Sei sulla pagina 1di 11

IL RECORD

LA CURIOSIT

Casale e Breda insuperabili: con 7 e 5 sfidanti sono le arene pi affollate


Alle pagine XII e XIII

A Tarzo duellanti gi daccordo: luned tutti insieme a festeggiare chi avr vinto
A pagina XVII

SPECIALE ELEZIONI Marcaalleurneper18sindaci


IL SILENZIO
Dopo un mese oggi stop alla propaganda

IL VOTO I temi e gli scandali politici nazionali si intrecciano con il confronto sui problemi locali

I cittadini di Conegliano e altri 17 comuni chiamati a rinnovare le amministrazioni


Paolo Calia
TREVISO
Domani, finalmente, si vota. Si conclusa una delle campagne elettorali pi strane che si ricordino; quasi stritolata degli scandali che hanno travolto la politica italiana. Nemmeno da dire quale sar la curiosit pi forte e pi sentita: vedere come uscir la Lega dopo essere passata attraverso un tritacarne mediatico e giudiziario da far tremare i polsi. E le amministrative trevigiane, seppur attraverso la visione distorta dei piccoli comuni dove prosperano le liste civiche e latitano i grandi simboli, sono un primo significativo test sulla tenuta degli elettori. Diciotto le amministrazioni da rinnovare, sessantatr i candidati sindaci tra cui scegliere e 133 le sezioni sparse sul territorio. Ma non solo: 793 gli aspiranti consiglieri comunali suddivisi in 69 liste. Ampia la scelta messa a disposizione dei 116.285 elettori chiamati a infilare la propria scheda nell'urna. Andando nel dettaglio: sono le sul Sile, Castelcucco, Cessalto, Crespano del Grappa, Fontanelle, Godega di Sant'Urbano, ve. Quella di domani e luned non sar un'elezione dai grandi numeri ma sar comunque sufficiente per capire come stanno cambiando gli umori dei cittadini in un periodo dominato dall'anti politica, avvelenato dalle polemiche sui rimborsi elettorali e dagli esempi poco edificanti di molti uomini politici e fiaccato da una crisi economica che sta togliendo il terreno sotto i piedi di molti. Tutti elementi 56.421gli uomini, 50.864 le donne, 11.764 i trevigiani all'estero con diritto di voto e 125 i cittadini di origine straniera. I comuni al voto sono: Conegliano, Borso del Grappa, Breda di Piave, Cappella Maggiore, Casa-

che quasi fanno passare inosservati alcuni importanti nodi politici, su tutti i rapporti di forza tra Lega e Pdl, la crescita del Pd e le potenzialit di movimenti sempre pi presenti come i seguaci mente di Beppe Grillo. La carne al fuoco tanta. Ovvial'attenzione maggiore per quello che accadr a Conegliano, la "capitale" della Sinistra Piave. Due i dati pi significativi: l'ostilit tra Pdl e Lega, per la prima volta divisi in un grande centro, e la nuova alleanza Pd-Terzo Polo. Interessanti poi i riscontri che potranno avere i candidati espressi dalla sinistra e dalle liste civiche. Nei comuni con meno di 15mila abitanti le carte si mescolano. Come sempre accade a farla da padrone sono le liste civiche: 'espressione diretta del territorio ma anche strumento utilizzato dai partiti per mascherarsi. Espediente che favorisce alleanze da altre parti rinnegate. Saranno Anche elezioni nei molto affollate. piccoli si comuni pi

GLI ALTRI NUMERI

In 793 cercano un posto al sole nei consigli

ELEZIONI in 18 Comuni della Marca: il pi grande Conegliano

c' stato un fiorire di candidati sindaci gliano, come con raramente visto in passato. A parte Coneotto contendenti, spiccano i cinque candidati di Breda e i sette di Casale. Una cosa comunque sicura: il panorama politico della Marca ne uscir profondamente mutato.

Possagno, Santa Lucia di Piave, Segusino, Silea, Susegana, Tarzo, Trevignano e Zenson di Pia-

IL VADEMECUM Seggi aperti domani dalle 8 alle 22 e luned dalle 7 alle 15

Duegiorniperscegliere:poiiverdetti
Mauro Favaro
TREVISO
Si vota. Le urne per l'elezione dei sindaci e dei relativi consigli di 18 Comuni della Marca saranno aperte domani, dalle 8 alle 22, e luned, dalle 7 alle 15. Solo a Conegliano, se nessuno dei candidati riuscir a portarsi a casa pi della met delle preferenze, si potrebbe andare al ballottaggio gi previsto per il 20 e il 21 maggio. Ai cittadini verr consegnata una scheda azzurra con gi primo cittadino); per un candidato sindaco e per una delle liste collegate (il voto si intende attribuito sia al candidato sia alla lista collegata); per un candidato sindaco e per una lista non collegata (il cosiddetto voto disgiunto si intende attribuito sia al candidato sindaco sia alla lista non collegata). Inoltre, possibile dare un unico scrivendo segno voto di preferenza e cognome per un candidato consigliere nome lista. sulla riga a destra del contrasdella Procedure pi semplici negli altri 17 stampati nomi e cognomi dei candidati alla carica di sindaco, affiancati dai contrassegni delle liste che li sostengono. Nella citt del Cima, unico Comune elettori una intende con pi di 15 mila per si al abitanti chiamato al voto, gli possono liste votare: (il delle voto Comuni con meno di 15 mila abitanti. Gli elettori possono votare: per una delle liste; per un candidato sindaco; per un candidato sindaco e per la lista collegata. In tutti i casi il voto si intende attribuito sia al candidato un voto che di alla lista. Anche qui possibile esprimere preferenza per un candidato consigliere. Non invece previsto il cosiddetto voto disgiunto (per un candidato sindaco e per una lista non collegata). attribuito anche candidato sindaco collegato); per un candidato sindaco, senza al scegliere candidato alcuna alla lista (il di voto si intende attribuito solo carica

TV

SpecialeElezioni

Sabato 5 maggio 2012

CONEGLIANO Il radicamento in citt del Pdl alla prova dellalleanza fra Centrosinistra e Terzo polo

Zambon e Fojadelli per il botto


Lex sindaco per due mandati e il magistrato in pensione favoriti nella corsa al municipio
Elisa Giraud
CONEGLIANO
Conegliano tra le pi importanti piazze politiche del Nordest che vanno al voto amministrativo. Sfida chiave nella quale si contendono lo scranno pi alto due del big Municipio del calibro anche troppo per qualcuno. Ma lo accettare di metterci la faccia bre, e l'onore. quella di Risolvere via la questione di via XX SettemAmerigo Vespucci e sistemare le scuole sono tre questioni contingenti che in Fojadelli caso di e la sua con squadra priorit Tuttavia che i affronteranno Fojadelli culturale, turistico, economico ed ambientale. Floriano Zambon, candidato per il Pdl, rappresenta la continuit con l'amministrazione uscente. Zambon, vice presidente della Provincia e assessore eletto al Turismo (cariche che dovr lasciare se sar sindaco), sostenuto da quattro liste: Pdl, Centro per Conegliano, Forza Conegliano e Popolari per Conegliano. Quello di Zambon e la sua squadra un programstile della politica urlata non appartiene a nessuno dei due. Fojadelli, ex procuratore capo di Treviso ed ex responsabile della direzione distrettuale antimafia di Venezia (ha coordinato l'inchiesta sulla dimostrato ticit, grandi del visione ma a lungo termine, che vuole costruire valore attorno ad una comunit che ha sempre capacit, domani. doti di intelligenza e pragmaTra gli impegni degli eventuali primi cento giorni di mandato il rilancio degli asili nido comunali, l'avvio della bretella di Par, la messa in sicurezza della mobilit debole ponendo sempre la famiglia al centro dell'azione amministrativa. Mala del Brenta), sostenuto da tre liste: Terzo Polo Conegliano, Marca Civica e Lista Ghizzo, Partito Democratico. Una coalizione mista frutto di intese civiche e politiche che hanno convinto Fojadelli ad elezione. sottolinea questa (autorevole) dell'ex magistrato Antonio Fojadelli e (politico) di Floriano Zambon. Una campagna elettorale all'insegna del fair play tra i due. Fin progetti che coalizione si data hanno un respiro pi ampio per ridare un tono a questa citt che si appiattita dal punto di vista

Floriano Zambon
candidato sindaco

Il Popolo delle Libert


Laura Angeli Vincenzo Archimede Pierantonio Bottega Marina Buffoni Mario Calesso Fabio Chies Soniua Colombari Yuri Dario Francesco Di Leo Stefano Dugone Mario Luca Alberto Maniero Sandro Marcuzzo Leopoldino Miorin Paola Mirto Bettiol Christian Nava Francesca Padoin Gianbruno Panizzutti Natalia Alejandra Pasini Pierluigi Piai Nicola Romeo Salvatore Salemi Cristina Sardi Patelli Daniele Sinopoli

