Sei sulla pagina 1di 48

GIOVED 22 GENNAIO 2015

Milano, Via Solferino 28 - Tel. 02 62821


Roma, Via Campania 59/C - Tel. 06 6882811

Buone notizie (dallestero)

RIPRESA? POSSIAMO
SPRECARLA SOLO NOI

Moda

Vizi e virt

La svolta di Gucci
Michele nuovo stilista

Garcia, il francese
controcorrente
diventato arcitaliano

di Matteo Persivale e Paola Pollo


a pagina 25

di Daniele Dallera
a pagina 42

Il patto azzera 35 mila emendamenti


Ora per lItalicum la strada spianata

GIANNELLI

Poste Italiane Sped. in A.P. - D.L. 353/2003 conv. L. 46/2004 art. 1, c1, DCB Milano

nata una nuova maggioranza, con Berlusconi dentro e Bersani fuori? Se lo chiedono in molti dopo
che i senatori di Forza Italia, al grido di forza Italicum, hanno salvato il governo sostituendosi ai voti
della minoranza pd. Ma una domanda ingenua, almeno per la prima met. Berlusconi era gi di fatto
nella maggioranza che sorregge il governo fin dal suo
parto; ne fu anzi lostetrico nellincontro del Nazareno.

Passa al Senato, con i voti determinanti


di Forza Italia, lemendamento che ne cancella altri 35.700 e blinda lItalicum, con i
capilista bloccati e il premio alla lista: a
una settimana dal via allelezione del presidente della Repubblica, il patto RenziBerlusconi regge la prova della riforma
elettorale. E comincia a configurarsi come
una sorta di nuova maggioranza.
Bersani, da parte sua, riunisce alla Camera 140 parlamentari dissidenti, ma la minoranza pd divisa e Renzi da Davos sentenzia: Sono ininfluenti. Chi prova a interrompere le riforme non ce la fa. E Berlusconi lancia Antonio Martino come
candidato bandiera per il Quirinale.

continua a pagina 26

da pagina 8 a pagina 12

IL COMMENTO
Il partito del Nazareno

continua a pagina 27

di Antonio Polito

Il vertice alla Bce Le indiscrezioni sulle misure di stimolo alleconomia. Restano le divisioni, oggi si decide

Titoli di Stato, la scelta di Draghi


Il piano: acquisti per 50 miliardi al mese. La Cina: noi continueremo a comprare euro
di Danilo Taino
STRATEGIE

Davos Renzi: il mio sogno la parit con il dollaro

cquisti mensili di titoli delleurozona per 50 miliardi


almeno per un anno, se la situazione non cambia. Sono le
indiscrezioni sulle scelte del
Consiglio dei governatori della
Bce, che Draghi annuncer oggi. Ma restano le divisioni. Il governatore della Banca centrale
cinese: Puntiamo sulleuro.
a pagina 5 Ferraino

di Massimo Gaggi

a nuova agenda Obama sposta a sinistra lasse di tutta la


politica Usa.
a pagina 27
servizi a pagina 6

AFP / FABRICE COFFRINI

I ritardi europei
che preoccupano
la super lite

di Giuseppe Sarcina
e Giovanni Stringa

Usa Al Gore ieri a Davos: ha annunciato un concerto


Live Earth per lambiente).
alle pagine 2 e 3

neconomia asfittica, tassi bloccati, una


dorsale bancaria da riprogettare e una
leadership politica incompiuta: sono i ritardi
dellEuropa a rendere cupa latmosfera di
Davos. Il premier Renzi invita per a cogliere le
opportunit offerte da Bce e prezzo del
petrolio. E in unintervista dice di sognare la
parit euro-dollaro. (Nella foto, lex vicepresidente

Pi controlli ai confini
LItalia riduce Schengen
di Fiorenza Sarzanini
IL SINDACO DI SALERNO

uove misure antiterrorismo


e conseguente forte attenuazione del trattato di Schengen: lItalia ripristina i controlli
ai confini e chiede la lista passeggeri dei voli a rischio. Il
provvedimento del Viminale dimostra quanto sia alta lallerta
per la minaccia jihadista.
a pagina 14

Montefiori, Olimpio

Soltanto 15 docenti ordinari hanno meno di 40 anni, nessuno ne ha meno di 35


di Gian Antonio Stella

U
9 771120 498008

Obama sposta
lasse a sinistra

TERRORISMO ACCESSO ALLE LISTE PASSEGGERI SUI VOLI A RISCHIO

I nostri atenei vietati ai professori giovani

50 1 2 2>

ANNO 140 - N. 18

Servizio Clienti - Tel. 02 63797510


mail: servizioclienti@corriere.it

FONDATO NEL 18766

di Alberto Alesina e Francesco Giavazzi


rrivano notizie dallEuropa.
Alcune buone, altre meno.
Cominciamo dalle seconde.
La Commissione europea ha
leggermente modificato le
regole sui conti pubblici: rimangono
sempre astruse, anzi sono pi complicate
di prima e i cambiamenti riguardano
decimali di cui si fa fatica a capire la
rilevanza macroeconomica. Ma
comunque un segnale.
Bruxelles comincia a riconoscere che le
regole devono tener conto della situazione
delleconomia e aiutare i governi a fare
le riforme. Bene anche che la maggior
flessibilit non si applichi agli investimenti:
i politici non si devono illudere che
costruendo autostrade si faccia ripartire
la crescita.
La buona notizia che la Banca centrale
europea si appresta ad acquistare titoli
pubblici, lultimo strumento che le
rimasto per evitare la deflazione. una
novit importante e positiva: fino a poche
settimane fa questa ipotesi era considerata
anatema da molti europei.
Nel frattempo, ed la notizia pi
importante, la nostra economia
potrebbe aver raggiunto il punto di svolta:
in novembre la produzione industriale
ha ricominciato a crescere, con un
rialzo dello 0,3% su ottobre, quando ancora
si era fermi. Il livello rimane del 10%
pi basso rispetto al 2008, quindi abbiamo
un mare da recuperare, ma non siamo
pi alla deriva.
Gli interventi e gli annunci della Bce
hanno gi fatto svalutare leuro rispetto al
dollaro del 17% circa, da 1,4 a 1,16. Quando la
Banca comincer i suoi acquisti ci potrebbe
essere un ulteriore indebolimento delleuro.
Questo favorir le imprese esportatrici
che grazie al Jobs act cominceranno ad
assumere a tempo indeterminato. Ecco la
risposta a chi dice che il Jobs act
controproducente. Pi domanda con
unofferta bloccata da un mercato del lavoro
rigido servirebbe a poco, cos come una
riforma del lavoro senza domanda non
produrrebbe nuovi posti di lavoro. Ma la
domanda estera non basta, serve anche
quella interna, cio consumi e investimenti.
Ecco perch sarebbe un errore
imperdonabile concludere che le nuove
regole europee e i prossimi interventi
della Bce ci consentano di ricominciare a
dormire sonni tranquilli.
Le nuove regole probabilmente ci
eviteranno una manovra di correzione
dei conti a met anno, cio un ulteriore
aumento delle tasse.

In Italia EURO 1,50

www.corriere.it

no su mille ce la fa? Magari!


Nelle nostre universit perfino lincoraggiamento di Gianni
Morandi a vuoto: su 13.239 ordinari neppure uno, fosse pure
Einstein, ha meno di 35 anni. E
solo 15, poco pi di uno su mille,
sotto i 40. Ma tutto il sistema
che sta invecchiando drammaticamente. Let media si impennata fino a 52 anni e mezzo.
Mentre i docenti sotto la trentina
(in genere ricercatori) sono crollati dal 2008 a oggi del 97%.
continua a pagina 21

IDEE& INCHIESTE
PERIZIA SUL PAPARAZZO

PAGAMENTI SENZA CONSENSO

La difesa di Corona:
Telefonini, maxi-multa
in cella diventa psicotico per i servizi trappola
di Giuseppe Guastella

di Lorenzo Salvia

abrizio Corona rischia una


psicosi dalle conseguenze
imprevedibili: a sostenerlo
una perizia in base alla quale
oggi lex re dei paparazzi chieder la detenzione domiciliare.
a pagina 17

anzione da oltre 5 milioni di


euro alle quattro principali
compagnie di telefonia mobile
da parte dellAntitrust per aver
fatto pagare servizi non richiesti. Allinsaputa dei clienti.
a pagina 30

Un anno a De Luca
Rischia la Severino
di Fulvio Bufi

ermovalorizzatore di Salerno: condannato per abuso


dufficio il sindaco della citt
Vincenzo De Luca. a pagina 13

Gioved 22 Gennaio 2015 Corriere della Sera

Primo piano Il vertice

Il premier parla ai leader ma guarda a Francoforte e alla Bce


E in unintervista dice di sognare la parit delleuro sul dollaro

Renzi: avanti con il cambiamento


Citazioni

DAL NOSTRO INVIATO

Parla a Davos ma guarda


anche a Francoforte. E le indiscrezioni di ieri sera sul piano
della Banca centrale europea,
per acquistare titoli di Stato,
sembrano assecondare le sue
speranze. Penso che la discussione in seno alla Bce lasciate che sia molto chiaro, io ne rispetto lindipendenza e le
future mosse della Commissione Ue possano aiutare lEuropa
a lanciare il messaggio che la
direzione cambiata: sono le
parole del presidente del Consiglio, Matteo Renzi, ieri davanti alla platea del World economic forum nella cittadina
svizzera.
Il premier in un discorso
altrimenti in lingua inglese
(con qualche approssimazione) ha poi citato il carpe
diem di Orazio, invitando a
trasformare i rischi in opportunit. E ha esortato ad andare avanti con il cambiamento.
Magari con laiuto di un euro
ancora pi debole e di esportazioni quindi pi competitive:
Il mio sogno la parit, ha
raccontato Renzi al Wall Street
Journal a proposito del cambio
con il dollaro, gi sceso negli
ultimi mesi a quota 1,15.
Ma il forum, per il premier,
stata soprattutto loccasione
per parlare con una lunga lista
di investitori esteri, da Goldman Sachs fino a Bank of America, in una girandola di bilaterali che ha incluso anche il direttore operativo di Facebook,
lamericana Sheryl Sandberg.
E non mancata un po di
autocritica sul semestre italiano di presidenza del consiglio
Ue. Non so se il risultato
buono, ha spiegato Renzi, si

DAVOS

Carpe diem
Il premier
Matteo Renzi
ieri a modello
dellazione
politica ha
citato
lesortazione di
Orazio carpe
diem, cogli
il momento.
I leader politici,
ha detto,
devono avere
unidea del
futuro e
devono avere
la capacit di
trasformare i
rischi in
opportunit
Lesortazione di Orazio
(65 a.C.-8 a.C.)
a concentrarsi
sulloggi si
basa sulla
considerazione
che luomo non
pu conoscere
il futuro, e
tantomeno
pu
determinarlo

GERMANIA

FRANCIA
Basilea
Berna

Davos

S V I Z Z E R A St. Moritz
Lugano

ITALIA
dArco

pu dire che sia stato a met e


met, perch aumentata
limportanza data in Europa alla crescita rispetto al rigore, ma
ora deve cambiare la burocrazia. Mentre per lItalia la riforma strutturale pi importante la credibilit e noi non
siamo credibili se non facciamo le riforme strutturali.

Lappello alle riforme e alla loro


urgenza non una novit per i
premier italiani a Davos: il tema era gi stato affrontato due
anni fa dallallora presidente
del Consiglio Mario Monti. Oggi interverr al vertice svizzero
la cancelliera tedesca Angela
Merkel, che poi nel pomeriggio
voler a Firenze per incontrare

Il bilaterale italo-tedesco

La Cancelliera a Firenze tra sicurezza, ribollita e passeggiate


FIRENZE (m.ga.) La Bellezza forse non salver il
mondo, ma potrebbe sedurre Angela Merkel e
convincerla a qualche concessione sul patto di
stabilit. La Bellezza quella di Firenze, dove
la cancelliera tedesca arriver stasera per il
vertice italo-tedesco. Allogger allhotel Savoy
in piazza della Repubblica e da qui, sotto
scorta e sorvegliata dai tiratori scelti appostati
sui tetti, entrer a Palazzo Vecchio dove sar
accolta da Matteo Renzi e dal sindaco Dario
Nardella. Il premier laccompagner nella Sala
dei Gigli per la cena di benvenuto a base di
ribollita, pappa al pomodoro, bistecca e i vini

pi prestigiosi della Toscana, Brunello,


Chianti e Ornellaia in testa. Renzi ha dato
disposizioni molto accurate sulla scenografia.
Sinizier, dopo cena, con una passeggiata (via
corridoio vasariano) sino agli Uffizi. E venerd
mattina con una passeggiata dallhotel a
piazza Duomo a braccetto con Renzi che
certamente racconter ad Angela che fu
proprio lui, da sindaco di Firenze, a chiudere
al traffico la blasonata agor. Poi il clou:
trasferimento alla Galleria dellAccademia per
il summit bilaterale, sotto lombra del David.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Renzi. Nel giorno di Draghi e


delle scelte della Bce. Quanto
allipotesi di Draghi al Quirinale, penso che sia un grandissimo uomo, che il leader della
Bce e che nei prossimi anni dovrebbe continuare a ricoprire il
ruolo, ha commentato il premier in unintervista a Class
Cnbc.
Ieri, in contemporanea con il
voto romano sulla riforma elettorale, Renzi ha parlato anche
delle tensioni della politica sullItalicum, su cui non si molla
di un centimetro. Anche perch, ha aggiunto, quella di una
parte della minoranza Pd
una posizione che non condivido e non credo la condividano
neanche i militanti delle feste
dellUnit, anche quelli che
non hanno votato per me. E
ancora: Credo che lItalia si
stia avviando verso la possibilit di restituire ai cittadini il diritto di scelta.
Renzi ha parlato anche della
riforma delle banche popolari
e della giustizia civile e, pi in
generale, ha aggiunto: Non
voglio descrivere il Paese come
museo, certo la cultura importante, ma vorrei dire ai miei
figli che lItalia un laboratorio
di esperimenti. Ma ogni laboratorio ha bisogno di finanziamenti e di una business community che ci creda. Con questo in testa ieri Renzi ha incontrato a Davos banchieri e
manager internazionali. Nei
prossimi mesi (che il premier
ha definito cruciali, tra lallenamento monetario della Bce e
il piano-investimenti di Jean
Claude Juncker) si vedr se e
quanto la missione svizzera di
Renzi stata utile.
Giovanni Stringa

Penso che la
discussione
nella Bce
pu aiutare
lEuropa
a lanciare
il messaggio
che la
direzione
cambiata
Per lItalia
la riforma
pi
importante
la
credibilit:
non saremo
credibili se
non si fanno
le riforme
Non so se il
risultato del
semestre
italiano di
presidenza
Ue buono,
si pu dire
che sia stato
a met e
met

RIPRODUZIONE RISERVATA

4
I giorni
del vertice di
Davos: apertosi
ieri, si conclude
sabato

Spigolature
Al Gore annuncia un concerto verde
Ma arrivano 1.700 super voli privati
DAL NOSTRO INVIATO

2500
I partecipanti
da 140 Paesi,
con presidenti,
premier, capi
azienda, Nobel

103
Le pagine
del programma
ufficiale con
temi che vanno
dalleconomia
al clima

DAVOS Se 1.700 veivoli privati vi


sembrano tanti, guardate quello che
sta succedendo al vertice dei ricchi e
potenti di Davos, in Svizzera. Almeno
cos raccontano le stime (non
ufficiali) sui jet e voli di piccolo e
lussuoso cabotaggio nei cieli del
World economic forum. E pensare
che gli organizzatori del vertice
hanno proposto anche questanno
liniziativa verso una Davos pi
verde. O che lex vice presidente
statunitense e premio Nobel Al Gore e
la popstar Pharrel Williams hanno
appena annunciato, qui al vertice, un
concerto Live Earth per lambiente
il prossimo 18 giugno, in diverse citt
nel mondo.
Se la mossa di Al Gore prende
spunto dalla lunga storia dei Live Aid
per gli aiuti umanitari, il programma
del Wef punta a ridurre limpatto
ambientale del vertice, per esempio
con navette tra laeroporto di Zurigo e
Davos. Gi, ma per arrivare da casa
propria, in giro per il mondo, allo
scalo della capitale economica della
Svizzera, molti rich and powerful
hanno messo mano al portafoglio
salendo su un jet privato, di propriet

o pi prosaicamente a noleggio. E
non tutti sono atterrati allaeroporto
(dei comuni mortali) di Zurigo. Le
forze armate svizzere, per esempio,
hanno messo a disposizione la
propria base di Dbendorf.
Ci sono naturalmente le ragioni
della sicurezza, con tanti capi di Stato,
di governo e paperoni in viaggio.
Eppure, la dolce vita del World
economic forum anche questo,
riassunto in una frase attribuita
ma perfino lei nega alla modella
Naomi Campbell: I dont fly
commercial (non viaggio sui grandi
voli commerciali).
E tra gli altri piccoli aeroporti
nelle vicinanze c quello di Samedan,
in Engadina: a pochi chilometri dalla
mondana St. Moritz e a un passo (di
montagna, lo Julierpass) da Davos.
Poi ci sono gli elicotteri, che volano
fino a Davos. Forse sono gi stati
calcolati allinterno dei 1.700 super
voli privati, o forse no.
In ogni caso, una classica navetta,
un tradizionale trenino rosso o un pi
intimo taxi sarebbero stati pi
verdi.

G. Str.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Gioved 22 Gennaio 2015

PRIMO PIANO

Sotto la neve
Pupazzi di neve a rappresentare i
vari Paesi nella mostra Il nuovo
contesto globale promossa da
Action2015, alleanza di
organizzazioni non governative
attive su temi ambientali e sociali,
in margine al 45 Forum di Davos
(Ap/Jean-Christophe Bott)

Presenti

DAL NOSTRO INVIATO


DAVOS Da oggi lEuropa dovreb-

Il premier
cinese Li
Keqiang ha
rassicurato i
mercati:
Leconomia
cinese non in
frenata (Afp)

Christine
Lagarde, capo
del Fondo
monetario:
LUcraina ci ha
chiesto un altro
pacchetto di
aiuti (Reuters)

Il premier
Davutoglu: ieri
la sua Turchia
ha deciso di
non processare
4 ex ministri
accusati di
corruzione

Simonetta
Sommaruga,
54 anni,
padrona di
casa: guida la
Svizzera dal
primo gennaio
2015 (Afp)

be cominciare quello che


lAmerica ha finito ieri. Dopo
molti anni di cammino parallelo, le politiche monetarie di
Stati Uniti ed eurozona si dividono. il divorzio delle banche centrali che genera ansia,
coltiva i dubbi tra i finanzieri,
gli imprenditori e i politici riuniti a Davos, per il World economic forum.
Uno stato danimo che si traduce immediatamente in previsioni sui tassi di cambio e sulle reazioni dei mercati. Per poi
passare alla domanda fondamentale: il quantitative easing, lacquisto di titoli pubblici per un valore di 600 miliardi di euro, riuscir a rilanciare leconomia europea?
Il confronto con gli Usa
tanto inevitabile, quanto crudele. Il discorso di Obama
chiude politicamente e psicologicamente lepoca dellemergenza. tempo di pensare a come intervenire sulle diseguaglianze.
LUnione europea, invece, finora ha fatto poco o nulla. Si
comincia davvero solo ora, con
la mossa di Mario Draghi: 50
miliardi di nuova liquidit al
mese, almeno per un anno.
Praticamente si parlato solo di questo nella giornata
inaugurale di Davos. Ma in pochi escono allo scoperto, anche
quando nel pomeriggio le
agenzie rilanciano le indiscrezioni sul quantitative easing.
Lex ministro delle Finanze
svedesi, Anders Borg, forse
perch assiste fuori dalla mischia, racconta di aver colto
preoccupazione e, appunto,
ansia. I tempi della finanza
internazionale non sono certo
quelli della politica, neanche
quelli della politica monetaria.
La Federal Reserve, la banca
centrale americana, dichiara
concluso il piano che ha immesso 4.500 miliardi di dollari
in cinque anni nel sistema. La
presidente Janet Yellen ha gi

Lintervista

DALLA NOSTRA INVIATA

Il presidente
ucraino Petro
Poroshenko
gi rientrato in
patria: i ribelli
dellEst sono di
nuovo in
azione (Afp)

LAmerica vuole comperare Italia. La giornata del primo ministro Matteo Renzi al
World Economic Forum di Davos, ieri cominciata di mattina presto, con un faccia a faccia
a porte chiuse con un banchiere americano, Brian Moynihan.
I nostri clienti ci chiedono di
aiutarli ad investire in mercati
esteri, incluso il vostro Paese,
che tornato ad essere un mercato attraente. E il dollaro forte
dar un contributo, afferma
Moynihan, 55 anni, dal gennaio 2010 Ceo di Bank of America
Merrill Lynch, prima banca
commerciale Usa per depositi
(1,1 trilioni di dollari), con oltre
2,1 trilioni di dollari di attivi, 85
miliardi di ricavi, 4,8 miliardi

DAVOS

Il divorzio monetario tra Usa e Ue


Lansia di Davos, in attesa di Merkel
I ritardi della politica e il mancato contributo della zona euro alla ripresa mondiale
annunciato che da qui a qualche mese alzer il tasso di interesse, dal 2008 bloccati in una
forbice tra lo 0 e lo 0,25%. La
Bce e i leader europei naturalmente non potranno accompagnare il movimento al rialzo, perch ci significherebbe
drenare liquidit e quindi vanificare in parte lo sforzo, tanto sofferto, del quantitative
easing. Ecco il divorzio tra
Fed e Bce. Nessuno, almeno a
Davos, si spinge a prevedere
quale potrebbe essere limpatto sui cambi. E nessuno pu
indovinare quando i mercati
finanziari procederanno a una
correzione senza aspettare gli

Lanalisi di Padoan
Il ministro: ma la Ue
non uno Stato
federale come gli Usa,
serve una leadership

annunci ufficiali di Janet Yellen. Dollaro pi forte significa


materie prime pi costose e
aggravi maggiori per le aziende europee. Ed ecco lansia
degli imprenditori. Sul breve
periodo, spiega lamministratore delegato di una banca
straniera, le oscillazioni potrebbero essere anche forti.
Nelle ultime settimane tutti gli
investitori hanno venduto la
moneta unica comprando dollari, scommettendo su unoperazione della Bce da 650-700
miliardi. Adesso banche e finanziarie decideranno se
mantenere le posizioni oppure ricoprirsi, riacquistando
euro in grande quantit, con il
rischio di destabilizzare i mercati. Lincertezza, linstabilit
sono le ultime cose di cui ha
bisogno leurozona.
Ma non solo un problema
di cambi e di speculazione. Il
ministro dellEconomia, Pier
Carlo Padoan, ha sollevato un

Dibattito in coda

Il tema dei diritti omosessuali


per la prima volta in agenda
Per la prima volta il World economic forum ha
inserito il tema dei diritti gay nellagenda
ufficiale del meeting di Davos. Un buon primo
passo, scrive il New York Times, pur rilevando
che il dibattito si terr sabato, in coda al Forum,
quando la maggioranza degli ospiti sar partita.
Louting ufficiale sui diritti Lgbt il
proseguimento di un incontro-colazione fuori
programma che un anno fa aveva suscitato
molto interesse tra i leader di aziende private,
per iniziativa del finanziere americano Paul
Singer che questanno ribadisce al Times
limportanza di inserire in agenda questo tema:
In molti Paesi i gay vengono arrestati,
incarcerati e condannati a morte
semplicemente per ci che sono. E tra i peggiori
autori di queste politiche ci sono governi che
vengono invitati con tutti gli onori agli incontri
come questo di Davos. giusto che a tali
incontri vengano inclusi anche gli attivisti gay.

punto in modo chiaro. Gli Usa


prima hanno rimesso a posto il
sistema bancario e finanziario;
solo dopo hanno liberato liquidit e sovvenzioni. Per Padoan
la zona euro in ritardo anche
qui: la dorsale bancaria va riparata e riprogettata, perch da
qui che passano le risorse destinate ad aziende e famiglie.
Lanalisi di Padoan porta la
questione nel campo politico.
Un conto una manovra monetaria concepita da uno Stato federale come gli Usa. Un altro
immaginarla in un quadro istituzionale incompiuto come
la Ue. La differenza potrebbe
farla la guida politica, la leadership rivendicata a Davos
dal primo ministro Matteo
Renzi. cos? Il World economic forum oggi aspetta la risposta dellospite pi atteso, la
cancelliera Angela Merkel.
Giuseppe Sarcina
gsarcina@corriere.it
RIPRODUZIONE RISERVATA

Moynihan, il capo di Bank of America


LItalia di nuovo un mercato attraente
di utile netto nel 2014 e pi di
245 mila dipendenti.
Conosceva gi il premier
Renzi? Di che cosa avete discusso?
Ho conosciuto Renzi qualche tempo fa in occasione di
una prima colazione a New
York. LItalia ha un fantastico
settore manifatturiero con piccole e medie imprese molto interessanti. Bank of America
presente in Italia con operazioni di Investment banking e corporate banking. E i nostri clienti americani ci stanno chiedendo di supportarli e accompagnarli a entrare sul mercato e
investire. Con il primo ministro
Renzi abbiamo parlato di come
favorire questi investimenti,
quali infrastrutture e framework mettere in atto per

agevolarli. Ma con il governo di


Roma collaboriamo gi in divesi settori e siamo stati scelti come global coordinator per la
privatizzazione di Poste Italiane Spa.
Chi sono gli investitori
americani e su quali settori
puntano in Italia?
Serviamo circa 30 mila
clienti medi, con un fatturato
che va da 50 milioni fino a 2
miliardi di dollari. Che cosa
guardano? A tutta lindustria
manifatturiera, dai componenti per lauto ai macchinari, dal
settore tessile a quello dei prodotti per la persona. Sia che si
tratti di fabbriche che di piccole e medie aziende.
leuro debole e, in prospettiva, un ulteriore rafforzamento del dollaro, a favori-

Chi

Brian
Moynihan, 55
anni, dal 2010
guida Bank of
America
Merrill Lynch,
la prima banca
commerciale
americana per
depositi (1,1
trilioni di
dollari)

re le acquisizioni da Oltreoceano?
Leuro debole aiuta lexport
dei Paesi europei, il dollaro forte agevoler le acquisizioni Usa,
ma c un rinnovato interesse
per il mercato europeo.
Progettare investimenti in
Italia suona come una promozione per il governo Renzi.
Ha fiducia?
Renzi ha in cantiere uno
straordinario piano di riforme,
di cui lItalia ha bisogno per ripartire. Questo un segnale
positivo per gli investitori.
Riforme in cantiere, euro
debole, petrolio low cost e un
piano massiccio di acqusiti di
titoli di Stato da parte della
Banca centrale europea in arrivo, il cosiddetto quantitative easing. LAmerica ri-

partita anche grazie alla spinta della Federal Reserve.


Quanto contribuir lintervento della Bce alla ripresa
europea?
Posso parlare per il quantitative easing americano. Negli
Stati Uniti lintervento della
Banca Centrale ha certamente
aiutato a rimettere in moto
leconomia.
Gli Stati Uniti sono tornati
a crescere in modo sostenuto,
dopo la grande crisi. ottimista per il futuro?
Sono molto ottimista, la
mia preoccupazione piuttosto
che il resto del mondo torni a
dipendere troppo dalleconomia americana.
Giu. Fer.
@16febbraio
RIPRODUZIONE RISERVATA

Gioved 22 Gennaio 2015 Corriere della Sera

Corriere della Sera Gioved 22 Gennaio 2015

Primo piano La Banca centrale

Acquisti Bce, piano da 50 miliardi al mese

Il compromesso per lavvio del quantitative easing: operazioni fino al 2016 sul mercato dei titoli
Merkel avverte: purch gli Stati non allentino le riforme. Oggi la riunione, si decide a maggioranza

Il caso

La mossa della Bce

La Bce
pronta a
fare il
necessario whatever
it takes per salvare
leuro. E
credetemi,
sar
abbastanza
Era il 25
luglio 2012

La Bce
indipendente ma va
evitato
ogni
segnale che
pu essere
percepito
come
un indebolimento della
necessit
di riforme

Bilancio della Banca centrale europea

Cambio euro-dollaro

2.158 miliardi di euro

1.38

IPOTESI
SUL QUANTITATIVE EASING
Ammontare
delloperazione:
500-1.100
miliardi di euro
Acquisti mensili di bond:
50 miliardi al mese circa
CdS

DAL NOSTRO CORRISPONDENTE

La grande giornata di
mobilitazione dei mercati arrivata. Oggi, alle 14.30, Francoforte sar il centro del mondo
finanziario: Mario Draghi inizier la conferenza stampa per
annunciare quantit, modi e
tempi dellacquisto di titoli degli Stati dellEurozona, sulla base di quel che avr deciso il
Consiglio dei governatori della
Bce poco prima. Lopposizione
aperta alloperazione da parte
della Germania non si materializzata: Angela Merkel contraria ma dice che la Banca centrale europea indipendente e
che limportante che i governi
non approfittino della liquidit
creata da Draghi per smettere
di fare le riforme strutturali
promesse. Ci nonostante, sar
fondamentale capire conseguenze e portata delle scelte
fatte oggi: muoveranno i mercati subito e avranno conseguenze rilevanti in futuro.
Lattenzione focalizzata soprattutto su tre elementi. Primo, lampiezza delloperazione
cosiddetta di Quantitative Easing (QE) sovrano. Ieri, indiscrezioni indicavano che Draghi potrebbe annunciare acquisti mensili per 50 miliardi
da portare avanti per almeno
un anno: come minimo, dunque, 600 miliardi. Si tratta di

BERLINO

Il caso

di Giuliana Ferraino

200

Ieri
1,157

1.3
1.26

DAVOS

Il governatore
Zhou Xiaochuan,
67 anni tra una
settimana, dal
2002 alla guida
della Banca
centrale della
Cina, che
possiede quote
oltre il 2% in Eni,
Enel, Telecom,
Terna, Saipem,
Fiat, Prysmian,
Mediobanca

Ieri
120
punti
base

175

150

Ma perch i conti
di Cottarelli
sono segreti?
di Riccardo Puglisi

1.22

Obiettivo
di inflazione
della Bce:
2%

125

1.18
1.14

100

01/08 01/09 01/10 01/11 01/12 01/01


2014 2014 2014 2014 2014 2015

una cifra superiore a quella di


500 miliardi di cui si parlato
nei giorni scorsi, segno della
volont di fare sul serio nella
lotta contro la deflazione e nello stimolo alle economie. Non
tutti gli osservatori, per, ieri
erano impressionati. In Germania il Paese pi seriamente
contrario al QE - si faceva notare con una certa soddisfazione
che il non avere posto un numero fisso al totale degli acquisti ma uno mensile significa
che, potenzialmente, loperazione potr essere interrotta
anche prima che sia trascorso
un anno, se la situazione cambia; tra laltro, la parola delle
banche centrali da qualche
giorno meno sacra che in passato, dopo che la Svizzera ha
sganciato il franco dalleuro
nonostante un mese prima
avesse assicurato del contrario.
Questa dei 50 miliardi mensili sembra essere la proposta
che il Consiglio esecutivo dei
sei membri della Bce far al
Consiglio dei governatori, altre
19 persone, 15 delle quali con
diritto di voto (quattro sono
esclusi a rotazione). Se passer,
dunque, come sar da interpretare? Con una certa incertezza.
Alla fine gli acquisti potrebbero essere massicci. Ma non
detto: speriamo sostiene un
economista decisamente contrario al QE, Michael Heise del

colosso finanziario tedesco Allianz che la Bce mantenga il


necessario grado di flessibilit
nella struttura del programma
di acquisti in modo che possa
uscirne tempestivamente se
necessario.
Secondo elemento sensibile,
il confronto su chi deve prendersi il rischio (e i profitti) insito nei bond che si comprano,
se la Bce o le banche nazionali.
Chi molto favorevole al QE
vorrebbe che tutto fosse condiviso, per evitare frammentazioni del mercato finanziario. I tedeschi e i rappresentanti di altri Paesi del Nord preferiscono
che ogni banca nazionale compri i titoli del proprio Paese (in
quantit decise a Francoforte),
li registri sui suoi libri contabili
e se ne assuma il rischio. Un
compromesso possibile: 50 e
50, si detto nei giorni scorsi.
Vedremo. Infine, la composizione degli acquisti. Titoli scelti sulla base delle quote con cui
ogni Paese partecipa alla Bce
oppure sulla base delle dimensioni del debito pubblico di
ogni Stato? Nella seconda ipotesi, lItalia, che ha il debito
pubblico maggiore, sarebbe la
pi avvantaggia dal QE. Tra poche ore vedremo quanta fermezza c nel grande passo.
Danilo Taino
@danilotaino

le cinese era venuta allo scoperto nei mesi scorsi quando


aveva comunicato, in osservanza alle regole Consob, partecipazioni superiori al 2% nel capitale di Eni, Enel, Generali, Telecom Italia, Terna, Saipem,
Fiat, Mediobanca e Prysmian.
A quanto ammontano i nostri
investimenti in Italia? Non ricordo la cifra esatta, siamo nellordine di circa 100 miliardi di
euro, ma in questo numero sono compresi anche i titoli del
debito pubblico, afferma il
governatore a Davos insieme a
una delegazione cinese di oltre
80 persone, che include il premier Li Keqiang e il fondatore
di Alibaba Jack Ma.
La missione di Pechino rassicurare i grandi del pianeta,
spaventati dal rallentamento
delleconomia cinese cresciuta
del 7,4% nel 2014, il valore pi
basso degli ultimi 24 anni. Se
la crescita della Cina rallenta
un po e leconomia diventa pi

lug-ago set
2014 2014

sostenibile, questa una buona notizia. Se il governo inseguisse un tasso di crescita troppo alto, sarebbe necessario posporre le riforme strutturali,
sostiene Zhou. Quello che il
popolo vuole adesso sono le riforme strutturali, in cambio
siamo disposti a sacrificare un
po di crescita.
Attorno alle riforme strutturali ruota anche il discorso del
primo ministro Li Keqiang. Le
riforme strutturali sono pi urgenti che mai in Cina, e devono
essere portate avanti a tutti i
costi perch leconomia deve
entrare in una nuova fase di
crescita, pi sofisticata, importante anche per il mercato del
lavoro, afferma. Il premier riconosce che la crescita cinese
sta passando da una velocit
alta a una velocit media-alta.
E anche nel 2015 il Pil subir
pressioni al ribasso. Ma
non ci sar un atterraggio duro, garantisce. Dobbiamo in-

ott
2014

nov
dic
gen
2014 2014 2015

Domande & risposte

Che cos il Quantitative


easing (QE) ?

Quali sono i rischi del QE?

Qual stata lesperienza


americana?

RIPRODUZIONE RISERVATA

ll governatore cinese Zhou:


puntiamo sulleuro,
cento miliardi solo in Italia

DA UNO DEI NOSTRI INVIATI

La marcia della Banca


centrale cinese sulle aziende
quotate a Piazza Affari non si
ferma. Pechino usa parte delle
sue riserve per comprare Europa, Italia compresa, sempre
pi attraente agli occhi dei
grandi investitori stranieri. E,
probabilmente, lulteriore indebolimento delleuro, lintervento della Bce con un massiccio piano di acquisto di titoli
di Stato (QE), e il calo dei prezzi del petrolio, che rappresentano una tripla spinta alla ripresa Ue, favoriranno una tendenza in atto.
Continuiamo ad acquistare
quote azionarie di imprese italiane, ma ora facciamo attenzione a restare sotto la soglia
del 2%, cos non siamo obbligati a renderlo noto, dice al
Corriere Zhou Xiaochuan,
governatore della Peoples
Bank of China. La Banca centra-

Tasso di inflazione
nellEurozona:
-0,2%
(a dicembre 2014)

1.34

Spread Btp-Bund

Il Quantitative easing, che significa


letteralmente allentamento
quantitativo, una misura di politica
monetaria eccezionale, o non
convenzionale, finalizzata a immettere
liquidit nel sistema per rimettere in moto
la crescita. In che modo?
La Banca centrale crea nuova moneta per
comprare beni finanziari di un Paese, come
per esempio i titoli di Stato. Questo
processo ha lobiettivo
di aumentare direttamente la spesa del
settore privato per rilanciare, appunto,
leconomia e riportare linflazione al target
previsto dalla stessa Bce, che nell
Eurozona vicino al 2% (oggi invece la
media -0,2%, dato di dicembre).

Un programma di Quantitative easing


rischia di creare bolle e di distorcere il
mercato perch il nuovo denaro
creato dalla Banca centrale interferisce
sugli andamenti del mercato, sia per
quanto riguarda il rendimento dei titoli
di Stato, sia per i valori azionari.
I tedeschi temono inoltre che
lintervento della Bce possa frenare le
riforme nei Paesi che ne hanno pi
bisogno, come Italia e Francia.
La cancelliera Angela Merkel ha ribadito
ieri a Berlino l indipendenza
della Bce aggiungendo in ogni caso
come sia importante che tutti i segnali
non siano percepiti come
indebolimento della necessit di riforme
strutturali.

La Federal Reserve ha lanciato il primo


round di QE verso la fine 2008, dopo il
crac Lehman Brothers
comprando i cosiddetti titoli tossici
(soprattutto Abs, cio bond costruiti su
mutui).
Nel novembre 2010 la Banca centrale
americana ha annunciato un secondo
round di QE per 600 miliardi di dollari
sui titoli di Stato. Nel settembre 2012 la
Fed ha annunciato un terzo round :
lacquisto di titoli di Stato e Abs per 40
miliardi ogni mese, importo poi salito
fino a 85 miliardi mensili.
Il QE americano stato ridotto
gradualmente (tapering) nel settembre
2013 e concluso il 29 ottobre 2014.

Corriere.it
Segui sul sito
del Corriere
della Sera
(www.corriere.i
t) i servizi e gli
aggiornamenti
sulle decisioni
della Bce

coraggiare imprenditorialit di
massa e innovazione. La Cina
ha bisogno di nuove forme di
dinamismo per trasformare il
motore della crescita tradizionale, aumentare il benessere e
la mobilit sociale, dice. Consapevole che la regolamentazione eccessiva e la mancanza
di concorrenza rappresentano
un freno. Forse una lezione
anche per lEuropa.
@16febbraio
RIPRODUZIONE RISERVATA

i sono certe notizie


che assomigliano a
una barzelletta: pare
che i famigerati 25
documenti finali della
spending review capitanata
dallex Commissario Carlo
Cottarelli si siano
praticamente volatilizzati,
in quanto non si trovano n
presso la Presidenza del
Consiglio n il Ministero
dellEconomia. La notizia
proviene da Andrea Fama,
promotore per lItalia per
lintroduzione del
cosiddetto FOIA (Freedom
of Information Act), cio
una normativa generale per
cui la regola per la pubblica
amministrazione la
trasparenza sui suoi atti nei
confronti dei cittadini, a
meno di dimostrate
esigenze di segretezza e/o
riservatezza. Ebbene, lo
scorso dicembre il
Comitato per il FOIA ha
inviato formali richieste alla
Presidenza del Consiglio e
al Ministero dellEconomia
di rendere disponibili al
pubblico le relazioni finali
sulla revisione della spesa,
ma si trovato di fronte a
uno sconcertante rimpallo
di responsabilit,
giustificato con lo
spostamento (giuridico e
materiale) di Cottarelli da
Via XX Settembre a Palazzo
Chigi. La prima risposta
proviene dal Dipartimento
per la Programmazione e il
Coordinamento delle
Politiche Economiche
presso Palazzo Chigi e
testualmente recita:
Questo Dipartimento,
contrariamente a quanto
affermato nella istanza, non
possiede gli atti richiesti,
non avendo peraltro
competenza in materia dal
momento che il
Commissario straordinario
si avvale delle risorse
umane e strumentali del
Ministero delleconomia e
delle finanze. Il passaggio
successivo consiste nel
rivolgersi al Ministero
dellEconomia e delle
Finanze (MEF): dopo
qualche sub-rimpallo la
risposta proveniente dalla
segretaria del portavoce del
Ministro Padoan questa:
Non ci possibile
procedere a quanto da lei
richiesto in quanto la
documentazione alla quale
richiede laccesso non in
nostro possesso, non
facendo parte il
Commissario alla Spending
Review di questo
Ministero. Da queste
burocratiche ed evasive
risposte dobbiamo forse
concludere che il Cottarelli
non ha adempiuto ai suoi
compiti non consegnando
le relazioni finali? Oppure
qualcuno non dice la verit?
RIPRODUZIONE RISERVATA

Gioved 22 Gennaio 2015 Corriere della Sera

Primo piano Lo stato dellUnione

Il rilancio di Obama:
La crisi alle spalle
lAmerica risorta
Il presidente gioca allattacco su tasse ed economia
Una frecciata a Putin. Pi energie nella lotta allIsis
I punti

Rivoluzione
fiscale con pi
tasse per i
ricchi e le
banche e sgravi
per il ceto
medio; rilancio
del welfare con
assegni pi alti
per chi ha figli e
permessi
retribuiti per
cure/maternit

Annunciata
la fine
dellembargo a
Cuba (linizio
entro lanno)
e lintenzione di
intervenire con
la forza contro
lIsis anche
unilateralmente. No a
nuove sanzioni
allIran

Obama
vuole rendere
gratuiti i
community
college, le
scuole
universitarie,
alternative
pubbliche
allUniversit,
scelte dal 40%
dei nuovi
diplomati

DAL NOSTRO INVIATO


NEW YORK Barack Obama si
scrolla di dosso lombra della
crisi: quella delleconomia e
quella della sua popolarit. Il
Pil americano tira, loccupazione cresce, il prezzo della benzina quasi dimezzato e i sondaggi dicono che la popolarit
del leader democratico in ripresa dopo anni assai bui. E allora il presidente Usa approfitta
del discorso sullo Stato dellUnione il suo penultimo, il
primo davanti a un Congresso
totalmente controllato dai repubblicani per dichiarare
che lAmerica ormai uscita
dalla crisi economica e che
quindi tempo di voltare pagina
pensando allequit. E, con la
debacle subita dai democratici
alle urne meno di tre mesi fa
che brucia ancora, Obama esce
per un momento dai binari del
discorso per rivendicare di avere le mani libere: Non devo
pi sottopormi al giudizio degli elettori: lo so bene perch le
due volte che lho fatto, ho vinto.
Presentando un ambizioso
programma di interventi sociali per combattere la povert e
sostenere il ceto medio, il presidente laltra sera si comportato come se avesse vinto anche
le elezioni di mid term del novembre scorso che, invece, si
sono risolte in una disastrosa
sconfitta per i democratici. Un
combattente che va in battaglia
disarmato, in genere, viene liquidato come una figura velleitaria. Ma Obama non uno
sprovveduto: sa che non ha la
forza per far passare il suo pro-

gramma di governo al Congresso, ma non vuole farsi chiudere


in un angolo. Ha deciso di giocare gli ultimi due anni della
sua presidenza politicamente
allattacco e le sue prime sortite
delle scorse settimane sono
state ben accolte dagli americani, a giudicare dai sondaggi
che lo danno in netta ripresa
anche (e forse soprattutto) grazie alla benzina a buon mercato
che mette 750 dollari in pi
nelle tasche della famiglia media americana.
Ieri, cos, il presidente ha delineato la sua agenda sociale

Progetto
Il piano di bilancio: aiuti
alle famiglie, pi
istruzione gratuita, pi
oneri per i ricchi
Vittorie
So bene che non devo
pi sottopormi al
giudizio elettorale: lho
fatto e ho sempre vinto
di fine legislatura i provvedimenti specifici li inserir nel
progetto di bilancio che mander in Parlamento il 2 febbraio fatta di aiuti alle famiglie
con figli, estensione dellistruzione pubblica gratuita ai
community college e qualche tassa in pi per i ricchi e
per le banche maggiori. Non si
aspetta che la destra laccolga (i
repubblicani hanno gi boccia-

Il controdiscorso

DAL NOSTRO INVIATO


NEW YORK Abbiamo vinto le

Joni Ernst, 44
anni,
neosenatrice
dellIowa,
carriera
militare durata
21 anni,
diventata
celebre per uno
spot elettorale
nel quale ha
raccontato
come castrava
i maiali nella
fattoria di
famiglia

elezioni e il messaggio
espresso dagli americani col
loro voto ci chiaro: siamo
tornati in Congresso per
cambiare la direzione nella
quale incamminata la
politica di Washington. Pi
che una risposta alle proposte
di Obama, il controdiscorso
affidato dai repubblicani a Joni
Ernst, neosenatrice dellIowa,
un messaggio di
rassicurazione indirizzato
allelettorato conservatore:
sappiamo dove mettere le
mani, cambieremo le cose. La
Ernst, sorridente ma anche un
po tesa per lincarico di
responsabilit ricevuto, attacca
Obama perch non si impegna
per la realizzazione del
gasdotto Keystone XL,
promette di smantellare
Obamacare sostituendola con
una riforma sanitaria di
stampo repubblicano, si
schiera per una difesa assoluta

stata arrestata grazie alla leadership americana, compreso


luso della forza militare. Secondo diversi analisti, invece,
lIsis ha continuato a guadagnare terreno nonostante i
bombardamenti Usa e dei suoi
alleati (1.800 missioni da agosto ad oggi). Ma qui Obama
punta soprattutto a ottenere
lautorizzazione del Congresso
a un maggior uso della forza
contro il califfato. Possibilit di

attacchi diretti in territorio siriano? Non lo dice esplicitamente. I repubblicani lo criticano per questa indeterminatezza, ma quello della lotta al
terrorismo uno dei pochi
campi, insieme ai trattati commerciali con lAsia e con lEuropa, nei quali Congresso e Casa
Bianca troveranno con ogni
probabilit un accordo.
Massimo Gaggi
RIPRODUZIONE RISERVATA

La donna del disgelo

E Joni che castra i maiali


d voce ai repubblicani
Chi

Il presidente
americano ha
ribadito
limpegno
degli Usa a
raddoppiare il
ritmo dei tagli
delle emissioni
e ha promesso
che non
permetter al
Congresso di
tornare indietro

to le sue proposte fiscali), ma


con questa mossa cerca di spostare a sinistra il baricentro politico e costringe sulla difensiva
un fronte politico che non pu
cavarsela solo disegnando la
caricatura di un Obama-Robin
Hood: anche leader conservatori che puntano alla Casa
Bianca come Jeb Bush e Mitt
Romney riconoscono che quello dellimpoverimento del ceto
medio sta diventando un problema cruciale per lAmerica.
Una patologia che non vogliono curare con un aumento
delle tasse ma che sanno di dover affrontare in un modo o
nellaltro: cosa che li costringe
a giocare almeno un tempo
della partita in un campo a loro
non congeniale. Rincuorato
dalle buone notizie venute dai
sondaggisti e dalleconomia,
ieri Obama ha tracciato un quadro in rosa anche per quanto riguarda la politica estera: ottimista (come riferiamo a parte)
sulla ripresa del dialogo con
Cuba, in Europa il presidente
pensa di aver costretto sulla difensiva Putin: Descrivevano la
sua aggressione allUcraina come una magistrale esibizione
di strategia e di forza, ci accusavano di debolezza e invece oggi
Putin isolato e leconomia
russa a pezzi.
Obama ottimista anche sul
negoziato nucleare con lIran
nonostante ostacoli e rinvii, e
deciso a opporre il veto presidenziale se il Congresso voter
un inasprimento delle sanzioni
contro Teheran durante le trattative. Il presidente sostiene
poi che in Iraq e in Siria lavanzata del califfato terrorista

della vita (no a ogni forma di


controllo delle nascite) e
chiede un piano organico per
sconfiggere il terrorismo di Al
Qaeda e dello Stato islamico.
Ma, pi che sugli impegni
politici (molti dei quali
lasciano il tempo che trovano,
perch Obama risponder con
i veti), la Ernst ha puntato
sullimmagine: si presentata
come la faccia nuova della
politica Usa. Una 44enne alla
prima legislatura resa celebre
da uno spot elettorale nel
quale ha raccontato come
castrava i maiali nella fattoria
di famiglia, la Ernst ha insistito
sulle sue origini: linfanzia
contadina fatta di lavoro nei
campi e in un fast food della
catena Hardees. Seguito da
una carriera militare di 21 anni
nel corso della quale stata
anche mandata a comandare
una compagnia in Kuwait dieci
anni fa, durante loperazione
Iraqi Freedom.
M. Ga.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Roberta, da Caf Havana


allo sbarco finale su Cuba
Chi

DAL NOSTRO INVIATO


NEW YORK Avanti tutta di Barack

Roberta
Jacobson
vicesegretario
di Stato Usa:
responsabile
per lAmerica
Latina e tocca a
lei negoziare la
riapertura
dellambasciata allAvana
e la libert di
movimento dei
diplomatici
Usa. Da ieri
a Cuba

Obama anche sulla ripresa


delle relazioni con Cuba: ai
repubblicani che lo accusano
di fare concessioni a un
regime che rimane autoritario
e che continua a non rispettare
i diritti umani, anche se ha
liberato 53 detenuti politici, il
presidente ha replicato, dal
podio dello Stato dellUnione,
che se la politica adottata per
mezzo secolo nei confronti
dellAvana non ha funzionato,
ora di provare qualcosa
daltro. E ha chiesto al
Congresso di togliere
lembargo su Cuba. Applaudito
anche da Alan Gross, il
prigioniero americano appena
rilasciato, Obama ha citato
pure papa Francesco e il suo
invito alla diplomazia dei
piccoli passi. Una diplomazia
partita proprio ieri quando,
cinque settimane dopo
lannuncio del disgelo,
allAvana arrivata la

delegazione del Dipartimento


di Stato incaricata di negoziare
le condizioni della ripresa
delle relazioni. La guida il
vicesegretario di Stato Roberta
Jacobson. Tocca a lei,
responsabile degli Affari per
lAmerica Latina, negoziare la
riapertura dellambasciata, ma
anche la libert di movimento
dei diplomatici Usa nellisola
caraibica e una maggiore
libert nelluso di Internet. Si
parl della Jackson gi anni fa
quando Hillary Clinton, allora
segretario di Stato, partecip a
una sua festa di compleanno
in un locale di Cartagena in
Colombia, durante una
conferenza internazionale.
Anche allora i repubblicani
(che oggi cercano di impedire
la riapertura dellambasciata e
di bloccare la nomina
dellambasciatore) ebbero da
ridire: per il party la Jacobson
aveva scelto un locale
chiamato Caf Havana.
M. Ga.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il sesto
Il presidente
Barack Obama,
53 anni, con il
suo vice Joseph
Biden, 72 (a
sinistra), e il
presidente
della Camera
dei
Rappresentanti
John Boehner,
65: davanti al
Congresso
riunito in
seduta plenaria
Obama ha
pronunciato il
suo sesto
discorso sullo
stato
dellUnione,
lincontro
tradizionale di
inizio anno nel
quale i leader
della Casa
Bianca fanno il
punto sulla
salute
dellAmerica e
illustrano le
direttive per
lanno che
viene (Astrid
Riecken/Epa)

Corriere della Sera Gioved 22 Gennaio 2015

Gioved 22 Gennaio 2015 Corriere della Sera

Politica

Il patto del Nazareno spinge lItalicum


Determinanti 50 voti di Forza Italia
Grazie allasse tra Berlusconi e Renzi passa il testo di Esposito, bocciate le correzioni di Gotor
La norma
Laula del
Senato ieri ha
dato il via libera
alla proposta
Esposito,
emendamento
che introduce
le modifiche
della
maggioranza
allItalicum:
premio alla
lista e non alla
coalizione;
sbarramento al
3%; voto di
preferenza,
tranne che per i
capilista
bloccati, nei
cento collegi
La
correzione
approvata ieri
di fatto taglia
oltre 35 mila
emendamenti
su 47 mila
proposte
presentate. il
meccanismo
del cosiddetto
super
canguro
Quella del
canguro,
termine
entrato nel
gergo
parlamentare,
una tecnica
per affrontare
lostruzionismo
e velocizzare
lapprovazione
delle leggi. Si
raggruppano
gli
emendamenti
di contenuto
analogo: una
volta
approvato il
primo, tutti gli
altri decadono.
Ad esempio,
una volta
approvato un
emendamento
che fissa al 3%
la soglia di
sbarramento,
tutti gli altri su
questo tema
che prevedono
numeri diversi
decadono
Non la
prima volta che
questa
maggioranza
ricorre a questa
tecnica.
Quando il
Senato era
impegnato
nellesame
della riforma
costituzionale,
la scorsa
estate, il
canguro fece
saltare 1400
emendamenti

ROMA LItalicum vola sulle ali

bipartisan del patto del Nazareno. Cinquanta voti di Forza Italia fanno la differenza al Senato
e offrono al governo di Matteo
Renzi la vista sul traguardo (penultima lettura) che la legge
elettorale, frutto dellaccordo
con Silvio Berlusconi, taglier
la prossima settimana, prima
dellavvio delle votazioni per il
capo dello Stato.
La minoranza del Pd con i
suoi 27 voti non ha perso grandi posizioni al Senato, come
auspicato dai renziani, ma non
stata lo stesso capace di offrire una sponda politica agli
emendamenti di Miguel Gotor
che puntavano a ridimensionare la percentuale dei candidati
nominati previsti dallItalicum.
Alla Camera oltre 50 deputati del Pd non hanno partecipa-

Gli emendamenti
LEspositum ha
consentito di eliminare
35.700 richieste
di modifica della legge

La maggioranza
I numeri delle principali votazioni sulla nuova legge elettorale
PROPOSTA ESPOSITO
Lemendamento che introduce
le correzioni allItalicum secondo
il patto del Nazareno

Votanti
287
su 321

PROPOSTA GOTOR
Lemendamento della minoranza
del Pd contro laccordo
del Nazareno sui capilista

Misto*

Pd

Ncd 1

22

Gal 8

FI 10

M5S 37

Ncd 31

Lega 12

Lega 11

Sc 6
Autonomie

M5S 37

FI 10
Autonomie

Gal 4
FI 46

Gal 8

13
Pd

Misto*

74

20
Autonomie

Misto* Pd

22

Votanti
291
su 321
Sc 6

Autonomie

67 13

Ncd 33
FI 46
Gal 4
Misto*

Pd

Pd

27

Autonomie

FI

Soglia

No

175

144

110 2

Astenuti

Soglia

No

116

146

170 5

Astenuti

*Include Sel ed ex M5S


Corriere della Sera

no al voto ma poi, sulla riforma


del bicameralismo, passato
senza affanni un emendamento sollecitato dal governo e firmato dal segretario del gruppo
Ettore Rosato che ripristina i 5
senatori a vita cancellati dai
bersaniani in commissione.
Anche a Montecitorio c stato
il soccorso azzurro (Che tristezza vedere Fi che vota per i
senatori a vita, ha detto Daniele Capezzone) ma la maggioranza, pur se ampiamente
autosufficiente alla Camera, fatica lo stesso a chiudere il ddl
costituzionale Renzi-Boschi
(seconda lettura della quattro
previste) prima del 29 gennaio.
E oggi alla Camera si vota un insidioso emendamento Bindi.
La battaglia del Senato stata condotta abilmente, pur se
con qualche caduta di stile,
dalla squadra di Renzi. Il ministro Maria Elena Boschi, il capo
gruppo Luigi Zanda e un eccellente staff di tecnici non hanno
fatto prigionieri. Con un testo
di 33 righe firmato Stefano
Esposito (Pd), approvato da 175
senatori della maggioranza e di
FI, contrari in 110 tra cui 22
componenti della minoranza
Dem la partita dellItalicum
stata chiusa: lEspositum,
infatti, stato costruito (Da
un abile penna che non quel-

la del senatore Esposito, secondo Mario Ferrara di Gal) come emendamento preclusivo.
Un super canguro, cio, capace di far sparire nel suo
marsupio 35.700 dei 44 mila
emendamenti presentati.
Vito Crimi (M5S) ha parlato
di truffa, Cinzia Bonfrisco di
Fi (vicina a Fitto) ha tentato di
far ragionare i colleghi azzurri
e lo stesso ha fatto Augusto

Minzolini. Tutto inutile perch


poi, ha calcolato Maurizio Gasparri, sono stati 50 i voti di FI
(compresi quelli di una parte
dei Gal) che hanno fatto la differenza: Se avessimo votato
diversamente, la giornata per il
governo avrebbe preso una diversa piega.
Il gruppo dei dissidenti del
Pd che hanno sposato la battaglia delle preferenze guidata da

Gotor, Chiti, Migliavacca, Mucchetti, Fornaro , Mineo e Lo


Moro ha sostanzialmente retto:
i 29 firmatari del documento
presentato a Renzi si sono persi
per strada Rosaria Capacchione (non ha votato) e Felice Casson (non ha votato perch in
missione al Copasir) e hanno
acquisito Roberto Ruta. Sullemendamento Gotor (governo contrario) si sono astenuti 4

Lintesa
Il deputato
del Pd Stefano
Esposito, primo
firmatario
del testo che
ha introdotto
le ultime
modifiche
allItalicum,
facendo saltare
quelle richieste
dai dissidenti
pd, si confronta
in Senato
con il ministro
per le Riforme
Maria
Elena Boschi
(foto Ansa)

Il richiamo

Lesponente dem
e la citazione di Moro
per arrivare al cuore
degli ex democristiani

senatori del Pd: Francesco Giacobbe, Josefa Idem, Claudio


Micheloni, Renato Turano. Ma
al Senato lastensione nel voto equivale a voto contrario. A
favore dellemendamento Gotor (approvato con 170 voti, 116
contrari, 5 astenuti) ha votato il
senatore a vita Carlo Rubbia.
Il clima poi si guastato davvero, nonostante il vano tentativo politico di Ugo Sposetti di
proporre un disarmo bilaterale
tra fazioni del Pd : Via lemendamento Gotor, via quello
Esposito, via gli emendamenti
Calderoli ...E saremmo arrivati
allo stesso punto. Ma non mi
hanno ascoltato. Esposito,
che si era lasciato andare definendo parassiti i colleghi di
partito dissenzienti, ha dovuto
chiedere scusa: Ha ragione
Bersani a richiamare la necessit di non venire meno al rispetto. Aggiunge il renziano
Andrea Marcucci: Bersani ha
ragione, nel Pd non c nessun
parassita, Serve il rispetto di
tutti. Anche della maggioranza.... Ora appesi allItalicum
restano qualche migliaio di
emendamenti che grazie ai
canguri si ridurranno a qualche centinaio. Voto finale: marted o mercoled.
Dino Martirano
RIPRODUZIONE RISERVATA

he cosa un grande
partito se poi non
diventa la guida politica,
autonoma, della nazione
senza dipendere da altri? Nelle
pieghe del dibattito
sullItalicum, il senatore
Miguel Gotor (lo sconfitto
della Ditta, che fu il Pci e
poi il Pds e i Ds) ha provato ad
azionare invano la macchina
del tempo, accendendo
perfino un riflettore sul pi
incredibile e oscuro capitolo
della storia repubblicana: la
citazione in aula di Aldo Moro
rapito e assassinato nel 78
dalle Brigate Rosse infatti
servita al senatore (e storico)
della minoranza Dem per

La frase
Guidare e non essere guidati
il compito del segretario del pi
grande partito italiano. Questa
la frase di Aldo Moro (nella foto)
citata dal senatore pd Miguel Gotor
e rivolta a Matteo Renzi

rammentare agli ex
democristiani del suo partito,
e quindi al presidente del
Consiglio, qual dovrebbe
essere, ieri come oggi, il
destino del leader di una
grande forza politica. Lui, il
giovane professor Gotor
che aveva 7 anni quel tragico
16 marzo del 78 e che poi
diventato uno dei pi attenti
studiosi delle carte prodotte
da Moro durante la sua
prigionia la citazione ad
effetto la coltivava da tempo.
Eccola, dalla lettera che il
presidente della Dc scrisse ad
aprile del 78 a Benigno
Zaccagni: Come diceva Aldo
Moro, un uomo che ho a

lungo studiato e che ho


imparato ad ammirare,
guidare e non essere guidati
il compito del segretario del
pi grande partito italiano. Il
Partito democratico oggi il
pi grande partito italiano e
ha anche una responsabilit
nazionale che deve riferirsi ad
un sistema visto nel suo
insieme, non solo guardando
agli interessi di una parte....
La votazione andata come
andata. Al tempo del
Nazareno, in unaula perfino
distratta, non ha funzionato
neanche il richiamo che Moro
prigioniero faceva alla sua Dc.
D. Mart.
RIPRODUZIONE RISERVATA.

Corriere della Sera Gioved 22 Gennaio 2015

POLITICA

9
#

Il caso

Lincontro
Si sono ritrovati
nella sala
Berlinguer della
Camera i
deputati e
senatori,
appartenenti
alle diverse
anime del Pd
che non si
riconoscono
nelle scelte del
segretario e
premier Matteo
Renzi. (Nella
foto BenvegnGuaitoli da
sinistra
Corradino
Mineo, Pippo
Civati e Walter
Tocci)

Roberto
Speranza
Sul Colle
necessario
unire
il Pd
su un nome
molto
autorevole

Rispettateci. Il segnale dei 140 pd

Assemblea tesa della minoranza. Toccata e fuga di Bersani, che cerca la mediazione
Civati sogna il partito Berlinguer e attacca: che ci fanno qui i renziani?
Lassemblea delle varie
anime non renziane iniziata
da cinque minuti e Pippo Civati
gi cerca i giornalisti: Mi girano le scatole e anche la Bindi
fuori dalla grazia del cielo...
Dentro c Speranza e persino il
sottosegretario Pizzetti, c
gente che sta con Renzi e che
mi odia. Usciamo dallequivoco, per favore! A che serve
unassemblea del genere se
non siamo nemmeno capaci di
ROMA

Le mosse sul Colle


La paura dei ribelli
che il nuovo capo dello
Stato sia garante del
patto del Nazareno
fare un nome per il Colle?.
Non che linizio di una riunione spuria ed eterogenea,
per dirla con Rosy Bindi. I duri
sospettano che i dialoganti siano venuti a spiarli e Pier Luigi
Bersani, un quarto dora dopo il
gong, imbocca luscita.
Eppure, per quanto frustrati
e lacerati in troppe anime, i
parlamentari della minoranza
si ritrovano nella necessit di
mandare un segnale a Renzi,
di avvertirlo che sarebbe un azzardo cercare con Berlusconi
un accordo al ribasso sul Quirinale, senza tenere conto di un

Lintervista

blocco di voti che vale un terzo della forza parlamentare pd.


La prima scena al piano
terra di Montecitorio, dove Bersani risponde alla domanda
cruciale. Il governo ha una nuova maggioranza? Ah, se si riuscisse a confrontarsi dentro il
Pd... Sulla legge elettorale cera
una mediazione possibile e
non hanno voluto mediare. E
poi, quando gli chiedono se il
presidente sar scelto dal Nazareno: Se viene meno il rispetto finita. Dare del parassita a
gente per bene come Corsini,
Gotor e Mucchetti (come ha
fatto il senatore Esposito, ndr)
pericoloso. Ma laltra met
del ragionamento di Bersani,
che presto vedr il premier,
un appello al dialogo: Spetta a
Renzi dire se si pu ripartire
dallunit del Pd.
I ribelli, una trentina secondo i renziani, sperano che parli
e che metta il cappello su una
assemblea pensata come una
controffensiva. Invece Bersani
ascolta pochi minuti e si defila:
La situazione in movimento. In fondo n a lui, n a Renzi, conviene rischiare il bis dei
101 franchi tiratori. Mentre ai
piani alti si tratta, un indignato Francesco Boccia dichiara
che il Pd peggio della Dc
sbardelliana, ribadisce che
Renzi usa metodi da Isis ed
evoca il congresso: La scissio-

ne? No, ma nulla sar pi come


prima. Mi sento come uno a cui
stata occupata la casa.
Si litigato persino sul numero dei partecipanti, con i pi
renziani che ne contavano un
centinaio e Fassina, Zoggia e
Civati che spedivano sms ai
giornalisti, lanciando su Twitter la prova fotografica: Siamo
140. Tra battibecchi e siparietti, tutti condividono il tormento che gli azzurri abbiano preso
il loro posto nel cuore di Renzi.
La minoranza ininfluente
li ha derubricati il premier da
Davos e gli oppositori cominciano a temere che sia vero. E
quando il capogruppo Speranza chiede al segretario di ricompattare il Pd individuando
una figura autorevole per il

415
i parlamentari,
suddivisi tra
307 deputati
e 108 senatori,
che sono iscritti
ai gruppi
del Partito
democratico

Malan twitta lelenco dei dissidenti


Pi veloce dei verbali ufficiali: il senatore FI Lucio
Malan ieri ha pubblicato su Twitter quasi in tempo
reale i risultati del voto, con tanto di dissidenti
(lui rimasto fedele al patto del Nazareno)

Colle, scatta lapplauso. DAttorre resta convinto che la contropartita sia la salva-Berlusconi, la norma fiscale che
porterebbe il Pd e la legislatura a un punto drammatico.
Che fare, allora? Dare battaglia contro il Partito dellInciucio. Civati non ne pu pi dei
vicini di seggiola che gli spiano gli sms e annuncia: Io un
presidente del Nazareno non lo
voto. Esco, fondo un partito e lo
chiamo Berlinguer.
La grande paura che linquilino del Colle sar il garante del patto del Nazareno, del
quale Cuperlo agita lo spettro
teorizzando la mutazione genetica del Pd: Qualcuno tra
noi pensa che sia meglio sostituire i nostri voti con quelli di
altri. Il partito unico di Renzi e
Berlusconi? Scenario da Blade
Runner. Gotor parla di riforme e qualcuno mugugna. C
chi lo appoggia per la battaglia
campale contro i nominati e
chi lo critica per aver spinto
Renzi tra le braccia di Berlusconi. Lui per pensa di aver fatto
la cosa giusta: Noi saremmo
ininfluenti solo se uscissimo
dal Pd. Ma quando Migliavacca giura di aver ricevuto mail
con scritto Je suis Gotor, il
senatore fa scongiuri: Spero
di non fare la fine di Charlie!.
Monica Guerzoni

Francesco
Boccia
Renzi usa
metodi
da Isis
Scissione?
Nulla sar
pi come
prima
Alfredo
DAttorre
La norma
sul Fisco
ci porta
a un punto
drammatico
Sar guerra
allinciucio
Gianni
Cuperlo
Qualcuno
nel Pd
pensa che
sia meglio
sostituire
i nostri voti
con altri
Miguel
Gotor
Saremmo
ininfluenti
solo se ce ne
volessimo
andare,
invece
resteremo

E Gramsci (nipote)
si iscrive
al Partito comunista
di Marco Rizzo
ROMA Lo spettro di Antonio
Gramsci si aggirava ieri per la
Camera dei Deputati. Con lui
cera il nipote, omonimo del
fondatore del Partito
comunista, russo di nascita e
residente a Mosca. Di
mestiere, Gramsci junior fa il
docente di percussioni
etniche, ma molto del suo
tempo libero lo ha impiegato
per rovistare negli archivi
Comintern e reperire
informazioni sulla storia di
famiglia. La visita italiana si
deve a Marco Rizzo, segretario
del Partito comunista,
formazione alla quale ieri si
iscritto Gramsci. Con loro cera
anche un altro neoiscritto,
Gianni Vattimo. Il filosofo

Insieme Vattimo, Rizzo, Gramsci

torinese, al contrario del


comunista duro e puro Rizzo,
di partiti ne ha girati diversi,
dai radicali ai Ds, dal Pdci
allIdv. Rizzo, dopo anni di
battaglie, non ha cambiato
idee: Porto avanti lesperienza
del comunismo con un partito
che rivendica la teoria
marxista-leninista e la sua
totale estraneit alla politica
istituzionale, oltre che ad
alleanze con il Pd e con il
centrosinistra italiano. Siamo
contrari alleuro e a Bruxelles.
Il Pc di Rizzo aderisce
allIniziativa dei partiti
comunisti e operai dEuropa,
raggruppamento nato nel
2013: Per intenderci, in Grecia
siamo alleati del Kke, i
comunisti pi ortodossi, e
siamo contro Tsipras. Rizzo,
Vattimo e Gramsci ieri
prima del tour a Montecitorio
dove Antonio junior ha
ripercorso le orme del nonno
hanno visitato lambasciata
venezuelana: Chavez dice
Rizzo era molto interessato
allegemonia gramsciana e alle
casematte. Sabato alle 17,
saranno tutti a deporre una
corona di fiori a Livorno, dove
94 anni fa il Pci fu fondato
grazie alliniziativa di Gramsci
senior e di Amedeo Bordiga.
Al. T.
RIPRODUZIONE RISERVATA

RIPRODUZIONE RISERVATA

C chi ha subito pressioni. Non mi ricandider


La dissidente pd Doris Lo Moro, magistrato in aspettativa: ho unaltra idea di democrazia

Doris Lo Moro ex magistrato, giusto?


