manca
Venanzio Postiglione
Giangiacomo Schiavi
Barbara Stefanelli

Gerardo Braggiotti, Laura Cioli, Paolo Colonna,


Teresa Cremisi, Dario Frigerio,
Tom Mockridge, Stefano Simontacchi
DIRETTORE GENERALE DIVISIONE MEDIA

Alessandro Bompieri

Sede legale: Via Angelo Rizzoli, 8 - Milano


Registrazione Tribunale di Milano n. 5825 del 3 febbraio 1962
Responsabile del trattamento dei dati (D. Lgs. 196/2003): Luciano Fontana
privacy.corsera@rcs.it - fax 02-6205.8011
COPYRIGHT RCS MEDIAGROUP S.P.A. DIVISIONE QUOTIDIANI
Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo quotidiano pu essere
riprodotta con mezzi grafici, meccanici, elettronici o digitali. Ogni violazione sar
perseguita a norma di legge.
DIREZIONE, REDAZIONE E TIPOGRAFIA 20121 Milano - Via Solferino, 28 - Tel. 0262821
DISTRIBUZIONE m-dis Distribuzione Media S.p.A.
Via Cazzaniga, 19 - 20132 Milano - Tel. 02-2582.1 - Fax 02-2582.5306
PUBBLICIT
RCS MediaGroup S.p.A. Dir. Communication Solutions
Via Rizzoli, 8 - 20132 Milano - Tel. 02-25846543
www.rcscommunicationsolutions.it

La sentenza della Consulta sulle pensioni


Come ha sottolineato un lettore (Corriere, 4
maggio), lapplicazione della sentenza della
Consulta sulla perequazione (totale) delle
pensioni non solo un obbligo giuridico, ma
soprattutto un obbligo morale. Quanti
pensionati in questi anni sono andati via
dallItalia per sopravvivere? Questi migranti per
necessit sono il frutto di una politica
vessatoria a senso unico. I buchi neri nei bilanci
dello Stato non li hanno di certo provocati i
pensionati: evasione fiscale, sprechi, privilegi e
corruzione sono i veri mali del Paese.
Ernesto Tempesta, Napoli

EDIZIONI TELETRASMESSE: RCS Produzioni Milano S.p.A. 20060 Pessano con Bornago - Via R. Luxemburg - Tel. 02-6282.8238 RCS Produzioni S.p.A. 00169 Roma - Via
Ciamarra 351/353 - Tel. 06-68.82.8917 RCS Produzioni Padova S.p.A. 35100 Padova Corso Stati Uniti 23 - Tel. 049-87.00.073 Tipografia SEDIT Servizi Editoriali S.r.l.
70026 Modugno (Ba) - Via delle Orchidee, 1 Z.I. - Tel. 080-58.57.439 Societ Tipografica Siciliana S.p.A. 95030 Catania - Strada 5 n. 35 - Tel. 095-59.13.03 LUnione Sarda
S.p.A. Centro stampa 09034 Elmas (Ca) - Via Omodeo, 5 - Tel. 070-60.131 BEA printing sprl 16 rue du Bosquet - 1400 Nivelles - Belgium Speedimpex USA, Inc. 38-38 9th
Street Long Island City - NY 11101 - USA CTC Coslada Avenida de Alemania, 12 - 28820
Coslada (Madrid) - Spagna La Nacin Bouchard 557 - 1106 Buenos Aires - Argentina
Miller Distributor Limited Miller House, Airport Way, Tarxien Road Luqa LQA 1814 Malta Hellenic Distribution Agency (CY) Ltd 208 Ioanni Kranidioti Avenue, Latsia 1300 Nicosia - Cyprus FPS Fernost Presse Service Co. Ltd 44/10 Soi Sukhumvit, 62
Sukhumvit Road, Bang Chark, Phrakhanong - Bangkok 10260 - Thailandia

Corsera + IoDonna + Cor. Como 1,30 + 0,50 + 0,20. In Campania, Puglia, Matera e
prov., non acquistabili separati: lun. Corsera + CorrierEconomia del CorMez. 1,00 +
0,50; m/m/g/d Corsera + CorMez. 1,00 + 0,50; ven. Corsera + Sette + CorMez. 1,00
+ 0,50 + 0,50; sab. Corsera + IoDonna + CorMez. 1,00 + 0,50 + 0,50. In Veneto,
non acquistabili separati: m/m/g/d Corsera + CorVen. 1,00 + 0,50; ven. Corsera +
Sette + CorVen. 1,00 + 0,50 + 0,50; sab. Corsera + IoDonna + CorVen. 1,00 + 0,50
+ 0,50. In Trentino Alto Adige, non acquistabili separati: m/m/g/d Corsera + CorTrent. o CorAltoAd. 1,00 + 0,50; ven. Corsera + Sette + CorTrent. o CorAltoAd. 1,00 +
0,50 + 0,50; sab. Corsera + IoDonna + CorTrent. o CorAltoAd. 1,00 + 0,50 + 0,50.
A Bologna e prov. non acquistabili separati: m/m/g/d Corsera + CorBo 0,66 + 0,84;
ven. Corsera + Sette + CorBo 0,66 + 0,50 + 0,84; sab. Corsera + Io Donna + CorBo
0,66 + 0,50 + 0,84. A Firenze e prov. non acquistabili separati: l/m/m/g/d Corsera
+ CorFi 0,66 + 0,84; ven. Corsera + Sette + CorFi 0,66 + 0,50 + 0,84; sab. Corsera
+ Io Donna + CorFi 0,66 + 0,50 + 0,84.

PREZZI: *Non acquistabili separati, il venerd Corriere della Sera + Sette 2,00 (Corriere
1,50 + Sette 0,50); il sabato Corriere della Sera + IoDonna 2,00 (Corriere 1,50 +
IoDonna 0,50). A Como e prov., non acquistabili separati: m/m/g/d Corsera + Cor.
Como 1,30 + 0,20; ven. Corsera + Sette + Cor. Como 1,30 + 0,50 + 0,20; sab.

La tiratura di mercoled 6 maggio stata di 414.152 copie

PREZZI DI VENDITA ALLESTERO: Albania 2,20; Argentina $ 21,00 (recargo envio al interior $ 1,00); Austria 2,20; Belgio 2,20; Canada CAD
3,50; CH Fr. 3,00; CH Tic. Fr. 3,00 (quando pubblicato con Style Magazine Fr. 3,50);Cipro 2,20; Croazia Hrk 17; CZ Czk. 64; Francia 2,20;
Germania 2,20; Grecia 2,50; Irlanda 2,20; Lux 2,20; Malta 2,20; Monaco P. 2,20; Olanda 2,20; Portogallo/Isole 2,50; SK Slov. 2,20;

ISSN 1120-4982 - Certificato ADS n. 7971 del 9-2-2015

Slovenia 2,20; Spagna/Isole 2,50; Hong Kong HK$ 45; Thailandia THB 190; UK Lg. 1,80; Ungheria Huf. 700; U.S.A. USD 5,00.
ABBONAMENTI: Per informazioni sugli abbonamenti nazionali e per lestero tel. 0039-02-63.79.85.20 fax 02-62.82.81.41 (per gli Stati Uniti tel.
001-718-3610815 fax 001-718-3610815). ARRETRATI: info@servizi360.it. SERVIZIO CLIENTI: 02-63797510 (prodotti collaterali e promozioni).

* Con Sette 3,00; con Io Donna 3,00; con Style Magazine 3,50; con Living 5,40; con Lucio Dalla 12,49; con Piero Angela. Viaggio alla scoperta della Scienza 11,49; con THE JAZZ YEARS - I grandi album 8,40; con Maurizio Pollini 11,40;con Le ricette di Eataly 2,50; con Disney English 9,49; con Oriana Fallaci 11,40; con Grandangolo 7,40; con Giovannino Guareschi 9,40; con Mim 11,49; con Agatha Christie Poirot 11,49; con Braccialetti rossi 2 11,40; con Savana Disney 9,49; solo in Lombardia con La buona strada 11,40; con Espaol da Zero 11,49; con Diabolik. Nero su nero 8,49; con Asterix
7,49; con Il teatro di Eduardo 12,40; con I capolavori della danza 12,40; con Storie di cucina 9,40; con I capolavori dellArte 7,40; con Violetta Fotostory 4,00; con Rocky Joe 11,49; con Naruto 6,49;con Beast Quest 7,40; con Topolino Story 8,49; con Mary Higgins Clark 9,40; solo in Lombardia con Milano al Top 14,40; con Expo, il lungo viaggio del progresso 14,40; con Le leggende dellalpinismo 12,49; con Masha e Orso 7,49; con Mazinga 11,49; con Le avventure di Arsne Lupin 8,40; con Biblioteca della Resistenza 9,40; con I sentieri per la libert 14,40; con II Guerra mondiale 7,49

50

Gioved 7 Maggio 2015 Corriere della Sera

Sport

Champions League

Nazionale
Italia-Portogallo il 16 giugno a Ginevra

Europa League

semifinali

semifinali

andata: marted
JUVENTUS-Real Madrid
2-1
ritorno: 13/5, ore 20.45

andata: oggi, ore 21.05


NAPOLI-Dnipro Moen (Norvegia)
Premium Calcio 1
ritorno: 14/5, ore 21.05

andata: ieri
Barcellona-Bayern Monaco
3-0
ritorno: 12/5, ore 20.45

andata: oggi, ore 21.05


Siviglia-FIORENTINA Brych (Germania)
Rete 4, Premium Calcio
ritorno: 14/5, ore 21.05

Italia-Portogallo, lamichevole che chiuder ufficialmente la prima


stagione azzurra di Antonio Conte, si giocher il 16 giugno a Ginevra
in Svizzera. Quattro giorni prima, a Spalato, in uno stadio a porte
chiuse, per le intemperanze dei tifosi croati, la Nazionale affronter la
Croazia nellappuntamento cruciale verso Euro 2016. Intanto la
Federcalcio ha annunciato le sedi per le due partite casalinghe di
qualificazione in programma a inizio settembre: il 3 si giocher
a Firenze contro Malta e il 6 a Palermo contro la Bulgaria.