Centro per Conegliano


Enzo Perin Giuseppe D'Alto Elisa Ros Domenico Bellinghieri Michele Billa Ernesto Bortot Franco Canal Andrea Ceresa Riccardo Corbanese Massimo Michele Cucco Luigina Del Favero Galiazzo Claudio Dorigo Ruggero Fardin Luigi Floriani Claudio Lorenzet Alberto Micaglio Egidio Morbin Laura Piccin Sergio Ro Stefano Santin Valsiro Scotti Luciano Spolaore Andrea Tomasella Italo Vitelli

Forza Conegliano
Stefania Albano Loris Balliana Pietro Basciano Elisa Bottega Carlo Bressani Claudia Brugioni Lorenzo Burgio Michela Caporin Silvano Dal Bo Edi Dario Giuseppe Doimo Matteo Mariani Enrico Modenese Thomas Ongaro Roberta Piai Roberto Piccin Paolo Picco Paola Romor Gianfranco Rossetto Cinzia Rui Antonella Saccon Ceotto Chiara Tartari Claudio Toppan Bruni Zanette

Popolari per Conegliano


Antonio Bonagura Giuseppe Borin Alberto Bortoluzzi Alberta Bottega Elvio Brunetta Luigi Cal Matteo Camerin Maria Carla Canato Marco Ceschin Marco Cescon Gianpietro Da Re Cristiano De Marchi Amedeo Fadini Mario Franceschi Mariangelo Godeas Giovanni Grassi Pietro Masutti Marco Menegon Franca Perin Monica Piccin Carlo Pollio Paolo Posapiano Olderigi Rivaben Ruggero Spinazz

Antonio Fojadelli
candidato sindaco

Partito Democratico
Isabella Gianelloni Paolo Giandon Alessandro Bortoluzzi Paola Campodal'Orto Andrea Barazzuol Paola Cettolin Pietro Benedet Rosella Chinellato Carlo Feltre Franca Da Re Marcellino Giubilato Maria del Carmen del Rosal Carlo Gollin Francesca Di Gaspero Aldo Steffan Giorgia Ridomi Paolo Steffan Laura Rossetto Claudio Vidotto Ada Vendrame Michele Zanchetta Gabriella Zanardo Simonetta Zanchettin Gigliola Zanetti

Terzo Polo Conegliano


Roberto Cappelli Gianfranco Coletti Laura Segato Sandro Bianchet Giuseppe Biscaro Alberto Cifali Andrea Cometti Daniella Dall'Anese Roberto De Munari Isabella Furlan Alessandro Giacometti Lina Lotti Guido Orsi Ivano Pagotto Federico Perin Francesco Pesstt Michele Piano Alberto Posocco Ezio Rasi Gabriele Ros Carla Rugger Fausto Schenardi Vittorio Zanette Gianantonio Zanussi

Marca Civica e Lista Ghizzo


Flavio Pavanello Achille Ghizzo Alessandro Alfano Serenela Campo Dall'Orto Angela Carraro Walter Cigana Enrico Da Lozzo Ermanno Dall'Anese Eros Donadi Andrea Fenato Domenico Furlanetto Edoardo Gallo Mauro Giacomazzi Alessandra Gismberducca Germana Maset Roberto Masi Paolo Modolo Giancarlo Razza Francesco Salatin Amelio Silvestrin Umberto Teot Alessio Vanzella Giacomino Zanette Mauro Zani

Sabato 5 maggio 2012

SpecialeElezioni

TV

XI

I comunisti lanciano DIntinosante, Grillo punta su DEste e poi c Zanella per "Bene comune"

Ma gli outsider non si arrendono


Giampiero Maset
CONEGLIANO
Sul fronte dei candidati che, almeno sulla carta, non godono dei favori dei pronostici, e con qualcuno che potrebbe l'evidente delle forze essere escluso dal consiglio comunale per frammentazione alla campagna ognuno ha le proprie idee sul rilancio quale, delle non si a di un citt, il nella che si parte problema o non Stato) per i postumi di un'operazione all'anca in seguito a un incidente. Per Giovanni Bernardelli (Lega Nord) una priorit assoluta l'applicazione dell'aliquota minima dell'Imu (un'imposta concepita come federalista ma che non re lo pi) sulla che prima fanno casa. E le altre ricette? Puntasulle aziende export, oltre che sull'agriturismo e la cultura, fare a meno di Equitalia per la riscossione dei tributi locali. Per Marco De Toffol (Sel e Italia dei Valori) la tassazione gi troppo elevata e va rimodulata, alzando le aliquote Imu per per le le case sfitte. colpite Inoltre servono tariffe agevolate persone dalla crisi. Secondo Stefano D'Intinosante (Partito Comunista dei Lavoratori) la crisi un dato inconfutabile un in le segnale quanto stesse e di le di occorre dare quelle che a livello nazionale infieriscono sui pi indifesi. Per Gabriele Zanella (Conegliano Bene Comune) vanno abbassate l'Imu e l'Irpef e tagliate drasticamente le spese per la comunicazione istituzionale e per ci che estemporaneo negli eventi e nelle manifestazioni. L'analisi di Luigi D'Este (Movimento 5 Stelle) che la tassazione elevata perch si speso male e occorre intervenire dove si pu risparmiare. opere pubbliche pi le fanno completano, emergenze principali sono la crisi economica, che si ripercuote sulla serenit delle famiglie, e l'invecchiamento zione. L'unico che non ha potuto garantire la sua presenza ai confronti Pierluigi pubblici Ronzani stato (Veneto della popolain campo, la partecipazione elettorale stata comunque convinta. Le loro uscite sono state all'insegna del fair play anche se cambiamento la citt sono maggiori forze politiche del-

Il Carroccio con Bernardelli, l Italia dei Valori e Sel con De Toffol, Veneto Stato con Ronzani

Giovanni Bernardelli
candidato sindaco

Marco De Toffol
candidato sindaco

Lega Nord Liga Veneta


Loris Zava Federico Basso Sandro Bortoluzzi Christian Boscariol Giovanni Cesca Vania Collodel Fabio Corrocher Alberto Dal Mas Antonella De Giusti Giovani Dei Tos Diego Floriani Francesco Foltran Riccardo Gamalero Giuseppe Lorenzet Umberto Lucchetta Cinzia Piol Elena Reghini Giandomenico Rizo Melania Rossetto Maria Rosaria Russo Mario Sonego Stefano Sperandio Nadia Turatti Carlo Valzani

Sinistra Ecologia e Libert


Dina Zanatta Thomas Agnoli Marco Baldo Claudio Buattini Giorgio Carlet Otello Cappellotto Marta Cisotto Sasha Fievoli Giusepe Finocchiaro Loredana Frassinelli Gianni Giroto Lucia Marchio Alessandro Occhionero Luca Piai Mario Polese Matteo Salvador Massimo Santinastaso Paolo Serena Mauro Spinelli Pier Luigi Venerandi

Di Pietro Italia dei Valori


Dino Benacchio Antonietta Restaneo Dino Corrocher Massimo Armellini Luigi Bianco Giuseppe Botteon Loredana Seno Marco Frigelli Govanni Smali Daniele Dal Mas Michele Giocondo Daniele Tortato Maurizio Girardi Claudia Benvenuto Gabriele Prest Sandro Dalla Valle

Stefano DIntinosante
candidato sindaco

Gabriele Zanella
candidato sindaco

Pierluigi Ronzani
candidato sindaco

Luigi DEste
candidato sindaco

Partito Comunista dei Lavoratori


Giuseppe Angione Sergio Padovan Chiara Gasparini Franco Da Boit Susanna Sedusi Gioele Costantini Enzo Tataranni Matteo Marchetti Fiorello Salviato Gianbattista Mineni Davide Romanato Alessandro Borin Alessandro Busetto Elisabetta Casellato Oneglia D'Intinisante Elosabetta Ronci Antonino Marceca Elder Rambaldi

Conegliano Bene comune


Manlio Piva Fabio Zamperla Marika Zanchetta Gabriele Mies Ennio Damuzzo Laura Gardenal Stefano Mandelli Antonio Vendrame Michela Betto Paola Castrignan Gianluca Ponte Sergio Nicolas Del Vecchio Anna Mariani Angelo Antoniazzi Federico Tonus Ferdinando Poloni detto Ferdy Michela Papi Gianmarco Tischer Irmo Dotta Marinella Mura Lucio D'Orlando Giovanni Casagrande detto Gianni Claudio Donadel Roberta Camillo

