Sei sulla pagina 1di 32

Quindicinale

Anno XXXVIII

28.09.2016
Numero

674
periodico di attualit dei comuni di alano di piave, quero vas, segusino

Ventanni fa moriva Orazio Piccolotto - pag. 1-2-3-4


Universit degli Adulti Anziani: programma 2016-2017 - pag. 5
21 corsa per la vita ad Alano - pag. 6
Lomaggio a Venezia di Andrea Mondin - pag. 8-9
Quero Vas: unificati i seggi elettorali 3 e 4 - pag. 23
http://digilander.libero.it/tornado

Chiuso in redazione il 19.09.2016 - Prossima chiusura il 10.10.2016

Tassa pagata/Taxe Perue/Ordinario Autorizzazione Tribunale BL n. 8 del 18/11/80Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in A. P. - D.L. 353/2003 - (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art.1, comma 1, DCB BL

AL MOLIN

TABACCHERIA
EDICOLA

RISTORANTE - PIZZERIA

Pagamenti imposte con F24


Bolli auto e moto

Ricariche telefoniche

SPECIALIT PESCE
ALANO DI PIAVE

Cambio pile ad auricolari


orologi e telecomandi

PIAZZA DEI MARTIRI, 13 - TEL. 0439.779129


- CHIUSO IL MARTED -

32031 ALANO DI PIAVE (BL) - Via Antonio Nani, 14


E-mail: termoidraulica.gierre@vodafone.it

Per rinnovare la tua casa

TODOVERTO

di Todoverto Paolo & C.

S.N.C.

Zd di Zago dino
IMPIANTI ELETTRICI - VIDEO CONTROLLO
ASSISTENZA IMPIANTI TV DIGITALI / SATELLITARI
ASSISTENZA CAME / NICE
VENDITA: MATERIALE ELETTRICO / FERRAMENTA
VERNICI / VETRI / CASALINGHI / DUPLICAZIONE CHIAVI

imbiancature interni - esterni


termocappotti - spatolati

TEL. e FAX 0423.979599 - CELL. 349.6055947 - E-mail: zagodino@hotmail.it

ALANO DI PIAVE Via Caduti e Dispersi in Russia


Tel. 0439.779208 - Cell. 348.7346084

ORARIO APERTURA NEGOZIO


dal luned al sabato: mattina 8.30-12.00 / pomeriggio 15.30-19.00
(luned mattina chiuso)

VIA CARSO, 2 - SEGUSINO (TV)

il tornado Sede: Via J. Kennedy - 32031 FENER (Belluno). direttore responsaBile: Mauro Mazzocco. redattori: Sandro Curto, Silvio Forcellini. collaBoratori: Alessandro Bagatella, Ivan Dal To, Gianni De Girardi, Antonio Deon, Foto Comaron, Fotocolor Resegati, Silverio Frassetto, Ermanno Geronazzo, Cristiano Mazzoni, Sergio Melchiori, Piero Piccolotto, Andrea Tolaini.
aBBonamenti: italia Abbonamento annuale (18 numeri) 20,00 estero Abbonamento annuale (18 numeri) 50,00.
LABBONAMENTO PU ESSERE SOTTOSCRITTO O RINNOVATO NEI SEGUENTI MODI: 1- versando la quota sul c/c postale n. 10153328 intestato alla PRO LOCO di FENER; 2- con bonifico
sul c/c Banco Posta intestato alla PRO LOCO di FENER, IBAN: IT49 M076 0111 9000 0001 0153 328; 3- pagando direttamente ad uno dei nostri seguenti recapiti: negoZio da milio - Alano;
gelateria due valli - Fener - Bar Jole - Fener; mauro maZZocco - Quero; alessandro Bagatella - Quero; Bar piave Carpen - locanda solagna - Vas; antonio
deon - Vas; Bar Bollicine - Scalon; BaZar di a. verri - Segusino.

ciao orazio

Una proposta del Tornado allamministrazione alanese:


perch
non
intitolargli
via, una
piazza o un edificio
pubblico?
Una
proposta
del una
Tornado
allamministrazione
alanese:
perch non intitolargli una via, una piazza o un edificio pubblico?
Una proposta del Tornado allamministrazione alanese:
perch non intitolargli una via, una piazza o un edificio pubblico?

Ventanni fa moriva Orazio Piccolotto,


Ventanni
fa morivasindaco
Orazio di
Piccolotto,
indimenticabile
Alano
Ventanni
fa
moriva
Orazio
Piccolotto,
indimenticabile
sindaco
di Alano
a cura di Sandro Curto
e Silvio Forcellini
a cura di
Sandro
Curto
e Silvio
Forcellini
indimenticabile
sindaco
die onorato
Alano
Ricordatemi
cos,
orgoglioso
della
vostra
amicizia
della vostra fiducia, felice di
aver dedicato la vita al mio paese e agli ideali di solidariet, umanit e giustizia vera. Non

Ricordatemi
cos,
orgoglioso
della
vostra
amicizia e onorato della vostra fiducia, felice di
a cura
di
Sandro
Curto
e Silvio
Forcellini
lasciate
che questo
sogno
si agli
spenga.
aver dedicato
la vitagrande
al mio paese
e
ideali di solidariet, umanit e giustizia vera. Non
Orazio
Ricordatemi
cos, orgoglioso
dellasivostra
amicizia e onorato della vostra fiducia, felice
di
lasciate
che questo
grande sogno
spenga.
aver
dedicato
la vita
al mio
paese e agli
ideali di
solidariet,
umanit
e giustizia
vera.
Non
Orazio
Il 9 ottobre
1996
moriva
allospedale
di Feltre,
dove
era da tempo
ricoverato
causa
grave
lasciate
che
questo grande sogno
si spenga.
malattia,
Orazio
straordinaria
figuradove
di uomo
politico
amministratore,
per
tre
Il 9 ottobre
1996 Piccolotto,
moriva allospedale
di Feltre,
era da
tempoe ricoverato
causaOrazio
grave
volte
eletto
sindaco
di
Alano
di
Piave.
malattia, Orazio Piccolotto, straordinaria figura di uomo politico e amministratore, per tre
Ilvolte
9 ottobre
1996
moriva
allospedale
di Feltre,
doveimportanti
era da tempo
causa
eletto
sindaco
di ci
Alano
distati
Piave.
Negli
anni successivi
sono
alcuni
momenti
a lui ricoverato
dedicati come
la grave
commalattia,
Orazio
Piccolotto,
straordinaria figura di
uomo politico
epresenza
amministratore,
per tre
memorazione
organizzata
dallamministrazione
Codemo
con
la
dellonorevole
Negli
anni successivi
sonodistati
alcuni momenti importanti a lui dedicati come la comvolte eletto
sindaco
di ci
Alano
Piave.
Giovanni
Crema
(nella
prima
foto
della pagina seguente,
tutte le altre
si riferiscomemorazione
organizzata
dallamministrazione
Codemo mentre
con la presenza
dellonorevole
no
ai
funerali),
lintitolazione
di
una
sala
riunioni
dellospedale
di
Feltre,
la
consegna
ai
Negli anniCrema
successivi
sono foto
statidella
alcuni
momenti
importanti
a luitutte
dedicati
come
la comGiovanni
(nellaciprima
pagina
seguente,
mentre
le altre
si riferiscofamiliari
del
premio
Santi
Vittore
e
Corona
da
parte
della
Famiglia
Feltrina.
memorazione
organizzata
dallamministrazione
Codemo
con
la
presenza
dellonorevole
no ai funerali), lintitolazione di una sala riunioni dellospedale di Feltre, la consegna ai
Giovanni
Crema
(nella
prima
foto
pagina
seguente,
mentre
tutte
le altreuna
si riferiscofamiliariqualcosa
del
premio
Santi
Vittore
edella
Corona
da parte
della
Famiglia
Feltrina.
Manca
di
duraturo
nel
suo
paese
tanto
amato
che
potrebbe
essere
via, una
no
ai
funerali),
lintitolazione
di
una
sala
riunioni
dellospedale
di
Feltre,
la
consegna
ai
piazza
o
la
sala
della
biblioteca.
Lanciamo
lidea
da
queste
pagine
sperando
sia
recepita
Manca
qualcosa
di duraturo
nel suo
paese tanto
amato
che
potrebbe
essere una via, una
familiari
del
premio
Santi
Vittore
e
Corona
da
parte
della
Famiglia
Feltrina.
dallattuale
che Lanciamo
sapr trovare
la da
soluzione
adatta
per ricordarlo.
piazza o la amministrazione,
sala della biblioteca.
lidea
queste pi
pagine
sperando
sia recepita
Manca
qualcosa
di
duraturo
nel
suo
paese
tanto
amato
che
potrebbe
essere
una via, una
amministrazione,
che sapr
la soluzione
per ricordarlo.
Come Tornado, in sua memoria,dallattuale
ripubblichiamo
di seguito le pagine
a luitrovare
dedicate
nel n. 315 pi
del adatta
19 ottobre
1996.
piazza o la sala della biblioteca. Lanciamo lidea da queste pagine sperando sia recepita
Come Tornado, in sua memoria,dallattuale
ripubblichiamo
di seguito le pagine
a luitrovare
dedicate
nel n. 315 pi
del adatta
19 ottobre
1996.
amministrazione,
che sapr
la soluzione
per ricordarlo.
Alano
in lutto, morto
Piccolotto
Come Tornado, in sua memoria, ripubblichiamo
pagine Piccolotto
a lui dedicate nel n. 315 del 19 ottobre 1996.
Alanodiinseguito
lutto, le
morto

Ciao Orazio!
Ciao Orazio!
Sandro
Curto
Orazio!
Tocca a me, suo collaboratore ed amico da Ciao
pi di di
quindici
anni,
lingrato compito di ricordare da queste pagine Orazio
Piccolotto, il pi grande sindaco che Alano abbia mai avuto.
Alano in lutto, morto Piccolotto
di Sandro Curto

Tocca a me, suo collaboratore ed amico da pi di di


quindici
anni,
lingrato compito di ricordare da queste pagine Orazio
Sandro
Curto
Piccolotto,
il pi grande
sindaco
cheleAlano
abbia
mai avuto.
Come
dimenticare
le serate,
a volte
nottate,
trascorse
a parlare di politica, dei problemi del paese, a completare una liTocca
a me, suo collaboratore
edpi
amico
da
pi di
anni,
lingrato
compito
di che
ricordare
da queste
Orazio
sta,
a festeggiare
una
vittoria.a La
quella
delquindici
1985,
la
prima,
con tanta
aspettava
unapagine
vita quel
moCome
dimenticare
le serate,
volte
lebella
nottate,
trascorse
a parlare
di politica,
deigente
problemi
del paese,da
a completare
una
liPiccolotto,
il
pi
grande
sindaco
che
Alano
abbia
mai
avuto.
mento
e
che
poi
ha
potuto
goderselo
poco:
Milio
Durighello,
Gino
Bica,
Angelin
Bresola,
Giovanni
Cortes...
La
pi
facile
sta, a festeggiare una vittoria. La pi bella quella del 1985, la prima, con tanta gente che aspettava da una vita quel molultima:dimenticare
dieci
anni
aveva
tutti. Milio
Come
serate,
a convinto
volte le poco:
nottate,
trascorse
a parlare
politica,
dei problemi
del paese,Cortes...
a completare
limento
edopo
che poi
hale
potuto
goderselo
Durighello,
Gino di
Bica,
Angelin
Bresola, Giovanni
La piuna
facile
sta,
a
festeggiare
una
vittoria.
La
pi
bella
quella
del
1985,
la
prima,
con
tanta
gente
che
aspettava
da
una
vita
quel
molultima:
dopo straordinario
dieci anni aveva
tutti. al servizio della collettivit con una dedizione assoluta che lo portava a forniEra
un uomo
che convinto
si era messo
mento
e che
poi haconcrete
potuto goderselo
poco:
Milio
Bica,diAngelin
Bresola,
Giovanni
re
sempre
risposte
sia
sui
grandi
temi
cheDurighello,
sui piccoli Gino
problemi
ogni giorno
allinterno
di unCortes...
Comune.La pi facile
Era
un uomo
che convinto
si era messo
lultima:
dopo straordinario
dieci anni aveva
tutti. al servizio della collettivit con una dedizione assoluta che lo portava a fornire
sempre
risposte
concrete
sia sui egrandi
che sui piccoli
problemigli
di amici
ogni giorno
allinternoglidiavversari
un Comune.
Dotato
di una
cultura
non comune
di unatemi
eloquenza
che incantava
e disorientava
che non erano
Era
un
uomo straordinario
cheinsidifficolt
era messo
al servizio
della collettivit
con una dedizione
assoluta
chepresso
lo portava
a fornimai
in
condizione
di
metterlo
sul
piano
dialettico:
Giorgio
Albertazzi,
nel
periodo
trascorso
CenDotato
di una
cultura
non comune
egrandi
di unatemi
eloquenza
che incantava
gli
amici
e disorientava
glidiavversari
chelallora
non erano
re
sempre
risposte
concrete
sia
sui
che
sui
piccoli
problemi
di
ogni
giorno
allinterno
un
Comune.
tro
Europeo
di
Cultura
di
Colmirano,
si
stup
di
aver
trovato
in
un
paese
cos
piccolo
un
sindaco
di
una
tal
levatura.
mai in condizione di metterlo in difficolt sul piano dialettico: Giorgio Albertazzi, nel periodo trascorso presso lallora CenDotato
di bastato
una
non
comune
una eloquenza
chepolitico,
incantava
amici
disorientava
glidiavversari
che non
erano
tro
Europeo
di cultura
Cultura
di un
Colmirano,
sidiquellopportunismo
stup
di aver trovato
in
un paese
piccolo
un sindaco
una senatore
tal levatura.
Sarebbe
per lui
pizzico edi
oggiglicos
tanto
diemoda,
per diventare
ma la
sua
mai
in
condizione
di
metterlo
in
difficolt
sul
piano
dialettico:
Giorgio
Albertazzi,
nel
periodo
trascorso
presso
lallora
Cencoerenza
politica
era
esemplare
e
dettata
da
ideali
profondi;
anche
quando
il
suo
partito

praticamente
scomparso
non
Sarebbe
bastato
per lui
pizzico di
politico,
oggi cos
tantopiccolo
di moda,
per diventare
senatore
ma la sua
tro
Europeo
di Cultura
di un
Colmirano,
si quellopportunismo
stup di aver
trovato
in socialista
un paese
un sindaco
di
una
tal levatura.
gli
sono
mancate
ma lui eamava
sono
nato
e morir
socialista
cos
stato.
coerenza
politica le
eraofferte
esemplare
dettataripetere
da ideali
profondi;
anche quando
il suo
partito epraticamente
scomparso non
Sarebbe
bastato
per
lui unma
pizzico
quellopportunismo
politico,
di socialista
moda,
per ediventare
senatore
ma la anni
sua
gli
sonoera
mancate
le offerte
lui amava
ripetere sono
nato
socialista
etanto
morir
cos
stato.
Orazio
un galantuomo,
onesto
edidisinteressato
come
pochi,
edoggi
stata
una
vera infamia
vederlo
in questi ultimi
coerenza
politica
era
esemplare
e
dettata
da
ideali
profondi;
anche
quando
il
suo
partito

praticamente
scomparso
non
trascinato
da
tribunale allaltro
da
quello Stato che
aveva
cosed
fedelmente
servito.
Mi piacevederlo
ricordare
la testimonianza
Orazio
era
unun
galantuomo,
onesto
e disinteressato
come
pochi,
stata
una
vera infamia
in questi
ultimi anni
gli
sono
mancate
le offerte ma
lui
amava
ripetere
sono
nato
socialista
e morir
socialista
egrappolo
cos stato.
di
un
suo
amico
dinfanzia
che
racconta
sempre
che,
quando
si
trattava
di
rubare
qualche
duva,
lui si defilava
trascinato da un tribunale allaltro da quello Stato che aveva cos fedelmente servito. Mi piace ricordare la testimonianza
sempre
ritenendola
unazione
poco
E unche,
episodio
lontano
ma
tutta
la sua
vita
stata
dettata duva,
da
queste
Orazio
era
un galantuomo,
onesto
ecorretta.
disinteressato
come
pochi,
stata
una
vera
infamia
vederlo
in questi
anni
di un suo
amico
dinfanzia
che
racconta
sempre
quando
si ed
trattava
di rubare
qualche
grappolo
lui ultimi
siregole.
defilava
trascinato
da
un
tribunale
allaltro
da
quello
Stato
che
aveva
cos
fedelmente
servito.
Mi
piace
ricordare
la
testimonianza
sempre
ritenendola
poco corretta.
un nostro
episodio
lontano
la sua vita stata
dettata
da queste
regole.
Ciao Orazio!
Con teunazione
muore anche
una parteEdel
paese
mama
nontutta
ti dimenticheremo
mai
e saremo
sempre
fieri di
di
un suo
amico dinfanzia che racconta sempre che, quando si trattava di rubare qualche grappolo duva, lui si defilava
averti
conosciuto.
Ciao
Orazio!
Con teunazione
muore anche
una parteEdel
paese
mama
nontutta
ti dimenticheremo
mai
e saremo
sempre
fieri di
sempre
ritenendola
poco corretta.
un nostro
episodio
lontano
la sua vita stata
dettata
da queste
regole.
averti conosciuto.
Ciao Orazio! Con te muore anche una parte del nostro paese ma non ti dimenticheremo mai e saremo sempre fieri di
averti conosciuto.
Orazio Piccolotto era nato il 13 gennaio 1934, diploma di liceo, titolare del negozio di tabacchi, profumeria e articoli da regalo
in piazza
Martiri,
lasciail la
Antonia
figli Paolo
e Luciano,
ladorato
nipotino
Andrea, il efratello
Orazio
Piccolotto
era nato
13moglie
gennaio
1934, Silvestrin,
diploma dii liceo,
titolare
del negozio
di tabacchi,
profumeria
articoliPiero.
da re-

Una vita per il socialismo e per Alano


Una vita per il socialismo e per Alano
Una
vita
per
illasocialismo
eladorato
per
Alano
galo
in giovane
piazza Martiri,
lascia
la moglie
Antoniaper
Silvestrin,
i figli
Paolo
e Luciano,dopo
nipotino di
Andrea,
il fratello
Piero.
Fin da
dimostr
un amore
viscerale
politica
e per
il socialismo;
la scissione
Saragat,
Piccolotto
reOrazio
Piccolotto
era nato
il 13 gennaio
1934, diploma
di liceo,
titolare
del direttivo
negozio regionale
di tabacchi,
articoli
da resta
nel
P.S.I.
entrando
a far
dellesecutivo
provinciale
1969
e del
dalprofumeria
1970.
Dal e1972
al 1976

Fin
da
giovane
dimostr
un parte
amore
viscerale
per
la politica
edal
per
il socialismo;
dopo
la scissione
di
Saragat,
Piccolotto
regalo
in
piazza
Martiri,
lascia
la
moglie
Antonia
Silvestrin,
i
figli
Paolo
e
Luciano,
ladorato
nipotino
Andrea,
il
fratello
Piero.
segretario
provinciale
(sono
gli
anni
in
cui
Orazio
diventa
popolare
per
il
suo
spostarsi
da
un
paese
allaltro
del
Bellunese
sta nel P.S.I. entrando a far parte dellesecutivo provinciale dal 1969 e del direttivo regionale dal 1970. Dal 1972 al 1976
Fin
da giovane
dimostr
un amore
per ladiventa
politicapopolare
e per il socialismo;
dopo la scissione
di Saragat,
Piccolotto
resegretario
provinciale
(sono
gli anniviscerale
in cui Orazio
per il suo spostarsi
da un paese
allaltro del
Bellunese
sta nel P.S.I. entrando a far parte dellesecutivo provinciale dal 1969 e del direttivo regionale dal 1970. Dal 1972 al 1976
segretario provinciale (sono gli anni in cui Orazio diventa popolare per il suo spostarsi da un paese allaltro del Bellunese

ciao orazio

a tenere
tenere comizi,
a
comizi, organizzare
organizzare riunioni,
riunioni, fondare
fondare nuove
nuove sezioni,
sezioni, affiggere
affiggere manifesti
manifesti elettorali),
elettorali), dal
dal 1976
1976 al
al 1980
1980 presidente
presidente
della
Commissione
Regionale
di
Garanzia,
una
specie
di
tribunale
del
partito.
Inflessibile,
come
sempre,
della Commissione Regionale di Garanzia, una specie di tribunale del partito. Inflessibile, come sempre, proceder
proceder ad
ad
espulsioni celebri
espulsioni
celebri ed
ed a
a scioglimenti
scioglimenti di
di sezioni
sezioni (famosa
(famosa quella
quella di
di Feltre).
Feltre).
Ad
Ad Alano,
Alano, grazie
grazie al
al suo
suo impegno,
impegno, la
la sezione
sezione socialista
socialista diventa
diventa
una
specie
di
fiore
allocchiello
per
il
numero
una specie di fiore allocchiello per il numero di
di tesserati,
tesserati, per
per
lattivit
lattivit culturale
culturale ee politica
politica svolta,
svolta, per
per le
le grandi
grandi Feste
Feste dellAvanti
dellAvanti
e,
e, soprattutto,
soprattutto, per
per ii risultati
risultati elettorali
elettorali che
che toccano
toccano ilil massimo
massimo dei
dei
consensi
alle
Provinciali
del
1990
con
la
candidatura
consensi alle Provinciali del 1990 con la candidatura di
di PiccolotPiccolotto
to che
che sfiora
sfiora ilil 50%
50% dei
dei consensi.
consensi. Ma
Ma anche
anche nelle
nelle Regionali
Regionali dello
dello
stesso
anno
e
clamorosamente
nelle
Politiche
del
stesso anno e clamorosamente nelle Politiche del 92
92 avviene
avviene lo
lo
storico
storico sorpasso
sorpasso alla
alla Democrazia
Democrazia Cristiana.
Cristiana.
In
In contemporanea
contemporanea con
con limpegno
limpegno nel
nel partito
partito cresce
cresce anche
anche
lattivit
in
paese
dove
ricopre
la
carica
di
Presidente
lattivit in paese dove ricopre la carica di Presidente della
della Pro
Pro
Loco
Loco di
di Alano
Alano ed
ed entra
entra aa far
far parte
parte del
del consiglio
consiglio comunale
comunale fra
fra ii
banchi
banchi della
della minoranza.
minoranza.

