Sei sulla pagina 1di 7

Unit 5 pagine 2 C' era una volta una bambina che si chiamava Cappuccetto Rosso.

Lei aveva una nonna che viveva nel bosco. Un giorno la mamma le ha detto di andare a trovare la nonna perch non si sentiva bene. Mentre Cappuccetto Rosso camminava nel bosco, ha incontrato un lupo cattivo. Il lupo le ha domandato: - Dove vai bella bambina? E Cappuccetto Rosso ha risposto: -Vado a casa della mia nonna. Poi il lupo e la bambina si sono salutati. Cappuccetto Rosso arrivata a casa della nonna quando erano gia` le otto di sera e faceva molto freddo. La bambina era contenta di trovare la porta aperta ed entrata in casa dove ha visto nel letto della nonna un lupo che dormiva. Il lupo pero` fingeva e immediatamente, siccome aveva molta fame, ha mangiato la povera bambina! Buon appetito!

C' era una volta un burattino che si chiamava Pinocchio. Pinocchio viveva con il suo papa` in una piccola casa. Un giorno Geppetto ha detto a Pinocchio che doveva andare a scuola come tutti gli altri bambini. Pinocchio era molto felice della notizia ma mentre andava a scuola il burattino ha incontrato il Gatto e la Volpe. Loro erano molto cattivi ma Pinocchio non lo sapeva. I due gli hanno domandato se lui voleva andare con loro e il povero Pinocchio ha risposto di si. Pinocchio e i suoi nuovi amici stavano tutto il giorno insieme ed era tardi e notte quando Pinocchio tornato a casa. Geppetto era molto preoccupato e un po`arrabbiato ma alla fine loro si sono abbracciati e si sono addormentati perch avevano molto sonno.

Unit 5 pagina 4 Cenerentola era una bella ragazza molto amata dai suoi genitori. La ragazza (era) dolce e sempre allegra, e generalmente (passava `) il suo tempo in giardino tra i suoi fiori. Purtroppo un brutto giorno la sua cara mamma (e` morta), e lei (restava`) sola con suo padre. Suo padre (era) un buon uomo e poco dopo (ha sposato `) una vedova, che (aveva) gia` due figlie, e che lui (credeva`) buona. Le due sorellastre, (erano) cattive e invidiose di Cenerentola solo perch (era) piu` dolce di loro. La madrigna e le sue due figlie (hanno deciso) di trattare Cenerentola come una serva e Cenerentola (e` andata`) a vivere in una stanzina buia e umida. Da quel giorno, la vita della povera ragazza (e` diventata`) cosi triste e crudele. Presto (e`venuto) il giorno del gran ballo alla corte del re e la madrigna (ha fatto) invitare le sue due figlie. Naturalmente Cenerentola (doveva) restare a casa. -Stira bene i nostri vestiti - le (hanno detto). - Stasera il giovane principe deve ammirare solo noi. Cenerentola (era) molto triste ma qualcosa all'improvviso (e` successo). Una fata (ha detto) a Cenerentola che anche lei (poteva) partecipare al ballo. - Ma, non ho nemmeno un vestito da mettermi! (ha esclamato) la ragazza preoccupata. - Non e` vero - (ha risposto) immediatamente la fata. - Guarda che bell'abito ho per te! Cenerentola non (credeva) ai suoi occhi. - E guarda che bella carrozza sta aspettando in strada - (ha continuato) la buona fata. - Andrai anche tu al ballo, ma ricorda che a mezzanotte il mio incantesimo finisce. Cenerentola, bellissima nel suo vestito nuovo, (e`corsa) al castello, dove tutti la (guardavano) ammirati. Il principe (voleva) ballare soltanto con lei. (Era) quasi mezzanotte quando Cenerentola (si e`

ricordata) delle parole della fata. (Ha corso) attraverso la sala e (ha sceso) le scale cosi in fretta che (ha perso) una scarpetta. Il principe e` corso) fuori ma non la (ha vista) piu`. Il principe (ha preso) la scarpetta della misteriosa ragazza con cui aveva ballato. Nel suo cuore (aveva) gia` deciso di sceglierla come sua sposa e non (voleva) perderla. Il principe (ha fatto) provare la scarpa a tutte le ragazze del regno. Quando i suoi uomini hanno trovato) Cenerentola la (hanno portata) a Corte. - Se vuoi sarai mia moglie- le (ha detto) il bel principe. Felicemente, Cenerentola (ha risposto) di si. E (hanno vissuto) felici e contenti.

