Sei sulla pagina 1di 32

Quindicinale

Anno XXXVIII

Quindicinale
Anno XXXVIII
26.05.2016
Numero
26.05.2016

Numero

668
668

Editrice Pro Loco Fener

Il Tornado

PERIODICO DI ATTUALIT DEI COMUNI DI ALANO DI PIAVE, QUERO VAS, SEGUSINO


PERIODICO DI ATTUALIT DEI COMUNI DI ALANO DI PIAVE, QUERO VAS, SEGUSINO

http://digilander.libero.it/tornado

Speciale elezioni di Alano - pag. 1-2-3


Torna lo School Festival - pag. 4-5-6
A Quero XV rassegna biennale di canto - pag. 9
80 di fondazione del Gruppo Alpini Valderoa - pag. 11
60 Chiuso
di fondazione
della Sezione del Fante di Alano-Quero-Vas - pag. 13
in redazione il 16.05.2016 Prossima chiusura il 06.06.2016
Chiuso in redazione il 16.05.2016 - Prossima chiusura il 06.06.2016

Tassa Pagata/Taxe Perue/Ordinario Autorizzazione Tribunale BL n. 8 del 18/11/80 Poste Italiane s.p.a. Spedizione in A.P. D.L. 353/2003 (conv. In L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma 1, DCB BL

http://digilander.libero.it/tornado

Tassa pagata/Taxe Perue/Ordinario Autorizzazione Tribunale BL n. 8 del 18/11/80Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in A. P. - D.L. 353/2003 - (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art.1, comma 1, DCB BL

AL MOLIN

TABACCHERIA
EDICOLA

RISTORANTE - PIZZERIA

Pagamenti imposte con F24


Bolli auto e moto

Ricariche telefoniche

SPECIALIT PESCE
ALANODIPIAVE

Cambio pile ad auricolari


orologi e telecomandi

PIAZZA DEI MARTIRI, 13 - TEL. 0439.779129


- CHIUSO IL MARTED -

32031 ALANO DI PIAVE (BL) - Via Antonio Nani, 14


E-mail: termoidraulica.gierre@vodafone.it

Per rinnovare la tua casa

TODOVERTO

di Todoverto Paolo & C.

S.N.C.

imbiancature interni - esterni


termocappotti - spatolati
ALANO DI PIAVE Via Caduti e Dispersi in Russia
Tel. 0439.779208 - Cell. 348.7346084
IL TORNADO Sede: Via J. Kennedy - 32031 FENER (Belluno). DIRETTORE RESPONSABILE: Mauro Mazzocco. REDATTORI: Sandro Curto, Silvio Forcellini. COLLABORATORI: Alessandro Bagatella, Ivan Dal To, Gianni De Girardi, Antonio Deon, Foto Comaron, Fotocolor Resegati, Silverio Frassetto, Ermanno Geronazzo, Cristiano Mazzoni, Sergio Melchiori, Piero Piccolotto, Andrea Tolaini.
ABBONAMENTI: ITALIA Abbonamento annuale (18 numeri) 20,00 ESTERO Abbonamento annuale (18 numeri) 50,00.
LABBONAMENTO PU ESSERE SOTTOSCRITTO O RINNOVATO NEI SEGUENTI MODI: 1- versando la quota sul c/c postale n. 10153328 intestato alla PRO LOCO di FENER; 2- con bonifico
sul c/c Banco Posta intestato alla PRO LOCO di FENER, IBAN: IT49 M076 0111 9000 0001 0153 328; 3- pagando direttamente ad uno dei nostri seguenti recapiti: NEGOZIO DA MILIO - Alano;
GELATERIA DUE VALLI - Fener - BAR JOLE - Fener; MAURO MAZZOCCO - Quero; ALESSANDRO BAGATELLA - Quero; BAR PIAVE Carpen - LOCANDA SOLAGNA - Vas; ANTONIO
DEON - Vas; BAR BOLLICINE - Scalon; BAZAR di A. Verri - Segusino.

CRONACA

Le elezioni amministrative del 5 giugno con il rischio del commissariamento

Ad Alano ununica lista in campo,


ma bisogna superare il quorum
di Silvio Forcellini

Il prossimo 5 giugno gli elettori alanesi, chiamati a eleggere il nuovo


sindaco e il nuovo consiglio comunale, troveranno sulla scheda un unico
simbolo: quello di Uniti per Alano,
la lista capeggiata dal sindaco
uscente Amalia Serenella Bogana,
57 anni, laurea in Pedagogia, insegnante di Lettere. Ne fanno parte:
Giuseppe Carelle, 29 anni, elettricista; Novella Codemo, 65 anni, pensionata; Andrea Collavo, 30 anni, artigiano; Mario Collavo, 67 anni, pensionato; Roberto Collavo, 32 anni,
libero professionista; Claudio Dal
Zotto, 26 anni, laurea di 1 livello in
Ingegneria civile; Nicola Pisan, 36
anni, impiegato amministrativo; Luigi
Spada, 54 anni, direttore tecnico in
unazienda di prodotti petroliferi; Giusto Todoverto detto Giustino, 69 anni, pensionato; Angelo Zancaner, 48 anni,
lavoratore intermedio.
Anche se non ci sono altre liste in campo (come nel 1997, peraltro, con Alleanza Democratica e il suo candidato sindaco Luigi Codemo a correre da soli), aleggia comunque sulle votazioni alanesi lo spettro del quorum (o, per essere
pi precisi, del duplice quorum). Di che cosa si tratta? Il termine quorum indica il numero di elettori necessario affinch una votazione sia valida. Nelle elezioni del sindaco e del consiglio comunale nei Comuni fino a 15.000 abitanti,
ove sia presente una sola lista, necessario il raggiungimento di un duplice quorum: il numero dei votanti non deve
risultare inferiore al 50% degli aventi diritto (quorum strutturale) e la lista deve aver riportato un numero di voti validi
non inferiore al 50% dei votanti (quorum funzionale). Qualora non si siano raggiunte tali percentuali, lelezione nulla. Nel caso di Alano, ai circa 2.020 residenti aventi diritto al voto si aggiungono i circa 630 alanesi residenti allestero
che, nel caso delle amministrative 2016, sono inseriti nelle liste elettorali ma che difficilmente torneranno ad Alano per
votare. Sommando i due dati (che dovrebbero discostarsi solo di qualche unit da quelli definitivi, fissati il 21 maggio),
affinch le elezioni siano valide dovranno recarsi alle urne circa 1.330 elettori: non pochi se consideriamo che cinque
anni fa (e con tre liste ai nastri di partenza) avevano votato 1.617 elettori - il 61,55% degli aventi diritto (che nel 2011
erano 2.627), un dato che pu sembrare esiguo ma che scontava anche allora la presenza nelle liste elettorali di ben
579 iscritti allA.I.R.E., cio di alanesi residenti allestero - e che la lista vincente di NuovAlano (ora ribattezzata Uniti
per Alano) aveva raccolto 861 voti. Si possono dunque comprendere le preoccupazioni circa laffluenza alle urne il
prossimo 5 giugno.
E se non si raggiunge il quorum, che cosa succede? Viene nominato un commissario prefettizio con il compito di
amministrare il Comune fino allelezione del nuovo sindaco e del nuovo consiglio, elezione da tenersi nel primo turno
elettorale utile previsto dalla legge (presumibilmente nella primavera del prossimo anno). il commissario esercita le attribuzioni conferitegli con il decreto di nomina. Normalmente unisce in s tutti i poteri degli organi del Comune: sindaco, giunta e consiglio. In virt di tali poteri pu compiere qualunque atto, sia di ordinaria che di straordinaria amministrazione; tuttavia, non dovendo rispondere agli elettori, difficilmente assume decisioni di portata strategica.
In ogni caso, si voter nella sola giornata di domenica 5 giugno, dalle ore 7 alle ore 23. Nella scheda sar indicato,
a fianco del contrassegno, il candidato alla carica di sindaco. Lelettore, segnando il contrassegno potr votare il candidato alla carica di sindaco e potr altres esprimere anche un voto di preferenza per uno dei candidati alla carica di
consigliere comunale compresi nella lista collegata scrivendone il cognome nella riga stampata sotto il contrassegno.
Nel caso di Alano, con ununica lista, verranno eletti tutti e dieci i candidati compresi nella lista e il candidato a sindaco
collegato, purch essa - come detto in precedenza - abbia riportato un numero di voti validi non inferiore al 50% dei
votanti e il numero dei votanti non sia stato inferiore al 50% degli elettori iscritti nelle liste elettorali del Comune alanese. Qualora non vengano raggiunte tali percentuali lelezione sar nulla. Per esercitare il proprio diritto al voto, occorre
presentarsi al seggio muniti di tessera elettorale e documento di riconoscimento valido.
Nelle due pagine che seguono, lo spazio autogestito della lista Uniti per Alano, spazio che il nostro giornale riserva
abitualmente alle liste in lizza nelle elezioni amministrative.

CRONACA

Cari concittadini,
il gruppo UNITI PER ALANO nasce dalla convergenza di alcuni componenti di
NuovAlano (Amministrazione uscente) e persone che rappresentano diverse
sensibilit che garantiscono pluralit di opinioni unite da un forte senso di
appartenenza alla comunit e dalla volont di offrire il proprio impegno, tempo e
professionalit con spirito di servizio al fine di garantire lascolto dei diversi bisogni
della cittadinanza nella gestione della cosa pubblica.
Considerata lelevata disaffezione alla politica che mai come in questa occasione
abbiamo potuto riscontrare allinterno della nostra comunit, nostra intenzione
riavvicinare i cittadini, e soprattutto i giovani, allimpegno pubblico in tutte le forme in cui esso si diversifica
(nellAmministrazione comunale, nel volontariato) sensibilizzandoli sulle problematiche della nostra societ e del
territorio, proponendo alla popolazione la revisione in senso pi funzionale di quello spazio che rappresenta anche
storicamente il luogo simbolo della partecipazione del paese in quanto centro di ritrovo, discussione e
commemorazione: LA PIAZZA.
La nostra sar una campagna elettorale forte, non animata da proteste o contrapposizioni strumentali ma da una
serie di concrete proposte che saranno condivise con tutti i cittadini.
Intendiamo svolgere la nostra funzione amministrativa con spirito di servizio e in modo molto pratico, misurandoci
su problemi reali.
Alano molto cambiata in questi anni ed ha visto modificarsi ed ampliarsi la domanda qualitativa e quantitativa dei
servizi.
Noi della lista UNITI PER ALANO vogliamo guidare questo cambiamento, realizzando le opere pubbliche necessarie,
riorganizzando lattivit amministrativa e lerogazione dei servizi comunali in modo da rispondere sempre pi alle
esigenze dei nostri concittadini.
Si tratta di tracciare un percorso condiviso da tutti per il beneficio della persone perch noi abbiamo a cuore le
persone ed il loro benessere.
Con la vostra fiducia ed il vostro sostegno, ci appresteremo a raggiungere questo obiettivo, con determinazione,
rimanendo rispettosi dellambiente e del territorio, rivolgendo un occhio di riguardo ai bambini e alla scuola,
aiutando i soggetti pi deboli ed infine promuovendo e favorendo lo sviluppo di iniziative culturali e sportive per
tutta la comunit.
Vi ricordiamo inoltre che oggi pi che mai, dal momento che a queste importanti elezioni presente una sola lista e
al fine di non paralizzare lattivit amministrativa con la nomina di un commissario prefettizio, NECESSARIO
superare il quorum del 50% degli elettori, e pertanto VI INVITIAMO A RECARVI TUTTI AI SEGGI affinch gli Alanesi
possano avere ancora come referente un volto amico.
Vi ricordiamo ancora l'importanza di andare a votare per superare il quorum del 50%, anche per far s che l'attivit
amministrativa non si blocchi a causa del commissariamento.

IL 5 GIUGNO
VOTA E FAI VOTARE
UNITI PER ALANO

CRONACA

4
Al Parco del Piave di Fener dal 10 al 12 gugno 2016

Torna lo School Festival


di Silvio Forcellini

Per il terzo anno consecutivo, torna lo School Festival, promosso dal Comitato Genitori dellIstituto Comprensivo di Quero in collaborazione con la Pro Loco di Fener e lassociazione Libero Pensiero. Si svolger dal 10 al 12 giugno,
sempre al Parco del Piave di Fener. Di seguito il programma completo della
manifestazione, della quale saranno protagonisti i bambini e i ragazzi della
scuola dellinfanzia di Alano, di Quero (paritaria) e di Vas, della scuola primaria
di Alano, di Quero e di Segusino, della scuola secondaria di primo grado di
Alano e di Quero. Lo School Festival ha come finalit la raccolta di fondi da destinare alle varie attivit previste in ambito scolastico. A questo proposito, il
Comitato Genitori - in una lettera inviata al Tornado che pubblichiamo di seguito
- ha relazionato dettagliatamente sui proventi delledizione dello scorso anno
(10.500 euro) e sulluso che ne stato fatto. Chiudiamo lo spazio dedicato allo
School Festival con la presentazione delledizione 2016 da parte del dirigente
scolastico Giuseppe Sommacal.

