Sei sulla pagina 1di 41

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti

pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o


prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso
×
all'uso di tutti i cookie OK

Firenze
Cerca nel sito METEO

HOME CRONACA SPORT TEMPO LIBERO FOTO RISTORANTI ANNUNCI LOCALI CAMBIA EDIZIONE VIDEO


Cas di Prato,
arrestata la
presidente della
cooperativa Astir

(lapresse)

Create PDF in your applications with the Pdfcrowd HTML to PDF API PDFCROWD
L'ipotesi di reato: frode nelle pubbliche forniture. Due indagati, uno si autosospende
Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o ×
prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso
all'uso di tutti i cookie OK

27 dicembre 2018 CASE MOTORI LAVORO ASTE

 Nessun servizio di pulizia, un pasto al giorno al posto dei tre previsti dalla
convezione e altre irregolarità. Con queste accuse sono finiti agli arresti

 domiciliari la presidente del consorzio Astir Loretta Giuntoli e l'interdizione


dalla professione per 9 mesi ai due legali rappresentanti della cooperativa
 Humanitas, Roberto Baldini e il diacono Alberto Pintus, che fa capo allo stesso


consorzio, nell'ambito di un'inchiesta della procura di Prato nella gestione di 8
centri di accoglienza straordinaria (Cas) per richiedenti asilo, situati a Prato,

 Carmignano e Poggio a Caiano. In serata Pintus si è autosospeto da Attività Commerciali


Vendita General Cessioni 31798 - BAR
vicedirettore della Caritas diocesana di Prato. TABACCHI e ALIMENTARI - prov FI TOSCANA
GREVE IN CHIANTI nota località alle porte di
FIRENZE SUD vendiamo BAR. ....
Frode nelle pubbliche forniture l'ipotesi di reato al centro dell'inchiesta
condotta dalla digos di Prato e che ha portato all'emissione delle misure
CERCA UNA CASA
cautelari nei confronti della presidente di Astir e dei due legali rappresentanti
Vendita Affitto Asta Giudiziaria
della coop Humanitas. A Giuntoli contestata anche l'accusa di minacce nei
confronti di tre dipendenti del consorzio. Provincia
Firenze
L'inchiesta era partita all'inizio dell'estate scorsa in seguito alle segnalazioni di
alcuni cittadini di Poggio a Caiano. Secondo quanto riferito dal procuratore Cerca

della Repubblica Giuseppe Nicolosi, che sovraintende le indagini coordinate


Pubblica il tuo annuncio
dai pm Laura Canovai e Egidio Celano, alcuni dei profughi ospiti delle strutture
sarebbero stati "costretti a recuperare dalla spazzatura le lenzuola per coprirsi,
oltre che "a accendere fuochi in giardino per poter cucinare". La polizia ha
documentato le irregolarità con immagini fotografiche e video.

Create PDF in your applications with the Pdfcrowd HTML to PDF API PDFCROWD
Giuntoli
Su questo sito utilizziamo "vuole
cookie lasciare
tecnici e, previo l'incarico per
tuo consenso, difendersi".
cookie E' quanto
di profilazione, nostri e dispiega dal
terze parti, persuo
proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o ×
prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso
legale,
all'uso di tutti i cookie OK
l'avvocato Pier Nicola Badiani che riferisce anche che Giuntoli è
rientrata da una viaggio in Terra Santa, iniziato lo scorso 14 dicembre e che
doveva concludersi a gennaio, "con 10 giorni di anticipo per mettersi a
disposizione delle autorità". "Attendiamo l'interrogatorio del giudice per cercare
di chiarire la vicenda. Loretta Giuntoli - spiega Pier Nicola Badiani in una nota -
ASTE GIUDIZIARIE
ha manifestato la volontà di dimettersi da tutte le cariche rivestite per
concentrarsi sulla sua difesa, con piena fiducia nella magistratura, e per
tutelare le strutture e i posti di lavoro".

Nell'ambito degli stessi accertamenti a luglio scorso era scattato il sequestro


probatorio, per violazione urbanistiche, di cinque appartamenti adibiti
all'accoglienza per migranti gestiti a Prato e nella provincia dal consorzio Astir.
La cooperativa Astir era già finita in un'altra inchiesta per violente in una Rsa
di Prato.
Appartamenti Frassini n.46 - 36000

Istituto Vendite Giudiziarie di Siena


Istituto Vendite Giudiziarie di Arezzo

Visita gli immobili della Toscana


prato astir migranti

© Riproduzione riservata 27 dicembre 2018


a Firenze

ARTICOLI CORRELATI Scegli una città


Firenze
L'allarme dei Servizi sui barchini dei trafficanti Scegli un tipo di locale
DI ALESSANDRA ZINITI
TUTTI

Inserisci parole chiave (facoltativo)

Create PDF in your applications with the Pdfcrowd HTML to PDF API PDFCROWD
Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o
prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso
×
Prato » Cronaca
all'uso di tutti i cookie
OK

ORA IN HOMEPAGE
Assistenza ai profughi, arresti domiciliari
per la presidente del Consorzio Astir

Incidente mortale, nei guai due


dottoresse
Paolo Nencioni

Sapori internazionali al Mercato


Europeo Prato

Loretta Giuntoli, presidente del Consorzio Astir Agli arresti domiciliari picchia la
compagna e la manda in ospedale

I gestori di otto strutture a Prato, Carmignano e Poggio a Caiano sono


accusati di non aver fornito pasti e pulizie, lucrando sui fondi ricevuti LA COMUNITÀ DEI LETTORI

Create PDF in your applications with the Pdfcrowd HTML to PDF API PDFCROWD
dalla
Su questoPrefettura. Coinvolte
sito utilizziamo cookie tre cooperative
tecnici e, previo ediilprofilazione,
tuo consenso, cookie vice direttore della
nostri e di terze per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o ×
parti,Caritas,
prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso
all'uso di tutti i cookie OK
che si è autosospeso. Loretta Giuntoli si dimette da tutte le cariche

di Paolo Nencioni
27 DICEMBRE 2018 
PRATO. La presidente del Consorzio Astir Loretta Giuntoliè stata messa agli arresti
Tonelli presenta il suo libro
domiciliari e i legali rappresentanti della cooperativa Humanitas Roberto Baldini e il "Genesi" ai lettori del Tirreno
diacono Alberto Pintus, quest'ultimo vice direttore della Caritas diocesana, sono stati
interdetti per nove mesi dalla professione nell'ambito dell'inchiesta dei sostituti
Celano e Canovai sulla gestione di otto Centri di accoglienza straordinaria per Eventi
richiedenti asilo a Prato, Carmignano e Poggio a Caiano. I tre devono rispondere Dittico-Pagliacci / Noi,
dell'accusa di frode nelle pubbliche forniture, mentre Loretta Giuntoli anche di due, quattro… (20
settembre, ore 20)

Ai lettori del Tirreno un


maxi sconto per le recite
del Maggio

Create PDF in your applications with the Pdfcrowd HTML to PDF API PDFCROWD
oggi
HOME SCENARI ATTUALITÀ NORME OPINIONI NUMERI

OGGI | 27 DICEMBRE 2018 18:31 


sommario
OGGI
Cave, proroga a Migranti, arrestata la presidente del
fine anno per i
piani dei consorzio Astir
bacini ...

