Sei sulla pagina 1di 56

MARTED 7 OTTOBRE 2014

Milano, Via Solferino 28 - Tel. 02 62821


Roma, Via Campania 59/C - Tel. 06 688281

Declini e sostituti

UNA VOLTA
CERA
MEDIOBANCA

Lanteprima

Su Living

La Grande guerra
con gli occhi dei soldati

Design per due


tra modernit
e tradizione

di Aldo Cazzullo
a pagina 39

Oggi in omaggio
con il Corriere

Lavoro, il governo chiede la fiducia


Renzi: dal 2015 tassa unica sulla casa

GIANNELLI

Sar fiducia. Il governo Renzi ha deciso di chiederla sulla riforma del lavoro. Ed sicuro che alla
fine tutti la voteranno. Le reazioni della minoranza pd lasciano pensare che ci sia un eccesso di ottimismo. Si va da scelta grave a bavaglio, a ferita profonda. Molti dicono che aspetteranno di
vedere il testo, Stefano Fassina invece spiega chiaro che non voter una delega in bianco e tira in
ballo anche il Quirinale: una scelta del genere
meriterebbe lattenzione del presidente della Repubblica. Il premier per si dice tranquillo: Non
vedo problemi finora dentro il partito. E in unintervista su Retequattro fa un altro annuncio: Dal
2015 sulla casa ci sar ununica tassa nei Comuni.

Poste Italiane Sped. in A.P. - D.L. 353/2003 conv. L. 46/2004 art. 1, c1, DCB Milano

IL LEADER, LA GENTE, LA DEMOCRAZIA DIRETTA

SALVATE I PARLAMENTARI
DA TENTAZIONI POPULISTE
di Claudio Magris

da pagina 2 a pagina 5

lcuni giorni fa, commemorando a Treviso Bruno Visentini,


ci si soffermati su quel piccolo capolavoro che il saggio
Due anni di politica italiana (1943-1945), apparso nellestate del
1945 e ora ristampato a cura di Sandro Gerbi nelle edizioni Aragno. Un libro di tacitiana concisione e nonostante gli anni
temporalmente e spiritualmente cos lontani in cui stato scritto purtroppo nuovamente e drammaticamente attuale.

Guerzoni, Martirano, L. Salvia, Trocino

continua a pagina 5

La Chiesa Il segretario speciale monsignor Forte: la dottrina non deve essere una clava che giudica. Il peso dei tradizionalisti

Noi vescovi siamo qui per cambiare


Inaugurato il Sinodo. Il Papa: parlate chiaro. Apertura del relatore ai divorziati risposati
di Gian Guido Vecchi

Medicina I coniugi Moser

appello di papa Francesco ai suoi vescovi, allinaugurazione del Sinodo sulla famiglia,
semplice: Parlate chiaro. Tra i temi pi delicati
c sicuramente quello dei divorziati risposati. Il segretario speciale monsignor Forte ci prova: Noi
vescovi siamo qui per cambiare. La dottrina non
deve essere una clava che giudica.
a pagina 21 Torno

AFP / NED ALLEY / NTNU

MADRID HA CURATO UN MISSIONARIO

La coppia da Nobel che ha scoperto il Gps nel cervello


di Adriana Bazzi e Luigi Offeddu

l premio Nobel per la medicina a tre scienziati che hanno individuato il Gps del nostro cervello, un sistema di
cellule che, funzionando come il meccanismo che abbiamo sulle nostre auto, permette di orientarci. Langloamericano John OKeefe nel 1971 scopr le cellule localizzatrici nellippocampo, mentre i coniugi norvegesi
Edvard I. Moser e May-Britt Moser (nella foto) completarono 34 anni dopo la mappa delle cellule.
a pagina 25

continua a pagina 29

La tifosa Emma Agnelli contro Totti


Esplode la polemica su Juve-Roma. Un tweet della moglie del presidente bianconero
di Raffaella Polato
LITE BIPARTISAN

UNA POLITICA
NEL PALLONE
di Goffredo Buccini

9 771120 498008

41 0 0 7>

ANNO 139 - N. 237

Servizio Clienti - Tel. 02 63797510


mail: servizioclienti@corriere.it

FONDATO NEL 1876

di Daniele Manca
era una volta
Mediobanca. Per
decenni stato il
perno attorno al
quale si
costruita gran parte delle
strategie dei grandi gruppi
italiani. Nel post miracolo
economico la personalit di
Enrico Cuccia ha influenzato
scelte e azioni di un lungo
elenco di societ, da Fiat a
Edison, determinanti per lo
sviluppo di interi settori
industriali nazionali. Con le
privatizzazioni degli anni
Novanta, oltre alle sempre
presenti Generali, linfluenza
andata estendendosi a gruppi
come Telecom, la stessa Rcs
che pubblica il Corriere, fino
alle grandi battaglie sul
credito, che lhanno vista
perdente e che hanno portato,
con larrivo delle fondazioni
pubbliche, alla nascita dei
due grandi gruppi bancari
Intesa e Unicredito.
Anno dopo anno, ed
cronaca di queste settimane, si
assistito alla riduzione del
peso delle partecipazioni
detenute da Mediobanca nei
gruppi italiani. Fino a diventare
essa stessa oggetto di possibili
scalate. La fine di una
centralit per molti da salutare
come positiva, come una
predominanza del mercato che
finalmente anche in Italia
iniziava a far sentire la sua
voce. Non andata cos. Anzi,
quello che sta accadendo oggi
che alla ritirata, precisa
strategia o mancanza di essa?,
non corrisposto il passaggio
di consegne ad altri azionisti,
altri imprenditori o investitori
istituzionali (in Italia merce
rara) pronti a prenderne
eredit e responsabilit.
Telecom Italia l a
dimostrarlo. Qualsiasi possano
essere le idee e le strategie
messe in atto dal management,
si ritrova a essere di fatto e
ancora una volta una societ in
cerca di azionisti disposti a
sostenerne il futuro.

In Italia (con Living) EURO 1,40

www.corriere.it

opo Juventus-Roma, coi


suoi tre rigori e le sue
mille liti, una formazione bipartisan di deputati ha annunciato uninterrogazione
parlamentare: lultimo cattivo
servizio reso dalla politica al
nostro Paese.
a pagina 28

iventa un caso politico la


partitissima Juventus-Roma, finita 3-2 con una coda di
polemiche sullarbitraggio di
Rocchi e interpellanze parlamentari. Una sfida giocata anche sui social network, con juventini e romanisti contrapposti. E un tweet davvero inatteso:
quello di Emma Winter, moglie
del presidente bianconero Andrea Agnelli, contro Totti: Vai
a giocare nel tuo campionato.

LINCHIESTA
IL CASO DI SASSARI

I DEBITI GONFIATI
DELLA SANIT
di Gian Antonio Stella

alle pagine 48 e 49

n bilancio quasi sano?


Ma per lamor di Dio!
Meglio un buco, una voragine, un abisso. Pi profondo possibile. Tanto paga la
Regione.

Perrone e Valdiserri

continua a pagina 23

una infermiera
la prima contagiata
da Ebola in Europa
Primo caso di contagio da Ebola in Europa: a
essere infettata uninfermiera spagnola che cur
il missionario Manuel Garca Viejo, morto il 26
settembre scorso a Madrid dopo aver contratto
la malattia in Sierra Leone. La donna, 44 anni,
sposata e senza figli, ha febbre alta, stata posta
in isolamento ed in condizioni stabili. Ha accusato i primi sintomi il 30 settembre. stata invece infettata in Sierra Leone una norvegese di 30
anni volontaria di Medici senza frontiere, per la
quale stato disposto il rimpatrio dopo che gli
esami del sangue hanno confermato il contagio.
Finora, secondo lOrganizzazione mondiale della sanit, le vittime dellepidemia sono 3.439.
alle pagine 12 e 13 De Bac, Farina, Nicastro

Marted 7 Ottobre 2014 Corriere della Sera

Primo piano Lavoro

Il premier: dal 2015 una sola tassa dei Comuni su case e servizi

Sul Jobs act ci sar la fiducia


Renzi: fregheremo chi tifa contro
A Mediaset
La prima
volta di Matteo
Renzi sulle reti
Mediaset fu
nel 1994.
Diciannovenne,
partecip alla
Ruota della
fortuna, il quiz
condotto da
Mike
Bongiorno,
e vinse 48
milioni
Da sindaco
di Firenze,
Renzi partecipa
il 7 aprile 2013
ad Amici
di Maria
De Filippi.
In giubbotto di
pelle, fa un
discorso ai
ragazzi sul
talento. Lo
seguono oltre
5 milioni di
telespettatori
Lo scorso 20
maggio
ospite, da
presidente del
Consiglio, della
trasmissione
Pomeriggio
cinque.
Lintervista
viene
realizzata a
pochi giorni dal
voto per le
elezioni
europee, ed
condotta da
Barbara DUrso

ROMA Riforme? Ce la mettiamo


tutta, teniamo botta: non molliamo di un centimetro. Matteo Renzi, ospite della trasmissione Quinta colonna, su Rete4,
rilancia la sfida sulle riforme, a
cominciare da quella del mercato del lavoro. E dallarticolo
18, che un totem ideologico. Nessun accenno esplicito
alla fiducia: eppure la decisione
presa e il governo chieder un
voto di fiducia su un maxi
emendamento ad hoc che sar
presentato sul Jobs act nellAula
di Palazzo Madama. Renzi poi fa
un annuncio, sulla Tasi: Appartiene al passato. Dal 2015 ci
sar ununica tassa nei Comuni
per case, strade, asili, giardini e
servizi. Il Comune decider
quale aliquota mettere e sar responsabile davanti ai cittadini.
Il premier non si sottrae alla
domanda sulla minoranza:
Non voglio polemizzare. C
una parte del mio partito che
preoccupata perch magari non
si fida di me. Li rispetto, non
facile quando tocca a unaltra
generazione. Poi ci sono alcuni
che dicono, bisogna decidere
come si sta dentro un partito.
Bene, io sono stato allopposizione di Bersani e mica mi ha
buttato fuori. Ora tocca a noi e
non dobbiamo assolutamente
buttare fuori nessuno. Dobbiamo arrivare a due partiti. Uno
di centrosinistra e uno di centrodestra. Detto questo, non
vorrei che il diritto di veto fosse
pi forte del diritto di voto. Le
minoranze devono ricordarsi
che se hanno vinto gli altri, un
motivo ci sar. Magari sbaglio,
non ho la verit in tasca, ma
non mi va che ci sia qualcuno
che pretende di bloccarci. Se
qualcuno suggerisce una cosa
diversa, bene. Ma limportante
che non provochi il blocco. Perch siamo nella palude da 30
anni.
Renzi non ha intenzione di
frenare. Nonostante i possibili
agguati: Prendete la legge di
Stabilit: son tutti l a tifare perch le cose vadano male. Ma li
freghiamo. Questa mattina il
premier incontrer i sindacati,

senza troppo entusiasmo: Dovevo incontrarli. Almeno si fa


alla svelta. Ma mi d un po noia
questimmagine del tavolone
della Sala verde. Che si fa? Si
chiacchiera? Son ventanni di tg
che ci presentano riunioni dove

si chiacchiera. A me basta concludere. Si pu anche non essere daccordo. Ecco cosa chieder alle confederazioni. Voglio chiedere se sono convinti
che il problema sempre di un
altro o se vogliono dare una ma-

Su Rete4 Matteo Renzi ospite ieri di Quinta colonna (Benvegn/Guaitoli)

no. Un po di colpa ce lhanno i


politici, ma c una responsabilit diffusa di tanti. Tra questi
anche i sindacati. Io non voglio
scardinare le regole del mercato
del lavoro, ma le sembra normale che se uno ha 16 dipendenti tutelato e se ne ha 13 no?
Non giusto.
Ed eccoci al punto, allarticolo 18: Solo per i sindacati non
si applica attacca Renzi . E
rischia di essere una fonte di incertezza. Se limprenditore non
ce la fa pi, autorizzato a licenziare. Purch non sia discriminatorio. Lo Stato per non
deve lasciarle andare queste
persone. Io prima ti do un po di
soldi per andare avanti. E poi ti
dico: non che adesso stai qui a
poltrire, fai dei corsi di formazione, poi ti offriamo dei posti.
La prima puoi rifiutare, ma la
seconda o prendi il posto o stai
facendo il furbo.
Larticolo 18, spiega il premier, fonte di paura per gli
imprenditori: Se interveniamo
su questo, portiamo un sacco di
imprenditori stranieri a investire in Italia. Rapido siparietto
con Del Debbio, toscano come
lui (ma di Lucca), che si riferisce a Berlusconi come al suo
editore: Noi con Berlusconi
spiega Renzi si parla solo di
riforme costituzionali e di riforme elettorali.
Capitolo Tfr. Gli italiani son
divisi, ammette Renzi. Ma poi
aggiunge: Meglio metterli da
parte questi soldi? Succede solo
in Italia che c uno Stato mamma che ti controlla. Io sarei per
darti pi soldi in busta paga.
Ce la far a fare le riforme, chiede Del Debbio? Quando sono
arrivato a Firenze, mi dicevano:
questo vuol pedonalizzare Piazza del Duomo. Figurati, non ce
lha fatta nessuno. Pum, una sera e si fatto. E cos sugli 80
euro: Mi dicevano: non ci sono. E invece. SullEuropa annuncia: Se ci mettiamo un anno in pi ad arrivare a questo
pareggio di bilancio, va bene
comunque.
Alessandro Trocino
RIPRODUZIONE RISERVATA

Non vorrei
che il diritto
di veto fosse
pi forte
del diritto
di voto
Non mi
va che
qualcuno
pretenda
di bloccarci

Quando
eravamo
minoranza
non ci
buttarono
fuori
Ora noi non
dobbiamo
buttare
fuori
nessuno

I sindacati?
Mi d un
po noia
limmagine
del tavolone
della Sala
verde. Che
si fa, si
chiacchiera?
A me basta
concludere

Il caso
Nuova conta
per la Consulta
La carta Sisto
di Dino Martirano

lla vigilia del 17esimo


scrutinio (oggi alle
15), il Parlamento
ancora in cerca di nomi
condivisi (il quorum
altissimo: 570 voti) per
lelezione dei due giudici
costituzionali mancanti.
Nelle retrovie dei partiti c
ancora aria di fumata
nera: dopo aver bruciato
due candidati di FI,
Catrical e Bruno, deputati
e senatori tornano a votare
senza grande entusiasmo
per Luciano Violante (Pd),
che nonostante tutto resiste
sopra i 500 voti, e per lex
avvocato generale dello
Stato Ignazio Francesco
Caramazza (che ha preso
450 voti). Oggi si vedr se i
consensi mancanti sono
attribuibili solo agli assenti
(pi di 80 allultima seduta)
oppure se i malpancisti, sui
due fronti, alzeranno
ancora la posta in gioco. In
caso di perdurante impasse,
gli strateghi dellAula
vedono una sola, possibile,
soluzione indolore:
affiancare a Violante un
candidato altrettanto
politico, lazzurro Francesco
Paolo Sisto, avvocato di
Raffaele Fitto e presidente
della commissione Affari
costituzionali: una poltrona
di I^ classe destinata,
dunque, a liberarsi. Se
invece i partiti punteranno
sui tecnici, con Violante
costretto a ritirarsi, tirer
aria da vero Vietnam
parlamentare. Dentro e
fuori il Pd.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Marted 7 Ottobre 2014

Primo piano Lavoro


Le forze in Aula

7
voti

lo scarto su cui pu contare


la maggioranza di Renzi
rispetto al quorum

Oggi, alle 9.30, comincer lesame


della legge delega in aula al Senato
FI

59

Ncd

32

Gal

12

Scelta civica

Lega

15

Per lItalia

10
M5S

Autonomie

11

161

Pd

La soglia

40
Sel

109
(108)*

Ex M5S

168

Sel
M5S
FI
Lega
Pd
Scelta civica
altri

Altri**

Totale

*Il presidente, Pietro Grasso del Pd, per prassi si astiene **Includono 4 senatori a vita: il quinto, Mario Monti, nel gruppo di Sc

353
158
48
48
31

689
totali

9
42

I numeri dei Democratici

13

320

MAGGIORANZA

Gli emendamenti presentati

38

i senatori pd in commissione
Lavoro: tutti hanno detto s
al testo il 18 settembre
i senatori dem che hanno
sottoscritto emendamenti
sullarticolo 18

Il voto della direzione


sulla relazione di Renzi
Astenuti
S
11
130
No
20
Corriere della Sera

La minoranza al bivio. Ma no alla crisi


Fassina si appella al Quirinale: delega in bianco invotabile, ci saranno conseguenze politiche
Ma DAttorre: come dice Bersani, saremo responsabili. I renziani sicuri: alla fine tutti compatti
ROMA una riflessione molto
sofferta. Voter la fiducia o no,
senatrice? una prova di forza, con cui si mandano al massacro alcuni di noi. un ricatto
alla sinistra. Ma questo il mio
governo e Renzi il mio segretario... un grosso problema,
che ancora non ho risolto. Il
maldipancia dellex diessina
Erica DAdda va molto oltre
linfluenza, lo stesso disagio
di tanti che, nellala sinistra del
Pd, soffrono per la delega in
bianco sul lavoro e si preparano a turarsi il naso.
Al bivio tra il far cadere il governo e lo strappare il vessillo
dellarticolo 18, tutti (o quasi)
sceglieranno la via meno impervia. Decideremo, ma abbiamo la pistola alla tempia
dice Federico Fornaro, cuperliano . Sceglieremo linteresse del Paese. Oggi la minoranza si riunir e decider la linea.
Per Pippo Civati la fiducia un
segnale di debolezza e, sul
piano politico, un segnale di
profonda rottura. Alfredo
DAttorre parla di scelta al limite dal punto di vista costituzionale, ma lui (come Bersani) pensa che prevarr la responsabilit. La battaglia per
non finita: La partita si chiuder alla Camera.
A Palazzo Chigi sentono di
avere la vittoria in tasca. Alla
fine la voteranno tutti prevedono i renziani, che pure hanno ascoltato tuoni e fulmini
dalla sinistra: la fiducia un

Posizioni
La minoranza
pd va in ordine
sparso sul Jobs
act, pur critica
sullabolizione
dellarticolo 18.
I giovani turchi
di Orfini sono di
fatto con il
segretario; altri,
come Speranza
(capogruppo),
sono pronti al
dialogo

Sinistra
Cuperlo sabato
ha riunito larea
di Sinistradem
e ha proposto
un Leopoldo
alternativo alla
Leopolda di
Renzi. Civati
era con Landini
e Vendola in
piazza Santi
Apostoli a
Roma

bavaglio, una scelta grave,


una ferita profonda. Stefano
Fassina ammonisce Renzi: Se
la delega resta in bianco invotabile e con la fiducia ci saranno conseguenze politiche.
Lex viceministro non ha in
mente la scissione, ma denuncia il vulnus profondo alle
funzioni del Parlamento e
chiama in causa il Quirinale:
La fiducia su una delega in
bianco una scelta che meriterebbe lattenzione del presi-

dente della Repubblica. Gli


appelli di Cuperlo e Damiano
sono caduti nel vuoto, la tensione massima. Chi ha sottoscritto i sette emendamenti al
testo del governo la vive come
un ricatto, visto che la blindatura spazza via tutte le proposte di riforma.
Cecilia Guerra, lex viceministro che ha lavorato sodo sulle
modifiche migliorative,
delusa: Far cadere il governo
non mi sembra giusto, ma sia-

mo arrabbiati perch mancato lo spazio per il confronto. La


fiducia una scelta assurda.
Che fine faranno le proposte di
modifica su voucher, controlli
a distanza e demansionamento? E a cosa servita la direzione? Langoscia a sinistra forte.
Soffrono, pi o meno in silenzio, senatori come Walter Tocci
e Felice Casson, Lucrezia Ricchiuti e Maria Grazia Gatti.
Renzi ha provocato lo scontro
per spianare Bersani, DAlema

Cuperlo
Non si pu
spazzar via
la riforma
del lavoro
perch c
un vertice
europeo

Casson
Come
voteremo?
Prima di
rispondere
vediamo le
modifiche
al testo

e Camusso si sfoga Corradino Mineo . Ma io non gli spiano la strada offrendogli la mia
testa da tagliare. E qui il sospetto che Renzi abbia promesso di spianare lopposizione perch teme il confronto sulla legge elettorale.
Gianni Cuperlo dice no alla
logica del prendere o lasciare:
La riforma del lavoro non pu
essere spazzata via perch c
un vertice europeo. Alla domanda se voteranno la fiducia,
non tutti svelano le carte.
Aspettiamo risponde Felice Casson . Voglio vedere cosa c scritto nellemendamento. Luigi Manconi ha ipotizzato lo strappo di una ventina di
senatori, ma sono numeri che
non trovano conferma. Eppure
Lorenzo Guerini avverte: Porre toni ultimativi come ha fatto
Fassina non utile a nessuno.
In Aula tutti dovranno attenersi
al principio di lealt. Monito
chiaro e severo, che Fassina
prontamente ribalta giurando
che si atterr alla lealt verso
gli elettori. E c un argomento, diffuso dai renziani, che fa
imbufalire i malpancisti: lidea
che la fiducia li tolga dallimbarazzo, visto che se votassero no
dovrebbero poi uscire dal partito. Ragion per cui, prevedono
i fedelissimi del premier, molti
potrebbero essere casualmente assenti proprio al momento del voto.
Monica Guerzoni
RIPRODUZIONE RISERVATA

La provocazione

Le audizioni a Bruxelles

Il premier al cospetto di Draghi


Nellopera dello street artist

La gaffe di Mogherini
sullinflessibilit tedesca

Una nuova provocazione dello street artist


Beast, apparsa a Milano in corso Garibaldi.
Soggetto: Matteo Renzi ritratto in una
processione di cloni davanti a Mario Draghi e
Angela Merkel (accanto, Maria Elena Boschi).
Non la prima volta che lartista dipinge Renzi:
lo aveva ritratto come psicanalista di Bersani.

Era il giorno di Federica Mogherini alle


audizioni per i nuovi commissari della
Commissione Juncker a Bruxelles. E tra
domande su South Stream, Russia e Medio
Oriente (superate in scioltezza), lAlto
rappresentante designato ha avuto un piccolo
scivolone ... sulla Germania. Un eurodeputato
non aveva terminato di formulare la domanda a
Mogherini, quando il presidente della
commissione, il tedesco Elmar Brock (peso
massimo del partito della Merkel), gli ha tolto il
tempo. linflessibilit tedesca, ha
commentato a microfoni accesi Mogherini
rivolgendosi alleurodeputato. La titolare della
Farnesina si resa subito conto dello scivolone.
Immediate le scuse a Brock, seduto alla sue
spalle, tra lilarit generale. Chiedo scusa, ha
detto ridendo. Non sono diplomatica.... di
questi ultimi giorni lo scontro tra Francia, Italia
e Germania sulla flessibilit.

RIPRODUZIONE RISERVATA

RIPRODUZIONE RISERVATA

Marted 7 Ottobre 2014 Corriere della Sera

Corriere della Sera Marted 7 Ottobre 2014

5
#

Primo piano Lavoro

Il leader non teme contraccolpi


e studia un nuovo modello di Pd
227
i giorni
trascorsi
da quando il
governo Renzi
in carica

36
i giorni che
sono passati
dallannuncio
del programma
dei mille giorni

ROMA Sinceramente io non vedo problemi finora dentro il partito. Sembra convinto quando
parla cos, Matteo Renzi. Tant
che in mattinata, sulla fiducia,
non immagina ripercussioni o
esiti disastrosi: Non vedo questioni particolari. La fiducia passer anche perch il voto palese. E perch, come spiega Cesare Damiano, che si sente ancora
un po abbacchiato per quella
porta che mi stata sbattuta in
faccia dal premier nel momento
della mediazione, la fiducia
multiuso: Serve allesterno per
dimostrare allEuropa che il premier italiano in grado di fare le
riforme e serve allinterno per far
capire chi il segretario del Pd e,
quindi, chi ha la maggioranza assoluta del partito. Anche perch, come fa osservare Paolo
Gentiloni, quando stato eletto
leader Matteo aveva una mag-

gioranza di 70 contro 30, adesso


con lultima direzione la sua posizione si notevolmente rafforzata e la minoranza si divisa.
Gi. Ci sono i barricaderi alla
Stefano Fassina, che minacciano
conseguenze politiche di fronte alla fiducia. Conseguenze alle
quali, per, ormai nessuno crede
pi. Persino Corradino Mineo
non ritiene praticabile la scissione: Chi non si ritrova nel nuovo
corso renziano non andr altrove,
andr a casa. Eppure giorni fa
circolava la voce che le 56 fondazioni ex Ds potessero riunirsi e
dare vita a ununica fondazione.
Di l potrebbero venire i finanziamenti per la nascita di un nuovo
soggetto politico. Ma questa indiscrezione stata sempre smentita da tutti.
Eppure il malumore nel Partito
democratico tangibile, bench
in realt la minoranza dura e pu-

ra, quella dei Fassina e dei Cuperlo, per intendersi, abbia perso
molti pezzi. Nel frattempo, in Calabria, il candidato di Renzi alla
presidenza di quella Regione ha
perso le primarie contro il candidato di Cuperlo, e un renziano
della prima ora, come Matteo Richetti, scalpita e vorrebbe pi
coraggio. Che cosa sta veramente succedendo nel Partito democratico? Un autorevole esponente
del renzismo della prima ora la
spiega cos: Quello che sta accadendo pi o meno questo: in
corso una normale battaglia interna alla minoranza, che mi
sembra esplicita e una interna alla maggioranza che si gioca invece abbastanza sotto traccia.
veramente cos, per i renziani? Luscita di Richetti lo farebbe
pensare. E ieri un pensieroso Ermete Realacci, renziano, a guida
della Commissione ambiente, ra-

Mineo
Chi non si
ritrova
non andr
altrove
andr
a casa

Realacci
Alla gente
non importa
di Jobs act o
Tfr, la gente
ha bisogno
di speranza

Il documento

Due aperture
nellemendamento
E il braccio di ferro
sullarticolo 18

gionava cos: Diciamo la verit:


alla gente non frega niente del
Jobs act e del Tfr, ha bisogno di
avere speranza. quella che devi
dare. Ma se invece vede solo le
risse che speranza pu avere? A
quel punto pu solo chiedersi: il
premier je la fa?.
In effetti i renziani sono divisi
tra chi vorrebbe mediare di pi e
chi invece vorrebbe correre con
maggior forza. Ma, come sempre,
lultima parola spetta al premier,
che pure ascolta i suggerimenti
di tutti. Il 20 ottobre ascolter minoranza e maggioranza del Pd, in
direzione, parlare della forma
partito, dopo la polemica sulle
tessere che c stata. E, alla fine,
dir la sua: I partiti organizzati
come una volta non servono pi,
non sono pi rappresentativi. E
lancer una nuova proposta.
M. T. M.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Lincontro

I sindaci a Roma:
Siamo al limite
Centinaia di sindaci ieri a
Montecitorio. Lincontro con
Parlamento e governo
dovrebbe produrre un po di
ossigeno per i bilanci dei
Comuni: Intendiamo
cambiare il patto di Stabilit
ha detto il sottosegretario
alla presidenza del Consiglio,
Delrio. Era ci che i sindaci
attendevano: Siamo al limite
ha detto in Aula Piero
Fassino, presidente Anci
chiediamo pi margini per
investire. Nella crisi i
Comuni hanno pagato anche
gli effetti di rigide politiche di
bilancio imposte dai vincoli
Ue ha sostenuto la
presidente della Camera,
Boldrini.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il commento

SEGUE DALLA PRIMA

C un passo, in particolare, di
bruciante pregnanza. A proposito della questione istituzionale monarchia o repubblica Visentini, come tutto il
Partito dAzione, si batteva perch una scelta cos importante
fosse affidata a unAssemblea
Costituente e non a un referendum, in quanto, egli scriveva,
il plebiscito, il referendum, le
varie forme di democrazia diretta, sono democratiche ed
educatrici nei Paesi di coscienza politica molto evoluta. In
questi ciascun cittadino vota
sapendo su che cosa veramente
vota, conoscendo il problema
sul quale chiamato a decidere
e le conseguenze delluna soluzione piuttosto che dellaltra.
E concludeva constatando la
scarsa preparazione politica
generale e limmaturit del nostro Paese, che rendeva a suo
avviso necessario il filtro di
una classe politica ovviamente sottoposta a continuo
controllo. Oggi, non solo in Italia ma soprattutto in Italia, la

SALVATE I PARLAMENTARI
DA TENTAZIONI POPULISTE
democrazia parlamentare in
senso forte si trova in una crisi
assai grave; gli ultimi decenni
hanno visto crescere la tendenza alla democrazia diretta, allabbraccio fra il leader e la folla, allinsofferenza per il filtro
della classe politica avvertito
come ostacolo e intralcio.
questo il problema, centrale
per il destino del nostro Paese,
messo a fuoco da Ferruccio de
Bortoli nel suo articolo le cui
critiche a Renzi erano fondate
su quelle al dilagare della democrazia diretta. sulleclissi
della democrazia parlamentare
che quellarticolo stimola la discussione. Non lo lasciano lavorare, dicevano le folle sedotte da Berlusconi, il quale
avrebbe dovuto chiamare democratica piuttosto che liberale la sua formazione politica, perch nella democrazia che insita la sua degenerazione totalitaria e la
degenerazione del popolo e
delle classi sociali a folla indistinta, adunanza oceanica,
mentre il liberalismo un calibrato meccanismo di pesi, con-

trappesi e controlli per tutelare


lesercizio concreto non della,
ma delle libert e definirne i limiti. Il rapporto diretto o mediato fra il leader e le masse si
riflette pure nel tono e nello stile delle due leadership. Il capo liberale tende a unautorevolezza anche brusca e distante, coltiva la comprensione ma
non d confidenza; non un
superuomo ma qualcuno pi
preparato e risoluto degli altri.
Pu avere laffabile e civile gentilezza di De Gasperi o la grinta
di Croce, piuttosto che leccitata sentimentalit del capopopolo che si presenta come
uno di voi, con tutte le debolezze di ognuno dei festanti che
lo applaudono bramoso di essere amato anzich semplicemente rispettato con giusto e

La tendenza
Gli ultimi decenni
hanno visto crescere
linsofferenza per
il filtro della politica

riguardoso timore, come il leader liberale, salvo comportarsi


da despota. Di volta in volta, sono le circostanze storiche a
conferire maggior valore a una
democrazia parlamentare ovvero liberale o a una pi diretta.
Un conto Cesare, che aveva
dalla sua molti lazzaroni moralmente e civilmente inferiori
alla classe aristocratica dei Catone e dei Bruto, ma che capiva
assai meglio degli altri il futuro
ed era certo pi avanzato; unaltra cosa Pern (dal disastro
facile, ma spensierato, come
lo defin Montanelli). Forse
lunico che ha saputo conciliare il rapporto carismatico e diretto con le folle e il rispetto,
anzi il salvataggio delle libert
e della democrazia parlamentare stato De Gaulle, probabilmente il pi grande uomo politico che abbia avuto lOccidente nella seconda met del Novecento. Non un caso che il
Paese europeo pi solido e forte, la Germania, abbia una salda democrazia parlamentare
immune da tentazioni populiste come da rigurgiti estremi-

sti. Da Adenauer a Schmidt ad


Angela Merkel, lo stile di governo stato una salda autorevolezza scevra di pathos populista e di quella regressiva smania di essere amati che il germe dei totalitarismi. In Italia la
situazione drammatica, anche perch la crisi decisamente grave della democrazia parlamentare dovuta allindecente degenerazione morale e civile di quella classe
politica cui si richiamava Visentini, mentre la petulante inflazione delle iniziative referendarie ha progressivamente
indebolito e quasi neutralizzato questultime. La politica torner a essere cura della Polis,
della cosa pubblica, dellesistenza comune soltanto se nascer una nuova classe politica degna di questo nome e
non di quello purtroppo oggi
meritato di casta; termine anzi
troppo lusinghiero, perch si
tratta di una casta che non ha
nessuna delle qualit delle
classi realmente dirigenti.
Claudio Magris
RIPRODUZIONE RISERVATA

ROMA Due aperture vere, ma su


temi considerati laterali, e
unapertura apparente sullarticolo 18. Il pendolo continuer
a oscillare per tutta la giornata
di oggi ma sui contenuti del
Jobs act il governo intenzionato a fare tre mosse per venire incontro alla minoranza del
Pd. La questione di fiducia
dovrebbe essere messa su un
emendamento che modifica in
4-5 punti il disegno di legge
delega uscito dalla commissione Lavoro del Senato. La prima
apertura vera riguarda il demansionamento, cio la possibilit di assegnare al lavoratore
mansioni inferiori rispetto a
quelle per le quali stato assunto. Tema meno scenografico dellarticolo 18 ma comunque importante in questi anni
di crisi. Lemendamento preciser che il demansionamento
sar possibile a patto di non
toccare lo stipendio del dipendente degradato e dopo aver
sentito i sindacati aziendali.
una delle sette richieste della
minoranza Pd, che infatti apprezza ma giudica la mossa
insufficiente. Laltra apertura
vera riguarda gli ammortizzatori sociali, con limpegno a far
partire questo pezzo della riforma con tutte le risorse necessarie prima della revisione
delle tipologie contrattuali.
Nellemendamento del governo ci sono poi altre modifiche
tecniche, non di sostanza. Ma,
almeno fino a ieri sera, dellarticolo 18 non cera traccia. Il
patto offerto ai dissidenti del
Pd propone di trasformare in
un ordine del giorno il loro
emendamento. In teoria si
lascerebbe la porta aperta al
reintegro nel posto di lavoro se
un magistrato ritiene ingiustificato un licenziamento disciplinare, cio attribuibile al
comportamento del dipendente. Soluzione prevista nello
stesso documento approvato a
maggioranza dalla direzione
del Pd. Il governo si anche
impegnato ad accogliere il
documento in Aula, evitando il
voto. Ma la minoranza del Pd
non ci sta perch lordine del
giorno non ha la stessa forza
dellemendamento: impegna il
governo solo sul piano politico. Il braccio di ferro continuer per tutta la giornata di oggi.
Ma difficile che il riferimento
al reintegro riesca a scavalcare
il recinto dellordine del giorno per entrare direttamente
nel testo del disegno di legge.
Se le cose resteranno cos la
vera partita sui licenziamenti
si giocher fra qualche mese,
una volta che il Jobs act sar
legge, e quando il governo
scriver i decreti attuativi.
quello che vuole Ncd e in fondo anche Renzi perch questi
decreti passano in Parlamento
solo per un parere non vincolante e la minoranza Pd avrebbe meno potere dinterdizione.
Nei decreti si lavorer a una
maggiore tipizzazione dei
licenziamenti disciplinari,
riducendo il margine di discrezionalit del magistrato.
Ma sul tavolo c anche lipotesi di consentire alle aziende di
scegliere lindennizzo anche
quando il magistrato dispone
il reintegro e quando il lavoratore non daccordo.
Lorenzo Salvia
lorenzosalvia
RIPRODUZIONE RISERVATA

Marted 7 Ottobre 2014 Corriere della Sera

Primo piano I conti pubblici

Bilancio francese verso la bocciatura Ue


Il no della Commissione aprirebbe la strada alle sanzioni. Valls ottimista: convinceremo Bruxelles
I dati
Il governo
francese, che si
era impegnato
a scendere
questanno
sotto la soglia
del 3% per il
rapporto
deficit/Pil, ha
invece
annunciato che
tale rapporto
nel 2014 sar
del 4,4%
Lanno
prossimo il
rapporto
deficit/Pil
scender al
4,3%, nel 2016
caler ancora
al 3,8% e nel
2017 andr al
2,8%, cio
sotto il tetto del
3% previsto
dal Trattato di
Maastricht

DAL NOSTRO CORRISPONDENTE

Le previsioni

BRUXELLES A volte,
limputato pronuncia da s la
propria sentenza, prima ancora che labbiano fatto i giudici. E questo accaduto ieri
a Londra, quando Manuel
Valls, primo ministro francese in visita ufficiale, ha scandito la parola impossibile:
impossibile, per il suo Paese, ridurre il deficit pubblico al di sotto del 4,3% del prodotto interno lordo; e quindi,
rispettare il limite del 3% che
lUnione Europea ha fissato
per i suoi Stati. Subito dopo,

IL DEFICIT

In percentuale sul Pil

-4,4
-4,3

Francia

-3
-2,9

Italia
Spagna

2015

0
-0,1

Germania

-5,6
-6,1
-1,6
-1,0

Grecia

Fonte: Eurostat, governo italiano e governo francese

Premier
Il primo
ministro
britannico
David
Cameron (a
sinistra) e il
premier
francese
Manuel Valls
davanti al n.10
di Downing
Street a Londra
(Getty)

I tempi
I governi devono
presentare i loro piani
di Stabilit per il 2015
entro il 15 ottobre
Valls si detto ottimista
sulla possibilit di convincere la Commissione europea
che uno sforzo ulteriore non
pu essere fatto oggi da Parigi (i francesi non lo accetterebbero).
Ma a questo punto, la voce
che da giorni circola fra Parigi, Bruxelles, New York (ieri
ne ha parlato il Wall Street
Journal) acquista ancor pi
consistenza: dal 15 ottobre,
giorno in cui i vari Stati pre-

2014

-2,5
-2,3

Eurozona

senteranno a Bruxelles i loro


piani di Stabilit per il 2015,
la Francia potrebbe veder rigettato il proprio, a causa degli eccessivi squilibri di bilancio. In questo caso, Bruxelles potrebbe comminarle
una serie di sanzioni, fino ai

limiti di una procedura di infrazione. Ma le lascerebbe


forse per evitare uno
scontro rovinoso i due anni invocati per riportare il deficit verso quel 3% del Pil che
un obbligo secondo il patto
fiscale, il Fiscal compact,

modellato per prima da Angela Merkel.


Se il piano francese venisse comunque bocciato fra
pochi giorni o poche settimane, nel mezzo dellEuropa
si aprirebbe una spaccatura,
pi ampia di quella che gi
esiste: perch due o tre passi
dietro la Francia, ci sta lItalia, con il deficit (ancora) in
regola ma con il debito pubblico da guerre stellari
cio gravissimo. E altri Paesi
ancora potrebbero essere
tentati dalla ribellione
francese, diretta prima di
tutto contro la Germania e la
sua difesa dellausterit.
La Commissione europea
e lo stesso Valls hanno
ovviamente smentito la voce
di una bocciatura imminente

per Parigi, perch al 15 ottobre mancano ancora 8 giorni,


e perch per il successivo
giudizio ci sar tempo fino al
30 novembre (anche se, in
presenza di serie non conformit di un singolo piano
con le raccomandazioni della
Ue, la Commissione avrebbe
il diritto e il dovere di anticipare le sue decisioni alla fine
di ottobre).
Quellauto-sentenza
francese che piove a Bruxelles ha gi destato qui sintomi
di insofferenza diffusa: in
un certo senso uno sberleffo
per Bruxelles, fanno notare
fo n t i Ue , m a a n c h e u n o
schiaffo per Berlino. N aiutano le giustificazioni che
Valls ha allineato per giustificare le sue parole: Questa
nostra scelta labbiamo fatta
per noi stessi, ma con un
chiaro messaggio: lEuropa
deve ritrovare la crescita. Andare al di l nella riduzione
del deficit non ci darebbe il
modo di sostenere la crescita
e frenerebbe qualsiasi possibilit di ripresa... Oggi le politiche di austerit non permettono di ripartire dal buon
senso.
Traduzione: le idee di Berlino non permettono di ripartire dal buon senso. Ma
chi andr a dirlo ad Angela?
Luigi Offeddu
loffeddu@corriere.it
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il commento
LEuroparlamento fa sentire la sua voce
Prepariamoci al conflitto permanente
di Danilo Taino

aranno cinque anni


dinferno per la
governance europea. I
leader politici e i governi i
primi a subirne le
conseguenze avranno
poco di cui lamentarsi, per:
in fondo ne sono i primi
responsabili. Come si visto
al Parlamento europeo in
questi giorni di audizioni dei
commissari designati dai
governi a entrare nella nuova
Commissione guidata da
Jean-Claude Juncker, gli eletti
allassemblea di Strasburgo
(lo scorso 25 maggio) non
solo vogliono fare sentire la
loro voce: intendono anche
influenzare la composizione e
i poteri della Commissione
stessa. Strappare cio ai
governi lesclusiva di nomina,
e quindi in fondo di indirizzo,
dellesecutivo di Bruxelles.
Alla base c una tendenza
che lentamente, nel tempo si
fatta strada nella Ue: un
ruolo sempre maggiore del
Parlamento. A determinare il
salto di qualit, per, stata
la decisione dei leader delle
grandi famiglie politiche del
continente, durante la scorsa
campagna elettorale per le
Europee, di indicare i loro
Spitzenkandidaten, cio il
candidato di ogni gruppo a
presidente della
Commissione Ue: il partito
vincente dissero
avrebbe preso il posto. Vinse
il Partito Popolare europeo e a
guidare lesecutivo di
Bruxelles and quindi il
candidato conservatore,

Juncker. Una scelta di


democrazia si disse: il
rispetto del voto. Il risultato,
per, che da quel momento
il Parlamento si sentito
investito e depositario di un
nuovo potere: ora pretende
un ruolo pi centrale negli
equilibri istituzionali
dellEuropa. Tutto ci senza
che per il Consiglio europeo,
cio linsieme dei capi di
governo dei 28 Paesi della Ue,
abbia fatto passi indietro.
Angela Merkel, Franois
Hollande, David Cameron,
Matteo Renzi e gli altri leader
hanno insomma aperto una
porta dalla quale ora passa il
Parlamento comprese le
inevitabili discussioni e
divisioni al suo interno su
basi strettamente partitiche
ma non ne hanno poi
tratto le conseguenze, che
non potevano che essere
unautoriduzione del loro
ruolo. Il dato di fatto, anzi,
che la gran parte dei governi
non ha intenzione di cedere
poteri al Parlamento: non
Londra e Parigi, storicamente
contrarie, ma nemmeno
Berlino e Roma, a quanto
risulta. Lo scontro tra
Parlamento, Commissione e
Consiglio (e governi
nazionali), evidente gi in
queste ore nelle audizioni,
sar dunque con ogni
probabilit la caratteristica
infernale dei prossimi cinque
anni di Ue. Conseguenze
imprevedibili.
danilotaino
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Marted 7 Ottobre 2014

Marted 7 Ottobre 2014 Corriere della Sera

Primo piano

Irap pi leggera, lultimo scoglio sul Tfr


Sulle imprese verso una riduzione superiore al 10%. Riunione con le banche per le liquidazioni
Alfano: buonuscite in busta paga solo su base volontaria. Il nodo delle garanzie e delle tasse
Oggi Renzi incontra, per
la prima volta, i sindacati e poi i
rappresentanti delle imprese:
al centro del confronto le riforme (rappresentanza e contrattazione aziendale), ma anche il Jobs act, cio larticolo 18
e il progetto di inserire il Tfr in
busta paga. E mentre arrivano
buone notizie dalle entrate fiscali (lIva cresce del 3,2% pari a
oltre 2 miliardi nei primi 8 mesi di questanno), ieri giornata
frenetica di contatti e riunioni
a Palazzo Chigi per mettere a
punto gli ultimi dettagli della
legge di stabilit, da approvare
in Consiglio dei ministri entro
il 15 ottobre. Ne hanno discusso il premier, il ministro dellEconomia, Pier Carlo Padoan,
e il commissario per la spending review, Carlo Cottarelli.
Obiettivo dichiarato della
manovra da 24 miliardi, la crescita, loccupazione e i consumi. Come previsto nel Def 11,5
miliardi non andranno coperti,
alimentando il deficit, ma senza superare il 3% del Pil. Il resto
verr dai tagli ai ministeri e da
altri tagli di spesa. Non ci saranno nuove tasse, assicura il
governo. Per il bonus fiscale allesecutivo servono 7 miliardi.
Altri due saranno necessari nel
capitolo di sgravi alle imprese
sul costo del lavoro, ma si sta
verificando anche lipotesi di
ridurre lIrap. rimasta in piedi
lipotesi di un aumento selettivo dellIva, al di l delle clausole
di salvaguardia: questa mossa
sarebbe favorita dal periodo di
deflazione. Previsto un miliardo per i Comuni in deroga ai
vincoli del patto di stabilit per
stimolare gli investimenti. Il viceministro allo Sviluppo economico con delega allenergia,
Claudio De Vincenti, ha spiegato che si sta lavorando anche su
ROMA

La legge
La legge di
Stabilit verr
approvata in
Consiglio dei
ministri entro
il 15 ottobre
Nel testo
allo studio
del governo
c lipotesi
di incentivi
agli enti locali
per favorire la
razionalizzazione del
settore
e quindi le
aggregazioni
fra le utility
Almeno
due miliardi
saranno
necessari
nel capitolo
di sgravi alle
imprese per
abbassare
il costo del
lavoro, ma si
sta verificando
anche lipotesi
di ridurre lIrap
In piedi
anche lipotesi
di un aumento
selettivo
dellIva, al di l
delle clausole
di salvaguardia

Le simulazioni

di Rita Querz

MILANO Va bene fare le formiche. Ma se le formiche non


hanno pi di che mangiare, allora anche per loro giunto il
tempo di risparmiare meno. Il
consiglio delleconomista Stefano Patriarca. Un passato in
Cgil a capo dellIres, la proposta
del tfr in busta paga Patriarca
laveva fatta gi nel 2011. Resta
nero su bianco un suo articolo
su lUnit firmato insieme
con Sergio Cofferati. Di recente
Patriarca stato sentito dalla
squadra di economisti di palazzo Chigi. La proposta maturata
nello staff di Renzi pare avere
attinto a piene mani dalla sua.
Il maggiore ostacolo al conferimento in busta paga del tfr
sotto forma di una sorta di
quattordicesima? Sta tutto nellopposizione delle aziende.
Confindustria e Rete imprese si
sono dichiarate contrarie: gli
associati con meno di 50 dipendenti temono di vedersi sfilare risorse che fin qui erano rimaste a casa loro. Ma la proposta del governo come circola
oggi ha in s una sorta di uovo
di Colombo. In sostanza
lazienda continuerebbe a tenersi i tfr maturati in cassa. Ad
anticipare i soldi ai lavoratori ci
penserebbero le banche. Una

incentivi agli enti locali per favorire la razionalizzazione del


settore e quindi le aggregazioni
fra le utility. Altri importanti
risparmi verranno con le nuove
misure previste per lacquisto
di beni e servizi nella Pa attraverso le centrali uniche. Un altro miliardo andr alla scuola.
Secondo i calcoli del ministero
dellEconomia inoltre necessario un miliardo e mezzo per i
nuovi ammortizzatori sociali.
Da non sottovalutare le spese
indifferibili: missioni di pace, 5
per mille, fondi per Anas, Fer-

rovie (stimati in 2-3 miliardi).


C lipotesi di intervenire di
nuovo sullImu per ripristinare
le detrazioni fisse anche per i
figli: questo intervento potrebbe costare 1-2 miliardi.
Parlando del Tfr in busta paga il ministro dellInterno, Angelino Alfano, taglia corto: Sar dato solo su base volontaria. Il premier Renzi vuole inserire la liquidazione nello
stipendio dal 2015, anche se
lidea non piace a Confindustria e Confcommercio. Il progetto stato al centro ieri di un

incontro tra il governo e lAbi


(Associazione delle banche italiane) per esaminare tecnicamente come portare a termine
questa operazione: per le piccole imprese, infatti, queste risorse rappresentano unimportante fonte di autofinanziamento. Restano ancora nodi da
sciogliere. E comunque non
ci sar un euro in pi di tasse
per i lavoratori, assicura il viceministro dellEconomia, Enrico Morando.
Francesco Di Frischia

24
miliardi
il valore della
manovra
prevista entro
il 15 ottobre

di Corinna De Cesare

RIPRODUZIONE RISERVATA

Nelle ore cruciali per il Jobs act e il summit europeo sul lavoro, ieri stata la volta
dei leader dei maggiori sindacati dEuropa e dei vertici della Confederazione
europea dei sindacati (foto). Adottata la Dichiarazione di Roma, un documento
per dire basta alla politica rigorista di Bruxelles e in cui si propone un piano
europeo di investimenti per la crescita. Non casuale la scelta dei temi affrontati
nel documento in cui si ricorda che in passato gli interventi sul mercato del lavoro
fatti senza il confronto hanno provocato aumento di disoccupazione.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Le tre fasce (possibili) di aumento


Nello stipendio da 40 a 82 euro al mese
volta che il dipendente si dimette o va in pensione, i tfr accumulati in azienda verrebbero
consegnati agli istituti di credito che hanno fatto lanticipo.
Tutto si risolverebbe insomma
in un prestito che la banca fa allimpresa, remunerato a un tasso identico a quello del tfr (1,5
pi il 75% dellinflazione, oggi
un 2% circa). Pu funzionare?
Certo. Questo tasso maggiore di quello che le banche incasserebbero investendo in
buoni del tesoro, risponde
Stefano Patriarca. Lidea non
sta in piedi senza un fondo di
garanzia. Perch le banche do-

vrebbero prestar soldi alle tante aziende in difficolt?, fa notare invece Alberto Brambilla,
esperto di previdenza e padre della vecchia riforma.
A chiarire quanto gli italiani
potrebbero trovarsi in busta paga con lanticipo del tfr pensano i consulenti del lavoro. Circa
40 euro al mese (in caso di tfr
erogato al 50%), circa 62 euro se
la percentuale sale al 75% e circa 82 euro al mese nelleventualit della liquidazione anticipata al 100%. Sia chiaro, con questa misura il governo non regala nulla ai lavoratori che fanno
un prestito a se stessi, fa nota-

Il meccanismo
Il Tfr resterebbe
alle imprese.
Ad anticipare i soldi
sarebbero le banche

Le parole
TFR
Il trattamento di fine
rapporto una forma di
retribuzione differita.
Accantonata nella misura di
una mensilit ogni anno,
entra nelle tasche del
lavoratore al momento delle
dimissioni, del licenziamento
o del ritiro per la pensione

RIVALUTAZIONE

TASSE SEPARATE

Oggi il Tfr accantonato presso


le aziende viene rivalutato per
un tasso pari a 1,5% pi il 75%
dellinflazione. Il monte delle
liquidazioni conferito ogni
anno alle imprese pari a
circa 14 miliardi di euro (6
miliardi finiscono allInps e
5,2 ai fondi pensione)

La tassazione separata
consiste nel calcolare
limposta in misura diversa
rispetto agli altri redditi. E
quanto succede al Tfr che
resta in azienda, tassato tra il
23 e il 39%. Quello conferito ai
fondi pensione viene tassato
tra il 9 e il 15%

La retribuzione
e la carica
(doppia) del Fisco
di Massimo Fracaro
e Nicola Saldutti

Lincontro A Roma

Il vertice europeo
dei sindacati

Il commento

re la presidente dei consulenti


del lavoro Marina Calderone.
Quanto la misura aumenterebbe i consumi da vedere.
Dubbioso Michele Tronconi,
presidente di Assofondi: Di
questi tempi gli italiani rimandano i consumi per colpa dellincertezza generale. Meglio
sarebbe cercare di rilanciare gli
investimenti. E su questo i fondi pensione si stanno impegnando a creare un fondo per la
crescita, con laiuto del governo. Certo che la manovra sul
tfr va in senso opposto e allora
diventa tutto pi complicato.
Di parere diverso Patriarca:
La scelta del tfr in busta paga
sarebbe volontaria. Non vedo
perch un cittadino dovrebbe
chiederlo se non intendesse
spenderlo. Secondo le stime
delleconomista, con unadesione del 50% dei lavoratori i
consumi aumenterebbero dell1,3% e il Pil dell1%. Lusinga
non da poco per un governo a
caccia di ripresa. Se poi si aggiunge che lo Stato si metterebbe in tasca oggi 2,5 miliardi in
pi di gettito fiscale, si capisce
perch lidea pu allettare palazzo Chigi.
@rquerze
RIPRODUZIONE RISERVATA

anticipo del Tfr in


busta paga potrebbe
valere un incasso
annuo per lo Stato che va da
1,7 a 5,6 miliardi a seconda
del tasso di adesione dei
lavoratori alla proposta
lanciata dal premier Matteo
Renzi. I calcoli sono stati
fatti dalleconomista
Stefano Patriarca per il sito
la voce.info. Nellipotesi di
un'adesione media, il
gettito si posizionerebbe
intorno ai 3 miliardi.
Lipotesi che il Tfr, anche
se aggiunto in busta paga,
venga tassato
separatamente, non si
sommi, quindi, agli
stipendi ai fini delle
trattenute mensili, e con
lapplicazione di un'aliquota
del 23%, la minima prevista
ai fini Irpef . Si tratterebbe,
ovviamente, di un anticipo
di tassazione perch lo
Stato incasserebbe oggi
quello che, mantenendo
listituto della liquidazione,
incamererebbe tra 20 o 30
anni. Attualmente sul Tfr si
paga anche unimposta
dell11% sui rendimenti
annui. Sulla sorte di questo
prelievo non si hanno
notizie. I progetti del
governo non sono stati
svelati completamente, ma
guardando queste cifre
viene il sospetto che
lobiettivo non sia solo
quello di rilanciare i
consumi. Certo, questo
lobiettivo pi importante.
Ma con leffetto non
secondario di garantire
allErario un tesoretto non
indifferente. Se poi
mettiamo in conto lIva sui
maggiori consumi, il gettito
si arrotonderebbe di un
altro miliardo, forse di pi.
Con il Tfr in busta paga i
lavoratori vedrebbero
aumentare il loro reddito e
il loro potere dacquisto,
anticiperebbero ora le
imposte sul Tfr, e lo Stato
incasserebbe dai 3 ai 6/7
miliardi. Niente male.
Senza contare che la
rivalutazione potrebbe
essere a rischio. Pi
consumi, incassando pi
tasse. Un piccolo miracolo
allitaliana. Sarebbe
importante chiarire da
subito quale potrebbe
essere il trattamento fiscale
perch loperazione non
sembri finalizzata
soprattutto ad aumentare le
entrate. I sindacati
chiedono che lanticipo del
Tfr sia a tassazione zero,
difficile crederlo.
Altrettanto importante
chiarire come andare
incontro alle esigenze
finanziarie delle piccole
imprese. Le banche, questa
volta, risponderanno
presente?
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Marted 7 Ottobre 2014

Il confronto

l posto degli
investimenti, i risparmi.
Anche sui mezzi di
produzione: come si vede
nel grafico qui a destra
lanzianit dei mezzi aziendali
raddoppiata: nove anni nel
1992, undici nel 2003,
diciannove nel 2013.
Significa, secondo lo studio di
Riccardo Gallo, che da tempo
le imprese non rinnovano gli
impianti per ridurre i costi
fissi. E anche per il surplus di
cassa (per mancati
investimenti) non va tanto
meglio. Ha iniziato ad
aumentare alla fine degli anni
90. Le imprese hanno smesso
di fare investimenti tecnici e
tutto si ridotto al breve
periodo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Et dei mezzi di produzione, anni

Flusso di cassa netto accumulato in milioni di euro

20

60.000

18

50.000

16

40.000

14

30.000

12

20.000

10

10.000

-10.000

Lanalisi
LAfrica che cresce
e il modello hub
per lItalia
di Dario Di Vico

4
1990

-20.000
1995

2000

2005

2010

2015

1992 1994 1996 1998 2000 2002 2004 2006 2008 2010 2012 2014

Fonte: Universit degli Studi di Roma La Sapienza

CdS

Il grande gelo degli investimenti


Dal 93 pi che raddoppiata let media dei macchinari, da nove passata a 19 anni
Il governo non ha abbastanza
tempo e soldi per fare tutte le
riforme necessarie. Lideale sarebbe individuarne una che
fosse tanto virtuosa da rendere
le altre meno urgenti. Questo
bandolo della matassa per
non lha cercato ancora nessuno. Cominciamo col dire che ci
pu essere crescita economica
e lavorativa solo se le imprese
private tornano a investire. Lha
detto anche Mario Draghi.
In un lavoro di ricerca abbiamo analizzato dal 1992 al 2013
linsieme delle imprese industriali censite da Mediobanca.
venuto fuori che lanzianit dei
mezzi di produzione raddoppiata: nove anni nel 1992, undici nel 2003, diciannove nel
2013. Da tempo le imprese non
rinnovano gli impianti, tirano il
collo a quelli vecchi, con rischi
per ambiente e sicurezza. Per
ridurre i costi fissi, fanno fare
sempre pi cose ad altri. Il valore aggiunto, si sa, quanto
unimpresa ci mette di suo in
quello che vende. Ebbene si
quasi dimezzato: nel 1992 era il

Il personaggio

di Giuliana Ferraino

Il titolo ufficiale di consigliere economico e di bilancio non


gli rende giustizia, perch Yoram Gutgeld, 54 anni, per Matteo Renzi molto di pi. E lui
che ha avuto lidea di mettere
80 euro in tasca agli italiani e
poi lha spiegata al premier via
Sms, piegandosi al suo modo di
comunicare. Ora il governo stabilizzer la misura, senza allargare la platea perch non ci sono le risorse, grazie a oltre 10
miliardi di tagli alla spesa da recuperare con laiuto e la consapevolezza di ministeri, Comuni
e Regioni, che in fondo la figura
di un commissario esterno come Carlo Cottarelli rischiava di
deresponsabilizzare.
Anche sul Tfr Gutgeld e Renzi la pensano allo stesso modo,
perch la liquidazione in busta
paga dovrebbe servire a restituire ai lavoratori altri soldi per rilanciare i consumi e riportare la
fiducia, il vero problema di
questItalia che non sa ripartire.
Ha convinto Renzi che la chiave
di volta per il Paese dare fidu-

27% del prodotto, nel 2005 era


sotto il 20%, nel 2013 appena il
15%. Gli impianti pi vecchi sono gi ammortizzati, perci gli
ammortamenti ancora da fare
sono pochi e cos, finch le fabbriche reggono, e nonostante il
crollo del valore aggiunto, restano margini per utili incredibili. Tutti festeggiano, anche il
Fisco. Non spendendo per nuovi investimenti, n per impianti
n per acquisire aziende, la cassa piena e serve a ridurre
lesposizione bancaria.
Alla fine, anche se i prodotti
continuano ad avere domanda
di mercato, le imprese chiudono gli impianti vecchi. Perci
mese dopo mese la produzione
e gli ordini calano, ma mica solo per congiuntura avversa.
che lItalia si deindustrializza.
Dallanalisi si vede che gli indicatori sono peggiorati un po
dopo leuro. Ci fa pensare a
una resa degli imprenditori per
la rigidit del cambio. Tra tutti
gli indicatori per ce n uno
che fa eccezione. Il surplus di
cassa (per mancati investimen-

1999
lanno in cui
inizia a essere
evidente
il surplus
di cassa

15
per cento
lattuale valore
aggiunto
di un prodotto
made in Italy

ti) comincia a essere evidente


gi nel 1999, un istante prima
del debutto delleuro. La causa
originaria del declino va dunque cercata in un momento antecedente.
Qualcosaltro devessersi rotto nella seconda met degli anni Novanta nel modello industriale italiano. Per cinquantanni gli imprenditori avevano
evaso il Fisco, avevano portato
capitali allestero, avevano promosso investimenti di ampliamento, avevano chiesto mutui
agli istituti di credito industriale, li avevano ottenuti dopo un
esame di merito, spesso a condizione che prima ricapitalizzassero la societ, avevano ubbidito e avevano riportato dallestero i capitali a casa, senza
condoni, anzi orgogliosi. Quasi
mai licenziavano i loro collaboratori. stato il modello di
unItalietta irregolare che se la
cavava e cresceva.
Nel 1993 il varo della banca
universale ha superato la bipartizione tra banche commerciali
che finanziano il breve e istituti

di credito industriale a mediolungo termine. Tra il 1994 e il


1999 le banche commerciali
hanno incorporato sei istituti
di credito industriale e ne hanno disperso il mestiere. A quel
punto le imprese industriali
non hanno pi chiesto o ricevuto mutui. Nel 1992 su 100 euro
di capitale di rischio ce nerano
60 di mutuo, nel 1998 ne restavano 37.
Le imprese hanno smesso di
fare investimenti tecnici, poche
hanno fatto shopping societario allestero. Tutto si ridotto
al breve: magazzino, incasso
dai clienti, pagamento dei fornitori. Sono aumentate le sofferenze delle banche verso le imprese pi piccole. Stentano i titoli ABS, le cartolarizzazioni.
Abrogato il modello dellItalietta, non decollato laltro per
unItalia moderna. Pu essere
questo del finanziamento degli
investimenti il bandolo della
matassa?
Riccardo Gallo
Universit La Sapienza

Chi
Riccardo
Gallo
professore
di Economia
alla Sapienza
di Roma. In
passato stato
vicepresidente
dellIri
e membro
del Comitato
permanente
di consulenza
globale per le
privatizzazioni
al Mef