VENERDI 10 GIUGNO
ore 21.00

MUSICA DAL VIVO a cura dellassociazione Libero Pensiero (vedi programma allinterno)

SABATO 11 GIUGNO
ore 14.50

INIZIO MANIFESTAZIONE con il saluto del dirigente scolastico

ore 15.00

TERRA PREZIOSA CASA DI TUTTI - SCUOLA DELLINFANZIA DI ALANO

ore 16.00

LELEFANTINO ELMER E I SUOI AMICI (CANTI E DANZE) - SCUOLA DELLINFANZIA DI


VAS

ore 17.00

QUATTRO SALTI IN ALLEGRIA - SCUOLA PRIMARIA DI ALANO, a cura di Bepi Santuzzo

ore 18.00

GOLDONI A COLMIRANO - CLASSI PRIME SCUOLA SECONDARIA DI ALANO, a cura di


Bepi Santuzzo

ore 19.00

IL GIORNALINO DI GIANBURRASCA - CLASSI PRIME SCUOLA SECONDARIA DI QUEROVAS, a cura di Bepi Santuzzo

ore 21.00

MUSICA DAL VIVO con i ROYAL BLUE

DOMENICA 12 GIUGNO
ore 10:00

CANTI E DANZE - SCUOLA PRIMARIA DI SEGUSINO

ore 11.00

IN FONDO AL MAR - SCUOLA DELLINFANZIA DI QUERO VIRGINIO CASAMATTA

ore 12.30

PRANZO

ore 14.30

LOCA COMBINACION CON ISSAM E CHIARA - SCUOLA PRIMARIA DI QUERO-VAS

ore 15:30

FANTASTICO SPETTACOLO DI ARTE DI STRADA con OTTO IL BASSOTTO

ore 16.15

DIMOSTRAZIONE DI BOCCE (SPECIALITA VOLO): prove di tiro rapido a staffetta e tiro progressivo, con la partecipazione di alcuni giovani rappresentanti della societ bocciofila A.S.D.
Pederobba tra i quali lalanese vicecampione mondiale Mattia Rossi

ore 17.00

CONCERTO ALUNNI INDIRIZZO MUSICALE ALANO E QUERO-VAS (prof. Longo e Argenta)

ore 18.30

CONCERTO SAGGIO ALUNNI SCUOLA SECONDARIA DI ALANO (prof. Sandi)

ore 20.30

CENA A BASE DI CHURRASCO

CRONACA

CONTEMPORANEAMENTE: LABORATORI
domenica

LABORATORIO CARTA - SCUOLA DELLINFANZIA DI VAS

sabato/domenica

MOSTRA FOTOGRAFICA - SCUOLA SECONDARIA DI QUERO-VAS

sabato/domenica

ARTE IN NATURA - CLASSI SECONDE E TERZE SCUOLA PRIMARIA DI QUERO-VAS

sabato/domenica

PICCOLA MOSTRA E LABORATORI DI ELMER E I SUOI AMICI - SCUOLA DELLINFANZIA


DI VAS

domenica

LABORATORIO DI CARTA CLASSI QUINTE SCUOLA PRIMARIA DI QUERO-VAS

domenica

SCUOLA SECONDARIA DI ALANO


LABORATORIO CARTA + AQUILONI
SOLIDARIETA - UCCELLI DI FUOCO
GIOCHI PER BOLIVIA

sabato/domenica
sabato
sabato/domenica
domenica

MOSTRA FOTOGRAFICA - SCUOLA SECONDARIA DI QUERO-VAS


GLI ACCHIAPPASOGNI - CLASSI TERZE SCUOLA SECONDARIA DI QUERO-VAS
MOSTRA SULLA LEGALITA LA CAROVANA DEI PACIFICI - ISTITUTO COMPRENSIVO
COSTRUIRE CAPPELLINI CON I PIATTI DI CARTA - SCUOLA DELLINFANZIA DI QUERO
VIRGINIO CASAMATTA

E SPORT
domenica
ore 10.30

TORNEO DI PALLAVOLO - CLASSI SECONDE E TERZE SCUOLA SECONDARIA DI ALANO


E QUERO-VAS (prof. Secco e Carpene)

domenica

PROVA IL GIOCO DEL RUGBY: venite a divertirvi e a scoprire nuovi giochi e divertimenti, a
cura del Rugby Valdobbiadene A.S.D.

domenica

TIRO CON LARCO a cura degli arcieri del Palio di Feltre

domenica
pomeriggio

PALLAVOLO CON MATTEO (Palestra Alano)

Lutilizzo dei proventi dello School Festival 2015


Lo School Festival edizione 2015 si chiuso con un grande successo di affluenza, con grandi risultati ottenuti dai ragazzi e altrettanta soddisfazione dei genitori. La Pro Loco di Fener, lassociazione Libero Pensiero e il Comitato Genitori hanno collaborato con grande affiatamento permettendo il raggiungimento di questi risultati. Il totale della somma raccolta da destinare alle iniziative dellIstituto Comprensivo di Quero Vas ammonta a 10.500 euro che sono stati
cos destinati:

2.000 euro per Progetto Giocatletica Scuola Primaria di Alano;


2.000 euro per Progetto Giocatletica Scuola Primaria di Quero;
1.300 euro per lavori di sistemazione problematiche informatiche Scuola Secondaria di Primo Grado di Alano;
1.300 euro per laboratorio di tecnologia Scuola Secondaria di Primo Grado di Quero;
800 euro per laboratorio Scuola dellInfanzia di Alano;
800 euro per laboratorio Scuola dellInfanzia di Vas;
500 euro per la gita dei ragazzi di terza media di Alano;
500 euro per la gita dei ragazzi di terza media di Quero;
300 euro destinati alla Scuola dellInfanzia Casamatta di Quero;
1.000 euro destinati alla Pro Loco di Fener per migliorie al Parco del Piave.

Da sottolineare anche che, grazie ai lavori di pulizia del Parco del Piave svolti nei giorni del Reset 2015 dai genitori del
Comitato, lassociazione Libero Pensiero ha donato alla banda musicale di Alano di Piave nuovi bellissimi strumenti
per la sua musica. Il Comitato Genitori vuole ringraziare di cuore le persone e le associazioni tutte che sono
intervenute e che hanno prestato servizio nei giorni della manifestazione, perch ogni festa che si rispetti possibile
solo grazie al lavoro nascosto e gratuito di tante persone.

Il Comitato Genitori dellIstituto Comprensivo di Quero Vas

RASSEGNA STAMPA

La presentazione dello School Festival 2016


Nellassumere lincarico di Dirigente scolastico di questo Istituto Comprensivo di Quero Vas ho appreso con soddisfazione e piacere delliniziativa che sarebbe stata messa in atto. Con la 3a edizione dello School Festival prosegue infatti
quel rapporto di collaborazione che si instaurato tra Comitato Genitori da un lato e Docenti dei plessi dellIstituto
dallaltro. Grazie allimpegno dei Genitori la Scuola ha la possibilit di trovare un momento di aggregazione, condivisione e visibilit, anche attraverso il coinvolgimento e la collaborazione con molte realt del territorio. Questanno, inoltre, saranno presenti anche realt scolastiche al di fuori dellIstituto. Liniziativa, attraverso musica, sport e spettacoli,
offre unoccasione di divertimento per alunni e famiglie, ponendosi nel contempo anche limportante obiettivo di finanziare i progetti del Nostro Istituto, ma, soprattutto, segna quella collaborazione e sinergia che sole possono permettere
a qualsiasi Istituzione scolastica di raggiungere importanti obiettivi di crescita. Per queste ragioni a tutti coloro che, a
qualsiasi titolo, sostengono liniziativa vanno la nostra gratitudine e il nostro riconoscimento.

Il Dirigente scolastico dellIstituto Comprensivo di Quero Vas


Giuseppe Sommacal

Mirror - Face to Face

Mostra internazionale di incisione e grafica darte


Cartiera di Vas - 4/19 giugno 2016
INAUGURAZIONE: SABATO 4 GIUGNO alle ore 18.00
ORARI DI VISITA: IL SABATO dalle ore 15.00 alle ore 18.00
LA DOMENICA dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 18.00
(Per gruppi - minimo 10 persone - aperture straordinarie su prenotazione)
INFORMAZIONI: mail: info@cartieravas.it - cell. 349.3838378 - facebook: lacharta
INGRESSO LIBERO
La mostra, curata da Valeria Bertesina e Vlado Goreski, organizzata dalla galleria Celeste di Vicenza con la collaborazione dellassociazione LaCharta. Presentata nella citt di Bitola in Macedonia,
lesposizione, che vede presenti oltre 60 artisti italiani e macedoni, poi approdata a Vicenza ed ora a Vas, in Cartiera. Due paesi che si osservano e si specchiano luno nellaltro attraverso generazioni di artisti contemporanei che si
esprimono con le tecniche, tradizionali, sperimentali o miste, di incisione e grafica d'arte.
Si ringraziano per il supporto: Virginia Studio e Studio Fabio Callegaro

Nellambito della mostra:

Workshop: Naturalmente carta


DOMENICA 5 GIUGNO dalle 14.00 alle 17.00
Un laboratorio per apprendere un interessante e divertente metodo per fare la carta fatta a mano. Si
utilizzer una tecnica sperimentale, facile e versatile, capace di dare risultati soddisfacenti per
unampia gamma di prodotti finali.
INFO E ISCRIZIONI (entro gioved 2 giugno): mail: info@cartieravas.it - cell. 328.7619727 (minimo
10 partecipanti)
INSEGNANTE: Lucia Ballardin

Dimostrazione di incisione e stampa


DOMENICA 19 GIUGNO dalle ore 15.00
Gli artisti e incisori Sergio Bigolin e Luigi Golin, presenti in mostra con le loro opere, mostreranno al pubblico laffascinante tecnica della xilografia, ovvero della stampa a torchio, partendo
da matrici di legno incise.
INGRESSO LIBERO

RASSEGNA STAMPA

La serata allinterno dello School Festival 2016 organizzata da Libero Pensiero

10 giugno: musica dal vivo al Parco del Piave


a cura di Silvio Forcellini
Tradizionalmente, la serata del venerd che precede linizio dello School Festival dedicata ai concerti dal vivo proposti dallassociazione Libero Pensiero. Il prossimo 10 giugno ne sono in programma tre. Di seguito le schede degli artisti che si alterneranno sul palco del Parco del Piave di Fener, forniteci dagli stessi protagonisti. Quanto ricavato
nel corso della serata andr ovviamente allIstituto Comprensivo di Quero.

EXERCOMA
Gli Exercoma vengono da Trento e suonano un rock con forti venature elettroniche
e testi in italiano. Per il gruppo molto importante lambito sonoro utilizzato come
arma per lambito visivo e viceversa, in modo da rendere pi forte limpronta dello
spettro sonoro del gruppo e riuscire a creare un immaginario che rappresenti la loro
musica. Ad accompagnarli in questa avventura c Muck Up, video maker e designer del gruppo. Sul web (pagina Facebook) scaricabile in free download il loro
primo lavoro: Rei, mentre sul canale you tube possibile trovare i due video che
rappresentano il primo passo verso un vasto immaginario artistico.

ENTONI KONG + DJ PLUS


Antonio Carbone conosciuto come Entoni Kong (Salerno, 6 ottobre 1987), trasferitosi in Veneto con la famiglia da giovanissimo, appena quattordicenne, ha il primo
contatto con la cultura hip-hop grazie alla sua passione per il disegno che lo porta
ad avvicinarsi con sempre pi interesse al writing e in parte alla breakdance, rapportandosi con questo mondo e aumentando le sue conoscenze della cultura; trova
successivamente il suo percorso artistico nella disciplina del rap; prende consapevolezza che rime, flow, metriche e freestyle diventano giorno dopo giorno il pane quotidiano facendo parte della sua vita in maniera sempre pi prepotente ed appassionante. Self-made man, segue nel complesso sempre le grafiche, le foto e i video di
tutti i suoi progetti musicali; nel 2007, dopo una buona gavetta che solo le quattro mura della camera e qualche sottopassaggio con gli amici conoscono, esordisce con Good Luck, album dei Soprassalti, gruppo di quattro elementi di
cui faceva parte come Mc; una volta terminata lesperienza col gruppo, Entoni Kong comincia a lavorare al suo primo
progetto solista che dar vita a Fuori dal Coro che nel 2011 confermer ed affermer in modo pi significativo la sua
reputazione come Mc hardcore e diretto: rime taglienti, continua ricerca metrica e di incastri tecnici nella scrittura ed
estrema importanza al contenuto dei testi pare sia la formula giusta per Entoni per arrivare al suo pubblico sopra e
sotto il palco; con laumentare dei live prende vita il progetto parallelo di ShowDown Mixtape datato 2014 e concepito
come prodotto da portare live con pezzi remixati e inediti. Dj e beatmaker che lo accompagna praticamente da sempre
Plus, produttore e dj live che si districa tra puntine, vinili e scratch da sempre assieme ad Entoni. Il suono che accompagna lMc salernitano principalmente uno dei pi classici, beats grezzi e cupi ispirati alla scuola newyorkese
dei 90 sempre per con la consapevolezza innovativa di strizzare pi di un occhio a suoni pi freschi ed attuali: a tal
proposito nasce la stretta collaborazione iniziata un paio danni fa con Cartoon Clash, produttore veneto presente sulla
scena gi da anni in altri progetti e che attualmente sta producendo ad Entoni le strumentali per il suo prossimo progetto musicale da solista.

