Sei sulla pagina 1di 28

Quindicinale Anno XXXIV

24.01.2012
Numero

589
PERIODICO DI ATTUALIT DEI COMUNI DI ALANO DI PIAVE, QUERO, VAS, SEGUSINO

Lorenza Segato nuovo Presidente della Pro Loco di Fener - pag. 1 Quero e Vas: fusione sempre pi vicina - pag. 1/2 Consiglio Comunale di Alano - pag. 4/5 Babbo Natale da venticinque anni - pag. 8 Stagione di prosa a Quero - pag. 18
http://digilander.libero.it/tornado
Tassa pagata/Taxe Perue/Ordinario Autorizzazione Tribunale BL n. 8 del 18/11/80

Chiuso in redazione il 13.01.2012


Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in A. P. - D.L. 353/2003 - (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art.1, comma 1, DCB BL

ALMOLIN TODOVERTO
RISTORANTE-PIZZERIA

Per rinnovare la tua casa S.N.C.

di Todoverto Paolo & C.

imbiancature interni - esterni termocappotti - spatolati


ALANO DI PIAVE Via Caduti e Dispersi in Russia Tel. 0439.779208 - Cell. 348.7346084
SCONTI 10% - 20% - 30% FINO ALLA FINE DI FEBBRAIO

Jger sport
Statale Feltrina, 25 - Quero (BL)

NOVIT: ABBIGLIAMENTO

SPECIALIT PESCE
PIAZZA DEI MARTIRI, 13 - TEL. 0439.779129
- CHIUSO IL MARTED -

BIMBO/A da 0 a 14 anni
Abbigliamento: Running, caccia, trekking, completi sci e accessori MARCHI: SAUCONX - NICO - AST - GREAT ESCAPES - KARPOS MARCHI CACCIA: CBC - UNIVERS DAL MARTED AL SABATO 9.00-12.30/16.00-19.00 CHIUSO IL LUNED

ALANO DI PIAVE

Per ulteriori informazioni Tel. 347 6631699

Stampa Digitale
MANIFESTI BANDIERE CALPESTABILI CARTELLI E PANNELLI STRISCIONI ETICHETTE ADESIVE

Stampa Offset
LIBRI RIVISTE PIEGHEVOLI CATALOGHI STAMPA COMMERCIALE FUSTELLAZIONI

RASAI di Seren del Grappa (BL) - Via Quattro Sassi - Tel. e Fax. 0439 44360 - 0439 448300 grafica@tipografiadbs.it - occhio@tipografiadbs.it
IL TORNADO Sede: Via J. Kennedy - 32031 FENER (Belluno). DIRETTORE RESPONSABILE: Mauro Mazzocco. REDATTORI: Sandro Curto, Silvio Forcellini. COLLABORATORI: Alessandro Bagatella, Francesco Dal Canton, Ivan Dal To, Gianni De Girardi, Antonio Deon, Foto Comaron, Fotocolor Resegati, Silverio Frassetto, Ermanno Geronazzo, Cristiano Mazzoni, Sergio Melchiori, Antonio Spada, Andrea Tolaini. ABBONAMENTI: ITALIA Abbonamento annuale (18 numeri) 20,00 ESTERO Abbonamento annuale (18 numeri) 50,00. LABBONAMENTO PU ESSERE SOTTOSCRITTO O RINNOVATO NEI SEGUENTI MODI: 1- versando la quota sul c/c postale n. 10153328 intestato alla PRO LOCO di FENER; 2- pagando direttamente ad uno dei nostri seguenti recapiti: NEGOZIO DA MILIO - Alano; PASTICCERIA DOLCI PENSIERI - Fener - BAR JOLE - Fener; MAURO MAZZOCCO - Quero; ALESSANDRO BAGATELLA - Quero; BAR PIAVE Carpen - LOCANDA SOLAGNA - Vas; ANTONIO DEON - Vas; BAR BOLLICINE - Scalon; BAZAR di A. Verri - Segusino.

CRONACA

Lorenza Segato il nuovo presidente della Pro Loco di Fener


di Silvio Forcellini
Dopo Serena Spada (ad Alano) e Teresa Gallina (a Quero), anche la Pro Loco di Fener ha ora un presidente donna. Si tratta di Lorenza Segato (nella foto), nominata allunanimit dal Consiglio direttivo dellassociazione riunitosi luned 9 gennaio. Lorenza Segato subentra a Silverio Frassetto, alla guida del sodalizio fenerese da ben 11 anni ma che ha lasciato lincarico alla fine del 2011 in contrasto con lintero direttivo. Allex presidente, nonostante le diversit di vedute, sono stati comunque riconosciuti il grandissimo impegno profuso in questi anni e lassoluta correttezza nella gestione delle risorse finanziarie, giudizio - questo - condiviso da tutti i membri del Consiglio Direttivo, di cui attualmente fanno parte, oltre al nuovo presidente, anche il vicepresidente Piero Drusian, il segretario Giustino Todoverto e i consiglieri Marilena Cassandro, Susanna Cometti, Dario Franzoia (nominato anchegli nel corso della riunione del 9 gennaio), Enrica Montagner, Julio Ortiz, Gabriele Putton, Valerio Schievenin e Hanspeter Widmer. Il primo impegno allorizzonte per la Pro Loco di Fener riguarder il Carnevale, in programma il prossimo 19 febbraio e che avr il suo epilogo proprio in Piazza Dante. Nel corso della stessa riunione, oltre alla suddivisione dei compiti, sono stati prospettati alcuni interventi migliorativi al Parco del Piave (recinzione o siepe allingresso, cimatura delle piante, imbiancatura di parte della facciata della baita, mano di impregnante al sottotetto, allocazione esterna delle bombole del gas, soluzione del problema dellacqua piovana, che porta abitualmente fango sulla piattaforma, e dei bagni, ritenuti troppo vicini a baita e piattaforma). Per quanto riguarda i programmi futuri, molto probabile il ritorno del torneo di calcio, previa sistemazione del campo parrocchiale. Il presente Direttivo rester in carica sino alla fine del 2012, quando spetter allAssemblea dei Soci scegliere, tramite votazione, i nuovi responsabili del sodalizio fenerese per il triennio 2012-2015.

Le Amministrazioni di Quero e Vas accelerano sullipotesi di fusione: dopo dodici anni di Unione Setteville i sindaci propongono un ulteriore passo, nel 2012 potrebbe esserci il referendum

Quero e Vas: fusione sempre pi vicina


di Ivan Dal To

BASSO FELTRINO Fusione sempre pi vicina fra i Comuni di Quero e Vas. Nel 2000, con una scelta lungimirante, furono fra i primi Comuni in Italia a costituire ununione dei servizi dando luogo a Setteville. Ed ora che il vento del legislatore soffia in direzione di un incerto quanto radicale riassetto degli enti locali, le due Amministrazioni scelgono di giocare nuovamente danticipo puntando dritti alla fusione. Nelle scorse settimane largomento entrato nellagenda dei sindaci di Quero Sante Curto e di Vas Andrea Biasiotto che, raggiunto laccordo con le rispettive maggioranze, si stanno confrontando in questi giorni con i gruppi di minoranza, anchessi tendenzialmente favorevoli allipotesi. Il possibile grande passo, la cui parola finale spetter in ogni caso ai cittadini e in ultima istanza alla Regione, per condizionato dal caos legislativo che al momento non rende possibile capire quale sorte spetter agli enti di secondo grado quali le Unioni dei Comuni e le Comunit Montane. Al decreto governativo dello scorso agosto, che impone ai Comuni con meno di cinquemila abitanti di accorpare le funzioni e attuare una cura dimagrante a scranni e trasferimenti, si unisce una legge regionale, attualmente ferma in commissione, che dovrebbe ridisegnare lassetto delle competenze locali. Teoricamente, spiega Biasiotto, la Comunit Montana diventerebbe Unione di Comuni e Setteville dovrebbe sciogliersi per aggregarvisi. Allo stesso tempo il Comune di Vas, inferiore a mille abitanti, si ritrover dal prossimo mandato ad avere un sindaco senza funzioni dirette e giunta. Di fatto non conteremo pi nulla. Per questo stiamo facendo degli incontri preliminari per valutare seriamente lipotesi di fusione. Quale sar il destino dellUnione non ancora chiaro, spiega Curto. La legge indicherebbe che Setteville dovrebbe sciogliersi. Daltro canto recentemente lassessore regionale Roberto Ciambetti ci ha rassicurato sulla permanenza dellattuale status quo. In ogni caso la nostra volont, commenta il sindaco che luned discuter della cosa con il gruppo di minoranza, chiara. Dopo dodici anni di Unione e lavvenuto accorpamento dei servizi ritengo che siamo ormai pronti alla fusione. Poi, ma la partita tutta da valutare, potremo unificare i servizi con Alano, mantenendo dunque una certa omogeneit territoriale. Con la fusione, nellorizzonte dellinevitabile razionalizzazione dei servizi, in palio ci sono dunque la sopravvivenza del presidio politico territoriale e la possibilit di godere di incentivi quanto mai allettanti, considerato il progressivo assottigliarsi dei bilanci. Come avvenuto per incentivare la costituzione delle Unione comunali, osserva Biasiotto, la Regione premia con trasferimenti aggiuntivi chi opta per la fusione.
(articolo del Corriere delle Alpi del 27 dicembre 2011)

CRONACA

I Consigli comunali di Quero e Vas approvano allunanimit un documento di indirizzo politico-amministrativo a favore della fusione. Verr ora avviato un percorso di consultazione con i cittadini a cui spetter lultima parola.

Approvato lindirizzo per la fusione


di Ivan Dal To

CONSIGLIO COMUNALE DI VAS (luned 19 dicembre 2011) Allunanimit il Consiglio comunale ha approvato luned sera un atto di indirizzo che inaugura un percorso finalizzato alla fusione con Quero. Non il primo atto di fusione - ha precisato il sindaco Andrea Biasiotto - ma linizio di una fase di valutazione che intende coinvolgere i cittadini e le parti sociali del territorio. Nonostante Biasiotto e il collega querese Sante Curto abbiano rotto gli indugi mettendo sul tavolo, dopo dodici anni di Unione, la proposta di fusione fra i due Comuni, non mancano perplessit sulloperazione, soprattutto da parte dei consiglieri di minoranza che, pur favorevoli, hanno invitato a frenare sui tempi valutando tutti i possibili scenari. La situazione legislativa - ha detto Biasiotto - ingarbugliata. E per chiara lintenzione di chiudere i rubinetti ai piccoli Comuni. La legge prevede che dal prossimo mandato Vas (Comune inferiore ai 1000 abitanti) abbia solo sei consiglierei e un sindaco con tutte le funzioni delegate a un ente di secondo grado. Contemporaneamente in Regione c una proposta di legge che abolirebbe le Unioni come la nostra costringendoci ad accorparci ai Comuni dellattuale Comunit Montana, che assai eterogenea e presenta problematiche diverse al suo interno. Non solo verrebbero vanificati dieci anni di armonizzazioni degli uffici e dei regolamenti con Quero, ma rischieremo di non contare pi nulla. Per far fronte al progressivo assottigliarsi dei trasferimenti, Biasiotto ha quindi rilevato la necessit di procedere verso la fusione anche per ottenere gli incentivi previsti sia da Venezia che da Roma. Il capogruppo di minoranza Elisa Corr ha per invitato a prendere tempo. Non sappiamo con certezza cosa succeder a livello legislativo. E in ogni caso la proposta regionale non potr esser legge prima della met del 2012. Corr ha invece aperto la discussione sulla debole rappresentanza politica che Vas otterrebbe pure nel caso della fusione. Un concetto ripreso dal colleghi Antonio Deon e Moreno Boldrin che, evidenziando lesistenza di diverse identit storiche, hanno criticato i tagli a una rappresentativit democratica che di fatto non ha costi. Spero - ha detto Deon - che qualche Comune sfidi questa legge perch non giusto che a pagare siano sempre i Comuni pi svantaggiati e virtuosi. Alla fine latto politico passa allunanimit aprendo unintensa fase di discussione che vedr il coinvolgimento dei cittadini. Approvato poi il bilancio di previsione anche se c ben poco da portare a bilancio, ha detto Biasiotto riferendosi ai risicati numeri di cassa. Ci impegniamo a sostenere il trasporto scolastico gratuito fino a giugno, poi vedremo cosa succede. Fra le iniziative, alcune opere di regimentazione idrica in val del Pisador e val del Teremot, il centro servizi di Marziai, interventi allacquedotto. Le esigenze di bilancio hanno quindi costretto lAmministrazione a portare allo 0,7 per cento laliquota Irpef fino ad ora bloccata alla soglia minima dello 0,4
(articolo del Corriere delle Alpi del 21 dicembre 2011)

