Sei sulla pagina 1di 32

Quindicinale

Anno XXXVI
07.05.2014
Numero
631
PERIODICO DI ATTUALIT DEI COMUNI DI ALANO DI PIAVE, QUERO VAS, SEGUSINO
http://digilander.libero.it/tornado
Tassa pagata/Taxe Perue/Ordinario Autorizzazione Tribunale BL n. 8 del 18/11/80 Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in A. P. - D.L. 353/2003 - (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art.1, comma 1, DCB BL
Chiuso in redazione il 28.04.2014
Speciale elezioni Comunali Quero Vas - pag. 1-6
Elezioni Europee 2014 - pag. 7
In ricordo di Gian Antonio Bortoluzzi - pag. 8-9
Celebrato a Fener il 25 Aprile - pag. 10
Rinnovato il direttivo del G.S. Alano - pag. 16
AL MOLIN
ALANO DI PIAVE
PIAZZA DEI MARTIRI, 13 - TEL. 0439.779129
Per rinnovare la tua casa
TODOVERTO S.N.C.
di Todoverto Paolo & C.
imbiancature interni - esterni
termocappotti - spatolati
ALANO DI PIAVE Via Caduti e Dispersi in Russia
Tel. 0439.779208 - Cell. 348.7346084
IL TORNADO Sede: Via J. Kennedy - 32031 FENER (Belluno). DIRETTORE RESPONSABILE: Mauro Mazzocco. REDATTORI: Sandro Curto, Silvio Forcellini. COLLABORATORI:
Alessandro Bagatella, Francesco Dal Canton, Ivan Dal To, Gianni De Girardi, Antonio Deon, Foto Comaron, Fotocolor Resegati, Silverio Frassetto, Ermanno Geronazzo, Cristiano
Mazzoni, Sergio Melchiori, Antonio Spada, Andrea Tolaini.
ABBONAMENTI: ITALIA Abbonamento annuale (18 numeri) 20,00 ESTERO Abbonamento annuale (18 numeri) 50,00.
LABBONAMENTO PU ESSERE SOTTOSCRITTO O RINNOVATO NEI SEGUENTI MODI: 1- versando la quota sul c/c postale n. 10153328 intestato alla PRO LOCO di FENER;
2- pagando direttamente ad uno dei nostri seguenti recapiti: NEGOZIO DA MILIO - Alano; GELATERIA DUE VALLI - Fener - BAR JOLE - Fener; MAURO MAZZOCCO - Quero;
ALESSANDRO BAGATELLA - Quero; BAR PIAVE Carpen - LOCANDA SOLAGNA - Vas; ANTONIO DEON - Vas; BAR BOLLICINE - Scalon; BAZAR di A. Verri - Segusino.
RISTORANTE - PIZZERIA
SPECIALIT PESCE
- CHIUSO IL MARTED -
Per ulteriori informazioni Tel. 347 6631699
Abbigliamento: Running, caccia, trekking, completi sci e accessori
ABBIGLIAMENTO BIMBO/A
MARCHI: SAUCONY - NICO - AST - GREAT ESCAPES - KARPOS
MARCHI CACCIA: CBC - UNIVERS
DAL MARTED AL SABATO 9.00-12.30/16.00-19.00
CHIUSO IL LUNED
Jger sport
Statale Feltrina, 25
Quero (BL)
TERMOI DRAUL I CA
GI E RRE
di Gallina E. & Rizzotto P. snc
Edoardo cell. 335.5958833 Paolo cell. 347.7091740
32031 ALANO DI PIAVE (BL) - Via Antonio Nani, 14
E-mail: termoidraulica.gierre@virgilio.it
Bolli auto e moto
Pagamenti imposte con F24
Ricariche telefoniche
Cambio pile ad auricolari
orologi e telecomandi
NOVIT
1
Come si vota alle elezioni comunali

Le modalit della votazione nelle sezioni dei Comuni sino a 5.000 abitanti
Sulla scheda gi stampato il nome del candidato Sindaco, con accanto il contrassegno della lista che lo sostiene. L'elettore pu
esprimere un voto valido in uno dei seguenti modi:
a) tracciare, con la matita copiativa, un segno di voto sul contrassegno prescelto.
In tale modo, l'elettore esprime un voto valido sia per la lista votata, sia per il candidato alla carica di Sindaco ad es-
so collegato (art. 71, commi 5, D.Lgs. 267 del 2000);
b) tracciare, con la matita copiativa, un segno di voto sia sul contrassegno prescelto, sia sul nominativo del
candidato alla carica di Sindaco, collegato alla lista.
Anche in questo caso, il voto si intende validamente espresso sia in favore del candidato alla carica di Sindaco, sia
in favore della lista ad esso collegata (art. 6, comma 1, del D.P.R. 132/1993);
c) tracciare, con la matita copiativa, un segno di voto sul nominativo del candidato alla carica di Sindaco, sen-
za segnare il relativo contrassegno.
In tal caso, si intendono validamente votati, non solo il candidato alla carica di Sindaco, ma anche la lista ad esso
collegata (art. 6, comma 2, D.P.R. 132/1993);
d) manifestare un voto di preferenza per candidato alla carica di consigliere comunale appartenente alla lista
compresa nel corrispondente spazio, senza segnare il relativo contrassegno.
In tale caso, si intende validamente votato anche il candidato alla carica di Sindaco, nonch la lista cui appartiene il
candidato votato (art. 5, comma 1, D.P.R. 132/1993).
Inoltre:
1) ogni elettore pu manifestare un voto di preferenza, scrivendo il cognome del candidato compreso nella lista
collegata al candidato alla carica di sindaco prescelto.
2) la preferenza deve essere manifestata, esclusivamente, per candidati compresi nella lista votata (art. 71,
comma 5, D.P.R. 267 del 2000);
3) il voto di preferenza si esprime scrivendo, con la matita copiativa, sull'apposita riga, tracciata sotto il contras-
segno di lista votato, il nome ed il cognome o solo il cognome del candidato preferito, compreso nella lista me-
desima (art. 71, comma 5, D.P.R. 267 del 2000);
4) in caso di identit di cognome fra candidati, deve scriversi sempre il nome ed il cognome (art. 57, terzo com-
ma, D.P.R. 570/1960, abrogato dall'art. 34, comma 1, della legge 81, ma applicabile per consentire la soluzio-
ne del delicato problema) e, ove occorra, la data di nascita, come suggerisce il Ministero dell'Interno;
5) qualora il candidato abbia due cognomi, l'elettore nel dare la preferenza, pu scriverne uno solo. L'indicazione
deve contenere entrambi i cognomi quando vi sia possibilit di confusione fra pi candidati (art. 57, comma
quarto, D.P.R. 570/1960);
6) la scheda deve essere restituita debitamente piegata; questa operazione deve essere eseguita dall'elettore
prima di uscire dalla cabina (art. 49, secondo comma, D.P.R. 570/1960);
7) con la scheda deve essere restituita anche la matita (art. 49, quarto comma, D.P.R. 570/1960).
Cosa occorre per votare
Per votare occorre avere 18 anni compiuti e presentarsi al seggio con la tessera elettorale e con un documento di
riconoscimento (carta d'identit o altro documento di riconoscimento con fotografia rilasciato dalla Pubblica Ammini-
strazione, per esempio: patente, passaporto, libretto di pensione, porto d'armi, tessera di riconoscimento rilasciata da
un ordine professionale, tessera di riconoscimento rilasciata dall'Unione Nazionale Ufficiali in Congedo d'Italia, purch
convalidata da un comando militare). I documenti sopra elencati possono essere utilizzati anche se scaduti; il docu-
mento deve comunque risultare sotto ogni altro aspetto regolare e la fotografia deve assicurare la precisa identificazio-
ne del votante. In mancanza di documento l'identificazione pu avvenire anche attraverso:
uno dei membri del seggio che conosca personalmente l'elettore e ne attesti l'identit
un altro elettore del comune, noto al seggio (provvisto di documento valido), che ne attesti l'identit
Quando si vota
I seggi saranno aperti Domenica 25 maggio dalle ore 7 alle ore 23 e sar possibile esprimere il proprio voto esclusi-
vamente in questa giornata. Lo spoglio delle europee si fa subito. Per le Comunali si riprende alle ore14 del 26 maggio.
Dove si trovano i seggi del nuovo Comune di Quero Vas
La fusione dei Comuni non ha apportato modifiche alla dislocazione dei seggi, ma solo la loro rinumerazione.
Seggio nr. 1 - Scuole elementari Salvo DAcquisto Via XXXI Ottobre 6 a Quero
Seggio nr. 2 - Scuole elementari Salvo DAcquisto Via XXXI Ottobre 6 a Quero
Seggio nr. 3 - Impianti sportivi Via Case Sparse a Vas (ex Sezione nr. 1 di Vas)
Seggio nr. 4 - Museo del Piave a Caorera di Vas (ex Sezione nr. 2 di Vas)
SPECIALE ELEZIONI QUERO VAS
2
MESSAGGIO ELETTORALE
Per continuare a crescere
uniti insieme
Lista civica
e
per
BRUNO ZANOLLA
nato a Quero (BL) il 18/02/1964 dove risiede con la sua
famiglia. Ha vissuto no al 1976 in Svizzera con i Genitori
emigrati per lavoro. Dopo il rientro in Italia ha conseguito il
Diploma di geometra presso lIstituto Colotti di Feltre e si
laureato in Ingegneria Civile Edile allUniversit degli Studi
di Padova.
Ha svolto il servizio Militare col grado di sottotenente presso
la Direzione Genio Militare di Bolzano.
Attualmente Svolge lattivit di Ingegnere libero professioni-
sta in Studio Associato
Queste le principali esperienze in campo amministrativo e
gestionale:
Componente in carica del C.d.a e del comitato esecutivo
della nanziaria Regionale Veneto Sviluppo S.P.A.;
stato confermato a larga maggioranza dai Sindaci della
Provincia Amministratore della Societ bim BELLUNO IN-
FRASTRUTTURE S.P.A. Societ che si occupa della gestione
del Gas e dello sviluppo di Energie Rinnovabili per i Comuni
Soci.
Nel 2009 stato eletto nel Consiglio Provinciale e ha svolto
il ruolo di Assessore Provinciale allurbanistica, risorse idri-
che, difesa del suolo, energia, no allottobre del 2011
Dal 2003 al 2005 ha svolto il ruolo di Presidente dellUnione
dei Comuni Setteville di cui stato uno dei fondatori;
Nel 1999 stato eletto Sindaco del Comune di Quero, incari-
co che ha svolto per due mandati no al 2009.
Dal 1994 al 1999 stato Assessore alle attivit produttive
della Comunit Montana Feltrina
ANDREA BIASIOTTO
nato a Valdobbiadene il 21/08/1975, dove vive con la mo-
glie e un glio neonato. Ha vissuto per 32 anni a Vas dove at-
tualmente passa la maggior parte del suo tempo, lavorando
nellazienda di famiglia.
Ha conseguito il diploma sessennale di Perito Agrario con
specializzazione in Viticoltura ed Enologia presso la storica
Scuola G.B. Cerletti di Conegliano ed anche Sommelier.
Nel 2000 si laurea con lode in Economia e Commercio pres-
so lUniversit di Udine.
Dopo alcuni mesi passati a Cambridge per approfondire gli studi
di lingua inglese comincia lesperienza nellazienda di famiglia,
che si occupa della produzione e vendita di vini e spumanti.
Queste le principali esperienze in campo amministrativo e
gestionale:
Dal 2007 Presidente del Consiglio di Amministrazione del-
la societ pubblica Schievenin Alto Trevigiano Srl (ex Con-
sorzio Schievenin), i cui soci sono 49 comuni delle province
di Treviso, Belluno e Vicenza.
Dal luglio 2012 membro del CDA della A. C. Belluno 1905
societ sportiva dilettantistica a responsabilit limitata, che
guida la squadra del Belluno militante in serie D.
Dal 2005 al 27/12/2013 stato Presidente dellUnione di Co-
muni Setteville
Dal 2004 al 27/12/2013 stato Sindaco del Comune di Vas
Dal 2002 al 2007 stato componente del consiglio direttivo
del Gruppo Giovani Imprenditori di Conndustria Belluno
Dal 1995 al 2004 stato consigliere di maggioranza del Co-
mune di Vas
3
Cari concittadini,
desidero ringraziare i sindaci, gli asses-
sori e i consiglieri uscenti dei nostri
due ex comuni di Quero e di Vas, per
la procua attivit svolta a favore del-
la nostra comunit, fatta con la pas-
sione e lamore per il nostro territorio
che da sempre ci contraddistingue. In
particolare per aver condiviso e incoraggiato quello che
prima sembrava un progetto futuristico e difcilmente
realizzabile e che poi diventato realt con la prima fu-
sione di Comuni del Veneto, seguita a ruota da decine di
iniziative, gran parte delle quali non andate a buon ne.
A mio parere siamo stati ancora una volta in anticipo sui
tempi, soprattutto Voi cittadini che, pur non essendo a
contatto quotidianamente con le dinamiche della Pubbli-
ca Amministrazione, avete capito e colto in larghissima
maggioranza questa opportunit che ci permetter an-
cora una volta di essere in prima la e di dire la nostra a
livello regionale e nazionale.
In questi mesi, assieme ai gruppi uscenti, abbiamo
ragionato e discusso parecchio, ci siamo confrontati e
abbiamo cercato di vedere il nostro nuovo Comune nel
prossimo futuro, abbiamo parlato con la gente, raccolto
consigli e suggerimenti e alla ne abbiamo deciso che
era il momento di portare a compimento ci che abbiamo
costruito insieme a tutti Voi in tanti anni di duro lavoro, di
scelte difcili, di piccoli passi in avanti.
La squadra che presentiamo espressione delle due
maggioranze uscenti, per mantenere la memoria storica
e lesperienza amministrativa di molti di noi, ma ha anche
una forte componente di novit, per dare una iniezione
di entusiasmo e di diversi modi di vedere e di affrontare
le numerose scelte amministrative che, se Voi vorrete,
saremo chiamati a intraprendere, e per creare una nuova
classe dirigente negli anni che verranno.
Abbiamo deciso tutti assieme che dovr avere io lonore
e lonere di guidare questo progetto, afancato da vicino
da Andrea Biasiotto che, una volta confermata la Vostra
ducia, assumer il ruolo di Vice Sindaco. La perfetta
sintonia espressa nei precedenti anni e la necessit
di unire le conoscenze e le esperienze nel territorio ci
hanno portato a rimodulare e riformulare una proposta
di governo che si adatti al momento storico.
Non necessitiamo di ulteriori grandi opere, ma dobbia-
mo portare a termine i progetti in itinere e mantenere
al meglio il nostro notevole patrimonio, indirizzando gli
sforzi alla difesa del lavoro e delle fasce pi deboli, anche
mediante un contenimento dei nuovi balzelli imposti da
uno Stato sempre pi accentratore (es. Tari, Tasi e Imu)
e utilizzando in parte le maggiori risorse che avremo a
disposizione grazie alla Fusione.
Vi ringraziamo n dora per il Vostro appoggio e la Vostra
ducia e crediamo che assieme in futuro potremo contri-
buire a cogliere ogni opportunit inserita nelle pieghe di
questa subdola e immeritata crisi economico-nanziaria,
come in tante altre occasioni ha sempre saputo fare la
nostra operosa e volonterosa gente.
Bruno Zanolla
BRUNO ZANOLLA
(Candidato alla carica di Sindaco)
...................................................................................................................................
Voto di preferenza per un candidato alla carica di consigliere
............................................................................................................
VOTA COS
Coppe Alberto
50 anni
Dipendente ULSS Feltre
Bavaresco Ketty
42 anni
Imprenditrice
Vergerio Giusto
39 anni
Dipendente metalmeccanico
Sudiero Roberto
62 anni
Pensionato
Corr Cristian
38 anni
Geometra
Schievenin Serena
26 anni
Insegnante educazione sica
Miotto Antonio
34 anni
Dirigente Cisl
Curto Sante
59 anni
Dipendente edile
Curto Tiziano
22 anni
Tecnico informatico
Dalla Rosa Cristina
36 anni
Imprenditore agricolo
Luban Diego
37 anni
Impiegato di produzione
Biasiotto Andrea
38 anni
Imprenditore
CANDIDATI CONSIGLIERI
Le persone, di varia estrazione, tendenza politica, menta-
lit, esperienza lavorativa e professionalit, che compon-
gono la lista si impegnano ad operare per unire tutte le
energie del paese superando questioni di propriet e di
ambiti personali, per ricercare il bene comune attraverso
la valorizzazione ed il recupero di strutture e organizzazio-
ni di persone presenti nel territorio.
Alla squadra si sono aggregati alcuni giovani e persone ap-
partenenti al mondo del volontariato che con il loro entu-
siasmo saranno in grado di apportare rinnovamento, nuo-
ve idee, progetti ed energie a vantaggio della Comunit.
IL NOSTRO PAESE DEVE CONTINUARE A MIGLIORARE AFFIDATI
A PERSONE CHE AMANO QUERO VAS E VOGLIONO IMPEGNARSI PER FARLO PROGREDIRE
MESSAGGIO ELETTORALE
4