Nel
Nel 1985
1985 la
la svolta
svolta con
con la
la conquista
conquista del
del Comune
Comune da
da parte
parte della
della
lista
civica
di
Alleanza
Democratica
e
la
conseguente
elezione
a
sindaco
riconfermata
nel
1990
e,
col
nuovo
lista civica di Alleanza Democratica e la conseguente elezione a sindaco riconfermata nel 1990 e, col nuovo sistema
sistema
elettorale dell'elezione diretta da parte della popolazione, nel 1995 col 70% dei consensi.
elettorale
dell'elezione diretta da parte della popolazione, nel 1995 col 70% dei consensi.
Sono undici anni di intensa attivit che cambiano il volto di Alano: in ogni angolo del capoluogo e delle frazioni c il segno
Sono undici anni di intensa attivit che cambiano il volto di Alano: in ogni angolo del capoluogo e delle frazioni c il segno
tangibile delle sue amministrazioni. Fra le opere principali ricortangibile delle sue amministrazioni. Fra le opere principali ricordiamo i marciapiedi, lilluminazione, le fognature, lacquedotto, il
diamo i marciapiedi, lilluminazione, le fognature, lacquedotto, il
depuratore, asfaltature varie, il municipio trasformato da una
depuratore, asfaltature varie, il municipio trasformato da una
stamberga ad uno dei pi belli della provincia, il campo sportivo,
stamberga ad uno dei pi belli della provincia, il campo sportivo,
lingresso a San Vittore, larea ex ECA dove sono sorte otto calingresso a San Vittore, larea ex ECA dove sono sorte otto case, il piazzale adiacente il ristorante Tegorzo, il ciottolato dei Fase, il piazzale adiacente il ristorante Tegorzo, il ciottolato dei Faveri, il vlto di Colmirano, il restauro della fontana di Alano e la
veri, il vlto di Colmirano, il restauro della fontana di Alano e la
costruzione di quelle di Campo e Colmirano, la segnaletica stracostruzione di quelle di Campo e Colmirano, la segnaletica stradale, lavori ai cimiteri, la riconversione del bosco, la strada da
dale, lavori ai cimiteri, la riconversione del bosco, la strada da
Bocca di Forca a Camparona, il restauro delle malghe, la nuova
Bocca di Forca a Camparona, il restauro delle malghe, la nuova
scuola media e si potrebbe continuare ancora a lungo.
scuola media e si potrebbe continuare ancora a lungo.
Ma le grandi battaglie di Orazio sono state quelle sulla scuola,
Ma le grandi battaglie di Orazio sono state quelle sulla scuola,
prima in difesa delle medie e poi della verticalizzazione; sul lavoprima in difesa delle medie e poi della verticalizzazione; sul lavoro, dove la sua amministrazione ha contribuito allinsediarsi di
ro, dove la sua amministrazione ha contribuito allinsediarsi di
numerose aziende che hanno risolto definitivamente il problema dellemigrazione e ridato benessere al paese.
numerose aziende che hanno risolto definitivamente il problema dellemigrazione e ridato benessere al paese.
In questi anni tutte le associazioni hanno sempre trovato in Piccolotto un grande aiuto; ricordiamo il potenziamento di
In questi anni tutte le associazioni hanno sempre trovato in Piccolotto un grande aiuto; ricordiamo il potenziamento di
nuove realt come lARCI, la rinascita della societ calcistica, le manifestazioni importanti di alpini, fanti, emigranti, della
nuove realt come lARCI, la rinascita della societ calcistica, le manifestazioni importanti di alpini, fanti, emigranti, della
bocciofila, della sezione Coldiretti (festa in malga, giornata del ringraziamento), delle due Pro Loco.
bocciofila, della sezione Coldiretti (festa in malga, giornata del ringraziamento), delle due Pro Loco.
In campo culturale indimenticabili i momenti con Albertazzi e Gazzelloni al Centro Europeo di Cultura, di grande spessore
In campo culturale indimenticabili i momenti con Albertazzi e Gazzelloni al Centro Europeo di Cultura, di grande spessore
le celebrazioni in onore di Egidio Forcellini, la stampa del libro
le celebrazioni in onore di Egidio Forcellini, la stampa del libro
fotografico su Alano e di quello storico al quale Piccolotto ha safotografico su Alano e di quello storico al quale Piccolotto ha sacrificato nottate intere scrivendo uno dei quattro volumi.
crificato nottate intere scrivendo uno dei quattro volumi.
Dal 1986 al 1994 stato presidente della Comunit Montana
Dal 1986 al 1994 stato presidente della Comunit Montana
Feltrina, carica che fino al 1991 coincideva con quella di presiFeltrina, carica che fino al 1991 coincideva con quella di presidente dellU.L.S.S. n. 4 (ora n. 2, ndr); notevole il suo contributo
dente dellU.L.S.S. n. 4 (ora n. 2, ndr); notevole il suo contributo
al potenziamento della struttura ospedaliera, allavvio della Valal potenziamento della struttura ospedaliera, allavvio della Valbelluna e alla costruzione del Maserot che, purtroppo, non mai
belluna e alla costruzione del Maserot che, purtroppo, non mai
riuscito a vedere in funzione.
riuscito a vedere in funzione.
Nello scorso inverno ha trascorso le serate libere da impegni poNello scorso inverno ha trascorso le serate libere da impegni politici a sistemare i banchi delle scuole elementari di Alano facenlitici a sistemare i banchi delle scuole elementari di Alano facendo risparmiare al Comune i soldi per lacquisto di quelli nuovi:
do risparmiare al Comune i soldi per lacquisto di quelli nuovi:
questo e altro era Orazio Piccolotto.
questo e altro era Orazio Piccolotto.
Due le vicende che gli hanno rattristato gli ultimi anni: la fine del P.S.I. travolto dagli scandali e dalla cupidigia dei suoi
Due le vicende che gli hanno rattristato gli ultimi anni: la fine del P.S.I. travolto dagli scandali e dalla cupidigia dei suoi
principali esponenti e le ben note vicende giudiziarie. Per il male, sempre in agguato, stato facile trovare la breccia in un
principali esponenti e le ben note vicende giudiziarie. Per il male, sempre in agguato, stato facile trovare la breccia in un
uomo che non era pi quello di prima. Il decesso avvenuto alle 6.10 del 9 ottobre nel reparto chirurgico dellospedale di
uomo che non era pi quello di prima. Il decesso avvenuto alle 6.10 del 9 ottobre nel reparto chirurgico dellospedale di
Feltre dove Orazio era ricoverato da qualche mese per un tumore al pancreas.
Feltre dove Orazio era ricoverato da qualche mese per un tumore al pancreas.

Una grande folla ai funerali


Una grande folla ai funerali

Mediti
Mediti chi
chi oggi
oggi si
si
accanito
accanito

La salma di Orazio Piccolotto arrivata ad Alano alle 9.00 di venerd 11 ottobre accolta dallintero consiglio comunale e
La salma di Orazio Piccolotto arrivata ad Alano alle 9.00 di venerd 11 ottobre accolta dallintero consiglio comunale e
da una delegazione di alpini del Valderoa col presidente Valentino Rech e con il Gen. Bonzo presidente della sezione di
Feltre. Per tutta la giornata si sono susseguite le visite alla camera ardente allestita presso la sala consiliare.

Alle 16.00 iniziata la commemorazione ufficiale alla presenza di una folla incredibile (mai vista ad Alano), di numerosi
sindaci con relativi gonfaloni, di gagliardetti in rappresentanza di associazioni del Feltrino, del prefetto Adriano Palazzo,
del Presidente della Comunit Montana Feltrina Loris Scopel, dellonorevole Giovanni Crema, del Presidente della Pro-

ciao orazio

da una delegazione di alpini del Valderoa col presidente Valentino Rech e con il Gen. Bonzo presidente della sezione di
da una Per
delegazione
di alpinisidel
Valderoa
collepresidente
Rech eallestita
con il Gen.
Bonzo
presidente
della sezione di
Feltre.
tutta la giornata
sono
susseguite
visite alla Valentino
camera ardente
presso
la sala
consiliare.
Feltre.
Per
tutta la giornata
sidel
sono
susseguite
lepresidente
visite alla Valentino
camera ardente
allestita
presso
la sala
consiliare.
da
una
delegazione
di
alpini
Valderoa
col
Rech
e
con
il
Gen.
Bonzo
presidente
delladisezione
di
Alle 16.00 iniziata la commemorazione ufficiale alla presenza di una folla incredibile (mai vista ad Alano),
numerosi
Feltre.
Per
tutta
la
giornata
si
sono
susseguite
le
visite
alla
camera
ardente
allestita
presso
la
sala
consiliare.
da una
delegazione
di
del
col
Valentino
Rech
e con
il Gen.
Bonzo
presidente
delladisezione
di
Alle
16.00
iniziatagonfaloni,
la alpini
commemorazione
ufficiale
alla presenza
una
folla
incredibile
(maidel
vista
ad Alano),
numerosi
sindaci
conrelativi
di Valderoa
gagliardetti
in presidente
rappresentanza
didiassociazioni
del
Feltrino,
prefetto
Adriano
Palazzo,
Feltre.
Per
tutta
la
giornata
si
sono
susseguite
le
visite
alla
camera
ardente
allestita
presso
la
sala
consiliare.
sindaci
con
relativi
gonfaloni,
di
gagliardetti
in
rappresentanza
di
associazioni
del
Feltrino,
del
prefetto
Adriano
Palazzo,
del
Presidente
della
Comunit
Montana
Feltrina
Loris
Scopel,
dellonorevole
Giovanni
Crema,
del
Presidente
della
ProAlle
16.00

iniziata
la
commemorazione
ufficiale
alla
presenza
di
una
folla
incredibile
(mai
vista
ad
Alano),
di
numerosi
da una delegazione di alpini del Valderoa col presidente Valentino Rech e con il Gen. Bonzo presidente della sezione di
del
della
Comunit
Feltrina
Loris
Scopel,
Giovanni
Crema,
del
Presidente
Provincia
Oscar
Da
Bona,
dellassessore
regionale
Floriano
Pra,
di dellonorevole
numerose
altre
autorit
civili
evista
diprefetto
un
picchetto
di
alpini.
sindaci
contutta
relativi
gonfaloni,
diMontana
gagliardetti
inlerappresentanza
di
del
Feltrino,
Adriano
Palazzo,
Feltre.
Per
la
giornata
si sono
susseguite
visite
camera
ardente
allestita
presso
ladel
sala
consiliare.
Alle Presidente
16.00
iniziata
la
commemorazione
ufficiale
alla alla
presenza
diassociazioni
una folla
incredibile
(mai
ad
Alano),
di della
numerosi
vincia
Oscar
Da
Bona,
dellassessore
regionale
Floriano
Pra,
di
numerose
altre
autorit
civili
e
di
un
picchetto
di
alpini.
del
Presidente
della
Comunit
Montana
Feltrina
Loris
Scopel,
dellonorevole
Giovanni
Crema,
del
Presidente
della
Prosindaci
con
gonfaloni,
di gagliardetti
in rappresentanza
associazioni
del
Feltrino,
del prefetto
Adriano
Palazzo,
Ad
larelativi
serie
degli
interventi
stato ilufficiale
vicesindaco
di Alanodidi
Luigi
seguito
da Oscar
De
Bona
(ciao
Penna
Alleaprire
16.00
iniziata
la dellassessore
commemorazione
alla presenza
unaCodemo
folla
incredibile
(mai
vista
ad
Alano),
di alpini.
numerosi
vincia
Oscar
Da
Bona,
regionale
Floriano
Pra,
di
numerose
altre
autorit
civili
e
di
un
picchetto
di
del
Presidente
della
Comunit
Montana
Feltrina
Loris
Scopel,
dellonorevole
Giovanni
Crema,
del
Presidente
della
ProAd
aprire
serie
degli
interventi

il vicesindaco
di Crema
AlanodiLuigi
Codemo
seguito
da Oscar
De
Bona
(ciao
Penna
Bianca
lalasua
conclusione)
e di
dagagliardetti
unstato
commosso
Giovanni
che
ha
ripercorso
le tappe
della
lunga
amicizia
con
Picsindaci
con
relativi
gonfaloni,
in rappresentanza
associazioni
del
Feltrino,
del
prefetto
Adriano
Palazzo,
vincia
Oscar
Da
Bona,
dellassessore
regionale
Floriano
Pra,
di
numerose
altre
autorit
civili
e
di
un
picchetto
di
alpini.
Bianca
la
sua
conclusione)
e
da
un
commosso
Giovanni
Crema
che
ha
ripercorso
le
tappe
della
lunga
amicizia
con
Piccolotto
sottolineando
il
disinteresse
e
lidealismo
che
lo
hanno
sempre
guidato
e
chiudendo
con
un
significativo
mediti
Ad
aprire
la
serie
degli
interventi

stato
il
vicesindaco
di
Alano
Luigi
Codemo
seguito
da
Oscar
De
Bona
(ciao
Penna
del Presidente della Comunit Montana Feltrina Loris Scopel, dellonorevole Giovanni Crema, del Presidente della Procolotto
sottolineando
il
disinteresse
e
lidealismo
che
lo
hanno
sempre
guidato
e
chiudendo
con
un
significativo
mediti
oggi
chi
si

accanito.
Bianca
la
sua
conclusione)
e
da
un
commosso
Giovanni
Crema
che
ha
ripercorso
le
tappe
della
lunga
amicizia
con
Picvincia
Oscar
Da
Bona,
dellassessore
regionale
Floriano
Pra,
di
numerose
altre
autorit
civili
e
di
un
picchetto
di
alpini.
Ad aprire la serie degli interventi stato il vicesindaco di Alano Luigi Codemo seguito da Oscar De Bona (ciao Penna
oggi
chisottolineando
si
sua
accanito.
colotto
il
disinteresse
e
lidealismo
che
lo
hanno
sempre
guidato
e
chiudendo
con
un
significativo
mediti
Bianca
la
conclusione)
e
da
un
commosso
Giovanni
Crema
che
ha
ripercorso
le
tappe
della
lunga
amicizia
con
IlAdtema
delle
vicende
giudiziarie
stato
ripreso
da Antonio
giCodemo
Presidente
dellada
Comunit
Montana
FeltrinaPenna
ePicpoi
aprire
la
serie
degli
interventi
stato
il vicesindaco
di Padovan,
Alano Luigi
seguito
Oscar De
Bona (ciao
oggi
chi
si

accanito.
colotto
sottolineando
il
disinteresse
e
lidealismo
che
lo
hanno
sempre
guidato
e
chiudendo
con
un
significativo
mediti
IlBianca
tema
delle
vicende
giudiziarie

stato
ripreso
da
Antonio
Padovan,
gi
Presidente
della
Comunit
Montana
Feltrina
e
poi
vice
di Piccolotto,
che
ha
rimarcato
come
in
un
animo
nobile
e
sensibile
come
quello
di
Orazio
laccanimento
giudiziario
la sua conclusione) e da un commosso Giovanni Crema che ha ripercorso le tappe della lunga amicizia con Picoggi
chiPiccolotto,
si un
accanito.
vice
di
chegiudiziarie
rimarcato
in un
sensibile
come Orazio,
quello
dinel
Orazio
laccanimento
giudiziario
lasciato
segno
indelebile,
dalcome
di
Segusino
cheeha
riferito
suo
ultimo
incontro,
lo mediti
avesse
Ilhatema
delle
vicende
e stato
ripreso
daanimo
Antonio
Padovan,
gi Presidente
della
Comunit
Montana
Feltrina
e poi
colotto
sottolineando
il ha
disinteresse
e sindaco
lidealismo
che
lonobile
hanno
sempre
guidato
e chiudendo
con
un
significativo
hatema
lasciato
segno
indelebile,
dal
sindaco
di
Segusino
cheecostretti
ha
riferito
come Orazio,
suo ultimo
incontro,
loraccolto
avesse
invitato
asigridare
alche
vento
il dolore
dei
pubblici
amministratori
difendersi
dalla
giustizia
eMontana
Stramare
ha
di
ha rimarcato
come
in un
animo
nobile
sensibile
quello
dinel
Orazio
laccanimento
giudiziario
oggi
chiPiccolotto,
un
accanito.
Ilvice
delle
vicende
giudiziarie
e stato
ripreso
da
Antonio
Padovan,
giaPresidente
della
Comunit
Feltrina
e poi
invitato
a
gridare
al
vento
il
dolore
dei
pubblici
amministratori
costretti
a
difendersi
dalla
giustizia
e
Stramare
ha
raccolto
questa
preghiera
indignato
contro
chi
ha
voluto
denunciarlo
e
chi
ha
voluto
condannarlo.
ha
lasciato
un
segno
indelebile,
e
dal
sindaco
di
Segusino
che
ha
riferito
come
Orazio,
nel
suo
ultimo
incontro,
lo
avesse
vice di Piccolotto, che ha rimarcato come in un animo nobile e sensibile come quello di Orazio laccanimento giudiziario
Ilquesta
tema preghiera
delle
vicende
giudiziarie
stato
ripreso
da
Antonio Padovan,
gi
Presidente
della
Comunit
Feltrina
e poi
indignato
contro
ha
voluto
denunciarlo
e costretti
chi
ha
voluto
condannarlo.
invitato
a gridare
al vento
ilripetuto
dolore
deichiesa
pubblici
amministratori
difendersi
dalla
giustizia
eMontana
Stramare
ha lasciato
un
segno
indelebile,
e chi
dal
sindaco
di
Segusino
che
ha
riferito
come
Orazio,
nel
suo
ultimo
incontro,
loraccolto
avesse
Un
caloroso
applauso,
poirimarcato
in
eun
in
cimitero,
ha
accolto
laabara
portata
a di
spalle
dagli
amici
primaha
in
chiesa,
vice
di
Piccolotto,
che
ha
come
in
animo
nobile
e
sensibile
come
quello
Orazio
laccanimento
giudiziario
questa
indignato
contro
ha
voluto
denunciarlo
e costretti
chi la
haS.Messa
voluto
condannarlo.
invitato
a gridare
al vento
ilripetuto
dolorechi
deichiesa
pubblici
amministratori
difendersi
dalla
giustizia
eamici
Stramare
raccolto
Un
caloroso
applauso,
poiconcelebrato
in
e di
in
cimitero,
ha
laabara
portata
adalla
spalle
dagli
primaha
chiesa,
dove
il preghiera
nuovo
parroco
ha
con
altri
cinque
sacerdoti
cantata
Schola
Cantorum
diin
e
ha lasciato
un
segno indelebile,
e dal
sindaco
Segusino
cheaccolto
ha riferito
come
Orazio,
nel suo
ultimo
incontro,
loAlano,
avesse
questa
preghiera
indignato
contro chi
ha
voluto
denunciarlo
eaccolto
chi la
haS.Messa
voluto
condannarlo.
dove
il
nuovo
parroco
ha
concelebrato
con
altri
cinque
sacerdoti
cantata
dalla
Schola
Cantorum
di
Alano,
e
poi
in
cimitero
per
la
tumulazione.
Un
caloroso
applauso,
poi
ripetuto
in
chiesa
e
in
cimitero,
ha
la
bara
portata
a
spalle
dagli
amici
prima
in
chiesa,
invitato a gridare al vento il dolore dei pubblici amministratori costretti a difendersi dalla giustizia e Stramare ha raccolto
poi
in
cimitero
per
la
tumulazione.
dove
il
nuovo
parroco
ha
concelebrato
con
altri
cinque
sacerdoti
la
S.Messa
cantata
dalla
Schola
Cantorum
di
Alano,
e
questa
preghiera
indignato
contro chi
ha voluto
chi ha voluto
Un
caloroso
applauso,
poi ripetuto
in chiesa
e indenunciarlo
cimitero, haeaccolto
la baracondannarlo.
portata a spalle dagli amici prima in chiesa,
poi
in
cimitero
per
la
tumulazione.
dove il nuovo parroco ha concelebrato con altri cinque sacerdoti la S.Messa cantata dalla Schola Cantorum di Alano, e
Un caloroso applauso, poi ripetuto in chiesa e in cimitero, ha accolto la bara portata a spalle dagli amici prima in chiesa,
poi
in ilcimitero
per la tumulazione.
dove
nuovo parroco
ha concelebrato con altri cinque sacerdoti la S.Messa cantata dalla Schola Cantorum di Alano, e
poi in cimitero per la tumulazione.

