Sei sulla pagina 1di 36

Quindicinale

Anno XXXVIII

30.06.2016
Numero

670
PERIODICO DI ATTUALIT DEI COMUNI DI ALANO DI PIAVE, QUERO VAS, SEGUSINO

Gruppo Alpini Valderoa: 80 di fondazione - pag. 1/2/3


Il programma del Reset Festival 2016 - pag. 6
Inaugurata la nuova area Pic-Nic di Schievenin - pag. 7
38a Sagra dei Scios - pag. 7
Treno depoca... passeggeri depoca - pag. 8
http://digilander.libero.it/tornado

Chiuso in redazione il 20.06.2016 - Prossima chiusura il 11.07.2016

Tassa pagata/Taxe Perue/Ordinario Autorizzazione Tribunale BL n. 8 del 18/11/80Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in A. P. - D.L. 353/2003 - (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art.1, comma 1, DCB BL

AL MOLIN

TABACCHERIA
EDICOLA

RISTORANTE - PIZZERIA

Pagamenti imposte con F24


Bolli auto e moto

Ricariche telefoniche

SPECIALIT PESCE
ALANO DI PIAVE

Cambio pile ad auricolari


orologi e telecomandi

PIAZZA DEI MARTIRI, 13 - TEL. 0439.779129


- CHIUSO IL MARTED -

32031 ALANO DI PIAVE (BL) - Via Antonio Nani, 14


E-mail: termoidraulica.gierre@vodafone.it

Per rinnovare la tua casa

TODOVERTO

di Todoverto Paolo & C.

S.N.C.

imbiancature interni - esterni


termocappotti - spatolati
ALANO DI PIAVE Via Caduti e Dispersi in Russia
Tel. 0439.779208 - Cell. 348.7346084
IL TORNADO Sede: Via J. Kennedy - 32031 FENER (Belluno). DIRETTORE RESPONSABILE: Mauro Mazzocco. REDATTORI: Sandro Curto, Silvio Forcellini. COLLABORATORI: Alessandro Bagatella, Ivan Dal To, Gianni De Girardi, Antonio Deon, Foto Comaron, Fotocolor Resegati, Silverio Frassetto, Ermanno Geronazzo, Cristiano Mazzoni, Sergio Melchiori, Piero Piccolotto, Andrea Tolaini.
ABBONAMENTI: ITALIA Abbonamento annuale (18 numeri) 20,00 ESTERO Abbonamento annuale (18 numeri) 50,00.
LABBONAMENTO PU ESSERE SOTTOSCRITTO O RINNOVATO NEI SEGUENTI MODI: 1- versando la quota sul c/c postale n. 10153328 intestato alla PRO LOCO di FENER; 2- con bonifico
sul c/c Banco Posta intestato alla PRO LOCO di FENER, IBAN: IT49 M076 0111 9000 0001 0153 328; 3- pagando direttamente ad uno dei nostri seguenti recapiti: NEGOZIO DA MILIO - Alano;
GELATERIA DUE VALLI - Fener - BAR JOLE - Fener; MAURO MAZZOCCO - Quero; ALESSANDRO BAGATELLA - Quero; BAR PIAVE Carpen - LOCANDA SOLAGNA - Vas; ANTONIO
DEON - Vas; BAR BOLLICINE - Scalon; BAZAR di A. Verri - Segusino.

ALPINI

DOMENICA 17 LUGLIO 2016


Alano di Piave (BL)
Loc. Alta Val Calcino

SABATO 16 LUGLIO 2016

Incontro con gli Alpini ospiti c/o la Sede del Gruppo Alpini Valderoa (Sezioni ANA di Trieste / Pisa / Varese)
Salita al rifugio Alta Val Calcino loc. Camparonetta
Salita ai Cippi di Cima Solaroli e Cima Valderoa, Cerimonia di Onore ai Caduti e deposizione delle Corone
Cena e pernottamento presso ex Malga Camparonetta

DOMENICA 17 LUGLIO 2016

Ore 08.00 ritrovo presso al Sede del Gruppo Alpini Valderoa


Ore 08.30 salita al cippo di Domador
Ore 10.30 Santa Messa al Campo, loc. Cippo di Domador
Ore 11.30 Discorsi ufficiali
Ore 12.30 Rancio Alpino presso ex Malga Camparonetta

Per info rivolgersi a:


Capogruppo (cell. 348-8009749) / Consiglieri e/o in Sede Alpini

ALPINI

DOMENICA 17 LUGLIO 2016


Alano di Piave (BL)
Loc. Alta Val Calcino Cippo di Domador Ex Malga Camparonetta
DETTAGLIO DELLA MANIFESTAZIONE:
Nella giornata di SABATO 16 LUGLIO ci sar lincontro
con i gruppi e le sezioni ANA provenienti dalle citt di
Trieste, Pisa, Tradate, Valstagna;
nel pomeriggio si salir ai Cippi di Cima Solaroli e Cima
Valderoa, seguir Cerimonia in Onore ai Caduti con deposizione delle Corone alle Medaglie dOro al V.M.;

Motivazioni delle Medaglie dOro al Valor Militare:


Guido Corsi: Nato in terra irredenta, dopo aver dedicato ai
diritti della sua Patria tutto il suo ingegno forte di molti studi, si
offerse ai sanguinosi cimenti della guerra, fulgido esempio di
eroismo ai dipendenti che lo amarono, e che, chiamato ad altro ufficio, prefer non lasciare. Ferito mentre strenuamente
combatteva, non appena guarito volle subito ritornare al fronte, e vi affront sempre faccia a faccia il nemico fuori delle
trincee, primo fra tutti, pi volte respingendolo con prodigi di
valore, anche se superiore di forze. Gloriosamente cadde
colpito a morte sulla inviolata trincea, mentre i pochi superstiti
della sua compagnia, da lui fino all'estremo animati, rintuzzavano I'avversario. Val Sugana, 26 maggio 1916; Cima Valderoa, 13 dicembre 1917.
Vincenzo Zerboglio: Fulgido esempio di coraggio e di fermezza, in sanguinosi combattimenti, si distingueva con atti di altissimo valore. Con pochi soldati, affrontava in accanita
lotta, un numero di nemici pi volte superiore. Ferito una prima volta da una pallottola che gli traforava una spalla, rimaneva fra i suoi, e poich gli avversari, avuti rinforzi, violentemente contrattaccavano, balzava dalla trincea e, trascinandosi dietro i suoi soldati, ricacciava i nemici, infliggendo loro gravi perdite. Ferito nuovamente ad una coscia, non
voleva assolutamente abbandonare il reparto. Rimasto nelle linee, in una nuova repentina e furiosa ripresa di combattimento, esaltava i suoi uomini con grida di entusiasmo, contenendo prima lurto degli avversari e ricacciandoli poi, finch colpito in fronte, gloriosamente cadeva, spirando col grido di Viva lItalia!. Monte Solarolo, 24-26 ottobre 1918.
Gianluigi Zucchi: Volontario di guerra diciassettenne, si offr di far parte di un gruppo darditi che doveva eseguire una
incursione nelle linee nemiche. Primo si slanci allassalto e combattendo con la baionetta e con bombe a mano fu di
esempio ai compagni, che alla fine, sopraffatti, dovettero ritirarsi. Accortosi che lufficiale comandante era rimasto in
mano nemica, invit i compagni a seguirlo e slanciatosi di nuovo sui nemici impegnava una lotta corpo a corpo. Riuscito ad avvicinarsi al proprio ufficiale mentre un soldato austriaco stava per vibrargli un colpo di baionetta, prontamente
slanciavasi e, facendo scudo del proprio corpo al suo superiore, riceveva, in pieno, il colpo a lui diretto. Ferito a morte,
sul punto di esalare lanima generosa, trovava ancora la forza di gridare: Viva lItalia. Monte Valderoa, 14 gennaio
1918.
Marco Sasso: Tenente ( Alpini , Comandante della colonnna di destra del 3 raggruppamento Alpini ) luogo di nascita:
Oliero di Valstagna (VI) Data del conferimento: 13- 10- 1918 D.L. alla memoria. Motivo del conferimento: Ufficiale di indomito coraggio, muoveva col proprio reparto allassalto di una forte posizione, dopo di aver giurato di conquistarla o
morire. Gravemente ferito in varie parti da una violenta raffica di mitragliatrici avversarie, giungeva ugualmente, per
primo, sulla posizione, e gettatosi sulle armi nemiche, ne uccideva i serventi. Nuovamente e mortalmente colpito da
una fucilata, rinunziava di essere trasportato ai posto di medicazione, e disposto a morire sulla posizione conquistata,
incitava ancora i suoi alla lotta, col grido: Avanti, avanti alpini, per lonore del Re e della Patria!. Fulgido esempio di
eroismo e di eccelse virt militari. Monte Fontanel - Val Calcino, 11 dicembre 1917. Nota: - Nato a Oliero (Vicenza) il
5.4.1896. 149" Comp. Battaglione "M.Pavione". 7" Reggimento Alpini.

Alla sera seguir la Cena (a cura del Gruppo Alpini Valderoa) presso
ex Malga Camparonetta, con possibilit di pernottamento in malga.

ALPINI

DOMENICA 17 LUGLIO

Nella giornata di domenica, avr luogo la Cerimonia Ufficiale che prevede lOnore ai Caduti e la Santa Messa al cippo
di Domador in ricordo di tutti i caduti in guerra; questanno inoltre ricorre l80 di fondazione del Gruppo Alpini Valderoa
sar quindi occasione per festeggiare questo importate traguardo; verr consegnato un ricordo alle Autorit, ai Gruppi e alle Sezioni A.N.A. ospiti, simbolo di fraterna amicizia che ci lega da moltissimi anni. Al termine della cerimonia tutta la cittadinanza e gli amici ospiti sono invitati al pranzo c/o la Ex Malga Camparonetta.

Cenni storici del Gruppo Alpini Valderoa:


E cosi il Gruppo Valderoa giunge ai suoi primi 80 anni di vita , vita molto intensa fin dalla sua nascita avvenuta il 18 ottobre 1936 per iniziativa dellintraprendente Cav. Francesco Licini chiamato Franz, di forte ingegno, tenace nei suoi
progetti, allegro e ridanciano, il re di tutte le feste spensierate popolari e non solo del nostro paese, ma di tutta la zona. Artigliere alpino, dopo aver guidato il gruppo per parecchi anni, rimase come capogruppo onorario a vita. Gli successe Luigino Durighello impiegato municipale allufficio di stato civile e questi venne a mancare precocemente e fu
quindi chiamato a dirigere il gruppo Domenico Collavo portalettere. Entrambi incrementarono con tante significative
iniziative la vitalit degli alpini alanesi. Prese la direzione successivamente il Rag. Angelo Geronazzo in arte Nino Cela
Tenente degli alpini, noto per le sue poesie, per la sua semplicit, per aver percorso Danzica- Alano a piedi fuggendo
dal lavoro che gli era stato affidato come prigioniero nel corso della seconda guerra mondiale. In una ventina danni
diede lustro al Valderoa e lo testimonia il suo operato come la erezione del monumento dello scultore Carlo Balljana
in zona industriale, i lavori al rifugio Malga Camparonetta, la sede e cosi via. Lott accanitamente contro il male che
minava la sua robusta fibra sino a quando sentendosi stanco e minato nel fisico rassegn con profonda amarezza le
dimissioni dalla guida del gruppo
A continuare la premurosa attivit del gruppo subentr limpresario Antonio Nani che segu il comportamento del suo
predecessore mostrandosi alla altezza dellimportante incarico da assolvere cominciando con linaugurazione del rifugio alpino di Camparonetta (m.1264) per arrivare a prestare la sua opera nella costruzione della scuola materna di
Rossosch in Russia nei luoghi in cui perirono migliaia di Alpini dellARMIR, poi lo sforzo supremo di partecipare alla
adunata di Asti il 21-22 maggio prima di essere anche lui stroncato sempre da quel male incurabile. Prese allora in
mano il gruppo Giannino Collavo, gi da anni segretario, che traghett il gruppo ad un esecutivo completamente rinnovato e giovane diretto da Valentino Rech, onde continuare la magnifica serie di timonieri degli alpini alanesi e in breve
tempo lo attende il 60 della fondazione del gruppo con la inaugurazione della nuova sede in via Brigata Re a cui si
aggiunge la biblioteca donata dai familiari del compianto Nino Cela. Con Valentino il gruppo raggiunge il suo massimo
splendore e prestigio di fronte a tutti gli alanesi e agli alpini del feltrino. Innumerevoli le sue iniziative fra le quali una su
tutte spicca: la costruzione in soli 3 anni di una grande casa delle associazioni e per la quale tutta la mano dopera gratuita stata da lui coordinata e gestita. Il frutto di questo lavoro stato laffido di parte della costruzione a sede del
gruppo. A lui quindi il giusto merito per il suo impegno ed un fortissimo grazie a tutti i consiglieri e collaboratori che lo
supportano. Un GRAZIE maiuscolo alle alpine che senza nulla pretendere sono al nostro fianco per lo svolgimento
delle nostre attivit. Valentino! Sei grande! Non ti stancare, siamo con te! W gli Alpini! W lItalia..!!!
Firmato: Gli Alpini del Valderoa

Il ciclo di vita delle api

Segnalazione di una nostra lettrice, affascinata dal mondo delle api

ASTERISCO

CRONACA

A causa del maltempo, si cercato di salvare il salvabile ma

3 School Festival: peccato, peccato epeccato


di Silvio Forcellini
Peccato, peccato epeccato. Tre volte, come
tre erano i giorni - dal 10 al 12 giugno - in cui
avrebbe dovuto svolgersi la terza edizione dello School Festival con un nutritissimo programma: una serie di eventi di cui sarebbero
stati protagonisti soprattutto i bambini e i ragazzi della nostra scuola e che avrebbe avuto
come teatro il Parco del Piave di Fener, luogo
perfetto per questa bellissima manifestazione
organizzata dal Comitato Genitori dellIstituto
Comprensivo di Quero Vas in collaborazione
con la Pro Loco di Fener e lassociazione Libero Pensiero con lobiettivo di raccogliere
fondi per le necessit della scuola locale. Purtroppo, un nubifragio che si abbattuto in zona gi la sera del venerd ha reso di fatto inagibile il parco fenerese per
lintero week-end, vanificando il grandissimo impegno degli organizzatori (impegnati da settimane affinch tutto fosse a
posto e che - in previsione della pioggia - avevano anche affittato dei capienti gazebi, che
per non sono bastati). Intorno alla mezzanotte, lintera area era gi ridotta a un lago e la
situazione non migliorata di molto nei due
giorni seguenti. Ci ha comportato, giocoforza, una drastica riduzione delle esibizioni previste. Solo alcune, infatti, si sono svolte presso la palestra comunale di Alano, dove ci si
dovuti rifugiare in extremis: quella della
Scuola Primaria di Alano curata da Bepi Santuzzo, quella della Scuola Primaria di Quero
Vas (con la partecipazione di Issam & Chiara,
di Loca Combinacion), lo spettacolo di arte di
strada con Otto il Bassotto e il saggio musicale dei ragazzi della Scuola Secondaria di Alano curato dal prof. Italo Sandi.
Al Parco del Piave invece, prima dellinterruzione forzata del venerd, si erano esibiti Entoni Kong + Dj Plus e gli Exercoma (con jam session finale) nei due dei tre
concerti in programma proposti da Libero
Pensiero. La domenica mattina poi, approfittando della momentanea clemenza del
tempo, spazio al beach volley nel bel campo
allestito per loccasione (e che ora arricchir
il Parco del Piave in modo permanente):
dapprima una simpatica sfida tra genitori (e
non) e le ragazze della Scuola Secondaria di
Quero Vas, poi la partita tra le ragazze di
Quero Vas e quelle di Alano. La Casa delle
Associazioni, sempre ad Alano, ha ospitato infine, nelle giornate di sabato e di domenica, un pranzo e due cene, momenti
conviviali destinati anchessi alla raccolta di fondi. Si cercato dunque di salvare il salvabile, e bisogna dire che quanto
proposto ha avuto ugualmente unampia partecipazione, anche se resta ovviamente
lamaro in bocca per non aver portato a
compimento quanto programmato. Chiudo
con un post pubblicato sulla pagina Facebook di Claudio Dal Canton, una delle
anime dello School Festival, che riporta il
doveroso ringraziamento di una mamma a
lui e a quanti hanno reso comunque possibile questa bella festa: A volte ti chiedi chi te
lo fa fare di sprecare tutte queste energie per
una festa per poi magari andare incontro alle critiche e ai commenti negativi di alcuni. Poi in un gruppo di genitori arriva
un messaggio di una mamma e capisci che ne valsa davvero la pena: Io credo che in queste occasioni dove ci sono
molte persone che ci mettono la loro faccia oltre che il loro tempo per mettere in piedi una cosa cos importante per i nostri figli non importa se non si ha tempo, limportante tante volte far sentire che comunque ci siamo con anche un sem-

CRONACA

plice grazie e non dando sempre tutto per scontato o ritenerlo un atto dovuto.. Quindi io dico un grosso grazie e spero che
qualcuno che in questi giorni non lo ha mai detto segua lesempio. Sottoscrivo: bravi tutti e appuntamento alla quarta
edizione, sperando per nella clemenza di Giove Pluvio.

