Sei sulla pagina 1di 60

MERCOLED 25 FEBBRAIO 2015

Milano, Via Solferino 28 - Tel. 02 628211


8281
Roma, Via Campania 59/C - Tel. 06 688281

Ue e diritti nazionali

IL LACCIO
DELLA CORTE
TEDESCA

Champions League
C

Troppo caldo
T

L Juve batte il Borussia


La
m
ma dovr soffrire ancora

S
Svolta
ai Mondiali
del Qatar nel 2022:
d
partite in autunno

di Bonsignore, Perrone, Sconcerti e Tomaselli


alle pagine 52 e 53

di Fabio Monti
a pagina 55

Passa la responsabilit civile dei magistrati


Mediaset a sorpresa lancia unopa su Rai Way

GIANNELLI

MATTARELLA ALLE TOGHE

N protagonisti
n burocrati

Poste Italiane Sped. in A.P. - D.L. 353/2003 conv. L. 46/2004 art. 1, c1, DCB Milano

di Marzio Breda

l compito dei magistrati, per


Sergio Mattarella, non devessere n di protagonista n di
burocratico amministratore.
a pagina 3

I magistrati risponderanno
dei loro errori. S alla legge
sulla responsabilit civile dei
magistrati. Voto definitivo ieri
sera alla Camera: 265 s, 51 no e
63 astenuti. Non hanno votato
Lega, FI, Sel, FdI e Alternativa
libera. Il M5S ha votato contro.
Mossa a sorpresa di Mediaset:
lanciata unofferta pubblica di
acquisto (opa) su Ray Way .
alle pagine 2, 3, 5 Caccia
Gorodisky, Martirano
a pagina 43 Massaro

Tensione sulla Tv pubblica


Boldrini: no a un decreto
di Paolo Conti

i alza la tensione sulla riforma della Rai. Il


presidente della Camera, Laura Boldrini, dice
no al decreto: Si deve fare quando c materia
di urgenza. Sulla Rai non c una scadenza.
a pagina 12

Google, 320 milioni allItalia

ALTRUISMO CONTAGIOSO

Aiutare, pulire
Tanti piccoli
gesti quotidiani
Accordo con Guardia di Finanza e pm: pagher le tasse per gli anni 2008-2013 di rara civilt
di Luigi Ferrarella

Grecia Quattro mesi in pi per il salvataggio

di Giangiacomo Schiavi

Tsipras strappa un s alla Ue, via alle riforme

REUTERS / YANNIS BEHRAKIS

pace tra Google, il Fisco, la


Guardia di Finanza e la Procura di Milano. Il gigante californiano della Rete pagher
circa 320 milioni di euro di tasse su 800 milioni che riconosce
come imponibile prodotto in
Italia dal 2008 al 2013. I profitti
della raccolta pubblicitaria nel
nostro Paese venivano registrati in Irlanda e Bermuda.
a pagina 6 Basso, Calabr
Di Frischia, Ferraino

Aiuti alla Grecia: lUe dice s, ma chiede di estendere le riforme.

Dubbi a Francoforte
e vaghi impegni
di Danilo Taino

alle pagine 8 e 9 Caizzi, Nicastro

politici hanno detto s, ma i tecnici (Bce e Fmi) hanno


storto il naso e studieranno le carte. (Nella foto: Atene,
un artigiano aggiunge le parole Mediterraneo e Atlantico
sul monumento al Milite ignoto sotto un elenco di luoghi in
a pagina 8
cui i greci hanno combattuto nella storia).

LA LEGA NORD
Abominevole
Miserabile
Zaia-Tosi sul ring
di Marco Cremonesi

uerra di nervi nella Lega


Nord in vista delle elezioni
in Veneto. Leventualit che Flavio Tosi, sindaco di Verona e segretario regionale, si candidi
contro il governatore Luca Zaia,
giudicata da questultimo
abominevole. E Tosi parla di
miserabili speculatori.
a pagina 13

Sono stato umiliato, basta concerti


Soldi in Svizzera, Gino Paoli lascia la Siae : fatto fuori perch scomodo, potrei anche picchiare
di Mario Luzzatto Fegiz
LA BANCONOTA IN NOVE LINGUE

i sento umiliato e ferito. E ho annullato molti impegni pubblici in questi


giorni perch, se qualcuno mi
avesse fatto battute, lavrei
mandato allospedale. A parlare Gino Paoli: il cantautore,
indagato per unevasione fiscale da 800 mila euro e per aver
trasferito due milioni in Svizzera (ma i miei avvocati mi assicurano che non ho commesso
reati), ieri s dimesso dalla
presidenza della Siae.
a pagina 25 Fasano

Rosso, verde e blu: i nuovi 20 euro


AP / MICHAEL PROBST

M
9 771120 498008

IL RIASSETTO

Fisco I profitti della raccolta pubblicitaria nel nostro Paese venivano registrati in Irlanda e Bermuda

continua a pagina 37

50 2 2 5>

ANNO 140 - N. 47

Servizio Clienti - Tel. 02 63797510


mail: servizioclienti@corriere.it

FONDATO NEL 1876

di Sabino Cassese
governi nazionali
negoziano in
continuazione a
Bruxelles. I parlamenti
hanno proprie sedi di
consultazione a livello
europeo. Le burocrazie
nazionali si incontrano
periodicamente nei numerosi
comitati dellUnione. Le corti
nazionali, specialmente
quelle di vertice, sono, invece,
organismi solitari. Sono
guardiane delle costituzioni
nazionali e non possono
certamente concordare con
altre corti le loro decisioni.
Ma che cosa succede se si
mettono a difendere il
proprio backyard, il proprio
orticello, come ha notato,
criticando una recente ma
isolata decisione della Corte
costituzionale italiana,
Antonio Baldassarre, che
quella corte ha presieduto
alcuni anni fa? E che cosa
accade se una corte come
quella costituzionale tedesca
si distingue in questo ruolo
di difensore dellinteresse
nazionale (per esempio, di
recente, nel caso dellOmt,
Outright Monetary
Transactions, misure non
convenzionali della Banca
centrale europea)?
Rispondere a questa
domanda importante,
perch le corti costituzionali
hanno sempre lultima
parola, perch esse possono
tirare la corda e creare
spaccature allinterno dei
sistemi giuridici nazionali, e
perch, se esse vanno in
direzioni opposte, finiscono
per dare allUnione Europea
un vestito dArlecchino.
Semplificando, il filo del
discorso che da qualche anno
la corte tedesca sta svolgendo
il seguente. Gli Stati
nazionali sono i signori dei
trattati europei, come i
condomini lo sono di un
condominio. LUnione ha
solo i compiti a essa trasferiti
dai suoi padroni, gli Stati.

In Italia EURO 1,50

www.corriere.it

Il presidente della Bce, Mario Draghi,


firma un facsimile dei nuovi 20 euro

Inizier a circolare il prossimo 25 novembre la nuova banconota da 20 euro presentata


ieri a Francoforte dal presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi. Il biglietto
vira dal blu attuale ad una tavola di colori pi ampia che include un tocco di rosso e di verde. Lacronimo della Bce in 9
lingue, anzich cinque.
a pagina 43

una catena solidale


che attraversa lItalia e
indica percorsi alternativi alla
resa per bancarotta dei Comuni in bolletta: fatta da gente
che indossa la maglia del volontariato e sostiene
lo Stato e gli enti locali nei
servizi che arretrano sotto il
peso della spending review e
dei bilanci bloccati dal patto
di Stabilit. Sono cittadini
operosi che tamponano la
ritirata del welfare municipale
e creano un antidoto a
scandali, ruberie e corruttele
varie che infestano i luoghi
della politica, come quelli che
a Boffalora dAdda, nel Lodigiano, rispondono allappello
del sindaco per svolgere lavori
di manutenzione pubblica e si
dicono felici di fare qualcosa
per il bene comune, come i
genitori di Montereale
Valcellina, provincia di
Udine, che sopperiscono alla
mancanza di autisti e accompagnatori dei figli sullo
scuolabus o come i comitati
del verde che a Roma
si incaricano di ripulire
dai mozziconi e dal degrado
le aiuole dei Parioli e del
Pinciano.
continua a pagina 29

Mercoled 25 Febbraio 2015 Corriere della Sera

Primo piano Giustizia

La responsabilit dei giudici legge


Orlando: se serve pronti a correggerci
Si astengono FI, Sel e Lega. No solo dai Cinquestelle. Protesta lAnm: un atto contro i magistrati
Dopo infinite polemiche
e discussioni giunta in porto
la legge sulla responsabilit civile dei magistrati che lUe aveva sollecitato fin dal 2011 con la
previsione di 50 milioni di euro
di multa in caso di inadempienza. Il voto definitivo, ieri a
tarda sera alla Camera, arrivato al termine di un dibattito neanche troppo acceso: 265 s, 51
no, 63 astenuti. Alla fine la
maggioranza si presentata
compatta e ha votato a favore,
FI, Sel e la Lega (tranne Gianluca Pini, che ha votato a favore)
se la sono cavata con lastensione mentre il M5S ha votato
contro.
Anni di rinvii e polemiche,
ma oggi la responsabilit civile
dei magistrati legge!, ha
commentato il premier Matteo
Renzi con un tweet, dopo che
in Aula il Guardasigilli Andrea
Orlando aveva affermato: E
un passaggio storico, la giustizia sar meno ingiusta.
Superata la prova parlamentare ora per il governo inizia la
parte pi difficile del confronto
permanente con lAssociazione
nazionale magistrati che non
mancher di monitorare al
millimetro gli effetti della nuo-

ROMA

La storia
Il caso Tortora
e il referendum,
quasi trentanni
senza risposta
di Fabrizio Caccia

i tenne l8 novembre
1987 e vinsero i s con
maggioranza
schiacciante: pi dell80 per
cento deglitaliani (80,2) si
pronunci in favore
dellabrogazione del d.p.r.
n. 497/1987 che limitava la
responsabilit civile dei
magistrati. Voluto allinizio
da soli tre partiti, i radicali
di Pannella, i socialisti di
Craxi e i liberali di Biondi e
Patuelli, fu infine votato
temendo la dbcle alle
urne anche dalla Dc di
De Mita e dal Pci di Natta,
che pure fino allultimo
tentarono di evitarlo. Tre
crisi di governo con la
guerra aperta tra socialisti e
democristiani e poi
addirittura elezioni
anticipate: ma non cambi
il corso degli eventi, lunico
effetto che si and alle
urne con 4 mesi di ritardo
per quello che pass alla
storia come il referendum
Tortora, dal nome del
popolare giornalista
televisivo, vittima di uno
dei pi gravi casi di
malagiustizia italiana.
Il caso di Enzo Tortora,
appunto, arrestato il 17
giugno 1983 dalla Procura
di Napoli per associazione a
delinquere di stampo
camorristico, sulla base di
dichiarazioni di affiliati
rivelatesi poi del tutto
infondate. Di quelle accuse
ingiuste Tortora morir
poco tempo dopo, il 18
maggio 1988 e tardive,
inadeguate e non
riabilitative sono state
definite lanno scorso dalla
compagna del
presentatore, Francesca
Scopelliti, le scuse
presentate 30 anni dopo da
Diego Marmo, che nel 1985
era il pm e durante la
requisitoria al processo
aveva descritto il
conduttore di Portobello
come un cinico mercante
di morte, riferendosi alla
sua presunta (e inesistente)
attivit di trafficante di
cocaina. Tra lindignazione
popolare, dunque, si
celebr il referendum,
vinse il s e il risultato fu
la legge Vassalli (13.4.1988,
n. 117) sulla responsabilit
civile dei magistrati, che
per corrispose solo in
parte alle aspettative dei
promotori, con la
responsabilit diretta dello
Stato e indiretta del
magistrato. E solo per dolo
o colpa grave dei giudici.
RIPRODUZIONE RISERVATA

La norma
Nel testo
di riforma sulla
responsabilit
civile
dei magistrati
la procedura
resta indiretta:
il cittadino cita
lo Stato,
che per ha
lobbligo
di rivalersi
sul magistrato
Tra le novit,
leliminazione
del filtro di
ammissibilit
per le azioni
di rivalsa
Per le toghe,
il risarcimento
non potr
superare
il tetto
della met
di un anno
di stipendio

Contrari
Deputati del
M5S ieri alla
Camera dove
hanno votato
no al ddl sulla
responsabilit
civile: Legge
intimidatoria

va disciplina. La prima reazione dellAnm parla di pessimo


segnale, legge contro i magistrati. Magistratura Indipendente (la corrente di centrodestra che fa capo al sottosegretario Cosimo Ferri) ha rilanciato
la proposta di uno sciopero
con la raccolta di firme per la
convocazione di unassemblea
dellAnm che decida iniziative
di protesta contro la riforma.
Il ministro Orlando non ha voluto chiudere tutte le porte da-

vanti alle toghe: Con grande


laicit valuteremo gli effetti
della prima applicazione. Siamo disponibili a correggere i
punti segnalati.
In Aula, solo i grillini hanno
fatto muro intorno ai magistrati. Votiamo no perch questa
una legge intimidatoria, ha
argomentato in un appassionato intervento Alfonso Bonafede
che per si dovuto arrampicare sugli specchi per spiegare la
conversione ad U del M5S:

Al Senato il voto del Movimento stato favorevole perch avevamo ottenuto lesclusione della responsabilit diretta e segnali di apertura sulle
modifiche da fare qui alla Camera.
Per Orlando, per, il provvedimento che modifica dopo 26
anni la legge Vassalli imposta
dal referendum del 1987, un
reale punto di equilibrio. Orlando, poi, non accetta le accuse lanciate dal M5S: Io rifiuto
largomento della intimidazione quando si parla di inchieste
che vogliono intimidire la politica, ma rifiuto largomento
dellintimidazione anche
quando si fanno leggi che servono a risarcire cittadini.
Mezzo Pd, comunque, si
dovuto preoccupare di rassicurare i magistrati che ora temono una valanga di richieste di
risarcimento. Appreziamo

Il premier
La soddisfazione
di Renzi su Twitter:
il s dopo anni di rinvii
e polemiche
molto la decisione dellAnm di
non scioperare, ha detto Walter Verini. Il relatore Danilo Leva, ha precisato che la legge
sana un vulnus presente nel
nostro ordinamento per altro
oggetto di una procedura dinfrazione della Corte europea.
Donatella Ferranti, presidente
della commissione Giustizia
della Camera, ex pm, ha cercato di rassicurare le toghe che ha
conosciuto da vicino quando
era segretario generale del
Csm: Il travisamento del fatto
rappresenta un danno solo
quando sar macroscopico,
evidente e non richieda approfondimenti.
Entusiasti i rappresentanti
di Area popolare guidati dal
sottosegretario alla Giustizia
Enrico Costa che rivendicano la
vittoria di aver ottenuto labolizione del filtro di ammissibilit
per le richieste di risarcimento.
Dino Martirano
RIPRODUZIONE RISERVATA

Laltro fronte

Falso in bilancio,
il governo avanza
Ira di Forza Italia
Il governo avrebbe pronto
lemendamento sul falso in
bilancio per presentarlo in
commissione Giustizia al
Senato dove ieri era in
discussione il ddl
anticorruzione. Il testo per
non sarebbe stato ancora
materialmente depositato.
Lintesa con il governo sarebbe
quella di avere un tempo breve
per i subemendamenti. Dura la
reazione di Ciro Falanga (Forza
Italia) che contesta anche la
scelta di aumentare le pene
contro la corruzione:
Linasprimento porter ad un
aumento delle mazzette.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Mercoled 25 Febbraio 2015

PRIMO PIANO

Il presidente

A Firenze

Quel tram scelto


per spostarsi
da uomo comune

di Marzio Breda

(M. Br) La parola sobriet


venuta a noia. Cos c chi
definisce una svolta low cost
e un gesto di ecologia
politica, per dare esempio ai
grandi papaveri smaniosi di
auto blu, la scelta di
Mattarella di viaggiare in
treno (ma pure Napolitano lo
faceva) e tranvia elettrica.
Viaggio da Roma a Firenze su
un Freccia Argento e poi,
dalla stazione a Scandicci su
un tram, come proposto dal
sindaco Nardella. Sconvolti
cerimoniale e sicurezza, c
chi almanacca paragoni con
papa Francesco. Un azzardo,
perch la spiegazione
semplice. Il presidente non
voleva disturbare la citt con
cortei e sirene, preferendo
muoversi come ha sempre
fatto, da uomo comune tra la
gente comune.

DAL NOSTRO INVIATO

forse pensa alla


questione morale, riesplosa
con gli scandali degli ultimi
mesi. E di sicuro riflette anche
sulla continua sovraesposizione mediatica di certe toghe,
che rivendicano un improprio
spirito missionario, o sugli alibi di altri colleghi che magari
giustificano decisioni incomprensibili con il richiamo a una
cavillosa e ottusa applicazione
della legge (come se la legge
non incidesse sullesistenza
concreta delle persone). Fatto
sta che Sergio Mattarella, in risposta alle emergenze nel campo della giustizia, segnala alcune cose precise. Spiegando
che, nonostante il coltivato cinismo e la pretesa assuefazione
al peggio degli italiani, il bisogno di legalit fortemente avvertito nel Paese. E aggiungendo che, per rispondere con
efficacia a questattesa, serve
un impegno su tanti fronti, a
partire da un recupero di efficienza della macchina giudiziaria.
Spetta soprattutto ai magistrati assicurarla, per il presidente della Repubblica. Con
sforzi nuovi su almeno un paio
di versanti. Da un lato, competenza, mediante lapprofondimento e il confronto sugli
orientamenti normativi e giurisprudenziali; dallaltro, profonda coscienza del ruolo e delletica della professione. Questi i pilastri su cui, attraverso la formazione permanente,
si regge la capacit del magistrato di svolgere il compito affidatogli dalla Costituzione.
Un compito che, puntualizza,
non devessere n di protagonista assoluto nel processo n
di burocratico amministratore
di giustizia. Poi, per farsi capire meglio, aggiunge che proprio quei due atteggiamenti
snaturano la fisionomia della
funzione esercitata.
Un rischio che fu anticipato
pure da Piero Calamandrei, di
cui cita un avvertimento: Il pericolo maggiore che in una democrazia minaccia i giudici
quello dellassuefazione, dellindifferenza burocratica, del-

FIRENZE Chiss,

RIPRODUZIONE RISERVATA

A bordo Sul tram a Firenze, a destra, il capo dello Stato Sergio Mattarella, il sindaco Dario Nardella e, di fronte a loro, tra gli altri, il Guardasigilli Andrea Orlando

Mattarella chiede alle toghe


di fare la loro parte:
no a protagonisti e burocrati
Per il capo dello Stato in Italia forte il bisogno di legalit

22
i giorni
trascorsi da
quando Sergio
Mattarella
al Quirinale

lirresponsabilit anonima.
la prima uscita pubblica
fuori Roma del capo dello Stato, altre ne far luned e marted tra Berlino e Bruxelles. Stavolta entra nel campo pi delicato e infido della nostra vita
pubblica e, dovendo inaugurare lanno accademico della
Scuola superiore della magi-

stratura di Scandicci, si rivolge


alle toghe. E, mentre il Parlamento al rush finale per la
legge sulla responsabilit dei
giudici, non poco quel che intanto raccomanda loro. Dunque, dopo aver ricordato limportanza del progetto di formazione che ha sede qui e che
guidato da Valerio Onida, indi-

La parola
TERZIET

l presidente della Repubblica ha


richiamato la terziet della
funzione giurisdizionale basata sul
principio dellautonomia e
dellimparzialit. un requisito per
assicurare il giusto processo

garantito dallarticolo 111 della


Costituzione. Il giudice terzo e
imparziale solo quello che si pone
in una posizione di assoluta
indifferenza e di equidistanza
dalle parti.
RIPRODUZIONE RISERVATA

ca nella sfera di una comune


cultura giuridica europea
lorizzonte al quale puntare.
Ora, se si vuole stare decentemente in Europa anche per come amministriamo la giustizia,
oltre che sulle riforme legislative in corso e sulle strategie
organizzative, sulla preparazione professionale che bisogna lavorare.
Dice Mattarella: Al magistrato si richiede una costante
tensione culturale, che trova s
fondamento in studi e aggiornamenti continui, ma si nutre
anche di una profonda consapevolezza morale della terziet
della funzione giurisdizionale,
basata sui principi dellautonomia e dellimparzialit. Una
sfida impegnativa, lo sa bene.
Tanto pi impegnativa in un
contesto di crescenti attese da
parte dei cittadini, sempre pi

Citazione

Mattarella ha
citato il Piero
Calamandrei di
Democrazia e
processo
(1954, raccolta
di conferenze
tenute in
Messico): il
pericolo
maggiore per i
giudici sono
assuefazione,
indifferenza
burocratica e
irresponsabilit
anonima
Avvocato,
giurista,
antifascista,
membro della
Costituente del
Partito
dAzione,
Calamandrei
(nella foto al
processo Dolci
a Palermo nel
56) partecip
alla stesura del
codice di
procedura
civile del 42

esigenti verso un servizio essenziale come la giustizia, chiamata a definire lequilibrio tra
diritti e doveri applicando le regole dettate dalla legge. Cos,
secondo lui il controllo di legalit, per essere giusto ed efficace, impone percorsi formativi idonei a sviluppare nei magistrati la capacit di comprendere le dinamiche in corso nel
mondo in cui operano, ponendo massima attenzione agli attori in gioco. Ed proprio
lalto livello di preparazione a
rappresentare la struttura portante su cui si regge lindipendenza della magistratura.

A Berlino e Bruxelles
Luned inizia la prima
missione allestero:
prima a Berlino da
Merkel, poi a Bruxelles
Non basta. Lordinamento
della Repubblica esige che il
magistrato sappia coniugare
equit e imparzialit, fornendo
una risposta di giustizia tempestiva per essere efficace, assicurando effettivit e qualit della
giurisdizione. La tempestivit, ecco leterno problema di
ogni italiano che entri in unaula giudiziaria. Tocca alle toghe
assicurarla, quando esercitano
i loro poteri in nome del popolo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoled 25 Febbraio 2015 Corriere della Sera

Corriere della Sera Mercoled 25 Febbraio 2015

Primo piano Giustizia


I PUNTI

COME CAMBIA LA NORMA


DALLA VASSALLI AL NUOVO TESTO
Le regole in vigore

Le novit

Le violazioni

I tempi

Solo 7 ricorsi vinti La colpa grave Si allarga il campo Fino a 36 mesi


dai cittadini
e laddio al filtro dei danni risarcibili per fare richiesta
D
L
O
R
opo i referendum sulla giustizia promossi e
vinti dai radicali e dai socialisti nel 1987, la
responsabilit civile dei magistrati stata
regolata dalla legge Vassalli (la 117 del 1988). In
27 anni di applicazione quella normativa ha
prodotto, su oltre 400 ricorsi per risarcimento
ammessi, soltanto sette provvedimenti che
hanno riconosciuto ad altrettanti cittadini il
risarcimento per dolo o colpa grave da parte dei
magistrati. Il filtro previsto dalla Vassalli per i
ricorsi ha dunque limitato al massimo i casi di
risarcimento. Ma giusto quattro anni fa i
meccanismi previsti per la responsabilit civile
dei magistrati sono entrati in rotta di collisione
con il diritto comunitario. Il 24 novembre del
2011, la Corte di giustizia dellUnione Europea
ha condannato lItalia per violazione degli
obblighi di adeguamento dellordinamento
interno al principio generale di responsabilit
degli Stati membri della Ue in caso di violazione
del diritto dellUnione da parte di uno dei
propri organi giurisdizionali di ultimo grado.
Questa decisione, insieme a quella analoga del
2006, ha innescato due procedure di
contenzioso con la Commissione europea. Il
governo Berlusconi tent di inserire in
Costituzione un nuovo articolo e una nuova
sezione relativi alla responsabilit civile dei
magistrati. Poi, dopo vari tentativi di percorrere
la via della legge ordinaria, l11 giugno del 2014
la Camera (in sede di esame della legge
comunitaria 2013) approva lemendamento Pini
(Lega) che introduce la responsabilit diretta
dei magistrati. La responsabilit diretta, contro
la quale il governo pone la fiducia al Senato,
viene cancellata a settembre del 2014. Da quel
momento, tutta la materia viene affrontata a
Palazzo Madama seguendo il solco aperto dal
testo del socialista Enrico Buemi sul quale si
innesta la proposta del governo di
responsabilit civile sempre indiretta ma
fortemente rinforzata.

a nuova legge mantiene il principio della


responsabilit civile indiretta: il cittadino
cita lo Stato che si rivale sul magistrato.
Tuttavia, la legge Buemi rispetto alla Vassalli
introduce tre novit: 1) la limitazione della
clausola di salvaguardia che nei 26 anni di
applicazione ha escluso dal perimetro della
responsabilit civile lattivit di interpretazione
delle norme di diritto e quella di valutazione del
fatto o delle prove; 2) la ridefinizione della
colpa grave; 3) leliminazione del filtro per
lammissibilit delle domande di risarcimento.
E se il viceministro della Giustizia Enrico Costa
ritiene che leliminazione del filtro sia il fiore
allocchiello, i magistrati temono che i
tribunali verranno paralizzati da una valanga di
richieste di risarcimento. Fino a oggi il
tribunale distrettuale produceva una
delibazione preliminare di ammissibilit della
domanda di risarcimento verso lo Stato.

ltre alla ridefinizione della colpa grave, che


ora include anche il travisamento del fatto
o delle prove, la legge Buemi amplia il campo in
cui il cittadino pu indirizzare la sua istanza per
la richiesta di risarcimento. Viene estesa la
risarcibilit del danno non patrimoniale anche
al di fuori dei casi delle ipotesi di privazione
della libert personale. Fino a oggi, invece,
poteva agire contro lo Stato soltanto chi aveva
subito danni ingiusti che derivino dalla
privazione della libert personale per effetto di
un provvedimento del magistrato nellesercizio
delle sue funzioni per dolo o colpa grave.
Rimane inalterata la definizione del diniego di
giustizia: Il rifiuto, lomissione, o il ritardo del
magistrato nel compimento di atti del suo
ufficio... quando sono decorsi inutilmente,
senza giustificato motivo, 30 giorni dalla data di
deposito dellistanza di parte per la richiesta del
provvedimento.

RIPRODUZIONE RISERVATA

RIPRODUZIONE RISERVATA

icapitolando: considerata colpa grave


1) la violazione manifesta della legge
nonch del diritto dellUnione Europea;
2) il travisamento del fatto o delle prove;
3) laffermazione di un fatto la cui esistenza
incontrastabilmente esclusa dagli atti del
procedimento; 4) lemissione di un
provvedimento cautelare personale
o reale fuori dai casi previsti dalla legge
oppure senza motivazione. Ma oltre a un
perimetro pi ampio, allinterno del quale sar
possibile individuare i comportamenti e gli atti
eventualmente scorretti dei magistrati, il
cittadino avr davanti a s tempi meno
stringenti per decidere di chiedere
un risarcimento: la nuova legge aumenta
da due a tre anni i termini previsti per la
presentazione della domanda di risarcimento
contro lo Stato da esercitare nei confronti del
presidente del Consiglio. In caso di condanna
dello Stato, spetta dunque al presidente del
Consiglio la titolarit dellazione di rivalsa
verso il magistrato, che ora dovr essere
esercitata entro due anni dal momento in cui
stato liquidato il risarcimento e, soprattutto,
che sar espressamente obbligatoria.
Cambiano, infine, anche i limiti quantitativi
della rivalsa. Ora il risarcimento non pu
eccedere una somma pari alla met di una
annualit di stipendio del magistrato (la legge
Vassalli prevede un terzo). Lesecuzione della
rivalsa non pu comportare complessivamente
il pagamento per rate mensili in misura
superiore al terzo dello stipendio netto (fino a
oggi il limite stato un quinto). Tra le critiche
mosse dal Csm al testo della nuova
responsabilit civile (imperniate sulla
soppressione del filtro di ammissibilit) c
anche il giudizio negativo sullestensione dei
termini (tre anni invece di due) entro i quali il
cittadino pu proporre la richiesta di
risarcimento.

RIPRODUZIONE RISERVATA

Lintervista

di Daria Gorodisky

RIPRODUZIONE RISERVATA

I magistrati ora affrontino i problemi


aprendo la discussione sul proprio ruolo
Violante: legge equilibrata ma proteggiamo le toghe da aggressioni economiche

ROMA Per Luciano Violante


necessario definire il ruolo della magistratura nella societ
contemporanea, rivedere il
suo statuto; ma alla nuova legge sulla responsabilit civile
dei giudici mancano alcuni elementi: assente una norma
equilibratrice che punisca
lazione temeraria di chi ricorre contro un magistrato per intimidirlo; e non si prevede una
corte unica per la responsabilit disciplinare di tutte le magistrature.
Con la sua esperienza di
magistrato, politico e costituzionalista, approva nellinsieme la nuova legge sulla responsabilit civile dei giudici?
La legge riesce a conciliare
il valore dellindipendenza dei
magistrati con quello del diritto al risarcimento per il cittadino danneggiato da un eclatante
abuso giudiziario. Un equilibrio difficile per i valori che sono in gioco. Fino a una cin-

Politico
Luciano
Violante, 73
anni, stato in
Parlamento
dal 1979 al
2008: deputato
del Pci, poi del
Pds, dei Ds e
dellUlivo,
stato anche
presidente
della Camera

quantina di anni fa vigeva, per i


magistrati, un principio di autorit che li rendeva intangibili.
Oggi prevale il principio di trasparenza; il magistrato, come
chiunque eserciti un pubblico
potere, deve giustificare continuamente il suo operato.
Questa legge mette in qualche modo a rischio lindipendenza dei magistrati?
La legge segna una sorta di
linea di confine attorno allazione dei magistrati. Bisogna
tutelare i cittadini da gravissime distorsioni e, insieme, proteggere la magistratura da possibili aggressori economicamente forti.
Infatti una delle contestazioni alla nuova legge che
manca proprio la seconda
parte che lei indica: dunque
sarebbe necessario un contrappeso?
S, per evitare di esporre la
magistratura ad aggressioni
strumentali servirebbe una
norma che punisca lazione te-

meraria di chi ricorre ingiustificatamente contro un giudice.


In Europa i limiti della responsabilit dei giudici sono
definiti da ordinamenti molto
simili alla legge Vassalli,
quella in vigore dal 1988 e invece modificata oggi dalla
nuova norma. In Germania,
poi, la responsabilit solamente a carico dello Stato; e
nel Regno Unito i magistrati
godono addirittura di immunit.
Ogni Paese disciplina la
materia secondo propri criteri.
Bisogna prendere le distanze
dagli abusi pi gravi.
Ritiene che ci siano, ne ve-

La contraddizione
Si vuole limitare il
potere dei giudici, ma
molte cariche dello
Stato vengono da l

de nel nostro panorama giudiziario?


Queste norme servono soprattutto a definire i caratteri di
una democrazia politica. Prevedere sanzioni nei confronti
di abusi gravissimi del potere
giudiziario concorre a definire
il principio costituzionale per il
quale le funzioni pubbliche
vanno esercitate con disciplina e onore.
Accennava alla politica:
molti esponenti di quel mondo sono magistrati; o, se si
preferisce, viceversa.
Infatti c una contraddizione: da un lato si discute il ridimensionamento del potere
dei magistrati; e dallaltro la
magistratura rappresenta una
sorta di esercito di riserva della
Repubblica. Il capo dellAnticorruzione, lassessore alla Trasparenza del Comune di Roma,
il presidente del Senato, i presidenti della commissione Giustizia di Camera e Senato, io
stesso quando ho presieduto

Un errore
non
prevedere
una Corte
unica per
tutti i casi
disciplinari
Giusto dire
no allo
sciopero:
nellAnm
prevalso il
senso delle
istituzioni

Montecitorio: tutti magistrati o


ex magistrati.
Crede che i magistrati oggi
siano in una situazione di difficolt?
Ci sono gravi problemi.
Mezzi scarsi, cattiva distribuzione del personale amministrativo, competenze crescenti
su questioni molto difficili,
leggi a volte indecifrabili.
Ritiene che, rispetto alla
nuova legge, i giudici abbiano
un atteggiamento troppo
conservatore?
stato giusto il loro no allo
sciopero. NellAnm prevalso
il senso dello Stato. Per, ripeto, serve una discussione seria
sul ruolo delle diverse magistrature nella democrazia contemporanea. Dovrebbero essere i magistrati stessi a proporla.
Diversi rappresentanti politici o del governo hanno ripetutamente affermato che la
legge sulla responsabilit civile dei giudici andava varata,
e in fretta, perch ci stata richiesta dallEuropa.
No, soltanto una bugia.
LEuropa non centra nulla. La
politica deve assumersi la responsabilit delle proprie scelte.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoled 25 Febbraio 2015 Corriere della Sera

Tasse Internet

Google fa pace con il Fisco, paga 320 milioni


Accordo con lo Stato italiano per il versamento delle tasse su un imponibile di 800 milioni in cinque anni
Il pungolo dellinchiesta della Procura, la politica distensiva del gruppo e la regia legale di Paola Severino
La vicenda
Il caso di
Google si
colloca tra i
cosiddetti Over
The Tax,
multinazionali
che grazie a
una complessa
architettura
fiscale riescono
ad evadere le
tasse in
Europa, in Asia
e negli Stati
Uniti
Nella
fattispecie
Google utilizza
il cosiddetto
Double Irish
che, lungi
dallessere un
cocktail come
potrebbe
sembrare, un
delicato
meccanismo di
replica della
societ
irlandese per
non pagare
tasse sugli utili
nemmeno
allIrlanda (al
12,5%)
Come
funziona il
Double Irish?
C una prima
societ che
risiede in
Irlanda e che
fattura gli
acquisti
conclusi nei
diversi Paesi
europei per
sottrarli alla
tassazione. Per
esempio
secondo le
stime Google in
Italia raccoglie
tra 1 e 1,2
miliardi di
pubblicit
online. Cifra
che non risulta
dai bilanci. I
soldi partono
per lIrlanda.
A questo
punto entra in
gioco la
seconda
societ
irlandese che
risiede in un
paradiso fiscale
come le
Bermuda e che
detiene i diritti
intellettuali
della societ.
Cos la prima
societ paga la
seconda
facendo
scomparire
gran parte del
fatturato
In Italia era
naufragato il
tentativo di
introdurre una
Google Tax

MILANO Google fa pace con il fi-

sco italiano, la Guardia di Finanza e la Procura di Milano.


Una pace da circa 320 milioni
di euro di tasse su 800 che riconosce come imponibile prodotto in Italia in 5 anni.
un colpo di scena. Perch
al gigante del web non sarebbero mancati n arsenali giuridici per provare una resistenza
a oltranza, n lopportunit di
aspettare a maggio latteso decreto legislativo fiscale che sottrarr alla rilevanza penale proprio labuso del diritto, cio
le operazioni che, pur nel rispetto formale delle norme, realizzano essenzialmente vantaggi fiscali indebiti.
E invece, allesito di una riunione tra penalisti, tributaristi,
magistrati e GdF, lintesa raggiunta (con la regia legale della
professoressa Paola Severino)
segnala che nella multinazionale americana ha pesato anche una sorta di diplomazia
della distensione, la volont di
uno Stato (al quale i colossi
come Google vengono quasi
assimilati per le proprie dimensioni economiche) di ridurre contenziosi e attriti con
gli Stati veri. Non senza una
operazione di immagine che,
dora in avanti in Italia, valorizzi il viaggio di ritorno entro criteri di tassazione meno esotici.
Come molti altri web-company, infatti, anche Google
produce in Italia molti utili sui
quali per paga le tasse non in
Italia (appena 1,8 milioni nel
2013 ad esempio) ma in Paesi
che presentano o addirittura
programmaticamente offrono
condizioni di fiscalit privilegiata. Sulla sua strada il Golia
informatico ha per trovato il
Davide giudiziario di una verifica fiscale del Nucleo di Polizia

Le microtasse delle multinazionali


Fatturato dichiarato

Utile

Alla Camera

Tasse (*5.454 di credito dimposta)

Technology Infrastructure
Italy Srl (Google)

Google
Italy Srl

Amazon Italia
Logistica

2,2 milioni

52
milioni

18,3 milioni

Amazon Italia
Facebook Italy Srl
Corporate Services (controllata da Facebook Ireland)
7,2 milioni

24,4 milioni

10,7 milioni

5,529
milioni

2,56 milioni
1,8 milioni

84.811

717.320
277.623 332.180
347.444
0 *

106.037 131.037

Fonte: Bilanci 2012 delle rispettive societ

Tributaria della GdF di Milano,


e del fascicolo di indagine del
pm Isidoro Palma. Rispetto a
una controversa dinamica
dimpresa in s ampiamente
nota dal punto di vista storico,
pm e Gdf nel loro piccolo hanno per svolto una pignola

Corriere della Sera

istruttoria sui clienti italiani


della pubblicit su Google, tale
da documentare (anche con il
sequestro di email) che, se tutto il servizio era pensato-contrattato-svolto in Italia, fatture
e pagamenti venivano invece
indirizzati sulla Google irlan-

Il caso
Troppi soldi depositati in banca?
Jp Morgan mette un balzello
di Giuliana Ferraino
Jp Morgan vuole sbarazzarsi di certi tipi di conti, poich le
nuove regolamentazioni e i bassi tassi di interesse ne hanno
reso la gestione troppo costosa. La banca di Wall Street ha
annunciato che entro fine anno eliminer fino a 100 miliardi di
dollari di depositi e imporr nuove commissioni ai grandi
clienti istituzionali per scoraggiare conti troppo grandi e i
rischi a questi collegati. Le commissioni varieranno in base alla
dimensione del conto e al rapporto complessivo con la banca.
Per una volta il mercato ha accolto positivamente la nuove
tassa, perch fa parte di piano di risparmi da 1,4 miliardi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

dese: questa girava i soldi sulla


Google olandese sotto forma di
royalties per i marchi e licenze,
che poi prendevano la strada di
unaltra societ irlandese controllante liniziale Google irlandese, che a sua volta vedeva per il proprio controllo in capo
ad altre due diramazioni di Google soggette a imposizione fiscale alle Bermuda. Pm e GdF
hanno riconosciuto a Google la
deducibilit di taluni costi, ma
hanno contestato il nocciolo
del meccanismo, rispetto al
quale Google Italia si infine
orientata ad un accertamento
per adesione attorno ai 160 milioni lanno di imponibile dal
2008 al 2013: le tecnicalit seguiranno, ma il saldo dellintesa stima che tra Ires (27,5%),
Irap, sanzioni (pur diminuite
in forza delladesione) e interessi, Google infine staccher
un assegno pari a circa il 40%
degli 800 milioni di imponibile
nei 5 anni, e cio circa 320 milioni.
Luigi Ferrarella
lferrarella@corriere.it

Chi

Larry Page,
42 anni, ha
fondato con
Sergey Brin il
colosso Google,
di cui
amministratore
delegato. Ha
una ricchezza
personale
stimata da
Forbes in 29
miliardi di
dollari. Google
al Nasdaq vale
364 miliardi
di dollari

RIPRODUZIONE RISERVATA

Voluntary disclosure

Conti allestero, niente segreto


anche con il Liechtenstein
Allo studio intesa con il Vaticano
Dopo la Svizzera, ora anche il
Liechtenstein dir addio al segreto bancario: domani lItalia
firmer un accordo con il principato sullo scambio di informazioni fiscali secondo lo
standard Ocse e simile a quello
siglato con Berna. Con Monaco
sono stati avviati i primi contatti e sarebbe allo studio
unintesa con il Vaticano.
Questi accordi daranno una
spinta alla voluntary disclosure, la sanatoria per lemersione
dei fondi nascosti allestero,
stimati in 150-200 miliardi, attraverso lautodenuncia dellevasore in cambio di uno
sconto sulle sanzioni amministrative e penali, ma dietro il
pagamento delle imposte. Il
Liechtenstein esce dalla black
list dei Paesi che lItalia considera non collaborativi sul piano fiscale. Leffetto su chi aderisce alla voluntary disclosure
che non subir il raddoppio
delle sanzioni (saranno del 3%)
e del periodo di accertamento
(sulle attivit tra il 2005 e il
2009 cadr la prescrizione).

3 milioni

Apple
Italia Srl

La data di luned prossimo, 2


marzo, la dead line anche per
eventuali accordi con il Vaticano, considerato di fatto un
Paese non collaborativo ai fini
fiscali, come ancora non
equivalente per la legislazione
antiriciclaggio. Se ci fosse
unintesa, per chi aderisse alla
voluntary disclosure i termini
di accertamento del fisco italiano si fermerebbero, cos come
prevede la legge, al 2009, senza
risalire al 2005 e le sanzioni sarebbero alleggerite. Non c
nessuna conferma sulleventuale trattativa Italia-Santa Sede, ma si tratta di un passaggio

che in Italia viene ritenuto importante.


Gi nel luglio 2014, il presidente uscente dello Ior, Ernst
von Freyberg aveva annunciato
che i clienti dello Ior nel prossimo futuro dovranno tutti dimostrare di pagare le tasse nei
Paesi dorigine, a cominciare
dallItalia. Lo Ior, insomma,
non funzioner pi da paradiso fiscale. Intanto, alla fine di
dicembre 2014 il Vaticano ha
sottoscritto laccordo Fatca con
gli Usa. Si tratta della legge federale che prescrive che i cittadini americani che vivono fuori
dei confini dichiarino i conti

La guida

Laccordo tra Berna e Roma


prevede lo scambio di
informazioni fiscali (sui
conti di custodia, di
deposito, polizze) tra i due
Paesi, su richiesta fino al
2017 e poi automatico dal
2018 sullanno 2017

Laccordo tra Italia e


Liechtenstein prevede lo
scambio di informazioni
fiscali (anche richieste di
gruppo) e la
cooperazione
amministrativa su
richiesta

posseduti allestero e richiede


alle istituzioni finanziarie straniere di riferire all Internal Revenue Service (IRS) sui propri
clienti statunitensi.
finita unera osserva Stefano Simontacchi, managing
partner di Bonelli Erede Pappalardo . Con la crisi cresciuta
lintolleranza a livello politico
verso levasione e lelusione fiscale. Su spinta degli Stati Uniti, sulla scia dei casi Apple, Google e Amazon, si andati verso una significativa revisione
della fiscalit internazionale e
della trasparenza tra gli Stati,
su cui si sta impegnando lOcse
con il programma di contrasto
allevasione chiamato Beps.
Lo scenario mondiale sta cambiando. Gli accordi con la
Svizzera e con il Liechtenstein
sono molto importanti per la
voluntary disclosure perch
danno la possibilit di accedere a degli sconti spiega Carlo
Galli, responsabile del dipartimento Tax di Clifford Chance :
quello con Berna per le masse
interessate, quello con il principato perch mostra la continuit nel perseguire la trasparenza. Sul piano dello scambio
su richiesta di informazioni fiscali, lItalia ha anche stipulato
e gi ratificato accordi con le
Isole Cook, Jersey, Gibilterra e
Isola di Man. Con le Cayman
in corso di ratifica e con le Bermuda in attesa. Nessuno risulta per ancora in vigore.
Francesca Basso
M. Antonietta Calabr
RIPRODUZIONE RISERVATA

200
miliardi
Il valore delle
attivit
finanziarie che
gli italiani
detengono
allestero. Una
quota tra il 75 e
l85% sarebbe
in Svizzera.
Luned stato
siglato
laccordo tra
Italia e Svizzera
per lo scambio
automatico dei
dati su conti,
depositi e
polizze, che
scatter dal
2018 sul 2017

Gallo: inseguire
i redditi del web?
Il modello inglese
del 25% funziona
ROMA Lattuale assetto fiscale,
nazionale e internazionale,
non idoneo a intercettare e
tassare i redditi molto elevati
prodotti dalle imprese digitali
multinazionali. Lo rivela il
professor Franco Gallo, ex
ministro ed esperto di diritto
tributario, di fronte alla
Commissione Finanze della
Camera, nellambito di una
indagine conoscitiva sulla
fiscalit nelleconomia
digitale. Il reddito di chi
opera in tutto il mondo,
basandosi sul non avere una
organizzazione stabile
spiega Gallo viene trasferito
con operazioni fiscali molto
aggressive nei paradisi fiscali,
come le Bermuda. E per effetto
della doppia esenzione, per
tanti Paesi fare pagare le tasse
alle web companies molto
difficile. Il delicato tema
stato affrontato perfino da
Ocse, G20 e Ue. Lideale
sarebbe raggiungere accordi
intergovernativi su procedure
e principi tributari nuovi, ma
non mi pare questa laria
nota lesperto anche perch
la dematerializzazione
dellindustria digitale si presta
a non fare emergere redditi da
tassare nel territorio in cui
limpresa svolge lattivit. Al
punto che Gallo definisce
queste aziende intangibles.
Intanto lOcse ha consigliato di
armonizzare le basi
imponibili di queste imprese
per cancellare in un solo colpo
il criterio di tassazione nello
Stato di residenza e in quello
della fonte precisa Gallo
ambedue insufficienti per
tassare le multinazionali. La
proposta dellOcse, per,
stata per ora abbandonata
dalla Commissione Ue. Tra le
sue raccomandazioni
Bruxelles ha chiesto agli Stati
membri di inserire nelle
convenzioni bilaterali clausole
contro la doppia esenzione
che, se adottate, sarebbero
sufficienti a mettere in crisi gli
schemi degli Ott (sigla che
indica le imprese Over the
top come Google, Yahoo!,
YouTube e Skype ndr). Tra le
iniziative promosse da alcuni
Stati europei, Gallo giudica
molto interessante la legge
varata in Gran Bretagna, in
vigore il 1 aprile: Si tratta di
una speciale tassa (Diverted
profits tax) che applica
unaliquota del 25% alle web
companies fa notare
lesperto commisurata ai
profitti che il fisco inglese ha
ritenuto sottratti alla
tassazione tramite eluzione e
erosione delle basi
imponibili. Di certo questo
calcolo non di facile
applicazione ammette Gallo
. Non condiziona la
concorrenza nel mercato, ma
solo la concorrenza fiscale tra
Stati, alcuni avvantaggiati, altri
lesi nel loro interesse
erariale.
Francesco Di Frischia
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Mercoled 25 Febbraio 2015

Mercoled 25 Febbraio 2015 Corriere della Sera

Primo piano La crisi europea

Dalla Ue s ad Atene
Ora lultima parola
spetta ai Parlamenti

chiedono che Atene dimostri


lefficacia delle annunciate riforme contro levasione fiscale,
la corruzione o il contrabbando. Il ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schaeuble ha
fatto sapere di non vedere soluzioni sostanziali e ha imposto allEurogruppo una verifica
degli impegni greci entro
aprile, prima di concedere i
prestiti.
Il presidente della Bce Mario
Draghi ha considerato la lista
di Tsipras un valido punto di
partenza. Ma ha segnalato allEurogruppo che gli impegni

Berlino, lAja , Helsinki votano la proposta greca


Le tappe
Venerd
scorso la
Grecia e i Paesi
dellEurozona
hanno
raggiunto un
accordo per
estendere il
programma di
bailout (o
salvataggio)
per altri 4 mesi
Ieri Tsipras
ha presentato il
piano: tagli alla
spesa e
spending
review, lotta
allevasione e
corruzione,
riforma della
giustizia
Per la Ue la
lista solo un
buon punto di
partenza, per
Fmi e Bce un
po vaga

DAL NOSTRO INVIATO

La lista di riforme
del governo di Atene stata approvata dallEurogruppo dei 19
ministri finanziari. Consente di
procedere verso lestensione di
quattro mesi del secondo programma di salvataggio, indispensabile per evitare linsolvenza del governo ellenico, e
verso un terzo piano di prestiti.
Anche Commissione europea,
Bce e Fmi di Washington, che
rappresentano i creditori, hanno parlato di primo passo
positivo, sia pure avanzando
varie riserve.
Il nuovo governo greco di
estrema sinistra di Alexis Tsipras pu ora ottenere i miliardi
necessari a evitare linsolvenza
tra marzo e lestate. Germania,
Finlandia, Olanda e Slovenia
possono far votare in Parlamento il proseguimento del secondo programma di salvataggio della Grecia in scadenza il
28 febbraio. A Bruxelles si pu
iniziare a studiare un terzo piano pi orientato ad aiutare milioni di greci finiti in povert.
Finora 240 miliardi di prestiti
BRUXELLES

+10
per cento, il
balzo in avanti
della Borsa di
Atene ieri dopo
lannuncio del
programma
di Tsipras
e lok, per
quanto cauto,
dai Paesi
dellEurozona

800
lo spread tra
i titoli decennali
di Grecia
e Germania si
riduce ancora
e scivola a
799,04 punti,
con il
rendimento
in calo
all8,37%

sono andati in gran parte alle


banche creditrici e hanno portato alla Grecia dure misure di
austerit imposte dalla troika
(Commissione europea, Bce e
Fmi).
Dopo lestate dovremo valutare lopzione di ulteriore sostegno finanziario ha spiegato il presidente dellEurogruppo Jeroen Dijsselbloem
. Abbiamo sempre detto che,
se la Grecia rispetta il programma e tutti gli obiettivi prefissati, la zona euro pronta a fornire nuovo sostegno. Tsipras,
che ha vinto le elezioni promettendo la fine delle misure
di austerit, ha dovuto fare
molte concessioni alla cancelliera tedesca Angela Merkel,
che ha garantito al suo elettorato di centrodestra di imporre
rigore di bilancio ai Paesi mediterranei con debito eccessivo.
Sostanzialmente Atene ha
ottenuto di decidere quello che
prima veniva ordinato da Bruxelles. Il presidente francese
Franois Hollande, dopo aver
incontrato il premier Matteo
Renzi, ha parlato di buon

Il terzo piano
Ora si pu iniziare
a studiare il terzo piano
di aiuti europei
per la Grecia

Il tessitore
Il ministro delle
Finanze greco
Yanis Varoufakis
al Parlamento
di Atene
per un vertice

compromesso perch rispettoso delle scelte del popolo


greco, ma anche delle regole il
cui rispetto deve essere garantito dallEurogruppo.
Merkel ha detto che la vicenda non chiusa. A Berlino

indicati differiscono dal programma esistente in diverse


aree. Pertanto la Bce intende
controllare se le misure non
accettate dalle autorit greche
sono state sostituite con altre
equivalenti o di migliore qualit. Il direttore del Fmi, la francese Christine Lagarde, ha specificato che la lista, pur completa, non contiene chiari
impegni per attuare le riforme
previste sul fronte delle pensioni e dellIva, n per continuare ad adottare in modo inequivocabile le politiche su cui
c stato gi un accordo per liberalizzare certi settori, per riformare lamministrazione
pubblica, per privatizzare e per
adottare riforme del mercato
del lavoro.
Ivo Caizzi
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il commento

Gli arbitri della partita finale


saranno Draghi e Lagarde
Che cos
La troika
un organismo
di controllo
costituito da
tecnici
dellUnione
Europea, del
Fondo
monetario
internazionale (Fmi) e
della Banca
centrale
europea
(Bce)
In questi
anni di
grande
recessione, si
occupata
della gestione
dei salvataggi
dei Paesi
delleurozona
in difficolt
per il debito
sovrano fuori
controllo,
esigendo in
cambio
politiche di
austerit e di
trasparenza
degli
interventi

e la troika fosse davvero sparita


dallorizzonte, come avrebbe voluto il
governo di sinistra greco, ieri sarebbe stata
una giornata meno complicata ad Atene.
Invece, due delle tre entit che dal 2010
tengono sotto tutela riforme e conti pubblici
ellenici si sono fatte sentire: la Banca centrale
europea, attraverso il presidente Mario
Draghi, e il Fondo monetario internazionale,
attraverso la managing director Christine
Lagarde, hanno detto che il programma
presentato a Bruxelles dal ministro delle
Finanze Yanis Varoufakis, e accettato dai
ministri economici dellEurozona, non
sufficiente per potere dire che in linea con
gli impegni sottoscritti dalla Grecia in cambio
degli interventi di salvataggio internazionale.
Tradotto: i politici hanno detto s; i tecnici
(Bce e Fmi) non solo hanno storto il naso ma
sostenuto che dovranno studiare le carte.
evidente che la decisione sullandare avanti
con il finanziamento ad Atene e con il piano
avanzato in cambio da Varoufakis una
decisione politica. altrettanto evidente,
per, che lopinione scettica delle due entit di
Francoforte e Washington ha un peso
sostanziale: potr anche influire sui
parlamenti di quei Paesi che sullaccettabilit
del piano greco devono esprimersi (Berlino
venerd prossimo). Non per solo questione
di autorevolezza di Bce e Fmi, comunque
decisiva. che il lavoro tecnico delle due
istituzioni essenziale per la gestione di ogni
programma di salvataggio. Nel 2010, la
presenza del Fondo monetario nel bailout
greco fu voluta a tutti i costi da Angela Merkel,
la quale aveva bisogno sia di un protagonista
esperto in salvataggi sia di unentit ritenuta
neutra per convincere la sua opinione
pubblica che tutto sarebbe stato fatto su basi
tecniche, senza pasticci politici. Quello che
diranno nei prossimi giorni Bce e Fmi,
dunque, sar vitale per il proseguimento della
Operazione Grecia. La sindrome della
troika grava ancora su Atene.
D. Ta.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Mercoled 25 Febbraio 2015

PRIMO PIANO

Sanit per tutti, ma niente riassunzioni


Cosa resta (e cosa no) delle promesse
Nella lista inviata a Bruxelles mancano le opere pubbliche. Difesi i disoccupati morosi

175
per cento il
debito pubblico
greco calcolato
in rapporto al
Prodotto
interno lordo.
Secondo il Fmi
con una
crescita annua
del 3,5% nel
2022 potrebbe
scendere al
110-120%

240
miliardi di euro
lammontare
totale del
prestito finora
accordato alla
Grecia dai
creditori
internazionali:
Ue, Bce e Fmi
che non
saranno pi
chiamati troika
ma istituzioni

La lista delle buone intenzioni greche piena di idee che


Nanni Moretti chiamerebbe di
sinistra. Sulla carta il governo
di Alexis Tsipras proclama che
far pagare pi tasse ai ricchi e
attaccher sia la corruzione
della politica sia i monopoli
economici che garantiscono
rendite ai soliti noti, ma non
servizi efficienti o tariffe basse.
Allo stesso tempo il quarantenne campione della nuova sinistra-sinistra si ripropone di difendere i disoccupati morosi
dagli sfratti, distribuire elettricit gratuita e buoni pasto agli
indigenti, ripristinare il diritto
alla Sanit pubblica per tutti i
cittadini.
vero, verissimo, manca
dalla letterina approvata dallex
troika il famoso taglio del debito sovrano che era stato il simbolo della nuova era, come pu-

re laumento del salario minimo o delle pensioni. Non c


neppure la riassunzione di
centinaia di migliaia di ex dipendenti statali, la retromarcia
sulle privatizzazioni o lavvio di
opere pubbliche capaci di far
ripartire, keynesianamente,
leconomia.
Ma, per ora, quel che conta
che sia arrivato il bollino verde
per il documento presentato
ieri mattina e, a scanso di sorprese nei passaggi parlamentari europei, Atene potr pagare
stipendi, pensioni e interessi ai

Ossigeno
Atene potr pagare
stipendi, pensioni e
interessi ai creditori per
altri 4 mesi

creditori per altri 4 mesi. La


Borsa dellAcropoli ha festeggiato con un pi 10 per cento
eppure lo scetticismo dilaga.
Christine Lagarde, la capa del
Fondo monetario internazionale, dubbiosa sulla reale volont degli scravattati di Atene
di portare fino in fondo le riforme che hanno promesso in
cambio dellennesimo prestito
miliardario. E Mario Draghi,
presidente della Banca centrale
europea, non affatto certo
che le misure proposte ieri
mattina siano effettivamente
migliori o pi efficaci di quelle
accettate dal governo precedente di centrodestra. Insomma le intenzioni greche possono essere state giudicate sufficienti ieri, ma sono circondate
da una cortina di diffidenza
che ne fa osservati speciali.
Non difficile capire perch.

Tutti gli interventi umanitari su


sanit, casa e malnutrizione
devono essere a costo zero. Le
istituzioni non hanno concesso alcuna flessibilit sul deficit per cui Tsipras e i suoi economisti rimpatriati da varie
universit del mondo oltre a
dover riformare alcuni settori
impermeabili al cambiamento
da decenni, devono anche riuscire in quei miracoli che qualunque governo del mondo insegue da sempre.
Cominciamo dalle cose semplicemente difficili. Tsipras sostiene che riuscir ad interrompere la vendita in nero di
benzina e sigarette su cui guadagnano da anni industriali e
dettaglianti. Dice che riuscir a
fare una spending review nella
pubblica amministrazione
senza toccare salari e pensioni.
I margini di miglioramento ci

Le misure
Il governo di
Alexis Tsipras
proclama che
far pagare pi
tasse ai ricchi e
attaccher sia
la corruzione
della politica
sia i monopoli
economici
Il premier
vuole difendere
i disoccupati
dagli sfratti,
distribuire
elettricit
gratuita e
ripristinare il
diritto alla
Sanit pubblica
per tutti

sono, ma come sappiamo bene


noi italiani la zavorra dellapparato burocratico difficile da
scaricare. Sar anche complicato scovare i finti invalidi, imporre registratori di cassa contro il salto dellIva, vendere a
prezzi ragionevoli le frequenze
tv, pignorare i beni dei grandi
evasori fiscali, punire chi apre
unattivit gi deciso ad andare
in bancarotta e anche convincere le banche a non sfrattare i
morosi.
Ora i miracoli. Alexis Tsipras
e il suo anticonformista ministro delle Finanze Yanis Varoufakis dicono che riusciranno a
razionalizzare le spese sanitarie (gi sforbiciate di quasi il
50% in 4 anni) per poter offrire
lassistenza universale che era
stata soppressa. Ma anche varare una legislazione sul lavoro
flessibile e giusta, trovare i
soldi per gli aiuti umanitari
senza alzare il deficit e, infine,
creare una nuova cultura di
correttezza fiscale, per cui ciascuno vorr contribuire equamente al bene pubblico.
Pare il sogno di un nuovo homo graecus con una candida
anima a sinistra-sinistra. Forse
troppo anche per la dirompente coppia Tsipras-Varoufakis.
Andrea Nicastro
@andrea_nicastro
RIPRODUZIONE RISERVATA

Atene
Un musicista
suona davanti
alla scritta in
inglese Taglia
il debito, Fmi vai
a casa. Il
governo Tsipras
ha promesso a
Bruxelles una
serie di riforme
in cambio
dellennesimo
prestito
miliardario, ma
la leader del
Fondo
monetario
internazionale
(Fmi) Christine
Lagarde
dubbiosa
(Afp/ Louisa
Gouliamaki)

50
per cento il
tasso di
disoccupazione
giovanile in
Grecia. Ovvero,
soltanto un
ragazzo su due,
fino ai 25 anni,
ha un lavoro. In
Italia la
percentuale
vicina: circa il
42%

65
miliardi i
crediti fiscali
(c chi calcola
questa cifra in
70 miliardi) che
lerario greco
vanta nei
confronti di
cittadini e
imprese. Sono
imposte
dovute ma non
pagate

50
per cento il
taglio delle
spese sanitarie
in Grecia negli
ultimi 4 anni. Il
governo di
Alexis Tsipras
ora assicura di
essere in grado
di riuscire a
razionalizzare
lonere per lo
Stato

Lanalisi

di Danilo Taino
DAL NOSTRO CORRISPONDENTE

La crisi greca destinata a definire i caratteri dellEurozona sta riaprendo il


dibattito (spesso uno scontro)
sulle politiche intraprese nel
Vecchio Continente per rispondere alla crisi.
Paolo Manasse, professore
di Macroeconomia alluniversit di Bologna, ha presentato
due giorni fa al parlamento
europeo unanalisi di cinque
anni di salvataggi e di politiche economiche: vi sostiene
che lapproccio ha finora avuto successo nel prevenire la
rottura dellarea euro. Ma, se
dal punto di vista dei bilanci
pubblici il risultato stato una
convergenza, in termini di disoccupazione, investimenti e
crescita tra i membri delleuro
si registrata una divergenza

BERLINO

Euro a rischio se si insiste con queste politiche


Manasse: il divario su investimenti e disoccupazione tra Nord-Sud pu essere fatale
che, se persistesse potrebbe
minare lesistenza della moneta unica e essere un fattore
corrosivo dellintero progetto
europeo. Manasse ritiene che
lattuale patto di Stabilit europeo sia caratterizzato da una
gestione burocratica e centralizzata di scuola franco tedesca che da un lato impedisce trasferimenti di risorse
tra Paesi ma poi rende impossibile che un Paese fallisca, per
cui accetta la logica dei salvataggi: il contrario di quel che
accade in quellarea monetaria
funzionante che sono gli Stati
Uniti.
Il paper interessante anche
perch Manasse considerato
vicino al ministero dellEconomia. Non che ne riporti le opinioni: spesso per i suoi lavori
sono usati dal dicastero retto
da Pier Carlo Padoan come do-

cumenti di lavoro e di test.