Orazio,
ricordiamo
cos
Orazio, noi
noi dititiSilvio
ricordiamo
cos
Forcellini
Orazio, noi ditiSilvio
ricordiamo
cos
Forcellini
Sarebbe pressoch impossibile
condensare,
ancheti
in poche
righe, il ricordo di tutti cos
quelli che hanno conosciuto e apprezOrazio,
noi
ricordiamo
di Silvio Forcellini
Sarebbe
pressoch
impossibile
condensare,
anche
in poche
righe, particolari
il ricordo didatutti
quelli chegli
hanno
zato
Orazio.
Ognuno,
di certo, avrebbe
decine
e decine
di episodi
raccontare:
amiciconosciuto
di sempre,ei apprezcompaOrazio,
noi
tiinSilvio
ricordiamo
cos
di
Forcellini
zato
Ognuno,
di certo, le
avrebbe
decine
decine
di episodi
particolari
raccontare:
amiciconosciuto
di sempre,i esuoi
i apprezcompagni diOrazio.
tante
battaglie
politiche,
persone
cheanche
glie sono
state
vicine
sua attivit
di amministratore
pubblico,
conSarebbe
pressoch
impossibile
condensare,
poche
righe,nella
il ricordo
didatutti
quelli
chegli
hanno

gni diOrazio.
tante
politiche,
persone
che
glie sono
state
vicine
nella
sua attivit
di
amministratore
pubblico,
concittadini...
Dibattaglie
seguitoimpossibile
ne
alcuni
tra anche
quelli
in
questi
giorni,
ricordi
che,
uniti
insiemi,
zato
Ognuno,
di riportiamo
certo, le
avrebbe
decine
decine
di episodi
particolari
datutti
raccontare:
amiciconosciuto
dipensiamo
sempre,i esuoi
ipossano
compadiespressi
Forcellini
Sarebbe
pressoch
condensare,
inSilvio
poche
righe,
il ricordo
di
quelli
chegli
hanno
apprezcittadini...
Di
seguito
ne
riportiamo
alcuni
tra
quelli
espressi
in
questi
giorni,
ricordi
che,
uniti
insiemi,
pensiamo
possano
rendere
abbastanza
bene
lo
spessore
del
personaggio.
E
iniziamo...
dalla
fine,
con
quello
dei
bambini
delle
elementari
di
gni
di
tante
battaglie
politiche,
le
persone
che
gli
sono
state
vicine
nella
sua
attivit
di
amministratore
pubblico,
i
suoi
conzato Orazio. Ognuno, di certo, avrebbe decine e decine di episodi particolari da raccontare: gli amici di sempre, i compaSarebbe
pressoch
impossibile
condensare,
anche
in poche
righe,
il ricordo
di
tutti
quelli
che
hanno
conosciuto
epossano
apprezrendere
abbastanza
bene
lo
spessore
del
personaggio.
E
iniziamo...
dalla
fine,
con
quello
dei
bambini
delle
elementari
di
cittadini...
Di
seguito
ne
riportiamo
alcuni
tra
quelli
espressi
in
questi
giorni,
ricordi
che,
uniti
insiemi,
pensiamo
gni diOrazio.
tante battaglie
le
persone
che glie sono
state
vicine nella
sua attivit
di amministratore
i suoi
conzato
Ognuno,politiche,
di certo,
avrebbe
decine
decine
di iniziamo...
episodi
particolari
dacon
raccontare:
glibambini
amici pubblico,
didelle
sempre,
i comparendere abbastanza
lo spessore
del
personaggio.
E
fine,
quellouniti
dei
elementari
di
cittadini...
Di seguito bene
ne riportiamo
alcuni
tra
quelli espressi
in questidalla
giorni,
ricordi
che,
insiemi, pensiamo
possano
gni di tante battaglie politiche, le persone che gli sono state vicine nella sua attivit di amministratore pubblico, i suoi conrendere abbastanza bene lo spessore del personaggio. E iniziamo... dalla fine, con quello dei bambini delle elementari di
cittadini... Di seguito ne riportiamo alcuni tra quelli espressi in questi giorni, ricordi che, uniti insiemi, pensiamo possano
rendere abbastanza bene lo spessore del personaggio. E iniziamo... dalla fine, con quello dei bambini delle elementari di

ciao orazio

Alano letto dal piccolo Gabriele Codemo, tra la commozione generale, durante la cerimonia funebre.
Siamo molto addolorati che tu te ne sia andato, nostro carissimo sindaco. Abbiamo tutti molti bei ricordi di te... Venivi
spesso a salutarci in classe e con la tua vociona grossa ci spiegavi perch dobbiamo rispettare le cose che appartengono
a tutti, perch non bisogna sporcare i fiumi e i torrenti e perch non dovevamo calpestare le aiuole della piazza... Ti ricordiamo alto, elegante, con i capelli bianchi che stavano un po su dritti e con gli occhiali. Eri simpatico, sorridente ed eri
buono con noi bambini. Hai fatto del bene al nostro paese, hai fatto costruire la scuola, hai voluto che ci fossero le fabbriche per non far mancare il lavoro alla gente di Alano, hai fatto ricostruire le malghe... Noi ti ringraziamo di aver fatto queste cose per i tuoi cittadini e ti ricorderemo per tutta la vita. Eri un buon sindaco, giusto ed intelligente, avevi molte belle
idee e, anche se non ci sei pi, noi cercheremo di diventare dei buoni cittadini come volevi tu... (I bambini delle Scuole
Elementari di Alano).
Caro Orazio, resterai sempre nel nostro cuore per la limpidezza dei tuoi ideali, per il tuo impegno disinteressato, per la
lealt dei tuoi comportamenti, per lintegrit del tuo carattere, per la dedizione che hai profuso non solo con noi ma con
tutto il tuo paese. Orgogliosi e onorati della tua amicizia,
AL NOSTRO CARO SINDACO ORAZIO PICCOLOTTO
ti ricorderemo attraverso le opere che ci hai lasciato e
che parleranno a lungo di te, con la certezza che la verit Adess che tu poda gustar na scianta quel che tu realiz,
e la giustizia per le quali ti sei sempre battuto e che qual- Orazio Piccolotto, vero Sindaco de Lan, tu ne ass.
cuno ti ha negato possano un giorno trionfare (I tuoi In te la question politica tu s entr in sordina,
tu era anca an poch notambul, tu tira spess matina.
amici).
Tu s stat, su la to vita, an gueriero de istinto,
Ha consumato una vita per il bene della gente, al punto tu lota co tenacia parch senpre tu era convinto.
che stato lunico, tra tutti i politici della provincia, a ri- Tu poda aver in politica la to vita assegurada
manere povero. Gli dicevo sempre che se lo avessero ma la to onest sorda la l senpre eliminada.
rovesciato a testa in gi, dalle sue tasche non sarebbero Par tre olte de seguito tu s stat vot Sindaco de Lan,
uscite nemmeno dieci lire. Ha deciso di operare de segur i avera fat altretant anca se lera al Comun de Milan.
allinterno della sua comunit locale, il suo ruolo era l, in Zerto quande che na persona ciapa in man al poter
mezzo alla gente, dove esprimeva una grande conviviali- l destinada a tante sodisfazion ma anche a qualche dispiazer:
t da mattatore gioioso ed ottimista. Sapeva il fatto suo e prima par colpa de quei che se pol dir farabuti,
discutere con lui era assai impegnativo. Ma ognuno di che i le famose bronze cuerte, tra laltro odiadi da tuti;
noi sapeva di potersi fidare, sapeva che a prevalere era e po par quela dnt che sa tut quant su la lge,
comunque il suo buonsenso e la capacit di comprende- che parfin i sa fin a che punto questa la li protege.
Par colpe comesse da qualche altro, tu s stat process
re appieno le cose (Gianpio De Faveri).
co lunica colpa che ti, Sindaco, tu dova esser inform.
Dava anima e corpo alla sua comunit. Ha fatto il sin- De la to vita, del to operato e dei to pensieri
daco a tempo pieno, di giorno e anche di notte se si trat- de zrto i to posteri i pol ndarghen fieri.
tava di verificare lilluminazione pubblica e altre cose. Un Adess che tu s de l, de segur tu ghe passer vizin,
supervisore appassionato e scrupoloso che riusciva a portaghe an saludo par noialtri anca a Jovni e Angeln.
pensare a tutto in favore dei suoi concittadini, giovani o An consiglio da darghe al Sindaco futuro:
vecchi che fossero. E come se il suo domicilio fosse sta- che al copie tant da ti e landar ben de seguro.
to il Comune: era sempre a disposizione, sapeva dare E, in gergo alpino, adess che tu s andat avanti
consigli alla gente, e non solo pareri che rientrassero nel- se metn tuti insieme e te disn grazie tuti quanti.
la sua competenza amministrativa (Antonio Agrizzi e
Toni Corts
Annalisa Bertoncin).
Oggi la nostra provincia perde un integerrimo amministratore, la politica un validissimo dirigente e militante socialista ed
io un amico carissimo. Orazio Piccolotto stato e sar un esempio di idealit e di disinteresse personale nella politica e
nella pubblica amministrazione. Un esempio di costante coerenza agli ideali politici e morali in cui credeva, ai valori di libert, di democrazia e di giustizia sociale che professava. Ha affrontato il male che lo ha colpito con grande serenit e dignit, confortato dal grande amore dei suoi familiari e dallaffetto di chi lo stimava. Mediti chi si accanito sul piano formale sulla ingiusta sofferenza che gli ha procurato! (Giovanni Crema, parlamentare bellunese).
La perdita di Piccolotto la perdita di un carissimo amico, al pari di un fratello, con il quale abbiamo collaborato per quasi dieci anni in perfetta sintonia e con piena unit di intenti, ispirati nella nostra azione amministrativa a perseguire, come
unico obiettivo, linteresse dellintera collettivit. Era un uomo la cui onest amministrativa non poteva essere messa in
dubbio, anche se diverse vicissitudini giudiziarie hanno inciso negativamente sul suo spirito e potrebbero aver influito anche sulla sua salute. Credo che un uomo onesto e sensibile come Piccolotto abbia risentito moltissimo della situazione
paradossale in cui si venuto a trovare come amministratore (Antonio Padovan, ex vicepresidente della Comunit Montana Feltrina).
lo e Orazio abbiamo fatto un lungo percorso politico ed amministrativo assieme. Abbiamo seguito, come sindaci confinanti, con grande attenzione le problematiche della montagna. Era un sindaco molto vicino alla gente anche sulle cose di
ogni giorno. Un esempio da seguire. Un uomo che ha fatto scuola. Era un amministratore onesto da cui poter imparare
sempre qualche cosa (Loris Scopel, ex sindaco di Seren, presidente della Comunit Montana Feltrina).
E anche noi lo ricordiamo cos: come amico; come uomo di grande intelligenza e cultura; come amministratore capace (le
sue opere sono l a dimostrarlo) e appassionato, che si dedicato anima e corpo, e nel pi totale disinteresse personale, alla cosa pubblica; come persona di specchiata onest, anche se qualcuno ha avuto limpudenza (e lindecenza) di
metterlo in dubbio. Ma lo ricordiamo anche per la sua dialettica torrenziale, per il suo carattere a volte brusco, per le sue
celeberrime sfuriate... Anche questo faceva parte delluomo Orazio, di quellOrazio che oggi noi piangiamo...

attualit

Universit degli adulti/anziani di Belluno


sezione Conca del Piave

programma 2016 2017


Pronti, anzi prontissimi, per continuare od iniziare, nel caso di matricole, il percorso dellUniversit degli adulti ed
anziani che si svolger nel nostro territorio. Il primo incontro sar il 30 Settembre perch sono previste diverse
gite culturali e laboratori di approfondimento. Anche questanno, liscrizione sar di 25 euro per lintero anno
scolastico

Un interessante, stimolante e appagante inizio a tutti i partecipanti !!!

cronaca

Con i donatori di sangue di Alano

21a Corsa per la Vita

a cura sezione donatori di sangue Alano di Piave


In un caldo pomeriggio di settembre si svolta ad Alano di Piave la 21a edizione della Corsa Insieme per la Vita, organizzata dai volontari dei donatori di sangue della sezione Mazzier Silvia. Hanno partecipato circa 160 persone tra
adulti e ragazzi.
Il podio femminile della 13 km: 1 Grando Marina, 2 Berton Patrizia, 3 Binotto Anna; quello maschile: 1 Andreatta
Cristian, 2 Gelisio Davide, 3 Zanella Andrea. Due partecipanti nella categoria Teenager: Rizzotto Michael e Kledi Biba.
Il podio femminile della 7 km: 1 Mazzier Valentina, 2 Todoverto Daniela, 3 Grillo Ida; quello maschile: 1 Vidorin
Gabriele, 2 Longo Diego, 3 Rahli Tarik.
Hanno ricevuto un premio anche Storgato Vanessa, Tessaro Anna, Dal Canton Isabel; Scopel Mattia, Giotto Alessandro, Di Biaggio Elia per le categorie femminile e maschile giovanissimi (6-7 anni);
Mazzier Miriana, Zanella Chiara, Tessaro Linda, Zanella Pietro, Rizzotto Nicol, Giotto Andrea per le categorie femminile e maschile categoria giovani (8-10 anni);
Tessaro Arianna, Tessaro Elisa, Collavo Denise, Rizzotto Giuseppe e Magoga Mattia per le categorie femminile e maschile teenager (11-13 anni);
Orti Giulia e Dalla Piazza Mattia per la categoria ragazzi (14-17 anni).
Tutti quanti poi si sono trovati per la pastasciutta finale offerta dalla sezione dei donatori.

In foto: da Sx atleti della 7 Km femminile e maschile nella prima riga e sotto atleti della 13 Km femminile e maschile
con il sindaco di Alano Serenella Bogana e la presidente dei donatori di Sangue Ornella Carelle e collaboratori.

Ottantacinque candeline
per Maria Solagna
di Alessandro Bagatella

Il sedici agosto scorso Maria Solagna, di Caorera, attorniata da figli,


nipoti e pronipoti, ha festeggiato le sue 85 primavere, tagliando la
torta preparata in suo onore.
Auguri, Maria, anche dalla famiglia de Il Tornado e arrivederci al
centenario.

cronaca

Prosegue la vicenda giudiziaria di Amerigo Schievenin, finito in tribunale


per una
manifestazione
sportiva
di bendi19
anni fa Schievenin,
caratterizzata
da un
incidente
Prosegue
la vicenda
giudiziaria
Amerigo
finito
in grave
tribunale

una
manifestazione
sportiva
di bendi19
anni fa Schievenin,
caratterizzata
da un
incidente
Prosegue
la vicenda
giudiziaria
Amerigo
finito
in grave
tribunale
Unper
aiuto
da
Comune,
associazioni
e
privati
per una manifestazione sportiva di ben 19 anni fa caratterizzata da un grave incidente
Un aiutoper
da ilComune,
associazioni
e privati
volontario
a
processo
Un aiutoper
da ilComune,
associazioni
e privati
volontario
a
processo
a cura di Silvio Forcellini e Alberto Coppe
per
ila cura
volontario
processo
di Silvio
Forcellini
ea
Alberto
Coppele spese sostenute (ed eventualmente
Un aiuto da Comune di Quero
Vas, associazioni
locali e
privati cittadini
per coprire

ancora da sostenere) da parte di Amerigo


in seguitoeaAlberto
una vicenda
accaduta ben 19 anni fa, vicenda che
a curaSchievenin
di Silvio
Forcellini
Coppe
Un aiuto da Comune di Quero Vas, associazioni
locali e
privati cittadini per coprire
le spese sostenute (ed eventualmente
stata ben sintetizzata - lo scorso 4 settembre - sulle pagine de Il Gazzettino, che ha dato anche conto di un primo incontro
ancora
da
sostenere)
da
parte
di
Amerigo
Schievenin
in
seguito
a
una
vicenda
accaduta
19 anni(ed
fa,eventualmente
vicenda che
Un hanno
aiuto da
Comune
Querorealt
Vas, associazioni
locali eDiprivati
cittadini
per coprire le speseben
sostenute
cui
preso
partedidiverse
della nostra zona.
seguito
parte dellarticolo:
stata
ben
sintetizzata
lo
scorso
4
settembre
sulle
pagine
de
Il
Gazzettino,
che
ha
dato
anche
conto
di
un
primo
incontro
ancora da sostenere) da parte di Amerigo Schievenin in seguito a una vicenda accaduta ben 19 anni fa, vicenda
che
Sono
passati
oramai
oltre
19
anni
da
quando,
era
infatti
il
17
aprile
1997,
durante
una
manifestazione
di
apecross
cui
hanno
preso
parte
diverse
realt
della
nostra
zona.
Di
seguito
parte
dellarticolo:
stata ben sintetizzata - lo scorso 4 settembre - sulle pagine de Il Gazzettino, che ha dato anche conto di un primo incontro
organizzata a Schievenin dallallora Associazione Pro Schievenin, si verific un sinistro che procur importanti lesioni a
cui
hanno
presooramai
parte diverse
nostra zona.
Di seguito
Sono
passati
oltre 19realt
annidella
da quando,
era infatti
il 17parte
apriledellarticolo:
1997, durante una manifestazione di apecross
una persona del luogo che assisteva allevento, la quale present querela contro tre volontari impegnati
organizzata
a
Schievenin
dallallora
Associazione
Pro
Schievenin,
si
verific
undurante
sinistrouna
che manifestazione
procur importanti
lesioni a
Sono
passati oramai
oltre 19 due
annifacevano
da quando,
infatti
il 17 aprile
1997,
di apecross
nellorganizzazione
dellevento:
parteera
della
Protezione
Civile
di Quero
e uno della
Pro Schievenin.
Dopo 10
una
persona
del
luogo
che
assisteva
allevento,
la
quale
present
querela
contro
tre
volontari
impegnati
organizzata
a Schievenin
dallallora da
Associazione
Pro
Schievenin,
si verificCivile
un sinistro
chesiprocur
importanti
a
anni il giudice
incaricato prosciolse
ogni accusa
i due
della Protezione
che per
trovavano
a doverlesioni
pagare
nellorganizzazione
dellevento:
due
facevanoallevento,
parte della la
Protezione
Civile di Quero
e uno della Pro
Dopo 10
una persona
luogo
cheGran
assisteva
quale
present
tre Schievenin.
volontari
impegnati
16mila
euro di del
spese
legali.
parte di questa somma
venne
raccolta querela
grazie acontro
un progetto
volontario
avviato
anni
il giudice incaricato prosciolse
da ogni accusa
i dueProtezione
della ProtezionediCivile
che perdella
si trovavano
a dover pagare
nellorganizzazione
facevano
parte della
Schievenin.
10
dallAmministrazionedellevento:
comunale due
e dallassociazione
di Protezione Civile
Civile alQuero
qualee uno
collabor Pro
gran
parte delDopo
mondo
16mila
euro
di
spese
legali.
Gran
parte
di
questa
somma
venne
raccolta
grazie
a
un
progetto
volontario
avviato
anni il giudice
incaricato
prosciolse
i due Amerigo
della Protezione
Civile che
si trovavano
a dover
pagare
associativo
locale
e singoli
cittadini.daIlogni
terzoaccusa
volontario,
Schievenin,
perper
a tuttoggi
coinvolto
nellazione
dallAmministrazione
comunale
e dallassociazione
di
Protezione
Civile al grazie
quale collabor
gran volontario
parte del avviato
mondo
16mila euro
legali. Gran
parte dispese
questa
somma
venne
a ununa
progetto
giudiziaria
chediglispese
sta procurando
consistenti
legali
e per la
qualeraccolta
non si vede ancora
imminente
via duscita. E
associativo
locale
e
singoli
cittadini.
Il
terzo
volontario,
Amerigo
Schievenin,