DOUGE
Douge una band stoner rock di Montebelluna. Il gruppo nacque nellestate del
2006 con il chitarrista e cantante Sten Stoned che lo ide principalmente come progetto jam session e subito dopo il bassista Daniele Tesser lo affianc in pianta stabile. A parte questo acquisto, la band vide in quel periodo susseguirsi molti altri componenti che, nonostante le difficolt di assestamento, contribuirono uno dopo laltro
alla formazione dei pezzi con lo stile peculiare di ognuno di loro. Questo periodo dinstabilit termin con lentrata nella
formazione del chitarrista virtuoso Alberto Piccolo, che arricch notevolmente il sound con la sua particolare passione
per il blues e il rock progressivo anni 70. Successivamente Timothy Norris venne reclutato come nuovo cantante grazie alla sua esperienza live in varie band rock e metal e, dopo una breve iniziazione allo stoner, fu finalmente pronto
ad entrare in pianta stabile. Infine, spinti dal desiderio di una sezione percussiva pi energica e groove, i componenti
della band trovarono nel batterista Lucio Bolzonello la soddisfazione dei propri requisiti. Blindata la formazione e sentendosi completi, era tempo di entrare in studio per registrare il nuovo full-lenght album chiamato D, pubblicato poi
per la Go Down Records ad inizio 2013. Attualmente impegnati in diverse date, i Douge hanno suonato di spalla a
band di alto livello come Truck Fighters, White Hills, Black Rainbows, Brant Bjork, Ojm, Baby Woodrose, Lord of Altamont, Vic Du Montes Persona non Grata e molti altri, mentre la produzione di materiale per il nuovo disco procedeva
ininterrotta, disco che vedr la luce allinizio del prossimo anno.

ATTUALIT

Quero Vas, approvato il Bilancio di Previsione 2016


Grazie alla fusione per il terzo anno consecutivo annullata la TASI
(circa 500 mila euro sono state lasciati nelle tasche dei cittadini e delle imprese).

Pur tra mille difficolt economiche legate soprattutto alla drastica riduzione del trasferimenti statali, stato approvato il
Bilancio di Previsione per il 2016 con alcune novit. Vediamone le principali:
Innanzitutto: il non aumento delle tassazioni per le famiglie residenti: rimane cos invariata, lIMU (ex ICI),
laddizionale IRPEF. E stato invece necessario (per disposizione di legge) adeguare la tassa rifiuti (TARI)
alleffettiva spesa che il Comune sostiene per il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti sia a livello stradale che
degli Ecocentri. Questa tassazione era ferma da ben 15 anni.
La conferma dei contributi a sostegno delle famiglie: il trasporto scolastico gratuito per i ragazzi delle scuole
elementari e medie residenti nel territorio, il sostegno economico allAsilo Nido di Vas e alla Scuola materna
Parrocchiale di Quero, i contributi mensa scolastica e libri di testo per le famiglie.
Il sostegno economico per le attivit culturali della biblioteca e per le Associazioni di volontariato.
Sul piano Opere Pubbliche sono state completati nel 2015 numerosi interventi per un importo complessivo di ben 2
milioni di Euro. Inoltre nel 2016 il territorio vedr lavvio di altre importanti opere pubbliche per un importo di circa 3
milioni e 200 mila Euro.
Ecco il quadro delle principali opere pubbliche realizzate nel 2015 e quelle che sono in programma nel 2016.
Elenco delle principali opere pubbliche realizzate nel 2015
TIPOLOGIA INTERVENTO
FINANZIAMENTO OTTENUTO
Completamento piazze delle frazioni di Marziai e Caorera
255.000
Sistemazione nuovo impianto di illuminazione pubblica a Quero, a Vas e nelle
200.000
frazioni
Costruzione nuova Area per attivit turistiche in Caorera
110.000
Interventi per sistemazione danni alluvionali, varie localit e frazioni del territorio
300.000
Sistemazioni impianti e parcheggio Museo del Piave di Caorera
80.000
Ampliamento cimiteri di Marziai e Quero
130.000
Realizzazione Pont degli Osi con il Comune di Alano di Piave
300.000
Acquisto mezzi per manutenzione, VFV, Servizi Sociali e nuove apparecchiature
220.000
per il parco informatico del Comune
Realizzazione Centralina Idroelettrica presso cartiera di Vas, in collaborazione
380.000
con BIM Belluno Infrastrutture
Contributo, per le attivit e gli interventi di miglioramento ambientale, alle
50.000
Associazioni di Volontariato
Sistemazione strade di montagna
45.000
TOTALE
2.070.000
Quadro delle principali opere pubbliche
che verranno realizzate durante il 2016 e di cui sono disponibili i relativi finanziamenti:
TIPOLOGIA INTERVENTO
FINANZIAMENTO OTTENUTO
Costruzione nuova Palestra impianti sportivi di Quero
920.000
Miglioramento strade di montagna: per Cilladon, per Col Deola, per la valle del
175.000
Pissador,
Sostituzione manto sintetico campo da tennis Quero
20.000
Intervento per sistemazione frana valle di Falladen
100.000
Costruzioni nuovi ponti sul Tegorzo in Schievenin
300.000
Completamento Piazza Marziai
80.000
Completamento nuovo impianto illuminazione pubblica a Quero, a Vas e frazioni
60.000
Realizzazione Parco del Piave di Caorera (fondi Brancher)
360.000
Sistemazione tetto ex ECA
75.000
Interventi per sistemazione danni alluvionali in varie localit del territorio
150.000
Sistemazione impianto termico Casa delle associazioni di Via Roma
60.000
Sistemazione ex Scuola Schievenin e Area Pic Nic (fondi Brancher)
720.000
Contributi Associazioni per vari interventi
50.000
Asfaltature varie nel territorio comunale
140.000
TOTALE
3.210.000
Ma com possibile, in un periodo di difficolt generale per i Comuni, avere a disposizione importi cos rilevanti? La
risposta sta soprattutto nellaver anticipato alcuni processi organizzativi come:
La costituzione dellUnione Sette Ville che oltre ad aver ottenuto numerosi finanziamenti ha consentito
unottimizzazione dellorganizzazione comunale con significativi risparmi;
La fusione dei Comuni di Quero e Vas che ha completato il percorso avviato con lUnione e sta portando
importanti contributi aggiuntivi sia da parte dello Stato che dalla Regione;
La capacit di essere pronti con le idee progettuali che ci permettono, al momento giusto, di agganciarci ai
bandi Europei o Regionali al fine di ottenere i necessari finanziamenti per la realizzazione delle opere pubbliche.
Infine il proficuo lavoro svolto dalla Giunta, dallintero Consiglio Comunale e dai dipendenti comunali.
Per lAmministrazione Comunale di Quero Vas
Il Sindaco Ing. Bruno Zanolla

con il patrocinio di
Unione Setteville

CORO POLIFONICO
NUOVO RINASCIMENTO

ATTUALIT

Parrocchia di Quero
Pro Loco di Quero

Presentano

XV RASSEGNA
BIENNALE DI CANTO
a

Ospitando la

XVIII RASSEGNA
DI MUSICA SACRA
a

Organizzata dalla

Consulta Provinciale dellAssociazione


Sviluppo Attivit Corali del Veneto
CORALE SAN MARCO
Venas di Cadore (Belluno)

Direttore: M Silvia DallAsta

CORO POLIFONICO CTG


Belluno

Direttore: M Sebastiano Sitta

CORO POLIFONICO
NUOVO RINASCIMENTO
Quero Vas (Belluno)

Direttore: M Gilberto Meneghin

SABATO 28 MAGGIO 2016

Ore 20.45
CHIESA ARCIPRETALE DI QUERO (BL)
INGRESSO LIBERO

RINNOVO
ABBONAMENTI

Controlla il numero di scadenza del tuo


abbonamento. Lo trovi sulletichetta.
Eviterai di perdere qualche numero della rivista.

10

Lettera aperta ai Cittadini di Alano


di Serenella Bogana
Prima di rispondere alle due questioni postemi dal Consigliere di minoranza Luigi Codemo nellultimo numero del
Tornado penso siano doverose alcune considerazioni.
Non posso negare di aver letto con una certa amarezza la lettera indirizzatami. Si comprende perfettamente, infatti, che le
due domande rappresentano un pretesto, anche piuttosto banale, per accusare questa Amministrazione di mancanza di
presenza sul territorio, disponibilit e trasparenza. Questo non pu essere accettato.
Limpegno, direi la dedizione, della squadra che ho avuto lonore di guidare in questi cinque anni sotto gli occhi di tutti.
Siamo pronti a misurarci con qualsiasi critica ma non certo con quella di aver mancato nella comunicazione e nel rapporto
con la popolazione. Chiunque ha avuto in questo quinquennio la possibilit di confrontarsi sui propri bisogni con gli
amministratori e il Comune, inteso anche come edificio, ha avuto sempre porte aperte e trasparenti, ben al di l del mero
orario dufficio. Se poi occuparsi anche dei problemi di tutti i giorni di tante persone che vivono con disagio questo periodo
di crisi significa tenere un profilo basso, ebbene viva il profilo basso.
Vorrei poi ricordare come da subito questa Amministrazione si sia impegnata a rendere partecipe lopposizione di tutti gli
aspetti dellattivit amministrativa. Questo impegno si concretizzato in regolari incontri che si sono puntualmente
realizzati in ogni sabato di tutti questi cinque anni e nei quali si puntualmente verificata lassenza del Consigliere Luigi
Codemo (mai, dico mai, una volta presente!!). Ben diversa stata la disponibilit al confronto dellaltro Consigliere di
Alano Futura, Luigi Spada, di cui abbiamo avuto modo di apprezzare le capacit, anche critiche, e che, con nostra
grande soddisfazione, ha accettato di candidarsi con la nostra lista. Cos come mi piace evidenziare lapporto sempre
costruttivo del Consigliere di Futuro Giovani, Antonio Codemo.
E veniamo alle due fatidiche domande:
1) Per quanto riguarda la posizione del Vicesindaco, Giampaolo Spada, agli atti una sua lettera con la quale comunica
la rinuncia allindennit di carica data limpossibilit a proseguire a tempo pieno lattivit amministrativa, garantendo nel
contempo limpegno a seguire i lavori iniziati. Voglio cogliere anche questa occasione per ringraziare pubblicamente
Giampaolo Spada per la passione e la competenza con cui ha assolto in questi anni al proprio mandato.
2) Con ladesione allUnione dei Comuni, obbligo di legge i cui termini sono stati effettivamente prorogati, la presente
Amministrazione ha concretizzato uno dei punti principali del proprio programma elettorale. Quel programma era il
risultato di un confronto molto partecipato con i cittadini di Alano di Piave che con il voto del 2011 lo hanno chiaramente
approvato. Va sottolineato come ancora una volta, prima del consiglio comunale in cui tale decisione sarebbe stata presa,
Luigi Codemo, in qualit di rappresentante dei cittadini che lo avevano votato e dei quali avrebbe dovuto essere
portavoce, sia stato convocato per discutere della scelta che ci si apprestava a fare.
In un contesto di difficolt come quello attuale, con il divieto di sostituire il personale andato in pensione, siamo comunque
riusciti a garantire, grazie al passaggio del dipendente dellanagrafe di Vas al Comune di Alano, un giorno in pi di
apertura degli uffici al pubblico. Altro che uffici chiusi e riduzione dei servizi!!
La sottoscritta, infine, in qualit di Sindaco di Alano, attualmente ricopre gli incarichi di Assessore dellUnione Montana e
di Consigliere provinciale, potendo cos rappresentare le istanze del nostro Comune anche in queste importanti
assemblee. Altro che crescente marginalit del nostro territorio!!
Vorrei chiudere queste righe con un invito alla popolazione ad andare a votare. Nelle prossime elezioni sar presente,
infatti, una sola lista, la nostra (Uniti per Alano), ed quindi necessario superare il quorum del 50% degli elettori per
evitare che venga paralizzata lattivit amministrativa con la nomina di un commissario prefettizio.
Certamente si tratta di un rischio che si sarebbe potuto evitare se Luigi Codemo, invece di dedicarsi allaffannosa ricerca
delle due pretestuose questioni, si fosse impegnato nella formazione di una lista da contrapporre alla nostra. Confido
comunque che anche lui si rechi ai seggi, magari per votare scheda bianca. Non posso infatti pensare che per chi stato
per tanti anni amministratore del nostro Comune possa valere il vecchio detto tanto peggio, tanto meglio.

