Sei sulla pagina 1di 44

(C) Ced Digital e Servizi | ID: 01100476 | IP ADDRESS: 80.117.248.2 carta.ilmattino.

it

y(7HB5J2*NTKOLL( +;!”!&!=!]
ANNO CXXVII- N° 105
€ 1,20 ITALIA Fondato nel 1892
SPEDIZIONE IN ABBONAMENTO POSTALE 45% - ART. 2, COM. 20/B, L. 662/96

Martedì 16 Aprile 2019 • Commenta le notizie su ilmattino.it A ISCHIA E PROCIDA, “IL MATTINO” + “IL DISPARI”, EURO 1,20

Inchiesta Rfi Il caso Mafie dimenticate


Appalti e clan Napoli cade a pezzi Gratteri: «Dilaga
la vacanza da vip la ‘ndrangheta
a Positano crolla un fregio È sbarcata
pagata al manager ferito giovane turista anche in Sicilia»
Del Gaudio a pag. 10 Barbuto in Cronaca Di Fiore a pag. 11

L’analisi Sotto accusa il cantiere incustodito e il flop del sistema antincendio. Lo choc del mondo
REGIONI ROSSE Le idee
LE VERE CAUSE L’APOCALISSE
DELLA CADUTA DELLA STORIA
DI UN SISTEMA D’EUROPA
Alessandro Campi Marina Valensise

P osti di lavoro in cambio di


voti. Il clientelismo è un fe-
nomeno politico vecchio come la
U no spettacolo agghiac-
ciante assistere in diret-
ta tv all’incendio di No-
tre Dame de Paris. Seguire
parola che lo descrive: clientes, impotenti la devastazione
già nell’antica Roma, erano quei delle fiamme, che dal tetto
cittadini che per la loro protezio- hanno iniziato a lambire len-
ne economica e giuridica s’affida- tamente la guglia. Per poi ri-
vano a un patrono. Nel passato salire fino al pinnacolo, tra-
remoto quest’ultimo era il mem- sformandola in un tizzone ar-
bro di una famiglia potente. Nel- dente.
le democrazie contemporanee Continua a pag. 43
sono i partiti. Che un tempo veni-
vano votati soprattutto per i pro-

Notre drame
grammi e le idee che esprimeva- Il racconto
mo. Mentre oggi, persa l’origina-
ria caratterizzazione ideologica,
sono più che altro macchine ad- QUEI TESORI
dette alla gestione di un potere
sempre più precario e di risorse
CHE NESSUNO
sempre più scarse, che inevitabil- CI RESTITUIRÀ
mente generano un consenso
sempre più effimero. Felice Piemontese
Rispetto alla corruzione-con-

N
cussione, che implica lo scambio otre-Dame è il centro

Un maxi incendio distrugge la cattedrale di Parigi


di denaro e un tornaconto econo- geografico da cui si di-
mico illecito per il singolo, il partono le strade di tutto il
clientelismo rischia di apparire paese, la “location” ideale di
una pratica socialmente più ac-

L’impotenza dei pompieri: vietato usare i Canadair


romanzi e film. Più ancora, è
cettabile. L’idea, molto italiana e uno dei monumenti-simbolo
strutturalmente qualunquista, è della storia europea. A pag. 5
che così fan tutti e che così s’è
sempre fatto. Se non fosse che Il mondo sotto choc: è bru-
preferire qualcuno solo perché
politicamente leale o fidato (e
ciata la cattedrale di Notre
Dame de Paris. Le fiamme
Libia Governo indagato per la Sea Watch Europee Il Carroccio sceglie la società civile
sorvoliamo per carità di patria
sulle prebende concesse a paren-
ti e amanti seconda una pratica
nepotistica in realtà anch’essa
sono partite dal cantiere
per il restauro di uno dei
simboli della Cristianità, il
Migranti, sfida di Serraj La Lega al Sud punta
luogo di ispirazione per
antica) è per la società un danno
più grave di quanto s’immagini:
si toglie a chi merita, generando
scrittori e poeti, meta inter-
nazionale del turismo. Sot-
to accusa i lavori in corso e
«800mila verso l’Italia» sul rettore di Salerno
una frustrazione che presto o tar-
di non può che esplodere, e si al- l’impianto antincendio. Im- «Ottocentomila migranti Adolfo Pappalardo
za la possibilità statistica di met- possibile per i vigili del fuo- pronti a invadere l’Italia e Inchiesta Miti infranti L’intervista
tere le nostre vite nelle mani de-
gli incapaci. A chi giustifica le
co intervenire con Canadair
o elicotteri: il getto di acqua
avrebbe compromesso
l’Europa», è l’allarme che
arriva da Fayez Serraj. Il
premier del governo di
La Svezia paradiso L a Lega, per le Europee al
Sud, punta anche sulla
società civile per assottigliare
Carfagna: «Toti vuole
clientele bisognerebbe sempre
augurare di finire sotto i ferri di maggiormente la struttura. accordo di unità nazionale dei furbetti la presenza di politici in lista. demolire Forza Italia»
un chirurgo mediocre assunto Sgomento globale, solida- parla delle conseguenze della
del Reddito di Stato In questo quadro, tra i
per ordine di un assessore. Clien- rietà alla Francia da tutte le
Nazioni. Macron: «Subito la
crisi in Libia potenzialmente
più drammatiche per l’Ue.
candidati dovrebbe esserci il
rettore dell’Università di
Ma le responsabilità
telismo puro, cioè senza dazione, Era il welfare perfetto. Ma ora
è appunto quello che ha svelato ricostruzione». Intanto, per la vicenda Sea spuntano creature impreviste Salerno Aurelio Tommasetti non possono pesare
l’inchiesta giudiziaria abbattuta- Evangelisti, Larcan, Watch indagato il governo. nel fatato paesaggio svedese i il cui mandato scade proprio solo su Berlusconi
si in questi giorni sull’Umbria. Pierantozzi e servizi Errante e Gentili «furbetti all’aringa» del Reddito alla vigilia delle Europee.
Continua a pag. 43 da pag. 2 a 5 con Di Giacomo a pag. 6 di Stato. Ajello e Bassi a pag. 9 In Cronaca Mainiero a pag. 8

L’ultima spiaggia azzurra


Cari giocatori contro l’Arsenal
tirate fuori i tricchebballacche
Giuseppe Montesano fia che non se ne va da tutto il
corpo, e alla fine una forma di

C on quale stato d’animo


aspetto la partita del Napo-
li di giovedì? E be’, io lo devo
assonnata sopportazione: ed è
con questo stato d’animo che ci
avviamo verso il giovedì che
confessare: la aspetto, come speriamo santo calcistica-
molti altri tifosi, sprofon- mente per noi napoleta-
dato nell’appucundrìa. nofili, ma con una spe-
Che cos’è mai l’appu- ranza blanda che non
cundrìa? Chiàmasi ap- ci risveglia dalla malin-
pucundrìa, in lingua conica pennica calcisti-
madre, uno stato di in- ca in cui ci ha gettati la
fastidita malinconia, partita di Londra. Ma è
una rassegnazione annoia- possibile questa cosa?
ta, una sorta di «non ho voglia di Continua a pag. 43
sbattermi ma nemmeno di non Giordano, Majorano, Rossi,
sbattermi», una specie di smor- Sarnataro e Ventre da pag. 18 a 20

IL_MATTINO - NAZIONALE - 1 - 16/04/19 ----


Time: 16/04/19 00:59
2

Primo Piano (C) Ced Digital e Servizi | ID: 01100476 | IP ADDRESS: 80.117.248.2 carta.ilmattino.it M Martedì 16 Aprile 2019
ilmattino.it

Parigi colpita al cuore

DALL’ALTO
Grazie a un drone,
ecco l’interno della
cattedrale
completamente
avvolta dalle
fiamme