CONSIGLIO COMUNALE DI QUERO (marted 20 dicembre 2011) Via libera alla fusione dei Comuni. Anche il Consiglio comunale di Quero, dopo quello di Vas che si era espresso luned 19, ha approvato allunanimit latto che impegner lAmministrazione a percorrere la strada della possibile fusione valutando approfonditamente il quadro normativo e confrontandosi con i cittadini. A questo punto il dado tratto e, dopo una campagna informativa ad hoc, la parola (che in caso positivo dovr comunque essere avvallata dalla Regione) spetter a un referendum consultivo che dir se, dopo dodici anni di convivenza nellUnione Setteville, i cittadini di Quero e Vas saranno pronti per superare virtualmente la linea del Piave. Lesito del referendum sar determinato dai voti di maggioranza espressi in ogni singolo Comune. Se tutto procedesse in maniera spedita, tecnicamente le consultazioni non potrebbero comunque avvenire prima della fine del 2012. Fino ad allora il tema della fusione terr ovviamente banco. Latto che andiamo ad approvare - ha detto il sindaco Sante Curto - il primo tassello di un percorso che mi auguro possa portarci alla fusione fra i due Comuni. Considerati i tagli e le nuove norme in materia di enti locali, una scelta che riteniamo inevitabile. Trovo significativo che anche il Consiglio di Vas si sia espresso favorevolmente allunanimit. Ci significa che questi anni di Unione hanno permesso di comprendere lefficacia dellaccorpamento dei servizi. Concorde il consigliere di minoranza Silvana Brusini che ha parlato di necessit della fusione invitando lAmministrazione a lavorare su questo concetto nelle fasi di comunicazione con i cittadini. Brusini ha poi proposto limmediato coinvolgimento di Alano nel progetto, ma lipotesi stata giudicata impraticabile. Con Vas - ha detto Curto - condividiamo ormai servizi e regolamenti. Con Alano al momento intravedo solo la possibilit di condividere dei servizi. Favorevole pure il consigliere Vittorio Alberti che ha sottolineato la necessit di analizzare a fondo i bilanci dei due Comuni e in particolare eventuali debiti a carico. La partita comunque solo allinizio e le due Amministrazione saranno ora chiamate a spiegare nei dettagli la posta in palio ai cittadini. I nodi da sciogliere sono molteplici, a cominciare dal nome del nuovo Comune, per cui il Consiglio comunale di ieri ha proposto lidea di un eventuale concorso che coinvolga i ragazzi delle scuole. Ad inizio consiglio stata deliberata la sostituzione del consigliere Elisa Curto, dimessasi per motivi di lavoro. Al suo posto subentrato Luigi Collavo, gi consigliere comunale in passato e primo dei non eletti nellultima tornata elettorale.
(articolo del Corriere delle Alpi del 22 dicembre 2011)

CRONACA

Sez. Madonna del Piave Marziai Caorera Vas


Il 30 novembre 2011 il nuovo consiglio si e' riunito per il rinnovo delle cariche. Con votazione unanime stata rieletta Presidente dellAssociazione Annita DOrazio, colonna portante della Sezione ormai da parecchi anni! Ecco nel dettaglio il nuovo consiglio di Sezione: PRESIDENTE: Annita DOrazio; VICEPRESIDENTE: Quinto Vergerio; SEGRETARIO: Sonia Zanella; TESORIERE: Paola Tieppo CONSIGLIERI: Bozzato Ernesta, Sudiero Roberto, Vergerio Marino, Vergerio Manolo, Zanella Laura, Zanella Loredana. Il Presidente Capo sezione Annita DOrazio ha avuto parole di elogio nei confronti dei consiglieri uscenti Dallo Mansueto e Deon Sandri per il prezioso contributo e la disponibilit che hanno sempre dimostrato in questi anni nei confronti dellAssociazione e che siamo certi continueranno a dimostrare!

ASSOCIAZIONE FELTRINA DONATORI VOLONTARI SANGUE

Rinnovato il Consiglio di Sezione

ATTUALIT

29 gennaio 2012: il giorno della memoria


SE TI Se ti tu avse pro a strasinr la vita co l frt, la fan, co la paura; se ti tu avse pro a ser gnnt, a scanpr a i dnt de n can pastor; se tu avse pro el baticr de finir i to d te n fil de fer, spin, ti, scavet da la testa lsa i oci duri la pl tinta, ti, tu finire de ventolr bandire, mter inds came che sa da mort ...! Ti, no tu avere prete de domr co l manganl... el mondo!
dnt = denti scavet = ragazzotto lsa = liscia

La legge 211/2000 ha proclamato il 27 gennaio, data dell'abbattimento dei cancelli di Auschwitz, "Giorno della Memoria", al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subto la deportazione, la prigionia, la morte, nonch coloro che si sono opposti al progetto di sterminio. Per loccasione rispolveriamo una poesia di Nino Cela, tratta dallopera gi citata nello scorso numero: olest ben, colpevoli di aver omesso, causa una madornale svista, proprio lautore. Che le parole di Nino Cela, nostro affezionato collaboratore ed amico, servano a farci riflettere, a considerare lassurdit di perverse logiche che portano a considerare laltro, il diverso come un nemico da annientare. Parole che suonano come un monito contro ogni forma di violenza, di qualsiasi colore dipinta. Cos vorremmo fossero recepite da chi ha la fortuna di leggerle. (M.M.)

(M.M.) La neve non ancora arrivata, al momento della chiusura di questo numero, e allora abbiamo fatto ricorso allarchivio dellamico ed abbonato Settimo Rizzotto, che ci ha offerto questa insolita inquadratura della chiesa di Quero, con il campanile che svetta in una atmosfera innevata. Si tratta di una foto di qualche anno fa, non ci ha precisato lanno dello scatto. Dai metadati dellistantanea sappiamo, invece, che stata usata una Canon PowerShot G6, tempo di esposizione 1/200, numero F: 5.6, lunghezza focale 17,6 mm. Chiss che questa copertina non evochi per davvero un bel panorama imbiancato!

La foto di copertina

ASTERISCO

Altre belle immagini di Settimo su: www.settimorizzotto.it

4
Consegnata copia della Costituzione italiana ai neo-diciottenni

CRONACA

Consiglio comunale di Alano


di Silvio Forcellini

Tutta lAmministrazione vi accoglie nel mondo degli adulti. Con queste parole, il sindaco Serenella Bogana ha aperto il Consiglio comunale di venerd 23 dicembre, contraddistinto dalla consegna di una copia della Costituzione italiana a tutti i 36 neo-diciottenni residenti ad Alano: Nadia Belkarroumia, Francesco Bongiovanni, Marina Bozzato, Chiara Broglia, Devis Buttol, Abdelkarim Channita, Antonio Codemo, Mattia Cometto, Monica Dal Zuffo, Fabio Damin, Sana El Ouardi, Xiaofeng Fan, Jessica Ferraro, Vania Forcellini, Vadzim Mikhailavich, Chiheb Eddine, Mohammed Louiza, Fabiola Mazzocco, Laura Miuzzi, Sami Mohacht, Michele Mondin, Ivan Nani, Eddj Nani, Khadija Nassib, Lidia Rech, Valentina Reginato, Mattia Rossi, Abdelkrim Sahour, Henry Ernesto De Jesus Santos Ramirez, Andrea Secco, Vittoria Sold, Francesca Susanetto, Marco Teo, Gloria Tessaro, Giuseppe Zatta e Zineb Zorgan. La Costituzione - ha proseguito Bogana - la legge fondamentale dello Stato, garanzia di tutte le nostre libert, risultato del lavoro condiviso dei Padri Costituenti, molto diversi tra loro per tradizioni culturali e ideologie ma che hanno saputo ugualmente fare, insieme, una pregevole opera di sintesi. Significativo il fatto che la consegna sia stata effettuata dai due pi giovani consiglieri comunali presenti, Claudio Dal Zotto e Martina Dal Zuffo, che hanno scelto di impegnarsi nella vita amministrativa (mentre il terzo giovane consigliere, Mario Jos Collavo, per impegni di lavoro non riuscito a presenziare, anche se non ha mancato di far giungere il proprio saluto). Grazie anche al loro esempio - ha concluso il sindaco rivolto ai neo-diciottenni - mi auguro che vi venga voglia di impegnarvi per la comunit a tutti i livelli, per poter cos garantire in prima persona, a voi e agli altri, quelle libert e quelle condizioni ideali per crescere, prosperare e progredire sancite dalla Costituzione. Cos come - aggiungo io - stato significativo vedere un giovane leghista, e per di pi segretario locale delle camicie verdi, consegnare, impettito e molto preso dal ruolo, copia di quella Costituzione che, allarticolo 5, parla dellItalia come di una Repubblica una e indivisibile: personalmente ho goduto come un riccio! Il Consiglio ha poi approvate allunanimit sia la convenzione con la Comunit Montana Feltrina per la gestione delle cosiddette funzioni generali di amministrazione, gestione e controllo che la convenzione con la Comunit Montana Feltrina per la gestione del servizio informatico associato. Una breve spiegazione merita il primo punto. Ai sensi dellart.14 del Decreto Legge 78/2010 (poi modificato dallart.16 del Decreto Legge 138/2011) i Comuni con popolazione compresa tra i 1000 e i 5000 abitanti (come quello di Alano) sono tenuti ad esercitare, tramite unione o convenzione, le funzioni fondamentali di cui allart.21 della legge 42/2009, di cui almeno due (delle sei funzioni fondamentali) entro il 31 dicembre 2011, le restanti entro il 31 dicembre 2012. In base alla legge 42/2009 Delega al Governo in materia di federalismo fiscale in attuazione dellart.119 della Costituzione, le funzioni fondamentali sono considerate le seguenti: a) funzioni generali di amministrazione, di gestione e di controllo, nella misura complessiva del 70 per cento delle spese come certificate dallultimo conto del bilancio disponibile alla data di entrata in vigore della presente legge b) funzioni di polizia locale; c) funzioni di istruzione pubblica, ivi compresi i servizi per gli asili nido e quelli di assistenza scolastica e refezio-

CRONACA

ne, nonch ledilizia scolastica; d) funzioni nel campo della viabilit e dei trasporti; e) funzioni riguardanti la gestione del territorio e dellambiente, fatta eccezione per il servizio di edilizia residenziale pubblica e locale e piani di edilizia nonch per il servizio idrico integrato; f) funzioni del settore sociale. Il limite demografico minimo che linsieme dei Comuni deve raggiungere per la gestione associata invece di 10.000 abitanti, salvo diverso limite individuato dalla Regione; attualmente tale limite regionale fissato in via provvisoria in 5000 abitanti, in attesa di una disciplina definitiva. Ora, la delibera del presente Consiglio comunale ha approvato lo schema di convenzione con la Comunit Montana Feltrina per la gestione, in forma associata, della funzione fondamentale denominata funzioni generali di amministrazione, di gestione e di controllo che comprende i seguenti servizi: segreteria generale, personale e organizzazione; gestione delle entrate tributarie e servizi fiscali; ufficio tecnico; anagrafe, stato civile, leva e servizio statistico. In realt, per il Comune di Alano di Piave non cambia assolutamente nulla perch la delibera comunale non ha fatto altro che recepire, sulla base delle novit legislative, quanto gi in essere; infatti la Comunit gestisce da molto tempo in convenzione con il Comune di Alano di Piave il servizio personale, tributi, demografico e appalti che sono ricompresi nella funzione fondamentale in oggetto. La seconda funzione fondamentale gi in essere riguarda invece la polizia locale, esercitata in forma associata con l Unione Setteville.