In copertina le date di chiusura del Tornado


(M.M.) Avrete notato che in fondo al riquadro dei titoli della copertina comparsa uninformazione in pi. Oltre alla data di
chiusura del giornale, stata inserita anche la data della successiva chiusura. A che pro, direte voi? Serve per tutti coloro
che avessero qualcosa da pubblicare sul nostro giornale e che cos possono sapere entro quale termine ultimo inviare il
proprio contributo. Rispetto alla data di chiusura meglio anticipare un po linvio, perch la redazione non a tempo
pieno, ma fa uso del tempo libero dei redattori volontari. Prendete nota anche di questi consigli: testi in word o comunque
modificabili e non pdf, foto con invio anche separato dal testo e in formato sufficiente (non servono i megabyte) per una
buona stampa (ci giungono molte foto tratte dai social network, abitualmente troppo compresse per possibili elaborazioni).
Allimpaginazione pensiamo noi. Grazie a tutti per la collaborazione.

11

Organizza

Pesce con gli Alpini...!!!


PROGRAMMA

Sabato 28 ore 18.00 aperitivo in Sede Alpini


ore 20:00 c/o Sala Associazioni Alano di Piave (BL)

CENA IN COMPAGNIA
Formaggio alla Piastra Sopressa allaceto balsamico

Domenica 29 ore 12.30


Sala Associazioni Alano di Piave
In Festa con Gli Alpini
PRANZO A BASE DI PESCE
(Disponibile anche men di carne)

gradita la prenotazione (disponibili max coperti 100)

Per info e prenotazioni rivolgersi a: Capogruppo (cell. 348-8009749) / Consiglieri e/o in Sede Alpini

Oltre la sostenibilit alimentare

Sala Mostre del Museo etnografico della provincia di Belluno e del


Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi
Il 18 maggio, alle 18,00 in occasione della Giornata internazionale dei musei, si inaugura al Museo Etnografico della Provincia di Belluno e del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi, a Seravella di Cesiomaggiore (BL), la mostra
didattica "Behind Food Sustainability/ Oltre la sostenibilit alimentare", dedicata ai siti Unesco presenti nel mondo,
che sono legati direttamente o indirettamente ad attivit agricole tradizionali. Lesposizione, realizzata in occasione
dell'Expo, frutto di una collaborazione tra il Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi e la sede UNESCO di Venezia, invita a
riflettere sul difficile equilibrio fra territori, cibo, comunit, sulla diversit naturale e culturale e sulla tutela del patrimonio
culturale e naturale come elemento fondante dello sviluppo sostenibile. Il percorso espositivo strutturato in cinque
grandi temi: Gestire lacqua; Governare il territorio; Bilanciare leconomia del cibo; Proteggere la diversit; Promuovere
la partecipazione. Ciascun tema illustrato tramite esperienze provenienti dalla rete globale delle designazioni Unesco
siti del Patrimonio Mondiale, Riserve di Biosfera ed Elementi del Patrimonio Culturale Immateriale come modelli dai
quali trarre ispirazione per un futuro sostenibile.
Sugli stessi temi il Museo, che da molti anni conduce ricerche sui temi dellagricoltura tradizionale e della biodiversit,
ha sviluppato parallelamente un percorso legato al territorio bellunese, in chiave prevalentemente etno-antropologica.

Intorno alla mostra, visitabile per un intero anno, stato organizzato un ricco programma di eventi.

invernale (1 ottobre - 30 aprile)


da marted a venerd: 9,00 - 13,00 e 15,00 - 17,30 sabato e domenica: 15,00 - 18,00
estivo (1 maggio - 30 settembre)
da marted a venerd: 9,00 - 13,00 e 15,00-18,30 sabato e domenica :15,00-18,30
chiuso il luned (ad esclusione del luned di Pasqua), le festivit nazionali e religiose e l'11 novembre (festa patrono)

http://www.museoetnograficodolomiti.it

12

LETTERE AL TORNADO

Comunicate le cifre del 5 per mille 2014


COMUNE DI ALANO DI PIAVE 147 scelte per uro 2.938,62; COMUNE DI QUERO VAS 119 scelte per uro 2.031,54;
COMUNE DI SEGUSINO 72 scelte per uro 1.584,03; COMUNE DI PEDEROBBA 394 scelte per uro 8.665,00;
COMUNE DI VALDOBBIADENE 216 scelte per uro 4.208,69.
PRO LOCO FENER 54 scelte e un importo totale uro 1.092,04; POJAT DE MARZIAI 33 scelte e un importo totale di
uro 628,02; ASSOCIAZIONE VOLONTARI ANTINCENDIO BOSCHIVO PROTEZIONE CIVILE COMUNE DI QUERO
VAS 15 scelte e un importo totale di uro 301,79; ASSOCIAZIONE FELTRINA DONATORI VOLONTARI SANGUE
FELTRE 334 scelte e un importo totale di uro 6.453,89; ASS. ASTRONOMICA FELTRINA 'G.J. RHETICUS' 85 scelte
e un importo totale di uro 2.316,44.

Questo paese ha bisogno di una svolta


di Luigi Codemo
Dunque ci siamo, abbiamo una lista unica. Cera stato un precedente, nel 1997, quando la lista che candidava Ugo
Spezia allultimo momento decise di non presentarsi. La campagna elettorale non era per mancata; il dibattito era stato
lungo ed acceso, le prese di posizione chiare e determinate.
Tutto diverso questa volta, nessun dibattito, nessuna discussione tra la gente, nei bar, nelle piazze. Nessuno che abbia
voglia di mettersi in gioco, non in amministrazione. Certo, il paese risente probabilmente della situazione generale di
rassegnazione e di sfiducia nella politica, molti avranno altri pensieri: il lavoro precario, le carenti prospettive per i nostri
giovani. Ma la lista unica una sconfitta per tutta la comunit.
Il Sindaco Bogana, nel commentare la scarsa partecipazione ai tre incontri organizzati a dicembre, disse che
probabilmente la gente soddisfatta di questa amministrazione. Unuscita infelice, perch significa che la gente non si
interessa, perch manca lentusiasmo, si lascia fare, senza verificare, suggerire, partecipare. E ci paradossale, se
pensiamo che questa amministrazione ha finanziato un corso di Progettazione partecipata, dove si spiegava come
promuovere la partecipazione dei cittadini ai vari progetti.
Del resto, come ho gi detto in un precedente articolo, questa amministrazione ha evitato ogni occasione di confronto
con i cittadini. Se si escludono infatti varie cene, per ringraziare alcune persone che hanno collaborato con
lamministrazione, ed altri eventi, dove venivano elargiti premi e riconoscimenti vari - tutte azioni volte esclusivamente
alla creazione di consenso - il dialogo con la cittadinanza totalmente mancato. Daltra parte, se ci si chiede quale sia la
visione, lidea di paese e di comunit che questa amministrazione intende proporre, si trova solo il vuoto.
Le amministrazioni precedenti avevano dimostrato chiaramente la visione di sviluppo del paese e del territorio: puntando
sul recupero e la valorizzazione del nostro patrimonio montano, sullistruzione, con la costruzione di nuovi edifici
scolastici, con libri in comodato duso ed il trasporto gratuito. Si prosegu quindi con la realizzazione di tutte le
indispensabili opere pubbliche (cimiteri, illuminazione, fognature, marciapiedi, etc) e con la costruzione della palestra,
della casa delle associazioni, con il restauro di villa Cinespa - affidata alle associazioni per le loro attivit - mentre nelle ex
scuole di Campo venne realizzato il Museo storico, a Fener venne creato il centro ULSS, venne ampliata la biblioteca.
Tutte opere che indicavano la chiara volont di creare servizi e spazi dove la comunit potesse trovarsi.
Non mancarono gli incontri con la popolazione, sia per verificare lo stato di avanzamento delle iniziative, che per
confrontarsi, anche aspramente, come nel caso dellipotesi di realizzazione della miniera di Col Del Roro.
In questi cinque anni di amministrazione Bogana non c stata alcuna ricerca del confronto con la cittadinanza.
Unamministrazione che, al di l dei proclami ripetuti come un mantra di voler dare una svolta al paese, sembra nascere
ed esaurirsi nella ricerca di qualche finanziamento per la realizzazione di opere, alcune delle quali utili, come il Ponte dei
Osei, ma esageratamente care (oltre 300.000 con le opere accessorie), altre altrettanto care e di dubbia utilit, come il
Punto informativo sulla Grande Guerra previsto sul Monte Tomba, per il quale sono stati stanziati 280.000. Viene da
chiedersi come verr gestito questo punto informativo e a quali costi.
Si costruiscono ponti per collegare le comunit, ma non si crea la comunit. Si dimentica che proprio in momenti come
questi - caratterizzati da una crescente sfiducia nella politica e da una crisi economica che non demorde e che colpisce in
modo gravissimo i nostri giovani - le amministrazioni locali dovrebbero lavorare a stretto contatto con le proprie comunit
per mantenerle vitali, per ribadire valori ed invitandole a partecipare alla progettazione di un futuro possibile, stabilendo
obiettivi e priorit. Gli argomenti di discussione non sarebbero certamente mancati: dallUnione, giocata tutta al ribasso a
sfavore di Alano, destinato a diventare periferia in conseguenza del trasferimento di gran parte dei servizi a Quero e con
risparmi ancora tutti da verificare, alle pi recenti notizie riguardanti la costruzione del nuovo asilo e la paventata perdita
del tempo pieno nelle scuole di Alano.
Tutto questo per dire che lunica svolta che questa amministrazione ci ha regalato stata una decisa retromarcia.

13

LETTERE AL TORNADO

A Lamon il 15 maggio

Le voci bianche del Polifonico

(M.M.) Hanno affrontato con successo il pubblico nella 2a rassegna itinerante per cori di voci bianche e giovanili, organizzata a Lamon da ASAC
Veneto Consulta provinciale di Belluno, i giovani della neo formazione
del Polifonico Nuovo Rinascimento di Quero Vas, guidata dal giovanissimo direttore querese Matteo Bollotto. Allievo di Gilberto Meneghin Neirotti, Matteo sta affrontando questa nuova esperienza con la passione
propria della sua giovane et, seguito con entusiasmo dai giovani coristi,
qui in foto radunati sugli scalini della chiesa di Lamon il 15 maggio scorso, quando si sono confrontati con: Scuola Primaria Calalzo di Cadore,
direttore M Tiziana Scolz; Coro giovanile di Cesiomaggiore, direttore M
Damiano Del Monego; Le Semicrome di Meano, direttore M Cristina
Balest; Coro Arcobaleno di Limana, direttore M Donatella Triches; Scuola Primaria di Lamon, direttore M Donato
Cengia; Coro Voci Bianche Guido Gallo di Mezzolombardo, insegnante Claudia Giongo. Chi ben comincia a met
dellopera! Forza ragazzi e complimenti a tutti per limpegno e dedizione allarte canora. (Foto da Facebook Polifonico)

Sintesi storica della sezione

Le prime tracce dellesistenza di un gruppo di Fanti di Alano di Piave si hanno gi nel 1926, conferma tramandata dai
padri e da un documento ormai illeggibile. E' il 27 maggio1956 che si da ufficialit alla Sezione Fanti e il 26 maggio
1957 i festeggiamenti del primo anno del Sodalizio. La Sede Centrale di Milano nel prenderne atto, consegna la bandiera sezionale nel 1959 per mano del Presidente Nazionale Senatore Aldo Rossini e del Vice Presidente Dott. Marcello Mantovani, intitolata al S. Ten. Ugo Bartolomei M.O. al V.M.
Si riportano i nomi dei Padri Fondatori: Elio Santangelo, Cristiano Codemo, Terzo Pisan, Luigino Codemo. A seguire i
Presidenti succedutisi: Geremia Durighello, Sergio Carelle, Angelo Ceccotto, Claudio Carelle, Romeo Andreazza e ancora Claudio Carelle tutt'ora reggente del Sodalizio. Nel tempo la Sezione ha saputo abbracciare anche i Fanti dei
paesi limitrofi di Quero e Vas, come pure si annovera la sua vivacit associativa distinguendosi in impegni organizzativi
e operativi lasciando ai posteri diversi siti e significative testimonianze della Memoria Storica territoriale, nazionale ed
europea. Per tale operosit e testimonianza di valori, ha permesso di acquisire apprezzamenti e stima ad ogni livello,
auspicando ora un sereno e vivace proseguo associativo. Si porta altres a conoscenza che tutti i Presidenti Nazionali
succedutisi nel dopo guerra del 1945, hanno distintamente onorato il Monumento del S. Ten. Ugo Bartolomei e i Fanti
della Brigata "RE", liberatori della Cittadina di Alano nominata "CONCA DELLE MEDAGLIE d'ORO".
In questa circostanza ci onora la graditissima presenza del Presidente Nazionale M.d.L. Antonio Beretta con al
seguito il Medagliere Nazionale sul quale sono affiggiate - N. 2 Medaglie all'Ordine di Savoia - N. 86 Reggimentali - N. 655 individuali di Fanti Eroi periti per la Patria.
Riferimento: Claudio Carelle 333.8213004 Renzo Niero 333.1483569 Angelo Ceccotto 340.5806486