OGGI Ora ci sono foto e video fatti dalla


Fondazione Cr polizia per documentare come il
Firenze apre i
bandi tematici consorzio Astir - gestore di otto
2020 centri di accoglienza per richiedenti
asilo a Prato, Carmignano e Poggio a Caiano attraverso le
OGGI
cooperative Humanitas, Astirforma e Verde Mela - abbia lucrato
Anci Toscana,
Biffoni verso la
sui fondi ricevuti dalla Prefettura per assistere i migranti.
presidenza-bis
E così l'inchiesta avviata l'estate scorsa dalla Procura di Prato fa un
OGGI passo avanti sostanziale: oggi, 27 dicembre, è stata arrestata la
Iso 37001, la presidente del consorzio Astir, Loretta Giuntoli, finita ai
gestione domiciliari appena rientrata da un viaggio a Gerusalemme, mentre
aziendale a
prova di i legali rappresentanti della coop Humanitas - Roberto Baldini e
corruzione Alberto Pintus (diacono e vicedirettore della Caritas diocesana) -
sono stati interdetti dalla professione per nove mesi.

Create PDF in your applications with the Pdfcrowd HTML to PDF API PDFCROWD
L'accusa per tutti e tre è di frode nelle pubbliche forniture:
avrebbero commesso «gravi irregolarità» tra le quali fornire un
pasto al giorno ai migranti anziché i tre previsti dalla convenzione,
non svolgere pulizie né servizio di lavanderia nei centri di
accoglienza. Loretta Giuntoli dovrà rispondere anche di minacce
nei confronti di tre dipendenti del consorzio (sentiti dalla polizia
durante le indagini).
Già nel luglio scorso, nel corso degli accertamenti svolti dalla
Procura, era scattato il sequestro per violazione urbanistiche di
cinque appartamenti adibiti all'accoglienza di migranti gestiti nella
provincia di Prato proprio dal consorzio Astir.
Si tratta di un consorzio di cooperative sociali con sede a Prato che
nel 2017 - secondo il bilancio depositato - ha fatturato 20,4 milioni
di euro (+2,2% rispetto al 2016) con una perdita che sfiora i 70mila
euro (l'anno precedente aveva realizzato un utile di 10mila euro).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

T24 ANTEPRIMA ARCHIVIO CONTATTI

+39 055 27071


SETTIMANA
Il servizio gratuito
MESE
Direttore responsabile per essere PERSONALIZZA
+39 02 30221
Simona Teresa Mildret Bandino

Create PDF in your applications with the Pdfcrowd HTML to PDF API PDFCROWD
CONTATTI PUBBLICITA' IL NOSTRO LOGO Sabato 21 settembre 2019 8:36 Like 21K Share

CHI SIAMO VIDEOGALLERY FOTOGALLERY LETTERE & SEGNALAZIONI Ricerca pe

BAGNO A RIPOLI BARBERINO V.E. GREVE IN CHIANTI IMPRUNETA SAN CASCIANO TAVARNELLE V.P. ALTRE AREE

V.P.

Create PDF in your applications with the Pdfcrowd HTML to PDF API PDFCROWD
SAN CASCIANO V.P. ARCHIVIO NOTIZIE
27.12.2018 h 17:38 Di Matteo Pucci

Arresti domiciliari per la presidente di


Astir: gestisce Casa di Martino al
Bargino
Loretta Giuntoli aveva inaugurato la struttura a ottobre: accuse per la
gestione di alcuni centri per migranti a Prato
SAN CASCIANO V.P.

L'addio a Daniele Bandinelli, la


lettera degli amici: "Ci
mancherai Dinu"

Giovedì 19 settembre i funerali del 48enne


morto domenica scorsa per un infarto:
"Potevamo sempre contare su di te"

Create PDF in your applications with the Pdfcrowd HTML to PDF API PDFCROWD
SAN CASCIANO V.P.

Diritti, lavoro e integrazione. A


San Casciano buone prassi per
combattere il caporalato

Venerdì 20 giornata dedicata all'inclusione


lavorativa con le testimonianze di alcuni
richiedenti asilo/rifugiati

BARGINO (SAN CASCIANO) - La notizia riguarda la gestione di alcuni Cas (Centri


Accoglienza Straordinaria) per richiedenti asilo nel pratese, ma ha riverberi anche in terra
sancascianese.

Create PDF in your applications with the Pdfcrowd HTML to PDF API PDFCROWD
Sì perché è finita agli arresti domiciliari Loretta Giuntoli, presidente del consorzio di
cooperative Astir, che gestisce la Casa di Martino, struttura per pazienti psichiatrici al Bargino,
inaugurata proprio dalla stessa Giuntoli (seconda da sinistra nella foto in alto, proprio il
giorno del taglio del nastro), assieme all'Ausl, all'amministrazione comunale sancascianese,
all'assessore regionale Stefania Saccardi nell'ottobre dello scorso anno. SAN CASCIANO V.P.

Una struttura in cui i pazienti abitano, ognuno dei quali segue un percorso terapeutico
personalizzato, nata grazie all’iniziativa della Ausl Toscana Centro da un progetto studiato Borracce in regalo per 160
dallo stesso Consorzio Astir (che si occupa anzhe di anziani, disabilità, infanzia, minori, studenti delle scuole elementari
giovani...) per rispondere alle esigenze concrete del territorio del Chianti. di San Casciano
La Giuntoli, come detto e come è bene ribadire, è finita agli arresti domiciliari per questioni Consegnate da Publiacqua
che non riguardano la struttura barginese, bensì per la gestione di alcuni Centri di Accoglienza all'amministrazione comunale. Operazione
Straordinaria (Cas) per richiedenti asilo, a Prato, Carmignano e Poggio a Caiano. "L'Acqua del Sindaco arriva nelle Scuole"

Le accuse? Nessun servizio di pulizia, un pasto al giorno al posto dei tre previsti dalla
convezione. Più altre irregolarità.

L'ipotesi di reato nei confronti della Giuntoli sulla quale lavora la procura pratese è quella di
frode nelle pubbliche forniture. Alla presidente viene inoltre contestata l'accusa di minacce nei
confronti di tre dipendenti del consorzio.

Il legale della presidente, l'avvocato Pier Nicola Badiani, ha informato che Giuntoli è
rientrata da una viaggio in Terra Santa, iniziato lo scorso 14 dicembre avrebbe dovuto
concludersi in gennaio, "con 10 giorni di anticipo per mettersi a disposizione delle autorità".