Magistrato in aspettativa.
Se la legislatura finisce in anticipo torno a fare il mio lavoro.
Renzi vuole votare?
Al mio segretario ho dato
atto di avere una grande intelligenza. Mi piace una democrazia decisionista, capace di
mantenere il ritmo.
Perch allora ha votato
contro la legge elettorale?
Ho sostenuto la battaglia di

ROMA

Chi

Doris Lo
Moro, 60 anni,
magistrato,
deputata del
Pd dal 2013

Gotor ritenendo che avesse un


senso. Ho i piedi per terra e sapevo che il rischio di uscirne
sconfitti era concreto.
Che batosta...
Un po di stress c. Ho vissuto la marginalit a viso aperto, questa sconfitta merita rispetto. Renzi sa usare gli strumenti del potere meglio di tutti
i suoi avversari politici.
vero che il premier in assemblea lha blandita?
No, stato sincero. E lo di-

ce una che non mai stata renziana perch ha unaltra idea


della democrazia. Io sono determinata nella battaglia, ma
non spregiudicata nelle soluzioni.
Ha subito pressioni?
una cosa veramente brutta. Mi ha stressato la sensazione che si volesse ridurre oltre il
lecito il livello di dissenso. Mettere la museruola ai parlamentari sgradevole.
Lemendamento Esposito?

Io blandita?
Al mio
segretario
ho dato atto
di avere una
grande
intelligenza

Trovo sgradevole che molti


miei colleghi abbiano ceduto a
un presunto emendamento
contro le regole e scritto malissimo, come un bignami degli
articoli successivi.
Giudizio politico?
Un peccato originale. Cercare i voti fuori dalla maggioranza un elemento di spregiudicatezza che non giova alla
autorevolezza di Renzi. Diceva
di essere per le preferenze e
che i nominati erano il prezzo

da pagare a Forza Italia....


Non una nominata, lei?
S e mi sarebbe piaciuto venire eletta dai cittadini. Ma non
mi ricandido.
Pentita di aver lasciato lincarico di capogruppo?
No, ne sono orgogliosa.
Molti del Pd hanno votato contro le loro opinioni.
Sul voto finale cosa far?
Io voterei contro.
M.Gu.
RIPRODUZIONE RISERVATA

10

Gioved 22 Gennaio 2015 Corriere della Sera

POLITICA

Senza di noi non c maggioranza

Berlusconi avverte i fittiani, rivendica la propria centralit e rinsalda lasse con Alfano
Il lancio della candidatura di bandiera di Martino, poi un nome condiviso con Renzi
Laccordo era di non fare
nomi, ma solo di far sapere che
FI e Area Popolare (Ncd, Udc e
gli altri centristi) si stanno organizzando per presentare una
candidatura comune o comunque per esaminare quelle eventualmente proposte da Renzi e
decidere in accordo. Questo almeno aveva comunicato nel
pomeriggio Angelino Alfano al
termine del suo incontro con
Berlusconi, il secondo in tre
giorni, a conferma che lasse
regge.
Ma il leader azzurro non si
tenuto. E alla riunione del
gruppo di FI alla Camera ha annunciato a tutti la notizia: Il
nostro candidato sar Antonio
Martino: lo voteremo ai primi
tre scrutini, poi cercheremo un
accordo su un nome condiviso
con Renzi. Un candidato di
bandiera quindi, stimato e apprezzato nel centrodestra, tale
da raccogliere molti voti utili a
contarsi. Lui, linteressato, ai
microfoni della Zanzara risponde apparentemente sorpreso: Io candidato? Non so
nulla, mi sembra uno scherzo
da prete.... Ma che lex mini-

ROMA

Lo scontro
Forza Italia
ha vissuto negli
ultimi giorni
forti tensioni
che sono
sfociate nella
dura presa di
posizione
dellex ministro
Raffaele Fitto
nei confronti
di Silvio
Berlusconi
La scorsa
settimana
un violento
battibecco
aveva
contrapposto
il capogruppo
alla Camera
Renato
Brunetta
e il senatore
Denis Verdini
Marted il
leader di Forza
Italia tornato
ad incontrare il
premier Matteo
Renzi per
discutere
delle ultime
modifiche
da apportare
allItalicum

stro fosse il primo nome da


buttare sul tavolo per aprire la
trattativa vera con Renzi era noto da quando Berlusconi e Alfano si sono incontrati a Milano,
tre giorni fa.
E per, da Ncd frenano: Veramente noi siamo orientati a
votare scheda bianca, dice Gaetano Quagliariello, anche per
placare i malumori che lannuncio di Berlusconi ha suscitato nel suo gruppo. Ma la sostanza che, ad oggi, laccordo
di centrodestra regge, nonostante per la Lega Salvini spari
contro annunciando che non si
alleer mai con chi fa accordi
con Renzi. Immediata la replica di Giovanni Toti: Spero che
la Lega non ponga veti alla riunificazione dei moderati. Non
che a Nord si cercano le intese
per vincere le Regionali e per
governare assieme, e a Roma
non si dialoga, altrimenti ci
stanchiamo anche noi....
Tensioni, scontri reali o apparenti che sono destinati a
farsi anche pi duri con lavvicinarsi del voto per il capo dello
Stato, che sar uno spartiacque
della legislatura. Ne convinto

Chi

Antonio
Martino, 72
anni, di
Messina, ha
insegnato
economia alla
Sapienza e alla
Luiss
stato
ministro degli
Esteri nel primo
governo
Berlusconi, nel
1994, e titolare
della Difesa dal
2001 al 2006

Berlusconi, che si sente tornato pienamente centrale nel


gioco politico perch, come ha
detto ai suoi Renzi non ha pi
la maggioranza e ha bisogno di
noi. Se ne ha bisogno solo per
eleggere il nuovo presidente
(in FI calcolano che la dote che
i moderati possono portare ai
300 realistici di Renzi di 200
voti) o addirittura per governare, lo scenario del dopo.
Fra gli azzurri c chi a un ingresso in maggioranza pensa
davvero: secondo Brunetta, che
incalza Renzi, questo il naturale sviluppo delle cose, mentre Paolo Romani sostiene che
lipotesi prematura, ma
non la smentisce affatto, anzi.
Berlusconi sa che bisogna
fare un passo per volta, e che il
primo fare asse con i centristi: Dobbiamo tenere: solo cos non ci sar un candidato
sgradito per noi o per loro, dice ai suoi, spiegando che sulla
Severino si sarebbe aspettato
qualche cambiamento e avvertendo che se arrivasse un
presidente nemico, io me ne
andrei allestero da l e vi scriverei le cartoline.... Ma uno

scenario che lex premier non


si aspetta, convinto com di
avere le armi per condizionare
Renzi. Questo ha un prezzo,
certo: Se perdiamo consensi
ammette anche per il
patto del Nazareno, che ci ha
costretto ad accettare riforme
che non ci piacciono. Ma soprattutto, se i voti calano
perch io non sono sulla scena, perch il Milan va male nonostante io ci perda 50 milioni
lanno, e per la fronda interna.
La fronda, appunto. Capitolo
sempre aperto, che non si
chiuder a breve. Se nei voti
sulla legge elettorale i numeri
dei fittiani non sono aumentati
(anzi su 17 senatori uno gi riconquistato alla causa berlusconiana), nel voto segreto sul
Quirinale c da aspettarsi una
pattuglia di 40-50 parlamentari

La fronda e il Milan
Se i voti calano
anche perch il Milan
perde nonostante
ci investa 50 milioni

pronti a dare battaglia. Fitto


continua ad urlare la sua rabbia: Con amarezza, constato
che la linea scelta da Berlusconi consiste nellesaudire i desideri di Renzi: obbedienza
pronta, cieca e assoluta, da
stampella del Pd che non
quello che ci chiedono gli
elettori.
Argomenti pi o meno ripetuti alla riunione del gruppo
azzurro da Daniele Capezzone,
che ha fatto infuriare Berlusconi: Non sono daccordo su
nulla di quello che dite! O vi rimettete in linea, o ve ne andate! stata la minaccia dellex
premier. Presidente, se continuiamo cos quelli che se ne
andranno saranno gli elettori,
la replica. Per ora, comunque,
non se ne va nessuno (secondo
Berlusconi un ipotetico partito
di Fitto avrebbe l1%), e nessuno verr cacciato. Il passaggio del Quirinale sar cruciale
per gli equilibri interni in FI,
ma non per far cessare una
guerra destinata a durare a lungo.
Paola Di Caro
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il vertice
Il leader
di Forza Italia
Silvio
Berlusconi
lascia con il
sorriso la sede
del Senato
dove ha
incontrato
Angelino
Alfano dove
hanno trovato
lintesa su un
nome per il
Quirinale.
Con lui il
capogruppo al
Senato Paolo
Romani, il
collega della
Camera Renato
Brunetta e la
senatrice Maria
Rosaria Rossi
(foto Ansa)

Nelle ore
successive
il Cavaliere ha
visto a Palazzo
Grazioli
lex ministro
Raffaele Fitto,
leader dellarea
del partito
che non
condivide i
contenuti
del patto
del Nazareno.
Alluscita Fitto
ha rilasciato
dichiarazioni
molto dure

La fronda

Sui numeri non c certezza. Loro dicono che sono


una quarantina ma alla fine
della fiera, tra Camera e Senato, saranno meno di trenta,
il calcolo della questura, che
dentro Forza Italia era ed rappresentata da Denis Verdini. La
versione dei manifestanti,
che sono loro stessi, i fittiani
ortodossi, racconta unaltra verit. Siamo una trentina, come minimo.
In mezzo, in questa guerra
appena iniziata che vedr contrapposti Silvio Berlusconi e
Raffaele Fitto, c quelloperazione affidata ovviamente a
Verdini con cui lex Cavaliere
punter a riportare sulla linea
del Nazareno quanti pi oppositori interni possibili. Ed
unoperazione che potrebbe essere gi a buon punto se vero
che Renata Polverini, lex go-

ROMA

Dallex tesoriere ai pugliesi: chi sta con Fitto


E Verdini prova ad assottigliare la pattuglia
vernatrice del Lazio che negli
ultimi mesi stata organica allarea Fitto, ieri pomeriggio era
in preda a una crisi di ripensamenti. Renata, ma tu sei daccordo con quello che dice Raffaele? le chiede un collega prima che tutti facciano ingresso
allassemblea con Berlusconi.
Risposta, gelida: Non proprio.
Lui, Fitto, a fare retromarcia
non ci pensa proprio. Era ed
convinto che, dopo lantipasto
di un capo dello Stato eletto col
Pd, il men preveda lingresso
di Forza Italia nella maggioranza di governo.
Che vada o meno in porto
loperazione verdiniana di folgorare quanti pi fittiani possibile sulla via del Nazareno, Fitto ha dalla sua una pattuglia di
parlamentari agguerriti. In testa c Maurizio Bianconi, ex te-

soriere del Pdl, che ieri ha disertato lassemblea con lex Cavaliere offrendo ai colleghi una
motivazione priva di eufemismi. Questa: Quello laccordo
con Renzi lha gi fatto. Che cosa vado a fare a Palazzo Grazioli, a farmi prendere per il c...o
dal sovrano? Stanno ammazzando FI, Berlusconi e gli altri
dovrebbero essere cacciati subito. Un concetto che Daniele
Capezzone, il braccio operativo
dellarea Fitto, aveva gi spiegato cos: Lappoggio di FI a Renzi un errore. Basta donazioni
di sangue Qualcuno vuole fare compagnia al premier, anzich fargli opposizione.
A Palazzo Madama, Fitto pu
contare sul pacchetto di mischia di senatori pugliesi. Tra
questi c Vittorio Zizza, sindaco del comune di Carovigno,
nel brindisino, che ieri ha com-

missionato ai suoi collaboratori quello che potrebbe diventare il manifesto della battaglia
contro il patto del Nazareno.
Foto gigantesca dellex europarlamentare pugliese, col viso
riprodotto di tre quarti. E slogan che non d adito a fraintendimenti: Je suis Fitt. Non
saremo mai la stampella di
Renzi. Al suo fianco, al Senato, ci sono Augusto Minzolini,
che pur avendo dato battaglia
sullItalicum non pu essere
considerato un fittiano tout
court (Sono minzoliniano,

Le manovre
I parlamentari fedeli
allex governatore
sarebbero tra 30 e 40
Ma c chi tentenna

dice sempre). E la battagliera


Cinzia Bonfrisco, forzista da
una vita, in precedenza legata
allarea vicina ai vecchi socialisti (da Cicchitto a Brunetta).
Le loro prossime mosse?
Qualcuno, al riparo da microfoni e taccuini, azzarda che i fittiani per ostacolare il patto
Renzi-Berlusconi possano
addirittura votare, al primo degli scrutini segreti per il Quirinale, uno come Romano Prodi,
che metterebbe in difficolt
lasse sorretto da Verdini. Daltronde, la suggestione era stata
accarezzata nelle ultime settimane proprio da Minzolini,
che laveva suggerita a Berlusconi. SullItalicum ce lhanno
avuta vinta loro. Ma la sfida per
il Colle molto pi difficile,
prevede Fitto. A Montecitorio,
mentre va avanti la corsa per
lapprovazione in seconda let-

tura della riforma della Costituzione, ci sono fittiani che


a causa della guerra interna a
Forza Italia vivono una situazione umana ai limiti dello
sdoppiamento di personalit.
Uno di questi Rocco Palese,
ex candidato governatore della
Puglia (Rocco chi?, lo stronc allepoca Berlusconi, prima
che la battuta diventasse un cavallo di battaglia renziano). Palese, che segretario dAula di
Forza Italia, ha il compito istituzionale di dire ai colleghi come votare su ogni singolo provvedimento e quello personale (da fittiano) di votare al
contrario di come lui stesso
suggerisce agli altri. Piccolissimo effetto collaterale di una
battaglia che appena cominciata.
Tommaso Labate
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Gioved 22 Gennaio 2015

La Nota
di Massimo Franco

I PARTITI A PEZZI
MA FORZA ITALIA
SI SENTE
QUASI AL GOVERNO

Il retroscena

di Francesco Verderami

POLITICA

insistenza con la quale il Pd nega la


nascita di una nuova maggioranza in
Parlamento tradisce un filo di
imbarazzo. Se la legge elettorale sar
approvata dal Senato, dipender dal
voto decisivo che ieri FI ha offerto a Matteo
Renzi; e senza il quale il governo non avrebbe
avuto i numeri. La defezione di 27 senatori che
fanno capo allex segretario Pier Luigi Bersani
ha ufficializzato limportanza del patto del
Nazareno con Silvio Berlusconi. E il voto che ha
eliminato gran parte delle decine di migliaia di
emendamenti allItalicum stato percepito
come una prova generale delle elezioni per il
prossimo capo dello Stato.
La tenuta delle intese tra il segretariopremier, il leader di FI e quello di Ncd,
Angelino Alfano, fa presumere che alla quarta
votazione il loro asse potrebbe ottenere
lelezione del presidente della Repubblica:
da quel momento, infatti, basterebbe la
maggioranza assoluta dei voti e non pi quella
qualificata di due terzi. Renzi sa di avere di
fronte un Berlusconi pronto ad accettare le sue
indicazioni; e proprio per questo accusato dagli

avversari interni di essere schiacciato su


Palazzo Chigi. Ma da ieri deve fare i conti anche
con un Pd che contesta la sua linea
apertamente; e vota contro le indicazioni
renziane. Significa che il 29 gennaio, se non c
una ricucitura, il maggior partito di governo si
presenter davanti alle Camere riunite diviso
da una guerra interna; e incapace di offrire
quellimmagine di compattezza che
rafforzerebbe la leadership del presidente del
Consiglio. Renzi ieri ha sottolineato che il no
della minoranza stato ininfluente sul
risultato finale: difficile dargli torto. Ma dal
punto di vista politico, la defezione dei
bersaniani accentua il potere contrattuale di
Berlusconi: al punto che Paolo Romani ritiene

Lipoteca
Lasse tra Renzi e Berlusconi
fa marciare lItalicum e mette
unipoteca su un capo dello Stato
figlio del patto del Nazareno

11

solo prematuro lingresso di FI al governo.


In pi, si rafforza limpressione del gioco di
squadra tra Berlusconi, Alfano e lUdc di Pier
Ferdinando Casini. Mentre la sinistra mostra
crepe e tensioni, FI perde pezzi ma recupera il
rapporto con altre componenti del
centrodestra. E dopo avere scelto lex ministro
Antonio Martino come candidato di
bandiera, si prepara a far pesare le sue
intese, seppure tattiche. Berlusconi punta ad
avere un presidente non ostile.
E adesso rivendica la centralit di FI, perch
il Pd al Senato non ha pi la maggioranza.
Per questo arrivano inviti a Palazzo Chigi
affinch ricomponga lunit del partito. Ieri,
alla riunione della minoranza che fa capo a
Bersani cerano 140 parlamentari: non
abbastanza per impedire lelezione di un capo
dello Stato scelto sulla scia del patto del
Nazareno; ma abbastanza per impensierire
il gruppo dirigente, qualora la situazione si
complicasse. Spetta a Renzi dire se si pu
partire dallunit del Pd, fa sapere Bersani.
una mano tesa, e insieme una sfida.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Le prime condizioni del Cavaliere:


al Colle n un tecnico n un ministro
Lobiettivo di un candidato moderato. Ma Guerini: no alle etichette

I tempi

La legge
elettorale
avanza in
Senato. Il
canguro ha
limitato gli
emendamenti:
lItalicum pu
avere il s
dellAula
allinizio della
prossima
settimana,
come previsto
dal governo

Avanza a
rilento a
Montecitorio
lesame della
riforma del
Senato e del
federalismo.
Oggi alle 9
riprendono le
votazioni:
lobiettivo del
governo di
avere il via
libera prima del
29 gennaio

ROMA Il patto del Nazareno non

si trasformer nel partito del


Nazareno. Se vero che in passato Berlusconi lha teorizzato e
persino proposto a Renzi, altrettanto vero che il premier ha
sempre respinto lofferta. Daltronde, per costruire una sorta
di Dc 2.0 servirebbe il Consultellum, cio una legge elettorale proporzionale. Invece il
leader del Pd ha puntato sullItalicum, unoperazione di
ortopedia istituzionale come
la definisce Quagliariello, che
spinge verso un sistema bipartitico. dentro questi confini
che si muover la strana alleanza di qui al termine della legislatura. Anche se fin dallinizio il vice segretario del Pd
Guerini immaginava che sarebbe servita molta fantasia a
gestire questa sorta di appoggio esterno.
Non ci vuole invece molta
fantasia per capire che supplendo ai voti della minoranza
democratica sulla legge elettorale Berlusconi ha incassato
una golden share da Renzi sulla scelta del prossimo capo dello Stato. E il Cavaliere ha subito
portato allincasso una quota
del bonus: visto che al momento la discussione sul quirinabile da candidare insieme

il quorum
per eleggere
il presidente
della
Repubblica
nei primi
tre scrutini:
i due terzi
dellassemblea

505
la soglia
per lelezione
del capo dello
Stato dal
quarto
scrutinio in poi:
la maggioranza
assoluta
dellassemblea

spingono per un moderato


al Colle: Iniziare con le etichette non la cosa migliore da
fare in questo momento.
Forse non il momento per
il Pd, ancora stordito dalla clamorosa rottura del Senato, sebbene anche Berlusconi debba
fare i conti con lopposizione
interna che medita la rivincita.
Ma mentre il Cavaliere ieri ha
sfidato il gruppo dei fittiani, invitandoli a recedere o ad andarsene, il premier stato pi
cauto con i suoi compagni: un
conto ribadire di aver sventa-

to lagguato sullItalicum, mettendo in preventivo unottantina di franchi tiratori, altra cosa


sfidare la sorte, cio la minoranza, a voto segreto. Che poi,
in fondo, segnali di tregua sono gi arrivati, e la sponsorizzazione della Finocchiaro che
emerge dalle riunioni della
ditta potrebbe rivelarsi utile
al momento di decidere.
Perch lapproccio di Renzi
al dossier Quirinale molto
pragmatico. Al di l delle operazioni mediatiche sullormai
famoso nome coperto, sul

Lappartamento di Tulliani a Montecarlo

In vendita la casa che inguai Fini


Sarebbe in vendita lappartamento di Montecarlo che fin al
centro delle polemiche che nel 2010 colpirono lallora presidente
della Camera Gianfranco Fini. Il prezzo sarebbe stato fissato a 1,6
milioni di euro secondo quanto riporta il settimanale Oggi in
edicola. Il cognato di Fini, Giancarlo Tulliani (fratello di
Elisabetta, compagna dellex leader di An) starebbe cercando
possibili acquirenti. Oggi pubblica per la prima volta alcune
immagini degli interni dellappartamento monegasco e una foto
di Tulliani mentre incontra alcune persone interessate alla casa
al tavolo di un bar monegasco. Limmobile, lasciato in eredit da
una simpatizzante del Msi, era stato venduto nel 2008 ad una
societ caraibica (dietro la quale si sospettava si celasse il
cognato di Fini) per 300 mila euro.
RIPRODUZIONE RISERVATA

mistero legato alla possibile


sorpresa, il premier sembra
davvero voler tenere fede al soprannome affibiatogli in Consiglio dei ministri: last minute prover a estrarre allultimo
momento un nome dalla lista
dei quirinabili. A meno che il
gioco dellalleato di maggioranza (Alfano) e dellalleato di
opposizione (Berlusconi) non
lo costringa ad uscire prima allo scoperto. Magari per bloccare un nome non gradito.
Difficile, al momento vanno
tutti di conserva. E su Amato
Renzi ha tirato un sospiro di
sollievo. Perch come racconta un autorevole esponente
del Pd sarebbe difficile spiegare al partito una simile scelta: se da rottamatore Renzi ha
messo il veto su Marini, come
potrebbe da segretario-premier sconfessare se stesso con
Amato? buona regola in ogni
corsa per il Colle che i king
maker abbiano almeno due
forni aperti per giocare. Berlusconi e Alfano ne hanno avviato uno, e il leader di Ncd si appresta ad aprirne un altro con
Scelta civica. Quanto a Renzi,
pu contare sullintesa con il
Cavaliere, che grande quanto
una panetteria.
RIPRODUZIONE RISERVATA

De Girolamo: un primo passo, ma lunit pesa sempre di pi


La pontiera ncd: tornare a fondersi? Il gesto responsabile di Angelino e Silvio apre una fase nuova
ROMA Mi sono battuta per lun-

Il 29 gennaio
si riuniranno
le Camere
per eleggere
il nuovo capo
dello Stato:
ci sar un solo
scrutinio, se
necessario la
seconda e la
terza chiama
saranno
il giorno
successivo. E le
altre a seguire

672

fermo allapproccio metodologico, ha iniziato a tracciare


identikit e caratteristiche nei
colloqui riservati. Il primo punto che il prossimo capo dello
Stato non potr essere un tecnico e tantomeno un ministro, perch non pensabile
per un partito formalmente allopposizione dare il proprio
viatico per il Colle a un candidato del governo cui non ha dato la fiducia. Se cos stanno le
cose, Berlusconi cancella dalla
lista una serie di aspiranti, ma
soprattutto si sofferma sui nomi di tre potenziali protagonisti: Delrio, Padoan e il governatore di Bankitalia Visco.
Non chiaro se si tratti di un
veto che il Cavaliere pone a
Renzi, o se la mossa celi unintesa preventiva. Di certo il passo falso della minoranza pd
sullItalicum e il patto di consultazione permanente con
Alfano, fanno dire a Berlusconi
che ci sono le condizioni per
fare un buon gioco di squadra
sul Quirinale e per poter dire
la nostra sulla scelta. Pi
avanti si capir se una mossa
dattacco o concordata con
Renzi. Per ora Guerini, a nome
del segretario democrat, sembra voler bloccare lazione di
posizionamento di quanti

go tempo per il dialogo e lincontro di ieri una tappa fondamentale per un nuovo slancio, ripartendo dalle nostre radici. Il centrodestra non
unipotesi ma una missione.
Nunzia De Girolamo da sempre, tra ostracismi e mille difficolt, una delle deputate del
Nuovo Centrodestra pi convinte della necessit di ricucire
lo strappo con Forza Italia.
Il vertice di ieri tra Silvio
Berlusconi e Angelino Alfano
(presente anche il centrista
Lorenzo Cesa) segna linizio
di una nuova era?
un momento importante,
che potrebbe aprire una fase
nuova. comunque un punto
di partenza.
Verso una fusione di Ncd e
Forza Italia?
Oggi non vedo elezioni alle
porte, per cui non un tema

che affrontiamo subito. un


giorno per giorno, come dice
Ligabue. Ieri cera unatmosfera
quasi familiare. Abbiamo siglato un patto per chiedere a Renzi di tener conto della nostra
forza per la scelta del capo dello Stato. Lidentikit quello di
un moderato, super partes e
senza tessera del Pci.
Lorenzo Guerini, vicesegretario Pd, non ha reagito
bene: Iniziare con le etichette non il modo migliore per
iniziare.
Confonde etichette con tessere. Abbiamo solo detto che
non vogliamo un tesserato della sinistra. Non poniamo veti
ma non vogliamo imposizioni.
Berlusconi tornato sui
suoi passi?
Sia Berlusconi sia Alfano
hanno dimostrato di anteporre
gli interessi dei cittadini alle

Ex Forzisti
Il ministro
degli Interni
Angelino
Alfano e
la capogruppo
del Nuovo
Centrodestra
alla Camera
Nunzia De
Girolamo
lasciano
sorridenti
il Senato dopo
lincontro
con Silvio
Berlusconi
(foto Ansa)

incomprensioni. Berlusconi ha
dimostrato lucidit e senso
delle istituzioni e Alfano che
ci che ci unisce pi di ci
che ci divide.
Anche voi avete sbagliato?
Se non avessimo fatto la

scelta dolorosa ma necessaria


di governare con il Pd, oggi sarebbe al potere Grillo.
Lapprodo finale un partito unico?
Oggi ci concentriamo sul
Colle. Ma lunit dei moderati

pesa e peser sempre di pi in


questa partita.
Fitto non convinto.
Fitto un politico astuto,
che conosce le regole. Sono sicura che arriver alle scelte per
il Colle con serenit danimo.
Cosa vi divide da Forza Italia? Perch non governarci insieme?
La domanda andrebbe rivolta a Berlusconi e a Renzi, che
non ha la maggioranza del Pd.
E Salvini?
Sta dimostrando di essere
un ottimo capo di partito ma
non un leader. Deve decidere
cosa fare da grande: se vuole
partecipare alla creazione di
unalternativa deve cambiare
atteggiamento.
Quale leader il futuro?
Lo sceglieremo in futuro,
spero con le primarie.
Alessandro Trocino
RIPRODUZIONE RISERVATA

12

Gioved 22 Gennaio 2015 Corriere della Sera

POLITICA

Fronte
del
el Colle
Collle

Come non votare un capo dello Stato


Lagguato dei 101 (che furono di pi)
Vennero impallinati Marini e Prodi e sconfitto Bersani. Non rest che rivolgersi a Napolitano

di Pierluigi Battista

20 aprile 2013

na disfatta istituzionale. Una catastrofe politica. Il punto pi basso


nella vita dei partiti
italiani, rissosi, dilaniati dalle
faide intestine. Un esempio da
manuale di cosa non bisogna fare per eleggere un presidente della Repubblica. Una discesa indecente nellimpotenza
politica per fortuna riscattata
dalla disponibilit di Giorgio
Napolitano a risalire i gradini
del Quirinale, non prima per
di aver sferzato i partiti in Parlamento, plaudenti e grati per
lo scampato pericolo: ecco
lamara lezione del 2013.
Dalle urne non era uscito un
vero vincitore. Tecnicamente
s, grazie al Porcellum: il Pd,
che per poche migliaia di voti
di scarto, si era accaparrato un
numero abnorme di deputati

Lacrime
il 20 aprile
2013, al sesto
scrutinio
Giorgio
Napolitano
viene eletto
alla presidenza
della
Repubblica
per la seconda
volta. Lallora
segretario del
Pd Pierluigi
Bersani, a
proclamazione
avvenuta,
lascia lAula
della Camera
visibilmente
commosso
(nella foto
Ansa)
attorniato dai
pi stretti
collaboratori.
la fine di un
incubo, dopo le
clamorose
bocciature di
Franco Marini e
Romano Prodi

Il voto
Il 18 aprile tutto inizi
con il vecchio schema,
senza tener conto che
il bipolarismo era finito
come premio alla prima coalizione. Non solo, dalle urne era
scomparso il bipolarismo che
aveva innervato il sistema politico della Seconda Repubblica.
Per lelezione di Carlo Azeglio
Ciampi nel 1999 la scelta fu di
una candidatura di unit nazionale, scelta da entrambi gli
schieramenti. Per quella di
Giorgio Napolitano, la scelta
avvenne invece a maggioranza
semplice, con il centrosinistra
a favore e il centrodestra contro. Con un dettaglio decisivo:
che la coalizione di centrosinistra, vincente sia pur per un
soffio, aveva raggiunto circa il
50 per cento dei voti popolari.
Ora nel 2013, la coalizione vincente (Pd pi Sel) con circa il 30
per cento dei voti una maggioranza numerica che descrive una forte minoranza di voti
reali. Tutto si complica. Dal voto del febbraio il bipolarismo
era uscito distrutto. Con lavanzata impetuosa del Movimento
5 Stelle il bipolarismo era diventato tripolarismo. Uno
schema era saltato. Nessuno si
sarebbe immaginato, per, che
anche un altro schema fondamentale si era oramai consumato. Il partito numericamen-

Il bis

Giorgio
Napolitano fu
eletto capo
dello Stato per
la seconda
volta il 20
aprile 2013.
In precedenza
era stato eletto
il 10 maggio
2006

te pi forte, il Pd, non aveva pi


una coesione. Ognuno andava
per conto proprio. Mentre il
movimento di Grillo appariva
una falange compatta. E poi,
per la prima volta nella storia
repubblicana, non cera nessuna maggioranza di governo che
potesse essere il perno di una
ulteriore maggioranza capace
di oltrepassare il quorum dei
voti necessari allelezione del
nuovo Capo dello Stato. Bersani, capo del partito che per una
manciata di voti, aveva nella
Camera dei deputati un gruppo
parlamentare enormemente
pi cospicuo dei consensi effettivamente registrati nelle urne, spingeva per presentarsi al
buio davanti alle due Camere
sperando in qualche soccorso
di deputati e senatori grillini.
Ma Giorgio Napolitano non voleva accedere a questo gioco rischiosissimo, anzi con quasi
assoluta certezza votato al fallimento. Ma tutto, il 18 aprile del
2013, cominci come se questi
cambiamenti radicali dello
scenario politico consentissero
ancora di muoversi secondo il
vecchio schema. E fu linizio
della catastrofe.
Come se nulla fosse cambia-

to lallora segretario del Pd propose una rosa di nomi a Silvio


Berlusconi allinterno della
quale il leader del centrodestra
scelse Franco Marini, uno dei
fondatori dello stesso Partito
democratico. Ma con questa
complicazione: che Bersani voleva proporre al centrodestra di
votare insieme il presidente
della Repubblica proprio men-

La spaccatura
La candidatura
di Romano Prodi
fu lacme della
dissoluzione dei dem
tre si affannava a costruire una
maggioranza di governo (detto
del cambiamento) che includesse almeno una parte, o
almeno una benevola astensione, del nuovo movimento grillino. Sugli scogli di questa impossibile quadratura del cerchio, cominci il dramma.
Matteo Renzi (ancora sindaco
di Firenze) e numerosi deputati dichiararono che non avrebbero votato per Marini. Il quale
non raggiunse il quorum dei

due terzi necessari nei primi


tre scrutini. Per Bersani fu una
prima cocente sconfitta. I seguaci di Grillo con le loro quirinarie on line scelsero dapprima Milena Gabanelli, poi
Gino Strada, poi approdarono
a una candidatura destinata
certamente ad aprire una breccia nel Pd, cio a quella di Stefano Rodot. Il Pd era messo
malissimo. Il partito che aveva
pi voti in Parlamento era anche quello che non sapeva scegliere se non al prezzo di lacerazioni, dissensi palesi e segreti, franchi tiratori. Se, dopo
aver affossato la candidatura
Marini, avesse optato per un
candidato non ostile ai moderati (si faceva insistentemente
il nome della Cancellieri) una
parte del partito si sarebbe avvicinata ai grillini. Se viceversa
si fosse optato per una candidatura vicina a quella del Movimento 5 Stelle, la parte moderata, gi esacerbata dalla bocciatura di Marini, avrebbe fatto
la fronda dallaltra parte. Si
pens alla candidatura di un
nome prestigioso come quello
di Romano Prodi. E fu lacme
della dissoluzione del Pd.
Oggi tutti parlano dei 101

6
gli scrutini
necessari per
giungere
allelezione
del capo dello
Stato nel 2013

738
voti
(su 997)
conquistati
da Napolitano
per il secondo
mandato

che nel segreto del catafalco,


sotto il quale i grandi elettori
andavano a deporre la scheda,
hanno impallinato Prodi. Ma
forse nel Pd furono molto pi
dei 101 (si parla addirittura di
una ventina di grillini che tradirono la candidatura di Rodot per dirigersi verso quella di
Prodi). Berlusconi decise di
non far entrare in aula gli elettori del centrodestra per fuggire ogni tentazione. I centristi di
Monti concentrarono i loro voti
sulla Cancellieri.
La candidatura di Prodi era
stata gi molto avventurosa
perch se anche tutti gli elettori del Pd fossero stati disciplinati si sarebbe raggiunta una
quota inferiore al quorum richiesto: si sperava in qualche
franco tiratore al contrario.
Ma il miracolo non avvenne. La
sconfitta di Bersani era eclatante. Non restava che tornare a
implorare Napolitano come
premessa di un governo delle
larghe intese che seppelliva per
sempre le velleit sul governo
del cambiamento. Napolitano
acconsent. Il resto storia di
questi giorni.
3 - Fine
RIPRODUZIONE RISERVATA

Quellamen di Marine Le Pen e il match in tv con DAlema


Il confronto serrato su Europa e moneta unica. Un fallimento. No, ridicoli i nazionalismi
Chi
Marine Le
Pen, 46 anni,
parlamentare
europea
dal 2004.
In Francia
guida il Fronte
nazionale
dal gennaio
2011 dopo
le dimissioni
del padre
Jean Marie

Madame Le Pen, Signor


DAlema. Convenevoli essenziali, poi, tra la leader del Fronte
nazionale francese e lex premier
italiano (il primo, e unico, proveniente dal Pci) il confronto
stato serrato: due visioni opposte dellEuropa e della moneta
unica, con qualche colpo duro.
Per Marine Le Pen era la prima
volta in uno studio televisivo
italiano a confronto diretto con
un altro politico. Ha espresso
contenuti gi noti nel dibattito
(da Matteo Salvini a Giorgia
Meloni) con frasi pi rapide
della media nostrana: Lunione europea un fallimento,
per me le frontiere sono qualcosa di positivo, io difendo

quelli che non possono andare


in vacanza. A suo agio, ha sorriso spesso con sarcasmo, alle
affermazioni di DAlema. Al
termine di un argomentazione
dellex ministro degli Esteri
non si possono far tornare indietro le lancette della storia, il
ritorno dei nazionalismi ridico l o s b ot t a t a i n u n
Amen! aggiungendo questo
un sermone, non una riflessione politica.
Tra i politici italiani in tv
spesso si litiga. In questo caso i
due contendenti non si sono risparmiati frecciate, ma dentro
a un contesto di contenuti. E
quindi anche la polemica non
sembrata gratuita.

La sfida
Lesponente pd Massimo DAlema con la leader del
Front national Marine Le Pen ospiti della trasmissione
DiMarted di Giovanni Floris su La7 (LaPresse)

E si parlato di politica. Secondo la leader del Fn la


frattura non pi tra destra
e sinistra, ma tra chi difende
il diritto dei popoli a decidere nei singoli Stati e chi come lei ha una visione postnazionale. Pi Le Pen cercava di togliersi letichetta da
destra dura sono amica di
Salvini, ma guardo anche cosa
dice Podemos in Spagna, non
sono chiusa pi DAlema
rimarcava contenuti di sinistra: Le colpe della crisi non
sono della moneta unica, ma
del capitalismo selvaggio. Ma
tornare agli Stati nazionali
unillusione.
Il centro dello scontro il de-

stino dellEuropa. Qui ci sono


istanze sovra-nazionali che decidono al nostro posto ha attaccato Le Pen e lei difende
leuro quasi religiosamente, lo
adora. E DAlema: Io sono
contro le politiche della signora Merkel, i socialisti chiedono
investimenti e crescita. Ma
lUnione ha garantito la pace:
lei ha forse nostalgia del periodo bellico, io no. La posta in
palio chi sapr interpretare
meglio il futuro: Madame, lei
ha in mente lOttocento, ma il
mondo cambiato , No signore, la sua visione da comunista a essere obsoleta.
Massimo Rebotti
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Gioved 22 Gennaio 2015

POLITICA

De Luca condannato
Salerno e le primarie
un nuovo caso nel Pd

Su La7

Lannuncio di Ferrara:
presto lascer il Foglio
Lannuncio arrivato a
sorpresa. Giuliano Ferrara
(nella foto) si appresta a
lasciare la direzione del
quotidiano Il Foglio.
Intervistato da Daria Bignardi
durante Le invasioni
barbariche in onda ieri sera su
La7, tra un commento sul Papa
e valutazioni politiche, Ferrara
ha dato la notizia: Lascer Il
Foglio. Succeder presto, prima
ci sono le solite cose
burocratiche da risolvere. Il
giornale passer a Claudio
Cerasa: ha 31-32 anni, forse
gi un po vecchiotto. La
successione al vertice del
quotidiano fondato nel 1996
per vie interne: Cerasa il
notista politico della testata per
la quale Ferrara continuer a
fare il tifo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Sar sospeso con la Severino: Ma non mollo


Condannato a un anno
di reclusione e a uno di interdizione dai pubblici uffici per
abusi che avrebbe commesso
nelle opere di realizzazione del
termovalorizzatore, il sindaco
di Salerno Vincenzo De Luca rischia ancora una volta di diventare un caso, come quando volle cumulare le cariche di sindaco e viceministro nonostante
fosse obbligato a scegliere.
Stavolta le conseguenze della sentenza emessa ieri dal tribunale di Salerno rischiano di
riguardare non solo lamministrazione comunale che ormai
da pi di ventanni quasi una
esclusiva di De Luca, ma anche
le complicatissime primarie
del Pd per la scelta del candidato da schierare alle prossime
elezioni regionali.
La questione legata al Comune di Salerno semplice: per
quanto la pena sia sospesa, il
sindaco condannato dovrebbe
ugualmente subire gli effetti
della legge Severino, e quindi
essere sospeso dallincarico. E
infatti il tribunale gi ieri ha
trasmesso in prefettura il dispositivo della sentenza. Lavvio delle procedure in questi
casi praticamente automatico, non ci sono margini di discrezionalit. Lunico modo
che linteressato avrebbe per

NAPOLI

Chi

Vincenzo
De Luca, 65
anni, stato
rieletto sindaco
di Salerno per
la quarta volta
nel 2011 con
il 74% dei voti.
Esponente
del Pd,
candidato alle
primarie del
partito per le
prossime
Regionali.
stato
parlamentare e
sottosegretario
alle
Infrastrutture
con Letta

La vicenda
Il sindaco
di Salerno
Vincenzo De
Luca stato
condannato
per abuso
dufficio
ad un anno
di reclusione e
allinterdizione
dai pubblici
uffici
per 12 mesi
Il processo
riguardava
la nomina di un
manager per
limpianto
dei rifiuti di
Salerno. Ora
scatta la legge
Severino, che
comporta la
sospensione
dalla carica

evitare la sospensione sarebbero le dimissioni. Ma De Luca


non ha alcuna intenzione di dimettersi. E nemmeno di accettare supinamente leventuale
provvedimento del prefetto.
Recentemente la sospensione
in seguito a una condanna per
abuso dufficio tocc al sindaco
di Napoli Luigi de Magistris,
ma il ricorso al Tar gli ha poi
consentito di essere reintegrato nella carica. scontata lintenzione di De Luca di muoversi nella stessa direzione.
Laltro giorno aveva detto
che era sua intenzione rispettare la legge, ma solo un sguardo
superficiale alla sua dichiarazione (e soprattutto una scarsa
conoscenza del personaggio)
poteva autorizzare ad aspettarsi dal sindaco di Salerno un atteggiamento remissivo. Rispettare la legge significa anche percorrere tutte le strade
che la legge prevede, e De Luca
le percorrer sicuramente. Lo
dice lui stesso, in una nota che
diffonde in serata, alcune ore
dopo la condanna: Io non ho
nessuna intenzione di mollare
nulla. Da oggi comincia una
grande battaglia di civilt, fa
sapere. E se qualcuno non avesse capito, chiarisce: Si prospetta, credo, una ripetizione
della vicenda del sindaco di

13

Napoli.
Dal municipio di Salerno,
quindi, lui non ha affatto intenzione di andarsene. Ma oggi
Vincenzo De Luca non solo il
sindaco della seconda citt della Campania: anche uno dei
candidati alle primarie del Pd
in vista delle Regionali della
prossima primavera. E qui si
apre un altro capitolo, se possibile ancora pi complicato.
Lunico vero contendente di
De Luca, ufficialmente, An-

Il sindaco-candidato
Quando liter terminer
i poteri al suo vice
Si complica il rebus
della corsa alla Regione

drea Cozzolino, che fu candidato anche alle primarie per il


sindaco di Napoli, le vinse ma
poi furono annullate per lombra di brogli. Sia luno che laltro sono gi in campagna elettorale (ieri quando stata
emessa la sentenza De Luca era
a una manifestazione a San
Giorgio del Sannio, in provincia di Benevento).
Ma le primarie sono state
rinviate pi volte perch, al di
l delle spiegazioni di facciata,
il Pd non vorrebbe schierare
nessuno dei due. E infatti ora si
sta puntando su Gennaro Migliore, passando per le primarie, ma anche facendone a meno.
A questo punto, per, bisogner capire come si regoler
De Luca. E, di conseguenza, co-

sa far Cozzolino. Per adesso il


sindaco di Salerno riferimenti
diretti alle primarie non ne fa,
ma qualche segnale gi si coglie, e sono segnali che non annunciano certo la resa. In primo luogo perch al Pd chiede
di fare della sua vicenda loccasione per una grande battaglia a difesa delle persone perbene, degli amministratori che
dedicano una vita al bene pubblico, e soprattutto perch,
pur commentando una sentenza, non si lascia sfuggire loccasione per rivolgere un saluto e
un grande abbraccio a quanti
hanno guardato e guardano a
me come a una speranza di rinnovamento della politica e di
salvezza della Campania.
Fulvio Bufi
RIPRODUZIONE RISERVATA

Gioved 22 Gennaio 2015 Corriere della Sera

14

Esteri
Diplomazie

La strategia

di Guido Olimpio

di Fiorenza Sarzanini

Kerry-Mogherini
un asse atlantico
dallIsis allIran

Limitato Schengen: lItalia ripristina i controlli alle frontiere


LItalia ripristina i controlli alle frontiere e chiede la
lista passeggeri dei voli che arrivano da tratte a rischio. Mentre scattano accertamenti su
una quarantina di stranieri ritenuti sospetti residenti
nel Lazio, in Lombardia e in
Campania per valutare nuove espulsioni, il prefetto Alessandro Pansa potenzia lattivit
della polizia di frontiera per realizzare la piena efficacia dei
dispositivi e delle misure. Decisione che provoca la protesta
dei sindacati con il Sap che evidenzia la mancanza grave di
risorse.

ROMA

I punti

n questa fase critica


Unione Europea e Stati
Uniti, pur nelle
differenze, mandano un
segnale di compattezza. Su
lotta al terrorismo, nel
contrasto dellIsis,
sullUcraina gli alleati
vogliamo dimostrare unit.
Sar poi il campo a
misurarla e a dire quanto
sia profonda.
Il messaggio emerso in
modo chiaro dallincontro
ieri a Washington tra il
segretario di Stato John
Kerry e la responsabile per
la politica estera europea
Federica Mogherini.
Partiamo dallattivit antijihadismo. La ricetta
basata su una risposta
multipla affidata a forze di
polizia, intelligence,
iniziative militari (come in
Iraq), scambio di
informazioni,
monitoraggio delle filiere.
Federica Mogherini e il suo
interlocutore hanno per
insistito su un aspetto:
questa non la guerra tra
lOvest e lIslam, bens una
strategia mirata contro chi
uccide in modo
indiscriminato. Le stragi
sono condotte anche per
spaccare le societ ha
osservato Kerry in realt la
nostra reazione stata di
unit.
Nellanalisi del momento
internazionale non
potevano mancare lUcraina
e lIran, due dossier spinosi,
che spesso hanno creato
frizioni. Kerry ha
condannato le violazioni
russe sul territorio ucraino
e lo stesso ha fatto
Mogherini, spesso accusata
di essere troppo morbida
verso il Cremlino. Su questo
punto linviata europea ha
chiarito: non c alcun
cedimento, vogliamo solo
che le sanzioni economiche
contro Mosca si traducano
in risultati politici. Dunque
fermezza senza rinunciare
ad arrivare ad una svolta.
Un principio che torna
anche sul nucleare
iraniano. Mogherini ha
ribadito che bisogna dare
una possibilit al negoziato
avviato in questi mesi.
Sarebbe un errore grave, ha
aggiunto, non farlo. La
pensa allo stesso modo
Kerry che ha respinto le
critiche di chi dubita della
trattativa. Quando gli
hanno chiesto dellinvito
rivolto dai repubblicani al
premier israeliano
Netanyahu a pronunciare
un discorso al Congresso, il
capo della diplomazia Usa
ha replicato: E il
benvenuto, anche se la
formula inusuale.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Accertamenti su 40 stranieri
Si valutano nuove espulsioni

LItalia
ripristina i
controlli alle
frontiere e
chiede la lista
passeggeri dei
voli che
arrivano da
tratte a rischio
Il
provvedimento
prevede
laccesso alle
banche dati per
migliorare il
processo di
gestione dei
rischi e
contrastare
limmigrazione
irregolare e il
terrorismo
internazionale

Accessi limitati
La blindatura dimostra
quanto alto sia il livello di preoccupazione per la minaccia
jihadista e la conferma contenuta proprio nella circolare
trasmessa ieri dal Dipartimento dellImmigrazione del Viminale nella quale si sottolineano
le recenti segnalazioni concernenti un incremento dellutilizzo fraudolento di documenti e titoli di viaggio sottratti in bianco e le diversificate

procedure di falsificazione degli stessi.


Non una sospensione del
trattato di Schengen, ma il risultato unattenuazione forte
visto che ad essere controllati
ai confini potranno essere non
solo i cittadini extracomunitari
ma tutti coloro che sono ritenuti potenzialmente pericolosi
per la sicurezza nazionale.

I voli a rischio
Il provvedimento del Viminale prevede anche il sistematico accesso alle banche dati
per migliorare il processo di
gestione dei rischi e contrastare adeguatamente limmigrazione irregolare e il terrorismo
internazionale soprattutto
potenziando lutilizzo del sistema Bcs per lacquisizione
anticipata delle liste dei vettori

Preoccupazione
La blindatura
dimostra quanto alto
sia il livello di
preoccupazione

provenienti da tratte a rischio.


Pi volte in questi giorni il ministro dellInterno Angelino Alfano, daccordo con i colleghi
di Francia, Germania e Spagna
ha insistito sulla necessit che
in sede europea si sblocchi la
direttiva per laccesso al Pnr, il
codice di prenotazione dei passeggeri, che fornisce informazioni dettagliate su tutti coloro
che si trovano a bordo di un aereo e consente di effettuare pure verifiche incrociate. In attesa
che si superino le resistenza legate a problemi di privacy, lItalia decide cos di potenziare
quantomeno laccesso alle liste
in modo da poter effettuare comunque controlli su chi entra
nel nostro Paese.

Quaranta sospetti
Dopo le dieci espulsioni decise nei giorni scorsi, poliziotti
dellAntiterrorismo e carabinieri del Ros continuano il monitoraggio di quegli stranieri
nei confronti dei quali non ci
sono elementi per un provvedimento giudiziario ma si deve
valutare lopportunit di farli
rimanere in Italia.

Chieste
nuove
norme per
gli italiani
allestero
perch
siano
responsabili
delle loro
scelte

Sono 43 le persone controllate ieri perch finite sotto osservazione per aver inneggiato alla jihad su internet oppure
nei luoghi di incontro, visionato siti web ritenuti pericolosi,
programmato viaggi verso il
Medio Oriente. Nei prossimi
giorni sar il capo della polizia
Pansa, daccordo con il ministro Alfano, a valutare se tra loro ci sia chi deve essere espulso.

lItalia
Le richieste degli 007
Di scenari internazionali ha
decide di
parlato di fronte al Parlamento
potenziare
il
capo
dei servisi segreti, il dilaccesso
rettore del Dis Giampiero Masalle liste in
solo, che dopo aver sollecitato
modo da
poteri maggiori dunque garanzie funzionali per gli
effettuare
controlli su agenti sotto copertura, ha chieche si varino nuove norme
chi entra nel sto
per gli italiani che vanno alPaese
lestero, sottolineando la necessit che chi sceglie di andare senza alcuna protezione nelle zone di massima pericolosit
sia poi responsabile delle conseguenze.
fsarzanini@corriere.it
RIPRODUZIONE RISERVATA

Cerimonia

Lassana, leroe musulmano


diventato cittadino francese
Lassana Bathily, il commesso maliano e
musulmano del supermercato kosher di Parigi
che salv diversi ostaggi ebrei dal sequestratore
Amedy Coulibaly nascondendoli in una cella
frigorifera, ha ricevuto la cittadinanza francese
in unaffollatissima cerimonia al ministero
dellInterno. Allevento erano presenti, tra gli
altri, il premier Manuel Valls e numerosi
ministri, diversi rappresentanti di ong
antirazziste e della comunit ebraica, oltre ai
familiari degli ostaggi salvati. Il giovane ha
ricevuto dalle mani di Valls il suo nuovo
passaporto e le altre insegne simbolo della
nazionalit francese. Benvenuto in Francia,
gli ha detto il premier tra gli applausi del
pubblico. Lassana, allindomani della strage (4
ostaggi uccisi), aveva detto: Ho solo aiutato
degli esseri umani.

Pi soldi e mille 007, ma Parigi boccia il Patriot Act


La risposta della Francia di Hollande: niente leggi speciali. Largo a nuove assunzioni
DAL NOSTRO CORRISPONDENTE

425
milioni di euro
saranno
destinati da
Parigi alla lotta
al terrore in 3
anni. Sono 735
incluse le spese
di personale

2680
le nuove
assunzioni:
tra queste,
1100
persone che
lavoreranno
nellintelligence

Niente Patriot Act alla


francese, come avrebbe voluto
il centrodestra ispirandosi alle
misure prese da George W. Bush dopo l11 settembre. Il primo
ministro Manuel Valls ieri ha illustrato la risposta dello Stato
alla minaccia del terrorismo
islamico. Un piano che non
prevede leggi speciali, ma consiste essenzialmente in pi uomini e pi soldi per controllare
i sospetti.
Chi e quanti siano le donne e
gli uomini giudicati pericolosi
lo ha spiegato lo stesso Valls:
Oggi dobbiamo sorvegliare
quasi 1300 persone, francesi o
stranieri residenti in Francia,
per il loro coinvolgimento nei
gruppi terroristici in Siria e in
Iraq. Questa categoria aumentata del 130 per cento in un
anno. A loro vanno aggiunti
400-500 uomini appartenenti a

Il piano

PARIGI

Il premier
Manuel Valls ha
presentato ieri
la risposta dello
Stato francese
alla minaccia
del terrorismo
islamico.
Niente leggi
speciali sulla
scia del Patriot
Act voluto da
Bush dopo l11
settembre

formazioni di altri Paesi, e poi


ancora i principali soggetti della sfera jihadista nellInternet
francofono. In totale sono circa
3000 persone da sorvegliare.
Per riuscirci, il primo ministro ha annunciato la creazione
di 2680 nuovi posti di lavoro,
dei quali 1100 nei servizi di intelligence e gli altri distribuiti
tra i ministeri della Giustizia,
della Difesa e delle Finanze.
Nellarco di tre anni lo Stato
francese dedicher altri 425
milioni di euro che salgono
a 735 se si tiene conto delle
spese di personale alla lotta
contro il terrorismo. Dopo la
morte di Franck Brinsolaro,
lagente di scorta del caporedattore Charb; del poliziotto
Ahmed Merabet, ucciso per
strada; e di Clarissa Jean-Philippe, agente della polizia municipale colpita a Montrouge, il
governo ha deciso di dotare
tutti gli agenti di giubbotti an-

ti-proiettile e di armi pi potenti. Nuove auto saranno messe a disposizione dei servizi segreti per i pedinamenti.
Valls e il presidente Hollande
hanno preferito evitare una
nuova legge anti-terrorismo
(lultima stata approvata il 14
novembre scorso) anche per
distanziarsi dalla logica a lungo
rimproverata all'ex presidente
Nicolas Sarkozy, accusato di far
seguire una legge a ogni nuovo
evento, sullonda dellemozione. Allo stesso tempo, il piano
Valls appare abbastanza concreto da rassicurare lopinione
pubblica.

Carceri e scuole
Nelle carceri i detenuti
radicali saranno isolati
dagli altri. Oggi le linee
guida per le scuole

C poi il tentativo di impedire che il carcere continui a essere un luogo di reclutamento


e di radicalizzazione. Sar esteso lesperimento in corso al
carcere di Fresnes, dove i detenuti giudicati vicini allIslam
radicale sono separati dagli altri e tenuti sotto stretto controllo. Accanto al piano Valls, la ministra dellEducazione nazionale Najat Vallaud Belkacem
presenter oggi delle linee guida perch la scuola riesca a
formare i futuri cittadini sottraendoli allinfluenza dellestremismo islamico.
A questo proposito Sarkozy,
oggi capo dellopposizione di
centrodestra, chiede sanzioni
immediate per gli allievi che
non hanno rispettato il minuto
di silenzio in onore delle vittime.
Stefano Montefiori
@Stef_Montefiori
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Gioved 22 Gennaio 2015

ESTERI

15

Lanalisi
Bibi va a Washington
Linvito al Congresso
e lo sgarbo a Obama
di Davide Frattini

Il filmato
A fianco,
unimmagine
tratta da una
videocamera di
sicurezza che
mostra il
palestinese
Hamza Matruk,
nel cerchio
rosso,
nellattimo in
cui sta per
accoltellare alla
schiena una
donna

Assalto sullautobus di pendolari


Palestinese accoltella 11 israeliani
Tel Aviv, grave il conducente. Lattentatore stato ferito e arrestato mentre fuggiva
abita la madre separata.
Lei e il figlio, 23 anni, sarebbero vicini ad Hamas, ma
non militanti, dicono i vicini
di casa. Da Gaza lorganizzazione fondamentalista esalta
il gesto eroico e sono i cinquanta giorni di guerra nella
Striscia lestate scorsa che
avrebbero spinto Hamza a pianificare da solo lattacco.
Lintifada dei coltelli o

DAL NOSTRO CORRISPONDENTE

Salvami, salvami, mi ha pugnalato dappertutto, il terrorista ha colpito


anche i passeggeri, perdo sangue, sto morendo, salvami.
Lautista del 40 il primo a essere ferito, il bus ha lasciato da
poco la vecchia stazione di Tel
Aviv, sono le 7.30, lora dei
pendolari, la gente sta andando al lavoro. Riesce a chiamare
il capoturno, a lanciare lallarme, il veicolo sbanda, si blocca
in mezzo alla strada, dalle porte aperte scende chi prova a
fuggire, una videocamera di
sicurezza mostra una donna
che corre, lassalitore la accoltella alle spalle e prosegue la
caccia. Viene fermato da un
gruppo di secondini che stanno trasportando un detenuto
in carcere, scendono dallauto,
gli sparano alle gambe.
Lautista Herzl Bitton in
ospedale, il pi grave tra gli
undici ricoverati. Hamza
Mohammed Hassan Matruk si
era infiltrato dalla Cisgiordania allalba, portava gi con s
il coltello. Vive tra il villaggio
di Tulkarem e Ramallah, dove
GERUSALEMME

Yemen

Accordo con i ribelli sciiti


Fine delle violenze a Sana'a
Il presidente yemenita Abed Rabbo Mansour
Hadi ha raggiunto un accordo con i ribelli sciiti
Houthi per porre fine alle violenze a Sana'a,
accettando di modificare la costituzione per
allargare la presenza della fazione dei ribelli in
Parlamento e nelle istituzioni statali. Gli Houthi
si sono impegnati a ritirare i miliziani armati da
tutte le zone che si affacciano sul palazzo
presidenziale e sulla residenza del presidente a
Sana'a. In futuro, secondo laccordo, gli sciiti e il
movimento Herak, gruppo separatista del Sud
del Paese, avranno il diritto di ricoprire
incarichi in tutte le istituzioni dello Stato.

lintifada delle macchine, i


servizi segreti israeliani non
sanno come chiamarla e non
sanno come fermare questi attentatori solitari che pianificano le operazioni nelle loro
stanze, senza mandanti diretti.
Come quelli che hanno colpito
a Gerusalemme in ottobre e alla fine di novembre: lassalto
alla sinagoga con le asce, i veicoli scagliati contro i passanti,
lagguato a Yehuda Glick, loltranzista ebreo che scalpita
perch gli ebrei possano tornare a pregare tra le moschee
sulla Spianata, su quello che
lui chiama il Monte del Tempio. La protezione del terzo
luogo pi sacro al mondo per
gli islamici la motivazione
che ripetono gli attentatori palestinesi.
Benjamin Netanyahu, il premier israeliano, accusa Abu
Mazen di incitamento allodio,
lo considera responsabile dellondata di attacchi, la violenza
nelle zone arabe va avanti dalla
scorsa estate, dalle proteste
per lassassinio di Mohammed
Abu Khdeir, rapito e bruciato
vivo da estremisti ebrei per
vendicare il sequestro e lucci-

sione di tre ragazzi israeliani.