Nelle foto (di Silvio Forcellini, Mauro Mazzocco, Emiliana Milani e Lorenzo Rover): in questa pagina: 1 - un momento
della sfida di beach volley tra le ragazze della Secondaria di Alano e di Quero Vas; 2 - la preparazione del campocon
rimozione zoc; 3 - la squadra di beach volley pi improbabile delluniverso, composta da genitori e non; 4 - la jam session tra Entoni Kong e gli Exercoma; 5 - Dario Codemo & Alessandro Putton, due (dei dieci) eroici spettatori che il venerd
hanno resistito sino allultimo sotto il nubifragio; 6 - Stefano Pisan che, pur di apparire sulle pagine del Tornado, si fatto
fotografare (ovviamente) con Massimo Storgato; nella pagine precedente: 1 - il saggio musicale dei ragazzi della Secondaria di Alano; 2 - le ragazze della Secondaria di Alano e di Quero Vas protagoniste della sfida di beach volley; 3 - i
bambini della Primaria di Quero Vas; 4-5 - i set di Entoni Kong + Dj Plus e degli Exercoma

Prossima apertura a Fener


del centro estetico Elisir di Elisa Marchet
di Lorenza Segato
Verso la met di luglio Elisa Marchet aprir a Fener un nuovo centro estetico, sulla Feltrina, in via della Vittoria 15, sopra il negozio di frutta & verdura dei F.lli Borgato. Al suo interno potrete trovare diversi servizi specifici per la cura e la bellezza del corpo: massaggi, epilazione, trattamenti viso e corpo personalizzati, manicure, pedicure e smalto semi permanente. Per maggiori informazioni chiamare il 348.5125468. Facciamo fin dora i nostri migliori auguri alla giovane estetista
feltrina. Nel prossimo numero i dettagli sullinaugurazione del nuovo negozio.

LETTERE AL TORNADO

Uniti per Alano


ringrazia gli elettori
Grazie a chi ci ha sostenuto e votato, grazie anche a coloro che, pur non avendo votato per la nostra lista, responsabilmente hanno contribuito al raggiungimento del quorum.

Il Sindaco, gli assessori ed i consiglieri di Uniti per Alano

ATTUALIT

La manifestazione organizzata da Libero Pensiero al Parco del Piave di Fener dal 27 al 31 luglio

Il programma del Reset Festival 2016


a cura di Silvio Forcellini

Al Parco del Piave di Fener torna per la sesta volta il Reset Festival, e torna per ben cinque giorni, da mercoled 27
a domenica 31 luglio. Di seguito il programma dettagliato della manifestazione organizzata dallassociazione Libero
Pensiero, ricordando che - per tutta la durata del festival - ci saranno stand enogastronomici (con cucina anche a
mezzogiorno), pizzeria, mercatino etnico, chill-out zone e bus navetta gratuito (il venerd e il sabato).

MERCOLEDI' 27 LUGLIO
apertura stand alle ore 18.00
aperitivo con musica jazz e cicchetti (nella zona chill-out)
musica live dalle ore 21 con: LA TRIBU' DELLA VALLE - jazz, Belluno / VINO DEL MAR - jazz / afro-beat / latin rock
/ lounge / psichedelica / surf, Venezia
GIOVEDI' 28 LUGLIO
apertura stand alle ore 18.00
musica live dalle ore 21 con: YOUAREHERE - elettronica, Roma /// BENJAMIN DAMAGE - elettronica / techno, UK
aftershow dj-set: Elements.Archive - techno, Treviso
VENERDI' 29 LUGLIO
apertura stand alle ore 12.00
musica live dalle ore 21 con: SICA - dance entertainment, Collegno /// EN?GMA - rap, Olbia / DUB PISTOLS - elettronica / dub/ hip hop/ drum 'n' bass/ reggae/ rock, UK
aftershow dj-set: Vita*Dee & the Blow! Dub Orchestra - reggae / funk / big-beat, Belluno
SABATO 30 LUGLIO
apertura stand alle ore 12.00
dalle ore 16 dj-set con: Marco Tavi aka VITA*DEE - hip hop / break, Belluno /// P-Nrj Sound System - reggae, Belluno
musica live dalle ore 21 con: INDUBSTRY - dub / reggae, Napoli /// THE TALKS - indie / punk / reggae / ska, UK ///
MED FREE ORKESTRA - balcanico / folk / world-pop, Roma
aftershow dj-set: Dj Sica Disco Trash - trash Anni '80-'90, Padova
DOMENICA 31 LUGLIO
apertura stand alle ore 12.00
mercatino bio Km 0 e laboratori di sostenibilit con Genuino Clandestino
dalle ore16: ANDREA FIDELIO - spettacolo on air / beat box / juggling / visual comedy, Pisa /// I CIRCONDATI - Tri,
Quater!, spettacolo comico musicale, Ancona /// NANIROSSI, artisti di strada da pista e da palco - R4, In Fuga Per La
Libert, teatro di strada comico acrobatico, Torino
animazioni per tutto il pomeriggio con: TRACALET TEATRE - animazione con pupazzi / musica e bolle di sapone,
Spagna /// LA TANA DEI TARLI - giochi di legno, Padova
musica live dalle ore 20 con: VEEBLEFETZER - brass 'n' roll, Roma

CRONACA

a Schievenin

Nuova area Pic-nic inaugurata l11 Giugno


di Alessandro Bagatella

Una serata di festa, nonostante il tempo dispettoso che da giorni stufa tutti, ha suggellato lavvio dellattivit della nuova area pic-nic. La nuova gestione affidata a Sabrina
Mondin, che lha rilevata secondo le normative comunali, che ha aperto i battenti offrendo un ricco rinfresco ai
numerosi presenti. Il chiosco bar a disposizione
non solo dei turisti, ma
anche della popolazione
locale. Come tante altre
realt locali, anche Schievenin era rimasto senza bar,
punto di ritrovo e ricreazione per i residenti e per quanti
frequentano le nostre montagne, ricche di bellezze naturali e di passeggiate alla portata di tutti. Alla nuova gestrice un sincero augurio per la nuova attivit, intrapresa
in questi anni difficili, Sono certo che non mancheranno i
clienti, come sono sicuro che si far di tutto per accontentarli nel miglior modo possibile.

www.schieveninareapicnic.blog.it

CRONACA

Protagonisti i nostri lettori vassesi Gioacchino Zucchetto e Tarcisia Scopel

Treno depoca, passeggeri depoca!


di Sandro Curto e Silvio Forcellini
In uno dei numeri scorsi avevamo gi dato conto del transito, attraverso le nostre stazioni,
della splendida vaporiera 740
con, al traino, cinque carrozze
Centoporte depoca. Quel che
per non sapevamo che, a
bordo del convoglio partito da
Treviso e diretto a Longarone,
vi erano anche i nostri lettori
vassesi Gioacchino Zucchetto
e Tarcisia Scopel che, in modo
simpatico e fantasioso, hanno
voluto rendere omaggio al treno, mezzo utile se non indispensabile negli anni addietro.
Di propria iniziativa, Gioacchino
e Tarcisia si sono travestiti da
passeggeri daltri tempi, con

tanto di valigia e cappelliera, dimostrando grande estro, fantasia, originalit e unaccurata ricerca negli abiti da indossare e destando ovviamente la curiosit e lammirazione dei molti che, lo scorso 25 aprile,
hanno affollato i binari al passaggio del treno a vapore. Eccoli in alcune foto relative al loro spiritoso viaggio nel tempo.

Riserva di caccia di Quero

Giuliano Mazzocco riconfermato presidente


di Sandro Curto
Si riunita domenica 5 giugno lassemblea della riserva di caccia di Quero con allordine del giorno la nomina delle
nuove cariche sociali. Al termine delle operazioni di voto sono risultati eletti (in ordine alfabetico): Enrico Andreazza,
Landino Benato, Luca Benato, Renato Benato, Stefano Curto, Giuliano Mazzocco, Nicola Mazzocco e Thomas Mondin. Con voto unanime il nuovo consiglio ha poi provveduto a riconfermare alla guida della riserva Giuliano Mazzocco
di Carpen, giunto al suo terzo mandato; vicepresidente e segretario sar Renato Benato, altra storica figura
dellassociazione. I revisori dei conti saranno Sharon Berton, Giuseppe Curto e Gianni Dalla Piazza.

Fener I Giovani sbarcano in Puglia


(s.for.) Fener I Giovani sbarcano a Otranto
grazie al carissimo amico (e nostro abbonato)
Massimo Gino Zatta, fenerese trapiantato da
decenni in Puglia. Nella foto, lo vediamo indossare orgoglioso la polo del gruppo che, recentemente, si reso protagonista della illuminazione della Croce del Piajo. Massimo (o Gino),
che pur vivendo lontano ha sempre Fener nel
cuore, invia a tutti i feneresi e ai lettori del Tornado un caloroso e affettuoso saluto.

CRONACA

Lestrazione sar preceduta dallo spettacolo di Giancaclown e dalla pizza cotta con un forno a legna

Fener, il 16 luglio la tombola al Parco del Piave


(s.for.) Ricordiamo lappuntamento che la Pro Loco di Fener,
guidata da Lorenza Segato, propone per la serata di sabato 16
luglio, al Parco del Piave, con la tradizionale estrazione della
tombola, che sar preceduta da un divertentissimo
spettacolo di Giancaclown dal titolo LOminobuffo, e dalla
pizza, cotta da esperti pizzaioli con un forno a legna. Questo,
nel dettaglio, il programma: alle ore 18 lo spettacolo
LOminobuffo di e con Giancaclown (Gianca un clown moderno,
giocoliere, equilibrista, che mette in scena spettacoli di forte impatto
visivo con lutilizzo di attrezzi circensi convenzionali e non, quali
animali di pezza, omini appendiabiti, scope nonch palloni, monocicli
e monocicli giraffa; LOminobuffo, in particolare, uno spettacolo
in equilibrio instabile tra teatro, circo e cabaret); dalle ore 19 in poi
pizza; alle ore 21 la tradizionale estrazione della tombola con il seguente montepremi: quaterna
140, cinquina 200, tombola 500 e tombolino 160. In caso di maltempo lintera manifestazione
slitter di un giorno, a domenica 17 luglio, sempre al Parco del Piave o (se piover anche la
domenica) presso la sala parrocchiale.

Doriana Dal Zotto laureata


in Scienze del Servizio Sociale

Lo scorso 15 dicembre, presso luniversit di Trieste, Doriana Dal Zotto si laureata in Scienze del Servizio Sociale con
una tesi dal titolo Il ruolo dellassistente sociale nellospedale di comunit: esperienza allinterno del Centro Servizi
S.Antonio Abate di Alano di Piave. Si complimentano con lei per limportante traguardo raggiunto il marito Antonio, il figlio
Denny, la nuora Stefania, i nipoti, tutti i componenti delle famiglie Spezia e Dal Zotto e le amiche sempre presenti.

Inter Club Fener, 20 Anni Di Passione

Al via la campagna tesseramenti 2016/2017


(A.T.) Inizia il 1 luglio la campagna tesseramento dellInter Club Fener per la stagione calcistica 2016/2017. Le quote
sono rimaste invariate: 22 euro per i soci Senior, 10 per quelli Junior. Il Member Kit per ogni singolo socio, sia Senior che
Junior, composto dalla tessera Inter Club,
dal cappellino di lana Inter Club, dal
gagliardetto nerazzurro e dalla lettera di
benvenuto. Tali prodotti ufficiali Inter Club
saranno contenuti in una elegante confezione
nerazzurra. Il Member Kit sar disponibile a
partire dalla seconda met di luglio 2016.
Inoltre ci saranno partite esclusive a 10 euro,
sconti allo store, museo e tour stadio. Ci si
pu tesserare tramite i consueti canali o dal sito www.interclubfener.it. Sabato 9 luglio, infine, in programma la gita a
Riscone di Brunico per il ritiro estivo della Beneamata. Adesioni entro il 30 giugno versando la quota di 35 euro.

