Sei sulla pagina 1di 23

COMUNE DI CUTIGLIANO

Provincia di Pistoia
Piazza Umberto I,1 - 51024 CUTIGLIANO (PT) C.F. e P. IVA 00328670476 Tel. 0573/68881 - Fax 0573/68386 www.comune.cutigliano.pt.it - comune@comune.cutigliano.pt.it PEC: comune.cutigliano@pec.spad.it

DELIBERAZIONE CONSIGLIO COMUNALE N. 36 del 29 NOVEMBRE 2012


OGGETTO: Comunicazioni della Presidenza.= Lanno duemiladodici e questo giorno ventinove del mese di novembre, alle ore 16,30 nel civico palazzo, si riunito il Consiglio Comunale, convocato nei modi di legge, in seduta pubblica di prima convocazione, sotto la Presidenza del Sig. Ceccarelli Carluccio nella sua qualit di Sindaco. Allappello risultano presenti n 10 (dieci) consiglieri comunali ed assenti n 3 (tre) consiglieri, come segue:
CONSIGLIERI CECCARELLI Carluccio PETRUCCI Maurizio CARGIOLI Simone REGGIANNINI Raffaele SICHI Ezio BACCI Marina CECCARELLI Marzia VALENTINI Luigi AMOROSO Antonia NESTI Graziano DANTI Maura GIANI Franco LAURI Marina P P P P P P P P Presenti P P A A A Assenti

Assiste il Segretario comunale Dott. Claudio Sbragia IL PRESIDENTE Constatata la presenza degli Assessori esterni Gonfiantini, Pieracci e Pistolozzi nonch il numero legale degli intervenuti ai fini della legalit della adunanza, dichiara aperta la seduta, designa scrutatori i Signori: Bacci, Ceccarelli M. e Danti, passa alla discussione del punto posto allordine del giorno di cui alloggetto adottando quanto segue:

Deliberazione C.C. n 36 del 29 novembre 2012 Pag. n1

IL CONSIGLIO COMUNALE Bene, tra le comunicazioni della Presidenza, ci sono, come avete saputo e letto sulla stampa, diverse novit degli ultimi giorni e diciamo la prima delle quali riguarda l'evento calamitoso dei giorni scorsi, di circa 2 domeniche fa. Poi, diciamo, la cosa si protratta anche fino a ieri perch addirittura ieri mattina siamo stati allertati alle quattro e mezzo di nuovo, quattro e mezzo di mattina dalla Protezione Civile perch la bomba d'acqua, che stava arrivando su Carrara sembrava destinata anche ad interessare questo territorio. Fortunatamente cos non stato. Comunque, il sottoscritto e poi l'Assessore Pieracci, allertato da, appunto, me ci siamo mossi subito fin dalle quattro e mezzo per fare il giro delle zone, attivare il COC gi ai Casotti e vedere il COC. Diciamo, fortunatamente, non ci sono stati problemi e tutto rientrato in mattinata. Proprio nella mattinata di ieri siamo stati anche gratificati, si pu dire, del decreto del Presidente Rossi, decreto con il quale il Presidente Rossi ha destinato, la Giunta Regionale ha destinato diciamo una somma piuttosto considerevole al Comune di Cutigliano e questo dovuto al fatto che ci sono stati, in effetti, dei danni non indifferenti sul territorio e al fatto che ci siamo subito preoccupati, precipitati fin dal primo momento a produrre la documentazione necessaria. Direi che in questo caso c' stato anche un supporto non indifferente dopo i primi tre giorni degli altri enti. A dire la verit nei primi tre giorni, addirittura la montagna, ma neppure Pistoia, Pistoia Provincia era stata diciamo inserita tra le Province danneggiate, tra le Province premiate fra virgolette, non mi viene altro termine in questo momento, ma tra le Province che aveva avuto danni e che magari avevano avuto il riconoscimento della calamit. Il riconoscimento della calamit arrivato poi anche per Pistoia e dietro nostra sollecitazione arrivato anche di conseguenza per Pisa, Siena ed Arezzo. A dire la verit, ripeto, i primi due giorni siamo stati un attimino da soli o quasi, dobbiamo fare un plauso al Consorzio di Bonifica, quello s, al Consorzio di Bonifica, al Comprensorio di Bonifica della Media Valle del Serchio che ci ha subito supportato con i propri tecnici, con le proprie maestranze, con i propri tecnici attivando subito anche i custodi del territorio sul territorio stesso ed attivando tutte quelle forme di somma urgenza che hanno dato il via, subito, fin dalla settimana dopo, sicch i lavori sono gi iniziati su diversi cantieri con la somma urgenza diciamo interessante, che anche interessa, che diciamo coinvolge, se non sbaglio, sette o otto realt diciamo del territorio del Comune. Ora quando poi li trovo ve lo dico. Ed in poche parole diciamo proprio l'attivazione del Consorzio ha fatto s che arrivata subito la Provincia anche, che la Provincia gli va dato atto al settore ambiente, (parola non comprensibile) della Provincia di essersi mossi subito e di essere venuti a fare i sopralluoghi, in particolare l'Ingegner Valori e di riscontrare subito, diciamo, veramente i danni urgenti degni di somma urgenza che sono stati considerati questi che sono il ripristino delle sponde in pietra sul un fosso a La Motta. Il ripristino dello spondale sul Sestaione in localit La Sega. Il ripristino sul guado del torrente Sestaione. Il ripristino del fosso di Mezzovino. Il ripristino della sponda in Via della Cace sotto il ponte Sestaione. Lo spostamento materiale e sovralluvionamento del Lima nella zona Campeggio. La ricostruzione di una scogliera al Campeggio, in sponda sinistra idraulica del Campeggio. Tutto questo stato grazie appunto al Consorzio, che ha redatto le schede insieme a noi, e che ha diciamo potuto usufruire dei propri tecnici, ma poi dei fondi della Provincia di Pistoia, perch la Provincia di Pistoia il Dipartimento Ambiente ci ha subito stanziato 150 mila Euro. Poi gli altri, diciamo, pochi in pi li ha messi appunto il consorzio con tutta la parte tecnica e tutta la parte anche della direzione dei lavori. Questi lavori sono gi iniziati. Sono gi iniziati dopo neppure una settimana dall'evento, dopo dieci giorni diciamo, dopo una settimana, sette giorni lavorativi sono gi iniziati e diciamo che, secondo le previsioni, dovrebbero nel giro d 15 giorni e ancora massimo venti giorni, prima di Natale dovrebbero essere ultimati. Diciamo che l'attivazione, che abbiamo messo in campo, ha comportato poi anche l'attivazione da parte del Genio Civile che si mosso, il Genio Civile che sono venuti a verificare appunto questi danni di somma urgenza ed anche gli altri pi consistenti, ma che possono essere anche realizzati diciamo sempre con urgenza, come vi dir, ma con non il crisma della somma urgenza, ma attraverso appunto il Decreto della Giunta Regionale, del Presidente Regionale.