Anche i suoi ministri insieme nella coalizione di governo, avversari alle elezioni anticipate del 17 marzo attaccano il presidente palestinese, lo
equiparano ai leader di Hamas.
Netanyahu si presentato
agli elettori nella carriera
politica ha vinto tre mandati
come Mr. Sicurezza. Non
pu permettersi che i disordini scalfiscano questa immagine, gi indebolita dal conflitto
con Hamas tra luglio e agosto.
Il premier teme che possa
aprirsi un nuovo fronte a nord,
dopo che domenica un elicottero israeliano ha centrato con
un missile un veicolo in Siria,
uccidendo comandanti di
Hezbollah e un generale iraniano. Teheran e lorganizzazione libanese sciita minacciano rappresaglie.
Benny Gantz, il capo di Stato
Maggiore israeliano, ha cancellato il viaggio in Europa e
dato ordine di mobilitare le
truppe sul confine.
D. F.
@dafrattini

La vicenda
Le autorit di
Israele sono in
allarme per
quella che
viene definita
la intifada dei
coltelli o
intifada delle
macchine
Da ottobre,
palestinesi
senza
apparenti
legami con
organizzazioni
terroristiche
sono stati
protagonisti di
sanguinosi
attacchi in una
sinagoga con
asce e pistole o
alla guida di
auto si sono
lanciati contro i
passanti

repubblicani invitano
Benjamin Netanyahu a
Washington, un
discorso davanti al
Congresso americano che
deve decidere se approvare
nuove sanzioni contro
lIran. Sanno di fargli un
doppio favore. Elettorale: il
tour e lesibizione sono
fissati per l11 febbraio, a un
mese dal voto in Israele, gli
stanno dando un
palcoscenico
internazionale con ricadute
locali. Personale: a Bibi non
piace Barack Obama e a
Barack Obama non piace
Bibi, cos lofferta (accettata
dal premier) diventa un
oltraggio al presidente. La
Casa Bianca fa notare che la
procedura seguita da John
Boehner, il repubblicano
che guida la Camera, non
rispetta il protocollo. Le
regole suggerirebbero che
il leader di un Paese
contatti il leader dellaltra
nazione quando vi si sta
recando. Non abbiamo
ricevuto alcuna
comunicazione dal governo
israeliano, commenta il
portavoce Josh Earnest.
Anche lopposizione
israeliana protesta e chiede
alla commissione elettorale
di bloccare la trasmissione
in televisione del discorso.
Obama ha gi dichiarato di
voler porre il veto per
impedire che il Congresso
(passato con le elezioni del
novembre scorso sotto il
controllo dei conservatori)
approvi nuove misure
contro Teheran. Netanyahu
considera riuscire a
fermare il programma
atomico degli ayatollah la
missione della vita, ha
ripetuto che tutte le opzioni
(compreso bombardare i
siti nucleari) sono sul
tavolo e come i
repubblicani convinto che
il presidente abbia una
strategia troppo morbida:
con i negoziati e con la
promessa che la ricerca
solo a fini civili, gli iraniani
starebbero prendendo
tempo e ingannando i
diplomatici occidentali.
RIPRODUZIONE RISERVATA

RIPRODUZIONE RISERVATA

Baffetti alla Hitler, il leader anti-Islam si dimette


Il capo del movimento tedesco Pegida travolto dallo scandalo. Era solo un vecchio scherzo
Il gruppo
Il movimento
PegidaEuropei
patriottici
contro
lislamizzazione
dellOccidente
nato
nellottobre
2014. Il luned
organizza
marce di
protesta a
Dresda, che si
sono estese
anche ad altre
citt: decine
di migliaia
in piazza

Ha tentato di difendersi per


lintera giornata, solo uno
scherzo. Poi ieri sera Lutz Bachmann, luomo forte del movimento che in tre mesi ha mobilitato decine di migliaia di
persone e spaccato lopinione
pubblica tedesca, ha lasciato la
direzione di Pegida-Europei
patriottici contro lislamizzazione dellOccidente. Inaccettabile quella vecchia foto rispuntata sulla prima pagina
del quotidiano popolare Bild,
Bachmann con il baffetto nero
sotto il naso, il ciuffo impomatato, lo sguardo allucinato.
Inaccettabili le dichiarazioni riportate dalla stampa sui richiedenti asilo definiti animali, rifiuti in linea con una retorica
xenofoba che dalla Francia della racaille (feccia) attraversa ormai lEuropa. Lui tornato
sintitolava il best seller tedesco del 2013 che immaginava il
risveglio di Adolf Hitler nella

Berlino di oggi e che aveva ispirato lo scatto postato su Facebook. Lui era tornato, Lutz Bachmann se ne va.
Le dimissioni erano la sola
possibilit, come gruppo ci
dissociamo, Pegida va avanti
dice la portavoce e nuova leader Kathrin Oertel, nel tentativo di annullare unassociazione
esplicita con il neonazismo dal
quale il movimento ha sempre
marcato una distanza ideologica, contestando non il multiculturalismo e la differenza ma
il progetto di colonizzazione
culturale attribuito agli estremisti islamici. Per il timore di
attentati contro Bachmann, luned scorso era stata annullata
lormai consueta manifestazione di Dresda, la citt dellex Ddr
scelta per i cortei che riprendono lo slogan anti comunista del
1989, Wir sind das Volk, Noi
siamo il popolo. Ieri i simpatizzanti di Pegida si sono invece

dati appuntamento a Lipsia:


nello stesso giorno del caso Hitler, sono arrivati in migliaia. I
messaggi su manifesti e cartelloni se la prendevano con la
stampa menzognera, il settimanale francese Charlie Hebdo, la nuova dittatura dellUnione Europea. questo

Fhrer
La foto postata
su Facebook
da Lutz
Bachmann,
41 anni,
ex leader del
movimento
Pegida

mix di euroscetticismo e nazionalismo ad aver avvicinato nelle ultime settimane Pegida al


partito anti-euro Alternativa
per la Germania (AfD). Unalleanza potenzialmente pericolosa per i conservatori della
cancelliera Angela Merkel, disinnescata per ora dallaffare
Bachmann. Lo stesso leader di
AfD Bernd Lucke ha condannato certi scherzi tristi e disgustosi, motivo dimbarazzo per il
popolo di Pegida mosso da
preoccupazioni rispettabili.
Una vicenda che rischia di
alienare definitivamente le
frange pi moderate e rafforzare le ali estreme del movimento
innescando una spirale difficile da controllare. I servizi hanno gi segnalato che i due organizzatori della marcia di Lipsia
sono pi radicali dei colleghi di Dresda: un avvocato
iscritto al partito neonazista
Npd e uno studioso di storia

militare specializzato nel Terzo


Reich.
Agente pubblicitario 41enne,
Bachmann ha alle spalle una
condanna a tre anni e mezzo di
prigione per 16 furti con scasso
commessi negli anni Novanta,
una fuga sotto falso nome in
Sudafrica e unaltra condanna
per traffico di droga. Sono un
impulsivo dice spesso. Ora la
procura ha aperto una nuova
inchiesta per incitamento allodio. Ieri Bachmann ha affidato a Facebook le scuse pi sincere a quanti si sono sentiti offesi. E ha ricostruito con la Bil d l a s to r i a d e l l a foto i n
versione Fhrer: Lho scattata
dal barbiere, per la pubblicazione di un audiolibro che faceva satira su Lui tornato.
Bisogna scherzare su se stessi
ogni tanto.
Maria Serena Natale
msnatale@corriere.it
RIPRODUZIONE RISERVATA

Gioved 22 Gennaio 2015 Corriere della Sera

16

Cronache

Voti in cambio di appalti


Cos Zagaria e i casalesi
gestivano un ospedale

Il Sistema
Politica e affari
il mondo di mezzo
dei clan in cravatta
di Giovanni Bianconi

Caserta, arrestata la sorella del boss con altre 23 persone


NAPOLI La gestione degli appalti

nellospedale SantAnna e San


Sebastiano di Caserta era di fatto affidata alla camorra casalese. questo, in estrema sintesi,
lo scenario che sembra emergere con chiarezza dalle indagini dei pubblici ministeri della Direzione distrettuale antimafia di Napoli Annamaria
Lucchetta e Antonello Ardituro
(da alcuni mesi consigliere al
Csm) e coordinata dal procuratore aggiunto Giuseppe Borrelli.
Lo scenario di una fetta di vita pubblica, e di soldi pubblici,
consegnati nelle mani del clan
dellex superlatitante (oggi al
carcere duro) Michele Zagaria.
Un clan capace, per organizzazione e penetrazione nei centri
di potere, di reggere anche allurto dellarresto del suo capo.
E, allo stesso modo, capace di
porsi come unico interlocutore
di chiunque fosse chiamato ad
assegnare gli appalti, a prescindere dallo schieramento politico.
Ieri mattina la Dia, che guidata dal capocentro Giuseppe
Linares ha condotto le indagini, ha arrestato ventiquattro
persone (dieci in carcere, quattordici ai domiciliari). Nellelenco dei provvedimenti fir-

Il giudice
Un sistema in cui
i camorristi avevano
in pugno le sorti
di uomini potentissimi
mati dal giudice delle indagini
preliminari Giuliana Taglialatela, accanto a elementi legati
alla cosca casalese, tra i quali
spicca Elvira Zagaria, sorella di
Michele, ci sono esponenti politici che hanno ricoperto fino
allarresto o fino a poco prima
incarichi pubblici, dirigenti sanitari ancora in servizio e altri
che hanno smesso di esserlo
perch coinvolti in altre vicende giudiziarie, dipendenti della Asl. Arrestati anche alcuni
imprenditori, quelli che per
conto del clan si aggiudicavano
materialmente gli appalti.
A guidare le operazioni, frequentando quotidianamente
gli uffici dellospedale dove si
prendevano le decisioni sullaffidamento delle gare, era Francesco Zagaria, diploma di geometra e marito di Elvira, quindi
cognato di Michele. Che si decidesse di ritinteggiare i muri,
di assegnare la conduzione del
bar o di affidare a una sola impresa la manutenzione dellintera struttura, le scelte le faceva
sempre lui. Perch era lui, certo
per conto del potentissimo parente, a trattare direttamente
con i politici ai quali rispondevano i vertici sanitari che a quei
politici dovevano la loro carriera professionale. Secondo i
giudici in anni lontani al clan
rispondevano esponenti dellUdeur (ma non risultano contatti direttamente con Mastella). Poi, cambiati gli equilibri
politici, linterlocutore fondamentale sarebbe diventato Nicola Cosentino (gi coinvolto

10
Le persone
finite in
carcere,
14 sono
ai domiciliari
Coinvolti
anche politici
e dirigenti
sanitari

in altre inchieste di camorra e


sotto processo per concorso
esterno in associazione mafiosa). La contropartita che il clan
offriva in cambio degli appalti
era la solita: appoggio elettorale. Che in posti come Casapesenna o San Cipriano dAversa
significa lo spostamento compatto di pacchetti di voti capaci
da soli di determinare un successo o una sconfitta. Nella sua
ordinanza il gip lo scrive chiaramente: Zagaria aveva in pugno le sorti di uomini ritenuti
potentissimi, e quindi si pu

dire quasi che le sorti politiche della Regione Campania


fossero affidate al cognato del
pi importante camorrista della stessa regione.
E nemmeno la sua morte improvvisa avrebbe inciso sullorganizzazione e sulla sua efficienza. Quando Francesco, poco dopo larresto del cognato,
fu stroncato da un infarto, al
comando delle operazioni sarebbe subentrata direttamente
la moglie.
Le indagini della Dia sono
durate circa due anni, e nel-

lenorme quantit di materiale


raccolto dagli investigatori tramite intercettazioni telefoniche e ambientali e riprese video, compaiono anche i nomi,
fatti da alcuni degli indagati,
del presidente della Regione
Campania Stefano Caldoro e
dellex sindaco di Roma Gianni
Alemanno. Ma nessuno dei
due, come ha voluto specificare
chiaramente il procuratore
Giovanni Colangelo, coinvolto nellinchiesta.
Fulvio Bufi
RIPRODUZIONE RISERVATA

I pedinamenti
Da sinistra:
limprenditore
Raffaele
Donciglio,
lex consigliere
provinciale
Antonio
Magliulo,
Remo DAmico
e laltro
imprenditore
Domenico
Ferraiuolo

l triangolo individuato
dalla Direzione
investigativa antimafia e
dalla Procura di Napoli
disegna un altro mondo di
mezzo, per il quale non
stato necessario
individuare una nuova
forma di associazione
mafiosa. Basta quella che
cera gi, la camorra dei
Casalesi, che ha cambiato
abito per presentarsi in
giacca e cravatta, con un
aspetto apparentemente
diverso, ed entrare laddove
dovrebbe essere messa alla
porta. La convergenza
degli interessi economici e
di consenso fa trovare
seduti allo stesso tavolo
ideale il politico, il
camorrista e limprenditore
si legge nellatto daccusa
. Chi paga? Il cittadino
della Campania che paga le
tasse, foraggia il politico
che fa clientela, il
camorrista che si
arricchisce e limprenditore
che droga la concorrenza.
E tutto sinquina: Salta il
mercato delleconomia, la
libera determinazione
dellelettore, il rapporto tra
lo Stato e la criminalit
organizzata. Che dovrebbe
essere di contrapposizione,
evidentemente, e invece
diventa di complicit.
Riassumendo, secondo i
pm salta la democrazia, al
Sud pi che altrove. Nei
rifiuti prima, nella sanit
poi. Con gli stessi
protagonisti che si sono
mangiati una terra dalle
straordinarie potenzialit.
Sembra la morale di
Gomorra, mentre la
sintesi socio-politica di
una nuova indagine che
con gli arresti di ieri ha
forse spezzato una catena,
ma se vera lanalisi degli
inquirenti probabile che
unaltra si sia gi ricreata.
Proprio grazie al
travestimento dei boss,
larruolamento degli
uomini-cerniera, le
alleanze che non si curano
del colore dei partiti.
questo il Sistema
spiegato nel documento
della Procura . Una
visione riduttiva e di
comodo che stata diffusa
e vuole indicare con questo
termine una camorra
oleografica e militare, va
con forza rifiutata. Il
Sistema molto pi ampio,
e le responsabilit sono ben
lungi dallessere limitate ai
camorristi. Sembra un
invito a non accontentarsi
di libri e fiction, ma
nemmeno delle inchieste
penali. Perch pure gli
elementi raccolti che non
hanno consentito di
formulare precise
contestazioni per qualche
personaggio, mostrano
tuttavia con assoluta
evidenza le modalit di
gestione delle strutture
pubbliche: le nomine
politiche di alcuni
dirigenti pubblici e gli
appoggi elettorali in favore
di alcuni politici da parte di
funzionari favoriti e di
camorristi. Sempre lo
stesso Sistema.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Gioved 22 Gennaio 2015

CRONACHE

Corona, la perizia della difesa


In carcere ora rischia la psicosi

Diffamazione ed evasione

Fisco, chiesti
i processi
per Maradona
e Gianna Nannini

Oggi la richiesta di domiciliari: Personalit narcisista, i farmaci non bastano pi


MILANO Chiuso nella sua cella
nel carcere di Opera Fabrizio
Corona rischia di avvilupparsi
in una psicosi dalle conseguenze imprevedibili che si aggrava
sempre di pi e che finora
stata tenuta a freno solo dai farmaci che gli sono stati somministrati e dai trattamenti psicologici ai quali stato sottoposto. Per questo oggi lex re dei
paparazzi chieder al Tribunale di sorveglianza di Milano la
detenzione domiciliare, di
continuare, cio, a scontare a
casa o in una comunit di trattamento i sei anni e 8 mesi di
carcere che deve ancora fare.
una perizia a confermare
quello che chiunque sospettava dopo aver assistito per anni
agli scatti dira e alle mattane
di Corona, capace di litigare
con qualsiasi agente di polizia
che si permetteva di fermarlo per strada mentre invariabilmente guidava senza patente, o
di pagare in autostrada un benzinaio con banconote false dopo aver fatto il pieno alla sua
Bentley fiammante e riconoscibilissima, e tutto mentre era
sotto processo per reati molto
gravi. La perizia stata depositata in Tribunale dai suoi legali,
gli avvocati Ivano Chiesa e Antonella Calcaterra, ed firmata
dal dottor Riccardo Pettorossi,
specialista in psichiatria dellIstituto di medicina legale
dellUniversit di Milano, il
quale, dopo aver visitato Fabrizio Corona e aver consultato la
sua cartella clinica, conclude
che lex re dei paparazzi ha una
personalit narcisistica e
borderline. Il primo disturbo lo fa sentire superiore alle
altre persone dalle quali ha bisogno di essere ammirato e per
le quali non ha quasi alcuna
sensibilit; il secondo gli fa
provare emozioni eccessive e
variabili.
Corona, a parere del perito,
vive la sua vita in un quadro
complesso che fonda le radici

La vicenda
Fabrizio
Corona sta
scontando una
condanna in
continuazione
a 7 anni, 10
mesi e 17
giorni

in parte nella sua costituzione


genetica e in parte nel suo vissuto, facendolo galleggiare in
una situazione che in carcere
gli causerebbe disturbi dansia
con attacchi di panico e depressione, acuiti e amplificati
dopo due anni in cella dove
non pu gratificare se stesso
con gli eccessi, la grandiosit e
lassenza di vincoli e controlli.
Tutti elementi che, sottolinea il
perito, sono stati delineati anche dai medici di Opera che
hanno gi sottoposto Fabrizio
Corona a trattamenti specifici.
Il primo campanello dallarme scattato la scorsa estate,

La pena da scontare
Allex paparazzo,
rinchiuso a Opera,
restano da scontare
ancora 6 anni e 8 mesi

quando il Tribunale di sorveglianza dichiar inammissibile


la richiesta di affidamento in
prova ai servizi sociali perch il
reato principale tra quelli per i
quali Corona stato condannato,
lestorsione aggravata a colpi di
foto compromettenti ai danni
del calciatore Trezeguet, impedisce la concessione di questo
beneficio. Su questo punto la
difesa, con lavvocato Ignazio
La Russa, parlamentare di Fratelli dItalia ed ex ministro della
Difesa, ha anche fatto domanda di grazia parziale al presidente della Repubblica. Corona
ha cominciato a non uscire pi
dalla sua cella, a chiudersi in se
stesso, a interrompere perfino
gli esercizi in palestra ai quali
non rinuncia mai. In continuazione accusava i giudici di avercela con lui, di odiarlo e di accanirsi contro di lui.
I medici decisero che dovesse essere tenuto sotto controllo

Condannato
Fabrizio
Corona nato
a Catania
40 anni fa.
Lex manager
dei fotografi
dei vip
deve ancora
scontare una
pena di sei anni
e otto mesi.
Ora si trova
rinchiuso nel
carcere di
Opera, in
provincia di
Milano
(foto di Daniel
Dal Zennaro /
Ansa)

a vista dalla polizia penitenziaria in regime di grande sorveglianza, quello riservato a chi
rischia di suicidarsi, prescrivendogli anche farmaci antipsicotici e trattamenti psicologici che sono ancora in corso e
che hanno migliorato leggermente le sue condizioni. Sta
male, sono preoccupato ha
dichiarato di recente don Antonio Mazzi, pronto ad accoglierlo nelle strutture della sua Fondazione Exodus, le stesse che
hanno ospitato in passato Lele
Mora, lamico dei tempi doro.
Ho paura che possa perdersi
del tutto, ha detto la madre,
Gabriella Corona. Per curare la
malattia che avrebbe attaccato la psiche di Corona, dice il
dottor Pettorossi, lunica strada
scollegarlo dal circuito carcerario. La parola ai giudici.
Giuseppe Guastella
gguastella@corriere.it
RIPRODUZIONE RISERVATA

17

La pena la
conseguenza di
tre sentenze
definitive: 5
anni per
estorsione ai
danni del
calciatore
David
Trezeguet, 1
anno e 5 mesi
per la tentata
estorsione di
altri due
calciatori e 1
anno e 6 mesi
per detenzione
di banconote
false e
ricettazione di
una pistola
Il 18 gennaio
2013, dopo la
sentenza della
Cassazione che
lo condannava
definitivamente, si d alla
fuga. Dopo 6
giorni viene
arrestato in
Portogallo e
finisce in
carcere
Domani
il Tribunale
di Milano
discuter
listanza di
trasferimento
alla
detenzione
domiciliare

Un processo legato al fisco lo


rischiano entrambi: la stella
del rock per averlo evaso, la
leggenda del calcio mondiale
per averlo offeso. cos che
i destini di Gianna Nannini e
di Diego Armando Maradona
presto si compieranno in
unaula di giustizia. Tra il 2007
e il 2012, la rocker, secondo il
pm di Milano Adriano
Scudieri, avrebbe sottratto
allerario tre milioni e 750 mila
euro interponendo una societ
irlandese e una olandese tra la
sua Gng Musica srl e le case
discografiche per sottrarre al
fisco italiano le royalties
ricevute per dischi e concerti.
Il magistrato ha chiesto il
rinvio a giudizio della Nannini
(udienza il 3 marzo) anche per
unevasione da 126 mila euro
fatti passare come costi legati
alla realizzazione di
palcoscenici ma che sarebbero
stati usati per gli arredi di una
casa e nellacquisto di un
appartamento a Londra.
Siamo in possesso di nuova e
decisiva documentazione che
prova che non c stata
nessuna evasone, dichiara il
legale della Nannini, lavvocato
Giulia Bongiorno. Il Pibe de
oro, invece, con il suo legale,
lavvocato Angelo Pisani,
accusato di diffamazione dalla
Procura di Roma (udienza il 18
marzo) perch nel 2012,
mentre era al centro del
contenzioso con lerario per
quasi 40 milioni di euro legato
alla sua attivit sportiva in
Italia, avrebbe pi volte
diffamato in interventi e
dichiarazioni alla stampa
Equitalia e lallora presidente
Attilio Befera sostenendo di
essere vittima di una
strumentale persecuzione da
parte di Equitalia sulla base di
documentazione falsa e di
procedure irregolari che lo
avrebbero portato vicino a
gesti irreparabili, come
accaduto ad altre persone.
G. Gua
RIPRODUZIONE RISERVATA

Finisce lera Incalza, il super burocrate di sette governi


Nel ministero delle Infrastrutture per 14 anni. La casa del genero acquistata con laiuto di Anemone
Il profilo

di Sergio Rizzo

I
Ercole
Incalza (foto
sopra) nato
nel Brindisino
70 anni fa.
ingegnere
e architetto
capo della
struttura di
missione al
ministero delle
Infrastrutture

governi passano, i burocrati


restano. Questa regola aurea della nostra pubblica
amministrazione ci ha regalato
esempi di longevit e sopravvivenza alle intemperie politiche
fuori dal comune. Ma nessuno
capace di reggere il paragone
con quello di Ercole Incalza,
inossidabile capo della struttura di missione al ministero delle Infrastrutture.
Settantanni compiuti a Ferragosto scorso, ha passato 14
anni ininterrottamente nella
stanza dei bottoni del palazzone di Porta Pia, a Roma. Ecco
perch, ora che ne uscito,
davvero finita unepoca. Che
per non sar certo ricordata
per una gestione smagliante
delle grandi opere pubbliche: i
dati e i fatti sono l a dimostrarlo.
Quattordici anni, con sette
diversi governi e cinque ministri. Di ogni schieramento. Arrivato nel 2001 come capo della
segreteria tecnica di Pietro Lunardi (governo Berlusconi), Incalza ha resistito allo sbarco di

Antonio Di Pietro (governo


Prodi), quindi stato promosso capo struttura di missione
da Altero Matteoli (di nuovo
Berlusconi), confermato da
Corrado Passera (governo
Monti), Lupi (governo Letta) e
poi ancora Lupi (governo Renzi).
Ma in quel ministero che allora si chiamava dei Trasporti
era gi di casa al tempo della sinistra ferroviaria di Claudio Signorile, prima di essere consacrato insieme a Lorenzo Necci
come il padre dellalta velocit
dei general contractor Eni-IriFiat-Montedison, delle concessioni spartite a tavolino, della
societ con le banche... E delle
inevitabili tempeste giudiziarie
a valle. Dalle quali Incalza tuttavia sempre uscito indenne.
Proprio ci che ha ripetuto il
suo ministro Maurizio Lupi a
luglio del 2014, quando ha dovuto replicare ai grillini imbufaliti che con una interrogazione al vetriolo ne chiedevano la
testa. Il suo nome apparso
nelle intercettazioni delle inchieste sul Mose, sullExpo,
indagato dalla procura di Firenze per la Tav, lo incalzava

Michele DellOrco. E lui: In ragione della delicatezza delle


funzioni, Incalza stato oggetto di numerose e doverose verifiche del suo operato, ma gli
organi giuridici mai hanno rilevato elementi di reato n irregolarit amministrative. Riguardo alla storia di Firenze,
stato effettivamente indagato

Tra Brasile e Italia

Il caso della bimba contesa


Ida Veronica Feliz, una bambina di 10 anni
sottratta quasi due anni fa in Brasile alla
madre affidataria, si troverebbe in Italia,
dove vivrebbe con un nuovo nome a Cassola
(Vicenza) con i genitori biologici.

ma non mai stato interrogato,


n stata avanzata richiesta di
rinvio a giudizio. Stop. Nessun riferimento alle prescrizioni con cui erano evaporati alcuni procedimenti, e neppure a
quella storia imbarazzante raccontata da Fiorenza Sarzanini
sul Corriere. La storia di una casa acquistata dal genero di Incalza nei pressi di piazzale Flaminio, a Roma, grazie a un
meccanismo fotocopia di quello del famoso appartamento al
Colosseo dellex ministro Claudio Scajola. Cio con una parte
del prezzo pagato, si deve ritenere anche in questo caso a insaputa dellacquirente, utilizzando 520 mila euro messi generosamente a disposizione da
Diego Anemone, il costruttore
finito al centro della bufera
giudiziaria sulla Cricca degli
appalti per i Grandi eventi gestiti dalla Protezione civile. Il
genero di Incalza ha bisbigliato: Ho fatto laffare grazie a
mio suocero....
Una vicenda sulla quale calato il silenzio. Ma che in ogni
caso non ha avuto alcun riflesso concreto. Era il maggio del
2010 e da allora il capo della

struttura tecnica di missione


del ministero delle Infrastrutture stato confermato altre tre
volte da tre governi diversi. E lo
sarebbe stato anche una quarta
volta, a voler prendere alla lettera un comma di sei righe
spuntato a sorpresa nella legge
di stabilit approvata un mese
fa. Dove c scritto testualmente: Al fine di garantire la continuit delle attivit in corso
della struttura tecnica di missione di cui allarticolo 163 del
codice di cui al decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163, restano confermati fino al 31 dicembre 2015 i rapporti di collaborazione coordinata e continuativa in essere alla data di entrata
in vigore della presente legge.
Ma anche se nel sito internet
ufficiale del ministero continua a figurare il suo nome, lui
ha vuotato i cassetti e se n andato. Della struttura di missione si occuper Paolo Emilio Signorini, capo degli affari generali del dipartimento. Quanto a
Incalza, non sarete delusi: da
qualche parte, dicono i bene
informati, lo vedrete di nuovo
spuntare...
RIPRODUZIONE RISERVATA

18

Gioved 22 Gennaio 2015 Corriere della Sera

CRONACHE
La polemica

Expo, si apre il caso Turandot alla Scala


I delegati Cgil: il 1 Maggio noi in piazza
Lannuncio del sindacato. Lesposizione apre in concomitanza con la festa dei lavoratori

La vicenda
Il sovrintendente della
Scala
Alexander
Pereira ha
scritto ai
dipendenti per
chiedere se
sono disponibili
a rinunciare
alla festa del 1
Maggio e poter
cos eseguire
da programma
la Turandot
prevista per il
giorno dinizio
dellExpo
Cisl, Fials e
Uil hanno dato
la disponibilit.
La Cgil, che
sempre stata
contraria
(tanto che i
delegati non
lavoreranno),
ha spiegato agli
iscritti che non
sono tenuti a
rispondere:
giorno di festa,
non sciopero

Festa di Expo e Festa dei Lavoratori: la Turandot il primo


maggio potrebbe cantare, oppure finire in piazza.
La preoccupazione nellaria da tempo, da quando
stato compilato il calendario
della stagione 2014-2015 ed, eccezionalmente, dopo qualche
incertezza, alla casella di solito
vuota comparsa la Prima dellopera di Puccini, diretta da
Riccardo Chailly. il giorno
dinizio ufficiale dellEsposizione Universale. Ma anche il
Primo maggio. Saranno allora i
lavoratori a scegliere se aprire il
sipario o meno.
la linea della Cgil, che corrisponde a una sentenza della
Cassazione. I dipendenti della
Scala sono abituati a essere in
servizio durante le festivit
spiega la sindacalista Paola
Bentivegna , ma la Festa dei
Lavoratori una giornata importante, da settembre chiediamo alla direzione di offrirci
unalternativa. Non ci hanno risposto. Allassemblea di ieri
pomeriggio, allora, lindicazione stata: i (13) delegati Cgil il
primo maggio parteciperanno
al tradizionale corteo e non saranno in teatro; tutti gli altri
(un migliaio di lavoratori, di
cui circa 400 iscritti alla Cgil)
sceglieranno liberamente che
fare. Non abbiamo intenzione
di boicottare nulla, precisa
Bentivegna. Ma anche: Nessuno tenuto a rispondere alla

lettera che chiede la disponibilit per quella data.


la linea pure della Scala,
che ugualmente si attiene alle
disposizioni della Cassazione e
ha cominciato dalla fine della
scorsa settimana a spedire missive per raccogliere le adesioni
entro il 31 gennaio. Del resto,
chiariscono, la sera del primo
maggio stata decisa da Expo e
non dal Teatro, e il nuovo sovrintendente Alexander Perei-

ra in ogni intervista ha sempre


sostenuto la necessit di evitare scontri con i lavoratori.
Sui calcoli nessuno si sbilancia. Cisl, Fials e Uil hanno dato
indicazioni favorevoli. Coro e
orchestra di ogni sigla in questi
mesi hanno raccolto firme per
assicurare di voler lavorare. Resta lincognita della Cgil, che ha
iscritti trasversali, ma soprattutto nel comparto dei tecnici.
Se saltasse la rappresenta-

zione, potrebbe essere anticipata al 30 aprile, forse, ma non


sarebbe una gran figura internazionale, e finirebbe per sovrapporsi alla festa di apertura
ufficiale dellEsposizione, con
la diretta Rai e la voce di Andrea Bocelli. La sensazione
che tutti siano consapevoli di
questo rischio e che ci siano
buone speranze di avere Turandot sul palco nel giorno fissato,
con le vendite dei biglietti gi

145
Le serate
in calendario
alla Scala durante il semestre dellExpo

Videomessaggio

Sam dallo spazio


lancia levento
di Paolo Foschini
Ieri, a 100 giorni dal via di
Expo, lastronauta Samantha
Cristoforetti ha postato sui
social network il primo
video proveniente dallo
spazio dedicato allevento,
condividendo con noi il suo
pranzo: insalata di quinoa e
sgombri, se come Energy
for life vi basta. Il video,
visibile su Corriere.it, parte
del progetto Short Food
Movie. I pasti qui dice
sono momenti importanti.
bello guardare fuori e sedersi
a tavola con tutto il mondo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

previste dal 19 febbraio.


Da Expo non arrivano commenti ufficiali, ma al tempo
stesso non trapelano segnali di
grave preoccupazione per
leventualit di uno stop dellopera il primo maggio. La societ ha da tempo concordato
con la Scala una rappresentazione speciale della Turandot
gi il 28 aprile, unanteprima
dedicata a tutte le persone che
hanno lavorato per lEsposizione: dalle maestranze di cantiere, ai fornitori fino alle aziende
partner. La sera del primo
maggio, quindi, ha fissato la
Prima. E un evento straordinario: le campane di tutte le chiese di Milano suoneranno a festa contemporaneamente, cosa
che nella storia della Diocesi
successa solo in altri due casi.
La vicenda si inquadra nel
pi ampio versante delle trattative per tutti i servizi che dovranno essere assicurati il giorno del primo maggio. Da Atm
ad Amsa ai dipendenti dei musei. Negoziati tra laltro legati al
braccio di ferro in corso fra governo e istituzioni locali per
avere fondi aggiuntivi e coprire
cos il maggiore impegno lavorativo chiesto alle aziende che
garantiscono servizi alla citt:
si comincia il primo, ma Milano destinata a ospitare, in sei
mesi, 20 milioni di persone.
Alessandra Coppola
Elisabetta Soglio
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Gioved 22 Gennaio 2015

CRONACHE

Penati, teste ritratta le accuse


Giallo sulle pressioni dei pm

Retromarcia
Renato Sarno,
ingegnere,
durante la sua
deposizione in
aula a Monza
marted. Il
professionista
era stato
arrestato per
corruzione e
durante la
detenzione
aveva
raccontato di
aver raccolto
soldi in
contanti per
conto di Penati
(Fotogramma)

Ho capito che dicendo qualcosa avrei riguadagnato la libert


Chi

Filippo
Penati, 62 anni,
(foto) stato
sindaco
di Sesto San
Giovanni
e presidente
della Provincia
di Milano
Nel 2009
capo della
segreteria
di Bersani, fino
alla vittoria
di Pisapia alle
primarie
di Milano

MONZA Fu una strategia, imposta da mesi di carcerazione


preventiva. La spiega cos,
larchitetto milanese Renato
Sarno (secondo la procura di
Monza il collettore di tangenti nella gestione della societ
autostradale Milano Serravalle), la decisione di rendere, due
anni fa, un interrogatorio con
dichiarazioni accusatorie nei
confronti dellex presidente
della Provincia di Milano Filippo Penati, uomo di spicco del
centrosinistra. Una versione ritrattata, a sorpresa, nel processo in corso per corruzione su
questa vicenda. Ho capito
che, dicendo qualcosa su Penati agli inquirenti, avrei guadagnato la libert o almeno i domiciliari, stata la dichiarazione in aula. Dalla procura di
Monza, tuttavia, precisano che
non stata fatta alcuna concessione, in cambio di verbali
favorevoli alle ipotesi accusato-

I processi
Il processo
per la
Serravalle
nasce dalle
indagini sul
cosiddetto
Sistema
Sesto,
roccaforte
della sinistra
milanese
Le accuse
a Penati per
presunte
maxitangenti
per il recupero
delle grandi
aree industriali
sono cadute
in prescrizione
dopo la legge
anticorruzione
del governo
Monti

rie. Emerge, anzi, un altro


retroscena sullinterrogatorio
rinnegato.
Per capire, meglio tornare
indietro al 4 febbraio 2013. Sarno, 69 anni, era in carcere dal
24 ottobre 2012 per altre accuse
di concussione, contestate in
relazione a vicende legate al
piano di recupero di una grossa ex area industriale (la Falck
Vulcano) di Sesto San Giovanni, alle porte di Milano. Inchiesta per la quale, tra laltro, stata gi formulata la richiesta di
rinvio a giudizio, che dovrebbe
essere discussa il prossimo 25
febbraio. Era per anche indagato per i presunti fatti di corruzione e finanziamento illecito ai partiti, relativi alla gestione della Serravalle, acquisita
nel 2005 dalla Provincia, sotto
la presidenza Penati, anchegli
imputato. Si tratta del processo
nato dallinchiesta sul cosiddetto Sistema Sesto, in larga

parte andato in prescrizione


prima ancora di cominciare.
Secondo quanto confermano da palazzo di giustizia, era
stato Sarno a chiedere linterrogatorio del 4 febbraio. Ma non
voleva soltanto rendere dichiarazioni. Voleva anche risarcire,
e patteggiare la pena su tutte le
accuse. Ma, dopo la scadenza
dei termini per chiedere il giudizio immediato, e quindi prorogare i termini della custodia
cautelare, come erano pronti a
fare i pubblici ministeri, larchitetto aveva cambiato tattica,
facendo saltare lipotesi del
patteggiamento. I suoi difenso-

La replica
La Procura insiste:
la marcia indietro
solo strumentale,
le imputazioni restano

19

ri dellepoca, gli avvocati Giovanni Briola e Salvatore Scuto,


dopo questo cambio di direzione, avevano lasciato lincarico.
Nei due verbali precedenti
per, il mio assistito aveva gi
detto quanto ribadito marted
in aula, ha tenuto a precisare
lavvocato Marcello Elia, attuale
difensore di Sarno. Dunque
non sarebbe vero che Penati,
come riferito da Sarno nel verbale che ora al centro delle
polemiche, gli avrebbe chiesto
di raccogliere soldi in contanti, tra gli imprenditori che
avevano appalti con la Serravalle, o che gli avrebbe imposto di
assumere il suo portavoce a
2.000 euro al mese. E neanche

che lacquisto della Serravalle


(sui cui aperto un procedimento alla Corte dei Conti), sarebbe stato imposto dai vertici del partito, in particolare da
Massimo DAlema. Sarebbe
solo una versione di comodo,
concepita con i compagni di
cella per uscire di galera.
Sarno uno stimato professionista, ed stato trattato come lultimo dei faccendieri
il commento di Penati sono
felice di aver visto il suo riscatto: gi mesi fa dissi che quellinterrogatorio era frutto di
una condizione psicologica indebolita.
Federico Berni
RIPRODUZIONE RISERVATA

Brasile

Il campione di surf
ucciso da un poliziotto
Ricardo Dos Santos, stella del surf brasiliano,
morto due giorni fa freddato a colpi di
pistola sulla porta di casa a Florianopolis, nel
sud del paese. Secondo la prima
ricostruzione degli inquirenti Dos Santos
stato colpito da un agente della polizia, che
ha sparato tre proiettili; non chiaro per se
il poliziotto abbia scambiato il surfista per
un ladro e se la circostanze dellomicidio
sono diverse. Latleta ha partecipato in questi
anni a numerose competizioni in giro per il
mondo, diventando uno dei migliori
specialisti della disciplina. Nellimmagine
( foto Afp) impegnato in uno spettacolare
passaggio tra le onde nelle acque del
Pacifico nel Billabong pro Tahiti, una gara
svoltasi ad agosto del 2012 nellomonima
isola della Polinesia.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il caso

di Luigi Ferrarella

La scheda

Alfredo
Robledo (foto)
nato a Napoli
64 anni fa
Procuratore
aggiunto
a Milano, ha
guidato il pool
anticorruzione
e per i reati
contro la
pubblica amministrazione

Tra 6 miliardi di umani ai


quali il procuratore aggiunto
milanese Alfredo Robledo nel
2013 poteva scegliere di riversare le proprie recriminazioni
contro leuroparlamentare ed
ex sindaco milanese Gabriele
Albertini (in effetti sinora oggetto di una richiesta di rinvio a
giudizio a Brescia per lipotesi
di calunnia ai danni di Robledo), Domenico Aiello era lultima persona al mondo alla quale chiedere una banale indicazione come lindirizzo della
Commissione giuridica del Parlamento europeo; o alla quale
domandare se si potesse avere
lecitamente, ma pur sempre
per spicce via informali, il testo
della richiesta di immunit di
Albertini, che il pm aveva gi
ufficialmente appreso da un atto di Albertini nella causa civile
a Brescia. Lultimo al mondo
perch Aiello era un avvocato
che nellinchiesta di Robledo
sulla Lega stava patrocinando la
Lega, partito che per di pi aveva un membro (su 12) in quella
Commissione.
E invece a lui Robledo, sma-

Il passo falso di Robledo al telefono


Mio caro, lei un aiuto prezioso... dice il magistrato allavvocato del Carroccio
Ma nella causa contro Albertini dal legale non arriv nessun sostegno concreto
nioso di scrivere a Bruxelles le
proprie controdeduzioni ad Albertini, nel febbraio 2013 chiede: Io quella voglio vedere, la
parte precedente in cui lui (Albertini, ndr) chiede e produce
questo documento Chillu vulissi io, da tenere per me, naturalmente, questo pacifico!
logico eh!. E quando Aiello gli
assicura luned ho chiesto la
copia e mi danno la copia ()
non c problema! Per fortuna,
uno dei sei un amico, il pm
commenta: Perfetto, questo
che interessa Quindi se luned riusciamo a leggerla riservatamente siamo a cavallo! Grazie
tantissime mio caro Lei un
aiuto prezioso.
Prezioso, pi che altro, per
cadere in una inopportunit
grossa come una casa. Pur senza averne tratto utilit illecite,
perch la funzionaria delleuroparlamentare Speroni (attivato
dalla catena Aiello-Maroni-Salvini) fece subito presente al
partito che gli atti della Commissione erano ancora non
ostensibili: risposta alla quale
Speroni e Aiello si quietarono,

rimarcando che cercavano solo


quanto fosse regolare poter
avere. E infatti lavvenuta trasmissione di posta elettronica
da Aiello a Robledo, citata dallaccusa disciplinare, conteneva
un pubblico ordine del giorno
della seduta della Commissione e latto di Albertini gi noto a
Robledo a Brescia.
Resta, nel pm pur notorio
per la disponibilit a interloquire con tutti gli avvocati senza formalit, un errore di valutazione sullinterlocutore. Le
microspie, infatti, ora mostrano come Aiello riferisse poi i
colloqui a Maroni e Salvini o in
versioni contraddette proprio
dalle intercettazioni (avvocato e
pm si danno del Lei o del Voi,
invece lavvocato sceneggia frasi del pm tipo Mha detto: Do-

Laccusa del pg
Il pm serviva al legale
sullindagine quanto
lavvocato al pm per le
carte di Bruxelles

menico te lo garantisco, puoi


spenderci la tua credibilit),
oppure in modi inesistenti. il
caso di quando Aiello riferisce
di aver saputo da Robledo che
la fuga di notizie su un quotidiano (prima che su un settimanale) circa una perizia contabile sulla Lega fosse stata oggetto di una lettera ufficiale del
pm alla Procura generale: mai
esistita. Cos come nellinchiesta sui rimborsi regionali non
esistono la gola profonda o
lo schema di associazione a
delinquere, supposti segreti
dindagine che le telefonate di
Aiello al vertice leghista accreditano rivelati da Robledo.
Di certo, invece, il pm prospett ad Aiello che erano stati i
due colleghi Pellicano e Filippini, oltre a Bruti, a dire no alla
sua iniziale intenzione di concedere allavvocato della Lega
(parte offesa) il rilascio di copia
della perizia uscita sui giornali.
Ed vero che ritenne di assicurare ad Aiello (e poi a cose fatte
quasi rivendic con linfelice
sms in latinorum) che, a parit
di coinvolgimento nella mede-

Aiello:
Luned mi
danno la
copia...
per fortuna
uno dei sei
un amico
Il pm:
Perfetto,
questo che
mi
interessa,
siamo a
cavallo

sima truffa scoperta in Lega e


Pdl, anche i partiti di opposizione sarebbero stati trattati allo stesso modo entro gennaio
2013, in modo che nessuno (a
cominciare dalla Lega di Aiello) si sentisse danneggiato o
privilegiato sotto elezioni. Qui
il pg di Cassazione, Gianfranco
Ciani, fonda la richiesta cautelare di trasferimento del pm,
individuando uno scambio di
favori in base al quale Robledo servisse allavvocato Aiello,
per uninformazione continua
sullindagine, almeno quanto
lavvocato servisse al pm per ottenere notizie riservate sulle
iniziative di Albertini a Bruxelles. Anche se forse pi aderente a realt pare una curiosit: che Robledo in fondo scivoli
proprio su ci che rimprovera a
Bruti nellesposto non ancora
deciso dal Csm dopo un anno,
e cio laccettare a volte di
prendere in considerazione anche fattori esterni allindagine,
quali limpatto paventato dai
vari soggetti.
lferrarella@corriere.it
RIPRODUZIONE RISERVATA

20

Gioved 22 Gennaio 2015 Corriere della Sera

Corriere della Sera Gioved 22 Gennaio 2015

CRONACHE

21

LINCHIESTA / 1 LUNIVERSITA

I docenti ordinari sotto i 40 anni?


In Italia sono quindici (su 13 mila)
SEGUE DALLA PRIMA

La vicenda

Oggi (con
l'universit)
e domani (con
la scuola) il
Corriere della
Sera pubblica
linchiesta
sui numeri
dellistruzione
in Italia
Con le
modifiche
introdotte
dal decreto
dellex ministro
dellIstruzione,
Mariastella
Gelmini, il
reclutamento
dei docenti
dovr avvenire
soprattutto
selezionando
i docenti
ordinari
e associati tra
quelli abilitati
dalla tornata
dellAbilitazione scientifica
nazionale
Soltanto
dopo aver
ottenuto
labilitazione
gli aspiranti
docenti
possono
poi partecipare
ai bandi dei
singoli atenei
La prima
tornata
dellAbilitazione scientifica
nazionale (Asn)
scattata
nel 2012,
la seconda
nel 2013.
Il prossimo
appuntamento
questanno
Ma non sono
pochi i
problemi
dellAsn:
migliaia di non
abilitati hanno
fatto ricorso

Avanti cos, col turn-over


che ci lascia prendere un giovane ogni due docenti che vanno
in pensione, emorragia destinata ad aggravarsi, rischiamo
nel 2020 di non avere pi giovani che possano concorrere ai
programmi europei, denuncia preoccupatissimo Stefano
Paleari, rettore dellateneo di
Bergamo e presidente della
Crui, la conferenza dei rettori.
Un delitto. Perch, come ha
spiegato tante volte Umberto
Veronesi, la guerra si fa con i
giovani. E la guerra per la conquista di nuovi spazi della
scienza e della ricerca ci potrebbe dare non solo soddisfazioni ma formidabili opportunit economiche. Lo dicono i

Quota zero
Nemmeno un under
35 negli Atenei della
Penisola. Alla faccia del
rientro dei cervelli
dati dellEuropean Research
Council: nonostante la ricerca
impegni da noi solo il 4 per
mille degli occupati (poco pi
della met della media europea, un quarto della Finlandia)
e nonostante lItalia sia solo
28 negli investimenti in questo settore, i nostri ragazzi sono sesti al mondo nella classifica dei progetti per ricercatori
junior e ottavi per articoli pubblicati sulle maggiori riviste
scientifiche. Un patrimonio di
intelligenza, creativit e preparazione che rischia quotidianamente di essere sprecato a causa della cecit della nostra politica in altre faccende affaccendata.
Proprio i successi e spesso i
trionfi dei nostri giovani, quando possono giocarsela alla pari
allestero, sono la prova provata
di due cose. La prima: a dispetto di tutti i loro difetti, i loro
scandali, le loro camarille familistiche, i nostri atenei sono
comunque in grado di sfornare
fisici, medici, ingegneri e cos
via molto preparati. La seconda: una vergogna che quei
nostri figli, spesso i pi bravi e
destinati a diventare la futura
classe dirigente, possano dimostrare il loro valore solo andandosene da unaltra parte.
Ma vi ricordate le solenni
promesse per il rientro dei
cervelli? Un tormentone. Sul

quale, sventolando accorati


proclami (I giovani! I giovani!) si sono esercitati tutti. A
destra e a sinistra. Dopo di che,
dimenticati i pensosi bla-blabla sul futuro dei nostri figli,
tutto ma proprio tutto pare esser stato fatto con lobiettivo di
garantire fino allultimo i pi
anziani (rester immortale il ricorso di troppi settantenni
contro il tetto di 67 anni per i
nuovi direttori del Cnr) e chissenefrega degli ultimi arrivati.
Un esempio? Il presidente
della Crui lo mostra in tutte le
conferenze: un grafico dove si
vede il paragone del salario
medio di un professore che ha
iniziato la carriera accademica
negli anni Ottanta e il salario
atteso di un dottorando che
inizia lattivit accademica og-

gi. Il primo docente, a settantanni, arriva a circa 80.000 euro lanno. Il secondo, se leconomia non dovesse tornare ad
accelerare, rischia seriamente
di fermarsi alla met: 40.000.
Con una pensione intorno ai
venticinque.
Il panorama attuale della docenza racchiuso in una tabella elaborata su dati Cineca da
Paolo Rossi, dellUniversit di
Pisa, che aveva tempo fa studiato come nellateneo toscano, a
partire dal 1965, let media dei
docenti al momento della nomina fosse costantemente aumentata di circa 5 mesi allanno per gli ordinari, 3 per gli associati e 2 per i ricercatori.
Spiega oggi il professore che
negli ultimi otto anni, dal 31 dicembre 2006 a oggi, gli ordina-

60
Anni
let media
dei docenti
ordinari
negli atenei
italiani.
Quella relativa
allintero
corpo docente,
invece,
di 52,6 anni

ri sono scesi da 19.858 a 13.239


con un calo del 33%, che il calo
complessivo (diecimila docenti: da 62 mila a 52 mila) stato
intorno al 16% e che let media
delle varie fasce impressionante: 60 anni gli ordinari, 53
gli associati e addirittura 47 e
mezzo i giovani ricercatori in
carriera.
Non meno impressionante
la sproporzione abissale tra anziani ed emergenti nella fascia
pi alta: per ognuno dei professori under 40 ce ne sono 474
ultrasessantenni. Uno squilibrio che rischia di affondare
lintero sistema. Certo, let non
tutto. Esistono fior di vecchi
brillantissimi e mandrie di giovani somari. Ma inaccettabile
che complessivamente, su
51.807 docenti di ogni ordine e

I numeri
I docenti
(ordinari, associati, ricercatori)

La distribuzione questanno

2006

Ricercatori

Ordinari

21.028
40,6%

13.239
25,5%

61.998

2013

53.448
Associati

2015*

51.807

17.540
33,9%

*al 20 gennaio
Let media dei professori
(in anni al 20 gennaio 2015)

Gli ordinari per fascia det

Media 52,6

40-49 anni
Ordinari

60

50-59 anni

9,4%

36,7%

30-39 anni
Associati

53,1

Ricercatori

0,1%
60-69 anni

47,5

53,8%

Levoluzione
I professori ordinari e associati che hanno no a 35 anni
(valore assoluto dato nazionale)
Ordinari
200

Associati

185

150

107

100

65

77

2009

2010

2011

41

50

12
0

2008

18
0
2012

Fonte: elaborazione di Paolo Rossi su dati Cineca; Stefano Paleari, presidente Crui e rettore Universit di Bergamo

0
2013
Corriere della Sera

grado gli over 60 siano il triplo (24,8%) di quelli sotto i 40.


Scesi all8,8%.
Il governo si deve decidere
ad aprire i rubinetti per poter
rinnovare la nostra classe docente universitaria perch cos
non possiamo andare avanti,
accusa Stefano Paleari. Tanto
pi che i nostri atenei devono a
tutti i costi fermare lemorragia
di iscritti e di abbandoni per recuperare terreno nei confronti
degli altri Paesi. Come possiamo accettare, in un mondo
sempre pi competitivo, che
sia laureato solo il 14,9% degli
italiani dai 25 ai 64 anni contro
il 28,5% degli europei, il 31,5 degli abitanti delle nazioni Ocse?
Una tabella dellAnnuario
Scienza e Societ 2015 curato
da Giuseppe Pellegrini e Barba-

Quote rosa
Le donne sono il
36,5%, 7 punti sotto la
Gran Bretagna. Peggio
di noi soltanto Malta
ra Saracino, in uscita a febbraio
per Il Mulino, dovrebbe togliere il sonno a tutti coloro che
hanno responsabilit di governo. Dice infatti, su dati Eurostat, Teaching staff del luglio
2014 (ma i numeri sono del
2012) che il nostro ultimissimo tra i Paesi europei per presenza nelle universit di insegnanti sotto i quarantanni.
Con i nostri 13 su cento abbiamo la met esatta dei docenti
giovani spagnoli e francesi un
terzo di quelli austriaci o polacchi, un quarto di quelli tedeschi, un quinto dei lussemburghesi. E da quel 2012, come dicevamo, la nostra quota di quarantenni scesa ancora fino
all8,8%. Umiliante.
Non meno indecorosa
unaltra classifica strettamente
legata al sistema di poteri forti,
di gerontocrazie e di baronie
delle nostre universit. Quella
sulla presenza di professoresse e ricercatrici. Tolta Malta,
che sta un pelo sotto, siamo
ultimi anche qui. Con 36,5
donne ogni cento docenti. Tre
punti sotto la Germania, 7 sotto la Svezia, la Polonia, il Portogallo e la Gran Bretagna, 10
sotto la Bulgaria o la Croazia,
15 sotto la Finlandia, 21 sotto la
Lettonia...
Gian Antonio Stella
(1 - continua)
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il Papa sommelier ad honorem: Bevo vino, di tutto il mondo


di Luciano Ferraro
CITT DEL VATICANO No,

non sono astemio, bevo


vino, poco come deve fare un Papa, ma bevo.
Ludienza di Francesco, ieri, nella Sala Nervi
stata diversa da molte altre. Perch in platea non
cerano solo fedeli da tutto il mondo assieme ai
volontari delle associazioni. Cera anche un
drappello in rappresentanza delle professioni
legate al vino, dagli enologi ai sommelier, oltre
ai produttori. Unidea di Franco Ricci, il capo della Fondazione italiana sommelier: tre pullman
con 150 persone, tutti assieme a San Pietro.
Alla fine della mattina, in una Sala Nervi con
tifo da stadio, il Papa si fermato a parlare con
Ricci, Riccardo Cotarella (presidente dellUnion
Internationale des Oenologues, lassociazione

I doni A destra, Franco Ricci, capo della Fondazione


italiana sommelier, consegna a papa Francesco una
cassetta di vini e altri regali (foto Osservatore Romano)

mondiale di categoria) e Angelo Gaja, signore


del Barbaresco, il vignaiolo italiano pi famoso
nel mondo. Gli sono stati consegnati il diploma
di sommelier ad honorem, un tastevin (la ciotola
dargento per le degustazioni), una cassetta di legno con due bottiglie di vino (il rosso Romanzo
dellassociazione Bibenda), una bottiglia di olio
doliva e una guida ai vini. Ma il vero regalo lha
fatto Francesco ai tre professionisti del vino. Ha
smentito quanto era stato scritto dopo la visita in
Vaticano di Matteo Renzi, nel dicembre scorso. Il
premier aveva portato in dono bottiglie di Vin
Santo del Chianti Classico. Era sembrato un regalo inappropriato a chi credeva che il Papa non
toccasse il vino. Mi tolga una curiosit ha
chiesto ieri Cotarella vero che lei non beve?. Francesco ha sorriso e ha rivelato che inve-

ce il vino lo beve, in modica quantit. Meno del


suo predecessore Gregorio XVI, che si dissetava
con il Frascati, ogni giorno a mensa un quartirolo scarso. Quale vino preferisce Francesco?
Quello di tutto il mondo, stata la risposta
che non scontenta alcuna nazione vinicola.
Papa Bergoglio conosce il vino e lo cita nei
suoi discorsi (Senza vino non c festa, oppure: Che noi si possa essere come il buon vino,
che quando invecchia migliora: pi buono!).
Anche perch il nonno, quando abitava a Portacomaro, in provincia di Asti, produceva Grignolino. Avevo uno zio ha raccontato ieri il Papa
a Gaja che riusciva a riconoscere in quale collina veniva prodotta ogni bottiglia di Dolcetto.
(divini.corriere.it)
RIPRODUZIONE RISERVATA

22

Gioved 22 Gennaio 2015 Corriere della Sera

Corriere della Sera Gioved 22 Gennaio 2015

CRONACHE

I malati di influenza curati


con le macchine salva-polmoni

Lo studio italiano

Le cellule tumorali
si muovono
come stormi
di uccelli migratori

L'allarme dai reparti di terapia intensiva. Picco di casi: 519 mila in 7 giorni
MILANO Alle 10.45 di ieri
unemail del San Gerardo di
Monza raggiunge i pi importanti centri di rianimazione italiani: Le terapie intensive sono intasate da pazienti che sono appena usciti dallEcmo (il
macchinario che si sostituisce
ai polmoni, ndr) o sono talmente gravi da poterne avere
bisogno.
Era da anni che non si vedeva
uninfluenza cos virulenta. Il
motivo? Le gravi insufficienze
respiratorie causate dal virus.
La situazione pesante: solo
negli ultimi giorni ben dieci
malati hanno dovuto essere attaccati alla macchina che fa riposare i polmoni, un supporto
salvavita, ma decisamente invasivo e, dunque, utilizzato in
casi molto seri. Almeno quattro nel giro di 24 ore le
donne in gravidanza o che hanno appena partorito che hanno
avuto bisogno di essere aiutate
dallEcmo (acronimo inglese di
ossigenazione extra-corporea
con polmone a membrana).
Tra gli ammalati con complicazioni gravi, come spiegano al
Policlinico di Milano, soprattutto giovani. E il quadro si va
aggravando.
Non uninfluenza qualunque. I medici hanno riconosciuto il virus H1N1, pi noto
come linfluenza suina. Dallinizio di dicembre al 16 gennaio la rete dei centri di riferimento ha gestito 73 pazienti
dei quali 37 trattati con Ecmo
si legge nellemail . Il 16
gennaio cerano in corso 16 Ecmo contemporaneamente. E,
da allora, la situazione andata
peggiorando. La fotografia arriva dal San Gerardo di Monza
perch il primario Antonio Pesenti , insieme con Alberto
Zangrillo del San Raffaele di
Milano, coordinatore della rete
dei 14 centri con le macchine
salva-polmoni. A grandi linee
spiegano dal San Gerardo
pi dell80% dei pazienti ha
linfluenza A (la maggioranza
con conferma H1N1).
Lallerta alta: i medici delle
rianimazioni sono in costante
contatto. C unattivit cos
elevata che facciamo fatica a far
fronte a tutte le richieste dice Guido Frascaroli, alla guida
della Rianimazione cardiologica del SantOrsola Malpighi di

di Giovanni Caprara

Il rapporto: obeso uno scolaro su dieci

di Margherita De Bac
Movimento e sedentariet dei bambini
42%
35%

Sovrappeso
20%

18%

Pratica sport
per non pi
di unora
a settimana

Ha la tv
in camera

Guarda la tv
o gioca con
i videogiochi
pi di 2 ore
al giorno

Saltare la prima colazione

8%
31%

Troppi carboidrati a colazione

52%

Spuntino abbondante a met mattina

25%

Non consumare abbastanza frutta e verdura

41%

Assumere bevande zuccherate e/o gassate

Fonti: Sistema di sorveglianza nazionale Okkio alla salute/Ministero della salute/Centro per il controllo e la prevenzione delle malattie

n Italia un bimbo su 5 sovrappeso, ma nel 2014


(rispetto al 2008) c un lieve miglioramento.
Emerge dal rapporto del sistema di sorveglianza
nazionale Okkio alla Salute. Le cause? Sedentariet e
troppi errori a tavola. Nella patria della dieta

Bologna . Cos ci aiutiamo


anche da una Regione allaltra a
seconda delle necessit. E, purtroppo, il picco dellinfluenza
non ancora stato raggiunto.
Lapice dei contagi previsto
per i primi 15 giorni di febbraio. Numeri simili non si ricordano almeno dallinverno

2009/2010, proprio lanno del


famoso allarme per linfluenza
suina.
Per gli esperti le complicazioni sono pi gravi del normale perch la popolazione si
vaccinata poco, complice lo
scandalo (poi rientrato) su possibili morti da vaccino. lef-

Su Sette in edicola domani

Turing e gli scienziati che cambiano la vita


dedicata a Benedict Cumberbatch,
protagonista del film sul matematico Alan
Turing, The Imitation Game, la copertina di
Sette, in edicola domani con il Corriere della
Sera. Turing, che aveva decifrato il codice
Enigma dei messaggi segreti nazisti,
considerato il padre della scienza
informatica e dellintelligenza artificiale. Lo
scienziato torna a essere un eroe, non
soltanto al cinema, in un mondo sempre pi
alla ricerca di chi ha una visione.
RIPRODUZIONE RISERVATA

fetto del susseguirsi di notizie


allarmistiche sui presunti effetti collaterali del vaccino
sottolinea Zangrillo . La
campagna antinfluenzale andava sponsorizzata di pi.
Secondo il rapporto Influnet
dellIstituto Superiore di Sanit, nellultima settimana si sono ammalati 519 mila italiani,
portando il totale dallinizio
della stagione influenzale a un
milione 911 mila casi. I pi colpiti i bambini: nella fascia di
et tra gli 0 e i 4 anni lincidenza di 23 casi ogni mille assistiti.
E gli esperti si stanno gi organizzando per estendere lo
studio scientifico del fenomeno. Il titolo: Ecmo per grave
insufficienza respiratoria da
influenza H1N1 in una popolazione con bassa incidenza di
vaccinazione.
Simona Ravizza
@SimonaRavizza
RIPRODUZIONE RISERVATA

magari figlia di uno dei pi


grandi creatori di impresa fra
Europa e Sud America, ma passa lunghe serate con le contadine di un remoto villaggio argentino facendo costruire le loro case e curare i loro bambini,

allora pu essere chiamata una


donna speciale.
Non se ne trovano pi tante,
in circolazione. Ma oggi, a Milano, vi saranno appunto dei
funerali con le campane a festa:
saranno quelli di Anna Bonatti
Rocca, figlia di Agostino Rocca
creatore del colosso industriale
Techint, 22mila dipendenti nel
mondo.
Lei non sar per ricordata
per questo ma per la sua vita,
traboccante di bene fatto agli
altri: sia ufficialmente, attraverso le fondazioni come Humanitas (ospedali, centri di ricerca, universit), e sia con
lazione personale diretta: le
protesi regalate o gli interventi
agli occhi malati dei bambini,
nelle pampas di Corrientes; le
centinaia di persone che dallaltro ieri telefonano dal Messico, o appunto dallArgentina,

Emanuele Lamedica

mediterranea in aumento la cultura del cibo


spazzatura a cui si aggiunge, soprattutto nelle citt, la
carenza di giochi di movimento. Conseguenza: un
bimbo italiano di 8-9 anni su 10 obeso e il 2,2% lo
severamente. record europeo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Oggi a Milano laddio ad Anna Bonatti Rocca, signora dellaltruismo

Limpegno
Figlia del fondatore del
colosso industriale
Techint, si impegn in
opere di beneficenza

Va a scuola
a piedi o in
bicicletta

Le cattive abitudini alimentari dei pi piccoli

Quando muoio voglio le campane a festa


Se una sente che la morte
non lontana, e lascia un foglietto per i suoi cari: Ricordatevi: quel giorno, campane a festa e non a morto; paramenti
bianchi, e non viola; e non dovete parlare di me, ma della Resurrezione. Se una fa cos, e

25%

Obesi
9,8%

23

per ricordare dona Ana, come laggi la chiamavano.


Chi lha conosciuta da vicino, ricorda poi unaltra Anna
ancora, madre mai invadente
di 5 figli (Roberto, Maria, Elena, Guido, Enrico), innamorata
per sei decenni e come unadoIl sorriso
Anna Bonatti
Rocca, figlia
del fondatore
di Techint
Agostino
Rocca

lescente del marito Gigi Bonatti, ricca di umorismo e autoironia: la nonna che a 60 anni,
per le feste dei nipotini, correva
al negozio degli scherzi a comprare trombette o forchette che
si piegano; e poi magari partiva

per unescursione sulle Alpi.


Ognuno, di lei, ha le sue memorie. Pomeriggio dautunno,
la pampa dietro la estancia,
la fattoria argentina. Dona
Ana assegna Tostada, la cavalla meno briosa della stalla,
allospite appena arrivato dallItalia, e sconsolatamente digiuno di cose equine. Poi lo segue sul suo cavallo, visibilmente preoccupata per lui. Dopo un
po, si va al trotto. Ma da una
collinetta sulla destra spunta
come un siluro un nand, un
piccolo struzzo locale.
Tostada si impenna, poi si
ferma, lospite rimane per due
secondi appeso a uno sprone,
scosso dalle risate. Vede Dona
Ana che ride anche lei: ed il
sorriso dolce di una bambina.
Luigi Offeddu
loffeddu@corriere.it
RIPRODUZIONE RISERVATA

25
Milioni
Sono i morti
che per lAifa
saranno evitati
in Europa entro
il 2020 grazie
ai vaccini

25%
Gli operatori
tra il 15 e il 25
per cento la
quota di medici
e infermieri che
accettano di
farsi vaccinare

Guardavano le cellule malate che migravano


assumendo una precisa formazione a freccia
mentre invadevano lorganismo. Cercavano
di ricostruire una logica matematica
che governasse quel comportamento.
E ci siamo resi conto che osservando gli
uccelli migratori, come gli storni, o i banchi
di pesci nei mari, potevamo trovare ispirazione
e suggerimenti per quanto avevamo davanti agli
occhi, spiega Giorgio Scita dellUniversit
di Milano e alla guida del team di ricercatori
dellIstituto Firc di oncologia molecolare
(Ifom) di Milano che ha conquistato
unimportante scoperta. Pubblicata
sulla rivista internazionale Current Biology,
dimostra come gruppi di almeno 23 cellule
si spostano in maniera coordinata seguendo
un leader che indica strategie e direzione.
Insieme assumono una geometria a freccia
e la cellula a capo del gruppo, quando
ha esaurito la sua energia, riceve il cambio
dalla vicina per continuare lazione
di penetrazione, proprio come accade
in uno stormo di volatili sulle rotte
migratorie secondo regole aerodinamiche
utili per sostenere lunghe traversate.
Uguale meccanismo si attiva nelle cellule
tumorali, grazie allo scambio di segnali
chimici allinterno dei tessuti biologici,
per riuscire nella loro opera di proliferazione
e distruzione, generando una metastasi.
Questo processo lo abbiamo visto nei linfomi,
nelle leucemie croniche, ma tipico anche
nei tumori al seno, al colon, ai melanomi
nota Scita . Capire perch le cellule si aggregano e individuare lelemento che rompe e disgrega questa azione sar prezioso per compiere il passo successivo e trovare terapie mirate.
Notevole stato lo sforzo per arrivare
al risultato che ha richiesto oltre tre anni
di studi in centri diversi con tecniche
avanzate, della microscopia in tempo reale
allimaging, attraverso cui si indagano
e ricostruiscono i processi al computer.
Essenziale stata lunione delle risorse economiche fornite da Airc, Comunit europea,
ministero dellIstruzione, fondazione Cariplo,
Regione Lombardia, Associazione per la ricerca
internazionale sul cancro ed Embo,
lorganizzazione europea per la ricerca
di biologia molecolare. Ma frutto
anche di ununione di conoscenze;
dalletologia, la matematica applicata del Weizmann Institute israeliano dove si sviluppato
lalgoritmo alla base del comportamento
di aggregazione, e il software di analisi
nato alla National University di Singapore.
Oggi c grande fermento negli studi che permettono di traslare osservazioni di grandi
fenomeni in unaltra realt microscopica,
sottolinea Scita aggiungendo che in provetta
si gi dimostrata la possibilit di rompere
la geometria e accendere la speranza.
RIPRODUZIONE RISERVATA

INVITO ALLA PRESENTAZIONE DI OFFERTE MIGLIORATIVE


PER LACQUISTO DEL COMPLESSO AZIENDALE DI REICOM S.R.L.
IN AMMINISTRAZIONE STRAORDINARIA EX D.L. 347/03
Il sottoscritto Prof. Avv. Ernesto Stajano, in qualit di Commissario Straordinario di Reicom
S.r.l. in A.S. (Reicom), con sede legale in Limena (PD), Via Giacomelli, 16
premesso
di avere ricevuto in data 9 gennaio 2015, nel corso della gara bandita per la cessione del
complesso aziendale di Reicom, offerta irrevocabile di acquisto, che prevede:
- corrispettivo di 190.000, da pagarsi integralmente allatto di sottoscrizione del contratto
di cessione, garantito da n. 3 assegni circolari;
- impegno a proseguire lattivit produttiva ed a mantenere per almeno un biennio i livelli
occupazionali (n. 4 unit complessive);
- impegno a rilasciare, in sede di sottoscrizione del contratto di cessione, dejussione bancaria, a prima richiesta ogni eccezione rimossa, rilasciata da primario istituto bancario
in favore di Reicom, con validit di almeno 24 mesi dalla sottoscrizione del contratto di
cessione, di 120.000, a garanzia degli obblighi di prosecuzione dellattivit di impresa
e di mantenimento dei livelli occupazionali;
Tanto premesso, in forza di autorizzazione rilasciata dal Ministero dello Sviluppo Economico
in data 20 gennaio 2015
invita
tutti i soggetti interessati a presentare offerta migliorativa (Offerta Migliorativa) per
lacquisto del Complesso Aziendale di Reicom.
LOfferta Migliorativa, a pena di inammissibilit, dovr pervenire presso lo Studio del Notaio Guido Bolognesi, in Via Gioacchino Rossini, 7 - 00198, Roma, entro le ore 17,00 (ora
italiana) del 2 febbraio 2015, in un plico chiuso (da inviarsi a mezzo raccomandata A.R. e/o
corriere) recante il riferimento Offerta Migliorativa per lacquisto del Complesso Aziendale
di Reicom S.r.l. in amministrazione straordinaria.
Tutti i soggetti interessati dovranno richiedere al Commissario Straordinario il Disciplinare
di gara, il testo della deiussione bancaria, nonch tutta la documentazione necessaria ai
ni della valida formulazione dellOfferta Migliorativa.
Il presente annuncio non costituisce invito ad offrire, n unofferta al pubblico ex art.
1336 c.c., n una sollecitazione del pubblico risparmio ex artt. 94 e ss. del D.lgs. 24 febbraio 1998, n. 58.
Tutte le comunicazioni relative al presente invito, escluso linvio dellofferta irrevocabile,
dovranno essere indirizzate come segue:
Prof. Avv. Ernesto Stajano - Commissario Straordinario di Reicom S.r.l. in A.S.
Via Sardegna, 14 - 00187 - Roma - e-mail: ernestostajano@legpec.it
Il Commissario Straordinario di Reicom S.r.l. in A.S.
Prof. Avv. Ernesto Stajano

24

Gioved 22 Gennaio 2015 Corriere della Sera

Corriere della Sera Gioved 22 Gennaio 2015

Gucci punta
su Alessandro
Michele
lui il nuovo
stilista

CRONACHE
Di ufficiale c la notizia:
Alessandro Michele il nuovo
direttore creativo di Gucci. Sostituir Frida Giannini, la stilista che per quasi dieci anni ha
guidato la griffe del gruppo Kering e che una decina di giorni
fa ha deciso di lasciare lincarico dopo che in dicembre
lazienda aveva comunicato che
a marzo se ne sarebbe andata.
Di ufficioso c che non sar
una nomina provvisoria perch
interna ma lui luomo sul
quale il nuovo ad Marco Bizzarri e il gruppo Kering hanno deciso di puntare, forti anche dellinteresse creato dalla collezione che ha sfilato luned e preparata da Alessandro e dal
team in solo sei giorni.
Michele, 42 anni, romano, si
diplomato allaccademia di

Chi

Alessandro
Michele
(sopra, nella
prima foto
ufficiale come
direttore
creativo Gucci),
42 anni, entra
in azienda nel
2002. Dal 2011
stato braccio
destro di Frida
Giannini

Costume e Moda di Roma. Alla


fine degli anni Novanta entrato in Fendi come senior designer per gli accessori e nel
2002 in Gucci, assunto da Tom
Ford a Londra. Un crescendo di
incarichi di responsabilit sino
a quello, nel 2011, di braccio destro (tecnicamente Associate)
di Frida Giannini. Appassionato di interni e decoro lo scorso
settembre aveva assunto anche
il ruolo di direttore creativo di
Richard Ginori.
Un designer ecclettico che
raccontano essere timido ma
molto simpatico, un po naif
(jeans e t-shirt, barba e capello
lungo, lontano da ogni stilismo) con indiscusse capacit
di leader. E di questo, luned
scorso, se ne avuto un assaggio quando tutto il team usci-

to in passerella applaudendolo. Sfilata, si diceva, che ha acceso non pochi dibattiti per via
del messaggio pi che esplicito
verso una moda dove i confini
tra maschile e femminili sfumano e arrivano a unambiguit coraggiosa. Unimmagine
precisa che pu piacere e non
piacere ma forte e, soprattutto,
sincera. Con tutto il carico di
ingenuit e semplicit stilistica
di una collezione imbastita in
sei giorni. Inutili i paragoni con
Frida: una sensibilit sulla
moda diversa; i due sono stati
per capaci di lavorare in sintonia per anni e alla fine la continuit un bel messaggio.
Scrive Bizzarri nel comunicare la decisione: Alessandro
ed io siamo pienamente allineati sulla nuova visione contem-

25

poranea di cui Gucci ha bisogno, e sar questa visione che


ci guider nellesercizio dei nostri rispettivi ruoli. Intervento
anche, a sorpresa, di Franois
Henri Pinault, ceo di Kering:
Lui possiede sia le qualit che
la visione necessarie per portare un nuovo eccitante capitolo
della storia. Storia cominciata
in Italia, a Firenze, nel 1921 con
Guccio Gucci e poi diventata
francese nel 1999 con la coppia Domenico De Sole (ad) e
Tom Ford (stilista) che resse sino al 2002. Una breve parentesi
con Alessandra Facchinetti e
poi dal 2005 ad oggi Frida
Giannini in coppia (anche nella
vita) con Patrizio Di Marco, ad
sino al dicembre scorso.
Paola Pollo
RIPRODUZIONE RISERVATA

Luomo (non pi) di moda


In passerella indossatori con fiocchi sulle camicie o inserti di visone
Crescita del mercato maschile e differenze tra generi che sfumano
Le icone

Il mondo
dello
spettacolo
gioca da
sempre con
lambiguit
sessuale. Come
David Bowie
(in alto nella
copertina
del disco
Aladdin Sane
del 1973)
Celebre
landroginia
dellattrice
Tilda Swinton
(al centro) che
in Orlando
(1992)
interpreta
sia un ruolo
maschile che
uno femminile
Lanno
scorso ha fatto
scalpore
Conchita Wurst
(qui sopra),
abiti femminili
e barba folta.
per una drag
queen, figura
che rivisita
in chiave
ironica il teatro
en travesti

Ci sono due modi, non necessariamente in contraddizione luno con laltro, per interpretare la curiosa, apparentemente irrefrenabile ascesa del
fenomeno della moda senza
genere, quello che culminato laltra mattina con la sfilata
maschile di Gucci con le modelle vestite da uomo e il gioco
di societ, tra i presenti, per
cercare di capire a quale genere
maschile o femminile appartenessero le delicate, eburnee creature che aleggiavano
sulla stretta passerella a ferro
di cavallo (lazienda fiorentina,
qualche ora pi tardi, ha caritatevolmente diffuso ai media i
file fotografici con i loro nomi
di battesimo, chiudendo ogni
discussione: quello era Hugo,
quella era Antonia, e cos via).
Il modo pragmatico o cinico di considerare il fenomeno genderless quello
che ci fa ricordare come nel miliardario giro daffari globale
della moda il mercato dellabbigliamento maschile sia ormai da un quinquennio in crescita nettamente pi rapida di
quello femminile. il rinascimento maschile (che nello
slang della comunicazione
dimpresa stato subito battezzato, per lappunto, menaissance, una sintesi tra men e
renaissance) che sta affollando passerelle e negozi di
abiti da uomo.
La conseguenza di questa
crescita , ovviamente, che un
modo sicuro per differenziare
il prodotto maschile quello di
sfumare la differenza tra generi. Non con il vecchio unisex
ma con abiti da uomo che, ingentiliti, possono anche andare a pennello sul corpo di una
donna. Ecco cos da Gucci
i fiocchi ampi sulle camicie,
gli anelli scultura, gli inserti in
visone: moda per gli uomini
sensibili e le donne che li amano. Modelle vestite da uomo e
modelli in blusa femminile: ecco la stagione dei finti uomini
dopo quella dei finti poveri (il
costosissimo casual dello sbraco in puro cashmere) e dei finti
ricchi (la fast fashion della
grande distribuzione che porta
nei negozi a prezzi stracciati
abiti fortissimamente ispirati a
quelli delle passerelle di lusso
ma realizzati in tessuti poco
pregiati in Paesi dal bassissimo
costo del lavoro).
Givenchy aveva gi fatto
campagne con modelle che parevano maschietti, e la testimonial femminile molto amata
dallo stilista Riccardo Tisci la
brasiliana Lea T., figlia dellex

calciatore Toninho Cerezo, bellissima, nata maschio prima


del cambiamento di sesso.
Prada, il marchio pi intellettuale, da pi di due decenni
ha scavalcato la questione del
Bello individuato come vittoria di Pirro, traguardo stilisticamente insidioso, intellettualmente sospetto e culturalmente superato per affrontare
quella pi spinosa dellAttuale.
Miuccia Prada ha contribuito al
dibattito: se il futuro della moda maschile per tanti stilisti
morbido, colorato, casual sartoriale, per la sua ultima col-

Il settore La moda uomo (in milioni di euro)


Fatturato

8.102 8.441 8.575 8.520 8.622

Valore della
produzione

4.574 4.584 4.924 4.976 4.874

Esportazioni 4.392 4.870 5.053 5.268 5.535


2010 2011 2012 2013 2014
Fonte: Smi su dati Istat, Sita Ricerca e Indagini Interne