"Attendiamo l'interrogatorio del giudice per cercare di chiarire la vicenda - spiega in una nota
- Loretta Giuntoli ha manifestato la volontà di dimettersi da tutte le cariche rivestite per
concentrarsi sulla sua difesa, con piena fiducia nella magistratura, e per tutelare le strutture e i
posti di lavoro".
SAN CASCIANO V.P.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Create PDF in your applications with the Pdfcrowd HTML to PDF API PDFCROWD
Successo del vernissage alla
Torre del Chianti. Protagoniste
le "Ombre" di Paolo Benvenuti

La personale dello scultore-scalpellino aperta


fino all'11 ottobre. L'assessore Masini:
"Lavoro originale e di qualità"
Like 1 Tweet Condividi 43

4 Comments Sort by Oldest

Add a comment...

Artemisia Gentileschi
Visto che a maggio si vota, forse sindaco e saccari farebbero bene a far sparire questa
foto. PS: per il gazzettino toscano: quali sono le esigenze del territorio chiantigiano cui
corrispondende la casa Martino? ma si continua ancora con queste cooperative? Ma
quanto ancora devono rubare, quanta gente ancora devono arrestare perchè si ponga la
parola FINE a questo mercato vergognosa, che, ovviamente, avviene sempre sulle spalle
dei più deboli, siano essi migranti, malati psichiatrici o altro.
Like · Reply · 38w
SAN CASCIANO V.P.
Il Gazzettino del Chianti e delle colline fiorentine
Gentile Artemisia, magari per esprimersi anche in modo così netto, peraltro in
Weekend green a San Casciano:
piena fase di indagini, prima di una qualsiasi sentenza di qualsiasi grado, una
giornata di pulizia straordinaria
pre-condizione quantomeno minima sarebbe quella di metterci la sua vera faccia
nel Piazzone
e il suo vero nome? Non trova? Che dice?
Like · Reply · 1 · 38w Sabato 21 settembre dalle 10. L'assessore
Cavallini: "L'impegno collettivo ci porta a un
Eleonora Lunghi mondo più pulito"
Artemisia sono perfettamente d'accordo con te basta ma seriamente a queste
ti i i if l hi d i l t ldi l d hi
Create PDF in your applications with the Pdfcrowd HTML to PDF API PDFCROWD
cooperative e associazioni farlocchi dove girano solamente soldi speculando su chiunque
o qualsiasi cosa è una vergogna
Like · Reply · 38w

Marika Versari
Ma se non sapete di cosa parlate...fate silenzio...e non dico al gazzettino...al gazzettino
del chianti dico che se la cosa riguarda Prato e altre zone,non mettete la foto del
Bargino,grazie mille
Like · Reply · 38w

Il Gazzettino del Chianti e delle colline fiorentine


Marika la vicenda, che è stata riportata con correttezza, riguarda in particolare la
presidente del Consorzio di cooperative (che avrà tutti i modi di difendersi dalle
accuse ma che, e questo è un fatto, è stata fatta destinataria di misure cautelari)
che gestisce la struttura del Bargino. Quindi che lei apprezzi o meno, che
condivida o meno, è una notizia che interessa al nostro territorio. Saluti
Like · Reply · 1 · 38w

Helmut Seidle
A maggio si vota....ricordatevi di queste faccie e a quale partito appartengono !!!!!!!!!!!
Like · Reply · 37w

Facebook Comments Plugin

SAN CASCIANO V.P.

Prima campanella per oltre


1.600 allievi a San Casciano: gli
auguri del sindaco Ciappi

Create PDF in your applications with the Pdfcrowd HTML to PDF API PDFCROWD
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER | REGISTRATI - ACCEDI FACEBOOK TWITTER

ULTIME NOTIZIE CRONACA POLITICA CINEMA E TV SPORT INTERVISTATI AUTORI

Home / CRONACA / SHARE

Migranti, presidente Consorzio Astir agli arresti


domiciliari/ Gestori “non hanno fornito pasti e pulizie”
27.12.2018 - Carmine Massimo Balsamo

Migranti, Consorzio Astir nel caos: la presidente Loretta Giuntoli agli arresti domiciliari. Prato, gravi irregolarità nella
fornitura dei servizi ai profughi

Create PDF in your applications with the Pdfcrowd HTML to PDF API PDFCROWD
ULTIME NOTIZIE DI CRONACA
Migranti Consorzio Astir, Loretta Giuntoli (Facebook)

Migranti, caos a Prato: la Esplosione e incendio in ditta cannabis light/


Video, Trezzano sul Naviglio: 3 feriti
presidente del Consorzio Astir
Loretta Giuntoli è finita agli 20.09.2019 alle 20:08

arresti domiciliari, coinvolte tre


Banco Alimentare/ “30 anni di lotta alla
cooperative. Come riportano i povertà e allo spreco”: mostra a Milano
colleghi de Il Tirreno, i gestori di otto
20.09.2019 alle 19:13
strutture tra Prato, Carmignano e
Poggio a Caiano sono accusati di non Superenalotto e Lotto/ Numeri vincenti
aver fornito pasti e pulizie ai profughi estrazioni 19 settembre: Superstar e quote

ospitati, lucrando sui fondi ricevuti 20.09.2019 alle 16:24

dalla Prefettura. Oltre alla Giuntoli,


nel mirino i legali rappresentanti Stefano Cucchi "morto per caduta dopo
pestaggio"/ Pm, “primo processo kafkiano”
daella cooperativa Humanitas Roberto Baldini e il diacono Alberto

Create PDF in your applications with the Pdfcrowd HTML to PDF API PDFCROWD
Pintus vice direttore della Caritas diocesana, che ha deciso di 20.09.2019 alle 16:06

autosospendersi: i due sono stati interdetti per nove mesi dalla professione
BIBBIANO, FOTI "MAI FATTO
nell’ambito dell’inchiesta dei sostituti Celano e Canovai. Loretta Giuntoli
ELETTROSHOCK AI BIMBI"/ Video "contro
deve rispondere di frode nelle pubbliche forniture e di minacce a tre di me solo fake news"
dipendenti del consorzio sentiti dalla polizia durante le indagini. 20.09.2019 alle 15:40

MIGRANTI CONSORZIO ASTIR, ECCO COS’E’ SUCCESSO VEDI TUTTE

La battaglia sul fronte migranti va avanti da tempo sul piano politico, come
dimostrato dallo scontro tra Matteo Salvini e Laura Boldrini, e i fatti
di Prato sono destinati a fare discutere ulteriormente. Il procuratore
Giuseppe Nicolosi ha affermato che sarebbero state accertate gravi
irregolarità nella fornitura dei servizi ai profughi. Il Tirreno parla di «un
pasto al giorno anziché i tre previsti, pulizie inesistenti e nessun servizio di
lavanderia» o ancora di migranti «costretti a recuperare le lenzuola dalla
spazzatura per coprirsi e ad accendere fuochi in giardino per cucinare». E’
arrivata una prima presa di posizione dell’avvocato di Loretta Giuntoli, il
legale Nicola Bandiani: «E’ rientrata dalla Terra Santa con 10 giorni di
anticipo per mettersi a disposizione delle autorità. Attendiamo
l’interrogatorio del giudice per cercare di chiarire la vicenda. Loretta
Giuntoli ha manifestato la volontà di dimettersi da tutte le cariche rivestite
per concentrarsi sulla sua difesa, con piena fiducia nella magistratura, e
per tutelare le strutture e i posti di lavoro».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Create PDF in your applications with the Pdfcrowd HTML to PDF API PDFCROWD
https://www.rainews.it/tgr/toscana/video/2018/12/-dl-rai24-tgr-toscana-video-2018-12-tos-Inchiesta-procura-prato-consorzio-
astir-migranti-richiedenti-asilo-profughi-arresto-cddf3d42-e275-4672-a43c-0067b7f744e1.html-cddf3d42-e275-4672-
a43c-0067b7f744e1.html