Champions League Nella semifinale dandata i tedeschi tengono per 77 minuti, poi si scatena il numero 10
Barcellona
Bayern Monaco

3
0

Marcatori: Messi 32 e 35 , Neymar 48


s.t.
BARCELLONA (4-3-3): Ter Stegen 6;
Dani Alves 6,5, Piqu 6,5, Mascherano 6
(Bartra s.v. 44 s.t.), Jordi Alba 6,5; Rakitic
7 (Xavi s.v. 37 s.t.), Busquets 6, Iniesta
6,5 (Rafinha s.v. 42 s.t.); Messi 9, Suarez
5,5, Neymar 6,5. All.: Luis Enrique 8
BAYERN MONACO (3-1-4-2): Neuer 7;
Benatia 6, J. Boateng 5, Rafinha 6; Xabi
Alonso 5,5; Thiago Alcantara 6, Lahm 6,
Schweinsteiger 6, Bernat 5; T. Muller 6,5
(Goetze s.v. 33 s.t.), Lewandowski 6,5.
All.: Guardiola 7
Arbitro: Rizzoli (Italia) 7,5
Ammoniti: Xabi Alonso, Dani Alves,
Benatia, Bernat, Piqu, Neymar
Recuperi: 0 pi 4

Prodezza
Con questo
pallonetto Leo
Messi, 27 anni,
beffa Manuel
Neuer, 29,
e realizza il gol
del 2-0 (Reuters)

Messi delle meraviglie


DAL NOSTRO INVIATO
BARCELLONA Doppietta di Lionel

Messi (10 gol in 11 gare di


Champions) e gol di Neymar (7
gol). Il Barcellona, nona vittoria
consecutiva in Europa, ha
schiantato il Bayern nellultimo
quarto dora e adesso a un
passo dalla finale del 6 giugno
allOlympiastadion di Berlino.
Pensare che marted prossimo
i bavaresi possano vincere con
quattro gol di scarto allAllianz
Arena pi che un azzardo.
Aveva ragione Guardiola a sostenere che in questo momento Messi immarcabile e inarrestabile, perch stato lui a fare la differenza, quando la partita era ancora in equilibrio. La
forza di Luis Enrique stata
quella di non farsi prendere
dallansia e di accettare che la
sua squadra soffrisse il disegno
tattico messo in piedi da Guardiola, che alla distanza ha pagato le assenze pesantissime di

La doppietta di Leo affonda il Bayern di Guardiola


Neymar segna il terzo gol, Barcellona verso la finale

53
gol
in 51 partite
in questa
stagione
per Leo Messi:
il numero 10
del Bara
ne ha segnati
10 in 11 gare
di Champions

Ribry e Robben pi Alaba


(nemmeno un vero tiro nello
specchio della porta). Alla fine
lattacco dei blaugrana, che si
era presentato con 108 gol nella
stagione, ha fatto la differenza
con una prova di forza spaventosa.
Nella coreografia sontuosa
del Camp Nou, non c stato
spazio per alcun riferimento a
Guardiola (ignorato in maniera
assoluta, non un applauso, non
un coro, non un saluto, a parte
labbraccio con Luis Enrique),
che pure ha cercato di opporsi
con le sue diavolerie alla forza
offensiva dei blaugrana, andati
al riposo dopo aver costruito
tre palle gol contro una del

Bayern. Neuer stato allaltezza


della sua fama nel respingere
con il piedone destro le conclusioni di Suarez (12, solo dopo
lerroraccio di Boateng) e Dani
Alves (39, presentatosi al
Camp Nou in smoking e ciabatte), mentre il tiro di Neymar
(15) stato deviato in angolo
da Boateng. Il Bayern andato
vicino al vantaggio sulla gran
giocata esterna di Muller, ma
Lewandowski (mascherato)
arrivato in ritardo di centesimi
di secondo. Guardiola ha continuato a cambiare assetto alla
sua squadra, passando dalla difesa a 3 a quella a 4 e ruotando
gli uomini in mezzo al campo
(prima 5 e poi 3 pi un rifinito-

77
gol
in Champions
League per
Messi, miglior
goleador nella
storia della
competizione.
Poi Cristiano
Ronaldo (76)
e Raul (71)

re Schweinsteiger), con marcature spesso a uomo. I bavaresi


sono stati bravi nel tenere la linea di difesa alta e nel muoversi come sempre dovrebbe fare
una squadra, costringendo il
Bara a giocare in contropiede
e comunque a liberarsi del pallone quasi sempre in maniera
frettolosa; Messi ha avuto pi
libert del previsto, ma ha quasi sempre trovato i compagni
marcati e Neymar andato
spesso a sbattere sui raddoppi
avversari.
Lerrore di Dani Alves (fallo
su Lewandowski) ha aperto la
ripresa, con la punizione sciupata da Muller, ma stato il
Bayern a tenere in mano la par-

Berlusconi e il piano B: caccia al tecnico


Dal sogno Ancelotti al corteggiamento di Conte, sino allipotesi Emery
Carlo Ancelotti

29
gli anni
rossoneri
di Silvio
Berlusconi,
che acquist
il Milan il 20
febbraio 1986
Ora tratta
la cessione
di quote
della societ

Far dimenticare al popolo milanista due anni tremendi, costruire una squadra
in grado di lottare per lo scudetto, riportare i tifosi disamorati allo stadio. questa la missione di Silvio Berlusconi che
pur trattando parallelamente la cessione di quote societarie di minoranza con la cordata
di Bee Taechaubol e con il
gruppo rappresentato domenica a Milano dalla misteriosa dama cinese pare aver ritrovato lentusiasmo di investire. Di
certo gli esperimenti effettuati
nelle ultime due stagioni, affidando la panchina ad allenatori debuttanti hanno lasciato il
segno. La ricostruzione della
MILANO

squadra partir dalla scelta di


un tecnico esperto, abituato a
palcoscenici internazionali,
possibilmente in grado di riportare euforia in un ambiente
depresso.
Il grande sogno (gi cullato
la scorsa estate) rappresentato da Carlo Ancelotti, lartefice
degli ultimi successi europei.
Adriano Galliani ha gi iniziato

Il progetto
Il presidente da una
parte tratta la cessione
della societ, dallaltra
studia il rilancio

la sua forma di corteggiamento, puntando pi sul cuore che


non sul portafogli (su quel terreno le sterline del Manchester
City non lascerebbero scampo). Legato al Real fino al 2017,
tuttaltro che certo di restare a
Madrid. Lo stato maggiore milanista spera di convincere
lamico che gi conosce ogni
piega dellambiente. Lalternativa rappresentata da Antonio
Conte, a cui sono stati recapitati anche nelle ultime ore, attraverso intermediari, manifestazioni di interesse.
Arrigo Sacchi, dopo aver
sponsorizzato lanno scorso
Unai Emery, ha replicato di recente la positiva relazione sul

tecnico spagnolo a Silvio Berlusconi. Il Milan? Penso solo alla partita con la Fiorentina.
Non voglio spendere energie
sul futuro, voglio vivere il presente ha detto ieri lallenatore
del Siviglia (che per gi stato
contattato e ha mostrato il proprio gradimento in caso di addio alla Liga). E mentre Montella resta sullo sfondo, Manuel
Pellegrini in uscita dal City ha
fatto pervenire una manifestazione di disponibilit.
Ipotesi, idee, suggestioni.
Progetti su cui Galliani al momento sta lavorando in attesa
che sia chiaro lassetto societario. Poi lultima parola spetter
a Silvio Berlusconi che valuter

Antonio Conte

Unai Emery

tita con una circolazione della


palla non insistita, ma essenziale per far girare a vuoto i
blaugrana, costringendoli a
spendere molte energie. La
combinazione fra Neymar e
Messi, con parata di Neuer (12)
stata il segnale di una fugace
reazione da parte del Barcellona, che ha cercato con insistenza di superare la linea del
Bayern, entrando in area con
triangolazioni strette dalle
quali a uscire con la palla sono
sempre stati i bavaresi. Questo
tipo di situazione ha fatto perdere energie nervose al Bayern,
che nel momento in cui sembrava avere il controllo del gioco, caduto davanti al genio di
Messi: primo gol su assist di
Dani Alves, bravo a sfruttare
lerrore in uscita di Bernat, secondo gol da ricordare per anni, con pallonetto, dopo aver
messo a sedere Boateng sul
lancio filtrante di Rakitic. Il tutto nello spazio di 200, fra il 32
e il 35, con il Camp Nou in
estasi. Il Bayern si dissolto e
nel recupero ha incassato il terzo gol, sullo scatto di Neymar
in campo aperto (assist di Messi). Berlino, per il Barcellona,
vicinissima.
Fabio Monti
RIPRODUZIONE RISERVATA

con attenzione pro e contro di


ogni profilo propostogli. La
strada del rilancio passa anche
attraverso lacquisto di un
grande nome per lattacco. Con
Destro e Pazzini in uscita, il Milan alla ricerca di una prima
punta. A Ibrahimovic, determinato a lasciare la Ligue 1, dopo
le polemiche seguite alla gara
con il Bordeaux (Francia paese di m...), non dispiacerebbe
un ritorno a Milano. Problema
doppio: let (34 anni) e lingaggio (14 milioni). Quindi il
suo potenziale ritorno in Serie
A sarebbe legato a una buonuscita da parte del Psg e allaccettazione di uno stipendio dimezzato. Occhio perci al progetto giovani: oltre a Bacca (cos to 3 0 m i l i o n i ) , s i s e g u e
Dybala. La Juve in pole, ma i
bianconeri sono consapevoli
che nellasta oltre allInter entrato il Milan.
Monica Colombo
RIPRODUZIONE RISERVATA

Nuoto
Volley
Phelps torna in vasca e conferma: obiettivo Rio Finale maschile: Modena in parit con Trento

Tennis
Madrid, il derby a Bolelli. Out Fognini e la Vinci

Dopo aver scontato sei mesi di squalifica per via dellarresto per
guida in stato di ebbrezza ed eccesso di velocit, Michael Phelps,
tornato alle competizioni tre settimane fa a Mesa, ha confermato che
sar in gara al Gran premio di Charlotte (14-17 maggio), quinta
tappa del circuito americano. Il 29enne pluriolimpionico americano,
che non disputer i Mondiali di Kazan, ha anche annunciato la
volont di lasciare questa estate lArizona per seguire il suo
allenatore, Bob Bowman, per i Giochi olimpici di Rio de Janeiro 2016.

Al torneo di Madrid, Simone Bolelli va agli ottavi eliminando Luca


Vanni nel derby italiano (4-6, 6-3, 6-2). Eliminato invece Fognini: il
bulgaro Dimitrov lo ha superato per 3-6, 6-2, 7-5. Sullazzurro cala il
giudizio di Nick Bollettieri, lex guru di Agassi e di altri campioni:
Fognini ha grandi numeri, ma deve crescere come mentalit per
diventare un top ten. uno showman, per deve mettere la stessa
energia anche nel gioco. Tra le donne, k.o. pure Roberta Vinci: ha
mancato i quarti perdendo dalla ceca Safarova 6-4, 6-7, 6-0.

La finale maschile del volley in parit: dopo aver perso a Trento al


tie break in gara 1, Modena ha battuto lItas Diatec in gara 2 per 3-1
(parziali per la Parmareggio: 19-25, 25-23, 25-21, 26-24). Intanto,
risolta la questione della concomitanza, domenica a Trento, tra la
terza sfida di finale e la partita di serie A dellAquila basket: lincontro
di volley sar anticipato alle 12 e andr in diretta su Raisport 2.
NBA Altre sorprese nei playoff: Golden State, fin qui dominante, cade
in gara in gara 2 con Memphis (97-90) e perde il fattore campo.