Lui e lei
Due momenti
della sfilata
di Gucci a
Milano. Sopra,
una modella
che sfila vestita
da uomo, a lato
un modello
in blusa
(Getty Images)

CdS

lezione una divisa nera o blu


notte tagliata con squisita geometria, tanto architettonica da
permettere a venti modelle e
trenta modelli di affollare la
sfilata che sulla carta avrebbe
dovuto essere quella della collezione Uomo.
Se in molti prevedono che il
futuro verr dallevoluzione
dello sportswear, Prada ci ha
raccontato lipotesi delle sue
asciutte divise da ufficio postindustriale, in nylon nero,
grigio scuro, o blu notte.
C poi, comprensibilissime
esigenze aziendali di fatturato

La parola
MENAISSANCE
I metereologi della moda, coloro che si
occupano di stilare le previsioni sugli umori
del mercato dellabbigliamento, hanno
coniato il termine Menaissance sintesi
tra Men, uomini, e Renaissance,
rinascimento per indicare lespansione
(maggiore di quella del mercato della moda
donna) del menswear. Un ritorno della
mascolinit senza complessi su scala
globale, senza pi timore di spendere molto
per gli abiti e i cosmetici, ormai al di l delle
categorie gay/etero: con gli etero ad unirsi,
finalmente senza complessi, al target
tradizionale della moda maschile fino a
qualche anno fa cio i gay. Un fenomeno
trainato dai Paesi emergenti, con le riviste
maschili a fare da volano. E a prova di crisi.

a parte, un altro modo, pi romantico, di guardare a questa


tendenza senza genere, o
meglio oltre il genere, della
moda di lusso. La fotografa
Barbara Anastacio ha ripensato
a Kurt Cobain, icona dei lontanissimi e a volte cos stranamente vicini, per la frequenza
con la quale i loro eroi ci ritornano in mente Anni Novanta. E camminando per la National Portrait Gallery a Londra
rimasta folgorata da un quadro
di Lucian Freud, Girl in bed,
Ragazza a letto.
Una giovane donna era il

Contaminazioni
Si va oltre lunisex
Per differenziare
lofferta si punta
sulla contaminazione
1952 dai grandi occhi grigi, i
capelli biondi, quasi un efebo,
una creatura senza genere
ventanni esatti prima che David Bowie con il suo Ziggy Stardust distruggesse ogni categoria di genere (ce laveva gi
spiegato Platone 2.400 anni fa,
senza per il vantaggio di poter
scalare le hit parade globali).
La ragazza del ritratto Lady
Caroline Blackwood, e la fotografa ha immaginato una serie
di ritratti in quella stessa posa.
Ritratti di ragazzi, per: tanti
Boy in bed, 63 anni dopo
quel quadro, a interrogarci su
cosa significa essere uomini.
Adesso che gli stilisti e le
multinazionali del lusso ci
inseguono, essere uomini
chiaramente di moda. La scrit-

Negli anni
Da David Bowie
a Kurt Cobain,
gli uomini che hanno
superato i confini
trice del libro del 2014, Il cardellino (Rizzoli), lamericana
Donna Tartt, ha reso celebre il
suo look senza genere, giacca
corta da uomo, blusa, pantaloni, scarpe basse. Conchita
Wurst ha vinto lEurovision in
tubino di glitter, capelli fluenti
e barba nera curatissima. E se
le passerelle, oltre a presentarci i capi che indosseremo in autunno, ci stessero interrogando
su quel che significa essere uomini?
Matteo Persivale
RIPRODUZIONE RISERVATA

26

Gioved 22 Gennaio 2015 Corriere della Sera

La svolta Il voto di ieri sulla legge elettorale configura


una nuova maggioranza politica: e per la prima volta
i voti di Berlusconi sono determinanti. Un cambio di pelle
che potrebbe divenire lapoteosi di Renzi. O costargli caro

ANALISI
& COMMENTI

SEGUE DALLA PRIMA

di Giorgio Montefoschi

La pausa di riflessione
di Pippo Civati
Lonorevole pd che non vuole
dispiacere alla mamma

ino a poco tempo fa, ogni volta che a


Roma beh, non in tutta Roma:
attorno o dentro i Palazzi del Potere
veniva piazzata una telecamera sopra un
cavalletto, ecco che da un vicolo o da un
corridoio l nei pressi sbucava lonorevole
Pippo Civati. Con passi felpati, un lieve
sorriso sulle labbra, lespressione muta, ma
eloquente, di chi chiede volete che vi dica
qualcosa? si avvicinava alla telecamera e,
forse un po per abitudine o per mancanza di
altri interlocutori, lo vedevamo ovunque. Per
non parlare poi dei talk show, dei quali era
ospite imprescindibile.
Ora, appunto, era una po che sembrava
scomparso. Il mistero lo ha rivelato lui
stesso ed apparso sul Corriere: la signora
Rossana, la mamma di Pippo, e suo marito.
I miei genitori, ha dichiarato Civati,
vorrebbero che uscissi dal Pd. Ma io
resisto. Civati un belluomo, ma non
merita la definizione che di lui ha dato
Giuliano Ferrara: un indossatore da sartoria
di qualit. Civati ha fatto le primarie (e le ha
sontuosamente perse), fa una strenua
battaglia politica, e ha le sue idee. Idee che,
sostanzialmente, si possono concretizzare in
un no a quasi tutto. In particolare alle
decisioni che vengono prese dalla
maggioranza del partito di cui fa parte:
preferenze, soglie di sbarramento, alleanze,
patti, proposte, 80 euro, inciuci, candidati.
Per, nonostante tutti questi no, lui,
Civati, nel suo partito vorrebbe restarci; la
mamma che non vuole e preconizza che
dovr uscirne prima o poi. Quindi, il
dramma. Come si fa a continuare a opporsi
a ogni iniziativa del partito e restare nel
partito (dispiacendo alla mamma)? Meglio
sparire per un po, fino al momento di fare
chiarezza e prendere una decisione. O dentro
o fuori. Nel frattempo, i conduttori degli
smorti talk show della politica si fregano le
mani. Dopo la trovata geniale di Alexis
Tsipras e di Marine Le Pen, avranno,
insieme alla Santanch, Gomez e Freccero,
anche la mamma di Civati. Magari con lui
medesimo, per il contraddittorio definitivo
RIPRODUZIONE RISERVATA

Su Corriere.it
Puoi
condividere sui
social network le
analisi dei nostri
editorialisti e
commentatori:
le trovi su
www.corriere.it

olo grazie al placet di Berlusconi sulle riforme Renzi pot presentarsi al Quirinale e chiedere
lincarico a Napolitano: era diventato in grado di fare ci che
a Letta e ad Alfano non era stato
consentito.
I puristi della Costituzione
formale potrebbero ora anche
chiedere al capo dello Stato, se
ce ne fosse uno nella pienezza
dei poteri, una verifica parlamentare della nuova maggioranza. Ma la verit che dalla
nascita a oggi gi pi volte si
visto allopera nelle Camere il
partito del Nazareno (PdN?), o
soccorso azzurro come lo
chiamano spregiativamente gli
avversari. Sulla riforma del Senato a Palazzo Madama, quando lopposizione interna al Pd
stata resa ininfluente grazie al
sostegno di Forza Italia. Ma anche per garantire il numero legale sul Jobs act. E sul decreto
fiscale tanto contestato, quello
della depenalizzazione dei reati
sotto il 3%, si pu star certi che
Forza Italia sosterr il governo
quando se ne discuter in Parlamento.
N vale lobiezione per cui la
legge elettorale non materia di
maggioranza, perch lasciata al
libero formarsi del consenso in
Parlamento. Ma quando mai? La
legge elettorale la pi politica
delle leggi (De Gasperi mise addirittura la fiducia sulla leggetruffa). Infatti lItalicum stato
preparato dallesecutivo, accompagnato amorevolmente in Parlamento da un ministro plenipotenziario, ed materia essenziale del programma di governo.
La controprova sta nel fatto che
se ieri fosse caduto, sarebbe caduto anche il governo (come del
resto lo stesso Renzi ha fatto intendere ai suoi ribelli). Dunque s, il voto di ieri configura
una maggioranza politica. Solo

DORIANO SOLINAS

Il corsivo del giorno

IL PARTITO
DEL NAZARENO
di Antonio Polito
che la novit non questa. La
novit che, per la prima volta, i
voti di Berlusconi sono determinanti: lex Cavaliere diventato
lago della bilancia di un equilibrio che finora pendeva tutto
dalla parte di Renzi. In questo
senso ha ragione il gianburrasca
Brunetta: ora il premier non pu
pi dire se non ci state andiamo avanti da soli.
E qui arriviamo alla seconda
domanda. Assodato che Berlusconi in maggioranza, se ne
deve dedurre che Bersani,
DAlema, Cuperlo, Fassina e
tutta la schiera di dissidenti democratici sono passati allopposizione? Gente del mestiere
come loro non poteva non sapere che facendo mancare 27
voti a Renzi avrebbe innescato
la clausola di mutua difesa del
patto del Nazareno, producendo cos leffetto collaterale di
rendere determinante Berlusconi. possibile che labbiano

fatto deliberatamente? Da tempo si dice che la minoranza Pd


divisa tra chi vorrebbe metter
su una casa nuova e chi vuol acquartierarsi nella vecchia.
DAlema guiderebbe il primo
gruppo, e a sentirlo laltra sera
da Floris mentre tifava Tsipras
si era indotti a crederlo. Mentre
Bersani vorrebbe restare nella
Ditta, di cui del resto ha il
copyright. Ma nel gruppo dei 27
oltre a Gotor, che pur sempre
un professore guidato dalletica
weberiana della convinzione,
cera anche Migliavacca, che di
Bersani invece luomo dazione, rotto a ogni compromesso.
Se stavolta non c stato, vuol
dire che qualcosa di profondo
accaduto. La scelta di abbandonare lassemblea del gruppo al
Senato, presieduta dal segretario-premier, simbolica per le
liturgie di quel partito, quasi
una scena da congresso di Livorno. Cos come lo la convo-

cazione nella sala Berlinguer di


140 parlamentari fedeli. Tutto
ci autorizza il sospetto che
davvero Bersani&co, pi Fitto&co dallaltra parte, possano
passare allopposizione del governo, oltre che del partito del
Nazareno.
Se cos fosse il terreno ideale
per la resa dei conti, col favore
del voto segreto, ovviamente
lelezione del nuovo capo dello
Stato. Ne uscirebbe definitivamente sancito un tale rimescolamento tra sinistra e destra
che perfino Giorgio Gaber non
sarebbe pi in grado di riconoscerle. Potrebbe diventare
lapoteosi di Renzi, lhomo novus che libera la sinistra dai
suoi rompiscatole. Ma potrebbe anche essere un cambio di
pelle costoso per il giovane leader. Perch una cosa appoggiarsi a Berlusconi, unaltra
mettersi nelle sue mani.
RIPRODUZIONE RISERVATA

IL RUOLO DEL PORTO OFFSHORE

I PROGETTI (E LA SERENIT) CHE SERVONO A VENEZIA


di Paolo Costa

aro direttore, le parole


del collega Francesco
Giavazzi (Corriere, 19
gennaio) fanno di sicuro pi male a Venezia di qualunque errore il Pd
possa compiere nel condurre le
sue primarie e i veneziani nelleleggere il loro sindaco. Per la
parte che mi riguarda, il porto,
siamo di fronte ad un processo
alle intenzioni basato su teoremi, mezze verit ed alcune autentiche falsit.
Il male veneziano che Giavazzi alimenta quel gioco ad interdizione continua che ha impedito lo sviluppo di ogni pro-

getto capace di dare alla citt la


base economica necessaria, anche e soprattutto, per mantenere il bene culturale Venezia, senza doverlo veder consumato da
un uso turistico di sempre minor qualit.
Giavazzi spiega che le imprese trasformano le opere pubbliche in rendite straordinarie tramite il rinvio delle decisioni
che porta alle emergenze, ma
da neofita sottovaluta gli effetti
ancor pi deleteri del rinvio
delle attuazioni. Ritardi e indecisioni che diventano brodo
di coltura potenziale di corruzione e concussione.
Sul porto offshore che non
ha nulla a che vedere col decreto Clini-Passera e sulla resti-

tuzione al porto e alla nuova


Marghera dellaccessibilit delle navi sacrificata sullaltare del
Mose e della salvaguardia non
c nulla da fermarsi e riflettere.
Senza loffshore non c porto,
senza porto non c nuova Marghera e senza entrambi non c
rivitalizzazione economica di
Venezia, n mantenimento del
suo patrimonio culturale. cos
che non si diventa Disneyland!

La fiducia
Il mondo pronto a
investire sulla citt,
ma chiede di percepire
un clima di concordia

Loffshore al centro di un
processo decisionale meditato
e trasparente, partito nel 2003,
tradotto in un progetto redatto
dal meglio dellingegneria portuale e della consulenza economica e finanziaria mondiale,
tutta selezionata tramite gare
internazionali. il progetto che
ha superato tutti i vagli tecnici e
ambientali previsti dalle nostre
leggi. un progetto giudicato
strategico a livello europeo (
con un contributo europeo che
si sono finanziati gran parte degli studi), nazionale (la sua realizzazione stata avviata per
legge nel 2013 ed tra i progetti
italiani per il piano Juncker), e
regionale. un progetto segnalato dallOcse (Organizzazione

per la cooperazione e lo sviluppo economico) come innovazione replicabile a livello mondiale.


Una storia, insomma, tutta
diversa da quella immaginata
da Giavazzi, nella quale nessuna
impresa falsa notizia da correggere si spostata dal Mose per impadronirsi delloffshore. Pu darsi che qualcuno lo
abbia pensato ma la porta stata chiusa quando su mia proposta il contributo statale di
100 milioni per lavvio del progetto stato assegnato, per legge, allAutorit portuale e non al
Magistrato alle Acque. Il 2 dicembre scorso abbiamo annunciato a Londra a operatori e finanzieri le tre gare internazio-

nali per laffidamento della realizzazione del progetto.


Nessuna previsione di denaro
pubblico per oltre 2 miliardi
altra falsa notizia ; e uno
schema di partenariato pubblico-privato gi elaborato che
prevede un contributo massimo
statale di 600 milioni, da erogare a fronte dellimpegno privato
di almeno 700 milioni.
Il mondo pronto ad investire su questo progetto e chiede
solo di percepire quel clima di
concordia che stiamo costruendo con fatica e pazienza, ma che
i messaggi alla Giavazzi possono incrinare in pochi istanti.
Presidente
dellAutorit portuale di Venezia
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Gioved 22 Gennaio 2015

PROTAGONISTI

C UN ISLAM MODERATO
AMICO DELLE DONNE
E DELLA DEMOCRAZIA
Esempi da seguire Dieci
personaggi che attestano
come sia possibile
la riforma intellettuale
e morale, condizione
della salvezza comune:
da Mujibur Rahman
a Salwa Bugaighis,
da Mohammed VI
a Milana Terloeva

icordo lo sceicco Mujibur Rahman, il


padre della nazione bengalese, uomo
altamente compassionevole che dovette affrontare la tragedia delle decine di migliaia di donne violentate dalle soldatesche pachistane, durante la guerra del
1971, e per questo messe al bando. Quando prese
la decisione unica, mi sembra, sia nel mondo
musulmano sia altrove di decretarle birangana, eroine nazionali, io avevo poco pi di
ventanni e quel giorno rappresenta uno dei momenti pi forti della mia vita di uomo engag.
Ricordo Alija Izetbegovic, che negli anni 70
aveva pubblicato un manifesto, Dichiarazione
islamica, dalle sfumature fondamentaliste. Ma
con la guerra in Bosnia ecco nascere un nuovo
Izetbegovic, capo politico e militare di una Resistenza di cui porter fino alla fine la bandiera
multietnica e multiconfessionale. E ricordo un
giorno dellagosto 1992 quando invi una unit
di lite per proteggere dalle bombe serbe la Haggadah di Sarajevo, un manoscritto miniato fra i
pi antichi e belli del mondo, che a suo tempo
un imam aveva gi salvato dal furore nazista.
Ricordo Malika C., musulmana e femminista,
che ad Algeri, quando i folli di Dio decapitavano
con la facilit con cui si disbosca una foresta, mi
spiegava che il Profeta era amico delle donne,
del loro volto e che, secondo i Testi o comunque
alcuni dei Testi, solo le sue spose erano obbligate a coprirsi: Islam senza oscurantismo, senza
umiliazione di una met degli esseri umani...
Ricordo Massoud era il 1998 nel suo santuario del Panjshir, dove Le Monde mi aveva inviato per intervistarlo: il primo giorno, un venerd, al ritorno da una ispezione ai margini della
pianura di Chamali, mi aveva invitato a condividere la sua cena frugale ed ebbe linfinita delicatezza di mandare un emissario ad informarsi se
io osservassi le prescrizioni in uso la sera dello
shabbat.
Ricordo Mohammed VI, sovrano del Marocco

e Commendatore dei credenti, inaugurare il proprio regno con una riforma della Mudawana, il
codice marocchino della famiglia che dando
alle spose il diritto di non ubbidire pi, di divorziare quando lo desiderano e, in caso di separazione, di ottenere laffidamento dei figli e la condivisione dei beni in pochi mesi fece per la
causa delle donne pi di quanto fecero, in cos
breve tempo, tanti regimi laici.
Ricordo Milana Terloeva, incontrata a casa di
Andr Glucksmann allindomani della seconda
guerra di Cecenia, quando veniva pubblicato il
suo Ho danzato sulle rovine: Mashkadov contro
Bassaev...lIslam mite e moderato sollevato, anche se sar provvisoriamente vinto, contro
lideologia mortifera dei wahhabbiti...
Ricordo Yasser Abed Rabbo, vecchio compagno di Arafat, che dodici anni fa invent, con il
suo amico israeliano Yossi Beilin, il famoso piano di Ginevra che fissa, fino ad oggi, i giusti parametri di qualsiasi pace futura tra i fratelli non
riconciliati. Siamo sullaereo che dal Marocco ci
riporta in Francia; fra qualche ora dovremo tenere un convegno alla Maison de la Mutualit di
Parigi; e lo rivedo mentre mi spiega che la sua
Palestina sar una terra laica e tollerante, unoasi
di democrazia in una regione in preda a febbri
estremiste.
Ricordo Salwa Bugaighis, lavvocato valoroso,
la militante dei diritti delluomo e della donna
che pag con la vita il suo straordinario coraggio. La ricordo quando, il primo giorno del mio
primo viaggio a Bengasi, mi dice di voler entrare
nella rivoluzione per abbattere le due maledizioni gemelle, il gheddafismo e lislamismo...
Ricordo limam di Drancy, Hassen Chalgoumi, dopo il suo viaggio a Gerusalemme in compagnia di una delegazione di imam di Francia:
racconto della visita al memoriale Yad Vashem...
unicit della Shoah... e il genio di un giudaismo
di cui lIslam era, a suo dire, come il cattolicesimo secondo il Concilio vaticano II, la religione
sorella...
Ricordo Abdelwahab una sera a Tangeri, alle
porte di quel Mediterraneo pi volte millenarista che il mondo arabo ha in retaggio con lEuropa: per questo uomo sapiente, maestro di santit, che sapeva da quale malattia lIslam deve imperativamente guarire, la parola democrazia
aveva un senso quasi religioso!
Naturalmente, nessuno di questi dieci personaggi incarna lIslam. Nessuno mi far dimenticare che anche in nome dellIslam dalla Nigeria a Parigi, e da Niamey a Rakka o Mosul
che si distrugge, si tortura, si uccide. So bene
che, per il momento, questo Islam, purtroppo,
a prevalere, quello degli ultimi barbari, che non
sono pi gli assassini dei fratelli De Witt secondo Spinoza, ma i Fratelli musulmani in versione
XXI secolo.
Ricordo queste figure come fari di luci brevi
ma vive che, fin nel cuore delle tenebre, attestano come sia possibile la riforma intellettuale e
morale, condizione della salvezza comune. Possibile, s: quindi, alla portata dei credenti di buona volont che non si rassegnano al disastro.
( traduzione di Daniela Maggioni)

OBAMA SPOSTA A SINISTRA


LASSE DI TUTTA LA POLITICA

COMMENTI
DAL MONDO

Droghe leggere
La nuova strategia
della California
California si

La
interroga sulle droghe
leggere. Sulla base della
sentenza di un giudice
federale che ha collocato la
marijuana allo stesso livello
di pericolosit di Lsd ed
eroina. Un dibattito ripreso
da un editoriale del Los
Angeles Times, diretto da
Davan Maharaj, che
sottolinea come negli Usa la
legislazione sulluso di
stupefacenti sia
frammentaria e
contraddittoria. Il quotidiano
auspica che sulla questione
le decisioni non debbano
essere prese solo da giudici
e politici, ma vadano
coinvolti anche i medici.

Cile, salvare
la villa neoclassica
dellUniversit
Cile in difesa della

Ilbellezza.
In questo caso
la villa neoclassica che
ospita la facolt di Chimica
dellUniversit di Santiago,
che sta per essere demolita.
Una decisione che viene
stigmatizzata in un
editoriale di Joseph Molina
pubblicato su Tercera.
Loccasione per ricordare
come proprio i luoghi che
mostrano la loro bellezza
sono il patrimonio da
salvaguardare con
maggiore attenzione.
Soprattutto in un posto
dedicato allo studio come
unUniversit. Salvare la
villa, continua Tercera,
significa ridare prestigio a
tutto lateneo.

a cura di Carlo Baroni

prese, ma gi da mesi i suoi


consiglieri vanno dicendo che
la battaglia per le presidenziali
2016 si giocher sulla correzione degli eccessivi squilibri nella distribuzione del reddito. E
venerd scorso, nella sua prima
sortita pubblica da prima di
Natale, la Clinton ha invitato a
concentrarsi sulla lotta contro
la povert e il rilancio del ceto
medio, anzich discutere di come punire Wall Street.
Un modo di coprirsi a sinistra da una possibile candidatura radicale, quella della senatrice Elizabeth Warren, certo,
ma la rilevanza della questione
della concentrazione della ricchezza in troppo poche mani
ormai riconosciuta da quasi
tutti: anche da candidati conservatori come Jeb Bush e Mitt
Romney. Sfidati da Obama, insomma, i repubblicani non gli
concederanno nulla nellimmediato e lo accuseranno di fare propaganda populista vestendo i panni di un improbabile Robin Hood. Ma, se non si
inventano qualcosa di nuovo, si
ritroveranno in un campo di
battaglia pi adatto ai democratici che a loro.
Massimo Gaggi
RIPRODUZIONE RISERVATA

PERCH SOLO NOI POSSIAMO


SPRECARE LA RIPRESA (POSSIBILE)
SEGUE DALLA PRIMA

RIPRODUZIONE RISERVATA

KLIMAHOUSE

nche se le misure
che propone non
sono affatto radicali
(vuole alzare la tassa sui capital gain a
livelli comunque non superiori
a quelli dellera di Ronald Reagan, mentre i community college pubblici che intende rendere gratuiti sono gi oggi in gran
parte pagati dallo Stato, attraverso i cosiddetti Pell Grants),
difficilmente i repubblicani voteranno unagenda di governo
che Barack Obama ha volutamente riempito di interventi
sociali, presentati come un aumento del perimetro dellattivit del settore pubblico.
Ma, anche se non otterr risultati concreti nellimmediato, col suo discorso sullo stato
dellUnione (e con la campagna
di comizi attraverso gli Stati
Uniti che lha preceduto e che
lo seguir), il presidente ha comunque spostato a sinistra
lasse della politica americana.
Condizionando anche Hillary
Clinton, pi centrista di Obama
fin dalla campagna elettorale
del 2008. Ma non si pu dire
che la spiazzi: lex segretario di
Stato ha rapporti pi solidi di
quelli del presidente con Wall
Street e col mondo delle im-

gi qualcosa, ma certo
non ci permettono di
ridurre (a parit di
spesa) il peso del fisco,
che non stato scalfito
dalla legge di Stabilit e che
continua ad essere incompatibile con una ripresa delleconomia. Il fisco influisce sia sulla
domanda, riducendo le buste
paga nette, sia sullofferta, aumentando il costo del lavoro
per le imprese.
Nel 2015 le tasse, seppur redistribuite per favorire le famiglie, continueranno a pesare
sul Prodotto interno lordo per il
48,3%, il medesimo livello dei
due anni passati. Il governo
prevede che cresceranno di un
altro mezzo punto nel 2016. Per
ridurre la pressione fiscale vi
un solo modo: avviare seriamente, non a parole, i tagli alla
spesa. Ormai non bastano pi
le dita di una mano per contare
le spending review annunciate
da vari governi. Ne sta facendo
una anche il governo Renzi, ripartendo da zero. Possiamo sapere a che punto siamo?
Tagliare le spese per poter ridurre le tasse sul lavoro cruciale per due motivi. Per com-

petere con la Germania ad armi


pari dobbiamo portare le nostre imposte sul lavoro almeno
al livello tedesco, e questo richiede molti miliardi di tasse in
meno.
Inoltre, i Paesi dellEuropa
del Nord sono sempre stati restii ad allentare i vincoli fiscali e
a consentire che la Bce intervenga perch temono che in
questo modo i Paesi del Sud rilassino i loro programmi di ri-

Forbici spuntate
Per ridurre le tasse si
deve tagliare la spesa:
ma a che punto
la review di Renzi?
sanamento fiscale e strutturale.
Non dobbiamo farlo: innanzitutto perch non conviene a
noi, e poi perch, se lo facessimo, potremmo dire addio a
qualunque ulteriore aiuto da
parte dellEuropa. Insomma, le
buone notizie devono essere un
trampolino per le riforme, non
un poltrona su cui rilassarsi.
Alberto Alesina
Francesco Giavazzi
RIPRODUZIONE RISERVATA

2015

di Bernard-Henri Lvy

27

29 gennaio - 1 febbraio 2015 | Bolzano

Fiera internazionale per il risanamento e lefficienza energetica in edilizia


gio-dom: 9.00-18.00

lars.it

www.klimahouse.it

Gioved 22 Gennaio 2015 Corriere della Sera

28

ANAS S.p.A.
Compartimento della viabilit
per la Basilicata

ESTRATTO DI BANDO
PER GARA CON PROCEDURA APERTA
Ente Appaltante: ANAS SpA - Compartimento della Viabilit per la Basilicata - Via N. Sauro Potenza - tel. 0971/608111 - Fax 0971/56531 - Sito Internet: www.stradeanas.it

CASSA DEPOSITI e PRESTITI spa


BUONI FRUTTIFERI POSTALI (G.U. 20 gennaio 2015 n. 15)

AVVISO

GARA N. PZLAV002-15
LAVORI PER IL RIPRISTINO, LUNGO LA SS. 407 BASENTANA, DELLA GALLERIA
ALVARO - 1 STRALCIO.
Importo complessivo posto a base di gara 1.004.782,61= IVA esclusa, suddiviso in
978.782,61= per lavori ed 26.000,00= per oneri della sicurezza non soggetti a ribasso.
Categoria prevalente: OG3 1.004.782,61 Classica SOA IIIa (terza) Cauzione provvisoria 2%.
Progetto n. 4323 del 25/11/2014- Determina a Contrarre n. n. CPZ0029499-I del 24/12/2014
CIG: 608984396A - contributo Autorit 140,00. Termine di presentazione buste-offerte: ore
12:00 del 17/02/2015 data apertura offerte: a partire dalle ore 09:00 del 19/02/2015. Modalit
dellaggiudicazione: Lappalto sar aggiudicato al prezzo pi basso, inferiore a quello posto a
base di gara, determinato secondo le modalit previste dallart. 82, comma 2, lettera a) del D.
L.gs 163/2006 e s.m.i. mediante ribasso sullelenco prezzi posto a base di gara. Ai sensi dell
art. 122, comma 5, la pubblicazione del presente bando stata disposta come per legge. Il
Responsabile del Procedimento ling. Roberto SCIANCALEPORE.
IL DIRIGENTE AREA AMMINISTRATIVA
Dott. Massimo SIANO

BFP3x4 - SERIE T32

Tassi nominali annui


lordi per ogni
triennio di possesso (%)
Periodo di
possesso (anni)
3
6
9
12

Cassa depositi e prestiti


societ per azioni
Via Goito, 4
00185 Roma

Compartimento della viabilit


per il Lazio

Capitale sociale
euro 3.500.000.000,00 i.v.

ESTRATTO ESITO DI GARA


Prot. n. 1095 del 15/01/2015
Si rende noto lesito della Gara n 15/2014 - RMLAV030-14 - S.S. n 4 - 4 DIR - 17 - 79 701 - 730 - NSA 265 - Gestione e Manutenzione degli Impianti Tecnologici (Gallerie e Rete
Autostradale) - Lavori anche notturni - CTG OG11 - OG10 - Importo a.b.a 1.100.000,00
di cui 165.000,00 per oneri della sicurezza non soggetti a ribasso.
Impresa Aggiudicataria ELETTRICIT RENAI Srl (in avvalimento con la societ Braccini
& Cardini Srl) con sede in Pelago con il ribasso del -33,643% - Importo netto 785.437,95
comprensivo di 165.000,00 per oneri della sicurezza non soggetti a ribasso - Imprese
partecipanti n. 70 - ammesse n. 66.
Gli esiti integrali sono pubblicati sul sito internet www.stradeanas.it - Albo Pretorio Ministero Infrastrutture - Albo Compartimentale.
IL DIRIGENTE AMMINISTRATIVO

Iscritta presso CCIAA


di Roma
al n. REA 1053767
C.F. e iscrizione
al registro delle imprese
di Roma 80199230584

www.cdp.it

Compartimento della viabilit


per la Campania

VIALE KENNEDY, 25 - 80125 NAPOLI


Tel. 081/7356111 - Fax 081/621411 sito internet www.stradeanas.it

ESTRATTO DI BANDO DI GARA


Procedura e criterio di aggiudicazione
Procedura aperta indetta ai sensi del D.
Lgs. n. 163/2006 art. 55 con il criterio
dellofferta economicamente pi vantaggiosa art. 83 D. Lgs. 163/2006. Oggetto: Evoluzione e sviluppo del Sistema
Informativo Bilancio e Contabilit CIG
6044069B83. CPV: 72230000-6. Luogo
di esecuzione della prestazione: Firenze Italia. Durata dellappalto: vedi Capitolato descrittivo prestazionale. Entit
dellappalto: 923.000,00 IVA esclusa
(vedasi bando di gara). Termine per la
presentazione delle Offerte: 19/02/2015
ore 13:00:00. Data di spedizione
del bando alla G.U.C.E.: 08/01/2015.
Il bando in edizione integrale pubblicato sulla GUCE e sulla GURI. Il capitolato
speciale dappalto, insieme ai documenti di gara, sono disponibili ai seguenti
indirizzi Internet: http://www.regione.toscana.it/appalti/prolo_committente - http://www.e.toscana.it/start.
Il Dirigente Responsabile
Ing. Leonardo Borselli
AZIENDA LOMBARDA PER
LEDILIZIA RESIDENZIALE DELLA
PROVINCIA DI PAVIA E LODI
Bando di gara
Indice una procedura aperta con il criterio di
aggiudicazione dellofferta economicamente pi
vantaggiosa per i lavori di manutenzione straordinaria per il recupero di 56 alloggi inagibili
ubicati nel comune di Pavia, vie varie, suddivisi
in 4 lotti. Importo complessivo: 1.972.420,260.
Offerte inviabili attraverso Sintel di ARCA Lombardia www.arca.regione.lombardia.it entro le h.
12 del 16/03/2015. Apertura offerte: il 17/03/2015
- h. 10.30 presso la sede dellAler di Pavia. Bando integrale sul sito: www.alerpavialodi.it - sezione Pavia sezione bandi.
Il Direttore Generale Dott. Alfonso Mercuri
Il responsabile del procedimento
Arch. Pasqualino Venezia

Netto

0,50
1,00
1,25
1,75

0,44
0,88
1,10
1,55

BFP ORDINARIO VENTENNALE - SERIE C16


durata massima: 20 anni dalla data di sottoscrizione
riconosce gli interessi a partire dal 12 mese successivo
alla data di sottoscrizione

Tasso di rendimento
Ipotesi di apprezzamento
Premio si/no effettivo annuo a scadenza (%)
dellIndice
1 periodo di periodi di
Caso riferimento riferimento Anno 1 Anni
Lordo
Netto
successivi
successivi
7
10
si
si
2,40
2,11
a
<7
10
no
si
1,93
1,69
b
7
< 10
si
no
0,90
0,79
c
<7
< 10
no
no
0,40
0,35
d

BFP a 3 anni - SERIE N13


durata massima: 3 anni dalla data di sottoscrizione
riconosce un premio lordo dell 1,25% del valore nominale
alla scadenza del 3 anno

Anno

Premio lordo

1
2
3

0,00
0,00
1,25

Tasso effettivo annuo


alla fine di ciascun anno (%)
netto
lordo
0,25
0,25
0,58

Premio lordo
0,00
0,00
1,25

Anno
1
2
3

Premio lordo
0,00
0,00
1,25

Tassi nominali annui lordi (%)


1
2
3
4
5

0,25
0,50
0,50
0,75
1,00

6
7
8
9
10

Tasso nominale annuo (%)


lordo
0,25
0,25
0,00
Tasso nominale annuo
primo BFP sottoscritto (%)
lordo
1,25
1,25
1,00

1,25
1,50
1,75
2,00
2,00

11
12
13
14
15

2,25
2,25
2,50
2,50
2,75

16
17
18
19
20

2,75
3,00
3,00
3,25
3,25

BFP3x4RisparmiNuovi - SERIE W03


dedicato a chi investe nuova liquidit
durata massima: 12 anni dalla data di sottoscrizione
riconosce ogni 3 anni gli interessi maturati
Tassi nominali annui
lordi per ogni
triennio di possesso (%)
Periodo di
possesso (anni)
3
6
9
12

0,22
0,22
0,51

sottoscrivibile esclusivamente nellambito del piano


disicuro EXTRA
risparmiodisicur
durata massima: 3 anni dalla data di sottoscrizione
riconosce una maggiorazione del rendimento al primo BFP
disicuro EXTRA
sottoscritto nellambito del piano risparmiodisicur
se rispettate le condizioni previste
Anno
1
2
3

Tasso effettivo annuo alla fine di ciascun semestre (%)


Netto
Lordo
Mese
0,17
0,20
6
0,22
0,25
12
0,36
0,42
18

Tassi effettivi annui dalla data di


sottoscrizione al termine di ogni
periodo di possesso (%)
Lordo

Netto

1,00
1,25
1,50
2,00

0,88
1,10
1,32
1,77

1,00
1,50
2,00
3,51

BFP3x4Fedelt - SERIE K06


durata massima: 12 anni dalla data di sottoscrizione
riconosce ogni 3 anni gli interessi maturati
Tassi nominali annui
lordi per ogni
triennio di possesso (%)
Periodo di
possesso (anni)
3
6
9
12

Tassi effettivi annui dalla data di


sottoscrizione al termine di ogni
periodo di possesso (%)
Lordo

Netto

1,00
1,25
1,50
2,00

0,88
1,10
1,32
1,77

1,00
1,50
2,00
3,51

BFP DEDICATO AI MINORI - SERIE M95


intestabile solo ai minori da 0 a 16 anni e mezzo
scade al compimento del 18 anno di et
offre un capitale rivalutato in funzione dellet del minore
al momento della sottoscrizione

Simboli: maggiore o uguale; < minore;

AVVISO DI GARA
Sul foglio inserzioni della Gazzetta Ufciale n. 9 del 21 gennaio 2015 pubblicato il bando
di gara relativo alla sotto indicata procedura aperta ai sensi dellart. 55 del D.Lgs. n. 163/06
s.m.i., da aggiudicarsi con il criterio del prezzo pi basso ai sensi degli artt. 81 e 82 del D.Lgs.
163/2006 s.m.i..
Oggetto: BANDO NALAV029-14 - GARA 33MS-14 - Lavori di costruzione della
Circumvallazione di Salerno Lotto II - Stralcio III - Completamento dello svincolo autostradale
di Salerno Fratte - Lavori di recupero strutturale della ex Chiesa della Sacra Famiglia di
propriet ANAS, ricadente nellarea di svincolo autostradale di Salerno - Fratte - CIG 5952889F6.
Importo a base dappalto: 610.827,25 (Euro seicento diecimila ottocento ventisette/25)
di cui 576.484,16 (Euro cinquecento settantaseimila quattrocento ottantaquattro/16) per
lavori a misura ed 34.343,09 (Euro trentaquattromila trecento quarantatre/09) per oneri della
sicurezza non soggetti a ribasso, al netto dell I.V.A.. Categoria prevalente: OG2 Classica
II. Durata dellAppalto: Il termine ultimo per lesecuzione dei lavori decorre dalla data di
sottoscrizione del verbale di consegna ed pari a 180 giorni di cui 5 per andamento stagionale
sfavorevole. Responsabile del Procedimento: Ing. Gioacchino Lucangeli.
Il bando ed il disciplinare di gara sono disponibili in formato elettronico scaricabile dal sito
www.stradeanas.it nellapposita sezione appalti ad evidenza pubblica nellarea dedicata alla
gara. Termine per la presentazione delle offerte: ore 12.00 del 22 aprile 2015.
IL DIRIGENTE DELLAREA AMMINISTRATIVA
Avv. Massimo Siano

Direzione Generale Organizzazione


Settore Sistemi Informativi
e Tecnologie della Conoscenza
Via di Novoli, 26 - 50127 Firenze, Italia

0,50
1,50
1,75
3,26

Lordo

BFP a 3 anni EXTRA - Serie NA2

ANAS S.p.A.

REGIONE TOSCANA - Giunta Regionale

Tassi effettivi annui dalla data di


sottoscrizione al termine di ogni
periodo di possesso (%)

durata massima: 4 anni dalla data di sottoscrizione


interesse annuale variabile legato allindice EURO STOXX 50
interesse annuale minimo garantito pari a 0,40%
eventuale rendimento annuale massimo a scadenza pari al 2,40%

Partita IVA 07756511007

Gualtiero Lombardo
V.LE B. RIZZIERI, 142 - 00173 ROMA
Tel. 06/722911 - Fax 06/72291412 sito internet www.stradeanas.it

durata massima: 18 mesi dalla data di sottoscrizione


riconosce gli interessi alla scadenza del 6, 9, 12, 15 e 18 mese

BFP EUROPA - SERIE P68

VIA NAZARIO SAURO - 85100 POTENZA


Tel. 0971/608111 - 0971/56531 sito internet www.stradeanas.it

ANAS S.p.A.

BFP A 18 MESI - SERIE D52

durata massima: 12 anni dalla data di sottoscrizione


riconosce ogni 3 anni gli interessi maturati

ISTITUTO NAZIONALE
PER LASSICURAZIONE CONTRO
GLI INFORTUNI SUL LAVORO
AVVISO DI GARA PER ESTRATTO
LINAIL - Direzione Centrale Acquisti - P.le G.
Pastore, 6 - 00144 ROMA indice gara mediante
procedura aperta per lafdamento del servizio
di spedizione e recapito di plichi e pacchi per la
Tipograa di Milano (LOTTO 1), il Centro Protesi
di Vigoroso di Budrio (LOTTO 2) e la Direzione
Generale (LOTTO 3) dellINAIL. Gara n. 18/2014.
Termine per la presentazione delle offerte:
16/02/2015 alle ore 12.00 a pena di esclusione, al suddetto indirizzo. Il bando di gara stato
inviato per la pubblicazione sulla GUCE in data
30/12/2014 pubblicato sulla G.U.R.I. Sez. contratti n. 6 del 14/01/2015 ed disponibile sul
sito internet www.inail.it.
DIREZIONE CENTRALE ACQUISTI
IL DIRETTORE CENTRALE
F.to dr. Ciro Danieli

Guardia di Finanza
CENTRO DI AVIAZIONE

Guardia di Finanza
CENTRO DI AVIAZIONE

Ufficio Amministrazione/Sezione Acquisti-Contratti


Via Pratica di Mare, 45 - 00040 Pomezia (RM)
tel. 0691913730/31 - fax 0691913758
Pec: rm0930000p@pec.gdf.it
Codice Fiscale 97061500589
AVVISO DI AGGIUDICAZIONE APPALTO
Si rende noto che questo Ente ha provveduto a pubblicare sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana - V Serie Speciale - Contratti Pubblici, nr. 146
del 22 dicembre 2014, un Avviso di Aggiudicazione
Appalto, ai sensi dellart. 65 del D.Lgs. n. 163/2006,
relativo al servizio di rimessa in efficienza dei martinetti per il sollevamento degli elicotteri CH-109B e
HH-412C PP/NN GB900-001-000 - GB900-225-100,
dei dispositivi controllo Dampers P/N GB960-220000 ed approvvigionamento di attrezzature di produzione OFFICINA MECCANICA G. BARBIERI S.n.c..
CIG 577825922C.
IL GENERALE COMANDANTE
(Gen. B. M. Marco Angeloni)

Ufcio Amministrazione/Sezione Acquisti-Contratti


Via Pratica di Mare, 45 - 00040 Pomezia (RM)
tel. 0691913730/31 - fax 0691913758
Pec: rm0930000p@pec.gdf.it
Codice Fiscale 97061500589
AVVISO DI AGGIUDICAZIONE APPALTO
Si rende noto che questo Ente ha provveduto a
pubblicare sulla Gazzetta Ufciale della Repubblica
Italiana - V Serie Speciale - Contratti Pubblici, nr. 146
del 22 dicembre 2014, un Avviso di Aggiudicazione
Appalto, ai sensi dellart. 65 del D.Lgs. n. 163/2006,
relativo allafdamento del servizio di manutenzione
ordinaria ed eventuale straordinaria, per lanno
2014, dei trattori elettrogeni XT-150ITV e dei trattori
elettrici aeroportuali TE-250 di produzione SIMAI in
dotazione al Corpo. CIG: 5689831513.
IL GENERALE COMANDANTE
(Gen. B. M. Marco Angeloni)

Guardia di Finanza
CENTRO DI AVIAZIONE

Guardia di Finanza
CENTRO DI AVIAZIONE

Ufcio Amministrazione
Sezione Acquisti-Contratti
Via Pratica di Mare, 45 - 00040 Pomezia (RM)
tel. 0691913730/31 - fax 0691913758
Pec: rm0930000p@pec.gdf.it
Codice Fiscale 97061500589
AVVISO DI AGGIUDICAZIONE APPALTO
Si rende noto che questo Ente ha provveduto
a pubblicare sulla Gazzetta Ufciale della
Repubblica Italiana - V Serie Speciale - Contratti
Pubblici, nr. 146 del 22 dicembre 2014, un
Avviso di Aggiudicazione Appalto, ai sensi dellart.
65 del D.Lgs. n. 163/2006, relativo allesecuzione
della I/P 150 ore di volo sul velivolo P166DP1
M.M. 62263. CIG: 5762183FD2.
IL GENERALE COMANDANTE
(Gen. B. M. Marco Angeloni)

Ufcio Amministrazione/Sezione Acquisti-Contratti


Via Pratica di Mare, 45 - 00040 Pomezia (RM)
tel. 0691913730/31 - fax 0691913758
Pec: rm0930000p@pec.gdf.it
Codice Fiscale 97061500589
AVVISO DI AGGIUDICAZIONE APPALTO
Si rende noto che questo Ente ha provveduto a
pubblicare sulla Gazzetta Ufciale della Repubblica
Italiana - V Serie Speciale - Contratti Pubblici, nr. 146
del 22 dicembre 2014, un Avviso di Aggiudicazione
Appalto, ai sensi dellart. 65 del D.Lgs. n. 163/2006,
relativo allafdamento del servizio di aggiornamento
congurazione di n. 36 pannelli ICS pilota/copilota
P/N GEM-10-CCCU-203 mediante lapplicazione delle
PP.TT.AA. AER.1H-MCH-109A-411 del 30.07.2012 e
AER.1H-A109-406 del 19.01.2012 (questultima a
titolo gratuito) - CIG 5643561DDA.
IL GENERALE COMANDANTE
(Gen. B. M. Marco Angeloni)

AVIS COMUNALE DI BARLETTA (BT)


REGIONE TOSCANA
ESTAV Nord-Ovest
Sede Legale: Via Cocchi, 7/9 Loc. Ospedaletto - 56121 PISA
AVVISO DI GARA PER ESTRATTO
LESTAV Nord Ovest Toscana indice una procedura aperta,
svolta con modalit telematica, ai sensi del D Lgs 163/06,
per lafdamento di vari servizi per la Farmaceutica Territoriale e Ospedaliera dellAusl 1 di Massa Carrara. Le offerte
dovranno pervenire telematicamente, nel rispetto delle
modalit specicate nella documentazione di gara entro e
non oltre le ore 12.00.00 del giorno 16.03.2015 (termine
perentorio). Il bando integrale di gara stato trasmesso
alla G.U.U.E. il giorno 07.01.2015. La documentazione di
gara disponibile sul prolo della stazione appaltante al
seguente indirizzo: https://start.e.toscana.it/estav-nordovest e sul sito internet allindirizzo www.estav-nordovest.
toscana.it. Per ulteriori informazioni tel. 0584.6056502 fax
0584.6059501. Le offerte non vincolano lEstav Nord Ovest.
Dipartimento Acquisizione Servizi
F.to Dott. Antonio Ricc

LAssociazione Volontari Italiani Sangue, Comunale di Barletta (BT), indice un Avviso Pubblico
per un concorso di idee finalizzato alla realizzazione del Monumento al Donatore A.V.I.S.
Barletta da erigersi in una aiuola dei giardini di
viale Giannone (ex giardini De Nittis) in Barletta.
I lavori prevedono la realizzazione del monumento,
attraverso la procedura chiavi in mano, per
un importo massimo onnicomprensivo di
14.000,00. Al secondo classificato sar riconosciuto un importo di 700,00, a titolo di rimborso
spese. I soggetti interessati, dovranno presentare
lidea progettuale con le relative modalit esecutive
e la descrizione dei lavori da effettuarsi mediante
offerta scritta in busta chiusa da far pervenire entro
e non oltre le ore 20.00 del giorno 20 febbraio
2015 al seguente indirizzo: AVIS Barletta Piazza
Principe Umberto I, n. 1 - 76121 Barletta (BT). Il
bando integrale e i relativi allegati sono pubblicati
sul sito internet www.avisbarletta.it.
Barletta 20/12/2014
Il Presidente AVIS Barletta
Cav. Rosaria Cuccorese

Guardia di Finanza
CENTRO DI AVIAZIONE
Ufficio Amministrazione/Sezione
Acquisti-Contratti
Via Pratica di Mare, 45 - 00040 Pomezia (RM)
tel. 0691913730/31 - fax 0691913758
Pec: rm0930000p@pec.gdf.it
Codice Fiscale 97061500589
AVVISO DI AGGIUDICAZIONE APPALTO
Si rende noto che questo Ente ha provveduto a
pubblicare sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica
Italiana - V Serie Speciale - Contratti Pubblici, nr.
146 del 22 dicembre 2014, un Avviso di Aggiudicazione Appalto, ai sensi dellart. 65 del D.Lgs. n.
163/2006, relativo allaffidamento dei lavori di implementazione della cabina di verniciatura per velivoli del Corpo e parte di essi nonch per
lesecuzione dei controlli non distruttivi P/N
ARDTH5X9. - CIG 5735966CDF.
IL GENERALE COMANDANTE
(Gen. B. M. Marco Angeloni)

AVVISO DI RETTIFICA
ENTE AGGIUDICATORE: Grandi Stazioni S.p.A., Via G. Giolitti
n. 34 - Roma (Telefono 06-478411 / Telefax 06-47841376;
www.grandistazioni.it).
OGGETTO DELLAPPALTO: Fornitura di gas naturale (gas metano)
presso i punti fisici di riconsegna intestati a Grandi Stazioni S.p.A. e
destinati al funzionamento degli impianti ubicati nei complessi
immobiliari delle stazioni ferroviarie gestite.
Si comunica che in data 13 gennaio 2015 stato inviato alla G.U.U.E.
un avviso di rettifica relativo al bando di gara n. 2014/S 211-374387
pubblicato in data 1 novembre 2014.
Il testo integrale dellavviso di rettifica altres pubblicato sul sito
Internet www.grandistazioni.it.

Il Responsabile della Funzione Acquisti


Avv. Guido Santocono

ESTRATTO AVVISO PUBBLICO PER MANIFESTAZIONE DI INTERESSE


PER LA CESSIONE DELLA QUOTA DEL 99,999% DEL CAPITALE DI
EDITALIA S.P.A. DETENUTA DALLISTITUTO POLIGRAFICO E ZECCA
DELLO STATO S.P.A.
Si rende noto che stato pubblicato sul sito www.ipzs.it, nella sezione
Area Fornitori - Bandi di Gara - Elenco Bandi, lavviso pubblico relativo alla manifestazione di interesse per la cessione della quota del
99,999% del capitale di Editalia S.p.A. detenuta dallIstituto Poligrafico
e Zecca dello Stato S.p.A.. I soggetti interessati possono far pervenire
la relativa manifestazione di interesse, secondo le modalit previste
dal suddetto avviso, entro e non oltre le ore 12.00 del giorno
09/02/2015 a Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato S.p.A. - Direzione Acquisti - via Salaria, 1027 - 00138 - Roma.
Il Direttore Acquisti - avv. Alessio Alfonso Chimenti
TRIBUNALE DI COMO
FALLIMENTO 143/2014 ALBISETTI S.P.A.
Il Curatore, visto lart. 104 ter L.F., invita a presentare offerte per acquisire subito i contratti ed i
beni in corso di produzione relativi alla produzione ed alla commercializzazione di prodotti destinati alla stagione Primavera/Estate 2015 ed allo sviluppo del campionario Autunno/Inverno 20152016 contraddistinti dal marchio Bikkembergs, di cui Albisetti S.p.A. licenziataria (di seguito i
Beni in Cessione). Ci premesso, invita tutti gli interessati ad acquisire i Beni in Cessione a far
pervenire le loro offerte irrevocabili entro le ore 9.00 del giorno 26 gennaio 2015 presso la Cancelleria Fallimentare del Tribunale di Como, in busta chiusa con la dicitura Offerta per Beni in
Cessione - Fallimento n. 143/2014 Albisetti S.p.A.; lapertura delle buste avverr il giorno 26
gennaio 2015 alle ore 9.15 dinanzi al Giudice Delegato presso il Tribunale di Como alla presenza
del curatore e, se interessati, degli offerenti.
Lofferta dovr necessariamente contenere il preventivo assenso scritto del licenziante alla vendita
dei Beni in Cessione a favore dellofferente; in assenza di tale assenso lofferta non sar presa in
considerazione; la scelta tra le offerte assentite dal licenziante e presentate tempestivamente avverr sulla base dellammontare offerto, dei tempi di pagamento e delle garanzie rilasciate.
Il Curatore d atto di aver ricevuto un interessamento assentito dal licenziante per lacquisto dei
Beni in Cessione per un corrispettivo indicato in 400 mila oltre al rimborso degli anticipi a fornitori gi erogati da Albisetti in misura di 350 mila.
In considerazione dellurgenza di procedere alla vendita dei Beni in Cessione, al fine di assicurarne
il realizzo a favore dei creditori, si proceder ai sensi dellart. 104 ter comma 6 L.F.
Il presente avviso non comporta per la procedura alcun obbligo od impegno nei confronti di
eventuali proponenti e per costoro alcun diritto, costituendo il presente avviso un mero invito ad
offrire e non unofferta al pubblico ex art. 1336 c.c..
Per maggiori informazioni rivolgersi allo studio del Curatore Dott. Giulia Pusterla (telefono
031/242774 - telefax 031/242338 indirizzo e.mail: fallimentoalbisetti@giuliapusterla.it).

Corriere della Sera Gioved 22 Gennaio 2015

29

Economia
 




 
  %      "'''

  
   (#
/ &
"  00(#

&$
  0#
 00
"'"! " 00#
%
" ' (,#
%%+
'" "! 0#
% !0"   " 0'#
%
'!! !' 00#
 !
" " '  0#

 
.%
.%
.%
.%

 !
! '''
' 
' 


& 
 
$

0-#
0#
0#
0#

  
 




#   
 
"'  

+ ,--)0)'  " '! ' ' "


+ -,)0)-0  ' ' '' ' 
+ 0)0,),0 ! '' !  " '
+ 0)0)( ! "' '" " " !

La Lente

di Sergio Bocconi

Grande Finanza
la rivoluzione
arrivata
in tre decreti

a rivoluzione arriva per


decreto. Divieto ai
doppi incarichi nei
consigli delle societ
finanziarie, voto plurimo e
maggiorato,
trasformazione delle grandi
Popolari in societ per
azioni: per la finanza
italiana si tratta di
cambiamenti che ne
ridisegnano pesi, influenze,
geografie, assetti. E in tutti
e tre casi le svolte sono
arrivate con provvedimenti
inseriti in decreti
contenenti molto altro. Le
misure sullinterlocking,
cio il divieto ai doppi
incarichi, sono state
previste nel 2011 dal
governo Monti nel decreto
Salva Italia. I board di
molte banche, compagnie
di assicurazioni, societ
finanziarie sono stati
rivoluzionati: in molti
hanno dovuto scegliere
quale carica conservare. Il
voto plurimo e maggiorato,
che per le quotate consente
di attribuire fino a un voto
aggiuntivo a chi detiene
azioni da oltre 24 mesi,
stato inserito questestate
dal governo Renzi nel
decreto Competitivit, che
prevedeva anche una
riforma dellOpa e misure
su Iva, bollette, ambiente.
Lapplicazione potr
portare a cambiamenti
negli assetti proprietari. E
ora, con linvestment
compact, arriva la
trasformazione in spa delle
Popolari con oltre 8
miliardi di attivi. Misura
che favorir fusioni e forse
qualche salvataggio. Tre
blitz che cambiano la
finanza. Per decreto.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Emendamenti
Sfratti, torna lipotesi di proroga
Si riapre la partita degli sfratti. La proroga dello
stop agli sfratti per morosit circa 30 mila nel
2013 verr ridiscussa grazie agli emendamenti
al decreto Milleproroghe presentati da vari gruppi
e ora in commissione Affari costituzionali e
Bilancio della Camera. un tema che verr
affrontato, ha assicurato il relatore Maino Marchi,
del Partito democratico.

Piazza Affari sogna la Superpopolare


La corsa del 10% del Banco, gli scenari su Ubi che potrebbe guardare in Veneto e alla Bper
Padoan: la priorit far arrivare credito alle imprese, non escludo effetti sul Montepaschi
MILANO La valanga di acquisti
che da luned si sta riversando
sulle banche popolari di Piazza
Affari sta diventando sempre
pi imponente. Ieri ha provocato rialzi fino al 27%, come nel
caso della piccola Popolare
dellEtruria, strappi superiori al
10% per il Creval e la Popolare di
Sondrio. Sullo sfondo restano
sempre le polemiche per il blitz di Matteo Renzi, il quale ieri
da Davos ha difeso la riforma
sottolineando che con il decreto abbiamo deciso di cancellare delle regole che riguardano le banche popolari in Italia.
E un cambio veramente radicale rispetto al nostro sistema
tradizionale. Gli ha fatto eco il
ministro dellEconomia Pier
Carlo Padoan, che ha insistito
sulla necessit di ridurre la
frammentazione del sistema
bancario e far arrivare pi credito alle imprese. Mi aspetto
un qualche tipo di iniziativa,
ha detto Padoan, non c bisogno di dire che se il mercato
funziona meglio in termini di
accesso ai capitali ha aggiunto questo faciliter tutte
le transazioni, compreso forse
Montepaschi. Dunque una ricaduta su Siena potrebbe esserci, anche se non si tratta di
una popolare ma di una spa
che dalle risiko delle popolari
potrebbe per essere salvata.
Per Ubs e Mediobanca un
consolidamento appare scontato. Gli analisti svizzeri pensano addirittura che la pressione sulle popolari possa condurre a un consolidamento prima dellimplementazione della
nuova governance. Il periodo di 18 mesi per trasformarsi
in spa consente alle popolari di
considerare opzioni di fusioni
e acquisizioni allinterno del
loro campo, evitando cos di

Retroscena

Potrebbe arrivare oggi la posizione ufficiale di Assopopolari sul decreto che ha disposto
la trasformazione in spa dei 10
big della categoria: possibile
che la riunione fra i vertici delle
maggiori banche cooperative,
prevista nel pomeriggio nella
sede dellassociazione, porti alla redazione di un comunicato.
Del resto per Assopopolari il
blitz del governo guidato da
Matteo Renzi arrivato a cantiere appena aperto. In dicembre era stato dato incarico
a tre super-saggi, Piergaetano
Marchetti, Angelo Tantazzi e
Alberto Quadrio Curzi, di studiare un testo di riforma per il
settore. Che, pur preservando il
principio cardine del voto capitario, aveva fra gli obiettivi
quello di agevolare la rappresentanza degli investitori istituzionali, tasto al quale le banche hanno finora risposto in
modo differente pur sollecitate
in tal senso da Via Nazionale.
Allo stato attuale il testo del
provvedimento non sembra lasciare margini di manovra alle

Vertici

La corsa delle Popolari


Banca Popolare di Milano
0,74
0,72
0,70
0,68
0,66
0,64
0,62
0,60
0,58
0,56
0,54

In alto, il
consigliere
delegato del
consiglio di
gestione di Ubi
Banca, Victor
Massiah, 56
anni

Banca Popolare Emilia Romagna


Ieri
0,70 euro
+3,6%

Ieri
6,13 euro
+3,28%

6,1
5,9
5,7
5,5
5,3
5,1
4,9
4,7

29
DICEMBRE 2014

12
19
GENNAIO 2015

Banco Popolare

28
DIC 2014

13
GENNAIO 2015

19

Ubi Banca

13

Ieri
12,07 euro
+9,8%

12,5
12
11,5

6,5

Ieri
6,50 euro
+3,01%

6,3
6,1
5,9

11
5,8

10,5

5,6

10

5,4

9,5

Sopra, Pier
Francesco
Saviotti
amministratore
delegato Banco
Popolare, 74
anni

6,3

29
DICEMBRE 2014

12
19
GENNAIO 2015

5,2

28
DIC 2014

13
GENNAIO 2015

19
dArco

diventare obiettivi per offerte


ostili notano invece da Piazzetta Cuccia. Ubs vede inoltre
Ubi Banca come consolidatore grazie al suo forte bilancio. E non la sola a ipotizzare
che listituto guidato da Victor
Massiah possa essere un polo
aggregante. Ieri a Piazza Affari
Ubi ha chiuso con un rialzo tutto sommato contenuto, +3%,
che stato letto come un possibile indizio sul ruolo che potrebbe avere listituto, ossia di
polo aggregante. In ottica di
consolidamento la scelta strategica potrebbe essere quella di
allungare lasse che passa per
Bergamo e Brescia verso il Veneto, dove ci sono la Antonveneta di Mps, Veneto Banca e la
Popolare Vicentina. Ma sulla

direttrice che porta a Nord Est


ci sono pure il Creval e la Popolare di Sondrio. Uno scenario
da Superpopolare che potrebbe essere funzionale a
mettere in sicurezza le popolari da possibili scalate dallestero aumentandone la taglia. Nellipotetico polo potrebbe rientrare anche Bper, ieri salita del 3,2%. Ma polo
aggregante sarebbe anche
Bpm. Un segnale potrebbe
averlo dato Norges, che nei
giorni scorsi ha ridotto sotto al
2% la quota in Piazza Meda per
salire al 2,03% nel Banco Popolare, ieri in rialzo di oltre il 9%.
Per ora siamo nel campo della speculazione, che sembra disinteressata alle polemiche che
stanno investendo il blitz di

Il testo
Il decreto
legge varato
marted dal
governo Renzi
impone alle
popolari con
attivi superiori
a 8 miliardi la
trasformazione
in societ per
azioni. Se non
adempier, la
banca rischia la
licenza
bancaria

Renzi e lo strappo di Ncd. Il


dibattito in Parlamento per la
conversione sar molto animato. Assopopolari sta affilando
le armi e ha convocato un vertice oggi a Milano per fare il punto. Secondo indiscrezioni lassociazione si sarebbe procurata un parare legale per fermare
il decreto. Va considerato che
in Assopopolari siedono i presidenti, che dal sistema del voto capitario hanno sempre tratto potere e influenza. Che la
trasformazione in spa cancellerebbe, dando pi autonomia ai
manager, che come interlocutori non avrebbe pi una pletora di soci ma gli azionisti di
controllo.
Federico De Rosa
RIPRODUZIONE RISERVATA

Ecco tutti i paletti della conversione


Per cambiare basteranno pochi voti
10
Le popolari
oltre 8 miliardi
di attivo che
dovranno
diventare spa

18
I mesi concessi
alle popolari
per votare in
assemblea la
trasformazione

1,2
milioni Il
numero dei
soci delle 70
banche
popolari attive
in Italia

10 banche con oltre 8 miliardi


di attivo che dovranno trasformarsi in spa entro 18 mesi dallentratta in vigore delle disposizioni ai attuazione che saranno emanate da Bankitalia. Le
conseguenze per inottemperanza sono chiare: si va dalla
revoca dellautorizzazione allattivit bancaria fino alla liquidazione coatta amministrativa. Cio: o spa o si chiude.
E anche rispetto alle assemblee che dovranno approvare il
passaggio a societ per azioni il
provvedimento facilit il pi
possibile la deliberazione, che
va presa con la maggioranza
dei due terzi. Nelle assise, che
si terranno ovviamente secondo il principio attuale una testa-un voto (indipendentemente dal numero di azioni
possedute) baster la presenza
di pochi soci. Il testo dice che
in prima convocazione in assemblea devesserci almeno un
decimo dei soci della banca,
mentre in seconda si decide
qualunque sia il numero dei
soci intervenuti. Per la validit

il provvedimento non si affida


agli statuti come previsto dal
testo unico bancario: e in effetti oggi alcuni Popolari (come
Bpm o il Banco) per la prima
convocazione indicano un decimo dei soci, altre un ventesimo (Ubi) o un quinto (Bper),
mentre in seconda nelle straordinarie c chi dispone un minimo di mille soci (la Milano) o
1.400 (Ubi) o l1% (come Bper).
Oggi si sapr se Assopopolari (dove si terr anche un incontro sulla cessione dellIstituto centrale delle banche popolari) decider di alzare le
barricate: per il momento lassociazione avrebbe chiesto pareri legati sulla validit dellurgenza nelle misure del governo
e sulle limitazioni al recesso
contenute nel provvedimento.
Di certo invece alto lo scontro
politico.
Ncd andata allo strappo e
ha cominciato a lavorare su
possibili emendamenti, che
potrebbero anche in questo caso partire dalla questione dellurgenza che ha portato a inse-

Banchiere

Roberto
Mazzotta, 74
anni, ex
presidente
Cariplo e poi di
Bpm dal 2001
al 2009, dice s
al decreto sulla
trasformazione
delle Popolari
in spa:
razionale, si
sarebbe
dovuto fare gi
da tanto tempo
e non colpisce
nulla che
dovesse essere
preservato

rire la riforma nel decreto investment compact. Il presidente pd della commissione


Bilancio della Camera, Francesco Boccia, ha sottolineato che
non si comprende come la
governance delineata possa
sbloccare il credito alle imprese. E una posizione simile
arrivata dalla leader della Cgil
Susanna Camusso: questa
lurgenza che ha il Paese per innescare il credito di cui i cittadini e le imprese soffrono la
mancanza? Le banche cooperative sono quelle che hanno
avuto un credito pi alto con il
territorio e le piccole imprese.
La svolta segnata dal provvedimento Renzi non ha comunque abolito le Popolari. Ha
sancito che oltre certe dimensioni una banca non pu avere
una governance da cooperativa
dove si decide con voto capitario, la politica attore palese e
il management ha pi volte
oscillato fra autoreferenzialit
e subordinazione ai sindacati.
S. Bo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

30

Gioved 22 Gennaio 2015 Corriere della Sera

ECONOMIA

Commercio
Enasarco a rischio
Di Gioia: serve
un commissario
Il deputato
Raffaele Di Gioia

In considerazione della delicata situazione


finanziaria dellEnasarco, Raffaele Di Gioia,
presidente della Commissione parlamentare di
controllo degli enti previdenziali e di assitenza
sociale, chiede di commissariare lente
previdenziale di agenti di commercio e promotori
finanziari. La lettera stata inviata al ministro del
Lavoro, Giuliano Poletti. Se Poletti, secondo
indiscrezioni, sta valutando da tempo questa
possibilit, i vertici dellente respingono ogni

accusa al mittente: La richiesta infondata e non


c nessun elemento di preoccupazione in merito
alla situazione finanziaria dellEnasarco. A
avanzare pesanti dubbi e sospetti pi volte sono
stati i grillini per una serie di investimenti
finanziari speculativi con i soldi dei contributi
pensionistici degli iscritti - attacca Roberta
Lombardi (M5S) -. In totale le risorse investire
ammontano a oltre 185 milioni su un fondo alle
Isole Cayman e uno con sede alle Mauritius. Chi ha

deciso questi investimenti cos rischiosi e


perch?. E Di Gioia aggiunge: In base a quanto
emerso nel corso dellufficio di presidenza della
Commissione il 15 gennaio, ritengo sussistano gli
estremi del commissariamento, in considerazione
della delicata situazione finanziaria dellente, che
appare suscettibile di ledere gli interessi degli
iscritti che devono essere in ogni caso tutelati.

Francesco Di Frischia
RIPRODUZIONE RISERVATA

Giochi trappola sui telefonini, maxi-multa


LAntitrust sanziona Telecom, H3G, Wind e Vodafone per 5 milioni: nel mirino i servizi premium
Suonerie, giochi, screensaver ma anche prodotti pi
complessi come loroscopo
personalizzato o i pronostici
per le scommesse. Sono i cosiddetti servizi premium che
i clienti dei telefonini non hanno mai richiesto e si sono ritrovati a pagare a loro insaputa. E
che sono costati una sanzione
da oltre 5 milioni di euro alle
quattro principali compagnie
di telefonia mobile da parte
dellAntitrust, lAutorit garante della concorrenza. Nel dettaglio Telecom e H3G dovranno
pagare 1,75 milioni di euro ciascuno, mentre per Wind e Vo-

ROMA

La vicenda
Antitrust
multa Telecom,
H3G, Wind e
Vodafone per i
servizi
premium
Pubblicizzati
con banner,
sms o mms
offrono
prodotti come
loghi, suonerie,
screensaver
o giochi

dafone la sanzione di 800 mila euro a testa.