Veneto Stato
Gedeone Nenzi Bruno Costa Mariapia Piaia Alessi Bellon Marco Vendramelli Eros Pilla Paolo Formigaro Alessandro Panto Alessandro Nenzi Lara Filippin Elena Petkova Gianluca Panto Emanuela Turrini Roberto De Vita Isthar Costa Nis Costa Nazareno Schifano Stefania Gaggiano Silvia Gandin Giacomo Maluta Elena Durigon Riccardo Tonellato Giampiero Zanardo

Movimento 5 Stelle
Massimo Ballali Massimo Bellotto Edoardo Varagnolo Ruggero Menegatti Roberto Borsoi Andrea Mazzer Gianmarco Barel Raffaele De Marco Giuliano Pagot Paola Sciacca Pierfranco Monni Marzia De Giusti Victor Cavaliere Conzia De Giusti Stefania Visentin Luca De Pizzol Serena Vidotto

XII

TV

SpecialeElezioni

Sabato 5 maggio 2012

CASALE Criveller, erede della Battaglion, trova unarena ricca di sfidanti che vogliono la svolta

Partiti in ordine sparso dietro sette candidati


Nello Dupr
CASALE SUL SILE
Ultime schermaglie tra i sette candidati sindaci che l'altra sera si sono ritrovati nella sala parrocchiale di Conscio per il confronto conclusivo della campagna mese elettorale. di battaglia Loccasione condito da per tirare le conclusioni di un qualche veleno e per capire che nellarena si sfidano la continuit, rappresentata erede da della Daniele Battaaltri Criveller, mento divisi in ordine sparso dietro gli aspiranti alla poltrona di sindaco. Tasse, Ikea, occupazione e famiglia sono stati i temi trattati nella campagna elettorale e nel confronto finale. Claudio Rigo (Veneto Stato) ha dato in diretta la notizia della vicenda dell'impenditore bergamasco entrato armato fino ai denti nell'agenzia di Equitalia: Il livello di tassazione a carico delle imprese insopportabile. Equitalia non deve entrare a Casale. Massimiliano Scarpa (Casale per il bene comune) ha puntato il se vero che le dito sulla cementificazione: No ai mega centri commerciali come l Ikea. Mentre Roberto Cavasin (Lega-Nord e coalizione civica per Casale) ha dato spazio al tema della crisi: Ci batteremo per il rilancio economico del territorio a sostegno delle piccole imprese. Lorenzo Schiavetto (Casale dei cittadini) sceso sul terreno dellImu: Laliquota va ridotta dal 4 al 3 per mille. E ha annunciato: In caso di elezione chiameremo in Giunta anche i gruppi di minoranza. Stefano Giuliato (Progetto Casale futura) ha cavalcato il concetto di partecipazione: Ogni scelta dovr essere condivisa dai cittadini attraverso la trasparenza e il dialogo. Angelo Zanata mo") ha ("Casale la che vogliafamiglia al messo

Roberto Cavasin
candidato sindaco

Lorenzo Schiavetto
candidato sindaco

Cavasin sindaco
Claudio Moro Gianni Lazzari Guerrino Benetello Dario Bettiol Valentina Ceolin Renato Chinellato Omero Mestriner Fabiana Oribelli Piero Parpinel Acquino Zago

Casale ai cittadini
Carlo Valerio Antonello Denis Cenedese Raffaela Longo Giorgia Moretto Luca Panciera Michele Toniolo Carlo Vettorello Guendalina Crosato Alberto Mazzon Fabio Pietrobo

glion, e il desiderio di cambiainterpretato dagli sei sfidanti. un numero record quello di 7 candidati precedenti comunali del 26 e 27 maggio 2007 erano state caratterizzate dalla presenza di sei sfidanti. Con i partiti che si sono

centro del suo impegno politico mentre Daniele Criveller ("Verso il domani") la con al ha invitato a sposare avanti continuit: lavoro successo Giunta Serve portato due uscente

dare seguito mandati

nei

dalla

guidata da Bruna Battaglion.

Angelo Zanata
candidato sindaco

Massimiliano Scarpa
candidato sindaco

Daniele Criveller
candidato sindaco

Stefano Giuliato
candidato sindaco

Claudio Rigo
candidato sindaco

Casale che vogliamo


Nicla Angiolini Giuseppe De Santi detto Danilo Alessandra Moretto Loredano Rosina Stefano Saura Luca Torresan Gian Carlo Trabucco Diego Vian Marta Villata Elisa Zaffalon

Casale sul Sile Per il bene comune


Felice Marcogliano Eleonora Pozzobon Andrea Ceron Valentina Milan Paolo Minato Angelo Sblendoro Jacopo Schiavinato Andrea Teotto Valentina Trebbi Riccardo Zaffalon

Verso il domani
Stefania Benetti Liana Bovolenta Andrea Dall'Osso Sebastiano De Zanchi Nadia Michielin Luciano Rizzato Susanna Sartori Emiliano Simonetto Alberto Sponchiado Adriano Vettori

Progetto Casale Futura


Daniele Albanese Lorenzo Biotti Stefano Bortolini Valentina Bottos Paolo Cestaro

Veneto Stato
Massimo Campigotto Angelo De Marchi Ivan Gatto Rossano Granello Vittorio Milani

Massimo Da Ros Rosetta Merotto Giovanni Munarin Celestina Segato Tedesco Walter Trabucco Stefano Rizzardi Walter Torresan Claudia Tronchin Paolo Vian

ZENSON DI PIAVE Luscente Cincotto e il suo vice separati in casa: Scattolin completa la griglia della corsa al municipio

Un mese di porta a porta per i tre over 60


Federica Florian
ZENSON DI PIAVE
Un medico di famiglia, un imprenditore, un pensionato. Si

stema di piste

ciclabili, soste-

gno alla cultura anche incentivando le associazioni locali, attenzione al sociale, sviluppo sostenibile del franco territorio. vice GianBoscato, si sindaco con

Mario Cincotto
candidato sindaco

Gianfranco Boscato
candidato sindaco

Luciano Scattolin
candidato sindaco

uscente che si staccato dalla maggioranza, presenta "Vivere Zenson" per la rivitalizzazione del centro storico, sostegno alle attivit commerciali, convenzioni anche stipulando

gioca fra tre uomini, over 60, la sfida per la poltrona di sindaco a Zenson. E la vittoria potrebbe giocarsi voti. La per una manciata di

Insieme per il futuro di Zenson


Guido Barbieri Romana Cadamuro Aldo Costa Daniele Dalla Nese Luigi Fadalti Nicole Modolo

Vivere Zenson
Roberto Caramel Stefano Ceccon Stefano Falcier Alberto Ferrari Giovanni Piovesan Filippo Vidotto

Zenson Siete Voi


Michele Barbaran Franco Cason Francesco Costa Carlalberto Salmasi Serena Scattolin Nicole Stefan

con le banche, migliore viabilit, collaborazione con la parrocchia, Pat, apertura di un punto di aggregazione per gli anziani. Infine Luciano Scattolin, fino a dicembre 2010 responsabile dell'ufficio Anagrafe, si presenta con la civica "Zenson siete voi" composta da persone giovani svincolate dalla logica dei partiti e che punta alla valorizzazione del volontariato, a politiche famigliari e ad attivit specifiche per il settore economico.

campagna

elettorale,

oltre alle canoniche presentazioni pubbliche, stata condotta

soprattutto porta a porta. Il sindaco uscente Mario Cincotto, con la sua "Insieme per il futuro di Zenson", appoggiata

dalla Lega e dalle attuali opposizioni consiliari, di punta ad un con

programma

continuit, costante

manutenzione

delle

opere, implementazione del si-

Sabato 5 maggio 2012

SpecialeElezioni

TV

XIII

BREDA Sfida apertissima con ben cinque candidati che si giocano la poltrona di sindaco

Caccia al voto senza colpi bassi


Un mese di fair play dopo tante competizioni del passato caratterizzate da duri attacchi personali
Remo Cattarin
BREDA
Luci spente sulle tantissime serate che hanno mese caratterizzato di campagna quest'ultimo perch votasse per lui. Corsi e ricorsi della storia. Complessivamente stata una campagna elettorale soft caratterizzata da un maggior rispetto per gli avversari. Non che siano mancate critiche a uomini e programmi ma sicuramente il piano personale a che dei candidati con le stato e maggiormente rispettato. Niente vedere vere proprie guerre elettorali del passato. Interessante poteva essere la serata di villa Olivi che avrebbe voluto mettere a confronto i cinque candidati solo tre. in un dibattito sono guidato. Ma gli sfidanti presenti erano Di certo emersi i molti punti in comune fra i "Popolari" di Beninatto , il "Movimento 5 stelle" di Girotto e "Obiettivo Comune" di Buso. Ambiente, servizi alla persona, sistemazione di quanto pi sar possibile con le risorse della finanza locale, cultura e valorizzazione delle attivit scolastiche e sportive sono stati i temi su cui l'attenzione dei tre candidati si maggiormente focalizzata pur con le diverse sfumature. Gli scelto altri altre due sfidanti di hanno strade confronto elettorale a Breda dove i gruppi in competizione sono ben cinque. Serate dedicate alla presentazione dei programmi e dei candidati che si sono alternate a semplici aperitivi o spritz offerti agli avventori dei bar o a gazebi a che di offrivano bicchiere "cicchetti" di vino. base con i cittadini. Rossetto ("Civica di Breda") con il suo cavallo di battaglia della uscita da AscoPiave e il no alla rotonda di Saletto. Mentre la Ravaziol ("Legati per Breda) ha battuto, fra gli altri, il tasto del biglietto unico dei trasporti.