RIPRODUZIONE RISERVATA

Gutgeld, il consigliere-matematico
Il bonus di 80 euro? Deciso via sms

Deputato pd
Yoram Gutgeld,
54 anni, nato
a Tel Aviv

cia a consumatori e imprese,


perci la nuova legge di Stabilit sar improntata a questo
obiettivo, con unulteriore riduzione del cuneo fiscale.
Gutgeld, che lo ha raccontato
anche nel suo ultimo libro,
Pi uguali, pi ricchi, pubblicato nel 2013 da Rizzoli, ci
crede sul serio. Cos come si
convinto che Renzi sia lunico
che possa cambiare lItalia. E
questo che lha spinto, dopo 24
anni, a lasciare di colpo una
carriera di successo in McKinsey, dove era arrivato a essere
senior partner e direttore, con
uno stipendio di oltre 1 milione
e mezzo allanno.
Renzi glielo ha presentato
Roger Abravanel, suo ex collega
in McKinsey e autore di libri
sulla meritocrazia che lallora
sindaco di Firenze aveva divorato. Si sono piaciuti subito, anche se hanno caratteri diversi.
Gutgeld, Appassionato di musica classica, che ascolta soltanto su dischi in vinile, ama il
pensiero astratto, rigoroso e, se

pu, evita i riflettori, tratti che


ha assecondato con una laurea
in matematica e filosofia allUniversit Ebraica di Gerusalemme, seguita da un Mba a
Ucla, negli Usa.
Per Renzi Gutgeld ha scritto
il programma economico durante la campagna per le primarie contro Pier Luigi Bersani. Da
allora rimasto al suo fianco. E
non ha esitato a seguirlo quando gli stato offerto di candidarsi per il Pd in Parlamento alle elezioni 2013. E stato eletto
deputato e lo stesso giorno ha
chiuso con McKinsey, lasciandosi alle spalle una delle maggiori societ di consulenza del
mondo, che ha lanciato manager come Alessandro Profumo,
Andrea Nicastro, Vittorio Colao, Corrado Passera. Senza
rimpianti. Per questo matematico geniale e a volte fin
troppo sicuro di s, che quando
arriv in Italia da Israele era
consulente del Pentagono sulla
teoria dei giochi, in cuor suo
sperava di diventare il ministro

Il team
La squadra
economica di
Matteo Renzi
composta
da Fabio Melilli
neo
sottosegretario
allEconomia,
Alessandro
Santoro, Marco
Fortis, Roberto
Perotti,
Giampiero
Gallo, Yoram
Gutgeld
(consigliere
economico
e di bilancio),
Riccardo Luna
(tecnologie
digitali), Paolo
Barberis
(innovazione)

dellEconomia quando Renzi


sarebbe diventato premier. Cos gli era stato promesso, sostiene qualcuno. Non successo, ma Gutgeld sa di essere luomo pi ascoltato da Renzi
quando si parla di economia,
perci ora si accontenta di fare
il ministro ombra, lavorando
in squadra con il ministro ufficiale, Pier Carlo Padoan, e il Ragioniere Generale dello Stato,
Daniele Franco. Per Renzi in
settimana Gutgeld si trasferisce
a Roma, lasciando a Milano la
famiglia, due figli di 14 e 17 anni, e la moglie Maria Antonietta, donna di polso con molte
ambizioni, che dopo una parentesi nelleditoria si sta reinventando una carriera nel food,
facendo leva sulle sue doti culinarie di self-made cuoca e
buongustaia, caratteristica che
condivide con il marito. Si ritrovano nel weekend, talvolta a
Forte dei Marmi, dove hanno la
casa delle vacanze.
@16febbraio
RIPRODUZIONE RISERVATA

u diventare lItalia un
hub degli investimenti
verso lAfrica e
addirittura triangolare i flussi
di capitali cinesi verso il
continente nero? Lipotesi,
che suona decisamente
ambiziosa in una fase in cui
lautostima del Paese
piuttosto bassa, stata messa
a punto da Stefano
Simontacchi, managing
partner dello studio Bonelli
Erede Pappalardo e docente
di international taxation
alluniversit olandese di
Leiden, e sottoposta
allattenzione del ministero
dello Sviluppo economico. Si
parte da un dato di fatto:
lAfrica destinata a
rappresentare larea del
mondo a pi forte sviluppo
dei prossimi decenni e tutte
le grandi multinazionali
stanno esaminando strategie
di espansione per arrivare
prima dei concorrenti. La
scommessa che il nostro
Paese possa giocare un ruolo
di rilievo in virt della
collocazione geografica e di
rapporti politico-culturali
che affondano le radici nella
storia. Ci varrebbe sia per i
Paesi rivieraschi del
Mediterraneo sia per larea
sub-sahariana. Qualche
segnale positivo viene dal
campo e in particolare dalla
recente fiera internazionale
di Maputo, in Mozambico,
dove lItalia era rappresentata
come il Portogallo.
Oggi i capitali cinesi, che
rappresentano il flusso
maggiore di investimenti
verso lAfrica, passano dalle
Isole Mauritius ma, secondo
Simontacchi, le autorit di
Pechino potrebbero essere
disposte a localizzare le loro
holding in Italia a fronte di
convenzioni favorevoli per la
tassazione, nella doppia
direzione ovvero dallAfrica
verso Roma e dallItalia verso
la Cina. Potremmo cos
rappresentare per gli
investitori cinesi un hub dove
registrare beni immateriali
(ricerca e sviluppo, marchi,
ecc.), trasferire personale
qualificato e parte della
struttura manageriale. Alla
lunga Pechino dovrebbe
preferire un Paese a fiscalit
ordinaria e non le Mauritius
purch dotato di regimi
erariali favorevoli agli
investimenti.
E credibile che ci avvenga?
Sicuramente una delle
ultime occasioni per Roma di
contare sullo scenario
internazionale, diventare
consulente dei Paesi che
devono formare una loro
amministrazione finanziaria
e ci metterebbe al centro di
un flusso di relazioni tra
Africa e Cina. Ma perch ci
possa avvenire la politica
fiscale italiana dovrebbe
darsi un orizzonte di medio
periodo e caratterizzarsi per
stabilit e credibilit. Poi
dovrebbe favorire gli
investimenti stranieri
nelleconomia della
conoscenza e, aggiunge
Simontacchi, creare anche un
contesto favorevole al
trasferimento da noi di
individui dotati di consistenti
patrimoni.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Marted 7 Ottobre 2014 Corriere della Sera

10
#

Politica
Dietro
le quinte

Lultima frontiera
del Carroccio
tocca anche Mosca
Stop con le sanzioni alla
Russia. Che la Lega, grande
amica di Putin, sia sempre
stata contraria a qualsiasi
forma di embargo nei
confronti della Russia,
noto: il giovane leader
Matteo Salvini lo ripete da
Ferragosto. E per ulteriore
chiarezza, venerd partir
per un tour tra Mosca e la
Crimea. Lo stesso Roberto
Maroni, governatore
lombardo, aveva chiesto che
non fosse dato seguito alle
sanzioni da parte del
governo italiano, che
avrebbero gi causato danni
per 40 milioni. Ieri, il
Veneto ha fatto un passo
formale: un ordine del
giorno che impegna la
giunta a superare le
barriere e a dar mandato
allavvocatura per valutare i
la possibilit di ricorso.
(Marco Cremonesi)

La doppia strategia di Berlusconi

Lex premier non intende sostenere le misure sul lavoro: creano pi problemi che altro
Ma per evitare la crisi e le urne i forzisti sono pronti ad assenze decisive in Senato

129
parlamentari
il totale degli
eletti con Forza
Italia a Palazzo
Madama e a
Montecitorio:
59 senatori
e 70 deputati

RIPRODUZIONE RISERVATA

La nomina
mancata
e le falle nel Csm
Il Csm rischia di non
rispettare, almeno nella
composizione di due
commissioni, le proporzioni
laici/togati stabilite dal
regolamento (art. 30). La
dichiarazione
di non
eleggibilit di
Teresa Bene
(foto) ha
creato due
falle nella
III e VII
commissione
che si occupano,
rispettivamente, di
trasferimenti e di
organizzazione e che, per
ora, hanno in organico il
componente laico da
nominare. I tempi del
Parlamento non saranno
brevi per cui, non solo al
Csm, ci si pone il problema
della validit degli atti.
(Dino Martirano)

ROMA Per come sta venendo


fuori, il Jobs act non gli piace.
Troppo annacquato, e cos rischia di creare pi problemi
che altro, va dicendo ai suoi
in queste ore Silvio Berlusconi.
Raccontano che esperti del ramo, giuslavoristi neanche
amici nostri, sul provvedimento abbiano espresso allo
stesso Berlusconi e ai suoi che
si occupano della materia
grande contrariet e grande
preoccupazione, e il Cavaliere
su una riforma che non piace
agli imprenditori non vorrebbe
sovrapporre il suo volto a quello di Renzi.
Nemmeno lidea del Tfr in
busta paga lo convince, a
quanto pare, e il rischio che
per farsi votare dai suoi, Renzi
faccia provvedimenti ancora

pi pasticciati e inutili che serie e incisive riforme. Per questo, al momento la sua strategia sarebbe quella di non sostenere in alcun modo la riforma in Parlamento, proprio per
differenziare la sua posizione
da quella del presidente del
Consiglio, pur senza alzare
troppo il livello della polemica.
Il fatto che Renzi abbia deciso
di ricorrere alla fiducia dovrebbe aiutare il progetto di Berlusconi: rimanere nelle retrovie,
e lasciare che il premier ce la
faccia da solo. Purch ce la faccia. Perch una cosa certa: il
Cavaliere non vuole assolutamente che il governo vada in
crisi.
Lo ripete ad ogni interlocutore, non cambia idea: Non
possiamo permetterci la cadu-

ta del governo. Per il Paese e


per tutti, molto meglio che
sia Renzi a fare le riforme che
non la Trojka fra sei mesi. Sarebbe un disastro per lItalia, e
io non me laugurer mai. Per
questo, nel caso in cui ce ne
fosse assolutamente bisogno,
in FI danno per scontato che
qualche aiuto sottobanco al governo in forma di assenze,
uscite dallAula, malanni vari
lo si darebbe: Non potremmo fare altrimenti, anche se
sarebbe un grosso problema
per noi. Ma la convinzione, e
a questo punto la speranza,
che non ce ne sar bisogno.
Perch Renzi, ragiona Berlusconi, non vorr affidarsi a 2-3
voti azzurri per andare avanti
nei prossimi mesi: La sua partita ora, non pu non giocar-

Nel partito
Da FI, nei
giorni scorsi,
erano arrivate a
Renzi offerte di
aiuto per far
passare il Jobs
act in caso di
una spaccatura
del Pd
A Berlusconi
non piace il
testo sul lavoro.
Ma FI sarebbe
pronta ad
aiutare Renzi
con assenze
dallAula, per
evitare una crisi
di governo

la. Anche se gli costasse una


mediazione al ribasso, la
convinzione ad Arcore.
In ogni caso, appunto, da FI
non arriver alcuna mossa
ostile contro il governo. E non
solo sul Jobs act. Perch, ripete
Berlusconi ai suoi, non si pu
rompere n andare al voto almeno fino a quando non avremo approvato una legge elettorale che stia bene sia a noi che
al Pd. Senza, rischieremmo
troppo. Daltronde i sondaggi
continuano a essere molto preoccupanti per il Cavaliere, tanto da guastargli parecchio
lumore. E a guastarglielo perfino di pi di quanto lo faccia
arrabbiare, non poco, latteggiamento del governo sulla riforma della giustizia: la preoccupazione ad Arcore e dintorni
infatti che i provvedimenti siano stati affidati a esperti e collaboratori del ministero che
sono o la pensano esattamente
come i magistrati di sinistra.
Ed questa, a oggi, la vera e pi
profonda delusione di Berlusconi nei confronti di Renzi.
Ma in attesa di capire come
la riforma della giustizia vedr
la luce, non si pu cambiare linea. Anche per questo Berlusconi continua ad avercela a
morte con Raffaele Fitto, che
va avanti per la sua strada partecipando a trasmissioni tv e
talk show, nonostante si cerchi
dallentourage berlusconiano
di abbassare i toni polemici:
infatti Giovanni Toti ad assicurare che il confronto interno
non avr alcun esito disastroso, e non ci saranno rotture.
Berlusconi in ogni caso non
ha ancora deciso se tener fede
gi nei prossimi giorni alla
promessa fatta di incontrare i
gruppi parlamentari, per dare
loro la linea e serrare i ranghi.
La sua delusione per lo stato in
cui versa il partito resta, e non
lo consola sapere che i consensi oggi veramente esigui di Forza Italia sono dovuti anche alla mia assenza dalla scena, oltre che alle liti che allesterno
hanno un effetto boomerang
importante.
Paola Di Caro
RIPRODUZIONE RISERVATA

RIPRODUZIONE RISERVATA

Quellautostrada
inarrivabile
a Palazzo Chigi

RIPRODUZIONE RISERVATA

Conflitto dinteressi
Primo s
in commissione
alla Camera
WWW.VALENTINO.COM

La scelta di Palazzo Chigi


come sede dellincontro d
lidea dellimportanza. Il 14
ottobre si decide il destino
dellautostrada LivornoCivitavecchia. Al summit il
viceministro alle
Infrastrutture Riccardo
Nencini, ma anche il
sottosegretario alla
presidenza del Consiglio
Luca Lotti. Chiederanno
agli investitori privati che
cosa vogliono fare di
questautostrada
inarrivabile. Caltagirone se
ne andato, altri sono
indecisi, un nuovo gruppo
potrebbe subentrare. Il
problema che per
ripianare gli investimenti
(oltre 2 miliardi)
servirebbero pedaggi molto
cari. Che Nencini e Lotti
non vogliono.
(Marco Gasperetti)

La legge

Alla Camera si registra il primo


s in commissione Affari
costituzionali alla legge sul
conflitto di interessi, con
norme stringenti che
potrebbero mettere dei paletti
agli imprenditori e ai
finanzieri che aspirano a
scendere in politica. La
commissione ha dato il via
libera a un testo base che
introduce il blind trust per i
patrimoni oltre i 15 milioni di
euro e in certi casi la vendita
dellazienda per i membri del
governo. Oggi ci sar il voto sui
160 emendamenti proposti (tra
cui uno di Sel che vieta in via
permanente lincrocio stampaTv), poi da domani il ddl
passer allesame dellaula di
Montecitorio.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Marted 7 Ottobre 2014

La Nota
di Massimo Franco

Uno scontro
a sinistra
forse non cercato
ma inevitabile

POLITICA

l governo doveva scegliere se assecondare


laltol della minoranza del Pd e le ironie
delle opposizioni; o se dimostrare di non
temere i veti n le minacce di scissione.
stato quasi inevitabile optare per la
seconda ipotesi, con un occhio alla
Commissione e alle cancellerie europee, in
attesa di maggiori certezze in materia di
riforme; e al monito del Nuovo centrodestra
che non vuole un provvedimento annacquato.
La decisione del Consiglio dei ministri di ieri
sera pone dunque Matteo Renzi in rotta di
collisione con un pezzo del suo stesso partito. E
questa mattina il premier riceve i sindacati, e
subito dopo gli industriali, circondato dalla
diffidenza soprattutto della Cgil; ma anche di
Cisl, Uil e Ugl. Porre la questione di fiducia al
Parlamento sulla riforma del lavoro, il Jobs Act,
segna linizio o forse la prosecuzione di un
lungo conflitto a sinistra. Sottolinea un rifiuto
di fatto della concertazione con le parti sociali;
e la fretta di conseguire risultati tangibili senza
discussioni considerate inutili, perch
comunque il provvedimento va approvato.
una divergenza di metodo rispetto a passati
governi, e insieme un atteggiamento che
provoca, e forse vuole provocare una

minoranza interna del Pd incerta tra scissione e


mugugno. Finora, i suoi avversari hanno
avvertito che in caso di fiducia il Jobs Act
sarebbe invotabile. Non scontato, tuttavia,
che le minacce di un no si traducano in aula
in un voto contrario: non, almeno, per tutti i
senatori che contestano Renzi. Anche perch
coi numeri risicati della maggioranza in
Senato, questo potrebbe significare dover
ricorrere allaiuto determinante di FI.Il partito
di Silvio Berlusconi, in realt, avverte che non
soccorrer lesecutivo. Anzi, ironizza su un
Renzi che spaccia davanti allUnione europea
per riforma gi approvata un decreto
esaminato da un solo ramo del Parlamento. E
quanti contestano la mossa di palazzo Chigi,
annunciata ieri dal ministro per le Riforme
istituzionali, Maria Elena Boschi, ritengono che
sia un indizio di notevole debolezza. Pu
darsi. Certo, sarebbe stato meglio porre la
fiducia alla fine della discussione in
Parlamento. Ma la sensazione che Renzi abbia
calcolato i rischi della sfida: magari per
costringere di nuovo la sinistra del Pd a
protestare per poi chinare la testa. Pier
Ferdinando Casini, dellUdc, gli d un via libera
preventivo, sostenendo che non si pu

perdere altro tempo. Se il governo chiede la


fiducia, il Senato gliela dar. La riforma del
lavoro, per, solo uno dei motivi di scontro
che il presidente del Consiglio si trova ad
affrontare. Negli ultimi giorni ha anche tirato
fuori, a sorpresa, lipotesi di mettere le
liquidazioni (il Tfr) negli stipendi a partire dai
primi mesi del 2015: unidea che ha lasciato
perplessi i sindacati e provocato una
bocciatura, un po tardiva, in realt, di
Confindustria. Laspetto singolare che perfino
un alleato della prima ora di Renzi nel Pd,
Matteo Richetti, ha mostrato qualche
perplessit sul modo in cui il premier lancia
alcune delle sue proposte; e cio con
unestemporaneit che semina
disorientamento e rischia di approdare a un
nulla di fatto. Tra laltro, questa mattina la
discussione con i sindacati durer appena
unora, dalle 8 alle 9, perch poi toccher agli
imprenditori. Troppo poco, secondo gli
interlocutori, per affrontare una discussione
cos complicata e spinosa. Ma la scelta di
concentrare tutto in sessanta minuti non
casuale, anzi: la conferma della strategia del
governo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

La vecchia guardia pd si vendica:


in Calabria battuti i veti di Roma

Il voto

Alle suppletive
i siciliani
bocciano Crocetta
Ma lui resiste

Lex pci Oliverio e il successo alle primarie: Renzi voleva un papa nero
La vicenda
Il bersaniano
Mario Oliverio
ha vinto le
primarie del
centrosinistra
per la corsa a
governatore
della Calabria:
ha ottenuto il
56% dei voti
Gianluca
Callipo ha
ottenuto il
40%, terzo
Gianni
Speranza al 4%
(oggi i dati
ufficiali)

CATANZARO Lusato sicuro piace


ancora ai calabresi. Almeno
quelli di centrosinistra. Mario
Oliverio, bersaniano di ferro
vincitore delle primarie per la
scelta del candidato a governatore della Calabria si sente una
quercia. Nonostante i suoi 61
anni, un vecchio guru della
politica formatosi nel Pci, quattro legislature alla Camera, un
mandato da sindaco nella sua
San Giovanni in Fiore e un passato da assessore regionale allagricoltura. I dati non ancora
ufficiali lo danno al 56% e gran
parte di questo consenso gli arriva dalle nuove generazioni
impegnate nelle amministrazioni locali. Oliverio la vecchia guardia che batte lincarnazione locale del renzismo,
quel Gianluca Callipo voluto
dallo stesso segretario. Il sindaco di Pizzo Calabro, una laurea
in economia aziendale, rimasto fermo al 35%, bocciato da
un elettorato che lha premiato
solo nella citt di Reggio Cala-

Il caso

ROMA Ho 54 anni, mica 104. E


lui 30. Mb? Fossi un maschio
mi direste che sono un gran figo protesta Stefania Pezzopane
che rivendica la parit amorosa
e si tiene stretto il toy-fidanzato
Simone Coccia perch lamore
non questione di et, se dura,
dura.
Cinque mesi, intanto. A maggio il caff che li ha fatti conoscere (in un bar dellAquila), a fine luglio il primo bacio ( capitato), poi lui che va a trovarla
a Palazzo Madama (Era curioso
di vedere dove lavoro, lhanno
fotografato manco fosse un criminale), ancora lui che per
scherzo chiede la sua mano in
radio (Poi mi ha detto che vorrebbe farlo sul serio. E io? Ci sto
pensando, magari s, lo sposo),
lei che se lo porta nel salotto di
Barbara DUrso e lo ribacia in diretta tv alla faccia dei bigotti.
Stefy e Simo. O meglio: Lui mi
chiama pesciolina, io gnocchetto, anche se in effetti uno
gnoccolone grande e grosso.

bria e in provincia di Vibo. Solo


un 5% per Gianni Speranza
(Sel).
Sapevano che avrei vinto e
per questo hanno cercato di
abolire le primarie ha affermato Oliverio . Ho dovuto
lottare per impormi e allontanare i veti incrociati che giungevano in questi mesi quotidianamente da Roma, ma anche in Calabria cera chi remava
contro la mia candidatura.
Oliverio scarica le tensioni della vigilia e mette fine alle polemiche innescate su possibili
appoggi dellelettorato del centrodestra ai candidati alle primarie. Che in effetti c stato. A
Locri lintera giunta e due consiglieri del centrodestra, come
riferisce il Corriere della Calabria, si messa in fila al seggio
per votare. Ho vinto le primarie perch alla fine il popolo del
centrosinistra cercava un politico esperto, capace di risollevare questa regione dopo i disastri commessi dal centrode-

Chi Mario
Oliverio, 61
anni, Pd,
deputato dal
92 al 2006

stra, sostiene Oliverio, che ricorda come per contrastarlo


cera stato in questi mesi anche
lipotesi di candidare un papa
nero, direttamente catapultato
da Roma. Un nome tra i tanti
era quello di Ernesto Carbone,
calabrese, fedelissimo di Renzi.
Il premier lha chiamata?
Non lha fatto ieri e neanche
nei mesi scorsi. Si sono fatti
sentire invece Lorenzo Guerini
e Debora Serracchiani. La commozione, per, arrivata quando al telefono ha sentito le voci
del vecchio establishment del
Pd, da Bersani a DAlema e Violante. La vecchia guardia resiste
e manda segnali a Roma. Rottamare? Per sanare una regione
come la Calabria, ultima in tutto, ci vuole gente esperta. Io sono sceso in campo con la consapevolezza che le primarie
non erano e non sono state il
secondo tempo del congresso
del Pd, ha detto Oliverio.
Le primarie sono state anche
loccasione per capire il peso, i

Pezzopane e il baby fidanzato


Si far un tatuaggio per me
E magari lo sposo davvero
Scartata lopzione amore clandestino. Allinizio ho pensato:
lo vedo di nascosto. Ma poi mi
sono chiesta: Stefania, questo
che vuoi? Si risposta di no. La
senatrice pd, piccoletta e rotonda, con lex tronista robusto e ta-

Il bacio
La senatrice
del Pd, ex
presidente della
Provincia
dellAquila,
Stefania
Pezzopane,
54 anni, con il
compagno
Simone Coccia,
30, ospiti di
Barbara DUrso
a Domenica Live

tuato. E allora? Non ho la puzza


sotto al naso, non frequento salotti. Dovrei mettermi con uno
della mia et, imprenditore, con
la Porsche, sai che noia. Simone
mi piaciuto perch diverso
da me, ha 60 tatuaggi, presto se

ne far uno per me, una sorpresa, ma dolce, profondo,


maturo. Lei, da ex presidente
della Provincia dellAquila, ha
ricevuto Obama, da vicepresidente della Giunta per le elezioni ha fatto decadere Berlusconi.

11

numeri e la consistenza del


centrosinistra in Calabria. Centodiecimila votanti hanno superato le previsioni. A fronte di
questo successo il Pd in Calabria si ricompattato. Adesso
si lavora per vincere le elezioni.
Se perdiamo lascio ha detto il segretario Ernesto Magorno. Bocche cucite sulle allean-

Telefonate
Nessuna telefonata
dal premier, ma si sono
fatti sentire Bersani,
DAlema e Violante
ze. Abbiamo intrapreso un
percorso con lUdc si limita a
dire Oliverio . E sul codice
etico allontaneremo con la sana gestione della politica ogni
forma di illegalit.
Carlo Macr
cmacri@corriere.it
RIPRODUZIONE RISERVATA

Lui nel curriculum ha anche la


voce: spogliarellista. Che male
c se uno si guadagna qualche
soldo per le vacanze? Ma stato
pure in missione umanitaria in
Kosovo.
Che pi che amore possa trattarsi di interesse per la busta paga parlamentare sospetto che
non la sfiora. Non ha bisogno
dei miei soldi e non li vuole, ha
casa sua, un uomo orgoglioso,
da quando lo conosco non mi
ha permesso di pagargli nemmeno un caff, chi scrocca al bar
sono invece i colleghi senatori.
Regali? Solo quello di compleanno. Gelosa? Pi lui di me.
guardingo, sa, io non sono mai
stata sola, ho sempre avuto fidanzati o spasimanti. Ansia da
rughe? Zero. Niente dieta,
niente botulino, ho cambiato
solo il taglio dei capelli. A casa
tutto bene. Mia figlia, 15 anni,
felice per me. Mia mamma, 85,
sul momento si preoccupata.
Ma chi ? Ti tratta bene? Le avevano raccontato che lui era pagato da Mediaset per scattarmi
foto compromettenti, temeva
che mi rovinassi la carriera. Lultima volta invece mi ha fatto gli
auguri.
Giovanna Cavalli
RIPRODUZIONE RISERVATA

SIRACUSA I suoi avversari interni


al Pd siciliano, a cominciare
dal segretario regionale,
parlano di una sconfitta
bruciante per il governatore
Rosario Crocetta. Forse un po
esagerano visto che, dopo
lintervento del Consiglio di
giustizia amministrativa per un
pasticcio elettorale, nei seggi
di Pachino e Rosolini appena
3.300 mila siciliani degli 8mila
aventi diritto sono andati alle
urne domenica per rieleggere
2 dei 90 deputati
dellAssemblea regionale. Ma
in entrambi i centri della
provincia di Siracusa non ce
lhanno fatta i candidati sui
quali puntavano sia il
presidente della Regione poco
amato nel Pd sia il colonnello
renziano Davide Faraone, nei
giorni scorsi a Pachino con il
perdente Giovanni Cafeo a un
convegno dal titolo tonante:
Da Aristotele a Renzi. Lha
spuntata invece luscente
Bruno Marzano, un cuperliano
rieletto con appena 47 voti di
scarto rispetto a Cafeo.
Confermato cos come
Vincenzo Vinciullo dellNcd
e Giambattista Coltraro del
Megafono. Mentre nel
centrodestra stato spodestato
il crocettiano del Cantiere
popolare Pippo Gianni,
scalzato da Pippo Gennuso,
esponente dellMpa nato con
Raffaele Lombardo. Sono
soprattutto le sconfitte di
Cafeo e Gianni ad accendere lo
scontro viste le polemiche nate
attorno al convegno e alla
contestatissima scelta di
Crocetta di inserire nella sua
giunta, appena qualche
settimana fa in piena
campagna elettorale come
assessore al Territorio,
Piergiorgio Gerratana, un
consigliere comunale di
Rosolini vicinissimo al sindaco
di Siracusa, Giancarlo Garozzo,
entrambi indicati come pedine
e strateghi di un voto di
scambio, stando alla
sbandierata denuncia di Bruno
Marzano. Il segretario dei
democratici Fausto Raciti
implacabile: Ennesimo
referendum perso dal
governatore. E il cuperliano
Antonello Cracolici: Quante
volte deve perdere per capire
che cos non ha dove andare?.
Un invito esplicito alle
dimissioni, ancora una volta
negate dal governatore.
Felice Cavallaro
RIPRODUZIONE RISERVATA

Marted 7 Ottobre 2014 Corriere della Sera

12
#

Esteri

Il primo caso di Ebola in Europa


Infermiera spagnola colpita dal virus
La donna infettata a Madrid dal missionario rimpatriato. Non era mai stata in Africa

3.439
le vittime
provocate dal
virus Ebola
secondo i dati
dellOrganizzazione mondiale
della sanit

7.492
i contagiati,
tutti in Africa
occidentale a
parte il caso
dellinfermiera,
avvenuto ieri in
Spagna

50%
la percentuale
di mortalit:
classificato
come agente
di rischio
biologico
di livello 4

Ebola ha lasciato lAfrica e


riesce a trasmettersi anche in
Europa. successo per la prima
volta a Madrid, a uninfermiera
entrata in contatto con un missionario malato. Il religioso,
Manuel Garca Viejo, era stato
rimpatriato dalla Sierra Leone
quando gi i sintomi del virus
erano evidenti. Ha lottato contro il male pochi giorni, quindi
ha ceduto morendo undici
giorni fa, il 26 settembre. Tutti
sapevano della pericolosit del
virus che ad oggi ha contagiato
pi di 7mila persone e ne ha uccise pi della met. Tutti erano
preparati per proteggersene
quando Garca Viejo sceso
dallaereo che lo portava a casa
dallAfrica. Eppure la gabbia di
contenzione non bastata.
Uninfermiera di 44 anni che
entrata appena due volte nella
sua stanza disolamento al-

lospedale La Paz Carlo III della


capitale spagnola si ammalata.
La ministra della Sanit Ana
Mato, tesissima, garantisce che
la salute pubblica spagnola allaltezza del compito, che Madrid partecipa ai piani di prevenzione sin da quando Ebola,
l8 agosto, stato dichiarato
emergenza internazionale. Garantisce, infine, che tutti i protocolli di sicurezza sono stati rispettati: doppi guanti, tute di
protezione, maschere. Ma invece di rassicurare, la ministra
spaventa perch, evidentemente, il virus ha beffato ogni precauzione.
Di fatto, Ebola si propagato
in ospedale e, senza che nessuno lo immaginasse, ne uscito,
nel sangue dellinfermiera.
stato in metropolitana con lei,
al supermercato, a casa di ami-

ci, con altri pazienti e colleghi.


Ieri, a 10 giorni dalla morte del
missionario, a 14 giorni dal suo
arrivo in Spagna, il virus si rivelato con una febbre altissima
e due test hanno confermato il
contagio. Ma gi dal 30 settembre la donna aveva qualche linea di febbre. Correttamente,
secondo le norme di sicurezza,
aveva avvertito lufficio rischi
del proprio ospedale. Non le
hanno suggerito nulla se non
misurarsi la febbre. Per sei
giorni la temperatura non
mai salita oltre i 38,6 che sono

Le misure
Sono gi 34 le persone
sotto osservazione
per aver avuto contatti
con la 44enne

Thomas
Duncan, il
liberiano caso
zero di Ebola
negli Stati Uniti,
in condizioni
critiche
allospedale di
Dallas
Da ieri
sottoposto a
una terapia a
base di un
farmaco
sperimentale, il
brincidofovir
(un antivirale)
autorizzato per
i casi di
emergenza
(come Ebola)

Carlo III, invece, c chi critica


lattrezzatura anti contagio sostenendo che guanti e tuta sono legati da un sistema poco
pratico di nastri adesivi.
Il ministero della Sanit rivela che ora le persone poste in
osservazione epidemiologica
sono almeno 34. Trenta sono i
colleghi dellinfermiera che accudirono il missionario malato.
A loro vanno aggiunti il medico
e i due infermieri del pronto
soccorso di Alcorcon. Ultimo,
ma forse quello a maggior rischio, il marito della donna. La
lista per potr allungarsi nelle
prossime ore per includere tutti coloro che sono entrati a contatto con la malata europea numero uno dal 30 settembre,
quando in ferie, aveva solo poche linee di febbre.
Andrea Nicastro
RIPRODUZIONE RISERVATA

Come si diffuso il virus


Madre
del paziente
zero

Suocera
del dipendente
dellospedale

PREFETTURA
DI GUECKEDOU

Infermiera

Sorella di tre anni


del paziente zero

CONAKRY

PREFETTURA
DI KISSIDOUGOU

Ostetrica
Villaggio
di Meliandou

Fratelli
del dottore

Sorella
della nonna
del paziente
zero

Persone
in contatto
con il dottore

Dipendente
dellospedale

Nonna
del paziente
zero
Villaggio
di Dawa
Persone che hanno
partecipato al funerale
della nonna del paziente
zero

SIERRA
LEONE
Macenta

AFRICA

Famiglia
dellostetrica

PAZIENTE
ZERO
Bambino
di due anni

MALI
SENEGAL
GUINEA
BISSAU
GUINEA
Kissidougou
Gueckedou

Villaggio
di Dandou
Pombo

La quota delle
persone che
hanno
contratto Ebola
in Liberia e che
sono curate in
ospedale

I milioni di
dollari stanziati
dai governi e
dalle istituzioni
internazionali
per combattere
il virus

Negli Usa

6 dicembre 13 dic. 20 dic. 27 dic. 3 gen. 10 gen. 17 gen. 24 gen. 31 gen. 7 feb. 14 feb. 21 feb. 28 feb. 7 mar. 14 mar. 21 mar. 28 mar. 4 apr.
2013
2014

18%

700

la soglia di allarme ufficiale per


il riconoscimento di Ebola. Sei
giorni in cui linfermiera ha
continuato le sue vacanze iniziate allindomani della morte
del religioso.
Secondo gli studiosi, un malato di Ebola contagioso solo
durante la fase sintomatica. Ma
quando il 30 settembre la febbre ha cominciato a salire, il virus poteva gi trasmettersi? Solo ieri, con la febbre ormai abbondantemente sopra i 38,6
gradi scattato il ricovero e le
vere misure precauzionali.
Com arrivata al pronto soccorso dellospedale di Alcorcon? In metr? In auto? In taxi?
Perch ha scelto quellospedale e non il suo, il Carlo III? Ad
Alcorcon, alcuni sanitari dicono che la malata europea numero uno non stata accolta
con precauzioni particolari. Al

Dottore
che ha curato
il dipendente
dellospedale

LIBERIA

IlIlprimo
primocaso
casonegli
negliUsa
Usa
20 settembre
Thomas Eric Duncan,
40 anni, contrae Ebola
a Monrovia (Liberia)
il 15 settembre.
Poi vola negli Stati Uniti
dove gli viene diagnosticato
il virus
primocaso
casoin
negli
Usa
IlIlprimo
Europa

Famiglia
del dottore

Persone
in contatto
con la famiglia
del dottore

PREFETTURA DI MACENTA

Fonte: New England Journal of Medicine, Organizzazione mondiale della Sanit, El Mundo, The Wall Street Journal

6 ottobre
Uninfermiera che
ha curato (senza successo)
un missionario spagnolo
con il virus viene infettata
anche lei e ricoverata
a Madrid
Corriere della Sera

Lepidemia avanza: in Sierra Leone 121 morti in un giorno


Mancano i posti negli ospedali e il personale per curare i malati. Vietati baci e strette di mano
In 40 ruotano giustamente
intorno al letto di Ashoka
Mukpo, il giornalista americano che lotta per la vita in un
ospedale del Nebraska dopo
essersi infettato in Africa. La
Sierra Leone, 5 milioni di abitanti, ha pi o meno lo stesso
numero di medici: 40 per tutto
il Paese. Quanto al virus, il ministro della Sanit di Freetown
ha contato 121 vittime e 81 nuovi casi in un giorno solo: sabato
scorso. Immaginate un titolo e
una foto per ciascuno. Pensate
che persino un funerale un
sogno impossibile per gli appestati africani di Ebola.
I morti si fanno sparire in
fretta in Liberia, Sierra Leone e
Guinea, i tre piccoli vicini colpiti da unepidemia cominciata
in sordina nel dicembre scor-

so. Sepolture senza cerimonia


n parenti. E se esiste un inceneritore, come a Monrovia dove la comunit indiana ha messo a disposizione il suo, ci sono
pire collettive da smaltire la
notte quando il fumo svanisce
senza dare nellocchio.
Per i malati non ci sono abbastanza letti, figuriamoci se si
pu contare su un numero sufficiente (quattro per malato
lideale) di operatori scafandrati. Ci sono contagiati che
agonizzano nelle case, lungo le
strade, rifiutati dalle strutture
per mancanza di posti. Gli Usa
mandano migliaia di soldati
per costruire venti ospedali da
campo, la Francia ha promesso
70 milioni di aiuti (lItalia 5), la
Gran Bretagna costruisce centri di trattamento. Ma tutto il

Nbc News

Ashoka
Mukpo il
cameraman
freelance della
Nbc News
che ha
contratto
lEbola in
Liberia e che
adesso
ricoverato in
gravi
condizioni in
Nebraska

poco che arriva troppo lento


rispetto allaccelerazione del
virus: servirebbero infermieri
pi che soldati, capitale umano
e non solo finanziario come
denuncia Medici Senza Frontiere che finora ha trattato circa
il 60% dei malati nella regione.
Con quel nome di fiume africano che viene da una regione
del Congo dove nel 1976 si
fatto conoscere al mondo, Ebola ci ha messo anni per raggiungere la prima vittima in
Africa Occidentale: un bambino di 2 anni infettato da un incontro casuale con un pipistrello della frutta (vettore sano) in una foresta della Guinea.
Nei primi mesi del 2014 si
spostato nei villaggi e nelle citt, seguendo le vie dei funerali
quando ancora si tenevano, at-

traversando frontiere che significano poco per comunit


abituate a spostarsi: fino a pochi anni fa per sfuggire alle
guerre, adesso per il commercio e le visite familiari. Si diffuso contando sulla mancanza
di strutture sanitarie, sul sospetto che non fosse unemergenza ma uninvenzione dei
governi per ottenere soldi o
sterminare rivali, sul vuoto in
cui sono caduti gli appelli alla
comunit internazionale e agli

Voli e coprifuoco
Le compagnie aeree
hanno interrotto i voli,
nelle citt coprifuoco
e scuole chiuse

altri Paesi africani, prima di assumere lestate scorsa un passo


letale.
Gran parte delle compagnie
aeree ha interrotto i voli da e
per Ebolaland. I governi cercano di fermare il virus isolando
le persone. Con il coprifuoco,
lo stop ai campionati di calcio,
la chiusura delle scuole. Fa pi
rabbia o tenerezza sapere che
la gente se pu usa le maniche
lunghe? Anche il sudore una
via di contagio. Niente baci o
strette di mano. Dont touch
la parola dordine che hanno
imparato tutti i bambini. Eppure Ebola continua a uccidere in
Africa: centinaia di persone in
un giorno solo.
Michele Farina
mikele_farina
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Marted 7 Ottobre 2014

ESTERI

13
#

Domande
e risposte
di Margherita De Bac

Che significato ha il primo


caso europeo di Ebola?
Linfermiera spagnola, se
avesse seguito le procedure di
sicurezza, non si sarebbe infettata. Evidentemente ha commesso un errore e non si protetta come avrebbe dovuto. Se
tutte le precauzioni vengono
adottate (guanti doppi, cappuccio, mascherina filtrante,
occhiale, precise regole di svestizione) gli operatori non corrono pericoli. Dunque dal punto di vista del rischio per lEuropa e lItalia non cambia nulla.
per un monito: bisogna
alzare la guardia?
Quando vengono rimpatriate persone gi colpite da
Ebola occorre rafforzare le precauzioni. Daltra parte un dovere morale offrire le cure migliori a chi rischia la vita come
missionario o volontario civile.
In Africa non esistono strutture
adeguate agli standard europei.
Che cosa sappiamo di nuovo sul virus Ebola rispetto allinizio dellepidemia?
Non ha cambiato comportamento. Stesse modalit di
contagio, stessa virulenza. Linfezione si trasmette attraverso
il contatto diretto con i liquidi
organici della persona malata

Non contagia per via aerea


La difesa? Diagnosi precoci
Gli esperti: non ci sono ancora farmaci e vaccini di efficacia provata
che ha gi i sintomi. La letalit
identica a quella osservata
nelle precedenti epidemie,
quasi 7 casi su 10.
Allora non vero che il virus sta mutando e c il pericolo che si trasmetta per via
aerea, come la Sars, la sindrome acuta polmonare?
Sono speculazioni senza
fondamento, come ha chiarito

lOrganizzazione mondiale della sanit. Finora i ricercatori


non si sono mai trovati di fronte a un virus capace di mutare
con tanta rapidit e modificare
cos drasticamente il modo di
trasmettersi. Ebola non mai
stato isolato nel sudore.
Dunque il virus non mutato?
No, come tutti i virus a Rna,

cio con un patrimonio genetico meno stabile, ci saranno state lievi, continue mutazioni.
Ma non tali da cambiare le caratteristiche dellagente infettivo. Non siamo di fronte a un virus influenzale.
E allora come mai se il virus
identico alle precedenti epidemie stavolta cos aggressivo? Mai tanti contagi, mai

Il virus
Linfermiera
spagnola
infettata aveva
curato
il missionario
con il virus
(sopra il suo
trasporto
in ospedale)
Luomo,
Manuel Garcia
Viejo,
nonostante le
cure, poi
deceduto il 26
settembre

tante vittime. E i focolai non


si estinguono.
Dipende probabilmente
dallorigine dellepidemia avvenuta in una zona tra Guinea,
Sierra Leone e Liberia dove le
frontiere sono un colabrodo e
la mobilit della popolazione
incontrollabile. Stavolta linfezione, che prima era confinata
ai piccoli villaggi, ha raggiunto
le capitali dove la gente ha condizioni di vita molto deteriorate, i riti funebri favoriscono la
propagazione del virus e c la
paura per lospedale, identificato come un luogo di morte.
In compenso si visto che i Paesi dotati di unorganizzazione
sanitaria meno precaria, come
la Nigeria e il Senegal, sono riusciti a contenere il disastro.
Qual la prima difesa che
un Paese ben organizzato come lItalia pu opporre?
La prima arma la precoce
identificazione di persone potenzialmente infette in arrivo
da zone a rischio. La tempestivit dellintervento fondamentale per individuare i soggetti entrati a contatto con il
malato e tenerli sotto sorveglianza.
Esistono cure specifiche,
farmaci?
Non ci sono farmaci di
comprovata efficacia n vaccini. Le cure sono quelle generiche. Antipiretici per la febbre,
antidolorifici, reidratazione
con infusioni.
(Hanno risposto alle domande del Corriere Giuseppe Ippolito, dello Spallanzani, e
Gianni Rezza, dellIstituto Superiore di Sanit)
RIPRODUZIONE RISERVATA

14

Marted 7 Ottobre 2014 Corriere della Sera

Corriere della Sera Marted 7 Ottobre 2014

I miliziani assediano la periferia di Kobane, la resistenza curda comincia a cedere

di Massimo Gaggi

uella delle gaffe di


Joe Biden una
storia lunga come i
sui sei anni di
vicepresidenza, spesso
condita dalle ironie
affettuose dello stesso
Barack Obama. Meno di un
mese fa Joe si era
guadagnato dal
Washington Post il
sarcastico titolo di peggior
politico della settimana
per una sfilza di infortuni
iniziati definendo degli
Shylock i creditori
impazienti di alcuni
militari (espressione che
aveva offeso la comunit
ebraica).
Negli ultimi giorni, per,
Biden ha fatto un salto di
qualit bacchettando a
raffica Turchia, Arabia
Saudita ed Emirati Arabi
per aver lasciato transitare
terroristi sul loro territorio
senza reagire o,
addirittura, per aver
armato in Siria anche
ribelli legati ad al Qaeda,
allIsis e ad Al Nusra, nella
foga di combattere contro
Assad. Un mezzo disastro
diplomatico: dopo un
incontro allOnu col
presidente Erdogan, Biden
raccont che il leader
turco aveva ammesso che
le frontiere del Paese
erano state un colabrodo e
aveva promesso di correre
ai ripari. La furibonda
replica di Ankara (se non
smentisce con noi ha
chiuso) ha costretto il
vicepresidente a fare
marcia indietro,
scusandosi. Anche agli
Emirati, che hanno chiesto
un chiarimento sulle
dichiarazioni da lui
rilasciate durante un
incontro con gli studenti
di Harvard, Biden alla fine
ha porto le sue scuse.
Stavolta, per, il sospetto
che le sortite del
vicepresidente non siano
state del tutto casuali. Le
cose dette non erano
sbagliate. Solo
inopportune nel momento
in cui questi Paesi hanno
appena aderito al fronte
militare anti Isis
organizzato dagli Usa in
Iraq e Siria. Biden si
scusato, ma, a ben vedere,
non si rimangiato le cose
dette. E lex braccio destro
di Obama, David Axelrod,
lha difeso: Le sue parole
rispecchiano le
frustrazioni della Casa
Bianca per il
comportamento di certi
alleati. Biden-Rigoletto?
Certo, non puoi usare il
vicepresidente per dire
verit scomode, come
fosse un giullare. Ma poi
lo stesso Joe, con
lennesima gaffe, a dire che
il suo un mestiere di m
RIPRODUZIONE RISERVATA

15

Le bandiere Isis al confine turco

Diplomazie

Le gaffe di Biden
e le verit
sugli alleati

ESTERI

Il luogo
Kobane, che
in arabo
chiamata Ayn
al-Arab, una
citt nellarea
curda della
Siria, nel nord
del Paese al
confine con la
Turchia
Questa
localit ha
sempre avuto
un ruolo
simbolico per la
comunit
curda, oltre che
unimportanza
strategica

DAL NOSTRO INVIATO

Bandiera nera
sventola sullorizzonte di Kobane, lenclave curda in Siria al
confine con la Turchia. Un grido di morte che parte dalla collina di Mishtaur nei quartieri
delle periferie sud-orientali,
penetra le vie del centro e raggiunge la frontiera turca a
nord. Il vessillo dello Stato islamico simbolo di terrore per i
combattenti curdi accerchiati.
Ieri mattina i jihadisti di Abu
Bakr Al Baghdadi sono riusciti
a issarlo sul tetto di una palazzina a quattro piani sulle pendici di Mishtaur. Da tre settimane i curdi lottano come disperati contro lassedio che
ogni giorno si fa pi serrato,
pi minaccioso. Adesso la battaglia finale arrivata. Nei loro
comunicati sostengono che
non scapperanno. Lotteranno
MURSITPINAR

con le armi in mano. Se i terroristi islamici entrano, Kobane diventer il loro e nostro cimitero. Resisteremo sino allultima goccia del nostro sang u e , h a d i c h i a r a to a l l a
Reuters il capo delle unit di
difesa locali, Esmat Al Sheikh.
Nulla a che vedere con la fuga caotica e vergognosa dellesercito regolare iracheno in
giugno alle porte di Mosul. I
curdi siriani non si lasciano intimorire dalle minacce grondanti sangue dei jihadisti.
Sembra che siano rimasti circa
in tremila asserragliati a Koba-

La coalizione
I raid alleati si sono
rivelati quasi inutili:
solo qualche carro
armato distrutto

ne. Ancora una settimana fa


erano dispersi nella rete di villaggi tutto attorno. Dispongono per solo di armi leggere e
hanno dovuto ritirarsi di fronte
ai carri armati e ai mortai pesanti del nemico.
I raid alleati si sono rivelati
quasi inutili: qualche carro armato distrutto assieme a un
paio di convogli di munizioni
in arrivo da Raqqa, la capitale del Califfato nel Nord della
Siria. Laltra notte e ieri mattina
i jet statunitensi hanno attaccato due o tre posti di blocco. Ma
con effetti irrisori.
Sembra che i jihadisti abbiano imparato a disperdersi tra le
strutture civili. I curdi valutano
che gli assedianti siano ora circa 10 mila. Uno dei problemi
gravi per i comandi americani
e i loro alleati sta nel fatto che,
al contrario dei peshmerga
nellenclave dellIraq setten-

Su Corriere.it
Sul sito ampi
servizi sulla
battaglia di
Kobane, una
zona strategica
per i futuri
equilibri. E
sullavanzata
dellesercito
dellIsis con la
resistenza dei
peshmerga curdi

trionale, i curdi siriani non


hanno alcun coordinamento
con loro e dunque non forniscono le coordinate delle posizioni nemiche che potrebbero
venire colpite dallaria.
Da ieri mattina si combatte
casa per casa, strada per strada.
Le ambulanze turche hanno
portato una trentina di feriti
negli ospedali locali. In serata
si temeva che la notte preparasse il massacro finale a Kobane.
Un momento di lutto per i curdi. Nel pomeriggio una trentina dei loro combattenti morta in due attentati kamikaze
nella cittadina di Hasakah. E
una forte preoccupazione per
la Turchia, che se Kobane cadr
dovr affrontare direttamente
la minaccia islamista dellIsis
che nella sua avanzata non conosce i confini.
Lorenzo Cremonesi
RIPRODUZIONE RISERVATA

La storia

di Stefano Montefiori

DAL NOSTRO CORRISPONDENTE

Ex militare
Secondo i
media del
gruppo
editoriale
statunitense
McClatchy, che
cita fonti delle
intelligence
europee,
lagente
segreto di
Parigi passato
ai jihadisti del
gruppo Al
Nusra, affiliato
ad Al Qaeda in
Siria, sarebbe
di origine
nordafricana e
prima di
entrare nei
servizi sarebbe
stato un
militare

PARIGI Conferme incrociate da


fonti dellintelligence e dei ribelli siriani, smentite dalla
Francia. Limpegno congiunto
degli Occidentali contro i jihadisti in Iraq e Siria stato turbato ieri dalla notizia che un
agente di alto grado dei servizi
segreti francesi sarebbe passato al nemico, fornendo informazioni di enorme importanza
al gruppo siriano Al Nusra affiliato ad Al Qaeda.
La ricostruzione del sito del
gruppo editoriale americano
McClatchy (trenta quotidiani,
diffusione media 2 milioni e
200 mila copie) indica che due
uomini dei servizi europei, in
separate occasioni, hanno fatto
il nome dello stesso agente
francese come di un traditore
che sarebbe stato bersaglio dei
primi raid dellaviazione americana in Siria: contro di lui gli
aerei Usa avrebbero sparato
non meno di 47 missili. Luomo, ancora in vita, secondo una
fonte dei ribelli siriani sarebbe
un esperto di esplosivi che ha
combattuto in Afghanistan e in
Siria con Al Qaeda e che sarebbe a capo di una cellula di cinque combattenti basati nella
moschea di Idlib, a 60 chilometri da Aleppo, in Siria.
Gli agenti europei citati da
McClatchy considerano il transfuga una pericolosa combinazione di lungo addestramento
militare di tipo occidentale e
nuova, profonda fede nella
guerra santa predicata dai terroristi islamici. Lagente pi alto in grado ad avere mai fatto
defezione verso i terroristi: sarebbe uno degli sviluppi pi
pericolosi della ormai lunga
lotta dellOccidente contro Al
Qaeda.
Quattro agenti di diverse intelligence europee avrebbero
confermato la storia, evocando
il tradimento di un uomo della
Dgse (Direzione generale della
sicurezza esterna, i servizi francesi) o dellintelligence militare. Mitchell Prothero, lautore
dellarticolo per McClatchy,
della redazione di Washington,
sostiene che tutte le fonti vogliono comprensibilmente

La collina La bandiera nera dellIsis issata su una collina nei pressi di Kobane, la citt difesa dai curdi e assediata dai jihadisti

Lo 007 francese con Al Qaeda


Raid dal cielo per eliminarlo
Parigi smentisce: non un nostro agente, lavora in proprio
mantenere coperta la loro identit perch lesistenza dellagente francese assolutamente
top secret. Non chiaro se
luomo fosse un infiltrato di Al
Qaeda sin dallinizio del suo lavoro per i servizi francesi, o se si
sia trasformato in terrorista durante le operazioni sul terreno.
Poche ore dopo luscita dellarticolo americano, il governo
francese ha smentito in modi leggermente diversi la notizia. Le informazioni riguardo alla supposta appartenenza
della persona in questione ai
servizi di intelligence del ministero della Difesa (la Dgse) sono
totalmente errate, ha dichiarato un responsabile del ministero. Le Monde riporta un altro
commento proveniente dalla
Difesa francese, secondo il quale questo francese esiste, ma

non n un ex membro dei servizi segreti e neppure un ex militare, si sarebbe solo allenato
assieme a degli uomini un tempo parte dellesercito francese.
Romain Nadal, portavoce del
ministero degli Esteri, ha detto
non commentiamo le indiscrezioni delle stampa.
Nonostante la posizione delle autorit francesi, in serata un
altro media americano ha confermato la storia raccontata da
McClatchy. Abc News scrive
che unex spia francese, che ha
fatto defezione entrando a far
parte di Al Qaeda, era uno degli
obiettivi dei bombardamenti
americani in Siria del mese
scorso. Lobiettivo era impedire
ai terroristi di fare esplodere
aerei nei cieli europei o americani. McClatchy ha parlato per
la prima volta domenica del tra-

Il dubbio
Era un infiltrato di Al
Qaeda sin dallinizio
o diventato un
terrorista sul campo?

Prima volta
Lex capo del servizio di
sicurezza: Non ho mai
visto niente del genere
in trentanni di carriera

47
i missili che
avrebbero
sparato
contro di lui
gli aerei Usa

4
agenti di
intelligence
diverse hanno
confermato
la storia

dimento di un agente francese


e del suo lavoro con i terroristi
in Siria per sviluppare bombe
non metalliche, non rilevabili
ai controlli, da imbarcare sugli
aerei passeggeri in Occidente. Il
sito americano sarebbe a conoscenza del suo nome, ma ha
stretto un accordo con le fonti
per non svelarlo in modo da
non compromettere la sicurezza della sua famiglia in Francia.
Abc News sostiene di avere avuto conferme da funzionari dellintelligence che si tratta del
pi importante agente occidentale mai passato dalla parte di
Al Qaeda.
Lex capo del servizio di sicurezza della Dgse, Alain Chouet,
ha detto allExpress che giudica
improbabile una defezione di
questa importanza. Anche se
resta una smentita da parte di
fonti ufficiali (quindi scontata,
ndr), non ho mai visto niente
del genere in 30 anni di carriera. Potrebbe anche trattarsi di
una manovra dei jihadisti per
ingannare lopinione pubblica
occidentale.
Stef_Montefiori
RIPRODUZIONE RISERVATA

16

Marted 7 Ottobre 2014 Corriere della Sera

ESTERI

Uomini blu
Militanti di
Alternativa,
mascherati in
tuta blu,
attaccano un
manifesto che
raffigura la
cancelliera
Merkel, nei
pressi della
Porta di
Brandeburgo, nel
corso dellultima
tornata
elettorale

Linchiesta / 4

di Paolo Lepri

DAL NOSTRO CORRISPONDENTE


BERLINO Sono

a destra della Cdu


di Angela Merkel, con esattezza,
perfino nella topografia dispersiva di una citt senza centro.
Almeno sulla carta, infatti, la distanza tra i due palazzi di poche centinaia di metri. Dallanonimo edificio biancastro dove si
insediato il quartier generale
di Alternative fr Deutschland,
nella Schillstrasse, si pu vedere, al di l del Landwehrkanal,
quella specie di nave trasparente, proiettata allesterno, dove la
cancelliera, timone in mano, ha
pronunciato tempo fa alcune
parole disarmanti sulla minaccia rappresentata dal vittorioso
partito antieuro. La migliore
risposta che possiamo dare loro
quella di governare bene, ha
detto, cercando di tranquillizzare i fedelissimi. Niente paura,
insomma, rimbocchiamoci le
maniche e pensiamo a fare il
nostro lavoro, i risultati ci daranno ragione. Sar sufficiente?
Non tutti lo pensano. Molti temono invece emorragie ancora
pi consistenti.
Intanto, per, in quellappartamento del sesto piano che
guarda in lontananza verso la
poco amata multietnica Kreuzberg si studiano le mosse dellavversario, lo si incalza sempre
pi sui temi di unEuropa che
non va bene cos come adesso e su quelli della difesa degli
interessi nazionali tedeschi, scivolando spesso nel populismo.
Si vede sventolare sul tetto del
Konrad-Adenauer-Haus quella
bandiera arancione dei cristiano-democratici a cui gli uomini
del professor Bernd Lucke vogliono strappare qualche lembo. In attesa, magari, di rappresentare lunica scelta per una futura coalizione di governo. La

Solo antieuro? No, la nuova destra


LAlternativa che spaventa Merkel
Si impongono nei Lnder, flirtano con gli estremisti. E possono rivoluzionare la politica tedesca
per egoisti conservatori middle
class quanto per un elettorato
popolare brontolone. Angela
Merkel ha ragione: siamo un
problema per tutti, spiega al
Corriere una delle teste pi fini
di Afd, il portavoce Konrad
Adam. Filologo classico, ex
giornalista della Frankfurter Allgemeine Zeitung, Adam riconosce che, certamente, il maggior
numero di elettori in libera uscita vengono dal partito della cancelliera. Ma nei nuovi Lnder i
consensi arrivano a sorpresa anche dallestrema sinistra della
Linke e da chi aveva smesso di

recarsi alle urne. Scelgono noi


aggiunge perch offriamo
quella alternativa di cui sono
stati privati dagli altri partiti.
Il grande interrogativo, per,
riguarda le affinit di Alterative
fr Deutschland con i movimenti dellestrema destra tedesca (in Sassonia, per esempio,
ha prosciugato il bacino elettorale dei neonazisti della Npd
che sono rimasti fuori dal parlamento regionale) e le parentele
con quelle forze antisistema e
xenofobe che si stanno facendo
largo in Europa. un dato di fatto che tutti i dirigenti del nuovo

partito hanno allargato il programma iniziale, schierandosi


per limitare il turismo del welfare, per un nuovo concetto selettivo di accoglienza degli immigrati, in difesa della famiglia
tradizionale e a favore, pi in generale, degli interessi economici tedeschi minacciati. I toni a
volte, sono demagogici e non
raramente ispirati da uno spirito reazionario. Le donne vogliono portare i bambini allasilo nido poco dopo il taglio del
cordone ombelicale, una frase famosa di Lucke.
In realt il leader di Afd

sempre stato molto sollecito nel


respingere accuse di derive
estremiste. In qualche caso si
smentito da solo, come quando
ha scelto una parola molto infelice per sostenere la necessit di
combattere la degenerazione
della democrazia. Per la capolista in Sassonia, Frauke Petry, il
modello da seguire quello di
una politica democratica di destra. Se gli si chiede una formula per definire il suo partito,
Adam sottolinea che i vecchi
schemi non valgono pi e rivendica i valori del ragionevole
buon senso. Rimane priorita-

ria, aggiunge, la battaglia per


smantellare lunione monetaria,
perch la sua esistenza il primo ostacolo per un futuro migliore dellEuropa. Noi abbiamo la pretesa dice di essere migliori europei degli altri.
Sono conservatori vecchio
stile, non estremisti o radicali di
destra, sottolinea il politologo
Jrgen Falter, secondo cui Afd
non oltranzista come il Front
National francese, non nazionalista come lUkip in Gran Bretagna, non xenofoba come la
Fp austriaca. Li paragonerei
piuttosto aggiunge al Partito popolare svizzero, una forza
politica patriottica e isolazionista. Sar anche vero, almeno in
parte, ma le differenze tra patriottismo e nazionalismo sono
abbastanza tenui, soprattutto in
una Germania che deve fare
molta attenzione al fascino indiscreto di questi due sentimenti.