Migranti. Presidente Astir arrestata per frode: affamava i profughi


-0:00

Create PDF in your applications with the Pdfcrowd HTML to PDF API PDFCROWD
   

t
Condividi
— CRONACA e 27 DIC 2018
Migranti. Presidente Astir arrestata per frode: a amava i profughi

Davano ai profughi un pasto invece di tre, niente pulizie o coperte. Per questo è stata arrestata la presidente del
Consorzio Astir Loretta Giuntoli che gestisce 8 centri tra Prato, Carmignano e Poggio a Caiano.

di Marco Madinelli

Tag Prato Poggio a Caiano Carmignano Consorzio Astir Prato Frode

Potrebbero interessarti anche...

Create PDF in your applications with the Pdfcrowd HTML to PDF API PDFCROWD
 FIRENZE EDIZIONI LOCALI CORRIERE ARCHIVIO SERVIZI CERCA  ABBONATI  LOGIN

/ CRONACA

IL CASO

Prato, bufera sui centri per migranti
 «Sporcizia e un solo pasto al giorno»
 Loretta Giuntoli, presidente Astir, agli arresti domiciliari. Interdetti due funzionari
Le Newsletter del Corriere,
di Giorgio Bernardini ogni giorno un nuovo
 appuntamento con
l’informazione
 Riceverai direttamente via mail la selezione
PRATO Nessun servizio di pulizia e un pasto al giorno al posto dei tre previsti dalla
delle notizie più importanti scelte dalle nostre
convezione. Sono solo alcune delle accuse nei confronti di Loretta Giuntoli, redazioni.
presidente del Consorzio Astir, finita giovedì agli arresti domiciliari nell’ambito di
un’inchiesta della Digos coordinata dalla procura di Prato
sulla gestione di otto centri per richiedenti asilo a Prato,
Carmignano e Poggio a Caiano. L’accusa dei pm Laura
Canovai ed Egidio Celano è di frode nelle pubbliche
forniture. I migranti, sottolineano gli inquirenti, «erano
costretti a recuperare le lenzuola dal bidone della
spazzatura, ad accendere fuochi improvvisati per
sopperire alla fame e a vivere nella sporcizia». A I PIÚ VISTI
Loretta Giuntoli
documentare il tutto ci sarebbero anche dei video.

Create PDF in your applications with the Pdfcrowd HTML to PDF API PDFCROWD
Interdetti per nove mesi dalla professione i rappresentanti legali della cooperativa 

Humanitas, Roberto Baldini e il diacono Alberto Pintus, vice direttore della Caritas.

La presidente di Astir è tornata in queste ore da un viaggio in Terra Santa proprio per
mettersi a disposizione delle autorità. Lei stessa ha fatto sapere, tramite il suo legale,
di essere disposta a dare le dimissioni dalle sue cariche nelle prossime ore.
L’indagine rappresenta un colpo pesante per il sistema dell’accoglienza dei profughi
a Prato, in cui Astir ha un ruolo da protagonista. Secondo l’accusa il servizio di

pulizia negli appartamenti che ospitano i migranti era carente e veniva
Le pagelle di Mereghetti: Tarantino, i capricci di
somministrato un pasto al giorno in barba alle regole che ne prevedono tre. In
un bambin...
sostanza, gli inquirenti mettono l’accento sull’inosservanza dei vincoli del contratto
di servizio, quello che permette alle cooperative di vedersi affidata l’accoglienza

organizzata dalle Prefetture.

«L’Italia che sarà»: Matteo Salvini a colloquio
Le coop di Astir, che gestiscono una decina di centri, erano finite nel mirino l’estate con Luciano ...
scorsa. Per cinque appartamenti era scattato il sequestro probatorio. La presidente di
Astir avrebbe anche aggravato la sua posizione minacciando tre dipendenti, reato

per cui è stato necessario – secondo il giudice per le indagini preliminari – disporne
l’arresto. Sono stati gli stessi dipendenti a raccontare ai pm delle minacce. L’inchiesta
della Procura guidata da Giuseppe Nicolosi era cominciata in una maniera originale:
le ripetute chiamate per schiamazzi nelle vicinanze di uno dei «Cas» a Poggio a
Caiano. Dai controlli erano emersi illeciti amministrativi, abusi edilizi, leggerezza
nella documentazione. La polizia si è poi concentrata sulla condizione dei migranti,
trovando elementi di degrado e una serie di disfunzioni nella parte organizzativa 
dell’accoglienza. Nella serata di ieri Angelo Pintus, che fino al 29 giugno ha ricoperto
la carica di presidente della cooperativa Humanitas, struttura madre del Consorzio Il taglia alberi: «Il macchinario più spaventoso
al mondo»
Astir, si è autosospeso dalla Caritas. «Una scelta — chiarisce la Diocesi in una nota —
in attesa che la sua posizione venga chiarita».

Create PDF in your applications with the Pdfcrowd HTML to PDF API PDFCROWD
Home Cronaca Politica Sport Economia Cultura Sociale Vita in città Mediagallery Edizioni locali

28.12.2018 h 16:47 9 commenti Notizie correlate Cerca su notiziediprato.it

Gestione Cas, l'inchiesta svela un 29 dicembre 2018


Inchiesta Cas, il prefetto:
intreccio di interessi all'interno del mondo "Stiamo valutando la
risoluzione del contratto
delle cooperative con Astir, trasferiti i
richiedenti asilo"