Qualche mese fa, per esempio,
uno studio del professore di
Bologna sulla (non) sostenibilit del debito pubblico italiano fu una base di notevole discussione. Anche questo paper
riflette un dibattito presente
tra i decisori pubblici italiani:
qualcosa che non esattamente in linea con il punto di vista
prevalente in Germania, dove
lidea che i problemi siano
nazionali e non risolvibili con
cambiamenti a livello europeo.
Manasse nota che durante la

Modelli
La logica dei salvataggi
il contrario di ci che
accade in Usa, unarea
monetaria funzionante

crisi le posizioni fiscali (di bilancio) dei Paesi dellEurozona


sono state convergenti: dal
2007, la differenza tra i Paesi
con maggiore e minore rapporto debito/Pil diminuita
del 30 per cento. In parallelo,
c stata per una divergenza
economica: i tassi di disoccupazione, che convergevano tra
il 2000 e il 2007, hanno ripreso
a divergere considerevolmente; lo stesso gli investimenti,
privati e pubblici; la crescita
economica, per parte sua, diverge per un certo periodo e
ora sembra di nuovo convergere. Lo studio stabilisce una correlazione tra le politiche di bilancio, che riducono le differenze interne allEurozona, e i
risultati divergenti nelle economie attraverso il calcolo di
una funzione di reazione fiscale, la quale dimostrerebbe

Lo studio
Paolo
Manasse,
professore di
Macroeconomia a Bologna,
considerato
vicino al
ministero
dellEconomia.
Ha presentato
allEuroparlamento
unanalisi di 5
anni di
salvataggi
e di politiche
economiche

che le politiche restrittive degli


anni scorsi sono state pro-cicliche, cio non hanno esacerbato le divergenze reali.
Manasse dice in sostanza che il
persistere della crisi non solo
dovuto a inefficienze nazionali
ma anche alle politiche europee.
Fa una serie di proposte. Soprattutto, la sostituzione dei
controlli in essere oggi, rigidi e
complicati, con un sistema lineare in cui si stabiliscono livelli di indebitamento e poi si
agisce sugli scostamenti dopo
un periodo prestabilito. Un sistema di incentivi, insomma,
accompagnato dalla chiara
possibilit per un Paese di fallire se non li usa. Il punto debole del tutto che la Germania non ne vuole sapere.
@danilotaino
RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoled 25 Febbraio 2015 Corriere della Sera

10

Politica

Camusso-Taddei, scintille a sinistra


Dibattito infuocato sul Jobs act. Il segretario Cgil attacca il responsabile economia dei dem: propaganda
Nel partito

Il caso

Primo cittadino Virginio Brivio, 53 anni

Un ex stratega
di Obama aiuter
il sindaco di Lecco
E paga il Nazareno
LECCO Dalla Casa Bianca alla
citt del Manzoni. Su input di
Renzi, Mike Moffo, per due
volte spin doctor nella corsa
presidenziale di Barack
Obama, ha scelto Lecco come
citt-laboratorio dove
sperimentare per la prima
volta in Italia una campagna
elettorale in stile americano.
Moffo sar infatti (a spese del
Pd) il consulente-stratega di
Virginio Brivio, 53 anni,
sindaco uscente del
centrosinistra che si ricandida,
preparando il terreno per test
pi impegnativi: da quello di
Milano (se Giuliano Pisapia
correr nel 2016) alle future
sfide di Matteo Renzi. Il
premier aveva ospitato Moffo
alla convention della Leopolda
lo scorso ottobre. E litaloamericano, origini molisane
con casa e lavoro a Edimburgo
(Scozia), aveva ricambiato
spendendo parole di elogio
(Un leader dalle straordinarie
capacit). Poi, in un incontro
con i sindaci, uno dei creatori
di My.BarackObama.com
aveva proposto di esportare il
modello americano iniziando
da una citt del Nord e la scelta
caduta su Lecco, dove si vota
a maggio e dove corre un
renziano doc. Cos due
settimane fa Moffo arrivato
in citt. Ci dar una mano per
la campagna elettorale, ma
solo come consulente, dice
Brivio. La sua idea di
unintensa partecipazione dei
volontari, strutturati in
unorganizzazione piramidale
con responsabili, coordinatori,
tanto porta a porta. La
prossima settimana istruir un
primo drappello di volontari e
imposter le linee guida della
strategia elettorale: meno
gazebo, pi informatica e
algoritmi matematici. Una
campagna elettorale
scientifica, sintetizza Brivio.
Dopo gli scandali su
ndrangheta-politica-affari che
hanno lambito la sua
amministrazione, il sindaco ha
un immagine da ricostruire e
un avversario da sconfiggere:
lastensionismo. Chiederemo
a Moffo una ricetta per
riavvicinare gli elettori alle
urne, osserva Brivio, che nel
2010 sconfisse al primo turno
il leghista Roberto Castelli, e
che oggi teme un
compattamento del
centrodestra sul nome del
concittadino Roberto
Formigoni. Unipotesi, per,
smentita dallex governatore
della Lombardia.
Paolo Marelli
RIPRODUZIONE RISERVATA

Sul Jobs act


la sinistra dem
non ha mai
accettato gli
interventi
sullarticolo 18
e licenziamenti
collettivi, anche
durante la
discussione in
Senato dove il
ddl delega
approvato ad
ottobre
In seguito la
minoranza pd
si divide: i pi
dialoganti (che
fanno capo a
Speranza)
votano il testo,
pi di 30 dem
non votano la
legge delega
(che per
passa)

ROMA Pantaloni rossi lei, maglioncino blu simil-Marchionne lui. Cera una volta la Cgil
cinghia di trasmissione del
partito di sinistra pi grande
dEuropa. Stamattina, invece,
anche il dress code dice che le
trasmissioni sono finite da un
pezzo e che piuttosto bisogna
marcare la distanza.
Casa del jazz, villa confiscata
alla banda della Magliana e trasformata in spazio eventi. Il
confronto fra Susanna Camusso, il segretario generale
della Cgil, e Filippo Taddei, il
responsabile economia del Pd
tra i guru del Jobs act, la riforma del lavoro targata Renzi.
Trattandosi di evento era difficile immaginare un lancio mi-

gliore: il segretario della Fiom


Maurizio Landini ha detto che
il sindacato deve pensare a una
coalizione sociale, Camusso
ha gi risposto che noi dobbiamo fare il nostro mestiere di
rappresentanza dei lavoratori;
Landini rilancia dicendo che la
Fiom ha 350 mila iscritti, pi
del Pd, e dal Pd ribattono che i
loro tesserati sono in realt di
pi, 366 mila. Poi c pure lex
segretario Pier Luigi Bersani:
Adesso puoi essere licenziato
perch sei stato troppo al bagno, dice preparando il terreno per la convention della sinistra Pd di marzo. Mentre la presidente della Camera Laura
Boldrini torna sulluomo solo
al comando di cui aveva parlato

domenica: Non credo Renzi


se la sia presa ma da presidente era mio dovere difendere
le commissioni parlamentari.
Insomma, la sinistra davvero
una gioiosa macchina da guerra. E qui alla sala del jazz il dibattito altrettanto frizzante.
Il governo non ha nessuna
idea dellorizzonte verso il quale vuole andare ma solo una disperata voglia di propaganda
attacca Camusso che gioca in
casa, perch la tavola rotonda
stata organizzata dalla Cgil.
Non si pu guardare solo alle
riforme del lavoro senza considerare quanto era grave la situazione del Paese. Si pu discutere dellefficacia del nostro
intervento, non delle sue inten-

366
mila sono gli
iscritti del Pd.
A dirlo stato il
vicesegretario
dem Guerini,
in risposta
a Landini.
Il sindacalista
aveva infatti
attaccato: La
Fiom ha 350
mila iscritti,
pi del Pd

Dopo il varo
dei decreti
attuativi,
venerd scorso,
la minoranza, e
la Cgil, hanno
attaccato il
premier: Si
rischia la deriva
plebiscitaria

Il confronto La leader della Cgil Susanna Camusso, 59 anni, e il responsabile economico del Pd Filippo Taddei, 38, ieri a Roma (foto Mistrulli)

Lintervista

di Monica Guerzoni

Il capogruppo che dice


il governo ha sbagliato non
un passaggio banale....
Tuttaltro che banale, presidente Roberto Speranza. Ci
ha ripensato?
No, ritengo sia stato un errore non seguire lindicazione
che le commissioni di Camera
e Senato avevano dato sul tema
dei licenziamenti collettivi.
Il premier ha tradito i patti
con voi della minoranza?
Non ne farei una questione
di maggioranza e minoranza,
non siamo al mercato delle
vacche. Sto ponendo una questione sostanziale, il rapporto
tra Parlamento e governo. Il Pd
che cardine della democrazia
in Italia deve essere il partito
che rid piena centralit al parlamento.
Cosa non funziona?
Il passaggio del Jobs act,
sul tema specifico dei licenziamenti collettivi, segnala un allarme. Sul punto formale non
ho nulla da dire, perch i pareri delle commissioni non sono
vincolanti. Ma c un problema
di opportunit politica.
Alla Boldrini non piace
luomo solo al comando...
Non credo al teorema delluomo solo al comando. Cos
come mi sembrano infondate
le preoccupazioni di una deri-

ROMA

Chi

Roberto
Speranza,
36 anni, il
capogruppo
alla Camera
del Partito
democratico
Ha debuttato
in politica nella
Sinistra
Giovanile,
di cui stato
presidente
nazionale
nel 2007.
Dopo aver
collaborato con
Walter Veltroni,
stato tra i
sostenitori di
Pier Luigi
Bersani alle
primarie 2013

zioni replica Taddei nella tana


del lupo, con un brusio di dissenso che lo accompagna ad
ogni intervento. Due analisi diverse, due ricette opposte. E
due mondi lontani anche
quando si scende nel tecnico.
Prendete il contratto a tutele
crescenti, il cuore del Jobs act,
che tra pochi giorni sostituir
di fatto il reintegro da parte del
giudice con lindennizzo economico. Il segretario della Cgil
(che lo chiama sempre a monetizzazione crescente) fa la
sua previsione: Fra tre o quattro mesi il governo dir che ha
avuto un successo straordinario. Solo che gran parte di quel
lavoro non sar aggiuntivo ma
sostitutivo, lavoratori anche a
tempo indeterminato che saranno spostati su questo contratto accettando tutele pi
basse. Taddei ribatte: Ma come si fa a dire questo? Oggi un
precario viene mandato via in
30 giorni, senza indennizzo subito e senza ammortizzatori sociali dopo. Con questo contratto avr indennizzo e ammortizzatori. Il brusio sale di tono.
Segretario lo chiama lei, reggendogli il microfono. Non
sono segretario, faccio parte
della segreteria del partito, risponde lui. E la Camusso lo incalza ancora: Nel sindacato
tutti quelli che sono in segreteria sono segretari. Siamo democratici, non gerarchici. In
sala qualcuno dice che sembrano Sandra e Raimondo in Casa
Vianello. E per fortuna siamo ai
titoli di coda.
Lorenzo Salvia
@lorenzosalvia
RIPRODUZIONE RISERVATA

Speranza: un Pd democratico
rispetta il Parlamento
Il governo ha sbagliato
va antidemocratica. Detto questo, Renzi stesso sa bene che
nessuno ce la fa da solo.
Teme un premier forte e un
Parlamento debole?
Un governo determinato e
capace di decidere un punto
di forza, per la forza del governo non basta. Ci aspettano
mesi decisivi per il Paese. Sul
piano della ripresa finalmente
si vede una speranza, come lo
stesso Renzi ha pi volte evi-

Nel partito
Il capogruppo dem:
sulla legge elettorale
la discussione aperta,
le Camere sono sovrane
denziato. Siamo dentro un ambizioso percorso di riforme,
dalla legge elettorale alla revisione costituzionale, dal fisco
alla scuola.
Il che giustifica il procedere a colpi di fiducie e decreti,
per dirla con le opposizioni?
Non sto ponendo una questione tecnica o regolamentare, sto dicendo occhio, perch
se non si costruisce un rapporto vero con il Parlamento non
si va da nessuna parte. Per
vincere le sfide che abbiamo

davanti assolutamente imprescindibile una piena sintonia tra Parlamento e governo.


Se vogliamo dare efficacia ai
provvedimenti c bisogno dellautonomia e dellautorevolezza del Parlamento.
Laver ignorato le commissioni un vulnus alla democrazia parlamentare?
No. Il governo non ha violato nessuna norma. Ma perch il sistema funzioni meglio
fondamentale un rapporto
migliore tra Parlamento e governo. Valorizzare il ruolo del
Parlamento compito del Pd.
Fa bene alla democrazia e rafforza il governo.
C aria di scissione?
No. La parola scissione non
esiste. La sinistra deve essere
protagonista dentro il Pd.
La sconfitta sul Jobs act
sembra confermare che non
lo . Il Pd va a destra, come
dicono alcuni suoi colleghi?
No. Il Pd il pi grande
partito della sinistra europea
perch non smarrisca la sua
strada. La mia scommessa
che la sinistra resti protagonista anche in un partito pi largo come oggi il Pd.
Si batter per il referendum sullarticolo 18?
No, non mi sembra questa
la risposta giusta.

Non credo
al teorema
delluomo
solo al
comando,
ma Renzi
stesso sa
bene che
nessuno ce
la fa da solo

Landini?
Non la
nostra
strada. C
bisogno di
una sinistra
di governo.
Le urla e i
proclami
televisivi
non bastano

E sui nominati dellItalicum, vi siete arresi?


La discussione aperta,
non esistono provvedimenti
blindati. Il Parlamento sovrano e i capilista bloccati sono sicuramente un tema, perch si
rischia che i partiti minori
eleggano solo parlamentari
nominati. Ma prima ancora c
il rapporto tra governo e Parlamento.
Bersani rivendica il metodo Mattarella, che per Renzi
ha adottato una volta sola.
Non cos, nel nostro lavoro parlamentare quotidiano
emerge anche il punto di vista
della sinistra. Su coppie di fatto e ius soli ci batteremo per
far avanzare i diritti. Quando il
Pd unito non vince Renzi o la
minoranza, vince il Paese.
Lelezione di Mattarella deve
restare un modello.
A che serve la convention
della minoranza?
A far capire che il Pd e la
stessa azione del governo sono
pi forti se la sinistra protagonista.
Landini la convince?
No, non la nostra strada.
C bisogno di una sinistra di
governo che migliori la vita dei
cittadini. Le urla e i proclami
televisivi non bastano.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Mercoled 25 Febbraio 2015

Il retroscena

di Maria Teresa Meli

POLITICA

Le mosse della minoranza


non preoccupano il premier:
manovre per trovare spazi

Dietro
le quinte

In Campania
provano ancora
a evitare i gazebo

Ai suoi spiega: il capogruppo non esageri, ricordi il suo ruolo


ROMA La polemica dentro il Par-

tito democratico nei confronti


del premier-segretario si sta
inasprendo. La minoranza, che
dopo la sconfitta sui decreti
attuativi del Jobs act, temeva di
veder appannata la sua immagine tenta di serrare i ranghi.
Tanto che persino il capogruppo dei deputati Roberto Speranza reduce da mesi e mesi
di mediazione tra il presidente
del Consiglio e i bersaniani
uscito allo scoperto, abbandonando lopposizione soft.
Eppure il premier fa mostra
di non preoccuparsi eccessivamente di quello che sta accadendo nei gruppi parlamentari
del suo partito. Sono tutte
manovre di posizionamento,
taglia corto. A suo giudizio si
tratta solo di questo, non dellinizio di una guerra vera e
propria nei suoi confronti.
Semplicemente, la minoranza
cerca di ritagliarsi degli spazi di
manovra e di trovare il modo
per contrattare sui prossimi
provvedimenti. Almeno, questo il giudizio di Renzi. Che
non sembra impressionarsi
troppo nemmeno per loffensiva del solitamente mite capogruppo del Partito democratico alla Camera, generalmente
pi propenso alla mediazione e
alla ricerca di un accordo con la
maggioranza che allo scontro:
Speranza deve mantenere il
punto, ma non pu esagerare,
altrimenti rischia di perdere il

Le risse
Sulla tv di Stato Renzi va
avanti: non mi
fermeranno, non ho
tempo per le risse verbali
ruolo.
Gi, perch il presidente dei
deputati del Pd deve essere il
presidente di tutti, dei non renziani come dei renziani. Non
pu spingersi a fare luomo di
parte, se decide di mantenere
una carica come quella. E infatti non un caso se da due giorni, a Montecitorio, non si parla
daltro, tra i parlamentari, che
dellopportunit che Speranza
resti al suo posto dopo laffondo al segretario. Una fetta dei
renziani vorrebbe, a met legislatura, quando le cariche vengono rinnovate o confermate,
proporre un altro al suo posto.
Ma c invece chi spinge per
non inasprire ulteriormente lo
scontro e per svelenire il clima.
Clima che, comunque, non
sembra preoccupare il presidente del Consiglio, il quale,
guardando alle manovre della
minoranza nei due rami del
Parlamento, commenta senza
acrimonia, ma con un filo
dironia: Sono tutte finte e nel
frattempo larticolo 18 non c
pi, mentre la Fiom perde pezzi. La realt questa, il resto sono illazioni, ipotesi e dietrologie. Insomma, il premier non
certo tra coloro che chiedono
la testa di questo o di quello
perch convinto che nel Partito democratico ognuno sappia bene fin dove possa spingersi .
Ma in realt lattacco concentrico. Viene dal leader della
Fiom, Maurizio Landini, che
accusa Renzi di non essere stato eletto. Come ad accusarlo di

I rapporti
Dopo una
sintonia iniziale
con Renzi,
Landini attacca
il Jobs act e a
novembre
rincara: Gli
onesti non
stanno con
Renzi
Lultima
polemica tra i
due riguarda la
discesa in
politica del
leader Fiom
(poi smentita)

essere un usurpatore. Il presidente del Consiglio gli risponde da Parigi e ha gioco facile a
replicargli: Ricordo che lItalia
una Repubblica parlamentare
e che nella discussione costituzionale proprio Landini ha
molto combattuto per evitare
che si trasformasse in qualcosa
di diverso. E quindi il Parlamento che d la fiducia a un
governo.
E non c solo Landini, anche
la presidente della Camera
Laura Boldrini attacca Renzi.
Sullipotesi di un decreto Rai,
per esempio. Eppure liter immaginato dal premier non
cambia. Si occuper di scuola e
di Rai: Non mi fermeranno.
Vogliono provocarci, ma non

abbiamo tempo per le risse verbali. I dati sono incoraggianti,


noi lavoriamo per portare a casa il risultato, le polemiche sulla leadership nella sinistra non
ci riguardano. Noi ci occupiamo di cose concrete, non di beghe. Quanto al problema decreti, quello Rai incluso, sollevato da Boldrini, dipende tutto
dallostruzionismo: Se le opposizioni lo applicano in ogni
passaggio parlamentare, lo
strumento naturale, chiamato
in gioco dalla carta costituzionale diventa il decreto legge. E
a Boldrini replica anche il vicesegretario Guerini: I decreti li
valuta il presidente della Repubblica, non lei, le servirebbe
ripassare la Costituzione.

Insomma, si va incontro a un
periodo difficile. Senza contare
che una fetta del Pd vuole mandare sotto il governo sullItalicum alla Camera. Bersani dice
a tutti i deputati: Io i capilista
bloccati non li voto. Con lo
scrutinio segreto la minoranza
potrebbe riuscire nel suo intento. Non a voto palese, perch non bastano una quarantina di deputati dissidenti per
mandare in tilt la maggioranza.
E la minoranza pd medita un
altro gesto clamoroso: le dimissioni dalla segreteria unitaria. Renzi tace e aspetta di capire quale sia il vero oggetto di
scambio: posti sicuri in lista alle prossime elezioni?
RIPRODUZIONE RISERVATA

11

369
i giorni
da quando
Matteo Renzi
presidente del
Consiglio: ha
giurato con i
ministri il 22
febbraio dello
scorso anno.
Il 24 ha
ottenuto la
fiducia al
Senato, il 25
alla Camera

Pare di vederli, quelli del


Pd, domenica prossima,
mentre con i gazebo
montati e gli elettori in fila,
cercano ancora di evitare le
primarie. Ieri ci hanno
riprovato in 48 delegati
in rappresentanza di varie
anime del partito con
un documento che
chiedeva la convocazione
per sabato di unassemblea
straordinaria che
proclamasse Luigi Nicolais
candidato unitario per le
elezioni regionali. Numeri
insufficienti e retromarcia
di qualcuno degli stessi
firmatari hanno fatto fallire
loperazione. Come sono
falliti tutti i tentativi
precedenti. Tutto fallito,
in questa storia delle
primarie. Anche la
credibilit del Pd campano.
(Fulvio Bufi)
RIPRODUZIONE RISERVATA

Quellasse M5S-Pd
per valorizzare
gli autori del Sud
Nei
programmi
dei licei il
Movimento
5 stelle
promuove il
ritorno di
Sciascia
(foto), Quasimodo, Grazia
Deledda. La deputata Maria
Marzana, prima firmataria,
ha fatto approvare una
risoluzione in commissione
Cultura alla Camera per
cambiare il regolamento
voluto nel 2010 dal ministro
dellIstruzione di
Berlusconi, Mariastella
Gelmini. Indicando gli
autori del 900, si
nominavano solo Verga e
Pirandello fra i nati sotto
Roma e solo Elsa Morante
fra le donne. Il Pd ha votato
la risoluzione, anzi ha
proposto correzioni
accettate dai grillini: raro
esempio di collaborazione.
Ora il governo dovr attuare
la risoluzione.
(Andrea Garibaldi)
RIPRODUZIONE RISERVATA

E Bersani scherza
con la scolaresca
in Transatlantico
Una scolaresca del liceo
Scienze umane di Bari entra
nel Transatlantico di
Montecitorio per la visita
culturale, proprio mentre
Pier Luigi Bersani sta per
lasciare il grande salone
della Camera. Chi ?,
domandano candidamente
alcune alunne. Altre invece
lo riconoscono e si fermano
a salutarlo. Un ragazzo si
presenta e lo abbraccia,
ricordandogli quando,
durante uniniziativa a Bari,
lex segretario del Partito
democratico si fece
fotografare con lui.
E quando Bersani si accorge
che il liceale lunico
maschio della classe, si
mostra molto divertito:
Davvero siete novecento
ragazze e solo cento ragazzi
in tutta la scuola? Poveri
maschietti....
(M.Gu.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

12

Mercoled 25 Febbraio 2015 Corriere della Sera

POLITICA

Laltol di Boldrini sul decreto Rai


Ira del Pd: spetta al Colle decidere

Il caso
La presidente
e le due
bacchettate
al governo

La terza carica dello Stato: non c urgenza. Il premier: dipende dallostruzionismo


Il presidente della Camera, Laura Boldrini, interviene
sulla Rai: Il decreto legge si
deve fare quando c materia di
urgenza. Sulla Rai non c qualcosa di imminente, non c una
scadenza. il no della terza
carica dello Stato allipotesi formulata dal presidente del Consiglio Matteo Renzi, un possibile decreto legge di modifica
dei criteri di nomina dei vertici
di Viale Mazzini. Ne aveva riparlato il ministro dellEconomia, Pier Carlo Padoan: Si ri-

ROMA

Gubitosi e Tarantola
Domani in cda il voto
sul piano Gubitosi
Caso Verro, Tarantola
convocata in Vigilanza
correr al decreto legge se ci
sar ostruzionismo. E in serata lo stesso premier a rimarcare: Saremo in grado di fare
qualche decreto in meno, se le
opposizioni faranno qualche
atto di ostruzionismo in meno. E se Ncd e Forza Italia si
trovano in pieno accordo con
Boldrini, dal Pd interviene il vicesegretario Lorenzo Guerini:
La valutazione sulla necessit
e urgenza dei decreti spetta al
presidente della Repubblica e a
nessun altro. E Michele Anzaldi: Critiche stupefacenti.
Intanto il sottosegretario allo

Sviluppo con delega alle Comunicazioni, Antonello Giacomelli, parla di un equivoco a


proposito delle dichiarazioni
di Padoan interpretate come
un via libera al discusso piano
di riforma dellinformazione
Rai del direttore generale Luigi
Gubitosi sicuramente voleva riferirsi alle quotazioni di
Rai Way. Con tutto quello che
ha da fare non credo che il ministro abbia avuto il tempo di
approfondire le criticit del
progetto informazione del ser-

vizio pubblico. Chi vicino a


Padoan conferma: era una valutazione generale sulloperato dei vertici Rai. Per domani
convocato il consiglio di amministrazione Rai a Milano. Con
una novit. Gubitosi non solo
presenter il piano (riduzione a
due soli direttori per i tg Rai)
ma lo metter immediatamente in votazione. Unaccelerazione decisa ieri per chiudere una
partita che Gubitosi ritiene
conclusa in base al principio
per il quale ai vertici Rai spetta-

Il discorso sullo stato della nazione

Il bilancio di Rajoy
prima delle urne:
la Spagna riparte

Il premier spagnolo Mariano Rajoy ieri a


Madrid nel suo discorso sullo stato della
nazione, lultimo prima delle elezioni che si
terranno in autunno, ha rivendicato lazione di
risanamento del Paese. Applausi dai Popolari,
forti critiche dai banchi socialisti.
(Reuters)

no i compiti di gestione dellazienda. Si annuncia un clima


incandescente in Vigilanza Rai,
convocata per oggi alle 14. Per il
presidente Roberto Fico, Movimento 5 Stelle, possibile avviare un meccanismo di revoca
del consigliere di amministrazione Rai Antonio Verro (Forza
Italia) rivolgendosi allassemblea dei soci Rai. Forza Italia lo
diffida con una lettera firmata
dai consiglieri (tra cui Maurizio
Gasparri, Paolo Romani, Renato Brunetta, Giorgio Lainati):
La commissione non pu avocare a s un potere che la normativa vigente chiaramente attribuisce al ministero dellEconomia. Fico controbatte:
Useremo tutti gli strumenti
necessari per fare definitivamente chiarezza su questa vicenda. Non ci fermiamo davanti a niente!. Intanto lufficio di
presidenza ha deciso la convocazione della presidente Rai,
Anna Maria Tarantola. Verro
sotto accusa per una lettera
dellagosto 2010 inviata a Silvio
Berlusconi (di cui linteressato
disconosce completamente la
paternit) in cui si elencano
trasmissioni fortemente connotate da teoremi pregiudizialmente antigovernativi (Berlusconi allora era a Palazzo Chigi,
ndr) e si suggeriva la nomina di
Susanna Petruni a direttore di
Rai Due.
Paolo Conti
RIPRODUZIONE RISERVATA

T
La riforma
Renzi ha
in programma
di modificare la
legge Gasparri
che dal 2004
regola il
sistema
radiotelevisivo,
se necessario
ricorrendo
a un decreto:
Capite che
la Rai non pu
essere
normata da
una legge
che si chiama
Gasparri,
ha detto
Immediate
le reazioni delle
opposizioni. Il
pi duro stato
proprio lex
ministro delle
Comunicazioni,
che su Twitter
ha dato
al premier
dellimbecille

ra sabato e ieri la
presidente della
Camera Laura
Boldrini intervenuta
molte volte nel vivo della
politica italiana. Sabato sul
dovere del governo di
ascoltare il Parlamento e
sui rischi delluomo solo
al comando. Il riferimento
era al Jobs act e al parere
delle commissioni che
bisognava tenere nel
dovuto conto. Ieri, sulla
non necessit di un decreto
sulla riforma della Rai. In
serata, andata in tv, da
Giovanni Floris e ha
parlato, fra laltro, contro i
vitalizi agli ex deputati
condannati per mafia. Non
basta: lei, accusata di aver
gestito la Camera a favore
del governo in occasione
della riforma
costituzionale, ha aggiunto
che il governo ha bisogno
di tempi certi, ma bisogna
anche dare garanzie alle
opposizioni. Il Pd
insorto, il vicesegretario
Guerini lha invitata a
pesare le parole, a tornare
figura di garanzia: Non
lei il capo dello Stato. In
tv Boldrini ha espresso il
desiderio che la sinistra sia
unita in un progetto con
una visione progressista del
Paese. Lei, eletta in una
coalizione Pd-Sel, che si
purtroppo rotta subito.
A. Gar.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Mercoled 25 Febbraio 2015

POLITICA

Lultimatum di Salvini a Tosi

Il centrodestra
Berlusconi
sta a guardare
I timori
sui centristi

Il segretario assicura di non voler espellere nessuno: ma chi contro Zaia si autoesclude
Il rivale accusa alcuni leghisti miserabili. Il governatore: abominevole una sua lista
MILANO Se la giornata potesse
esser sintetizzata in due parole,
di certo sarebbero abominevole e miserabile. Pronunciate da leghisti nei confronti
di leghisti. La scontro allultimo sangue che sta dilaniando
la Lega in Veneto con il segretario del partito Flavio Tosi
che minaccia la sua candidatura contro il governatore Luca
Zaia alle imminenti elezioni regionali ogni giorno raggiunge nuovi sovracuti. E si va trasformando in guerra dei nervi.
Abominevole , secondo
Luca Zaia, leventualit che Tosi
possa scendere in campo contro di lui: I veneti la valuterebbero come unipotesi che va al
di l di ogni pessima aspettativa. La notizia non solo nellaggettivo scelto dal governatore, ma nel fatto che il misurato presidente abbia abbandonato il silenzio fin qui
osservato. E dunque, la dichiarazione in Veneto viene letta
come certificazione del fatto
che il segretario Matteo Salvini
contro Tosi andr a fondo.

15,2
la percentuale
ottenuta in
Veneto dalla
Lega Nord
alle Europee di
maggio 2014

60,2
la percentuale
con cui Zaia
stato eletto
governatore
alle Regionali
del 2010

Del resto, lo ha detto lo stesso segretario: Su Zaia non si


discute. Chi lo mette in discussione si mette fuori gioco. Se
c qualche leghista che ha
tempo da perdere per beghe
interne si accomoda fuori.
Quanto a Tosi, se vuole litigare con il mondo, il problema
non mio. Poi, il capo leghista attenuer, ma proprio di un
soffio, la sua presa di posizione. Per dire che lui non espelle nessuno. Ma c qualcuno
che eventualmente si autoesclude. E cio, chi non sostiene Zaia, sostenga la Moretti, Corrado Passera o Alfano.
Flavio Tosi ed qui che
entra la seconda parola chiave
della giornata a sua volta ha
detto che far di tutto per
partecipare alla manifestazione salviniana Renzi a casa
che si svolger sabato pomeriggio a Roma. Un fatto, fino allaltro giorno, tuttaltro che scontato. Il sindaco-segretario ha
detto che far limpossibile
per essere alla manifestazione
di sabato. Il che, tra laltro, con-

tiene una nuova insidia: la possibilit di pubbliche contestazioni. Spiega Tosi: Io avevo
detto che il mio primo dovere
fare il sindaco e sabato ho
linaugurazione di una fiera.
Per, far di tutto per essere a
Roma per non prestare il fianco a dei miserabili speculatori. E chi sono? Chi fa polemica, non sul territorio e prende

Sulla manifestazione
Il primo cittadino:
Far di tutto
per essere in piazza
sabato a Roma
un pacco di soldi perch riveste
ruoli istituzionali. Gente che
dovrebbe vergognarsi. Tosi
specifica che non sta parlando
di Salvini, e gli esegeti del suo
pensiero chiariscono che il destinatario dello strale leurodeputato veronese Lorenzo
Fontana. Buon amico di Tosi fino a qualche tempo fa, ieri ha

invitato il segretario alle dimissioni. Il problema di Tosi sembra essere quello: anche suoi
sostenitori storici sembrano
sempre meno convinti della
posizione da lui presa. Molti,
allavviso di Salvini (i leghisti
saranno a Roma) hanno fatto
sapere che alla manifestazione
ci saranno. Mentre un antico
nemico di Tosi, il sindaco di
Padova Massimo Bitonci, ieri lo
ha invitato pubblicamente alle
dimissioni: Non vedo alcuno
scontro fra Lombardia e Veneto. Lunica frattura, purtroppo
evidente, quella fra un singolo esponente, impegnato in
una lotta personale che non
convince nemmeno i suoi fedelissimi, e il resto del movimento. Per concludere: Chi
tentenna davanti alla chiamata
di Salvini, chi non si sente a casa con sostenitori e militanti,
abbandoni il movimento. Abbiamo bisogno di passione e di
umilt, non di dubbi e pretese
personali.
M. Cre.
RIPRODUZIONE RISERVATA

A Roma
Il sindaco di
Verona Flavio
Tosi, 45 anni,
con la leader di
Fratelli dItaliaAn Giorgia
Meloni, 38 anni,
ieri davanti a
Palazzo Chigi.
Il progetto del
primo cittadino
leghista sarebbe
quello di
ricostruire
il centrodestra
con unalleanza
aperta a FI, Ncd
e FdI. Questo
delle ipotetiche
alleanze uno
dei fronti di
scontro tra Tosi
e i vertici del
Carroccio: dal
segretario
Matteo Salvini
la chiusura
verso Ncd
netta perch
al governo con
Renzi
(Ansa)

Il retroscena

di Marco Cremonesi

Ma no, tutto questo


non ci riguarda. Noi lavoriamo
con Matteo Salvini e Luca Zaia. Giovanni Toti, il consigliere politico di Silvio Berlusconi,
vuole sgomberare il campo da
ogni dubbio. Forza Italia, per le
elezioni regionali in Veneto, discute con il segretario della Lega e il governatore uscente, tenendo dentro tutte le forze del
centrodestra da Area popolare
alla Lega a Forza Italia. Andiamo avanti su quella strada, con
quegli interlocutori.
Perch Toti lo sottolinea? Il
fatto che ieri, a met giornata,
prende a tambureggiare una
voce: il segretario della Liga veneta Flavio Tosi, separato da
asprissima contesa da Salvini e
Zaia, dopo aver partecipato alla
trasmissione Un giorno da
pecora su Radio2, avrebbe intrapreso una ricognizione ro-

MILANO

Lo scontro
La rivalit tra
il governatore
uscente (e
ricandidato) del
Veneto Luca
Zaia e il sindaco
di Verona
Flavio Tosi di
antica data ma
si riaccesa
nelle ultime
settimane con
lapprossimarsi
delle elezioni
regionali
Tosi, che
anche
segretario della
Liga Veneta,
vorrebbe
affiancare alla
Lega e alla lista
civica con il
nome di Zaia
anche altre
liste civiche che
possano
pescare
nellelettorato
moderato. Il
governatore
non
daccordo
Il segretario
della Lega
Matteo Salvini
ha cercato di
intervenire
incontrando i
due
contendenti il
16 febbraio
scorso. Ma il
vertice non ha
dato risultati e
la tensione
rimasta alta

Il sindaco sonda Ncd


e incontra Brunetta
Luned la resa dei conti

Toti
Lavoriamo
con Salvini
e Zaia
tenendo
dentro tutte
le forze del
centrodestra
da Area
popolare
alla Lega

mana a caccia di possibili alleati.


Vero? Non vero? Renato Brunetta dice che s, lui ha visto il
sindaco di Verona: Certo. Flavio un vecchio amico. Ma...
Non mi faccia dire altro. Assai pi grave, in ambito leghista, la possibilit che Tosi abbia
incontrato esponenti di vertice
del Nuovo centrodestra. Non
Angelino Alfano, che ieri ha
trascorso buona parte della
giornata a Parigi. Magari, per,
Gaetano Quagliariello. Chiss.
Il coordinatore nazionale del
Ncd mantiene il segreto: Non
confermo n smentisco. Oggi
resto in silenzio.
Ma per i leghisti, gi roba
da massimo della pena: laccusa, pronta per essere formulata, intelligenza con il nemico.
Tosi ieri ha detto che s, parteciper alla manifestazione sal-

viniana di Roma. Ma, appena


quattro giorni prima, dicono in
Lega, gi nella Capitale per
trattare alleanze per la sua corsa contro Luca Zaia. Con il Ncd
e magari alcuni ricostruttori
di Raffaele Fitto.
In effetti, per i leghisti sarebbe stato assai meglio se Tosi sabato avesse dato buca alla
manifestazione romana. Si sarebbe cos messo fuori da solo, per usare le parole di Salvini. Il sindaco ha per avvertito
linsidia. Ora, rischia di vedersi
contestato in piazza. Ma sa be-

Il rischio cacciata
Al consiglio federale c
chi potrebbe chiedere
di azzerare il Veneto
e cacciare il dissidente

13

ne che uno spettacolo che lo


stesso segretario risparmierebbe volentieri ai militanti.
E cos, in Veneto, si preparano le mosse successive. Qualcuno, si fa il nome del sindaco
di Padova Massimo Bitonci, potrebbe chiedere al consiglio federale del movimento gi
convocato per luned prossimo
il commissariamento di tutto il consiglio veneto (oggi cont ro l l a to d a To s i ) e a n c h e
lespulsione del segretario: tra i
capi daccusa, i manifesti di
Ricostruiamo il Paese, la
fondazione tosiana. Su cui, ai
sensi di legge, ci sarebbe la
scritta organizzazione politica. Insomma: un leghista non
pu fondare altre organizzazioni politiche.
Ma il rebus di Salvini tutto
qui: il leader che fu padano ritiene che Flavio Tosi preferisca
di gran lunga essere espulso
che non mettersi nei panni di
chi lascia la Lega per candidarsi contro il governatore della
Lega. Del resto, il sindaco di Verona esplicito: Mi dicevano
che dovevo andar fuori dal movimento anche quando spiegavo di non essere secessionista.
Se qualcuno decidesse di farmi
fuori, ognuno si assumer le
proprie responsabilit.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il clima
interno al
Carroccio si
guastato. Da
un lato, c chi
ha fatto filtrare
lipotesi di un
commissariamento della
Liga Veneta per
togliere a Tosi
la possibilit di
scegliere i
candidati alle
elezioni
regionali. Il
sindaco di
Verona,
dallaltro, ha
lasciato
circolare
lipotesi di una
sua
candidatura in
contrapposizione a Zaia
Ultimo
oggetto di
scontro la
manifestazione
indetta dalla
Lega a Roma
per sabato. In
un primo
momento Tosi
aveva
declinato
linvito per altri
impegni ma ieri
ha chiarito che
ci sar

di Paola Di Caro
ROMA tornato a Roma per

riprendere le redini di un
partito che continua a
tormentarsi al suo interno,
e stenta a trovare il bandolo
della matassa delle
alleanze. Silvio Berlusconi
riunisce i suoi fedelissimi a
palazzo Grazioli e mette
mano al dossier regionali,
convocando i candidati
presidenti Schittulli per
la Puglia, Caldoro per la
Campania, il sindaco di
Assisi Ricci che potrebbe
correre in Umbria ma
soprattutto ragiona su
come far tornare FI al
centro dei giochi.
Il caos interno alla Lega,
il possibile strappo di Tosi
suscitano linteresse degli
azzurri, che tengono i
contatti con il sindaco di
Verona e non sbattono la
porta: Brunetta, anche per
colleganza regionale, lo
incontra, gli parla, lo
ascolta. Ma, per il
momento, da Berlusconi
non c via libera ad una
trattativa: I nostri
interlocutori restano
Salvini e Zaia, alla fine non
potranno fare a meno di
noi, la linea dettata ai
suoi. In verit, la cautela
dettata anche dal rapporto
intriso di diffidenza

Scenari
La preoccupazione
che gli alfaniani si
sfilino per scegliere
di restare con Renzi
reciproca con lNcd.
Berlusconi ha bisogno
dellalleanza con Alfano per
sperare di riconquistare
lunica regione a guida
azzurra, la Campania, e sa
che mai il leader centrista
potrebbe accettare di essere
escluso in Veneto per il veto
di Salvini. Ma il timore in
casa azzurra che lNcd,
alla fine, si sfili per
scegliere Renzi. Timore
speculare di Alfano e dei
suoi: FI potrebbe cedere ai
diktat della Lega, non
sappiamo se fidarci.... Per
questo tutti cercano prove
di fedelt: Da Ncd dice
Toti ci aspettiamo
qualche passo che li
distingua dalla
maggioranza: non
facilissimo correre con chi
sostiene che il governo va
avanti fino al 2018 e che
bello, bravo e
riformatore.... In questo
clima, continua roboante lo
scontro tra i fittiani e il
neocoordinatore della
Puglia Vitali, che attacca sui
conti del partito in Puglia e
annuncia repulisti nelle
liste. Contrattaccano gli
avversari i conti sono solo
nazionali e non regionali,
se si va avanti cos si finisce
in tribunale anche perch
tutto nel partito
illegittimo. E Fitto, che
venerd e sabato sar
proprio in tour in Veneto
per accrescere le sue truppe
al Nord, tiene affilate le
armi: in caso di ritorsioni,
di rottura clamorosa, nulla
sarebbe escluso. Nemmeno
il sostegno a candidati
diversi da quelli di FI.
RIPRODUZIONE RISERVATA

14

Mercoled 25 Febbraio 2015 Corriere della Sera

Corriere della Sera Mercoled 25 Febbraio 2015

15

Esteri
Il caso
Il mistero dei droni
Ora volano di notte
nei cieli di Parigi
DAL NOSTRO CORRISPONDENTE

I punti
Si rinsalda
lasse sulla
Libia: un
intervento di
peacekeeping
non
allordine del
giorno
Via libera alla
realizzazione
della tav
Torino-Lione
Si parlato
anche di
collaborazione
in tema di
terrorismo
La firma Il presidente del Consiglio Matteo Renzi e il presidente francese Franois Hollande firmano laccordo per completare il tratto transfrontaliero della Tav Torino-Lione

Tra Hollande e Renzi


asse comune sulla Libia
Ma niente truppe
Nella Ue priorit alla crescita. Via libera alla Tav
DAL NOSTRO CORRISPONDENTE

Grazie Franois, ce
nest quun dbut, dice Renzi
a Hollande nel primo vertice
italo-francese al quale partecipa, questo solo linizio. Il
presidente del Consiglio italiano ricorda che Hollande stato
il primo capo di Stato a invitarlo dopo la nomina a capo del
governo, un anno fa, e traccia
un primo bilancio della collaborazione: Oggi grazie allazione comune di Francia e
Italia la parola crescita entrata nel vocabolario europeo:
non pi una parolaccia, anzi
un obiettivo chiaro.
La conferenza stampa dopo
il summit anche, come sem-

PARIGI

pre negli ultimi anni, un esercizio di stile per sottolineare


quanto eccellenti siano le relazioni tra le due nazioni sorelle. Ma vero che su ogni tema
c identit di vedute tra Parigi
e Roma. Nei primi mesi della
presidenza Hollande in molti
avevano ipotizzato un asse del
Sud dellEuropa in funzione
anti-tedesca: sgombrato il
campo da quellillusione, riaffermato in ogni occasione il
rapporto speciale e irrinunciabile di Parigi con Berlino, Francia e Italia hanno comunque
cercato di re-equilibrare la politica europea in favore della
crescita (e non solo del rigore).
La Francia rispetta sempre i
suoi impegni, lo far anche nei

prossimi mesi e anni, ha detto


Franois Hollande a proposito
della soglia del 3 per cento (deficit/Pil) che continua a sfuggirgli: luned, secondo quanto
scrive il quotidiano economico
tedesco Handelsblatt, Bruxelles potrebbe concedere altri tre
anni supplementari alla Francia, che avrebbe cos tempo fino al 2018 per rientrare nei parametri.
In attesa di quella decisione,
i due leader ieri hanno sottolineato i passi avanti fatti dalle
rispettive economie. La politica economica dellEuropa ha
cambiato direzione: un grande risultato per il quale esprimo gratitudine a Franois
ha detto Renzi . Oggi la situa-

2018
Secondo il
giornale
tedesco
Handelsblatt,
la Commissione Ue pronta
a concedere a
Parigi 3 anni
(fino al 2018)
per rientrare
nei parametri
di Maastricht

zione positiva: ha smesso di


piovere, ancora non c il sole
ma vediamo le prime luci dellarcobaleno.
Sulla Libia, la Francia sostiene tutti gli sforzi dellItalia
affinch al livello pi elevato,
vale a dire lOnu, si possa trovare soluzione al caos e quindi al
terrorismo, ha detto Hollande. Renzi ha ricordato che la
Libia non un problema italiano ma una priorit di tutta lEuropa. Uneventuale missione
militare di peacekeeping non
allordine del giorno. Lobiettivo semmai favorire un accordo delle fazioni libiche: La pace in Libia la possono fare solo i
libici, non la possiamo fare noi
per loro, ha detto Renzi.
Quanto al problema degli sbarchi, Hollande ha annunciato
che stato chiesto alla Ue il
rafforzamento della missione
Triton.
Tra i sette accordi firmati ieri
a Parigi, due riguardano la Tav
Torino-Lione, per la quale
non ci sono pi ostacoli, ha
detto Hollande: via ai lavori per
il tratto transfrontaliero, e presentazione allUnione europea
della richiesta di sovvenzione
per il 40% dei costi sul periodo
2014-2020.
Stefano Montefiori
@Stef_Montefiori

Sullimmigrazione, lItalia
ha incassato il
sostegno al
rafforzamento
di Triton
Asse
comune
sulleconomia:
Italia e Francia
reiterano il loro
impegno a
lavorare
allistituzione di
unautentica
capacit
finanziaria
dellEurozona,
per finanziare
politiche e
investimenti
che hanno
unincidenza
maggiore sulla
crescita e
loccupazione

RIPRODUZIONE RISERVATA

Londra sfodera i muscoli e invia soldati in Ucraina


Sono consiglieri militari. Cameron a Mosca: siamo pronti a inasprire le sanzioni
DAL NOSTRO CORRISPONDENTE

Downing Street batte


un colpo. Pi che altro per dire
che Londra non ci sta a fare da
spettatore passivo della crisi in
Ucraina e per rispondere alle
critiche di chi ha accusato il governo britannico di essere assente dai giochi diplomatici
europei. E senza dubbio, nelle
ultime settimane la marginalit di David Cameron nella ancora fragile mediazione del 12
febbraio, guidata da Berlino e
Parigi, risultata evidente.
Cos il primo ministro conservatore, incalzato sul fronte
interno, ha pensato di mostrare un po di muscoli andando a
Westiminster, alla Camera dei
Comuni, per annunciare che
Londra sar il paletto pi forte
della tenda che si sta piantando a Kiev. Lo slogan, tradotto,
LONDRA

significa che invier dal prossimo mese (e lontano dalle zone


calde del cessate il fuoco) un
primo contingente di 75 militari in qualit di consiglieri per
lintelligence, per la logistica e
per laddestramento delle trup-

Mobilitazione

La Lituania in allarme
ripristina la leva di massa
La Lituania ha deciso di ripristinare il servizio
militare di leva maschile. La presidente, Dalia
Grybauskaite, ha detto che si tratta di una
misura resa necessaria dalla violenza
crescente in Ucraina. La leva obbligatoria sar
reintrodotta per cinque anni, a partire dal
prossimo settembre. Il servizio durer nove
mesi e interesser un primo scaglione di 3.000
uomini di et compresa fra i 19 e i 27 anni.

pe di artiglieria ucraine.
Il numero conta poco, conta
il messaggio politico che Downing Street vuole lanciare: se la
Russia continuer ad armare i
ribelli e se non si osserver laccordo di Minsk, Cameron chieder allEuropa nuove pesanti
sanzioni economiche nei confronti di Mosca (specie sul
fronte bancario) e non esclude,
a patto che sulla stessa linea si
mettano anche gli Stati Uniti,
linvio di armi pesanti.
Il premier britannico compie una mossa che ha lo scopo
di replicare a chi gli contesta
limmobilismo e di riportarlo
al tavolo dal quale assente o
stato escluso (non importa se
siamo materialmente presenti
ma importa essere consultati
passo dopo passo) e improvvisamente riscopre lEuropa:
Sarebbe un fallimento per

tutti noi se la Ue non riuscisse


ad opporsi unita e in maniera
decisa a Putin che sta cercando
di smantellare una democrazia, uno Stato sovrano e membro della Nazioni Unite.
Dunque, via al mini contingente in Ucraina. Che anche
una risposta alle provocazioni russe nei cieli e nei mari attorno al Regno Unito. Nei mesi
scorsi stata ripetutamente segnalata la presenza di sottomarini nucleari di Mosca al largo
della Scozia, pochi giorni fa un
bombardiere stato intercettato dalla Raf e accompagnato
lontano dallo spazio aereo sulla Manica. Ultimo episodio di
un film che, nel 2014, ha registrato, per otto volte, incroci
pericolosi ad alta quota fra russi e britannici.
Fabio Cavalera
RIPRODUZIONE RISERVATA

Liniziativa

Il premier
David Cameron
ha deciso di
inviare
consiglieri
militari in
Ucraina
I soldati
britannici
dovranno offrire
consigli e
addestrare le
forze
governative di
Kiev

PARIGI Il primo drone


stato avvistato intorno alla
mezzanotte sopra
lambasciata degli Stati
Uniti, poco lontano
dallEliseo, e si diretto poi
dallaltra parte della Senna,
verso lesplanade des
Invalides. I gendarmi
responsabili della sicurezza
hanno dato lallarme ed
cominciata linutile caccia
ai piloti. Poi, tra luna e le
sei del mattino, altri
quattro avvistamenti: Tour
Eiffel, place de la Concorde,
Bastiglia, Tour
Montparnasse. Anche qui,
la polizia non stata in
grado di trovare le persone
al comando dei piccoli
apparecchi. Parigi (come
ogni altra area
metropolitana francese)
non pu essere sorvolata,
chi viola la legge rischia un
anno di carcere e fino a 75
mila euro di multa. Nel
momento in cui pi droni
vengono fatti volare nello
stesso momento, con
unazione coordinata,
difficile pensare a una
ragazzata dice lesperto
di sicurezza aerea
Christophe Naudin .
Piuttosto, limpressione
che si cerchi di mettere alla

prova i servizi di
intelligence, proprio nei
giorni in cui il piano antiterrorismo Vigipirate al
massimo livello di allerta.
La beffa ai sistemi di
sicurezza continua ormai
da mesi: lo scorso autunno
sono state sorvolate una
ventina di centrali nucleari,
poi il 20 gennaio un drone
stato avvistato sopra
lEliseo, e nella notte tra il
28 e il 29 dello stesso mese
altri apparecchi hanno
volato sopra quattro
sottomarini nucleari nella
rada di Brest. In occasione
delle azioni sulle centrali
nucleari si era pensato a un
gesto dimostrativo di
militanti ecologisti per
dimostrare linadeguatezza
delle misure di sicurezza,
ma quella pista non aveva
avuto seguito. Lanno
scorso a Nancy un 18enne
ha dovuto pagare una multa
di 400 euro per avere
filmato i tetti con un drone,
e in ottobre un turista
israeliano a Parigi stato
condannato a pagare la
stessa cifra. La GTA
(gendarmeria dei trasporti
aerei) dice che stato
costituito un gruppo di
lavoro di una decina di
investigatori specializzati in
aeronautica, che si
occuper a tempo pieno di
trovare i responsabili
dellazione della scorsa
notte.
S. Mon.
RIPRODUZIONE RISERVATA

16

Mercoled 25 Febbraio 2015 Corriere della Sera

Corriere della Sera Mercoled 25 Febbraio 2015

ESTERI

17
#

Isis rapisce 150 cristiani assiri


Anche donne e bimbi. Alcuni uccisi

Diplomazie

di Massimo Gaggi

Usa-Iran, ipotesi
di congelamento
del nucleare

La comunit manda volontari a combattere con i curdi. I raid non bastano


La vicenda

Duro Salehi, negoziatore iraniano

allievo e il
professore. Si visto
anche questo
nellinterminabile
negoziato Usa-Iran sul
programma nucleare di
Teheran: i ministri degli
Esteri dei due Paesi, Kerry e
Zarif, sono stati affiancati
dal capo dellAgenzia
atomica iraniana Ali Akbar
Salehi, un ex studente del
Mit di Boston, e dal
ministro dellEnergia Usa,
Ernest Moniz, che stato
suo docente. Vecchi
conoscenti, ma non un
clima da rimpatriata: Salehi
rappresenta lala dura di
Teheran contraria alle
concessioni negoziate da
Zarif, accusato di accettare
un compromesso che
inchioderebbe lIran sul
nucleare per pi di una
generazione. Salehi vuole
poter produrre uranio
arricchito gi nel 2021
quando scadr il contratto
di fornitura dalla Russia.
Come uscirne? Per evitare
che gli ayatollah leghino le
mani ai negoziatori,
Washington si prepara ad
accettare un accordo meno
ambizioso in termini di
durata. Teheran si impegna
a restare in una condizione
tale da richiedere almeno
un anno di tempo per
produrre una bomba
atomica, qualora decidesse
di rompere laccordo. La cui
durata, per, non sar di 20
anni come chiedeva Obama
ma di 10 (o quindici ma con
lIran che pu ricominciare
a costruire centrifughe per
arricchire luranio negli
ultimi 5 anni). Si riuscir ad
arrivare a un accordo nei
tempi stabiliti (intesa di
massima a fine marzo e
formale a giugno)? E come
verr accolta? Il negoziato
complesso, i nodi molti:
soprattutto laccettazione
da parte di Teheran di
ispezioni severissime.
Considerate indispensabili
anche dallAgenzia atomica
internazionale che accusa
lIran di non aver dato
risposte adeguate alle sue
richieste. Il negoziato
riprender luned prossimo
proprio mentre il premier
israeliano Netanyahu,
avversario di un accordo
che considera un paravento
per le mire nucleari
iraniane, parler davanti al
Congresso ma non vedr
Obama, col quale tira aria
di rottura. Incalzato dai
duri, il presidente Rouhani
ha pochi margini di
manovra, ma anche la Casa
Bianca che deve vedersela
con un Congresso in
maggioranza ostile
allaccordo e che ieri ha
cercato di ridimensionare
la portata delle
anticipazioni. Che non sar
un trattato: non richieder
un voto parlamentare.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Nelle zone
occupate
dallIsis,
soprattutto nel
nord-est
dellIraq, c
stato un esodo
di cristiani: in
migliaia hanno
lasciato le loro
case e chi
rimasto stato
costretto a
convertirsi
allIslam o a
pagare una
tassa
In Iraq i
cristiani
vivevano nella
piana di Ninive,
a Kirkuk, Erbil e
Qaraqosh in
Iraq: sono
fuggiti dalle
zone
conquistate
dallIsis per
rifugiarsi
soprattutto a
Erbil. Nella
capitale
Bagdad ci sono
pi di 60
chiese. In totale
da 800 mila di
pochi anni fa i
cristiani in Iraq
oggi sono
meno di 300
mila
In Siria, la
comunit
cristiana si
per lo pi
schierata con il
presidente
Assad
vedendovi un
baluardo
contro
lestremismo
islamico. A
Raqqa, il
quartier
generale
dellIsis nel
Paese, i
cristiani erano
circa l1% della
popolazione,
ma molti sono
fuggiti. Venti
leader della
chiesa locale
hanno dovuto
accettare
lobbligo di
pagare una
tassa e di
evitare di
mostrare
pubblicamente
i segni della
propria fede

Il rapimento negli ultimi tre


giorni di almeno 150 cristiani
di denominazione assira nel
nordest della Siria segna un
nuovo salto di qualit nelle
strategie persecutorie dei militanti dello Stato Islamico (Isis).
A fornire le nuove cifre il presidente del Consiglio nazionale
siriaco, Bassam Ishak: Abbiamo verificato che sono almeno
150 le persone rapite. Non solo. Uno dei famigliari dei sequestrati ha denunciato che
Isis ha iniziato ad uccidere alcuni ostaggi.
Lestate scorsa, dopo le loro
vittorie nella regione di Mosul
e le aree di Niniveh che sono la
culla dellantica civilt cristiana
tra Iraq e Siria, i jihadisti dellIsis avevano posto la popolazione di fronte ad una scelta
molto netta: poteva convertirsi
allIslam, oppure restare alle
proprie case pagando la jazia, lantica forma di tassazione imposta a ebrei e cristiani

dalle autorit musulmane.


Quasi subito per lalternativa
divenne ancora pi drastica:
convertirsi, oppure la fuga dalle terre controllate dal Califfato perdendo ogni propriet,
compresi i risparmi, i gioielli di
famiglia. Chi fosse rimasto sarebbe stato abusato (le donne
giovani violentate, i bambini
piccoli convertiti) ed eventualmente ucciso. Oggi Isis sembra
infine optare per la caccia aperta ai cristiani, visti come nemici da eliminare, nuovi Crociati da perseguitare sempre e
comunque, senza concedere
alcuna alternativa.
Il segnale di allarme pi gra-

La caccia
Oggi Isis sembra
optare per la caccia
aperta ai cristiani, visti
come nuovi Crociati

ve era giunto una settimana fa


con la diffusione del video di
Isis della decapitazione di 21
copti egiziani in Libia. Ora gli
eventi siriani paiono confermare le nuove scelte di violenza
totale. Isis sui suoi siti abitudinari ufficialmente non conferma. Pure, il suo notiziario online, Al Bayan, parla della cattura di decine di crociati. Ma i
suoi militanti riportano foto e
dettagli di blitz mirati a prendere in massa le popolazioni
cristiane residenti nella rete di
villaggi assiri posti a ridosso
delle zone controllate dalla milizia combattente curda siriana
(Ypg) e lungo il confine con la
Turchia. In particolare, sarebbe
stato razziato il villaggio di Tal
Tamr con la caccia indiscriminata ai civili.
Pare che Isis voglia scambiarli con i propri uomini prigionieri dei curdi. Lazione avviene in un momento di intensificazione degli scontri tra i

21
I copti egiziani
uccisi in Libia
da milizie
affiliate allo
Stato Islamico

3
mila
I cristiani
fuggiti nelle
regioni curde
siriane

curdi e Isis. Ma levento rilevante degli ultimi mesi che adesso accanto ai curdi combattono
volontari cristiani, in particolare fedeli della chiesa assira, che
stanno costituendo milizie
proprie. Non a caso, i cristiani
delle zone attaccate cercano riparo nelle regioni curde siriane
e specie nelle sue due cittadine
pi importanti. Oltre 3.000 sarebbero fuggiti a Hassakeh e
soprattutto Qamishli, la capitale dello Ypg. Un segnale forte del rinnovato desiderio dei
cristiani locali di difendersi in
modo militare era giunto il 10
febbraio da Londra, dove
Bashar Warda, patriarca caldeo
di Erbil, aveva chiesto un intervento pi deciso dellOccidente: Come cattolico mi difficile dirlo aveva dichiarato al
parlamento inglese ma i
raid non bastano. Occorrono
vostre truppe sul terreno.
Lorenzo Cremonesi
RIPRODUZIONE RISERVATA

Bandiere Manifestanti gridano slogan pro-Isis a Mosul, in Iraq. I miliziani dello Stato Islamico hanno rapito decine di cristiani assiri, incluse donne e bambini, nel nord-est della Siria

La Storia

Unantica confessione che parla ancora in aramaico


di Roberto Tottoli
Gli eventi che stanno
sconvolgendo Siria e Iraq portano
tragicamente agli onori della
cronache nomi di etnie, di sette e
di chiese cristiane che hanno
popolato e popolano il mondo
islamico. Questi eventi mostrano
la complessit della regione e
della storia di terre che hanno
visto nascere civilt millenarie e
hanno conosciuto la prima
diffusione del cristianesimo.
Lattacco dellIsis contro i cristiani
caldei e assiri prelude forse
allennesimo triste destino di
quella che una minoranza
religiosa che ha purtroppo gi
conosciuto molte tragedie. Come
tutte le altre comunit cristiane
nel mondo islamico, i cristiani
della Chiesa assira dOriente e i
caldei della Chiesa caldea unita a
Roma, insieme ai siro-cattolici,

sono in continua erosione e


contano ormai pi fedeli nelle
comunit della diaspora
mondiale. Sono alcune tra le
numerose chiese e confessioni
cristiane che vivevano e ancora
sopravvivono nellampia regione
in cui il cristianesimo nacque in
Vicino Oriente. Assiri e caldei
erano comunit un tempo
numerose e importanti in
particolare nella regione
mesopotamica settentrionale.
Hanno vissuto per secoli in buoni
rapporti con altre etnie e
confessioni ai confini dellImpero
ottomano e sotto lautorit dei
loro Patriarchi, conservando una
relativa autonomia e senza
particolari problemi con i
musulmani che li circondavano. I
rapimenti di queste ore sono per
lultimo capitolo di una storia che
nellultimo secolo si fatta
tragica. Le chiese irachene hanno
gi conosciuto lutti nella prima

Guerra Mondiale e negli anni 30,


eventi che li hanno spinti alla fuga
verso la Siria, a Mosul o in Iran. E
da ultimo anche verso Stati Uniti e
Canada. Negli anni successivi
hanno dovuto subire attacchi da
parte dei vari governi iracheni,
pulizie etniche da parte di turchi e
curdi, che hanno fatto della storia
recente una serie interminabile di
massacri. Cacciati dalle loro terre,
in Siria hanno occupato una
trentina di villaggi, in un esilio
accettabile e anche pacifico,
almeno fino allavvento dellIsis.
Qui hanno finora potuto
proseguire in stili e modi di vita

Origini
Sono tra le chiese che
ancora sopravvivono
nella regione in cui il
cristianesimo nacque

tradizionali, nel ricordo delle


antiche tradizioni delle regioni di
origine, e soprattutto preservando
luso di dialetti aramaici moderni.
Laramaico e il siriaco, lingue di
antica tradizione cristiana,
sopravvivono ormai a stento in
minoranze come queste, il cui
destino sembra segnato
nellindifferenza generale.
Studiosi da anni impegnati a
preservarne il patrimonio
culturale unico, come Alessandro
Mengozzi dellUniversit di
Torino, non hanno fatto mancare
appelli e allarmi per una
situazione ormai insostenibile.
Insostenibile innanzitutto per le
sorti di uomini e donne cristiani
cacciati dalle loro case in cui
hanno vissuto per secoli, ma
anche per la loro lingua,
laramaico, il cui futuro pare
tristemente segnato dopo oltre
duemila anni di storia.
RIPRODUZIONE RISERVATA

18

Mercoled 25 Febbraio 2015 Corriere della Sera

Corriere della Sera Mercoled 25 Febbraio 2015

La storia

di Sara Gandolfi

ESTERI

19

Lamericano che si batt


a fianco di Che Guevara
Ora interviene il Papa
Mediazione con Cuba per far rientrare la salma negli Usa

Olga ricorda bene quando


nel campo ribelle arriv quellamericano su un cavallo bianco, come in un film. Lei aveva
poco pi di ventanni, lui era
lunico straniero, oltre allargentino Che Guevara, ad
aver raggiunto il grado di Comandante dei barbudos di Fidel Castro. Era la primavera del
1958, fra la maestra cubana di
Santa Clara e lo yanqui fu amore guerrigliero. E di l a qualche
mese, la rivoluzione trionf.
Cinquantasei anni dopo, c
grande attesa per il secondo
round negoziale fra Cuba e Stati Uniti, che si apre venerd a
Washington. Due donne, Josefina Vidal e Roberta Jacobson,
diplomatiche a capo delle rispettive delegazioni, tenteranno di smussare le profonde
differenze e trovare laccordo
per la riapertura delle ambasciate, primo passo del disgelo
avviato in dicembre. Ma se la fine dellembargo resta lontana,
in una citt dellOhio unesule
di 78 anni torna a sperare.
Olga Rodriguez da decenni
supplica il regime cubano di
renderle i resti di suo marito, il
Comandante William Morgan,
che dopo aver combattuto con
Castro fu fucilato nel 1961 per
cospirazione. Richiesta respinta centinaia di volte. Ma il

Biografia
Nel 1957
William Morgan
si unisce
alla guerriglia e
diventa un eroe
Alla caduta
di Batista
diventa agente
doppiogiochista per la Cia
e per Castro
Critico verso
la svolta
comunista
giustiziato nel
marzo 1961

clima cambiato e Olga ha trovato due alleati formidabili.


Nelle scorse settimane ha
chiesto e a quanto pare ottenuto lintercessione di Francesco, il Papa diplomatico che
ha di fatto avviato il dialogo
fra Obama e Raul Castro. Il
mio avvocato ha portato in Vaticano una lettera, e il Papa si
attivato, ha spiegato Olga al
Miami Herald. Non sono mai
stato cos ottimista, le ha fatto
eco il legale, Gerardo Rollison,
che nella lettera ha sottolineato
come il rimpatrio delle spoglie
sarebbe un passo in pi nella
soluzione dei temi umanitari,
dopo il rilascio di alcuni prigionieri da entrambe le parti.
Il secondo alleato una star

Caduta di un premio Nobel

Mr Clima lascia per molestie


Il presidente del Comitato delle Nazioni Unite
per i cambiamenti climatici (Ipcc), Rajendra
Pachauri, ha rassegnato le dimissioni dopo le
accuse di molestie sessuali avanzate contro di
lui da una donna di 29 anni. Leconomista di 79
anni, che nel 2007 ritir il premio Nobel per la
Pace a nome dellIpcc, assieme ad Al Gore,
avrebbe inviato una serie di email indesiderate
e messaggi sul cellulare alla donna. Lui s
difeso dicendo di essere vittima di un hacker.

di Hollywood del calibro di George Clooney che due anni fa,


dopo aver letto la storia di William Morgan sul New Yorker, si
fatto avanti con la vedova per
acquistarne i diritti. Produrr
un film e probabilmente vestir i panni di quellavventuriero
dalla vita tragica e straordinaria, seduttore impenitente, disertore della Us Army e uomo
di fiducia di gangster mafiosi,
che un bel giorno, nel 1957, si
un ai barbudos nella lotta contro il dittatore Batista. Fino a
diventare uno dei combattenti
pi audaci e intervistati
della guerriglia cubana.
La sua esperienza militare si
rivel fondamentale per i castristi. Erano medici, avvocati, contadini, studenti che sapevano poco o nulla di armi,
disse lo stesso Morgan, che li
condusse alla vittoria in molte
battaglie sulle montagne dellEscambray. Alla caduta della
dittatura, scelse per di non
entrare nel governo sono
un militare, non un politico
e si mise ad allevare rane.
Non dur a lungo. Contattato
dalla Cia di Hoover, fece il doppio gioco e aiut a sventare un
tentativo di golpe contro Fidel.
Ma la sua fedelt a un regime sempre pi autoritario, and via via affievolendosi.

Sposati
William
Morgan,
avventuriero
americano
ed ex
militare,
incontr la
giovane
maestra di
Santa Clara
nella Sierra
Escombray,
dove
combatteva
per il
Segundo
Frente
Nacional
della
guerriglia
castrista. Lui
le regal un
anello fatto
con i rami
di un arbusto
e la spos in
clandestinit.
Ebbero due
figlie, fuggite
poi negli Usa

Morgan inizi a flirtare con i


servizi segreti stranieri. Nellottobre 1960 fu arrestato, cinque mesi dopo giustiziato. Un
compagno di cella raccont
che si present a testa alta davanti al plotone di esecuzione e
quando gli chiesero di inginocchiarsi rifiut. Allora gli
spararono prima alla gamba
destra, poi alla sinistra. Cadde,
lo finirono.

Olga, che solo nel 1980 riusc


a lasciare lisola per gli Usa,
non ha mai smesso da allora di
chiedere le spoglie del marito.
Come daltronde molte famiglie dei caduti nel fallito assalto alla Baia dei Porci, nel 1961.
Gli esuli di Miami hanno gi
fatto una colletta per coprire i
costi del rimpatrio: 2.300 dollari.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Prima delle spese mediche assicuriamo la tua Salute

20

Mercoled 25 Febbraio 2015 Corriere della Sera

Corriere della Sera Mercoled 25 Febbraio 2015

21

Cronache

Omert e paura, cos la mafia cresce al Nord


La superprocura: indagini ostacolate dal silenzio delle persone colpite. In Sicilia invece denunce in crescita
Lallarme di Roberti: in Italia la corruzione spesso accettata, la criminalit organizzata ne approfitta
ROMA La mafia e la ndrangheta

che da tempo hanno esportato


i loro traffici lungo tutta la penisola finiscono per rovesciare
anche i pi antichi luoghi comuni. Come quello che vuole il
sud omertoso e reticente di
fronte alle minacce di boss e
picciotti, al contrario del Nord
legalitario e pronto alla collaborazione con lautorit costituita. A leggere lultima relazione della Direzione nazionale
antimafia, relativa alle indagini
del 2014, in corso la tendenza
opposta.
Scrivono i magistrati antimafia, a proposito degli attentati organizzati da strutture
della ndrangheta in Lombardia nellultimo decennio:
emerso un quadro inquietante,
costituito da un imponente numero di fatti intimidatori, tutti
caratterizzati dallomert delle
vittime (che sempre hanno dichiarato di non avere sospetti
su nessuno, n di aver mai ricevuto pressioni o minacce di alcun tipo), dal fatto che a essere
colpite sono state quasi sempre
cose e raramente persone (salvo che per lusura), e dalla tendenziale non elevata intensit
dellatto intimidatorio.

Estorsione e usura
E ancora, a sottolineare un
concetto pi volte segnalato in
passato da pubblici ministeri e
giudici nelle indagini coordinate dal procuratore aggiunto
di Milano Ilda Boccassini: I
fatti delittuosi, alcuni rimasti a
carico di ignoti, testimoniano
della condizione di assoggettamento e omert generata dal
sodalizio, oltre che del pervasivo controllo del territorio
operato dalle locali. Come
accade in Calabria, sembrerebbe di capire, sebbene le realt
siano diverse, anche in materia
di estorsioni.
Caratteristica comune agli
episodi intimidatori si legge
nellanalisi della Superprocura
, sia quelli dove si risaliti a
precise responsabilit che
quelli dove gli autori sono rimasti ignoti, il fatto che le vit-

Chi

Franco
Roberti, 67
anni, guida la
Direzione
nazionale
antimafia che
coordina dal
91 le indagini
delle Direzioni
distrettuali

time, in sede di denuncia, riferiscono quasi sempre di non


aver subito minacce o intimidazioni. Il che, almeno statisticamente, fa sorgere qualche
dubbio: Se le parti lese, a dispetto della gravit dei fatti subiti, non denunciano gli autori,
ci dovuto a paura. I commercianti e gli imprenditori, in
questi casi, preferiscono assicurarsi e sopportare i costi dellillegalit subita, piuttosto che
rivolgersi alle istituzioni con
una denuncia, considerata foriera di guai peggiori.
Se si passa al Sud, e alla Sicilia in particolare, il quadro resta pur sempre allarmante, ma
si presenta con caratteristiche
diverse. Quasi rovesciate. Tra
le attivit criminali poste in essere dallorganizzazione mafio-

sa evidenzia la relazione a
proposito dellevoluzione di
Cosa nostra nella provincia di
Palermo , un cenno specifico
merita il dato relativo alle
estorsioni; si mantengono su
livelli costanti, con contrazione
degli atti intimidatori negli ultimi due anni, ed aumentato
il numero delle denunce.
Da un lato la crisi economica
e dallaltro la diffusione delle
Associazioni antiracket ha fatto
s che al Sud si sia come abbas-

Lattacco
La presidente Bindi:
Paghiamo il prezzo di
leggi troppo blande ma
la colpa non di tutti

sata la soglia della tollerabilit delle estorsioni, da parte di


commercianti e imprenditori;
e il fatto che sia in aumento il
numero delle denunce, comporta per i mafiosi un maggior
rischio. Il che suggerisce di
pensarci due volte prima di
presentarsi in un negozio o in
unazienda per chiedere il pizzo. Tuttavia il fenomeno
lontano dallessere sconfitto,
nelle regioni a tradizionale
densit criminale come in
q u e l l e d ove C o s a n o s t r a ,
ndrangheta e camorra si sono
affacciate di recente.
Il racket al Nord, ad esempio, non si manifesta a tappeto
come in molte realt del Sud,
ed pi concentrato sulle attivit imprenditoriali che su
quelle commerciali. Le indagi-

20
I magistrati
che lavorano
come pubblici
ministeri
alla Dna

26
Le Dda
Direzioni
distrettuali
antimafia nei
26 distretti di
corte dappello

ni di polizia e carabinieri hanno svelato che spesso estorsioni e intimidazioni sono legate
al recupero di prestiti usurari,
il che rende pi complicato per
le vittime denunciare retroscena e antefatti degli attentati subiti. I fenomeni dunque sono
diversi, e cos si spiega, almeno
in parte, anche il ribaltamento
del luogo comune sullomert
messo in luce dalla relazione
della Superprocura. Che contiene altri aspetti di originalit
e allarme, segnalati ieri dal
procuratore nazionale Franco
Roberti e dalla presidente della
commissione parlamentare
antimafia Rosy Bindi.

