Sei sulla pagina 1di 36

Quindicinale

Anno XXXI

15.07.2010
Numero

563
PERIODICO DI ATTUALITÀ DEI COMUNI DI ALANO DI PIAVE, QUERO, VAS, SEGUSINO

54a Estate Fenerese - pag. 1


Alano trionfa nel Palio Setteville - pag. 2/3
L’Amministrazione di Alano saluta Flavia e Luigino - pag. 4
Le creazioni su vetro di Eleonora Mionetto - pag. 7
Segusino, Antonietta Verri festeggia i cinquant’anni di attività - pag. 10
Chiuso in redazione il 05.07.2010
http://digilander.libero.it/tornado
Tassa pagata/Taxe Perçue/Ordinario Autorizzazione Tribunale BL n. 8 del 18/11/80 Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in A. P. - D.L. 353/2003 - (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art.1, comma 1, DCB BL
AL MOLIN
Taglio muri
Carotaggi
Ristorante - Pizzeria
Fori su ogni tipo di muratura e spessore
(muri a sassi, cotto e cemento)
Per l’adeguamento alla legge sulle fughe di gas

Tel. 0439.787310 Cell. 328.3577366


Dalla Piazza Livio via Monte Cornella, 40
32030 QUERO (BL)

Per rinnovare la tua casa

todoverto di Todoverto Paolo & C.


S.N.C.

SPECIALITà PESCE imbiancature interni - esterni


termocappotti - spatolati
ALANO DI PIAVE
Piazza dei Martiri, 13 - Tel. 0439.779129 Alano di Piave • Via Caduti e Dispersi in Russia
- chiuso il martedì - Tel. 0439.779208 - Cell. 348.7346084

Specialità:
Grigliate, Spiedi,
Selvaggina,
Porchette,
Pasta, Gnocchi,
Dolci fatti in casa.

Riposiamo il Lunedì
di De Paoli Cinzia & C. s.n.c. È gradita la prenotazione
Via S. Michele, 34 - 31040 Curogna di Pederobba (TV)
Tel. e fax 0423 64089 - Cell. 329 1299112 - trattoriadacialt@libero.it

V.D.M.
di Marco Van Dijk
ELETTROTECNICA
Cell. 335-7604181

impianti elettrici civili e industriali – manutenzione e riparazione automazion


impiantieelettrici civili eimpianti
industriali
V.D.M.
progettazione montaggio fotovoltaici
manutenzione e riparazione
distributore e installatore automazione
autorizzato
ELETTROTECNICA
industriale
CAME
progettazione e montaggio impianti fotovoltaici
vendita al dettaglio di materiale elettrico, ferramenta (minuteria) e piccola a
di Marco Van Dijk Cell. 335-7604181
distributore e installatore autorizzato CAME
impianti elettrici civili e industriali
Quero – (BL)
manutenzione
– Via deleFagher,
riparazione
14 automazione industrial
vendita al dettaglio
progettazione di materiale
e montaggio elettrico,
impianti fotovoltaici
Orario
ferramenta di(minuteria)
apertura:
distributore 9.00-12.00
e piccola
e installatore / attrezzatura
autorizzato16.00-19.00
CAME
Tel.
vendita al0439-829124 – Fax 0439-788523
dettaglio di materiale – E-mail:
elettrico, ferramenta marco.vandijk@tiscali.it
(minuteria) e piccola attrezzatura
Quero (BL) – Via del Fagher, 14
Orario di apertura: 9.00-12.00 / 16.00-19.00
Tel. 0439-829124 – Fax 0439-788523 – E-mail: marco.vandijk@tiscali.it

il tornado Sede: Via J. Kennedy - 32031 FENER (Belluno). direttore responsabile: Mauro Mazzocco. redattori: Sandro Curto, Silvio Forcellini. collaboratori:
Alessandro Bagatella, Francesco Dal Canton, Ivan Dal Toè, Gianni De Girardi, Antonio Deon, Foto Comaron, Fotocolor Resegati, Silverio Frassetto, Ermanno Geronazzo, Cristiano
Mazzoni, Sergio Melchiori, Antonio Spada, Andrea Tolaini.
abbonamenti: italia Abbonamento annuale (18 numeri)  20,00 ESTERO Abbonamento annuale (18 numeri)  40,00.
L’abbonamento può essere sottoscritto o rinnovato nei seguenti modi: 1- versando la quota sul c/c postale n. 10153328 intestato alla pro LOCO di FENER; 2- pa-
gando direttamente ad uno dei nostri seguenti recapiti: NEGOZIO “DA MILIO” - Alano; pasticceria “dolci pensieri” - Fener - BAR JOLE - Fener; MAURO MAZZOCCO - Quero;
ALESSANDRO BAGATELLA - Quero; BAR “PIAVE” Carpen - LOCANDA SOLAGNA - Vas; ANTONIO DEON - Vas; BAR “BOLLICINE” - Scalon; bazar di A. Verri - Segusino.
1

PRO LOCO FENER


CONSORZIO PRO LOCO MASSICCIO DEL GRAPPA ORIENTALE

SABATO 31 LUGLIO
(Piazza Dante)
Ore 20.15
“FENER IN FESTA”
Cena brasiliana con churrasco musica e samba.
(è gradita la prenotazione presso la pasticceria bar “Dolci pensieri”)
DOMENICA 1 AGOSTO
(Piazza Dante)
Ore 20.45
CONCERTO CORALE CORO PIAVE A.N.A.
dir. Maestro Danilo Facchin
Serata in ricordo nel decennale della scomparsa di Mario Durighello.
Ore 21.45
TRADIZIONALE ESTRAZIONE DELLA TOMBOLA E DELLA SOTTOSCRIZIONE A PREMI
Montepremi tombola: 1.000 Euro
(in caso di maltempo l’estrazione verrà effettuata il 6 agosto)
1 – 8 AGOSTO
(Hotel Tegorzo)

38° TORNEO DI TENNIS TROFEO “RUGGERI” – MEMORIAL “BEPI CECCOTTO”


Singolare maschile n. c. in collaborazione con il Tennis Club Tegorzo

7 – 8 AGOSTO
(Parco del Piave)
CAMPIONATO TRIVENETO MOTO ENDURO
Partenza ed arrivo al Parco del Piave. Disponibilità di spiedo gigante (domenica 8)dalle ore 17.30

14 – 15 AGOSTO
(Parco del Piave)

Ore 20.30
SERATA MUSICALE CON “I MAGNIFICI”
30ª “CORSA DEI CAMPIONI per Automodelli R/C
2 CRONACA

A Campo vince la compagine alanese capitanata da Angelo Zancaner

Palio di Setteville, Alano trionfa nella decima


edizione e porta a casa il quarto drappo
di Ivan Dal Toè
ALANO DI PIAVE. La decima
edizione del Palio di Setteville va
alla squadra di Alano (nella foto
a fianco). La compagine alanese
capitanata da Angelo Zancaner
conferma la tradizione che la
vede sempre vincitrice sul
terreno di casa e domenica 4
luglio ha conquistato a Campo il
suo quarto palio, interrompendo
la serie vittoriosa della squadra
di Quero vincitrice delle tre
ultime edizioni. Gli atleti queresi,
hanno dovuto accontentarsi del
secondo posto davanti a Vas e
Segusino. Il dominio dei padroni
di casa è stato netto, vincendo,
sotto l’attenta supervisone del
giudice di gara Gianluca Codemo
e il commento di Alexander
Geronazzo, cinque delle sette
gare in programma (tiro alla fune,
giochi di abilità, corsa con i
sacchi, lancio del cerchio e
staffetta con la mussa) e piazzandosi al secondo posto nelle restanti due gare (corsa con la gamba legata e gioco
della spugna), che hanno invece visto il trionfo di Quero. Determinanti sono state le vittorie nelle due gare più atte-
se, quella della staffetta e quella del tiro alla fune dove la competizione con i rivali storici di Quero è sempre stata
forte e decisiva. Zancaner, convinto della forma dei propri ragazzi, ha azzeccato pure il bonus, azzardandolo pro-
prio nel tiro alla fune e ottenendo così il massimo del punteggio disponibile. «I ragazzi della fune - commenta Zan-
caner - sono stati fantastici. Per due mesi, si sono allenati tre volte alla settimana sapendo che era la competizione
più dura. Ma sono stati davvero tutti bravi. Ringrazio tutta la squadra e quanti hanno contribuito alla riuscita della
manifestazione». Anche il sindaco di Alano Fabio Dal Canton ha lanciato un plauso ad atleti e volontari. «Ringrazio
tutti quanti dai più piccoli ai più grandi. Un elogio particolare - ha poi aggiunto - va a Giuliano Zanotto, che ha alle-
nato gli atleti del tiro alla fune». Complimenti sono giunti anche al consigliere alanese Federica Mondin che ha co-
ordinato al meglio la manifestazione. Lo stesso Dal Canton ha poi completato il filotto alanese vincendo la gara
“fuori classifica”, ma non per questo meno osannata, che ha visto i rappresentanti dei quattro Comuni sfidarsi nella
spinta di una “balla di fieno” lungo il campo sportivo di Campo. Dal Canton ha preceduto il collega vassese Andrea
Biasiotto, l’assessore di Quero Alberto Coppe e il sindaco di Segusino Guido Lio. Il Palio è stato come sempre so-
prattutto un giorno di festa ed aggregazione e, per tutto il giorno, una folta cornice di pubblico ha riempito la piazza
di Campo, dove si sono svolti, in concomitanza, i festeggiamenti di San Ulderico, patrono locale. Dal mattino è stato
possibile visitare la mostra degli antichi mestieri e il museo storico sulla Grande Guerra e l’immigrazione. Per tutta
la giornata, la Banda Cittadina di Alano ha quindi allettato i presenti con frequenti interventi musicali. (Articolo tratto
dal Corriere delle Alpi del 5.07.2010).
Punteggi parziali e classifica finale
Tiro al- Giochi Corsa Gamba Lancio Gioco Staff. Punt.
Posizione la fune di abili- con legata dei della della finale
Squadra tà sacchi cerchi spugna Mussa

1 Alano 80 40 40 30 40 30 40 300
Capitano: Angelo Zancaner Jolly
2 Quero 30 30 20 40 30 40 60 250
Capitano: Michele Glicidio Jolly
3 Vas 20 10 60 20 20 10 10 150
Capitano: Aldo Felici Jolly
4 Segusino 20 20 10 10 10 20 20 110
Capitano: Armando Damin Jolly

Albo d’oro: 2001 Quero - 2002 Alano - 2003 Alano - 2004 Segusino - 2005 Quero - 2006 Alano - 2007
Quero - 2008 Quero - 2009 Quero - 2010 Alano
3 CRONACA

Altre foto del Palio di Setteville

In questa fila, alcuni momenti del


palio e il numeroso pubblico intervenuto. Nella fila centrale, i rappresentanti dei Comuni di Alano (Fabio Dal Can-
ton), di Vas (Andrea Biasiotto) e di Quero (Alberto Coppe) impegnati con la “balla di fieno”. Nella fila superiore, le
premiazioni delle squadre di Quero, seconda classificata, e di Vas, terza classificata (Foto di Ivan Dal Toè).

ATTUALITÀ

Segnalati in zona molti casi di avvelenamento

Non a tutti
piacciono i gatti!!!
di Alessandro Bagatella
Da parecchio tempo mi è stato chiesto di segnalare, attra-
verso le pagine del nostro giornale, i continui casi di avve-
lenamento di gatti che si susseguono nella nostra zona.
Evidentemente c’è molta gente che non può vedere questi
felini, dando loro da mangiare bocconi avvelenati che, nel
giro di pochi giorni, li portano alla morte. Recentemente ne
sono morti tre presso una famiglia querese di via Bastiglia,
altri cinque a Santa Maria e infine due in via Schievenin.
Sono consapevole che il gatto, specialmente quando va in amore, è solito delimitare il territorio con l’urina, causan-
do uno sgradevole odore. Perché, allora, non spaventarli più volte invece che avvelenarli? E lasciarli così in com-
pagnia di coloro che li amano e li trattano come bambini? (Foto di Silvio Forcellini).
4 CRONACA

Consiglio Comunale di Alano di Piave


L’amministrazione ringrazia e saluta
Flavia De Paoli e Luigino Quaggiotto
di Sandro Curto
Prima dell’inizio della seduta del consiglio comunale di mercoledì 16 giugno, l’Amministrazione alanese ha voluto rin-
graziare e salutare i due dipendenti che hanno appena lasciato il lavoro per la pensione, Flavia De Paoli e Luigino
Quaggiotto, consegnando loro una targa ricordo e un omaggio floreale. Il sindaco Fabio Dal Canton li ha definiti “co-
lonne di questo comune” e ha sottolineato lo spirito col quale hanno lavorato “sempre al servizio della Comunità”.
Di Flavia De Paoli, ragioniera,
assunta nel gennaio 1971, è stata
ricordata la grande professionalità, la
dedizione e la sensibilità profusa in
questi 39 anni.
Nel suo intervento Flavia ha tenuto a
precisare di aver fatto solo il suo
dovere, di esser venuta a lavorare
sempre con serenità in un clima di
collaborazione con tutte le varie
amministrazioni e di aver amato la
sua materia che aveva iniziato ad
apprendere alle medie da Orazio
Piccolotto, allora insegnante e poi
diventato sindaco di Alano.
Di Luigino Quaggiotto, classe 1949 di
Campo, assunto nel 1986, è stata
evidenziata la disponibilità e la
gentilezza dimostrata al servizio del
cittadino. Luigino ha ringraziato
dichiarando di essersi sempre trovato
bene e di essere pronto a collaborare
per il futuro.
Nella foto di Fulvio Mondin i due premiati con gli ex sindaci di Alano viventi: Francesco Collavo, Marcello Meneghin,
Pietro Spada, Luigi Codemo e l’attuale Fabio Dal Canton.
Fra gli altri argomenti approvati all’unanimità la carta dei servizi sociali del Comune di Alano, importante documento
redatto e illustrato dall’assessore Michelangela Ceccotto, con cui l’amministrazione descrive i servizi forniti ai cittadini,
rende trasparente i tempi e le modalità di erogazione degli stessi servizi, offre informazioni utili sulle attività del settore
socio-assistenziale. Il documento sarà reso disponibile a tutti i cittadini.
Approvati, sempre all’unanimità, anche l’assimilazione ai rifiuti urbani dei rifiuti speciali non pericolosi provenienti da at-
tività economiche, il regolamento per la disciplina dei servizi di gestione dei rifiuti urbani e dei rifiuti assimilati di nettez-
za urbana, il regolamento comunale per la disciplina delle attività di barbiere, acconciatore, estetista, tatuaggio e pier-
cing che comunque riguarda solo le nuove aperture e non le strutture esistenti.
Unico contrasto della serata, come accaduto spesso in questi ultimi anni, la Casa delle Associazioni con le minoranze
di NuovAlano e Arcobaleno ad accusare la maggioranza di mancanza di progettualità causa un’ulteriore spesa per po-
tenziare il forno della cucina e Alleanza Democratica, col Sindaco e l’assessore Fiorenza Groppo, a difendere l’operato
dell’amministrazione giustificato come un adeguamento a nuove esigenze.