Un bellissimo Concerto di Natale con le bande di Alano di Piave e di Strigno


di Silvio Forcellini
La presenza di una banda musicale, di per s, gi mette allegria. Figuriamoci poi se le bande che si esibiscono sono addirittura due. E accaduto a Fener lo scorso 3 gennaio, nella sala parrocchiale, dove si svolto il Concerto di Natale con la partecipazione della Banda Cittadina di Alano di Piave e della Banda Civica Lagorai di Strigno. Le circa 130 persone presenti, che occupavano lintera sala, hanno applaudito convintamente lesibizione dei due gruppi musicali, quasi ci trovassimo al Muzikverein di Vienna per il tradizionale Concerto di Capodanno Nel corso della piacevolissima serata fenerese, sono stati proposti brani natalizi noti e meno noti. Tra quelli pi conosciuti: Adeste Fideles, Stille Nacht, Jingle Bells, Feliz Navidad, Let it Snow, Jingle Bells Rock, Last Christmas, Santa Claus is coming to Town, White Christmas Piacevoli pure le brevi ma puntuali descrizioni storiche che precedevano ogni singolo brano eseguito poi con grande maestria dai protagonisti. Soddisfatti gli spettatori, ma visibilmente soddisfatti per il calore del pubblico anche i musicisti, per la maggior parte giovanissimi, cos come molto giovani erano pure i due direttori, Alberto Perenzin di Feltre e Walter Zancanaro di Arsi, entrambi peraltro con un curriculum gi di tutto rispetto. E proprio Alberto Perenzin, congedandosi dal pubblico, ha invitato giovani e meno giovani ad avvicinarsi alla Banda Cittadina di Alano partecipando ai corsi che prenderanno il via tra breve, per stare insieme e per divertirsi imparando a suonare uno strumento musicale. Che altro aggiungere se non che, come alanesi, non possiamo che essere orgogliosi della nostra Banda Cittadina, come ha sottolineato anche il sindaco Serenella Bogana presente alla serata BREVE STORIA DELLA BANDA CITTADINA DI ALANO Lattuale Banda Cittadina di Alano di Piave nata nel 2003, quasi per sfida. E nata per volont dellAssociazione Ex-Emigranti di Alano, di Fabrizio Tessaro, ex presidente, e del Maestro Domenico Capretta. Questultimo si reso disponibile con la sua esperienza a dar vita a questa formazione musicale. La motivazione iniziale stata la seguente: Nel passato Alano aveva una sua banda cittadina, perch non riformarla?. E cos stato fatto. Per un lungo periodo la Banda di Alano stato sostenuta dalla Famiglia degli Ex-Emigranti. Attualmente composta da circa 20 elementi, a questi si aggiungono un gruppo di giovani allievi che frequentano un nuovo corso. La Banda Cittadina di Alano di Piave si esibisce per lo pi in ambito comunale, presente con la sua musica durante cerimonie civili e religiose e in occasione di iniziative culturali. Nellultimo anno ha avuto lopportunit di incontrare il Maestro Alberto Perenzin di Feltre che la sta guidando ad apprendere la musica, a conoscerla e ad apprezzarla con maggior competenza. Con la sua professionalit e con la sua grande pazienza sta insegnando a tutti a migliorare e a trovare nella musica nuove soddisfazioni. Alberto Perenzin si diplomato al Conservatorio di Castelfranco Veneto ed insegnante di tromba. Ha conseguito il Diploma Accademico di secondo livello presso il Conservatorio di Padova e seguito numerosi corsi di perfezionamento. Ha collaborato con varie orchestre ad alto livello e suonato in importanti teatri in Italia e allestero.

LETTERE AL TORNADO

18 Dicembre 2011: 3 Uomini di Parola


Si svolto lo scorso 18 dicembre 2011 presso la palestra comunale di Alano di Piave lo spettacolo 3 Uomini di Parola, tre ore letteralmente volate, in compagnia di Mauro Corona e Toni Capuozzo, accompagnati dalle bellissime musiche di Luigi Maieron e della sua band.Un evento voluto dallAssociazione Parrocchiale Amici del Presepio di Segusino, in occasione dellinaugurazione del venticinquennale del Presepio Artistico e dalla Biblioteca dellUnione Setteville dei comuni di Quero e Vas; col patrocinio e la collaborazione logistica del Comune e delle Associazioni di Alano di Piave.Un pomeriggio che ha visto arrivare ad Alano di Piave ben 400 persone, nonostante la giornata poco propizia visto che molta gente era impegnata nella frenetica corsa allacquisto dei regali di Natale. Ma anche per questo che abbiamo voluto fare lo spettacolo proprio la Domenica pomeriggio antecedente il Natale: per trasmettere un messaggio. Ed il messaggio stato ben accolto da quelle 400 persone alle quali va il nostro primo grande grazie! Il messaggio di voler soffermarsi per un po ed ascoltare, fermarsi dalla folle corsa consumistica che sta diventando ormai il Natale e cercare di ritornare al significato vero della parola. Natale venire al mondo, dal latino dies natalis: giorno della nascita. Nascita attraverso un bambino. Natale quindi non significa regalo, e non significa nemmeno lansia di: cosa regalo a Tizio?, cosa regaler a Caio?avr preso un regalo per tutti?! Vorremmo tanto che il Natale ritornasse ad essere solo e semplicemente un bimbo speciale che nasce! e non solo la gioia dei centri commerciali Il Presepio di Segusino tratta questanno il tema del Sapore del Sapere, e da questo titolo abbiamo voluto i tre uomini di parola: il Sapere di Toni Capuozzo: non un giornalista qualsiasi, ma un uomo-inviato, un testimone della sofferenza dei popoli vittime della guerra. Il Sapere di Mauro Corona, un uomo che definiamo strano, come strani sono gli artisti. Un uomo legato alle tradizioni, alla vita come la vivevano i nostri nonni, fatta di povert ma non per questo, appunto, povera di ricchezza. Ed infine il Sapere di un cantautore come Luigi Maieron, un uomo che canta e che mette in musica i suoi sentimenti, per amore delle tradizioni, per amore dei ricordi, per non dimenticare la scuola e gli insegnamenti dei nostri padri e dei nostri nonni.Tre Uomini di Parola un evento quindi che ha saputo coniugare Presepio, Cultura e Tradizioni, ma soprattutto abbiamo voluto far si che fosse un evento a favore dei bambini: il ricavato della serata verr infatti utilizzato per lacquisto di materiali a favore dellHospice pediatrico Casa del Bambino di Padova (unitamente anche a parte del ricavato delle offerte al Presepio Artistico di Segusino). LHospice Casa del Bambino una struttura regionale per la cura del bambino affetto da patologia inguaribile e malattia in fase terminale. Parlare di bambini malati terminali, specialmente a Natale, difficile e vorremmo tanto che queste strutture non avessero necessit di esistere. purtroppo per servono.Da questa serata, ben riuscita, doveroso da parte nostra ringraziare di cuore tutti coloro che si sono adoperati per renderla possibile, ovvero: il comitato della Biblioteca Setteville, gli sponsor (2M Decori, Omas Occhiali, Ellemme Aste, Ape & Partners abbigliamento, Perenz Lampadari, consorzio Bim Piave, Biasiotto vini, trattoria da Mirka e Marcello); il Comune di Alano di Piave ed in particolar modo il sindaco Serenella Bogana e lassessore Angelo Zancaner (che hanno dovuto combattere contro mille e ancora mille avversit burocratiche per rendere possibile lo spettacolo nella palestra comunale), la Pro Loco e le associazioni di Alano di Piave per la collaborazione logistica, la signora Carmen Comaron per i contatti con gli artisti, e tutti coloro che ci hanno aiutato con la pubblicit e la distribuzione dei volantini; grazie inoltre anche a tutti quelli che in qualsiasi modo hanno prestato la loro collaborazione per levento e che (involontariamente) non abbiamo citato.. Riteniamo sia stato molto bello vedere pi forze di paesi limitrofi lavorare assieme, in sinergia, mettendo da parte per un po ognuno il proprio campanile a favore di un evento che ha sicuramente dato luce a tutti i nostri comuni della vallata del Basso Feltrino. del resto, si sa, lunione fa la forza! Hospice Pediatrico Casa del Bambino Padova. Per donazioni: associazione dei genitori LIsola che c IBAN: IT95 D062 2512 1501 0000 0006 344 - Cassa di Risparmio del Veneto -Grazie!Amici del Presepio, Segusino (TV)

AVVISO A TUTTI I CITTADINI


Si ricorda che nel cassonetto dell'umido deve essere conferito SOLO UMIDO, con esclusione di lumini, plastica, ecc. La presenza di materiali diversi comporta il mancato svuotamento del cassonetto da parte della ditta con l'applicazione di sanzioni a carico del Comune; pertanto, in caso di uso scorretto nel conferimento, il cassonetto sar tolto ed i rifiuti dovranno essere smaltiti presso le altre isole ecologiche. Si ricorda inoltre che fatto divieto a chiunque di depositare o abbandonare rifiuti fuori dal cassonetto. Eventuali trasgressioni saranno segnalate alle autorit competenti. IL SINDACO Dott.ssa Bogana Amalia Serenella Si ringrazia per la collaborazione.

COMUNE DI ALANO DI PIAVE

CASSONETTO PER UMIDO

(S.C.) E deceduto a Feltre, dove viveva con la famiglia da diversi decenni, Antonio Mondin, classe 1928, originario di Colmirano. Da giovane, dopo un breve periodo in Svizzera, era stato assunto, negli anni 50, in Birreria Pedavena, allora di propriet dei fratelli Luciani, dove rimase fino alla pensione lavorando nelle vesti di guardiano notturno. La famiglia, attraverso il Tornado, ringrazia i numerosi parenti e amici che hanno partecipato ai funerali celebrati nella chiesa di Farra, a Feltre, sabato 7 gennaio.