10

ATTUALIT

Carta d'Identit: prescrizioni sulle foto

www.lineaamica.gov.it

Domanda: Le fotografie da presentare al Comune di residenza per il rilascio della


Carta d'Identit devono avere delle caratteristiche specifiche?
Risposta: Per il rilascio della carta d'identit, in quanto documento di identificazione, necessario presentare al Comune di residenza 3 fototessera a colori. Esistono specifiche prescrizioni, dettate dal Ministero dell'Interno, relativamente alle
foto per il passaporto, applicabili anche alla carta di identit.
Si veda in proposito quanto evidenziato dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza
con la nota n.400/A/2005/1501/P/23.13.27 del 5 dicembre 2005 che ha fornito indicazioni ufficiali in merito alle caratteristiche tecnico - qualitative delle fotografie.
Le prescrizioni riguardano: qualit, stile ed illuminazione, occhiali e copricapo, espressione ed inquadratura.
Nello specifico si rammenta che le fotografie devono:
essere recenti - massimo 6 mesi;
avere una larghezza di 35-40mm;
inquadrare in primo piano viso e spalle (il viso deve occupare il 70-80% della foto);
essere a fuoco e nitide;
essere di alta qualit;
non avere macchie d'inchiostro o pieghe;
ritrarre la persona con lo sguardo diretto verso l'obiettivo;
mostrare il colorito naturale della persona;
avere un livello ottimale di luminosit e contrasto;
essere stampate su carta fotografica di qualit e ad alta risoluzione.
Le foto scattate con macchina digitale devono essere di alta qualit e a colori ed essere stampate su carta fotografica
di alta qualit.
Le foto devono:
avere una colorazione neutra;
riprendere la persona con gli occhi aperti e chiaramente visibili e non coperti dai capelli;
riprendere la persona frontalmente, n di lato (stile ritratto) n inclinata, mostrando chiaramente entrambi i lati
del viso;
essere su sfondo chiaro e a tinta unita;
essere riprese con luce uniforme e senza ombre, n riflessi n effetto occhirossi.
Se la persona porta gli occhiali e/o un copricapo:
la fotografia deve mostrare chiaramente gli occhi senza riflessi sugli occhiali;
le lenti non devono essere colorate (se possibile, evitare le montature pesanti e indossare occhiali con montatura pi leggera);
la montatura non deve coprire nessuna parte degli occhi;
non sono consentiti se non per motivi religiosi, ma devono essere chiaramente visibili i tratti del viso dalla punta del mento all'intera fronte ed entrambi i lati del viso.
Le foto devono:
mostrare soltanto la persona ritratta (senza schienale, giocattoli o altre persone visibili) mentre guarda l'obbiettivo con un'espressione neutra e la bocca chiusa.
Per approfondimenti in merito alle caratteristiche delle foto-tessera e per prendere visione di fotografie esemplificative
si rimanda alla consultazione delle informazioni disponibili sul sito internet della Polizia di Stato e Questure - Polizia di
Stato - dettagli foto.

CRONACA

Sulla strada che porta a Schievenin

Restaurato il capitello della Madonna

foto e
segnalazione di
Alberto Coppe

Continua e si ripete
limpegno di Silvio
Rizzotto, di Quero.
Come negli anni
scorsi Silvio ha
risistemato, ripulito
ed abbellito il
capitello della
Madonnetta, situato
sulla strada per
Schievenin. Un
grazie da parte della
Comunit per il suo
encomiabile
impegno.

11

ATTUALIT

Corpo Nazionale Vigili del Fuoco


Comando Provinciale di Belluno
Distaccamento Volontario Basso Feltrino
Vi invitano allinaugurazione del nuovo automezzo antincendio
Isuzu D-Max Crew Cab con modulo Polisoccorso

Sabato 9 luglio 2016 alle ore 10.45


in Piazza Marconi - Comune di Quero Vas
A seguire dimostrazioni con pompa storica
e utilizzo scala italiana controventata
Il mezzo stato acquistato
con il contributo economico della Regione Veneto
per la fusione dei Comuni di Quero e di Vas
e con il contributo dei Comuni
di Alano di Piave, Quero Vas e Segusino

La cittadinanza invitata a partecipare!

La comunit Cristiana di Campo in festa


per il patrono S. Ulderico
Domenica 03 Luglio 2016

Il Circolo ACLI organizza per tutta la giornata di domenica: Mercatino dell'artigiano e modellismo
Mostra fotografica (in canonica)
Giochi vari nel pomeriggio
Venerd 01 luglio ore 20:30 la Comunit invitata per l'Assemblea Parrocchiale:
verr comunicato il resoconto economico parrocchiale 2015
Sabato 02 luglio ore 17:00 pellegrinaggio in luoghi significativi della Parrocchia.
Ritrovo in piazza Forcellini. Cena al sacco. Conclusione prevista ore 20:30
Domenica 03 luglio ore 11:00 Celebrazione dell'Eucaristia
ore 12:30 Pranzo Comunitario
Prenotazioni per il pranzo entro gioved 30 giugno (adulti 15,00, ragazzi fino a 13
anni 10,00) Rivolgersi a: Pietro Scopel di Campo tel. 324.6623002; Antonietta Vit di
Colmirano tel. 0439.779220; Giuliana Siragna di Fener tel. 0439.789497; Alimentari
Tessaro tel. 0439.779265; Circolo Acli tel. 346.6892483

Buonumore

ASTERISCO

di Alessandro
Bagatella
Soldati in
miniatura:
dopo una giornata
passata in
caserma,
finalmente la
libera uscita e si
va a morose!

12

RASSEGNA STAMPA

Il pilota originario di Quero

Il trionfo di Lorenzo Coppe,


vince tra le Swift R1B alla prima su sterrato
MARCHE. Il quarto round del monomarca della casa giapponese, con il Campionato Italiano R1, stato lunico appuntamento della stagione su fondo sterrato per le piccole ma performanti Suzuki Swift in versione R1B. La vittoria nel trofeo, ed anche nella serie tricolore R1, andata al bellunese Lorenzo Coppe, ottimo in coppia con Roberto Simioni. Una bella soddisfazione per il giovane bellunese (nella foto durante la gara), che per la prima volta gareggiava su terra,
un anno dopo lesordio ed un inizio di stagione 2016 non al massimo. La Swift
Sport 1600 cos vince seconda tappa e classifica generale. Secondo ha chiuso
Jacopo Lucarelli insieme ad Alessio Ferrari. Lempolese dopo la vittoria in tappa
1 del rally marchigiano non riuscito a sorpassare lequipaggio della Millenium
Sport Promotion. Terzo lesperto ligure Claudio Vallino insieme a Tiziana De Sole, rimasto sempre vicino agli altri due avversari. Sulle impegnative speciali
marchigiane, crescono le quotazioni anche per il bresciano Gianluca Saresera,
che ha infine chiuso quarto assoluto. Quinto Epis, autore di ottimi risultati. Restano nelle retrovie lequipaggio della Messina
Racing Team Sergio Denaro e Antonio Pitella. Problemi anche per Stefano Martinelli che ha lamentato la rottura del cambio
nella prima tappa e non risalito nella seconda giornata.
da La Gazzetta dello Sport del 30 maggio 2016, foto tratta dal sito www.motorsport.com

Labbonamento con tariffa agevolata sar ripristinato a partire da settembre


grazie ai Fondi ex Odi e al Consorzio Bim

Le risorse ci sono, torna Unico studenti

BELLUNO. Unico studenti, il ritorno. Grazie ai fondi destinati ai Comuni di confine e al contributo del Consorzio Bim sar ripristinato labbonamento al trasporto scolastico che permetteva a tutti gli studenti della provincia, indipendentemente dalla
loro localit di residenza, di pagare la stessa cifra per andare a scuola con i mezzi pubblici. 274 euro, per la precisione, il
costo dellabbonamento per la fascia 0-5 km. Oggi un ragazzo che vive in Cadore, Comelico, nellAlto Agordino, ne spende
fra i 540 e i 603, a seconda della fascia in cui rientra (il costo varia a seconda che debba coprire una distanza inferiore o superiore ai 75 chilometri). Per ripristinare Unico studenti si useranno 600mila euro dei Fondi ex Odi, mentre il Bim contribuir
con 300mila. Il cofinanziamento necessario non solo per arrivare alla quota di 900mila euro che rappresenta il delta fra il
costo del servizio di trasporto e i ricavi da tariffa dellabbonamento unico, ma anche perch i fondi dei Comuni di confine si
possono usare, appunto, solo per i Comuni confinanti e contermini con le province autonome di Trento e Bolzano.Grazie al
Consorzio Bim Unico Studenti potr assumere carattere provinciale e potranno beneficiarne gli studenti di tutto il territorio
bellunese, da Lamon a Sappada al centro Cadore. una della novit della nuova gestione del fondo, spiega Roger De
Menech, presidente del Comitato paritetico che si occupa della gestione delle risorse. I tempi sono stretti, ma faremo in
modo di ripristinarlo gi a settembre, in tempo per il prossimo anno scolastico. Anche il presidente del Consorzio Bim fiducioso: Nel nostro bilancio le risorse sono gi state stanziate, se il Comitato paritetico chiuder il suo percorso in tempo
ce la faremo per settembre. L'abbonamento Unico studenti era nato nel 2005, su idea dellallora amministrazione provinciale guidata da Sergio Reolon. Tutti gli studenti bellunesi pagavano la stessa cifra annuale per usare i mezzi pubblici per
andare a scuola, quella relativa alla fascia 0-5 km (la pi bassa). La differenza del costo veniva coperta dalla Provincia. Nel
2011, a causa delle difficolt di bilancio dellente pubblico, Unico studenti era stato cancellato. Il Consorzio Bim si era attivato fin da subito, creando un fondo, cofinanziato dai Comuni, grazie al quale le famiglie ottengono un contributo per abbassare i costi degli abbonamenti. Ma non si arriva mai alla fatidica cifra di 274 euro. Un miraggio che presto potrebbe diventare
realt, per tutti gli studenti bellunesi.
da Il Corriere delle Alpi del 5 giugno 2016

Terzo furto in pochi mesi dopo aver scassinato la doppia serratura della porta

Quero, ancora ladri dagli Alpini:


via attrezzi, cibo e bevande

QUERO VAS. Ennesima brutta sorpresa per il Gruppo Alpini di Quero che ha trovato la porta del proprio magazzino, che si
trova nellarea monumentale del monte Cornella, scassinata e un ammanco di attrezzi e vettovaglie per un valore complessivo di circa mille euro. gi la terza volta - sottolinea il capogruppo Vilmer Schievenin - che i ladri decidono di far visita
alla nostra futura sede sul monte Cornella. Nonostante tutte le attenzioni che cerchiamo di mettere in atto, la zona, essendo
isolata, costituisce un boccone goloso per chi vuole appropriarsi di materiali utili senza pagarli. Il furto avvenuto fra mercoled primo giugno (ultima volta che i volontari erano saliti sul Cornella) e luned scorso: presumibilmente in una delle notti
del fine settimana. Dopo aver scassinato le due serrature, i malviventi si sono introdotti nello stabile appropriandosi di un
decespugliatore, di una cassetta completa di attrezzi (pinze, forbici, chiavi, cacciaviti) e di un impianto stereofonico completo. Ma non hanno tralasciato di portare via anche alimenti e bibite fra cui una cassa di vino e parecchie bottiglie di acqua.
Ovviamente - sottolinea Schievenin - abbiamo immediatamente reso noto lepisodio alla locale stazione dei Carabinieri
mentre ieri stato fatto un sopralluogo anche da una pattuglia della Polizia di Stato. La delusione tanta - aggiunge
Schievenin - anche perch si tratta di materiale che appartiene alla comunit e che ci serve per effettuare opera di volonta-

13

RASSEGNA STAMPA

riato. Stiamo seriamente cercando di valutare se e come poter dotare larea di un impianto di videosorveglianza che ci aiuti
a salvaguardare tutta la zona. Recentemente il Gruppo Alpini aveva segnalato anche un altro episodio deplorevole quando
ignoti avevano visibilmente rovinato, bruciandone la superficie, un tavolo in legno del parco giochi situato lungo lanello naturalistico della campagna sud, dove avevano eseguito considerevoli opere di manutenzione.
da Il Gazzettino dell8 giugno 2016

Zuccolotto (Fiom Cgil): Ora il lavoro c, ma le prospettive non sono rosee

Ex Form, ecco gli incentivi allesodo

QUERO VAS. Incentivi economici per favorire la fuoruscita volontaria dallazienda. questa la linea adottata per cercare di
risollevare le sorti dellazienda Albertini, ex Form, di Quero. Abbiamo aperto un tavolo con lazienda - spiega il sindacalista
della Fiom Cgil, Luca Zuccolotto - per incentivare una mobilit su base volontaria. Gli incentivi che verranno dati sono di
15mila euro per tutti gli operai che decidono di andare via perch vogliono intraprendere nuove strade, mentre verranno dati
8mila euro a coloro che sono prossimi alla pensione. La situazione dellazienda non semplice. Molti operai hanno vissuto
le difficolt quando lazienda era della Form e avevano visto il passaggio al nuovo marchio Albertini come un riscatto. In
realt la situazione rimasta immutata. La paura - sottolinea ancora Zuccolotto - per il futuro. Il lavoro oggi a Quero c.
Il problema di prospettiva produttiva e industriale futura. Attualmente stiamo lavorando su vecchi prodotti; per mettere in
produzione pezzi nuovi ci vogliono almeno due anni, e noi oggi non abbiamo nulla in mano; non abbiamo un prodotto che
possa supportare lazienda per il futuro. Il segretario provinciale conclude affermando che abbiamo bisogno di trovare lavoratori che su base volontaria escano dallazienda perch dobbiamo alleggerire il numero degli operai; questo non perch
condividiamo che lazienda debba ridurre il personale ma perch abbiamo una fabbrica, quella di Cormano di Milano che
chiusa, per cui quei lavoratori sono stati collocati negli altri stabilimenti del gruppo. Ma non c lavoro per tutti, per cui c un
determinato numero di esuberi. Riducendo il numero del personale, possiamo andare al ministero del lavoro e chiedere una
proroga della cassa integrazione straordinaria. Se a settembre non c lavoro per tutti e non c pi la cassa integrazione,
lazienda apre le pratiche e licenzia. Tutto quindi costruito da una parte per stimolare lazienda a continuare a cercare volumi per dare una prospettiva allo stabilimento e dallaltra favorire chi vuole andarsene.
da Il Gazzettino del 10 giugno 2016

Il riconfermato sindaco ha nominato la giunta. A tutti i consiglieri deleghe specifiche.