Il piano della Juve


per violare Madrid
No alle barricate
Allegri: Fatti passi avanti, 90 a Berlino

Euforia
Buffon, 37 anni,
Llorente, 30,
Marchisio, 29,
e Bonucci 28,
esultano a fine
partita per
la vittoria contro
il Real Madrid
nello Juventus
Stadium.
Un passo ancora
verso la finale
(Afp)

A 90 minuti dalla finale, come twitta Massimiliano Allegri


(premettendo: I tanti piccoli
passi fatti insieme hanno portato la nostra #euroJuve fin
qua), la Juventus si concede
un giorno di riposo. Il comunicato societario pi che la solita
velina sembra un proclama vergato dal Maresciallo dItalia Armando Diaz (lui pi pulito nella prosa). Non solo fatti, anche
emozioni: La ripresa allo Juventus Center prevista per domani pomeriggio (oggi, ndr) ,
quando inizier la preparazione in vista di Juventus-Cagliari.
Nonostante il campionato sia
ormai vinto, i ragazzi di Allegri
vorranno festeggiare lo storico

Juventus
in finale se:
V vince
V pareggia
V perde con
un gol di scarto
segnando
almeno 2 gol
Real Madrid
in finale se:
V vince 1-0
o con 2 o pi
gol di scarto

traguardo con i propri tifosi


nellunico modo che conoscono: continuando a vincere. E se
ogni successo prepara la strada
a quello successivo, conquistare i tre punti sar davvero il miglior modo di presentarsi alla
grande sfida di del Bernabeu.
Leuforia contagiosa. Tutti i
calciatori con un profilo social
si sono mostrati entusiasti. Da
citare il sanremese Stefano Sturaro: Ho sognato fin da bambino una notte come questa,
continuiamo a sognare, ma
soprattutto quello di Carlos Tevez: Tutti uniti stiamo facendo la storia, come gruppo e come squadra. questo che ci ha
portato qua. LApache stato

protagonista di un caso transoceanico, montato dai media argentini che cercano pretesti
per motivare laddio di Tevez.
Carlitos non ne ha bisogno, c
un gentlemen agreement. Al
momento della sostituzione,
furente, avrebbe dato ad Allegri del fifone per cui lo spagnolo usa unespressione pi
colorita. Adrenalina in libert,
poi la pace. Todos juntos seremos la historia.
A 90 minuti dalla finale
(esclusi fastidiosi supplementari e rigori), per si pu rivoltare. Per Berlino, dicono gli
spagnoli, basta un gol (a zero).
Oltre leuforia, ne consapevole anche la Juventus che legge
realisticamente il 2-1: non un
grande risultato, ma stato
grande come stato ottenuto. E
per il carattere dei pi pi giovani: Sturaro (22), Pereyra (24),
Morata (22), a cui si pu aggiungere Pogba (22). Sia la prova, sia la media dellet sono
una base solida per il futuro. Il
piano per Madrid comunque
pronto, puntellato dalle statistiche: al Bernabeu le Meringhe segnano sempre. Per cui
non si pu giocare una partita
di controllo ma giocare, punto.
Pi che primo non prenderle, primo fare gol. Come dice Leonardo Bonucci: C da
andare a vincere unaltra battaglia. A Madrid con la stessa voglia di vincere messa in campo
stasera, anzi...
Contro il Cagliari, con i bambini al posto degli ultr , via
vai in campo, ma Allegri interessato soprattutto a Paul Pogba che vorrebbe al Bernabeu,
anche per poco. La Juventus ha
giocato per s, ma anche per la
patria. Grazie alla vittoria bianconera, lItalia supera la Spagna e conquista il primo posto
stagionale nel ranking per club
dellUefa. LItalia ha ora 18.5
punti contro i 18.357 alla Spagna. Pi distanziate Germania
(15.571) e Inghilterra con
(13,571.) Ancora pi importante la crescita dellItalia nel
ranking generale dellUefa, a
cui contribuiscono anche le semifinali di Fiorentina e Napoli
in Europa League. Siamo sempre dietro Spagna, Inghilterra e
Germania ma il Portogallo, che
ci braccava pericolosamente,
stato sensibilmente staccato.
Per quanto riguarda le societ,
Real Madrid a primo posto e Juventus quattordicesima, ma
prima in Italia. La storia nota.
Roberto Perrone

Calcioscommesse

Accusato Stefano Mauri, 35 anni, capitano della Lazio (Ansa)

La vicenda
Hristiyan
Ilievski, 37 anni,
macedone,
ex poliziotto,
il capo della
banda degli
zingari,
lanello di
congiunzione
tra i vertici
dellorganizzazi
one del
calcioscommes
se e i giocatori
da corrompere
Latitante dal
giugno 2011,
quando
scoppi lo
scandalo e lui
scapp dalla
sua casa sul
lago di Como
per trasferirsi
in Macedonia,
Ilievski si
costituito il 27
aprile scorso.
accusato di
associazione
a delinquere
finalizzata
alla frode
sportiva
Sono 130
i destinatari
dellavviso di
chiusura delle
indagini sul
calcioscommes
se condotta del
pm di Cremona
Roberto Di
Martino

Il capo degli zingari


Grazie a Mauri
Lecce-Lazio stata
la combine perfetta
CREMONA Un esempio da manuale di come

possono andare le cose secondo i piani


previsti. Hristiyan Ilievski definisce cos LecceLazio (2-4) del 22 maggio 2011, una delle partite
chiave del Calcioscommesse. Il capo degli
zingari ha aggiunto altri particolari, nel
verbale del secondo interrogatorio davanti al
gip Guido Salvini, su come venne manipolato
lincontro. Dopo la buona riuscita di LazioGenoa, Zamperini (Alessandro, ex giocatore,
ndr) mi ha chiamato dicendomi che si poteva
fare altrettanto con Lecce-Lazio ha
raccontato il macedone . Dato che avrei
dovuto rimanere diversi giorni a Lecce, ho
preferito portare con me la famiglia. Il mattino
dopo sono cominciate le riunioni tra me e
Zamperini e abbiamo iniziato a lavorare sul
caso. Il Lecce era gi salvo, la Lazio voleva salire
verso le coppe europee e, quindi, era una partita
facile da concordare. Doveva esserci un over di 4
gol con due di scarto a favore della Lazio. I
giocatori del Lecce non volevano fare una brutta
figura e allora ho chiesto a Zamperini di
chiedere a Mauri di accettare che anche la Lazio
subisse qualche rete. Zamperini mi ha riferito
che Mauri gli aveva risposto di essere daccordo.
A me questo non bastava in quanto desideravo
vedere di nuovo Mauri. E cos, sempre secondo
Ilievski, stato. Ci siamo messi daccordo per
andare nellalbergo a Lecce dove cera la Lazio e
incontrarci in una stanza. Ho chiesto a
Zamperini che almeno Mauri scendesse senza
necessit che mi parlasse: bastava un suo cenno
di assenso con la testa. Mauri sceso e ha fatto
il cenno che richiedevo. Per la Lazio ho dato 100
mila euro a Zamperini, laccordo era che 30-40
mila fossero per lui e la parte restante per
Mauri, anche se non posso verificare che abbia
mantenuto questo impegno. Domani secondo
interrogatorio, stavolta davanti al pm Roberto di
Martino.
Gilberto Bazoli
RIPRODUZIONE RISERVATA

RIPRODUZIONE RISERVATA

La papera di Padelli tiene il Torino lontano dallEuropa


Clamoroso autogol dopo 3 minuti: lEmpoli vince ed salvo, i granata falliscono laggancio al sesto posto
Il Torino fallisce laggancio allEuropa, lEmpoli vince e festeggia la salvezza. Brutta
battuta darresto per i granata
che non riescono ad agguantare il sesto posto: decisivo lincredibile errore del portiere Padelli, che svirgola il pallone in
un rinvio e infila la propria porta dopo appena tre minuti.
LOlimpico granata resta gelato. Il portiere chiede scusa, la
squadra prova a ripartire. C
tutto il tempo per riannodare i
fili di una partita complicata, di
rimettere in sesto il risultato e
riprendere la corsa. Ma il Toro
non il solito Toro, offre una
prova incolore, gioca senza
idee e sotto ritmo. Forse perch
TORINO

Torino
Empoli

0
1

Marcatore: Padelli (aut.) 3 p.t.


TORINO (3-5-2): Padelli 4,5;
Maksimovic 5, Glik 6, Moretti 6; Darmian
5,5, A. Gonzalez 5, Gazzi 5, El Kaddouri 5
(Farnerud s.v. 32 s.t.), Molinaro 5 (Bruno
Peres 5,5 9 s.t.); Quagliarella 6, Martinez
5 (Maxi Lopez 6 11 s.t.). All.: Ventura 5,5
EMPOLI (4-3-1-2): Sepe 7; Hysaj 6,
Rugani 6,5, Barba 6,5, Mario Rui 6;
Vecino 7 (Signorelli s.v. 25 s.t.), Valdifiori
7, Zielinski 6,5 (Croce 6 18 s.t.);
Saponara 7; Maccarone 6 (Michedlidze
s.v. 30 s.t.), Pucciarelli 6. All.: Sarri 6,5
Arbitro: Tommasi 6
Ammoniti: Glik, Mario Rui, A. Gonzalez,
Bruno Peres Recuperi: 0 pi 4

davanti trova una delle squadre


pi organizzate del campionato, lEmpoli del maestro Sarri,
arrivato alla seconda vittoria
consecutiva dopo quella casalinga con il Napoli e al sesto risultato utile consecutivo. Numeri da salvezza. La salvezza
il nostro scudetto gongola
Valdifiori, regista conteso. Ora
il derby con la Fiorentina. Per il
cammino del Toro verso lEuropa League, invece, sar decisivo
lo scontro diretto con il Genoa
di luned prossimo. Ventura
amareggiato ma non si arrende. La lotta continua: cinque
squadre per due posti.
Filippo Bonsignore
RIPRODUZIONE RISERVATA

Classifica
JUVENTUS
ROMA
LAZIO
NAPOLI
FIORENTINA
SAMPDORIA
GENOA
INTER
TORINO
PALERMO

79
64
63
59
52
51
50
49
48
43

MILAN
UDINESE
EMPOLI
CHIEVO
VERONA
SASSUOLO
ATALANTA
CAGLIARI
CESENA
PARMA (-7)

43
41
41
41
40
37
33
27
24
16

Prossimo turno

Autogol Il rinvio di Daniele Padelli, 29 anni, verso la propria porta (Pegaso News)

JUVENTUS-CAGLIARI
MILAN-ROMA
CHIEVO-VERONA
CESENA-SASSUOLO
PALERMO-ATALANTA
UDINESE-SAMPDORIA
EMPOLI-FIORENTINA
PARMA-NAPOLI
LAZIO-INTER
GENOA-TORINO

sabato 9/5, ore 18


ore 20.45
domenica 10/5, ore 12.30
ore 15
ore 15
ore 15
ore 18
ore 18
ore 20.45
luned 11/5, ore 20.45

52

Gioved 7 Maggio 2015 Corriere della Sera

Lamore un dono meraviglioso.- Ho avuto la


fortuna di incontrarlo con te, milioni di attimi insieme e, anche ora, saremo sempre vicini.- Ciao

Sergio

Tua moglie Annarita.


- Oreno di Vimercate, 5 maggio 2015.
Con il tuo esempio, con la tua forza, con te nel
cuore.- Per sempre uniti.- Ciao

pap

Mario, Fabio, Stefano, Alexia, Andrea con mogli,


genero e nipoti tutti.
- Oreno di Vimercate, 5 maggio 2015.