Deliberazione C.C. n 36 del 29 novembre 2012 Pag. n2

Ora, diciamo che oltre appunto al Consorzio di Bonifica, alla Provincia di Pistoia, all'UNCEM che si adoperato lui stesso per fare diciamo in modo che noi fossimo subito inseriti fin dal secondo giorno abbiamo fatto la richiesta per l'inserimento nell'area calamitata, anche il Commissario Straordiario Megale, il Commissario Straordinario per diciamo i rischi idraulici della Regione Toscana, nominato dal Governo, Dottor Megale Piergino, anche lui si mosso, stato presente in questa diciamo prima settimana. E diciamo tutta questa sinergia, poi la Protezione Civile ovviamente di Pistoia, tutta questa sinergia ha fatto s che i nostri interventi, le nostre diciamo denunce, le nostre schede di intervento che erano ben 28, se non sbaglio, di criticit sul territorio fossero subito recepite da Protezione Civile, dal settore ambiente della Provincia, Consorzio di Bonifica, ovviamente la Comunit Montana, la Regione e addirittura poi sono state anche mandate appunto direttamente agli organi della Protezione Civile, in quel caso, che successo? Che siamo stati poi raggiunti da questi diciamo vari enti e poi dalla Regione Toscana nella persona dell'Ing. Massini che ci ha poi, diciamo, suggerito ed anche diciamo evidenziato la necessit di non poter intervenire su tutto, su tutti questi piccoli interventi perch alcuni erano veramente modesti nell'ordine di 3 mila Euro, 5 mila, 10 mila, ma dovevano essere presentati dei progetti consistenti, se non addirittura tre o quattro soli diciamo per raggruppare anche i vari interventi per localit, per area. A quel punto, grazie sempre alla grande, come si pu dire, dell'Ufficio Tecnico in modo particolare della Donatella Danti, che si veramente spesa in questa fase perch, addirittura, rientrata diverse volte di pomeriggio per rimodulare sempre queste schede che ci hanno chiesto in varie volte di rivedere perch erano tutte, volevano sempre riconsiderare alcune localit che andavano inserite sono state tolte, poi da ultimo che successo? E' successo che hanno evidenziato quegli interventi un attimino pi consistenti e con decreto diciamo di marted scorso, perch siamo stati marted, convocati marted, hanno deliberato, diciamo stato fatto questo decreto che ci assegna 620 mila Euro per una serie di interventi in diverse aree, che vanno da Rivoreta alla Valle Sestaione attraverso il campeggio e in particolare sono, diciamo, interventi che poi possono essere, come si pu dire, devono essere progettati entro gioved prossimo. Ce l'hanno detto marted e il Decreto arrivato ieri mattina. Entro gioved prossimo devono essere progettati. Dopo di che entro 20 giorni devono essere appaltati con i criteri quasi della somma urgenza. Con l'urgenza, non con i criteri della somma urgenza, ma con l'urgenza. Questo in deroga a qualsiasi diciamo forma istituzionale, si pu dire, in deroga perch non si devono fare n appalti, non si devono fare n diciamo comunicazioni ad enti sovracomunali, ma si deve subito partire. Abbiamo fatto l'incontro ieri in Provincia, con tutti i tecnici del Consorzio di Bonifica, con i tecnici dei dirigenti della Provincia, l'Assessore Mari, il Presidente Fratoni, la quale la ringrazio perch ha sempre partecipato alle iniziative, venuta a firmare il protocollo d'intesa, venuta a firmare diciamo poi gli atti per questo contributo su questi danni e gi oggi abbiamo avuto un primo sopralluogo, abbiamo fatto dei primi sopralluoghi sulle aree. Ripeto questi sono a parte le prime somme urgenze, non facciamo confusione, sulle aree con dei tecnici perch qui occorrono degli ingegneri idraulici, occorrono in certi casi ingegneri civili e abbiamo fatto diciamo sopralluoghi per verificare e per vedere se c' la possibilit con il nostro tecnico anche, il nuovo dirigente dell'ufficio tecnico che si speso assai in questi giorni, venuto con me a Firenze, abbiamo fatto diversi incontri, diciamo che ci siamo adoperati e pari che ce la facciano diciamo entro domani, domani l'altro pi tardi a presentarci diverse proposte di progettazione. Ovviamente, il riferimento a quello che devono fare ma con, diciamo, una specie di offerta, di consulenza di progettazione che va fino ad un massimo in questi casi, come la legge, del 10%. La percentuale sull'importo dei lavori. Ecco questo nella scheda dove ci hanno nominato soggetto attuatore di questi interventi. Siamo anche, secondo l'art. 2, della Legge 66, siamo chiamati diciamo a svolgere il lavoro anche sotto la sorveglianza del Genio Civile. Infatti oggi il Genio Civile ci ha fatto presente che verr luned o marted a fare i sopralluoghi e verificare diciamo quelle che sono appunto le aree colpite. Ed in questo caso noi possiamo poi, dobbiamo poi entro gioved avere progetti, avere i progetti perch ultimo giorno per la presentazione venerd. I progetti che in un primo momento, addirittura, erano stati richiesti come progetti esecutivi e che poi, visto che non era possibile, nel testo hanno inserito progettazione in linea generale.

Deliberazione C.C. n 36 del 29 novembre 2012 Pag. n3

Ossia sar un progetto piuttosto dettagliato di ogni intervento, ma non un progetto esecutivo perch non si pu fare un progetto esecutivo in una settimana. Questo non esiste. Questi interventi, diciamo, saranno poi, dovranno poi essere messi subito in cantiere, dovranno diciamo partire i lavori entro 20 giorni. Ora, noi abbiamo evidenziato, sia io che l'Architetto Tronci in occasione della stipula di questo accordo in Regione, che qui siamo in una localit di montagna, l'intervento pi basso a 650 metri, il pi alto a circa 1.100. Qui potrebbe nevicare da oggi a domani, potrebbe verificarsi un altro evento come quello, speriamo di no. Sicch si va a lavorare nei fiumi, sicch ovviamente noi dobbiamo dare inizio a questi lavori. Ma questi lavori senz'altro per la messa in sicurezza gi siamo tranquilli con le somme urgenze del Consorzio e della Provincia. Per quanto riguarda invece tutto questo lavoro qui senz'altro partir, ma sar poi diciamo, continuer poi durante la primavera si pensa, perch sono anche lavori abbastanza consistenti. In questo ci rientreranno, senz'altro, anche diciamo per area e per zona anche altri lavori pi piccoli che non abbiamo potuto inserire perch, ripeto, i progetti dovevano essere progetti piuttosto consistenti. Tant' vero che si va a leggere nel decreto con le altre province, molto pi danneggiate della nostra, noi siamo gli unici in Provincia di Pistoia, ma se si va a vedere anche le altre province ed anche quelle che, diciamo, inserite in un secondo momento nello stato di calamit come Pisa, Arezzo e Siena, sono tutti interventi pi grandi. Vedo qui, per esempio, su Pisa c' un solo esclusivo intervento di 3.100.000. Gi questi interventi per loro erano interventi modesti nelle cifre che vanno da 70 a 150 mila, secondo i casi. Bene, di questo penso di avere detto abbastanza. Passiamo alla seconda comunicazione. Abbiamo avuto di recente anche ulteriori due significativi riconoscimenti da parte della Regione. Uno riguarda diciamo un progettino concordato con l'UNCEM, attraverso l'UNCEM diciamo per quanto riguarda la Pianaccina e Doganaccia. C' stato un accordo tra le due societ, e si sta procedendo di qui a breve arriveranno questi 50 mila Euro che sono in gran parte per la Doganaccia, in piccolissima parte per la Pianaccina, ma che comunque sono un segnale importante di riconoscimento della valenza anche di questa pista di fondo. L'altro fatto positivo stato quello che, come vi ricordate, avevamo chiesto l'anticipazione di cassa alla Regione per il Piano Strutturale, per rivedere il Regolamento e il Piano Strutturale. Anche l abbiamo avuto anticipazione di cassa mi sembra di 105 mila Euro restituibili in 36 mesi con la quale magari, probabilmente, riusciremo a portare avanti anche questo impegno preso a suo tempo. Vorrei poi dire della festa dell'albero, che si svolta l'altro giorno, molto partecipata con una iniziativa veramente interessante con la scuola, ossia il ripristino di quel cartello che avevo personalmente portato alle scuole, provato diciamo in una parte della strada di Pian degli Ontani, quel cartello che poi avete visto posizionato all'ingresso del bivio della Val Sestaione, con sopra un fiore, restaurato diciamo dalla scuola a cui va il ringraziamento, appunto, alla dirigenza ed agli insegnanti che si sono adoperati ed ai ragazzi che hanno diciamo fatto questo, restaurato questo cartello. Noi l'abbiamo soltanto fornito il materiale diciamo per lavorarci. Il resto hanno fatto tutto da loro e mi sembra doveroso ricordarlo perch una cosa veramente interessante ed importante ed anche, diciamo, un segnale importante all'inizio di una valle che sta a significare con questo fiore e con questa scritta _non pestarlo l'ultimo" una cosa diciamo che colpisce anche magari il turista che arriva e si rende conto dove sta entrando. Bene, altre piccole comunicazioni riguardano un pochino il prossimo week end. Siamo un po' all'ordine del giorno nel prossimo week end abbiamo s su Cutigliano tre o quattro iniziative interessanti, importanti. La prima: io sar con la delegazione, con il pulman che va diciamo in San Pietro sabato mattina per Gigetto del Bicchiere stato diciamo invitato a questa iniziativa dei gruppi folcloristici gi a Roma ed io parteciper a questa iniziativa. Sono diciamo entusiasta di questa cosa, sono contentissimo di poterlo fare perch un bel riconoscimento e una bella diciamo occasione per fare conoscere Cutigliano, per riportare diciamo, per portare diciamo anche un segnale importante. Mi pare ci sia addirittura, diciamo, una, come si pu dire non un incontro, ma una udienza da lontano con il Papa.