LETTERE AL TORNADO

Risposta per Giovanni Berton


Caro Moret (Berton Giovanni-Australia) di cui alla foto del Tornado 562 del
24.6.2010. Io mi ricordo benissimo di te e della voglia di farci ridere che avevi
sempre.
Ti mando una foto nella quale figura tuo fratello Pietro ed altri amici di allora che
sicuramente ricorderai.
Se vuoi vedere molte fotografie di Quero vecchia e dei queresi di una volta fatti
mostrare da qualche giovane tuo parente che ha il computer il sito
http://altratecnica.it
oppure direttamente su:
http://www.altratecnica.it/indicemiscellaneanuova/miscellaneaindicegenerale/
prealpi/SitiPrea2009/cinemaprealpia/index.html
e precisamente il racconto di CINEMA PREALPI che si trova nel capitolo
STORIA.
Vedrai molte cose che ricordi ancora!
Tanti auguri.
Marcello Meneghin (figlio di Guido Meneghin, il falegname)
5 ATTUALITÀ

Alano, la raccolta rifiuti e le sanzioni previste


Articolo 93 Sanzioni
1. Le sanzioni amministrative pecuniarie previste dal vigente Regolamento sono uniformate ai principi della
vigente normativa statale e regionale, anche in virtù del principio di legalità, in mancanza di altre disposizioni di
legge statale e/o regionale in materia.
2. Le violazioni a quanto previsto dal presente regolamento sono punite con il pagamento di una sanzione
amministrativa pecuniaria nell'ambito di minimi e massimi prefissati ai sensi dell'art. 7 bis del D. Lgs. 267/2000,
inserito dall'art. 16 della legge 16 gennaio 2003, n. 3. Nel successivo comma 3, sono indicati i valori minimi e
massimi della sanzione amministrativa da applicarsi per le singole violazioni, ad opera dell'Ufficio di Polizia
locale o delle guardie ambientali incaricate dal Soggetto gestore.
In particolare, per i casi di abbandono di rifiuti al suolo o di deposito incontrollato degli stessi, compreso il
conferimento di rifiuti al fuori delle ecopiazzole, si adottano le sanzioni previste dal presente regolamento
comunale in quanto trattasi di violazione del decoro e della salubrità dell'ambiente pubblico.
3. Nel caso di violazione delle disposizioni del presente Regolamento in ordine alla raccolta differenziata dei RSU
e RSA si applicano le seguenti sanzioni amministrative:
Articolo 92 lett. A)
Cernita, rovistamento e prelievo dei rifiuti dai contenitori di raccolta da 25,00 € a 150,00 €
Articolo 92 lett. b), c), f), g), h) e j), art. 18 comma 5 e art. 19 comma 8
Uso improprio dei contenitori per la raccolta compreso l’esposizione in orari e giorni diversi da quelli stabiliti, il
conferimento di rifiuti diversi da quelli previsti e il conferimento al di fuori degli appositi contenitori anche a seguito di
accertamento successivo al fatto da 25,00 € a 150,00 €
Articolo 92 lett. d) ed e)
Spostamento dei cassonetti e sosta di veicoli nei spazi di manovra degli stessi da 25,00 € a 150,00 €
Articolo 92 lett. i) Combustione di rifiuti da 25,00 € a 500,00 €
Articolo 92 lett. K) e Articoli 71, 72 73, 74
Imbrattamento del suolo pubblico o adibito a uso pubblico da 25,00 € a 500,00 €
Articolo 92 lett. L) Conferimento al servizio o abbandono su area pubblica, ecc. di animali morti da 25,00 € a 150,00 €
Articolo 92 lett. M) Conferimento al servizio di Rifiuti speciali non pericolosi non assimilati da 25,00 € a 250,00 €
Articolo 92 lett. M) Conferimento al servizio di Rifiuti speciali pericolosi non assimilati da 50,00 € a 500,00 €
Articolo 92 lett. N) Danneggiamento delle strutture del servizio pubblico da 25,00 € a 150,00 €
Articolo 92 lett. O) Comportamento difforme al Regolamento vigente nei Centri di raccolta differenziata
da 25,00 € a 150,00 €
Articolo 90
Difformità nello svolgimento del compostaggio domestico da parte di utenti usufruenti della riduzione tariffaria
da 25,00 € a 150,00 €
Articolo 28 comma 1
Mancato avvallo dell’Amministrazione comunale dei contenitori impiegati dalle utenze da 25,00 € a 150,00 €
Articolo 28 comma 2
Conferimento di frazioni merceologiche differenziabili nei contenitori del secco non differenziato da 50,00 € a 300,00 €
Articolo 28 comma 4
Mancata riduzione volumetrica dei rifiuti che possono essere schiacciati, piegati da 25,00 € a 150,00 €
Articolo 28 comma 6
coperchio dei contenitori lasciato aperto o forzato laddove fisso: da 50,00 € a 300,00 €
Articolo 28 comma 9
Spostamento, manomissione, rottura o insudiciamento dei contenitori dei rifiuti urbani, affissione di manifesti o di scritte
non autorizzate: da 25,00 a 150 ,00 €
Articolo 28 comma 12 presenza degli utenti nell’area di manovra dei compattatori, degli scarrabili e dei mezzi operatori:
da 25,00 a 150,00 €
Articolo 28 comma 15 fosse non ammesse per la conservazione temporanea: da 25,00 a 150,00€
Articolo 28 comma 16 parcheggio di veicoli a fianco dei contenitori per la raccolta di rifiuti urbani, o in posizione tale da
rendere impossibile o malagevole il servizio di raccolta: da 25,00 a 150,00 €
Articolo 28 comma 18 deposito all’interno dei contenitori per la raccolta dei rifiuti urbani macerie o altri materiali (per es.
asfalto, bitume, lana di roccia, isolante…) provenienti da lavori edili o da cantieri stradali e di costruzione in genere:
da 50,00 a 300,00 €
Articolo 28 comma 19 utilizzo di trituratori dei rifiuti installati presso le abitazioni e le altre utenze atti al conferimento
dei rifiuti triturati in fognatura: da 50,00 a 300,00 €
oltre a sanzioni specifiche previste dal soggetto gestore delle fognature.
Articolo 28 comma 20 conferimento dei rifiuti da parte di utenti che non hanno residenza nel Comune:
da 50,00 a 500,00 €
Articolo 33 comma 9 divieto di realizzare canne di convogliamento e mancata chiusura di quelle esistenti:
da 75,00 a 450,00 €
Articolo 40 Abbandono dei rifiuti mercatali da parte dei venditori o mancata sottoscrizione delle convenzioni:
da 50,00 a 300,00 €
Mancato rispetto da parte di gestori di attività private, nomadi di non imbrattare suolo, strade, marciapiedi e luoghi
pubblici: da 50,00 a 400,00 €
Altre violazioni non contemplate dalle precedenti voci da 25,00 € a 150,00 €
Le sanzioni sono espresse in Euro
Estratto dal regolamento di 101 articoli, approvati da commissione regolamenti, Giunta e Consiglio Comunale.
6 LETTERE AL TORNADO

Ricordati quello che scrivi


di Alberto COPPE Assessore del Comune di Quero
PREMESSA
Alcune settimane fa, per motivi personali, mi sono recato in una grande città, usando la macchina.
Percorrere le strade in città in macchina non è facile. Bisogna evitare insidie dovute a divieti di accesso, a obblighi
di svolta, ecc.. Bisogna combattere con gli altri automobilisti, che ci suonano perché si va piano, cercando di capire il
percorso da fare.
Una volta arrivati, poi, si pone il problema del parcheggio. In queste metropoli, infatti, l’uso della macchina è giu-
stamente scoraggiato a vantaggio di Bus e Metropolitana. Occorre quindi allontanarsi dalla meta raggiunta a fatica e
cercare il tanto sospirato parcheggio, per un tempo . . . indefinito !
I PARCHEGGI
Nel leggere l’articolo del consigliere Alberti Vittorio, ho avuto l’impressione di essere tornato nella metropoli
visitata da poco. Una “carenza cronica di parcheggi in centro a Quero”, a suo dire, affligge il nostro Paese e sottopo-
ne i suoi abitanti ad estenuanti maratone. Per acquistare un giornale all’edicola di Schievenin in Centro a Quero,
occorre armarsi di santa pazienza e girare per ore intorno all’isolato, sperando che qualcuno ci lasci il posto. E che di-
re di chi, necessitando di pane, intende recarsi nei panifici Favero o Schievenin, oppure nei negozi alimentari
del Capoluogo? Poveri sfortunati! Dovranno bardarsi di tuta e scarpe da ginnastica, come novelli gladiatori, e partire
da casa loro, a piedi, per una interminabile maratona nel deserto, in un viaggio che potrebbe anche essere senza ritor-
no! Ma evidentemente questa è una responsabilità dell’Amministrazione di cui sono parte e me ne assumo di conse-
guenza ogni colpa.
SCHIEVENIN E LO SPRECO DI RISORSE
Altra storia è, invece, l’intervento di Alberti sui parcheggi di Schievenin e sulla strada che porta alle Grotte di
“Lourdes” e di “Santa Barbara”.
Secondo il Consigliere Alberti, la realizzazione di parcheggi in Valle di Schievenin, sarebbe uno spreco. Dietro a tale
progetto si nasconde “qualche amara sorpresa” e “nuovi tentativi di speculazione”. Fulmini e anatemi vengono lanciati
anche contro la chiusura della strada che porta alle Grotte di “Lourdes” e di “Santa Barbara”.
A tale proposito mi chiedo se il Consigliere Alberti conosce la parola COERENZA.
E se la conosce perché non la mette in pratica.
Nel suo articolo parla di “una natura meravigliosa e unica” ma, subito dopo, critica la chiusura di una strada nel cuore
dell’incontaminata Valle. Ritengo che, chi sia veramente amante della natura e non sia un “piedidolci”, è ben volentieri
disposto a fare quattro passi, senza essere costretto a stare attento ad auto e moto anche sulla strada che porta alle
grotte in Valle di Schievenin. Mi chiedo poi quali sono i “vecchi interventi speculativi” fatti in Valle, dato che Alberti parla
di “nuovi tentativi di speculazione” e in che cosa consiste la speculazione.
ALBERTI SCRIVE UNA COSA E POI SI DIMENTICA
Il massimo dell’incoerenza del Consigliere Alberti si può, però, verificare
nella critica formulata ai parcheggi in Valle di Schievenin.
Alberti troppo facilmente scrive, ma ancora più facilmente dimenti-
ca le cose che scrive. In una Sua lettera inviata al Sindaco del Comu-
ne di Quero, datata 17.05.2008, è lo stesso Alberti ad invocare la realiz-
zazione di parcheggi! Anzi, da geometra improvvisato, allega anche una
copia di un foglio di mappa catastale, per l’esattezza il foglio 13 – map-
pale 14, dove insiste un terreno di 2.600 mq., che a suo scrivere “sareb-
be un’eccellente soluzione sia ai parcheggi sia per un’area di servizio tu-
ristico-didattico”. Per la cronaca questo terreno, non di sua proprietà, è
casualmente situato di fronte all’abitazione dello stesso Alberti in Valle
di Schievenin .
Oggi che si procede a dare attuazione all’impegno per la riqualifi-
cazione della Valle di Schievenin, assunto con i cittadini e contenuto
nel nostro programma elettorale, oltre che chiesto dallo stesso Alberti
nella sua lettera citata, questo intervento è considerato dal consigliere
medesimo, come uno spreco di risorse. Da parte mia, posso solo ricor-
dare che, Alberti a parte, la stessa Associazione Pro Schievenin, con
una lettera al prot. nr. 7291 del 26.10.2009, ha chiesto al Sindaco la rea-
lizzazione di parcheggi in Valle :
“. . . sentiti i nostri soci, i residenti in Valle e numerosi scalatori e loro
Associazioni noi siamo giunti ritenere che la localizzazione, del suddetto
parcheggio, debba rispondere a delle caratteristiche irrinunciabili come
la sua localizzazione la più vicina possibile alle palestre di roccia ed ai In alto la lettera del Consigliere Alberti con la quale chie-
siti dove sono presenti luoghi di interesse religioso” de al Sindaco di fare parcheggi in Valle di Schievenin

Anche se tutte le opinioni espresse in modo civile e democratico sono legittime


si consiglia di ricordare quanto si dice e ancora di più quanto si scrive.
7 CRONACA

LA FOTO DI COPERTINA

Le creazioni su vetro di Eleonora Mionetto


di Silvio Forcellini
Brava, bella e, soprattutto, modesta. Ho dovuto infatti su-
dare le proverbiali sette camicie per vincere la timidezza di
Eleonora Mionetto (nella foto a fianco, ritratta sul posto di
lavoro fenerese) e convincerla a presentare anche ai lettori
del Tornado le sue creazioni su vetro, davvero dei piccoli
capolavori. Apprezzati a tal punto che importanti aziende
vitivinicole valdobbiadenesi le chiedono di volta in volta di
personalizzare le loro migliori bottiglie che poi regalano a
clienti e fornitori, con la certezza di fare bella figura con
un’idea-regalo tanto originale quanto di pregevole fattura.
Originaria di Ron di Valdobbiadene, fino a qualche mese
fa operaia presso l’Iride di Colmirano e ora commessa -
sempre gentile e sorridente - presso il supermercato fene-
rese di Gabriele Putton, Eleonora ha ereditato questa pas-
sione per la decorazione di bottiglie in vetro dalle sorelle
Luigina e Valentina, anch’esse molto brave. Utilizzando
normali colori per ceramica, da un anno e mezzo crea
questi “pezzi unici”, al momento più di cinquanta, che ri-
chiedono più di quattro ore di lavoro ciascuno e che, una
volta terminati, fanno poi bella mostra di sé in molte case,
anche all’estero. E le richieste di una bottiglia personaliz-
zata ora le giungono anche da privati, in occasione di noz-
ze, nascite, addii al celibato o al nubilato, anniversari di matrimonio… La poliedrica Eleonora non disdegna anche
altre forme artistiche: per puro passatempo, dipinge anche su stoffa, su tela e su vetrate (il suo primo “lavoro” in tal
senso riguarda…la vetrata di casa sua, dove campeggiano due splendide ninfee).
Instancabile, la “WonderWoman di Ron” trova anche il
tempo di dare una mano nelle varie feste organizzate dalla
Pro Loco o dagli Alpini del suo paese, mentre regolarmente
aiuta la sorella Valentina nella conduzione dell’agriturismo
“Castelet” a Pianezze, poco sopra San Floriano (dove, tra
parentesi, si mangia molto bene, come mi ha segnalato un
mio attendibile informatore).
«Silvio, ma sei proprio sicuro di volermi mettere sul Torna-
do?» è stata la ricorrente domanda che una timorosa Eleo-
nora mi ha rivolto in queste ultime settimane ogniqualvolta
mi recavo in negozio “da Gabri” a far la spesa. La risposta è
sempre la stessa: ero e sono tanto sicuro della cosa…che
l’ho fatta! E sono pure convinto che i molti lettori del Torna-
do, ora che hanno potuto apprezzare le non comuni doti ar-
tistiche di Eleonora Mionetto, mi daranno ampiamente ra-
gione…

In copertina, e a corredo del presente articolo, alcune delle originali creazioni su vetro opera di Eleonora Mionetto.
8 CRONACA

Vas, cento candeline per Irma Franco


di Ivan Dal Toè
VAS Festeggiata da tutti i suoi parenti, ha
spento domenica 13 giugno la sua centesima
candelina Irma Franco, personaggio storico
del paese e nonna del sindaco Andrea
Biasiotto. La numerosa famiglia della signora
Irma, che ha quattro figli, sette nipoti e cinque
bisnipoti, dopo la messa in suo onore si è
riunita a pranzo per festeggiare la neo
centenaria alla Locanda Solagna di Vas.
Rimasta vedova a soli 43 anni, dopo aver
passato indenne entrambe le guerre mondiali,
Irma ha allevato da sola i figli con tanti
sacrifici, assumendo con caparbietà la guida
dell’azienda vinicola del marito fino a passare
il testimone al figlio Luigi, che a sua volta ha consegnato la storica azienda di Vas nella mani del figlio Andrea, at-
tuale primo cittadino del paese. Da qualche anno la signora, che gode di ottima salute e piena lucidità mentale, vive
a Montebelluna con la figlia. (Articolo tratto dal Corriere delle Alpi del 15.06.2010).