Sergio

sarai sempre nei nostri cuori.- Le tue sorelle e i tuoi


fratelli Marisa, Anna, Tullio, Nando, Enzo con le
loro famiglie. - Napoli, 5 maggio 2015.
In una notte, standoti accanto mentre te ne andavi, ho avuto la fortuna di capire veramente chi
eri.- Grazie

Sergio

per ci che mi hai lasciato, sarai sempre con me.Emanuele. - Lugano, 5 maggio 2015.
Lucia e Fabrizio si uniscono al dolore di Alexia e
della sua famiglia per la scomparsa del pap

Sergio

- Milano, 5 maggio 2015.

Luca e famiglia partecipano al dolore dellamico


Andrea, per la perdita del padre

Sergio Scatola

- Como, 5 maggio 2015.

Lucia Giudetti Quarta e la Fondazione Giancarlo


Quarta Onlus sono vicini con affetto alla famiglia
Scatola e partecipano al dolore per la morte
dellamico fraterno

Sergio Scatola

- Milano, 6 maggio 2015.

Sergio Scatola

e porgono sentite condoglianze a tutti i familiari.


- Rancate, 6 maggio 2015.
Maria Luisa e Carlo Vergani partecipano al lutto
di Guido e dei familiari per la perdita di

Gigliola Galli Lamperti

- Carate Brianza, 6 maggio 2015.

Marco e Mary Tornaghi con dolore e commozione si stringono con affetto e amicizia al signor Guido, ai figli Luca e Matteo per la scomparsa della
signora

Gigliola Galli Lamperti

moglie e madre di rara sensibilit.


- Agliate, 6 maggio 2015.

Franco e Liuccia con Stefano, Vittorio, Rossana e


Carlo abbracciano forte forte Guido con Luca e
Matteo.- Ricorderanno sempre la carissima

Gigliola

con tanto affetto. - Milano, 6 maggio 2015.


Claudia, Ferruccio e Lorenzo Rovagnati sono vicini al caro signor Guido in questo momento di
grande dolore e partecipano profondamente commossi al compianto per limprovvisa perdita della
signora

Gigliola Lamperti

Alberto Martinotti

ci ha lasciato.- Ne danno il triste annuncio i nipoti:


Carlo, Carmen, Franca, Armando, Giovanna, Armando, Giovanni, Giulia, Luigi, Dianella.- Un particolare ringraziamento al Dottor Nicola Bottino e
a tutto lo staff dellU.O. di Broncopneumologia
dellOspedale Policlinico di Milano.- Un grazie a
Margherita Palacios e a Margherita Garcia per laffettuosa assistenza prestatagli.- I funerali si terranno a Milano, venerd 8 maggio alle ore 9 presso la
chiesa di S. Eufemia, corso Italia.
- Milano, 6 maggio 2015.

Alberto

sarai sempre nel nostro cuore.- Mariuccia, Ettore,


Alessandro, Paola, Massimiliano e Luana.
- Milano, 6 maggio 2015.
I pronipoti: Antonella, Alessandra, Andrea, Cristina, Erica, Filippo, Giacomo, Marco, Valeria, ricorderanno sempre con infinito amore lo

zio Alberto

- Milano, 6 maggio 2015.


Ciao

zio Berto

hai raggiunto la tua adorata zia Liliana.- Carlo e


Carmen ti sono vicini in questo tuo viaggio.- Ci
mancherai. - Milano, 6 maggio 2015.
Ciao

Alberto

ti abbiamo voluto bene.- Cristina e Giorgio.


- Milano, 6 maggio 2015.

Adolfo Montironi

- Milano, 6 maggio 2015.

Guido Belli e Simone Arnaboldi, con tutti i colleghi di Arcadia SGR, partecipano commossi al dolore di Paolo, Monica e di tutta la famiglia Montironi per la perdita del pap

Alessandro Donna

Caro Alessandro non ti dimenticheremo mai.- Massimo, Daniela, Fiammetta e Arianna Roccia.
- Roma, 6 maggio 2015.
8 maggio 2007 - 8 maggio 2015
Annaclara con i figli Emanuele, Roberta e Marzia
Palau e le loro famiglie, ricorda con immutato affetto

Francisco Palau Dufour

a quanti lo stimarono e lo ebbero caro.


- Genova, 7 maggio 2015.

Adolfo Montironi

7 maggio 2002 - 7 maggio 2015

Rachele Meda Stella

- Milano, 6 maggio 2015.

venuto a mancare il caro

Carlo Boffi

stimato dirigente della Banca Credito Commerciale.- Lo rimpiangono i nipoti e i familiari.- Le esequie avranno luogo a Nova Milanese alla chiesa
parrocchiale SantAntonino Martire, gioved 7
maggio 2015 alle ore 16.30.- La cara salma composta presso la sua abitazione.- Non fiori ma opere
di bene. - Nova Milanese, 6 maggio 2015.

sig. Alberto Martinotti

Cline Condorelli
bau bau

Passano gli anni ma tu sei sempre viva nel mio cuore mammina adorata.- Un dolore mai sopito, un
ricordo struggente che mi accompagna sempre.Con amore Chicca. - Milano, 7 maggio 2015.

Pietro Dagnino

11 Dec 2014 10 May 2015

Pietro, Barbara, Nicol e Maria Sveva ringraziano


per il meraviglioso affetto ricevuto.
- Milano, 7 maggio 2015.

RCS MediaGroup S.p.A. - Via Rizzoli, 8 - 20132 Milano

"Volver... con la frente marchita, las nieves del tiempo platearon mi sien.- Sentir... que es un soplo la vida...".
I figli Francesca e Andrea, con Pietro, Riccardo,
Anna, Valerio e Gianni annunciano che

SERVIZIO ACQUISIZIONE NECROLOGIE

Gianfranco Simone

non c pi.- Si prega di non inviare fiori, ma se


volete, di fare una donazione alla sezione ANPI di
Milano in via San Marco, 49.
- Milano, 6 maggio 2015.
Partecipano al lutto:
Renata e Massimo Pagani.
La Direzione e la Redazione del Corriere della
Sera sono vicine alla famiglia Simone per la scomparsa del caro

ATTIVO DA LUNEDI A DOMENICA 13.30-19.30

Tel. 02 50984519

www.necrologi.corriere.it
e-mail: acquisizione.necrologie@rcs.it

SI ACCETTANO RICHIESTE VIA WEB, E-MAIL E CHIAMATE DA CELLULARI SOLO DIETRO PAGAMENTO CON CARTA DI CREDITO
Laccettazione delle adesioni subordinata al pagamento con carta di credito

Gianfranco

- Milano, 6 maggio 2015.

Ci hai lasciato troppo presto

Claudio Cavalli

Le tue sorelle e i tuoi nipoti.


- Milano, 7 maggio 2015.

stato un piacere e un onore lavorare con te.Buon viaggio

Claudio

Barbara Castorina, Enrico Bertolino.


- Milano, 6 maggio 2015.
Osvaldo, Giulia, Rachele e Maximilian partecipano sentitamente, sinceramente al dolore per la
morte di

Claudio

Aldo Vitali e tutta la redazione di TV Sorrisi e


Canzoni ricordano con affetto

Partecipa al lutto:
Marco Brancolini.

Benoit Bassi, Yuri Pizzasegola e tutti gli amici di


Bridgepoint sono vicini a Paolo in questo triste momento per la perdita del suo caro pap

Partecipano al lutto:
Anna e Alessandro Martinoni.
Piero ed Eva Quaglia.

- Milano, 6 maggio 2015.

- Milano, 6 maggio 2015.

Gigliola Galli Lamperti

Dott. Adolfo Montironi

Luigi Cameroni

- Milano, 6 maggio 2015.

La societ Sorefisa SpA partecipa al lutto dei familiari per la morte del

Presidente, Consiglieri e soci del Lancia Club


partecipano allimprovviso lutto che ha colpito il
Conservatore del Registro Guido Lamperti per la
scomparsa della moglie
- Torino, 6 maggio 2015.

Francesco Benedetti, Maurizio Cimetti, Paolo Colombo, Eugenio Salvi e i collaboratori della sede
veronese di Nctm Studio Legale Associato, partecipano commossi al dolore di Paolo e Monica e dei
famigliari per la perdita del
- Verona, 6 maggio 2015.

Caro

- Biassono, 6 maggio 2015.

Gigliola Galli

Matteo, Laura e Mario salutano con grande affetto lamico di una vita

Adolfo Montironi

Il nostro caro "generale" ci ha lasciato.- Lo ricordano con affetto gli amici milanesi del mare.- Jane
Ezio Fabio Mariangela Ettore.
- Milano, 6 maggio 2015.

Claudio Cavalli

- Segrate, 6 maggio 2015.

Carlo Crippa e Laura con Silvana Valeria Paolo


si stringono con profondo affetto a Valeria e figlie
nel dolore per la scomparsa di

Livio Santamaria

numismatico e amico di una vita.


- Milano, 6 maggio 2015.

Cline Condorelli, bau bau, 2014, exterior night view,


GfZK (Museum of Contemporary Art Leipzig), Germany
Photo credits: Johannes Ernst / GfZK. Courtesy the artist

La direzione, i colleghi e le maestranze della societ Novametal partecipano al dolore del collega
Andrea per la scomparsa del padre

Il nostro amato zio

Corriere della Sera


TARIFFE QUOTIDIANO (Iva esclusa) :
PER PAROLA:

Necrologie: 6,50
Adesioni al lutto: 13,00

TARIFFE ONLINE (Iva esclusa) :


Partecipazioni al lutto online

20

Fotograa

15

I testi verranno pubblicati anche sul sito

Biograa

50

Abbonamento annuale pagina defunto

60

possibile richiedere servizi aggiuntivi,


disponibili solo on line

Fotograa + biograa + abbonamento


annuale pagina defunto

100

www.necrologi.corriere.it

Gazzetta dello Sport


TARIFFE QUOTIDIANO (Iva esclusa) :
PER PAROLA:

Necrologie: 2,50
Adesioni al lutto: 5,50

Anniversari e ringraziamenti a modulo


Corriere della Sera

Gazzetta dello Sport

300,00 a modulo

185,00 a modulo

Diritto di trasmissione: pagamento differito 5,00

Servizio sportello:
i necrologi acquisiti presso Via Solferino 36 Milano (luned-venerd orario continuato 9/17.30)
beneceranno di uno sconto del 20% sulla tariffa
Servizio fatturazione necrologie:
tel. 02 25846632 mercoled 9/12.30 - gioved/venerd 14/17.30 - fax 02 25886632
e-mail: fatturazione.necrologie@rcs.it

Via Chiese 2, Milan


ThuSun 11 am11 pm
hangarbicocca.org

Europa League Stasera le semifinali dandata: i viola in uno stadio difficile, gli azzurri ospitano i russi del Dnipro

Fiorentina a Siviglia
La notte pi dura

Il Napoli prova
a pensare da grande

Montella con i vecchi a caccia dellimpresa

Benitez: Dobbiamo migliorare nella gestione


Viola
Vincenzo
Montella, 40
anni, alla
Fiorentina dal
2012, ha
terminato
gli ultimi due
campionati al 4
posto (Epa)