Uno degli appartamenti utilizzati come Centro di accoglienza è di


proprietà di una società immobiliare che lo ha affittato alla cooperativa
Verdemela: presidente di entrambe è Loretta Giuntoli, arrestata con
l'accusa di frode nelle pubbliche forniture nell'ambito della gestione dei
richiedenti asilo. Intrecci che non costituiscono reato ma che sono
stati ugualmente rilevati dalla procura
Create PDF in your applications with the Pdfcrowd HTML to PDF API PDFCROWD
Emerge un groviglio di rapporti strettissimi tra la cooperativa Verdemela, finita
nell'inchiesta sulla gestione dei Centri di accoglienza straordinari che il 24 dicembre ha
portato agli arresti domiciliari per frode nelle pubbliche forniture il suo legale
rappresentante e presidente del Consorzio Astir Loretta Giuntoli, e la società immobiliare
Ecosol, proprietaria dell'immobile in via Umberto I a Poggio a Caiano dal cui sopralluogo è
partito il lavoro della Digos. Rapporti che, fuori dai capi di imputazione, sono nelle carte
dell'inchiesta dei sostituti Laura Canovai e Egidio Celano: Giuntoli risulta essere
presidente della Ecosol, che si occupa di acquisto, ristrutturazione, costruzione e
allestimento di beni mobili e immobili e terreni da destinare a strutture sociali e socio-
assistenziali ed è anche presidente della cooperativa Verdemela a cui l'immobile,
diventato un centro di accoglienza, era stato affittato. Un intreccio di interessi che non
rileva un profilo penale ma sul quale la procura ha comunque messo gli occhi nelle

Create PDF in your applications with the Pdfcrowd HTML to PDF API PDFCROWD
settimane di indagine sui servizi – vitto, pulizia e lavanderia – effettivamente resi nei Centri
di accoglienza rispetto alla convenzione stipulata dai gestori con la prefettura.
Nell'inchiesta sono finite altre due cooperative: Astirforma e Humanitas. Della prima è
legale rappresentante Loretta Giuntoli, dell'altra è stato fino a fine giugno il vicedirettore
della Caritas diocesana Alberto Pintus; indagato anche Roberto Baldini. Tutti e due, già
comparsi davanti al tribunale, si sono avvalsi della facoltà di non rispondere. Anche loro,
per i quali la procura ha chiesto e ottenuto dal giudice per le indagini preliminari la
sospensione dall'attività per nove mesi, sono indagati per frode nelle pubbliche forniture.
Ipotesi di reato che la procura sostiene attraverso i riscontri della polizia e le dichiarazioni
sia dei dipendenti che dei richiedenti asilo ospitati negli otto centri di accoglienza di Prato,
Poggio a Caiano e Carmignano. Ci sarebbero anche foto e video a dimostrare la
fondatezza delle accuse stando alle quali ai migranti il pasto veniva fornito una volta al
giorno invece di tre, in un contenitore unico e non in vaschette monoporzione con la
divisione che veniva fatta dagli stessi ospiti anziché dal personale delle cooperative; in
qualche caso non venivano forniti i pasti ma alimenti che i richiedenti asilo provvedevano a
cucinare. Non veniva garantito, secondo l'accusa, nemmeno il servizio di pulizia degli
ambienti e degli arredi e nemmeno quello di lavanderia. Servizi difformi da quelli stabiliti
dal contratto con la prefettura. La procura sostiene che solo la metà dei 35 euro al giorno
corrisposti per ogni richiedente asilo veniva destinata allo scopo.
Solo per Loretta Giuntoli altre due contestazioni: la mancata disinfestazione
dell'appartamento in via Umberto I a Poggio a Caiano infestato dalle cimici e di quelli in via
Marini a Prato infestati dai topi. A carico di Giuntoli anche un secondo capo di
imputazione: minacce nei confronti di tre dipendenti per costringerli – dice la procura – a
non rivelare “le disfunzioni del sistema” per non rischiare di perdere il posto di lavoro.
Ieri, giovedì 27 dicembre, dopo la bufera che si è abbattuta sui centri di accoglienza gestiti
dalle cooperative del Consorzio Astir, Loretta Giuntoli ha manifestato la volontà di
dimettersi da tutte le cariche rivestite per concentrarsi sulla sua difesa mentre Alberto
Pintus si è autosospeso dall'incarico di vicedirettore della Caritas in attesa che venga
chiarita la sua posizione.
Tutti e tre gli indagati sono assistiti dall'avvocato Nicola Badiani.

Create PDF in your applications with the Pdfcrowd HTML to PDF API PDFCROWD
More Create Blog Sign In

ROMA NEWS
domenica 30 dicembre 2018
Follow by Email

Email address... Submit

Create PDF in your applications with the Pdfcrowd HTML to PDF API PDFCROWD
In manette Loretta Giuntoli: gestiva 3 centri Translate

d’accoglienza e si intascava oltre il 50% dei 35 Select Language


euro destinati ai migranti Powered by Translate

In manette Loretta Giuntoli: presidente consorzio Astir vicina al PD, gestiva 3 centri d’accoglienza e si Cerca nel blog

metteva in tasca più della metà dei 35 euro al giorno Cerca

SEI IL VISITATORE NUMERO

1 8 5 1 5 6 0
COMUNICAZIONI, COMMENTI DA AUTORI BLOG

Home page
COMMENTO BLOG DEL 17 MARZO 2018 INERENTE AMA
SPA & CIMITERI CAPITOLINI
REDAZIONE, DOPO SEGNALAZIONE PERV ENUTA; ABBIAMO
DECISO DI EMETTERE IL PRESENTE POST. IN AMA SPA &
CIMITERI CAPITOLINI E' STATO EMESSO NUOVO ORDINE DI
SERV IZIO
NOST RO COMMENTO SULLA MACROST RUTT URA ATT UALE,
ALLA CREAZIONE DI GRUPPO LAVORO IN AMA SPA .
REDAZIONE BLOG In merito concorsi AMA SPA
NOT IZIE DALLA REDAZIONE BLOG. IL MOV IMENTO 5
STELLE RACCONTA IL SUO LAVORO IN COMMISSIONE
D'INCHIESTA BANCARIA
ANAC: AGGIORNAMENTO DELLE LINEE GUIDA N. 6 ;
COMMENTO REDAZIONE BLOG ( REDAZIONE . Pillole di
conoscenza su gestione appalti, per gli addetti AMA SPA , che a
quanto pare ne hanno molto bisogno)
COMUNICATO DELLA REDAZIONE PER L'AMMINIST RATORE
La Presidente del consorzio Astir gestiva 3 centri d’accoglienza, ma le sue cooperative gestivano anche DELEGATO. Mentre il direttore generale si dimette. l'azienda
AMA SPA & CIMITERI CAPITOLINI, nella figura dei management,
un centro per anziani in cui gli ospiti erano maltrattati e abbandonati a loro stessi continuano nel loro piano di lottizzazione partitocratico,
parentopoli e sindacopoli. Hanno in breve tempo sfornato una
marea di concorsi interni. Si sente odore di elezioni politiche
Tutto è partito da una segnalazione di residenti che hanno visto gli ospiti dei centri di accoglienza rufolare tra Concorsi volti a ripagare coloro che con il loro comportamento
hanno permesso e /o agevolato situazioni imbarazzanti per i
l’immondizia e accendere fuochi per scaldarsi. E l’indagine della Digos di Prato e Squadra Mobile, terminata il 24 loro superiori

