Sei sulla pagina 1di 2

Ludovico Ariosto

Ludovico Ariosto nasce a Reggio Emilia l8 settembre 1474 e mor a Ferrara il 6 luglio 1533 , stato uno scrittore italiano, autore dell'Orlando furioso .
considerato uno degli autori pi celebri e influenti del suo tempo. Le sue opere, il Furioso in particolare, simboleggiano una potente rottura degli standard e dei canoni epocali e rappresenta uno dei massimi della letteratura pre-illuminista. Vita Ludovico Ariosto nacque a Reggio Emilia l'8 settembre del 1474, primo di dieci fratelli. Suo padre Niccol, di nobile famiglia, faceva parte della corte del duca Ercole I d'Este ed era comandante del presidio militare degli Estensi a Reggio Emilia. La madre, Daria Malaguzzi Valeri, era una nobildonna di Reggio. Ludovico dapprima intraprese, per volont del padre, degli studi di legge a Ferrara, ma li abbandon dopo poco tempo per concentrarsi pienamente sugli studi umanistici. Ariosto segu nel frattempo studi di filosofia presso l'Universit di Ferrara, appassionandosi cos anche alla poesia in volgare. Il fatto che il padre fosse funzionario della corte degli estensi, gli permise, fin dalla giovane et, di avere contatti con il mondo della corte. Divenuto amico di Pietro Bembo, condivise con lui l'entusiasmo e la passione per le opere di Petrarca. Alla morte improvvisa del padre, nel 1500, Ludovico si ritrov a dover badare alla famiglia , nel 1506 si vide "costretto" ad accettare l'incarico di capitano della rocca presso Canossa ed a Canossa che, da Maria, domestica che gi aveva servito il padre, gli nasce Giovambattista, il primogenito che Ludovico non sar mai completamente convinto di dover riconoscere come proprio. Successivamente, rientrato a Ferrara, venne assunto dal cardinale, per ottenere alcuni benefici ecclesiastici, facendosi poi chierico. Nel 1506 fu investito del beneficio della ricca parrocchia di Montericco. Ariosto stesso era divenuto un umile cortigiano, un ambasciatore. In questo periodo, quindi, a causa delle faccende diplomatiche e politiche di cui doveva occuparsi, non ebbe tempo di dedicarsi alla letteratura. Nel 1509 a Ferrara nasce un altro figlio, Virginio, che verr poi legittimato e che seguir le orme del padre. Nel 1513, dopo la morte del papa Giulio II della Rovere, venne eletto papa Leone X , che aveva spesso manifestato stima ed amicizia nei confronti dell'Ariosto. Il poeta considerava Roma il centro culturale italiano per eccellenza e decise cos di recarsi alla curia papale con la speranza di trasferirvisi dopo aver ottenuto un incarico, ma nessun incarico gli fu offerto. Nel 1516 pubblic la prima edizione dell'Orlando Furioso, poema diviso in 40 canti, la cui stesura era iniziata 11 anni prima della pubblicazione. Nel 1522 Alfonso affid ad Ariosto l'arduo compito di governatore della Garfagnana , in questa occasione Ariosto dimostr abilit politiche e pratiche. Pure queste attivit gli erano invise perch gli impedivano di dedicarsi agli studi ed alla poesia. Dal 1525 torn a Ferrara e pass i suoi ultimi anni , dedicandosi alla scrittura e alla messa in scena di alcune commedie e all'ampliamento dell' Orlando Furioso. Rifiut l'incarico di ambasciatore papale , desiderando occuparsi alle sue opere e alla famiglia. Nel 1532 Ariosto accompagn Alfonso all'incontro a Mantova con l'imperatore Carlo V , al rientro a Ferrara, si ammal e mor, dopo alcuni mesi di malattia, il 6 luglio 1533.