Appalti a rischio
Ad esempio la corruzione
come strumento di controllo
degli affari, praticata dagli stessi clan anche grazie a una legislazione farraginosa e troppo
complessa. La penetrazione
delle mafie nel settore degli appalti pubblici stata in un certo
senso agevolata dalla stratificazione della normativa in tema
di procedure di affidamento,
denuncia la Superprocura. Accade cos che i funzionari infedeli abbiano gioco facile a
imporre la sovrattassa della
mazzetta per sbrogliare pratiche troppo intricate; e resta
frequente il ricorso a procedure straordinarie per lassegnazione dei lavori, in cui sinfiltrano ditte partecipate da soggetti mafiosi o contigue alle organizzazioni criminali.
Soprattutto col sistema dei subappalti.
La lotta alla corruzione
anche lotta alla mafia, e noi paghiamo il prezzo di un sistema
che si rilassato su questo tema accusa Rosy Bindi ,
sebbene non per responsabilit di tutti. Le fa eco il superprocuratore Roberti: La corruzione in Italia non mai stata
considerata un reato grave,
stata sempre tacitamente accettata e la mafia se ne servita.
Giovanni Bianconi
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il caso

Il boss

Camera e Senato
contro i vitalizi
agli ex parlamentari
pregiudicati

Tot Riina
gravissimo
Le vittime:
non ci fa pena

Per togliere i vitalizi agli ex


parlamentari pregiudicati ho
bisogno di una deliberazione
del consiglio di presidenza del
Senato e di quello della
Camera, perch ci sono pareri
giuridici contrastanti, ma
vedremo come risolvere. Lo
ha detto il presidente del
Senato, Pietro Grasso. Quei
vitalizi sono giusti?
Assolutamente no ha
risposto Grasso sono stato
io a portare avanti questo
discorso, spero che presto
possa concludersi. La
questione, ha detto la
presidente della Camera Laura
Boldrini, stata da me posta
da tempo allattenzione
dellUfficio di Presidenza della
Camera. Sono fiduciosa che
liter si concluder quanto
prima.

Salvatore Riina versa in


gravissime condizioni di
salute. La situazione
precipitata nellultimo
periodo. I medici disperano di
salvarlo e dovr subire presto
un difficilissimo intervento
chirurgico. Cos lavvocato
Luca Cianferoni, legale di Tot
Riina, parlando con alcuni
cronisti a margine di una delle
udienze del processo per la
strage del rapido 904, in corso
a Firenze. costretto in sedia
a rotelle e si muove a fatica
dice il suo legale. La Corte
consentir a Riina di seguire il
processo da una speciale
cabina del carcere di Parma.
Dal rappresentante dei
familiari delle vittime della
strage dei Georgofili nessun
senso di pena verso il capo di
Cosa nostra.

RIPRODUZIONE RISERVATA

RIPRODUZIONE RISERVATA

22

Mercoled 25 Febbraio 2015 Corriere della Sera

Corriere della Sera Mercoled 25 Febbraio 2015

CRONACHE

Alberto, campione di windsurf


Inspiegabile morte a Tenerife

Incidente diplomatico

Narcotraffico,
la frase del Papa
fa arrabbiare
il Messico

Menegatti era alle Canarie per allenarsi: puntava al titolo mondiale


Lisola
El Mdano
una cittadina
situata
nella parte
meridionale di
Tenerife ed
nota in tutto
il mondo come
paradiso
dei surfisti
Qui vengono
disputate
competizioni
per la coppa
del mondo.
Il motivo
semplice: spira
quasi sempre
un vento
costante
e gradevole
Tenerife
considerata un
luogo ideale
dagli amanti
della disciplina
grazie ai 35
spot (spiagge
adatte alla
pratica del surf)
che si adattano
alle esigenze di
tutti i surfisti
(dai pi esperti
ai principianti)
e soprattutto
per lalta
frequenza
di onde. Le
spiagge di Las
Americas
offrono onde
non troppo
cattive ma
ideali per chi
questo sport lo
conosce
molto bene

La vita gli aveva donato un fisico da atleta, perfetto. Avrebbe


potuto fare il modello. Gli stilisti gli facevano la corte. Un corpo che curava con scrupolo:
alimentazione sana, niente sigarette, mai un birra. Il campione di windsurf viveva cos,
innamorato solo delle sue passioni: tavola da surf e attivit fisica. Quando gli amici lo hanno
ritrovato morto nel letto, sotto
le coperte nella sua casa di Tenerife, probabilmente stroncato da un infarto, non sono riusciti a capacitarsene. Impossibile si sono detti.
Alberto Menegatti aveva 29
anni, nato a Torbole (Trento),
un paesino sul Garda. Era uno
dei pi forti surfisti al mondo,
specialit slalom: due anni fa
era diventato il primo italiano
nella storia a laurearsi vicecampione mondiale in Sudafrica, il
primo azzurro a conquistare la
vittoria in una tappa della Coppa del Mondo e anche il pi
giovane in assoluto. Questanno puntava al titolo iridato.
stato trovato privo di vita nellappartamento che aveva preso
in affitto lo scorso dicembre;

gli amici si sono subito preoccupati per lassenza di Alberto


dallallenamento dopo essere
stati allertati dalla sua fidanzata tedesca. Lei aveva provato a
chiamarlo pi volte al telefono,
senza ricevere risposta. stata
avvertita la polizia e gli agenti
sono entrati nellappartamento
dal balcone.
Domenica sera gli ultimi
contatti con il suo mondo. Sarebbe dovuto andare al Papagayo, una discoteca dellIsola,
in compagnia di quindici persone. Ma lui era uno schivo, riservato, non gli piaceva molto
mescolarsi alla movida. E aveva
telefonato agli amici per dire
che preferiva rimanere a casa,
assicurando che si sarebbe presentato in spiaggia, il mattino
seguente.
Si allenava tutti i giorni, dalle dieci fino alle cinque di sera.
Stava bene, niente lasciava immaginare una fine come questa. Aveva solo una tendinite
che si portava dietro da un anno e per questo metteva dei cerotti colorati sui muscoli. Guerino De Marco, suo amico e vicino di casa, che destate gesti-

sce un lido a Diano Marina


(Imperia) e dinverno se ne va a
Tenerife, spesso lo prendeva in
giro: E dai, fatti una birra.
Alberto era uno scrupoloso,
ossessionato dai tempi e dalle
performance. Se durante una
prova di allenamento ritardava
di solo un secondo ricorda
De Marco subito lo vedevi ritornare in spiaggia e mettere
mano alla pinna della tavola.

Vita da atleta
Pensava solo al suo
sport, non si concedeva
nemmeno una birra
la sera con gli amici
Non conosceva altra vita allinfuori del windsurf. I suoi
amici erano tutti praticanti e
appassionati: Fabio Cal, giornalista di 4Windsurf, Matteo
Iachino, Malte e Inde. Con loro
andava in giro per il mondo a
gareggiare. Se non fosse riuscito a diventare un campione
della disciplina confidava
agli amici avrebbe fatto il

giocatore di volley. Ma vista la


stazza fisica (era alto due metri) avrebbe potuto giocare anche a pallacanestro. A novembre era stato nel palazzetto di
Monaco di Baviera a vedere il
match tra Bayern e Olympiakos. Aveva postato su Facebook: Partita fantastica.
Tre-quattro mesi a Tenerife
ad allenarsi. Il resto dellanno
tra spiagge e onde per il mondo. E Torbole, dove viveva con i
genitori. La sua famiglia molto conosciuta nella zona, affitta
case di vacanza e appartamenti
sul lago. Alberto correva per la
scuderia di Andrea Cucchi,
amico fraterno e titolare di
unazienda che fabbrica vele
per windsurf. Nei giorni scorsi
Cucchi si trovava sullisola spagnola proprio per seguire gli
allenamenti della squadra
composta da una decina di atleti di diverse nazionalit.
Pap, madre, sorella e fidanzata sono partiti ieri per organizzare il rientro in Italia. Oggi
lautopsia per stabilire le cause
della morte.
Agostino Gramigna
RIPRODUZIONE RISERVATA

Chi era
Alberto
Menegatti, 29
anni, era nato a
Torbole, sul
Garda, in
provincia di
Trento. Era uno
dei pi forti
surfisti di
slalom al
mondo. Due
anni fa stato
vicecampione
mondiale In
Sudafrica,
primo azzurro
a conquistare
la vittoria in
una tappa della
Coppa del
Mondo
Dallo scorso
dicembre si era
stabilito a
Tenerife, dove
aveva preso in
affitto
lappartamento
nel quale
stato trovato
senza vita
Si allenava
tutti i giorni per
conto della
scuderia di
Andrea Cucchi,
amico fraterno
e titolare
di una azienda
che fabbrica
le vele
per windsurf

In spiaggia
Alberto
Menegatti
era nato
a Torbole
(Trento)
29 anni fa

Il caso

di Claudio Del Frate


Lassalto al cantiere della Tav
a Chiomonte, in val di Susa, il
14 maggio del 2013 non fu un
atto terroristico perch non vi
fu allarme per la popolazione
e perch nessuna delle manifestazioni violente ha inciso sugli organismi statali interessati
alla realizzazione dellopera. E
infine perch sempre in val di
Susa e nel resto del Paese non
si vive affatto una situazione di
allarme.
Sono i passaggi cruciali e
destinati a far discutere della sentenza con cui la Corte
dassise di Torino, pur condannando a 3 anni e mezzo quattro
attivisti No Tav, ha escluso che
gli imputati abbiano agito con

23

ROMA E dovuta intervenire la


Segreteria di Stato vaticana per
smorzare la polemica con il
governo messicano che non
aveva gradito la lettera inviata
da Papa Francesco dal
responsabile di una
Organizzazione non
governativa argentina nella
quale auspicava che in materia
di narcotraffico si fosse ancora
in tempo per evitare la
messicanizzazione del suo
Paese. Una espressione che
aveva portato il governo
messicano ha formalizzare la
sua protesta con un incontro
di chiarifica. La Segreteria di
Stato ha consegnato una nota
allambasciatore del Messico
presso la Santa Sede in cui
chiarisce che con la
espressione evitare la
messicanizzazione il Papa
non intendeva assolutamente
ferire i sentimenti del popolo
messicano, che ama molto, n
misconoscere limpegno del
Governo messicano nel
combattere il narcotraffico.
Tutto iniziato con una email
che il pontefice ha inviato a
Gustavo Vera, responsabile
della Ong La Alameda e amico
personale di Bergoglio. Nella
lettera Francesco in risposta
alle osservazioni di Vera sulla
crescita del narcotraffico in
Argentina ha scritto che
spera di essere ancora in
tempo per evitare la
messicanizzazione del suo
Paese, sottolineando: Ho
parlato con alcuni vescovi
messicani e la situazione
veramente terrificante. Il
governo argentino ha evitato
ogni polemica. Ben diversa la
reazione a Citt del Messico,
dove il ministro degli Esteri,
Jos Antonio Meade, ha
espresso la sua tristezza e
preoccupazione per le parole
di Francesco e annunciato
linvio di una nota diplomatica
alla Santa Sede, dopo aver
convocato il nunzio papale,
Christopher Pierre. Il
narcotraffico un tema
condiviso da molti Paesi, una
sfida riguardo alla quale il
Messico ha gi realizzato sforzi
enormi, e dimostrato un
grande impegno,ha detto
Meade in una conferenza
stampa, aggiungendo che pi
che cercare di stigmatizzare il
Messico o qualsiasi altra
regione necessario lavorare
per avere una migliore
comprensione del fenomeno e
migliori spazi di dialogo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Le molotov? Se la Tav non si ferma non terrorismo


La sentenza: Nella Val di Susa e nel Paese nessun allarme per gli ordigni al cantiere
finalit terroristiche. Si parla
delle bottiglie molotov e dei
petardi lanciati contro gli operai quella notte al lavoro nella
galleria di Chiomonte; non vi
furono feriti ma solo danni alle
attrezzature. Laccusa di terrorismo diede vita a un braccio di
ferro tra accusa e difesa e divise
anche lopinione pubblica nei
giorni del processo: ludienza
fu infatti una specie di prova
della verit sulla legittimit
dellopposizione dura allAlta Velocit.
I giudici nelle 31 pagine di
motivazioni si tengono alla larga da ogni giudizio di merito
sullopera e ribadiscono che
pieno diritto contestarla, nei

modi consentiti dalla legge. Ma


il nodo resta sempre lo stesso:
quando una protesta trascende
nellatto intimidatorio?
Sono considerate terroristiche premettono i giudici
torinesi le condotte che per

Avversari
Polizia e No Tav
si fronteggiano
durante un
presidio di
protesta in
Valsusa

loro natura e contesto possono


arrecare grave danno a un Paese... o che sono concepite per
intimidire una popolazione o
costringere i poteri pubblici
dal compiere qualsiasi atto o
distruggere strutture politiche,
economiche sociali. O ancora
lo qualsiasi atto diretto a
causare lesioni fisiche a una
persona che non ha parte attiva
in situazioni di conflitto.
Tutto ci non si verific il 14
maggio a Chiomonte: Pur
senza minimizzare i danni arrecati da queste inaccettabili
manifestazioni... in val di Susa
e a fortiori nel resto del Paese
non si vive affatto una situazione di allarme da parte della po-

Il fatto
Il 14 maggio
2013 venne
assalito il
cantiere di
Chiomonte, in
Valsusa. Per
quel gesto 4
antagonisti
sono stati
condannati a 3
anni e mezzo

polazione... e nessuna delle


manifestazioni violente ha inciso sugli organi statali interessati a realizzare lopera.
Bomba o non bomba, insomma, il cantiere va avanti e la
minaccia terroristica non incombe sul Paese. Questo anche
in considerazione del fatto che
da parte degli imputati non vi
fu la volont di attentare alla vita delle persone presenti nel
cantiere come da loro stessi rivendicato in modo perentorio. Una tesi daltra parte che
non sar condivisa da chi in
Valsusa divenuto bersaglio di
minacce per il solo fatto di lavorare alla contestata opera.
RIPRODUZIONE RISERVATA

24

Mercoled 25 Febbraio 2015 Corriere della Sera

Corriere della Sera Mercoled 25 Febbraio 2015

CRONACHE

25

Lettera di dimissioni, Paoli lascia la Siae

Lartista se ne va ma ribadisce la sua innocenza. Oggi a Genova linterrogatorio del commercialista


Verso la presidenza dellente il giornalista Purgatori: Siamo tutti scioccati. La sua decisione era inevitabile
La vicenda
Gioved
scorso
la Guardia
di Finanza
ha perquisito
la casa del
cantautore
Gino Paoli a
Genova e la
sede di tre
societ che
fanno capo a
sua moglie,
Paola Penzo,
dove sono stati
sequestrati
alcuni
documenti
La Procura
genovese
indaga Paoli di
infedele
dichiarazione
dei redditi e
esportazione di
valuta. Lo
accusa di aver
omesso di
denunciare un
conto svizzero
di due milioni di
euro evadendo
800 mila euro
di tasse in Italia
Nel fascicolo
dei pm Nicola
Piacente
e Silvio Franz
ci sarebbero
anche delle
intercettazioni
ambientali,
fatte allinizio
del 2014. Le
cimici erano
piazzate nello
studio del
commercialista
Andrea
Vallebuona
per linchiesta
sulla Banca
Carige.
Durante la
conversazione
i microfoni
avrebbero
captato
un passaggio
in cui si faceva
riferimento
al conto
corrente di due
milioni di euro
posseduto
in una banca
svizzera
Paoli ieri si
difeso dicendo
di non aver
commesso
alcun reato. Il
suo avvocato
ha dichiarato
che Paoli
voleva far
rientrare quel
denaro, per
questo si era
rivolto al
professionista.
Voleva
rimettersi
nella legalit

Il tono informale. In questi giorni ho assistito purtroppo a prevedibili, per quanto


sommarie, strumentalizzazioni, che considero profondamente ingiuste. C un passaggio che fa immaginare un
sospiro: Ho volutamente
aspettato qualche giorno a parlarvi per non entrare nella foga
di queste stesse strumentalizzazioni. Che si sappia: Intendo difendere la mia dignit di
persona per bene.Poi finale,
scontato: Rassegno le mie dimissioni, irrevocabili. La firma in corsivo, Gino Paoli.
laddio del cantautore alla
Siae, la Societ italiana degli
autori ed editori. Venti righe
che chiudono la sua esperienza
come presidente del consiglio
di gestione dopo la bufera scatenata contro di lui dalle accuse
di evasione fiscale (800 mila
euro), per aver trasferito in una

banca svizzera due milioni di


euro al nero, cos dicono gli
inquirenti genovesi che stanno
indagando sulla vicenda e che
oggi sentiranno la versione di
Andrea Vallebuona, il commercialista di Paoli dal quale partito tutto. Era lui a essere intercettato (per lo scandalo della
maxi truffa alla Banca Carige)
quando la voce di Paoli e quella
di sua moglie comparvero per
la prima volta nelle registrazioni delle microspie piazzate nel
suo studio.
Ci tengo a dirvi che sono
certo dei miei comportamenti

La replica
La nota di gratitudine
del consiglio della
societ: Un atto di
grande responsabilit

e di non aver commesso reati,


scrive adesso il cantautore genovese nella sua lettera di dimissioni. Che, se funzioneranno gli automatismi, aprir la
strada della presidenza al giornalista e sceneggiatore Andrea
Purgatori, primo dei non eletti
al consiglio di gestione Siae
(un voto meno di Paoli).
Questa storia ci ha scioccato tutti commenta lo stesso
Purgatori ricordando che Gino Paoli sempre stato una
persona schiettissima. un
uomo troppo intelligente per
non capire che sarebbe stato
impossibile mantenere la presidenza e difendersi dalle accuse, anche perch sul piano
dellimmagine la Siae gi sotto tiro da tutte le parti, non potremmo permetterci di rimanere coinvolti in questa situazione e il primo ad averlo capito, appunto, stato lui che ha

Candidato

Andrea
Purgatori,
62 anni, un
giornalista,
conduttore,
autore e
sceneggiatore
Per il
Corriere della
Sera ha svolto
inchieste sul
terrorismo
italiano negli
anni 70
e sulla strage
di Ustica

agito anche questa volta con la


correttezza di sempre. A proposito delle questioni giudiziarie di Paoli, il futuro (per ora
ipotetico) presidente premette: Lui ci dice di non aver
commesso reati, e conclude:
Io devo dare a lui la stessa credibilit che do a chi sta indagando.
Parole di gratitudine per il
Maestro Paoli arrivano anche
dallo stesso consiglio di gestione e dalla direzione generale della Siae. Un atto di
grande responsabilit, dice
una nota diffusa nel pomeriggio, siamo certi che la posizione di quello che per noi rimane il nostro presidente sar
presto chiarita. E ancora: Ha
avuto coraggio e visione del futuro, non si mai risparmiato
(...), Siae gli sar sempre vicina.
Affetto, apprezzamento e at-

testati di stima da ogni dove


(anche dai sindacati della Societ). La sola voce fuori dal coro arriva, ovviamente, dagli investigatori. Dalla Guardia di Finanza, per esempio, che sta
cercando le tracce dei due milioni di cui si parla nelle intercettazioni e che (raccontano le
registrazioni) Paoli non voleva
rientrassero in Italia attraverso
lo scudo fiscale.
I pubblici ministeri Nicola
Piacente e Silvio Franz stanno
esaminando le carte sequestrate a casa del cantautore e
nelle sedi delle societ riconducibili a lui. Parte delle loro
ipotesi daccusa potrebbe trovare una conferma nelle parole
del commercialista Vallebuona
che oggi, nella sede della Guardia di Finanza genovese, sar
sentito come testimone.
Giusi Fasano
RIPRODUZIONE RISERVATA

Lintervista

di Mario Luzzatto Fegiz

Il testo

i hanno tirato
addosso tutta
la m... possibile. Eppure i
miei avvocati mi assicurano
che non ho commesso nessun
reato. Cos si sfoga Gino Paoli, cantautore nella tempesta,
indagato per unevasione fiscale da 800 mila euro e per aver
trasferito due milioni in una
banca svizzera. In questi giorni ho lungamente riflettuto
racconta . Mi sono chiesto:
faccio pi danno alla Siae e ai
suoi soci e iscritti restando alla
guida, con la certezza di finire
tutto quello che ho cominciato, o dimettendomi lasciando
molte cose incompiute? Alla fine ho deciso.
Negli ultimi giorni lei ha
cancellato molti impegni
pubblici...
S, due concerti e una manifestazione in memoria dello
studioso e amico Gianni Borgna. E sa perch lho fatto? Perch mi conosco. Se qualcuno,
in queste occasioni pubbliche,
mi avesse fatto qualche battuta
di quelle che circolano adesso,
qualche sfott, bene io lavrei
mandato allospedale nonostante i miei ottantanni e a
condizione che il battutista
non fosse un campione di Sumo.
piuttosto minaccioso.
Quando mi sento ferito o
umiliato ingiustamente io non
porgo laltra guancia. Sono capace di scatti dira incredibili.
Una parola storta e va a finire
male. Quindi ora me ne sto a
casa e cerco di parlare il meno
possibile. Mia moglie blocca
ogni mio contatto con i giornalisti. (Ma al momento di questo colloquio la signora, Paola
Penzo, era dal parrucchiere,
nda).
Come sta reagendo chi le
sta accanto?
Le persone che mi conoscono mi sono vicine e hanno
fiducia in me, si fanno in quattro per confortarmi. E questo
mi commuove e mi aiuta molto. Poi ci sono quelli che gettano fango. Non escludo che
qualcuno voglia togliermi di

Indagato Gino Paoli, 80 anni, che indagato dalla Procura di Genova per una presunta evasione fiscale (Olycom)

Sono ferito e umiliato


Se qualcuno ci scherza
lo mando allospedale
mezzo perch, come tutta la
mia vita dimostra, io non sono
manovrabile. Sono uno che
manda direttamente a quel
paese chi se lo merita, sono il
classico personaggio scomodo.
Vuole fare un primo bilancio di questo suo anno e mezzo alla guida della Siae?
Si fatto molto. Le cose di

cui vado pi fiero sono il piano


di aiuti agli artisti giovani e
laccordo raggiunto pochi
giorni fa con Sky Arte, che potr trasmettere anche commedie e opere di prosa per le quali erano ancora in atto le condizioni della tv generalista.
Condizioni fuori dal tempo,
che non tenevano conto dei
nuovi meccanismi dei canali

Salt uno show per malattia, ma era a cena con Putin

Truffa e falso, condannata Ornella Muti

Condannata
Ornella Muti,
attrice, 59 anni
(LaPresse)

Il tribunale di Pordenone ha condannato Ornella Muti a 8 mesi e


600 euro di multa con pena sospesa a condizione che paghi una
provvisionale di 30 mila euro al locale Teatro Verdi che si era
costituito parte civile. Lartista stata dichiarata colpevole di
truffa e di aver indotto un medico a commettere falso ideologico
nel redigere un certificato di malattia. Il 10 dicembre 2010, la
Muti avrebbe dovuto esibirsi al Verdi ma a causa di una
laringo-faringite diede forfait, inviando un certificato. La stessa
sera, per, lattrice fu ospite a San Pietroburgo di una cena di
beneficenza con Vladimir Putin e Kevin Costner.
RIPRODUZIONE RISERVATA

tematici satellitari, dove un lavoro viene riproposto anche


decine di volte a rotazione in
diversi orari. Oltre a perseguire lobiettivo di una maggior
circolazione della cultura, potr costituire una boccata di
ossigeno per il mondo teatrale
che non se la passa troppo bene.
In queste ore molti si chiedono che fine abbiano fatto i
quattro amici al bar che volevano cambiare il mondo...
La voglia di cambiare il
mondo si spegne man mano
che vai avanti. Scopri che non
possibile. Lumanit continua
a fare e rifare le stesse fesserie.
E poi quella era solo una canzone, non un messaggio. Le
canzoni sono evocative per
quel che la gente vi legge. Io
non credo nel messaggio. Il
messaggio va bene per i politici, per i demagoghi, per i preti... Lartista non deve dare un
messaggio, deve dare un calcio
in c... al pensiero.
Cosa prova in queste ore?
Mi sento umiliato. Provo
amarezza e rabbia. Non so dirle quanta. Tutta la mia vita vissuta sempre con grande onest e coerenza travolta da una
intercettazione casuale che
non prova nulla. E poi, quando
tutto sar chiarito, il mostroevasore da sbattere in prima
pagina verr riabilitato con
una notizia breve nelle pagine
interne.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Cari Consiglieri,
(...), ci tengo
a dirvi che sono
certo dei miei
comportamenti
e di non aver
commesso reati.
Con il rispetto
assoluto di chi sta
doverosamente
svolgendo il suo
lavoro di indagine,
intendo difendere
la mia dignit di
persona per
bene(...). Quello che
non posso proprio
permettermi di
rischiare di
coinvolgere la Siae
in vicende che
certamente si
chiariranno, ma che
sono e devono
restare estranee
alla Societ. (...)
Rassegno al
presente Consiglio
le mie dimissioni
irrevocabili, con la
certezza che la Siae
sapr continuare
la sua missione

26

Mercoled 25 Febbraio 2015 Corriere della Sera

Corriere della Sera Mercoled 25 Febbraio 2015

CRONACHE

27

Gli italiani che battono le universit Usa


Il premio internazionale di finanza assegnato in Canada a sei giovani della Luiss di Roma
Si sono formati tutti in licei statali. il solo ateneo non americano ad aver mai vinto il titolo
La gara

classifica internazionale, i 6
giovani campioni di trading
hanno tutti frequentato licei
statali. Anna Chiara il liceo Renato Cartesio di Olevano Romano, Dario lItcg CarducciGalilei di Fermo, Riccardo il liceo scientifico Righi di Roma,
Matteo il classico Giulio Cesare
di Roma e Alessandro il classico G.B. De La Salle di Benevento. Vengo da un paesino di
1.800 abitanti Fragneto Monforte, famoso per il raduno di
Mongolfiere, di finanza l certo
non si parla e studio grazie ad
una borsa di studio, dice.
Per il futuro pensano di proseguire a impegnarsi nella finanza, e vedono come strada
obbligata quella di lasciare
lItalia e trasferirsi allestero.
Due di loro, Alessandro e Dario, hanno iniziato uno stage
presso una societ internazionale di scommesse che opera
nel betting exchange, molto attivo sulla piazza britannica. Gli
altri hanno in corso contatti
con banche dinvestimento.
Se chiedi loro del privato
fraintendono e pensano che la

La Rotman
International
Trading Competition una
competizione
di finanza applicata che si
svolge ogni anno a Toronto,
organizzata
dallUniversit.
Questanno i
concorrenti
erano 300
Gli italiani del
Luiss Blue
Team, preparati da Emilio
Barone (nella
foto), hanno
vinto la gara
per il secondo
anno consecutivo. La squadra italiana ha
battuto la concorrenza degli
studenti di 45
universit canadesi, americane, europee,
africane e asiatiche. Secondi,
i rivali
di Berkeley

2
1

Il futuro
In Italia vedono
poche prospettive:
La strada obbligata
andare allestero
ROMA Hanno tra i 21 e i 24 anni e
sono i sei studenti della Luiss ,
cinque ragazzi e una ragazza,
che hanno vinto la Rotman International Trading Competition, la gara di finanza applicata che si svolge a Toronto. Tanto per fare capire quanto siano
stati bravi, la squadra dellUniversit romana ha vinto per il
secondo anno consecutivo,
prevalendo su atenei dai nomi
altisonanti come quello di Berkeley o del Mit di Boston, ed
lunica non americana che abbia mai conquistato il trofeo.
A vederli, sembrano dei giovani come tanti altri, impegnati
a concludere il loro percorso di
studi, ma dopo qualche domanda mettono in mostra determinazione, e tanta preparazione. Riccardo, il team leader,
ovvero il caposquadra lunico ad avere partecipato a entrambe le edizioni vincenti
spiega quali siano state le prove
pi impegnative. La prima, per
esempio, richiedeva di gestire,
in una situazione di mercato
frenetico, lordine dato da un
fondo di investimento di trattare un quantitativo di titoli a un

determinato prezzo. Bisognava decidere velocemente, in 1015 secondi, ponendosi domande come se compro a 20 riuscir a vendere dopo i titoli
senza perderci?. Unaltra prova chiedeva di dare un valore
teorico ai titoli di 4 aziende, in
presenza di notizie sensibili sul
management o sul mercato.
Anche qui bisognava decidere
in una manciata di secondi

A premiare i loro sforzi stata la costanza dei risultati nei 6


test perch lobiettivo finale
era raggiungere il profitto pi
alto con il rischio pi contenuto spiega il professor Emilio
Barone che il regista della
partecipazione alla gara.
I ragazzi hanno le idee chiare. Iacopo confessa che la curiosit per la finanza gli nata
quando aveva otto anni e vede-

va il padre misurarsi, peraltro


neanche troppo spesso, con investimenti azionari. Iacopo il
pi giovane, deve ancora laurearsi a differenza degli altri che
sono impegnati nel successivo
master e viene da Fondi dove
ha frequentato il liceo scientifico tecnologico Pacinotti. Con
buona pace delle classifiche
Ocse che mettono la scuola italiana agli ultimi posti della

La polemica

Lega e Forza Italia: No allImu sui terreni agricoli


ROMA Forza Italia e Lega si schierano contro

lImu agricola. Il presidente del Consiglio


attacca Vincenzo Gibino (Fi) intenzionato a
fare razzia sui terreni agricoli, con unImu che
rappresenta uningiustizia totale, che rischia di
devastare un settore gi in gravissima difficolt
e che porter alla chiusura di migliaia e migliaia
di imprese agricole. Con due emendamenti
presentati insieme con il senatore DAl ho
chiesto labolizione dellImu agricola. Mettere
unaltra tassa sugli agricoltori che si fanno il
mazzo dalla mattina alla sera aggiunge il
leader della Lega, Matteo Salvini sarebbe una
follia e faremo le barricate. Il decreto dovrebbe

arrivare oggi nellaula del Senato. Il presidente


della Commissione Finanze, Mauro
Marino (Pd), ha spiegato infatti ieri sera che
mancava ancora il parere della commissione
Bilancio e che cerano tre emendamenti
accantonati da esaminare. Il primo, del relatore,
che prevede una franchigia di duecento euro
per agricoltori e imprenditori del settore che
hanno terreni nei Comuni in zona di collina
svantaggiata. Il secondo e il terzo, del (Pd),
riguardano lesenzione per i terreni a propriet
indivisa e inusucapibile e lesenzione per le
isole minori.

Il Blue
Team
Ecco la squadra
della Luiss
1 Alessandro
Piacquadio,
23 anni
2 Jacopo
Scarpellino,
21 anni
3 Matteo
Di Iorio,
22 anni
4 Dario
Occhipinti,
24 anni
5 Anna
Chiara Pizzuti,
24 anni
6 Riccardo
Caruso,
23 anni
(Benvegn/
Guaitoli)

RIPRODUZIONE RISERVATA

domanda riguardi loccupazione futura. Del resto, confessano, la preparazione alla gara di
Toronto ha assorbito tutto il loro tempo e anche per il dopo
universit, la vita privata non
la loro prima preoccupazione.
Hanno le idee chiare e sanno
che limpegno sul lavoro sar
nei prossimi anni quasi totalizzante (Forse per questo ci sono poche ragazze nel settore
dice Anna Chiara) , ma non importa perch quello che conta
poter fare quello che piace anche se, certo, nei nostri desideri di qui a dieci anni c pure
avere una vita privata felice.
Quando scoppiata la crisi
andavano ancora a scuola e
non mettono in discussione
limportanza delletica nel loro
lavoro. Occorre definire il giusto limite tra rischio e profitto
sostengono. Alla domanda su
come investirebbero ora i soldi
rispondono quasi allunisono
(solo una voce suggerisce le valute): Le principali azioni italiane, perch finora hanno sofferto molto pi del dovuto.
Stefania Tamburello
RIPRODUZIONE RISERVATA

Lopera di Warhol o il pianoforte: cosa sparisce dagli hotel


Non solo bevande e asciugamani, gli ospiti portano via di tutto. Negli Stati Uniti perdite per oltre 88 milioni
Il valore
Ammonta a
oltre 88 milioni
di euro lanno il
valore della
refurtiva
prelevata
allinterno
degli hotel
statunitensi
secondo
lAmerican
Hotel & Lodging
Association

Asciugamani, ciabatte, cuscini, pile dei telecomandi, televisori, lampadine, accappatoi, cartelli Non disturbare,
numeri delle porte delle stanze, posate, shampoo. E ancora:
Bibbie, tende, quadri con cornici o soltanto le cornici, penne, taccuini, telefoni, tappeti,
rotoli di carta igienica. Ma anche impianti della doccia, rubinetti, lavandini, minibar (vuoti). Persino animali impagliati,
un quadro di Andy Warhol (valore 300 mila dollari), un modellino del Concorde, una spada medioevale e un pianoforte.
Dagli hotel sparisce di tutto.
In certe stagioni (estate e inver-

no, soprattutto) quello degli albergatori somiglia a un bollettino di guerra. Con costi imponenti. Se vero come ha calc o l a t o u n p a i o d a n n i f a
lAmerican Hotel & Lodging Association che gli oggetti che
spariscono dalle stanze com-

Il podio
dei
furti

portano un esborso ulteriore


alle societ che supera gli 88
milioni di euro. Allanno.
Souvenir o refurtiva? Il dibattito aperto. E i tentativi di arginare il fenomeno non sempre sono andati a buon fine.
Nel 2014 il Waldorf Astoria di

Larte
Dal lussuoso hotel
W di Hong Kong
stato rubato un Andy Warhol
del valore di 300 mila dollari. A
scalare, vengono rubate stampe
o riproduzioni

New York scrisse su Facebook:


Riportateci tutto quel che avete portato via e noi chiuderemo
il contenzioso. Ma il tentativo, al netto delle prese in giro
(Andate a restituire la refurtiva di zia Bessy, ironizz Usa
Today), non ebbe successo.

La musica
Incredibile, ma da un
hotel della catena
Starwood stato rubato un sontuoso pianoforte a coda: i tre ladri in tuta da operai lo hanno
trasportato sulle sue ruote

Gli arredi
Ai furti dal frigobar
siamo abituati. Ma il
furto di un frigobar il traguardo inarrivabile di un ospite
di un hotel 5 stelle di Dubai (che
si portato via anche un divano)

Agli alberghi non sfugge


nulla, ha spiegato a Yahoo!
Travel Bjorn Hanson, docente
della New York University.
Ogni mese quasi tutti gli hotel
smarriscono il 20% di lenzuola e asciugamani. A loro
interessa la portata del fenomeno per intervenire sui costi
di pernottamento. In realt
un po la cosa importa. Lo dimostra il successo della Linen
Tracking Technology che produce microchip di localizzazione per asciugamani, lenzuola e
accappatoi. Meglio lasciare al
suo posto il souvenir.
Leonard Berberi
RIPRODUZIONE RISERVATA

28

Mercoled 25 Febbraio 2015 Corriere della Sera

Corriere della Sera Mercoled 25 Febbraio 2015

CRONACHE

29

LA CITTADINANZA ATTIVA
Il verde
Sergio
Chicarella,
pensionato,
uno dei
volontari che a
Roma, quartiere
Montesacro,
ripuliscono il
Parco delle
Magnolie.
Liniziativa fa
parte del
progetto
Adotta
unarea verde
che permette
al Comune di
risparmiare
sulla gestione
del verde
(Benvegn Guaitoli)

di Giangiacomo Schiavi
SEGUE DALLA PRIMA

Piccoli gesti di civismo che


messi assieme diventano enormi e sono una boccata dossigeno nellaria avvelenata dalla crisi; rappresentano, dice Jacques
Attali, lideologo delleconomia
positiva, la risposta al disfattismo che ci perseguita: Io vedo
nellaltruismo la sola strada
possibile per non precipitare
nel baratro.
Ed laltruismo che si moltiplica nei piccoli centri, nei paesi dove si contano le perdite, gli
uffici postali che chiudono, i
presidi di assistenza che latitano, le buche stradali che aumentano. Succede cos che a
Serpentara, zona Montesacro,
a Roma, i cittadini decidono di
ripulire da soli il parco delle
Magnolie con zappe e rastrelli,
per far dimenticare i succhiasoldi di Mafia capitale e gli
scandalosi appalti truccati: l ci
sono i giovani, le donne e c
Sergio Chicarella, un pensionato che falcia lerba con forbici e
trattore, coinvolgendo le scuole del quartiere e immaginando un orto didattico meglio di
quelli dellExpo. A Pietrasanta, intanto, nasce la Food forest, un bosco creato dai volontari per la comunit, con
piante da frutto che lassessore
allambiente, Italo Viti, protegge come un santino. A Rosora,
provincia di Ancona, si muovono gli imprenditori, come hanno fatto a Omegna quelli del
gruppo Alessi, che hanno trasformato la cassa integrazione
in servizi socialmente utili per
il Comune: la ditta Loccioni ha
occupato il vuoto della politica
nella manutenzione del fiume
Esino, adottandone due chilometri e mettendo fine alla diatriba sulle responsabilit tra
Regione, Provincia e cinque
Comuni. Risultato: oggi il fiume tornato accessibile, con
piste ciclabili e punti di ristoro.
Non si tratta di essere ciecamente ottimisti, ma di ritrovare uno spirito di comunit,
indica in un sondaggio Nando
Pagnoncelli, direttore di Ipsos:
il civismo responsabile un
punto fermo per ogni ricostruzione. E di civismo ce n tanto,
di laico e cattolico, quasi a contraddire il luogo comune che in
Italia nulla funziona. A Napoli
una ex mensa universitaria diventa ambulatorio gratuito grazie a tre medici volontari: la visita si paga con limpegno sociale, promettendo unazione a
favore di altre persone svantaggiate. A Milano un pensionato
crea dal niente una biblioteca
di condominio: si chiama Rolando Montagna, in via Rembrandt ha raccolto 5 mila libri.

Medici, autisti, pensionati


LItalia che d il buon esempio
anche quando lo Stato non c
I progetti

La biblioteca
Antonio La Cava, maestro in pensione di
Ferrandina, in Basilicata, ha trasformato unape
car in una piccola biblioteca gratuita che porta in
giro per i paesini della Basilicata

Il laboratorio
Monica Ferrucci, titolare dellazienda agricola Al
Carli, insegna ai bambini a fare il formaggio
in uno dei laboratori extracurriculari tenuti
a Capannori (Lucca) da volontari

Faceva il riparatore tv e in pensione si dato un obiettivo: far


conoscere la gente che vive nello stesso luogo, ignorandosi.
A Stazzema i cittadini puliscono la chiesa e i monumenti:
in cambio il Comune si impegna con agevolazioni nelle pratiche burocratiche. Di baratto
si parla da qualche giorno a
Penne, in Abruzzo, dove una
mozione in consiglio comunale propone la riduzione dei tributi a chi si impegna per la pulizia di strade e aree verdi. Ma
la gratuit il valore pi forte. A
Sinagra i volontari ripuliscono
lalveo del torrente dai detriti. A
Genova, un gruppo di soci ha
trasformato lo storico cantiere
navale di Sturla in una casa dei
giochi per i bambini malati
dellospedale Gaslini: intorno
sono nate strutture di sostegno
per le famiglie dei piccoli ricoverati. A Porretta Terme, Nicol
Savigni, il vicesindaco, ha reso
pubblico il suo cellulare. Chiamatemi, ha detto, e aiutatemi a
salvare giardini, fontane e monumenti dallincuria. Slogan:
un cittadino che collabora per
il bene della sua citt un protagonista della lotta a sprechi e
indifferenza.
Non sono soltanto pensionati quelli che trasferiscono
nella sfera della bont esperienze e voglia di fare. Luigi
Ghisleri aveva 18 anni quando
diventato volontario Vidas, a
Milano: lui porta un po di
umanit a chi non ha pi speranza. Quando i giorni rimasti

Nel Bresciano

Terminati i fondi. E gli assessori fanno i giardinieri

Sindaco
Cristina Almici,
45 anni, di
Bagnolo Mella

Ogni sabato gli assessori di Bagnolo Mella,


tredicimila abitanti in provincia di Brescia, si
mettono caschetto e tuta da lavoro e salgono in
cima a una piattaforma, prestata da unazienda
locale, per potare gli alberi. Sergio Fioletti,
Pietro Sturla e Paolo Lanzani guidano la
squadra di volontari che dal 2011 gestisce i 350
mila metri quadri di verde comunale. Ci
permettono di risparmiare 200 mila euro
allanno dice Cristina Almici, 45 anni,
commercialista e sindaca del paese . Vanno
aggiunti ai 50 mila salvati per la segnaletica
orizzontale: abbiamo comprato la macchina per
fare le strisce e la tracciamo noi. Scelta

obbligata: Abbiamo ereditato


dallamministrazione precedente un bilancio al
pre-dissesto: debiti scaduti per oltre 4 milioni
di euro, cassa in rosso di 600 mila euro, mutui
per oltre 9 milioni, debiti fuori bilancio per un
milione e mezzo snocciola Almici, che guida
una lista civica di centrodestra. La giunta si
(davvero) rimboccata le maniche, i cittadini
hanno prestato macchinari e pagato anche il
carburante. Risultato: debiti ripianati. Ora
paghiamo i fornitori a 60 giorni. Ma soprattutto
non abbiamo tagliato il bilancio per il sociale.
E. Teb.
RIPRODUZIONE RISERVATA

sembrano improvvisamente
pochi, conforta sapere che c
qualcuno si occupa di noi, dice. Anche la cultura in affanno, nelle citt e nei piccoli centri. A Milano il Touring club garantisce con i suoi volontari
lapertura di case museo che altrimenti non sarebbero visitabili. uno spirito civico quasi
spontaneo, che non si crea per
decreto e rappresenta la spina
dorsale di unaltra Italia, quella
che si scontra con un Paese in
affanno, burocratizzato, politicamente screditato, vessatorio

Nuove strade
Imprenditori hanno
convertito la cassa
integrazione in servizi
socialmente utili
nei confronti di chi paga le tasse, in affanno dalla scuola alla
sanit. Uno spirito che spinge
le persone responsabili a reagire, a dare una mano ai sindaci
che rinunciano allo stipendio
per non gravare sulle casse comunali, uno spirito che si intreccia con quello di lavoratori
capaci di non arrendersi, come
Enzo Muscio, della A Novo di
Saronno: due anni fa era in cassa integrazione nellazienda
che si occupa di assistenza e riparazione di prodotti elettronici in garanzia. Ha ipotecato la
casa, ha trovato un socio e ha
riassunto una parte dei suoi
compagni licenziati: Non bisogna mai arrendersi, dobbiamo puntare sulla capacit e
sulla voglia di fare, spiega.
LItalia un cantiere sociale
e c da augurarsi la tenuta di
questa grande catena solidale.
Livio Rossi, il sindaco di Boffalora dAdda, costretto dalle ristrettezze del bilancio a cercare
volontari, non parla di nuova
narrazione. Si rimbocca le maniche e mostra come tutto pu
essere circolare: chi oggi aiuta,
un giorno sar aiutato. Qualcuno per si chiede: e lo Stato,
dov?
gschiavi@rcs.it
(hanno collaborato
Luca Mattiucci
e Elisabetta Andreis)
RIPRODUZIONE RISERVATA

Lindagine di Oggi

Qualit e prezzo
Se i consumatori
(gi emotivi)
diventano razionali
MILANO I consumatori italiani

I numeri
Secondo
lultima
rilevazione
dellIstat sulle
Attivit
gratuite a
beneficio di
altri sono 6,63
milioni gli
italiani con pi
di 14 anni
che hanno
svolto nel 2013
un lavoro
di volontariato
per almeno
una volta
al mese

acquistano i prodotti di marca


con un animo pi razionale
che emotivo. Il 60 per cento
attento al rapporto qualitprezzo, confronta alternative e
compra solo dopo essersi ben
informato. Sono disposti a
pagare di pi ma solo per un
prodotto soddisfacente. Questi
sono alcuni dei dati emersi,
ieri, durante la presentazione
della ricerca Il valore della
qualit - prodotti di marca: le
aspettative dei consumatori
svolta dal settimanale Oggi,
diretto da Umberto Brindani
(nella foto in basso con Mara
Venier), con Centromarca che
associa circa 200 imprese tra le
pi importanti attive nei
diversi settori dei beni di
consumo. Lindagine stata
condotta da AddedValue,
analizzando i dati di oltre

Oltre 4
milioni hanno
lavorato per
associazioni
o movimenti,
gli altri
direttamente
a favore
di persone,
comunit
o ambiente
Il tasso
di volontariato
pari al 12,6%
della
popolazione,
circa un italiano
su otto, il pi
alto al mondo.
Nel 93 era
del 6,9%

5.800 questionari ricevuti


nellambito del concorso
Oggi vinci la qualit delle
grandi marche e raccolti
tramite il sito oggi.it. Un sito
ha detto Alessandro
Bompieri, direttore generale
Media di Rcs che ha avuto a
dicembre 3 milioni di utenti
unici e 40 milioni di pagine
viste. Il concorso ha
registrato 17 mila utenti e 125
mila partecipazioni. A
rispondere sono state in
prevalenza donne (69%) che
vivono in famiglia (40%) sui
settori food, cura della
persona e della casa ed
elettrodomestici. Il mondo
della comunicazione molto
cambiato e oggi gli utenti si
aspettano dalle marche non
pi il solo racconto di se stesse
ha spiegato Raimondo
Zanaboni, dg communication
Solutions di Rcs ma la
costruzione di una relazione
trasparente basata sulla fiducia
e sullattenzione al cliente.
Alessio Ribaudo
RIPRODUZIONE RISERVATA

30

Mercoled 25 Febbraio 2015 Corriere della Sera

Corriere della Sera Mercoled 25 Febbraio 2015

CRONACHE

31

Il commento
Si ricorda di pi
e c il fascino
delle cose concrete
di Edoardo Boncinelli

LEGGERE E STUDIARE

Il vecchio libro meglio del tablet


I nativi digitali scelgono la carta 84
di Paolo Di Stefano
Sorpresa, i nativi digitali
preferiscono leggere e studiare sul libro di testo tradizionale, ovvero sul vecchio volume a
stampa, quello inventato cinque secoli fa da Gutenberg e
Manuzio, piuttosto che avere a
che fare con lo schermo di un
computer.
I cosiddetti Millennials
non resistono al fascino dellodore della carta e del fruscio
dei fogli, non vogliono rinunciare alla possibilit di sottolineare e di scarabocchiare a
margine n al piacere di fare le
orecchie alle pagine. Amano
persino le macchie di caff sul
bianco della carta. il risultato
di un sondaggio condotto
presso librerie e studenti dalla
linguista Naomi S. Baron, della American University di
Washington, autrice di un recente libro sul destino della
lettura nellera digitale (Words
Onscreen).
Un altro dato che sorprende
quello emerso in settembre
da una ricerca del Washington
Post, secondo cui soltanto il 9

per cento degli studenti universitari americani si affida


agli e-book. Si aggiunga, come ha rivelato domenica lo
stesso quotidiano in un ampio
servizio di Michael S. Rosenwald, che un quarto degli
studenti preferisce sborsare
decine di dollari per libri di
carta (nuovi o usati) la cui versione digitale sarebbe gratuita.
Se fossero cinquantenni, sarebbero bollati come ottusi
nostalgici. Invece no, niente
struggimenti malinconici, solo la constatazione che la carta
meglio, per varie ragioni:
pratiche, fisico-tattili e probabilmente tecnico-mnemoniche, poco importa se i libri pesano negli zaini.
In lunghi anni di indagini
sullargomento, la Baron ha
chiesto ai giovani quali fossero gli aspetti meno gradevoli
della lettura su carta. La risposta ricorrente (e la pi interessante)? Eccola: Laspetto
sgradevole che ci vuole pi
tempo, perch si legge con pi
attenzione. questo il punto.
Non riesco a studiare Tocqueville sul tablet, ha detto

Nel Salernitano

Le cicogne sul traliccio


per il ventesimo anno
Anche questanno sono tornate. E siccome la cifra tonda
qualcuno parla di un piccolo record. Per la ventesima stagione
consecutiva una coppia di cicogne ha fatto il nido sullo
stesso traliccio dellEnel a Sala Consilina (Salerno), che questi
grandi e bellissimi uccelli hanno eletto a domicilio nel
lontano 1996. I volatili sono stati avvistati nei giorni scorsi
dai tecnici dellazienda, che dopo la prima comparsa delle
cicogne ha adottato una serie di misure per tutelare
la coppia e i loro piccoli, effettuando una vera e propria
operazione sicurezza sul sostegno. Soprattutto attraverso
lisolamento dei conduttori pi vicini al nido. Il ritorno
delle cicogne dice Enel in una nota per festeggiare
levento un perfetto esempio di integrazione tra
infrastrutture energetiche e ambiente. Secondo i volontari
dellAtsaps, unassociazione di tutela ambientale
di Sala Consilina, sono circa una sessantina gli esemplari
di cicogna che hanno soggiornato sul traliccio dellEnel
dal 1996 a oggi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

alla Baron uno studente di


Scienze politiche. Solo il 16
per cento legge un testo parola
per parola sullo schermo: la
stragrande maggioranza si
sofferma su una pagina digitale poco pi di un minuto.
Unindagine delluniversit
norvegese di Stavanger, qualche mese fa, ha fatto il giro del
mondo: affidando la lettura
dello stesso racconto a due
gruppi di ragazzi, su carta agli
uni e su Kindle agli altri, si
scoperto che la memorizzazione nettamente superiore

I motivi
I cosidetti
Millennials,
secondo una
ricerca Usa,
amano il
fruscio della
carta e lodore.
A molti piace
sottolineare,
scarabocchiare
e fare le pieghe
sulle pagine dei
libri

La parola

NATIVI DIGITALI
Questa espressione stata utilizzata per la
prima volta dallo scrittore Marc Prensky in
un suo libro del 2001. Il termine indica la
generazione di chi nato e cresciuto in
corrispondenza con la diffusione delle
tecnologie digitali (personal computer,
Internet, ecc). Negli Stati Uniti le persone
nate dopo il 1985 sono considerate
appartenenti alla categoria dei nativi digitali.

per i primi. Del resto, gi nel


2008 la neuroscienziata Maryanne Wolf, nel suo studio
Proust e il calamaro, aveva
sottolineato il pericolo, per i
nativi digitali, di perdere la capacit di una lettura profonda.
Ora, ovvio che il ritorno
delle giovani generazioni al
cartaceo si presta a molte riflessioni. E magari suggerisce se
non proprio il dietrofront precipitoso dei pi entusiasti ipermodernisti, almeno qualche
cautela, se vero che anche
Don Kilburn, il presidente
americano della Pearson (leader mondiale delleditoria scolastica e universitaria), sostiene
che il passaggio al digitale non
propriamente una rivoluzione ma unevoluzione ancora indecifrabile.
Forse spingere gli studenti,
sin dalle prime classi scolastiche, verso le-book una delle
tante forme di irresponsabilit
adolescenziale degli adulti
(educatori e istituzioni). I ragazzi ce lo dicono a modo loro
imparando ad annusare la carta
e a fare le orecchie alle pagine.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Per cento
la quota di
16-24enni che
in Italia naviga
in Rete

21,9
Milioni
Gli italiani
(dai 6 anni in
su) che non
usano la Rete

54,7
Per cento
Gli italiani
(dai 3 anni
in su) che
usano
i computer

cosiddetti nativi digitali


non sono nati tali, ma
sono nati come i loro
padri e i loro nonni. Il fatto
che siano diventati familiari
con il digitale stata una
loro acquisizione culturale
e non ne ha cambiato
lintima natura, n
biologica n istintuale. Ci
vuole tempo, molto tempo,
perch la biologia cambi
veramente, a meno che non
sia sottoposta a una
pressione selettiva
fortissima; e questo non
certo il caso. Quindi il fatto
che studenti americani
cresciuti usando materiale
digitale preferiscano
leggere e studiare libri di
carta pu essere un residuo
evolutivo del passato. In
fondo i libri di carta sono
meno comodi del materiale
digitale, ma non sono
impraticabili come se si
trattasse di una lapide
scolpita da trascinarsi
dietro. Che cosa sarebbe
residuato, per, laspetto
conoscitivo o quello
affettivo-abitudinario?
Siamo rimasti affezionati a
certi aspetti funzionali ma
razionali del libro cartaceo,
o alla sua supposta maggior
gradevolezza? Sono stati
messi in rilievo aspetti
delluno e dellaltro tipo. Ai
primi sono da ascrivere le
affermazioni, che
condivido, secondo cui in
un libro ci si orienta meglio
e si pu usare di pi la
memoria visiva: si ricorda
quella pagina, destra o
sinistra, e quella posizione
alto-basso nella pagina.
innegabile, anche senza
considerare che con un
testo elettronico si portati
a distrarsi di pi: troppe
tentazioni l intorno o l
vicino per stare concentrati
sul testo! Maggiore facilit
di concentrazione quindi e
intensit di assorbimento;
entro certi limiti, pi tempo
ci si mette ad assorbire
qualcosa, pi probabile
che ci rimanga, non fosse
altro che per il ricordo dello
sforzo. E la gradevolezza del
cartaceo? Pensiamo alle
religioni: anche la pi
astratta si pasce di simboli
tangibili, materiali e di
vivente concretezza, quasi
cosit. Luomo ama la
concretezza.
RIPRODUZIONE RISERVATA

32

Mercoled 25 Febbraio 2015 Corriere della Sera

Corriere della Sera Mercoled 25 Febbraio 2015

CRONACHE

33

Londra, un inverno fra provocazioni e anni Settanta


La moda della prossima stagione fredda. Lhippy chic di Burberry e lerotismo di Christopher Kane
1 Burberry
Lo stilista
Christopher
Bailey punta su
ci che di pi
romantico
sopravvissuto
agli Anni 70
2 Christopher
Kane
Labito con
le scene del
Kamasutra
3 Pringle of
Scotland
Le maxi trecce a
maglia
4 Mary
Katrantzou
Blocchi di colore

Labbraccio sensuale, vagamente kamasutra, stampato su


abiti e gonne svolazzanti di
Christopher Kane o landamento lento delleterna hippy fiorata e chic di Burberry? Le sfilate
di Londra si sono chiuse buttandola un po l, fra provocazioni e strade sicure. Che un
po il sapore che da sempre lasciano questi giorni Oltremanica. Kane ancora lo stilista che
sorprende ogni stagione un po
di pi. Al di l dei nuovi chiffon
birichini (ma delicati) ci sono
le tuniche di velluto di seta
drappeggiate con le fibbie di
plastica tipo zaino Invicta; o gli
abiti di maglia metallo colorata
o le gonne pliss luccicanti.

Con Burberry Christopher Bailey esplora quel che di pi romantico sopravvissuto agli
anni Settanta, dai poncho con
le lunghe frange ai grembiuloni un po campagna alle gonne
a balze e alla caviglia dai volumi
pi contenuti, ma raggiunge il
top stampando a fiori i trench
dordinanza. Svolta sul minimal perch fa tabula rasa delle
sue stampe-ossessioni Mary
Katrantzou: blocchi di colore e
qua e l interventi di fantasia
(tasche jacquard o revers damascati).
E il colore sembra essere il
nuovo mantra della moda londinese: da J.W Anderson, astro
nascente, con i suoi rossi im-

provvisi a un non pi vittoriano


Antonio Berardi che riesce a
A
usare anche quattro cromie in
contrasto per un abitino svasato. E l dove cera larcobaleno,
ecco il sereno. Paul Smith
stempera le sue lane nei beige e
nei bordeaux e cerca nellessenzialit (cappotti ampi e maschili, pantaloni classici, cappe
e camicie) leleganza certa.
Pringle of Scotland, disegnata
dallitaliano Massimo Nicosia,
festeggia i 200 anni con una
maglieria che ritrova lavorazioni perdute (frecce, coste, mlange) e ne fa gonne e pull e
cappotti.
Pa. Po.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Marina
Zumi

Precedenti

Nata nel 1983


in Argentina
e da lungo
tempo
residente
a San Paolo,
in Brasile, dove
crea le sue
opere: ama
includere
animali nei suoi
dipinti. In quello
milanese c un
cervo, icona di
saggezza

2010
Il bilancio Pirelli
arricchito con
le immagini
degli studenti
di fotografia
del Naba di
Milano
2011
Illustrazioni di
Stefan Glerum
e testi del
filosofo Hans
Magnus
Enzensberger e
degli scrittori
Guillermo
Martinez,
William Least
Heat-Moon e
Javier Cercas
2012
Il bilancio
raccolto in
unedizione
premiata con il
Certificate of
Typographic
Excellence
assegnato a
New York dal
Type Directors
Club, con le
vignette di Liza
Donnelly,
cartoonist del
New Yorker
2013
10 talenti
internazionali,
coordinati da
Hanif Kureishi,
lavorano sul
concetto di
ruota

La strada la tela dove dipingo


Cos larte racconta le nuove citt

Al lavoro

Marina Zumi, Dome, Alexey Luka per Pirelli: tre opere in mostra a Milano
La strada la tela dove dipingo. La strada, per me, tutto. La tela di Marina Zumi, argentina trapiantata in Brasile,
si distende su venti metri quadrati ed una delle facce di una
piramide un tronco di piramide, per essere precisi che
sar in mostra da domani a sabato presso larea espositiva
dellHangarBicocca, a Milano.
Sulle altre due facce, opere del
tedesco Dome e del russo
Alexey Luka. Tre esponenti della Street art, lArte urbana, scelti da Pirelli per dare la loro interpretazione del prodotto
aziendale, gli pneumatici.
Tre opere in ununica installazione, il progetto Pirelli Annual Report 2014 per illustrare
il bilancio (nel bilancio 2014 le
opere saranno inserite nelledizione cartacea ma anche in
quella digitale, attraverso una
serie di video): Abbiamo sempre cercato, nel tempo, di fare
cose che creassero del valore,
per cercare di dare anche con la
presentazione del bilancio il
senso del nostro lavoro e della
nostra passione ha spiegato
Marco Tronchetti Provera, presidente e amministratore delegato Pirelli Larte, lillustrazione di un oggetto come lo
pneumatico, nero e circolare,

sul quale negli anni tanti artisti


hanno liberato la loro immaginazione, fanno s che anche il
bilancio possa essere utilizzato
come strumento di comunicazione dei nostri valori.
Come ha ricordato lamministratore delegato, anche Salvador Dal rimase affascinato dalla sagoma di uno pneumatico
Pirelli: realizz con il cinturato
CN53 di Ferruccio Frig uninstallazione per la terrazza della
sua villa a Port Lligat, in Catalogna. Le gomme Pirelli sono diventate nel Novecento una catena (per Ezio Bonini), un leone e un elefante (per Armando
Testa), un sombrero (per AlesDome
Lopera di
Dome. Lartista
ha spiegato:
Le silhouette
di due esseri
umani, ispirate
al teatro
dombre,
sincontrano:
lamore porta
luomo a
oltrepassare i
limiti del
convenzionale
e a esplorare
nuovi percorsi

sandro Mendini) e poi un occhio, un ombrello e un cappello (per Riccardo Manzi).


Era inevitabile, con la Street
art che viene sempre di pi
compresa e apprezzata dal
mondo dellarte ufficiale, larrivo degli street artist nellelenco
di coloro che hanno illustrato
gli pneumatici Pirelli.
Marina Zumi ha visto la
gomma come una luna nera,
che illumina un bosco incantato con un cervo a rappresentare
la saggezza della natura; Alexey
Luka ha usato una gomma vera, in 3-D, per unesplosione di
geometria costruttivista che
avrebbe fatto piacere a Ro-

dchenko, uno che con le bombolette spray di oggi e le tecniche di stenciling della moderna street art si sarebbe divertito
parecchio; Drome (nome darte
del tedesco Christian Kraemer)
ha immaginato la silhouette di
due esseri umani: E c un cartello che recita linnovazione
richiede passione, perch linnovazione nasce dove qualcuno ama e crede in quello che fa.
Questo sentimento incarnato
dalla rosa trasportata allinterno della carriola, con le radici e
la terra necessaria alla sua sopravvivenza.
La Street art ha spiegato
Christian Omodeo, curatore
del progetto spesso descritta come una nuova avanguardia, come un movimento
artistico coeso, in realt, quel
che rende veramente rivoluzionaria la Street art il suo statuto di comunit multiculturale
impegnata quotidianamente
sul web in uno scambio continuo tra visioni diverse del
mondo. Cos Pirelli ha lanciato uniniziativa sui social media: si chiama #TakePArt, una
campagna per coinvolgere i visitatori di HangarBicocca su
Twitter e Instagram.
Matteo Persivale
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il tedesco
Dome
Nato nel 1975, lillustratore e
street artist Christian Kraemer,
nome darte Dome, vive a
Karlsruhe. Affascinato dallArte
urbana, nel 1994 scopre la vernice
spray come strumento di
espressione artistica. Il suo stile
caratterizzato da uno sguardo
surrealista sulla condizione
umana. Usa penne, inchiostro di
china e acrilico.

Il russo
Alexey Luka
Alexey Luka, nato nel 1983 a
Mosca, dove vive, dopo
lesordio come graffitista si
formato al Moscow Architectural
Institute e ha cominciato a
sviluppare un linguaggio
pi vicino alla tradizione
dellavanguardia russa. La sua
tecnica si basa principalmente
sullanalisi digitale delle forme che
vanno a comporre realizzazioni
tridimensionali

34

Mercoled 25 Febbraio 2015 Corriere della Sera

Corriere della Sera Mercoled 25 Febbraio 2015

35

36

Mercoled 25 Febbraio 2015 Corriere della Sera

Cambiamenti La legge allarga la responsabilit civile


del magistrato, introducendo il travisamento dei fatti
e abolendo il filtro di ammissibilit : il rischio
quello di veder proliferare processi ai processi

ANALISI
& COMMENTI

di Franco Venturini

LE PAROLE CHE SERVONO


NELLA GUERRA
(ANCHE PSICOLOGICA)
CONTRO LISIS

isognerebbe evitare di perdere la


guerra prima di averla combattuta,
perch esattamente questo che lIsis
vuole da noi. Ormai non passa giorno
senza che i tagliagole lancino via Internet le
loro minacce contro lItalia: sono arrivati a
sud di Roma (in Libia, sintende), un
guerrigliero super armato guarda quel che
resta del Colosseo, il Mediterraneo pu
diventare un mare di sangue, e qualche
lupo solitario pronto a punirci con
larma del terrorismo. Guerra asimmetrica
quantaltre mai, quella dellIsis, perch si
basa sulle decapitazioni gi avvenute e sugli
attacchi terroristici gi compiuti per
amplificare il terrore con un uso sapiente
della propaganda elettronica. Lunica
risposta, che anche la migliore, venuta
dal secolare cinismo dei romani: non
prendete la Pontina che bloccata dai lavori,
sulla circonvallazione c troppo traffico, che
i vostri carri armati stiano attenti alle buche
capitoline, e via sfottendo. Ma servirebbe
qualcosa di pi. vero che lItalia non al
riparo dalla possibilit di atti terroristici, e
abbiamo appena visto in Danimarca che
nessuno lo . Se poi per miracolo si
raggiungesse in Libia un accordo tra le
fazioni patrocinato dallOnu, lItalia
parteciperebbe a una missione di peace
keeping come ha confermato Renzi ieri a
Parigi. Dunque dovremmo pensare di pi al
nostro fronte interno, a una opinione
pubblica che ha gi i nervi tesi per quanto
succede a due passi da noi. Non pretendo
che il governo mandi un tweet del tipo
attento Isis, la Nato ti polverizzer ,
perch un Paese serio non pu scendere a
simili livelli e del resto loro non hanno una
societ da rassicurare. Ma noi s, e sarebbe
bene spiegarle chi sono quelli dellIsis (in
Libia erano gi sul posto con diverse
etichette), se possono davvero colpirci con
un missile, insomma cosa vero e cosa non
lo dietro la cortina fumogena delle minacce
altisonanti. La paura va prevenuta, perch
quando hai paura hai gi perso.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Su Corriere.it
Puoi
condividere sui
social network le
analisi dei nostri
editorialisti e
commentatori:
le trovi su
www.corriere.it

roprio quando ormai diffusa


la consapevolezza di quanto
costi ai cittadini la medicina
difensiva indotta nei medici
dal rischio di vedersi trascinare
continuamente in giudizio, la
nuova legge sulla responsabilit civile dei magistrati rischia
di sospingere le toghe ad assumere una mentalit burocratico-impiegatizia e a praticare
una giustizia difensiva potenzialmente non meno perniciosa per i cittadini.
Lindipendenza del giudice,
infatti, prima e pi che tutelare
il singolo magistrato da ritorsioni e intimidazioni, tutela il
cittadino quando la controparte sia dotata di preponderante
forza economica o politica: e
infatti non un caso che, pur di
preservare lindipendenza dei
propri giudici, nazioni come
gli Stati Uniti, Israele o la Gran
Bretagna arrivino ad assicurargli una totale immunit rispetto alle decisioni assunte, mentre altri come la Francia ammettano risarcimenti solo in
caso di dolo, e altri ancora (come lOlanda) contemplino casistiche pi ampie ma solo a carico dello Stato e mai dei singoli
magistrati.
Liter di modifica della vigente legge Vassalli partito
male, viziato dalla leggenda
metropolitana secondo la quale lEuropa chiedeva allItalia
che fosse il singolo giudice a
dover rispondere direttamente
con il proprio patrimonio: in
realt la Corte di Giustizia dellUnione Europea per due volte
aveva invece richiamato lItalia
a prevedere che lo Stato dovesse risarcire anche gli errori
commessi dalla Cassazione
con violazioni manifeste del diritto dellUnione Europea. Sullonda per di questo strumentale equivoco, il Parlamento ha
comunque ritenuto di modifi-

UN INCENTIVO DA RIPRISTINARE

IL GOVERNO DEVE CORREGGERE


LERRORE SUI FONDI PENSIONE
di Alberto Brambilla

aro direttore, nel nostro Paese assistiamo


ad un paradosso, tra i
tanti; le performance
del risparmio puramente finanziario come del
resto in tutto il mondo sono
tassate a scadenza, mentre
quelle del risparmio previdenziale, costituzionalmente tutelato, subiscono caso rarissimo tra i Paesi Ocse una imposizione annuale.
In pratica, chi sottoscrive un
prodotto finanziario o assicu-

rativo e lo tiene per 15 anni beneficer di performance lorde e


pagher limposta sui rendimenti solo quando materialmente verr in possesso dei
suoi soldi (al momento del riscatto finale); il sottoscrittore
del fondo pensione che
per definizione uno strumento
di medio-lungo termine paga invece limposta sui rendimenti ogni anno e, nel caso di
performance negative, accumula un credito dimposta, che
potrebbe anche perdere, come

successo alle centinaia di migliaia di risparmiatori italiani


sottoscrittori di fondi comuni
quando anche questi (fino a
qualche anno fa) erano tassati
annualmente. Come si vede, al
di l delle grandi difficolt di
contabilizzazione dei fondi, c
qualcosa che non quadra.
Questo differente sistema di
tassazione riduce inoltre il gi
flebile vantaggio fiscale del risparmio previdenziale (che
non una rendita finanziaria)
rispetto agli altri strumenti, og-

CONC

Il corsivo del giorno

GIUDICI, LE INSIDIE
DELLA NUOVA COLPA
di Luigi Ferrarella
care la legge del 1988.
I magistrati italiani gi
processabili dalla ordinaria
giustizia penale quando si
macchiano di delitti, dalla Corte dei conti quando causano
danni allErario, e dal Csm
quando commettono violazioni disciplinari fino a ieri erano esposti a una azione di responsabilit civile che il cittadino poteva promuovere soltanto contro lo Stato (che
poteva poi rivalersi sul magistrato per un terzo del suo stipendio annuo); e soltanto per
casi di dolo, colpa grave e denegata giustizia, dai quali erano
espressamente escluse linterpretazione di norme o la valutazione del fatto e delle prove.
La nuova legge mantiene lo
schermo dello Stato (alzando la
rivalsa a met dello stipendio),
ma tra i casi di colpa grave introduce il travisamento del
fatto o della prove. Questo
un aspetto molto insidioso. Sia
perch potrebbe incentivare
giudici-burocrati al quieto vi-

vere di scelte interpretative pi


accomodanti e di decisioni
meno rischiose per le proprie
tasche, quando in gioco vi siano grossi interessi e forti protagonisti. Sia perch confina/
sconfina pericolosamente con
ci che non consentito dal sistema, e cio con il sindacare
lattivit di interpretazione che,
argomentata dal giudice nella
motivazione dei provvedimenti
impugnabili nei gradi successivi, il cuore della giurisdizione. Al punto che, per restare
entro la Costituzione, si dovrebbe ricondurre la nozione
di travisamento solo a quello
abnorme, accecante, macroscopico, che per essere rilevato
non abbia bisogno di alcuna
valutazione: cos per ricadendo di fatto nella vecchia legge,
che gi faceva discendere la responsabilit dallaffermazione o negazione di un fatto di cui la rispettiva esistenza
o assenza risultasse incontrastabilmente dagli atti.
E se fino a ieri lazione di ri-

sarcimento era subordinata a


un vaglio del Tribunale sulla
non manifesta infondatezza, la
nuova legge abolisce invece
questo filtro di ammissibilit,
ritenendolo responsabile del
fallimento statistico della legge
(7 condanne su 400 ricorsi in
25 anni); ma nello stesso tempo non mette alcuna sanzione
a carico di chi risulti aver instaurato azioni di responsabilit palesemente campate per
aria, ritorsive, intimidatorie.
Cos, per, il pericolo di condizionare il giudice arriver
non tanto dal timore dellesito,
ma gi dallazione in s, giacch egli che da qualunque
pur balzana denuncia potr temere conseguenze disciplinari
dirette oltre che patrimoniali
indirette dovr ogni volta ingaggiare (e pagare) un avvocato: in una catena di processi al
processo precedente, tendenti a ridiscutere allinfinito il verdetto (non pi) finale.
lferrarella@corriere.it

gi di soli 6 punti percentuali.