Sono due le pratiche commerciali scorrette rilevate dallAutorit. La prima riguarda le
informazioni obbligatorie al
momento della firma di un
contratto di telefonia mobile: i
clienti non sono stati avvertiti
che in quel momento stavano
pre abilitando la sim card a ricevere servizi da pagare a parte,
n dellesistenza di un blocco
selettivo per impedire la ricezione degli stessi servizi. Di fatto giochini e suonerie venivano
comprati sfiorando un banner
sullo schermo oppure premen-

do il tasto di chiusura di una finestra: cio senza che il cliente


se ne accorgesse o almeno senza capire che cera un sovrappi da pagare.
La seconda pratica scorretta
quella che la stessa autorit
definisce un comportamento
qualificato come aggressivo, e
cio una procedura automatica di attivazione del servizio e
di fatturazione in assenza di
qualsiasi autorizzazione da
parte del cliente al pagamento, nonch di qualsiasi controllo sulla attendibilit delle
richieste di attivazione provenienti da soggetti quali i forni-

5
milioni
La sanzione
decisa
dallAntitrust
per le
compagnie

tori di servizi estranei. Molto


spesso i servizi premium non
sono venduti direttamente dalle compagnie telefoniche ma
da aziende esterne, che peraltro nascono, muoiono o cambiano nome con un ritmo velocissimo. Proprio questa era stata una delle linee difensive delle compagnie telefoniche.
Ma per lAntitrust questa circostanza, pur confermata e
molto frequente, non sottrae
gli operatori alle loro responsabilit: sia perch condividono
con i fornitori i ricavi dei servizi, trattenendone unelevata
percentuale, sia perch si so-

no dimostrati ampiamente
consapevoli circa la sussistenza
di attivazioni e di addebiti relativi a servizi non richiesti. Sapevano, dunque, e non hanno
fatto abbastanza per proteggere i loro clienti. Tra il 2011 e il
2013 lAntitrust aveva ricevuto
sui servizi premium oltre 2.700
segnalazioni e 592 denunce vere e proprie. Le associazioni dei
consumatori ne avevano fatto
una battaglia. Poi, il 21 luglio
scorso, lapertura formale dellistruttoria.
Lorenzo Salvia
@lorenzosalvia
RIPRODUZIONE RISERVATA

Lamministrazione straordinaria

Commissari allIlva
Confindustria contro
Le tappe
Il
commissario
Piero Gnudi ha
depositato ieri
la richiesta per
lamministrazione
straordinaria
per lIlva di
Taranto
Il ministero
ha nominato i
tre commissari
Gnudi, Corrado
Carrubba ed
Enrico Laghi

MILANO Il commissario Piero Gnudi ha presenta-

to listanza di ammissione immediata dellIlva


alla procedura di amministrazione straordinaria, come previsto dal decreto legge approvato la
vigilia di Natale dal governo. La richiesta stata
presentata al ministero dello Sviluppo economico e al tribunale di Milano.
Secondo passo per il risanamento del gruppo
siderurgico di Taranto stata la nomina ieri, da
parte del ministro Federica Guidi, dei commissari straordinari: lo stesso Gnudi insieme allattuale subcommissario Corrado Carrubba e al
professor Enrico Laghi, che stato anche il commissario straordinario di Seat Pagine Gialle. La
road map del governo per il risanamento del
gruppo dellacciaio prevede ora la creazione di
una newco che prender in affitto gli impianti
siderurgici per due-tre anni. In quel periodo lIlva dovr attuare il piano di risanamento ambientale, saldare i debiti e pagare i risarcimenti per i
danni causati dallinquinamento. Far il suo
esordio la societ di servizio a partecipazione
pubblico-privata prevista dallInvestment compact, approvato marted, per immettere risorse
fresche nelle aziende in crisi ma non decotte,
che possono essere riportate a breve in utile. Sul
possibile ingresso nella newco si sono gi
espressi, durante unaudizione in commissione
Industria al Senato, il gruppo Arvedi anche con
una piccola quota in unottica di razionalizzazione del sistema italiano sullacciaio. Mentre per
Arcelor Mittal lobiettivo di diventare soci di
maggioranza.
Con lammissione allamministrazione straordinaria (nellistanza Gnudi stato affiancato dagli avvocati Giuseppe Lombardi e Alberto Maffei
Alberti) di fatto vengono scavalcati gli attuali
proprietari dellazienda, le famiglie Riva e
Amenduni (10%). In loro difesa si pronunciata
Confindustria. In audizione al Senato, il direttore generale dellassociazione, Marcella Panucci,
ha manifestato estrema preoccupazione per
la decisione del governo, che presenta una serie
di criticit a partire dal fatto che lapplicazione
della legge Marzano appare come un vero e
proprio esproprio senza indennizzo, aprendo
la strada al concreto rischio di andare incontro
a lunghi contenziosi e ingenti richieste risarcitorie, i cui esiti potrebbero essere distruttivi per i
destini dellimpresa. Confindustria avrebbe
preferito una soluzione che non prevedesse
strappi con lordinamento giuridico, procedendo a un aumento di capitale pubblico-privati. Per la leader Cgil, Susanna Camusso, Confindustria sbaglia e serve un intervento pubblico ma ha ragione quando dice che bisogna costruire una relazione positiva con lindotto .
C preoccupazione a Taranto per i possibili
sviluppi. Ieri hanno manifestato circa 2 mila
operai dellindotto: temono che le aziende per
cui lavorano non ricevano pi il pagamento dei
crediti contratti con lIlva.
Francesca Basso
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Gioved 22 Gennaio 2015

Finmeccanica
Ansaldo, cessione
entro il 27
Ipotesi Hitachi

ECONOMIA

(f.ta.) Ultimo atto delle lunghe trattative per decidere gli


assetti futuri di AnsaldoBreda e Ansaldo Sts. Nel tardo
pomeriggio di ieri un comunicato stampa di poche righe
ha spiegato che in merito alla dismissione del settore
trasporti il consiglio di amministrazione ha invitato
lamministratore delegato a proseguire in modo serrato
la negoziazione per giungere alla conclusione. Di pi
non stato detto e, di conseguenza, resta lincertezza
sulla scelta tra la giapponese Hitachi e la cordata cinese
che ha come capofila il gruppo Insigma. Limpressione

che Mauro Moretti, lamministratore delegato di


Finmeccanica, preferisca Hitachi ma lofferta cinese si
conferma molto interessante e molto vantaggiosa. Di
sicuro lintenzione di chiudere la partita nei prossimi
giorni, senzaltro prima del consiglio di Finmeccanica che
a fine gennaio approver il piano strategico del gruppo.
Sia perch la soluzione del caso Ansaldo ne uno dei
presupposti di maggior peso sia perch loperazione
permetter dincassare liquidit e contribuire a quella
che viene considerata una priorit: la riduzione

31

dellindebitamento.Per questo Moretti, affiancato dagli


advisor Mediobanca e Ubs, ha deciso di avviare le
verifiche finali. Hitachi ha le carte in regola per chiudere
in bellezza la volata conclusiva, ma ad una condizione:
lofferta devessere almeno pari, per quanto riguarda la
parte economica, a quella cinese. Per Finmeccanica
arrivato il momento di passare alla cassa raccogliendo i
frutti di una gara corsa non solo dalle imprese candidate
ma anche dai rispettivi governi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Outlet Italia, missione a Shanghai

Editoria

Riassetto Mondadori libri,


Mazzei e Fratini inaugurano in Cina il Florentia Village. I piani per le nuove aperture Mauri presidente
Selva al timone di Trade
La societ
Rdm ha
inaugurato ieri
il Florentia
Village a
Shanghai, il
primo centro
commerciale
italiano nella
citt del
business.
Rdm,
guidata da
Jacopo Mazzei,
la societ che
gestisce gli
outlet del
gruppo Fingen,
fondato negli
anni Settanta
da Marcello e
Corrado Fratini

DAL NOSTRO INVIATO

Luigi, 36 anni, architetto, ha supervisionato un


progetto da un miliardo di euro
facendo da intermediario con
il governo cinese che tende a
programmare tutto, anche la
pianificazione urbanistica di
un outlet da 90mila metri quadri a Pu Dong, lungo la direttrice che porta allaeroporto internazionale di Shanghai. Due figli e una moglie a Pechino dice
che i suoi colleghi di universit
a stento fanno i disegnini per
gli studi di architettura. Samuele, stessa et, un cuoco.
Suo figlio ha gli occhi blu a
mandorla. un globetrotter
della ristorazione, perch le
traiettorie della vita lo hanno
portato in Svizzera, a Los Angeles, alle Bermuda, poi a Macao.
Ora diriger il ristorante italiano allingresso del Florentia
Village, chiamato cos per evocare il rinascimento fiorentino
agli occhi di un miliardo e mezzo di cinesi. Tradisce un veneto
misto british e non disdegna di
fare la spola tra Cina e Danimarca perch la consorte ama
lo stile di vita scandinavo.
Portare i cinesi in Italia un
SHANGHAI

Shopping Il rendering delloutlet Florentia Village

obiettivo ambizioso. Forse


pi facile portare lItalia a
Shanghai simulando che Giotto e Brunelleschi si siano convertiti a odierni progettisti. Cos lo schema Castel Romano e
Serravalle, due tra i pi grandi
centri commerciali dItalia,
stato replicato a 12 mila chilometri di distanza.
Gli attori sono gli stessi. Jacopo Mazzei, imprenditore fiorentino, la testa pensante in
un sodalizio con la famiglia
Fratini. Lo studio che ha progettato negozi e piazze, aiuole e
cestini la societ di ingegne-

ria a capitale diffuso Hydea guidata da Paolo Giustiniani. Il veicolo finanziario una jointventure chiamata Silk Road.
Dove la capofila la Rdm di
Mazzei che agisce per conto di
un nutrito gruppo di investitori
internazionali che in tempi di
globalizzazione non si fa mancare nessuna delle bandiere
pi rappresentative. Ci sono gli
investitori americani Henderson Property, attivi nel risparmio gestito e quotati a Wall
Street. C ovviamente un private equity cinese, Gaw Capital
Partners, gioca in casa ed ri-

masto ingolosito dal buon ritorno economico di un outlet


sorto a Tianjin che ora fattura
300 milioni di dollari allanno.
C la conglomerata sino-americana Waitex che fa logistica e
servizi finanziari.
Un melting-pot di soci attratti dalliper-consumismo
mandarino. Allinaugurazione
odierna lipotesi che almeno
30mila cinesi partecipino alla
nuova attrazione di Shanghai
in cui tutto un fiorire di gru e
betoniere. Ad attenderli, tra gli
altri, gli store di Armani, Versace, Moncler, Ferragamo, Tods,
Zegna. Il modello di business
a suo modo un unicum. Tutti i
proventi vanno alla societ di
Mazzei che li ridistribuisce alle
grandi griffe trattenendo una
quota pari al 10% circa delle
vendite.
Il futuro ora a Chengdu,
Chongqing, Wuhan e Qingdao.
Megalopoli meno conosciute,
forse, ma contenitori diffusi
del miracolo cinese. Dove sono
in cantiere altrettanti outlet
made in Italy per intercettare
una crescita di consumi di oltre
l11% lanno.
Fabio Savelli

Mondadori libri, neo costituita in societ per


azioni, ridisegna il vertice. Il consiglio di riunito
ieri a Segrate ha definito la sua composizione
chiamando alla presidenza Ernesto Mauri,
lamministratore delegato del gruppo
editoriale. La guida della Libri viene affidata a
due amministratori delegati: Enrico Selva
Codd per la parte Trade, Antonio Porro per la
parte educational. Selva, 53 anni, milanese, due
lauree (filosofia e ingegneria), vicepresidente
Fieg, la Federazione degli editori, siede nel
consiglio della controllata Einaudi dove verr
proposto alla carica di amministratore delegato
dopo averla guidata per sei anni. Selva conserva
anche il ruolo di direttore centrale risorse
umane ad interim del gruppo Mondadori .
Porro, 49 anni, milanese, laurea in Economia
alla Cattolica viene confermato nellarea
educational in qualit di amministratore
delegato. Nel board entrano poi Gian Arturo
Ferrari e Oddone Pozzo. Ferrari assume la carica
vice presidente e agir di concerto, si legge in
una nota, con lamministratore delegato Selva
nello sviluppo e nella comunicazione dei
programmi editoriali.
Mauri si detto orgoglioso della nuova
organizzazione anche per leccellenza delle
competenze professionali e in unottica di
potenziale sviluppo di un business per noi
assolutamente strategico, dato che vantiamo una
posizione di leadership di mercato, nel trade con
una quota del 26% e nella scolastica del 13%
Paola Pica
RIPRODUZIONE RISERVATA

RIPRODUZIONE RISERVATA

I commercialisti

Il salvacondotto 3%?
Per 6 mila imprese
La vicenda
Nel riordino
delle sanzioni
fiscali e i reati
connessi
allevasione il
decreto
legislativo di
attuazione
della legge
prevedeva una
soglia del 3%
di evasione
sotto la quale
non scattava la
punibilit
penale. Una
soglia che
potrebbe
riguardare il
gruppo
Berlusconi e
altre 6 mila
imprese

MILANO Dellormai famosa soglia del 3% che fa


scattare limpunit per alcuni reati tributari si
detto di tutto ma in pochi sanno davvero come
funziona e chi riguarda. Il nuovo decreto prevede la non punibilit quando limporto delle imposte sui redditi evasi non superiore al 3% del
reddito imponibile dichiarato. Il testo descrive
tre casi: la dichiarazione fraudolenta tramite altri artifici fiscali, la dichiarazione infedele (la pi
diffusa perch legata ad errori) e la dichiarazione fraudolenta tramite fatture false. Questultimo per un reato per il quale non esiste protezione e non applicabile la soglia del 3%.
Per quanto riguarda il reato di dichiarazione
fraudolenta mediante altri artifici, la causa di
non punibilit potr scattare soltanto per le imprese che dichiarano redditi superiori a 1 milione di euro. Ma quante sono in Italia le aziende di
questo tipo? La stessa Fondazione nazionale dei
commercialisti, sulla base dei dati forniti dal Ministero dellEconomia e delle Finanze, ha calcolato che su un totale di 3.811.168 imprese, quelle
che hanno dichiarato un reddito di impresa superiore a 1 milione di euro e che quindi, in caso
di contestazione del reato, potranno potenzialmente avvalersi della nuova causa di non punibilit, sono soltanto 15.329, pari allo 0,41% del totale. Una percentuale esigua destinata a ridursi ulteriormente per il reato di dichiarazione infedele. In tal caso, infatti, la causa di non punibilit
del 3% potr scattare soltanto per le imprese che
dichiarano un imponibile superiore a 5 milioni
di euro. Quante sono? Si tratta di una parte (non
tutte) di quelle 6.320 imprese che dichiarano
imponibili superiori a 2 milioni e 500 mila euro
e che, in termini percentuali, rappresentano lo
0,17% del totale delle imprese.
la prova evidente che la montagna ha partorito il classico topolino commenta Giorgio
Sganga, presidente della Fondazione dei commercialisti se lintento era quello di sgravare
le procure e decongestionare i processi penali
per reati fiscali, chiaro che si tratta di un buco
nellacqua. Se gli obiettivi erano diversi ognuno
tragga le sue conclusioni.
Isidoro Trovato
RIPRODUZIONE RISERVATA

Riapertura termini Bando di Gara


Procedura aperta n. 995/2014, ai sensi dellart. 55 del D.Lgs. n. 163/2006, avente
ad oggetto la fornitura in noleggio, con posa in opera, degli allestimenti tecnologici
dellAlbero della Vita e relativi servizi di manutenzione e assistenza.
In merito alla procedura in oggetto si comunica che sono stati riaperti i termini per la
ricezione delle offerte che dovranno pervenire in plico sigillato entro e non oltre le ore
12:00 del giorno 28 gennaio 2015 presso la sede Expo 2015 S.p.A. in via Carlo Pisacane,
1 - 20016 Pero (MI).
Le modalit di presentazione delle offerte e la documentazione di gara sono disponibili
sul prolo committente http://www.expo2015.org/it/opportunita-per-il-business/
partecipa-alle-gare/gare-in-corso.
Responsabile del Procedimento di Afdamento: Dott. Christian Malangone.
Il Responsabile del Procedimento
Dott. Christian Malangone

TRIBUNALE DI LATINA
Ufficio fallimentare - Fallimento n. 28/14
Giudice Delegato Dott. Roberto AMATORE - Curatori Prof. Avv. Francesco DE SANTIS e Dott. Salvatore PERCUOCO; PEC ltf282014@procedurepec.it. La curatela fallimentare intende raccogliere offerte irrevocabili
per la partecipazione alla procedura competitiva per la cessione (ovvero,
in mancanza, per laffitto) della testata Editoriale Oggi, nonch dei marchi non registrati Latina Editoriale Oggi, Ciociaria Editoriale Oggi e
Cassino Editoriale Oggi. Il tutto meglio descritto nelle perizia di stima
e nel bando/regolamento di gara, consultabili presso la cancelleria Fallimentare del Tribunale di Latina, sul sito www.astegiudiziarie.it e presso
la sede della curatela, la quale fornir copia informatica agli interessati
che ne facciano richiesta allindirizzo di posta elettronica certificata del
fallimento. Si avvisa che il giorno 10 febbraio 2015 alle ore 11:00, presso
la sede della curatela in Latina Corso Giacomo Matteotti n. 61, i Curatori
procederanno allo scrutinio delle offerte pervenute.

COMUNE DI NAPOLI
ESTRATTO BANDO DI GARA - CIG 6039727C61
Si avvisa che il 16/01/2015 stato inviato alla GUUE il bando Servizio di assistenza scolastica
agli alunni disabili delle scuole materne e superiori del territorio cittadino (Det. Dir. n. 106
del 03/12/14) - Importo base di gara 961.476,75, oltre IVA. Le domande dovranno pervenire al
Protocollo Generale Gare Comune di Napoli - Palazzo San Giacomo - Piazza Municipio - 80133,
entro le ore 12:00 del 02/03/2015. Bando integrale e CSA reperibili sul sito www.comune.napoli.it.
Il Dirigente del SACUAG - Area Gare Forniture e Servizi - avv. Rossana Lizzi

COMUNE DI NAPOLI
ESTRATTO BANDO DI GARA - CIG 605125231F
Si avvisa che il 16/01/2015 stato inviato alla GUUE il bando di gara Afdamento delle attivit
di gestione della Centrale Operativa Sociale per 52 settimane (Det. Dir. n. 22 del 15/12/14)
- Importo base di gara 444.719,81 oltre IVA. Le domande dovranno pervenire al Protocollo
Generale Gare Comune di Napoli - Palazzo San Giacomo - Piazza Municipio - 80133 entro le ore
12:00 del 04/03/2015. Bando integrale e Capitolato reperibili sul sito www.comune.napoli.it.
Il Dirigente SACUAG - Area Gare Forniture e Servizi - avv. Rossana Lizzi

COMUNE DI NAPOLI
ESTRATTO BANDO DI GARA - CIG 60243288BA
Si avvisa che il 16/01/2015 stato inviato alla GUUE il bando di gara Porta Unica DAccesso
Territoriale-Sistema Informativo delle Prestazioni Socio-sanitarie (Det. Dir. n. 99 del
25/11/14) - Importo base di gara 778.414,56 oltre IVA. Le domande dovranno pervenire al
Protocollo Generale Gare Comune di Napoli - Palazzo San Giacomo - Piazza Municipio - 80133,
entro le ore 12:00 del 09/03/2015. Bando integrale e CSA reperibili sul sito www.comune.napoli.it.
Il Dirigente SACUAG Area Gare Forniture e Servizi - avv. Rossana Lizzi

CIET IMPIANTI SpA in amministrazione straordinaria


ex. D.L. 347/2003 (Legge Marzano)
Estratto del Bando di vendita mobiliare
di CIET IMPIANTI SpA in A.S. (CIET IMPIANTI)
Il sottoscritto Avv. Antonio Casilli, nella qualit di Commissario Straordinario di CIET IMPIANTI, con sede in ROMA, via Salaria 290,
COMUNICA CHE
In data 16 gennaio 2015 il Ministero dello Sviluppo Economico
(MISE) ha autorizzato la pubblicazione del bando di vendita mobiliare relativo agli automezzi non funzionali allesercizio di impresa
di CIET IMPIANTI.
Tutti i soggetti interessati dovranno presentare le offerte irrevocabili
dacquisto nei modi, nei termini e nel rispetto delle condizioni descritte nel BANDO DI VENDITA MOBILIARE DI CIET IMPIANTI
SPA IN AMMINISTRAZIONE STRAORDINARIA contenuto nel sito
www.ammstraordmancini.it, sul quale disponibile la perizia di
stima e lelenco di tali beni.
Il termine ultimo per la presentazione delle offerte irrevocabili
dacquisto il 23 febbraio 2015. Il giorno 25 febbraio 2015, previo invito, si terr, presso lo studio del Notaio Elena Bucciarelli
Ducci in via Margaritone 3 in Arezzo ed alla presenza del Commissario Straordinario, una gara sullofferta pi alta.
Per qualsiasi informativa i soggetti interessati potranno rivolgersi
al sig. Augusto Sorvillo presso gli ufci della Procedura in Arezzo,
localit Ponte a Chiani 33/2, tel. 0575 408402, cell. 3357209522,
fax 0575 408463.
Il presente avviso pubblicato nel sito della Procedura di Amministrazione Straordinaria di CIET IMPIANTI SpA in A.S. www.ammstraordmancini.it, sul quotidiano Il Corriere della Sera e sul sito
www.astegiudiziarie.it.
Arezzo, 19 gennaio 2015
Il Commissario Straordinario
Avv. Antonio Casilli
REGIONE DEL VENETO

AZIENDA U.L.S.S. 18 di ROVIGO


Viale Tre Martiri, 89 - 45100 Rovigo
ESTRATTO DEL BANDO DI GARA
LAzienda Ulss 18 di Rovigo indice procedura
di gara aperta, ai sensi art. 55 D.Lgs. 163/06
e s.m.i. per lASSEGNAZIONE DEL SERVIZIO
DI ATTIVITA SOCIALE, ASSISTENZIALE ED
EDUCATIVA PER PERSONE CON DISABILITA
PRESSO I CENTRI DIURNI DELLAZIENDA
ULSS 18 DI ROVIGO, PER IL PERIODO DI
UN ANNO. Limporto complessivo di
1.823.000,00 CIG 6085873D43 Criterio
di valutazione: prezzo pi basso Art. 82
D.Lgs.163/06 e s.m.i. Termine per la ricezione
delle offerte: ore 13:00 del 25/02/2015. Indirizzo al quale inviare le offerte: Azienda Ulss
18 Ufficio Protocollo Viale Tre Martiri, 89 45100
Rovigo. Data apertura plichi offerte: ore 10:00
del 27/02/2015. Per modalit di partecipazione
e ulteriori informazioni si rinvia alla documentazione di gara, scaricabile gratuitamente sul sito
internet Aziendale www.azisanrovigo.it Sezione
fornitori link Bandi. Lavviso di gara stato inviato in GUUE il 12/01/2015 e pubblicato in
GURI nro: 9 del 21/01/2015.
Il Direttore Generale - F.to Dott. Arturo Orsini

TRIBUNALE DI ASTI
CONC. PREV. n. 2/10 R.F.
Curatore Dott. Silvano Cremonesi. Vendita
senza incanto: 25/03/2015 ore 12.00. Lotto 1 Comune di San Damiano dAsti (AT), Via Asti,
62. Piena prop. di fabbricato industriale destinato in parte ad uffici e laboratori ed in parte a
magazzino oltre area esterna destinata ad area
di manovra, parcheggio ed a verde. Prezzo
base Euro 1.100.000,00. Lotto 2 - Comune di
Marene (CN), Via G. Marconi, 117. Piena prop.
di fabbricato industriale composto da porzione
ad uso uffici e servizi a 2 piani f.t. e corpo di
fabbrica retrostante, entrostante a terreno di
mq. 7.031 oltre a terreno edificabile di mq. 750.
Prezzo base Euro 1.500.000,00. Lotto 3 - Comune di Cadoneghe (PD). Piena prop. di terreno agricolo di mq. 1.090. Prezzo base Euro
40.000,00. Info presso Liquidatore Giudiziale
Dott. Silvano Cremonesi tel. 0276028101 e su
www.astegiudiziarie.it (A278696, A278697,
A278698).

Gioved 22 Gennaio 2015 Corriere della Sera

32

Gli annunci si ricevono


tutti i giorni su:

www.piccoliannunci.rcs.it
agenzia.solferino@rcs.it
oppure nei giorni feriali
presso lagenzia:

Milano Via Solferino, 36


tel.02/6282.7555 - 7422,
fax 02/6552.436
Si precisa che ai sensi dellArt. 1, Legge
903 del 9/12/1977 le inserzioni di ricerca
di personale devono sempre intendersi rivolte ad entrambi i sessi ed in osservanza
della Legge sulla privacy (L.196/03).

AZIENDA commerciale leader a carattere nazionale per settore industriale e food cerca agenti monomandatari
automuniti per Milano, Como, Novara
e relative province. Offresi: portafoglio clienti, zona esclusiva, telefono +
tablet, fisso di euro 1.500,00 + elevate provvigioni, possibilit di carriera.
Richiede: bella presenza e dinamicit.
Tel. 02.38.10.34.68
AZIENDA leader in Verona nella produzione di cavi elettrici in bassa tensione, per ampliamento propria rete
vendita sui mercati esteri, cerca agenti
con esperienza. Tel. 045.72.41.166 335.63.05.230
SEMAN & ASSOCIATI seleziona
venditori per Milano e provincia. Fisso
e provvigioni. Tel. 02.33.40.53.06

MONTI 79, in stabile signorile ultimi


mono-bilocali, ristrutturati a nuovo
CE: F> - IPE: 147,24 kWh/mqa
02.48.01.18.83 Granvela.it
VIA LOMAZZO nuovo quadrilocale.
Pluriservizi, giardino privato. CE: B IPE: 42,7 kWh/mqa 02.88.08.31 cod.
P15 www.filcasaimmobili.it

TIGULLIO, privatamente vendesi appartamento nell'ex casin. Accesso


esclusivo al mare, ed al porto di Rapallo. 335.57.06.752

SOCIET d'investimento internazionale acquista direttamente appartamenti e stabili in Milano. 02.46.27.03

CENTRALISSIMO (Manzoni), ufficio


affittato, mq 180 CE: E - IPE: 49,5 kWh/
mca 02.25.71.50.01 Granvela.it

BANCHE
MULTINAZIONALI

NEGOZI plurivetrine, V. Pisani, canne


fumarie (bar tavola fredda), affitto-riscatto. CE: G - IPE: 187,5 kWh/mca
02.88.08.31 cod. C03 www.filcasaimmobili.it

RICERCANO appartamenti affitto vendita. Milano e provincia


02.29.52.99.43

ABILE impiegata tecnico-commerciale e acquisti offresi part-time in Milano. Pluriennale esperienza settore
illuminazione, arredamento, allestimenti. 333.14.37.804
ABILE segretaria ufficio commerciale,
inglese, francese, Windows, Mac, data
entry offresi. 331.12.23.422
CONTABILE ragioniera esperienza
pluriennale clienti-fornitori, banche
offresi. 331.15.45.485
RAGIONIERE pluriennale esperienza co.ge, fornitori, banche, bilanci,
adempimenti fiscali. Offresi.
340.62.20.076
AGENTE plurimandatario componenti elettronici/elettromeccanici zona
Lombardia B2B disponibile valutare
nuovi mandati. Mail:
maxmau2378@vodafone.it
SRILANKESE uomo cerco lavoro come domestico, stiro, pulizie generali.
Patente. 380.75.17.219

ADIACENTE corso Italia appartamento 200 mq. circa grande charme


affacciato spettacolare giardino. Posto
auto coperto. CE: G - IPE: 180,15 kWh/
mqa. TRE C 02.83.72.128
APPARTAMENTO nuovo Archimede/Fiamma. Soggiorno-cottura, bicamere, biservizi, balcone. Termoautonomo. CE: B - IPE: 50,71 kWh/mqa.
02.88.08.31 cod. T03 www.filcasaimmobili.it
ATTICO nuovo Giulio Cesare. Soggiorno, pranzo, cucina, bicamere, biservizi, terrazzo. CE: B - IPE: 34,78
kWh/mqa. 02.88.08.31 cod. T30
www.filcasaimmobili.it
ATTICO. Terrazzo, nuovo, vista Castello - edificio epoca - ristrutturato box. CE: C - IPE: 65,85 kWh/mqa.
02.88.08.31 cod. P25 www.filcasaimmobili.it
BILOCALI /trilocali S.Gregorio, ristrutturati a nuovo. CE: G - IPE: 187,5
kWh/mqa 02.88.08.31 cod. C04
www.filcasaimmobili.it

BOCCACCIO
prestigioso palazzo d'epoca, mq 175, quarto piano CE:
G - IPE: 175,30 kWh/mqa
02.48.01.18.83 Granvela.it

A Milano, impresa locale di importazione-distribuzione ricerca urgentemente 3 figure da inserire full-time.


Mansioni: gestione ordini d'acquisto,
controllo qualit, sopralluoghi. Tel.
02.53.44.33

Nome

Data

Valuta

Quota/od.

DE AMICIS. Sesto piano, luminoso


quadrilocale, servizi, balconi. CE: F IPE:154,25 kWh/mqa 02.88.08.31
www.filcasaimmobili.it
MAFFUCCI 52, (Dergano) bilocali, trilocale, ristrutturati CE: G - IPE: 180,97
kWh/mqa 02.39.31.05.57 Granvela.it

Quota/pre. Nome

AcomeA SGR - numero di tel. 800.89.39.89


info@acomea.it
AcomeA America (A1)
AcomeA America (A2)
AcomeA Asia Pacifico (A1)
AcomeA Asia Pacifico (A2)
AcomeA Breve Termine (A1)
AcomeA Breve Termine (A2)
AcomeA ETF Attivo (A1)
AcomeA ETF Attivo (A2)
AcomeA Eurobbligazionario (A1)
AcomeA Eurobbligazionario (A2)
AcomeA Europa (A1)
AcomeA Europa (A2)
AcomeA Globale (A1)
AcomeA Globale (A2)
AcomeA Italia (A1)
AcomeA Italia (A2)
AcomeA Liquidit (A1)
AcomeA Liquidit (A2)
AcomeA Paesi Emergenti (A1)
AcomeA Paesi Emergenti (A2)
AcomeA Patrimonio Aggressivo (A1)
AcomeA Patrimonia Aggressivo (A2)
AcomeA Patrimonio Dinamico (A1)
AcomeA Patrimonio Dinamico (A2)
AcomeA Patrimonio Prudente (A1)
AcomeA Patrimonio Prudente (A2)
AcomeA Performance (A1)
AcomeA Performance (A2)

20/01
20/01
20/01
20/01
20/01
20/01
20/01
20/01
20/01
20/01
20/01
20/01
20/01
20/01
20/01
20/01
20/01
20/01
20/01
20/01
20/01
20/01
20/01
20/01
20/01
20/01
20/01
20/01

EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR

17,950
18,659
4,801
4,959
14,342
14,527
4,657
4,801
16,892
17,132
13,277
13,719
11,861
12,398
19,637
20,311
8,949
8,949
6,525
6,758
3,970
4,121
5,343
5,482
6,228
6,394
21,865
22,274

17,979
18,688
4,743
4,899
14,354
14,539
4,595
4,737
16,899
17,138
13,162
13,600
11,824
12,358
19,434
20,101
8,948
8,949
6,486
6,717
3,963
4,114
5,333
5,472
6,211
6,376
21,800
22,207

Invictus Global Bond Fd


Invictus Macro Fd
Sol Invictus Absolute Return

20/01
14/01
15/01

EUR
EUR
EUR

108,512
73,282
109,158

107,726
72,945
108,034

www.azimut.it - info@azimut.it
AZIMUT CAPITAL MANAGEMENT SGR - tel.02.88981
19/01
Azimut Dinamico
EUR
19/01
Azimut Formula 1 Absolute
EUR
19/01
Azimut Formula 1 Conserv
EUR
19/01
Azimut Formula Target 2013
EUR
19/01
Azimut Formula Target 2014
EUR
19/01
Azimut Garanzia
EUR
30/12
Azimut Prev. Com. Crescita
EUR
30/12
Azimut Prev. Com. Crescita Cl. C
EUR
30/12
Azimut Prev. Com. Equilibrato
EUR
30/12
Azimut Prev. Com. Equilibrato Cl. C
EUR
30/12
Azimut Prev. Com. Garantito
EUR
30/12
Azimut Prev. Com. Protetto
EUR
30/12
Azimut Prev. Com. Protetto Cl. C
EUR
30/12
Azimut Prev. Com. Obbli.
EUR
30/12
Azimut Prev. Com. Obbli. Cl. C
EUR
19/01
Azimut Reddito Euro
EUR
19/01
Azimut Reddito Usa
EUR
19/01
Azimut Scudo
EUR
19/01
Azimut Solidity
EUR
19/01
Azimut Strategic Trend
EUR
19/01
Azimut Trend America
EUR
19/01
Azimut Trend Europa
EUR
19/01
Azimut Trend Italia
EUR
19/01
Azimut Trend Pacifico
EUR
19/01
Azimut Trend Tassi
EUR
19/01
Azimut Trend
EUR
AZ FUND MANAGEMENT SA - tel.00352 2663811
19/01
AZ F. Active Selection ACC
EUR
19/01
AZ F. Active Selection DIS
EUR
19/01
AZ F. Active Strategy
EUR
19/01
AZ F. Alpha Man. Credit
EUR
19/01
AZ F. Alpha Man. Equity
EUR
19/01
AZ F. Alpha Man. Them.
EUR
19/01
AZ F. American Trend
EUR
19/01
AZ F. Asia Absolute
EUR
19/01
AZ F. Asset Plus
EUR
19/01
AZ F. Asset Power
EUR
19/01
AZ F. Asset Timing
EUR
19/01
AZ F. Best Bond
EUR
19/01
AZ F. Best Cedola ACC
EUR
19/01
AZ F. Best Cedola DIS
EUR
19/01
AZ F. Best Equity
EUR
19/01
AZ F. Bond Target 2015 ACC
EUR
19/01
AZ F. Bond Target 2015 DIS
EUR
19/01
AZ F. Bond Target 2016 ACC
EUR
19/01
AZ F. Bond Target 2016 DIS
EUR
19/01
AZ F. Bond Target 2017 Eq Op ACC
EUR
19/01
AZ F. Bond Target 2017 Eq Op DIS
EUR
19/01
AZ F. Bond Target 2018 Eq Op ACC
EUR
AZ F. Bond Target 2018 Eq Op CLD DIS 19/01
EUR
19/01
AZ F. Bond Target 2018 Eq Op DIS
EUR
19/01
AZ F. Bond Target Giugno 2016 ACC
EUR
19/01
AZ F. Bond Target Giugno 2016 DIS
EUR
19/01
AZ F. Bond TargetSettem.2016 ACC
EUR

27,302
7,342
7,093
7,156
6,805
12,843
11,036
11,072
12,357
12,385
11,408
12,063
12,084
10,521
10,518
17,548
7,055
9,175
9,327
6,751
15,234
14,087
17,355
7,809
10,276
31,488

27,249
7,320
7,105
7,163
6,814
12,843
11,314
11,345
12,488
12,512
11,404
12,094
12,113
10,560
10,552
17,546
7,128
9,164
9,330
6,763
15,385
14,077
17,081
7,811
10,295
31,575

5,251
5,249
5,117
5,421
5,434
3,964
3,907
4,741
5,662
5,698
4,989
5,439
5,603
4,955
5,457
6,027
5,379
5,521
5,085
5,227
5,041
4,830
5,049
4,802
5,699
5,123
5,942

5,217
5,215
5,110
5,418
5,450
3,983
3,946
4,747
5,672
5,710
4,989
5,445
5,590
4,981
5,451
6,026
5,428
5,516
5,181
5,221
5,111
4,827
5,071
4,825
5,697
5,171
5,935

AZ F. Bond TargetSettem.2016 DIS


AZ F. Cash 12 Mesi
AZ F. Cash Overnight
AZ F. Carry Strategy ACC
AZ F. Carry Strategy DIS
AZ F. Cat Bond ACC
AZ F. Cat Bond DIS
AZ F. CGM Opport Corp Bd
AZ F. CGM Opport European
AZ F. CGM Opport Global
AZ F. CGM Opport Gov Bd
AZ F. Commodity Trading
AZ F. Conservative
AZ F. Core Brands ACC
AZ F. Core Brands DIS
AZ F. Corporate Premium ACC
AZ F. Corporate Premium DIS
AZ F. Dividend Premium ACC
AZ F. Dividend Premium DIS
AZ F. Emer. Mkt Asia
AZ F. Emer. Mkt Europe
AZ F. Emer. Mkt Lat. Am.
AZ F. European Dynamic ACC
AZ F. European Dynamic DIS
AZ F. European Trend
AZ F. Formula 1 Absolute ACC
AZ F. Formula 1 Absolute DIS
AZ F. Formula 1 Alpha Plus ACC
AZ F. Formula 1 Alpha Plus DIS
AZ F. Formula Target 2015 ACC
AZ F. Formula Target 2015 DIS
AZ F. Formula 1 Conserv.
AZ F. Global Curr&Rates ACC
AZ F. Global Curr&Rates DIS
AZ F. Global Sukuk ACC
AZ F. Global Sukuk DIS
AZ F. Hybrid Bonds ACC
AZ F. Hybrid Bonds DIS
AZ F. Income ACC
AZ F. Income DIS
AZ F. Int. Bd Targ. Giugno 2016 ACC
AZ F. Int. Bd Targ. Giugno 2016 DIS
AZ F. Institutional Target ACC
AZ F. Institutional Target DIS
AZ F. Italian Trend ACC
AZ F. Italian Trend DIS
AZ F. Lira Plus ACC
AZ F. Lira Plus DIS
AZ F. Macro Dynamic
AZ F. Opportunities
AZ F. Pacific Trend
AZ F. Patriot ACC
AZ F. Patriot DIS
AZ F. Qbond
AZ F. Qinternational
AZ F. QProtection
AZ F. Qtrend
AZ F. Renminbi Opport
AZ F. Reserve Short Term
AZ F. Short Term Gl High Yield ACC
AZ F. Short Term Gl High Yield DIS
AZ F. Solidity ACC
AZ F. Solidity DIS
AZ F. Strategic Trend
AZ F. Top Rating ACC
AZ F. Top Rating DIS
AZ F. Trend
AZ F. US Income

VIA DE TOGNI adiacenza Cattolica,


palazzo epoca lussuosamente restaurato. Signorile attico trilocale, terrazzo. Arredato. CE: G - IPE: 181,79 kWh/
mqa 02.88.08.31 cod. B41 www.filcasaimmobili.it
DOCENTE universitario massime referenze cerca monolocale/bilocale in
Milano zona servita. 02.67.47.96.25

AFFARISSIMO Menton Garavan Le


Marly, prestigiosi appartamenti ristrutturati fronte mare, vista mare mozzafiato, da 189.000 Euro a 1.410.000
Euro. Affare introvabile.
www.italgestgroup.com - oppure
348.26.40.793
ALBISSOLA direttamente vendo.
Prezzi ulteriormente ribassati. Comodissimi mare, servizi. Ultimi bi-trilocali
finiture qualit terrazza, giardino. Posto auto privati. Senza spese.
347.97.10.387
SARDEGNA loc. Costa Serena, Palau
(OT). Villetta a schiera, 3 locali: camera letto matrimoniale, camera letto,
cucina (open) soggiorno, bagno, patio, piccola corte interna, zona lavanderia. Posto auto, giardino. A 300 mt
dal mare mozzafiato. Cell.
338.86.21.250 - 339.23.18.037

Data

Valuta

Quota/od.

19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
14/01
14/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
30/12
30/12
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01

EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR

5,446
5,395
5,288
5,036
5,024
5,343
5,285
6,232
6,772
6,723
5,797
3,341
6,693
5,880
5,844
5,571
5,164
6,025
5,149
7,066
2,683
4,721
5,366
5,324
3,502
5,489
5,428
5,606
5,523
6,191
5,533
5,144
4,589
4,211
5,831
5,568
5,475
5,208
6,315
5,721
4,821
4,402
5,765
5,645
3,321
3,321
5,108
4,713
6,258
5,246
4,637
7,438
6,630
5,446
5,326
5,283
5,108
5,277
6,303
5,226
5,019
6,364
5,782
6,308
5,216
5,165
6,923
6,272

Quota/pre. Nome
5,490
5,395
5,288
5,030
5,030
5,336
5,278
6,230
6,732
6,722
5,797
3,341
6,694
5,870
5,864
5,576
5,193
6,035
5,233
7,247
2,697
4,752
5,357
5,355
3,496
5,468
5,452
5,603
5,521
6,197
5,588
5,148
4,646
4,302
5,891
5,679
5,469
5,252
6,313
5,748
4,877
4,492
5,782
5,703
3,264
3,264
5,153
4,856
6,263
5,223
4,644
7,421
6,714
5,444
5,314
5,265
5,098
5,266
6,303
5,244
5,073
6,364
5,839
6,320
5,226
5,226
6,940
6,327

Num tel: 178 311 01 00


www.compamfund.com - info@compamfund.com

ATTIVIT da cedere/acquistare artigianali, industriali, turistico alberghiere, commerciali, bar, aziende agricole,
immobili. Ricerca soci. Business Services Group 02.29.51.82.72

PUNTO D'ORO
compriamo contanti, supervalutazione gioielli antichi,
moderni, orologi prestigiosi, oro, diamanti. Sabotino
14 - Milano. 02.58.30.40.26

VENDIAMO De Amicis uffici 660 mq.


eventualmente frazionabili pi ampio
deposito/magazzino sottostante. Luminosi, in ordine, aria condizionata,
ascensore. CE: F - IPE: 154,25 kWh/
mca 02.88.08.31 www.filcasaimmobili.it

ACQUISTIAMO

WWW.COGERAM.COM societ di
gestione immobili affitta direttamente
uffici/negozi/abitazioni nel centro di
Milano. 02.76.00.84.84

MONFERRATO comoda cascina,


80.000 metri, parte irrigabile, vigneto,
bosco, prato, due grandi case pietra
vista, soffitti, arcate, porticati, fienili,
stalle. Euro 160.000 trattabili.
349.79.07.892

AUTOMOBILI E FUORISTRADA, qualsiasi cilindrata. Passaggio di propriet, pagamento immediato. Autogiolli, Milano.
02.89504133 - 327.3381299

CENTRO massaggi via Paullo, sempre


aperto. Nuove promozioni su trattamenti/massaggi. 02.54.10.21.68
SAN BABILA raffinato centro italiano, rinnovato, personale qualificato,
massaggi ayurvedici, tranquillit.
02.39.68.00.71

SETTIMANE benessere! Fino al 7 febbraio, pensione completa bevande incluse, piscina coperta riscaldata, idromassaggio, grotta benessere, animazione: 7 notti 350,00, 14 notti 630,00
a persona! Gratuit bambini 3 - 4
letto. www.riohotel.it Finale Ligure
019.60.17.26

Valuta

Quota/od.

20/01
20/01
20/01
14/01
14/01
14/01
14/01
20/01
20/01
20/01
20/01
20/01
20/01

EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR

KIS - Multi-Str. UCITS P


KIS - Multi-Str. UCITS X
KIS - Selection D
KIS - Selection P
KIS - Selection X
KIS - Sm. Cap D
KIS - Sm. Cap P
KIS - Target 2014 X
55,530
66,840
61,120
62,480
61,630
63,340
61,450
58,370
53,240
69,720
66,970
62,020
46,260

55,100
66,440
61,180
62,110
61,660
62,850
60,880
58,340
52,660
69,440
66,780
61,940
45,840

La lista completa dei comparti Invesco autorizzati in Italia


disponibile sul sito www.invesco.it
21/01
21/01
21/01
21/01
21/01
21/01
21/01
21/01
21/01
21/01
21/01
21/01
21/01
21/01
21/01
21/01
21/01
21/01
21/01
21/01
21/01
21/01
21/01
21/01
21/01
21/01
21/01
21/01
21/01
21/01
21/01
21/01
21/01
21/01
21/01
21/01
21/01
21/01
21/01

USD
USD
USD
USD
USD
EUR
EUR
USD
USD
USD
EUR
EUR
EUR
EUR
USD
USD
USD
USD
USD
EUR
EUR
EUR
USD
USD
EUR
JPY
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
USD
EUR
EUR
USD
USD
USD

PADRONA
autorevolissima
899.84.24.11. Viziosa 899.84.24.73.
Euro 1,30min/ivato. VM 18. Futura
Madama31 Torino.

Quota/pre. Nome

Tel: 848 58 58 20
Sito web: www.ingdirect.it

Invesco Funds
Asia Balanced A
Asia Balanced A-Dis
Asia Consumer Demand A
Asia Infrastructure A
Asian Bond A-Dis M
Balanced-Risk Allocation A
Balanced-Risk Select A
Em. Loc. Cur. Debt A
Em. Loc. Cur. Debt A-Dis.M
Em. Mkt Corp Bd A
Euro Corp. Bond A
Euro Corp. Bond A-Dis M
Euro Short Term Bond A
European Bond A-Dis
Glob. Bond A-Dis
Glob. Equity Income A
Glob. Equity Income A-Dis
Glob. Inv. Grade.Corp. Bd A-Dis M
Glob. Structured Equity A-Dis
Glob. Targeted Ret. A
Glob. Tot. Ret. (EUR) Bond A
Glob. Tot. Ret. (EUR) Bond E-Dis
Greater China Eq. A
India Bond A
India Equity E
Japanese Eq. Advantage A
Pan European Eq. A
Pan European Eq. A-Dis
Pan European Eq. Inc. A-Dis
Pan European High Inc A
Pan European High Inc A-Dis
Pan European Struct. Eq. A
Pan European Struct. Eq. A-Dis
Renminbi Fix. Inc. A
Renminbi Fix. Inc. EUR A-Dis
US Equity A EH
US High Yield Bond A
US High Yield Bond A-Dis M
US Value Equity A

GIOIELLI FIRMATI, orologi marche prestigiose, coralli, argenteria. Il Cordusio


02.86.46.37.85

FFICI in vendita, centro storico. 400-1000 mq, affreschi e


particolari costruttivi d'epoca.
CE: D - IPE: 104,5 kWh/mca
02.88.08.31 cod. C05 www.filcasaimmobili.it

Data

Dividendo Arancio
Convertibile Arancio
Cedola Arancio
Borsa Protetta Agosto
Borsa Protetta Febbraio
Borsa Protetta Maggio
Borsa Protetta Novembre
Inflazione Pi Arancio
Mattone Arancio
Profilo Dinamico Arancio
Profilo Equilibrato Arancio
Profilo Moderato Arancio
Top Italia Arancio

ACQUISTIAMO

BRILLANTI,

24,240
15,480
14,340
14,570
9,862
15,400
9,990
13,734
8,439
12,129
17,456
13,093
11,077
6,103
5,588
58,910
14,660
11,886
44,450
11,271
13,301
12,023
46,950
10,667
43,920
3455,000
18,370
16,580
12,430
19,380
13,880
15,880
15,100
10,440
10,940
14,660
11,600
10,151
31,970

ASIAN OPP CAP RET EUR


ADWISE L/S CAP RET EUR
FLEX QUANTITATIVE HR6 A EUR
HIGH GROWTH CAP RET EUR
ITALY CAP RET A EUR
SELECTED BOND DIS RET EUR
SELECTED BOND CAP RET EUR
ACTIVE SH TERM CREDIT CAP RET EUR

Data

Valuta

Quota/od.

19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01

EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR

116,770
117,930
121,360
123,900
124,370
95,640
100,780
97,830

20/01
20/01
20/01
20/01
20/01
20/01
20/01
20/01

EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR

13,521
107,924
115,281
116,598
25,085
5,603
120,622
90,870

Alexander
Biotech A
Biotech E
Biotech I
Emerging Mkt Local Curr Debt A
Emerging Mkt Local Curr Debt B
Emerging Mkt Local Curr Debt F
Orazio Conservative A
Sparta Agressive A

20/01
20/01
20/01
20/01
20/01
20/01
20/01
20/01
20/01

EUR
EUR
USD
EUR
EUR
EUR
USD
EUR
EUR

1057,020
186,790
117,070
1912,040
1071,980
1080,100
1041,600
103,740
103,170

20/01
20/01
20/01
20/01
20/01
20/01
20/01
20/01
20/01
19/01
19/01
14/01
14/01
14/01
19/01
19/01
19/01

USD
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR

1476,021
1637,200
1569,418
1486,966
1419,961
1399,755
1320,511
1248,905
1204,388
122,179
122,252
72,126
75,469
107,387
1079,922
1234,754
1050,817

1475,480
1636,295
1568,567
1488,028
1420,992
1399,972
1320,734
1248,841
1204,338
122,582
122,648
72,459
75,807
107,706
1082,771
1241,865
1052,515

ABSOLUTE RETURN EUROPA


BOND-A
BOND-B
DYNAMIC EQUITY
EQUITY- I
PRINCIPAL FINANCE 1

16/01
28/11
28/11
28/11
28/11
30/09

EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR

4809,436
808472,743
808472,743
479099,752
598463,333
62969,876

4674,016
802831,116
802831,116
500000,000
576983,625
62759,815

Kairos Multi-Str. A
Kairos Multi-Str. B
Kairos Multi-Str. I
Kairos Multi-Str. P
Kairos Income
Kairos Selection
KAIROS INTERNATIONAL SICAV
KIS - America A-USD
KIS - America P
KIS - America X
KIS - Bond A-USD
KIS - Bond D
KIS - Bond P
KIS - Bond Plus A Dist
KIS - Bond Plus D
KIS - Bond Plus P
KIS - Dynamic A-USD
KIS - Dynamic D
KIS - Dynamic P
KIS - Emerging Mkts A
KIS - Emerging Mkts D
KIS - Europa D
KIS - Europa P
KIS - Europa X
KIS - Global Bond P
KIS - Italia P
KIS - Italia X
KIS - Key
KIS - Key X
KIS - Liquidity D
KIS - Liquidity P
KIS - Multi-Str. UCITS A USD
KIS - Multi-Str. UCITS D

30/11
30/11
30/11
30/11
20/01
20/01

EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR

892008,816
581246,653
602744,666
546094,422
6,786
10,587

19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01
19/01

USD
EUR
EUR
USD
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
USD
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
USD
EUR

286,770
201,660
203,540
176,060
125,570
130,310
125,670
133,390
136,170
177,390
123,500
125,980
128,040
125,670
127,510
130,700
131,230
102,170
136,780
136,190
137,550
143,250
103,100
106,770
154,670
113,540

116,800
117,960
121,240
123,770
124,250
94,530
99,610
97,830

13,318
107,854
115,164
115,763
24,991
5,590
120,353
90,845

1047,660
184,310
115,470
1886,530
1068,490
1076,570
1038,280
103,420
102,730

Data

Valuta

Quota/od.

Quota/pre.

Tel: 0041916403780
www.pharusfunds.com info@pharusfunds.com
20/01
116,460
EUR
20/01
123,160
EUR
20/01
114,330
EUR
20/01
109,540
EUR
20/01
87,810
EUR
20/01
86,210
USD
20/01
103,920
EUR
20/01
108,380
EUR
20/01
115,020
EUR
20/01
163,340
EUR
20/01
122,080
EUR
20/01
101,830
USD
20/01
126,550
EUR
20/01
82,890
EUR
20/01
98,130
EUR
20/01
103,300
EUR
20/01
104,920
EUR
20/01
123,290
EUR
20/01
126,240
EUR
20/01
124,920
EUR
20/01
100,230
USD
20/01
97,450
EUR
20/01
103,600
EUR
20/01
94,640
EUR
20/01
103,450
EUR
20/01
104,900
EUR
20/01
105,170
EUR
20/01
101,500
USD
20/01
113,730
EUR
20/01
103,560
EUR
20/01
97,810
EUR
20/01
112,740
EUR
20/01
112,300
EUR
20/01
114,870
EUR
20/01
110,180
USD

116,280
122,960
114,050
109,270
87,650
86,060
104,080
108,520
114,480
163,270
122,020
101,780
126,710
82,400
98,020
103,030
103,890
123,420
126,380
124,920
100,220
97,500
103,650
94,360
103,140
105,460
105,720
101,970
111,920
103,580
97,830
112,790
110,980
113,520
108,920

PS - Absolute Return A
PS - Absolute Return B
PS - Algo Flex A
PS - Algo Flex B
PS - BeFlexible A
PS - BeFlexible C
PS - Best Global Managers A
PS - Best Global Managers B
PS - Best Gl Managers Flex Eq A
PS - Bond Opportunities A
PS - Bond Opportunities B
PS - Bond Opportunities C
PS - EOS A
PS - Equilibrium A
PS - Fixed Inc Absolute Return A
PS - Global Dynamic Opp A
PS - Global Dynamic Opp B
PS - Inter. Equity Quant A
PS - Inter. Equity Quant B
PS - Liquidity A
PS - Liquidity B
PS - Opportunistic Growth A
PS - Opportunistic Growth B
PS - Prestige A
PS - Quintessenza A
PS - Target A
PS - Target B
PS - Target C
PS - Titan Aggressive A
PS - Total Return A
PS - Total Return B
PS - Valeur Income A
PS - Value A
PS - Value B
PS - Value C

www.pegasocapitalsicav.com

NM Augustum Corp Bd A
NM Augustum Extra Euro High Qual Bd
NM Augustum High Qual Bd A
NM Balanced World Cons A
NM Euro Bonds Short Term A
NM Euro Equities A
NM Global Equities EUR hdg A
NM Inflation Linked Bond Europe A
NM Italian Diversified Bond A
NM Italian Diversified Bond I
NM Large Europe Corp A
NM Market Timing A
NM Market Timing I
NM Q7 Active Eq. Int. A
NM Q7 Globalflex A
NM Total Return Flexible A
NM VolActive A
NM VolActive I

AUGUSTUM EQUITY EUROPE I


876131,658 AUGUSTUM G.A.M.E.S. A
571052,427
591889,167 AUGUSTUM G.A.M.E.S. I
536770,822
6,787
10,561
286,240
201,290
203,160
175,970
125,520
130,250
125,600
133,320
136,090
177,360
123,480
125,970
129,400
127,010
126,760
129,920
130,360
102,280
136,290
135,730
137,600
143,280
103,170
106,840
154,710
113,580

RICHIESTE SPECIALI
Data Fissa: +50%
Data successiva fissa: +20%
Per tutte le rubriche tranne la 21,
22 e 24:
Neretto: +20%
Capolettera: +20%
Neretto riquadrato: +40%
Neretto riquadrato negativo: +40%
Colore evidenziato giallo: +75%
In evidenza: +75%
Prima fila: +100%
Tablet: + 100
Tariffa a modulo: 110

20/01
106,590
106,590
Strategic Bond Inst. C
EUR
20/01
106,710
106,720
Strategic Bond Inst. C hdg
USD
20/01
104,800
104,800
Strategic Bond Retail C
EUR
20/01
105,000
105,010
Strategic Bond Retail C hdg
USD
20/01
102,110
101,710
EUR
191,780 Strategic Trend Inst. C
20/01
99,650
99,270
Strategic
Trend
Retail
C
EUR
104,350
147,060
140,450
139,620
48,610
74,670
106,870
111,390
www.sorgentegroup.com
114,210
138,010
106,520 Fondo Donatello-Michelangelo Due
30/06
EUR 51342,801 51470,165
108,040 Fondo Donatello-Tulipano
30/06
EUR 47090,100 46691,916
47,710 Fondo Donatello-Margherita
30/06
EUR 28147,209 27926,454
30/06
EUR 59168,415 58259,864
100,190 Fondo Donatello-David
30/06
EUR 426690,595 468728,464
123,070 Fondo Tiziano Comparto Venere
30/06
2423,671
2451,889
EUR
103,180 Caravaggio di Sorgente SGR
104,380

www.newmillenniumsicav.com
Distributore Principale: Banca Finnat Euramerica - Tel: 06/69933475
20/01
20/01
20/01
20/01
20/01
20/01
20/01
20/01
20/01
20/01
20/01
20/01
20/01
20/01
16/01
16/01
20/01
20/01

EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR

192,240
104,750
147,170
140,780
139,600
48,900
74,830
106,920
111,700
114,530
138,000
106,770
108,290
47,720
98,340
123,940
103,220
104,430

20/01
20/01
20/01

EUR
EUR
EUR

112,380
117,040
156,230

Tel: 02 77718.1
www.kairospartners.com

Active Dollar Bond A


Active Emerging Credit A
Active Emerging Credit B
Active European Credit A
Active European Credit B
Active European Equity A
Active European Equity B
Active Liquid Bond A
Active Liquid Bond B
Multiman. Bal. A
Multiman. Bal. M
Multiman. Eq. Afr. & Mid. East A
Multiman. Eq. Afr. & Mid. East M
Multiman.Target Alpha A
SB Bond B
SB Equity B
SB Flexible B

TARIFFE PER PAROLA IVA ESCLUSA


Rubriche in abbinata: Corriere
della Sera - Gazzetta dello Sport:
n. 1 Offerte di collaborazione:
2,08; n. 2 Ricerche di collaboratori: 7,92; n. 3 Dirigenti:
7,92; n. 4 Avvisi legali: 5,00;
n. 5 Immobili residenziali compravendita: 4,67; n. 6 Immobili
residenziali affitto: 4,67; n. 7
Immobili turistici: 4,67; n. 8
Immobili commerciali e industriali: 4,67; n. 9 Terreni:
4,67; n. 10 Vacanze e turismo:
2,92; n. 11 Artigianato trasporti:
3,25; n. 12 Aziende cessioni e
rilievi: 4,67; n. 13 Prestiti e investimenti: 9,17; n. 14 Casa di
cura e specialisti: 7,92; n. 15
Scuole corsi lezioni: 4,17; n.
16 Avvenimenti e Ricorrenze:
2,08; n. 17 Messaggi personali:
4,58; n. 18 Vendite acquisti e
scambi: 3,33; n. 19 Autoveicoli: 3,33; n. 20 Informazioni e
investigazioni: 4,67; n. 21 Palestre saune massaggi: 5,00; n.
22 Chiromanzia: 4,67; n. 23
Matrimoniali: 5,00; n. 24 Club
e associazioni: 5,42.

Quota/pre. Nome

www.multistarssicav.com multistars@pharus.ch
T. +41 (0)91 640 37 80

24,080
15,380
14,090
14,400
9,840
15,380
9,980
13,664
8,396
12,137
17,452
13,090
11,066
6,109
5,591
58,820
14,640
11,868
44,360
11,215
13,288
12,012
46,400
10,650
43,520
3488,000
18,420
16,620
12,460
19,380
13,890
15,930
15,150
10,448
10,944
14,680
11,594
10,145
32,080

Il Corriere della Sera e La Gazzetta dello Sport con le edizioni


stampa e digital offrono quotidianamente agli inserzionisti una
audience di oltre 8 milioni di lettori, con una penetrazione sul
territorio che nessun altro media
in grado di ottenere.
La nostra Agenzia di Milano a
disposizione per proporvi offerte
dedicate a soddisfare le vostre
esigenze e rendere efficace la vostra comunicazione.

Numero verde 800 124811


www.nextampartners.com-info@nextampartners.com
Nextam Bilanciato
Nextam Obblig. Misto
BInver International A
Cap. Int. Abs. Inc. Grower D
CITIC Securities China Fd A
Fidela A
Income A
International Equity A
Italian Selection A
Liquidity A
Multimanager American Eq.A
Multimanager Asia Pacific Eq.A
Multimanager Emerg.Mkts Eq.A
Multimanager European Eq.A
Strategic A
Usa Value Fund A
Ver Capital Credit Fd A

20/01
20/01
20/01
20/01
20/01
20/01
20/01
20/01
20/01
20/01
20/01
20/01
20/01
20/01
20/01
20/01
20/01

EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR

7,257
7,880
6,359
6,276
6,877
5,639
5,752
8,223
6,292
5,325
5,707
5,121
4,591
4,690
5,330
6,629
5,581

www.vitruviussicav.com
111,730
116,400
20/01
98,170
96,790
Equity B
EUR
155,370 Asian
20/01
137,790
135,840
Asian Equity B
USD
20/01
446,500
442,380
Emerg Mkts Equity
USD
20/01
435,950
431,930
Emerg Mkts Equity Hdg
EUR
20/01
301,290
298,510
European Equity
EUR
20/01
116,160
114,630
Greater China Equity B
EUR
20/01
165,180
162,980
Greater China Equity B
USD
20/01
77,950
77,630
Growth Opportunities
USD
20/01
85,340
84,960
Growth Opportunities Hdg
EUR
20/01
143,730
141,600
Japanese Equity
JPY
20/01
185,950
183,210
Japanese Equity Hdg
EUR
20/01
127,180
127,570
Swiss Equity
CHF
20/01
95,190
95,470
Swiss Equity Hdg
EUR
20/01
179,880
179,070
US Equity
USD
20/01
198,000
197,110
EUR
7,239 US Equity Hdg
7,870
6,328
6,232
6,784
5,632
5,751
8,173
Tel 0332 251411
6,254
5,325
www.ottoapiu.it
5,684
20/01
6,324
6,288
Eiger
EUR
5,091 8a+
20/01
5,174
5,177
8a+ Gran Paradiso
EUR
4,566 8a+ Latemar
20/01
5,863
5,844
EUR
4,661 8a+ Matterhorn
09/01
EUR 720485,038 733511,745
5,322
6,626
Legenda:
Quota/pre.
=
Quota
precedente;
Quota/od.
=
Quota
odierna
1337769B www.kneip.com
5,569

Corriere della Sera Gioved 22 Gennaio 2015

33

ECONOMIA/MERCATI FINANZIARI

Piazza Affari

Sussurri & Grida

Per lIstituto centrale delle popolari spunta Bernab


di Giacomo Ferrari

La corrente turca spinge Saipem


Lusso a due facce tra Tods e Yoox

anche popolari protagoniste anche ieri


a Piazza Affari, con lindice Ftse-Mib
che ha segnato un rialzo dell1,64%,
secondo in Europa dopo il Psi 20 di Lisbona
(+1,96%). Premiato il Banco Popolare
(+9,83%), ritenuto uno degli attori principali
delle prossime aggregazioni, mentre Bpm
cresciuta del 3,61%. Gli acquisti si sono
inoltre indirizzati verso Saipem, rimbalzata
del 6,61% nellipotesi di una partecipazione al
progetto Turkish Stream in alternativa al
tramontato South Stream. La controllante
Eni ha guadagnato il 3,5%. Contrastato il
lusso: Tods in rialzo del 4,44%, Yoox gi del
2,47%. Maglia nera A2A (-3,5%) nella
prospettiva del collocamento da parte dei
Comuni azionisti, Brescia e Milano.
RIPRODUZIONE RISERVATA

(d. pol.) Il calcio dinizio della partita sul futuro


assetto dellIstituto centrale delle banche popolari sar fischiato oggi. E infatti atteso il board
da cui emerger ladvisor per la selezione dei
nuovi soci dellIcbp, il gruppo bancario dei servizi di pagamento, oggi controllato all80% da un
sindacato di nove banche tra cui Credito Valtellinese, Banco Popolare, Bper, Popolare di Vicenza,
Veneto Banca e Ubi. Per la grande maggioranza
convinte a disinvestire e incassare per rafforzare
i bilanci alla vigilia delle turbolenze del settore
legate al via libera allinvestment compact e alla
loro trasformazione in societ per azioni. Mediobanca ladvisor favorito. Se sar scelta, dovr strutturare il processo e sondare i candidati.
Il fondo Permira si gi fatto avanti. Ma da dicembre al lavoro il tandem formato dagli inglesi Bain capital e Advent, affiancato dagli advisor
Vitale & associati e Franco Bernab, lex capo di
Telecom, qui nelle vesti di consulente. Lofferta
si colloca appena sotto i 2 miliardi contro i 2,2 di
Permira. Ma la gara porter a rilanci. La scelta
delle popolari sar comunque condizionata al
piano industriale.
RIPRODUZIONE RISERVATA

  


! -!!

' (33!
'
$0(!%

I piani dello sceicco


Al Hamed
(f.ch.) Dopo la Perla Jonica, lo
sceicco Hamed Bin Al Hamed
vuole altri quattro alberghi in
Sicilia. La Item, che fa capo al
100% al membro della famiglia reale di Abu
Dhabi, parteciper alla gara per lacquisto di
quattro strutture di lusso che rientrano nella
curatela del fallimento di Acqua Marcia di
Francesco Caltagirone Bellavista: lExcelsior di
Catania, il San Domenico di Taormina, le Palme e Villa Igiea di Palermo (nella foto). Loperazione potrebbe essere conclusa per autunno,
pare con unofferta intorno ai 100 milioni di euro. Si tratta della stessa cifra che la Item ha
messo in campo anche per la Perla Jonica, altra
struttura uscita da una procedura fallimentare.
La societ italiana dello sceicco ha ricevuto una
linea di credito di 24 milioni da Mps e a cantiere ultimato, in base a un contratto di sviluppo
con Invitalia, potr ricevere un importo pari alla met dei lavori fino a un massimo di 24 milioni, provenienti da fondi europei. Il comples-

2
#-3
 ! $ ! 
$0(!%  0(!%

! -!!