Deliberazione C.C. n 36 del 29 novembre 2012 Pag. n4

Ecco, dunque poi altra cosa importante il convegno che si svolger sempre sabato mattina, qui a Cutigliano. E' un convegno promosso dall'Architetto Bernardini, ma concordato con l'Amministrazione da tanto tempo perch, in effetti, la necessit di andare incontro a questo tipo di costruzioni, case-clima, anche nel nostro territorio montano diciamo impellente, visti anche i costi dei combustibili ecc. In questo caso diciamo verranno due, non so se diversi relatori, mi sembra due, tre relatori dal Trentino che sapranno dare informazioni utili, importanti su questo settore. Ecco siamo contenti che il convegno sia fatto a cutigliano e che abbia, e che possa avere diciamo anche un bel successo perch importante anche nella stesura del prossimo appunto piano e del prossimo regolamento dovremmo tenere conto di questo tipo di costruzioni, venire un attimino incontro a chi vuole diciamo fare questi tipi di investimenti. Altra cosa importante, in questo convegno poi sar, diciamo lo coordiner, lo presieder l'Assessore Pieracci in quanto appunto anch'io sono fuori, ma poi ecco anche diciamo un settore del quale lui anche un pochino pi ferrato del sottoscritto. Per quanto riguarda, invece, un'altra iniziativa interessante alla quale parteciper Paolo Pistolozzi ufficialmente come Assessore e come rappresentante del Comune di Cutigliano, a Porto Venere si terr appunto sabato l'incontro con gli amici gemellati del Monferatto e con il Comune di Porto Venere per la definitiva stesura, si spera questa volta, di quel protocollo d'intesa, di quell'ambiziosa iniziativa, che avevamo messo in campo, che era l'iniziativa diciamo di quella promozione da compiere insieme per quanto riguarda le nostre aree, le nostre zone diciamo di valenza ambientale non indifferente. Altra cosa, della quale siamo gratificati e siamo contentissimi di essere stati scelti per la realizzazione, la giornata del ringraziamento della COLDIRETTI, che si svolger qui a Cutigliano. Abbiamo messo a disposizione la sala del Rond Priscilla, Sala Polivalente e questa giornata del ringraziamento al livello diciamo provinciale della COLDIRETTI con diciamo tutta una serie di iniziative a partire dalla messa, per arrivare alla sfilata dei mezzi e ad iniziative, insomma al convegnino, ad iniziative varie che verranno all'interno di questa giornata. Una giornata importante, un settore quello della coltivazione, dei coltivatori diretti, dell'agricoltur diciamo sempre in primo piano e sempre diciamo all'avanguardia sul nostro territorio che sta dando dei risultati non indifferenti. Bene, prima di fermarmi con le comunicazioni, vorrei ricordare per un attimo qui si inizia a fare i minuti di raccoglimento o quant'altro, per un attimino la figura di Pierluigi Tonnarelli, scomparso da poco, tecnico del Comune di Cutigliano, dirigente, capo ufficio tecnico del Comune di Cutigliano che per tanti anni ha speso la sua vita tra il Comune e le associazioni di volontariato, in primo luogo anche la Misericordia quando ha smesso di essere in Comune, ma anche in prima da quando ha smesso di essere, sempre stato in Comune, diciamo si dedicato in pieno a quella attivit con dei risultati eccezionali vorrei dire per una localit piccola come la nostra. Bene, penso che tutti si sia diciamo, come si pu dire, consapevoli e anche un attimino commossi di questo fatto perch, in effetti, una persona che ha saputo dare con il suo impegno e il suo lavoro, ha saputo dare diciamo a questa amministrazione, a questo territorio, al proprio territorio, al proprio paese, al proprio Comune un contributo che pochi altri penso abbiamo saputo fare altrettanto. Bene, io con le comunicazioni avrei terminato. Grazie. Consigliere Nesti. >> Parla il Consigliere Nesti: << S, grazie Presidente. S, anche noi ci accomuniamo a questo ricordo della scomparsa del Geometra Pierluigi Tonnarelli. Io, devo dire la verit, anche nel momento che ho svolto funzioni di Sindaco ho avuto l'occasione di conoscerlo e di scambiare insieme diciamo soltanto due mesi della sua attivit lavorativa, per ne ho diciamo apprezzato le competenze, le capacit ed anche il modo di porre le problematiche all'interno del Comune e poi ne ho apprezzato anche dopo nelle varie associazioni di cui ha fatto parte le sue capacit. Quindi, un ricordo che anche noi ci accomuniamo perch credo una perdita importante per il nostro territorio.

Deliberazione C.C. n 36 del 29 novembre 2012 Pag. n5

Detto questo, sulle questioni riguardo ai danni alluvionali, che accennava il Presidente, su alcune cose noi avevamo gi da tre anni fa avevamo denunciato pi volte in questa assise la pericolosit di alcuni lavori, che erano stati effettuati sul torrente Lima, in particolare il muro realizzato prima del ponte di Casotti, il muro innalzato all'uscita della centralina della filanda che devia il corso del torrente verso il pilone del ponte, questo l'avevamo gi detto pi di una volta e c'era stato allora anche il pronunciamento del Sindaco per un suo interessamento per verificare e per eventualmente cercare di ridimensionare quel manufatto. Ora, anche da quello che abbiamo letto sulla stampa, ci sono stati comunque dei problemi perch sembra che anche questa piena qui e quel muro ha contribuito all'erosione della sponda destra perch devia sensibilmente il flusso delle acque. Fortunatamente, devo dire, che l la massa d'acqua, che passata, era circa di 200 metri cubi, ma se ci fosse, se si verificasse un evento come c' stato nell'82, in cui l passato circa 300 metri cubi di acqua, sicuramente le conseguenze sarebbero state maggiori. Quindi, ecco, facciamo tesoro di questo perch, a volte, si contribuisce anche con alcuni interventi a far s di creare, ad innescare dei pericoli che sono notevoli. Quindi, io su questo ci ritorniamo perch credo che sia importante ribadirlo come mi sembra che sia stato anche su questo accennato sulla stampa, il problema stato accennato sulla stampa e credo che vada comunque preso in considerazione quanto prima. Cos come il problema, che abbiamo sottoposto pi volte delle acque di Rivoreta, delle fognature che, a quanto pare, non arrivano pi a sversare in fondo a Rivoreta, ma sono in qualche modo danneggiate e le acque si perdono nel terreno sottostante, con evidenti problematiche dell'assetto idrogeologico di quel territorio gi notevolmente compromesse. Quindi, anche su questo mi risulta che ci sono stati anche dei sopralluoghi comunque e che in corso una diatriba fra Gaia ed il Comune, per credo che l bisogna capire chi, come deve fare le cose perch un problema, credo, comunque impellente che tra l'altro notevolmente sentito dalla popolazione di quella frazione. Riguardo ai danni che sono stati provocati dagli eventi dell'10 e 11 novembre scorso, devo dire che, devo dare atto che ci si mossi con efficacia, con celerit e si deve dare atto che sia anche il Consorzio, la Provincia e la Regione hanno dato immediatamente corso anche con questi finanziamenti sulla Legge Regionale 66, in modo molto celere, questi 620 mila Euro che diceva prima il Presidente. Devo dire che, ecco, ci sono una serie di interventi che sicuramente sono da apprezzare, che vanno a rimettere in sesto alcune erosioni che quindi giusto intervenire in modo celere. Siamo molto perplessi e riteniamo che sia davvero una cosa, che non possiamo non denunciare, il fatto che si vada a ripristinare un guado sul Sestaione che stato la causa anche del verificarsi di una situazione di inondazione dei terreni circostanti. Quel guado che era stato fatto a suo tempo diciamo prendendo a pretesto i danni alluvionali del Natale 2009 e che, diciamo, non c'era mai stato l un ponte, un guado, una passerella. Si creato questo guado, mi sembra che allora fu finanziato e fu realizzato dal Consorzio di Bonifica per 60 mila Euro, ma quello che poi in definitiva con quelle due luci, che c'erano create, ha fatto s che si otturasse il corso del Sestaione e creasse i problemi che ha creato. Quindi, su questo siamo molto perplessi che si vada a ripristinare quel guado con finanziamento di 150 mila Euro, anche perch l a detta di tanti, di tante persone avevano criticato notevolmente, avevano detto che quello l sarebbe stato causa di danni cos come fatto. Molto probabilmente, si stesse a sentire pi i nostri vecchi, e ne ho sentiti diversi, le nostre persone pi anziane che sono, forse, anche pi sagge, ne ho sentite diverse nella Valle del Sestaione, che hanno criticato aspramente quell'intervento e poi abbiamo visto che fine ha fatto. Tant' che, voglio dire, poi un guado che anche fine a s stesso, che serve relativamente, non serve a nessuno visto che non ci sono abitazioni a servizio di questo guado, non vi sono abitanti. Vi anche un cartello di divieto di transito prima di quel guado. Quindi, effettivamente, non serve, o meglio serve a qualcuno, serve soprattutto alla societ ENEL Green che ha realizzato l la centralina. Questo doveroso, doveroso dirlo. Quindi, ci sembra non adeguato che si debba andare a ripristinare questo guado quando stato causa di danni con questi eventi alluvionali.

E quindi, ecco, noi su questo lo vogliamo denunciare perch non ci pare adeguato e non ci pare giusto un intervento di questo genere di 150 mila Euro, proprio anche in questo momento in cui tra
Deliberazione C.C. n 36 del 29 novembre 2012 Pag. n6