soppressa, grana e l'immancabile Una maniera nuova di presentare liste e uomini che a qualcuno ha fatto ricordare gli anni post bellici: Anche subito offriva dopo la la guerra trippa ai qualcuno contadini

BREDA Unimmagine del nuovo municipio

Monia Ravaziol
candidato sindaco

Moreno Rossetto
candidato sindaco

Luciano Buso
candidato sindaco

Alfonso Beninatto
candidato sindaco

Gianni Pietro Girotto


candidato sindaco

Legati per Breda


Mirko Artuso Alessandra Biral Marco Caner Sandro Favero Armando Girardi Matteo Perinotto Mauro Pozzobon Sara Scarabello Davide Tiveron Alessandro Vacilotto

La Lista Civica di Breda


Roberto Cenedese Graziano De Biasi Monica Bertuzzo Roberto Bin Giulia Vettori Luigino Narder Katia Bovo Giorgio Bortoluzzi Marino Moratto Lucio Zaniol

Obiettivo Comune
Baccichetto Paolo Bonazza Mirco Fornasier Stefano Galvan Manuele Enrico Lessio Elena Menegaldo Andrea Moratto Cristiano Mosole Elena Panizzo Paola Torresan

Popolari per Breda


Renzo Bortolan Giuliana Cadamuro Renzo Cescon Walter Da Ros Daniele Lorenzon

Lista 5 Stelle (grillini)


Alessandro Camarin Giuseppe Scarabello Desi Chinellato Andrea Moretto Renzo Scarabello

Alice Moratto Dario Panizzo Elia Restaino Valentina Simonaggio Walter Tuon Ivan Favarel Michele Girardi Diego Zanatta Davide Zamuner

SILEA Piazza ci riprova ma Zorzi scommette sul nuovo matrimonio Lega-Pdl. E poi c Busato con Veneto stato

Il piano "Chiari & Forti" accende lo scontro


Aldina Vincenzi
SILEA
Fino allultimo una campagna di un elettorale o di senza colpi scena mese grosse caccia polemial voto

to

si

spinto

pi

in

l:

Tratterremo

tutta

l'impo-

sta nelle casse comunali e sono pronto a sfidare lo

Andrea Zorzi
candidato sindaco

Silvano Piazza
candidato sindaco

Gianluca Busato
candidato sindaco

Stato italiano. Mi prender io tutte le responsabilit. E, se i primi due sono

pronti a mettere in cantiere diverse altre opere per evitare come

che. Questa la sintesi di dei cittadini. Il gioco delle parti stato naturalmente rispettato ma anche il confronto diretto fra i tre candidati al centro Tmaia stato caratterizzato da toni complessivamente corretti. Gli elettori di Silea hanno avuto modo in questo mese di scoprire un Gianluca Busato (Veneto Stato) sicuramente volitivo, un Silvano Piazza (sindaco in carica alla guida della civica di centrosinistra attendibile e "Sileaoggi") un Andrea

Uniti per cambiare Silea


Debora Leonardi Manuela Beni Silvia Biscaro Roberto Calzavara Mario Fermi Annamaria Marton Moreno Mazzon Bruno Rossetto Moreno Vanzin Massimo Zamuner
mente una scommessa: aver coinvolto la Lega potrebbe convogliare un buon numero di voti ma potreb-

Sileaoggi Piazza sindaco


Gianluca Vendrame Francesca Benedetti Mario Canzian Rossella Cendron Antonella Cenedese Andrea Dal Negro Giuseppe De Rossi Francesco Gasparetto Rosanna Potente Giuliano Zanette
be anche "caso scontare Biasin" il vecla chio con

Veneto Stato
De Marchi Angelo Durigon Anna Gatto Ivan Granello Rossano Milani Vittorio Rizzardi Stefano Walter Torresa Claudia Tronchin
te programmatico, mentre Piazza e Zorzi hanno garantito che manterranno l'aliquota base dellImu, Busa-

inondazioni

quella di novembre, il venetista ha bollato le loro scaramucce sui costi a carico o meno dell'amministrazione come baruffe da pollaio. E il progetto "Chiari &

Forti"? Piazza non ha dubbi: La responsabilit perdita dei

dell'eventuale

13 milioni di benefici pubblici da imputare esclusivamente a Lega e Pdl chi ha firmato i contratti senza indicare le scadenze. Di

diverso avviso Zorzi: Piazza ha ritirato la convenzione e doveva vigilare. Ri-

Zorzi ("Uniti per cambiare Silea" con le forze di centrodestra insieme per la prima volta) agguerrito. Quella di Zorzi sicura-

chiameremo l'amministratore delegato perch ci presenti un nuovo progetto

rottura fra Carroccio e Pdl. Sul piano pi strettamen-

pi attraente vo.

e competiti-

XIV

TV

SpecialeElezioni

Sabato 5 maggio 2012

TREVIGNANO Il sindaco uscente sempre sulla scena: far il vice in caso di successo della lista

Bonessospinge Feltrin Visentin tenta il sorpasso


Ruggero Feltrin
candidato sindaco

Gottardo Visentin
candidato sindaco

Per Trevignano
Franco Bonesso Loris Borsato Antonello Adriano Cannas Giovanni Carniato Maria Giovanna Favero

Trevignano Viva
Sandra Baggio Renato Basso Mattia Bernardi Gabriele Borsato Raul Ferronato Luciano Mondin

Domenico Fedato Dimitri Feltrin Luca Piccolotto Laura Pizzolato Tiziano Sovernigo

Giannino Pellizzari Loredana Polo Samuele Robazza Gianfranco Sartor Gabriele Borsato
Bonesso che per due mandati che anche consigliere provinciale e presidente del TV3, il sindaco uscente su ha risposto la pubblicando Facebook conoscere. In rete infatti sono finite foto, messaggi, articoli di giornale ed entrambi i candidati si sono presentati sia con un profilo personale che con uno del gruppo. Entrambi gli schieramenti comunque presentano vari nomi noti. Nella "Per lista di Ruggero comunque, Feltrin, Trevitin riunisce invece, sotto il

Laura Bon
TREVIGNANO
Sono Gottardo Visentin, ingegnere sessantunenne di Signoressa, e Ruggero Feltrin, quarantanovenne di Trevignano, i due candidati che aspirano

ha guidato un gruppo trasversale che unisce invece, Pdl si e Pd. Il in secondo, pone

simbolo civico di "Trevignano viva", esponenti storici della politica di Trevignano: l'attuale segretario della Lega nord Luciano Mondin e i consiglieri uscenti (pure loro del carroccio) Sandra Baggio e Gianfranco Sartor ci (vice sono in del caso di vittoria); per anche mondo l'ar-

linea di assoluta continuit con il predecessore che ha da sempre sostenuto. E si sa gi che lo stesso Bonesso, in caso di vittoria, sar vice sindaco. Proprio sulla sua figura si sono concentrati i pochi "guizzi" di una campagna elettorale davvero

sua dichiarazione dei redditi e dimostrando come percepisca solo l'indennit di sindaco pari a 1980 euro netti al mese per 12 mensilit!. Nel complesso, la campagna elettorale stata impostata, almeno apparentemente, all'insegna del fair play, con entrambi gli schieramenti impegnati, oltre che in piazza, anche on line, a farsi

alla carica di sindaco a Trevignano. Il primo, sostenuto da Lega nord, ambientalisti ed

gnano", oltre a Bonesso compaiono altri quattro amministratori uscenti: gli assessori Tiziano Sovernigo, Loris Borsato, e il Maria Giovanna Favero

rappresentanti

esponenti della societ civile, rappresenta il cambiamento

dell'ambientalismo il giovane Mattia

come

molto tranquilla. Ad esempio, di fronte alle voci pre elettorali di un cumulo di incarichi e di compensi da parte di Bonesso,

chitetto Giannino Pellizzari e Bernardi. Poco rappresentato, in entrambi i gruppi, il gentil sesso.

rispetto a dieci anni di amministrazione dell'ingegner Franco

consigliere Giovanni Carniato. Il gruppo che sostiene Visen-

SEGUSINO Il primo cittadino in carica si misura con unaltra figura storica della politica cittadina che sogna lo sgambetto