Gi, perch nella legge di Stabilit il presidente del Consiglio Matteo Renzi e il ministro
dellEconomia Pier Carlo Padoan hanno aumentato la tassazione dei fondi pensioni dall11
al 20 per cento. Eppure in tutta
Europa si cerca di agevolare fiscalmente il cittadino che pensa al proprio futuro; in tutta
Europa si ormai imboccata la
strada del welfare mix perch
chiaro che i sistema pubblici di
protezione sociale in primis
quello pensionistico non
riusciranno a essere sufficienti.
I fondi pensione, quindi, sono molto importanti anche se
qualche economista ritiene
che le nostre pensioni pubbliche saranno sufficienti poich
il tasso di sostituzione (cio
il rapporto tra la prima rata di
pensione e lultimo reddito da
attivo) oltre il 70 per cento
per i lavoratori dipendenti. A

parte la sovrastima insita nei


conti della Ragioneria generale dello Stato, occorre considerare che su stipendi di
1.000-1.100 euro il 65 per cento
fa pi o meno 700 euro, cio
una pensione appena sopra la
minima; ancor meno per gli
autonomi e liberi professionisti. A chi si rivolgeranno, quando ne avranno necessit?
Inoltre la legge attuale prevede che, per tutti i lavoratori
che hanno iniziato lattivit dal
primo gennaio 1996, non ci saranno pi le integrazioni al minimo e le maggiorazioni sociali di cui oggi beneficiano quasi
5 milioni di pensionati su 16,5
milioni. Erodere le pensioni
complementari tassando i rendimenti al 20 per cento rende
meno convenienti i fondi pensione, oltre ad aver ridotto la fiducia dei lavoratori nei confronti dello Stato che prima ti
incentiva ad entrare nel sistema della previdenza comple-

mentare e poi, quando non ne


puoi pi uscire, ti tassa rimangiandosi il patto iniziale.
Sarebbe ingeneroso non riconoscere allattuale governo
una capacit innovativa e propulsiva a favore dello sviluppo
del Paese; un lavoro non ideologico che vi ha portato anche
a correggere in corsa alcuni
provvedimenti sbagliati e di
cui vi va dato atto. Proprio per
questo auspico che, con la delega fiscale, il regime di tassazione dei fondi pensione possa
tornare ad essere incentivante.
Ci andr sicuramente a favore
dei lavoratori, ma anche dello
Stato e del Paese che di queste
risorse potr beneficiare. La
vera politica di lungo periodo; avere un piano nazionale di
welfare mix di lungo termine
conferisce sostanza alla politica stessa.
Economista,
estensore del decreto 252/05

RIPRODUZIONE RISERVATA

RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Mercoled 25 Febbraio 2015

JIHAD ISLAMICA

IL FURTO DEL SACRO


NELLA VIOLENZA
DEI FONDAMENTALISTI
di Mauro Magatti

Estremismo nel nome di Dio


che terroristi e combattenti
si pongono al di l del bene
e del male come analizzato
dallantropologo Ren Girard

li atti di violenza
estrema commessi
dai gruppi fondamentalisti islamici
per di pi esibiti
nei video in Rete e rilanciati
dalle Tv suscitano grande
preoccupazione in tutto il
mondo civile. Quando ogni limite alla comune umanit viene superato si entra in una terra dove nessuno cristiano o
ebreo, ateo o musulmano si
pu pi sentire al sicuro. In
tanti momenti storici, la reazione morale ha costituito un
argine al dilagare della barbarie. quello che accadde, ad
esempio, negli Anni 70, quando i gruppi terroristici persero
la loro legittimazione proprio a
causa delluso spregiudicato
della violenza. Lopinione pubblica reag ricompattandosi attorno al bene della convivenza
pacifica. Ma nella storia non
sempre andata cos: basterebbe pensare alla Rivoluzione
Francese e allescalation del
Terrore che ne segu.
Pensare che ci troviamo davanti a un gruppo di fanatici
folli non basta. A che cosa mira
la violenza dei gruppi fondamentalisti che stanno insanguinando il Medio Oriente e
gran parte dellAfrica? Per dare
una risposta, una via quella
che parte dalla strettissima relazione antropologica tra la
violenza e il sacro. Non a caso,
lIsis, Boko Haram, Al Qaeda
sono tutti gruppi estremistici
che fanno esplicito riferimento
allIslam e alla jihad.
nel nome di Dio che terroristi e combattenti si sentono
autorizzati a porsi al di l del
bene e del male. In questo
modo, i terroristi islamici cercano di provocare quella che
Ren Girard il pi grande
studioso del tema chiamerebbe una crisi sacrificale.
Cos Girard definisce una situazione in cui la scomposizione
dellordine sociale raggiunge
un punto tale da provocare la
lotta disordinata e incontrollabile cio al di l di ogni limite tra i membri di una stessa
comunit. In quanto disgregazione di un intero ordine culturale, la crisi sacrificale annulla la distinzione fra violenza
purificatrice (giustificata e
regolata da un dato ordine sacro) e violenza impura (che
include tutte le altre manifestazioni, rifiutate e perseguite).
Quando tale distinzione viene
meno, la violenza pu dilagare,
investendo tutto e tutti.
Una crisi sacrificale pu, ad
esempio, verificarsi quando atti di violenza estremi sono in
grado di incendiare il risentimento diffuso che cova sotto la
cenere della vita sociale.
quello che i terroristi stanno
cercando di provocare nel

mondo islamico. Di fronte alla


frustrazione di masse attratte
dal modello consumista occidentale ma impossibilitate ad
accedervi, lobiettivo scardinare lordine istituzionale, sociale, culturale di quella vasta
area che dalla penisola araba fino allAtlantico. Un obiettivo
ambizioso, che viene perseguito attraverso la guerra e la violenza estrema.
Siamo in una fase delicatissima. Oltrepassando qualsiasi
soglia di crudelt, lIsis e gli altri gruppi da un lato mettono
in discussione il traballante ordine sociale e istituzionale esistente in quei Paesi (che pare
incapace di gestire la difficile
transizione che la situazione richiederebbe); dallaltro spin-

gono la violenza fino al punto


da renderla un fattore di attrazione e ricomposizione.
In questo modo, la crudelt
esibita dai terroristi decapitazioni, uomini arsi vivi, stupri
d i m a s s a r i p re n d e n d o
aspetti del sacrificio sacro
mira a trasformarsi in violenza fondatrice: una violenza
che pretende di ristabilire la sacralit perduta e, in questo modo, di dar vita a un (nuovo) ordine delle differenze. quello
che, nella storia, hanno cercato
di fare gli aspiranti tiranni. E
quando ci sono riusciti come Hitler o Stalin ci ha permesso loro di ribaltare la stessa
idea di umanit. Per avanzare
in un tale progetto, i terroristi
adottano due strategie che devono essere attivamente contrastate. In primo luogo, essi
vogliono imporre una guerra
senza quartiere, irrispettosa di
qualunque limite e legalit. Gli
atti di umiliazione e di abbrutimento servono per dimostrare
che il nemico non pi un uomo ma semplice vittima offerta
al sacrificio necessario per ricomporre un nuovo ordine sacro. Se cos stanno le cose, allora fondamentale opporsi alla
normalizzazione ritualizzata
dellorrore. La comunicazione
pubblica (non solo i media ma
anche e soprattutto la scuola)

COMMENTI
DAL MONDO

, in questo senso, cruciale.


Non si deve minimizzare n accettare fatalisticamente quello
che accade, facendo annegare
tutto nella banalit quotidiana.
Allo stesso modo, sul piano
istituzionale, occorre continuare a denunciare alla comunit internazionale quanto succede, anche sollecitando il
coinvolgimento di quellampia
parte del mondo islamico che
rischia di venire ingoiato da
quanto sta accadendo.
In secondo luogo, la propaganda. Gli atti violenti vengono
diffusi e riprodotti allo scopo
di creare una nuova legittimazione. In questo caso lo strumento utilizzato la Rete, in
particolare i social network.
per questa via che si tenta di rivestire le atrocit commesse di
una sacralit che arriva fino a
spingere giovani cresciuti in
Occidente a partire per arruolarsi. Anche se non ci piace, la
propaganda va combattuta con
decisione. Siti che inneggiano
alla violenza non possono essere tollerati. Qui dobbiamo
superare il corto circuito della
privacy e non avere paura di
combattere una lotta preventiva su Internet. Soprattutto in
Europa, dove ci sono milioni di
cittadini di religione musulmana.
RIPRODUZIONE RISERVATA

37

ASIMMETRIE
DIRITTO E UE
IL LACCIO
DELLA CORTE
TEDESCA

SEGUE DALLA PRIMA

Elogio dei selfie


di una fotografa
afroamericana
Mentre i media non
sempre riflettono
unimmagine autentica
delle persone di colore,
stiamo creando uno spazio
per farlo nel mondo
digitale. Cos scrive
Syreeta McFadden, autrice
e fotografa afroamericana
che collabora con il
Guardian. Le nostre societ
spiega celebrano una
singola definizione di
bellezza con lesclusione di
altre... La risoluzione delle
foto dei cellulari ancora un
problema per chi ha la pelle
scura se scattate nei luoghi
con poca luce, ma adoro il
fatto che siamo adattabili e
creative nonostante i limiti.

Alaa e lEgitto:
quando la giustizia
non trionfa
Alaa e la sua generazione
hanno pagato un alto
prezzo per il desiderio di
offrire agli egiziani un futuro
migliore, scrive H. A.
Hellyer, studioso di Harvard
e della Brookings Institution
su Al Arabiya il giorno dopo
la condanna a 5 anni di
carcere di Alaa Abdel Fattah,
attivista-simbolo della
rivoluzione del 2011
(sapete, quella che
nessuno pi crede sia
avvenuta). Ieri entrata in
vigore una legge
antiterrorismo che d alle
autorit ulteriori poteri di
bandire gruppi accusati di
minacciare lunit nazionale
e lordine pubblico.

Il voto a Chicago
Lezioni di umilt
per il sindaco Rahm
Alla vigilia dellelezione del
sindaco di Chicago, tenutasi
ieri e destinata a portare a
una riconferma di Rahm
Emanuel, la blogger Carol
Felsenthal auspicava su
Politico.com lumiliazione
di Rahm: non una sconfitta
(i rivali sono deboli), ma una
vittoria al secondo turno.
Perch? Lex capo dello staff
di Obama, eletto sindaco 4
anni fa con il 59% del voto
afroamericano, accusato
di dimenticare le minoranze
(esempio: 50 scuole chiuse
nei loro quartieri). Anche nei
giornali che gli danno
lendorsement c chi spera
che si renda conto che un
mortale e ascolti di pi.

a cura di Viviana Mazza

ello Stato tedesco, solo il Parlamento pu


conferire funzioni
statali al livello sopranazionale, perch
solo esso garantisce il rispetto
della volont popolare e dellidentit nazionale. Ogni passo
avanti dellUnione, ogni suo impegno, deve essere autorizzato
dal Parlamento.
Queste motivazioni, svolte
con ricchezza di sottili ragionamenti giuridici, producono tre
effetti. Annullano le forze endogene di sviluppo dellUnione,
negandone lesistenza, oppure
condizionano tale sviluppo.
Mettono al guinzaglio tedesco (e
degli altri Paesi che intendano
seguire la stessa strada) tutti i
passi avanti dellUnione. Creano
uno squilibrio tra Stati pi filoeuropei e Stati pi guardinghi o
addirittura restii a operare cessioni di sovranit.
Altri Paesi sono pi filo-europei, e tra questi lItalia. Se si
esclude la decisione criticata
dallex presidente della Corte, le
corti supreme italiane hanno assunto un atteggiamento pi
aperto rispetto al diritto europeo
e al diritto internazionale. Non si
chiedono quali limiti discendono dalla Costituzione nazionale
per il diritto europeo, ma, al
contrario, quali vincoli europei
il diritto e le corti nazionali debbono rispettare.
Neanche noi siamo immuni
da difetti. Anche le corti italiane,
pi orientate ad aprire le porte
del diritto nazionale a quello europeo, creano dei problemi. Infatti, il loro atteggiamento fa risaltare la debolezza degli adempimenti comunitari da parte dellesecutivo. noto che lItalia
tanto pronta a dichiarare di volersi adeguare alle direttive e ai
regolamenti comunitari, quanto
lenta nellapplicarli. Ed noto
che il balletto dei governi rende
la nostra presenza a Bruxelles
sempre precaria (qualche giorno
fa, uno dei pi alti funzionari
dello Stato italiano ha dichiarato
che in cinque anni aveva accompagnato nella capitale europea
cinque diversi ministri italiani,
mentre quelli dei nostri partner
sono rimasti gli stessi).
Latteggiamento tedesco, per
la cura con cui motivato, per la
sua costanza, per il peso che
quel Paese ha in Europa, pone,
tuttavia, un interrogativo di fondo, che riguarda lesistenza stessa dellUnione e la sua essenza.
Gli Stati nazionali non hanno
conferito allUnione soltanto
compiti che questa deve ordinatamente svolgere come un mero
esecutore. Hanno anche sottoscritto un patto con il quale, consentendo lelezione diretta del
Parlamento europeo, hanno
permesso lo stabilirsi di un rapporto diretto tra questo e i cittadini di ciascuna nazione. Hanno
creato, in altre parole, un motore, hanno stabilito una diversa
legittimazione, un potere che
pu disporre regole eguali per
tutti i Paesi. Se ognuno degli Stati europei interpreta in modi diversi i vincoli che derivano dai
trattati, allunga o accorcia a suo
piacimento il guinzaglio che lega lUnione agli Stati, non si pongono in dubbio le premesse
stesse su cui fondato il condominio europeo?
Sabino Cassese
RIPRODUZIONE RISERVATA

38

Mercoled 25 Febbraio 2015 Corriere della Sera

Corriere della Sera Mercoled 25 Febbraio 2015

39

Economia
 




 
  %      "'''

  
"" 
/ &
 "' 

&$
" 
 00
"! '
%
 !
%%+
"' 
% !0"   
%
' '
 !
"  '! 

0#
0#
00-#
0#
0#
0('#
00#
0(#
0'#

 !"
! !''
' !
 '


& 
 
$

0-'#
0(#
0#
0-(#

Ceduta Ansaldo per 1,9 miliardi. Cos potremo competere con Bombardier, Alstom e Siemens
Moretti (Finmeccanica): nessun rischio per loccupazione, vogliamo essere un pilastro del Paese




#   
 
"'"  

+ ,--)0)'  " ' ' ' "


+ -,)0)-0  ' ' ! ' 
+ 0)0,),0 ! ''  !  
+ 0)0)( ! "'  ' " 

La Lente

di Fabrizio Massaro

Le Popolari:
il voto multiplo
per premiare
i soci pazienti

l fronte delle Popolari


punta su un peso
maggiore dei soci
pazienti, cio degli
azionisti di lungo corso,
come correttivo al decreto
che le trasforma in spa gli
istituti cooperativi. Si tratta
di una norma, introdotta di
recente per le spa per
consolidarne gli assetti di
controllo, che potrebbe
essere utilizzata dalle
banche coop per difendere
la territorialit pur senza
ostacolare la contendibilit.
La mitigazione degli
impatti della riforma nel
corso della conversione in
legge lunica strada
percorribile, riconoscono
gli stessi banchieri, visto
che il cambiamento di
governance ormai dato
per inevitabile. A sostenere
questa linea, allinterno di
Assopopolari, stato ieri
leconomista Alberto
Quadrio Curzio, che con
Piergaetano Marchetti e
Angelo Tantazzi sta
mettendo a punto un
progetto di autoriforma.
Bisogna favorire il
cosiddetto voto multiplo
degli azionisti pazienti, ha
detto a Radio Vaticana.
Una data significativa
potrebbe essere almeno
due anni: gli azionisti
pazienti che detengono le
azioni da almeno due anni
possono fruire del voto
multiplo che previsto
dalla normativa italiana e
cio per ogni azione, due
voti. Quadrio Curzio poi
tornato a chiedere un tetto
al possesso massimo
azionario, per mantenere
una distribuzione
adeguata dellazionariato.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Un dossier lungo quasi


quattro anni. Lo stesso venditore, la controllante Finmeccanica. Lo stesso acquirente, la conglomerata giapponese Hitachi
da 70 miliardi di euro di fatturato. Da ieri la divisione europea di Hitachi ha coronato il
suo inseguimento ufficializzando lacquisizione del 100% di
Ansaldo Breda, attiva nella produzione di treni ad alta velocit
e nella fattura di metropolitane
senza conducente, valutandola
36 milioni di euro e del 40% di
Ansaldo Sts, gioiellino del segnalamento ferroviario, per 773
milioni di euro attraverso unofferta pubblica di acquisto di
azioni sul mercato. Una partita
complessiva da 1,9 miliardi che
comporta una riduzione del debito della capogruppo Finmeccanica di circa 600 milioni. Mi
sembra una bella operazione,
ha commentato Pier Carlo Padoan, ministro del Tesoro,
azionista di riferimento del colosso della Difesa. Daltronde
non sfugge la complessit di
unoperazione industriale/finanziaria che Mauro Moretti,
amministratore delegato di
Finmeccanica, ha sempre voluto condurre tenendo insieme i
due asset, seppur una (Ansaldo
Breda) non fosse quotata e fosse gravata da un debito piuttosto alto, e laltra (Sts) negli anni
fosse invece diventata leader
mondiale nei software di segnalamento. Certo qualche interrogativo resta, ad esempio
lacquirente Hitachi Rail Europe, ha poco pi della met dei
dipendenti italiani delle societ
acquisite, circa 3.500 (2mila
Ansaldo Breda negli stabilimenti di Pistoia, Reggio Calabria e Napoli; 1,500 Ansaldo Sts

MILANO

Chi sono

  
 

Lamministratore delegato di Alitalia, Silvano Cassano, incontrer


venerd i sindacati. Allordine del giorno limplementazione del nuovo
piano industriale. Da poco Alitalia ha annunciato lavvio di nuovi voli
e collegamenti importanti come il Milano-Shanghai, operativo tre
volte alla settimana per tutta la durata dellExpo di Milano.
Lappuntamento con i sindacati fissato per le 14 nel quartier
generale di Alitalia a Fiumicino.

I Frecciarossa ai giapponesi di Hitachi

 
.%
.%
.%
.%

Alitalia, venerd vertice sul piano

In alto
Mauro Moretti,
61 anni,
amministratore
delegato di
Finmeccanica,
controllante
di Ansaldo
Breda e
Ansaldo Sts.
In passato
stato ceo di
Ferrovie dello
Stato. In Piazza
Monte Grappa
da maggio
2014
Sotto
Hiroaki
Nakanishi,
presidente
della
conglomerata
Hitachi, 70
miliardi di
ricavi, il 10%
nel trasporto
ferroviario

La mappa degli stabilimenti di Ansaldo Breda e Ansaldo Sts


GLI STABILIMENTI
36
mln di

773
mln di
Torino
Genova

per il 40%
di Ansaldo
Sts

Pistoia

Potenza
Napoli

per il 100%
di Ansaldo
Breda

600
mln di
la riduzione del debito
della controllante
Finmeccanica

NUMERO DI DIPENDENTI
2.000
1.527
1500
2000

1.000

1000
500

Ansaldo Breda
Ansaldo Sts

Reggio
Calabria

Hitachi Rail
Europe
dArco

negli impianti di Genova, Torino, ancora Napoli e Potenza) e


dai confederali si registra pi di
qualche preoccupazione. Perplessit subito fugate da Moretti che parla di nessun rischio
per loccupazione. Dubbi che
saranno i giapponesi dover dissipare nel piano industriale che
porteranno al ministero dello
Sviluppo. Proprio il dicastero
guidato da Federica Guidi ieri
ha ospitato la conferenza stampa di presentazione dellaccordo. A testimonianza della volont dei compratori di fornire
tutte le garanzie occupazionali
confermando anche gli investimenti dellAnsaldo Breda. La
societ guidata da Maurizio
Manfellotto sta realizzando i
primi prototipi Etr 1000, i treni
ad alta velocit commissionati
da Trenitalia. Raccontano che
le perplessit di Hitachi fossero

soprattutto sulle penalit che


applicherebbe il committente
nel caso di ritardi nella fornitura. Ma ad attenuarle sono serviti i circa 700 pendolini Intercity
che il dipartimento dei Trasporti britannico ha chiesto ad
Hitachi, che proprio a Londra
ha il suo quartier europeo. Cos
in un futuro prossimo non
escluso che sia Pistoia a produrre alcune componenti destinate al mercato inglese. Prodigi della globalizzazione ferroviaria in un settore in cui i
margini sono risicati e la tecnologia conta eccome. Tanto che
quella italiana ingolosiva anche i cinesi di Insigma. Lesito
finale la creazione del quarto
produttore mondiale di treni
dopo Bombardier, Alstom e
Siemens.
Fabio Savelli

Il ministro
Guidi:
Lintesa
motivo
di orgoglio
del governo
italiano
per la sua
strategia
che
punta sui
campioni
nazionali

RIPRODUZIONE RISERVATA

Nagel: bad bank, scelta di mercato


Ma servono regole chiare sui crediti
Gros-Pietro: se le imprese falliscono il danno anche per lo Stato
La parola
La bad bank,
letteralmente
la banca
cattiva, una
societ creata
al fine di
ricevere i crediti
anomali e
permettere alla
banca buona
di erogare
nuovi prestiti
Il governo
studia un piano
per costituire
una bad bank
di sistema a
partecipazione
pubblica

MILANO Una bad bank a matrice squisitamente pubblica,


oggi in Italia abbastanza difficile nei fatti e poco praticabile. Lo pensa lamministratore
delegato di Mediobanca, Alberto Nagel. Due anni fa era il
tempo migliore per lanciarla,
quando lo ha fatto la Spagna,
ma lItalia ha perso il treno e
oggi con i meccanismi nuovi di
regolamentazione del bail in
abbastanza irrealistico pensare
che si possa fare, ha osservato
il manager nel corso di unaudizione in Senato dove
intervenut0 anche il presidente del consiglio di gestione di
Intesa Sanpaolo Gian Maria
Gros- Pietro.
Per Nagel, bisogna mettere
in campo un iniziativa di mercato, come del resto ha riconosciuto lo stesso governo. E per
fare questo serve l aiuto del
legislatore, per dimezzare i
tempi di esecuzione delle ipoteche immobiliari: Una strut-

tura che sia in grado di ridurre


il gap tra chi vende il credito e
chi compra. La differenza potrebbe essere assorbita da soggetti che hanno questa missione, come il Tesoro o la Cdp, attraverso tranche junior o mezz a n i n e c h e f a re b b e ro d a
ammortizzatore di questa differenza ma con proporzioni
che non configurino aiuti di
Stato. Bisogna ridimensionare anomalie come i tempi di riscossione di crediti che o sono pi o meno il doppio rispetto ad altri Paesi.
Per Gros-Pietro un piano almeno in parte pubblico sensato, sia pure realizzato con

Sistema
Intesa non ne ha
bisogno ma la bad
bank utile per altri
ha detto Gros-Pietro

strumenti di mercato. Noi


non ne abbiamo bisogno - ha
precisato il professore riferendosi a Intesa - ma riteniamo
che un intervento sui crediti
deteriorati sia utile per altri
operatori e che debba essere
fatto con strumenti di mercato, per evitare ripercussioni
negative in tema di aiuti di
Stato. Se le imprese falliscono
- ha aggiunto - un danno per
il sistema, perch si lacera il
tessuto produttivo, si vanificano le competenze e restano i
debiti non pagati. Il danno insomma pubblico e per questo sarebbe giustificato un intervento anche parzialmente
pubblico. Le formule sono le
pi diverse e gi la Bei si offerta per sottoscrivere una parte dei rischi. Non dico sia
lunica ma una strada buona,
interessante, ha concluso
Gros-Pietro
Paola Pica
RIPRODUZIONE RISERVATA

181
miliardi
di euro Le
sofferenze
lorde del
sistema
bancario
italiano

320
miliardi I non
performing
loans, i prestiti
a riscossione
incerta del
sistema
bancario

La firma

Ilva, intesa
sugli esuberi
Scendono a 4.074
per un anno
Nuovo accordo per la gestione
degli esuberi all Ilva di
Taranto che coinvolger
contemporaneamente fino a
4.074 dipendenti dello
stabilimento siderurgico
affidato ai commissari
straordinari Piero Gnudi,
Corrado Carrubba ed Enrico
Laghi. Lintesa stata firmata
ieri da tutte le sigle sindacali
dei metalmeccanici, alla vigilia
dellapprodo allaula della
Camera del decreto Ilva che
sar allesame da oggi per la
conversione entro la scadenza
del 6 marzo. Il nuovo accordo
prolunga i contratti di
solidariet in scadenza per
altri 12 mesi in modo da
gestire la fase transitoria di
manutenzione dellaltoforno 5
prevista dallAia,
lAutorizzazione integrata
ambientale, come ha spiegato
la societ siderurgica. Nel
periodo interessato la
produzione giornaliera sar di
11.800 tonnellate di acciaio
rispetto alle 30 mila potenziali
a pieno regime, a causa delle
fermate nellarea a caldo che
porteranno a ridurre anche
lalimentazione dei reparti a
valle. Il solo altoforno 5
rappresenta il 40% della
produzione. Il criterio alla base
dellintesa prevede la rotazione
delle ore di solidariet ossia
riduzione dorario e salario
su una platea totale di 11.200
lavoratori del sito di Taranto
suddivisi tra area fusione,
laminazione e tubifici e
infine servizi e
manutenzione. Questo per
assorbire le eccedenze causate
dai fermi agli impianti. Al
termine dellanno coperto dai
contratti di solidariet lIlva
riassorbir gli esuberi in
maniera integrale.
Ieri le commissioni Ambiente
e Attivit produttive della
camera hanno proseguito
lesame degli emendamenti al
decreto di commissariamento
del gruppo che arriver oggi in
aula per la conversione.
Realisticamente non ci sono i
tempi per poter poi rinviare al
senato il provvedimento prima
della scadenza del 6 marzo,
ha sostenuto il viceministro
allo Sviluppo economico
Claudio de Vincenti, di fatto
chiudendo alla possibilit di
modifiche. Il governo non ha
per ora confermato lipotesi
del voto di fiducia ma
lintenzione fare presto.
A Milano stata intanto fissata
per il 14 maggio lapertura del
processo dAppello per
presunta truffa ai danni dello
Stato che costata la
condanna in primo grado di
Fabio Riva a 6 anni e 6 mesi.
Carlo Turchetti
RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoled 25 Febbraio 2015 Corriere della Sera

40

MINISTERO DELLA DIFESA


Segretariato Generale della Difesa e Direzione Nazionale degli Armamenti
Direzione degli Armamenti Aeronautici e per lAeronavigabilit
v.le dellUniversit, 4 - 00185 ROMA
urp@armaereo.difesa.it
Tel. +390649865692/+390649865930 - Fax +390649865145
AVVISO DI PREINFORMAZIONE APPALTI PUBBLICI SOTTOSOGLIA ANNO 2015
Si rende noto che questa Direzione nel corso dellanno 2015 ha in programma di effettuare i
seguenti approvvigionamenti di valore inferiore alla soglia comunitaria:
Approvvigionamento e manutenzione di paracadute, materiale di sopravvivenza e materiali
di supporto;
Approvvigionamento di artifizi bordo-terra/terra-bordo, cartucce da segnalazione, cartucce
extinguisher, segnalatori fumogeni;
Revisione e approvvigionamento parti di ricambio, banchi prova e simulatori per apparati
avionici di bordo (radar, sistemi di identificazione e comunicazione, sistemi di navigazione,
sistemi di guerra elettronica e sensori;
Manutenzione, riparazione e approvvigionamento parti di ricambio e accessori e di equipaggiamenti di aeromobili e di sistemi elettronici di terra;
Revisione, manutenzione e approvvigionamento parti di ricambio e banchi prova e simulatori
per Pod elettronici di bordo:
Approvvigionamento Sistemi APR (classe MINI<20Kg).
l valori dei beni e servizi da fornire non sono al momento quantificabili, salvo lindicazione che
saranno inferiori alla soglia di rilievo comunitario.
Il presente bando costituisce indicazione di massima dellattivit programmata.
Non al momento nota la data di inizio delle procedure di aggiudicazione; lavvio delle stesse
sar reso pubblico nei modi di legge tramite successivi avvisi/bandi specifici per ogni singola
commessa; detta pubblicit sar consultabile anche sul sito www.armaereo.difesa.it.
IL DIRETTORE
Gen. Isp. Capo G.A. LANGELLA Ing. Francesco

Per la
pubblicit legale
e nanziaria
rivolgersi a:
Via Rizzoli, 8
20132 Milano
Tel. 02 2584 6665
Fax 02 2588 6114
Via Campania, 59 C
00187 Roma
Tel. 06 6882 8650
Fax 06 6882 8682
Vico II San Nicola
alla Dogana, 9
80133 Napoli
Tel. 081 49 777 11
Fax 081 49 777 12
C.so Vittorio
Emanuele II, 60
70122 Bari
Tel. 080 5760 111
Fax 080 5760 126

RCS MediaGroup S.p.A.


Via Rizzoli, 8 - 20132 Milano

ASSESSORADU DE SOS TRABALLOS


PBLICOS
ASSESSORATO DEI LAVORI PUBBLICI
Avviso di costituzione elenchi aperti di
operatori economici qualificati
Il Direttore del Servizio Appalti, Contratti
e segreteria UTR rende noto che questo
Assessorato, in esecuzione della Direttiva Generale di indirizzo, approvata
con Deliberazione della Giunta regionale
n. 31/16 del 5.8.2014 e delle proprie
determinazione n. 3160/227/SAR e n.
3135/226/SAR del 28/1/2015, intende
procedere alla costituzione di un Elenco
aperto di operatori economici qualificati
da invitare a presentare offerta per laffidamento dei lavori pubblici con il sistema in economia e con le procedure
negoziate senza bando (http://www.regione.sardegna.it/j/v/1725?s=1&v=9&
c=389&c1=1323&id=45934) e di un
Elenco aperto di operatori economici
qualificati, da invitare a presentare
offerta per laffidamento dei servizi di ingegneria e architettura secondo le procedure dellart. 267, d.P.R. n. 207/2010
(http://www.regione.sardegna.it/j/v/17
25?s=1&v=9&c=389&c1=1323&id=459
33). Le istanze telematiche di iscrizione
possono essere presentate a far data dal
23.3.2015.
Il direttore del servizio
Dott. Ing. Alberto Piras

Space 2000 non vanta


n pu vantare alcun
diritto sul marchio Eco
Down, ogni suo utilizzo avvenuto illecitamente e non sussiste
alcun rapporto tra essa
e Fisi e Thermore rispettivamente titolare e
licenziataria esclusiva
del marchio.
AVVISO BANDO DI GARA
Expo 2015 S.p.A. ha indetto la Procedura aperta n. 99/2015, finalizzata alla conclusione di un Accordo quadro con un operatore economico, ai sensi dell
art. 59, comma 4, del D.Lgs. n. 163/2006, avente ad oggetto la fornitura di materiale informativo e promozionale per Expo Milano 2015. CIG: 612174609D.
Importo complessivo a base di gara: Limporto massimo stimato della procedura
pari ad Euro 2.973.465,00 IVA esclusa e spese accessorie incluse, oltre
3.200,00 per oneri della sicurezza derivanti dalle interferenze delle attivit. Modalit per la presentazione delle offerte e reperibilit della documentazione
di gara: la gara pubblicata sul profilo committente al seguente indirizzo:
http://www.expo2015.org/it/opportunita-per-il-business/partecipa-alle-gare/gare-incorso ove possibile accedere direttamente alla piattaforma di e-procurement Sintel per il reperimento della documentazione di gara. Termine ricezione delle
Offerte: le offerte dovranno pervenire entro e non oltre le ore 16:00 del giorno 9
marzo 2015. Responsabile del Procedimento di Affidamento: Dott. Christian
Malangone.
Il Responsabile del Procedimento - Dott. Christian Malangone

GARA N. 293/CTP/14 - ESTRATTO BANDO


La Compagnia Trasporti Pubblici S.p.A., con sede legale in Napoli alla via Ponte dei Francesi,
37/e - 80146 e sede operativa in Arzano (NA) al Corso Salvatore DAmato, 81 - 80022,
indice gara, mediante procedura aperta ai sensi degli artt. 55 e 220 del D. Lgs. 163/06, da
aggiudicarsi con il criterio del prezzo pi basso, per il servizio di vigilanza armata con piantonamento e vigilanza con teleallarme bidirezionale e ronde di ispezione, per un importo
biennale complessivo presunto dellappalto pari ad 616.480,00 oltre IVA. I soggetti interessati potranno prendere visione e scaricare dal sito internet aziendale www.ctp.na.it la
documentazione necessaria per la partecipazione alla gara in oggetto. Le offerte dovranno
pervenire entro le ore 14.00 del giorno 30/03/2015.
Amministratore Unico - dott. Gaetano Ratto
Autorit Portuale di Salerno
(Legge 1n. 84/94; D.P.R. 23/06/00
in G.U. n. 175 del 28/06/00)
Avviso di Esito Gara
LAutorit Portuale di Salerno rende noto che la Procedura Aperta nel settore speciale ex art. 213 D.lgs.
163/06 ss.mm.ii. per laffidamento del Servizio di
esecuzione della caratterizzazione fisica, chimica, microbiologica ed ecotossicologica dei fondali del porto
commerciale di Salerno e del canale dingresso,
pubblicata sulla GURI V serie Speciale n. 83 del
23/07/2014 stata aggiudicata con delibera presidenziale n. 37 del 18/02/2015 alla RTI: NATURA s.r.l. TECNO IN s.p.a. - THEOLAB s.p.a. Via G. Rossini, 16
80026 - Casoria (NA) C.F. e P. Iva: 02887711212 che
ha conseguito il punteggio di 90,46 punti ed ha offerto di eseguire tutti i lavori in appalto in 35(20 gg.
per lattivit di campo e 34 giorni per le attivit di laboratorio) giorni naturali e consecutivi,con un ribasso
pari al 47,54% per un importo contrattuale pari ad
457.279,00 oltre 4.966,01 per oneri della sicurezza non soggetti a ribasso ed IVA non imponibile ai
sensi dellart.9 del D.P.R. n. 633/1972. Maggiori informazioni su www.porto.salerno.it.
IL PRESIDENTE - Avv. Andrea Annunziata

TRIBUNALE CIVILE DI ROMA


ATTO DI CITAZIONE
I Signori BLASILLI ANSELMO, nato a Rieti il
24/8/1946 e residente a Roma Via Peano n. 48
- C.F: BLS NLM 46M24H282R, BLASILLI RODOLFO, nato a Rieti l11/6/1949 ed ivi residente
Via Rosati n. 16 - C.F: BLS RLF 49H11H282G,
BLASILLI ANTONIO, nato a Rieti il 29/9/1941 e
residente a Wackernhein (Germania) Mainzer
Str.14 - C.F. BLS NTN 41P29G759S e PAZIENZA
MARGHERITA, nata a Rieti il 16/4/1943 ed ivi
residente Via Foresta n. 75 - C.F: PZZ MGH
43D56H282Q, elettivamente domiciliati in Roma
Via Vittorio Marimpietri n. 52 (studio Avv. Vincenzo Varano fax: 06/3294948 pec: vincenzovarano@ordineavvocatiroma.org) presso lAvv.
Marco Bonamici C.F: BNM MRC65B05E812L,
che li rappresenta e difende in virt di mandato
apposto in calce allatto di citazione (fax
0744/91407 - bonamici.marco@arubapec.it),
previa autorizzazione del Presidente del Tribunale di Roma del 8/1/2015 alla notifica per pubblici proclami, con il predetto atto di citazione
citano gli eredi della signora Maria Kuharich a
comparire avanti il Tribunale di Roma alludienza
del 10 dicembre 2015 ore di rito, giudice e sezione designandi, con linvito a costituirsi in giudizio nel termine di venti giorni prima di detta
udienza con lavvertimento che la costituzione
oltre il predetto termine comporter le decadenze di cui agli artt.38 e 167 c.p.c. per ivi
sentire accertare e dichiarare acquistati per usucapione ex art. 1158 c.c. i diritti di propriet in
ragione di 12/18 dellappartamento, sito in
Roma Via dei Marsi n.58 piano primo, distinto
al N.C.E.U. del Comune di Roma al Foglio 615,
particella 89 sub 11 a favore di essi attori in ragione delle rispettive quote loro spettanti con
autorizzazione al competente Conservatore dei
registri Immobiliari (ora Agenzia del Territorio)
alla trascrizione della emananda sentenza.
(Avv. Marco Bonamici)

C.I.R.A. - Centro Italiano Ricerche Aerospaziali - S.C.p.A.


CAPUA (CASERTA), Via Maiorise snc
Capitale Sociale di Euro 985.223,75 i.v. - Numero R. E. A. 128446
Registro delle Imprese di Caserta
Codice Fiscale 04532710631 - P.I. 01908170614
CONVOCAZIONE ASSEMBLEA ORDINARIA
I signori Azionisti sono convocati in Assemblea Ordinaria per il giorno 11 marzo
2015 alle ore 07.30, presso la Sede dellAIAD - Federazione Aziende Italiane per
lAerospazio, la Difesa e la Sicurezza in Roma, via Nazionale n. 54, in prima convocazione e, occorrendo, per il giorno 12 marzo 2015 ore 11.30, stesso luogo,
in seconda convocazione, per deliberare sul seguente:
ORDINE DEL GIORNO
1. Nota Corte dei Conti - Procura Regionale presso la Sezione Giurisdizionale per la Campania, Prot. gen. N. PR20081/2014 P, di trasmissione Sentenza n. 1618/2014: determinazione relative all eventuale azione sociale
di responsabilit ai sensi dellart. 2393 cod. civ.
Per lintervento in Assemblea valgono le disposizioni di legge e di statuto.
Il Presidente del Consiglio di Amministrazione
prof. ing. Luigi Carrino
La sottoscritta, Dott.ssa Denise Mapelli, Curatore del fallimento n. 261/2013 dichiarato in data
24/09/2013, autorizzata in data 12/11/2013 dal G.D. Cinzia Fallo, VENDE, a mezzo asta senza incanto,
il ramo dazienda di Esamotors Srl con sede in Cavenago di Brianza, Via Santa Maria in Campo n. 1,
con oggetto lattivit di carrozzeria, riparazioni dauto, officina meccanica. Il ramo dazienda
attualmente condotto in affitto sulla base di un regolare contratto con scadenza 22 luglio 2015. Il
perimetro dellazienda il seguente: lattivit di carrozzeria, riparazioni dauto, officina meccanica,
esercitata nellimmobile sito alla via Santa Maria in Campo n. 1 a Cavenago Brianza, con connessi
contratti di locazione finanziaria, beni mobili, meglio descritti nella relazione di stima a firma
dellesperto Dott. Sergio Tremolada redatta in data 28/07/2014 e reperibile a richiesta presso la data
room della procedura. Il prezzo minimo fissato in 200.000,00 ed il rilancio minimo fissato in
5.000,00. Lapertura delle buste sar effettuata il giorno 12/03/2015 alle ore 10,30 presso lo
studio del Curatore in via Caronni 10, Monza. Si invitano pertanto tutti gli interessati a far pervenire,
secondo le disposizioni generali in materia di vendite, entro e non oltre le ore 13:00 del giorno
11/03/2015, presso lo Studio del Curatore Dott.ssa Denise Mapelli, in Monza (20900), Via Caronni n.
10, le offerte per lacquisto del ramo dazienda, cauzionate, a pena di inammissibilit, con assegno
circolare non trasferibile intestato al Fallimento Esamotors S.r.l. pari al 10% del prezzo offerto
(prezzo che non potr in ogni caso essere inferiore a quello minimo di 200.000,00).
Data Room: per qualsiasi informazione circa la consistenza del ramo aziendale, dei beni e dei diritti
facenti parte del medesimo, il contenuto del contratto di affitto in essere e dei relativi allegati, le
modalit di partecipazione allasta, possibile contattare lo studio del Curatore al numero
039/32.32.95 o allindirizzo mail f261.2013monza@pecfallimenti.it. Le informazioni e i dati acquisiti
in virt della procedura saranno trattati in conformit alla vigente normativa sulla privacy.

AVVISO DI DEPOSITO DEL 2 PIANO DI RIPARTO PARZIALE


La FIRS ITALIANA DI ASSICURAZIONI S.p.A.
In Liquidazione Coatta Amministrativa
COMUNICA
Che, previa autorizzazione dellIVASS (Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni)
rilasciata con provvedimento del 31/12/2014 prot. n. 51-14-001891, in data
2/2/2015 presso il Tribunale civile di Roma stato depositato il 2 Piano di Riparto
Parziale con la relazione del Commissario Liquidatore e del Comitato di Sorveglianza. Gli interessati, entro venti giorni dalla pubblicazione del presente avviso
nel Bollettino IVASS ovvero dal ricevimento della comunicazione dellavvenuto
deposito a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento, possono proporre,
con ricorso al Tribunale civile di Roma, le loro contestazioni. In relazione agli importi dovuti a creditori sino ad Euro 50,00, la liquidazione accantoner i relativi
importi e non provveder, allo stato, al relativo pagamento che viene rinviato ad
un successivo riparto parziale o finale. Ai sensi della vigente legge fallimentare e
del decreto legislativo 07/09/2005 n. 209, decorso il termine indicato senza che
siano state proposte contestazioni, il piano di riparto parziale si intende approvato
e si proceder alla ripartizione delle somme.
Roma, 17 febbraio 2015
Il Commissario Liquidatore - Avv. Riccardo Szemere

FONDAZIONE ARENA DI VERONA


VIA ROMA, 7/d - 37121 VERONA - CODICE FISCALE E PARTITA IVA: 00231130238
La Fondazione Arena di Verona indice una procedura aperta, ai sensi e con le modalit di
cui al D.Lgs. 163/2006 s.m.i., per laffidamento del servizio di pulizie dellAnfiteatro Arena
per la durata anni tre. Le offerte corredate dai documenti indicati nel Bando di gara, dovranno pervenire entro le ore 10.00 del 09.04.2015 al seguente indirizzo: Fondazione Arena
di Verona - Ufficio Protocollo - Via Roma n. 7/d- 37121 Verona. I documenti di gara sono
reperibili sul sito internet http://www.arena.it/it-IT/offerte-lavoro.html.
Il Sovrintendente - Francesco Girondini
Avviso di gara esperita CIG 6124637257
STAZIONE APPALTANTE: Ministero dello Sviluppo Economico - DGROB - Div. IV - Risorse strumentali - via Veneto, 33 00187 Roma e-mail: uagr.div10@pec.sviluppoeconomico.gov.it. OGGETTO: appalto del servizio di monitoraggio della
stampa per il Ministero dello Sviluppo Economico, ai sensi degli articoli 3 e 55 del d. Lgs. 12 aprile 2006, n. 163 e s.m.i. per
la durata di trentasei mesi, con facolt di ripetizione dei servizi ai sensi dellarticolo 57, comma 5, lettera b) del predetto
decreto. IMPORTO STIMATO: euro 520.000,00 (cinquecentoventimila/00), al netto dellIVA e degli oneri per la sicurezza pari
a 0,00. PROCEDURA: gara aperta ai sensi degli articoli 3 e 55 del d.Lgs. 12 aprile 2006, n. 163 e s.m.i. con il criterio dellofferta
economicamente pi vantaggiosa ex articolo 83 del d.Lgs. 12 aprile 2006, n. 163 e s.m.i.. INDIRIZZO E TERMINE PRESENTAZIONE OFFERTE: Ministero dello sviluppo economico - Ufficio Accettazione - via Molise 2 - 00187 Roma entro ore 17 del
24 aprile 2015. CAUZIONI PREVISTE: cauzione provvisoria e definitiva ai sensi degli artt. 75 e 113 del d.Lgs. 12 aprile 2006,
n. 163 e s.m.i.. ALTRE INFORMAZIONI: Documentazione disponibile presso il sito www.mise.gov.it nellarea Focus - Bandi
e gara. Spedizione avviso alla GUCE: 10 febbraio 2015.
Il Direttore Generale - dott.ssa Mirella Ferlazzo

AUTORITA PORTUALE DI TRIESTE


Via Karl Ludwig von Bruck, 3 - 34143 Trieste
tel. 040.6731 - fax 040.6732406
e-mail: protocollo@porto.trieste.it
sito Internet: www.porto.trieste.it
AVVISO DI GARA DAPPALTO
PROCEDURA APERTA
Lavori di manutenzione programmata del raccordo ferroviario del Punto Franco Nuovo nel
Porto di Trieste - II lotto/II stralcio. Progetto
A.P.T. n. 1748/B. Importo lavori a base dappalto, al netto di I.V.A.: 2.320.700,47 di cui
2.280.187,78 per lavori a corpo ed 40.512,69
(non soggetti a ribasso) di oneri per lattuazione
dei piani di sicurezza. Categoria prevalente: OS
29 - Armamento ferroviario - cls. IV. Termine ultimo per la ricezione delle offerte assieme alla
documentazione richiesta nel disciplinare di gara:
ore 12,00 del giorno 30 marzo 2015. Il bando integrale viene pubblicato su: G.U.R.I. - Parte I - V
Serie Speciale, Albo dellA.P.T., Albo Pretorio online dellA.P.T. (www.albopretorionline.it), siti informatici del Ministero delle Infrastrutture e dei
Trasporti e presso lOsservatorio. Lo stesso visibile, assieme al Disciplinare di gara ed agli elaborati progettuali, sul sito Internet A.P.T. di cui sopra
- sezione Avvisi, Provvedimenti e bandi di gara.
Trieste, 19 febbraio 2015
Autorit Portuale di Trieste
Il Presidente - dott.ssa Marina Monassi

Politecnico di Milano
Estratto bando procedura aperta
Il Politecnico di Milano indice appalto per FORNITURA DI SERVIZI TECNICI DI SUPPORTO ALLA
INSTALLAZIONE, MANUTENZIONE E CONDUZIONE DELLE SERVER FARM DI ATENEO per la
durata massima di 6 anni. Limporto complessivo,
comprensivo di eventuali proroghe, di
2.034.120,00 + IVA. Laggiudicazione avverr con
il criterio dellofferta economicamente pi vantaggiosa. Termine per il ricevimento delle offerte: ore
12:00 del 23/03/2015. Tutta la documentazione di
gara pu essere consultata e scaricata allindirizzo
www.polimi.it. Il bando integrale stato inviato
per la pubblicazione in GUUE il 11/02/2015.
Il RUP
Ing. Fabrizio Pedranzini

SENTENZA MORTE PRESUNTA


Con sentenza n. 199/2014 del 31.10.2014,
depositata
l11.11.2014,
R.G.V.G.
10340/2012, il Tribunale Civile di Roma ha
dichiarato la morte presunta di PASQUA
GIANCARLO, nato a Roma il 17.05.1956,
stabilendo la morte presunta alle h 24 del
31.12.1999, ordinando la pubblicazione
dellestratto della sentenza.

Corriere della Sera Mercoled 25 Febbraio 2015

ECONOMIA

Il caso

Sindacati e associazioni delle imprese contro


la norma del disegno di legge sulla
concorrenza che prevede la piena portabilit
dei contributi, compresi quelli del datore di
lavoro, dai fondi chiusi, cio istituiti da
aziende e sindacati, a quelli aperti offerti da
banche e assicurazioni. La novit, contenuta
nel provvedimento approvato venerd dal
Consiglio dei ministri, riguarda appunto i
contributi aziendali, che si sommano a quelli

Fondi pensione in rivolta:


la portabilit un regalo
agli istituti di credito

dei lavoratori ed eventualmente al Tfr, che


finora sono andati esclusivamente ai fondi
chiusi secondo gli accordi contrattuali. Se la
norma venisse approvata in Parlamento, il
lavoratore che decidesse di spostarsi in un
fondo aperto avrebbe diritto a portarsi dietro
anche il contributo aziendale. Secondo
Assofondipensione, che rappresenta 34
fondi di categoria con pi di due milioni di
iscritti, questa norma darebbe luogo solo a

41

una discriminazione dei fondi negoziali che


diventerebbero terreno di caccia per i
fondi aperti. Un regalo a banche e
assicurazioni, dicono i sindacati, che rischia
di affossare definitivamente i fondi pensione
dopo le norme sul Tfr in busta paga e
laumento del prelievo sui rendimenti
dall11% al 20%.

Enr. Ma.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Bpm, le banche estere aprono il dossier


Le valutazioni delle case daffari sulle integrazioni delle Popolari dopo la trasformazione in spa
Boschi sul caso Etruria: non c conflitto di interessi, non ero presente al Consiglio dei ministri
Il decreto
Il governo ha
varato lo
scorso 20
gennaio un
decreto che
obbliga le
banche
popolari con
oltre 8 miliardi
di attivo a
trasformarsi in
societ per
azioni
abbandonando
lo status di
cooperative
Coinvolte
nella riforma
sono Bpm, Ubi,
Banco
Popolare, Pop.
Vicenza, Pop.
Etruria, Veneto
Banca, Bper,
Pop. Bari, Pop
Sondrio, Creval

MILANO Mentre la riforma delle


Popolari si avvicina al voto del
Parlamento tra il 9 e il 13 marzo,
la trasformazione delle prime
dieci banche cooperative in spa
continua a sollecitare analisi e
scenari delle banche daffari in
vista del futuro risiko. Risiko
sempre pi complesso, perch
oltre alle possibili combinazioni tra popolari (e con istituti da
consolidare come Carige e
Mps) potrebbero scendere in
campo anche le banche estere,
sfruttando loccasione del cambio di governance.
A fare gola ci sarebbe in particolare la Bpm, listituto milanese guidato da Giuseppe Castagna: collocato in unarea
molto solida, dopo la ristrutturazione ha superato gli esami
della Bce con 713 milioni di capitale in eccesso, ha una governance meno legata al territorio
e pi alle dinamiche sindacali
interne, ha chiuso con un utile
(approvato ieri dal consiglio di
gestione) di 232 milioni e ha un
il livello patrimoniale all11,58%
(common equity). Per questo
motivo, sottolineano vari advisor, la Milano potrebbe essere il
target perfetto per un istituto
straniero che volesse espandersi o approdare in Italia. Nei
giorni scorsi in alternativa ai

Il caso

di Isidoro Trovato

Il testo
In base al
disegno di
legge sulla
concorrenza,
per la
compravendita
di immobili a
uso non
abitativo e di
valore inferiore
a 100 mila
euro, ci si potr
rivolgere allavvocato e
non solo al
notaio, purch
lavvocato si
doti di una
copertura
assicurativa.
Inoltre si
eliminer
lobbligo di atto
notarile per la
costituzione di
societ a
responsabilit
limitata con
capitale fino
alla soglia di 20
mila euro

MILANO Viva la concorrenza. Ma


attenti ai concorrenti. Potrebbe suonare un po cos lallarme lanciato dai notai. Ma la
questione pi complessa. Nel
decreto legge sulla concorrenza appena varato dal governo,
sono stati introdotti alcuni elementi che potrebbero creare
un terremoto nel sistema di
compravendita immobiliare
italiano.
Il testo (che dovr passare al
vaglio del Parlamento) prevede
che per contratti immobiliari
non abitativi del valore catastale fino a 100 mila euro cadrebbe lesclusiva dei notai. Insomma per gli immobili come i capannoni industriali o gli esercizi commerciali ci si potr
rivolgere anche agli avvocati o
ad altri soggetti professionali.
chiaro che si tratta di un
provvedimento che metterebbe a soqquadro il mondo del
notariato ( che gi da anni denuncia un crollo verticale dei
fatturati a causa della profonda
crisi edilizia). Ma dai notai non
arriva un no su tutto il fronte
delle novit Siamo pronti ad
aprirci ulteriormente alla concorrenza cos come abbiamo
fatto finora afferma Mario
Notari, notaio e docente delluniversit Bocconi Non bisogna dimenticare infatti che
con il governo Monti abbiamo
accettato leliminazione delle

BPM, sei mesi a Piazza Affari


ieri +0,36%

0,8345

0.793
0.723
0.653
0.583
0.513
0.443

Settembre

Ottobre

Novembre

Dicembre

Gennaio

2014

Febbraio
2015
dArco

La riforma delle cooperative


Giuseppe Castagna, direttore generale della Bpm. A
destra, la titolare delle Riforme, Maria Elena Boschi. Il
padre stato vicepresidente della Popolare dellEtruria

matrimoni possibili con Bper o


Carige o Ubi, per Bpm si sono
gi fatti i nomi delle francesi
Bnp Paribas e Crdit Agricole,
gi presenti in Italia, del Santander, e di Deutsche Bank, che
in Italia arriv proprio rilevando la Popolare di Lecco. Tuttavia non risultano ancora dossier aperti sui tavoli, se non meri abboccamenti fra i vari banchieri delle Popolari e i capi
delle banche daffari. Nella
strada c un traffico micidiale, commenta un banchiere di
lungo corso. Un conto poi sono
gli scenari teorici di analisti e
investment bankers, un altro
quelli probabili. Gi al Forex il

numero uno di Db in Italia, Flavio Valeri, aveva escluso di partecipare al risiko. Pi in generale, le banche estere attenderanno di conoscere la versione finale della riforma Renzi e i

Crdit Agricole

Brassac al vertice
Philippe Brassac il nuovo
direttore generale di Crdit
Agricole Sa, societ quotata
del gruppo bancario francese.
Prender il posto di Jean-Paul
Chifflet.

RIPRODUZIONE RISERVATA

I notai: allarme deregulation


Sicurezza dei contratti
a rischio sotto i 100 mila euro
tariffe, lambito territoriale di
competenza stato due volte
ampliato cos come la pianta
organica. Bisogna distinguere
tra concorrenza e competenza.
Lapertura alla concorrenza
non pu giustificare il calo delle competenze: coloro che
hanno il sapere per costruire i
ponti lo facciano con la massima concorrenza tra di loro e
cos anche coloro che hanno le
competenze per difendere una
causa in tribunale o per pre-

scrivere un farmaco. La battaglia delle competenze per, a


volte, in passato, ha nascosto la
voglia di preservare prerogative esclusive e posizioni di vantaggio. Questo potrebbe essere vero se volessimo difenderci
dallaumento di organico o restringere lambito territoriale
per aumentare le potenzialit
di lavoro in mano a pochi
osserva Notari . Stavolta si
discute daltro: ci che contestiamo la messa a rischio del

modello italiano. Il sistema attuale dei pubblici registri funziona perch i notai hanno un
controllo stringente da parte
del ministero della giustizia.
Se quei criteri vengono meno e
consentiamo di inserire dati
non controllati nei pubblici registri, avremo rischi per lattendibilit dei registri stessi .
Si mette a rischio un modello
che viene considerato uneccellenza dallo stesso doing business: autorevoli fonti di Stato

In Germania

Ig Metall strappa
aumenti del 3,4%
di Giuliana Ferraino
Ig Metall, il sindacato
tedesco dei metalmeccanici,
(forte come un orso, dice
la foto) ha firmato un
accordo per aumentare i
salari del 3,4% da aprile, per
un anno, oltre a 15o euro una
tantum. Lintesa vale per il
Baden Wrttemberg, sede di
Mercedes e Porsche, ma altri
Lnder potrebbero seguirla.
Una mossa per difendere il
potere dacquisto ed evitare il
rischio deflazione

regolamenti attuativi di Banca


dItalia per capire come muoversi. Per di pi i 18 mesi di tempo concessi per trasformarsi in
spa a Bpm, Banco Popolare,
Ubi, Veneto Banca, Pop. Vicenza, Bper, Popolare Etruria, Popolare di Bari, Creval, Popolare
Sondrio offrono una finestra
temporale per procedere ad aggregazioni nazionali, con combinazioni variabili, viste con
maggior favore dal governo.
Intanto ieri il ministro delle
Riforme, Maria Elena Boschi,
tornata sul caso dellEtruria, di
cui suo padre Pier Luigi era vicepresidente fino al commissariamento: Mi dispiace per la
mia famiglia e soprattutto per
mio padre che molto riservato e si trovato nel vortice. Per
fortuna per siamo molto uniti. Entrando nel merito lAntitrust ha stabilito che non c
conflitto di interessi. Io non ero
presente al Consiglio dei ministri del decreto, ha dichiarato
a Chi in edicola oggi.
Del resto la banca stata commissariata dal nostro governo,
per cui non vedo trattamenti di
favore; anche se a volte pu far
male, la legge uguale per tutti.
Fabrizio Massaro

4776
il numero
dei notai
attualmente in
attivit. Di
questi, le
donne sono
1524 e gli
uomini 3252.
Con un forte
aumento della
presenza
femminile negli
ultimi anni

1500
i nuovi notai
da inserire in
pianta organica
in base alla
riforma varata
dal governo
Monti. Sono in
ultimazione
due concorsi
per
lassegnazione
di ulteriori 550
posti

americano sono fermamente


convinte che con il sistema di
garanzie del notariato latino
non sarebbe esploso il fenomeno dei mutui subprime.
Lallarme lanciato dal notariato infatti fa leva proprio sulla legalit, sulla scia di ci che
successo negli Usa dove le
Banche americane hanno gi
concordato risarcimenti per
oltre 130 miliardi di dollari per
aver espropriato illegalmente
pi di 4 milioni di abitazioni.
Tra laltro aggiunge Notari
si assisterebbe a un doppio
paradosso: il venir meno del
sistema di sicurezza del notariato latino senza passare al
modello di common law. In parole povere, non ci chiedono di
adottare il sistema americano
che non prevede i pubblici registri ma di tenere il nostro
senza la rete di sicurezza che
vigila anche su infiltrazioni e
riciclaggio.
Il secondo nodo del Ddl
sulla concorrenza riguarda la
costituzione di societ semplificate per scrittura privata. Il
discorso simile fa notare il
docente della Bocconi e arriva in un momento in cui Banca mondiale e Ocse, a seguito
delle frodi finanziarie, promuovono un modello di controlli preventivi simile allItalia. Esiste una sola strada alternativa per non minare alla base
il sistema di controlli: studiare
i sistemi per allargare il pi
possibile la platea di coloro
che possono occuparsi di queste funzioni ma mantenendo
intatte le competenze. Aumentino ancora il numero dei notai, lambito territoriale, si apra
alle strutture associative tra
professionisti. Ma non si deroghi alla sicurezza. Largo alla
concorrenza della competenza.
RIPRODUZIONE RISERVATA

42

Mercoled 25 Febbraio 2015 Corriere della Sera

Corriere della Sera Mercoled 25 Febbraio 2015

ECONOMIA

43
#

Ovs in Borsa, lipo chiusa con successo a 4,1 euro


Ovs passa lesame del collocamento in Borsa. La
catena del fashion retail ha chiuso ieri lofferta al
pubblico e agli investitori istituzionali con la
fissazione del prezzo di 4,1 euro per azione, nella
parta bassa della forchetta indicata di 4-4,5 euro.
Questo significa che il controvalore complessivo
dellipo di 414 milioni e che la societ controllata
dal fondo Bc partners andr al listino il 2 marzo

con una capitalizzazione di partenza di 931 milioni.


