Sei sulla pagina 1di 24

Un pacco bomba alla Bocconi, un’altra al Cie di Gradisca.

Negli
anni della strategia della tensione si sarebbe detto: guarda casoy(7HC0D7*KSTKKQ( +}!#!$!=!/
www.ilfattoquotidiano.it

DALLA DALLA
GIUSTIZIA GIUSTIZIA
ALLA ALLA
POLITICA POLITICA
PER PER
CAMBIARE CAMBIARE
L’ITALIA L’ITALIA

Giovedì 17 dicembre 2009 – Anno 1 – n° 74 € 1,20 – Arretrati: € 2,00


Redazione: via Orazio n° 10 – 00193 Roma Spedizione abb. postale D.L. 353/03 (conv.in L. 27/02/2004 n. 46)
tel. +39 06 32818.1 – fax +39 06 32818.230 Art. 1 comma 1 Roma Aut. 114/2009

PER LA STAMPA LIBERA Il Decoder della Sera


di Marco Travaglio

CONTRO GLI SQUADRISTI


assima solidarietà ai lettori del Pompiere della

M Sera: ormai, per rintracciare le notizie sul loro


giornale, sono costretti a scalate acrobatiche da
campioni mondiali di free climbing. Ieri chi
cercasse tracce della lista di proscrizione letta alla
Intellettuali e giornalisti solidali con il Fatto Camera da Cappuccetto Ciquito, doveva pazientare ore
arrampicandosi su decine di titoli diversivi e sfogliando e
Travaglio, Repubblica e Annozero risfogliando il quotidiano muniti di lente
d’ingrandimento. Pagina 1, niente: “L’amarezza di
Berlusconi: colpito nella mia Milano”. Pagina 2, nisba: “Il
un segnale, lo stesso che rie- Spinelli : “Senza Marco Travaglio ci
di Antonio Padellaro Cavaliere, io su quel predellino”. Pagina 3, macché: “A
cheggia nelle parole di Cic-
dc
chitto, questo segnale dice:
sarebbe molto buio sulla storia italiana rischio la conferenza sul bilancio. Al timone c’è Letta”.
ontro Marco Trava- che si sta facendo in questi anni. Sarebbe Pagina 4, nada de nada: pubblicità delle scarpe Tod’s.

C
è il momento di regolare i
Pagina 5, nix: “Stretta su Internet e manifestazioni”.
glio è in atto un’ag- conti con i nostri avversari. bello se tra i giornalisti indipendenti ci Pagina 6, buonanotte: “Facebook interviene: bloccato
gressione violenta. A I loro avversari sono l’oppo- fosse più solidarietà” (MicroMega)
un cenno del capo- un gruppo violento”. Pagina 7, manco per sogno:
sizione in Parlamento, il dis-
gruppo pdl alla Camera, il pubblicità delle scarpe Hogan (vedi Tod’s). Pagina 8,
senso di massa che poche
piduista Fabrizio Cicchitto, acqua: “Napolitano: politica troppo conflittuale”. Pagina
settimane fa ha sfilato per le
che nel compilare la lista 9, fuochino: “Alta tensione alla Camera. Parla il leader
strade di Roma sotto le ban-
nera comprendente il Fat- idv, il Pdl esce”. Ecco, ci siamo: in un esile occhiellino
diere viola, la libera infor-
to, Santoro e il gruppo Re- finalmente si legge che “Cicchitto attacca pm, stampa e
mazione che si ostina a fare
pubblica-Espresso, lo ha de- opposizione”. Nel pezzo, ben 11 righe e mezza sono
il suo mestiere malgrado
finito “terrorista mediati- dedicate alla Cicchitto’s List. Nessun commento, nessun
tutte le intimidazioni. Do- Zagrebelsky Camilleri Tabucchi Sartori Bocca
co”, subito si è scatenata la editoriale per invitare l’incappucciato a moderare i toni
menica sera, deve essere ac- Il giornalismo Sento un Cicchitto, In democrazia Forti analogie
canea televisiva. Da “Porta a o additarlo come fomentatore di odio. E morta lì. Del
caduto qualcosa di molto d’inchiesta è bruttissimo già della P2, il capo del con l’incendio
Porta”, a Canale 5, a “Om- vietato solo tanfo: osa dare del governo non del Reichstag
resto quella di nascondere le notizie sotto una spessa
grave in una parte (speria-
nibus” il pestaggio di Marco nei paesi che mi ricorda terrorista a ha i poteri e le leggi coltre di fresche frasche e frescacce è diventata una bella
mo piccola) del paese se in-
si è sviluppato attraverso la non sono liberi il fascismo Travaglio di Berlusconi speciali abitudine della stampa indipendente. Quando Veronica
tellettuali di forti convinzio-
falsificazione e la manipola- Berlusconi scrisse all’Ansa che il marito aveva la suina, il
ni ma espresse sempre con
zione di sue dichiarazioni direttore dell’Ansa le chiese di omettere la frase che
toni misurati hanno abroga-
rese dopo il ferimento di avrebbe potuto urtare il diletto consorte. Quest’estate,
to la Costituzione della Re-
Berlusconi a Milano, in to- quando Fiorenza Sarzanini portò al Corriere lo scoop
pubblica. Ieri mattina, si po-
tale assenza di contradditto- dell’anno sul caso D’Addario, glielo nascosero sotto un
teva infatti leggere sul Gior-
rio o con interventi tardivi titoletto-estintore su due colonne. La settimana scorsa,
quando ormai la scientifica nale della famiglia Berlusco-
un pezzo informatissimo di Luigi Ferrarella sull’inchiesta
azione diffamatoria era irri- ni a firma di Marcello Vene-
Fo Tranfaglia Hack Lerner Annunziata della Procura di Milano a proposito del Cavaliere che
mediabile. I diffamatori e i ziani la seguente frase:
I potenti cercano Sono Berlusconi crea Mussolini Le liste di riceve, come gentile omaggio per il Natale 2005, la
picchiatori a libro paga sap- “D’ora in poi deve essere mandanti attacchi clima d’odio e collegava proscrizione telefonata segretata di Fassino e Consorte, subito
piano che risponderemo chiara una cosa, chiunque inesistenti. fascisti che ora vuole zittire aggressioni fanno paura ricettata e passata al Giornale, fu titolato come segue:
colpo su colpo. A difesa del- definisce tirannide o regi- Se non ti allinei prevengono Santoro e e informazione e si fanno per
sei terrorista la dittatura Travaglio libera uno scopo “Fassino intercettato, Di Pietro denuncia”. Mancavano
la persona di Marco Trava- me fascista il governo di
solo due paroline, le solite: Silvio Berlusconi. L’indomani
glio a cui tutti i giornalisti Berlusconi si assume la re-
esplosiva intervista di Marzio Breda a Carlo Azeglio
del Fatto ribadiscono la loro sponsabilità politica e civile WEB x di Beatrice Borromeo e Silvia Truzzi Ciampi sugli ultimi deliri del premier che gli aveva
più totale e affettuosa soli- di mandante morale delle Le petizioni sui siti opo l’appello di Barbara Spinelli arriva la soli- appena dato del comunista: “Faccio fatica a commentare
darietà. A difesa del suo di-
ritto di fare giornalismo. A
aggressioni subìte da Berlu-
sconi e di ogni altro even- Quarantamila Dattaccati
darietà di scrittori e intellettuali ai giornalisti
da Cicchitto e la condanna per un com-
sortite così inqualificabili che riflettono tempi molto
tristi… Ci sarebbe quasi da valutare se chi lancia queste
difesa dell’informazione e tuale attentato”. Ovvero: fi-
della democrazia di questo ne della libertà di parola. firme in poche ore portamento che ricorda il Fascismo. pag. 5 z accuse sia davvero ‘compos sui’, vale a dire pienamente
padrone di sé”. Cioè: l’ex presidente della Repubblica dà
paese, mai come oggi mes- dello squilibrato al presidente del Consiglio, ergo il
sa in pericolo dall’assalto Corriere titola: “Il premier venne a implorarmi di
dei nuovi squadristi. ALTA TENSIONE x Fini: superato livello di guardia. Milano, pacco bomba alla Bocconi
accettare un secondo mandato”. A questo punto, per

Napolitano blocca Maroni


Domenica sera è accaduto
aiutare i lettori a scovare i fatti in quel mare di fuffa, il
qualcosa di molto grave.
Pompiere potrebbe lanciare un gioco di società: “Trova
Non soltanto per la soffe-
la notizia. Ricchi premi a chi la scopre”. E allegare al
renza inflitta al presidente
giornale un pratico decoder tascabile o un comodo Tom
del Consiglio a cui auguria-
mo di cuore una pronta gua-
rigione. Domenica sera è Stretta su Web e cortei, alt al decreto Tom portatile che li guidi nella caccia al tesoro.
“Proseguite diritti per 10 pagine. Alla numero 11
dirigetevi verso il basso e svoltate in fondo a sinistra.
come se fosse stato lanciato pag. 6-7-8 e 9 z
Fermatevi tra la pubblicità del callifugo Ciccarelli e
quella degli occhiali a raggi X per vedere le donnine
Udi Enrico Fierro Udi Oliviero Beha nclima nude. Posizionate il microscopio elettronico al 18°
capoverso in corrispondenza con riga 89, programmate
CALABRIA, CALCIOPOLI, I grandi riuniti il massimo ingrandimento possibile. Lì, se non è
MAFIE PALUDE a Copenaghen evaporata, dovrebbe apparirvi la notizia. Buona fortuna”.
PS. Viva costernazione ha suscitato fra i 4
IN VIAGGIO ITALIANA ma divisi su tutto vicedirettori, i 3 lettori e i 2 abbonati del
Varlese pag. 15z
err, Antonio Pelle, classe on si capisce nulla di quel- Riformista l’editoriale di Polito El Drito con
H 1955, ha preso carta e penna
e ha scritto la sua biografia. “Na-
N lo che è stato ed è lo scan-
dalo di Calciopoli, se non lo
l’annuncio che non sarà presente stasera ad
Annozero. Vani i tentativi della redazione di farlo
to a San Luca”, un libro per rac- si collega all’habitat italiano CATTIVERIE recedere dall’insano proposito, nella speranza di
contare la sua storia di emigrato che contiene il calcio e ne è Titoli del Tg1 di Minzolini: levarselo dai piedi per un paio d’ore. Sulla
in Germania, uomo che è partito contenuto. Questa non è una “Parla la madre!”. Segue intervista drammatica defezione s’è aperto un vivace
da un pugno di case ai piedi storia di pallone ma di poli- esclusiva (8,5 secondi) al citofono dibattito su Facebook nel fan club di El Drito,
dell’Aspromonte. pag. 10 z tica ed economia. pag. 22 z di casa Tartaglia. (Telex) denominato “E chi cazz’è Polito?”.
pagina 2 Giovedì 17 dicembre 2009

U
LA VOCE DEL PADRONE

n tempo era una pistola in un piatto di i titoli del settimanale britannico Economist sul del premier serve a descrivere uno stile e un modo di
La ricetta del Guardian: pasta (la storica copertina del declino e l’opportunità di farsi da parte del premier fare che conforma l’intero paese. “Le due regole per
settimanale tedesco Spiegel sull’Italia (l’ultimo contiene la parola “Basta”); adesso sempre essere Silvio Berlusconi sono quelle di restare
del terrorismo); negli ultimi anni, con l’era dalla Gran Bretagna arriva il tocco di colore del sempre sotto i riflettori e accusare gli altri per i
“Silvio e la politica Berlusconi, la stampa internazionale ha condito di Guardian, caposaldo della sinistra british che titola propri insuccessi”, è il lead del pezzo che racconta il
“italianesco” i titoli e i reportage dallo Stivale, l’articolo sulla situazione italiana post piazza Duomo: clima italico e la successione di eventi che sta
rappresentato con cliché e stereotipi più o meno “Silvio Berlusconi: Politics alla Puttanesca”. La ricetta portando a un’escalation dell’agone politico e della
alla puttanesca” banali ed efficaci. Sono diventati famosi anche in Italia della pasta romana, piccante e verace come la politica tensione generale nel Belpaese.

LUI ORDINA, LORO ESEGUONO


Da Porta a Porta a Pomeriggio Cinque: le parole
di Cicchitto hanno dato il via al processo mediatico
colpevole oltre Tartaglia – scito a telefonare per infi- meni di radicalismo politi- Travaglio, oltre l’eversione,
non più un mandante, roba larsi (con i tempi giusti) nel co”. Quel che appare è ri- è capace persino di condi-
vecchia superata dalle mi- dibattito. Il giorno del famo- velato dai sondaggi: per Re- zionare l’Italia dei valori
nacce di Cicchitto alla Ca- so “sei più bella che intel- nato Mannheimer c’è un cli- che, a sua volta contagia il
mera – e Vespa mostra al ligente” a Rosy Bindi. Tra- ma di violenza. La paura – Partito democratico e che,
pubblico Travaglio. Doman- vaglio rifiuta l’ingresso nel creata da chi? Non da Tar- in ultima prognosi, diffon-
da: chi è il colpevole, ades- buio, Vespa annuncia e pro- taglia – unisce elettori del de la malattia all’intera si-
so ? Il pezzo di Daniela Di segue. Nell’agone di Porta a Pdl e del Pd. Destra e sini- nistra. De Michelis ha una
Marzo è incartato nelle pre- Por ta, senza la zavorra del stra. Contro? Dilemmi so- strategia: “Isolare Di Pie-
messe di Vespa e di Altero contraddittorio, Alessandro spesi nel vuoto. tro”, mal consigliato da Tra-
Matteoli. Se Travaglio è un Sallusti (condirettore del L’operazione Cicchitto è ri- vaglio. A Mattino Cinque in-
terrorista che sia di rosso Giornale) e i ministri Matteo- presa da Omnibus, su La7 neggiano ai sentimenti puri
vestito: “C’è un clima più li e Bondi disegnano il pro- schierano un terzetto di va- di Berlusconi, rileggono odi
surriscaldato del ‘48 – dice filo del colpevole. Perché ria estrazione e comune in- et amo di Catullo: l’amore
Vespa – L’onorevole Bellisa- Vespa all’inizio aveva arrin- dirizzo: Gianni De Michelis, del presidente, l’odio di
rio (Idv) non è d’accordo, gato da legale di Tartaglia: ora consulente di Brunetta; Travaglio. Claudio Brachi-
aspetti. Ecco...”. E qui il mi- “Era molto informato, non Filippo Facci, editorialista no è così emozionato che si
nistro interrompe, svelto solo uno squilibrato. È stato di Libero; Francesco Stora- zittisce, fa commentare a
nell’argomentazione: “Con trascinato”. Bondi è preoc- ce, ultimo satellite del Pdl. Paolo Liguori, direttore del
Togliatti, nel ‘48 avevano le cupato: “Ci sono dei feno- A più voci insistono che Tgcom: “Nelle parole di Tra-
pistole in tasca. Oggi non ci vaglio non c’è barlu-
di Carlo Tecce Bruno Vespa oscilla tra il sono le pistole, ma la parola me di pietà né di
primo grado e l’appello, nel è più dannosa. La parola è la amore. Queste paro-
hissà se Fabrizio Cic- giro di 15 minuti confezio- pistola”. Ora l’italiano potrà
VESPA le possono istigare

C chitto cercava la sinte-


si di uno psichiatra.
Alessandro Meluzzi,
ospite fisso di Pomeriggio Cin-
que, cade in un’amnesia a
na e trasmette la sentenza
inoppugnabile di Cassazio-
ne: l’intervento di Travaglio
sul sito di Beppe Grillo,
spezzoni incollati con l’arte
ascoltare Travaglio. Il con-
duttore ha l’impressione di
avere sbagliato, allora chia-
ma a sé il maggiordomo e gli
consegna un bigliettino:
Colpe senza plastico
bituato a celebrare udienze e a omettere testimoni
alla violenza”. Tocca
alla D’Urso, proces-
so brevissimo a Po-
meriggio Cinque. Sal-
lusti: “Gli alleati di
scanso di equivoci: “Come
si chiama questo personag-
del pubblico ministero più
scafato. Chi guarda deve rie-
“Urgente, telefonare Trava-
glio”. La trasmissione è re-
A nel bianco studio della Rai, a ricostruire omicidi e a
fomentare i gialli di Cogne, Erba e Garlasco, Bruno Vespa
Di Pietro debbono
vergognarsi”. Me-
gio? Tartaglia o Travaglio. laborare il concetto: c’è un gistrata nel pomeriggio, il rifiuta che il lanciatore del Duomo sia Massimo Tartaglia. luzzi: “Ci sono lan-
Sì, Tartaglia”. Il salto di car- giornalista non è collegato Così semplice. Senza plastici e senza Crepet. Lunedì, in ciatori di pietre.
riera da terrorista mediatico a né in diretta né in bassa fre- prima serata, smarrisce aggettivi e sostantivi. Una sola Grave il gesto di Mi-
terrorista materiale è automa-
tico, introiettato nel palin-
Meluzzi quenza. Soltanto Silvio Ber-
lusconi, la sera della boccia-
domanda: “Perché?”. L'istruttoria di Porta a Porta, mar-
tedì, compie un salto di qualità: “Di chi è la colpa?”. Sa-
lano. Come si chia-
ma questo perso-
sesto a senso unico: un sa-
lotto televisivo, un pro-
a Pomeriggio tura del lodo Alfano, è riu- lutati i commensali, introdotti da un versetto di Sandro
Bondi, riproduce a spezzoni l’intervento di Travaglio sul
naggio? Tartaglia,
Travaglio. Sì, Tarta-
gramma di cronaca rosa, un
dibattito cosiddetto politi-
Cinque: “Come sito di Beppe Grillo. Poi impallidisce, ordina di chiamare
il giornalista. Forse intimorito dalla recente sentenza
glia”. Da Cicchitto a
Meluzzi, giocando
co. Et voilà, i telespettatori di
Barbara D’Urso possono si chiama Piroso della Cassazione, che ha confermato la condanna per
diffamazione per Vespa e una sua collaboratrice per un
di sponda con Ve-
spa, Omnibus e Me-
confondere l’attentatore di servizio sull’omicidio della contessa Alberica Filo della diaset, la televisione
piazza Duomo con il gior- il personaggio? GUAI A PARLARE Torre. Un obolo: mille euro. Un’inezia rispetto al con- ribalta la cronaca e
nalista del Fatto. Per la die- tratto triennale – con opzione per il 2014 – da 2 milioni e la realtà: forse Tarta-
trologia più raffinata c’è Por- Travaglio? Ah, DI MAFIA E DI “FATTI” 124 mila euro tra minimo garantito e serate speciali. Un glia non era solo,
ta a Porta. Il titolo della pun- aumento di 300 mila euro strappato di soppiatto duran- forse nemmeno era
tata: “Di chi è la colpa?”. Tartaglia” ntonello Piroso è sincero con te il Cda che licenziava Ruffini. Tartaglia.
Atitolo:
il telespettatore. Chiaro sin dal
“Niente di personale”. Ha
(ca.te.)

censurato un’inchiesta di Silvia


Brachino Resta sulla mafia e le trattative
con la politica, il Fatto e Repubblica POLITO
hanno riportato la notizia. Nel
UN DIRETTORE SOTTO INCHIESTA suo programma – spersonalizza-
to – ha urlato più volte: “Cosa si
A DEBITA DISTANZA
laudio Brachino, direttore di Videonews e conduttore di credono! Io sono Antonello Pi- un direttore che riesce debba cominciare a solle-
Cplinare
“Mattino 5”, come rivelato dal Fatto, è sotto inchiesta disci-
dell’Ordine dei giornalisti della Lombardia, per aver tra-
roso. Io sono An-to-ne-llo
Pi-ro-so. Avete capito?”. La setti-
ÈQuando
a colorare le notizie. vare qualche pregiudiziale
ha riproposto la morale. E io ne ho molte
smesso il 14 ottobre il servizio su Raimondo Mesiano. Il giudice, mana successiva ha invitato Au- testata arancione del Rifor- nei confronti di Travaglio.
dieci giorni prima, aveva condannato la Fininvest a pagare 750 gusto Minzolini, per un convitato mista, al compleanno del La prima è che si tratta di
milioni alla Cir di De Benedetti, per lo scippo della Mondadori, di pietra sulla libertà d’informa- nuovo formato, l’ha spara- un sedicente combattente
avvenuto grazie a una sentenza comprata. In quel filmato, Me- zione. ta grossa in alto. Stavolta per la libertà di informa-
siano viene ripreso di nascosto e descritto come un mezzo mat- Il direttore di La7 controlla il palinsesto dalle pre- ha scritto in basso. “Per fat- zione”. Serve l’amuchina:
to perché fuma “andando avanti e indietro” fuori dal negozio di visioni meteo dell’alba alla rassegna stampa serale. to personale”. Antonio Po- “Evitare ogni contatto è
un barbiere e indossa “calzini turchesi”. Convocato dall’Ordine L’anno scorso ha trasmesso uno speciale elezioni di lito ha informato i suoi let- una questione di deonto-
martedì sera, Brachino ha scelto di non presentarsi. E’ andato, 18 ore. Di fila. La finestra mattutina di Omnibus è un tori, i cugini di Libero – en- logia. Lui non è una perso-
invece, il suo avvocato, Salvatore Pino. Ma non c’è stata alcuna dolce risveglio. Da tre giorni sembra la replica di Por ta trambi sono degli Ange- na civile. Vive di insulti”.
discussione nel merito, la difesa, con una mossa inaspettata, ha a Porta, lunedì hanno sperimentato la lucci – sulla diserzione ad Presenzialista onnivoro di
preso tempo. Pino ha sostenuto che deve verificare se a carico tecnica dell’accerchiato: uno tiene, Annozero: “La ragione è una ambienti disparati, tanto
del suo assistito sia stato aperto un procedimento penale per l’altro picchia, il deputato del Pd o sola: la presenza in quel da passare, nei suoi anni di
violazione della legge sulla privacy. Se fosse così, l’Ordine do- dell’Idv deve chinarsi per smontare programma di Travaglio. Repubblica, per un frequen-
vrebbe sospendere il procedimento. Se ne riparlerà a metà feb- la campagna d’odio. Martedì erano Penso sia giunta l’ora in cui tatore più di ‘tinelli’ che di
braio anche se in teoria i consiglieri avrebbero potuto andare sulle tracce dei mandanti politici e anche chi di noi non ha fat- ‘salotti’ romani. Sfugge al-
avanti, in attesa di notizie certe. Nel cosiddetto atto di incol- morali. Ieri hanno chiesto in prestito to del moralismo una pro- la sintesi l’evoluzione spi-
pazione dell’Ordine dei giornalisti, si legge Filippo Facci da Mediaset e Gianni fessione rituale dell’ex comunista,
che il servizio aveva come finalità quella di De Michelis dall’ufficio consulenze fondatore del laboratorio
“screditare la reputazione” di Mesiano e di Brunetta. (ca.te .) di D’Alema, senatore della
“delegittimare”, davanti ai telespettatori, il Margherita. Variopinto. E
giudice che “aveva in precedenza emanato pure conciliante: “Del re-
(la sentenza, ndr) e che aveva visto soccom- sto Travaglio è un cattivo
bente la società Fininvest, persona giuridi- In alto, la puntata di martedì maestro. [...] Non vorrei
ca cui è riconducibile la rete televisiva per la di Porta a Porta. Sotto, da sinistra mai trovarmi nella stessa
quale Brachino lavora”. (a.masc .) a destra, Claudio Brachino, stanza con lui”. (ca.te.)
Antonello Piroso, Bruno Vespa e
Antonio Polito.
Giovedì 17 dicembre 2009 pagina 3

I
LA VOCE DEL PADRONE

violenti attacchi a Marco Travaglio sono fare con il normale, anche aspro, scontro tra Articolo 21. Secondo Claudio Rossoni, in un
Cdr del Fatto: stati ieri stigmatizzati dall’organismo posizioni diverse. Tutta la redazione del Fatto, articolo pubblicato sul sito, Travaglio è “un
sindacale interno del Fatto: “Il comitato bersaglio anch’essa degli attacchi, continuerà a archivio sempre aperto ed è un archivio dove non
di redazione esprime solidarietà al collega Marco fare con fermezza il proprio lavoro quotidiano si nascondono i documenti. Non ci sono armadi
“Continueremo a fare Travaglio, vittima in questi giorni di aggressioni nella piena condivisione della linea editoriale della vergogna, a meno che non si consideri
verbali da parte di quello che appare un fronte espressa dal direttore Antonio Padellaro”. vergogna tutto il materiale cui Travaglio mette
compatto di politici e giornalisti. Un attacco Solidarietà a Travaglio e alla redazione del mano con tempestività, cercando con passione e
il nostro lavoro” personale, violento e ripetuto, che poco ha a che giornale è giunta ieri anche dall’Associazione con ironia di aprire gli occhi agli italiani”.

“VOGLIONO IMBAVAGLIARE LE VOCI CRITICHE”


L’ALLARME DELLA FEDERAZIONE DELLA STAMPA
Sul linciaggio a Travaglio interviene anche l’ordine dei giornalisti
di Silvia D’Onghia no, parlando di “silenzio assor- EUROPA
dante”, era stato nel pomerig-

A
tutto c’è un limite e ades-
so persino la categoria,
spesso divisa anche sul te-
gio un duro comunicato dell’As-
sociazione Stampa romana,
schierata al fianco dei giornali- “LA LIBERTÀ DEI MEDIA
ma della libertà di stampa,
cerca di fare quadrato intorno a
Marco Travaglio, al Fatto, ad An-
sti additati come “mandanti”.
“Il vergognoso linciaggio che
stanno subendo i colleghi di Re-
NON È NEGOZIABILE”
nozero e al gruppo Espresso, in- pubblica, quelli de Il Fatto, Marco
dividuati da Fabrizio Cicchitto Travaglio e Michele Santoro – di Alessandro Cisilin
come “mandanti morali” ha scritto il segretario, Paolo
dell’aggressione di domenica Butturini – non ha nulla a che Europarlamento vive le concitate ore della sua ultima ses-
scorsa al premier Berlusconi.
Con un documento votato
vedere col sacrosanto diritto di
replica che non è stato negato a
L’dicesione annuale e non si occupa naturalmente di quel che
Cicchitto. Eppure l’ultimo attacco dei berluscones al “ter-
all’unanimità dalla giunta, la Fe- nessuno. Una volta per tutte: se rorista Travaglio”, nonché alla porzione della stampa italiana
derazione nazionale della Stam- questi colleghi hanno violato estranea al libro paga del premier, proprio non va giù. L’agenda
pa respinge “nel modo più fer- delle leggi di questo paese, li si dei deputati è colma, i regolamenti sono rigidi e non c’è spazio
mo l’attacco ad alcuni settori denunci alla magistratura. In ca- per l’ennesimo dibattito sull’anomalia italiana. Il tema della
dell’informazione che sta mon- so contrario additare come ‘ter- libertà di espressione è però caro a Strasburgo, al punto che ieri
tando ad opera di una parte del rorista’ o ‘mandante morale del- l’Assemblea ha consegnato il “Premio Sakharov alla libertà di
centrodestra. La gravissima ag- la violenza’ colleghi che hanno pensiero” scegliendo come beneficiaria l’organizzazione rus-
gressione ai danni del presiden- un’unica colpa, fare il loro me- sa per i diritti umani “Memorial” che, dalla repressione sovie-
te del Consiglio, che è stata con- stiere, equivale a stilare liste di tica a quella cecena, è stata costantemente nel mirino dei go-
dannata in modo tempestivo e proscrizione che riportano alla vernanti. E in quel mirino, quello vero, mimato da Berlusconi
inequivocabile da tutti i media memoria tempi politicamente in una conferenza stampa con Putin, sono finiti soprattutto
italiani e dalla Federazione della bui della nostra storia”. giornalisti, accusati di “prossimità coi terroristi”, come Natalya
Stampa, sta diventando il prete- Gli attacchi a Travaglio e alla Estemirova, uccisa cinque mesi fa dopo ripetute minacce dagli
sto per un tentativo di intimidi- stampa libera trovano un’eco uomini del Cremlino e ricordata ieri in plenaria con un minuto
re e imbavagliare voci del gior- anche oltre confine. “Si tratta di di silenzio. “La libertà e l’indipendenza dell’informazione non
nalismo italiano che hanno un’inqualificabile e antidemo- sono negoziabili né aggredibili”, protesta il deputato Patrick Le
l’unico torto di aver espresso cratica campagna mediatica Hyaric riferendosi all’Italia, e ricordando poi le risoluzioni vo-
posizioni critiche nei confronti le tentativo di additare quali ti che possano comprimere la contro un collega e contro un tate dal Parlamento europeo e dal Consiglio d’Europa cinque
del governo e del suo leader”. Il mandanti dell’atto di violenza democrazia e la cittadinanza di- presunto network che agirebbe anni fa che condannavano la presa di Berlusconi sui media pub-
sindacato dei giornalisti, solida- giornalisti e organi di informa- gitale. Quelle che si ipotizzano in maniera precostituita e ideo- blici e privati, e chiesero invano di porvi rimedio normativo. Le
le con le redazioni e i colleghi zione”. Non ci sono nomi e co- all’esame del Consiglio dei mi- logica nei confronti del premier Hyaric è uomo di sinistra e dirige un quotidiano, l’Humanité, ma
sotto tiro, si dice intenzionato a gnomi, ma i riferimenti sono nistri rischiano di diventare ve- – tuona Paolo Serventi Longhi, lo sdegno e la solidarietà a Travaglio è trasversale. “C’è oramai
difendere “nel modo più intran- evidenti. re e proprie leggi speciali per ri- membro della Federazione in- una distanza siderale tra la politica italiana e i principi demo-
sigente il diritto di ogni giorna- A rischio c’è proprio l’articolo dimensionare la libertà della re- ternazionale dei giornalisti – cratici europei”, spiega Niccolò Rinaldi, capogruppo della
lista italiano di dissentire o di 21, che riguarda anche i siti di te e in rete, attraverso la censura Noi giornalisti abbiamo non so- componente italiana dei liberaldemocratici, parlando di “at-
consentire, senza per questo informazione: “Questa vicenda preventiva”. lo il diritto, ma anche il dovere tacco ai giornalisti impensabile in paesi come Francia e Ger-
dover finire su liste che nessun – prosegue l’Ordine – non può A chiamare in causa il presiden- di informare e di esprimere li- mania”. E infatti la centrista transalpina Sylvie Goulard ricorda:
politico ha il diritto di compila- in alcun modo diventare prete- te dell’Ordine, Lorenzo Del Bo- bere opinioni, anche se non “Anche Chirac fu aggredito da uno squilibrato e a nessuno ven-
re”. Dall’Fnsi anche l’allarme sto per assumere provvedimen- ca, e il segretario, Enzo Iacopi- piacciono al premier”. ne in mente di prendersela con l’opposizione o la stampa”.
per i propositi legislativi che
renderebbero più difficile l’atti-
vità dei siti di informazione sulla
rete. “Gli incitamenti alla vio-
lenza vanno perseguiti senza
esitazione, in rete e altrove, ma
Parte l’attacco finale ad Annozero
non possono diventare la leva
per manovre censorie”.
“Crediamo che serva a dissolve-
re un clima pesantissimo che sta
avvelenando l’aria – ha spiegato
nel mirino contraddittorio e docufiction
Roberto Natale, presidente del- l gentile omaggio di Gianni Letta a Corrado lazioni su Annozero e Porta a Porta, l'Agcom ha
la Fnsi – L’articolo 21 della Co-
stituzione (sulla libertà di stam-
Isottosegretario
Calabrò era soltanto uno scambio di doni. Il
ha benedetto il libro dell’ami-
“investito” il Comitato che deve applicare il
codice firmato tra stampa, tv e Autortà sulle
pa, ndr) è indivisibile”. co dell'Agcom e, il mattino seguente, l'amico ricostruzioni televisive. “Noi facciamo parte
La gravità di quanto accaduto, e dell’Agcom ha preparato la rete per catturare del Comitato – dice Roberto Natale, presiden-
di quanto continua ad accadere Annozero. L’Autorità ha inserito all’ordine del te della Federazione nazionale della Stampa –
nei salotti televisivi, fa muovere giorno la lettera di quattro commissari contro vedremo che lettura sarà data al testo. Non
anche l’Ordine nazionale dei Michele Santoro: un pretesto formale per apri- resteremo più di un minuto se dovesse rive-
giornalisti, che in serata diffon- re un’istruttoria. larsi uno strumento censorio”.
de un comunicato. Il Consiglio Un procedimento vago e ampio che, senza MOBILITATO IL CDA RAI. Eppure le do-
nazionale, esprimendo “piena e troppi particolari, serve soltanto a intimidire: cufiction sono sospese: non abolite, ma con-
convinta solidarietà al presi- “Dobbiamo verificare il rispetto da parte della gelate in attesa di norme precise. L'ha deciso
dente del Consiglio per l’igno- Rai degli obblighi di obiettività e di equilibrio all'unanimità il Cda della Rai, ratificando di
bile e grave aggressione”, “re- dell’informazione, di non incitazione alla vio- fatto la circolare del direttore generale Masi.
spinge con sdegno l’intollerabi- lenza e di effettiva osservanza del contraddit- Oggi altro consiglio a viale Mazzini, ieri i de-
torio”. Un avviso occulto con destinatari pre- legati della maggioranza si passavo tra le mani,
cisi: Annozero, Santoro e Travaglio. L’Agcom fa e con ostentata soddisfazione, l'editoriale di
Stampa delle distinzioni: “Tenendo presente che la po-
litica ha i suoi linguaggi, ma che chi la inter-
Antonio Polito sul Riformista: “Non vado da An-
nozero perché c'è Travaglio”. Il consigliere An- drà in onda tra le tensioni e le minacce degli
Romana: preta non può dimenticare di essere al servizio
di tutto il paese”. Ovvero: la politica può in-
tonio Verro (Pdl) è pronto a “sollevare la que-
stione Travaglio” in Cda: “Ho letto quello che
ultimi giorni. La puntata sarà dedicata all'ag-
gressione di piazza Duomo, titolo “i mandan-
“Additare sultare, la tv deve ammorbidire. Travaglio dice sull'odio e sul fatto che l’odio ti”: “Si indicano come responsabili morali del
VERTICI RAI ALL’AGCOM. Calabrò ha non è un reato - spiega Verro - e sono preoc- gesto alcuni esponenti politici, giornalisti, e
colleghi come convocato per audizioni generiche Paolo Ga- cupato che possa esprimere gli stessi concetti opinioni che stanno raccontando quello che
rimberti e la direzione Rai: il presidente della ad Annozero, raggiungendo una vasta platea e accade in Italia. Abbassare i toni è la formula
mandanti Rai dovrà riferire sul rispetto del contraddit- utilizzando il servizio pubblico: non si tratta, più usata: qualcuno lo sta facendo? A comin-
torio. Sono passaggi tipici della burocrazia, infatti, di concetti da servizio pubblico”. ciare dal Parlamento”. Ospiti Antonio Di Pie-
equivale lenti, farraginosi e poco efficaci. Il sistema Verro detta due volte le dichiarazioni alle agen- tro (Italia dei Valori), Pierluigi Battista (Cor-
censorio sarà perfetto a marzo, appena sarà in zie, cita il Papa e il presidente della Repub- riere della Sera), Maurizio Lupi (Popolo delle
a stilare liste funzione il Comitato etico previsto dal nuovo blica, utilizzando la tecnica dell’Agcom, non Libertà) e Andrea Nativi (esperto di sicurez-
contratto di Servizio tra Rai e governo. Per le può rivelare il suo progetto per “sollevare la za).
di proscrizione” sanzioni immediate, ammucchiando le segna- questione Travaglio”. E stasera Annozero an- ca.te .
Giovedì 17 dicembre 2009 pagina 5