CRONACA

a cura di Sandro Curto e Silvio Forcellini


CARNEVALE ALANESE: IL 19 FEBBRAIO LA SFILATA DEI CARRI Si terr domenica 19 febbraio la tradizionale sfilata dei carri mascherati, organizzata dalle Pro Loco di Alano e di Fener in collaborazione con lAmministrazione comunale. Nel prossimo numero il programma completo della manifestazione. Anticipiamo solo che, questanno, le premiazioni avranno luogo a Fener, in piazza Dante. E IL 21 FEBBRAIO OGGI TRIPPA Sar il Tornado ad organizzare questanno il tradizionale appuntamento gastronomico dellultimo di Carnevale, con una cena a base di trippe in programma marted 21 febbraio, alle ore 20, presso lOsteria da Chichbio di Fener. CAMBIO DI GESTIONE ALLEX BAR DA FRANCO DI QUERO Col 31 dicembre terminata la gestione di Ilaria Andreazza alla Nuova Locanda di Quero, ex Anbaradan, conosciuta anche come ex bar da Franco. In totale otto gli anni trascorsi da Ilaria nel locale, sei con la socia Valentina Rizzotto e due con la collaborazione di Oliviero Dal Zotto. Della prossima gestione parleremo nei prossimi numeri dopo la riapertura. PROVINCIA DI BELLUNO: NIENTE ELEZIONI NEL 2012 Un emendamento dello stesso governo Monti alla recente manovra finanziaria ha di fatto cancellato le elezioni per la Provincia di Belluno che avrebbero dovuto svolgersi nella primavera del 2012, come correttamente scritto su queste pagine sullo scorso numero. L'esecutivo ha stabilito infatti un termine, il 31 marzo 2013, entro il quale gli organi in carica delle Province (consiglio, giunta e presidente) decadono, in vista della riforma stabilita in manovra, che prevede - salvo successive modifiche - la cancellazione della giunta e un consiglio non eletto ma formato dai sindaci del territorio e con compiti di organo di indirizzo. Ricordiamo che la Provincia di Belluno governata, dallo scorso 31 ottobre, dal commissario straordinario Vittorio Capoccelli, di nomina prefettizia, in seguito alla sfiducia al presidente leghista Gianpaolo Bottacin votata in Consiglio provinciale dalle opposizioni e da alcuni membri della maggioranza appartenenti al Pdl, al termine di un lungo periodo di forti polemiche tra le due principali forze di maggioranza, Pdl e Lega Nord. In virt dellemendamento governativo, quindi, anche per tutto il 2012 la Provincia di Belluno sar retta dal commissario straordinario.

Notizie in breve

ATTUALIT

Biblioteca dell'Unione dei Comuni del Basso Feltrino Sette Ville Comuni di Quero e Vas

NUOVO ORARIO DI APERTURA BIBLIOTECA DI QUERO


dal 1 gennaio 2012

Via Nazionale, 16 - tel. 0439 787097 E mail biblioteca.quero@feltrino.bl.it

MARTED GIOVED SABATO

dalle 9,30 alle 12,30 dalle 14,30 alle 18,00

dalle 14,30 alle 18,00 dalle 10,30 alle 12,30

Piazza I Novembre, 1 - tel. 0439 780270 E mail biblioteca.vas@feltrino.bl.it

BIBLIOTECA DI VAS
dal 16 gennaio 2012

LUNED SABATO

dalle 14,30 alle 18,00 dalle 8,30 alle 10,30

MERCOLED

dalle 14,30 alle 18,00

CRONACA

Babbo Natale da venticinque anni!


di Silvio Forcellini
C un Babbo Natale che, da ben venticinque anni, si aggira per i paesi del Basso Feltrino. Si tratta di Alessandro Bagatella, validissimo collaboratore di questo giornale, che anche questanno non ha mancato il tradizionale appuntamento con questo simpatico tour a grande richiesta, per la gioia di grandi e piccini. Nelle foto che proponiamo di seguito, il nostro Alessandro mentre incontra gli ospiti delle case di riposo di Alano e di Quero e i bambini della scuola materna di Quero, incontrati sia allinterno di un aula che allesterno, in piazza Marconi, poco prima della merenda gentilmente offerta loro dalle titolari del Bar Centrale di Quero. Gi Alessandro merita un plauso per aver perpetuato nel tempo questa bella tradizione; in pi va sottolineato il fatto che tutti i dolciumi contenuti nella sua capiente gerla sono acquistati, a proprie spese, dallo stesso Babbo Natale (un costo che, nel corso degli anni, gli stato un po alleggerito solo dalla generosit dei coniugi Corso, Federico e Bruna, e di Mimmo Favero). Bravo, Alessandro!

LA un mese di anticipo sul previsto il quadro della Madonna del Carmelo, posto sul Gianfranco Rizzotto, classe Con MORTE DI GIANFRANCO RIZZOTTO Dopo breve malattia muore nel marzo 1992 lato destro dietro al battistero 1938, di Colmirano, grande Alano, ha ripreso il suo posto. La punto di riferimento per le varie iniziative della Pro della chiesa parrocchiale di protagonista del volontariato locale etela era partita il 5 settembre u.s. quando dopo la Loco di Alano, un adeguato mezzo di trasporto veniva trasportata a Mira rimozione, con della Parrocchia di Campo e dellAssociazione Ex Emigranti. presso il laboratorio del professor Vanni Tiozzo, restauratore di opere darte, che dopo le cureper i caso riuscito aGianni Secco e Paolo Todoverto che, ALANESI AGGREDITI A FIRENZE Brutta avventura del tifosi nerazzurri completare il suo lavoro per la fine del mese di novembre e 1992, dopo aver buona cosa passareFiorentina-Inter vengono aggrediti e picchiati da preventivo il domenica 1 marzo quindi c parsa assistito alla partita le feste con lopera riposizionata nel suo sito. A un gruppo lavoro doveva esserePaolo, nei giorni successivi, sidi gennaio con inaugurazione per la festa del santo patrono (17 di teppisti viola. Per ultimato per la prima decade render necessario un piccolo intervento chirurgico allocchio gennaio)allospedale di Feltre. sinistro ma stavolta lefficienza ci ha permesso di anticipare i tempi. L8 dicembre infatti dopo la santa messa delle 10,30 si passati ad una semplice cerimonia con scopimento, benedizione della tela ed una breve esposizione da IL TORNADO SBARCA interventi effettuati. Sono 22 febbraio 1992 il Tornado amplia il ssa raggio dazione parte del prof. Tiozzo sugli A VAS Dal n 231 del seguite quindi le parole del sindaco prof. suo Serenella Bogana occupandosi anche del Comune di Vas ha elogiato la Schola Cantorum che Deon. Il suo primo articolo riguarda che oltre a congratularsi con il prof. Tiozzograzie alla collaborazione di Antonioda tempo impegnata in attivit volte a lelezione di Primo nel a capogruppo degli alpini restauro nel corso dellannuale assemblea tenutasi che opere di beneficenzaCorrsociale e nella parrocchia. Il avvenuta stato seguito dalla dott. ssa Aurora Minatialla Locanda Solagna. approfittiamo per ringraziare e finanziato in toto dalla Schola Cantorum che alla fine della cerimonia h,come ormai tradizione, offerto il pranzo a tutti coloro Circolo Culturale 4 Comuni, in occasione dei suoi primi dieci anni Dieci giorni CIRCOLO CULTURALE 4 COMUNI Il che nel corso dellanno hanno collaborato alle attivit del gruppo. di attivit, dopo altronel 1992 i il concertocol fine anno che h visto la partecipazione di numerosi artisti locali pi o meno giovani, omaggia impegno: suoi soci di libro di poesie di Nino Cela Tre pas indro presentato ufficialmente dal direttore che con canti eGazzettino Sante Rossetto. Il Circolo era stato fondato il 9 febbraio1982 da Sergio Mondin, Mauro provinciale del sonate varie, hanno allietato la serata rendendola interessante agli ascoltatori, presenti in numero cospicuo nella chiesa parrocchiale. Vista la partecipazione attiva di esecutori e ascoltatori, ci auguriamo, in un prossimo futuro, di poter ancora rivedere sullinsolito palcoscenico i nostri concittadini che si applicano in campo artistico e musicale. Per alcuni era la prima volta e quindi vi era un po di tensione ma alla fine sono stati incoraggiati da calorosi applausi. Giannino

Accadde nel 1992 cura di Sandro Schola Cantorum Alano di Piave:a attivit Curto

LETTERE AL TORNADO

ATTUALIT

AVVISO PUBBLICO
Dal giorno 27/12/2011 il Servizio Idrico Integrato (AcquedottoFognatura/Depurazione) verr gestito da Alto Trevigiano Servizi Srl con sede in Via Schiavonesca Priula 86Montebelluna (TV), societ completamente pubblica i cui soci sono 54 Comuni di cui 50 della Provincia di Treviso, 3 della Provincia di Belluno e 1 di Vicenza, uniti per assicurare un servizio efficiente e finalmente uguale per tutti, con una tariffa unica per gli oltre 495.000 cittadini/soci serviti. Informiamo i Clienti che qualsiasi domanda di allacciamento, subentro, segnalazioni guasti ecc. potr essere effettuata anche telefonicamente ai numeri di seguito elencati negli orari di apertura degli uffici. RICHIESTA NUMERO TELEFONICO

COMUNI di QUERO e di VAS


SI INFORMANO I CLIENTI CHE

DOMANDE DI ALLACCIAMENTO, SUBENTRO DI UTENZA, CESSAZIONE (in forma scritta), INFORMAZIONI SULLE FATTURE/BOLLETTAZIONE, LETTURE DEI CONTATORI. INFORMAZIONI TECNICHE SUI PREVENTIVI DI SPESA PER ALLACCIAMENTI E SEGNALAZIONE GUASTI IN ORARIO D'UFFICIO.

Luned e Gioved 8.15 12.45 e 14.15 16.15 Marted 8.15 12.45 e 14.15 16.45 Mercoled 8.15 12.45 e 14.15 18.45 Venerd 8.15 12.45

numero attivo nel seguente orario:

Tel. 848-800882

Servizio Clienti

e-mail: clienti@altotrevigianoservizi.it

ORARI DI APERTURA SPORTELLO CLIENTI


Sede di MONTEBELLUNA (Via Schiavonesca Priula, 86) da Luned a Venerd 9.00 12.30 e Mercoled anche 16.00 18.45

SEGNALAZIONE GUASTI FUORI ORARIO D'UFFICIO CENTRALINO FAX PROTOCOLLO SITO INTERNET

Tel. 0423-2928 Tel. 0423-2928 e-mail: info@ altotrevigianoservizi.it 0423-292929 http://www.altotrevigianoservizi.it

CRONACA

Sono arrivati i gemelli


Fiocco rosa e celeste in casa Rizzotto Campana a Quero. Per la gioia di mamma Moira e pap Devis, l8 novembre 2011 sono nati Iago e Vera. Dalle pagine de Il Tornado i due gemelli salutano: i nonni di Quero Arnaldo e Anita, quelli di Lamon: Ranieri e Laura, la zia Alessia, i parenti e tutti gli amici. Un saluto ai Bisnonni Bortolo, Aurelia, Romana e Fernanda ed uno in particolare a Domenico e Angelo, recentemente scomparsi. Cogliamo loccasione per augurare ai gemelli una vita felice, serena e piena di gioia, mentre a mamma e pap una buona riuscita nei propri intenti e doveri di neo-genitori. Congratulazioni e felice 2012!