V. Una storiella. Completa con il passato prossimo o l'imperfetto. C'ERA (essere) una volta una bambina che SI CHIAMAVA (chiamarsi) Margherita. Margherita AMAVA (amare) molto i fiori cosi ogni giorno lei ANDAVA (andare) nel suo giardino ad ammirarli. Un giorno mentre Margherita GUARDAVA (guardare) i suoi fiori lei HA SENTITO (sentire) una voce che le HA DETTO (dire): <Come ti chiami?>. La bambina ERA(essere) molto sorpresa e HA RISPOSTO (rispondere). <Mi chiamo Margherita>. La bambina per molto ore _CERCAVA (cercare) in tutto il giardino ma non HA VISTO (vedere) nessuno. Solo dopo molto tempo quando ERA (essere) gia` sera e FACEVA (fare) freddo Margherita HA SAPUTO (sapere) la verita`. Secondo te, chi PARLAVA (parlare)? VI. Completa con il passato prossimo (remoto) o l'imperfetto dei verbi in parentesi. Beppino Mangiabene E` NATO (nascere) a Firenze nel 1523 e E` MORTO (morire) a Bologna nel 1543. Quando Beppino AVEVA (avere) otto anni, HA CONOSCIUTO (conoscere) una bambina che SI CHIAMAVA (chiamarsi) Maria. Maria ERA (essere) molto bella e ogni mattina Beppino le PORTAVA (portare) dei fiori. Un giorno Beppino le HA CHIESTO (chiedere) di sposarlo ma Maria gli HA DETTO(dire) di no. <Non ti sposo perch mangi troppo!>, lei HA DETTO (dire). Purtroppo lui AMAVA_ (amare) piu` il cibo che Maria. Quel giorno del 1543 Beppino ERA (essere) molto triste. Lui E` ANDATO_ (andare) subito al bar dove HA PRESO (prendere) tutti i panini.

Beppino HA MANGIATO (mangiare) troppo e E` MORTO (morire) lo stesso giorno. Povero Beppino! VII. Un viaggio in Sicilia. Imperfetto o passato perossimo? Il mese scorso Natalia E`ANDATA (andare) in Italia. Lei VOLEVA (volere) vedere i suoi parenti in Sicilia. Quando E` ARRIVATA (arrivare) alla stazione, lei HA VISTO (vedere) una bella gelateria. La gelateria ERA (essere) molto invitante e dentro CERANO (esserci) molte persone. Natalia SAPEVA (sapere) che i gelati siciliani ERANO molto buoni e AVEVA (avere) voglia di comparne uno. Mentre lei CAMMINAVA (camminare) verso la gelateria, improvvisamente HA SENTITO (sentire) la voce di sua zia che ripetutamente la CHIAMAVA (chiamare). Natalia HA subito SMESSO (smettere) di camminare ed E` ANDATA (andare) verso la macchina dei suoi parenti. I parenti HA PRESO (prendere) le sue valigie. e siccome ERA (essere) gia` tardi, tutti SONO ANDATI (andare) a casa dove Natalia con sua sorpresa HA TROVATO (trovare) un bel gelato al cioccolato pronto per lei! VIII. Un mattina tipica Sara HA APERTO (aprire) gli occhi HA appena SENTITO (sentire) la sveglia. ERANO (essere) le sette di martedi mattina, non c'ERA (essere) il sole e PIOVEVA (piovere) un po'. Sara VOLEVA (volere) fare colazione e cosi E` ANDATA (andare) in cucina. Mentre lei ERA (essere) in cucina, la sua compagna E` ANTRATA (entrare) perch anche lei AVEVA (avere) fame. Sara e la sua amica HANNO FATTO (fare) colazione insieme. IX. Un appuntamento in centro Quando finalmente noi SIAMO USCITI (uscire) di casa ERANO_ (essere) gia` le undici di mattina. Noi ABBIAMO PRESO (prendere) un tassi perch Maria ci ASPETTAVA (aspettare) in centro e noi non VOLEVAMO (volere) arrivare in ritardo. FACEVA(fare) anche brutto tempo! Quando noi ABBIAMO VISTO (vedere) Maria, (noi) la ABBIAMO SALUTATA (salutare) e per scusarci del ritardo, la ABBIAMO INVITATA (invitare) al bar. Lei ne ERA (essere) molto contenta perch non AVEVA (avere) molti soldi per mangiare qualcosa. Cosi noi tre SIAMO ANDATE (andare) al bar e ABBIAMO PARLATO (parlare) per il resto della mattina.