Un rogo devasta Notre Dame


Macron: «La ricostruiremo»
`Distruzione in uno dei simboli della Francia: incendio `Il presidente: apriamo una sottoscrizione internazionale
partito da una delle torri, crollano tetto e guglia centrale Sotto accusa i lavori di ristrutturazione. Esultano i jihadisti
per ragioni di sicurezza. L’allar- curezza». Aggiunge il vicesinda- di parigini commossi. chiesta, affidata alla brigata cri- testa. Il vicepresidente Bertrand
IL DRAMMA me scatta alle 19. I vigili del fuo- co Emmanuel Grégoire: «È stata minale. Le cause si cercheranno de Feydau ha annunciato che
co arrivano all’Ile de la Citè, a lanciata una missione speciale LA RICOSTRUZIONE innanzitutto nel cantiere «titani- già oggi comincia la colletta na-
PARIGI In poche ore la cattedrale Notre Dame, il capolavoro goti- per cercare di salvare tutte le «Brucia una parte di noi», dice. co» (come era stato definito nel zionale «per la ricostruzione di
di Notre Dame è stata distrutta co visitato ogni anno da 12 milio- opere d’arte che possono essere E poi: «Mi impegno, da domani luglio dell’anno scorso, a inizio Notre Dame». Contemporanea-
dal fuoco che ha aggredito un ni di turisti, una decina di minu- salvate». Sedici statue del tetto lanceremo una raccolta fondi, lavori) aperto per restaurare la mente nel web, sui profili dei ji-
capolavoro gotico con quasi no- ti dopo. Sono minuscoli, con le di Notre-Dame si sono salvate anche Oltralpe. Lanceremo un guglia adesso ridotta in cenere, hadisti di tutto il mondo, si leg-
ve secoli di storia. Il cuore della loro scale altre trenta metri, di perché erano state rimosse pro- appello affinché i grandi talenti ma per il procuratore di Parigi gevano - lo ha segnalato Site -
Francia, dell’Europa, dell’uma- fronte alle lingue di fuoco che prio quattro giorni prima, per vengano a ricostruire la catte- «nessuna pista si può escludere commenti entusiasti per la di-
nità, comincia a bruciare alle sembrano essere partite dal so- essere restaurate. Il presidente drale». Serviranno migliaia di per ora». Ma ieri sera, mentre le struzione di un simbolo della
18.50 e il fumo grigio che si alza laio sotto il tetto a una settanti- francese, Emmanuel Macron, documenti fotografici per riave- fiamme continuavano a divora- cristianità.
sul cielo di Parigi si perderà nel- na di metri, e quasi impotenti. che ha annullato il discorso alla re Notre Dame come prima, un re la cattedrale, la Fondazione Mauro Evangelisti
la notte, il rosso delle fiamme at- La violenza delle fiamme fa ca- nazione, arriva nella zona di No- giorno. del patrimonio ha voluto aiuta- Francesca Pierantozzi
torno alle 21, costruisce una vi- pire subito che i 400 vigili del tre-Dame, assediata da migliaia La procura ha aperto un’in- re la Francia a rialzare subito la © RIPRODUZIONE RISERVATA
sione irreale, con lo scheletro fuoco inviati in una zona subito
della Cattedrale che campeggia evacuata, potranno fare poco
nel buio. per fermare la distruzione di

L’INCHIESTA
La procura apre un’inchiesta,
indaga sulle cause che forse
una cattedrale che ha quasi 900
anni di storia. Alle 19.51 crolla la
guglia della Cattedrale, un’altra
immagine simbolica e terribile
«La sirena durante la messa
hanno a che fare con i ponteggi
per la ristrutturazione in corso
all’interno della Cattedrale. In
meno di due ore quasi tutto sarà
che entrerà nei libri di storia,
nei reportage, nei documentari
che racconteranno del giorno -
il 15 aprile 2019 - in cui la catte-
abbiamo pensato a un attentato»
consumato da altissime lingue drale di Notre Dame fu distrutta 16,30 al nostro arrivo ci hanno no ci hanno fatto mettere tutti che si trattava di un attentato».
di fuoco, in una drammatica di- da un incendio. «Una catastrofe LA TESTIMONIANZA comunicato che non era possibi- nella strada adiacente alla catte- Momenti di terrore per i due gio-
retta televisiva e sui social, rilan- culturale, una catastrofe stori- le salire sulle torri per dei proble- drale. Ma qui è stato ancora peg- vani di Bacoli che hanno impie-
ciata da telecamere e smartpho- ca», ripetono i commentatori Pasquale Guardascione mi tecnici - continua la giovane gio perché nessuno ci diceva nul- gato oltre due ore per allontanar-
ne, vista dal mondo intero, sgo- sulle tv francesi, mentre qual- ancora scossa per l’accaduto - la e si è bloccata tutta la zona. si dalla zona. «Eravamo spaesati,
mento. «Sta bruciando tutto» ri- che turista, che guarda da lonta- «Abbiamo avuto paura pensa- siamo entrati nella chiesa, erava- Era un fuggi fuggi generale. Stra- nessuno ci dava spiegazioni -
pete il portavoce di Notre-Da- no il fumo, piange, insieme ai vamo si trattasse di un attenta- mo un centinaio di persone, de, metropolitana e autobus continuano - più passavano i mi-
me, mentre tutti gli abitanti del- parigini. Sembra di rivedere, to, eravamo gli unici italiani quando ad certo punto è suonata completamente bloccate. Ad un nuti e più la tensione aumenta-
la zona sono stati fatti evacuare, reale, una delle scene più effica- nella chiesa di Notre-Dame in una sirena e dai megafoni solo in certo punto si è sparsa la voce va». «All’inizio non c’era la linea
ci raccontate da Ken Follett, che quel momento». A dirlo sono lingua francese è stato dato l’al- telefonica e non riuscivamo a
ne I Pilastri della Terra descrive Marianna Somma, di 28 anni, larme. È stato il panico con mol- chiamare a casa - dicono Marian-
I POMPIERI: l’incendio che distrugge una cat-
tedrale. Alle 20.15 crolla anche il
e il fidanzato Alessandro, di
32, di Bacoli che erano a Parigi
te persone che non capivano ciò
che veniva detto. Abbiamo avuto
DUE RAGAZZI DI BACOLI na e Alessandro -. In quel mo-
mento ho pensato a mio padre
«STRUTTURA SALVA» tetto, ma grazie al lavoro dei per una vacanza e hanno vis- molta paura, è stato un caos as- NELLA CATTEDRALE perché lo avevo sentito verso le
MISSIONE SPECIALE pompieri la struttura reggerà e suto i momenti più brutti surdo. Ci abbiamo impiegato I MOMENTI 16 e gli avevo detto che andava-
si salverà la facciata con le torri. dell’incendio che ha colpito la venti minuti per uscire dalla mo a Notre Dame. Poi, verso le
NELL’EDIFICIO La sindaca di Parigi, Anna Hi- cattedrale della capitale fran- chiesa mentre l’incendio divam- PIÙ DRAMMATICI: 18,30 siamo riusciti a parlare con
PER RECUPERARE dalgo, corsa sul posto, parla di cese. «Siamo scesi dalla metro- pava. Era una calca assurda, la «ABBANDONATI le rispettive famiglie ma solo at-
«un terribile incendio» e chiede politana e ci siamo incammi- gente spingeva, bambini che traverso messaggi whatsapp».
LE OPERE D’ARTE a tutti «di rispettare la zona di si- nati verso Notre Dame ma alle piangevano. Una volta all’ester- NEL TERRORE TOTALE» © RIPRODUZIONE RISERVATA

4137609fd3c756ff2a2ea560a67943ba
IL_MATTINO - NAZIONALE - 2 - 16/04/19 ----
Time: 16/04/19 00:17
3

Primo Piano M Martedì 16 Aprile 2019


ilmattino.it

1 2 3
(C) Ced Digital e Servizi | ID: 01100476 | IP ADDRESS: 80.117.248.2 carta.ilmattino.it
La guglia simbolo viene giù
dopo un’ora di fiamme alte

Le immagini della guglia, crollata


in diretta tv, hanno inondato i
LA SEQUENZA

social e tutti esprimono


solidarietà alla Francia.
Notre-Dame, cattedrale di Parigi,
capolavoro gotico e patrimonio
dell’umanità, non c’è più. La sua
guglia, uno dei simboli della
capitale francese, è crollata dopo
essere stata divorata in poco più
di un’ora dalle fiamme.

L’ANALISI
ROMA Perché i vigili del fuoco so-
Il giallo del cantiere incustodito intervenire in caso di emergen-
za? Su questo indagherà la pro-
cura di Parigi, che ha aperto
un’inchiesta per determinare le
cause del rogo della cattedrale