Alano, i novant’anni di Vincenzo Dal Zuffo


di Sandro Curto
Lo scorso 31 maggio il nostro fedele abbonato di Alano Vicenzo Dal
Zuffo, presidente della locale Associazione Combattenti e Reduci,
recentemente premiato in Prefettura a Belluno con la medaglia
d’onore agli ex internati in campo di concentramento (vedi Tornado
n.556) ha compiuto novant’anni. In occasione di questa giornata di
festa, Dal Zuffo ha ricevuto, commosso, il Diploma di Fedeltà
rilasciato dall’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci e
consegnatogli dal vicepresidente provinciale Oscar Marcon e dal
sindaco di Alano Fabio Dal Canton. E’ l’ennesimo riconoscimento
all’impegno di “Cencio” che, a ogni ricorrenza o manifestazione, con
la sua presenza e testimonianza, contribuisce a tener viva la
memoria dei tragici eventi accaduti durante la seconda guerra mondiale. La famiglia tutta, attraverso il Tornado,
partecipa emozionata a questo suo compleanno e ricorda le parole del Sindaco: «E’ ancora lui che, a 90 anni, mi
sprona e stimola ad impegnarmi ed andare avanti». Buon compleanno, “Cencio”!!!
Nelle foto, Vincenzo Dal Zuffo col sindaco Dal Canton e il vicepresidente provinciale A.N.C.R. Marcon, col gruppo di
familiari e amici davanti al municipio di Alano e con la torta di compleanno.
9

CRONACA

1° anniversario per gli sposi Alessandro e Eva


Il 18 luglio dello scorso anno Alessandro Dal Zotto, di Quero, e Eva
Zanella, di Vas, si sono promessi eterno amore nella chiesa
parrocchiale di Vas. Ora, a un anno dall’avvenimento i famigliari
vogliono ricordare con gioia questo primo anniversario.
Nelle foto, giunte in redazione, due momenti della cerimonia, che
tutti ricordano
con emozione.
Tutti i famigliari
rinnovano i
migliori auguri di
ogni felicità agli
sposi, ora
residenti in S.
Vito di
Valdobbiadene,
e un pensiero
particolare glielo
vogliono
riservare la
nonna materna
Marcella e
mamma Viviana.
A tanta gioia non
possiamo non
associarci e
auguriamo ai
nostri nuovi
abbonati di
continuare il
felice percorso
d’amore che li ha
fatti incontrare.
10 CRONACA

Il bazar di piazza Roma funge anche da recapito del Tornado

Segusino, Antonietta Verri festeggia


i cinquant’anni di attività
di Silvio Forcellini
Pensate solo a quante generazioni di scolari e alunni
Antonietta Verri, titolare a Segusino del bazar in piazza
Roma, può aver fornito album e quaderni, penne e libri di
testo in cinquant’anni di attività! A sancire ufficialmente
l’importante traguardo raggiunto dalla signora Antonietta,
un diploma con medaglia d’oro consegnatole lo scorso 12
giugno presso la Camera di Commercio di Treviso, alla
presenza anche di Siro Coppe, assessore alle attività pro-
duttive e al commercio in rappresentanza del Comune di
Segusino (consegna a cui si riferisce la foto a sinistra). “Un
riconoscimento - recita la
motivazione - per l’attività
continuativa svolta in am-
bito comunale e sociale”.
Proprio cinquanta anni fa
infatti, nel 1960, Antoniet-
ta Verri rilevava la cartolibreria del maestro Giusto Lio in Cornèr. Vent’anni dopo
invece, nel 1980, il trasferimento dell’attività in piazza Roma, dove si trova
attualmente. Nel frattempo (1962) si sposava con Andrea Santini, molto conosciuto
in zona per la sua grandissima abilità nel gioco delle carte e con il quale ha avuto
due figlie: Maria Luisa, nata nel 1968 e attualmente maestra elementare ad Alano,
e Federica, nata nel 1974 e che collabora con la mamma nella conduzione del
negozio. Inoltre, Antonietta Verri è ora anche nonna di due splendidi nipotini:
Francesco, nato nel 2006, e Margherita, arrivata nel 2009 (che vediamo assieme
nella foto a destra). Commossa per l’affetto manifestatole nell’occasione,
Antonietta Verri vuole ringraziare dalle pagine del Tornado tutti i suoi affezionati
clienti, molti provenienti anche dai paesi limitrofi. E un grazie, infine, ci sia
consentito anche a noi del Tornado nei riguardi della signora Antonietta (e della
figlia Federica), il cui bazar funge sempre da impeccabile recapito del nostro
giornale.

Dal Belgio il saluto


di quattro generazioni
(S.C.) Nella foto a fianco, scattata a Mons (Belgio) lo scorso aprile, le
donne di quattro generazioni salutano i loro parenti in Italia. Con Giu-
liana Tessaro in Franzoia, nostra abbonata di Colmirano, la figlia Oli-
vetta, la nipote Sabrina e, ultima arrivata, la pronipote Thea nata nel
gennaio 2010.

LETTERE AL TORNADO

In ricordo di Antonio Pavan


In ricordo di nostro padre Pavan Antonio vogliamo pubblicare, sulle pagine del Tornado, i suoi detti
preferiti.
I familiari
La parola fa l’uomo / Fare i cavoli propri, mai pensare ai cavoli degli altri / Chi la fa, l’aspetti / Chi
pensa per sé, pensa per tre / Fare bene, aspettare bene / Chi è troppo buono, passa da coglione /
Male non fare, paura non avere: questo disse Dio / Ridi? Ridi? Ridi? Pagliaccio! Vedrai! Vedrai! Ve-
drai!
F.to “Toni Gancio” (presto cambio lavoro), detto “Toni Fannullone”
11 CALCIO

Calcio - Seconda Categoria


S.P. CALCIO 2005 PROMOSSO IN 1aa CATEGORIA Calcio - Seconda Categoria
S.P. CALCIO 2005 PROMOSSO
di Cristiano Mazzoni IN 1 CATEGORIA
Grande risultato per l’S.P. Calcio 2005 srl che di perCristiano
la seconda Mazzoni
volta nella sua breve storia ottiene la promozione in
Prima Categoria. Infatti la società presieduta
Grande risultato per l’S.P. Calcio 2005 srl che per la seconda volta nellada Raffaele Menegon, nata sua
solamente dal 2005
breve storia ottiene dalla fusione tra in
la promozione il
Segusino ed il Pederobba, ottenne al suo esordio sotto la guida dell’allenatore
Prima Categoria. Infatti la società presieduta da Raffaele Menegon, nata solamente dal 2005 dalla fusione tra il Riccardo D’alberto la promozione in
Prima
Segusino Categoria attraverso ottenne
ed il Pederobba, i play-off. Anche
al suo nella sotto
esordio stagione la guidasportiva appena conclusa
dell’allenatore Riccardoil D’alberto
sodalizio latrapromozione
Segusino in e
Pederobba è riuscito a ripetere l’impresa di cinque anni fa conquistando
Prima Categoria attraverso i play-off. Anche nella stagione sportiva appena conclusa il sodalizio tra Segusino e la promozione. Inserita nel girone “Q”, lo
stesso
Pederobba della èPiave Tegorzo,
riuscito a ripetere e giunta
l’impresaseconda in campionato,
di cinque la squadra la
anni fa conquistando allenata dall’allenatore
promozione. Inserita Simone
nel girone Pavan
“Q”, lolo
scorso anno alla guida degli Juniores dell’S.P. Calcio 2005 e al suo esordio
stesso della Piave Tegorzo, e giunta seconda in campionato, la squadra allenata dall’allenatore Simone Pavan lo in una prima squadra, nel primo spareggio
promozione
scorso annosuperavaalla guidacon unJuniores
degli netto 4 adell’S.P.
0 la Ztll Calcio
Sx Piave, 2005 in equello
al suosuccessivo
esordio in eliminava
una primail squadra,
San Vittore nelpareggiando
primo spareggio 0a
0promozione
ma sfruttando la miglior
superava conposizione
un netto 4inaclassifica
0 la Ztll Sx edPiave,
infine in in finale
quellosuperava
successivo pereliminava
2 a 1 il Limana ottenendo
il San Vittore il passaggio
pareggiando 0a
in
0 ma sfruttando la miglior posizione in classifica ed infine in finale superava per 2 a 1 il Limana ottenendo il composto:
Prima Categoria. Una bella soddisfazione per tutta la società il cui consiglio di amministrazione è così passaggio
presidente Raffaele Menegon,
in Prima Categoria. Una bella vice presidenti per
soddisfazione Linotutta
Minute, Renzo ilCoppe
la società e Antonio
cui consiglio Selle, consiglieri èAgostino
di amministrazione Coppe,
così composto:
Luigi Pasqualetti, Paolo De Biasio e Giorgio Mazzoni; segretaria Patrizia
presidente Raffaele Menegon, vice presidenti Lino Minute, Renzo Coppe e Antonio Selle, consiglieri Agostino Coppe,Carraio; direttore sportivo Daniele Sonetto.
Ottimi anche i risultati
Luigi Pasqualetti, Paolocolti
Dedalle
Biasiosquadre
e Giorgio giovanili
Mazzoni;dell’S.P. Calcio Patrizia
segretaria 2005. Carraio; direttore sportivo Daniele Sonetto.
La squadra Juniores inserita nel girone “C” ha disputato
Ottimi anche i risultati colti dalle squadre giovanili dell’S.P. Calcio 2005. un ottimo campionato rimanendo sempre nelle prime posizioni
della classifica chiudendo alla fine terzo posto ad
La squadra Juniores inserita nel girone “C” ha disputato un ottimo campionato un solo punto dalla piazza d’onore sempre
rimanendo e a sette nelledalla vetta.
prime Fiore
posizioni
all’occhiello
della classifica chiudendo alla fine terzo posto ad un solo punto dalla piazza d’onore e a sette dalla vetta. buon
la conquista della coppa disciplina. Anche la squadra Allievi, inserita nel girone “E”, ha disputato un Fiore
campionato
all’occhiello giungendo
la conquista alla finecoppa
della terza disciplina.
ad un punto dalla laseconda
Anche squadrae Allievi,
a setteinserita
dalla capolista.
nel girone Qualche
“E”, ha rammarico
disputato un perché
buon
la squadra avrebbe
campionato giungendo potutoallaottenere
fine terza di ad
piùun mapunto
gli scontri
dalla diretti
seconda conelea due settesquadre che l’hanno
dalla capolista. preceduta
Qualche rammaricole sono stati
perché
fatali. Nei tornei la squadra è riuscita a conquistare il trofeo nel Memorial “Donadio
la squadra avrebbe potuto ottenere di più ma gli scontri diretti con le due squadre che l’hanno preceduta le sono stati Biagio” e a sfiorare l’impresa nel
torneo internazionale di Klagenfurt perdendo la finale ai rigori. E’ giunta sesta
fatali. Nei tornei la squadra è riuscita a conquistare il trofeo nel Memorial “Donadio Biagio” e a sfiorare l’impresa nelal “Calvi Alimentari” di Lentiai. Eccellente
invece
torneo ilinternazionale
risultato ottenuto dalla squadra
di Klagenfurt perdendo Giovanissimi
la finale aiche, inserita
rigori. E’ giuntanel girone
sesta al“E”, pur Alimentari”
“Calvi avendo in rosa tutti 1996
di Lentiai. salvo
Eccellente
due
invece1995 ha coltoottenuto
il risultato un quarto posto
dalla che ben
squadra fa presagire
Giovanissimi che,per il prossimo
inserita campionato.
nel girone “E”, pur Ottimo
avendo purein rosail decimo
tutti 1996posto in
salvo
coppa disciplina e primo assoluto del proprio girone. La squadra si è
due 1995 ha colto un quarto posto che ben fa presagire per il prossimo campionato. Ottimo pure il decimo posto ininoltre distinta in diversi tornei conquistando il
“Torneo di Natale” organizzato dalla FIGC di Treviso, il memorial “Donadio
coppa disciplina e primo assoluto del proprio girone. La squadra si è inoltre distinta in diversi tornei conquistando il Biagio” ed uscendo ai quarti nel “Città di
Bessica”.
“Torneo diBuone Natale” pure le prestazioni
organizzato dalladelle
FIGCdue squadre ilEsordienti
di Treviso, memorialche si sonoBiagio”
“Donadio ben distinte durante
ed uscendo ai ilquarti
campionato.
nel “Città Neidi
tornei la squadra 1997 ha conquistato il “Lorenzo Bertuzzi” di Udine, il memorial
Bessica”. Buone pure le prestazioni delle due squadre Esordienti che si sono ben distinte durante il campionato. Nei “Donadio Biagio” ed è uscita ai quarti
di finale
tornei la nel “Torneo
squadra 1997diha Natale” mentreil “Lorenzo
conquistato la squadra 1998 èdigiunta
Bertuzzi” Udine,terza sia al “Donadio
il memorial “Torneo diBiagio”
Natale” ed che al memorial
è uscita ai quarti
“Donadio Biagio”.
di finale nel “Torneo di Natale” mentre la squadra 1998 è giunta terza sia al “Torneo di Natale” che al memorial
Queste
“Donadio le Biagio”.
rose, gli allenatori ed i dirigenti delle varie squadre:
PRIMA SQUADRA:
Queste le rose, gli allenatori ChristianedBacchetti,
i dirigenti delleFilippovarieBordin,
squadre: Silvano Caeran, Diego Codemo, Marco Codemo, Vittorio
Coppe, Rudy Corona, Enrico De Biasio,
PRIMA SQUADRA: Christian Bacchetti, Filippo Bordin, Silvano Andrea De Vallier, William Gobbato,
Caeran, DiegoDiego Codemo,Granzotto,
Marco Elmin Codemo, Ibraimoski,
Vittorio
Sadmin Kazaferi, Mauro Pazzaia, Alessandro Pizzaia, Mattia Premaor,
Coppe, Rudy Corona, Enrico De Biasio, Andrea De Vallier, William Gobbato, Diego Granzotto, Elmin Ibraimoski, Nicola Raduano, Diego Reginato, Albert Sefa,
Simone Specia, Nicholas Trevisiol, Giovanni Vendramin e Simone Zanella;
Sadmin Kazaferi, Mauro Pazzaia, Alessandro Pizzaia, Mattia Premaor, Nicola Raduano, Diego Reginato, Albert Sefa, allenatore Simone Pavan. preparatore
portieri
SimoneFederico
Specia, Battaglia;
Nicholas dirigenti
Trevisiol,Luca Soligo Vendramin
Giovanni e Antonio Bazzacco. e Simone Zanella; allenatore Simone Pavan. preparatore
JUNIORES: Davide Battistin, Alessandro Bigolin,
portieri Federico Battaglia; dirigenti Luca Soligo e Antonio Bazzacco. Giovanni Carraro, Francesco Codemo, Luca De Faveri, Marco
Forner,
JUNIORES: GianmariaDavide Gallina, LorisAlessandro
Battistin, Gregolon, Stefano Bigolin, Menegon,
Giovanni Carraro, David Pierotto,
FrancescoStefano Prandin,
Codemo, Oscar
Luca De Roman,
Faveri, Mattia
Marco
Rossetto, Mattia Sajeva, Giovanni Semenzin, Flavio Tittoto, Riccardo
Forner, Gianmaria Gallina, Loris Gregolon, Stefano Menegon, David Pierotto, Stefano Prandin, Oscar Roman, Toso, Alex Zanatta e Amer Zekiri; allenatore
Mattia
Luca De Marchi;
Rossetto, Mattiadirigente
Sajeva, Piergiorgio Semenzin.Flavio Tittoto, Riccardo Toso, Alex Zanatta e Amer Zekiri; allenatore
Giovanni Semenzin,
ALLIEVI: Federicodirigente
Luca De Marchi; Botti, Mattia Carcia,Semenzin.
Piergiorgio Davide Coppe, Nour Eddine Er Raji, Andrea Fornasier, Alessandro Grigoletto,
Elia Longo, Mohammed Louiza,
ALLIEVI: Federico Botti, Mattia Carcia, Davide Sebastian Mamone,
Coppe,Xhulio Nour EddineMballoma, Matteo
Er Raji, AndreaMeneghello,
Fornasier, Sami Mohacht,
Alessandro Michele
Grigoletto,
Mondin,
Elia Longo, Mohammed Louiza, Sebastian Mamone, Xhulio Mballoma, Matteo Meneghello, Sami Mohacht, Andrea
Eddy Nani, Stefano Pandolfo, Matteo Pederiva, Paolo Pincin, Andrea Secco, Francesco Semenzin, Michele
Vercesi
Mondin, eEddy Simone Nani,Zandonella;
Stefano Pandolfo,allenatore Giovanni
Matteo Pederiva, Gorgoglione;
Paolo Pincin, dirigenti
AndreaCarlo Botti,Francesco
Secco, Giovanni Semenzin,
Zandonella,Andrea Igino
Longo, Roberto Coppe e Gianni Secco.
Vercesi e Simone Zandonella; allenatore Giovanni Gorgoglione; dirigenti Carlo Botti, Giovanni Zandonella, Igino
GIOVANISSIMI:
Longo, Roberto Coppe Gianluca Bedin, Secco.
e Gianni Kevin Cebin, Enrico Collavo, Enrico De Faveri, Edoardo De Marco, El Arbi Lamghari,
Joseph
GIOVANISSIMI: Gianluca Bedin, Francesco
Ferraro, Patrick Gallina, Kevin Cebin, Masin,
EnricoRiccardo
Collavo,Meneghello,
Enrico De Faveri, GiulioEdoardo
Montagner, FrancoElOsei,
De Marco, Leonardo
Arbi Lamghari,
Pierotto, Simone Pizzaia, Brando Rizzotto, Matteo Scopel, Luca Selvestrel,
Joseph Ferraro, Patrick Gallina, Francesco Masin, Riccardo Meneghello, Giulio Montagner, Franco Osei, Leonardo Francesco Silvestri, Andrea Specia,
Emmanuele Stella, Adrian Taran Toma e Alex Tugnolo; allenatore Bruno
Pierotto, Simone Pizzaia, Brando Rizzotto, Matteo Scopel, Luca Selvestrel, Francesco Silvestri, Andrea Specia, Sabadotto; dirigenti Giuliano Ruzzetta, Mauro
Ferraro, Marino Tugnolo e Stefano Masin.
Emmanuele Stella, Adrian Taran Toma e Alex Tugnolo; allenatore Bruno Sabadotto; dirigenti Giuliano Ruzzetta, Mauro
ESORDIENTI
Ferraro, Marino1997: TugnoloDavide Comaron,
e Stefano Masin.Gabriele Covolan, Davide De Mori, Zakariae Et Talbi, David Felici, Sami
Hanine, Alabrin Hasa, Giulio
ESORDIENTI 1997: Davide Comaron, Gabriele Meneghello, Mauro Menegon,
Covolan,Massimo Davide De Miotto,
Mori, Giuseppe
ZakariaeSaccol, Andrea
Et Talbi, David Sanzovo,
Felici, Luca
Sami
Scopel, Ervis Sinameta, Davide Stefani, Simone Tartaglia, Roberto
Hanine, Alabrin Hasa, Giulio Meneghello, Mauro Menegon, Massimo Miotto, Giuseppe Saccol, Andrea Sanzovo, Terenziani e Nicola Zanella; allenatore Daniele
Luca
Pincin;
Scopel,dirigente Stefano Masin.
Ervis Sinameta, Davide Stefani, Simone Tartaglia, Roberto Terenziani e Nicola Zanella; allenatore Daniele
ESORDIENTI
Pincin; dirigente 1998: Enrico
Stefano Masin.Benetton, Fabio Berra, Adriano Ciet, Giacomo Collavo, Alex Coppe, Sara Dal Bon,
Alessandro Durighello,
ESORDIENTI 1998: Enrico Benetton, Simone Felixia, Fabio Alex Ferraro,
Berra, Adriano ManuelCiet, Gasparin,
Giacomo Marco Giacometti,
Collavo, Tommaso
Alex Coppe, SaraMeneghin,
Dal Bon,
Francesco Michetti, Saad Mohacht, Valerio Montagner, Simone
Alessandro Durighello, Simone Felixia, Alex Ferraro, Manuel Gasparin, Marco Giacometti, Tommaso Meneghin, Panazzolo, Paolo Puttin, Simone Simeoni, Luca
Vendramin, Manuel Vetere Rossi e Giulio Viale; allenatore Paolo Tocchetto;
Francesco Michetti, Saad Mohacht, Valerio Montagner, Simone Panazzolo, Paolo Puttin, Simone Simeoni, Luca dirigente Mauro Ferraro.
Vendramin, Manuel Vetere Rossi e Giulio Viale; allenatore Paolo Tocchetto; dirigente Mauro Ferraro.
12 ALPINI