DAL NOSTRO INVIATO

In bilico tra tutto e niente, tra


una stagione da incorniciare e una da
dimenticare, la Fiorentina spagnola
gioca il suo derby contro il Siviglia. I tifosi rojiblancos, che in 40 mila riempiranno il Sanchez Pizjuan, si sentono gi
con un piede a Varsavia e si danno da fare per organizzare la trasferta in Polonia
alla fine di maggio. Lottimismo andaluso, un po sprezzante, alimentato dai
numeri. La formidabile banda di Unai
Emery campione in carica, ha vinto le
ultime 8 sfide europee davanti alla propria gente e in questa stagione ha perso
in casa solo sabato contro il Madrid.
La Fiorentina, serafica,vola bassa ma
si sente in corsa perch nella lunga cavalcata europea ha gi ribaltato il pronostico sia contro il Tottenham che con
la Roma, perch lontano dal Franchi
imbattuta da 12 partite e perch in un
ambiente cos caldo i miei giocatori sapranno esaltarsi, assicura Montella.
Per fortuna laprile nero passato, anche se le 4 sconfitte consecutive in campionato hanno complicato la rincorsa
alla prossima Europa League e cancellato certezze che parevano acquisite. Lallenatore, dopo il 3-1 al Cesena che ha suturato lemorragia, si affida ai vecchi,
lanima e il tesoro del gruppo: Gonzalo
SIVIGLIA

Lintervista

Rodriguez diriger la difesa, Pizarro dar forza alle ripartenze, Borja Valero alimenter il giro palla. E poi c Gomez, 10
gol, il miglior marcatore, eppure deludente e disarmante. Per il tedesco lennesimo esame: Gli ultimi due anni
non posso cancellarli. Per guardo
avanti e voglio arrivare a Varsavia, anche
se non dipende solo da me. Sono un attaccante che ha bisogno della squadra.
Sar una partita speciale soprattutto
per Joaquin, che stato un idolo del Betis, laltra squadra della citt, e qui torner per chiudere la carriera. Vorrei
vincere per fare felici due tifoserie, sogna il torero. Arrivare ad una semifinale non facile. Siamo sereni, non appagati. Proveremo a sfruttare le debolezze
del Siviglia, aggiunge Montella. Sar
anche la sfida tra allenatori emergenti,
che mettono il gioco al centro del progetto. In comune Vincenzo e Emery
hanno anche unaltra cosa, anzi unaltra
squadra: il Milan. I rossoneri hanno prima pensato allAeroplanino, ora sono
incuriositi dallo spagnolo. Ma stasera
un dettaglio. Firenze, 7 anni dopo, ci riprova. Allora furono i rigori a tradire
Prandelli contro i Rangers. Adesso, con
Andrea Della Valle in tribuna, una nuova
occasione per entrare nella storia.
Alessandro Bocci
RIPRODUZIONE RISERVATA

Azzurro
Rafa Benitez,
54 anni,
al Napoli
dal 2013, ha gi
vinto due volte
lEuropa League
con Valencia
e Chelsea
(Afp)

DAL NOSTRO INVIATO

Siviglia, ore 21.05


Siviglia
Fiorentina
4-2-3-1
4-3-3
29 Sergio Rico
1 Neto
23 Coke
40 Tomovic
17 Suarez
2 Gon. Rodriguez
15 Kolodziejczak
15 Savic
2 Trmoulinas
28 Alonso
4 Krychowiak
14 Mati Fernandez
12 Iborra
7 Pizarro
20 Borja Valero
22 Vidal
19 Banega
17 Joaquin
20 Vitolo
33 Gomez
74 Salah
9 Bacca
Arbitro: Brych (Germania)
Tv: ore 21.05 Rete 4, Premium Calcio

Napoli, ore 21.05


Napoli
Dnipro
4-2-3-1
4-4-2
45 Andujar
71 Boyko
11 Maggio
44 Fedetskiy
33 Albiol
23 Douglas
5 Britos
14 Cheberyachko
31 Ghoulam
12 Matos
19 D. Lopez
7 Kankava
88 Inler
20 Bruno Gama
24 Luchkevych
14 Mertens
29 Rotan
17 Hamsik
7 Callejon
10 Konoplyanka
9 Kalinic
9 Higuain
Arbitro: Moen (Norvegia)
Tv: ore 21.05 Premium Calcio 1

Presente e futuro non sono mai


stati cos intrecciati. Il Napoli del presidente Aurelio De Laurentiis e di Rafa
Benitez prova a fare un passo verso la finale di Europa League, sfidando al San
Paolo gli ucraini del Dnipro. Il Napoli di
Maradona raggiunse (e poi vinse contro
lo Stoccarda) la finale di Coppa Uefa 26
anni fa e adesso Benitez vorrebbe arricchire il suo palmares: un momento
storico per club, citt e tifosi.
un momento decisivo anche per il
suo contratto, visto che gi ieri sono cominciate le consultazioni tra il suo
agente, Manuel Garcia Quilon, e il presidente De Laurentiis, con limportante
partecipazione di Andrea Chiavelli,
quello che a Napoli chiamano luomo
dei contratti. Sul tavolo, oltre alla questione Benitez, c anche il possibile ritorno (con accordo lungo) di Pepe Reina, che lanno scorso stato il portiere
dei partenopei, prima di andare a fare il
secondo a Neuer al Bayern Monaco, e
che Benitez ha richiesto ufficialmente.
Il presidente sa quali sono le mie idee
ha detto Benitez . De Laurentiis ha
detto di aver fatto solo il 10% di quello
che vuole fare a Napoli....
Il Dnipro, delle quattro squadre rimaste in corsa, sembra la meno accreditata
NAPOLI

al titolo. Non mai arrivata cos avanti


in Europa (negli scontri diretti ha eliminato Olympiacos, Ajax e Bruges) e lunico giocatore di livello internazionale
Konoplyanka. Benitez, per, mette in
guardia un Napoli che troppo spesso,
vedi la trasferta di Empoli, si distratto
quando pensava che la partita fosse
semplice: La priorit vincere, meglio
senza subire gol. Proveremo a prenderli
in velocit. Landata in casa ci impone di
usare la testa oltre che il cuore. Dobbiamo ancora migliorare nella gestione
delle partite, mi spiace vedere la squadra che a volte non capisce che nel calcio bisogna cambiare. Non snaturarsi,
ma adattarsi.
Il vero dubbio di formazione a centrocampo: David Lopez non al 100% e
Gargano pronto se lo spagnolo non
dovesse farcela. In attacco Mertens favorito su Insigne. Il Dnipro in forma:
in campionato secondo a -6 dalla Dinamo Kiev ma a pi uno sullo Shakhtar
Donetsk. Dopo essere stato eliminato
dal Copenhagen nei preliminari di
Champions ha tenuto questo ruolino in
Europa League: 6 vittorie, 4 pareggi e 4
sconfitte. Vale meno del Wolfsburg, ma
non commetter lerrore di aprirsi, come i tedeschi, alle ripartenze del Napoli.
Luca Valdiserri

C un Raiola anche sotto canestro


Sono Bernardi, risolvo problemi
Da coach a manager di 70 colleghi: Mi sentono come uno di loro

Quando la definiscono il
Raiola del basket italiano, lei
se la prende?
No, sorrido. E rispondo con
una battuta: siamo napoletani
tutti e due ma io le pizze non le
so fare, le mangio e basta. Per
ho alle spalle pi di 500 partite
da allenatore in serie A. Tutto
questo senza voler sminuire Raiola: anzi, mi piacerebbe conoscerlo.
Il napoletano (meglio: casertano) che mangia le pizze Virginio Bernardi, un passato da
tecnico di livello (17 anni tra A1 e
A2), un presente da procuratore, anzi da re dei procuratori,
dei canestri italiani. Specializzato in allenatori, per amore del
gioco e della sua ex professione:
sono una settantina i suoi clienti, bravi, meno bravi, pi o meno tutti bisognosi di trovare una
panchina. E lui, Bernardi, in
qualche modo una panchina
per loro la trova, facendo arrabbiare i nemici che lo accusano
di monopolio.
Monopolio? Io so solo che
in serie A le squadre sono sempre 16, quindi questestate come
ogni anno dovr gestire anche
un gruppo di allenatori senza
contratto.

Casertano
Virginio
Bernardi,
casertano,
61 anni,
ha allenato dal
1985 al 2002.
Ora manager
di circa
70 coach
e di altrettanti
giocatori
Promozioni
Ha portato
Desio per la
prima volta in A
ed stato
promosso
anche
a Forl e Reggio
Emilia.
Ha allenato
tra laltro,
pure a Varese

E magari qualcuno dei suoi


clienti la accuser di fare favoritismi.
Pu succedere che mi accusino. Qualcuno me lha detto in
faccia, qualcuno lo pensa. Io so
di poter guardare tutti negli occhi senza vergognarmi.
Com che la gran parte degli allenatori si affida a lei?
Forse perch sanno che sono stato un allenatore anchio.
un buon motivo?
Un ottimo motivo. So quali
sono i loro problemi, so quali
sono le loro voglie e le loro insicurezze. E io non mi limito a
trattare un ingaggio, per quello

pu bastare un avvocato. Io, se


richiesto, posso dare consigli,
ascoltare, suggerire. La differenza tra un avvocato e un ex allenatore lamore per il gioco.
Ex allenatore. Come ha deciso di diventare procuratore?
Dopo un esonero. Dimpulso. Stavo a Montegranaro, mi
hanno esonerato. Ho pensato:
basta, non alleno pi. Sulla strada di casa mi sono fermato a
San Marino, dove stava Capicchioni, ai tempi il grande gestore della pallacanestro italiano.
Mi ha chiesto: vuoi fare il procuratore? Vediamo se ne sei capace: prova a fare reclutamento.

In Vaticano

Il Papa con
gli Harlem
Gli Harlem
Globetrotters
hanno incontrato
papa Francesco
in Vaticano: eletto
giocatore onorario,
ha avuto in dono
la maglia numero 90.

E lei?
Ho contattato i miei amici e
ho chiesto: vi serve un procuratore? Se lo fai tu s, rispondevano. In pochi giorni avevo gi
una scuderia di 30 tecnici.
Il presidente federale Petrucci dice che i procuratori
sono il male del basket.
Ci sono buoni e cattivi procuratori, come buoni e cattivi
dirigenti.
Lei rappresenta anche una
settantina di giocatori.
Esatto.
Vogliamo parlare di conflitto di interessi?
So dove si vuole arrivare:
prima piazzo un allenatore, poi
consiglio un giocatore....
Esatto.
Mi sento di escluderlo.
Perch?
Perch sono stato un allenatore. E da allenatore non avrei
mai sopportato che mi venisse
imposto un giocatore.
Ha mai pensato di tornare
ad allenare?
Allinizio della mia carriera
di procuratore, quando andavo
a proporre i miei clienti, qualche presidente mi chiedeva: ma
perch non lo fai tu? Un paio di
volte ho vacillato.