dicembre e diretta dalla procura di Prato, ha portato a tre misure cautelari: una agli arresti domiciliari e due misure COMMENTO REDAZIONE BLOG DEL 10 NOV EMBRE 2017:
CARO DIACO DOVREST I RI V EDERE MOLTE CONV INZIONI SU
interdittive. AMA SPA & CIMITERI CAPITOLINI. I COMPONENT I DELLA
MACRO E MICRO ST RUTT URA IN COLLABORAZIONE CON
SINDACOPOLI, APPARENTEMENTE SONO COLLABORAT I V I,
Ai domiciliari Loretta Giuntoli, presidente di Consorzio Astir che gestisce tre cooperative: AstirForma; Verde Mela; MA V ELATAMENTE REMANO PER DANNEGGIARE IL M5S.
ALL'INTERNO ART ICOLO COMMENTO REDAZIONE BLOG DEL
Cooperativa Humanitas. Interdizione invece per nove mesi dei legali rappresentanti della cooperativa Humanitas. Il 7 OTTOBRE 2017 . Parentopoli Ama, la Corte dei Conti:
"Assunzioni irregolari, Panzironi risarcisca il danno erariale"
reato addebitato per i tre sarebbe frode nelle pubbliche forniture. La presidentessa è stata accusata anche di minacce (REDAZIONE. Facciamo presente in AMA SPA & CIMITERI
CAPITOLINI sono ancora in piena attività soggetti che hanno
verso due dipendenti che volevano denunciare la frode. Dalle indagini sarebbe emerso che i 35 euro che la Prefettura tratto benefici da tale procedura. Ma a quanto pare il potere di
Panzironi non si è esaurito visto che la quasi totalità di dette

Create PDF in your applications with the Pdfcrowd HTML to PDF API PDFCROWD
https://www.lavocedeltrentino.it/2018/12/31/frode-e-maltrattamento-
immigrati-arrestata-presidente-della-coop-rossa-astir/

Frode e maltrattamento immigrati: arrestata presidente della coop rossa


ASTIR

Pubblicato
9 mesi fa
-
31 dicembre 2018
By
Redazione Trento

«Ringrazio la Prefettura e gli inquirenti, ribadendo che per i furbi del business
dell’accoglienza la pacchia è FINITA!» – queste le parole del ministro dell’interno Matteo
Salvini appena saputa la notizia dell’arresto di Loretta Giuntoli (foto) la presidente del
Consorzio Astir inviata ai domiciliari, pubblicata sul quotidiano La Nazione
Firmata anche dal procuratore l’ interdizione per 9 mesi dalla professione per i legali
rappresentanti della cooperativa Humanitas, Roberto Baldini e Alberto Pintus.
Sono queste le misure cautelari disposte nell’ambito di un’inchiesta condotta dalla Digos
della Questura di Prato e coordinata dalla Procura della città toscana, sulla gestione di otto
Centri di accoglienza straordinaria per richiedenti asilo a Prato, Carmignano ( Prato) e
Poggio a Caiano (Prato).
Pubblicità

Pubblicità
I tre indagati devono rispondere dell’accusa di frode nelle pubbliche forniture, mentre
Loretta Giuntoli anche di minacce a tre dipendenti del consorzio sentiti dalla polizia
durante le indagini. Coinvolte le cooperative Humanitas, Astirforma e Verde Mela, tutte
facenti capo al Consorzio Astir.
Nel corso di una conferenza stampa, il procuratore capo di Prato, Giuseppe Nicolosi, ha
spiegato che sarebbero state accertate dagli investigatori gravi irregolarità nella
fornitura dei servizi ai profughi: un pasto al giorno anziché i tre previsti,
pulizie inesistenti e nessun servizio di lavanderia.
Sempre secondo quanto emerso dalle indagini, alcuni richiedenti asilo sarebbero stati
costretti a recuperare le lenzuola dalla spazzatura per coprirsi e ad accendere fuochi in
giardino per cucinare.
La Digos ha documentato le irregolarità con alcuni video. L’inchiesta è iniziata a
giugno scorso dopo le segnalazioni di alcuni residenti di una struttura a
Poggio a Caiano.
Pubblicità

Pubblicità
Dopo l’arresto la presidente della coop Astir si è dimessa dall’incarico

Pubblicità
Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o
prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso
×
Prato » Cronaca
all'uso di tutti i cookie
OK

ORA IN HOMEPAGE
Interrogata per due ore dal gip, Giuntoli
resta ai domiciliari

Incidente mortale, nei guai due


dottoresse
Paolo Nencioni

Sapori internazionali al Mercato


Europeo Prato

Loretta Giuntoli, presidente del Consorzio Astir Agli arresti domiciliari picchia la
compagna e la manda in ospedale

La presidente di Astir respinge le accuse fornendo al giudice e ai pm la sua


versione sulla gestione dei centri accoglienza. Gli immigrati sono stati LA COMUNITÀ DEI LETTORI

Create PDF in your applications with the Pdfcrowd HTML to PDF API PDFCROWD
trasferiti
Su questo sitotutti in cookie
utilizziamo altretecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o ×
strutture
prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso
all'uso di tutti i cookie OK

Francesco Albonetti
02 GENNAIO 2019 
PRATO. Una gestione dell’accoglienza migranti definita "un po’ casalinga" dalla
Procura, con accordi verbali per assegnare responsabilità agli operatori nelle varie
Tonelli presenta il suo libro
strutture, ma senza un’investitura ufficiale e fissata per contratto. È quanto emerso
"Genesi" ai lettori del Tirreno
durante l’interrogatorio di garanzia di Loretta Giuntoli, presidente di Astir e legale
rappresentante delle cooperative Astirforma e Verdemela, che si trova agli arresti
domiciliari dalla vigilia di Natale con l'accusa di frode nelle pubbliche forniture e di Eventi
minacce nei confronti di alcuni dipendenti, nell'ambito dell'inchiesta della procura
Dittico-Pagliacci / Noi,
sulla gestione dei Centri di accoglienza straordinaria ai migranti. due, quattro… (20
settembre, ore 20)
Giuntoli ha risposto a tutte le domande del gip Francesca Scarlatti e a quelle dei Ai lettori del Tirreno un
pubblici ministeri Egidio Celano e Laura Canovai, un interrogatorio durato un paio di maxi sconto per le recite
ore. Il difensore Nicola Badiani, almeno per il momento, non ha chiesto la revoca della del Maggio

misura cautelare, per cui Loretta Giuntoli, 72 anni, resta agli arresti domiciliari. Già si
erano avvalsi della facoltà di non rispondere gli altri due indagati, il legale
rappresentante della cooperativa Humanitas Roberto Baldini e il diacono Alberto
Pintus, quest'ultimo vice-direttore della Caritas diocesana, interdetti per nove mesi
dalla professione.