La domanda di titoli raccolta dal consorzio
bancario ha permesso di coprire due volte le 101
milioni di azioni disponibili. Si tratta della seconda
ipo dellanno dopo quella di Banzai, che per aveva
dovuto dimezzare i titoli messi a disposizione del
flottante per chiudere loperazione.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Telecom, Fitch migliora le previsioni sul gruppo


Il rischio di un possibile declassamento del rating
di Telecom Italia si allenta dopo i risultati 2014 e il
piano industriale, secondo Fitch che potrebbe
cambiare loutlook a stabile da negativo se gli
indicatori continuano a migliorare.
Lo dice lagenzia di rating in una nota,
aggiungendo che la debolezza di ricavi ed Ebitda
domestico la causa principale delloutlook

debole, ma i due indicatori potrebbero aver


raggiunto un punto di minimo.
Il miglioramento rende gli obiettivi di Ebitda
domestico 2016 raggiungibili, ma Fitch ha bisogno
di ulteriori segnali di stabilizzazione e
miglioramento del free cash flow prima di prendere
qualunque decisione sulloutlook.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Mediaset, mossa a sorpresa su Rai Way


Lanciata offerta dacquisto e scambio
Nascerebbe un colosso nazionale nelle infrastrutture di trasmissione televisive
La vicenda
Rai Way
una spa del
gruppo Rai e
possiede la
rete di
diffusione del
segnale Rai
EI Towers,
proprietaria
della rete di
trasmissione
del segnale del
gruppo
Mediaset, di cui
parte, ha
lanciato ieri
unofferta
pubblica di
acquisto e
scambio sulla
totalit delle
azioni ordinarie
di Rai Way

Mediaset si lancia alla conquista delle torri della Rai, appena tre mesi dopo il loro sbarco a Piazza Affari. E lo fa con
unofferta pubblica di acquisto e
scambio (opas) lanciata attraverso la sua omologa societ, Ei
Towers. Sul piatto mette 1,22
miliardi di euro.
Lobiettivo creare un grande
unico polo nazionale dellinfrastruttura televisiva da 5 mila antenne, sul modello gi esistente
in Francia, Regno Unito e Spagna. E per di pi in grado di
svolgere un ruolo rilevante anche nel settore delle telecomunicazioni, scritto nella nota
che annuncia loperazione.
La mossa di Ei Towers riguarda la totalit di Rai Way e prevede che ai soci del gruppo vadano 4,50 euro per azione, per il
69% in contanti (ovvero 3,13 euro) e per il restante 31% sotto
forma di azioni Ei Towers (0,03
azioni di nuova emissione). Per
gli azionisti di Rai Way il guadagno implicito del 22% rispetto
ai prezzi attuali e del 52,7% ri-

guardo alla quotazione dello


scorso 19 novembre, quando
Rai Way arriv a Piazza Affari. In
totale saranno offerti 851,3 milioni in contanti, per i quali si
far ricorso a un prestito da parte di un istituto internazionale,
e 374 milioni in azioni.
Loperazione, che tra aumento di capitale di Ei Towers da
370 milioni e successiva opas

Miliardi
il valore
dellofferta di
Mediaset

Obama contro la finanza rapace. Yellen prende tempo sui tassi


NEW YORK Se il vostro business model quello di

Il presidente
Barack Obama,
53 anni

approfittare dei risparmi che i lavoratori


mettono da parte per la loro pensione, meglio
che cambiate mestiere. Cos Barack Obama ieri
allAARP, lAssociazione dei pensionati. Meno
pressato dalle scadenze del Congresso e con
leconomia finalmente uscita dallemergenza,
Obama mette sotto pressione la finanza
annunciando che i broker che gestiscono i fondi
pensione saranno sottoposti a regole e a
controlli pi severi. Un altro piccolo segnale di
fine dellemergenza lha dato ieri Janet Yellen

che, davanti al Congresso, nel confermare che la


Fed orientata a mettere la parola fine alla
lunghissima stagione dei tassi dinteresse a
quota zero, ha anticipato che, dal documento
sulle decisioni del prossimo Fomc, il direttorio
della Banca centrale che si riunir a met marzo,
sparir laggettivo paziente, fin qui usato per
indicare che per almeno due riunioni la Fed non
avrebbe toccato i tassi. La sortita del capo della
Fed ha rafforzato la sensazione che laumento dei
tassi potrebbe scattare alla fine dellestate.
RIPRODUZIONE RISERVATA

RIPRODUZIONE RISERVATA

Arrivano i nuovi 20 euro


Meno blu, ci sar il rosso
Sulla banconota il volto di Europa

RETRO

1,2

nomico autorizzi la Rai allo


svolgimento delle attivit di servizio pubblico su Rai Way anche
dopo lacquisto da parte del suo
diretto concorrente.
Ei Towers - dunque Mediaset,
visto che ne controlla il 40%,
con il fondo Usa BlackRock secondo socio al 10% - si impegna
comunque a garantire laccesso
allinfrastruttura a tutti gli ope-

Stati Uniti

Banca centrale europea

In circolazione dal 25 novembre


FRONTE

dovrebbe concludersi entro


lestate del 2015, condizionata
a diversi aspetti: intanto allautorizzazione dellantitrust;
quindi allaccettazione da parte
della Rai, visto che lofferta non
sar efficace se non aderir almeno il 66,7% del capitale e Viale Mazzini ne controlla saldamente il 65%; infine al fatto che
il ministro dello Sviluppo eco-

ratori radiotelevisivi in modo


indipendente, secondo termini
trasparenti e non discriminatori e poi aprir sempre pi la
propria infrastruttura, in prospettiva, agli operatori di telecomunicazioni. Tra i vantaggi indicati, oltre al miglioramento
tecnologico delle trasmissioni
anche in ultra Hd, anche
quello ambientale, visto che un
operatore unico potrebbe razionalizzare la presenza eliminando alcune torri in pochi che deturpano il paesaggio.
Di fatto Mediaset e Rai si ritroverebbero socie nella stessa
azienda delle torri che coprono
lintero territorio nazionale. Se
la Rai aderisse allofferta, si ritroverebbe con circa il 15% della
nuova societ. Per molti versi
unoperazione simile a quella
che laltro ramo della famiglia
Berlusconi, Mondadori, vorrebbe realizzare acquistando il ramo libri della Rcs (che edita il
Corriere della Sera). E in quanto
tale non mancher di scatenare
polemiche per il ruolo di Berlusconi e la partnership tra Mediaset e la tv di Stato, oggetto di una
prossima riforma da parte del
governo Renzi. E si comincia anche a delineare meglio il possibile futuro del gruppo del Biscione. Appena due settimane
fa Fininvest, la holding della famiglia, aveva venduto il 7,79% di
Mediaset facendo cassa per 377
milioni. Evidentemente le due
operazioni erano collegate.
Fabrizio Massaro

Nella nuova
banconota
presente
una nestra
con ritratto
denita
uninnovazione
nel campo
della tecnologia
delle banconote.
Il nuovo biglietto
entrer
in circolazione
dal 25 novembre
2015, sopra
ci sar il volto
di Europa, la gura
mitologica
da cui prende
il nome il nostro
continente
Corriere della Sera

Arriva la nuova banconota da 20 euro e il biglietto vira dal blu


attuale a una tavola di colori pi ampia che include un tocco di
rosso e di verde. E soprattutto la banconota, in circolazione dal
25 novembre prossimo, ha anche un volto: quello di Europa, la
figura mitologica da cui prende il nome il nostro continente, che
appare nella finestra con ritratto del nuovo biglietto, integrata
nellologramma. Inserire nei nuovi 20 euro il ritratto della figlia
del re fenicio che fu rapita da Zeus e portata a Creta rappresenta
uninnovazione nel campo della tecnologia delle banconote.
Lacronimo della Banca centrale europea verr indicato in nove
lingue. Guardando la banconota in controluce, la finestra rivela
dunque in trasparenza, su entrambi i lati del biglietto, il ritratto
di Europa. Questa particolare immagine, apposta anche nella
filigrana, tratta da un vaso custodito al Louvre di Parigi. Il reperto risale a oltre 2.000 anni fa ed stato rinvenuto nellItalia
meridionale. Secondo quanto spiegato dal presidente della Banca centrale europea Mario Draghi nella conferenza stampa a
Francoforte la nuova banconota da 20 euro entrer in circolazione il 25 novembre 2015; i produttori di apparecchiature per il
trattamento delle banconote, le categorie professionali che operano con il contante e gli altri soggetti coinvolti disporranno cos
di un prolungato periodo di nove mesi per prepararsi allintroduzione del nuovo biglietto.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoled 25 Febbraio 2015 Corriere della Sera

44

AUTISTA professionista, srilankese


offresi, patente B-C-CQC, eventualmente anche per sicurezza, referenziato, in regola. 333.37.77.646

www.piccoliannunci.rcs.it
agenzia.solferino@rcs.it

CUSTODE, condominio, garage,


azienda. Referenziato, fac totum. Anche part-time. Tel: 331.44.29.193

oppure nei giorni feriali


presso lagenzia:

FATTORINO, conoscenza approfondita Milano, varie esperienze lavorative (anche recupero crediti) offresi.
340.14.58.303

Milano Via Solferino, 36


tel.02/6282.7555 - 7422,
fax 02/6552.436
Si precisa che ai sensi dellArt. 1, Legge
903 del 9/12/1977 le inserzioni di ricerca
di personale devono sempre intendersi rivolte ad entrambi i sessi ed in osservanza
della Legge sulla privacy (L.196/03).

FRESATORE -tornitore CNC esperienza ventennale preparazione conduzione macchina. Libero subito. Tel.
327.79.89.625

BARISTA con esperienza caffetteria,


ottima conoscenza inglese offresi Milano citt. 340.71.06.042

PANETTIERE apprendista offresi, disponibilit immediata. 342.85.46.031

ASSISTENZA disabili, italiano, autista, tuttofare, trasferimenti estero, ottimo spagnolo, presenza, seriet
338.64.68.647
AUTISTA privato abile solutore problemi a disposizione. Tel.
334.16.91.609
DOMESTICO Sri Lanka pluriennale
esperienza cuoco badante ottime referenze offresi fisso Milano
339.17.70.952

A Milano azienda servizi alla clientela


impiega 4 ambosessi per mansioni
commerciali, di assistenza e organizzative. 02.24.00.177
AZIENDA leader milanese di tubazioni per idrotermosanitaria e gas ricerca
responsabile ufficio tecnico e qualit.
Laureato in ingegneria meccanica con
esperienza progettazione, gestione laboratorio, certificazioni di prodotto e
di sistema. Conoscenza inglese tecnico, hrselezione3@gmail.com
SEMAN & ASSOCIATI seleziona
venditori Milano e provincia. Fisso e
provvigioni. 02.33.40.53.06

APPARTAMENTO grande rappresentanza mq. 420, adiacenze Brera,


edificio storico, scaloni monumentali,
affreschi, grandi spazi artisticamente
restaurati. Fitness golf indoor. CE: D IPE: 104,5 kWh/mqa 02.88.08.31 cod. P05 filcasaimmobili.it

Data

Valuta

Quota/od.

Temporary Shop

ISOLA nuova ristrutturazione, confortevoli bilocali. CE: C - IPE: 86,40 kWh/


mqa. 02.88.08.31. Cod. TC01 www.filcasaimmobili.it
SOCIET d'investimento internazionale acquista direttamente appartamenti e stabili in Milano. 02.46.27.03

BANCHE e multinazionali ricercano


immobili in affitto o vendita a Milano.
02.67.17.05.43

LOTTO unico mq 60.000 industriale/


commerciale fronte Autostrada Milano
- Bologna. Permessi edificabilit. Vicinanza casello A1 Casalpusterlengo, SS
9, 234. CE: in corso - 339.64.97.216
andreas2k@me.com

ACQUISTARE, vendere aziende, immobili, ricercare soci, joint-venture?


Trentennale esperienza nazionale, internazionale, pagamenti garantiti.
www.cogefim.com - 02.39.26.11.91
BUSINESS SERVICES cede Ravenna
provincia avviata trattoria, immobile
270 mq. Appartamento 140 mq. CE:
G - APE: 321,86 kWh/mqa.
02.29.51.80.14

COLLINE Piacentine, Val Tidone, Ziano, 70 Km da Milano, casa indipendente ristrutturata, 230 mq. Terrazzo.
Autorimessa tripla. Cortile. Ampio
giardino. Euro 218.000,00. www.collinepiacentine.it - 335.20.66.40

ACQUISTIAMO,
VENDIAMO,
PERMUTIAMO

BRILLANTI,

GIOIELLI FIRMATI, orologi marche prestigiose, coralli. Il Cordusio


02.86.46.37.85

Saldi Eventi

Outlet

Locali Ristoranti

per promuovere
tutto ci che
ti rende Speciale!
agenzia.solferino@rcs.it

Quota/pre. Nome

AcomeA SGR - numero di tel. 800.89.39.89


info@acomea.it
AcomeA America (A1)
AcomeA America (A2)
AcomeA Asia Pacifico (A1)
AcomeA Asia Pacifico (A2)
AcomeA Breve Termine (A1)
AcomeA Breve Termine (A2)
AcomeA ETF Attivo (A1)
AcomeA ETF Attivo (A2)
AcomeA Eurobbligazionario (A1)
AcomeA Eurobbligazionario (A2)
AcomeA Europa (A1)
AcomeA Europa (A2)
AcomeA Globale (A1)
AcomeA Globale (A2)
AcomeA Italia (A1)
AcomeA Italia (A2)
AcomeA Liquidit (A1)
AcomeA Liquidit (A2)
AcomeA Paesi Emergenti (A1)
AcomeA Paesi Emergenti (A2)
AcomeA Patrimonio Aggressivo (A1)
AcomeA Patrimonia Aggressivo (A2)
AcomeA Patrimonio Dinamico (A1)
AcomeA Patrimonio Dinamico (A2)
AcomeA Patrimonio Prudente (A1)
AcomeA Patrimonio Prudente (A2)
AcomeA Performance (A1)
AcomeA Performance (A2)

20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02

EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR

19,230
19,962
5,121
5,291
14,615
14,807
4,968
5,122
17,257
17,507
14,533
15,031
12,636
13,209
22,223
22,971
8,953
8,953
6,716
6,963
4,085
4,241
5,439
5,582
6,305
6,477
22,087
22,511

19,160
19,888
5,106
5,276
14,610
14,802
4,960
5,114
17,245
17,495
14,548
15,045
12,618
13,190
22,218
22,965
8,953
8,953
6,715
6,961
4,085
4,241
5,443
5,587
6,314
6,486
22,130
22,555

Invictus Global Bond Fd


Invictus Macro Fd
Sol Invictus Absolute Return

17/02
18/02
19/02

EUR
EUR
EUR

108,530
71,691
108,484

108,530
71,691
109,336

28,417
8,093
7,350
7,337
6,794
12,836
11,474
11,513
12,797
12,825
11,555
12,077
12,099
10,823
10,821
17,728
7,168
9,419
9,427
7,027
16,204
15,163
20,296
8,431
10,325
33,374

28,349
8,056
7,333
7,326
6,793
12,837
11,036
11,072
12,357
12,385
11,408
12,063
12,084
10,521
10,518
17,707
7,156
9,421
9,414
7,016
16,123
15,129
20,245
8,384
10,322
33,299

5,621
5,623
5,166
5,436
5,761
4,085
4,176
4,859
5,704
5,827
4,979
5,489
5,612
4,963
5,705
6,047
5,397
5,677
5,229
5,378
5,187
4,942
5,168
4,913
5,740
5,158
5,980
5,481
5,400
5,292

5,603
5,601
5,160
5,433
5,751
4,085
4,157
4,856
5,705
5,824
4,980
5,488
5,615
4,966
5,699
6,047
5,397
5,664
5,217
5,366
5,176
4,933
5,159
4,904
5,736
5,156
5,978
5,480
5,400
5,292

www.azimut.it - info@azimut.it
AZIMUT CAPITAL MANAGEMENT SGR - tel.02.88981
20/02
Azimut Dinamico
EUR
20/02
Azimut Formula 1 Absolute
EUR
20/02
Azimut Formula 1 Conserv
EUR
20/02
Azimut Formula Target 2013
EUR
20/02
Azimut Formula Target 2014
EUR
20/02
Azimut Garanzia
EUR
30/01
Azimut Prev. Com. Crescita
EUR
30/01
Azimut Prev. Com. Crescita Cl. C
EUR
30/01
Azimut Prev. Com. Equilibrato
EUR
30/01
Azimut Prev. Com. Equilibrato Cl. C
EUR
30/01
Azimut Prev. Com. Garantito
EUR
30/01
Azimut Prev. Com. Protetto
EUR
30/01
Azimut Prev. Com. Protetto Cl. C
EUR
30/01
Azimut Prev. Com. Obbli.
EUR
30/01
Azimut Prev. Com. Obbli. Cl. C
EUR
20/02
Azimut Reddito Euro
EUR
20/02
Azimut Reddito Usa
EUR
20/02
Azimut Scudo
EUR
20/02
Azimut Solidity
EUR
20/02
Azimut Strategic Trend
EUR
20/02
Azimut Trend America
EUR
20/02
Azimut Trend Europa
EUR
20/02
Azimut Trend Italia
EUR
20/02
Azimut Trend Pacifico
EUR
20/02
Azimut Trend Tassi
EUR
20/02
Azimut Trend
EUR
AZ FUND MANAGEMENT SA - tel.00352 2663811
20/02
AZ F. Active Selection ACC
EUR
20/02
AZ F. Active Selection DIS
EUR
20/02
AZ F. Active Strategy
EUR
20/02
AZ F. Alpha Man. Credit
EUR
20/02
AZ F. Alpha Man. Equity
EUR
20/02
AZ F. Alpha Man. Them.
EUR
20/02
AZ F. American Trend
EUR
20/02
AZ F. Asia Absolute
EUR
20/02
AZ F. Asset Plus
EUR
20/02
AZ F. Asset Power
EUR
20/02
AZ F. Asset Timing
EUR
20/02
AZ F. Best Bond
EUR
20/02
AZ F. Best Cedola ACC
EUR
20/02
AZ F. Best Cedola DIS
EUR
20/02
AZ F. Best Equity
EUR
20/02
AZ F. Bond Target 2015 ACC
EUR
20/02
AZ F. Bond Target 2015 DIS
EUR
20/02
AZ F. Bond Target 2016 ACC
EUR
20/02
AZ F. Bond Target 2016 DIS
EUR
20/02
AZ F. Bond Target 2017 Eq Op ACC
EUR
20/02
AZ F. Bond Target 2017 Eq Op DIS
EUR
20/02
AZ F. Bond Target 2018 Eq Op ACC
EUR
AZ F. Bond Target 2018 Eq Op CLD DIS 20/02
EUR
20/02
AZ F. Bond Target 2018 Eq Op DIS
EUR
20/02
AZ F. Bond Target Giugno 2016 ACC
EUR
20/02
AZ F. Bond Target Giugno 2016 DIS
EUR
20/02
AZ F. Bond TargetSettem.2016 ACC
EUR
20/02
AZ F. Bond TargetSettem.2016 DIS
EUR
20/02
AZ F. Cash 12 Mesi
EUR
20/02
AZ F. Cash Overnight
EUR

FORO BONAPARTE prestigioso


quadrilocale mq. 160, mai abitato.
Box. CE: C - IPE: 65,85 kWh/mqa.
02.88.08.31 cod. P23 filcasaimmobili.it

PUNTO D'ORO

AZ F. Carry Strategy ACC


AZ F. Carry Strategy DIS
AZ F. Cat Bond ACC
AZ F. Cat Bond DIS
AZ F. CGM Opport Corp Bd
AZ F. CGM Opport European
AZ F. CGM Opport Global
AZ F. CGM Opport Gov Bd
AZ F. Commodity Trading
AZ F. Conservative
AZ F. Core Brands ACC
AZ F. Core Brands DIS
AZ F. Corporate Premium ACC
AZ F. Corporate Premium DIS
AZ F. Dividend Premium ACC
AZ F. Dividend Premium DIS
AZ F. Emer. Mkt Asia
AZ F. Emer. Mkt Europe
AZ F. Emer. Mkt Lat. Am.
AZ F. European Dynamic ACC
AZ F. European Dynamic DIS
AZ F. European Trend
AZ F. Formula 1 Absolute ACC
AZ F. Formula 1 Absolute DIS
AZ F. Formula 1 Alpha Plus ACC
AZ F. Formula 1 Alpha Plus DIS
AZ F. Formula Target 2015 ACC
AZ F. Formula Target 2015 DIS
AZ F. Formula 1 Conserv.
AZ F. Global Curr&Rates ACC
AZ F. Global Curr&Rates DIS
AZ F. Global Sukuk ACC
AZ F. Global Sukuk DIS
AZ F. Hybrid Bonds ACC
AZ F. Hybrid Bonds DIS
AZ F. Income ACC
AZ F. Income DIS
AZ F. Int. Bd Targ. Giugno 2016 ACC
AZ F. Int. Bd Targ. Giugno 2016 DIS
AZ F. Institutional Target ACC
AZ F. Institutional Target DIS
AZ F. Italian Trend ACC
AZ F. Italian Trend DIS
AZ F. Lira Plus ACC
AZ F. Lira Plus DIS
AZ F. Macro Dynamic
AZ F. Opportunities
AZ F. Pacific Trend
AZ F. Patriot ACC
AZ F. Patriot DIS
AZ F. Qbond
AZ F. Qinternational
AZ F. QProtection
AZ F. Qtrend
AZ F. Real Plus A-AZ
AZ F. Real Plus B-AZ
AZ F. Renminbi Opport
AZ F. Reserve Short Term
AZ F. Short Term Gl High Yield ACC
AZ F. Short Term Gl High Yield DIS
AZ F. Solidity ACC
AZ F. Solidity DIS
AZ F. Strategic Trend
AZ F. Top Rating ACC
AZ F. Top Rating DIS
AZ F. Trend
AZ F. US Income

Data

Valuta

Quota/od.

20/02
20/02
13/02
13/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
30/01
30/01
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02

EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR

5,109
5,096
5,341
5,266
6,323
7,220
7,124
5,871
3,331
6,850
6,095
6,050
5,604
5,194
6,260
5,351
7,401
3,006
4,694
5,584
5,538
3,781
6,065
5,997
5,614
5,526
6,324
5,651
5,364
4,608
4,227
5,963
5,697
5,568
5,297
6,421
5,817
4,826
4,407
5,902
5,784
3,892
3,890
5,051
4,665
6,358
5,620
4,932
7,764
6,918
5,481
5,441
5,400
5,492
4,788
4,788
5,227
6,305
5,139
4,936
6,424
5,837
6,542
5,292
5,241
7,351
6,370

Quota/pre. Nome
5,109
5,097
5,342
5,267
6,321
7,204
7,111
5,864
3,345
6,845
6,100
6,055
5,606
5,196
6,240
5,334
7,386
3,001
4,712
5,572
5,525
3,774
6,036
5,968
5,606
5,523
6,313
5,641
5,346
4,598
4,218
5,956
5,689
5,563
5,292
6,413
5,810
4,818
4,399
5,894
5,776
3,881
3,880
5,061
4,674
6,357
5,611
4,911
7,751
6,907
5,478
5,432
5,389
5,484
4,797
4,797
5,232
6,305
5,136
4,933
6,417
5,830
6,531
5,284
5,233
7,335
6,361

23/02
23/02
23/02
23/02
23/02
23/02
23/02
23/02
23/02
20/02
20/02
18/02
18/02
18/02
20/02
20/02
20/02

USD
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR

1490,322
1653,597
1584,559
1501,665
1433,415
1466,955
1383,203
1249,441
1204,510
124,859
125,011
75,486
79,035
108,737
1082,727
1290,072
1069,864

1490,002
1654,873
1585,833
1499,373
1431,278
1465,687
1382,068
1249,707
1204,802
124,732
124,882
74,638
78,137
108,542
1082,918
1287,398
1069,389

ABSOLUTE RETURN EUROPA


BOND-A
BOND-B
DYNAMIC EQUITY
EQUITY- I
PRINCIPAL FINANCE 1

20/02
30/01
30/01
31/12
30/01
30/09

EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR

4915,377
815985,117
815985,117
455218,605
610616,282
62969,876

4903,438
807321,170
807321,170
479099,752
598266,762
62759,815

Tel: 848 58 58 20
Sito web: www.ingdirect.it
23/02
23/02

EUR
EUR

59,130
68,930

Data

Valuta

Quota/od.

23/02
18/02
18/02
18/02
18/02
23/02
23/02
23/02
23/02
23/02
23/02

EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR

61,600
63,270
61,680
64,580
62,690
59,620
58,290
73,380
69,620
63,300
51,610

Quota/pre. Nome
61,500
63,030
61,180
64,300
62,390
59,530
57,710
73,270
69,550
63,290
51,320

La lista completa dei comparti Invesco autorizzati in Italia


disponibile sul sito www.invesco.it
Invesco Funds
Asia Balanced A
Asia Balanced A-Dis
Asia Consumer Demand A
Asia Infrastructure A
Asian Bond A-Dis M
Balanced-Risk Allocation A
Balanced-Risk Select A
Em. Loc. Cur. Debt A
Em. Loc. Cur. Debt A-Dis.M
Em. Mkt Corp Bd A
Euro Corp. Bond A
Euro Corp. Bond A-Dis M
Euro Short Term Bond A
European Bond A-Dis
Glob. Bond A-Dis
Glob. Equity Income A
Glob. Equity Income A-Dis
Glob. Inv. Grade.Corp. Bd A-Dis M
Glob. Structured Equity A-Dis
Glob. Targeted Ret. A
Glob. Tot. Ret. (EUR) Bond A
Glob. Tot. Ret. (EUR) Bond E-Dis
Greater China Eq. A
India Bond A
India Equity E
Japanese Eq. Advantage A
Pan European Eq. A
Pan European Eq. A-Dis
Pan European Eq. Inc. A-Dis
Pan European High Inc A
Pan European High Inc A-Dis
Pan European Struct. Eq. A
Pan European Struct. Eq. A-Dis
Renminbi Fix. Inc. A
Renminbi Fix. Inc. EUR A-Dis
US Equity A EH
US High Yield Bond A
US High Yield Bond A-Dis M
US Value Equity A

23/02
23/02
23/02
23/02
23/02
23/02
23/02
23/02
23/02
23/02
23/02
23/02
23/02
23/02
23/02
23/02
23/02
23/02
23/02
23/02
23/02
23/02
23/02
23/02
23/02
23/02
23/02
23/02
23/02
23/02
23/02
23/02
23/02
23/02
23/02
23/02
23/02
23/02
23/02

USD
USD
USD
USD
USD
EUR
EUR
USD
USD
USD
EUR
EUR
EUR
EUR
USD
USD
USD
USD
USD
EUR
EUR
EUR
USD
USD
EUR
JPY
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
USD
EUR
EUR
USD
USD
USD

24,760
15,820
14,610
14,410
9,938
15,510
10,040
13,407
8,199
12,389
17,576
13,166
11,130
6,269
5,570
61,380
15,280
11,848
47,090
11,108
13,448
12,153
47,320
10,562
45,190
3755,000
20,240
18,260
13,440
20,080
14,380
17,040
16,200
10,337
11,086
15,070
11,848
10,320
33,600

24,750
15,810
14,640
14,480
9,939
15,530
10,060
13,492
8,251
12,400
17,570
13,162
11,123
6,257
5,571
61,220
15,240
11,874
46,920
11,098
13,441
12,148
47,250
10,566
45,670
3764,000
20,190
18,220
13,370
20,030
14,350
16,880
16,060
10,332
11,069
15,020
11,838
10,310
33,420

Tel: 02 77718.1
www.kairospartners.com

Num tel: 178 311 01 00


www.compamfund.com - info@compamfund.com
Active Dollar Bond A
Active Emerging Credit A
Active Emerging Credit B
Active European Credit A
Active European Credit B
Active European Equity A
Active European Equity B
Active Liquid Bond A
Active Liquid Bond B
Multiman. Bal. A
Multiman. Bal. M
Multiman. Eq. Afr. & Mid. East A
Multiman. Eq. Afr. & Mid. East M
Multiman.Target Alpha A
SB Bond B
SB Equity B
SB Flexible B

Dividendo Arancio
Convertibile Arancio

Cedola Arancio
Borsa Protetta Agosto
Borsa Protetta Febbraio
Borsa Protetta Maggio
Borsa Protetta Novembre
Inflazione Pi Arancio
Mattone Arancio
Profilo Dinamico Arancio
Profilo Equilibrato Arancio
Profilo Moderato Arancio
Top Italia Arancio

59,170
68,780

Kairos Multi-Str. A
Kairos Multi-Str. B
Kairos Multi-Str. I
Kairos Multi-Str. P
Kairos Income
Kairos Selection
KAIROS INTERNATIONAL SICAV
KIS - America P
KIS - America P-USD
KIS - America X
KIS - Bond D
KIS - Bond P
KIS - Bond Plus D
KIS - Bond Plus D-Dist
KIS - Bond Plus P
KIS - Bond Plus P-Dist
KIS - Bond Plus X
KIS - Bond Plus Y
KIS - Bond P-USD
KIS - Bond Y-USD
KIS - Dynamic D
KIS - Dynamic P
KIS - Dynamic P-USD
KIS - Emerging Mkts D
KIS - Emerging Mkts P
KIS - Emerging Mkts P-USD
KIS - Europa D
KIS - Europa P
KIS - Europa X
KIS - Europa Y
KIS - Global Bond P
KIS - Global Bond P-USD
KIS - Italia D
KIS - Italia P
KIS - Italia X
KIS - Italia X-Dist
KIS - Italia Y
KIS - Key D
KIS - Key D-Dist
KIS - Key P
KIS - Key P-Dist
KIS - Key X
KIS - Key Y
KIS - Liquidity D

31/12
31/12
31/12
31/12
23/02
23/02

EUR 906743,388 892008,816


EUR 590553,035 581246,653
EUR 612936,458 602744,666
EUR 554398,421 546094,422
6,769
6,769
EUR
10,864
10,858
EUR

20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02

EUR
USD
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
USD
USD
EUR
EUR
USD
EUR
EUR
USD
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
USD
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR

214,020
303,870
216,090
127,300
132,170
135,480
101,720
138,410
127,740
102,900
102,420
178,760
102,150
123,600
126,120
177,420
128,250
130,780
175,050
137,280
140,860
142,590
111,770
103,140
140,320
106,630
145,780
144,670
107,000
109,430
105,710
105,710
151,310
146,970
151,700
107,500
102,850

213,090
302,570
215,160
127,140
132,010
135,320
101,600
138,240
127,590
102,780
102,280
178,540
102,010
123,620
126,140
177,450
128,370
130,900
175,190
137,150
140,710
142,420
111,640
103,160
140,340
106,660
145,810
144,700
107,020
109,460
105,820
105,820
151,470
147,120
151,820
107,620
102,860

compriamo contanti, supervalutazione gioielli antichi,


moderni, orologi prestigiosi, oro, diamanti. Sabotino
14 - Milano. 02.58.30.40.26

WWW.COGERAM.COM societ di
gestione immobili affitta direttamente
uffici/negozi/abitazioni nel centro di
Milano. 02.76.00.84.84

RCHITETTO Muzio Brera


stabile vendiamo dimora 230
mq. con box. Ottima disposizione interna. CE in corso.
info@solferinoimmobiliare.it
ATTICO nuovo Giulio Cesare. Soggiorno, pranzo, cucina, bicamere, biservizi, terrazzo. CE: B - IPE: 34,78
kWh/mqa. 02.88.08.31. Cod. T30 www.filcasaimmobili.it

AUTISTA di fiducia, esperienza ventennale, referenziato, cerca lavoro anche part-time. 333.95.76.523

Nome

BILOCALI -trilocali nuovissimi viale


Monza. Varie metrature, box. Da
2.760 euro/mq. CE: B - IPE: 33 kWh/
mqa 02.88.08.31 filcasaimmobili.it

Una nuova vetrina: prima di tutto... prima di tutti!


Corsi
Mostre

AGENTE di commercio valuta proposte concrete di proficua collaborazione. 347.73.12.582 ididdl@icloud.com


AGENTE plurimandatario componenti elettronici/elettromeccanici zona
Lombardia B2B disponibile valutare
nuovi mandati. Mail:
maxmau2378@vodafone.it

CAMERIERE 37enne esperto, per trattoria/ristorante/bar, buon carattere,


preciso.
02.45.25.531
347.22.73.684

Spettacoli

ABILE segretaria ufficio commerciale,


inglese, francese, Windows, Mac, data
entry offresi. 331.12.23.422
AIUTO contabile, pluriennale esperienza contabilit generale, fatturazione attiva/passiva, gestione cassa, banca, valuta proposte preferibilmente
part-time. 338.74.70.197
CONTABILE ragioniera esperienza
pluriennale clienti-fornitori, banche
offresi. 331.15.45.485
IMPIEGATA amministrativa, addetta
vendita. Laureata, madre lingua russa,
ottima conoscenza lingua italiana ed
inglese, buon uso Pc. Bella presenza.
Puntuale e responsabile. Cell.
329.01.22.796
RESPONSABILE amministrativo e finanza ventennale esperienza, budget,
bilancio e controllo di gestione, esperienza multinazionale e non. Ottima
conoscenza gestionali, office.
339.89.47.309
SEGRETARIA pluriesperienza, diplomata, inglese tedesco, cerca impiego,
tel. 348.60.92.068

BILOCALE nuovo Affori/Taccioli, corte d'epoca. CE: D - IPE: 111,1 kWh/


mqa. 02.88.08.31. Cod. M04 www.filcasaimmobili.it

Viaggi

Gli annunci si ricevono


tutti i giorni su:

Data

Valuta

Quota/od.

KIS - Liquidity P
KIS - Multi Str. UCITS P-USD
KIS - Multi-Str. UCITS D
KIS - Multi-Str. UCITS P
KIS - Real Return D
KIS - Real Return P
KIS - Real Return P-Dist
KIS - Risorgimento D
KIS - Risorgimento P
KIS - Risorgimento X
KIS - Selection D
KIS - Selection P
KIS - Selection P-USD
KIS - Selection X
KIS - Selection Y
KIS - Selection Y-USD
KIS - Sm, Cap Y
KIS - Sm. Cap D
KIS - Sm. Cap P

20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
23/02
23/02
23/02
23/02
23/02
23/02
23/02
23/02
23/02

EUR
USD
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
USD
EUR
EUR
USD
EUR
EUR
EUR

106,540
158,580
116,390
119,740
101,340
101,290
100,320
104,300
136,710
137,130
126,370
129,100
177,150
129,060
104,940
104,880
112,530
105,070
110,820

106,550
158,270
116,160
119,510
101,230
101,180
100,230
104,130
136,490
136,880
126,180
128,900
176,870
128,890
104,780
104,720
112,120
104,730
110,450

ASIAN OPP CAP RET EUR


ADWISE L/S CAP RET EUR
FLEX QUANTITATIVE HR6 A EUR
HIGH GROWTH CAP RET EUR
ITALY CAP RET A EUR
SELECTED BOND DIS RET EUR
SELECTED BOND CAP RET EUR
ACTIVE SH TERM CREDIT CAP RET EUR

23/02
23/02
23/02
23/02
23/02
23/02
23/02
23/02

EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR

14,354
110,715
115,761
130,369
26,787
5,693
122,583
91,089

14,415
110,189
115,693
129,384
26,662
5,687
122,459
91,001

17/02
23/02
23/02
23/02
23/02
23/02
23/02
23/02
23/02

EUR
EUR
USD
EUR
EUR
EUR
USD
EUR
EUR

1116,820
194,880
122,100
1996,040
1070,310
1079,460
1039,450
106,310
107,740

DA, qualsiasi cilindrata. Passaggio di propriet, pagamento immediato. Autogiolli, Milano.


02.89.50.41.33 - 327.33.81.299

ABBANDONA ansia e fatica con i


nostri percorsi bellezza. Info
02.91.43.76.86. www.body-spring.it

PADRONA
autorevolissima
899.84.24.11. Viziosa 899.84.24.73.
Euro 1,30min/ivato. VM 18. Futura
Madama31 Torino.

Il Corriere della Sera e La Gazzetta dello Sport con le edizioni


stampa e digital offrono quotidianamente agli inserzionisti una
audience di oltre 8 milioni di lettori, con una penetrazione sul
territorio che nessun altro media
in grado di ottenere.
La nostra Agenzia di Milano a
disposizione per proporvi offerte
dedicate a soddisfare le vostre
esigenze e rendere efficace la vostra comunicazione.
TARIFFE PER PAROLA IVA ESCLUSA
Rubriche in abbinata: Corriere
della Sera - Gazzetta dello Sport:
n. 1, 16: 2,08; n. 2, 3, 14:
7,92; n. 4, 21, 23: 5,00; n. 5, 6,
7, 8, 9, 12, 20, 22: 4,67; n. 10:
2,92; n. 11: 3,25; n. 13:
9,17; n. 15: 4,17; n. 17: 4,58;
n. 18, 19: 3,33; n. 24: 5,42.

Quota/pre. Nome

www.multistarssicav.com multistars@pharus.ch
T. +41 (0)91 640 37 80
Alexander
Biotech A
Biotech E
Biotech I
Emerging Mkt Local Curr Debt A
Emerging Mkt Local Curr Debt B
Emerging Mkt Local Curr Debt F
Orazio Conservative A
Sparta Agressive A

ACQUISTIAMO

AUTOMOBILI E FUORISTRA-

1108,190
193,690
121,360
1983,800
1071,880
1080,970
1040,810
106,190
107,510

Multimanager Emerg.Mkts Eq.A


Multimanager European Eq.A
Strategic A
Usa Value Fund A
Ver Capital Credit Fd A

Data

Valuta

Quota/od.

Quota/pre.

23/02
23/02
23/02
23/02
23/02

EUR
EUR
EUR
EUR
EUR

4,767
5,052
5,662
7,066
5,689

4,764
5,024
5,643
7,072
5,679

Tel: 0041916403780
www.pharusfunds.com info@pharusfunds.com
PS - Absolute Return A
PS - Absolute Return B
PS - Algo Flex A
PS - Algo Flex B
PS - BeFlexible A
PS - BeFlexible C
PS - Best Global Managers A
PS - Best Global Managers B
PS - Best Gl Managers Flex Eq A
PS - Bond Opportunities A
PS - Bond Opportunities B
PS - Bond Opportunities C
PS - EOS A
PS - Equilibrium A
PS - Fixed Inc Absolute Return A
PS - Global Dynamic Opp A
PS - Global Dynamic Opp B
PS - Inter. Equity Quant A
PS - Inter. Equity Quant B
PS - Liquidity A
PS - Liquidity B
PS - Opportunistic Growth A
PS - Opportunistic Growth B
PS - Prestige A
PS - Quintessenza A
PS - Target A
PS - Target B
PS - Target C
PS - Titan Aggressive A
PS - Total Return A
PS - Total Return B
PS - Valeur Income A
PS - Value A
PS - Value B
PS - Value C

20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02

EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
USD
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
USD
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
USD
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
USD
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
USD

119,330
126,240
117,670
112,780
89,160
87,460
105,000
109,600
120,430
165,870
123,970
101,540
132,800
78,490
98,650
108,280
109,280
131,450
134,670
125,140
100,420
99,140
105,500
93,830
104,270
100,120
100,420
96,740
118,120
104,980
99,460
114,160
116,630
119,330
114,480

119,150
126,050
117,440
112,570
89,130
87,440
104,920
109,500
120,070
165,750
123,880
101,460
132,150
78,440
98,630
108,330
109,340
130,990
134,190
125,130
100,420
99,090
105,440
93,760
104,300
107,030
107,330
103,650
118,020
104,920
99,390
113,980
116,490
119,180
114,350

107,140
107,250
105,250
105,500
104,090
101,560

107,210
107,320
105,320
105,570
104,330
101,800

100,930
141,730
449,080
438,290
321,260
118,680
168,770
82,100
89,840
152,030
196,770
138,670
103,690
193,010
212,440

100,770
141,500
449,420
438,650
318,540
118,800
168,940
82,580
90,370
151,810
196,510
137,550
102,860
193,190
212,640

www.pegasocapitalsicav.com
23/02
Strategic Bond Inst. C
EUR
23/02
Strategic Bond Inst. C hdg
USD
www.newmillenniumsicav.com
23/02
Strategic Bond Retail C
EUR
23/02
Strategic Bond Retail C hdg
USD
Distributore Principale: Banca Finnat Euramerica - Tel: 06/69933475
23/02
Strategic Trend Inst. C
EUR
23/02
196,530
196,290 Strategic Trend Retail C
NM Augustum Corp Bd A
EUR
23/02
EUR
106,120
106,020
NM Augustum Extra Euro High Qual Bd 23/02
EUR
23/02
148,820
148,530
NM Augustum High Qual Bd A
EUR
23/02
143,610
143,460
NM Balanced World Cons A
EUR
23/02
139,960
139,880
NM Euro Bonds Short Term A
EUR
23/02
52,550
52,190
NM Euro Equities A
EUR
23/02
78,810
78,800
NM Global Equities EUR hdg A
EUR
23/02
108,210
108,050
NM Inflation Linked Bond Europe A
EUR
23/02
114,210
114,030
NM Italian Diversified Bond A
EUR
23/02
117,160
116,970
NM Italian Diversified Bond I
EUR
www.vitruviussicav.com
23/02
138,920
138,880
NM Large Europe Corp A
EUR
23/02
110,580
110,330
NM Market Timing A
EUR
23/02
112,260
112,000 Asian Equity B
NM Market Timing I
EUR
23/02
EUR
29/01
46,940
47,740 Asian Equity B
NM Q7 Active Eq. Int. A
EUR
23/02
USD
13/02
100,150
100,040 Emerg Mkts Equity
NM Q7 Globalflex A
EUR
23/02
USD
23/02
20/02
125,250
124,760 Emerg Mkts Equity Hdg
EUR
NM Total Return Flexible A
EUR
23/02
EUR
23/02
102,850
102,730 European Equity
NM VolActive A
EUR
23/02
EUR
23/02
104,160
104,030 Greater China Equity B
NM VolActive I
EUR
23/02
Greater China Equity B
USD
23/02
Growth Opportunities
USD
23/02
Growth Opportunities Hdg
EUR
23/02
Japanese Equity
JPY
23/02
Japanese Equity Hdg
EUR
23/02
Swiss Equity
CHF
23/02
Swiss Equity Hdg
EUR
23/02
US Equity
USD
23/02
120,190
119,610 US Equity Hdg
AUGUSTUM EQUITY EUROPE I
EUR
23/02
EUR
23/02
124,990
124,590
AUGUSTUM G.A.M.E.S. A
EUR
23/02
166,930
166,380
AUGUSTUM G.A.M.E.S. I
EUR

Tel 0332 251411


www.ottoapiu.it

Numero verde 800 124811


www.nextampartners.com-info@nextampartners.com
Nextam Bilanciato
Nextam Obblig. Misto
BInver International A
Cap. Int. Abs. Inc. Grower D
CITIC Securities China Fd A
Fidela A
Income A
International Equity A
Italian Selection A
Liquidity A
Multimanager American Eq.A
Multimanager Asia Pacific Eq.A

23/02
23/02
23/02
23/02
23/02
23/02
23/02
23/02
23/02
23/02
23/02
23/02

EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR

7,724
8,038
6,824
6,457
6,858
5,877
5,811
8,760
6,872
5,325
6,046
5,343

7,696
8,020
6,811
6,439
6,843
5,867
5,800
8,743
6,848
5,323
6,027
5,332

8a+ Eiger
8a+ Eiger I
8a+ Eiger R
8a+ Gran Paradiso
8a+ Kilimanjaro R
8a+ Kilimanjaro I
8a+ K2
8a+ K2
8a+ Latemar
8a+ Matterhorn
8a+ Tibet

23/02
13/02
13/02
23/02
13/02
13/02
13/02
13/02
23/02
13/02
13/02

Legenda: Quota/pre. = Quota precedente;

6,917
6,853
EUR
107,260
105,060
EUR
137,440
134,620
EUR
5,183
5,183
EUR
89,580
90,070
EUR
89,280
89,760
EUR
106,200
105,460
EUR
100,450
99,830
EUR
6,072
6,062
EUR
EUR 839139,734 820426,232
103,250
103,040
EUR

Quota/od. = Quota odierna

13377DB www.kneip.com

Corriere della Sera Mercoled 25 Febbraio 2015

ECONOMIA/MERCATI FINANZIARI

Piazza Affari

45

Sussurri & Grida

Ibl Banca, la rata Bassotta verso lipo a Piazza Affari


di Giacomo Ferrari

Rialzi per A2A, Enel e Tenaris


In frenata Montepaschi

eduta positiva per le Borse europee


(anche Londra ha chiuso a +0,54%)
grazie al via libera al piano Tsipras e alla
conferma da parte di Janet Yellen (Fed) che
non ci sar per ora alcun aumento dei tassi
Usa. A Piazza Affari, dove il Ftse-Mib
cresciuto dello 0,84%, gli acquisti si sono
concentrati su World Duty Free (+6,37%)
nellipotesi di nuovi soci in arrivo, oltre che
su A2A (+2,74%) dopo la conclusione del
collocamento delle quote dei comuni
azionisti. Bene anche Enel (+2,37%) e Tenaris
(+2,26%), rimbalzata dopo il calo della
vigilia. In frenata Mps (-1,45%), reduce da
una lunga fase di rialzo. Gi Finmeccanica (0,91%) nel giorno dellannuncio della vendita
di Ansaldo e Sts a Hitachi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

  


 - 

& '33
&
#0' $

(c.tur.) Il lavoro preparatorio gi avviato. Tanto


che sono stati conferiti mandati a Banca Imi e
Ubs per concretizzare nel secondo semestre lipo
al segmento Star di Piazza Affari della Ibl Banca,
listituto con sede a Roma specializzato nei finanziamenti con cessione del quinto dello stipendio, un settore dove vanta il 14% di quota di
mercato e dove noto anche per la pubblicit
con la rata Bassotta. La decisione di battere la
strada della Borsa, semprech i mercati permettano in autunno unadeguata valorizzazione,
riconducibile allad Mario Giordano e alla famiglia DAmelio, i due soci che si dividono al 50%
ciascuno il capitale dellistituto presieduto da
Franco Masera ( foto), gi numero uno di Kpmg
advisory e fratello dellex ministro-banchiere. Il
12 febbraio il cda di Ibl Banca ha varato i risultati
preliminari del bilancio 2014 chiuso con un forte
balzo di tutti gli indicatori: 1,6 miliardi i finanziamenti alla clientela retail (+30%), quasi 1,3 miliardi la raccolta diretta sui conti di deposito
(+38%), poco meno di 4,7 miliardi il totale attivo
(+61%). Anche meglio lutile netto: pi che raddoppiato a 50,5 milioni, un risultato da fare invidia a molte banche generaliste. Ma per tenere il

ritmo di crescita occorre rimpolpare i mezzi patrimoniali. Da qui


il progetto ipo che sar in forma
mista di Opvs per un flottante
del 35%, con la parte prevalente
in aumento di capitale.

vizio taxi, le tariffe, i criteri di assegnazione delle


licenze. Secondo fonti, entro Pasqua dovrebbe
avere fissato le regole sullautotrasporto non di
linea e inviato le segnalazioni al Parlamento per
adeguare la legge: nata 23 anni fa quando gli
smartphone non cerano.

RIPRODUZIONE RISERVATA

RIPRODUZIONE RISERVATA

Taxi-Uber, dossier allAutorit


(a. pu.) Bench il disegno di legge sulla concorrenza non abbia toccato i taxisti, la partita con i
nuovi entranti di Uber resta aperta e ci si attende
una revisione della normativa datata 1992. LAutorit dei trasporti (la cui sede stata attaccata a
Torino da alcuni taxisti il 17 febbraio) sta convocando le parti. Gioved previsto lincontro con
le associazioni dei consumatori, venerd con le
societ che gestiscono piattaforme tecnologiche
di trasporto, come Bla Bla Car. La scorsa settimana sono stati ascoltati i taxisti, Uber e le aziende
Ncc (noleggio con conducente), lAnci e la Conferenza Stato-Regioni. LAuthority di Andrea Camanzi ha il compito di verificare lofferta del ser-

2
"-3

#  
#0' $  0' $

 - 

& '33
&
#0' $

/- 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7
0. 888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7
1#/8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7
1#/ =##1 H 8888888888888888888888888888888888888888888867
1#=G-C888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867
1*-1##=-1*  888888888888888888888888888888888888888888888888 67
1- 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7
=*88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867
=*J 5-C/ 88888888888888888888888888888888888888888888888888888 67
=*J 5-C/ 4@H88888888888888888888888888888888864@7
>5=-1#C  88888888888888888888888888888888888888888888888888888888867
F.#"3>88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7
F=3C#+ 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888867
I3=888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867
I5=-G- 888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867
) /. #1#H/#> 88888888888888888888888888886 7
,-C +=J>/#= FC888888888888888888888888888888888 67
#==*03 8888888888888888888888888888888888888888888888888888867
-"- 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867
-#= -/13 8888888888888888888888888888888888888888888888888886 7
-11C-#=- 88888888888888888888888888888888888888888888888888888888867
-1#31.8888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7
-10#1-8888888888888888888888888888888888888888888888888867
 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7
F//>-I888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7
* #CC- =3888888888888888888888888888888888888888888 67
> /F>888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867
#&=1  88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867
#1#=/-888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67
#3I 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867
=F553 "-C8 <>5=#>>3888888888888888888888888888888888 67
C#+88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7
+ #= 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867
, =1"- -**-8888888888888888888888888888888888888888 6 7
 888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7
/ 3/# E) =#8888888888888888888888888888888888888888888888888886E)7
0 88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7
00>-888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7
1"F>C=- # 118 888888888888888888888888888888888888888888888888886 7
1C#. =3F5888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7
1C#. =3F5 =1 8888888888888888888888888888888888888888888886 7
1C#=5F05  88888888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7
1C#> 153/3888888888888888888888888888888888888888888888886 7
1C#> 153/3 =18888888888888888888888888888888888886 7
1G#>C # G-/F5538888888888888888888888888888888888888888888886 7
=#  8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7
=#188888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7
>*=3 888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7
>*=3 K-31- G-/F553  8888888888888888888888888886 7
   888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7
C/#0#1C-8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7
C/03-/-=#8888888888888888888888888888888888888888888888888888 6  7
C/03-/-=# =1 88888888888888888888888888888888888888888 6  7
 =3F58888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7
 =3F5 4@ H==888888888888888888888888888888888888886 7
-
FG#1CF> 888888888888888888888888888888888888888888 6
7
. 881#=*J888888888888888888888888888888888888888888888886 7
-1#I- 88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7
/  3=- 8888888888888888888888888888888888888888888888888886 7
1"- #1K3 88888888888888888888888888888888888888888888888888886 7
K-38888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7
FI3CC- 88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7
G#1CF=# =3F5888888888888888888888888888888888888888888886 7
0 -=# #1-031C8888888888888888888888888888888888886 7
1*#0#1C # 8888888888888888888888888888888888888888886 7
 888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7
#"-31C#+88888888888888888888888888888888888888888888888 6 7
#"->#C88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7

'&
'&

& 4/+4!+/4! 
# %$ # %$ #0' $

4!2L)
L!2L2
)!L@E
4!$?)
D!2(L
)@!LLL
4@!@(L
44!DLL
L!4LE
L!L44
?!@$L
L!22@
4!2@2
D2!(LL
L!$L)
4!4D4
4D!@?L
E?!LLL
D!(@L
?!E?L
L!?DL
(!D@(
4L!$?L
L!@E2
4!@2(
L!2LE
D!22L
D!$LL
4$!DDL
D!ELE
4!ELD
4?!$2L
E!EEL
L!)2$
L!$42
L!?(@
)D!DLL
L!@?E
L!)4L
L!D(2
L!@DD
4D!(4L
E!2EE
E!@E)
L!(EL
4!2)2
4!4?)
4!(2?
4!DLL
4!?4$
?!L$L
E(!4LL
4$!L(L
@!))(
%
L!E)4
L!$2(
4!42@
44!)$L
4!LLD
L!(4L
()!4LL
L!$@4
E!E($
L!4L)
4(!$LL
L!$E2
)!LLL

,4!(L
9L!$2
9E!D?
94!?2
9E!2?
,L!E$
94!E$
9L!$L
9L!4L
9$!E(
,L!($
,L!)L
,4!L4
9L!2(
94!D2
9E!L$
,L!($
9E!ED
,E!EL
,L!D)
9L!2?
9L!E$
,L!24
9L!L$
,L!E2
94!2E
,L!DL
%
9L!?4
9L!42
,L!(L
94!LE
94!$D
%
94!((
9E!(4
,L!L(
94!2L
94!@2
,L!E$
9L!$$
9L!)(
9L!4)
%
,4!2$
9L!)@
94!E2
,4!E)
,4!E2
,L!L@
9L!)D
,L!4@
,4!D?
%
%
94!)D
%
,4!$2
%
9L!DL
%
,L!@)
,L!L@
9L!))
9L!4L
,4!E(
9L!?2
,L!@(

94D!@L
9)!?E
94L!D$
9?!@)
94)!$D
9EL!$@
94)!4E
9EL!L2
94L!@4
,4E!(L
9DL!$D
94!@D
94$!)?
94)!?D
94)!D?
94$!2D
9)4!E2
9DE!$?
9EE!D)
94)!4D
,(!EL
94D!42
9)L!@E
94D!?@
,L!@)
94L!E?
9(!LL
9E@!@?
9?!(?
94@!$@
9ED!2@
,D!??
94)!D?
,$!?E
9E)!?(
9E$!E)
94@!L2
9EE!L2
94D!ED
9?!)E
9@!?(
94E!$?
942!L?
9E)!D@
9$!E?
92!(@
9E@!?$
94L!4)
9@!DL
94@!@D
9)4!$D
9DE!44
9E)!L(
,4E!D4
%
9$!E(
9E!22
942!@L
9DE!)2
94!44
9D!)(
942!)L
9ED!)@
9EE!42
94)!?(
9@!L)
9D!2(
94@!((

4!@@@
L!$)E
D!))E
4!@D(
D!D)L
D@!$DL
4D!D?L
2!LEL
L!L$?
L!LL$
(!?DL
L!24$
4!@4L
DD!4(L
L!@2@
L!$?)
2!)@(
42!?@L
E!$2)
@!4L(
L!?L@
)!)D$
?!D(L
L!(4@
4!@4E
L!?DL
D!)LL
E!22E
4@!)DL
E!(?E
L!$2D
4@!(DL
4!2E4
L!)2(
L!@)D
L!(@L
D(!E4L
L!()L
L!D44
L!D42
L!(?(
44!)@L
E!E)$
4!2?E
L!)DE
4!?EL
L!$?D
4!D?@
4!E4(
4!)4?
)!($E
4?!D4L
4D!22L
@!D(L
%
L!E4$
L!?D(
L!$(E
$!44L
L!2$(
L!)$@
))!24L
L!@?2
4!@E(
L!L$@
4)!E@L
L!?E4
D!4?E

2
"-3

#  
#0' $  0' $

 - 

& '33
&
#0' $

RIPRODUZIONE RISERVATA

E!LL@ 442!?
L!2L2 4)$!D
)!L?$ D?$$?!@
4!$?) 2DE(!@
)!42L
@2!$
)@!4DL (?E!)
4@!@(L (2$?E!$
44!)?L 4@$@!4
L!44L
4?!4
L!L4)
%
?!?E( )LL!4
4!4)L
4$!4
E!42$
@2!@
D2!(LL 2@(2!L
L!$D(
)4!)
4!4D4 DE?!$
4D!?(L 4?()E!?
E?!LLL )(E4!?
D!@)L
4$!)
?!)2L DL@!(
L!??L 4EE@!?
(!)EL DE)(!L
4L!2?L @DL?!?
L!@E2 E?@!L
4!?$L
4$!2
L!2()
D2!E
)!4LL 4?2!D
D!2LL
()!?
4$!?LL E$))D!D
D!ELE $E@!@
4!ED@ )2)!D
4$!(2L D4D(!?
E!EEL DE$$!4
L!(2)
EE!)
L!$42 @L2!)
L!?$)
DE!2
)D!DEL 4($$!$
L!@?E EE?!4
L!)4L
2!?
L!D@$ 4ED!@
L!@DD
D4!(
4D!(4L 4)@E!2
E!2EE )@4DD!D
E!@E) E)D(!@
L!@4L
D!D
4!2?)
()!D
4!4?) 4D2E!E
4!@@2
D2!L
4!D($
4$!@
4!?22
4D!$
?!4$L E))@!)
E(!?4L ((D!E
4$!)?L E2(!D
?!@2L E)?!D
%
%
L!E)4 E)4!4
L!24L
E2!@
4!E42
@?!@
44!@2L D(@!$
4!L$@ 44E!?
L!(4@
D)!@
()!)(L E@L)(!E
L!2LL
4(!E
E!E@L @$?!)
L!44)
)$!(
4@!ELL 4L((!4
L!$D(
4(!D
)!E@E )?)E!E

#"-31 88888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7 $!E$(


#"-3/1F088888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7 @!@$L
#=-"-#888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 L!44)
-" 1"F>C=J 58888888888888888888888888888888888888888888 6 7
%
-CC#/8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7 4!D(?
3/#>.-1# 88888888888888888888888888888888888888888888888888886  7 4!E$4
3/ #" 888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 L!)?(
31/#= 888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 4D!EDL
31""3=- 888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 L!22)
31"3 G 888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 D!(EE
31=-&8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 L!D(E
31C# >+- -8 88888888888888888888888888888888888888886 7 L!@4L
3G-#0I8888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7
%
FCF-31/-1# 8888888888888888888888888888888888888888888888886  7 (!@LL
1 -#  888888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7 D!LEE
3#0/-&#8888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 )!@2@
3#0/-&# 4( H== 888888888888888888888888888864(7
%
3G=# 88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67
%
2 /-"C8888888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7 L!D?$
3 1=-*=3F5  88888888888888888888888888888888888867 4!$(L
=0/C 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 E!)$@
=0/C 4(H8888888888888888888888888888888888888886 4(7 4!)(@
-**-38888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7 E!$D@
-#==#/88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7 L!?LD
-#==#/ 4EH8888888888888888888888888888888888888888888886 4E7
%
-1-1&=-1888888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7 D!$(L
-:F"=3 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 4!@)L
-=#//-  8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 4D!)@L
-=#//-  8 =18888888888888888888888888888888888888888888888888867 4E!E)L
3/-*=8 8F>C-13 888888888888888888888888888888888888888 67 @!D$L
3/-*='- "-C3=-/#88888888888888888888888888888888888886 7 L!E2)
=#/-3>8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 L!D?E
=#0F" 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 L!E4L
=-0 1"F>C=-#  8888888888888888888888888888888888888888888 6 7 4?!D?L
=J>0-18888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 4?!2LL
5 8 # #"-- 8888888888888888888888888888888888888888886 7 L!D)(
- J8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 D!?LL
CC-888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 E!(LL
 #"-*=3F5 888888888888888888888888888888888888888888867 4!42)
#3="C- 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 4(!D?L
#5/J 888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 ?D!DLL
#C#/-C 88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 L!@L$
->10#1C388888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 L!4EL
3>>>888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 4!ED?
6 & 8588 8888888888888888888888888888888888888888867 4E!?LL
#> 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 ?!E$L
#> =1 88888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 @!@E(
'/3 =3F58888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 4D!22L
-5#0888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 2!D4L
-5#0 =->5888888888888888888888888888888888888888888888888886 7
%
/-1- 05=#*-/38888888888888888888888888888888888888888888888 6 7 D!@(L
/-1- 05=#*-/3 =1 88888888888888888888888888888888888 6 7 4L!4@L
=>888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 4!EEL
C888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 4)!E4L
G#888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 4E!?(L
=##1 #=G-#88888888888888888888888888888888888888888888888867
%
#C 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 L!LLD
#C  4@ H== 888888888888888888888888888888888888 64@7
%
#C  = 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867
%
#=G-K- C/-  8888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 )!((L
#=G-K- C/- 4( H== 8888888888888888888888886 4(7 L!D@D
#>888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 4)!D(L
 888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 2!D2L
-1C#>-88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7 L!L@(
1- 88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 4!@$D
10 > 88888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 )!)@@
3*#' 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 E!$@L
3/ 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 @!@?(
3=-18888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 E!4?E
5#888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 4L!2LL
5# H== 88888888888888888888888888888888888888888888888888867
%
C#&1#/  888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 L!D)$
C#&1#/ =->5  888888888888888888888888888888888888888888867
%
 -=3#/#C=88888888888888888888888888888888888888888888888886 7 ?!2LL
7 0F=-8888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 D!4@@
0F=- 4DH88888888888888888888888888888888888888888886 4(7 4!L(2
88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 L!)D2
#/#30  88888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 4!LEL
#/#30  #"-888888888888888888888888888888888888888886 7 4!LD@
#/#30  #"- =18888888888888888888888888888886 7 L!@L4
#/#30  =1 888888888888888888888888888888888888888888888886 7 L!$E?
#1=-> 88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 4E!@(L
#=1888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 )!L4L
#=1-1#=*-  888888888888888888888888888888888888888888888888 67 4!?4E
#>0# 88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 L!@)@
->/-888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 L!L(?
3"<>8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 24!$(L
=#G- -18 1"888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 D!E()
 #,>3/FC-31 8888888888888888888888888888888888888888888 67 2!4LL
8  1 8888888888888888888888888888888888888888888888886 7 ?!4$(
1-=#"-C88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 (!2D(
1-=#"-C =->588888888888888888888888888888888888888888888888867 $!L@(
1-53/8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 )!)?L
1-53/ 5=G 88888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 )!)LE
1-53/-8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 E!()$
1-53/- =->58888888888888888888888888888888888888888888888867 E)4!LLL
1-53/- =->5  88888888888888888888888888888888888888888867 E!(@L
9 />3- 88888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 4(!$)L
-1-1- 1"F>C=- 8888888888888888888888888888888888888888888886 7 4!E()
-1-1- G3=- 88888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7 (!)L(
-CC3=- >>8 88888888888888888888888888888888888888888888888888 67 2!(LL
: 3=/" FCJ =##8888888888888888888888888888888888867 4L!))L
< 33I 8888888888888888888888888888888888888888888888888888867 EL!4?L
= -*1*3 #C=3 888888888888888888888888888888888888888 67 (!)EL
F+- 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 L!L(@
F+- 4) H==8888888888888888888888888888888888888864)7
%
F+- =1888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 L!4@(

'&
'&

& 4/+4!+/4! 
# %$ # %$ #0' $

9L!E)
9L!24
,4!4D
%
,L!?D
%
,)!)?
,L!D$
,L!4(
,4!D)
9E!L@
,4!)(
%
9L!?E
,L!@@
94!E4
%
%
9L!)L
%
,L!)L
,L!@4
,L!4)
9L!)D
%
94!E@
%
,L!EE
9L!L$
,E!@L
9D!DL
,4!L@
,L!2L
9E!4$
9L!@?
9@!4$
9L!4@
9L!)L
,L!DD
9L!@(
,L!E?
,L!2$
,4!$L
94!L@
%
9E!4L
9L!@$
9E!42
9E!LD
%
,L!@(
,4!$)
94!@?
94!(L
,E!@?
%
%
%
%
,E!4(
%
,L!2L
,E!4)
,L!@E
,L!$$
94!2@
9L!E4
,E!@D
9L!(@
,E!4(
%
,L!L@
%
9L!@)
9L!))
94!$D
9)!E$
9L!4L
%
9L!L$
,L!$)
9E!E@
94!E4
9L!?4
9L!ED
9L!$2
9L!D$
,E!E$
9L!DD
94!EL
94!D?
,L!D4
94!?D
9L!2@
9L!L$
9L!$)
9L!((
94!)?
9L!DE
9L!@(
9L!?)
9@!D?
9D!EE
,4!)(
,E!4L
%
%

C-  F= "#//;*#1K- *-3=1/->C- "-33=8 31#C# F=## 31-1G#>C 8 8 -/13

  

3 &

'&
--

&

3 &

'&
--

&

4D8LD84(
4)8L)84(
4)8L(84(
4E8L@84(
4)8L?84(
4)8L$84(

22!22?
22!224
22!2$(
22!2?2
22!2@$
22!2((

,
,
,
L!L4
L!L)
L!L@

4)8L284(
4)84L84(
4D84484(
4)84E84(
4)8L484@
4E8LE84@

22!2D)
22!2E@
22!2L?
22!$$E
22!$(E
22!$E2

L!L2
L!L$
L!L2
L!4L
L!4)
L!4(

ELL
EDL
E@L
E24
DEE
D(4

2
"-3

#  
#0' $  0' $

9EL!@$ @!)@( $!E$( ?4DD!E


9E)!@D (!L2L @!@$L )$2L!)
94D!2L L!L2D L!4E@
(!?
%
%
%
%
944!2@ 4!4@( 4!D@2 44?!D
9E@!L$ L!22L 4!DDL E?L!@
9(!LE L!)4) L!(L( 444!L
942!(4 4L!@$L 4D!)EL DDL@!D
94D!() L!$E( L!22( E($!@
2E!@
92@!$? 4!@2( D!(?L
9E)!4( L!E?( L!D(E
(4!2
9E@!?4 L!)LL L!@42 DL$?!$
%
%
%
%
94$!4) )!?LL @!LLL E42!E
94E!?@ E!@?E D!4EE D(D!)
9D!D( )!)$E )!??L
D(!?
%
%
%
%
%
%
%
%
94@!LD L!D42 L!D2(
4E!?
9)(!(( 4!E)( 4!$2L
$E!@
9)!)( E!D($ E!(E$ )((L!(
9(!?) 4!D)@ 4!(L)
%
94$!4? E!D)$ E!$?$ 4LE@!2
,L!)E L!@$4 L!?E@
DE!2
%
%
%
%
9EL!L4 D!L@L D!$(L 44(!2
94E!LE 4!)4( 4!@?2
$4!?
9EL!$D 4L!@$L 4D!(4L @D24!$
9ED!LE 2!$@L 4E!E)L 4)2!L
9)!@$ (!@@L @!@2(
(@!4
9E2!@2 L!EE( L!E2)
D$!L
9D$!EE L!E(L L!D$4 4$$!(
9E)!E@ L!4D$ L!EDL
D2!@
9E(!4) 4D!)?L 4?!D?L 4?2!4
94?!@2 4)!)DL 4?!2LL D$($!(
9E@!)4 L!E?4 L!D)( 4E$!@
94(!)$ D!4@@ D!?EL 4LL(!2
9)!4? E!DEL E!(?$
@$!@
9ED!4@ L!$E? 4!E)) @EE!L
94?!@2 4E!$(L 4(!)LL D424!(
9EL!2@ (2!L(L ?)!)LL @?2!$
9E!?L L!((? L!@4)
22!2
9E4!E4 L!L2D L!4D4 E4@!@
9(!L4 4!4@L 4!E@L
4)!E
94D!?L 4L!@)L 4E!?LL 4)@!E
94$!4$ (!$4L ?!E$L 4L(!)
9E?!2L (!LD( @!@@L
)$!)
9E?!$$ 4L!D2L 4D!22L $@)!L
9@!L) ?!42L 2!)D( )L@$!(
%
%
%
%
94$!2? E!?)L D!?4L 4?22!D
,L!D2 2!DLL 4L!(LL
4@!2
9)?!E( L!?2) 4!E)L 44(E!L
9@!L) 4D!L4L 4)!)LL 4D2!2
,)!)E 4E!?(L 4D!?EL ?L2!)
%
%
%
%
% L!LLE L!LLD 424!E
%
%
%
%
%
%
%
%
94D!)? D!22L )!?)L 4E?!2
9E4!L$ L!E?L L!D?$
%
944!E) 4E!)LL 4)!)$L EE@!D
94?!L$ ?!$(L 2!(2( E4D$!?
9EL!?2 L!L(L L!L$L
E!?
9D4!?2 4!E@4 4!@2$ 42@!(
92!(? D!24L )!)@@ 4((4)!?
9D(!(( E!L)L E!$?L DE2!2
9L!4( @!@LL ?!4EL @LD!E
94D!4$ 4!$2L E!4?E 4LD(!L
94D!() 2!@LL 44!D)L 4)E!L
%
%
%
%
94@!(E L!E$4 L!D)$
E2!4
%
%
%
%
9E@!$4 @!L?L ?!2)L
%
9EL!(@ E!(?) D!4@@ )((!$
9?2!@) L!((? 4!L(@
%
94?!L? L!DD( L!)@L
4$!4
94@!)) L!$(L 4!L)L 4D@DE!$
9?!42 L!2() 4!L(D 4L@!2
9D!(D L!(DD L!@@L
D!D
94$!?) L!@$L L!$(L )2$E!@
94!?? 44!E(L 4D!@?L
%
9?!L( D!((@ )!L4L $L4D!$
@)!L
9EL!?D 4!)4$ 4!?$L
92!D4 L!(@( L!@((
@$!)
9?!?$ L!L(L L!L(? 4L(!)
9E?!)$ @2!)(L 2E!4(L E$LD!$
94E!@? E!(LL D!)2E (D@!$
94?!L) ?!D$L 2!4$( 4L?!4
94$!L$ (!D4( ?!4$( @)D$!E
92!EL )!24L (!2D( D))@4!E
9L!42 ?!?EL $!4LL
42!2
9?!L) D!$D) )!@$L 42@(!E
9(!(@ D!$?@ )!@() 442@!4
94D!?( E!4EL E!()$ (?24!$
9ED!E? 42E!(LL E)4!LLL DL@!4
94)!)2 E!4E@ E!(@L 2@E!4
9E!)@ 4)!$$L 4(!$)L 4@)!4
9E!?2 4!4@@ 4!E?L
D?!2
,D!)$ )!$?L (!@E( ED@!)
9?!D) $!EE( 2!?LL @D2!L
9E$!@( ?!2@( 4L!))L E@4E!L
944!2D 4(!?DL EL!)?L 4EDD!2
9@!L? )!24$ (!()L )??!@
9@!@? L!L(L L!L(2
E4!D
%
%
%
%
,E!42 L!4(@ L!4?E
L!(
 -C3/3 55=C#1#1C# / >#*0#1C3 C=8

G/FC / E@,LE,4(
4(
)?
??
4L@
4D$
4@2

(m.a.c.) Paola Severino il nuovo avvocato dellIstituto per le opere di Religione (Ior) per le problematiche di tipo penale che riguardano lIstituto, comprese quelle in cui la banca vaticana parte
lesa e per cui sono in corso indagini anche del
Promotore di giustizia vaticano. Alla Luiss di Roma la Severino direttore del Master in Diritto Penale dImpresa e coordinatrice per le discipline
penalistiche della Scuola di specializzazione per
le professioni legali. Come ministro della Giustizia (nel governo Monti) ha risposto ad interpellanze sulle rogatorie sullo Ior presentate in Vaticano.