14

CRONACA

In quattro hanno 360 anni ovvero un giro di giostra


Nati e cresciuti nella Valle di Prada, si sono ritrovati dopo molti anni i fratelli Schievenin. Teresa,
classe 1921, ancora residente fedele della valle
di Schievenin e portatrice di memorie autentiche
di quei luoghi; Angela e Severina, emigranti prima
in Svizzera e poi trasferitesi negli anni Sessanta in
Valperga, in provincia di Torino, ricordano con viva memoria le loro montagne; il pi giovane
Luigi, classe 1932, che dall'et di 19 anni e fino al
1970 stato emigrante a Ballaiguese (Svizzera)
ed poi ritornato a Quero con la famiglia. Un
weekend tanto desiderato li ha visti di nuovo uniti
in Valperga, attorniati dai figli e dai nipoti e pronipoti; ininterrottamente i caparbi fratelli hanno raccontato aneddoti delle loro gioie e delle sofferenze
di fatica che la vita a volte riserva. Sempre buone
occasioni per legare al filo le nostre radici e per
trasmettere alle generazioni che verranno la memoria familiare. Non sono mancate le risate tra
cugini che si sono ritrovati ora adulti e con qualcosa in comune. Per tutti, grandi e piccoli, stato un richiamo spontaneo per riconoscere il giusto merito e ricordare chi non c' pi: lo zio Claudio, Amelia e Rosina che, fratelli e componenti della stessa famiglia, hanno vissuto loro stessi l'emigrazione e affrontato con la tenacia dei montanari la vita.
Sparse ovunque, in Svizzera (Canton francese e Ticino), in Piemonte, nella Valle d'Aosta e nel Veneto, le seconde e
terze generazioni di questo ritrovo sono espressione diretta della storia di emigrazione delle nostre valli, a conferma
del fatto che i popoli di ogni tempo e luogo si spostano, si affermano altrove, ma riservano e portano nell'anima una fetta del loro albero
genealogico. Ci
piace e ci emoziona concludere
questo giro di
giostra che i nostri 'vecchi' ci
hanno regalato
con le parole di
Cesare Pavese
sul desiderio di ritorno alle origini:
"Un paese ci vuole, non fosse che
per il gusto di
andarsene
via.
Un paese vuol dire non essere soli, sapere che nella gente, nelle piante, nella terra c' qualcosa di tuo che, anche quando non ci sei,
resta ad aspettarti". Ai nostri familiari che vivono lontano vogliamo inviare questo saluto di Cesare Pavese, pronti sempre ad accoglierli quando torneranno tra le loro valli e radici.

La minoranza di Quero Vas interroga


Il 16 aprile il gruppo consiliare il Ponte ha depositato tre interrogazioni indirizzate all Amministrazione.
Una prima riguardante la desertificazione dei centri di Quero e di Vas, causata dalla chiusura di molte attivit
economiche, mentre
una seconda interrogazione ha avuto come oggetto la crisi di alcune importanti aziende del Basso Feltrino, ossia
Ferroli ad Alano di Piave, Form e Ideal a Quero. Per entrambe stato chiesto allAmministrazione quali iniziative
di rimedio voglia intraprendere, suggerendo la costituzione di unapposita commissione consigliare che affronti,
studi e proponga eventuali atti amministrativi tesi alla risoluzione nel tempo delle problematiche evidenziate.
Infine una terza interrogazione sulla fontana di Piazza Marconi, inattiva e abbandonata da pi di un anno, e pi
in generale sullo stato della manutenzione del verde della piazza.
Le risposte sono giunte gi in occasione del Consiglio comunale del 28 aprile. LAmministrazione ha previsto lo stanziamento di un fondo di 35 mila euro per lanciare le nuove aziende e aiutare le vecchie a restare sul mercato. Inoltre
stata presentata una proposta di delibera per chiedere a Governo e Regione di sgravare i negozi di montagna da imposte, burocrazia e studi di settore. Questultima iniziativa, a detta del consigliere Mauro Miuzzi, stata gi fin troppo
sperimentata in passato e sempre con esito negativo, tuttavia la minoranza ha apprezzato la direzione imboccata dal
Comune, sia per la proposta di delibera, che per il fondo di 35.000,00 uro. Si tuttavia esortata lAmministrazione ad
intensificare gli sforzi, pronti i consiglieri de Il Ponte, in questo caso, a dare man forte.
Infine lintero Consiglio, a gran voce, ha espresso la volont che la fontana di Piazza Marconi torni a funzionare regolarmente.

15

Alberto Coppe nominato Direttore del Servizio


Professioni Sanitarie dellULSS 2 di Feltre.
La direzione generale dellULSS 2 di Feltre ha deliberato ad
inizio maggio la nomina del dirigente unico dellUOC
professioni sanitarie che si occuper della direzione dei
professionisti sanitari del comparto (infermieri, ostetriche,
tecnici di radiologia e di laboratorio biomedico, operatori socio
sanitari, fisioterapisti e tecnici della prevenzione) sia della
struttura ospedaliera che di quella territoriale. LUOC, prevista
nellatto aziendale, si avvale anche di due unit operative
semplici, una per lospedale e una per il territorio. Lincarico a
tempo indeterminato stato assegnato in base alla
graduatoria del concorso svolto per conto della Regione del
Veneto dallUlss 16 di Padova nel dicembre scorso. Alberto
Coppe, gi responsabile dellarea ospedaliera del servizio
delle professioni sanitarie, feltrino, lavora in Ulss 2 dal 1995
dopo unesperienza di 13 anni negli ospedali di Montebelluna
e Castelfranco. NellUlss 2 di Feltre ha acquisito unesperienza professionale nel coordinamento del personale di
assistenza sia in ambito del servizio delle professioni sanitarie dellospedale che in quello territoriale. Diplomatosi
infermiere nel 1982 a Montebelluna, ha ottenuto nel 1987 a Treviso labilitazione professionale come caposala. Nel
2000 ha conseguito a Padova il master in management infermieristico. Nel 2002, allUniversit di Padova, la laurea in
Infermieristica e nel 2008 la laurea magistrale in Scienze infermieristiche ed ostetriche. docente nei corsi di
operatore socio sanitario e nel master in management sanitario dellUniversit IULM di Milano. Siamo una delle prime
aziende del Veneto ad attivare questa importante figura che valorizza la direzione delle professioni sanitarie anche alla
luce di un ruolo sempre pi centrale di infermieri e tecnici, allinterno dei percorsi di cura e della continuit
assistenziale, spiega il commissario Adriano Rasi Caldogno, lefficienza dellazienda in termini di qualit
dellassistenza e di integrazione ospedale territorio ne avr sicuro beneficio. Manifesto, inoltre, soddisfazione in quanto
il dott. Coppe, formatosi professionalmente in Ulss 2, risultato terzo su oltre 500 concorrenti allo specifico concorso
regionale.

Emporio dello scooter

Inaugurazione nuovo negozio a Quero


Sabato 20 febbraio, chi si trovato a transitare sulla Statale Feltrina
allaltezza del km 37 avr certamente notato un concentramento di
scooter, pi precisamente modello VESPA. Nulla di preoccupante: si
trattava dellinaugurazione del negozio EMPORIO DELLO
SCOOTER, specializzato nella vendita di ricambi ed accessori Piaggio, in particolare per scooter VESPA Vintage e di ultima generazione, compresa la gamma APE. Levento ha attirato una massiccia
presenza di Vespisti e simpatizzanti. Ma chi o cosa EMPORIO
DELLO SCOOTER? EDS un'azienda fondata a Cornuda (Tv) nel
2004 e nasce come negozio per la vendita on-line di articoli per
Scooter Vespa, dal suo ideatore Stefano Bottin che ha saputo trasformare una passione in business, con il supporto di Antonio Bottin
e Marisa Pisan (i genitori). In pochi anni ha dato vita ad uno dei pi riforniti negozi per gli appassionati del settore dove i Vespisti dItalia,
dEuropa ed Oltre-oceano da oltre un decennio possono trovare qualsiasi pezzo di ricambio necessario per riparare,
restaurare o customizzare la propria Vespa.
La nostra gamma continuamente in crescendo ci ha costretti a doverci spostare in una
realt pi grande e quindi stato deciso di
costruire la nuova struttura a Quero, dove
possiamo dare pi rilievo ai nostri prodotti, ma
soprattutto per consentire alla nostra clientela
di conoscerci di persona e non solo virtualmente e offrire un vasto assortimento di articoli in pronta consegna. Attualmente la forza
lavorativa composta da cinque persone; in
previsione di crescita, stiamo cercando figure
giovanili che sappiano usare le nuove tecnologie informatiche, con buona conoscenza
delle lingue straniere e di tutto quello gira intorno alla comunicazione Web e Marketing
poich questo il futuro. Per accedere al nostro Web Shop basta un click: www.emporiodelloscooter.com e entrate nel nostro negozio come se foste di persona.

16

CRONACA

Il Mongolia Charity Rally un evento che parla di avventura e di beneficenza: si trova


un veicolo, lo si guida da Bruxelles ad Ulan Bator, e lo si dona una volta arrivati. In
pi, si raccolgono donazioni e aiuti: sia per supportare il viaggio stesso, sia per aiutare altre associazioni di beneficenza. Noi abbiamo deciso di partecipare con ben due
veicoli, un pick-up e un veicolo per il trasporto disabili. In pi, tutte le donazioni extra
che raccoglieremo andranno ad unassociazione italiana, Vivere la vita, che si occupa proprio di dare una vita migliore a persone con vari gradi di disabilit. La partenza
fissata: partiremo il 9 luglio da Bruxelles, per affrontare 14mila km di strade tra
Europa, Russia, Kazakhistan, Turkmenistan, Uzbekistan e la stessa Mongolia. In
questi primi mese di lavoro ci siamo soprattutto concentrati sul costruire limpalcatura
di sostegno per questavventura. Con la fondazione dellassociazione di promozione
sociale Phi-Gamma abbiamo voluto sottolineare la nostra idea di impegno e di seriet: questo progetto non una gita, non sar un momento di divertimento tra amici.
In pi, attraverso lassociazione, siamo stati in grado di ottenere un codice fiscale e
aprire un conto corrente: tutto sar rendicontato, registrato e reso pubblico, dalla pi
piccola donazione fino al contributo degli sponsor aziendali. Il nostro secondo obiettivo siete stati proprio voi che ora ci leggete: raggiungere amici e parenti, conquistare
nuovi lettori, iniziare a raccontarvi la nostra storia e la nostra idea: quella di viaggiare
per gli altri. Facebook, Twitter, Instagram, e non per ultimo questo Blog: sono tutti
strumenti che abbiamo deciso di mettere in piedi per raggiungere e coinvolgere pi
persone possibili, per condividere, per spiegare. Vogliamo anche stuzzicare la vostra
fantasia, ed incuriosirvi: ogni giorno cercheremo di pubblicare qualche racconto divertente, o qualche aneddoto, su di noi, sui luoghi che toccheremo durante il viaggio,
e su quello che fanno le associazioni di beneficenza che supportiamo. Come ciliegina
sulla torta abbiamo stilato il nostro percorso ideale: lo potete vedere qui sotto! Con
febbraio sono arrivate sfide diverse, pi mature: acquistare il primo dei due veicoli da
donare, preparare tutte le pratiche per i visti e i vaccini, e condividere con voi le motivazioni che ci spingono a fare questo viaggio. http://phigamma.org/

Un viaggio di 14 mila km tra Asia ed Europa gi una bella sfida: la logistica, gli sponsor, i visti per il viaggio, le
macchine da donare. Perch allora viaggiare anche per qualcun altro?
Perch impegnarsi a fare una donazione a qualcun altro, se non sappiamo ancora come faremo a pagare tutte le
spese? Chi tra noi conosceva gi Vivere la Vita non aveva bisogno di altre motivazioni.
Per quelli invece alla prima esperienza con questa associazione speciale, bastato un attimo.

17

Siamo lieti di comunicarvi che


lassociazione Phi-Gamma adesso
una associazione di promozione
sociale affiliata allARCI!

LARCI la pi grande organizzazione


italiana di promozione sociale impegnata sui temi della cultura e della
formazione, della pace, dei diritti, del
welfare, della legalit democratica, del
tempo liberato. Siamo contenti di entrare a far parte di questa rete, e dopo
aver conosciuto le persone che ne
fanno parte e limpegno con cui operano, non vediamo lora di iniziare questa
proficua collaborazione.
Associarsi all ARCI significa essere
promotori di cultura, buona socialit e
qualit delle relazioni umane, vuol dire
dar vita ad un laboratorio di idee e cittadinanza attiva: per diventare fautori e
protagonisti, senza ridursi a semplici
consumatori. Noi ci riconosciamo in
questi principi, e ci impegniamo a difenderli e promuoverli attraverso la nostra attivit.
Siamo particolarmente grati a Federica
Ettori per la preziosa consulenza e alla
Presidente del Comitato di Arezzo Elisa Viti e tutto il comitato provinciale per
la calda accoglienza e le idee, i consigli e i suggerimenti che da subito ci
hanno fornito. Abbiamo tanta strada da
percorrere ancor prima di partire per il
nostro viaggio, e con laiuto di ARCI
siamo sicuri di poter proseguire su
questo percorso con fondamenta pi
solide.