X. L'esame La mattina dell'esame, Cristina E` USCITA (uscire ) di casa presto perch ERA (essere) un po' nervosa. Cristina AVEVA (avere) ancora un'ora prima dell'esame, e HA DECISO (decidere) di studiare ancora i suoi appunti. Mentre LEGGEVA (leggere) attentamente, ERA (essere) felice di vedere che HA RICORDATO (ricordare) tutto. L'ora E` PASSATA (passare) velocemente e Cristina E` CORSA (correre) all' universita`. La` HA INCONTRATO (incontrare) Roberto, con il quale HA PARLATO (parlare) un po'. In seguito, loro SONO ANDATI (andare) a dare l'esame insieme. L'esame non ERA (essere) troppo difficile e Cristina lo HA FATTO BENE(fare) bene. Dopo l'esame, i ragazzi HANNO DECISO (decidere) di prendere qualcosa DA MANGIARE insieme. Loro HANNO CAMMINATO (camminare) in centro e SONO ENTRATI (entrare) in una paninoteca. Alla paninoteca HANNO ORDINATO (ordinare) un panino al prosciutto e anche un dolce per festeggiare il buon risultato all'esame! XI. Completa con il passato prossimo (remoto) o l'imperfetto.

Ieri mattina la sveglia del Signor Paolo HA SUONATO (suonare) alle sei. Appena il Signor Paolo la HA SENTITA (sentire), (lui) E` ANDATO (andare) a svegliare il figlio Pierino che DOVEVA (dovere) come sempre andare a scuola. Quella mattina FACEVA (fare) molto freddo e il bambino quando SI GIRAVA (girarsi) per guardare dalla finestra, HA VISTO (vedere) con sorpresa che CADEVA (cadere) la neve. A causa della neve, Pierino HA CHIESTO (chiedere) al papa` il permesso di restare a casa. Il Signor Paolo di solito DICEVA (dire) di no, quando Pierino non VOLEVA (volere) andare a scuola, ma (lui) solo per quel giorno speciale gli HA DATO (dare) il permesso di restare a casa. Il papa` e Pierino quella mattina HANNO DORMITO (dormire) fino a mezzogiorno. XII. Passato Prossimo (remoto) o imperfetto?

Paolo STUDIAVA (studiare) all'Universita` di Washington perche`anche sua madre quando ERA (essere) giovane ci aveva studiato. Paolo E` COMINCIATO (cominciare) ad andare all'universita`quando AVEVA ( avere) diciotto anni anche perche` HA VINTO (vincere) una borsa di studio (scholarship). Sua madre, invece E` COMINCIATA (cominciare) l'universita`tardi, quando HA COMPIUTO (compiere) venticinque anni. Prima di iscriversi all'universita`lei HA DOVUTO (dovere) lavorare per sette anni per aiutare la famiglia. A Paolo e sua madre PIACEVA (piacere) frequentare L'universita` ed entrambi (both) tutti i giorni SI SVEGLIAVANO (svegliarsi) molto presto e SEGUIVANO (seguire) molti corsi interessanti. La madre di Paolo SI E` LAUREATA (laurearsi) nel 1989 ma Paolo HA FINITO (finire) nel 1999.