E
L’APPELLO

cco le parole del capogruppo Pdl alla 1994. In essa non è vero che siamo tutti uguali perché Repubblica-Espresso, da quel mattinale delle
Fabrizio Cicchitto Camera, Fabrizio Cicchitto: “Quello che è essa è da sempre concentrata contro una sola persona: procure che è il Fatto, da una trasmissione televisiva
avvenuto, l’aggressione a Berlusconi, la Silvio Berlusconi. E si è avvalsa nel corso degli anni dei condotta da Santoro e da un terrorista mediatico
contestazione aggressiva di ben due manifestazioni a materiali più diversi. Ultimamente è ripartita dai gossip di nome Travaglio, da alcuni pm che hanno nelle
inventa in Parlamento Milano, le migliaia di solidarietà a Tartaglia su Facebook ma poi si è concentrata su due accuse infamanti e mani alcuni processi tra i più delicati (...), dall’Idv con Di
sono il segno che stanno penetrando in settori terribili: la mafiosità e la responsabilità delle stragi del Pietro che evoca alla violenza, quasi voglia tramutare
fortunatamente assai minoritari della nostra società i ‘92 e ‘94. A condurre questa campagna è un network lo scontro politico durissimo in atto in guerra civile
i “mandanti morali” veleni prodotti dalla campagna di odio iniziata fin dal composto dal gruppo editoriale fredda e poi questa in qualcosa di più drammatico”.

I COMMENTI

NON È TEMPO DI TACERE


pagina a cura di Beatrice Borromeo e Silvia Truzzi
I salotti televisivi del pomeriggio trasformati in pubbliche gogne per i
presunti mandanti morali dell’aggressione a Silvio Berlusconi. L’aula
della Camera che diventa palco per liste di proscrizione. Parole come
“terrorista” che trovano posto nel lessico istituzionale. Non è tempo per
l’Aventino delle coscienze: è sempre più chiaro a molti. Per prima, ieri,
Barbara Spinelli ha pubblicato un appello di solidarietà sul sito di Mi-
croMega, ripreso dalla versione online del Fatto Quotidiano, indicato
da Fabrizio Cicchitto nel suo discorso di martedì come parte di un
network che porta avanti campagne d’odio e veleni, insieme con Re-
pubblica e il gruppo Espresso. In poche ore sono arrivati migliaia di
messaggi di sostegno e firme (ieri sera alle 21 erano 40mila). È possibile
aderire all’appello sui siti di MicroMega (www.micromega.net), del Fat-
to (www. antefatto.it).
Intellettuali, scrittori e giornalisti in queste ore stanno esprimendo so-
lidarietà a chi è stato colpito da parole e minacce. Ne abbiamo scelti
alcuni. Qui sotto le analisi e i giudizi su quanto sta accadendo in Italia in
questi giorni. Giorni in cui chi può dire qualcosa – perché ha pensiero,
orizzonti, storia personale e professionale – sente il dovere di farlo.

“TANFO DI FASCISMO”
Spinelli su MicroMega lancia la solidarietà ai quotidiani
attaccati da Cicchitto: aderiscono intellettuali e giornalisti
Gustavo Andrea Antonio Giovanni
Zagrebelsky Camilleri Tabucchi Sartori L’APPELLO di Barbara Spinelli
Costituzionalista Scrittore Scrittore Politologo
Gli attacchi a
singoli
Le liste di
proscrizione
Contro il capo
dello Stato, la
Durante il
fascismo era
Ai colleghi
giornalisti, a
testate
indipendenti e gruppi
sono sempre
terribili e
tristi. Soprattutto sono
Costituzione, la
magistratura, il
premier usa atteggiamenti
normale: il
regime
pilotava i giornali. Il
indipendenti
editoriali nasconde l’attacco
al giornalismo d’inchiesta. Il
giornalismo d’inchiesta esiste
l’avanguardia della
repressione totale. Mi
ricordano tempi bui della
eversivi. Approfittando di un
deplorevole incidente,
capitatogli per le mani di uno
Minculpop mandava le
veline e i giornali
eseguivano. Ora noi siamo
S enza Marco Travaglio, ci sarebbe
molto buio sulla storia italiana che
si sta facendo in questi anni. Molti lo san-
in tutti i paesi liberi, ed è storia d’Italia. Sento un psicolabile, aizza i suoi in un sistema che è ancora no: in Italia, in Europa, negli
vietato in quelli non liberi. Le bruttissimo tanfo di contro la stampa libera. Il suo democratico. La Stati Uniti. Alcuni non lo sanno
vicende di questi giorni e il fascismo senza se e senza portavoce, già appartenente Costituzione non è ancora ancora: se vogliono una lampa-
progetto di riforma della ma, come usano dire i a una organizzazione stata modificata. da, cominceranno a leggerlo
norma sulle intercettazioni politici in questi giorni. eversiva, osa dare del Formalmente siamo una
telefoniche si spiegano in Mentre ascoltavo le parole terrorista a Marco Travaglio, democrazia parlamentare. presto. Poi ci sono quelli che lo
questa logica di attacco al di Cicchitto in aula, uno dei giornalisti più In una democrazia sanno meglio di tutti gli altri:
giornalismo d’inchiesta, che è riecheggiavano nella coraggiosi che, con pochi parlamentare il capo del non c’è da stupirsi se da loro
la più importante forma di mente altre parole. Quelle altri, ha fatto luce sui rapporti governo non ha i poteri che viene oggi – rancorosa, vendi-
controllo del potere pubblico. di Benito Mussolini. Che tra il sistema berlusconiano e Berlusconi si sta arrogando. cativa – l’accusa di terrorismo media-
Il giornalismo d’inchiesta si disse ai parlamentari: la malavita organizzata. È E in una democrazia tico. Sarebbe bello se tra i giornalisti
basa su fatti e ricostruzioni, “Ridurrò quest’aula a un bene che costui sappia che parlamentare il capogruppo indipendenti di tutte le testate ci fosse
che possono essere non bivacco per i miei sta andando oltre. Le misure del Pdl non si deve poter
fondati. Ma a questi manipoli”. Stiamo democratiche dell’Europa permettere quello che più solidarietà: con Travaglio, con il
eventualmente si obietta con assistendo, in questi giorni, non gli consentiranno, né noi Cicchitto ha detto in aula. È Fatto Quotidiano, con Repubbli-
altri fatti e altre ricostruzioni. a un’indegna speculazione gli consentiremo, di attuare un fatto gravissimo, di ca-Espresso.
Non con le intimidazioni. sul gesto di un matto. le sue minacce. arroganza e malcostume.

Giorgio Dario Nicola Margherita Gad Lucia


Bocca Fo Tranfaglia Hack Lerner Annunziata
Giornalista Premio Nobel Storico Astrofisica Giornalista Giornalista
Oggi c’è un Gli atti violenti L’attacco di Le parole di L’ossessione Le liste di
reale pericolo nella storia Cicchitto a Cicchitto sono che in questi proscrizione
di ritorno allo sono stati quasi Montecitorio il segno di una giorni si fanno sempre
Stato sempre opera mi ricorda brutta deriva. avverte da più paura. Sono
autoritario. Ci sono forti di squilibrati. Chi detiene il quello che fecero i L’aggressione a Berlusconi è parti, di collegare un atto inquietanti, e si fanno con
analogie con l’incendio del potere cerca disperatamente fascisti nel tempo della da condannare, ma se c’è violento e criminale uno scopo: in Parlamento
Reichstag, che ha portato di trovare mandanti, anche conquista del potere, tra una persona che in Italia ha subito da Berlusconi con Fabrizio Cicchitto ne ha
alle leggi speciali: mi fa quando non ci sono. E’ una il 1920 e il 1925. Sono instaurato il clima d’odio è la libera informazione mi pronunciata una, ed è un
paura, ma soprattutto mi tecnica: i nostri politici attacchi squadristi che proprio il premier: attacca fa pensare a Mussolini. A brutto segno. Ma penso,
rattrista vedere che siamo attaccano, disinformano e prevengono progetti di continuamente i giudici, il quando il Duce spero che Cicchitto non
tornati a prima della così facendo creano instaurazione di una vera presidente della Repubblica, denunciava, negli anni parli per tutto il partito,
Resistenza. La reazione violenza. Le dichiarazioni di e propria dittatura. Gli i cittadini che non la pensano Venti, di avere tutta bensì che porti avanti una
politica all’aggressione di Cicchitto sono di una uomini liberi, tutti gli come lui, la Corte l’informazione contro e sua campagna personale, e
Berlusconi è sulla linea della pesantezza incredibile, sono uomini liberi, oggi hanno costituzionale. Costringe il che il suo partito fosse per questo va isolato.
disgregazione dello Stato truci. Chi non è allineato il dovere – ed è un Parlamento a fare leggi ad debole e aggredito. Quando uno Stato ha un
democratico portata avanti con le dichiarazioni del capo dovere – di difendere la personam. Berlusconi merita L’aggressione a problema, ricorre al pugno
dal premier e dal Pdl. Una diventa un terrorista. Siamo Costituzione la più profonda disistima. Io Berlusconi va duro. Sta succedendo
parte di italiani davanti a una curva repubblicana. Di lo disprezzo perché lui condannata, perché è un anche questa volta:
evidentemente vuole il pericolosa. Se veramente difenderla con tutti i disprezza le istituzioni. Ora il gesto deplorevole. vogliono varare norme ad
regime. D’ora in poi sarà censureranno il Web e le mezzi, sia in Parlamento suo partito vuole tappare la Ma il tentativo di hoc per bloccare il Web e
impossibile criticare piazze, con nuove “leggi sia in piazza, per opporsi bocca a Santoro e a ricondurre tutte le voci le manifestazioni. Ma l’uso
Berlusconi, perché hanno speciali”, sarà un punto di al progetto di modifica Travaglio. E’ inaccettabile: ad una, il giornalismo della forza non ha mai
montato un grande ricatto: non ritorno. Esprimo tutta la della Carta che è il conducono una campagna libero al silenzio, ha un funzionato e non porterà
se non tacete siete comunisti mia solidarietà a Marco fondamento della nostra antidemocratica contro la solo nome. Ed è da nessuna parte neanche
e terroristi. Travaglio. democrazia. libertà. totalitarismo. questa volta.
pagina 6 Giovedì 17 dicembre 2009

L’
CONFLITTI

assessore regionale allo Sport, ai Robledo, che avrebbe rilevato delle hanno arrestato il proprietario di Odeon Tv,
Arrestati l’assessore Giovani e al Turismo della irregolarità negli appalti a società per la Raimondo Lagostena Bassi. L’assessore era
Lombardia, Piergianni Prosperini gestione di prodotti e la concessione della solito frequentare le tv private lombarde, tra
della Lega Nord, è stato arrestato ieri dalla pubblicità televisiva per la Regione e il le sue espressione tipiche contro gli emigrati:
Prosperini (Pdl) Guardia di finanza con le accuse di corruzione marketing del turismo in Lombardia. “Ciapa el camel e torna a casa”. Ieri mattina ha
e turbativa d’asta. L’arresto si inserisce Prosperini ha da poco aderito al Pdl, è un partecipato al convegno “muoversi in
nell’ambito di un’inchiesta sugli appalti leghista della prima ora espulso da Bossi, ex sicurezza”, qualche ora dopo è stato
e il proprietario di Odeon Tv coordinata dal pubblico ministero Alfredo missino. Oltre a Prosperini, le Fiamme Gialle arrestato.

NAPOLITANO STOPPA MARONI


Su Web e manifestazioni verrà presentato un disegno
di legge, il Quirinale non avrebbe firmato un decreto
di Stefano Ferrante rio. Su questo l’Anm aveva ni che ci sono durante le cam- soprattutto in momenti come è dibattuta anche nella mag-
fatto arrivare a Maroni tutto il pagne elettorali, con autoriz- questo”, aveva detto il mini- gioranza. Maroni chiederà la
arcia indietro. Nessun suo disappunto. Quanto alle zazioni più difficili da ottene- stro dell’Interno, consapevo- corsia preferenziale in Parla-

M decreto legge per


oscurare il Web o li-
mitare le manifesta-
zioni. Al Consiglio dei mini-
stri oggi Maroni presenterà
norme sulle manifestazioni,
l’ipotesi di fatto è quella di
rendere generali le restrizio-
re per cortei e sit-in, e con-
testazioni più duramente
reprimibili. “E’ un idea
di La Russa”, si era af-
frettato a far sapere
le che “si tratta di una que-
stione oggettivamente con-
troversa”. Così Maroni aveva
voluto tranquillizzare l’Udc –
Casini lo aveva messo in guar-
mento per approvare in fretta
la legge, ma Fini glissa: “Ve-
dremo, ancora non c’è nep-
pure il testo”. E intanto dice la
sua: ”Credo che non ci sia la
soltanto un disegno di legge. Maroni prima di dia sul rischio censura necessità di norme aggiunti-
L’unico modo per scongiura- salire al Colle. nell’aula di Montecitorio – e il ve, c’è semmai la necessità
re un nuovo scontro con il “Non voglio Pd, parlando a lungo con della corretta applicazione
Quirinale. Perché le sue per- forzature Franceschini. Ma la questione delle norme vigenti”.
plessità sul decreto la presi-
denza della Repubblica le
aveva fatte trapelare
immediatamente,
I magistrati
dopo l’annuncio
fatto dal ministro
valuteranno se
dell’Interno
Transatlantico al-
in sul web ci sono
la fine dell’infuo-
cato dibattito apologia
sull’aggressione a
Berlusconi. Un de- di reato o
creto su temi che ri-
guardano i diritti istigazione
di libertà Napoli-
tano non lo a delinquere
avrebbe con-
trofirmato,
tanto più Maroni secondo
che discuti- Manolo Fucecchi. È GIÀ NATALE di Caterina Perniconi
bili sono A destra, il Presidente
anche le
ragioni di
necessità
Napolitano (FOTO ANSA)
B. REGALA UNA TV
randi e sottili scatoloni. Si muovevano
e urgenza.
Si sarebbe rischia-
ta, insomma, una re-
G goffamente i deputati del Popolo della
libertà che hanno ritirato ieri il loro regalo di
plica del conflitto sul caso En- Natale nel Palazzo dei gruppi parlamentari.
glaro, quando Berlusconi era ALESSANDRO DEL LAGO All’interno la Ferrari dei televisori: l’ultimo
pronto a varare il decreto sul modello della Samsung, 23 pollici full hd.
destino di Eluana e il Quiri-

“MIRANO A UN CONTROLLO
Ufficialmente è un cadeaux del gruppo
nale diede l’altolà giocando
d’anticipo con una lettera parlamentare, ma difficilmente il partito
che ne motivava l’inopportu- potrebbe accollarsi quella spesa. Tutti gli indizi
nità. Il Colle ribadisce la li- lasciano pensare quindi allo zampino del
nea: su materie che investo-
no le libertà personali, a co-
minciare da quella di espres-
sione, tutelate dalla Costitu-
zione, il Parlamento è sovra-
MEDIATICO TOTALE” presidente del Consiglio. E’ Berlusconi, infatti,
che ogni anno, durante la cena di Natale
consegna i suoi “pensieri” ai fidi onorevoli.
L’anno scorso i deputati hanno ricevuto un
no. E quindi se il governo di Stefano Caselli questi giorni, sarebbe come chiudere un orologio Locman e le donne una collana con
vuole intervenire deve farlo autogrill per scritte oscene sulla porta pendente di diamanti, smeraldi e rubini. Ma ci
passando per le Camere. Per ttacchi di panico. Così Alessandro Dal Lago – del bagno. È d’accordo? sono stati regali più ingombranti: nel 2004 il
questo Maroni è salito da Na-
politano in serata, dopo aver
Ainterpreta
docente di Sociologia all’Università di Genova –
l’intenzione, annunciata dal ministro
“Onestamente non mi sembra un’immagine
troppo azzeccata. Sulla rete si vede di tutto,
premier regalò a tutti i parlamentari un tapis
roulant della Tecnogym per tenersi “in forma”.
a lungo limato il testo da por- dell’Interno Maroni, di introdurre nuove norme chiunque può accedervi dicendo quello Quest’anno meglio essere “informati”.
tare a Palazzo Chigi. ll dise- per la regolamentazione del Web e la disciplina del- che vuole, in larga parte nascosto dietro
gno di legge, secondo fonti le manifestazioni di piazza: “C’è un gruppo poli- l’anonimato. Tuttavia esistono già delle mi-
del Viminale, introduce fon- tico giustamente scosso dall’aggressione di Milano croforme di censura, penso ad esempio ad
damentalmente due nuovi – dichiara Dal Lago – ma che dentro di sé ha una alcuni tipi di pornografia, ma qui siamo di
reati - impedimento o turba- forma di intolleranza nei confronti di qualunque fronte a qualcosa di completamente diverso: come accusare organi di stampa e trasmissioni televisive,
tiva di riunione politica e sin- dissenso che lascia senza fiato”. faceva giustamente notare oggi (ieri, n.d.r.) un edi- facendo nomi e cognomi. Si può considerare “An-
dacale e lancio di oggetti in Professor Dal Lago, al di là delle norme che sa- toriale del Guardian, la pretesa di cancellare od nozero” una trasmissione un po’ populista, essere
caso di riunione pubblica - e ranno proposte, che paese è quello che ha oscurare siti Internet a causa di espressioni forti, o meno d’accordo con lo stile di Marco Travaglio,
prevede che l’autorità giudi- paura del Web? magari ironiche, contro qualcuno, è semplicemen- ma certe parole sono pietrate esattamente come
ziaria possa ordinare di ri- “Mi sembra un’ulteriore conferma di ciò che ca- te grottesca. Si dovrebbero chiudere migliaia e mi- quelle che si scagliano in faccia”.
muovere entro 24 ore dal ratterizza l’azione di questo governo, mirare sem- gliaia di pagine, e ce ne sono di veramente terribili. Si parla tanto di “clima di odio” e si sprecano
web i contenuti in cui sono pre di più a un controllo comunicativo, a un ege- Nemmeno a Bush è mai passato per la testa di oscu- gli accostamenti con gli Anni Settanta, che ef-
ipotizzabili i reati di istigazio- monia culturale che va al di là di ciò che la legge rare chi lo criticava o lo insultava pesantemente sul fetto le fa?
ne a delinquere e apologia di assegna all’esecutivo. Ci sono aspetti di questa cul- Web ai tempi della sua presidenza”. “Mi sembra un accostamento ridicolo perché non
reato. Soprattutto il ministro tura che potrebbero anche far ridere, se non ci fos- Nel mirino del governo non c’è solo Internet, esistono violenti conflitti sociali. Quale sarebbe il
dell’Interno ci ha tenuto a sero risvolti tragici. Penso ad esempio a quel grup- ci sono anche le manifestazioni di piazza… conflitto? Con gli operai, che è tornato di moda
precisare che toccherà esclu- po di pidiellini di Treviso che chiede la ‘chiusura’ “Questo è davvero un attacco di panico, sintomo di manganellare di tanto in tanto, con i centri sociali?
sivamente ai magistrati la va- dell’Italia dei Valori e di Rifondazione, come se Ri- un’agghiacciante incultura politica. Nella prima Non scherziamo. Il vero conflitto è politico. Al di là
lutazione dei casi, come l’ fondazione non si fosse già eliminata da sola” Repubblica a nessuno sarebbe venuto in mente di del fatto che alcuni politici – mi riferisco a Di Pietro
oscuramento delle frasi incri- Oscurare un sito per ingiurie, è stato scritto in bloccare la contestazione di un comizio democri- – dovrebbero essere un po’ più accorti quando
minate, e che saranno i giu- stiano, missino, comunista. Nei limiti del- commentano i fatti a caldo, mi sembra fuori discus-
dici ad avere nuovi strumenti la legalità, l’irrisione fa parte della tradi- sione che l’aggressione di piazza Duomo sia un fat-
per farlo. Anche perché dare
al governo poteri di interven-
“Mai in un paese occidentale zione democratica di qualunque paese,
qui si vogliono abolire anche le pernac-
to isolato. Tuttavia, la contrapposizione frontale a
livello politico è innegabile e secondo me esiste dai
to di questo tipo avrebbe si-
gnificato scardinare la sepa-
un governo ha accusato giornali chie o grida come ‘buffone’. C’è una gra-
ve forma di intolleranza verso il dissenso
tempi del G8 di Genova del 2001. Ma chi l’ha in-
nescata? Io non voto Berlusconi e – per dirne una –
razione dei poteri e invadere in tutte le sue forme. Non si è mai visto in mi sono sentito dare del ‘coglione’. Cos’era? Una
il campo di quello giudizia- e tv facendo nomi e cognomi” una democrazia occidentale un governo carineria? Un atto di gentilezza?”
Giovedì 17 dicembre 2009 pagina 7

S
CONFLITTI

ono i regimi e i governi non e non si trova neanche una parola sul massacro organizzati su Facebook per promuovere uno
Dalla Cina a Cuba: democratici quelli che, nel mondo, del 1989. In Iran il governo ha chiuso d’imperio sciopero, sono finiti in carcere. In Corea del
limitano la libertà su Internet. La Cina 3 milioni di siti Internet. A Cuba, nonostante le Nord, i pochissimi che possono collegarsi a
è la capofila: su ogni computer è obbligatorio promesse di Raul Castro che aveva promesso Internet si affacciano su una rete chiusa e ogni
come funzionano istallare su tutti i computer il programma “Diga una maggiore apertura, i blogger non allineati forma di comunicazione è gestita dal governo.
Verde” che filtra le parole contrarie all’ideologia vivono braccati. Yoani Sanchez ha subito Sono almeno 23 i paesi che impongono
di partito: se si cerca Tien an men si arriva a una un’aggressione e riceve quotidianamente limitazioni alla Rete. In nessuno di questi vige
le censure all’estero pagina sulle bellezze architettoniche della piazza minacce. In Egitto i lavoratori che si erano piena democrazia.

“Niente bavagli”:
la rivolta della Rete
SITI MOBILITATI. GIALLO SU GOOGLE:
SPARITE LE IMMAGINI DEL PREMIER FERITO Anche Internet nel mirino (FOTO ANSA)

di Federico Mello

a Rete è in subbuglio per le


tà semiamatoriali e non sareb-
bero in grado di adempiere gli
oneri delle testate giornalisti-
diretta da una decina di siti).
Ieri un tam-tam degli utenti de-
nunciava l’assenza delle imma-
copyright. Strumenti utilizzati
da 3.000 partner in tutto il mon-
do e dai maggiori broadcaster La webcensura
L nuove misure su Internet
annunciate dal ministro
dell’Interno. Stamattina in
Cdm Maroni chiarirà finalmen-
te cosa hanno elaborato i suoi
che.
L’arcano sarà svelato oggi. Ma se
si mette da parte l’emozione su-
scitata dalle immagini del volto
insanguinato di Silvio Berlusco-
gini di Berlusconi ferito e di
Massimo Tartaglia dalla ricerca
immagini di Google. “Censura?
Ovviamente no!” rispondono
dal motore di ricerca, assicuran-
mondiali, Rai compresa. Media-
set non ne vuole sapere. Due
culture si scontrano: quella del-
la tv di Berlusconi e quella della
Rete.
e i cessi della rete
tecnici al Viminale. Finora ha ni, ci si rende conto che il go- do che le immagini impiegano Sembra che comunque ci siano
proceduto con accelerazioni - verno interviene sulla legisla- più tempo per essere scansiona- gli anticorpi, nel paese, per op- di Luca Telese
“proporrò delle misure del zione Internet, pochi giorni do- te rispetto agli altri contenuti. porsi a una stretta contro la li-
Web” - e dopo gli interventi di po dall’aggressione subita a Mi- Ma è giallo. bertà in Rete. Sono migliaia e età delle persone che in queste ore sono state terrorizzate
Fini e Napolitano, con frenate -
“non vogliamo fare leggi specia-
lano. Secondo i Servizi segreti
Massimo Tartaglia “ha agito da
Anche perchè sempre ieri c’è
stato un altro capitolo della cau-
migliaia le associazioni (a parti-
re da Articolo 21) e gruppi che
M ad arte dalla campagna di demonizzazione della Rete,
non hanno mai navigato in Internet nemmeno un minuto, in vita
li”. Questo mentre violenti cori solo”. sa civile con la quale Mediaset loro. Non sarebbe grave se, purtroppo non apparisse chiaro
dicono no ad ogni censura. I
televisivi si sono alzati dagli stu- I gruppi proliferati su Facebook chiede a YouTube (di proprietà che neanche molti dei giornalisti che hanno lanciato con tanto
Verdi per stamattina hanno pro-
di Porta a Porta e Pomeriggio cinque che inneggiavano all’aggresso- Google) 500 milioni di euro per clamore il cosiddetto “allarme Internet” lo abbiano fatto: si
messo un sit-in davanti a Palazzo
per chiedere d’imperio “la chiu- re sono già stati chiusi dal social la pubblicazione di suoi conte- capisce da quel che dicono. Solo in Italia, e in certi Tiggì, si può
Chigi, anche se l’autorizzazione
sura dei siti”. network. Ma nel mirino c’è In- nuti sulla piattaforma video. Il parlare di Facebook – uno dei più noti social network del mondo
gli è stata negata. Blogger e in-
Il fatto certo è che il governo è ternet, proprio dov’è nato il No tribunale di Roma ha imposto a – come se fosse una rete para-terroristica, capace di fian-
ternauti sono mobilitati. Citta-
intenzionato a legiferare su In- B. Day del 5 dicembre ora copia- Google di rimuovere i video del cheggiare, se non addirittura di ispirare nefandi delitti. Se non si
dini digitali aspettano. Il timore
ternet e ritiene non sufficienti to anche in Francia contro Sar- Grande Fratello. Google ribatte lasciasse intuire che Internet sia lo strumento occulto attraverso
accomuna tutti: una maggioran-
le leggi esistenti per “istigazio- kozy. “Se toccano la libertà in che già offre ai detentori di di- cui il povero Massimo Tartaglia è stato indotto a compiere la
za che vive del consenso garan-
ne a delinquere” e “apologia di Rete siamo pronti a manifestare ritti strumenti efficaci per gesti- sua vergognosa aggressione contro Silvio Berlusconi. Non c’è
tito dalle televisioni, ora vuole
reato”. Negli Stati Uniti non c’è il nostro dissenso in tutte le re e, volendo, eliminare auto- uno straccio di prova, per affermarlo, ma intanto si dice: al-
imporsi con la forza anche sulla
alcun reato specifico rispetto a piazze italiane” risponde non a maticamente video protetti da Rete. larmate, allarmate, prima o poi qualcuno provvederà.
Internet ma se qualcuno apre caso il “Popolo viola”. Spesso mi chiedono: “E come la mettiamo allora con le scritte
un gruppo Facebook “Uccidete Internet è anche nel mirino del inneggianti all’omicidio nelle pagine di Facebook? Rispondo
Obama” dopo poche ore si tro- sottosegretario Romani che ha sempre con molta semplicità: e come la mettiamo allora con le
va l’Fbi alla porta. “In Italia bi- intenzione di “regolare” le diret- CONTRO I REATI scritte di ingiuria che affrescano tutti i cessi degli Autogrill? Ci
sogna legiferare con urgenza” te in streaming. Proprio come sono, non sono belle (anzi, fanno schifo) ma nessuno pen-
dice il tormentone del governo. quella che Marco Travaglio con- COME INTERVENGONO PM serebbe mai di chiudere gli Autogrill perché ci sono quelle
Capiremo oggi se Maroni met- duce sul blog di Beppe Grillo il E POLIZIA POSTALE scritte. Non ho mai visto nessun garante intervenire perché
terà dei “filtri” ad alcuni siti, o lunedì; o come quelle di eventi nell’area di servizio Arrone est si diffondono i dati sensibili (il
darà ai giudici delle indagini
preliminari (Gip) nuovi stru-
menti per chiudere siti senza
che in tv non hanno spazio (il
No B. Day è stato trasmesso in A ttualmente l’oscuramento di siti
Internet, o di contenuti pubblicati
su Internet da piattaforme Web (come
telefonino) di una tale “Federica la roscia” invitando gli astanti
a chiamarla per ottenere delle magnificate prestazioni orali
(ogni volta che vado mi sorprendo della persistenza di questa
passare dal pm. per esempio Google), è regolata dalla scritta, povera Federica). Altrettanto curiosamente, nessun tiggì
Ieri il ministro ha spiegato: Il Viminale direttiva sul commercio elettronico. e nessun preoccupato editorialista ci ha parlato della peri-
“Sulla Rete devono applicarsi L’autorità giudiziaria, rivelato un reato colosità di Internet quando il giovane Renzo Libertà Bossi, detto
su Internet, invia al provider l’ordine di
gli stessi reati che si applicano
per giornali e tv”. Una dichiara-
studia nuovi rimuovere il contenuto. La piattaforma
simpaticamente “la trota” (non da un efferato web-calunnia-
tore, da suo padre), metteva in Rete sulla sua pagina Facebook
ha l’obbligo di eliminarlo (o di non
zione che ha fatto salire un bri-
vido lungo la schiena a blogger e
filtri e limiti renderlo raggiungibile) entro 24 ore ma
il simpaticissimo videogioco “Affonda il clandestino”. Consi-
steva nel decimare gli immigrati sui gommoni per impedirgli di
gestori di siti: quest’estate con il non quello di monitorare tutti i toccare terra. Che tenero. Non ricordiamo grida maroniane
decreto Alfano si intendeva ap- alle dirette contenuti che vengono pubblicati. quando (sempre gli allegri giovani leghisti, di Mirano) racco-
plicare all’intera blogosfera le Questo è un punto che i provider e i glievano adesioni per conto del faceto gruppo “Tortura i clan-
disposizioni in tema di obbligo in streaming gestori di piattaforma ritengono destini”. Non sono stati lanciati allarmi
di rettifica, nate per la sola carta centrale: non intendono fare “i istituzionali, malgrado persino qualche
stampata. Una disposizione Oggi il testo poliziotti di Internet” ed essendo baldanzoso deputato del nord (Rober-
“ammazza-blog” denunciarono soggetti privati, intendono garantire ai IL to Cota) figurasse tra i sostenitori. Ed
gli internauti: i blog sono attivi- in Cdm loro clienti la massima neutralità PIANO era giusto. Come le scritte nei cessi que-
rispetto ai contenuti che è possibile ste iniziative fanno schifo e vanno cen-
pubblicare. Per quanto riguarda i PIÙ POTERE surate, ma non certo proibite.
contenuti pedopornografici, invece, le AI GIP Due giorni fa, però, viene fatta filtrare
COSA SI FA ADESSO segnalazioni arrivano a un centro e, ad arte sulle agenzie questa velina:
L’AUTOGESTIONE
fatte le verifiche del caso, scatta il
sequestro. L
a proposta del
ministro Maroni
sulla Rete verrà
“Nel prossimo Consiglio dei ministri si
pensa di rendere più difficoltosa la na-
DI FACEBOOK presentata domani in
vigazione verso certi siti. Un procedi-
mento simile a quello che si mette in
E sistono già numerosi strumenti
per oscurare le pagine
Facebook nelle quali compaiono segnalazioni di gruppi o messaggi
Consiglio dei ministri.
Il ministro
dell’Interno non ha chiarito che tipo di
atto per bloccare i siti con contenuti
pedopornografici”. Altre voci dicono:
servirà l’autorizzazione per le dirette in
messaggi di violenza esplicita. contrari alla policy partono dagli misure sta pensando. Di certo si sa che streaming. Curioso. Perché gli unici
Proprio dal social network utenti (in ogni gruppo o pagina c’è non sarà un decreto legge, ma un disegno paesi in cui si conoscono limitazioni di
spiegano che un team europeo, un pulsante “segnala”). Facebook di legge sul quale ci sarà quindi un questo tipo sono l’Iran, Cuba e la Cina,
con personale che conosce però è interessato a “cercare il confronto parlamentare, e che non sarà più le Repubbliche asiatiche gestite dai
l’italiano, è al lavoro per eliminare giusto equilibrio tra garantire la il governo a intervenire per chiudere siti dittatori con i colbacchi di pelliccia. Do-
gruppi e messaggi che ne violano libertà di espressione degli utenti, che istigano alla violenza o fanno po la rivolta della Rete, indietro tutta:
la policy: “I gruppi che minacciano e allo stesso tempo garantire a apologia di reato. Ad occuparsene sarà la nessuna limitazione.
violenza contro persone – precisa gruppi e persone di non sentirsi magistratura. Tra le misure trapelate, Perché mai allora si prende a pretesto
Debbie Frost, direttore minacciati”. Per questo “Facebook provvedimenti d’urgenza in mano ai quello che succede nelle latrine di In-
internazionale della Policy su non elimina gruppi che prendono giudici per le indagini preliminari senza ternet per chiedere limitazioni di liber-
Facebook – vengono eliminate così posizione contro nazioni, entità passare dal pm per la chiusura di siti; tà su Internet? Si suggeriscono al can-
come quelle sponsorizzate da politiche o idee: qualsiasi dibattito l’inasprimento delle pene per i reati didato tre soluzioni: 1) Maroni è incaz-
organizzazioni terroristiche”. su questioni controverse non commessi online; la creazione di “filtri” zato perché ha problemi con la sua
Aggiunge anche che “Facebook è risulta un motivo valido per la per alcune pagine Web. Ieri, inoltre, chiavetta da 56k 2) C’è una società di
fortemente autogestito” e quindi le chiusura di un gruppo”. Maroni ha dichiarato che “sulla Rete Mediaset che vuole vincere l’appalto
devono applicarsi gli stessi reati che si del sistema filtri 3) Fra le tante belle
applicano a giornali e tv”. cose che nascono in Rete c’è stata –
anche – una manifestazione di oppo-
sizione da 300 mila persone.
pagina 8 Giovedì 17 dicembre 2009