Fra Lio e Coppe una partita senza pronostico


Gianpietro Comarella
SEGUSINO
Guido Lio, sindaco uscente, contro Agostino Coppe, ex

siglieri che hanno una buona competenza amministrativa; tra questi i nomi degli ex assessori Rosanna Verri e Luca Spadetto oltre al consigliere uscente Annarita Coppe. Di tutto rispetto anche la lista di Guido Lio che presenta il logo "Lega NordForza Segusino-Segusino Indipendente". uscente Il sindaco di essere assicura

Agostino Coppe
candidato sindaco

Guido Lio
candidato sindaco

primo cittadino. Un film gi visto a Segusino cinque anni e ancora una volta dal

Proposte, Progetti Partecipazione


Giulia Berra Annarita Coppe Federica Coppe Luca Longo Matteo Spadetto Rosanna Verri
rale Segusino, oltre al sindaco, esprimer questa volta solo 6 consiglieri: 4 della maggioranza e 2 della mino-

Lega Nord-Forza Segusino Segusino Indipendente


Giuliana Serafini Giovanni Cappellin Marialuisa Guarnier Giuliano Cappelli Gianfranco Montagner Renato Coppe
ranza. alla Coppe della con si presenta civica che, smo oltre a unire e entusiaun testa lista giovanile avere

finale incerto. Tutto possibile in questa sfida. Anche che lesito della precedente competizione possa essere diverso. Per il contesto storico che a livello nazionale si respira con la maggior parte dei cittadini che ha perso la fiducia

fiducioso nonostante il terremoto e i veleni che stanno attraversando il suo partito in ambito nazionale. parte Della lista fanno l'attuale

vice sindaco Giuliana Serafini, l'assessore uscente Renato Coppe e l'ex assessore Gianfranco Montagner. Lio vorrebbe amministrare per altri 5 anni cercando di non mettere troppo le mani nelle tasche dei compaesani: dalla sua un tesoretto di 180.000 euro che la vorrebbe famiglia. spendere con

nei partiti e potrebbe disertare le urne; e per la differenza minima di voti che

laltra volta aveva separato i due antagonistie. Nessuno in paese azzarda pertanto

fare previsioni: Tutto pu succedere. Con la nuova legge eletto-

"Proposte, progetti, partecipazione" una squadra

grande rispetto delle quote rosa, esprime candidati con-

diligenza del buon padre di

Sabato 5 maggio 2012

SpecialeElezioni

TV

XV

CRESPANO Dallaltra parte la Rampin promette agli elettori: Con me pi partecipazione

Senza scampo: continuit o svolta


Cunial, sindaco uscente, chiude dopo due mandati, e chiede un voto per il vice Bortolazzo
Annalisa Rampin
candidato sindaco

Loris Bortolazzo
candidato sindaco

Per Crespano Annalisa Rampin


Giorgio Andreatta Marco Baratto Simone Ceccato Elena Dei Rossi Lorenzo Fabbian Federico Morando Gianni Raccanello

Lega Nord Popolo di Crespano


Nico Cunial Diana Tiso Valentina Zanoni Natale Angelo Vido Johnny Bortolazzo Enrico Piscopo Gianfranco Rizzardo
bella responsabilit. Sar privinaggio in parrocchia. E anche se tutto questo rientrato nei binari della corretta competizione elettorale il clima particolarmente surriscaldato. Vecchie ruggini, ragioni di partito, alleanze trasversali hanno rinfocolato tensioni ed attrititi che hanno accompagnato anche questa campagna elettorale. Ma al di l di tutto restano poi le persone, le idee, i programmi, da leggere e commentare. Loris Bortolazzo ad esempio, vista anche la sua esperienza amministrativa recente, ha le idee chiare sul futuro: Dobbiamo e ci battiamo per portare Crespano al centro delle manifestazioni per il centenario della fine della grande guerra. Questo insieme all'apertura della Superstrada Pedemontana Veneta sono due occasioni di sviluppo E da prendere Avanti al con volo. ancora: ta Il sulla svolta partecipativa: programma legiata la continuit dell'amministrazione uscente di Nico Cunial (che capolista dopo due legislature da sindaco) oppure si vorr voltare pagina affidando il governo del paese ad Annalisa Rampin, gi vice sindaco dal 2002 al 2007, reduce da esperienze sia in regione che al Ministero a Roma? In queste settimane di campagna elettorale uno a Crespano volantinon sono mancati i colpi bassi compreso strano nostro un

Gabriele Zanchin
CRESPANO
Scegliere di andare avanti o

serio e concreto che non vuole illudere i cittadini pur dentro un cambio di marcia. Nel dettaglio poi la Rampin spiega: La promessa quella di organizzare incontri periodici per ascoltare la gente e poi decidere insieme le cose da fare. Solo cos ci sar quella partecipazione auspicata. Ancora poche ore e si sapr se Crespano a deciso di andare avanti o cambiare marcia.

cambiare marcia? Parafrasando il motto dei due schieramenti in corsa a Crespano del Grappa ("Loris Bortolazzo Sindaco-Pdl-Lega Nord" con candidato sindaco Loris Bortolazzo) e "Per Crespano-Annalisa Rampin" con candidata sindaco Annalisa Rampin) i cittadini di Crespano in questa tornata elettorale dovranno prendersi una

opere pubbliche in project financing ed ospedale di comunit. Annalisa Rampin invece pun-

BORSO I due sfidanti impegnati per un mese a confrontarsi sui programmi nonostante un clima ancora bollente Luigi Moro
candidato sindaco

Moro e Zordan oltre i "veleni"

Ivano Zordan
candidato sindaco

Lega Nord Liga Veneta di Borso del Grappa


Alfonso Battilana Lisa Citton Enrico Fabbian Luca Gollin Giuseppe Zalunardo Cecilia Zamperoni Giorgio Ziliotto
BORSO DEL GRAPPA - I "veleni" di Borso del Grappa. E non parliamo di inquinamento ambientale abbastanza bene i due candidati in corsa: Luigi Moro per la Lega Nord per in Borso e Ivano Zordan per Borso to di Viva. far Entrambi, il modi diversi, hanno cercapassare loro Ci messaggio elettorale. che e dei veleni del passato e non veda lora di poter voltare pagina e di concon frontarsi, dopo un anno di commissariamento, programmi e scelte amministrative per il territorio. Di questo in verit hanno cercato di parlare i candidati sindaci nei loro programmi. Luigi Moro ha assicurato che punter su turismo, agricoltura e sociale con un occhio di riguardo all'EcoMuseo natamente il del Grap-

Borso Viva
Flavio DellAgnol Denis Fabbian Sebastiano Bavero Daniele Franciosi Denis Gollin Nadine Tabacchi
E le scuole di Semonzo? Le doteremo - ha assicurato dei servizi che le pa, appogger incondizioConsorzio Vivere il Grappa e l'attivit del volo libero e collaborer con i comuni limitrofi anche per servizi in comune. Dal canto suo Ivano Zordan di Borso Viva rimanda al mittente le polemiche: Il volo libero per noi sar il volano per prospettive turistiche ad ampio raggio.

ma di inquinamento elettorale. L'unico Comune che arriva riato al voto commissai conti deve fare

famiglie chiederanno. Ma il programma del

"professore" anche altro: dal Decoro dell'ambiente

ancora con una campagna elettorale dai soliti caratterizzata volantini anoni-

saranno riusciti? Domanda legittima perch altrettanto legittimo pensare che la gente di Borso sia arrivata a que-

alla sicurezza; dalla manutenzione delle strade alla tutela e la salvaguardia

mi e provocazioni. Un film gi visto su queste colline. In questo clima da "dentro o fuori" si sono mossi

del territorio. Riuscir tutto questo a

sto appuntamento elettorale gi stanca delle polemi-

ripulire Borso dai veleni? G.Z.