Le idee
Selezione degli
immigrati, difesa della
famiglia tradizionale,
priorit agli interessi
economici tedeschi

Gli incidenti
Un deputato regionale
ha pubblicato
su Facebook una
vignetta antisemita:
stato cacciato

mappa della politica in movimento, pi ancora di quella della capitale inquieta che la ospita.
Alternative fr Deutschland,
nata solo un anno e mezzo fa,
infatti reduce da alcuni successi
clamorosi. Alle politiche del settembre scorso rimasta appena
al di sotto della soglia di sbarramento del cinque per cento.
Era solo una prova generale,
dicono adesso. La conferma
arrivata ben presto con il voto
europeo: sette deputati a Strasburgo, tra cui lo stesso Lucke e
un vecchio alfiere delleuroscetticismo come lex numero uno
della Bdi, la confindustria tedesca, Hans-Olaf Henkel. Un
mese fa, in Sassonia prima
(9,7%), in Turingia (10,6%) e
Brandeburgo (12,2%) poi, sono
arrivati trionfi superiori persino
alle attese. E nelle battagliere
campagne elettorali, in cui si
molto parlato anche di criminalit frontaliera o di referendum
sui minareti, gli abiti di grisaglia
antracite non sono stati indossati da tutti.
La Germania deve fare i conti definitivamente con un nuovo, forte partito, ha detto Lucke
dopo le ultime vittorie. A chi
hanno portato via i voti? Un po
dovunque, riuscendo a essere
tanto un punto di riferimento

una realt, comunque, che a livello locale, Alternative fr Deutschland ha civettato con ambienti di estrema destra e non
ha voluto o potuto filtrare il
personale politico che oggi la
rappresenta. Ne una dimostrazione chiara il recente caso del
deputato regionale brandeburghese Jan-Ulrich Weiss, che ha
pubblicato una vignetta antisemita sulla sua pagina di Facebook provocando la reazione indignata del presidente del consiglio centrale degli ebrei tedeschi, Dieter Graumann. Lo
abbiamo allontanato dal gruppo
parlamentare, ci spiega adesso
Adam.
In ogni caso, la preoccupazione aumenta. A paragonare pochi giorni fa il partito di Lucke al
gruppo di estrema destra dei
Republikaner non stato lultimo arrivato, ma un uomo autorevole, fedele allEuropa, come il
ministro delle Finanze Wolfgang Schable. Dobbiamo
combatterli con determinazione, ha detto. E allironia del
vecchio leone cristiano-democratico, secondo cui sconveniente che proprio un professore di economia dica sciocchezze
sulla moneta unica, la risposta
sono stati sgradevoli attacchi
personali. Non stato bello.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Marted 7 Ottobre 2014

ESTERI

Matrimoni gay negli Usa


Ora la Corte suprema
ha spianato la strada
Respinte le eccezioni di incostituzionalit in cinque Stati
Il percorso
Presto
saranno 30 gli
Stati americani,
oltre al
Distretto di
Colombia, a
legalizzare le
nozze gay.
Dopo aver
perso ieri il
ricorso Utah,
Indiana,
Oklahoma,
Virginia e
Wisconsin
dovranno
legalizzare tali
unioni. Kansas,
Colorado, West
Virginia,
Wyoming, Nord
e Sud Carolina
seguiranno
presto

DAL NOSTRO INVIATO


NEW YORK Dopo un primo, parziale via libera lanno scorso,
quando si era rifiutata di limitare la definizione dellistituto
del matrimonio alle coppie
eterosessuali, la Corte Suprema Usa ieri ha aperto unautostrada alla definitiva legalizzazione nazionale delle unioni
gay. I nove giudici costituzionali si sono infatti rifiutati, a
sorpresa, di prendere in considerazione i ricorsi di cinque
Stati contro gli interventi della
magistratura che aveva autorizzato i matrimoni omosessuali.
Gli oppositori promettono
di combattere fino in fondo
perch a decidere su questa
materia devono essere i cittadini, non i giudici. Ma le Corti,
in questo caso, si erano limitate a giudicare incostituzionale
la messa al bando delle unioni
gay decisa da Utah, Virginia, Indiana, Oklahoma e Wisconsin,
mentre altri 19 Stati le avevano
gi legalizzate. In questi cinque

Stati gli effetti della rimozione


del divieto erano stati sospesi
in attesa del giudizio di costituzionalit della magistratura suprema. I pi pensavano che i
giudici avrebbero deciso di affrontare il caso: bastavano
quattro voti su nove. Invece i ricorsi sono stati archiviati, senza fornire alcuna motivazione.
La parola cos tornata alle
Corti ordinarie. Quella dAppello del Quarto Circuito gi in
tarda mattinata aveva ordinato
alla Virginia di ricominciare ad
emettere licenze matrimoniali
alle coppie gay. Anche Indiana
e Wisconsin si sono immediatamente adeguati, mentre Utah
e Oklahoma dovrebbero farlo
nei prossimi giorni.
Gli Stati dove le coppie gay
possono sposarsi salgono cos
da 19 a 24: territori che coprono
il 60 per cento della popolazione Usa. Ma presto il conto salir
fino a 30 perch i circuiti
delle Corti dAppello che avevano cancellato il divieto di queste unioni hanno competenza

19
Stati americani
consentono
attualmente le
nozze tra
persone dello
stesso sesso. Il
primo stato il
Massachusetts
nel 2004

15
mesi da
quando la
Corte suprema
ha decretato
che le nozze
gay in Usa
devono essere
riconosciute a
livello federale

su altri Stati conservatori, dal


Kansas alla Carolina del Nord e
del Sud, che ora, inevitabilmente, dovranno rinunciare al
divieto. A quel punto diventer
molto difficile non estendere la
nuova legislazione a tutto il Paese.
In teoria un colpo di coda del
fronte contrario a queste unioni ancora possibile: finora
tutte le Corti dAppello che
hanno deliberato si sono
espresse a favore delle unioni
gay. Ma se il Sesto Circuito, che
molto conservatore e non si
ancora pronunciato, dovesse
andare in direzione opposta, si
creerebbe un conflitto nella legislazione e questo potrebbe
spingere i giudici supremi a
cambiare rotta e a decidere di
intervenire. Un capovolgimento della situazione attuale sembra, comunque, poco verosimile: i giudici supremi dovrebbero dichiarare illegittima la valanga di matrimoni gay
celebrati per anni.
La verit che prima il siste-

Lo scenario
ma politico, poi quello giudiziario, si sono adeguati al cambiamento della sensibilit dellopinione pubblica su questa
delicata questione. Unevoluzione rapidissima, che in pochi
anni ha trasformato un no
diffuso e apparentemente viscerale nel s di una maggioranza altrettanto netta. Ancora
dieci anni fa George Bush
sconfisse John Kerry e fu rieletto alla Casa Bianca anche grazie
ai referendum anti-nozze gay
organizzati in vari Stati dai repubblicani, lo stesso giorno
delle presidenziali. Ma gi nel
2011 i sondaggi segnalavano un
netto cambio di umori, coi favorevoli che avevano sopravanzato i contrari.
E le ultime indagini del Pew
Research Center, il termome-

Lopinione pubblica
Lunica categoria
fortemente contraria
alle nozze gay sono ora
i conservatori anziani

Una foto di
Murdoch con i
figli scattata
nel giugno
2007 alla
National
Portrait Gallery
di Londra:
party privato
per
lesposizione di
un ritratto del
capofamiglia
realizzato dal
pittore
britannico
Jonathan Yeo.
Nellimmagine
da sinistra, le
quattro coppie:
James, figlio di
Rupert, con la
moglie
Kathryn;
Elisabeth con
Matthew Freud
(i due stanno
per divorziare);

di Fabio Cavalera

DAL NOSTRO CORRISPONDENTE

La figlia di Murdoch verso il divorzio


Suo marito troppo amico di Blair
Lira del magnate che aveva gi rotto con la moglie per colpa di Tony

Il genero
Ringrazio
Rupert
soprattutto
di aver
creato
Elisabeth

gnatela di interessi e compartecipazioni da sciogliere, ha nellex premier laburista la causa


scatenante. Suo malgrado, va
detto chiaro e tondo.
Rupert Murdoch, si sa, ha il
dente avvelenato con lex inquilino di Downing Street: la moglie Wendi, lex giovane moglie
del magnate, spasimava per
Tony e forse i due hanno pure
avuto qualche incontro ravvicinato. Ma, nel caso in questione,
Elisabeth versus Matthew, non
ci sono passioni clandestine. C
solo che a Rupert Murdoch non
va a genio lamicizia di Matthew
col rivale. E non sopporta il
ricordo dellultimo sgarbo
quando alla festa del 50esimo
compleanno del genero, Mister
Freud si sia premurato di invita-

di Guido Santevecchi

Hong Kong ieri,


dopo otto giorni di
occupazione della
City, una notte di
lacrimogeni lanciati dalla
polizia e una di violenze di
teppisti filo-cinesi,
tornato quasi il business
as usual. Impiegati in
ufficio, pochi ragazzi ai
blocchi stradali. Una
delegazione di studenti
democratici e professori di
Occupy Central ha
cominciato a dialogare con
i rappresentanti del
governo. Non c stata la
temuta repressione, non ci
sono stati morti ma solo
pochi feriti lievi. Lo spettro
della Tienanmen

RIPRODUZIONE RISERVATA

Album

che dopo avere lavorato in News


Corporation ha fondato
unazienda di produzione televisiva (MasterChef una sua creazione), e Matthew, che ha una
societ di pubbliche relazioni
(la Freud Communication) con
in portafoglio i clienti migliori
su piazza, si lasciano. E, guarda
caso, di chi la colpa? Dellormai bistrattato Tony, che ormai
il parafulmine di ogni pasticcio in salsa britannica.
Non parlate di lui a Rupert
che diventa capace di qualsiasi
cosa, persino di indurre alla rottura un sodalizio matrimoniale
di ferro come quello di Elisabeth e Matthew. Incubo Tony,
allora, per lo Squalo. Il divorzio
dellanno, con 250 milioni di
sterline da sistemare e una ra-

I ragazzi a casa
Esorcizzato (per ora)
lincubo Tienanmen

tro pi sensibile dei cambiamenti nella societ Usa, indicano che ormai restano fortemente contrari alle unioni gay
solo i conservatori di et avanzata, mentre perfino tra i giovani repubblicani (et tra i 18 e i
29 anni) i favorevoli sono pi
del 60 per cento.
Massimo Gaggi

La storia

LONDRA Elisabeth e Matthew divorziano, causa Tony Blair, ancora lui, poverino. E il salotto
pi esclusivo del Regno Unito va
in frantumi. Sembrava un clan
indistruttibile quello di Chipping Norton, nellOxfordshire,
raccolto attorno a Elisabeth
Murdoch, figlia dello Squalo, e
Matthew Freud, pro-pronipote
di Sigmund, nipote di Lucien, il
sublime artista. A Chipping
Norton si trascorrevano
weekend da sogno, se sono questi i sogni da inseguire, nella
bellissima casa della coppia assai glamour nellOxfordshire, 22
camere da letto circondante da
un parco magnifico: porte aperte per leader laburisti e leader
conservatori, per Tony Blair in
staffetta con Gordon Brown e
per David Cameron e signora,
per i capi della Bbc a scambiarsi
complimenti con i capi del
mondo Sky (Rupert Murdoch in
testa), per i padroni della De Beers (il colosso del mercato dei
diamanti) a brindare con i vertici di Scotland Yard. E con Rebekah Brooks, la rossa scatenata
manager braccio destro dell83enne Rupert, a intrattenere
amabilmente i protagonisti di
quello che sarebbe diventato lo
scandalo dei tabloid spioni. Una
gita a cavallo, il t, la cena curata
dallo chef superstar Jamie Oliver. Giornate e serate indimenticabili.
E adesso? E adesso fine delle
scampagnate, delle scorpacciate, delle partite di caccia, delle
cavalcate rilassanti, degli intrighi, degli ambigui intrecci fra la
politica, i giornali e le televisioni. Peter Oborne, columnist del
Daily Telegraph, aveva dipinto
per il salotto di Chipping Norton
unimmagine pungente: Una
incestuosa collezione di ambigui, ricchi, affamati di potere,
amorali londoner. Elisabeth,

17

re Blair e non lui, lindistruttibile Squalo. Un pensiero gentile


per evitare baruffe, scambiato
per provocazione eccessiva.
Amici e parenti confermano che
la faida tutta dentro il clan
Murdoch, che le pressioni di
Rupert sono diventate insopportabili e che non c stata altra scelta che dirsi addio. Matthew lha presa filosoficamente:
Ringrazio Rupert Murdoch di
tutto, soprattutto di avere creato
Elisabeth. Ma fra il sottoscritto e
Rupert cera poco da condividere negli ultimi tempi. Chipping
Norton, culla di scandali e party,
di invidie e gelosie, di falsit e di
scalate, di amori e tradimenti,
soap opera perfetta, smobilita.
@fcavalera
RIPRODUZIONE RISERVATA

lo Squalo
Rupert con la
terza moglie
Wendi Deng
(hanno
divorziato nel
2013); Lachlan
con la moglie
Sarah.
Murdoch ha
avuto in totale
sei figli da tre
matrimoni, in
questa foto
mancano
allappello
Prudence,
Grace e Chloe
(Tom
Stoddart/Getty
Images)

sembrerebbe esorcizzato.
Per a Pechino ripetono
che dirigenti e masse
sono compatti nel
condannare la blasfemia
dei pochi che sfidano
lordine. Pu Xi Jinping
accettare che in una grande
citt della Cina (perch
questo Hong Kong, anche
se con un sistema di
garanzie liberali negoziate
con gli ex colonialisti
inglesi) si possa umiliare il
partito comunista? Il
presidente ama ripetere ai
quadri che se ci fosse stato
un vero uomo a
difendere il partito,
lUnione Sovietica non
sarebbe caduta.
Anche prima della
Tienanmen, nel maggio
1989, gli studenti
respinsero i primi reparti
dellesercito. Ma poi
vennero altri reggimenti e
ci fu la strage del 4 giugno.
Tra un mese Pechino ospita
il vertice Asia-Pacifico, al
quale Xi tiene moltissimo.
Non vorrebbe certo
rovinarlo spargendo
sangue a Hong Kong. Ma si
dice che sia anche sotto
pressione da parte di quel
settore (ampio) del partito
che sta subendo la
campagna anticorruzione e
che ora gli chiede lo stesso
rigore nei confronti dei
blasfemi. Xi Jinping
sapr (e vorr) mostrare al
partito e al mondo che si
pu essere fermi ma anche
flessibili?
Naturalmente anche gli
studenti, eccezionalmente
coraggiosi in questi giorni,
dovranno mostrarsi
consapevoli dei rischi
storici che corrono,
accettare compromessi.
Dipende anche dal loro
realismo, dal loro saper
capire di aver comunque
vinto accreditandosi come
interlocutori del governo di
Hong Kong, se Xi diventer
uno statista pragmatico o
un macellaio senza
scrupoli.
@guidosant
RIPRODUZIONE RISERVATA

18

Marted 7 Ottobre 2014 Corriere della Sera

Corriere della Sera Marted 7 Ottobre 2014

19

20

Marted 7 Ottobre 2014 Corriere della Sera

Corriere della Sera Marted 7 Ottobre 2014

21

Cronache

Sinodo sulla famiglia


I divorziati risposati
parte della Chiesa
Linvito del Papa ai vescovi: parlate con sincerit

Cos
Il Sinodo
unistituzione
permanente
del Collegio
episcopale
della Chiesa
cattolica.
stato istituito
nel 1965 da
Paolo VI
Dalla sua
istituzione si
sono tenute 13
assemblee
ordinarie e 10
assemblee
speciali. Quella
in corso,
dedicata alle
Sfide pastorali
della famiglia
nel contesto
dellevangelizzazione, la
terza
assemblea
generale
straordinaria

CITT DEL VATICANO Il Papa entra


nellaula del Sinodo assieme ai
191 padri, chiacchiera con loro
nella pausa caff, a fine mattinata esce dal palazzo delle
udienze e se ne torna a casa per
il pranzo, da solo, andando a
piedi a Santa Marta. Comincia
il Sinodo sulla famiglia e Francesco invita a una discussione
serena e aperta, indicando a
tutti due condizioni: Parlare
chiaro, con quella parresa
che la franchezza evangelica,
senza timori reverenziali nei
suoi confronti (Questo non va
bene, non sinodalit: bisogna

Le persone
Larcivescovo teologo
Forte: La dottrina non
una clava, bisogna
guardare alle persone
dire tutto quello che nel Signore si sente di dover dire, senza
pavidit) ma anche ascoltare
con umilt e accogliere con
cuore aperto quello che dicono
i fratelli.
C grande attesa, soprattutto in tema di situazioni difficili dai divorziati risposati
cui negata la comunione alle
coppie di fatto anche se
Francesco ricorda che non bisogna aspettarsi un pronunciamento entro la prossima settimana, visto che ci sar un secondo Sinodo fra un anno e nel
frattempo verranno consultati
di nuovo i fedeli. In un colloquio col quotidiano argentino
La Nacin,Bergoglio precisa:

Lintervista

di Gian Guido Vecchi

importante che tutti possano esprimere le proprie idee in


tutta libert. Altra cose il governo della Chiesa. Quello
nelle mie mani, dopo le consultazioni del caso.
Alla fine decider il Papa, insomma, ma intanto i vescovi lo
prendono in parola. C aria di
rinnovamento, per forza. Come
dice larcivescovo e teologo
Bruno Forte, segretario speciale dellassemblea: Se dovessimo ripetere ci che si sempre
detto, non servirebbe fare un
altro Sinodo. E fin dal primo
giorno intervengono i cardinali
pi in vista. C Peter Erdo, al
quale tocca come relatore generale la lunga Relatio prima della discussione per la
prima volta non in latino: Francesco ha voluto che la lingua
ufficiale fosse litaliano e a
un certo punto assicura: I divorziati e risposati civilmente
appartengono alla Chiesa, hanno il bisogno e il diritto di essere accompagnati dai loro pastori. Ma la relazione introduttiva molto prudente, attenta a ricordare i principi gi
noti (come il no allequiparazione delle unioni gay) e tenere
assieme le varie posizioni, verit e misericordia, limpossibilit di risposarsi e la
prassi delle Chiese ortodosse
con possibilit di seconde nozze, la semplificazione delle
procedure di annullamento e
cos via. Pi netto Bruno Forte:
Anime da salvare, questo vuol
dire Sinodo pastorale. La dottrina non ha un valore astratto
in s, come fosse una clava da
ribadire ad ogni momento: la

dottrina messaggio di salvezza e al centro c la carit di Dio,


la misericordia. Bisogna guardare alle persone.
Sulla stessa linea il cardinale
di Vienna Christoph
Schnborn, che al pomeriggio
ripropone un parallelo gi formulato da Walter Kasper: come
nella Lumen Gentium, al Con-

La parola
PARRESA
Il primo a usare il termine
fu Euripide nel V secolo
avanti Cristo per indicare
una nuova virt: quella di
dire la verit. Il filosofo
francese Michel Foucault
gli dedic una serie di
conferenze a Berkeley nel
1983, un anno prima della
morte

cilio, si disse che la Chiesa di


Cristo sussiste nella Chiesa cattolica, senza escludere che ci
siano parecchi elementi di
santificazione e di verit nelle
altre comunit cristiane, allo
stesso modo si possono riconoscere elementi di verit
anche in un secondo matrimonio civile. Il cardinale Reinhard
Marx fa sapere che la maggioranza dei vescovi tedeschi
sulla linea di Kasper e nel suo
intervento dice che la Chiesa
ha bisogno di un dibattito
pubblico sui temi del Sinodo:
bisogna rispondere col Vangelo alla situazione della famiglia come oggi. Il dibattito libero si sviluppa e proseguir tutta la settimana. Fatelo con tranquillit e pace, dice
Francesco, che segue attento i
lavori. Il Sinodo si svolge sempre cum Petro e sub Petro, e la
presenza del Papa garanzia
per tutti e custodia della fede.
G. G. V.

Il gesto
Il saluto di una
guardia svizzera
al passaggio
di papa
Francesco dopo
la sessione
mattutina
del Sinodo
sulla famiglia
(foto di
Alessandra
Tarantino/Ap)

RIPRODUZIONE RISERVATA

Ma la convivenza un peccato
che impedisce di avere la comunione
Il cardinale De Paolis, firmatario del libro contrario alle aperture

CITT DEL VATICANO Guardi, diamo tempo al tempo e le cose si


chiariranno. Se troveremo una
soluzione che mette in pace
queste coscienze, sar luomo
pi felice del mondo. Purch siano vere soluzioni e non cose
posticce, prive di consistenza.
Il cardinale Velasio De Paolis,
canonista vaticano, uno dei
cinque porporati che alla vigilia
del Sinodo hanno firmato il
libro Permanere nella verit di
Cristo, contrario alle aperture
sui divorziati e risposati prospettate da Walter Kasper nella
rivelazione introduttiva che gli
ha affidato Francesco. Ma io
quel testo lo avevo scritto tre
anni fa, si figuri, era un parere
per la Penitenzieria. Un editore
mi ha chiesto se potevano ristamparlo, e io ho accettato come un contributo da canonista
al dibattito. Del resto, quando
c stato il concistoro a febbraio, lavevo gi consegnato alla
segreteria del Sinodo. Si trovava pure su internet. Altro che
complotto.
Eminenza, il cardinale Erdo

Religioso
Il cardinale
Velasio De Paolis
presidente
emerito della
Prefettura per gli
Affari economici
della Santa Sede
(foto Ap)

ha detto: I divorziati risposati civilmente appartengono


alla Chiesa.
Ma sicuro, nessuno ha mai
sostenuto il contrario. Ogni
battezzato fa parte della Chiesa
e va accolto con misericordia.
Per lei sostiene che giusto negare ai divorziati e risposati la comunione. Il Papa
ha ammonito a non fare come
i cattivi pastori che caricano sulle spalle della gente
pesi insopportabili.
Ma pensa che davvero ci sia
qualcuno che vuol mettere pesi
sulle coscienze? Io cerco di capire quale la volont di Dio. E
la volont di Dio non pu essere
un peso, la strada che ci viene
indicata. La mentalit moderna
considera le leggi come fossero
un onere. E invece se una legge
fatta bene non un peso ma
una indicazione perch possiamo camminare nella vita. La
legge di Dio la direttiva che
Dio stesso ci ha dato.
Ma nessuno, neanche Kasper, mette in dubbio lindissolubilit del matrimonio. Il

punto, piuttosto, sembra essere: la comunione solo per i


perfetti?
Per accedere alleucarestia,
una persona non deve avere
peccati gravi. Deve prima pentirsi, confessarsi. Tutti i peccati
sono perdonabili. Ma qui il problema, per la legge morale, la
convivenza con una persona
che non il coniuge. Se la situazione permanente, limpedimento permanente....
Nel documento di lavoro
sul Sinodo, si dice che la maggior parte dei fedeli contraria alladozione da parte di
coppie omosessuali ma se
queste chiedono il battesimo
del bambino il piccolo deve
essere accolto con la stessa tenerezza e sollecitudine che ricevono gli altri bimbi. daccordo?
Certo che s, differente.
Qualunque giudizio si abbia, la
cosa fatta, c un bambino che
non centra nulla e non deve
soffrirne. Chiaro che lo battezzi, ci mancherebbe.
Eppure anche tra i risposati

Il battesimo
Se una
coppia
omossessuale
chiedesse
il battesimo
per il figlio,
andrebbe
concesso
I salti
Esigenze
nuove da
affrontare,
ma senza
tradire
il passato
Non si va
avanti
a salti

ci sono casi diversi. Per dire:


c chi abbandona e chi viene
abbandonato con i figli, no?
Io non capisco come si possa distinguere tra casi particolari e legge generale. Ogni caso
sempre retto da una regola
generale. Comunque anche Kasper ha sempre detto che non si
tratta di questioni di dottrina,
ma di alcune prassi che si dovranno armonizzare con la dottrina. Si vedr. I casi particolari
si valuteranno quando ci sono,
se sono o meno confacenti alla
dottrina. Allora ci confronteremo sulla dottrina. Siamo tutti
impegnati a suggerire il modo
di affrontare al meglio esigenze
nuove senza tradire il nostro
passato. La Chiesa non va avanti
per salti. Un adolescente diventa adulto, cambia ma sempre
la stessa persona.
E se dopo i due Sinodi il Papa decidesse infine di aprire,
almeno in certi casi?
Tutti vogliamo trovare una
soluzione. E quando parla il Papa, ascoltiamo e obbediamo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

La curiosit
I prelati difendono
i segreti dellaula
dallinsidia dei tweet
di Armando Torno

i letto un insolito
avviso tra quelli diffusi
allinizio dei lavori
della prima congregazione
generale del Sinodo. Lo
riassumiamo: i padri sono
liberi di dare interviste o
dichiarazioni su quanto
hanno proferito in aula, ma
devono farlo quando
saranno fuori. Il cardinale
Lorenzo Baldisseri stato
chiaro: Non dovete inviare
messaggi attraverso Twitter
e altri social. In ogni caso i
lavori sinodali si potranno
seguire attraverso i tweet
della sala stampa della
Santa Sede, non grazie a
quelli spediti direttamente
dai partecipanti al Sinodo.
In margine a questa
raccomandazione, che ci
sembra in linea con il
tradizionale riserbo della
Chiesa, va detto che alcuni
prelati hanno gi fatto
conoscere le loro idee nelle
settimane precedenti con
articoli e altro; anzi, intorno
alle loro prese di posizione
si gi svolto qualche lieve
dibattito. La Chiesa ha
sempre cercato di
proteggere la riservatezza
delle confessioni auricolari
e delle assise rilevanti. In
questultimo caso non
sempre c riuscita. Oggi la
minaccia giunge da Twitter,
un tempo era recata da
famigli e servitori che
seguivano i prelati e che,
per ricompensa o per
procacciarsi favori,
raccontavano tutto (anche
quanto non era accaduto).
Che aggiungere intorno ai
segreti traditi?
Semplicemente che oggi
sono diventati merce di
poco valore e, dopo il crollo
di quelli bancari, lintera
categoria se la passa male.
Eppure, per il sottile gesuita
del Seicento spagnolo
Baltasar Gracin la verit
un salasso del cuore e
tacerla, ovvero ridurla a
segreto, pu diventare un
atto generoso.
RIPRODUZIONE RISERVATA

22

Marted 7 Ottobre 2014 Corriere della Sera

Corriere della Sera Marted 7 Ottobre 2014

CRONACHE

23
#

Il caso

di Gian Antonio Stella

La direttrice dellAsl cacciata


perch non voleva truccare i conti
Per i pm il commissario dellAzienda di Sassari chiese di creare il buco
La sua mail: I soldi della Regione vanno a chi in perdita, non in pareggio

SEGUE DALLA PRIMA

Chi

Marcello
Giannico (nella
foto sopra), 43
anni, dal
2011 direttore
generale
dellAzienda
sanitaria locale
di Sassari, in
Sardegna. Nella
stessa struttura
stato per tre
mesi
commissario
straordinario
Laureato in
Economia e
commercio,
master
allUniversit
Bocconi in
Management
pubblico,
stato per 4 anni
direttore
finanziario
dellAzienda
Ospedaliera
San Camillo
Forlanini di
Roma
Come
direttore
generale
dellAsl di
Sassari
Giannico
anche il
rappresentante
legale
dellAzienda e,
come scrive nel
curriculum,
responsabile
del budget
complessivo
annuo di circa
520 milioni di
euro e del
coordinamento
di circa 3.800
dipendenti

Era questa, dice uninchiesta


della magistratura, la filosofia
dellAsl di Sassari. Una storia
abnorme e paradossale. Che
aiuta a capire perch la nostra
Sanit, come spiegava ieri linchiesta di Simona Ravizza, sia
sommersa dai debiti. Dice tutto una e-mail finita nelle tremila pagine del fascicolo giudiziario. Dove Marcello Giannico, messo l come commissario dallallora governatore
berlusconiano Ugo Cappellacci, scrive al direttore amministrativo dellAsl Angela Cavazzuti (che denuncer tutto ai
giudici) raccomandandole come priorit lapprovazione
del bilancio 2010 con le rettifiche che le ho suggerito. Le ricordo che in Regione ci sono

Le cifre
Nel 2010 il passivo
era di soli 877 mila
euro e fu portato
a 18,5 milioni
120 milioni LIQUIDI disponibili per ripianare le perdite del
2010 di tutte le Asl sarde. Le
sottolineo che questi denari
vanno alle Aziende che hanno
prodotto perdite e non pareggi
di bilancio. Traduzione: quel
bilancio improntato al virtuoso contenimento dei costi non
va bene perch troppo poco
in rosso.
Ma come: il pareggio nei
conti non forse lobiettivo di
ogni buon amministratore
dalla Patagonia alla Kamchatka? Il bilancio dellAsl di Sassari, che serve 336.632 cittadini di 66 Comuni sparsi su un
territorio grande come tutto il
Molise, aveva chiuso quel 2010
con 877 mila euro di passivo su
un fatturato di oltre mezzo
miliardo: esattamente 528 milioni e 567 mila. Per capirci:
uno sforamento dell1,16%.
Ventisei volte pi basso di
quello dellanno prima. Oro
colato, per la Sardegna che
spende per la Sanit pi o meno tre miliardi lanno, la met
del proprio bilancio, e sfora
ogni anno i budget di previsione di tre o quattrocento milioni. Buchi ripianati dalla Regione, per anni, senza troppe puz-

ze sotto il naso.
Il guaio che, da qualche
tempo, le nuove norme dicono
che se i direttori generali ottengono un risultato peggiore
rispetto allanno prima, non
possono essere confermati. Un
problema serio, per il commissario Giannico arrivato nel
gennaio 2011: come poteva far
meglio del predecessore,
esautorato secondo i pi maliziosi perch politicamente poco affidabile? Lunica soluzione, accusa il sostituto procuratore Gianni Caria, che ha
chiuso le indagini preliminari
chiedendo il rinvio a giudizio
di Marcello Giannico e dei
quattro suoi collaboratori
principali, era far figurare peggiore il bilancio 2010.
Bilancio che, tra le proteste
della direttrice amministrati-

va, fu riaperto (per legge doveva esser chiuso al massimo entro il 30 giugno 2011) e stravolto per arrivare, aggiungi questo e aggiungi quello (ad
esempio 7 milioni di debiti nei
confronti dei dipendenti mai
reclamati n da loro n dai sindacati) a 11 milioni e mezzo di
buco. Era il 3 novembre 2011.
Macch, il ritocco non bastava. Cinque giorni dopo
Giannico riceveva da Gian Michele Cappai, il responsabile
del Servizio Programmazione
preso infischiandosene delle
contestazioni interne (un documento-oroscopo sindacale
era arrivato a predire in anticipo le generalit dellassunto:
le sue iniziali saranno
G.M.C.), una e-mail preoccupatissima: Dal preconsuntivo
2011 emerge una perdita ten-

Gli sprechi
Linchiesta del
Corriere della
Sera, pubblicata
ieri, ha messo in
evidenza i costi
ingiustificati del
sistema sanitario

denziale pesante. Traduzione: il primo intervento per


peggiorare il bilancio 2010 non
bastava davanti al resoconto
2011 che si profilava. E che
avrebbe visto un buco di 13 milioni.
Che fare? I vertici dellAsl
sassarese decidono un nuovo
intervento sul bilancio chiuso
e riaperto. Il baratro nei conti

Maltempo Il bilancio

Il tifone in Giappone:
4 vittime e 6 dispersi

Il tifone Phanfone (foto Afp) che ha messo in ginocchio il Giappone, ieri


sera, si diretto verso le acque del Pacifico lasciando il Paese. Il bilancio ,
sino ad ora, di quattro morti fra cui un aviatore americano. Per lAir Force
e la guardia costiera giapponese, era con due altri colleghi Usa nella costa
Nord dellisola di Okinawa quando sono stati travolti dalle onde. In pi,
altre 6 persone sono disperse e ci sono stati circa 50 feriti. Il maltempo ha
colpito vaste aree mandando in tilt il sistema dei trasporti aereo e
ferroviario. Sulla piana del Kanto, la grande area metropolitana intorno a
Tokyo, sono caduti oltre 200 mm di pioggia in 24 ore e le raffiche di vento
allaeroporto di Haneda hanno toccato i 21,8 metri al secondo.

2010 viene inabissato fino a 18


milioni e mezzo. Ventuno volte
pi profondo del modesto
rosso iniziale. In realt, scriver La Nuova Sardegna,
gonfiare i debiti fu per la
Procura un gioco di prestigio
contabile per consentire a
Giannico di evitare la revoca
dellincarico. E siccome Angela Cavazzuti si era messa di traverso, ostacolando loperazione, sempre secondo questa
ipotesi accusatoria Marcello
Giannico le cre prima il vuoto
intorno e nel 2012 la licenzi in
tronco.
Di pi: il licenziamento della dirigente che rifiutava di
sottoscrivere i giochi di prestigio fu corredato dalla diffusione di motivazioni cos ingiuriose da configurare, dice il
magistrato, il reato di diffamazione aggravata. Col risultato
che il commissario pidiellino
rimasto al suo posto nonostante la vittoria del centrosinistra alle ultime regionali e
nonostante le indagini sul bilancio, si ritrova con la richiesta di una imputazione in pi.
Come andr a finire? Lo dir, se ci sar, il processo. E fino
alleventuale condanna, si capisce, Marcello Giannico e i
suoi sodali (che grazie a quel
lifting ai conti son riusciti a
farsi dare lanno dopo dalla Regione 40 milioni in pi e addirittura 47 nel 2012 fino a far segnare un miracoloso sia pur
minimo attivo di bilancio) sono innocentissimi. Auguri.
Vada come vada, resta quella
e-mail strabiliante che chiede
alla funzionaria ribelle di ritoccare i numeri perch i soldi
della Regione vanno alle
Aziende che hanno prodotto
perdite e non pareggi di bilancio. Per non dire di una email di Gianfranco Manca, responsabile del Bilancio, al
commissario che laveva scelto: Come sai le rettifiche non
saranno prese bene dalla Cavazzuti che far di tutto per
crearmi problemi. Il fatto di
non essere un esperto di bilancio non sar certamente un
vantaggio per lespletamento
dellincarico. Confessione ribadita nellinterrogatorio giudiziario: Non avevo prima
esperienza nel settore bilancio.... Lavevano scelto apposta per gestire mezzo miliardo
di euro lanno...
RIPRODUZIONE RISERVATA

Lite Bruti-Robledo, interessi restituiti alle banche

La decisione

Condono campano
impugnato
I rendimenti mai finiti nelle casse dello Stato. Laggiunto: sui 170 milioni risposi gi nel 2012
dal governo
Il Consiglio dei ministri ha
deciso di impugnare la legge
regionale della Campania,
collegata alla Finanziaria
regionale 2014, che prevede
Interventi di rilancio e
sviluppo delleconomia
regionale nonch di carattere
ordinamentale e
organizzativo. Secondo il
Governo, le disposizioni in
materia di condono edilizio, di
servizio idrico integrato e di
concessioni termominerali
contrastano con i principi
fondamentali della
legislazione statale in materia
di governo del territorio.
RIPRODUZIONE RISERVATA

MILANO Sorpresa: in guadagno o

in perdita che fossero gli interessi dell1,5% praticati dalla


Banca Credito Cooperativo di
Carate Brianza scelta nel 20092012 dal pm Alfredo Robledo rispetto ai rendimenti attorno invece al 3% teorizzati a posteriori
dal Fondo unico giustizia, c
un paradosso in questi controversi frutti dei 170 milioni (poi
ridotti a 90) che Robledo aveva
sequestrato a 4 banche straniere, nellinchiesta sui derivati
del Comune di Milano, e messo
appunto sulla Bcc anzich su Jp
Morgan (che offriva solo lo
0,5%) o sul Fug previsto dalla
legge. Il paradosso che i 3 milioni di interessi, che la Bcc

avrebbe prodotto, alla fine


nemmeno sono andati allo Stato, ma, dopo essere stati finalmente trasferiti sul Fug nel luglio 2012, dopo 7 giorni furono
restituiti alle 4 banche estere
(che in marzo avevano transato
col Comune) dallordinanza l11
luglio 2012 della IV sezione del
Tribunale, su richiesta difensiva e con il pm rimessosi al giudice. I 3 milioni di interessi maturati dalla Bcc per lo Stato sono dunque tornati alle banche.
Poich invece il Fug, quando
restituisce un capitale a qualcuno, per legge gli riconosce solo
il bassissimo interesse overnight (tipo 0,01%), ci significa
che in teoria, se il capitale se-

questrato fosse stato in carico


al Fug e se davvero realistico
fosse stato un 3% annuo di interesse (quindi parecchi milioni
pi di Bcc), anche dopo la restituzione lo Stato li avrebbe incamerati quasi tutti, al netto solo
del micro-interesse.
Bruti, nel rimuovere Robledo
dal capo del pool tangenti, non

La nomina dei custodi


Il pm: fu il gip a imporla
Il giudice: scrissi solo
che, se per lui era
necessaria, poteva farla

contesta cifre di interessi, ma il


non affidamento del capitale al
Fug e la nomina di custodi. Robledo replica che incombe non
sul pm, ma su banche o Posta o
intermediari finanziari (dove il
pm deposita i sequestri), lobbligo di rapportarsi al Fug.
Inoltre segnala che, contrariamente a quanto scritto da Bruti,
non vero che nel 2012 non gli
rispose dopo la lettera estiva
del Fug, visto che il 19 luglio gli
diede 3 pagine di riscontri sulle
scelte del 2009, che avrebbe peraltro condivise con i suoi allora superiori Minale e Carnevali.
Quanto alla nomina di alcuni
custodi giudiziari di denaro
parcheggiato in banca (retribu-

iti tra i 50.000 e i 150.000 euro)


Robledo ribatte daverlo fatto
su disposizione del gip Giuseppe Vanore che nel 2009 scriveva: Competente alla nomina
del custode e alla determinazione delle modalit di conservazione e gestione dei beni
lufficio del pm nella cui disponibilit sono. Ma il gip, interpellato ieri, smentisce questa lettura e spiega che la sua
non era una indicazione impartita al pm, ma una formula per
dare atto che, ove il pm avesse
ritenuto necessario nominare
custodi, avrebbe potuto farlo.
Luigi Ferrarella
lferrarella@corriere.it
RIPRODUZIONE RISERVATA

24

Marted 7 Ottobre 2014 Corriere della Sera

Corriere della Sera Marted 7 Ottobre 2014

25

CRONACHE

Il Nobel a chi ha scoperto come ci orientiamo


Premio per la Medicina a John OKeefe e ai coniugi Moser. Studiano il navigatore del nostro cervello
Come facciamo a sapere dove
ci troviamo? Come riusciamo a
memorizzare le informazioni
che ci permettono di ritrovare
una strada per andare da un posto a un altro? A queste domande
hanno risposto, langloamericano John OKeefe e la coppia norvegese May-Britt Moser e Edvard
I. Moser, moglie e marito, aggiudicandosi cos il premio Nobel
per la Medicina e la Fisiologia,
edizione 2014. I tre scienziati
hanno, infatti, individuato il Gps
del nostro cervello, un sistema di
posizionamento che funziona
pi o meno come quello che abbiamo sulle nostre automobili.
La questione che riguarda
lorientamento nello spazio di un
individuo e la sua capacit di
muoversi in un ambiente complesso ha sempre affascinato fi-

losofi e studiosi. Immanuel Kant,


nel Settecento, considerava il
concetto di spazio come qualcosa di integrato nella mente e indipendente dallesperienza. Poi
la psicologia comportamentale,
a met del ventesimo secolo, e
lamericano Edward Tolman, in
particolare, hanno dimostrato
che i topi possono imparare a
muoversi nellambiente grazie
alla costruzione di una mappa
cognitiva. Ma rimaneva la questione: come rappresentata nel
cervello questa mappa cognitiva?
OKeefe (classe 1939) ha cominciato, alla fine degli anni
Sessanta, a studiare il problema,
sempre sui topi, da un punto di
vista neurofisiologico e ha scoperto che, quando un animale si
trova in un determinato punto di
una stanza, nel suo cervello e

Le cellule
John O Keefe nel 1971
ha scoperto le cellule
dello spazio (A)
nellippocampo,
che si attivavano
nel cervello dei ratti
quando gli animali
si spostavano, creando
una mappa mentale
dellambiente

B
A
Corteccia
entorinale

May
y-Brittt e Edvu
yEdvuard
ar I. Mos
o
oser
nel 200
005
5 hanno
hanno
iden
ntic
ti ato
at dell
elle
e cellu
c ule
e grigl
g ia (B)
(B
nella
a co
ortec
r cia ento
ent rina
ale
l che crean
e o
le co
oord
dinat
nate
e spaz
spaziali e permett
m ono
o di muoversi.
Interragi
ag scon
cono
o con
co le cel
ce lule (A) nel
ne lippocampo

in particolare, in una zona chiamata ippocampo si attiva


un neurone, quando la sua posizione cambia se ne accende un
altro: linsieme di queste cellule,
che ha chiamato di posiziona-

Ippocampo

Corriere della Sera

mento, formano una mappa


che pu essere memorizzata. Allo scienziato, che attualmente lavora allUniversity College di
Londra, va met del premio che
vale complessivamente oltre 880

La scheda

Langloamericano
John OKeefe
(sopra)
e i coniugi
norvegesi
May-Britt ed
Edvard I. Moser
hanno studiato
il sistema
neuronale
che permette
al cervello
di orientarsi
nello spazio

RIPRODUZIONE RISERVATA

Scienziati
I norvegesi
Edvard I.
e May-Britt
Moser mentre
osservano
un cervello
nel loro centro
di ricerca
(Afp / Geir
Mogen / Ntnu)

Il ritratto

di Luigi Offeddu

DAL NOSTRO CORRISPONDENTE

Eccola, la signora
premio Nobel: vestito a fiorellini, capelli neri e lunghi sulle
spalle, gambe slanciate, due
grandi mazzi fra le braccia, MayBritt Moser gira su se stessa e ride e piange nel corridoio del
suo istituto: proprio come se
avesse perso quel Gps, quel navigatore satellitare del cervello,
che invece ha scoperto nella realt, nel cervello dei topi che in
qualche modo assomiglia anche
al nostro. Quando giunto lannuncio del Nobel della medicina, May-Britt corsa nel suo
studio e non ne uscita per 10
minuti: piangeva di gioia, ha
raccontato pi tardi. Poi dicono
che i norvegesi sono una stirpe
fredda. Ora lei canta, abbraccia
tutti, anche la bottiglia di champagne che le porgono ridendo,
qui le bollicine scoppiettano,
viva la Norvegia! proclama: la
videocamera nelle mani di un
collega filma tutto, e tutto finir
poi sul web. Dove nel frattempo
approdato anche lui, laltro
norvegese, il signor premio Nobel. Edvar Moser, 52 anni e cio
uno in pi di May-Britt, volto da
folletto dei boschi un po come
quello della moglie, mai li diresti scienziati seriosi, le loro sono
fisionomie da boscaioli del
Grande Nord con sguardi brucianti di curiosit (guardare le
foto sul web, per credere): Ero
su un aereo per Monaco e quando sono atterrato un signore
stava ad aspettarmi con un mazzo di fiori; quando ho riacceso il
cellulare, era pieno di messaggi
e di chiamate perse. Incredibile.
Incredibile s, anche la loro
storia personale. Non tanto perch Edvar e May-Britt sono soltanto la quinta coppia sposata
della storia a ricevere il Nobel.
Ma per come ci sono arrivati.
Coppia salda e convinta come
certe conifere ai margini dei
fiordi, 34 anni filati di cotta
furiosa poi applicata pari pari
allo studio e al lavoro. Cotta
iniziata al liceo e coronata con il
matrimonio quando ancora
Edvar e May-Britt non si erano
laureati. Erano nati entrambi in
villaggi isolati e tradizionalisti
del Nord, dove in tempi lontani
pescatori e cacciatori di foche
leggevano alla sera la Bibbia, e
dove lalcol e le partite a carte
erano dei vizi. Nelle famiglie dei

mila euro. May-Britt e Edvard I.


Moser (che si dividono laltra
met, hanno rispettivamente 51
e 53 anni e lavorano allUniversit norvegese di Trondheim) sono andati oltre: nel 2005, sempre
grazie a ricerche sui topi, hanno
scoperto, in una zona del cervello contigua allippocampo, la
corteccia entorinale, un altro tipo di neuroni definiti cellule
griglia che generano un sistema di coordinate capaci di rendere ancora pi efficiente il sistema di navigazione interno.
Studi sugli animali, vero. Ma
questo potrebbe spiegare perch
i pazienti con Alzheimer che
presentano danni in queste aree
del cervello perdono lorientamento.
Adriana Bazzi

BRUXELLES

Edvar, May e il lavoro in coppia


Da soli non ci saremmo riusciti
Assieme da 34 anni, a casa e in laboratorio. La ricerca il terzo figlio

Le coppie da Nobel Dallalto in senso orario, Marie e Pierre Curie (per la


Fisica nel 1903), Irne e Frdric Joliot-Curie (per la Chimica nel 1935),
Gunnar e Alva Myrdal (rispettivamente per lEconomia, 1974, e per la Pace,
1982) e infine Carl Ferdinand e Gerty Theresa Cori (per la Medicina nel 1947)

due non cerano accademici:


niente a che vedere con una vita
da Nobel, neppure immaginata.
Ma in loro, gli sposini, cera gi
quella curiosit che bruciava.
Due figlie di 23 e 19 anni (la primogenita arrivata quando pap
e mamma avevano appena preso il dottorato): e poi sempre, ad
ogni svolta della vita, il sogno
che non li ha mai abbandonati.
Un sogno di coppia: Noi due
abbiamo un progetto comune e
un comune obiettivo ha scritto una volta Edvar ed entrambi bruciamo intensamente per
raggiungerlo. E dipendiamo
luno dallaltro per conquistarlo.
La maggior parte delle coppie
riescono a collaborare nellallevamento dei figli: per noi, la nostra ricerca sul cervello il nostro terzo figlio, cos non c nulla di diverso dagli altri, davvero.
Su questo, c forse da dubitare. Ma certo la ricetta di Edvar e
signora sembra funzionare:
cotta pi determinazione e
anche ambizione, pi naturalmente il genio scientifico, e alla
fine arriva una telefonata da
Stoccolma: Sapevamo che eravamo stati nominati per il premio, dunque candidati, ma non

880
mila euro cio
8 milioni di
corone svedesi:
il valore
del Nobel

Nel 1971
OKeefe
ha scoperto
un gruppo
di cellule
localizzatrici
nellippocampo
che hanno
il compito
di tracciare
una mappa
dello spazio
circostante

avremmo mai immaginato che


a v re b b e ro s ce l to p ro p r i o
noi. accaduto, invece, e oggi sembra che il loro curriculum
avesse gi previsto tutto. Edvar e
May-Britt si sono laureati entrambi prima in Psicologia, poi
hanno virato sulle Neuroscienze. I loro colleghi li descrivono
come gente poco amante dei riti
accademici. Questo non impedisce ai coniugi-scienziati, ma
cosa scontata per ogni ricercatore norvegese, di appartenere orgogliosamente allAccademia
reale delle Scienze e delle lettere.
Sia come sia, la situazione attuale della famiglia la seguente: Edvar il direttore dellIstituto Kavli per la Neuroscienza sistemica presso lUniversit norvegese della Scienza e della
tecnica, a Trondheim, uno dei
centri scientifici pi importanti
in Norvegia e al mondo. E il condirettore, anzi la codirettrice?
Lei, May-Britt. Stesse posizioni
al Centro di Biologia della memoria. Questa volta s, questa
volta in tutto e per tutto vita da
Nobel, ma in due: premio raddoppiato, e nello stesso tempo
unico, fuso. La coppia come
una macchina ben oliata: lei lavora pi direttamente sugli
esperimenti, li sceglie e li dirige,
lui si occupa di pi dellanalisi e
interpretazione. Integrazione
perfetta. Lavoro con May-Britt
in qualit di suo collaboratore,
scherza a volte Edgar. O forse
non tanto: mesi fa, May-Britt ha
vinto il Premio per la miglior
donna-boss, per la sua superba
leadership. E poi arrivato il
Nobel, il Nobel matrimoniale.

Oltre
30 anni dopo,
nel 2005,
i Moser hanno
scoperto
un altro
tassello chiave,
identificando
un altro tipo
di cellule
nervose
(cellule
griglia)
che generano
un sistema
di coordinate
in grado
di localizzarci
pi
precisamente
Insieme,
fanno s che
il cervello
possa
determinare
una posizione
e navigare
allinterno
di ambienti
complessi,
costituendo
un unico
schema
di coordinate
spaziali

RIPRODUZIONE RISERVATA

SUDOKU DIABOLICO
9 1
3 4

9
1

3
5
4

7 4
9
6

1 4
5

LA SOLUZIONE DI IERI

1
2
8

Come si gioca
Bisogna riempire la
griglia in modo che ogni
riga, colonna e riquadro
contengano una sola
volta i numeri da 1 a 9

Altri giochi su www.corriere.it

5 7
3 2

4
1
7
8
6
9
5
3
2

8
6
2
5
7
3
4
9
1

5
3
9
4
2
1
6
8
7

9
7
3
1
4
2
8
5
6

1
8
4
7
5
6
3
2
9

6
2
5
3
9
8
7
1
4

7
4
8
2
1
5
9
6
3

2
5
6
9
3
7
1
4
8

3
9
1
6
8
4
2
7
5

26

Marted 7 Ottobre 2014 Corriere della Sera

CRONACHE

Paesaggio a rischio
con lo sblocca Italia
Lallarme del Fai

Parigi

A spasso nel vuoto


sulla torre Eiffel
Una passeggiata sul vuoto.
lesperienza riservata ai
visitatori della Tour Eiffel,
dove ieri al primo piano
stata inaugurata la nuova
pavimentazione in cristallo,
a 57 metri daltezza. stato il
sindaco di Parigi, Anne
Hidalgo, a tagliare il nastro.
Lobiettivo era dirottare qui i
turisti, che in genere
preferiscono rivolgersi ai
piani alti per una vista
panoramica. La parte pi
spettacolare ora la
porzione al centro del
monumento, che d la
sensazione di essere sospesi
sul vuoto grazie alle lastre
trasparenti dello spessore di
32 millimetri. Vietato,
ovviamente, a chi soffre di
vertigini (foto Afp).

Appello di Carandini. Il 12 maratona in 120 citt


Chi

Andrea
Carandini
(sopra, nella
foto Villa), 77
anni, un
archeologo
Dal febbraio
2013 presiede
il Fai (Fondo
Ambiente
Italiano)

Il decreto sblocca Italia,


in una parte dei provvedimenti, svela una tendenza pericolosa che, invece di inaugurare
una stagione di modernit come nelle intenzioni del governo, rischia di trascinare lItalia,
ancora una volta, nella spirale
degli errori inveterati. Larcheologo Andrea Carandini
parla da presidente del Fai, il
Fondo Ambiente Italiano. Loccasione la campagna Ricordati di salvare lItalia, la raccolta fondi che andr avanti fino al 26 ottobre con la Faimarathon del 12 ottobre, domenica,
in partnership con Il Gioco del
Lotto-Lottomatica. Ma il presidente del Fai allarmatissimo
per la sorte del paesaggio ita-

liano tutelato dallarticolo 9


della Costituzione: a suo avviso
si sta attivando un meccanismo che trasforma la deroga
in regola e minaccia di equivalere a un condono perpetuo.
Carandini (che chiede al presidente Napolitano di vigilare
perch c materia di incostituzionalit) annuncia quattro
no e un s. S allarticolo 17 per
lincentivazione fiscale al recupero del patrimonio edilizio
esistente. No allarticolo 25 che
consente ai comuni di rilasciare lautorizzazione edilizia anche in assenza del parere della
soprintendenza (si prospettano ricorsi a catena), no alle
concessioni edilizie in deroga

RIPRODUZIONE RISERVATA

al piano urbanistico comunale


(con una contrattazione privatistica tra amministrazione
e imprenditore), no allesclusione del ministero per i Beni e
le attivit culturali dalle proce-

dure di autorizzazione dei gasdotti, no alla gestione privatistica per la nuova destinazione degli immobili pubblici
inutilizzati. La prima risposta
del governo a Carandini arriva

50
I beni
gestiti dal Fai,
pari a 60 mila
metri quadrati
di edifici storici
tutelati. I metri
quadri di
paesaggio
protetto sono
oltre cinque
milioni

87
Milioni
I fondi investiti
in restauri a
servizio della
collettivit
Centomila gli
iscritti e i
donatori e un
milione gli
studenti
coinvolti

dallo stesso tavolo, cio da Ilaria Borletti Buitoni, ex presidente del Fai e sottosegretario
ai Beni culturali con delega al
paesaggio: Semplificare burocrazia e procedure non pu
tradursi in un rischio per il nostro patrimonio paesaggistico,
assicuro il mio impegno.
La campagna Ricordati di
salvare lItalia invece allinsegna della felicit che provoca la bellezza del nostro Paese
e della speranza per il futuro.
Da ieri e fino al 26 ottobre sar
possibile donare due euro al
numero 45506 (inviando un
sms con il telefono mobile o
chiamando da rete fissa) . Per il
12 ottobre fissata la Faimarathon in 120 citt italiane: una
passeggiata non competitiva,
una maratona culturale adatta
a persone di tutte le et. A Milano, per esempio, ci saranno appuntamenti a largo Augusto
(dove si svolgeva il mercato ortofrutticolo nellOttocento) o a
piazza Santo Stefano (che ospitava la darsena), al teatro Lirico
e alla Casa dei Grifi. A Napoli si
andr alla scoperta di palazzo
Serra di Cassano, villa Carafa
della Spina, della chiesa della
Nunziatella, della sezione militare dellArchivio di Stato. A
Roma visite guidate al complesso di San Michele a Ripa,
alla chiesa di San Benedetto in
Piscinula, ai dintorni di via
Anicia. Orari e altri particolari
su www.fondoambiente.it.
Paolo Conti

I luoghi

Domenica, in
occasione della
Faimarathon,
sono previsti
appuntamenti
in 120 citt. Tra
i beni da
scoprire,
dallalto,
la Casa dei Grifi
a Milano,
San Michele a
Ripa a Roma e
il Palazzo Serra
di Cassano
a Napoli

RIPRODUZIONE RISERVATA

Turismo e sicurezza
La ricetta per gli eventi
Pi vigilanza su aeroporti e bed & breakfast
MILANO Pi visitatori, maggiore
allerta sullordine pubblico.
Loccasione per discuterne
stata la presentazione del libro
del poliziotto Maurizio Masciopinto Portati o pigiama, ieri:
una tavola rotonda su turismo
e sicurezza con il governatore
della Lombardia Roberto Maroni e il questore di Milano,
Luigi Savina. Dobbiamo mettere in sicurezza tutti quei luoghi turistici verso cui vogliamo
indirizzare i visitatori ha spiegato lex ministro degli Interni,
puntando forte sul concetto di
prossimit, cio la vicinanza
fisica tra poliziotti e cittadini.
Con lExpo ormai alle porte,
desta preoccupazione la gestione dellordine pubblico in
una citt, Milano, che vedr la
propria popolazione aumentare da cento a 200 mila presenze
al giorno (nei weekend).
Rafforzeremo la nostra pre-

senza negli aeroporti e nelle


stazioni ha aggiunto Savina
. Il rischio maggiore saranno
i borseggiatori, per questo prevediamo pi arresti e chiediamo norme per aggravare tali
pene e una maggiore rapidit
nelle risposte dellautorit giudiziaria, oltre a unattenzione
alla capacit delle carceri.
Il presidente di Federalberghi, il senatore Bernab Bocca,
ha rilanciato chiedendo pi
controlli su b&b, affittacamere
e seconde case, denunciando
la non tracciabilit dei turisti
oltre a una diffusa evasione fiscale. La possibilit di controlli
preventivi, tramite norme speciali, stata chiesta anche dal
sindacato di polizia Siulp,
mentre Maroni ha concluso assicurando lo sforzo per rispondere alle emergenze sanitarie.
Giacomo Valtolina
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Marted 7 Ottobre 2014

CRONACHE

27

Il team
Sono 14 le
azzurre della
Nazionale
italiana di
pallavolo
allenate da
Marco Bonitta:
Francesca
Piccinini,
Eleonora Lo
Bianco, Paola
Cardullo, Nadia
Centoni,
Antonella Del
Core, Valentina
Arrighetti,
Carolina
Del Pilar
Costagrande,
Noemi
Signorile,
Monica
De Gennaro,
Raphaela Folie,
Francesca
Ferretti,
Cristina
Chirichella,
Caterina
Bosetti e
Valentina Diouf
Nella terza
fase dei
Mondiali di Italy
2014
incontreranno
domani alle 20
le vice
campionesse
olimpiche
statunitensi al
Forum di
Assago, e
venerd (alle
20) le russe,
campionesse
mondiali
ed europee

La storia

di Gaia Piccardi

Pochi tatuaggi, pi libri che Facebook


Il sogno delle ragazze della pallavolo
In Nazionale ventenni e mogli, napoletane e bolzanine. Ci aiutiamo e sopportiamo

Erano ragazze da calendario,


un paio di monadi bionde di talento e di coscia lunga, con il
sorriso Durban's, pi tutte le altre. Sono diventate una squadra.
Chiedete allItalia di Marco
Bonitta, il c.t. specialista dellimprobabile passato dallesonero a furor di donne (2006) a
una stanza dellNh Hotel di Assago con vista sul sogno mondiale, come si trasformano
quattordici femmine scatenate
in un progetto condiviso, e vi risponder cos: Ho chiesto a titolari e riserve, veterane e debuttanti, la stessa cosa: giocare
per un mese ogni partita di pallavolo come se fosse lultima.
Il patto dacciaio sta funzionando. Lasciati a casa personalismi, ruggini e vecchi merletti,
lItalia sbarcata ieri mattina a
Milano per le finali del Mondiale (quarti da domani al Forum,
si comincia contro gli Usa) da
prima della classe, con otto vittorie e solo una sconfitta al tiebreak in cambusa, cambiando
ogni volta la formazione perch
ciascuna azzurra si sentisse indispensabile e provvisoria allo
stesso tempo, dalla sempiterna
capitana Francesca Piccinini,
quarto Mondiale come Eleonora Lo Bianco, unica reduce delle
ribelli che pretesero la testa di

Bonitta (Ci siamo parlati, abbiamo chiarito. Oggi siamo


molto cambiati sia io che lei
spiega lex sergente di ferro, romagnolo spigoloso: solo piadina, niente squacquerone), a
Cristina Chirichella, 20 anni,
che per otto giorni soffia il primato di pi giovane a Caterina
Bosetti, la giallista del gruppo.
La mia Italia mi piace tutta, da
nord a sud gongola il c.t. che
sotto il bandierone ha riunito
napoletane esuberanti (De
Gennaro, Del Core e Chirichella, il trio del jamme a fine
partita, alternativa del daje) e

altoatesine al debutto iridato


(Raphaela Folie, decisiva nel
partitone contro la Cina), piemontesi tascabili (Paola Cardullo, 162 cm) e martelli sconfinati (Valentina Diouf, 2.02,
mamma milanese e pap del
Senegal, detta fiocco perch
dopo una schiacciata atterra
lenta e leggera come la neve),
scapole (Noemi Signorile ha
occhi solo per Macchia, il pastore australiano con cui parla
via Skype) e coniugate (Nadia
Centoni e Antonella Del Core).
Hanno soprannomi da cartone
animato molte vocazioni, in

effetti, partirono proprio da Mim, Mila e Shiro: storia la


Cardu, la Picci, la Moki, la Vale,
la Cate e la Ele, ma vite da professioniste: in giro per la confraternita del volley, durante
questa maratona mondiale che
domenica arriver al capolinea
sperando in un deja vu delloro
di Berlino 2002, circolano pochi tatuaggi e ancor meno fidanzati, le ragazze sono social
con moderazione (Instagram e
Twitter, snobbato Facebook) e,
che bella notizia, amano i libri.
La Diouf sta leggendo lultimo
di Donato Carrisi, la Costagran-

I ministri Giannini e Martina

Attesi a Expo 2 milioni di studenti: per loro biglietti a 10 euro


AllExpo si attendono oltre due milioni di
studenti e le scuole si stanno organizzando:
prenotando la visita didattica, proponendo
attivit che entrano nel percorso curricolare,
ma anche partecipando ai concorsi del
ministero o degli Uffici scolastici regionali. Per
questo, stato annunciato ieri dai ministri
Stefania Giannini e Maurizio Martina, insieme a
Piero Galli, direttore generale della divisione
eventi di Expo, che il biglietto dingresso per le
scuole che visiteranno lesposizione scontato a
10 euro. Expo ha inoltre preparato alcuni
percorsi didattici diversi a seconda delle fasce
det, per orientare sulla base delle esigenze di

ogni classe. A supporto di insegnanti e dirigenti


scolastici, sono a disposizione lindirizzo e-mail
progettoscuola@expo2015.org per le
informazioni e schoolbooking@expo2015.org
per prenotare la visita. Inoltre, sul sito dedicato
al Progetto Scuola
(www.progettoscuola.expo2015.org)
possibile dialogare virtualmente con la
mascotte Foody e acquisire informazioni e
materiali (video, interviste, paper, corsi di
formazione) per partecipare in maniera attiva al
programma e approfondire i temi durante le
lezioni in classe.

533
Le presenze
in Nazionale
di Eleonora Lo
Bianco, il record
per lItalia

2,02
Metri laltezza
di Valentina
Diouf, la nostra
giocatrice
pi alta

20
Anni let delle
due pi giovani:
Caterina
Bosetti
e Cristina
Chirichella

RIPRODUZIONE RISERVATA

de Sveva Casati Modigliani, il


preferito della Centoni Carlos
Ruiz Zafn, e che la Chirichella
non veda lora di festeggiare
una medaglia con ladorata pizza ripiena di salsiccia e friarielli
comprensibile: il ritiro dura
da agosto e Bonitta ha alzato le
barricate dopo il flop dei colleghi maschi nel loro Mondiale,
perch nel gineceo nessuno lo
ammette ma la voglia di marcare la differenza, espugnando
Milano, una corrente elettrica
che attraversa le sorelle dItalia
insieme al sangue e agli schemi
che le irrorano.
Segreti non ce ne sono. Scaramanzie e piccoli riti s, tanti
(la Lo Bianco si allaccia le scarpe con nodi particolari, da
scarponi da sci). Non andranno in vacanza insieme, ma unite, per altri cinque giorni, saranno un corpo unico. Ci aiutiamo, sosteniamo, supportiamo e sopportiamo racconta
pennellona Diouf dallalto di
una simpatia non comune .
Ogni pallone che abbiamo toccato fin qui stato una festa.
Piccole donne sono cresciute. La favola, quella di un Mondiale in casa da difendere dagli
artigli di Usa, Russia, Brasile,
Cina e Repubblica Dominicana,
pu cominciare.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Chat e testi per la scuola digitale Scatola magica scova tumori


Lambiente integrato Mystudio con tutti i manuali Rcs Crea un avatar tridimensionale del corpo del paziente
Registro elettronico, esercitazioni personalizzate, libri di
testo digitali, chat per scambiarsi consigli ed opinioni, lezioni interattive: sono solo alcune delle possibilit che offre
MyStudio, il primo ambiente
integrato per la didattica digitale lanciato dal gruppo Rcs.
Gli studenti di tutte le et
dalla scuola elementare fino alle superiori potranno, semplicemente registrandosi su
Rcs Education, entrare nella
versione virtuale della propria scuola, interagendo con
professori e compagni di classe
e condividendo con loro dubbi
e approfondimenti. I docenti, a
loro volta, potranno usare la

piattaforma come unestensione dellaula al di l degli orari


scolastici, mettendo on line calendari, piani di studio, lezioni,
esercitazioni, e colloquiando
con i ragazzi e le ragazze anche
singolarmente. MyStudio, che
accessibile da Pc e Mac, e da
tablet iOS e Android, una sorta di mondo protetto dove
insegnanti e studenti possono

Liniziativa
Tra i servizi offerti
anche il registro
elettronico e le
esercitazioni

incontrarsi senza le incognite


del web, e soprattutto dove le
classi possono condividere
materiali e discussioni al riparo
di occhi indiscreti.
Non il primo esperimento
di questo tipo: moltissime
scuole 2.0, soprattutto licei,
utilizzano gi piattaforme interattive simili. Ma Mystudio prova ad offrire qualcosa in pi:
mette a disposizione tutti i libri
di testo Rcs, in versione digitale
interattiva, e permette di accedere a Mosaico, il primo motore di ricerca semantica per il
mondo della scuola: unenciclopedia a portata di clic.
Va. San.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Se negli Usa Elizabeth Holmes sta mettendo a punto un


test unico per la maggior parte
delle malattie da effettuare con
una sola goccia di sangue, in
Italia lIstituto europeo di oncologia (Ieo) di Milano pronto a
rivoluzionare la diagnosi ultra
precoce della maggior parte dei
tumori. Senza radiazioni n
mezzi di contrasto, si crea una
sorta di avatar degli organi di
una persona in 15-20 minuti.
Basta entrare in una scatola
magica per vedere i tumori allinizio (3-4 millimetri). Compresi quelli (pancreas, rene, fegato, ossa, linfomi) che sfuggono a diagnosi precoci.
Prima si scoprono, prima

possono essere trattati con il


massimo di possibilit di guarigione. La nuova macchina
estende le potenzialit della
Diffusion Whole-Body: un esame studiato dalla radiologia
dello Ieo, guidata da Massimo
Bellomi, che sta cambiando la
diagnostica per immagini in
oncologia. Una risonanza magnetica che crea immagini tri-

Allo Ieo di Milano


Debutta lapparecchio
per diagnosi ultra
precoci: scopre cancri
di 3-4 millimetri

dimensionali e panoramiche
dellintero corpo. Gi utilizzata
allo Ieo in pi di 400 malati, ora
pronta anche per la prevenzione. Due milioni e mezzo di euro
il costo della scatola magica.
E parte una campagna di sms
solidali per la Fondazione Ieo,
presieduta dalla direttrice di
Vogue-Italia Franca Sozzani:
Vogliamo promuovere la cultura della prevenzione allinterno delle relazioni familiari,
amichevoli, sociali, lavorative.
Anche il mondo della moda,
con stile, scende in campo senza paura della parola cancro.
Mario Pappagallo
@Mariopaps
RIPRODUZIONE RISERVATA

28

Marted 7 Ottobre 2014 Corriere della Sera

La guerra del football Un po di seriet non guasterebbe


tra quei parlamentari che, sfidando il ridicolo,
minacciano interrogazioni contro larbitro di Juve-Roma
e alimentano la rissa sui social network

ANALISI
& COMMENTI

di Luca Mastrantonio

Naomi Wolf e i complotti


dietro Isis, Scozia ed Ebola
Il doppio salto (allindietro)
del cospirazionismo chic

l cospirazionismo, la dietrologia, il
complottismo rischiano un doppio salto
di qualit. Si alza il prestigio culturale
dei suoi sostenitori, si abbassa il livello
della elaborazione argomentativa. Dilaga
uno scetticismo selvaggio che pur di
contestare le versioni ufficiali dei fatti
pronto a negarne sistematicamente
lesistenza e, talvolta, levidenza. Il successo
di questa narrazione, secondo commentatori
come Adam Brereton (The Guardian),
dovuto anche al fatto che molti Stati
rispondono alla crisi economica e geopolitica accentrando il potere senza
soddisfare la domanda di trasparenza di
media e cittadini. Il caso pi significativo di
questa radicalizzazione chic Naomi Wolf,
scrittrice americana neo femminista, autrice
di best seller come Il mito della bellezza,
per lunghi anni organica ai democratici di
Bill Clinton. Una intellettuale che conosce da
dentro il sistema politico e mediatico, le
maschere del potere e i canovacci
dellindustria culturale. Conosce la
propaganda: come smontarla, o produrla.
Pochi giorni fa, in un lungo weekend di
dietrologia, su Facebook ha accusato il
governo americano e testate come il New
York Times di spacciare per veri i video in
cui i terroristi dellIsis giustiziano gli
ostaggi: in assenza di ulteriori conferme, si
tratta, lascia intendere, di falsi; una messa
in scena finalizzata a giustificare drastici
interventi militari e politici. Wolf contesta
anche la legittimit del referendum con cui
gli scozzesi hanno deciso di restare nel
Regno Unito, alludendo a brogli nelle schede.
E poi, Ebola: le truppe americane sono state
mandate in Liberia, scrive, non per
contrastare lepidemia, ma per militarizzare
lAfrica o, addirittura, per venire contagiate
e diffondere poi il virus negli Stati Uniti, cos
da giustificare misure politiche estreme. Le
conferme? Non servono: anzi, se ci fossero si
negherebbe il potere occulto del complotto,
che ne lessenza. Come le scie chimiche:
leggende del web vere fino a prova contraria.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Su Corriere.it
Puoi
condividere sui
social network le
analisi dei nostri
editorialisti e
commentatori:
le trovi su
www.corriere.it

e rto, devessere liberatorio.