per
a
tuttoggi
coinvolto
nellazione
dallAmministrazione
dallassociazione
di Protezione
al quale
collabor della
gran Protezione
parte del mondo
proprio
per andare comunale
incontro ae Schievenin,
cercando
di aiutarloCivile
parimenti
ai volontari
Civile,
giudiziaria
gli sta
consistenti
spese legali eAmerigo
per la quale
non si vede
ancora
una imminente
via nellazione
duscita. E
associativoche
locale
e procurando
singoli ha
cittadini.
Il terzo
Schievenin,
per
a tuttoggi
coinvolto
lAmministrazione
comunale
organizzato
neivolontario,
giorni scorsi un incontro
al quale hanno
preso
parte alcuni
rappresentanti
proprio
per andare
incontro a consistenti
Schievenin,
cercando
aiutarlo
volontari
Protezione
Civile,
giudiziaria
gli sta procurando
spese
legali e- di
per
la quale parimenti
non lassessore
si vedeaiancora
una della
imminente
E
del
mondoche
associativo.
Lobiettivo che ci prefiggiamo
ha sottolineato
Alberto
Coppe - via
di duscita.
aiutare lo
lAmministrazione
comunale
ha
organizzato
nei
giorni
scorsi
un
incontro
al
quale
hanno
preso
parte
alcuni
rappresentanti
proprio pervolontario
andare aincontro
a Schievenin,
cercando
di che
aiutarlo
ai volontari
dellae Protezione
sfortunato
sostenere
parte delle spese
legali
lui haparimenti
gi onorato
privatamente
quelle che Civile,
dovr
del
mondo associativo.
Lobiettivo
che ci nei
prefiggiamo
- ha
sottolineato
lassessore
Albertoparte
Coppe - rappresentanti
di aiutare lo
lAmministrazione
comunale
organizzato
giorni
scorsi
un
al quale
hannonon
preso
sostenere.
Lincertezza
sui ha
tempi
e, ovviamente,
sullesito
delincontro
procedimento
legale
ha certoalcuni
aiutato i presenti a
sfortunato
volontario
a
sostenere
parte
delle
spese
legali
che
lui
ha
gi
onorato
privatamente
e
quelle
dovr
del
mondo
associativo.
Lobiettivo
ci prefiggiamo
- hasullesito
sottolineato
lassessore
Coppe dallassicurazione
- di che
aiutare
lo
capire
quanto
sar lammontare
dellache
spesa
poich gravano
anche
le grosse Alberto
cifre sborsate
sostenere.
Lincertezza
sui
tempi
e,
ovviamente,
sullesito
del
procedimento
legale
non
ha
certo
aiutato
i
presenti
a
sfortunato
a sostenere
delle spese
legali
chegiudicato
lui ha gi
onoratolassicurazione
privatamente potrebbe
e quelle rivalersi
che dovr
nei confrontivolontario
della danneggiata
e, separte
il volontario
dovesse
essere
colpevole,
su
capire
quanto
sar
lammontare
della
spesa
poich
gravano
sullesito
anche
le
grosse
cifre
sborsate
dallassicurazione
sostenere.
Lincertezza
sui tempi
e, ovviamente,
procedimento
legale
ha certo
aiutato
i presenti
a
di lui. In primo
luogo bisogner
ammortizzare
i 9.500sullesito
euro gi del
spesi
da Schievenin.
Oranon
la strada
stata
aperta
e il primo
nei confronti
danneggiata
e, se il volontario
dovesse
essere
giudicato
colpevole,
lassicurazione
potrebbe
rivalersi su
capire
quantodella
sar
lammontare
poich
gravano
sullesito
anche
le Ora
grosse
cifre
sborsate
dallassicurazione
passo potrebbe
essere
lapertura della
di un spesa
conto corrente
per raccogliere
i fondi.
[]
- ha
concluso
Coppe
- alcuni sassi
di lui.
In primo
luogo
bisogner e,
ammortizzare
i 9.500
euroessere
gi spesi
da Schievenin.
Ora
la strada stata
apertarivalersi
e il primo
nei
confronti
della
danneggiata
se
il volontario
dovesse
giudicato
colpevole,
lassicurazione
potrebbe
su
sono
stati lanciati;
attendiamo che
le proposte
uscite
durante
lincontro
prendano
corpo.
passo
potrebbe
essere
lapertura
di
un
conto
corrente
per
raccogliere
i
fondi.
[]
Ora
ha
concluso
Coppe
alcuni
sassi
di lui. In primo luogo bisogner ammortizzare i 9.500 euro gi spesi da Schievenin. Ora la strada stata aperta e il primo
Integriamo
quanto attendiamo
scritto da Fulvio
conuscite
un aggiornamento
sullaprendano
situazione. La Protezione Civile di Quero si gi
sono
lanciati;
chedileMondin
proposte
durante
lincontro
passostati
potrebbe
essere lapertura
un
conto corrente
per raccogliere
i fondi. [] corpo.
Ora - ha concluso Coppe - alcuni sassi
attivata presso Poste Italiane per lapertura di un conto corrente dove convogliare tutti i contributi che associazioni e privasono stati lanciati;
che leMondin
proposte
durante lincontro
corpo.
Integriamo
quanto attendiamo
scritto da Fulvio
conuscite
un aggiornamento
sullaprendano
situazione.
La Protezione Civile di Quero si gi
ti cittadini vorranno devolvere per sostenere le spese legali e processuali del volontario Amerigo Schievenin (Amerigo,
attivata
presso
Poste
Italiane
per
lapertura
di
un
conto
corrente
dove
convogliare
tutti
contributi che
associazioni
esiprivaIntegriamo
quanto
scritto
da Fulvio
Mondin
con un aggiornamento
sulla Fabbian
situazione.
Lai Protezione
Civile
distudio
Queroche
sar
gi
ora, difeso
presso
la Corte
dAppello
di Venezia
dallo studio legale
di Castelfranco
Veneto,
tiattivata
cittadini
vorranno
devolvere
per
sostenere
le
spese
legali
e
processuali
del
volontario
Amerigo
Schievenin
(Amerigo,
presso
Poste
Italiane
per
lapertura
di
un
conto
corrente
dove
convogliare
tutti
i
contributi
che
associazioni
e
privapresente al secondo incontro sulla vicenda in programma marted 11 ottobre a Quero presso la sala consiliare).
ora,
difeso
pressodevolvere
la Corte dAppello
di Venezia
dallo
studio
legale Fabbian
di Castelfranco
Veneto,
studio(Amerigo,
che sar
ti cittadini
vorranno
per sostenere
le spese
legali
e processuali
del volontario
Amerigo
Schievenin
A
breve sar
reso noto
il numero
divicenda
conto corrente
sul quale
ognuno
di noi potr
versare
anche
un consiliare).
piccolo contributo. La
presente
al
secondo
incontro
sulla
in
programma
marted
11
ottobre
a
Quero
presso
la
sala
ora, difeso presso la Corte dAppello di Venezia dallo studio legale Fabbian di Castelfranco Veneto, studio che sar
Giunta del Comune di Quero Vas ha assicurato la partecipazione alliniziativa attraverso lelargizione di una parte
presente
al secondo
incontro
sulladivicenda
in programma
marted
11 ottobre
a Quero
presso
la sala
A
breve sar
reso noto
il numero
conto corrente
sul quale
ognuno
di noi potr
versare
anche
un consiliare).
piccolo contributo. La
dellindennit spettante a ciascun componente. Le Pro Loco di Quero e di Caorera hanno promesso il proprio sostegno
Giunta
del
Comune
di
Quero
Vas
ha
assicurato
la
partecipazione
alliniziativa
attraverso
lelargizione
di una parte
A
sareconomico
reso noto ilche
numero
di conto
corrente
quale ognunoprestando
di noi potr
versare anche
un piccolo
contributo.
La
siabreve
dal lato
dal punto
di vista
dellasul
collaborazione,
il materiale
che dovesse
essere
utile per
dellindennit
spettante
a
ciascun
componente.
Le
Pro
Loco
di
Quero
e
di
Caorera
hanno
promesso
il
proprio
sostegno
Giunta
del Comune
di Quero
Vas ha
assicurato
la partecipazione
alliniziativa
attraverso
una
parte
lorganizzazione
di momenti
ricreativi
destinati
alla raccolta
fondi. La Pro
Loco di Fener,
infine,lelargizione
ha messo adidisposizione
sia dal lato economico
che
dal punto
di vista della
collaborazione,
prestando
il materiale
dovesse
esseresostegno
utile per
dellindennit
spettante
a ciascun
componente.
Le Pro
di Quero
di Caorera
hanno che
promesso
il proprio
lintera area del
Parco del
Piave per
eventuali iniziative
diLoco
solidariet
neieconfronti
di Amerigo.
lorganizzazione
di
momenti
ricreativi
destinati
alla
raccolta
fondi.
La
Pro
Loco
di
Fener,
infine,
ha
messo
a
disposizione
sia dal lato economico che dal punto di vista della collaborazione, prestando il materiale che dovesse essere utile per
Intanto
i primi
contributi
sono
giper
arrivati
grazie agli amici
Amerigo nei
che,confronti
sabato 10
settembre, hanno organizzato presso
lintera
area
del
Parco
del
Piave
eventuali
di di
solidariet
Amerigo.
lorganizzazione
di momenti
ricreativi
destinatiiniziative
alla raccolta
fondi. La Pro
Loco didiFener,
infine, ha messo a disposizione
larea pic-nic di Schievenin un torneo di pallavolo, un pozzo di San Patrizio e uno spuntino a base di panini con porchetta,
lintera area
del
Parco del
Piave
eventuali
di di
solidariet
di Amerigo.
Intanto
i primi
contributi
sono
giper
arrivati
grazieiniziative
agli amici
Amerigo nei
che,confronti
sabato 10
settembre, hanno organizzato presso
il cui ricavato stato destinato a questa nobile causa (nelle foto, alcuni momenti delliniziativa).
larea
Schievenin
ungi
torneo
di pallavolo,
pozzo
di San Patrizio
e uno 10
spuntino
a base
di panini
con porchetta,
Intantopic-nic
i primidicontributi
sono
arrivati
grazie agliun
amici
di Amerigo
che, sabato
settembre,
hanno
organizzato
presso
illarea
cui ricavato

stato
destinato
a
questa
nobile
causa
(nelle
foto,
alcuni
momenti
delliniziativa).
pic-nic di Schievenin un torneo di pallavolo, un pozzo di San Patrizio e uno spuntino a base di panini con porchetta,
il cui ricavato stato destinato a questa nobile causa (nelle foto, alcuni momenti delliniziativa).

Amerigo Schievenin ci tiene fin dora a ringraziare tutte le associazioni e tutti gli amici che si sono resi disponibili a sostenere, con questi gesti di solidariet, il costo della causa che lo vede coinvolto. Nei prossimi numeri, oltre a fornire il numeAmerigo Schievenin ci tiene fin dora a ringraziare tutte le associazioni e tutti gli amici che si sono resi disponibili a sostero di conto corrente postale, aggiorneremo i lettori sullandamento di questa lunghissima vicenda giudiziaria. Siamo certi
nere, conSchievenin
questi gesticiditiene
solidariet,
della causa le
che
lo vede coinvolto.
Nei
prossimi
oltredisponibili
a fornire a
il numeAmerigo
finTornado
dorail acosto
ringraziare
associazioni
e tutti
gli
amici
sinumeri,
sono
resi
che anche molti dei lettori
del
faranno la tutte
loro parte.
Daltronde,
Amerigo
se che
lo merita,
essendosi
sempre sostedimoro
di
conto
corrente
postale,
aggiorneremo
i
lettori
sullandamento
di
questa
lunghissima
vicenda
giudiziaria.
Siamo
certi
nere,
questi gestidisponibile
di solidariet,
costo della
causa
che
lo vede
coinvolto.
Neizona.
prossimi numeri, oltre a fornire il numestrato con
estremamente
alle ilnecessit
delle
varie
realt
associative
della
che
anche
molti
dei
lettori
del
Tornado
faranno
la
loro
parte.
Daltronde,
Amerigo
se
lo
merita,
essendosi
sempre
dimoro di conto corrente postale, aggiorneremo i lettori sullandamento di questa lunghissima vicenda giudiziaria. Siamo certi
strato
estremamente
disponibile
alle necessit
varie
realtDaltronde,
associativeAmerigo
della zona.
che
anche
molti dei lettori
del Tornado
farannodelle
la loro
parte.
se lo merita, essendosi sempre dimostrato estremamente disponibile alle necessit delle varie realt associative della zona.

PERSONAGGI

Nuovi Talenti da Quero

Lomaggio a Venezia di Andrea Mondin

Quanto contano per un designer lamore per il proprio paese e la tradizione del
territorio in cui nato? Tanto, se questi valori diventano fonte di ispirazione per
creare una linea di calzature. A questo fascino non si sottrae Andrea Mondin che
nella sua collezione di esordio per lAI 16/17 rende omaggio alla sua regione
dorigine, il Veneto (figlio di Gisella Benato e Luigi Mondin N.d.R.), e in particolare
alla tradizione dellartigianato tessile di Venezia, prendendo la gorgiera come filo
conduttore dei suoi modelli. Questo elemento pieghettato, dettaglio del guardaroba maschile e femminile del XVI e XVII secolo, che le merlettaie veneziane hanno
elevato a vero e proprio virtuosismo da indossare, incornicia il piede nei vari modelli di calzature, dai sabot agli stivaletti. La gorgiera viene realizzata a mano da
unazienda toscana, mentre le calzature sono prodotte a Parabiago.
La passione di Andrea per gli accessori, oltre che dal territorio, alialimentata dagli studi negli Istituti di
moda e dalle esperienze di lavoro
presso Roberto Cavalli, Dolce&Gabbana e infine Versace, dove segue la linea di calzature uomo e donna Versus e Versace Jeans. Fino alla creazione del brand Andrea Mondin. unidea che
ho avuto fin da bambino spiega sono sempre stato affascinato dalla bellezza e
dagli equilibri estetici, cos ho scelto di costruire il mio percorso formativo procedendo in questa direzione. Poter realizzare la mia collezione unidea che si finalmente concretizzata anche grazie allesperienza maturata nel settore. Una
scelta coraggiosa, in un contesto economico complicato, ma che non sembra spaventarlo. Credo che in questo momento il mercato sia davvero saturo di idee
commenta I prodotti proposti sono spesso frutto di rielaborazioni di concetti gi
visti. Pensare, progettare e proporre qualcosa di nuovo e diverso in una situazione
cos difficile pu rivelarsi la mossa vincente. Sono proprio i periodi di crisi e di rottura che creano un terreno fertile per
le nuove idee.
tratto da: http://www.italiashoes.com/it/lomaggio-venezia-andrea-mondin/ (8/9/2016)

Come nasce una scarpa: la storia raccontata allAccademia del Lusso

Un affascinante viaggio dietro le quinte del fashion con Andrea Mondin:


il designer della Maison Versace ci racconta il processo creativo di un paio di scarpe - 13 febbraio 2015
LAccademia del Lusso di Milano ha ospitato la conferenza di Andrea Mondin, designer di scarpe e accessori per Versus, Versace e Versace Jeans. La prestigiosa scuola di moda, da cui escono le figure professionali pi ricercate e specializzate allinterno del panorama della moda, ha lobiettivo di formare i principali profili richiesti dal fashion al marketing, dal brand management al fashion design e alla comunicazione moda, mantenendo sempre un costante contatto
con il mondo delle imprese. Per garantire agli allievi una preparazione allavanguardia, listituto rinnova e aggiorna costantemente la propria offerta formativa ed in questottica che stato organizzato anche questo evento: attraverso un
approccio pratico e lesperienza raccontata dai protagonisti del settore diventa possibile offrire un percorso didattico pi
pratico, con un utile e prezioso valore aggiunto.

Andrea Mondin: un destino gi scritto

Un creativo giovane ma talentuoso che, grazie alle sue idee e alla capacit di trasformarle in realt, ha imparato a dar
forma ai sogni del mondo femminile, restituendo calzature che fanno breccia nel cuore di tutte: dai red carpet alla quotidianit. Del resto la sua carriera era probabilmente gi scritta: sin dallasilo ha raccontato Andrea, con uniniziale timidezza che si via via stemperata disegnavo bamboline con i tacchi ed ero un fan di due star che nel tempo si sono rivelate vere e proprie icone come Raffaella Carr e Amanda Lear. E cos, dai sogni di un bambino nato un
autentico talento, orgoglioso porta-bandiera del made in Italy in tutto il mondo.

Come nasce una collezione?

Si possono individuare dei veri e propri step ha raccontato Mondin davanti a un pubblico attento e curioso per raccontare lo sviluppo del processo produttivo che sta dietro alla creazione di una scarpa. Oggi il compito di un designer
di saper coniugare creativit e praticit per realizzare un prodotto di alta qualit:deve infatti soddisfare le esigenze di
una donna elegante, moderna, glamour ma anche colta e consapevole di s e della sua sensualit. Si parte cos da un
briefing in cui lo stilista condivide le proprie idee con il suo staff: verranno evidenziati i pezzi carry over (ovvero quelli
che rimangono in produzione dalle precedenti collezioni, magari con nuove caratterizzazioni) e da l inizia un momento
di ricerca, che si sviluppa in tutto il mondo. I designer a quel punto viaggiano in cerca di ispirazioni, frequentano fiere,
mostre, eventi, librerie in tutte le citt che possano offrire nuovi trend da cogliere. Qualsiasi cosa ci dice Andrea
pu far sorgere in noi lispirazione giusta. E fondamentale tenere gli occhi aperti anche su altri settori, come
lautomotive, la tecnologia, lo sport. Lidea giusta pu arrivare allimprovviso. Sono convinto che la creativit ci attraversa e bisogna solo lasciarla uscire per renderla produttiva. Una volta catturato un buon numero di idee e stimoli, si passa alla realizzazione degli schizzi che verranno poi approvati dal direttore creativo. A questo punto verr fatto produrre
un prototipo, a cui seguiranno i campionari da inviare agli show room in tutto il mondo insieme ai look book
dispirazione.

PERSONAGGI

Dalla teoria alla pratica: la produzione

Andrea ha raccontato tutti gli aspetti che fanno parte del processo produttivo. Per esempio, non tutti sanno che in Italia
ci sono molte fabbriche produttrici specializzate in scarpe ed accessori, suddivise per aree geografiche: Parabiago
famosa per creazioni legate ai grandi nomi della moda e se ne spesso sentito parlare, ma anche la Regione Marche
ha una grande produzione di calzature e pelletteria. Non da meno Napoli e la Regione Puglia, patria di ottime ballerine e sneakers. Abbiamo scoperto che realizzare lo stampo per un solo tacco costa davvero tanto (fino a 2.000 euro!) e
che ogni due numeri di scarpe necessario produrre un nuovo tacco: non ci avevamo mai pensato, ma la nascita di un
prototipo deve richiedere davvero molto tempo, con tutti gli aspetti che vanno considerati: tacco, suola, metalli, fodera,
pellame, packaging sono tutti elementi da curare nel minimo dettaglio prima che il prodotto finito arrivi tra le nostre mani.

Lessenza del designer

Al termine della conferenza sono state fatte numerose domande ad Andrea sui suoi inizi, sulla quotidianit del suo lavoro, sulla capacit di interpretare correttamente le esigenze di uno stilista. Sono davvero orgoglioso di essere italiano
e di poter far parte di un mondo della moda tutto nostro. Allestero non cos, da noi molti brand sono ancora gestiti
dalla famiglia fondatrice e questo fa s che si respiri unatmosfera diversa, di attaccamento, di sentimento che difficilmente si incontra altrove. Lavorare negli ambienti della famiglia Versace, quelli in cui Gianni prima e Donatella poi
hanno creato, mi ha fatto comprendere maggiormente la loro filosofia, la loro essenza, che con il mio lavoro cerco di interpretare al meglio. Alla domanda poi, su quale fosse la donna a cui vorrebbe dedicare un paio di scarpe, Andrea ha
risposto La donna a cui mi piace ispirarmi intellettuale e sexy, ama il lusso e si documenta su tutto, ama larte, ironica ed una donna consapevole. La scarpa pu essere un modo per sedurre ironico e mai banale se sfoggiato da
una donna cos. Non forse il tipo di donna a cui noi tutte vorremmo assomigliare?
di Chiara Rota
tratto da: http://www.unadonna.it/moda/come-nasce-una-scarpa-la-storia-raccontata-allaccademia-del-lusso/156783/

cronaca

Con gli Alpini di Vas

Sul Castellir
Domenica 11 settembre,
accompagnati dal capogruppo ANA
di Vas: Romeo Mazzalovo, un
gruppo di amici degli alpini ha
rinnovato la tradizionale salita alla
Croce sul monte Castellir che
sovrasta l'abitato di Vas.
Una riuscita camminata in una
giornata dal clima estivo.
Nella foto il gruppo posa per
listantanea a ricordo della
tradizionale passeggiata in
montagna.

attualit

10

cronaca

Cronaca di una gita di fine estate della classe 1946


di Carla Franzoia

Domenica 4 settembre u.s. i coscritti di Alano e Quero-Vas si sono dati appuntamento in Piazza Marconi a Quero per
una gita in pullman al Lago di Garda e alle Cascate del Varone per festeggiare i primi 70 anni. Lorganizzatore e capo

comitiva del tour stato anche questa volta linstancabile e bravo Enrico. Laffluenza piuttosto bassa, solo 28 i
partecipanti, non ha fermato la comitiva. E proprio il caso di dire: pochi, ma buoni. Dopo due ore di pullman siamo
arrivati alle Cascate del Varone, nel comune di Riva del Garda. Prima di entrare nella Grotta Inferiore abbiamo
indossato un impermeabile perch la massa dacqua del torrente Magnone che cade nella Grotta forma acqua
vaporizzata che si espande e bagna gli spettatori. Grazie alla calda giornata possiamo dire che ci ha fatto piacere
bagnarci e rinfrescarci un po. Lambiente circostante caldo-umido del Giardino Botanico il luogo ideale per la crescita
di fiori e piante che sono tutte segnalate. Nei gradoni circostanti la Cascata abbiamo ammirato e fotografato una flora
rigogliosa multicolore. Ibiscus, anturium, fiori di vetro, begonie e tantissimi altri fiori formano una cornice naturale alle
Cascate. Richiamati dal Capo Comitiva siamo
risaliti in pullman per raggiungere il ristorante a
Peschiera del Garda percorrendo la riva orientale
del Lago. La bella giornata e il caldo estivo hanno
richiamato molti turisti per cui il lago pullulava di
surfisti, barche a vela, nuotatori, gente sdraiata
sulla spiaggia a prendere il sole. Abbiamo dovuto
trattenere con forza un coscritto che voleva tuffarsi
nel lago promettendogli che poteva farlo solo
indossando un costume da bagno. Per fortuna il
tuffo stato rimandato ad altra occasione. Al
Ristorante di Peschiera del Garda ci hanno accolto
con un delicato antipasto a base di tartine, frittura di
pesciolini e gamberetti dacqua dolce e con un
vinello bianco fresco scelto dal sommelier. Il pranzo
ben servito ci ha intrattenuti a tavola fino al dolce
delle tre pomeridiane. Una cantatina finale ha
richiamato lattenzione di tutti i presenti in sala e
dopo un caloroso applauso siamo usciti per fare il
giro della citt.
Stavamo per disperderci quando il fischio di un
trenino che passava di l ci ha svegliati da un leggero torpore pomeridiano. Detto fatto, siamo saliti al volo (si fa per
dire) sul trenino e facendo il giro di Peschiera abbiamo visto il centro e distribuito saluti sempre corrisposti.
Durante il rientro ci siamo fermati a Marostica nella piazza preparata ad accogliere la famosa partita di Scacchi che si
svolge ogni due anni. Qui abbiamo brindato con dellottimo vino in onore dei coscritti presenti e assenti e ci siamo dati
appuntamento alla prossima festa.

rinnovo
abbonamenti

Controlla il numero di scadenza del tuo


abbonamento. Lo trovi sulletichetta.
Eviterai di perdere qualche numero della rivista.

11

cronaca

Tre giorni in Toscana con lAuser

Qual sublime spettacolo

(M.M.) Il titolo lo abbiamo preso in prestito da un cartello posto in Piazzale Michelangelo, prima tappa del viaggio di tre
giorni tra Firenze e Fiesole organizzato dal circolo Auser Al Caminetto di Alano di Piave e Quero Vas. Il cartello spiegava i lavori di restauro che si stanno compiendo in quel luogo, ma rende molto bene lidea della sensazione che si
prova alla vista della citt di Firenze e dei tesori darte che custodisce. Piazzale Michelangelo fa storcere il naso ai puristi dellarte per una sua presunta mancanza di equilibrio nella composizione dello spazio, ma resta il punto pi panoramico dal quale ammirare la citt di Firenze. Con un colpo docchio eccezionale sulla citt, la guida ha illustrato al
gruppo il suo passato e definito il programma delle giornate. Ospiti in un hotel a due passi dal Duomo, la visita a Firenze difficile da riassumere, tanti e tanto belli sono i luoghi che si sono offerti allo stupore della comitiva. San Miniato al
Monte, la cattedrale di Santa Maria del Fiore, la Galleria degli Uffizi, Ponte Vecchio, la casa di Dante Alighieri in un
crescendo di emozioni indescrivibili. Esaurienti oltre misura le guide che hanno accompagnato il gruppo, ma la quantit
di opere darte non si riesce a gustare in una visita breve e comprimere tanta bellezza in cos poco tempo rischia di
creare un corto circuito sensoriale. Lescursione dellultimo giorno a Fiesole servita proprio a rilassare mente e corpo,
con visita alle chiese locali e ai resti dello splendido anfiteatro romano. Al pomeriggio del terzo giorno una sorpresa ha
ravvivato la strada del ritorno, con una deviazione fuori programma alla Certosa di Firenze, per una visita guidata
allimportante centro religioso. Ancora una conferma positiva per le escursioni programmate dal circolo Auser, che, ricordano Renata Mazzocco, organizzatrice, e le sue collaboratrici, sono vissute allinsegna dello star bene assieme.
Foto di Giuseppe Miuzzi: il gruppo posa per la foto ricordo sotto la statua, copia in bronzo del David di Michelangelo.