XVI

TV

SpecialeElezioni

Sabato 5 maggio 2012

POSSAGNO De Paoli, Paolin e Cavarzan: in tre chiedono il voto ai cittadini allombra del tempio

Uniti solo sullImu poi battaglia aperta


Gabriele Zanchin
POSSAGNO
Un impegno comune: tasse al minimo per i cittadini. Se c' un punto che sembra aver messo daccordo i candidati impegnati nella campagna elettorale di Possagno, pur nella diversit delle proposte politiche e amministrative delle tre liste in corsa, questo proprio il tema della pressione fiscale sui cittadini. Sia "Possagno Viva" del candidato sindaco uscente Gianni De Paoli che "Lega Nord-Forza Posagno" di Giuseppe Paolin cos come "Possagno Democratica" di Marcello Cavarzan hanno puntato tutto sullimpegno, in caso di successo, di tenere al minimo laliquota della annunciando che il suo impegno di amministratore sar gratuito. Poi ha battuto il tasto dellambiente dellaria a promettendo controlli controlli periodici spese della del qualit Comune. Aggiungendo nuova imposta sugli immobili. Per il resto i tre programmi si sono confrontati con spunti anche diversi. che si Per "Possagno per il Viva" di Gianni De Paoli, il sindaco uscente ricandida secondo mandato, le parole d'ordine sono: Solidariet ne del servizi. proposta sociale, e nel valorizzaziounione dei della territorio Che vuol dire, anche: mia intenzione cedere la parola alla gente al termine di ogni consiglio e poi organizzare una anteprima riservata ai cittadini di Possagno per ogni evento legato al Canova. Marcello Cavarzan di "Possagno Democratica ha deciso invece di favorire l'unione dei servizi con dettaglio per esempio, comune, sviluppare le scuole del istituire l'assessorato allo sviluppo del territorio e inaugurare la stagione di un preconsiglio aperto ai cittadini. Dal canto suo Giuseppe Paolin ha innanzitutto voluto mandare un messaggio di sobriet ai cittadini altri comuni limitrofi. E ancora: La creazione della consulta degli enti canoviani e l'applicazione equa delle riforme fiscali. E ora la palla agli elettori.

VELENI

Manifesti coperti di insulti: sorpresa amara per Cavarzan


POSSAGNO (gz) Manifesti elettorali imbrattati e insulti. Cos si chiusa la campagna elettorale di Possagno. Ad essere presa di mira la lista Possagno Democratica ed il suo candidato sindaco Marcello Cavarzan che l'altra mattina ha trovato i manifestini di invito alla chiusura della campagna elettorale delle dimensioni 50X40 imbrattati con offese ed ingiurie. Solo un atto di incivilt che non va a scalfire una campagna elettorale tutto sommato tranqilla: questo il commento del diretto ineressato. Poi Cavarzan aggiunge: Un episodio che mi fa male ma al quale cerco di non pensare. Comunque una macchia in un mese di campagna elettorale idurante la quale i tre candidati hanno avuto l'opportunit di incontrre la popolazione e spiegare le proprie idee in assoluta tranquillit.

Gianni De Paoli
candidato sindaco

Giuseppe Paolin
candidato sindaco

Marcello Cavarzan
candidato sindaco

Possagno Viva
Giamprimo Cunial Ivano Zatta Giorgio Rigo Celestino Ferrari Valerio Favero Danila Vardanega

Forza Possagno Lega Nord


Ines Anselmi Fabio Biron Ennio Cunial Alessandro Fornasier Ruggero Vardanega Silvio Vardanega

Possagno Democratica
Adriano Cunial Alessandro Cunial Cosma Favero Santhosh Abraham Sandra Prosdocimi Franco Vardanega

CASTELCUCCO Con luscita di scena di Mares i 2mila abitanti ora dovranno dividersi fra Torresan, Rossetto e Novella Franciosi

Addio alla lista unica: lelettore pu scegliere


CASTELCUCCO - Castelcucco sar anche minuscola ma non vuoole E farsi mancare sar una niente. allora

Adriano Torresan
candidato sindaco

Novella Franciosi
candidato sindaco

Moreno Rossetto
candidato sindaco

corsa elettorale per tre. Tante sono infatti le liste che si presentano elettori facendo al giudizio solo 5 degli anni quando,

Lista Castelcucco Nuova


Chiara Menegon Fabio Zampironi Massimo De Paoli Sonia Corner Nicola Corner Paolo Mares
ste abbastanza diverse allattenzione degli elettori. Noi proponiamo una tassazione

Lista Castelcucco Cresce


Giordano Bastianon Matteo DAgostini Serapia Lazzarotto

Lista Uniti per Castelcucco


Laura Bernardi Kevin Colla Marta Surian

fa, ununica lista si present rieleggere sindaco Paolo Mares. Lo stesso sindaco uscente ora capolista di "Castelcucco Nuova" che lancia invece verso il municipio l'attuale vice Adriano Torresan. E sempre in uscita dallattuale amministrazione uscente si "messa in proprio" l'assessore al sociale una Novella sua lista Franciosi con "Castelcucco lista civica; del

Paolo Marinato Gianpietro Mazzarolo Maristella Sartor


ni e al lavoro. Con un occhio di riguardo per il mondo del volontariato sempre pi importante per la vita del Comune e per l'unione dei servizi. Sull'altra sponda Novella Franciosi ha puntato sul mi-

Graziano Zanella Cristian Tittoto


glioramento della qualit della vita e il mantenimento creato in mio stidello che stato sociale

che non ha dubbi: La prima cosa da fare stare vicino

alla gente in qualsiasi maniera. indispensabile in questo momento di crisi. E poi massima attenzione ai giovani che sono il futuro del paese. Poi, in base al bilancio, decideremo pi in dettaglio quali

Cresce". A completare il quadro un'ulteriore che I propone tre quell "Uniti per Castelcucco" alla guida in Comune Moreno Rossetto. sfidanti, queste settimane di campagna elettorale, hanno portato tre propo-

minima con l'Irpef a scaglioni - ha annunciato Torresan . Ma la nostra attenzione sar soprattutto dedicata ai giova-

questi ultimi dieci anni: Anrinunciando al pendio. Infine Moreno Rossetto

interventi privilegiare. G.Z.

Sabato 5 maggio 2012

SpecialeElezioni

TV

XVII

TARZO I tre candidati si sono dati appuntamento a luned per festeggiare insieme il vincitore

Un brindisi dopo la battaglia


Claudia Borsoi
TARZO
A poche ore dalle elezioni una cosa certa: comunque vada i tre candidati di Tarzo si troveranno a brindare insieme luned sera al neo eletto sindaco. E, sia Bof che Tessari, si sono trovati d'accordo su un punto: l'opposizione in consiglio comunale Una dovr essere costruttiva. che tre campagna quella elettorale dai

Il sindaco uscente Bof, il suo vice Casagrande e loutsider Tessari protagonisti della partita
Giovanni Tessari
candidato sindaco

Gianangelo Bof
candidato sindaco

Ennio Casagrande
candidato sindaco

nata dall'accordo tra civici, Lega Nord e area Pdl. Al centro della lista, che schiera assessori uscenti e volti nuovi, la persona. Ennio Casagrande il candidato di centro con la lista "Uniamo due comuni Tarzo Revine Lago" sostenuta dagli indipendentisti, da Tarzo Civica, dal

Democratici per Tarzo


Antonio De Nardi Elena Michelon Alberto Meneguz Roberta Menegon Massimo Dal Molin Alfiero Trinca Mirco Della Piet

Diamoci una mano


Luana Faraon Antonella Pol Vincenzo Sacchet Andrea De Polo Lino Bianco Mauro Gava Aurelio Dal Gobbo

Uniamo due comuni Tarzo Revine Lago


Giovanni Tomasi Michela Piaia in Possamai Luca Bottega Aldo Casagrande Pierpaolo Clean Valsiro Scotti David Viezzer

Terzo Polo, dal Movimento Europeo Diversamente Abili (Meda) e dal Nuovo Psi. Obiettivo del candidato unire il comune di Tarzo con Revine per risparmiare mille euro al giorno. Infine, per il centro-sinistra in campo Giovanni Tessari con la civica "Democratici per Tarzo" che si ispira ai principi di tolleranza, trasparenza, legalit. Tra i progetti il rilancio del turismo e l'attenzione per l'ambiente e per i cittadini.

ha toccato tutte le frazioni del paese condotta candidati. A sfidarsi, il sindaco uscente, il 37enne Gianangelo Bof, nio il vicesindaco 60 uscente anni, e e il gi sindaco negli anni '80, EnCasagrande, giovane alla sua prima in politica, Giovanni Tessari, 33 anni. Gianangelo Bof il candidato della lista "Diamoci una mano"

CAPPELLA MAGGIORE Il primo cittadino e la sua squadra messi alla prova dal ritorno in campo dellex assessore

Da Ros sfida l"usato sicuro" della Barazza


Gerda De Nardi
CAPPELLA MAGGIORE
Nella sfida tra i due contendenti alla poltrona di sindaco di

tando senza

le

rispettiva al

squadre, confronto

giungere

diretto. Ora gli elettori di Cappella Maggiore dovranno scegliere tra la continuit assicurata da dal sindaco uscente, Mariarosa Barazza, e il rinnovamento garantito dall'ex assessore leghista Loris Da Ros. "Mariarosa Barazza Sindaco" ha al suo interno quattro assessori uscenti su sette candidati e si

Mariarosa Barazza
candidato sindaco

Loris Da Ros
candidato sindaco

Cappella Maggiore l'unico sussulto in campagna elettorale stato causato dagli esclusi. Da quel Pdl che rimasto fuori

Mariarosa Barazza sindaco


Michela Amadio Giacomino Bolzan Flavio Cillo Massimo Coan Roberta Pozzobon Vincenzo Traetta Chiara Zanette

Futuro Nostro Lega Nord-Liga Veneta


Giancarlo Baldassar Omar Dal Pos Simone Dal Fabbro Alessandro Da Re Giuseppe Pasin Cristina Pizzol Fabrizio Zanette

dalle liste di Mariarosa Barazza e di Loris Da Ros ha visto prima il senatore Castro invitare i suoi tesserati a votare

prefigge, fra laltro, di mettere in sicurezza edifici pubblici e viabilit creando anche nuovi percorsi ciclopedonali. La lista "Loris Da Ros Sindaco" (appoggiata da Lega Nord e Futuro Nostro), che si presenta con la maggioranza di persone nuove alla vita amministrativa, pone tra le priorit l'ordine pubblico e la sicurezza con l'estensione dei pattugliamenti alle fasce orarie notturne.