Vivere la Vita
Vivere la Vita unassociazione di volontari che da 20

anni si occupa di eliminare le barriere, fisiche e non, che emarginano


le persone colpite da disabilit dal resto della societ civile.
La normalit di questi ragazzi scandita con monotonia dai ritmi del
lavoro per i pi fortunati, o degli ospedali e altre strutture assistenziali
per gli altri, e uno dei problemi pi sentiti la mancanza di contatto
umano, anche solo quello con i familiari. Quindi andare a mangiare
una pizza tutti insieme diventa unavventura bellissima, una giornata al
carnevale una storia da raccontare a tutti per settimane.

Lattivit principale dellassociazione

Lattivit principale dellassociazione il Campo. Ogni anno ad agosto si parte per la montagna, per una settimana siamo tutte persone, e
si pensa solo a giocare, scherzare, imparare qualche piccolo lavoro di
artigianato o fare teatro e sport, attraverso una serie di attivit studiate
per il gruppo dagli animatori, che in anni di esperienza hanno imparato
a conoscere i ragazzi e le loro necessit, imparate non da una cartellina ma dallamicizia che pu nascere in una settimana simile.
Unamicizia che quasi sempre cresce tra un Campo a quello dellanno
successivo, non solo per gli incontri con lassociazione, ma per i messaggi, le chiamate, le lettere e i regali, per quello che non pi volontariato ma amicizia vera.

Per rimuovere le barriere fisiche che escludono un disabile bastano i soldi, per costruire una rampa, un
ascensore.
Per rimuovere i pregiudizi e le paure verso chi diverso servono cuore e dedizione, 365 giorni allanno.

Ma nonostante limpegno costante dei volontari, alcune attivit sono


costose per le esigenze particolari di alcuni ragazzi, e per questo abbiamo deciso di raccogliere fondi per questa associazione: perch
continui la sua opera di sensibilizzazione nel territorio verso queste
problematiche, soprattutto con i pi giovani, e perch i nostri ragazzi
sono uno spettacolo e meritano di Vivere la Vita nel modo migliore.
Sabato 26 Marzo abbiamo incontrato i ragazzi e i volontari di Vivere la
Vita in quella che doveva essere una normale uscita del loro gruppo:
una visita istruttiva ad un mulino tradizionale nella valle del Tegorzo,
vicino a Quero.
Un momento di ritrovo, allaria aperta, con attivit didattiche e un po di
compagnia.
Una gita semplice, essenziale.
Eppure importantissima per farci realizzare quanto la normalit, per i
ragazzi di Vivere la Vita, non sia scontata, banale, o facile da raggiungere. Tuttaltro: si tratta di un obiettivo lontano, a volte quasi impossibile, per cui i ragazzi e i volontari lottano e si impegnano ogni
giorno.
Il messaggio che ci portano che la normalit, in certe condizioni,
una cosa straordinaria.
Ecco perch abbiamo deciso di viaggiare per loro.

18

Linizio della storia

Due macchine, quattordicimila km, un gruppo di amici, e una sfida per beneficenza.

Questo linizio della nostra storia.

Siamo i Phi-Gamma, unassociazione di alunni delluniversit di Bologna sparsi in giro per lEuropa tra
studio e lavoro.
Dopo aver partecipato a vari eventi sportivi, sociali e di volontariato, abbiamo deciso di fare un passo in pi. Di
dedicarci a qualcosa di ancora pi avvincente.
Prenderemo parte, come squadra, al Mongolia Charity Rally.
Si tratta di un gigantesco evento di beneficenza organizzato da unassociazione inglese, GoHelp, che si occupa
di progetti di cooperazione e sviluppo per lAsia Centrale.
La nostra idea, di per s, molto semplice:
comprare due veicoli, prepararli per il viaggio, e guidarli da Bruxelles ad UlaanBataar, in Mongolia, attraversando
alcuni dei pi suggestivi
saggi al mondo. Una volta
vati, i veicoli, tramite GoHelp,
saranno donati direttamente sul
territorio.
Ma non finisce qui:
tutti i fondi extra raccolti prima e durante il viaggio saranno donati ad
unassociazione italiana, Vivere la Vita, che da ventanni si
occupa di portare serenit e
normalit ad un gruppo di ragazzi disabili. Non potremmo
mai farcela da soli: contiamo
sul vostro aiuto per poter arrivare fino alla meta!
Il primo pulmino acquistato lo vedete nella foto, mentre viene preparaSi parte il 9 luglio.
to dai ragazzi del Centro di Formazione Professionale di Bra, Cuneo.
Speriamo di avervi
tutti a bordo con noi!

Dove andranno a finire le donazioni?

Abbiamo bisogno di tutto laiuto possibile, e le vostre donazioni andranno tutte in beneficenza. I due veicoli che
acquisteremo, un pulmino attrezzato con rampa per disabili e un pick-up, saranno donati alle associazioni di
volontariato in Mongolia tramite GoHelp. GoHelp, http://gohelp.org.uk, lassociazione che organizza il MCR, ricever una buona parte dei fondi. Stanno sponsorizzando una quantit ENORME di progetti di beneficenza:
borse di studio, librerie, ospedali e ambulanze, il tutto per migliorare la vita degli abitanti della Mongolia.

Le vostre donazioni serviranno anche ad aiutare Vivere la Vita, unassociazione di volontariato che ha passato gli ultimi due decenni a far s che anche le persone disabili possano vivere
una vita normale e serena, attraverso campi, cene, ed eventi di gruppo.

I nostri soldi serviranno a coprire una buona parte delle spese di viaggio (carburante, visti, passaggi di confine,
possibili emergenze, e il biglietto di ritorno da Ulan Bator).

Ci sono diversi modi per donare:


Se donerete sul nostro crowdfunding, hostato su Generosity.com,
https://www.generosity.com/fundraising/mongolia-charity-rally-phi-gamma-team
avrete la possibilit di ricevere in cambio un perk (omaggio) a vostra scelta.
Oppure, potete donare direttamente sul nostro conto PayPal (link sul nostro sito)
Se non volete usare PayPal, qui trovate le nostre coordinate bancarie:
Associazione di promozione sociale phi-gamma
Iban: it 84 d 02008 14112 000104115549
Bic/swift: uncritmm
viverelavitaonlus@gmail.com, Tel: 349/5691567

19

Due parole con Wilma Stramare


Presidente di Vivere la Vita

Quando Alessandro (membro del team Phi


Gamma, e animatore di Vivere la Vita, ndr), durante il consueto pranzo di Natale, mi ha preso da
parte e, quasi addolorato, mi ha illustrato il progetto del Mongolia Charity Rally, sono rimasta un po
perplessa e sbigottita, in quanto la mia mente
corsa subito allorganizzazione del campeggio
estivo ed alla necessit di dover sostituire dei validi animatori.
Inizia cos la nostra intervista al Presidente
dellAssociazione Vivere la Vita Onlus, Wilma
Stramare.
Dopo aver digerito ed elaborato la notizia, contagiata dallentusiasmo e dallimpegno che i ragazzi
del team Phi-Gamma dimostrano nel loro progetto,
mi sono resa conto della bont del progetto e
dellimportanza di sostenere, anche noi come associazione beneficiaria, il team e questa avventura.
Vivere la Vita per me nata come un gioco,
unesperienza che poi pian piano mi ha preso e mi
ha tenuto con s. 25 anni fa, quando
lassociazione non era ancora stata fondata, ma
faceva parte di un gruppo pi grande con sede a
Padova, una persona mi ha chiesto: Ma tu cosa
sei disposta ad investire in questo progetto? l per
l non ho trovato una risposta, poi con il passare
del tempo, fra tante difficolt e non meno soddisfazioni, abbiamo intrapreso la nostra strada e
siamo arrivati ad oggi, prima fondando
lassociazione e dal 2008 diventando Organizzazione di Volontariato, iscritta al Registro Regionale.
LAssociazione negli anni ha avuto i suoi alti e
bassi, necessitando di cure costanti e tanta passione per poter andare avanti e centrare sempre
pi lobiettivo, cio portare avanti il progetto di integrazione e socializzazione di persone disabili
nella societ.
Il progetto che si stanno accingendo ad intraprendere i ragazzi, entrando sempre pi nel vivo ed
avvicinandosi la data della partenza, un progetto
tanto ambizioso quanto ricco di incognite, nascoste in ogni angolo, ma questi giovani hanno un ingrediente fondamentale nelle loro ricetta di viaggio: la passione che li anima e che sostiene il loro
obiettivo. Non sar un viaggio facile, dovranno
percorrere molti chilometri in macchina, percorrere
strade non sempre molto sicure e territori molto
diversi tra loro, la stanchezza fisica non mancher
come compagna di viaggio, ma noi saremo con loro, ad accompagnarli, seguiremo ogni loro tappa,
ogni successo, ogni preoccupazione, e all'arrivo,
noi saremo con loro!

Sostenete assieme a noi


il team Phi-Gamma,
una piccola donazione
per un grande obiettivo!!

Queste le parole del Presidente dellAssociazione


Vivere La Vita. Un invito a sostenere questo prezioso progetto, quanto la dimostrazione, che la
passione e la sfida con se stessi possono creare
grandi cose!

ATTUALIT

Incontriamo
Vivere la Vita

Programma manifestazioni:
Vivere la Vita e il team Phi Gamma lavorano insieme dal 2011. Pi della
met dei ragazzi che si metteranno in
viaggio per Ulan Bator hanno fatto
molte volte gli animatori nei campi
estivi dell'associazione ed hanno partecipato a vari ritrovi. (Fra essi il querese

Davide Berton, che ci ha fornito il materiale


per questo inserto N.d.R).

I prossimi appuntamenti insieme:


4 giugno 2016:
giornata di sensibilizzazione alla disabilit nelle scuole di Feltre: Liceo Statale Giorgio Dal Piaz e Istituto Canossiano. I Presidi Gian Pietro Da
Rugna e Stefano Serafin sono stati
cos sensibili al tema da proporre un
intervento in 13 classi, terze, quarte e
quinte. L'idea di lavorare insieme
non solo alla raccolta fondi, ma alla
sensibilizzazione al volontariato in generale, cominciando dai giovani.

domenica 19 giugno:

Tendone impianti sportivi a Segusino,


presentazione del progetto alla cittadinanza ed alle Istituzioni del Basso
Feltrino. Pranzo 12,30 . Collabora la
ProLoco di Segusino, patrocinio dei
Comuni di Segusino, Alano di Piave,
Quero Vas.

Prima settimana di luglio:


6 luglio 2016:

presentazione del progetto


Mongolia Charity Rally
al Parlamento europeo
riunito in seduta plenaria a Strasburgo
con il supporto delleuroparlamentare
Brando Benifei.

8 luglio 2016:

serata di raccolta fondi a Bruxelles.


Insomma, le attivit non mancano!