Non mi
limito a
trattare un
ingaggio:
per quello
basta un
avvocato
Un
allenatore
va capito
nei suoi
desideri
e nelle sue
insicurezze
Lerrore
pi grande
per un
presidente
voler
scegliere
il tecnico

RIPRODUZIONE RISERVATA

stata dura?
Un po, ma ho resistito alla
tentazione.
Lerrore pi grande che
commettono i presidenti?
Scegliere lallenatore.
E chi dovrebbe sceglierlo?
Il general manager, anche
se daccordo con il presidente.
Secondo lei a Milano gli allenatori li sceglieva il presidente Bogoncelli o Cappellari?.
Lei, campano, vive in Brianza da 30 anni, da quando ha
allenato Desio.
Ma non morir a Desio....
Facciamo gli scongiuri. Si
sente sempre uomo del Sud?
La Brianza mi ha insegnato
il lavoro giornaliero, la precisione negli appuntamenti, lordine. Io ci ho aggiunto lestro da
meridionale.
A proposito di estro: che cosa ha pensato quando ha visto
il suo cliente Pozzecco strapparsi la camicia durante il
derby con Milano?
Quello Pozzecco....
Perch ha fallito a Varese?
Per troppo amore.
Non ha paura che si sia bruciato come allenatore?
Non vuole pi farlo, lallenatore. Ora studier da manager.
Per io uno come Pozzecco,
unico ex cestista riconosciuto
fuori dal basket come era per
Meneghin, se fossi un responsabile della pallacanestro italiana me lo terrei ben stretto. Perch lui ama questo gioco.
Come Virginio Bernardi?
Forse anche di pi.
Roberto De Ponti
RIPRODUZIONE RISERVATA

Tv
RAI 1

TELERACCOMANDO

RAI 2

RAI 3

RETE 4

CANALE 5

ITALIA 1

LA 7

di Maria Volpe

Serata speciale
sulla morte
di Ilan Halimi

6.45
6.55
7.00
7.30
8.00
9.00
10.00
11.00
11.05
11.10
12.00

UNOMATTINA Attualit
RAI PARLAMENTO Inform.
TG 1 Informazione
TG 1 L.I.S. Informazione
TG 1 Informazione
TG 1 Informazione
STORIE VERE Attualit
TG 1 Informazione
CHE TEMPO FA Inform.
A CONTI FATTI Attualit
LA PROVA DEL CUOCO

Variet

13.30 TG 1 Informazione
14.00 TG 1 ECONOMIA

Informazione

14.05 TORTO O RAGIONE?

Attualit

16.00 LA VITA IN DIRETTA


16.30
18.50
20.00
20.30
21.15

Attualit

TG 1 Informazione
LEREDIT Quiz
TG 1 Informazione
AFFARI TUOI Variet
IL COMMISSARIO
MONTALBANO

Telelm.
Con Luca Zingaretti

Virus nel
S peciale
nome della lotta ai
fondamentalismi. Si parte
con la prima visione tv del
film di Alexandre Arcady 24
jours, la vrit sur laffaire
Ilan Halimi che racconta la
storia del giovane (foto)
rapito a Parigi il 20 gennaio
2006 solo perch ebreo,
torturato per 24 giorni e
infine ucciso. In apertura,
sul palco, Ruth, mamma di
Ilan; lesponente della
comunit araba di Parigi
Imam Hassen Chalgoumi; il
filosofo Bernard-Henry
Lvy e Gadi Gaj Tach,
fratello di Stefano, vittima
dellattentato alla Sinagoga
di Roma del 1982. Seguir
dibattito su tolleranza e
dialogo condotto da Nicola
Porro con Imam Yahya
Pallavicini, presidente
Coresi, comunit araba
italiana; Riccardo Di Segni,
rabbino capo della
Comunit ebraica di Roma
e Monsignor Vincenzo
Paglia, presidente del
Pontificio consiglio per la
famiglia.
Speciale Virus - Je suis Ilan
Rai2, ore 21.10

Vergini albanesi:
ecco chi sono

inviato Luigi Pelazza ha


incontrato alcune
donne cui stato
riconosciuto il diritto di
proclamarsi uomo:
giurando di praticare
lastinenza sessuale per
tutta la vita, le vergini
albanesi possono godere
di tutti i diritti riservati solo
agli uomini.
Le Iene show
Italia 1, ore 21.10

23.15 PORTA A PORTA

Attualit.
Conduce Bruno Vespa
0.50 TG 1 NOTTE Informazione
1.25 SOTTOVOCE Attualit

1.55 STORIE DELLA


LETTERATURA Documenti
2.25 FILM PADRONI DI CASA

Commedia (Ita, 2012)

6.00 DETTO FATTO Attualit


7.10 STREGHE Telelm
8.30 IL TOCCO DI UN ANGELO

JOAN OF ARCADIA Telelm


RAI NEWS Informazione
STREGHE Telelm
ROBIN HOOD Telelm
ANDROMEDA Telelm
DOCTOR WHO Telelm
STAR TREK ENTERPRISE
TEEN WOLF Telelm
SUPERNATURAL Telelm
FILM HIGHWAYMEN
APP. AL CINEMA Inform.

21.10
23.00
0.45
1.30

FRATELLI IN AFFARI Doc.


BUYING & SELLING Doc.
FRATELLI IN AFFARI Doc.
AFFARI DI FAMIGLIA Doc.
TOP 20 FUNNIEST
Attualit
FILM CUBA LIBRE LA NOTTE
DEL GIUDIZIO
FILM PLAY MOTEL
FILM VEDO NUDO
FILM HARD RUSH

Attualit.

15.10
15.55
16.40
18.10
19.00
19.30
20.00
20.15
20.35
21.05

TERRA NOSTRA 2 Soap


ASPETTANDO GEO Doc.
GEO Documenti
METEO 3 Informazione
TG 3 Informazione
TG REGIONE Informazione
BLOB Variet
#TRETRE3 Variet
UN POSTO AL SOLE Soap
FILM UN AMORE
ALLIMPROVVISO

Telelm

Informazione

11.00 I FATTI VOSTRI Attualit


13.00 TG 2 GIORNO Inform.
13.30 TG 2 COSTUME E SOCIET

Informazione

13.50
14.00
16.00
17.15

TG 2 MEDICINA 33 Inform.
DETTO FATTO Attualit
QUESTION TIME Inform.
NEWTON

17.45
17.55
18.00
18.20
18.50
19.40
20.30
21.00
21.10

RAI PARLAMENTO Inform.


TG 2 FLASH L.I.S. Inform.
RAI TG SPORT Sport
TG 2 Informazione
BLUE BLOODS Telelm
N.C.I.S. Telelm
TG 2 Informazione
LOL :-) Sitcom
SPECIALE VIRUS JE SUIS ILAN

21.20 FILM JE SUIS ILAN


24 JOURS

Drammatico (Fra, 2014).


Di Alexandre Arcady
TG 2 Informazione
OBIETTIVO PIANETA Doc.
HAWAII FIVE-0 Telelm
METEO 2 Informazione

0.10
0.25
1.15
2.05
2.10 COMPAGNI DI SCUOLA

Telelm

MTV
14.30 16 ANNI E INCINTA Reality
16.00 GINNASTE VITE PARALLELE
16.50 CATFISH: FALSE IDENTIT
Reality
17.40 NEW GIRL Telelm
18.30 MODERN FAMILY Telelm
19.20 IL TESTIMONE Attualit
21.10 FILM TUTTI PAZZI PER MARY
23.20 GEORDIE SHORE Reality
0.10 EX ON THE BEACH: LA
RIVINCITA DEGLI EX Reality

REAL TIME

CIELO
16.30
17.30
18.30
19.15
20.15

TGR BUONGIORNO ITALIA


TGR BUONGIORNO REGIONE
AGOR Attualit
MI MANDA RAITRE Att.
ELISIR Attualit
TG3 MINUTI Informazione
TG 3 Informazione
TG 3 FUORI TG Inform.
PANE QUOTIDIANO
IL TEMPO E LA STORIA
TG REGIONE Informazione
TG 3 Informazione
TGR LEONARDO Inform.
TG 3 LIS Informazione
TGR PIAZZA AFFARI

10.00 TG 2 INSIEME

RAI 4
16.30
17.15
17.20
18.05
18.50
19.35
20.25
21.10
21.55
22.40
0.05

Documenti

7.00
7.30
8.00
10.00
11.00
11.10
12.00
12.25
12.45
13.10
14.00
14.20
14.50
15.00
15.05

16.40
17.10
18.10
19.10
20.10
21.10

ABITO DA SPOSA CERCASI


QUATTRO MATRIMONI Doc.
MOLTO BENE Documenti
AMICI DI MARIA DE FILIPPI
ALTA INFEDELT Doc.
24 ORE IN SALA PARTO:
E POI Documenti
23.05 THE SCHOOL Documenti
0.05 MALATTIE MISTERIOSE Doc.
1.05 MALATTIE IMBARAZZANTI
AUSTRALIA Documenti

Informazione

Sentimentale (Usa, 2009).


Di Robert Schwentke
SCANDAL Telelm
BLOB Variet
TG 3 LINEA NOTTE Inform.
TG REGIONE Informazione
RAI PARLAMENTO Inform.

23.00
23.40
24.00
0.10
1.05
1.15 CRONACHE
DALLANTICHIT Doc.

RAI 5
16.55 TUTTI I SEGRETI DI
UNOPERA DARTE Doc.
17.45 RAI NEWS Notiziario
17.50 GENERAZIONE Y Doc. cultura
18.25 TRANS EUROPE EXPRESS
19.30 EUROPA TRA LE RIGHE Doc.
20.35 MEMO Documenti
21.20 CONCERTO TEMIRKANOV
HAYDN SHOSTAKOVICH
DVORAK Musica sinfonica
23.25 DAVID LETTERMAN SHOW

RAI STORIA
18.00 LE ESPOSIZIONI
UNIVERSALI Documenti
19.00 VIAGGIO NELLITALIA DEL
GIRO Documenti
19.30 SPECIALI STORIA Documenti
20.30 IL GIORNO E LA STORIA Doc.
20.45 IL TEMPO E LA STORIALA
BLASFEMIA Documenti
21.35 A.C.D.C. Documenti
23.30 VIAGGIO NELLITALIA
DEL GIRO Documenti

6.35
8.40
9.35
10.40

MIAMI VICE Telelm


CUORE RIBELLE Soap
CARABINIERI Telelm
RICETTE ALL ITALIANA

Variet
11.25 TG 4 Informazioni
11.55 METEO.IT Informazioni
12.00 DETECTIVE IN CORSIA

Telelm

13.00 LA SIGNORA IN GIALLO

Telelm

13.55 LO SPORTELLO DI FORUM

Attualit

15.25 HAMBURG DISTRETTO 21

Telelm

16.30 IERI E OGGI IN TV

Variet

16.45 WALKER TEXAS RANGER

Telelm

18.50 TG 4 Informazioni
19.25 METEO.IT Informazioni
20.30 DALLA VOSTRA PARTE

Attualit

20.50 UEFA EUROPA LEAGUE:


SIVIGLIA - FIORENTINA

Evento sportivo. In diretta


dallo Stadio Ramn
Snchez-Pizjun

23.00 UEFA EUROPA LEAGUE:


NAPOLI - DNIPRO Sport
1.00 SPECIALE UEFA EUROPA
LEAGUE Sport
2.00 TG 4 NIGHT NEWS

Informazione

2.35 APPUNTAMENTO CON


MARCELLA BELLA Variet

18.50 SABRINA
Commedia (Usa, 1995).
Di Sydney Pollack.
Sky Cinema Passion
18.55 THE GRANDMASTER
Azione (Cin, 2013).
Di Wong Kar-wai.
Sky Cinema Cult
19.10 I GIRASOLI
Drammatico (Ita, 1970).
Di Vittorio De Sica.
Sky Cinema Classic
19.25 IL CONIGLIETTO
MAGICO
Fantastico (Usa, 2009).
Di Michael Landon Jr.
Sky Cinema Family