MAURO MIUZZI
(CANDIDATO ALLA CARICA DI SINDACO)



Voto preferenza candidato consigliere
__________________________________________________________
IL PONTE
Il 27 dicembre 2013 stato costituito con legge regionale il Comune di
Quero Vas grazie alla volont popolare che si espressa nel referen-
dum del 27 ottobre 2013.
La fusione ha dato vita ad una nuova realt amministrativa che, erede
dellesperienza dellUnione Setteville, offre servizi comuni ma non anco-
ra attivit di vita quotidiana che possano identificare lintero nuovo co-
mune di Quero Vas come una comunit complessivamente integrata.
Questa nuova realt non richiede solo lelezione di una nuova ammini-
strazione, ma soprattutto nuove idee. Nel periodo di crisi in cui viviamo
questa loccasione per programmare e tornare a crescere.
Laboratorio per Quero Vas, diventato poi IL PONTE, nato quando
abbiamo iniziato a lavorare come fucina di idee, raccoglitore di suggeri-
menti per i nostri concittadini, da trasformare successivamente in una proposta di programma amministrati-
vo per il nuovo comune. Unattivit partecipata e condivisa dove linformazione costante diventi il cardine del
rapporto tra amministratori e amministrati. Anche la scelta dei candidati, nella grande maggioranza giovani,
rispecchia il clima di novit e di cambiamento che presente in paese. Giovani con competenze specifiche
che derivano dagli studi e dalla formazione di ognuno ma anche dallesperienza quotidiana. Persone pi an-
ziane ma con un notevole bagaglio desperienza nel governo locale.
Vogliamo proporre futuro alle nuove generazioni e sicurezza a quelle pi anziane con un progetto territo-
riale che valorizzi lidentit specifica delle singole parti e che proponga un progetto di aggregazione per ap-
prodare a risultati di efficienza e qualit.
IL PONTE si presenta come lista civica ispirata a principi di democrazia e solidariet, apartitica e aperta al
contributo di tutti con lobiettivo di governare per il bene comune.
In foto, da sinistra: Settimo Rizzotto, Diego Zucchetto, Michele Remor, Mauro Miuzzi, Erika Curto, Martina
Mazzalovo, Silvia Carelle, Pietro Curto, Lidia Garbin, Antonio Mondin, Paolo Serrangeli, Andrea Mondin,
Giovanni Vergerio
Un gruppo nuovo, di giovani capaci,
preparati e motivati, forti dellesperienza di
chi ha gi amministrato i nostri paesi, sono
pronti ad affrontare questa nuova sfida,
mettendo le proprie competenze
a disposizione di tutti per il Bene Comune.
MESSAGGIO ELETTORALE
5



FUTURO ALLE NUOVE GENERAZIONI E
SICUREZZA A QUELLE PIU ANZIANE

















































Pi fusione e meno TASSE!
I Comuni di Quero e Vas sono tra i comuni con le
pi alte tasse locali, pi di Alano, pi di Segusino.
CAMBIARE SI PUO! e in meglio.
Provvederemo immediatamente a ridurre lIMU
sulla prima casa e per gli anziani dal 5 al 4
Contro la CRISI!
Ridurre le tariffe sulle attivit commerciali e
rilanciare leconomia locale, in collaborazione
con le istituzioni bancarie Venete,
per finanziare la piccola imprenditoria locale,
per sostenere gli esercizi commerciali esistenti
ed aprirne di nuovi.
Aiutare le famiglie che si trovano in situazioni
difficili per affrontare i problemi quotidiani con
atti concreti (ad esempio abbonamenti corriere
per studenti.)

ENERGIE in comune!
I Rifiuti oggi sono una risorsa comune. Riciclare
significa guadagnare! Pi RICICLO meno TASSE!
Avvio definitivo della raccolta differenziata Porta a
Porta e sgravi per aziende che conferiscono rifiuti
in maniera autonoma. Pi raccolta differenziata,
meno costi per le famiglie.
Istituzione di un piano energetico Comunale rivolto
alla costituzione di una centrale a biomasse per il
riscaldamento degli edifici comunali. Il fotovoltaico
pensato come piano infrastrutturale comunale
sostenuto da un fondo di rotazione che permetta ai
privati di avviare interventi singoli.
Risparmiare insieme si pu.
Pi MANUTENZIONE
Da subito, il giorno dopo le elezioni, impegniamo i
consiglieri comunali a segnalare buche sulle strade,
illuminazione fuori uso, situazioni di degrado e
pericolo.
Dora in avanti lamministrazione fornir una
risposta ed un pronto intervento entro 48 ore.
PARTECIPAZIONE
In questo momento di integrazione territoriale tra
Quero e Vas dobbiamo garantire la presenza co-
stante dell'amministrazione con sindaco, assessori
e consiglieri non solo nella sede di Quero ma setti-
manalmente anche nel municipio di Vas.
valorizzare lo SPORT!
Sostegno a chi gestisce le attivit sportive e sacrifi-
ca il proprio tempo per garantire ai giovani una cre-
scita basata sui principi e i valori che lo sport tra-
smette. Valorizziamo tutte le iniziative utili ad
ampliare lofferta dei corsi per far diventare i nostri
impianti sportivi un importante punto di riferimento
per tutto il territorio comunale.
Pazze PIAZZE
Restituiamo ai paesi un luogo dincontro, aggre-
gazione, condivisione. Recupero dei grandi eventi
dimenticati o cancellati negli anni passati. Istitu-
zione di un nuovo mercato dei sapori, per la pro-
duzione agricola locale, con coinvolgimento dei
cittadini e di nuove attivit commerciali, nelle piaz-
ze di Quero e Vas. Wifi Libero sempre
TERRITORIO!
Una nuova rete di percorsi ciclo pedonali, che
congiunga tutte le localit del nuovo Comune.
Servizio spiaggia per lestate sulle rive del Piave, in
aree delimitate e protette, a servizio di famiglie e
turisti
QUERO VAS pi BELLA!
Infine, vogliamo una Quero Vas pi bella e pulita,
arredata con panchine e fioriere lungo le vie princi-
pali e gli spazi di sosta, che coinvolga tutta la popo-
lazione, giovani e meno giovani, dalla Valle di
Schievenin fino a Marziai.
INFORMAZIONE
Utilizzo dei display informativi per mettere al cor-
rente la cittadinanza in tempo reale sulle attivit e
sulle iniziative comunali. Introduzione della consulta
delle frazioni nello statuto per coinvolgere la cittadi-
nanza e renderla parte attiva nelle decisioni ammi-
nistrative.
MESSAGGIO ELETTORALE
6
Sostituzione
Tessere Elettorali
Considerato l'alto numero delle tessere elettorali da
consegnare e la vicinanza con le prossime
consultazioni elettorali, necessario che il ritiro della
nuova tessera avvenga a cura degli elettori interessati
direttamente presso
l'UFFICIO ANAGRAFE
nei termini sotto indicati.
AVVERTENZE:
1) E' necessario consegnare la vecchia tessera elettorale (anche se deteriorata) e
nell'eventualit di smarrimento della vecchia tessera elettorale si pu fare dichiarazione di
smarrimento (il modulo disponibile presso l'ufficio anagrafe);
2) E' possibile ritirare le tessere elettorali dei familiari conviventi, senza alcuna formalit.
GLI ORARI PER IL RITIRO DELLE TESSERE PRESSO L'UFFICIOANAGRAFE E' IL SEGUENTE:
luned Dalle ore 10,00 alle ore 12,30 nella sede di Quero Piazza Marconi
marted Dalle ore 10,00 alle ore 12,30 e dalle ore 15,00 alle 18,00 nella sede di Quero Piazza Marconi
mercoled Dalle ore 10,00 alle ore 12,30 nella sede di VAS e dalle ore 15,00 alle 18,00 a Quero
gioved Dalle ore 10,00 alle ore 12,30 nella sede di Quero Piazza Marconi
venerd Dalle ore 10,00 alle ore 12,30 nella sede di VAS Piazza I Novembre
sabato Dalle ore 8,30 alle ore 12,00 nella sede di Quero Piazza Marconi
A tutti i cittadini grazie per la collaborazione.
COMUNE DI QUERO VAS
SPECIALE ELEZIONI QUERO VAS
7