10

AUSER

auserflash
UN RECORD DI PRESENZE

A CURA DEL CIRCOLO AUSER ONLUS "AL CAMINETTO" DI ALANO QUERO VAS - VIA ROMA 29 32030 QUERO 0439.787861

IN TANTISSIMI PER FAR FESTA, RINGRAZIARE E FARE GLI AUGURI!


Successo di presenze per la festa di Natale svoltasi sabato 10 dicembre presso la sala delle Associazioni di Quero. Oltre 120 partecipanti, un pranzo da cinque stelle che ha soddisfatto anche i palati pi esigenti. Indimenticabili le lasagne, una autentica squisitezza che stata onorata da moltissimi bis e perfino da qualche tris. Ottimo anche il piatto di carne (lonza), accompagnato da una macedonia di verdure davvero saporita. Per non parlare dei dolci deliziosi, offerti, come tradizione, dai soci nati in novembre e dicembre. Complimenti ai cuochi, che sappiamo essere i nostri amici del Castel di Prada col supporto, per quanto riguarda il contorno di verdure calde, della nostra socia Mariangela. Compiacimento per tutto, anche per i vini, assolutamente di buon livello. Doverosa menzione anche per le socie del

volontariato, tra cui i nonni vigili, gli autisti e gli accompagnatori. Ricchissima anche la sottoscrizione per la solidariet, che ha distribuito premi a iosa. Nella foto Resegati (qui a fianco) il gruppo dei soci festeggiati. In prima fila: Angela Mondin, Pietro Berton, Domenica Faccinetto, Antonietta Nardozza, Dirce Dal Bon, Giocondo Dalla Piazza, Giuseppe Rech. In seconda fila: Luigia Franzoia, Anita Barp, Silvana Fantinel, Loretta Mazzocco, In terza fila: Mariapia Curto, Luisa Canzi, Agnese dalla Piazza e Teresa Ceccotto. Tra i festeggiati doveva esserci anche Isolina Nani, che per stata trattenuta in Lombardia presso i suoi famigliari. Isolina desidera ugualmente far pervenire i suoi auguri a tutti i soci dellAuser e ai lettori del Tornado con un cordiale arrivederci. Nelle istantanee di Fotopik, due momenti dellaffollatissima sala.

servizio ai tavoli, che sono state sollecite ed impeccabili. Nel corso della festa hanno preso la parola per un breve saluto i rappresentanti dei nostri tre Comuni, Serenella Bogana sindaco di Alano, Angelo Dalla Favera in rappresentanza del sindaco di Quero, e Andrea Biasiotto sindaco di Vas, che hanno espresso apprezzamento e riconoscenza per lopera svolta dallAuser nellambito sociale. La presidente Annamaria Dalla Favera a sua volta ha ringraziato i graditi ospiti per la loro presenza ed ha formulato a loro e a tutti i presenti i pi vivi auguri affinch le imminenti ricorrenze natalizie possano trascorrere nella serenit nonostante la situazione economica che si profila difficile per (quasi) tutti. La festa proseguita con la consegna delle strenne ai soci impegnati nelle attivit di

11

AUSER

CIRCOLO AUSER AL CAMINETTOALANO QUERO VAS


SEDE SOCIALE: QUERO - VIA ROMA 29 - tel.fax 0439.787861

DOMENICA 29 GENNAIO 2012


HOTEL RISTORANTE TEGORZO

TESSERAMENTO AUSER 2012


ORE 12,30 Prosciutto crudo, Crostino della Casa Insalata di carciofi con scaglie di grana, Strudel fantasia Risottino al radicchio Bis di gnocchi di patate fatti in casa al limone e rape rosse burro e salvia Scamone di vitello al rosmarino Radicchio ai ferri, patatine arrosto, verdura cotta Sfogliatina alla crema con salsa e frutti di bosco moka sorbetto - vini selezionati della cantina della Casa

ORE 11,30 - APERTURA OPERAZIONI DI RINNOVO

seguir GRANDE SOTTOSCRIZIONE A PREMI


prenotazione obbligatoria presso la sede auser di quero entro 25 gennaio

quota di partecipazione 25 euro

1998 - 2012
IL CIRCOLO AUSER AL CAMINETTO COMPIE QUINDICI ANNI !
CRONACA

I coscritti alanesi del 1951 in festa

Al grido di 60 anni e non sentirli, lo scorso 15 dicembre i coscritti alanesi del 1951 si sono ritrovati a Fener per festeggiare assieme il traguardo raggiunto. Pochi, ma buoni gli intervenuti, radunati in quattro e quattrotto dal vulcanico Sandro Santangelo per una succulenta cena di pesce servita in modo impeccabile dallo staff dellOsteria da Chichbio e molto apprezzata da tutti. In occasioni come questa un certo numero di assenze, si sa, fisiologico; nel caso specifico, per, ha contribuito un poco anche la proverbiale memoria dellorganizzatore che - come ben sanno i lettori del Tornado - ormai lascia molto a desiderare Magico Sandro!

12

LETTERE AL TORNADO

Alano: preoccupano i nuovi dati Arpav sulla qualit dellaria nel centro del paese
Caro direttore, chiedendo ospitalit nelle pagine del Tornado, vorremo portare a conoscenza dei cittadini di Alano alcuni dati allarmanti emersi dal recente monitoraggio delle qualit dellaria effettuata dalla centralina Arpav ubicata nel centro del paese. Vi inoltriamo pertanto copia della lettera che abbiamo inviato allamministrazione comunale alanese per esternare la nostra preoccupazione sollecitando un approfondimento dei dati e al contempo una campagna di sensibilizzazione per ridurre per quanto possibile le emissioni inquinanti. Cordialmente.

Spett. Amministrazione, con la presente desideriamo comunicarVi che abbiamo preso visione dei risultati relativi alla campagna di monitoraggio della qualit dellaria effettuata dallARPAV nel periodo novembre 2010/febbraio 2011. A nostro parere tali risultati evidenziano valori simili a quelli del 2008 ad eccezione del benzopirene che questa volta molto alto, poich si assesta su valori di 4-5 ng/mc (la media annua dovrebbe essere 1,0 ng/mc ) con picchi di 13 ng /mc. Tali valori ci preoccupano per vari motivi. Tale sostanza fortemente aumentata rispetto al 2008, quando la sua concentrazione media rimaneva entro limiti di legge di 1,0 ng/mc. Il luogo del rilevamento: il plesso scolastico dove gli alunni trascorrono molte ore, un luogo - tra laltro - fuori dal grande traffico. La sua pericolosit: il benzopirene infatti classificato come cancerogeno 2. Anche le polveri sottili PM10, con valori simili a quelli del 2008, rivelano comunque una certa criticit. Ci rendiamo conto che le analisi effettuate da novembre 2010 a febbraio 2011 cadono nel periodo pi critico dal punto di vista meteorologico (stagione invernale - inversione termica - riscaldamento domestico e non), nondimeno riteniamo che valori cos alti di benzopirene vadano indagati, anche perch probabile che tale situazione sia in realt rappresentativa di buona parte dellanno (da ottobre a fine aprile, quindi 6 mesi allanno). Chiediamo pertanto cortesemente di voler indagare presso ARPAV i motivi di tale aumento, non sappiamo infatti se il benzopirene sia di origine industriale o derivi piuttosto dal riscaldamento domestico, dallincenerimento delle ramaglie o da una risalita di aria lungo il fiume Piave. Facciamo presente che, per i dati del 2008, ARPAV aveva indicato chiaramente la fonte delle polveri sottili PM10. Riteniamo altres importante informare la popolazione per sensibilizzarla e promuovere qualsiasi provvedimento atto alla riduzione dellinquinamento atmosferico (ad es. lavaggio strade, divieto di bruciare rifiuti e ramaglie, riduzione del traffico, car pooling, etc). Alla luce di quanto sopra alleghiamo anche un articolo che abbiamo inviato al Tornado, nel quale sensibilizziamo la popolazione sullinquinamento da legna ed invitiamo le amministrazioni locali a vietare la pratica dellincenerimento delle ramaglie. Fiduciosi nella vostra attenzione, porgiamo distinti saluti. Alano di Piave, 16.11.2011 Gruppo Ricicliamo Basso Feltrino ricicliamobassofeltrino@googlegroups.it

Il Mercatino del Tornado


Affittasi unit immobiliare posta su 3 piani, parzialmente ammobiliata, con posto auto e ricovero attrezzi, comprendente: ingresso, cucina, salotto, disimpegno, bagno, taverna, sala termica. due camere matrimoniali, una cameretta, bagno, soffitta. E situata in corte promiscua, in via Fratelli Agrizzi, a Fener. Per informazioni chiamare in ore pasti lo 0439-776181 e chiedere di Roberto.

Vendesi caldaia Thermorossi Terna S del 2006 a un prezzo interessante. Se interessati, telefonare in ore pasti allo 0439-1900217.

PUTTON GABRIELE

Alimentari

13

Via D. Alighieri, 26 - FENER (BL) Tel. 0439 789388

14

LETTERE AL TORNADO

RUBRICA DI FOLKLORE LOCALE E PATRIOTTICO A DENOMINAZIONE DI ORIGINE INCONTROLLABILE VENTINOVESIMA PUNTATA A CURA DI PROCOPIO COLETTI