XIII. Passato Prossimo (remoto) o imperfetto? Quando ERA (essere) piccolo, Fabrizio ANDAVA (andare) a scuola ogni giorno . Anche quando PIOVEVA (piovere) lui e il suo amico Roberto CAMMINAVANO (camminare) verso la scuola. Di solito loro ARRIVAVANO (arrivare) a scuola in orario ma ogni tanto ERANO (essere) anche in ritardo. Un giorno pero' Fabrizio non VOLEVA (volere) ascoltare sua madre e HA DECISO (decidere) di rimanere a casa a guardare la televisione. I suoi genitori non CERANO (esserci) perch suo padre FREQUENTAVA (frequentare) l'universita` e sua madre LAVORAVA(lavorare). Mentre GUARDAVA (guardare) la TV, Fabrizio HA SENTITO (sentire) un rumore (noise). ERA (essere) sua madre. Veloce come il vento, Fabrizio SI E` NASCOSTO (nascondersi-to hide) in camera sua perch AVEVA (avere) paura della reazione della mamma. Fuori FACEVA (fare) molto bello e il bambino ERA (essere) molto annoiato. Non sapendo cosa fare Fabrizio E` COMINCIATO (cominciare) a studiare.

XIV. Passato Prossimo (remoto) o imperfetto? Generalmente il sabato Franca e sua sorella Chiara SI ALZAVANO (alzarsi) tardi. Loro FACEVANO(fare) una buona colazione e poi TELEFONAVANO (telefonare) agli amici per programmare la serata; ma sabato scorso loro SI SONO SVEGLIATI (svegliarsi) alle sei di mattina perch Chiara non SI SENTIVA (sentirsi) bene e AVEVA (avere) mal di testa.

Sabato scorso Marco SI E` VESTITO (vestirsi) velocemente e HA FATTO (fare) colazione in fretta perch HA DOVUTO (dovere) prendere l'autobus. Quando E` USCITO (uscire) di casa FACEVA (fare) ancora freddo e PIOVEVA (piovere) un po'. Alla fermata Marco HA INCONTRATO (incontrare) il suo amico Nino il quale AVEVA (avere) un ombrello. Loro mentre ASPETTAVANO (aspettare) l'autobus SI SONO RIPARATI (ripararsi) insieme dalla pioggia ma quando l'autobus E` ARRIVATO (arrivare) Nino gli HA DETTO (dire) ciao e Marco E` RIRMASTO (rimanere) senza ombrello a bagnarsi. XV. Imperfetto o passato prossimo (remoto) ? Marcello e io CI SIAMO SPOSATI (sposarsi) il 24 maggio 1998 e SIAMO ANDATI (andare) in viaggio di nozze a Mosca. Il tempo ERA (essere) bellissimo ma FACEVA (fare) un po' freddo. In Russia, ogni giorno noi PASSAVAMO (passare) molto tempo a visitare musei e a parlare con la gente. La sera di solito io e Marcello ANDAVAMO (andare) a teatro o al ristorante. Durante il giorno invece FACEVAMO (fare) delle gite nei dintorni e CI DIVERTIVAMO (divertirsi) sempre molto. I nostri amici invece .quando HANNO VISITATO (visitare) Mosca, pREFERIVANO (preferire) andare al bar a bere Vodka. XVI. Imperfetto o passato prossimo? Cambiate i verbi sottolineati dal presente al passato. STUDIAVO quando mi HA TELEFONATO il mio amico Paolo per invitarmi a cena a casa sua. ERANO gia` le otto, mi sentIVO stanco, e non AVEVO molta voglia di uscire; ma quando Paolo mi HA DETTO che vENIVA anche Francesca, HA CAMBIATO idea e HA DECISO di andare. Francesca ERA una vecchia amica che non VEDEVO da molto tempo. Quando SONO ARRIVATO a casa di Paolo HO VISTO che CERANO molte persone che non conoscEVO, ma HO TROVATO subito Francesca che parlaVA col cugino di Paolo. lo e lei ci SIAMO SALUTATI e ABBIAMO COMINCIATO a parlare dei tempi passati. HO PASSATO una bella serata.