Matteo Salvini, Flavio Tosi, Lorenzo Fontana, Mara
Bizzotto, Giancarlo Scott, Emanuele Cestari, Aurelia
Bubisutti, Erminio Enzo Boso, Antonella Celletti, Pius
Leitner, Francesca Donato, Elisa Vigolo, Valentina
Stragliati, Stefano Turchet

Herbert Dorfmann, Lorena Torresani, Tanja Peric,
Christina von Stefanelli Gostner, Manuel Massl

Ignazio Messina, Antonino Pipitone, Sabrina Freda,
Gennaro Marotta, Maria Bruschi, Alessandra Betta in
Pedrazzoli, Andrea Casale, Julia Filingeri, Johann Gruber,
Giovanni Murgia, Karima Oustadi, Giuseppe Pisano,
Fiorella Vendrame in Hernandez, Francesca Zennaro
Michele Boldrin, Giovanni Battista Scaroni, Marco
Zabotti, Carla Innocente, Maria Grazia Bartolomei,
Thomas Bastianel, Lorenzo Benetton, Tiziano Cucinella,
Brunello Gorini, Alberto Pellizzari, Elisa Petroni,
Guglielma Righi, Matteo Riva, Massimo Scozzoli
Marco Affronte, David Borrelli, Giorgio Burlini, Stefano
Cobello, Giuseppe Dalpasso, Nives Gargagliano, Giulia
Gibertoni, Alessandro Marmiroli, Francesca Nicchia,
Silvia Piccinini, Anna Rossi, Francesco Rossi, Cristiano
Zanella, Marco Zullo
Alessandra Moretti, Paolo De Castro, Kashetu detta
Ccile Kyenge, Isabella De Monte, Salvatore Caronna,
Flavio Zanonato, Rita detta Cinti Luciani, Franco Frigo,
Damiano Zoffoli, Federico Vantini, Elena Ethel detta Ely
Schlein, Andrea Zanoni, Nicola Dall'Olio
Elisabetta Gardini, Amalia detta Lia Sartori, Simone Furlan,
Massimiliano Barison, Elisabetta Bolzoni, Walter Ferrazza,
Fabio Filippi, Paolo Gottarelli, Mattia Sebastiano detto
Mattia Malgara, Ilaria Paparella, Francesca Rescigno,
Gianpiero Samor, Sandra Savino, Remo Sernagiotto
Maria Cristina Sandrin, Davide Vannoni, Angelo
Alessandrini, Lauro Nicodemo, Alberto Collet, Giovanni
Torri, Matteo Iotti, Loris Antonio Burgio, Laura Chiatroni
in Madrigali, Maria Riccelli, Cristina Bottini, Simone
Albertini, Massimo Girotto, Rosario Maccarone
Giorgia Meloni, Magdi Cristiano Allam, Sergio Antonio
Berlato, Alberto Balboni, Sonia Bizzari, Maurizio
Bortoletti, Gianluca Cavedo, Alessandro Ciriani, Manfred
De Eccher, Sergio Giacomelli, Marina Mascioni, Chiara
Mengoli, Diego Moscheni, Roberto Ricco
Maurizia Giusti detta Syusy Blady, Marco Boato, Luana
Zanella, Rossano Bibalo, Maria Chiara Calanca, Monica
Frassoni, Vittorio Marletto, Federica Minatelli, Barbara
Padovan, Stefania Pintarelli, Manuela Ruggeri, Davide
Sabbadin, Maria Sangiuliano, Anna Scavezzon
Paola Morandin, Adriano Prosperi, Piergiovanni Alleva,
Oktavia Brugger, Isabella Cirelli, Annalisa Comuzzi,
Stefano Lugli, Ivano Marescotti, Riccardo Petrella Tirone,
Maria Cristina Quintavalla, Carlo Salmaso, Eduardo detto
Eddy Salzano, Camilla Seibezzi, Assunta Signorelli
Antonio detto Toni Cancian, Clodovaldo Ruffato, Simone
Venturini, Roberto Dipiazza, Iginio detto Gino Bendin,
Imerio Borriero, Giuliano Cazzola, Niko Cordioli, Emilio
Franzoni, Nicola Giuliano, Daniela Mazzoni, Giorgio
Passionelli, Alessandro Rondoni, Gianni Luigi Spagnolo
SPECIALE ELEZIONI
8
In ricordo di
Gian Antonio Bortoluzzi
medico condotto a Quero
(M.M.) La notizia della scomparsa del dr. Bortoluzzi
giunta a nostra conoscenza, come riferisco al signor
Musso, in ritardo e nemmeno per vie dirette, ma per un
sentito dire. Sicuramente un difetto di comunicazione
che non ha giovato nella tempestivit di una notizia che
doveva coinvolgere maggiormente la comunit locale.
Qualcuno lo ha saputo, ma deve aver deciso di tener per
privato questo avvenimento. Spero solo non sia poi tra
coloro che sottolineano lassenza dinformazione. Come
tutti sanno il nostro periodico fatto dagli stessi lettori,
i quali interagiscono con la redazione per compilare il
notiziario. Fatta questa precisazione, saputo della triste
notizia, consapevoli del ruolo giocato dal medico con-
dotto nella comunit locale, abbiamo cercato di racco-
gliere informazioni per stilare un ricordo del dottor Bor-
toluzzi, del suo operato in mezzo a noi. Ringraziamo per
questo il genero, Luciano Musso, che nella franchezza
della sua corrispondenza ci fornisce spunti utili a ricor-
dare la figura del dr. Bortoluzzi, cos come il nostro ab-
bonato Marcello geom. Meneghin, querese ora residente
a Mestre, che con la sua testimonianza rende vivo il ri-
cordo del medico, delle condizioni in cui agiva e dei ri-
sultati che riusciva a conseguire curando i suoi assistiti.
Unopera profusa per lunghi anni che, ne siamo sicuri,
non sar offuscata dal ritardo di questa breve memoria o
dalla negligenza, colpevole o meno, di chi doveva mani-
festare pubblica riconoscenza.
Caro Direttore,
devo dire di essere rimasto un po perplesso nel non
vedere pubblicato sul Suo interessante periodico al-
cuna notizia/informazione circa il decesso del dr.
Gian Antonio BORTOLUZZI avvenuta il 19 di-
cembre 2013. A Quero tutti sanno che il dr. Borto-
luzzi stato unico medico condotto per oltre trenta
anni, prestando servizio 24 ore al giorno e per 365
giorni allanno. Allora il medico non era un buro-
crate come siamo abituati oggi, ma un professioni-
sta con una ben precisa responsabilit. Era al servi-
zio dei suoi pazienti sempre. Prima dellinvio in
ospedale studiava la situazione e prendeva decisioni
appropriate. Il dr. Bortoluzzi era poi particolare. In-
fatti era necessario chiamarlo per visita a domicilio
o recarsi in ambulatorio una prima volta. Da quel
momento e sino alla sparizione dei sintomi della
malattia, era lui che andava dagli ammalati per i
controlli. Oserei dire che proprio quello che suc-
cede adesso! Lei Direttore, parli con la gente di
Quero dai 35 anni in su e sentir ripetere quello che
Le sto dicendo. E stato anche medico del Comune
di Quero per tutto il periodo e per le esigenze
dellEnte, servendo lIstituzione con scrupolo e so-
lerzia. Infatti nel periodo in cui rimasto a Quero,
ripeto oltre 30 anni, sono capitati anche incidenti
gravi (galleria ENEL, variante strada statale, ecc.) e
il dr. Bortoluzzi, con pazienza ed equilibrio ha sem-
pre evitato che ai danni si sommassero altri proble-
mi, specialmente per le Istituzioni. Tutto questo
passato in sordina, la gente di Quero venuta al fu-
nerale ma le Istituzioni hanno brillato per la loro to-
tale assenza. Non mi sembra che vi sia stato un
comportamento consono al servizio che il dr. Borto-
luzzi ha messo a disposizione di tutti. Io sono il ge-
nero e quindi potrei sembrare di parte, ma ho deciso
di rappresentare a Lei questa mancanza di sensibili-
t perch il dr. Bortoluzzi avrebbe meritato un at-
teggiamento ben differente. Infatti chi ha avuto no-
tizia si presentato al funerale o ha contattato la
famiglia per riconoscenza, ma il Comune di Quero e
le Istituzioni connesse sono rimaste nellombra.
Non stato uno spettacolo decoroso e molti cittadi-
ni di Quero lo hanno evidenziato.
Mi scuso per la franchezza, ma il mio carattere
che non mi consente giri di parole per esprimere
quello che penso. Buon lavoro e cordiali saluti.
Luciano MUSSO

Buongiorno, la ringrazio molto e devo dirle che non
una dimenticanza.
Della notizia della scomparsa del Dr. Bortoluzzi
abbiamo saputo in ritardo e stiamo cercando di re-
cuperare notizie per proporre un suo ricordo, non
avendo una sua biografia ufficiale.
Col suo permesso user la sua missiva per informa-
re i nostri lettori.
Grazie ancora per la sollecitazione.
Distinti saluti.
Mauro MAZZOCCO

Buona sera dr. Mazzocco,
oltre che un piacere personale perch, come genero ho
seguito per oltre dieci anni lattivit di mio suocero e ne
ho apprezzato la professionalit e la dedizione agli am-
malati, in generale ritengo che un ricordo gli debba esse-
re dovuto proprio per il suo attaccamento alla popola-
zione di Quero.
Mentre era in vita (ha raggiunto la veneranda et di qua-
si 93 anni mancavano tre mesi al compimento dei 93
anni) era molto contento quando gli proponevo un giret-
to a Quero che lui ha sempre amato pi di Oderzo dove
aveva vissuto e dove viveva la sua famiglia di origine e
dove aveva esercitato la professione di aiuto in ospedale.
Lunico appunto che potrei fare a mio suocero quello
di avere dato pi peso alla sua missione da medico che
come padre e marito.
Il sacerdote che ha celebrato il funerale e che lo cono-
sceva, come brano del vangelo ha scelto un brano pro-
prio adatto a lui nel quale si dice ... ero affamato e mi
ha saziato ero ammalato e mi ha curato....
La ringrazio per la Sua attenzione e Le confermo ampia
delega per quanto vorr fare in ricordo del dr. Bortoluz-
zi.
Cordialmente. Luciano MUSSO
CRONACA
9