spending review ed altre cose si va sempre di pi a cercare anche di ottimizzare gli interventi e di risparmiare anche le risorse. Detto questo, altre due piccole cose, che in qualche modo sono anche, una cosa collegata anche ad eventi alluvionali. Noi, pi volte, avevamo richiamato in questo consesso la situazione dell'acerone, dell'acero monumentale in Piazza Michelucci, chiedendo anche che fossero fatti opportuni interventi per cercare di salvaguardare questo bene, anche questo simbolo che abbiamo a Cutigliano. Devo dire con nostro rincrescimento che questi interventi non sono stati fatti. Devo dire anche che ultimamente mi sembra che ci sia stato anche un intervento dei vigili del fuoco per la pericolosit di questo acero e mi risulta che stato anche in qualche modo verbalizzato che questo, lo stato di vetust della pianta rappresenta un pericolo notevole e quindi c' diciamo la richiesta, anche da parte di vigili del fuoco, di una riduzione dell'alto fusto perch potrebbe creare condizioni di pericolo e qui chiaramente l ci passa la strada comunale, c' la chiesa davanti, quindi dobbiamo tenere conto di questo. Cerchiamo di trovare le risorse per riuscire in qualche modo a limitare i danni, a salvaguardarlo in qualche modo. Un'altra questione, su cui volevamo chiedere alcune delucidazioni, ed anche una comunicazione, quella per quanto riguarda la forte preoccupazione per la situazione, che si venuta a creare, per quanto riguarda il SUAP e che abbiamo visto stato anche lanciato un allarme da parte delle categorie, anche sulla stampa in questi ultimi giorni, a seguito anche dell'estinzione della Comunit Montana. Ora, sappiamo anche che ci sono delle imprese, che sono in attesa di ritorno di alcune pratiche, che sono in ritardo, che hanno delle difficolt. Ecco, noi diciamo sono sei mesi che si sa che c' l'estinzione della Comunit Montana, ora ci sembra assurdo che si arrivi agli ultimi giorni e che non si sia diciamo previsto in tempo di riorganizzare in modo adeguato lo sportello del SUAP, in quanto non pu passare chiaramente alla Provincia perch la competenza comunale, dei Comuni. Quindi, ecco, su questo chiediamo anche se sono stati fatti, so che si mosso qualche cosa, so che dovrebbe in qualche modo essersi, ci dovrebbe essere una via di risoluzione, per chiediamo a che punto siamo per questo perch c' grossa preoccupazione anche nelle imprese del nostro territorio. L'altra questione, che volevamo sottolineare, che abbiamo gi richiesto nello scorso Consiglio Comunale relativa alla Polizia Municipale, allorch costituimmo il servizio associato fu detto che era in modo provvisorio, ci sarebbe stato un tempo diciamo di sperimentazione che si doveva attuare dei regolamenti, che si doveva verificare come andava il servizio. Abbiamo visto che il servizio funziona poco bene e ne abbiamo discusso anche in una interrogazione che abbiamo presentato, discusso in un Consiglio precedente. Anche l fu detto che ci sarebbero state delle novit, che si sarebbe lavorato, si sarebbe in qualche modo migliorato questo servizio con una regolamentazione diversa. Ecco, vogliamo sapere a che punto eravamo perch a quasi un anno dall'istituzione di questo servizio associato, ancora questo non c' dato vederlo. Un'ultima cosa. Avevamo gi da tempo richiesto di inserire un punto all'ordine del giorno sugli assetti istituzionali. La volta scorsa fu risposto che eravamo in anticipo con i tempi perch c'erano da fare alcuni incontri, da verificare alcune cose. Ora, devo dire che i tempi si fanno stretti. Noi pensavamo in questo Consiglio una discussione, visto anche la nostra richiesta, fosse stata pi che opportuna ed anche doverosa, visto che in questo frattempo, in questo lasso di tempo ci sono state varie iniziative, ci sono state assemblee pubbliche, ci sono stati incontri con i Consigli Comunali da parte del Comitato per il Comune Unico, incontri dello stesso Comitato con gruppi consiliari regionali e quindi c' diciamo stato diverse cose e diverse novit nel frattempo e pensavamo che fosse opportuno che ci fosse una riscossione anche compiuta in questa assise, in questo Consiglio Comunale perch credo che dobbiamo comunque anche questo Consiglio Comunale deve comunque occuparsene e magari una discussione sarebbe quanto mai opportuna. >>

Parla il Sindaco: << Grazie Consigliere Nesti. Altri interventi? Consigliere Lauri. >>
Deliberazione C.C. n 36 del 29 novembre 2012 Pag. n7

Parla il Consigliere Lauri: << S, anch'io mi unisco al ricordo di Pierluigi Tonarelli e al dispiacere per questa perdita, anche perch anche per me durante gli anni del mandato stato comunque una persona, che anche se non esercitava pi all'interno del Comune, ha sempre dato un sostegno, una mano, quindi una persona di una competenza veramente notevole e che stata quindi di supporto anche se, diciamo, all'atere per di supporto. Io non voglio ripetere le cose che ha detto ora il Consigliere Nesti, anche perch condivido un po', diciamo tutte le osservazioni, le comunicazioni che ha fatto e quindi non voglio assolutamente perdere del tempo, portare via ulteriore tempo. Voglio per, ecco, soffermarmi su due di queste comunicazioni che il Consigliere Nesti ha fatto: una quella dei danni alluvionali, quindi della questione relativa al guado, anche perch effettivamente tralasciando diciamo tutti gli altri interventi, tutte le altre richieste quella che chiaramente d nell'occhio e ha dato nell'occhio, ma non solo a noi come Consiglieri Comunali, ma nei confronti della popolazione. Quindi, credo che sia giusto prendere atto di questo. Le considerazioni, che faceva il Consigliere Nesti, mi sembrano estremamente pertinenti perch a servizio di chi questo guado? E' a servizio della popolazione? E' a servizio della collettivit? C' un divieto di transito posto all'inizio. Allora, insomma, delle perplessit chiarmente sorgono e dei chiarimenti io credo che siano necessari. Anche perch qui si tratta di utilizzare delle risorse pubbliche. Risorse pubbliche che sono state utilizzate gi una volta e che ora vengono in parte riutilizzate. Quindi, un chiarimento io penso che sia estremamente necessario. L'altro aspetto, sul quale mi volevo soffermare, a parte quello della polizia municipale sul quale appunto avevamo fatto una interrogazione congiunta, sulla quale abbiamo sollecitato pi volte anche una risposta, alla quale c' stato detto che comunque ci sarebbe stato una organizzazione, sarebbe stata delineata una vera e propria organizzazione, un regolamento, l'adozione di un regolamento. Anche qui mi sembra che i problemi ci siano. Io ho avuto modo anche in questi giorni di parlare con alcune persone all'interno anche del palazzo comunale, problemi ce ne sono tanti. E quindi, forse, una regolamentazione mi sembra che sarebbe pi che necessaria. Mi sembra che ad oggi tutto questo non stato fatto. Quindi, tutte le volte ce lo diciamo qui in Consiglio, per mi pare che grandi passi non siano stati fatti. L'ultima considerazione riguarda l'aspetto della riorganizzazione istituzionale. Io lo dico chiaramente, cio a me sembra veramente vergognoso il fatto che non si parli di questo all'interno del Consiglio Comunale, che non si sia poi mai parlato se non quando ci siamo trovati di fronte a delle decisioni. Io credo che siano momenti estremamente importanti, sui quali ci deve essere il coinvolgimento, l'ho detto gi una volta, della popolazione, ma anche e soprattutto dei Consiglieri Comunali. Sono stati fatti incontri, si parla di comune unico, si parla di unione di comuni, si parla di tante cose, fuori da questo Consiglio sono state fatte assemblee, quindi sicuramente sono state fatte diverse iniziative. Per, io credo che una discussione all'interno del Consiglio sia necessaria. Non dimentichiamo che noi ci siamo trovati di fronte ad una decisione, quella della estinzione della Comunit Montana, che non venuta dai Consigli Comunali, perch i Consigli Comunali avevano preso una decisione ben diversa. Io credo, insomma, che dar voce ai Consigli in questa fase sia estremamente importante. Si parlava di andare verso la costituzione dell'Unione. Io non lo so se i comuni hanno intenzione di percorrere questa strada. Probabilmente ci troveremo alla fine dell'anno ad adottare delle convenzioni di servizi associati e ci ritroveremo sempre all'ultimo minuto, probabilmente il 28 di dicembre, a fare queste corse. Io lo trovo veramente vergognoso che ci si debba ridurre in questo stato. E mi dispiace perch siamo veramente l'unica zona della Toscana ad essere in queste condizioni. Quindi, lo dico e lo sottolineo. Spero, ecco, che negli amministratori sia chiara la volont, il percorso che si vuole fare e che ci venga soprattutto enunciato, che ci venga delineato. Mi sembra che c', veramente, tanta, tanta confusione.

Quindi, ecco, questo un invito che faccio all'Amministrazione di portare finalmente in Consiglio una discussione su questo tema e di chiarirci le idee su quello che il percorso che queste amministrazioni vogliono intraprendere e di non farci..>> FINE LATO A PRIMA CASSETTA
Deliberazione C.C. n 36 del 29 novembre 2012 Pag. n8

INIZIO LATO B PRIMA CASSETTA Parla il Consigliere Nesti: << Grazie Presidente. No, soltanto per aggiungere una cosa che volevo chiedere, che ho visto apparsa sulla stampa oggi in modo molto veloce, tra l'altro, on line, per capire e per sapere se su questa cosa qualche cosa, cio: Consuntivo 2012 Comunit Montana apparso che chiuso con 3.734.000 Euro di avanzo. Volevo sapere se questo ci sono notizie, perch mi sembrerebbe veramente clamoroso se fosse una cosa di questo genere perch sarebbe..Ecco, questo , non so se questo risponde al vero una cosa del genere. Speriamo. >> Parla il Sindaco: << Altri interventi? Se non ci sono altri interventi, Assessore Pieracci vuole dare una risposta sulle acque di Rivoreta? >> Parla l'Assessore Pieracci: << Allora, le fogne, la fogna in oggetto una fogna di tipo misto. Le fogne di tipo misto sono in carico a GAIA nella gestione e questo chiaro, tant' che ho qui davanti il Regolamento dove all'art. 61, ovvero il primo articolo del paragrafo che regola i servizi di fognatura e depurazione, dice: con il presente regolamento vengono definite le condizioni e le modalit secondo le quali si svolgono i servizi di fognatura e depurazione. L'oggetto della gestione riguarda esclusivamente le fognature separate nere e le fognature miste. Sono escluse, esclusa la gestione delle acque meteoriche e quindi delle fognature separate bianche. Ora, non vi vado a leggere la definizione delle fognature miste, per la fognatura mista, in sostanza, la fognatura dove ci vanno nella stessa condotta le acque meteoriche bianche, possono essere quelle dei canali delle case, e le fognature nere. Questo passaggio chiaro ed chiaro anche nel verbale di consegna della rete idrica e fognaria del territorio. Quindi, quella fognatura la deve sistemare Gaia. Allora, il problema qual ? Che Gaia sostiene che mezza spetta a noi. Ora, io non me la sento di, a parte che noi non ci s'ha i soldi per sistemarla e questo un altro discorso, nella parte del 50% secondo loro, ma qualora io spendessi anche soldi per una fognatura che, in realt, spetta a Gaia, io farei un danno al Comune e quindi all'ente pubblico, esatto. Quindi, tra l'altro in questi giorni ero a Rivoreta parlavo proprio con della gente e mi sollevavano, mi risollevavano questa cosa ed io ho detto: guardate, io scriver a Gaia in modo anche abbastanza deciso e non l'ho ancora fatto perch in questi giorni c' stato un po' da fare, insomma per lo dovr fare perch ad un punto ci si dovr arrivare in questo senso perch gi su un'altra questione loro asserivano che una rete, un ramo dell'acquedotto non era di nostra competenza e poi, in realt, carte alla mano, gli stato dimostrato che lo era, anche se non ci hanno fatto nulla lo stesso. Per, chiaro che suo. E' come questo. Quindi, io pi che sollecitarla, pi che, a questo punto insomma metterglielo in modo abbastanza deciso senza, ovviamente, esagerare per lo devono capire che quel ramo di fognatura spetta a loro. Quindi, cos . >> Parla il Sindaco: << Bene, se non ci sono altri interventi, provo a rispondere ad alcune questioni sollevate anche se sono state talmente tante che, probabilmente, pu darsi anche che me ne dimentichi qualcuna. Partiamo. No, sono tante. Partiamo dall'acerone. Sull'acerone c' stato dato una risposta da parte dei vigili dopo che hanno visionato quando successe l'evento calamitoso del tetto della scuola intervennero anche l, e loro parlano addirittura di dover intervenire con un intervento radicale.