B
ALTA TENSIONE

erlusconi rimarrà ricoverato fino contento di potersi trattenere perché si terapeutico”.


Il premier uscirà oggi e ad oggi. A darne la notizia è stato sente più tranquillo”. L’umore del presidente Inoltre, almeno per dieci giorni, forse anche
il suo medico personale, Alberto del Consiglio, “è costante anche se è difficile quindici, il presidente del Consiglio non
Zangrillo. Il primario ha spiegato la decisione da valutare – ha poi sottolineato Zangrillo – aderirà a eventi pubblici, come ha spiegato il
sarà fuori dalla vita facendo riferimento al perdurare “della anche le numerose visite, istituzionali e di portavoce Paolo Bonaiuti. A rischio, dunque la
sintomatologia dolorosa”. E poi ha dichiarato amici, che hanno costellato il suo ricovero conferenza stampa di fine anno e,
che il premier “è consapevole della gravità iniziato domenica sera lo rinfrancano e probabilmente anche il Natale del premier a
politica per 10-15 giorni del trauma e delle conseguenze e quindi è hanno contribuito quasi in modo L’Aquila.

Regionali,
“NON SERVE il Pdl
si piega:

CERCARE COLPEVOLI” Piemonte


e Veneto
alla Lega
FINI ALLA CERIMONIA DEL VENTAGLIO:
“LA TEMPERATURA È CALDA” a bomba, inesplosa,
Ldi Milano
all’Università Bocconi
ha completato il
quadro. Anche questa sa-
di Luca Telese “Napolitano stella polare”. da un ministro di aver rinfoco- rebbe colpa del “clima
Prima, nella sala del Mappa- lato le polemiche per le sue pa- esasperato”, come lo de-
a cerimonia del Ventaglio, mondo, durante il discorso uf- role sul voto di fiducia...”. Nulla. finisce il ministro Roberto

L per il presidente della Ca-


mera, è come il discorso di
capodanno per il presi-
dente della Repubblica: una
giornata di titoli istituzionali ga-
ficiale, Fini aveva cesellato le pa-
role pensate, con molta cura,
per i titoli di agenzia. Parla sotto
un affresco a tinte scure, a tratti
sembra anche lui come effigiato
Però chiude il discorso ufficiale
con un’altra frase di sapore ga-
rantista: “Una democrazia è tale
quando combatte ogni atteggia-
mento eversivo e riesce a garan-
Tra ufficialità e battute
l’ex leader di An cauto
Gianfranco Fini (FOTO ANSA)

che cosa conside-


ra contestazione il-
legittima? “Se si
Maroni, che secondo il
centrodestra avrebbe de-
terminato anche il feri-
mento di Silvio Berlusco-
ni. Ma il Pdl, dopo aver at-
rantiti a reti (e testate) unificate. nella cornice caravaggesca. Di- tire tutte le libertà, a partire dal tratta di un cartello taccato i giornali e i partiti
Solo che - al contrario di quanto ce che il presidente della Re- massimo della libertà di espres- non vedo cosa ci “mandanti” dell’attacco,
accade al Quirinale il 31 dicem- pubblica è “la stella polare”. sione che uno dei suoi pilastri". ma fermo: “Leggi sia di male. Se si dice di apprezzare gli sfor-
bre - i giornalisti, appena finisce Spiega: “Sarebbe sufficiente Dal buffet alla piazza. Alla fine lancia una pietra zi di Pier Luigi Bersani e
il saluto ufficiale, possono inse- che i richiami di Napolitano fos- della passeggiata dietro al pre- speciali? No, bastano ovviamente sì”. E Pier Ferdinando Casini
guire - gioia rara - il presidente sero l'orientamento di tutte le sidente della Camera - invece - gli striscioni? per costruire un “nuovo
della Camera per tentare di forze politiche per compiere un giunti davanti al buffet, il vostro quelle che ci sono” “Spetta alle autori- clima”. E invita a un “patto
strappargli qualche frase in più. significativo passo avanti”. E su- cronista si è ritrovato non si sa tà di pubblica sicu- democratico” tra forze po-
E’ come giocare al gatto e il to- bito dopo: “Che il presidente come in pole position (tra Fini e rezza”. E le limita- litiche, un nuovo arco co-
po, anche se il gatto è lui. Ieri, della Repubblica abbia dovuto le tartine), insieme a una colle- cede qualche secondo con un zioni a internet? “Non credo stituzionale che margina-
con Fini abbiamo fatto così’. ripetere più volte il suo invito è ga de l’Unità. Così inizio a rac- calice in mano: “Lei ha mai avu- che sia giusto limitare gli spazi lizzi gli estremi. Si vedran-
Coccodrilli & internet. Imma- segno che si è superato il livello contare dalla fine. Chi si aspet- to paura in piazza, durante un di libertà offerti dalle nuove tec- no le reazioni degli inte-
ginate la scena: Fini che scende di guardia”. Poi, scandita con tava un ritorno di dell’ex leader comizio?”. Sorriso minimizzan- nologie”, dice il presidente. Ma ressati.
per lo scalone dell’architetto calma, arriva la frase più impor- di An nei ranghi del Pdl e del lea- te: “Avendo attraversato gli anni subito dopo aggiunge: “Mi pare Ma il dato politico più con-
Spada con passo regale, e dietro tante della serata: "Non si pos- lismo berlusconiano è rimasto di piombo, più di una volta”. che Maroni abbia spiegato chia- creto che emerge dall’uf-
una folla di quaranta cronisti sono attribuire responsabilità deluso dall’ennesimo distin- Pensa che sia necessario cam- ramente che non ci saranno in- ficio di presidenza del Pdl
che alle proprie spalle pianta il sul degrado del clima politico". guo. Fini non molla un centime- biare la legge? “Ho appena detto terventi di censura”. Il presi- di ieri – con Berlusconi as-
gomito nella scapola del collega Ma Fini è cauto. Ed infatti (dopo tro, nè in via ufficiale nè in via che non servono leggi speciali, dente va via. La battuta miglio- sente – è la decisione delle
(impegnato a guadagnare spa- aver ricordato con una frase af- ufficiosa. Ma anche chi si aspet- bastano quelle che ci sono già”. re: “Ho provato a far abbassare i principali candidature al-
zio) e davanti sorride alla terza fettuosa il giornalista Gianni tava un (improbabile) nuovo Quindi nessuna limitazione ag- termosifoni. Impossibile. A le regionali del 2010. Il La-
autorità dello Stato, e si ingegna Pennachi, scomparso domeni- strappo è rimasto deluso. Il nu- giuntiva? “Si parla di estendere Montecitorio fa così caldo che zio andrà alla sindacalista
a gettare ami che producano di- ca) lascia cadere la considera- mero due del Pdl si è mantenuto il divieto che è già previsto nei nel mio studio devo lavorare dell’Ugl Renata Polverini,
chiarazioni salaci. In questi cen- zione caustica di Pierluca Ter- cauto. Mentre giornalisti e fun- periodi di campagna elettorale. con la finestra aperta”. E il clima apprezzata da Gianfranco
to metri di deambulazioni nei zulli, della stampa parlamenta- zionari gradiscono il buffet, il Se si trattasse di questo, non sa- politico? “Altrettanto caldo. Pe- Fini, Veneto e Piemonte
meandri di Montecitorio, Fini è re: “Lei stesso è stato accusato presidente della Camera si con- rebbe la fine del mondo”. Ma rò non puoi aprire la finestra”. vanno alla Lega (ma non si
stato cordiale, sorridente, e conoscono i nomi dei can-
marmoreo: ha scherzato sui didati, anche il nome di
coccodrilli nelle fogne di Roma
(“Non sapevo che ci fossero, da
dove arrivano?”), ha detto cose
serie sulle libertà civili e sul di-
Leader malato, gli altri gareggiano Luza Zaia non è più così
certo mentre per il Pie-
monte resta favorito Ro-
berto Cota). La Calabria è
ritto di manifestazione (“Non SPUNTA L’IPOTESI DI UN GRUPPO DEI FINIANI di Giuseppe Scopelliti,
servono nuove leggi, ci sono mentre la Lombardia, co-
già”), è stato abbottonatissimo di Sara Nicoli con Tremonti, io sto con la maggioranza”. Già, la maggioranza. Ma me annunciato prima del
sui rapporti istituzionali, e ga- quale? L’altro campanello d’allarme è venuto da un pranzo di Na- ferimento a Milano, resta a
rantisticamente ecumenico sul- uccede quando si struttura un partito come un’azienda e non si tale voluto da Fini per festeggiare con gli ex An. Sono suonate Roberto Formigoni. Co-
le possibili limitazioni a inter-
net e al diritto di contestazione
Surgenza.
concepiscono ruoli decisionali vicari in casi di necessità o di
Succede che in assenza del Capo i più assetati di potere e
come campane a morto le parole dell’ex leader di via della Scrofa
contro la Lega. “D’ora in poi, tutti compatti per limitare il potere
me era prevedibile, è ar-
rivata subito la reazione
(“Non sono io che devo dire co- di visibilità rompano le righe e si propongano, con arroganza e del Carroccio dentro il governo”. Insomma, il piano in cui si sta del governatore uscente
sa è legittimo e cosa no, spetta protervia, per fomentare ancora più gli animi. Il caso Cicchitto muovendo il Pdl è davvero inclinato. Verso il basso. Persino Gian- del Veneto Giancarlo Ga-
alle autorità di pubblica sicurez- docet. Un campanello d’allarme per Fini, ma anche per le colom- ni Letta avrebbe palesato un significativo disappunto per le scor- lan torna a denunciare il
za”). be del Pdl, a cui ha fatto seguito la telefonata del presidente della ribande dei falchi del partito, totalmente fuori controllo. L’assen- “tradimento di Roma”,
Camera al Cavaliere. Che, infatti, ha za di Berlusconi, insomma, potrebbe velocizzare lo show down cioè del Pdl che lo vuole
confermato candidamente quanto si interno al Pdl determinando quella crisi che Fini avrebbe in mente sacrificare per lasciare
temeva: dell’idea di Cicchitto di spa- di governare con la sponda del Quirinale. E’ un piano che Tre- spazio a un candidato le-
INVETTIVE rare alto “incendiando” ancora di più monti conosce bene e che intende contrastare in ogni modo. An- ghista. E dietro Galan è già
gli animi, ha affermato di non sapere che appoggiando il Cavaliere nell’eventuale ricorso alle urne an- pronta un'inedita alleanza
IL NEMICO INTERNO? FELTRI nulla. In assenza del premier, insom-
ma, il Pdl non c’è. O meglio: è nelle
mani dei falchi più arroganti, tanto
ticipato. Un tema che, malgrado le smentite, è sempre di grande
attualità. Addirittura ci sarebbe già una divisione dei ruoli stra-
tegici. In caso di election day, Pdl e Lega si presenteranno separati
tra il forzista della prima
ora Galan, il Pd e l'Italia
dei valori.
se fosse Vittorio Feltri il nemico interno? Se fosse
E il direttore del Giornale a impedire al Pdl di
crescere e di stabilizzarsi? A porre la questione è
che l’idea che si ha del partito è quel-
la di un’armata in ordine sparso in at-
tesa che qualcosa accada. E più di
al Senato. “Per evitare l’ipotesi del “pareggio” – dice un leghista di
rango – che potrebbe scaturire dalla discesa in campo di una “lista
Fini”. Ma come arrivare alla rottura definitiva? “Materiale per un
Se da un lato la maggio-
ranza ha trovato un nuovo
equilibrio sul dossier più
Ffwebmagazine, periodico online della Fondazione qualcosa sta accadendo. L’incidente possibile incidente di Sarajevo ce n’è in abbondanza”. Ieri sera, delicato, quello delle re-
Farefuturo, vicina al presidente della Camera, in un a Berlusconi e la sua momentanea in- intanto, si è svolto il primo ufficio di presidenza Pdl senza Ber- gionali, dall’altro manife-
corsivo a firma del direttore Filippo Rossi. Dopo mesi fermità ha accelerato la corsa alla lusconi. E la sua assenza è stata l’occasione per affrontare il tema sta segnali di sfaldamento,
di editoriali avvelenati, dossier minacciati e video successione. Fini è da tempo in ram- dei rapporti di forza all’interno del partito e con il Carroccio, co- accelerato dall’assenza di
pa di lancio con un piano ben pre- me chiesto dal presidente della Camera. Gli uomini del Pdl si sono Berlusconi. Ieri ha ottenu-
sparati in prima pagina, FareFuturo prova a ciso per raggiungere lo scopo di ri- dichiarati disponibili a discutere nel nome dello spirito unitario to la fiducia – scontata –
rovesciare la questione, definendo il quotidiano discutere, o di ribaltare, l’asse di po- (specialmente delle candidature alle regionali, ma non sulla cit- sulla Finanziaria ma è stata
“minoritario, barricadiero, militante e tere nel Pdl. Ma da ieri, da quando tadinanza che ha avuto l’ok in commissione), ferma restando, tut- sconfitta dall’opposizione
sostanzialmente di estrema destra”. Un’invettiva cioè Tremonti ha “arrogantemente” tavia, la divisione delle “quote” tra i soci del partito unitario, come su un ordine del giorno.
appassionata e senza mezzi termini, un atto messo la fiducia sulla Finanziaria, è stabilito all’atto di fon- Gianfranco Fini, presiden-
d’accusa contro “un giornale che si diletta nella risultato chiaro a tutti che è invece il dazione. E alla fine delle te della Camera, ha riba-
caccia all’untore, nella delazione del presunto ministro delle Finanze a sentirsi il ve-
ro “delfino” di Berlusconi. Anche in
manovre di giornata
l’ufficio di presidenza
Documento del Pdl dito ieri il suo asse con il
Quirinale e ha detto che
traditore, nella scomunica e – quando serve – nel
rogo mediatico degli eretici, o degli ‘scomodi’. Per
virtù dello stretto rapporto con Bos-
si. Due gli episodi che ieri hanno
della Pdl ha lanciato an-
che un ponte a parte
su un “patto “si è superato il livello di
guardia”. Secondo i ru-
arrivare alle conclusioni: “Pagine piene di livore, in chiaramente mostrato quanto la frat- dell’opposizione con mors che circolano, Fini
questo momento, sono inutili e dannose, per il tura interna al Pdl vada ben oltre il un documento nel qua- democratico” con Pd avrebbe anche convocato
paese. E anche per il partito (sempre che del partito, dualismo non risolto tra Berlusconi e le si invitano Pd e Udc a i suoi fedelissimi per av-
a uno come Feltri, interessi qualcosa )”. Fini. Il primo riguarda Bossi. Che ha un “patto democratico” e Udc per un nuovo vertirli che ormai il mo-
preso le difese di Tremonti. “C’erano per creare un nuovo cli- mento della conta finale è
dei pasticci nella Finanziaria; io sto ma nel Paese. clima nel Paese prossimo.
Giovedì 17 dicembre 2009 pagina 9

M
ALTA TENSIONE

assimo Tartaglia rimane in carcere. ora si trova a San Vittore nel centro di osservazione ha visto i suoi occhi sbarrati in televisione ha capito
Tartaglia resta Il gip non ha dunque accolto la neuropsichiatrica. La sua cella è sorvegliata che aveva una delle sue crisi”. Il signor Tartaglia si è
richiesta della difesa di trasferirlo costantemente da un agente. rivolto a Berlusconi: “Spero che lo perdoni, ma temo
temporaneamente, in stato di detenzione, in un Il padre di Tartaglia però continua a temere che il che questa volta non lo faccia perché è la seconda
in carcere, il padre: ospedale psichiatrico. Il magistrato ha ritenuto che vi proprio figlio possa cedere alla pressione: “In volta che gli accade” di essere aggredito. Quindi il
sia il rischio di reiterazione del reato. Tartaglia, che carcere non può stare - ha detto il padre in tv su Rai1 genitore ha spiegato l’isolamento in cui si trova la sua
domenica ha lanciato un souvenir contro il - perchè sta male, non può stare con altri detenuti, famiglia: “Abbiamo avuto pochissima solidarietà dalle
“Non può resistere” presidente del Consiglio provocandone il ricovero, ho paura di un gesto inconsulto. Quando mia moglie persone, mentre tanta gente ci offende e ci ingiuria”.

“Il premier
L’ARIA CHE TIRA: in piazza
non vuole
PACCO BOMBA ALLA BOCCONI
Ordigno rudimentale a Milano, un altro al Cie di Gradisca.
intorno
polizia
Firma anarchica. Maroni: serie di azioni dopo l’attacco a B. in divisa”
di Antonella Mascali Nell’ateneo firma per ora si può dire che la
citazione di Mauricio Morales, Ipiùlcenzo
questore di Milano, Vin-
Indolfi, è sempre
ue azioni dimostrative, meneghino potrebbe riferirsi a un anarchico traballante sulla sua pol-

D per fortuna senza feriti o


vittime, nel mezzo del
pessimo clima politico-so-
ciale delle ultime settimane. Gli
ordigni rudimentali portano la
salta l’innesco,
micro
cileno di 27 anni, morto il 22
maggio scorso a causa
dell’esplosione di un ordigno
che trasportava nei pressi della
scuola di polizia a Santiago.
trona. Se un malato di mente
è riuscito ad arrivare a pochi
passi dal presidente del con-
siglio e a colpirlo con un sou-
venir del Duomo - dicono i
stessa firma - Sorelle in armi- Quanto alla Fai, secondo una re- nemici di Indolfi dentro il
Gruppo Mauricio Morales/Fai esplosione lazione consegnata in Parlamen- Pdl - il Questore non può re-
(federazione anarchica informa- to dai servizi segreti “ha rappre- stare al suo posto. Ieri Indol-
le) - e sono esplosi a distanza di senza sentato, negli ultimi anni, la fi è stato convocato al Mini-
poche ore la notte di martedì nel principale minaccia terroristica stero e sembra probabile un
Cie, centro di identificazione ed conseguenze di matrice anarco-insurreziona- suo avvicendamento. Il ca-
espulsione per immigrati di Gra- lista a livello nazionale”, anche pro espiatorio serve a na-
disca d’Isonzo (Gorizia) e se nel 2007 e nel 2008 c’è stato scondere il nodo del proble-
all’Università Bocconi di Mila- Cie, che si è insospettito ed è riu- un “silenzio operativo”. Nella re- ma: l’inefficacia della scorta
no. Nell’ateneo, intorno alle 3 di scito a disfarsene prima della lazione dell’intelligence però si “privatizzata” del premier. Il
notte, doveva scoppiare un tu- piccola esplosione, che non ha sottolinea che “a fronte di un si- nocciolo duro del dispositi-
bo pieno di esplosivo e con un causato alcun danno. L'intesta- gnificativo aumento delle inizia- vo di sicurezza, composto
innesco elettrico. Invece è zione del volantino di rivendica- tive intimidatorie, si è registrata da ex dipendenti della Finin-
esploso solo il detonatore, pro- zione, arrivato alla redazione di una flessione nel numero degli vest transitati nell’organico
babilmente per incapacità di chi Libero a Milano, è Operazione attentati veri e propri, in ragione dei servizi segreti, ha fallito il
lo ha congegnato. Era stato col- “Eat The Rich” ed è datato 16 di- anche dei successi dell'azione di suo compito. Una fonte non
locato nel tunnel tra via Sarfatti e cembre, ore 3 am. Si legge, tra contrasto e della continuità nel sospetta, come il consigliere
via Bocconi, che viene attraver- l’altro: “2 kg di dinamite porte- dispositivo di prevenzione”. comunale del Pdl di Milano,
sato ogni giorno da centinaia di ranno rivolta e distruzione. Chi Il ministro Maroni ha legato su- Carmine Abbagnale (un ex
persone, ma di notte viene chiu- Il corridoio della Bocconi dove è stato piazzato l’ordigno (FOTO ANSA) non terrorizza si ammala di ter- bito i fatti di Milano e Gradisca poliziotto che conosce bene
so. Se la bomba fosse scoppiata rore. Abbiamo scelto di colpire con quanto successo a Berlusco- i colleghi milanesi) ha rac-
completamente – secondo la di- venuti gli artificieri e le forze del- probabilmente da un ufficio po- dove meno ve lo aspettate…. ni domenica: “Abbiamo assistito contato in consiglio comu-
gos di Milano – “avrebbe causato l'ordine, e la prima ipotesi ri- stale della provincia di Milano – con questa nostra prima azione in questi giorni ad una serie di nale che gli uomini della
danni ingenti”. Subito dopo la guardava un corto circuito, o un l’ordigno al Cie di Gradisca. Si condividiamo semplicemente i azioni, di episodi anche molto scorta di Berlusconi “hanno
parziale esplosione non si è nep- guasto tecnico. Poi nel tardo po- trattava di un portafogli imbot- rischi che sorelle e fratelli mi- gravi come l'aggressione al pre- chiesto alla Polizia di non av-
pure pensato a un ordigno: “Ver- meriggio dalla Digos abbiamo tito di polvere pirica, quella uti- granti vivono quotidianamente sidente del Consiglio, che ci fan- vicinarsi”. Berlusconi si fida
so le tre i nostri vigilantes hanno saputo della rivendicazione “. lizzata per la confezione di pe- sulla loro pelle…”. Sullo stesso no alzare il livello di guardia. Ma solo dei suoi uomini e non
sentito il boato e hanno dato l'al- Sempre con la stessa firma di un tardi, e munito di un innesco ru- foglio, a stampatello: “Chiudere le misure che abbiamo deciso di gradisce le divise che lo di-
larme - racconta la responsabile gruppo inedito ma “affiliato” a dimentale. Era contenuto in una subito i centri d'identificazione prendere sono assolutamente vidono dalla folla. Gli agenti
dell'ufficio stampa della Bocco- una sigla conosciuta come quel- busta gialla, presa in consegna, a ed espulsione o inizierà a scor- adeguate per fronteggiare la si- in piazza aggiungono un al-
ni, Barbara Orlando - Sono inter- la della Fai, è stato recapitato - quanto pare, dal direttore del rere il sangue dei padroni”. Sulla tuazione”. tro particolare inquietante:
a dare le direttive ai body
guard muniti di auricolare

Lo specchio degli anni ‘70 e i lupi diventati agnelli sarebbe stato addirittura un
collaboratore del presiden-
te e non il caposcorta. Il pro-
blema è che le conseguenze
DA LA RUSSA A GASPARRI: PREDICANO SUL CLIMA D’ODIO, 30 ANNI FA LO FOMENTAVANO negative di un attentato riu-
scito non sono solo private
di Gianni Barbacetto Quando gli agnelli erano lupi. Molti Franco Freda e ma anche pubbliche. Ed è
esponenti del centrodestra, che oggi pon- usati per confezio- per questa ragione che in
ggi fanno le pecorelle. Denunciano la tificano contro il “clima d’odio”, quel clima lo nare le bombe del tutti i paesi del mondo a de-
OBerlusconi.
“campagna d’odio” ordita contro Silvio
Deprecano il clima, i disordini e le
hanno creato, con le loro dichiarazioni e i loro
comportamenti recenti. Non solo: oggi cer-
12
1969.
dicembre
Secondo
cidere sulla sicurezza
dell’autorità è un funziona-
violenze di piazza che, dicono, fanno tornare cano di far dimenticare la loro storia passata. quanto scrive il giu- rio che dipende dallo Stato e
l’Italia agli anni Settanta. Per fare tutto ciò, Perché tanti dei protagonisti delle violenze dice di Milano Gui- non dal premier.
devono far finta di dimenticare le abissali degli anni Settanta e Ottanta ora siedono in do Salvini, quelli
differenze tra ieri e oggi. E anche che, ieri, Parlamento o sono addirittura al governo. non utilizzati sono
molti di quelli che fanno gli agnelli erano lupi. Maurizio Gasparri è tutto dentro la storia del poi custoditi da De Milano, ‘73: Msi
Ieri e oggi. L’ombra degli anni Settanta, Msi romano, con i suoi mazzieri, le sue squa- Eccher, che nel in piazza “contro PRIMARIE
con i suoi conflitti, è stata proiettata sull’oggi. dre nere, le sue azioni di piazza. Ignazio La 1973 subì una la violenza rossa”: con
In realtà gli studiosi di scienze sociali e dei
comportamenti collettivi sono tutti d’accor-
Russa era invece conosciuto a Milano come
un dirigente (segretario regionale del Fronte
perquisizione ordi-
nata dal giudice
Ciccio Franco anche
un giovane La Russa
Nichi, la Puglia
do: oggi l’Italia è un paese relativamente
tranquillo, malgrado le sue tensioni, e co-
munque di certo più tranquillo di tanti altri
della gioventù) di quella destra che si pre-
sentava davanti alle scuole e nelle piazze
armata di catene e coltelli. C’è una foto che
Gerardo D’Ambro-
sio, oggi come lui
seduto sui banchi
con i capelli lunghi
e le tre scelte del Pd
paesi d’Europa. Negli anni Settanta c’erano
frequenti manifestazioni di piazza, scontri
violenti, episodi di guerriglia urbana. In più,
lo ritrae con Ciccio Franco, il caporione della
rivolta di Reggio, e i leader del Msi milanese:
è un’immagine del 12 aprile 1973, giorno
del Senato.
Ha un passato nero anche il dirigente della
Lega nord Mario Borghezio, a lungo depu-
P rima notizia. Sinistra e libertà vive, e
lotta insieme a noi: celebra il suo con-
gresso in questo week end a Roma e sceglie un
operavano nel paese diverse organizzazioni della manifestazione indetta dal Movimento tato e parlamentare europeo del partito di nuovo simbolo (sabato). Seconda notizia. Ieri
terroristiche, che hanno causato centinaia di sociale “contro la violenza rossa”. Durante la Umberto Bossi nonché sottosegretario alla alla conferenza stampa di presentazione, Clau-
morti e feriti. Un solo esempio: il 12 febbraio manifestazione, furono lanciate due bombe Giustizia nel primo governo Berlusconi. In dio Fava si chiedeva: “Ma che messaggio vuole
1980 un professore e la sua assistente fu- a mano Srcm che uccisero il poliziotto An- gioventù, è stato esponente di Giovane Eu- dare il Pd che offre il suo appoggio alla giunta
rono affrontati da un gruppo di fuoco delle Br tonio Marino, 22 anni. ropa, il movimento neofascista fondato dal Lombardo, insieme con Miccichè e Dell’Utri e
sulle scale della facoltà di Scienze politiche, Sugli scranni della Camera siede Marcello belga Jean Thiriart, ex Waffen-SS che pro- lo vuole togliere alla giunta Vendola?”. Postilla
alla Sapienza di Roma. Anna Laura Braghet- De Angelis, direttore di “Area”, la rivista di clamava: «Il plastico sarà il megafono
ti chiamò il professore, che si voltò, fu se- Gianni Alemanno, ma in passato militante dell’anticomunismo nella seconda metà del di Fava per gli increduli: “Dell’Utri è proprio
parato dall’assistente e macellato a colpi di dell’organizzazione fascista Terza posizio- ventesimo secolo». L’11 luglio 1976, Bor- Dell’Utri, non un omonimo”. Terza notizia.
pistola. Il professore si chiamava Vittorio Ba- ne: è stato condannato per associazione sov- ghezio fu fermato dalla polizia nei pressi di Nichi Vendola ha ripetuto dieci volte: “Non
chelet, l’assistente Rosy Bindi. Oggi tutto ciò versiva e banda armata, è stato latitante e Ventimiglia, con una cartolina firmata Or- rinuncerò mai alla mia candidatura alla
è – per fortuna – sostanzialmente finito. poi in carcere per tre anni. Sulle poltrone dine nuovo e indirizzata «al bastardo Lu- presidenza della Puglia, se non per le pri-
Restano gruppi residuali di nostalgici del ter- rosse del Senato siede invece Cristano De ciano Violante», che da magistrato aveva marie”. Quarta notizia. Gli hanno chiesto
rorismo e si verificano episodi limitati di scon- Eccher, protagonista di una storia che ha a indagato sul tentato golpe di Edgardo Sogno dieci volte: “A quali condizioni rinuncereb-
tri di piazza. Per convincersene, basta con- che fare nientemeno che con la strage di e sull’eversione nera in Piemonte. Il testo be?”. Deliziosa replica vendoliana: “Il Pd ha
frontare i disordini dell’ultimo anno a Milano piazza Fontana. Molti testimoni provenienti della cartolina, costellato di svastiche, era: tre possibilità : 1) Sostenermi, 2) Battermi
e Roma con quelli avvenuti ad Atene, a Co- dall’estrema destra lo indicano come il cu- «Viva Hitler. 10, 100, 1000 Occorsio». Il
alle primarie. 3) Suicidarsi”. (Luca Telese)
penhagen, a Parigi, a Budapest, in Germa- stode dei timer avanzati dopo la strage. Sono giudice Vittorio Occorsio era stato ucciso da
nia... quelli comprati a Bologna personalmente da Ordine nuovo il giorno prima.
pagina 10 Giovedì 17 dicembre 2009