Il Dr. Bortoluzzi, medico di famiglia
ricordi di Marcello Meneghin
Il Direttore del Tornado mi chiede se ho qualche ricordo del Dott. Bortoluzzi che per molto tempo ha svolto lincarico
di medico di famiglia a Quero, in anni in cui le difficolt erano ben pi gravi di quelle odierne, le mansioni ben pi com-
plesse ed il territorio da seguire molto vasto. Scrivo ben volentieri queste note quale doverosa riconoscenza che devo
ad un medico che moltissimo, con passione, competenza e solerzia ha fatto per la mia famiglia.
Quelli che ricordo sono alcuni episodi che penso rendano unimmagine veritiera.
Negli anni 60, appena sposato, mi trovo a Quero in via Garibaldi 2 quando mia moglie dopo aver preso una delle me-
dicine di routine, si sente molto male e, prima di entrare in una specie di coma, mi saluta piangente con le stesse paro-
le che pronuncia chi sta per morire. Era domenica pomeriggio. Io mi precipito fuori e davanti al bar Centrale, vedo tra
molte persone che conversano tranquillamente anche il dottor Bortoluzzi. Lo prego di venire a vedere mia moglie che
sta molto male ed il medico, fattale prontamente una visita e capito il problema, corre alla farmacia ( domenica e
quindi chiusa) si fa aprire e torna di corsa a casa mia per praticare subito a mia moglie una iniezione. Poi rimane vi-
cino a lei finch lo sento dire queste testuali parole: sposa, sposa si svegli che tutto a posto! E cos accade.
Un altro dettaglio importante riguarda le cure che per molti anni il medico ha praticato a mio padre molto ammalato. Ci
che mi colpiva era non solo l'accurato e
competente svolgimento delloperato del
dottore ma anche il fatto che, avendo il ma-
lato sistematicamente bisogno di pronte
pratiche manuali, il dott.Bortoluzzi le porta-
va a termine senza alcuna difficolt. Ad
esempio il mio caro malato soffriva di ac-
cumulo di liquidi al ventre che dovevano
essere sistematicamente estratti con una
grossa siringa. Ebbene, improvvisato quale
aiutante qualcuno dei presenti, (una volta io
stesso) il medico si dava da fare ed in bre-
ve tempo vi provvedeva personalmente.
Viste ai nostri giorni delle generosit di
questo genere appaiono ancora pi straor-
dinarie, ma per me lo erano anche in quegli anni per cui non posso che
elogiare quanto il medico, con grande competenza e buona volont, ha
fatto per la mia famiglia.
Allego la foto di una gita che ho fatto con lui ed amici di Quero al Monte
Cornella, nonch la foto della sua casa in Quero appena finita nel 1967.
Il dr. Bortoluzzi il terzo a destra.
LETTERE AL TORNADO
ATTUALIT

Unione dei Comuni Biblioteca Civica
Sette Ville

Coro Polifonico Nuovo Rinascimento

organizzano la

14
a
Rassegna di canto Monodico e Polifonico
Sabato 17 Maggio 2014
alle ore 20.45
presso il Centro Culturale di Quero (BL)
Ingresso libero
Parteciperanno i cori:
Coro "A.B. Michelangeli" di Conegliano (TV)
Coro "Noi Cantando" di Biella
Coro "Polifonico Nuovo Rinascimento" di Quero (BL)
10
La festa della libert ritrovata
Celebrato a Fener il 25 aprile
di Silvio Forcellini

Anche questanno, congiuntamente, i Comuni di Alano di Piave e di Quero
Vas, in collaborazione con le associazioni darma ed ex combattenti locali,
hanno voluto ricordare la Festa della Liberazione ed toccato alla frazione
di Fener ospitare questo 69 anniversario (programmato eccezionalmente
per sabato 26 aprile a causa della concomitanza con la Cresima ad Alano).
Dopo la deposizione di una corona dalloro al monumento al partigiano in
Piazza Martiri, nel capoluogo, i partecipanti si sono recati a Fener per
assistere alla Messa in ricordo dei caduti per il tricolore celebrata da don
Francesco nella chiesetta dellAddolorata. Poi il corteo si diretto al vicino
monumento ai caduti dove, alla presenza del commissario prefettizio del
Comune di Quero Vas Graziella Bortot e del sindaco di Alano Serenella
Bogana, stata deposta una seconda corona di alloro. Il 25 aprile del 1945 -
lo ricordiamo - vennero liberate dai tedeschi e dai loro alleati repubblichini le
citt di Milano e di Torino e lesecutivo del Comitato di Liberazione Nazionale
proclam, via radio, linsurrezione. Per convenzione quel giorno venne
considerato dai fondatori della nuova democrazia il pi rappresentativo della
lotta di liberazione partigiana al fianco degli angloamericani e contro la
dittatura nazi-fascista. Nel suo bel discorso, il sindaco Bogana ha attualizzato
parole come liberazione e resistenza partendo dai diritti sanciti - ma non
sempre attuati - dalla nostra Costituzione, e, soprattutto, alla luce della crisi
dei nostri giorni che investe le famiglie, le imprese, i giovani E quindi
liberazione dallindividualismo oppure resistenza ai comportamenti disonesti,
concludendo con un invito a un impegno comune affinch il sacrificio di chi
ha combattuto ed morto per la nostra libert non sia stato vano. Le note della Banda Cittadina di Alano, presenza ormai
irrinunciabile, hanno allietato la cerimonia, che si conclusa con un piccolo rinfresco preparato dagli alpini.


(foto di Silvio Forcellini)
CRONACA
11
Sindaco a confronto coi carabinieri: sul tavolo non solo la criminalit
Alano, rifiuti e furti: scatta la linea dura
ALANO DI PIAVE. Microcriminalit e incivilt sotto la lente degli amministratori ad Alano. Anche con il ripristino della "pat-
tuglia a piedi" dei carabinieri. Dopo che la recente annuale giornata ecologica ha scovato rifiuti di ogni genere gettati nei
boschi e nei greti dei torrenti e dopo alcuni recenti casi di furti e tentati furti in abitazione, gli amministratori alanesi stanno
cercando, in collaborazione con le forze dell'ordine, di rendere quanto pi capillare possibile il gi consistente monitorag-
gio del territorio. Un confronto, su ci, si tenuto in municipio ad Alano. Non va abbassata la guardia contro la microcri-
minalita e le cattive abitudini, ha sottolineato il sindaco Amalia Serenella Bogana. Se la microcriminalit "micro" per
chi la fa - ha aggiunto - non lo altrettanto per chi la subisce perch l'incontro imprevisto in casa con uno o pi estranei o
il trovarsi lalloggio messo sottosopra da non si sa chi pu creare grossi problemi emotivi alle persone. E in questo con-
trollo contiamo sull'indispensabile supporto delle forze dell'ordine che stanno facendo un ottimo lavoro. E, in tale conte-
sto, la presenza del ripristino delle "pattuglia a piedi" dei carabinieri non passata inosservata. Stessa linea per chi getta i
rifiuti nei prati, nei boschi o ai bordi delle strade. La giornata ecologica - hanno spiegato il sindaco Bogana e il consigliere
Gioacchino Tessaro - ha fatto emergere l'incivilt di alcune persone che non hanno a cuore l'ambiente e il loro paese. So-
no state trovate immondizie fresche di ogni genere nei luoghi pi impensati. Per questo ribadiamo la necessit che i citta-
dini corretti e che ci tengono al territorio segnalino senza alcuna paura chi venisse colto in flagrante nel seminare immon-
dizie. Con l'occasione stato fatto un breve resoconto della giornata ecologica durante la quale sono stati raccolti 5 ca-
mion colmi di rifiuti e gli amministratori hanno tenuto a ringraziare quanti hanno deciso di dedicare una giornata al servizio
della comunit.

da Il Gazzettino di marted 15 aprile 2014

Malghe rinnovate per rimpinguare le casse pubbliche
Il Comune di Alano punta sullagriturismo
ALANO DI PIAVE. Lattenzione alla valorizzazione del territorio e al recupero del patrimonio esistente uno degli obbietti-
vi da sempre perseguiti ma sui quali lAmministrazione Bogana ha in previsione di accelerare. Alla luce dei risultati fin qui
ottenuti consistenti in un notevole aumento di presenze nelle nostre malghe - spiega il sindaco di Alano - abbiamo in pro-
gramma consistenti interventi sul patrimonio comunale per farlo diventare sempre pi una fonte di entrate per le sempre
meno ricche casse comunali. Va infatti tenuto conto - specifica il vicesindaco Giampaolo Spada - che le entrate deri-
vanti dal patrimonio, a differenza di quelle derivanti dai servizi, possono essere spese, pur con alcune limitazioni, dove il
Comune lo ritiene pi opportuno e che il servizio agrituristico porta entrate per 6 mesi all'anno al Comune mentre il solo
pascolo prevede laffitto per 3 mesi. Cos lobbiettivo verso il quale muover lAmministrazione sar sempre pi quello di
espandere il servizio agrituristico in modo da permettere crescenti guadagni per chi gestir le strutture e, proporzional-
mente, per il Comune. Fra gli interventi imminenti - riprende Serenella Bogana - c l'ampliamento di malga Piz che, gra-
zie alla sua favorevole posizione, potr diventare un punto di riferimento agrituristico. Oltre allampliamento prevista una
manutenzione straordinaria per rendere fruibili le strutture a scopo agrituristico. Lintervento prevede una spesa gi finan-
ziata dalla Comunit montana con fondi europei di 50mila euro. A seguire si proceder al rifacimento del tetto di malga
Barbeghera: verranno tolte le tegole in cemento e sostituite con pannelli isolati in lamiera sagomati a coppo. Questi inter-
venti seguiranno quelli di malga Salarolo dove stata eliminata la copertura in tegole che si stava sgretolando ed stata
sostituita con pannelli isolati in lamiera sagomati a coppo. Si effettuata la ripresa delle coloriture esterne e interne, sono
stati restaurati i serramenti e realizzate le staccionate esterne. I lavori sono stati realizzati dalla ditta Marchetti di Istrana
grazie a un contributo di 29mila euro provenienti dal Piano di sviluppo rurale tramite il Gal Prealpi Dolomiti.

da Il Gazzettino di domenica 20 aprile 2014



RASSEGNA STAMPA
12
CIRCOLO AUSER AL CAMINETTO DI ALANO e QUERO VAS
SEDE SOCIALE: QUERO VIA ROMA 29 tel.fax 0439.787861
--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Informiamo i soci ed i simpatizzanti che presso la
CASA DEI CARRARESI DI TREVISO
E IN CORSO LA GRANDE MOSTRA DEDICATA ALLE