e il flop del sistema antincendio


no risultati impotenti e sono ar-
rivati quando ormai era troppo di Notre-Dame. Su cosa abbia
tardi? Perché non sono interve- provocato il rogo ancora non vi
nuti mezzi aerei? Soprattutto: sono certezze. Per ora l’ipotesi
perché non c’erano sistemi di del dolo, dell’attentato, di qual-
anti incendio efficaci? La cata- cuno che volontariamente abbia
strofe di Parigi lascia una lunga appiccato l’incendio per distrug-
scia di domande, a partire da gere uno dei simboli del Cristia-
quelle sulle cause, le cui tracce ` Inchiesta sulle cause del rogo: sotto accusa `Polemica sul mancato utilizzo dei Canadair nesimo, non viene ritenuta pro-
babile. Viene considerata più so-
potrebbero essere state distrutte
proprio dal crollo del tetto. In la mancanza di controlli nell’area dei lavori Il caso delle scale dei pompieri: troppo corte lida la pista della causa acciden-
tale, collegata ai cantieri dei la-
una cattedrale gotica, patrimo-
nio dell’umanità, sembra sconta- secondo le notizie diffuse dal mente più bassi rispetto al pun- vasti roghi, a interventi degli re acqua, dall’alto, su una strut- vori di ristrutturazione della cat-
to che, quando si apre un cantie- portavoce di Notre-Dame, è scat- to in cui è partito il fuoco. E te- specialisti dell’antincendio, con tura di quel tipo, avrebbe solo tedrale gotica. Ieri sera c’era la
convinzione che all’interno non
re, quando si eseguono delicati tato alle 18.50, quando non c’era- niamo conto di un altro dato: sia- elicotteri o Canadair. Dagli Stati aumentato la distruzione. L’in-
vi fosse nessuno quando è scop-
interventi di restauro, ci sia un no più turisti e visitatori all’in- mo in una zona centrale vicino Uniti, su Twitter, Donald Trump gegnere Parisi: «C’è un altro ele-
piato l’incendio. Da una parte è
sistema di vigilanza e di preven- terno. I primi vigili del fuoco so- alla Senna, è anche improbo rilancia una domanda che è ve- mento: il fumo verso l’alto ridu- un fatto positivo, perché signifi-
zione anti incendio tra i più sofi- no arrivati poco dopo le 19, ma muoversi con mezzi pesanti». nuta alla mente a tutti: perché i ce la visibilità e complica un in- cherebbe che non ci sono vitti-
sticati e meticolosi. In una città malgrado il loro coraggio sono Ma perché il fuoco è stato così vigili del fuoco francesi non usa- tervento aereo. Secondo la mia me, dall’altra si ripropone la do-
come Parigi che convive, giorno apparsi come esseri minuscoli rapido? «Le guaine di protezio- no i Canadair (o gli elicotteri) esperienza, in Italia solo in alcu- manda iniziale: perché nessuno
dopo giorno, anche con l’allar- al fianco di Gulliver di fronte ne del cantiere, in linea teorica, per spegnere l’incendio? In un ne occasioni, in capannoni sen- controllava il cantiere? André
me terrorismo, Notre-Dame do- all’altezza del rogo e delle fiam- potrebbero avere fatto diffonde- centro urbano, spiegavano ieri i za valore storico e lontano dai Finot, responsabile della comu-
vrebbe essere uno dei luoghi più me. Le torri della cattedrale so- re le fiamme. Soprattutto: la co- media parigini, non si può lan- centri abitati, siamo intervenuti nicazione della cattedrale dei
sicuri del Pianeta. Eppure, in po- no alte settanta metri, le scale pertura di legno contribuisce ad ciare acqua dall’alto perché ri- con gli elicotteri per domare il Notre-Dame: «Normalmente
che ore la Cattedrale è stata di- dei mezzi di soccorso sono me- alimentare il fuoco. Per questo i schi di ferire chi è sotto e di di- fuoco in ambienti chiusi». non ci dovrebbero essere più la-
strutta dal fuoco, in poche deci- no della metà. La sconfitta era colleghi francesi hanno scelto di struggere quella parte del monu- voratori, alle 19, quando è inizia-
ne di minuti le fiamme si sono già scritta. Osserva l’ingegnere difendere la facciata, di limitare mento che miracolosamente ha PREVENZIONE to l’incendio, tutti dovrebbero
diffuse in tutta l’area, partendo Guido Parisi, direttore centrale i danni». resistito al rogo. Racconta Le Bene, ma torna la domanda: se terminare alle 17, alle 17.30 al
probabilmente dalla zona sotto- emergenza dei nostri Vigili del Monde: «Un Canadair lancia cir- davvero non si potevano utiliz- più tardi. Ma non siamo sicuri
stante il tetto dove erano in cor- fuoco: «In un cantiere di questo ACQUA ca 6 tonnellate di acqua ad alta zare i mezzi aerei per spegnere il che non sia rimasto nessuno sul
so i lavori, senza che si riuscisse tipo un sistema anti incendio Altro tema delicato: il mancato velocità verso il suolo». Anche la fuoco, perché a Parigi non era posto».
a intervenire tempestivamente normalmente è previsto. I mezzi intervento dall’alto. A Roma e in Protezione civile francese, su stato allestito, in forma stabile, Mauro Evangelisti
per limitare i danni. L’allarme, dei colleghi francesi erano ovvia- Italia siamo abituati, in caso di Twitter, ha risposto che rilascia- un presidio di uomini pronti a © RIPRODUZIONE RISERVATA

Calda e fresca
al punto giusto.
Q U E S TA S Ì C H E È C A S A.

Fino al 31/05 se scegli Caldaia NoStress con Eni gas e luce hai un climatizzatore
Riello in omaggio, con installazione inclusa e supporto per le detrazioni fiscali.
Vai nell’Energy Store Eni più vicino, su enigaseluce.com o chiama l’800 900 700.
Operazione a premio valida dal 01/04/2019 al 31/05/2019 per l’acquisto di una caldaia Riello a condensazione per riscaldamento e
acqua calda a scelta tra i modelli EGEL50025CKMTN, EGEL50030CKMTN, EGEL50035CKMTN. Regolamento su enigaseluce.com.

4137609fd3c756ff2a2ea560a67943ba

IL_MATTINO - NAZIONALE - 3 - 16/04/19 ----


Time: 15/04/19 23:19
4

M Martedì 16 Aprile 2019


ilmattino.it
(C) Ced Digital e Servizi | ID: 01100476 | IP ADDRESS: 80.117.248.2 carta.ilmattino.it

IL_MATTINO - NAZIONALE - 4 - 16/04/19 ----


Time: 15/04/19 20:54
4137609fd3c756ff2a2ea560a67943ba
5
(C) Ced Digital e Servizi | ID: 01100476 | IP ADDRESS: 80.117.248.2 carta.ilmattino.it

Primo Piano M Martedì 16 Aprile 2019


ilmattino.it

Il rogo di Parigi
mentre ancora si spara in molti
quartieri, compresa l’Ile de la
LA STORIA Cité, il generale De Gaulle vi ce-
lebra la liberazione di Parigi. E
Felice Piemontese anche, se così si può dire, lo
scampato pericolo perché, co-
Non è solo l’emozione del mo- me è noto, Hitler aveva ordina-
mento, vivissima, paralizzante to che i luoghi simbolici della
: il fatto è che è davvero impos- città venissero distrutti prima
sibile dire che cosa rappresenti della ritirata, ma l’ordine non
la cattedrale di Notre-Dame venne eseguito perché i genera-
per i francesi, e non solo per i li e il francofilo ambasciatore
francesi. È la «parrocchia della Abets non se la sentirono di
storia di Francia», il centro geo- compiere un simile delitto.
grafico da cui si dipartono le
strade di tutto il paese, la “loca-
VICTOR HUGO
La fama della cattedrale presso
tion” ideale di romanzi e film.
quello che potremmo definire
Più ancora, è uno dei monu-
il “grande pubblico” fu rinver-
menti-simbolo della storia eu-
dita dalla pubblicazione, nel
ropea, e il luogo in cui l’identità 1831, del romanzo di Victor Hu-
di un popolo si riconosce da go intitolato appunto “No-
molti secoli, tra guerre, pacifi- tre-Dame de Paris”, diventato
cazioni, alleanze, rivoluzioni. subito popolarissimo. Le vicen-
La cattedrale, di stile gotico, de del mostruoso campanaro
è sorta sulle rovine di un tem- Quasimodo e della bella Esme-
pio dedicato a Giove, e infatti ralda, la gitana appena quindi-
sono numerosi i ritrovamenti cenne di cui s’innamora, si svol-
archeologici anche degli ultimi gono quasi per intero nella cat-
anni. Si decise di costruirla in tedrale, di cui peraltro Hugo
un luogo altamente simbolico volle, con la sua opera, solleci-
della Parigi medievale. In quel- tare il restauro. Il romanzo eb-
lo che è il Parvis de Notre-Da- be enorme successo alla sua
me, infatti (il sagrato, il piazza- pubblicazione, anche perché
le antistante il monumento) in Hugo attinse a piene mani a
epoca medievale si tenevano le leggende anche di carattere

Scrigno della cristianità


rappresentazioni dei “misteri”, esoterico che avevano avuto co-
alcuni dei quali arrivavano a me teatro la cattedrale. Il ro-
impegnare oltre trentamila manzo ha ispirato film, opere
persone e coinvolgevano diver- musicali, balletti, perfino vi-
se “corti dei miracoli” della cit- deogiochi. Tra i film si ricorda-
tà. E dal Parvis, come indica no quello del 1911, muto, girato