Famiglia Ex Emigranti di Quero in festa


(S.C.) Domenica 2 ottobre annuale appuntamento per la Famiglia Ex Emigranti di Quero presieduta da Placido Andreazza. Il programma prevede la S. Messa nella chiesa parrocchiale alle 11.00 e, a seguire, corteo verso il Monumento allEmigrante per la deposizione di una corona dalloro. Trasferimento poi al ristorante Castel di Prada per il
pranzo (quota di partecipazione 25,00). Per le prenotazioni contattare Placido Andreazza (0439/787378) o Romina
Mazzocco (0439/787170).

12

cronaca

2 raduno in memoria di Olindo Manente


di Alessandro Bagatella

Domenica 31 luglio, a Carpen di Quero Vas, si tenuto il 2 raduno di auto e moto depoca, Memorial Olindo Manente,
organizzato dal Gruppo Amici di Carpen. Il programma prevedeva la colazione ed iscrizioni presso la sede
dellAssociazione Amici di Carpen, nella quale per tutti cerano panini, dolci, caff e bibite. Alle ore 10,30 circa, nonostante il tempo dispettoso, la carovana di numerosi partecipanti partita per compiere il giro programmato. Diversi tipi
di auto erano presenti e anche moto depoca, che hanno catturato lattenzione dei turisti e di quanti sono intervenuti.
Non mancata la presenza di Pinuccia, la moglie di Olindo, e dei figli Paolo e Marco, che hanno partecipato in onore
del padre al giro programmato, che si snodato in tutto il Basso Feltrino per poi portarsi sulla sinistra Piave, con tappa
da Paolo e Viviana Berra, alla Miniera, per un ricco rinfresco offerto a tutti. Da l la carovana ripartita verso Busche ed
altri paesi, fino a raggiungere nuovamente Carpen da cui era partita e dove, nella sede degli Amici di Carpen, era pron-

to un abbondante men ad aspettare i partecipanti. La presentatrice di turno ha ricordato (vedi interventi pi sotto) come nato il gruppo Amici di Carpen ed ha fatto un breve profilo di Olindo Manente e della famiglia, sempre generosi e
disponibili nei confronti degli Amici di Carpen e non solo, anche nei confronti del gruppo Amici del Tomatico e del
Grappa, attivo nella organizzazione della camminata in notturna alle Croci, poi cancellata per colpa di qualcuno dopo 9
anni di attivit, capace di attirare oltre duecento persone. Il gruppo Amici di Carpen e la famiglia Manente ringraziano
quanti hanno dato il loro contributo, manuale e finanziario, per la riuscita della manifestazione.
Associazione Amici di Carpen
Costituita nel 1991 per la promozione delle sfilate dei carri allegorici di Carnevale e per la festa di San Martino. Nei
primi anni lassociazione si ritrovava presso dei locali gentilmente concessi dalla signora Teresa. Temporaneamente
siamo stati ospiti presso la sede del gruppo Alpini Carpen nella canonica di Sanzan fino al 2008, quando, grazie al
contributo del Comune e dellinteressamento dellassociazione, si giunti alla costruzione della presente sede, che
negli anni successivi stata ampliata con la costruzione delledificio che abbiamo qui di fronte.
Olindo Manente
Olindo Manente, arrivato a Carpen nei primi anni novanta assieme alla moglie Pinuccia. Da subito manifest interesse
per lassociazione Amici di Carpen, da poco costituita. Si rese partecipe e collaborativo con la proposta
allassociazione di realizzare una nuova sede nelle vicinanze della propria abitazione, mettendosi a disposizione sia
operativamente sia cedendo gratuitamente una parte del terreno per migliorare laccesso alla nuova sede. Quale appassionato di auto e moto depoca diede avvio ad un raduno a Carpen, in collaborazione al Moto Club Martellago,
coinvolgendo lassociazione, che, entusiasta delliniziativa, la ripropose negli anni. Dopo la sua mancanza,
lassociazione ha inteso proseguire con liniziativa intrapresa da Olindo, confermando annualmente un raduno di auto e
moto depoca in sua memoria. Siamo arrivati alla seconda edizione di questo memorial e intendiamo proseguire negli
anni a venire, grazie anche al supporto della moglie Pinuccia, sempre disponibile a sostenere le iniziative intraprese
dallassociazione.
Il gruppo Amici di Carpen propone anche questanno i festeggiamenti del patrono San Martino.
Nelle prossime edizioni daremo il programma dettagliato.

13

cronaca

Chi semina, raccoglie...


di Alessandro Bagatella

Non sempre vero, ma questa volta merita davvero una citazione il


Gruppo Alpini Monte Cornella, capitanato dal capogruppo Vilmer
Schievenin, coadiuvato dal suo Vice Claudio Dal Pos. Assieme a
Giuseppe Miuzzi e Germano Mazzocco, hanno provveduto anche
quest'anno a ripulire il sentiero 844 che dal castagno del Balec di
Cilladon incrocia la strada silvo pastorale per riprendere il tratto dal
croset fino a Malga Paoda. Questi giovani ancora forti hanno
partecipato a questa attivit anche negli anni passati, quando,
assieme al sottoscritto, ci si trovava per mantenere puliti i sentieri,
biglietto da visita per gli escursionisti che transitavano nel nostro
Comune e nei confronti della sezione Cai di Feltre. Un sentito grazie
dal Vecio
responsabile dei
sentieri per
l'attivit di
volontariato con
la quale
continuate
l'azione iniziata
dal sottoscritto, a
differenza di
quanti invece
hanno cancellato
quello che con
sacrificio avevo
costruito a favore
della comunit.

La foto di copertina

(M.M.) Continua, grazie a Tristano Dal Canton, il nostro viaggio fra vedute aeree delle varie localit del nostro territorio.
Stavolta tocca a Marziai, frazione di Quero Vas, essere il soggetto della nostra copertina, in una inquadratura inusuale,
difficile da ripetere. Grazie, dunque, al nostro abbonato, che continua a pensare al popolo di lettori quando gli capita
loccasione di avere uno scatto da condividere.

14

cronaca

Il Premio Pelmo dOro 2016


per lalpinismo in attivit a Pierangelo Verri
Alpinista di primissimo ordine, uno degli ultimi rappresentanti del vero alpinismo di avventura.
L'attivit di Pier Verri varia dall'apertura con mezzi tradizionali di itinerari di elevata difficolt in
zone spesso remote come le Dolomiti Meridionali, alle free solo, alle solitarie invernali, alle
libere integrali. Il valore delle salite da lui effettuate resta da sempre soffocato dalla poca
notoriet delle pareti da lui scelte per le proprie realizzazioni: cime poco conosciute al grande
pubblico, ma proprio per questo ideali ad itinerari di una logica oramai introvabile in gran parte
delle Alpi.
PIERANGELO VERRI Edmonton (Canada) 1962 di Segusino.
Alpinista di primissimo ordine, uno degli ultimi rappresentanti del
vero alpinismo di avventura. L'attivit di Pier Verri varia dall'apertura con mezzi tradizionali di itinerari di elevata difficolt in
zone spesso remote come le Dolomiti Meridionali, alle free solo, alle solitarie invernali, alle libere
integrali. Il valore delle salite da lui effettuate resta da sempre soffocato dalla poca notoriet delle
pareti da lui scelte per le proprie realizzazioni: cime poco conosciute al grande pubblico, ma proprio
per questo ideali ad itinerari di una logica oramai introvabile in gran parte delle Alpi. Accademico
del CAI, uno dei pi forti e umili arrampicatori che le Dolomiti conoscano. Il suo Alpinismo fatto di
solitarie, invernali e linee non per tutti. Arrampica con i chiodi costruiti in casa. Nell'era delle falesie, dello spit e del trapano a batterie pare storia antica. Eppure qualcuno resiste. E va ancora a
caccia di vie da salire in stile classico, in un ambiente selvaggio, unico, forse un po' fuori moda.
Numerose le vie aperte soprattutto sulla zona pi meridionale delle Dolomiti, nelle Alpi Feltrine,
Monti del Sole, Moiazza, Tamer-S. Sabastiano, Bosconero. Eccone alcune:
ALPI FELTRINE: Sass de Mura: via del salto giallo 350 mt 7+/A2 - Sass de Mura: Boat - prima solitaria (350mt 6/A3)
Punta del re: Verri- calabretto 200 mt 7 - Pizzocco: Prima solitaria "via degli svizzeri" 650 mt 6+/a2
su roccia marcia
MONTI DEL SOLE: Torre del Mont Alt: diretta 300 mt 7 - Mont Alt: via della fessura 350 mt 7 - Cima nord dei Feruch: "Milena
gallina" 400 mt 7/A0 - Pizzon: "via dell'incognita" 830 mt 7
TAMER SAN SEBASTIANO: Sasso di Calda: "Giampi e Pier" 380 mt 8
CIVETTA-MOIAZZA: Pala del Belia: "Traversi dell'Ansia" 400 mt 8- - Scalet delle Masenade: Calabretto -Verri 350 mt 7- Torre
Trieste: Piussi Radaelli - prima solitaria - Busazza: Casarotto - prima invernale
BOSCONERO: Rocchetta Alta: KCF - prima solitaria invernale - Rocchetta Alta: Martini-Leoni -Tranquillini - prima solitaria - prima
libera (8+)
Con Luciano Piccolotto autore della guida Schievenin una valle da arrampicare: elenco completo delle vie esistenti (DBS Zanetti 2008). Altro volume
pubblicato Passione verticale. Settanta arrampicate scelte in Dolomiti (DBS
Zanetti 2013) dedicato alle ascese meno note, su tracciati insoliti e selvaggi, dove
la sfida alla conquista delle cime va di pari passo con il brivido di essere tra i pochi
ad averla compiuta. Oltre a Pierangelo Verri gli altri autori sono quattro appassionati scalatori delle vette Dolomitiche: Pierangelo Verri, Liana Chiodero, Lucio
Faccin e Aldo De Zordi. Con quest'ultimo ha aperto una nuova via sul pilastro
ovest della Torre Sprit (metri 2564), parte del gruppo delle Pale di San Martino, e
dedicata a Renato Coppe, compagno di tante scalate. Altro omaggio caro agli
amici del Pelmo: una dedica all'amico Matteo Fiori con la via aperta il 9 luglio 2011
sullo Spigolo Nord alla Cima Piazza del Diavolo.
Note tratte dal programma della manifestazione, promossa dai Comuni di Santo
Stefano di Cadore e San Pietro di Cadore, tenutasi il 30 luglio 2016 a S. Stefano
di Cadore. Con lui sono stati premiati: Giorgio Redaelli sezione Carriera alpinistica - Marco Albino Ferrari sezione Cultura alpina - Maurilio De Zolt premio
speciale Pelmo dOro 2016.
Segnalazione di Luana Schievenin

Grigliata dei Marziani 2016

di Alex De Boni

Anche questanno con larrivo della bella stagione gli abitanti


di Marziai hanno organizzato la cosidetta grigliata dei
marziani presso il Parco Oasi le Cressi che da anni
gestiscono nel tempo libero nellambito dellassociazione Pojat
de Marziai.
Sei i barbecue accesi per cuocere la carne per ben 180
persone.
Aiutati da una bella giornata di sole levento stato
caratterizzato dai tanti bambini presenti che si sono sbizzarriti
in giochi dacqua allietando la giornata dei numerosi presenti.
(in foto: il parroco di Lentiai don Luca con i bambini in un
momento di allegria).

15

rassegna stampa

Corsa
Corsa in
in montagna,
montagna, lalanese
lalanese Eddj
Eddj Nani
Nani
terzo
Under
23
terzo ai
ai Mondiali
Mondiali
Under
23
ALANO DI PIAVE. Alano di Piave in festa per limpresa sportiva di

ALANO DI PIAVE. Alano di Piave in festa per limpresa sportiva di


ALANO
DI terzo
PIAVE.
AlanoaidiMondiali
Piave inUnder
festa 23
perdi limpresa
di
Eddj Nani,
assoluto
Skyrunnersportiva
in AbruzEddj
terzo
ai Mondiali
23 diper
Skyrunner
in Abruzzo suiNani,
pendii
del assoluto
Gran Sasso.
Latleta,Under
tesserato
il team veneziano
zo
sui pendii
GranhaSasso.
Latleta,
tesserato
per il team
dellAsd
San del
Rocco,
concluso
la propria
performance
in veneziano
due ore e
dellAsd
San
Rocco,
ha
concluso
la
propria
performance
due ore
e
44 minuti, tempo utile per salire sul gradino pi basso delinpodio
con44
minuti,
tempo
utile
per
salire
sul
gradino
pi
basso
del
podio
conquistando il terzo posto su un tracciato di 22 chilometri che presentava
quistando
il terzo
posto di
su2250
un tracciato
di 22
chilometri
che presentava
un dislivello
altimetrico
metri con
partenza
ed arrivo
fissate in
un
dislivello
altimetrico
metri con
partenza
ed arrivo
fissate
in
localit
Fonte
Cerreto. di
Nel2250
weekend
abruzzese
Nani
ha preso
parte
localit
Fonte
Cerreto.
Nel
weekend
abruzzese
Nani
ha
preso
parte
anche alla gara di Vertical, prologo della manifestazione iridata in caanche
gara discorso,
Vertical,
della manifestazione
in ca-Il
lendarioalla
venerd
in prologo
cui ha conquistato
il 5 postoiridata
assoluto.
lendario
venerd scorso,
in ilcui
ha conquistato
il 5 posto
assoluto.
Vertical, sviluppatosi
lungo
sentiero
dei Tre Valloni,
sempre
sul GranIl
Vertical,
sviluppatosiun
lungo
il sentiero
dei TrediValloni,
sempre
sul Gran
Sasso, presentava
dislivello
altimetrico
mille metri
racchiuso
in
Sasso,
une dislivello
di mille metri
racchiuso
in
appena presentava
tre chilometri
mezzo dialtimetrico
percorso. Soddisfatto
latleta
belluneappena
tre
chilometri
e
mezzo
di
percorso.
Soddisfatto
latleta
bellunese, ancora di pi la comunit di Alano come testimoniano le parole del
se, ancora di pi la comunit di Alano come testimoniano le parole del
vicesindaco con delega allo sport Angelo Zancaner. Si tratta di un risultato sportivo che d
vicesindaco
con
delega
allo
sport
Angelo
Zancaner.
Si tratta
di da
un qualche
risultatotempo
sportivo
che d
prestigio a tutto il paese. Me lo aspettavo visto che conosco
Eddj
avendone
prestigio
a tutto
il paese.
lo aspettavo
Eddj da qualche
tempo
avendone
apprezzato
limpegno
e laMe
passione
che ci visto
metteche
nei conosco
suoi allenamenti.
Zancaner,
annunciando
apprezzato
limpegno
e la passione
che
metteNani
nei suoi
una premiazione
speciale
in Comune
perci Eddj
(che allenamenti.
in realt si Zancaner,
poi tenuta annunciando
in occasione
una
Comune
per Eddj
Nani (cheun
in simpatico
realt si particolare
poi tenutaallesperienza
in occasione
dellapremiazione
Festa di Sanspeciale
Lorenzo,in ndr),
conclude
aggiungendo
della
Festa
San Lorenzo,
ndr), conclude
un simpatico
particolare
allesperienza
sportiva
del di
concittadino:
Qualche
tempo faaggiungendo
ero in montagna
sul versante
di Solarolo
e da l visportiva
del
concittadino:
Qualche
tempo
fa
ero
in
montagna
sul
versante
di
Solarolo
e daalprividi sul versante opposto un uomo che scendeva di corsa lungo un pendio cos veloce che
di
versante
opposto
un uomoEra
cheEddj
scendeva
corsa
lungo un In
pendio
cos veloce
cheche
a primasul
vista
sembrava
un capriolo.
che si di
stava
allenando.
quel momento
capii
la
ma
sembrava
un capriolo.
Eddj che si stava allenando. In quel momento capii che la
sua vista
passione
lo avrebbe
portato Era
lontano.
sua passione lo avrebbe portato lontano.
da Il Corriere delle Alpi del 3 agosto 2016
da Il Corriere delle Alpi del 3 agosto 2016

Furto sventato in unabitazione di via della Vittoria. Lanziana, 86enne, aveva fatto entrare la coppia
Furtoche
sventato
in unabitazione
via della
Vittoria. Lanziana,
86enne,
entrare
la coppia
chiedeva
cibo, ma i duedihanno
approfittato
avventandosi
su diaveva
lei perfatto
rubarle
i monili.
che chiedeva cibo, ma i due hanno approfittato avventandosi su di lei per rubarle i monili.

Fener,
la
nonnina
sprint
mette
in
fuga
ii ladri
Fener,
la
nonnina
sprint
mette
in
fuga
ladri
ALANO DI PIAVE. Erano riusciti a entrare impietosendo lanziana: hanno tentato un furto ma la nonnina, 86 anni e tanta for-

ALANO DI PIAVE. Erano riusciti a entrare impietosendo lanziana: hanno tentato un furto ma la nonnina, 86 anni e tanta forALANO
DI PIAVE.
Erano riusciti
impietosendo
lanziana:
un furto
ma la
nonnina, 86
anni ealle
tanta
za,
riuscita
a metterli
in fugaa eentrare
ha chiamato
i carabinieri.
Il hanno
fatto tentato
avvenuto
sabato
pomeriggio
intorno
16forin
za,
riuscita dia via
metterli
in fugaade Alano
ha chiamato
carabinieri.
Il fatto
qualcosa?.
avvenuto sabato
pomeriggio
intorno alle
in
unabitazione
della Vittoria
di Piave.i Siamo
affamati,
ci d
Questa
la scusa utilizzata
dalla16
copunabitazione
di via della
Vittoria
ad Alano
di suonato
Piave. Siamo
affamati,
ci d
qualcosa?.
Questa
la scusa
utilizzata
dalla
coppia, uomo e donna,
lei forse
dellest,
che ha
in via della
Vittoria
sabato
pomeriggio.
La donna
che
abita sola,
classe
pia,
uomo
lei forse
che la
hagentilezza
suonato indivia
della
Vittoria
sabato
pomeriggio.
donna
chee abita
sola,inserite,
classe
1930,
non eci donna,
ha pensato
duedellest,
volte e con
altri
tempi,
quando
si viveva
con le La
porte
aperte
le chiavi
1930,
non
ci
ha
pensato
due
volte
e
con
la
gentilezza
di
altri
tempi,
quando
si
viveva
con
le
porte
aperte
e
le
chiavi
inserite,
ha aperto e fatto accomodare i suoi ospiti. Dopo quattro chiacchiere la donna le ha preso le mani e ha tentato di sfilare gli
ha
aperto
fatto
accomodare
i suoi
ospiti.
Dopo quattro
chiacchiere la donna
le haNel
preso
le maniha
e ha
tentatoladifiglia,
sfilarealtri
gli
anelli
e glieori
allanziana
che ha
capito,
mettendoli
cos coraggiosamente
in fuga.
frattempo
chiamato
anelli
ori allanziana
ha Sul
capito,
mettendoli
cos coraggiosamente
in fuga.
Nel frattempo
hache
chiamato
la figlia,
altri
parentie eglii vicini
chiedendoche
aiuto.
posto
si sono precipitati
i carabinieri della
Compagnia
di Feltre
ha avviato
le ricerparenti
e icoppia
vicini chiedendo
aiuto. Sul
posto
si sonomettere
precipitati
i carabinieri
della
Compagnia
di Feltre
che della
di ladri-truffatori.
Forse
volevano
in atto
la famosa
truffa
dellabbraccio
cheche
conhaunavviato
gesto le
di riceraffetche
della
coppia
di
ladri-truffatori.
Forse
volevano
mettere
in
atto
la
famosa
truffa
dellabbraccio
che
con
un
gesto
affetto, un abbraccio appunto o una stretta di mano, strappano collane o anelli ai malcapitati anziani. O forse volevano di
semplito,
un
abbraccio
appunto
o
una
stretta
di
mano,
strappano
collane
o
anelli
ai
malcapitati
anziani.
O
forse
volevano
semplicemente rubare loro o chiss cosa altro, grazie a quella tecnica di distrarre la vittima lasciando campo libero al compare.
cemente
rubare loro
cosa
altro,
grazie a quella
tecnica
di distrarre
vittima lasciando
al compare.
Fortunatamente
non o chiss
successo
nulla
- commenta
il sindaco
di Alano
AmalialaSerenella
Bogana -campo
certo libero
che sono
sempre
Fortunatamente
nonaessere
successo
nulla
- commenta
sindaco di AlanoEpisodi
Amalia che
Serenella
Bogana
- certo
che sono solo
sempre
i pi deboli e indifesi
presi
di mira
in questail microcriminalit.
in realt
sono di
microcriminalit
per
ichi
pili deboli
e
indifesi
a
essere
presi
di
mira
in
questa
microcriminalit.
Episodi
che
in
realt
sono
di
microcriminalit
solo
per
compie, non per chi li subisce.
chi li compie, non per chi li subisce.
da Il Gazzettino del 12 settembre 2016
da Il Gazzettino del 12 settembre 2016

Andrea Mondin (Rivivi la Valle): Per i residenti e per i turisti la rete va ripristinata subito
Andrea Mondin (Rivivi la Valle): Per i residenti e per i turisti la rete va ripristinata subito