LOSTERIA DA METO

IL PIANOFORTE DI MARIUCCIA, LAMARO ALPINO, LA SPINA E L COCON, IL GALLETTO PEPOLO, UNATTRICE IN ERBA E ALTRI RICORDI
Ogni volta che entro al bar Ricci mi lascio prendere dai ricordi. Andando a ritroso nel tempo, gestore dopo gestore, arrivo ai tempi della mia infanzia quando allosteria da Meto cerano i proprietari del locale, ossia me santol Meto, me sntola Amalia e le loro figlie Mariuccia e Clara. Ricordo un ambiente severo, pieno di tavoli e di sedie impagliate. Nella sala di mescita sistemato un piccolo bancone, nellangolo a nord, a fianco del grande portone sormontato da un bellissimo arco di pietra che d sul gioco delle bocce. Poche bottiglie esposte, il marsala, un digestivo, alcune grappe, e, sul bancone, un piccolo barilotto da cui si spilla lamaro alpino. A destra, entrando, una saletta, per met cucina privata, e per met occupata da tavolini per gli avventori, dove si gioca a carte e alla morra. Sulla sinistra, altra saletta, altri tavolini. Su una parete una serie di vecchie foto raffiguranti una cerimonia patriottica e un grande pranzo di combattenti allestito nel campo delle bocce. Il locale frequentato soprattutto la domenica mattina, dopo messa ultima. In quelle ore c un gran daffare, su e gi per le scale della cantina con i bottiglioni del vino da riempire. In queste circostanze do una mano anchio. Ho imparato anche a spillare il vino. Ricordo sempre quella volta che, armato di un fiasco e dellimpria, metto mano alla spina. E dura da togliere, e allora comincio a strattonarla fintantoch non si stacca anche il cocn. Una tragedia. Tento di tappare il buco con le mani, ma il vino sgorga che un piacere. Chiamo aiuto, ma di sopra c confusione e nessuno mi sente. Sicch la botte si svuota in pochi istanti. Per la verit non cera molto vino, dentro, ma una ventina di litri (questo il parere degli esperti durante il sopralluogo) se n andata in malora. La santola Amalia non mi rimprovera ma, considerando la mia pericolosit, mi interdice laccesso alla cantina. E veniamo alla botticella dellamaro Alpino. Non se ne vende molto perch abbastanza caro. Ogni tanto, per, sullo spinello ne rimane una goccia che assaporo con grande piacere. Non molto amaro, anzi gradevolissimo, con un forte sapore di menta. Un giorno che non c nessuno mi lascio tentare, giro la chiavetta e succhio abbondantemente. Delizioso! Ma non ricordo altro. So che mi trovano, addormentato, in fondo al campo da bocce, vicino al punr. Dalla sntola Amalia c unaltra meraviglia: un bellissimo pianoforte verticale, ospitato in un salottino al primo piano, dove Mariuccia, che studia musica, si esercita ogni giorno. E gi molto brava, e dalla mia cameretta la sento suonare ore e ore. Mi incanta soprattutto quando esegue le petit montagnard. Mariuccia si offre di darmi alcune lezioni, e io accetto con entusiasmo. Solo che, dopo tre o quattro sedute, siamo ancora a quei noiosissimi solfeggi, e io non ne posso gi pi. Cos la mia carriera di musicista finisce l. La signora Virginia, sorella di mia sntola, viene spesso a trascorrere le vacanze ad Alano con la famiglia. Faccio subito amicizia con sua figlia Clarangela, una bellissima bambina che ha quattro anni meno di me e che, per alcuni anni, la mia compagna di giochi. Poi ci perdiamo di vista. Clarangela, che nata ad Alano, diventa una bravissima attrice di teatro e di cinema col nome darte di Patrizia De Clara. Tuttora attiva come attrice e doppiatrice, nella sua lunga carriera ha partecipato a moltissimi film con registi e attori importanti. Di lei si ricordano ancora alcuni spettacoli teatrali fra i quali quello da me visto al Comunale di Belluno, dove interpreta, da sola, una decina di personaggi rivelando una bravura davvero eccezionale. Insomma una alanese che si fatta onore. Un episodio indimenticabile al quale mi stato dato di assistere quando il cav.Agostino Zuliani, padrone della filanda, fa la sua trionfale entrata nellosteria a cavallo di un bellissimo destriero. Lo Zuliani, ad Alano, considerato una specie di don Rodrigo che si ritiene, forse a buon diritto, il capo del paese non solo per la sua potenza economica o quale fervido appartenente al fascio littorio, quanto perch da lui dipendono le sorti economiche di molte famiglie della zona. Quellentrata, cos solenne e inaspettata, ha per un epilogo abbastanza ridicolo. Uscendo dal locale, una zampa del cavallo si impiglia sul tappeto metallico che molti mettono allingresso dellabitazione per evitare che il fango della strada (lasfalto non ancora arrivato) venga portato fin dentro casa. Il cavallo si imbizzarrisce, al punto che il cavaliere rischia di venire disarcionato. Sono minuti di pura ilarit che prendono tutti gli astanti. Finch il cavallo non si libera di quella specie di tagliola e riconduce il suo prezioso carico, con inappuntabile passo romano, verso le scuderie. Concludo questi miei ricordi dellosteria da Meto con lavventura capitata ad una ospite della sntola Amalia, una insegnante elementare che noi chiamiamo la maestra rossa. Un giorno la sentiamo urlare e chiamare aiuto. E la vediamo correre di qua e di l nel campo da bocce, inseguita da un galletto ppolo inferocito, che la assale e che le molla gran beccate alle gambe. Lei, strillando a squarciagola, lo incattivisce sempre di pi. Ormai la povera maestra ha tutte le calze strappate, e il galletto si abbarbica al lato B della malcapitata, e gi beccate senza piet. Lo spettacolo davvero esilarante, e le persone presenti se lo godono sadicamente, senza muovere un dito. Allimprovviso il feroce bipede molla la presa, si ricompone il piumaggio, e torna, placato, dalle sue ppole. Alla malconcia signora viene somministrato un generoso cordiale (forse un buon Amaro Alpino?) perch si tiri in qua. E tutto finisce con un po dalcol e qualche medicazione. Piero Nelle foto: il mitico Amaro Alpino e una bravissima attrice, Patrizia De Clara, nata ad Alano di Piave.

15

LETTERE AL TORNADO

La Befana a Schievenin
In Valle di Schievenin stato organizzato il tradizionale appuntamento dedicato alla Befana, al quale non sono mancati grandi e piccini, cui stata naturalmente distribuita la calza. Un grande fal ha rischiarato la valle, nonostante la pioggia, la neve e il vento abbiano creato un po di disagio. Qualcuno ha osservato la direzione delle faville; la maggior parte dei presenti ha registrato che andavano verso mattina e quindi tote la caliera e va a farina, cio anno magro per coloro che seminano il grano. Ogni tanto per le faville cambiavano rotta e andavano verso sera e quindi meti su la caliera, cio anno propizio che porter molta farina. Il Comitato Rivivi la Valle ringrazia i volontari che hanno lavorato per lorganizzazione della serata e i numerosi partecipanti, sia i paesani che i provenienti dai paesi limitrofi, che non sono mancati a questo simpatico appuntamento.

Il Comitato Rivivi la Valle

La pira de Vetr
Circa sessantanni fa molti abitanti di Alano di Piave erano disoccupati, cos vennero incaricati di ricostruire i marciapiedi del comune. Uno di questi era mio nonno Vittore Dal Canton, conosciuto meglio da tutti come Vetr. Le pietre venivano recuperate nei masar e, dopo esser state lavorate, venivano accuratamente posate; ecco, in una di queste mio nonno decise di lasciare la sua testimonianza incidendo le sue iniziali. Parecchi anni dopo, a causa di lavori, il marciapiede venne nuovamente rifatto ed alcuni sassi stavano per essere buttati; tra di essi anche la pira de Vetr. La nonna (Domenica Spezia), che pass di l proprio al momento opportuno, se ne accorse e, visto che conosceva uno degli addetti al lavori (Giosu Dalla Piazza), gli chiese che fine avesse fatto la pietra del marito; lui con attenzione laveva gi recuperata e la rassicur che lavrebbe rimessa dovera. Ormai da pi di due anni il nonno ci ha lasciati, ora il sasso con le sue iniziali ancora al suo posto, un ricordo per noi parenti e amici ogni qualvolta con lo sguardo lo si incrocia. Il nipote Mirko Dal Canton

Ricordando il caro amico Fortunato Miotto


Giuseppe e Giuliana vogliono ricordare con sincero affetto il loro caro amico Fortunato Miotto. Amico sincero, leale, sempre disponibile. Infatti la testimonianza si avuta il 19 novembre nel giorno del suo funerale, celebrato dal parroco don Tiziano Piovan, quando la chiesa di Fener e il piazzale antistante erano gremiti: tanti alpini delle sezioni di Segusino, di Alano e di altri gruppi con ben 15 gagliardetti; i coscritti; lAssociazione Emigranti; il coro Stramare di Segusino che ha dato lultimo saluto a Fortunato con il commovente canto Signore delle Cime. Fortunato, nato a Segusino nel 1951, come tanti suoi paesani nel 1955 emigra in Australia a cercar lavoro. Per sei anni fa il minatore in galleria per la costruzione di un grande progetto idroelettrico. Nel 1961 ritorna in Italia per sposare Rosella Case e riparte con la moglie per stabilirsi a Sidney, dove compra casa e nasce nel 1962 il figlio Alessandro. Lavora per diversi anni come falegname alla costruzione della grande Opera House di Sidney. Nel 1971 rientra in Italia e si stabilisce a Fener con la famiglia, dove acquista una casa con podere, e continua a lavorare come falegname a Segusino, sempre appassionato per il bel canto e lagricoltura. Ebbi modo di conoscerlo bene nel 1987: con il parroco don Giuseppe Ceccotto e il Comitato per gli Affari Economici di Fener si decise di ristrutturare la sala da teatro parrocchiale che era in pessime condizioni, lavori di restauro alla chiesa di San Michele e poi, con il parroco don Paolo Bellot, sistemare alcune stanze dellex asilo. Cera bisogno di tanto volontariato. Fortunato, assieme a tanti amici e collaboratori, si rese subito disponibile come falegname, nel posare pavimenti, perlinare pareti, riparare serramenti; si lavorava fino a tarda sera ed era un piacere lavorare con lui. Caro Fortunato, un sentito grazie anche a nome della comunit di Fener per tutto quello che hai fatto. Ti ricorderemo sempre con tanto affetto. Ora che sei vicino al Padre, pregalo anche per tutti noi. Le pi sentite condoglianze alla moglie Rosella, al figlio Alessandro e a tutti i parenti. Gli amici Giuseppe e Giuliana Siragna

16

CRONACA

Boscaiolo a Santa Maria soccorso dallelicottero del Suem


di Alessandro Bagatella
Lo scorso 28 dicembre Ferdinando Bagatella, mentre si trovava nel bosco a fare legna, stato travolto dalla pianta che aveva appena tagliato. Fortunatamente rimaneva sempre cosciente, avendo cos modo di chiamare i familiari che, prontamente, si recavano sul posto. Viste le sue condizioni e limpossibilit di alzarsi, e non essendo chiara la gravit delle lesioni riportate, veniva chiamato il 118 che giungeva sul posto, non certo facile da raggiungere, con due infermieri e un medico. Sul posto giungevano anche gli uomini del Soccorso Alpino di Feltre che, viste le condizioni e il percorso non facile, allertavano a sua volta lelicottero del Suem che, con lausilio di un verricello, poteva finalmente soccorrere Bagatella per trasportarlo poi allospedale di Feltre. I primi accertamenti e le prime cure gli sono state prestati al Pronto Soccorso. Poi i medici gli hanno diagnosticato sei costole incrinate, un ematoma al fegato, lesioni al polmone, oltre a numerose escoriazioni e una ferita al petto. Sono stati effettuati anche altri esami per accertarsi se ci fossero altri problemi. Dai familiari un grazie di cuore a quanti si sono prodigati nel soccorso: medici, infermieri, la squadra del Soccorso Alpino e i numerosi volontari che si sono prestati.

Aperto al traffico il sottopasso di Anz


di Alessandro Bagatella
Con ben tre mesi di anticipo sul previsto stato aperto al traffico il tanto atteso sottopasso di Anz, i cui lavori hanno provocato non pochi disagi anche per quegli abitanti del Basso Feltrino che dovevano recarsi a Feltre. Tutti soddisfatti, quindi, per lopera portata a termine dalla ditta che si aggiudicata lappalto (nella foto di Alessandro Bagatella). Speriamo davvero che tutto sia stato fatto a regola darte: con le prossime piogge vedremo come si risolver lafflusso delle acque.