Zancaner vice di Bogana, Novella Codemo assessore


ALANO DI PIAVE. Nuova giunta ad Alano. La nuova amministrazione comunale appena eletta guidata da Amalia Serenella
Bogana si gi riunita con lo scopo di definire le deleghe che verranno ufficializzate nel corso del consiglio comunale di insediamento che si svolger luned 20 giugno. La giunta sar composta dal sindaco Amalia Serenella Bogana che seguir
anche listruzione. Suo vice sar Angelo Zancaner che sar anche assessore al patrimonio montano e allo sport, Il secondo
assessorato sar rivolto alla cultura e al sociale e ne sar titolare Novella Codemo. Saranno poi assegnate ad ogni consigliere, in base alle competenze e agli interessi di ognuno di loro, specifici settori da seguire. Giuseppe Carelle si occuper di
protezione civile e ambiente, Andrea Collavo seguir le associazioni, le politiche giovanili e la promozione del territorio, Mario Collavo supervisioner le manutenzioni e la squadra operai, Roberto Collavo avr il compito di coordinare i lavori pubblici, l'edilizia e le politiche energetiche, Claudio Dal Zotto monitorer lo stato di salute delle attivit produttive, Nicola Pisan
supervisioner il bilancio, Luigi Spada lurbanistica e Giustino Todoverto sar il referente per le frazioni. In linea di massima, poi spiega il sindaco - a seconda dei bisogni, di eventuali problematiche che dovessero insorgere o dellavvio di progetti
ancora non definiti, cercheremo di dividerci altri compiti sempre tenendo conto delle competenze e del tempo a disposizione.
da Il Gazzettino del 12 giugno 2016

Il consorzio Riva del Col: Lunione fa la forza

Tra Uson e Madal strada pi sicura


ALANO DI PIAVE. Ad Uson il consorzio Riva del Col ha inaugurato linnesto rimesso a nuovo e pi sicuro della strada che
porta a Madal. Per loccasione il parroco don Francesco Settimo ha celebrato la messa e benedetto i lavori. Durante
lomelia, dopo aver sottolineato la difficolt che incontrava chi doveva imboccare quella via, ha spiegato che quello che c
dietro a questo piccolo appezzamento di terra una realt grande: un consorzio fatto di persone che, ricercando letimologia
del termine, vivono la stessa sorte ovvero quella di creare condizioni di vita che fanno bene a tutti. Il sindaco Amalia Serenella Bogana ha riconosciuto lutilit dellintervento necessario per garantire la sicurezza al transito. Quando il presidente
venuto in municipio a chiederci di partecipare abbiamo accettato volentieri offrendo un piccolo contributo. Credo che favorire
questo tipo di interventi significhi voler bene al territorio del quale questo consorzio cura una porzione importante. A loro
siamo grati per la cura, lattenzione e l'amore che dimostrano. La strada che si dirama dallincrocio verso la montagna venne iniziata nei primi anni '80. Misura circa 9 chilometri comprensivi di una primaria e di 4 rami esterni. Abbiamo sempre
cercato di mantenerla e rinnovarla ha sottolineato l'ex vicepresidente del consorzio Claudio Carelle. L'ingresso era la parte peggiore. Limbuto era molto pericoloso. La strada stata fatta per raggiungere le casere, per recuperare i fondi, per poter arrivare agevolmente in quota in caso di emergenze e come linea tagliafuoco. Oggi, con questo ultimo intervento, dopo
tanti anni di lavoro, abbiamo completato lopera alla manutenzione alla quale collaborano da sempre circa 45 famiglie. Attualmente il presidente del consorzio Bortolo Dal Bon mentre il vice Domenico Tessaro. Lintervento costato 12mila euro, Allimbocco della strada stato posto un capitello mariano per il quale don Francesco ha invitato i presenti a pensare ad
un nome. Un ricco rinfresco ha concluso la cerimonia.
da Il Gazzettino del 13 giugno 2016

14

BOCCE

ASD Ponte Tegorzo

Buon esordio per Bocciodromo Aperto


(A.T.) Si sono concluse le prime tre giornate dedicate a
Bocciodromo Aperto, appuntamento organizzato
dalla ASD Ponte Tegorzo di Fener per far vivere a tutti i
bambini, ragazzi e adulti il gioco delle bocce. Liniziativa
stata molto apprezzata dal Comitato Belluno Feltre
tanto da ricevere i complimenti da molte societ
affiliate. I ragazzi e le ragazze che si sono susseguiti
nei tre sabato dedicati hanno potuto ascoltare,
apprendere e poi provare le varie tecniche di gioco
messe a punto da un bravissimo e disponibilissimo
Mattia Rossi, campione Italiano e vicecampione
mondiale di specialit volo. Si ringraziano, inoltre,
Giuseppe Rech e Bernardino Carrer, oltre che Armando
Gerlin.
Il gioco delle bocce senza dubbio lo sport pi antico
del mondo, che gi da millenni divertiva e
appassionava tutte le et. Oggi lo sport cambiato, la
Federazione Italiana Bocce ha creato dei giochi
alternativi
ideati appositamente per soddisfare le
esigenze dei pi giovani: si tratta di prove di velocit e
resistenza fisica che richiedono allenamento. Insomma,
lo sport bocce non ha pi nulla da invidiare a qualsiasi
altro sport. Di tipo motorio: sviluppo di abilit
nellesecuzione dei gesti, miglioramento delle capacit coordinative, senso di precisione e ritmo, autocorrezione degli
errori. Di tipo sensoriale: miglioramento dei sensi della vista e tatto. Di tipo fisiologico: miglioramento della
scioltezza delle articolazione. Di tipo sociale: acquisizione del concetto di squadra, compagni e avversari, iniziazione
alla convivenza e alla suddivisione dei compiti. Di tipo intellettuale: favorisce la concentrazione/attenzione sia nel
singolo gesto, sia nelleconomia del gioco in generale, impegno nella ricerca di una valida tattica di gioco.

ASD Ponte Tegorzo

La selezione al Campionato Italiano cat. D


(A.T.) Si svolta domenica 12 giugno la gara di
selezione al Campionato Italiano a coppie di categoria
D. La manifestazione, organizzata dalla ASD Ponte
Tegorzo, si svolta la mattina con le qualificazioni
presso i campi da gioco di Feltre, Pederobba e Fener,
mentre nel pomeriggio i quarti, le semifinale e le finali si
sono svolti presso limpianto dellHotel Tegorzo. Giornata
poco esaltante per i colori di casa, in cui nessuna coppia
riuscita a centrare la fase finale, ma comunque

sempre con lo spirito del stare assieme per divertirsi. La


vittoria finale andata a De Min Moreno-Guglielmo Marco
della societ Rondinella di Belluno che hanno prevalso su
DInca Massimo-Fant Stefano della societ Vita e Sport di
Belluno. Al termine le premiazioni con la partecipazione del
sindaco di Alano di Piave Serenella Bogana, del consigliere
Giustino Todoverto e del direttivo dellASD Ponte Tegorzo.
Rinfresco finale offerto dallo staff dei Fratelli Gerlin.

ASTERISCO

Il Mercatino del Tornado


Affitto o vendo a modico prezzo casa a Campo di Alano di Piave gi arredata. Per info telefonare al 327.4562274.

15

CRONACA

Quero
13 Giugno
Festa di SantAntonio
Foto e segnalazione di Alberto Coppe

Anche quest'anno grazie all'impegno degli amici di San Valentino


stata organizzato a fine Messa (il
13 giugno scorso) il "rancio" di
Sant'Antonio. Men della serata
uno squisito piatto di Bigoi in
salsa.
Il gruppo di volontari, capitanati
dallinstancabile Mimo Favero,
ha caparbiamente sfidato il
maltempo e questa volta hanno
avuto ragione della sfortuna. Il
meteo, sebbene non del tutto
favorevole, ha consentito loro di
portare a termine la missione:
allestire un momento di socialit
dopo la celebrazione della Santa
Messa.
Un modo semplice di stare
assieme, con feste molto locali,
che negli anni si dimostra molto
apprezzato da coloro che si
avvicinano alle ricorrenze
paesane.

LIBRI

10 libri da mettere in valigia questestate

Buongiorno lettrici e lettori! Si avvicina il periodo


estivo e le agognate vacanze; per molti lestate
rappresenta un momento in cui si legge di pi, per
questo ho deciso di rispolverare la rubrica Consigli di
lettura e di suggerire 10 libri da portare in vacanza
con voi questestate. Ho scelto libri che ho apprezzato
e ho cercato di abbinarli a quella che credo possa
essere la vacanza perfetta per quel preciso tipo di
lettura. Non mancher dironia, questo articolo, ma giusto cos: a prendersi troppo sul serio si diventa noiosi! Quindi,
quando inizierete a preparare la valigia o lo zaino per le vacanze di questanno, ritagliate un pochetto di spazio per
farci stare ancora un libro. Tratto dal blog di Claudia
(segnalazione di Bjzzj)

Per le recensioni collegatevi al sito del blog: https://girodelmondoattraversoilibri.wordpress.com/


Neve, cane, piede di Claudio Morandini (Exrma edizioni) - Parlami damore di Pedro Lemebel (marcos y marcos) Sanctuary Line di Jane Urquhart (Nutrimenti) - Dietro la scena del crimine. Morti ammazzati per fiction e per
davvero di Cristina Brondoni (Las Vegas edizioni) - Vladivostok. Nevi e monsoni di Cdric Gras (Voland) - Viaggio
in Urewera di Katherine Mansfield (Adelphi) - Benedizione di Kent Haruf (NN editore) - Larte di collezionare
mosche di Fredrik Sjberg (Iperborea) - My Little China Girl di Giuseppe Culicchia (ETD) - Lo strano manoscritto
trovato in un cilindro di rame di James De Mille (marcos y marcos).

16

ATTUALIT

17

ATTUALIT

18

ASTERISCO

UNIVERSIT ADULTI ANZIANI di BELLUNO - Anno Accademico 2015 2016

5 Concorso "Creativit"

sul tema

"Da giovane sognavo che..."

Ogni anno, l'esperienza universitaria invita i corsisti a


raccontare e a raccontarsi, a "scrivere" come espressione di s
e della propria esperienza su un tema proposto all'inizio dell'anno accademico. In tanti sperimentano la gioia e la libert
di scrivere con risultati positivi, degni di elogio per impegno, spontaneit, sincerit .
Sono stati scritti 55 testi e molte poesie. Dopo la lettura dei testi la Commissione, preposta a tale incarico, procede ad
una selezione per ottenere i primi 5 e i "segnalati" delle 13 Sezioni che sono stati pubblicati nel "Sempreverde"
(supplemento de L'Amico del Popolo, n 18 del 5 maggio 2012), nella parte dedicata alla Vita delle Sezioni.
Premiazioni e riconoscimenti del 5 Concorso Creativit sono stati consegnati sabato,14 maggio 2016, durante il X
Convegno Provinciale, organizzato dalla Sezione Val di Zoldo e tenutosi nella struttura di Longarone Fiere.

Per la Sezione "Conca del Piave" alcuni testi presentati

Io sognavo

Sognare: bellissimo questo verbo! E quante volte l'ho usato nell'arco della vita: sogni piccoli, grandi, a volte ambiziosi,
che hanno accompagnato la mia crescita e non solo. Della mia infanzia e adolescenza ho un bel ricordo. Non c'era
molto, specialmente se paragonato ad oggi, ma sognare gratis e la fantasia poteva galoppare, ed io sognavo,
sognavo molto. Sogni ad occhi aperti su quello che avrei voluto, progetti di vita che venivano ampliati,abbelliti,
ridimensionati, in attesa di essere realizzati. Non tutto, per, va come si vorrebbe, ed io non ho fatto eccezione: alcuni
dei miei sogni li ho realizzati, altri si sono scontrati con la realt della vita e ho dovuto lasciarli andare.... Ma questo
tutto sommato non importante. Importante come mi hanno fatto vivere, proiettata verso il futuro, con tante
aspettative, pensando di essere in parte artefice del mio avvenire. I sogni sono stati anche un grande rifugio nei
momenti tristi, piccole luci nella mente a cui aggrapparsi in attesa che tutto venisse superato. Con il passare degli anni,
molte cose sono cambiate. Nel mondo di oggi, tanti troppi stimoli buoni e cattivi, tanta frenesia dove tutto viene
consumato in fretta: chiss se rimasto ancora un po' di tempo per sognare! Mi auguro che i giovani non perdano mai
questa grande opportunit che la mente ci offre, perch sognando si impara a conoscerci, ma soprattutto perch
sognare SPERARE.

Non so dire...
se da giovane sognavo che. So che nonostante io sia nata in periodo di guerra, posso dire di aver avuto una
infanzia ed una adolescenza felici, attorniata da tanto amore e tanto interesse per la vita. Ho potuto frequentare la
scuola fino ad ottenere un diploma, cosa che allepoca, venendo da una famiglia di operai, non era proprio scontato.
Ho avuto molte soddisfazioni dalla scuola e dal lavoro, ho costruito una bella famiglia: tutto sommato mi ritengo
fortunata. Sogni forse no, ma speranze tante. Speranze che riguardavano il mio futuro (che posso dire si sono
avverate), ma anche e soprattutto speranze che riguardavano il mondo. Speravo che le due terribili guerre succedutesi
nel giro di pochi decenni avessero insegnato allumanit a starne lontana; speravo che le sofferenze patite da tanti per
far vincere la libert e la democrazia potessero dare frutti per tutti: speravo che il fervore della ricostruzione ed il
benessere che stava pian piano avanzando coinvolgesse tutti. E per un po stato vero. E cera il grande sogno
dellEuropa unita: tanti popoli con storie e lingue diverse che fino ad allora si erano combattuti si stringevano attorno ad
un unico grande ideale basato sulle comuni radici e sulla volont di pace. Ed io mi sentivo (e per la verit mi sento
tuttora) europea oltre che italiana. Poi a poco a poco le cose sono cambiate, i valori sono cambiati. Sempre pi hanno
contato i soldi e laccumulo di ricchezze e potere. E la corsa a consumare sempre di pi, a non rispettare ci che i
nostri avi ci hanno lasciato in eredit e che noi a nostra volta dovremmo lasciare alle future generazioni: terra, acqua,
aria. Per di pi il mondo si globalizzato e per la verit mi pare che si siano globalizzati i lati peggiori di noi umani. E
cos assistiamo di nuovo a guerre e a crudelt indicibili che toccano sempre e per primi i pi deboli. Le mie speranze
ora sono tutte riposte nei figli e nei nipoti: spero che loro sappiano rimediare a ci che di sbagliato ha fatto la nostra
generazione, che sappiano nonostante tutto credere nei valori dellonest, della lealt, della solidariet, del rispetto e
dellamore per il prossimo, per tutti gli esseri viventi e per tutto il Creato. Che SOGNARE sia sinonimo di SPERARE?

Sogno...Fantasia...Realt
Una goccia mi cade sulla punta del naso. La foglia che mi copre non mi ripara totalmente. pioggia o rugiada? Mi
stiracchio lentamente, mooolto lentamente. Sotto di me il vuoto. La mia casa sicura a mezz'aria: salgo e scendo
agevolmente, ma con mooolta calma... Frutti rossi e maturi sono a portata di zampa e un certo languorino si fa strada,
meglio approfittare. Qualche volta devo scendere a terra per necessit, le mie unghie affilate si aggrappano sicure
alla presa e mi permettono di calarmi agevolmente dalla mia casa a mezz'aria. Certo da quass vedo il cielo, vedo gli
uccelli volare e sono al sicuro. Guardo in lontananza, devo tutelare la mia sicurezza. Ci potrebbero essere dei predatori
in agguato. Allungo lentamente, mooolto lentamente, una zampa e sono a terra. Essere bradipo non difficile visto che
in ognuno di noi c' un po' di animalit. La lentezza mi permette di vivere il mio tempo e di elaborare il mio pensiero:
fronteggiare la paura (sita in noi) con la ragione, vivere il dolore per ricavarne pi forza, godere la gioia per far
esplodere il cuore. Ingredienti questi per poter vivere la vita come esperienza da non perdere. Voglio avere il mio
tempo per poter coltivare e forse realizzare le mie fantasie.