Ora, vediamo un attimino quello che possibile fare perch certo che certi palliativi probabilmente su quella pianta non possono avere pi grande risultato. Il SUAP. Proprio ieri abbiamo fatto un ulteriore, c' un eccessivo allarmismo forse anche giustificato da parte di qualche imprenditore del settore agricolo in modo particolare, ma il SUAP non ha mai smesso di funzionare e non smetter di funzionare e proprio ieri c' stato un incontro in Conferenza dei Sindaci, che ha stabilito diciamo come ripartire le spese, come ripartire anche con il servizio,
Deliberazione C.C. n 36 del 29 novembre 2012 Pag. n9

scusate diciamo il gioco di parole, ripartire con il servizio ora, appena diciamo..(parola non comprensibile), infatti. Per quanto riguarda invece la polizia municipale, il servizio..(VOCI FUORI MICROFONO)..No, dicevo che stato proprio stasera, se non sbaglio, deliberato..(VOCI FUORI MICROFONO)..Comunque una decisione di ieri perch, appunto, ieri siamo stati in conferenza dei sindaci dopo la settimana scorsa avevamo diciamo cercato le varie soluzioni, sono state prospettate varie soluzioni e siamo arrivati a questo. Per quanto riguarda la Polizia Municipale vero che il servizio precario, vero che ci sono delle difficolt. Dobbiamo, come si pu dire, stiamo aspettando ancora con l'Abetone e questo vale anche per quanto riguarda il riassetto istituzionale. Abbiamo questo, lo dico con tranquillit senza problemi, che c' un pochino di difficolt diciamo ancora a trovare una linea condivisa tra diciamo per l'Unione perch l'Abetone ha avuto qualche momento di ripensamento. Vediamo, speriamo che ora finalmente ci siamo chiariti e speriamo senz'altro di andare in porto con un servizio, anche quello della Polizia Municipale, appunto con decentramento, con i vari uffici che potranno diciamo essere satellitari al comando generale di San Marcello. Per quanto riguarda, appunto, sempre anche il discorso dell'assetto istituzionale, delle assemblee, ora sono state fatte delle assemblee con i Consiglieri Comunali, sono state fatte le assemblee dal comitato. Io, fra l'altro, non ero presente a quella del Comitato perch avevamo una importante riunione ed ora, magari, gi che siamo ancora tra le comunicazioni lo dico, una importante riunione proprio con il Presidente Giurlani e con tutti i Sindaci riguardo al taglio che si sta diciamo pensando di fare sulle Poste. Sembra che ci sia appunto questi tagli che dovrebbero arrivare da un momento all'altro. Allora, quella sera proprio avevamo un incontro con il Presidente dell'UNCEM per prendere una posizione riguardo alle nostre criticit che per quanto riguarda appunto Cutigliano sono Piano Sinatico e Pian degli Ontani. Per io so che quelle assemblee, quegli incontri sono stati anche abbastanza partecipati e discussi. Ecco, non so, forse magari il Consigliere Lauri non era presente, ma altri consiglieri c'erano e diciamo senz'altro dovremo affrontarlo il problema anche al livello istituzionale e come Consiglio Comunale. Penso che il prossimo Consiglio, che andremo a fare prima della fine dell'anno, senz'altro vedremo di farlo perch dovremo senz'altro deliberare qualcosa, ma penso anche che saremo diciamo, come si pu dire, costretti tra virgolette a fare ulteriori assemblee per parlarne con i cittadini, pi che parlarne al livello di Consiglio perch dobbiamo recepire ancora di pi diciamo le opinioni un pochino anche dei cittadini. La notizia della Comunit Montana io non ho avuto tempo di leggere il giornale oggi, non lo so, ma mi sembra che sia una notizia..(VOCI FUORI MICROFONO)..ah, piuttosto infondata. Comunque, questo magari lo verificheremo. Ponte Sestaione, ANAS. Per quanto riguarda i ponti a criticit di stabilit, si pu dire, sono appunto il Ponte Sestaione sul quale l'ANAS, dopo il sopralluogo, ha detto, ha dichiarato di avere un progetto in corso e di pensare la propria parte al consolidamento. Per quanto riguarda il ponte di Cutigliano inserito in quel diciamo, in quegli accordi che con la Provincia tendono a fare anche, rivedere anche il muro che diceva Graziano e che diciamo attraverso un accordo con i privati, da noi tante volte sollecitato, ma purtroppo mai raggiunto, un accordo tra i privati che sono su quelle sponde diciamo del Lima e che necessiterebbe diciamo appunto trovassero un accordo per definire una volta per tutte e rimuovere le criticit che ci sono, perch le criticit sono dovute magari ad interventi fatti ed interventi diciamo anche nel tempo, come si pu dire, via, via diciamo, via, via si pu dire proprio consolidati nel tempo, ma che magari hanno avuto un errore iniziale che quello di alzare diciamo il livello del fiume con le briglie.

Ora l c' un, la Lima un fiume particolare ha queste, in quella zona si seduto, viene gi forte, poi l si siede e l diciamo deposita. Allora, come diceva oggi il nostro amico il gestore del campeggio, quello l un fiume che magari prima si autogestiva e ora non si pu pi autogestire. Prima si poteva autogestire perch quando faceva le grandi piene era un fiume piuttosto basso, quando faceva le grandi piene portava via i detriti e riusciva a ripulirsi, perch l'alveo era quello. Ora, poi sono state fatte diverse briglie stato, diciamo un attimino messo in condizioni di non potere scorrere bene e l dobbiamo tornarci a rivedere.
Deliberazione C.C. n 36 del 29 novembre 2012 Pag. n10

Per quanto riguarda le precipitazioni questa volta sono state eccezionali soltanto, eccezionalissime soltanto nella zona del Sestaione e nella Val Sestaione, non nella Lima. Perch a fronte, diciamo, di 250 millimetri cubi del Lima il Sestaione andato quasi vicino ai 300 con una diciamo, in pochissimo tempo. Il massimo che si era registrato era stato 470 comunque, non di pi. Ed comunque una diciamo misura che oggi preoccuperebbe molto, darebbe diciamo veramente delle preoccupazioni. Questo qui si pu registrare, secondo gli esperti, anche oggi c'erano diversi ingegneri idraulici, in (parola non comprensibile) duecentennale che pu essere diciamo dovuta al fatto dello scioglimento della neve in contemporanea con precipitazioni diciamo forti. Dunque, per quanto riguarda invece il punto che toccavate anche riguardo all'intervento sul Sestaione e sul guado in modo particolare, qui devo essere molto chiaro: allora diciamo comunque di fare chiarezza e di finirla con magari anche con certi tipi di strumentalizzazioni che vengono non nel Consiglio, ma che vengono anche magari fuori in ambito diciamo di discussione. Perch se vero che quella realizzazione sar una realizzazione forse un attimino superficiale diciamo, superficiale perch ha detta anche di cittadini qualunque e a detta anche diciamo di esperti, poteva essere realizzata in modo diverso. Tant' vero che ora ci sar una realizzazione un po' diversa da quella attuale. Ma dovuto questo fatto anche, purtroppo, ai vincoli che sono stati posti in quella occasione in particolare dalla Sovrintendenza, che ha voluto lasciare una parte di alveo con i detriti, addirittura diciamo la parte di alveo dove non poteva scorrere l'acqua. Ha voluto diciamo, ha cercato di mitigare al massimo l'impatto, ma facendo cos diciamo ha creato e ha voluto delle scatolari e un tipo di guado ed un tipo di intervento che, forse, diciamo poi si verificato anche alla luce dei fatti non del tutto diciamo ad opera d'arte. Per una fase eccezionale, come quella registrata in questa occasione, ed io qui ho le foto anche sul cellulare, si possono vedere, si possono registrare ci sono dei dischetti, veramente una cosa fuori dal comune. Non si era mai registrato un evento del genere in quella zona, mai, mai. Neppure nel dicembre 2009, quando io stesso in quella occasione ero sul posto, non l'ho visto. Per venire poi all'intervento, alle spese che verrebbero fatte in quell'area, intanto un'area dove c' un interesse dell'ENEL, c' un mulino, a monte ci sono tante abitazioni, tante seconde case, circa 30 villeggianti che la frequentano d'estate. Ci sono dei residenti, tant' vero che abbiamo dovuto fare delle giustificazioni per le assenze a scuola per la famiglia che rimasta isolata, perch la famiglia della signora Murri rimasta isolata e grazie soltanto all'intervento di alcuni volontari, che si sono prestati subito, la mattina stessa di domenica, e poi hanno (parola non comprensibile) perch per due giorni sono stati l, alla fine dopo due giorni sono usciti di casa. E abbiamo, ripeto, dovuto giustificare anche l'assenza a scuola. Grazie a queste cose poi dei volontari siamo riusciti poi a ripristinare diciamo l'accesso perch ha smesso di piovere e a monte, a monte di questo guado, di questa (parola non comprensibile) di guado, io mi rimane difficile dirlo perch io faccio parte anche di questa societ, mi rimane difficile dirlo, ma non stata diciamo una richiesta di questa socit. Tant' vero che non era necessario, non mai stato necessario perch stata costruita prima la centrale del guado e non mai stato necessario farci il guado. Il problema che c' stata anche, il problema il fatto che c'erano queste risorse a disposizione, la Provincia le aveva per quella zona, per il Sestaione anche, e diciamo c'era una petizione popolare da tempo, anche da prima, non soltanto da quando siamo entrati nell'amministrazione noi, ma anche da prima molti cittadini avevano sollevato quel problema perch ci sono petizioni e diciamo richieste da parte di molti proprietari non solo delle abitazioni, vedi quelle abitazioni che vengono frequentate anche