' (33!
'
$0(!%

/919 99999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8
/- 9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8
0. 999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8
1#/9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 7 8
1#/ >##1 I 9999999999999999999999999999999999999999999978
1#>H-D999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978
1*-1##>-1*  999999999999999999999999999999999999999999999999 78
1- 9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 7 8
>*99999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978
>*K 6-D/ 99999999999999999999999999999999999999999999999999999 78
>*K 6-D/ 5AI99999999999999999999999999999999975A8
?6>-1#D  99999999999999999999999999999999999999999999999999999999978
G.#"3?99999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8
G>3D#+ 9999999999999999999999999999999999999999999999999999999978
J3>999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978
J6>-H- 999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978
) /. #1#I/#? 99999999999999999999999999997 8
,-D +>K?/#> GD999999999999999999999999999999999 78
#>>*03 9999999999999999999999999999999999999999999999999999978
-"- 9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978
-#> -/13 9999999999999999999999999999999999999999999999999997 8
-11D-#>- 99999999999999999999999999999999999999999999999999999999978
-1#31.9999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8
-10#1-9999999999999999999999999999999999999999999999999978
 9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 7 8
G//?-J999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 7 8
* #DD- >3999999999999999999999999999999999999999999 78
? /G?999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978
#&>1  99999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978
#1#>/-999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 78
#3J 9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978
>G663 "-D9 =?6>#??3999999999999999999999999999999999 78
D#+99999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8
+ #> 9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978
, >1"- -**-9999999999999999999999999999999999999999 7 8
 999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8
/ 3/# F) >#9999999999999999999999999999999999999999999999999997F)8
0 99999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8
00?-999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 7 8
1"G?D>- # 119 999999999999999999999999999999999999999999999999997 8
1D#. >3G6999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8
1D#. >3G6 >1 9999999999999999999999999999999999999999999997 8
1D#>6G06  99999999999999999999999999999999999999999999999999999999 7 8
1D#? 163/3999999999999999999999999999999999999999999999997 8
1D#? 163/3 >19999999999999999999999999999999999997 8
1H#?D # H-/G6639999999999999999999999999999999999999999999997 8
>#  9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8
>#199999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8
?*>3 999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 7 8
?*>3 L-31- H-/G663  9999999999999999999999999997 8
   999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 7 8
D/#0#1D-9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8
D/03-/->#9999999999999999999999999999999999999999999999999999 7  8
D/03-/-># >1 99999999999999999999999999999999999999999 7  8
 >3G69999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8
 >3G6 5A I>>999999999999999999999999999999999999997 8
-
GH#1DG? 999999999999999999999999999999999999999999 7
8
. 991#>*K999999999999999999999999999999999999999999999997 8
-1#J- 99999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 7 8
/  3>- 9999999999999999999999999999999999999999999999999997 8
1"- #1L3 99999999999999999999999999999999999999999999999999997 8
L-39999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8
GJ3DD- 99999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 7 8
H#1DG># >3G6999999999999999999999999999999999999999999997 8
0 -># #1-031D9999999999999999999999999999999999997 8
1*#0#1D # 9999999999999999999999999999999999999999997 8
 999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 7 8
#"-31D#+99999999999999999999999999999999999999999999999 7 8
#"-?#D99999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8

('
('

' 4/+4"+/4"  !
$ &% $ &% $0(!%

2
#-3
 ! $ ! 
$0(!%  0(!%

EM!5@M ,)!(E :A!22 FA!(EM E5!AMM 5(M!F


5!@E( ,5!)F :E!(F 5!AAA 5!@$M 55M!5
M!$)( ,M!5$ ,F!A( M!$)F M!$A$ 5E$!$
E!$FA :5!A( :E!2@ E!))F E!$FA E()F2!5
5!@MF :5!2$ ,F!F) 5!AE( 5!@)5 $)@M!@
%
%
%
%
%
%
)M!EMM :F!2) :(!$2 EA!$EM )M!EMM )2A!F
5)!@@M :E!(M :5!FE 5E!E@M 5)!@@M (F@$E!@
2!A2M ,5!AF :F!2$ 2!MFM 2!$(M 5)($!5
M!M2M :5!2E ,F!$5 M!M$@ M!M2F
5)!2
M!M5M ,5M!@5 ,5A!A@ M!M5M M!M5)
%
(!$(M :M!$A ,M!E) (!@EM (!2@M EMF!$
M!2FA :M!$@ ,(!(5 M!25$ M!2$M
5A!A
F!M5M ,E!M2 :FM!2) 5!A5M F!52$
@5!F
E)!$AM :M!E@ :5!F( EE!5(M E)!$AM $(5F!@
M!@(E ,F!(2 :@!M) M!A2A M!@$M
E2!F
M!2MA
% ,)!@E M!$@) M!2(5 FA)!2
5M!@MM :M!AA :5M!(2 2!)A( 5M!@MM 5EA($!(
FE!F@M :5!E2 :5)!(F 52!@AM FE!F@M E$@)!M
E!MAA :M!M@ :(!EA F!$2) E!M2M
5(!(
A!E2M :M!E2 :M!E5 A!5M( A!E2M FA2!A
M!@F5 ,M!)5 ,A!EM M!@MA M!@@M 5FM$!)
)!AE) :M!5E ,F!F) )!)E$ )!@)M F$ME!F
$!A2( :5!E) :5F!)$ @!E(M $!A2( )2(E!5
M!(5@ ,5!22 ,A!)E M!(5A M!((E FF(!2
5!A2( :M!$2 ,M!A) 5!A$M 5!@FM
5$!$
M!@)M :M!FM ,2!AM M!@EM M!$5$
EF!F
E!)AM ,M!5@ ,$!2( E!)MM E!$MM 5()!E
E!M5$ :M!AM :M!AM F!22F E!M$M
)E!A
5$!MMM :5!($ :(!AE 5A!)EM 5$!MMM F@A2F!@
F!@(M ,M!5( :M!EA F!(@F F!@() @M@!)
M!2@5 ,M!F5 :M!M( M!$2E M!2@) E2$!2
5A!A)M ,5!M5 ,5M!)2 5A!A)M 5$!(2M F2ME!$
F!MAA ,M!F2 :A!)) 5!2F5 F!M@F EM@E!F
M!(AM :M!@F :F!@( M!(F) M!(@5
F(!5
M!AAF
% :M!@A M!A)E M!AA( (MM!5
M!($( :M!5@ ,M!@A M!(AM M!(2M
F(!F
EA!$AM :M!5A ,5!5$ E(!F5M E@!EMM 5E)2!)
M!A5E :5!AA :55!)( M!()M M!A5E FM(!)
M!EE( ,M!)F ,@!(2 M!EEF M!E@2
@!2
M!EF@ :M!AF ,F!M2 M!E52 M!EE) 55F!5
M!($M ,M!)E ,F!52 M!(@( M!(2E
F$!@
55!2(M
% ,M!5@ 55!)AM 55!2@M 5F25!A
F!(() ,M!E2 :)!M@ F!F)$ F!(A) )MFEA!)
F!FEM :M!)( :(!A2 5!2@F F!FEM FM)2!F
M!)EF ,E!2$ ,5M!MA M!)EF M!)$M
F!2
5!@E@ :M!22 ,F!EA 5!@FM 5!@2M
)$!A
M!2A$ :M!(@ :)!)$ M!$@E M!2A$ 55)M!M
5!)AM ,5!E( :M!A2 5!E@A 5!)$M
EA!(
5!FF( ,M!@E :M!5A 5!F5( 5!F)@
5@!F
5!)5@ ,F!$$ ,E!$M 5!)5@ 5!(EM
55!F
(!)EM :5!MF :$!@@ )!($F (!)EM 5$$$!M
52!F@M ,M!2E :5!)F 5@!E5M 52!)(M )EM!)
5(!MMM ,M!AA :E!M2 5E!22M 5(!52M F)(!2
A!$@M :5!2E ,A!(E A!@)M @!A2M FA@!F
M!5$( :F!F@ ,@!(( M!5(@ M!F@(
%
M!FE5 :M!FF :E!)5 M!F5$ M!FE5 FEF!5
M!@@$ :5!5@ ,5M!(E M!@E( M!$A2
F(!(
M!2FM ,M!A( ,$!MM M!$(F 5!M5)
(5!F
2!MF( ,F!)E :)!5( $!55M 2!)$( F$F!E
5!M(2 ,5!2) :A!@( M!2$( 5!M$A 55$!A
M!)$A ,M!FE ,5!EA M!)$A M!(M(
EE!5
)$!22M ,M!$2 :$!5F ))!25M )2!$$M FE(@(!$
M!A$A ,M!M@ ,5!($ M!A@2 M!@5(
5F!5
5!@)M ,M!FE ,(!$) 5!AF( 5!$)$ (EF!M
M!M2M :F!@) ,M!EE M!M$A M!M2F
)F!)
5(!F2M :M!FA :F!AF 5)!FAM 5(!F2M 5M5F!2
M!@F5 ,5!@5 ,2!AM M!@F5 M!@2@
5E!(
E!@F$ :F!M$ :$!AF E!5@F E!@F$ )EF@!@

! -!!

' (33!
'
$0(!%

(m.a.c.) Tommaso Di Ruzza il nuovo direttore


dellAif vaticana, nominato dal segretario di Stato Pietro Parolin su proposta di Ren Brlhart,
da novembre Presidente della Unit di Intelligence finanziaria della Santa Sede . Stimato giurista, genero dellex governatore della Banca
dItalia, Antonio Fazio, Di Ruzza accreditato per
essere tra i principali autori del percorso che negli ultimi tre anni ha condotto alla riforma e consolidamento del sistema vaticano antiriciclaggio
e per il contrasto al finanziamento del terrorismo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

  

#"-31 99999999999999999999999999999999999999999999999999999 7 8 @!FEM


#"-3/1G099999999999999999999999999999999999999999999999999 7 8 (!(@M
#>-"-#999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 M!M2$
-" 1"G?D>K 69999999999999999999999999999999999999999999 7 8
%
-DD#/9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 7 8 5!FFM
3/#?.-1# 99999999999999999999999999999999999999999999999999997  8 5!MF)
3/ #" 999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 M!)AA
31/#> 999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 5F!($M
31""3>- 999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 M!$)M
31"3 H 999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 5!@($
31>-&9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 M!F$)
31D# ?+- -9 99999999999999999999999999999999999999997 8 M!)2$
3H-#0J9999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8
%
GDG-31/-1# 9999999999999999999999999999999999999999999999997  8 )!@MM
1 -#  999999999999999999999999999999999999999999999999999999 7 8 F!@2A
3#0/-&#9999999999999999999999999999999999999999999999999999999978 )!@MM
3#0/-&# 5( I>> 999999999999999999999999999975(8
%
3H># 99999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 78
%
2 /-"D9999999999999999999999999999999999999999999999999999999 7 8 M!EFM
3 1>-*>3G6  99999999999999999999999999999999999978 5!EE)
>0/D 9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 F!))F
>0/D 5(I9999999999999999999999999999999999999997 5(8 5!)EE
-**-39999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 7 8 F!AMM
-#>>#/99999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 7 8 M!A$(
-#>>#/ 5FI9999999999999999999999999999999999999999999997 5F8
%
-1-1&>-1999999999999999999999999999999999999999999999999999999 7 8 E!)$M
-;G">3 9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 78 5!($A
->#//-  9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978 5F!52M
->#//-  9 >19999999999999999999999999999999999999999999999999978 5M!2MM
3/-*>9 9G?D-13 999999999999999999999999999999999999999 78 (!$$M
3/-*>'- "-D3>-/#99999999999999999999999999999999999997 8 M!FF2
>#/-3?9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978 M!F(2
>#0G" 9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978 M!5E$
>-0 1"G?D>-#  9999999999999999999999999999999999999999999 7 8 5E!AMM
>K?0-19999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978 5(!)@M
5 9 # #"-- 9999999999999999999999999999999999999999997 8 M!F@(
- K9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 78 E!F5M
DD-999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 78 F!E$$
 #"-*>3G6 999999999999999999999999999999999999999999978 M!2EM
#3>"D- 9999999999999999999999999999999999999999999999999999999 78 5E!@EM
#6/K 999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 78 AA!2MM
#D#/-D 99999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 M!(A@
-?10#1D399999999999999999999999999999999999999999999999999999 78 M!M2A
3???999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 78 5!5$2
6 & 9699 9999999999999999999999999999999999999999978 5M!2(M
#? 9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978 A!F@M
#? >1 99999999999999999999999999999999999999999999999999999999978 (!F(M
'/3 >3G69999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 5F!5AM
-6#0999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 @!AA(
-6#0 >-?6999999999999999999999999999999999999999999999999997 8
%
/-1- 06>#*-/39999999999999999999999999999999999999999999999 7 8 F!2EM
/-1- 06>#*-/3 >1 99999999999999999999999999999999999 7 8 2!@2(
>?999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978 M!2)5
D999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978
%
H#999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978 5E!52M
>##1 #>H-#99999999999999999999999999999999999999999999999978
%
#D 9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978 M!MME
#D  5A I>> 999999999999999999999999999999999999 75A8
%
#D  > 9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978 55(!5MM
#>H-L- D/-  9999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 )!MA$
#>H-L- D/- 5( I>> 9999999999999999999999997 5(8 M!F$M
#?999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 78 5F!(AM
 999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 $!$@M
-1D#?-99999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 7 8 M!M(F
1- 99999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 78 5!EEM
10 ? 99999999999999999999999999999999999999999999999999999999978 )!5EM
3*#' 9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 78 F!EEM
3/ 9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 A!@5(
3>-19999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 78 F!M5M
6#999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 78 2!2$(
6# I>> 99999999999999999999999999999999999999999999999999978
%
D#&1#/  999999999999999999999999999999999999999999999999999999978 M!F$2
D#&1#/ >-?6  999999999999999999999999999999999999999999978
%
 ->3#/#D>99999999999999999999999999999999999999999999999997 8 A!$$M
7 0G>-9999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 F!A)M
0G>- 5EI99999999999999999999999999999999999999999997 5(8 M!(@@
99999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978 M!EAM
#/#30  99999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 M!2A)
#/#30  #"-999999999999999999999999999999999999999997 8 5!ME(
#/#30  #"- >19999999999999999999999999999997 8 M!A)M
#/#30  >1 999999999999999999999999999999999999999999999997 8 M!@@M
#1>-? 99999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978 5F!F(M
#>1999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 78 E!$MM
#>1-1#>*-  999999999999999999999999999999999999999999999999 78 5!)@(
#?0# 99999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 78 M!AM5
-?/-999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 M!M(M
3"=?9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 78 $F!F(M
>#H- -19 1"999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 F!$MM
 #,?3/GD-31 9999999999999999999999999999999999999999999 78 @!($M
8  1 9999999999999999999999999999999999999999999999997 8 A!(MM
1->#"-D99999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978 (!()M
1->#"-D >-?699999999999999999999999999999999999999999999999978 @!$2M
1-63/9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 )!5$M
1-63/ 6>H 99999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 )!5@A
1-63/-9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978 F!F$)
1-63/- >-?69999999999999999999999999999999999999999999999978 FM5!MMM
1-63/- >-?6  99999999999999999999999999999999999999999978 F!F@M
9 /?3- 99999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 5(!5EM
-1-1- 1"G?D>- 9999999999999999999999999999999999999999999997 8 5!F5$
-1-1- H3>- 99999999999999999999999999999999999999999999999999 7 8 (!M@(
-DD3>- ??9 99999999999999999999999999999999999999999999999999 78 $!)(M
: 3>/" GDK >##9999999999999999999999999999999999978 $!EF(
< 33J 9999999999999999999999999999999999999999999999999999978 5$!5)M
= -*1*3 #D>3 999999999999999999999999999999999999999 78 )!25$
G+- 9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978 M!M(5
G+- 5) I>>9999999999999999999999999999999999999975)8
%
G+- >1999999999999999999999999999999999999999999999999999999978 M!5AE

:5!)M
:M!()
:5!F)
%
%
,M!($
:$!E@
:F!A2
,5!(F
,M!2A
:E!5F
:5!)E
%
%
,M!)E
,5!M5
%
%
%
:5!F5
:M!)2
:M!$)
:F!@@
:M!(2
%
:E!FA
,5!2$
:5!EE
:5!)M
,F!MM
%
:M!$F
:M!EA
:M!M@
,M!52
,M!@F
:M!52
,M!25
:M!FF
,M!$@
,M!$2
:M!AF
,5!ME
:F!EF
,M!F@
:M!)$
:M!E$
:)!A(
:A!A5
%
,M!E)
:M!)A
,F!F$
%
,M!M$
%
%
%
%
,)!F$
,A!AM
,M!AE
:5!AM
,5!5(
:F!E5
,M!5(
,M!)E
:M!FF
,M!22
%
%
:M!F$
%
:5!@M
:5!FE
:)!5(
:M!(A
:F!((
:E!((
:@!A(
:E!M$
:E!ME
:M!55
:5!5M
:5!A2
:M!AM
:)!))
:5!2@
,5!F)
:E!M5
:F!)M
:M!E$
:M!(E
:M!)E
:M!M2
%
%
,M!2$
,M!5A
:5!EM
:M!()
,M!)F
,F!)@
,M!M)
:M!(2
%
%

 3 '

('
--!  '

 3 '

('
--!  '

5E9MF95(
5E9ME95(
5)9M)95(
5)9M(95(
5F9MA95(
5)9M@95(

22!2$)
22!22)
22!2$(
22!2@)
22!2AA
22!2)F

5)9M$95(
5)9M295(
5)95M95(
5E95595(
5)95F95(
5)9M595A

22!25@
22!$$$
22!$$5
22!$(A
22!$(A
22!@@@

FME
FE)
FA)
F2)
EF(
E(A

2
#-3
 ! $ ! 
$0(!%  0(!%

:(!EF A!)A( @!FEM A5$F!5


:E!2F (!M2M (!(@M )M(F!2
,F!)M M!M2E M!5MM
)!2
%
%
%
%
:M!AA 5!5A( 5!F@@ 5M@!2
:M!@2 M!22M 5!M(A F5@!5
:E!5) M!)5) M!)AA 5MA!$
:5E!A) 5M!A$M 5F!($M E5MA!M
,)!MM M!$F( M!$$M F52!5
,5!@E 5!A2( 5!@$2
)A!(
:M!F$ M!F@A M!F25
)5!2
:E!)( M!)(2 M!(F5 F(E(!)
%
%
%
%
,M!$) )!@MM )!$FM 5$(!2
:)!EE F!A@F F!$E$ EFF!E
:E!)E )!)$F )!@AM
EA!M
%
%
%
%
%
%
%
%
,5!@$ M!E52 M!EF2
5M!$
:)!2A 5!F)( 5!EE@
AM!F
:F!A5 F!E($ F!))F ))A2!2
:)!M@ 5!E)A ".4
%
:$!EE F!E)$ F!AMM 2E(!E
,F!2@ M!A$5 M!@M@
EF!E
%
%
%
%
:$!)$ E!MAM E!)$M 5ME!(
:$!EE 5!)5( 5!AFM
@2!2
:2!)E 5M!A$M 5F!52M (@(F!)
:2!(( 2!$AM 5M!2MM 5EF!)
,E!(E (!AAM A!M2(
(M!5
:M!$$ M!FF( M!F)F
EM!E
,E!A) M!F(M M!FA2 5E5!2
,5$!E) M!5E$ M!5A2
FA!5
,F!MF 5E!)@M 5E!$$M 5)5!2
:5!@5 5)!)EM 5(!(MM EEEF!)
:M!$$ M!F@5 M!F$A 5M)!5
:M!52 E!5AA E!F5M $A$!2
,M!(M F!EFM F!)(M
A)!5
,)!M@ M!$F@ M!2@M )$5!E
:(!5E 5F!$(M 5E!$AM F$AF!@
:5M!)M (2!M(M A@!(MM AF)!(
,)!FF M!(A) M!(2F
2F!2
,E!ME M!M2E M!5M5 5@)!(
:M!2E 5!5AM 5!FAM
5E!)
,5!2@ 5M!A)M 55!5@M 5FA!)
:5!@2 (!$5M A!F@M
25!$
:5!E( (!ME( (!F(M
E2!5
:55!5( 5M!E2M 5F!5AM @)A!A
,5F!@M @!52M $!@$M EEME!2
%
%
%
%
,)!(M F!@)M E!MA$ 5))@!A
,E!2@ 2!EMM 5M!FMM
5(!$
:5E!($ M!@2) M!2AE 2M2!5
%
%
%
%
,5!5F 5E!5MM 5E!E)M @E5!2
%
%
%
%
,A!A@ M!MMF M!MME 5$M!@
%
%
%
%
:FA!)5 $(!M(M 5EE!5MM
M!$
:5!)( E!22M )!F(M 55$!A
,A!AM M!F@M 4/4
%
,F!A) 5F!)MM 5E!M5M 52@!)
:5M!AM @!$(M $!$@M 522(!E
,E!5$ M!M(M M!M()
F!F
:)!5( 5!FA5 5!EEM 5(F!$
:5!EF E!25M )!5EA 5E$2A!E
:5M!)E F!M)M F!)FM F@A!$
:M!@( A!AMM A!$5( A55!E
:)!@) 5!$2M F!MEM 2A@!@
:)!M5 2!AMM 2!22M 5F2!$
%
%
%
%
,E!F$ M!F$5 M!F22
F)!)
%
%
%
%
:5M!)E A!M@M A!$$M
%
:M!(E F!(@) F!A)M E@(!5
,F!5F M!((@ M!($$
%
,)!MM M!EE( M!E@(
5)!$
:2!22 M!$(M M!2A) 5F$)M!5
:@!M2 M!2() 5!ME( 55M!$
:5M!E) M!(EE 4*4
E!(
:5M!(( M!A$M M!@@M )()$!F
,5!)( 55!F(M 5F!)EM
%
:5!)) E!((A E!$MM @($@!E
:)!MF 5!)5$ 5!)@(
((!$
:5!A2 M!(A( M!AM5
A)!@
,)!(( M!M(M M!M(E
2E!)
:5)!5A A2!)(M $F!F(M F)(A!2
,E!M( F!(MM F!$$$ )()!2
,F!(5 @!E$M @!@@(
2M!5
:A!$F (!E5( A!(MM (@AA!(
:5!2E )!25M (!()M E52)F!2
,5!22 @!@FM $!M(M
52!F
:M!5M E!$E) )!5$M 5$E)!@
:M!5) E!$@A )!5@A 55F2!M
:5!2A F!5FM F!F$) (5)5!2
:F!$5 52F!(MM FM5!MMM F(@!E
:5!(F F!5FA F!F@M $)2!(
,F!5E 5(!5EM 5(!)AM 5(@!$
,M!5A 5!5AA 5!F@M
E(!$
,2!E@ )!$@M (!AF( FF5!E
,)!(F $!FF( $!$(M (AE!A
:F!(2 @!2A( $!(2M F55F!5
:M!A@ 5(!@EM 5$!AMM 55F2!F
,E!@A )!25$ (!5EM )EF!)
,F!F2 M!M(M M!M(E
52!(
%
%
%
%
,E!(A 4"*. M!5@F
M!A
 -D3/3 66>D#1#1D# / ?#*0#1D3 D>9

H/GD / FE,M5,5(
,
,
,
,
M!ME
M!M@

Il genero di Fazio allAif vaticana

('
('

' 4/+4"+/4"  !
$ &% $ &% $0(!%

D-  G> "#//<*#1L- *-3>1/-?D- "-33>9 31#D# G>## 31-1H#?D 9 9 -/13

F5
)2
$5
555
5)M
5@F

RIPRODUZIONE RISERVATA

%# (  ## % # & 


    ##    
    % $$$  # ) %    &%#  % ''' #! 
('
('

' 4/+4"+/4"  !
$ &% $ &% $0(!%

$ 99 30 99999999999999999999999999999999999999999999999978 M!(5M ,M!FM ,$!F@ M!(5M M!((2 FM5!@


F99999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997F8 M!$FA ,E!(M ,5!5) M!@2F M!$(A F(25!M
#99999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978 2!A(( ,5!5$ :(!2$ $!2MM 2!$MM FM@A!E
3D#/ >3G6 99999999999999999999999999999999999999999999999978 5)!MMM ,2!A$ :EA!22 5M!FFM 5(!(MM
AF!A
EE!$
;G# 3D-/- 99999999999999999999999999999999999999999999999978 M!2)2
% :M!A) M!2E) M!2AM
?0,*0999999999999999999999999999999999999999999999999999978 5!M$A ,5!@F :M!)A 5!MA5 5!55M
$)!5
",#>369->#1L#999999999999999999999999999999999999999997 8 5F!2AM ,M!5( ,M!@@ 5F!A$M 5E!(MM 552!@
#"#? 9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978 5!M() :)!EA ,(!2$ 5!M5M 5!5F5
55!)
#&&# 9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 78 5!@2@ ,(!MF ,5$!() 5!@2@ F!FMA 52)!5
%
%
%
%
%
%
-41 #1#I/#?99999999999999999999999999999999999999999997 8
/#>-3199999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978 F!E$A ,M!($ ,5(!@( F!E$A F!$AM 5ME!5
0-#1D+#?-?9999999999999999999999999999999999999999999999999978 M!E(E ,5!$) ,5M!M) M!E(E M!E2)
EE!E
06/-&319999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 7 8 (!5FM ,E!F5 :)!)2 )!$$) (!EE( 55A5!F
1-0 3/"-1* 999999999999999999999999999999999999999999997 8 E!2EA ,M!M( ,(!A5 E!$MM )!5@M 55$F!A
1?/"3 D? 99999999999999999999999999999999999999999999999999 78 $!$FM ,M!)M :(!5E $!52M $!$(( 5@(A!$
>#199999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978
%
%
%
%
%
%
?36-H#  9999999999999999999999999999999999999999999999999999978 5!@2( ,5!25 ,5!E@ 5!@AM 5!$EM )FE!5
?D/"-  99999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978 (!E@M :5!@M :55!AM )!)5M (!E@M (FF!@
D/1D-9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 F5!)AM ,M!5) :@!AF 52!5(M F5!)2M 5@A$)!(
GD3*>-//99999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 A!@)M :M!M@ :(!(A A!MAM A!@)M 5A2A!M
GD3?D>" 3, -99999999999999999999999999999999999999999999 78 5M!)@M :M!@@ :A!$) 2!)(M 5M!)$M 2F(!$
GD3?D>"# #>9999999999999999999999999999999999999997 8 5(!EEM :M!FM ,F!AM 5)!$2M 5(!@)M
A@!M
L-0GD9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 52!M)M :M!@) :E!(2 5@!A)M 52!M)M FA2F!E
%  6#.#>?  9999999999999999999999999999999999978 (!A2M ,M!5$ ,A!)5 (!A@M A!M$M
AF!M
1 #1#>/-999999999999999999999999999999999999999999999978 FE!)MM ,M!F5 :M!)E FF!FEM FE!)(M FA22!)
1 '?  999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 5)!F(M
% :M!M@ 5E!AFM 5)!F(M @AE!E
1 369 0-/- 999999999999999999999999999999999999978 A!5E( :E!F$ :2!2( )!$M) A!5E( F2A2!(
1 369 31">-3 999999999999999999999999999999999 78 E!A)F :55!F) :5A!$5 F!$)M E!A)F 5AMM!M
13 363/># 99999999999999999999999999999999999999999999999978 5F!M@M :2!$E :5@!5$ $!25( 5F!M@M )52@!(
13 363/># I5M999999999999999999999999999975M8
%
%
%
%
%
%
?-1#D99999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978 F!EAM ,5!M5 :)!EE F!FFA F!E$) 5))!A
?D3*-99999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978 F!5FA ,5!$( ,(!FA F!5MM F!EFM F()!5
%
 -3D#+  99999999999999999999999999999999999999999999999999999 78 F)M!AMM :M!M) :F5!)( 52A!@MM F)M!AMM
 >-*# 9999999999999999999999999999999999999999999999999999999978 M!MAA :M!2F :5@!A$ M!M(( M!M@M A@5!(
 >-*# >99999999999999999999999999999999999999999999999999978 5!5$) :)!5E :)!(M 5!M2( 5!5$)
E!M
 -11D  9999999999999999999999999999999999999999999999999999 78 M!)FF ,M!52 :F!F$ M!E2( M!)F@ 5(F!@
 1D#>03-/->#99999999999999999999999999999999999999997 8 E!()A :M!MA :M!5@ E!(E$ E!()A ((E!F
 369D>G>- # L-3 999999999999999999999999999 7 8 M!(EM :F@!F$ :EE!@5 M!E($ M!(EM 5M)!(
 369 -/139999999999999999999999999999999999999999999999 7 8 M!@ME :E!A5 :FE!EE M!(E) M!@ME EM(@!F
 36963/#D3 9999999999999999999999999999999999999999999978
%
%
%
%
%
%
 >3'/39999999999999999999999999999999999999999999999999999999 78 M!E5( :5!5F ,E!@A M!EM( M!EF@ FM2!M
3 #?-3,>-1L9999999999999999999999999999999999999978 F!F5M :F!@2 :5!)@ F!MEM F!F5M F()!(
3 #?-3,>-1L >199999999999999999999999999978 F!55) ,M!$) ,5!($ F!M5F F!5@M
F$!F
3 1D1"#>99999999999999999999999999999999999999999999978 A!M(( ,M!5A ,5)!F) (!25( @!MAM
%
3 >"#*1 >199999999999999999999999999999999999999978 5M!MMM :5!(F :F!EM 2!AMM 5M!MMM
A(!A
## #0 99999999999999999999999999999999999999999999999999999978 M!(5E :M!22 :F!(M M!)$( M!(F@
A2!M
@$!@
#*+#//-9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978 M!E2) ,5!EM ,5!F( M!E25 M!)M)
#1- D-/-999999999999999999999999999999999999999999999999999999 78 M!AFM :5!A) :(!() M!(A$ M!AFM 5)M(!$
#?D 1-31 39 999999999999999999999999999999999999999999999 78 5!2FM :5!)E ,)!MM 5!$)F F!MMM
5@!)
-/#DD- 1"G?D>-# 99999999999999999999999999999999999999999 7 8 M!()$ ,5!5@ ,E!$A M!(E2 M!(@@
)5!M
5)!(
-1013 999999999999999999999999999999999999999999999997 8 M!)F) :M!@$ ,5M!M@ M!)F5 M!)@F
-#??# 999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978 55!()M :)!MA :FM!(2 2!EAM 5F!FAM EM5!M
-3#>99999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 M!FA5 :M!$2 ,E!EE M!F(5 M!F@(
2!E
3#>3 >D9999999999999999999999999999999999999999999999999999999 78
%
%
%
%
%
%
3/L31-  99999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 7 8 F!A5M
% ,)!)M F!A5M F!@(M
A@!2
319#>>>#?-99999999999999999999999999999999999999999999999999999978 F)!)5M :M!5F :A!2@ FF!@MM F(!FMM 5E@!2
% ,F!M5 M!@AM M!@2@
F$!2
3>*3?#?- 99999999999999999999999999999999999999999999999999999999978 M!@$5
3>*3?#?- >1 999999999999999999999999999999999999999999999978 M!$5M :5!F( ,(!M) M!$MM M!$(E
M!@
>#03 999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978 F2!(MM :M!ME :A!MM FA!A(M F2!(MM 52@2!F
>-3?+-999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 7 8 M!M2( ,M!EF :(!)A M!M$A M!M2(
@)!2
>G1#//3 G-1#//- 9999999999999999999999999999999999999999978 5$!@$M ,5!5A :)!M) 5@!M2M 52!MMM 5F@)!$
GLL- 1-#0 9999999999999999999999999999999999999999999999999978 2!2$( ,5!F) ,)!2M 2!AEM 5M!(MM 5A)@!5
GLL- 1-#0 >1999999999999999999999999999999999999999978 A!5@M :M!@E ,(!M$ (!$$M A!(MM F)$!@
& " D  9999999999999999999999999999999999999999999999999999 78 E!2)) :5!2A :E!@2 E!A5M E!2))
E(!F
->3 3009 9999999999999999999999999999999999999999999999999 7 8 (!MAM ,5!EA :F!5$ )!@5M (!5EM E2(!2
/#&' 9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 5!EMM ,5!(F ,@!M5 5!EMM 5!E2$
5A!E
/D*->31# 99999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 5!$(( :M!$F :M!F@ 5!$5M 5!$$$ FF5!2
/D*->31# "99999999999999999999999999999999999999999999999978 M!$FA :5!FE ,E!$) M!$5A M!$@M 5MM!2
06>-999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978 (!($( :5!F@ :5M!@M )!2EM (!($( EFMF!E
6# -H# 999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978 F!FFM ,M!)( ,F!FM F!5(M F!F@M
FF!F
>>>399999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978 5!$)5 :M!FF ,E!55 5!$E5 5!2MM
$E!$
DD3/- ?999999999999999999999999999999999999999999999999999 78 (!$2M ,5!(5 :5!F2 (!(MM A!MFM 5MEM!F
#// +#>69999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 5!2(2
% :M!)A 5!2FF F!M(M
%
#0>#  9999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 55!5MM ,M!@F :A!@E 5M!F5M 55!F(M 5$@!E
#0#1D-> 99999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 (!MFM ,M!EM ,)!MF )!$$F (!EM( @2E!$
#1D9 DD# 3>-13 9999999999999999999999999999999999999997 8 E!FMM ,E!2A :5$!A5 F!A$) E!EEF
EF!$
#>09 -+#DD-999999999999999999999999999999999999999999999997 8 M!FE) ,)!F2 :A!FF M!FM2 M!F)(
52!E
#>H#"9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 78 )!)MM ,5!E( :5!@A )!M)M )!)AM $AA!)
 99999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 M!MEA ,M!F$ ,@!@( M!MEA M!ME2
$!$
 9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 7 8 M!FE$ :M!)A :M!(5 M!FEM M!FE$
F5!$
-3/#// 99999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 78 M!F5A ,M!$@ ,(!A( M!F5M M!FE5
E2!M
->9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 M!25@ ,M!EE :F!E) M!$)@ M!2FM @F$!@
/?? "-D3>- 9999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 M!F2M ,M!E) ,A!)( M!F$A M!E5M
$5!(
 1"G?D>-/99999999999999999999999999999999999999999999997 8 A!A2M :F!F2 :5!(2 A!F)( A!A2M $22)!2
3'"# 9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978 M!)EM :5!EF ,M!AM M!)ME M!)E@ EM)!5
3*#0# #D 9999999999999999999999999999999999999999999999999999 78
%
%
%
%
%
%
31' >#?D-D3=9999999999999999999999999999999999999999999999 78 M!F(M ,M!EA :F!$) M!FE( M!F(5
55!A
>#"9 >D-*-13 9999999999999999999999999999999999999999999999978
%
%
%
%
%
%
>#"9 0-/-13 99999999999999999999999999999999999999999999999999978 A!@5M :5!5E :A!MM A!FEM A!@5M FFM(!M
>#"9 /D#//-1#?#999999999999999999999999999999999999999997 8 M!2$E :5M!2( :52!$$ M!@FM M!2$E 5M(E!2
?69999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978 5!))2 ,M!)5 :F!M) 5!E2@ 5!)((
)@!)
' =0-3 9999999999999999999999999999999999999999999999999 7 8 M!)(( ,M!)) ,F!5( M!)EF M!)A( 525!M
=0-3 5A I>> 9999999999999999999999999999999 7 5A8 M!MAF ,M!2( ,$!(M M!MAF M!MA2
%
" 999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 78 F!)(M :5!F) ,A!5E F!)FM F!AF$
)M!)
0-1- 99999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 5!FE$ ,F!2M ,M!$M 5!FM( 5!F@( 5MF!A
1-#/-99999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978 FM!A)M :M!A$ :M!E) FM!M2M FM!A@M $E@!A
1-#/- >1 999999999999999999999999999999999999999999999999999978 5E!2MM :M!$M :5!M2 5E!F$M 5E!2MM ((2!F
D/3*- 99999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 2!)$( ,F!5F :A!$5 $!$MM 2!A2M (()!E
#= 31*+- 9999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 5(!M$M :M!$@ :5!F5 5)!@EM 5(!(@M FFE2!)
# 6-D/ 99999999999999999999999999999999999999999999999999978 5!@FM
% :F!A2 5!AF5 5!@FM (F(!$
#//-0 9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 5!$M(
% ,@!E) 5!$M( 5!2)$ F@5!E
-?3>-1  99999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 E)!EMM :5!F@ :F!EA EE!EEM E)!EMM 52M(!E
-*-D/ >3?  9999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 E!MEM
% ,(!A5 E!MEM E!F5$
)F!2
0-/ >3G6  99999999999999999999999999999999999999999999997 8 F!5@$ :M!$E ,(!MA F!5MA F!F2)
E!F
  99999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 )F!@EM :M!E( :M!2) )5!E5M )F!@EM 5FMF!F
( "-?31 > 999999999999999999999999999999999999999999999999 78 M!$)(
% ,5!@) M!$)M M!$AM
2F!A
 999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 7 8 M!5EM ,(!M2 ,F)!AF M!5EM M!5@E
(!$

' ''

so turistico, che sorge sulla costa a nord di Catania, sar reso interamente autosufficiente dal
punto di vista energetico e a emissioni zero da
Volteo, controllata dal gruppo Kinexia, che ha
ottenuto la commessa per un valore ha confermato il Ceo di Volteo Flavio Raimondo - di
48 milioni. Il cantiere gi partito, il termine
lavori estate 2016.

M!55
M!5)
M!5E
M!5)
M!55
M!FM

! - 0(
/" 
D#>/-1 7H98
D#>/-1 7198
D#>/-1 763?D9@)8
>G*#>>1"
>#1*3 D/-13
>#1*3 H-LL#>3
>#1*3 >1#?#

 (! --(
FE@!(A F$F!A5
F))!(F F$$!A(
F))!(F F$$!A(
59MEF!25 595)5!2)
5$E!F2 F5(!F(
5$5!FF F5F!FE
5$5!5) F55!$5

(!
/" 

-- !

>3 -/13 7G>3B*>98


>3 31"> 7G?"B31-8

EA!E$
EA!M(
59F2$!MM 59F2E!(M

>*#1D3 -/13 7G>3B.*98


/D-13 -/13 7G>3B*>98
//"-3 -/13 7G>3B*>98

))

0(!(

,,,
,,,
,,,

(

(F$!@$
E@!E(
FF!AF

('
'.*4 .*
5 ?#DD9 ,M!M(@ ,M!M($
5 0#?# ,M!MM) ,M!MM)
F 0#?M!MFF M!MFF
E 0#?M!M(( M!M(A
) 0#?,
,
( 0#?,
,
A 0#?M!5)5 M!5)E

('
'.*4
@ 0#?,
$ 0#?,
2 0#?M!F5E
5M 0#?,
55 0#?,
5F 0#?- M!F$E

.*
,
,
M!F5A
,
,
M!F$@

! -!  -(1
D/-
G>35@
1"
1-0>
-1/1"-
>1-

44
44
"4""
4
44
44

M!M(
M!M(
5
M
M!M(
M!M(

! -!  -(1
#>01-
-6631#
99

H#L-

44
4.

4/
4

M!M(
M!5
M!(
M!F(
M

  C 09+ B,09* :29 ::* *. 0,,9*  0.9 *.


2 .   A9*'0 *. #9.(* :B*FF 9*5 >* *  C 09+
090.>0 ''*09.>* ,, 09 @G5GG
*.**

-:> 9- 3 D4555555555555555555555555555&&1G/
9 .> . D5555555555555555555555555555555555555555555&%;"
9AD ,, :) , @G55555555555555555555555555?&@1/;

>0DD A905555555555555555555555555555555555555???&"

>0DD A90%G5555555555555555555555555555?@</;?

>0DD  5555555555555555555555555555555555555555?%"1@

>0DD %G55555555555555555555555555555555?1&G@1
 A90>951GG5555555555555555555555555555@""<1/
0.' 0.' 5555555555555555555555555555@&?%@%"

0(.. :A9' 5555555555555555555555555555&<???/%


0.9 31GG45555555555555555555555<;@"G&
9*  D?%55555555555555555555555555551G??%?G
:,0 02 @% 555555555555555555555555555555555555555%&G<?
*.'209  555555555555555555555555555555555??%&&<
E. E 3,, 9:45555555555555555555555555 %?<;&1
090.>0 3?GG0-24 55555555555555551&%<&/?
* .. 3>D455555555555555555555555555555555555@1/1/@
A9*'0 3 455555555555555555555555555555555555"GG"%%


6G;@
6G?%
6G%<
6G;@
6G;<
6G<1
6G<@
6G%/
61<"
6G"/
61<?
6G%G
6G//
6G<1
61%@
61;/
61GG
)@G"

: , F*0.
    
*:55555555555555555555555555555555555555555555555555555%"G%
,,*.F 555555555555555555555555555555555555555555555555551&??G
E 9 ' 5555555555555555555555555555555555555555555551@?@G
 * 9:09# 555555555555555555555555555555555555555555555;%%/
-C555555555555555555555555555555555555555555555555555555555/&/@
0-- 9F.+ '555555555555555555555555555555111%
 A>:( .+ . 5555555555555555555555555555555@%<1
 A>:( 0:>5555555555555555555555555555555555555@"@1
 A>:(  , +0- .55555555555555555555555551&?%
> A#>(.: '5555555555555555555555555555555551%@G
A'0 0:: '555555555555555555555555555555555551G"<G
>90 '5555555555555555555555555555555555555555555555555@;;<
* - .: . 555555555555555555555555555555555555555555555/"<?
0,+:C' . ' 555555555555555555555555555555551/&%%

*9 *7A* 5555555555555555555555555555555555555555551G<@%
,:>0-55555555555555555555555555555555555555555555555555555@"%G
D 55555555555555555555555555555555555555555555555555555@G@%
.255555555555555555555555555555555555555555555555555555555555&"@;
2  -*.*5555555555555555555555555555555555555555555<G"1
99 #0A9 55555555555555555555555555555555555555555555555@"1%
:*.0 55555555555555555555555555555555555555555555555555555;</"
9!*> '9*0, 555555555555555555555555555555555555511G%
.0. 555555555555555555555555555555555555555555555555555%<"&
89!, 555555555555555555555555555555555555555555555555551&/"G
*( ,*.55555555555555555555555555555555555555555555555555"G;%
 A' 0> 555555555555555555555555555555555555555555511%?
 .A,>555555555555555555555555555555555555555555555555555<%G<
*.>)0*.555555555555555555555555555555555555555?<1?
.0$)E.>( ,555555555555555555555555555555"G<1
0*!>! !.!9, 55555555555555555555555555555555?<;1
0 D(0 ,,*. 5555555555555555555555555555555"<&?
0>, 555555555555555555555555555555555555555555555555555555555&&&%
   
-F0. 0- 555555555555555555555555555555555555@/<</
- 9*. D29 ::555555555555555555555555555555 ";?%
22, 0-2 .555555555555555555555555555555551G/;G
>555555555555555555555555555555555555555555555555555555555?&1G
.+ 0# - 9*5555555555555555555555555555555551%?/
0 *.' 55555555555555555555555555555555555555555555555551?@@?
9.*B, 55555555555555555555555555555555555555555555555555&%<G
> 92*,,9 . 55555555555555555555555555555555555555"&"%
*:0 E:> -:555555555555555555555555555555555555555@;;;
*>*'90A2 .55555555555555555555555555555555555555555 &;/G
0)0, 0555555555555555555555555555555555555555&?@%
0,'> ,-0,*B 555555555555555555555555555555<"G<
0C ( -*, 5555555555555555555555555555555555555&&&&
A0.> 555555555555555555555555555555555555555555555555555;?/1
DD0. 0*,555555555555555555555555555555555555555555/1?"
09 0>09 555555555555555555555555555555555555555555551&/&
 . 9, , >9* 5555555555555555555555555555555555@&GG
 . 9, 0>09:55555555555555555555555555555555555??;<
0,-. (: 5555555555555555555555555555555 1;;G%
 C, >>)+95555555555555555555555555555555?"<&
0. EC ,,555555555555555555555555555555555555555555555/"/%
- 555555555555555555555555555555555555555555555555555555551%@1"
.A:>9* >AFF* 255555555555555555555555555551%;
.> , 092 55555555555555555555555555555555555555555555555?<&G

0(.:0. 
0(.:0.5555555555555555555555551G1&;

 09'. 555555555555555555555555555555555555555555555%%/;
0+(  9>*.555555555555555555555555555551/%<"
AD0>>* 92 2555555555555555555555555555555%<&%
0.,8:5555555555555555555555555555555555555555555/GG<
9+  055555555555555555555555555555555555555555555<@?&
*90:0#>555555555555555555555555555555555555555555555555&%;?
0.:.>0 0555555555555555555555555555555555555511"G1
09'. >., E5555555555555555555555555555555555?&%<
*+ .5 ,5 5555555555555555555555555555555555555555/?&1
* .>,  >5555555555555555555555555555555555555;";@
$F 955555555555555555555555555555555555555555555555555555555?@"@
(*,*2 099*:55555555555555555555555555555555555555555"&1;
90> 9  -, 555555555555555555555555555555/G?<
.*, B 9 555555555555555555555555555555555555555555&G;@
,> *:. E 555555555555555555555555555555555555555555/&G<
(*9,200, 55555555555555555555555555555555555555555555 1/;&%
 90D555555555555555555555555555555555555555555555555555555551?&"
(00 .55555555555555555555555555555555555555555555555&"1G


?* 90A2 5555555555555555555555555555555555555555555555&&G<;
.',0 - 9*.555555555555555555555555555511@1%G
:>9 . 55555555555555555555555555555555555&;11G?
9,E: , 555555555555555555555555555555555555555@?%@G
 5555555555555555555555555555555555555555555555555555555555&1/@;
9*>*:(  , 0-55555555555555555555555555555555&@1G;
A9 99E 90A2 55555555555555555555555555551;@@@@
,D0:-*>(+,*. 5555555555555555555555555551&<%?%
9+:  2 . 955555555555555555555555555555&;@"%
 9:0. ,55555555555555555555555555555555555551@/%";
9A .>*, 555555555555555555555555555555555555555 1%;;?&
0,,: 0E 55555555555555555555555555555555555555555"/1/1
0E,  A. ,,555555555555555555555555555555555&%1"G
0E, + 0# 0>5555555555555555555555555555555?"G1<
(90 9: ,555555555555555555555555555555555@;1/GG
.*, B 9 ,55555555555555555555555555555555555555@;;;;@
0#0. 90A2555555555555555555555555555555 @?;&?
 
 :>,!555555555555555555555555555555555555555555555555555555<<GG
0B9>*:55555555555555555555555555555555555555555555555555"&;%


)G%"
6G%<
)G&"
6G<1
6G1/
61<G
6111
6G%G
6G?"
61??
6G;G
6?G"
61@%
6G;"

6G@&
6?/"
6G&%
6111
)G%@
6@?"
6@/?
61%<
6G"@
6G;&
61@/
6G?%
6@G&
6?@?
6G?G
6G//
6G?/
6@G@

6@%G
6G1G
6G/G
6G&&
6G";
6G;;
6G&"
61G%
)1G;
61?%
6G@1
)G;/
6G;G
)G<1
6G?@
)G&<
6G<?
)G%G
6G"1
6GG%
)GG?
)?G&
6?@/
6G"<
6G1"
6G&<
)GG&
)1&;
)G"@
)G&?
)1&@
6G?;
)G%%
)G@1
6G/1
)G"%
6G;1
)G@1
6G%@
)G;@
)G@@
)G1%
6G//

)
)
6GG;
611?
6??%
61<;
6@?%
61<?
611?
6&"%
6@%G
61G"
6G/&
)GG"
61%?
6@&G
6?%&

)1?%
)&<1

Gioved 22 Gennaio 2015 Corriere della Sera

34

Cultura
& Spettacoli

Premi

LEuropean
a Mendini
il padre del radical design e del
neo-moderno (sua la famosa
Poltrona Proust del 1978),
nonch il responsabile di un vero

e proprio terremoto culturale


che ha riportato lItalia nei
territori dellavanguardia
internazionale: Alessandro
Mendini (1931) il primo
architetto italiano a vincere The
European Prize for Architecture
(premiazione il 9 febbraio a
Milano). Autore di architetture
manifesto come il Groninger

Museum in Olanda e di mostre,


scritti, disegni (oltre che direttore
di riviste come Casabella,
Modo, Domus) Mendini
segue nella lista dei vincitori
Bjarke Ingels (Danimarca), Graft
Architekten (Germania), TYIN
Tegnestue Architects (Norvegia),
Marco Casagrande (Finlandia).
RIPRODUZIONE RISERVATA

Narrativa
Esce per Adelphi il nuovo libro della scrittrice: una autofiction (dissimulata) con sorpresa finale

Lamore un animale addomesticato


Letizia Muratori va e viene fra affetti e dolori presenti e passati
Lautrice

di Ida Bozzi

nuti quelli di uninfingardaggine pavida e mesta di animale


domestico, e che il problema
sta dentro, nel profondo dellindividuo, illuso dallidea
del pericolo che viene solo da
fuori.
Impossibile raccontare oltre
la trama e lesito delle diverse
vicende (ad esempio, la riscrittura del diario per conto dellamica Chiara ormai rifugiata
in un mondo allapparenza
bambinesco, fatto di cani e di
affetti fedeli e catalogati; oppure la ricaduta con Edi, uomo
daltra generazione assente e
presente insieme; oppure lincontro con leditor Tullio, editore senza la e, o ancora il rapporto gregario con Marco, che
rasenta linsensibilit e il gelo,
e il ricordo del primo matrimo-

C
Letizia Muratori
(Roma, 1972)
autrice di
numerosi libri,
a cominciare
da Tu non
centri, e La vita
in comune
(Einaudi) e La
casa madre, Il
giorno
dellindipenden
za, Sole senza
nessuno e
Come se niente
fosse, tutti editi
da Adelphi

Animali
domestici di
Letizia Muratori
(Adelphi, pp.
218,  18) sar
presentato a
Milano il 12
febbraio, al
Circolo dei
Lettori,
Fondazione
Pini (corso
Garibaldi 2, ore
18.30); con
lautrice
interverr
Camilla
Baresani

ome siamo giunti allamore liquido postmoderno, noi che abbiamo conosciuto (in
letteratura, sintende) lintensit novecentesca dei sentimenti, quella concretezza che il romanzo moraviano di interni e
noie borghesi giocava a smontare e a mostrare labile, o quella che esplodeva nelle trame feroci di strappi, scandali e orrori
narrati o messi in scena da Pasolini? Che cosa accaduto al
legame amoroso, indistinguibile da un rapporto padre-figlia, o madre-figlio, ovvero capace di dissolversi senza che
nulla cambi, salvo lindirizzo di
casa e pochi altri elementi della
logistica quotidiana?
in questo territorio che si
muove Animali domestici di
Letizia Muratori, unampia narrazione tra il romanzo, il diario
e il racconto, uscita da pochi
giorni per Adelphi. Impresa
complessa e affascinante, quella di ricostruire una vita attraverso la mutazione delle relazioni (o la mutazione delle relazioni attraverso una vita), nel
giro danni tra la fine del Novecento e i primi anni Duemila.
Significa intrecciare diversi
piani temporali oscillando sul
filo del ricordo, e giocare in
equilibrio con i pi vari espedienti romanzeschi, ad esempio il diario, il dialogo realistico, il discorso indiretto, il monologo interiore, a tratti perfino la tentazione epistolare:
insomma tutte le armi narrative. Letizia Muratori lo fa liberando una prosa piena, corposa e duttile che pu alleggerirsi
fino alla commedia e pu fermarsi in meditazione, pu
scherzare con i (quasi) Jep
Gambardella che prima o poi
sincontrano nella vita, o precipitare allimprovviso nei dubbi
mortali di una tossicodipendenza in famiglia.

Personaggi
Ci sono il rutilante
giornalista Edi, lamica
Chiara fissata con i
cani, leditor Tullio
Mickalene Thomas (Stati Uniti, 1971), Naomi Looking Forward, particolare (2013, brillantini, acrilico, olio e smalto su tavola), The Saatchi Gallery

Siamo, in questo romanzonon romanzo di grande densit, negli ambienti pariolini di


una borghesia mediamente
colta, mediamente coinvolta
dai mutamenti sociali e storici
(e il mondo editoriale non tarder a riconoscersi in molti
personaggi, tratteggiati con affetto e con ironia), in cui le famiglie si frequentano da una
vita, le cameriere sono famigli dalle presenze trentennali
o gi di l che raccontano a loro
volta un pezzo di storia, i figli
sono stati piccoli insieme, le
ragazzine a tredici anni si
scambiavano le visite nelle rispettive camerette.
Tutto questo gi accaduto,
ma il lettore lo scopre a poco a
poco, mentre la protagonista
senza nome (fino allultima pagina, quando si rivela) rimette
insieme i fili della propria vita e

la racconta. Fili diversi, quasi


racconti distinti, ma unesistenza sola. una scrittrice, sta
attraversando una crisi con il
compagno di vita Marco, trova
un rifugio prima abitativo poi
affettivo presso un antico amico-amante, il rutilante giornalista e scrittore Edi Sereni, che
altri non se non il padre della
sua amica dinfanzia Chiara, la
compagna di scuola (che intempestiva torna e le affida il
proprio diario, complicando
un rapporto gi complesso).
In questa sarabanda di in-

Ambienti
La storia si muove
negli interni di una
borghesia pariolina
e nel mondo editoriale

contri e di ritorni, leroina non


pu evitare di seguire e stanare
i propri ricordi (lo annuncia
daltronde la frase di Mavis Gallant citata in esergo: Credo
che il passato abbia rivendicato
il diritto a un territorio), andando e tornando dalloggi agli
anni Settanta, alla fine degli Ottanta, agli anni Novanta dei primi disinganni. E non pu non
ricordare le madri e i padri, i
nonni, perfino se stessa e lamica, ragazzine, senza percepire
la diversa grana, la consistenza
mai pi ritrovata, di persone
che avevano un ruolo forse scomodo o combattuto ma preciso; tanto da apparire figure
quasi aspre, dissonanti rispetto
al presente cos molle e fluido,
indeciso e latamente dolente,
eppure meno consapevoli. Lo
scopre a poco a poco, la protagonista, che i tempi sono dive-

Maestri
Nelle foto qui
sopra: Alberto
Moravia (1907
- 1990) e Pier
Paolo Pasolini
(1922-1975)

nio che si trasformato in un


incubo doloroso) senza guastare il gusto di questa lettura.
Infatti la narrazione, nelle
cinque parti distinte, procede
quasi come la mossa del cavallo negli scacchi, seguendo percorsi inattesi, prendendo direzioni diverse, raccontando altro e poi riavvolgendosi su se
stessa con una luce nuova. E soprattutto perch alla fine il libro si rivela unautofiction, con
un espediente (da non rivelare)
che illumina il significato del
titolo, e provoca lo choc di un
minuscolo eppure decisivo riconoscimento: poich chi per
tutta la vita dentro di s ha tenuto (o temuto) un mostro,
alla fine, fuori, appare come un
piccolo, docile, plasmabile, e
assai affettuoso, animale addomesticato.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Terre rare (Bompiani) batte Vassalli e Lagioia

Bagutta a Veronesi, Opera prima a Regazzoni


di Alessandro Beretta

i sono, fortunatamente,
premi dove la dimensione conviviale continua ad
avere un forte significato, dove
non si accettano pressioni
esterne e dove i libri vengono
candidati dai membri della
giuria prima come consigli di
lettura, che per interessi editoriali.
Campione del genere, anche
per longevit, il Premio Bagutta che ha annunciato ieri i
vincitori dellottantottesima
edizione: Terre rare (Bompiani) di Sandro Veronesi, che si
aggiudica 12.500 euro offerti
dal finanziere Francesco Mi-

cheli e, per lOpera prima, Una


parete sottile (Neri Pozza) di
Enrico Regazzoni, premiato
con 3.500 euro elargiti da Gioia
Marchi Falck. Lassegnazione
avviene durante una cena, lultima domenica di gennaio nellomonima trattoria milanese
dove durante lanno i 17 giurati

Da sinistra: Sandro Veronesi, 55


anni, ed Enrico Regazzoni, 66

scrittori, critici e professionisti delleditoria si sono incontrati a pranzo discutendo


della stagione letteraria.
Presieduta da Isabella Bossi
Fedrigotti, con Andrea Kerbaker nel ruolo di segretario, la
giuria si divisa nella votazione
finale su una terna di titoli: in
corsa, accanto alle pagine di
Veronesi, vi erano Terre selvagge (Rizzoli) di Sebastiano Vassalli e La ferocia (Einaudi) di
Nicola Lagioia. A vincere,
lautore della generazione di
mezzo, il cinquantacinquenne
toscano con le nuove vicende
di Pietro Paladini, protagonista
che i lettori avevano conosciuto
in Caos calmo (Bompiani), Premio Strega 2006. Romanzo au-

tonomo in s, e non un sequel,


lopera stata premiata sia per
aver creato un vero e proprio
page-turner raccontano
dalla segreteria del Bagutta
che colpisce per il suo ritmo
drammatico, sia per la lingua,
da sempre al centro dellattenzione del premio fin dai tempi
in cui lo vinse, nel 1934, Carlo
Emilio Gadda per Il castello di
Udine. Unanime, invece, lassegnazione del premio Opera prima per lesordio maturo del
sessantaseienne Regazzoni, arrivato alla narrativa dopo un
lungo percorso nel giornalismo, che racconta di unadolescenza svelata, anche nel dolore, dal fascino della musica.
RIPRODUZIONE RISERVATA

6 2014
Dieci parole.
Perch la nostra epoca ha bisogno di Dio

Centanni di Vita e Pensiero 1914-2014


In questo numero articoli di:
F. Anelli | A. Scola | D. Bardelli | S. Givone
F. Hadjadj | Z. Bauman | M. Veladiano
J. Moltmann | L. Muraro | J. Milbank | N. Irti
M. Murgia | J. Tolentino Mendona
L. Ornaghi | F. Meda | E. Lvinas
In vendita nelle principali librerie
www.vitaepensiero.it abbonamenti 02 72342310

Corriere della Sera Gioved 22 Gennaio 2015

Pice ispirata a Boccaccio

Vargas Llosa a Madrid


attore di un proprio testo:
Sono terrorizzato
di Severino Colombo

La Fiera del libro di Torino

Arte, design, musica


Il Salone esplora
le meraviglie dItalia

TERZA PAGINA
Terrorizzato e affascinato. Cos Mario Vargas
Llosa definisce il suo stato danimo a una
settimana dal debutto in teatro come attore.
Il 78enne scrittore peruviano, naturalizzato
spagnolo, premio Nobel per la Letteratura
nel 2010, sar protagonista de Los cuentos
de la peste, testo inedito scritto dallo stesso
Vargas Llosa a partire dal Decameron di
Giovanni Boccaccio. La pice sar in scena
dal 28 gennaio al 1 marzo al teatro Espaol

Segna
libro

Il Nobel Mario
Vargas Llosa

di Madrid. In una intervista a El Pas lo


scrittore e autore di testi teatrali spiega di
essere attratto e spaventato dallidea di
salire sul palco: Questo un salto definitivo.
Quasi suicida ha raccontato al quotidiano
spagnolo . Il teatro come la vita: sul
palco, qualunque cosa succeda, non puoi
tornare indietro. Neppure il parere contrario
di moglie e figli gli hanno fatto cambiare
idea: Non temo il ridicolo; anzi, credo che

35

perder dignit e onore diventando un


comico a unet in cui dovrei essere a
riposo. Ma ne sar valsa la pena, dice
Vargas Llosa: Unavventura senza rischi
non unavventura. E il rischio mi fa sentire
vivo. Gli esseri umani che ammiro sono
quelli che resistono fino alla fine. Pronto
anche alla critiche? Sono molto curioso di
vedere le reazioni di pubblico e critica.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Nel 1943 la razzia nazista per documentare la civilt scomparsa

Gli ebrei romani (e i carabinieri)


a caccia della biblioteca trafugata

dal nostro inviato Cristina Taglietti


TORINO Saranno le Meraviglie dItalia a chiudere un ciclo del Salone del libro. lo stesso
presidente, Rolando Picchioni, a fare riferimento a chi verr augurandosi che possa
valutare con saggezza il lungo tratto di strada
fatto. Ancora non si sa chi, scaduto il mandato
di Picchioni e del direttore Ernesto Ferrero,
prender in mano le redini. Intanto una novit
c, almeno sul fronte organizzativo, che risolve limpasse in cui si trovata la Fondazione
per il Libro, la Musica e la Cultura (che organizza il Salone) nei mesi scorsi. Farsi carico
non solo dei contenuti ma anche della biglietteria e della vendita degli spazi si rivelato un
compito troppo oneroso. Risultato: proroga,
per ledizione 2015, del contratto con Gl Events
(la societ che gestisce il Lingotto Fiere), mentre per il triennio 2016-2018 viene pubblicato
un bando per laffitto del ramo dazienda relativo alla logistica. Una gara che dovrebbe garantire una maggior trasparenza e unottimizzazione dei costi.
Le Meraviglie dItalia, titolo che riprende
lomonima raccolta di reportage di Carlo Emilio Gadda, vuole richiamare dice Ferrero
lo sguardo di Goethe quando nel 1787 intraprende il suo Grand Tour (pensiamo che sia
ora di riprendere quel sentimento), ma il
tema vuole anche riallacciarsi allExpo 2015:
cibo per il corpo a Milano, cibo per lanima a
Torino. Dobbiamo tornare a leggere questo
immenso
patrimonio di
cui siamo
inadeguati
eredi: arte,
lingua, musica, architettura. Un complesso di creativit in cui per secoli lOccidente europeo ha
trovato la sua bussola, aggiunge Ferrero.
Il tema verr raccontato allinterno dei collaudati contenitori della fiera, dallOfficina
curata da Giuseppe Culicchia che animer il
Padiglione degli editori indipendenti al Bookstock Village per i pi giovani, da Adotta uno
scrittore a Nati per leggere. Il mandato di
Picchioni e Ferrero stato prorogato per ledizione 2015 anche per accogliere il Paese ospite, la Germania, che arriva al Lingotto dopo un
lungo lavoro diplomatico. Brbel Becker, responsabile internazionale della Fiera del libro
di Francoforte (la pi antica al mondo, con
origini che risalgono al Medio Evo), spiega
che saranno rappresentati tutti i settori delleditoria tedesca, dal romanzo al giornalismo,
dal fumetto al fantastico. Nella pattuglia di
una ventina di autori sono attesi bestselleristi
come Frank Schtzing e Sebastian Fitzek, voci
significative della narrativa contemporanea
come Ingo Schulze, Daniel Kehlmann, Lutz
Seiler e quelle pi giovani come Olga Grjasnowa e Jennifer Teege. E poi Giovanni di Lorenzo, direttore di Die Zeit, il giornalista
dinchiesta Gnter Wallraff, il grande egittologo Jan Assmann, i filosofi Markus Gabriel,
teorico del nuovo Realismo e Peter Sloterdijk, autore della trilogia di Sfere. Prevista
anche una libreria specializzata e uno spazio
incontri che ospiter le letture di grandi classici della letteratura tedesca, da Goethe a Hlderlin a Thomas Mann, del quale ricorrono i
sessantanni dalla scomparsa.
Accanto al Paese ospite c la Regione ospite: questanno tocca al Lazio. Tre i grandi incontri annunciati dallassessore alla Cultura
della Regione Lidia Ravera. Due avranno come
protagonista Pier Paolo Pasolini a quarantanni dalla morte: Fabrizio Gifuni, reciter Ragazzi di vita, mentre scrittori e intellettuali saranno chiamati a riflettere sul coraggio di chi,
come Pasolini, rischia per raccontare i tempi
in cui viviamo, per immaginare dove stiamo
andando. Infine un incontro dal titolo provvisorio: Ma la politica pu davvero fare qualcosa per la cultura?. Oltre alla passerella al
Salone del libro, sintende.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Nei gruppi di
estrema
sinistra le lotte
operaie degli
anni Sessanta
avevano
innescato
aspettative
rivoluzionarie
che gli eventi
successivi
rivelarono
infondate. Fu
allora, dal 1972
in poi, che la
frustrazione
diffusa port
acqua al
mulino di
coloro che
avevano deciso
di passare
allazione
terroristica
clandestina.
la tesi ben
argomentata
da Gabriele
Donato nel
saggio La lotta
armata
(DeriveApprodi,
pp. 382,  23)

La sua scelta di
togliersi la vita,
nel 2011, ha
richiamato
lattenzione
sulla vicenda
umana di Lucio
Magri. Ma
anche la sua
opera di leader
non stata
irrilevante per
la sinistra
italiana. Ne
parlano Valerio
Calzolaio e
Carlo Latini nel
saggio Da Moro
e Berlinguer
(Ediesse, pp.
444,  20), che
in realt una
storia del Pdup
(Partito di unit
proletaria) dal
1978 al 1984.
Una storia di
cui Magri, con
la sua visione
pura e
globale della
politica, fu il
massimo
protagonista .

a cura di
Antonio
Carioti

Da sinistra: Serena Di Nepi, docente


di Storia moderna alla Sapienza,
e Alessandra Di Castro, direttrice
del Museo ebraico di Roma

Una parte del patrimonio bibliografico della Comunit ebraica di Roma razziato nel 1943 (foto Benvegn/Guaitoli/Iannutti)

di Paolo Conti

o sono convinta che


lo straordinario tesoro costituito dalla
biblioteca della nostra Comunit non sia andato
distrutto. E che sia ancora chiuso in chiss quale deposito. Ora
il nostro compito rintracciarlo. Ci vorr tempo. Ci vorranno
energie umane ed economiche.
Ma ci riusciremo.
Alessandra Di Castro, raffinata antiquaria romana (lattivit di famiglia risale al 1878 e il
suo negozio affaccia su piazza
di Spagna), storica dellarte, dirige da due anni il Museo ebraico di Roma. Ovvero il luogo che
testimonia le radici della Comunit degli ebrei romani, radicata a Roma prima ancora
della distruzione del Tempio di
Gerusalemme nel 70 dopo Cristo, che nel 1943 subisce latroce rastrellamento del 16 ottobre: 1.259 deportati nei campi
di sterminio. Ne torneranno
appena 16, di cui una sola donna. E nessun bambino.
La ferita mortale inferta alla
Comunit ebraica dai nazisti
nel 1943 non solo umana, solo
di sangue e di vite. Il 30 settembre negli uffici della Comunit
si presentano due ufficiali nazisti che analizzano e mettono
sotto sequestro sia i 7 mila pezzi storici della biblioteca della
Comunit sia il fondo del Collegio rabbinico italiano.
Non sono ufficiali qualsiasi:
sono Pohl e Grunewald, studiosi di filologia semitica, membri
dellErr, lEinsatzstab Reichsleiter Rosenberg, unit speciale incaricata di saccheggiare
materiale di interesse culturale
e politico nei Paesi occupati.
Forse gi conoscono limportanza di quella miniera di sapere. Devono collaborare a uno
dei folli progetti del regime nazista, la futura documentazione
di una civilt scomparsa,
quella ebraica destinata a perire con la Endlsung der Judenfrage, la Soluzione finale della
questione ebraica, ovvero la
Shoah. Il 14 ottobre arrivano i
facchini della ditta di trasporti
Otto e Rosoni per un primo carico dei libri, che si conclude il

23 dicembre. Il fondo del Collegio rabbinico riappare fortunosamente nel 1949, grazie alla
Missione Italiana per le Restituzioni diretta dal quel formidabile intellettuale-detective che
fu Rodolfo Siviero. Dei 7 mila
volumi della Comunit chiusi
in due vagoni partiti da Roma si
perdono le tracce. Ne restano
solo 25, tra cui un magnifico
codice di Tor e Haftarot del
XVI secolo. Erano chiusi in una
cassaforte e oggi sono gelosamente protetti nel Museo ebraico.
Cosa conteneva la biblioteca?
Lo sa bene la studiosa Serena Di
Nepi, storica moderna a La Sapienza, autrice del saggio Sopravvivere al Ghetto, edito da
Viella: Un patrimonio unico,
messo insieme nel primo Novecento quando vennero riunite
le diverse raccolte delle antiche
Cinque Scole con la costruzione
del Tempio maggiore. Mano-

scritti miniati romani del XIII


secolo, incunaboli, edizioni veneziane cinquecentesche, almeno il 25% della produzione
totale dei famosi stampatori
Soncino, volumi arrivati a Roma dalla Spagna e scampati ai
roghi dellInquisizione spagnola prima e poi di quella romana,
Talmud e testi cabalistici, edizioni del primo 500 provenienti dalla Istanbul musulmana e
risalenti allunico periodo in
cui fu permesso nella citt di
stampare testi ebraici. Manca
un catalogo per una ragione
storica legata allatavico timore
della Comunit ebraica romana

Le piste
Perse le tracce di 7 mila
volumi. Il sospetto che
siano ancora tutti
insieme, forse nellEst

di certificare i beni librari: risale al 1553, quando Paolo III Farnese ordin il rogo delle copie
del Talmud e di tutti i libri in
ebraico.
Nel 2002 il governo italiano
istitu una Commissione speciale per il recupero che svolse
una minuziosa e preziosissima
indagine, stabilendo contatti
con studiosi di mezzo mondo
ma senza approdare a risultati.
Nel 2009 il documento conclusivo raccomandava il proseguimento delle indagini e delle ricerche. Cos ha deciso di fare
oggi il Museo ebraico di Roma.
Domenica 25 gennaio Alessandra Di Castro annuncer al
Jewish Heritage Museum di
New York, durante una giornata di studi organizzata dal Primo Levi Center, la ripresa delle
ricerche in collaborazione col
Comando dei carabinieri per la
tutela del patrimonio culturale.
Dice Alessandra Di Castro:
Intendiamo coinvolgere centri di studi, universit, collezionisti privati. Abbiamo segnalazioni di volumi conservati in
due importanti universit americane, che potrebbero essere
romani. Cos come dobbiamo
approfondire voci su intere casse ancora chiuse nellarea ex sovietica, tra Kiev, Minsk e Mosca.
Non sappiamo dove arrivarono
i due vagoni partiti da Roma
con i nostri libri. Ma non da
escludere che siano finiti nelle
mani degli allora sovietici
quando liberarono i territori
occupati dai nazisti. Il materiale
pu essere riconoscibile sia per
il timbro della nostra Comunit
sia per labitudine tipicamente
ebraica di annotare a mano i volumi, lungo gli anni e i secoli.
Scrive nella sua relazione Serena Di Nepi: Con leccezione
di due volumi "sospetti" conservati al Jewish Theological
Center di New York e di un volume clamorosamente ricomparso ad Amsterdam nel 2006,
nessun altro volume emerso
n in collezioni pubbliche o
private n sul mercato librario.
Ci induce a credere che la biblioteca si trovi da qualche parte, ancora tutta insieme e probabilmente nelle mani di qualcuno che ne intuisce il valore.
RIPRODUZIONE RISERVATA

36

Gioved 22 Gennaio 2015 Corriere della Sera

Corriere della Sera Gioved 22 Gennaio 2015

SPETTACOLI

Il Festival

Una star di Hollywood come Will Smith (foto) forse


per la serata finale, Al Bano e Romina tra i
protagonisti della prima giornata, e Tiziano Ferro:
mancano le conferme ufficiali, ma sarebbero
concluse le trattative per alcuni superospiti del
Festival di Sanremo (10-14 febbraio). Will Smith
sar allAriston con Margot Robbie, sua partner nel
nuovo film Focus - Niente come sembra, in cui
lattore interpreta un mago della truffa. Tra la band,
oltre agli Imagine Dragons, attesi i Saint Motel.

Tiziano Ferro
e Will Smith
ospiti a Sanremo

37

Stasera su Rai3
In tv il documentario di Hitchcock sullOlocausto
Va in onda oggi su Rai3 in seconda serata il documentario Night will
fall: lopera, realizzata dal regista Andr Singer, riunisce le immagini
girate nel 1945 da Hitchcock sullorrore dei campi di concentramento
nazisti. Commenta il presidente della Rai Tarantola: Sappiamo che,
per via della crudelt delle immagini, potremo essere oggetto di
critica. Tuttavia, abbiamo pensato che lo scopo di comprendere
lorrore della guerra fosse prioritario. Del lavoro inedito di Hitchcock
si era occupato anche Minoli per La Storia siamo noi nel 2007.