Gli scritti sono senza nome perch cos stato suggerito da chi ha scritto

5 Concorso "Creativit"

Ogni
anno,
invita
i corsisti
a
raccontare
e a l'esperienza
raccontarsi,
"scrivere" come
espressione
di s
di scrivere con risultati positivi, degni di elogio per impegno,
spontaneit,
sincerit . auniversitaria
raccontare
e
a
raccontarsi,
a
"scrivere"
come
espressione
di
s
e
dellastati
propria
esperienza
un tema
proposto
all'inizio
accademico.
In tanti
sperimentano
la gioiaprocede
e la libert
Sono
scritti
55 testi e su
molte
poesie.
Dopo la
lettura dell'anno
dei testi la
Commissione,
preposta
a tale incarico,
ad
e
della
propria
su iun
tema5diproposto
all'inizio
dell'anno
accademico.
In tanti
sperimentano
la gioia
e la libert
di
scrivere
con esperienza
risultati
positivi,
degni
per
impegno,
spontaneit,
sincerit
. stati
una
selezione
per ottenere
primi
eelogio
i "segnalati"
delle
13 Sezioni
che sono
pubblicati nel
"Sempreverde"
di
scrivere
conde
risultati
positivi,
degni
dinelogio
impegno,
spontaneit,
sincerit
. preposta
Sono
stati scritti
55
testi
edel
molte
poesie.
Dopo
la
lettura
dei
testinella
la Commissione,
tale incarico,
(supplemento
L'Amico
Popolo,
18
delper
5 maggio
2012),
parte
dedicata
alla Vitaadelle
Sezioni. procede ad
19
Sono
stati scritti
55 ottenere
testi e molte
poesie.
laCreativit
letturadelle
dei
testi
la Commissione,
preposta
a tale incarico,
procedeilad
ASTERISCO
una selezione
per
i del
primi
e Dopo
i "segnalati"
13 stati
Sezioni
che sono
stati pubblicati
nel
"Sempreverde"
Premiazioni
e riconoscimenti
5 5Concorso
sono
consegnati
sabato,14
maggio
2016,
durante
X
una selezione
per
ottenere
primidalla
5ne 18
i "segnalati"
13
Sezioni
che
sono
stati
pubblicati
nel
"Sempreverde"
(supplemento
de
L'Amico
del iPopolo,
del 5 maggio
2012),
nella
parte
dedicata
alla
delle Sezioni.
Convegno
Provinciale,
organizzato
Sezione
Val didelle
Zoldo
e tenutosi
nella
struttura
di Vita
Longarone
Fiere.
(supplementoe de
L'Amico del Popolo,
n 18 del 5Creativit
maggio 2012),
nella consegnati
parte dedicata
alla Vitamaggio
delle Sezioni.
Premiazioni
riconoscimenti
Concorso
sono stati
sabato,14
2016, durante il X
Perdel
la 5
Sezione
"Conca del Piave"
alcuni testi presentati
Premiazioni
e
riconoscimenti
del
5
Concorso
Creativit
sono
stati
consegnati
sabato,14
maggio
Convegno Provinciale, organizzato dalla Sezione Val di Zoldo e tenutosi nella struttura di Longarone 2016,
Fiere. durante il X
Convegno Provinciale, organizzato dalla Sezione Val di Zoldo e tenutosi nella struttura di Longarone Fiere.

Per fortuna, si sogna...


Per
Per fortuna,
fortuna, si
si sogna...
sogna...

Per la Sezione "Conca del Piave" alcuni testi presentati


Per la Sezione "Conca del Piave" alcuni testi presentati

La proposta di questo tema: "Da giovane sognavo che..." mi mette un po' in crisi. Io faccio fatica a ricordare i miei sogni
di giovent, anzi non me li ricordo proprio. A parte il sogno di avere una famiglia serena, una casa e il necessario per
La
proposta
di questo
tema: "Da
giovane
sognavo
mi metteeun
in crisi.
Io La
faccio
faticadei
a ricordare
i miei sogniil
vivere.
Trovato
il mio principe
azzurro
quel
sogno che..."
si realizzato
nepo'
sono
felice.
nascita
figli ha completato
La
proposta
di questo
tema:
"Da
giovane
sognavo
mi di
mette
ununa
po'
in crisi.
Ioserena,
faccio
fatica
a miei
ricordare
i miei
sogni
di
giovent,
anzi
nonstata
me
liuna
ricordo
proprio.
Ai parte
il sogno
famiglia
una sui
casa
e ilsogni.
necessario
per
tutto.
Sono sempre
persona
con
piedi che..."
per
terra
e avere
questo
forse
ha influito
anche
La realt
di
giovent,
non
li ricordo
proprio.
partepiacere
il sogno
di avere
una
famiglia
serena,
una
casa
e ilha
necessario
peril
vivere.
Trovato
mio me
principe
azzurro
quel Asogno
si
realizzato
e ne
sono
felice.
Lafigli
nascita
dei figli
della
vita
mi anzi
ha ilsempre
fatto
volare
basso.
Avrei
che
anche
i sogni
dei miei
si
avverassero
ecompletato
spero tanto
vivere.
Trovato
il mio
principe
quel
si
realizzato
e ne forse
sono
felice.
Ladiversa
nascita
dei
figli ha
completato
tutto.
Sono
stata
una azzurro
persona
con sogno
i piedi
per non
terra
questo
ha
influito
anche esui
sogni.
La molte.
realtil
che sia
cos.sempre
Loro
per
hanno
pi incertezze,
il lavoro
epi
sicuro
la societ

le miei
difficolt
sono
tutto.
Sono
statafatto
unavolare
condiAvrei
i piedi
questotante
ha
anche
sui miei
La realt
della
misempre
hacon
sempre
chee anche
i forse
sogni
deiinfluito
mieivanno
figli
siavanti
avverassero
e spero
tanto
Sentovita
giovani
buone
idee
epersona
con basso.
voglia
fare piacere
e,per
purterra
incontrando
difficolt,
per lasogni.
loro
strada.
Mi
della
vitacos.
mi ha
sempre
fatto volare
basso.
Avrei
piacere
che
anche
i sogni
dei
figli
si avverassero
speromolte.
tanto
che
sia
perricercatori
hanno
piche
incertezze,
il lavoro
pi
sicuro
la societ
diversa
e le andare
difficolteall'estero
sono
dispiace
per
iLoro
giovani
non riescono
adnon
avverare
i loro
sogni
in miei
Italia
e devono
per
che
siagiovani
cos.
per hanno
incertezze,
il lavoro
piavendo
sicuro
la difficolt,
societ vanno
diversa
e lecidifficolt
sono
molte.
Sento
con
buone
idee
epi
con
voglia
fare
e,lavoro,
purnon
incontrando
tante
avanti
per
la loro
strada.
Mi
realizzarli.
MiLoro
dispiace
per
quelli
che
non dihanno
pur
le
capacit.
Sento
che
sono
persone
che
Sento
giovani
con
buone
idee
e
con
voglia
di
fare
e,
pur
incontrando
tante
difficolt,
vanno
avanti
per
la
loro
strada.
Mi
dispiace
i giovani
ricercatori
che non
riescono
i loro
sogni
in Italia
e devono andare
all'estero per
lasciano per
un lavoro
sicuro
per seguire
i propri
sogniade avverare
cominciare
nuove
attivit
in agricoltura
nel commercio,
nel
dispiace
per
i
giovani
ricercatori
che
non
riescono
ad
avverare
i
loro
sogni
in
Italia
e
devono
andare
all'estero
per
realizzarli.
Mi
dispiace
per
quelli
che
non
hanno
lavoro,
pur
avendo
le
capacit.
Sento
che
ci
sono
persone
che
sociale e li realizzano con successo. I sogni
sempre fatto parte dell'uomo e sempre sar cos; cambier il tipo di
realizzarli.
Milavoro
dispiace
perper
quelli
che non
hanno
lavoro,
pur avendo
le capacit.
che ci nel
sono
persone che
lasciano
sicuro
seguire
i propri
sogni
cominciare
nuove
attivit inSento
agricoltura
commercio,
nel
sogni e il un
modo
di realizzarli
ma
ci saranno
sempre.
Perefortuna!
lasciano
lavoro sicuro
per seguire
i propri
sogni
e cominciare
attivit
in agricoltura
nelcambier
commercio,
sociale e un
li realizzano
con successo.
I sogni
hanno
sempre
fatto partenuove
dell'uomo
e sempre
sar cos;
il tiponel
di
sociale
li realizzano
con successo.
I sognisempre.
hanno sempre
fatto parte dell'uomo e sempre sar cos; cambier il tipo di
sogni e eil modo
di realizzarli
ma ci saranno
Per fortuna!
sogni e il modo di realizzarli ma ci saranno sempre. Per fortuna!
In ognuno di noi nel nostro animo profondo, esiste un posticino che teniamo segreto, chiuso a chiave e di difficile
apertura L riponiamo i nostri sogni, le nostre aspirazioni e tanti desideri spesso di cambiamenti anche radicali. "Un
In
ognunoche
di noi
nel nostro
animo profondo,
esistefasi
un ed
posticino
che
segreto,e chiuso
chiave
e diillusioni.
difficile
cassetto"
ci segue
costantemente
nelle diverse
et della
vitateniamo
con speranze
talvoltaacon
sofferte
In
ognuno
di riponiamo
noi che
nel proteggiamo
nostro
profondo,
esiste
un posticino
che teniamo
segreto,
a anche
chiave
e di mondo
difficile
apertura
L
i nostrianimo
sogni,
letanto
nostre
aspirazioni
edalla
tanti curiosit
desideri
spesso
di cambiamenti
radicali.
"Un
Questo
angoletto
con
silenzio
anche
delle
persone
achiuso
noi vicine,
il nostro
apertura
L
i nostri
sogni,
lenelle
nostre
aspirazioni
tanti
desideri
spesso
di cambiamenti
anche
radicali.
"Un
cassetto"
cheriponiamo
ci segue
costantemente
fasi
edeet
della
vita con
speranze
e talvolta con
sofferte
illusioni.
onirico
costruito
da desideri
e da
sogni
chediverse
lasciano
il tempo
che
trovano.
Ne
resta
l'amarezza
per
l'impossibilit
di
cassetto"
che ci
costantemente
fasi
edmomenti
et della
con
ea talvolta
illusioni.
Questo
angoletto
che
con nelle
tanto
silenzio
anche
dalla
curiosit
dellesperanze
persone
noi vicine,
sofferte
il nostro
mondo
cambiamenti.
Lasegue
vita proteggiamo
ha
periodi diversi
condiverse
alti e bassi,
divita
positivit
o negativit
concon
alterne
speranze
e
Questo
angoletto
chedesideri
proteggiamo
con tanto
dalla
curiosit
delle
a noi di
vicine,
il nostro
mondo
onirico
costruito
da
e risultato
da sogni
che silenzio
lasciano
il tempo
che
trovano.
Nepersone
per l'impossibilit
di
delusioni
per le difficolt
di un
agognato
ma anche
irraggiungibile.
Che resta
diresta
tanti l'amarezza
ideali
giovent?
Opportunit
onirico
dadelle
sognivolte
che
lasciano
il tempo
che
trovano.
resta
l'amarezza
di
cambiamenti.
Lada
vitadesideri
ha periodi
diversi
connon
alti meritorie.
e bassi,
momenti
di positivit
o negativit
con per
alterne
speranze
e
negate costruito
per posizioni
sociali
ilepi
Poi si
cambia
per Ne
crescere
per ritrovare
lal'impossibilit
propria
identit
cambiamenti.
vita hase
diversi
con alti
e bassi,
di
positivit
negativit
alterne
speranze
e
delusioni
difficolt
diperiodi
un
risultato
ma
irraggiungibile.
Che
restaUna
diotanti
ideali
dicon
giovent?
Opportunit
Si cambiaper
perleLa
rimanere
stessi.
Che agognato
cosa
rimasto
di momenti
questo desiderio?
piega
dell'animo,
la sorpresa
di un
delusioni
per
le difficolt
di un
risultato
agognato
maeirraggiungibile.
Che
resta
di tanti della
ideali
di giovent?
Opportunit
negate
posizioni
sociali
illapi
delle volte
meritorie.
Poi si cambia
per
crescere
per ritrovare
la propria
identit
sogno diper
giovent
avverato,
freschezza
deinon
colori
dei profumi
della
bella
stagione
vita.
facile
capire
che la
negate
per per
sociali
ilstessi.
pi delle
volte
meritorie.
Poi si di
cambia
per ci
crescere
ritrovare
la della
propria
identit
Si
rimanere
seintensi,
cosanon
dirimasto
di scelte
questo
desiderio?
Una
piegaper
dell'animo,
sorpresa
di un
vitacambia
stessa
posizioni
fatta
di colori
diChe
emozioni,
sogni, di
sfide che
portano
oltre
il confine
razionalit
Si
cambia
per
stessi.
cosa
colori
rimasto
questo
desiderio?
Una
piega
dell'animo,
la sorpresa
diAlla
un
sogno
di giovent
avverato,
la freschezza
dei
e deidinon
profumi
della
stagione
della
vita.
facile
capire
che
la
e del
reale,
"dairimanere
piedi
perseterra",
daiChe
grandi
cambiamenti
ancorati
albella
mondo
meraviglioso
e gratuito
dei
sogni.
sogno
di
giovent
avverato,
la
freschezza
dei
colori
e
dei
profumi
della
bella
stagione
della
vita.

facile
capire
che
la
vita stessa
fatta
colori intensi,
di emozioni,del
di sogni,
di scelte
di sfidee che
ci portano oltre
della
fine
si riscopre
la dibellezza
della semplicit,
possibile
realizzabile
dell'importanza
cheil ilconfine
sognare
ci razionalit
fa ancora
vita
stessa

fatta
di
colori
intensi,
di
emozioni,
di
sogni,
di
scelte
di
sfide
che
ci
portano
oltre
il
confine
della
razionalit
e del reale, "dai
per terra",
dai grandi
cambiamenti
non ancorati al mondo meraviglioso e gratuito dei sogni. Alla
apprezzare,
con piedi
un sorriso
disarmante,
i nostri
segreti
e delsireale,
"dai la
piedi
per terra",
grandi cambiamenti
non
ancorati alemondo
meraviglioso
Alla
fine
riscopre
bellezza
delladai
semplicit,
del possibile
realizzabile
dell'importanza
che eil gratuito
sognaredei
ci sogni.
fa ancora
fine
si riscopre
della semplicit,
possibile realizzabile e dell'importanza che il sognare ci fa ancora
apprezzare,
con la
unbellezza
sorriso disarmante,
i nostridel
segreti
apprezzare, con un sorriso disarmante, i nostri segreti

Sogno: positivit o chimera di giovent?


Sogno:
Sogno: positivit
positivit o
o chimera
chimera di
di giovent?
giovent?