d'inverno, non solo d'estate, ma anche di fine settimane tant' vero che Biagiotti Paolo ha fatto la richiesta anche come danni privati che gli ha portato via tutto il giardino, gli ha portato via tutta la parte intorno casa il fiume, tant' vero che lui era sul posto il giorno dell'evento, per dire. E diversi altri. E c'era diciamo questa, come si pu dire, richiesta di molti proprietari di terreni anche a monte, verso diciamo la Torre del Fatucchio perch in quella zona, diciamo, questa una strada, una strada diciamo di smacchio, fatta grazie all'intervento appunto della centrale che ha dovuto fare la condotta, ha dovuto fare una strada e su quella strada diciamo smacchiano e portano via materiale diversi diciamo cittadini residenti che hanno l le loro propriet. Oltre, ripeto, a tutte queste abitazioni e anche a quelle diciamo dei residenti e di questa famiglia che rimasta isolata.
Deliberazione C.C. n 36 del 29 novembre 2012 Pag. n11

Bene, c'era da aggiungere riguardo alle notizie della Comunit Montana si sono dette. Mi sembra che non ci siano altre risposte da dare in questo momento. Poi, se mi sono dimenticato di qualcuna, me lo ricordate. Grazie. Interrogazioni. Passiamo all'altro punto..ah s, scusi Consigliere Lauri. >> Parla il Consigliere Lauri: << S, io volevo fare, visto insomma stata fatta questa precisazione e il Sindaco ricordava, a proposito appunto di questo guado un po' quello che stato anche nel passato, le richieste, la petizione che lui cita. Per, ecco, se vogliamo essere proprio precisi fino in fondo, siccome all'epoca mi ci sono trovata anch'io in questa situazione e questa cosa del guado venne fuori proprio quando ero amministratore, quando ero Sindaco qui nel Comune di Cutigliano e fu l'attuale Sindaco a venire da me e a dirmi, a parlarmi di questo guado, della necessit di realizzare questo guado. Quindi, insomma, diciamola tutta allora la cosa. E tra l'altro, ecco, mi ricordo molto, molto bene che si parlava s di questa petizione, di queste esigenze. Io non che ho mai visto delle firme, non ho mai visto una..no, no infatti, va bene. Questo non lo metto in dubbio. Per, ecco, io credo che sia necessario fare questa precisazione perch all'epoca fu l'attuale Sindaco a venire da me e a dire che c'era necessit di fare questo guado. >> Parla il Sindaco: << Allora preciso un'altra cosa anch'io. Mi facevo portavoce, non essendo Sindaco, mi facevo portavoce di un gruppo di cittadini, di molti cittadini interessati anche perch, ripeto, i lavori, che dovevano essere fatti compreso il mulino e compreso, erano gi stati realizzati. Sicch il guado non che necessitasse pi per realizzare quello. >> Parla il Consigliere Lauri: << Quando fu fatta questa richiesta i lavori del mulino non erano ancora, erano in corso di realizzazione e tutto quanto. Per, ecco, io credo che sia giusto insomma riportare tutto alla verit. >> Parla il Sindaco: << S, ma siccome stato portato in causa il discorso invece della societ, della ENEL Green e della necessit della centrale, la centrale era stata realizzata e tutto il resto era stato fatto. Sicch non che ci fosse questa necessit da parte di un privato, ma era da parte diciamo di diversi cittadini. Fra l'altro, allora ci resiedevano anche pi persone.

Deliberazione C.C. n 36 del 29 novembre 2012 Pag. n12

Il presente verbale, previa lettura ed ai sensi dellart.25 c.5 dello Statuto comunale, come appresso approvato e sottoscritto: IL SINDACO F.to Ceccarelli Carluccio IL SEGRETARIO GENERALE F.to Dr. Claudio Sbragia

_______________________________________________________________________________________________

PUBBLICAZIONE Copia della presente deliberazione viene pubblicata allAlbo Pretorio del sito internet del Comune

(www.comune.cutigliano.pt.it) dal ____________________ e vi rimarr fino al ____________________ , per 15 gg. consecutivi ai sensi dellart.124, 1 comma, del D.Lgs.267/2000 LUFFICIO DI SEGRETERIA _______________________________________________________________________________________________

Per copia conforme alloriginale in carta libera per uso amministrativo. Cutigliano ___________ LUFFICIO DI SEGRETERIA

________________________________________________________________________________________________ ESECUTIVITA [X] La presente deliberazione divenuta esecutiva ex art.134 comma 3 D.Lgs.267/2000 [ ] La presente deliberazione stata dichiarata immediatamente esecutiva ex art.134 comma 4 D.Lgs.267/2000 Cutigliano, ___________ LUFFICIO DI SEGRETERIA

_______________________________________________________________________________________________ Si trasmette copia della presente deliberazione per i provvedimenti di competenza a: [X] [X] [ ] [ ] [ ] [ ] [X] [ ] [ ] - Servizio Affari Generali - Servizio Affari Generali per la pubblicazione on-line - Servizi Tecnici - Servizio Finanze e Bilancio - Servizio Polizia Municipale - Segretario Generale - Capigruppo consiliari - RR.SS.UU. - Altri:

Cutigliano, ___________

LUFFICIO DI SEGRETERIA

Deliberazione C.C. n 36 del 29 novembre 2012 Pag. n13

COMUNE DI CUTIGLIANO
Provincia di Pistoia
Piazza Umberto I,1 - 51024 CUTIGLIANO (PT) - C.F. e P. IVA 00328670476 Tel. 0573/68881 - Fax 0573/68386 www.comune.cutigliano.pt.it - comune@comune.cutigliano.pt.it PEC: comune.cutigliano@pec.spad.it

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 177 del 29 dicembre 2012


OGGETTO: Strada di accesso a localit Case Mori Costi ripristino dissesto del versante interessato dallevento dell11 novembre 2012 con danneggiamento della viabilit a seguito di erosione del fiume Sestaione con isolamento di abitazioni in localit Case Mori e Costi. Intervento 2012 EPT0003 FRN Cutigliano. Approvazione progetto esecutivo.= Lanno duemiladodici in questo giorno ventinove del mese di dicembre, alle ore 11,30 nel civico palazzo, si riunita la Giunta Comunale convocata nei modi di legge, sotto la Presidenza del Sig. Ceccarelli Carluccio nella sua qualit di Sindaco.

COGNOME E NOME
Ceccarelli Carluccio Sindaco Pistolozzi Paolo Assessore Pieracci Lorenzo Assessore Gonfiantini Antonio Fausto Assessore

presente

assente

P P A A

Assiste il Segretario comunale Dott. Claudio Sbragia il quale provvede alla redazione del presente verbale.