%# (  ## % # & 


    ##    
    % $$$  # ) %    &%#  % ''' #! 
'&
'&

& 4/+4!+/4! 
# %$ # %$ #0' $

$ 88 30 88888888888888888888888888888888888888888888888867 L!(DL ,L!42 ,)!@$ L!)22 L!((2 E4L!(


E88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886E7 L!24$ 9E!?) 92!$? L!?2E L!24$ E$DL!D
#88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 4L!?$L 94!(4 94$!DD $!2LL 4L!?$L EE?(!4
3C#/ =3F5 88888888888888888888888888888888888888888888888867 4D!D2L 94E!2L 9D4!LE 4L!EEL 4(!(LL
()!D
2?!L
>0,*0888888888888888888888888888888888888888888888888888867 4!E$D 94!LE 94$!@2 4!L@4 4!E$D
",#=358-=#1K#888888888888888888888888888888888888888886 7 4)!2DL ,4!D2 94)!DE 4E!@$L 4(!DDL 4D?!D
#"#> 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 E!($$ ,4!@? 94DL!$? 4!L4L E!?)L
E$!)
#&&# 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 E!4$L ,L!(( ,4!4$ 4!?2? E!EE) ED)!@
/#=-3188888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 E!@EE ,L!ED ,?!)E E!D$@ E!$@L 44)!)
0-#1C+#>->8888888888888888888888888888888888888888888888888867 L!((L 9(!?? 9)L!4@ L!D(D L!@4)
(4!2
05/-&318888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7 (!?4L
% 94@!(D )!$$) (!?4L 4E?(!?
1-0 3/"-1* 888888888888888888888888888888888888888888886 7 )!$4L 94!L4 94(!D( D!$LL )!$4L 4))L!E
1>/"3 C> 88888888888888888888888888888888888888888888888888 67 2!D?L 9@!L@ 944!@$ $!42L 2!D?L 4$$E!(
=#188888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867
%
%
%
%
%
%
>35-G#  8888888888888888888888888888888888888888888888888888867 4!2?? 9E!@( 9$!@D 4!?@L 4!2?? )(2!$
>C/"-  88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 @!E?( ,L!DE 9DL!)L )!)4L @!DE( @4D!(
C/1C-8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 ED!D4L 9L!E4 94@!2L 42!4(L ED!D4L 42EE$!$
FC3*=-//88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 ?!$(L 9L!E@ 9EE!2) @!L@L ?!$(L ELL$!)
FC3>C=" 3, -88888888888888888888888888888888888888888888 67 4E!ELL ,L!)2 9E)!)2 2!)(L 4E!E@L 4L@?!?
FC3>C="# #=8888888888888888888888888888888888888886 7 4(!@LL 9L!2? ,L!$2 4)!$2L 4@!D(L
@$!L
K-0FC8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 ED!L@L 94!L4 9E(!)@ 4?!@)L ED!L@L DE$(!)
%  5#.#=>  8888888888888888888888888888888888867 @!?2L 9L!(2 944!@$ (!@?L @!$4L
?)!)
1 #1#=/-888888888888888888888888888888888888888888888867 E(!?LL 9E!(4 94L!DL EE!EDL E(!?LL E2)D!$
1 '>  888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 4@!$EL 9L!@@ 94$!4E 4D!@EL 4@!$EL 2L4!L
1 358 0-/- 888888888888888888888888888888888888867 ?!E$( ,L!D) 9DL!(@ )!$L) ?!)2( D(4D!L
1 358 31"=-3 888888888888888888888888888888888 67 )!L() 9L!L( 9DL!LE E!$)L )!L() 4$D4!)
13 353/=# 88888888888888888888888888888888888888888888888867 4D!$$L 9E!E4 9D)!?@ $!24( 4D!$$L )2D(!?
13 353/=# H4L888888888888888888888888888864L7
%
%
%
%
%
%
1K-  88888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 @!ELL 9L!4@
% @!42L @!(?L E)2!2
>-1#C88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 E!@@@ 94!(E 94?!$@ E!EE@ E!@@@ 4@4!?
>C3*-88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 E!E$@ ,4!4E 94!$? E!4LL E!))L E?D!D
 -3C#+  88888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 E@(!LLL 9L!D$ 9DD!?? 42@!?LL E@(!LLL
%
 =-*# 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 L!L@$ ,D!2) 9E4!2@ L!L(( L!L?4 ?44!L
 =-*# =88888888888888888888888888888888888888888888888888867 4!E4L 9E!$L 9@!$L 4!L2( 4!E4L
D!4
 -11C  8888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 L!($4 94!D4 9)L!@$ L!D2( L!($4 EL?!D
 1C#=03-/-=#88888888888888888888888888888888888888886 7 D!)$L 9L!$? ,4!@2 D!)DL D!()@ ()4!$
 358C=F=- # K-3 888888888888888888888888888 6 7
%
%
%
%
%
%
 358 -/138888888888888888888888888888888888888888888888 6 7 L!$D( 9L!D@ 9)@!)L L!(D) L!$)) D@))!(
 35853/#C3 8888888888888888888888888888888888888888888867
%
%
%
%
%
%
 =3'/38888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 L!)L) 9E!E$ 9ED!)D L!DL( L!)L) E?L!4
3 #>-3,=-1K8888888888888888888888888888888888888867 E!)(L ,4!(D 94E!)2 E!LDL E!)2L E$?!$
3 #>-3,=-1K =188888888888888888888888888867 E!D2L 9L!)E 944!E? E!L4E E!))@
D4!(
3 1C1"#=88888888888888888888888888888888888888888888867 @!)@( 9L!ED ,$!)D (!24L ?!L@L
%
3 ="#*1 =188888888888888888888888888888888888888867 44!L)L ,L!E? 94E!2) 2!@LL 44!EDL
?E!@
## #0 88888888888888888888888888888888888888888888888888888867 L!(D@ ,L!)@ 9?!EL L!)$( L!((E
?E!D
$4!?
#*+#//-8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 L!)44 94!E4 9D!44 L!D$2 L!)D4
#1- C-/-888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 L!?ED 94!$D 9ED!4? L!(@$ L!?ED 4@E2!2
#>C 1-31 38 888888888888888888888888888888888888888888888 67 4!$@? 9L!() ,@!@( 4!$DL E!LLL
4?!)
-/#CC- 1"F>C=-# 88888888888888888888888888888888888888888 6 7 L!()L ,L!?) ,(!E@ L!(DL L!($4
)L!4
-1013 888888888888888888888888888888888888888888888886 7 L!)$2
% 9D!(@ L!)E4 L!(E)
4@!)
-#>># 888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 4)!$2L 94!?$ 9((!(2 2!D@L 4)!$2L )L4!L
-3#=88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 L!DL) ,4!)@ 94E!?) L!E)$ L!D4(
44!L
3#=3 =C8888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 42!@LL
% ,D!2E !*44 E4!LLL
$(!4
3/K31-  88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7 D!EE$ ,4!EE 94$!E) E!@L$ D!E@$
$E!2
318#===#>-88888888888888888888888888888888888888888888888888888867 E@!D@L 94!D$ 94(!(4 EE!?LL E?!L(L 4)?!?
3=*3>#>- 88888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 L!??L
% ,D!D2 L!?)@ L!?2?
E$!$
3=*3>#>- =1 888888888888888888888888888888888888888888888867
%
%
%
%
%
%
=#03 888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 D)!LDL ,L!(L 9EE!E$ E@!@(L D)!ELL EE@@!D
=-3>+-888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7 L!44@ 94!)2 9E$!$) L!L$@ L!44@
24!4
=F1#//3 F-1#//- 8888888888888888888888888888888888888888867 4$!EDL ,L!L( 94!LL 4?!L2L 42!2LL 4ED2!L
FKK- 1-#0 8888888888888888888888888888888888888888888888888867 4E!@LL ,L!4@ 9EL!LL 2!@DL 4E!?EL EL$$!D
FKK- 1-#0 =1888888888888888888888888888888888888888867 ?!2EL
% 9E4!$( (!$$L ?!2EL DE4!@
& " C  8888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 )!4@E
% 92!(D D!@4L )!4?@
D@!2
-=3 3008 8888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7 (!$LL ,L!@$ 94?!4E )!?4L (!2@L )()!D
/#&' 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 4!E)@ ,L!4@ ,4L!$? 4!EDD 4!D2$
4(!@
/C*-=31# 88888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 E!E4@ 9L!E? 942!?$ 4!$4L E!E4@ E@4!D
/C*-=31# "88888888888888888888888888888888888888888888888867 4!LE? ,L!E2 942!(@ L!$4L 4!LD( 4E@!E
05=-888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 (!22L 9L!2D 94$!?D )!2DL @!L$L D)?L!4
5# -G# 888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 E!E(L
% ,L!$$ E!4(L E!E?@
EE!$
===388888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 E!DLL 9E!2( 9E4!L( 4!$D4 E!DLL 4LD!(
CC3/- >888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 @!?(( 94!?D 94@!4? (!(LL @!24( 44@$!2
#// +#=58888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 E!L?) 9D!L$ 9@!D@ 4!2EE E!L?)
%
#0=#  8888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 44!(2L 9L!?$ 944!)) 4L!E4L 44!?$L 42?!2
#0#1C-= 88888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 @!DLL ,E!@D 9EL!)@ )!$$E @!()L 222!(
#1C8 CC# 3=-13 8888888888888888888888888888888888888886 7 )!4DL ,4!L( 9(D!L$ E!@$) )!4?)
)E!@
#=08 -+#CC-888888888888888888888888888888888888888888888886 7 L!E?@ 9L!$) 9E(!4) L!EL2 L!E$2
EE!)
#=G#"8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 (!D)( 9L!L2 9ED!@4 )!L)L (!D)( 4L)E!2
 88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 L!L)( 9(!@( 94@!LE L!LD@ L!L)(
44!4
 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7 L!E2D 9L!@( 9ED!@2 L!EDL L!E2?
E@!?
-3/#// 88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67
%
%
%
%
%
%
-=8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 4!L(E 9D!L) 94?!)4 L!$)? 4!L(E $E(!)
/>> "-C3=- 8888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 L!))D 9@!?? 9)E!2L L!E$@ L!))D 4EE!$
 1"F>C=-/88888888888888888888888888888888888888888888886 7 ?!(4L ,L!@@ 94)!L( @!E)( ?!@)( 4L4?(!)
3'"# 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 L!)2$ 9E!4$ 94(!4$ L!)LD L!)2$ D(E!)
3*#0# #C 8888888888888888888888888888888888888888888888888888 67
%
%
%
%
%
%
31' =#>C-C3<8888888888888888888888888888888888888888888888 67 L!DLD ,L!(@ 9E)!(? L!ED( L!DE(
4)!4
=#"8 =C-*-13 8888888888888888888888888888888888888888888888867
%
%
%
%
%
%
=#"8 0-/-13 88888888888888888888888888888888888888888888888888867 @!2E( 9L!@( 92!)L @!EDL @!2DL EE$E!(
=#"8 /C#//-1#>#888888888888888888888888888888888888888886 7 4!E)(
% 9(4!$D L!?EL 4!DLL 4D(@!(
>58888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 4!$)D ,4!(( 9E2!?2 4!D2? 4!$?E
@4!(
' <0-3 8888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7 L!)@@ ,L!@$ 9L!EE L!)DE L!)2D 42$!$
<0-3 4@ H== 8888888888888888888888888888888 6 4@7 L!L@(
% ,)!@2 L!L() L!L@2
%
" 888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 E!$@$ ,L!L? 92!$2 E!)4) E!$2)
)?!(
0-1- 88888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 4!)LL 9L!E4 94E!4$ 4!EL( 4!))D 44)!4
1-#/-88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 EE!(4L 9L!2) 92!)D EL!L2L EE!(4L 24@!L
1-#/- =1 888888888888888888888888888888888888888888888888888867 4(!EDL ,L!L? 94L!?@ 4D!E$L 4(!@LL @4E!?
C/3*- 88888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 4L!DEL 9L!D2 94@!EE $!$LL 4L!$?L @L)!L
#< 31*+- 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 4?!@EL ,L!@E 94$!E@ 4)!?DL 4?!2LL E@D4!4
# 5-C/ 88888888888888888888888888888888888888888888888888867 4!$D( ,L!D$ 92!(( 4!@E4 4!$)D (@E!2
#//-0 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 E!ELL ,L!$4 94E!2) 4!$L( E!E(L DDL!$
->3=-1  88888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 D(!(2L ,L!EL 9@!E4 DD!DDL D(!$$L 42$?!4
-*-C/ =3>  8888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 D!$@E ,L!?E 9EL!D4 D!LDL D!$2L
()!@
0-/ =3F5  88888888888888888888888888888888888888888888886 7 E!@)$ 9L!DL 94(!)D E!L2) E!$)L
)!L
  88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 )(!@LL ,L!(L 9?!?D )4!D4L )(!$DL 4E2E!)
( "->31 = 888888888888888888888888888888888888888888888888 67 L!$D2 ,L!)? ,E!)) L!$D2 L!$?4
2E!?
 888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7 L!4D( ,L!$4 ,E4!24 L!4E) L!4?D
(!2
/818 88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 DL!DLL ,L!DD 9?!)( E@!(DL D4!@LL 4))!2

& &&

Severino avvocato penalista


per lo Ior

- 0'
/ 
C#=/-1 6G87
C#=/-1 6187
C#=/-1 653>C8?)7
=F*#==1"
=#1*3 C/-13
=#1*3 G-KK#=3
=#1*3 =1#>#

' --'
E)4!$@ E?$!4)
E))!)@ E$E!??
E))!)@ E$E!??
48LDL!?2 484)4!@D
42L!$@ E4?!)D
4$@!)) E4D!($
4$(!2D E4L!D?

'
/ 

--

=3 -/13 6F=3A*=87


=3 31"= 6F>"A31-7

D)!E? D)!E?
4842(!(L 4842E!(L

=*#1C3 -/13 6F=3A.*87


/C-13 -/13 6F=3A*=87
//"-3 -/13 6F=3A*=87

((

0' '

,,,
,,,
,,,

'

)$(!@$
D)!@D
ED!(E

'&
&.*4 .*
4 >#CC8 ,L!LL) ,L!LL)
4 0#># L!LL4 L!LL4
E 0#>L!LEL L!LEL
D 0#>L!L)) L!L)(
) 0#>,
,
( 0#>,
,
@ 0#>L!442 L!4E4

'&
&.*4
? 0#>,
$ 0#>,
2 0#>L!4?)
4L 0#>,
44 0#>,
4E 0#>- L!E)(

.*
,
,
L!4?@
,
,
L!E)$

 - -'1
C/-
F=34?
1"
1-0=
-1/1"-
=1-

44
44
4)4
4
44
44

L!L(
L!L(
L!?(
L
L!L(
L!L(

 - -'1
#=01-
-5531#
88

G#K-

44
4.

4/
4!

L!L(
L!4
L!(
L!E(
,L!4

  C 09+ B,09* :29 ::* *. 0,,9*  0.9 *.


2 .   A9*'0 *. #9.(* :B*FF 9*5 >* *  C 09+
090.>0 ''*09.>* ,, 09 @G5GG
*.**

-:> 9- 3 D4555555555555555555555555555&;//&
9 .> . D5555555555555555555555555555555555555555555<G1;
9AD ,, :) , @G55555555555555555555555555?<<<"G

>0DD A905555555555555555555555555555555555555?<@"/

>0DD A90%G55555555555555555555555555555?%&;1G

>0DD  5555555555555555555555555555555555555555 ?";@%

>0DD %G55555555555555555555555555555555??%"?&
 A90>951GG5555555555555555555555555555?G/%"1
0.' 0.' 5555555555555555555555555555@&;%GG;

0(.. :A9' 5555555555555555555555555555&"G"%"%


0.9 31GG45555555555555555555555</&/<?
9*  D?%555555555555555555555555555511G<&%G
:,0 02 @% 555555555555555555555555555555555555555 %%;&&
*.'209  555555555555555555555555555555555 ?&?;<1
E. E 3,, 9:45555555555555555555555555%"/GG@
090.>0 3?GG0-24 55555555555555551%@?&11
* .. 3>D455555555555555555555555555555555555@&;@G;
A9*'0 3 455555555555555555555555555555555555"/"&<1


6G//
6G";
6G@&
6G<&
6G;"
6G%<
6G<%
6G<@
)G?%
)11?
6G%&
6G<"
6G1G
6G&"
6G?G
6G@@
6G<G
6GG"

: , F*0.
    
*:55555555555555555555555555555555555555555555555555555<"/@
,,*.F 555555555555555555555555555555555555555555555555551&/@G
E 9 ' 5555555555555555555555555555555555555555555551@"GG
 * 9:09# 555555555555555555555555555555555555555555555;%/@
-C55555555555555555555555555555555555555555555555555555511G<%
0-- 9F.+ '5555555555555555555555555555551@@G
 A>:( .+ . 5555555555555555555555555555555@/@<
 A>:( 0:>5555555555555555555555555555555555555?G1%
 A>:(  , +0- .55555555555555555555555551<1G
> A#>(.: '5555555555555555555555555555555551?&<
A'0 0:: '5555555555555555555555555555555555511"@%
>90 '555555555555555555555555555555555555555555555555@/&1
* - .: . 555555555555555555555555555555555555555555555/"?1
0,+:C' . ' 55555555555555555555555555555555@@<1G

*9 *7A* 55555555555555555555555555555555555555555511<%%
,:>0-55555555555555555555555555555555555555555555555555555@"<G
D 55555555555555555555555555555555555555555555555555555@1&&
.255555555555555555555555555555555555555555555555555555555555%1/"
2  -*.*5555555555555555555555555555555555555555555;G&/
99 #0A9 55555555555555555555555555555555555555555555555@/&"
:*.0 55555555555555555555555555555555555555555555555555555"1;&
9!*> '9*0, 55555555555555555555555555555555555551@"1
.0. 555555555555555555555555555555555555555555555555555<G&/
89!, 555555555555555555555555555555555555555555555555551%/?G
*( ,*.55555555555555555555555555555555555555555555555555"<@<
 A' 0> 55555555555555555555555555555555555555555551&<"
 .A,>555555555555555555555555555555555555555555555555555"&/&
*.>)0*.555555555555555555555555555555555555555&1<@
.0$)E.>( ,555555555555555555555555555555"";%
0*!>! !.!9, 55555555555555555555555555555555&G"1
0 D(0 ,,*. 5555555555555555555555555555555"/%/
0>, 5555555555555555555555555555555555555555555555555555555555&;1/
   
-F0. 0- 555555555555555555555555555555555555?;/&G
- 9*. D29 ::555555555555555555555555555555"G/;
22, 0-2 .555555555555555555555555555555551?@;G
>555555555555555555555555555555555555555555555555555555555??/<
.+ 0# - 9*5555555555555555555555555555555551<&%
0 *.' 55555555555555555555555555555555555555555555555551%&G?
9.*B, 55555555555555555555555555555555555555555555555555&?%G
> 92*,,9 . 55555555555555555555555555555555555555"&@G
*:0 E:> -:55555555555555555555555555555555555555@/%<
*>*'90A2 .55555555555555555555555555555555555555555%@11
0)0, 0555555555555555555555555555555555555555&@G1
0,'> ,-0,*B 555555555555555555555555555555;G/<
0C ( -*, 5555555555555555555555555555555555555&//<
A0.> 555555555555555555555555555555555555555555555555555 ;;"%
DD0. 0*,555555555555555555555555555555555555555555"/&/
09 0>09 555555555555555555555555555555555555555555551<?<
 . 9, , >9* 5555555555555555555555555555555555@%?&
 . 9, 0>09:555555555555555555555555555555555555?;;?
0,-. (: 55555555555555555555555555555551/@11
 C, >>)+95555555555555555555555555555555?"@G
0. EC ,,5555555555555555555555555555555555555555551G&@"
- 555555555555555555555555555555555555555555555555555555551<&1/
.A:>9* >AFF* 255555555555555555555555555551;%
.> , 092 55555555555555555555555555555555555555555555555?&@G

0(.:0. 
0(.:0.5555555555555555555555551GG%G

 09'. 555555555555555555555555555555555555555555555<G/G
0+(  9>*.55555555555555555555555555555@G%/;
AD0>>* 92 2555555555555555555555555555555<1@G
0.,8:5555555555555555555555555555555555555555555/%1/
9+  055555555555555555555555555555555555555555555%"1"
*90:0#>555555555555555555555555555555555555555555555555&&@G
0.:.>0 055555555555555555555555555555555555551@%G&
09'. >., E5555555555555555555555555555555555?<;&
*+ .5 ,5 5555555555555555555555555555555555555555/%@/
* .>,  >5555555555555555555555555555555555555;/;G
$F 955555555555555555555555555555555555555555555555555555555?&1;
(*,*2 099*:55555555555555555555555555555555555555555"?@/
90> 9  -, 555555555555555555555555555555"%<G
.*, B 9 555555555555555555555555555555555555555555&?&"
,> *:. E 5555555555555555555555555555555555555551G&&?
(*9,200, 55555555555555555555555555555555555555555555@1&1<
 90D555555555555555555555555555555555555555555555555555555551?/&
(00 .55555555555555555555555555555555555555555555555&?@/


?* 90A2 5555555555555555555555555555555555555555555555&/@&G
.',0 - 9*.555555555555555555555555555551@?;1@
:>9 . 55555555555555555555555555555555555&<@1</
9,E: , 555555555555555555555555555555555555555@<&G?
 5555555555555555555555555555555555555555555555555555555555&&@"?
9*>*:(  , 0-55555555555555555555555555555555 &&;G&
A9 99E 90A2 55555555555555555555555555551/G?GG
,D0:-*>(+,*. 5555555555555555555555555551%&<%G
9+:  2 . 955555555555555555555555555555%G&GG
 9:0. ,55555555555555555555555555555555555551&11GG
9A .>*, 5555555555555555555555555555555555555551<1G"@
0,,: 0E 55555555555555555555555555555555555555555/?<%G
0E,  A. ,,555555555555555555555555555555555&&//G
0E, + 0# 0>5555555555555555555555555555555?//"1
(90 9: ,555555555555555555555555555555555 ?G<;GG
.*, B 9 ,5555555555555555555555555555555555555@"<1GG
0#0. 90A2555555555555555555555555555555@@<%@
 
 :>,!555555555555555555555555555555555555555555555555555555;?&G
0B9>*:555555555555555555555555555555555555555555555555555/;;%


)G&%
6G""
61?%
6G;;
)G/G
6G<<
6G;&
6G;%
61;&
6G&1
6G?"
)@<@
6G?@
)11@

6G%<
6G@<
6G<<
6G&?
61"@
6G1@
)G1G
6G?1
61@;
6G?%
6G?G
6G</
)G11
)GG<
)G?&
6G"/
6G1/
61/?

)G1/
6G"?
)G@?
6G?1
61%;
)G&<
)GG%
6G"%
)G@&
61%&
6G?"
6G&G
6G/%
6G%G
6G%&
)G1%
6G<"
6G11
6G/%
6GG?
6G&G
6G;/
6@/&
61?G
6G?@
6@<1
6G1"
)G/%
6G/?
)G@1
6G1G
6G?/
61?G
6G@/
)G1?
)G<&
6G&"
6G@%
6G;<
)G%?
6G&%
6G11
)G%%

6G&/
6?@<
6G%&
6G&&
6G"&
6G/%
)G/&
6G;%
6G/@
)G1&
)G?&
)1&@
)GG&
61@"
)G@?
6G<;
)@<<

6G&1
6G@1

Mercoled 25 Febbraio 2015 Corriere della Sera

46

Cultura
& Spettacoli

Il caso Verdone

arrivata ieri dopo le polemiche


suscitate dallintervento della
vedova del regista Chiara
Rapaccini che in una lettera si
era dissociata dallassegnazione
del riconoscimento a Carlo
Verdone. Al regista e attore
romano, come fissato, Grosseto
consegner comunque un
premio alla carriera il 7 marzo.

Fermo dopo le liti


il Premio Monicelli
Il Premio Monicelli stato
bloccato dagli stessi
organizzatori, la Fondazione
Grosseto Cultura. La decisione

Spiega il presidente di
Fondazione Grosseto Cultura,
Loriano Valentini: Non sar
consegnato nessun Premio
Monicelli. Restano tuttavia
confermate le iniziative
collaterali che dureranno fino a
luglio, per ricordare Monicelli
(1915-2010, nella foto), nel
centenario della nascita.

Romanzo
Con Il resto della settimana (Rizzoli) di Maurizio de Giovanni il mondo un bar sport
Dove un professore in pensione cattura lepica quotidiana dei tifosi partenopei
di Antonio Pascale

volte con alcuni libri si


pu fare un gioco cinematografico: il caso di Il resto della settimana, di Maurizio de Giovanni (Rizzoli). Il libro si apre con
una carrellata attraverso i vicoli: C vicolo e vicolo. Il profano non li distingue, sembrandogli sempre uguale lalternarsi di luce e di buio che lascia gli
occhi disorientati, ciechi per
un istante nel passaggio della
linea dombra che i palazzi addossati impongono. E ad alzare
gli occhi si vedono lenzuola
che fremono nel vento insieme
a canottiere, collant, calzini, vestiti fiorati e maglie da calcio di
ogni misura. Vicoli.
La carrellata va avanti e si capisce che siamo a Napoli, in un
vicolo particolare. Arriva il personaggio principale, il Professore, e la camera lascia il vicolo
e segue lui che cammina. Sappiamo che luned mattina e
che al professore ( alle soglie
della pensione) frulla qualcosa
in testa. Entriamo insieme a lui
in un bar. Come il vicolo, anche
questo non un bar qualsiasi,
anche se sembra un bar ordinario, popolare, un bar sport
pieno di personaggi comuni.
Eppure, quando la camera (voglio dire, la penna di Maurizio
de Giovanni) li inquadra, si capisce che dietro a quellespressioni un po cos si nascondono
storie, ricordi, ossessioni, dolori, amarezze, la vita insomma. Ora, il professore stanco
del lavoro e vuole scrivere un libro ( lescamotage narrativo).
Attenzione, non un libro colto,
erudito, specialistico, ma al
contrario: un libro facile, di
quelli che vendono un sacco di
copie, che parli di passioni,
sentite da tutti, passioni che
forniscano al professore (allautore) anche la scusa per parlare daltri sentimenti. Qual
dunque la passione che si vuole trattare? Il calcio!
Ora, quando gli psicologi
cognitivi cercano di spiegare
alcune dinamiche della nostra
mente, si soffermano spesso
sulla tendenza che la specie sapiens ha verso il gruppismo.
Stare insieme, fare massa, so-

Lautore
Maurizio de
Giovanni (foto)
nato nel 1958
a Napoli, della
cui squadra
visceralmente
tifoso. Autore di
racconti, opere
teatrali e due
fortunatissime
serie gialle (con
il commissario
Ricciardi e
lispettore
Lojacono),
Domani esce il
nuovo romanzo
Il resto della
settimana,
(Rizzoli pp. 304,
 17)

Lintervallo tra due partite


Un match di calcio. Un altro. E, in mezzo, sta la vita: a Napoli come nel resto dItalia
no dinamiche pericolose, ma
anche profondamente umano
lasciare la propria individualit perdendosi nel mare del
gruppo. Bene, in questi casi,
per illustrare questa tendenza,
gli psicologi cognitivi fanno riferimenti al calcio: come dire,
s daccordo una passione (o
una malattia), ma anche una
maniera di percepire il mondo. E infatti questo sembra
proprio un libro che racconta il
mondo attraverso il calcio, un
sentimento comune e umano,
incentrato sulla squadra del
Napoli tanto vero che subito dopo aver annunciato il tema, de Giovanni passa (con
unaltra carrellata) ad analizzare (antropologicamente) i vari
settori dello stadio, le curve, i
distinti, le tribune e quindi si
ha lidea che carrellata dopo

Lautore
crea un
alter ego
che vuole
raccontare
le passioni
di tutti
Il pallone
rappresenta
la voglia
di risolvere
le esistenze
individuali
nel gruppo

carrellata lautore approfondir le varie declinazioni del tifoso napoletano e invece a un


certo punto (a partire da marted) la macchina da presa, come dire, torna indietro, su
quelle espressioni un po cos
degli avventori del bar. Cominciano degli stacchi netti e i
flash-back sui personaggi e veniamo a conoscenza delle loro
vite. Da questo punto in poi,
per i prossimi giorni il tempo narrativo la settimana tra
una partita laltra de Giovanni (e il suo alter ego, il Professore) compone un romanzo
popolare, fatto dei racconti di
vita (amore e altri sentimenti)
di quei personaggi le cui vite
hanno snodi narrativi spesso
legati ad alcuni eventi calcisticamente rilevanti.
Cos il lettore ha due ele-

menti da seguire: da una parte


il calcio e dallaltra i sentimenti
privati dei singoli protagonisti.
Letichetta che si potrebbe utilizzare per definire il libro
romanzo sudamericano, intendendo lepica e quel realismo magico ben noto; ma de
Giovanni ha un altro scopo e si
sente: costruire un arabesco di
storie popolari (per questo utilizza il calcio), vite non illustri
ma sentimentalmente ricche e
significative, che suonano grazie alla corda tesa e popolare
del calcio. Eppure non si limita
a seguire questo andamento.
Al contrario, fa vibrare, fin dallinizio, la corda in modo che
altre e diverse note possano risuonare. Cambia anche chiave,
tonalit, cio la lingua: dapprima ci si accorda sul tono napoletano, quellandamento tipi-

co, poi invece, quando de Giovanni si concentra sulle vite


delle persone, cambia la modulazione: la lingua diventa
pi precisa e meno indulgente
nei confronti della maniera (o
del napoletanismo).
La vita, dunque, come
uneterna settimana. Di quelle
che viviamo un po tutti, tra discussioni, polemiche, giustificazioni e tanto sport, eppure
ampliando il tempo narrativo,
quei giorni si dividono in ore e
minuti e appaiono tante immagini, ricordi, desideri, ambizioni, errori. Tra un urlo di
gioia per un partita vinta e un
pianto, ci accorgiamo che i
personaggi ritratti da de Giovanni ci assomigliano. A prescindere dalla fede calcistica,
cos la vita.

In alto, a
sinistra,
Partita di
calcio (1928),
un dipinto
dellartista
futurista
Gerardo Dottori
(1884-1977)

RIPRODUZIONE RISERVATA

La prospettiva dellacquisizione da parte del gruppo di Segrate si trasforma in caso politico

Mondadori-Rcs, Bersani: Se ne occupi il Parlamento


di Cristina Taglietti

ontinua a suscitare reazioni, non soltanto nel


mondo culturale ma ora
anche nel mondo politico, la
proposta non vincolante di
acquisizione della Rcs Libri da
parte di Mondadori. Dopo lappello degli scrittori, le preoccupazioni espresse da altri editori, dai librai, ieri intervenuto
anche Pier Luigi Bersani con
una nota in cui dice di trovare
incredibile che lipotesi della
creazione di un colosso editoriale venga commentata solo
da scrittori.
La nascita di una grande
concentrazione editoriale che
potrebbe coprire il 40% del

Trovo
incredibile
che lipotesi
della
creazione di
un colosso
editoriale
dominante
venga
dibattuta
solo da
scrittori

mercato dei libri ha suscitato,


infatti, la reazione di molti
scrittori, a partire da quella cinquantina che hanno firmato un
appello lanciato da Umberto
Eco e altri autori del marchio
Bompiani sul Corriere e sottoscritto da molti altri.
Dove sono finiti i liberali?
si chiede lex ministro ed ex segretario del Pd, ora deputato:
Non ho libri da pubblicare. Mi
sono tuttavia occupato di mercato e di posizioni dominanti,
si trattasse di pane o binari o di
fili elettrici o di mutui. In un
settore che riguarda non i formaggini ma la libert di
espressione ricaveremmo una
concentrazione ed una posizione dominante sconosciute
in Europa e oltre Atlantico. Se

non baster lAntitrust, governo e Parlamento dovranno occuparsene. Non si invochi per
favore la libert di mercato. Il
mercato il luogo delle regole.
Non possiamo fare allamericana per il Jobs act e allitaliana
per tutto il resto.
Bersani arriva tardi. Sul tema abbiamo gi lanciato un allarme liberale allAntitrust, ha
risposto Pierpaolo Vargiu, presidente della Commissione Affari sociali di Montecitorio che
con altri deputati di Scelta Civica ha presentato qualche giorno fa uninterrogazione a risposta scritta al ministro per i
Beni culturali, Dario Franceschini (che peraltro si espresso personalmente in modo negativo sulloperazione ed un

romanziere edito da Bompiani). Il testo mette in evidenza i


rischi del monopolio per tutta
la filiera, per autori e librai
che sarebbero costretti a sottostare ai diktat imposti, per la
piccola editoria che rischierebbe di vedere cancellata ogni
ottimistica previsione di ripresa e per la ricaduta della situazione occupazionale delle
due societ. Ora spiega
Vargiu abbiamo predisposto
una mozione che intendiamo
proporre in Aula. Se in Parlamento Bersani disponibile a
un confronto, noi ci siamo
molto volentieri. Quello che
conta, al di l delle scaramucce
nel Pd, tutelare la libert del
mercato in un settore dove le
idee devono circolare e non

Deputato

Pier Luigi
Bersani, nato
nel 1951 a
Bettola (Pc),
stato
presidente
dellEmilia
Romagna,
ministro e, dal
2009 al 2013,
segretario del
Partito
democratico

possono essere concentrate.


Vargiu definisce lipotesi di
concentrazione inquietante
sia per gli effetti a monte che
per gli effetti a valle, ma sopratutto crediamo che il Parlamento debba prendere una posizione. Mozioni e interrogazioni sono come un cerino acceso, se c paglia intorno
brucia, altrimenti si spegne.
A Bersani, ha risposto in 140
battute il senatore del Pd, Andrea Marcucci, presidente della
commissione Cultura a Palazzo
Madama che su Twitter ha
scritto: Bersani ha ragione su
Rcs. Certo se qualche governo
del passato fosse intervenuto
ex ante, ora sarebbe pi facile
evitare concentrazioni.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Mercoled 25 Febbraio 2015

Editoria digitale

Amazon estende
al cartaceo la funzione
Leggi lestratto
di Alessia Rastelli

La testimonianza di Leonardo Sacco

Se Matera diventa
capitale della cultura
lo deve a Olivetti

CULTURA
Numero zero di Umberto Eco, I giorni
delleternit di Ken Follett, Il
guardiano del faro di Camilla
Lckberg, Avr cura di te di Massimo
Gramellini e Chiara Gamberale. Sono
alcuni dei titoli cartacei di cui ora
possibile leggere unanteprima su
Amazon.it. Il sito di vendita del
gruppo di Jeff Bezos ha infatti deciso
di estendere la funzione Leggi

Segna
libro

di Carlo Vulpio

lestratto, gi disponibile per gli


ebook, anche ai libri in edizione
cartacea. Pi in dettaglio, finora era
possibile accedere alle anteprime
solo sui dispositivi Kindle e
attraverso le applicazioni di lettura.
Adesso lestratto raggiungibile
anche cliccando sulla copertina del
libro cartaceo, nella pagina dedicata
al singolo titolo sul sito di Amazon,

cui si pu accedere da pc, da tablet e


smartphone. I lettori saranno poi
liberi di acquistare o meno il volume.
Il servizio riguarda oltre 2 milioni di
titoli in diverse lingue (95 mila in
italiano), tra i quali bestseller recenti
di grandi e piccoli editori, compresi
Rcs Libri, Feltrinelli, Gems e il gruppo
Mondadori. Da Amazon fanno sapere
che una sperimentazione sulla nuova

47

funzione era gi stata avviata su un


gruppo di lettori-campione: nel 75
per cento dei casi, dopo avere letto
lestratto, le vendite sono aumentate,
in media del 12%; nel restante 25%,
invece, lanteprima non stata
apprezzata e ha scoraggiato gli
acquisti, facendoli diminuire del 17%.

@al_rastelli
RIPRODUZIONE RISERVATA

Un dialogo del filosofo con Carlo Bordoni (Einaudi)

Sulle tracce della postdemocrazia


Lultima scommessa di Bauman
di Umberto Curi

LEONARDO SACCO

ADRIANO OLIVETTI

e Matera stata scelta come capitale europea della Cultura per il 2019 lo deve ad
Adriano Olivetti e alla pattuglia di intellettuali e professionisti che negli anni
Cinquanta lo accompagn nella realizzazione di
unapparente utopia: fare di Matera, la citt
considerata la capitale dellItalia contadina,
unaltra Ivrea. Replicare, nel Mezzogiorno dItalia, ma senza colonialismi n forzature, ci che
era avvenuto nel Canavese di Olivetti, cio creare una comunit di persone che lavorano e
vivono in armonia tra loro e con lambiente che
li circonda, perch ricostruite anche moralmente ed educate a pensare.
Era da poco finita la guerra, lItalia viveva
degli aiuti americani del Piano Marshall e negli
Stati Uniti era esplosa la curiosit di conoscere
il nostro Sud e, in particolare, le due facce di
quella citt, Matera, raccontata da Carlo Levi in
Cristo si fermato a Eboli come un unicum
trogloditico (i Sassi) abbandonato alla miseria e
allarretratezza, ma anche come una citt bellissima, pittoresca e impressionante.
Olivetti era amico di Levi e durante i suoi
viaggi negli Usa si rende conto dellinteresse
suscitato anche l dai temi di quel libro, che per
lui erano stati illuminanti. Cos nel 1947, diventato commissario dellUnrra-Casas (lorganismo
delle Nazioni Unite per la ricostruzione dei Paesi danneggiati dalla guerra e per il soccorso ai
senzatetto), e poi nel 1950 presidente dellInu
(lIstituto nazionale di urbanistica), Olivetti
recluta un giovane professore americano dellArkansas, Friedrich Friedmann, e
gli affida la direzione di una
commissione di studio sui
Sassi. Nello stesso tempo,
chiede a un gruppo di urbanisti, architetti e sociologi
guidati da Ludovico Quaroni
di progettare, alle porte di
Matera, un villaggio modello
che si chiamer La Martella
(laltra Ivrea), in cui sarebbero andati ad abitare una
parte dei 16 mila contadini
stipati nelle 3 mila grotte dei
Sassi. Risanare i Sassi, dunque, per non abbandonarli al
degrado. Ma dimezzarne la
popolazione costretta a vivere insieme con le
bestie e a morire di malaria trasferendo laltra met, assegnataria di terre coltivabili grazie
alla Riforma agraria, a La Martella, dove avrebbe
abitato case degne e ritrovato la dimensione
comunitaria dei Sassi senza patirne i guasti.
Questa formidabile avventura, cominciata nel
1950, lanno in cui Olivetti lancia la macchina
per scrivere Lettera 22, raccontata in un libro
altrettanto formidabile, Matera e Adriano Olivetti. Conversazioni con Albino e Leonardo
Sacco, di Federico Bil e Ettore Vadini (edito
dalla Fondazione Olivetti, pp. 278). Il volume
arricchito da una conversazione inedita tra la
figlia di Adriano, Laura, e Friedmann, il quale,
per far capire bene chi era e come ragionava
Olivetti, racconta che tra le cose che mi fecero
una certa impressione a Ivrea, cera un concorso
mensile riservato agli operai, che dovevano
recensire un libro: i vincitori venivano mandati
a spese dellazienda in una scuola di formazione
tecnologica. Il libro di Bil e Vadini indispensabile per capire i Sassi, Matera, il Sud e lentusiasmo di quei giovani, tra i quali i fratelli materani Albino e Leonardo Sacco, che vi si dedicarono con tutta lanima. Al punto che oggi, un
giovanotto di 91 anni qual Leonardo Sacco
amico fraterno di Levi e Olivetti ha avuto
lidea di cedere alla Regione Basilicata i suoi
diecimila volumi al prezzo simbolico di un euro
affinch a La Martella e a Matera sorgano due
biblioteche intitolate ad Adriano Olivetti. E tuttavia, nonostante laccordo firmato e i mille
discorsi (infarciti di molto inglese inutile) sulla
capitale europea della Cultura che deve tutto a
quel signore di Ivrea, per le biblioteche il treno
si fermato. Di nuovo a Eboli?
RIPRODUZIONE RISERVATA

I
Fra la piovosa
Utrecht e la
calda Palermo,
fra la mala del
Nord Europa e
cosa nostra: un
intrigo
internazionale
scandito dal
ritmo incalzante
di 68 fulminanti
capitoli, tenuto
insieme dal filo
di ferro di
dialoghi che
concedono poco
o niente alla
Letteratura. Tre
cadaveri muti,
un commissario
disincantato, un
uomo donore
che scopre di
avere un cuore,
due donne
bellissime e
complicate. Il
bacio della
bielorussa di
Antonio
Pagliaro
(Guanda, pp.
300,  18,50).

Colto e
malinconico, il
commissario
Augusto De
Vincenzi
nacque nel
1935 e fu portato
in tv negli anni
Settanta da un
grande Paolo
Stoppa. Pagine
ingiallite? Al
contrario. Come il
suo personaggio,
cos lautore
inviso, incarcerato
e ucciso dai
fascisti resiste
al mutare delle
stagioni e delle
tecniche
investigative. Noir
e commedia, in
una cornice
storica rifinita con
cura dei dettagli.
Le nuove inchieste
del commissario
De Vincenzi di
Augusto De
Angelis
(Castelvecchi,
pp. 328,  17,50).

a cura di
Roberto
Iasoni

l libro di Zygmunt Bauman


e Carlo Bordoni Stato di
crisi (Einaudi) merita indubbiamente una particolare attenzione, per una pluralit di motivi diversi. Per la formula, anzitutto. Un colloquio fra due studiosi, fra loro
in sintonia su molti aspetti, ma
anche talora dissonanti, e non
su punti di secondaria importanza. Col risultato di immergere il lettore in un dialogo autentico e intellettualmente vivace, proteso allapprofondimento di questioni di grande
importanza, senza alcuna concessione alla vuota ritualit del
confronto accademico. Notevole poi la scelta di uno stile improntato ad una limpidezza
davvero esemplare. Pur affrontando temi di rilevante complessit, gli autori riescono ad
evitare la Scilla del tecnicismo
impenetrabile, senza essere risucchiati nella Cariddi delle
banalizzazioni giornalistiche.
Infine, esercita una forte
suggestione anche il disegno
complessivo del testo, poich
delinea un percorso che conduce gradualmente dalla lucida presa datto di una condizione generalizzata di crisi dello Stato, della modernit, della
democrazia fino alla prospettazione di un nuovo ordine globale, come suona il titolo del paragrafo conclusivo.
A tutto ci si aggiunga un rilievo, che potr apparire (e forse pu anche essere effettivamente) marginale, ma che tuttavia non pu essere taciuto. Il
nome di Zygmunt Bauman
diventato famoso, ben al di l
dei limiti della comunit scientifica, per laccostamento alla
principale scoperta a lui abitualmente attribuita, compendiata nellaggettivo liquida,
col quale in un fortunato libro
uscito in inglese nel 2000 (Modernit liquida, Laterza) il sociologo polacco alludeva alla
societ odierna.
Come spesso accade (il che
non significa che debba obbligatoriamente continuare a verificarsi), quellespressione,

Il libro di
Zygmunt
Bauman e
Carlo Bordoni
Stato di crisi
(pagine 198,
 18) edito da
Einaudi.
A sinistra,
Panorama con
le colonne nere
(1919),
unopera
dellartista
Paul Klee
(1879-1940)

originariamente coniata per


indicare le caratteristiche di
una societ le cui strutture si
scompongono e ricompongono rapidamente e in maniera
fluida e volatile, si trasformata in uno slogan orecchiabile,
applicabile alle realt pi diverse dalla politica alla filosofia, fino allo sport e alla cucina.
Con effetti caricaturali, e talora
irresistibilmente comici, facilmente immaginabili. E con la
conseguenza, molto meno divertente, di inchiodare lo stesso Bauman alla vacua ripetitivit di una formuletta. Questo

Pensiero e politica
Marzano e Casadio
domani a Milano
Lo sguardo di una
filosofa sulla politica doggi:
domani sar presentato a
Milano il libro Non seguire
il mondo come va. Rabbia,
coraggio, speranza e altre
emozioni politiche (Utet) di
Michela Marzano (con
Giovanna Casadio). Con le
autrici, alla Feltrinelli di
corso Buenos Aires anche
Gad Lerner (ore 18.30).

nuovo testo rende giustizia ad


uno studioso le cui tesi, come
quelle di qualunque altro, sono
certamente criticabili e forse in
parte inaccettabili, ma che tuttavia non pu essere ridotto al
raggio angusto di un aggettivo
di successo.
Ci detto e doverosamente
riconosciuto, si deve anche notare che il libro mantiene solo
in parte le impegnative promesse formulate nella prefazione, soprattutto per quanto
riguarda la prospettazione di
quella che viene definita come
postdemocrazia.
Assai puntuale, e immune
da ogni indebita sacralizzazione, la decostruzione delle trasformazioni subte dalla nozione di democrazia, fra Pericle e
Alexis de Tocqueville (per indicare estremi non solo in senso cronologico). Pienamente
condivisibile anche il giudizio
complessivo, ricalcato sulla
troppo spesso dimenticata affermazione di Jean-Jacques
Rousseau (che pure stato uno
dei padri della democrazia
moderna): Secondo il preciso
significato della parola si pu
dire che non mai esistita una
democrazia, e non esister
mai.
Dichiarazione questa
che potrebbe essere altres accompagnata da un autore tra-

scurato da Bauman e Bordoni,


vale a dire Platone, il quale rileva che, pi che una vera e propria forma di governo, la democrazia un supermercato
delle costituzioni, in cui sono
esposte disordinatamente tutte le forme di governo.
Il punto vero, tuttavia, sempre sintomaticamente eluso
dai detrattori della democrazia, e non risolto da Bauman e
Bordoni, un altro, e riguarda
appunto la delineazione di una
possibile alternativa. Restituendo al termine crisi
costantemente ricorrente nel
testo la sua originaria accezione medica, si potrebbe dire
che gli autori sembrano orientati semplicemente a prendere
atto del decesso del paziente
chiamato democrazia. Una certificazione di morte che potrebbe forse essere evitata, se si
applicasse alla nozione di democrazia ci che un famoso
penalista replic a chi gli faceva notare la totale infondatezza
della nozione di pena. E si potrebbe dunque concludere che
s vero la democrazia fa
acqua da tutte le parti. Ma, almeno finora, in oltre tremila
anni di civilt occidentale, nessuno (neppure Bauman e Bordoni) riuscito ad inventare
nulla di meglio.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Passo del premio verso i piccoli editori. Vacilla la partecipazione di Elena Ferrante

Nuove regole allo Strega: lora della bibliodiversit


di Paolo Fallai

enta una piccola rivoluzione il Premio Strega, per mettersi al riparo


dallaccusa di essere riservato ai soliti noti dei grandi gruppi, ma intanto rischia di fallire loperazione mediatica su
Elena Ferrante.
Le novit stanno tutte nel meccanismo
di elezione della cinquina (le preferenze
passano da una a tre), nellapertura agli
stranieri che scrivono in italiano e soprattutto in una clausola di salvaguardia che
garantir ai piccoli e medi editori una presenza in cinquina. Ma nelle stesse ore in
cui Tullio De Mauro difendeva lo spirito di
pluralit, bibliodiversit e accoglienza
delle nuove norme, tornava a farsi incandescente il fronte delle candidature. In

particolare il caso Elena Ferrante, proposta da Roberto Saviano e Serena Dandini, senza lavallo della casa editrice e/o con
Storia della bambina perduta. Lamica geniale. una possibilit prevista dal regolamento ma occorre comunque una lettera
daccettazione della scrittrice. Allora
niente la prima reazione di Sandro
Ferri, editore ma anche portavoce della
scrittrice che non si mai rivelata e risponde solo tramite lui . Penso che se occorre
una firma lei non la metter. Quello che
doveva dire lha scritto, per come la conosco non far nientaltro. Se vogliono davvero candidarla, cambino il regolamento.
un caso creato da altri, non da noi. Ferri
conferma il suo pensiero sullo Strega, cui
pure ha partecipato pi volte: Vincere
non ci interessa, e allautrice nemmeno.
In attesa di sciogliere il mistero Ferran-

te, il gruppo Mondadori ad aver scelto di


lanciare Fabio Genovesi con Chi manda le
onde e Nicola Lagioia con La ferocia (Einaudi). Il gruppo Rizzoli ha scelto Mauro
Covacich, La sposa. Altre candidature sicure sono Clara Sereni, Via Ripetta 155
(Giunti), Marco Santagata, Come donna innamorata (Guanda) e Wanda Marasco, Il
genio dellabbandono (Neri Pozza).
Termine ultimo per le presentazioni dei
libri candidati il 3 aprile, mentre la selezione della dozzina dei concorrenti sar
annunciata il 16 aprile; la prima votazione
per la definizione della Cinquina dei finalisti si svolger in Casa Bellonci il 10 giugno e
sar il vero banco di prova della novit tre
preferenze. Appuntamento finale il 2 luglio al Ninfeo di Villa Giulia.
@pfallai
RIPRODUZIONE RISERVATA

48

Mercoled 25 Febbraio 2015 Corriere della Sera

SPETTACOLI
Dopo lOscar
Sui social vince
American Sniper
di Clint Eastwood

Boyhood, e anche con un notevole distacco di voti.


Dati interessanti si registrano anche sul premio a
Patricia Arquette (miglior attrice non
protagonista), a cui in molti avrebbero preferito la
sempreverde Meryl Streep, strega in Into the
Woods. Il tributo della popstar Lady Gaga al
musical Tutti insieme appassionatamente stato
giudicato il momento migliore della serata. Il
riconoscimento lanno scorso invece era andato al
selfie delle star in platea.

Ci sono le statuette dellAcademy e quelle dei


social e non sempre vanno daccordo. Archiviata la
notte degli Oscar ecco lanalisi delle interazioni
social sviluppate dallagenzia di comunicazione
Way To Blue. Il miglior film secondo i social non ,
infatti, Birdman di Irritu, che ha registrato
comunque ottimi riscontri, ma American Sniper
(foto) di Clint Eastwood, grande sconfitto. Anche il
premio al regista non ha soddisfatto i social media,
i quali a Irritu hanno preferito Linklater di

Il film
del Mereghetti

a sorpresa che pu
rappresentare per il
pubblico che ha applaudito Cesare deve
morire questo Maraviglioso Boccaccio, chiede un
piccolo passo indietro per ricordare il percorso cinematografico dei fratelli registi.
I Taviani fanno da sempre un
cinema che si sforza di mettere
in discussione per prima cosa i
propri fondamenti teorici e stilistici: un cinema neorealista
che critica i presupposti del neorealismo stesso; un cinema
politico che per cerca spazi e
strade non-ideologiche, fatte
di musica, di letteratura, di melodramma; un cinema mitologico che vuole superare la
condizione metastorica ancorandosi alle concretezze e alle
contraddizioni del presente.
Un cinema, in altre parole,
molto legato alla loro formazione marxista non ortodossa,
attenta al messaggio ma
sempre pronta a metterne in
discussione i contenuti e le forme: un cinema di poesia fatto con gli strumenti della prosa, per dirla con una terminologia da anni Settanta/Ottanta,
quelli, non a caso, dei loro film
pi originali e riusciti: San Michele aveva un gallo, Padre padrone, La notte di San Lorenzo,
Kaos.
Trentanni dopo, il loro cinema insegue ancora quelle utopie e quei progetti: la necessit
di lottare contro tutti i poteri, il
ruolo salvifico dellarte, il rifiuto di un cinema banalmente didascalico ma impegnato a confrontarsi con il presente. Sono
le tensioni che li hanno spinti a
portare sullo schermo ieri
lesperienza dei carcerati di Rebibbia che mettono in scena
Shakespeare e, oggi, alcune novelle del Decameron. Allorigine c la medesima idea dellarte come strumento per superare le contraddizioni della vita,
declinata in forme pi realistiche (Cesare deve morire) o

MARAVIGLIOSO BOCCACCIO

I Taviani e la celebrazione dellarte


Un Decameron che esalta le donne
La peste di Firenze, lamore, la forza delle parole: una rilettura convincente

Insieme
Da sinistra,
Paola Cortellesi
(41 anni) e
Carolina
Crescentini (34)
in una scena di
Maraviglioso
Boccaccio.
Diretto dai
fratelli Taviani,
il film uscir
domani nei
cinema

pi metaforiche (Maraviglioso Boccaccio). Ma il pubblico disposto a vederne le similitudini? Ad accettare entrambi


questi percorsi?
Non una domanda da poco, perch se Paolo e Vittorio
Taviani avanzano lungo un
cammino che sembra cambiato poco o niente dai fondamenti delle origini, il pubblico invece ha perso (o gli stata tolta)
la voglia di leggere i film al di l
delle apparenze pi immedia-

te. abituato a fermarsi al


primo livello (il realismo di
Cesare) e fatica a scavare nelle
metafore, come appunto questo loro Decameron, che al di l
dellapparente semplicit nasconde riflessioni e spunti per
niente banali.
Dellopera di Boccaccio, i
due registi espungono gli elementi pi facili e triviali per
privilegiare la riflessione sul
narrare, cio sulla forza dellarte. Montate senza rispettare
lordine letterario, selezionano
due novelle dalla prima parte
del Decameron, quella che racconta la lotta delluomo contro
le forze della natura umana, a
cominciare dallamore (la prima della quarta giornata
Tancredi, Ghismunda e Guiscardo e la nona della quinta
giornata Federigo degli Alberighi e monna Giovanna) e
tre dalla seconda parte, quella
che vede la lotta delluomo per
la sua affermazione in un contesto pi socioculturale (la terza novella dellottava giornata
Calandrino, Bruno e Buffal-

macco , la seconda della nona giornata la badessa Usimbalda e la suora Isabetta e la


quarta dellultima giornata
messer Gentile de Carisendi,
Catalina e Nicoluccio) e le usano per rivendicare la centralit
dei personaggi femminili (significativo lo stravolgimento
del comportamento di Catalina, che non torna dal marito
succubo della madre ma resta
con lamante che lha salvata) e
limportanza del narrare (le
cinque novelle sottolineano
tutte la centralit del narratore
e della narrazione o rivendica-

Le stelle
Firenze, 1348. Per sfuggire alla
peste 10 giovani si rifugiano in
una casa a raccontarsi novelle
 da evitare  interessante
 da non perdere
 capolavoro

Autori

I fratelli Paolo
(83 anni, a
sinistra) e
Vittorio Taviani
(85) con lOrso
doro vinto alla
Berlinale 2012
con Cesare
non deve
morire,
premio che
mancava al
cinema italiano
dal 1991

no la verit dei fatti raccontati


per mettere in rilievo il passaggio dalla realt alla parola).
Il film cio recupera loperazione fatta da Boccaccio sulla
narrativa medioevale, che rielabora per dare forma ai nuovi
valori di una borghesia laica e
orgogliosa, e insieme sfrutta la
ricostruzione della peste a Firenze (che i tanti Decameron
passati espungevano) per ribadire la forza della narrazione
come antidoto alla contaminazione dei tempi.
Un doppio percorso, che rischia di sembrare in contraddizione ma che risponde invece
al modo di filmare dei Taviani,
attenti a definire una forma che
metta in discussione la sua efficacia per rimandare al brutto lasciato fuori campo dopo
la fuga dalla Firenze appestata.
In questa logica si giustificano e si spiegano leleganza essenziale e geometrica degli
ambienti e quella colorata e vitale dei costumi, la contraddizione tra i volti sconosciuti dei
dieci giovani fuggiti in campagna e diventati narratori e quella dei visi celebri dei personaggi delle novelle (Scamarcio,
Puccini, Rossi Stuart, Smutniak, Riondino, Arena, Cortellesi, Crescentini, Trinca) e soprattutto uno stile di riprese
controllato, che rimanda alla
rappresentazione pittorica
(pre)rinascimentale, fatta di
eleganza e geometria. Per offrire allo spettatore un percorso
capace di ribadire la bellezza e
lutilit del fare artistico e insieme sottolineare la forza vivifica
dellamore (e della donna).
Paolo Mereghetti
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Mercoled 25 Febbraio 2015

SPETTACOLI

Il riconoscimento
Sette Teatri diventano Nazionali, c il Piccolo di Milano
La carica dei nazionali. Sono sette (su
dieci candidati, tra gli esclusi lo
Stabile di Genova) i teatri che hanno
ottenuto dal ministero la qualifica di
Teatro Nazionale. Per il triennio
2015-2017 saranno: Associazione
Teatro di Roma; Associazione Teatro
Stabile della Citt di Napoli;

Lattore Leonard Nimoy


Paura per Spock, ricoverato a Los Angeles

Fondazione Emilia Romagna Teatro;


Fondazione Piccolo Teatro di Milano
Teatro dEuropa; Fondazione Teatro
Stabile di Torino; Teatro della
Toscana; Teatro Stabile del Veneto
Carlo Goldoni. Sud penalizzato:
Molise, Puglia, Basilicata, Sardegna e
Calabria restano senza Nazionali.

Leonard Nimoy, interprete del


vulcaniano Spock (foto) nella serie
tv di fantascienza Star Trek,
stato ricoverato durgenza in una
clinica di Los Angeles, a seguito di
forti dolori al petto. Lattore, nato
83 anni fa a Boston, soffre di una
malattia polmonare incurabile,

Jovanotti, un supereroe fragile:


il nuovo disco come un serial

Laddio a Luca Ronconi


in una chiesa umbra
Il suo teatro eterno
DAL NOSTRO INVIATO

La scheda

Lorenzo
2015 cc.,
uscito ieri,
il tredicesimo
album
di Lorenzo
Jovanotti
Cherubini
Contiene
30 canzoni,
ma c anche
una versione
base con 18

In concerto Jovanotti nato 48 anni fa a Roma, ma vive a Cortona, in Toscana. Ha iniziato la carriera come dj

nulla. Nemmeno Lestate addosso che Gabriele Muccino


gli aveva chiesto per un film
che poi stato rinviato. La prima colonna sonora di un film
che non c. In 30 canzoni c
dentro di tutto: difficile da inquadrare. Di sicuro meno elet-

tronica rispetto ai lavori precedenti, ma non vuol dire che


non sia un disco da ballare, anzi. Anche le collaborazioni
(Sono come pellegrinaggi per
chiedere delle benedizioni)
sono un fiume e profumano di
Africa: su tutte Manu Dibango

Il commento
Lansia di Lorenzo alla soglia dei 50

ultimo album prima dei 50. E non basta pi il nome


Jovanotti per fermare quelle domande anagrafiche che
una volta sembravano lontane. A 48 anni mi sento
attaccabile, ho bisogno di protezione, riconosce Lorenzo. La
risposta di molti coetanei quella di cambiare la macchina (o
moglie), la sua quella di cambiare ancora. Con un disco che,
nel bene e nel male, diverso da tutti quelli fatti prima. E con
la scelta formale delle 30 canzoni tradotto in vinile fanno
tre dischi, manco negli anni 70 del concept a tutti i costi
che sembra guardare indietro ma che in realt pensa al
domani, alla non-forma della playlist. (a. laf.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

e Bombino. Nei testi vince


lamore. Per dirla in emoticon
tanti cuoricini. la cosa pi
importante e per me scrivere
una canzone damore il massimo. Ma Lalba, traccia che
apre il disco, e Una scintilla
ci mettono davanti alle orecchie le navi cariche di migranti
che attraversano il Mediterraneo. uno scenario della nostra contemporaneit. Sono a
favore delle politiche di salvataggio: non si buttano i soldi se
si salvano vite. E sono anche a
favore delle politiche internazionali a sostegno dei Paesi da
dove partono queste persone.
Ci vuole una politica comune
europea e forse dovremmo
guidarla noi. Guardando a casa nostra, c Renzi...
Lho sostenuto alle primarie perch era unopportunit
di cambiamento, in effetti non
abbiamo pi lo stesso presepio
davanti, e lo difendo ancora,
pur vedendo limiti ed errori.
Andrea Laffranchi

unaffezione cronica polmonare


caratterizzata da una ostruzione
bronchiale. Luned lattore ha
twittato ai suoi fan: La vita come
un giardino: i momenti perfetti
possono essere vissuti, ma non
conservati tranne attraverso i
ricordi.

Il funerale privato

Nellalbum trenta brani: canto le vulnerabilit, del cuore e dei migranti


orenzo Jovanotti si presenta in motorino alla
conferenza di lancio del
nuovo disco. Non che
ci arriva in stile sindaco senza
autoblu. Lui col motorino sale
sul palco. E sgasa. In tema col
titolo: Lorenzo 2015 cc.. Sulla
copertina indossa una protezione da motocross. Mi fa
sembrare un supereroe, un po
ci gioco, ma il contrario
spiega . A parte che sarebbe
un supereroe di provincia, alla
portata di tutti, con una pettorina da 40 euro... ma una corazza dichiara sempre fragilit.
un disco sulla vulnerabilit.
Vulnerabile, ma la sua faccina ha il sorriso allins. Lorenzo usa proprio gli emoticon da
smartphone per raccontare la
genesi del disco. Allinizio ero
snob ma ho capito che sono i
geroglifici di oggi. Come fai a
descrivere a parole un occhiolino o una pacca sulla spalla se
non sei Philip Roth?.
La storia dellalbum riassunta in un grafico di borsa.
Tutto parte dal gasamento per
i concerti negli stadi: ti senti
amato, riverito: sorrisone, bicipite gonfio... Quindi la linea
piega verso il basso e il sorriso
si piega allingi per la depressione post-tour. Sono montagne russe: si sale (quando si
suona) e si scende (la polmonite, le incertezze artistiche). La
chiusura, lesplosione, in alto.
Sono come la sposa il giorno
delle nozze, ride.
Il disco nuovo sono trenta
canzoni trenta. Non un gesto ambizioso, mette le mani
avanti. Non riesco a tenere
fermi i pezzi che scrivo...Ho
provato a cambiare qualcosa
ma lequilibrio del disco si sbilanciava. Confido nel cambio
epocale della non ritualit del
disco. Non c pi lato A e lato
B, oggi la musica cloud e se
vuoi che dalla nuvola piova fai
piovere musica. Ho deciso di
far uscire i primi pezzi uno alla
settimana come se fosse un serial tv. Non ha tenuto via quasi

Tra le molte
collaborazioni:
Manu Dibango,
il precursore
della disco;
Bombino,
il blues
del deserto;
Omar Hakim,
batterista
di Bowie,
Madonna,
Sting, Miles
Davis;
Money Mark,
il quarto
Beastie Boys
Il 20 giugno
da Ancona
parte il tour
negli stadi che
avr tre serate
a S. Siro (25, 26
e 27 giugno)

PERUGIA Pioggia battente. Poi uno squarcio si


apre tra le nuvole nere e viene gi un raggio che
illumina la parrocchia di Civitella Benazzone
dove si celebrano le esequie di Luca Ronconi. La
cerimonia doveva essere in forma privata, ma
ieri alle tre del pomeriggio la chiesetta stata
invasa da una piccola folla di amici, attori,
allievi e rappresentanti delle istituzioni che
hanno voluto salutare per lultima volta il
grande regista: tra gli altri Ferruccio Soleri, Toni
Servillo, Luigi Diberti, Franco Branciaroli,
Ottavia Piccolo e poi Sergio Escobar, Giorgio
Ferrara, Antonio Calbi e Salvo Nastasi.
Un angolo remoto dellUmbria, un rifugio e
buen retiro dove Ronconi aveva da anni stabilito
la sua residenza e creato il Centro teatrale

Omaggio
Toni Servillo
al funerale di Luca
Ronconi, il regista
morto sabato
allet di 81 anni

Santacristina. E l, in quello spazio di libert,


come lo definiva il direttore del Piccolo di
Milano, si riversato il mondo del teatro.
Una nutrita presenza di attori, forse inaspettata,
che deve aver preoccupato il parroco don
Roberto Biagini che, al momento
delleucarestia, ha detto: Chi non battezzato o
non cristiano, non pu fare la comunione,
frase che ha gelato i presenti, creato imbarazzo
e qualche mormorio. Qualcuno ha osservato:
Forse perch noi teatranti un tempo venivamo
sepolti in luoghi sconsacrati?. Eppure
nellomelia il sacerdote aveva speso parole
commosse per il nostro fratello Luca: una vita,
la sua, consacrata a gesti damore e damicizia
attraverso il suo teatro. Un teatro che
esaltazione delluomo e della sua dignit.
E con la sua morte non si chiude un sipario, ma
si apre una scena che si schiude sulleternit.
Poi i commenti commossi di chi, con Ronconi,
ha condiviso tanti progetti: Con i sei spettacoli
creati a Spoleto nei sette anni passati dice
Ferrara, direttore del Festival dei Due Mondi
stato la nostra colonna. E il direttore dello
Stabile di Roma Calbi: Il teatro rimasto orfano
di Luca non sar pi lo stesso e la vita resta pi
sola senza i suoi spettacoli.
Emilia Costantini
RIPRODUZIONE RISERVATA

RIPRODUZIONE RISERVATA

TAHAR
BEN JELLOUN
QUESTO
LISLAM
CHE FA PAURA
IN LIBRERIA
E IN EBOOK

49

INCONTRO
CON
LAUTORE

EDIZIONI

GIOVED 26 FEBBRAIO
ORE 19
INSTITUT FRANAIS
CENTRE SAINT-LOUIS
LARGO TONIOLO, 22
ROMA
INTERVIENE
GIORGIO ZANCHINI

50

Mercoled 25 Febbraio 2015 Corriere della Sera

Corriere della Sera Mercoled 25 Febbraio 2015

51

Risponde Sergio Romano

LANELLO DELLE TRE ALLEANZE


I PATTI DELLA GUERRA FREDDA

Caro Romano, con riferimento


alle riforme costituzionali, mi
sembra che sia stato
presentato e respinto un
emendamento che proponeva
la riduzione del numero dei
parlamentari. un vero
peccato perch tutti vediamo
che una folla di 630 deputati,
oltre a essere onerosa,
scarsamente produttiva e
spesso ingestibile. C qualche
altra nazione che ha un
numero di deputati cos
elevato?