PER INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI GLI INTERESSATI SONO PREGATI DI
CONTATTARE LA NOSTRA SEGRETERIA
IL LUNEDI, IL MERCOLEDI ED IL VENERDI DALLE ORE 15,00 ALLE ORE 17,00.
AFFRETTATEVI: ULTIMI POSTI DISPONIBILI
COME TRADIZIONE IL VIAGGIO SARA EFFETTUATO IN TRENO CON
PARTENZA DALLA STAZIONE FERROVIARIA DI FENER ALLE ORE 14,00
MARTEDI 13 MAGGIO
LA VISITA GUIDATA ALLA MOSTRA INIZIERA ALLE ORE 15,30
MOSTRE
ASTERISCO
La foto di copertina
(M.M.) Un omaggio, doppio, lo scatto che vedete questa volta in copertina. Prima perch ci stato regalato da una
nostra attenta lettrice, che preferisce restare nella discreta penombra, poi perch limmagine un vero e proprio
omaggio alla primavera, con la magnifica fioritura di crochi, testimone del risveglio della natura, della nuova stagione,
suggerita anche dalla spensierata corsa della ragazza sul pendio infiorato, che infonde dalla copertina unaurea di
felicit che ci auguriamo arrivi a contagiarci solo a guardarla. Lo scenario ripreso quello di Campon dAvena,
facilmente raggiungibile da Croce dAune. La foto stata scattata con una Canon Powershot A700, tempo
desposizione a 1/1250 s., numero F=3.2 alle ore 16,30 del 17 aprile scorso.
P.S. Il Crocus appartiene alla famiglia delle Iridacee, che comprende un gruppo abbastanza omogeneo di piante con
un'ottantina di generi e circa 1000-1500 specie (il numero dipende dalle varie classificazioni), mentre il genere Crocus
comprende circa 80 specie di cui una trentina sono coltivate e 15 sono presenti nella flora spontanea italiana.
Questo fiore mortale se ingerito, e provoca forte mal di testa se annusato.
13
AUSERflash
A CURA DEL CIRCOLO AUSER "AL CAMINETTO" DI ALANO E QUERO VAS - VIA ROMA 29 - 32030 QUERO - TEL./FAX 0439.787861

UN KALANCHOE
PER I BAMBINI DI TELEFONO AZZURRO

Buon successo anche questanno per la raccolta fondi a favore di Telefono
Azzurro affidata ai volontari del Circolo AUSER di Alano e Quero Vas. Tutti i
75 esemplari della coloratissima piantina di origine africana pervenutici hanno
trovato un padrone, nonostante il consistente contributo richiesto. Considerati
i tempi duri e linfittirsi delle iniziative analoghe alla nostra, va senzaltro
sottolineata la generosit della gente, che, pur nelle crescenti difficolt
economiche, sempre disponibile e ci incoraggia a continuare.
Basta pensare che questo miracolo di solidariet umana si ripetuto anche
questanno in ben 2300 piazze italiane! Telefono Azzurro ringrazia anche da
queste colonne i cittadini di Alano e di Quero Vas, e non soltanto quelli che
si son portati a casa una bellissima pianta ma anche quanti, avvicinatisi ai
nostri tavoli e scusandosi di non poter affrontare il costo del fiore, hanno
comunque accettato il giornalino di Telefono Azzurro o un coloratissimo
palloncino e hanno versato un generoso contributo.
E bene ricordare che Telefono Azzurro fin dal 1987 svolge un lavoro
costante e continuo per garantire ai pi piccoli uninfanzia e unadolescenza
serena. In Italia migliaia di bambini subiscono abusi e violenze: un dramma
che si consuma nel silenzio ed apre profonde ferite che durano tutta la vita. I
volontari di Telefono Azzurro, attraverso linee di ascolto, sono impegnati
ogni giorno per dare risposte immediate alle richieste di aiuto. Purtroppo
questo ancora non basta: indispensabile infittire e potenziare le linee di
ascolto e di intervento per aiutare meglio e di pi. Non basta ascoltarli, i nostri
ragazzi pi sfortunati: occorre dare una risposta concreta alla loro sofferenza.

Il Circolo Auser ringrazia i soci che ci hanno dato una mano nei due stand di
Quero (Gigliola, Renata e Silvana) e di Alano (Stefano e Piero). Grazie anche
a Renata (Melchiori) che ha curato la distribuzione porta a porta a Fener.

COME STA IL VOSTRO KALANCHOE?
Il kalanchoe non un fiore particolarmente delicato. Abbisogna delle solite
cure dovute alle piante che si conservano in casa. Dabitudine la fioritura dura
due mesi, e si ripete due-tre volte lanno. Non bisogna esagerare con lacqua,
che non deve mai stagnare nel sottovaso. Assolutamente proibito
vaporizzare direttamente sui fiori. Dopo un anno si consiglia di rinvasare con
buon terriccio aggiungendo un po di sabbia. Concimare ogni tanto con buon fertilizzante per piante grasse. Il kalanchoe
non tollera il freddo e ama la luce non troppo intensa: evitare quella solare diretta.

























La scomparsa
di Maria Vincenza Simioni
di Silvio Forcellini

Maria Vincenza Simioni era molto conosciuta nella nostra zona. Originaria di Alano,
di carattere affabile e bonario, aveva gestito per molti anni, assieme al marito Bruno
Bozzato, ledicola-tabaccheria fenerese di via Dante. Anche per questo ha destato
grande incredulit e commozione la notizia della sua scomparsa, avvenuta proprio il
giorno di Pasqua. Aveva 62 anni. Moltissime le persone che, gioved 24 aprile, hanno
affollato la chiesa parrocchiale di Fener per darle lultimo saluto. Da qui il corteo fune-
bre si poi spostato nel cimitero di Alano per la tumulazione. Al marito Bruno e ai pa-
renti tutti le sentite condoglianze della redazione del Tornado.

RINGRAZIAMENTI La famiglia Marzaro ringrazia di cuore tutte le persone che, in varie forme, hanno condiviso il suo do-
lore per la perdita dellamata Ivana.






CRONACA
LETTERE AL TORNADO
14
Per ricordare un grande uomo, un grande amico
di Marcello Geom. Meneghin
Per ricordare un grande uomo ed un grande amico prego pubblicare in grande formato questa foto nella quale Angelo
Mondin, di Quero, si trova in compagnia di queresi che sono sempre nel mio pensiero e, ne sono sicuro, anche in
quello di Angelo. Grazie. (Nella foto Resegati: i coscritti queresi del 1925 in occasione di una festa della Classe)

ATTUALIT
LETTERE AL TORNADO
15
Un saluto
per
Achille Luciani
Se lo ricorderanno in molti, a Quero, per essere stato, Achille Luciani,
segretario comunale per diversi anni, come anche ad Alano di Piave ne-
gli anni 80 (amministrazioni Spada e Piccolotto)
Un uomo di cui si possono sottolineare le doti di rettitudine e onest, uni-
te ad una capacit operativa che non si risolveva solo nellosservanza ri-
gida del dettato legislativo, ma anche nello sforzo di applicare con intelli-
genza e sensibilit le norme e le regole della vita amministrativa.
A 86 anni Achille Luciani, originario di Pedavena, ha staccato il biglietto
per lultimo viaggio, il 12 aprile scorso.
Dopo una vita dedicata alla famiglia ed al lavoro, tornato alla casa del Padre il 17 aprile scorso
Idilio Scariot
di anni 87
Nella sua vita Idilio, originario di Quero, conobbe fin da giovane et la durezza del
lavoro e dei sacrifici; emigr in Isvizzera e per diversi anni fu lontano dalla famiglia.
Dopo il matrimonio rimasto vedovo ancora giovane, con figli da accudire. Durante
la seconda guerra mondiale Idilio si schier, come molti altri giovani della sua et,
con i partigiani, partecipando a varie azioni sul territorio fra il 1944 ed il 1945,
guadagnandosi la Croce di Guerra. Nel 1984 fu riconosciuta questa sua attivit
anche con un attestato del ministro della difesa, lOn. Giovanni Spadolini. Idilio non
mai mancato alle feste patriottiche dei Comuni di Alano di Piave, Vas e a quelle
che si sono svolte a Quero. Nel 1982 stato membro del Consiglio per la
costituzione della sezione ex-partigiani di Quero. Non mancava, Idilio, al raduno
annuale sul Monte Grappa, manifestazione che coinvolgeva tutto il feltrino. Nel
1966, nel 22 anniversario, fu il promotore, assieme ad altri amici benemeriti, della
ricostruzione del monumento a ricordo delleccidio in Valle di Schievenin. Idilio
rester nel cuore di tanti, non solo dei famigliari, per il suo carattere bonario,
sempre pronto alla battuta scherzosa, e per la sua disponibilit verso gli altri,
sempre pronto a dare una mano. Ai figli Ado e Olga, alla nuora Maria, al genero
Pietro, ai nipoti Angelo, Samanta, Eros, Alessia, alla sorella ed al fratello le pi
sentite condoglianze della redazione.
I famigliari ringraziano quanti sono stati loro vicini in questi tristi momenti.
(Alessandro Bagatella)

Per volont della defunta, un ricordo breve della sua vita
di Alessandro Bagatella
Oggi sedici aprile, dopo una breve malattia, ha serenamente concluso il suo pellegrinaggio terreno
Vilma Andreazza
vedova Andreazza, di anni novantuno.
Originaria di Santa Maria di Quero, figlia di una famiglia contadina, Vilma conob-
be fin dalla giovinezza la vita da emigrante a Milano, dove svolgeva mansioni di
donna tuttofare. Conosciuto Olivo Andreazza, di Santa Maria, lo ha sposato e
con lui visse per tanti anni a Torino, dove Olivo lavorava alle dipendenze della
Fiat, mentre lei faceva la sarta. Giunti alla meritata pensione, i due coniugi An-
dreazza hanno deciso di stabilirsi a Cornuda, dove si erano costruiti una casa. Il
marito Olivo, che da qualche anno lha preceduta in cielo, stato colui che, as-
sieme al sottoscritto e allamico Antonio di Padova, ha reso possibile la formazio-
ne del gruppo Amici del Tomatico e del Grappa. Olivo mi ha convinto a dar vita al
gruppo, facendo leva sulla mia passione per lescursionismo, da lui conosciuta
quando si frequentava in compagnia il Cai di Montebelluna, assieme a tanti ami-
ci, amanti della montagna. Al funerale di Vilma erano presenti anche due rappre-
sentanti del gruppo, con il gagliardetto, in segno di riconoscenza per quanto ha
fatto per noi. Agli amici, nipoti, parenti tutti, le pi sentite condoglianze. Vilma e
Olivo, riposate in pace.

CRONACA
16
RINNOVO
ABBONAMENTI
Controlla il numero di scadenza del tuo
abbonamento. Lo trovi sulletichetta.
Eviterai di perdere qualche numero della rivista.
Diego Schievenin
e la passione per le bocce
Diego, nativo di Quero, nonostante il grande impegno di essere pap di due bellissime
bambine: Gioia e Angelina, non ha perso il gusto di giocare a bocce. Ora iscritto alla
Bocciofila Pedavena e riesce sempre a disputare qualche gara, sopportando qualche
trasferta dato che la sua categoria ha gare anche lontano da casa. Il 15 e 16 marzo
scorso Diego ha raggiunto la Liguria, dove, a Novi Ligure, ha disputato una particolare
gara individuale, detta Boccia dei Colli, conquistando il primo posto assoluto. Inutile di-
re che la felicit di Diego stata enorme, nonostante abbia dovuto abbandonare la
famiglia dal venerd al luned! Oltre alla meritata coppa e medaglia, Diego ha vinto una
scatola da 24 bottiglie di vino rosso, ben accolta da un autentico astemio! Diego ha fatto
registrare anche altri risultati degni di nota: 1 classificato ad Asti nella gara a coppie di
propaganda l8/9 febbraio e 2 classificato nella gara pro-disabili di Belluno del 12 aprile
2014.

Devis
da il benvenuto
a Rudy
Il giorno 25 gennaio 2014 Rudy arrivato ad allietare la
famiglia Zanella di Quero.

Devis, il primogenito, orgoglioso di presentare Rudy alla
famiglia de Il Tornado, posando con lui per la foto qui
pubblicata.