Opere

Orlando Furioso
L'opera fonde insieme la materia carolingia con quella bretone. Le vicende dei personaggi si intrecciano continuamente, costituendo molteplici fili narrativi tutti armonicamente tessuti insieme. La trama ruota intorno a tre motivi: epico (lotta tra pagani e cristiani), amoroso (passione amorosa di Orlando per Angelica) ed encomiastico (amore di Ruggero e Bradamante dalla cui unione discender la Casa d'Este). Trama -La vicenda si svolge al tempo che gli arabi passarono lo stretto di Gibilterra e occuparono la Spagna insediando anche Parigi. Orlando torna in occidente con Angelica e combatte con Rinaldo perch tutti e due sono innamorati di lei. Carlo Magno affida la ragazza a Namo e la promette a chi dei due sarebbe stato il pi valoroso in battaglia. Angelica fugge facilitata dalla confusione che c a Parigi e scappa in un bosco dove incontra Rinaldo. Appena lo vede scappa via e arriva ad un fiume dove trova Ferra che si era allontanato dalla battagli per dissetarsi e gli chiede protezione. Ferra e Rinaldo si scontrano e intanto Angelica scappa di nuovo cos decidono di inseguirla e di rinviare la sfida a quando lavranno ritrovata. -Intanto Bradamante va alla ricerca del suo amore Ruggero che trattenuto nel castello di Atlante. Atlante aveva cresciuto Ruggero e lo trattiene perch sa che se si sposer con lei i suoi parenti lo uccideranno. Bradamante viene aiutata a cercarlo dalla maga Melissa che la porta sul sepolcro del Mago Merlino e qui viene a sapere che si sposer con Ruggero e dar vita alla casa dEste. Poi la maga la guida al castello di Atlante e le da alcuni consigli per liberarlo. Riesce a liberarlo ma Atlante fa un ultimo incantesimo cio fa rapire Ruggero da un ippogrifo, lo porta dalla maga alcina che lo seduce e trattiene. La maga melissa corre in suo aiuto, gli dona un anello magico che fa diventare invisibili cos riesce a fuggire. -Intanto Angelica prigioniera dei pirati, viene salvata da Ruggiero e gli ruba lanello e fugge. -Orlando alla ricerca di Angelica e viene portato al castello di Atlante da unillusione. Seguendo questo cavaliere che gli sembra di vedere entra nel castello ma non la trova. -Il re saraceno Abramante attacca Carlo Magno. Una notte soldati, Cloridano e Medoro, escono dallaccampamento per seppellire un soldato ma vengono sorpresi dai soldati di Carlo Magno. Cloridano muore e Medoro resta ferito. -Medoro viene curato nella casa di un pastore da Angelica, si innamorano e incidono i loro nomi sugli alberi e su una roccia. Quando Medoro guarisce vanno nel Catai, paese dorigine di Angelica. -Astolfo aiuta Ruggero e Bradamante a ritrovarsi e Atlante muore per il dispiacere. -Orlando arriva in un bosco e vede le scritte fatte sugli alberi. Subito cerca di convincersi che sia unaltra Angelica e che Medoro sia un nome usato per riferirsi a lui, ma poi su una grotta vede incisa una scritta in arabo e capisce che Angelica lo ha tradito con Medoro. Orlando chiede alloggio a un pastore e anche nella sua casa trova incisi i nomi dei due innamorati. Il pastore vedendolo triste gli racconta la storia dei due ragazzi. La notte non riesce a dormire, va nel bosco e si sfoga piangendo e urlando. La mattina arriva alla grotta e dalla rabbia la taglia con la spada poi si spoglia, si corica per terra e resta li per 3 giorni. Il 4 giorno va fuori di senno e taglia tutti i rami. -Astolfo per aiutarlo scende negli inferi, sale nel paradiso terrestre e poi va sulla luna con San Giovanni Evangelista. La luna uguale alla terra. Viene condotto in una valle tra due montagne dove si trova tutto quello che viene perso sulla terra per causa della fortuna o del tempo. Arriva ad un monte dove viene conservato il senno delle persone che contenuto in unampolla con sopra letichetta col nome. Prende lampolla di Orlando e trova anche la sua. Poi lascia la luna e viene condotto ad un palazzo. -Ruggero si converte al cristianesimo e si sposa con Bradamante.