Il 19 giugno siete tutti invitati

non mancate!

viverelavitaonlus@gmail.com, Tel: 349/5691567

20

ATTUALIT

Ferroli, entro maggio incontro con il nuovo ad


ALANO DI PIAVE. Alla Ferroli spa di Alano di Piave si vive nellattesa di incontrare il nuovo amministratore delegato, Prete,
per capire cosa ne sar di questo stabilimento. Intanto, i lavoratori sono a casa in cassa integrazione a zero ore, praticamente non mettono pi piede in azienda. E la preoccupazione sale sempre di pi tra i sindacati. Entro la fine del mese dovrebbe esserci lincontro con lamministratore e speriamo di vedere il piano di rilancio, dice Luca Zuccolotto della Fiom
Cgil.
da Il Corriere delle Alpi del 12 maggio 2016

La Fiom Cgil sta ragionando anche su questo per i lavoratori vicini al pensionamento

Ex Form, si pensa alla mobilit volontaria

QUERO VAS. Non escludo che si possa aprire una fase di mobilit volontaria per agevolare luscita di quelle persone che
sono prossime alla pensione. Non nasconde la sua preoccupazione il segretario della Fiom Cgil, Luca Zuccolotto, parlando
del futuro dellex Form, oggi Albertini. Abbiamo fatto ormai parecchi viaggi a Roma, al ministero dello Sviluppo economico
per sentire la presentazione di un piano di rilancio credibile, ma ancora non ci siamo, dice Zuccolotto che ribadisce: O la
nuova propriet, Albertini Cesare spa, presenta un nuovo documento programmatico che preveda anche il riassorbimento
dei 200 esuberi complessivi per tutto il gruppo (su 600 dipendenti totali), o non si pu pensare che il ministero dia ancora
cassa, se non c la volont di far ripartire lo stabilimento. Ad oggi i lavoratori dellex Form di Quero Vas sono 110 e sono
in cassa integrazione straordinaria. A questo punto, visto che la situazione non si sblocca, il segretario dei metalmeccanici
pensa che una soluzione, per alleggerire la cosa, potrebbe essere luscita volontaria dei dipendenti vicini al pensionamento.
Ma ci auguriamo che il piano arrivi al pi presto.
da Il Corriere delle Alpi del 12 maggio 2016

Non si fermano le continue scorribande, ieri colpo allo stabilimento della Corallo

Quero: ladri scatenati, via occhiali e strass

QUERO VAS. Non si fermano le scorribande notturne degli ignoti ladri che da qualche mese stanno mettendo in ginocchio
la zona industriale di Quero. Questa volta, ieri notte, toccato allazienda Il Corallo decorazioni di via Campagna Nord.
Poco sotto la Mistral, colpita a met marzo, e la Pinoptik, dove la banda aveva tentato di entrare tra domenica e luned. Il
bottino questa volta di 80mila euro circa tra occhiali di altre imprese e preziosissimi strass Swarovski, la storica azienda di
cristalli che ha il suo quartier generale in Austria. E poi la beffa: la Corallo lavora come terzista, e tra gli occhiali che le sono
stati rubati anche quelli della Mistral, gi colpita. Non so - dice la titolare della Corallo, Antonella Curto - quanto ci coster
questo furto, la prima volta che ci succede. Siamo assicurati, ma speriamo che non si aggrappino ai soliti cavilli. La Curto, che abita a Segusino, con il fratello Stefano di Valdobbiadene, gestiscono la srl di Quero. Lazienda si occupa di decorazioni di materie plastiche. Non si sa lorario in cui la banda entrata in azione: era forse notte fonda, gli altri assalti erano
stati tentati alle 3 e sicuramente pi duno (erano in 4 incappucciati alla Pinoptik). Hanno scassinato la porta dingresso e,
una volta allinterno, hanno aperto il portone del magazzino dove sono entrati direttamente con un mezzo e hanno caricato il
materiale. Spariti 700 paia di occhiali d grandi firme come Louis Vuitton o Yves Saint Laurent. Poi gli strass Swarovski e 200
euro in contanti. Ieri mattina alle 8.30 per Enrica Montagner, una dipendente, la brutta scoperta: ha notato scatoloni a terra e
ha chiamato i carabinieri. Sul posto per il sopralluogo i militari di Feltre. Stanno raccogliendo tutti gli elementi utili alle indagini. Stiamo indagando - ha detto il capitano Angelo La Chimia, comandante di Compagnia - e facciamo sforzi per aumentare la vigilanza notturna nella zona. La nostra presenza aiuta, ma non sufficiente. Lazienda Corallo non era dotata di
allarme. Avevo fatto un preventivo - spiega la Curto - ma i soldi da pagare erano da capogiro e ho rinunciato. La zona e
lazienda comunque controllata da un metronotte: accorgimenti che per non sono serviti.
da Il Gazzettino del 13 maggio 2016

La presa di posizione di Sipao (Confindustria)

Berton: Pretendo che le istituzioni


trovino soluzioni concrete e veloci
BELLUNO. Occhialerie del Feltrino sotto il mirino dei ladri. Una situazione che inizia a preoccupare, e non poco, gli imprenditori del settore. Dalla Mistral alla Pinoptik alla Corallo, la lista inizia ad essere sempre pi lunga. Anche e soprattutto in
ragione delle tasse che regolarmente vengono pagate - commenta Lorraine Berton, presidente di Sipao (la sezione
dellocchialeria di Confindustria Belluno Dolomiti) - gli imprenditori pretendono di essere messi nella condizione di lavorare
senza avere ogni notte lincubo di subire furti che provocano danni economici enormi, non solo per il valore della merce sottratta, ma anche per il tempo necessario a riprodurla per soddisfare le richieste dei clienti. Nei giorni scorsi, Lorraine Berton
aveva scritto alle imprese associate, chiedendo di segnalare episodi sospetti e informando dei contatti avviati con la Questura di Belluno. Adesso per la situazione si fatta insostenibile, soprattutto nella parte bassa della provincia, dove sono pi
numerose le vie di fuga. Pretendo che le istituzioni si attivino per trovare delle soluzioni concrete a questo problema - afferma Berton - il che significa installare impianti di videosorveglianza e aumentare i controlli sul territorio da parte delle forze
dellordine. E a chi dice che mancano risorse rispondo che questa provincia regala ogni anno quasi un miliardo di euro allo
Stato (il cos detto residuo fiscale). dunque un dovere recuperare i soldi che servono per assicurare la sicurezza ai cittadini e alle aziende che operano in questo territorio. Imprese che garantiscono occupazione e benessere alla comunit locale.
Cosa succederebbe se trasferissero la produzione altrove perch qui, oltre ad avere infrastrutture inadeguate e ad essere

21

geograficamente decentrati, non possono pi nemmeno contare sulla sicurezza?. La presidente Sipao conclude affermando che le istituzioni pubbliche, a tutti i livelli, si devono attivare con iniziative concrete che portino a risultati in tempi brevissimi.
da Il Gazzettino del 13 maggio 2016

Colpi in serie ogni mese: rubati interi carichi


QUERO VAS. Si stanno ripetendo a cadenza mensile i colpi alle occhialerie della provincia. Tutto iniziato a met marzo
alla Mistral. In quelloccasione spariti 20mila paia di occhiali per un valore di centinaia di migliaia di euro. Un mese dopo i
ladri hanno colpito alla Safilo di Longarone, un colpo da oltre 100mila euro. In quel caso non bastato nemmeno il sistema
dallarme: gli ignoti sono riusciti a eluderlo e a introdursi nello stabilimento di produzione. Infine i malviventi sono tornati: nei
giorni scorsi alla Pinoptik hanno tentato un furto e di nuovo sono ripassati alla Mistral, senza riuscire a entrare. Le immagini
hanno immortalato 4 persone incappucciate e altri dettagli coperti dal segreto delle indagini. Sempre il medesimo in tutti i
colpi il modus operandi della banda, che agisce probabilmente su commissione: forzano porte o portone e entrano nei magazzini con un furgone che caricano con il prezioso carico.
da Il Gazzettino del 13 maggio 2016

Aziende sotto scacco: da diversi mesi colpi a raffica nelle occhialerie.


Il questore Morelli ha da tempo preso contatti con le aziende per una conferenza che si terr a breve.

Furti e saccheggi: arrivano i rinforzi

BELLUNO. Una conferenza con le occhialerie bellunesi per fermare i furti ai danni delle aziende. Un confronto voluto dal
Questore Michele Morelli, che stava lavorando sullincontro da tempo, prima dellultimo colpo. Il maxi-furto al Corallo che ha
suscitato la reazione forte di Lorraine Berton (Confindustria) che ha chiamato in causa le istituzioni. Abbiamo apprezzato la
lettera di Confindustria - dice il questore - perch un bene che ci sia un interlocutore che possa fungere da collettore, ben
venga. Ma proprio perch il fenomeno si sta evidenziando da settimane, stiamo attenti e ci stiamo lavorando in silenzio gi
da tempo. Cercheremo di capire quali sono i siti pi sensibili, da questo punto di vista, e come agire. Insomma il controattacco contro le scorribande di ladri nelle occhialerie gi iniziato, ma richiede pi protagonisti in campo e quindi una organizzazione pi complessa. Sono due le mosse gi avviate dal questore Morelli. Nelle prossime settimane la conferenza di
confronto con le occhialerie (in particolare con la direzione della ditta e chi gestisce il magazzino). Uno scambio come quello
avvenuto alla Fedon il 23 marzo scorso, quando era nata lidea di creare un tavolo di coordinamento tra le aziende della zona industriale. La seconda arma contro i ladri dei magazzini di occhiali, rappresentata dai controlli che saranno effettuati
con i rinforzi del reparto Prevenzione Crimine al limite della provincia, e quindi proprio a Quero Vas. Saranno interprovinciali - spiega ancora il questore Morelli - e richiedono un coordinamento con le vicine realt. Ma chiaro che anche le
aziende devono fare la loro parte, visto che non potr mai esserci un poliziotto per ogni magazzino. Ben due aziende qualche giorno fa si sono salvate dallassalto grazie allallarme.
da Il Gazzettino del 14 maggio 2016

Quero Vas ha 40 telecamere ormai datate

Il sindaco Zanolla: Finanziate il progetto sicurezza


QUERO VAS. Finanziate il progetto per la sicurezza delle nostre aziende di Quero. questo lappello che il sindaco di
Quero Vas Bruno Zanolla lancia alla Regione del Veneto dopo il raid di furti che hanno colpito alcune aziende queresi nelle
ultime settimane. Il Comune di Quero ha attualmente un sistema di 40 telecamere attivato circa una quindicina di anni fa. Un
sistema pioniere perch stato il primo installato in regione. Nonostante il sistema sia datato, riuscito a dare informazioni utili alle forze dellordine che sembrano aver dato negli ultimi giorni una sferzata alle indagini. E questo anche grazie ai
filmati che sono al vaglio. Ma non basta. Con il tempo le tecnologie sono andate avanti ed i sistemi sono migliorati. Per questo necessario andare ad aggiornarlo e potenziarlo. Sul piatto un progetto da 150mila euro, gi condiviso con tutti gli attori
coinvolti della provincia, tra cui il comitato provinciale per lordine e la sicurezza, ma su cui la Regione ha detto no al finanziamento. I fondi sono dirottati sui progetti presentati dai comuni con pi di 15mila abitanti. Il progetto - spiega il sindaco
Zanolla - prevedeva il collegamento via radio con la stazione dei carabinieri di Feltre (gi fatti negli anni gli accordi per il
passaggio sui tralicci) oltre ad un aggiornamento delle tecnologie. Speriamo che dopo i fatti che stanno avvenendo nel nostro territorio nelle ultime settimane, la Regione cambi idea e ci conceda il finanziamento. Ricordiamo che noi siamo un territorio di entrata, per cui garantire la nostra sicurezza significa garantire quella di un po tutto il Bellunese.
da Il Gazzettino del 14 maggio 2016

Il Mercatino
Mauro Signor cerca lavoro a Quero Vas e Feltre per riparazioni alla rete idraulica,
alla rete elettrica, opere di imbiancatura e stucchi e altre attivit di piccola
manodopera.
Per informazioni telefonare al 348.0603187

22

Margherita e Renzo:
50 anni insieme
Mi sento in dovere di scrivere due righe dedicate ai migliori nonni che si possano desiderare, in occasione del loro 50 anniversario di matrimonio. Scrivo,
in qualit di maggiore, a nome di tutti noi nipoti. Parlo dellamore dei nostri
nonni, Margherita Dal Canton (Rita) e Renzo Mondin, di Quero, che da poco
hanno tagliato il bellissimo traguardo dei cinquantanni assieme. Nonni che,
stringendosi lun laltro nellamore vero, ci hanno insegnato ad amare gli altri e
allo stesso tempo noi stessi. Nonni che, qualsiasi siano le condizioni, non ci
hanno MAI fatto mancare nulla. Ci hanno visti nascere, crescere e pian piano
diventare grandi dimostrandoci, giorno dopo giorno, il loro amore non solo
verso i nostri confronti, ma anche tra di loro. Lamore un valore piuttosto
complicato da insegnare ma loro ci sono riusciti! Ed stata la lezione pi
bella che potessimo mai apprendere. Penso che sia questa, la vera missione
che porta dentro di s ogni nonno: quella di far crescere i propri nipoti dando
loro tutto lamore che solo i nonni sanno dare e nel nostro caso, ritengo che la
missione sia stata pienamente superata con tanto di medaglia donore!
Un grazie immenso per tutto ci che ci avete trasmesso, ed un infinito plauso
a voi, che con il vostro amore ce ne avete insegnato il vero significato.
Vi amiamo!
Davide, Veronica, Elia e Anna.