CRIMINALITÀ

DALL’ASPROMONTE AL RENO
'Ndrangheta in Germania, la piovra si allarga:
“le famiglie titolari di ristoranti, imprese, case e albeghi”
di Enrico Fierro

err” Antonio Pelle, L’ORO DI SAN LUCA Sequestro


“H classe 1955, ha preso
carta e penna e ha
scritto la sua biogra-
fia. Nato a San Luca, un libro per
raccontare la sua storia di cala-
di beni da 200 milioni
ille-bunker, terreni, case, macchi-
Vmilioni,
ne lussuose, un patrimonio di 200
le dei Nirta-Strangio e dei Pelle-Vot-
tari. Sono i gruppi che dal 1991 si
brese emigrato in Germania, uo- l’oro della ‘ndrangheta di San fronteggiano nella faida scaturita da
mo che si è fatto da sé partendo Luca, il paese dell’Aspromonte dove un banale scherzo di Carnevale che
da quel pugno di case ai piedi vivono le cosche più ricche della Ca- ha provocato, complessivamente, 17
dell’Aspromonte. San Luca, il labria. A tanto ammonta il sequestro morti e una serie di tentati omicidi.
suo paese, capitale della ‘ndran- avvenuto ieri ad opera dei carabinieri Scontro nell’ambito del quale a Dui-
gheta più ricca e potente. Ha del Ros e del Comando provinciale sburg furono uccise, in un unico ag-
avuto buona stampa, il signor reggino che hanno eseguito un prov- guato, sei persone, tutte presunte ap-
Pelle, ottime prefazioni al libro, vedimento emesso dalla sezione mi- partenenti alla cosca Pelle-Vottari, da-
in Italia edito da Koiné, e le au- sure di prevenzione del Tribunale su vanti il ristorante “Da Bruno” gestito
torità che nei mesi scorsi lo han- richiesta della Dda. Nell’elenco dei da una delle vittime. Una strage idea-
no presentato in Calabria gli han- beni sequestrati figurano 34 imprese ta ed eseguita, insieme ad un com-
no riservato parole di affetto e ri- edili e commerciali, 66 automezzi, plice non ancora identificato, da Gio-
conoscenza. Per don Pino Stran- aziende zootecniche e polizze assi- vanni Strangio, arrestato il 12 marzo
gio, il parroco del paese aspro- curative, oltre a molti fabbricati abu- scorso. L’importanza dell’operazione
montano che considera “la sivi, abitazioni, terreni ed automobili è stata sottolineata dal procuratore
‘ndrangheta uno stato di vita, di lusso. Colpite anche le attività im- della Repubblica di Reggio Calabria,
un’opzione fondamentale prenditoriali svolte da Salvatore Gli- Giuseppe Pignatone, secondo il qua-
dell’uomo” il libro “rappresenta gora nel territorio dell’hinterland di le '”i beni della mafia spesso sono af-
un atto di ribellione contro i luo- Milano. Le cosche contro le quali è fidati a persone incensurate'”.
ghi comuni”. stato eseguito il sequestro sono quel- (En. Fie.)
Ferragosto del 2007, Duisburg,
nel parcheggio del ristorante Da
Bruno, la ‘ndrangheta di San Lu-
ca regola i suoi conti: sei morti
per una guerra iniziata agli albori
degli anni Novanta. I tedeschi si
L’hotel di una cosca a Duisburg nel 1994 partecipò all’Assem-
blea generale che si tenne a Ro-
svegliano e finalmente capisco-
no che la mafia non è solo un pro-
ospitò la Nazionale italiana ma. “Volevo informarmi sulle
più recenti metodologie di lotta
blema italiano. Cosche di ’ndran- al narcotraffico”, dichiarò agli in-
gheta hanno le loro basi a Dui- durante i Mondiali del 2006 creduli poliziotti tedeschi che lo
sburg, Erfurt, Francoforte, Mo- L’ingresso del ristorante “Da Bruno” dove nel 2007 morirono sei persone (FOTO ANSA) considerano “responsabile degli
naco, Essen, Dresda. “Le singole investimenti dei proventi del
famiglie mafiose”, si legge in un Gli 007 tedeschi hanno scanda- tier generale della Nazionale di in gran parte giovani e incensu- riva fino alle alte sfere”. traffico di droga”. Clan potenti
recentissimo rapporto del Bun- gliato le parentele di Pelle e i suoi calcio italiana durante i Mondiali rati, gestiscono alberghi e risto- Gran mediatore fra le istituzioni che hanno colonizzato la Germa-
deskriminalamt (due volumi, rapporti con le “famiglie” di San del 2006, nonostante il ministe- ranti dai nomi che evocano l’Ita- e gli interessi della mafia calabre- nia stabilendo anche rapporti
uno dedicato alla situazione Luca arrivando alla conclusione ro dell’Interno italiano, scrivono lia (La Gioconda, Paganini, Ros- se in Germania è Spartaco Pitan- con le famiglie di camorra. Pa-
complessiva delle cosche cala- che “Pelle appartiene per paren- i tedeschi, “fosse stato informato sini), cercano di crearsi uno spa- ti. Si tratta di un toscano ritenuto squale Serio, soprannominato
bresi in Germania, l’altro, il più tela al clan Romeo, alias Staccu”, delle vicende riguardanti l’ho- zio nella società tedesca. “Il lo- affiliato al clan Romeo (Staccu), Marcello, è uno dei referenti del-
corposo, alle sole ‘ndrine di San si tratta di una delle ‘ndrine im- tel”. Nella primavera del 2002, cale Il Mulino – si legge nel rap- già condannato a Duisburg per la famiglia Nirta-Giorgi nell’area
Luca), “sono titolari di circa 50 pegnate nella lunga guerra di ma- invece, le autorità della Germa- porto a proposito di un ristoran- ricettazione, attivissimo nel di Lipsia. Per gli investigatori te-
ristoranti, varie imprese, diverse fia tra i Nirta Strangio e i Pel- nia riuscirono a convincere l’al- te della catena mafiosa – è uffi- mondo della ristorazione di lus- deschi avrebbe riciclato 10 mi-
abitazioni e un hotel in Germa- le-Vottari. “L’hotel – scrivono gli lora cancelliere Schroeder a non cialmente sponsor di un proget- so. “Un personaggio influente lioni di dollari acquistando una
nia”. Si tratta – stando al rapporto investigatori – offre eccellenti fermarsi nell’albergo per una to di educazione stradale per i non soltanto negli ambienti tipi- miniera in Mongolia con la socie-
– del “Landhaus Milser” di Dui- possibilità per nascondervi manifestazione musicale, “dopo bambini, attraverso il quale di- camente italiani”, scrivono gli in- tà Central Asia Mining, insieme a
sburg, di proprietà di Antonio esponenti dei clan ricercati in che erano state acquisite infor- spone di ottimi contatti con la vestigatori tedeschi che ricorda- Pasquale Scotti, ex colonnello
Pelle, l’autore del libro, e del campo internazionale e per rici- mazioni più dettagliate”. polizia”. Il ristorante Monet alla no come i politici del posto fre- cutoliano, latitante dal 1985. Nel
campione di pesi tedesco Rolf clare denaro con le rate di credi- Domplatz 32 di Erfurt, che per quentassero abitualmente i risto- 2001 Scotti avrebbe raggiunto la
Milser. “Sebbene nessuno dei to”. La polizia tedesca ha inoltre ono 200 per la polizia tedesca gli 007 tedeschi fa capo alla fa- ranti della ‘ndrangheta. Nel Mongolia con un volo via Berli-
due disponesse di mezzi finan-
ziari, sono riusciti con 19 milioni
il fondato sospetto che nel 1998
Antonio Romeo, detto Tonino
Sregolarmente
gli uomini del clan di San Luca
emigrati in Germa-
miglia Giorgi, è un locale di lusso
e ha annesso un night, il Sinatra.
1996, nel corso di una perquisi-
zione al ristorante “Paganini” fu-
no-Mosca. I tedeschi, che erano
sulle tracce del boss, passarono a
di marchi a far costruire l’hotel in l'avvocato, un boss di San Luca nia, “ai quali si aggiungono le Il 16 marzo del 2005 il quotidia- rono trovati il presidente del setaccio l’affollata lista di italiani
una zona protetta da severe nor- ricercato, vivesse la sua latitanza persone che soggiornano nel no Allgemein Zeitung, pubblica consiglio Vogel e il ministro che in quel periodo avevano pre-
me ambientali (cosiddetto “ter- nelle lussuose suite dell'albergo. paese senza aver denunciato la una pagina intera sulla festa di dell’Interno Dewes dello Stato notato un volo per la Mongolia.
ritorio fluviale protetto”). Tutta- “Ciò costituisce ulteriore prova propria residenza”. Uomini e inaugurazione. Bella gente, in- regionale della Turingia. Uomo “Ma non è stato possibile effet-
via dalle successive indagini del del fatto che l’hotel è attribuibile donne che coltivano e riprodu- gresso riservato a pochi eletti. dai mille traffici, Pitanti girava tuare verifiche più approfondite
Lka di Dusseldorf non sono alla famiglia Romeo, alias Stac- cono le stesse regole che gover- “E’ evidente – è scritto nel rap- con un tesserino dell’Interpol, in Mongolia, visto che improvvi-
emersi fatti riconducibili ad atti- cu”. Indagini, sospetti, per il lus- nano le famiglie di ‘ndrangheta porto della polizia criminale – struttura con la quale aveva una samente tutta la documentazio-
vità di riciclaggio”. suoso “Landhaus Milser”, quar- nei paesi dell'Aspromonte. Sono che l’influenza del sodalizio ar- fitta collaborazione, tanto che ne sui visti era scomparsa”.

In tutte le librerie da martedì 15 dicembre


A metà fra biografia all’americana e analisi so-
ciopolitica, Guzzanti vs Berlusconi mostra l’uo-
mo pubblico e quello privato, ne mette in luce la
naïveté popolaresca, l’indole rampante e sfronta-
ta, ne coglie i vizi, i tic e le idiosincrasie, fino a

GUZZANTI
far emergere gli istinti, la mentalità e le idee che
hanno orientato e trasformato profondamente la
www.alibertieditore.it

società italiana dell’ultimo quindicennio.

VS Con cento pagine inedite di intervista

BERLUSCONI
P a o l o G u z z a n t i r a c c onta
a Silvio Berlusconi
E con un racconto esclusivo
dalla voce di Mamma Rosa
la p i ù i n c r e d i b i l e s t o r i a italiana:
la v i t a v e r a d i S i l v i o B e rlusconi Aliberti editore
Giovedì 17 dicembre 2009 pagina 11

CRONACHE

PRECARI ISPRA FINE VITA


N
Gli infermieri
bocciano la legge

Ministero occupato, L a legge sul fine vita è in


contrasto con la
deontologia degli
infermieri e “non riconosce
la centralità della persona”.
Lo ha detto Annalisa

incontro ottenuto
Silvestro, presidente della
Federazione degli
infermieri. Se la legge
restasse così potrebbero
esserci “situazioni in cui ci
si dovrà appellare alla
clausola di coscienza”.
LUNEDÌ GLI SCIENZIATI SARANNO
RICEVUTI DAI VERTICI DEL DICASTERO
di Caterina Perniconi do ci hanno concesso l’ap- nuano a vivere sul tetto della
puntamento di lunedì. Non sede di via Casalotti a Roma.
er il lavoro e la ricerca ci sarà il ministro ma almeno “Non sappiamo nemmeno a

P pubblica. Per rimettere


in discussione i licen-
ziamenti dei lavoratori.
Sono questi i motivi dell’oc-
cupazione del ministero
è un inizio. Quando siamo sa-
liti sul tetto non pensavamo
certo di restarci fino a Nata-
le, completamente ignorati”.
I contratti a rischio sono 230,
quale legislazione far riferi-
mento – spiega Massimiliano
Bottaro – perché da quando
l’Ispra è stato fondato, accor-
pando tre istituti, un anno e
RIFIUTI
dell’Ambiente da parte dei ri- più altrettanti già interrotti a mezzo fa, non è stato varato Il processo passa
cercatori dell’Ispra. giugno. “Auspichiamo – spie- uno statuto e ne preesistono Nella foto lo striscione che i manifestanti hanno esposto fuori dal Ministero da Napoli a Roma
I precari dell’Istituto Supe- gano i ricercatori – che tre diversi. Noi non stiamo
riore per la Protezione e la
Ricerca Ambientale si sono
emergano le iniziative ade-
guate a risolvere la vertenza,
chiedendo nient’altro che
restare a lavorare e dimostra-
Ma la protesta dei 230 continua: L’ undicesima sezione
penale del Tribunale
insediati ieri al quinto piano
del ministero di via Cristofo-
che tra l’altro sono possibili
sia sotto il profilo normativo
re il nostro valore. I soldi ci
sono, quindi qualcuno ci
“non smetteremo di Napoli si è dichiarata
territorialmente
ro Colombo chiedendo un sia economico”. può spiegare cosa c’è sot- incompetente a giudicare il
incontro “in data certa” con Intanto i ricercatori conti- to?”. finchè non avremo risposte certe” procedimento sul presunto
Stefania Prestigiacomo. smaltimento illecito dei
Il ministro non era in sede, rifiuti denominato
ma dopo qualche ora i vertici Copenaghen “Rompiballe” in cui sono
sindacali dell’Usi-Rdb e i la- ANTEFATTO.IT incontrare al più presto il imputati, tra l’altro, l’ex
voratori Ispra sono riusciti a
strappare un accordo per un
PRESTIGIACOMO DIARIO DAL TETTO
ministro.
La struttura commissariale che
braccio destro di Bertolaso,
Marta Di Gennaro e l’ex ad
incontro con i vertici del mi-
nistero. L’appuntamento è
IGNORATA Su Antefatto.it potete seguire tutti i giorni
le vicende dei ricercatori dell’Ispra,
governa il nostro istituto, non
sembra avere l’autorità per poter
della Fibe, gruppo
Impregilo, Massimo
per lunedì prossimo, alla
presenza del vicecapo di ga- TRA LA FOLLA attraverso la webcam e la rubrica
“Diario dal tetto”.
intervenire risolvendo la
situazione.
Malvagna. Proprio la difesa
di Malvagna ha sollevato la
binetto e di tutta la struttura Dopo momenti di tensione, quindi, questione, motivata dal
commissariale dell’ente, che
per ora non ha dato ascolto
agli appelli dei precari che
orse oggi il ministro ha ca-
Fcercatori
pito come si sentono i ri-
ignorati. Stefania
V entitreesimo giorno di
protesta: il freddo non molla
la presa ma dopo le novità di ieri in
con minaccia di sgombero delle
forze dell’ordine, l’occupazione è
stata tolta con l’impegno del
fatto che a Napoli è tornato
il pm Giovanni Corona,
coinvolto nell’inchiesta. Gli
da ventiquattro giorni si tro- Prestigiacomo è rimasta bloc- commissione Cultura della ministero a un incontro che si atti del processo passano
vano sul tetto dell’istituto in cata per un’ora all’ingresso Camera, anche il sole tiepido terrà lunedì prossimo, 21 ora a Roma, tornando alle
segno di protesta. del Bella Centre, sede del Ver- riesce ad accendere le speranze. E’ dicembre, con il vicecapo di indagini preliminari. Il
“Siamo andati al ministero tice Onu sul clima, senza riu- una giornata con una novità gabinetto del dicastero, delegato rischio, forse, è quello della
per una riunione sindacale – scire a entrare. Dopo aver gi- importante, che nei nostri auspici dal ministro Prestigiacomo. prescrizione.
racconta Giacomo Martuc- rato in auto per trovare un potrebbe rappresentare una Oggi sul tetto abbiamo
cio, uno dei protagonisti del- varco, a causa della confusio- svolta, anche se è presto per dirlo: commentato anche gli eventi di BARI
la protesta – e alla fine esa- ne creata dai disordini, la Pre- stamattina, infatti, quattro di noi, Copenaghen, dove tra scontri di
sperati dalla situazione ab- stigiacomo è rimasta all’ester- presi da frustrazione per le piazza e tentativi di accordo Di Cagno torna
biamo deciso di salire al no del centro, in mezzo alla mancate risposte dell’Istituto, politico si discute il futuro all’avvocatura
quinto piano e occupare una folla. Nonostante siano stati assieme ai rappresentanti dell’ambiente: è paradossale che
nazionali del nostro sindacato di mentre l’Italia dialoga con i grandi
zona del palazzo fino a quan-
do qualcuno non ci avesse
dato delle risposte. Abbiamo
allertati organi istituzionali e
di polizia, nessuna autorità è
intervenuta. Il ministro ha poi
riferimento, hanno presidiato una
stanza del quinto piano del
della Terra, molti di noi che si
occupano di questo stanno per
I l gip del Tribunale di
Bari Giulia Romanazzi
ha revocato i
quindi fatto salire i ragazzi annunciato una protesta for- ministero dell’Ambiente, in via andare a casa o ci sono già da provvedimenti di
con il nostro striscione e lo male. Sarà costretta a dormire Cristoforo Colombo, chiedendo di tempo. interdizione dalla
abbiamo srotolato aspettan- sul tetto per farsi ascoltare? professione di avvocato
do fino al pomeriggio, quan- c .pe. all’ex consigliere laico di
centrosinistra del Csm
Gianni Di Cagno e all’ex

Inchiesta archiviata, nessun colpevole per la morte vicepresidente della


provincia di Bari Onofrio
Sisto (Pd). I due sono

in carcere di Bianzino indagati per impiego di


denaro proveniente da
attività illecite. Il giudice ha
di Giampiero Calapà Rudra si era battuto per chiedere giu- ordinato l’arresto di Aldo, sia anche ta congiunta con Marco Pannella e Ri- revocato la misura
stizia. Al suo fianco il padre di Aldo, quello che ha indagato sulle cause ta Bernardini, è intervenuta nuova- ritenendo non sussistano
i aspettavo finisse così, non so- Giuseppe, che al Fatto aveva inviato della sua morte? Non è corretto che mente sul caso: “Ci sorprende questa più le esigenze cautelari a
“M no per nulla sorpreso: sapevo
che lo Stato non avrebbe dato a se
una lettera per avere risposte e veri-
tà.
uno stesso magistrato svolga contem-
poraneamente il ruolo dell’accusa e
decisione del Tribunale di Perugia,
cercheremo di capire cosa ha spinto i
carico dei due
professionisti.
stesso la colpa di quanto accaduto a L’autopsia escluse già patologie car- della tutela della stessa persona”. magistrati all’archiviazione che era
mio padre. In questo momento mi diache pregresse e rivelò sul corpo di Tommaso Ciacca, dell’associazione già stata proposta in altre due occa- CASALESI
sento scoraggiato, non so in che mo- Bianzino diverse lesioni “compatibili Luca Coscioni, ha seguito da vicino il sioni. Saremo al fianco del nostro
do poter portate avanti questa batta- con l’ipotesi di omicidio”. I medici le- caso Bianzino: “Il nostro non è mai compagno, iscritto a Radicali Italiani, Cassazione: tra un
glia per la ricerca della verità”. Usa gali dichiararono probabile che la stato un giudizio a priori, sarebbe sta- Rudra Bianzino che ci chiese di aiu- mese la sentenza
queste parole Rudra, 16 anni, per morte fosse stata causata da un pe- to importante, al di là delle omissioni tarlo nella ricerca della verità di quan-
commentare l’epilogo giudiziario del
caso di suo padre, Aldo Bianzino. Al-
do sarebbe morto per cause naturali
staggio. Una successiva perizia au-
toptica stabilì, invece, che la morte
avvenne per aneurisma. E ora il giu-
di soccorso, continuare l’inchiesta
per poter appurare cosa successe per
davvero ad Aldo. Lo dobbiamo tutti a
to accaduto a suo padre Aldo”. Le con-
seguenze di questo decesso in carce-
re sono state drammatiche per Rudra,
L a sentenza per il
processo “Spartacus”
che coinvolge i leader del
in seguito a un aneurisma cerebrale. dice, secondo le indicazioni dei con- suo figlio Rudra”. La scorsa settimana rimasto ora solo con lo zio Ernesto: clan dei Casalesi, verrà
Così ha stabilito il giudice Massimo sulenti della Procura, ha ritenuto che davanti al Tribunale di Perugia ci fu il pochi mesi dopo la morte di Aldo mo- emessa il 15 gennaio. Così
Ricciarelli accogliendo la richiesta di la lesione riscontrata al fegato del fa- presidio della senatrice radicale Em- rì la nonna materna. E pochi mesi fa ha deciso la prima sezione
archiviazione del fascicolo per omici- legname fosse conseguenza delle ma Bonino insieme con Ilaria Cucchi, anche sua madre “uccisa dal dolore”. penale della Cassazione
dio a carico di ignoti, avanzata dal pm “manovre di rianimazione” dopo la sorella di Stefano, morto a 31 anni a dopo che il pg aveva
Giuseppe Petrazzini. Bianzino, fale- l’aneurisma. Per il comitato “Verità e Roma sei giorni dopo l’arresto. “Sono chiesto la conferma degli
gname, è morto a 40 anni nel carcere
di Capanne, a Perugia, nell’ottobre
giustizia per Aldo” l’archiviazione è
incongruente con il rinvio a giudizio
due vittime senza verità”, ha detto Bo-
nino prima di incontrare il presidente
“Sono scoraggiato”, ergastoli per i 16 imputati
(tra cui il boss Schiavone).
del 2007, soltanto 36 ore dopo l’ar-
resto per possesso e coltivazione di
di un agente penitenziario, accusato
di omissione di soccorso, perché in
del consiglio regionale umbro Fede-
rico Bracco, per chiedere il rispetto
dice il figlio Rudra; Ieri, intanto, il nipote di
uno degli imputati è stato
piante di canapa indiana. Rudra rima- questo modo “vogliono farci credere della legalità: l’Umbria avrebbe dovu- arrestato dai carabinieri di
sto orfano anche della madre Roberta che Aldo sia stato ucciso in carcere da to nominare il garante per i diritti dei al suo fianco i Radicali, Mondragone, nel
che, arrestata assieme al padre ma su- un malore accidentale”. Per il comi- detenuti nel 2006, dopo tre anni e no- casertano. Si tratta di
bito scarcerata (Aldo si assunse la pie- tato tutta questa storia è viziata da nostante il caso Bianzino ancora nes- sorpresi della Giovanni Venosa, attore di
na responsabilità scagionandola), è un’altra incongruenza: “Com’è possi- sun accordo tra i partiti. “Gomorra” e ritenuto
morta lo scorso giugno. Fino a ieri, bile che lo stesso pm Petrazzini che ha Ieri la stessa Emma Bonino, in una no- decisione del tribunale affiliato ai Casalesi.
pagina 12 Giovedì 17 dicembre 2009

FINANZA

Quasi pronta la fideiussione


da 750 milioni per Fininvest
SE NE DOVREBBE OCCUPARE “INTESA”
RICCHE COMMISSIONI TRA 7 E 20 MILIONI
di Alfredo Faieta LA BANCA. E’ volontà procedere a un ulteriore au- compreso all’incirca tra l’1 e il
esplicita del tribunale, infatti, mento di capitale”, ricorda un 3 per cento annuo dell’am-
a cifra ormai è nota, an- banchiere di lungo corso che montare, ovvero tra i 7 e 20

L
chiudere il procedimento di
che se ancora nessuna appello entro i primi mesi del preferisce restare anonimo. E’ milioni di euro, ma non è
delle due parti la può 2011, ed è inutile perdere tem- possibile quindi, che la parte escluso uno sconto viste le
considerare davvero po con ulteriori passaggi a del leone la faccia proprio la particolarità dell’accordo. Un
definitiva: 750 milioni di eu- vuoto. Anche le incertezze sul- banca guidata da Passera, al ottimo affare per la banca che
ro. Vista l’entità del risarci- la banca o le banche che pre- momento più solida, e che se ne occuperà, prezioso in
mento che Fininvest deve steranno la firma dovrebbero qualcuno si tiri indietro all’ul- tempi non facili per il mondo
pagare a Cir dopo che la Cas- dissolversi a breve: si sono in- timo momento. Mediobanca del credito. E questo probabil- Carlo De Benedetti abbraccia Silvio Berlusconi, nel 2005, durante una breve tregua tra i due
sazione ha acceratato la cor- tensificati i contatti tra il capo sembra essere rimasta fuori mente spiega l’interessamen-
ruzione giudiziaria sul lodo
Mondadori, le parti e i media
operativo di Intesa Sanpaolo
Corrado Passera, il più attivo
dai giochi, forse perché Mari-
na Berlusconi siede in consi-
to anche di Alessandro Profu-
mo, numero uno di Unicredit,
La tesi dei legali delle partecipazioni, poi, è su-
periore a 5,5 miliardi di euro, e
dei due editori (rispettiva-
mente Silvio Berlusconi e
su questo fronte, e Fininvest,
una decisione è attesa nelle
glio d’amministrazione così
come Ennio Doris, socio sto-
di solito politicamente distan-
te da Arcore.
Cir è che questo rende la società ben so-
lida. Gli utili netti sono pari a
Carlo De Bendetti), manten-
gono sulla trattativa un cauto
prossime ore. Sarebbero inte-
ressati, secondo i rumors che
rico in Mediolanum, oltre al
sodale di sempre Tarak Ben IL MILAN. Con o senza con-
Berlusconi non 242 milioni, e i flussi di cassa
sono sempre stati di quest’or-
silenzio. Ora però, secondo circolano da qualche giorno, Ammar. tro-garanzie, Fininvest non do- dine o migliori: unico dubbio
quanto risulta a Il Fatto Quo- anche UniCredit e il Monte dei vrebbe avere molti problemi a avrà problemi a il 2009, che ha colpito il set-
tidiano, i dettagli della maxi Paschi di Siena, due banche IL COSTO. Quanto costerà la far fronte alle sue obbligazio- tore dei media in modo violen-
fideiussione che dovrà assi- che però hanno un equilibrio garanzia a Fininvest? Impossi- ni, nonostante la società non pagare, to. L’enorme liquidità, presen-
stere Fininvest, in attesa del patrimoniale più delicato e po- bile fare previsioni, alla luce abbia mai accantonato nulla in te e futura, non mette in dub-
ricorso in appello contro Cir trebbero faticare a trovare i anche della particolarità del bilancio in relazione all’even- al massimo può bio neanche gli investimenti
(inizio previsto per il 23 feb- giusti spazi nelle pieghe del bi- cliente. La fideiussione tecni- tuale risarcimento danni per le previsti di 410 milioni l’anno
braio 2010), dovrebbero es- lancio per esporsi per cifre camente dovrebbe essere di sentenze sul lodo Mondadori. vendere il Milan per il prossimo triennio. Il Bi-
sere ormai definiti. I legali elevate. Prestare una fideius- primo grado, quindi senza una Nella peggiore delle situazio- scione invece, difende la tesi
delle due parti avrebbero sione, infatti, significa per una contro-garanzia del proprieta- ni, notano persone ben infor- che il risarcimento Cir è tale da
trovato, infatti, l’accordo di banca dover accantonare una rio della holding del Biscione, mate, basterebbe cedere la tamente pari al “debito” con mettere in forse gli investi-
massima sull’architettura cifra nelle riserve patrimonia- e questo dovrebbe far lievitare squadra del Milan per saldare il Cir. Fantacalcio a parte, a fine menti, ma i bilanci passati del-
della garanzia e manchereb- li, e questo ha un suo costo il costo. Ma Fininvest non è un debito. Da tempo si mormora 2008 la società aveva un pa- la società sembrano non con-
bero al testo definitivo solo implicito che pesa sia sui conti cliente qualsiasi e nella tratta- che Berlusconi voglia liberarsi trimonio netto contabile pari fermare questa interpretazio-
alcune limature, per lo più sia sul famoso Tier 1, il para- tiva commerciale potrebbe della società, fuori dal core bu- a 2,6 miliardi di euro e cassa ne. I legali di Cir dovrebbero
formali. Un passo avanti im- metro che misurà la solidità giocare un ruolo anche la po- siness della holding del Biscio- netta positiva per 730 milioni, muoversi in questa direzione
portante per rendere del patrimonio. “Una condi- sizione di Silvio Berlusconi. Si ne, e il 100 per cento delle grazie alla cessione sul merca- nel dimostrare che Fininvest
l’udienza del 22 dicembre zione impegnativa per chi, co- può ipotizzare, comunque, quote sarebbe valutato all’in- to nel 2005 del 17 per cento di non avrà problemi, neanche
un passaggio veloce. me UniCredit, dovrebbe già che l’importo possa essere circa 750 milioni di euro. Esat- Mediaset. Il valore economico prospettici, a saldare.
Giovedì 17 dicembre 2009 pagina 13

NON HANNO UN SOLDO

Fiat: dopo

CI SALVANO I CINESI
Tremonti scopre il feeling con la Cina
Termini
Imerese
protesta
anche
perché Pechino investe nel debito italiano Pomigliano
di Francesco Bonazzi Fiducia alla Finanziaria
e Stefano Feltri O ilccupati la fabbrica Fiat e
Municipio di Pomiglia-

io benedica la Cina e il
SPUNTA LA MORATORIA no d’Arco in provincia di
Napoli. Un centinaio di