Telefoni
muti,
da
Schievenin
lettera
a
Zaia
Telefoni
muti,
da
Schievenin
lettera
a
Zaia
QUERO VAS. Dismissione dellantenna Tm nella valle ai Schievenin: il presidente dellassociazione Rivivi la Valle di

QUERO VAS. Dismissione dellantenna Tm nella valle ai Schievenin: il presidente dellassociazione Rivivi la Valle di
QUERO
VAS.
Dismissione
dellantenna
Tmdella
nellaRegione
valle aiVeneto
Schievenin:
il presidente
dellassociazione
di
Schievenin
scrive
direttamente
al presidente
Luca Zaia.
Una raccomandata
in cui siRivivi
chiedelail Valle
ripristino
Schievenin
direttamente
Regione
Luca
Zaia. Una
raccomandata
in cui
si chiede ilLa
ripristino
dellantennascrive
Tim, ma
soprattuttoalsipresidente
illustrano della
i problemi
cheVeneto
larea ha
riscontrato
a seguito
di questa
dismissione.
situadellantenna
ma soprattutto
si illustrano
i problemi
che larea ha Andrea
riscontrato
a seguito
di questaindismissione.
situazione in valleTim,
inaccettabile
- scrive
il presidente
dellassociazione
Mondin
- soprattutto
Val di PradaLa
dove
c
zione
in
valle

inaccettabile
scrive
il
presidente
dellassociazione
Andrea
Mondin
soprattutto
in
Val
di
Prada
dove
unattivit di ristorazione da ben 40 anni, che ormai da settimane non pu pi godere di un accesso ad internet e alla retec
di
unattivit
di ristorazione
dadoggi,
ben 40una
anni,
che ormai
da settimane
pu pi godere
un accesso
ad internet
e alla
rete gli
di
telefonia mobile.
Al giorno
veloce
connessione
risulta non
indispensabile
anchediper
comunicazioni
sanitarie
o con
telefonia
mobile.
Al giorno
doggi,
una veloce
connessione
indispensabile
per comunicazioni
sanitarie
o con
gli
enti pubblici.
La zona
molto
frequentata
anche
da turisti erisulta
sportivi
e purtroppo, anche
come successo
il 18 agosto
scorso,
a cauenti
pubblici.
La zonadicopertura,
molto frequentata
anche
da turisti
sportivi e purtroppo,
come
successo
18 agosto
a causa della
mancanza
si reso
complicato
une intervento
del soccorso
alpino.
Per iltutti
questi scorso,
motivi, quindi,
sa della mancanza di copertura, si reso complicato un intervento del soccorso alpino. Per tutti questi motivi, quindi,
lassociazione ritiene indispensabile che venga ripristinata e migliorata la rete per la copertura dellintera vallata. Riteniamo
Riteniamo
lassociazione
ritiene
indispensabile
cheessere
venga servita
ripristinata
e migliorata la
retetecnologia
per la copertura
vallata.ingenti
- prosegue Mondin
- che
la zona dovr
adeguatamente
dalla
al fine dellintera
di non vanificare
som-me
prosegue
che la zona
essere
servita adeguatamente
dalla tecnologia
al fine per
di non
vanificareledificio
ingenti somdi fondi Mondin
pubblici -(600mila
eurodovr
di fondi
ex Brancher)
che verranno impiegati
a Schievenin
ristrutturare
delle
me
di fondiper
pubblici
(600milaMondin
euro dichiude
fondi ex
Brancher)
che verranno
impiegati
a Schieveninche
per vengano
ristrutturare
ledificio
delle
ex scuole
fini turistici.
con
una proposta:
Chiediamo,
eventualmente,
utilizzati
parte
di
ex
scuole
per
fini
turistici.
Mondin
chiude
con
una
proposta:
Chiediamo,
eventualmente,
che
vengano
utilizzati
parte
di
questi fondi ex Brancher per lo sviluppo della fibra ottica a servizio della valle.
questi fondi ex Brancher per lo sviluppo della fibra ottica a servizio della valle.
da Il Gazzettino del 14 settembre 2016
da Il Gazzettino del 14 settembre 2016

16

cronaca

Tre compleanni
in casa Masocco
di Alessandro Bagatella

In casa di Sergio Masocco, a Sanzan, nostro affezionato abbonato, si


fatta grande festa con famigliari ed amici, con appendice anche in una nota
trattoria del Feltrino, per i compleanni di Graziella Moret (70 anni), della
figlia Cristina (50 anni) e della nipote (12 anni).
In totale 132 anni da festeggiare!
Un augurio anche da tutta la famiglia de Il Tornado di tanta felicit e di
tanti compleanni insieme.

rassegna stampa
Pare aprirsi qualche spiraglio per il salvataggio della fonderia e dei suoi 130 dipendenti.
Il sindaco Bogana: incontri in Regione e al Ministero per dare un futuro allazienda.

Acquirenti in pista per la Ferroli?

ALANO DI PIAVE. Qualche interessamento sembra esserci per la Ferroli di Alano di Piave, che si appresta la prossima
settimana a vivere una nuova tappa importante che permetter ai lavoratori di capire quale sar il loro destino. Lunedi, nella
sede di Veneto Sviluppo a Venezia, ci sar un incontro tra sindacati, istituzioni e propriet. Lobiettivo quello di capire
qual la situazione, anche se la possiamo gi intuire, commenta il sindaco di Alano di Piave Serenella Bogana. La
situazione alla Ima Ferroli davvero difficile: 130 persone a casa perch lazienda punta a dismettere lo stabilimento feltrino
e vendere il ramo dazienda. Ma sul tavolo del gruppo Ferroli qualche manifestazione dinteresse sembra esserci stata.
Pare ci sia qualcosa nellaria, ma nulla di ufficiale, conclude la Bogana. Per avere qualcosa di pi in mano bisogner
quindi attendere luned alle 13 quando ci sar lincontro in Regione Veneto. Il giorno successivo invece, alle 15, le parti si
ritroveranno al Ministero dello sviluppo economico, dove la propriet presenter il piano industriale. Piano che, a met luglio
scorso, la direzione aziendale aveva gi illustrato ai sindacati e in cui si parlava proprio della cessione o vendita di alcune
attivit, fra cui quella della fonderia di Alano. Un percorso che, salvo miracoli dellultimora, difficilmente dar buone nuove
per lo stabilimento del Basso Feltrino. La Ima Ferroli una delle diverse aziende in crisi del Basso Feltrino. In difficolt
anche la Ideal e la ex Form (oggi gruppo Albertini) del vicino Comune di Quero Vas. Per la Ideal le cose non sono
drammatiche, perch il gruppo di creditori ha dato lok al concordato. Il rischio di mandare allasta lazienda e i relativi 110
posti di lavoro quindi stato superato, anche se lattenzione resta comunque alta. Gi pi difficili invece le cose alla ex
Form: nello stabilimento lavorano circa 120 persone ma, nellottica della propriet, dovrebbero restarne 90.
da Il Gazzettino del 15 settembre 2016

Lingua blu, il fenomeno sotto controllo


ALANO DI PIAVE. Nuovo tavolo tecnico allUsl 2 di Feltre per aggiornare sulla situazione della lingua blu che ha colpito
alcuni capi di un allevamento di Alano di Piave. In queste settimane stata fatta una serie di controlli in allevamenti del
Feltrino dove si sono registrati casi sospetti ma si attendono ancora le analisi. Luned stato convocato il tavolo tecnico in
relazione alla blue tongue (lingua blu), composto dalle Usl di Feltre e Belluno e dai rappresentanti di tutte le categorie e
associazioni del comparto zootecnico della provincia, per un aggiornamento sullevoluzione della diffusione della patologia e
le misure da attuare, come la campagna vaccinale che partir a breve (vaccini gi acquistati). Aggiornamento fatto dal
responsabile del Servizio veterinario, Pierangelo Sponga. inoltre stata data una serie di indicazioni per la gestione
quotidiana degli animali che saranno diffuse nei prossimi giorni a tutti gli allevatori. Il fenomeno governato, ha concluso
il commissario Usl 1, Adriano Rasi Caldogno. Le Usl provinciali garantiscono piena attenzione alla questione oltre al
supporto agli allevatori della nostra provincia che si sono dimostrati collaborativi, nellinteresse di garantire la salute di
ovicaprini e bovini della zona
da Il Gazzettino del 15 settembre 2016

I capi colpiti sono 120, il focolaio iniziale era ad Alano


FELTRE. Nel territorio feltrino sono 120 i capi di ovini affetti dalla lingua blu, scoperti in 15 allevamenti diversi. Questi
allevamenti sono dislocati nei Comuni di Alano, Fonzaso, Sovramonte, Lamon, Seren del Grappa, Feltre, Lentiai. Il vaccino
arrivato in tempi brevi - sottolinea lazienda ospedaliera di Feltre - e il servizio veterinario sta procedendo alla vaccinazione
degli animali pi sensibili ovvero gli ovicaprini. Il servizio veterinario dellUsl 2, inoltre, sta effettuando prelievi a campione
anche tra i bovini per monitorare leventuale presenza del virus. La movimentazione degli animali sensibili consentita
solo nelle province di Belluno e Treviso, come previsto dai protocolli, ricorda infine lUsl 2. I primi casi di questo fenomeno
sono stati registrati in un allevamento di Alano di Piave; da l sono partite analisi a tappeto che hanno fatto venire alla luce
questi 120 casi nellarea del Feltrino. Numero che sembra essere destinato ad aumentare.
da Il Gazzettino del 16 settembre 2016

17

rassegna stampa

L'incidente lungo la linea Montebelluna-Feltre. Autisti miracolati.


Circolazione ferroviaria paralizzata, disagi sulla Feltrina.

L'incidente
lungo laalinea
Montebelluna-Feltre.
Autisti bloccati
miracolati.
Camion sulle
rotaie
Quero
Vas, treni
per ore
Circolazione ferroviaria paralizzata, disagi sulla Feltrina.
QUERO VAS. Un camion finito sul binari lungo la linea ferroviaria Montebelluna-Feltre. L'incidente successo
Camion
sulle
adella
Quero
treni
ore
poco
prima delle 16
(trecentorotaie
metri a valle
stazione diVas,
Quero Vas,
ndr). Ilbloccati
mezzo pesanteper
viaggiava
sulla

Feltrina quando per cause in corso di accertamento finito sui binari. Miracolati i due occupanti del camion che
QUERO VAS. Un camion finito sul binari lungo la linea ferroviaria Montebelluna-Feltre. L'incidente successo
sono usciti illesi dallincidente. Sul posto i Vigili del Fuoco (compresi quelli volontari del Basso Feltrino, arrivati
poco prima delle 16 (trecento metri a valle della stazione di Quero Vas, ndr). Il mezzo pesante viaggiava sulla
con 14 uomini e 4 mezzi tra cui due autogru da Belluno e Treviso per riportare in strada il camion che trasportaFeltrina quando per cause in corso di accertamento finito sui binari. Miracolati i due occupanti del camion che
va tessuti, ndr), il Suem, i carabinieri di Quero, la Polfer. Paralizzata la circolazione ferroviaria sulla linea Montesono usciti illesi dallincidente. Sul posto i Vigili del Fuoco (compresi quelli volontari del Basso Feltrino, arrivati
belluna-Feltre, disagi anche sulla Feltrina per la presenza dei mezzi di soccorso allopera. L'intervento di recupecon 14 uomini e 4 mezzi tra cui due autogru da Belluno e Treviso per riportare in strada il camion che trasportaro del camion durer per tutta la serata ( terminato a notte inoltrata, ndr). A giugno dello scorso anno si era
va tessuti, ndr), il Suem, i carabinieri di Quero, la Polfer. Paralizzata la circolazione ferroviaria sulla linea Monteverificato un incidente del tutto analogo, con un camion cappottato sulla linea ferroviaria.
belluna-Feltre, disagi anche sulla Feltrina per la presenza dei mezzi di soccorso allopera. L'intervento di recupero del camion durer per tutta la serata ( terminato a notte inoltrata, ndr). A giugno dello scorso anno si era
verificato un incidente del tutto analogo, con un camion cappottato sulla linea ferroviaria.

da Il Corriere delle Alpi del 16 settembre 2016

A causa di una svista in fase di stampa, le ultime righe del ricordo di Elvira Mondin,
apparso
suldel
numero
scorso,
da Il Corriere
delle Alpi
16 settembre
2016
sono state tagliate. Lo riproponiamo integralmente, scusandoci con lautore e i lettori.LETTERE AL TORNADO
A causa di una svista in fase di stampa, le ultime righe del ricordo di Elvira Mondin, apparso sul numero scorso,
sono state tagliate. Lo riproponiamo integralmente, scusandoci con lautore e i lettori.

Un pensiero per Elvira Mondin


di Angelo Ceccotto
Un pensiero per Elvira Mondin

In seguito a lunghe complicazioni di salute, ci ha lasciato allet di 95 anni Elvira Mondin,


di Angelo Ceccotto
figura schiva, socievole e altruista, temprata dal duro periodo dinternamento nel campo
di concentramento di Ravensbruk. Per tale sofferenza le fu concessa la Medaglia
In seguito a lunghe complicazioni di salute, ci ha lasciato allet di 95 anni Elvira Mondin,
dOnore degli internati nel Giorno della Memoria il 27 gennaio 2012 in Prefettura a Belfigura schiva, socievole e altruista, temprata dal duro periodo dinternamento nel campo
luno. Fu provata da una vita non sempre facile durante e dopo la guerra, seguendo la
di concentramento di Ravensbruk. Per tale sofferenza le fu concessa la Medaglia
complessa e faticosa vita famigliare contadina. La sua longevit non dovuta solo dalla
dOnore degli internati nel Giorno della Memoria il 27 gennaio 2012 in Prefettura a Belmaestosa bont del buon Dio ma anche dallencomiabile assistenza, dalla paziente dediluno. Fu provata da una vita non sempre facile durante e dopo la guerra, seguendo la
zione e dallammirevole professionalit del
complessa e faticosa vita famigliare contadina. La sua longevit non dovuta solo dalla
Dottor Augusto Longo dedito a seguirla negli
maestosa bont del buon Dio ma anche dallencomiabile assistenza, dalla paziente dedianni amorevolmente definendola una donna
zione e dallammirevole professionalit del
speciale e sorprendente: a Lui i pi sentiti
Dottor Augusto Longo dedito a seguirla negli
ringraziamenti e la riconoscenza dei figli.
anni amorevolmente definendola una donna
Come pure vanno ringraziati indistintamente
speciale e sorprendente: a Lui i pi sentiti
tutti i dipendenti delle Casa Soggiorno di
ringraziamenti e la riconoscenza dei figli.
Lentiai che lhanno amorevolmente curata, seguita e coccolata nella sofCome pure vanno ringraziati indistintamente
ferenza fino al suo travagliato trapasso. Ci dovuto esprimere un benetutti i dipendenti delle Casa Soggiorno di
volo sentimento di riconoscenza verso Elvira Mondin, dato che Lei ci ha
Lentiai che lhanno amorevolmente curata, seguita e coccolata nella soflasciato in eredit un toccante insegnamento, quello di aver avuto il preferenza fino al suo travagliato trapasso. Ci dovuto esprimere un benegio umano del dare incondizionatamente, di un disinteressato altruismo
volo sentimento di riconoscenza verso Elvira Mondin, dato che Lei ci ha
spendendo una parola di conforto al bisogno altrui. Donna di elevata dilasciato in eredit un toccante insegnamento, quello di aver avuto il pregnit, rispettosa, di grande umilt e sopportazione, non meno sorretta da
gio umano del dare incondizionatamente, di un disinteressato altruismo
un profondo credo che lha accompagnata fino alla fine dei suoi giorni.
spendendo una parola di conforto al bisogno altrui. Donna di elevata diNon meno si contraddistinta con i suoi detti: Sia fatta la volont del Signore, Non si mettono le mani davanti a
gnit, rispettosa, di grande umilt e sopportazione, non meno sorretta da
Dio, La miglior vendetta il perdono. Come pure alla domanda del Dottore, Elvira, quanto hanno lavorato queste
un profondo credo che lha accompagnata fino alla fine dei suoi giorni.
mani, lei rispose Per il lavoro niente, ma quante lacrime hanno asciugato. Risposte di grande saggezza e umanit
Non meno si contraddistinta con i suoi detti: Sia fatta la volont del Signore, Non si mettono le mani davanti a
che portano con s inumani segreti di un campo di concentramento i quali hanno segnato profondamente la sua vita. I
Dio, La miglior vendetta il perdono. Come pure alla domanda del Dottore, Elvira, quanto hanno lavorato queste
figli e la famiglia, orgogliosi e riconoscenti di tanta affabilit, ringraziano di tanto dono avuto dallesemplare MAMMA e
mani, lei rispose Per il lavoro niente, ma quante lacrime hanno asciugato. Risposte di grande saggezza e umanit
NONNA.
che portano con s inumani segreti di un campo di concentramento i quali hanno segnato profondamente la sua vita. I
figli e la famiglia, orgogliosi e riconoscenti di tanta affabilit, ringraziano di tanto dono avuto dallesemplare MAMMA e
NONNA.

18

cronaca

Gli 80 anni di
Giuseppina Miotto
Lo scorso 21 giugno ha compiuto 80 anni
Giuseppina Miotto, originaria di Segusino ma
da decenni fenerese dadozione dopo le nozze
con lindimenticabile Cesare Rizzotto (scomparso giusto 10 anni fa, l8 ottobre 2006). Nella
foto, la vediamo attorniata dagli amati nipoti
Fabio (dietro), Elisa e Giorgia (in mezzo) e
Giulia e Sara (davanti). A Josephine - come
la chiamava solitamente lalpinuccio Cesare laugurio di cento di questi giorni, oltre che
dai familiari (che ci hanno fatto avere la foto),
anche dalla Redazione di questo giornale, di
cui unaffezionata lettrice.

Accadde nel 1996

come eravamo

a cura di Sandro Curto


TESTIMONIANZE ED IMMAGINI DELLA GRANDE GUERRA E il titolo del libro di Alberto Coppe e Marco Rech che
viene presentato ufficialmente a Vas il 30 agosto 1996 e nel quale, fra foto e testimonianze, si ripercorrono le vicissitudini
della guerra nella nostra zona e i patimenti sofferti dalla popolazione.
PIAVE TEGORZO: AL VIA LA STAGIONE 96/97 Con presidente Nilo Scopel e allenatore Mauro Dal Canton, la Piave
Tegorzo si appresta ad affrontare la stagione calcistica 1996/1997 nel campionato provinciale di Terza categoria del
Comitato di Treviso.
NUOVO PARROCO AD ALANO Domenica 8 settembre 1996 arriva ad Alano il nuovo parroco don Alessandro Dal Sasso
di 63 anni, originario di Asiago e proveniente da Taggi di Sotto in provincia di Padova. Ad accoglierlo in municipio
lamministrazione comunale guidata dal vicesindaco Luigi Codemo.
AL VIA LISTITUTO COMPRENSIVO Con linizio del nuovo anno scolastico 1996/1997 parte ufficialmente lIstituto
Comprensivo del Basso Feltrino che raggruppa scuole elementari e medie di Alano e Quero e scuola materna di Vas.
DECESSI Nellestate del 1996 muoiono Luigino De Paoli di Campo a soli quarantanni, Primo Trivellotto Cent per mezzo
secolo macellaio di Alano e, precipitando col suo biplano, Dino Gerlin di Feltre, fratello dei titolari dellAlbergo Tegorzo.

Pasquali depoca

ASTERISCO

di Alessandro Bagatella

Presentiamo ai lettori questo


prototipo: motocoltivatore
Pasquali, 21 Hp, originale anni
50/60, perfettamente
funzionante, che il nostro
abbonato Giovanni Specia
(Carta) adopera per le sue
necessit nei lavori in
campagna.
Nota storica tratta dal sito della
ditta Pasquali, ora del gruppo
BCS:
L'attivit
della
Pasquali
Macchine Agricole prende avvio
nel 1949, quando da una
ingegnosa idea del dott. Lino
Pasquali nacque uno dei primi mezzi meccanici di dimensioni contenute che poteva sopperire a tutti quei lavori agricoli
impossibili da eseguire con i trattori: il motocoltivatore. A seguito dellimmediato successo, alla fine degli anni 50 venne
intuita la necessit di aumentare il comfort di lavoro: al motocoltivatore venne aggiunto un assale gommato completo di
sedile e sterzo, il quale lo trasformava in un minuscolo trattorino.