Barazza e subito dopo l'assessore regionale Sernaggiotto appoggiare Ros. I due sfidanti, da parte loro, hanno incontrato sia i cittadini nel capoufficialmente Da

separatamente,

luogo che ad Anzano presen-

CESSALTO Con Stefano De Carlo e Fabio Gabbana anche una donna in campo: lex numero due Franca Gottardi
Gianandrea Rorato
CESSALTO
Dopo dieci anni e due mandati consecutivi Giovanni Artico lascia la guida della Giunta di Cessalto. Tre le civiche che concorrono alla successione e che si sono confrontate in queste settimane di campagna elettorale. Su quali argimenti? Innanzitutto sulla sicurezza. Tanto che sia Stefano De Carlo (Civica Progetto Nuovo) che Fabio Gabbana (Civica Vento Nuovo) come pure Franca Gottardi (Vivere Cessalto) hanno segnalato la necessit di potenziare da una parte il sistema di videosorveglianza e dall'altra rimarcato la necessit di una maggiore presenza delle forze dell'ordine. Sul fronte del sociale Gabbana ha programmato invece un fondo per i cittadini anziani

Artico lascia: in tre sulla sua scia


Stefano De Carlo
candidato sindaco

che hanno subito furti, Gottardi ha previsto un fondo di garanzia comunale per i cittadini e imprenditori in difficolt economica, mentre De Carlo prevede maggior collaborazione con Parrocchia e associazioni promuovendo consigli comunali nelle frazioni. Sul terreno della viabilit tutti i candidati hanno rimarcato la necessit di potenziare le piste ciclabili o di costruirne di nuove. Tutti inoltre vogliono promuovere incontri sulla terza corsia autostradale che interesser anche Cessalto. C poi lasilo. De Carlo e Gabbana sottolineano l'importanza di un nido per bambini 0-3 anni da affiancare all'attuale scuola materna mentre Gottardi punta sul potenziamento del servizio, gi esistente, degli asili in famiglia con aiuti dell'Amministrazione comunale.

Fabio Gabbana
candidato sindaco

Franca Gottardi
candidato sindaco

Progetto Nuovo
Sonia Ronchese Alessandro Fedrigo Alessandro Zago Jessica Scodro Luigi Dalla Francesca Marina Longo Daniela Fiocchi

Vento Nuovo
Valter Heissl Lucia Zanetti Francesco Serafin Francesca Zago Eligio Franzin Monica Spilimbergo Paolo Moretto

Vivere Cessalto
Carlo Rebecca Celeste Barosco Romina Scandiuzzi Flavio Segato Sante Zanchetta Davide Codello Emanuele Crosato

XVIII

TV

SpecialeElezioni

Sabato 5 maggio 2012

SUSEGANA Il sindaco uscente resta capolista: lo sfidano i suoi ex Brescancin e Vendrame

Finisce lera Montesel: un poker per gli elettori


Elisa Giraud
SUSEGANA
E una corsa a quattro quella di Susegana per aggiudicarsi la competizione elettorale. nata da una costola dell'attuale gruppo di maggioranza la lista civica "Ascoltare per scegliere" che candida sindaco Roberta Sonia Brescancin. L'attenzione bambini, per di tale e lista che uno dei principi guida di Ascoltare per scegliere e proprio dal confronto con le varie sono frazioni emerse di le Susegana di rivolta alle persone, anziani e giovani le donne. Confrontarsi con il cittadino risolvere problemati-

GLI ALTRI

ciascuna,

inserite

nel

pro-

democrazia

partecipativa

zione di "incubatori" e "parchi tecnologici" nelle attivit industriali in fase di abbandono. Nel segno della continuit con ne l'attuale la amministraziocandidatura di invece

Anche Veneto Stato nella partita a quattro

gramma elettorale. La Lega Nord, che si unita in un'unica lista ad Indipendenti per rinnovare, ha scelto di candidare set, sindaco con la Giuseppe che Madi "benedizione"

che il nostro gruppo inseguir, sempre e comunque. Debutta invece la lista di Veneto Stato che si unita alla civica Susegana siete voi e candida a sindaco Davide Pozzobon. L'obiettivo di Veneto Stato l'indipendenza del Veneto. In ambito locale, sostegno agli imprenditori a rischio suicidi e alle persone che perdono il lavoro, dalle l'istituzione dello dei "city angels" per la sicurezza fuori logiche squadrismo e delle ronde, l'installa-

Vincenza Scarpa per la lista "Insieme per Susegana". Cultura, zione giovani, mondo la della scuola, occasioni di occupaattraverso realizzazione di diverse opere pubbliche gi programmate, finanziate e bloccate dal patto di stabilit, proposte . sono alcune delle

Umberto

Bossi

ha fatto

tappa a Conegliano. Bisogna tornare a pensare ai Comuni come luoghi dove si svolge dei quotidianamente la vita

cittadini - ha scritto la lista nel suo programma - Luoghi che devono diventare lo spazio privilegiato per quella

priorit

Vincenza Scarpa
candidato sindaco

Roberta Sonia Brescancin


candidato sindaco

Giuseppe Maset
candidato sindaco

Davide Pozzobon
candidato sindaco

Insieme per Susegana


Gianni Montesel Matteo Bardin Maria Rosa Bressan Giuseppina Caruso Federico Cenedese Sergio Cesca Daniele Chiesurin Sergio Della Libera Achille De Zan Matteo Foltran Andrea Meneghin Giorgio Mestriner Alessandro Petten Lisa Sossai Lorenzo Tomaselli Flora Tornio

Ascoltare per Scegliere


Vendrame Sergio Del Pin Alessandra Bortoluzzi Rudy Battistella Eleonora Montesel Daniele Da Ronch Loris Celot Monica Menegon Christian Foltran Emanuela Sartor Gino Granzotto Patrizia Sossai Christian Poloni Anna Stella Giacomo Zuccolotto Angelo Emiliano Brino Lidia

Lega Nord Indipendenti per Rinnovare


Carlo Giacomo Granzotto Giancarlo Olivotto Franco Torresin Ranieri Dalle Crode Edi Modolo Massimo Favero Giuseppe Trentin Luca Granzotto Umberto Canzian Teresa Betto Fabio Gatto Marco Gandin Sandra Fedeli Antonio Cenedese

Veneto Stato Susegana siete voi


Gianluca Panto Daniele Cenedese Roberto De Nadai Davide Perin Marialuisa Meneghin Moreno Fornasier Loretta Damuzzo Marco Corazzin Francesca Vianello Carlo Battistella Michele Bressan Amanda Dorigo Sabrina Cecchetto Mara Pulit Valentina Agostinetto Andrea Trentin

SANTA LUCIA Szumski e Sossai alle prese con il blocco trasversale costruito dalla candidata di "Alleanza democratica"

Il Pdl con la Bellussi: vita dura per gli altri


Una campagna elettorale solo in apparenza tiepida quella chiusa a Santa Lucia. Dove i candidati sindaco sono tre: Loretta Bellussi per "Alleanza Santa Lucia Democratica", Riccardo Sossai per "Cittadini per Santa Lucia" e Riccardo Szumski per "Insieme per Santa Lucia". Nessuna litigata plateale, ma non sono certo mancate le classiche scaramucce sugli abusi nel posizionare i manifesti elettorali e nella distribuzione dei volantini, e soprattutto i veleni anche di natura personale tra i candidati. Abbastanza diversificate le proposte contenute nei programmi elettorali. Le scelte politiche degli ultimi anni hanno fatto del nostro comune troppo spesso il dormitorio del coneglianese sostiene Loretta Bellussi che in caso di elezione far il sindaco a tempo pieno -. il momento di cambiare. "Alleanza Santa Lucia Democratica" sostenuta da Pd, Progetto Santa Lucia, Federazione della Sinistra e ha l'appoggio esterno per del Pdl. Per al strativa. La lista civica capitanata da Riccardo Sossai ha indicato cinque priorit: rinuncia all'indennit mensile di amministratori, nessuna carica extra, "Cittadini Santa Lucia" le strutture comunali sono dei cittadini, iniziative a costo zero, costituzione di una agenzia del-