Auto contro il capitello a Carpen


di Alessandro Bagatella

Una vettura con a bordo una coppia di feltrini, forse a causa di un malore del guidatore, uscita di strada allaltezza del Bar Piave di Carpen, mentre viaggiava in direzione di Feltre, fermando la sua corsa contro lantico capitello costruito dagli abitanti di Carpen. Durante la sua corsa ha anche divelto due fioriere di cemento e un balcone di propriet, spostando poi il capitello dalla sua sede e danneggiandolo tanto da dover essere puntellato per non creare pericolo (nella foto di Alessandro Bagatella). Sul posto si sono recati i carabinieri e la polizia stradale di Feltre, i Vigili del Fuoco e la Protezione Civile di Quero e lUnit Sanitaria dellospedale di Feltre per trasportare i coniugi nel nosocomio per accertamenti. Un incidente fortunato per i due coniugi, che poteva risolversi diversamente se solo una vettura fosse giunta in quel momento in senso contrario. Si pu dunque dire che la Vergine del Capitello li abbia graziati, anche se, nellincidente, stata proprio lei ad avere la peggio essendo stata decapitata

17

CRONACA

I giochi dellex parco di Alano rallegrano ora i bambini della Tanzania


di Silvio Forcellini
Ci occupiamo di seguito di una meritoria iniziativa che ci sembrato doveroso sottolineare su queste pagine. Tutti ricorderanno il parco giochi alanese di via Monfenera, gestito con cura e amore dalla locale Famiglia Ex Emigranti, ma poi purtroppo smantellato a seguito di ripetuti atti vandalici. Ebbene, ora quei giochi - acquistati a suo tempo anche grazie a una sottoscrizione in ricordo di Elis Tessaro - rallegrano i bambini del villaggio di Hombolo, in Tanzania, dove opera da circa 20 anni una volontaria italiana. Del bel gesto va dato merito ad Antonello Collavo e Katia Zuccolotto, che hanno provveduto al recupero e alla spedizione in terra africana di tutto il materiale. Le foto che proponiamo di seguito si riferiscono allarrivo, al montaggio ealluso dei giochi in questione.

18

TEATRO

Il Mercatino
VENDESI APPARTAMENTO + NEGOZIO in Segusino centro. uro 105.000,00. Per intenzionati informazioni allo 0439.779745

LETTERE AL TORNADO

In ricordo di Mario Mazzier


il secondo anniversario della tua morte, ma ti ricordiamo sempre. La moglie Rita, i figli Ezio, Sonia, Ilario, le nuore, i nipoti, i parenti e tutti gli amici.

Nessuno muore sulla terra finch vive nel cuore di chi resta.

19

ATTUALIT

Comune di Quero

A seguito della entrata in vigore della legge di stabilit (L. 183/2011), dal 1 gennaio 2012 agli uffici pubblici vietato rilasciare certificati da esibire ad altre pubbliche amministrazioni (art. 40, D.P.R. 445/2000). Pertanto, gli uffici comunali dello stato civile e di anagrafe possono rilasciare i certificati soltanto ad uso privato. Questo comporta che per i certificati dellanagrafe (residenza, stato di famiglia, contestuali, esistenza in vita, eccetera) previsto in ogni caso il pagamento dellimposta di bollo (art. 4 della tariffa alleg. A al D.P.R. 642/1972) e dei diritti di segreteria, ossia 14,62 + 0,52 per ciascun documento. Si ricorda comunque che il cittadino pu sempre rilasciare le autocertificazioni anche quando abbia a che fare con istituzioni private: banche, assicurazioni, agenzie daffari, posteitaliane, notai (art. 2, D.P.R. 445). Lautocertificazione ha lo stesso valore dei certificati (art. 46, D.P.R. 445) ma non si paga niente (nessuna imposta di bollo n diritto di segreteria) e non necessaria la autenticazione della firma. 1 gennaio 2012 Il Sindaco / Il dirigente

AVVISO ALLA CITTADINANZA

Provincia di Belluno

Un appello di civilt
(M.M.) Da tempo si segnalano sporcizia lungo le strade frequentate per una salutare passeggiata. Invece di rilassarsi ammirando il panorama, il percorso diventa una sfida ad ostacoli per non calpestare le deiezioni di animali che hanno padroni davvero poco educati. Il fenomeno non circoscritto ad un solo paese, ma in alcuni luoghi la frequenza maggiore, come nell'anello di Via To/Campagna Sud di Quero, meta ambita da tanti appassionati del camminare. L'appello rivolto ai proprietari di animali: fate in modo di raccogliere le deiezioni dei vostri amici animali! Un bel sacchetto biodegradabile e un guanto saranno sufficienti allo scopo, per un successivo smaltimento nei sacchi dell'umido. Ne guadagneranno il decoro del paese e anche l'igienicit delle strade e dei luoghi pubblici frequentati.

LETTERE AL TORNADO

INTER CLUB FENER Massimo Moratti


a Cortellazzo presso il ristorante AL GAMBERO

PRANZO DI PESCE
DOMENICA 4 MARZO
men

organizza per soci, simpatizzanti e non

antipasti della casa schie con crema di mais, dentice, capasanta, scampi o canoce. polipi alle erbe fini, insalata di mare mazzancolle bollite, granchio al rosmarino cozze e vongole alla marinara

primi piatti risotto ai frutti di mare ravioli alle capesante gnocchi al sugo di scampi sgroppino secondi piatti grigliata mista di pesce (coda di rospo, sogliola, seppie, scampi, mazzancolle) fritto misto delladriatico

la quota di . 62,00 comprendente pullman, pranzo e assicurazione.


Orari partenza: ore 09:45 Piazza Martiri Alano ore 10:00 Piazza Marconi Quero ore 10:15 Piazza Dante Fener E previsto un men alternativo per i bambini ed il suo costo varier in base a quello che verr ordinato. La quota del viaggio quindi pari a 10,00

Contorni: insalata mista e patate fritte dolce - caff e liquori

nel pomeriggio visita libera alla citt di Jesolo

Adesioni presso il RICCI BAR di Alano di Piave versando una caparra di .10,00 entro il 20 febbraio o ad esaurimento dei posti disponibili. Info www.interclubfener.it

20

LETTERE AL TORNADO

AGRINOTIZIE
a cura di Oliva De Rui
Fra pochi giorni lanno solare volger al termine e per coloro che si sono dedicati in maniera ripetuta e costante al lavoro dei campi tempo di bilanci. Dalle occasioni di incontro tra gli agricoltori sono emersi giudizi abbastanza positivi per una stagione che ci ha lasciati quasi indenni da fenomeni calamitosi come grandini o prolungate siccit. Il grosso problema che ha interessato in maniera grave quasi tutte le localit del nostro territorio stata linvasione della fauna selvatica. Ripetute razzie sono state segnalate nelle frazioni di S.Maria, Schievenin, Carpen, ma anche Quero non rimasto indenne dai danni causati da ungulati come cervi ma principalmente cinghiali. Questi ultimi si sono avvicinati in modo preoccupante alle abitazioni, provocando danni ai prati coltivati, alle patate e ultimamente anche alle viti, senza dimenticare quelli ormai datati sui pascoli dei nostri monti. Alle ripetute segnalazioni effettuate al servizio provinciale di vigilanza, sono seguiti i sopralluoghi delle guardie venatorie ma a tuttoggi il problema rimane. Dobbiamo segnalare il personale interessamento del cacciatore Loris Benato che dopo innumerevoli ed estenuanti appostamenti notturni, in accordo con il direttivo della riserva di caccia querese ed il corpo di polizia provinciale, riuscito ad abbattere qualche capo. Purtroppo a causa della loro predisposizione genetica nel prolificare, il loro numero invece di diminuire aumenta, con le conseguenze sotto gli occhi di tutti. Chi si reca a Schievenin a fianco della strada asfaltata pu notare nei pressi della peschiera uno dei tanti campi danneggiati da questa preoccupante invasione alla quale non si pu o non si fa abbastanza per mettere la parola fine. Dove le zolle sono state rivoltate, si dovr procedere al ripristino della cotica erbosa per poter compiere i consueti lavori di fienagione. Altra nota dolente: la perdita di alcuni amici del gruppo viticoltori di Quero che, come si usa dire in gergo alpino, sono andati avanti. Sicuramente saranno impegnati a coltivare la vigna del Signore con la stessa passione che hanno profuso per i loro piccoli grandi vigneti, tenendo viva questa cultura cos radicata nel nostro territorio e che ultimamente sta dando buone soddisfazioni. Potete riconoscere alcuni volti dalla foto di una delle giornate in campo organizzate per fare il punto sullandamento fitosanitario della coltura. A proposito di viti, la Regione Veneto ha decretato il divieto per nuovi impianti di Prosecco D.O.C. su tutto il territorio regionale. E cos per 2 anni non verranno riconosciuti n accatastamenti di vecchi impianti n la sostituzione di vigneti a bacca rossa con il blasonato e famoso Prosecco D.O.C.. Attualmente alluva delle nuove viti di prosecco viene riconosciuto il nome Glera con penalizzazione sul prezzo di vendita al di sotto dei costi di produzione.

Molte sono le novit che interessano il mondo agricolo: la nuova PAC - il P.S.R. dedicato alla montagna, il pacchetto per i nuovi insediamenti dei giovani e molto altro. Per conoscere in modo dettagliato e preciso le opportunit previste, vengono organizzati incontri sul territorio o ci si pu rivolgere alle associazioni di categoria. Per chi sa usare il computer queste informazioni sono disponibili in modo veloce anche da casa. Rispetto alla crisi generalizzata, fa piacere sapere che le Produzioni Agricole ed il Made in Italy stanno andando in controtendenza con un recupero sulloccupazione e sul fatturato, infatti esse sono espressione dei territori e delleconomia vera, non quella basata sulla finanza che ha creato deficit di responsabilit, di onest e trasparenza, con le speculazioni sul cibo considerato alla stregua di un frigorifero o di un televisore. Da parte degli Agricoltori Coldiretti di Quero, limpegno a rimboccarci le maniche per creare nuove opportunit di sviluppo per le nostre famiglie ed il nostro paese, con laugurio che si capisca limportanza di fare ognuno il proprio dovere secondo le proprie capacit per lasciarci alle spalle questo momento difficile. Nelle foto che vi proponiamo possiamo vedere alcuni dei danni provocati dai cinghiali, in alto, e vari momenti di vita associativa.

21
Alto Onore del Grappa

LETTERE AL TORNADO

Che diversit di comportamenti!


Negli ultimi anni abbiamo riscontrato il deragliamento della politica poich i partiti e i politici erano intenti a salvaguardare i propri privilegi oltre a essere assopiti nei meandri della caste ignorando le esigenze primarie della collettivit. In concreto abbiamo visto di tutto e di pi, dove si sono evidenziate personali debolezze carnali, delibere inique, esposizioni verbali dalle giustificazioni senza senso, dal rilascio di slogan televisivi privi di contenuti, non meno insensibili nelladempiere al dovere istituzionale su cui hanno giurato, ancor pi grave laver affondato la nostra credibilit nazionale innanzi agli occhi del mondo. Lo costatiamo con amarezza ogni qualvolta ci rechiamo oltre i confini nazionali trovandoci speso in imbarazzo innanzi ad affermazioni e valutazioni verso la nostra dirigenza nazionale valutata poco confacente a un serio comportamento istituzionale. Tutto ci fa rabbrividire e mordere le nostre coscienze. Diverso il comportamento dei politici europei, vedi il nostro contatto con il Ministro della Difesa ungherese nonch i molteplici incontri con lOn. Peter Rieser, austriaco, contraddistinti da semplicit e cordialit di approccio, al di fuori dei soliti schemi burocratici e protocollari di cui sono inzuppati i nostri politici. Per fortuna tutto ci non ha intaccato la nostra credibilit associativa e quella personale maturata negli anni acquisendo deferente stima sia per seriet che per solidale collaborazione. Questo rapporto, sconfinato nelle terre doltre alpe, divenuto intensamente famigliare tra i nostri interlocutori e carissimi amici, formando un sodalizio fortemente collaudato. Ne testimonianza lincontro avvenuto prima di Natale a Graz, in Austria, con il parlamentare Onorevole Peter Rieser che detiene anche la Presidenza Nazionale della Croce Nera Austriaca (vedi foto da destra) insieme al Luogotenente Diego DAgostino, il fiduciario dellOn. Rieser, Franz Karner, il sottoscritto e Dino Zigliotto con signora. Un incontro di lavoro associativo piacevole, avvenuto in casa dellOn. Rieser, avvenuto senza alcuna formalit ma in amichevole armonia di intenti, dove si valutato, in tutte le sue sfaccettature, il progetto di allargamento del piazzale antistante il Sacrario Austro-Ungarico di Cima Grappa. Loccasione ci ha dato modo di presentargli la richiesta di partecipazione del Ministro della Difesa austriaco alla cerimonia di agosto in Grappa. Con questi incontri e intenti si vuol tenere viva la memoria di tutti i Caduti di ogni nazione, in modo particolare per quelli del Grappa, dando un forte impulso storico, culturale ed economico per le popolazioni che accerchiano il maestoso Massiccio. Non solo, gli abbiamo esposto di tenere in considerazione lappuntamento del centenario della fine del 1 conflitto mondiale, nella cui circostanza verranno estesi gli inviti allannuale cerimonia a tutti i Ministri della Difesa, o loro delegati, delle nazioni che si fronteggiarono a suo tempo sul Sacro Monte. Il tutto si concluso con uno speciale pranzetto preparato dalla signora Maria Rieser e servito con disinvoltura dallo stesso Onorevole, dimostrando che prima di tutto vengono i valori dellamicizia e della concretezza. Questi sono i politici che fanno grande una nazione, poich sorretti da uninvidiabile modestia non meno che da unimpareggiabile umilt, divenendo cos degni rappresentanti del popolo. Comm. Angelo Ceccotto