19

cronaca

24
24luglio
luglio/ /11agosto
agosto2016
2016

La
La nostra
nostra GMG
GMG di
di Cracovia
Cracovia
(M.M.)
(M.M.)Viaggio
Viaggiodidiintensa
intensaspiritualit
spiritualitquello
quellocompiuto
compiutoininPolonia
Poloniada
dadon
donAlessio,
Alessio,parroco
parrocodidiQuero,
Quero,con,
con,da
dasinistra
sinistra
nella
nellafoto,
foto,Denis
DenisAndreazza,
Andreazza,Matteo
MatteoBollotto
Bollottoe eFabio
FabioMalacrida,
Malacrida,per
percondividere
condividerelelegiornate
giornatedella
dellaGiovent.
Giovent.AAloro
loro
abbiamo
abbiamochiesto
chiestouna
unariflessione
riflessioneper
perrenderci
rendercipartecipi
partecipidelle
delleemozioni
emozionivissute
vissuteininquei
queidensi
densigiorni
giornididipreghiera
preghierae edidi
scambi
scambiculturali
culturalicon
conaltri
altrigiovani
giovanicristiani.
cristiani.Qui
Quisotto
sottoil ilpiccolo
piccolodiario
diariodei
deitre
tregiovani
giovaniche
chehanno
hannoaderito
aderitoalalnostro
nostroinvito.
invito.
Riassumere
Riassumere
lesperienza
lesperienza
della
dellaGiornata
GiornataMondiale
Mondialedeldellala Giovent
Giovent non
non cosa
cosa
semplice,
semplice,ma
macicivoglio
voglioproprovare
vare. .Due
Duesono
sonoleleparole
parole
che,
che,secondo
secondome,
me,possono
possono
essere
essereprese
presecome
comecarattecaratterizzanti
rizzanti lala G.M.G.
G.M.G. che
che ababbiamo
biamovissuto
vissutoe eprecisamenprecisamente:
te:condivisione
condivisionee eunione.
unione.
La
La prima,
prima, condivisione,
condivisione, sisi
colora
coloradididue
dueaspetti
aspettiparticoparticolari,
lari,uno
unolegato
legatoalalsenso
sensomamateriale
terialeed
eduno
unoa aquello
quellospirispirituale.
tuale. EE stato
stato soprattutto
soprattutto
allinizio
allinizioche
cheho
hopotuto
potutoapapprezzare
prezzarelalacondivisione
condivisionemamateriale,
teriale,sia
siaallinterno
allinternodel
delnonostro
strogruppo
gruppodidiPadova,
Padova,sia
sia
con
coni volontari
i volontarie econ
coni polaci polacchi
chiche
checicihanno
hannoassistito
assistitoed
ed
ospitato.
ospitato.Non
Nonsono
sonoservite
servitegrandi
grandigesta,
gesta,ma
maanche
anchelalasemplicit
semplicitdidimettere
metterea adisposizione
disposizionediditutti
tuttii propri
i propribeni
benimateriali,
materiali,
quali
qualipossono
possonoessere,
essere,ad
adesempio,
esempio,una
unapompa
pompao oun
unmaterassino.
materassino.Da
Daparte
partedei
deipolacchi
polacchiho
hopercepito
percepitolalacondivisione
condivisione
quando
quandoho
hovisto
vistouna
unapiazza
piazzabloccata
bloccatasolo
soloper
pernoi
noipellegrini.
pellegrini.InInuna
unacitt
cittdidisettemila
settemilaabitanti
abitantitutto
tuttosisi fermato
fermatoper
perfarci
farci
muovere
muoveremeglio
meglioe eininlibert.
libert.MiMiha
hacolpito
colpitocome
comeinintanti
tantisisiriesca
riescaa afare
faretanto
tantoe ecome
comepiccoli
piccoligesti
gestiriescano
riescanoa afar
farconcontente
tentee efelici
felicilelepersone.
persone.EEper
perlalacondivisione
condivisionespirituale
spiritualesono
sonorimasto
rimastoimpressionato
impressionatodal
dalconstatare
constatareche
chelalaChiesa
Chiesa
veramente
veramentegrande:
grande:quasi
quasidue
duemilioni
milionididigiovani,
giovani,tutti
tuttiriuniti
riunitiattorno
attornoalalPapa
Papacon
conun
unideale
idealeinincomune:
comune:Ges.
Ges.Durante
Durantelala
veglia
vegliasisipercepiva,
percepiva,sisirespirava
respiravaun
ungrande
grandesilenzio
silenzioinnaturale
innaturaleper
perdue
duemilioni
milionididipersone.
persone.Se
Sepenso
pensoallunione,
allunione,il ilri-ricordo
cordovavaallemozione
allemozionedididomenica
domenicamattina
mattinaquando
quandonel
nelcorso
corsodella
dellamessa
messacon
conil ilPapa,
Papa,alalmomento
momentodello
delloscambio
scambiodel
del
segno
segnodella
dellapace,
pace,tutti
tutticicisiamo
siamoscomposti
scompostied
edabbiamo
abbiamogironzolato
gironzolatoper
peril ilnostro
nostrosettore
settoread
adabbracciare
abbracciaree ea adare
darelalapapacecea atutti.
tutti.Luomo,
Luomo,sesevuole,
vuole,riesce
riescedavvero
davveroad
adannullare
annullarei confini
i confinie erendere
renderecontente
contentelelepersone
personecon
conpoco.
poco.La
Lapartecipartecipazione
pazionealla
allaGiornata
GiornataMondiale
Mondialedella
dellaGiovent
Giovent stata,
stata,didisicuro,
sicuro,unesperienza
unesperienzapositiva,
positiva,nel
nelcorso
corsodella
dellaquale
qualeho
hocapito
capito
che
chebisogna
bisognaavere
averepazienza,
pazienza,tanta
tantae etanta
tantapazienza.
pazienza.Code
Codedidiunora
unorae emezza
mezzaper
peruna
unafetta
fettadidipane
paneed
eduna
unasalsiccia,
salsiccia,
tram
trame eautobus
autobusaffollatissimi,
affollatissimi,che
checicihanno
hannocostretto
costrettoad
adescogitare
escogitaresistemi
sistemialternativi
alternativiper
pernon
nonrimanere
rimanereschiacciati
schiacciaticome
come
sardine
sardinedalla
dallapartenza
partenzafino
finoallarrivo,
allarrivo,come,
come,ad
adesempio,
esempio,prendere
prendereun
untram
tramche
cheandava
andavaalalcapolinea,
capolinea,perdendo
perdendo
mezzora,
mezzora,e erimontare
rimontarealalcapolinea
capolineadopo
dopoche
cheil iltram
tramsisiera
erasvuotato.
svuotato.Anche
Anchelolospirito
spiritodidiadattamento
adattamento affiorato
affioratoininquesti
questi
giorni
giornidella
dellaG.M.G.:
G.M.G.:quando
quandolalafame
famebussa
bussaallo
allostomaco
stomaconon
nonsisivavatanto
tantoper
peril ilsottile
sottilee eogni
ognialimento
alimentodiventa
diventaappetitoso.
appetitoso.
Capitava,
Capitava,a avolte,
volte,didinon
nontrovare
trovareun
unristorante
ristorantelibero
liberoo odidinon
nonpoter
potercontare
contaresul
sulcibo
cibopreparato
preparatodai
daivolontari.
volontari.DiDiconseconseguenza,
guenza,dovevamo
dovevamoarrangiarci
arrangiarciinincitt
citto oricorrere
ricorrerealalservizio
serviziodidiristorazione
ristorazionedei
deifast
fastfood
foodKFC,
KFC,peraltro
peraltromolto
moltodistanti
distantida
da
dove
doveeravamo
eravamonoi.
noi.InInalcune
alcuneoccasioni,
occasioni,quindi,
quindi,per
pernon
nonaspettare
aspettareore
oreper
perun
unpanino,
panino,abbiamo
abbiamoripiegato
ripiegatosusucibo
ciboconfeconfezionato
zionatoininscatola.
scatola.Come
Comesisipu
puimmaginare,
immaginare,non
nonera
eramolto
moltobuono,
buono,ma
malolospirito
spiritodidiadattamento
adattamentoe elalafame
famecicihanno
hanno
consentito
consentitodidinon
nontener
tenerconto
contodella
dellabont.
bont.
Alla
Allafine,
fine,queste
questeintense
intensegiornate
giornateG.M.G.
G.M.G.sono
sonostate
stateun
unutile
utilemomento
momentodidiriflessione,
riflessione,un
unpunto
puntodappoggio
dappoggioper
percapire
capirechi
chi
siamo
siamonoi
noiper
perDio,
Dio,chi
chisiamo
siamonoi
noiper
peril ilmondo
mondoe ecercare
cercaredidiintravedere
intravedereche
cheprogetto
progettoha
haDio
Dioper
pernoi.
noi.Queste
Questesono
sonostate
state
leledomande
domandeche
cheho
hoportato
portatoa acasa
casae ea acui
cuitenter
tenterdididare
dareuna
unarisposta.
risposta.
Matteo
MatteoBollotto
Bollotto
La
Lasettimana
settimanainincui
cuiho
hopreso
presoparte
partealla
allaGiornata
GiornataMondiale
Mondialedella
dellaGiovent
Giovent stata
stataun
untale
taleinsieme
insiemedidiemozioni,
emozioni,che
chediffidifficilmente
cilmentepotrebbero
potrebberoessere
essereriassunte
riassuntetutte
tutteininun
unfoglio
fogliodidiracconto.
racconto.Cercher,
Cercher,allora,
allora,didiriassumere
riassumereleleprincipali,
principali,servenservendomi
domididialcune
alcuneparole
parolechiave
chiaveche
chefacciano
faccianoda
daguida
guidaalla
allamia
mianarrazione.
narrazione.La
Laprima
primaparola
parolache
chevoglio
voglioricordare
ricordare ProvProvvidenza:
videnza:come
comeho
hogi
giscritto
scrittoaltrove
altroveriguardo
riguardoalle
allemie
mieimpressioni
impressionisulla
sullaGmg,
Gmg,domenica
domenica24
24luglio
lugliosono
sonosalito
salitosusuquel
quel
pullman
pullmanche,
che,inincirca
circadodici
dodiciore
oredidiviaggio,
viaggio,ciciha
hacondotto
condottoininPolonia,
Polonia,con
conmolte
molteperplessit
perplessitpersonali
personaliininrelazione
relazionea aquequesta
staesperienza.
esperienza.Avevo
Avevopaura
paurache
chenon
nonfosse
fosseuna
unacosa
cosaper
perme,
me,credevo
credevoche
chedifficilmente
difficilmentemimisarei
sareimai
maiadattato
adattatoad
aduna
unasi-situazione
tuazioneda
dacampeggio,
campeggio,essendo
essendoun
untipo
tipoche
cheama
amalelecomodit,
comodit,ma
masoprattutto
soprattuttoero
eroabbastanza
abbastanzapreoccupato
preoccupatodal
dalmomomento
mentoche,
che,visti
vistigligliultimi
ultimiavvenimenti
avvenimentilegati
legatialalterrorismo,
terrorismo,questo
questonon
non certo
certoil ilmomento
momentomigliore
miglioreper
perviaggiare.
viaggiare.Tutti
Tutti
questi
questidubbi
dubbisono
sonosvaniti
svanitii primi
i primidue
duegiorni,
giorni,quando,
quando,svolgendo
svolgendounattivit
unattivitnel
nelcorso
corsodidiuna
unacatechesi,
catechesi,cicihanno
hannofatto
fattolegleggere
gereun
unpasso
passodel
delVangelo
VangelodidiLuca:
Luca:Cinque
Cinquepasseri
passerinon
nonsisivendono
vendonoforse
forseper
perdue
duesoldi?
soldi?Eppure
Eppurenemmeno
nemmenouno
unodidiessi
essi
dimenticato
dimenticatodavanti
davantia aDio.
Dio.[]
[]non
nonabbiate
abbiatepaura:
paura:valete
valetemolto
moltodidipi
pididimolti
moltipasseri!
passeri!InInquel
quelpreciso
precisomomento,
momento,ho
ho
capito
capitoche
chetutte
tuttelelepreoccupazioni
preoccupazioniche
chemimiportavo
portavoappresso,
appresso,- -ininquesto
questoviaggio,
viaggio,come
comenella
nellavita,
vita,iningenerale
generale- -meritameritavano
vanouna
unagiusta,
giusta,ma
manon
noneccessiva
eccessivaattenzione:
attenzione:il ilrischio,
rischio,senn,
senn, quello
quellodidiperdersi
perdersitutto
tuttoci
ciche
chedidipositivo
positivocicicirconda,
circonda,
e equesto
questoperch
perchDio
Diosasadidicosa
cosaabbiamo
abbiamobisogno
bisognoe edispone
disponeci
ciche
che meglio
meglioper
pernoi,
noi,aiutandoci
aiutandocinelle
nelledifficolt,
difficolt,anche
anche
sesespesso
spessonon
nonlolocapiamo
capiamoo onon
noncecene
nerendiamo
rendiamoconto.
conto.InInquel
quelmomento
momentoho
hocapito
capitobene
benecosa
cosasignifichi
significhiProvvidenza
Provvidenzae e
quanto
quantosia
siagrande
grandelamore
lamoredidiDio
Dioper
pernoi,
noi,e esono
sonostato
statodecisamente
decisamentepi
pisereno.
sereno.Solo
Soloil ilPerdono
Perdonoriporter
riporterpace
pacenel
nel

20

cronaca

mondo, recita linno ufficiale della Gmg di Cracovia 2016, ed proprio Perdono la seconda parola che desidero ricordare, legandomi al tema stesso di questo evento, la Misericordia. Nessun uomo buono o cattivo a prescindere: in
tutti noi albergano sentimenti positivi e negativi, sta a noi scegliere quali far prevalere: sta a noi decidere se essere
operatori di pace, di fratellanza, di solidariet. Sta a noi perdonare i torti subiti, i soprusi, le violenze, le offese; sta a
noi non rispondere con la violenza ai violenti, sta a noi essere misericordiosi con se stessi e con gli altri, cercando di
non serbare rancore. Sta a noi non lasciare che lodio abbia la meglio nel nostro cuore, inducendoci a fare azioni sanguinose, come gli attentati di cui, purtroppo, siamo testimoni oggigiorno, o come la costruzione di quei campi di concentramento di Auschwitz e Birkenau che abbiamo visitato: luoghi di morte, in cui hanno perso la vita numerosi innocenti per egoismi e perversit umani, che ancora oggi, a distanza di settantanni, nonostante alcune strutture che li
compongono siano andate distrutte, rievocano chiaramente la cattiveria che ha portato alcuni uomini a eliminare dei
propri simili. Da questa visita, nata una riflessione allinterno del nostro gruppo. Ci siamo chiesti: Dovera Dio mentre
succedeva tutto questo? Perch non lha impedito? La risposta che ci siamo dati che Dio era l, a morire con le persone deportate, a soffrire assieme a loro, a subire le stesse torture. La vera domanda da porsi, forse, sarebbe:
Dovera luomo? Lo stesso uomo che ha fatto morire Dio in croce due millenni fa, lo ha fatto morire settantanni fa nei
campi di concentramento assieme a degli innocenti, e dimostra di non aver capito la lezione del passato ancor ora,
perch a tuttoggi, in molte parti del mondo, continuano a morire troppe persone ingiustamente, in nome di interessi
superiori che ci hanno permesso di dimenticare cosa significhi essere una comunit. Ecco, allora, il messaggio di
speranza che ci arriva da questa Gmg: Misericordia. Perdoniamoci i nostri limiti, evitiamo il conflitto, lavoriamo per migliorarci, fraternamente, per tornare ad essere una comunit. La terza parola che vorrei utilizzare, Gioia. Questa
esperienza mi ha insegnato un nuovo modo di vivere la Fede: siamo, a mio avviso, troppo abituati a pensare a Dio
come un giudice, unentit pronta a punirci ad ogni errore. Tale convinzione ci porta, dunque, ad essere rigidi, freddi e
quasi impauriti nel vivere il nostro rapporto con Lui. Dio, invece, misericordioso, pronto a perdonarci, un amico
che ci indica la via giusta da percorrere, che quando cadiamo nellerrore ci aiuta a rialzarci. Di questo, dobbiamo essere felici. Ho visto molti giovani vivere la propria Fede in questo modo, cantando, sorridendo, prendendosi per mano e
partecipando attentamente a quanto veniva svolto: a mio modo di vedere, dobbiamo recuperare questo entusiasmo
nelle nostre comunit cristiane, e siamo proprio noi giovani che dovremmo innestare questo processo. In questo senso, fondamentale stato linvito del Papa, rivoltoci domenica nella Messa conclusiva, a non essere dei giovani divano, ma dei giovani che si mettono gli scarponi da montagna, che sono attivi, cio, nel portare il messaggio di Misericordia che ci ha insegnato Cristo. Infine, vorrei fare una considerazione sulla Diversit, prendendola come quarta ed
ultima parola. A questo evento hanno partecipato persone provenienti da ogni angolo del mondo, ognuna con un diverso modo di esprimere, manifestare e vivere la propria Fede. Un aspetto che mi ha molto colpito di questo incontro
stato il clima di profondo rispetto che ognuno aveva nei confronti delle altre persone che lo circondavano, un rispetto
che ha permesso ad ognuno di poter vivere questesperienza in modo pieno ed autentico. Questo mi ha fatto capire
come la diversit, di qualunque genere essa sia, non vada colta come un elemento di divisione, ma bens come
unopportunit: lunicit che caratterizza ciascuno pu contribuire, infatti, a ridisegnare un gruppo di singoli trasformandolo in una comunit, alle cui basi sta proprio quel rispetto reciproco per vivere in armonia gli uni con gli altri.
Denis Andreazza
Tentare di raccontare la giornata mondiale della giovent e l'intensa settimana che la precede impresa complicata
perch la GMG soprattutto evento da viversi, con tutte le sue sorprendenti meraviglie immerse in uno spirito di
autentica fratellanza universale. Partendo dal mio particolare punto di vista di accompagnatore, mi ha colpito fin dai
primi momenti l'atmosfera di gioiosa spiritualit diffusa tra tutti i partecipanti, pronti a manifestare il proprio entusiasmo
con canti allegri e benevoli schiamazzi ma capaci anche di raccogliersi rapidamente in silenziosa preghiera, vissuta
liberamente con intensa emozione e fraterna condivisione. Se da fuori la GMG assomiglia ad un immenso raduno per
un festival rock, da dentro ti accorgi che davvero molto di pi: il luogo dove la fede si manifesta in tutta la sua
giovane vivacit, pulsante di cuori e spiriti tutti riuniti per celebrare l'Amore che ispira tutto il mondo alla sequela di
Cristo Ges. In concreto, il nostro pellegrinaggio era costituito da tappe giornaliere sempre differenti, unite a catechesi
diocesane e appuntamenti di preghiera in grandi o piccoli gruppi che hanno reso il cammino sempre ricco di stimoli e
occasioni di riflessione condivisa, senza tralasciare poi le varie difficolt o fatiche incontrate sulla via che fanno parte
del bagaglio necessario per una trasferta impegnativa ma che insegnano a coltivare pazienza e collaborazione, qualit
fondamentali per lo stare insieme proficuamente. Tra tutti gli appuntamenti, la visita ai campi di sterminio nazisti di
Auschwitz-Birkenau ha rappresentato un momento molto sentito; oltre ogni retorica di circostanza, vivere questa
esperienza in un contesto generale di preghiera e gioia ha comunque rinvigorito la volont di ricordare questa tragedia
per non dimenticare le sofferenze di tanti innocenti e vigilare sempre, da figli attenti e amorevoli, affinch il male non
prevalga su questo nostro mondo, inestimabile dono e responsabilit di tutti noi. Noi queresi inoltre, su suggerimento di
Germano Susanetto, abbiamo voluto omaggiare con semplicit le vittime passate per il campo di detenzione di Quero
negli anni della guerra, depositando sulla lapide scritta in italiano un piccolo fiore e una umile preghiera. Da questo
viaggio straordinario, porto a casa una consapevolezza rinnovata sulla bellezza e la forza di una scelta di fede che mi
sprona a vivere il mio percorso di carit con grande fiducia nelle opere che possiamo compiere quotidianamente per
migliorare il mondo seguendo l'esempio di Cristo, che ha voluto portare l'infinita misericordia del Padre a noi figli
indegni e perduti; penso che glielo dobbiamo fraternamente, come pegno d'Amore, come testimonianza di speranza
che non muore, come popolo dai mille colori e profumi che unendosi supera le difficolt per formare in comunione quel
Regno di Pace che Lui ci ha voluto ispirare. Porter sempre con me tanti momenti unici tra cui ricordo l'abbraccio
commosso di una signora polacca, le giovani lacrime di una preghiera intima e i dialoghi improvvisati con nuovi amici,
senza troppe parole ma con sguardi e gesti che mostrano il meglio di questa nostra umanit tanto tormentata e ferita...
Un plauso sincero e sentito va inoltre alla nostra diocesi di Padova, rappresentata da promotori e responsabili che
hanno saputo organizzare al meglio il soggiorno polacco in tutte le sue innumerevoli sfaccettature, proponendoci un
profondo percorso di meditazioni spirituali e trovando preziosa collaborazione e fondamentale supporto logistico nella
grandissima disponibilit del popolo polacco, che ci ha accolti, curati e accompagnati con grande affetto ed energia
positiva. Infine, per tutto questo ringrazio in terra e in cielo chi mi ha dato la possibilit di vivere questa esperienza
unica col pensiero che un domani, un figlio o una figlia possano raccontarmi la loro con occhi lucidi quanto e pi di
quelli del loro vecchio genitore...
Fabio Malacrida

21

cronaca

Gruppo Amici della Montagna


Breve rassegna, con alcune foto, delle uscite

15/05/16 Barp Belluno chiesetta S. Giorgio, arco romano


29/05/16 da Colmirano raggiungiamo Uson, localit dei nostri Comuni, verso Tessere, imbocchiamo direzione Madal,
Monte Zoc Malga Spinoncia.
26/06/16 Cima Monte Serva
10/07/16 Rifugio Sommariva Pramper. all'insegna della buona
compagnia allegria e spensieratezza
fine settimana del 23/24 luglio 20016. Il programma prevedeva il
pernottamento al rifugio Vandelli ma per motivi organizzativi si svolto
al rif. Giaf dove il gruppo ha potuto gradire l'ospitalit e la buona cucina
dei gestori. Giro in quota ed escursione alla forcella Urtisiel m. 2000

Anche i
bambini Alpini
alla festa di Caorera
di Alessandro Bagatella
Il sedici agosto scorso, alla festa della Madonna del Piave,
dedicata agli Alpini, erano presenti anche questi due fratellini:
Andrea e Marco Andreatta, originari di Caorera. La loro
presenza un buon auspicio e ci fa ben sperare per la
continuit della Festa.

22

cronaca

100 candeline per Paola!!