Mentre il tifoso comune si macera davanti alla tv per un rigore carogna, o dalla curva maledice impotente i defunti dellomino in giacchetta gialla (un
tempo nera) , beh, deve dare un
sottile brivido sottopelle poter
proclamare a parenti e amici:
Domani a quellarbitro gliela
faccio vedere io!. E lindomani, anzich intrupparsi al Bar
Sport tra cappuccini tiepidi e
imprecazioni roventi, filare a
Montecitorio, sorseggiare fieri
un caff alla buvette e annunciare una bella interrogazione
parlamentare. Nientemeno.
Stavolta, dopo Juventus-Roma,
coi suoi tre rigori e un gol forse
gravato da fuorigioco (attivo?
passivo?), i nostri eroi si sono
schierati in formazione bipartisan: i deputati Fabio Rampelli
di Fratelli dItalia, Ignazio Abrignani di Forza Italia, Marco
Miccoli del Pd e Paola Binetti
dellUdc (momentaneamente
distolta da pi serie questioni
etiche) chiederanno indignati al governo di rispondere sulloperato dellarbitro Rocchi, da domenica sera appena
un gradino sotto il comandante
Schettino nella hit parade dei
cuori giallorossi: si tira in ballo
anche la Consob (trattasi di societ calcistiche quotate in Borsa). Miccoli, renzianamente, ci
infila pure la meritocrazia, e
riesce a dichiarare: ... pi che
dallarticolo 18 sono sicuro che
gli imprenditori stranieri siano
messi in fuga da questa arbitrariet (sic) e mancanza di certezze nellapplicazione delle regole, svelandoci infine che non
le lentezze del processo civile,
non le pastoie della nostra burocrazia sono responsabili della stagnazione italiana, ma il
cripto-juventino Rocchi.
Naturalmente Miccoli e i suoi
sodali non sinventano nulla di

CHIARA DATTOLA

Il corsivo del giorno

SE ANCHE IL GOL
FINISCE IN POLITICA
di Goffredo Buccini

nuovo. Churchill sogghignava


spiegando che noi italiani andiamo alla partita di calcio come a una guerra e alla guerra
come a una partita di calcio.
Calcio e politica sono da sempre binomio intrigante, prova
ne siano il fascino che il pallone ha esercitato su tutti i dittatori in cerca di consenso da
Mussolini a Videla e le mirabolanti favole di passione e sudore (Splendori e miserie...)
narrate da Eduardo Galeano. Si
parva licet, troviamo, gi trentanni or sono dalle nostre parti, serissime interrogazioni di
tre senatori comunisti a favore
di O Lione Vinicio, sloggiato
dalla panchina dal patron dellAvellino Sibilia: Si pone con
urgenza il problema di garantire in una societ democratica
(sic) il rispetto della dignit de-

gli allenatori. E via cos, di interrogazione in interrogazione,


con sovrano sprezzo del ridicolo, fino ai nostri giorni.
Tuttavia questi sono tempi di
ferro, sorridere sempre pi
difficile. Lultimo cattivo servizio che la nostra politica rende
al Paese infilare uno spirito da
lei non sa chi sono io nella
rissa divampata da domenica
sera sui social network di tutta
Italia. Si dir che lItalia appunto questa e i deputati ne sono una... avanguardia. Gianluca
Buonanno, lo stravagante leghista che ha proclamato Varallo Sesia Comune non islamizzato e messo a dieta i concittadini dietro compenso (cinquanta euro per tre chili persi
in un mese), porta lo scandaloso arbitraggio alla Commissione europea. Paolo Cento, an-

tico difensore di ultr, sostiene


che Roma sia stata umiliata,
offesa, derisa e chiede al sindaco Marino di battere i pugni.
Sui profili Facebook di numerosi dirigenti del Pd romano
appaiono commenti del tenore
ladri da vomitare, schifosi,
Moggi era unorsolina. Questa
lItalia e ha i parlamentari che
merita, certo. Tuttavia un po di
seriet, se non di sobriet, non
guasterebbe. Serio sarebbe non
stupirsi la prossima volta che
centinaia di mentecatti, scambiando per Vangelo le sciocchezze di queste ore, se le suoneranno di santa ragione davanti allo stadio. Serio sarebbe
non prendersi cos sul serio.
Ma la nonna di Florenzi dura
un pomeriggio, tutto il resto
sono giochi di guerra.
RIPRODUZIONE RISERVATA

IL PRIMO ROMANZO DEL REGISTA DI


E SPIDER

LA MOSCA, CRASH

Divorati
una luce abbagliante
che spalanca gli occhi.
STEPHEN KING

Matt Holyoak/Camera Press/Contrasto

Divorati
un film che si legge,
scioccante e avvincente,
un classico di
David Cronenberg.
CARLO LUCARELLI

IN LIBRERIA E IN EBOOK

Corriere della Sera Marted 7 Ottobre 2014

SCADENZE

QUEL DIFFICILE CONFRONTO


CON LEUROPA
SULLA LEGGE DI BILANCIO
di Ricardo Franco Levi

Trattativa Non c da
aspettarsi che lUnione
faccia eccezioni, ma se il
governo avanzasse un
pacchetto di riforme
credibili, si potrebbe
sperare nella flessibilit

elle intenzioni e nelle speranze dellItalia che laveva proposta a fine agosto, la Conferenza dellUnione europea sul lavoro che si terr domani a
Milano avrebbe dovuto essere il grande appuntamento per affrontare con proposte
concrete e condivise la piaga della disoccupazione, a partire da quella giovanile, vera emergenza
dellEuropa. Purtroppo non sar cos. Vista lopposizione soprattutto tedesca e, personalmente,
del cancelliere Angela Merkel a unenfasi sulla disoccupazione che avrebbe potuto portare a un
indebolimento della linea dellausterit sui conti
pubblici, non sar un vero e proprio vertice ma (e
non poco, visto il rischio che lappuntamento
fosse addirittura cancellato) solo un dibattito
aperto e libero, prima tra ministri del Lavoro e
poi tra capi di Stato e di governo.
Questo passo indietro un segnale indicativo
del vento gelido che soffia sullEuropa e segna
per lItalia lavvio di un difficile slalom sulla pista
ghiacciata e tra le porte strette del calendario europeo. Il 15 ottobre il governo italiano presenter
la bozza della legge di bilancio alla Commissione
europea che, da quel momento, avr due settimane di tempo per approvarla o rimandarla al
mittente per una riscrittura. Il 23 ottobre ci saranno un Consiglio europeo (listituzione che
riunisce i capi di Stato e di governo dei Paesi
membri dellUnione) dedicato a un esame della
situazione economica dellUnione accompagnato da un summit della zona euro.
Il primo di novembre, sempre che le audizioni
di fronte al Parlamento europeo non portino alla
bocciatura di uno o pi commissari e quindi a
uno slittamento della data, sinsedier la nuova
Commissione europea presieduta dal lussemburghese Jean-Claude Juncker.
Il 4 di novembre la Commissione presenter le
proprie previsioni dautunno che varranno a dare
il quadro di riferimento aggiornato per levoluzione delleconomia europea.
Entro il 30 di novembre, ma con buona probabilit attorno al 12, la Commissione render nota
la propria opinione sulla bozza di bilancio presentata dal governo italiano. Un vero e proprio
slalom, dunque. E in condizioni molto, ma molto
impegnative. La settimana scorsa, a fronte di una
crisi che continua a far sentire il proprio morso e

che sconsiglia di gettare altra acqua gelata su


economie gi depresse, tanto lItalia quanto la
Francia hanno annunciato programmi di finanza
pubblica che non rispettano gli impegni presi
con lUnione europea. LItalia, pur impegnandosi
a mantenere il disavanzo sotto il limite del 3 per
cento del prodotto interno lordo, ha rimandato
dal 2015 al 2017 il pareggio di bilancio strutturale
(un traguardo che, al di l del dettaglio tecnico,
segna il raggiunto equilibrio dei conti pubblici).
La Francia andata anche oltre, annunciando
che fino al 2017 rester sopra, e abbondantemente sopra, pure al limite del 3 per cento. Possiamo
sperare, affiancandoci alla Francia, di godere di
un occhio di riguardo da parte degli altri Paesi
membri e delle autorit dellUnione europea?
La risposta, bene non farsi illusioni, no.
No, perch il fronte dellausterit si ormai esteso a comprendere quasi tutti i Paesi, non pi solo
la Germania e i suoi alleati pi tradizionali (Austria, Repubblica Ceca, Olanda, Finlandia, Paesi
baltici) ma anche Paesi periferici come la Spagna e addirittura il Portogallo che nelle ultime
riunioni si segnalato ed espresso come il pi
duro tra i duri.
In queste condizioni, cosa pu fare e cosa pu
aspettarsi lItalia?
Stante le regole attuali regole, bene ricordarlo sempre, volute e approvate dai governi
una bocciatura della bozza di bilancio approvata
marted scorso dal governo con la Nota di aggiornamento del Documento di economia e finanza
(il cosiddetto Def) di aprile da mettere nel conto delle cose possibili.Appellandoci al grado di
flessibilit, invero importante, previsto dalle regole comuni e facendo valere la clausola sulla
severa recessione nella zona delleuro o dellintera Unione potremmo cercare di negoziare
un allungamento dei tempi concordati per il raggiungimento del pareggio di bilancio o una temporanea sospensione delle eventuali procedure
di infrazione.Ma laria che tira non sembra particolarmente favorevole a questa via duscita. A
meno che A meno che il governo italiano non
sia in grado di mettere sul piatto un pacchetto di
riforme cos rilevante nella sua portata e cos credibile nella sua realizzazione (attenti per! brucia ancora il ricordo di quando la Francia ottenne
due anni in pi per mettersi in regola, salvo poi
non mantenere alcun impegno) da mutare i termini della situazione. Termini chiaro ,
non tecnici, ma chiaramente ed esplicitamente
politici.
La pi difficile delle curve che lo slalom potr
presentare sar quella che potrebbe seguire a
uneventuale bocciatura della bozza di legge di
bilancio. In quel caso, potrebbe essere forte la
tentazione di rilanciare con una sfida, di rispondere contestando apertamente ogni disciplina e
minacciando di seguire la Francia sulla strada di
bilanci con disavanzi non pi diligentemente
sotto il 3 per cento ma volutamente e abbondantemente sopra quel limite.
Per lEuropa delleuro potrebbe essere un momento di rottura. Per lItalia, appesantita da un
enorme debito pubblico, si potrebbe aprire una
partita molto dolorosa con i mercati finanziari.

29

CERA UNA VOLTA MEDIOBANCA


DECLINI E SOSTITUTI

COMMENTI
DAL MONDO

Il panico morale
della brava gente
di Francia

Quellinfaticabile brava
gente. Sul quotidiano
Le Figaro, Vincent Trmolet
de Villers riflette sul
fenomeno Manif Pour
Tous, il collettivo baluardo
della famiglia tradizionale
che contesta le recenti leggi
francesi a favore di nozze e
adozioni per le coppie gay.
Movimento animato da un
senso di espropriazione
culturale e panico
morale di fronte alla
rivoluzione antropologica in
atto: per il popolo della
piazza, lalleanza di tecnica e
individualismo che orienta la
societ vuole imporsi nella
sfera della procreazione.
Lultimo rifugio la famiglia.

Alta tensione:
il codice di Angela
per stanare Putin
cancelliera tedesca

La
Angela Merkel conosce
il presidente russo Vladimir
Putin pi di qualsiasi altro
leader occidentale. Meglio
darle retta quando dice che
troppo presto per
ammorbidire le sanzioni
imposte alla Russia nella
crisi ucraina, scrive il New
York Times diretto da Dean
Baquet. Se il governo di Kiev
ha dimostrato coraggio e
pragmatismo nel trattare
con il Cremlino pur
ribadendo la volont di
aderire allUnione europea,
Putin non ha mai scoperto le
sue carte. Lunico incentivo
per convincerlo a fare
concessioni significative,
tenere alta la tensione.

a cura di Maria Serena Natale

RIPRODUZIONE RISERVATA

SEGUE DALLA PRIMA

inita lavventura Telco,


la scatola costituita dai
signori del credito italiano, da Mediobanca a
Intesa a Generali, diventata terra di scorribande prima di investitori spagnoli indebitati pi di Telecom stessa (Telefonica), oggi di industriali e
finanzieri francesi come Vincent Bollor, abili a giocare su
pi tavoli (Mediobanca compresa). Fino a ipotesi fantasiose
legate a quelle di manager dal
passato intenso, come Sol
Trujillo.
Il risultato che a essere tirata per la giacchetta dovrebbe
essere lonnipresente Cassa depositi e prestiti che, attraverso
lamministrazione dei risparmi
degli italiani consegnati alle
Poste, dovrebbe trovare i soldi
per tentare di disegnare un domani sicuro se non a Telecom
almeno alle telecomunicazioni
italiane. A quella societ, che
dalla scalata dei capitani coraggiosi che lavevano caricata di
debiti non si mai pi ripresa,
legata gran parte anche della
nostra competitivit. Le vicende Telecom non sono affatto

estranee alla condizione tutta


nazionale di una Internet veloce che da noi resta ancora in
gran parte del territorio un sogno.
Dovremmo per dirci con
estrema chiarezza che qualsiasi
idea di grande gruppo italiano,
qualsiasi speranza di avere una
politica industriale in Italia,
passa per la super pubblica Cassa depositi e prestiti. Nelle sue
casseforti sono custodite le partecipazioni che permettono al
Tesoro di controllare di fatto
Eni, Enel, Snam, Terna oltre a
innumerevoli altre societ attraverso il Fondo strategico che
andato affiancandosi ai privati, sempre a sua volta costituito
dalla Cassa.
il segno pi evidente della
sconfitta di quellidea che negli
Anni 90 anche in Italia si era
fatta strada alimentando la speranza che privati e imprenditori
potessero essere partecipi e
protagonisti della svolta liberale e di mercato in questo Paese.
la resa, si spera non definitiva,
alla sempre pi forte presenza
dello Stato nelleconomia.
Daniele Manca
@daniele_manca
RIPRODUZIONE RISERVATA

LOCCHIO TEDESCO SULLITALIA


LINCANTESIMO FINITO

giornali stranieri sono, nel


bene e nel male, un termometro del grado di fiducia
in un Paese. un dato di
fatto che va accettato, senza complessi di inferiorit, in
unEuropa dove peraltro non
affatto detto come pensa il
presidente del Consiglio che
noi italiani dovremo recitare per
sempre la parte degli studenti
costretti a far vedere i compiti a
casa. Bisogna capire cosa dicono
e perch, evitando attacchi di insofferenza. Non sono passati
tanti anni, in fondo, dalle invettive di Craxi contro Le Monde o
dalla controffensiva di Berlusconi contro quel covo di comunisti che era la stampa estera,
Economist compreso. Pi recentemente, abbiamo visto il carretto dei gelati a Palazzo Chigi.
Adesso la stampa tedesca ad
essere poco indulgente con lItalia di Renzi. Prima la conservatrice Frankfurter Allgemeine
Zeitung, poi la progressista Sddeutsche Zeitung, ora Der Spiegel, sempre molto aggressivo nel
suo modo di fare giornalismo.
Limpietoso reportage pubblicato nellultimo numero del settimanale di Amburgo racconta un

Paese in agonia che non assolutamente sulla strada giusta, in cui si annunciano riforme che solo in minima parte
vengono realizzate. Leconomia
ristagna, la produzione industriale crolla. Hans-Jrgen Schlamp ricorda che lindice di gradimento del capo del governo
sceso dal 69% di giugno al 54% di
settembre. Sono numeri che
contano, come quelli della lentezza della giustizia e dei costi
astronomici del pubblico impiego.
Queste severe critiche sembrano segnalare in qualche modo che lincantesimo finito. Il
realismo prevale sulle speranze
che larrivo del giovane premier
aveva suscitato, anche in Germania. Sarebbe sbagliato generalizzare. Limpressione, per, che
esista un sentimento comune
che caratterizza, a tutti i livelli
(anche a quello politico e governativo), lattuale fase della lettura tedesca del caso italiano:
la ferma convinzione che le promesse vadano rispettate e che gli
impegni debbano essere mantenuti.
Paolo Lepri
RIPRODUZIONE RISERVATA

UNA MARCIA IN PI ALLE


TUE DIFESE? SU CON

IMMUNO
Per preparare il tuo organismo allarrivo della stagione fredda e quando le tue
difese immunitarie sono messe a dura prova dalle molteplici situazioni di stress,
SU con Sustenium Immuno Energy. La sua formula a doppia azione, con GLICINA,
GLUTAMMINA, VITAMINE e ZINCO, studiata per ATTIVARE e RINFORZARE le
tue difese immunitarie.

Disponibile in FARMACIA.

Marted 7 Ottobre 2014 Corriere della Sera

30

ANAS S.p.A.
Compartimento della viabilit
per il Veneto

REVOCA DELL ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI


DEL 14 OTTOBRE 2014

ESTRATTO DI BANDO DI PROCEDURA APERTA


(art. 122 co. 5 D. Lgs. 163/2006)

Sul foglio inserzioni della G.U.R.I. N 114 del 06/10/2014 pubblicato il bando di gara
relativo alla seguente PROCEDURA APERTA.
BANDO DI GARA N. 40/2014: S.S. 309 Romea Lavori di manutenzione straordinaria
e ripristino statico dei manufatti costituenti il Ponte Traslagunare - II^ stralcio.
Codice Appalto: VE14MS9954 - Cod. CUP: F97H14000370001 - Cod. CIG: 590789987A.
Importo complessivo dellappalto 1.323.800,00 (di cui costi per la sicurezza, non soggetti
a ribasso 38.800,00).
Natura ed entit delle prestazioni: lavori a misura per un totale di 1.285.000,00.
Categoria prevalente: OG3 Classica III^ 927.438,62.
Categoria scorporabile e non subappaltabile, salvo quanto previsto dallart. 37,
comma 11 del D. Lgs. 163/2006: OS12A Classica II^ 396.361,38.
Cauzione provvisoria del 2%: 26.476,00.
Tempo di esecuzione dei lavori: giorni 120 (centoventi)
Procedura di aggiudicazione: ai sensi dellart. 82 co. 1 e 2 lett. a) del D.lgs. n. 163/2006
lappalto sar aggiudicato al prezzo pi basso, inferiore a quello posto a base di gara,
mediante ribasso percentuale sullelenco prezzi, con esclusione automatica delle offerte
anormalmente basse, ai sensi del combinato disposto di cui agli artt. 86 comma 1, 122,
comma 9 e 253, comma 20-bis del D.lgs. n. 163/2006.
Lofferta dovr pervenire allANAS S.p.A. Compartimento della Viabilit per il Veneto,
Via Millosevich n. 49, 30173 Venezia-Mestre, entro le ore 12:00 (dodici) del giorno
04/11/2014.
I plichi saranno aperti il giorno 06/11/2014 a partire dalle ore 09:00 (nove) nella Sala
Gare del Compartimento ANAS sita in via Millosevich n. 49 - 30173 Venezia Mestre.
Responsabile del procedimento: ing. Ettore de la GRENNELAIS.
Il bando integrale esposto altres presso lAlbo del Compartimento ed pubblicato
sul sito www.stradeanas.it - Sito Informatico del Ministero delle Infrastrutture:
www.serviziocontrattipubblici.it.
IL DIRIGENTE AMMINISTRATIVO

Avv. Ermanno LIUZZO


VIA MILLOSEVICH, 49 - 30173 VENEZIA
Tel. 041/2911434 - Fax 041/2911435
sito internet www.stradeanas.it

Si informano i Signori Azionisti che il Consiglio di


Amministrazione, riunitosi in data 6 ottobre 2014,
ha revocato la convocazione dell Assemblea degli
Azionisti prevista, in ununica convocazione, a Trieste,
per il giorno 14 ottobre 2014, alle ore 15:00, che
aveva in agenda, quale unico argomento, lassunzione
di deliberazioni, ai sensi dellart. 7, comma 4, del Decreto
del Ministero dello Sviluppo Economico dell11 novembre
2011 n. 220, sul tema della reintegrazione o delleventuale
revoca di Paolo Scaroni dalla carica di componente
del Consiglio di Amministrazione della Societ.
La decisione stata adottata alla luce delle dimissioni
presentate da Paolo Scaroni il 2 ottobre scorso.

Assicurazioni Generali S.p.A.


Societ costituita nel 1831 a Trieste. Capitale sociale 1.556.873.283,00 interamente versato.
Sede legale in Trieste, piazza Duca degli Abruzzi, 2. Codice scale e Registro imprese 00079760328.
Iscritta al numero 1.00003 dellAlbo delle imprese di assicurazione e riassicurazione.
Capogruppo del Gruppo Generali, iscritto al numero 026 dellAlbo dei gruppi assicurativi.

ANAS S.p.A.
DIREZIONE GENERALE

AVVISO DI GARA

ll capitale

PZ 11/14: Adeguamento strutturale e messa in sicurezza dellItinerario Basentano


(compreso
raccordo
autostradale
Sicignano-Potenza)
ed
innalzamento
dellaccessibilit alla citt capoluogo di Regione.
Codice CUP: F47H09001460001
Tipo di procedura: Ristretta a termini abbreviati ai sensi dellart. 55, comma 6, e
dellart. 70, comma 11, del D.lgs. n. 163/2006 e ss.mm.ii.
Criterio di aggiudicazione: Prezzo pi basso inferiore a quello posto a base di gara
determinato mediante offerta a prezzi unitari, ai sensi degli articoli 81 e 82 del D. Lgs.
163/06 e ss.mm.ii..
Luogo di esecuzione: Provincia di Potenza - Comuni di Potenza, Vietri di Potenza e
Picerno - Importo complessivo dellappalto 31.868.615,42.
Categoria prevalente: OG 3 - Ulteriori categorie: OS11 - OS12a - OS13 - OS23.
Responsabile del Procedimento: Ing. Roberto Sciancalepore.
Il bando integrale stato inviato alla GUUE in data 03/10/2014, viene pubblicato sulla
GURI n. 114 del 06/10/2014, sullalbo della sede legale - Direzione Generale ANAS S.P.A.
Roma e sui siti internet agli indirizzi www.stradeanas.it e www.infrastrutturetrasporti.it
Termine per la presentazione delle domande di partecipazione alla suddetta procedura
ristretta: ore 12:00 del giorno 21/10/2014.
Le domande dovranno pervenire al Protocollo Generale della Direzione Generale
dellANAS - Via Monzambano, 10 - 00185 - Roma.
Roma, l 07/10/2014

nel XXI secolo

IL DIRIGENTE RESPONSABILE GARE E CONTRATTI


Avv. Daniele Tornsciolo

Introduce e modera
Tito Boeri Universit Bocconi

8 ottobre 2014
ore 18.00
Universit Bocconi
Aula Magna
Via Rntgen 1
Milano
Iscrizioni online su www.unibocconi.it/eventi
Per informazioni 02 5836.3023

Lincontro si svolger in inglese. previsto un servizio di traduzione simultanea.

Per la pubblicit
legale e nanziaria
rivolgersi a:

RCS MediaGroup S.p.A.


Via Rizzoli, 8 - 20132 Milano

Via Rizzoli, 8 - 20132 Milano


Tel. 02 2584 6665
Fax 02 2588 6114

Vico II San Nicola alla Dogana, 9


80133 Napoli
Tel. 081 49 777 11 Fax 081 49 777 12

Via Campania, 59 - 00187 Roma


Tel. 06 6882 8650
Fax 06 6882 8682

Via Villari, 50 - 70122 Bari


Tel. 080 5760 111
Fax 080 5760 126

ESTRATTO DI ESITO - SETTORI SPECIALI


Azienda Ospedaliera Padova - via Giustiniani
2 - 35128 Padova tel. 049/8213840. Oggetto
dellappalto: Aggiudicazione bando manutenzione biennale ordinaria dei fabbricati dellAzienda Ospedaliera di Padova - Opere da
fabbro e falegname CIG 581055098A. Procedura: aperta, ai sensi degli artt. 53, comma 2
lett. a), 55, comma 5 e 82, comma 2, lett. a)
del D.Lgs. 12 aprile 2006, n. 163 e s.m.i.. Criterio di aggiudicazione: massimo ribasso
sullelenco prezzi unitari posto a base di gara.
Aggiudicazione dellappalto: Numero di offerte ricevute: 37; Aggiudicatario: Impresa
Cognolato Srl di Albignasego - Padova. Valore totale inizialmente stimato dellappalto:
1.975.000,00, IVA esclusa; Valore finale totale dellappalto: 1.740.754,28 IVA inclusa;
E possibile che lappalto venga subappaltato:
SI. Responabile Unico del Procedimento, ing.
Giovanni Spina sr.tecnico@sanita.padova.it
049/8213840 fax 049/8213396. Copia integrale dellEsito di Gara scaricabile sul sito
www.sanita.padova.it.
Il Direttore del Servizio Tecnico
ing. Giovanni Spina

ER. GO Azienda Regionale


per il Diritto agli Studi Superiori
Via Santa Maria Maggiore, 4 - Bologna
ESTRATTO BANDO DI GARA
CIG 5936412228
In esecuzione della Determinazione del Direttore
n. 139 del 24/09/14 si indice una gara a procedura
aperta per laffidamento del servizio di outsourcing complessivo dellinfrastruttura tecnologica,
comprendente la conduzione e la manutenzione
della rete, dellhardware e del software di base.
Periodo 01/01/15 - 31/12/17, con possibilit di
proroga per un ulteriore triennio. Importo triennale: Euro 312.000,00 IVA esclusa di cui Euro
1.000,00 quali oneri di sicurezza. Sopralluogo:
21/10/14. Termine di ricezione delle offerte: ore
10,00 del giorno 21/11/14. La documentazione
di gara pubblicata sul sito www.er-go.it nella
sezione gare ed appalti. Invio del bando alla
GUUE: 29/09/14. Responsabile Unico del Procedimento: Dott. Roberto Palumbo.
IL DIRETTORE - Dott.ssa Patrizia Mondin

RESPONSABILE UFFICIO ACQUISTI


Alla posizione compete la trattativa di acquisto, il monitoraggio dei
fornitori e lanalisi dei prezzi. Richiesta laurea tecnica, preferibilmente in ingegneria. Buona conoscenza della lingua inglese ed
esperienza nella posizione in aziende metalmeccaniche.

INGEGNERE DI PROCESSO

VIA MONZAMBANO, 10 - 00185 ROMA


Tel. 06/44461 - Fax 06/4454956 - 06/4456224
sito internet www.stradeanas.it

Ingegnere con specializzazione tecnica per seguire il processo


industriale. Si richiede esperienza nella mansione e conoscenza
della lingua inglese.
Inviare curriculum vitae indicando la posizione di riferimento
e lautorizzazione al trattamento dei dati personali L. 675/96 a:
personale.ass@gmail.com.

AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA

Incontro con Thomas Piketty


su Il capitale nel XXI secolo,
in occasione delluscita
in Italia dellomonimo volume
per Bompiani.

Primaria azienda Metalmeccanica in Provincia di Varese


RICERCA

AVVISO DI AGGIUDICAZIONE APPALTO


LIstituto Poligrafico e Zecca dello Stato
S.p.A., con sede in Roma, via Salaria 1027,
rende noto lesito della procedura aperta ai
sensi del D.Lgs. n. 163/2006 finalizzata alla
definizione di un accordo quadro con un
unico operatore economico per ciascun
lotto per laffidamento di stampati di varie
tipologie - Lotto 3. Lavviso di aggiudicazione di appalto stato pubblicato nel
Supplemento alla Gazzetta Ufficiale dellUnione Europea n. 33993 - 2014 - IT del
31/01/2014; CIG n. 5446746CFA. Lappalto
stato aggiudicato in data 24/07/2014 alla
societ Grafica Reventino S.r.l. con importo di aggiudicazione Euro 316.734,00
IVA esclusa. Lavviso di aggiudicazione
integrale disponibile sul sito internet
www.ipzs.it.
Il Direttore Acquisti
(avv. Alessio Alfonso Chimenti)

COMUNE DI COMO

PROVINCIA DI COMO

AREA PROGRAMMAZIONE
DELLA CITTA E SVILUPPO ECONOMICO
Il Comune di Como indice un Avviso Pubblico
finalizzato a recepire manifestazioni di interesse per eseguire tramite contratto di sponsorizzazione tecnica i lavori di adeguamento della
diga foranea esistente nel primo bacino del lago
di Como per il posizionamento della scultura
The Life Electric dellarchitetto Daniel Libeskind. I soggetti che avranno manifestato interesse verranno successivamente invitati a
presentare offerta tramite procedura negoziata.
LAvviso Pubblico integrale e la relativa documentazione sono pubblicati sul sito internet
http: www.comune.como.it - link Albo Pretorio/Avvisi. Scadenza presentazione manifestazioni di interesse: 27 ottobre 2014 ore 13.00.
Responsabile del procedimento: Arch. Giuseppe
Cosenza.
Il Dirigente - Arch. Giuseppe Cosenza

AVVISO DASTA PUBBLICA VENDITA IMMOBILI


Si rende noto che la Provincia di Como intende alienare il seguente immobile: Lotto n. 33: Compendio
ubicato in Comune di Cassina Rizzardi (Co) denominato Villa Porro Lambertenghi tutelato ai sensi del
D.Lgs 42/04, costituito da villa storica con annesso
parco pertinenziale e da aree edificabili esterne alla
villa adiacenti in lato est. (CDU Zona Verde Privato
Vincolato-Ambito di Trasformazione AT01 con destinazione a servizi per la villa e parco urbano per la
pertinenza nonch nuova volumetria localizzata in
Area T/R-Turistico Ricettiva). Prezzo a base dasta
3.255.000,00.=. Data asta pubblica: 28.10.2014 ore
10,00. Termine presentazione offerte: 27.10.2014
ore 12,00. Lavviso dasta integrale pubblicato sul
sito http://www.provincia.como.it. Per ulteriori informazioni: tel. 031.230.313/222 - fax 031/230.482,
e-mail infopatrimonio@provincia.como.it patrimonio@pec.provincia.como.it. Data pubblicazione
bando sulla GURI: 01.10.2014.
Como, li 01.10.2014
IL DIRIGENTE SERVIZIO PATRIMONIO
(dr. arch. Elio Musso)

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti


Provveditorato Interregionale per le Opere Pubbliche Campania - Molise - Ufficio Dirigenziale V - Ufficio Tecnico III - Unit Operativa di Caserta
oopp.caserta@pec.mit.gov.it
Stazione Unica Appaltante - Ente delegato dal Comune di Gricignano di Aversa (CE)
(Convenzione Rep. n. 7281 del 08.10.2012 ai sensi dellart. 33 D. Lgs. 163/2006 e s.m.i.)
ESTRATTO DI BANDO DI GARA
1. Stazione Unica Appaltante (S.U.A.): Provveditorato Interregionale per le Opere Pubbliche Campania - Molise, Ufficio Dirigenziale V - Ufficio Tecnico
III - Unit Operativa di Caserta - Via Cesare Battisti n.16 Caserta - Tel. 0823/448321 - Fax 0823/448303; 2. Procedura di gara: Procedura aperta ai
sensi dellart. 55 del D. Lgs. 163/2006 e s.m.i.; 3. Appalto per laffidamento del servizio di refezione scolastica per gli anni scolastici 2014/2015 2015/2016 - 2016/2017, per le scuole dellinfanzia del Comune di Gricignano di Aversa (CE) - Durata dellappalto: 3 anni - CIG 5859567BA5;
4. Importo complessivo dellintervento: . 3,54 oltre IVA, di cui . 1,82 per il servizio posto a base di gara soggetto a ribasso, 1,68 per il costo del
personale non soggetto a ribasso ed . 0,04 per oneri per lattuazione dei piani di sicurezza non soggetti a ribasso, per un importo complessivo
presunto del servizio pari ad . 351.522,00 oltre IVA; 5. Criterio di aggiudicazione: Prezzo pi basso determinato mediante ribasso percentuale sullelenco prezzi posto a base di gara, ai sensi dellart. 82, comma 2, lett. a), del D. Lgs. n. 163/2006 e s.m.i.; 6. Data gara: 14.11.2014 ore 09,30 da
esperire presso il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti - Provveditorato Interregionale per le Opere Pubbliche Campania e Molise, Unit Operativa
di Caserta - Via Cesare Battisti n. 16 Caserta; 7. Il Bando di gara integrale stato inviato alla G.U.U.E. in data 01.10.2014 e pubblicato sulla G.U.R.I.
n. 113 del 03.10.2014; 8. Altre informazioni: riportate nel Bando, nel Disciplinare di gara e nel Capitolato Speciale dAppalto, pubblicati sui
siti:www.provveditorato-ooppcampaniamolise.it, www.serviziocontrattipubblici.it e www.comunedigricignano-ce.it.
f.to Il Vicario del Provveditore - Arch. Giovanni Di Mambro

AVVISO DI RETTIFICA BANDO DI GARA


Si comunica che il bando di gara avente ad oggetto lerogazione del servizio informativo per la gestione integrata
delle entrate patrimoniali in modalit s.a.a.s. (Software
as a Service), CIG 5795816AA8, - pubblicato sulla
G.U.U.E., Serie S, n. 117 del 20/06/2014, sulla GURI n.
73 del 30/06/2014 nonch sui siti indicati dallart. 66,
comma 7, D.lgs n. 163/2006 - stato rettificato, in esecuzione della determinazione n. 157 del 25/09/2014 del
Responsabile della Divisione Servizi Accentrati di Corporate di Equitalia S.p.A.. Lavviso di rettifica stato pubblicato sulla G.U.U.E. - Serie S, n. 188 del 01/10/2014.
Si proceduto, altres, a pubblicare il predetto avviso
con le modalit previste dallart. 66, comma 7, del D.lgs
n. 163 del 2006. In conseguenza delle rettifiche contenute nellavviso della Stazione Appaltante, il termine per
il ricevimento delle offerte stato posticipato alle ore
12.00 del 17/11/2014, mentre il termine per la presentazione dei chiarimenti stato posticipato alle ore 12.00
del 07/11/2014.
Il Responsabile Divisione Servizi Accentrati di Corporate
Franco Mazza

ESTRATTO AVVISO
DI AVVENUTA AGGIUDICAZIONE
I.1) Amministrazione aggiudicatrice:
Comune di Asti C.F. 00072360050 II. 1.1)
denominazione: CIG. 5563776D30 SERVIZIO ASSICURATIVO RCT/O DEL
COMUNE DI ASTI - DAL 30.04.2014
AL 30.04.2016. V.1) data aggiudicazione: 24/04/2014. V.3) aggiudicatario:
LLOYDS, Rappresentanza Generale per
lItalia - Sindacato Leader SAGICOR P.IVA
10655700150. V.4) valore finale dellappalto: 374.400,00 imposte di legge incluse Avviso di aggiudicazione integrale
visionabile sul sito www.comune.asti.it.
Asti, 26/09/2014
Il Dirigente
(dott. Giovanni Monticone)

PROVINCIA DI VENEZIA
E indetta asta pubblica per la vendita dei
seguenti immobili: lotto 1) Palazzo Ziani ex uffici APT. Prezzo base dasta euro
3.750.000,00; lotto 2) Palazzo Ziani - alloggio. Prezzo base dasta euro 490.000,00.
Lasta, per entrambi i lotti, fissata per il giorno
28.10.2014 alle ore 12.00 presso la sede della
Provincia di Venezia, Ca Corner 2662 Venezia.
Il termine perentorio per la presentazione delle
offerte fissato per il giorno 24.10.2014 - ore
12.00. Obbligo sopralluogo. Lavviso in versione integrale ed i relativi allegati sono reperibili: http://www.provincia.venezia.it/trasparenza/bandi-di-gara-aperti.html.
Il Dirigente - Dr. Matteo Todesco

Corriere della Sera Marted 7 Ottobre 2014

31

Economia
bXk bkk k
@ b "k ; @~~@ @k k

1/ !
` `|
k
pp` `
"@b@
||`z `
/G, z
`| `
b@
z`z `zz e
@Xxk
`z `z e
,@~
@X| |p`z ` e
!@bb
|z`
`| e
1"k zp`z ` e

@N
k
k
k
k

`zz
`z
`pz
`

b@
k
kk
x

`|
`z
`
`z

e
e

1 b /@
1

kb

- .kb kxx
k

|z

`z ` `

|p

`z `p `pz

z`z p` `p

||

|`z ` `

La Lente

di Mario Sensini

I big Pharma
e il vertice
a Palazzo Chigi
Norme stabili

n patto tra il governo


e le multinazionali
del settore
farmaceutico per rilanciare
lItalia come polo europeo
delle esportazioni dei
prodotti medicinali. Di
questo hanno parlato ieri a
Palazzo Chigi il premier
Matteo Renzi, il ministro
dellEconomia, Pier Carlo
Padoan, con i vertici
mondiali delle Big
Pharma che hanno
impianti produttivi in Italia
ed i loro capi azienda
italiani. Cerano Ely Lilly,
Merck Serono, Glaxo
Smithkline Novartis,
Johnson & Johnson, Roche,
Bristol-Myers Squibb, Bayer
e le italiane Menarini e
Chiesi. Lesigenza del
governo per ridare slancio
alla crescita delleconomia
far ripartire gli
investimenti, soprattutto
privati, sostenere la ricerca
e loccupazione, soprattutto
giovanile, e il settore
farmaceutico, che ha
dipendenti in media molto
giovani e quasi tutti laureati
o diplomati, un ottimo
banco di prova per la
politica dellesecutivo. Renzi
ha chiesto alle
multinazionali
investimenti, e sul piatto,
ieri, ha messo le riforme a
cominciare da quella del
lavoro ed i nuovi progetti
dellesecutivo per ampliare
il sostegno alla ricerca. A
Renzi le multinazionali del
farmaco e le maggiori
imprese italiane del settore
hanno dato la loro
disponibilit. Ma non
hanno chiesto incentivi o
sostegni particolari per il
settore. A loro basterebbe la
stabilit normativa. Negli
ultimi anni sono state
decine gli interventi
dautorit sui prezzi, che nel
2013 sono diminuiti per il
dodicesimo anno di fila.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Mediatrade, le motivazioni della sentenza


I giudici: non c prova certa che Pier Silvio Berlusconi sapesse della frode
MILANO Non c prova certa che il meccanismo
fraudolento dei diritti tv Mediatrade gonfiati sia servito
frodare il fisco, oltre a consentire appropriazioni
indebite, e che Pier Silvio Berlusconi e Fedele
Confalonieri fossero a conoscenza della sua esistenza.
Per questo il presidente di Rti e quello di Mediaset l8
luglio sono stati assolti con altre 8 persone perch il
fatto non costituisce reato dallaccusa di frode fiscale,

come spiegano le motivazioni della sentenza. Il fatto di


essere figlio di Silvio Berlusconi (condannato a 4 anni, di
cui tre condonati, nel processo Mediaset su annualit
precedenti, ndr.) certamente elemento che potrebbe
far sospettare che Pier Silvio sapesse del meccanismo,
ma rimane una mera ipotesi senza prove.

G. Gua.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Seat Pg, si tratta per lo sconto


sulla sanzione da 2,4 miliardi
La societ punta a transare con i destinatari dellazione di responsabilit
La Consob accende un faro sulle consulenze a Giliberti, il ruolo dei soci
MILANO Pochi maledetti e subito
o una ricchissima incognita futura? E su questo crinale che si
sta muovendo una riservata
trattativa tra Seat Pagine Gialle e
i destinatari dellazione di responsabilit da 2,4 miliardi votata a marzo dallassemblea dei
soci. Il tavolo legale ha lo scopo
di arrivare a una transazione. Il
consiglio di amministrazione
delle Pagine Gialle, in scadenza
di mandato, non ha fretta se
non quella dettata dal perseguire linteresse della societ. Per
gli ex manager e i fondi di private equity lobiettivo abbassare il sipario su una vicenda
che intacca reputazione e portafoglio. E magari mandare un segnale alla Procura di Torino che
sta indagando sulla passata gestione.
La cifra in gioco nel tentativo
di conciliazione ben lontana
del danno quantificato da una
perizia. Cio i famosi 2,4 miliardi di patrimonio bruciato, secondo Seat, quando il gruppo
era gestito da consigli espressi
dai fondi di private equity (Cvc,
Investitori Associati, Permira,
Bc Partners). Lazione di risarcimento era stata approvata da
unassemblea a marzo e notificata a 17 ex consiglieri, tra cui
lex presidente Enrico Giliberti,
lex amministratore delegato
Luca Majocchi e molti big della

25

milioni di euro il paracadute


di cui godono gli ex consiglieri
di Seat Pagine Gialle:
20 milioni pi 5 di spese legali

finanza. Contatti e negoziato si


sviluppano sostanzialmente su
due tavoli: con le persone fisiche e con i fondi. Anche se le
prime erano espressione dei secondi questo non significa che
gli interessi oggi siano coincidenti.
Le indagini patrimoniali sui

Un miliardo a Eurodisney

l gruppo Walt Disney corre in soccorso del parco Disneyland


Paris, offrendo a Euro Disney, che lo gestisce, un aumento di
capitale da 1 miliardo di euro, per darle un nuovo margine di
manovra. Il piano prevede un contributo di 420 milioni, per
offrire a Disneyland Paris nuova liquidit, pi una conversione di
600 milioni di crediti precedenti.
RIPRODUZIONE RISERVATA

manager coinvolti avrebbero


avuto un esito deludente. La
speranza di recuperare cifre
consistenti ridottissima. Tra
laltro vi sarebbe chi in tempi sospetti, e altri in tempi non sospetti, avrebbe blindato ricchezze di famiglia in fondi patrimoniali, un istituto giuridico
difficilmente attaccabile. Di sicuro una base, molto bassa, di
trattativa il paracadute assicurativo di cui godono gli ex consiglieri: 20 milioni pi 5 di spese legali. Partire da 2,4 miliardi
per patteggiarne 20, per di
pi coperti da polizza, sarebbe
un po in contraddizione con la
battaglia fatta da Seat. Anche
per questo trovare un accordo
non facile.
Intanto, secondo indiscrezioni, la Consob avrebbe avviato
una serie di accertamenti sulle
consulenze milionarie pagate in
passato da Seat allo studio legale dellex presidente Giliberti. In
particolare si tratterebbe di delibere del dicembre 2010, approvate a pochi giorni (1 gennaio 2011) dallintroduzione delle
norme sulle parti correlate, e un
addendum alle delibere di dicembre deciso nel marzo 2011.
Lindagine riguarderebbe proprio la conformit alle regole
sulle parti correlate.
Mario Gerevini

Il caso
LOcse, lItalia
e le gabbie salariali
che frenano il Sud
di Fabio Savelli

n filigrana potremmo
affermare che lOcse
teorizza lesistenza de
facto delle gabbie
salariali. Lidea - pi volte
balenata ai sostenitori del
federalismo reddituale
che presuppone una
maggiore correlazione tra
lentit dello stipendio e il
costo della vita del luogo in
cui si vive - esiste nella
realt ed riscontrabile
soprattutto in Italia (e in
Spagna), i Paesi in cui
esistono le maggiori
differenze salariali tra le
regioni. Secondo
lorganizzazione parigina che fino a qualche tempo fa
annoverava come capoeconomista il titolare del
Tesoro, Pier Carlo Padoan nel nostro Paese vivere a
Bolzano o a Napoli non
esattamente la stessa cosa.
Anzi lavorare in Alto Adige
porta con s una
retribuzione (media) in
linea con le pi alte del
Vecchio Continente, farlo in
Campania significa
percepirne una
paragonabile a quella dei
Paesi in coda per
ammontare di reddito.
Ovviamente dal calcolo
escluso tutto il pubblico
impiego, tuttavia il dato
suggerisce quasi la
necessit di un ministero
per la Coesione territoriale.
Abolito dal governo Renzi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

RIPRODUZIONE RISERVATA

Il Fondo monetario ai Paesi: cambiate i titoli di Stato


Bisogna evitare leffetto Argentina e leccessivo potere di fondi speculativi sui bond
MILANO Cambieranno pelle i titoli di Stato? Cos vuole o
meglio, raccomanda il Fondo monetario, puntando il dito
verso uno dei mercati pi frequentati al mondo, tanto dal
piccolo risparmiatore quanto
dal grande fondo dinvestimento.
Lorganizzazione di Washington ha auspicato variazioni
sostanziali nel modo in cui i
governi scrivono i contratti di
collocamento del debito, per
evitare che alcuni investitori
che rifiutano di sottoscrivere
ristrutturazioni possano
mettere a rischio questo tipo di
operazioni in futuro. I riflettori
sono puntati sul continuo
braccio di ferro tra lArgentina
e un gruppo di hedge fund
americani: i cosiddetti creditori holdout, che chiedono di
essere rimborsati interamente
per i tango bond su cui Buenos
Aires fallita nel 2001. In un
rapporto diffuso ieri, il Fmi ha
avvertito: le decisioni di un
giudice americano in base
alle quali lArgentina non pu
onorare i propri impegni con i
creditori che sottoscrissero le
ristrutturazioni del debito del
2005 e 2010 se prima non rimborsa gli holdout, che invece non accettarono il concambio possono creare un pre-

cedente rendendo pi complicate altre ristrutturazioni del


debito. Il rischio secondo
Washington che quelle decisioni vadano a compromettere la voglia degli investitori di
partecipare a nuove ristrutturazioni nel mondo, anche se

Le previsioni al 2015

Grecia, Pil +2,9%


dopo sei anni bui
La troika approva
il bilancio
La Grecia torna a crescere dopo
sei anni di recessione.
Le previsioni sono di un
incremento dello 0,6% del Pil
nel 2014 e del 2,9% nel 2015.
Anche gli altri dati
macroeconomici - stimati dal
governo nel budget dello Stato
e presentati ieri dal ministro
delle Finanze Christos
Staikouras - sono positivi:
lavanzo primario al 2%, oltre
le attese, e ancora in
miglioramento nel 2015. I conti
sono stati approvati dalla
troika Ue, Bce, Fmi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

queste possono rivelarsi necessarie per prevenire il collasso


di intere economie.
Il Fondo propone quindi la
modifica del trattamento equo
previsto dalla clausola pari
passu, utilizzata dagli hedge
fund americani per chiedere il
pieno rimborso sui bond argentini. C poi un altro cambiamento proposto: lintroduzione di una clausola di azione collettiva che, nel caso in
cui un Paese finisca in default e
cerchi di ristrutturare il suo debito, lega tutti gli investitori a
una decisione presa da una supermaggioranza del 75% dei
creditori. E sul mercato esistono gi diverse emissioni che,
almeno in parte, vanno daccordo con le tesi dellistituzione guidata da Christine Lagarde.
Intanto il Fmi - secondo il
settimanale Spiegel - sarebbe pronto a tagliare le stime
del Pil della Germania per lanno in corso e per il 2015, senza
per vedere pericoli di recessione. E la stessa testata tedesca ha appena dedicato un articolo allItalia, dal titolo un Paese in agonia, parlando di riforme che si insabbiano e di
economia che si restringe.
Giovanni Stringa
RIPRODUZIONE RISERVATA

Buenos Aires
Dietro le mosse del Fmi
c il braccio di ferro
con i grandi investitori
americani

La maggioranza
La clausola di azione
collettiva legherebbe
gli investitori a una
maggioranza del 75%

32

Marted 7 Ottobre 2014 Corriere della Sera

Corriere della Sera Marted 7 Ottobre 2014

ECONOMIA

33
#

Ferrovie dello Stato


La Fondazione Fs a Villa Patrizi

La sfida
Club Med, s del consiglio a Fosun ma i sindacati si mettono di traverso

Prototipo Peugeot
Le molle ultraleggere di Sogefi

La Fondazione Ferrovie dello Stato ha inaugurato ieri i


nuovi locali della sede di Villa Patrizi a Roma. Presenti
lamministratore delegato del gruppo Fs, Michele Mario
Elia e lad di Finmeccanica Mauro Moretti, tornato a
casa dopo laddio al gruppo che ha lasciato a seguito
della nomina ai vertici di Finmeccanica. Moretti
presiede la Fondazione.

Semaforo verde dal consiglio damministrazione di Club


Med alla proposta del gruppo cinese Fosun in cordata
con Ardian, che ha messo sul tavolo 22 euro ad azione,
1 euro in pi di quanto offerto dalla Global Resort di
Andrea Bonomi. Il board ha deciso allunanimit di
raccomandare ladesione allopa franco-cinese in
quanto combina linteresse degli azionisti, della
societ, con il sostegno alla sua strategia, e dei suoi

Le molle ultraleggere di Sogefi in materiale composito


(glass fiber reinforced polymer) sono montate anche
sul prototipo Peugeot 208 HYbrid Air 2L, esposta al
pubblico al Salone dellAuto di Parigi. Questa nuova
molla elicoidale ha un peso tra il 40 e il 70% inferiore
rispetto alle molle in acciaio tradizionali e pu essere
montata su vetture e veicoli commerciali leggeri senza
modificarne il sistema di sospensione

RIPRODUZIONE RISERVATA

dipendenti. Ma i sindacati sembrano tuttaltro che


convinti della bont dellofferta e attraverso lorgano di
rappresentanza ieri hanno espresso parere negativo
temendo tagli alloccupazione. Bonomi ora ha tempo
fino al 13 novembre per ritoccare la sua proposta da 21
euro per azione e cercare di battere Ardian-Fosun.

F. D. R.
RIPRODUZIONE RISERVATA

La missione americana di Marchionne Acciaierie Speciali Terni,


riapre
per offrire fino al 5% di Fiat Chrysler ThyssenKrupp
alla mobilit per 550
IN BREVE

Luned lingresso a Wall Street, poi il road show sulle azioni del recesso
MILANO Lobiettivo minimo scambiare a Wall Street
almeno unazione in pi di
quelle che continueranno a essere trattate in Piazza Affari.
Non dovrebbe essere difficile.
Tolta Exor, socio di maggioranza con un 30% che grazie al voto
multiplo potrebbe in realt arrivare anche al 46% del controllo assembleare, il grosso del
capitale di Fiat Chrysler Automobiles gi ora in portafogli
esteri. E molti di quei portafogli hanno passaporto Usa.
Il problema (relativo) che i
titolari sono spesso piccoli fondi assistenziali o pensionistici
di piccoli Stati, istituzioni, associazioni. Ragion per cui il
traguardo dichiarato da Sergio
Marchionne Sarei felice se

il rapporto degli scambi fosse


60% a New York, 40% a Milano
non neppure cos semplice. Soprattutto, non garantisce
a quegli scambi spessore e un
certo tipo di stabilit. Perci il
vero bersaglio, anche questo
dichiarato, sono i grandi investitori istituzionali. E perci subito dopo lesordio a Wall Street, luned 13 ottobre, il numero
uno di Fca partir per un nuovo, mirato road show. Valigetta in mano, ha detto. Nel senso che non si tratta solo di
sponsorizzare la ditta. C
una cosa, nellimmediato ancora pi importante della quantit-qualit degli scambi, che gli
attuali azionisti americani non
possono garantire: lassorbimento di buona parte dei titoli

A Piazza Affari
-0,6%

ieri 8.56
7.158

5.755

Dic Feb Apr Giu Ago Ott


dArco

che Fca si ritrover in pancia


una volta ultimati tutti i conti
sullesercizio del recesso.
I soci che avevano detto
no alla fusione possedevano
in totale 60,002 milioni di azioni. Le hanno restituite al Lingotto, che a sua volta le ha offerte in opzione agli altri soci

allo stesso prezzo di 7,727 euro.


Tutto quel che rimasto il
processo si chiuso ieri, le
banche completeranno i calcoli domani dovr comunque
ricomprarlo Torino. probabile che sia la quasi totalit, su un
pacchetto che vale il 4,7% del
capitale e in blocco costa 463,6
milioni di euro. Forse Fca dovr
tirarne fuori un po meno ma,
quale che sia lesborso, chiaro
che per il gruppo recuperarlo
un obbligo. Di qui il road show
di Marchionne. E un ulteriore
indizio contro lipotesi di aumento di capitale: difficile trovare nuovi partner se la prospettiva andare subito a battere altra cassa.
Raffaella Polato
RIPRODUZIONE RISERVATA

Lagenda

Sergio
Marchionne
(nella foto),
amministrato
re delegato di
Fiat-Chrysler,
sar a Wall
Street luned
13 ottobre per
il debutto
del titolo Fca
al listino
americano
Dopo
lesordio
al Nyse,
Marchionne
sar
impegnato
in un road
show con
gli investitori
istituzionali

Nokia

Sciopero contro
115 licenziamenti
I lavoratori della Nokia di
Cassina de' Pecchi (Milano) si
sono mobilitati contro i 115
licenziamenti decisi
dallazienda per le sedi di
Milano, Roma e Napoli. Le
lettere di licenziamento
riguardano per lo pi la sede
lombarda dove ieri i lavoratori
hanno bloccato lattivit.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Sarmi alla Serravalle: Ora la Borsa


Il manager: Servono imprenditori privati per creare il polo del Nord
Il progetto per aggregare le reti autostradali, dalla Brebemi alla Serenissima

Pi di qualche osservatore sussurra che le


Acciaierie Speciali di Terni stiano diventando
il vero banco di prova per la capacit di
mediazione del governo. Perch da un lato
c lintransigenza della ThyssenKrupp e della
manager lady di ferro - com stata
ribattezzata Lucia Morselli - espressione degli
azionisti tedeschi. Dallaltro ci sono i sindacati
sulla linea Maginot delle tutele
occupazionali. Perch - dice Rocco Palombella,
segretario Uilm - se passa la loro linea il
combinato disposto tra i tagli alla forza-lavoro
e la decurtazione salariale del 20% in busta paga
pu essere applicato ovunque e da qualunque
multinazionale. Nel mezzo c un ministro
metalmeccanico, come Federica Guidi, che
un mese fa riusc a convincere la dirigenza delle
Acciaierie a sospendere la procedura di
mobilit per 550 addetti a condizione di trovare
unintesa. Quellaccordo non stato ancora
trovato, le lettere di licenziamento potrebbero
partire oggi se il confronto al ministero dello
Sviluppo dovesse produrre una fumata nera.
Fabio Savelli
RIPRODUZIONE RISERVATA

Abi, accordo per la proroga


del contratto dei bancari
In busta fino a 20 euro in pi
Intesa raggiunta tra sindacati e Abi
(Associazione delle banche italiane) in vista del
rinnovo del contratto di categoria. Laccordo
prevede che il contratto del settore venga
prorogato al 31 dicembre 2014 e lEDR (elemento
distinto della retribuzione) entri a far parte
della voce stipendio dei 309 mila bancari con
decorrenza dal primo gennaio 2015, anzich dal
primo marzo come proposto inizialmente
dallAbi. Sar riconosciuto sotto forma di una
tantum (da 10 a 20 euro a seconda della
qualifica) per il periodo luglio-dicembre. LAbi
annuncia una reciproca volont di avviare un
serrato calendario di incontri per chiudere il
negoziato sul rinnovo contrattuale entro
dicembre. Laccordo, secondo il segretario
generale della Fabi, Lando Silleoni, evidenzia
un passo indietro rispetto alle recenti
posizioni intransigenti mostrate dai banchieri,
ma la strada per il rinnovo del contratto resta
lunga e difficile. Abbiamo salvaguardato un
principio che lAbi voleva minare, taglia corto
Giulio Romani della Fiba Cisl.
RIPRODUZIONE RISERVATA

La raccolta fondi? Soltanto


per la Pedemontana, lautostrada che collegher Varese
con Bergamo, servono 4,5 miliardi di euro. Lobiettivo?
Aggregare intorno alla Serravalle un polo delle autostrade
del Nord Italia, con particolare
riferimento al rete del Nord
Est. La diversificazione nei
servizi diversi da quelli autostradali? Sono la nuova frontiera e arriveranno a garantire
il 50 per cento dei ricavi contro
il 20 per cento attuale. Massimo Sarmi, fino a pochi mesi fa
amministratore delegato di
Poste italiane, stato nominato ieri amministratore delegato della Autostrade Milano Serravalle, con programmi ambiziosi. La volont, spiega,
costruire una realt nuova e
pi articolata, con una compagine societaria che veda lentrata dimprenditori privati e,
appena possibile, la quotazione in Borsa.
Cos le banche avranno la
possibilit di valorizzare le
partecipazioni e uscire da attivit che non sono proprie.
Punto di partenza della nuova
avventura di Sarmi il piano

strategico, che si impegnato


a presentare in tempi brevi.
Lemergenza rappresentata
dal reperimento sul mercato di
almeno 300 milioni necessari
per finanziare il primo tratto

dei lavori per la Pedemontana,


che rappresentano la quota
dellinvestimento che tocca alla Serravalle, controllata attraverso lAsam e Finlombarda
dalla Regione Lombardia. Las-

Scenari
La crisi ucraina e i conti del gas
LEuropa? Pu resistere sei mesi
di Francesca Basso

n mese senza problemi, poi capacit di resistenza fino a


sei mesi (seppure con qualche difficolt) in caso di un
eventuale stop delle forniture di gas dalla Russia per
lacuirsi della crisi con lUcraina. Dopo gli stress test sui
sistemi energetici condotti dai singoli Paesi su scenari
differenti, a cominciare dal clima, lUnione europea arrivata
a questa conclusione, che il commissario uscente Gnther
Oettinger ha presentato a Milano alla riunione informale dei
ministri europei dellEnergia e dellAmbiente. Il viceministro
allo Sviluppo economico con delega allEnergia, Claudio De
Vincenti, stato chiaro: bisogna sviluppare gli
approvvigionamenti alternativi, in tal senso sono centrali le
infrastrutture come i rigassificatori e i gasdotti. Il Tap
molto importante e lapprodo sar a Melendugno.
RIPRODUZIONE RISERVATA

semblea degli azionisti ha deliberato lemissione di un bond,


da collocare sul mercato, ma
ora occorre passare dalle parole ai fatti e Sarmi il manager
scelto come garante dal governatore della Regione Lombardia Roberto Maroni, dagli azionisti privati attuali (tra cui il
gruppo Gavio) e dalle banche
(in particolare, nelle autostrade, significativa la presenza
di Intesa Sanpaolo, socia anche della Brebemi, il nuovo
tratto che collega Milano e Brescia).
La strategia dellattenzione
verso le opportunit offerte
dalla nuova normativa sulle
concessioni autostradali prevista dal decreto Sblocca Italia,
approvato dal governo nei mesi scorsi, che ha messo in moto
progetti e accorpamenti nellarticolato mondo del settore.
C fermento, conferma Sarmi, e mi stato assegnato il
compito di fare da coagulo e
garante. Lintenzione aggregare un polo autostradale del
Nord Italia con pi investimento privato e meno pubblico.
Fabio Tamburini
RIPRODUZIONE RISERVATA

300
milioni il
finanziamento
da reperire
sul mercato per
la prima tratta
dei lavori per la
Pedemontana,
quota in carico
a Serravalle

4,5
miliardi
linvestimento
necessario per
realizzare la
Pedemontana,
larteria
che collegher
Varese e
Bergamo

Rcs, Jovane: Buona


accoglienza per il nuovo
Corriere della Sera
Il restyling del Corriere della Sera con il nuovo
formato sta andando bene, ha avuto buona
accoglienza, abbiamo avuto un ottimo feedback
con i lettori. Lo ha detto ieri Pietro Scott
Jovane, amministratore delegato di Rcs
Mediagroup, editore del quotidiano di via
Solferino, a margine della presentazione del
Giro dItalia. Sulle cessioni il top manager ha
detto che lo slittamento dei termini al
settembre 2015 connesso alla revisione degli
accordi sul debito non porter necessariamente
a tempi pi lunghi: Pu darsi che ci permetta
di vendere negli stessi tempi, ma meglio. Il
gruppo sulle dismissioni ha tre dossier aperti.
Per le radio Finelco (R105, Virgin e Radio
Montecarlo) Rcs ha diversi interlocutori. Ci
sono poi la cartellonistica di IgdDecaux e in
Spagna la parte tv. Le attivit editoriali nella
penisola iberica sono invece considerate
core. Jovane ha poi confermato per lautunno
il trasferimento della Gazzetta dello Sport in via
Rizzoli, dove la sede viene predisposta per una
redazione multimediale e interattiva.
RIPRODUZIONE RISERVATA

34

Marted 7 Ottobre 2014 Corriere della Sera

ECONOMIA

Trovolavoro

Per giovani ricercatori


Eni, due premi da 25 mila euro

Politecnico di Milano
Design, un corso a costo ridotto

Eni debutta nella ricerca. E indice due premi da 25 mila


euro ciascuno destinati a giovani ricercatori, sotto i 30
anni, con tesi sullo sfruttamento degli
idrocarburi e delle energie rinnovabili. Termine ultimo il
14 novembre 2014. Il bando sul sito:
www.eni.com/eni-award/ita/bandi.