Le lettere firmate con


nome, cognome e
citt, vanno inviate a
Lettere al Corriere
Corriere della Sera
via Solferino, 28
20121 Milano
Fax: 02-62827579

La sua risposta La Turchia nella Nato il


peso della storia mi spinge a porle questo
quesito: perch Paesi come lAustralia e il
Giappone non appartengono allAlleanza
Atlantica?
Cesare Scotti
cesarevittorecarlo@ gmail.com

Caro Scotti,
lAustralia n il Giappone appartengono allarea atlantica. Il patto firmato a
Washington nellaprile 1949 e la sua organizzazione militare (North Atlantic
Treaty Organization), creata nellanno seguente,
rispondevano a quella che fu considerata in quel
momento lesigenza prioritaria: impedire allUnione Sovietica di avvalersi dei partiti comunisti dellEuropa occidentale per estendere la
propria influenza allintero continente. Lesistenza di forti rapporti politici e culturali fra gli
Stati Uniti e le democrazie occidentali garantiva
una omogeneit che non sarebbe stata possibile
se lorganizzazione, dopo lingresso di Grecia e
Turchia nel 1952 e della Germania nel 1953, fosse
stata estesa a Paesi di altri continenti. Il Medio
Oriente rientrava allora nellarea dinfluenza della Gran Bretagna e alla difesa di quella regione
provvide Londra con unaltra alleanza firmata a
Bagdad nel 1955. Si chiam Central Treaty Organization (Cento) e raggrupp, oltre alla Gran
Bretagna, lIran, lIraq, il Pakistan e la Turchia.
Nel 1958, dopo il fallimento della spedizione anglo-francese nel Canale di Suez e la crescente influenza dellUrss nella regione, aderirono al patto anche gli Stati Uniti.
Quasi contemporaneamente (nel 1954) era
stata costituita unaltra alleanza politico-militare. Si chiam Seato (South East Asia Treaty Organization) e comprendeva, oltre agli Stati Uniti
che ne erano gli ispiratori, Australia, Filippine,
Gran Bretagna, Francia, Nuova Zelanda e Pakistan. I potenziali nemici, in questo caso, erano la

lettere@corriere.it
www.corriere.it
sromano@rcs.it

Angelo Guzzon
Cernusco Lombardone (Lc)
In Gran Bretagna sono 650.

LOMBARDIA
Consultazione inutile
Entro 18 mesi i cittadini
lombardi possono essere
chiamati a votare per il
referendum consultivo sulla
autonomia della regione. Da
cittadino che interpreta il
parere della maggioranza,
proprio necessario dedicare 30
milioni di euro a una
consultazione referendaria
quando ci troviamo in un
periodo in cui si hanno serie
difficolt a reperire risorse per
fini ben pi importanti per la
collettivit ?
Donato Coletti

donato.coletti@teletu.it

La tua
opinione su
sonar.corriere.it
Siete convinti
che la fine del
segreto
bancario in
Svizzera
aiuter a
stanare gli
evasori fiscali?

SUL WEB
Risposte alle
19 di ieri

SFIDA SINGOLARE
Governo e sindacati

69%
No

La domanda
di oggi
Dopo le accuse
di evasione
fiscale, Gino
Paoli si
dimesso dalla
carica di
presidente
della Siae. Ha
fatto bene?

sfide, n loblio della nostra


storia.

Toni trionfalistici per laccordo


Italia-Svizzera sul segreto
bancario. Davvero siamo cos
sicuri del risultato positivo del
referendum in programma
nella Repubblica Elvetica?
Andrea Tugnoli

RIPRODUZIONE RISERVATA

RIPRODUZIONE RISERVATA

Giuseppe Costarella

avvgiuseppecostarella@
virgilio.it

PREMI OSCAR
La vittoria di Canonero
Tutti hanno parlato della
costumista Milena Canonero,
vincitrice dellOscar per
Grand Budapest Hotel.
Lassegnazione ha oscurato le
altre categorie maggiori ed
sembrato addirittura che
abbia spazzato via, di colpo, la

crisi del nostro cinema.


Ricordo che una rondine non
fa primavera.
Romolo Ricapito, Bari

libro dei sogni non guasta


tenerlo aperto, basta per
svegliarsi ogni tanto!
Carlo Ferrazza

attifer@gmail.com

PIANI DELLA GRECIA


Libro dei sogni
Nei programmi del governo
greco risaltano due
provvedimenti: lotta alla
corruzione e allevasione.
Sembra che lesempio dei
programmi dei nostri ultimi
governi non abbia insegnato
nulla. Quanti miliardi hanno
effettivamente incassato? Il

mmia?!? Quando ha saputo che


il pubblico ministero aveva
chiesto per lui sei anni di carcere
e linterdizione perpetua dai pubblici uffici,
lex presidente della provincia di Agrigento
Eugenio DOrsi pare abbia sbarrato gli occhi
stupefatto: A mmia?!? Come dire: questo
torto a me? E che ho fatto mai?
Rubare una trentina di palme comprate
con soldi pubblici e fatte trapiantare nel
giardino della propria villa addirittura sotto
la supervisione del responsabile dellOrto
botanico pubblico (oltre ad altri reati di cui
imputato: concussione, peculato, truffa e
abuso dufficio) gli sembrava del tutto
naturale: cos fan tutti. Lo scrive nella sua
requisitoria il Procuratore aggiunto di
Agrigento Ignazio Fonzo. Che accusa luomo
politico di confermare la teoria sociologica
del familismo amorale di Edward C. Banfield
secondo cui, in alcune zone del Meridione,
la condotta dellindividuo sarebbe dettata
dallunica seguente regola: massimizzare i
vantaggi materiali di breve termine della
propria famiglia nucleare, supponendo che
tutti gli altri si comportino allo stesso
modo. Insomma: Ha mostrato di piegare
la cosa pubblica ai propri interessi
sperperando risorse pubbliche per
avvantaggiare se stesso e i suoi favoriti senza
mai occuparsi degli interessi pubblici.
Una visione deprimente della pubblica
amministrazione tesa a ottenere vantaggi
personali avvalendosi di soggetti
compiacenti che elargiscono favori
consapevoli del fatto che il favore concesso
sar prima o poi restituito. Come un
appalto, lassunzione di qualche elettore,
prospettive di carriera come nel caso dei
funzionari della Provincia compiacenti che
controllando i rimborsi delle spese di
rappresentanza, avallavano ogni richiesta
del loro dominus. Su tutto per, come
dicevamo, svetta la storia delle palme.
Comprate in svendita tutte le piante di un
vivaista per arricchire e potenziare il
patrimonio vegetale del Giardino Botanico e
quello delle aree di pertinenza degli Istituti
Scolastici di propriet dellEnte Provincia,
Eugenio DOrsi mand a ritirare una trentina
di palmizi tipo Washingtonia e li fece
piantare nel giardino della sua villa a
Montaperto. Dove si occup della messa a
dimora un responsabile dellOrto botanico, e
dipendente provinciale, Giovanni Alletto.
Nellorario in cui figurava presente al lavoro.
Memorabile la difesa dellimputato: Non
che fossero palme grandi, erano proprio
picciridde.

Cina, dove i comunisti avevano conquistato il


potere nel 1949, la Corea del Nord, che aveva tentato la conquista della Corea del Sud nel 1950, e,
naturalmente, lUnione Sovietica. Il Giappone
non ne fece parte perch la sua Costituzione aveva fatto una scelta sostanzialmente pacifista e la
sua sicurezza era comunque garantita da un trattato con gli Stati Uniti.
Collegate luna allaltra dalla presenza dellAmerica, queste tre alleanze formavano un
fronte anticomunista. Ma ebbero leffetto imprevisto di creare un terzo fronte, composto da Paesi che rifiutavano in linea di principio la politica
dei blocchi. Quello dei non allineati, come decisero di chiamare se stessi, nacque a Bandung,
in Indonesia, con la partecipazione di 29 Paesi
africani e asiatici che rappresentavano pi di
met della popolazione mondiale. La Conferenza aveva un forte profilo anti-colonialista e ricorda il Congresso dei popoli orientali che Lenin
aveva organizzato a Baku nel 1920 per esortarli a
insorgere contro gli imperi occidentali. Pur essendo composta da Paesi africani e asiatici, la
conferenza di Bandung ospit anche delegazioni di greco-ciprioti, di afro-americani e dellAfrican National Congress (il movimento sud-africano di Nelson Mandela). Il sodalizio era troppo
eterogeneo per durare a lungo. Quando fu evidente che tra i due pi grandi Stati asiatici (Cina
e India) esistevano profonde divergenze, liniziativa cominci a traballare e smise di funzionare
nel 1965. Sopravvisse ancora per qualche tempo
un pi omogeneo gruppo di non allineati diretto da Egitto, India e Jugoslavia.
Seato e Cento non ebbero sorte migliore. La
prima scomparve nel 1975, la seconda nel 1979.
Non era pi possibile adattare allintero globo la
logica della Guerra fredda. Qualcuno, fra cui chi
scrive, pens che anche la Nato, dopo il crollo
del muro, avrebbe dovuto fare la stessa fine. Ma
le sue speranze sono state smentite dai fatti.

31%

singolare che il governo veda


la propria controparte nel
sindacato, che storicamente
svolge limpegnativo compito
di tutelare i lavoratori,
assicurando losservanza dei
loro diritti, e che, subendo
anche perdite umane, ha
lottato per tutelare, in
momenti estremamente
drammatici, la democrazia.
Avere visioni differenti sulla
nuova legislazione non
dovrebbero giustificare n
scomuniche o inspiegabili

di Gian Antonio Stella

Quelle palme rubate


allOrto botanico

LETTERE
AL CORRIERE

PARLAMENTARI
Riduzione del numero

Tuttifrutti

SEGRETO BANCARIO
Attendere il referendum

andreias@alice.it

Vincino

INTERVENTI E REPLICHE
Gli orfani tibetani e il Tcv
Descrivere il Tibetan childrens village, come fatto
da Davide Casati (Corriere, 18 febbraio), come un
campo militare un atto stigmatizzabile: esso
invece uno dei miracoli compiuti dai rifugiati
tibetani in India, unistituzione che ha garantito
istruzione e inserimento a decine di migliaia di
bambini rifugiati e provenienti dal Tibet.
Nellarticolo vi sono ridicole enfatizzazioni in
negativo di elementi educativi come il pulire la
propria stanza, lavarsi i vestiti o cucinare, si
criminalizza il fatto di lavarsi con acqua fredda e
la monotonia del cibo viene spontaneo
chiedersi se tali abitudini non sarebbero molto

utili anche ai nostri ragazzi senza tenere conto


del contesto ambientale, economico e sociale in
cui sorgono i Tcv. Non manca la citazione di
percosse e punizioni fino allarresto per tentativo
di stupro da parte di un impiegato. In tutto
questo si inserisce la vicenda personale della
signora Pivi per l'adozione reale di un
bambino. Noi come Associazione Italia-Tibet
assieme ad altre associazioni operanti in Italia
abbiamo promosso migliaia di adozioni a
distanza di questi bimbi; tutti gli sponsor hanno
sempre perfettamente compreso limportanza di
lasciare che questi bambini vivessero il loro
equilibrio nella loro societ. Le testimonianze
2015 RCS MEDIAGROUP S.P.A. DIVISIONE QUOTIDIANI

FONDATO NEL 1876


CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
DIRETTORE RESPONSABILE

PRESIDENTE Angelo Provasoli

Ferruccio de Bortoli

VICE PRESIDENTE Roland Berger

CONDIRETTORE

AMMINISTRATORE DELEGATO Pietro Scott Jovane

Luciano Fontana
VICEDIRETTORI

Daniele Manca
Venanzio Postiglione
Giangiacomo Schiavi
Barbara Stefanelli

CONSIGLIERI

Fulvio Conti, Teresa Cremisi, Luca Garavoglia,


Attilio Guarneri, Piergaetano Marchetti,
Laura Mengoni
DIRETTORE GENERALE DIVISIONE MEDIA

Alessandro Bompieri

Sede legale: Via Angelo Rizzoli, 8 - Milano


Registrazione Tribunale di Milano n. 5825 del 3 febbraio 1962
Responsabile del trattamento dei dati (D. Lgs. 196/2003): Ferruccio de Bortoli
privacy.corsera@rcs.it - fax 02-6205.8011
COPYRIGHT RCS MEDIAGROUP S.P.A. DIVISIONE QUOTIDIANI
Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo quotidiano pu essere
riprodotta con mezzi grafici, meccanici, elettronici o digitali. Ogni violazione
sar perseguita a norma di legge.
DIREZIONE, REDAZIONE E TIPOGRAFIA 20121 Milano - Via Solferino, 28 Tel. 02-62821
DISTRIBUZIONE m-dis Distribuzione Media S.p.A.
Via Cazzaniga, 19 - 20132 Milano - Tel. 02-2582.1 - Fax 02-2582.5306
PUBBLICIT
RCS MediaGroup S.p.A. Dir. Communication Solutions
Via Rizzoli, 8 - 20132 Milano - Tel. 02-25846543
www.rcscommunicationsolutions.it

dirette e indirette di coloro che hanno studiato al


Tcv ribadiscono lorgoglio di avere avuto la
fortuna di essere stati formati in tali scuole.
Claudio Cardelli presidente Associazione Italia-Tibet
Il pezzo riportava testimonianze di ex studenti e
sentenze di un tribunale indiano. Nessun
responsabile del Tcv, ha risposto alle domande.
Quanto ai metodi educativi: sono chiari a chi dona
denaro? Su adozioni e cura degli orfani, un giudice
si chiede se il Tcv abbia o no i permessi; e due
orfani sono gi stati adottati da una famiglia Usa.
Certo, il Tcv fa del bene a molti bimbi. La pressione
internazionale pu spingerlo a migliorare. (da.c.)

EDIZIONI TELETRASMESSE: RCS Produzioni Milano S.p.A. 20060 Pessano con Bornago - Via R. Luxemburg - Tel. 02-95.74.35.85 RCS Produzioni S.p.A. 00169 Roma Via Ciamarra 351/353 - Tel. 06-68.82.8917 RCS Produzioni Padova S.p.A. 35100 Padova - Corso Stati Uniti 23 - Tel. 049-87.00.073 Tipografia SEDIT Servizi Editoriali S.r.l.
70026 Modugno (Ba) - Via delle Orchidee, 1 Z.I. - Tel. 080-58.57.439 Societ Tipografica Siciliana S.p.A. 95030 Catania - Strada 5 n. 35 - Tel. 095-59.13.03 LUnione Sarda
S.p.A. Centro stampa 09034 Elmas (Ca) - Via Omodeo, 5 - Tel. 070-60.131 BEA printing sprl 16 rue du Bosquet - 1400 Nivelles - Belgium Speedimpex USA, Inc. 38-38 9th
Street Long Island City - NY 11101 - USA CTC Coslada Avenida de Alemania, 12 - 28820
Coslada (Madrid) - Spagna La Nacin Bouchard 557 - 1106 Buenos Aires - Argentina
Miller Distributor Limited Miller House, Airport Way, Tarxien Road Luqa LQA 1814 Malta Hellenic Distribution Agency (CY) Ltd 208 Ioanni Kranidioti Avenue, Latsia 1300 Nicosia - Cyprus FPS Fernost Presse Service Co. Ltd 44/10 Soi Sukhumvit, 62
Sukhumvit Road, Bang Chark, Phrakhanong - Bangkok 10260 - Thailandia

Corsera + IoDonna + Cor. Como 1,30 + 0,50 + 0,20. In Campania, Puglia, Matera e
prov., non acquistabili separati: lun. Corsera + CorrierEconomia del CorMez. 1,03 +
0,47; m/m/g/d Corsera + CorMez. 1,03 + 0,47; ven. Corsera + Sette + CorMez. 1,03
+ 0,50 + 0,47; sab. Corsera + IoDonna + CorMez. 1,03 + 0,50 + 0,47. In Veneto,
non acquistabili separati: m/m/g/d Corsera + CorVen. 1,03 + 0,47; ven. Corsera +
Sette + CorVen. 1,03 + 0,50 + 0,47; sab. Corsera + IoDonna + CorVen. 1,03 + 0,50
+ 0,47. In Trentino Alto Adige, non acquistabili separati: m/m/g/d Corsera + CorTrent. o CorAltoAd. 1,03 + 0,47; ven. Corsera + Sette + CorTrent. o CorAltoAd. 1,03 +
0,50 + 0,47; sab. Corsera + IoDonna + CorTrent. o CorAltoAd. 1,03 + 0,50 + 0,47.
A Bologna e prov. non acquistabili separati: m/m/g/d Corsera + CorBo 0,72 + 0,78;
ven. Corsera + Sette + CorBo 0,72 + 0,50 + 0,78; sab. Corsera + Io Donna + CorBo
0,72 + 0,50 + 0,78. A Firenze e prov. non acquistabili separati: l/m/m/g/d Corsera
+ CorFi 0,72 + 0,78; ven. Corsera + Sette + CorFi 0,72 + 0,50 + 0,78; sab. Corsera
+ Io Donna + CorFi 0,72 + 0,50 + 0,78.

PREZZI: *Non acquistabili separati, il venerd Corriere della Sera + Sette 2,00 (Corriere
1,50 + Sette 0,50); il sabato Corriere della Sera + IoDonna 2,00 (Corriere 1,50 +
IoDonna 0,50). A Como e prov., non acquistabili separati: m/m/g/d Corsera + Cor.
Como 1,30 + 0,20; ven. Corsera + Sette + Cor. Como 1,30 + 0,50 + 0,20; sab.

La tiratura di marted 24 febbraio stata di 426.301 copie

PREZZI DI VENDITA ALLESTERO: Albania 2,20; Argentina $ 15,50 (recargo envio al interior $ 1,00); Austria 2,20; Belgio 2,20; Canada CAD
3,50; CH Fr. 3,00; CH Tic. Fr. 3,00 (quando pubblicato con Style Magazine Fr. 3,50); Cipro 2,20; Croazia Hrk 17; CZ Czk. 64; Francia 2,20;
Germania 2,20; Grecia 2,50; Irlanda 2,20; Lux 2,20; Malta 2,20; Monaco P. 2,20; Olanda 2,20; Portogallo/Isole 2,50; SK Slov. 2,20;

ISSN 1120-4982 - Certificato ADS n. 7682 del 18-12-2013

Slovenia 2,20; Spagna/Isole 2,50; Hong Kong HK$ 45; Thailandia THB 190; UK Lg. 1,80; Ungheria Huf. 700; U.S.A. USD 5,00.
ABBONAMENTI: Per informazioni sugli abbonamenti nazionali e per lestero tel. 0039-02-63.79.85.20 fax 02-62.82.81.41 (per gli Stati Uniti tel.
001-718-3610815 fax 001-718-3610815). ARRETRATI: info@servizi360.it. SERVIZIO CLIENTI: 02-63797510 (prodotti collaterali e promozioni).

* Con Sette 3,00; con Io Donna 3,00; con Style Magazine 3,50; con Living 5,40; con Piero Angela. Viaggio alla scoperta della Scienza 11,49; con Mila e Shiro 11,49; con Maurizio Pollini 11,40; con Le parole di papa Francesco 7,40; con Disney English 9,49; con Oriana Fallaci 11,40; con Grandangolo 7,40; con Giovannino Guareschi 9,40; con Agatha Christie 8,40; con Agatha Christie Poirot 11,49; con Il cane. Amarlo capirlo educarlo 11,49; con Il rumore della memoria 12,40; con Anne Frank 11,40; con Espaol
da zero 11,49; con Diabolik. Nero su nero 8,49; con Asterix 7,49; con Il teatro di Eduardo 12,40; con I capolavori della danza 12,40; con Storie di cucina 9,40; con I capolavori dellArte 7,40; con Violetta fotostory 4,00; con Rocky Joe 11,49; con Jeeg Robot dacciaio 11,49; con Beast Quest 2,50; con Topolino story 2,50; con The Beatles 11,40; con Braccialetti Rossi. Il mondo giallo 14,40; con Il mondo di Braccialetti rossi 14,40; con Le leggende dellalpinismo 12,49; con Don Giussani 11,49

Mercoled 25 Febbraio 2015 Corriere della Sera

52

Sport

A Manchester
Il Barcellona passa
sul campo del City
Doppietta di Suarez
Messi sbaglia un rigore

Lo davano in crisi, ma si sbagliavano: il


Barcellona vince 2-1 in casa del
Manchester City e ipoteca la
qualificazione ai quarti di finale. La
squadra di Luis Enrique ha chiuso il primo
tempo in vantaggio con una doppietta di
Luis Suarez al 16 e al 30 e una traversa
di Dani Alves al 43: segni di un chiaro
dominio, con accenni di antico tiki-taka.
Nella ripresa i Citizens hanno ripreso un

po di campo e hanno accorciato le


distanze con Aguero su assist di Silva al
24 ma 5 minuti dopo sono rimasti in 10
per lespulsione di Clichy. Al 90 Messi ha
avuto la chance del 3-1 ma si fatto
parare un rigore da Hart e poi, sulla
ribattuta, ha incredibilmente sbagliato
lappoggio di testa a porta spalancata. Il
Manchester City ringrazia, ma al Camp
Nou servir comunque unimpresa.

Champions League I bianconeri costruiscono tante occasioni e rimediano


allerrore di Chiellini che scivola da solo e regala il pallone del provvisorio pareggio

Lanalisi
Squadre opposte
ma gli attaccanti
fanno la differenza
di Mario Sconcerti

i sono stati pi gol che


tiri in porta come si
conviene tra due
squadre opposte. La Juve ha
giocato in modo italiano, il
Borussia si difeso in
modo tedesco, cio
tenendo palla e rimanendo
nella met campo degli altri
senza per tirare mai in
porta. Il risultato giusto
anche se portato avanti da
un gioco magro. Il Borussia
come previsto piaciuto
pi agli occhi, la Juve ha
fatto pi la partita e ha
aspettato gli errori
avversari. Il gol subito dalla
Juve colpa di uno
scivolone di Chiellini. I gol
subiti dal Borussia sono
colpa di una difesa costretta
allaffanno dallo squilibrio
offensivo di tutta la
squadra. Puoi giocare come
il Borussia se hai Messi e
Cristiano Ronaldo, se sei un
insieme di grandi giocatori.
Se i tuoi valgono gli altri,
alla fine perdi perch lasci
tutto quello che il calcio
cerca, cio lo spazio. La Juve
sa giocare a tratti, a livello
europeo non pu
permettersi nessuna
superiorit. Cos si addice
allavversario, lo aspetta, lo
illude, poi lo passa.
Lultima differenza lhanno
fatta gli attaccanti. Il
Borussia non ne ha di
levatura internazionale,
anche se uno nostro,
Immobile, e Aubameyang
sempre interessante ma
tarda ad arrivare. Il Borussia
ha Reus di unaltra
categoria, ma deve a un
certo punto dare la palla ad
altri. E l finisce il pericolo.
La Juve ha Morata in rapida
crescita e Tevez che vive il
suo momento europeo
migliore. Per fermarli non
servono schemi, non serve
intelligenza tattica, servono
marcature serie che il
Borussia di ieri non era in
grado di avere. Allegri ha
portato i tedeschi nel
niente che loro cercavano e
lui ambiva profondamente.
Una partita accademica tra
una squadra conscia dei
propri limiti e una che per
superarli finita
nellutopia. Come si diceva
un tempo, il successo di
una cultura. Non so se
baster, n se quella cultura
ha ancora una qualit
universale. Sul fondo
restano per due cose: la
lenta crescita europea della
Juve, ancora da confermare
ma puntuale. E la vecchia
esattezza del calcio per la
quale i giocatori contano
sempre pi degli schemi.
LEuropa delle grosse
squadre ha corso talmente
verso le novit da sembrare
adesso un po sperduta.
Dove andare sanno
dirglielo solo i quattrocinque grandi giocatori
rimasti. Tra i quali Tevez e
Morata inseguono con
onore.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Decisivo Alvaro Morata ribadisce in rete da pochi metri: il suo gol ha regalato la vittoria alla Juventus ed il piccolo grande capitale su cui provare a costruire il passaggio ai quarti (Ansa)

Primo round alla Juve

Battuto il Borussia nella gara dandata, gol di Tevez e Morata


DA UNO DEI NOSTRI INVIATI

Champions
League
ottavi, andata
ieri
 Man. City 1
 Barcellona 2
(rit. 18/3)
 JUVENTUS 2
 Borussia D. 1
(rit. 18/3)
oggi, ore 20.45
 Arsenal
 Monaco
Sky Sport 1
Sky Sport Plus
Sky Calcio 1
(rit. 17/3)
 B. Leverkusen
 Atl. Madrid
Italia 1
(rit. 17/3)
ottavi, ritorno
10/3
 Porto
 Basilea
(and. 1-1)
 Real Madrid
 Schalke
(and. 2-0)
11/3
 Chelsea
 Psg
(and. 1-1)
 Bayern
 Shakhtar
(and. 1-1)

TORINO LEuropa una strada in


salita, ma la Juventus marcia e
il popolo la segue: incasso record allo Stadium, 2.745.437
euro. Forse il 2-1 al Borussia
Dortmund non blindato, per
questa la miglior partita europea di Madama dal Celtic
(2013). La meno timorosa, malgrado qualche timore persista,
la meno imbarazzata, sebbene
qualche imbarazzo serpeggi.
Per ci sono alcuni fatti positivi
inoppugnabili. Alla fine la Juventus ha ancora desideri e forza per sostenerli, mentre il Borussia Dortmund si accascia,
povero di idee e di gambe. Si
pu andare in Germania con
speranza, a patto di eliminare
gli ultimi rimasugli di paura. In
fondo lavversario segna solo
sullennesimo incredibile regalo bianconero.
Forse il percorso della Juventus verso i quarti di finale risulterebbe meno accidentato senza lerrore di Chiellini, che scivola come un bimbetto a cui
hanno messo per la prima volta
i pattini, spalancando la via del
gol a Marco Reus. Peccato perch Madama colpisce subito,
proprio copiando lavversario
con un rapido ribaltamento
condotto dalla coppia MorataTevez con tiro del primo respinto (male) da Weidenfeller e
appoggiato dal secondo in gol
(con ricomparsa del ciuccio).
La scivolata di Chiellini rinforza la squadra di Klopp, spe-

5
vittorie
per la Juventus
negli 8
confronti diretti
con il Borussia;
1 pareggio e 2
sconfitte, una
delle due nella
finale della
Champions 97

cialista in rapide ripartenze, ha


un paio di puntate a disposizione per fare male. Il santone di
Dortmund sorprende tutti
schierando Immobile (fischiatissimo: ma perch?), cresciuto
da queste parti, mandato in giro a crescere e poi abbandonato nellestate 2014. Aubameyang a Klopp piace ala, dallaltra parte c Reus. Malgrado il
colpo Madama non crolla, per
in questa serata, alle colpe si
somma la sfortuna: Pirlo, che
nel blocco di centrocampo
dove sia Pogba che Vidal volano
troppo bassi sembra il pi
lucido, si fa male (polpaccio sinistro) e abbandona. Lo rileva
Pereyra.
Pi che il gol subito, a far
sbandare la convinzione bianconera luscita del regista. Il

Juventus
Borussia Dortmund

2
1

Marcatori: Tevez 13, Reus 18, Morata


43 p.t.
JUVENTUS (4-3-1-2): Buffon 6;
Lichtsteiner 6,5, Bonucci 6,5, Chiellini 5,
Evra 5,5; Marchisio 6,5, Pirlo 6 (Pereyra
6,5 37 p.t.), Pogba 6; Vidal 5 (Padoin s.v.
42 s.t.); Morata 7,5, Tevez 7 (Coman s.v.
44 s.t.). All.: Allegri 6,5
BORUSSIA D. (4-2-3-1): Weidenfeller
5,5; Piszczek 6 (Ginter 6 32 p.t.),
Sokratis 5 (Kirch 6 1 s.t.), Hummels 5,
Schmelzer 5; Gundogan 6,5, Nuri Sahin
6; Aubameyang 5,5, Mkhitaryan 5,5,
Reus 6,5; Immobile 6 (Blaszczykowski
s.v. 31 s.t.). All.: Klopp 6
Arbitro: Mateu Lahoz (Spagna) 6,5
Ammoniti: Vidal, Pereyra
Recuperi: 2 pi 3

Il personaggio mancato

La giornata negativa di Immobile:


lo zio arrestato e la sconfitta
TORINO Si aspettava sicuramente
qualcosa di diverso, Ciro Immobile,
dalla prima uscita da giocatore del
Borussia a Torino. Jurgen Klopp,
lallenatore, lo ha schierato dallinizio e
alla lettura delle formazioni Ciro si
beccato pi fischi dei compagni di
squadra, ma quello era prevedibile.
Immobile sperava sicuramente in un
altro risultato, magari con un suo gol,
ma ieri non stata giornata. Gi dal

mattino si era capito che non sarebbe


stato un marted particolarmente
fortunato, quando uscita la notizia
dellarresto di Francesco Immobile, 71
anni, fratello del padre del giocatore,
fermato a Napoli con laccusa di usura
aggravata e continuata. Un pensiero in
pi per Ciro che cercher di rifarsi nella
partita di ritorno. Sempre che Klopp
punti ancora su di lui.
RIPRODUZIONE RISERVATA

gruppo vacilla, ma con il passare dei minuti larretramento di


Vidal (il trequartista non un
ruolo, unattitudine) porta
benefici: il cileno non sensazionale ma cos fa meno danni.
E poi la difesa del Borussia
Dortmund non fenomenale,
la Juventus deve capirlo, insistere. Quando ci riesce passa di
nuovo. Morata, prova maiuscola, a portare nuovamente
avanti i bianconeri. Bellazione,
con Tevez largo per Pogba: assist rasoterra per il piatto in solitudine del giovane spagnolo.
Questa squadra ha ancora
troppe paure, troppe titubanze, come se lEuropa fosse il
continente perduto, pieno di
insidie, di un libro di fantascienza. Eppure il Borussia non
un ostacolo insormontabile.
Nel secondo tempo, senza errori bianconeri, dovendo costruire, si dimostra macchinoso. Il problema, per la Juve,
quello di uscire tardi dal guscio. E poi alcuni uomini-chiave, come Pogba, tendono al barocchismo. Quando aggredisce
lavversario, Madama si avvicina al 3-1: Tevez due volte respinto in angolo, Chiellini alto
di testa, Pereyra fuori di niente.
Il finale non ansimante, c
tono, c agonismo. Questo
un buon segnale. Manca il 3-1,
che la Juventus merita, ma per
come si era messa va bene cos.
Questa squadra pu migliorare, se lo vuole.
Roberto Perrone
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Mercoled 25 Febbraio 2015

Allarme ultr
Firenze blindata
1.400 poliziotti
per controllare
i tifosi del Tottenham

Sar una citt blindata e controllatissima.


Con unattenzione particolare al centro
storico, straordinaria cristalleria di
tesori, da salvaguardare dallinvasione dei
2.500 tifosi inglesi del Tottenham che tra
oggi e domani arriveranno a Firenze. Nel
capoluogo toscano ci saranno quasi 1.400
agenti (mille arriveranno da altre citt) e
saranno presidiati monumenti destremo
valore. Tra questi Uffizi, Loggia del Lanzi,

DA UNO DEI NOSTRI INVIATI A TORINO

Juventus
Marchisio lucido

Tevez
Non ci sono
partite
chiuse.
Anche
vincendo
3-0 il
ritorno non
sarebbe
stato
semplice

Morata
Risultato
positivo,
il Borussia
in Coppa si
trasforma.
Sono
cresciuto
grazie alle
tante partite
in serie A

RIPRODUZIONE RISERVATA

Borussia
Reus fa paura

p.tom.
RIPRODUZIONE RISERVATA

stadio e nel centro storico chiuderanno


anticipatamente. Il prefetto Luigi Varatta
ha anche annunciato listituzione di una
task force per monitorare i movimenti dei
tifosi. Il nostro obiettivo quello di
controllare in ogni momento gli
spostamenti dei tifosi inglesi ha
spiegato il questore Raffaele Micillo e
allo stesso tempo difendere i monumenti
di Firenze. E non solo. Perch alcuni tifosi

del Tottenham sbarcheranno anche dagli


aeroporti di Bologna e di Pisa. Nella lista
nera delle forze dellordine ci sono almeno
un centinaio di nomi, quelli dei veri
hooligan, che in passato hanno creato non
pochi problemi e poi nel tempo sono stati
graziati. Avranno una scorta
aggiuntiva.

Marco Gasperetti
RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbiamo superato un test importante giocando la partita che volevamo

Paolo Tomaselli

5,5 Weidenfeller La ribattuta


assist sullo 0-1 pare condizionarlo.
La sicurezza unaltra cosa.
6 Piszczek Pogba lo azzoppa dopo
28.
5 Papastathopoulos Si gode in
prima fila tutti e due gli assist
decisivi della Juve. Lamentarsi alla
vigilia di Allegri, che lo teneva fuori
al Milan, gli si ritorce contro.
5 Hummels Grave errore anche per
lui sul secondo gol.
5 Schmelzer In ritardo sia su Tevez
che su Morata.
6,5 Gundogan Sedere basso, testa
alta. Guida bene la Banda delloro.
6 Sahin Pi timido, ma sempre
preciso. Impegna Buffon da fuori.
5,5 Aubameyang Era dato in gran
forma, ma non sfonda mai.
5,5 Mkhitaryan La Juve lo voleva e
si capisce perch. Solo a sprazzi
per.
6,5 Reus Gol da opportunista prima
e da attaccante spietato poi. Con le
sue accelerazioni fa sempre paura.
Ma si ferma a quella.
6 Immobile Nemmeno un minuto
per il primo tiro: ha voglia di
dimostrare il suo valore, corre tanto
e gioca in velocit come in Italia
raramente lo si era visto fare.
6 Kirch Entra come centrale, molto
meglio del Papa.
6 Ginter Anche lui si rende utile.
Bravo in spaccata su Pogba.
6 Klopp Squadra a trazione
anteriore, sempre pericolosa davanti
e sempre molto pericolosa (per s)
dietro. Poteva andargli meglio, ma
anche peggio. Il ritorno in casa gli
lascia il giusto ottimismo.

Duomo, Battistero, Campanile di Giotto,


Ponte Vecchio. Ieri mattina a Palazzo
Medici Riccardi si tenuta la riunione del
comitato dordine pubblico e sono stati
presi i primi provvedimenti. Primo tra tutti
il divieto di somministrazione e la vendita
per asporto di alcolici. Ci saranno controlli
rigidissimi e chi non rispetter le norme
rischier multe e chiusura dellattivit
commerciale. I locali nelle vicinanze dello

53

Allegri: Poteva andare meglio


ho tante certezze e pochi dubbi

Le pagelle

6 Buffon Lo spot della vigilia in cui


battibecca con Reus non gli porta
bene.
6,5 Lichtsteiner Riscopre il piacere
dei cross.
6,5 Bonucci Una leggerezza in
appoggio pu costare cara. Poi un
salvataggio acrobatico.
5 Chiellini Non si sa come, ma
scivola sul pallone, aprendo la porta
a Reus per l1-1. Si riprende.
5,5 Evra Lui invece cala alla
distanza.
6,5 Marchisio Intermittente nel
pressing, pi a suo agio da vice
Pirlo. Lucido.
6 Pirlo Prepara lo spartito,
scandisce i tempi. Ma dopo 37 la
musica finita.
6 Pogba Lassist per Morata
decisivo. Ma si perde in giochetti.
5 Vidal Anche lui pu solo
migliorare: tanti errori tecnici.
7,5 Morata Senza euro-complessi,
prende per mano la Juve. Allarga
benissimo il pallone del 2-1. E poi
corre come un mediano, con un
piede da trequartista e listinto della
punta.
7 Tevez Si avventa sulla ribattuta di
Weidenfeller: quarto gol in questa
Champions. Cresce nella ripresa.
6,5 Pereyra Una delle sorprese
positive: alza il pressing, allarga il
gioco, ha loccasione migliore per il
3-1, ma calcia a lato.
6,5 Allegri Lintensit della ripresa
fa pensare che la Juve, un po
timorosa nel primo tempo e
discontinua sugli esterni, abbia
margini di crescita. Buon segno.

SPORT

TORINO Un gol a testa, unintesa


che cresce ma soprattutto i piedi ben saldi per terra. Carlitos
Tevez e Alvaro Morata fanno
grande in attacco la Juve anche
in Europa ma con le parole giocano in difesa.
un risultato positivo, abbiamo fatto una bella partita.
Tevez, al quarto gol in Champions in bianconero, il ventesimo stagionale, sorride con giudizio. Il loro gol nato da un
nostro errore e dopo il pareggio abbiamo avuto venti minuti
di difficolt. Qualificazione
pi vicina? Non scherziamo,
replica lApache: In Champions non ci sono partite chiuse, anche se avessimo vinto 3-0
non sarebbe stato semplice al
ritorno. Lintesa con Morata
migliora, stiamo giocando insieme da tante partite e questo
si vede in campo.
E lui, il centravanti arrivato
dal Real, ormai si sente titolare.
Quella con il Borussia stata la
notte della consacrazione in
bianconero, al suo primo centro stagionale in Champions
League, il secondo per lui in
carriera. Ma lo spagnolo minimizza: Abbiamo fatto una
buona partita, sapevamo che
sarebbe stato difficile perch il
Borussia non ha una buona
classifica in Bundesliga ma in
Champions si trasforma. Sono
una squadra forte. Abbiamo
vinto, questo era limportante,
e per questo sono felice. Passate le malinconie di quando
stava in panchina e si chiedeva

Il caso

perch mai fosse venuto a Torino? Le tante partite in serie A


mi hanno fatto imparare tanto,
sono cresciuto. Come a Tevez,
non chiedetegli se la qualificazione pi vicina: Al ritorno
sar difficile, troveremo un
ambiente caldo, ma ce la metteremo tutta.
Certo, sarebbe stato tutto
molto pi semplice senza lerrore di Giorgio Chiellini. Il difensore si presenta con laria di
quello che sa di averla combinata grossa: Non so come sia
successo. Avevo i tacchetti pi
alti possibile, eppure... Alla fine andata bene, visto quello
che mi capitato. Sulla partita, Chiellini pi sereno: Noi
siamo stati bravi a ripiegare subito sui nostri errori in uscita,
sapevamo che loro attaccano e
quindi concedono occasioni:
sono arrivate e fortunatamente
abbiamo segnato. Cancellando cos una scivolata che avrebbe potuto essere fatale.
Anche Massimiliano Allegri
moderatamente soddisfatto,
anzi pure un po di pi: Era un
test importante contro una
grandissima squadra. Esco con
tante certezze e pochi dubbi.
una vittoria giusta e avrebbe
potuto essere anche pi larga
perch abbiamo avuto tante
occasioni, facendo la partita
che dovevamo fare. Basterebbe ripetersi a Dortmund fra tre
settimane, ma questo un altro
discorso.
Filippo Bonsignore
RIPRODUZIONE RISERVATA

La situazione
La partita
di ritorno
tra Borussia
e Juventus
si disputer
a Dortmund
mercoled
18 marzo
alle ore 20.45
Combinazioni
Queste
le possibili
combinazioni
per la gara
di ritorno per
il passaggio
ai quarti.
Juventus
promossa
ai quarti se:
 vince
 pareggia
 perde con
un gol di scarto
segnando
almeno 2 gol
Borussia
promosso
ai quarti se:
 vince per 1-0,
oppure
con almeno
2 gol di scarto

Trascinatore Il gol con cui Carlitos Tevez ha aperto la strada alla Juventus (Pegaso)

Il Parma sul pullman dei tifosi


A Genova la squadra giocher
ma andremo a spese nostre
Lucarelli: Nessuna solidariet dai colleghi

DAL NOSTRO INVIATO

Tra un po porteranno
via anche i palloni. Dopo il sequestro dei furgoni e dellauto
per debiti con il fisco, ieri a Collecchio si sono presentati i tecnici di unazienda informatica
per ritirare i computer e le
stampanti che il club aveva in
leasing e che da mesi non venivano pagati. Nelle stesse ore,
allo stadio Tardini, ha chiuso i
battenti il negozio di merchandising, il cui contratto di gestione non era mai stato ratificato.
Eppure, tra le macerie del
Parma, qualcosa da salvare c.
la vicinanza dei tifosi che, pur
infuriati con i vari Ghirardi, Taci, Manenti e tutti coloro (leggi
vertici sportivi) che per mesi
hanno guardato altrove, sono
disposti a tutto, nel loro piccolo, per consentire a Donadoni e
alla squadra di continuare a
scendere in campo, anche se
mai come ora la serie A ha il saPARMA

Posti vuoti
Linterno
di quello
che era
il pullman
ufficiale
del Parma
Calcio

pore di una via crucis.


Domenica vi portiamo a
Genova con il nostro pullman
lofferta che il presidente del
Parmaclub, Angelo Manfredini, ha rivolto ieri al capitano
Alessandro Lucarelli, che, a sua
volta, pur di poter giocare con-

tro il Genoa, si detto pronto


ad andare a Marassi con la propria auto (Ci pagheremo la
trasferta, la Lega che ci deve
tutelare). Un gesto, quello
della tifoseria, che nasce dalla
professionalit e dallattaccamento dimostrato da giocatori

Le date
7 dicembre
2014: Ghirardi
cede il Parma
16 dicembre
spunta il nome
di Pietro Doca
26 gennaio
2015: Cassano
se ne va
9 febbraio:
Giampiero
Manenti nuovo
presidente.
Annuncia
bonifici che
non arrivano
20 febbraio:
rinviata la gara
con lUdinese
perch non ci
sono i soldi per
aprire lo stadio

e staff tecnico: li seguiremo fino in serie D, se finir cos....


Sempre pi evanescente intanto Manenti. Slittato lincontro che si doveva tenere oggi a
Collecchio tra il sindaco Pizzarotti e il neopresidente per valutare le prossime mosse in vista delludienza del 19 marzo in
tribunale sullistanza di fallimento chiesta dalla Procura. Il
rinvio sarebbe dovuto a motivi
di salute della madre di Manenti (un intervento chirurgico). Se ne riparler forse domani, ma la cosa ha fatto lievitare
ulteriormente, se possibile, la
tensione.
Manenti, quasi vivesse in
unaltra dimensione, continua
a discettare di piani industriali
e non pare per nulla intenzionato ad alzare bandiera bianca,
nonostante il pressing perch
si faccia da parte. Pizzarotti invece punta a portare il Parma
alla fine del campionato: Va
salvato il titolo sportivo: chieder a Manenti di chiedere aiuto alla Lega Calcio. E mentre i
cinquanta dipendenti del club
sembrano ormai rassegnati
(Situazione drammatica) e
alcuni giocatori hanno avviato
la messa in mora, capitan Lucarelli ha lanciato una stoccata ai
colleghi di serie A: Lunico
che mi ha chiamato stato De
Sanctis, eppure un tonfo del
genere potrebbe capitare ovunque....
Francesco Alberti
RIPRODUZIONE RISERVATA

54

Mercoled 25 Febbraio 2015 Corriere della Sera

Corriere della Sera Mercoled 25 Febbraio 2015

SPORT

Qatar, il Mondiale fuori stagione


Leghe furibonde e cause in vista
Torneo dal 26 novembre al 23 dicembre, giocatori ai c.t. solo 7 giorni prima
La vicenda

Gli sponsor
A sostenere la
candidatura del
Qatar davanti
allEsecutivo
del 2 dicembre
2010 erano
stati Guardiola
(foto), Batistuta
(hanno giocato
a Doha), Zidane
e Milutinovic
Dodici stadi
Il progetto
prevede 64
partite in 12
stadi (7 citt),
in un Paese di
11.127 kmq
(met della
Lombardia),
con 1,7 milioni
di abitanti.
Costo dei 12
impianti: 3
miliardi di euro

Serie A
CAGLIARI-INTER
EMPOLI-CHIEVO
FIORENTINA-TORINO
JUVENTUS-ATALANTA
LAZIO-PALERMO
MILAN-CESENA
NAPOLI-SASSUOLO
PARMA-UDINESE
SAMPDORIA-GENOA
VERONA-ROMA

Il gruppo di lavoro della Fifa,


riunitosi a Doha, ha cancellato
gli ultimi dubbi: il Mondiale
2022 si giocher in autunno e
non in estate. Le date indicate:
26 novembre-23 dicembre, anche se, alla fine, possibile che
si arrivi allanticipo di una settimana (19 novembre-16 dicembre). Un torneo pi breve di
quattro giorni rispetto al Mondiale in Brasile (12 giugno-13
luglio), ma quel che peggio
per chi far il c.t., i giocatori
verranno messi a disposizione
dai club soltanto sette giorni
prima del via (nella bozza si
parla del 19 novembre).
La decisione finale verr presa durante lEsecutivo Fifa del
19-20 marzo a Zurigo. I problemi legati a questa scelta restano molti. Per esempio, la Confederations Cup, non potendo
essere disputata in autunno, si
giocher a giugno 2021 in un
altro Paese asiatico; come prova generale operativa, si punter al Mondiale per club del dicembre 2021. La scelta ricaduta su novembre-dicembre, perch non sarebbe stato possibile
giocare a gennaio-febbraio
2022, per la concomitanza con
lOlimpiade invernale: Almaty
(Kazakistan) e Pechino, le citt
in corsa, hanno indicato il 4-20
febbraio come periodo per
ospitare i Giochi. Lipotesi aprile-maggio, caldeggiata dai club
europei, non stata presa in
considerazione perch nel

24 giornata
1-2
3-0
1-1
2-1
2-1
2-0
2-0
rinviata
1-1
1-1

Temperature
medie Qatar
(in gradi centigradi)

Massime
Minime

30
20

24 22 23 27
15 13 14

17

32
21

38

41 42 41 39

35

30

29 27
25 28 29
23 20

24 22 23
15 13 14

2021
2022
2023
Nov Dic Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic Gen Feb

Mondiale 2022, le date previste


Date potenziali
Champions League
Premier League (Inghilterra)

i voti raccolti
dal Qatar
nel 4 scrutinio
del 2 dicembre
2010 contro
gli 8 voti
ottenuti
dagli Stati Uniti

Liga (Spagna)
Serie A
Bundesliga (Germania)
Ligue1 (Francia)
C. Libertadores (Sudamerica)
O RD EM E P
ROGR

ESS
O

Serie A (Brasile)
Primera Division (Argentina)
Giochi olimpici invernali

Fonte: Afp

Corriere della Sera

2022 il Ramadan inizier il 2


aprile. E non sarebbe possibile
lo spostamento allinverno
2023, per motivi legali, perch
la 22 edizione della Coppa
del Mondo deve essere disputata nellanno solare 2022.
Da tempo era apparso chiaro
che, nonostante le promesse di
stadi climatizzati, giocare e allenarsi in estate in Qatar, con
temperature ben superiori ai
40 sarebbe stato impossibile.
Ha detto lo sceicco Salman bin

i Paesi
che finora
hanno ospitato
il Mondiale.
La Russia
sar
la 17 nazione
(nel 2018)

14

CALENDARIO DELLE COMPETIZIONI IN BASE ALLA STAGIONE 2013-2014

Classifica
JUVENTUS
ROMA
NAPOLI
LAZIO
FIORENTINA
GENOA
SAMPDORIA
INTER
MILAN
TORINO

16

Incroci difcili per la Coppa del Mondo del 2022

Ebrahim Al-Khalifa, presidente


della Confederazione asiatica:
Abbiamo bisogno di guardare
al beneficio complessivo di tutti. E LUefa ha chiarito che
nellinteresse di giocatori e tifosi, il Mondiale deve svolgersi
in inverno e non ci sono grossi
problemi nel riprogrammare le
competizioni per club per il
2022-2023. A favore anche la
FifPro, il sindacato mondiale
dei calciatori professionisti:
lunica soluzione praticabile

per proteggere la salute e la sicurezza dei giocatori. Ma secondo il segretario della Fifpro,
Theo Van Seggelen, la raccomandazione della Fifa soltanto il primo passo, molto importante, anche se le nostre
preoccupazioni sulle condizioni in Qatar vanno ben al di l
del calcio; prima di tutto una
questione di diritti umani.
La nota della commissione
Fifa ha suscitato lopposizione
di Leghe e club europei. Il nu-

5
le nazioni
che si erano
candidate
per il 2022:
Qatar, Usa,
Giappone,
Corea del Sud
e Australia

55

mero uno della Premier League, Richard Scudamore, ha


parlato di grande delusione
e di decisione sbagliata. Verrebbe minacciato listituzionale Boxing day, le partite del 26
dicembre che tanto successo
hanno in Inghilterra. E il presidente della Football association, Greg Dyke: Cercheremo
di proteggere tutte le tradizionali date di Natale. Ma gira gi
una battuta velenosa: Tranquilli, il Mondiale per gli inglesi finisce sempre presto.
LAssociazione europea delle Leghe Calcio Professionistiche (Epfl) ha espresso il totale
dissenso rispetto a questa proposta che turba e causa gravi
danni al normale funzionamento delle competizioni nazionali europee. Confermiamo,
ancora una volta, il mese di
maggio come soluzione migliore per lo svolgimento della
Coppa. Questa proposta stata
strutturata sulla base di uno
studio, secondo il quale sono
totalmente accettabili, dal punto di vista meteorologico, le
condizioni climatiche sia per i
giocatori sia per i tifosi. E il
presidente, il francese Frdric
Thiriez, ha insistito sul fatto
che si tratta della peggiore soluzione possibile. Aspetteremo
lEsecutivo di marzo, poi ci
muoveremo. E Karl Heinz
Rummenigge, presidente dellEca, lassociazione europea
dei club, ha chiarito che il
danno per le societ europee ci
sar; quindi dovranno esserci
degli indennizzi.
I Paesi battuti dal Qatar durante lEsecutivo del 2 dicembre 2010 (Australia, Usa, Sud
Corea e Giappone) sono pronti
a fare causa alla Fifa, perch
erano stati obbligati a presentare un dossier che prevedeva
la Coppa del Mondo in estate e
non inverno. Il caos continua.
Fabio Monti
RIPRODUZIONE RISERVATA

Prossimo turno
57
48
45
40
39
36
36
35
33
33

PALERMO
33
SASSUOLO
29
UDINESE*
28
EMPOLI
27
VERONA
25
CHIEVO
24
ATALANTA
23
CAGLIARI
20
CESENA
16
PARMA* (-1)
10
*una partita in meno

CHIEVO-MILAN
CAGLIARI-VERONA
ATALANTA-SAMPDORIA
CESENA-UDINESE
GENOA-PARMA
PALERMO-EMPOLI
SASSUOLO-LAZIO
INTER-FIORENTINA
TORINO-NAPOLI
ROMA-JUVENTUS

sabato 28/2, ore 20.45


domenica 1/3, ore 12.30
ore 15
ore 15
ore 15
ore 15
ore 15
ore 18
ore 20.30
luned 2/3, ore 20.45

Il derby in cento secondi


Segna Iago, risponde Eder
Genova non si sbilancia
Ferrero contro Zamparini: Mi minaccia di morte
Acrobazia Il doriano Silvestre si esibisce in un intervento spettacolare, il genoano Edenilson lo guarda preoccupato (LaPresse)
DAL NOSTRO INVIATO

Sampdoria
Genoa

1
1

Marcatori: Iago Falque 17, Eder 19 p.t.


SAMPDORIA (4-3-1-2): Viviano 6,5; De
Silvestri 5, Silvestre 6, Romagnoli 6,5,
Regini 5,5; Acquah 6, Palombo 6
(Duncan 6 22 s.t.), Obiang 6; Soriano
5,5 (Muriel s.v. 27 s.t.); Okaka 6, Eder 7
(Etoo s.v. 39 s.t.). All.: Mihajlovic 6
GENOA (3-4-3): Perin 6; Roncaglia 4,5,
Burdisso 6, De Maio 6; Rincon 6,
Bertolacci 6,5, Kucka 5,5, Edenilson 6
(Bergdich s.v. 30 s.t.); Iago Falque 7 (Izzo
s.v. 43 s.t.), Perotti 6,5, Niang 6,5
(Borriello s.v. 36 s.t.). All.: Gasperini 6
Arbitro: Rocchi 6
Ammoniti: Viviano, Roncaglia, Soriano,
Eder, Obiang
Recuperi: 0 pi 4

GENOVA Samp

e Genoa vanno a
braccetto nel derby numero
110, rinviato per la pioggia e
tormentato dal vento di tramontana che gela idee e pensieri bellicosi. Sblocca Iago Falque approfittando della dormita della difesa di Mihajlovic,
pareggia Eder nel giro di 100
secondi grazie a un regalo
grande come una casa di Roncaglia. Il Genoa comincia meglio e fa pi possesso, la Samp
pi lesta nelle verticalizzazioni. Pari in tutto, anche nei rimpianti. Nel primo tempo Okaka
spreca sottomisura e Niang si
fa respingere il destro angolato
da Viviano. Alla fine Obiang,
liberato involontariamente da
Kucka, a divorarsi il sorpassone
davanti a Perin, mentre allultimo respiro il colpo di testa di
Kucka si ferma sulla traversa e
il successivo tiro di Bertolacci
viene respinto dal portiere.
Era lultima azione e ho
sperato nel colpo da tre punti,

sospira Gasperini che giura:


Volevamo solo vincere. Invece il pari lascia tutto inalterato:
la corsa complicata allEuropa e
la sensazione che le due genovesi siano belle ma incompiute
e forse anche penalizzate dal
mercato di gennaio.
Mihajlovic, al fischio finale,
salta fuori dalla panchina come
un ossesso e sgrida il giovane
Regini, autore del fallo dal quale nasce lultima insidiosa pu-

nizione: Ci poteva costare la


sconfitta. Quando si fanno errori stupidi mi arrabbio moltissimo. Poi negli spogliatoi ci
siamo chiariti, ma penso che il
mio difensore non commetter
pi simili ingenuit. Il pari
giusto, ma le occasioni pi nitide sono state nostre e abbiamo
rischiato la beffa....
Sul campo il derby non
spettacolare, ma intenso, combattuto, energico, con continui

Inter

ribaltamenti di fronte. Grande


ritmo allinizio, pi attenzione
a non farsi male nel secondo
tempo sino al finale, ricco di
emozioni favorite dalla stanchezza. Il Genoa parte meglio,
grazie alla qualit di Bertolacci
e Perotti; la Samp non si accontenta mai, tanto che negli ultimi 20 minuti Mihajlovic inserisce prima Muriel e poi lo stralunato Etoo. Il risultato per
giusto, ammette Sinisa.

Milan

Oggi Thohir, domani il Celtic Centrocampo confermato


Oggi arriva a Milano Erick Thohir. Domani
assister a Inter-Celtic; domenica alla partita
con la Fiorentina. Il presidente incontrer
Moratti e terr una serie di riunioni per fare il
punto sul bond da 230 milioni, sullo stadio e
soprattutto sulla strategia da adottare in vista
del patteggiamento sulle imminenti sanzioni
legate al fair play finanziario. Venerd a Milano
arriva Abian Morano, il manager di Icardi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il Milan cerca continuit con il centrocampo di


domenica (Poli-De Jong-Montolivo) schierato,
causa infortuni, finora solo nelle due migliori
partite (vittoria sul Napoli e pari di Roma).
Inzaghi ha vinto due gare di fila allinizio con
Lazio e Parma, poi con Chievo e Verona. Ora,
trovato lequilibrio, non cambier la mediana.
Smentito l accordo con Zambrano (Eintracht).
m.col.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Un derby incompiuto che,


per ironia della sorte, rischia di
essere rinviato una seconda
volta nel giro di tre giorni: sabato per colpa della pioggia,
stavolta per via del vento di tramontana che fa cedere un pezzo di lamiera dalla copertura
della curva Nord, il covo dei genoani. Almeno la pioggia, caduta incessantemente sin dal
mattino, come dincanto svanisce appena si comincia a giocare. Alla fine resta la polemica
tra Ferrero e Zamparini: Mi d
dello sciacallo e mi minaccia di
morte racconta il presidente
della Samp, che a Zamparini ha
soffiato Barreto per la prossima
stagione. E resta tutto come
prima in classifica: Samp e Genoa perdono loccasione di avvicinarsi al 5 posto della Fiorentina, ma si scrollano di dosso lInter. Genova, unita, continua a sognare: le ultime 14
giornate saranno un lungo derby rincorrendo lEuropa.
Alessandro Bocci
RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoled 25 Febbraio 2015 Corriere della Sera

56

Giulia, Giovanni, Carlo, Pietro annunciano la


scomparsa di pap e mamma

Ci uniamo al dolore dei familiari e di tutti gli amici dei cari

Paolo Agugini

Paolo

Valeria Agugini Bassi


con la promessa di stare sempre uniti, certi della
loro guida e protezione dal Cielo.- I funerali si terranno gioved 26 febbraio alle ore 14,45 in
SantAmbrogio. - Milano, 25 febbraio 2015.
Partecipano al lutto:
Enrico, Marina e Guglielmo Ronzani.
Fabio e Livia Fontanella.
Marella Zanini.
Franco e Giovanna Marcora e ragazzi.

Paolo
e

Valeria
le vostre mamme Donatella e Titti, Stefania con
Matteo, Mario con Antonia, Giacomo e Alberto in
un inestinguibile ricordo accompagneranno sempre i vostri ragazzi. - Milano, 25 febbraio 2015.

Valeria
Cari Giulia, Giovanni, Carlo e Pietro, vi abbracciamo forte ricordando con grande affetto i vostri
genitori

Gli studenti, i docenti e il personale ATA, il preside del Liceo Parini profondamente commossi partecipano al dolore dei figli per la perdita della madre

Paolo
e

Valeria
Beppe e Lidia con Elena, Federico e Claudia con
Jonathan, Pierluigi e Francesca con Giorgia e Marta, Carlo e Mariasilvia con tutti i ragazzi.
- Cervinia, 24 febbraio 2015.
Marco e Ita Klinger sono vicini con tutto il cuore
alla famiglia Agugini nel ricordo di

Paolo

Un disegno umanamente indecifrabile ci ha prematuramente sottratto

- Milano, 23 febbraio 2015.

Valeria
Paolo

Partecipa al lutto:
Chicchi Amodeo con affetto.

"Il Signore ha dato / il Signore ha tolto."


(Giobbe 1,21)
Nel ricordo di

Valeria
e

Paolo
un abbraccio e una preghiera.- Mariagrazia.
- Milano, 21 febbraio 2015.
Addolorati per limprovvisa scomparsa di

Valeria
e

Paolo
Francesco e Gabriella Perazzi inviano sentite condoglianze. - Milano, 23 febbraio 2015.
Luciano, Christine, Andr e Camilla Pichler si
uniscono al dolore di Donatella e di tutta la famiglia per la tragica scomparsa di

Paolo
e

Valeria Agugini
- Milano, 22 febbraio 2015.
Ermanna, Marcella e Alessandro, si stringono
con grande affetto a Donatella, Giulia, Giovanni,
Carlo, Pietro, Mario e Antonia nel ricordo di

Paolo

Valeria
sarete sempre nei nostri cuori, amici indimenticabili.- Vi abbracciamo forte uniti ai vostri meravigliosi ragazzi e a tutti i vostri cari.- Paola e Giampaolo
Targia, Stefania Merli, Marco Caserta, Laura e Roberto Mattiello, Nicoletta e Cesare Pedercini.
- Milano, 25 febbraio 2015.
Franco Broccardi, Stefano Omboni e Enrico Franchini ricordano con affetto il loro caro compagno
di classe

Paolo
- Milano, 24 febbraio 2015.
Giuseppe e Rosita con Edmondo, Raffaella e Guido sono vicini con tanto affetto ai figli ed alla nonna Donatella nel ricordo dei cari

Paolo
e

Valeria
- Milano, 23 febbraio 2015.
Cari Giulia, Giovanni, Carlo e Pietro vi abbracciamo affettuosamente nel ricordo vivo e immutabile dei vostri splendidi genitori

Paolo
e

Valeria
Pietro e Francesca, Jean e Michela.
- Milano, 24 febbraio 2015.

Paolo
e della moglie

Valeria

Paolo
e la sua

Valeria
stringendosi con grande affetto ai loro ragazzi.
- Milano, 24 febbraio 2015.
Luisa e Giovanni straziati dal dolore si stringono
a Giulia Giovanni Carlo e Pietro nel ricordo commosso dei loro meravigliosi genitori
e

Manuela e Alberto Crugnola con Matteo e Marta


sono vicini a Giulia Giovanni Carlo e Pietro per la
tragica perdita dei genitori

Gianni e Maria Sangalli insieme a Lilo Stefani e


Lia, Tino e Edy Lampugnani abbracciano Donatella
e le sono vicini nellimmenso dolore per la perdita
di

Paolo
Carlo e Paola Mencuccini partecipano al dolore
della dottoressa Caradonna e dei famigliari per la
tragica scomparsa dei loro cari

Paolo
e

Valeria Agugini
- Milano, 23 febbraio 2015.

Valeria Bassi
Vicino a Titti, Laura e Adriana Bad.
- Milano, 23 febbraio 2015.

Valeria Bassi
e

Paolo Agugini
Amica di tante avventure mancherai, buon viaggio
ragazzi!- Un abbraccio forte a Giulia, Giovanni,
Carlo, Pietro e familiari.- Mara Bertoni con Francesco e Buban Pernisa.
- Milano, 23 febbraio 2015.
Elisa Marco Carla e Renzo partecipano allimmenso dolore di Titty Stefania Giulia Giovanni Carlo e Pietro per la scomparsa di

Valeria
e

Paolo
- Milano, 22 febbraio 2015.
Franca Mist Guffanti ed Andrea con Marilena,
Cecilia e Tommaso si stringono in un forte abbraccio alla carissima Donatella e a tutti i suoi cari per
la tragica scomparsa del figlio e della nuora

Paolo

Valeria
- Milano, 23 febbraio 2015.

Paolo
e

Valeria
- Milano, 23 febbraio 2015.
Federico e Shefa, Piersilvio ed Emanuela, con tutti i figli, si stringono a Paolo, Stefania e tutti i nipoti
per la tragica scomparsa di

Valeria
e

Paolo
Donato e Olga Raimondi partecipano al grande
dolore di Donatella e famiglia per la perdita del
figlio e della nuora

Paolo e Valeria Agugini


- Milano, 23 febbraio 2015.
Piera Vitali piange la scomparsa del caro compagno di lavoro

Paolo Agugini
Valeria
- Milano, 23 febbraio 2015.

Valeria
e

Paolo Agugini
amici leali e presenti da sempre nella nostra vita.Ci mancherete immensamente ma siamo certi che
in Giulia, Giovanni, Carlo e Pietro riusciremo a trovare i principi di lealt, correttezza, senso del dovere, bont e di vera amicizia che vi hanno sempre
caratterizzato.- Giovanni e Alessandra Bollardi con
Marco e Giulia insieme a Paolo e Baba Spazzini
con Ludovica e Giovanni.
- Busto Arsizio, 23 febbraio 2015.
Ciao

Paolo

- Milano, 23 febbraio 2015.

Valeria Bassi
e partecipano al dolore dei figli per la perdita dei
genitori. - Milano, 23 febbraio 2015.
Roberto e Anna Lazzarone si uniscono al dolore
della famiglia per la scomparsa di

Paolo
e

Valeria Agugini
- Milano, 25 febbraio 2015.
Ciao

Valeria
amici di sempre e per sempre.- Abbracciamo forte
i vostri meravigliosi ragazzi.- Ale, Carlo, Angelica,
Beatrice. - Milano, 25 febbraio 2015.
Partecipano al lutto:
Cesare e Silvana Persico profondamente addolorati.

Paolo e Valeria
e abbracciano con grande affetto Giulia, Giovanni,
Carlo e Pietro. - Milano, 23 febbraio 2015.

Paolo

Ricordando

Valeria
ci mancherete tantissimo.- Lucio, Silvia, Robertino
e Rossana. - Milano, 24 febbraio 2015.
Riccardo e Luciana con grande affetto sono vicini
a Donatella nel ricordo di

Paolo
e

Valeria Agugini

Paolo
e

Valeria
Vinci Gigliola, Gigi Didi, Giovanni Camera, Giulio
Elena si stringono a Donatella, Giulia, Giovanni,
Carlo, Pietro nel loro immenso dolore.
- Milano, 24 febbraio 2015.
Siamo profondamente addolorati per la prematura scomparsa di

- Milano, 24 febbraio 2015.

Paolo
e

Valeria

Partecipano al lutto:
Massimo Bertolini.
Emy, Annibale Angaroni.
Massimo Paolo Gentili ricorda con grande affetto
lamico e compagno di tante partite di calcio
allIstituto Leone XIII

Paolo Agugini
- Milano, 25 febbraio 2015.