dove si è fatta l’Europa


una targa in bronzo collocata da Albert Cappellani,quello del
nel 1924 hanno simbolicamen- 1931 di Jean Epstein e quello del
te inizio tutte le strade di Fran- ’56 di Jean Delannoy. Tra le
cia. opere musicali, va ricordata
La prima pietra per la costru- quella di Riccardo Cocciante,
rappresentata nel 1989 con
zione fu messa nel 1163, dal pa-
grande successo. Dodici milio-
pa Alessandro terzo, dopo che
il vescovo Maurice de Sully ave- `Hitler aveva ordinato la distruzione `Saccheggiata durante la Rivoluzione ni di visitatori in un anno ne
fanno (o bisogna dire ne faceva-
va preso la decisione di far edi-
ambasciatore e generali disobbedirono Palcoscenico di incoronazioni e papi no? Davvero atroce il dilem-
ficare un tempio degno di una ma) il monumento più visitato
città che era già residenza rea- di Parigi dopo la torre Eiffel e
le. La costruzione fu completa- prima del Louvre. D’altro can-
ta nel 1250, ma in realtà i lavori guardava la cattedrale: l’inter- nel 1864. Non senza polemiche to, il luogo in cui si trova è tra i
continuarono per molti anni no fu saccheggiato, le statue sull’operato dell’architetto. più tipicamente parigini che si
ancora, con l’apporto di diver- dei santi decapitate e deturpa- Per quel che riguarda la sto- possano immaginare, l’isoletta
se variazioni, fino al 1365. Mo- te, il Parvis intitolato alla Ra- ria – un capitolo a parte merita- della Senna su cui sorsero i pri-
difiche e abbellimenti furono gione. Sull’altar maggiore al po- no l’arte e la letteratura – sono mi insediamenti umani.
apportati soprattutto nel ‘600. sto della statua della Vergine moltissimi gli avvenimenti che Il crescere del pericolo terro-
La rivoluzione del 1789 ebbe venne intronizzata la cantante hanno avuto Notre-Dame co- ristico (alcuni progetti di atten-
naturalmente drammatiche mademoiselle Maillard appun- me scenario. Per citarne solo al- tati sono stati sventati) ha, ne-
conseguenze per quel che ri- to come dea della ragione. cuni: nel 1430 Enrico VI d’In- gli ultimi anni, indotto a raffor-
ghilterra, all’età di dieci anni, vi zare i controlli nella cattedrale
IL SACCHEGGIO riceve la corona di Francia; di- e nelle zone circostanti. Ma sia
VICTOR HUGO Nel 1802 la chiesa riapre, ma è
ridotta al solo scheletro centra-
ciassette anni dopo Carlo VII di
Francia vi celebra la liberazio-
che si tratti di una tragica fatali-
tà, o di colpevoli disattenzioni,
CON IL ROMANZO le. Si decise quindi di interveni- ne dal dominio inglese; il 2 di- o di un attentato – al momento
DI ESMERALDA re in modo sostanziale. Nel
1844 furono avviati i lavori di
cembre del 1804 Napoleone
s’incorona imperatore alla pre-
non ci sono notizie certe - non
si può fare a meno di dire che i
E DEL GOBBO restauro (affidati dopo una pri- senza di papa Pio VII; nel 1853 controlli di sicurezza non sono
NE SOLLECITÒ ma parte al famoso architetto
Viollet-le-Duc) che consentiro-
vi si celebrano le nozze di Na-
poleone III con Eugenia di
stati certamente all’altezza del-
la situazione.
L RESTAURO no di riconsacrare la cattedrale Montijo; il 26 agosto del 1944, © RIPRODUZIONE RISERVATA

Intervista Arturo Quintavalle copiata in Germania e Spagna e


in tante città».
Che cosa ha significato Notre

«Modello unico per l’arte Dame?


«È un esmpio di grande cultura,
di grande civiltà, legata all’uni-
versità di Parigi dove si insegna-

come la Cappella Sistina» SGOMENTO La cattedrale di Notre Dame, grandioso


simbolo della Cristianità, dell’arte e della cultura
vano le arti, la grammatica, la re-
torica, la filosofia, ma gli archi-
tetti gotici erano al centro di una
grande esperienza di cultura.
Arturo Carlo Quintavalle, sto- con qualche intervento di rifaci- chitettura gotica. È veramente di, per quanto sono addolorato Non erano manovali ignoranti,
rico e critico d’arte di fama in- mento, ma dal punto di vista ar- un pezzo di archiettura eccezio- mi domando se non sia doloso ma intellettuali. Anche perché
ternazionale, uno dei massimi chitettonico è rimasta integra. È nale. questo incendio assurdo». per costruire una gioiello come
esperti di arte medievale euro- un prodigio dell’arte gotica. Cosa rappresenta Notre Dame Cosa contraddistingue il teso- Notre Dame, o eri un ingegnere-
Qual è la perdita più grave? per gli storici dell’arte? ro di Notre Dame? di alte capacità o non ce la facevi.
pea, di fronte alle fiamme che
«La perdita più grave e dolorosa, «È il capolavoro dell’arte gotica «È una struttura complessa dal Questo incendio distrugge ora il
hanno devastato la cattedrale
riguarda le vetrate. Le vetrate dei di Francia insieme alla facciata punto dal punto di vista architet- segno di una grande cultura».
di Notre Dame, come si sente? Laura Larcan
«È come se bruciasse la Cappella transetti sono montate con il occidentale della cattedrale di tonico: le persone lavoravano la
Sistina. è l’equivalente del danno piombo su griglie di ferro, col ca- Chartres. Questo segna gli inizi pietra scolpendola su modelli ar- © RIPRODUZIONE RISERVATA

dal punto di vista storico. La cat- lore dell’incendio è devastante. del Gotico insieme all’abbazia di tistici: vi lavoravano decine e de-
tedrale di Notre Dame è un mo- Sono opere con quindici metri di Saint Denis. Le tappe del gotico cine di specialisti. Quando da noi
numento fondamentale nella diametro. sono scandite da Saint Denis nel si costruisce una cattedrale ro-
storia dell’arte gotica, è il simbo- Quali sono gli elementi che 1130, Chartres nel 1145 e Notre manica si chiamavano degli scul-
rendono unica Notre Dame? Dame iniziata nel 1160 e conti- tori, il progettista, l’architetto e
lo di questo momento storico, un
«Un degli elementi più incredibi- nuata tra il 1210 e il 1220, è un mo- poi gli operai venivano scrittura-
edificio complesso e straordina-
li sono i contrafforti della zona dello per tutta la scultura e archi- ti, mentre in una cattedrale goti-
rio, pieno di innovazioni costrut-
tive e di raffinatezze decorative
absidale, che reggono tutto. E la
guglia che abbiamo visto crolla-
tettura gotica in Europa, dalla,
Germania alla Spagna, fino
ca come Notre Dame tutti gli
scultori scritturati devono esse-
LO STORICO
uniche, che hanno segnato la sto-
ria e sono diventate modello per
re in televisione è un rifacimento all’Italia di Benedetto Antelami. re in grado di saper intagliare la DELL’ARTE MEDIEVALE:
altre cattedrali. Perderlo, è un
da Viollet le Duc, quindi non è
gotica, ma i contrafforti, le torri
Ho passato una vita a fotografa-
re le sue sculture. Io e mia mo-
pietra. Hanno costruito le colon-
ne che reggono spinte enormi.
«VETRATE MERAVIGLIOSE
danno impossibile da calcolare». di facciata, i transetti, le volte a glie. E portavo sempre con me le Questa è la grande novità della UN DANNO GRAVE
Notre Dame ha una storia lun-
ga e complessa...
quaranta metri d’altezza circa, e
i pilastri, sono tutti eccezionali, LO STUDIOSO
mie figlie. Lo spettacolo delle ve-
trate illuminate di notte di Notre
scultura e architettura gotica, e
di questo che è uno dei monu-
E DOLOROSO, NON LE
«È un complesso imponente, un esempio mirabolante di ar- Arturo Carlo Quintavalle Dame non lo scorderò mai. Guar- menti guida. Notre Dame è stata SCORDERÒ MAI»

IL_MATTINO - NAZIONALE - 5 - 16/04/19 ----


Time: 15/04/19 23:18
4137609fd3c756ff2a2ea560a67943ba
(C) Ced Digital e Servizi | ID: 01100476 | IP ADDRESS: 80.117.248.2 carta.ilmattino.it
6

Primo Piano M Martedì 16 Aprile 2019


ilmattino.it

La guerra in Libia

«800 mila pronti


a sbarcare in Italia»
Pressing di Serraj
`Al-Thani e Maitig a Conte e Moavero `Ma Roma per avere una pace duratura
chiedono più fermezza contro Haftar cerca un’exit strategy per il generale
tempo l’esecutivo di Al Serraj rebbero anche i libici in fuga mier di fare più o meno ciò che
LA GIORNATA come unico governo legittimo, dalla guerra pronti invadere fanno francesi, egiziani, emira-
ha già condannato l’aggressio- l’Italia e l’Europa. In più, nel tini e sauditi: fondi e armi a so-
ROMA Si fa asfissiante il pressing ne di Haftar in tutte le sedi inter- Sud della Libia sono già tornati stegno del governo di Al Serraj.
sull’Italia. Prima il premier libi- nazionali chiedendo il cessate il in azione i terroristi dell’Isis». La risposta è stata il silenzio.
co Fayez Al Serraj, poi il vice fuoco. Ma non intende inter- Parole lette a palazzo Chigi e al- «Davanti a certe richieste puoi
primo ministro del Qatar Mo- rompere «l’interlocuzione» con la Farnesina come la richiesta solo restare zitto», dice un’alta
hammed Al-Thani, infine il vi- il generale, in questa fase ap- di interrompere l’interlocuzio- fonte diplomatica. E l’impegno
cepremier del governo di Tripo- pannaggio dell’intelligence, per- ne con Haftar anzi di contra- ad aumentare il pressing su Wa-
li e leader di Misurata Ahmed ché, come sostiene Conte, «biso- starlo concretamente, garan- shington: gli Stati Uniti sono
Maitig hanno sollecitato Giu- gna dialogare con tutti i prota- tendo gli stessi appoggi che il considerati, infatti, gli unici in
seppe Conte e Enzo Moavero gonisti» della tragedia libica. E generale riceve dall’estero. E in- grado di convincere Arabia Sau-
Milanesi a un «sostegno più de- soprattutto perché, Roma vuole vece secondo Conte e Moavero dita, Egitto e Francia a «recupe- Un miliziano libico durante gli scontri a Tripoli
ciso» e una «condanna ancora offrire al generale della Cirenai- per riprendere il percorso di pa- rare la neutralità», fermando
più forte dell’aggressione» di ca un’exit strategy: dunque, ce e di stabilizzazione della Li- gli aiuti militari, economici e to dall’intelligence, come un tenze, insomma, non preoccu-
Khalifa Haftar. La richiesta è, di niente controffensiva, ma tre- bia, Haftar ha ancora un ruolo politici ad Haftar. Operazione tentativo di destabilizzare l’Eu- pano come vorrebbe Al Serraj,
fatto, di un aiuto militare. Armi gua immediata e riapertura del centrale. La minaccia di un eso- in cui si è gettata anche Angela ropa, una partita dalla quale ma il panorama libico sì. L’at-
che l’Italia non intende inviare. tavolo negoziale «dove non do- do di disperati è concreta ma, Merkel: proprio ieri la Cancel- non sarebbe estranea neppure tenzione dei nostri 007 riguar-
Così, ieri, i tre hanno trovato vranno esserci né vinti, né vinci- secondo gli analisti, Al Serraj liera ha telefonato al presidente la Russia. La minaccia delle par- da soprattutto le realtà econo-
porte aperte, ma non apertissi- tori, in modo da rendere il per- gioca al rialzo tentando di susci- egiziano Al-Sisi per chiedere lo tenze, comunque non viene rite- miche presenti sul territorio e
me: «La soluzione per la pace e corso verso la stabilizzazione tare il panico in Europa. stop all’azione militare e la ri- nuta imminente e, per quanto il le possibili conseguenze di una
stabilizzazione della Libia pas- della Libia più rapido e duratu- Discorso e richieste che il pre- presa del negoziato. pericolo di infiltrazioni terrori- guerra che sembra lontana dal-
sa unicamente attraverso il dia- ro». Anche se la posizione mier e il ministro degli Esteri si stiche sia concreta, il blocco to- la fine.
logo inclusivo, in cui tutti devo- dell’Onu, che ha riconosciuto la sono sentiti ripetere da Al-Tha- IL CONTESTO tale del Paese, in questo mo-
no fare uno sforzo di buona vo- legittimità del governo di Al ni e da Maitig, forti anche della Solo una risoluzione Onu po- mento riguarda anche gli scafi- Valentina Errante
lontà», sostiene a sera il mini- Serraj, appare in questa fase in- condanna durissima pronun- trebbe spingere l’Italia a un in- sti. La soluzione sarebbe quella Alberto Gentili
stro degli Esteri, Moavero. Tra- debolita proprio dal ruolo ambi- ciata da Ghassan Salamè, l’in- tervento militare a fianco di Al di corridoi umanitari. Le par- © RIPRODUZIONE RISERVATA
duzione: Roma riconosce da guo della Francia, da sempre ri- viato speciale dell’Onu: «Haftar Serraj. Ma al
tenuta vicina ad Haftar. non sta compiendo un’opera- momento la di-