Lintervista
La regista della
Vergine giurata:
racconto una
storia vera sulle
donne in Albania

on stato completamente un
fulmine a ciel
sereno, ci speravo, il coproduttore, il distributore internazionale e un interprete sono tedeschi. Cera
stata la selezione allAtelier di
Cannes. Puntavamo a un festival, ma non speravo nel concorso. Sono felicissima. Non
sono stata mai, nemmeno come spettatrice, alla Berlinale.
Laura Bispuri una regista romana di 37 anni. il suo primo
film, dopo tre corti che hanno
vinto premi importanti: il 12
febbraio in gara al Festival di
Berlino, unico nome italiano. Il
film, Vergine giurata, liberamente tratto dallomonimo libro di Elvira Dones, la protagonista Alba Rohrwacher.
Di che cosa parla?
la storia di una donna che
per sfuggire al destino di moglie e serva imposto nelle montagne dellAlbania, dove la donna lombra delluomo un
otre fatto per sopportare, dicono cos , si appella alla legge
arcaica del Kanun, che ancora
esiste. A chi giura sulla propria
verginit a vita, viene consentito di vivere liberamente come
un uomo. Assume unaltra
identit, Hana diviene Mark.
Alba, bravissima, nel film ha i
capelli corti allindietro (ma
non volevo fare cose banali),
veste abiti maschili, imbraccia
il fucile. Lascia la sua terra, con
unaria da aliena arriva in Italia
per trovare la cugina, vuole riprendersi la sua femminilit.
E poi?
Decide di riappropriarsi faticosamente del suo corpo. Ma
sarebbe stato ridicolo dire: ok
ora mi metto i tacchi. una creatura che ha in s entrambe le
componenti, maschile e femminile. Il film va avanti e indietro nel tempo con porzioni narrative che non sono flashback.
Un viaggio che ricompone la
sua vicenda, di come diventata una vergine giurata, di cosa
ha lasciato l, la malinconia e la
nostalgia verso quel paese.

Sul set Una scena del film di Laura Bispuri Vergine giurata. Alba Rohrwacher punta il fucile contro Flonja Kodheli. La pellicola rappresenter lItalia in concorso alla Berlinale

Porto a Berlino la scelta di Alba


Diventare uomo per essere libera
Lesordiente Laura Bispuri: un sogno trovarmi in gara, Rohrwacher super

Tra quelle
montagne
esiste la
figura della
burnesha,
donna-uomo
che rifiuta
di sottostare
al marito
E pensare
che non
sono mai
stata alla
rassegna
tedesca,
nemmeno
come
spettatrice

stata attratta dal tema


della doppia identit?
S, e al tempo stesso mi
sembra una realt poco conosciuta, con una sua forza, in cui
ho potuto mettere tanto di me,
con una forte emotivit; i miei
lavori hanno a che fare con personaggi femminili in rapporto
allidentit e alla libert. La preoccupazione era di toccare una
cultura arcaica non propria.
Quelle montagne sono un altro

mondo rispetto a Tirana.


Lei ha conosciuto vergini
giurate?
Una appare nel film. In Albania si chiamano burnesha,
vuol dire donna-uomo. La loro
non una scelta damore: la
negazione dellamore. Una mi
ha detto: per me lamore la
morte. Sono uomini trattate
come uomini, fedeli alla loro
decisione, 200 anni fa chi la
rinnegava finiva al rogo. Le loro

storie sono tutte diverse, lo diventano perch non ci sono


fratelli maschi in famiglia, o
perch non accettano lidea
delle nozze combinate, altre
ancora si sentono maschi dentro. Nando Di Cosimo, il padre
di mia figlia, ha scritto per il
film una musica dellanima che
coglie proprio lo spirito della
mia protagonista.
stato complicato realizzare questo film?

Lomaggio della citt

Ceneri di Pino Daniele, Napoli potrebbe tenerle fino a settembre

Artista
Pino Daniele
morto lo scorso
4 gennaio
allet
di 59 anni

NAPOLI Oggi lultimo giorno di


esposizione delle ceneri di Pino
Daniele al Maschio Angioino, visitate
finora da oltre diecimila persone. Alle
18 lurna sar riconsegnata ai familiari
del cantautore che per potrebbero
decidere di lasciarla ancora a Napoli, in
un luogo protetto e riservato, in attesa
di fissare la data della tumulazione nel
cimitero di Magliano, in provincia di
Grosseto. Un evento che potrebbe
slittare anche di alcuni mesi,
addirittura fino al prossimo 19

settembre, data-simbolo della storia


della citt il giorno di san Gennaro
e di Pino Daniele, quando si sta
anche pensando di organizzare un
concerto-tributo in piazza del
Plebiscito a Napoli, in modo da far
coincidere lappuntamento con il
trentaquattresimo anniversario del pi
famoso concerto dellautore di Napule
, che proprio il 19 settembre 1981
raccolse quasi duecentomila fan.
F.B.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Chi

Laura Bispuri
(nella foto)
nata a Roma
37 anni fa.
Dopo aver
girato tre
cortometraggi,
al suo
debutto in un
film. Sar al
festival di
Berlino, unica
italiana in gara,
con Vergine
giurata,
liberamente
tratto dal libro
di Elvira Dones

Molto. Dalla prima stesura


sono passati tre anni e mezzo.
Avevo grandi risposte allestero
e timide in Italia, nonostante
Alba nel cast, il David e il Nastro dArgento presi con i miei
corti, uno dei quali, Passing Time, fu selezionato tra i sette pi
belli nel mondo. Il ministero
ora d cifre molto basse per le
opere prime e seconde. C il
sostegno di Eurimages, il fondo europeo pi importante per
il cinema: per lItalia lo hanno
dato a me, Abel Ferrara e Nanni
Moretti. Mi fa una certa impressione dirlo. E in me hanno
creduto Vivo Film e Colorado
Film. La mia fortuna fu unintervista sul web a Salvatores il
quale, supervisionando il corto
Biondina in un progetto di
BancaIntesa, disse che gli ricordavo i Dardenne.
In Italia per domina la
commedia.
Io questo film lho fatto come volevo farlo. Non mi piace
come si usa nel nostro Paese il
termine cinema dautore. C
qualcosa dlite. Io credo in
Kaurismki, un autore che
anche commerciale.
Come entrato il cinema
nella sua vita?
Mio padre stato professore di Filosofia e ha scritto libri
su Fellini e Tot, mio nonno era
attrezzista di Rossellini, Scola e
Bertolucci, ci raccontava storie
affascinanti dei set. Ho frequentato il Laboratorio Fandango, in cui da 806 ragazzi restammo in dieci. L ho imparato tante cose.
Valerio Cappelli
RIPRODUZIONE RISERVATA

38

Gioved 22 Gennaio 2015 Corriere della Sera

SPETTACOLI

In platea

7 giorni sul palco


di Claudia Provvedini

JAN FABRE

POEMA IN CONCERTO

Attends, attends, attends (pour


mon pre) Tra coreografia e
happening, si ispira alla vita del
performer Cedric Charron (foto
a destra). Un figlio invita il padre
a tornare bimbo per morire
meglio: lui lo ha imparato stando
in scena. (27-28, Teatro Kismet,
Bari; il 30, Curci, Barletta)

Lus Luce Dal poema in


romagnolo di Nevio Spadoni
sulla veggente che punisce i
codardi con un maleficio,
concerto per voce di Ermanna
Montanari, live electronics
Ceccarelli, contrabbasso
Roccato, regia Marco Martinelli
(fino al 25, Passioni, Modena)

TEATRO E MUSICA
Al Regio di Torino

Ubu

Suor Angelica
e Goyescas:
anime solitarie

Le allegorie di Kentridge
svelano infamie e debolezze
di Franco Cordelli

D
di Enrico Girardi

ata cosa pianistica e trasformata in opera,


Goyescas (foto) una pagina di Enrique
Granados ricca di bella musica quanto
povera di materia drammatica: una storia damore, gelosia e morte molto liberamente ispirata ad
alcuni Caprichos del sommo pittore spagnolo
(di qui il titolo). A Torino tale atto unico lo associano con quello mediano del Trittico di Puccini,
Suor Angelica, dove dazione ve n poca ma di
materia drammatica, tantissima.
Il nuovo allestimento di tal Dittico, che potrebbe essere intitolato Solitudini al femminile, affidato alla regia di Andrea De Rosa. Nel
caso di Goyescas si limita a citare qualcosa del
pittore la protagonista diventa cos la Maja
vestida e la Maja desnuda ma poco pu
inventare; assai invece nel caso della sorella pucciniana, che vive la propria straziante condizione come reclusa di un convento adibito a ospedale psichiatrico femminile. A dirlo sembra follia. Ma lidea, destinata a concludersi con lovvia
morale che le pazze sono pi sane di ci che le
circonda, teatralmente funziona benissimo.
Le due protagoniste Giuseppina Piunti la
Rosario di Granados, Amarilli Nizza lAngelica di
Puccini colpiscono pi per lavvenenza e lattitudine scenica che per la vocalit, imperfetta ma
comunque di buon livello.
I cast, da citare la zia Principessa di Anna Maria Chiuri e il Fernando di Andeka Gorrotxategui, sono discretamente assemblati e lo spettacolo vive mantenendo la tensione e la temperatura drammatica che occorrono in virt dellesperienza e del braccio di Donato Renzetti,
direttore solidissimo. Da applausi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Goyescas e Suor Angelica


Sul podio Donato Renzetti

7,5

i William Kentridge,
n a to a Jo h a n n e sburg nel 1955, approdato a Parigi poco pi che ventenne
e ben presto celebre in tutta
Europa, ho il nebuloso ricordo
di un Woyzeck ospite qualche
anno fa di RomaEuropa.
Di nuovo promosso da RomaEuropa, tornato in Italia
(ed ora in tourne), ospite de
La Pergola di Firenze che intende rinnovare una tradizione
della rassegna dei Teatri stabili
(anni Settanta) e dei rapporti
internazionali dellEnte Teatrale Italiano. Dicevo del nebuloso
ricordo di qualche anno fa, un
ricordo che trattiene una punta
di delusione. Essa si rinnova.
Ho voluto vedere Kentridge
constatando il crescente suo
successo. Egli in effetti un artista totale, dallinvenzione di
marionette ai disegni con il
carboncino: un satirico di antica scuola. Ma sulla sua arte non
intendo pronunciare n giudizi
n opinioni. Come uomo di teatro, non so quanto regista o
organizzatore di materiali eterogenei (forse la stessa cosa),
stando al suo Ubu mi sembra
debole.
Che cosa o chi il pubblico applaude: lartista Kentridge, i pupazzi di Adrian Kohler, il testo
di Jane Taylor, i due protagonisti Dawid Minnaar (Pa Ubu) e
Busi Zokufa (Ma Ubu)? Probabilmente si applaude linsieme,
ma proprio linsieme che se
funziona alla perfezione sul
piano meramente spettacolare
non funziona sul piano concettuale e quindi, oserei dire, etico
(un termine che usa Kentridge
riferendosi al fatto che ogni paese in cui approdato il suo
Ubu ha le proprie magagne, le
proprie storie segrete ovvero
insabbiate, per esempio in Italia le relazioni particolari tra

la Chiesa e i criminali nazisti).


In un primo momento tutto
scorre liscio, come un piccolo e
allegro fiume (quello di Jarry)
che abbiamo contemplato tante volte: solo che qui Dawid
Minnaar in mutande e canottiera (le conserver per tutto lo
spettacolo) e Busi Zokufa realmente simpatica per come lo
prende a randellate per i suoi
da lei presunti tradimenti: do-

Con i pupazzi
Una scena
di Ubu,
lo spettacolo
diretto
dallartista
sudafricano
William Kentridge

ve vai in giro di notte? da dove


vengono questi odori di femmina? Ma Busi nera e Dawid
bianco, noi cominciamo a insospettirci sul senso allegorico
di questa diversit.
Quando arrivano i pupazzi e
con laiuto di un traduttore simultaneo cominciano le deposizioni del processo di riconciliazione tra ex sudditi neri e assassini e torturatori bianchi,

quei sospetti paiono sempre


pi fondati e, va da s, pertinenti.
Le deposizioni si susseguono e i litigi continuano anche
se Ma Ubu intuisce che le assenze di Pa Ubu non erano del
tipo che lei credeva: ben altri
compiti o impegni il marito doveva affrontare. A non convincere proprio questa struttura
allegorica.
Lattenzione dello spettatore
continuamente distratta:
pi odioso ci che ascoltiamo
(supportato su uno schermo
dalle caricature di Kentridge e
da brevi filmati depoca) o pi
deliziosa la baruffa tra coniugi?
Chi sta usando chi? Ubu usa
una storia infame per rinnovarsi o la storia infame si serve di
Ubu per essere (in modo succinto) rammentata, per altro
senza alcuna rivelazione, senza
pathos alcuno?
RIPRODUZIONE RISERVATA

Ubu
di William Kentridge

6,5

La vita che ti diedi

Una madre vive il dolore pi grande


di Magda Poli

configgere la morte negandola con tutte le forze,


quello che mette in atto
DonnAnna, protagonista de La
vita che ti diedi di Luigi Pirandello, commedia dalla micidiale rigidit strutturale, come scrisse Raboni, o dallunit
tonale e stilistica eccezionale,
per altri, ma oggettivamente
ostica e verbosa.
Si muore negli altri come negli altri si vive, cos DonnAnna
decide che il figlio, ritornato

Amante
Irene Villa in
una scena dello
spettacolo La
vita che ti diedi

dopo una lunga assenza e morto da pochi giorni, vivo e lo


sar finch vivr nella sua memoria e in quella di chi lo ha
amato. Lamore pu distorcere
e trasfigurare la realt e la donna si ncora disperatamente alla sua finzione-verit damore
che solo la disperazione dellamante del figlio (interpretata
da Irene Villa), incinta, potr
cancellare. Solo allora il figlio
sar morto e DonnAnna, fragile e fortissima, croller smarrita, veramente sola.
Il regista Marco Bernardi immerge la vicenda nel bianco

della follia, della solitudine, e


privilegia e percorre, in un concertato dattori non omogeneo,
la via del dramma di lucida follia ben centrato nellinterpretazione intensa e generosa di Patrizia Milani. Chi cerca di farla
ragionare come Don Giorgio, il bravo Carlo Simoni, risulta campione di perbenismo,
in questa onesta edizione (Teatro alla Corte, Genova).
RIPRODUZIONE RISERVATA

La vita che ti diedi


regia di Marco Bernardi

DISCHI
Classica Concerti

Rock Labitudine di tornare

Accardo da antologia

Consoli e lItalia in crisi Piacentini con tre fiati

Rivoluzione Decemberists

eifetz, Milstein, Menuhin, Oistrack, Perlman, Kremer Nelle classifiche dei sommi
del violino moderno, che si fanno un po seriamente e un po per gioco, ci si dimentica a volte
che il nome del nostro Salvatore Accardo ha tutte le carte in regola per apparirvi.
Dove trovare se no quella cantabilit italiana,
quella conoscenza minuta dellintero repertorio,
quel fraseggiare onesto per trasparenza e profondo per attitudine e scuola? Alle raccolte pubblicate nel 2011 per i 70 anni si aggiunge ora questo splendido cofanetto di Concerti: non solo i
notissimi di Beethoven, Brahms e Sibelius ma
anche quelli raramente eseguiti (salvo le Quattro stagioni) di Vivaldi e Tartini, dove emerge
anche la vocazione cameristica di questo gigan RIPRODUZIONE RISERVATA
te. (E. Gir.)

opo cinque anni di assenza Carmen Consoli


pubblica Labitudine di tornare (Universal) che racconta con piglio cronachistico unItalia in piena crisi di valori.
Ricercatezza linguistica, raffinata capacit nel
rappresentare stati danimo e malessere, e il sapiente mix di rock e canzone dautore, rendono
originale e riuscito questo nuovo capitolo del
suo percorso artistico. Si parla di femminicidio
in La signora del quinto piano, omosessualit
femminile in Ottobre. Toni romantici e delicati nelle ballate Oceani deserti (scritta con
Max Gazz) e Questa piccola magia (dedicata
al figlio nato nel 2013). Altrove si cantano drammi politico-sociali (mafia, miseria, immigrazione). Ma traspare la speranza in un mondo migliore. (Mario Luzzatto Fegiz) RIPRODUZIONE RISERVATA

8,5

Jazz Nant

Folk What a Terrible World...

ario Piacentini, lombardo, classe 1957, un


jazzista appartato nel ricco panorama pianistico di casa nostra.
La sua musica non sfoggia acrobazie da virtuoso, orpelli architettonici o ritmi piccanti.
Per questo forse, per farsi notare, ha bisogno
di organici originali; allora emerge la profonda
naturalezza delle sue idee, come avviene in
Nant, appena pubblicato da Incipit. Il suo
trio, con Roberto Bonati al contrabbasso e Marco
Tonin alla batteria, affiancato da tre fiati di forte spessore: Gianluigi Trovesi al clarinetto, il norevegese Tor Yttredal al sax soprano e il russo
Arkady Shilkloper al corno, una nuvola sonora affascinante che risponde pienamente alle
esigenze espressive del leader. (Claudio Sessa)

un momento in cui una band cambia. Anche se i fan non vorrebbero. il tema di
The Singer Addresses His Audience, prima
canzone di What a Terrible World, What a Beautiful World, settimo album dei Decemberists. Il pi vario per Colin Meloy e soci.
Erano partiti da un pop da camera con testi
che erano concept su temi letterari per arrivare
al folk country dellultimo album. Qui restano
ironia, gusto per la ricerca della parola e della
storia, cui si aggiunge maggiore introspezione.
Nei suoni si spazia. Philomena, pop anni
50, parla di sesso orale senza essere mai volgare.
Make You Better solare e aperta e va bene per
gli orfani dei REM, mentre Lake Song parla la
lingua di Nick Drake. (Andrea Laffranchi)

RIPRODUZIONE RISERVATA

RIPRODUZIONE RISERVATA

8,5

Corriere della Sera Gioved 22 Gennaio 2015

SPETTACOLI

39

LA GRANDE GUERRA

KATAKLO

CANTI DAL FRONTE

POESIA E MITI

TRITTICO

Lultima estate dellEuropa


Sacchi e legni diventano fiume e
trincee. Il naufrago Giuseppe
Cederna (foto a destra) racconta
piet e orrore, ricordi e autori.
Musiche dal vivo di Capelli e
Manzoni, regia Ruggero Cara
(dopo Torino, dal 27, Galleria
Toledo, Napoli)

Puzzle Danza, teatro, acrobatica.


Il gruppo di physical theatre di
Giulia Staccioli, ex olimpionica ex
Momix, in un mix di pezzi famosi
e creazioni di danzautori come
Agatielli e Zanotti, atmosfere
surreali perfezione tecnica
(fino al 25, Teatro Carcano,
Milano)

Doppio fronte Oratorio. Lettere,


memorie di Gadda e Ungaretti,
diari; canti contro la guerra, quali
Gorizia. Con Moni Ovadia e
Lucilla Galeazzi, contrabbasso
Garlaschelli, tromba Marcer,
fisarmonica Mihai, clarinetto
Rocca (22-23, Teatro Cucinelli,
Solomeo, PE)

Crisotemi, Filottete Dai poemi di


Ghiannis Ritsos, terzo ciclo di
monologhi sulle figure del mito,
a cura di Walter Le Moli. Con
Cristina Cattellani; Luca Nucera.
Si replica: Oreste con M. Sbarsi;
Persefone/P.De Crescenzo;
Delfi/Nanni Tormen (fino al 30,
Teatro Due, Parma)

Saverio La Ruina Autore e


interprete con lucida tenerezza
della realt sociale calabrese.
Al nuovo spettacolo per Scena
Verticale Polvere seguono i
classici: Dissonorata e La borto
(fino al 25; al 29/1; all1/2, Elfo
Puccini, Milano)
RIPRODUZIONE RISERVATA

CINEMA
Sei mai stata sulla...

Bova bucolico
ma la commedia
senza humour

ei una stangona bionda


che parla con accento argentino come il Papa, si occupa
di moda ma eredita una masseria gi completa di tutto, anche
un Raoul Bova versione campagnola.
Tra folklorismi milanesi e
pugliesi, la commedia va in discesa sentimentale senza freno
a mano e si capisce dove va a
parare gi al botteghino. La
mancanza di humour e lo strapotere della colonna sonora
rendono il film di Genovese,
con le sue ansie poetiche da
palloncino, un oggetto misterioso, una serie di video musicali intervallati da spezzoni di
fiction, vero non stile della
commedia di oggi. A parte la
papessa Liz Solari e Bova (torace nudo, viene alla fine come la
doccia con la Fenech), Marcor
ritardato e deve far simpatia,
mentre Solfrizzi e Rubini si
contendono cocktail in una inverosimile piazza. (m. po.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

Box Office

Exodus
- Dei e re
di Ridley Scott
con Christian
Bale e Joel
Edgerton
 2.617.399

American
Sniper
di Clint
Eastwood
con Bradley
Cooper
 2.260.788

La teoria
del tutto
di James Marsh
con Eddie
Redmayne
e Felicity Jones
 1.391.235

IN DISCESA
IN SALITA
NOVIT'
STABILE

G
A
N

nizia come pice boulevardier di De la Patellire e Delaporte che diventa poi


lamabile A cena fra amici, ed
ora la versione della Archibugi
(Il nome del figlio) che, nei suoi
amati interni di famiglie che si
sbranano, la traduce in una
commedia intelligente di antropologia culturale made in
Italy. A cena, fra amici, padroni
di casa tipo che tempo progressista che fa con 5.500 libri
e due piccini, invitano il cognato immobiliarista, tipo son
centrodestra, con moglie incinta e letterata naf. Pi un
amico single e jolly che tutti
pensano gay per la pelle tirata.
Benedetto da Paolo Virz,
che delle due culture ha fatto la
sua bandiera espressiva, il film
pattina veloce tra la mini recherche di ex ragazzi e peccati
veniali e mortali di oggi. Litigano sul nome da dare al beb:
magari Benito (Adolfo in originale) anche se la famiglia ri-

itirato ma sempre pronto a esplodere, dopo


la morte della moglie ma soprattutto del cagnolino e il furto dellauto, il killer John Wick
torna sui suoi criminali passi contro un rampollo della mafia russa.
Siamo in pieno B movie, ma senza presunzioni virgolettate, gli attori non hanno volto e se ce
lhanno, come Keanu Reeves, lo tengono decisamente nascosto, i luoghi sono oscuri, i moventi
elementari, la vendetta puntuale e la grafica elementare. Il disinteresse regna totale e la regia di
Chad Stahelski e David Leitch (si sono messi addirittura in due a dirigere) sta alle calcagna dellesecrabile stile da videogame che andrebbe
perseguito per legge cinefila, facendo il verso al
cinema truce orientale, come un telefilm dalla
miccia scarica. (m. po.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

Difret

Una ragazza coraggiosa


che sfida il destino
D

Esordiente
Tizita Hagere
in Difret:
la 14enne
al suo primo
ruolo sul grande
schermo

ifret, in amarico significa sia coraggio sia


vittima di violenza. Una ragazzina etiope
spara al promesso sposo che lha aggredita per
rapirla e una giovane avvocatessa fa di tutto per
difenderla da medioevali leggi maschiliste, invocando con unassociazione legittima difesa per
salvarle la vita.
Basato su chiss quante storie vere, il film curiosa fra i costumi di una societ che vorrebbe e
dovrebbe cambiare e porta un aiutino al femminicidio in atto ovunque. Personaggi di sicura
presa popolare e morale, tanto che il film corre
per lOscar e ha commosso la coproduttrice Angelina Jolie. Nobile scopo, premi, utile a coscienze in fallo: a questo punto che serve dire che non
RIPRODUZIONE RISERVATA
un capolavoro? (m. po.)

Cialtroni e finti intellettuali


La cena (con lite) tra amici

Insetti in guerra
per conquistare
i resti del picnic

scio un bravissimo intellettuale finto umile (non andr mai


da Fazio), la Golino non sa se
uscire dal silenzio o meno, Papaleo si gusta la scena madre
nel senso vero del termine. Ma
quella per cui tifiamo Micaela
Ramazzotti, finta scrittrice,
bravissima e straricca di sfumature. Lunica che vorremmo
davvero avere a cena.

odetevi questo Miniscule,


una stravaganza senza voci
ma con trombette e ronzii, dove star sono gli esseri minuscoli: una coccinella baby con ala
spezzata, ranocchi, formiche
che si contendono i resti di picnic, fra i pericoli della natura.
Battaglie disputate con cotton
fioc, fiammiferi, stuzzicadenti,
quasi un documentario con
frogs e ramarri in computer
graphic su cascate dal vero e
lattine. Felice, spiritosa unione, nel segno del pessimismo
da entomologo, perch gli
umani hanno dato pessimi
esempi alle formiche rosse e
nere, mancano le centriste.
Tutto, armoniosamente ibrido, rimanda a A bugs life, ma
proviene dalla serie di Thomas
Szabo e Hlne Giraud (figlia
di Moebius) e vola ad altezza di
insetto, come in unispezione
di quel Microcosmos (titolo di
un film) di cui spesso nemmeno ci accorgiamo. (m. po.)

RIPRODUZIONE RISERVATA

RIPRODUZIONE RISERVATA

Reeves versione killer


come in un videogame

Miniscule

di Maurizio Porro

John Wick

Vendicativo
Keanu Reeves,
50 anni,
nei panni
di John Wick,
il killer in cerca
di vendetta

Il nome del figlio

Insieme
Da sinistra:
Micaela
Ramazzotti,
Alessandro
Gassmann,
Rocco Papaleo,
Valeria Golino
e Luigi Lo
Cascio in una
scena del film

nomatamente ebrea. Le leggi


razziali? Vabb. In libera uscita
con flash back al mare, la commedia vive la natura teatrale
con una macchina da presa
mobile e spregiudicata nel curiosare nella psico somatologia
di personaggi che conosciamo
bene, nel giro delloca della sociologia italiana.
Tutto in mano ad attori di
gran classe, che mettono il paletto sui caratteri: Gassmann jr.
cialtrone da sorpasso, Lo Ca-

7,5

40

Gioved 22 Gennaio 2015 Corriere della Sera

Corriere della Sera Gioved 22 Gennaio 2015

41

Risponde Sergio Romano

CHI VINSE LA GUERRA FREDDA


STORIA DI UNA FALSA PRETESA

Caro Romano, i cos detti


foreign fighters non sono un
fenomeno nuovo. Byron lo
stato in Grecia, Garibaldi in
Uruguay, Anita in Italia; il
garibaldino Francesco Nullo
morto combattendo per la
Polonia, e, se non ricordo
male, ricordato nellinno
nazionale polacco; nella
Grande Guerra ci sono stati
americani che hanno
combattuto per la Francia
(prima dellentrata in guerra
degli Usa) e altri per la
Germania. Il fenomeno nuovo
la monetizzazione da parte
di chi i foreign fighters sono
andati ad aiutare.
Luigi Malchiodi, Milano
luigimalchiodi@iol.it
Alla sua lista aggiungo i volontari che parteciparono alla
guerra civile spagnola nelle
Brigate Internazionali. Foreign fighters un termine neutrale. Come sempre esistono le
cause buone e quelle cattive.

CLASSE MEDIA
Tasse esorbitanti
Obama ha lanciato il suo
programma di fine mandato:
pi tasse sui ricchi e per le
banche, sgravi per il ceto
medio, assegni familiari pi
consistenti per chi ha figli ecc.
Speriamo che il nostro governo
imiti Obama: da noi laliquota
Irpef per i redditi oltre i 15 mila
euro e fino a 28 mila del 26%,
sale di ben 12 punti per i
redditi fino a 55 mila, e sale
ancora di 3 punti per i redditi
fino a 75 mila. Dopo i 75 mila
euro laliquota non pi
progressiva, in violazione del
secondo comma dellarticolo
53 della Costituzione.
Mario Scarbocci

San Donato Milanese

BANCHE
Chiusura dei conti
Il governo ha deciso che il
trasferimento di un conto

di Beppe Severgnini

Se il maniscalco sente
il rumore del trattore

LETTERE
AL CORRIERE

FOREIGN FIGHTERS
Cause buone e cattive

Italians

La situazione attorno allUcraina carica di


gravi sviluppi, ha, come lei ha osservato, radici
profonde. Un effetto particolarmente negativo
stato prodotto dalla pluriennale politica
americana di trattare la Russia come se non
avesse interessi da tutelare. Il via laveva dato
nel gennaio 1992 Bush senior con una solenne
dichiarazione davanti alle due camere del
Congresso: la Guerra fredda non venuta a
termine, stata vinta con laiuto di Dio dagli
Stati Uniti dAmerica. Cosi cambi la rotta
rispetto allintesa tra Gorbaciov e Reagan che
avrebbe potuto fare del nostro mondo un posto
un po pi sicuro.
Anatoly Adamishin
Ambasciatore russo a riposo

Le lettere firmate con


nome, cognome e
citt, vanno inviate a
Lettere al Corriere
Corriere della Sera
via Solferino, 28
20121 Milano
Fax: 02-62827579

@
lettere@corriere.it
www.corriere.it
sromano@rcs.it

Caro Adamishin,
ei ha ragione, agli inizi del 1992 George
H.W. Bush dichiar pubblicamente che gli
Stati Uniti avevano vinto la Guerra fredda.
Ma era lanno delle elezioni presidenziali e
il presidente pens probabilmente che un po di
compiacimento nazionalistico avrebbe giovato
alla sua rielezione. Continuo a pensare, tuttavia,
che la sua politica verso la Russia, se fosse rimasto alla Casa Bianca, sarebbe stata pi aperta e
conciliante di quella dei suoi successori. Come
dimostr nei suoi rapporti con la Cina, dopo la
dura repressione dei manifestanti di piazza Tienanmen, il vecchio Bush sapeva che gli Stati Uniti
non avevano interesse a guastare con altezzosi
pronunciamenti democratici o rivendicazioni
nazionalistiche i loro rapporti con Pechino e con
Mosca. Luso politico di quella affermazione
(abbiamo vinto la Guerra fredda) comincia
con Bill Clinton, continua con Bush jr e non
smette di condizionare la politica estera americana anche durante la presidenza di Barack Obama.

L
La tua
opinione su
sonar.corriere.it
In Europa cresce
la vendita di
auto elettriche
ma colleziona
numeri molto
piccoli. Voi la
comprereste?

SUL WEB

Questa affermazione responsabile della convinzione, molto diffusa nella societ americana,
che lAmerica vincitrice abbia il diritto dimporre
ai russi tutto ci che le sembra giusto e utile.
Questo non soltanto inopportuno. anche storicamente sbagliato. LUnione Sovietica non
stata sconfitta dallOccidente democratico e, in
particolare, dagli Stati Uniti. stata sconfitta da
se stessa. Il tentativo riformista di Nikita Krusciov
non aveva dato alcun risultato. La lunga stagnazione brezneviana aveva congelato il regime e
creato una gerontocrazia ottusa che aveva paura
di qualsiasi cambiamento. Lapparizione di Gorbaciov sulla scena pubblica nella primavera del
1985 e il lancio della perestrojka al XXVII Congresso del partito, nel febbraio dellanno seguente, crearono nella societ sovietica attese e speranze. Ma le riforme proposte dal nuovo leader
erano ispirate dalla convinzione che il partito comunista, dopo essere stato la spina dorsale dello
Stato, potesse fare un passo indietro per diventare laboratorio di idee e progetti. Non basta. Gorbaciov credeva fermamente che occorresse restituire ai soviet, per la gestione politica e amministrativa del Paese, un potere che, nella realt, non
avevano mai avuto. E credeva che occorresse tornare a Lenin, come se il fondatore dello Stato non
fosse responsabile di molti dei suoi vizi dorigine.
La crisi cominci quando le riforme gorbacioviane ebbero leffetto di delegittimare il vecchio
sistema senza essere in grado di rimpiazzarlo
con istituzioni autorevoli ed efficaci. Nel corso
del declino dello Stato sovietico gli Stati Uniti,
come ogni altra democrazia occidentale, non ebbero altra scelta fuor che quella di stare alla finestra. LAmerica non pu appropriarsi di una vittoria che non mai esistita.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Risposte alle
19 di ieri

58%
42%

corrente da una banca ad


unaltra deve avvenire senza
spese aggiuntive di qualsiasi
origine e natura a carico del
cliente. Poich loperazione ha
un costo, evidente che le
banche si rifaranno crescendo
i costi degli altri clienti.

No

La domanda
di oggi
Bersani e le
tensioni nel Pd
sullItalicum:
Se Renzi non
rispetta i suoi
compagni di
partito finita.
Ha ragione?

Pietro Volpi

pietrovolpi@virgilio.it

PARLAMENTARI
Cambi di partito
I parlamentari che hanno
cambiato casacca finora sono
sono 155 ( tendenza in
aumento), quelli che lhanno
cambiata durante lultima
legislatura furono 146. E

pensare che si tratta di cos


detti nominati, ossia scelti dai
segretari dei loro partiti! Al
riguardo mi venuta in mente
quello che mi disse uno
straniero quando gli dissi di
essere italiano: appartieni a
quel popolo che non ha mai
finito una guerra con chi lha
iniziata. Allora, molto
giovane, rimasi molto
sorpreso: oggi comprendo...
Virgilio Avato

virgilioavato@virgilio.it

PRIVACY VIOLATA
Telefonate moleste
ormai noto a tutti luso o
meglio labuso quotidiano di

molte comunicazioni
telefoniche aventi per oggetto
la pubblicizzazione di certi
prodotti ed altrettanto noto
che queste telefonate
avvengono in prevalenza
allora dei pasti creando
quindi un senso di fastidio
quanto meno per la stragrande
maggioranza degli utenti.
Sarebbe quindi opportuno
che lAuthority competente
adottasse finalmente misure
idonee per limitare luso di
tali forme di comunicazione
nel rispetto anche del
sacrosanto diritto alla privacy
di tutti noi.
Nicodemo Settembrini

osa deve fare il maniscalco quando


sente il rumore del trattore? Come
dobbiamo comportarci quando
capiamo che il nostro mestiere
rischia di scomparire? Non una domanda
retorica. Non sono scomparsi solo i
maniscalchi, insieme ai cavalli da tiro; sono
spariti i macchinisti a vapore, le balie, i
linotipisti e i riparatori di fax. Alcuni
mestieri sono ridotti a nicchie: stenografi,
arrotini, spazzacamini, bottari, bigliettai. O
hanno gli anni contati, come il cassiere di
banca. Altri ancora rischiano grosso: il mio,
per esempio.
Cosa deve fare il maniscalco quando sente
il rumore del trattore?
Primo: accertarsi che sia un trattore e non
una bufala. Non tutte le rivoluzioni
annunciate si sono rivelate tali.
Dellautomobile che si guida da sola siamo
ancora in attesa; un bravo autista non ha
motivo di disperarsi.
Secondo: accertarsi che tutti vogliano il
trattore, per arare il campo. Prendiamo le
librerie. Molti ne avevano previsto la
scomparsa, dopo lavvento di Amazon e
dellebook. In verit il libro un oggetto
amato; a differenza del quotidiano di carta,
che un servizio (tutti abbiamo in casa una
libreria, solo un pazzo tiene dieci anni del
Corriere in salotto). Molte librerie hanno
saputo resistere, diventando un luogo
gradevole e/o offrendo altri servizi (coworking, wi-fi, caff).
Terzo: imparare a guidare il trattore. E ad
aggiustarlo se si rompe. I fotografi
campavano sulla pellicola, ma sono stati
rapidi a spostarsi sul digitale. I migliori
agenti di viaggio sono diventati consulenti
turistici. I notai, colpiti dalla crisi
immobiliare e da novit normative,
potrebbero diventare preziosi consulenti
familiari (lo capiranno prima loro o gli
avvocati?).
Quarto: non pensare che la tradizione, la
legge o il sindacato possano garantire la
sopravvivenza. Per qualche tempo, forse; ma
alla lunga la realt vince sempre. Per
resistere a Uber, i tassisti non devono
gridare o minacciare: devono mostrarsi pi
efficienti dei concorrenti. Per reggere la
forza durto di AirBnB, alberghi e pensioni
diventino pi accoglienti. Chiedano norme
e imposte uguali per tutti, daccordo. Ma
non la squalifica del nuovo, solo perch
nuovo.
Dunque: cosa deve fare il maniscalco
quando sente il rumore del trattore?
@beppesevergnini
RIPRODUZIONE RISERVATA

Arezzo

Vauro

INTERVENTI E REPLICHE
Zone a rischio e polizze di assicurazione
Mi riferisco alla lettera sulle polizze assicurative
per chi si addentra in zone pericolose (Corriere di
ieri) per fare un paragone. Chi frequenta la
montagna, da solo in zone impervie o su itinerari
di arrampicata superiori alle proprie capacit,
normalmente cosciente che si tratta di attivit a
rischio, in particolare decenni fa quando non
esistevano gps e cellulari (ma cartina, altimetro e
bussola). In seguito agli interventi delle squadre
di soccorso, i volontari vengono solo ringraziati,
ma leventuale elicottero va pagato. Lalpinista
saggio si iscrive al Cai (Club Alpino Italiano) che
assicura pure questa copertura, anche se si

spera di non averne mai bisogno.


Se i cos detti cooperanti non sono in grado di
pagare lassicurazione, e a questo punto ancora
meno il riscatto, non ci vadano invece di spostare
lonere su chi paga le tasse: per chi ama il rischio
esistono molti sport estremi a cui dedicarsi
senza coinvolgere una nazione. O accettino il
rischio che nessuno paghi il riscatto, un po come
negli Stati Uniti, quando si accede a qualche zona
isolata e pericolosa molti cartelli allinizio del
trail avvertono you are entering wilderness,
che vuole dire banalmente dimenticatevi
qualsiasi tipo di soccorso.
Rodolfo Pardi, Milano
2015 RCS MEDIAGROUP S.P.A. DIVISIONE QUOTIDIANI

FONDATO NEL 1876


CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
DIRETTORE RESPONSABILE

PRESIDENTE Angelo Provasoli

Ferruccio de Bortoli

VICE PRESIDENTE Roland Berger

CONDIRETTORE

AMMINISTRATORE DELEGATO Pietro Scott Jovane

Luciano Fontana
VICEDIRETTORI

Daniele Manca
Venanzio Postiglione
Giangiacomo Schiavi
Barbara Stefanelli

CONSIGLIERI

Fulvio Conti, Teresa Cremisi, Luca Garavoglia,


Attilio Guarneri, Piergaetano Marchetti,
Laura Mengoni
DIRETTORE GENERALE DIVISIONE MEDIA

Alessandro Bompieri

Sede legale: Via Angelo Rizzoli, 8 - Milano


Registrazione Tribunale di Milano n. 5825 del 3 febbraio 1962
Responsabile del trattamento dei dati (D. Lgs. 196/2003): Ferruccio de Bortoli
privacy.corsera@rcs.it - fax 02-6205.8011
COPYRIGHT RCS MEDIAGROUP S.P.A. DIVISIONE QUOTIDIANI
Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo quotidiano pu essere
riprodotta con mezzi grafici, meccanici, elettronici o digitali. Ogni violazione
sar perseguita a norma di legge.
DIREZIONE, REDAZIONE E TIPOGRAFIA 20121 Milano - Via Solferino, 28 Tel. 02-62821
DISTRIBUZIONE m-dis Distribuzione Media S.p.A.
Via Cazzaniga, 19 - 20132 Milano - Tel. 02-2582.1 - Fax 02-2582.5306
PUBBLICIT
RCS MediaGroup S.p.A. Divisione Pubblicit
Via Rizzoli, 8 - 20132 Milano - Tel. 02-25846543 - www.rcspubblicita.it

Gli amministratori del Comune di Pedesina


Sul Corriere del 16 gennaio leggo che il provincia
di Sondrio, per gli abitanti di Pedesina, il Comune
pi piccolo dItalia, occorrono un sindaco, una
giunta di due assessori, pi otto consiglieri
comunali. una squadra di undici
amministratori locali per mandare avanti un
Comune che conta 33 residenti!
Ma per 33 abitanti basta la segretaria di un
amministratore di condominio una volta al
mese. A quando la legge per accorpare di
autorit i comuni fino ad almeno 20.000
abitanti?
Rossano Laia, lairossano@libero.it

EDIZIONI TELETRASMESSE: RCS Produzioni Milano S.p.A. 20060 Pessano con Bornago - Via R. Luxemburg - Tel. 02-95.74.35.85 RCS Produzioni S.p.A. 00169 Roma Via Ciamarra 351/353 - Tel. 06-68.82.8917 RCS Produzioni Padova S.p.A. 35100 Padova - Corso Stati Uniti 23 - Tel. 049-87.00.073 Tipografia SEDIT Servizi Editoriali S.r.l.
70026 Modugno (Ba) - Via delle Orchidee, 1 Z.I. - Tel. 080-58.57.439 Societ Tipografica Siciliana S.p.A. 95030 Catania - Strada 5 n. 35 - Tel. 095-59.13.03 LUnione Sarda
S.p.A. Centro stampa 09034 Elmas (Ca) - Via Omodeo, 5 - Tel. 070-60.131 BEA printing sprl 16 rue du Bosquet - 1400 Nivelles - Belgium Speedimpex USA, Inc. 38-38 9th
Street Long Island City - NY 11101 - USA CTC Coslada Avenida de Alemania, 12 - 28820
Coslada (Madrid) - Spagna La Nacin Bouchard 557 - 1106 Buenos Aires - Argentina
Miller Distributor Limited Miller House, Airport Way, Tarxien Road Luqa LQA 1814 Malta Hellenic Distribution Agency (CY) Ltd 208 Ioanni Kranidioti Avenue, Latsia 1300 Nicosia - Cyprus FPS Fernost Presse Service Co. Ltd 44/10 Soi Sukhumvit, 62
Sukhumvit Road, Bang Chark, Phrakhanong - Bangkok 10260 - Thailandia

Corsera + IoDonna + Cor. Como 1,30 + 0,50 + 0,20. In Campania, Puglia, Matera e
prov., non acquistabili separati: lun. Corsera + CorrierEconomia del CorMez. 1,03 +
0,47; m/m/g/d Corsera + CorMez. 1,03 + 0,47; ven. Corsera + Sette + CorMez. 1,03
+ 0,50 + 0,47; sab. Corsera + IoDonna + CorMez. 1,03 + 0,50 + 0,47. In Veneto,
non acquistabili separati: m/m/g/d Corsera + CorVen. 1,03 + 0,47; ven. Corsera +
Sette + CorVen. 1,03 + 0,50 + 0,47; sab. Corsera + IoDonna + CorVen. 1,03 + 0,50
+ 0,47. In Trentino Alto Adige, non acquistabili separati: m/m/g/d Corsera + CorTrent. o CorAltoAd. 1,03 + 0,47; ven. Corsera + Sette + CorTrent. o CorAltoAd. 1,03 +
0,50 + 0,47; sab. Corsera + IoDonna + CorTrent. o CorAltoAd. 1,03 + 0,50 + 0,47.
A Bologna e prov. non acquistabili separati: m/m/g/d Corsera + CorBo 0,72 + 0,78;
ven. Corsera + Sette + CorBo 0,72 + 0,50 + 0,78; sab. Corsera + Io Donna + CorBo
0,72 + 0,50 + 0,78. A Firenze e prov. non acquistabili separati: l/m/m/g/d Corsera
+ CorFi 0,72 + 0,78; ven. Corsera + Sette + CorFi 0,72 + 0,50 + 0,78; sab. Corsera
+ Io Donna + CorFi 0,72 + 0,50 + 0,78.

PREZZI: *Non acquistabili separati, il venerd Corriere della Sera + Sette 2,00 (Corriere
1,50 + Sette 0,50); il sabato Corriere della Sera + IoDonna 2,00 (Corriere 1,50 +
IoDonna 0,50). A Como e prov., non acquistabili separati: m/m/g/d Corsera + Cor.
Como 1,30 + 0,20; ven. Corsera + Sette + Cor. Como 1,30 + 0,50 + 0,20; sab.

La tiratura di mercoled 21 gennaio stata di 430.352 copie

PREZZI DI VENDITA ALLESTERO: Albania 2,20; Argentina $ 16,50 (recargo envio al interior $ 1,00); Austria 2,20; Belgio 2,20; Canada CAD
3,50; CH Fr. 3,00; CH Tic. Fr. 3,00 (quando pubblicato con Style Magazine Fr. 3,50);Cipro 2,20; Croazia Hrk 17; CZ Czk. 64; Francia 2,20;
Germania 2,20; Grecia 2,50; Irlanda 2,20; Lux 2,20; Malta 2,20; Monaco P. 2,20; Olanda 2,20; Portogallo/Isole 2,50; SK Slov. 2,20;

ISSN 1120-4982 - Certificato ADS n. 7682 del 18-12-2013

Slovenia 2,20; Spagna/Isole 2,50; Hong Kong HK$ 45; Thailandia THB 190; UK Lg. 1,80; Ungheria Huf. 700; U.S.A. USD 5,00.
ABBONAMENTI: Per informazioni sugli abbonamenti nazionali e per lestero tel. 0039-02-63.79.85.20 fax 02-62.82.81.41 (per gli Stati Uniti tel.
001-718-3610815 fax 001-718-3610815). ARRETRATI: info@servizi360.it. SERVIZIO CLIENTI: 02-63797510 (prodotti collaterali e promozioni).

* Con Sette 3,00; con Io Donna 3,00; con Style Magazine 3,50; con Living 5,40; con La matematica come un romanzo 9,40; con Piero Angela. Viaggio alla scoperta della Scienza 3,49; con Mila e Shiro 11,49; con Je suis Charlie 6,40; con Le parole di papa Francesco 7,40; con Disney English 5,49; con Pino Daniele. Blues per sempre 11,40; con Grandangolo 7,40; con Giovannino Guareschi 9,40; con Agatha Christie 8,40; con Agatha Christie Poirot 11,49; con Il cane.
Amarlo capirlo educarlo 11,49; con Espaol da zero 11,49; con Diabolik. Nero su nero 8,49; con Asterix 7,49; con Il teatro di Eduardo 12,40; con I capolavori della Danza 12,40;con I capolavori dellArte 7,40; con Jeeg Robot dacciaio 11,49; con Scuola del racconto 8,40; con Noi e lIslam 9,40; con Come investire nel 2015 7,40;con The Beatles 11,40

Gioved 22 Gennaio 2015 Corriere della Sera

42

Sport

Basket
Tennis
Milano chiede strada al Fenerbahe Nadal, crampi: Volevo lasciare
Dopo essersi rilanciata con la vittoria di Malaga,
lEA7 Milano ha una delicata partita interna per
restare in corsa per i playoff dellEurolega: al
Forum (20.45, FoxSports2) arriva il Fenerbahe di
Zele Obradovic, che nel Top 16 ha lo stesso ruolino
dei milanesi (1 vinta, in trasferta, e 2 perse, in
casa). Milano giocher con maglie celebrative dei
79 anni del club: apparir solo la scritta Olimpia.

Notte difficile a Melbourne per Rafa Nadal che


supera a fatica in 5 set (6-2, 3-6, 6-7, 6-3, 7-5) e 4
ore e 12, lamericano Tim Smyczek, n. 112 del
mondo. Il campione spagnolo, solo 10 partite
giocate negli ultimi sette mesi, aveva i crampi.
Dopo il primo set volevo lasciare, avevo la
nausea. Fuori Bolelli con Federer ora con Seppi.
Avanza Sara Errani, non ce la fa Roberta Vinci.

Soddisfazione
Il proprietario
del club
bianconero
promuove tutti
John Elkann punge la Roma
e il Tas sgonfia il caso Mutu. La
crisi di fine 2014-inizio 2015
(fino al tremebondo pareggio
con lInter dellEpifania) sembra alle spalle, il calcio bello
perch tutto dura poco e si vive dietro a un soffio di vento. A
proposito, il presidente Exor e
Fiat parla da Montecarlo dove
si presenta la nuova stagione
velistica Maserati con Giovanni Soldini. Ma la Juventus (da
quattro anni) prima in classifica sta in cima ai pensieri, anche dei ragazzi. Sabato sar a
Vinovo a vedere lallenamento
della vigilia con i miei figli
annuncia John Elkann.
Ma questo arriva alla fine,
prima bisogna esaltare Madama e usare il fioretto per solleticare il nemico. La Juventus
sta facendo un grande campionato. Se pensiamo a cosa si
diceva prima di Natale rispetto
alla Roma, direi che la risposta
chiara: siamo a +5 e non mi
sembra di sentire le polemiche di allora. Eh, le polemiche ci saranno sempre, anche
a pi venti, per la Juventus ha
pi di un motivo per guardare
avanti positivamente sotto
locchio soddisfatto del padrone. Tutti promossi, a cominciare dal pi atteso al varco
della verifica, Massimiliano
Allegri atterrato senza paracadute sulla prima linea della
panchina bianconera, dopo
laddio di Conte che torner
domani a Vinovo per la prima
volta dalladdio del 15 luglio:
Max si sta dimostrando un
grande allenatore. stato capace di condividere e interpretare al meglio le grandi ambizioni della Juventus che fanno
parte della sua stessa identit. Quindi, promossa anche
la squadra, non solo per i risultati ma anche per lo spettacolo: La Juventus una squadra forte che diverte e che si
diverte. Anche per questo sabato prossimo voglio essere
allallenamento insieme con i
miei figli. Il segreto lo spirito di gruppo, che vale nel calcio e altrove: In barca a vela

Il commento
Garcia ha imparato
troppo in fretta
anche i vizi italiani
di Daniele Dallera

Stiamo
facendo
un grande
campionato
e se penso
a che cosa
si diceva
prima
di Natale
rispetto
alla Roma...

Felicit Paul Pogba, 21 anni, e Patrice Evra, 33, festeggiano dopo uno dei dieci gol segnati al Verona tra campionato e Coppa Italia (LaPresse)

Che grande Juve


Elkann: Siamo a +5 e non sento pi polemiche

5
punti
di vantaggio
della Juventus
sulla Roma
seconda
in classifica
al termine
del girone
dandata

ho imparato cosa significa


possedere lo spirito di squadra. Questo pu essere un parallelo efficace con il calcio. In
una lunga traversata sul mare
significa in primo luogo condividere unesperienza umana.
Si impara ad affrontare uniti
gli imprevisti. Per gestirli e risolverli al meglio bisogna farlo
tutti insieme.
C sempre, in una squadra e
in un equipaggio, un attor giovane quello che d quel tocco
di classe in pi. Alla Juventus
Paul Pogba, un altro francese
alla corte calcistica degli

Agnelli. John Elkann, richiesto


di un soprannome non segue
la strada del nonno, specialista in materia, ma come lui sa
apprezzare la bellezza di un
grande gesto tecnico. Pogba
sta facendo bene, si visto anche domenica. Anche lui, come gli altri diverte e si diverte.
In questo senso sottolineo la
sua grande finta sul primo gol
di Tevez.
Tutto bene, anche lo Stadium fa la sua parte: Avere lo
stadio di propriet per noi
motivo di grande soddisfazione. Siamo orgogliosi per aver-

ci creduto e investito. Oggi andare allo Juventus Stadium ad


assistere a una partita davvero una grande esperienza.
un momento positivo.
Elkann sabato trover a Vinovo
anche Andrea Barzagli, il miglior difensore degli ultimi
quattro anni, inghiottito dal
Mondiale e da un grave infortunio e mai pi restituito alla
Juventus e al calcio. Ieri ha ricominciato a lavorare in gruppo. La sua traversata appena
cominciata.
Roberto Perrone

Allegri
si
dimostrato
un grande
allenatore:
stato
capace di
interpretare
al meglio
le ambizioni
bianconere
Pogba sta
facendo
bene, anche
lui come gli
altri diverte
e si diverte:
avete visto
la sua finta
sul primo
gol di
Tevez?

RIPRODUZIONE RISERVATA

Sfida senza confini con Soldini


Con Maserati pronti a tutto
MONTECARLO Dai Caraibi alla Cina per finire in Australia, le regate seguono il vento del mercato e guardano allAsia, cos si
riassume il 2015 di Giovanni
Soldini sul VOR70 Maserati. Il
team inizia lanno dalla Rorc
Caribbean 600 Race, partenza il
23 febbraio da Antigua, un circuito fra le isole, Barbuda, Nevis, Saba, Saint Barth, Saint
Martin e Guadalupa. In questa
prima sfida dieci le persone di
equipaggio, a bordo anche larmatore John Elkann e Pierre
Casiraghi ieri di casa nella nuova sede dello Yacht Club di
Montecarlo. La pi lunga e importante regata della stagione

caraibica non solo impegnativa per la rotta ma anche per i


competitors: Sarebbe una
grande soddisfazione dice
Elkann battere Ragamuffin:
nella Transpac ci siamo sfidati
a lungo poi loro hanno avuto
vento a favore e sono andati in
testa. Anche in questa regata
molto dipender dal vento e
questa volta spero sia per noi.
Ragamuffin di Syd Fischer, imprenditore 86enne, un osso
duro ma non il solo.
DallAtlantico al Pacifico, annuncia Soldini, Maserati a
maggio affronter un tentativo
di record sulla rotta San Francisco-Shangai, 7 mila miglia

una traversata lunga con molte insidie. Unavventura su


una rotta storica dei clipper
dell800, il pi veloce stato nel
1853 Swordfish con una traversata di 32 giorni e 9 ore: Ventun giorni dice Soldini
sarebbe per me un grande risultato. E Maserati sfrutter a
fondo la presenza del team velico a Shangai: Portiamo grandi marchi in grandi mercati
sintetizza Soldini. Siamo orgogliosi dice Elkann di
uneccellenza come Maserati
nel mondo, met delle nostre
auto sono vendute in America,
allarghiamo lo sguardo. A
fianco di Maserati sostengono

In barca Lequipaggio di Maserati pronto a gareggiare partendo dai Caraibi

le sfide di Soldini i partners


Bsi, Ermenegildo Zegna, Vodafone, Boero e la new entry Unipol.
Il plan del 2015 chiude con la
Rolex Sydney-Hobart Race, 628
miglia nautiche in condizioni
estreme. Mi mancava dice
Soldini venuto il momento
di affrontarla. Non molto lunga ma le condizioni possono

essere durissime, speriamo in


un meteo favorevole. Nelle
condizioni estreme, com Giovanni Soldini al comando? Risponde Pierre Casiraghi: Un
piccolo grande uomo, un comandante gentile ma molto tosto e determinato. Non cera
dubbio.
Erika Dellacasa
RIPRODUZIONE RISERVATA

ov finito quel Rudi


Garcia che bucava
schermo, giornali, radio e
web per spontaneit e
originalit di pensiero? Al
suo arrivo a Roma aveva
colpito e sorpreso per
libert di giudizio. Da
qualche settimana, invece,
si presenta un Garcia che si
attacca a qualsiasi banalit,
a qualsiasi scusa, parole gi
ascoltate e gi lette,
contagiato dalla tipica
malattia del nostro calcio,
per giustificare eventuali
battute darresto della sua
bella Roma. Rivogliamo il
Garcia di una volta. La sua
faccia vissuta, ma ancor di
pi le sue parole, mai
gettate al vento, avevano
conquistato tutti, non solo i
tifosi giallorossi. Analisi
accurate, verit scomode
confidate con eleganza,
rispetto dellinterlocutore,
scuse poche, saggezza tanta
e anche originalit di
pensiero, come quella frase

Lamenti Rudi Garcia (LaPresse)

sulla chiesa riportata al


centro del villaggio, dopo
la vittoria nel suo primo
derby. Non amava cavalcare
londa popolare. Una
lezione per tanti colleghi
pi portati alla banalit e
propensi a piagnucolare
per eventuali torti subiti.
Ecco invece il nuovo Garcia:
per esempio, quello delle
ultime 24-48 ore, incapace
di riconoscere che quel
rigore gentilmente fischiato
dalllarbitro Di Bello contro
lEmpoli era pi falso dei
soldi di Monopoli, non un
bel vedere, n un bel
sentire. Non faccia
lallenatore italiano che
attacca larbitro quando
perde, che conta i
centimetri sul fuorigioco,
che vede congiure
ovunque, che nega anche
levidenza. Se il rigore di
marted, che ha consentito
alla Roma di qualificarsi ai
quarti di Coppa Italia ,
stato molto generoso,
perch ostinarsi a dire,
come ha fatto Garcia, anche
davanti a una moviola facile
da interpretare, che s, quel
rigore cera? Insistere in
questa versione cos
lontana dalla realt porta a
due risultati. Primo: far
arrabbiare ancor di pi
lEmpoli. Non se lo merita.
Secondo: la voglia di
sintonizzarsi su Chi lha
visto? con la speranza di
ritrovare il grande, vecchio
Garcia. Quello vero.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Gioved 22 Gennaio 2015

43

SPORT

Cambio
Parma, Kodra nuovo presidente

Il Tas ha deciso
Caso Mutu, vincono Juve e Livorno

Sostituzione
Giunta nuovo allenatore del Brescia

Il nuovo presidente del Parma Emir Kodra, 30


anni, albanese di Lushnje. Il nuovo eletto diventa
anche amministratore delegato, ma a suo fianco,
nello stesso ruolo, rimane Pietro Leonardi che
ricoprir pure le mansioni di direttore generale.
Laureato in economia allUniversit di Tirana,
Kodra vanta varie esperienze internazionali ed
stato presidente e ad di Parma Fc ed Eventi spa.

Juventus e Livorno non devono risarcire il Chelsea


per il tesseramento di Adrian Mutu nel 2003. Il Tas
di Losanna ha accolto il ricorso dei due club che
erano stati condannati a versare al Chelsea 22
milioni di euro per lingaggio del romeno.
AFRICA In Coppa dAfrica 2 turni di squalifica per il
romanista Gervinho (Costa dAvorio). Ieri: GuineaBurkina 0-0, Gabon-Congo 0-1.

Giunta nuovo tecnico del Brescia, al posto di


Javorcic che aveva sostituito Iaconi a dicembre.
ATLETICA morto a Ferrara, a 79 anni, Giampaolo
Lenzi, tecnico e punto di riferimento per la
maratona azzurra. Tra i suoi atleti, nel Cus Ferrara,
Massimo Magnani, Laura Fogli, Orlando Pizzolato,
Emma Scaunich, Salvatore Bettiol. Lenzi fu d.t.
della squadra azzurra maschile dal 1995 al 2001.

Air

La Rivoluzione Sottile

Inter, il nuovo inizia a funzionare


Il sorriso arriva da Podolski-Shaqiri

Lultimo ottavo

Dai due il gol che doma la Samp che finisce in nove. Nerazzurri ai quarti di Coppa Italia
In campo Manolo Gabbiadini (LaPresse)

Va avanti lInter. Eliminata la Sampdoria, subito in 10,


la squadra di Mancini stasera
conoscer lavversario dei
quarti di Coppa Italia: Napoli o
Udinese, il 4 febbraio. Il gol che
ha sbloccato la gara, al 25 della
ripresa, nato dallintesa fra
due nuovi acquisti: tacco di Podolski, rete di Shaqiri, prima
partita da titolare. lepisodio
che ha deciso una gara, che
lInter ha interpretato alla paziente ricerca della rete per
guadagnarsi il passaggio del
turno. piaciuto lo spirito con
il quale i nerazzurri si sono battuti, anche se non sono mancati gli errori e la continuit in fase offensiva, nonostante una
manovra spesso involuta.
Mihajlovic ha visto dalla tribuna (era squalificato) la vittoria
del suo amico Mancini, ma la
faccia non era delle pi contente.
LInter, con Shaqiri e Podolski larghi, pi Kovacic alle spalle di Icardi, ha iniziato bene e
ha finito in maniera confusa un
primo tempo di grandi sprechi
e con troppi errori di misura,
che hanno incenerito situazioni interessanti. Subito un ottimo pressing, aggressivit e velocit, anche se non sempre
con i tempi e il sincronismo
giusto. Dopo 12, nerazzurri si
sono trovati con luomo in pi:
Krsticic ha messo a terra Icardi,
lanciato a rete e Tagliavento,
forzando la decisione, ha deciso per lespulsione (fallo da ultimo uomo e chiara occasione
da gol). La Samp, ridisegnata
sul 4-4-1 ha costruito due linee
compatte e raccolte, contro le
quali lInter ha molto faticato a
trovare il modo di essere pericolosa. Sono mancati soprattutto i cambi di gioco e i tagli al
centro con pi uomini; non sono mancate invece le occasioni,
anche se non sempre nitide.
Per stato al 36 che i nerazzurri hanno avuto loccasione
per passare: fallo evidente di
Wszolek su Dod e rigore. Icardi, che il penalty alla Samp lo

MILANO

Inter
Sampdoria

2
0

Marcatori: Shaqiri 25, Icardi 43 s.t.


INTER (4-2-3-1): Carrizo 6; DAmbrosio
6, Andreolli 5,5, Juan Jesus 6,5, Dod 5,5
(Obi s.v. 44 s.t.); Kuzmanovic 5,5, Medel
6; Shaqiri 7 (Bonazzoli s.v. 34 s.t.),
Kovacic 6, Podolski 6; Icardi 5,5 (Puscas
s.v. 44 s.t.). All.: Mancini 6,5
SAMPDORIA (4-3-1-2): Romero 6,5;
Wszolek 5, Gastaldello 6, Romagnoli 6,
Cacciatore 6 (Silvestre 6 45 p.t.); Krsticic
s.v., Marchionni 6, Rizzo 6 (De Silvestri
s.v. 23 s.t.); Soriano 5,5 (Duncan 6 1
s.t.); Okaka 6, Djordjevic 5. All.: Sakic 5
Arbitro: Tagliavento 6
Espulsi: Krsticic 12 p.t.; Wszolek 32 s.t.
Ammoniti: Andreolli, Podolski,
Romagnoli, Shaqiri, Gastaldello
Recuperi: 2 pi 0

Subito decisivo
Xherdan Shaqiri, 23 anni,
beffa Romero, 27, in uscita
(LaPresse)

aveva segnato al 90 della partita del 29 ottobre, firmando lultima vittoria della gestione
Mazzarri, questa volta si fatto
respingere il tiro da Romero.
LInter ha continuato ad attaccare, cercando di stringere i
tempi, ma senza grande precisione oppure perdendo lattimo propizio, sempre alla ricerca del passaggio in pi, in spazi
ristrettissimi: Kovacic ha avuto

15
gol stagionali
di Mauro Icardi:
10 in serie A,
4 in Europa
League e 1
in Coppa Italia

Ottavi

Milan
Sassuolo

2
1

Torino
Lazio

1
3

Quarti
27/1

Rete con dedica


Icardi fallisce un rigore,
realizza il gol del
raddoppio e lo dedica
alla figlia Francesca

Ottavi

Quarti
3/2

Milan
Lazio

d.t.s.

Roma
Fiorentina
FINALE
Roma, 7/6

4/3, 8/4

ieri

oggi ore 21

3
1

Fiorentina
Atalanta

Roma

ieri
Seminali

Ottavi

Napoli
Udinese

Empoli
20-1
ore 21

4/3, 8/4

Seminali

Inter
Sampdoria

2
1

2
0

Quarti
4/2

Inter

Ottavi

Quarti
28/1

Juventus
Parma

In rosso le squadre
che disputano in casa le gare in turno unico

6
1

Juventus
Verona

2
1

Parma
Cagliari

la palla buona sul destro (11, tiro deviato); la Samp ha confermato di essere una squadra con
grande organizzazione, che
non terza in campionato per
caso e ha cominciato a ripartire; Shaqiri ha cercato con insistenza o lo scambio con il compagno (scuola Guardiola) oppure la soluzione personale e a
met ripresa ha trovato il tesoro che cercava: tacco di Podolski, a spalancargli la porta e
conclusione di sinistro nellangolo (25). Sbloccato il risultato, lInter ha continuato ad attaccare, ritrovandosi con la
doppia superiorit (doppio
gallo a Wszolek), ma la Samp,
nonostante la situazione pi
che complicata, ha cercato di
tenere in apprensione gli avversari, subendo per il secondo gol, con firma di Icardi, che
ha chiuso bene (con dedica alla
figlia Francesca, appena nata),
una serata per lui abbastanza
storta.
Fabio Monti

Corriere della Sera

La sua Coppa
Roberto
Mancini
detiene
il record
di Coppe Italia
vinte (10),
sia da
giocatore (6)
sia da
allenatore (4)
Da giocatore
6 vittorie
(record): 4 con
la Sampdoria
(1985, 1988,
1989 e 1994),
2 con la Lazio
(1998 e 2000)
Da allenatore
4 vittorie
(record
a pari merito
con Eriksson):
1 con la
Fiorentina
(2001), 1 con
la Lazio (2004),
2 con lInter
(2005 e 2006)
In nerazzurro
Nella
precedente
esperienza
sulla panchina
dellInter
(2004-2008),
in 4 stagioni
4 finali: 2 vinte
e 2 perse

Doppietta del tedesco, Atalanta k.o. ma i bergamaschi contestano il penalty


FIRENZE In attesa di capire quale

sar il destino di Cuadrado, entrato nellorbita del Chelsea, la


Fiorentina ritrova Gomez. Marione, dopo mesi di carestia, si
sveglia nellumida serata di
Coppa Italia e scalda il cuore
dei quasi 20 mila coraggiosi
che sfidano la pioggia: segna
subito con un destro fulminante (lieve deviazione di Bellini),
raddoppia con un comodo
piattone (assist di Badelj) e nel
mezzo conquista un rigore, per
la verit inesistente, trasformato da Cuadrado. 3-0 dopo 28
minuti, la partita tutta qui.
Gomez che sino a qui si era

Fiorentina
Atalanta

3
1

Marcatori: Gomez 6, Cuadrado (rig.) 11,


Gomez 28, Bianchi 40 p.t.
FIORENTINA (4-3-3): Tatarusanu 6;
Richards 6,5, Gonzalo Rodriguez 6, Savic 6,
Alonso 5,5; Kurtic 6, Badelj 6, Borja Valero 6
(Mati Fernandez 6 21 s.t.); Cuadrado 7
(Diamanti s.v. 31 s.t.), M. Gomez 7,5 (Babacar
6 27 s.t.), Vargas 6,5. All.: Montella 6,5
ATALANTA (4-4-2): Avramov 5,5; Scaloni
5, Stendardo 5 (Biava 6 1 s.t.), Bellini 5,
Dram 5; Spinazzola 5,5 (DAlessandro 6 24
s.t.), Migliaccio 5,5, Baselli 6, A. Gomez 6,5;
Bianchi 6,5, Boakye 5 (Rosseti 5 16 s.t.). All.:
Colantuono 5,5
Arbitro: Valeri 4 Espulsi: Colantuono 22
p.t.; Alonso 39 s.t. Ammoniti: Boakye,
Baselli, A. Gomez, Biava, Scaloni

mangiato gol incredibili, stavolta marca la differenza. Lesto,


scattante, soprattutto letale. E
poco importa alla sua gente,
che lo aspetta da quando si
fatto male nel settembre 2013,
che lAtalanta versione Coppa
Italia sia rimaneggiata e dimessa.
Il tedesco non segnava al
Franchi da dieci mesi e quando
Montella lo richiama in panchina per Babacar, i tifosi lo salutano con una specie di ovazione. il bello di questa citt, dice finalmente sorridente
il centravanti. Non tutti, per,
sono contenti di lui. I bergamaschi sono infuriati perch il rigore che genera il raddoppio

fasullo: Stendardo entra sul


pallone prima che su Gomez e
quando Valeri indica il dischetto, i difensori di Colantuono
spintonano il rivale e quasi lo
minacciano: Dillo che non era
fallo.
LAtalanta, complice il solito
calo di attenzione dei viola,
prova a rientrare in partita alla
fine del primo tempo. Laltro
Gomez in campo, Alejandro, il
migliore dei suoi, serve un pallone doro che Bianchi trasforma nel primo gol della stagione. Ma unillusione. Il secondo tempo a basso contenuto
adrenalinico. LAtalanta in partenza diversa per dieci undicesimi (confermato solo Sten-

Ho detto ai ragazzi che voglio


rivincere questo trofeo. Siamo
i campioni in carica e lo
dimostreremo. Dar spazio
anche a chi gioca meno, non
posso mettere in campo
sempre gli stessi. Rafa
Benitez carica il Napoli
detentore della Coppa Italia,
che affronta lUdinese al San
Paolo. Spazio quindi a tante
riserve per tutte e due le
squadre, ma nel Napoli
debutta dal primo minuto, al
posto dello spagnolo Callejon,
Manolo Gabbiadini, gi 2 gol
nel torneo con la Samp oltre ai
7 in campionato. Come punta
centrale tocca invece Zapata.
Stramaccioni in emergenza,
ma rinuncia a Tot Di Natale
che va in panchina,
rimpiazzato da Thereau: La
priorit il campionato. Ma
nella partita secca ce la
giochiamo alla morte dice il
tecnico romano. In porta in
Coppa gioca Simone Scuffet
che a differenza della scorsa
stagione (16 presenze a 17
anni) non trova spazio in
campionato.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Napoli, ore 21
Napoli
Udinese
4-2-3-1
3-5-1-1
45 Andujar
22 Scuffet
16 Mesto
75 Heurtaux
4 Henrique
5 Danilo
5 Britos
89 Piris
3 Strinic
27 Widmer
77 Gargano
6 Allan
8 Jorginho
21 Hallberg
19 Guilherme
23 Gabbiadini
26 Pasquale
17 Hamsik
14 Mertens
33 Kone
77 Thereau
91 Zapata
Arbitro: Orsato di Schio
Tv: ore 21 diretta Raidue

RIPRODUZIONE RISERVATA

La Fiorentina si regala Gomez e un rigore


DAL NOSTRO INVIATO

Benitez carica
Voglio rivincere
C Gabbiadini
contro lUdinese

Sbloccato Mario Gomez, 29 anni (Ipp)

dardo) rispetto alla squadra


che aveva battuto il Milan tre
giorni prima. Il turnover di
Montella invece ragionato.
Cinque i cambi dopo Verona.
Rivoluzionata la difesa con Richards, Savic (squalificato in
campionato) e Alonso insieme
a Gonzalo Rodriguez nella linea a quattro; a centrocampo
c Kurtic e nel tridente dattac-

co trova posto Vargas. La Fiorentina fa la partita, lAtalanta


sembra pensare alla sfida con il
Verona in programma domenica prossima. Curiosit: i viola
chiudono in nove per lespulsione di Alonso e linfortunio al
ginocchio sinistro di Badelj, i
bergamaschi in dieci perch
Dram costretto ad abbandonare in barella con la spalla destra fuori uso. Eppure non
una partita cattiva.
La Fiorentina ora trover la
Roma, la sua bestia nera, due
volte nelle prossime tre partite.
Con questo Gomez, Montella
nutre qualche speranza in pi.
Ma la gente si chiede solo che
fine far Cuadrado. A quanto
ne so io non c nessuna possibilit che se ne vada, assicura
Montella. Le vie del mercato,
per, sono infinite. Da dimenticare il coro della Fiesole contro Antonio Conte.
Alessandro Bocci
RIPRODUZIONE RISERVATA

Gioved 22 Gennaio 2015 Corriere della Sera

44

Nani e Luisa, con i figli e i nipoti, con grande


emozione ed affetto si stringono a Roberto, Maria,
Elena, Guido ed Enrico nel ricordo della carissima

Anna
cugina ed amica indimenticabile.
- Milano, 21 gennaio 2015.
Gherardo, Mariolina con Franco, Paolo con
Chiara, Giovanna con Emilio sono affettuosamente
vicini a Roberto, Maria, Elena, Guido, Enrico per la
perdita di

Anna

Gerardo ed Elena abbracciano forte Enrico e famiglia commossi per la perdita della mamma

Fiorella Monzino Baroldi

Avv. Silvia Oldini

Anna Bonatti

indimenticabile.- La ricordano i figli Sebastiano,


Lorenza, Orsina e tutti i nipoti.- Si ringrazia per
lamorevole amicizia il Professore Giorgio Salerno,
il Professore Antonio Spanevello che lhanno curata con grande dedizione.- Il funerale avr luogo
nella chiesa di Lomnago sabato 24 gennaio alle
14. - Lomnago, 21 gennaio 2015.