IL BARBIERE
SU TUTTI I PRODOTTI FEMMINILI SCONTO
Piazza Martiri - Alano di Piave

20%

PER APPUNTAMENTO 0439 779745

22

LETTERE AL TORNADO

Grazie al Museo di Vas ed ai suoi operatori

Spett.le Ass. Museo del Piave Vincenzo Colognese Via Piazza 1, - 32030 Caorera di Vas (Bl)

Nel mese di settembre, dopo aver accuratamente valutato molte strutture sulle quali indirizzare la mia scelta per poter svolgere il tirocinio universitario previsto dal mio piano di studi, ho deciso, col benestare dell ufficio Stage e tirocini dellUniversit degli studi di Padova, di rivolgermi allassociazione Museo del Piave Vincenzo Colognese, di Caorera di Vas, associazione presieduta dal sig. Diotisalvi Perin che ha accolto di buon grado la mia richiesta, prodigandosi al fine di poterla rendere realizzabile. Dopo aver discusso e chiarito tutti gli aspetti della faccenda ed aver completato liter di stipula della convenzione tra Museo e Universit ho potuto, con mia grande soddisfazione, iniziare il percorso di settantacinque ore, sotto la supervisione del vice-presidente del Museo il sig. don Luigi Dalla Longa che, con estrema cortesia e disponibilit, mi ha seguito durante lintera durata dello stage, illustrandomi gli aspetti generali della struttura che custodisce cimeli di inestimabile valore storico. Fin da subito mi sono trovato in un ambiente cordiale e amichevole, sentendomi completamente a mio agio con tutti i componenti dello staff di lavoro, sia i volontari sia i membri del direttivo. Quale migliore occasione per approfondire il tema della Grande Guerra? Mi si presentata lopportunit di studiare attraverso le fonti primarie quellimmane tragedia umana, potendo consultare decine di testi specializzati. Oltre alle fonti scritte stato utile per me osservare da vicino gli oggetti, muti testimoni di quegli eventi, evincendo da essi cosa signific in realt la guerra per milioni di combattenti, oggetti che mi hanno consentito di aprire una porta su quel passato. Durante il periodo di tirocinio sono stati assegnati al museo - tramite il dott. Diotallevi - una serie di reperti di grande pregio, provenienti da unassociazione combattentistica di Ascoli Piceno. Grazie a tale acquisizione ho potuto perfezionare le metodologie di classificazione e riconoscimento dei vari reperti, facendo delle ricerche approfondite sui testi originali depoca conservati presso larchivio del museo,quali giornali militari ufficiali, regolamenti,circolari varie, libri e riviste specializzate che per loccasione mi sono stati messi a disposizione. Per merito della competenza del tutor e della grande quantit di informazioni disponibili ho potuto arricchire di molto le mie conoscenze in materia, constatando di persona quanto sia complesso e non facile il lavoro svolto dai volontari e da tutti i componenti dello staff per poter tenere un determinato standard di qualit didattica e espositiva, infatti la mission del museo quella di voler perpetuare la memoria di quel immane conflitto conclusosi oltre novantanni fa, che vide coinvolta in maniera incisiva la nostra regione, si cerca soprattutto di coinvolgere le nuove generazioni, in modo che possano cogliere laspetto umano oltre che storico di quelle vicende, questo anche attraverso la creazione di un percorso espositivo allestito con un preciso criterio logico, dove i cimeli sono disposti in sequenze ordinate e correlati da delle didascalie didattiche che spiegano al visitatore le caratteristiche principali dei reperti esposti, indicando per alcuni peculiarit o modi dimpiego particolari, sconosciuti ai pi, tutto secondo una rigorosa ricerca storica. Per quanto riguarda il mio lavoro allinterno della struttura, si articolato in varie mansioni che oltre ai compiti prettamente di ricerca e studio, variavano dallaccoglienza dei numerosi visitatori, al servizio di manutenzione ordinaria degli ambienti espositivi, compreso il monitoraggio costante delle strumentazioni atte a tenere gli ambienti al riparo dalleventuale incremento del tasso di umidit nellaria, che danneggerebbe i reperti esposti. Sono arrivato cos al compimento delle settantacinque ore previste, avendo la sensazione che tale periodo fosse passato molto pi velocemente delleffettiva durata. In conclusione posso affermare che sono rimasto positivamente colpito da questa esperienza, e colgo loccasione per ringraziare tutti coloro che hanno dedicato il loro tempo al mio percorso, quindi il sig. Perin, la sig.ra Zanella, la sig.ra Deon, il sig. Comacchio e tutti i volontari. Un ringraziamento particolare va a don Luigi Dalla Longa che con impegno e non comune disponibilit ha permesso il raggiungimento del mio obiettivo. Cordiali saluti, Nicola Oliva

Filippo, da buongustaio, ha pensato bene di assaggiare direttamente la sua torta

CRONACA

Filippo il nipotino di Toni e Ide Mondin, nostri abbonati di Campo. E' nato a Vittorio Veneto il 10 marzo 2011 e qui vive con la mamma Stefania e il pap Massimiliano, ma non disdegna le lunghe passeggiate in quel di Campo dove incontra tanti nuovi amici. I Mondin danno il benvenuto al primo maschio della grande Famiglia Macahan!

23

LETTERE AL TORNADO

Anche questa volta come ogni anno, ioio e mio zioFortunato abbiamo realizzato ilil nostro presepe cambiando sempre Anche questa volta come ogni anno, e mio zio Fortunato abbiamo realizzato nostro presepe cambiando qualche piccolo dettaglio cos da perfezionarlo sempre pi! Anche questanno abbiamo piacere di rendere partecipi del qualche piccolo dettaglio cos da perfezionarlo sempre pi! Anche questanno abbiamo piacere di rendere partecipi nostro lavoro i lettori de Tornado, anche se con un po di ritardo! nostro lavoro i lettori de IlIl Tornado, anche se con un po di ritardo!

Il nostro presepe Il nostro presepe

Mauro Morandin Mauro Morandin

CRONACA

La morte di Antonio Mondin


(S.C.) E deceduto a Feltre, dove viveva con la famiglia da diversi decenni, Antonio Mondin, classe 1928, originario di Colmirano. Da giovane, dopo un breve periodo in Svizzera, era stato assunto, negli anni 50, in Birreria Pedavena, allora di propriet dei fratelli Luciani, dove rimase fino alla pensione lavorando nelle vesti di guardiano notturno. La famiglia, attraverso il Tornado, ringrazia i numerosi parenti e amici che hanno partecipato ai funerali celebrati nella chiesa di Farra, a Feltre, sabato 7 gennaio.

Notizie in breve

24

CRONACA

90 compleanno per Teresa Schievenin


L8 novembre 2011, Teresa Schievenin, residente da sempre nella frazione che porta il Suo cognome, ha festeggiato il suo 90 compleanno. Tutta la sua famiglia ed i suoi amici sono felici di porgerLe fervidi auguri di buona continuazione. Tutti gli amici e parenti sono certi che la prossima tappa sar il Centenario. Auguri Teresa!!! In foto: Teresa e la splendida torta di compleanno.

KARATE

Karate Il Shu Ren Kan cresce

Tempo di esami per lasd SHU REN KAN, realt sportiva che da oltre 16 anni opera nel territorio Feltrino nelle sue due sedi di Feltre e Alano di Piave e che arrivata a contare una settantina di tesserati. Sabato 10 Dicembre si sono svolti a Trento gli esami per il passaggio di Cintura nera organizzati dalla FIJLKAM ( Federazione Italiana Judo Lotta Karate e arti Marziali) ai quali hanno partecipato 4 atleti del SHU REN KAN. Dinanzi a un commissione formata dal Presidente del Comitato Regionale e dai responsabili tecnici di settore i 4 ragazzi, Dal Zotto Asja, Doumbia Raki, Codemo Alessandro e Rizzotto Walter hanno presentato il programma federale per la cintura nera I Dan. Sotto gli occhi attenti della commissione hanno dimostrato le loro capacit tecnico\tattiche consistenti in una sequenza di varie tecniche di Kumit (combattimento) di varia difficolt e un Kata (forma) di stile. Lesito dellesame stato positivo per tutti e 4 i ragazzi; soddisfazione per il responsabile tecnico dellassociazione Ivan Burgoni (Istruttore 5 dan) e il Presidente Ceccotto Roberto (Allenatore 3 Dan) che da anni sono impegnati nella divulgazione del Karat Tradizionale sul nostro territorio e che anno dopo anno sono riusciti a far crescere qualitativamente lassociazione ed i i suoi tesserati.

Per info: Ivan Burgoni 347 5978279 ivan.burgoni@gmai.com Sito: www.shurenkan.it

VIVAIO - PIANTE

di Mondin Duilio

Via Nazionale, 94 - 32030 QUERO (BL) Cell. 333 1135670

Realizzazione e Manutenzione Giardini Prati - Irrigazione - Potature


32030 QUERO (BL) via Feltrina Cell. 338 1689292
E-mail:mondingiardini@gmail.com - mondingiardini.blogspot.com

DUE ESSE s.n.c. di Stramare Nicola e Oscar Via S. Rocco, 39 - 31040 SEGUSINO (TV) Telefono e Telefax 0423.979344 Via della Vittoria - 32030 FENER (BL) Telefono 0439.789470

via Monte Grappa, 28 Feltre tel. 0439 842 603 www.bancapopolare.it

ONORANZE FUNEBRI

di Ferdinando Carraro
PITTORE RESTAURATORE
Via Roma - Quero (BL) - Cell. 339.2242637

Impresa Edile
Fabrizio Mondin

ALANO DI PIAVE FENER - QUERO

Costruzioni Civili e Industriali Ristrutturazioni e manutenzioni di ogni tipo Allacciamenti fognature Tel. 349.3024131

www.unicredit.it

Stampa DBS - Rasai di Seren del Grappa (BL)