A scuola sognavo Garibaldi


A
A scuola
scuola sognavo
sognavo Garibaldi
Garibaldi
Negli anni spensierati della nostra infanzia,
era ancora forte il senso della Patria
Negli
anni spensierati
della gi
nostra
infanzia,
e il ricordo
di gesta eroiche
in Trinacria.
Negli
annimaestra
spensierati
nostra
infanzia,
era
ancora
forte il senso
della
Patria
La nostra
condella
fare
rapito,
era
ancora
forte
il
senso
della
Patria
e
il
ricordo
di
gesta
eroiche
gi
in
Trinacria.
ci parlava entusiasta alimentandone il mito.
e
ricordo
diil gesta
eroiche
gi
inGaribaldi,
Trinacria.
La
maestra
con
fare
rapito,
Fuil nostra
cos
che
mio eroe
divenne
La
nostra
maestra
con
fare rapito,
ci
parlava
entusiasta
alimentandone
giubba
rossa,
sguardo
fiero
e capelli ilalmito.
vento,
ci
entusiasta
alimentandone
il mito.
Fu
cos
il miodieroe
divenne
Garibaldi,
traparlava
rami che
spezzati
foreste
impervie
Fu
cosrossa,
che
il mio
eroe
divenne
Garibaldi,
giubba
sguardo
e di
capelli
al vento,
e lunghe
cavalcate
nei fiero
campi
frumento.
giubba
rossa,
sguardo
fiero
e
capelli
al vento,
tra
rami
spezzati
di foreste
impervie
Il suo
cavallo
bianco
era simbolo
di forza,
tra
rami
spezzati
di
foreste
impervie
e
nei campi di frumento.
di lunghe
gloria ecavalcate
di obbedienza,
e
lunghe
nei
di frumento.
Ilsegnava
suo
cavallo
bianco
eracampi
simbolo
di forza,
ilcavalcate
passo
prima
della
sosta,
Ildi
suo
cavallo
bianco
era simbolo
di forza,
gloria
eildifreno
obbedienza,
mordeva
se lenciato
con veemenza.
di
gloria
eil di
obbedienza,
segnava
passo
prima della
sosta,
Cos'
rimasto
di questo
sogno
antico?
segnava
prima
della
sosta,
mordeva
il passo
freno
se
lenciato
con
veemenza.
Il ricordo ildi
una giovent
pulita,
mordeva
il
freno
se
lenciato
con
veemenza.
Cos'
di questo sulla
sogno
antico?
con glirimasto
occhi spalancati
vita.
Cos'
rimasto
di
questo
sogno
antico?
IlL'impegno
ricordo dieuna
giovent
pulita,
la fatica
profusi
con ardore,
Ilcon
ricordo
di di
una
pulita,
gli occhi
spalancati
vita.
alla
ricerca
ungiovent
mondosulla
migliore.
con
gli occhi
spalancati
sulla con
vita.
L'impegno
e la
faticadei
profusi
ardore,
La consapevolezza
nostri
limiti
e capacit,
L'impegno
laun
fatica
profusi
ardore,
alla
ricerca
mondo
migliore.
pi liberi
daediorpelli,
lusinghe
econ
vanit.
alla
ricerca
di un
mondo
migliore.
La consapevolezza
dei
nostri
limiti
e capacit,
mai
sopita
voglia
di crescere
e scoprire,
La
dei nostri
limiti
eacapacit,
pi
liberi
da sempre
orpelli, lusinghe
vanit.
perconsapevolezza
sentirsi
giovani
eepronti
ripartire.
pi
liberi
da
orpelli,
lusinghe
e
vanit.
La mai sopita voglia di crescere e scoprire,
La
sopita
vogliagiovani
di crescere
e scoprire,
permai
sentirsi
sempre
e pronti
a ripartire.
per sentirsi sempre giovani e pronti a ripartire.

rinnovo
abbonamenti

Controlla il numero di scadenza del tuo


abbonamento. Lo trovi sulletichetta.
Eviterai di perdere qualche numero della rivista.

20

ATTUALIT

La riforma costituzionale
a cura di Silvio Forcellini
E gi iniziata la discussione in vista del referendum costituzionale cui saremo chiamati ad esprimerci nel prossimo
autunno. Per iniziare a saperne di pi, ecco quattro tabelle che sintetizzano gli argomenti del contendere e le ragioni del
S e del No.
Il nuovo Parlamento: dal bicameralismo perfetto al Senato dei 100

Ritorno al centralismo: dallenergia allo sport lo Stato comanda di nuovo

Il Governo e il Quirinale: i poteri, lelezione del Colle, le garanzie

La legge elettorale: con lItalicum via le coalizioni, arriva il ballottaggio

(tabelle tratte da la Repubblica del 14-16-18-19 maggio 2016)

21

ATTUALIT

Guida al rinnovo della patente di guida


segnalazione di Andrea Tolaini
Pubblichiamo di seguito lultima circolare dellUlss 2, datata 11 dicembre 2015, relativa al rinnovo della patente di guida, rinnovo che pu essere effettuato - previo appuntamento telefonico - anche presso il distretto socio-sanitario fenerese
di via Kennedy (il mercoled dalle 8.30 alle 11.00), e questo soprattutto grazie allinteressamento di questo giornale.

22

COME ERAVAMO

Alano, le sfide calcistiche tra Fanti e Alpini


a cura di Sandro Curto e Silvio Forcellini
Allinizio degli anni Novanta, al campo sportivo Valcalcino, si sfidarono in due occasioni le rappresentative locali dei
Fanti (rinforzati da appartenenti ad altri Corpi e dai Muoi) e degli Alpini. Il 22 maggio 1992 i Fanti (allenati da Giovanni
Timillero) batterono gli Alpini (allenati da Carlo Balest) per 3-1. A segno Alberto Dalla Favera, Lucio Franzoia e Mauro
Spada per i vincitori, Flavio Vanzo per gli sconfitti (che sbagliarono anche un rigore con Ivano Masocco). Come sempre
succede, la disfida termin con una cena collettiva alla trattoria da Cialt, a Curogna. Lanno dopo, il 12 giugno 1993, gli
Alpini (allenati da Ivano Masocco) si presero la rivincita battendo i Fanti (allenati sempre da Timillero) per 4-2, con reti di
Quirino Tessaro (doppietta), Giandomenico Simioni e Federico Scopel per i vincitori, di Claudio Dal Canton e Mario
Marinoni per gli sconfitti. Anche in quelloccasione, a seguire cena di gruppo al ristorante Prada, a Schievenin. Nelle foto
di Claudio Carelle, tutti i protagonisti delle partite, entrambe arbitrate da Giovanni Tessaro Tam.

Accadde nel 1996


a cura di Sandro Curto
PICCOLOTTO AMMALATO Nella primavera del 1996 si ammala il sindaco di Alano Orazio Piccolotto. Lamministrazione
viene mandata avanti dal suo vice Luigi Codemo mentre il consiglio comunale viene presieduto dal consigliere anziano
Sandro Curto.
NOTIZIE DALLE PARROCCHIE In occasione del suo 75 compleanno don Sebastiano Follador, parroco di Alano dal
1966, lascia lincarico. A Fener don Giuseppe Ceccotto festeggia, a fine giugno del 1996, il suo sessantesimo di
sacerdozio. A Quero don Donato Carelle celebra invece il suo cinquantesimo.
CALCIO Si conclude il campionato di Terza Categoria trevigiano con il settimo posto della Piave Tegorzo e la promozione
in Seconda del Segusino allenato da Poloniato.
MUSIC FESTIVAL Grande successo per la quattordicesima edizione del Music Festival organizzato dallArci di Alano
che, dal 26 al 28 luglio, attira 35.000 persone al Parco del Piave di Fener con musica di grande qualit e birra in quantit.

23

CRONACA

Anche nel Basso Feltrino


drappi rossi contro i femminicidi
di Silvio Forcellini
Sara non sar, noi saremo Sara. Chi colpisce una donna, colpisce tutte noi. La violenza non un fatto privato, non restiamo in silenzio. Per
non tacere di fronte allennesimo femminicidio - quello di Sara Di Pietrantonio, la ventiduenne prima strangolata e poi bruciata dallex fidanzato a Roma
- con queste parole e con la vignetta pubblicata a fianco le donne si sono
chiamate a una nuova battaglia, iniziata secondo lo spirito dei tempi sui social e proiettata nella realt, anzi urlata dalle finestre, appendendo qualcosa
di rosso alle ringhiere e ai balconi delle proprie abitazioni per chiedere azioni
concrete contro la violenza sulle donne, perch governo e Parlamento considerino il femminicidio non un fatto emergenziale ma strutturale, che avvelena la nostra societ e i rapporti tra i sessi
e che va affrontato in modo non episodico. Perch - come ha ricordato la sociologa Chiara Saraceno - a settantanni dallaccesso delle donne al voto, quindi alla piena cittadinanza politica, la lunga serie di violenze sulle donne
e di femminicidi come quello di Sara ci ricorda che per le donne il diritto civile fondamentale, il diritto alla propria integrit fisica e psichica, persino alla vita, uno dei diritti pi insicuri, meno garantiti non solo nello spazio pubblico, ma
anche nello spazio delle relazioni private. E proprio londa emotiva per la brutalit con cui stata uccisa la ragazza
romana e la concomitanza con lanniversario dei 70 anni del voto alle donne hanno alimentato ladesione alliniziativa,
nata da un blog de lEspresso curato da Stefania Span, disegnatrice che si firma Anarkikka e che lautrice della
vignetta in questione. Anche nel Basso Feltrino, grazie a un tam-tam su Facebook, si sono visti molti drappi rossi alle
finestre, esposti da parecchie donne (e anche da qualche maschietto).

LETTERE AL TORNADO

Marco Pannella, secondo me


di Silvio Forcellini
Lo scorso 19 maggio scomparso Marco Pannella, lo storico
leader radicale che ha suscitato da sempre sentimenti contrastanti:
c chi lo ammirava e chi lo detestava. Credo per che pochi
abbiano compreso appieno quanto Pannella e i radicali abbiano
inciso sulla societ italiana (da cui discende lampio e meritato
spazio dedicato alla morte del politico abruzzese). E che non lo
abbiano compreso appieno vuoi per let (per loro fortuna), vuoi
soprattutto per il fatto che, delle iniziative radicali, sempre stata
privilegiata, da giornali e tv, la parte (apparentemente) folkloristica,
che ha portato molti a darne una lettura abbastanza superficiale. Mi
sento di dirlo sia da sociologo (anche se...molto daccatto), cio
da osservatore della societ e delle sue evoluzioni, che da
vecchio (ahim) radicale, la cui adesione al partito risale ai lontani tempi del liceo (la met degli anni Settanta) e che
quindi segue da vicino, da ormai 40 anni, le vicende radicali. Anche se poteva sembrare il contrario, Pannella,
innanzitutto, aveva una concezione alta della politica (che definiva visione, passione e coerenza) e altissima delle
istituzioni (lo Stato di diritto serve ai pi deboli perch i potenti lo ritengono un intralcio). Conseguentemente, si
sempre occupato delle questioni al centro della vita delle persone, anche di chi la pensava allopposto, sollevando
temi inimmaginabili per i tempi. Ultima, ma non meno importante, la battaglia per il diritto universale alla conoscenza
che, a ben vedere, pu essere considerato il diritto dei diritti perch quel diritto - come ha ricordato anche Roberto
Saviano - che sancisce la necessit di conoscere in che modo e perch i governi prendono decisioni che influiscono
sulle vite dei cittadini. Perch quel diritto che, indagando il processo di delega insito nel patto politico tra cittadini e
governanti, riporta lattenzione sullobbligo, per un soggetto investito di una carica pubblica, di rendere conto delle
proprie azioni e di essere pienamente responsabile dei risultati ottenuti o non ottenuti. La parola accountability, ma
la sostanza ridare fiducia a un patto, quello tra cittadini e politica, che oggi ai minimi storici. In parole povere, un
modo per controllare i governi e ricostruire la fiducia nella democrazia. Ma se torniamo indietro negli anni, non si pu
non ricordare - tra i tanti temi sollevati da Pannella - la giustizia giusta, la situazione nelle carceri, lantiproibizionismo,
la fame nel mondo, la pena di morte, gli Stati Uniti dEuropa (oltre naturalmente a divorzio, aborto, obiezione di
coscienza, unioni civili, fine vita). Insomma, aveva a cuore luomo, la sua dignit, quella di chi era sconfitto,
emarginato Nessuno, pi di lui, riuscito a dare anima alla politica. Poi, su molte sue iniziative si poteva essere in
disaccordo (per quel che mi riguarda, la candidatura di Cicciolina e luso smodato dello strumento referendario), per
indubbio che le battaglie di Pannella e dei radicali abbiano cambiato la vita a milioni di italiani. Per concludere, ci
sono persone che, pur con un consenso illimitato, sono risultate irrilevanti nella vita politica di questo Paese. E poi altri
che, derisi, insultati, minoritari, anche un po matti, hanno reso lItalia un posto migliore. Io la penso cos. Grazie di
tutto, Marco!

24

LETTERE AL TORNADO

Caro Direttore, siccome ho visto che ci sono abbonati emigrati che le scrivono da tutto il mondo, adesso che sono in pensione
provo anchio a mandarle qualcosa della nostra vita torinese lontano da Quero. Mi scusi se qualche volta mi scappa qualche espressione in piemontese, neh, che a furia di vivere con i torinesi ogni tanto mi scappa di parlare come i nostri amici
pensionati della bocciofila. Mi stia bene e mi saluti tanto i suoi collaboratori, specialmente quella brava madamn.[N.B.T.]

Vita in condominio
di Nella Botto Tadozzi

Nostro zio un prete vicino ai novanta ma ancora bello sveglio e dice messa tutti i giorni.
Vive da solo in un condominio, in un appartamento in affitto della curia. Da qualche anno
diventato un po sordo; lapparecchio non lo vuole per si mette le cuffie per non disturbare
quando sente le sue cassette di musica e segue alla tele il calcio e il Giro dItalia. Malgrado
ci, si sente tutto lo stesso dal pianerottolo che quelli che vanno dal dottore, alla porta accanto, quando c il Giro si fermano ad ascoltare gli aggiornamenti della tappa.
Bn, ultimamente a nostro zio ci son venuti gli acufeni che sono dei rumori fastidiosi che
sente solo lui. E una tragedia perch quando si distende sente scrosciare acqua e si
convinto che al piano di sopra qualcuno abbia avviato unattivit di lavanderia in nero e che
per fargli dispetto si metta a risciacquare i panni nelle vasche proprio quando lui si corica
per il sonnellino dopo pranzo e durante la notte. Cos, per cominciare andato a suonare alla porta per chiedere che
smettano; siccome nessuno risponde, dice che si comportano da gran maleducati e anche da disonesti per non pagare
le tasse. La verit che non c nessuno e lappartamento libero e che lamministratore glielo voleva far vedere previo appuntamento, ma lui dice che cos potrebbero spostare tutte le apparecchiature, che lispezione andrebbe fatta a
sorpresa di notte e bon. Poi ha attaccato un biglietto per questi qua sulla cassetta della posta nellatrio ma niente, gli
scrosci dacqua riprendono ogni volta che lui si distende sul letto, dice. Se noi nipoti proviamo a dirgli che un disturbo
delle sue orecchie, che lo porteremmo volentieri dallotorino, ci minaccia col bastone. Perch lui dallotorino ci andato
da solo e quello gli ha detto bene per let e non cera bisogno di dirgli di quelli del piano di sopra. Dal suo punto di
vista il suo ragionamento non fa una piega, oltretutto unamabile persona che c sempre un viavai di poveri che
vengono a chiedergli la carit e lui mette i soldi per loro nelle bustine degli antidolorifici e nei fogli tagliati della pubblicit. Visto che secondo lui questi qua della lavanderia e lamministratore fanno finta di niente, ha convocato nel suo appartamento, per una specie di riunione condominiale segreta, alcuni professionisti dello stabile tra cui una psicologa e
un avvocato per consultarsi sul metodo migliore per fermare la lavanderia; il medico con cui condivide il pianerottolo no
perch gli ha detto da subito che ha gli acufeni. Senonch nessuno dei condmini ha il coraggio di dirgli la verit (degli
acufeni) e tutti lo consigliano di parlarne con lamministratore; stessa cosa il maresciallo dei carabinieri e il giudice di
pace cui si rivolto dopo. A un certo punto ha scritto allamministratore che non pagher pi le spese condominiali
perch non lo ritiene in grado di mantenere lordine nello stabile e guai a noi nipoti se proviamo a pagarle al suo posto.
A dirla tutta, lamministratore talmente convinto che prima o poi nostro zio gli lancer un anatema durante la predica,
che al posto di quello preferirebbe il foglio di colla per i topi che gli aveva messo sulla sedia la signora Giletti allultima
riunione di condominio per la questione dei dieci euro per il neon. In alternativa, vorrebbe fare come tutte le volte dopo
che ha letto il bilancio preventivo, e cio tirare un bel candelotto fumogeno per terra e scappare fuori. Senonch, a un
pensionato nostro conoscente che tutti chiamano Larticolato e che famoso alla bocciofila per pensarle tutte, venuto
in mente che potremmo accontentarlo, questo zio, e fare come vuole lui, che sarebbe il raid notturno al piano di sopra.
Cos labbiamo riferito allamministratore per farci dare le chiavi e con nostra sorpresa quello ha detto che ci sar anche lui; vorrebbe proprio chiudere la questione prima della prossima domenica per via di quello che potrebbe dire di lui
nostro zio durante la predica. Cos ieri sera, finito Chi lha visto?, ci siam dati appuntamento a casa dello zio.