Da queste nostre pagine il piccolo Rudy saluta la mamma
Sandra, il pap Ivan, i nonni, lo zio e tutti gli amici e
conoscenti della famiglia.
G.S. Alano di Piave
Rinnovo direttivo 2014-2015
Venerd 21 febbraio, presso la sala delle associazioni di Alano di Piave, si svolta la riunione generale del del g.s.
Alano per il rinnovo del direttivo per il prossimo biennio. Dopo un dettagliato resoconto delle attivit svolte e delle
iniziative relative agli anni 2012-2013 e iniziata la discussione sul futuro dell associazione. I pochi presenti sono
convenuti sul fatto che fare volontariato sul territorio risulta sempre pi difficoltoso e che i giovani sono sempre pi
difficili da coinvolgere. Problema comune a tutte le associazioni. Dopo queste amare considerazioni si e proceduto
alle operazioni di voto che hanno visto la riconferma di 9/10 del vecchio di direttivo con la sola new entry di Marino
Rech. Di seguito la lista dei componenti del nuovo (si fa per dire) direttivo:
PISAN STEFANO PRESIDENTE
ZANELLA ANDREA VICEPRESIDENTE
GELISIO DAVIDE SEGRETARIO
DAL CANTON CLAUDIO CONSIGLIERE
MENEGHIN ALICE CONSIGLIERE
RECH LAURA CONSIGLIERE
CODEMO FRANCESCO CONSIGLIERE
RIZZOTTO PAOLO CONSIGLIERE
RECH MARINO CONSIGLIERE
PISAN NICOLA CONSIGLIERE

CRONACA
17

Lo sapevate che in Valle delle Mure, nellestate del 1918, funzionava un efficiente ospedale militare? Questa
notizia stata pubblicata nel nr. 8 di ottobre 2013 della rivista Sul Ponte di Bassano, quadrimestrale della
sezione Ana Monte Grappa di Bassano e la voglio condividere con gli abbonati del nostro periodico.
Alessandro Bagatella

Lo sapevate che in Valle delle Mure, nellestate del 1918, funzionava un efficiente ospedale militare? Questa
notizia stata pubblicata nel nr. 8 di ottobre 2013 della rivista Sul Ponte di Bassano, quadrimestrale della
sezione Ana Monte Grappa di Bassano e la voglio condividere con gli abbonati del nostro periodico.
Alessandro Bagatella
CENNI STORICI
18
Bur n. 36 del 03 aprile 2014
LEGGE REGIONALE n. 11 del 02 aprile 2014
Legge finanziaria regionale per l'esercizio 2014.
Art. 56 (estratto)
Disciplina della combustione controllata sul luogo di produzione di residui vegetali
1. consentita la combustione controllata sul luogo di produzione di materiale vegetale residuale naturale
derivante da attivit agricole o da attivit di manutenzione di orti o giardini privati, effettuata secondo le
normali pratiche e consuetudini.
2. Al fine di disciplinare le attivit di cui al comma 1, i comuni, tenuto conto delle specifiche peculiarit del
territorio, nellambito dei propri regolamenti di polizia rurale dettano la disciplina per la combustione con-
trollata sul luogo di produzione di residui vegetali, individuando le aree, i periodi e gli orari e le cautele
da adottarsi.
3. Nelle more della adozione o adeguamento dei regolamenti comunali di polizia rurale alle disposi-
zioni di cui al comma 2 consentita la combustione controllata del materiale residuale vegetale di
cui al comma 1 nel rispetto delle seguenti prescrizioni che costituiscono altres requisiti minimi uni-
formi cui i comuni conformano i rispettivi regolamenti di polizia rurale:
a) le attivit devono essere effettuate sul luogo di produzione, ad adeguata distanza da edifici di
terzi, in cumuli di dimensione limitata avendo cura di isolare lintera zona da bruciare tramite una
fascia libera da residui vegetali e di limitare laltezza ed il fronte dellabbruciamento;
b) le operazioni devono svolgersi nelle giornate di assenza di forte vento, assicurando, fino alla com-
pleta estinzione di focolai e braci, costante vigilanza da parte del produttore o del conduttore del
fondo, o di persona di sua fiducia;
c) le ceneri derivanti dalla combustione del materiale vegetale di cui al presente articolo sono recupe-
rate per la distribuzione sul terreno a fini nutritivi o ammendanti.
4. 4. Le attivit di combustione controllata sul luogo di produzione dei materiali agricoli e vegetali indicati al
comma 1, effettuata nel rispetto delle disposizioni di cui al presente articolo, non costituisce attivit di
gestione dei rifiuti o di combustione illecita.
Smaltimento di residui vegetali con fuochi all'aperto?
La Regione Veneto ha approvato nei giorni
scorsi un emendamento che disciplina la
combustione controllata e condizionata sul
luogo di produzione di residui vegetali.
L'Art. 56 della Legge Regionale n. 11 del 2
aprile 2014 pubblicata sul BUR il 3 aprile
2014 ed esecutiva dal 4 aprile 2014 prevede
che nelle more della adozione o adegua-
mento dei regolamenti comunali di polizia
rurale alle disposizioni di cui al comma 2
dello stesso articolo consentita la combu-
stione controllata del materiale residuale
vegetale derivante da attivit agricole o da
attivit di manutenzione di orti o giardini privati, effettuata secondo le normali pratiche e consuetudini.
Proponiamo, qui sotto, il comunicato stampa della Regione ed il testo dellarticolo approvato con la
legge finanziaria regionale.
Comunicato stampa Regione Veneto 20 marzo 2014
Combustione sterpaglie - Toniolo (NCD): Comuni modifichino regolamento di polizia urbana!
(Arv) Venezia 20 mar. 2014 - Costantino Toniolo (NCD), presidente della prima commissione in Consiglio regionale del
Veneto, sottolinea la validit dell'emendamento votato a maggioranza dall'aula consiliare, nellambito della legge finan-
ziaria, che autorizza la combustione di sterpaglie e residui vegetali. "Dalla notte dei tempi i nostri padri bruciavano
sterpaglie e ramaglie sui campi della pianura, sui terrazzamenti delle colline e delle Prealpi al fine di pulire e nutrire il
terreno. Purtroppo questa pratica stata vietata recentemente da alcune normative volte a preservare il patrimonio bo-
schivo contro il rischio di incendio. Diversi contadini che hanno proseguito con questa pratica tradizionale si sono dovu-
ti difendere in sede penale. Ora grazie alla legge Finanziaria regionale siamo riusciti ad introdurre una norma che per-
mette nuovamente questa pratica molto diffusa ed utile.
La norma chiarisce Toniolo - prevede una serie di limitazioni che i comuni dovranno acquisire nei loro rego-
lamenti di polizia urbana. I comuni dovranno dettare la disciplina per questa combustione controllata, indivi-
duare le aree, i periodi e gli orari e le cautele da adottare.
In particolare le attivit devono essere effettuate sul luogo di produzione, ad adeguata distanza dalle case, in
cumuli di dimensione limitata e avendo cura di isolare l'intera zona da bruciare tramite una fascia libera da residui
vegetali e di limitare l'altezza e il fronte del fuoco. Tutte le operazioni dovranno essere effettuate in giornate senza ven-
to e i focolai dovranno essere vigilati fino allo spegnimento delle braci. E le ceneri ovviamente potranno essere disper-
se sul terreno con fini nutritivi.
ATTUALIT
19
Progetto COME per il Cittadino
Sportello informativo comunale su:
energie rinnovabili
combustione efficiente delle biomasse
risparmio energetico nelle abitazioni
APERTURE AL PUBBLICO
da aprile a giugno 2014
marted 22/04/2014 15.00-17.00
Gioved 29/05/2014 15.00-17.00
Venerd 04/07/2014 10.30-12.30
servizio a ingresso libero e gratuito presso Municipio In Piazza Martiri 12
Alano di Piave (BL)
I cittadini dei Comuni aderenti possono accedere liberamente
a tutti gli Sportelli attivati nei 25 Comuni Interreg IV - COME
Il programma completo delle aperture disponibile su www.provincia.belluno.it e su
www.pubblichenergie.it
Per informazioni rivolgersi al Centro Supporto COMuni Efficienti
come@provincia.belluno.it, 0437 959163, cell. 3450375455
Comune di
Alano di Piave
ATTUALIT
20
Ci si pu anche rivolgere per un aiuto alle case di riposo di Alano e di Quero
Ulss n.2 di Feltre: referti medici
solo su internet, ma ci sono alternative
di Silvio Forcellini

Referti medici solo scaricabili da internet, dal sito www.ulssfeltre.veneto.it, anche per chi - ad esempio - si reca il
gioved mattina al Distretto socio-sanitario di Fener per il prelievo del sangue. La recente decisione dellUlss n.2 di Feltre
potrebbe mettere in difficolt molti utenti, soprattutto anziani, che non dispongono del computer, non hanno una
connessione alla rete o non sono in grado di eseguire loperazione. Esistono per delle altre possibilit, oltre al proprio
computer. E possibile farsi spedire il responso a casa per posta, ma con una spesa a carico dellutente di euro 3,50 a
referto (e si capisce che, per chi costretto ad effettuare un certo numero di analisi, il costo potrebbe alla lunga diventare
importante). In alternativa, ci si pu sempre recare a Feltre - nelle tre sedi sotto indicate - portando con s il foglio di
accettazione consegnato - ad esempio - al momento del prelievo e il codice fiscale ( possibile incaricare anche
unaltra persona compilando per la delega presente nello stesso foglio).

OSPEDALE DI FELTRE

dove quando orario
Centro Unico Prenotazioni
(Padiglione Guarnieri)
dal luned al venerd dalle 15.00 alle 17.00
Ufficio Cassa dal luned al gioved dalle 16.00 alle 17.00
Centro Organizzativo Screening
(Via Borgo Ruga)
dal marted al venerd dalle 8.30 alle 9.30

Per ovviare al disagio di recarsi a Feltre, sono state individuate anche altre strutture a noi pi vicine dove possibile
rivolgersi per farsi scaricare i referti dal sito dellUlss n.2 e per farseli stampare. Si tratta delle case di riposo
SantAntonio Abate di Alano e San Giuseppe di Quero, negli orari che seguono (e che si prega di rispettare).

CASE DI RIPOSO DI ALANO E DI QUERO

dove quando orario

Casa di Riposo SantAntonio Abate di Alano
(segreteria)

luned-mercoled-venerd 11.00-12.00
Casa di Riposo San Giuseppe di Quero
(ambulatorio infermieri)

luned-marted
mercoled-venerd
sabato-domenica

gioved



11.00-11.30 e 15.00-15.30


15.00-15.30

Le biblioteche comunali invece, per un problema legato alla privacy, non svolgono questo servizio ma mettono a
disposizione, negli orari di apertura, i personal computer per chi ne sprovvisto.

E sempre da internet - da un portale messo a disposizione dalla Regione Veneto - si pu scaricare e stampare
autonomamente anche il certificato di esenzione per condizione economica (7R2, 7R4 e 7R5) valevole dal 1 aprile
2014 al 31 marzo 2015. E sufficiente: 1) collegarsi a internet e digitare https://salute.regione.veneto.it// nella barra di
indirizzo - 2) cliccare su stampa certificati di esenzione reddito e inserire le informazioni richieste a video: numero
tessera sanitaria presente nel tesserino cartaceo della scelta dei medico, Ulss di residenza selezionando AZIENDA
U.L.S.S. N. 2 FELTRE dal men a tendina, codice fiscale - 3) cliccare sul bottone cerca - 4) selezionare il certificato e
cliccare sul bottone stampa.

Per chi non ha accesso al web o non trovasse on line il certificato di esenzione per condizione economica (7R2, 7R4,
7R5) ma ritenga di averne diritto, possibile rivolgersi agli Sportelli Anagrafe dell'Ulss n.2 muniti di valido documento di
identit e codice fiscale (quello pi vicino a noi si trova presso lOspedale di Feltre, Palazzina Fusaro, ed aperto dal
luned al venerd dalle ore 8.30 alle ore 12.00 e il mercoled pomeriggio dalle ore 14.30 alle ore 17.30).