D suo capitalismo a corto


di democrazia, ma non
di denari. Da nemico
pubblico numero uno, buono
per gli slogan più beceri della
Itornerà
SUI DEBITI DELLE ASL
l governo incassa il voto di fiducia alla Camera sulla
Finanziaria, per oggi è atteso il voto finale, poi
al Senato per l’approvazione definitiva. Ieri il
operai, della società del
gruppo torinese che garan-
tisce i servizi di logistica
per le linee di produzione,
hanno manifestato ieri
base leghista e le macrovisio- ministro dell’Economia Giulio Tremonti ha anche contro l’annunciato man-
ni geopolitiche di Giulio Tre- annunciato quello che da giorni già era chiaro: lo cato rinnovo dei contratti a
monti a silenziosi partner. scudo fiscale verrà prolungato. Tremonti definisce il termine in scadenza tra di-
Niente più polemiche. Niente provvedimento che consente agli evasori di rimpa- cembre e marzo.
più insulti. Anche la Chinato- triare i capitali sottratti al fisco e nascosti nei paradisi I lavoratori hanno dappri-
wn di Via Sarpi (Milano) o fiscali “"la più grande manovra finanziaria mai fatta ma bloccato le catene di
dell?Esquilino hanno smesso negli ultimi anni”. I numeri definitivi ancora non ci montaggio dei modelli Alfa
di preoccupare. Una volta a sono, ma dovrebber essere rientrati almento 110 mi- 147 e Alfa 159, poi hanno
Roma perfino i tassisti mali- liardi, che significano un gettito per lo Stato di 5,5 sfilato all’interno dell’area
gnavano su tutti “'sti cinesi miliardi. La Cgia di Mestre, il centro studi degli ar- industriale. “Lo sciopero –
amici di D'Alema”. Oggi sono tigiani veneti, ha calcolato che lo scudo ha fatto ha spiegato in una nota il
amici di Tremonti? emergere una ricchezza pari a quella che è stata sco- segretario regionale Fiom
Il viaggio del ministro perta negli ultimi sei anni di lotta all’evasione: 110 Michele Brancato – è stato
dell’Economia a Pechino, con contro 114 (un conto che però non considera l’in- proclamato perché la Fiat
tanto di lezione alla scuola centivo a evadere che costituisce ogni provvedimen- non intende confermare,
quadri del Partito comunista to che sana la posizione degli evasori). E adesso la alla scadenza dei contratti a
ha sollevato qualche doman- finestra per gli evasori dovrebbe estendersi fino ad termine del 31 dicembre,
da. E’ lo stesso ministro che si Il potente governatore della Banca centrale del popolo cinese, Zhou Xiaochuan (FOTO ANSA) Aprile. 38 lavoratori precari”.
vantava (nel libro “Rischi fa- La ragione è sempre la stessa: i conti pubblici sono in Per loro, in cassa integra-
tali” del 2005) di essere stato garanzia di anonimato, anche comunicati che si limitano a di- una situazione critica, con il debito pubblico che ha zione straordinaria dallo
“il primo politico occidenta- altri banker confermano. “Il re: “Non è mancata anche la sfondato 1.8000 miliardi di euro. Lo dimostra, tra scorso 16 novembre, la di-
le” a individuare nella Cina crescente interesse di clienti presenza di investitori residen- l’altro, anche una norma in apparenza minore con- rigenza della Fiat ha stabi-
“non solo una fantastica op- cinesi per i vostri titoli si è re- ti in Asia e negli Usa”. Il grosso tenuta nella Finanziaria: “Per un periodo di dodici lito cinque giorni di rientro
portunità” ma anche “una in- gistrato in modo visibile già a viene comunque piazzato in mesi dalla data di entrata in vigore della presente per gli addetti al modello
combente drammatica negati- marzo e aprile. E ancora a ot- Europa. A fine 2008, dice la legge non possono essere intraprese o proseguite Alfa 159 (dal 14 al 18 di-
vità”. Che i rapporti siano tobre, durante l'ultima asta del Banca d’Italia, su 1,3 miliardi azioni esecutive nei confronti delle aziende sanitarie cembre), e tre per gli addet-
sempre più stretti lo dimostra Btp a 30 anni, si sono visti mo- di debiti del settore pubblico locali e ospedaliere delle regioni medesime e i pi- ti al modello Alfa 147 (da
anche la visita imminente dei vimenti in crescita da Pechi- 742 milioni erano in mano a in- gnoramenti eventualmente eseguiti non vincolano oggi fino al 18 dicembre).
dirigenti del Cic, il China In- no”, dice un altro banchiere vestitori fuori dall’Italia. Ma gli enti debitori ed i tesorieri, i quali possono di- Durante la protesta quindi-
vestment Corporation, opaco d’affari straniero, specializza- nel 2009, si legge in una tabella sporre delle somme per le finalità istituzionali degli ci lavoratori sono poi saliti
fondo sovrano (cioè che gesti- to sul debito pubblico Sud Eu- dell’ultimo bollettino di Banki- enti”. Tradotto: con la legge di bilancio 2010 si in- sul tetto del reparto verni-
sce per conto del governo i ropa. “Grossi ordini da investi- talia, i titoli di Stato in mano troduce una legge che è una moratoria sui debiti ciatura.
surplus del bilancio cinese) tori cinesi hanno ‘incoraggia- straniera ha subito un deciso delle aziende sanitarie e degli ospedali. E le imprese “Fiat non intende onorare
che arriverà in Italia per trat- to’ la domanda di Btp”, rivela aumento. Un funzionario di al- che hanno crediti nei loro confronti devono rasse- un accordo sindacale sot-
tare accordi con la Cassa de- un terzo banchiere da Londra, to livello del ministero non si gnarsi, per un anno non potranno rivalersi sui de- toscritto liberamente tra le
positi e prestiti, braccio ope- più laconico ma sicuro nell’in- sbilancia sul nuovo feeling con bitori per costringerli a pagare. Perché ci dovrebbe parti che prevedeva la sta-
rativo della politica economi- dicare un fenomeno nuovo “e i cinesi e sul loro attivismo, ma tirar fuori i soldi, cioè lo Stato, non ha un euro da bilizzazione di questi lavo-
ca tremontiana. E non può es- che andrà sicuramente cre- dice: “Credo di poter dire che spendere. La Confindustria di Emma Marcegaglia, ratori - sostiene Brancato - e
sere una coincidenza che cir- scendo nel 2010, quando l’Ita- assistiamo a un aumento della nonostante questa norma causerà non pochi pro- anche il futuro di altri 55
colino voci – poi smentite – lia dovrà collocare oltre 150 componnente asiatica, ma si blemi alle imprese che vivono di appalti con la sanità dell’handling, il cui con-
dell’interesse di un’azienda miliardi di titoli”. I cinesi han- tratta di un’informazione sol- pubblica, per ora tace. Ma la presidentesssa forse ha tratto di apprendistato sca-
cinese per acquisire lo stabi- no molta liquidità da investire tanto qualitativa”. sottovalutato la portata della norma. Gli imprendi- drà a marzo 2010, è segna-
limento Fiat di Termini Imere- e sono molto attivi sui mercati, E forse alludeva a questo Tre- tori lombardi, che in Confindustria contano parec- to, se non cambierà la de-
se. anche per la loro politica mo- monti, quando ai giovani qua- chio, pare siano furiosi, così come le banche che si cisione dell’azienda”.
netaria di cambio fisso tra yuan dri del Partito comunista cine- trovano a non poter più scontare i crediti delle im- La protesta prevedeva ini-
SHOPPING. La spiegazione e dollaro. E quindi, spiega un se ha citato Karl Marx: “All'an- prese. Ieri il governo ha poi aggiustato al ribasso zialmente due ore di scio-
della metamorfosi circola da banchiere italiano che ha lavo- tica indipendenza nazionale si anche il tasso di interesse legale, il costo dei finan- pero nell’ambito
settimane nei corridoi delle rato a lungo per banche tede- sovrapporrà una interdipen- ziamenti usato come standard in molte operazioni dell’astensione dal lavoro,
banche che si occupano di col- sche: “Possono decidere di denza globale”. E pensare che finanziarie con la pubblica aministrazione: fino al 31 poi spontaneamente si è
locare sui mercati internazio- comprare quello che voglio- sono passati soltanto quattro dicembre resta del 3 per cento, da gennaio scende prolungata, fino ad arrivare
nali il debito dello Stato italia- no. Comprano titoli americani anni da quando, in “Rischi fa- all’uno per cento. E la Finanziaria stabilisce che i all’occupazione del Muni-
no: i cinesi hanno cominciato per sostenere il debito (e il tali”, il ministro denunciava: creditori della sanità, durante il periodo di conge- cipio. “Non sono condivisi-
a comprare sempre più Bot e consumo) in quel paese. Com- “E’ il resto del mondo, soprat- lamento, al loro credito si applicherà bili scelte eclatanti e dispe-
Btp, garantendo il successo prano titoli in euro e commo- tutto la Cina, che sfrutta il tasso di interesse legale. Quello rate – dice Giovanni Sgam-
delle aste e una domanda tale dities per differenziare i loro la debolezza dell'Euro- nuovo, ovviamente. bati, segretario regionale
da mantenere bassi i rendi- investimenti”. pa. La colpa non è La moratoria dei crediti con- della Uilm – ma i lavoratori
menti (cioè il costo dell’inde- della Cina. La colpa gela la situazione nelle regio- meritano risposte e il sinda-
bitamento per lo Stato). Rac- IL TESORO. Trovare confer- è dell'Europa”. ni commissariate come il La- cato aveva sollevato il pro-
conta un banchiere di una me dal ministero di via XX Set- zio, dove le imprese devo- blema con l’azienda per
grossa banca statunitense che tembre non è facile. Nelle aste no rassegnarsi, almeno tempo, indicando la neces-
partecipa alle aste del Tesoro normali dei titoli di Stato gli ac- per un anno, a non poter sità di trovare soluzioni”.
italiano: “Per muovere il mer- quirenti sono anonimi, alme- reclamare i propri soldi Gli operai, dopo la protesta
cato in senso favorevole non no in una prima fase, e anche dal governo che, di fatto, le sul tetto del capannone
bisogna neanche comprare quanto l’identità diventa pub- gestisce tramite il commis- dello stabilimento hanno
moltissimo. Basta un grosso or- blica si tratta comunque di in- sario. Quando il governo di abbandonato il sito produt-
dine da un investitore che po- termediari. E il Tesoro non è Dubai ha detto che non si tivo del napoletano e si so-
tenzialmente può comprare troppo interessato a sapere do- sentiva responsabile dei cre- no recati nella sede del mu-
ancora per aiutare a dare la di- ve finisce il debito. Qualche in- diti di un’azienda parastatale nicipio per occuparla. La
rezione giusta”. Visto il loro formazione in più è disponibi- i mercati finanziari l’hanno in- protesta segue di due gior-
peso specifico, le mosse dei ci- le sui collocamenti di titoli par- terpretato come una mezza am- ni la manifestazione degli
nesi hanno un impatto forte: ticolari, per i quali il ministero missione di insolvenza dello stato operai della Fiat Termini
“Se i grossi investitori sono an- si rivolge a un “sindacato di arabo. Imerese, dove hanno sfila-
che istituzionali e cinesi, e collocamento”, di solito com- E che non ci siano soldi per la sanità, to diecimila persone con-
questi ultimi sono molto liqui- posto da cinque banche, che si nonostante gli annunci del ministro tro la decisione dell’ammi-
di anche perché stanno si spo- occupa di sondare il mercato sul nuovo “Patto per la salute” ,lo di- nistratore delegato Sergio
stando sempre più dal dollaro di piazzare poi l’emissione. E mostra anche il taglio agli aumenti di Marchionne di non produr-
all’euro gli altri trader poi han- spesso il sindacato comunica spesa): le regioni, che devono gestire la re più automobili in Sicilia
no paura di vendere e natural- anche indicazioni sulla prove- sanità, avevano chiesto un incremento di dal 2012.
mente il mercato sale o regge i nienza geografica degli acqui- 1,6 miliardi nel 2010 e di 1,7 nel La settimana scorsa anche
livelli”. Con la riservatezza ti- renti. Nel 2009 ci sono state tre 2011. Dal governo ne arrivano la negli stabilimenti dell’Alfa
pica del settore, quindi sotto operazioni di questo tipo e tre metà: 584 milioni per il 2010 e di Arese, in provincia di Mi-
419 milioni per il 2011. Tremonti lano, era scoppiata la rivol-
ha anche avuto un colloquio ta per gli annunciati trasfe-
Spiega un banker: “Grossi ordini con il presidente della Camera
Gianfranco Fini, che aveva
rimenti a Torino dei lavora-
tori, da loro definiti “licen-
da investitori cinesi hanno contestato la decisione del go-
verno di approvare la Finan-
ziamenti mascherati”. Per
ora, ad Arese, decisione
ziatia con il voto di fiducia. congelata fino ad Aprile.
incoraggiato la domanda di Btp” (Fra. Bon., Ste. Fel.) c .pe.
Giovedì 17 dicembre 2009 pagina 14

DAL MONDO

Trentenni emigranti
rinati lontano dall’Italia
PAESE CHE VAI, SUCCESSO CHE TROVI
di Federico LA COMUNITÀ LONDINESE
Mastrogiovanni
o non mi sento un cer-
“QUI È SOLO UNA QUESTIONE DI MERITO”
I vello in fuga. Io mi sen-
to piuttosto una perso-
na che ha delle risorse
che vengono sprecate”. Si-
mone vive a Bogotá da 5 an-
di Andrea Valdambrini
Londra
College. Simona ha un curri-
culum di tutto rispetto. Lau-
reata in scienze politiche nel
di tenere corsi universitari di
filosofia. Il suo futuro, tenden-
zialmente non lo vede più in
ni. Fa il fotoreporter e lavo- a fuga dall’Italia ha tanti no- ’93 alla Luiss di Roma, dotto- Italia. La differenza di qualità
ra per giornali svizzeri, bra-
siliani, colombiani. Dà le-
LUnito.
mi e tanti volti nel Regno
Per metterli a fuoco, ba-
rato alla scuola internazionale
di Firenze, tre anni di lavoro al
nella vita accademica dei due
paesi la mette a fuoco in que-
zioni di politica latinoame- sta ascoltare alcuni dei tantis- Cairo per le Nazioni Unite, per sto modo: “Nelle università in-
ricana all’università e non simi italiani “rifugiati” oltre- toccare con mano i temi della glesi, ricercatori e docenti in-
ha nessuna intenzione di manica. Raccontano storie globalizzazione e dell’immi- teragiscono costantemente
tornare in Italia. “Dopo an- esemplari, come quella di Si- grazione. “Ma in Italia tutto con i colleghi e sono sempre
ni passati a lavorare gratis e mona, che insegna al King’s questo non bastava, o meglio, disponibili a incontrare gli stu-
a elemosinare un lavoro in college di Londra, Francesco, non serviva proprio. Appena denti. Tutto è basato sul meri-
Italia, metto piede in Co- dottorando e già docente a laureata, precisa, il mio relato- to e, diversamente dall’Italia,
lombia e comincio a fare Reading, Elisa, appena sbarca- re di tesi non ha gradito molto si ha la netta sensazione per un
quello che so fare. Scrivere, ta nel Regno Unito dopo la lau- la domanda di rito sul “dopo”. giovane ricercatore di dettare
fare foto. Pagato per que- rea, o Roberto, che sta com- Lui, il barone di turno, si è mes- l’agenda della ricerca”. Ma
sto. Sembra fantascienza in pletando i suoi studi. A diffe- so a ridere, indicandomi la lun- davvero le raccomandazioni
Italia. Da poco ho anche renza con i nostri “emigranti” ga lista dei suoi candidati al non esistono da queste parti?
prodotto e diretto un docu- di un tempo, si tratta di perso- dottorato”. Simona non se lo fa “Si fa tutto alla luce del sole,
mentario sui Falsos positivos, ne qualificate a livello accade- dire due volte e prende la via risponde Francesco sorriden-
le migliaia di persone che mico, che dopo i loro studi dell’Inghilterra. “Ho anche do, e conta veramente quanto
vengono assassinate universitari cercano in Inghil- provato a fare domanda per es- sei bravo. Sennò, pensano,
dall’esercito e dai paramili- terra le soddisfazione profes- sere ricercatore all’università perché mai un’università do-
tari, in nome della lotta al sionale che l’Italia sembra non di Firenze, ma mi hanno rispo- vrebbe prenderti?”.
narcotraffico. I nuovi desa- offrire più loro. Minimo co- sto che la mia tesi di dottorato “Invece in Italia, se non cono-
parecidos. Il documentario mun denominatore: la voglia non era valida in Italia, se non sci nessuno che fai?”. Elisa, 25
sta girando il mondo. In Ita- di trovare un paese dove il me- la traducevo dall’inglese”. anni è arrivata ad agosto di
lia no, ovviamente”. rito sia riconosciuto e non ri- Quando le chiediamo i punti quest’anno, da Abbadia San
Silvia lavora all’Istituto per dicolizzato. chiave che dividono l’accade- Salvatore, dopo una laurea
il Commercio estero a Città Per esempio Simona. Da 10 an- mia italiana da quella britanni- con indirizzo sociologico
del Messico. “Dopo una lau- ni in Inghilterra, un figlio di un ca, risponde senza esitazione: all’università di Terni. “Il mio
rea in Scienze della comu- anno e mezzo “che non vorrei “In Italia contano le apparte- ragazzo ha fatto uno stage di
nicazione, in Italia vai a fare per nulla al mondo studiasse nenze e la politica dipartimen- sei mesi e poi fuori, che fiducia
la commessa da Trony. Io in Italia”, è titolare della catte- tale, qui il merito e la qualità posso avere nel mercato del la-
qui lavoro in un’istituzione dra di politiche Ue al King’s della ricerca. I cervelli scappa- voro italiano?”. Le dà man for-
governativa. Ma soprattutto te Roberto, laureato in econo-
è aumentata la mia qualità mia e adesso a Londra per un
della vita”.
Il tratto comune di una ge-
Simona e gli altri: giovani corso di studi superiori, che
ironizza: “Mi fa ridere quando
nerazione di trentenni emi-
granti è sempre lo stesso: Studenti
laureati che hanno trovato Pierluigi Celli, il rettore della
Luiss, invita il figlio a lasciare il
quando escono dall’Italia, paese. Non è un barone anche
professionalizzati, spesso della scienza o della tecno-
in un’università italiana
A destra, una veduta
incarichi universitari di alto lui?” E aggiunge: “personal-
laureati, emigrando in un logia e della medicina. di Londra (FOTO ANSA) mente sono scappato a 26 an-
paese qualsiasi, si “scontra- Quelli sono eccezioni, sono livello, senza compromessi ni subito dopo la laurea, per-
no” con la meritocrazia, rarità che fuggirebbero ché dopo la riforma, la cultura
con la correttezza profes- dall’Italia comunque, per- è in svendita e troppi vanno a
sionale. ché sono i migliori, e i mi- alla bandiera (quando ci so- no per tutto questo. E anche intasare l’accesso alle carrie-
“Ho risposto a un annuncio gliori non restano nemme- no i Mondiali di calcio). La per quanto male sono pagati re”.
pubblico su Internet - rac- no in Europa, ma accettano prospettiva di una realizza- meglio che in italia. Un cervel- Insomma, chi ha trovato ripa-
conta Federico - cercavano incarichi nelle università zione professionale e, di lo che non mangia, conclude ro all’ombra del Big Ben a tor-
un assistente alla produzio- più prestigiose del mondo, conseguenza, personale è amara, non funziona neppu- nare in Italia non ci pensa pro-
ne e diffusione di documen- negli Stati Uniti, ad esem- quello che cerco. Il mitico re”. prio. “Un mio caro amico - ri-
tari, a Lussas, nella regione pio. nord Europa è il luogo dove Con Simona è d’accordo Fran- corda ancora Simona - dopo il
dell’Ardeche, in Francia. So- Questa truppa di migranti le capacità, la serietà, la vo- cesco, che dalla Sapienza di dottorato alla London School of
no stato contattato per un invece è composta da tren- glia di imparare, ma soprat- Roma si ritrova a Reading, città Economics ha pensato bene di
colloquio immediato a Pa- tenni della classe media. tutto la correttezza vengo- universitaria nella regione di tornare, anche se ho provato
rigi. Mi hanno preso subito Professionalizzati ma “nor- no premiate. Il luogo in cui Londra. Anche facendo tesoro in tutti i modi a trattenerlo. Per
solo perché ero quello che mali”. Partono perché sono ai bambini di prima elemen- delle precedenti esperienze cambiare il sistema da dentro,
rispondeva meglio al profi- stufi di dover fare gavette tare viene insegnato che sia- all’estero, se ne è andato dopo ha detto. Oggi fatica ancora a
lo richiesto. Un semplice infinite, di dover riempire il mo tutti uguali, non davanti il dottorato, e anche lui, già trovare un assegno di ricer-
criterio meritocratico. Io curriculum di esperienze a chissà quale Dio ma di prima dei 30 anni, è incaricato ca”.
ho pensato, qua mi stanno lavorative disparate, bizzar- fronte all’insegnante e al
prendendo in giro. Invece re e inutili, che servono so- mondo intero. Per tutte
mi ritrovo a lavorare in uno lo a mantenere in piedi uno questo motivazioni sono
dei centri più importanti stile di vita esagerato, a pa- qui e resterò qui, fino a pro- SCUOLA DI GOVERNO
d’Europa nella produzione gare affitti e pieni di ben- va contraria”.
di documentari, con una ca-
sa pagata e 400 euro di rim-
borso spese. Quello che ti
zina, a pagare le pensioni ai
sempre più anziani che po-
polano l’Italia.
Non c’è rancore nelle paro-
le di molti dei nuovi emi-
granti. C’è però finalmente
MINISTRI PRIMI DELLA CLASSE
ministri del presidente Nicolas suo favore sbaragliando la concorrenza.
sconcerta è che esci
dall’Italia e smetti di essere
un ragazzino e diventi
“Sono una di quelle che è
emigrata in nord Europa”,
racconta Viola, giornalista,
la certezza, la fiducia di po-
ter trovare qualcosa da fare
o il modo per realizzarsi.
I Sarkozy considerano la loro collega
titolare dell’Economia, Christine
Al secondo posto Jean-Louis Borloo,
ministro dell’Ambiente, raccoglie solo 4
all’improvviso un professio- dalla Svezia. “In un mondo Questo tassello è l’altro lato Lagarde, come la più brava e Bernard voti, mentre Bruno Le Maire, ministro
nista. È il riconoscimento in cui non esistono più con- della medaglia di un paese Kouchner, responsabile degli Esteri, dell’Agricoltura, conquista la medaglia di
del tuo valore che ti colpi- fini geografici o economici, annichilito. Dove sono le come colui che fa più gaffe. Lo indica un bronzo con 3 voti.
sce come un pugno in fac- non considero la mia citta- forze attive del paese? Mol- sondaggio del settimanale L’Express, che Gli stessi membri del governo hanno
cia”. dinanza elemento sufficien- te se ne vanno, rinunciano
Sono sempre più i trentenni te per restare e non vedo lo alla famiglia, la base della ha chiesto ai membri del governo di eletto il ministro degli Esteri Bernard
che emigrano all’estero, scandalo nel ’piantare ba- nostra società, al sogno di Parigi di assegnarsi dei voti. con un Kouchner come quello che tra di loro fa
non importa molto dove, racca e burattini’, quindi so- un lavoro sicuro, della mac- questionario è rigorosamente anonimo. più gaffe, mentre la più “diver tente” è
per provare a fare quello no partita per Stoccolma. china nuova, e partono, di- Al primo posto della classifica si piazza Roselyne Bachelot, ministra della Sanità.
che in Italia non è possibile: Mi definisco emigrante a ventando subito produttivi dunque Christine Lagarde che il Financial Quasi tutti i membri del governo hanno
il proprio lavoro. tutti gli effetti, a volte un altrove. È l’altra faccia di un Times aveva già designato tempo fa accettato di partecipare al sondaggio: 33
E non si tratta delle “teste di po’ per provocazione. Sono paese che non ama i suoi come il miglior ministro delle Finanze su 37 hanno risposto alle domande sui
serie”, di quei pochi numeri molto disillusa ma in fondo figli. Non abbastanza da
d’Europa. La Lagarde ottiene 18 voti a colleghi.
uno che rappresentano al cuore di alcuni di noi re- trattenerli sul suo territo-
l’eccellenza nei vari campi sta un po’ di attaccamento rio.
Giovedì 17 dicembre 2009 pagina 15

DAL MONDO

Clima SPAGNA
N
Verso abolizione
della corrida

a pezzi È corsa all’ultimo


voto nei palazzi della
politica catalana e nei
corridoi del Parlamento
regionale di Barcellona
fra i due fronti che

a Copenaghen
domani si sfideranno nel
tentativo di imporre, o
bloccare, una decisione
dal valore storico e
culturale: la prima
abolizione della corrida
in terra spagnola.
DIMOSTRAZIONI E DIVISIONI,
INTESA LONTANA Un momento degli scontri fuori dal Bella Centre, dove si svolge il summit sul clima (FOTO ANSA)

di Diletta Varlese sono stati bloccati dalla po- in via di sviluppo, e hanno di progressi del Vertice, con un secondo periodo di
Copenaghen lizia. Il totale degli arrestati fatto sentire tutto il loro di- mentre alcuni di loro non so- impegni dal 2013 al 2020
durante tutta la mattinata in saccordo. I delegati di Bra- no nemmeno riusciti a en- per la riduzione delle emis-
aggiungere il Bella varie zone della città è di sile, India ed Ecuador hanno trare nella sala riunioni per il sioni da parte dei paesi svi-

R Centre ieri è stata


un’impresa. La città
blindata dalle primissi-
me ore della mattina, polizia
a sirene spiegate in ogni stra-
230, a suon di gas lacrimo-
geni, e manganelli. Il corteo
è stato poi rapidamente di-
sperso e non ha ottenuto di
arrivare alla stretta di mano
fatto presente le loro lamen-
tele, accusando il summit di
poca considerazione per le
loro esigenze. Il problema,
dicono, è che i paesi ricchi
caos organizzativo di cui sof-
fre la conferenza. Il presi-
dente della Bolivia, Evo Mo-
rales, in conferenza stampa
ha puntato il dito contro chi
luppati. Gli Stati Uniti, che
non hanno mai ratificato il
Protocollo, dal canto loro so-
no contrari a questa propo-
sta e preferirebbero un ac-
STATI UNITI
Time: Bernake
da della capitale danese, me- con i delegati che li aspet- l’ignorano. “Stiamo veden- alimenta “la cultura della cordo ex novo. uomo dell’anno
tropolitana bloccata e, in tavano sotto la neve. do mancanza di trasparenza, morte”, prendendo ad esem- Ieri inoltre si è dimessa la
più, la neve e il vento.
Erano centinaia i manife-
stanti che si riversavano nei
Non che il clima all’interno
del Bella Centre sia stato me-
no intenso. Ieri era la prima
errori di procedura e molte
lacune in questa conferen-
za”, ha dichiarato un delega-
pio la guerra in Iraq “pare
possibile che gli Stati Uniti
abbiano investito 2.300 mi-
presidente del summit, Con-
nie Hedegaard, voci dicono
a causa delle tensioni e delle
B en Bernake, il
presidente della
Federal Reserve,
treni per trovarsi ai blocchi giornata dei colloqui diplo- to dell’Ecuador. I delegati lioni di dollari per una guer- accuse, da parte dei G77, di secondo la rivista Time è
di partenza da cui si sono matici. Sono arrivati buona brasiliani hanno espresso il ra, propongono solo 10 mi- “favoritismi” verso le propo- “man of the year”,
mosse le due manifestazio- parte dei presidenti di paesi loro fastidio per la mancanza liardi per salvare l’umani- ste dei paesi industrializzati. l’uomo dell’anno. Già
ni. Gruppo Blu e Gruppo tà?”. Incontrata nei saloni del Foreign Policy l’aveva
Verde, ognuno con insegne Anche le critiche della Cina Centro, visibilmente tesa, ha indicato come
e canti e slogan che diceva- Naomi Klein si sono fatte durissime con- risposto alle domande della l’intellettuale più
no “Reclaim the power”, “Ri- La giornalista canadese che presiede tro il metodo del negoziato, stampa dicendo “non mi influente dell’anno. La
vendichiamo il potere (di de- il summit parallelo del Klimaforum che prevede discussioni se- aspetto che riusciremo a ri- ragione è la stessa: ha
cisione)”. La meta era il Bella ha dichiarato che: “Nessun accordo è parate sui diversi temi, in solvere qui i numeri degli in- evitato l’apocalisse
Centre, dove ha luogo il meglio che un cattivo accordo. Qui gruppi di lavoro paralleli, in vestimenti necessari per le finanziaria,
summit. A mezzogiorno, c'è un clima surreale: si fa finta che cui sono presenti solo alcuni azioni di mitigazione” e ha trasformando la banca
contemporaneamente all’ar- chi inquina possa rappresentare la dei paesi interessati. Il timo- più volte sottolineato, con centrale nella principale
rivo dei manifestanti da lon- soluzione, è un mondo sottosopra”. re dei G77 è che sia una ma- tono seccato, che i ministri stampella al’economia
tano, rappresentanti di varie novra per escluderli e poi ca- devono sedersi e andare in degli Stati Uniti,
ong e del Consiglio perma- Riccardo Petrella lare dall’alto sul negoziato profondità dei documenti tagliando il costo del
nente dei popoli indigeni Il fondatore del contratto mondiale documenti alla cui stesura che sono stati elaborati du- denaro e inventandosi
delle Nazioni Unite all’inter- sull’acqua sostiene che: “L’acqua è non hanno partecipato. An- rante le due settimane. nuovi poteri.
no del centro, si sono uniti un diritto fondamentale per tutti e cora, le posizioni a confron- Mancano solo due giorni alla
in uno sciame che gridava che devono essere abolite tutte le to sono tra i G77 e gli Stati chiusura del summit, ma sa- RUSSIA
“firmate il trattato della gen- forme di privatizzazione. Il Uniti. I primi premono per- ranno tra i più lunghi della
te”, il trattato che ha a cuore cambiamento climatico porterà a ché si approdi al “Kyoto II", storia delle Nazioni Unite. Boom della droga
gli interessi delle persone, e conflitti per l’accesso all’acqua”. afgana
sfilava verso l’uscita. L’idea
era che i delegati accoglies-
sero i manifestanti. Ma un
muro di 300 metri di poli-
Al Gore
Controcorrente il Nobel simbolo
dell’ambientalismo: “L’accordo
Vandana Shiva
L’attivista indiana simbolo della lotta
agli ogm: “Il vertice sta fallendo, è
L a Russia è divenuta il
più grande mercato
di eroina afghana, con il
ziotti li ha divisi, con il ri- contro il riscaldamento globale potrà importante che i cittadini prendano 21% del totale di tale
sultato che i 300 delegati so- essere finalizzato al summit previsto posizione e cambino il paradigma di droga consumato in
no stati minacciati di arresto in Messico, ma andrà anticipato a un mondo fatto di profitti e petrolio a tutto il mondo. Lo ha
se avessero accolto la marcia luglio del 2010. Non si può aspettare un mondo in cui la gente ha un buon riferito oggi l’emittente
e i circa 1200 manifestanti novembre o dicembre”. lavoro e si prende cura della terra”. in lingua inglese Russia
Today, che ha citato
l’ultimo rapporto diffuso

Muath, 16 mesi, “prigioniero” a Gaza a fine ottobre dall’Ufficio


dell’Onu per la lotta alla
droga e alla criminalità.
Stando a tale rapporto,
non meno di 70
tonnellate di eroina
di Emanuele Perugini no ottenuto i permessi necessari. “Era da settembre - una risorsa preziosa”. Dall'ambasciata israeliana, per afghana hanno preso la
racconta Paravia - che avevamo cominciato ad inte- ora, nessun commento e nessuna apertura, solo il rin- via della Russia nel
i chiama Muath. L'altro ieri ha compiuto un anno e ressarci del piccolo Muath. Tutto era stato messo a vio delle competenze al consolato italiano in Israele. 2008, una quantità
Sl’ennesima
quattro mesi. Vive A Gaza City. Potrebbe essere lui
vittima del conflitto che separa israeliani e
punto e a Roma i medici erano sicuri di poter inter- “Speriamo - conclude Paravia - che presto arrivino tut-
venire con buoni margini di successo. Alla fine però te le autorizzazioni necessarie e che alla fine la col-
enorme pari a tre volte
di più di quella
palestinesi. Ad ucciderlo però non saranno i proiettili non è stato possibile farli venire in Italia”. Da quel gior- laborazione con il ministro consigliere dell'ambascia- contrabbandata in Usa e
sparati dai cannoni, né quelli dei kalashnikov. La sua no per Benedetta è cominciata una vera e propria via ta possa portare a una soluzione. Noi vogliamo con- Canada insieme, e molto
morte potrebbe essere decretata per mezzo di carte crucis all'ambasciata israeliana a Roma nel tentativo di tinuare ad aiutare anche altri bambini che ne hanno superiore alle stime
bollate, di mancate autorizzazioni e di ritardi nella risolvere al più presto la questione. I contatti non sono bisogno. Non solo palestinesi, ma anche israeliani”. diffuse in precedenza.
concessione di permessi di transito attraverso il ter- mancati, neanche quelli ad alto livello,
ritorio israeliano. La guerra ora si combatte anche con perché del caso si è interessato diretta-
questi mezzi e la storia di Muath non è altro che l'en- mente il ministro consigliere dell'amba-
nesimo “danno collaterale”. sciata, cioè la vice ambasciatrice, Liron- BUONE NOTIZIE a cura della redazione di Cacaonline
Il piccolo non sta bene: soffre di un tumore che gli sta ne Bar-Padeh. All’inizio con un lungo
letteralmente mangiando il fegato: epatoblastoma, lo
chiamano i medici. Ha bisogno di cure immediate. A
scambio di informazioni via mail, poi
con un appuntamento diretto fissato per
ACQUA E WI FI IN LIBERTÀ
Roma, un'équipe del Policlinico Umberto I guidata da mercoledì 9 dicembre. “Quando sono ar- Internet wi-fi a costi bassi? Si può dell’acqua
Anna Clerico è pronta a intervenire, ma più passa il rivata all'ambasciata - dice Paravia - inve- A Roma, Firenze, Genova e in altre città è La Regione non se ne lava le mani e
tempo e più il cancro si estende. Le metastasi infatti ce di parlare con il funzionario diploma- reso possibile grazie a un trucco chiamato impugna davanti alla Corte
hanno già quasi del tutto invaso il fegato. A Gaza non ci tico, sono stata interrogata da due mili- “rete arlecchino”. Invece d’investire fondi costituzionale l’articolo 15 della legge
sono possibilità di cura. In Israele i medici hanno de- tari e alla fine sono stata allontanata. Non per creare nuovi punti di accesso, il comune 166/2009 recante disposizioni in
ciso a fine settembre di continuare con i soliti trat- sono riuscita a trattenere le lacrime dalla sfrutta infrastrutture già esistenti, come le materia di servizi pubblici. Il
tamenti, perché la malattia secondo loro è ormai in rabbia”. Nei giorni successivi lo scambio università, ma anche bar, ristoranti, circoli provvedimento è stato adottato lunedì
uno stadio troppo avanzato. Servirebbe invece un tra- di e-mail tra l'ambasciata israeliana e la sportivi, associazioni, e si occupa inoltre di dalla Giunta regionale su proposta della
pianto. Per questo Muath doveva essere a Roma già il 3 portavoce dell'associazione Angels è sbrigare tutta la parte burocratica, presidente Mercedes Bresso e
dicembre. Benedetta Paravia, portavoce di Angels continuato. Così come sono continuati i risparmiando così sui “costi di dell’assessore all’Ambiente Nicola De
Onlus, un’associazione che si occupa di garantire cure tentativi di far arrivare Muath in Italia. installazione”. Nel Lazio, con soli 350 mila Ruggiero. In pratica si ritiene che l’art.
mediche a bimbi provenienti da paesi in guerra, aveva Magari da Gaza a Ramallah e poi attraver- euro, sono stati coperti 60 comuni intorno a 15 della legge 166 rappresenti una
già acquistato i biglietti. Due tagliandi per il volo da Tel so la Giordania in Italia. La strada però è Roma. A Genova invece il comune coordina “riduzione dei diritti fondamentali dei
Aviv a Roma: uno per il piccolo Muath e l'altro per suo lunga. “Per avere il via libera e arrivare a una rete in 16 aree della città, che cittadini”, in violazione all’articolo 3
padre Ahmed. All'aeroporto di Fiumicino nessuno dei Ramallah servono 12 giorni per i per- diverranno 48 nel 2010. Costo della Costituzione.
due è sceso dall'aereo della El Al. Muath e suo padre messi e altrettanti ad attraversare il con- dell’operazione: 10 mila euro (di Jacopo Fo, Simone Canova, Maria
non sono infatti neanche riusciti ad uscire dal recinto fine con la Giordania - dice la portavoce Il Piemonte contro la privatizzazione Cristina Dalbosco, Gabriella Canova)
di Gaza per raggiungere l'aeroporto perché non han- di Angels - . Il tempo per Muath è davvero
pagina 16 Giovedì 17 dicembre 2009

SECONDOTEMPO
SPETTACOLI,SPORT,IDEE
in & out

BEPPINO ENGLARO

Io, mia figlia Saviano


Il racconto
Retrocessioni
Nel ranking
Halliday
Dopo essere
Ritorni
Liam

e la presunta “Tatanka
scatenato”
sarà presto
al cinema
Fifa, l’Italia
scivola mesta
al quarto
posto
uscito dal
coma il suo
medico
ordina riposo
Gallagher
progetta il
futuro degli
Oasis

carità cristiana Conversazione con il padre di


Eluana, la ragazza il cui caso divise
l’Italia: “Ora sono sereno e finalmente in pace con la mia coscienza”
di Elisabetta Reguitti figlia Eluana e a dirle davvero
addio.