DUBBI DEGLI 007:


Il più deciso nel suo pressing
è il leader del governo di Tripo-
zione anti-terrorismo, ma un
colpo di Stato». Nel carosello di
plomazia è an-
cora al lavoro La situazione sul terreno
li. Al Serraj inizia con la richie- incontri, il vicepremier del Qa- per trovare
CIFRA NON CREDIBILE, sta «di un maggiore sostegno» tar e Maitig (che oggi vedrà Mat- una soluzione
POTREBBERO dell’Italia per «bloccare l’ag- teo Salvini) hanno riferito del pacifica. Eppu- Sede del Governo
ARRIVARE POCHE gressione di Haftar». Poi fa bale-
nare la minaccia: barconi e ter-
«fallimento» dell’offensiva di
Haftar, paventando il rischio di
re, lo scoppio
del conflitto, di Fayez al-Sarraj Aeroporto
MIGLIAIA DI PERSONE roristi. «Ci sono 800 mila mi- una guerra civile se il generale proprio alla vi- di Mitiga
L’ONU: UN VERO GOLPE granti pronti a partire», dice Al
Serraj al Corsera, «e presto ci sa-
della Cirenaica non viene re-
spinto. E hanno chiesto al pre-
gilia delle ele-
zioni, viene let- Tripoli

La minaccia: se Tripoli salta, via libera Abu Salim


Ain Zhara

dall’ovest e dall’Africa subsahariana lancio di 5 missili


Grad da parte delle
forze di Haftar
Bengasi
autobomba contro
un colonnello
IL FOCUS
te parte, oltre mezzo milione, va-
ga per il Paese in cerca di un lavo-
cercano di farsi mandare soldi
dalle famiglie di provenienza, gli
tovedette so-
prattutto per L I B I A di Haftar
ro a cottimo oppure è rinchiusa altri sono costretti a lavorare do- monitorare
Valentino Di Giacomo nei capannoni allestiti dalle mili- ve capita senza essere pagati, da che non arrivi- Aeroporto
schiavi, per i membri dell’orga- no aiuti milita- Aeroporto
zie dei trafficanti. La maggior Suani
Secondo i dati dell’Organizzazio- parte dei compound non gover- nizzazione. Chi non nelle loro ri per Haftar internazionale*
internazionale*
ne Mondiale per le migrazioni ci nativi sono sulla costa, soprattut- mani attende in strada un lavoro via mare. Guar- 30 militari di Haftar
sono almeno 600mila stranieri to a Zawiya (la quinta città più po- da manovale pagato poco più di dia costiera co- si arrendono
in Libia, di questi sarebbero in polosa del Paese), a Zuara e a Sa- 50 dinari. stituita per
gran parte pro- alla brigata El-Azizia
200mila che intendono raggiun- bratah. I viaggi cominciano negli
gere l’Europa con i barconi. Una Stati di provenienza dove ci si af- LA MORSA prio dai milizia- 166 di Misurata
cifra non così distante da quella fida a potentati locali e poi si in- Negli ultimi mesi il governo Ser- ni che difendo-
paventata da Serraj e che ben fa traprendono lunghe traversate raj ha affidato la propria stessa si- no Serraj. Sul 20 km
comprendere quanto un rapido nel deserto, spesso ammassati su curezza anche nelle mani delle fronte migrato-
deterioramento delle condizioni camion e piccoli bus. Per passare milizie che fino ad oggi hanno rio la situazio- *chiuso dal 2014
di sicurezza nel Paese nordafrica- i confini nel Sud della Libia servo- commerciato in migranti. Il tutto ne è ancor peg-
no possa andare ad impattare in no dai 200 ai 400 dollari da con- si basa su accordi economici: se giore per l’Ita- sponibile a garantirgli una possi- limite delle acque territoriali,
maniera preponderante sui flus- segnare alle tribù locali, poi sono da oltre un anno i flussi verso le lia perché se prima bisognava bilità di salvezza. senza attirare l’attenzione, per
si che arrivano sulle nostre coste. gli stessi trafficanti ad affidare i coste italiane sono diminuiti – co- «trattare» solo con Tripoli, da cir- poi lanciare in mare i migranti
Tanto più se ai migranti che arri- migranti ad altri membri dell’or- me documentato più volte da no- ca tre mesi le tribù del Sud della LE MOSSE con i gonfiabili. Le strategie sono
vano nel Sud della Libia dall’Afri- ganizzazione fino a quando que- stre inchieste - è anche in forza Libia hanno rotto i patti con Ser- Intanto però i trafficanti comin- già in atto, ecco perché non c’è
ca subsahariana dovessero ag- sti non hanno il danaro per pa- delle intese tra le milizie e il go- raj stringendone di nuovi con
ciano ad organizzarsi. «Le orga- più molto tempo da perdere per
giungersi anche gli stessi libici garsi il passaggio sui barconi o la verno di Tripoli. Serraj ha ottenu- Haftar. Il Feldmaresciallo con-
nizzazioni in Libia – spiegano da riportare la pace nel Paese.
che, negli anni scorsi, mai hanno propria libertà. I più fortunati to appoggi militari, i miliziani de- trolla così quasi tutte le frontiere
Tripoli – sono più informate de- © RIPRODUZIONE RISERVATA
preso in considerazione l’idea di naro per diminuire le partenze meridionali da dove arrivano i
migranti e anche lui, al pari di gli stessi italiani sugli sviluppi
abbandonare il proprio Paese. La verso l’Italia e far preservare al
Serraj, potrebbe utilizzare la della vostra politica interna, san-
situazione è costantemente mo-
nitorata sia sul posto che da Ro-
IL GOVERNO CONTROLLA governo di Tripoli gli accordi con
Roma. Anche per questo l’avver- «bomba migratoria» come arma no come e quando agire». Non es- I MILIZIANI FINORA
ma dalla nostra intelligence. I MIGRANTI SULLE COSTE timento del presidente tripolino di ricatto nei confronti di Roma sendoci molti motori per le bar- HANNO CONTROLLATO
come un tempo faceva Gheddafi. che (rivenduti dalle organizzazio-
I CENTRI IL GENERALE A SUD: degli «800mila migranti pronti a
partire» ha il retrogusto di una L’Italia sembra ora stretta in una ni dopo lo stop agli sbarchi), i
I TRAFFICANTI
In Libia sono una cinquantina i ROMA NELLA MORSA, minaccia. Basti pensare che già morsa, anche se non sarebbe sag- trafficanti si stanno organizzan- MA IL PATTO PUÒ
centri per migranti gestiti diretta-
mente dal governo che ospitano
IL RISCHIO È UNA NUOVA ora la guardia costiera libica non
ha più la capacità di controllare
gio per Serraj alzare troppo la vo- do con grandi pescherecci su cui
ce dal momento che il nostro Pae- caricano i migranti e piccoli gom-
SALTARE: GIÀ IN ATTO
appena 6mila persone. La restan- ONDATA DI SBARCHI le partenze perché utilizza le mo- se sembra l’unico realmente di- moni. L’intento è arrivare fino al LE STRATEGIE
4137609fd3c756ff2a2ea560a67943ba