Grup
Gruppo
Gruppo Alpini
Alpini “Valderoa”
“Valderoa” di Alano di Piave
Commemor
di Alano di Piave
Commemorazione
Commemorazione dei
dei Caduti
Caduti in in Alta
Alta Val
Val Calcino SABATO
Calcino
SABATO1717e eDOMENICA
SABATO DOMENICA1818LUGLIO
LUGLIO
Programma:
Programma: SABATO 17 Luglio ne
SABATO Incontro con gli ospiti e s
SABATO 17 17 Luglio
Luglio nel nel Pomeriggio
Pomeriggio
Incontro con gli ospiti e salita al Rifugio
Incontro con gli ospiti e salita al Rifugio “Alta“Alta
Val Val Calcino”
Calcino” DOMENICA 18 Luglio
DOMENICA Ore 8.00 - Ritrovo pre
DOMENICA 18 18 Luglio
Luglio Ore 8.30 - Salita al ci
Ore 8.00 - Ritrovo
Ore 8.00 - Ritrovo presso presso la sede
la sede del gruppo
del gruppo Valderoa
Valderoa
Ore 8.30 - Salita al cippo di Domador Ore 10.30 - Messa al c
Ore 8.30 - Salita al cippo di Domador Ore 11.30 - Discorsi uf
OreOre 10.30
10.30 - Messa
- Messa al campo
al campo Ore 12.30 - Rancio pre
Ore 11.30 - Discorsi
Ore 11.30 - Discorsi ufficialiufficiali
Ore 12.30 - Rancio presso
Ore 12.30 - Rancio presso il Rifugio il Rifugio
“Alta“Alta
Val Val Calcino”
Calcino” Per ulteriori in
Per Per ulteriori
ulteriori informazioni
informazioni potete
potete contattare
contattare il Capogruppo
il Capogruppo al nr.
al nr. 348348 / 800
/ 800 97 49
97 49
Il Capogruppo
Il Capogruppo Valentino
Valentino Rech
Rech
Rech
ATTUALITÀ

La zanzara e la donazione di sangue


Nuovamente in vigore le misure precauzionali
Si comunica che, a seguito di recenti direttive nazionali e regionali emanate per scongiurare il rischio di trasmis-
sione trasfusionale dell’insidiosa infezione da virus West Nile, veicolata attraverso la puntura di zanzara, dal 1
Luglio fino a revoca del provvedimento, i donatori di sangue che abbiano soggiornato almeno per una
notte nelle province di Venezia, Rovigo, Ferrara, Reggio Emilia, Modena, Mantova, Bologna dovranno es-
sere considerati non idonei alla donazione per 28 giorni dalla data del suddetto soggiorno.
Raccomandiamo quindi la massima collaborazione e l’eventuale autoesclusione dei donatori onde evitare la
mancata esecuzione della donazione nel caso di accesso al Centro Trasfusionale.

La camminata nordica, secondo la filosofia


“Speak Walking Idea”

Corso di Nordic Walking


Sabato 17 luglio
Teoria e pratica della tecnica alternata
Sabato 24 luglio
Pratica della tecnica alternata ed introduzione alla tecnica
parallela
Domenica 1 agosto
Escursione facile con variazioni controllate di tecnica

Il corso si svolgerà a CAMPO di Alano di


Piave (Bl) (bastoncini in comodato d’uso gratuito)
Le iscrizioni chiuderanno al
raggiungimento di 10 adesioni!
Per contatti, info, iscrizioni e costi:
Alex Geronazzo 340.5930051
Web site www.argonwteam.blogspot.com
e.mail: alexandergeronazzo@virgilio.it
13

LA PRO LOCO DI ALANO DI PIAVE INVITA TUTTI IN PIAZZA A COLMIRANO PER LA

FESTA DI
S. GIACOMO
SABATO 24 LUGLIO 2010
¾ ORE 18:00 “SPRIZ” IN PIAZZA
¾ ORE 18:30 APERTURA STAND GASTRONOMICO
¾ ORE 21:00 MUSICA DAL VIVO CON “B AND B”

DOMENICA 25 LUGLIO 2010


¾ ORE 11.OO S. MESSA NELLA CHIESETTA DI SAN GIACOMO
¾ ORE 16:00 APERTURA STAND
¾ …GIOCHI VARI IN PIAZZA PER PICCINI E NON…
¾ ORE 18:00 “SPRIZ” IN PIAZZA
¾ ORE 20:30 SERATA DANZANTE CON “B AND B”
¾ ...GRANDE STIMA DELLE TROTE
Nella mattina di DOMENICA 25 luglio sarà organizzata la seconda edizione della
camminata a “punta Zoc”. Partenza dalla piazzetta di Colmirano alle ore 8:00
Vi aspettiamo numerosi!!!!!!!!!!!!

NUOVO NEGOZIO DI PARRUCCHIERA


UOMO - DONNA
Tel. 0439 779745
Piazza Martiri, 1/B - Alano di Piave (BL)
PROVA IL COLORE A BASSO
DOSAGGIO DI AMMONIACA
- AGOSTO SEMPRE APERTI -
14 ASTERISCO

AUTOINTERVISTA
di Martino Durighello
Domanda - Come mai questa autointervista?
Risposta - Ma ... Poiché non penso di valere tanto da meritare interviste né
da piccoli, né, tanto meno, da importanti intervistatori ...
D. - Hai pubblicato un libro, però: che sensazione si prova?
R. - "Fare un libro, - scrisse Giuseppe Giusti,- è men che niente! se il libro
fatto non rifà la gente". Ora, libri che abbiano "rifatta la gente" non ne
conosco, se non, forse, il Vangelo. Ne conosco molti, invece, che hanno
lasciato un segno nella gente. Penso che il mio non giunga nemmeno a
tanto: mi accontento che risulti una lettura piacevole, di qualche interesse;
che, insomma, a quelli di una certa età ricordi la loro infanzia, ai più giovani
ciò che tante volte hanno sentito raccontare dai loro genitori e ai
giovanissimi un piacevole mezzo per conoscere la vita di un tempo che non
esiste più, in cui c'era il "senso della vita" che oggi non si riesce più a
percepire; mi pare che tra coloro che lo hanno letto questo messaggio sia
stato recepito. Tanto mi basta.
D. - Mi sembra già tanto. Allora, soddisfatto?
R. - Abbastanza. Ho sentito solo giudizi positivi e gratificanti, anche di gente
che non conosco e di paesi lontani dai nostri, gente che addirittura ha
sentito il bisogno di telefonarmi per complimentarsi. Mi ha fatto, ovviamente,
Punti vendita molto piacere.
D. - E le vendite?
Redattori de “Il Tornado” R. - Se vuoi dire se c'è stato un Bum, no, non c'è stato. Ma sono
Alano: ugualmente contento. Mi sarei aspettato qualcosa di più dai giovani e dai
Panificio Errandi giovanissimi; credo che a questi potrebbe risultare utile: un buon libro per le
Bar “Al Piazzol” vacanze, insomma, così come si usava una volta. Ma oggi ho l'impressione
Alimentari Collavo che la gioventù sia più dedita ad altro che alla lettura. Loro ... mandano
Da Meto messaggini! Eppure ... Ma forse non è solo colpa loro: il tempo in cui vivono
Tabaccheria Piccolotto è così, glielo abbiamo costruito noi. Auguriamoci solo che trovino il modo di
Caffè Speranza non fare gli errori dei loro padri.
Cartolibreria Da Milio D. - Ben detto! Ed ora, che ti aspetti?
Merceria Codemo R.- Riguardo a "Ciottoli"? Anzitutto che venga diffuso tra i giovani e i
Fioreria Manuela giovanissimi (elementari, medie e superiori). In secondo luogo che possa
Merceria Angela e Corina diffondersi tra gli emigranti e quanti sono costretti a vivere lontano dai loro
Locanda Alpina paesi d'origine: per loro potrebbe essere, come dice Don Camillo, "un sorso
Alimentari Codemo di gioventù" ed un modo per sentirsi ancora figli della loro terra.
Fener: Edicola Via della Vittoria D. - Hai altro in cantiere?
R. - Oh! Tanti sogni: abbozzi, appunti, scritti da riordinare, sistemare,
Colmirano: Panificio
correggere, completare; chissà se troverò mai la voglia e il tempo. Certo, mi
Campo: Bar Acli; Museo
piacerebbe riuscire a portare a termine qualche lavoro, anche perché tra le
Vas: Locanda Solagna scartoffie ci sono delle cose che credo possano risultare interessanti. Chi
Quero: Cartolibreria Schievenin vivrà, vedrà. Intanto, sia pure a singhiozzi, mi do da fare e, forse un giorno
Feltre: Librerie ...
D. - Sempre ricordi autobiografici?
R. - No, no! Cose di tutt'altro genere ... D. - Allora restiamo in attesa.
R. - Restiamo in attesa e grazie al Tornado. E grazie a tutti coloro che hanno accolto la mia fatica con simpatia.

CRONACA

E’ nato
Giacomo Mondin
(S.C.) Lo scorso 10 marzo, all’ospedale di Feltre, è nato
Giacomo Mondin, di Campo, figlio di Placido e di
Agnese Spagnolo.

Grande gioia per i genitori, per i nonni Richetto e Giulia


di Colmirano e Ivo e Maria di Rotzo (Vi), per gli zii
Angelo e Arianna di Alano e per la bisnonna Lina di
Campo.

Congratulazioni a tutti dalla Redazione.


15 CRONACA

Auserflash
A CURA DEL CIRCOLO AUSER ONLUS "AL CAMINETTO" DI ALANO QUERO VAS - VIA ROMA 29 32030 QUERO 0439.787861

Brevi storie di picnic, di afa, di dolce vita riminese


e di varia umanità.
La bella tradizione del picnic in riva al Piave si è interrotta, complici dapprima uno spostamento della data
originariamente convenuta per una sopravvenuta indisponibilità del parco, e poi la coincidenza con altre iniziative
(gita degli alpini ecc.) E meno male, perché se avessimo confermato la nuova data, ci sarebbe capitata fra capo
e collo una lavata di prim’ordine con classico fuggi-fuggi generale. Comunque l’annullamento della festa è stato
un vero peccato, perché le tradizioni, quando si interrompono, pèrdono molto del loro fascino.
E’ confermato, intanto, il picnic di San Lorenzo, per sabato 7 agosto. Anche qui ci sono novità. Per
indisponibilità del rustico sito in località Santa Maria, quest’anno la festa organizzata in collaborazione con la
locale “Schola Cantorum” si terrà presso la casa delle Associazioni di Alano, in via De Rossi.
In occasione del picnic saranno festeggiati anche i compleanni dei soci nati nei mesi di giugno luglio e agosto.
L’appuntamento è per le ore 12,00. Il programma dettagliato sarà reso noto sul prossimo numero del Tornado ed
esposto in tutte le bacheche dell’Auser. A proposito: per informazioni e prenotazioni si prega vivamente di
contattare la nostra sede di Quero che resta aperta per tutta l’estate nei giorni e nelle ore già note.
Ed ora un doveroso cenno ai nostri vacanzieri di Rimini, che son tornati a casa belli ed abbronzati, soddisfatti

per il rilassante soggiorno pieno di sole e di squisiti manicaretti alla romagnola. Unico dispiacere è stato
l’inconveniente occorso alla nostra cara amica Bruna che, proprio alla vigilia del rientro è stata ricoverata
all’ospedale di Cesena per un malore. Le notizie di una buona ripresa sono confortanti, tant’è che la nostra
indomita pare abbia già versato la caparra per il prossimo anno. La foto che pubblichiamo ritrae solo la metà dei
partecipanti. Mettere insieme una compagnia così variegata e vivace è sempre un’impresa. Poi si sa che
qualcuno ha l’abitudine di nascondersi o di fare appena capolino per un beffardo cucu. Altri, informati della nuova
legge sulla “privacy” hanno pensato bene, a scanso di rogne, di sottrarsi agli “spettegulèss” della stampa per non
finire sui giornaletti “rosa” in preda allo squallore del “gossip”. La solita bene informata fa sapere malignamente
che qualcuno non ha posato per la foto a causa delle orrende scottature e a qualche ruga impietosa e più
eloquente della carta di identità.
L’estensore di questa nota ringrazia le gentili signore che gli hanno inviato una cartolina e gli hanno portato in
regalo una bellissima tartaruga. Cosa buona e giusta.