Nozze doro
per Alfonso Maschio e
Maria Grillo di Vas

Il 16 aprile 2016, dopo


50 anni, hanno
festeggiato limportante
traguardo insieme a
tutta la famiglia e agli
amici.
"Avere superato una
certa et non ha valore
in s, ma pu assumere
il significato che noi
vogliamo dare.
Riempire i giorni spetta
solo a noi. Non c'
motivo per rinunciare a essere curiosi, ad appassionarsi e a lavorare, non c'
motivo per smettere di amare" (U. Veronesi).
Anna, Carlo, Sabrina, Paolo, Leo e Mariangela

marted 31 maggio

alle 17.15 in Biblioteca ad Alano

venerd 10 giugno

alle 17.15 in Biblioteca a Quero


Vi aspettiamo, grazie del passaparola!
E' una proposta delle Biblioteche
di Alano di Piave e Quero Vas
Unione Sette Ville

23

Donatori sangue Quero

Rinnovate le cariche del direttivo

Nei giorni scorsi si riunito per la prima volta il nuovo direttivo della
sezione donatori di sangue Bortolo Furlan di Quero, per assegnare le cariche al proprio interno. Al vertice stato riconfermato Silvano Susanetto, da anni impegnato con profitto nellazione di promozione della donazione di sangue. Ad affiancarlo, con funzioni di vice, sar Erika Bagatella, neo eletta nel direttivo. Segretario e cassiere della sezione sar ancora Mauro Mazzocco. Nel corso della
riunione il direttivo ha discusso dello stato della sezione e delle prospettive future, analizzando le attivit fatte e da farsi: incontri con le
scuole elementari e medie, visita con gli alunni al centro trasfusionale, partecipazione alla sfilata nazionale di Gorizia, partecipazione
alla manifestazione school festival di Fener, iscrizione ai tornei giovanili di calcio a sette: provinciale e nazionale, gite sociali. Molte di
queste attivit sono condotte in collaborazione alle sezioni di Alano
di Piave e Marziai, Caorera, Vas, le quali uniscono i loro sforzi per
promuovere la donazione volontaria di sangue. E stato ricordato
anche limpegno nel sollecitare la costanza nella donazione da parte dei volontari, messo in atto tramite luso del software di gestione
che consente di inviare promemoria via e.mail o sms. Circa 25.000
sono gli avvisi elettronici spediti e 3.000 circa gli sms inviati sui telefonini dei volontari per garantire il regolare accesso al centro trasfusionale per approvvigionare lospedale di Feltre del sangue necessario alle cure dei malati. Il 14 giugno, giorno di nascita di Karl
Landsteiner, scopritore dei gruppi sanguigni e coscopritore del fattore Rhesus, si celebra la giornata mondiale del donatore di
sangue e in vista di questa ricorrenza le sezioni rinnovano
linvito alla donazione. Il tema della Giornata Mondiale del donatore di sangue di quest'anno "Il sangue ci mette tutti in relazione"
(Blood connects us all) . Esso si concentra sul ringraziamento ai
donatori di sangue e mette in evidenza la dimensione di "condivisione" e "connessione" tra i donatori di sangue e pazienti. Inoltre,
stato adottato lo slogan "Condividi la Vita, dona sangue", per
attirare l'attenzione sul ruolo che il sistema di donazione volontaria
gioca per incoraggiare le persone a prendersi cura gli uni degli altri
e promuovere la coesione della comunit. Il Paese prescelto per
ospitare la Giornata Mondiale lOlanda e l'evento principale si
svolger ad Amsterdam il 14 giugno 2016.

Il Querese Lorenzo Coppe 3 nella prova


Campionato Italiano R1

Lucarelli e Ferrari si confermano leader nel Suzuki Rally Trophy.


Sono Jacopo Lucarelli e Alessio Ferrari a confermare la leadership nel
Campionato Italiano Rally R1 e Suzuki Rally Trophy. Dopo
laffermazione al Rally Sanremo e gli ottimi risultati ottenuti al rally il
Ciocco, lempolese della Scuderia Etruria secondo dietro a Claudio
Vallino in Gara 1 e primo in Gara 2 nellappena conclusa Targa Florio.
Anche il terzo round, corso alla centesima edizione della gara
dellAutomobile Club Palermo, ha messo in contrapposizione ed in
evidenza i giovani
piloti, contro i pi
esperti. Ne sono
scaturite due gare
serrate, dove le mutevoli condizioni meteo, da asciutto a bagnato, ad
ancora asciutto, hanno dapprima messo in luce lesperto ligure
Claudio Vallino, vincitore di Gara 1, quindi il giovane toscano
Lucarelli, secondo in Gara 1 e primo in Gara 2. Con il terzo posto in
entrambe le gare ed il miglior tempo nella pi generosa (in fatto di
punteggi) Power Stage, il giovanissimo bellunese Lorenzo Coppe
si sta dimostrando quale uno dei piloti pi promettenti del
monomarca, soprattutto sui tratti cronometrati pi veloci. Sono i
decimi di secondo a fare la differenza tra il bresciano Gianluca
Saresera, quarto alla fine, ed il piemontese Gianluca Rao, quinto.
Tratto dall'edizione del 09 maggio 2016 Gazzetta dello Sport

segnalazione di Andrea Tolaini foto di Isabella Coppe: Lorenzo al volante e con pap Marcello e un collaboratore

24

Domenica 8 maggio stata scoperta anche una targa che ne ricorda lilluminazione

Fener, il pic-nic alla Croce del Piajo


di Silvio Forcellini

Dopo essere salita al Piajo con una certa fatica (e con


laiuto dellassessore Angelo Zancaner), Serenella Bogana, sindaco di Alano, non ha potuto non apprezzare
ancor di pi il lavoro del gruppo Fener I Giovani, impegnati in questi mesi nellopera di illuminazione permanente della croce che sovrasta Fener. Un intervento - ha sottolineato Bogana nel suo breve discorso a
margine dello scoprimento della targa posta sul basamento della croce - che denota amore per il proprio
paese, oltre che attenzione per il territorio e per le tradizioni. Una sintesi corretta, come possono peraltro
testimoniare i circa quaranta intervenuti, domenica 8
maggio, al tradizionale pic-nic, spostato di una settimana a causa del maltempo, e le molte persone - feneresi e non - che, pur non intervenendo di persona,
hanno avuto parole di elogio per i ragazzi e, soprattutto, hanno contribuito finanziariamente alla copertura
di tutte le spese (la targa in rame, non a caso, ricorda che la croce stata illuminata grazie
alla generosit di tutta la popolazione). La spartana cerimonia di inaugurazione stata
preceduta dalla merenda (pane, formaggio, sopressa) e seguita dalla super-grigliata
(braciole, salsicce, costine con peperoni, melanzane, fagioli) preparata dai rinomati
chef del gruppo, che per loccasione sfoggiava le nuove polo (chi le volesse, pu richiederle - al prezzo di costo di 15 - a Massimo Storgato o a Mario Bozzato). La giornata - baciata da un sole spettacolare, giusto premio per Fener I Giovani - poi proseguita in allegria fino a tarda sera. Chiudo con una curiosit: perch Fener I Giovani? A parte il fatto
che let media, gi intorno ai 40 anni, si ulteriormente alzata a causa della new entry di
un 55enne brizzolato (come non ha mancato di sottolineare il sindaco: Tser mai, Serenella?), la storia del nome ci riporta a un Carnevale di una ventina di anni fa quando, richiesto di un parere sulla scritta da apporre sul carro fenerese Biancaneve e i Sette Nani,
Antonio Todoverto Toni Ciano se ne usc con un lapidario: Fener I Giovani !!!. Quindi, diamo a Toni - altro leggendario personaggio della frazione - quel che di Toni

25

A Fener:
-

Il Mercatino del Tornado

affittasi locale ad uso commerciale/ufficio di 85 mq composto di ampio salone, ripostiglio e bagno. Esterno al
locale parcheggio auto;
affittasi n.2 locali ad uso artigianale di ampia metratura con ampio parcheggio esterno.

Per informazioni chiamare il 328.8957930.

26

Segusino su Vita in Campagna

Tre pagine sulla prestigiosa rivista del mese di Maggio

Ai nostri attenti lettori non sfugge nulla e quando notano qualcosa di interessante sono pronti a
mandare una segnalazione in redazione. E successo anche con il servizio dedicato a Segusino
dalla rivista nazionale Vita in Campagna nel numero di maggio, qui riprodotto in formato ridotto e
che potrete meglio apprezzare correndo in edicola ad acquistarlo. Un servizio davvero completo.

27

E festa a Segusino

28

Cinquantanni
a Parigi
(S.C.) Senza aspettare le celebrazioni ufficiali con tutta la classe,
alcuni amici alanesi del 1966 hanno
deciso di festeggiare lo storico traguardo del mezzo secolo con un
raid aereo a Parigi dal 22 al 25 aprile.
Eccoli posare per la foto di rito (a
sinistra) con sullo sfondo la Torre
Eiffel. Da sinistra: Nerella Sartor,
Celso Licini, Mario Cometto, Eliana
Rizzotto, Paolo Todoverto, Walter
Grillo e Sonia Timillero.
A destra, invece, Mario & Paolo in
visita privata ad una delle pi celebri
attrattive della capitale francese.

I punti di
Maria Stimpfl
(S.C.) La nostra vulcanica abbonata di Pedavena Maria Stimpfl ci propone (a destra) questa splendida colorata riproduzione di un suo quadro realizzato a punto e croce con circa
24.000 punti. Di lei ci siamo gi occupati in passato per le sue poesie, per i suoi dipinti e per
gli innumerevoli riconoscimenti ricevuti.

La vassese Silvia Anna Boldrin,


ingegnere civile da 110 e lode
(A.D.) La vassese Silvia Anna Boldrin (nella foto a sinistra con mamma Graziella
e pap Moreno) dopo aver frequentato il corso di
laurea magistrale in Ingegneria civile si laureata
lo scorso 22 marzo presso lUniversit degli Studi
di Ferrara discutendo una tesi dal titolo Tecniche
di avanzamento per la costruzione di gallerie naturali - Progetto di imbocco in materiale detritico e
conseguendo un eloquente 110 e lode.

Alex presenta Marika


(S.F.) Alex Schievenin, 6 anni ad agosto, ha approfittato del pic-nic alla Croce del
Piajo dello scorso 8 maggio per presentare a tutti i lettori del Tornado la sorellina Marika, nata il 5 agosto 2015. Alex e Marika (nella foto a destra) sono figli dei nostri abbonati Valerio Schievenin ed Ester Errandi e, da queste pagine, mandano un grande
saluto ai nonni Bruno, Sergio e Jolanda, a tutti i parenti e ai nostri lettori.

Il Mercatino del Tornado


Vendesi Scooter Honda SFX 50 con visiera,
in ottime condizioni, a un prezzo interessante (escluso passaggio di propriet).
Per informazioni: cell. 348.4400361 (chiamare in ore serali).

Zona industriale - 31040 Segusino (TV)


Tel. 0423.979282

DUE ESSE s.n.c.


di Stramare Nicola e Oscar
Via S. Rocco, 39 - 31040 SEGUSINO (TV)
Telefono e Telefax 0423.979344
Via della Vittoria - 32030 FENER (BL)
Telefono 0439.789470

ONORANZE
FUNEBRI

ZD di ZAGO DINO
IMPIANTI ELETTRICI - VIDEO CONTROLLO
ASSISTENZA IMPIANTI TV DIGITALI / SATELLITARI
ASSISTENZA CAME / NICE
VENDITA: MATERIALE ELETTRICO / FERRAMENTA
VERNICI / VETRI / CASALINGHI / DUPLICAZIONE CHIAVI

VIA CARSO, 2 - SEGUSINO (TV)

TEL. e FAX 0423.979599 - CELL. 349.6055947 - E-mail: zagodino@hotmail.it

ORARIO APERTURA NEGOZIO


dal luned al sabato: mattina 8.30-12.00 / pomeriggio 15.30-19.00
(luned mattina chiuso)

grafica - stampa
editoria - libreria
z.i. RASAI di Seren del Grappa (BL)
Via Quattro Sassi
DBS TIPOGRAFIA - EDIZIONI DBS
Tel. e Fax. 0439 44360 - 0439 448300
OCCHIO - Tel. 0439 44111
LIBRERIA QUATTRO SASS
Tel. 0439 394113

commerciale@tipografiadbs.it
www.tipografiadbs.it

di Ferdinando Carraro
PITTORE RESTAURATORE
Via Roma - Quero (BL) - Cell. 339.2242637

Azienda Agricola

SIMIONI DAVIDE
VENDITA ORTAGGI
E FRUTTI DI BOSCO
Via della Vittoria, 15 - FENER
Cell. 392.6391164
seguici anche su facebook

ONORANZE FUNEBRI SPADA


VALENTINO

SPADA

MARMI E BRONZI
CIMITERIALI
TRASPORTI NAZIONALI
ED ESTERI
CREMAZIONI
SERVIZIO 24 H

TEL. 0423 69054 - 348 5435137


SERVIZI FUNEBRI A PARTIRE DA E 1.800
CON POSSIBILIT DI RATEIZZAZIONE
ACCORDI CON VISITE A DOMICILIO SU VOSTRA
RICHIESTA CON GARANZIA DI CONVENIENZA,
SERIET E PERSONALE QUALIFICATO

CONSEGNA A DOMICILIO

Via F. De Rossi, 16/C - ALANO DI PIAVE (BL)


Tel. 0439 776002 - 349 1466314

VIVAIO - PIANT E

di Mondin Duilio

GERANI - SURFINIE - VERBENE - PIANTE DA ORTO


Aperto anche la domenica mattina
Via Feltrina - 32038 QUERO (BL) - Cell. 338.1689292
E-mail: mondingiardini@gmail.com - mondingiardini.blogspot.com