Lorena C. Bellussi
candidato sindaco

Riccardo Sossai
candidato sindaco

Riccardo Szmuski
candidato sindaco

Alleanza Santa Lucia Democratica


Francesco Albanese Luigi Bariviera Piero Bernardi Jenny Bottega Franco Bottos Eugenio Dal Bianco Francesco Papalino Salvatore Pitarra Daniele Romano Marilena Zanetti

Cittadini per Santa Lucia


Michele Dufour Marzia Steffani Paolo Da Ros Sara Bin Ruggero Apolloni Alessandro Pennacchio Gavino Spano Gianangelo Del Longo Francesca Zanette Fabio Calonego

Insieme per Santa Lucia


Francesca Pellegrini Luca Bellotto Giancarlo Ciullo Cristina Gandin Federica Marcon Fabrizio Modolom David Pavan Pasquale Pucci Martina Samogin Enea Sossai
le uscite. Riteniamo che i partiti non meritino il nostro appoggio - afferma Sossai - . Ma non tempo stra. di rimanere alla finela Rappresenta invece

continuit con l'amministrazione uscente la lista Insieme per Santa Lucia che candida sindaco Riccardo Szumski con l'appoggio della Lega Nord. La presenza sulla scena ammini-

strativa passata e la continuit sono un valore aggiunto: cos l'ex alla vicesindaco sua squadra che insieme come pone

priorit l'occupazione, il welfare, la sicurezza e la valorizzazione delle peculiarit del territorio. E. G.

primo posto c' la partecipazione della gente alla vita ammini-

Sabato 5 maggio 2012

SpecialeElezioni

TV

XIX

GODEGA Gli sfidanti uniti sulla necessit di una struttura per anziani ma divisi sulla caserma

In tre provano a fermare Bonet


Alessandro Bonet
candidato sindaco

Il sindaco uscente tenta il bis ma non facile: fra gli avversari anche il movimento di Scilipoti
Michela Pasini
candidato sindaco

Flavio Stefan
candidato sindaco

Thomas Toffoli
candidato sindaco

Bonet Sindaco
Giorgio Visentin Paolo Attemandi Gianantonio Dal Cin Cinzia De Marchi Lucio Favaro Paola Guzzo Giuliano Marchesin Riccardo Rosolen Marco Tonon Bruno Zambon

Civica Insieme per Godega


Donatella Santambrogio Renzo Menegaldo Angelo Candosin Lucio Casagrande Grazia Pal Emilio Collot Daniela Battistuzzi Andrea Modolo Renato Pessot Valerio De Martin
concordi nel

Godega movimento del buonsenso


Stefano Dal Bianco Mauro Fantuz Carlo Gardenal Paolo Console Giuseppino Pancot Alice Secondo Massimiliano Gava Claudio Pavan Claudio Giacometti Giuseppe Gava
promettere una casa di e se fosse i stata

Mrn Movimento reponsabilit nazionale


Marco Barbot Alessandro Lavina Natascia Freschi Silvio Manf Lorenzo Murer Fiorenzo Poser Riccardo Andreetta Roberto Giavoni Emanuele Toffoli Ermanno Salamon

Erica Bet
GODEGA SANTURBANO
Campagna elettorale senza particolari

sono confrontati su diversi temi: tutti riposo o un centro anziani per i residenti. Pareri discordanti, invece, sulla caserma dei carabinieri in costruzione tra l'area Fiera e il municipio. Il sindaco uscente Alessandro Bonet, 36 anni capo ufficio tecnico del comune di Orsago, che si ricandida a capo di una coalizione di centro destra Lega Nord - Pdl difende l'opera. Preciso che finanziata con un fondo strumentale e per questo si pu realizzare interviene solamente una il caserma campo sgombrando da

imprecisioni -. un'opera gi finanziata rinviata i si sarebbero a persi fondi. Critici concorrenti

ta

sindaco

Michela

Pasini,

53

anni,

direttrice di banca a capo di "Insieme per Godega", che riceve il testimone dal capogruppo uscente ed ex sindaco Donatella Santambrogio interviene: L'opera doveva essere rinviata in epoca diversa o realizzata solamente dopo la firma del contratto con il Ministero dell'Interno. Obiezioni del Terzo anche polo dal e candidato candidato del Flavio con il Stefan, imprenditore 44enne, esponente neonato Movimento buonsenso.

partire dall'altra lista di centro destra: il Movimento di responsabilit nazionale ispirato all'onorevole Domenico Scilipoti che candida l'attore cinematografico e geometra vittoriese di 37 anni Thomas Toffoli: Tra una caserma e una casa di riposo i cittadini hanno bisogno e chiedono una casa di riposo. Daremo priorit agli anziani e riconvertiremo la struttura. Osservazioni piovono anche dalle due liste civiche avversarie. La candida-

colpi di scena quella vissuta a Godega. Unica eccezione la comparsa di misteriosi volantini su una fantomatica rottura interna al Pdl che corre in coalizione con la Lega Nord. Volantini che invitavano i pidiellini dal I al voto libero Pdl subito con per il la smentiti to direttivo quattro del in

candidato Lucio Favaro che ha minacciaquerela. corsa carica di primo cittadino di Godega si

Erano necessarie delle valutazioni pi approfondite. Il progetto vago.

FONTANELLE La De Pin e la Maccari contro Dan e il consigliere provinciale Gabrielli per la poltrona di primo cittadino

Sgomitano in quattro: lotta allultimo voto


Ezio Dan
candidato sindaco

Paola De Pin
candidato sindaco

Mario Gabrielli
candidato sindaco

Mara Maccari
candidato sindaco

Civica Fontanelle Lega Nord


Grazia Bortoletti Miriam Manente Marisa Parro Debora Saccon Aldo Borin Giuseppe Brugnera Luca Cattai Alex Cester Antonio Salvador

Movimento 5 Stelle
Paola Maronese Daniel Perin Sandra Segato Alessandro Bucciol Teresa Cecchetto Carlo Fenzi Claudia Maronese Marco Zamuner
parte la Lega Nord dall'altra

Vivere Fontanelle
Roberto Cescon Thomas DallAcqua Giulia Da Re Eros De Stefani Carlo Feletto Aldo Gottardi Flavio Paolin Valentina Ros Renzo Simonetti Mirko Zanardo
no, volto conosciutissimo per esser stato presidente di Confartigianato del mandamento Oderzo-Motta. Diretta antagonista una signora dal piglio sicuro, di notevole appeal sul piano elettorale: Mara Maccari, battagliera da anni presidente in i prima diritti dell'associazione Oltre l'indifferenza, linea delle per difendere

Insieme per Fontanelle


Carlo Zanardo Perin Cinzia Adrea Poletto Maurina Sessolo Roberto Buttignol Stefania Cescon Marco Furlanetto Michele Cescon Manuel Faccin Stefano Magoga
Chi per anni ha lavorato per questa Pisani, civica, gi come Gianni due sindaco per di queste elezioni, cio il MoVimento 5 Stelle che ha scelto di presentarsi con un'imprenditrice, la quarantenne Paola De Pin. Grande attenzione ai temi ambientali, all'economia sostenibile, ai problemi del lavoro. Con l'antipolitica che si concretizza nel rifiuto dei rimborsi elettorali che il MoVimento sta praticando. Chi vincer? Arduo dirlo, il risultato tutt'altro che scontato. Sar una battaglia con i fiocchi.

Annalisa Fregonese
FONTANELLE
Quattro candidati il Un in lizza fa a la

il Pdl. La storica lista civica Insieme per Fontanelle, rinnovata nelle persone, continua per la sua strada. Ma il nuovo avanza pure a Fontanelle con il Movimento 5 Stelle e l'antipolitica di Beppe Grillo. Quattro liste per una sola maggioranza da conquistare al primo turno. La lista civica della Lega Nord si presentata agli elettori con Ezio Dan proveniente da una delle pi antiche e note famiglie di Lutra-

mandati, stavolta ha fatto un passo indietro, scegliendo di non candidarsi. Il centro-destra dar sicuramente filo da torcere perch Mario Gabrielli, gi capogruppo di maggioranza, dirigente d'azienda ora in pensione, ha fatto della difesa dell'agricoltura il suo leit-motiv. Pu contare su un bel gruppo di giovani. Infine la vera novit

contendersi D'Amico. epoca: ste e

dopo

Tony

decennio a

candidatura di D'Amico fece intorno di quest'uomo per si coagularono le forze leghicentro-destra creare l'alternativa alla civica di Giovanni Pisani. Due mandati dopo la situazione del tutto diversa. Il centro destra non pi coalizzato: da una

dei disabili e, pi in generale, persone santaggiate. Una donna che ha fatto dello stato sociale la sua bandiera.