IL_MATTINO - NAZIONALE - 6 - 16/04/19 ----


Time: 15/04/19 23:01
7
(C) Ced Digital e Servizi | ID: 01100476 | IP ADDRESS: 80.117.248.2 carta.ilmattino.it

Primo Piano M Martedì 16 Aprile 2019


ilmattino.it

La battaglia sui migranti


plimento, quindi.
IL RETROSCENA Anche stavolta la procura di Pa-

È lite sui porti, governo


lermo ha chiesto l’archiviazione,
ROMA Aver ridotto la questione li- ma il tribunale dei ministri avrà
bica ad un problema di migranti 90 giorni per decidere se acco-
lascia spazio alle incursioni di glierla o meno. Si potrebbe quin-
Matteo Salvini e indebolisce - e di ripetere il film sulla Diciotti,

indagato: gelo del Colle


non da ora - la linea italiana, che ma stavolta l’eventuale voto in
finisce sotto ricatto proprio di co- aula avverrà dopo le elezioni eu-
loro che trafficano in essere ropee e quindi la politica migra-
umani. Complice la campagna toria torna - per esigenze di cas-
elettorale, il ministro dell’Inter- setta - al centro del confronto po-
no impazza su tutti i media e i so- litico, si mescola con la questio-
cial tracciando i confini di ciò ne libica, e trasforma in “mission
che si può chiamare “guerra” e impossible” il lavoro del premier
“rifugiato”. Definizioni che la mi- Conte e del ministro Moavero.
nistra della Difesa Elisabetta
`Salvini sotto inchiesta insieme a Conte `M5S: doveroso accogliere chi fugge dalla Lo scontro sui “porti chiusi”, che
Trenta contesta, al punto da of- in realtà in Italia non lo sono mai
frirsi ai leghisti, e a non meglio Di Maio e Toninelli per la Sea Watch guerra. Altolà Lega: «Non sono rifugiati» stati, si riaccende e il duellare tra
precisati «movimenti di destra», vicepremier trascina nel tritacar-
per una lezione di diritto interna- ne la politica estera italiana. Non
zionale. Il leader della Lega però amplifica le difficoltà che incon- Il del capoluogo etneo, della Sea solo, la furia dichiaratoria, l’an-
non molla. «Chi parte dalla Libia tra l’Italia sullo scenario interna- vicepremier e Watch il 31 agosto scorso. La na- nuncio di incontri con esponenti
non è un rifugiato», ribadisce in zionale dopo aver sbagliato per ministro ve di una Ong tedesca, con a bor- libici, e non solo. L’impegno a
serata dopo aver invitato il colle- mesi “amicizie”, “sponsorizza- dell’Interno do 47 migranti, era stata per al- svelare ora l’una ora l’altra mi-
ga Luigi di Maio ad occuparsi di zioni” e scelte (vedi l’ultima sul Matteo cuni giorni alla fonda di Santapa- naccia dei contendenti sul terri-
aziende che chiudono, di svilup- copyright) che hanno emargina- Salvini ieri nagia davanti a Siracusa, «a fini torio, rendono ancora più impro-
po economico e non «dell’ordine to il Paese. Di Maio - come sostie- all’inaugura- di propaganda», si sostiene babile la linea di politica estera
pubblico, di sicurezza e difesa ne il senatore eletto M5S e poi zione della nell’esposto che ha dato il via al- del governo.
dei confini» che sono «mie com- espulso Gregorio De Falco - cer- nuova le indagini. La speranza del mini- Una spirale di improvvisazione
petenze». ca di «recuperare elettorato» ri- Questura di stro leghista di essere di nuovo che non può non suscitare per-
posizionando un po’ più a sini- Monza (foto l’unico sotto inchiesta svanisce plessità al Quirinale e in Sergio
LE TESI stra il M5S. L’incubo del sorpas- LAPRESSE) però poco ore dopo perché si vie- Mattarella che appartiene alla
Lo scontro nella maggioranza so non solo della Lega, ma anche ne a sapere che sotto indagine so- scuola di coloro che considerano
del Pd, spinge il leader grillino a no finiti anche il premier Conte, la politica estera come argomen-
sostenere tesi opposte a quelle di Di Maio e il ministro Toninelli. to bipartisan perchè si occupa di
qualche mese fa. Ed infatti Salvi- Il fatto di non essere da meno di temi di interesse del Paese e non
ni lo evidenzia chiedendo all’al- Salvini, fa tirare un sospiro di della sola maggioranza di gover-
«PIÙ SERIETÀ»: leato e alla ministra Trenta di ve-
nire in consiglio dei ministri a
sollievo a Di Maio che da Dubai
fa sapere di aver «ricevuto analo-
no. Il paradosso, al quale si è assi-
stito ieri, racconta invece di una
LE PERPLESSITÀ spiegare «perché hanno cambia- ga notifica» ma di non sentirsi coalizione dilaniata, che si muo-
DEL QUIRINALE to idea». «Napoleone». Ovvero di non sen- ve sul palcoscenico internazio-
PER LA COMPETITION La ciliegina sulla torta sul
caos di governo arriva dalla pro-
tirsi come Salvini e coloro che,
prima della legge Basaglia, in-
nale in maniera divaricata e con
posizioni che mutano a seconda
ANCHE SUI TEMI cura di Siracusa. Salvini rivela a dossavano in qualche struttura delle presunte convenienze.
DI POLITICA ESTERA metà giornata di essere sotto in-
dagine per l’approdo nel porto
protetta il copricapo del genera-
le francese. Non proprio un com-
Marco Conti
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mossa dei pm: un grave atto politico venivano esibiti i certificati me-
IL CASO
ROMA Un altro caso “Diciotti”,
che potrebbe portare a una
Il Viminale: basta ong in acque italiane dici che attestavano le precarie
condizioni di salute di alcuni
passeggeri. E qui si separano le
posizioni di Salvini e Toninelli.
nuova richiesta di autorizza- Nella relazione si riporta la de-
zione a procedere per Matteo iscritto il premier e tutti e tre i ne alle navi che abbiano “soc- le dei Minori di Siracusa, a fare cisione del 24 gennaio della
Salvini. L’accusa è ancora se- ministri sul registro degli inda- corso” i profughi. L’annuncio, sbarcare i profughi. Agli atti, stessa Capitaneria che aveva
questro di persona. Ma questa gati, ribadendo la sua richiesta in serata arriva su Facebook. adesso all’esame del Tribunale «Assegnato all’unità un idoneo
volta, per il mancato sbarco dei di archiviazione al collegio di dei ministri di Catania, c’è an- punto di fonda in attesa delle
47 migranti, salvati lo scorso 19 magistrati chiamato a giudica- L’EMAIL che l’email che il 22 gennaio determinazioni del competen-
gennaio dalla “Sea watch” e co- re i componenti del governo A ricondurre a una decisione viene inviata dal centro nazio- te dicastero dell’Interno, per
stretti a una lunga attesa prima nelle loro funzioni. Una sola ri- del Viminale, e quindi di Mat- nale di coordinamento per quanto attiene all’indicazione
di ottenere un “porto sicuro” il chiesta di archiviazione che at- teo Salvini, la mancata asse- l’immigrazione agli altri uffici del place of safety e per tanto
31 gennaio, il presidente del tribuisce a un’unica regia, tutta gnazione del “porto sicuro” al- del Viminale: «Si ritiene che della consequenziale autoriz-
consiglio Giuseppe Conte, il mi- politica, la decisione. la “Sea watch” che aveva soc- sulla base dei documenti tra- zazione allo sbarco».
nistro delle Infrastrutture Lui- Sono gli stessi magistrati corso 47 migranti, è la relazio- smessi da Codesto Comando a
gi Toninelli e il vicepremier che, per la “Diciotti”, volevano ne della stessa Capitaneria di questo Ncc (centro di coordina- LA DIRETTIVA
Luigi Di Maio non dovranno mandare a giudizio Salvini e porto, che riporta tutti i passag- mento nazionale), relativi Salvini annuncia il nuovo prov-
autodenunciarsi per difendere avevano invece archiviato la gi, incluso l’ordine del Tribuna- all’evento in questione avvenu- vedimento su Facebook: «Stia-
l’alleato e attribuire all’intero posizione degli altri compo- to in acque Sar libiche e per il mo lavorando a una direttiva
esecutivo la scelta dei porti nenti dell’esecutivo. E se è pro- quale Codesto Mrcc non ha per impedire l’ingresso, non so-
chiusi e la volontà di non fare
sbarcare i profughi.
babile che i giudici tornino a se-
parare le posizioni dei diversi
PRONTA mai assunto il coordinamento,
non sussistono, allo stato attua-
lo nei porti ma anche nelle ac-
que territoriali italiane» E ag-
Il procuratore di Catania ministri, riconducendo la re- UNA DIRETTIVA le, i presupposti per l’assegna- giunge: «Come a teatro si va se
Carmelo Zuccaro ha giocato
d’anticipo e, per dimostrare,
sponsabilità del mancato sbar-
co anche in questo caso al mi-
PER VIETARE zione di un place of safety».
Non solo, dalla relazione emer-
si ha il biglietto, in un Paese si
entra se si ha il diritto ad entra-
come aveva già sostenuto per il nistro dell’Interno, Salvini, in ALLE NAVI OLTRE ge che la decisione di virare re. Potete indagarmi 132 volte
caso “Diciotti”, che la strategia
rientra negli atti politici insin-
clima prelettorale, cerca an-
nuncia un’altra direttiva chiu-
ALL’ATTRACCO ANCHE verso l’Italia era dettata da con-
dizioni meteo avverse e che SBARCO L’arrivo dei migranti
non mi farete cambiare idea».
Valentina Errante
dacabili dell’esecutivo, ha dere le acque territoriali italia- L’AVVICINAMENTO all’ingresso in acque italiane lo scorso gennaio © RIPRODUZIONE RISERVATA

Donato Di Rado
IL 20 APRILE
ARRIVA PASQUA 100X100
Ricevitoria Di Rado
Corso Milano, 22
Termoli

100 PREMI GARANTITI


DA 100.000€
GIOCANDO SUPERENALOTTO CON SUPERSTAR PUOI VINCERE UNO DEI 100 PREMI GARANTITI DA 100.000€

PER LE GIOCATE A CARATURA LE VINCITE SONO RIPARTITE FRA I GIOCATORI.