IL PRESIDENTE invita i convocati a deliberare sulloggetto sopra indicato:

Delibera Giunta Comunale n 177 del 29/12/2012 pag n1

LA GIUNTA COMUNALE

VISTO il decreto della Presidente della Giunta Regionale Toscana n. 201 del 27/11/2012 L.R. 66/2012 approvazione del piano straordinario degli interventi pubblici urgenti e indifferibili di ripristino e di messa in sicurezza idrogeologica e delle prime disposizioni per lattivazione degli interventi ivi ricompresi; VISTO il Decreto Dirigenziale n. 5543 del 28.11.2012 L.R. 66/2012 DPGR 201/2012 prenotazione risorse a favore dei soggetti attuatori DATO ATTO che nei decreti sopra citati stato individuato come soggetto attuatore il Comune di Cutigliano per gli interventi di cui trattasi; DATO ATTO che il responsabile unico del procedimento per gli interventi urgenti e indifferibili di ripristino e messa in sicurezza idrogeologica del Comune di Cutigliano in seguito agli eventi meteo dell11/11/2012, come richiesto dallallegato b art. 1.5 del DPGR n. 2012 del 27/11/2012 individuato nel Responsabile dei servizi Tecnici, arch. Paolo Tronci; DATO ATTO che sono fissati i termini per la conclusione delle progettazioni entro il 07/12/2012, da comunicare al Settore Prevenzione del Rischio idraulico e Idrogeologico; VISTO il D.P.G.R. 207 del 04/12/2012 L.R. 66/2012. Approvazione del nuovo testo integrato delle disposizioni per lattivazione degli interventi del piano di cui al D.P.G.R. 201/2012 VISTA la Delibera di Giunta Municipale n 149 del 29/11/2012 avente per oggetto Interventi urgenti e indifferibili di ripristino e messa in sicurezza idrogeologica del Comune di Cutigliano in seguito agli eventi meteo del 11/11/2012 atto di indirizzo VISTA la determina n. 508 del 4/12/2012 con oggetto interventi urgenti ed indifferibili di ripristino e messa in sicurezza idrogeologica del comune di Cutigliano in seguito agli eventi meteo dell11/11/2012 affidamento incarico per le attivit di progettazione degli interventi, di indagine, di redazione del piano di sicurezza e coordinamento, di direzione e contabilit dei lavori, emissione CRE o collaudo, coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione impegno di spesa intervento 2012 EPT 0003 FRN Cutigliano CIG 4765934d24 CUP b42j12000370002 ; VISTA la deliberazione della G.M. n. 152 del 07/12/2012 relativa allapprovazione del progetto preliminare dei lavori di: strada di accesso loc. Case Mori Costi ripristino dissesto del versante interessato dallevento dell11/11/2012 con danneggiamento della viabilit a seguito di erosione del fiume Sestaione con isolamento di abitazioni in loc. Case Mori e Costi, danneggiamento anche su strada di collegamento Frassa Catino intervento 2012 EPT 0003 FRN Cutigliano CIG 4765934d24 CUP b42j12000370002; VISTI i verbali della conferenza dei servizi in data 11/12/2012 e in data 18/12/2012 ed il Documento Operativo, in atti;

Delibera Giunta Comunale n 177 del 29/12/2012 pag n2

VISTA la deliberazione della G.M. n. 159 del 20/12/2012 relativa allapprovazione del progetto definitivo dei lavori di: strada di accesso loc. Case Mori Costi ripristino dissesto del versante interessato dallevento dell11/11/2012 con danneggiamento della viabilit a seguito di erosione del fiume Sestaione con isolamento di abitazioni in loc. Case Mori e Costi intervento 2012 EPT 0003 FRN Cutigliano CIG 4765934d24 CUP b42j12000370002; VISTO progetto esecutivo, i cui elaborati sono depositati presso gli uffici comunali, relativo a strada di accesso loc. Case Mori Costi ripristino dissesto del versante interessato dallevento dell11/11/2012 con danneggiamento della viabilit a seguito di erosione del fiume Sestaione con isolamento di abitazioni in loc. Case Mori e Costi, composto da: -) relazione generale -2) piano di manutenzione dellopera e delle sue parti -3) piano di sicurezza e coordinamento di cui allart. 100 del D.Lgs. 81/2008 e quadro di incidenza della manodopera -4) computo metrico estimativo -5) lista delle categorie -6) quadro economico -7) crono programma -8) elenco prezzi unitari -9) Analisi dei prezzi -10) schema di contratto e capitolato speciale di appalto -11) piano particellare di esproprio -12) fascicolo tecnico dellopera -13) tavola 1 corografia e individuazione dellintervento -14) tavola 2 planimetria sezioni e particolari -15) tavola 3 piano particellare di esproprio VISTO il quadro economico del progetto sopracitato dellimporto totale di 150.000,00 cos suddiviso: per lavori . 107.618,88 oneri generali e specifici per la sicurezza 3.600,00 accantonamenti 1.779,50 imprevisti 242,29 progettazione D.L contabilit etc. e collaudi 12.109,00 indagini geologiche e geotecniche . 1.110,78 acquisizione aree e occupazioni temporanee . 183,59 per IVA 21% ed eventuali altre imposte . 23.355,96

ACCERTATA la competenza della Giunta allapprovazione del progetto sopracitato; DATO atto che la spesa finanziata con contributo della Regione Toscana di cui al DPGR n. 201/2012 e Decreto Dirigenziale n. 5543/2012 per . 150.000,00 ed impegnata sul capitolo 1315 classificazione 2.09.01.01 del bilancio 2012 VISTO il D.Lgs 163/2006 e s.m.i.; VISTO il D.P.R. 207/2010 e s.m.i;

Delibera Giunta Comunale n 177 del 29/12/2012 pag n3

VISTO il parere favorevole di regolarit tecnica e contabile reso ai sensi dellart. 49 ,comma 1 , del T.U.E.L. n 267/2000 CON voti favorevoli unanimi palesemente espressi nei modi di legge;

DELIBERA

DI APPROVARE il progetto esecutivo, i cui elaborati sono depositati presso gli uffici comunali, di strada di accesso loc. Case Mori Costi ripristino dissesto del versante interessato dallevento dell11/11/2012 con danneggiamento della viabilit a seguito di erosione del fiume Sestaione con isolamento di abitazioni in loc. Case Mori e Costi, che presenta il seguente quadro economico per un importo totale di 150.000,00 cos suddiviso: per lavori oneri generali e specifici per la sicurezza accantonamenti imprevisti progettazione D.L contabilit etc. e collaudi indagini geologiche e geotecniche acquisizione aree e occupazioni temporanee per IVA 21% ed eventuali altre imposte . 107.618,88 3.600,00 1.779,50 242,29 12.109,00 . 1.110,78 . 183,59 . 23.355,96

DI DARE atto che la spesa finanziata con contributo della Regione Toscana di cui al DPGR n. 201/2012 e Decreto Dirigenziale n. 5543/2012 per . 150.000,00 ed impegnata sul capitolo 1315 classificazione 2.09.01.01 del bilancio 2012 DI INCARICARE il Responsabile del procedimento a trasmettere il presente atto al Settore Prevenzione del Rischio Idraulico e Idrogeologico della Regione Toscana entro il 7/12/2012 come indicato dai Decreti Regionali sopracitati

LA GIUNTA comunale, con separata unanime votazione favorevole, data l'urgenza del provvedere, DICHIARA il presente atto immediatamente eseguibile ai sensi dell'alt 134, comma 4, del T.U.E.L. n267/2000.=

Delibera Giunta Comunale n 177 del 29/12/2012 pag n4

Il presente verbale, previa lettura ed ai sensi dellart.25 c.5 dello Statuto comunale, come appresso approvato e sottoscritto: IL SINDACO F.to Ceccarelli Carluccio IL SEGRETARIO GENERALE F.to Dr. Claudio Sbragia

_______________________________________________________________________________________________

PUBBLICAZIONE Copia della presente deliberazione viene pubblicata allAlbo Pretorio del sito internet del Comune

(www.comune.cutigliano.pt.it) dal ____________________ e vi rimarr fino al ____________________ , per 15 gg. consecutivi ai sensi dellart.124, 1 comma, del D.Lgs.267/2000 LUFFICIO DI SEGRETERIA _______________________________________________________________________________________________

Per copia conforme alloriginale in carta libera per uso amministrativo. Cutigliano ___________ LUFFICIO DI SEGRETERIA

_______________________________________________________________________________________________ ESECUTIVITA [ ] La presente deliberazione divenuta esecutiva ex art.134 comma 3 D.Lgs. 267/2000 [X] La presente deliberazione stata dichiarata immediatamente esecutiva ex art.134 comma 4 D.Lgs. 267/2000

Cutigliano ___________

LUFFICIO DI SEGRETERIA

_______________________________________________________________________________________________

Si trasmette copia della presente deliberazione per i provvedimenti di competenza a: [ ] - Servizio Affari Generali [X] - Servizi Tecnici [X] - Servizio Finanze e Bilancio [ ] - Servizio Polizia Municipale [X] - Servizio Affari Generali per la pubblicazione on-line [ ] - Segretario Generale [X] - Capigruppo consiliari [ ] - RR.SS.UU. [ ] - Altri:

Cutigliano ___________

LUFFICIO DI SEGRETERIA

Delibera Giunta Comunale n 177 del 29/12/2012 pag n5

COMUNE DI CUTIGLIANO
Provincia di Pistoia
Piazza Umberto I,1 - 51024 CUTIGLIANO (PT) - C.F. e P. IVA 00328670476 Tel. 0573/68881 - Fax 0573/68386 www.comune.cutigliano.pt.it - comune@comune.cutigliano.pt.it PEC: comune.cutigliano@pec.spad.it

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 178 del 29 dicembre 2012


OGGETTO: Danneggiamento attraversamenti guadi e esportazione di parte di scogliera in destra e sinistra idraulica, sistemazione e regimazione alveo fiume Sestaione con pericolo di inondazione verso le abitazioni in localit la Frassa. Intervento 2012 EPT0004 ALT Cutigliano. Approvazione progetto esecutivo.= Lanno duemiladodici in questo giorno ventinove del mese di dicembre, alle ore 11,30 nel civico palazzo, si riunita la Giunta Comunale convocata nei modi di legge, sotto la Presidenza del Sig. Ceccarelli Carluccio nella sua qualit di Sindaco.

COGNOME E NOME
Ceccarelli Carluccio Sindaco Pistolozzi Paolo Assessore Pieracci Lorenzo Assessore Gonfiantini Antonio Fausto Assessore

presente

assente

P P A A

Assiste il Segretario comunale Dott. Claudio Sbragia il quale provvede alla redazione del presente verbale.