Eccoci qua. Siamo tutti vestiti di scuro per non farci vedere dagli altri condmini: lamministratore sembra un sub che
gli mancano solo le pinne, mio marito cos stiloso che pare Diabolik ma onesto. Io mi sembro la Margherita Rutafort
quando fa Miss Marple al cinema. Ho una lampada sulla fronte - come un otorino, combinazione - che mi ha preso mia
figlia al Lidel per quando porto fuori il cane la sera. Lo zio si messo i suoi pantaloni alla zuava di quando andava in
bicicletta e un basco in testa per nascondere i capelli bianchi. Spero che qualcuno non ci scambi per ladri, visto che
abbiamo anche il palo: la psicologa del quarto piano. Star di vedetta dietro la porta socchiusa dello zio e per avvisarci suoner un campanello da offertorio. Lamministratore apre la porta ed entriamo al buio. Silenzio. Al segnale accendiamo tutti le pile ed esploriamo la scena del crimine, soprattutto nei locali dove ci sono rubinetti. Lo zio sembra un
po frastornato, non so se perch notte fonda o perch sorpreso di non trovare niente e nessuno. Devono aver
sentito che saremmo venuti a stanarli e son scappati, dice guardandosi attorno unultima volta con occhio indagatore
alla ricerca dellindizio che confermi la sua tesi. Bon, sembra soddisfatto. Adesso possiamo proprio tornare a dormire.

Non immaginerete mai come abbiamo trovato lo zio stamattina quando siam tornati da lui, ch eravamo in pensiero per
questo strapazzo del raid. Intanto, appena messo piede nellandrone, abbiamo sentito le sue lodi mattutine a tutto volume, che si era dimenticato di mettere le cuffie. Poi era proprio di buonumore come da tempo non lo vedevamo. Insomma, per non tirarla tanto lunga che siete stati gi bravi ad arrivare fin qua, dopo il raid nostro zio andato a dormire e da stamattina non si ricorda pi niente dei rumori, della lavanderia e di quello che successo la notte appena
passata. Zero, cancellato. A saperlo avrei parlato prima con quel pensionato della bocciofila; ci saremmo evitati tutti
quei sagrn, che in Piemonte sono le tribolazioni.
Ma adesso vi saluto tutti, cari Queresi, che qui a Torino questa domenica abbiamo il ballottaggio e quel bravo mons
delle bocce dice che prima delle votazioni cala poco che quei due l vengano anche a darci il bianco in casa, e invece
dopo che le han fatte ciau bale.

11.26
11.27

11.27

11.28

11.29

11.30

11.31

11.53

8.06

8.07
8.10

8.12

8.13

8.14

8.15

8.16

8.38

9.11

8.39

8.45

FELTRE F.S.

FELTRE OSPEDALE

9.09

9.05

9.06

9.07

9.09

9.10
9.10

9.10

FENER POSTA

FENER F.S.

FENER POSTA

PONTE TEGORZO

FAVERI

COLMIRANO
CAMPO

ALANO PIAZZA
ALANO LOCANDA ALPINA

FERMATE

10.53
10.54

10.55

10.56

10.56

10.57

10.58

10.59

11.24

8.05
8.06

8.07

8.10

8.12

8.13

8.14

8.15

8.40

CORSE
ANDATA
1
3

8.41

9.06

9.07

9.08

9.08

9.09

9.10

9.12
9.11

COINCIDENZA TRENO DA PADOVA (12:23)

COINCIDENZA TRENO DA PADOVA (08:21)

COINCIDENZA TRENO PER PADOVA (11:36)

11.25

11.50

11.51

11.52

11.53

11.55

11.58

12.00
11.59

http://www.sbizzera.com

ORARI ESTIVI
2016

COINCIDENZA TRENI PER CALALZO (08:21) E PADOVA (08:36)

CORSE MERCATALI - SI EFFETTUANO OGNI MERCOLEDI' NON FESTIVO

MONTEBELLUNA LOGGIA

FENER F.S.

FENER POSTA

PONTE TEGORZO

FAVERI

CAMPO

COLMIRANO

ALANO LOCANDA ALPINA

ALANO PIAZZA

FERMATE

CORSE
RITORNO
2
4

ALANO DI PIAVE -- MONTEBELLUNA - ORARIO DAL 09-06-16 AL 10-09-16

11.54

12.00

12.21

12.23

12.24

12.25

12.26

12.31
12.28

12.32

12.33

CORSE
RITORNO
2
4

CORSE MERCATALI - SI EFFETTUANO OGNI MARTEDI' E VENERDI' NON FESTIVI

11.24

11.25

8.05

CORSE
ANDATA

ALANO DI PIAVE -- FELTRE - ORARIO DAL 09-06-16 AL 10-09-16

10.55
10.56
10.56
10.44
10.45
10.46
10.58

8.07
8.10
8.12
8.13
8.14
8.15
8.27

8.28

8.40

8.41

8.42

9.08

9.09

9.10

8.46
8.45

11.00

11.12

11.13

11.14

11.15

11.17

11.20

11.22
11.21

CORSE
RITORNO
2
4

CORSE MERCATALI - SI EFFETTUANO OGNI LUNEDI NON FESTIVO

VALDOBBIADENE VIA GARIBALDI

FENER F.S.

FENER POSTA

PONTE TEGORZO

FAVERI

CAMPO

COLMIRANO

ALANO LOCANDA ALPINA

ALANO PIAZZA

FERMATE

13.06
13.07
13.10
13.12
13.13
13.49
13.15

6.21
6.22
6.25
6.27
6.28
6.52
6.30

16.15

16.44

16.13

16.12

16.10

16.07

16.06

5a
16.05

5a - 5b = FERIALE - NON SI
EFFETTUA DI SABATO

4a 2c = FERIALE

1e - 1b = FERIALE

FREQUENZA DELLE CORSE:

4a
13.05

1e
6.20

7.45

7.46

7.47

7.48

7.50

7.53

7.54

1b
7.55

13.37

13.38

13.39

13.40

13.42

13.45

13.46

2c
13.47

16.37

16.38

16.39

16.40

16.42

16.45

16.46

5b
16.47

COINCIDENZA TRENI DA PADOVA (16:21) E BELLUNO (16:36)

COINCIDENZA TRENI DA PADOVA (13:21) E BELLUNO (13:36)

COINCIDENZA TRENO DA BELLUNO (07:36)

COINCIDENZA TRENI PER BELLUNO (16:21) E PADOVA (16:36)

COINCIDENZA TRENI PER CALALZO (13:21) E PADOVA (13:36)

COINCIDENZA TRENO PER PADOVA (06:36)

FENER F.S.

FENER POSTA

PONTE TEGORZO

FAVERI

CAMPO

COLMIRANO

ALANO PIAZZA
ALANO LOCANDA ALPINA

CORSE
RITORNO

FERMATE

CORSE
ANDATA

ALANO DI PIAVE - FENER STAZIONE F.S. ORARIO DAL 09-06-16 AL 10-09-16

10.40
10.41

8.05
8.06

CORSE
ANDATA
1
3

ALANO DI PIAVE -- VALDOBBIADENE - ORARIO DAL 09-06-16 AL 10-09-16

LE
COI
NCI
DEN
ZE
SON
O
GAR
ANT
ITE
FIN
OA
5
MIN
UTI

25

26

ATTUALIT

Bandi, Avvisi e Concorsi

Nella rinnovata sezione http://bandi.regione.veneto.it, trovi facilmente i bandi


regionali e la modulistica per agevolazioni, finanziamenti e contributi a favore di
cittadini, Enti Locali, imprese e associazioni.
Nella pagina consulta lo Scadenzario delle Opportunit regionali, curato dagli URP
della Regione del Veneto, suddiviso per materie con le opportunit a favore di famiglie,
aziende e realt venete.

Rassegna della
Rete degli URP del Veneto

Portale di informazione ai
cittadini e alle imprese, in
collaborazione con gli Enti del
territorio
www.regione.veneto.it/web/
rete-degli-urp-del-veneto

Se vuoi essere aggiornato sulle notizie, iniziative


ed eventi regionali, comunitari e locali iscriviti
alla Rassegna della Rete degli URP del Veneto:
www.regione.veneto.it/web/guest/iscrizionenewsletter

Hai un problema con un


operatore telefonico?

...interruzioni
di
servizio,
fatturazioni e pagamenti errati ed altri
disservizi?
LURP ti informa per un eventuale
tentativo di conciliazione gratuito e
obbligatorio prima di ricorrere al
giudice civile
www.regione.veneto.it/web/retedegli-urp-del-veneto/conciliazionitelecomunicazioni

Dove trovarci
URP Belluno - Via Ippolito Caffi, 33
tel. 0437 946262 - infobl@regione.veneto.it
URP Padova - Passaggio Gaudenzio, 1
tel. 049 8778163 - infopd@regione.veneto.it
URP Rovigo - Viale della Pace, 1/D
tel. 0425 397422 - inforo@regione.veneto.it
URP Treviso - Viale A. De Gasperi, 1
tel. 0422 657575 - infotv@regione.veneto.it
URP Venezia - Pal. Sceriman - Cannaregio, 168
tel. 041 2792790 - infove@regione.veneto.it
URP Verona - Via delle Franceschine,10
tel. 045 8676636 - infovr@regione.veneto.it
URP Vicenza - Contr Mure S.Rocco, 51
tel. 0444 337985 - infovi@regione.veneto.it

Da luned a venerd ore 9:00-13:00 - marted e gioved anche 15:00-17:00

27

LETTERE AL TORNADO

Attivit della scuola dell'infanzia di Vas


Si concluso un altro anno denso di attivit e ricco di soddisfazioni per i nostri bambini che frequentano la scuola
dell'Infanzia di Vas. In un'atmosfera serena e positiva, sono stati portati avanti svariati progetti che vogliamo
condividere con voi.
A scuola di Guggenheim": ha avuto lo scopo di sensibilizzare i
bambini verso l'arte e verso il tema del viaggio. Ha coinvolto i medi e i
grandi in laboratori manipolativo-creativi diretti dall'esperta in materie
artistiche, Irene. Ogni laboratorio faceva riferimento ad un'opera d'arte
del museo Guggenheim di Venezia, che stato poi visitato il 14 maggio
in una stupenda uscita didattica che ha coinvolto bambini, maestre e
famiglie.
Progetto "Siamo tutti attori": i bambini, una volta alla settimana dal
mese di gennaio, hanno incontrato Giorgio, un esperto di recitazione,
che ha proposto attivit espressive volte ad aiutarli ad esprimere le
proprie emozioni.
all'interno del "Progetto sicurezza" quest'anno i bambini hanno
incontrato i volontari dell'associazione VoLa onlus (118) che li hanno
sensibilizzati all'importanza della cura e del rispetto del proprio corpo.
l'immancabile
Festa
degli
alberi,
in
collaborazione con il
gruppo degli alpini di Vas
e con il Corpo forestale
ha permesso ai piccoli
alunni di cimentarsi con
la piantagione di arbusti
e
di
far
riflettere
sull'importanza
delle
piante.
gli alpini hanno
permesso anche la realizzazione dell'emozionante festa "arriva Babbo
Natale"
grazie alla preziosa collaborazione con la Pro loco di Caorera, c'
stata la semina e poi la raccolta delle zucche.
per avvicinare il bambino e le famiglie alla lettura stato attivato il
progetto Tutti intorno ad un libro. Il fine settimana veniva portato a
casa un libro scelto dalla biblioteca interna.
con la collaborazione di Matteo Prosdocimo (laureato in scienze
motorie e responsabile della Palestra di Alano di Piave) sono state proposte a tutti i
bambini delle attivit motorie propedeutiche allo sport.
Per avvicinare i bambini grandi alla conoscenza e all'uso della lingua inglese
stato proposto il progetto Have fun with English
durante la festa di fine anno, al centro Culturale di Quero, stato proposto un
saggio in cui i bambini si sono esibiti con maestria e grande divertimento in canti,
danze e recite, dando un piccolo assaggio di quello che hanno imparato durante
l'anno.
Tante attivit, dunque, ricche di alto valore educativo e, nel contempo, molto divertenti
hanno permesso ai nostri bimbi di arricchire il loro bagaglio di conoscenze, esperienze,
amicizie ....valori importanti nel loro percorso di crescita.
Un GRAZIE dunque a tutto il personale scolastico e non.
Un particolare ringraziamento a tutte le insegnanti Carmina, Stefania, Angela, Fabia, Nora,
Liberiana e Antonietta che amorevolmente, con passione, pazienza, competenza,
professionalit e con le giuste regole, hanno accompagnato giorno per giorno i nostri
bambini nelle loro scoperte aiutandoli a imparare tante cose nuove, valorizzandoli e insegnando loro i valori della
condivisione, del rispetto, della tolleranza, della ricchezza della diversit.
Grazie anche alla cuoca, bravissima a preparare pranzi sani e invitanti; alle collaboratrici, per le pulizie e per la
collaborazione con le maestre; alle signore del pulmino che hanno accompagnato a scuola i nostri bimbi in sicurezza e
allegria.
Non vogliamo dimenticare tutte le associazioni che hanno offerto la loro preziosa collaborazione durante l'anno: gli
alpini di Vas, la Pro loco di Caorera ; gli operatori dell'Associazione VoLa, operatori esterni.
E un sentito grazie anche ai genitori che ci hanno sempre sostenuto e hanno offerto la loro preziosa collaborazione in
svariate occasioni.
Ora il meritato riposo e poi si riparte a settembre... per un altro anno, ne siamo certe, ricco di iniziative e proposte di
elevato valore educativo.
Le rappresentanti dei genitori della scuola dell'infanzia di Vas.