Franco Broccardi, Stefano Omboni e Enrico Franchini ricordano con affetto il loro caro compagno
di classe

Gianluca
- Milano, 24 febbraio 2015.
Tommaso e Jolanda, profondamente commossi
si uniscono al dolore di Leonardo e Fabiana per la
perdita dellamato fratello

Gianluca

Il Consiglio di Amministrazione di Emerson Industrial Automation Italy SpA, appresa la tragica notizia della scomparsa del

Dott. Paolo Agugini


ricorda la sua costante professionalit dimostrata
in tanti anni di collaborazione e porge sentite condoglianze. - Milano, 25 febbraio 2015.
Emerson Industrial Automation Italy SpA si unisce al grande dolore di Giulia, Giovanni, Carlo e
Pietro per la scomparsa dei loro cari genitori

Paolo
e

Valeria Agugini
- Milano, 25 febbraio 2015.
Claudio Cappellari, Alberto Riccardi, Francesco
Vistoli, Marzia Mallia a nome del Gruppo Flowserve sgomenti per la tragica scomparsa ricordano
commossi il caro amico

Paolo
- Milano, 23 febbraio 2015.
Il Primario e tutti i medici della Divisione di Oculistica della Casa di Cura San Pio X si stringono alla
Dottoressa Caradonna Agugini in ricordo dei cari

Paolo
e

Valeria
Partecipano al lutto:
Claudio Savaresi.
Alberto Alini.
Mariangela Amati.
Paola Avanza.
Francesca Legorini.
James Landini.
Danilo Lozza.
Emanuela Visentin.
Emanuela con tutta la famiglia Visentin incredula
e sgomenta abbraccia forte Donatella, Mario, Antonia e i ragazzi in questo tragico momento per la
perdita irreparabile di

Paolo
e

Valeria
Carrefour Banca partecipa al dolore della famiglia per la perdita dello stimato

Dott. Paolo Agugini


- Milano, 25 febbraio 2015.
I soci e tutti i colleghi di EY partecipano con profonda commozione al dolore della famiglia Agugini per limprovvisa e tragica scomparsa del caro
collega

Dott. Paolo Agugini


e della moglie

Valeria Bassi
e si stringono con affetto attorno ai figli Giulia, Giovanni, Carlo e Pietro.
- Milano, 23 febbraio 2015.
Alessandra Perrazzelli, tutto il Management ed i
dipendenti di Barclays Bank Plc Italia sono vicini ad
Antonia Cazzaniga, al marito Mario ed alla famiglia tutta per limprovvisa e tragica perdita di

Paolo
e

Valeria Agugini
- Milano, 23 febbraio 2015.
Il Presidente e il Consiglio e i volontari dellAssociazione Francesco Vozza sono affettuosamente
vicini a Donatella nel ricordo di

Paolo
e

Valeria Agugini
- Milano, 23 febbraio 2015.

Il Presidente, il Consiglio di Amministrazione, il


Consiglio Scientifico e il personale del Consorzio
Poliedra - Politecnico di Milano, profondamente
addolorati per limprovvisa e prematura scomparsa del collega e amico

Gianluca Spina
si stringono alla sua famiglia in questo momento
di dolore ricordando la grande professionalit e
passione con cui Gianluca ha collaborato alla vita
e allo sviluppo del nostro consorzio.
- Milano, 23 febbraio 2015.
Gli ex-studenti EMBA 2012 part time del Politecnico di Milano si uniscono al dolore dei familiari e
piangono la scomparsa del presidente

Gianluca Spina
- Milano, 23 febbraio 2015.
I consiglieri e soci di Alumni MIP ricordano la
passione, la competenza e lentusiasmo del

professor

Gianluca Spina
e partecipano al dolore della famiglia e dei colleghi del Politecnico di Milano per la sua improvvisa
scomparsa. - Milano, 24 febbraio 2015.
Gli alumni del Primo International e del ventiquattresimo Italian MBA MIP sono profondamente
colpiti dalla prematura scomparsa del

Prof. Gianluca Spina


Un abbraccio alla famiglia.
- Milano, 24 febbraio 2015.
Gli amici di IBM Italia si uniscono al dolore della
famiglia e del Politecnico di Milano per limprovvisa scomparsa del

Prof. Gianluca Spina

Prof.ssa Valeria Bassi

I condomini e lamministratore del condominio


Plan Maison di Breuil Cervinia, colpiti dalla scomparsa dei signori

Valeria
Paolo Agugini

Prof. Gianluca Spina

che ricordano con profonda stima.


- Milano, 23 febbraio 2015.
Uniti nella preghiera Alberto e Clara con i loro
famigliari ricordano con affetto la

zia Maria
- Busto Arsizio, 23 febbraio 2015.
Giovanna Turchi Vismara con la famiglia ricorda
la carissima zia e madrina

Maria dImporzano Pensa


e abbraccia nel dolore tutti i cugini.
- Milano, 24 febbraio 2015.

Paolo
cognato attento e dedito a una famiglia serena.Senza parole, vi abbracciamo tutti insieme.
- Milano, 24 febbraio 2015.
Emanuele Borgonovo, Giuseppe Rigano, Cristina
Seregni, Giusi Lamicela, Michele Ghiringhelli, Gian
Paolo Giannini, John Stewart, Luciana Dolci, Deborah Peracchi, Paolo Lisi, Fausto Piccinini, Gaetano Pizzitola, Roberto Munno, Pietro Magnoni, Pellegrino Capone ricordano con affetto lamico

Paolo
e la moglie

Valeria
e sono vicini ai figli in questo momento di grande
dolore. - Milano, 23 febbraio 2015.

A lui dobbiamo linsegnamento forte che loncologia medica provvede alla cura della persona ammalata dalla diagnosi fino alla fine della vita, sempre con la stessa dedizione di cure anche palliative,
concetto innovativo da lui fra i primi propugnato.
- Milano, 25 febbraio 2015.
Giampietro Arturo Andrea Nattino, Paolo Collettini, Alberto Alfiero e tutti i colleghi di Banca Finnat
partecipano commossi con grande affetto al lutto
dellamico Nicola per la perdita del padre

Ismaele Frondizi
- Roma, 24 febbraio 2015.
I membri del Consiglio di Amministrazione e del
Collegio Sindacale della Banca Finnat Euramerica
si associano al dolore di Nicola e di tutta la sua
famiglia per la perdita del padre

Ismaele Frondizi
- Roma, 24 febbraio 2015.

Ines Saracino Micucci


- Milano, 24 febbraio 2015.
Francesco Gatti, Stefano Valerio, i soci e i collaboratori dello Studio Legale dUrso Gatti e Bianchi
sono vicini alla dottoressa Patrizia Micucci e a tutta
la famiglia nel momento della perdita della signora

Ines Saracino Micucci

mancato allaffetto dei suoi cari

Guido Lino Casini


di 48 anni.- Ne danno lannuncio la mamma Luciana, le sorelle Alessandra, Elisabetta, e Caterina,
il fratello Luca e i parenti tutti.- Il funerale avr luogo in Monza nella parrocchia di Santa Gemma oggi, mercoled 25 febbraio alle ore 15.30.- Un sentito ringraziamento al personale del reparto di
Pneumologia dellospedale San Gerardo di Monza
per la premurosa assistenza prestata.
- Monza, 25 febbraio 2015.

- Milano, 24 febbraio 2015.


Partecipano al lutto:
Rossella Pappagallo.
Paolo Garbolino.
Maria Luisa Castellazzi.
Laura e Francesco sono vicini a Patrizia nel doloroso momento della perdita della mamma

Ines Saracino Micucci


- Milano, 24 febbraio 2015.
La Divisione Corporate e Investment Banking di
Intesa Sanpaolo partecipa al dolore della Dottoressa Patrizia Micucci, del Dottor Fabio Can e
dellintera famiglia per la scomparsa della signora

Ines Saracino Micucci


- Milano, 24 febbraio 2015.
Gaetano, Beatrice e Silvia partecipano con molto
affetto al grande dolore di Patrizia, Antonella, Fabio e di tutta la famiglia per la scomparsa della
cara amica signora

Ines Saracino Micucci


- Milano, 24 febbraio 2015.
Dopo una lunga malattia mancato il

Prof. Giovanni Roncoroni

zio Giovanni Roncoroni

zio Giovanni
- Milano, 24 febbraio 2015.
Partecipa con affetto al dolore della famiglia
Roncoroni per la scomparsa del caro

Giovanni
la famiglia Trione. - Milano, 24 febbraio 2015.
Antonio Kiki Puntieri, Ida Dieter Pfannenmller,
Francesco Cristina Saviano, Roberto Franca Caliri,
piangono la scomparsa del

Prof. Giovanni Roncoroni

I fratelli Manara e le loro famiglie partecipano


con affetto al lutto per la morte di

amico carissimo e grande medico.


- Milano, 24 febbraio 2015.

Maria Antonietta dImporzano


Pensa dei Mattei

Si spenta, circondata dallaffetto dei suoi cari,


dopo aver combattuto con fiducia e coraggio

- Milano, 23 febbraio 2015.


Isabella e Roberto Gnaga sono vicini a Marco e
famiglia in questo momento di dolore per la perdita della cara mamma

Maria Antonietta dImporzano


- Milano, 24 febbraio 2015.
Gigi e Cicci, Daniela, Marco e Nicoletta partecipano con profondo affetto al dolore dellamico
Marco e della sua famiglia per la perdita della
mamma

Maria Antonietta dImporzano


Pensa
- Milano, 24 febbraio 2015.

Maria dImporzano Pensa


Un forte abbraccio allamico Marco per la sua
cara mamma

Maria Antonietta dImporzano


Angelo e Roberta Zanchi.
- Milano, 24 febbraio 2015.
Partecipano al lutto:
Pucci e Vera Casarotti.
Oreste e Paola Lab.
Federico Monti Arduini.
La comunit educativa del Ginnasio Alessandro
Volta - Bogot e la Fundacin Prosol partecipano
al dolore di Padre Carlo, Chiara, Giuseppe, Marco,
per la perdita della mamma

Maria
Li accompagnano nella preghiera desiderando che
la loro vicinanza possa sostenerli come segno della
presenza di Cristo.
- Bogot (Colombia), 24 febbraio 2015.
Il Dottor Andrea Formiga e lUnit Operativa di
Chirurgia Generale dellIstituto Auxologico Italiano
partecipano al dolore del Professor dImporzano
per la scomparsa della madre signora

Maria Pensa dImporzano

Le famiglie Bartolommei, Turri e Traversa vicine


ai suoi cari, piangono lindimenticabile

Francesca
- Milano, 25 febbraio 2015.
Victor e Rodica partecipano commossi al lutto di
Marta per

Francesca

Non esistono parole per esprimere un dolore cos


immenso per una madre!- Marta le siamo vicini.Formenti Mazzocchi Angotti e figlia Ferro Mottola.
- Milano, 23 febbraio 2015.

Valeria

I colleghi e gli amici di Socit Gnrale partecipano sentitamente al cordoglio della Dottoressa
Patrizia Micucci e dei suoi cari per la scomparsa
dellamata mamma

Partecipano al lutto:
Flavio Lucchini.
Gisella Borioli.
Giulia Borioli.
Danilo Pasqua.
Michele Ronzulli.
I dipendenti e i collaboratori di Superstudio.

Ha raggiunto ladorata figlia Claudia

Sua Altezza Imperiale Marchese

Don Renato Maria Spreti


Con dolore lo annunciano la moglie Marisa, i figli
Giulio, Riccardo, Roberto, le nuore e i nipoti.- I funerali si svolgeranno in Milano mercoled 25 febbraio alle ore 14.45 nella chiesa di San Francesco
dAssisi al Fopponino (via Paolo Giovio).
- Milano, 23 febbraio 2015.
Gli amici Anna e Maurizio, Annamaria e Carlo,
Donatella e Nino, Emanuela e Stefano, Enrica e
Dario, Enrico e Graziella, Isa e Nicola, Lucilla e
Giovanni, Patrizia e Massimo abbracciano Teresa
per la perdita del suo caro pap

Ippolito Fusco
- Milano, 23 febbraio 2015.
I condomini e lamministratore del condominio
di Via Mascagni, 15 - Milano - si uniscono al dolore
della famiglia Barenghi Pastorino per la scomparsa
della signora

Mafalda Barenghi Pastorino


- Milano, 24 febbraio 2015.
Il Presidente, il Vice Presidente e il Comitato Esecutivo di Transparency International Italia partecipano al lutto della collega e amica Iole Anna per
la scomparsa della cara mamma

Giuliana Savini
- Milano, 24 febbraio 2015.
Massimo Fini si unisce nel tenero abbraccio di
una lunghissima amicizia a Valeria e Vera per la
morte di

Liliana, Teresa, zia... tante donne diverse per una


donna speciale che ci mancher allinfinito

Oncologia Falck dellOspedale Niguarda Ca


Granda si unisce al dolore della famiglia Ghislandi
e oggi alle ore 11 onora nella commemorazione
funebre nella chiesa centrale dellospedale il suo
fondatore

Prof. Enrico Ghislandi

Ines Saracino Micucci


- Milano, 24 febbraio 2015.

Marco Negri
e sono vicini a Gianfranca e alla famiglia in questo
triste momento. - Milano, 24 febbraio 2015.

Marinella, Marinellina, Alessandra con tutti gli amici. - Milano, 23 febbraio 2015.

Partecipano al lutto:
Fausta e i figli Massimo con Patrizia, Anna con
Lucio.

Enrico Ghislandi

Alessandra e Marco Cerrina Feroni sono affettuosamente vicini a Patrizia per limprovvisa scomparsa della mamma

Gianna, Claudio, Silvia, Alessandra Brazzola e


figli avranno sempre nel cuore il caro

Paolo Agugini

con affetto, riconoscenza ed amicizia.


- Milano, 25 febbraio 2015.

Ines Saracino Micucci


- Milano, 24 febbraio 2015.

uomo retto e sempre pronto ad aiutarci e sono vicini a Paolo, Carlo e alla zia Mariolina.
- Milano, 24 febbraio 2015.

- Milano, 24 febbraio 2015.

La famiglia Mazzola ricorda

I team di Superstudio 13 e Superstudio Pi partecipano con profondo dolore alla scomparsa di

Prof. Gianluca Spina

Maria Antonietta dImporzano


Pensa dei Mattei

Valeria Bassi

Ines
- Milano, 24 febbraio 2015.

Galeazzo e Maria si stringono a Patrizia e a tutta


la famiglia partecipando con affetto al dolore per
la perdita dellamata mamma

I notai Anna Pellegrino e Luca Zona e tutto lo


studio si stringono al dolore della famiglia e dei
collaboratori per la scomparsa del

si uniscono al dolore della famiglia.


- Breuil-Cervinia, 25 febbraio 2015.

- Milano, 24 febbraio 2015.

Franco Pamela e Tina Malerba si stringono ad


Anna e Carlo nel dolore per la perdita della mamma

Ines Saracino Micucci


mancata al loro affetto dopo una lunga malattia.
- Milano, 24 febbraio 2015.

I nipoti Caterina, Giovanna, Luisa, Emilio, Marco, Emilio, Enrica, Andrea, Luca, Guido, Riccardo,
Matteo e famiglie ricordano con affetto lo

I condomini e lAmministratore del condominio


di via Anfossi 17/19 Milano, sono vicini alla famiglia in un momento di cos grande dolore per la
tragica scomparsa di
e

Ruggero e Olivia abbracciano con enorme affetto Patrizia e Fabio, Marta e Marco nel tristissimo
momento della morte della signora

Ines Pigoli Gervasoni

Presidente di Mip, conosciuto e stimato per la sua


passione e dedizione al lavoro.- Alla famiglia e ai
suoi cari rivolta la nostra vicinanza.
- Milano, 24 febbraio 2015.

- Milano, 24 febbraio 2015.

insegnante generosa e appassionata.- I suoi ex


alunni Giacomo, Daria, Ottone, Giulia, Pietro,
Francesca, Chiara, Alice, Giulia, Marta, Chiara, Sara, Viola, Federico, Francesco, Bruno, Valentina,
Alessandra, Federica, Riccardo, Lorenzo, Albertina,
Sofia, Teodoro, Maddalena, Sofia, Edoardo, Pietro,
Edoardo, Alessandro, Alessandra, Laura, Camilla,
Carlotta, Arianna, Carlotta, Federico, Olga, Margherita, Ginevra, Federico, Alice, Lodovica, Margherita, Cecilia, Francesca, Martina, Anna, Lavinia,
Giulia, Maria, Massimo, Giulia, Andrea, Amerigo,
Stefano, Leonardo. - Milano, 23 febbraio 2015.

Il funerale avr luogo sabato 28 febbraio alle ore


11 nella chiesa dellIstituto Leone XIII, via Leone
XIII Milano. - Milano, 24 febbraio 2015.

Partecipano al lutto:
Demade e Carla Castelnuovo.
Mariarosa e Franco Caviezel.

I ragazzi della III A liceo Parini di Milano ricordano tutto il sorriso della loro insostituibile

Ricordiamo con profondo affetto e gratitudine la

Anna e Carlo, con Gigi, Ana e i nipoti tutti, annunciano con grande dolore la scomparsa della
mamma

Angelo Miglietta e Stefano Lorenzi, Presidente e


Amministratore Delegato di Sirti S.p.A. esprimono
cordoglio per la scomparsa del caro

Felice e Paola sono vicini a Marco e Sabrina per


la scomparsa della cara mamma

Prof.ssa Valeria Bassi

mancata allaffetto dei suoi cari

Ne d il triste annuncio la moglie Mariolina con


Paolo, Ester e Lisa, Carlo e Paola.- Le esequie si
terranno gioved 26 febbraio alle ore 9 presso la
parrocchia di San Francesco dAssisi al Fopponino
(via Paolo Giovio). - Milano, 24 febbraio 2015.

Partecipano al lutto:
Alberto e Carla Vigo.
Enrico e Carmelina Franciosi.

e abbracciano i figli.
- Milano, 23 febbraio 2015.

Ines Saracino Micucci


Lo annuncia con profondo dolore la figlia Patrizia
Micucci.- La cerimonia funebre avr luogo presso
la chiesa di Ges e Maria, piazza Umberto Giordano 2, Foggia, mercoled 25 febbraio alle ore
16.30. - Milano, 24 febbraio 2015.

e ne ricordano il ruolo di guida nel mondo della


formazione in Italia e le sue grandi doti umane e
professionali. - Milano, 24 febbraio 2015.

- Milano, 24 febbraio 2015.

sorella amata, generosa e sensibile e di

Paolo

Gianluca
- Milano, 24 febbraio 2015.

Enrico Ghislandi

Angelo, Sandra Barzaghi con Antonella e Alberto


si stringono a Donatella, ai ragazzi, a Mario e Antonia per la tragica scomparsa di

Valeria

Michol e Nicol si stringono con affetto a Leonardo ed alla sua famiglia per la perdita del fratello

Sentite condoglianze a Isabella e famiglia da parte


degli Ematologi di Niguarda.
- Milano, 24 febbraio 2015.

Barabino & Partners tutta, con stima, calore e affetto, si stringe a Stefania, ai ragazzi e alla sua famiglia nel dolore per la tragica scomparsa di

e li abbracciano con fraterno affetto.


- Milano, 25 febbraio 2015.

- Milano, 24 febbraio 2015.

Valeria
Ci uniamo al vostro dolore con tanto affetto.- Famiglia Honegger Carmianti.
- Milano, 25 febbraio 2015.

Resta la strada per i vostri ragazzi, illuminata dal


vostro esempio e dal vostro insegnamento.- Fabrizio, Marina, Tommaso e Matilde Villa.
- Milano, 24 febbraio 2015.

Gianluca

Paolo
e

Ci mancherete

- Milano, 23 febbraio 2015.

e
Marco, Laura e Alice con Roberto, Adriana e
Francesca profondamente addolorati piangono i
cari amici di sempre

Gianluca
Silvano, Fiorenza con Mario, Federica e Massimiliano si stringono ai carissimi Giorgio, Anna,
Francesca, Fabiana e Leonardo in questo dolorosissimo momento per la morte tragica ed assurda
del caro

- Milano, 24 febbraio 2015.

Paolo Agugini

e della moglie

Valeria Agugini
Professoressa

- Milano, 23 febbraio 2015.

I ragazzi della IV B del Liceo Parini di Milano ricordano con affetto la loro

Valeria

- Milano, 24 febbraio 2015.

e
e li stringono in un affettuoso abbraccio.
- Milano, 23 febbraio 2015.

Valeria
- Milano, 24 febbraio 2015.
Il Consiglio di Amministrazione, il Comitato di
gestione, la faculty e lo staff di MIP Politecnico di
Milano partecipano con profonda commozione al
dolore di Giulia, Giovanni, Carla e Pietro per la
scomparsa di

Paolo

ricordando i momenti di allegria e di gioia trascorsi


insieme e si stringono forte a Giulia, Giovanni, Carlo e Pietro.- Ciao Maestro!!!
- Milano, 23 febbraio 2015.

Valeria

Paolo
e della moglie

- Milano, 24 febbraio 2015.

"Che c nella montagna?- In cima alle


bianche nubi... posso soltanto viverlo e
non saprei dirvelo".
Giovanni, Chiara con Ottavio, Pietro e Jean piangono il loro instancabile ed insostituibile compagno di avventure e di risate

- Biella, 22 febbraio 2015.


Riccardo con Elena, Paolo con Laura, Angela con
Claudio, Giuseppe, Marco e Pietro piangono la
scomparsa dellamico

La societ Ridgid Italia Srl partecipa con immenso dolore alla scomparsa di

Valeria

Valeria Bassi
professoressa esemplare per doti umane e professionali. - Milano, 23 febbraio 2015.

Carissimi

Valeria

Franca e Silvia Olivelli si stringono con affetto a


Francesca Pietro ed Annachiara per la tragica
scomparsa di
- Locate di Triulzi, 24 febbraio 2015.

Valeria
- Milano, 23 febbraio 2015.

Il cugino Paolo li ricorda con affetto, prega con Giulia, Giovanni, Carlo e Pietro che tiene stretti stretti
e si unisce al dolore della zia Titti, di Stefania e
Matteo e degli Agugini tutti.
- Milano, 21 febbraio 2015.

Paolo
e

Le famiglie Chinellato e Vitaloni.


- Milano, 24 febbraio 2015.

Partecipa al lutto:
La zia Guja con Giulia e Claudia.

Paolo

I soci, i professionisti e tutto lo Studio Crowe Horwath-SASPI partecipano al dolore della famiglia
per la prematura scomparsa di

Francesca Clerici Guidici

Il Presidente della Societ Italiana di Neurologia,


Aldo Quattrone, unitamente a tutti i soci, partecipa
al profondo dolore dei familiari per limmatura
scomparsa della

Dott.ssa Francesca Clerici


- Catanzaro, 23 febbraio 2015.
Il Presidente dellAssociazione Sindem, Massimo
Musicco, unitamente a tutti gli associati, prende
parte allimmenso dolore del padre, del marito e
dei figli per limmatura scomparsa della cara

Francesca
- Roma, 23 febbraio 2015.
La figlia, i parenti e gli amici si uniscono nel lutto
per la scomparsa della

Dott.ssa Maria Grazia Carini


La funzione celebrativa verr svolta gioved 26 febbraio alle 11 presso la chiesa di Santa Maria di
Caravaggio, via Brioschi 38, Milano.
- Milano, 24 febbraio 2015.

Sandra Tondi Fabiani


Ne danno il triste annuncio le figlie Silvia con Daniel Newman, Lorenzo e Marcello, Cecilia con Paolo Furlan, Licia con il piccolo Pietro.- Le esequie si
terranno nella chiesa di San Giovanni a Porta Latina, via di Porta Latina 17, gioved 26 alle ore 15.Si ringraziano Flora e i medici e gli infermieri del
reparto Hospice della Clinica Annunziatella per le
cure prodigate. - Roma, 24 febbraio 2015.
Partecipa al lutto:
Giovanni Rota.

Domenico Braghieri
- Milano, 24 febbraio 2015.

Teresa (Liliana) Campagnoli


Simonetta e Paolo Parrini con Alessandra, Andrea e Peter si uniscono al dolore di Roberta, Niccol e Gabriele per la prematura scomparsa di

Aldo Di Virgilio
- Firenze, 25 febbraio 2015.
Carlo Montanaro, ricorda lamica splendente e
coraggiosa

Barbara Giusto
e si stringe con grande affetto a Roberto, ai bambini, ai famigliari. - Milano, 24 febbraio 2015.
Marco, Cristina, Marta e Jacopo sono vicini con
affetto a Sandra, Francesca e Alessandro e alla famiglia tutta nel ricordo del carissimo

Carlo Lamperti
- Milano, 22 febbraio 2015.
Francesca annuncia la scomparsa del caro

Luigi Giuseppe Mattei


Le esequie verranno celebrate il 25 febbraio alle
ore 15.30 nella chiesa Santa Teresa, Anzio.
- Anzio, 24 febbraio 2015.

Leopoldo Guidi

Lucia e Vittorio, con Clementina, Fiammetta ed


Eugenia si stringono forte a Silvia, Cecilia e Licia
nel dolore per la perdita di

Sandra
- Roma, 24 febbraio 2015.
deceduto in Milano il

N.H.
Generale di Brigata

Biagio Puliatti
ufficiale, uomo, marito e padre esemplare.- Ne
danno comunicazione, profondamente addolorate, la moglie Caterina e la figlia Maria Rosaria con
il piccolo Michele.- I funerali si svolgeranno mercoled 25 febbraio alle ore 14.30 nella chiesa della
Beata Vergine Immacolata, via Redecesio 1, Lavanderie di Segrate (MI).
- Segrate, 23 febbraio 2015.
Giovanni, assieme ai figli Raffaella con Luca e
Roberto con Monica, Raffaele e Carolina, si stringono con profondo affetto a Caterina, Rosaria e al
piccolo Michele nel dolore per la perdita del caro

Biagio
- Gallarate, 23 febbraio 2015.
Il Teatro Manzoni di Milano ricorda il

Maestro

Luca Ronconi
straordinario artista che ha fatto grande la storia
del teatro italiano e internazionale e partecipa al
dolore delle persone a lui vicine che ne piangono
la scomparsa. - Milano, 23 febbraio 2015.
Laura e Lavinia Biagiotti con tutti i collaboratori
di Biagiotti Group ricordano il

Maestro

Luca Ronconi
unendosi al dolore degli amici del Piccolo Teatro.
- Guidonia, 23 febbraio 2015.
Andrea e Manuela Zoppini, con sentimenti di
partecipe commozione, sono vicini ad Aristide e alla sua famiglia, per la scomparsa del padre

Giuseppe Police
- Roma, 25 febbraio 2015.
Giuseppe, Paolo, Luciano, Carlo, Fabio, Filippo
e tutti gli avvocati ed i collaboratori dello studio
Clifford Chance sono affettuosamente vicini ad Aristide ed alla signora Anna Borgomeo Police, per la
perdita del padre e marito

Giuseppe Police
esprimendo i sensi della loro amicizia e partecipazione. - Roma, 23 febbraio 2015.
Johann Kral, Omar Rota, Dirigenti e dipendenti
di Nuovo Istituto Italiano dArti Grafiche ed Eurogravure SpA partecipano commossi al lutto che ha
colpito lamico Claudio per la scomparsa del caro
pap

Enrico Vergani
- Bergamo, 25 febbraio 2015.
Gli editori, i direttori, i dirigenti e i dipendenti
della Casa Editrice Universo partecipano al lutto
del Dottor Claudio Vergani per la scomparsa di suo
pap

Enrico Vergani

Zio Poldo ricorderemo sempre la tua risata e la tua


grande gioia di vivere.- Tua sorella Anna, Daniela,
William e famiglia. - Milano, 23 febbraio 2015.
I figli Stefano e Luisa con le rispettive famiglie
annunciano la morte di

Bruno Schacherl
- Firenze, 23 febbraio 2015.
Francesco e Sandrine sono vicini a Tommaso in
questo triste momento per la perdita della mamma

Antonia Sinisi Di Tanno


- Milano, 24 febbraio 2015.
Nel profondo rimpianto, a un mese dalla scomparsa dell

Ing. Francesco Corbellini


verr celebrata una Messa in ricordo gioved 26
febbraio, ore 18.30, Basilica del Corpus Domini,
via Mario Pagano 8, Milano.- I tuoi cari.
- Milano, 25 febbraio 2015.
Enel, nel trigesimo della scomparsa, ricorda la
figura dell

Ing. Francesco Corbellini


e lappassionato impegno da lui profuso per la crescita dellazienda e lo sviluppo dellindustria elettrica italiana. - Roma, 25 febbraio 2015.
Alberto Negroni, Piercarlo Bombelli, Umberto
Belelli, Gianbattista Murdaca, Giuseppe Natola,
Franco Plazzi, Franco Remondino, Franco Splendorini, Costantino Sterlocchi, Giorgio Tamberlani,
Franco Velon e Vittorio Vinci, ex dirigenti della Direzione Generale Enel, ricordano commossi nel trigesimo le particolari qualit umane e professionali
dell

Ing. Francesco Corbellini


Presidente dellEnte Nazionale dal 1979 al 1987.
- Roma, 25 febbraio 2015.
Il nostro carissimo

Italo Bruno
sempre ricordato dalla sua famiglia.
- Milano, 25 febbraio 2015.

Italo Bruno
Sono passati ventotto anni, sono stati ventotto anni
senza di te ma la tua presenza rimasta rimane e
rimarr nella mia mente forte e nitida.- Sei e sarai
sempre il mio riferimento.- Giorgio.
- Milano, 25 febbraio 2015.
25 febbraio 1995 - 25 febbraio 2015
Paola Mario parenti ed amici tutti ricordano con
immutato affetto e rimpianto lindimenticabile dolce sorriso di

Mariangela Maruzzi Canali


- Milano, 25 febbraio 2015.
25 febbraio 2014 - 25 febbraio 2015

Giorgio Trombetta Panigadi


Sei sempre nei nostri cuori e pensieri quotidiani.Giulia con Laura, Francesca, Eugenio, Rodolfo e i
nipoti. - Milano, 25 febbraio 2015.

- Milano, 25 febbraio 2015.


Daniele ed Elsa Marra insieme ai figli Riccardo
Massimo Stefano sono vicini a tutta la famiglia Olmo e ricordano con affetto nonna

Dina Dapelo Olmo


- Milano, 23 febbraio 2015.
Il consiglio di Amministrazione ed i dipendenti di
Storm Srl porgono le pi sentite condoglianze alle
figlie ed alle loro famiglie per la scomparsa della
signora

Dina
- San Giorgio su Legnano, 23 febbraio 2015.

SERVIZIO ACQUISIZIONE
NECROLOGIE
ATTIVO DA LUNEDI A DOMENICA 13.30-19.30

Tel. 02 50984519

www.necrologi.corriere.it
e-mail: acquisizione.necrologie@rcs.it
SI ACCETTANO RICHIESTE VIA WEB, E-MAIL E CHIAMATE
DA CELLULARI SOLO DIETRO PAGAMENTO CON CARTA DI CREDITO
Laccettazione delle adesioni subordinata
al pagamento con carta di credito

Corriere della Sera Mercoled 25 Febbraio 2015

SPORT

57
#

MotoGp
Test a Sepang, la nuova Ducati cresce bene

Sci nordico
Kalla regina della 10 km, oggi Clara e Hofer

Vela
Guai tecnici, la Maserati lascia la regata

Marquez torna davanti a tutti nel secondo giorno di test MotoGp a


Sepang, dietro di lui Lorenzo a 58 millesimi. Rossi, fisicamente non a
posto (problemi di stomaco), arretra ed solo sesto dopo lexploit del
primo giorno. Ma la vera novit la Ducati: Iannone terzo e Dovizioso
quarto, senza neanche la confortevole gomma extrasoft, dicono che
la Desmosedici GP15 al secondo giorno di vita sta crescendo bene,
affidabile anche sul passo gara e con grandi margini di
miglioramento. Nella notte partito il terzo e ultimo round.

Leroina di casa Charlotte Kalla ha vinto la 10 km skating ai Mondiali


di Falun in una gara resa difficile da una fitta nevicata. Dietro alla
Kalla, ben due americane: Jessica Diggins a 41 e la sorprendente
Caitlin Gregg a 469, partita con il pettorale numero 3. Buona la gara
di Marina Piller, la migliore azzurra, 13a a 1176 dalla vincitrice.
Debertolis 21a. Oggi tornano in pista gli uomini nella 15 km skating
(RaiSport2 ed Eurosport ore 13.30): per lItalia il c.t. Giuseppe
Chenetti schiera Roland Clara e David Hofer.

Problemi tecnici a bordo di Maserati hanno costretto Giovanni


Soldini e il suo equipaggio (sullimbarcazione anche larmatore John
Elkann e il tailer Pierre Casiraghi) ad abbandonare la Rorc Caribbean
600 Race. Si verificata una fatalit imprevedibile, ha
commentato a caldo Soldini. esploso il raccordo di un tubo che
alimenta la pompa idraulica della chiglia, la sentina si riempita di
olio. Peccato, eravamo terzi in classifica reale, secondi in tempo
compensato e primi di classe. Ora facciamo rotta verso Antigua.

Alonso, mistero fitto


Non si sa quanto
rester in ospedale

Basket

Dimissioni a Varese
Finisce lavventura
di Pozzecco
Al suo posto Caja

Il manager: Vogliamo la sicurezza che sia ok


Lincidente
Domenica
scorsa a
Montmel
(Barcellona)
Fernando
Alonso uscito
di pista nel
corso dei test di
F1: andava ad
appena 150
orari, ma
limpatto
stato violento.
Lex ferrarista
ancora in
ospedale

Fernando Alonso ha lasciato


lHospital General de Catalunya? Assolutamente no. Almeno
fino a ieri, giorno in cui sono
stati svolti ulteriori accertamenti. Oggi, invece, si vedr.
Ma lo strano incidente del
quale stato vittima alle 12.37
di domenica sul circuito di
Montmel nel corso dei test di
F1 continua ad alimentare interrogativi. Uno su tutti: come
sta veramente Fernando? Interessa pi questo della ricostruzione degli eventi e delle ragioni che hanno portato lex ferrarista a perdere il controllo della
McLaren Mp4-30 e a impattare
violentemente contro il muro,
dapprima con la parte anteriore destra e poi, dopo un ulteriore rimbalzo, con la fiancata.
Nel mare dei dubbi e di tesi
pi o meno plausibili, comincia a galleggiare una verit: non
stato affatto come ha detto

Lintervista

Eric Boullier, responsabile delle operazioni in pista della


McLaren un incidente che
pu capitare durante un test di
F1. No, stato molto di pi, e
non solo per i 36 g di decelerazione incassati da Fernando.
stata una botta che ha spaventato il due volte campione del
mondo (soprattutto per le sollecitazioni poco piacevoli che
deve aver provato lungo la colonna vertebrale), che gli ha
aperto uno scenario inedito
(non un pilota che sbatte di
frequente) e che non ha risparmiato la sua macchina da guerra: Limpatto stato duro e vogliamo essere sicuri che tutto
vada bene. Non posso dire che
rimarr in ospedale uno, due o
tre giorni in pi ha sottolineato il suo manager, Luis Garcia
Abad.
Chi conosce questa persona,
uno degli uomini del clan di

Fernando, sa che non darebbe


una notizia nemmeno sotto
tortura. Bisogna allora accontentarsi di interpretare le parole del buon Luis, che di fronte
al pressing dei cronisti ha aggiunto: La F1 non un gioco,
dobbiamo essere sicuri che
Fernando sia pronto a guidare
lauto al momento giusto: vogliamo essere competitivi fino
allultima gara della stagione.
Alla domanda se Alonso torner a guidare per il test di questa settimana (ndr: da domani
a domenica, sempre a Barcellona), Abad ha invece commentato: Il test pi importante in
questo momento il test che i
medici stanno facendo; il resto
dei test sono solo... test e noi
dobbiamo essere pronti per le
gare. Traduciamo, appunto:
difficilmente, a meno che non
sia Mandrake, vedremo Alonso
lasciare il letto dellospedale e

tornare subito dentro il cockpit


della McLaren. E pur mancando ancora 17 giorni al venerd
di Melbourne che segner laccensione dei motori nel nuovo
campionato della F1, ci pu anche stare nel nome di quella
prudenza evocata da Abad
che lasso iberico salti il Gp
desordio.
Intanto, aspettando le dimissioni di Fernando dallospedale, Ivan Capelli, presidente dellAci Milano ma anche e soprattutto ex pilota, intervenuto sui fatti di
Barcellona: Qualcosa di strano accaduto. Per in F1 spesso
c omert. Bisogna dare una
risposta a quello che accaduto, anche per far stare pi tranquilli gli altri concorrenti prima del via della stagione.
Poche parole, ma chiare.
Flavio Vanetti

Soccorsi
Lo spagnolo
Fernando
Alonso, 33
anni, immobile
nellabitacolo
della McLaren
subito dopo
lincidente di
domenica
scorsa, i cui
contorni sono
ancora oggi
avvolti dal
mistero
(Colombo)

RIPRODUZIONE RISERVATA

Laveva detto in tempi non


sospetti, quando il ritorno a
Varese e lavventura di
rimettersi in discussione come
allenatore nella citt che
laveva amato da giocatore
parevano cominciare in modo
promettente, con bagni di folla
ed entusiasmo a mille: E se
andasse male? Sar io a farmi
da parte, non lascer la
squadra in difficolt.
successo: da ieri Gianmarco
Pozzecco non guida pi il club
che nel 1999, da playmaker,
aveva contribuito a portare al
decimo scudetto. Al suo posto
arriva Attilio Caja, 54 anni, gi
coach (tra laltro) di Roma e
Milano ma anche allenatore al
quale spesso stato chiesto di
cavare il sangue dalle rape: alla
corte di quella che fu la Ignis,
ne trover in abbondanza e a
ogni livello. Pozzecco ha
lasciato allepilogo di un
percorso fattosi tormentato sia
sul fronte dei risultati
(lOpenjobmetis terzultima
in serie A, con Capo
dOrlando) sia su quello
dellimmagine (la famosa
camicia stracciata dopo

Dominguez: Solo il campionato


porter in meta il rugby italiano
Serve un sistema diverso, altrimenti continueremo a perdere

Diego Dominguez che idea


si fatto della Nazionale dopo
le prime due partite nel Sei
Nazioni?
Mi aspettavo i risultati che
sono arrivati. Avevo visto la
squadra anche a novembre,
perdere tre mesi dopo con Irlanda e Inghilterra era logico.
Il problema pi grave?
Il solito: mancano ricambi
ai giocatori di qualit. Abbiamo campioni con tanta esperienza, ma anche tante battaglie sulle spalle e il livello del
Torneo altissimo. Poi si sta allungando la lista degli infortunati. Ho visto tra gli azzurri tanta voglia, tanto cuore, per....
I britannici ci hanno gi assegnato il Cucchiaio di legno.
Temo abbiano ragione,
giocando cos complicato.
Sabato c la Scozia, labbiamo battuta diverse volte...
Vero, ma la Scozia col nuovo allenatore, il neozelandese
Vern Cotter, ha fatto un cambio
importante di gioco e mentalit. Mi aspetto una partita molto
dura a Edimburgo. Loccasione
potrebbe presentarsi a Roma,
con la Francia: non gioca bene,
ha problemi, potrebbe essere
vulnerabile. A Roma, per, la
Francia ha perso nel 2011 e nel
2013, penso faranno di tutto
per evitare di perdere ancora.
A Edimburgo dovrebbe
giocare ancora Haimona allapertura.
Lho gi detto, per me Haimona un centro. Io avrei insistito su Allan, ha i movimenti,
il fiuto dellapertura, giovane

Difesa Gli azzurri placcano a Twickenham, sabato proveranno a fermare gli scozzesi (Afp)

Sar dura
evitare
il cucchiaio
di legno,
la Scozia
cresciuta,
loccasione
contro
la Francia

e sta lavorando duro a Perpignan. Haimona ha anche sbagliato tanti calci e non penso
che il problema sia la scarsa
abitudine ai grandi stadi. Io
calciavo e per me farlo in un
grande stadio o in uno piccolo
era la stessa cosa. Ma Haimona
non il calciatore delle Zebre, e
se non calcia nel suo club perch dovrebbe farlo, e bene, in
Nazionale?.
Tre cose che farebbe se fosse il c.t.
Con la speranza che nessuno si offenda: primo, cercherei
di avere pi possesso e una migliore occupazione del campo;

secondo, giocherei molto con


gli avanti, attorno ai raggruppamenti, abbassando il ritmo;
terzo, aprirei meno la palla,
spesso ci allarghiamo per attaccare e lasciamo spazi. Ovviamente, userei molto di pi il
piede. Brunel sta cercando di
giocare un bel rugby, ma ha pochi giocatori di qualit. Sono
convinto che ci si debba adattare ai giocatori che hai.
E se fosse presidente federale?
Bloccherei tutte le accademie federali e ne farei una sola,
di altissimo livello. Solo dopo
aver avviato la prima penserei a

una seconda. Per le regioni pi


lontane organizzerei stage, raduni, ma niente strutture fisse.
Porterei lEccellenza a 10 squadre. Ogni club avrebbe la sua
accademia, cos i ragazzi potrebbero crescere a casa loro
senza rischiare di perdere il
senso di appartenenza, non solo sportivo. Darei contributi
perch vorrei avere il controllo
del lavoro svolto, come succede
in Irlanda. Nelle squadre pochi
stranieri ma buoni. Avere un
campionato forte, almeno come quello degli anni 90, lunica strada per far crescere il nostro rugby. Infine, terrei una
sola franchigia: visti i risultati
di Benetton e Zebre chiaro
che facciamo fatica con due.
Quando poi la franchigia comincer a vincere e avr 50 giocatori per 23 posti da professionista, penserei a farne una seconda. Insomma: mi concentrerei sul campionato e per il
resto farei un passo alla volta.
Ma non sar c.t. n presidente federale, la aspetta il
Tolone, la squadra pi forte
dEuropa.
Lo allener dall1 gennaio
2016, sei mesi con Laporte e da
luglio, quando Laporte si candider alla presidenza federale,
andr avanti da solo. unoccasione e una soddisfazione
enorme. A dicembre mi trasferir in Francia: voglio dedicare
tutte le mie energie al club, voglio dare tutto me stesso per fare qualcosa di importante.
Domenico Calcagno
RIPRODUZIONE RISERVATA

Record

Diego
Dominguez, 48
anni, ha vinto 4
scudetti con il
Milano e 4 titoli
francesi con lo
Stade Franais.
In Nazionale
ha giocato dal
1991 al 2003
collezionando
74 presenze e
983 punti
Il 5 febbraio
2000 fu uno
dei protagonisti
della vittoria
dellItalia nella
prima partita
del Sei Nazioni:
34-20 alla
Scozia
campione
uscente
Quel giorno
Dominguez
segn 29 punti,
realizzando
anche 3 drop,
tuttora record
del Torneo

lespulsione nel derby con


Milano) sia su quello umano:
ad amici e ad alcuni di quei
tifosi dai quali ha sempre
avuto il perdono plenario,
perfino di fronte a sbagli
marchiani, aveva confessato di
soffrire per non riuscire a dare
ci che sperava. Nei giorni
scorsi cera stata anche la non
ben chiarita vicenda dello
screzio con Francesco Vescovi,
ex compagno nella squadra
del 1999, passato dal ruolo di
presidente a quello di
manager. Le dimissioni di
questultimo pure questa
una pagina grigia: a Varese c
chi dice che Vescovi sia stato
fatto fuori hanno scatenato
la baraonda e un nuovo
terremoto. La Openjobmetis
ha comunicato che Pozzecco
rimarr per mettere a
disposizione competenze,
professionalit, idee e affetto.
Diventer lui il g.m.? Magari
finir cos, per pensiamo che
sia pi che altro una cordiale
frase di commiato. Pozzecco
puntava ad allenare in serie A e
la sua Varese gli pareva la
culla ideale per sviluppare la
precedente esperienza in
Legadue a Capo dOrlando.
Invece Varese diventata una
gabbia per sogni e progetti.
Voglio essere il Renzi del
basket, uno che cambia le cose
soprattutto nel rapporto con i
giocatori. Non ha funzionato.
Il premier fa gli scongiuri.
f.van.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoled 25 Febbraio 2015 Corriere della Sera

58

Tv
TELERACCOMANDO

 

 

 

 

  

 

 

 5:-+
. ,,, 

  5:-+
   5:-+
    
 )")*
   +!-5*3
,  +!-5*C'-+
   0-5:
   
.   

0,44  /   

di Maria Volpe

Bignardi ospita
Muccino, DUrso
e la voce di Malika

0,&%
0,%%
/,44
(,2%
)4,44
)),44
)),4%
)),)4
)3,44
)2,24
)&,44
)&,4%

  ::=)':
  +!-5*3
 ) +!-5*C'-+
   +!-5*3
   ::=)':
 ) +!-5*C'-+

   +!-5*3
   ::=)':
   
 ) +!-5*C'-+
 )   +!-5*3
   

/,%4 
 )")*
#,24      

)")*
)4,44
)),44
)2,44
)2,24

+!-5*C'-+
)2,%4  3    22

+!-5*C'-+
)&,44   ::=)':
)0,)%
 


)")*

5':
)&,&4        

::=)':

)/,44   )")*


)/,&%   +!-5*3
)/,%%  3 
, ,,

+!-5*C'-+

)0,44      

::=)':
 ) +!-5*C'-+
.  ='C
 ) +!-5*C'-+
  5':

)0,24
)#,%4
34,44
34,24
3),)%    

+!-5*C'-+
3),34      

 

ittime di Daria
Bignardi (foto),
stasera, sono Valeria Fedeli,
vice presidente del Senato,
lattore Yang Shi, nato in
Cina ma residente in Italia
da quando aveva 11 anni,
Silvio Muccino, Barbara
DUrso, Malika Ayane,
vincitrice del premio della
critica allultimo Festival di
Sanremo e Nino Frassica.
Le invasioni barbariche
La7, ore 21.10

La mitica musica
degli anni Ottanta

rima puntata del 2015:


Federico Russo racconta
gli anni 80 e le classifiche
degli album pi venduti di
quel decennio che hanno
prodotto alcune hit
musicali che ancora oggi
fanno ballare le nuove
generazioni. Testimonianze
di alcuni protagonisti di
quegli anni: Ivana Spagna,
Claudio Cecchetto,
Umberto Tozzi, Ruggeri e i
Matia Bazar.
Emozioni
Rai2, ore 23.50

I piatti facili
di Benedetta

enedetta Parodi
tornata ai fornelli. Tutti
i giorni proporr come di
consueto piatti veloci e
facili da preparare. Nelle
puntate del mercoled,
(dunque stasera) nomi
famosi per esempio la
chef Viviana
cucineranno piatti inediti
ma semplici.
Molto bene
Real Time, ore 18.40

-**' 16 <D/<23


' ?' 5+()
32,)%   

::=)':
4,%4  )  +!-5*C'-+
),34 
  

+!-5*C'-+
),3%  ::=)':
),%%      

-=*+:'

 
)0,24
)/,)%
)/,34
)#,4%
)#,%4
)(,2%
34,34
3),)4
33,)%
32,)4
32,%%


   )")*
  +!-5*C'-+

 )")*
 )")*
 )")*
    !3
    !3

 
  )")*
    )")*
    )")*
  )")*



)0,&%
)/,&%
)#,&%
)(,&%
3),)4
32,44

    -3



 , 
 -3
   0::-)     -3
      
  
-=*+:'
3&,44     
  
),&% 
  
     -3

 3   +!-5*3
  ::=)':
 3  +!-5*3
 3    

)#,44
)#,34
)#,%4
)(,&4
34,24
3),44
3),)4

   0-5:
 3 +!-5*C'-+
  )")*
,, ,, )")*
 3 +!-5*C'-+
 !'+ ':-*

    

)+:3
-+= 5'- =66-
)+:'+ -55+' -+

&A -*' -B 


5+6- %'+::' 
'5- )>
32,44  3 +!-5*C'-+
32,%4   5':
),)%  3 +!-5*C'-+
),24 3 '  
  ::=)':
3,24  3 +!-5*C'-+

/,44
/,24
#,44
)4,4%
)4,)%
)),44
)3,44
)3,3%
)3,&%
)2,)4
)&,44
)&,34
)&,%4
)%,4%
)%,)4
)%,%%
)0,&4
)#,)4
)(,44
)(,24
34,44
34,)%
34,2%
3),4%

::=)':3
-+= 5'
'5))'

0,%4
/,)4
#,4%
(,24
)4,2%
)4,&%

4,)4
),44
),4%
),)%

+!-5*C'-+
   +!-5*C'-+
 2 +!-5*C'-+
  +!-5*3

)3,44     

)")*

3,)%   , 


* +   ::=)':

)")*
)&,44    
)%,24
   3)

)")*
)0,2%      5':
)0,%4   

-**' 1 : /, <23


))4'+:5+- :-3':
 & +!-5*C'-+
 . -0
  -0
 . -0

)#,%%
)(,2%
34,)4
34,&%
3),)%   
  

??+:=5 16/,,<23
' +5@ ?'63
))4'+:5+- :-3':
32,34     

 

 

  

)#,24  !,


)#,&4  
   !, 
)(,4% . 
!, 
)(,)%     
!, $
34,4% . 
!, 
34,)4
  

 !,
3),44  !,

)4,44
)),44
)2,44
)2,2%
)2,&4
)&,&%    

)( 6%-@

'-$5"- 15 /,7#2

)':B
)0,34    -0
)/,44    

::=)':
)#,24  %   +!-5*C'-+
)#,&%   $ ='C
)(,%%  %    

+!-5*C'-+
34,44  % +!-5*C'-+
34,&4       

32,44
32,2%
),24
3,%%

  ,  
   
  +!-5*C'-+
   
      
  
 ,  +!-5*3
  . 
  
  
 

':'-+3
-+ 605 005-+'
32,)%  

5':
3,)4     5':

   5:-+


     5:-+
  $C'+
   -0
  )")*
    )")*
   
)")*
 )")*
    5:-+' +'*:'
   5:-+
  $C'+

 

     
    +!-5*C'-+
)& -=*+:'
       -3
    -=*+:'
 -=*+:'
      -3
    -3
  -3
 -=*+:'
      -3

)2,34     


)%,)4    
.  
)/,)4     ')*
)(,)%  )")*
34,4% ' )")*
3),44   
32,2%    %-@
32,%4    
  
),%%   ,,

)/,24
)#,44
)#,24
)(,44
)(,24
)(,&4
34,44
34,24
3),44
3),24
33,34

  2
C'-+ 16 <D/;23
' %+ )(3
-   '%
33,24     
-**' 16 /, 723
' -+5 '*-B3
-   33,&% 
5**:'- 16 <D/;23
' )A+5 B+3
-   *'
33,%4
!
  
   
C'-+ 16 <D/#23
' ++B 5)'+3
-   "

4(,44 !   


  
  
0)' - #!$' )
4(,44  ! 
 
  ,   '

0)' - #!$' "
)2,24   !
  
)%    
   

'5::  #!$' )
)%,44  !   
 '
 
'5::  #!$' "

3),%4 
 
% -  
3),%%    
!, 
33,44 
   &
-  !
33,34  
% -  
32,44 
   &
-  !
32,)4  % -  

34,&% ,  !!$ 


34,&%   %
3),)4  $     
  )
3),)4   !!$ 
3),24   
    %
3),2%   )
3),2%   
!!$ 
33,44    )

)0,44
)0,%4
)/,44
)#,44
)#,%%
)(,24
34,24
3),3%
3),24
33,24
4,)4

)(,34 
-**' 1 : /,,723
' '0-)-3
-   !)(,&4     
-**' 16 <DD<23
' -5$+ )'+3
-   '%
3),44 "  ,,,

-**' 1 : <DD 23
' 5)- 5-+3
-   !
-**' 15 <D//23
' 6*'+ *5)'3
-   *'

  
+'*C'-+ 16 <DD823
' +:%-+B :%'3
-         
%5'))5 16 <DD,23
' )6-+ -5*'(3
-   ,
 
5**:'- 1) <DD823
' =) 5%-?+3
-   %%!
3),)4  
 
-**' 16 <D/;23
'
-+ =63
-   "

3),44  !, $


3),%4 .   !,
3),%%  
!, $
33,&%
  

 !,
33,&%   !, 
33,%4     
!, $
32,)%
  

 !,

3),44   
 
% -  
3),44 
    
!, 
3),)4   
!
 
-  !
3),)%    
 *#
3),3% 
% -  

    



::=)':
)2,24  / +!-5*C'-+
)&,44  / 


+!-5*C'-+
)&,&4      

)")*
)0,3%    ,  

)")*

3),)4     




??+:=5 16 /, 82
))4'+:5+- :-3':
),3%    0-5:
),%4   
  +!-5*3

)")*
)(,&%  +!-5*C'-+
34,44  / +!-5*C'-+
34,24   

::=)':3
-+= '))' 5=5
::=)':3
-+= 5' '$+5'
3&,44  /

+!-5*C'-+
4,)%    ::=)':
4,%4   

+!-5*C'-+
4,%%   *+

::=)':
3,44 /  -=*+:5'
2,44 .  
   ::=)':

 
)0,&4
)/,24
)/,2%
)#,24
)(,)%
34,)4
3),)4
32,4%
32,%4
4,&%

 


   5:-+



    
 5:-+

  . 5:-+
  5:-+
    
     
  

  5:-+
  5:-+
  5:-+

::=)':
)),44 .  
  

?+:- 60-5:'?-3
)) B 5+ '
?5(=6+
+!-5*C'-+ 60-5:'?

 
)0,%%
)/,34
)#,34
)#,&%
)(,2%
34,3%
3),)%
33,4%
32,44
4,&4
),24

::=)':

)#,4% .  

32,2%   

+!-5*C'-+
),&4       

/,%%     


(,&%  


 )")*
   +!-5*3

    )")*
.   

   !
  '
   

33,%4 
   
 

::=)':
),)%  %  +!-5*C'-+
),2% , 

  5:-+
   5:-+
 )")*

     

) 05-$5** :-


5-6-0- 5!"- -?'
)6%  66$+ :*0

)")*
)0,&4
)#,24
)(,44
)(,%%
34,24

3),)4   

 


)2,%4         
)&,&%    
  ::=)':
)%,&4      !
)/,&4    -3
)#,&4   -=*+:'
)(,)4         
34,)4      )3
3),)4      -3
33,)4 ())!  
 -3

)':B
)&,)4
)&,2%
)%,44
)%,%4

5':3
-+=-+- '55 
'-+

 

)&,34
)0,)%
)(,)%
)(,34
3),)%

0,%%
/,)4
/,2%
#,44
#,24
)4,24
)3,3%
)3,%%
)2,44
)2,3%
)2,%%

)0,)4 .   

+!-5*C'-+
3,2%     '
  

 

)#,%% 

+:'*+:) 16 <DDD23
' 66 ))6:5.*3
-   %%!
)(,44 
C'-+ 16 /,,#23
'
+  -+:3
-   ,
)(,)4 
! 
 

C'-+ 16 <D/;23
' )+ B)-53
-   "
)(,)%    
+'*C'-+ 16 <D/;23
' + +)-+3
-   -

::=)':
 % +!-5*C'-+
 ::=)':
 % +!-5*C'-+
,  +!-5*C'-+
  -0

%5'))5 15 /,,,2


4,&4 ,  +!-5*C'-+
),%%  & 
 

 
)%,%4     

)/,)% 


 -5:)/,%%   -:'C'5')#,44  $3 =):=5
)#,2%      -3
)(,24    
 -3
34,2%  =5'
3),)%       -3
33,34     -3
32,)%    


0,44     +!-5*3
/,%%   +!-5*C'-+
#,&%    

)2,44     

   

+-'' -=*+:'

 )")*
    )")*
   -0
   )")*
   - ::3
  .  

::=)':
)),24  & +!-5*C'-+

3&,44  2   


)0,%4    
)/,&4  ':-*
)#,24      
 )")*
)(,3%   )")*
34,34     )':B
3),)4      !
   
33,&4     )':B
32,44   
 )':B
32,%% 
  )':B

     


     
  ::=)':
  +!-5*3
    ::3
   ::=)':
 2 +!-5*C'-+
 2   +!-5*3
   
     
   +!-5*C'-+
 2 +!-5*C'-+
   +!-5*3
    
  3 )")*
  -3
 -=*+:'
 2 +!-5*C'-+
 2 +!-5*C'-+
   +!-5*C'-+
 5':
  ::=)':
    -0

.
  

  -0
  +!-5*C'-+
  -0
     -0
  -0
      
)")*
  ':'-+
   )")*
  +!-5*C'-+
  +!-5*C'-+

 
)%,34
)/,24
)#,44
)#,24
)(,44
)(,24
34,44
34,24
3),4%
32,44
32,24

   ::=)':
      
   
 3444 +!-5*C'-+
  
  ::=)':
   
 +!-5*C'-+
 ::=)':
  ::=)':
   ::=)':

)/,44   !


   
 
 )2& ,
'5::  #!$' )
)/,)%  !   
  ' 
0)' - #!$' (
)(,)%   ! 
.
'5:: *$!%#!$' )
34,44  ! 
 
 
'5:: *$!%#!$'
34,&%  ! 
 
   '

'5:: - #!$' "


  

3),44 
   
%!+$-  
3),44     '
    
 %'!$-  
3),)4 
   
%!+$-  
3),%%   
'!  !$#
33,44 
   
%!+$-  


)%,%%
)0,%4
)/,&%
)#,2%
)(,24
34,34
3),)4
33,44
33,%%
32,&%

  -:-5'


  &  -3
    -3
 $ -3
    -3
   
-=*+:'
      -3
  
 -=*+:'
   -3
    -3


)2,4%    
 
 )")*
)%,44   

)0,44 ,,, 
)#,44     
)#,%%  / +!-5*C'-+
)(,44 
  
3),)4    
 
32,4%   3/  
4,%%   

 
 

)(,2% 
 ' 
  
')* $*  
)(,2%   
)")*
!
34,3%   
)")* -
34,3% 
  

)")* '
34,3%    )")*
!
3),)%   )")* '
3),)% 
 
 

)")* -
3),)%    
)")*
!
3),)%   
')* $*  
3),)%    
  
')* '*!  +$%
33,44 
 )44
)")* '
33,4% 
 
 

)")* -
33,4%    
)")*
!
33,%4 
 )")* '
32,44
 
)")* -

Corriere della Sera Mercoled 25 Febbraio 2015

59
Sul web
Forum Televisioni: www.corriere.it/grasso
Videorubrica Televisioni: www.corriere.tv

A FIL DI RETE di Aldo Grasso

La baronessa Maggie in un avvincente intrigo internazionale


Vincitori e vinti

i chi ti puoi fidare? Bella domanda, cui


tenta di dare una risposta un intrigo internazionale che vede coinvolti i servizi
segreti di molti Paesi, sullo sfondo del
conflitto israelo-palestinese.
Di chi ti puoi fidare? Della baronessa Nessa Stein
(Maggie Gyllenhall), donna coraggiosa e determinata, nominata alla Camera dei Lord come parlamentare indipendente? Del fratello di Nessa, Ephra
(Andrew Buchan)? Degli agenti dellMI6, i servizi
segreti inglesi?
A tratti, per seguire le vicende di The Honourable
Woman, mini-serie in otto episodi creata da Hugo
Blick e prodotta da Bbc e la Sundance Tv, ci vorreb-

SFIDA AL CIELO
Raffaella Rea
Fiction contro Reality: La
Narcotici 2 di Rai1 superata
dallIsola, gli spettatori sono
3.931.000, 14,1% di share



  



)0! %%

37







3 

2==

2==

2*3

0&)'6 %% *273 *2



 


 90 $

 


be a fianco un esperto di politica estera, in particolare di questioni medio-orientali. La serie ha ovviamente una sua struttura narrativa molto avvincente
e articolata, ma i rimandi alle politiche di Gran Bretagna, Israele, Palestina e Stati Uniti sono continui
ed essenziali (Sky Atlantic, canale 110).
Di chi ti puoi fidare? Dopo aver assistito in giovane et allassassinio del padre, procacciatore di armi, Nessa eredita la sua azienda di armamenti insieme al fratello Ephra e, pur portando avanti in
modo chiaro gli interessi israeliani, cerca di aprire
al dialogo e alla convivenza con i palestinesi. Ma anche i rapporti fra i due fratelli sono poco chiari: a
gestire lazienda di famiglia subentrata ora Nessa

LISOLA DEI FAMOSI


Alessia Marcuzzi
Reality batte Fiction: prime
time per lIsola di Canale 5,
seguita da 5.184.000
spettatori, 24,8% di share

*2

*23

che cerca di diversificare i prodotti, in particolare


vorrebbe produrre fibre ottiche per la Palestina. Per, proprio alla vigilia della chiusura di un importante progetto commerciale, si trova invischiata in
una macchinazione che coinvolger anche la sua
famiglia. Per questo la domanda che ricorre con pi
frequenza, quasi unossessione : di chi ti puoi fidare?
Maggie Gyllenhall molto brava. Dire che la serie
si regge su di lei forse troppo (e anche ingiusto)
ma se avessimo delle attrici cos, forse potremmo
tentare di uscire dai provincialismi di gran parte
delle nostre fiction.
RIPRODUZIONE RISERVATA

  
3

37





2*=

3

9);

0$&) -906)

* 0$)

8 0$)

*2=

$'

%6$&) -906)

 &0<)

*8 &0<)

*= *2 2 *27 *=8

  

 



2*=

*=




 

'"*#
'(*

#(*
 "#

"0

#'"#
# #"
"#,
"#"
'"0
'+

% $%)' .))%$!'. 0$';$!)0$6) %%/++)06) $ 0$ 0%6$;&'6 0 +0);'$'6 % )0 90)+ $'1$16 19%% 0!$)'$ '60)#&0$$)'%$ +0 !0' +06
%% 166$&' +)06') '9$  +$)!! 0-9'6$ '" %)%$ ';$6 19% '60) ++''$')  2==4== &, 9$ %)%$ +$)!!  )"$  -9)6 &$)#11
'" % )0#16 6&+) +$: 1)%!!$6) % )0);16  0-9'6&'6 19%% 0!$)'$ '60)#166'60$)'%$ 6$00'$",

&%+ 
 
!$#((#
'


 
' $0)%<$)'
+011$)'0$ )'6$'9
 $'60110 $%
$600') '60% %
0!$)'$ '9$' 
9)' +06 $ -9%%
)0$'6%$ % )'6$''6
)' +$)!! 1+01 
-9%" ';$6 
-9)6 &$ )
&$)#11, )00'6$
$'16$%$ ')06%'6$"
+)06') '9$  +$)!!
1+01 19% '60)# ;16
 )0 90)+ '"
)' -9%" ';$6 
-9)6 &$)#11
6&+) &$!%$)0 %60);,

$# 
#*"0

*"0'#

 '

   
)16
)0$')
$%')
 0'6)
 '<$
 0$16













');
)%)!'
$0'<
09!$
')'

/-9$%

)&
&+)11)
+)%$
0$
)6'<
6'<0)










 '!#

, %0$
6'$
%0&)
%!"0)
!%$0$
%$







 
)%

9;)%)

)+06)

$)!!$

);1$ &+)0%$

;


   
  
)0< =47 )0< 4 )0< 342 )0< 4(

$

        

!"

)#
!#!
#*.
)
##!
#4!#
)*

!.

"
,
$

,
,
,

$/
$$
,
$/
$5
+


)
 %#**#
 .!
)#.#!
1!#
)!4
!#2

!"

!.

$5



0
,


$0
"
$
$/

$$
"

!"

 %)

"
,

$$
/
$5
"

('1

**!
!#
%#



!.

!"

$5
"
$,
$

$/
$$

) #

*)
*
#.!4
& )

!.

$
+
$5
$/
$5
"
$

!"

# 

)*.
!
!4
)#!

$/

+
$$
$5
$5
"

!"

/
"

0')

!.

!"

 

Estrazioni di marted 24 febbraio

62
83
81
73
68
9
73
13
5
57
80

BARI
CAGLIARI
FIRENZE
GENOVA
MILANO
NAPOLI
PALERMO
ROMA
TORINO
VENEZIA
NAZIONALE

37
84
20
63
30
55
38
35
16
72
47

58
41
23
62
82
12
7
73
28
64
86

74
44
4
89
20
50
51
29
45
19
81

87
6
47
24
9
39
15
52
30
28
70

!"

*.!1
#!)

"


&+)0%

!.

$ )
 #*
)+06)

10eLotto
I numeri vincenti
5
57
9
58
13
62
16
63
20
68
30
72
35
73
37
81
38
83
55
84
62 Numero Oro

!"

!.


5
'6)


0

!"

)
!!

29

56

72

82

Ai 5 stella:
Ai 4 stella:
Ai 3 stella:
Ai 2 stella:
Agli 1 stella:
Agli 0 stella:
www.corriere.it/giochiepronostici

261.612,29
196.209,22
417,46
18,66

41.746,00
1.866,00
100,00
10,00
5,00

1
7 5
6


'

   

4
6

8 1

2
4

LA SOLUZIONE DI IERI
3
5
2
1
4
8
7
9
6

6
4
8
9
5
7
1
2
3

1
9
7
3
2
6
5
8
4

4
3
6
7
9
5
2
1
8

5
8
1
6
3
2
4
7
9

7
2
9
8
1
4
3
6
5

9
6
4
2
7
3
8
5
1

2
1
5
4
8
9
6
3
7

8
7
3
5
6
1
9
4
2

6
9

#

Come si gioca
Bisogna riempire la
griglia in modo che ogni
riga, colonna e riquadro
contengano una sola
volta i numeri da 1 a 9
Altri giochi su www.corriere.it

050

)#!.
)#

0/5
/5/

+"(


/

)#!.

1*#

 
( "




"*#

#( " (



"'

'#
!

- #'
/"/

$05

*"



" '"(#

**  ((#

'"


   


+'(*

 "#

#/#
"#+,'



5
9

3
9 7



)#!.
#



""



$5



 '


**
)**#!

$5$

'(

5




' #" 

(#"


,

'(,

#!

7
3

1 8

83

76 Numero Jolly
24 Numero SuperStar
Jackpot indicativo prossimo concorso: 5.200.000,00

Ai 6:
Ai 5+
Ai 5:
Ai 4:
Ai 3:





!.

/
+
0

 $

);1$

2
3

Superenalotto - Combinazione vincente del 24-2-2015


6

"

"#



GIOCHI E PRONOSTICI SUDOKU DIFFICILE


Lotto


!(*'!

'

'*

!.

+ )!#
$
+
$ )13*
/

$)!!$
 9;)%)1)

#"'

"#



5

*## !
#$""
' "# 

!+'#


.
)**#!

 ("


+ "#

  

!.

"
$
/

+
+


#)!#
)!.#

        
 *.)
.!




 
+)) &)11) )%6) &)11) )%6) !$66)

$5

,



$$

) 
 )1


( #

$5
$5



#

"'# '
" # #
+"#( '(





'#

#(
+"




**  $#



60

Mercoled 25 Febbraio 2015 Corriere della Sera