ALLE VINCITE DI IMPORTO SUPERIORE AI 500€, SULLA PARTE ECCEDENTE DETTO IMPORTO, VERRÀ APPLICATA LA RITENUTA PREVISTA DALLA VIGENTE DISCIPLINA IN MATERIA.
IL GIOCO È VIETATO AI MINORI E PUÒ PER REGOLAMENTO E PROBABILITÀ DI VINCITA CONC.AAMS PER I GNTN
CAUSARE DIPENDENZA PATOLOGICA WWW.ADM.GOV.IT E WWW.SUPERENALOTTO.IT DEL 26/06/2009

4137609fd3c756ff2a2ea560a67943ba
IL_MATTINO - NAZIONALE - 7 - 16/04/19 ----
Time: 15/04/19 23:06
8

Primo Piano (C) Ced Digital e Servizi | ID: 01100476 | IP ADDRESS: 80.117.248.2 carta.ilmattino.it
M Martedì 16 Aprile 2019
ilmattino.it

Le tensioni

M5S, la capolista
indagata resta
E la base insorge
`Di Maio blinda Danzì, candidata `Ma su Rousseau scoppia la rivolta
nel Nord-Ovest: indagini irrilevanti Urne-flop: votano solo 20mila iscritti
ze» ci ha messo la faccia, a quel sta alta (2063 sì contro 759 no) è nerale al comune di Genova,
IL CASO punto non può far altro che Pignedoli nel Nord Est. La spac- era sub commissario prefetti-
blindare la sua capolista del catura è evidente. Non proprio zio al Comune di Brindisi. Sotto
ROMA Troppo tardi per tornare
IL PERSONAGGIO Maria Angela Danzì è la prima da sinistra
Nord Ovest prima di incassare il plebiscito che auspicava Di i riflettori dei magistrati ci sa-
indietro. Quando la notizia che una mezza sconfitta, tra le pole- Maio. rebbe il varco doganale realiz-
mento, accusano in molti nel da come erano descritte prima
Mariangela Danzì è indagata di- miche di attivisti e parlamenta- zato in città dall’autorità por-
IL BRACCIO DI FERRO gruppo parlamentare M5s, «la della presentazione, mi aspetta-
venta di dominio pubblico, le ri e il solito teatrino di guasti, ri- tuale che risulterebbe irregola-
votazione doveva avvenire su vo davvero molto di più», è il si-
urne di Rousseau sono aperte tardi e ambiguità lamentati dai Tenuta in naftalina per tutta la re perché costruito su terreno
base circoscrizionale e non sul- luro lanciato contro i vertici dal
da un pezzo. Si vota per la ratifi- frequentatori della piattafor- mattina («Si sta valutando ma comunale. Ma anche se ruolo
la base di un pacchetto prende- parlamentare grillino. Dello
ca delle cinque big esterne para- ma. Il lungo braccio di ferro che le regole valgono per tutti», dice della donna e contorni della vi-
re o lasciare». stessa idea anche il collega pu-
cadutate da Luigi Di Maio nelle si consuma ormai da giorni tra di primo acchito l’uscente Lau- cenda risultano ancora tutt’al-
Lo stato maggiore del Movi- gliese Davide Galantino. «Io di-
liste per le Europee. E il capo po- Di Maio e il resto del Movimen- ra Ferrara), la decisione dei ver- tro che chiari, il Movimento mi-
mento prova a metterci una co no alla ratifica - spiega su Fa-
litico, che su quelle «eccellen- to è evidente dagli scrutini fina- tici M5s su Danzì arriva dopo nimizza: «Indagini irrilevanti,
pezza («Ogni circoscrizione ha cebook - stiamo parlando di
li. Il gelo della base è certificato ore di imbarazzo. Anche se an- non ostative alla candidatura». una capolista differente in cima persone che vogliamo mandare
dai numeri: votano appena cora non avrebbe ricevuto un Non irrilevanti sono invece le alla lista»), i nervi di parlamen- in Europa a rappresentarci».
PER LA DONNA L’ACCUSA 20.541 persone, un flop. Passa
d’un soffio Todde nelle Isole
avviso di garanzia, la capolista
del Nordovest sarebbe indagata
polemiche che pronti via, mon-
tano come un déjà-vu del sal-
tari e militanti sono a fior di pel- Per il resto, nell’ennesimo gior-
È DI REATO DI INVASIONE (1739 clic contro 1351), fatica dalla procura di Brindisi in con- va-Salvini, non appena su Rous-
le. «Ho deciso di votare contro»,
dice il deputato abruzzese del
no mesto in cui si consuma il ri-
to della democrazia diretta, gli
DI TERRENI PUBBLICI Gemme al Sud (3468 sì contro
2169), mille voti di scarto regala-
corso con tecnici comunali e
dell’autorità portuale, per il rea-
seau compare l’ennesimo quesi-
to in odore di pasticcio. «Appro-
M5s Andrea Colletti. «Un segre- attivisti sgranano il consueto
QUANDO ERA no il pass del Centro a Rondinel- to di invasione di terreni pubbli- vi i capilista proposti dal capo
tario comunale, una anonima
professoressa universitaria e
rosario di proteste e sospetti.
Per ora, il paradiso della block-
SUBCOMMISSARIO li, idem nel Nord Ovest per la ci. Ai tempi dei fatti contestati, politico Luigi Di Maio?», chiede una persona che lavora da 10 chain può ancora attendere.
stessa Danzì (2553 clic contro la donna, funzionaria pubblica la piattaforma. E subito scatta
PREFETTIZIO A BRINDISI 1446). L’unica che ne esce a te- con un passato da direttore ge- la rivolta. Secondo il regola-
anni in un inutile comitato con-
sultivo europeo. Diciamo che,
Francesco Lo Dico
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Intervista Mara Carfagna