Viola club Feltre sta per tornare…


Cerchiamo persone disposte a condividere questa nostra passione con noi,
prezzo iscrizione quota bassissima.
Per informazioni tel. 347.0498930
La prossima riunione la facciamo a Feltre venerdì 16 luglio alle ore 20,30.
Vi terremo informati sugli sviluppi!
16 CALCIO

Vas, alla “Pizzeria Al Piacere” il torneo di calcetto


di Antonio Deon
Il Gruppo Alpini di Vas ha
organizzato anche quest’anno l’ormai
tradizionale torneo di calcio a 5 con
partite da due tempi di 12 minuti
ciascuno, svoltosi, come nelle ultime
edizioni, sul campetto in erba
naturale di Vas sabato 26 e
domenica 27 giugno dove si sono
sfidate le 10 squadre partecipanti. Il
successo del torneo è stato garantito
da due splendide giornate di sole che
hanno permesso anche una costante
affluenza di pubblico, specialmente
durante le fasi finali del torneo. I
giocatori della Odessa di Crocetta
del Montello, vincitori delle ultime due
edizioni, erano approdati al torneo
con la speranza di ripetersi ma, per
quest’anno, hanno dovuto accontentarsi del terzo posto, avendo vinto per 4-1 la finale di consolazione contro il
Segusino che, conseguentemente, si è classificato al quarto posto. Odessa, inoltre, porta a casa il successo come
capo cannoniere con 7 reti della punta Vincenzo Felline. L’edizione 2010 del torneo è stata vinta, invece, dalla
squadra Pizzeria Al Piacere di Lentiai (nella foto dopo la premiazione) che, in una combattuta finale, ha avuto la
meglio sui Red Devils, squadra composta da giovani di origine marocchina, tecnicamente ben dotata in alcuni suoi
componenti e che ha ceduto le armi solo dopo i tempi supplementari con il risultato finale di 2-1, dopo essere stata
in vantaggio con un gol nel primo tempo ma che alla fine ha dovuto cedere alla maggiore prestanza fisica degli av-
versari. Miglior portiere è risultato, infine, Jacopo Zanol della Pizzeria Al Piacere, mentre la Coppa Disciplina è an-
data ai Bombi di Alano di Piave.

Festa Auser Provinciale


CRONACA
IFesta
premi della
Auser lotteria
Provinciale
Le estrazioni si sono svolte mercoledì 2 giugno e uno dei
I premi della lotteria
biglietti vincenti è stato venduto anche nella zona del Basso
Feltrino.
Il numero
Le delsibiglietto
estrazioni è 00409
sono svolte ed il premio
mercoledì 2 giugnoabbinato
e uno deiè
una caraffa
biglietti purella
vincenti pervenduto
è stato filtrareanche
acqua.nella zona del Basso
Per il ritiro del premio basterà rivolgersi alla sede Auser
Feltrino.
Illocale,
numeroai recapiti sotto segnati.
del biglietto è 00409 ed il premio abbinato è
Nellecaraffa
una bacheche dell’Auser
purella sono esposti
per filtrare acqua. anche tutti gli altri
estratti.
Per il ritiro del premio basterà rivolgersi alla sede Auser
locale, ai recapiti
CIRCOLO AUSER sotto segnati.
ONLUS "AL CAMINETTO" DI ALANO
NelleQUERO
bacheche VASdell’Auser
- VIA ROMAsono
29 esposti anche0439.787861
32030 QUERO tutti gli altri
estratti.
CIRCOLO AUSER ONLUS "AL CAMINETTO" DI ALANO
QUERO VAS - VIA ROMA 29 32030 QUERO 0439.787861

In ricordo di Rosa Secco


In ricordo di Rosa Secco
Il 4 luglio di un anno fa ci ha lasciati Rosa Secco, di Quero, ed il marito, Enzo Giovanni
Conte, la commemora così:
“Un anno è passato ed i ricordi
accompagnano
la commemora così: i miei giorni e tu sarai
Il 4 luglio di un anno fa ci ha lasciati Rosa Secco, di Quero, ed il marito, Enzo Giovanni
Conte,
“sempre
Un annoilè mio
passato angelo ed invisibile,
i ricordi perché
di Te ho bisogno
accompagnano i miei”. giorni e tu sarai
sempre il mio angelo invisibile, perché
Rosa era nata il 15 giugno del 1931 ed ha varcato i cancelli del cielo il 4 luglio dello scorso
di
anno. Te ho bisogno”.

Il retroera
Rosa delnata
santino,
il 15 compilato
giugno delin1931
sua ed
memoria nei giorni
ha varcato delledel
i cancelli esequie,
cielo il recita:
4 luglio dello scorso
“La sua ricompensa sarà grande,
anno.perché il Signore l’ha provata con la tribolazione che l’ha trovata degna di sé”.

Il retro del santino, compilato in sua memoria nei giorni delle esequie, recita:
“La sua ricompensa sarà grande, perché il Signore l’ha provata con la tribolazione che l’ha trovata degna di sé”.
Alimentari Via D. Alighieri, 26 - FENER (BL)
PUTTON GABRIELE Tel. 0439 789388
18 LETTERE AL TORNADO

Scoaže di destra e scoaže di sinistra


di Silvio Forcellini
E alla fine arrivò Lui, Silvio Berlusconi, e - probabilmente con la sola imposizione delle mani, dati i suoi noti poteri
taumaturgici - liberò Napoli e l’intera Campania dalle tonnellate di rifiuti che la ricoprivano. E, naturalmente, ecco
tutte le principali testate giornalistiche - TG1 e TG5 in testa - a tesserne all’unisono le lodi, mettendo al contempo in
risalto - e non a torto, aggiungo io - le gravi responsabilità dell’allora governatore di centrosinistra, Antonio Basso-
lino, e del sindaco napoletano, sempre di centrosinistra, Rosa Russo Jervolino.
Ora, a un anno di distanza e a elezioni regionali celebrate, il tema rifiuti è magicamente scomparso dai no-
stri schermi televisivi, sui quali invece imperversano, sia all’ora di pranzo che di cena, servizi su amenità inenarrabi-
li, quasi vivessimo nel “Paese dei Balocchi”. Cosa è accaduto in questo lasso di tempo, l’annoso problema dei rifiuti
è stato risolto una volta per tutte?
Non proprio, ma solo chi ha un po’ di dimestichezza con internet - e non affida le proprie conoscenze solo a
ciò che ascolta alla televisione - può sapere (e, soprattutto, vedere) che a Napoli, attualmente, la situazione non si
discosta di molto da quella di un anno fa, mentre a Palermo - guidata, come la Regione Sicilia, da una giunta di
centrodestra e beneficiata dall’attuale governo (leghisti compresi) di un generoso “obolo” di 230 milioni di euro per
evitarne la bancarotta - si assiste in queste settimane a scene simili a quelle partenopee: sacchi di immondizia dap-
pertutto, cassonetti dati alle fiamme nella notte, topi che scorazzano indisturbati tra i rifiuti… A questo si aggiunga
che il munifico regalo governativo al Comune è servito a poco, dato che l’Amia, l’azienda municipalizzata dei rifiuti,
è stata recentemente messa in amministrazione straordinaria, sommersa - oltre che dai rifiuti - da 180 milioni di eu-
ro di debiti causati anche da ben 1.000 assunzioni clientelari.
Ma con questi bei chiari di luna, cosa ha fatto il sindaco di Palermo, un signore sempre sorridente e abbron-
zato a nome Diego Cammarata, eletto nelle file del Pdl anche in Parlamento? Ha preso l’aereo e, con tutta la fami-
glia, si è recato in Sudafrica per assistere ai Mondiali di calcio…
Fermo restando che alla base del problema rifiuti ci sono, in ugual misura, inciviltà privata e incapacità pub-
blica (che prescinde dal colore politico), perché mai - mi domando - questa disparità di trattamento della stessa i-
dentica notizia? Ci sono forse scoaže di destra e scoaže di sinistra?

Intercettazioni e caso Brancher


di Silvio Forcellini
Ritorno brevemente sul disegno di legge governativo sulle
intercettazioni - di cui ho già parlato nel n.561 del Tornado a
proposito di come si comporta al riguardo la più grande democrazia
al mondo, gli Stati Uniti d’America - per riportare non il parere dei
soliti anti-berlusconiani di professione ma di due austeri professori,
molto noti anche al grande pubblico. Si tratta del politologo
Giovanni Sartori, già professore alla prestigiosa Columbia
University di New York, e del costituzionalista Stefano Rodotà, già
garante della privacy.
Sartori, lapidario come sempre, dopo aver definito “vergo-
gnosa la legge-bavaglio” così si è espresso sulla stessa: «E’ l’ultima
risorsa per creare una falsa, disinformata e stupida opinione pubbli-
ca che non sa nulla del mondo e sa quasi solo cose false dell’Italia».
Sulla stessa lunghezza d’onda Rodotà, secondo il quale
«quando si blocca la conoscenza dei fatti, si impedisce di deliberare
mettendo a repentaglio la vita democratica: è proprio dei regimi to-
talitari obbligare i propri cittadini a leggere su siti stranieri le notizie del proprio Paese».
Interessante anche la dichiarazione rilasciata nel corso di un’audizione in Commissione Giustizia della Ca-
mera da un magistrato solitamente moderato, quel Pietro Grasso che ricopre il delicato incarico di procuratore na-
zionale antimafia. Queste le sue preoccupate parole: «Il disegno di legge, con le ultime modifiche, ha peggiorato la
situazione per quanto riguarda la mafia e il terrorismo, con effetti devastanti sulle indagini. Le intercettazioni am-
bientali non si potranno più fare nei luoghi privati di dimora perché hanno bisogno, per essere autorizzate, della di-
mostrazione che in quel posto si sta commettendo un reato: agli inquirenti si chiede una “prova diabolica” impossibi-
le da fornire».
E a proposito di pareri lapidari, mi ha molto colpito quello di un elettore di centrodestra (ora ex) che, in una
lettera a un quotidiano, ha spiegato meglio di qualsiasi commentatore politico il “succo” del caso Brancher, un bel-
lunese (ahimè) che, in vista di un’udienza processuale in cui doveva comparire come imputato, è stato nominato
ministro…a non si sa che cosa («al legittimo impedimento», forse, come si è lasciato sfuggire un perfido deputato
leghista). Ecco le illuminanti parole di Massimo Righi (questo il nome del lettore): «Da ex elettore del centrodestra,
disgustato per la totale mancanza di qualunque principio etico di questa maggioranza, rimango sbalordito di fronte
19 LETTERE AL TORNADO

al fatto che, costretto Brancher a recedere dalla sua indecente intenzione di avvalersi del legittimo impedimento,
sembra quasi che ora possa andare tutto bene madama la marchesa e Brancher rimanere ministro. Ma stiamo
scherzando? Riusciamo a immaginare una sola democrazia occidentale nella quale il primo ministro prende un in-
dagato e lo nomina ministro, senza che questo significhi sacrosanta ribellione dell’intero elettorato e morte politica
del primo ministro in questione?».
E pensare che un consigliere regionale veneto, il feltrino (ahimè) Dario Bond, presentatosi alle recenti ele-
zioni con l’impegnativo slogan…“Fatti, non ciacole” e gratificato dalla bellezza di 9.246 voti di preferenza, aveva sa-
lutato la nomina di Aldo Brancher come l’avvento di un nuovo De Gasperi (e purtroppo, in questo caso, non sto
scherzando come mio solito: leggetevi le sue dichiarazioni, mai smentite, al Gazzettino)… Nel frattempo, “il novello
Alcide De Gasperi”, alias Aldo Brancher, prima di essere costretto alle dimissioni si è detto alquanto sorpreso e
amareggiato per le critiche ricevute («Gli italiani sono cattivi - ha più o meno dichiarato - …anche per la sconfitta ai
Mondiali di calcio»), reazione che fa capire tante cose. Che, prima di tutto, siamo di fronte a un gruppo di potere che
ha sì un larghissimo consenso, ma che dell’etica pubblica ignora quasi tutto, avendone presumibilmente una pro-
pria che cozza in maniera evidente con le consuetudini e le regole che fin qui hanno retto le democrazie moderne.
E’ questo il grosso guaio su cui tutti dovremmo riflettere…
(la vignetta di Altan è tratta da “la Repubblica” di giovedì 1° luglio 2010)

CRONACA
G.S. ALANO

Al feltrino Mario Fongaro il torneo di ping pong


Il feltrino Mario Fongaro, che risiede però a Conegliano, battendo in finale Marco Gobbo, anch’esso di Feltre, si è
aggiudicato il primo torneo di ping pong organizzato dal G.S. Alano sabato 5 giugno all’interno della nuova iniziativa
“Alpin in fest” promossa dal Gruppo Alpini Valderoa di Alano di Piave. Si è trattato della riesumazione di uno sport
tramite un torneo come non se ne vedevano da decenni nel Basso Feltrino. L'iniziativa ha fatto rinascere una pas-
sione che i giovani di quando non esistevano i computer e Internet praticavano nei bar attrezzati, nei patronati gio-
vanili e in tutte quelle strutture nelle quali non mancavano mai i bigliardi, i calciobalilla, i flipper e, appunto, i tavoli
da ping pong. Per questo il G.S. Alano con il suo nuovo direttivo e il suo presidente Claudio Dal Canton sta cercan-
do di attirare i ragazzi di oggi verso interessi sportivi sani e che portino alla rinascita dello sport vero inteso come
momento per stare insieme divertendosi in modo sano. Come spiega Dal Canton, «il ping pong è uno sport che pia-
ce, semplice, da riscoprire e che, bene o male, tutti conoscono. Questo torneo al quale si sono iscritti 32 concorrenti
è una delle nostre tante iniziative. Per il 26 giugno abbiamo proposto la corsa in montagna Campo-San Daniele-
Campo, mentre a settembre saremo impegnati nella “Saranno Campioni”, dedicata a bambini e ragazzi appassio-
nati di mountain bike, che raccoglie sempre più di 200 partecipanti. Il nuovo direttivo del G.S. Alano è giovane e
cerca di coinvolgere i giovani avviandoli ad un modo di fare sport divertente e dove la competizione sia secondaria.
Lo sport è scuola di vita e non per forza si deve primeggiare. Questo è il nostro ideale».
(Articolo di Fulvio Mondin tratto da Il Gazzettino)