Sono disponibili riduzioni per i lettori di Trovolavoro per


la settima edizione del nuovo corso in HoReCa Design
Hotel Restaurant Caf - Ideare, progettare e arredare
locali pubblici innovativi di POLI.design (Politecnico di
Milano), dal 10 al 14 novembre. Iscrizione su
www.designhoreca.it, oppure inviando il CV, citando
Corriere Trovolavoro, a formazione@polidesign.net

A.M.C.

RIPRODUZIONE RISERVATA

Per le inserzioni di Ricerca di Personale Qualificato


rivolgersi a

Infoline Aziende:
Numero Verde

800 77 38 34
www.trovolavoro.it

RIPRODUZIONE RISERVATA

La spending review in ufficio

Cambi di poltrona

Cristetti sale in Natuzzi


Dalle buste paga alla gestione delle risorse umane, i compiti affidati a societ esterne Guthmann in Merck Serono
Lindagine
Sopra Hr
Access,
insieme
allassociazion
e di direttori del
personale Gidp,
ha appena
concluso
unindagine
sulloutsourcin
g interpellando
100 capi
funzione. Dalla
ricerca emerge
che quasi tutte
le aziende
hanno
esternalizzato
il payroll e, una
su tre, ha
messo in
outsourcing
pure il
recruitment

Gli uffici del personale si rifanno il look ricorrendo a robuste cure dimagranti. Sempre pi
aziende, infatti, decidono di
non svolgere pi al proprio interno una serie di attivit di gestione delle cosiddette Hr, le
risorse umane. Obiettivo: realizzare una significativa spending review. Per questo fanno
fare ad altri, societ specializzate che costano meno e rendono
di pi, soprattutto i payroll, le
buste paga, ma anche la gestione di presenze, malattie e buoni
pasto, lelaborazione dei contributi, le denunce di infortunio,
le richieste di visite fiscali, le
eventuali cessazioni o trasformazioni del rapporto di lavoro.
Parecchie aziende osserva
Ezio Chiapasco esternalizzano ancora di pi: ricerca e selezione del personale, formazione e, addirittura, la gestione dei
talenti. Chiapasco il country
manager della societ di servizi
per le risorse umane Sopra Hr
Access, la quale, assieme allassociazione di direttori del personale Gidp, ha appena concluso unindagine sulloutsourcing
interpellando 100 capi funzione. Dalla ricerca emerge che
quasi tutte le aziende hanno

McDonalds

170 nuovi posti


McDonalds a ottobre mette
a disposizione 170 posti di
lavoro per nuove aperture.
E il momento delle
selezioni per 6 nuove
aperture da Mestre (VE),
fino a Dalmine (BG). Info su
mcdonalds.it/lavorare.
esternalizzato il payroll e, una
su tre, ha messo in outsourcing
pure il recruitment. Per capire il
trend basta fare il confronto con
unanaloga indagine pre-crisi:
nel 2006 solo il 50% delle impre-

se aveva messo fuori il payroll.


Chi esternalizza di pi, per,
sono le piccole e medie imprese
commenta Chiapasco perch non hanno la massa critica
per gestire internamente le risorse umane in modo conveniente ed efficace. Lo conferma
lindagine: i tre quarti del campione ha esternalizzato almeno
un processo, una frazione che si
ferma ai due terzi se ci si focalizza solo sulle aziende pi grandi.
Anche tra le imprese maggiori, per, ci sono significative differenze tra le fan delloutsourcing e le pi scettiche. Conbipel, per esempio, che in Italia ha
pi di 1.800 addetti, ha messo in
outsourcing, in modo parziale o
completo, quasi tutte le attivit
dellufficio personale. Ti fa risparmiare e migliora la qualit
dei servizi, spiega il direttore
Hr Gianni Moscatelli.
Comportamento opposto, invece, da parte di Osram, multinazionale con forte presenza
italiana. Non abbiamo esternalizzato alcun processo chiarisce il responsabile Hr Stefano
Crestani perch abbiamo
una forte complessit produttiva che richiede grande flessibilit. Un fornitore esterno non

in grado di gestire efficacemente la nostra situazione a costi


competitivi.
In posizione intermedia si
colloca invece la multinazionale
della farmaceutica Sanofi, che
in Italia ha pi di 2.700 collaboratori. Abbiamo fatto esternalizzazioni parziali spiega il direttore Hr Laura Bruno perch
siamo in grado di mantenere allinterno figure esperte nella gestione del personale. Ci che invece diamo in outsourcing lo affidiamo a societ con competenze molto specialistiche che
non abbiamo allinterno.
Grancasa, oltre 1.200 dipendenti, che ha esternalizzato parzialmente payroll, recruitment
e formazione, ha unidea precisa. Tutto ci che non core per
le risorse umane sostiene il
direttore Hr Angelo Moscatelli
va esternalizzato. Per esempio tutte le realt medio grandi
15 anni fa avevano il selezionatore interno, oggi invece costa
meno dare lattivit in outsourcing.
(Gioved 9 ottobre convegno
s u l l a r g o m e n to . Pe r i n fo
www.gidp.it)
Enzo Riboni
RIPRODUZIONE RISERVATA

Gli incarichi
Carolina
Guthmann e
Fabio Felisi

Fabio Felisi, 48 anni, il


nuovo presidente e general
manager di Jacuzzi per Europa,
Medio Oriente, Africa e Asia.
Ha maturato esperienze in
Nivea, Black&Decker e Ggp.
Alessandro Marchionne, 47
anni, stato chiamato da
Genagricola, societ del
gruppo Generali, in qualit di
amministratore delegato.
Jrg Eberhart, 44 anni, ha
ricevuto gli incarichi di
presidente e amministratore
delegato di Air Dolomiti. Vanta
esperienze in Lufthansa,
Daimler, Chrysler, Integrata,
Ivc e Aereologic.
Ezio Cristetti, 56 anni,
entrato nel gruppo Natuzzi
come chief human resource e
it and organization officer.
Fabio Ermetto, 42 anni, ha
assunto il ruolo di chief
commercial officer della
divisione business line
megayacht di Azimut Benetti.
Carolina Guthmann, 54 anni,
diventata regional business
franchise leader oncology
Western Europe di Merck
Serono.
a cura di Felice Fava
felicefavacor@hotmail.com
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Marted 7 Ottobre 2014

ECONOMIA

35

Trovolavoro

Consulenza, oltre 200 offerte

Giovani allestero

La storia di Susanna, 26 anni

I colloqui di Deloitte, Kpmg, Bip e Lattanzio e le prospettive di carriera e un lungo curriculum globale
Il mondo della consulenza assume e lo fa con numeri importanti. Sono infatti 1.500 i nuovi
ingressi previsti nei prossimi 12
mesi in Assoconsult lassociazione che fa capo a Confindustria cui confluiscono sia alcune
multinazionali della consulenza
(Bip, Deloitte, Kpmg e Pwc ) sia
realt di dimensioni minori (fra
queste Lattanzio Group, Cross,
Innext, A.a.c. Consulting, Ct
Partners, Radar Consulting, Tecno-Rail). Nella maggior parte
dei casi si tratta di opportunit
per neolaureati (soprattutto in
economia, ingegneria e informatica) che saranno assunti con
un contratto di apprendistato di
due anni. Per loro una doppia
occasione sul fronte dello sviluppo di competenze: non saranno solo esposti alla formazione teorica e pratica richiesta
dalla normativa ma anche a
quella istituzionale rivolta ai
consulenti della realt in cui si
troveranno a operare. Nel corso
del programma di inserimento
inoltre i neoinseriti saranno
coinvolti in progetti internazionali, sia nel caso di trasferte allestero sia nel caso di partecipa-

Carlo Maria
Cap, presidente
Assoconsult e
amministratore
delegato di Bip.
Sono 1.500 gli
ingressi previsti
in un anno nel
settore

zione a progetti multiculturali.


Interessante anche il trattamento economico e gli sviluppi
professionali di cui potranno
godere: la retribuzione durante
lapprendistato va dai 15.000 ai
25.000 annui lordi e la dirigenza
(cosa ormai praticamente impossibile in azienda) potr arrivare anche intorno ai 30 anni.
Secondo Carlo Maria Cap
presidente Assoconsult e amministratore delegato di Bip si
tratta di unoccasione da non
perdere se si vuole dare uno
slancio alla propria carriera: Se
fino a qualche anno fa si credeva

Fondazione CRT

Il bando dei talenti


La Fondazione CRT lancia Talenti
per lExport, un bando per
laureati nel quale intende
investire oltre 400 mila euro nella
prima edizione. Il progetto
permetter a 80 giovani talenti di
formarsi nel campo dellexport e
ai migliori di effettuare, al
termine del percorso, un
tirocinio in azienda, spiega
Massimo Lapucci, segretario
generale Fondazione CRT.

che per sviluppare una solida


esperienza manageriale convenisse iniziare a lavorare in azienda per poi passare in consulenza, oggi invece vero il contrario. Muovere i primi passi in un
contesto variegato e aperto, e
che espone a progetti diversi e in
differenti realt, permette non
solo di sviluppare competenze
approfondite e duttili ma anche
di orientare il proprio successivo percorso professionale.
In questo momento, delle
1500 ricerche, ne sono aperte 217
(le pi numerose in Deloitte,
Kpmg, Bip e Lattanzio): 136 sono
indirizzate a profili junior e riguardano stage e assunzioni in
apprendistato e 81 a chi ha gi
sviluppato esperienze professionali in azienda o in consulenza.
La maggior parte delle posizioni
collocata nel Nord Italia, una
su tre al Centro-Sud. In attesa
che sul portale assoconsult.org
venga sviluppato lo specifico
spazio per lincontro fra domanda e offerta, i profili sono pubblicati direttamente sulle pagine
delle societ di consulenza.
Luisa Adani

Susanna Rock,
26 anni,
milanese,
lavora a Londra

La differenza con Milano, la mia citt natale?


Spostamenti pi lunghi, costo della vita pi alto,
niente weekend fuori porta. Ma nel mio primo
lavoro a Londra, in Ibrc Nama, il mio capo mi
chiedeva, Ti spiacerebbe fare questo? oppure,
Se per te ok avrei bisogno che ti dedicassi a,
mentre solo un anno prima, in uno stage in una
societ di Milano, nessuno mi chiedeva per
favore, nonostante lavorassi 12-15 ore al giorno e
guadagnassi 600 euro al mese, a fronte delle 30 mila
sterline annue di Ibrc, pi pensione, assicurazione
medico-dentistica, agevolazioni per palestre e
trasporti e altri benefit. Susanna Rock ha 26 anni e,
da due, lavora a Londra, prima come Officer in
Ibrc e ora da Real estate finance associate alla
Renshaw Bay Llp. La sua formazione si divisa tra
Italia e Inghilterra: laurea triennale in Economia
aziendale alla Bocconi e master in Real estate alla
Cass business school di Londra. Ma la mia scoperta
del mondo anglosassone stata molto precoce: a 13
anni ho passato un mese in un camp a Boston per
studiare linglese. Lanno dopo bis di full
immersion a Cambridge e a 16 anni due mesi ospite
di una famiglia in California. Durante gli studi,
infine, di nuovo Susanna vola oltreoceano, per uno
stage nello studio legale Arendt&Medernach di
New York. Ora sono impegnata dalle 9 alle 20 quasi
tutti i giorni, ma sono entusiasta perch il lavoro
molto stimolante. La retribuzione? Il doppio di
quella a cui potrei aspirare in Italia.
En. Rib.
RIPRODUZIONE RISERVATA

RIPRODUZIONE RISERVATA

Le iniziative

Edilizia e ambiente,
180 opportunit
tra periti e architetti

Formazione e giovani promesse


Le scommesse di aziende e atenei

Tempi migliori per ledilizia?


E lobiettivo del nuovo decreto
Sblocca Italia. Far tornare allopera professionisti e maestranze. Un esercito dove una
fetta di lavoro, che fino a pochi
anni fa veniva portata avanti
solo dalle mani delluomo, viene oggi gestita su sistemi informatici da operatori specializzati. Considerate le grandi
opere in stand by, l urgenza di
riqualificare edifici pubblici/
privati e i mercati che si allargano, alcuni brand del comparto prevedono nuova occupazione. E il motto lavorare
in modo sostenibile. In primis, per risparmiare energia.
Ma anche per migliorare
comfort e sicurezza delle case.
GranitiFiandre, ad esempio,
non solo riutilizza gli scarti

della produzione di piastrelle


in nuovi materiali ma nota
lamministratore delegato Federica Minozzi - da qualche
mese, chimici e ingegneri hanno realizzato una tecnica antiinquinante per cui le nostre ceramiche sono battericide. Ha
100 job openings (periti, geometri, ingegneri) per le sedi in
Usa/Russia/Germania/Italia.
E frutto del centro R/D Eurotherm, il sistema di riscaldamento a pavimento a regola-

I casi
I colloqui e i numeri
di GranitiFiandre,
Mapei, Isover-Saint
Gobain e Index

ILLUSTRAZIONE DI XAVIER POIRET

Costruzioni verdi

zione intelligente. E a zero


spessore ed lideale per le ristrutturazioni. Recluta 10 periti/architetti per il supporto
tecnico.
Poi c Mapei, che da 30 anni
fa ricerca (in 18 laboratori nel
mondo) su materiali per ledilizia a zero impatto sulla salute.
Fra le tecniche build smart ci
sono quelle sulle malte impermeabilizzanti e sugli adesivi
cementizi. Ha in corso assunzioni nellarea operations e nelle vendite: il 34% sono under 30
e il 22% sono donne. Per il 2015,
il preview di 50 risorse.

A sua volta, Isover-Saint Gobain specialista negli isolanti


acustici e termici realizzati in
lana di vetro (da vetro riciclato/sabbia). La nuovissima soluzione 4+ stata ideata ed
prodotta al 100% in Italia. Ha 20
posizioni junior aperte. Un altro nome impegnato sulledilizia green Index. Ha studiato
un intonaco termoisolante
(cappotto termico) che resiste
fino a 120 minuti in caso dincendio. Cerca 10 addetti alle
vendite.
Laura Bonani

Massimo Egidi
rettore
delluniversit
Luiss

Sono ancora molte le aziende che investono in


formazione e giovani promesse. Un esempio il
gruppo dAmico, societ di shipping, che la scorsa
settimana si classificata tra le prime sei al Loyds
list global awards di Londra nella categoria
training, per un progetto di corporate academy.
Una delle ultime novit lanciate nellambito delle
risorse umane per inserire i neoassunti un game
che prevede la divisione in squadre per timonare
una nave della flotta dAmico con lobiettivo di
gestire il viaggio affrontando le difficolt egli
imprevisti, spiega Francesco Rotundo, direttore
risorse umane. Unaltra realt appartenente al
mondo della moda che di recente ha sviluppato un
nuovo progetto formativo Braccialini, che ha
inaugurato il Braccialini lab, un laboratorio creativo
che intende raccogliere dalle principali scuole di
moda e universit di tutto il mondo giovani inesperti
ma talentuosi che siano in grado di proporre idee da
realizzare con la collaborazione di tutto il team. Idee
valide possono nascere infatti anche dalle universit
come lultimo modello della Smart Forfour,
progettata e presentata dagli studenti Luiss con un
business game.
Irene Consigliere
IreConsigliere
RIPRODUZIONE RISERVATA

RIPRODUZIONE RISERVATA

Tutte le inserzioni relative ad offerte o ricerche di lavoro debbono intendersi riferite a personale sia maschile che femminile, essendo vietata ai sensi dellart.
1 della Legge 9/12/1977 n. 903, qualsiasi discriminazione fondata sul sesso per quanto riguarda laccesso al lavoro, indipendentemente dalle modalit di assunzione e qualunque sia il settore o il ramo di attivit e in osservanza alla legge sulla privacy (L. 196/03)

Trovolavoro ricerca per uno dei pi importanti protagonisti del mercato automotive, per il potenziamento
della propria rete commerciale, un:

SALES SPECIALIST
DIVISIONE PA
PASSENGER
SSENGER & LIGHT TR
TRUCK
UCK
Il candidato avr la piena responsabilit, per il proprio territorio di riferimento, della gestione e dello sviluppo
del business dei pneumatici dedicati al mondo Vettura e Trasporto Leggero rappresentato dai principali dealer
di mercato: Car Dealer e Retail (gommisti).
Re
Requisiti:
quisiti: diploma di Laurea, unesperienza di almeno 2 anni in ruoli commerciali e di vendita, preferibilmente
nel settore automotive o similari e una buona conoscenza della lingua inglese.
Linquadramento e la retribuzione saranno commisurati all'effettiva esperienza del candidato.
Area di competenza: FFriuli
Area
riuli e province
province di Tr
Treviso
eviso e Belluno
Inviare c.v. digitando il codice 6385 nel campo cosa sulla homepage di Trovolavoro.it.
Il presente annuncio si rivolge a candidati di ambo i sessi (L. 903/77). I dati saranno trattati ai sensi dell'art. 13 D.lgs. 196/03.

Trovolavoro ricerca per unimportante realt aziendale che si occupa di sviluppo commerciale, marketing e
finanziario amministrativo, la persona che ricoprir il ruolo di:

AMMINISTRATORE DELEGATO
Avr la responsabilit di guidare lintero gruppo al raggiungimento degli obiettivi condivisi con il Consiglio di
Amministrazione, coordinando, indirizzando, motivando e coinvolgendo le persone. Chiamato al raggiungimento
degli obiettivi finanziari e di business, fornir analisi puntuali sull'andamento aziendale e supporter le decisioni
di politica aziendale attraverso dati e reporting.
Il candidato un Manager con una laurea in Discipline Economico - Scientifiche, e possibilmente un MBA, che
abbia maturato una significativa esperienza in analoga posizione con unestrazione finanziaria presso aziende
strutturate.
La sede di lavoro in Umbria.
Inviare c.v. digitando il codice 6386 nel campo cosa sulla homepage di Trovolavoro.it.
Il presente annuncio si rivolge a candidati di ambo i sessi (L. 903/77). I dati saranno trattati ai sensi dell'art. 13 D.lgs. 196/03.

www.trovolavoro.it

La Proto Enterprises ha un track record di diverse operazioni sia immobiliari che


finanziarie - partecipazioni e interventi che oggi la identificano e la differenziano allinterno del panorama
degli investimenti su piazza internazionale. Proto Group, societ leader nella consulenza aziendale e
real-estate, cerca per i propri uffici di Milano

CONSULENTI
Anche senza esperienza
Formazione interna.
Chiediamo ambizione, audacia, anticonformismo.
Astenersi chi non ritiene di avere i requisiti richiesti.
inviare CV a info@proto-group.com
Il presente annuncio si rivolge a candidati di ambo i sessi (L. 903/77). I dati saranno trattati ai sensi dell'art. 13 D.lgs. 196/03.

AGENTI IN ATTIVIT FINANZIARIA


Banca Popolare Pugliese ricerca Agenti per la distribuzione dei prodotti di finanziamento linea privati, per i
quali la Banca vanta importanti quote di mercato abbinate ad un processo commerciale e operativo assai
distintivo e all'avanguardia. Banca Popolare Pugliese offre linserimento in Rete con il conferimento di un
mandato di Agenzia. LAgente laccesso ad un sistema di servizi ed opportunit, con compensi provvigionali
altamente competitivi e una costante valorizzazione delle competenze professionali, avvalendosi della solida
esperienza e specializzazione di una Banca del territorio da sempre orientata ai bisogni delle famiglie con
spirito innovativo. LAgente potr beneficiare di un programma di formazione ed addestramento e potr costantemente contare su un servizio di back office e di assistenza Agenti dedicato e specializzato.
Se sei interessato ad avviare un rapporto di collaborazione, invia la Tua candidatura mediante il sito www.bppsviluppo.it
nella sezione Collabora con noi. Sarai contattato al pi presto per un colloquio e per avviare la fase di selezione.
Il presente annuncio si rivolge a candidati di ambo i sessi (L. 903/77). I dati saranno trattati ai sensi dell'art. 13 D.lgs. 196/03.

AZIENDA
AZIEND
A NEL SETTO
SETTORE
RE BIOMEDICALE
PER IL PO
POTENZIAMENT
TENZIAMENTO
O DELLA PROPRIA STRUT
STRUTTURA,
TURA, RICERCA:

COMMERCIALE ESTERO (AREA FRANCIA)


Il candidato, inserito allinterno della Divisione Commerciale, avr il compito di contribuire allo sviluppo della
rete commerciale e di potenziare le vendite allEstero, inoltre deve possedere buone tecniche di vendita affinate in ambito ospedaliero pubblico e privato.
Le principali attivit a cui sar chiamato sono: analisi del mercato biomedicale; gestione portafoglio clienti e
sviluppo del business; raggiungimento degli obiettivi commerciali condivisi con la Direzione; monitoraggio
dello scenario di mercato; gestione dei clienti esistenti, supporto ai clienti in sala operatoria, apertura nuovi
clienti, monitoraggio della concorrenza, visite frequenti e gestione dei diversi players che compongono il
nostro mercato e presenza ai principali congressi.
Il candidato in possesso di laurea, deve, preferibilmente, aver maturato esperienza in analoga posizione, soprattutto nel settore biomedicale. Infine richiesta la conoscenza fluente della lingua Francese e la disponibilit al trasferimento in Francia.
Retribuzione ed inquadramento saranno in linea con esperienza e competenza acquisita.
Lazienda offre lopportunit di operare in ambiente professionale di alto livello ed in continua crescita.
Sede di lavoro: Francia.

Gli interessati sono pregati di inviare dettagliato Curriculum Vitae a mezzo fax al 0522/731600, oppure per
e-mail g.frignani@spal.it, autorizzando espressamente il trattamento dei dati in conformit alla Legge 675/96
sulla privacy e successive modifiche
Il presente annuncio si rivolge a candidati di ambo i sessi (L. 903/77). I dati saranno trattati ai sensi dell'art. 13 D.lgs. 196/03.

Marted 7 Ottobre 2014 Corriere della Sera

36

AUTISTA, srilankese, 53enne, aiuto


cuoco, addetto pulizie, esperienza Italia, Francia offresi a Milano.
333.49.23.845
COLLABORATORE domestico srilankese offresi anche badante, custode, ottima presenza, ottime referenze.
388.93.06.393
SRILANKESE referenziato, esperto, offresi collaborazione domestica, custode, no vitto/alloggio, eventualmente
operaio. 339.52.00.873

Milano Via Solferino, 36


tel.02/6282.7555 - 02/6282.7422,
fax 02/6552.436
Si precisa che ai sensi dellArt. 1, Legge 903 del
9/12/1977 le inserzioni di ricerca di personale inserite in queste pagine devono sempre intendersi
rivolte ad entrambi i sessi ed in osservanza della
Legge sulla privacy (L.196/03).

ADDETTA amministrazione del personale, assunzioni cessazioni, trasformazioni rapporti con enti programma
presenze Word, Excel, posta elettronica. No studi. 346.79.48.352

MPIEGATA pluriennale esperienza commerciale, receptionist,


data entry, ECDL, inglese. Disponibile subito. 348.37.74.736
PAGHE amministrazione personale, legislazione lavoro, sgravi contributivi,
esperto offresi. Tel. 334.16.76.465
RAGIONIERE pluriennale esperienza
co.ge, fornitori, banche, bilanci,
adempimenti
fiscali.
Offresi.
340.62.20.076
SEGRETARIA back office/receptionist
pluriesperienza. Buono uso pc e lingua
inglese. Disponibilit immediata fulltime. Contattare 347.40.54.166
SEGRETARIA esperienza studi professionali offresi, disponibilit immediata.Valuto anche altri settori.
339.84.37.023
COMMERCIALE 42enne, con partita Iva
valuta opportunit lavorative, zona
Milano hinterland. 348.38.39.817
RETE AGENTI - Creazione reti vendita
di agenti per aziende 338.37.66.816
www.efb-retivendita.it

RAGIONIERE pensionato trentennale


esperienza in campo amministrativo e
fiscale presta la propria collaborazione a medie e piccole societ. Tel.
02.89.51.27.76

A Milano per nuova apertura si selezionano urgentemente: 4 figure per


gestione commodities, compilazione
ordini d'acquisto e gestione clienti/fornitori. Tel: 02.84.94.33.46
AFFERMATA societ ricerca venditori/
venditrice automunito offre compenso
provvigionale sopra la media. Clientela selezionata centro/nord Italia. Business Services 02.29.51.80.14
SICURGEST srl ricerca venditori ambito
sicurezza lavoro Lo - Mi - Mb - Pv commerciale@sicurgest.com

AIUTO cuoco offresi, full/part-time, ottime referenze, patente, disponibilit


immediata. 389.54.75.070
BARMAN 24enne qualificato corso
Flair academy esperienza settore offre
disponibilit
immediata.
340.69.13.870
CAMP Boss cerca lavoro disponibilita'
immediata. Tel. 393.50.19.107

Nome

Data

Valuta

Quota/od.

APPARTAMENTI nuova costruzione


adiacenze via Poliziano, balconi/terrazzi, box. CE: B - IPE: 33,26 kWh/
mqa. 02.88.08.31 cod. C09 www.filcasaimmobili.it
ATTICO Bianca di Savoia. Soggiorno
doppio, cucina, tricamere, triservizi,
terrazzi, serra, box, posto auto. CE: G
- IPE: 231,96 kWh/mqa 02.88.08.31
cod. P19 www.filcasaimmobili.it
prestigioso palazzo d'epoca, mq
175, quarto piano CE: G - IPE:
175,30 kWh/mqa Granvela.it
02.48.01.18.83

Quota/pre. Nome

02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10

EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR

17,713
18,351
4,488
4,633
14,696
14,873
4,469
4,593
17,303
17,527
12,783
13,164
11,585
12,064
18,847
19,429
8,938
8,939
6,714
6,931
3,958
4,093
5,290
5,413
6,284
6,438
22,062
22,433

17,754
18,393
4,577
4,725
14,704
14,880
4,615
4,743
17,322
17,546
13,118
13,509
11,728
12,212
19,497
20,099
8,939
8,939
6,749
6,967
3,974
4,110
5,305
5,428
6,296
6,450
22,102
22,474

Invictus Global Bond Fd


Invictus Macro Fd
Sol Invictus Absolute Return

30/09
01/10
02/10

EUR
EUR
EUR

108,565
82,506
103,128

108,506
83,546
102,646

www.azimut.it - info@azimut.it

5,301
5,299
5,067
5,457
5,036
3,639
3,442
4,732
5,552
5,460
5,001
5,411
5,673
5,079
5,179
6,032
5,483
5,487
5,178
5,203
5,118
4,807
5,000
4,804
5,686
5,211
5,907
5,514
5,377
5,275
5,009
5,009
5,320
5,283

26,591
7,136
6,963
7,047
6,795
12,866
11,250
11,273
12,356
12,374
11,280
12,059
12,074
10,441
10,441
17,698
6,517
9,012
9,154
6,478
13,515
13,515
17,894
7,504
10,278
30,014

AZ F. CGM Opport Corp Bd


AZ F. CGM Opport European
AZ F. CGM Opport Global
AZ F. CGM Opport Gov Bd
AZ F. Commodity Trading
AZ F. Conservative
AZ F. Core Brands ACC
AZ F. Core Brands DIS
AZ F. Corporate Premium ACC
AZ F. Corporate Premium DIS
AZ F. Dividend Premium ACC
AZ F. Dividend Premium DIS
AZ F. Emer. Mkt Asia
AZ F. Emer. Mkt Europe
AZ F. Emer. Mkt Lat. Am.
AZ F. European Dynamic ACC
AZ F. European Dynamic DIS
AZ F. European Trend
AZ F. Formula 1 Absolute ACC
AZ F. Formula 1 Absolute DIS
AZ F. Formula 1 Alpha Plus ACC
AZ F. Formula 1 Alpha Plus DIS
AZ F. Formula Target 2015 ACC
AZ F. Formula Target 2015 DIS
AZ F. Formula 1 Conserv.
AZ F. Global Curr&Rates ACC
AZ F. Global Curr&Rates DIS
AZ F. Global Sukuk ACC
AZ F. Global Sukuk DIS
AZ F. Hybrid Bonds ACC
AZ F. Hybrid Bonds DIS
AZ F. Income ACC
AZ F. Income DIS
AZ F. Int. Bd Targ. Giugno 2016 ACC
AZ F. Int. Bd Targ. Giugno 2016 DIS
AZ F. Institutional Target ACC
AZ F. Institutional Target DIS
AZ F. Italian Trend ACC
AZ F. Italian Trend DIS
AZ F. Lira Plus ACC
AZ F. Lira Plus DIS
AZ F. Macro Dynamic
AZ F. Opportunities
AZ F. Pacific Trend
AZ F. Patriot ACC
AZ F. Patriot DIS
AZ F. Qbond
AZ F. Qinternational
AZ F. QProtection
AZ F. Qtrend
AZ F. Renminbi Opport
AZ F. Reserve Short Term
AZ F. Short Term Gl High Yield ACC
AZ F. Short Term Gl High Yield DIS
AZ F. Solidity ACC
AZ F. Solidity DIS
AZ F. Strategic Trend
AZ F. Top Rating ACC
AZ F. Top Rating DIS
AZ F. Trend
AZ F. US Income

BANCHE multinazionali ricercano appartamenti in affitto Milano. BEI


02.46.27.03
ISTITUTO bancario cerca per dipendente bilocale/trilocale in Milano zona
servita. 02.67.47.96.25

RIMINI Hotel Ferretti Beach quattro


stelle. Tel. 0541.38.15.55. Sul mare,
Spa, ottima cucina. Pacchetti benessere a partire da euro 99,00 al giorno in
camera doppia. www.ferrettibeach.it

Acquistiamo
E FUORISTRADA,
qualsiasi cilindrata con passaggio
di propriet e pagamento immediato.
Autogiolli,
Milano.
02.89504133 - 338.7431476

Outlet

Locali Ristoranti

ABBANDONA ansia e fatica con i nostri


percorsi
bellezza.
Info
02.91.43.76.86. www.body-spring.it
SAN BABILA centro benessere italiano,
personale qualificato, massaggi olistici, classe, tranquillit. 02.39.68.00.71
UN'ORA di relax 50 euro, top massage
in
doccia,
promozioni.
02.58.10.54.01

PADRONA 899.842.411. Viziosa SM


899.842.473. Euro 1,30min/ivato.
VM18. Futura Madama31 Torino

agenzia.solferino@rcs.it

Quota/od.

EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR

6,147
6,523
6,375
5,679
3,864
6,581
5,589
5,586
5,712
5,373
5,773
5,055
6,350
3,085
4,979
5,164
5,162
3,287
5,230
5,216
5,600
5,526
6,151
5,596
4,998
4,510
4,213
5,380
5,237
5,364
5,202
6,378
5,848
4,754
4,416
5,618
5,579
3,321
3,319
4,955
4,771
6,164
4,913
4,381
7,055
6,483
5,325
5,173
5,312
4,970
5,325
6,305
5,069
4,941
6,215
5,760
5,999
5,130
5,130
6,519
5,813

1517,018
1664,552
1599,808
1455,480
1391,747
1384,669
1308,397
1239,114
1196,202
118,874
118,713
78,337
81,639
105,059
1076,674
1165,108
1023,268

01/10
02/10
02/10

EUR
EUR
EUR

53,090
96,240
924,220

02/10
02/10
02/10
24/09
02/10
01/10

EUR
JPY
USD
EUR
EUR
EUR

117,420
8899,540
167,820
5345,180
106,640
10594,910

10,827
5,797
5,401
6,690
7,346

Saldi Eventi

Quota/pre. Nome
6,152
6,628
6,459
5,682
3,875
6,609
5,619
5,616
5,704
5,365
5,833
5,108
6,385
3,128
5,056
5,222
5,220
3,370
5,338
5,324
5,598
5,524
6,175
5,618
5,028
4,517
4,220
5,402
5,258
5,366
5,203
6,381
5,851
4,760
4,422
5,629
5,590
3,460
3,458
4,948
4,765
6,179
4,983
4,468
7,091
6,515
5,343
5,211
5,347
5,089
5,315
6,306
5,073
4,945
6,230
5,773
6,041
5,149
5,149
6,600
5,840

EUR
EUR
EUR
EUR
EUR

1515,781
1662,432
1597,788
1452,584
1388,995
1378,451
1302,660
1239,111
1196,210
119,508
119,344
78,317
81,609
104,859
1078,101
1176,118
1028,413

Data

ABSOLUTE RETURN EUROPA


BOND-A
BOND-B
EQUITY- I
PRINCIPAL FINANCE 1

03/10
29/08
29/08
29/08
30/06

Valuta

Quota/od.

Quota/pre. Nome

4800,301
4911,938
EUR
EUR 775797,091 770258,141
EUR 775797,091 770258,141
EUR 598452,457 592432,355
EUR 62759,815 60323,743

Data

Valuta

Quota/od.

KIS - Europa P
KIS - Europa X
KIS - Global Bond P
KIS - Italia P
KIS - Italia X
KIS - Key
KIS - Key X
KIS - Liquidity D
KIS - Liquidity P
KIS - Multi-Str. UCITS A USD
KIS - Multi-Str. UCITS D
KIS - Multi-Str. UCITS P
KIS - Multi-Str. UCITS X
KIS - Selection D
KIS - Selection P
KIS - Selection X
KIS - Sm. Cap D
KIS - Sm. Cap P
KIS - Target 2014 X

02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
03/10
03/10
03/10
03/10
03/10
02/10

EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
USD
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR

123,610
124,220
103,070
132,110
131,670
133,940
136,910
103,550
107,170
152,710
112,090
115,100
116,160
121,890
124,170
124,380
94,490
99,300
100,260

127,070
127,700
103,130
134,030
133,200
134,780
137,770
103,560
107,180
153,420
112,610
115,640
116,690
121,690
123,960
124,200
94,180
98,970
100,260

03/10
03/10
03/10
01/10
01/10
01/10
01/10
03/10
03/10
03/10
03/10
03/10
03/10

EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR

52,690
62,210
59,990
62,640
61,210
63,830
61,610
57,740
44,480
65,870
63,840
60,010
47,610

51,960
61,750
59,930
62,750
61,280
63,870
61,610
57,870
44,350
66,690
64,380
60,270
46,900

ASIAN OPP CAP RET EUR


ADWISE L/S CAP RET EUR
FLEX QUANTITATIVE HR6 A EUR
HIGH GROWTH CAP RET EUR
ITALY CAP RET A EUR
SELECTED BOND DIS RET EUR
SELECTED BOND CAP RET EUR
VALUE OPP CAP RET EUR

03/10
03/10
03/10
03/10
03/10
03/10
03/10
03/10

EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR

12,900
107,840
116,270
113,570
24,544
5,733
120,014
9212,628

12,791
107,586
116,099
112,478
24,448
5,722
119,782
9217,268

La lista completa dei comparti Invesco autorizzati in Italia


disponibile sul sito www.invesco.it
Invesco Funds
Asia Balanced A
Asia Balanced A-Dis
Asia Consumer Demand A
Asia Consumer Demand A-Dis
Asia Infrastructure A
Asian Bond A-Dis M
Balanced-Risk Allocation A
Balanced-Risk Select A
Em. Loc. Cur. Debt A
Em. Loc. Cur. Debt A-Dis.M
Em. Mkt Corp Bd A
Euro Corp. Bond A
Euro Corp. Bond A-Dis M
Euro Short Term Bond A
European Bond A-Dis
Glob. Bond A-Dis
Glob. Equity Income A
Glob. Equity Income A-Dis
Glob. Inv. Grade.Corp. Bd A-Dis M
Glob. Structured Equity A-Dis
Glob. Targeted Ret. A
Glob. Tot. Ret. (EUR) Bond A
Glob. Tot. Ret. (EUR) Bond E-Dis
Greater China Eq. A
India Bond A
India Equity E
Japanese Eq. Advantage A
Pan European Eq. A
Pan European Eq. A-Dis
Pan European Eq. Inc. A-Dis
Pan European High Inc A
Pan European High Inc A-Dis
Pan European Struct. Eq. A
Pan European Struct. Eq. A-Dis
Renminbi Fix. Inc. A
Renminbi Fix. Inc. EUR A-Dis
US Equity A EH
US High Yield Bond A
US High Yield Bond A-Dis M
US Value Equity A
US Value Equity A-Dis

03/10
03/10
03/10
03/10
03/10
03/10
03/10
03/10
03/10
03/10
03/10
03/10
03/10
03/10
03/10
03/10
03/10
03/10
03/10
03/10
03/10
03/10
03/10
03/10
03/10
03/10
03/10
03/10
03/10
03/10
03/10
03/10
03/10
03/10
03/10
03/10
03/10
03/10
03/10
03/10
03/10

USD
USD
USD
USD
USD
USD
EUR
EUR
USD
USD
USD
EUR
EUR
EUR
EUR
USD
USD
USD
USD
USD
EUR
EUR
EUR
USD
USD
EUR
JPY
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
USD
EUR
EUR
USD
USD
USD
USD

Tel: 02 77718.1
53,120
www.kairospartners.com
96,440
924,860 Kairos Multi-Str. A
31/07
EUR
31/07
Kairos Multi-Str. B
EUR
119,980 Kairos Multi-Str. I
31/07
EUR
9141,170 Kairos Multi-Str. P
31/07
EUR
167,830 Kairos Income
03/10
EUR
5505,960 Kairos Selection
03/10
EUR
106,710 KAIROS INTERNATIONAL SICAV
10580,040 KIS - America A-USD
02/10
USD
02/10
KIS - America P
EUR
02/10
KIS - America X
EUR
02/10
KIS - Bond A-USD
USD
02/10
KIS - Bond D
EUR
02/10
KIS - Bond P
EUR
02/10
KIS - Bond Plus A Dist
EUR
02/10
KIS - Bond Plus D
EUR
02/10
KIS - Bond Plus P
EUR
02/10
KIS - Dynamic A-USD
USD
02/10
KIS - Dynamic D
EUR
02/10
KIS - Dynamic P
EUR
02/10
KIS - Emerging Mkts A
EUR
02/10
KIS - Emerging Mkts D
EUR
02/10
KIS - Europa D
EUR

25,060
16,100
14,020
13,640
14,150
10,277
14,860
9,750
14,447
9,007
12,550
17,021
12,827
11,028
5,839
5,715
58,460
14,550
11,491
42,190
10,494
13,056
11,847
46,600
9,971
35,770
3173,000
17,420
15,720
11,630
18,970
13,650
14,450
13,740
10,800
10,383
13,990
11,694
10,374
32,220
30,800

873974,630
570591,037
589705,032
536171,250
6,814
10,333
275,740
193,860
195,380
174,380
124,610
129,090
127,370
132,180
134,570
175,720
122,210
124,600
127,070
125,080
121,040

24,970
16,040
14,010
13,630
14,120
10,288
14,880
9,770
14,453
9,010
12,552
17,033
12,836
11,030
5,851
5,723
58,860
14,650
11,494
42,300
10,504
13,065
11,856
46,260
9,969
35,720
3162,000
17,690
15,960
11,790
19,050
13,710
14,610
13,890
10,801
10,369
14,010
11,638
10,325
32,270
30,850

La nostra Agenzia di Milano a disposizione per proporvi offerte dedicate a


soddisfare le vostre esigenze e rendere
efficace la vostra comunicazione.
TARIFFE PER PAROLA IVA ESCLUSA
Rubriche in abbinata: Corriere
della Sera - Gazzetta dello Sport:
n. 1 Offerte di collaborazione: 2,08;
n. 2 Ricerche di collaboratori: 7,92;
n. 3 Dirigenti: 7,92; n. 4 Avvisi legali: 5,00; n. 5 Immobili residenziali
compravendita: 4,67; n. 6 Immobili
residenziali affitto: 4,67; n. 7 Immobili turistici: 4,67; n. 8 Immobili
commerciali e industriali: 4,67; n. 9
Terreni: 4,67; n. 10 Vacanze e turismo: 2,92; n. 11 Artigianato trasporti: 3,25; n. 12 Aziende cessioni
e rilievi: 4,67; n. 13 Prestiti e investimenti: 9,17; n. 14 Casa di cura e
specialisti: 7,92; n. 15 Scuole corsi
lezioni: 4,17; n. 16 Avvenimenti e
Ricorrenze: 2,08; n. 17 Messaggi
personali: 4,58; n. 18 Vendite acquisti e scambi: 3,33; n. 19 Autoveicoli: 3,33; n. 20 Informazioni e
investigazioni: 4,67; n. 21 Palestre
saune massaggi: 5,00; n. 22 Chiromanzia: 4,67; n. 23 Matrimoniali:
5,00; n. 24 Club e associazioni:
5,42.

Data Fissa: +50%


Data successiva fissa: +20%
Per tutte le rubriche tranne la 21,
22 e 24:
Neretto: +20%
Capolettera: +20%
Neretto riquadrato: +40%
Neretto riquadrato negativo: +40%
Colore evidenziato giallo: +75%
In evidenza: +75%
Prima fila: +100%
Tablet: + 100
Tariffa a modulo: 110
Rubriche Compravendite immobiliari
Nel testo dellinserzione obbligatorio
indicare la classe energetica di appartenenza dellimmobile e il relativo indice di prestazione energetica espresso
in kWh/mqa o kWh/mca a seconda
della destinazione duso delledificio.
Nel caso di immobili esenti dallindicazione, riportare la dicitura Immobile
non soggetto allobbligo di certificazione energetica.

Quota/pre. Nome

Tel: 848 58 58 20
Sito web: www.ingdirect.it
Dividendo Arancio
Convertibile Arancio
Cedola Arancio
Borsa Protetta Agosto
Borsa Protetta Febbraio
Borsa Protetta Maggio
Borsa Protetta Novembre
Inflazione Pi Arancio
Mattone Arancio
Profilo Dinamico Arancio
Profilo Equilibrato Arancio
Profilo Moderato Arancio
Top Italia Arancio

Il Corriere della Sera e La Gazzetta


dello Sport con le edizioni stampa e digital offrono quotidianamente agli inserzionisti una audience di oltre 8
milioni di lettori, con una penetrazione
sul territorio che nessun altro media
in grado di ottenere.

RICHIESTE SPECIALI

AUTOMOBILI

ACQUISTARE, vendere aziende, immobili, ricercare soci, joint-venture?


Trentennale esperienza nazionale, internazionale, pagamenti garantiti.
www.cogefim.com - 02.39.26.11.91

per promuovere tutto ci


che ti rende Speciale!

Valuta

01/10
01/10
01/10
01/10
01/10

compriamo contanti, supervalutazione gioielli antichi, moderni, orologi, oro, diamanti. Sabotino 14 - Milano. 02.58.30.40.26

prima di tutti!

Data

USD
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR

CQUISTIAMO brillanti, gioielli


firmati, orologi marche prestigiose,
coralli, argenteria. Il Cordusio
02.86.46.37.85

Una nuova vetrina: prima di tutto...

02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
30/09
30/09
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10

03/10
03/10
03/10
03/10
03/10
03/10
03/10
03/10
03/10
02/10
02/10
01/10
01/10
01/10
02/10
02/10
02/10

UFFICI luminosi eleganti Repubblica/


Vittorio Veneto. 400 mq., ingresso indipendente, balconata, posti auto. Affitto. CE: F - IPE: 61,21 kWh/mca
02.88.08.31 cod. U08 www.filcasaimmobili.it
UFFICIO 7 locali S. Orsola. CE: F - IPE:
61,79 kWh/mca 02.88.08.31 cod. B20
www.filcasaimmobili.it
VENDIAMO De Amicis uffici 660 mq.
eventualmente frazionabili pi ampio
deposito/magazzino sottostante. Luminosi, in ordine, aria condizionata,
ascensore. CE: F - IPE: 154,25 kWh/
mca 02.88.08.31 www.filcasaimmobili.it

ATTIVIT da cedere/acquistare artigianali, industriali, turistico alberghiere,


commerciali, bar, aziende agricole,
immobili. Ricerca soci. Business Services 02.29.51.80.14
BUSINESS SERVICES cede Pesaro centro, vicinanze mare, in contesto esclusivo, attivit pizzeria/ristorante, ideale
per banchetti. Buon redditto.
02.29.51.80.14
BUSINESS SERVICES GROUP cede Milano provincia avviato abbigliamento
intimo uomo/donna, CE: G - APE:
321,86 kWh/mqa. Ottimo fatturato.
02.29.51.82.72
BUSINESS SERVICES GROUP cede Roma provincia avviato ristorante/bar/
patentino tabacchi/ricevitoria sisal/
pizzeria, immobile 260 mq. Ottimo
reddito. 02.29.51.82.72
CEDESI attivit ben avviata di pasticceria bar. Ottima posizione e incasso.
Solo persone del settore. Trattative riservate. tel: 349.76.64.289

PUNTO D'ORO

BANCHE
MULTINAZIONALI

Num tel: 178 311 01 00


www.compamfund.com - info@compamfund.com

Active Dollar Bond A


Active Emerging Credit A
Active Emerging Credit B
Active European Credit A
Active European Credit B
Active European Equity A
Active European Equity B
Active Liquid Bond A
Active Liquid Bond B
Multiman. Bal. A
Multiman. Bal. M
Multiman. Eq. Afr. & Mid. East A
Multiman. Eq. Afr. & Mid. East M
Multiman.Target Alpha A
SB Bond B
SB Equity B
5,376 SB Flexible B
5,374
5,078
5,456
5,106
3,674
3,447
4,748
5,567 DB Platinum
5,497
5,001 Agriculture Euro R1C A
5,410 Comm Euro R1C A
5,672 Currency Returns Plus R1C
5,078 DB Platinum IV
5,242 Croci Euro R1C B
6,032 Croci Japan R1C B
5,483 Croci US R1C B
5,507 Paulson Global R1C E
5,197 Sovereign Plus R1C A
5,222 Systematic Alpha R1C A
5,137
4,819
5,000
4,817
5,688
5,212
5,909
5,516
5,377 Fondi Unit Linked
5,275 Flex Equity 100
5,007 Global Equity
5,007 Maximum
5,332 Progress
5,294 Quality

FFITTASI prestigioso ufficio di


175 mq 7 piano piazzale Loreto Milano CE: G - IPE: 160 kWh/mca
335.60.83.382
CENTRO medico in Milano: 14 studi polispecialistici, sala operatoria, degenze, laboratorio odontoiatrico. Alta potenzialit. Affittasi o vendesi. Tel:
339.84.02.335

Temporary Shop

CUSANI appartamenti ristrutturati,


scaloni monumentali, splendidi saloni,
soffitti affrescati, giardino. Golf, fitness
indoor. Mq. 340/400/740. CE: D - IPE:
104,5 kWh/mqa 02.88.08.31 cod.
C05 www.filcasaimmobili.it
DE AMICIS bilocale cucina abitabile,
balconi. CE: G - IPE: 222,75 kWh/mqa
02.88.08.31 www.filcasaimmobili.it
DERGANO monolocale, cucinotto, bagno, balcone euro 75.000,00 CE: G IPE: 210,69 kWh/mqa Granvela.it
02.39.31.05.57

AcomeA SGR - numero di tel. 800.89.39.89


info@acomea.it

26,301
6,984
6,921
7,022
6,769
12,865
11,347
11,373
12,444
12,464
11,312
12,065
12,081
10,506
10,506
17,691
6,484
8,990
9,134
6,438
13,492
13,224
17,254
7,368
10,275
29,687

SOCIET d'investimento internazionale


acquista direttamente appartamenti e
stabili in Milano. 02.46.27.03

appartamenti affitto
vendita. Milano e provincia
02.29.52.99.43

AcomeA America (A1)


AcomeA America (A2)
AcomeA Asia Pacifico (A1)
AcomeA Asia Pacifico (A2)
AcomeA Breve Termine (A1)
AcomeA Breve Termine (A2)
AcomeA ETF Attivo (A1)
AcomeA ETF Attivo (A2)
AcomeA Eurobbligazionario (A1)
AcomeA Eurobbligazionario (A2)
AcomeA Europa (A1)
AcomeA Europa (A2)
AcomeA Globale (A1)
AcomeA Globale (A2)
AcomeA Italia (A1)
AcomeA Italia (A2)
AcomeA Liquidit (A1)
AcomeA Liquidit (A2)
AcomeA Paesi Emergenti (A1)
AcomeA Paesi Emergenti (A2)
AcomeA Patrimonio Aggressivo (A1)
AcomeA Patrimonia Aggressivo (A2)
AcomeA Patrimonio Dinamico (A1)
AcomeA Patrimonio Dinamico (A2)
AcomeA Patrimonio Prudente (A1)
AcomeA Patrimonio Prudente (A2)
AcomeA Performance (A1)
AcomeA Performance (A2)

AZIMUT CAPITAL MANAGEMENT SGR - tel.02.88981


02/10
Azimut Dinamico
EUR
02/10
Azimut Formula 1 Absolute
EUR
02/10
Azimut Formula 1 Conserv
EUR
02/10
Azimut Formula Target 2013
EUR
02/10
Azimut Formula Target 2014
EUR
02/10
Azimut Garanzia
EUR
30/09
Azimut Prev. Com. Crescita
EUR
30/09
Azimut Prev. Com. Crescita Cl. C
EUR
30/09
Azimut Prev. Com. Equilibrato
EUR
30/09
Azimut Prev. Com. Equilibrato Cl. C
EUR
30/09
Azimut Prev. Com. Garantito
EUR
30/09
Azimut Prev. Com. Protetto
EUR
30/09
Azimut Prev. Com. Protetto Cl. C
EUR
30/09
Azimut Prev. Com. Obbli.
EUR
30/09
Azimut Prev. Com. Obbli. Cl. C
EUR
02/10
Azimut Reddito Euro
EUR
02/10
Azimut Reddito Usa
EUR
02/10
Azimut Scudo
EUR
02/10
Azimut Solidity
EUR
02/10
Azimut Strategic Trend
EUR
02/10
Azimut Trend America
EUR
02/10
Azimut Trend Europa
EUR
02/10
Azimut Trend Italia
EUR
02/10
Azimut Trend Pacifico
EUR
02/10
Azimut Trend Tassi
EUR
02/10
Azimut Trend
EUR
AZ FUND MANAGEMENT SA - tel.00352 2663811
02/10
AZ F. Active Selection ACC
EUR
02/10
AZ F. Active Selection DIS
EUR
02/10
AZ F. Active Strategy
EUR
02/10
AZ F. Alpha Man. Credit
EUR
02/10
AZ F. Alpha Man. Equity
EUR
02/10
AZ F. Alpha Man. Them.
EUR
02/10
AZ F. American Trend
EUR
02/10
AZ F. Asia Absolute
EUR
02/10
AZ F. Asset Plus
EUR
02/10
AZ F. Asset Power
EUR
02/10
AZ F. Asset Timing
EUR
02/10
AZ F. Best Bond
EUR
02/10
AZ F. Best Cedola ACC
EUR
02/10
AZ F. Best Cedola DIS
EUR
02/10
AZ F. Best Equity
EUR
02/10
AZ F. Bond Target 2015 ACC
EUR
02/10
AZ F. Bond Target 2015 DIS
EUR
02/10
AZ F. Bond Target 2016 ACC
EUR
02/10
AZ F. Bond Target 2016 DIS
EUR
02/10
AZ F. Bond Target 2017 Eq Op ACC
EUR
02/10
AZ F. Bond Target 2017 Eq Op DIS
EUR
02/10
AZ F. Bond Target 2018 Eq Op ACC
EUR
AZ F. Bond Target 2018 Eq Op CLD DIS 02/10
EUR
02/10
AZ F. Bond Target 2018 Eq Op DIS
EUR
02/10
AZ F. Bond Target Giugno 2016 ACC
EUR
02/10
AZ F. Bond Target Giugno 2016 DIS
EUR
02/10
AZ F. Bond TargetSettem.2016 ACC
EUR
02/10
AZ F. Bond TargetSettem.2016 DIS
EUR
02/10
AZ F. Cash 12 Mesi
EUR
02/10
AZ F. Cash Overnight
EUR
02/10
AZ F. Carry Strategy ACC
EUR
02/10
AZ F. Carry Strategy DIS
EUR
30/09
AZ F. Cat Bond ACC
EUR
30/09
AZ F. Cat Bond DIS
EUR

BUSINESS SERVICES GROUP vende


Pesaro provincia immobiliare storico
1.000 mq, ex convento del 1564, ideale come location per manifestazioni/
eventi, parco 7.000 mq, piscina, palestra, campo tennis. Occasione/investimento unico. 02.29.51.82.72
GENOVA centro vicino porto antico,
acquario, vendo 60 mq indipendenti,
ristrutturati. Tel. 347.39.61.090
IRRIPETIBILE Euro 299.000,00 intrattabili, vendesi villa singola, giardino
700 mq, 4 box, zona Pontida. CE: G IPE: 326,65 kWh/mqa. Tel pomeriggio
studio legale 0363.45.688

RICERCANO

BOCCACCIO

AUTISTA esperienza ventennale referenziato cerca lavoro anche part-time.


NCC iscritto ruolo. 333.95.76.523
AUTISTA privato offresi aziende o privati, professionalit. 340.91.61.792
Marco.

CERNUSCO SUL NAVIGLIO porzione


villa bifamiliare: doppio soggiorno, veranda, tribagni, 4 camere, taverna,
box, giardino, pompe calore, fotovoltaico. CE: A - IPE: 27,00 kWh/mqa.
335.62.46.011. No agenzie

Viaggi

oppure nei giorni feriali presso


lagenzia:

Corsi
Mostre

www.piccoliannunci.rcs.it
agenzia.solferino@rcs.it

MONTI 79

luminoso piccolo attico a rustico,


terrazzo sovrastante CE: G - IPE:
346,25 kWh/mqa Granvela.it
02.48.01.18.83

Spettacoli

Gli annunci si ricevono tutti i giorni su:

Data

Valuta

Quota/od.

Quota/pre.