Create PDF in your applications with the Pdfcrowd HTML to PDF API PDFCROWD
Otto sono
Su questo sitoiutilizziamo
Cas - centri
cookie di accoglienza
tecnici straordinaria
e, previo tuo consenso, - sotto lanostri
cookie di profilazione, lentee didella Digos:
terze parti, tre apubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o ×
per proporti
prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso
Prato,
all'uso ditre
tutti a Carmignano,
i cookie OK due a Poggio a Caiano. Un centinaio di profuhi gestiti oltre Aste Giudiziarie
che dalle cooperative presiedute da Loretta Giuntoli, dalla cooperativa Humanitas,
anche questa riconducibile al Consorzio Astir. Le accuse riguardano una serie di
violazioni sulla convenzione stipulata dalle coop sociali con la prefettura nel periodo
di emergenza sbarchi, quando ai territori veniva chiesto dallo Stato un aiuto
consistente sul fronte dell’accoglienza.

Quelle più gravi riguardano la fornitura di servizi ai profughi: un pasto al giorno


anziché i tre previsti, pulizie inesistenti e nessun servizio di lavanderia. Alcuni Rosignano Marittimo Via Leopoldo II°
richiedenti asilo sarebbero stati costretti a recuperare le lenzuola dalla spazzatura di Lorena - 105000

per coprirsi e ad accendere fuochi in giardino per cucinare. L’altra violazione


contestata è il mancato servizio giornaliero e periodico di pulizia e igiene dei Cas.
Ciliegina sulla torta: secondo quanto ricostruito dalla Procura, dei 35 euro assegnati
dalla Prefettura per ciascun richiedente asilo, solo la metà sarebbe stata destinata
alla gestione dei centri accoglienza.

La Giuntoli durante l’interrogatorio si è difesa puntando soprattutto sul fatto che non
Terreni Orbetello GR - 135400
era lei ad occuparsi direttamente della gestione dei centri. Ha risposto anche all’altra
accusa, cioè di aver minacciato i dipendenti chiamati a riferire in questura che
Tribunale di Livorno
avrebbero potuto perdere il posto. Frattanto la Prefettura negli ultimi giorni Tribunale di Lucca
dell’anno ha trasferito in altre strutture tutti i migranti, anche gli ultimi sei rimasti a
Poggio e Carmignano.

Create PDF in your applications with the Pdfcrowd HTML to PDF API PDFCROWD
https://www.rainews.it/tgr/toscana/video/2019/01/tos-Migranti-richiedenti-
asilo-consorzio-astir-Loretta-Giuntoli-sequestro-
truffa-78b9fd95-2294-49aa-9b56-e6bdd881eed0.html

Create PDF in your applications with the Pdfcrowd HTML to PDF API PDFCROWD
t
Condividi
— CRONACA e 02 GEN 2019
Migranti. Le terribili condizioni in cui vivevano nei cas Astir

La polizia scienti ca ha reso pubbliche le immagini dell'inchiesta per tru a che ha portato agli arresti
domiciliari Loretta Giuntoli, presidente del consorzio Astir, che gestisce otto centri di accoglienza tra Prato,
Carmignano e Poggio a Caiano.

di Costanza Mangini

Tag Tru a Consorzio Astir Prato Centri di accoglienza migranti

Potrebbero interessarti anche...

Create PDF in your applications with the Pdfcrowd HTML to PDF API PDFCROWD
GAMENTI UTILI Testata registrata al tribunale di Livorno n.18/04 del 19/10/04 Cerca su Tenews.it COLLEGAMEN

i Traghetti Orari Trag

enti Elba Eventi E

mergenze Emergen

e/Bancomat Home Chi siamo La GazzElba dello Sport Bacheca Arretrati Guida TV Archivio video Isola d'Elba Banche/Ban

dia medica venerdì 20 settembre 2019 - 08:10 Guardia m

eterinari Veterina

CRONACA

Arresti domiciliari per Loretta Giuntoli


L'ipotesi di reato è frode nelle pubbliche forniture
Indietro Condividi

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI

Create PDF in your applications with the Pdfcrowd HTML to PDF API PDFCROWD
Arresti domiciliari per
Loretta Giuntoli

E’ morto Gino Brambilla, un


pezzo di storia dell’Elba

Grave incidente stradale


tra due autovetture

Arresti domiciliari per la presidente di Astir, Loretta Giuntoli, l'ipotesi di reato è frode nelle pubbliche Incidente nella serata di ieri
forniture. a Livorno

I provvedimenti sono stati disposti ed eseguiti nel corso di un'inchiesta della procura circa i centri per
Fiocco azzurro all’ Isola
l'accoglienza straordinaria dei richiedenti asilo.
d’Elba

Nello specifico si tratta di irregolarità nella gestione dell'accoglienza dei migranti.

I legali rappresentanti della cooperativa Humanitas, Roberto Baldini e Alberto Pintus, invece, sono stati
interdetti dall'esercizio delle loro funzioni per nove mesi.

La cooperativa Humanitas è a capo del consorzio, che vede 21 cooperative di cui fa parte anche la gestione
della Rsa e del Centro diurno di San Giovanni, a Portoferraio.

La presidente del consorzio Astir, inoltre, è accusata anche di aver minacciato tre dipendenti.

(Fonte Ansa)

Indietro mercoledì 2 gennaio 2019 @ 10:34


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento


inserito prima che esso venga visualizzato.

Create PDF in your applications with the Pdfcrowd HTML to PDF API PDFCROWD
fionline
Spazio Aperto su Firenze - Posta sul Blog tutto quello che ti sembra di interesse

Home

 

Tag Archivi: Loretta Giuntoli

Cibo scarso, gravi carenze igieniche, mancanza


serivzi: procura prato chiude indagini su
gestione CAS Migranti
 domenico guarino  3 Gennaio 2019  Live

 Cronaca, Fiorella Allori, Loretta Giuntoli, Roberto Baldini, toscana

Gli avvisi saranno notificati alla


presidentessa del consorzio Astir,
adesso agli arresti domiciliari e

Create PDF in your applications with the Pdfcrowd HTML to PDF API PDFCROWD
dimessasi, Loretta Giuntoli, che oltre
all’accusa principale è indagata
anche per minacce nei confronti di
tre dipendenti di Astir; e ai due legali
rappresentanti della cooperativa
Humanitas, Roberto Baldini e Alberto
Pintus, che fa riferimento ad Astir,
anche loro indagati.
Create PDF in your applications with the Pdfcrowd HTML to PDF API PDFCROWD
La procura di Prato ha chiuso le indagini nell’inchiesta per frode in
pubbliche forniture relativa alla gestione di centri di accoglienza per
migranti nella provincia e si accinge ad inviare i relativi avvisi di
conclusione. Gli avvisi saranno notificati alla presidentessa del
consorzio Astir, adesso agli arresti domiciliari e dimessasi, Loretta
Giuntoli, che oltre all’accusa principale è indagata anche per minacce
nei confronti di tre dipendenti di Astir; e ai due legali rappresentanti
della cooperativa Humanitas, Roberto Baldini e Alberto Pintus, che fa
riferimento ad Astir, anche loro indagati. Appena ieri l’ex presidente
Giuntoli è stata interrogata circa due ore a lungo dal giudice per le
indagini preliminari Francesca Scarlatti e dai pm Egidio Celano e Laura
Canovai. Secondo quanto appreso Giuntoli ha risposto alle domande
del gip dicendo di non essersi occupata della gestione diretta dei
centri. Le indagini della Digos hanno esaminato la situazione di otto
centri di accoglienza per migranti – tre in città, a Prato, due a
Carmignano e due a Poggio a Caiano – rilevando presunte violazioni
contrattuali fra cui la somministrazione di un pasto al giorno anziché
tre, gravi carenze igieniche degli ambienti, la mancanza di un servizio di
lavanderia.