P
Oggi torna a parlare con il
rigore e la chiarezza morale
di un uomo che ha preteso e
scelto di agire sempre e co-
munque alla luce del sole,
nella piena legalità, ma so-
prattutto credendo in uno
Stato di diritto.
Questo uomo minuto dalla
grande volontà che negli ul-
timi 17 anni ha vissuto in uno
stato di apnea ripropone a
tutti il quesito rispetto al di-
ritto alla vita non inteso co-
er me, padre di Eluana, l’uni- me obbligo e dovere di resta-
ca cosa che davvero conta è re in vita.
che ho potuto finalmente In una conversazione con Il
piangere mia figlia e tornare Fatto Quotidiano rivendica non
a sentirmi sereno, in pace il diritto di morire ma di “la-
con la mia coscienza, con la sciarmi morire” e la possibi-
promessa che avevo fatto a lità di poter rifiutare l’offerta
Eluana e a mia moglie che era terapeutica del cosiddetto
rimasta al suo capezzale fino “sondino di stato”.
al limite estremo delle sue
forze ad attendere quell’ad- a Beppino Englaro che
dio inevitabile, tragico, ma
umano. Nessuna famiglia do-
M non ama rilasciare inter-
viste parla anche dalle pagi-
vrà patire quello che abbia- ne dell’ultimo suo libro “La
mo subìto: le invettive, le in- vita senza limiti”, scritto as-
giurie, le accuse in nome di sieme alla giornalista Adriana
una presunta carità cristia- Pannitteri edito da Rizzoli, i
na”. cui proventi andranno alla Un intenso primo piano di
Scende la neve sulle cime neo associazione “Per Elua- Beppino Englaro,
carniche, le montagne della na”. profonda narrazione che pur E ancora le manifestazioni il padre di Eluana E ancora, nel capitolo titolato
famiglia Englaro. Un libro che si apre con la mantenendo il necessario ri- con le bottiglie d’acqua le pa- “Sono stato un buon padre?”,
La terra che non ha mai ab- lettera che la stessa Eluana, gore di una terminologia tec- role e le accuse che ferisco- vo di scontro politico (…)” si Englaro confida: “Ho riletto
bandonato Beppino nella sua nel Natale 1991 (a 21 anni) nico-scientifica ripercorre no. legge ne “La vita senza limiti” per l’ennesima volta le paro-
battaglia di civiltà sulla quale aveva scritto ai suoi genitori. con infinito sentimento quei Un clima infuocato mentre che ha anima e cuore “la no- le che Eluana aveva scritto in
però oggi è calato un silenzio “Sì, voi due oltre a essere dei giorni: le tensioni sul fronte alla clinica “la Quiete” di Udi- stra vicenda umana è sempre quella lettera poco prima
assordante da parte della po- perfetti genitori siete anche istituzionale, le telefonate tra ne, nella stanza di Eluana an- stata cristallina le nostre idee dell’incidente e indirizzate
litica, delle istituzioni e del delle buone persone perché il presidente del Consiglio, il che la procura, oltre agli salde e il nostro amore per la proprio a noi, i suoi genitori.
mondo dei media. mi avete insegnato la bontà e governatore friulano Renzo ispettori del ministero della libertà puro. Non eravamo Eluana descriveva la nostra
Poteri che non hanno alcun la generosità, ma soprattutto Tondo e l’onorevole Ferruc- Salute, presenziava con i suoi spinti da alcun furore ideo- famiglia come un nucleo sal-
interesse, è evidente, a rico- dei grandi valori quali il ri- cio Saro (Pdl). L’ipotesi di un periti. logico né volevamo imporre do basato sul rispetto e l’aiu-
noscere che la vicenda Engla- spetto verso se stessi e gli al- decreto per fermare la sen- Eluana muore lo scorso 9 feb- ad altri ciò che ritenevamo e to reciproco (…).
ro rappresenta l’acuminata tri (…)”. tenza: la corsa contro il tem- braio alle 19.35. Un epilogo riteniamo tuttora giusto Non sono un eroe. Quando
punta di un enorme ice- “La vita senza limiti” è una po. atteso e conteso. Poi i fune- (…)”. tornavo nella sua stanza e la
berg. rali e l’incriminazione per vedevo inerme avrei spacca-
Meglio piuttosto far credere omicidio volontario. E’ storia un libro nel quale papà to il mondo intero. Le facevo
che quello sia stato solo un di queste settimane, relegata E’ Beppino riesce anche a una carezza sulla fronte e an-
incidente di percorso e papà
Beppino un caso isolato. DON GALLO Genova nelle “brevi” dei quotidiani,
che la Procura della Repub-
raccontare la normalità: “Sa-
turna ed Eluana, madre e fi-
che se lei non poteva sentir-
mi le dicevo: “Io ti libere-
In realtà però questo libero blica di Udine ha chiesto l’ar- glia, hanno vissuto in una rò”.
cittadino ha deciso che la sua
battaglia per difendere la li-
tra teatro e spiritualità chiviazione dell’indagine su
Beppino Englaro e le altre 11
simbiosi che ho paura persi-
no a ricordare, perché farlo
Per giungere alla fine ho af-
frontato tutto mentre mi rim-
bertà di cura come valore è un Natale diverso, tra i carrugi di Genova. A persone volontarie che han- apre squarci di dolore che bombavano nella testa le sue
collettivo sarebbe proseguita
oltre quel 9 febbraio 2008
C’ teatro, con Don Gallo, andrà in scena “Esistenze”,
uno spettacolo che legherà spirituale e quotidiano, in
no operato secondo il “pro-
tocollo”.
non possono essere colmati.
Quando ero in trasferta per
parole: “Una famiglia salda,
calda e affettuosa sulla quale
giorno nel quale è morta sua una città, circondata dal porto e dal sapore della par- “Lo davo per scontato, per lavoro non portavo le loro fo- si può sempre contare”.
figlia obbligata alla nutrizio- tenza, da sempre in attivo confronto e scambio, con come ho agito, cioè alla luce to nel portafogli come face- E mi dicevo: “Beppino devi
ne artificiale. tutte le migrazioni. Partenze e arrivi, viaggi e miraggi, del sole e nella legalità, non vano molti miei colleghi. Riu- andare avanti, non puoi sot-
Beppino Englaro vuole con- attenzione non falsa verso temi difficili. I diritti civili di poteva che essere così” è sta- scivo a custodire nella mia trarti”. Una responsabilità
tinuare a battersi perché la tutti, a partire delle fasce deboli, saranno al centro della to l’unico commento di Bep- mente l’immagine dei loro immensa. Uno schiaffo frago-
legge rispetti l’individuo e pièce, impreziosita da parole e musiche ispirate a pino Englaro. volti, i suoni, i colori di quella roso per il mondo (…).
non consegni ad altri se non Qohélet e altri testi sacri tratti da Bibbia, Corano, Bha- “Nel frattempo la storia di bambina stupenda, vivace, Beppino Englaro oggi ha una
allo stesso soggetto-paziente gavad-Gita, Sutra del Loto, Christian Bobin, Teresa Eluana, sulla quale per tanti dal carattere già definito che sola certezza: “Il rispetto, per
il diritto di decidere della d’Avila, Simone Weil, Emily Dickinson, Guido Cero- anni c’era stato solo silenzio l’avrebbe portata in seguito a Eluana e Saturna, è stato e sa-
propria salute. netti e Carla Peirolero. o fastidio (ricordo a quante scontrarsi con le regole im- rà infinitamente più forte di
Dopo 6233 giorni papà Bep- porte ho bussato senza avere poste dalla società e qualche tutto il dolore che mi porto
pino è riuscito a liberare la risposta) era divenuta moti- volta anche con noi (…)”. dentro”.
Giovedì 17 dicembre 2009 pagina 17

SECONDO TEMPO

WEEKEND di Biondi, Colasanti, Collo, Pasetti, Pontiggia il disco di dente


Manuale di sopravvivenza

PRINCIPESSE è TELEVISION
Marque Moon

PER OBAMA
1977-Elektra
Nonostante la brevissima
carriera, i Television sono
riusciti a posare uno dei
primi mattoni di quel
palazzo chiamato New
Wave. Soltanto due dischi

¸CINEMA nisce. Perché sa penetrare quelle


ragioni che la Ragione distratta-
mente disconosce. Il canto delle
sia sullo schermo che davanti a
un microfono: dispiace, dunque,
che la sua nona regia deluda,
in studio nel giro di due
anni, se si esclude la
recente reunion, che
da vedere spose della regista franco-algeri- mettendo nel fuoricampo frizzi, hanno dato una mano a
èèèè na Karin Albou (esordio con il sollazzi e pure il senso della pre- cambiare la musica del
Animato lungometraggio pluri-premiato senza fantasmatica di Marilyn pianeta. Infatti, Marquee
La principessa e il La petite Jérusalem) è un felice Monroe, reincarnata dalla Moon, l'esordio della band
ranocchio esempio di quel cinema che scava 32enne londinese Suzie Kenne- capitanata da Tom Verlaine,
Francia/ 2009. Di Ron Clements e negli angoli inesplorati della Sto- dy. Che c’azzecca l’angelo bion- è uno dei pilastri della
John Musker ria. E da essi, deviando dai cliché, do? Il film quando non la dimen- musica del secolo scorso.
Se Barack fosse un ranocchio, Mi- elabora ragioni che parlano alla tica, comunque non sa che far- Assieme a Patty Smith,
chelle sarebbe una principessa. modernità. Nei cine-racconti sene: con irrisolta ironia, le si Velvet Underground,
Se Obama fosse stato presiden- sulla Seconda guerra mondiale richiedono consigli amorosi a Talking Heads e Ramones, i
te, il post-Katrina, crediamo, sa- poco o niente si è visto del vis- scopo (ri)matrimonio, lei che Television spiazzano,
rebbe stato meno catastrofico, e suto extraeuropeo, americano o con Cupido notoriamente ebbe inventano e influenzano ciò
non avremmo impresso sulla mu- giapponese. Nella Tunisi del 1942 vita difficile. Immagine-dinamite che sarebbe venuto in
sica e sul melting pot di New Or- si viene a scoprire che complici in realtà poco esplosiva, MM è futuro.
leans la recente tragedia, consu- dell’insorgere delle asperità tra i piegata alle esigenze di un Pie- Un disco di punk pettinato,
mata sotto il regno di George W. nativi musulmani ed ebrei – pa- raccioni (sceneggiatore con fatto di chitarre suonate
Bush. Se il capo della Disney John cifici conviventi – sono gli euro- Giovanni Veronesi) buonista e Un’immagine dell’ultimo successo Disney: “La principessa e il ranocchio” (FOTO DISNEY) come mai prima di allora,
Lasseter e i registi Ron Clements pei: se i colonizzatori francesi remissivo, che, tra coppie di fat- protagoniste a sei corde,
e John Musker avessero ideato e erano filosemiti, l’invasione nazi- to omosex ed ex mogli irretite da non vedere film. Brutto, senza appello. Sce- dolcemente graffianti, fatte
realizzato La principessa e il ra- sta naturalmente inverte la rotta. da domatori, opta per la figlia, neggiato da Diablo Cody, che di riff ipnotici e ritmiche
nocchio dopo l’elezione di Oba- Il film si focalizza su due amiche “la donna più importante della è
prese l’Oscar e il plauso globale aliene, pulite nel suono e
ma, il 49esimo lungometraggio 16enni, Nour musulmana e mia vita”. Se questa è la “lezione Commedia per lo script di Juno, è un Body of sporche nell’intenzione.
della Casa di Topolino non sareb- Myriam ebrea. Unite da un rap- morale”, non c’è da stupirsi che Jennifer’s Body evidence (corpo del reato) che La sezione ritmica di basso
be cambiato di una virgola. Per- porto simbiotico, ai margini di un le risate si considerino in libera Usa/ 2009. Di Karyn Kusan. Con conferma come la Fox sia più bel- e batteria varia dal dritto al
ché ad oggi, il New Deal obamia- lesbo-amore di cui ignorano ov- uscita (dallo schermo) e che, ac- Megane Fox la che brava e come – Diablo Co- rocambolesco con grande
no ha cambiato non (ancora) la viamente l’esistenza. Tra un bom- canto all’asinello e al bue, nel Chi non ama Megan Fox, se ne dy si regala pure un cammeo – il naturalezza e il disco suona
nostra vita, ma il nostro imma- bardamento e un triste canto di Presepe 2009 ci stia pure (San) stia tranquillamente a casa; chi la diavolo anche nell’horror faccia come una cosa sola,
ginario, e il libero adattamento nozze, la speranza oltre la vio- Leonardo. (Fed. Pont.) ama, ci pensi comunque due vol- le pentole ma non i coperchi, ov- capolavoro pionieristico di
della fiaba dei Fratelli Grimm ce lenza è racchiusa te: teen horror comedy etero- vero ematica trasgressione di su- un genere che avrà molta
lo spiega bene. La principessa nell’intimità delle dossa e colta nelle intenzioni, Jen- perficie e moralismo reazionario fortuna di lì a poco.
Tiana è la prima eroina afroame- due ragazze. Un film nifer’s Body è negli esiti un brutto di sostanza. (Fed.Pont. ) La voce di Verlaine è
ricana nella gloriosa storia della sulla Storia dall’at- strozzata e imprecante e
Disney, il principe Naveen ricalca tualità disarmante, ricorda in alcuni brani
sorriso e movenze del 44esimo nutrito da voyeri- quella della Smith, con la
presidente degli Usa, gli spiriti ne- smo non compiaciu- ARTE quale ha condiviso non
ri come il petrolio del cattivo Dr. to sui piaceri sottili e solo la passione per la
Facilier sono gli spettri bushisti
della guerra al terrore, l’happy
i dolori acuti del
corpo (mirabili i det- INSOSPETTABILI OGGETTI musica. Sono in molti ad
aver attinto da questo
ending cinematografico, l’happy
beginning politico: il film evoca
nella laguna sonora di New Or-
tagli della ceretta in-
guinale), la fusione
che da carnale si fa
DEL NOSTRO QUOTIDIANO disco, specialmente in
Inghilterra, dove il gruppo
ebbe maggiore successo. I
leans la matrice ideologica del preghiera. Splendi- testi sono inzuppati di
musical stelle&strisce e ritorna al da, ciascuno al suo poesia decadente e sullo
ggetti insospettabili, più che quotidiani, vetti, disegni, modelli di punta del Made in
passato per ritornare al futuro,
con Lasseter & Co. che di fronte
allo scetticismo degli studios per
dio.

èèèè
(A.M. Pasetti)
Odi anni
presenti nel paesaggio italiano da decine
(traliccio, palo in cemento armato,
Italy, facendoci attraversare un secolo di me-
raviglie di uso corrente. Oltre allo stupore
sfondo c’è la New York di
metà anni Settanta, fatta di
droga e genialità, di ragazzi
la vecchia animazione disegnata a Commedia 1938), negli uffici (matita rossa e blu, leva- per ogni singola scoperta (la rotella di liqui- e ragazze rinchiusi al
mano hanno esclamato: “Yes we Io&Marilyn punti, 1958), nelle cucine (moka, 1950; con- rizia, il ghiacciolo, il cono gelato, brevettati CBGB a suonare e
can!”. Il risultato è il miglior film Italia/ 2009. Di Leonardo chiglie di pasta, 1948), negli armadi (reggi- nel 1934 e 1957) tutto ruota attorno all’espo- ascoltare senza pensare al
sotto l’albero, e il miglior augurio Pieraccioni. Con Suzie Kennedy. seno a fascia con rinforzi, 1941), non sono sizione, non solo dell’oggetto, ma del brevet- futuro e, forse proprio per
per Obama. “Il mio non è un cinepanettone, nati casualmente. Sono frutto di idee, tutte to. Questa infinita sequenza di fogli di ogni questo, influenzandolo così
(Fed. Pont.) ma il film di Natale di Pierac- rigorosamente progettate, firmate e brevet- genere e fattura, di schizzi, bozzetti e foto- tanto.
cioni: che esca ora è un’abitu- tate. L’Archivio centrale dello Stato possiede grafie, chiariscono il passaggio dall’idea al
èèèè dine, perché sotto le feste la 150 chilometri lineari di documentazione re- progetto, individuando quei geniali salti del-
Drammatico
Il canto delle spose
Usa/ 2009. Di Karine Albou. Con
gente va al cinema soprattutto
per divertirsi”. Bravo Leonardo,
peccato che Io & Marilyn di di-
lativa alla creatività italiana di oltre un secolo.
Questa sorprendente mostra mette in evi-
denza, grazie a una sintesi straordinaria, bre-
la mente che racchiudono un percorso fina-
lizzato all’immortalità del design italiano.
(Claudia Colasanti)
CD in uscita³
Simone Akbarian. vertimento ne assicuri davvero è UNDERWORLD VS THE
Se la Storia divide, il cinema riu- poco. Pieraccioni è simpatico, MYSTERONS
Athens (!k7)
Non lasciatevi scappare questo
cd, il primo di una serie della
& LIBRI
LE VITE PARALLELE DEI BRACCONIERI mitica etichetta berlinese !K7.
La prima uscita è un
compendio di tracce
influenzate dal lato oscuro del
Da leggere dei camosci”, ancora integro, vincitrice del premio Nobel è sottoposto chi vive in un sendo un capolavoro, posse- jazz, quello che ha ispirato
nonostante gli anni, ma stan- per la Letteratura 2009 paese oppresso da un potere deva però una sua “leggerez- oltre agli Underworld artisti
èèè co di combattere contro la “Nello stato in cui vige un dittatoriale. Un libro di poche za” che ne permetteva la let- quali Laurent Garnier,
Erri De Luca natura e i guardiacaccia. Però controllo dall’alto chi è per- pagine ma duro e tagliente co- tura: un piacevole passatem- Osunlade, Squarepusher. La
Il peso della farfalla l’uomo, si sa, ha il vantaggio seguitato non può esimersi me un’accetta. Perché il po- po, insomma. Questa nuova “chicca” è la traccia di Brian
Feltrinelli del fucile… Una storia tragica dal registrare ogni situazione tere è questo: “Conoscere e opera del barcellonese Falco- Eno con Karl Hyde (“Beebop
Erri De Luca è nato a Napoli il e semplice, come un raccon- in cui si viene a trovare. E tale disporre delle vite degli altri”. nes – che narra della storia Hurry”), nata a Sydney in
20 maggio 1950 to di Rigoni Stern o di Jack registrazione dev’essere al- Con una nota di Adriano So- d’amore tra il giovane Her- occasione del Luminous
Una storia di due vite paral- London. Un piccolo libro di trettanto precisa quanto fri. (Pa.Co.) nando e la bella Fatima sullo festival. “Oh” è tratta dalla
lele. Quella di un animale, “il Erri De Luca. Come sempre quella che va effettuando lo sfondo di una Spagna alle pre- colonna sonora del film di
re dei camosci”, giunto alla raffinato, nella parola e nel pe- stato che lo tiene sotto os- Da non leggere se con l’espulsione dei mo- Danny Boyle “Una vita
sua ultima stagione di supre- riodare. (Pa.Co.) ser vazione”. Con queste chi- riscos (termine con il quale si esagerata”. Pura classe.
mazia, ancora possente, rurgiche parole la premio è è soliti indicare quei musul-
esperto, ma ormai stanco do- èèè Nobel rumena Herta Müller Ildefondo Falcones mani di Spagna prima obbli- è DREAMIN’ MAN LIVE
po tanti duelli e tanti figli. E Herta Müller (Nitchidorf, 1953) descrive La mano di Fatima gati ad abbracciare la religio- (WARNER)
quella di un uomo, l’ultimo Lo sguardo estraneo quella sensazione di perenne Longanesi ne cristiana, dal 1492, e poi Neil Young
bracconiere della vallata, so- Sellerio angoscia, quel doversi sem- Ildefonso Falcones, avvocato, definitivamente cacciati nel Dagli infiniti archivi dei suoi
prannominato pure lui “il re Herta Müller, tedesca, è la pre “guardare alle spalle” cui è nato a Barcellona nel 1959 Seicento), è invece un insop- live, Neil Young pubblica la
Il suo precedente portabile polpettone di 900 rivisitazione dell’album
successo – 4 milio- pagine assolutamente privo di Harvest Moon del 1992. Nel
I DOLOROSI AFFRESCHI DI HERTHA NEI MEANDRI DELLA ni di copie vendute quel benedetto dono della disco, rigorosamente acustico,
– La cattedrale del “leggerezza” di cui sopra. (Pa. suona ogni strumento.
DITTATURA E IL POLPETTONE INDIGESTO DI FALCONES mare, pur non es- Co.) Arriveranno altri concerti, ci
facciamo travolgere volentieri.
(Guido Biondi)
pagina 18

PERCORSI

SMART
a cura di Eugenia Romanelli

ENRICO LO VERSO
¡TIME smartime@ilfattoquotidiano.itper

I MIEI
TRE RUOLI
Da gennaio l’attore
nelle sale con molti film pensieri di cuore
Y
Facciamo cose diverse
iù gli si imbiancano i ca- una mattina, tornato a casa. modóvar? “Interessanti, per-
C ari lettori, ci siamo raccontate senza tabù: tra

P pelli e più bello è, parola


di fan. Stremato da un
anno massacrante ed ec-
cezionalmente produttivo,
Enrico Lo Verso racconta: “Sta
Naturalmente seduto in pol- ché no”. Musicalmente Enri-
trona, visto che sdraiato non co, si sa, è Brahms-addicted, nella speranza di farvi passare
riesco a leggere”. Al cinema ci ma insistendo un po’... “I cd un we zeppo di stimoli.
vai? “Un regalo che mi sono piu belli in assoluto per me so- Cominciamo subito con oggi e
fatto dopo quest’anno di lavo- no: “Nero a metà” di Pino Da- domani, se siete a Roma e se
rimboccati le maniche

FUTURO EROS
CRIMINALI E PUPI
informazione e divertimento,
un buffet e un mini showroom
con gli “oggetti del peccato”
(06-6861279). Intanto a Reggio
Calabria è aperto da due
per uscire a gennaio, ‘La bella ro è stato proprio il cinema: al niele, “Canto di primavera” anche per voi “futuro” è una settimane il Museo della
società’, di Giampaolo Cu- Festival Internazionale del del Banco del Mutuo Soccor- parola capace di far emergere ’Ndrangheta: la villa confiscata
gno, il film corale con cui, in- Film di Roma ho visto 25 film so e la raccolta di Mina “Oggi alcune urgenze della alla criminalità è adesso aperta
sieme con Cucinotta, Bova e in una settimana, correvo da ti amo di più”. Li ho consuma- contemporaneità: “Pubblicamente alla città, ai visitatori di tutto il mondo e a
Giannini, racconto la Sicilia e una sala all’altra”. Ergo? “Non ti. Ah, e poi Jovanotti, mi ha 2009_Ritorno al futuro” è la maratona dell’arte studenti e ricercatori che vogliono
il crescervi col peso di un se- perdetevi il dvd versione ori- accompagnato in una tour- dell’Istituto europeo di Design per fare degli approfondire il tema. In atto, la mostra a cura di
greto. Sono veramente soddi- ginale di “Bastardi senza glo- née importante, ascoltavo so- ambiti creativi un’occasione per elaborare Adriana Sapone con foto sulla cronaca della
sfatto”. E’ una storia che si ria”: è recitato in 4 lingue, con lo lui”. soluzioni alla costruzione del domani guerra di mafia e gli omicidi più efferati
snoda in 20 anni, mentre la so- gli attori che passano (06-57305476). Sempre a Roma, (museodellandrangheta.eu). Invece, per gli
cietà contadina si trasformava da una lingua all’al- lunedì, fate capolino alla libreria artisti più giovani, è ora di provarci: su
nei rampanti anni Ottanta, tra, straordinario. Liber.mente: la giornalista italiawave.com sono stati pubblicati i nuovi
quando tutti siamo diventati L’ho visto due volte e Monica Maggi e Stefano Laforgia, bandi di concorso per le band emergenti e gli
un po’ un’altra cosa. Se però voglio riandare con Occhio! proprietario di “L’alcova” (bazaar
di oggetti fetish e bondage)
artisti digitali della Fondazione Arezzo Wave
Italia per il 2010. Ci si può registrare
avete anche voi amato “Lucia mio figlio. E poi Radu GLI INEDITI DI 6X6 ARTISTI
y el sexo” (Julio Menem) non Mihaileanu, il regista guideranno il pubblico alla gratuitamente online fino al 15 gennaio: circa
vi potrete perdere, sempre a di “Train de vie”: que- Roma. Da ieri, alla “Casa delle Letterature” opere scoperta del proprio archivio 500 band potranno suonare in oltre 130 serate
breve, “Room in Rome”, dove sta volta ha fatto un inedite di 6 poeti, 6 narratori, 6 artisti tra i più erotico tra sessualità alternative, dal vivo nei locali più noti dello Stivale fino alla
Lo Verso, decisamente, ama: miracolo con il suo interessanti del panorama contemporaneo italiano fantasie in libertà, esperienze premiazione del 22-25 luglio, a Livorno. In palio
“E’ una storia d’amore alla Me- nuovo “Il concerto”. affiancati da tre “padri“ di straordinario rilievo letterario una borsa di studio di 1.000 euro
nem, molto forte”. In quale Non so come si possa e artistico (Marco Lodoli, Valerio Magrelli e Gianni come sostegno alla carriera artistica.
dei due film si piace di più? avere tanta inventiva Dessì). L’ambiente sarà completamente trasformato e Spazio anche ai bambini, finalmente
“Nel primo film ho un ruolo- e tanta capacità di ge- lo spazio (parte del complesso borrominiano dell’ex Carta attori e non utenti passivi delle
tecnologie: partendo da mappe stile
ne importante, interpretato stire l’emozione del Oratorio dei Filippini con il meraviglioso giardino) sarà AVANZI POPOLO
per un regista con cui ho già pubblico”. Allen e Al- invaso dalle opere e dalle installazioni site-specific degli Google, kidzdream.org mette su
lavorato tanto, fin dal suo pri- artisti invitati e dalle letture degli scritti inediti dei Avete presente il consiglio Web i filmati con i racconti di
mo film, e con cui continuerò narratori e dei poeti. Attraverso la poesia, il racconto e delle guide turistiche per bambini di tutto il mondo, senza
a lavorare perché abbiamo un l’arte contemporanea la manifestazione stranieri di diffidare delle pretese di interpretazione
rapporto di stima e grande se- In alto Enrico Lo Verso interpreterà gli aspetti paradossali della gelaterie che espongono (ufficiostampa@alfaprom.com). E
renità che si trasporta con (foto D. Galdieri). festa del Natale, rifletterà sulle peculiarità montagne ghiacciate di coloranti adesso tocca a voi!
vantaggio anche sul set. Con Sotto, Piscitelli e sulle contraddizioni espresse dal Natale che strabordano da tutte le parti? Pari scetticismo
Julio invece ero l’unico uomo in quanto festa religiosa divenuta anche dovremo nutrire verso i libri di cucina infarciti di
del film e, anche se il ruolo è festa del consumo. Vale la pena andare a sbirciare, se immagini che photoshop rende altrettanto
minore, mi sono coinvolto non altro per farsi trafiggere dalla malia del luogo, dal ghiacciate e piene di coloranti. Non è certo il caso Visioni
moltissimo: pensi, quando ho 2000 spazio internazionale di aggregazione, di “Avanzi popolo”, indicatissima strenna tutto FIABE SELVAGGE
letto la sceneggiatura ho pian- multiculturale e interdisciplinare. arrosto e niente fumo per le prossime feste, se è
to come un vitello”. E di “La vero che cerca di infonderci l’arte di riciclare tutto Il dio vivente dell’animazione
soluzione migliore” che ci di- è AVANGUARDIE Casa delle Letterature, piazza dell’Orologio 3, Roma, quello che avanza in cucina senz’altro ricorso che giapponese non finisce mai di stupire.
ce? “E’ una produzione indi- Barock al Madre fino al 15 gennaio. Info: casadelleletterature.it) alla parola. E quando, se non in questo preciso Reinventa “La sirenetta” e la trasforma in
pendente. Luca Mazzieri, il re- momento dell’anno, rischiamo di accumulare cibo una favola ecologica. “Ponyo sulla
gista, lo ha girato tra Veneto e Napoli. E lo chiamano in sovrabbondanza destinato a trasformarsi in scogliera”, l’ultimo trionfo
Romania, luoghi che aiutano Barocco. Anzi, Barock. Il rifiuto? Ecco che sapere come riutilizzare una dell’immaginazione di Miyazaki, meraviglia
le atmosfere noir del film. Al Barocco del Seicento scopre la bussola e le carte rimanenza di carne o un eccesso di pasta già condita può diventare, per la sua semplicità, i personaggi
centro della storia due psi- geografiche, si accorge che la terra non è al centro oltre al contenimento di uno spreco, un’opportunità per ottenere stravaganti e le strepitose invenzioni
chiatri che si trovano alle pre- dell’universo e finisce per esplodere l’essere umano in piatti ancor più succulenti; e leggere le storie che inframezzano le visuali. Nel doppio dvd un bonus
se con un segreto familiare. mille e più direzioni, cristallizzando in una curva classica ricette farci recuperare un po’ di sana saggezza popolare. imperdibile: lo storyboard del film. Anche
Mi è piaciuto molto farlo, ho (che si fa sensualità pura) l’estasi religiosa come in una Letizia Nucciotti - Maurice Sendak ama la
dovuto affrontare una bella Santa Teresa del Bernini. Il Barock del postmoderno Stampa è PRATICHE BESTIALI fantazoologia. Il suo “Nel paese
sfida artistica: il mio è un per- scopre l’universo liquido e urla. Basta entrare nelle sale Alternativa/Nuovi Il gattopardo esiste. Sugli Appennini delle creature selvagge”, un
sonaggio difficile, con tratto del “Madre” dove si è appena inaugurata la mostra Equilibri, 20 euro classico per ragazzi
essenziale bisognava spiegare “Barock: arte, scienza, fede e tecnologia nell’età Di sicuro è intelligente almeno quanto se stessa. recentemente adattato al
un sacco di cose”. Insomma contemporanea”: urla nella crocifissione di spalle Ciro Bertini Stiamo parlando della lince, in fondo sconosciuta cinema, è diventato un
senza un attimo di respiro? (Maurizio Cattelan), nel misticismo di un cerchio nero bertini@bazarweb.info nonostante sia entrata nel modo di dire colloquiale videogame. Platform
“Per fortuna mi è appena sal- (Anish Kapoor), nella vacca non più sacra ma sotto (forse perché è un animale antico?). Ora comunque bidimensionale, non eccelle in
tato un film, non ce la facevo formaldeide (Damien Hirst), nei mostri a più teste, viene studiata e raccontata da Francesco Mossolin in un grafica e design ma diverte
più”. Eppure, come molti suoi inquietanti e paradossali (Jake e volume semplice e rigoroso. Un lungo e appassionante perché rievoca fedelmente
colleghi, nemmeno adesso Dinos Chapman). Lo chiamano viaggio nella storia naturale d’Italia. La Lince, ovvero il l’essenza di Max e dei suoi
sembra potersi godere il tem- Barocco. Anzi Barock. “Gattopardo”, è in realtà un animale ancora molto mostruosi amici. Una buffa e
po libero. Dice che a casa non diffuso nei nostri Appennini. Il “Gruppo Lince Italia dai malinconica inadeguatezza.
trova mai spazi tutti per sé, Museo Madre, Tel. primi anni Novanta” ha raccolto un notevole numero di
vuoti, perché la famiglia, Ele- 08119313016, museomadre.it – dati scientifici fino ad ipotizzare che si tratti di una Ponyo sulla scogliera, di Hayao
na e suo figlio, lo impegnano Fino al 5 aprile 2010 sottospecie o addirittura di una specie diversa da quella Miyazaki, Medusa HE, 24.99; Nel
(“per fortuna”, dice) moltissi- euroasiatica. Ampia l’introduzione sulla biologia del paese delle creature selvagge, WB
mo: “Il mio tempo libero è in Amanda Freiburg felino, i dati storici, le note divulgative e gli per Ps3/X360, 69.90
aeroporto o in treno. E’ lì che freiburg@bazarweb.info approfondimenti, la documentazione fotografica. Da
leggo, cosa che amo moltissi- non perdere, soprattutto per gli zoofili. Roberto Pisoni
mo. Vi consiglio “La solitudi- pisoni@bazarweb.info
ne dei numeri primi”, se an- Francesco Mossolin, “La Lince Appenninica. Svelato il mistero
cora non l’avete letto. L’ho be- del Gattopardo”?, Guerra Edizioni, 184 pagine, 20 euro
vuto in due sorsi, la prima me-
tà in una pausa lavoro, l’altra Lorenza Somogyi somogyi@bazarweb.info
Giovedì 17 dicembre 2009 pagina 19