Tel: 0041916403780
www.pharusfunds.com info@pharusfunds.com
03/10
114,510
PS - Absolute Return A
EUR
03/10
120,950
PS - Absolute Return B
EUR
03/10
109,220
PS - Algo Flex A
EUR
03/10
104,540
PS - Algo Flex B
EUR
03/10
86,350
PS - BeFlexible A
EUR
03/10
84,860
PS - BeFlexible C
USD
30/09
102,670
PS - Best Global Managers A
EUR
30/09
106,790
PS - Best Global Managers B
EUR
03/10
109,600
PS - Best Gl Managers Flex Eq A
EUR
03/10
164,120
PS - Bond Opportunities A
EUR
03/10
122,540
PS - Bond Opportunities B
EUR
03/10
102,260
PS - Bond Opportunities C
USD
30/09
121,270
PS - EOS A
EUR
03/10
94,050
PS - Equilibrium A
EUR
03/10
98,730
PS - Fixed Inc Absolute Return A
EUR
03/10
100,280
PS - Global Dynamic Opp A
EUR
03/10
100,930
PS - Global Dynamic Opp B
EUR
03/10
114,600
PS - Inter. Equity Quant A
EUR
03/10
117,170
PS - Inter. Equity Quant B
EUR
03/10
125,280
PS - Liquidity A
EUR
03/10
100,480
PS - Liquidity B
USD
03/10
97,370
PS - Opportunistic Growth A
EUR
03/10
103,160
PS - Opportunistic Growth B
EUR
30/09
98,910
PS - Prestige A
EUR
30/09
103,660
PS - Quintessenza A
EUR
30/09
107,850
PS - Target A
EUR
30/09
108,000
PS - Target B
EUR
30/09
104,030
PS - Target C
USD
30/09
108,500
PS - Titan Aggressive A
EUR
03/10
102,160
PS - Total Return A
EUR
03/10
96,090
PS - Total Return B
EUR
03/10
112,610
PS - Valeur Income A
EUR
30/09
106,870
PS - Value A
EUR
30/09
109,230
PS - Value B
EUR
30/09
104,630
PS - Value C
USD

114,760
121,220
109,710
105,000
86,570
85,070
102,640
106,740
110,700
164,190
122,590
102,290
123,010
94,100
98,760
100,590
101,240
115,780
118,380
125,290
100,480
97,670
103,470
99,570
104,050
108,720
108,870
104,860
109,400
102,290
96,210
112,680
107,210
109,580
104,920

www.multistarssicav.com multistars@pharus.ch
T. +41 (0)91 640 37 80
Orazio Conservative A
Sparta Agressive A
WM Biotech A
WM Biotech I

03/10
03/10
03/10
03/10

EUR
EUR
EUR
EUR

102,550
102,420
162,080
1655,760

102,270
101,840
158,320
1617,290

www.pegasocapitalsicav.com
03/10
03/10
03/10
03/10
03/10
03/10

Strategic Bond Inst. C


Strategic Bond Inst. C hdg
Strategic Bond Retail C
Strategic Bond Retail C hdg
Strategic Trend Inst. C
Strategic Trend Retail C

EUR
USD
EUR
USD
EUR
EUR

107,280
107,440
105,690
105,820
101,700
99,410

107,280
107,440
105,690
105,820
101,760
99,460

www.newmillenniumsicav.com
Distributore Principale: Banca Finnat Euramerica - Tel: 06/69933475
NM Augustum Corp Bd A
NM Augustum High Qual Bd A
NM Balanced World Cons A
NM Euro Bonds Short Term A
NM Euro Equities A
NM Global Equities EUR hdg A
NM Inflation Linked Bond Europe A
NM Italian Diversified Bond A
NM Italian Diversified Bond I
NM Large Europe Corp A
NM Market Timing A
NM Market Timing I
NM Q7 Active Eq. Int. A
NM Q7 Globalflex A
NM Total Return Flexible A
NM VolActive A
NM VolActive I

02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
02/10
26/09
26/09
02/10
02/10

EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR

191,550
146,340
137,700
139,450
47,000
72,660
106,450
111,540
114,180
137,610
104,980
106,170
59,120
105,260
122,200
104,680
105,480

AUGUSTUM EQUITY EUROPE I


AUGUSTUM G.A.M.E.S. A
AUGUSTUM G.A.M.E.S. I

03/10
03/10
03/10

EUR
EUR
EUR

107,620
111,240
148,360

191,770
146,470
138,180
139,530
48,140
72,890
106,710
111,640
114,280
137,670
105,500
106,700
59,500
105,110
122,520
104,890
105,710

www.sorgentegroup.com
Fondo Donatello-Michelangelo Due
Fondo Donatello-Tulipano
Fondo Donatello-Margherita
Fondo Donatello-David
Fondo Tiziano Comparto Venere
Caravaggio di Sorgente SGR

31/12
31/12
31/12
31/12
31/12
31/12

EUR 51470,165 52927,939


EUR 46691,916 47475,755
EUR 27926,454 27116,197
EUR 58259,864 57863,932
EUR 468728,464 477314,036
2451,889
2506,583
EUR

www.vitruviussicav.com

881868,830
Numero verde 800 124811
576066,607
www.nextampartners.com-info@nextampartners.com
594784,667
541259,625
03/10
7,044
EUR
6,814 Nextam Bilanciato
03/10
7,682
EUR
10,289 Nextam Obblig. Misto
03/10
5,902
BInver International A
EUR
03/10
5,792
EUR
275,980 Cap. Int. Abs. Inc. Grower D
03/10
5,967
EUR
194,030 CITIC Securities China Fd A
195,540 Fidela A
03/10
5,385
EUR
174,500 Income A
03/10
5,737
EUR
124,700 International Equity A
03/10
7,506
EUR
129,180 Italian Selection A
03/10
6,539
EUR
127,480 Liquidity A
03/10
5,335
EUR
132,290
03/10
5,239
American Eq.A
EUR
134,680 Multimanager
03/10
4,817
EUR
175,530 Multimanager Asia Pacific Eq.A
03/10
4,471
Multimanager
Emerg.Mkts
Eq.A
EUR
122,080
03/10
4,436
EUR
124,470 Multimanager European Eq.A
03/10
5,267
EUR
127,570 Strategic A
03/10
6,274
EUR
125,580 Usa Value Fund A
124,430 Ver Capital Credit Fd A
03/10
5,522
EUR

03/10
93,880
95,190
Asian Equity B
EUR
03/10
131,880
133,710
USD
106,860 Asian Equity B
03/10
433,750
432,400
Mkts Equity
USD
110,520 Emerg
03/10
423,700
422,450
Mkts Equity Hdg
EUR
147,400 Emerg
03/10
273,610
269,820
European Equity
EUR
03/10
337,700
332,970
European Equity B
USD
03/10
109,900
109,290
Greater China Equity B
EUR
03/10
156,390
155,510
Greater China Equity B
USD
03/10
77,380
76,500
Growth Opportunities
USD
03/10
84,690
83,760
Growth Opportunities Hdg
EUR
03/10
133,200
132,930
Japanese Equity
JPY
03/10
132,120
131,790
Japanese Equity B
USD
03/10
173,070
172,720
Japanese Equity Hdg
EUR
03/10
133,100
132,600
Swiss Equity
CHF
03/10
101,140
100,750
Swiss Equity Hdg
EUR
03/10
171,690
170,030
US Equity
USD
03/10
189,020
187,180
US Equity Hdg
EUR
7,007
7,666
5,848
5,728
5,846
5,394
5,736
7,391
Tel 0332 251411
6,526
www.ottoapiu.it
5,336
5,159 8a+ Eiger
03/10
5,961
5,926
EUR
4,765 8a+ Gran Paradiso
03/10
5,202
5,210
EUR
4,431 8a+ Latemar
03/10
5,793
5,782
EUR
26/09
EUR 767691,821 789148,799
4,461 8a+ Matterhorn
5,239
6,161
Legenda:
Quota/pre.
=
Quota
precedente;
Quota/od.
=
Quota
odierna
13353CEB www.kneip.com
5,509

Corriere della Sera Marted 7 Ottobre 2014

ECONOMIA/MERCATI FINANZIARI

Piazza Affari

37

Sussurri & Grida

Il debutto di Martinez in Mps, si parte con gli stress test


di Giacomo Ferrari
(f.mas.) Gioved 9 ottobre sar lesordio nelle
stanze del potere italiano del finanziere messicano ma con cittadinanza britannica David
Martinez Guzman, 57 anni. Con il 4,5% di Montepaschi rilevato a fine marzo Martinez di fatto il
primo azionista dellistituto e primo socio pattista nellambito dellaccordo parasociale che lega
il suo hedge fund Fintech Advisory alla societ
dinvestimento brasiliana Btg Pactual (al 2%) e alla Fondazione Mps con il suo 2,5% residuo. Gioved Martinez sar cooptato nel consiglio damministrazione presieduto da Alessandro Profumo (foto) e guidato dallamministratore delegato Fa b r i z i o V i o l a . C o n l u i e n t r e r , i n
rappresentanza di Btg Pactual, litaliano Roberto
Isolani, managing director e uomo di fiducia del
numero uno Adre Esteves per lItalia. Trova dunque applicazione, a quasi sette mesi dalla sottoscrizione del patto, la clausola secondo la quale
la Fondazione Mps allora presieduta da Antonella Mansi e ora affidata a Marcello Clarich si
sarebbe fatta parte diligente per ottenere le
dimissioni di due consiglieri cos da lasciare posto a due esponenti dei fondi che acquistarono
proprio da Palazzo Sansedoni le quote della ban-

Yoox e Ferragamo in recupero


Balzo di Sogefi e Cnh Industrial

e Borse europee hanno rallentato il


passo dopo lavvio debole di Wall
Street, riuscendo comunque a chiudere
in positivo, mentre a Piazza Affari il FtseMib terminato in leggero calo (-0,4%). Nel
complesso la giornata ha offerto pochi
spunti di rilievo. Fra questi il nuovo balzo di
Cnh Industrial (+3,88%), grazie al successo
in Belgio della controllata Iveco bus, e il
recupero di Moncler (+3,25%) dopo la
raccomandazione buy (comprare) di Bofa
Merril Lynch. In rialzo anche Ferragamo
(+2,63%), Yoox (+1,36%) e Tods (+1,13%).
Nel segmento Star bene Sogefi (+8,12%),
spinta da una nuova commessa di Peugeot,
mentre ha chiuso ancora in calo World Duty
Free (-2,32%). Gi anche Unipolsai (-2,01%).
RIPRODUZIONE RISERVATA

$./ 1"
"k 1

1k

ca. Le dimissioni di Marco Turchi, vicepresidente, e Paola De


Martini hanno alla fine reso
possibile il subentro. Per mesi i
consiglieri di nomina senese
Angelo Dringoli e Marina Rubini oltre a Turchi e De Martini,
hanno resistito alla Fondazione, che aveva anche
emesso un clamoroso comunicato dichiarandosi pronta a rifondere i dimissionari dei pochi
mesi di emolumenti persi, visto che il board scade ad aprile. Acqua passata. Ora i nuovi soci potranno seguire da vicino il loro investimento sul
6,5% che, tra acquisti e aumento di capitale da 5
miliardi, costato mezzo miliardo e oggi ne vale
circa 330. E il momento quanto mai delicato: a
fine mese ci sono i risultati degli esami della Bce
(asset quality review e stress test), e Mps considerata in bilico tra promozione e bocciatura.
RIPRODUZIONE RISERVATA

2i Rete Gas ci riprova con i bond


(c.tur.) A soli tre mesi dal debutto con il bond
multi-tranche da 1,35 miliardi collocato a luglio,

8@
.x

`
`
`p
`
r
`
`z
r
`
r
`z
`
`
`
`z
r
`|
`|
`
`zp
`
`
`
`p|
`|p
`|
`z
`
`
r
`
`
`
`p
`|
`z
`
`p
`p
r
`
`
`
`
`
`
`
`|
`
`
`|
`
`
r
`
`
r
r
`
`z
`||
`p
`
`
`
`p
`
r
`
`
`
`|
`
`|
`|z
`
`|
r
`z
`
`
`z
`z
`pp
`
r
`p
r
`
`
r
`
`z
`p
`
`
`p
`p
`p
`zp
`
`
`
`
`z
`z|

8@
!
!@
| 

k
k
` `| `pz
p` ` `
`z `z `
|`| `p `
||`z `| `|
`p `z `z
|` `zz |`
|`z ` `z
`z ` `
r
r
r
`z `pp `zp
`| `|z `pz
`| ` |`p
r ` |`zp
`p `zz `
r
r
r
`p `p `
`p z`pz p`p
|`| ` `
`| z`| `z
` ` `z
` |`z `
` ` z`p|p
` z`zp p`|
`z ` z`
`z `z `z
` z`z p`
` ` |`|z
p`z p` z`p
r
r
r
` `p `z|
`z `p `p
`z ` z`p
|` `| `|
`| ` `|
|`z ` `z
`| `p `
` `z `|
`zz `p| `
r
r
r
`p ` `|
` `| `p
`| `p `z|
z`| `|z `p
`p `z `p
p` `z `|
` `p `z|
`| `|z `
|` `|p `
|` `| `
`z `|z `p|z
||`| z` `zz
` `pz `|z
r
r
r
`p `p |`
p`p p` p`p
r
r
r
|` `p `
`p p`pp `
`z| ` `|
p` z`p `z
` `| z`z
`p `| p`z
|`p `pz z`
` z`z
`
`z `p `
|` `z `
`p ` `|p
p`p z`z `|
p` ` `
`z ` `
`z ` `p
` ` `
|`p p` `|
z` |` `||
z` ` z`z
z`p `p| `p
r |`|z z`
`| ` `
z`p ` `
p` ` `|z
` `pp `
` ` `||
`| z`z p`p
|`pp ` `z
r
r
r
|z`z ` `|p
r
r
r
p` z`
`p
`| `| `
r
r
r
z` ` `|p
`| `| `|
` ` `p
`p ` |`
` ` `p
`z ` `p
`z |` p`
`p ` `
` `p `
`p ` `z
`zz `p `z
|`pp p`p z`
|` `p `p
`p `z |`
|` `|z ||`

@@

b k
z`
z`
`
`p
`
`
p`
z`
`|
r
`
|`p
`
`|
p|`z
r
|`
`
z`
zz`p
`
`
`|
|`
|z`z
p|`
|`z
z`
|`z
r
`|
p`
r
`
`
`
z|`
`
p`
r
`
z`p
`|
r
`|
z`
p|`
|`z
`z
`
`
z`
`
r
p`
`z
r
`p
`
p`
z`
`
`
`|
|z`z
`p
z|`
`
|`z
`
`
`
r
z`
p`|
`
`
|`
`
|`
z`
`p
`
p|`z
`
r
z`z
r
`
`p
r
z`
`
r
z`
`
p`
`
|`
pp`
||`
`
`
||`p
|`
`

"k 1

1k

 b  ".
!/!/
 K"
X@ K

@ K!
k "
k kk ,,9
k"8
~kk~ K"
"
~.
~
@@

~
@@ 9

k K,.1
kb3
kX K 1
:$
@ K:,.
 @X .kk@Nk K .
k@~@ /.
@ 
b@ K 
k@ !@ K!
X@k 
1
kX @  
kXX@X@"

"! "!
 3
 @Nk ,/ 
@ , /,
kx@ K 
kk@
k$
 b k/
kX1
 k@ .
  @b 8@~~ 8
 K
 /k | $k/|
@ K!
 !/
bk "
b@ k "
k 
k  X.
k K,
k@ /@@ /,
k@ /@@ X /,.
k k //
Xk K.

k.
@~ K /
@~  / K//
1 9; K19
@Xkk1
@N@k1!
@N@k X1!.
8/ 8/
8/  @98/
 k 
38
 .k~.
k@":
 @ @ K
@b .k K .
@ //
X@3:
kk 8"
! !@k 1kX !1
!@@~kk k
!

!.. K !..
!kb@XkX !


,k
.x
k
`pp
`
`
`z
`
|`
`z
|`
`pz
`
`|
`
`
`
`
`
`
`
`||
`|
`|
`
`z
`
|`
`z
`z
`
`
|`z|
`z|
`p
`
`
p`
`p
`
`
`
p`z
`zp
`p
`z
`
`z
`p
`
`
`z
`p
`
`
`|p
`zz
z`
z`|
z`
p`
`|p
`p
`
`||
z`
`|
`zz
|`
`||
`
`
`p|
`zp

8@
.x

`
`pp
`
`
`p
`|
`
`|p
r
`z
`p|
`p
r
`
`
`pp
`
`z
`|p
`
`
`z
`
`p
`
`
`
`
`
`
`|z
`
`
`
`
`z
`z
`
`
`p
`
r
`
`|
`
`
r
`
`z
`|
`z
`zp
`|
`|
`z
`
`
r
`
`
`|p
`
`
`z
`|p
`
`
r
`
`pp
`p|

8@
!
| 
k
` `pz
`p `
|`| z`
`| `z
`p `
p` `|
z`pz `p
p`z `|
` `
`z `z
`|p `
`| `
`z `|
` z`z
`pz `
` `
` `|
`p `
`p `
` `|
`| z`|z
z` `
` z`|
r `p
r `pp
`p z`||z
` `|p
` `
`p `z
`z |`
` `
|` z`
`p `|z
z`z `
`|| z`|
|`| `
z` `p
`z `
` `
`pp z`z
` `|
`z `
`| `|z
` `z
|` `|p
`| p`
` `p
|`p `|z
|` `|p
`z `z
`| `p
` `p
r `z
|` `|p
` |`p
` |`zz
`| |`|
`| `
|` `
`p `z
|` `p
`p `|
|z` `p
z` `|
`p `|p
z` `|
p` `|
z` `|pz
`z `z
` `
` `

!@

k
`z
`z|
z`z
`|
`z|
|`|
`
z`|
z|`z
`|
`
`pp
`
p`z
`z
`|
`
`z
`|
`p
`
`z
p`z
`p
|`
`zz
`pp
`p
`z
z`z
|`
`|
`|p
`z
`p
`
`p
`p
`|
`
`
`
`
`|pz
`|
`
`
`
`p
`|
`|
`|
`p
`
p`z|
|`p
`
`
`z
`z|
`
`zp
`
`z|
`|
|`
`|
`p
`
|`p
`

@@

b k
`p
`|
`
p`
`
pzz`
p`
`
|z`p
|`
|`
p`
r
`
p`
`
|`
`z
`
z`
`
z`
`
||`
z|`
|`p
p`
`
|`
`
z`
zz`
p`|
|z`
p`
`
`
`
`
`
|`
`
`
`
`z
`
|`z
`
`
z`
z|`
|`
`
`
`
z`
zp`
`
r
`z
|`
p`
z`
`z
`
`
`|
zp|`|
|`
p|`
p`p

"k 1

1k

,k
.x
k
!kb@k !/ `
!kbN@X@! `p
!kb@ ! z`|z
!kbk! `p
!b b
@!

r
!k !1 `|pz
!kk K!/ `
!!kb !! `|
!Xk !$"
`|z
!b@b!" `p
!b 1 K!18 `
!x !$" `z
!k ,@X / !,/ `
!k@!! `|
!k K!$ |`
" "Xk K "
 `p
"k@xk "$ |`pp
"k@xk z @ 9"$z `
"@k". `pz
$ $b@@ $ `
, ,@@@~ K," `
,@@@ ,1 `z
,@@@ z9,1z `||
,@~~ , `
,kk ,. `
,kk 9,.
r
,x@@ ," `|
,@b,- `z
,k G
,
`z
,k G
X,
, `p
,~ /@ K ,/ `z|
,~@xX b@k,$ `p
,k,./ `zz
,kb@ ,. `p
,@ bk K,. |`
,@,.; |`
. . k !kbX K.! `|
.@ .1 `p
.
/ !kb@~ .
/ `
.kXb@ K .
`
.k K .; `|z
.kk1 `p
.@@k." `|
. .$/ `|
/ /@N@x /@ K / `z
/@k K / `
/@k X K/. z`
/@x / `p
/@k/,! z`
/@k /,!.
r
/@ k~ / `
/@ k~ X /. `
/@@ /./ `pz
/@/1 `z
/@k /8 `
/Xkk /kXk //
r
/k@ ,, `
/k@ , ,. `
/k @@ K /. |`|
/k @@ z @ K 9/.z `
/k@ // `|
//// p`
/k / `p
/@/" `z
/@ @ /. |`
/~kx K/$ `p|
/ /$ `z
/ /." `
/@Xk /, `
/@Xk @ 9/,
r
/kx@k K /1 `|
/kx@k K /1.
r
/1!XkkX/1! `|
1 1@N 1, `
1@N 91,z `z
1/1/ `|z
1kkX 1 11 `pp
1kkX 1 !kb@1! `
1kkX 1 !kb@ X 1!. `
1kkX 1 X 11. `p
1k@ 1" `
1k@1." `p
1kk~@ K1. `|p
1kkX K 1/ `
1X@1/ `z
1X@ |91/| `
1b1$ `z
1k b1 z`||z
1:1 k K 1:1 p`
3 3  @X@3  `z
3Xkb3
 `z
3Xkb 3
. `pp
33" `
3 3", `||p
3/@ 3/ `|p
3/@ 3/. `
3/@ 3/. `
8 8@@8/ `
8@ b@ 8" `
8@ @8 z`
8@  K 8/ `zz
9 9b kk 9  `
; ; K;$$: `
> >~@~ 8k K>8 z`p
>XX>3
`
>XX | @9>3
| `
>XX X>3
. `

8@
.x

`
`
`p
r
r
`
`
`p
`z
`
`p
`p
`|
`|
`|
`z
`|
r
`
`
`
`|
`
`|z
`|
r
`
`|
`|
`p
`
`
`
`zp
`|
`
`
`
`
`
`
`
`
r
`
`
`
`
`
r
|`|z
`
p`
r
`
r
r
r
`z
|`|
`|p
`|
r
`pp
`p
p`
`
`z
r
r
`p
r
`
`p
|`z
r
`z
`
`
`z
`z
`
`
`
`p
`
`
`|
r
`
`z
`
`
`p
`
`z
`|
`|
r
`|
`
`
`
`
`
r
r

8@
!
| 
k
z`z `p
` z`z
|` z`
|`| `
r
r
` `|
p` `
` `|p
p` `
`p `p
p`p `z
` `
p` `p
`p `
` |`
`| `
` `||
`| `pz
p` `
`p `
` `
` `|
` `|
` `p
z`p `z|
r
r
` `
` `
z` `z
` p`p
`z z`
z`z `
p`p `|
` `
z` `z
|`|z `
`z `|
`| `|
` `
` `
`z |`||
`| `|pz
`zz `|
z`| `p
z` `
` `z
`z z`
` `z
`p z`|
r
r
p`z `p|
` `z
`p `
`p `p
z`| `p
r
r
` `
`| `|p
`| `p
z`p `z
`p `p
`p `z
` `pz
z` `z
|`z `|
`z `
|`pp z`
` `pp
` `
r
r
`|z `
r
r
`z z`|
` `|
`p `
`| `|
`|| `
` `
|`z `
`p `z|
` |`p
`p `z
|`z `
|` `z
`p `|
z` `
` z`
`pp z`z
`| `z
|` |`p|
` z`
` `
z`p `z
` `
`| `
`zz`
` `
`z `
`z `
|` |`zz
` p`zp
`| `z
|` `
` |`
`| `z
p` `
|` `

8@@ @ p|


||
||
|
|z
z
z

z
p
p
z

* i ,i`

`z

` `
`|z `
`p `

-V>`i>



||z
|zz
z
|z
|pz
|z

pp
p
|

* i ,i`

`p
`p
`pz
`p
`p
`

`
`
`z
`
`
`

!@

k
|`
p`|
`|z
`pp
r
`p
`p
`p|
`z
`z
`z|
`
`z
`
z`z
`z
`
`|
`|
`z
`
`zzp
`z
`p
`p
r
z`
`zp
`
`
p`z
`|z
`|
`|
z`
`z|
`z
`|
`p
`
`z
`z
`p
`z
z`z
p`pz
`pz
`
`pz
r
|`p
`|
`
|`z
`z
r
`
`z
z`z
`zp
|`z
`
`
`
|`z
|`p
`p
`
`p
r
`|
r
`
`p
`pz
`z
`
`z
`
`p
p`p
|`|
`|
`
`p
`
`
p`|p
`
`z
`p
`z
z`|
z`
`
p`
`|
z`
`z|
`|
`z
`p
|`z
`z
`|z
`p
`p

@@

b k
|p`p
z`
|p`
z`
r
`
|`
`
p|`
`
|`
z`
z`
`
`
p`
`
r
`z
`z
z`
|z`|
r
`
`z
r
`z
pp`
z`
`
z`z
`
p`
z`
|p`
`
`
|`
z|`
|`z
zp|`
`
z`
`
zz`
`z
`
z`z
z`
r
|`
`
`
p`
z`
r
`
`p
`
r
`
ppp`
`
p|`z
|z`
z`
z|z`|
`|
p`
r
|`z
r
r
|`
r
`
pzz`z
`
`z
|z`
r
p`
`
`
`p
r
`
p`
|`
zz`p
`
`
`p
|`z
||`p
p|`
p`
|z`
p`
`
|`
z`
`
|`
`p
r
`

I / >>iii > i}i ->

> > V> `i>}i> }>V> ,>`V ii ii\


i  >

-V>`i>

RIPRODUZIONE RISERVATA

-@ bk@ kkx_ @ -3$1 ~@ ` @b kk_ -3$1 


 @ k |p|
`z  k /!/ Xk x XkkkX@

,k
.x
k
 / .@ /. `
 `
Xk@
 `p
Xk  K 
$ z`
Xk ,@N 
, `p
X~@
/ `|
bkkk `z
kbk K `
kxxk K  `
 .kk@Nk "
r
k." `
Nkk1 `|z
x !, |`z
@ b~ "! |`p
@b / K /1/ `
k@ .
r
X@k K /
`p
@b K /1 `p
@@ 1 p`
~ `z
@b@ 1!1 `|
@bk !k31! z`z
>! `
G
/k@k K 
z`
@X@ kk@ " `z
@X@ x K  z`z
@X@ , @ . , `p
@X@ , /b ,/$ `|
@X ,@k , `
@X ,@k 9 ,
r
@Xk " `p
@~ `
kX K z`|
X@
@~k
. `
X@
@~k
.. `
X@ @ K  `|z
X@ kN@k ! `z
X@ ,@ k @ K, `
X@ ,!@ ,! `|
X@ ,/k/,$
r
X@ ,x ,.$ `
X k @@ `p
X k @@ X . `|
X /@@bk /"1 `|
X /@bk~@ X /., `z
kk 1k@ K 1 `|p
k~k  `|
k /@N "/ `zz
k 3
/1 `p
@k bk K  `z
@X@@ K
! `z
kk K // `pz
k@  `
k @ $
r
K > `z
k@k  p`p
~k@ $
r
~k@ X $. `
kN K . z`
X . `
k
Xk K
`
3Xk >3 `zp
3Xk X >3. `


@b  K
 `

@
K
 z`p

@kxx
 `|||

@@~k
1 `

@@~k b
 `

@@
,. z`z

@k k , `

@@
.. `|

@X@ 
// `

k 1k@
1
`

kNk K
! `z

kk K
! |`

k @k 1 K
1 `p

k@ .XXk .
`p

kkb
.8 |`p|


 `||


 `

XXk@

. `

@ b
 `

" b@
" `|

xbk
$ `|

~kk /k
$
r

@x ,k
", `

kb ~@
.
r

kb @
 `

kb 8@kkk
8 `p

k
.
r


/, `z
X K / `|
X @ K9 / `p
@b@ K  `
@@ K !" `z
@k " `z
@k X ". z`
@@~X K  p`|z
k~  z`|
k@
@@ K  `|zz
kX@ 
`z
@ K  `p
~@ K  `zp
@  K ! `z
!1 K1 |`p

$1

torna sul mercato dei capitali 2i Rete Gas, numero due dietro Snam-Italgas nella distribuzione
del metano a 3,8 milioni di utenze domestiche
in quasi 2 mila Comuni e 15 capoluoghi di provincia. La seconda tappa del progetto Twilight stata approvata nei giorni scorsi dal consiglio guidato da Gianclaudio Neri ed espressione dei due soci, i fondi F2i (72%) e Ardian (28%).
A piazzare il bond da 750 milioni sar il consorzio Banca Imi-Bnp Paribas-Unicredit-Mediobanca-Credit agricole-Bofa-Merrill Lynch, gi attivi
nel premarketing in vista del lancio entro ottobre. Il bond, settennale, completer la curva delle scadenze impostata a luglio, quando fu piazzata una tranche da 750 milioni a 5 anni e una
seconda da 600 a dieci. Lattesa della societ (rating BBB di S&P e Baa2 di Moodys) per una
guidance a 1,70-1,75% equivalente a uno spread
di circa 95 punti base sul tasso midswap, migliore della tranche di luglio. Tutti i proventi verrebbero usati per estinguere in anticipo il debito
bancario cosiddetto term loan (540 milioni della
tranche A e 210 della B) allungando le scadenze e
risparmiando 12 milioni di interessi passivi.

!kk @kk


k@ kk@
/k@ X
` `z
/k@ X
` |z`p
/k@ | ` |z`p
~k@b
` `zz
!@k~ @@ |`p| `|
!@k~ /k `|z `z
!@k~ @Xkk`z `

$ !@ ~
`z `
$ b@ bX@`z z`z
~k !@ ~ r |z`
,@ !@ ~
r `
,@@b !@ ~ r `z

N
!@

/k@

,k
k
kk
k
k
| k
z k

1
`
`
`|
`

1@
z
`
`
`|
`p

,k
1
k `
k

p k

k `z
k

k `|

z
`p

`z|

-V i
@@
]x

]x

@@b@
]
@@X@

@b@
]x
@X@
]x

`z
`z

`z
`z

-V i
k@@
@k

3/
/k@

]x
]

]x
]x

`z
`
`z
`z
`z

$./ /1.
"k;@kkb@`@b@kXk`@
>~x@Xk @b"k;k1@~~
@@kk
bX
!.
1
@
kb@ k |`|
`
k bk `
`|
kk k `z
`
 /  |`z
`z
 / z p`
`
 / 3 `
`|
 / 3z z`
`
1/  ||`
`
~ ~ / z`|
`
@kN~ |z`p
`p
b@ 1/ z`z
`zz
!@bb Nkz |z`
`|
$ 1 z z|`
`z
/~@k /1 z`|

/bk  $b z`
`|
1
||`|p
`
8k@  `
`
>~ /! p`|
`|z
kkk
."
$$.1
bb@ zp`
@ z`p
@k ~ p`z
kkbx z`
p`p

kN@ ~ `
kXk @ `
kXk , |`z
kXk 1kk `z
x@@ ~ `p
~ ~ p`z
!k ~ z`
/kk p`z
8@~k ~ z`
,.
 bk |`z
 `
@ / `
z`

@ k z|`

@kx `|

@ p`|

lb ~Xk `z
@k z`p
@@ `
$l@ `z
!Xk `p
,k~k / `
.k@ z|`
/@N@ |`
/@x/k@N p`p
/Xll ll@k `p
/bk @Xk z`|
1@ |p`z
"9 ;$.
@
`
kX@ k p`
k
X `pz
G1 z`z
@ x kX@ `
k~ `

@@ `z

@k@ X `pp

X /k z`

~ X z`|z

X@
@
|`z

~@k ,@k z`z



kX@ z`
, `
 !N |`p
b ! |`zp
kk@ kXX z`z
kk@ ! `
b@ /@X p`z
kk,@X@b `
kk `z
N p`
bk "@ /
k
|`
 G  |`
, !~@ `
Xkkb !@ `
X@  /@ z`
!X @b `
!kX G
z`z|
!Xx |`
!@
`z
!~@ /@k z`
"k X
p`
$XXbk@ ,k `
,xk `|
, ! p|`
,Xk G @Nk p`
3kk "8 p`
9@ k pp`z
9 ||`
:k `
;@ X |`z
$" .
 `
~ kX@ |p`
@>kkX@ ||p`
/ p`p
@X@ ,X `
, ||`
1kkX `
Nk  |`
@k |`
!@ G /kXk |`p
,k@ ,X `
,bk@ |`p
. .Xk `|
.@ G /  |`
.@ x /X `
/Xbk ,X z`
3kk ,X zz|`zz
8b@xk  z`
>3.$
"kl `z
"@ p`
3N `

@
`|
`|
`
`
`
`
`
`
`|
`
`
`|
`z
`|
@
`
`|
`|
`|
`|
`p
`
`p
`z
`pz
`z
`|
`zp
`
`
`
`
`z
`
@
`z
`
`
`|
`
`
`
`z
`p
`z
`zp
`
`
`
`p
`
`p
`
`
`
`
`

`
`

`
`pz
`|
`

`
`
`|
`
`
`
`z
`|
`
`pz
`z
`
@
`z
`zz
`
`
`|
`z
`
`zz
`
`z
`
`
`p|
`
`|
`|
`|
`
@
`|
`
`z

38

Marted 7 Ottobre 2014 Corriere della Sera

Corriere della Sera Marted 7 Ottobre 2014

39

Cultura
& Spettacoli

La mostra
Ravenna rievoca
il passato imperiale
Lidea di impero nella storia
europea, da Carlo Magno in poi, il
tema della mostra Imperiituro.
Renovatio Imperii. Ravenna

nellEuropa ottoniana, che si tiene


fino al 6 gennaio 2015 nella citt
romagnola presso il Museo Tamo e
la Biblioteca Classense (nella foto
una tavoletta di avorio con la
famiglia dellimperatore Ottone II).
Liniziativa, che include anche un
ciclo di conferenze, organizzata
dallIstituto beni culturali dellEmilia
Romagna in collaborazione con il

Comune di Ravenna, la Fondazione


RavennAntica e la Biblioteca
Classense, nellambito del progetto
europeo Cec-Cradles of European
Culture (Culle della cultura
europea). La mostra evoca il ruolo
svolto da Ravenna come cerniera
dellidea imperiale: dallAntichit al
Medioevo; da Roma e Bisanzio
verso lEuropa continentale.

Anteprima Il conflitto visto con gli occhi dei soldati nel nuovo libro di Aldo Cazzullo edito da Mondadori

Il testo qui
pubblicato
tratto dal
nuovo saggio
di Aldo Cazzullo
La guerra dei
nostri nonni
(Mondadori,
pp. 264,  17),
che esce oggi
in libreria

di Aldo Cazzullo

l nonno della guerra non


parlava mai. In casa non
cerano diplomi da cavaliere di Vittorio Veneto, medaglie, cimeli. rimasta la foto in
divisa da bersagliere, con le piume di struzzo sul cappello. I ragazzi sloveni che videro arrivare
i primi bersaglieri sullIsonzo,
venuti a liberarli, corsero a
chiamare i padri dicendo: Ci
sono le ballerine!.
Il nonno era un ragazzo del
99. Fu richiamato dopo Caporetto. Sal su uno dei treni di cui
si cantava: La tradotta che parte da Torino/ a Milano non si
ferma pi/ perch va diritta al
Piave/ cimitero della giovent.
Qualcosa per era cambiato, rispetto alle stragi dei primi anni
di guerra. Non si doveva pi
avanzare sotto il fuoco nemico
in terra slava, per conquistare
citt in cui nessuno era mai stato e montagne che nessuno aveva mai sentito nominare. Cera
da difendere terra italiana, palmo a palmo, per impedire che
gli austriaci se la riprendessero
tutta. Era unoperazione che ai
contadini comera il nonno, comerano quasi tutti i soldati italiani, risultava familiare. Non a
caso, fu la cosa che fecero meglio in tutta la guerra: difendere
la loro, la nostra terra.
Oggi i fanti non ci sono pi.
La memoria diretta della Grande guerra si spenta per sempre. Adesso affidata a noi. Sta a
noi figli, nipoti, pronipoti recuperare le loro storie, e raccontarle ai nostri ragazzi. Forse pu
essere utile a loro e a tutti noi
italiani, ora che abbiamo sempre meno fiducia in noi stessi e
nel nostro futuro, ricordare che
un secolo fa lItalia fu sottoposta
alla prima grande prova della
sua giovane storia. Poteva essere
spazzata via; invece resistette.
Dimostr di non essere soltanto
un nome geografico, come
credevano gli austriaci, ma una
nazione. Questo non toglie nulla alle gravissime responsabilit
di una classe politica, intellettuale e affaristica che trascin in
guerra un Paese che nella grande maggioranza voleva la pace.
Ma aiuta a ricordarci chi siamo,

Il saggio

Il libro narra i
sacrifici e le
sofferenze dei
militari e dei
civili italiani
durante la
Prima guerra
mondiale

Tanti eroi senza fanfare


alla prova delle trincee
Con la Grande guerra lItalia dimostr di essere una nazione
su quali sofferenze si fondano la
nostra indipendenza e la nostra
libert; e pu essere utile ad alzare lo sguardo su un avvenire
che non segnato n nel bene
n nel male, ma dipende soprattutto da noi.
Questo non vale solo per gli
uomini. Vale anche, se non soprattutto, per le donne. Di solito
la guerra considerata una roba
da maschi. Ma non la Grande
guerra. E non soltanto perch
sul fronte ci furono crocerossine, portatrici, prostitute, spie,
giornaliste, persino soldatesse
in incognito. Le donne rimaste a
casa dimostrarono di saper fare
i lavori da uomo: tenere il ritmo alla catena di montaggio,
guidare i tram, saldare il metallo, caricare i camion, e anche
frequentare luniversit, scioperare, reclamare i propri diritti.
Al di l della gelata del fascismo,
la Prima guerra mondiale dimostr in tutta Europa che la donna era pronta a uscire di casa
per lavorare, rendersi indipendente, costruirsi il proprio destino e contribuire a decidere il
destino della nazione. Forse si
deve anche a questo imponente

Il ricordo
Mio nonno
era stato
bersagliere
ma di quei
giorni
terribili
non voleva
parlare

fenomeno storico, oltre che allamore per lItalia e per la propria famiglia, se la memoria
della Grande guerra come
confermano i racconti che mi
sono arrivati via Facebook e che
pubblico in fondo al libro
custodita soprattutto dalle donne. Per questo i capitoli alternano storie di uomini e di donne.
La Grande guerra non ha
eroi. Non c un Annibale, un
Cesare, un Alessandro Magno.
Altre guerre, per esempio quelle
napoleoniche, portano il protagonista nel nome. Il secondo
conflitto mondiale legato al ricordo dei vincitori Roosevelt,
Churchill, Stalin e dei vinti:
Mussolini e Hitler. Oggi nessuno, tranne gli storici, si ricorda
di Cadorna o di Hindenburg. Gli
eroi, o meglio i protagonisti della Grande guerra, sono i nostri
nonni. la grande massa dei
corpi sacrificati alle atrocit della guerra industriale. Sono i feriti, i mutilati, gli esseri rimasti
senza volto, talora non in senso
metaforico: le gueules casses,
le facce deformate dalle schegge e dalle esplosioni.
Raccontare la guerra con gli

occhi di chi lha vissuta una discesa agli inferi. I diari, le lettere, le cartoline restituiscono una
sofferenza che oggi non riusciamo neanche a immaginare. Gli
assalti inutili. Le decimazioni. I
fanti divenuti folli. Rileggere le
loro cartelle cliniche terrificante. In manicomio cera un
soldato che passava le giornate
a contare: contare i morti era
lincarico che aveva ricevuto in
trincea. Altri chiamavano di
continuo la mamma o il pap,
vedevano austriaci dappertutto,
piangevano nel timore di essere
fucilati. Gli stupri: migliaia di
donne nel Friuli e nel Veneto al
di l del Piave furono violentate,
nellanno in cui un milione di
italiani rimase in balia dellesercito asburgico. Nove mesi dopo
Caporetto cominciarono a nascere i primi bambini; e non si

Una grande svolta


Il periodo 1915-18
vide anche le donne
impegnate allo stremo
con i compiti pi vari

sapeva dove metterli. Gli orfanotrofi li rifiutavano, perch


non erano orfani. Ma i maschi
di casa non volevano tenere il
piccolo tedesco. Si dovette
aprire un istituto, a Portogruaro, per i figli della guerra. Cinquantanove donne convinsero i
mariti a riprendere il piccolo:
Lo alleveremo come se fosse
nostro. Molti di pi furono i
neonati che morirono per mancanza di latte. Centinaia di madri andavano di nascosto dagli
uomini allistituto, per nutrire o
rivedere i figli; fino a quando il
direttore non scrisse una lettera
straziante: Non venite pi, perch i bambini vogliono venire
via con le mamme, e noi cosa gli
diciamo?.
Poi ci sono le storie a lieto fine. Che, paradossalmente, sono
la maggioranza. Perch i sopravvissuti hanno avuto qualcuno a cui tramandare la loro vicenda. I morti spesso erano ragazzi che non hanno avuto figli
e nipoti cui affidare il loro ricordo. Il recupero della memoria
della Grande guerra, centanni
dopo, un dovere nei confronti
dei salvati e pi ancora dei sommersi. Perch il mare grande
delloblio talora restituisce un
frammento del grande naufragio uno scheletro, una fotografia, un racconto di famiglia,
un diario di guerra da cui si
indovina la storia di un giovane
che centanni fa era alto, bello
e ben fatto come sono oggi i
nostri ragazzi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Cazzullo
(nella foto qui
sopra) nato
ad Alba nel
1966. Dal 2003
inviato ed
editorialista del
Corriere della
Sera
Nella foto
grande in alto:
un gruppo di
militari italiani
festeggia la
fine della
guerra nel
novembre
1918

40

Marted 7 Ottobre 2014 Corriere della Sera

Corriere della Sera Marted 7 Ottobre 2014

CULTURA

Fumetti

Lultima volta era stato avvistato nellaltopiano di Harar,


a sud di Addis Abeba, nel 1929; ma c chi giur di aver
combattuto con lui durante la Guerra civile spagnola.
Da allora, nessuno aveva avuto notizie certe di Corto
Maltese; neppure il suo autore, Hugo Pratt, inventore e
maestro ineguagliato del romanzo a fumetti. La realt,
nelle parole di Pratt, che Corto Maltese non morir.
Corto Maltese se ne andr, perch in un mondo dove
tutto elettronica, calcolato, consumo, non c
posto per un tipo come lui. Lartista di Malamocco si

Due autori spagnoli:


e cos Corto Maltese
torner nel 2015
di Paolo Beltramin

Il romanzo di Nino Milazzo

Le memorie vive
di un uomo
di ottantanni

Segna
libro

RIPRODUZIONE RISERVATA

Era nato nel 1944. Di origine polacca, risiedeva anche a Pietrasanta


di Sebastiano Grasso

Colpito da un infarto, morto


ieri mattina, allospedale
Saint-Louis di Parigi
lo scultore italo-polacco Igor
Mitoraj. Aveva 70 anni. Verr
sepolto a Pietrasanta, citt in
cui trascorreva circa sei mesi
allanno.

RIPRODUZIONE RISERVATA

sbagliava, almeno in parte. A oltre ventanni dalla sua


ultima avventura, Mu, il gentiluomo di fortuna
torner a incantare i lettori con una storia inedita,
scritta e illustrata da due spagnoli, Juan Diaz Canales e
Rubn Pellejero, in uscita da Rizzoli Lizard fra un anno
(a fianco, una tavola). In attesa di Corto, sempre Rizzoli
Lizard il 29 ottobre pubblica El cacique Blanco , storia a
fumetti argentina firmata da Pratt con Alberto Ongaro
nei primi anni Cinquanta e ancora inedita in Europa.

Addio a Igor Mitoraj, lo scultore


che diede nuove forme ai classici

di Matteo Collura
a copertina del nuovo libro di Nino Milazzo invasa da una foto che mostra un
angolo dellormai leggendaria Sala Albertini del Corriere della Sera. Prova
che lautore rimasto profondamente segnato
dallesperienza fatta nel quotidiano di via Solferino, di cui stato vicedirettore fino al 1987,
in un tempo in cui Milano era unaltra citt
rispetto a quella di adesso, cos come lItalia
tutta. Necessaria, questa precisazione, perch
il romanzo di Milazzo (Luomo dei tramonti
che amava la politica, Citt del Sole Edizioni,
pagine 236,  14) racconta la vita professionale
e privata di un giornalista la cui et coincide
con quella dellautore, ottuagenario.
Nino Milazzo tiene a precisare che non si
tratta di un racconto autobiografico, anche se
molte delle vicende da lui narrate hanno a che
vedere con la sua vicenda personale. In proposito chi scrive questa nota, pur avendo visto
nascere il libro, e dunque conoscendone i
contenuti autobiografici, avverte che Luomo
dei tramonti un romanzo: lo per impostazione e tensione narrativa, per il suo voler
essere specchio simbolico di una generazione,
per i momenti lirici in esso incastonati.
***
Come pu vivere, oggi in Italia, un uomo
che ha superato gli ottantanni e che nellarco
della sua vita non ha mai cessato di scrutare la
realt, per comprenderla e raccontarla? Federico questo il nome del protagonista del
romanzo riceve in dono il De Senectute di
Cicerone e ne ricava come in anticipo la visione del proprio epitaffio, la sintesi di una vita
dedicata al culto della buona Res publica
(Lui, scrive Milazzo, quella Res publica,
vorrebbe vederla compiuta cos come lha immaginata eticamente pulita, politicamente
solidale, istituzionalmente moderna ma
dispera che una simile aspirazione possa realizzarsi presto. convinto di non averne il
tempo).
Tornato in Sicilia, dopo essere stato costretto ad abbandonare la direzione di un importante quotidiano nazionale, Federico vive
quanto rimane della propria esistenza nella
ricerca ossessiva di un perch che non riguarda soltanto il piano metafisico dellesistenza
umana, ma lo sfacelo generale dellItalia, di
cui Catania, sua citt dorigine, rappresenta il
degno terminale.
***
Le conversazioni del protagonista con la
moglie e con gli amici pi cari, come lui attenti a decifrare la realt del presente, e come lui
testimoni di un disastro etico, che come
predisse Pasolini ha persino cambiato i
connotati antropologici della nazione, fanno
pensare a uno scrittore che sulla Sicilia e sullItalia ha detto molto, anche se di lui pochi si
ricordano: Vitaliano Brancati. Ci riferiamo a
Gli anni perduti, lontani, certo, i suoi umori
satirici, anche se in Milazzo, come in Brancati,
la provincia vissuta in tutta la sua grottesca
marginalit e, nello stesso tempo, come un
collaudato, perverso banco di prova che la
proietta ben oltre gli occasionali confini.
Un giorno di settembre, scrive Brancati in
Gli anni perduti, Leonardo Barini lasci Roma, ove dirigeva la rivista letteraria Campoformio, e fece ritorno a Natca, citt del Mediterraneo e sua citt natale. Natca, come sa
chi ha letto il libro, Catania. E potremmo
continuare con le affinit. Chiudiamo con
questa in cui sembra sia proprio luomo dei
tramonti a parlare: Dun tratto, la gioia era
finita nel cuore di Leonardo. La bella luce, che
illuminava tutte le cose, sera spenta Leonardo si rivolt nel letto: Perch passata quella
luce? Perch sono stato costretto a tornare
quaggi? Cos accaduto nella mia vita?.
Ognuno di noi responsabile della sua
et, scrisse Giovanni Papini. Ed vero perch
Nino Milazzo ne prova non si mostrano soltanto gli anni che si hanno, ma quel che
se n fatto.

41

Il mondo pu
essere piccolo
o grande, a
seconda
dellaltezza
dalla quale lo si
guarda. Bubo
si sente grande
e non importa
se per farlo
deve salire su
una scaletta.
Ha occhi
grandi, naso
grande,
dentoni (va
bene, solo
quattro...) e sa
gi andare in
bicicletta.
Beatrice
Alemagna con
Piccolo grande
Bubo
(Topipittori,
pp. 32, 13)
insegna ancora
una volta a
cambiare
prospettiva. Le
illustrazioni
sono, come
sempre,
perfette.

Esercizi di
matematica
per
addormentarsi,
preceduti da
brevi storielle.
La matematica
della
buonanotte
(Vallardi, pp. 96,
 14) di Laura
Overdeck vuole
vincere lostilit
che molti
(anche adulti)
hanno nei
confronti dei
numeri. Si
comincia con
una storiella (le
zampe del
canguro, i
chilometri che
fa lo scuolabus,
i cani dei
dogsitter) e si
finisce con una
piccola
operazione (ci
sono tre livelli:
principiante,
apprendista,
provetto). Pi
divertente che
contare le
pecore.

a cura di
Cristina
Taglietti

Maestro
Lo scultore
Igor Mitoraj,
scomparso ieri
a Parigi.
Qui a sinistra
una scultura
della sua
rassegna del
2011 nella
Valle dei Templi
di Agrigento

ra nato in Germania (a
Oederan), nel 1944, da
padre francese, ufficiale
della legione straniera e
da madre polacca. Il primo incontro con larte avviene sfogliando vecchi libri di opere classiche e, pi recenti, degli Impressionisti. Liceo artistico e Accademia a Cracovia, nelle cui
sale e corridoi egli si imbatte in
riproduzioni di statue greche e
latine; e dove negli ultimi tre anni segue i corsi di Tadeus Kantor.
Che, alla fine, gli consiglia di lasciare la Polonia (Solo cos potrai creare qualcosa di importante).
Nel 68, Igor prosegue i suoi
studi allEcole Nationale des Beaux-arts di Parigi e si dedica alla
pittura. Quindi, trascorre un anno in Messico. Nel 74 rientra in
Europa, si stabilisce nella VilleLumire e espone i primi lavori
in scultura: terrecotte e bronzi.
Due anni dopo, i primi riconoscimenti. Il ministro francese
per la Cultura gli assegna uno
studio a Montmartre. Vengono,
poi, New York, Atene ed altre citt della Grecia. Nel 79 arriva a
Pietrasanta (e nell83 vi si stabilisce). Nelle cave di Carrara scopre
che il marmo il suo materiale. Un crescendo. Dovuto anche
al fatto che Mitoraj, contrariamente a molti scultori, suscita
grandi emozioni. Decine le commesse pubbliche. E le mostre. A
Roma, Maria Angiolillo lo prende sotto la sua protezione e ne fa

un personaggio. Igor fa il suo ingresso nel giardino delle Muse,


frequenta il Parnaso, siede a tavola con dei ed eroi, si unisce ai
cacciatori di Gorgona e, spesso,
per gli spostamenti chiede passaggi ai Centauri. Alla fine,
quando qualcuno ricorda che
egli guarda solo allantichit, risponde che gli dei sono ancora
tra di noi.
Nell86 presente alla Biennale veneziana, dove, in nuce, c
gi tutto il lavoro che approfondir con gli anni. Igor recupera la
bellezza classica, sempre chiamata a modello di armonia assoluta. Con una variazione: conno-

La sua poetica
del frammento
risente del
surrealismo di
Salvador Dal
e di Man Ray

Il festival in programma fino al 3 novembre

Letteratura elettronica a Napoli


Dialoghi tra le arti con Ole.01

Jason Nelson,
The Required
Field
(immagine
Atelier
Multimediale)

rtisti internazionali e studiosi si


confrontano sulla Letteratura elettronica.
Lappuntamento, il primo del genere in Italia,
domani alla sala Conferenze di Palazzo Reale
di Napoli (via del Plebiscito Conferenze, ore
11). La tavola rotonda dal titolo La letteratura
elettronica: alla ricerca di una definizione
avviene nellambito del festival Ole.01.
Allevento interverranno, con lartista Lello
Masucci, direttore artistico e ideatore, il
filosofo Mario Costa, Patrizia di Maggio,
responsabile della Soprintendenza Bapsae per
Napoli e Provincia, Francesco Pinto, direttore
di Rai Napoli. Tra gli artisti: Olivier Auber,
Philippe Bootz, Caterina Davinio, Fred Forest,
Dene Grigar e Jason Nelson. Sar loccasione
per riflettere e confrontarsi su come le
tecnologie, ed in particolare il web,
influenzino la letteratura e larte nei suoi vari
aspetti, dal racconto al romanzo, dalla musica
al video alla fotografia, ma anche la danza, il
teatro, la poesia o la pittura. Sempre domani
(ore 18) a Palazzo Reale viene inaugurata
Master Exhibition, mostra delle opere ideate
per il festival. Ole.01 prosegue fino al 3
novembre con eventi, concerti, mostre,
dibattiti che coinvolgeranno la citt. (S.Col.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

tazioni antiche si amalgamano


con elementi moderni. Qualcosa
del genere ha fatto anche Dal:
recupera il mondo classico e lo
modifica inserendovi elementi
moderni e dissacranti. Il corpo
della Venere di Milo? Vi innesta
alcuni cassetti, facendola diventare una specie di donna-oggetto
e, cos, evitando di cadere in una
stantia ripetitivit; e cos anche
nella Testa raffaellesca che
esplode. Sulla scia di Dal si
muove anche Man Ray. Che avvolge Venere con lo spago e Venere restaurata con la corda. Certo buona parte degli artisti che
guardano a questa specie di
neoclassicismo, si rendono conto dei pericoli insiti nelloperazione. Ed ecco che qualcuno di
essi ricorre ad un surrealismo
sui generis o al concettuale (i calchi di Pistoletto, come quello
della Venere degli stracci).
Mitoraj, invece, sceglie la strada del frammento. Volti corrosi,
crepati, semidistrutti, ricoperti

da bende. Limmaginario
questa realt devastata, questo
passato crudele. Essendo immerso nella brutalit della storia, Mitoraj non ha certo bisogno
dintegrare o esagerare. Non si limita a creare personaggi, volti o
situazioni; va oltre e trasforma
tutto. Jean Genet diceva che dietro ogni opera si nasconde un
dramma, preciser, in proposito, Tahar Ben Jelloun.
Ecco perch guerrieri, dei,
efebi vengono rappresentati con
varie mutilazioni, fatti a pezzi e
ricomposti con una nuova logica. Mitoraj ha capito che il pubblico ha bisogno di avere un impatto immediato con lopera, soprattutto quando, come nel suo
caso, riesce a trasmettere nuove
suggestioni. Malinconia e struggimento diventano un tuttuno
con la bellezza. Anzi, come diceva Giovanni Testori, con la risurrezione della bellezza.
sgrasso@corriere.it
RIPRODUZIONE RISERVATA

42

Marted 7 Ottobre 2014 Corriere della Sera

SPETTACOLI
Su Rai2

Leconomia alla portata di tutti, comprensibile a ogni


fascia di pubblico. Racconteremo unItalia che soffre
ma che vuole farcela. Da stasera alle 24 su Rai2
Annalisa Bruchi torna con la sua trasmissione 2NextEconomia e futuro. Un approfondimento che
affronter tutti i temi caldi di quellattualit politica,
sociale ed economica che coinvolge la nostra vita
quotidiana: il mercato del lavoro e la sua riforma, i tagli
alla spesa pubblica (con le conseguenze sulle famiglie),
il ritorno alla competitivit, i giovani disoccupati, il

Bruchi e leconomia:
la spiegheremo
per farla capire a tutti

contraccolpo sui servizi sociali. Dice Annalisa Bruchi:


Vogliamo informare e spiegare partendo dal
presupposto che la conoscenza della realt mette i
cittadini in grado di capire, quindi di essere pi liberi.
Stasera lospite sar Patrizio Bertelli, amministratore
delegato del Gruppo Prada. Nelle prossime puntate
seguiranno Raffaele Cantone, presidente dellAutorit
anticorruzione, e il ministro dellEconomia, Pier Carlo
Padoan. (P. Co.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

Mascherati
Una scena di
Class Enemy,
opera prima del
regista sloveno
Rok Bicek (28
anni). La pellicola,
nelle nostre sale
da dopodomani,
si aggiudicata
7 premi agli
Slovenian
Awards tra cui
quello di Miglior
Film

Il film
del Mereghetti

CLASS ENEMY

Scontri tra allievi e docenti:


una metafora del mondo
di Paolo Mereghetti

on una sintesi piuttosto


grezza ma efficace
Ieri gli studenti avevano
paura dei professori, oggi i professori hanno paura degli
studenti. Benvenuto nel 21esimo
secolo! la preside del liceo
dove ambientato Class Enemy
(in originale Razredni sovranik, Nemico di classe) sintetizza il rapporto di forze con cui
si fronteggiano allievi e docenti.
E con cui si confronta anche il
film dellesordiente sloveno Rok
Bicek, presentato lanno scorso
alla settimana della critica di Venezia, dove ha vinto il premio del
pubblico Fedora, e presentato
ufficialmente questanno dalla
Slovenia allOscar per il miglior
film straniero.
un continuo e sfibrante
braccio di ferro quello che si instaura in classe (una generica
quarta di un generico liceo sloveno) tra chi sta nei banchi e chi

Il regista

Rok Bicek
nato nel 1985 a
Novo Mesto, in
Slovenia. Dopo
la laurea ha
frequentato
laccademia
PoEtika del
regista sloveno
Janez Lapajne.
Ha diretto
diversi
cortometraggi;
Class Enemy
il suo primo
film

in cattedra, che poi riverbera e


trova nuova eco sul terreno culturale e su quello dei comportamenti, accompagnando lo spettatore dentro una specie di spirale dove risentimenti, frustrazioni, certezze e preconcetti si
mescolano in una miscela micidiale.
A far da detonatore larrivo,
ad anno scolastico iniziato, di un
nuovo professore di tedesco, Robert Zupan (Igor Samobor). Laffabile insegnante di ruolo va in
concedo di maternit e viene sostituita da un collega che tutto
lopposto: freddo, autoritario,
chiuso al dialogo e soprattutto
molto pi severo. Cos almeno
appare alla classe che coagula
intorno a lui i tanti problemi con
cui hanno a che fare i ragazzi, da
chi ha appena perso la madre e
non sa darsene pace, a chi pensa
solo alla musica e agli spinelli, a
chi si preoccupa soltanto del vo-

to. Tutti comunque sembrano


avere una propensione per le insinuazioni: basta scoprire una
volta Robert che ascolta la giovane Sabina (Daa Cupevski) suonare il pianoforte perch le ipotesi pi fantasiose (e meno rispettose) comincino a prendere
forma. Ma le calunnie diventano
accuse aperte quando Sabina,
senza apparente motivo, si suici-

Le stelle
In un liceo sloveno, larrivo di
un durissimo professore di
tedesco innesca un conflitto
tragico tra il docente e la classe
 da evitare  interessante
 da non perdere
 capolavoro

da: tutti i suoi compagni di classe sono pronti a giurare sulle


colpe del professor Zupan che il
giorno prima aveva avuto con
lallieva un duro confronto.
Ma dopo aver messo lo spettatore di fronte alle forze in
campo con il massimo di oggettivit possibile, il film continua a
registrare lo scontro sempre pi
acceso senza voler tifare per alcuno dei contendenti. Da una
parte i compagni di Sabina che
sicuri delle loro idee (per loro
Zupan un nazi) cavalcano lo
sgomento generale per il suicidio accusando linsegnante in
modi sempre pi espliciti; dallaltro il professore convinto
che il suo unico dovere sia quello
di insegnare e per questo filtra
tutto scontri, tensioni, elaborazioni attraverso la sua materia, a cominciare dal Tonio Krger di Mann e dal suo complicato
rapporto col figlio suicida.

Una storia
da cui alla
fine escono
tutti
sconfitti

Primi piani
dove
si riflette
lo sguardo
dellautore

La scommessa (vinta) del


29enne regista quella di non
parteggiare per nessuno e di
mostrare i due campi avversi come treni destinati a scontarsi
inevitabilmente, mentre tuttintorno genitori, preside e psicologa scolastica (a cui la sceneggiatura ha riservato con una certa
cattiveria il ruolo pi ingrato e
frustrante) sembrano preoccupati solo di inseguire il proprio
tornaconto e non scalfire laccomodante immagine pubblica
dellistituto.
Il risultato quello di un universo scolastico che diventa
specchio del mondo che lo circonda, costruito con controllati
piani sequenza e intensi primi
piani dove si riflette un po lo
sguardo sociale del regista
(Sloveni, se non uccidete voi
stessi, uccidete gli altri, dice
lunico alunno straniero della
classe), ma dove emerge soprattutto la voglia di sottolineare il
rischio che nasce dallessere
troppo sicuri delle proprie idee.
Lo sono i ragazzi, costretti a fare i
conti con la propria superficialit (quando non cattiveria e qualunquismo) e spinti a scoprire
che Sabina aveva ben altre ragioni per il suo gesto, ma lo anche
il professore che alla fine del
film appare meno tetragono e
disumano ma che sembra comunque non voler capire che
linsegnamento non solo trasmettere nozioni. Lasciando alla
fine tutti sconfitti e per avendo
offerto allo spettatore lo spunto
per cercare dentro di s il proprio nemico di classe.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Marted 7 Ottobre 2014

SPETTACOLI

43

Un giorno di sole
Chiara: Cambio stile, nel nuovo disco canto le emozioni

Rilancio
Rinasce la tv svizzera: programmi in diretta sul web

il disco della consapevolezza. Questa volta ho avuto il tempo per pensare. Ci sono io in
ogni parte. Cos Chiara Galiazzo (foto) presenta il suo secondo album, Un giorno di sole
(esce oggi). stato un periodo difficile, ho ricevuto tante critiche... Il sole del titolo quella
luce che serve per fare chiarezza. La luce anche nella copertina: niente Photoshop, se
nascondi i tuoi difetti sei un pagliaccio, dice la vincitrice di X Factor 2012. Ho cambiato
modo di cantare. In passato cercavo la perfezione pi che lemozione. Niente cognome nel
disco: come se chiami uno che conosci, usi il nome. Dopo Mannoia e Mika non ci sono
duetti: Sono stata baciata dalla fortuna, ma dovevo cavarmela da sola.

Cera una volta la tv svizzera, ed era anche molto amata e seguita in Italia. Poi un lungo
periodo di buio. Da qualche giorno tornata, ma sul web. Collegandosi al sito
www.tvsvizzera.it si possono seguire in diretta diversi programmi. Si parte con il telegiornale
delle 12.30 per poi passare allinformazione della sera (una fascia dalle 19 alle 20.45) ,
compresi gli appuntamenti meteo. Lentamente si aggiungeranno altre trasmissioni che per il
momento si possono vedere on demand. Naturalmente rimane anche la parte testuale del
sito con le numerose rubriche, articoli, commenti, editoriali. C anche la possibilit di
condividere sui social (Facebook, Twitter, ecc) i video pi amati.