Nel portale https://salute.regione.veneto.it// si trovano anche le indicazioni sui requisiti da possedere per poter
presentare lautocertificazione senza incorrere in sanzioni. LUlss n.2 ricorda, infatti, che propria responsabilit usufruire
dell'esenzione senza averne diritto o avendone perso, nel frattempo, i requisiti richiesti. Le autocertificazioni sono oggetto
di controllo puntuale da parte delle Aziende Ulss con recupero delle somme non pagate aggravate da sanzione. Il
certificato di esenzione va esibito al proprio Medico di Medicina Generale, Pediatra di Libera Scelta o Medico Specialista.

Per informazioni:
Ufficio Relazioni con il Pubblico: tel. 0439/883570
E-mail: comunicazione@ulssfeltre.veneto.it
Sito: www.ulssfeltre.veneto.it
CRONACA
21
A Quero un club contro la dipendenza dallalcol
(l.z.) Attenzione: pericolo alcol !!! L'uso e,
soprattutto, labuso di bevande alcoliche
provoca - si sa - grandi problemi (a livello
comportamentale, sociale e, soprattutto,
familiare), senza dimenticare il rischio di gravi
patologie (a livello fisico, psichico,
psicologico). Forse non tutti sanno che a
Quero esiste un club che affronta queste
problematiche in maniera assolutamente
riservata. (Questi club operano sia a livello
nazionale che internazionale). Coloro che
avessero questi problemi oppure coloro che
avessero un familiare affetto da questa
dipendenza, possono contattare Clara Maria Spada allo 0439.779278 o al 339.4086990, che vi fornir tutte le
informazioni necessarie e le modalit per una eventuale frequentazione dei club stesso.




Calcio Prima Categoria
SP Calcio 2005 agli spareggi salvezza
di Cristiano Mazzoni
Con ancora una sola partita da disputare lSP Calcio 2005 gi sicura del suo verdetto: saranno play-out. Infatti,
nonostante la netta vittoria sul campo del fanalino di coda S. Fortunato, la squadra allenata da Luca Sagrillo gi certa
di dover disputare lo spareggio per poter rimanere in Prima Categoria. Nella giornata precedente lSP Calcio 2005
perdendo in casa contro il Comm. Sile Osp., diretta concorrente, aveva gettato alle ortiche la possibilit di giocarsi
nellultima partita di campionato ancora qualche chance per la salvezza diretta. Ora per il sestultimo posto, lultimo
valido per la permanenza diretta in categoria, lontano quattro punti e quindi fuori portata. La gara conclusiva contro il
Ros sar comunque importante per determinare la posizione in classifica che comporter la squadra da affrontare nei
play-out ed il vantaggio di scelta in caso di parit nello spareggio (si salva la squadra meglio piazzata in classifica).
Partite campionato:
28
a
giornata: SP Calcio 2005 Comm. Sile Osp. 0 a 1
29
a
giornata: S. Fortunato SP Calcio 2005 0 a 3
Classifica Campionato dopo 29
a
giornata:
F. Valbrenta 62, Concordia Fonte 58, Azzurra S. Anna 50, Ros 49, Torreselle 46, Luparense Virtus Cassola 43,
Vedelago 39, Fossalunga 36, Virtus Romano AltivoleseMaser 35, Caerano 34, SP Calcio 2005 Comm. Sile Osp.
31, Riese Vall 27, S. Fortunato 9.



Calcio Settore Giovanile
Al via lSP SOCCER SCHOOL
corso di calcio gratuito per Piccoli Amici
di Cristiano Mazzoni
LSP Calcio 2005 avvisa tutte le famiglie che dal 5 maggio al 7 giugno 2014 organizzer lSP SOCCER SCHOOL
ovvero un corso di calcio totalmente gratuito riservato ai bambini e bambine nati negli anni 2005-2006-2007-2008 che
si svolger sui campi sportivi di Onigo, Covolo e Colmirano sotto la vigile guida di un pool di istruttori.
Questo in dettaglio il programma:
luned dalle ore 17:45 alle ore 19:30 campo sportivo parrocchiale di Covolo
mercoled dalle ore 17:45 alle ore 19:30 campo sportivo comunale Valcalcino di Alano
sabato dalle ore 15:00 alle ore 16:30 campo sportivo comunale di Onigo
Non mancare assolutamente!!! Corri a partecipare allSP SOCCER SCHOOL!!!
Per chiarimenti puoi contattare:
Menegon Raffaele 335-7111779 (Presidente)
Mazzoni Cristiano al 347-2466791 (Segretario Pulcini e Piccoli Amici)
Fonte Basso Giovanni 333-2814736 (Responsabile Tecnico)












CALCIO
LETTERE AL TORNADO
22
Medaglia doro per Lucio Fregona e Simone Zancaner, dargento per Andrea Noal
Astra Quero sugli scudi ai campionati italiani Csi
di corsa campestre a Montecatini Terme
di Silvio Forcellini

Allinterno del Parco Termale di Montecatini (PT), dal 4 al 6
aprile si svolto il 17 Campionato Nazionale Csi di Corsa
Campestre, che ha visto al via pi di 1650 atleti in
rappresentanza di 14 regioni, 32 comitati provinciali e 142
societ sportive.

LAstra Quero, con i suoi esponenti, riuscita a portare a casa ben tre delle quattordici medaglie bellunesi, di cui due di
oro. Il primo oro se lo aggiudicato lex azzurro nonch campione del mondo
di corsa in montagna Lucio Fregona, di Monfumo, che allinterno della locale
societ rappresenta da anni un fulgido esempio non solo di sport ma anche di
vita per tutti i tesserati; con la sua passione e la sua dedizione allo sport sa
infatti trasmettere valori altamente positivi agli altri atleti. Il secondo oro
arrivato nel cosiddetto Staffettone delle Regioni dalla staffetta cadetti A del
Veneto, di cui faceva parte il giovane e promettente atleta alanese Simone
Zancaner. Non pago, Simone otteneva anche un lusinghiero 10 posto nella
prova individuale, sempre nella categoria cadetti, mentre un bellissimo
argento nella gara individuale junior arrivava da Andrea Noal, di Onigo ma
anchesso portacolori del G.S. Astra Quero.

Un grande elogio va rivolto quindi ai nostri rappresentanti, che va in questo caso
esteso anche a Matteo Cesco, sempre presente agli allenamenti dei suoi
campioncini, e a Luigi Collavo, da anni fulcro della societ del Basso Feltrino e
che, con la sua grande passione, continua a portare i suoi atleti sempre pi in
alto.

Ritornando al nostro giovane atleta di casa Simone Zancaner, ricordiamo
brevemente i risultati ottenuti prima di approdare ai campionati italiani Csi di
Montecatini Terme. Lanno scorso Simone si aggiudicato il titolo di campione
provinciale Csi al termine di cinque dure prove e ha poi conseguito un buon 4
posto nella finale regionale disputata a Bovolone (VR). Vanno sottolineati, inoltre, lottimo 2 posto individuale nel Miglio
dei Comuni al Giro delle Mura 2013 di Feltre e, pi recentemente, ancora un 2 posto individuale nella seconda prova
(delle cinque previste) del Gran Prix Strade d'Italia, disputata ad Aviano (PN).

Nelle foto: Zancaner, Fregona e Noal con le medaglie conquistate; lintero gruppo a Montecatini Terme; Zancaner
impegnato nella frazione della staffetta.



Il Mercatino del Tornado
Vendo gomme invernali semi-nuove, di misura 195/60/R15, cerchi in ferro, quattro fori. Se interessati, contattare il
333.7609065.
ASTERISCO
CRONACA
23

Fener, ultimata
la pavimentazione
del cortile del patronato
di Silvio Forcellini

In vista delle celebrazioni per la Festa della Liberazione,
in programma sabato 26 aprile a Fener presso il centro
parrocchiale e di cui parliamo in altra parte del giornale,
sono stati ultimati i lavori di ripristino della pavimentazione
del piazzale del patronato, nei punti dove due anni fa era-
no state interamente sostituite le tubazioni dell'impianto
idrico dello stabile. Il lavoro di ripristino (vedi foto) stato
realizzato a regola darte da Fabrizio Mondin con la pre-
ziosa collaborazione di Dario Franzoia (e la... supervisio-
ne di Gianni Canal, Luciano Putton e Dario Spada). Sia
la sostituzione completa delle tubazioni che il ripristino della pavimentazione sono stati finanziati con i proventi dell'edizio-
ne 2012 del Torneo di Calcio di Fener- Memorial Mario Durighello - Trofeo Il Tornado.

Torneo di calcio di Fener, aperte le iscrizioni
di Silvio Forcellini

Sono aperte le iscrizioni alla 24
a
edizione del Torneo di Calcio a sei di Fener - Memorial Mario Durighello - Trofeo Il Tor-
nado, organizzato dalla Pro Loco di Fener presso il campo sportivo parrocchiale. Il torneo avr inizio presumibilmente
mercoled 2 luglio, per concludersi sabato 26 luglio con la finalissima. Essendo in parte concomitante con i Mondiali di
calcio, ovviamente non si giocher nei giorni interessati dalle partite che si disputano in terra brasiliana. Per iscrizioni o
informazioni rivolgersi come sempre a Valerio Schievenin (cell. 329-7433860) o a Silvio Forcellini (cell. 348-3142633).





LETTERE AL TORNADO
CRONACA
24
Transita per le stazioni di Fener e Quero Vas
la 685, la regina delle locomotive
di Silvio Forcellini

Le stazioni di Fener e di Quero Vas non sono nuove al transito di treni
di particolare valenza storica. Venerd 25 aprile abbiamo potuto assi-
stere addirittura al passaggio di quella che unanimemente considera-
ta la regina delle locomotive, la famosa e potente 685 alla quale,
negli anni Trenta del Novecento, era affidato il traino dei pi importanti
direttissimi e di convogli di prestigio come il Simplon Orient-Express
tra Milano e Venezia. Le vaporiere del gruppo 685, costruite fra il
1912 e il 1927 su progetto dellUfficio Studi di Firenze, furono infatti
protagoniste indiscusse della grande trazione a vapore e vennero uti-
lizzate in tutta Italia alla testa dei pi importanti e veloci treni passegge-
ri sulla rete principale. L'estetica delle 685 ha rappresentato, a parere
quasi unanime, lapice della scuola italiana nella progettazione delle
vaporiere. La grande diffusione e longevit del gruppo ha fatto delle
685 la pi rappresentativa delle locomotive veloci (pu raggiungere
una velocit massima di 120 km/h per 1250 CV) del nostro paese. Ne
furono fabbricati - in tre serie - 241 esemplari, che hanno cessato il
servizio regolare a met degli anni 70, alcuni dei quali sono ancor oggi
pienamente efficienti e molto utilizzati in testa a convogli storici e rievo-
cativi lungo tutta la Penisola. La 685-196 - quella che transitata a
Fener e a Quero Vas, trainando tre carrozze di prima classe dai velluti
rossi perfettamente conservati - uscita dal restauro nel novembre
2005 e viene destinata al traino dei treni depoca pi prestigiosi.