IL PRESIDENTE invita i convocati a deliberare sulloggetto sopra indicato:

Delibera Giunta Comunale n 178 del 29/12/2012 pag n1

LA GIUNTA COMUNALE

VISTO il decreto della Presidente della Giunta Regionale Toscana n. 201 del 27/11/2012 L.R. 66/2012 approvazione del piano straordinario degli interventi pubblici urgenti e indifferibili di ripristino e di messa in sicurezza idrogeologica e delle prime disposizioni per lattivazione degli interventi ivi ricompresi; VISTO il Decreto Dirigenziale n. 5543 del 28/11/2012 L.R. 66/2012 DPGR 201/2012 prenotazione risorse a favore dei soggetti attuatori DATO ATTO che nei decreti sopra citati stato individuato come soggetto attuatore il Comune di Cutigliano per gli interventi di cui trattasi; DATO ATTO che il responsabile unico del procedimento per gli interventi urgenti e indifferibili di ripristino e messa in sicurezza idrogeologica del Comune di Cutigliano in seguito agli eventi meteo dell11/11/2012, come richiesto dallallegato b art. 1.5 del DPGR n. 2012 del 27/11/2012 individuato nel Responsabile dei servizi Tecnici, arch. Paolo Tronci; DATO ATTO che sono fissati i termini per la conclusione delle progettazioni entro il 07/12/2012, da comunicare al Settore Prevenzione del Rischio idraulico e Idrogeologico; VISTO il D.P.G.R. 207 del 04/12/2012 L.R. 66/2012. Approvazione del nuovo testo integrato delle disposizioni per lattivazione degli interventi del piano di cui al D.P.G.R. 201/2012 VISTA la Delibera di Giunta Municipale n 149 del 29/11/2012 avente per oggetto Interventi urgenti e indifferibili di ripristino e messa in sicurezza idrogeologica del Comune di Cutigliano in seguito agli eventi meteo del 11/11/2012 atto di indirizzo VISTA la determina n. 509 del 4/12/2012 con oggetto interventi urgenti ed indifferibili di ripristino e messa in sicurezza idrogeologica del comune di Cutigliano in seguito agli eventi meteo dell11/11/2012 affidamento incarico per le attivit di progettazione degli interventi, di indagine, di redazione del piano di sicurezza e coordinamento, di direzione e contabilit dei lavori, emissione CRE o collaudo, coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione impegno di spesa intervento 2012 EPT 0004 ALT Cutigliano CIG 4766018279 CUP b42j12000380002 ; VISTA la deliberazione della G.M. n. 153 del 07/12/2012 relativa allapprovazione del progetto preliminare dei lavori di: danneggiamento attraversamento (guadi) e asportazione parte scogliera in destra e sinistra idraulica, sistemazione e regimazione alveo fiume Sestaione con pericolo inondazione verso abitazioni in loc. Frassa intervento 2012 EPT 0004 ALT Cutigliano CIG 4766018279 CUP b42j12000380002 ; VISTI i verbali della conferenza dei servizi in data 11/12/2012 e in data 18/12/2012 e il Documento Operativo, in atti;

Delibera Giunta Comunale n 178 del 29/12/2012 pag n2

VISTA la deliberazione della G.M. n. 160 del 20/12/2012 relativa allapprovazione del progetto definitivo dei lavori di: danneggiamento attraversamento (guadi) e asportazione parte scogliera in destra e sinistra idraulica, sistemazione e regimazione alveo fiume Sestaione con pericolo inondazione verso abitazioni in loc. Frassa intervento 2012 EPT 0004 ALT Cutigliano CIG 4766018279 CUP b42j12000380002 ; VISTO progetto esecutivo, i cui elaborati sono depositati presso gli uffici comunali, relativo a: danneggiamento attraversamento (guadi) e asportazione parte scogliera in destra e sinistra idraulica, sistemazione e regimazione alveo fiume Sestaione con pericolo inondazione verso abitazioni in loc. Frassa composto da: -1) relazione generale -2) piano di manutenzione dellopera e delle sue parti -3) piano di sicurezza e coordinamento di cui allart. 100 del D.Lgs. 81/2008 e quadro di incidenza della manodopera -4) computo metrico estimativo -5) lista delle categorie -6) quadro economico -7) crono programma -8) elenco prezzi unitari -9) Analisi dei prezzi -10) schema di contratto e capitolato speciale di appalto -11) piano particellare di esproprio -12) fascicolo tecnico dellopera -13) relazione di calcolo , geotecnica, materiali, fascicolo di calcolo e piano di manutenzione -14) tavola 1 corografia e individuazione dellintervento -15) tavola 2 planimetria sezioni e particolari -16) tavola 3 progetto esecutivo attraversamento scatolari -17) tavola 4 piano particellare di esproprio

VISTO il quadro economico del progetto sopracitato dellimporto totale di 120.000,00 cos suddiviso: per lavori 82.497,00 per oneri sicurezza 3.600,00 per accantonamenti 1.377,54 per imprevisti 3.602,01 per progettazione D.L. contabilit ecc. e collaudi 9.511,00 per indagini geologiche, geotecniche 1.110,78 acquisizione aree e occupazioni . 222,51 per IVA eventuali altre imposte 18.080,16 ACCERTATA la competenza della Giunta allapprovazione del progetto sopracitato; DATO atto che la spesa finanziata con contributo della Regione Toscana di cui al DPGR n. 201/2012 e Decreto Dirigenziale n. 5543/2012 per . 120.000,00 ed impegnata sul capitolo 1315 classificazione 2.09.01.01 del bilancio 2012

Delibera Giunta Comunale n 178 del 29/12/2012 pag n3

VISTO il D.Lgs 163/2006 e s.m.i.; VISTO il D.P.R. 207/2010 e s.m.i; VISTO il parere favorevole di regolarit tecnica e contabile reso ai sensi dellart. 49 ,comma 1 , del T.U.E.L. n 267/2000 CON voti favorevoli unanimi palesemente espressi nei modi di legge;

DELIBERA

DI APPROVARE il progetto esecutivo, i cui elaborati sono depositati presso gli uffici comunali, relativo a: danneggiamento attraversamento (guadi) e asportazione parte scogliera in destra e sinistra idraulica, sistemazione e regimazione alveo fiume Sestaione con pericolo inondazione verso abitazioni in loc. Frassa intervento 2012 EPT 0004 ALT Cutigliano CIG 4766018279 CUP b42j120 che presenta il seguente quadro economico per un importo totale di 120.000,00 cos suddiviso: per lavori per oneri sicurezza per accantonamenti per imprevisti per progettazione D.L. contabilit ecc. e collaudi per indagini geologiche, geotecniche acquisizione aree e occupazioni per IVA eventuali altre imposte 82.497,00 3.600,00 1.377,54 3.602,01 9.511,00 1.110,78 . 222,51 18.080,16

DI DARE atto che la spesa finanziata con contributo della Regione Toscana di cui al DPGR n. 201/2012 e Decreto Dirigenziale n. 5543/2012 per . 120.000,00 ed impegnata sul capitolo 1315 classificazione 2.09.01.01 del bilancio 2012 DI INCARICARE il Responsabile del procedimento a trasmettere il presente atto al Settore Prevenzione del Rischio Idraulico e Idrogeologico della Regione Toscana entro il 7/12/2012 come indicato dai Decreti Regionali sopracitati

LA GIUNTA comunale, con separata unanime votazione favorevole, data l'urgenza del provvedere, DICHIARA il presente atto immediatamente eseguibile ai sensi dell'alt 134, comma 4, del T.U.E.L. n267/2000.=

Delibera Giunta Comunale n 178 del 29/12/2012 pag n4

Il presente verbale, previa lettura ed ai sensi dellart.25 c.5 dello Statuto comunale, come appresso approvato e sottoscritto: IL SINDACO F.to Ceccarelli Carluccio IL SEGRETARIO GENERALE F.to Dr. Claudio Sbragia

_______________________________________________________________________________________________

PUBBLICAZIONE Copia della presente deliberazione viene pubblicata allAlbo Pretorio del sito internet del Comune

(www.comune.cutigliano.pt.it) dal ____________________ e vi rimarr fino al ____________________ , per 15 gg. consecutivi ai sensi dellart.124, 1 comma, del D.Lgs.267/2000 LUFFICIO DI SEGRETERIA _______________________________________________________________________________________________

Per copia conforme alloriginale in carta libera per uso amministrativo. Cutigliano ___________ LUFFICIO DI SEGRETERIA

_______________________________________________________________________________________________ ESECUTIVITA [ ] La presente deliberazione divenuta esecutiva ex art.134 comma 3 D.Lgs. 267/2000 [X] La presente deliberazione stata dichiarata immediatamente esecutiva ex art.134 comma 4 D.Lgs. 267/2000

Cutigliano ___________

LUFFICIO DI SEGRETERIA

_______________________________________________________________________________________________

Si trasmette copia della presente deliberazione per i provvedimenti di competenza a: [ ] - Servizio Affari Generali [X] - Servizi Tecnici [X] - Servizio Finanze e Bilancio [ ] - Servizio Polizia Municipale [X] - Servizio Affari Generali per la pubblicazione on-line [ ] - Segretario Generale [X] - Capigruppo consiliari [ ] - RR.SS.UU. [ ] - Altri:

Cutigliano ___________

LUFFICIO DI SEGRETERIA

Delibera Giunta Comunale n 178 del 29/12/2012 pag n5

Interessi correlati