Obama? Con me balla come uno dei tanti


Paradise Royale lalbum di debutto di DJ Cassidy: voglio offrire ai giovani di oggi nuove canzoni
che hanno per lo stesso spirito della dance degli anni 70-80, una musica che aveva qualcosa di magico
Chi
Cassidy
Durango Milton
Willy Podell
nato a New
York nel 1981.
Ha iniziato
come deejay
nei club di
Manhattan: qui

lo ha notato
Puff Daddy
diventato il
deejay delle
celebrities: ha
suonato alle
nozze di Jay Z e
Beyonc e a
quello di J.Lo.
Obama
(insieme nella
foto) lo ha
voluto ai party
per i due
insediamenti
alla Casa
Bianca, ai suoi
50 anni e a
quello della first
lady Michelle

razie DJ Cassidy. Non il riconoscimento


che ci si aspetta
di sentire nel discorso di un capo di Stato. E invece il 12 agosto
2012, a un incontro di giovani
sostenitori a Chicago, il presidente degli Stati Uniti Barack
Obama si ricordato delluomo
che lo fa ballare. Cassidy Podell,
33enne newyorchese, il ragazzo che ha
fornito la colonna sonora
alle feste per
linsediamento di Obama
alla Casa Bianca nel 2009 e
nel 2012, in altre occasioni
pubbliche e ai
party per i 50
anni del presidente e per i 50 della moglie
Michelle. Mi piace ricordarli
come i momenti migliori della
mia vita, dice con una punta
dorgoglio. Obama, giura, non
impone nulla nella playlist. Mi
dice solo vai Cass (imita la voce, ndr). So che ama Flashlight dei Parliament Funkadelic
e altri pezzi, ma mi lascia libero
di selezionare ci che voglio. La
first lady invece segue i gusti
delle figli: per lei hip hop contemporaneo.
La carriera di DJ Cassidy, che
entro fine anno pubblicher il
suo album di debutto Paradise
Royale, era cominciata da ragazzino nei club di Manhattan.
L lo aveva notato Puff Daddy
che gli aveva offerto di suonare
dischi ai suoi party per i Grammy e per gli Mtv Awards. Cos il
suo nome aveva iniziato a girare
ed erano arrivate le chiamate
dei big della moda, dalla potente direttrice di Vogue Anna
Wintour a Tommy Hilfiger, e di
quelli della tv come Oprah Winfrey. E anche al matrimonio di J.
Lo. e alle nozze fra Beyonc e
Jay-Z cera lui in consolle. Nes-

Star
DJ Cassidy, 33
anni, sta per
pubblicare
Paradise
Royale: fra gli
ospiti del disco
Robin Thicke,
John Legend,
Mary J. Blige,
Nile Rodgers,
Cee-Lo, R.
Kelly, Usher,
Ne-Yo.
Racconta: A 9
anni ho chiesto
in regalo ai miei
genitori due
giradischi e un
mixer. A 10
nato
DJ Cassidy

Dopo i licenziamenti allOpera di Roma

In stato di agitazione i 14 Enti Lirici


Franceschini risponda o si dimetta
ROMA Manca solo lufficialit, ma la via sembra

Al governo
Il ministro dei
Beni Culturali
Dario
Franceschini
(55 anni)

tracciata: sar stato di agitazione in tutti i 14


Enti lirici italiani contro il licenziamento di coro
e orchestra dellOpera di Roma. Lo ha deciso il
coordinamento dei quattro principali sindacati
di categoria, che organizzeranno una
manifestazione nazionale nella capitale e
iniziative diversificate a livello locale. I sindacati
sembrano intenzionati a chiedere anche le
dimissioni del ministro della Cultura Dario
Franceschini, al quale stato chiesto un
incontro, se non sar in grado di dare
risposte. la prima replica unitaria alla mossa
clamorosa del consiglio di amministrazione
dellOpera che ha portato al licenziamento dei
182 musicisti e cantanti del teatro che intanto
incassano la solidariet delle orchestre indicate
come virtuose da Franceschini, Santa Cecilia e
Scala. Mentre anche arrivata ai sindacati la
lettera di procedura per i licenziamenti che
avvia un periodo di 75 giorni in cui molto pu
ancora accadere ieri mattina davanti
allOpera andato in scena un breve concerto
improvvisato di giovani orchestrali e coristi
precari, solidali con i colleghi pi anziani del
teatro sulle note del Va, pensiero .

sun gossip. Bocca cucita sui


dietro le quinte. Si lascia sfuggire un aneddoto. Al party per
il secondo insediamento di
Obama in bagno cerano Herbie
Hancock che faceva pip e il senatore John Kerry in fila. Non
che sia uno che salta addosso

alla gente famosa, ma mi sono


presentato: che soddisfazione
sentirli dire che mi conoscevano. Lo conoscono tutti, tanto
che in Paradise Royale ci sar
una lista di ospiti che uno si
pu permettere a fine carriera:
Robin Thicke, John Legend,

Mary J. Blige, R. Kelly (nel singolo Make the World Go


Round) prestano la voce e a
suonare c gente, a partire da
Nile Rodgers degli Chic, che ha
fatto la storia della dance di fine
anni 70-inizi 80. Non conta
dove facessi le mie serate, non
conta se il pubblico fosse bianco o nero, gay o etero quando
mettevo la musica di quellera
succedeva qualcosa di magico.
Quella dance universale. Voglio offrire ai ragazzi di oggi
nuove canzoni con quello stesso spirito.
Cappello da gondoliere (li
compra a Venezia), vestiti che si
fa fare scegliendo tagli ei tessuti (sempre qualcosa di rosa),
corona un sogno. A 9 anni ho
chiesto in regalo ai miei genitori due giradischi e un mixer. A
10 nato DJ Cassidy, ride.
stato lhip hop ad aprirgli le
porte della musica. Non avevo
la passione dello sport o dei fumetti: i padri dellhip hop come
Grandmaster Flash, Afrika
Bambaataa e DJ Kool Herc sono
stati i miei Michael Jordan e i
miei Superman. Loro hanno
creato lhip hop suonando ge-

neri diversi. E io ho capito che


la mia missione sarebbe stata
quella di andare a suonare
qualsiasi musica, ovunque e
per chiunque.
Non si sente limitato dalla
definizione di deejay delle celebrities? Jay-Z pi che un personaggio famoso il pi grande rapper di sempre. Naomi
Campbell la modella pi significativa. Su Barack Obama

Gusti
Il presidente americano
non mi impone mai brani,
la first lady invece chiede
lhip hop per le figlie
non devo neanche finire la frase... Sono icone della cultura
contemporanea, ma quando
suoni per loro devi pensare che
siano persone normali: devi
farle ballare.
Andrea Laffranchi
RIPRODUZIONE RISERVATA

Marted 7 Ottobre 2014 Corriere della Sera

44

Eventi

La guida
Due giorni di incontri
e di videosessioni
live da sei cliniche

AllAtaHotel Executive di Milano (Via Don Luigi Sturzo,


45 - zona Garibaldi) si svolge il 10 e 11 ottobre la 36
edizione di Videocatarattarefrattiva, considerato
il pi rappresentativo congresso annuale di cataratta
e chirurgia refrattiva in Italia. Il programma offre ai
congressisti letture, presentazioni di casi clinici
complessi, discussioni aperte, presentazioni scientifiche
di ricercatori e chirurghi internazionali, videosessioni
e, soprattutto, unora e mezza di chirurgia in diretta
satellitare, alta definizione e 3D da sei centri

deccellenza (Barcellona, Colonia, Praga, Milano,


Roma, Zagabria), che consentir di fare il punto sulla
situazione della chirurgia innovativa refrattiva e della
cataratta, discutendone con i pi qualificati chirurghi
europei. Per loccasione stata inoltre resa disponibile
sul sito www.camospa.it/app lapp Occhio e vista
che consente di scaricare gratuitamente tutte
le pubblicazioni sul tema del dott. Lucio Buratto,
organizzatore del convegno. Per informazioni:
tel. 02.30321413, www.medicongress.it/

Lappuntamento Un congresso internazionale a Milano mette


sotto i riflettori una scienza con un passato misterioso e tuttora
ricca di domande e curiosit. Nerone guardava i gladiatori
nellarena attraverso uno smeraldo, oggi si parla dei bisturi di luce
di Luigi Bazzoli

l miope Nerone che guarda attraverso uno smeraldo i gladiatori che combattono nel circo. Glielaveva consigliato Seneca,
che potrebbe essere chiamato il padre delle lenti da vista, anche se poi sarebbero passati molti secoli prima di arrivare
agli occhiali. E Leonardo, il supergenio. Nel 1508, negli stessi
anni in cui studiava il volo degli
uccelli e progettava le macchine
volanti, eccolo con il viso immerso ad occhi aperti in
una semisfera di vetro piena dacqua. Con quattro secoli di anticipo aveva compreso il principio
della lente a contatto: modificare
la rifrazione della cornea, sostituendola con unaltra superficie
ed eliminando cos le imperfezioni nella visione.
La storia delloculistica affascinante, divertente, ricca di sorprese pi di ogni altra branca
della medicina. E intercetta il
pensiero umano sui grandi misteri, come lorigine della luce e
quindi della visione. Incrocia le
religioni dei tempi arcaici (la luce
principio della vita e quindi
Dio, il buio assenza di vita e
quindi il nulla), ma anche medicina primordiale. I Maya, gli
Aztechi e gli Egizi ci hanno lasciato statuette che documentano ferite agli occhi e malattie come lo strabismo e lesoftalmo,
cio locchio sporgente. Poi arriv la filosofia dei Greci, che la coniugavano con la scienza: perch
vediamo, come vediamo, attraverso quale meccanismo vediamo? Se ne occuparono vip della
scienza come Pitagora, Euclide,
Epicuro e il padre della medicina, Ippocrate, e quello arabo, Avicenna. Ma, pur essendo note agli
antichi alcune parti dellorgano
della vista (la congiuntiva, liride,
il cristallino) si pensava che a
permettere la visione fossero

LOCCHIO
E LANIMA

DA SENECA A LEONARDO DA VINCI


LA STORIA DELLOCULISTICA
SI SPOSA A QUELLA DEL PENSIERO

particelle che provenivano dallesterno, e arrivavano agli occhi a


una velocit incredibile. Come in
una premonizione della fisica
moderna, verrebbe da dire.
Dopo la grande svolta dellinvenzione degli occhiali (che risale alla fine del XIII secolo), bisogna aspettare molti secoli per un
vero giro di boa nella storia delloculistica. Il grande appuntamento quello con la chirurgia,
ed quello che ci interessa di pi,
perch implica un cambiamento
radicale nellapproccio alle patologie oculari. Prendiamo la cata-

Pietre miliari
Dopo la svolta degli
occhiali alla fine del XIII
secolo, la rivoluzione
arriva con la chirurgia

ratta. Se torniamo indietro nella


storia, vediamo che lintervento
veniva effettuato anche nellantichit, ma si basava su presupposti errati, e il pi delle volte falliva
lobiettivo di ripristinare la visione. Si credeva, infatti, e si creduto fino allet moderna, che
sullocchio scendesse una specie
di velo, come lacqua che precipita dal dislivello di un fiume. Ancora adesso si dice, popolarmente, Mi scesa la cataratta. Non
cos. La cataratta unaffezione
tipica dellinvecchiamento (colpisce in genere due persone su
tre dopo i 70 anni) ed una malattia del cristallino, che perde la
sua naturale trasparenza e diventa progressivamente opaco.
Uninchiesta realizzata dalla pi
diffusa rivista scientifica di oculistica, Ocular Surgery News, riporta la previsione dei 50 specia-

RIPRODUZIONE RISERVATA

In diretta e via satellite


il meglio contro la cataratta

Deus ex machina
A sinistra,
Lucio Buratto,
organizzatore
del convegno
milanese e
fondatore
del Centro
Ambrosiano
Oftalmico
di Milano.
Durante la sua
attivit ha
inventato circa
160 strumenti
chirurgici

Buratto e il team mondiale che anticipa il futuro da 36 anni


di Marcello Parilli

el suo curriculum ci sono oltre trentamila


interventi di cataratta e chirurgia refrattiva, ma Lucio Buratto, fondatore del pionieristico Centro Ambrosiano Oftalmico
di Milano e organizzatore delle 36 edizioni del convegno internazionale Videocatarattarefrattiva, a
70 anni opera ancora con piacere: Ogni paziente
diverso, ogni intervento stimolante. E poi poter aiutare le persone, migliorare la loro vista e quindi la
loro vita, una cosa affascinante. Vedere il loro sorriso il giorno dopo d unenorme soddisfazione.
No, nessuna routine, ho ancora voglia di fare cose
professionalmente belle.
Videocatarattarefrattiva sempre stato un convegno con una regola ben precisa: solo chirurghi
internazionali, in loco o in videoconferenza, per
trasmettere ai colleghi italiani esperienze di livello
altissimo restando, grazie alle tecnologie pi avanzate, a casa propria: durante il convegno si opera in
diretta via satellite e si condividono esperienze con
laiuto dellalta definizione e del 3D. Io non sono

linventore della live surgery, ma certamente ne sono stato il promotore pi appassionato dice Buratto . Negli anni 90 facevo corsi in diretta una
settimana s e una no dove insegnavamo ai giovani
ad operare su occhi enucleati di suini e conigli per
imparare, acquisire manualit ed esperienza. Da l
nata una scuola che ancora oggi mantiene la nostra
chirurgia al livello di quelle di Germania, Stati Uniti
e Australia. Certo, come sempre da noi mancano i
mezzi: certi ospedali sono poco attrezzati, le universit sono carenti nellinsegnamento, le nuove
tecnologie arrivano lentamente e non dappertutto.
Per i nostri chirurghi rimangono tra i migliori.
La tecnologia si perfeziona a fronte di sfide sempre
pi complesse, dato che oggi le malattie agli occhi
sono in crescita preoccupante (gli italiani con un

Lorgoglio
Operazioni e scambi di esperienze
con laiuto di alta definizione e 3 D.
La nostra chirurgia oftalmica al
livello di Germania, Usa e Australia

Sguardi
A destra,
Tommaso
da Modena
Ritratto
di Ugone
di Provenza
(1352). Sotto,
vetrina di un
ottico, Parigi
1936 (foto di
Herbert List, al
quale dedicata
una mostra a
Palazzo delle
Stelline, Milano)

listi pi rappresentativi nel mondo. Si va verso una pandemia di


cataratta nei prossimi 20-30 anni. Solo in Italia ogni anno 500
mila persone devono farsi togliere la cataratta.
Fortunatamente, la chirurgia
della cataratta ha fatto passi da
gigante. Per misurare i progressi
realizzati basta pensare che fino
a trentanni fa le tecniche per
asportare il cristallino opacizzato
si basavano su una strumentazione fatta di coltellini, bisturi affilati ma sempre lame, aghi, siringhe aspiratrici, gli stessi che usavano gli oculisti di un tempo e
che erano ambulanti che prestavano la loro opera per strada. Fino al 1970-80, lintervento di cataratta consisteva semplicemente
nellestrarre il cristallino, prescrivere lenti molto spesse che compensavano il difetto dovuto alla
asportazione di una lente biologica quale il cristallino. Una prima svolta arriv grazie allinserimento di un cristallino artificiale, cio la lente intraoculare (Iol)
che rende al paziente non solo la
vista che stava perdendo, ma a
cui vengono anche tolti difetti
come la miopia. Il primo intervento di questo tipo, nel 1949 in
Inghilterra, ma la tecnica stata
impiegata saltuariamente. Ed
stato solo tre anni fa che fu presentato il laser a femtosecondi.
una tecnica innovativa (siamo
nel campo nelle nanotecnologie,
e la strumentazione opera con
impulsi laser della durata del miliardesimo di secondo), che con
precisione assoluta esegue prima la piccola incisione per accedere alla cataratta, e poi la frammenta. in pratica un bisturi di
luce, che in Europa occidentale
stato introdotto per primo dal
Centro ambrosiano oftalmico diretto dal dottor Lucio Buratto.
Non un punto darrivo: si migliorer ancora per dare la luce,
connessione indispensabile tra
lio psichico e lambiente esterno.

difetto visivo sono poco meno di 20 milioni). Uno


dei fattori determinanti dellaumento delle patologie lallungarsi della vita umana. Poi ci sono linquinamento, laria asciutta e riciclata dellonnipresente aria condizionata e certe carenze o squilibri
alimentari. Ma soprattutto gli occhi sono sottoposti
a uno stress maggiore spiega Buratto . Nellarco della giornata sono impegnati pi a lungo e in
maniera molto pi intensa rispetto al passato. Col
tempo, prima con la carta stampata, poi con tablet
e telefonini, locchio ha cominciato a lavorare sempre pi su distanze ravvicinate rispetto a quelle per
le quali strutturato, con conseguenze prevedibili.
Altro punto caldo, la difficolt della nostra sanit a
coprire la richiesta (e le spese) di operazioni troppo
sofisticate. Se un paziente non si accontenta dellintervento-base, ma vuole usufruire degli ultimi
ritrovati della tecnica, deve rivolgersi a una struttu-

ra privata e pagarsi completamente loperazione.


Sarebbe una buona cosa se la sanit pubblica erogasse comunque il suo contributo alleviando
lesborso a chi coprir il resto della cifra di tasca
sua. Diminuirebbero le liste di attesa e lo Stato risparmierebbe su personale, organizzazione, amministrazione delegando a chi ha strutture operative e amministrative pi leggere. Da parte sua, il paziente spenderebbe qualcosa di pi, ma poi risparmierebbe sugli occhiali e guadagnerebbe in qualit
della vita.
Resta un dubbio: arriveremo mai a un mondo senza
occhiali? Ne sono convinto, anche se ci vorr ancora qualche anno conclude Lucio Buratto .
Ma credetemi, non una questione estetica, una
necessit di chi vuole finalmente liberarsi, e sono
sempre di pi, di una vera e propria protesi che pesa su naso e orecchie e disturba il campo visivo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Marted 7 Ottobre 2014

La storia
Lintervento sbagliato
che danneggi
Francesco dAssisi

EVENTI
San Francesco dAssisi (1182-1226, nella foto un ritratto del santo del 1200 circa, il pi
antico che si conosca, custodito nel Sacro Speco di Subiaco) soffriva di una grave malattia
agli occhi, contratta durante un viaggio in Egitto. Aveva copiose e brucianti secrezioni, che
arrivarono a danneggiargli gravemente la vista. Nei Fioretti si legge dei tentativi di cura:
Sendo una volta santo Francesco gravemente infermo degli occhi, messere Ugolino,
cardinale protettore dellOrdine, per grande tenerezza chavea di lui, s gli iscrisse chegli
andasse a lui a Rieti doverano ottimi medici docchi. E fu dunque a Fontecolombo, presso
Rieti, che il medico sottopose il santo a una durissima cauterizzazione, utilizzando un ferro
rovente, delle vene dallorecchio al sopracciglio, tentando di arginare le secrezioni. Purtroppo
lintervento (pi che altro una tortura) non solo non lo guar, ma peggior la situazione.

Scarica
lapp
Eventi

Eventi

45

Informazione, approfondimenti,
gallery fotografiche e la mappa
degli appuntamenti pi
importanti in Italia.
disponibile sullApp Store
di Apple la nuova applicazione
culturale del Corriere della
Sera Eventi.
gratis per 7 giorni.

Punti di vista
Omaggio agli occhiali
(non siamo Superman)
di Luigi Ripamonti

iopia, astigmatismo, presbiopia,


cataratta (anche in combinazione),
laser al femtosecondi: la chirurgia
oculare, e quella refrattiva in particolare,
hanno fatto passi da gigante negli ultimi
anni. Tanto da dare ormai la sensazione
che tutto sia possibile, o quasi. E siccome il
diavolo si nasconde nei dettagli cerchiamolo
in quel quasi, per non avere brutte
sorprese e trovarci con pentole senza
coperchio. Il quasi non da ascrivere
a incapacit dei chirurghi (basta scegliere
quelli pi bravi e aggiornati) o in promesse
false, bens alle attese di chi si opera. Almeno
in certi casi, per esempio quello della
chirurgia refrattiva delle presbiopia, un
ottimo risultato chirurgico non deve illudere
che terminata loperazione si possa avere
sempre e comunque una vista che pu
competere con quella focale macro di una
reflex professionale. Cos come chi si
sottopone a cataratta anticipata con
inserimento di lentina correttiva deve essere
consapevole che potrebbe sentirsi chiedere se
preferisce privilegiare il fuoco da vicino o
da lontano. Il quasi va poi cercato anche
nelle indicazioni. Non tutti e sempre sono
candidati ideali per qualsiasi intervento
chirurgico, e questo vale per la chirurgia
refrattiva come per qualsiasi altra terapia.
Quindi, prima di dare la colpa al chirurgo se
il risultato non quello desiderato e se la
vista da Superman rimane un sogno,
chiediamoci se davvero questi interventi
fanno al caso nostro, fisicamente e anche
psicologicamente. Anche perch, dopo una
vita con gli occhiali, potrebbe essere magari
un po triste separarsene. In fondo quei due
vetri sul naso per molti fanno parte della
carta didentit, sono diventati un tratto
distintivo, un modo per far riconoscere il
proprio gusto e le proprie inclinazioni.
Insomma, non sempre e necessariamente
una tragedia continuare a portarli, tanto pi
che ormai sono diventati uno dei codici
per essere alla moda, oppure, al contrario,
per segnare la propria distanza dai gusti
correnti e argomentare, con montature dal
taglio volutamente tradizionale, o
ricercatamente vintage, che si possiedono
personalit e indipendenza di pensiero.
Senza essere per forza stravaganti.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Lintervista

di Adriana Bazzi

avigando in Internet ci
si imbatte in uno Zoltan Nagy fotografo e fotoreporter ungherese,
nato a Budapest nel 1943, che vive in Italia, fra Roma e Torino.
Ma non il nostro. Poi c un secondo Zoltan Nagy, baritono di
una certa notoriet, che per
rumeno. E c anche un calciatore, che porta lo stesso nome,
nelle file della squadra di Debrecen (Ungheria). Il quarto,
Zoltan Tsolt Nagy, di nazionalit ungherese, fa un altro mestiere ed quello che ci interessa: un oculista di fama mondiale. Lui, che attualmente capo del Dipartimento di
Oftalmologia alla Semmelweis
University di Budapest, stato il
primo a utilizzare il laser a
femtosecondi nella chirurgia
della cataratta.
Dottor Zoltan, quali sono le
pi importanti innovazioni in
oftalmologia negli ultimi 30
anni?

Quel laser rivoluzionario ci apre nuovi orizzonti


Zoltan Nagy, pioniere della tipologia a femtosecondi: servir anche per la chirurgia del glaucoma
Direi le lenti a contatto, inventate dagli ungheresi fin dagli
anni 40, per correggere la miopia. Poi il perfezionamento delle tecniche chirurgiche per la
cataratta: prima si estraeva il
cristallino in toto (la cataratta
una malattia che colpisce il cristallino, una lente che sta allinterno del bulbo oculare, lo rende opaco e impedisce la visione,
ndr) con un grande trauma per
locchio. Poi loftalmologo americano Charles Kelman ha inventato la facoemulsificazione.
Con questa tecnica, basata su
ultrasuoni capaci di frantumare
il cristallino, si cominciato a
ridurre la dimensione dellincisione. Parallelamente sono state messe a punto lenti intraoculari, da inserire nellocchio per
ripristinare le funzioni del cristallino, grazie alle osservazioni
di sir Harold Ridley. Questo ricercatore inglese aveva scoperto
che i piloti della Seconda guerra
mondiale, colpiti da schegge di

Ungherese
Zoltan Nagy
oculista alla
Semmelweis
University di
Budapest. Ha
operato, nella
sua carriera, pi
di 30 mila occhi
e per primo ha
usato il
femtolaser
nella cataratta

vetro nellocchio, non presentavano alcuna reazione negativa.


Quali sono stati i progressi
della chirurgia refrattiva (
una chirurgia che interviene
sulla cornea e sul cristallino e
corregge i vizi dovuti a un difetto di focalizzazione delle
immagini sulla retina, ndr)?
Dagli anni Novanta questa
chirurgia (che ha potuto contare su un particolare tipo di laser
chiamato a eccimeri: il laser
un fascio di luce che funziona
come un bisturi) ha guadagnato
sempre pi terreno e, grazie a
questa tecnologia, la capacit
visiva di milioni di persone
completamente cambiata. Oggi
molte condizioni legate a disordini della rifrazione, come la
miopia, lipermetropia e lastigmatismo possono essere corretti.
E il laser a femtosecondi che
lei per primo ha usato nella
chirurgia della cataratta?
Quali sono i suoi sviluppi fu-

turi (Il laser si chiama cos


perch la durata dellimpulso
del raggio infinitesimamente piccolo: uguale a 10-15
femtosecondi che equivalgono a un milionesimo di miliardesimo di secondo, ndr)?
Questo tipo di laser permette di eseguire lintervento di cataratta con una estrema precisione (venti volte superiore a
quella della mano delluomo)
con traumi ridottissimi per i
tessuti oculari. La tecnica interessante, pu essere usata anche per interventi sulla cornea
e, in futuro, per la chirurgia del
glaucoma. Ed promettente anche nei bambini. Non pu, co-

La raccomandazione
La miopia aumenter.
Occorre insegnare
come convivere con
le nuove tecnologie

munque, prescindere da un
bravo chirurgo! C, per, un
problema: i costi. Ma si spera
che potranno essere ridotti nel
prossimo futuro in modo che
sempre pi pazienti possano
accedere a questi trattamenti.
Secondo lei le nuove abitudini di vita legate alle tecnologie possono modificare le capacit visive?
Luso di computer, smartphone e tablet richiedono
unacuit visiva da vicino. Mi
aspetto un aumento della miopia perch i ragazzi che cominciano a usare il computer in giovanissima et si abituano, appunto, a guardare a brevi distanze. E luso di questi
dispositivi pu provocare unaltra condizione: la sindrome dellocchio secco. Che pu portare
a un abuso di colliri. Occorre allora insegnare alle persone come convivere con le nuove tecnologie.
RIPRODUZIONE RISERVATA

La vicenda
In Europa
almeno il 25
per cento delle
persone
presenta difetti
della vista che
avrebbero
bisogno di una
correzione. In
Asia la
percentuale
arriva al 75 per
cento. La
chirurgia
refrattiva pu
cambiare la
loro qualit di
vita

46

Marted 7 Ottobre 2014 Corriere della Sera

Corriere della Sera Marted 7 Ottobre 2014

47

Risponde Sergio Romano

LA GUERRA CONTRO LISIS


DUE CRITERI DI GIUDIZIO

Caro Romano, lei ha spiegato a


una lettrice del Corriere come
fece Schrder nel 1998 a
raddrizzare leconomia
tedesca: inser una ventata di
liberalismo in una economia
troppo spostata a sinistra. In
Italia ci vorrebbe la stessa cosa
e Renzi potrebbe essere lo
Schrder della nostra
situazione! Per, a fronte del
salvataggio del Paese ci fu la
sconfitta di Schrder alle
elezioni seguenti, segno che al
suo elettorato il salvataggio
era stato ottenuto a un prezzo
(per loro) troppo alto. Lei che
cosa dice? Se la sentir Renzi
di seguire lillustre
predecessore o preferir
sacrificare il Paese al suo
elettorato pi retrivo
continuando con gli annunci di
riforme liberali senza i fatti?
Fabrizio Logli, Milano
Nel suo discorso al Senato
del 16 settembre, Renzi ha detto
che accetterebbe volentieri una
sconfitta elettorale se fosse dovuta alla realizzazione del suo
programma riformatore.

TFR IN BUSTA PAGA / 1


Da formiche a cicale

Di fronte al fenomeno dei combattenti islamici


noi europei sembriamo quasi vergognarci della
nostra identit. Se la gente non rientrer da
questo buonismo, ci aspetter un futuro di
sudditanza e oblio culturale. Bisogna tendere la
mano al mondo islamico, combattendo fanatismi
e diffidenze, senza per dimenticare ci che ha
detto Oriana Fallaci, profeta inascoltato,
mettendoci in guardia contro il terrorismo
islamista praticato da ristretti gruppi di
fondamentalisti. Chiss che non dovremo, anche
se tardivamente, darle ragione.
Mario Pulimanti
m.pulimanti@politiche agricole.it

Le lettere firmate con


nome, cognome e
citt, vanno inviate a
Lettere al Corriere
Corriere della Sera
via Solferino, 28
20121 Milano
Fax: 02-62827579

lettere@corriere.it
www.corriere.it
sromano@rcs.it

Caro Pulimanti,
ccorre combattere lIsis con fermezza. Ma
vi sono due modi per giudicarne limportanza. Il primo quello di considerarlo
una naturale patologia dellIslam, un vecchio nemico che assume vesti nuove, a seconda
dei tempi e delle circostanze, per meglio attentare
allesistenza della societ occidentale e dei suoi
valori.
Il secondo quello di trattarlo come un fenomeno storico, un evento di cui opportuno, per
meglio combatterlo, conoscere le cause lontane e
vicine. Mentre il primo modo nasconde spesso un
pregiudizio razziale verso lintero mondo da cui
proviene e finisce inevitabilmente per trasformare la resistenza occidentale in una mobilitazione
sociale e culturale che evoca latmosfera delle crociate, il secondo permette di mettere a punto le
strategie migliori. Per chi adotta il secondo metodo, lidea di un nuovo califfato, da costruire con il
sangue di coloro che non sono disposti a favorirne
lavvento, il prodotto di due fenomeni storici.
Il primo il fallimento degli Stati pi o meno
laici nati nel grande spazio arabo dopo il collo dellImpero ottomano e la fine dellera coloniale. Le
grandi rivolte arabe del 2011 hanno abbattuto regi-

O
La tua
opinione su

sonar.corriere.it
Il soprano
Diana Damrau:
Web e YouTube
aprono molte
strade alla
lirica, ma
lopera va vista
a teatro.
Giusto?

SUL WEB

Sulleventualit di inserire il
Tfr in busta paga sarebbe
opportuno considerare che si
trasformerebbe un risparmio
forzoso in denaro spendibile
immediatamente. Anche se in
momenti di crisi questo pu
essere considerato positivo,
bisognerebbe riflettere se sia
saggio trasformare forzose
formiche in probabili cicale.
Giorgio Tescari, Milano

Risposte
alle 19 di ieri

TFR IN BUSTA PAGA /2


Rischio di eliminazione?

di oggi

Secondo me, il Tfr un prestito


forzoso del lavoratore al suo
datore di lavoro a interesse e
rivalutazione agevolati di cui
non godono le aziende negli
altri Paesi europei. Ho paura
che, prima o poi, la Ue

di Dacia Maraini

Lincuria verso gli animali


che rovina il mondo

LETTERE
AL CORRIERE

RIFORME
Limpegno di Renzi

Il sale sulla coda

77%

intervenga e ci obblighi a
eliminare la liquidazione!
Mario Scarbocci

23%

San Donato Milanese

No

GOVERNO
La domanda Sogni irrealizzabili
Il ministro
dellInterno
Angelino
Alfano: il Tfr in
busta paga su
base
volontaria.
Siete daccordo
anche voi?

Operando in una azienda


multinazionale, mi hanno
insegnato che gli obiettivi
devono essere sempre aderenti
alla realt. I sogni non sono
contemplati. Al contrario i
nostri governanti persistono
nel proporli e regolarmente
non li raggiungono. Cos i
problemi rimangono e diventa

mi pseudo-democratici, governati da lite corrotte che si erano arricchite a spese dei loro cittadini
e avevano incarcerato o soppresso i loro oppositori. Ma i giovani ribelli del Cairo, Tunisi, Tripoli e
Damasco non avevano quadri politici, un progetto, una realistica idea del futuro. Hanno creato un
vuoto istituzionale, ma non sono stati in grado di
riempirlo e hanno involontariamente aperto la
strada a quei gruppi islamici, come la Fratellanza
musulmana, che erano stati a lungo la sola opposizione al regime. Per qualche tempo abbiamo
sperato che lesercizio del potere avrebbe reso la
Fratellanza accorta e responsabile. Ma quanto pi
si dimostrava incapace di gestire il potere, tanto
pi rapidamente veniva progressivamente scavalcata dalle componenti pi radicali e minacciose
del fronte musulmano: salafiti, wahabiti, veterani
della guerra civile algerina dopo le elezioni bruscamente interrotte del 1991, seguaci di Osama bin
Laden e del suo luogotenente Ayman Al Zawahiri.
Ma il loro numero non sarebbe cresciuto con tanta rapidit se non vi fossero stati due campi di battaglia, in Siria e in Iraq, in cui reclutare adepti e volontari. Il grande problema di ogni gruppo rivoluzionario, quando decide di ricorrere alle armi, il
reclutamento, indispensabile per sostituire i morti ed estendere il raggio dazione del movimento.
Le guerre di George W. Bush e quella del presidente siriano Bashar Al Assad contro i suoi connazionali sono state, in questa prospettiva, un prezioso vivaio di combattenti.
Quanto alle profezie di Oriana Fallaci, caro Pulimanti, credo che vadano lette come gli efficaci
sfoghi letterari di una scrittrice appassionata, capace di cogliere gli umori della pubblica opinione
e di sintonizzarsi con i sentimenti popolari. Sarebbe ingiusto non riconoscere i suoi meriti di
giornalista impegnata e combattiva. Sarebbe imprudente attribuirle le caratteristiche che sono
proprie di un osservatore politico.
RIPRODUZIONE RISERVATA

pi arduo affrontarli. Ma i
governanti hanno un enorme
vantaggio rispetto ai dirigenti
di una azienda privata: non ne
pagano le conseguenze.
Mauro Lanzavecchia, Torino

in merito agli arbitraggi negli


stadi di calcio!
Adriano Jacini, Erbusco (Bs)

PARLAMENTO
Interpellanze sul calcio

sempre pi arduo avere in


banca pezzature da 10 o 20
dollari statunitensi. Ma se si
avesse la necessit di recarci in
Paesi dove banconote di taglio
superiore venissero accettate
solo con molta difficolt, come
ci si dovrebbe regolare?
Contattare direttamente la
Federal Reserve americana?
Carlo Radollovich, Milano

Sono allibito: in Parlamento


qualcuno, anzich pensare alla
drammatica situazione della
maggior parte degli italiani in
buona parte imputabile al
dilettantismo politico di alcuni
nostri rappresentanti, si
preoccupa di fare interpellanze

DI PICCOLO TAGLIO
Banconote americane

ado spesso a trovare il vecchio orso


Sandrino, chiamato cos in onore
di Pertini che venne a visitare il
Parco quando lanimale fu trovato ferito e ora
vive in un recinto al Centro di Villa
Vallelonga, mi scrive uninsegnante di
Avezzano, addolorata per il modo in cui
tenuto il vecchio orso con le zampe
indolenzite per lartrosi e i medici del parco
che non lo degnano di una cura. Ho scritto
al direttore del parco il 16 settembre, e non
ho ricevuto risposta. Ma linsegnante non si
limita a un atto di piet. Mi descrive anche un
quadro allarmante del rapporto fra orsi e
abitanti del Parco nazionale di Abruzzo
Molise e Lazio: Orsi rinvenuti morti dal 1971
al 2013: 97. Di cui 2 decessi per cause
naturali, 37 decessi per cause ignote. Gli altri
sono morti per opera delluomo: armi da
fuoco, avvelenamento, investimento, laccitrappola. Percentuale di orsi rinvenuti morti:
2,5 allanno (dati pubblicati sul sito del Parco
nazionale). La cronaca racconta che gli orsi
marsicani ammazzati nel 2014 sono 4, di cui
lultimo quello ucciso a fucilate il 12
settembre a Pettorano sul Gizio. In agosto
vicino a Sperone stata trovata una giovane
femmina morta di tubercolosi bovina:
malattia importata dai bovini provenienti da
fuori regione e ospitati nel Parco per il
pascolo. Inutile sottolineare che gli animali
che entrano nel Parco dovrebbero essere
controllati. Attualmente sono presenti nel
territorio del Parco circa 40 esemplari. Ma
quanto potranno resistere con questo ritmo
di intolleranza?. Sembra incredibile che
non si capisca limportanza di proteggere una
specie in estinzione. Lorso, fra i pi antichi e
grossi mammiferi selvatici, sta scomparendo
nel disinteresse generale. Sicuri di essere i
padroni del mondo, convinti di avere il
diritto di sfruttare qualsiasi essere vivente, gli
uomini si accaniscono a predare, scacciando
dal loro ambiente migliaia di specie in
estinzione, mentre non smettono di
inquinarne e distruggere il territorio.
Larroganza umana non ha limiti. Gli
animali? Se servono, bene, se non sono utili,
che spariscano! Ma il mondo vive di un
equilibrio a cui partecipano anche gli
animali. Le api per esempio, di cui si paventa
lestinzione per via dei pesticidi, sono
fondamentali per limpollinazione delle
piante. E cos tanti animali selvatici essenziali
per lequilibrio dellecosistema. Se non
impariamo a rispettare animali e ambiente,
finiremo tristi e malati, forniti di centomila
inutili aggeggi tecnologici che si trasformano
in vuoti a perdere, soli e disperati, dentro un
mare di immondizia.
RIPRODUZIONE RISERVATA

INTERVENTI E REPLICHE
La legge anti cemento
Non nascondiamo un certo stupore nel leggere il
titolo dellarticolo Contrasti tra Galletti e Martina.
Ferma la legge anti cemento (Corriere di ieri).
Scriviamo insieme per sottolineare che il problema
del contenimento del consumo del suolo in Italia
non materia su cui divedersi e, anzi, che vede
unito il governo sulla necessit di intervenire. Come
ricordato da Sergio Rizzo nel suo articolo, i dati sulla
cementificazione nel nostro Paese non lasciano
spazio a dubbi o interpretazioni. Proprio per questo
va chiarito che non c nessun contrasto tra di noi,
cos come non ci sono conflitti di attribuzione di
poteri tra i ministeri dellAmbiente e delle Politiche

agricole. Ribadiamo invece lurgenza di una legge


che contrasti il fenomeno e che avvii un percorso
che lItalia aspetta da troppo tempo. Il nostro
obiettivo che entro lanno si approvi il disegno di
legge in materia, su cui ora in corso il confronto e
lesame delle Commissioni Ambiente e Agricoltura
alla Camera. Siamo certi che i parlamentari
sapranno raccogliere anche gli stimoli posti da
Rizzo nei suoi articoli. Da parte nostra confermiamo
la pi ampia collaborazione e disponibilit per fare
un salto di qualit, stringere su un testo e arrivare
alla definitiva approvazione quanto prima, senza
dimenticare il rispetto dovuto alle competenze del
Parlamento. Abbiamo davanti un grande lavoro da
2014 RCS MEDIAGROUP S.P.A. DIVISIONE QUOTIDIANI

FONDATO NEL 1876


CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
DIRETTORE RESPONSABILE

PRESIDENTE Angelo Provasoli

Ferruccio de Bortoli

VICE PRESIDENTE Roland Berger

CONDIRETTORE

AMMINISTRATORE DELEGATO Pietro Scott Jovane

Luciano Fontana
VICEDIRETTORI

Antonio Macaluso
Daniele Manca
Giangiacomo Schiavi
Barbara Stefanelli

CONSIGLIERI

Fulvio Conti, Teresa Cremisi, Luca Garavoglia,


Attilio Guarneri, Piergaetano Marchetti,
Laura Mengoni
DIRETTORE GENERALE DIVISIONE MEDIA

Alessandro Bompieri

Sede legale: Via Angelo Rizzoli, 8 - Milano


Registrazione Tribunale di Milano n. 5825 del 3 febbraio 1962
Responsabile del trattamento dei dati (D. Lgs. 196/2003): Ferruccio de Bortoli
privacy.corsera@rcs.it - fax 02-6205.8011
COPYRIGHT RCS MEDIAGROUP S.P.A. DIVISIONE QUOTIDIANI
Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo quotidiano pu essere
riprodotta con mezzi grafici, meccanici, elettronici o digitali. Ogni violazione
sar perseguita a norma di legge.
DIREZIONE, REDAZIONE E TIPOGRAFIA 20121 Milano - Via Solferino, 28 Tel. 02-62821
DISTRIBUZIONE m-dis Distribuzione Media S.p.A.
Via Cazzaniga, 19 - 20132 Milano - Tel. 02-2582.1 - Fax 02-2582.5306
PUBBLICIT
RCS MediaGroup S.p.A. Divisione Pubblicit
Via Rizzoli, 8 - 20132 Milano - Tel. 02-25846543 - www.rcspubblicita.it

fare su due fronti prioritari: tutelare lagricoltura e


lavorare per la sicurezza del nostro territorio. Molto
spesso questo binomio si rafforza a vicenda, perch
la buona agricoltura gi una chiave di sicurezza
fondamentale per la cura delle nostre zone rurali.
Gli ultimi episodi alluvionali hanno ulteriormente
confermato come sia necessario intervenire
profondamente e diffusamente sul territorio. Da
parte del governo questo impegno iniziato, anche
attraverso politiche di stimolo alla crescita del
settore agricolo e al rispetto dellambiente, come
avvenuto ad esempio con i provvedimenti della
Legge Competitivit approvata ad agosto. Siamo
convinti che la bellezza, il patrimonio paesaggistico

e naturalistico del Paese siano valori da difendere


con ogni strumento possibile e su questi principi
continueremo a indirizzare la nostra azione
allinterno del Governo. Quanto a contrasti e
polemiche, quelle s sono perdite di tempo che
lItalia non pu pi permettersi.
Maurizio Martina, ministro Politiche agricole
Gian Luca Galletti, ministro dellAmbiente
Al pari dei ministri Martina e Galletti non riesco a
nascondere il mio stupore: ma per il fatto che una
legge ritenuta anche da loro urgente sia da mesi
impantanata in Parlamento. Senza che nemmeno
questa cortese lettera ci faccia capire perch.(s.riz.)

EDIZIONI TELETRASMESSE: RCS Produzioni Milano S.p.A. 20060 Pessano con Bornago - Via R. Luxemburg - Tel. 02-95.74.35.85 RCS Produzioni S.p.A. 00169 Roma Via Ciamarra 351/353 - Tel. 06-68.82.8917 RCS Produzioni Padova S.p.A. 35100 Padova - Corso Stati Uniti 23 - Tel. 049-87.00.073 Tipografia SEDIT Servizi Editoriali S.r.l.
70026 Modugno (Ba) - Via delle Orchidee, 1 Z.I. - Tel. 080-58.57.439 Societ Tipografica Siciliana S.p.A. 95030 Catania - Strada 5 n. 35 - Tel. 095-59.13.03 LUnione Sarda
S.p.A. Centro stampa 09034 Elmas (Ca) - Via Omodeo, 5 - Tel. 070-60.131 BEA printing sprl 16 rue du Bosquet - 1400 Nivelles - Belgium Speedimpex USA, Inc. 38-38 9th
Street Long Island City - NY 11101 - USA CTC Coslada Avenida de Alemania, 12 - 28820
Coslada (Madrid) - Spagna La Nacin Bouchard 557 - 1106 Buenos Aires - Argentina
Miller Distributor Limited Miller House, Airport Way, Tarxien Road Luqa LQA 1814 Malta Hellenic Distribution Agency (CY) Ltd 208 Ioanni Kranidioti Avenue, Latsia 1300 Nicosia - Cyprus FPS Fernost Presse Service Co. Ltd 44/10 Soi Sukhumvit, 62
Sukhumvit Road, Bang Chark, Phrakhanong - Bangkok 10260 - Thailandia

Corsera + IoDonna + Cor. Como 1,20 + 0,50 + 0,20. In Campania, Puglia, Matera e
prov., non acquistabili separati: lun. Corsera + CorrierEconomia del CorMez. 0,93 +
0,47; m/m/g/d Corsera + CorMez. 0,93 + 0,47; ven. Corsera + Sette + CorMez. 0,93
+ 0,50 + 0,47; sab. Corsera + IoDonna + CorMez. 0,93 + 0,50 + 0,47. In Veneto,
non acquistabili separati: m/m/g/d Corsera + CorVen. 0,93 + 0,47; ven. Corsera +
Sette + CorVen. 0,93 + 0,50 + 0,47; sab. Corsera + IoDonna + CorVen. 0,93 + 0,50
+ 0,47. In Trentino Alto Adige, non acquistabili separati: m/m/g/d Corsera + CorTrent. o CorAltoAd. 0,93 + 0,47; ven. Corsera + Sette + CorTrent. o CorAltoAd. 0,93
+ 0,50 + 0,47; sab. Corsera + IoDonna + CorTrent. o CorAltoAd. 0,93 + 0,50 +
0,47. A Bologna e prov. non acquistabili separati: m/m/g/d Corsera + CorBo 0,62 +
0,78; ven. Corsera + Sette + CorBo 0,62 + 0,50 + 0,78; sab. Corsera + Io Donna +
CorBo 0,62 + 0,50 + 0,78. A Firenze e prov. non acquistabili separati: l/m/m/g/d
Corsera + CorFi 0,62 + 0,78; ven. Corsera + Sette + CorFi 0,62 + 0,50 + 0,78; sab.
Corsera + Io Donna + CorFi 0,62 + 0,50 + 0,78.

PREZZI: *Non acquistabili separati, il venerd Corriere della Sera + Sette 1,90 (Corriere
1,40 + Sette 0,50); il sabato Corriere della Sera + IoDonna 1,90 (Corriere 1,40 +
IoDonna 0,50). A Como e prov., non acquistabili separati: m/m/g/d Corsera + Cor.
Como 1,20 + 0,20; ven. Corsera + Sette + Cor. Como 1,20 + 0,50 + 0,20; sab.

La tiratura di luned 6 ottobre stata di 374.363 copie

PREZZI DI VENDITA ALLESTERO: Albania 2,20; Argentina $ 13,50 (recargo envio al interior $ 1,00); Austria 2,20; Belgio 2,20; Canada CAD
3,50; CH Fr. 3,00; CH Tic. Fr. 3,00(quando pubblicato con Style Magazine Fr. 3,50); Cipro 2,20; Croazia Hrk 17; CZ Czk. 64; Francia 2,20;
Germania 2,20; Grecia 2,50; Irlanda 2,20; Lux 2,20; Malta 2,20; Monaco P. 2,20; Olanda 2,20; Portogallo/Isole 2,50; SK Slov. 2,20;

ISSN 1120-4982 - Certificato ADS n. 7682 del 18-12-2013

Slovenia 2,20; Spagna/Isole 2,50; Hong Kong HK$ 45; Thailandia THB 190; UK Lg. 1,80; Ungheria Huf. 700; U.S.A. USD 5,00.
ABBONAMENTI: Per informazioni sugli abbonamenti nazionali e per lestero tel. 0039-02-63.79.85.20 fax 02-62.82.81.41 (per gli Stati Uniti tel.
001-718-3610815 fax 001-718-3610815). ARRETRATI: Tel. 02-99.04.99.70. SERVIZIO CLIENTI: 02-63797510 (prodotti collaterali e promozioni).

* Con Sette 2,90; con Io Donna 2,90; con Style Magazine 3,40; con Living: abbinamento obbligatorio (Corriere 1,30 + Living 0,10); con La matematica come un romanzo 9,30; con Faccio il prete, mi piace 7,30; con Mila e Shiro 11,39; con Tutto Pratt 12,39; con La Tasi e le nuove tasse sulla casa 7,30; con Le grandi storie Disney 9,39; con Grandangolo 7,30; con Lettere d'amore 8,30; con Agatha Christie 8,30; con La Garzantina
della matematica 14,30; con La bilbioteca della Grande guerra 11,30; con Alda Merini 8,30; con Skylander 11,30; con Diabolik. Nero su nero 8,39; con Le forme della vita 14,30; con Geronimo Stilton. Viaggio nel tempo 8,30; con Tiziano Terzani 10,30; con I capolavori dellArte 7,30; con Ufo Robot 11,39; con James Bond collection 11,39; con Scrivi Vecchioni, scrivi canzoni 11,39;con English Express 12,39

Marted 7 Ottobre 2014 Corriere della Sera

48

Sport

Il gesto

li valso unespulsione, una diffida e 5 mila euro di multa.


Ma sul violino mimato dal tecnico della Roma al 27 del
primo tempo rimasto un mistero: che voleva dire? Mille
le interpretazioni: da che sviolinata (di Rocchi alla Juve) a
sempre la stessa musica (note di Garcia, parole di Totti). In
Francia il gesto significa anche: mettiti daccordo con te stesso.
Un invito allarbitro, che contro Maicon aveva fischiato prima
una punizione, poi un rigore. Di certo, nel Pantheon dei segnali
da panchina, con le manette di Mou ora c la sinfonia di Rudi.

La sinfonia di Rudi
Mettiti daccordo
con te stesso...
di Davide Casati

Un caso politico Gli errori dellarbitro Rocchi hanno dato sfogo a interventi e interpellanze parlamentari

Tensioni I giocatori della Roma protestano con larbitro: la direzione di Rocchi ha scatenato la rabbia giallorossa e reazioni a catena, riportando Roma e Juventus alle polemiche del passato (Ansa)

Veleni, come ai vecchi tempi


Juve, Emma Agnelli allattacco
Totti s, vai a giocare altrove

Francesco Boccia
parlamentare pd

Larbitro
Rocchi ci ha
rovinato,
visto che
avremmo
vinto
lo stesso

Raffaele Fitto,
Forza Italia

Ieri dopo
il gol
di Bonucci
ho dovuto
chiamare
il mio
cardiologo

Secondo una recente ricerca, il consumo di caff verde riduce la pressione


sanguigna e la composizione del sangue. Potrebbe essere unidea adottarlo, in questi giorni frenetici in cui il paradosso che a rasserenare lambiente
deve essere Antonio Conte. Questa Juventus-Roma riporta indietro lorologio
del tempo. Tutto gi sentito, visto, scritto. Le furenti richieste sullintroduzione
della tecnologia che, come sanno tutti,
dipende dalla Fifa per cui noi contiamo
meno della zanzara spiaccicata sul vetro
dellauto. Le interrogazioni parlamentari. I pareri dei parlamentari. I dossier
sugli arbitri e i cahiers de dolances.
Siamo improvvisamente ritornati al
2005 e questo dovrebbe far riflettere: 9
anni (8 pi quello bianconero in B) di
quiete Juventus-Roma. Tanti. Se fosse
cos, dove bisogna firmare?
Rispetto al passato, la novit lesistenza di Twitter e dei social network in
genere. Il fatto curioso che ieri, fino
agli interventi in serata di Beppe Marotta e Pavel Nedved equamente divisi tra
le parrocchie televisive del digitale,
lunica voce che si levata da Torino
stata quella della signora Emma Winter
Agnelli @emmalambs che ha mandato
Francesco Totti a quella Lega: I wish
Totti would go and play in his own league. Tradotto: vorrei che Totti se ne
andasse a giocare nel suo campionato.
Linimicizia riemersa improvvisamente, ma come ha sintetizzato lautore del
(contestato) gol della vittoria, Leonardo
Bonucci, il sentimento juventino quello: Godo #finoallafineforzajuventus
#vincerelunicacosacheconta. (E poi
la foto del suo gol).
Stare sul banco degli imputati piacevole, se lo scontro diretto andato a te

e hai 3 punti in pi. Varrebbe anche a


parti capovolte. La Juventus non ha rimpianti, come testimonia Bonucci, non fa
neanche fatica ad ammettere, come Allegri, che il terzo gol era irregolare. Detto questo il tecnico se n andato in vacanza. La verit che in corso Galileo
Ferraris la partita di domenica, parlando di questioni tecniche, ha consolidato la sensazione di superiorit. Nellambiente bianconero sono quasi sollevati
della baruffa sullarbitro perch questa
sposta i riflettori dal campo alle moviole, aumentando il nervosismo dellavversario ma soprattutto impedendogli
di ragionare sui miglioramenti per rag-

La convinzione
Al di l degli episodi tra
i bianconeri la sfida di domenica
ha consolidato la sensazione
di superiorit sugli avversari
giungere Madama. Piuttosto, c preoccupazione per la ricaduta di Caceres e la
tribolata vita notturna di Vidal.
Chiamato in causa da pi parti, intervenuto anche Luciano Moggi: Ci si
sta avvicinando a quello che successo
con Calciopoli, una squadra migliore
delle altre non libera di vincere. Purtroppo siamo in Italia, non si pu essere
pi bravi degli altri. Larbitro ha sbagliato, ma ha fatto errori millimetrici. Allora cosa dovremmo dire di Pjanic e Gervinho che hanno fallito davanti a Buffon? Erano daccordo con la Juve pure
loro?. Ma la sosta, qui, quando arriva?
Roberto Perrone
RIPRODUZIONE RISERVATA

Roma, la diagnosi di Garcia


Una gara che fa male al calcio

Ignazio La Russa,
Fratelli dItalia

Il calcio
rilevante:
impossibile
che la
politica
non se ne
occupi

Marco Miccoli
parlamentare pd

Gli errori
arbitrali
incidono
anche sulle
quotazioni
borsistiche
delle societ

ROMA Era pi facile vincere allo Juventus


Stadium. Gestire il dopo-Rocchi, per la
Roma, rischia di essere unimpresa. Perch la citt freme, indignata per quello
che ha vissuto come lennesimo scippo.
Perch la politica si messa di mezzo.
Perch il giorno dopo peggio, come
Rudi Garcia sintetizza in un tweet: A
mente fredda questa partita fa veramente del male al calcio italiano!.
Quello che preme di pi allallenatore
francese che la squadra non precipiti
nel trip del pessimismo. Francesco Totti, come sempre, ha incarnato il pensiero dei tifosi, ma un conto parlare a caldo e un altro pianificare a bocce ferme
come uscire da una (immeritata) sconfitta. Garcia e i dirigenti hanno gi iniziato il lavoro per mettere da parte
ma non dimenticare quanto successo allo Juventus Stadium. La Roma
ha pagato sul campo e, con la squalifica
per due giornate a Manolas (mentre
Morata ne ha avuta una sola), pagher
anche nelle prossime gare. Garcia ha
stigmatizzato il comportamento del
greco (Non ci si fa giustizia da soli) e
rimarcato anche gli errori sottoporta di
Gervinho e Pjanic perch non vuole alibi. Sa che Rocchi ha danneggiato la sua
squadra e non lo ha nascosto, ma il campionato fatto di 38 partite e non di 6.
La parola dordine recupero. Psicologico, prima di tutto: la squadra ha
dimostrato a Manchester e Torino di essere cresciuta rispetto alla stagione
scorsa. un tesoro da non buttare via.
Recupero fisico: dopo la sosta per le nazionali la Roma riavr De Sanctis, De
Rossi e Astori. Forze fresche per affrontare campionato e Champions.
I dirigenti giallorossi hanno parlato
con larbitro Rocchi a fine gara, trovan-

do una persona provata dallo stress di


una gara in cui, parole del fischietto, i
giocatori non lo hanno mai aiutato. Il
primo a non aiutarlo stato il designatore Domenico Messina, che ha affidato
a lui una gara che poi non ha saputo gestire, mandando invece Rizzoli, cio larbitro che il 13 luglio scorso ha diretto la
finale del Mondiale, a Empoli-Palermo.
La sindrome del complotto non serve, anche se nessuno nella Roma ci tiene a passare per fesso. I dirigenti, Pallotta in primis, sono felici della personalit
con cui la squadra ha giocato alla pari
contro un avversario che ha vinto gli ultimi tre scudetti. E la Roma lo ha fatto in

Parola dordine
Tra i giallorossi scatta la parola
dordine: Recupero. Sia in
chiave tecnica sia psicologica,
il campionato continua
un clima di intimidazione dallarrivo del
pullman allo stadio in poi. Il giudice
sportivo ha multato di 30 mila euro la
Juve perch alcuni sostenitori bianconeri, durante la partita, hanno colpito
con uno schiaffo dalla tribuna un componente la panchina della squadra ospite (il preparatore dei portieri Guido
Nanni; ndr). Gli insulti ai giocatori
(zingaro a Ljajic, zoppo a Strootman) sono andati via gratis. Cos come
gli sputi. O la presenza troppo tifosa,
segnalata da un ispettore di Lega, di chi
doveva essere in quel settore per garantire sicurezza e non tensione.
Luca Valdiserri
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Marted 7 Ottobre 2014

SPORT

49

Calcio
Inchiesta della Procura federale su Lotito

Serie B
Finisce in pareggio tra Ternana e Avellino

Moto3
Sky-VR46 2015: Migno in sella, Nieto al box

Un fascicolo stato aperto dalla Procura della Federcalcio, dopo la lite in Lega
di serie A tra il presidente della Lazio Claudio Lotito e lad della Juventus Beppe
Marotta. Censurabile, gravemente offensiva la battuta di Lotito nei confronti di
Marotta il 26 settembre, dopo unassemblea di Lega contrassegnata da scontri
verbali e agitate discussioni.
Premio Liedholm Paolo Maldini, ex campione del Milan, ha ricevuto a
Cuccaro Monferrato il premio Liedholm per essersi distinto
nellinterpretazione del proprio ruolo sul campo e per i valori di lealt e fedelt

Pareggio con doppio botta e risposta tra Ternana e Avellino nel posticipo
della 7a giornata di serie B. Pareggio per 2-2, con gli umbri in vantaggio
due volte, grazie ai gol di Avenatti e Viola, e irpini a incassare il pareggio con
una doppietta di Castaldo (su rigore il secondo gol). LAvellino manca cos
laggancio al Perugia al comando. Classifica: Perugia 14; Frosinone, Carpi,
Trapani e Avellino 12; Bologna e Livorno 11; Pro Vercelli, Modena, Spezia, V.
Lanciano e Ternana 10; Bari 9; Cittadella, Latina, Vicenza e Varese (-1) 7;
Pescara, Catania, Crotone e Brescia 6; Entella 5.

Sar Andrea Migno nel 2015 il nuovo compagno di Romano Fenati nello
Sky Racing Team VR46, il team di Moto3 di Valentino Rossi. Diciottenne di
Cattolica, Migno fa parte della VR46 Riders Academy e ha esordito
questanno nel Motomondiale (tre gare e un ottimo 8 posto a Misano).
Migno prende il posto di Francesco Bagnaia. Nuova anche la guida tecnica:
al posto di Vittoriano Guareschi, il nuovo team manager sar Pablo Nieto,
figlio del 13 volte campione del mondo Angel. Un anno fa Pablo ha portato
al titolo mondiale della Moto3 Maverick Viales

La provocazione

Tavecchio: Ora laccelerata per la moviola in campo


Il presidente Figc alla Fifa: disponibili a sperimentare le tecnologie. Scettico Tommasi
DAL NOSTRO INVIATO
FIRENZE Lo dice e lo far. Chie-

Coppia Andrea e Emma Agnelli

Il tweet partito
da casa Agnelli
Il calcio tradizione
anche femminile
British british. Nove anni di
matrimonio, di pi se si
considera il fidanzamento, e
mai neppure una virgola oltre
lunderstatement tipico della
buona borghesia inglese da
cui proviene. O di casa
Agnelli, se per questo, cui
appartiene altrettanto a pieno
titolo. Non solo per via di
nozze e due figli con Andrea.
Il fatto che di Emma Winter,
37 anni, un lavoro per
lagenzia londinese Event
Management prima che Baya
(anno di nascita 2005) e
Giacomo Dai (2011, Dai sta
per Davide in gaelico) la
convincessero a fare la
mamma a tempo pieno,
nessuno ricorda anche
soltanto una foto rubata, una
posa sotto un riflettore tv, un
qualunque commento a
parte quelli su Twitter
buono per la stampa di
qualsiasi colore. E poi, ieri,
quel tweet. Spero che Totti
se ne vada e giochi nel suo
campionato. Non certo
hooligan. Non proprio british.
Devessere cos: che il calcio, o
meglio la Juve, in questo ramo
degli Agnelli non solo forte,
fortissima tradizione anche
femminile. pare
lunica passione capace di
trascinare le donne di casa al
di l dellimpeccabile,
naturale aplomb
regolarmente indossato in
pubblico.
Per dire. Allegra Agnelli,
vedova di Umberto e madre di
Andrea, allo Juventus Stadium
(e prima ancora al ComunaleOlimpico) da sempre
presenza fissa e da sempre gli
juventini comuni ne
conoscono gesti ed
espressioni di esultanza o
rabbia: sono gli stessi (o
quasi) loro. in genere con
lei, che gli scudetti li festeggia
in maglia bianconera su in
tribuna e gi sul campo di
gioco, che la nuora vede le
partite. E certamente: a lei,
Allegra, un tweet o comunque
un commento cos, Totti se
ne vada, non sarebbero mai
scappati. Che poi, scappati.
S. Pu essere. Ma oltre a tutto
il resto leggi non scritte di
famiglia in primis un
dettaglio forse non del tutto
insignificante. Emma Winter
Agnelli, moglie del presidente
della Juve, si laure a suo
tempo a Londra in filosofia.
Argomento della tesi:
ingegneria comportamentale.
Raffaella Polato
RIPRODUZIONE RISERVATA

der alla Fifa di accelerare lintroduzione della tecnologia,


annuncia Carlo Tavecchio, il
nuovo presidente della Federcalcio. Parole che sono il manifesto della moviola in campo,
la forma migliore di democrazia nel pallone, come sostiene
da tempo lex c.t. Prandelli. Dopo le aperture di Blatter durante il Mondiale, la Figc italiana si
candida per sostenere leventuale fase di sperimentazione.

Tavecchio ne ha parlato con


il presidente della Fifa la settimana scorsa a Zurigo. E quanto
accaduto allo Stadium tra Juventus e Roma non pu che accelerare i propositi della nuova
Federazione. Nel frattempo Tavecchio invita tutti ad abbassare i toni e ad accettare lerrore
umano di un arbitro. Intanto
accelerer liter per la tecnologia in campo, in modo da dirimere i casi dubbi sul posizionamento dellevento falloso al
limite dellarea. Damiano
Tommasi, presidente dellAs-

Numero 1
Carlo
Tavecchio, 71
anni, presidente
della Figc dallo
scorso agosto
(Ansa)

socalciatori (ieri le dimissioni


dallAic di Albertini, in un clima molto sereno), scettico:
La tecnologia non avrebbe
aiutato Rocchi, senza contare
che molto difficile ottenere
innovazioni. Prima ne dovrebbero discutere Fifa e Uefa.
Tavecchio affronter la questione nel prossimo Consiglio
federale, a Roma tra il 20 e il 24
ottobre. Poi invier una lettera
a Zurigo, senza entrare nel merito, ma dando piena di disponibilit per la sperimentazione. Lidea semplice anche se

Intanto
abbassiamo
i toni e
accettiamo
lerrore
umano di
un arbitro

RIPRODUZIONE RISERVATA

Conte cerca lisolamento


Il campionato resta fuori
Sta a noi portare serenit
Il c.t.: Pell? Credo nella meritocrazia. A Balotelli serve tempo
Due sfide
La Nazionale
si radunata
domenica sera
a Coverciano e
far due
allenamenti
fino a gioved
quando partir
per Palermo
(con
allenamento al
Barbera), dove
venerd (20.45)
affronter
lAzerbaigian.
Gli azzurri si
fermeranno a
Palermo fino a
domenica
pomeriggio, poi
partiranno per
Malta: alle
20.45 di luned
la sfida contro
la squadra di
Ghedin per il 3
turno delle
qualificazioni
allEuropeo di
Francia 2016.
Gli azzurri
hanno vinto al
debutto in
Norvegia 2-0:
gol di Zaza e
Bonucci

DAL NOSTRO INVIATO


FIRENZE Lontano dai veleni, dalle risse, dalle moviole sui rigori
dati e non dati, da tutto il parapiglia intorno a Juve-Roma che
ha fatto precipitare il calcio italiano nuovamente allinferno.
Fa una certa impressione vedere Antonio Conte disteso e sorridente, lontano dal vulcano fumante. Sono al di sopra delle
parti e parlo solo di Nazionale.
Lo dice in conferenza stampa, il
giorno del secondo raduno azzurro della sua gestione, ma lo
ha gi annunciato con fermezza
alla squadra nello spogliatoio.
Dobbiamo essere concentrati
soltanto su Azerbaigian e Malta, due partite da vincere.
Lobiettivo chiaro: evitare le
trappole, svelenire il clima, allentare le tensioni allinterno
del gruppo fatto di ragazzi che
in campionato se le danno di
santa ragione e che, meno di 24
ore dopo, si ritrovano dalla
stessa parte della barricata:
Siamo qui per rappresentare
lItalia, in un momento difficile
per il Paese. Durante il campionato ognuno porta la propria
bandiera, qui la bandiera una
sola: bianca, rossa e verde. I
giocatori devono essere bravi a
scindere le questioni, dice
lAntonio versione patriottica.
Quanto sono lontani i tempi in
cui era lui ad accendere la polemica con Garcia, rispondendo a

muso duro. Ora, invece, mi


posso permettere di non guardare le conferenze degli altri. Le
battaglie dialettiche le riservo
soltanto alla Nazionale. Tutto
per difendere i propri uomini.
Ed proprio per metterli al riparo dalle tensioni che Conte

sceglie di isolarli. Toccher a


noi cercare di rasserenare il clima. Con i ragazzi sono stato
chiaro: la parentesi campionato
si chiude con lultima partita
della domenica, poi se ne apre
unaltra. E non ha dubbi che la
squadra lo asseconder anche

Il caso

da perfezionare: fornire le immagini televisive al quarto uomo o, pi facilmente, ad un delegato in uno sky box in contatto con il campo. Ovviamente,
per non spezzettare troppo la
partita, bisogner ridurre gli
interventi (due) e bisogner
stabilire chi potr chiedere
lausilio delle immagini sul singolo episodio (larbitro o lallenatore, tanto per fare un esempio). La strada lunga. Ma il
progresso non si pu fermare.
a.b.