Ciao Ia, ora tieni tu strette le nostre mani che non


hanno mai lasciato le tue.- Con immenso dolore
tua mamma Cenza, tua sorella Maria, Giorgio,
Alessandra e Gabriele con Francesca e Luca.- Un
ringraziamento al dottor Monzani e alla sua equipe.- I funerali si svolgeranno in Milano gioved 22
gennaio alle ore 14.45 direttamente nella chiesa
di Santa Maria al Paradiso e San Calimero (corso
di Porta Vigentina) con successiva tumulazione nel
cimitero di San Bovio in tomba di famiglia.
- Milano, 22 gennaio 2015.

- Milano, 21 gennaio 2015.


Isa e Alessandro Tutino prendono viva parte al
dolore per la scomparsa della cara

Anna Bonatti Rocca


- Milano, 21 gennaio 2015.
Rosario e Anna Maria ricordano con affetto

Anna

- Milano, 21 gennaio 2015.


Un abbraccio forte a tutti i Bonatti nel ricordo
della loro carissima

Anna Bonatti Rocca


Anna e Mario. - Milano, 21 gennaio 2015.
Pupa e Giovanni Crivelli, Bea e Luca Valtolina
sono vicini a Maria, Elena e tutta la famiglia per la
scomparsa della cara

e si stringono al dolore della famiglia tutta.


- Milano, 21 gennaio 2015.
La direzione di Humanitas University vicina al
dottor Gianfelice Rocca per la perdita della cara zia

Anna Maria Rocca Bonatti


- Rozzano, 21 gennaio 2015.

- Milano, 21 gennaio 2015.

Partecipano al lutto:
Marco Montorsi.
Giorgio Ferrari.
Piero Melodia.

Francesco e Marina Ballo con Gustavo sono vicini allamico Roberto e ai suoi cari ricordando
lamatissima madre

Carlo Settembrini Sparavieri con i volontari del


gruppo di Milano CISOM si stringe allamica Maria
e a tutta la famiglia per la scomparsa della mamma

Anna

Anna Bonatti Rocca

Anna Bonatti Rocca

- Milano, 21 gennaio 2015.

- Milano, 21 gennaio 2015.

Paolo e Francesca Scaroni sono affettuosamente


vicini a Roberto, Maria, Elena, Guido, Enrico e la
famiglia tutta nel dolore per la scomparsa di

Adriana Melgrati e Stefania Tomasini e tutti i collaboratori dello Studio St Consulting esprimono le
pi sentite condoglianze al Dottor Enrico e alla famiglia Bonatti per la scomparsa di

Anna Bonatti Rocca

Anna Bonatti Rocca

donna dalle profonde qualit umane.


- Milano, 21 gennaio 2015.

- Milano, 21 gennaio 2015.

Stefano, Ferdinando e Andrea Borletti sono affettuosamente vicini a Roberto, Maria, Elena, Guido ed Enrico per la perdita della loro carissima madre

Il Consiglio di Amministrazione, le famiglie, le


maestre e il personale della Fondazione Asilo Pagani sono vicini al Presidente dottor Enrico Bonatti
per la perdita della mamma signora

Anna Bonatti

Anna Bonatti Rocca

che ricordano per il suo senso di aggregazione della famiglia, e per la generosit e umanit sempre
presente nel suo agire.
- Milano, 22 gennaio 2015.

ricordando la sua sensibilit discreta e generosa,


unita ad inusuali doti di umanit.
- Panocchia (PR), 21 gennaio 2015.

Eldo, Anna e Maily non dimenticheranno mai la


carissima

La comunit parrocchiale di Panocchia con le


parrocchie limitrofe, con affetto e gratitudine, si
stringe ai familiari della signora

Anna

Anna Bonatti Rocca

amica di una vita e sono vicini a tutta la famiglia.


- Milano, 21 gennaio 2015.

condividendo nella preghiera questo triste momento. - Panocchia (PR), 21 gennaio 2015.

Pucci Vitagliano con Carlina ricorda

Anna Bonatti Rocca


amica di tutta la vita ed vicino a Maria, Elena,
Roberto, Guido, Enrico e a tutta la famiglia in questo momento di dolore.
- Porto dAdda, 21 gennaio 2015.
Caro Guido, ti siamo vicini e ti abbracciamo per
la perdita della tua cara mamma

Anna
Laura e Francesco. - Milano, 21 gennaio 2015.
Marina e Adriano Bianchi sono vicini a Roberto,
Maria, Elena, Guido, Enrico ed alle loro famiglie
per la scomparsa della loro mamma

Anna Rocca Bonatti


- Milano, 21 gennaio 2015.
Paolo e Laura Mori ricordano con rimpianto le
straordinarie qualit umane, la spontaneit, la signorilit e la simpatia di

Anna Bonatti Rocca


e sono vicini a Roberto, Maria, Elena, Guido, Enrico
in questo doloroso momento.
- Milano, 21 gennaio 2015.
Sandro Paolo e Carla, con Maria Grazia e Bepi,
Lia Federico e Andrea, con Mara e Sara, sono vicini
a Roberto, Maria, Elena, Guido ed Enrico, e ricordano con affetto

Anna
da sempre amica di Titta e Titto e dolcissima "zia".
- Milano, 21 gennaio 2015.
Ricorder

Anna
con tanto affetto, amicizia e sono vicino a tutti i
familiari.- Mario Negrisoli.
- Milano, 21 gennaio 2015.
Filippo Zabban vicino con affetto ai cari amici
Enrico e Guido Bonatti nel triste momento della
scomparsa della signora

Anna Bonatti Rocca


- Milano, 20 gennaio 2015.
Angela Marantonio e Luci Armandola con Isabella e Luciano, Maria Elena e Gian Paolo partecipano sentitamente al dolore di Roberto, Maria,
Elena, Guido ed Enrico per la perdita della cara
mamma

Anna Bonatti Rocca

Anna Bonatti Rocca


Partecipano al lutto:
Maria, Marina Scotti.
Alfredo Malguzzi.
I soci, i collaboratori e i dipendenti di Malguzzi
e Associati-Milano.
Renato e Nina Besana.

"Leterno riposo dona a lei o Signore".


serenamente mancata allaffetto dei suoi cari
raggiungendo il suo adorato nipote Alessandro

Alessandra Ferrario Nicolini


Lo annunciano con grande tristezza il marito Pierantonio, i figli Francesca con Alberto, Paolo con
Silvia, i nipoti Carlo Anna Chiara e Pietro con la
cognata Cicci. - Verbania, 20 gennaio 2015.
Partecipano al lutto:
Giuseppe Stefania Carola e Jacopo Tagliabue.
Marcello.
Ela.
Paola.
Augusto.
Achille Rosanna Fossati.
Giovannino, Luisa, Anna, Lele.
Carissima

Sandra
sei la sorella maggiore con i tuoi preziosi e puntuali
consigli, la lunga malattia e ora il vuoto.- Ti ascoltiamo ancora e per sempre.- Gege e Anna, Annamaria e Mario, Roberta con figli e nipoti.
- Milano, 20 gennaio 2015.
I cugini Gambarova, Pietro con Mariella, Alessandro e Gabriele, Giovanni con Maria Teresa,
Chiara e Marina, Anna con Gege, Giuseppe, Roberta, Eugenia e Giovanna, ed Adriana piangono
con PierAntonio, Francesca e Paolo la scomparsa
della carissima

Sandra Ferrario Nicolini


ora presso il Padre dopo lunga e debilitante malattia, che non ha per offuscato il ricordo di una
persona sensibile, vivace ed entusiasta.
- Milano, 20 gennaio 2015.
I cugini Anna Angelo, Elena, Giulio Raffaella,
Gianmichele Angela abbracciano Pierantonio,
Francesca e Paolo nel ricordo della carissima

Sandra
- Milano, 21 gennaio 2015.
I cugini Ferrario e Rocca si stringono con affetto
a Pierantonio e figli nel ricordo della carissima

Sandra

- Milano, 21 gennaio 2015.

- Milano, 21 gennaio 2015.

Antonio e Alessandra, Maurizio e Maria Alessandra, Giacomo e Paola, Federico e Christine con i
loro figli si stringono affettuosamente ad Enrico e
Maria e alle loro famiglie nel dolore per la scomparsa della madre

Gianpaolo e Carla Massa Saluzzo con i figli e


Piera abbracciano affettuosamente Francesca e
tutta la sua famiglia rimpiangendo la carissima

Anna Bonatti Rocca


- Londra - Milano, 21 gennaio 2015.
I fratelli Lodigiani sono vicini con affetto a tutti
gli amici Bonatti nel dolore per la scomparsa della
cara

Anna
e nel ricordo della bella amicizia che univa i loro
genitori. - Milano, 21 gennaio 2015.
Nicola Cavalluzzo partecipa con profondo cordoglio al dolore di Enrico e di tutta la famiglia per
la scomparsa della signora

Anna Bonatti Rocca


- Milano, 21 gennaio 2015.
Mariavittoria con figli e nipoti si stringe a Roberto, Maria, Elena, Guido ed Enrico e ad Andreina
nel dolore per la scomparsa della carissima

Anna
amica di una vita. - Milano, 21 gennaio 2015.

Sandra
- Milano, 21 gennaio 2015.
Nel ricordo di

Sofia, Olivia, Thea, Jacopo, Matilde, Camilla, Lupo, Manfredi, Emanuele e Ruggiero avranno sempre nel cuore lamatissima

nonna Fiore
- Lomnago, 21 gennaio 2015.
Girolamo Marcello del Majno vicino a Lorenza
e ai loro figli Jacopo e Matilde per la scomparsa
della cara

Fiorella
- Milano, 21 gennaio 2015.
Luca e Isabel abbracciano Orsina Sebastiano e
Lorenza, nellaffettuoso ricordo di

Fiorella
- Milano, 21 gennaio 2015.
Angelo e Roberta Zanchi si stringono con affetto
a Orsina, Camilla e Lupo ricordando la cara fantastica

Fiorella
- Milano, 21 gennaio 2015.
Tutta la nostra tristezza compensata dalla gioia
del tuo Giorgio che da oggi ti pu riabbracciare.Ciao

Fiorella
Un abbraccio forte da Luca, Alessandra, Geraldina
e Giacomino. - Milano, 21 gennaio 2015.

Alessandro e Marialuisa Longhi, Tomaso e Matilde Pignatti, Gaetano e Anna Brambilla, Vanni
Cattani, Paolo ed Enrica Fossati, Giovanni e Fabrizia Salvini, Franco e Maria Gamna si uniscono con
affetto a Pierantonio, Francesca e Paolo nel ricordo
bellissimo di

Sandra Nicolini Ferrario


- Milano, 21 gennaio 2015.
Le sorelle e i fratelli Redaelli con le loro famiglie
si stringono a Giovanni, Paolo e Valentina in un
abbraccio affettuoso nel ricordo di

Elisabetta Chissotti Redaelli


La sua gioia e la sua voglia di vivere resteranno nel
ricordo di noi tutti. - Brogno, 21 gennaio 2015.

Roberto e Angela con Matteo, Chiara, Daniela e


Luca condividono il profondo dolore di Cenza e
Maria per limmatura scomparsa di

Partecipano al lutto:
Carla, Walter, Paolo e Grazia Mazzella.
Gianna Penotti.
Con infinita tristezza Gigio Piero Cecio Maria
Grazia Adriana con le loro famiglie si stringono a
zia Cenza e Maria in un affettuoso abbraccio per
la perdita della cara

Silvia
- Buccinasco, 21 gennaio 2015.

Silvia
la tua Macia ti porter sempre nel cuore.
- Buccinasco, 21 gennaio 2015.
Liliana e Massimo con Andrea, Roberta e Tomas
si uniscono con profonda tristezza al dolore di Cenza e Maria per la morte di

Silvia
Fiorella

un tenero abbraccio da Marina con la sua famiglia.


- Fiav (TN), 21 gennaio 2015.
Cara Orsina ti abbracciamo con affetto e partecipiamo al tuo dolore per la perdita della mamma

Fiorella Monzino Baroldi


Patrizia e Cipriana. - Milano, 21 gennaio 2015.
Marisa infinitamente triste per

- Milano, 21 gennaio 2015.


I cugini Gianmaria, Grazia Cabrini e famiglie sono affettuosamente vicini a Cenza, Maria e famiglia per la perdita della carissima

Silvia
- Milano, 21 gennaio 2015.
Angelamaria, Achille e Rosanna, Riccardo e Fausta con i figli abbracciano Cenza e familiari nel carissimo ricordo di

Fiorella
cara amica di sempre.
- Milano, 21 gennaio 2015.

Silvia
- Milano, 21 gennaio 2015.
Adriana e Bruno con Luisa abbracciano Maria nel
dolore per la perdita dellamata sorella

Cara

Fiorella
sei tornata dal tuo Giorgio.- stata una vera gioia
esserti stati vicino tutti questi anni.- Ci mancherai
tantissimo.- Ti abbiamo voluto molto bene e terremo sempre con noi lesempio della tua forza e la
tua meravigliosa risata.- Vanni, Alessandra, Tommaso e Pietro abbracciano con immenso affetto
Orsina con Camilla e Lupo e sono partecipi del
grande dolore di Lorenza, Sebastiano e di tutti i
nipoti. - Milano, 22 gennaio 2015.
Partecipano al lutto:
Laura, Francesca con Mario, Lorenzo e Maurizio.
Da Brunello i Magnifico vedranno sempre risplendere su Nivola la fiamma di

Fiorella
e mandano un bacio a Orsa.
- Milano, 21 gennaio 2015.
Giorgio e Anty abbracciano forte Orsa nel ricordo della mamma

Fiorella

Silvia
- Milano, 21 gennaio 2015.
Dopo una vita piena, circondato da affetto, stima
e riconoscenza mancato

Italo Ravizza
ingegnere, aviatore, medaglia dargento al Valore
Militare.- Lo annuncia la moglie Rossana con i figli
Leopoldo con Manuela, Massimo con Susy, Biancamaria. - Milano, 21 gennaio 2015.
Partecipano al lutto:
La famiglia Pisapia.
Cristina e Peppino Ferrari.
Lia Santagostino.
La famiglia Trolli.
Lia de Filippo e famiglia.
La famiglia Busacca.
Claudia e Riki Perdomi.
Simona e Davide con affetto.
I nipoti e i bisnipoti Francesca, Ludovica, Filippo,
Luca, Ambra, Andrea, Marco, Joo Maria, Matilde,
Caterina, Rebecca, Massimo, Martino piangono il
loro nonno

- Milano, 21 gennaio 2015.


Maurizio e Patrizia Coggiola profondamente
commossi si uniscono al dolore della famiglia per
la perdita della signora

Fiorella Monzino Baroldi


donna straordinaria e amica carissima.
- Milano, 21 gennaio 2015.
Marco e Agata sono vicini a Orsina con tutto il
loro affetto per la perdita di sua mamma

Fiorella
- Milano, 21 gennaio 2015.
Giulia Maria, Aldo e Vannozza con Marco, Lodo,
Fanny e Lisa abbracciano con tutto il loro amore la
cara amica Orsina nel ricordo di

Fiorella
- Milano, 21 gennaio 2015.
Luca e Vannozza con Giulia Vivia e Sofia sono
vicini con tutto il loro affetto agli adorati Orsina,
Camilla e Lupo nel ricordo di

Fiorella
grande madre e fantastica nonna.
- Milano, 21 gennaio 2015.
Orsa, la tua redazione moda ti vicina e ti abbraccia forte per la perdita della cara mamma

Fiorella
Miriam, Cri, Vivi&Bruno, Roberto e tutti i collaboratori. - Segrate, 21 gennaio 2015.
Annalisa Monfreda, Susanna Barbaglia e Monica
Triglia con tutta la redazione di Donna Moderna
sono vicine a Orsina e alla sua famiglia per la perdita della cara mamma

Fiorella Monzino Baroldi


Susanna e tutta la redazione di Confidenze abbracciano commosse Orsina per la perdita della
cara mamma

Fiorella Monzino Baroldi


- Segrate, 21 gennaio 2015.
Dopo una lunga e serena vita si spenta

Maria Luisa Bertolotti


ved. Toccolini
Lo annunciano Alessandro con Paola e i nipoti Andrea con Gaia, Simone con Manuela.- Per i funerali
telefonare allo 02.6595956.
- Milano, 21 gennaio 2015.
Paola e Massimo con Stefano e Alberto Cohen
sono vicini a Nando e Fabio e ricordano con affetto

Carla Aimone Borroni


- Milano, 20 gennaio 2015.

Mariangela Maj Piesco


Ne danno annuncio i figli Giuseppe, Alessandro,
Antonio, le nuore Patrizia, Antonella, Cristina, Barbara, i nipoti Alessandro, Ilaria, Giulia, Greta, Luca.- La cerimonia funebre avr luogo presso la
chiesa SantAgostino via Copernico 9 Milano ore
11 del giorno 23 gennaio 2015.
- Milano, 20 gennaio 2015.
Amatissima

Silvia
- Milano, 22 gennaio 2015.

- Segrate, 21 gennaio 2015.

Sandra
una donna eccezionale, ci stringiamo a Pierantonio, Francesca e Paolo.- Nanni, Guia, Francesca,
Pavel. - Milano, 21 gennaio 2015.

Partecipano al lutto:
La zia Elena, Tino, Gianna, Ersilia, Carla, Vittorio, Silvia, Paolo.

"E a chi ironizzando affermava che non


c risurrezione dei morti Ges rispose
voi vi ingannate, non conoscendo n le
Scritture n la potenza di Dio.- Non
avete letto quello che vi stato detto da
Dio?- Io sono il Dio di Abramo, di Isacco,
di Giacobbe.- Ora, non il Dio dei morti
ma dei vivi".
Il giorno 20 gennaio 2015 il Signore ha chiamato a s

Italo
- Milano, 21 gennaio 2015.
I dipendenti della societ Ravizza & C. Srl partecipano al dolore della moglie Rossana e dei figli
Leopoldo, Massimo e Biancamaria per la perdita
dell

ing. Italo Ravizza


di cui ne hanno sempre ammirato la correttezza e
lonest dimostrate nellimpegno quotidiano del
lavoro e nei confronti di ciascuno.
- Milano, 21 gennaio 2015.
I fratelli Camillo con Mariuccia, Giulio con Laura
e la sorella Amb ricordano con molto affetto

Italo Ravizza

mamma
la mia vita non sarebbe stata cos meravigliosa se
tu non fossi stata la mamma meravigliosa che sei.Credo che il tuo "segreto" sia stato quello di riuscire
a continuare a vedere quel bambino "in perenne
bisogno di essere amato" che c in ognuno di noi,
anche quando diventiamo adulti.- Quel bambino
che quando nasce, vive in simbiosi con la sua mamma.- Quel bambino che quando cresce, crede di
diventare adulto smettendo di essere anche ed ancora "quel bambino" e quindi crede di potere fare
a meno della sua mamma.- Quel bambino che
quando la sua mamma "non c pi", piangendo
dice alla sua parte adulta "ti sei sbagliata...".- Grazie a te per me non stato cos: tu hai continuato
a vedere, anche quando diventavo adulto, quel
bambino "in perenne bisogno di essere amato".Hai guidato la mia vita con il tuo esempio di mamma instancabile, generosa, discreta, forte che ha
saputo sopravvivere alla morte di un figlio.- Anche
io ti ho amata oltre limpossibile e continuer a
farlo, ma per me stato pi facile: ho solo contraccambiato il tuo amore.- Ti amo, amore mio.Alessandro. - Milano, 20 gennaio 2015.
Gli azionisti ed i componenti il consiglio di amministrazione, i sindaci e tutti i collaboratori della
societ FIR Italia SpA esprimono il loro dolore per
la scomparsa del presidente

Mariangela Maj Piesco


- Milano, 20 gennaio 2015.
tornato serenamente alla casa del Padre

Fabrizio de Miranda
grande Ingegnere e amato Professore.- Ne danno
la dolorosa notizia i figli Mario ed Elena con Chiara
e Marta, Padre Felice, Enrichetta e Giampiero con
Silvia e Luca, Gabriella con Riccardo ed Eleonora,
Roberto e Paola con Fabrizio e Giulia, Adriana e
Roberto.- Le esequie verranno celebrate sabato 24
gennaio alle ore 11 direttamente nella chiesa di
San Gregorio Magno.
- Milano, 21 gennaio 2015.

nonno Fabrizio

Virginia Caroline Reeves


Lazzati
unitamente alle zie Cornelia, Valentina, Luisa, Augusta, Ann, Emily, agli zii Charlie e Renato e alla
famiglia Arcuria.- Si ringraziano Alma, Maria e
Gianfranco per la loro affettuosa assistenza.- I funerali avranno luogo in Milano venerd 23 gennaio
alle ore 11 direttamente nella chiesa di San Pietro
in Sala (piazza Wagner).
- Milano, 20 gennaio 2015.
Donato Raimondi con Clara e Manuela sono affettuosamente vicini a Giancarlo e Alberto per la
perdita della loro carissima mamma e nostra amica

Virginia Lazzati
- Milano, 21 gennaio 2015.

Angelo Capone

Partecipano al lutto:
Alcide, Massimo e Andrea Cerato.

Ugo Bertocchini
Lo annunciano i figli Lucia, Andrea e Chiara con
Luca, Stefania e Roberto e i nipoti Jacopo, Matteo,
Pietro, Adele, Federico e Beatrice con grandissimo
amore.- La S. Messa verr celebrata nella chiesa
di S. Gervasio e Protasio gioved 22 gennaio alle
ore 14,30. - Firenze, 22 gennaio 2015.
Il Presidente Massimo Scaccabarozzi, il Comitato
di Presidenza, la Giunta, gli associati e il Direttore
Generale di Farmindustria, in questo momento di
profondo dolore per la perdita della cara moglie

Angiola Villa
si stringono in un affettuoso abbraccio al collega e
amico, Dottor Paolo Chiesi, ai figli Maria Paola e
Giacomo e a tutta la sua famiglia.
- Roma, 21 gennaio 2015.
Il Consiglio Notarile di Sondrio, anche a nome
di tutti i Notai del Distretto di Sondrio, partecipa al
lutto per la perdita del collega

Notaio

Nicola Tursi
gi Notaio in Chiavenna dal 1974 al 2000.
- Sondrio, 21 gennaio 2015.
La Direzione Generale e tutti i collaboratori di
Banca di Valle Camonica partecipano con profondo cordoglio al dolore della famiglia per la scomparsa di

Paolo Domenichetti
- Breno, 21 gennaio 2015.
Riccardo ed Anna, Andrea e Susanna e Anna Sarah si stringono con affetto a Luca per la perdita
del caro pap

Roberto Kovatsch
- Milano, 21 gennaio 2015.
Enrico De Mita partecipa al lutto della famiglia
per la scomparsa del
amico e collega carissimo.
- Milano, 21 gennaio 2015.

La famiglia ringrazia quanti hanno partecipato


al suo dolore per la perdita del caro

Prof. Fabrizio de Miranda


- Paderno dAdda, 21 gennaio 2015.
Alla fine di una lunga ed intensa esistenza, il 21
gennaio venuto a mancare allaffetto dei suoi cari l

Avv. Enrico Biamonti


Ne danno il triste annuncio i figli Luigi con Candy,
Giovanna, Marco, Maria, il fratello Filippo ed i nipoti tutti.- Il funerale avr luogo venerd 23 gennaio presso la Basilica del Sacro Cuore Immacolato
di Maria in piazza Euclide alle ore 11.30.- Si ringrazia il signor Antonio Casadei per laffettuosa assistenza.- Non fiori ma offerte allOpera Don Guanella di Roma. - Roma, 21 gennaio 2015.
Adriano Vanzetti vicino allamico Luigi nel lutto
per la morte dell

avv. Enrico Biamonti


che ricorda affettuosamente con lantica amicizia.
- Milano, 21 gennaio 2015.
Partecipano al lutto:
Giulio Sironi.
Stefania Bergia.
Anna Colmano.

Sergio Di Pierro

Maria Grazia Fumagalli


- Bareggio, 20 gennaio 2015.

Stefano Zappa
In particolare la sorella Annamaria e lamico Bruno
per la loro affettuosa vicinanza, Oscar e Nidevie
per la loro preziosa assistenza.
- Limbiate, 22 gennaio 2015.
22 gennaio 2007 - 22 gennaio 2015

Riccardo Cebulli
nel mio cuore sempre.- Enrica.- La Santa Messa
oggi alle ore 18.30 nella chiesa di Santa Maria del
Carmine. - Milano, 22 gennaio 2015.
Gasparina e Valentino ricordano con grande
amore

Beppe Giola
a otto anni dalla sua scomparsa.
- Crans-Montana - Milano, 22 gennaio 2015.
1991 - 2015

Giuseppe Costantino
C un vuoto nel mio cuore... sempre.- Manu.
- Milano, 22 gennaio 2015.

RCS MediaGroup S.p.A. - Via Rizzoli, 8 - 20132 Milano

SERVIZIO ACQUISIZIONE
NECROLOGIE
ATTIVO DA LUNEDI A DOMENICA 13.30-19.30
CON SUPPLEMENTO 20% SULLA TARIFFA BASE

Sei stato un grande

nonno Sergio
ci mancherai tanto.- Ti penseremo sempre.- Guarderemo le tue amate montagne con i tuoi occhi e
sorrideremo pensando ai tuoi "tasi e tira!".- Michele
e Maurizio. - Milano, 21 gennaio 2015.
Roberto Alimonti e famiglia esprimono profondo
cordoglio, a Mariateresa e Michele, per la perdita
del caro e stimato

Sergio

Tel. 02 50984519
Fax 02 25846003
www.necrologi.corriere.it
e-mail: acquisizione.necrologie@rcs.it
SI ACCETTANO RICHIESTE VIA WEB, E-MAIL E CHIAMATE DA
CELLULARI SOLO DIETRO PAGAMENTO CON CARTA DI CREDITO
LINVIO DI UN FAX DEVE ESSERE ACCOMPAGNATO
DA COPIA DI UN DOCUMENTO DI IDENTITA

TARIFFE BASE IVA ESCLUSA:

- Barbata, 21 gennaio 2015.


Stefano, Ferdinando e Andrea Borletti sono affettuosamente vicini a Silvia, Chicca, Elisabetta, Michele e Giovanna per la perdita del loro padre

PER PAROLA:

A MODULO:

Giovanni Canepa
importante capo dazienda e capo famiglia.
- Milano, 22 gennaio 2015.
Piero Pinto e Beppe Modenese sono vicini agli
amici Canepa in questo momento cos triste per la
scomparsa del loro pap il

dott. Giovanni Canepa


- Milano, 21 gennaio 2015.

mancato
Lo annunciano Alessandro e Davide con le rispettive famiglie.- La camera ardente allestita presso
la Casa Funeraria San Siro di via Amantea dalle
ore 8 alle ore 19 ove, sabato 24 gennaio alle ore
14.30 verr impartita una benedizione.
- Milano, 22 gennaio 2015.

Ci ha lasciato per raggiungere la sua vetta pi


alta

Marco, Carola e Luca Gnecchi Ruscone sono affettuosamente vicini a Mario ed Elena per la perdita del carissimo

ci ha lasciato.- Caro pap, rimarrai sempre con


me.- Anche a te un abbraccio per tutto linfinito.Mariateresa. - Milano, 21 gennaio 2015.

- Milano, 21 gennaio 2015.

Maril
una nonna esempio di grande discrezione e distinzione in ogni occasione della vita.
- Milano, 21 gennaio 2015.

Gigi Sala vicino a Lucianella per la perdita della sempre carissima

Partecipano al lutto:
I nipoti:
Ciniselli.
Ravizza.
Vico.

I figli Giancarlo e Alberto, i nipoti Matilda e Alberto piangono la scomparsa della loro amata e
irriverente mamma e nonna

Marisa, Nene e Silvia sono vicine a Matteo ed


Elena e stringono a s i nipoti Dario e Chiara piangendo con loro la perdita di

ricorderemo sempre lesempio integerrimo della


tua vita, i tuoi consigli e i tuoi insegnamenti, la profonda fede, linnata eleganza dellessere e il tuo
amore incondizionato per noi tutti, con uno sguardo unico.- Chiara e Marta.
- Milano, 21 gennaio 2015.

Dopo aver lottato ancora una volta con grande


forza e tenacia

Ing. Italo Ravizza

Maril Nider Fumagalli

prof. Roberto Togni

Ciao

- Milano, 21 gennaio 2015.

Pietro Pizzorni e i suoi figli partecipano al lutto


della famiglia per la scomparsa dell

Matteo, con Elena, Dario e Chiara, piange la sua


adorata mamma
traboccante di amore e dedizione ai figli per tutta
la vita.- Per i funerali chiamare 339.3085227.
- Milano, 21 gennaio 2015.

Dott. Giovanni Canepa


Un commosso saluto dopo una lunga ed apprezzata conoscenza.- Anselmo Stucchi.
- Milano, 21 gennaio 2015.
I fratelli Pietro, Silvana e Claudio con famiglie, i
parenti tutti, ricordano addolorati la sorella

Mila Bellinzoni
- Milano, 20 gennaio 2015.

Corriere della Sera


Necrologie: 5,00
Adesioni al lutto: 10,00
Solo anniversari,
trigesimi e ringraziamenti:
300,00
Gazzetta dello Sport

PER PAROLA:

Necrologie: 1,90
Adesioni al lutto: 3,70

A MODULO:

Solo anniversari,
trigesimi e ringraziamenti:
185,00

Diritto di trasmissione: pagamento anticipato 1,67


pagamento differito 5,00

Laccettazione delle adesioni subordinata


al pagamento con carta di credito
Servizio fatturazione necrologie:
tel. 02 25846632 mercoled 9/12.30 - gioved/venerd 14/17.30
fax 02 25886632
e-mail: fatturazione.necrologie@rcs.it

Corriere della Sera Gioved 22 Gennaio 2015

SPORT

45
#

Formula 1

La Williams FW37 e la Force India VJM08 sono le


prime monoposto ad essere state svelate. La
Williams di Bottas e Massa ha il naso pi corto e
basso, proprio come la Force India, presentata in
un museo di Citt del Messico. Lauto, affidata a
Perez e Hulkenberg, ha una livrea con molto nero e
argento e salter il primo test. Lewis Hamilton
apparso a Ginevra con un nuovo look (a destra,
assieme a Rosberg): il campione ha confermato di
essere fiducioso sul rinnovo con la Mercedes.

Williams e Force India


svelate le auto 2015
Hamilton si presenta
con un nuovo look

I capricci di Osvaldo
Mancini lo punisce
e il Milan lo aspetta

Milan

Berlusconi
avverte: serve
vincere subito
MILANO Cera un tempo in cui,

Il destino dellitaloargentino legato a Pazzini


Il Johnny Depp della serie A
agita il mercato a 11 giorni dal
gong delle trattative. Osvaldo,
sospeso dallInter nel pomeriggio di ieri, dopo essere stato
messo fuori rosa in seguito alla
lite con Icardi allo Juventus Stadium e soprattutto essersi reso
uccel di bosco negli ultimi
quattro giorni disertando senza avvisare gli allenamenti alla
Pinetina, ora rischia la risoluzione del contratto. Eppure potrebbe cambiare squadra senza
nemmeno traslocare: il Milan
assai tentato di mettere a disposizione di Inzaghi il centra-

Giro sulle punte


Se il Pazzo dovesse
trasferirsi alla Juventus,
il bad boy nerazzurro
andrebbe da Inzaghi
vanti in prestito dal Southampton. E la Juve, se risolvesse in
anticipo il contratto con Giovinco gi promessosi al Toronto per luglio , cercherebbe un attaccante.
Ma andiamo con ordine.
Litaloargentino, finito ai margini dellInter dopo la scenata
(con rissa annessa fra tunnel e
spogliatoi) di Torino, mai perdonato da Mancini, ha rifiutato
finora ogni offerta pervenutagli (Parma, Torino, Cagliari,
Genoa, Qpr) sognando di collocarsi in un grande club. Ha spe-

Diplomazia

rato nella Juve, non disdegna la


Fiorentina, ma dal 7 gennaio
ha cercato contatti con il Milan.
Che, finora, fra il corteggiamento parallelo a Destro e lesigenza di sfoltire la rosa ha preso tempo. Adesso per che si
compreso che il romanista costa non meno di 15 milioni e
Niang stato ceduto in prestito
secco al Genoa fino al 30 giugno, il nome di Osvaldo ha preso a circolare con insistenza nei
corridoi di via Aldo Rossi (nonostante qualche perplessit
legata alla nomea di bad boy
del giocatore ventinovenne).
Loperazione che non verrebbe osteggiata dallInter
stuzzica la fantasia di Galliani,
a maggior ragione se Pazzini
venisse ceduto alla Juve.
Marotta, che sta lavorando
per chiudere in anticipo laccordo con Giovinco, ha lobbligo di mettere a disposizione di
Allegri una quarta punta di
spessore. I nomi sul tavolo al
momento sono tre: Zaza (ma il
Sassuolo fa resistenza), Osvaldo (che piace a Paratici) e il
Pazzo, appunto, stimatissimo
dal tecnico livornese. Se Pazzini andasse alla Juve, Osvaldo
sarebbe il nuovo centravanti
del Milan. E lInter? In attesa di
sviluppi sul centrocampista
(Mario Suarez in pole, ma lAtletico fa muro), ieri sono iniziati i colloqui fra Ausilio e lagente di Icardi per il rinnovo: c ottimismo.
La Fiorentina aspetta invece

Caratterino
Pablo Daniel
Osvaldo,
29 anni, non
quel che si dice
un carattere
tranquillo.
Roma
Durante
una partita
con lUdinese
d uno schiaffo
al compagno
Lamela.
Rischia la rissa
in allenamento
con Burdisso.
Dopo la finale
di Coppa Italia
persa con
la Lazio insulta
il tecnico
Andreazzoli.
Viene ceduto
Southampton
Sospeso per
due settimane
per una lite con
il compagno
Jos Fonte
Inter
Litiga con Icardi
allo Juventus
Stadium per
un pallone non
passato. Non si
allena e viene
sospeso

Niang
Primo giorno
di allenamenti
con il Genoa
(Ansa)

Rottura Osvaldo ha rotto con lInter: il Milan e la Juve ci pensano (Ansa)

oggi notizie da Londra: Lucci,


procuratore di Cuadrado, volato ieri in Inghilterra per incontrare la dirigenza del Chelsea. La societ viola vuole capire se linteresse di Mourinho
per il colombiano concreto al
punto tale da materializzarsi rsi
nel pagamento della clausola
rescissoria da 35 milioni. C
preoccupazione perch non ci
sarebbero molti giorni per trovare sul mercato un adeguato
sostituto. I blues hanno provato a offrire Salah come contropartita ma i toscani non sono

interessati. In compenso oggi


ci sar un nuovo contatto fra i
londinesi con la Roma, che
preme per lesterno egiziano.
Lazio scatenata: ieri Hoedt (in
scadenza con lAz) ha firmato
un contratto quadriennale ma
Lotito ha offerto 1 milione agli
olandesi per avere subito il giocatore. Arriva anche il difensore Mauricio, brasiliano, classe
1988 dallo Sporting Lisbona
con la formula del prestito con
obbligo di riscatto.
Monica Colombo

Cuadrado
Il colombiano
dei viola piace
al Chelsea
(Ansa)

Giovinco
La Juve vuole
risolvere subito
il contratto
(LaPresse)

quando le cose sul campo


andavano male, il Milan si
ricompattava. Ecco, di fronte
alla doppia, delicatissima,
sfida con la Lazio (sabato a
Roma e marted a San Siro in
Coppa Italia) il momento di
farlo sul serio, a tutti i livelli.
Prove di (difficile) serenit.
Silvio Berlusconi ha smentito
le ricorrenti ipotesi di vendita
con una nota ufficiale (voci
senza fondamento), ma
preoccupato della perdita
economica di un altro anno
senza Champions e del danno
di immagine ieri a Palazzo
Grazioli ha ribadito lurgenza
del momento: Il Milan deve
tornare a vincere, importante
dare unidea vincente.
Domani lo ripeter
direttamente alla squadra.
Adriano Galliani ieri andato
per il terzo giorno consecutivo
a Milanello ad assistere agli
allenamenti, darsi una
spiegazione del recente
periodo nero, ribadire la sua
vicinanza allallenatore. Poi,
particolare significativo, ha
pranzato con Pippo Inzaghi e
Mauro Tassotti. E nessun altro:
un modo per far sentire il vice
pi coinvolto. Il resto tocca ai
giocatori: Dobbiamo essere
pi squadra lauspicio di
Mexs a Milan Channel,
titolarissimo con la Lazio vista
anche la moria di difensori
(out Zapata, Bonera, De
Sciglio, squalificato Rami).
Davanti, Pippo ha provato il
tridente Cerci-MnezBonaventura, con Pazzini che
si scalda per la Coppa Italia.
a. rav.
RIPRODUZIONE RISERVATA

RIPRODUZIONE RISERVATA

Roma 2024 vuol dire entusiasmo: Renzi convince Bach


Il presidente del Cio a Davos vede il premier e Malag: Limpegno chiaro e forte

DA UNO DEI NOSTRI INVIATI

Passa anche da Davos il


progetto per portare i Giochi
olimpici del 2024 a Roma. Nei
giorni scorsi Thomas Bach,
presidente del Cio (Comitato
olimpico internazionale), aveva chiesto un incontro a Matteo
Renzi. Premier disponibile e
quindi trenta minuti di colloquio ieri pomeriggio, a margine del World economic forum,
naturalmente con la partecipazione del presidente del Coni,
Giovanni Malag. Lorganismo
internazionale dovr decidere
nel 2017 e finora in lizza ci sono
soltanto due citt: la capitale
italiana e lamericana Boston.
Ma altre verranno allo scoperto. Malag, quindi, ha gi
cominciato le manovre di consolidamento. Il numero uno
del Coni ha detto a Bach che il
Comitato promotore Roma 24
sar guidato da Luca Cordero
di Montezemolo. Lex presidente Ferrari torner a misurarsi con lorganizzazione di un
grande evento sportivo, dopo
lesperienza dei Mondiali di
DAVOS

Lo sforzo
a favore della
candidatura
diventato
ancora
pi evidente.
Montezemolo
guider
il comitato?
Conosco
il nome
e la persona

calcio nel 1990. Il presidente


del Cio, un passato da schermidore, medaglia doro per la
Germania e anche di consulente per la Mercedes, avrebbe risposto di conoscere sia il nome
che la persona.
Poi, davanti ai giornalisti,
Bach ha dichiarato: Durante
lincontro il chiaro e forte impegno di Renzi per la candidatura di Roma diventato ancora pi evidente. Il premier, a
sua volta, ha lodato linterlocu-

tore: Sono molto contento di


aver conosciuto il presidente
Bach che ha una grande considerazione dellItalia, del suo
movimento sportivo e del Coni.
Lho invitato a Palazzo Chigi in
occasione della sua prossima
visita a Roma. Diplomazie,
convenevoli forse necessari.
Malag dice di tornare da
Davos con maggiore ottimismo. E comunque con uno
schema di lavoro allinsegna
della continuit. Limpegno di

Renzi fondamentale, ma nessuno si illude: in realt il cammino che deve portare al successo nella scelta della citt
olimpica, prevista nel 2017 a Lima, ancora molto lungo e
punteggiato da tante variabili
non solo sportive.
L8 e il 9 dicembre scorsi il
Comitato olimpico ha approvato 40 raccomandazioni (la
cosiddetta Agenda 20+20)
per rimodellare i requisiti per
le candidature. Lobiettivo di

Le tappe
Lo scorso 15
dicembre il
premier Matteo
Renzi e il
presidente del
Coni, Giovanni
Malag, hanno
confermato
che Roma si
candida ai
Giochi 2024. La
Citt eterna li
ebbe gi nel
1960
L8 gennaio
stata
ufficializzata la
candidatura di
Boston e altre
citt sono
attese: la scelta
verr fatta nel
2017 a Lima

Coppia dattacco Giovanni Malag, presidente del Coni, e il premier Renzi vogliono portare a Roma i Giochi 2024 (Ansa)

fondo evitare il gigantismo e


una competizione rovinosa tra
le diverse citt. Evidentemente
se i Giochi olimpici diventano
meno costosi, si allarga la platea dei potenziali pretendenti.
Non a caso ieri Malag ha precisato che quelli di Roma 2024
sarebbero giochi low cost. I
nuovi rivali della Citt eterna
potrebbero venire dallAfrica,
dai Paesi del Golfo, dallEuropa
dellEst o da Stati ex sovietici
come il Kazakistan, gi in lizza
per lassegnazione delle Olimpiadi invernali del 2022 (lavversaria sar Pechino).
In questa fase valgono tutte
le considerazioni. Per esempio,
nei prossimi nove anni lEuropa sar esclusa per quattro edizioni consecutive tra invernali
ed estive. La sequenza: Brasile
2016, Corea del Sud 2018, Giappone 2020, Cina o Kazakistan
2022. Nel 2024 potrebbe insomma toccare di nuovo al Vecchio continente (Roma). Geopolitica. E anche un po di scaramanzia.
Giuseppe Sarcina
gsarcina@corriere.it

Gioved 22 Gennaio 2015 Corriere della Sera

46

Tv
TELERACCOMANDO

 

 

 

 

  

 

 

 :?1/!

  :?1/!
,  
   :?1/!
    
 !-!%-.
   /$1:.6
*  /$1:.F*1/!
   31:?
   

.*33  -   

di Maria Volpe

Terrorismo
e finanza,
lanalisi di Porro

.*$#
.*##
-*33
'3*33
''*33
''*3#
''*'3
'2*33

  ??B-*?
  /$1:.6
 ' /$1:.F*1/!
   ??B-*?
 ' /$1:.F*1/!

   /$1:.6
   ??B-*?
   

.*33   ??B-*?


-*#3 
 !-!%-.
!*13      

!-!%-.
'3*33
''*33
'1*33
'1*13

:*!?
'1*13  ' /$1:.F*1/!
'$*33  '   /$1:.6
'$*3#    

/$1:.F*1/!
'1*#3  2    11 /$1:.6
'$*33   ??B-*?
'.*'#
 


:*!?
'$*$3    +
   

:( !-!*-.
'-*33   !-!%-.
'-*$#  

/$1:.F*1/!

??B-*?
'.*33      

??B-*?
'.*13  ' /$1:.F*1/!
'!*#3 ,  B*F
23*33  ' /$1:.F*1/!
23*13  

B*F
2'*'#     

*?*1/6
1/ 1*1 B/1F
1:-!; /:*1 //*!--1

ome si finanzia il
terrorismo? il tema,
attuale e bruciante, di cui
si occupa stasera Nicola
Porro (foto) che ospita in
studio il ministro della
Difesa, Roberta Pinotti, e
lex ministro degli Esteri e
della Difesa, Antonio
Martino.
Virus - Il contagio delle idee
Rai2, ore 22.55

Nel nero abisso


della Shoah

er commemorare il
Giorno della memoria,
nellanno in cui ricorre il
70 anniversario della
liberazione del campo di
sterminio di Auschwitz,
una puntata dal titolo In
nome della razza.
Partendo dalle sconvolgenti
immagini della liberazione
di Auschwitz, girate dai
cineoperatori dellArmata
Rossa, si cercher di capire
con laiuto di Paolo Mieli
come fu possibile
sprofondare nellabisso
della Shoah.
La Grande Storia
Rai3, ore 21.05

Anna Netrebko
Lady Macbeth

l grande soprano russo


Anna Netrebko ritrova
lOrchestra e il Coro
dellAccademia Nazionale
di Santa Cecilia di Roma e il
loro direttore Antonio
Pappano per una serata su
Lady Macbeth nella
versione musicale di
Giuseppe Verdi.
Concerto
Rai5, ore 21.20

21*2#   

??B-*?6
1/ B! :B/1 !;3
'*33  '  /$1:.F*1/!
'*13 
  

/$1:.F*1/!
'*1#  ??B-*?
2*3#   1B.!/?*
2*1#      16

 
'#*1#       
    $6
'.*23 
   !-!%-.
'-*'3   /$1:.F*1/!
'-*'# 
 !-!%-.
'!*33  !-!%-.
'!*$#  !-!%-.
'&*1#     $6
23*23     $6
2'*'3   !-!%-.
22*33  !-!%-.



'.*33   


!-*?E
'.*$#      !-*?E
'-*$#   
!-*?E
'!*$#     2 !-*?E
'&*$#     
!-*?E
2'*'3  
 

21*33    1*3


3*'#  


 2   /$1:.6
  ??B-*?
 2  /$1:.6
 2    

'-*##
'!*33
'!*23
'!*#3
'&*$3
23*13
23*##

 2 
* ** /$1:.6
   31:?
 2 /$1:.F*1/!
  !-!%-.
** ** !-!%-.
 2 /$1:.F*1/!
    
   % 

31:?6
/ *:!?? --1 ? *1
/ 1-1 * 31-*
22*##      
*     

??B-*?
21*33  2 /$1:.F*1/!
3*'#     

1B.!/?*
'*33  2 /$1:.F*1/!
'*3#    - *?*1/
2*##  2   /$1:.6


'#*##  
  !-*?E
'.*$3    
'-*#3      
 *?*1/
'&*2#   !-!%-.
23*23     (1D
2'*'3   

 
   
:..?*1
21*33   
 !-*?E

 
'1*#3         
'$*#3    
  !-*?E
'#*$#      
'-*'#    
'!*'3         
'&*'3   !-*?E
23*'3     !-*?E
2'*'3 
   !-*?E
22*'3 2$     16
3*3#     

-*33
-*13
!*33
'3*33
''*33
''*##
'2*33
'2*2#
'2*$#
'1*'3
'$*33
'$*23
'$*#3
'#*3#
'#*'3
'#*##
'.*$3
'!*'3
'&*33
'&*13
23*33
23*'#
23*1#
2'*3#

     


     
  ??B-*?
   
   ??B-*?
 1 /$1:.F*1/!
 1 /$1:.F*1/!
 1   /$1:.6
   
     
   /$1:.F*1/!
 1 /$1:.F*1/!
   /$1:.6
    
  2 13
  16
 1B.!/?*
 1 /$1:.F*1/!
 1 /$1:.F*1/!
   /$1:.F*1/!
 :*!?
  ??B-*?
    13
   

1B.!/?*
22*$3   
   

1B.!/?:*1 4; AG2&56


* ?!3(!/ :!:;
2$*33  1   

/$1:.F*1/!
3*'3    /$1:.F*1/!
'*33  1 /$1:.F*1/!
'*3#  

/$1:.F*1/!
'*'# * 23  
    

 
'.*##   
 , , 16
'-*##   /$1:.F*1/!
'!*33   '6
'!*1#     
  16
'&*$3    16
23*$3   '6
2'*'#  ??B-*?
2'*23     
  B;*

 

'-*2#     /$1:.F*1/!
'-*13     16
'!*23 
 +
  
1B.!/?*
'&*'#   1B.!/?*
'&*$3     $ 16
23*1#       16
23*#3      
1B.!/?*
22*$# ** ** 16

.*33
.*#3
-*'3
!*3#
&*13
'3*1#
'3*$#
''*13
'2*33
'1*33
'$*33
'#*13
'.*1#
'.*##

 $ 
  /$1:.6
 !-!%-.

 !-!%-.
   13
   !-!%-.
   + ??6
  ,  
 $ /$1:.F*1/!
    
    
   

   2'


     :*!?
   
  
   

F*1/! 4; 200@5


*  /$1:.F*1/!
 $ /$1:.F*1/!
 , 13
  13
 , 13

'-*1#
'!*##
'&*1#
23*'3
23*$#
2'*'#    
, 

 

  

'&*3# , 


!+ 
'&*'#     
!+ $
'&*23    
% ,  
'&*23   !+
23*3# , 
!+ 
23*'3 
   

!+

23   
1..! * 4: AG2@56
* C* 1:!B6
,   %%!
'&*2#  
  
/*.F*1/! 4; AGGG56
* *1 !:'!:1/6
,   ,
'&*$3      
:..?*1 4; AG2@56
* :,
!/6
,   '%
2'*33    
1..! * 4 ? 20#=56
* ;?!--/1 ! *31-16
,   !,

  


  ,
:..?*1 4/ AGG&56
* B;//! *!:6
,   )'
 
1..! * 4; 20##56
* :*/ *-!:?6
,   ,



/?;?*1 4; AG2@56
* :- D:?6
,   +
 
 " 1..! * 4;
AGG&56 * 1!:? B,!?*6
,   %%!

2'*33  !+


2'*33     
!+ $
2'*33  

,  !+ 
2'*#3  !+
2'*##   !+ $
2'*## 
    
!+ 
22*$# 
   

!+

'&*23    


% ,  
'&*13 

   $ ,  !
'&*$#     
% ,  
23*'3   % ,  
23*23 
   $
,  !
23*1#  

 " % ,  

    

/$1:.F*1/!
-*##   /$1:.F*1/!
!*$#    
'3*33
''*33
'1*33
'1*1#
'1*$3
'$*$#

21*'#   
 

(:*--!: 4; AGGG5


--9*/?!:/1 !?!16*?
'*13  $ 
 

/$1:.F*1/!
'*##    

 

*--1 4; 20=<56


* !:!/! 1B/'

??B-*?
 # /$1:.F*1/!
 ??B-*?
 # /$1:.F*1/!
*  /$1:.F*1/!
  13
-, ;(1D
??B-*?

'!*13  #   /$1:.F*1/!


'!*$#   " B*F
'&*##  #    

/$1:.F*1/!
23*33  # /$1:.F*1/!
23*1# *  /$1:.F*1/!
23*$3       

31:?
'$*3#
'$*13
'$*##
'#*$3

21*23    
 
  
3*3#
'*23
'*1#
'*$3

1..! * 4 ? AGGA5


*  /$1:.F*1/!
 #  /$1:.F*1/!
*  /$1:.F*1/!
      

:*!?

:*!?6
1/ B! *1C//
7*/8 -.*!:*
!-!%-.6
1/ C* B(1C/E
?;( -(1/!
'*$#    31:?
2*'3   
 

/$1:.F*1/!
2*2#  B*F
$*'#  
 2333

'!*33
'!*13
'&*33
'&*13
'&*#3

2'*'3  


F*1/! 4; AG2A56
* !/ *;!./6
,   "
  
CC!/?B: 4; AGGG56
* 1-/ ..!:*(6
,   '%
22*$3   
:..?*1 4; 200A56
* C* !-?F!:6
,   %%!
22*$#
 
 
1..! *
4; AG2A56
* !?!: !D*??6
,   ,

'3*$#  
  
*:!?? )$!%#!$'
'2*33   
  
*:!?? , #!$' (
'1*33 
  
 *:!??
)$!%#!$' (
'$*13  
 
   

 *:!??
)$!%#!$'
'.*$#    , 
  %   
*:!?? )$!%#!$'

2'*33   
 
% ,  
2'*'3 

  $
,  !
2'*2# 
% ,  
2'*#3 
 
% ,  
22*23  
% ,  

23*23 
   (
23*1#    !!$ 
23*$#  


   (
2'*33 *  !!$ 
2'*'3 
  (
2'*2# *  !!$ 
2'*1#     (
2'*#3   !!$ 
22*2#   (

23*'3
2'*13
22*23
22*$#


     2
 :?1/!

  , :?1/!
    
  

, :?1/!
  :?1/!
  :?1/!
  :?1/!
  
   B:*



''*33 ,  
   ??B-*?
'1*13  - /$1:.F*1/!
'$*33  - 


/$1:.F*1/!
'$*$3      

!-!%-.
'.*2# ,   

!-!%-.
'!*3#   

!-!%-.
'&*$#  /$1:.F*1/!
23*33  -

/$1:.F*1/!
23*13   

??B-*?6
1/ B! *--* :B!:
2'*'3     

??B-*?6
1/ B! *(!-! /?1:1
2$*33  - /$1:.F*1/!
3*'#    ()

??B-*?
3*##   ()

??B-*?
2*'3 ,  
   %
    () ??B-*?
$*$3       ()

??B-*?

 
-*33
&*'3
'3*$3
'2*13
'1*$3
'.*33
'.*13
'!*33
'&*$3
23*$3
22*1#

 


'1*'3      


  
'#*3#    
 ,
'-*'3     
'&*'# 
!-!%-.
23*3# % !-!%-.
2'*33   ,   
21*$3     
 
'*##       

??B-*?
??B-*?

/?;*!/F 4 ? 20<<5

 

 

-*##     


&*$#  

3*$3    

2*'3     -,

'.*13    


:?1/!
'.*##    :?1/!
'-*23      :?1/!
'!*23   'F*/!
'!*$#    13
'&*1#   !-!%-.
23*2#    !-!%-.
2'*'#    
!-!%-.
22*3# 
   $6
21*33     :?1/!

!- 3:1':.. !?!1


:1;131 :$%1 1C*!
-;( ! ;;!'/ ?.3

!-!%-.

2'*'3   ,   

1..! * 4 ? AGG056


* :-1 /F*/6
--9*/?!:/1 !?!16*?

  :?1/!
   :?1/!
 !-!%-.

     

'.*$# 
  
    !-!%-.
'!*13    /$1:.6
'&*'# *  /$1:.F*1/!
'&*23 ** *   !-!%-.
2'*'3 

:*!?

 

'1*13   
  
'#*2#    
'-*2#   /$1:.F*1/!
'-*13   
'&*1#   
 
2'*'#     
21*'3  * 'F*/!
21*$3    

'*$3   /$1:.F*1/!
'*$# *    B:*

.*$#
-*'3
-*1#
!*33
!*13
'3*13
'2*2#
'2*##
'1*33
'1*2#

   

'.*'3    13


'-*33    

(:*--!: 4; AGG&56


* (*-*3 B$./6
--9*/?!:/1 !?!16*?

 

'!*##   
F*1/! 4; AG2@56
* C* D1(E6
,   +
'&*33 
 
:..?*1 4; AG2@56
*
!/) : --"!6
,   "
'&*'#  
 
1..! * 4 ? AGG256
* !:* :!/?*6
,   !,
'&*23 
1..! * 4 ? 200<56
* 1-1 *:F+6
,   )'

.*33    

  ??B-*?


   ??B-*?
   
 !-!%-.
 !-!%-.
      $6
  /$1:.F*1/!
  /$1:.F*1/!
 !-!%-.
 !-!%-.
      $6
 
 ??B-*?

 
'-*13
'!*33
'!*13
'&*33
23*33
23*13
2'*33

      
   
 2333 /$1:.F*1/!
  
   
 /$1:.F*1/!
    
    :1;
22*13      
21*'3     
 

'&*$#   


,   
% *  
  
*:!?? )$!%#!$'
23*13

 
 
  
  %
 
*:!??  #!$' (
23*#3     
 %  
*:!??  (
2*33  

   %
   
*:!?? , #!$' (


  

2'*'3   


%!*$,  
2'*13  
    
%!*$,  
2'*13     
 %'!$,  
2'*## 
'!  !$#
22*33   
  
 
%!*$,  


'.*33
'.*#3
'-*$#
'!*1#
'&*13
23*23
2'*'3

   ??B-*?


   
    !-*?E
  1B.!/?:*1
    16
    16
   
??B-*?
22*## 
    16
21*$#     16


'2*33    :6
'2*##  - /$1:.F*1/!
'1*33    
 
 !-!%-.
'#*33   
 !-*?E
'-*33 ***  !-*?E
'!*##  - /$1:.F*1/!
'&*33 
   
23*3# 
   !-*?E
2'*'3 
   
21*'3   

 
 

'&*'3     '/2


*?1.
!
'&*2#     
!-!%-. ,
'&*1#  !-!%-. '
'&*1#    !-!%-.
!
23*2# 
   
!-!%-. '
23*$3   %   
1B. ')!  *$%
23*#3    
 
1:?1 $)  
2'*'# 
  

!-!%-. '
2'*'#
 
!-!%-. ,
2'*'#  
"
*?1.
!
2'*'# 

*-. $)  
2'*'#    
*-. ')!  *$%
22*33  */*; '
22*3#
 
!-!%-. ,
22*13   
!-!%-.
!
22*##    
!-!%-. ,

Corriere della Sera Gioved 22 Gennaio 2015

47
Sul web
Forum Televisioni: www.corriere.it/grasso
Videorubrica Televisioni: www.corriere.tv

A FIL DI RETE di Aldo Grasso

Boardwalk Empire, ritorno al passato aspettando il verdetto


Vincitori e vinti

iate onesti e leali ragazzi, in ogni


vostra stagione, quando il bene
in tenzone con il male. Si apre
alla ricerca di una bussola morale
la quinta e ultima stagione della
maestosa Boardwalk Empire (Sky Atlantic, mercoled, 21.10).
Sul racconto aleggia un senso di malinconia e
decadenza: il senso della fine (della serie, ma anche
dellimpero che il gangster Nucky Thompson ha
costruito ad Atlantic City) incombe. I primi episodi
sono intessuti di molti flashback, che riportano allinfanzia di Nucky (Steve Buscemi): le origini umili,
il travagliato rapporto con il padre violento, la mor-

LANGELO DI SARAJEVO
Beppe Fiorello
Vince alla grande la
miniserie con Beppe
Fiorello su Rai1: 7.848.000
spettatori, 27,1% di share
ZELIG REMIX
Michelle Hunziker
Canale 5 gioca in difesa
con il remix di Zelig:
per 2.360.000 spettatori,
9,6% di share



  
+1" ''









3,9

3,

3!8

3!9

>>

1(+)7 '' ,4



,3,4 ,3>3

 


 :1 %

 


te tragica della sorella, lambizione bruciante e il


desiderio di riscatto sociale. Il racconto dellinfanzia di Nucky parla della sua perdita dellinnocenza,
ci spiega come la sua vita adulta sia stata il prodotto
di spinte contrastanti, slanci verso il bene e irrimediabili tracolli verso il male. Ogni episodio vissuto
da bambino un simbolo, un peccato originale, e
quelle che sembrano coincidenze diventano prefigurazioni del futuro.
come se questi flashback rileggessero le passate stagioni di Boardwalk inquadrandole in una
cornice morale. Intanto nel presente (corre lanno 1931), a New York si costruisce il Rockefeller
Center ma sono ancora forti gli echi della grande

,3,>

depressione, mentre Nucky si trova a lHavana per


intessere rapporti con alcuni senatori americani e
prepararsi a pilotare il Paese pi assetato della terra fuori dal Proibizionismo a suon di rum Bacardi.
Appare anche un giovane Joseph Kennedy, non
molto schizzinoso nellintessere rapporti con la
mafia Usa. Terence Winter, lautore della serie,
chiamato a un confronto obbligato con lambiguo
finale della sua altra creatura, i Soprano.
Lattesa per il destino finale di Nucky alta, leroe
tragico non cerca mai redenzione ma il verdetto degli sceneggiatori sul personaggio dovr arrivare, a
sancire chi colpevole e chi innocente.
RIPRODUZIONE RISERVATA

  
39,

38,


3

,39> ,3>4 ,3,> ,3,8







3 8

3!9

 


,3,3 ,3>,

:+<

1%(+ /:17+

,* "))%+

93 "))%+

%)

'7%(+ /:17+

8 1%+

,, 1%+

 





'"*#
'(*

#(*
 "#

"0

#'"#
# #"
"#,
"#"
'"0
'+

1 % -1+22%(% "%+1)% '07'% 21 %)71227  :) %1+'=%+) -122%+)1% # %)71221 (""%+1()7 ' 1"%+)% )71+$(1%%+)'% +) -%+"" %:2
7'<+'7 )# +17% 2:'' 1"%+)% 1%7%#  )<%7 2:"'% --))%)% 2+-1 % ,.>>> (71% '+'()7 )#  /:+7 %)1%+1%. ' +1 %' 7(-+ 7) 
(%"'%+11 %2()7  -17%1  <)1& ()71  27+  +()% (%"'%+11 )# 2: +2)  =%+. :)& ):+< -%+"" ' :.

&%+ 
 
!$#((#
'


 
) 22 -122%+)
# # 1""%:)7+ %'

%711)+ 2% 
-+2%=%+)7 2:% (1%
(1%%+)'% '' )%2+'
%7'%) -+17)+ 7(-+
%)27%' 2: /:27 =+).
:' 127+ ' +)7%))7
' -1%-%7=%+)% 2+)+
(+'7+ '+'%==7. <
)+ %) -%):1 2:%
277+1% )+1+1%)7'%
)< )# 2:'' =+)
277)71%+)'% ''
-")  +17+"''+.
(-+ -%; 27%'
%)< 2:' ")+ )%7+.

$# 
#*"0

*"0'#

 '

   
+27
+1%)+

%')+
 1)7+
 )=%
 1%27











)+<
+'+")
%1)=
1:"%
)+)
0/:%'








+(
(-+22+
-+'%
1%
+7)=
7)=1+








 '!#

. '1%
7)%
'1(+
'"#1+
"'%1%
'%


( #


+ "#
#"'

+'

:<+'+

+-17+

%+""%

+<2% (-+1'%

<

%

        

!"

)#
!#!
#*.
)
##!
#4!#
)*


,
$


$


!.

$0
$$
0
$/


,

)
 %#**#
 .!
)#.#!
1!#
 )!4
!#2

!"

!.

+
/

"
$



$
"
$,
$,
/
$$
+




'

('1

**!
 !#
%#



,
$
$$
$$
0



!.

!"



$
$

$/
$

) #

!.

$$

/

+
0
$$

) 
)1
*)
*
#.!4
& )

$,
+
"
$/
$5
$5
$+

!"

# 
#)!#
)!.#
)*.
!
!4
)#!

+
0
0
+
$
/
$

  

!.

$$
0

$$
"



 

!"

1)+

$
$5

!.

!"



!"

*.!1
#!)

(-+1'

$5
/

!.

$ )
0 #*
+-17+

!"

!.

/
$0
)7+


$$

!"

)
 !!

"#+,'

+<2%

5
4 1

3
2

1
9

8 7
9
6 8 5
4 7

5
2
LA SOLUZIONE DI IERI
3
7
6
8
1
2
5
4
9

2
1
9
6
4
5
7
3
8

8
5
4
3
9
7
1
2
6

9
8
5
4
3
1
6
7
2

1
6
3
2
7
8
9
5
4

4
2
7
9
5
6
8
1
3

5
4
8
7
6
3
2
9
1

7
9
2
1
8
4
3
6
5

6
3
1
5
2
9
4
8
7



Come si gioca
Bisogna riempire la
griglia in modo che ogni
riga, colonna e riquadro
contengano una sola
volta i numeri da 1 a 9
Altri giochi su www.corriere.it

"*#
- #'

**  ((#

SUDOKU DIABOLICO
6 8
2 5 3

#

#( " (



050

)#!.
)#

0/5
/5/

+"(


/

)#!.

1*#

 
( "



/"/

"'

'#
!

" '"(#



$05

*"



'"


   


+'(*

 "#





)#!.
#

""

#/#



!.

$ 
5

 %

$5



 '


**
)**#!

$5$

'(

'*

!.

0 )!#
5
5
05 )13*
$ /
 %+""%
 :<+'+2+

"

"#

        
 *.)
.!

   

"#

5




' #" 

(#"





-++ (+22+
+'7+ (+22+
+'7+ "%77+

,

'(,

#!



!"

 %)


!(*'!

'

 
 
  
  
+1= >58 +1= !5
+1= 453 +1= 5*

5

*## !
#$""
' "# 

!+'#


.
)**#!

 ("


$5
$5



#

"'# '
" # #
+"#( '(





'#

#(
+"




**  $#



48

Gioved 22 Gennaio 2015 Corriere della Sera