PERCORSI

DANIELE SANZONE Da non perdere


C
LA FERITA
è ROMA
Riserva protetta
Solo se vi sentite
fervidamente di sinistra:
ogni giovedì alle 21 alla
“Rassegna di Teatro e
Cinema” autori e attori in
sala per costruire assieme

ITALIANA
agli spettatori un dibattito
sull’opera presentata e
relative tematiche (Circolo
del Partito della
Rifondazione comunista
“Maria Zevi”, v. Matteo
Boiardo 10/a, ingresso

Il musicista firma un libro libero,


http://dovefiniscelasinistra
giovedi.wordpress.com/

con Saviano & Co. è MILANO


Re Magi iraniani
Ha inaugurato due giorni fa
una collettiva speciale al
Napoli nord di Napoli, nota come “'a sis- wnload digitale con devoluzione “Gallery Cafè &
santaset”, cioè la legge 167 per delle royalties alle cooperative Restaurant”: Soheil Doaei,
uasi non lo si capisce con l’edilizia popolare da cui questo sociali di “Libera” (associazione Yousef Sharif Kezemi,

Q quel suo italiano sporco, un


po’ rappato, che gli rim-
bomba in bocca. Forse lo fa
pure apposta perché, per Danie-
allucinante agglomerato, super-
mercato della droga e teatro di
faide fra bande camorriste. Il li-
bro racconta anche questa Napo-
che si occupa dei beni confisca-
ti). Poi gli chiedo come ha fatto a
scrivere il libro, perché tra sala
prove, la resistenza, una tesi in fi-
Bahador Moayer e Amin
Davaei, giovani artisti
iraniani di origine persiana,
con il loro presepe
le, voce dei nervosissimi ‘A67, li qui”. Da anni Daniele, assieme losofia tutta da scrivere e le ragaz- esprimono un messaggio di
Napoli è più che la sua città: gli al suo gruppo (Enzo Cangiano, ze che sicuramente gli muoiono rinascita sociale e culturale
pulsa in petto. Da due settimane Alfonso Muras – niente male, Lu- dietro alla faccia dei suoi minimi per una società aperta al
è in libreria con “La ferita” (edi- ciano Esposito e Andrea Verdic- 167 centimetri di altezza, non confronto con gli altri
tore “Ad est dell’equatore”), chio) e alle note di un crosso- sembra avanzare molto tempo: scudo. Ma io non sono uno scrit- lancerete nuove sfide? “Stiamo la- popoli (info: 329.2527165).
scritto con un bel po’ di mani gra- ver-rock mediterraneo, lavora “La resistenza prima di tutto, per tore e lo stile è improvvisato: par- vorando a un progetto che a inizi
zie alla regia sapiente di Mario mettendo la musica e l’arte a ser- questo a 31 anni sono ancora uno lo della città, del bene e del male. 2010 ci porterà nelle scuole: vo- è BOLOGNA
Gelardi, il curatore (lo stesso che vizio della lotta alle mafie (“A ca- studente. Nel mio capitolo ricor- Felice di aver potuto ancora una gliamo insegnare la legalità attra- Videclip indipendenti
ha messo in scena, a teatro, “Go- morra song’io” fu l’album d’esor- do una delle vittime più agghiac- volta dare il mio contributo a que- verso la nostra musica”. Silenzio Domenica h.17
morra”). Tra gli autori Roberto dio che, nel 2005, restò mesi sot- cianti della camorra: un bimbo di sta lotta e che i proventi saranno invece sul nuovo cd: “Posso solo all’Associazione Farm, in
Saviano, Angelo Petrella, Riccar- to i riflettori dei media italiani ed 2 anni, Gioacchino Costanzo, per Libera”. Dopo “Voglie parlà”, dire che sarà un concept album, collaborazione con MEI
do Brun, Raffaele Cantone, Pep- esteri diventando colonna sono- usato dallo zio camorrista come premiato da Amnesty nel 2006, un tributo al Neapolitan Power”. Faenza, maratona di
pe Ruggiero (vi ricordate il film ra per film, cortometraggi e ser- proiezioni e vernissage della
“Biùtiful cauntri”?): “Mario ha vizi televisivi). E di “Io non mi mostra “Trash Art”, per
mixato una serie di contributi sento italiano” che ci dice? “Che Sopra, Daniele Sanzone. riciclare con l’arte gli scarti
molto diversi che, come in jam abbiamo visto giusto. Il brano di A sinistra e in basso, le della nostra società
session, sono riusciti a creare una quest’estate ha anticipato quello Partecipare immagini di Scene e Queer consumistica (info:
sinfonia radicale, capace di levar- che sta accadendo oggi: se passa L’ITALIA È BELLA... DENTRO 338.3321978).
si con forza contro il cancro delle l’emendamento alla Finanziaria
mafie italiane”. In effetti il collage che prevede la rimessa in vendita Napoli, Trieste, Roma, Milano. C’è una Roma è MILANO
è eccentrico: scrivono magistra- dei beni confiscati alle mafie, ver- borgatara dietro i vicoli patinati del Foro Romano, che Teatro per le recluse
ti, musicisti, registi, scrittori, ranno buttati via 13 anni di legge custodisce antichi mestieri e le tecniche artigiane dei Domani h. 21 il Consiglio di
giornalisti. E lei, chiedo, che 109. Che, lo ricordo, fu votata “nuovi” romani di tutto il mondo. A Trieste l’aperitivo si fa Zona Nove apre le porte
c’entra?: “Gli ‘A67 sono nati co- all’unanimità da tutte le forze po- nel “Posto delle Fragole”, che è un ristorante, un albergo e dell’Auditorium Ca’ Granda
me risposta viscerale a una con- litiche dopo la raccolta di un mi- una radio di stramoda, nati dal sogno libero di chi ci stava al teatro con lo spettacolo
dizione sociale molto difficile. lione di firme”. Il brano, ci tiene a dentro quando era un ospedale psichiatrico. Milano in del CETEC, “Princese.
Siamo stati e siamo testimoni dirlo, è la rivisitazione di Gaber bicicletta si scopre verde e a misura di bambino, e a Scampia, Diario di bordo memorie di
dell’inferno di Scampia, periferia ed è distribuito da Edel in do- a Napoli, i nuovi pulcinella rianimano il quartiere-ghetto teatro e carcere sezione
portando il teatro in strada. Usate le ferie di Natale per femminile”. Fino al 20, il
rientrare nelle nostre città dalla porta dell’immaginazione e “Lombardia Edge Festival”
è SUONI della creatività, per scoprirle più belle e più sostenibili. Vi ci dedica le serate ad Alda
Gli insetti sono sexy porta “L'Italia eco-solidale”, piccola guida alla “bellezza Merini.
interiore” di 10 città italiane edita da Altreconomia.
La natura è impregnata di sesso. Gli animali esprimono è S. GIORGIO DELLE
erotismo in ogni loro azione. Luca Sommariva, musicista e L'Italia eco-solidale, Altraeconomia, in libreria o sul sito PERTICHE
designer, sente fortemente questo erotismo naturale al punto da www.altreconomia.it La pecora nera
scegliere come suo nickname la frase “Insect are sexy” e farne Sabato h. 21 teatro d’autore
un progetto musicale. E’ così che nasce un lavoro artistico che è Monica Di Sisto disisto@bazarweb.info contemporaneo al cinema
molto più che musica. A partire dallo stesso packaging: non una “Teatro Giardino”: Ascanio
normale copertina ma una micro-bag di seta stampata che Celestini in “La pecora
trasforma il Cd in una raffinata idea regalo natalizia. Ma sotto il nera. Elogio funebre del
vestito c’è molto di più. Un sound contemporaneo di grande manicomio elettrico”. (Info:
eleganza che si impreziosisce di momenti ora malinconici ora 349.7368623).
soffocanti, ora brillanti ora lividi. Suoni che sembrano venire
dalle profondità viscerali della terra fanno da sfondo a ritmi è TORINO
ancestrali. Sembra quasi di immergersi in un fantastico regno Premio Gammadonna
degli insetti, immaginandoli muoversi con le loro zampe ai ritmi è QUEER 10 e lode
ipnotici di queste sonorità. In “The Ultraviolet Suite, 2nd Emiliano RiotQueer Prorogata al 23 l’iscrizione
movement”, una suadente voce cinese ci trascina verso al premio promosso dal
atmosfere minimal techno. Il Bari. Già il nome fa pensare a qualcosa ministero della Gioventù
brano più bello? “Oxythyrea di gay alternativo e infatti si riferisce per il terzo Salone
Funesta”: un sensualissimo all’epoca in cui a New York nacque il Nazionale
Scene fluire di note. punk da un miscuglio di studenti dell’art dell’Imprenditoria
VIOLAZIONE E RINASCITA school, artisti non convenzionali e in Femminile (28-29 gennaio,
Luca Sommariva, Insect Are Sexy, particolare ribelli & froci: riotqueers gammadonna.it).
Parma. Dall’incontro tra la psicologa Erica Pranovich e la Entomology Records, New Music appunto. E questo spirito punk ben
dottoressa Lucia Nicolussi, la traduzione in danza del racconto e Label Model music publishing trasuda dalle opere esposte alla Galleria è ROMA
del vissuto della violenza. Un incontro tra le Ragazze ospiti (entomologyrec .com, Fabrica Fluxus: ritratti fumettati di donne Angelo Mai su Andy
dell’Istituto del Buon Pastore e la loro volontà di raccontarsi a un music@newmodellabel.com) Occhio! underground, punkettes, hardcore girls, Warhol
pubblico attento. Persone che sono state attraversate dalla IL SUONO NELLA NOSTRA DISTORTA suicide girls, geishe tatuate in cui si Solidarietà tra centri sociali:
violenza ma che hanno reagito con una forza più potente del Vera Risi risi@bazarweb.info CONTEMPORANEITÀ fondono elementi erotici e orrorifici se il “Rialto” è stato
dolore. Attraverso il canto e la danza che avvicinano da sempre insieme. Sul vetrino del microscopio del sigillato, risponde l’“Angelo
l’animo umano alla ricerca di un riscatto profondo del sé. Una Palermo. Anche chi non è uno studente dell’Accademia di mad doctor adolescente, che sbuca fuori Mai” e stasera lo spettacolo
storia di corpi violati e di rinascita. Un modo per dire anche a Belle Arti, con 35 euro potrà partecipare, da domani al 20, al da un impossibile b-movie per impugnare vive lo stesso: “H. 21 from
ragazze e ragazzi che è necessario uscire dal silenzio della violenza workshop con Francisco Lopez: l’installazione sonora immersiva il pennello e travestirsi da dj, fanno bella A to D and back again”, su
sessuale. sarà al centro della sesta edizione del “Live!Xem”. Grazie alla mostra di sé la vanitas, il freak show e A. Warhol. Altre serate fino
sinergia tra “AntiTesi” e l’Accademia, al “Nuovo Montevergini” l’ossessione delle teste senza corpo. Lo al 23 (angelomai.org).
EuropaTeatri, Parma, 18 dicembre 2009, ore 21.15. Regia e coreografie ci si focalizzerà sui suoni: dalle manifestazioni musicali ancestrali spirito glbt della iPod generation che
Lucia Nicolussi Perego, con Rosita Aiello, Sara Ippolito, Rosanna Pingani, legate alla natura fino alla tecnologia digitale. Obiettivo? esplode dalla tela. Imperdibile. è PERGOLA
composizione ed elaborazioni musicali Mauro Casappa (europateatri.it) Scardinare stereotipi riguardo al suono e approcciare la Christmas tree
bioacustica tra fonografi, registratori digitali, uccelli ed emissioni “Riot Queer is dead. Just like a rock star”, d’artista
Lorenza Somogyi somogyi@bazarweb.info radio nel cosmo. Galleria Fabrica Fluxus, v. Marcello
Celentano 39 - Bari, fino al 20.12 (lun-sab, Allo “Sponge Living Space”
Ven 18: 10:30-13:00 e 13:30-16:00. Sab 19: 10:30-13:00 e 10.30-13.30 e 16.30-20.30 la mostra collettiva,
13:30-16:00 (aula 12, Palazzo Fernandez, Accademia di Belle Arti di circoscritta nello spazio di
Palermo. Il primo incontro verrà presentato dal prof. Umberto De Paola, Direttore Helena Velena un albero sintetico,
dell’Accademia). Dom 20: 14:00-17:00 (Atelier Montevergini). Info: helena@helenavelena.com raccoglie linguaggi artistici
info@antitesi.org diversi per rappresentare la
palla natalizia (info:
339.4918011).
pagina 20 Giovedì 17 dicembre 2009

SECONDO TEMPO

IL PEGGIO DELLA DIRETTA

TELE COMANDO
TG PAPI

Bombe
+ cità: preferisce di gran
lunga tornare nei corridoi
del settimo piano del San
Raffaele, al capezzale di
Berlusconi, dove già un al-
di Nanni Delbecchi
ssumendo la conduzione
AD’Urso
di “Domenica 5”, Barbara
La barbarie
di Barbara
vergognare”.
Può capitare che un livido
Vittorio Sgarbi, le vene del
collo tese come gomene, gri-
sono estinte come le luccio-
le, come sostiene Niccolò
Ammaniti; e quindi non solo
si possono, ma si devono
tro squilibrato è arrivato aveva dichiarato: “Fa- di “Vergognatevi!” a interlo- sdoganare perché portano
quasi indisturbato. Ma, rò un programma per fami- cutori visibili solo a lui. tanta audience.

a orologeria viene precisato, era un


ammiratore un po’ fuori
squadra, non un altro lan-
ciatore di souvenir. Parla
anche la mamma di Tarta-
glie tranquillo ed elegante.
Basta con il trash”.
Ebbene, se qualcuno volesse
capire una volta per tutte che
cos’è questo famoso trash te-
Può capitare che Luciano
Moggi, intervistato sui pro-
cessi di Calciopoli, dichiari
che certi giudici dovrebbero
vergognarsi.
Sotto il profilo televisivo la
cosa più straordinaria è che
in questo rotear di mazze da
baseball, lei, Barbara, non
perde la sua buona cera, né il
glia, preoccupata per il fi- levisivo, e toccarlo con ma- Può capitare che Vittorio Fel- suo kit di sorrisi prestampati,
di Paolo Ojetti glio e alla ricerca del “perdono” di Berlusconi no, non deve fare altro che tri, l’uomo che azzanna i ne- né la sua aria di ammorbiden-
che – sicuramente – non si tirerà indietro poi- sintonizzarsi su “Domenica mici del suo padrone non te catodica. Alle sue spalle si
g1 ché, sappiamo, “l’amore vince”. 5”. Basta poco, cinque minu- perché sia più realista del re scatena il finimondo ma lei
T La bomba, la bomba. Quando c’è la bom-
ba, non ce n’è per nessuno. E poi, una bomba g3
ti a caso spersi nella prateria
che dalle 14 si spinge fino al-
ma perché è più libero del re,
spieghi chi sono i mandanti
non sembra curarsene; con-
tinua ad ammaliare legger-
così a orologeria (aveva anche un timer) arriva
proprio a fagiolo. Cosa ci vuole a dare l’im-
T Anche il Tg3 sceglie la degenza di Berlu-
sconi. Ma dal San Raffaele, Alessandra Carli
le 19. Con Barbara D’Urso si
vince sempre.
politici dell’aggressione a
Berlusconi e come mai fo-
mente piegata in avanti, co-
me se il seno orgoglioso le
pressione al popolo televisivo che si stia pas- sottoscrive una strana cronaca dove, pur es- E siccome il suo è trash allo mentino un clima di odio. E spostasse il baricentro, come
sando dalle parole ai fatti e che è certa l’ “esca- sendo “buone” le condizioni, Berlusconi “de- stato puro, non diluito, i cin- questo è l’unico caso in cui se da un momento all’altro
lation” della spirale dell’odio? Ma le immagini ve essere tenuto per un po’ sotto tutela”, in- que minuti captati a caso ba- nessuno mostra di vergo- fosse per gettarsi oltre il mo-
del terribile ordigno piazzato dagli “anarchi- somma non si deve strapazzare e – come con- stano a rendere radioattiva gnarsi, perché padre Vitto- noscopio e planare sulle gi-
ci” non aiutano: quattro calcinacci. In altre oc- siglia il medico curante – si dovranno trovare un’intera giornata. rio, notoriamente, non cono- nocchia dell’ascoltatore.
casioni lo si sarebbe definito “ordigno rudi- vie “alternative per l’esercizio delle attività Si vince sempre, a “Domeni- sce la vergogna. Alle sue spalle, nello stracco
mentale”. E’ stato intervistato anche Maroni governative”. Per dirla tutta, è sembrato che ca 5”; ma anche nella sua pro- C’è un filo conduttore, in tut- pomeriggio della domenica,
che non si lascia sfuggire l’aggettivo “inquie- Alessandra Carli abbia evitato di dire una sola secuzione feriale “Pomerig- to questo? Certo che sì, ed è si lanciano maledizioni, si in-
tante” e rievoca il “clima” dove tutto si tiene: parola di troppo e si sia tenuta dentro la sen- gio 5”, in onda anch’essa la piazzata. vocano roghi, si oliano ghi-
l’ordigno anarchico e il duometto lanciato da sazione che qualcosa non va per il verso giu- sull’ammiraglia Mediaset. Nessuno come Barbara D’Ur- gliottine, ma lei e il suo smal-
Tartaglia, i cartelli nelle Università (“gravissi- sto. Ci aspettano dunque alcune settimane di Può capitare di imbattersi in so ha fatto della piazzata da to rosso giungla non fanno
mo” ha strillato Mariastella Gelmini), che in- Gianni Letta. In fondo, il Cavaliere ha 73 anni, una telefonata di Fabrizio Co- mercato un’arte, un marchio un plissé. Un breve turba-
neggiano a Tartaglia. In una parola “è emer- sarà anche un tipo speciale, ma non è più un rona che, dopo una serie di di fabbrica, un crescendo mento può coglierla solo se
genza”. Passata la bomba, al Tg1 resta il Ca- giovanotto, la botta, oltre a tutto, lo ha colpito scambi di accuse, urla alla rossiniano. si diffondono segnali di pace,
valiere e i consigli saggi del medico curante. anche nella psiche: non è la cattiva sinistra conduttrice medesima: “Ver- Nessuno più di lei ha capito se i decibel della piazzata in
che ha inventato la sua “sorpresa e la sua de- gognati!”. che ormai in Italia le figure di corso paiono abbassarsi.
g2 lusione”. Sulla “fiducia”, il servizio di Nadia Può capitare che quadriglie merda non esistono più, si Ma è questione di un attimo,
T Niente, al Tg2 la “fiducia” interessa poco
e interessa meno ancora lo stato di salute della
Zicoschi è lucido: nella maggioranza si va ver-
so una resa dei conti fra berlusconiani e finia-
di tronisti si rinfaccino le re-
ciproche corna al ritmo di Un’immagine della conduttrice
poi il fuoco riprende a di-
vampare e il trash cola da tut-
maggioranza e del Pdl che si sta frantumando ni. Basta aspettare un paio di altri interventi di “Vergognati, Frank”, “No Barbara D’Urso, te le parti. E Barbara riprende
come una Frecciarossa lanciata ad alta velo- Cicchitto e il gioco è fatto.. Guendalina, sei tu che ti devi storico volto di Canale 5 a sorridere.
Giovedì 17 dicembre 2009 pagina 21

SECONDO TEMPO

feedback$
MONDO WEB
a cura di Federico Mello
GOVERNO BATTUTO SULLA BANDA LARGA
UN ORDINE DEL GIORNO DEL PARTITO DEMOCRATICO
Governo battuto ieri in Aula alla Camera su un ordine
del giorno a prima firma del deputato del Pd Michele
Meta. L’ordine del giorno impegna il governo a
sbloccare alla prossima riunione del Cipe gli 800 milioni
previsti per la banda larga. Il sottosegretario al Tesoro
è ANTEFATTO.IT
Commenti al post:
“Berlusconi in piazza
Duomo, due video per
capire”

I docenti all’estero Luigi Casero aveva tentato una mediazione in Aula


prima di dare il parere, proponendo la formulazione “in
una delle prossime riunioni” del Cipe,
ma Meta ha insistito perché l’odg venisse
Purtroppo uno dei maggiori
difetti del popolo italiano è
una fondamentale ignoranza.

fanno rete è BLOCCATI GLI SPOT


IL VISO DELLA MODELLA ERA RITOCCATO
Negli anni ‘60 la modella Twiggy è stata l’icona più
popolare della moda britannica. Ora, a 60 anni, era
tornata molto popolare per avere prestato il suo viso
votato nella sua versione originaria. Il
governo ha espresso a quel punto parere
contrario ma l’odg è stato approvato.
L’ordine del giorno, purtroppo, non è
vincolante per il governo.
Per questo ciclicamente si
ripresentano queste orribili
situazioni storiche, finché
appunto il problema
dell’ignoranza non sarà
di Caterina Perniconi zatori sottolinea l’apertura nella campagna pubblicitaria di un cosmetico per il profondamente risolto
“universale” a tutti gli italiani, contorno occhi. Ma l’ente britannico per la vigilanza (Laura)
’università e la ricerca van- in patria e all’estero, legati sulla pubblicità ha censurato gli spot: è stato stabilito
Lmuove
no salvate. E se nessuno si
in patria, c’è chi lo fa
virtualmente, che vogliono
aiutare la ricerca e lo svilup-
che il viso della modella era stato modificato con
Photoshop creando una situazione
Sono favorevole ai “filtri” su
Facebook e tutto il resto,
dall’estero. Al grido di “Un po. da pubblicità ingannevole. Grida compreso Google. Entro un
miliardo per la ricerca ora!” è L’intento è quello di dare il vittoria la parlamentare mese, l’esercito degli Stati
nata a Manchester la Virtual buon esempio: contraria- socialdemocratica Jo Swinson che Uniti d’America ci
Italian Academy, un network mente alla maggioranza di su Web aveva condotto una invaderebbe per liberarci una
di professori e ricercatori, so- strutture universitarie italia- campagna contro la pubblicità seconda volta
stenuti dal consolato italiano, ne, questa accademia virtuale anti-rughe. (Luca)
che tramite il Web si propon- ha un’organizzazione pirami-
gono di fare lobby sulla po- dale, che compren- Non credo più a una sola
litica nostrana coinvolgendo de pochi full pro- parola che esce dalla bocca di
docenti di tutto il mondo. fessors, una qua- quelle persone che lanciano
Il principio che guida l’orga- rantina di lectu- proclami, i cosiddetti politici.
nizzazione è l’articolo 9 della rers, circa 60 nello Rispetto le istituzioni ma
Costituzione italiana: la Re- staff (con molti po- quelle persone, con quello
pubblica promuove lo svilup- st-Doc) e più di 80 che dicono e fanno, non le
po della cultura e della ricer- postgraduate stu- rappresentano per niente
ca scientifica e tecnica. dents. (Claudio)
L’appello sarà inviato dalla Sul sito di Via-Aca-
Rete direttamente ai deputati demy c’è un forum Io in piazza del Duomo
“che dovrebbero essere i pa- partecipato dove c’ero, domenica, e non mi
ladini della cultura, innova- tutti possono espri- sono accorto di niente. Il
zione ed educazione superio- mere la loro opi- comizio aveva luogo dietro
re in Italia”, per tornare a pro- nione. In Italia so- l’abside della Cattedrale e
muovere “la ricerca che ge- no già legati a loro non credo che ci possano
nera innovazione e con essa alcuni esponenti essere state più di 2.000
lavoro e speranze per giovani dell’Apri (associa- persone – 3.000 a essere
di talento, che altrimenti an- zione italiana pre- generosi. Per il resto, buona
dranno all’estero come molti cari della ricerca). parte delle persone erano
di noi hanno già fatto”. Tutte le info su via-acade- Il network dei docenti, il post troppo indaffarate nelle
Il nome scelto dagli organiz- my.org. sul blog Google, la modella Twiggy oggi, proprie commissioni per
le icone dei vari browser prestare troppa attenzione a
questi politicanti
(Peter)

Non faccio che sentire alla tv


DAGOSPIA che parte della colpa di
IL PROVINO quello che è successo a
DELLA TULLIANI Berlusconi è di Annozero e
1) Fabrizio D’Esposito di ciò che scrive Marco
sul settimanale “A”: In tempi di Travaglio. Tutti e due
guerra tra Berlusconi e Fini, riportano fatti concreti, non
qualcuno nel Pdl va a ripescare inventano niente e non
ricordi di pochi anni fa. Una fonte manipolano la realtà
vicinissima al Cavaliere rivela ad “A”: (Cristina)
“Era il 2006 e stavamo preparando le
liste per le elezioni politiche, un giorno Sandro Bondi, Ciao a tutti, io domenica ero
allora coordinatore di Forza Italia, ricevette in via sotto il palco a prendere
dell’Umiltà una giovane signora bionda. Era Elisabetta appunti per il sito per cui
Tulliani: partecipò alla selezione per i candidati scrivo. Mi sono trovato tra
azzurri”. Elisabetta Tulliani oggi è la nuova compagna quei “contestatori violenti”
del presidente della Camera. Stanno insieme dal che Maroni ha indicato: era
2007. Prima era legata a Luciano Gaucci, l’ex patron un gruppetto di ragazzi che a
del Perugia calcio. Quel giorno, nella sede di un certo punto ha iniziato a
Forza Italia a Roma, Tulliani ebbe un colloquio gridare al premier “rispetta
con Bondi per un posto in lista. Ma poi non se la Costituzione”
ne fece più niente. (Ale)
2) Dite a Bersani che tenere un profilo basso va
bene, ma troppo basso no. Sondaggi in mano al Ma davvero pensa la gente
Pd danno il partito in netto calo col Cav. in che questa persona sia un
rimonta. benefattore? Davvero
3) Chi è l’ex benzinaio che il Vaticano ha piazzato credono che distruggendo lo
in Rai (a Saxa Rubra negli ultimi tempi non si parla Stato anche loro possano
d’altro)? Ah saperlo... diventare ricchi come lui
4) Qualcuno dica a sorella Rosy (Bindi) che nell’anarchia più assoluta?
Enrichetto Letta e Culatello Bersani Non si accorgono che non gli
non è che interessa cosa B. dice ma
siano proprio è GUERRA FINITA TRA UE E GATES vogliono solo vederlo in tv a
entusiasti del DAL MARZO 2010 GLI UTENTI WINDOWS combattere la sua guerra
suo iperattivismo e POTRANNO SCEGLIERE IL BROWSER personale per salvarsi dalla
non solo per via Fino al 1998 Internet Explorer, il browser giustizia?
della gaffe del Microsoft che si utilizza per navigare su (Andrea)
è IL NATALE DEL BLU-RAY?
“duomo”. Che Internet, era un programma uguale agli altri:
SALGONO LE VENDITE PER NATALE
ambizioni ha, sul ogni utente poteva decidere se installarlo o No alle censure su Internet.
Blu-Ray il dvd ad alta definizione
partito? meno. Ma dal 1998 in poi, ogni versione di Vediamo se sono liberali
uscito già nel 2006 non ha
Windows aveva già Explorer preinstallato. come si proclamano...
riscontrato il successo del pubblico.
Per questo sono scaturite numerose cause (Pape)
Sembrava una tecnologia nata
legali da parte di numerose autorità
morta, stritolata tra i dvd a buon
Antitrust a cominciare da quella europea Inviterei la gentile clientela,
mercato e in streaming ad alta definizione su Internet.
che ha accusato Microsoft di concorrenza per chi non lo avesse ancora
Questo Natale, però, potrebbe segnare il riscatto del
sleale (la casa di Bill Gates ha una posizione fatto naturalmente, a dare
Blu-Ray, complici la diffusione di schermi ad alta
dominante nei sistemi operativi). Ieri il un’occhiata alla puntata di
definizione e l'abbassamento dei prezzi. Secondo il New
punto di svolta: è arrivato il sì definitivo Lucarelli sul G8 di Genova...,
York Times, infatti, le vendite dei lettori potrebbero
dell’Antitrust europeo alle proposte del così per capire di che “pasta
raddoppiare rispetto alla scorso anno e secondo
colosso informatico per garantire ai sono fatti”
Amazon, il sito di riferimento per l'e-commerce, si
consumatori Ue di poter esplorare la Rete (Andrea G.)
vendono molto più lettori ad alta definizione rispetto ai
con navigatori diversi da Internet Explorer.
classici lettori Dvd. D'altronde, bisogna aggiungere, nel
Dal marzo 2010 gli utenti Windows Chi incitava alla violenza
2006 un disco Blu-Ray costa 30 dollari, il doppio di un
europei potranno disinstallare Internet erano i militanti del Pdl,
Dvd mentre ora è sceso a quindici dollari.
Explorer e inoltre Microsoft dovrà anche violenza fisica: chi
equipaggiare i pc che utilizzano Windows c’era ha visto. Ora capisco a
con una finestra che consentirà di scegliere che servono le bandiere
tra diversi software per la navigazione. (Bruto)
pagina 22 Giovedì 17 dicembre 2009