Vincente
Antonio Conte, 45
anni, due vittorie
in due partite da
c.t. azzurro (Ansa)

da questo punto di vista. I giocatori lo seguono e forse un po


le temono. Sanno che non si
sgarra. Lezioni tattiche, allenamenti intensi, comportamenti
esemplari.
Conte sembra davvero contento di essere fuori dalla mischia felicissimo di aver firmato per fare il c.t., sono in un
top club. Di sicuro concentrato su quello che deve fare.
Non sono qui per riportare in
alto limmagine del calcio italiano, che non mi sembra cos
maldirotta e i risultati in Europa lo stanno a dimostrare. La
mia missione qualificare lItalia allEuropeo in Francia e farlo
attraverso un calcio bello e dattacco. La Nazionale deve avere
una mentalit vincente. E lo
spiega bene riservando unora
di tempo ai giornalisti per una
lezione di tattica, che sta diventando una specie di appuntamento fisso. Una dimostrazione pratica di attacco cinque
contro cinque con gli esterni alti, gli inserimenti centrali dei
centrocampisti, i tagli degli attaccanti. Tutto molto istruttivo
e con il sorriso. Sono nelle migliori condizioni psicofisiche.
Roma-Juve sta fuori da Coverciano. Qui c spazio solo per
lazzurro Italia. Pell lho chiamato perch credo nella meritocrazia, ha segnato 50 gol in
due anni e sta facendo bene in
Inghilterra. Rugani lho allenato alla Juve e a Empoli cresciuto in maniera esponenziale.
Resta la nota dolente Balotelli.
Conte non lo scarica del tutto,
non ancora almeno: Ha iniziato un nuovo percorso, diamogli
il tempo di integrarsi. Ma per
adesso lontano da tutto ci
che il c.t. pretende da chi qui a
sudare e faticare per trasformare una selezione in una squadra
di club.
Alessandro Bocci
RIPRODUZIONE RISERVATA

Rientro

Maxi multa per il nottambulo Vidal

Tre infortunati, convocato Pirlo

costata cara ad Arturo Vidal


la lunga notte di gioved:
alticcio, con una ghirlanda di
fiori stile hawaiano al collo
durante un prolungato
diverbio con altri tiratardi, il
cileno stato immortalato in
alcune fotografie alle 5 del
mattino. Poche ore dopo Vidal
si presentato in ritardo
allallenamento. La Juventus

DAL NOSTRO INVIATO

non ha gradito un
comportamento del genere e il
cileno domenica partito
dalla panchina, lasciando il
posto a Pirlo. Per Vidal
pronta una maxi multa. Ma
quella che inquieta
soprattutto la condotta di un
giocatore chiave per i
bianconeri.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Castigo
Arturo Vidal,
27 anni, notte
brava a Torino
(Canoniero)

FIRENZE Dopo oltre tre mesi


Andrea Pirlo torna in
Nazionale. Aveva lasciato, con
amarezza, dopo aver perso con
lUruguay e salutato il Mondiale
brasiliano. Sarebbe dovuto
rientrare a novembre per
recuperare bene dallinfortunio
muscolare che ne ha

pregiudicato linizio di
stagione, ma De Rossi fuori e
Verratti ha un problema alla
caviglia destra. Cos Andrea
stato convocato al posto di
Bonaventura, tornato a Milano
per un edema alla coscia
destra. Ieri, nelle prove tattiche,
il regista lo ha fatto Marchisio.
a.b.
RIPRODUZIONE RISERVATA

50

Marted 7 Ottobre 2014 Corriere della Sera

SPORT

Thohir insiste su Mazzarri


Merita di andare avanti
I modesti investimenti frenano tutta lInter e la squadra implosa
Perplessi

Presidente
Erick Thohir, 44
anni, numero 1
nerazzurro, ha
scelto la strada
dei tagli
e della crescita
del marketing

Allenatore
Walter
Mazzarri, 53
anni, ha detto
che sa quali
sono i problemi
dellInter
ma non lo dice

MILANO Sabato 5 aprile 1997,


Fiorentina-Inter era finita 0-0. I
nerazzurri avevano superato la
met campo un paio di volte,
ma Pagliuca aveva parato tutto.
Sull(auto)strada del ritorno,
Massimo Moratti aveva avuto la
grande idea: Prenderemo Ronaldo, cos non soffriremo
pi. Quattro mesi dopo, Ronaldo aveva gi debuttato a San
Siro e quello non era stato un
capriccio presidenziale, ma un
investimento costoso eppure
giudicato necessario per rilanciare societ e squadra: prendere il miglior giocatore del globo, per restituire allInter una
dimensione mondiale. A fronte
di unoperazione da 49 miliardi
di lire, cifra da emicrania anche
in tempi di euro, Ronaldo allInter ha portato sponsor,
riempito San Siro, regalato
emozioni e quando stato ceduto al Real anche soldi.
In un contesto economico-finanziario molto diverso, lInter
targata Erick Thohir ha imboccato unaltra strada: invece di
investire, ha scelto di tagliare
tutto, non soltanto gli ingaggi
dei giocatori e non soltanto per
il fair play finanziario. Dopo
undici mesi, si capito che al
momento lobiettivo principale
di Thohir e della sua squadra
stato quello di liquidare tutti gli
uomini in qualche modo legati
a Moratti, una situazione non
proprio simpatica che ha finito
per coinvolgere anche Javier

Preoccupato Non bastano allInter i gol di Pablo Daniel Osvaldo (Sport Images)

Zanetti, nominato vicepresidente, ma con compiti ancora


da definire, quando potrebbe
essere un punto di riferimento
fondamentale per tutti, visto
che nellInter ha giocato per 19
anni. Pi che di calcio, nellInter si parla di economia, di conti, di sviluppo del marchio, di
musica a San Siro, di magliette
da vendere, di ricavi da aumentare, obiettivi pi che legittimi,
se ci fossero le condizioni per lo
sviluppo, mentre la squadra ha
una rosa appena discreta; luomo capace di fare la differenza

non mai arrivato; qualche


sponsor ha gi salutato e qualche altro ci sta pensando. Moratti ha compiuto un passo indietro quando ha ritenuto che
non ci fossero pi le condizioni
per restare ad alto livello, ma se
la strada quella imboccata da
Thohir avrebbe potuto continuare per altri dieci anni. Oggi i
dirigenti nerazzurri emigreranno a Londra per incontrare
Thohir e per una convention di
alto profilo internazionale (gioved), alla quale il presidente si
presenta dal basso di un deci-

Liverpool esasperato
mo posto in classifica che riassume tutti i disagi del momento interista, fra giocatori che
non corrono, risultati che non
vengono, gioco sparito, il gruppo che imploso.
Domenica sera, il d.s. Piero
Ausilio ha spiegato che la vera
Inter non questa; Mazzarri
ha fatto sapere alla squadra che
non ha nessuna intenzione di
dimettersi, anche se resta da
capire se ha ancora in mano la
squadra (qualche dubbio, dopo
Firenze, c); la sfiducia fra i tifosi cresce e non sar semplice
per la squadra giocare il 19 ottobre a San Siro con il Napoli.
Thohir, da Giacarta, ha confermato la massima fiducia a Mazzarri, con il quale si sentito
per telefono (se non cambia
idea): Continuer a dare il
massimo per lInter, merita una
chance. La sconfitta con il Cagliari ci ha scosso un po, ma
sono convinto che ci sia la voglia di migliorare sia per quanto riguarda la formazione sia
per le rotazioni dei giocatori. La
difesa a posto, anche il centrocampo va bene con giocatori
importanti come Kovacic, Medel ed Hernanes. La serie A un
campionato molto difficile e
competitivo, abbiamo bisogno
di tempo. Speriamo che il break per le nazionali possa essere
utile per analizzare la situazione. Mazzarri continua ad avere
fiducia, ora i giocatori devono
guardare dentro se stessi per
preparare la prossima partita.
Thohir ha annunciato che la
societ a gennaio potrebbe
muoversi: Adesso non posso
dire su quale ruolo ci concentreremo. Potremmo aver bisogno di un centrocampista o di
un attaccante bravo sui palloni
alti, ma dobbiamo ancora valutare. Poche idee e non chiare.
Fabio Monti
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il bodyguard per Balo


lultimatum Reds
Cambia o te ne vai
Chiss se il bodyguard che il Liverpool gli ha
messo alle calcagna ne limiter anche luso
dello smartphone: per adesso non se ne parla,
visto che proprio ieri Mario Balotelli ha lanciato
un tweet per smentire i tanti flirt che gli
vengono attribuiti. Ma da qualche giorno Mario
Balotelli un leone in gabbia. I Reds, stanchi
delle sue intemperanze, hanno deciso di
affiancare allex milanista una persona di
fiducia del club. Che lo segue come unombra:
ha una stanza riservata nella megavilla da 2
milioni di sterline affittata dal calciatore nel
nord della citt. Gli
porta i vestiti, lo
accompagna in
pullman e addirittura
lo segue in Audi
quando tenta di
sfrecciare in Ferrari.
Celebrato al suo
arrivo ad Anfield,
gi diventato un caso,
e non solo per il
cinguettio con cui ha
Sotto controllo
deriso il Manchester
Mario Balotelli, 24 anni,
United dopo i 5 gol
attaccante del Liverpool
incassati dal
Leicester. Secondo il
Mirror, Brendan
Rodgers che nei giorni scorsi aveva cos
spiegato linvestimento per Supermario:
Ormai non cerano altre alternative possibili
ha gi posto Balo davanti a un bivio: La mia
strada o lautostrada. Parcheggia il tuo ego o a
Liverpool hai finito. Anche a queste latitudini,
un anno fa, ci si interrog sulla necessit di
aiutare Mario con uno psicologo (ipotesi
sdegnosamente rifiutata dal giocatore) o con un
tutor. Mino Raiola pens che fosse la bella
Fanny la soluzione scacciaguai pi efficace.
Difficile che la guardia del corpo dei Reds sia
una ventenne sexy e formosa.
Monica Colombo
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Marted 7 Ottobre 2014

SPORT

51

La sequenza Il terribile incidente di Jules Bianchi: nella prima immagine, la Marussia del francese arriva a tutta velocit, sfiorando un addetto alla sicurezza; nella seconda si schianta contro il trattore gru; nella terza si infila sotto il mezzo, facendolo ondeggiare

Bianchi come un missile contro la gru

Spunta video choc dellincidente. Il caso-bandiere: sventolata quella verde dopo quella gialla
I medici: condizioni critiche ma stabili. I genitori in Giappone, la fidanzata: Sei il mio campione
DAL NOSTRO INVIATO

Le condizioni di Jules
Bianchi, il pilota venticinquenne della Marussia e della Ferrari
Driver Academy, schiantatosi al
43 giro del Gp del Giappone
contro un muletto-gru che stava
rimuovendo la Sauber di Adrian
Sutil, sono stabili ma restano
critiche, come ha riferito la Federazione. Dopo lintervento alla testa, durato quattro ore, il
francese si trova nel reparto di
terapia intensiva del Mie General Medical Centre di Yokkaichi.
Nelle scorse ore era circolata
lindiscrezione di un secondo
intervento nella notte: era una
speculazione priva di fondamento; ma qualcuno ha contribuito a diffondere la falsa notizia. Viceversa, vista la gravit
delle ferite, vero che Jules
SUZUKA

Edizione 2015

stato subito intubato per poter


respirare: non era in grado di
farlo in modo naturale. Ad ogni
modo, lo staff che ha operato
Bianchi non ha ancora emesso
un bollettino. Forse lo far oggi,
anche perch ieri sono arrivati
in Giappone i genitori del pilota: delicatezza vuole che prima
si parli con Philippe e Christine
Bianchi, stravolti e desiderosi di
privacy. La famiglia ha comunque ringraziato per le testimonianze daffetto e altrettanto ha
fatto la Marussia, che ha anche
pregato i media di attenersi ai
dispacci ufficiali.
La Ferrari ha messo a disposizione del team inglese il personale della sua sede giapponese
e oggi sono attesi sia Nicolas
Todt, manager di Bianchi, sia il
professor Grard Saillant, legato a Jean Todt, presidente Fia,

per limpegno nella ricerca sulle


malattie del cervello e del midollo spinale. Mentre Jules corre il Gp pi difficile della sua vita, nella Rete, nonostante lordine della Fom di Bernie Ecclestone di rimuovere le immagini, si
trova ancora il filmato dellincidente. La ripresa da una tribuna: limpatto terrificante, la
Marussia un missile che centra la coda della gru in manovra.
Nel filmato si vede anche il
commissario che prima agita le
bandiere gialle, poi cambia e
passa alla verde, che quella
che indica il via libera: e forse
questa che Bianchi ha visto, aumentando la confusione. Perch la verde? Probabilmente
perch nel frattempo la gru si
era spostata di pochi centimetri
e laddetto si ritrovato al di l,
quindi, secondo le norme, do-

La Ferrari

Montezemolo: Pensavamo a lui


Pilota perfetto per il futuro
Fernando Alonso invoca via Twitter una speranza (Sono state 24 ore
troppo lunghe o troppo corte, non so! Voglio solo una buona notizia.
Andiamo amico per favore. Forza Jules), il presidente della Ferrari
Luca di Montezemolo esprime tutta la sua angoscia. Sono molto
triste per Bianchi, un ragazzo che nato con noi, a cui pensavamo
come nostro pilota del futuro. Se, come penso, si dovranno schierare
tre macchine lanno prossimo pensavamo a lui per la terza monoposto,
e sarebbe stato perfetto per i prossimi anni. Spero solo di aver qualche
notizia positiva. Montezemolo affronta anche il tema della sicurezza:
Purtroppo si ragiona quasi sempre con il senno del poi. Tragedie
come questa devono far riflettere se qualcosa non ha funzionato.
stata una corsa molto particolare con poca visibilit e con tanta acqua.
Ne abbiamo fatte anche altre cos e non successo niente. Bisogna
capire il perch dellincidente per evitare che accada di nuovo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

RIPRODUZIONE RISERVATA

Giro, Contador prepara la doppietta


Ma deve fare i conti con le voglie di Aru
Il re di Spagna correr anche il Tour, il rampante azzurro punta al rosa
Si parte da Sanremo e si arriva a Milano, salite dure e una maxicrono

MILANO Siamo un popolo di este-

rofili: Tour e Vuelta non si presentano in due lingue come fa il


Giro dItalia (nella grafica addirittura solo in inglese), che ha
sempre pi successo sul mercato internazionale. Siamo esterofili perch vogliamo il campione
straniero in grado di nobilitare e
movimentare una corsa che come difficolt e fascino non mai
inferiore alle altre: se poi c il
campioncino italiano in grado
di farlo soffrire, se non ancora di
batterlo, allora lannata potrebbe
essere da ricordare. Perch il Giro 2015 si portato avanti e in
cartellone propone la sfida tra
Alberto Contador e Fabio Aru: il
grande di Spagna che torna dopo la vittoria del 2011 (persa a tavolino, come solo nel ciclismo
pu accadere) e il rampante di
Sardegna, terzo nellultima edizione e atteso a un salto di qualit che non sar facile n immediato.
E Vincenzo Nibali? Considerato che il suo capo il kazako
Alexandre Vinokourov e che in
squadra c gi un corridore come Aru, non sar per nulla semplice vedere il vincitore del Tour
(assente ieri alla presentazione)
al prossimo Giro. Ma attenzione.
Se vero, come recita una frase
fatta, che la corsa la fanno i corridori, anche vero il contrario:
la corsa pu influenzare i ciclisti
nelle scelte per la prossima stagione e questo Giro rappresenta
un elemento di novit. Lo stesso
Contador, ben sapendo che in

SVIZZERA

Il duello

19

17

18

15
16

20

Fabio Aru, 24
anni, nel 2014
al suo secondo
Giro salito sul
podio dietro ai
colombiani
Quintana e
Uran, vincendo
una tappa in
salita

14

MILANO
Arrivo
21

Alberto
Contador, 31
anni, torna nel
2015 al Giro,
gi vinto due
volte (uno
perso a
tavolino): vuole
la doppietta col
Tour de France

13

3
2

12

SAN LORENZO AL MARE


Partenza

TAPPA
Km
San Lorenzo al Mare-Sanremo (crono squadre) 17,6
173
Albenga-Genova
136
Rapallo-Sestri Levante
150
Chiavari-La Spezia
152
La Spezia-Abetone
181
Montecatini Terme-Castiglione della Pescaia
263
Grosseto- Fiuggi
188
Fiuggi-Campitello Matese
212
Benevento-San Giorgio del Sannio
195
Civitanova Marche-Forl
147
Forl-Imola (Autodromo Ferrari)
190
Imola-Vicenza (Monte Berico)
153
Montecchio Maggiore-Jesolo
59,2
Treviso-Valdobbiadene (crono individuale)
165
Marostica-Madonna di Campiglio
175
Pinzolo-Aprica
136
Tirano-Lugano (Svi)
172
Melide (Svi)-Verbania
236
Gravellona Toce-Cervinia
196
Saint Vincent-Sestriere
185
Torino-Milano

11

6
7

1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21

po lincidente.
Intanto la solidariet monta
c o m e u no n d a s u i s o c i a l
network. Tutti i team di F1 e i piloti hanno dedicato un pensiero. La fidanzata di Jules, Camille, ha usato poche ma intense
parole: Tu sei il mio campione, tu sei il pi forte. Il dramma di Jules ha colpito al cuore il
circus. Nel paddock di Suzuka
colpivano le facce spaesate dei
piloti: appartengono quasi tutti
a una generazione cresciuta in
una F1 sicura, il ritorno ai rischi
di questo sport stato brutale.
Ma forse aiuter a migliorare la
situazione. Sconcerta infatti la
frase stata soprattutto sfortuna di Max Mosley, ex presidente della Fia: unuscita che
stride con il suo merito storico
di aver preteso una svolta dopo
la morte di Ayrton Senna. Tutto
perfettibile, dunque ci possono essere, anzi ci devono essere,
procedure e dettagli da rivedere. Todt, Ecclestone e i team affronteranno a giorni la questione.
Flavio Vanetti

ITALIA

10

Totale km

3.481,8

Corriere della Sera

Francia ci sar la maglia rosa


uscente, Nairo Quintana, come
uomo da battere, ammette di voler provare la doppietta con il
Tour anche perch il tracciato
del 2015 si presta a questa follia. Non facile: 43 mila metri
di dislivello complessivo, poco
pi dellultima Vuelta vinta dallo
stesso Contador. Ma non impossibile, grazie anche ai trasferimenti ridotti. Non so se
possibile centrare la doppietta
dice Alberto . Io ci credo,
ma lunico modo per saperlo
provarci.
Si parte in Liguria da San Lorenzo al Mare il 9 maggio con
una cronosquadre breve (17.8
km) nella pista ciclabile che porta a Sanremo. Si arriva il 31 maggio di nuovo a Milano (con una
volata) dopo le sortite a Brescia e
Trieste: probabilmente in corso
Sempione con lArco della Pace
sullo sfondo, ma nellanno dellExpo non ci sono ancora certezze. Gli arrivi in salita sono 7,
quelli decisivi sembrano soprattutto la sedicesima tappa (con
Tonale, Mortirolo, Aprica) e la
ventesima, definitiva, con Colle
delle Finestre e traguardo a Sestriere. A far parlare di s adesso
sono per soprattutto le colline:
quelle che portano ai vigneti di
Valdobbiadene, attraverso una
cronometro mista, ma molto
lunga (59.2 km), che potrebbe
anche invogliare Sir Bradley
Wiggins a un clamoroso prolungamento di carriera sulla strada,
dopo la Parigi-Roubaix. Se viene anche lui ancora meglio per
lo spettacolo dice Fabio Aru
la crono lunga ma ci sono
tante salite per recuperare il
tempo perduto. Non so se Nibali
sar al mio fianco, per me sarebbe meglio, per dividere la pressione. Se poi raddoppia, sar
un buon segno.
Paolo Tomaselli
RIPRODUZIONE RISERVATA

Marted 7 Ottobre 2014 Corriere della Sera

52

Patrizia, Paolo Serena con Otto e Lia, Nicol e


Francesca annunciano la scomparsa di

Fabrizio Pelanda
marito, pap, compagno di giochi, di serate e maestro di vita.- Per informazioni sulla cerimonia contattare lo 02.6595956.
- Milano, 6 ottobre 2014.
Partecipano al lutto:
Luca, Cristina, Filippo Brivio.
Gianfranco e Luisa Federici.
Giuseppe e Marcello Bana.

Umberto e Pia con Lorenzo e Marco abbracciano


con affetto Patrizia, Paolo, Nicol per limprovvisa
scomparsa di

Con gratitudine, ammirazione ed immenso affetto, Vincenzo Esposito saluta il Maestro

Fabrizio

Giampaolo Cantore

- Milano, 6 ottobre 2014.


Profondamente commosso e addolorato, Francesco Mucciarelli affettuosamente vicino allamico e collega Nicol nel doloroso momento dellimprovvisa scomparsa del padre

dott. Fabrizio Pelanda


- Milano, 6 ottobre 2014.

Un lungo tratto della nostra vita finito con la


scomparsa di

Grandemente rattristati per la scomparsa del

Fabrizio

dott. Fabrizio Pelanda

Con tanto dolore abbracciamo Patrizia, Paolo e Nicol.- Cincia, Chiara e Pippo.
- Milano, 6 ottobre 2014.

Francesco Mucciarelli, Carlo Enrico Paliero, Luisa


Mazzola, Marta Lanfranconi, Adriano Raffaelli,
Marco Calleri, Barbara Bonzano, Valeria Tartara,
Emanuela Danelli, Giacomo De Carolis, Enrico Basile, Federico Pezzani, Andrea Rossetti, Alessandro
Palazzo, Niccol Piramidal, Violetta Seminara, Federico Guastoni, Caroline Hassoun, Martina Leo,
sono vicini allamico e collega Nicol Pelanda.
- Milano, 6 ottobre 2014.

I cugini Bicchi e Dotti con le loro famiglie partecipano con affetto al grande dolore di Patrizia, Paolo e Nicol per limprovvisa scomparsa del caro

Fabrizio
- Milano, 6 ottobre 2014.
Dino ti ha voluto sempre tanto bene ed io pure.Deda si unisce al dolore di Patrizia, Paolo, Nicol
e a tutta la famiglia nel dolore per la scomparsa di

Fabrizio
- Milano, 6 ottobre 2014.
Simona, Lele ed Alessandro si stringono a Patrizia, Paolo, Nicol e a tutta la famiglia nel ricordo
dellinsostituibile cugino ed amico

Fabrizio
- Milano, 6 ottobre 2014.
Marco Cella Andrea e Stefano piangono per
limprovvisa scomparsa di

Fabrizio
e si stringono a Patrizia Paolo e Nicol ricordando
una vita passata insieme.
- Milano, 6 ottobre 2014.
Massimo e Nives, Fabio, Armando e Matilde,
Matteo, Giovanni e Patrizia, Pinuccia, abbracciano
fraternamente lamico Nicol nel dolore per la
morte del suo caro pap

Dott. Fabrizio Pelanda


il cui ricordo rimarr sempre nei loro cuori.
- Milano, 6 ottobre 2014.
I componenti dello studio degli avvocati Dinoia,
Federico, Pelanda, Simbari ed Uslenghi partecipano affettuosamente al dolore dellavvocato Nicol
Pelanda e della sua famiglia per limprovvisa perdita del pap

Rubina con Gaia e Marco, Matthias e Alice vicina a Patrizia, Paolo e Nicol, atterrita e desolata
per la perdita di

Fabrizio
amico di una vita, portatore di bont, buon senso
e grande educazione.- Ci lascerai un grandissimo
vuoto. - Milano, 7 ottobre 2014.
Marco Renata e Lorenzo sono vicini a Patrizia
Paolo e Niccol con grande dolore per la perdita
dellamico di sempre

Fabrizio
- Milano, 6 ottobre 2014.
Riccardo, Juna, Junio e Alessandra sono affettuosamente vicini in questo tristissimo momento a
Patrizia, Paolo, Niccol e Serena per limprovvisa
perdita del carissimo

Fabrizio Pelanda
- Milano, 6 ottobre 2014.
Gloria e Gabriele sono affettuosamente vicini a
Patrizia, Paolo e Nicol per la perdita del caro

Fabrizio
- Milano, 7 ottobre 2014.
Augusto e Amy, Franco e Nunzia con le loro famiglie piangono insieme a Patrizia Paolo e Nicol
la perdita di

Fabrizio
- Milano, 6 ottobre 2014.

- Milano, 6 ottobre 2014.

Uberto, Carla con Carlotta e Pierluigi si uniscono


con affetto al grande dolore di Patrizia, Paolo e Nicol per limprovvisa scomparsa di

Paolo Suardi abbraccia incredulo Patrizia, Paolo


e Nicol per limprovvisa scomparsa del

amico sincero di una vita.


- Milano, 6 ottobre 2014.

Dott. Fabrizio Pelanda

Dott. Fabrizio Pelanda


amico e compagno insostituibile di tante giornate.
- Milano, 6 ottobre 2014.
Caro

Fabrizio
ci mancherai tanto.- Abbracciamo forte Patrizia,
Paolo e Nicol.- Alberto, Lucia, Filippo e Federico.
- Como, 6 ottobre 2014.
Romeo e Cristina sono vicini a Patrizia e famiglia
nel ricordo dellindimenticabile

Fabrizio
- Milano, 6 ottobre 2014.
Fortunato Taglioretti partecipa al grandissimo
dolore dellamico Nicol per la morte del padre

Fabrizio Pelanda
- Milano, 6 ottobre 2014.

Fabrizio
Caro

Fabrizio
abbiamo perso un grande amico e Civenna non
sar pi la stessa senza di te.- Ti salutiamo con
grande rimpianto ed abbracciamo con tanto affetto
Patrizia, Paolo, Nicol.- Claudia e Fabrizio con Sofia, Stefania, Davide, Sabina.
- Milano, 7 ottobre 2014.
Partecipano al lutto:
Alberto, Saverio, Matteo e Adriana.
Fabio, Roberto e Laura con Dario, Chloe, Marta
e Matteo commossi e addolorati abbracciano Patrizia, Paolo e Nicol per limprovvisa scomparsa
dellamatissimo

Fabrizio
- Milano, 6 ottobre 2014.

Professor
- Roma, 5 ottobre 2014.
Caro

Giampaolo
sei stato un fantastico grande Maestro per noi e
per la neurochirurgia italiana.- La tua profonda,
coinvolgente, grande costruttiva energia rimarr
sempre con noi.- Giovanni Broggi, Morgan Broggi,
Alessandra Isidori, Mauro Porta.
- Milano, 6 ottobre 2014.
Giovanni Lydia Lithian Aliai sono vicini nel dolore
ad Alessandra e a tutta la famiglia dellindimenticabile amico

maestro

Raffaella

Prof. Giampaolo Cantore

Raffaella Bargna
- Paderno Dugnano, 6 ottobre 2014.

- Pozzilli, 6 ottobre 2014.


Il Dottor Paolo Maria Rampini, il Professor Mario
Zavanone e tutta la Clinica Neurochirurgica
dellUniversit degli Studi di Milano esprimono le
pi sentite condoglianze alla famiglia per la scomparsa del

Prof. Giampaolo Cantore


indimenticabile maestro di neurochirurgia.
- Milano, 6 ottobre 2014.

Lisetta, con i figli Vanni e Francesco, i nipoti Filippo, Margherita, Camilla, Tommaso e Chiara, Rita e Dominique, annuncia con grande dolore la
scomparsa del

Dott. Ing. Mario Gori


marito, padre e nonno amatissimo e indimenticabile.- La messa commemorativa sar celebrata
marted 7 ottobre alle ore 16 nella chiesa di Santa
Felicita. - Firenze, 5 ottobre 2014.
I condomini e lAmministratore di via Guerrazzi,
6 - Milano, esprimono al dottor Francesco Gori
profondo cordoglio per la perdita del caro pap

sig. Mario Gori

Massimo Finzi
Ne danno annuncio i figli Luca e Maria con Cinzia
e Patrizio e la sua compagna Rosaria, lo abbracciano e ricordano con affetto i nipoti Elisa, Bianca,
Viola e Leone e i bisnipoti Mattia e Anna.- I funerali
si svolgeranno in forma civile gioved 9 alle ore 11
presso la sala multifunzione del cimitero di Lambrate. - Milano, 4 ottobre 2014.

Partecipano al lutto:
Roberto ed Elda Villani.
Sergio e Giovanna Gaini.
Alessandro e Carla Ducati.
Francesco ed Elisabetta Di Meco.

La zia Mariarosa Finzi e i cugini Giovanna, Bruno


e Beppa abbracciano Luca e Maria ricordando lo

Il Dipartimento di Neurochirurgia dellIstituto


Neurologico Besta si unisce al cordoglio di Alessandra e Martina per la perdita dellamico

Il Presidente, il Consiglio Direttivo e i soci tutti


del Rotary Club Milano-Est rivolgono un reverente
pensiero, ricordando con affetto le doti morali e il
costante impegno negli ideali rotariani, il socio
onorario e Past President

zio Massimo
- Milano, 5 ottobre 2014.

Siamo vicini a Rossana in questo momento di


profondo dolore per la perdita della mamma

Ivana
I tuoi colleghi di Videonews Mediaset.
- Milano, 6 ottobre 2014.
Mauro Crippa, Andrea Delogu e i colleghi della
Direzione Generale Informazione di Mediaset partecipano al dolore di Rossana Mandressi per la perdita della mamma

Ivana Brambilla
Il giorno 5 ottobre 2014

Giorgio Faggioni
ha raggiunto la casa del Padre.- Ne danno notizia
la moglie, il figlio, il fratello, la nuora ed i parenti
tutti. - Milano, 5 ottobre 2014.

Giorgio
quante belle risate ci hai regalato nelle tante estati
passate insieme!- Sei stato come bere un bel sorso
dacqua dopo larrampicata al lago Blu.- Ti ricorderemo sempre con il sorriso sulle labbra.- Famiglia Casiraghi. - Milano, 5 ottobre 2014.
Si spenta il 5 ottobre

Giampaolo
a lungo figura di riferimento, maestro e fonte
dispirazione per tutta la neurochirurgia italiana.
- Milano, 6 ottobre 2014.

- Milano, 6 ottobre 2014.

Partecipano al lutto:
Francesco ed Elisabetta DiMeco.
Giovanni Broggi.
Sergio Giombini.
Carlo Lazzaro Solero.

I cugini Salleo di San Filippo, Ferdinando con Anne Marie e i figli, Flora, Nicoletta con Carlo Bonaccorsi di Patti e i figli, Sebastiano con Verena partecipano al dolore della famiglia per la scomparsa
di

Paolo e Giuliana Clerici sono vicini con grande


affetto a tutta la famiglia per la scomparsa
dellamico

e si stringono con affetto a Bertie e ai figli.


- Roma, 6 ottobre 2014.

Ing. Massimo Finzi

Carla von Stohrer Martino

Maestro

Igor Mitoraj
- Milano, 6 ottobre 2014.
Caro

Igor
hai raggiunto in cielo i tuoi angeli lasciandoci la
tua arte a testimoniare il tuo legame con linfinito.Per sempre vivrai nei nostri cuori.- Letizia e Gian
Marco. - Milano, 6 ottobre 2014.
La Comunit San Patrignano si stringe attorno
alla famiglia di

Igor Mitoraj
un uomo e un artista che pi volte ci ha mostrato
tutta la sua spiccata sensibilit.- Non scorderemo
mai il tempo e lattenzione che ci ha regalato, dando valore allimpegno quotidiano di ognuno di
noi.- I ragazzi della Comunit San Patrignano.
- San Patrignano, 6 ottobre 2014.
Gianfranco Negri-Clementi piange lamico carissimo

Igor Mitoraj

- Milano, 6 ottobre 2014.

Nerio Diod e tutti gli avvocati dello studio partecipano, con molto affetto, al dolore di Niccol
per la scomparsa del padre

I soci ed i collaboratori di CDR e Associati sono


vicini allAvvocato Mara Bolzoni per la perdita
dellamato padre

Giuseppe

Giuseppe Bolzoni
- Milano, 6 ottobre 2014.

Carla
resterai sempre nei nostri cuori.- Miki e MaFe.
- Roma, 6 ottobre 2014.
Enzo, Giovanna, Domitilla e Lorenzo Benigni
partecipano commossi al dolore per lincolmabile
vuoto lasciato dalla scomparsa della cara amica

Baronessa

Carla Martino von Stohrer

Angela Damato
Ne danno il triste annuncio il marito Domenico, il
figlio Gianni con Barbara e gli amati nipoti.
- Milano, 7 ottobre 2014.
Teresa Damato piange la scomparsa della cara
sorella

Angela
che tanto ha adorato. - Milano, 7 ottobre 2014.
Bruno Cagli, lorchestra e il coro, lAccademia
Nazionale di Santa Cecilia tutta, ricordano con profonda stima e affetto

Angelo Stefanato
illustre solista, straordinario musicista e accademico effettivo di Santa Cecilia dal 1983, ha ricoperto
per venticinque anni il ruolo di primo violino
dellorchestra. - Roma, 6 ottobre 2014.

Paola Rivolta

Daniela Canegallo e tutti i colleghi di MSLGroup


Italia sono vicini a Elena in questo momento di dolore per la perdita dellamato compagno

Nerio Marchi
- Milano, 4 ottobre 2014.
8 ottobre 2008 - 8 ottobre 2014
"Vi ho lasciati, ma il mio affetto non muore.- In cielo vi amer ancora di pi e meglio di quanto vi ho amato in terra".
(SantAmbrogio)
Sono passati sei anni da quando ci hai lasciato
sei sempre nel nostro cuore e nei nostri pensieri
con la nostalgia del tuo meraviglioso e indimenticabile sorriso.- Il pap e la mamma con Nicola,
Alberico e Astrid con i piccoli Jacopo e Bianca ricordano

Ludovico Radice Fossati


Confalonieri
Una Santa Messa sar celebrata il giorno 8 ottobre
2014 alle ore 18.30 nella chiesa di San Sepolcro
in piazza San Sepolcro.
- Milano, 7 ottobre 2014.
7 ottobre 2013 - 7 ottobre 2014

Giovanna Carpi Pappalettera


A un anno dalla tua scomparsa ti ricordiamo con
immutato affetto e pensiamo con nostalgia al tuo
magnifico sorriso, alla tua bont danimo, al tuo
amore infinito.- I tuoi figli Elena con Ettore, Alberto
con Philippa, Carlo con Alberta, Manuela con Angelo insieme a tutti i tuoi adorati nipoti.
- Milano, 7 ottobre 2014.
7 ottobre 1994 - 7 ottobre 2014
"Illuminate i miei sogni / illuminate la
mia ombra / suonate al mio cuore. / La
mia anima chiusa / in questa cadenza
di notte / e la mia vita / schiaffeggia monotona / pareti di nebbia".
(Mamer)

Avv. Mimmo Ferraro


Con amore i tuoi cari. - Milano, 7 ottobre 2014.
Quindici anni fa

Orio Fontana
ci ha lasciati.- Con affetto e riconoscenza per il suo
esempio di pazienza e mitezza lo ricordano la moglie Giuliana, e i figli Annie con Maurizio, Maria,
Benedetta e Davide, e Marco con Alma e Chiara.
- Brescia, 7 ottobre 2014.

mancato allaffetto dei suoi cari

Gianfranco Rainoldi
Ne danno il triste annuncio le figlie Marialaura e
Micaela.- Il funerale si svolger mercoled 8 ottobre alle ore 11, presso la Basilica di Santa Maria
di Lourdes, via Lomazzo, 58 Milano.
- Milano, 6 ottobre 2014.

ricordandola sempre con profondo affetto e si stringono alla famiglia in un forte abbraccio.
- Roma, 6 ottobre 2014.

I condomini di via Maroncelli 17 Milano esprimono ai famigliari il loro commosso cordoglio per
la scomparsa del

Amedeo, Anna vi sono vicina per la perdita di


pap

- Milano, 6 ottobre 2014.

Aimone di Seyssel dAix

Il giorno 5 ottobre 2014 lanima di


ha raggiunto i suoi cari nella casa del Padre.- Il
funerale avr luogo il giorno 8 ottobre ore 11 presso la parrocchia SantAgostino.- La famiglia.
- Milano, 6 ottobre 2014.

- Milano, 7 ottobre 2014.

- Cologno Monzese, 7 ottobre 2014.

Ci ha lasciato

- Milano, 6 ottobre 2014.

- Milano, 6 ottobre 2014.

Tutta F.I.A.M.E. Srl partecipa al grande dolore


per la perdita di
- Bareggio, 6 ottobre 2014.

Matteo ed Elettra increduli per limprovvisa


scomparsa di

Fabrizio Pelanda

Raffaella

Carlo, Ursula Molinelli e Morsettitalia S.p.A. tutta si stringono al Dottor Vittorio Bargna in questo
momento di dolore per la perdita di

- Milano, 6 ottobre 2014.

Fabrizio Pelanda

- Milano, 6 ottobre 2014.


La famiglia Lazzarini abbraccia forte Vittorio e
famiglia per la grave perdita della loro adorata

- Roma, 6 ottobre 2014.

Maurizio Ruben ed i colleghi dello studio sono


vicini a Mara Bolzoni per la scomparsa dellamato
padre

si stringono a Patrizia, Paolo e Nicol ricordando


lindimenticabile amico di tutta una vita, uomo di
grande cultura e umanit con il quale abbiamo
condiviso tante occasioni liete e tanti momenti importanti. - Milano, 7 ottobre 2014.

Raffaella

Il Presidente e il personale tutto dellIRCCS Neuromed ricordano con infinito affetto la figura del
grande

artista affascinante e soffre la solitudine che gi


calata.- Ma non finisce cos.
- Milano, 6 ottobre 2014.

Fabrizio Pelanda

Claudia e Gianluigi abbracciano con affetto Norma nel ricordo di

Paolo

Peppo, Margherita, Leo, Chiara, partecipano al


dolore di Patrizia e famiglia per la perdita del grande amatissimo amico

Fabrizio

Raffi

- Bareggio, 6 ottobre 2014.

Partecipano al lutto:
Enrico, Mary Primavesi.
Franco, Donata Primavesi.
Franco, Tina Monti.

Luca Lella Marco Paolo e famiglie si stringono a


Patrizia Paolo e Niccol nel commosso ricordo del
caro amico

Ti porter sempre con me


Lollo con Stefano e Francesca.
- Milano, 6 ottobre 2014.

sig. Gianguido Geronazzo

Immacolata Sella. - Roma, 6 ottobre 2014.

Il gruppo Mario Mele & Partners partecipa al dolore di Tamara per la scomparsa del caro pap

LAssociazione Dimore Storiche Italiane partecipa al dolore della famiglia e ricorda con affetto,
stima e riconoscenza il

- Milano, 6 ottobre 2014.

7 ottobre 2005 - 7 ottobre 2014


A nove anni dalla scomparsa Vasco Simonetta e
Stefania Di Lella ricordano con sempre struggente
rimpianto e nostalgia

Jacqueline Vincent
moglie e madre dolcissima prematuramente sottratta al loro affetto. - Milano, 7 ottobre 2014.
1994 - 2014

Giancarlo De Angelis
Ti abbracciamo pap.- Rosa, Massimo con Emma
e Giacomo, Alessandro con Lucia, Mattia e Giancarlo. - Roma, 7 ottobre 2014.

Ezio Cantaluppi
7 ottobre 2013 - 7 ottobre 2014

Conte

Conserver il dolce ricordo della cara amica

Guendalina Gei Mola

Aimone di Seyssel dAix

Diana Zevi Mortara

Guendalina ci manchi tanto.- La tua mamma MariaVittoria, tua sorella Daniela.


- Milano, 7 ottobre 2014.

socio fondatore, Presidente Nazionale dal 1997 al


2001, socio onorario, amico e straordinario gentiluomo, capace di veicolare le istanze dellA.D.S.I.
e di accrescerne la notoriet con grande passione
e competenza. - Roma, 6 ottobre 2014.
La Camera Nazionale della Moda Italiana, il Presidente Mario Boselli, il Presidente Onorario Beppe
Modenese, il Consiglio Direttivo, lAmministratore
delegato Jane Reeve, il Direttore Giulia Pirovano
ed i soci, partecipano commossi al dolore del figlio
Massimo Roveda e della famiglia per la scomparsa
della mamma

Wanda Roveda
ricordandola quale protagonista della moda italiana. - Milano, 6 ottobre 2014.

Pupa. - Cassina Rizzardi, 7 ottobre 2014.

SERVIZIO ACQUISIZIONE NECROLOGIE


ATTIVO DA LUNEDI A DOMENICA 13.30-19.30
www.necrologi.corriere.it
e-mail: acquisizione.necrologie@rcs.it
Fax 02 25846003 Telefono: 02 50984519

Corriere della Sera Marted 7 Ottobre 2014

53



  
(.! $$









26

1=2

1)1

1)1

167

  
1=6



171

171


1)

.%(&5 $$ )72 ) ) )  ) 2 )'== )62 ) 6 )6 ) ) )



 


 8. #

 


1))

!&# !#(.&( $   $$ 58 #55


/%*. (& 5 ' !###!'
&$ .(;/. $ 5$(&#&(

 

$5#%( ,8.5(

.#%( ,8.5(

7 /55%.

' (55(.

8(:

#&

) (55(.

)2 (55(.

 ,+58%  +141% , 5%  %,1  %##,,%# #1+#1


'+5,1  '#% 1++%  '+%'+% %'+1%+( %+
#%+"8%# ,4 666(%+++(1/"% 

 






'"*#
'(*

#(*
 "#

"0

#'"#
# #"
"#,
"#"
'"0
'+

# *.(//#%# !#(.&# 8& %*#( %*( # $5 *.//#(& (&,8#/5. !.8$%&5 $ .!#(&# &5.$# %.##(&$#  #$ (./5 *(.5&( 5%*( *#9 /5#$ 
/($!!#5( /8 ,8/5# /55(.#+ 8# *#9 #8/ #&: #&5.//.&&( $ <(& $ (.(:/5 ,8#&# #%(&5 #!8.# (%.#  .#$#:# &&//# (&
*.#*#5<#(&# "  /# $5.& .#/8$5.&&( &" %(.5 ( (.5# **.#% /8$$ #!8.# *(# &" /8# .#$#:#+ %*.58. #& 8%&5(+

&%+ 
 
!$#((#
'


 

$# 
#*"0

*"0'#

 '

   
&(:
($(!&
#.&<
)* .8!#
)) &(&
)* -,8#$
)*
)
))

(%
%*(//(
*($#
) .#
)* (5&<
) 5&<.(
)
)
)%

)$
)%
)%
(*
)%
)

 '!#

+ $.#
5&#
$.%(
$!".(
!$#.#
$#
 

($

8:($(

(*.5(

#(!!#

(:/# %*(.$#

:

#

        

!"

 +%
#%#
%,1
+
% %#
% 8#%
+,

&
&3
&3
&&3
&2
&

!.

3.
39
&
&$
3&
32
3&

 +
"'%,,%
1#
+%1%#
4#%
+#8
#%5

!"

!.

&.
&2
&&.
&3
&&
&-

3.
&
3
3&
&.
3
33

 
  
  
(.< =36 (.< 3 (.< 231
(.< 3'

!"

"'+
*)4 

,,#
 #%
'% 



&&9
&
&$
&
&
&

!.

3
39
39
3
&
3.
3.

!"

 +"%
+"
 +4
,+
,
%1#8
(  +

33
&2
&3
&
&
&3
&$





*(( %(//(
($5( %(//(
($5( !#55(

!.

3
3&
39
32
33
&.
3.

!"

%"
%+#%
+#1%
+,1
#
#8
+%#

&2
&3
&3
&
&3
&2
&3

!"

.&(

&2
&

!.

!"

!.

&  + #%


&9 & ,1"4
3. +47 ,
&& &2 %#+
 #(!!#
 8:($(/(
%*(.$

 

"#

   

&


!.

& +
&& %,
(*.5(

!"

&9
&
&5(

!.

3 +
- ##
(:/#

!"

'"


&39

"'

393

+%#1
 %

)$

292

+"(
(*

2

   

+%#1
+%

329

)

 '

+%#1

 4,%

 
( "

)(

'#

#/#

!
#

#

"'# '
" # #


"*#
- #'
#( " (

)$

)

)%
)

" '"(#
"/

)(

*"

'(

"#+,'

)

+'(*

 "#

)

)

!.

&3
$
&.
 #

&9
&9&

""

' #" )

(#"


,,
+,,%#

#!

)(

9


))
'

9

,

'(,

'*
!"

(
!(*'!

'

        "
",1+"
1#

#"'

)*

"

#$""
' "# $

+ "#

"#

!+'#


 1
+,,%#

 ("

*## !

  

!.

3.
&3&
33
39
3&
33


( #

!&9
&9

))

+"#( '(

(%
)$
'#

#(

)(

+"

)*
)

**  $#

**  ((#

LA TASI E LE TASSE
SULLA CASA

Le nuove imposte comunali e


cosa cambia per chi acquista
o ristruttura
arrivata la TASI, la tassa comunale sui servizi
per proprietari ed inquilini che pu arrivare a
pesare pi della vecchia Imu. Andr a comporre
la IUC, limposta unica comunale, insieme a Imu
e Tari. Per non perdersi tra scadenze e regole c
la nuova guida La Tasi e le tasse sulla casa, un
aiuto facile per pagare solo il giusto.

NUOVO

IN E-BOOK
nei migliori store digitali e nellapp
per iPad Biblioteca del Corriere

In edicola dal 6 ottobre con

5,90*
E-BOOK

4,99
*in pi rispetto al prezzo del quotidiano

(/5
(.#&(

#$&(
$ .&5(
)* &<#
)( .#/5




 *.//#(& -/$&
*(& 8 &5.#
*.//#(&.# 8&( 
:/5 $ !&( &#5(
 $-$5.( &# *.//# $$
(<#0 ,8/5# 8 &5.#
# // *.//#(&
*(.5&( 5%*( #&/5#$
 *.58.5( /8$ !&(
&#5(  /8# /55(.#
(#&5$# $
(&5#&&5 & :./( #$

#5..&(
/55&5.#(&$  #$
(./5 $$ &#/($
#.#+ %*( #&/5#$
&" /8# /55(.# 8
(.#&5$# 8.(*#+ $$(
$5.(:+

Marted 7 Ottobre 2014 Corriere della Sera

54

CERCHIAMO SEMPRE,
PERCH IL FUTURO
NON SMETTE MAI DI STUPIRCI.

Cercare sempre qualcosa in pi, un risultato assoluto,


un nuovo traguardo tecnologico. questo il ruolo di Citizen,
il nostro DNA che si esprime. Trovare nuove opportunit
per migliorare ancora, perch noi vogliamo andare pi in alto.
Chi possiede un orologio Citizen lo sa.
Guardare oltre, cercare sempre, fermarsi mai.
BETTER STARTS NOW

398

RADIOCONTROLLATO PRECISIONE ASSOLUTA

Lorologio riceve, con trasmissione via onde radio, il segnale generato da un orologio atomico:
la sua precisione ha una tolleranza di 1 sec. ogni 10 milioni di anni.

SISTEMA ECO-DRIVE ENERGIA INESAURIBILE

Basta una minima esposizione alla luce naturale o articiale per accumulare
una grande quantit di energia e garantire il funzionamento dellorologio, senza pila.

VETRO ZAFFIRO PREZIOSO E INSCALFIBILE

Protegge lorologio grazie alla particolare compattezza della sua composizione chimica
e ne esalta lestetica con una trasparenza assoluta.

Corriere della Sera Marted 7 Ottobre 2014

Tv

55

A FIL DI RETE di Aldo Grasso

Ravasi e la scelta di far leggere il Vangelo ai detenuti

Teleraccomando
di Maria Volpe

Paolo Mieli
racconta
Alcide De Gasperi

amicizia, la famiglia, la coesistenza. Il cardinale Gianfranco Ravasi chiama in causa la saggezza e lironia di
Alessandro Manzoni (Una
delle pi grandi consolazioni di questa
vita lamicizia), letica luterana (La
famiglia fonte di benedizioni e di maledizioni, per un popolo), il fervore poetico di Jorge L. Borges (In quellora in
cui la luce ha una finezza di sabbia/entrai in una strada ignota, aperta in nobile spazio di terrazza [] Solo dopo pensai che quella strada della sera era estranea,/come ogni casa un candelabro
dove le vite degli uomini ardono come
.

a vita, le idee, la visione


politica, la capacit di
immaginare un mondo
diverso, il filo conduttore
della prima serie di sette
puntate di Italiani
dedicata ai grandi
personaggi che hanno dato
lustro alla vita politica,
sociale e culturale del
Paese. Sar Paolo Mieli
( foto), attraverso interviste
a familiari e studiosi,
immagini e sequenze di
repertorio delle Teche Rai, a
farci conoscere meglio
questi grandi. E come
non partire dal
grandissimo De Gaspari:
politico di profondo
spessore, uomo di immensa
cultura, moralit e spirito
di servizio. Una figura
politica oggi inesistente.
Italiani
Rai Storia, ore 21.30

REPORT
Milena Gabanelli
Vince la pizza di Report:
per Milena Gabanelli e il suo
Report, con uninchiesta
sulla pizza: 2.992.000
spettatori, 12,2% di share

HAWAII FIVE-0
Alex OLoughlin
Il crime battuto dalla pizza
italiana. Rai2 sotto Rai3 la
domenica: c Hawaii Five0, seguito da 1.892.000
spettatori, 7% di share

.

3.$"9/ @F

  .3"$
@F
1
|z 3"$!11" @F

$"1 11 @F
 ,.$8 
3$
$
8@kF
1$."
| 1 
$"$! @F
|z $
 $,$  1
8@kF
|| 1$.1$ $ .$" 
8. 11$ "
@F
 81 " .11
@F
pz . 1 -
1$."
. 13$ 8@kF

bXk @ @

.$/$ .$ 
Xk
z 3"1. 81 !kk

8@k@ X@b@`
k@ ~~` @kk
`
k@k XX "k
~@@_ 1~
kXb
z ,$.1  ,$.1 @F

bXk 8k@
1 "$11
z /$11$8$
 @F
z ".>$" 1
@F

|
z
z

z
|
z

|z
zz
p
p
pz
|

|z
|

.

/3,.!: 18 8@kF
.1" 1kkx
 /$. !
$ 1x
,/$" ,.$   1x
. ,.!"1$
/,>$ .$
1 "/! @F
 11 8$/1. @F
1 $."$
1
$/13!  /$
1
@F
! 
" .NX@
11$ 11$ @F

/1 1kkx
/3,.!: 18 8@kF
. ,.!"1$
1 / /
. 1 /,$.1
1
"
/ $/ "/ 1x
"
/ 1kkx
1
$ _ /kk
.l@
l` !@ @k`
k !l@b
!  " /3 8@kF

~ G .` @@
1@` @Nk@
k~@X
1
":1 
$"$! 
313.$ @F

bXk @@ X
,.1; ,$,  >
X.k@

.1|

1. 3$"$."$
.$" @F
$. @F
! !"  .1. 
/. @F
1 !"31
1
1 3$. 1 @F
," -3$1 "$ 
 1!,$   /1$. 
1 .$"
1
1. $". $ @F
1 /
1. ,>> . 
1.. "$/1. 1kkx
/,11" $ $ X
$ Xk
1
1 .$"
$ @F
/
$"$/
31 .k@
3" ,$/1$  /$ /@
.) @F

bXk !@
@ "k ~@@_

@bb@ >XX@
,kbkk
| 1 " "$11
1 .$"
z . ,.!"1$
1$."
z /,
 , @F
|z 3$. $..$
$/ !
8/1 @F

z
|z

|
|
|z
|zz
zz
z
z|z
|

z
z
z

candele isolate,/che ogni immediato


nostro passo cammina sul Golgota).
Proprio dalla poesia Strada ignota,
Ravasi prende le mosse per commentare il Vangelo della liturgia domenicale,
la drammatica parabola dei vignaioli
omicidi (Matteo, 2, 33-48), riportata da
tutte tre i vangeli sinottici.
La novit di questanno che a leggere i brani evangelici sono i detenuti delle compagnie teatrali delle carceri di
Bollate, Rebibbia (sezione femminile e
maschile) e Volterra, con il loro carico di
esperienze dolorose e limportanza che
le parole assumono in questi contesti.
Per uno strano disegno, la prima para-

pz
|
|z

|
z
z
zz
pzz
z

"z

1 | "1 "9/
>$..$ 1kkx
3"1. 1kkx

3$. . 
1kkk@

. ". 1kkx


.
11 1"
@F
1 | 1$."
1
18 "
$./
1kkx
 /"$. " $
1kkx
$ /,$.1$  $.3!
@F
! 3. /1.11$
1kkx
.  $ " 18
/,
 8@kF
! ,//$  "$11
1 | 1$."
 /.1$ 1kkk@
1!,/1 !$. /@
! .! $
@@X` 3/`
p .k~@ b 1kb
Xkxx
/kk
/@k` .X@b
k@`
@ kk
 //!  .1 |
@F
! 
/1$
k` 3/`
.k~@ b .b k

.Nk .kbxb

1 z ,.! ,"
@F
p 1 z !11"
p|z !11"$
"-3
@F
$.3! @F
1 z
| 313 /@ $k@
|z
"1$81." /@
||z 3$!"  $""
1@
z  /.1$ 1kkk@
,$!.$
"-3
@F
p|z 8"1 3" 1.$v -
zz 1 z ,.! ,"
@F
1 z
| /1./
  "$1>
 8$
 " 
">
1~ /@X
!   ">1 
,,
kb@` @@`
p .k~@ b X
$b
!@
b` /@ 8k@`
@Nk@
@@
z .$/ $ /,$.1 "

3$. 8@kF
zz 1 z "$11 "k
~@@_ .@k~@
@@ !kk
/1./
  "$1>
 8$
 " 
">
1~ /@X

"!

/,$.1
!  " 1;  /X@ o @ ~
Xkk~~@ bk@ kX@ @
kX bk@ b@ "  "k X@
 !@~@` " !@xkb k 
/b /
k@
@X
$/,1 "11/$ 3
xkk k@ Xk
Xk @@@k o @
@xx@ @ @ X@ b
~@ 1@ @
@X@ /
k@

 !$ !
$ 1  X@k k
k @ N@N@ @k ~
@X x @ @b X@@
@@ 1kb` @XX b
kXk /
k@ @
13" . $1 !kXX@X b
@ k` xkb @
@~@b X @ xk
~@@ @NX@ k @@k
k kk /
k@ !@ 

/. 18
$9  !1 ;$3. !$1.  
$ 91  $ k

@k
| 8  !  k
@k
z !
$"1.$ "
.@ 
z !.
"   
z "$"  .1  /1.KKK
"1."$  
z 8  !  k
@k

RIPRODUZIONE RISERVATA

1
/3!!.
.3/ 1kkx
z  81 /
$" $ !
/kk
! G !$; 1kkx
pz 1
$/. 1kkx
z ,./$" $ "1./1
1kkx
z /13 $ ,.1$
/,$.1 ! /1
|z  /!,/$"
@
|z 313.!
@
z .$ ./ /kk
zz  " 1$.; /kk
|z
3
 1kkx
/13 $ ,.1$
"1
,>$"
p /13 $ ,.1$ "k
~@@_ !kk

/ "9 ;$.
1kkx
@ /k`

@k @

/ /
" 

.!" 1kkx

9@ ,kkk` !@~
k~kNk~k
1 $$9" 1kkx
|z /,$.1 ! /1
/13 $ ,.1$ 
$."1
| 1$, $" -
|z ! .,." !

kb@` @@` p
.k~@ b @ "k~

N@ .@Xk` !@X


X` 8@k@ b


1 
zz !$8 / @F
$!" 3/ .//"
/1!, @F
1 
z $!" 3/ !1$
@F
zz $!" 3/ @F
|z
$ . @F
.
 1. @F
1 
| 1 
.$"
 
|| 
$!!//.$ !.1
1kkx

kk
  ..  !/1.$
/kk
p
$!!//.$
$. .
1kkx
,kk
!b` !@bk`
k@ @b
1 
$11$  !>>$ @F

bXk @ 
 !.1  @F

bXk @ 
| 1  "1 /

$ . @F

bXk 1@@ ,@k@


|z !$8 / @F
z $11$  !>>$ @F

bXk @ 
.
 1. @F

bXk !@ !k
z $!" 3/ @F

.|

/;
/
.$ . kk b$ @
8kk@` bXk@ @XX@
b N @X
b@@k bk @bk .@XXb
@k b .@
/
k@

z  3" $."  -3


 ~kk bk b@ 
@` k @X x b
@k b
@ b kk_ !

@k`  $k k  bk
/
k@
@X
pz 3 G 3 ,k k@bkk b@@
k` k bkXbk b @@k k
z| Xkk Xkk k N
bk@ x@@ Xkx @
b !
/kk /
k@ ,@ 
z 
$$. 
.!" @
N@X@ kb@  !k @XX@
@x@kX@ bk @k
bk x~ /
k@ 

bola che sono chiamati a leggere parla


di fatti sanguinolenti. Il racconto utilizza immagini classiche della tradizione
biblica: la vigna il Regno di Dio, i servi
i profeti, il proprietario della Vigna
Dio, i vignaioli lumanit intera con i
suoi capi, i frutti la fedelt alla Legge
portata a compimento dal Cristo (la
nuova ed eterna alleanza). E ancora una
volta, nessuno, come Ravasi, sa mostrare in tv questa filigrana simbolica.
Le Frontiere dello Spirito, il programma di cultura e attualit religiosa
di Canale 5 (domenica, 8.45), curato
da Ravasi e da Maria Cecilia Sangiorgi.

$
$1 @ @~@ 8@k
 Xk ~~k @k
x@Xkk kb @k @ XXX@k@
/XNkF ~ @N@

 kk /
k@ ,@ 
1 :,1.1 " 3 
"!
$ @k @NN@b@
@
@ kb kkk @ kb`
k @xkXk kk @ @
x~@ @ @k @~@b
X ~
k@@k /
k@ 
 "  /kk k~
@XX@ k bxxkk kb
x k ~ XXk bkxkbkF
@Xk @ k k k @kF
/
k@  
z  /.1  11. 1k
@~@ @ k X@ @b
@xx@k ~@@k
X@k k k@ b k@k
@ /
k@ @

z .   .
 3@ ~@
~kk k` k @~@k
Xkb` @ @ X@k X@@N
k@ @ k@ kkk
Xkb@ /
k@

zz !//$"_ !,$// 
@~kk kX@k  1
k
@ @k` @@b b@
X@ @@ bk b Xk @
.@ /
k@ !@ 
 .
.
  " @k @k o
@@@ b @X` k@~~
bk N $~~ k ,k~b
"k kXk @b @~@k
@ /
k@ 
$"  ; $" b @@
k~@ k xxkX k ` Xk
k@@ k X
@~ x@k
@k`
 @ k ! kk@
/
k@  

"1.11"!"1$
p 3$" $.13"
.v
k
@k
z  1311$ .1!$ k
@k
 13" .!" "Xkbk
z "$" /$"$ /11$ $
k
@k
// k
@k
8$11 k
@k
z "3;/ "Xkbk
z ,.$" 
k 

z !.
/ $1 1"1 / 3
z "1$3. k
@k
!/1.
 3/1. / 3
p "
3
"
$"
$>."$  xk
pzz ."  /,.">
/
k@  

! $
3$
$ 
1 
 3/1. / 3
1 
 3/1. / 3

z 1 
 3/1. / 3
z
3
"  "
3 $  xk
z ."" /1; 1$ .$

3/ / 3
"1$3. k
@k
!.
/ $1 1"1 / 3
z , 1
" 3 "
,  kb
zz !.
/ $1 1"1
/ 3

1""/_ ,.!$ 13."$ 1k


91 b  k@ 
|

$_ $."1" "1. /kk
 / / 
z ,8$$_ !!" _

!,$"1 !$"  8 3/


.3// .@/
.3 ;_ /3 .
  
/
1k .~N
@ /
/ 


$_ !"
8$ /kk 
/ / 


$_ $."1" "1. /kk
 / / 
31$!$ /!$_ ." ,.:
$ " ",$/ bX@ /
/ 
p

$_ ",$ 1$."$ /kk 
/ / 
p

$_ 38"13/ .$! /kk 
/ / 

9./1"_ 99 $!/1

.9 / / 
z ,8$$_ !!" _

!,$"1 !$"  8


1 .!" .@/
,8$$_ !!" _

!,$"1 !$"  8


1 ., $!"
"
.@/
z

$_ !"
/1.
1;
.$! 3
@ k@~k
/ / 
|z ,31$_ .$/ 
."" / !b@k ,k
/k@ 
z .3 ;_ ."1" 3/1.
1k .~N
@ /
/ 
,8$$_ !!" _

!,$"1$ !$"  8


,$$  .@/

.>>

$
3!"1.

!; 11 ,$";_ !


> 
!
 k@~
pz $ /1.$. ".$ !$" $ 
3! 
@ "k
z !. " 
"9 1$! G ..; /$9
k@~
 1$" kb
/
$$ ; $$ !;/1.; "

k@~

.  3$ 
@k
.  -311.$ .3$1
Xk
@k 
.  -311.$ .3$1 9$.
1$3. Xk
@k 
!

"  /$  

@k

 8/1  /,$/ ",$ 


3" . 1. 1.$
Xk
@k 

z  81 /.1  3"


1". !.
" /kk
. "9/ $."$
z $" $ .
  /kk
p .$ " $$ /kk
pzz 1 $/1 9$. /kk
| $
1$. 9$ /kk
z /1.1 1"1/ /kk
!  /1$.; $ 8$"

|z 9$" ." @F

 z
8"  88.
$" ! .k@
:1.! !$8. $!
 1$" Xk@
p 3; 11; 1kkx
z $//, . 1kkx
z .$; ,"/ 1kkx
1 8!,. ./ 1kkx
1 8!,. ./ 1kkx
3$!"  $"" 1@
/$ ! /$ ;$3 .k@

$
z !/1.
 3/ 8@kF
.1 " . 8@kF
3;" G /"
Xk@
p .1 " . 8@kF
z .  3$ Xk@
z .  ! 8@kF
!/1.
 1 8@kF
z ! ""` -3 ,.1
$.
,
.

. 1!
z -311.$ !1.!$" @F
p ,>> ,.  /,/ @F

3
"  "
3 $ 3/
@F
$1  "
3 $ @F
$$ 1./ @F
z  $ 1_ $
 "
$."$ @F
z !11 !/1.$/
@F

! /1 ,.!3!

3
 1kkx $
| ,.$
1 ."1
Xk@ /b
3k@

z .
.,1 .NX@
,k
k@

z 3" ."
$"1. 
,k
k@

z /,$$/ 1kkx 
1$"

z $." / 1 "9



 1kkx !;
z 
$,$  1 /b
3k@

| $." / 1 "9



 1kkx !;
p /,$$/ 1kkx 
1$"
| 1 1.!" 
,k
k@

56

Marted 7 Ottobre 2014 Corriere della Sera