SERIE TV

20.05 CRIMINAL MINDS


Fox Crime
20.05 GREYS ANATOMY
Fox Life
20.35 THE BIG BANG THEORY
Fox
21.00 BONES Fox
21.00 CSI Fox Crime
21.00 OUTLANDER Fox Life
21.50 BONES Fox
21.55 CSI Fox Crime

19.30 SHRIEK - HAI IMPEGNI


PER VENERD 17?
Commedia (Usa, 2000).
Di John Blanchard.
Sky Cinema Comedy
19.35 SECONDA CHANCE
Drammatico (Dan, 2014).
Di Susanne Bier.
Sky Cinema Hits
21.00 IL GRINTA
Western (Usa, 2010).
Di Joel Coen, Ethan Coen.
Sky Cinema Classic
FRACCHIA BELVA UMANA
Comico (Ita, 1980).
Di Neri Parenti.
Sky Cinema Comedy

JOBS
Biograco (Usa, 2013).
Di Joshua Michael Stern.
Sky Cinema Cult
IL TESORO
DEI TEMPLARI
Avventura (Usa, 2004).
Di Jon Turteltaub.
Sky Cinema Family
SPEED
Azione (Usa, 1994).
Di Jan de Bont.
Sky Cinema Max
DADDYS LITTLE GIRLS
Sentimentale (Usa, 2007).
Di Tyler Perry.
Sky Cinema Passion

21.55 GREYS ANATOMY


Fox Life
22.45 THE STRAIN Fox
22.45 REVENGE Fox Life
22.50 NCIS Fox Crime
23.35 THE BIG BANG THEORY
Fox
23.40 GREYS ANATOMY
Fox Life
23.45 THE BLACKLIST
Fox Crime

20.05 GREYS ANATOMY


Fox Life
20.10 BUONA FORTUNA
CHARLIE!
Disney Channel
20.20 JUNIOR MASTERCHEF
ITALIA 2 Sky Uno
20.35 CATA E I MISTERI DELLA
SFERA Disney Channel
21.00 GIRL MEETS WORLD
Disney Channel

INTRATTENIMENTO

Informazione
7.55 TRAFFICO Informazione

8.45 MATTINO CINQUE


10.00
11.00
13.00
13.35
13.40
14.45

Attualit
TG 5 Informazione
FORUM Attualit
TG 5 Informazione
METEO.IT Informazione
BEAUTIFUL Soap
UOMINI E DONNE

Talk show

16.10 AMICI FASE SERALE Talent


16.20 IL SEGRETO Soap
17.00 POMERIGGIO CINQUE

Attualit

18.30 TG 5 MINUTI Informazione


18.45 CADUTA LIBERA Quiz
19.55 TG 5 PRIMA PAGINA

Informazione
20.00 TG 5 Informazione

20.40 STRISCIA LA NOTIZIA

Variet

21.10 IL SEGRETO

Soap. Con Ariadna Gaya,


Selu Nieto

13.45 FILM LA VENDETTA


DELLUOMO CHIAMATO
CAVALLO
15.55 FILM A PIEDI NUDI
NEL PARCO
17.45 RAI NEWS Informazione
17.50 FILM I GUARDIANI DEL FARO
19.30 FILM STORIA DI FIFA E DI
COLTELLO
21.15 FILM CIME TEMPESTOSE
23.05 MOVIE.MAG Informazione

Informazione

0.20 FILM NO PROBLEM

Commedia (Italia, 2008)


1.15 METEO.IT Informazione

2.15 TG 5 NOTTE

Informazione
2.35 METEO.IT Informazione

3.25 UOMINI E DONNE

Talk show

18.30
19.00
19.30
19.55
20.35
21.10

16.50
17.15
18.05
18.20
18.45
19.35
20.25
21.15
22.05
23.00
0.40

STAR WARS REBELS Cartone


MIA AND ME Cartone
GULP ODEON Magazine
GULP GIRL Magazine
SOMOS TU Y YO Soap
VIOLETTA Telelm
BIG TIME RUSH Telelm
A TUTTO RITMO Telelm
MAGHI CONTRO ALIENI
MIA AND ME Cartone
GULP ODEON Magazine

20.00
20.30
21.00
21.30

PEPPA PIG Cartone


LA CASA DELLE API Cartone
SHAUN VITA DA PECORA
MOFY Cartone
MASHA E ORSO Cartone
JAKE E I PIRATI DELLISOLA
CHE NON C III Cartone
MASHA E ORSO Cartone
CARTONI DELLO ZECCHINO
PEPPA PIG Cartone
SHAUN VITA DA PECORA

SPORT

21.10 IL CENTENARIO CHE


SALT DALLA FINESTRA...
Avventura (Dan, 2013).
Di Jonas Jonasson.
Sky Cinema 1
I CROODS
Animazione (Usa, 2013).
Di Chris Sanders.
Sky Cinema Hits
22.35 BELLE & SEBASTIEN
Avventura (Fra, 2013).
Di Nicolas Vanier.
Sky Cinema Family
22.45 LA DURA VERIT
Commedia (Usa, 2009).
Di Robert Luketic.
Sky Cinema Comedy

15.15 CICLISMO: 4 GIORNI


DI DUNKERQUE
Diretta Eurosport
17.45 CALCIO: EUROPEI U17
ITALIA - INGHILTERRA
Diretta Eurosport
19.30 BASEBALL: MLB
MILWAUKEE LA DODGERS
Diretta Fox Sports 2
20.00 TENNIS: ATP MADRID
Diretta Sky Sport 2
20.00 CALCIO A 5: SERIE A
PLAYOFF QDF. ACQUA
&SAPONE RIETI REAL RIETI
Diretta Rai Sport 2

21.10 ITALIAS GOT TALENT


Sky Uno
21.25 BINNY E IL FANTASMA
Disney Channel
21.50 WOLFBLOOD
Disney Channel
22.20 VIOLETTA
Disney Channel
23.10 INTOUR Disney Channel
23.20 DOGGYWOOD
Disney Channel

20.40 MR. BEAN Boomerang


20.45 TURBO F.A.S.T DeaKids
20.45 OGGY E I MALEDETTI
SCARAFAGGI K2
21.05 DORAEMON
Boomerang
21.05 PIPPI CALZELUNGHE
DeaKids
21.50 BIG BANG! SPECIALE
ALIMENTAZIONE
DeaKids

RAGAZZI

Variet.
Conducono Ilary Blasi,
Teo Mammuccari e la
Gialappas Band

6.00 TG LA7 MORNING NEWS

Nel programma Meteo,


Oroscopo, Trafco, Movie
Flash e Rassegna Stampa

7.55 OMNIBUS DIBATTITO

Attualit

9.45 COFFEE BREAK

Attualit

11.00 LARIA CHE TIRA

Attualit

13.30 TG LA7 Informazione


14.00 TG LA7 CRONACHE

Informazione

15.10 LA LIBRERIA DEL MISTERO

Telelm

17.00 AMARE PER SEMPRE

Soap

18.05 IL COMMISSARIO CORDIER

Telelm

20.00 TG LA7

Informazione

20.30 OTTO E MEZZO

Attualit.
Conduce Lilli Gruber

21.10 SERVIZIO PUBBLICO

Attualit.
Conduce Michele Santoro

0.00 TG LA7

Informazione

1.45 LA CASA DEGLI ASSI

0.15 OTTO E MEZZO Attualit


0.50 COFFEE BREAK

2.40 PREMIUM SPORT

2.05 LARIA CHE TIRA (R)

3.05 STUDIO APERTO


LA GIORNATA Inform.

4.15 OMNIBUS (R)

Musicale
Reality

Sport

Attualit

Attualit

Attualit

GAZZETTA TV

RAI PREMIUM
15.55
17.05
17.45
17.50
18.35
19.25
20.20
21.20

DELITTI IN PARADISO Tf.


LEGAMI Soap
RAI NEWS Informazione
BATTICUORE Soap
LA SIGNORA IN ROSA Soap
TERRA NOSTRA Soap
NERO WOLFE Telelm
IL COMMISSARIO MANARA
Telelm
23.10 CLOSE TO HOME Telelm
0.50 RAI NEWS Informazione

RAI YOYO
16.50
17.30
18.00
18.35
19.00
19.40

I PUFFI Cartone
SPANK Cartone
KISS ME LICIA Cartone
SAILOR MOON Cartone
SMALLVILLE Telelm
O.C. Telelm
COTTO E MANGIATO
STUDIO APERTO Inform.
SPORT MEDIASET Sport
SPORT MEDIASET EXTRA
I SIMPSON Cartone
SPECIALE KARAOKE
I SIMPSON Cartone
BIG BANG THEORY
MERLIN Telelm
THE VAMPIRE DIARIES
DR HOUSE MEDICAL
DIVISION Telelm
STUDIO APERTO Inform.
FATTORE UMANO Attualit
NOTORIUS Attualit
KARAOKE Variet
C.S.I. MIAMI Telelm
LE IENE SHOW

0.40 FRONTE DEL PALCO

RAI GULP

IRIS
13.30 FILM PIERINO COLPISCE
ANCORA
15.25 FILM VOLESSE IL CIELO
17.20 FILM LA SCHIAVA IO CE
LHO E TU NO
19.15 SUPERCAR Telelm
20.05 THE A-TEAM Telelm
21.00 FILM HEAT-LA SFIDA
0.10 FILM THE YARDS
2.00 CIAKNEWS
Informazione

6.45
7.05
7.30
7.55
8.25
10.15
12.05
12.25
13.00
13.25
13.55
14.20
14.25
14.45
15.15
16.35
17.35

23.30 SUPERCINEMA

RAI MOVIE

SKY

CINEMA

6.00 PRIMA PAGINA

18.05 PERFECTION: MOMENTI


DI GLORIA
18.30 GAZZETTA NEWS
GIRO DITALIA
19.00 CALCIO MARKET
19.30 GAZZETTA NEWS
20.30 FRANCESCA SCHIAVONE
SI RACCONTA
21.05 PERFECTION: MOMENTI
DI GLORIA
21.35 BOMBER

TV 2000
15.20
17.30
18.00
18.30
19.00
19.25
20.00
20.30
21.05
22.50

SIAMO NOI
IL DIARIO DI PAPA FRANCESCO
ROSARIO DA LOURDES
TG 2000
ATTENTI AL LUPO
ANIMALI E ANIMALI
ROSARIO DA LOURDES
TG TG
FILM IL TETTO
ROSARIO DAL SANTUARIO
DI POMPEI