SECONDO TEMPO

nordisti
PIAZZA GRANDE É di Gianni Barbacetto

SE CRITICHI CL
PERDI IL LAVORO
Calciopoli, palude italiana V ietato criticare Cl. Si rischia di perdere il lavoro. Lo ha
imparato, a sue spese, il dottor Enrico De Alessandri,
dipendente dell’assessorato Sanità della regione Lombardia ed
ex direttore del Centro regionale emoderivati. De Alessandri ha
di Oliviero Beha

on si capisce nulla di
In un sistema
completamente
dere con la mia lettura di “col-
pevolista” sistematico, cioè a
spese della lealtà sportiva or- IL FATTO di ENZO l scritto un libro: “Comunione e liberazione: assalto al potere in
Lombardia”, edito da Studi di teologia politica. Vi sostiene che

N
Comunione e liberazione è “l’unico movimento fondamentalista
quello che è stato ed è lo mai sbriciolata) in senso stret-
scandalo di Calciopoli, viziato, to. La prima riguarda il fatto
La causa scatenante della in Europa che ha costituito un potere monopolistico nell’ambito
corruzione è, di di una importante istituzione pubblica come la regione
arrivato alla prima sen- la condanna che per Giraudo la richiesta
solito, l’appalto Lombardia, attraverso un’occupazione militare di tutti i centri di
tenza di condanna, se non lo si dell’accusa (sulla base di docu-
e, quasi potere”. Lo dimostra enumerando i ciellini nominati direttori
collega all’habitat italiano che di Giraudo mentazione prevalentemente
generali, dirigenti, primari, amministratori delegati, presidenti,
contiene il calcio e ne è conte- della giustizia sportiva e senza sempre, c’è di
nuto. Anticipo schematica- è un primo escussione di testi) era di cin- mezzo la “negli assessorati, nelle pubbliche aziende ospedaliere, nelle
mente quello che penso natu- que anni: il giudice ha deciso politica. società di trasporto, negli enti, nelle agenzie regionali, nelle
ralmente con tutta la responsa- segno per tre, perché Giraudo non ri- Il fatto del 30 società a capitale pubblico della regione Lombardia operanti in
bilità personale del caso. Il cal- sulterebbe nella sostanza il ve- ambiti strategici come le infrastrutture, la formazione,
cio è ormai “scandaloso” di suo
di chiarezza ro “capocosca”: se non lui, al-
maggio 2002
l’ambiente...”. Il tutto incrociato con riflessioni
e coinvolge la politica e l’eco- subito contraddetto lora chi, se non Moggi? Il giu- filosofico-teologiche e citazioni di pensatori come Pascal,
nomia ai massimi livelli di que- dice è Eduardo De Gregorio, po, martedì scorso, pur pro- Pareto, Hannah Arendt. Per giungere alla conclusione che non
sto paese. E’ scandaloso da dalle dichiarazioni che aveva già prosciolto l’ex sciolto si è presentato a Napoli esiste in Europa un altro movimento ecclesiale che, come Cl,
quando è diventato un busi- presidente federale Franco a sostenere che i suoi rapporti controlli di fatto un’istituzione pubblica, la regione Lombardia,
ness iperindustriale che fa gira- di Carraro Carraro, il cui vice di allora è istituzionali li aveva solo con con un bilancio da 20 miliardi di euro. “Solo in Lombardia un
re un’enormità di denaro, di vi- l’attuale presidente federale, Giraudo, essendo i contatti con movimento fondamentalista ha finito con il coincidere con un
sibilità, di impatto popolare cioè Giancarlo Abete, e il suo Moggi solo “scambi di opinio- intero sistema di governo”. Risultato: sospeso. La sharia di
spendibile su altri piani. Ricor- quello di rito ordinario che ri- collaboratore Francesco Ghi- ne con un competente”. Dun-
Roberto Formigoni ha decretato: niente lavoro per un mese e
do, sempre schematicamente, guarda Moggi e un’altra caterva relli. I soli due prosciolti della que per Carraro l’eventuale
che Berlusconi è diventato pa- di imputati, si incaricherà di di- caterva di rinviati a giudizio, mandante non può essere che stipendio dimezzato. Per aver diffuso “notizie denigratorie del
drone e icona del Milan ormai mostrare che le cose stavano malgrado telefonate apparen- Giraudo, appunto già condan- suo datore di lavoro, con oggettivo discredito
quasi 24 anni fa, ben prima di più o meno così per tutti, Milan temente assai compromettenti nato ma non come tale. Ulterio- dell’amministrazione regionale, del suo presidente e dei suoi
“scendere in campo” nell’al- e Inter compresi. Quindi il si- tra due “pezzi dello Stato” cal- re corto circuito. E siccome tut- singoli amministratori”. Ha protestato il capogruppo dei Verdi
tro, ponderoso senso che oc- stema-calcio, parte del siste- cistico, come Carraro stesso e to lo scandalo ruota intorno Carlo Monguzzi: “Inquietante. Ma il datore di lavoro di De
cupa da quindici anni le nostre ma-paese, resta quello conti- l’altro imputato Paolo Berga- all’uso-abuso di arbitri e assi- Alessandri è la regione Lombardia o Comunione e liberazione?
giornate. Dunque non è facile nuamente a rischio di corruzio- mo, designatore degli arbitri. stenti, e per ora De Gregorio ne Una cosa così non succederebbe neanche nell’Iran di
circoscrivere il calcio, il suo ne, concussione, truffa che era Curioso, questo gup, avrà avu- ha condannati solo tre su dieci, Ahmadinejad”. Intanto Formigoni è stato riconfermato
mondo, il suo potere, i suoi po- ed è, ma penalmente – vedrete to i suoi motivi. Ma è lo stesso ecco che anche questo aspetto candidato del centrodestra alle elezioni di primavera, malgrado
teri. E per dare l’idea di che co- – sarà arduo dimostrarlo. E so- che ha condannato Giraudo in resta tutto da chiarire nelle sue le inchieste giudiziarie in corso e malgrado una certa
sa c’è in ballo oggi mentre leg- prattutto è impensabile che ri- primo grado. E allora? E Carra- contraddizioni. Tutto ancora disaffezione della Lega. Roberto “il Celeste” si avvia verso
gete, per il 2010-2011 per la Se- guardi solo Moggi e la Juve e ro è lo stesso che il giorno do- per aria, dunque? l’ennesima campagna elettorale: celebrando se stesso,
rie A ci sono complessivamen- non i suoi competitors, magari innalzando piramidi alla sua gloria, trasformandosi da
te 400 milioni di euro di iniziali in altra ma non troppo dissimi- Il presidente della regione Lombardia, Roberto Formigoni (FOTO ANSA)
governatore in imperatore. È quasi terminata
diritti tv per cui solo a esserci in le forma (cfr. Meani-Gallia-
la costruzione del grattacielo che ospiterà la
calendario comunque ogni ni-Collina) e gli assistenti arbi-
squadra di A ha 20 milioni ga- trali e le dichiarazioni ultime di sede della regione, che passerà dal Pirellone
rantiti. Dico cioè che per salire un guardalinee sull’Inter, sem- al Formigone. Ma, nell’attesa, il presidente ha
in A dalla B o per non retroce- pre in aula, a Napoli. Si aggiun- fatto ristrutturare il trentunesimo piano della
dere dalla A in B (cui rimango- ga anche che se il calcio italia- vecchia sede, in cima al grattacielo Pirelli. I
no briciole infinitesimali) si no è “ambientalmente mafio- preventivi dicevano che per il “risanamento
può in teoria (e magari in pra- so”, le istituzioni di Federazio- conservativo” del piano presidenziale
tica) fare di tutto o anche solo ne e Lega sarebbero quei “pezzi sarebbero stati spesi 2,7 milioni di euro. Uno
ipotizzare di tutto. Aggiungia- dello Stato” equivalenti a quelli sproposito. Specialmente alla vigilia del
mo che nel calcio non c’è reale che nelle vicende di Ciancimi- trasloco. Ora però il capogruppo del Pd
divisione di poteri, visto che no e soci avrebbero trattato Giuseppe Civati ha scoperto che, a lavori
Federcalcio e Lega si divorano con gli stragisti. Nessuno se la fatti, i soldi spesi sono stati molti di più, quasi
tutta la forza politica lasciando sente di scoperchiare davvero il doppio: 5,2 milioni di euro. Per realizzare,
al potere giudiziario (giustizia il pentolone, insomma, anche udite udite, la “lounge presidenziale”, ovvero
sportiva fuori campo e arbitri perché è il “pentolone preferi- un locale di 50 metri quadri chiuso in una
in campo) un’autonomia men to dagli italiani”. bolla di vetro e sospeso a due metri e mezzo
che formale. Per capirci, il so- Lunga premessa per dire che la
gno di Berlusconi per questo prima condanna a tre anni nel dal pavimento. Restiamo in attesa di vedere
paese... Anzi, forse l’idea gli è rito abbreviato a Giraudo per l’opera – certamente essenziale per la
venuta da Galliani e dal mondo associazione per delinquere si Lombardia – su qualche rivista d’architettura.
rotondo... presta subito a due osservazio- Con all’interno “il Celeste” che dispensa
In questa situazione paludosa ni (che niente hanno a che ve- poltrone e amministra la sharia.
si muovevano prima di Calcio-
poli tre club più forti, dopo la
frantumazione del fronte delle
cosiddette “sette sorelle” (di
cui facevano parte a cavallo del
2000 anche Fiorentina, Roma,
Lazio e Parma), ossia la Juven-
tus della Fiat, l’Inter di Morat-
Autobus (poco) liberalizzati
ti-Saras e il Milan del premier. Il di Marco Ponti piena liberalizzazione. Quest'ultima, dove applicata, ha primo problema non risolto è il più clamoroso: i giudici
resto è sempre stato contorno dato risultati discutibili, mentre la prima ha fatto rispar- della gara, cioè gli enti locali, possono essere anche con-
per tutti, anche se i tifosi non se a riforma dei trasporti locali è ferma da quasi miare in giro per l’Europa un fiume di soldi, a parità di correnti nella stessa gara (anzi, lo saranno sempre). In
lo volevano né se lo vorrebbero
sentir dire. Il problema di Cal-
ciopoli nasce quando la Juven-
tus di Moggi e Giraudo si sente
schiacciata dalla forza politi-
L vent’anni. Nessuno la vuole. Ma occorre una rifor-
ma? Sì, eccome. In Italia abbiamo le tariffe più bas-
se d’Europa (e questa può essere una legittima scel-
ta politica: si preferisce sussidiare di più il trasporto piut-
tosto che, per esempio, la sanità). Ma abbiamo i costi di
servizi offerti. Ma le regioni e i comuni non sembrano
aver intenzione di ridurre costi e sprechi. La spiegazione
è banalissima, ma non si può dire: in termini economici,
è un fenomeno noto come “cattura”, o “scambio di fa-
vori”. Il principale è il voto di scambio: tu assessore co-
altre parole, i comuni giudicheranno le gare in cui le loro
imprese di trasporto saranno concorrenti. Dato che per
un soggetto nuovo fare una gara sul serio costa, e com-
porta dei rischi, chi “correrebbe” in queste condizioni?
A Milano alla gara Si è qualificato un solo concorrente:
co-televisiva del Milan e dai sol- produzione del servizio più alti d’Europa. A parità di munale tieni manodopera in eccesso, con bassa produt- l’ATM di Milano.
di un po’ (molto) acefali dell’In- soldi pubblici disponibili, significa meno servizi, o ta- tività, e conserverai un sacco di voti, anche dai famigliari Il secondo problema è che all’Antitrust è stato lasciato
ter. Direte: ma la Juventus ave- riffe più alte. dei dipendenti ecc. Poi, potrai avere a fine carriera un solo un ruolo consultivo, senza possibilità di sanzionare
va dietro la Fiat. Non più, negli La riforma sempre ri- eccellente posto nel consiglio di amministrazione. Inol- comportamenti anticoncorrenziali. Il terzo è una “col-
anni dello scandalo, perché la mandata è tutt’altro tre, i fornitori possono essere imprese “amiche”. In al- pa” più delle regioni che del governo centrale, ma con-
famigerata Triade sapeva come Perché in Italia che liberistica o priva- cuni casi c’è anche la più banale corruzione. Questo corre al pessimismo: invece di costituire “fondi sociali”
fare senza denaro, applicando tistica: stabilisce solo gaio scambio di favori cessa se vengono fatte gare rin- per tutelare i lavoratori che eventualmente perdessero
competenza calcistica (Moggi) è impossibile che occorre mettere in novabili per chi offre di fare servizi al minor costo. il posto o vedessero rischi di riduzioni di stipendio, si
e cinismo manageriale (Girau- gara periodicamente i Ma come possono sopravvivere imprese fuori mercato? sono introdotte “clausole sociali”, che garantiscono
do) assieme all’immagine del riformare servizi come sono oggi Di nuovo, in “economicese” si dice che c’è un pagatore l’obbligo al subentrante di mantenere tutti gli addetti
campo (Bettega). Come avve-
niva questa applicazione a
il trasporto pubblico (stesse tariffe e medesi-
mo livello di servizio),
in ultima istanza, cioè le imprese pubbliche non pos-
sono fallire, per quanto inefficienti: comunque lo stato o
alle stesse condizioni. Se il problema è la bassa produt-
tività, così non si può fare molto. Inoltre la recente nor-
“spese zero” che ha fatto vin- locale? Risposta: in modo da ridurre i co- le regioni pagheranno. Non è così ovvio naturalmente in mativa non obbliga più a mettere in gara i servizi locali
cere tantissimo alla Juventus in sti di produzione senza un contesto di gare, soprattutto con soggetti privati non su ferro, senza spiegare il perché: solo il “virtuoso” Pie-
Italia e fuori? Con i metodi che la politica non vuole, toccare la socialità del troppo grossi (per questo a Londra il servizio è stato monte, ci prova lo stesso, ma in un contesto così l’esito
applicano i lobbisti o i “mafio- servizio. Se imprese messo in gara con uno “spezzatino” di 550 lotti diversi, e non è affatto garantito. “Dulcis in fundo”, chi privatizza
si” in una lettura peggiorativa, l’attuale sistema pubbliche saranno più con ottimi risultati, e lo stesso sta tentando di fare il Pie- l’azienda pubblica fino almeno al 40 per cento, è eso-
garantendo favori agli arbitri dispendioso e efficienti di quelle pri- monte per i servizi ferroviari). In Italia in questi anni un nerato da questa legge dal fare gare. Si privilegia la pri-
disponibili a tutto pur di far car- vate, vinceranno loro. centinaio di gare sono state fatte: peccato che fossero vatizzazione alla concorrenza. Ma i privati non esposti
riera, promiscuità con la vita inefficiente è troppo Si chiama “competizio- finte, vinte nella quasi totalità dalle imprese che c’erano alla pressione concorrenziale si comportano general-
sociale “juventina” a figure ne per il mercato”, prima. Perché non si può essere ottimisti sull’impatto mente peggio dei soggetti pubblici: in questo caso
pubbliche, una serie di “millan- comodo per contrapposta alla della nuova riforma recentemente varata? Perché non avrebbero come massimo obiettivo di perpetuare il mo-
tato credito” da far paura. Te- “competizione nel rimuove i fattori fondamentali che impediscono di fare nopolio, e userebbero ogni mezzo (lecito, si intende)
mo che il processo di Napoli, generare consenso mercato” che significa gare vere e di far aumentare la produttività del settore. Il per conseguirlo.
Giovedì 17 dicembre 2009 pagina 23

SECONDO TEMPO

MAIL BOX
LA VIGNETTA

Leggo il Fatto,
sono contro ogni violenza
Ebbene sì, io leggo il Fatto ogni
Furio Colombo

7 A DOMANDA RISPONDO
mattina e non toccherei con
un dito l’anziano Berlusconi, IL FANATISMO RELIGIOSO
per rispetto dell’età, perché
non sono una violenta, perché
non avrebbe senso! Penso di
QUI NON HA FUTURO
non cadere in errore affer- aro Colombo, leggiamo su essersi fatto votare da un partito, Idv, per
mando che quella fetta d’Italia
che non si sente rappresentata
C Repubblica: “Chi tocca il
crocifisso va in galera” (10
poi passare subito a un altro, Pdl), intende
guidare in una marcia da cupi toni
da Berlusconi non voglia altro dicembre). E anche “Reato medievali.
che la verità, che si lasci fare il toglierlo dagli uffici pubblici”. Ci Ma non vedo neppure molti cinici e
proprio lavoro alla magistra- domandiamo che cosa ci sia di opportunisti, fra coloro che si arruoleranno.
tura e che si abbiano finalmen- religioso in una simile proposta di Una ragione è che il transfugo De Gregorio
te delle risposte certe e sen- legge e che cosa ci sia di libero in un non è persona che riempie le piazze. É
sate senza essere costretti a simile modo di trasformare in arma furbo, è astuto, ma è difficile che sul terreno
comprare il libro di Bruno Ve- un simbolo religioso. É follia o religioso abbia seguaci. É dubbio persino che
spa! Non riguarda solo il Ca- cinismo politico? una simile proposta di legge arriverà mai in
valiere, ma di certo in lui vi è Carlo e Filippo aula. Resta un rimpianto. Sarebbe un
un simbolo di mancanza di ri- conforto se simili iniziative, così bassamente
spetto per le regole e per la NON C’È niente di religioso e niente motivate da ricerca di attenzione, fossero
morale. E il premier viene se- di liberale in una simile proposta. Ma credo prontamente respinte da chi ha autorità di chiunque li criticasse è ol-
guito a ruota da molti altri col- che non ci sia neanche niente di popolare. religiosa e da chi, in politica e nella vita L’abbonato tremodo irritante. Del resto
letti bianchi: del resto sono Cavalcare la paura è la specialità tetra della pubblica, si è dato il compito di era scontatissimo che queste
tutti sulla stessa barca e finché Lega nord. Dà i suoi frutti, perché la paura è rappresentare la fede cristiana. Negare del giorno facce di bronzo avrebbero “di-
resta a galla si continua a re- davvero molto diffusa. Penso (e dico: per credibilità a chi tratta il crocifisso come un menticato” con squallido op-
mare. In un servizio trasmesso fortuna) che la campagna per lanciare un prodotto “che va molto”, sarebbe civile, portunismo le loro gravissime
da “Ballarò” si sente la gente fanatismo religioso cattivo, punitivo, tipo ragionevole. E cristiano. ANTONIO ROSSINI responsabilità, nel clima di
dire: “Dovevano lasciarlo a noi inquisizione non avrà molta fortuna. tensione venutosi a creare,
quel vigliacco!” (riferendosi a Non vedo persone davvero motivate da Furio Colombo - Il Fatto Quotidiano Ci scrive Lucia, moglie di per “cavalcare l’onda”.
Tartaglia: che peraltro appare sentimento religioso nell’armata brancaleone 00193 Roma, via Orazio n. 10 Antonio e neoabbonata: Ma, anche se siamo abituati,
non lucido). Di gente ignoran- che l’on. Sergio De Gregorio (famoso per lettere@ilfattoquotidiano.it “Ciao, sono Lucia e ho non vuol dire che dobbiamo
te e violenta (o malata) è pieno appena fatto accettare questi comporta-
il mondo e ciascuno deve ri- l’abbonamento per mio menti.
spondere dei propri atti e del- marito Antonio, che Fausto Obino
le proprie parole, non esiste conserva con cura il
un partito di Travaglio, Santo-
IL FATTO di ieri17 Dicembre 1817 Noi non siamo Fatto Quotidiano dalla Abbiamo occupato
ro, Di Pietro e di tutto il po- prima uscita.Spero che
polo che la pensa come loro e I Borboni all’avanguardia. In tempi di annunciati “White
fomentatori con il vostro contributo il ministero dell’Ambiente
che rappresenta un pensiero Christmas” e di crociate xenofobe, fa un certo effetto Peter Gomez dice di stare la gente apra gli occhi e si Per via di una situazione di-
comune con parole, azioni, ripensare che, circa duecento anni fa, nel Regno delle tranquilli ma, dopo i fatti di Mi- renda conto di quello che ventata ormai insostenibile,
manifestazioni di qualsiasi ti- Due Sicilie, venne emanato un decreto tra i più lano, ho subito avuto paura realmente accade. Nella abbiamo deciso di fare qual-
po. Se Marco Travaglio e chi illuminanti in materia di diritti agli immigrati. Una vera e per voi. Ci tengo a voi, siete la foto c’è anche mio figlio cosa. Una delegazione di circa
come lui si prende la respon- propria “via borbonica all’integrazione” riassunta nella mia speranza di un’Italia libera Lorenzo, quindici rappresentanti
sabilità di informare la gente legge del 17 dicembre 1817 che, per volere di
e rispettosa delle regole delle spero dell’Usi e dell’Rdb, insieme ai
riguardo i fatti e la storia dei leggi. Era prevedibile che l’atto impari precari Ispra e a delegati pre-
Ferdinando I, regolava con straordinaria semplicità, la
personaggi politici (e non) che contro il presidente del Con- anche cari di altri enti pubblici di ri-
concessione della cittadinanza agli stranieri. Pochi
rappresentano il nostro paese siglio venisse strumentalizzato lui a cerca, ha occupato il quinto
e non viene nemmeno quere- articoli, di cui riportiamo stralci autentici. 1. “Potranno contro quelle poche voci che informarsi piano del ministero dell’Am-
lato evidentemente vale la pe- essere ammessi al beneficio della naturalizzazione nel ancora hanno la forza e il co- bene”! biente, in via Cristoforo Co-
na ascoltarlo e rifletterci su! nostro Regno gli stranieri che hanno renduto o che raggio di parlare e raccontare. lombo a Roma, dove hanno
Per quel che mi riguarda, sono renderanno importanti servizi allo Stato”. 2. “Quelli che Ma mi chiedo: dove arriverà sede gli uffici del ministro e del
Raccontati
da pochissimo abbonata Rai, porteranno dentro lo Stato de’ talenti distinti o delle l’irresponsabilità di questa e manda una foto a: capo di Gabinetto.
ma faccio presto a gettare tv e industrie utili”. 3. “Quelli che abbiano avuto domicilio classe politica? E quando finirà abbonatodelgiorno@ Chiediamo un incontro con il
antenna se vengono toccate le nel territorio del Regno almeno per un anno tutto questo? E come, che for- ilfattoquotidiano.it ministro Prestigiacomo, la
uniche trasmissioni per le qua- consecutivo”. 4. “Quelli che abbiano avuto la residenza se è la cosa che mi preoccupa quale si è finora sottratta al
li sacrifico i miei soldi: “An- nel Regno per 10 anni consecutivi e che provino avere di più. Ho paura che dovremo confronto sulla vertenza, e vo-
nozero”, “Ballarò” e “Re- onesti mezzi di sussistenza o che vi abbiano avuto la aspettarci altri gesti del gene- gliamo che l’incontro venga
port”. residenza per 5 anni consecutivi, avendo sposato una re, da entrambe le parti. Solo nell’informazione vera e so- fissato in tempi certi al fine di
Maria Cristina P. nazionale”. Che dire. Onore a Re Nasone che, 192 anni che in ogni caso i fomentatori prattutto libera. Grazie. dare risposte adeguate ai la-
fa, senza fronzoli e pregiudizi, aveva provato ad saremo sempre noi. Monica Vitaloni voratori precari dell’Ispra, sul
Quando l’attentato anticipare la storia. Daniela D’Amico tetto del loro istituto da ormai
c’è stato in Germania Giovanna Gabrielli L’ipocrisia di chi più di tre settimane.
Parole assurde è abituato a offendere Grazie.
Cara redazione, vivo in Ger- Rossella Lamina
mania da anni. Mi capita rara- Interni Wolfgang Schäuble. Fin da avversari con visioni diver- in Parlamento Ferma restando la condanna
mente di guardare la tv italia- dall’inizio, come d’altronde se, mai da nemici. Guardando Sono una vostra abbonata. Vi dell’aggressione, sottolineata
na, ma in questi giorni, vista la nel caso Berlusconi, fu chiaro all’Italia mi viene da pensare scrivo solo per esprimervi tut- anche dal Fatto, l’ipocrisia di
situazione ho seguito con più che i due attentatori soffriva- che il vero problema sia tor- ta la mia solidarietà e quella quanti nel Pdl hanno di fre-
attenzione. Sono rimasto no di problemi psichici: mania nare all’agenda politica dove a della mia famiglia dopo l’attac- quente attinto a piene mani IL FATTO QUOTIDIANO
esterrefatto a sentire ministri di persecuzione, schizofrenia far da padrone sono i proble- co totalmente assurdo da par- nell’uso di un linguaggio offen- via Orazio n. 10 - 00193 Roma
della Repubblica, parlamenta- e altro. Nessun partito additò mi del presidente del Consi- te di chi si è permesso di as- sivo e aggressivo nei confronti lettere@ilfattoquotidiano.it
ri, “giornalisti”, additare come gli atri partiti o i dissenzienti glio, e tanto per distendere un sociare il vostro giornale (il
mandanti dell’attentato a Ber- come mandanti morali; nessu- po’ il clima si mette la fiducia nostro giornale) al gesto iso-
lusconi giornalisti come Tra- no osò dire che l’attentato sulla Finanziaria e in Parlamen- lato di una persona probabil-
vaglio e Santoro, il Fatto Quo- fosse il frutto di un complotto; to si affidano i messaggi di fra- mente, se non sicuramente,
Direttore responsabile
tidiano, pm, insomma tutti co- nessuno reclamò leggi speciali tellanza a Cicchitto. Mah. Cre- malata. Ancora non riesco a
loro che dissentono. Ma per- e stato d’emergenza. Addirit- do che se per la suina abbiamo capacitarmi di come sia pos- Antonio Padellaro
ché in Italia funziona tutto co- tura Lafontaine rese visita a super scorte di vaccino senza sibile che in Parlamento ci sia-
Caporedattore Nuccio Ciconte e Vitantonio Lopez
sì? E’ mai possibile che si igno- Schäuble in ospedale senza l’influenza, per la democrazia no personcine di questo ca-
rino volutamente i fatti? Nel renderlo pubblico, e da lì a abbiamo l’influenza con poche libro. Non credo possa servire Progetto grafico Paolo Residori
1990 in Germania si verifica- qualche giorno si sarebbe vo- scorte di vaccino. a chissà cosa questa mia mail, Redazione
rono due attentati: il 25 Aprile tato (fu lo stesso Schäuble Andate avanti così, io per il ma ci tenevo ad esprimervi 00193 Roma , Via Orazio n°10
il candidato a cancelliere tempo dopo a dirlo). Abba- momento ho sottoscritto un tutta la nostra solidarietà e a tel. +39 06 32818.1, fax +39 06 32818.230
e-mail: segreteria@ilfattoquotidiano.it
Oskar Lafontaine fu accoltel- stanza rapidamente si ritornò abbonamento al vostro gior- chiedervi di continuare così. sito: www.ilfattoquotidiano.it
lato dalla 42enne Adelheid all’agenda politica, continuò lo nale, sono diventato un “man- Perché non è possibile andare
Editoriale il Fatto S.p.A.
Streidel. Il 12 Ottobre il 36en- scontro e il confronto tra gli dante” anche io? avanti in queste condizioni e in
Sede legale: 00193 Roma , Via Orazio n°10
ne Dieter Kaufmann sparò tre schieramenti politici, anche in Grazie. Italia c’è ancora qualcuno
volte sull’allora ministro degli modo molto duro, ma sempre Gianfranco Rizzuti (spero tanti) che credono Presidente e Amministratore delegato
Giorgio Poidomani
Consiglio di Amministrazione
Abbonamenti Luca D’Aprile, Lorenzo Fazio, Cinzia Monteverdi, Antonio Padellaro
entro il quinto mese. La quota Modalità di pagamento di pagamento, nome cognome, indirizzo, Centro stampa: Litosud, 00156 Roma, via Carlo Pesenti n°130,
Queste sono le forme di abbonamento sostenitore va pagata invece in unica telefono e tipo di abbonamento scelto. 20060 Milano, Pessano con Bornago , via Aldo Moro n°4
previste per il Fatto Quotidiano. soluzione. • Pagamento direttamente online Concessionaria per la pubblicità per l’Italia e per l'estero:
• Abbonamento postale semestrale (Italia) • Bonifico bancario intestato a: con carta di credito e PayPal. Poster Pubblicità & Pubbliche Relazioni S.r.l.,
Il giornale sarà in edicola 6 numeri
alla settimana (da martedì alla domenica). Prezzo170,00 € Editoriale Il Fatto S.p.A., Per qualsiasi altra informazione in Sede legale e Direzione commerciale: Via Angelo Bargoni n°8, 00153 Roma
• Modalità Coupon * BCC Banca di Credito Cooperativo merito può rivolgersi all'ufficio abbonati tel. + 39 06 68896911, fax. + 39 06 58179764, email: poster@poster-pr.it
• Abbonamento postale sostenitore (Italia) Prezzo 320,00 € - annuale Ag. 105 Via Sardegna Roma al numero +39 02 66506795 Distribuzione Italia:m-dis Distribuzione Media S.p.A.,
Prezzo 400,00 € - annuale Prezzo 180,00 € - semestrale Iban IT 94J0832703239000000001739 o all'indirizzo mail Sede: Via Cazzaniga n°1, 20132 Milano
• Abbonamento postale base (Italia) • Abbonamento PDF annuale • Versamento su conto corrente postale: abbonamenti@ilfattoquotidiano.it tel. + 39 02 25821, fax. + 39 02 25825203, email: info@m-dis.it
Prezzo290,00 € - annuale Prezzo130,00€ 97092209 intestato a Editoriale Il Fatto
E' possibile pagare l'abbonamento annuale Per prenotare il tuo abbonamento, S.p.A. - Via Orazio n° 10, 00193 Roma * attenzione accertarsi prima che Resp.le del trattamento dei dati (d. Les. 196/2003): Antonio Padellaro
postale ordinario anche con soluzione compila il modulo sul sito Dopo aver fatto il versamento inviare un la zona sia raggiunta dalla distribuzione de Chiusura in redazione ore 20.00
rateale: 1ª rata alla sottoscrizione, 2ª rata www.antefatto.it. fax al numero 02.66.505.712, con ricevuta Il Fatto Quotidiano Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione al numero 18599
IL FATTO QUOTIDIANO non usufruisce di alcun finanziamento pubblico