Sabato 6 agosto grande festa in Casa di
Riposo a Quero per i 100 anni della nostra
Paolina De Paoli! Da molti anni Ospite della
nostra struttura, Paola nata a Fener il 6
agosto 1916, dove ha sempre vissuto,
prendendosi cura prima dei genitori e poi
dei fratelli, unintera vita dedicata alla famiglia.
Per anni stata grande collaboratrice delle
nostre volontarie con i suoi bellissimi lavori
ad uncinetto e a ferri! Amante della musica
e del canto sabato pomeriggio non si la-

sciata scappare nemmeno una canzone di quelle proposte da Giorgio


Fornasier, limportante che fossero canzoni de na olta. Oltre alla nipote Anna e ai pronipoti erano presenti alla festa anche Don Alessio, il
Direttore Borsoi, lassessore di Quero Vas Alberto Coppe, la sindaco di
Alano di Piave Serenella Bogana, le volontarie dellAssociazione San Girolamo Emiliani e lAUSER, tanti amici e parenti. Da parte di tutti i presenti, Ospiti e Personale ancora tanti tanti auguri alla nostra Paolina e un
grazie a tutti coloro che hanno condiviso con noi questo bellissimo traguardo.
(segnalazione a cura di Silvia Tessaro)

auser

Domenica 16 ottobre
alle ore 12:30

alla casa delle associazioni di Quero


si terr la festa dei compleanni per i nati nei mesi di settembre ed ottobre.

Il ricavato sar devoluto interamente alle popolazioni colpite


dal recente terremoto.

Non mancher la lotteria sempre per la solidariet. I festeggiati possono portare i loro ottimi dolci! Il
pulmino partir da Alano alle ore 11:30, da Vas su richiesta.
Prenotazioni in sede entro il giorno 14 ottobre.

Per informazioni e prenotazioni:


sede Auser Quero 0439/787861 luned mercoled e venerd dalle ore 15:00 alle 17:00

23

LETTERE AL TORNADO

Servizio di telefonia: bene essenziale e diritto fondamentale

DInc (M5s): La Tim riaccenda il


ripetitore nella Valle di Schievenin
segnalazione di Antonio Codemo
Nella Valle di Schievenin, comune di Quero Vas in provincia di Belluno, la scelta operata
dalla societ Tim di spegnere il proprio ripetitore a partire dal mese di luglio 2016 ha registrato numerosi disagi fra gli abitanti che si sono trovati scoperti dallunico segnale di telefonia mobile. Infatti larea in questione attualmente risulta essere coperta da un flebile segnale che molto spesso si interrompe, perch proveniente dalla lontana Marghera, spiega
Federico DInc del MoVimento 5 Stelle (nella foto). La problematica di scarsa o assente
copertura del segnale telefonico unita alla scarsa ricezione del segnale radiotelevisivo persiste in molte aree collinari,
montane, alpine e appenniniche o comunque periferiche e a bassa densit di popolazione e determina di fatto una grave
situazione di digital divide. In queste zone le centrali telefoniche, nella grande maggioranza dei casi, sono obsolete e
necessitano dinterventi di sostituzione di strumentazioni, mentre la copertura della rete di telefonia mobile piuttosto
scadente sia per le caratteristiche geografiche che per lassenza di un adeguato numero di ripetitori, determinando cos in
quelle aree un aumento maggiore dei rischi legati alla sicurezza. A titolo di esempio, proprio nella zona in questione
(comune di Quero Vas) si pu riportare la vicissitudine accaduta nel mese di agosto 2016 ad un escursionista padovano
che, dopo aver contattato il 118 a seguito di una distorsione durante una camminata nella Valle di Schievenin, ha riscontrato difficolt a mantenere costanti i contatti telefonici con la squadra di soccorso alpino di Feltre che tentava di raggiungerlo sul posto dell'incidente, prosegue DInc che a tal proposto ha deciso di interpellare in merito il Ministero dello sviluppo economico, il presidente della Regione Veneto Luca Zaia e lamministratore delegato del Gruppo Telecom Italia, il
Dott. Flavio Cattaneo. Il servizio di telefonia domestica riconosciuto dalla giurisprudenza italiana come un bene essenziale - specifica il deputato belluense - la cui mancanza pu comportare anche risarcimenti dovuti al disagio psico-fisico
derivante dallo stato di reiterato isolamento nelle comunicazioni e lUnione europea inquadra laccesso ai servizi di telefonia, comunicazione e internet come diritto fondamentale della persona. necessario quindi adottare al pi presto le opportune iniziative, anche di carattere normativo, affinch tutti i gestori di telefonia ammodernino definitivamente tutte le
centrali e le reti telefoniche nelle aree citate e in tutto il territorio nazionale, garantendo un adeguato servizio ed eguali diritti a tutti i cittadini, indipendentemente dal luogo di residenza e dal relativo bacino di utenza, ed in particolare auspico al
pi presto il ripristino del servizio di telefonia mobile nella Valle di Schievenin al fine di garantire un servizio fondamentale
alla comunit, conclude DInc.

cronaca

Quero Vas: unificati i seggi elettorali 3 e 4

In questi ultimi anni non sono mancate le sollecitazioni da parte delle Forze dellOrdine a trovare una diversa soluzione
per i seggi elettorali 3 e 4, rispettivamente di Vas (impianti sportivi) e Caorera (Museo del Piave), soprattutto per
questioni legate alla sorvegliabilit, ma anche alle carenze
strutturali di fondo. Dopo la fusione la nuova amministrazione ha
affrontato il problema e individuato nel palazzo municipale in
centro a Vas la sede migliore per il seggio elettorale, provvedendo
anche ad accorpare i due seggi in modo da rispondere alle
esigenze di risparmio gestionale manifestate anni fa dal Ministero
dellInterno. Il seggio ora sar ospitato al piano terra del palazzo
municipale, dotato di
servizi adeguati allo
scopo, di accesso
per disabili, di locali
da destinare al
personale di
sorveglianza.
Passato lesame
della
sottocommissione
circondariale di
Ingresso seggio
Feltre, il seggio avr
dal corridoio della sede ex municipio Vas
il proprio battesimo
in occasione del
prossimo referendum costituzionale. Della novit sono stati avvertiti tutti
gli elettori coinvolti dalle modifiche, per i quali sono state ristampate le
etichette di aggiornamento della tessera elettorale, recapitate a domicilio
tramite il servizio postale. Il nuovo seggio, contando anche gli elettori esteri, avr una consistenza di 700 iscritti circa.

24

attualit

COMUNE di QUERO VAS


Provincia di Belluno

32038 QUERO VAS (BL) Piazza Guglielmo Marconi n. 1 Cod. Fisc. P.I. 01151950258

Quero Vas, 13/09/2016

Taglio piante in prossimit delle linee elettriche aeree


SI AVVISA LA POPOLAZIONE
CHE

CHE
CHE
CHE

al fine di evitare danni a persone e cose e garantire la continuit del servizio elettrico nel periodo dal
05/09/2016 al 31/07/2017 la ditta TERNA RETE ITALIA SpA provveder al taglio delle piante e/o rami presenti
nella fascia di rispetto degli elettrodotti di alta tensione e lungo i sentieri di accesso ai sostegni delle linee
elettriche aeree;
il legname, opportunamente sramato e accatastato, verr reso disponibile ai proprietari in prossimit delle aree
di taglio;
i proprietari dei fondi interessati potranno procedere alla raccolta della legna tagliata;
per motivi di sicurezza fatto divieto a chiunque di procedere al taglio della vegetazione in prossimit
degli elettrodotti che sono da considerarsi sempre in tensione; in caso di necessit di intervento dovr
essere contattata TERNA RETE ITALIA SpA di Cappella Maggiore (TV) (tecapiti tel 0438.9325050439.493226).
Il responsabile del servizio (geom. Mazzocco Raffaele)
(Comunicazione ai sensi dellart. 8 legge 7 agosto 1990 n. 241)

SERVIZIO TECNICO LAVORI PUBBLICI

Responsabile del procedimento specificato in oggetto: Raffaele MAZZOCCO pec: querovas.bl@cert.ip-veneto.net


Comune di Quero Vas: Piazza Marconi nr. 1 32038 QUERO (BL) Tel 0439 781844 - 0439 781841

lEttErE al tornaDo

25

LETTERE AL TORNADO

Alla caserma Fiore di Motta di Livenza


di Angelo Ceccotto
Alla
caserma
Motta di Livenza
Tengo vivamente
a ricordare
il 26 luglio 2016Fiore
in cui sono stato di
invitato

al cambio del Comandate della Caserma M. Fiore dove operano le


di Angelo
Forze Armate del CIMIC GRUP (distaccamento della
NATO) aCeccotto
Motta di
Livenza,
laddove acon
grande
e commozione
scortavo
Tengo
vivamente
ricordare
il 26orgoglio
luglio 2016
in cui sono stato
invitatoil
Medagliere
Nazionale
dellAssociazione.
commossa
memoria,
al
cambio del
Comandate
della CasermaNel
M.far
Fiore
dove operano
le
l in quel
grande
piazzale
della (distaccamento
caserma con i della
repartiNATO)
militaria schierati
Forze
Armate
del CIMIC
GRUP
Motta di
delle nazioni
presenti
il palco orgoglio
delle autorit
militari e civili
di ogniil
Livenza,
laddove
con e grande
e commozione
scortavo
grado
e livello,
alla voce
vibrante dello speaker
si alzaronomemoria,
in piedi,
Medagliere
Nazionale
dellAssociazione.
Nel far commossa
assorti
in un
silenzio
surreale
sorpresi
e ammirati,
il quale
annunciava:
l in quel
grande
piazzale
della
caserma
con i reparti
militari
schierati
Fa
ingresso
il
medagliere
pi
decorato
dItalia
che
riporta
le ogni
745
delle nazioni presenti e il palco delle autorit militari e civili di
Medaglie
dOro
al
Valor
Militare
fonte
ditalico
valore
dei
nostri
Fanti
e
grado e livello, alla voce vibrante dello speaker si alzarono in piedi,
Reggimenti
Quel medagliere
di eroico
valore
a me
assorti
in un Italiani.
silenzio surreale
sorpresi edorato
ammirati,
il quale
annunciava:
moltoingresso
caro sapendo
che inpi
esso
sono affiggiate,
le tante,
le
Fa
il medagliere
decorato
dItalia chetrariporta
le 745
dOro alalValor
ValorMilitare
Militarefonte
del ditalico
liberatore
di Alano
S.Ten.
Ugo
Medaglie dOro
valore
dei nostri
Fanti
e
Bartolomei
del Gran
Ufficiale
Monsignor
Franzoni
di
Reggimenti eItaliani.
Quel
medagliere
doratoEnelio
di eroico
valoreamico
a me
famiglia
pi sapendo
volte ospitato
porta in tra
s le
i valori
molto caro
che in casa.
esso Solo
sono chi
affiggiate,
tante,che
le
rispecchiano
la
grandezza
di
quel
sacrificio
e
di
quelle
perdite
umane,
Medaglie dOro al Valor Militare del liberatore di Alano S.Ten.
Ugo
pu
comprendere
lo stato
danimoMonsignor
che si prova
nel rappresentare
tanto
Bartolomei
e del Gran
Ufficiale
Enelio
Franzoni amico
di
E come non provare profonda riconoscenza
famiglia pi volte ospitato in casa. Solo chi porta in s i valoriardimento.
che
e commozione nellessere accanto ad un simbolo che
rispecchiano la grandezza di quel sacrificio e di quelle perdite umane,
la sublime memoria degli eroi i quali non
pu comprendere lo stato danimo che si prova nel rappresentare richiama
tanto
posero
limiti
a quelnon
dovere
su profonda
cui avevano
giurato.
ardimento.
E come
provare
riconoscenza
Lungi
da
me
quelle
affermazioni
agghiaccianti,
invitanti
e commozione nellessere accanto ad un simbolo che
a
riporre inlaunsublime
museo questo
eccelso
emblema
richiama
memoria
degli vessillo,
eroi i quali
non
di
valore
di
vita
italiana.
Respingiamo
con
tali
posero limiti a quel dovere su cui avevanoforza
giurato.
sortite da
poich
esse sono
lanticamera
di una cultura
pi
Lungi
me quelle
affermazioni
agghiaccianti,
invitanti
abietta
interna
la memoria
dei
a
riporredindifferenza
in un museoche
questo
eccelso
vessillo,storica
emblema
nostri
padri.
taleitaliana.
circostanza
ha fatto altres
onoretali
la
di
valore
di Avita
Respingiamo
con forza
presenza
dellaesse
bandiera
sezionale deidi Fanti
di Alanosortite
poich
sono lanticamera
una cultura
pi
Quero
portata dal
Cav.
Luciano
Mondin storica
e scortata
abietta Vas,
dindifferenza
che
interna
la memoria
dei
dal
Pres.
Claudio
Carelle.
Momenti
di
emozioni
e la
di
nostri padri. A tale circostanza ha fatto altres onore
fierezza
per
lonorato
invito
che
mette
in
risalto
presenza della bandiera sezionale dei Fanti di Alanolapprezzamento
e ladal
stima
noi Fanti.
Quero
Vas, portata
Cav.verso
Luciano
Mondin e scortata
dal Pres. Claudio Carelle. Momenti di emozioni e di
fierezza per lonorato invito che mette in risalto
lapprezzamento e la stima verso noi Fanti.
di Angelo Ceccotto

I Fanti incontrano il nuovo prefetto


Fanti
incontrano
il nuovo prefetto
Si riporta il recenteIincontro
in Prefettura
di Belluno tra i rappresentanti

provinciali della Federazione Fanti di Belluno e S.E. Dott. Francesco


Ceccotto
Esposito. Lospitante premetteva di incontrare di
conAngelo
piacere
queste
realt
cheilsono
il prosieguo
e la
reale testimonianza
di i un
drammatico
Si riporta
recente
incontro in
Prefettura
di Belluno tra
rappresentanti
passato
coinvolto ilFanti
popolo
italiano.e S.E.
Aggiungeva
cos la
provincialiche
dellahaFederazione
di Belluno
Dott. Francesco
necessit
e
il
bisogno
di
fare
squadra
operando
unitamente
per
Esposito. Lospitante premetteva di incontrare con piacere risultati
queste
mirati
al sodalizio
associativo.
Egli testimonianza
ha insistito edi soffermato
nel
realt che
sono il prosieguo
e la reale
un drammatico
verificare che
quanto
indispensabile
la Memoria
dei cos
Caduti,
passato
ha sia
coinvolto
il popoloevocare
italiano.
Aggiungeva
la
non menoe quella
Storica
che
fa parte
della cultura
nazionale
ed il
necessit
il bisogno
di fare
squadra
operando
unitamente
per risultati
Sacrificio
molti soldati
italiani. IEgli
Fanti,
il loro operato,
mirati
al di
sodalizio
associativo.
ha nellillustrare
insistito e soffermato
nel
hanno messo
in risalto
le opere ristabilite,
quelle
quanto
c
verificare
quanto
sia indispensabile
evocare
la costruite
Memoriaedei
Caduti,
ancora
da quella
manutentare
Aggiungevano
ancora, ed
conil
non meno
Storica sul
che territorio.
fa parte della
cultura nazionale
qualche
la navigata
con leil Associazione
Sacrificio distinguo,
di molti soldati
italiani. collaborazione
I Fanti, nellillustrare
loro operato,
dArma
consorelle
divenuta
una
necessit
fondamentale
hanno messo in risalto le opere ristabilite, quelle costruite
e quanto per
c
testimoniare
leredit dei loro
padri, oltre
a riconoscereancora,
quanto con
sia
ancora
da manutentare
sul territorio.
Aggiungevano
indispensabile
la lasolidariet
visto lassotigliamento
numerico
qualche
distinguo,
navigata collaborazione
con le Associazione
associativo,
causa oggettiva
di ununa
futuro
incerto. Hanno
messo altres
dArma
consorelle
divenuta
necessit
fondamentale
per in evidenza la collaborazioni con le delegazioni di
Associazioni Estere,
congiunte
commemorazioni
sia in Italia sia nel loro Paese. Sua Eccellenza
testimoniare
lereditfonte
dei di
loro
padri, oltre
a riconosceree collaborazione
quanto sia
aggiungeva esprimendo
agli ospiti visto
la sua lassotigliamento
provenienza che numerico
molto variegata e impegnativa, una realt molto diversa da
indispensabile
la solidariet
quella bellunese
puroggettiva
trovandosi
a suo
agio
a Belluno
gi messo
dal primo
impatto,
sia con la
lambiente
sia con
quello
istituzionale
associativo,
causa
di un
futuro
incerto.
Hanno
altres
in evidenza
collaborazioni
con
le delegazioni
di
ad
ogni
livello.
Ha
fatto
altres
notare
il
suo
primo
impegno
con
le
problematiche
delle
frane
di
varie
dimensioni
che
Associazioni Estere, fonte di congiunte commemorazioni e collaborazione sia in Italia sia nel loro Paese. Sua Eccellenza
sussistono su
tutto il territorio
provinciale.
Il dialogo sortito
statovariegata
franco e ediimpegnativa,
congiunte vedute,
cogliendo
dallillustre
aggiungeva
esprimendo
agli ospiti
la sua provenienza
che molto
una realt
molto diversa
da
autorit
la sua disponibilit
per ogni
esigenza
associativa
di primo
collaborazione,
come
avvenutosia
con
i precedenti
Prefetti.
quella bellunese
pur trovandosi
a suo
agio a Belluno
gi e
dal
impatto, sia
con gi
lambiente
con
quello istituzionale
ad ogni livello. Ha fatto altres notare il suo primo impegno con le problematiche delle frane di varie dimensioni che
sussistono su tutto il territorio provinciale. Il dialogo sortito stato franco e di congiunte vedute, cogliendo dallillustre
autorit la sua disponibilit per ogni esigenza associativa e di collaborazione, come gi avvenuto con i precedenti Prefetti.

26

cronaca

Con il gruppo parrocchiani di Quero Vas

In pellegrinaggio a Somasca

(M.M.) Intensa giornata quella del 28 agosto per il gruppo di pellegrini che ha affrontato il viaggio fino al santuario di
San Girolamo Emiliani a Somasca, luogo dove il santo, che a Quero inizi il suo percorso di conversione, visse e mor.
Ad attendere la comitiva Padre Luigi Bassetto, per lunghi anni reggente di Castelnuovo di Quero, e ritrovarlo stato
per molti un piacere ed una sincera emozione. Per tutto il giorno Padre Luigi ha seguito la comitiva, accompagnandola
nei luoghi significativi della vita condotta in Somasca da San Girolamo Emiliani, raccontando storia e aneddoti della
sua vita, in una continua scoperta della figura e delle opere intraprese da San Girolamo. Una bella giornata, nel corso
della quale stato come sentirsi in famiglia, con un gruppo affiatato e un amico ritrovato in Padre Luigi. Onore al merito a chi ha avuto lidea di questa iniziativa e lha portata a termine con piena soddisfazione di tutti, in primis i fratelli
Germano e Silvano Susanetto.

27

attualit

A Feltre con i volontari della Protezione Civile

Io non rischio

Nei giorni 15 e 16 Ottobre a Feltre in Largo Castaldi i volontari di Protezione Civile parteciperanno alla iniziativa nazionale denominata (IO NON RISCHIO 2016), evento organizzato dal Dipartimento della Protezione Civile da 5 anni e
gestita a Feltre dai volontari del Coordinamento delle Associazioni di PC della CMF da 3 anni,. A Feltre i volontari
spiegheranno il rischio Alluvione: cosa e come proteggerci e risponderanno a domande sul piano di Protezione Civile
intercomunale del Feltrino.
Il referente della piazza di Feltre - Cadorin Pietro

28

MOM - Mobilit di Marca

Orari invernali dal 12.09.2016 al 10.06.2017

Zona industriale - 31040 Segusino (TV)


Tel. 0423.979282

due esse s.n.c.


di Stramare Nicola e Oscar
Via S. Rocco, 39 - 31040 SEGUSINO (TV)
Telefono e Telefax 0423.979344
Via della Vittoria - 32030 FENER (BL)
Telefono 0439.789470

onoranZe
FuneBri

PRENOTA SUBITO!
LIBRI

SCOL

ASTIC

di tutte le materie
per le scuole elementari,
medie e superiori

DA NOI

CONVIENE !
co
Simpati IO
G
OMAG

sconto 10%

su tutti i testi scolastici


serviZio copertine

gratuito

libri garantita entro 3 giorni


Fornitura
(con disponibilit a magazzino)

tempestivo aggiornamento

sullo stato degli ordini in corso

Rasai di Seren del Grappa (BL) - Z.I. - Via Quattro Sassi, 4/C - Tel. 0439.394113
info@libreriaquattrosass.it - www.libreriaquattrosass.it
Orari libreria: da marted a sabato 9.00-12.30 e 15.00-19.00 - domenica e luned 15.00-19.00

grafica - stampa
editoria - libreria
z.i. RASAI di Seren del Grappa (BL)
Via Quattro Sassi
DBS TIPOGRAFIA - EDIZIONI DBS
Tel. e Fax. 0439 44360 - 0439 448300
OCCHIO - Tel. 0439 44111
LIBRERIA QUATTRO SASS
Tel. 0439 394113

commerciale@tipografiadbs.it
www.tipografiadbs.it

di Ferdinando Carraro
PITTORE RESTAURATORE
Via Roma - Quero (BL) - Cell. 339.2242637

Azienda Agricola

SIMIONI DAVIDE
VENDITA ORTAGGI
E FRUTTI DI BOSCO
Via della Vittoria, 15 - FENER
Cell. 392.6391164
seguici anche su facebook

ONORANZE FUNEBRI SPADA


VALENTINO

SPADA

MARMI E BRONZI
CIMITERIALI
TRASPORTI NAZIONALI
ED ESTERI
CREMAZIONI
SERVIZIO 24 H

TEL. 0423 69054 - 348 5435137


SERVIZI FUNEBRI A PARTIRE DA 1.800
CON POSSIBILIT DI RATEIZZAZIONE
ACCORDI CON VISITE A DOMICILIO SU VOSTRA
RICHIESTA CON GARANZIA DI CONVENIENZA,
SERIET E PERSONALE QUALIFICATO

consegna a domicilio

Via F. De Rossi, 16/C - alano di piave (BL)


tel. 0439 776002 - 349 1466314

VIVAIO - PIANT E

di Mondin Duilio

Realizzazione e Manutenzione Giardini


Prati - Irrigazione - Potature
Via Feltrina - 32038 QUERO (BL) - Cell. 338.1689292
E-mail: mondingiardini@gmail.com - mondingiardini.blogspot.com