20.30 BASKET: SERIE A2


MASCHILE PLAYOFF
BIELLA - CASALE
Diretta Sky Sport Plus
21.00 GOLF: US PGA TOUR
THE PLAYER
CHAMPIONSHIP
Diretta Sky Sport 3
02.00 CALCIO: COPA
LIBERTADORES RIVER
PLATE - BOCA JUNIORS
Diretta Fox Sports
04.00 CALCIO: COPA
LIBERTADORES
EMELEC ATL. NACIONAL
Diretta Fox Sports

DOCUMENTARI

21.00 AFFARI DI FAMIGLIA


The History Channel
21.10 COME FATTO
Discovery Science
21.55 FAT N FURIOUS
Discovery Channel
21.55 CONCORDIA:
LULTIMO VIAGGIO
National Geographic
22.00 MUSEUM MEN
The History Channel

DMAX
15.05
15.55
16.50
17.45
18.35
19.30
21.10
22.55
23.45

NUDI E CRUDI Avventura


TURTLEMAN Avventura
AIRPORT SECURITY Doc.
AIRPORT SECURITY NUOVA
ZELANDA Doc.
AFFARI A QUATTRO RUOTE
RIMOZIONE FORZATA Doc.
AFFARI A QUATTRO RUOTE
SALT LAKE GARAGE Doc.
CACCIATORI DI FANTASMI
Misteri

MEDIASET
PREMIUM

19.20 TEKKEN
Film Premium Cinema
19.30 GOSSIP GIRL Telelm Mya
19.30 CHUCK Telelm Joi
19.35 SUPERNATURAL
Telelm Steel
20.20 CHUCK Telelm Joi
20.20 GOSSIP GIRL Telelm Mya
20.25 NIKITA Telelm Steel
20.55 CENA PER POCHI
Corto Premium Cinema
21.15 CULT - IL MAGO
Telelm Steel
21.15 THE VAMPIRE DIARIES
Telelm Mya
21.15 AIUTAMI HOPE! Sitcom Joi
21.15 THE INSIDE MAN
Film Premium Cinema
21.15 THE FORGOTTEN
Film Studio Universal
21.40 AIUTAMI HOPE! Sitcom Joi
22.00 LA PROFEZIA DI SANTA
CHIARA Telelm Steel
22.05 AIUTAMI HOPE! Sitcom Joi
22.10 THE ORIGINALS
Telelm Mya
22.35 DUE UOMINI E 1/2
Sitcom Joi
22.50 GRIMM Telelm Steel

55

Corriere della Sera Gioved 7 Maggio 2015

Sul web
Forum Televisioni: www.corriere.it/grasso
Videorubrica Televisioni: www.corriere.tv

A FIL DI RETE di Aldo Grasso

Orson Welles resta un modello anche per i corti e le serie web

Vincitori e vinti

er celebrare il 100 anniversario dalla nascita (il 6 maggio 1915 a Kenosha, Wisconsin, Usa), Studio Universal (Mediaset Premium sul DTT) celebra Orson Welles proponendo, innanzitutto, un piccolo ma
emozionante film del 1953: Return to Glennascaul.
Il film di 23, preceduto da unintroduzione di Peter Bogdanovich, si ispira alla leggenda popolare
del Vanishing Hitchhiker, nella quale persone
sole che viaggiano in auto incontrano o sono accompagnate da un autostoppista che successivamente scompare senza dare spiegazioni.
Welles (che interpreta se stesso), in un momento
di pausa dal travagliato film Othello, in viaggio una

JUVENTUS-REAL MADRID
Carlos Tevez
Ancora record per la Juve
su Canale 5: gli spettatori
sono 9.663.000, per una
share del 32,8%
UNA GRANDE FAMIGLIA 3
Stefania Rocca
Tiene su Rai1 la fiction
familiare: gli spettatori
sono 4.869.000, 17,8%
di share

Meteo

IL SOLE
Sorge alle

BA

PA

BO

FI

TO

5:42

6:03

5:56

5:58

6:09

te), pieno di mistero e dironia (lautomobilista in


panne perch gli si rotta la cinghia di distribuzione; per consolarlo Welles gli dice Anchio ho avuto
problemi con la distribuzione). Un film da studiare e ristudiare per quanti si accingono a produrre
corti o web series: una dimostrazione di come si
possano ottenere grandi risultati espressivi con pochi mezzi a disposizione.
Studio Universal propone anche quattro grandi
film di Welles: Quarto Potere (1941), da lui scritto,
diretto, prodotto e interpretato a soli 26 anni; Lorgoglio degli Amberson (1942), Lo Straniero (1946) e
Linfernale Quinlan (1958).
RIPRODUZIONE RISERVATA

NA ROMA
5:53

5:58

MI

GE

VE

6:02

6:06

5:50

LA LUNA

DOMANI

A cura di

SABATO

Primo quarto

Nuova

18 aprile

25 aprile

Ultimo quarto

Piena

Tramonta alle 19:54 20:02 20:25 20:23 20:41 20:04 20:14 20:36 20:34 20:24

OGGI

LE PREVISIONI

notte nella campagna irlandese, offre un passaggio


a un uomo con lauto in panne che gli narra uno
strano episodio: lIrlanda, gli assicura, la patria
dei misteri.
Niente di strano quindi se due gentili signore si
fanno accompagnare di notte a casa a Glennascaul,
la valle delle ombre, chiacchierano e offrono il t al
gentile ospite, gli chiedono di tornare, ma si rivelano poi essere, dopo accurate indagini immobiliari,
due galanti donne fantasma.
Girato in notturna, in un espressivo bianco e nero, con un abile incastro dei piani temporali, Return to Glennascaul un grande esempio di
storytelling (Welles insieme narratore e interpre-

3 maggio

DOMENICA

10 maggio

LUNED

Trento
Trieste

Aosta

Milano

Venezia

Torino
Bologna
Genova
Ancona

Firenze
Perugia

L'anticiclone africano "Apollo" inizia a cedere ad iniziare dalle regioni settentrionali dove tra oggi e domani giungeranno violenti temporali sulle Alpi, Prealpi e
locali in pianura; attenzione ai fenomeni anche con grandine. Tra sabato e domenica un impulso fresco porter locali temporali al Nordest e poi diffusi e forti
sulle regioni adriatiche ed al Sud. Luned torner il sole quasi ovunque con clima piacevole ed ultimi disturbi in Calabria.

L'Aquila
ROMA

Campobasso

Bari

IN EUROPA
L'anticiclone africano
"Apollo" domina con bel
tempo prevalentemente
soleggiato e clima quasi
estivo il Mediterraneo
centrale, la Penisola
iberica e parte di quella
balcanica, ma riesce a
spingersi n verso la
Francia e la Germania
centrale. Il flusso
perturbato atlantico
porta piogge sulla
Germania settentrionale,
diffuse sulla Scandinavia
e anche sui settori
orientali e sudorientali
europei.

Napoli
Potenza

Catanzaro

Cagliari

TEMPERATURE
Aosta
Torino
Milano
23 Trento
25 Venezia
26 Trieste
23
24
24

22
25
26
24
21
25

Genova
Bologna
Firenze
Perugia
Ancona
L'Aquila

29
23
30
26
24
29

Roma
Campobasso
Napoli
Bari
Potenza
Catanzaro

33
30
25
26
27
28

Palermo

R. Calabria
Catania
Palermo
Alghero
Cagliari
Olbia
VENTO

Sole

Nuvolo

Coperto

Pioggia

Rovesci Temporali

Neve

LE TEMPERATURE DI IERI IN ITALIA


min

Alghero
Ancona
Aosta
Bari
Bologna
Bolzano
Brescia

16
14
14
19
13
17
18

max

25
22
22
32
24
25
25

S Cagliari
B Campobasso
R Catania
S Crotone
B Cuneo
R Firenze
R Genova

min

max

18
16
16
15
14
13
17

27
26
32
29
23
22
21

min

max

LE TEMPERATURE DI IERI ALLESTERO


min

Amsterdam
Atene

S=Sereno

10
15

max

Nebbia

DEBOLE MODERATO FORTE MOLTO FORTE


forza 0/3 forza 4/5 forza 6/7 forza 8/9

min

S Imperia
C L'Aquila
S Lecce
N Messina
N Milano
S Napoli
N Olbia

14 N Berlino
9
21 S Istanbul
34 S Bruxelles
9
15 S Londra
P=Pioggia
N=Nuvoloso
T=Temporale

17
15
15
18
17
17
16
min

15
9

max

min

26
27
31
36
25
30
25

S Palermo
N Perugia
N Pescara
N Pisa
S Potenza
S R. Calabria

max

min

25 S Madrid
13 S Mosca
C=Coperto

max

30
26
23
26
20
30
37

min

S Roma

16
15
17
16
15
15
16

N Torino
C Trento
B Trieste
S Udine
N Venezia
N Verona

25
23
24
27
24
24
26

S
R
T
S

10 16 N
17 23 N
B=Nebbia

41

3 7 1
LA SOLUZIONE DI IERI
2
3
6
8
4
9
1
7
5

5
9
7
1
2
3
4
6
8

4
8
1
6
5
7
3
2
9

Bangkok

11
19

1
9
3
2

Come si gioca
Bisogna riempire la
griglia in modo che ogni
riga, colonna e riquadro
contengano una sola
volta i numeri da 1 a 9
Altri giochi su www.corriere.it

Algeri

Los Angeles

17

Tunisi

Chicago

New York

25

10-15

25

15-20

Ankara

20-25

Santiago

23

Fronte
Caldo

Fronte
Freddo

25-30
30-35
>35

Fronte
Occluso

AFRICA
Casablanca

24
25

Bassa
Pressione

5-10

29

29

Lima

San Francisco

0-5

Atene

SUD AMERICA

22

Kiev

34
24

-11

Vancouver

Sydney

29

Alta
Pressione

-5-0

Stoccolma

Barcellona 21

Caracas

Tokyo

34

11

-10-5

Helsinki
10

15

13
Copenaghen
Berlino 16
14
21
16
Varsavia
Amsterdam
Londra
24
Parigi
Vienna
15
17
Bucarest
Milano
24
Tirana
Roma
28

Edimburgo

Lisbona

NORD AMERICA

Citta del Messico

8
9 1

Shanghai

16

4 9 5

7
6
4
2
8
1
5
9
3

24

Giacarta

max

8
2
3
9
6
5
7
1
4

27
Madrid

21 S Parigi
14 S Vienna
R=Rovesci

6
4
V=Neve

Delhi

min

9
1
5
7
3
4
2
8
6

11

26

max

5 6
6
4
8
4
3

6
4
8
3
7
2
9
5
1

Dublino

Pechino

1
5
2
4
9
8
6
3
7

10

ASIA AUSTRALIA

max

SUDOKU DIABOLICO

3
7
9
5
1
6
8
4
2

10
Oslo

CALMO
MOSSO
AGITATO
poco mosso Molto mosso Molto agitato

19
16
14
16
13
15
18

C Parma

<-10

Rio
de Janeiro r
San Paolo
Buenos Aires

Il Cairo

23

33
29
Lagos

Nairobi

Luanda

24
Citt del Capo

24

56

Gioved 7 Maggio 2015 Corriere della Sera

Potrebbero piacerti anche