La Campo-San Daniele a Pagotto e la Tomè,


quasi 300 partecipanti alla quinta edizione
Adriano Pagotto e Sara Tomè sono stati i trionfatori della 5a edizione della corsa in montagna Campo-San Danie-
le-Campo, organizzata dal G.S. Alano. La speciale graduatoria riservata al nordic-walking ha visto invece primeg-
giare Ado Comiotto e Sara De Nardin. Al via quasi 300 partecipanti suddivisi nelle tre categorie “corsa”, “nordic-
walking” e “passeggiata”. Fin dal transito allo scollinamento di Forcella San Daniele era oramai evidente la supre-
mazia di Pagotto, anche se Ivan Geronazzo e Andrea Zanatta, fino al transito in località Pont de la Stua a circa 2
km dal traguardo, erano ancora in vista del fuggitivo. In ambito locale va segnalata l’ottima prestazione del querese
Paolo La Placa (Atl. Valdobbiadene) giunto quarto assoluto. Alexander Geronazzo, Adriano Pagotto e Sara Tomè si
sono complimentati per l’ottima organizzazione sottolineando la severità tecnica e, al tempo stesso, la bellezza del
percorso. Per conto del direttivo del G.S. Alano Alice Meneghin ha ringraziato i volontari della Protezione Civile e
quanti hanno collaborato per l’ottima riuscita dell'evento, ottima occasione per promuovere il paesaggio montano
che attraversa. Classifiche. Maschile: 1. Adriano Pagotto (Atl. Vittorio Veneto) in 46’03” alla media di 13,8 km/h; 2.
Ivan Geronazzo (Asd Atl. San Rocco) in 46’40”; 3. Andrea Zanatta (Play Life Sport Runners) in 47’39”; 4. Paolo La
Placa (Atl. Valdobbiadene) in 48’28”; 5. Ivo Bee in 48’46”; 6. Andrea Tremea (Vigili del Fuoco) in 48’56”; 7. Simone
Zanella (G.S. Alano) in 49’10”; 8. Paolo Rizzotto (G.S. Alano) in 49’57”; 9. Ayyd Amghit (Valdogroup) in 50’12”; 10.
Loris Basei (Atl. Valdobbiadene) in 50’20”. Femminile: 1. Sara Tomè (Atl. Vittorio Veneto) in 57’44” alla media di 11
km/h; 2. Mirella Pergola (Venicemarathonclub) in 59’43”; 3. Silvia Gargarelli (La Piave 2000) in 1h02”12”; 4. Alice
Perenzin (Virtus Nemeggío) in 1h02”39”; 5.. Laura Bello in 1h04’17”. Nordic-walking maschile: 1. Ado Comiotto
(Era Nordic) in 1h24’59” alla media di 7,4 km/h; 2. Nicola Susanna (Era Nordic) in 1h24’59”; 3. Mauro Padoin (Mer-
curyus) in 1h31’25”. Nordic-walking femminile: 1. Sara De Nardin (Era Nordic) in 1h33’15” alla media di 6,8 km/h.
(Articolo di Fulvio Mondin tratto da Il Gazzettino)
20 CALCIO

Calcio – Settore Giovanile


OTTIMA STAGIONE SPORTIVA PER
L’A.S. SOCCERGIOVANILEASSOCIATO
di Cristiano Mazzoni
Con la festa finale di “Giugno calciando . . . per un calcio diverso” dedicata alla memoria del Maestro Tullio Sartor si è
conclusa la stagione sportiva 2009/2010 del SoccerGiovanileAssociato. Da questa stagione sportiva l'A.S.
SoccerGiovanileAssociato, che ricordiamo è al suo decimo anno di attività, si è occupata esclusivamente dell’attività di
base ovvero Pulcini (anni 1999, 2000 e 2001) e Piccoli Amici (2002, 2003 e 2004) e ha visto la partecipazione di circa
80 bambini. Ha allestito quattro squadre Pulcini partecipando ai campionati autunnali e primaverili organizzati dalla
F.I.G.C. Delegazione di Treviso e a diversi tornei oltre a svolgere attività per i Piccoli Amici nelle palestre di Alano di
Piave, Quero, Vas, Pederobba e Onigo. Molto cospicuo e capace anche il gruppo di allenatori ed istruttori che
coordinati dal Responsabile Tecnico Roberto Pizzaia hanno seguito le diverse squadre: William Gobbato (Pulcini
1999/2000), Fabio Codemo (Pulcini 2000 “A”), Sergio Melchiori e Vittorio Coppe (Pulcini 2000 “B”), Roberto Pizzaia
(Pulcini 2001), Vladi Secci, Nicola Raduano, Fabrizio Suman, Roberto Coppe e Iupparello Nunzio (Piccoli Amici). Un
ringraziamento speciale la società lo rivolge a tutti quei genitori che durante la stagione sportiva hanno collaborato con
passione e abnegazione alle diverse attività promosse dall’A.S. SoccerGiovanileAssociato.

I Pulcini anni 1999-2000-2001 partecipanti alla festa finale

I Piccoli Amici anni 2002-2003-2004-2005 partecipanti alla festa finale

CRONACA
21 ASTERISCO

A.S. SOCCERGIOVANILEASSOCIATO
stagione sportiva 2009/2010
ESTRAZIONE BIGLIETTI LOTTERIA
NR° PREMIO BIGLIETTO NR° PREMIO BIGLIETTO
1 Scooter 50 cc 14626 14 Cordless 15037
2 Weekend culturale 11524 15 Trolly Benetton 3376
3 Personal Computer 2940 16 tazze bialetti per colazione 8135
4 Mountain bike 13692 17 Tre DVD 8943
5 Batteria di pentole 16523 18 Sciarpa 14202
6 Giaccone sportivo 2951 19 Set tazzine da caffè 11874
7 Tuta sportiva 6335 20 Valigia 1367
8 Abat-jour 13645 21 ttazze bialetti per colazione 7013
9 Radiosveglia 17962 22 Porta CD 4886
10 Sveglia 7022 23 Tovaglia 9360
11 Lampada da tavolo 1188 24 Sciarpa 6601
12 Tazze bialetti per colazione 17330 25 Portachiavi 2561
13 Abat-jour 13632
RITIRO PREMI ENTRO E NON OLTRE IL 31 AGOSTO 2010 TELEFONANDO AL 347-2466791

U.S.D. S.P. CALCIO 2005 SRL


stagione sportiva 2009/2010
ESTRAZIONE BIGLIETTI LOTTERIA
NR° PREMIO BIGLIETTO NR° PREMIO BIGLIETTO
1 Weekend enogastronomico 752 7 Robot da cucina 678
2 Telecamera digitale 5132 8 Lampadario 351
3 Multifunzione Brother 2429 9 Cassetta per lettere 4514
4 Batteria di pentole 4152 10 Set tazzine 636
5 Bilancia elettronica da cucina 4163 11 Set tovaglia con tovaglioli 2653
6 Lumetto a due luci 825 12 Calzettoni di cotone 3231
RITIRO PREMI ENTRO E NON OLTRE IL 31 LUGLIO 2010 TELEFONANDO AL 335-7111779

Raduno Ex-Allievi L’appello di Enrico


Il nostro abbonato querese Enrico Rizzotto si
Scuola Avviamento Professionale di Quero rivolge a tutti coloro che ricordano di aver
Anni 1956 – 57 – 58 – 59 – 60 – 61 frequentato a Quero la scuola di avviamento
professionale, soppressa nel 1962, quando fu
istituita la scuola media unificata.
Per informazioni chiamare Il suo desiderio è di organizzare un raduno e
quel che conta ora è di mettere in moto il
Enrico Rizzotto – Quero passaparola e contattarlo per passargli il
0439.788376 maggior numero di informazioni possibili.
Nel 1928 il ministro Giuseppe Belluzzo,
ª333.5357640 con il Testo Unico n. 577, istituì la Scuola
di avviamento professionale al posto dei
Raggiunto un numero sufficiente di corsi postelementari
complementare.
e la scuola

iscrizioni, organizzeremo, al più Le scuole di avviamento professionale


erano, fino al 1965, quelle scuole che
presto, una cena per ritrovarci tutti permettevano a chi aveva conseguito la
assieme a condividere ricordi e licenza elementare di continuare gli studi
ottenendo una formazione verso il mondo
rinnovare sentimenti di amicizia. del lavoro o le scuole professionali e
tecniche. Si distinguevano i corsi biennali
dalle scuole di durata triennale. A loro volta
Passate parola, avvisate gli amici e c'era la distinzione tra l'indirizzo industriale

C H I A M A T E M I !!!
e quello commerciale.

Notizie tratte da Wikipedia


22 ASTERISCO

La festa della Madonna


del Carmine a Fener
(s.for.) Da qualche anno Par-
rocchia e Pro Loco ripropon-
gono, in luglio, la festa della
Madonna del Carmine, un
tempo molto sentita e parteci-
pata nella frazione. Lo dimo-
stra un ritaglio del Gazzettino
che risale presumibilmente a
fine anni Quaranta - inizio anni
Cinquanta consegnatoci da
Marilena Cassandro. Il nostro
abbonato querese Giovanni
Dal Canton ci ha invece fatto
avere un ritaglio del Gazzettino
datato 16 febbraio 1949 e che
si riferisce proprio all’attività
della locale Pro Loco (che
all’epoca, probabilmente, si
chiamava Comitato Festeg-
giamenti o qualcosa di simile).
Li riproponiamo entrambi, spe-
rando di suscitare la curiosità
dei lettori.
Per quanto riguarda il testo dell’articolo sulla Festa della Madonna del Carmine, che può risultare difficil-
mente leggibile, lo trascriviamo di seguito: “Fra qualche altra eccezionale versione dei più anziani del paese,
generalmente si racconta che all’inizio del secolo scorso fosse trasportato per mezzo di una zattera un Simulacro
della Madonna del Carmine proveniente da una lontana località della provincia, destinato ad una chiesa dei dintorni.
Sennonché presso Fener si scatenava all’improvviso una furiosa procella accompagnata dalla grandine, che ha co-
stretto la zattera a sostare all’approdo della nostra terra. Giunti alcuni mezzi di trasporto dalle vicine parrocchie, a
conoscenza dell’arrivo del simulacro, si contesero lo stesso caricandolo in uno e poi in un altro carro, ma non fu
possibile far procedere i veicoli perché gli animali che li trainavano si rifiutavano di andar avanti. Riposta la Madon-
na sul carro di Fener, gli animali procedettero animosi e spediti senza guida recando la Statua a destinazione preci-
sa tra lo stupore generale dei numerosi accorsi. Purtroppo la venerata Madonna dicesi sia rimasta preda del fuoco
durante il penultimo conflitto dal 17 al 18 che rase al suolo il paese, mentre sono rimaste, si può dire quasi illesi, le
tre vecchie campane, la Madonna della Salute e il Bambino che teneva in braccio rintracciato in una vicina parroc-
chia. Una nuova statua sostituisce quella distrutta nella nostra antica e storica chiesa parrocchiale consacrata nel
1444, essendo sommo Pontefice Eugenio IV (Gabriele Condulmero), veneziano, nipote di Gregorio XII (Angelo Cor-
rer), pure di Venezia. La nostra chiesa, dedicata allo Arcangelo San Michele, venera quale contitolare la Regina del
Carmelo, che, secondo la pia tradizione, ha scelto Fener per sua dimora e di cui il paese con tutta la vasta zona
che lo circonda nutre profonda devozione”.
ATTUALITÀ

Fener, il 18 festa della Madonna del Carmine


(s.for.) La festa della Madonna del Carmine (16 luglio) si svolgerà quest’anno a Fener domenica 18 luglio con la
Santa Messa celebrata alle ore 17.30 nel cortile della canonica. Come ha scritto nel bollettino parrocchiale don Ti-
ziano: «Sono particolarmente invitati gli anziani e i malati ai quali verrà conferito anche il sacramento dell’unzione
degli infermi. Raccomando, perciò, ai famigliari o amici di favorire con la loro disponibilità la presenza di chi non può
spostarsi con i propri mezzi. E’ un atto di carità squisito permettere loro, se lo desiderano, di incontrarsi con il Si-
gnore, medico delle anime e dei corpi». Al termine è previsto il consueto rinfresco offerto dalla Pro Loco di Fener.
23 ATTUALITÀ

UNIONE DEI COMUNI DEL BASSO FELTRINO


SETTE VILLE
presso sede municipale di Quero Piazza Guglielmo Marconi n. 1 – 32030 - QUERO (BL)
BANDO PER L’ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER SPESE DI
FREQUENZA ASILO NIDO - anno 2010 AVVISO AL PUBBLICO
L'Unione dei Comuni del Basso Feltrino - Sette Ville, in esecuzione della deliberazione del Consiglio Direttivo n. 15
in data 14.06.2010, intende assegnare contributi per spese di frequenza asilo nido.
1. Destinatari
Possono fare richiesta di assegnazione contributo per spese di frequenza asilo nido, periodo 01.01.2010 –
31.12.2010, le persone maggiorenni in possesso dei seguenti requisiti:
a) Essere residenti nel Comune di Quero o nel Comune di Vas;
b) Avere uno o più figli in età inferiore ai 4 anni;
c) Avere utilizzato una struttura di asilo nido o servizio per prima infanzia, nel territorio geografico dei Comuni di
Quero e di Vas;
d) Avere sostenuto una spesa per il servizio di asilo nido non inferiore ad Euro 1.250,00.= annui.
e) Non avere ottenuto altri contributi per le spese connesse al servizio di asilo nido o servizio per prima infanzia;
f) Che il nucleo familiare del richiedente non abbia un reddito con valore I.S.E.E. superiore ad Euro 30.000,00.=;
g) Avere comunicato a questo Ente, entro 60 giorni dall’iscrizione all’asilo nido, ovvero entro il 31.07.2010 per
gli alunni già iscritti alla data di pubblicazione del presente bando, la volontà di richiedere il contributo.
2) Ammontare contributo
Il contributo verrà erogato in base alle sottoindicate fasce di valore I.S.E.E. relativo ai redditi dell'anno 2009 dichiarati
nell'anno 2010:
• Valore I.S.E.E. pari o inferiore ad Euro 13.000,00.= il contributo spettante è pari al 35% della spesa sostenuta
nell'intero anno, con un massimo di Euro 1.000,00.=;
• Valore I.S.E.E. ricompreso tra Euro 13.000,00.= ed Euro.= 25.000,00.= il contributo spettante è pari al 25% della
spesa sostenuta nell'intero anno, con un massimo di Euro 700,00.=;
• Valore I.S.E.E. ricompreso tra Euro 25.000,00.= ed Euro 30.000,00.= il contributo spettante è pari al 10% della
spesa sostenuta nell'intero anno, con un massimo di Euro 400,00.=;
• Valore I.S.E.E. superiore ad Euro 30.000,00.= nessun contributo.
Nel caso in cui le somme disponibili non siano sufficienti a far fronte a tutte le richieste degli aventi diritto, l'Ente si
riserva di diminuire proporzionalmente il contributo.
3) Domande di assegnazione
Le domande, da compilare su appositi moduli da ritirare presso l’Ufficio Biblioteca/Servizi Sociali, devono
pervenire a pena di esclusione al protocollo generale dell'Ente entro il termine perentorio: del giorno 31.01.2011
Alla domanda dovranno essere allegate:
• copia ricevute rilasciate dalla struttura frequentata dal bambino;
• attestazione I.S.E.E. rilasciata da C.A.A.F.
IL RESPONSABILE DELL'UFFICIO Romina MAZZOCCO
UFFICIO BIBLIOTECA/SERVIZI SOCIALI
Responsabile del procedimento specificato in oggetto : Mazzocco Romina
Quero:Via Nazionale,16 - tutti i giorni escluso il lunedì dalle 9 alle 13 -giovedì e sabato dalle14,30 alle 18,30 - tel. 0439/787097
fax 0439/787584 - E-Mail biblioteca.quero@feltrino.bl.it