Intanto è l’ex sindaco di Campi Bisenzio (Firenze) Fiorella Allori  il


nuovo presidente di Astir, il consorzio di cooperative sociali di Prato
coinvolto nell’inchiesta. Il consorzio ha cambiato il proprio cda in
seguito proprio alle dimissioni dell’ex presidente Loretta Giuntoli,
attualmente agli arresti domiciliari. Il nuovo presidente era già membro
parte del cda del Consorzio. “Abbiamo fiducia che la magistratura
riuscirà a restituire la verità dei fatti e a fare chiarezza con celerità. Le

Create PDF in your applications with the Pdfcrowd HTML to PDF API PDFCROWD
dimissioni di Loretta Giuntoli – si legge in una nota del nuovo Cda –
sono state un gesto importante a tutela del consorzio, dei servizi che
quotidianamente vengono assicurati a centinaia di persone con
professionalità e umanità, e dei posti di lavoro”.

L'articolo Cibo scarso, gravi carenze igieniche, mancanza serivzi:


procura prato chiude indagini su gestione CAS Migranti proviene da
www.controradio.it.

Create PDF in your applications with the Pdfcrowd HTML to PDF API PDFCROWD
Frode nell'accoglienza ai migranti, la Prefettura parte civile - Il Tirreno Prato

HOME CRONACA COMUNI SPORT TEMPO LIBERO ITALIA MONDO DOSSIER TOSCANA ECONOMIA FOTO

METEO: 0°C AGGIORNATO ALLE 19:33 - 05 FEBBRAIO ACCEDI ISCRIVITI

PRATO EVENTI NEWSLETTER LEGGI IL QUOTIDIANO SCOPRI DI PIÙ

EDIZIONI:
LIVORNO
CECINA-ROSIGNANO
EMPOLI
GROSSETO
LUCCA
MASSA-CARRARA
MONTECATINI
PIOMBINO-ELBA
PISA
PISTOIA
PONTEDERA

PRATO
VERSILIA
TOSCANA

Prato » Cronaca
ORA IN HOMEPAGE
Frode nell'accoglienza ai
migranti, la Prefettura
parte civile

I cinesi cercavano un hotel per la


quarantena: fermati
DI MARIO NERI

Loretta Giuntoli Si allaccia abusivamente


all'elettricità per coltivare
marijuana
Slitta l'udienza preliminare nel procedimento che
vede indagati l'ex presidente del Consorzio Astir e Preti indagati, presto in Procura
quaranta testimoni
l'ex vicedirettore della Caritas diocesana
DI MARTINA TRIVIGNO

DI PAOLO NENCIONI
25 SETTEMBRE 2019  LA COMUNITÀ DEI LETTORI

PRATO. E' slittata al prossimo 15 gennaio l'udienza


preliminare del procedimento che vede indagati per frode
nelle pubbliche forniture la ex presidente del Consorzio
Astir, Loretta Giuntoli, l'ex vicedirettore della Caritas
diocesana Alberto Pintus e Roberto Baldini, gli ultimi due
in qualità di legali rappresentanti della cooperativa
Humanitas. Il giudice dell'udienza preliminare Francesco
Pallini ha disposto il rinvio accogliendo un'istanza Torna "Un'altra estate":
dell'avvocato Elisabetta Alì, che difende Baldini ed giovedì l'annuncio del tour
essendo stata nominata da poco aveva la necessità di 2020
studiarsi le carte.

https://iltirreno.gelocal.it/prato/cronaca/2019/09/25/news/frode-nell-accoglienza-ai-migranti-la-prefettura-parte-civile-1.37508251[06/02/2020 08:24:42]
Frode nell'accoglienza ai migranti, la Prefettura parte civile - Il Tirreno Prato

Eventi
La Prefettura di Prato ha manifestato l'intenzione di
Andrea
costituirsi parte civile nel processo per conto del
Marcolongo
Ministero dell'Interno e lo farà alla prossima udienza di presenta
gennaio. Il Ministero si sente danneggiato perché erano il
libro
soldi pubblici quelli che, secondo l'accusa rappresentata "Alla
dal sostituto Laura Canovai, non sono stati spesi come fonte
delle
avrebbero dovuto nell'assistenza ai richiedenti asilo parole"
ospitati nelle strutture facenti capo al Consorzio Astir. In
GLI
particolare, fu detto all'inizio dell'inchiesta, nel dicembre
ORIZZONTI
2018, ai tre indagati si contesta di aver fornito solo in DEL
parte i servizi per i quali hanno incassato i fondi (32,70 TIRRENO

euro al giorno per ognuno dei poco meno di cento


richiedenti asilo assistiti nelle strutture di Prato,
Carmignano e Poggio a Caiano). In particolare, al posto dei
tre pasti quotidiani previsti dalle convenzioni con le coop
DAL WEB Contenuti Sponsorizzati
Verdemela, Humanitas e Astirforma, ne sarebbe stato
fornito solo uno, la mattina, che doveva servire da
colazione, pranzo e cena. Non sarebbero state fatte le
pulizie dei locali, né le disinfestazioni quando sono arrivati
i topi e le blatte. Servizio di lavanderia nemmeno a
parlarne. Gli inquirenti spiegano che in certi casi i profughi
Si alla pasa, bocciate le Oferte energia elettrica
sono stati costretti a recuperare le lenzuola dalla diete "low-carb" - quale conviene?
spazzatura per coprirsi. In altri casi hanno acceso fuochi Conad Confrontale ora
Tarife Energia | Ricerca
nel giardino per cucinare.
annunci

da Taboola
I controlli su come venivano usati i soldi pubblici
teoricamente avrebbe dovuto farli la Prefettura, la stessa
che ora si costituisce parte civile, ma che evidentemente,
forse per mancanza di risorse umane, non riuscì a farli. Nel
frattempo Loretta Giuntoli si è dimessa dalla presidenza
del Consorzio Astir, lasciando il posto all'ex parlamentare
del Pd ed ex presidente della Regione Claudio Martini,
mentre Alberto Pintus è stato ordinato sacerdote.
Necrologie
Bruno Salani
Tag
Livorno, 04 febbraio 2020
Immigrazione

Tina Setti
Livorno, 5 febbraio 2020
PER APPROFONDIRE
Giorgio Luxardo
Livorno, 5 febbraio 2020

Angelo Puddu

https://iltirreno.gelocal.it/prato/cronaca/2019/09/25/news/frode-nell-accoglienza-ai-migranti-la-prefettura-parte-civile-1.37508251[06/02/2020 08:24:42]