28

JUDO

Nuova cintura Nera al Judo Alano

Francesca Vidorin raggiunge lobiettivo!


Altro importante traguardo stato raggiunto nel Judo da una delle prime atlete della
societ sportiva alanese: FRANCESCA VIDORIN a 19 anni indossa la cintura nera 1
dan conquistata per meriti agonistici.
Francesca, classe 1997, inizia giovanissima la pratica
del Judo e ama fin da subito questa meravigliosa
disciplina progredendo costantemente nella sua
formazione tecnica.
Lingresso nel mondo agonistico avviene nel 2009, nel
giro di pochi anni arrivano i primi risultati importanti con
il titolo regionale conquistato nel 2012 a Bassano del
Grappa che ripeter negli anni successivi.
Tra il suo palmars contiamo 4 titoli di Campione
Regionale Veneto; 5 partecipazioni ai Campionati
Italiani svolti in varie parti dItalia tra cui Roma, Bari,
Crotone, Catania; selezionata nel 2013 dal Comitato
Veneto, partecipa come rappresentativa regionale al
Trofeo Internazionale di Graz in Austria; vincitrice nel
2014 del Gran Premio Veneto viene convocata allo
Stage Internazionale di Bardonecchia (TO) condotto e
diretto da campioni olimpici italiani e stranieri.
Vincitrice alle qualificazioni regionali edizione 2016,
ultima recente esperienza in campo nazionale sono i
Campionati Italiani Juniores svolti a Catania in aprile classificandosi 17 nella categoria 63
kg (qui a fianco in azione con il judogi blu).
Conclude la stagione 2015-2016 al trofeo Pordenone, arduo torneo determinante per
conseguire definitivamente il grado di cintura nera, occasione che la nostra Francesca non
si lascia sfuggire conducendo una gara eccellente tanto da guadagnarsi
la medaglia di bronzo (la vediamo al podio quale unica cintura marrone
assieme a tre nere 2 dan).
Tenendo conto delle innumerevoli e varie attivit svolte dalla nostra
atleta, opportuno evidenziare levoluzione che Francesca ha avuto
negli anni, portandola a conciliare egregiamente la scuola e lo sport,
dando prova di grande maturit in entrambi i campi, questo a
dimostrazione che lattivit sportiva, se svolta correttamente nel rispetto
dellindividuo,
incide
in
maniera significativa nello
sviluppo
della
persona
aiutandola ad affrontare e
superare qualsiasi situazione
di vita.
Per latleta del Judo Alano, pi che il raggiungimento di un obiettivo,
linizio di un nuovo percorso, visto nellottica del perfezionamento
personale, sia nellaspetto tecnico-sportivo che sociale, in modo tale che la
sua esperienza possa essere messa a disposizione di tutti.
Per limpegno, la passione, la dedizione verso i compagni di palestra e la
grande umilt dimostrata, accompagnata da altrettanta fermezza, con
lannovero nellalbo delle cinture nere della societ Judo Alano di
Piave, da tutto il team le migliori congratulazioni!
A.S.D. JUDO ALANO DI PIAVE | Palestra Comunale in Via Don P. Codemo | Tel. 0439 779457 |
Cell. 348 0447706

Sul marciapi
di Gianni De Girardi
Sul marciapi, ho da cavarme
an sasolin dal pi.
Testa alta, pasi longhi
ma lescremento l sot la sola
come na ciunga che no se destaca.
Te viene da mandar al mondo in vaca,
no serve tirar an can, l l so paron
che no ghe na! Do sachetin

ASTERISCO

29

CRONACA

Ricordo di Bruno Bagatella


(mokio)
di anni 68

(Alessandro Bagatella) Dopo una vita dedicata alla famiglia ed al lavoro, Domenica 5
giugno Bruno ha concluso il suo pellegrinaggio terreno, nella propria casa, a Quero,
assistito amorevolmente dalla moglie Rita, dalle figlie Ernestina, Laura e Floriana. Bruno era conosciuto da tutta la comunit, ma non solo, per la sua voglia di scherzare e
tenere allegra la compagnia. Tantissime le persone che hanno avuto contatto con lui,
gente comune, ma anche politici, amministratori regionali, provinciali e locali. Era amico anche del coro Valsella di Borgo Valsugana, frequentatore dellambiente degli agricoltori bellunesi e del trevigiano. Si recava spesso nei paesi vicini a vendere i suoi prodotti ed era sempre alla ricerca di poter migliorare la sua azienda agricola. Bruno stato uno dei primi, anzi, se la memoria non mi inganna, il primo ad aprire un agriturismo
in provincia di Belluno. Il suo carattere bonario lo rendeva sempre disponibile ed ha attirato a s numerosissime persone. Sempre generoso con tutti. Ogni anno donava alla Casa di Riposo, per gli ospiti, salsicce, musetti e molto altro.
Aveva il cuore in mano: nessuno potr dire che Bruno non gli abbia offerto qualcosa. Il suo difetto era forse quello di
essere troppo disponibile. Assieme ad imprenditori agricoli ha dato vita a Quero allAssociazione Coltivatori, che nei
primi anni lo ha visto attivo in prima fila. Qualche anno fa ha partecipato alla registrazione di un video, nel periodo di
Carnevale. Se per fare ridere e lasciare qualcosa per la Comunit, io ci st dichiarazione rilasciata al regista. Al
suo funerale la chiesa era strapiena di gente accorsa a dare lestremo saluto a Bruno, ringraziarlo per quanto fatto in
vita ed essere vicini alla famiglia. Parole di elogio state spese dal parroco, il quale ha evidenziato quanto in vita Bruno
ha fatto in favore del prossimo. E stato ricordato dal mondo agricolo di Quero per limpegno profuso a favore della comunit. Anche il regista del video lo ha commemorato, sottolineando la sua disponibilit di attore per lasciare un segno
della sua vita nella comunit. Anche le figlie, infine, hanno voluto ricordarlo per quanto ha dato nel corso della sua vita.
Alla moglie Rita, alle figlie Ernestina, Laura, Floriana, ai generi, ai nipoti, alle sorelle le pi sentite condoglianze.

LETTERE AL TORNADO

30

COME ERAVAMO

Comera bella
la stazione
di Fener!
a cura di Silvio Forcellini
Nella foto a destra, risalente al 1917,
immortalata la stazione di Fener, in condizioni ben diverse da com ai giorni nostri.

ASTERISCO

Primi di maggio
sulle pendici
del Grappa
Foto e segnalazione
di Giannino Collavo

In valle delle Mure:


in primo piano la primavera avanza mentre sullo sfondo le
ultime nevi si nascondono sotto i cespugli.
Sulla estrema destra si possono notare i resti di malga
Boccaor.
(6 Maggio 2016)

Il Mercatino

Vendiamo appartamento al piano primo in fabbricato di sole tre unit (no spese condominiali)

situato in zona soleggiata nei pressi del centro di Quero. Appartamento in ottimo stato, non necessita lavori edili. Immobile di 100 mq circa,
classe energetica C, composto da: cucina-soggiorno, disimpegno, lavanderia, tre camere, bagno, tre poggioli, soppalco, corte esclusiva e autorimessa al piano terra e due posti auto. Impianto di riscaldamento a pavimento con termostato
regolabile vano per vano. Impianto fotovoltaico installato da due anni.
Prezzo trattabile a partire da 145.000,00 . - Per info contattate Eva 333.7914111

31

LETTERE AL TORNADO

Roberto Forcellini lascia il volontariato


Con una mail alle segreterie nazionali di Generazione Famiglia LMPT Italia e del Comitato Nazionale Difendiamo i
Nostri Figli, Roberto Forcellini (abbonato e collaboratore esterno de Il Tornado) ha comunicato qualche giorno fa le
sue dimissioni dal suo doppio incarico di referente per la provincia di Belluno. Dopo 46 anni di ininterrotta attivit, iniziata nellagosto del 1969 con la Pro-loco di Fener, sotto la guida dellindimenticabile Renato DOrlando, in arte Dor,
i suoi problemi di salute gli impongono di tirare i remi in barca, seppure a malincuore, per concentrarsi maggiormente
nella gestione della sua problematica schiena. La sua dedizione al volontariato e quindi al sociale, lo hanno portato a
dare una parte del proprio tempo e delle proprie energie al prossimo in varie realt associative e non. Rammentiamo
solo alcune delle sue esperienze, quelle pi significative. Lo si quindi visto impegnato (1999-2005) come dirigente
del settore giovanile del S.G.A., al tempo in cui militavano i suoi figli Donato e Nilo. Nel frattempo era impegnato come membro della Redazione Newsletters per lAssociazione Genitori e Scuola (2004-2005), ha poi proseguito
(2005-2009) come Fondatore e 1 Coordinatore Provinciale dellAssociazione Nazionale Famiglie Numerose, dove ha dato moltissimo ed ottenuto risultati come la FamilyCard del comune capoluogo e la Tariffa Specifica FN per il
consumo dell'acqua che in vigore tutt'ora e che fa risparmiare ai nuclei familiari numerosi dai 90,00 ai 100,00 . Annui. Si dedicato (2010-2012) anche alla rappresentanza dei genitori nella scuola arrivando a ricoprire l'incarico di
Presidente del Consiglio dIstituto al Liceo A. Veronese di Montebelluna durante il periodo di studio della figlia
Vania, coinvolgendo i suoi colleghi Presidenti degli altri 4 istituti superiori nel formare il Coordinamento degli stessi, valorizzando il ruolo determinante dei genitori rammentando spesso larticolo 30 della Costituzione. Nel 2014 si anche
cimentato in rappresentanza politica assumendo lincarico di Promotore provinciale per i Popolari per lItalia, ma ne
uscito presto (dopo appena 6 mesi) per incoerenza dei politici. Nellottobre di quello stesso anno ritornato
nellassociazionismo assumendo il ruolo di Portavoce del Circolo Territoriale Bellunese de La Manif Pour Tous,
sensibilizzando genitori ed educatori sull'invasione scolastica dell'Ideologia Gender per finire nel 2015 con la fondazione del Comitato Locale Difendiamo i Nostri Figli Belluno di circa un mese fa trovando lappoggio ed il sostegno
dellAGESC (associazione Genitori Scuole Cattoliche) nella figura della Presidente Provinciale Katjusa Trentin e di
numerosi suoi collaboratori. Tutto questo seminare a piene mani il suo innato altruismo ha dato i suoi frutti anche nella
sua famiglia. E questa per lui unulteriore soddisfazione. Infatti, due dei suoi figli, Silvestro e Vania, hanno intrapreso
anche loro la strada segnata dal padre. Il primo come presidente dellAssociazione Libero Pensiero, la seconda come
segretaria della locale Banda cittadina.
Due grandi personaggi della storia ebbero a dire a questo proposito:
Ci che abbiamo fatto solo per noi stessi muore con noi. Ci che abbiamo fatto per gli altri e per il mondo resta ed immortale. (Harvey B. Mackay )
La maturit inizia a manifestarsi quando sentiamo che pi grande la nostra preoccupazione per gli altri che
non per noi stessi. (Albert Einstein)

Nelle foto, dallalto, da sinistra verso destra:


Con la squadra giovanile S.G.A.; con lOn.Mario Mauro Presidente dei Popolari per lItalia presso
Ristorante Forcellini Pd; con MC.Nordio e Massimo Gandolfini a Conegliano 20/05/2016; con i
suoi ultimi compagni di viaggio, i membri del Comitato locale Difendiamo i nostri figli;
allAssemblea Nazionale Coordinatori ANFN Loreto 2005 con i presidenti Mario ed Egle Sberna, i
Coordinatori Comunali x Belluno coniugi Levis ed i successori coniugi Dal Pan; con i 5 Presidenti
di Consiglio distituto delle Scuole Superiori di Montebelluna e, qui a fianco, con Filippo Savarese, Portavoce Nazionale Generazione Famiglia-LMPT IT Family Day 30/01/2015.

32

ATTUALIT

CORSA

rinnovo
abbonamenti

Controlla il numero di scadenza del tuo


abbonamento. Lo trovi sulletichetta.
Eviterai di perdere qualche numero della rivista.

Zona industriale - 31040 Segusino (TV)


Tel. 0423.979282

DUE ESSE s.n.c.


di Stramare Nicola e Oscar
Via S. Rocco, 39 - 31040 SEGUSINO (TV)
Telefono e Telefax 0423.979344
Via della Vittoria - 32030 FENER (BL)
Telefono 0439.789470

ONORANZE
FUNEBRI

ZD di ZAGO DINO
IMPIANTI ELETTRICI - VIDEO CONTROLLO
ASSISTENZA IMPIANTI TV DIGITALI / SATELLITARI
ASSISTENZA CAME / NICE
VENDITA: MATERIALE ELETTRICO / FERRAMENTA
VERNICI / VETRI / CASALINGHI / DUPLICAZIONE CHIAVI

VIA CARSO, 2 - SEGUSINO (TV)

TEL. e FAX 0423.979599 - CELL. 349.6055947 - E-mail: zagodino@hotmail.it

ORARIO APERTURA NEGOZIO


dal luned al sabato: mattina 8.30-12.00 / pomeriggio 15.30-19.00
(luned mattina chiuso)

grafica - stampa
editoria - libreria
z.i. RASAI di Seren del Grappa (BL)
Via Quattro Sassi
DBS TIPOGRAFIA - EDIZIONI DBS
Tel. e Fax. 0439 44360 - 0439 448300
OCCHIO - Tel. 0439 44111
LIBRERIA QUATTRO SASS
Tel. 0439 394113

commerciale@tipografiadbs.it
www.tipografiadbs.it

di Ferdinando Carraro
PITTORE RESTAURATORE
Via Roma - Quero (BL) - Cell. 339.2242637

Azienda Agricola

SIMIONI DAVIDE
VENDITA ORTAGGI
E FRUTTI DI BOSCO
Via della Vittoria, 15 - FENER
Cell. 392.6391164
seguici anche su facebook

ONORANZE FUNEBRI SPADA


VALENTINO

SPADA

MARMI E BRONZI
CIMITERIALI
TRASPORTI NAZIONALI
ED ESTERI
CREMAZIONI
SERVIZIO 24 H

TEL. 0423 69054 - 348 5435137


SERVIZI FUNEBRI A PARTIRE DA 1.800
CON POSSIBILIT DI RATEIZZAZIONE
ACCORDI CON VISITE A DOMICILIO SU VOSTRA
RICHIESTA CON GARANZIA DI CONVENIENZA,
SERIET E PERSONALE QUALIFICATO

CONSEGNA A DOMICILIO

Via F. De Rossi, 16/C - ALANO DI PIAVE (BL)


Tel. 0439 776002 - 349 1466314

VIVAIO - PIANT E

di Mondin Duilio

Realizzazione e Manutenzione Giardini


Prati - Irrigazione - Potature
Via Feltrina - 32038 QUERO (BL) - Cell. 338.1689292
E-mail: mondingiardini@gmail.com - mondingiardini.blogspot.com