Agraria
MARCHI
• ALIMENTI PER ANIMALI
• PRODOTTI PER L’AGRICOLTURA E IL GIARDINAGGIO
• PELLETS E TRONCHETTI • PRODOTTI FITOSANITARI
• BOMBOLE GPL • PIANTINE DA ORTO

OFFERTE DEL MESE


MANGIME PER CANE 20 KG A SOLI € 17,00
DECESPUGLIATORE € 120,00
MANGIME PER CANE “PESCE & RISO” € 23,90 ANZICHÉ € 26,90
VOLIERA PER UCCELLI € 98,00
Zona Industriale, 68 - PEDEROBBA (TV) - Tel. e Fax 0423 688902
24 LETTERE AL TORNADO

Resoconto di un’interessante tavola rotonda


Un Convegno chiarisce
RISCHI E SVANTAGGI DELLA
PRIVATIZZAZIONE DELL’ACQUA
I Consiglieri Comunali della lista di minoranza Insieme per Quero, Silvana Brusini e Silvia Carelle, hanno partecipato
ad un incontro, tenutosi il 22 giugno scorso a Treviso, con i responsabili dell’ATS srl. L’occasione era il Convegno
“L’ACQUA E’ MIA,TUA, NOSTRA”. Il tema riguardava la gestione acqua sulla base dell‘art 15 del D.L 135/2009 legge
166 del 20/11/2009 Adeguamento alla disciplina comunitaria. Dopo gli interventi del presidente della Provincia di
Treviso, del presidente dell’ATS srl, dell’Assessore regionale alla salvaguardia dell’ambiente e di alcuni sindaci dei 54
Comuni aderenti, finalmente sono stati chiariti alcuni punti focali. L’invito era stato inoltrato ai Consiglieri di un Comune
socio dell’ATS srl, ma noi ci siamo andati soprattutto pensandoci semplici cittadini e utenti del servizio. La lettera
ribadiva che è il cittadino il vero protagonista di questa problematica. Una problematica che, durante il dibattito, è
stata definita “il petrolio bianco”. Tutti i partecipanti, interessati in prima persona al futuro che riserverà questo art 15
del DL 135/2009, e indipendentemente dalle appartenenze politiche, hanno ribadito che:
¾ L’accesso all’acqua è un diritto imprescindibile
¾ L’acqua non si può considerare una merce e quindi non è concorrenziale
¾ Il bene acqua è limitato…va tutelato dal punto di vista ambientale e della gestione
¾ La gestione idrica integrata non deve sfuggire ai Comuni
¾ “… bisogna mettere insieme Sindaci, società civile e autorità”
¾ Ci deve essere il soggetto politico che risponda dell’operato

1 milione le firme raccolte per il referendum abrogativo


1. il decreto (urgente) inserisce l’art 15 che cancella gli enti consortivi
il governo ha impedito la discussione parlamentare, quindi i soggetti sono stati esclusi dal dibattito
il governo ha forzato i Comuni a cedere ai privati alcuni rami importanti
(Floriana Casellato Sindaco di Maserada sul Piave)
2 Il Decreto Ronchi dice che il controllo sull’operato rimane pubblico, ma ha eliminato gli strumenti di controllo (AATO
che si è sempre curata di ottimizzare la gestione del sistema idrico)
(Eugenio Mazzocato Sindaco di Crocetta del Montello)
3 I Sindaci devono rivolgersi ai propri parlamentari per salvaguardare il proprio patrimonio
(Francesco Pietrobon Sindaco di Paese)
4 Non si deve buttare a mare il progetto positivo
II decreto cattivo può essere solo abrogato
Con l’avvento del privato un fatto è certo: la bolletta aumenterà perché gli Investitori vogliono gli utili
(Piergiorgio Paladin)
Nel suo intervento il Presidente della Provincia di Treviso, Leonardo Muraro, ha sostenuto che “l’acqua è un bene
prezioso-pubblico e nella sua gestione il senso del business deve essere tralasciato. Ha poi concluso:“mi auguro
la gestione rimanga agli enti pubblici: gestione pubblica con prezzo politico”.
Da parte sua, l’Assessore Regionale alla salvaguardia dell’ambiente, Maurizio Conte, ha auspicato “un quadro
normativo preciso”, perché è “necessario garantire il controllo pubblico”. Per questo ha sollecitato una nuova
legge regionale, a tutela della continuità degli investimenti, la loro pianificazione, una tariffa unica e una gestione
che garantisca “qualità-quantità, e una giusta distribuzione”. Ha poi annunciato l’approvazione, da parte della
Regione, di un piano di tutela delle risorse idriche, perché il nostro “petrolio bianco” può diventare una risorsa. Non
disdegna l’ingresso del privato nella gestione dell’acqua: “in questo momento i Comuni sono in difficoltà”, ma ”il
controllo deve essere solo pubblico e l’AATO deve poter continuare a garantire la gestione delle amministrazioni locali”
e ha ricordato che “la Regione Veneto ha fatto ricorso contro questa legge“. Poi è intervenuto il Presidente
dell’ATS srl, Marco Fighera, ricordando che l’attuale gestione è con esclusivo capitale pubblico e i suoi obiettivi sono:
razionalizzazione ed equità (per tutti i Comuni soci una uguale tariffa). Ha poi spiegato che un terzo degli introiti viene
usato per la gestione del servizio, gli altri 2/3 rientrano nel territorio. “Non sono previsti dividenti” (come invece
richiede l’art. 15) Il Presidente dell’AATO Veneto Orientale, Graziano Panighel, (“organo in fase di chiusura”), alla
domanda “cosa è meglio per il cittadino?” risponde: “… il legislatore dà dei paletti alla regione, e afferma “privato
è meglio”, ma l’obiettivo del privato è l’utile, non la qualità del servizio”
Poi una precisazione
- “con l’atto di gara, cosa può imporre al privato un servizio di qualità e di convenienza?,
- con la concessione per 30 anni, il cittadino non può scegliere
- quando non c'è il controllo pubblico sull’operato come si comporta il privato
- ci deve essere il soggetto politico che risponda dell’operato
“”… oggi sono troppi i responsabili: ll politico, il tecnico, l’amministrativo e quindi nessuno paga e poi ci si trova davanti
al contenzioso, cioè quell’atto che salva il privato dalla responsabilità dell’operato…”
Ha poi concluso con poche ma chiare parole: “con la nuova gestione dobbiamo alzare le tariffe, presentare piani di
investimento, e generare l’utile. A parità di servizio dovremo pagare Iva e Irpef e alla fine a guadagnarci sarà solo lo
Stato centrale”. E’ stata poi la volta del Presidente Federconsumatori del Veneto, Ermes Coletto. Ha specificato che
con il nuovo sistema le tariffe devono contenere
il costo del servizio; gli investimenti; il 7% di profitto
mentre oggi tutto viene reinvestito, non si ripartiscono gli utili. Non ha esitato ad affermare che “il decreto Ronchi
esautora il pubblico, quindi non si può esercitare alcun controllo” “… l’acqua diventa fonte di profitto, è un
25 LETTERE AL TORNADO

piatto ghiotto… e al mercato acqua, oggi sono interessate le grandi multinazionali… il referendum pare essere
l’ultimo baluardo”
I Sindaci che hanno poi dibattuto presentando la loro personale esperienza, sono: Amministratori di diverse posizioni
politiche. Floriana Casellato sindaco di Maserada sul Piave ha chiesto sostegno: “si deve chiedere una revisione del
Decreto per avere la possibilità di intervenire, dobbiamo coinvolgere i nostri politici, chiedere loro di
esprimere la loro posizione sul decreto Ronchi”“
E ha poi ricordato che il bene acqua è limitato e quindi è necessario evitare sprechi e un uso razionale.
“… basta vedere fontane senza rubinetti, ma non è una competenza del sindaco”.
Per Eugenio Mazzolato, sindaco di Crocetta del Montello, “54 sindaci hanno detto sì all’unione per realizzare una unica
tariffa, per essere uniti nella difficoltà di reperire risorse, per integrare il ciclo idrico e risparmiare energie”
(ha citato ad esempio il caso Schievenin)
Schievenin vendeva acqua - altri gestivano il depuratore - il Comune gestiva l’acquedotto.
Ha poi ricordato che l’ATS ha soci pubblici, ma il modello gestionale privatistico, e poiché è l’organismo più vicino al
territorio, non è giusto cancellarlo per volontà di un Decreto. Per il sindaco di Paese Francesco Pietrobon, “al di là dei
colori politici, noi Sindaci condividiamo gli stessi obiettivi:
la tutela dell’acqua dal punto di vista ambientale e della gestione; la razionalizzazione; il piano degli investimenti,
ed ha avanzato un invito a tutti i 54 sindaci: “devono rivolgersi ai propri parlamentari per salvaguardare il proprio
patrimonio”. Poi chiedendo alla platea: “perché siamo arrivati all’art 15?”, azzarda: “…la gestione dell’acqua
probabilmente non funziona in tutto il Paese, ma per questo non possono chiederci di rinunciare alla nostra…
… l’ATS è la prima forma di federalismo; non si paga l’acqua, ma il servizio
… la tariffa prevede 1/3 per i costi effettivi e 2/3 ritornano nella gestione del territorio. L’invito poi si è allargato
all’elettorato:
“ … bisogna dare forza ai sindaci e confrontarsi con i nostri politici regionali e con i nostri parlamentari a Roma… far
sapere che siamo in attesa di un Decreto attuativo,
che devono verificare se l’ATS ha i requisiti per conservare la propria funzione,
che devono inviare una lettera all’Authority romana (obbligata a rispondere entro 60 giorni)
per confermare che la comunità vuole e sa gestire bene”
A concludere gli interventi il moderatore Piergiorgio Paladin, che ha sintetizzato: “… siamo tutti concordi che:
1. non si deve buttare a mare il progetto positivo
2. il Decreto cattivo può essere solo abrogato
3. con l’avvento del privato un fatto è certo: la bolletta aumenterà, semplicemente perché gli investitori vogliono
ricavarne utili”
E per fare chiarezza
ATP srl Alto Trevigiano Servizi
250.000 utenze - 480.000 circa cittadini - 38.000.000 mc di acqua
Oggetto: captazione e distribuzione di acqua potabile ad usi civili e produttivi: Il sistema di depurazione e di rete
fognaria
Scopo gestire il servizio con efficienza ed efficacia: Viene unificato il servizio idrico integrato
L’acqua è un bene indispensabile, ma deve essere utilizzato seguendo tutte le indicazioni di norma per un corretto uso
della fonte… l’acqua è un bene pubblico e la gestione di tale bene, essenziale per i cittadini, deve essere lasciata al
controllo di enti pubblici, provvedendo ad eseguire le opere programmate come acquedotti, fognature e depuratori, nei
prossimi 30 anni.
Soci: 54 Comuni; Gestione pubblica; Effetti: uguale servizi e uguale tariffa per tutti gli utenti

PITTORI PER GENERAZIONI!!!

Car. Edil
di Ferdinando Carraro
PITTORE RESTAURATORE
Via Roma - Quero (BL)
Cell. 339.2242637
26 CRONACA

Prima
Comunione
a Vas
Il 23 maggio 2010 don Luigi Dalla Longa,
parroco di Vas, ha somministrato la prima
Comunione ai bambini che vediamo qui in
posa per la foto ricordo.
Da sinistra troviamo: Jessica Vanzin, Andrea
Mazzalovo, Matilde Bigatel, Anderson
Mazzalovo, Martino Mazzalovo, Alex
Spinazza, Giulio Viale, Aurora Sartor, Karen
Specia.
Le catechiste che hanno accompagnato i
bambini lungo il percorso che li ha portati al
Santo Sacramento sono Loredana (a sx) e
Maria Cristina, che ringraziamo per la
segnalazione e per la bella foto portata in
redazione.

Benvenuto Mattia!
L’11 marzo scorso, per la gioia di mamma Alessandra
e papà Lionello Specia, è arrivato Mattia a far
compagnia al fratellino Davyd, che a luglio compirà 7
anni.

Mattia Specia è nato a Feltre alle 14,28 e pesava


4,050 Kg.

Felici gli zii e nonni paterni Luciano e Severina, di


Quero, mentre i nonni materni lo salutano e lo
abbracciano dall’Ucraina.

ATTUALITÀ

Ingresso gratuito e intermezzi musicali nei musei civici di Feltre


Nelle prime domeniche dei mesi da luglio a ottobre 2010
Dopo il successo riscontrato dall'iniziativa nelle precedenti edizioni, riprendono le domeniche con l'ingresso gratuito nei
Musei civici volute dall'Assessore alle Politiche della Cultura del Comune di Feltre, arch. Ennio Trento, nell'ottica di una
costante valorizzazione della Galleria d'arte moderna Carlo Rizzarda e del Museo civico. Domenica prossima 4 luglio, per
tutta la giornata, si potrà accedere gratuitamente alle due strutture che presentano alcune novità. Nel Museo civico è visi-
bile l'olio su tela Nascita della Vergine di Pietro de Marascalchi, concesso in comodato gratuito dalla Fondazione Carive-
rona, e la riproduzione fotografica, a grandezza naturale, della Madonna col Bambino tra S. Stefano e San Vittore di Lo-
renzo Luzzo, conservata alla Gemäldegalerie di Berlino. È rientrata e fa bella mostra di sé nella sala n. 11 del secondo
piano del Museo civico, dopo il grande successo della mostra “Cima da Conegliano - Poeta del paesaggio” svoltasi a Pa-
lazzo Sarcinelli, la pala di Zermen del grande artista coneglianese annoverata dal curatore dell'evento, Giovanni Carlo
Federico Villa, tra i capolavori del maestro. Nella Galleria d'arte moderna Carlo Rizzarda continuano a suscitare l'interes-
se del pubblico le sale dedicate alla collezione di Liana Bortolon e agli artisti feltrini del '900. I Musei civici di Feltre sono
stati particolarmente apprezzati dai visitatori della Mostra dell'Artigianato Artistico e Tradizionale Città di Feltre. Sono sta-
te infatti 1527 le persone che hanno visitato le strutture museali sabato 26 e domenica 27 giugno scorsi (593 al Civico e
934 al Rizzarda), mentre 1168 sono stati gli ingressi al Teatro de la Sena. Domenica prossima, dalle 17.30 alle 18.30, la
visita al Museo civico sarà allietata da piacevoli intermezzi musicali a cura del gruppo «Ensemble a Perdifiato» formato
da Giorgia Reolon (flauto), Paola Schenardi (clarinetto) e Alberto Opalio (clarinetto contralto). Altri due appuntamenti si
terranno domenica 1° agosto e domenica 5 settembre 2010, mentre per la prima domenica di ottobre è in preparazione
una giornata speciale dedicata alla didattica museale.
Per informazioni:
Ufficio Musei 0439/885242 (da lunedì a giovedì 8.30 / 13.00 e 15.00 / 18.00, venerdì 8.30 / 13.00)
Portinerie della Galleria Rizzarda 0439/885234 e del Museo Civico 0439/885241.
27 LETTERE AL TORNADO

AZIENDA CERTIFICATA UNI EN ISO 9001:2008

CERCO AUTISTI PER AUTOBUS – PATENTE APPROPRIATA


RESIDENTI NEI TERRITORI COMUNALI DEL BASSO FELTRINO
PER SERVIZI SCOLASTICI E NON
INFO TEL. 0439-779005

Agenzia Viaggi e Turismo


“OMAR E ADAM TOUR”
Aut.ne Prov.le Bl n. 1266 del 19/06/2007
Informiamo che presso la sede della nostra agenzia di Alano di Piave c/o
uffici Sbizzera autoservizi
sono in prevendita i biglietti individuali per
l’ingresso al parco di Gardaland al prezzo unitario di €.27,00 (anzichè €.35,00).
Orario di apertura uffici: Lunedì (chiuso) - da Martedì a Venerdì ore (09:00-12:00)+(14:30-19:00)
Sabato (09:00-12:30)+(14:30-18:00)
Vi aspettiamo!
28 LETTERE AL TORNADO