(foto di Silvio Forcellini e Antonio Remor)

CRONACA
25
A difesa del castagno
A Cilladon lotta biologica contro la vespa cinese
Iniziativa nellarea di propriet dei fratelli Susanetto

Torymus sinensis contro Dryocosmus kuriphilus. La lotta biologica
prevede, infatti, il lancio di un parassitoide specifico del cinipi-
de (il Torymus sinensis) nei castagneti che sono colpiti dalla vespa ci-
nese (Drycosmus kuriphilus), il cui arrivo in Italia segnalato dal 2002.
Questo imenottero, allevato in laboratorio e, una volta sfarfallato, vie-
ne liberato in pieno campo in primavera, quando le nuove galle sono in formazione. Le femmine del parassitoide buono
depongono fino a 70 uova nelle galle, inserendo il lungo ovopositore all'interno delle camere larvali dove si trova la ve-
spa cinese che danneggia la pianta. Sulle foglie dei castagni avviene quindi una vera e propria battaglia: le larve del
parassitoide si sviluppano come ectoparassiti delle larve del cinipide fino a provocarne la morte, liberando cos la pian-
ta dall'insetto dannoso. I fratelli Germano e Silvano Susanetto hanno segnalato la presenza del dannoso insetto fin dal
2010, e da allora hanno intrapreso ogni possibile forma di lotta, studiando il problema ed appoggiandosi ad esperti del
settore. In loro soccorso sono giunti il presidente del Consorzio di tutela del morone e del castagno feltrino Antonio
Bassani e lesperto, nonch socio, Costantino Scopel, i quali sono intervenuti portando linsetto concorrente, capace
di dare il via ad unazione di contrasto nei confronti della cosiddetta vespa cinese. A Cilladon il 22 aprile scorso stato
liberato un campione di 100 femmine e 50 maschi provenienti dal centro di moltiplicazione della Regione Veneto. Le
esperienze fin qui condotte hanno dimostrato che questa forma di lotta ottiene buoni risultati e che, al momento, sem-
bra essere lunica arma a disposizione per combattere la vespa cinese.
Nelle foto di Fulvio Mondin: da Sx i fratelli Silvano e Germano Susanetto con gli esperti e il campione da liberare.

Per le sezioni del Basso Feltrino e di Lentiai
Maggio il mese della
donazione di sangue
I volontari delle sezioni dei donatori di sangue
della zona 2 sono chiamati a dar prova di
buona volont assicurando il flusso di dona-
zioni al centro prelievi dellospedale di Feltre.
In particolare il mese di maggio li vedr im-
pegnati a recuperare i ritardatari, motivandoli
a riprendere, in questo mese, la generosa at-
tivit della donazione. Una attenzione partico-
lare sar riservata ai gruppi sanguigni 0/POS
e A/POS, secondo le indicazioni ricevute dal
primario del centro prelievi. Le nuove adesioni sono, inutile dirlo,
bene accette. Di sangue c sempre bisogno ed importante poter
contare su volontari che, regolarmente, mettono a disposizione il loro
tempo donandosi per permettere ad altre persone di avere la possibi-
lit di una vita migliore.


CRONACA
26

Accadde nel 1994
a cura di Sandro Curto

PRECIPITA AEREO IN FONTANASECCA Domenica 15 maggio 1994, sulle pendici del Fontanasecca, si schianta un ve-
livolo CESSNA 150, partito da Belluno e diretto a Padova. Angelo Barruzzo (53 anni) e Mario Pollani (41 anni), entram-
bi di Pianiga (VE), vengono ritrovati morti. Alle operazioni di recupero delle salme partecipano i carabinieri di Quero, il
sindaco di Alano Piccolotto con i dipendenti comunali Dal Canton e Quaggiotto.

I 20 ANNI DEL G.S. ASTRA In occasio-
ne del ventennale di attivit il Gruppo
Sportivo Astra, presieduto da Sergio
Mondin, stampa un giornalino che viene
allegato al Tornado n. 273 per far cono-
scere le varie attivit e sensibilizzare la
popolazione sullimportanza della pratica
sportiva.

Segusino
negli anni 50
La bella cartolina che proponiamo a
fianco di propriet del nostro abbonato
Bruno Coppe e ritrae il paese di Segusi-
no ripreso da Col Rondola (San Gerva-
si). Da notare come, allinizio degli anni
Cinquanta, lurbanizzazione del paese
non fosse cos spinta come nei decenni successivi. Una curiosit: la cartolina riporta la scritta Panorama di Segusino-
soggiorno delizioso.


ASTERISCO
COME ERAVAMO
27
Alla Gipsoteca di Possagno
Prorogata al 22 giugno la chiusura
della mostra Le Grazie di Antonio Canova
a cura di Silvio Forcellini

E stata prorogata al 22 giugno 2014 la chiusura della splendida mostra Le
Grazie di Antonio Canova, dedicata al famoso gruppo scultoreo e allinterno
della quale i due studi in gesso dellartista - danneggiati durante la Grande
Guerra, uno in particolar modo - sono stati restituiti al pubblico dopo un delicato
restauro.

Si pu dunque dire che Le Tre Grazie di Canova siano tornate al loro antico
splendore nella Gipsoteca di Possagno, il paese natale di Antonio Canova che
attira ogni anno migliaia di turisti proprio grazie alla Gipsoteca, dove si
conservano numerose opere tra statue, bozzetti, disegni e dipinti del celebre
scultore.

Canova interpret Le Tre Grazie in due modelli di marmo simili. Il primo
conservato allErmitage di San Pietroburgo, mentre il secondo viene esposto a
rotazione a Londra ed Edimburgo. I due studi in gesso vennero invece
conservati nel museo di Possagno dove, durante i bombardamenti della Grande
Guerra, furono danneggiati.

La morbidezza e la perfezione delle forme, tipica delle opere del Canova, si pu
ammirare nei due gessi esposti insieme a tempere, incisioni e disegni preparatori
sempre concernenti Le Tre Grazie. Oltre alle due opere restaurate, mostra nella mostra, lesposizione delle crude
immagini della Gipstoteca e dei gessi di Canova allindomani dei bombardamenti austro-ungarici nella Prima Guerra
Mondiale; immagini concesse da due archivi pubblici, drammatiche nella volont di costituire una precisa documentazione
di un orrore. Lesposizione delle Grazie a Possagno - data anche lestrema vicinanza - pertanto loccasione perfetta per
ammirare due dei massimi capolavori dello scultore trevigiano, allinterno del museo che ospita alcune delle statue
divenute tra gli esempi pi fulgidi del Neoclassicismo di Canova. La mostra aperta dal marted alla domenica dalle ore
9.30 alle ore 18.00.

Le Tre Grazie

Le Tre Grazie, con la Venere di Milo e il busto di Nefertiti, il gruppo scul-
toreo forse pi famoso al mondo. E poco importa se non tutti sanno che
opera di Antonio Canova e che le tre giovani bellezze da lui immortalate
sono figlie di Zeus e rispondono al nome di Aglaia, Eufrosine e Talia, sodali
di Venere, e che simboleggiano, rispettivamente, lo splendore, la gioia e la
prosperit.

Canova le ha interpretate in due esemplari, molto simili. Il primo, ora
allErmitage di San Pietroburgo, glielo commission Josephine de Beau-
harnais, allepoca moglie di Napoleone; il secondo il Duca di Bedford che,
visto il gesso che lo scultore teneva nel suo atelier romano, lo supplic di
creargli un ulteriore esemplare in marmo. Canova riprese il modello, appor-
tando piccoli cambiamenti e, quasi per allontanare il momento di distacco
dallopera, laccompagn personalmente sino alla nuova dimora inglese. Oggi quel magnifico marmo equamente suddi-
viso, sette anni ciascuno, dalla National Gallery of Scotland di Edimburgo e dal Victoria & Albert Museum di Londra.

Dallinizio di quelle vicende sono passati esattamente due secoli: il modello originale in gesso delle Grazie infatti datato
1813. In questi due secoli la fama delle tre bellezze canoviane diventata universale. La sinuosit delle forme femminili,
la delicatezza e la morbidezza nonch la ricercata levigatezza del marmo determinano un gioco di luci ed ombre che affa-
scinano chiunque le ammiri.

I gessi, con altre opere conservate nella Gipsoteca, vennero investiti dalla nuvola di calcinacci causata dai cannoneggia-
menti austro-ungarici durante la Prima Grande Guerra, quando Possagno, ai piedi del Grappa, era zona di battaglia. Par-
ticolarmente gravi i danni subiti dal gruppo inglese che vide le Grazie ritrovarsi con volti e busti drammaticamente lesio-
nati. Allindomani del conflitto, Stefano e Siro Serafin, custodi e abilissimi restauratori, sanarono molti dei danni. Non agi-
rono invece sulle Grazie di Bedfod che, deturpate, trovarono sede nella sala del consiglio comunale di Possagno, a stri-
dente ricordo di un guerra terribile per il paese. Il secondo gruppo di Grazie, restaurato, esposto nellAla Scarpina della
Gipsoteca. A centanni dallo scoppio della Grande Guerra, mentre lEuropa si appresta a ricordare quel centenario, anche
le Grazie inglesi risorgono, ritrovando tutte le loro parti. Quello che i Serafin non si sentirono di fare, lo consente ora la
tecnologia. Grazie alla collaborazione delle National Galleries of Scotland, di Edinburgo, proprietari del prezioso marmo,
stato possibile fotografare e scansionare lopera e, grazie allelettronica, si riusciti a ricomporre le parti mancanti al ges-
so di Possagno.

(notizie tratte da www.marcadoc.com)
CRONACA
28
V
,
G
iu
n
t
i P
r
o
g
e
t
t
i E
d
u
c
a
t
iv
i S
.
r
.
l.

I
llu
s
t
r
a
z
io
n
i:
P
ie
r
o
C
o
r
v
a

F
in
it
o
d
i s
t
a
m
p
a
r
e
n
e
l m
e
s
e
d
i m
a
r
z
o
2
0
1
4
p
r
e
s
s
o
G
iu
n
t
i I
n
d
u
s
t
r
ie
G
r
a
f
i
c
h
e
S
.
p
.
A
.

S
t
a
b
ili
m
e
n
t
o
d
i P
r
a
t
o


C
M
6
2
2
4
8
E

BUONE PRATICHE DI PROTEZIONE CIVILE
14/15
giugno 2014

FELTRE

In collaborazione con La campagna Io non rIschIo promossa e realizzata da
INGV
Zona industriale - 31040 Segusino (TV)
Tel. 0423.979282
via Monte Grappa, 28 Feltre
tel. 0439 842 603 www.bancapopolare.it
DUE ESSE s.n.c.
di Stramare Nicola e Oscar
Via S. Rocco, 39 - 31040 SEGUSINO (TV)
Telefono e Telefax 0423.979344
Via della Vittoria - 32030 FENER (BL)
Telefono 0439.789470
ONORANZE
FUNEBRI
PITTORE RESTAURATORE
di Ferdinando Carraro
Via Roma - Quero (BL) - Cell. 339.2242637
VIVAIO - PIANTE
di Mondin Duilio
Via Feltrina - 32030 QUERO (BL) - Cell. 338.1689292
E-mail: mondingiardini@gmail.com - mondingiardini.blogspot.com
ALANO DI PIAVE
FENER - QUERO
www.unicredit.it
I migliori articoli li trovi qui
Via Nazionale, 78

32030 Quero Vas (BL)
Cell. 333.5259769
Aperto ogni pomeriggio
e di sabato anche al mattino
Via F. De Rossi, 16/C - ALANO DI PIAVE (BL)
Tel. 347.2644491
Ogni 3 bancali o 30 q.li di legna sfusa
gratis la pulizia della canna fumaria
S. M. s.n.c.
di Simioni Giovanni & C.
VENDITA LEGNA DA ARDERE
IN BANCALI, SFUSA, IN SCATOLA,
PELLET - PULIZIA CANNE FUMARIE
LAVORI AGRICOLI E FORESTALI
Via della Vittoria, 15 - FENER
Cell. 392.6391164
seguici anche su facebook
GERANI - SURFINIE - VERBENE - PIANTE DA ORTO
Il mese di maggio aperto anche la Domenica Mattina

Interessi correlati