Escursionismo senza confini


di Fulvio Mondin
Con i 2 bellissimi appuntamenti della traversata dal passo di san Boldo al Nevegal e della 4 giorni in Abruzzo effettuati
nella seconda metà del mese di maggio, il gruppo Escursionismo senza confini si appresta ad offrire ai suoi simpatizzanti
una bella estate ricca di camminate in montagna. Il 23 maggio, immersi in una splendida giornata primaverile che ha fatto
da cornice all’attraversamento in cresta dal passo di san Boldo al Nevegal, i 35 partecipanti fra i quali il noto scrittore bel-
lunese amante della montagna ed autore di interessanti pubblicazioni Giuliano Dal Mas, hanno potuto ammirare, grazie
all’ottima visibilità, i 2
versanti trevigiano e
bellunese lungo l’intero
tragitto durato circa 8 ore.
Alla 4 giorni in Abruzzo
hanno preso parte 33
escursionisti che,
accompagnate da 2 guide
locali, hanno “scorazzato”
per i sentieri dei gruppi
del Gran Sasso, della
Majella e del Sirente-
Velino. Nella foto a lato:
il gruppo a Campo
Imperatore, sul Gran
Sasso, il primo giugno.
L’ottima sistemazione in
un hotel 4 stelle a
Sulmona ha consentito
alla comitiva di alternare
le fatiche del camminare
in montagna agli agi
offerti dalla bella struttura
alberghiera. Nei ritagli di
tempo il gruppo ha potuto
effettuare una visita alla
cittadina di Sulmona e al
bellissimo borgo
medievale di Pacentro.
Molto gradita anche la
sosta a Castel del Monte dove gli escursionisti hanno letteralmente “saccheggiato” un piccolo negozio di prodotti tipici lo-
cali al punto che, al termine degli acquisti, il gestore ha ben pensato di chiudere le saracinesche visto che ben poco era
restato da vendere. I prossimi appuntamenti di Escursionismo senza confini prevedono domenica 4 luglio (ritrovo a
Santa Giustina alle 6,30) la salita al rifugio Semenza e al monte Laste (Alpago); domenica 18 luglio (ritrovo a Feltre alle
6) sarà la volta del monte Zeledra da Madonna di Campiglio mentre il primo agosto (ritrovo a Feltre alle 6 e un quarto e
a Santa Giustina alle 6,30) si affronterà il passo Ombretta partendo da malga Ciapèla. Si tratta di 3 escursioni che,
per le loro caratteristiche, richiedono un certo impegno fisico.
Informazioni più dettagliate sono disponibili sul sito www.bassofeltrino.it o
telefonando a Fulvio Mondin (0439.776111) o a Luciana Facchin (349.1977428) dopo le 17.

Tanti auguri Nonno GianGottardo...


Il giorno 22 giugno, Zanella
GianGottardo di Caorera di Vas,è
stato festeggiato dai parenti per i
suoi "66 anni".
Sono soprattutto i suoi cinque
nipotini, Martina, Asia, Simone,
Jacopo e Lisa (qui nella foto),nati
tutti in meno di 5 anni,a "tirargli le
orecchie..."
Compleanno ancora più bello vista
la recente e attesa "tripletta" della
sua Inter...
Ancora tanti auguri Nonno
GianGottardo...
29 CALCIO

Calcio - Torneo Nazionale dei Donatori di Sangue


La squadra del Basso Feltrino Alano-Quero
eliminata ai quarti
di Cristiano Mazzoni
Anche quest'anno è stata la sezione di Fonzaso ad organizzare nelle giornate di sabato 26 e domenica 27 giugno il
torneo nazionale di calcio a sette per donatori di sangue FIDAS svoltosi presso gli impianti sportivi di Fonzaso. Al torneo
hanno partecipato ben trentadue formazioni che divise in otto gironi da quattro squadre hanno dato vita a ottanta partite.
Naturalmente al torneo era iscritta anche una selezione mista delle sezioni di Alano e Quero in rappresentanza del
Basso Feltrino. Giunta prima nel girone in virtù dei successi per 5 a 2 sul Pedemonte 0- e per 5 a 0 sul Vallese e del
pareggio per 3 a 3 con il Padova la squadra del Basso Feltrino negli ottavi di finale si sbarazzava agevolmente per 5 a 1
della Nazionale. Fatali erano però i
quarti di finale nei quali la squadra
dell’Alano-Quero era costretta a
cedere per 3 a 2 al Dossobuono.
Una sconfitta amara in quanto giunta
al termine di una partita giocata
senza cambi a causa della mancata
presenza di due giocatori che invece
l’avevano garantita e dell’aver
giocato in inferiorità numerica per
una discutibile espulsione da parte
dell’arbitro di Andrea Specia. Al di là
di tutto comunque una buona
prestazione per la nostra compagine
con una piccola soddisfazione finale:
la coppa cannonieri conquistata da
Matteo Codemo in virtù dei suoi 11
gol. Per la cronaca il torneo se lo è
aggiudicato il Colognola ai Colli
globuli rossi che in finale ha
superato l’Arten per 3 a 2.
Nella foto: la squadra mista Alano di
Piave-Quero dei donatori volontari di
sangue
30
31 LETTERE AL TORNADO

Riceviamo la seguente lettera dalla nostra lettrice Arianna Pighetti, di Fener, che, in base a quanto accadutole, ci
mette tutti in guardia dai raggiri. I soggetti descritti, a quanto si sa, sono infatti molto attivi anche nel Basso Feltrino.

Attenti alle promozioni telefoniche!!!


di Arianna Pighetti
In maggio mi contatta un call center e una gentile signora dall’accento veneto mi dice che hanno sorteggiato delle
persone della zona e che io ho vinto una pentola, cioè un omaggio della loro nuova ditta che ha appena aperto,
omaggio che mi avrebbero consegnato a domicilio senza alcun impegno. Rispondo garbatamente e, quindi, la si-
gnora mi fissa la data della consegna. A metà maggio arriva a casa mia il famoso incaricato, che mi consegna
l’omaggio e poi inizia a compilare un modulo dicendomi che dovevo firmare per presa visione dell’omaggio perché
doveva risultare che me l’aveva lasciato. Messa la firma, mi lascia un “bauletto dimostrativo” e “gratuito” contenente
un set di lenzuola, senza alcun obbligo d’acquisto. Tale bauletto doveva essere restituito ad un secondo incaricato
che, successivamente, sarebbe passato a mostrarmi alcuni cataloghi dell’azienda, sempre senza alcun obbligo
d’acquisto.
Dopo 20 giorni arriva il secondo signore (da notare che, nel frattempo, erano trascorsi i termini di legge per
recedere da un eventuale contratto d’acquisto). Eh sì, perché quello che avevo firmato a mia insaputa non era una
semplice accettazione dell’omaggio bensì un contratto!!! Lo incontro a casa mia e mi dice che il bauletto contenente
le lenzuola non l’avrebbe ritirato lui bensì il corriere che mi avrebbe portato a casa la merce da me acquistata.
Cheee??? Mentre mi usciva oramai il fumo dalle orecchie e la rabbia montava sempre più perché avevo ca-
pito di essere stata raggirata, mi metto a guardare il loro catalogo e commento: “Non sono disposta a spendere dei
soldi per queste cose qui!”… E lui risponde che la firma sul primo contratto l’avevo fatta, che non mi ero avvalsa
della clausola di rescissione nei termini previsti dalla legge e che, quindi, ero obbligata ad acquistare. A questo pun-
to, chiedo: “Cosa è che costa meno?”…ed era una batteria di pentole spacciata per la famosa AMC, che mi sareb-
be costata “solo” 1500 euro anziché 3000. Non sapevo più cosa fare… Mi ha indotto (perché loro sono bravi a rag-
girarti!) a firmare l’acquisto con una finanziaria…e dopo 15 giorni mi sono arrivate le pentole. Peccato che non fos-
sero quelle della AMC, bensì di un’altra marca, per un valore - penso - di circa 200 euro…
Allora mi sono proprio incavolata, ho chiamato il secondo incaricato (quello che me l’aveva venduta) che mi
ha risposto…che avevo capito male io e che loro non potevano vendere le batterie di pentole della AMC! Alla fine
ho concluso: “Provvederò io, allora!”. Nessuna risposta da parte sua. Gli ho quindi sbattuto giù il telefono incavolata
nera ed ho incominciato ad informarmi, nonostante loro mi avessero sconsigliata di rivolgermi ad avvocati o
quant’altri. Ho contattato subito l’Aduc (una delle associazioni a difesa dei consumatori) e la Guardia di Finanza e,
poi, sono corsa dagli avvocati Sonia e Cinzia Rinaldo di Fener, che ringrazio di cuore perché grazie a loro - oltre
che ai soggetti precedentemente citati - sono riuscita a tirarmi fuori da questo incubo.
Dalla mia esperienza un avvertimento a tutti i lettori del Tornado: non firmate mai niente, per nessun motivo,
e non pagate!!! Queste ditte fasulle aprono e chiudono appena hanno due-tre denunce, ma nel frattempo continua-
no sempre a fregare molta gente, perché il valore della loro merce è zero!

LEGNA DA ARDERE STAGIONATA DI FAGGIO E CARPINE IN BANCALI - PELLETS -


ACCENDIFUOCO - LEGNA DA ARDERE IN SACCO

PELLET PU-

SCONTO PARTICOLARE LEGNA E PELLET


PER I RESIDENTI NEI COMUNI DI :
ALANO DI PIAVE - QUERO - SEGUSINO - VAS -
32 ATTUALITÀ

presenta

“MoFFe 2010”…Monnezza Film Festival - Seconda edizione


Pellicole d’autore tra i vecchi borghi del paese,
per un’altra verità sulla strana abitudine di consumare l’indispensabile per rincorrere il superfluo
PEDEROBBA - ONIGO - COVOLO
VENERDI’ 9 LUGLIO, ONIGO, campetto dell'Oratorio parrocchiale, davanti alla Chiesa
CICLO, RICICLO, TRICICLO
Spettacolo teatrale per famiglie de Gli Alcuni-Teatro Stabile di Innovazione per l'infanzia e la gioventù.
VENERDI’ 16 LUGLIO, CUROGNA, via Curogna 73
VALLEDORA, LA TERRA DEL RIFIUTO di Matteo Bellizzi, Italia 2009, durata 63’
Il documentario del regista piemontese racconta la realtà della popolazione della Valledora, un’area di poco più di 300
chilometri quadrati tra le province di Vercelli e Biella, incastrata tra un deposito di scorie nucleari, due centrali termoelet-
triche e un inceneritore. Da anni gli abitanti della zona e le associazioni ambientaliste, riuniti nel "Movimento Valledora" e
“Donne di Santhià”, tentano di forzare un muro di indifferenza e silenzio. Alla serata saranno presenti i rappresen-
tati del Comitato, nonché protagonisti e produttori del documentario.
VENERDI’ 23 LUGLIO, LEVADA, via Levada
LA BAMBINA DEVE PRENDERE ARIA di Barbara Rossi Prudente, Italia 2008, durata 55'
Una madre parla alla figlia neonata mentre passeggiano in una città straziata dall’immondizia: l’emergenza rifiuti in Cam-
pania vista dal punto di vista di una mamma. Le cause di tale disastro ambientale vengono sviscerate alternando intervi-
ste, sequenze d'animazione, immagini che ripercorrono le fasi dell'emergenza. Un pediatra dell’ospedale non si stanca di
combattere per il futuro dei neonati che ogni giorno vede nascere. Interamente girato a Caserta nel periodo di massima
emergenza rifiuti, il film affronta uno dei problemi più drammatici degli ultimi anni con un approccio personale del tutto
inedito.
MERCOLEDI’ 28 LUGLIO, COVOLO, via Cal Granda 8, presso azienda agricola Paolo Trinca
GARBAGE, THE REVOLUTION STARTS AT HOME di Andrew Nisker, Canada 2007, durata 76', in lingua origi-
nale con sottotitoli in italiano
Come poter capire quanti rifiuti produciamo ogni giorno a casa e quanto spazio possono occupare? È quello che la fami-
glia McDonald di Toronto ha provato a scoprire iniziando, nell’autunno 2005, una singolare convivenza con la propria im-
mondizia tenendola in garage per tre mesi.
SABATO 31 LUGLIO, ONIGO, via Molini, presso le Vecchie Porte del Brentella
CORTI ANIMATI di autori vari, durata 60’
La serata vedrà passare sullo schermo cortometraggi animati in 2D e 3D su tematiche ambientali, filmati che, oltre a pia-
cere ai bambini, faranno riflettere gli adulti.
VENERDI’ 6 AGOSTO, PEDEROBBA, loc. Vienna, via Piazzetta
ARRIVEDERCI A TARANTO di Roberto Paolini, Italia 2008, durata 86’
Del giovane regista Roberto Paoloni, "Arrivederci a Taranto" è la fotografia di una realtà complessa, variegata e quasi
sconosciuta fuori dei confini della Puglia: la nascita e lo sviluppo delle ex acciaierie Italsider, ora Ilva, a partire dagli anni
’60; le speranze di benessere della popolazione; le numerose morti bianche susseguitesi negli anni; l’impatto ambientale
devastante dell’enorme stabilimento per la diossina e le polveri sottili il tutto illustrato attraverso le parole dei protagonisti
di una storia che, pur locale, può considerarsi lo specchio dell'Italia intera.
Inizio proiezioni ore 20.45 - Ingresso libero
In caso di maltempo le proiezioni verranno effettuate nella Sala Parrocchiale San Luigi del Centro Parrocchiale
di Onigo.
Per ulteriori informazioni:
www.associazionearianova.it
info@associazionearianova.it
cell: 3478611699 (Claudio)
impianTi eleTTriCi
civili e industriali
MOZZELIN SANDRO
Alano di Piave
Tel. 0439 779014 - Cell. 329 8633865
È gradita la prenotazione

via Monte Grappa, 28 · Feltre


tel. 0439 842 603 · www.bancapopolare.it

dUe esse s.n.c.


di Stramare nicola e oscar
Via S. Rocco, 39 - 31040 SEGuSINo (TV)
Telefono e Telefax 0423.979344
Via della Vittoria - 32030 FENER (BL)
Telefono 0439.789470

onoranZe
Terre armate - strade forestali - muri in roccia FUnebri
ripristino frane - Fornitura inerti

Merceria Olimpia
mi trovi a Fener (bl)
via dante alighieri, 22
fronte supermercato
arTiColi merCeria
inTimo - anCHe TaGlie ForTi
aperto tutti i giorni
dalle 8.30 alle 12.30 arTiColi da CUCina
e dalle 16.00 alle 19.00 arTiColi per riCamo Via Caduti e Dispersi in Russia, 10
32031 ALANO DI PIAVE (BL)
Chiuso arredo baGno Codice Fiscale e P. Iva 01027490257
Mercoledì pomeriggio
e domenica serViZio sTireria Tel. 0439 787707 - Cell. 347 9775461
Tel. 0439 776076 - Cell. 380 5154637
ed altro!
a Fener, in Piazza Dante,
troverete una vasta selezione
di dolci e paste
preparati con cura artigianale
Tel. 0439 776171
Chiusura lunedì

Alessia Rizzotto
impresa edile Consulente per Viaggiare

L'unica agenzia di viaggi anche a domicilio


Fabrizio Mondin
Stampa DBS - Rasai di Seren del Grappa (BL)

nei giorni e negli orari che preferisci!

costruzioni civili e industriali viaggi di nozze * vacanze in tutto il mondo


viaggi su misura * gruppi * lastminute
ristrutturazioni e manutenzioni di ogni tipo week end * itinerari culturali e archeologici
vacanze in barca a vela
allacciamenti fognature
cell: 349.5282262
email: a.rizzotto@cartorange.com
tel. 349.3024131 web: www.consulenteperviaggiare.com