Paolo Mainiero «Totilavora per demolire, non
crede più in Forza Italia. Detto
La linea di Mara Carfagna,
vicepresidentedella Camera e
voce di rilievo di ForzaItalia, è
chiara:il partito così com’è non
«Forza Italia, Toti lavora per demolire questo, è evidente che c’è una
minoranza restia a cambiare. Ma
sevogliamo salvare la nostra
storia non possiamo lasciare
può andaree va organizzato. Ma
nonsecondo la linea teorizzata da
Giovanni Toti che, a suodire,
«vuoledemolire Forza Italia».
non andremo a rimorchio della Lega» tutto così com’è. Servono
organismidi partito, e che li
indichiBerlusconi o si facciano
con un congresso o con
C’è lasensazione che le Ma ForzaItalia è davvero a scimmiottare Trump ma negli un’assemblea non c’è problema».
prossimeeuropee saranno per prontaalla battaglia? Usa l’economia vola, mentre in L’addiodi Elisabetta Gardini fa
ForzaItalia una sorta di ultima «Compito di Forza Italia è Italia siamoin recessione, ilceto male?
spiaggia? spiegare agli italiani che ilPaese è mediofa fatica e rischiamo «Mi ha amareggiato molto,è una
alle presecon una gravissima ulterioripassi indietro». scelta incomprensibile. Ma
«In politica non esistono ultime
crisi economica e lo stesso Def Ma anche in ForzaItalia non Elisabettaha almeno avuto il
spiagge e sono certa che per Fi il
certifica ilfallimento delle mancanoproblemi: lei ha meritodella chiarezza rispetto ad
voto sarà l’occasione per
politichedel governo.Altro che definitoToti un alunno altri che mugugnano o rilasciano
confermaree rafforzare il suo
crescita.Al contrario, Forza Italia saccente,il primo della classe interviste provocatorie».
ruolo. Le elezionisaranno un
è a favore delle infrastrutture, che alza il ditino.Il governatore In Campania, Salvini candida
passaggio importante. Il voto avrà
proponela diminuzione delle della Liguria sostieneche serve alle Europee il rettore
conseguenze sull’Europa, ma
tasse,vuole favorire gli un grande contenitore dell’Universitàdi Salerno
anchesull’Italia. Il Paese è a un
investimenti,sostenere i ceti collocato nel centrodestra. Aurelio Tommasetti. C’è una
bivio.Da un lato, gli italiani
produttivi, vuole creare una «La linea politica di Toti è molto Lega attrattiva anche alSud?
possono decidere di rafforzare
grande area no-tax al Sud confusa.Prima inseguiva il «Sela Lega sia attrattiva lo
l’assesovranista Lega-M5s che ci
abbattendoIres e Irap, una disegno del partito unico di vedremoil 27 maggio.Ma Forza
sta portando allarecessione, operazione che costa meno del centrodestra, oggi è interessato a Italia non rinuncia alla sua
dall’altro possono revocare la reddito di cittadinanza». costruire con la Meloni una prerogativadi allargare e
fiduciaal governo e aprire nuovi Peròc’è il tentativodi Lega e Fdi seconda gamba. Nécondivido la includeree a Salerno candidiamo
scenari.In questo quadro,il ruolo di accerchiare Forza Italia. sua linea di portare la discussione l’ingegnere Antonio Ilardi,
di ForzaItalia è più che mai Anche la Meloni, dopo Salvini, annettere ForzaItalia è fallito. siamonoi, altrimenti avremmo all’esterno bombardando ogni limpida figura
centrale». halanciato una chiara ForzaItalia era e resta solo una gara tra estremismi a chi giornoil partito. ForzaItalia non dell’associazionismo
Dunque, nessun rischio di offensiva. determinante peril centrodestra, fala faccia più feroce sulla ha complessi di inferiorità e non imprenditorialee cattolico.Forza
estinzione...? «Èuna offensivache non ci come hanno dimostrato le recenti sicurezza. Ma iproblemi del va a rimorchio della Lega». Italia continua a essere attrattiva
«Sarannoelezioni difficili ma chi spaventa, semmai è un motivo regionali. ForzaItalia ha un Paesenon possono esaurirsialla Peròanche lei è stata critica e conserva una sua forte
scommettesulla fine di Forza percoltivare un sano ottimismo. bacino elettorale che oscilla tra l’8 sicurezza. La priorità è sulla organizzazionedel credibilità».
Italia dovrà ricredersi come ha Il disegno dei sovranisti di e il 14 per cento e a queste l’economia. Vedo che c’è chi gioca partito. Peròla crisi dei partiti
dovuto fare per ben seivolte percentuali va aggiunto il «Checi sia bisogno di superare lo tradizionalitocca tutti i grandi
consecutive alle regionali. Forza consenso delle liste civiche che status quo è fuori di dubbio. Forza Paesi europei.
Italia deve raccontare la verità abbiamo generosamente Italia pesa quasi esclusivamente «Sicuramente. Ma se si vuole
agli italiani svolgendo una contribuito a costruire. Il fatto che sulle spalle di Berlusconi, che cambiarel’Europa, ilvoto ai
campagna elettorale tra la gente, qualcunovoglia giocare a resta imprescindibile ma sul sovranisti è un voto perso. Il Ppe
portaa porta, cortile per cortile. È rubabandiera prova che non c’è quale non possono gravare tutte continueràad avere il doppio dei
vero,c’è un’Europa da cambiare e una visione politica ma solo un le responsabilità. Non è pensabile parlamentari delle forze
nessunopiù di Forza Italia ha tentativo,destinato a fallire,di che lo staff di Berlusconi possa e sovraniste e Forza Italia sarà
pagatoa caroprezzo questa
esigenza. Ricordo che nel 2011il
IL VOTO ALLE EUROPEE mortificare gli alleati».
Ma esisteancora il
IL PARTITO DEVE debba accollarsi tutte le questioni
e tanti militanti, tanti
centralerispetto a un governo che
sta isolando il Paese, non ha una
governo Berlusconi cadde anche AVRÀ CONSEGUENZE centrodestra?Lega e Fdi quasi CAMBIARE: BERLUSCONI amministratori chiedono un posizione sulla Libia,sostiene
perla sua fermaopposizione alle
burocrazie europee. Ma è
ANCHE PER L’ITALIA: ne mettono in discussione
l’esistenza.
RESTA IMPRESCINDIBILE confronto chiaroe franco
sull’organizzazione. Chi difende
Maduro, fa con la Cina accordi
che hanno generato e caos e
evidente che il voto potrà avere L’ASSE SOVRANISTA «Senza l’area moderata e liberale MA LE RESPONSABILITÀ lo status quo lavora per i nostri diffidenza senza avere in cambio
ripercussioni sugli equilibri
internied è importante che gli
CI STA PORTANDO rappresentata da Forza Italia il
centrodestra sicuramente non
NON POSSONO GRAVARE competitor».
Toticertamente non lavora per
nulla, mette in discussione
l’ancoraggio alla Ue e alla Nato».
italiani ne siano consapevoli». ALLA RECESSIONE c’è.Il baricentrodella coalizione TUTTE SU DI LUI mantenerelo status quo. © RIPRODUZIONERISERVATA

4137609fd3c756ff2a2ea560a67943ba

IL_MATTINO - NAZIONALE - 8 - 16/04/19 ----


Time: 15/04/19 22:59
(C) Ced Digital e Servizi | ID: 01100476 | IP ADDRESS: 80.117.248.2 carta.ilmattino.it
9

Primo Piano M Martedì 16 Aprile 2019


ilmattino.it

Miti infranti
palti, delle strategie di funziona-
L’INCHIESTA mento dell’economa e della so-
cietà - in cui la condivisione è un
Era il welfare perfetto. Una sinte- mantra e qualsiasi dubbio rimet-
si virtuosa fra diritti e doveri. Ma te in discussione tutto. In nome
la favola sta finendo. E spuntano di un egualitarismo ipocrita e pa-
creature impreviste nel fatato ralizzante, che si serve dell’iper
paesaggio svedese. Furbetti
all’aringa? In questo Paese il red-
dito di cittadinanza si chiama So-
cial bidrag (Contributo sociale).
E una nazione abituata a fidarsi,
In Svezia il “paradiso” produzione di carte burocrati-
che per garantire lunghezza di
tempi e confusione sull’obietti-
vo. «A volte un documento viene
visto e rivisto anche 20 volte.
Ognuno a tutti i livelli gerarchici,

dei furbetti del Reddito


ma ormai alle prese con culture
più manovriere arrivate con il pure quelli non di vertice, ag-
boom dei migranti, non s’è anco- giunge la sua e ogni sillaba nuo-
ra dotata di controlli adeguati va fa ricominciare tutto da ca-
contro tentazioni e imbrogli. La po», racconta il manager di una
locale Corte dei conti ha elabora- multinazionale tedesca. Che ag-
to un rapporto secondo cui quasi giunge: «Qui anche gli uomini
possono arrivare a un anno di
200 mila persone che ricevono il
sussidio che può arrivare
`Niente sanzioni per i 200 mila che, `Boom di finti divorzi e falsi certificati paternità. Per sostituirli siamo
costretti a ricorrere ai consulen-
all’equivalente di 1.100 euro, non
si sono messe a cercare lavoro.
preso il sussidio, non cercano lavoro medici per ottenere contributi più alti ti. E questo vale per tutti, anche
per i nostri clienti. Partecipo a
Ma il punto vero è che nessuno li
riunioni in cui ci sono 50 consu-
ha sanzionati. Per capire la gran- lenti il cui unico obiettivo è allun-
va anche: mezzo lavoro per mez-
dezza di questi numeri, è come ne (15 mila euro). Con una prova
zo stipendio, e invece no: qui gli gare i tempi del lavoro per allun-
se in Italia ci fossero 1,2 milioni quasi perfetta, si è ammessi a gare le loro parcelle. Perciò si di-
questa facoltà. E poi il posto che stipendi sono interi. Racconta
di “furbetti” del reddito di cittadi- scute anche delle virgole». Que-
ti sei comprato da medico favori- una giovane infermiera, Sarah,
nanza. Si riesce a cambiare no- sto tipo di racconto lo fanno tut-
sce a cascata (anche con l’istru- che lavora in uno dei maggiori
me e a risultare nullatenenti, e si ti. In ogni ambito lavorativo. Il
conquista - senza troppe difficol- zione gratuita per i figli che può nosocomi della città, il Sos (So-
der Sjukhuset): «Appena assun- sogno di questo Paese è una Sve-
tà - il Social bidrag. Il finto divor- arrivare a 1.100 euro al mese) tut- zia ricca dove i singoli non sono
zio dal marito, sancito da una ta la famiglia. Familismo amora- ta, prendo quello che per voi so-
no tremila euro». Peccato, però, ricchi e di un potere diffuso an-
cartellina intraducibile prodotta le alla svedese? che a dispetto di pragmatismo e
in qualche ufficio sub-sahariano Il reddito di cittadinanza scat- che al pronto soccorso di molti
ospedali di Stoccolma per farsi operatività. E si tratta di una filo-
o pakistano, fornisce la doppiet- ta sia se sei disoccupato sia se sofia, regressiva, usata per tene-
ta: reddito per donna non lavora- per qualche ragione non puoi se- visitare si aspettano anche 10 ore
re a bada, ma senza troppo suc-
trice e reddito per single mother. guire il programma di reinseri- e, come narrano tutti, la doman-
cesso, il “den kulinga ovundsju-
mento al lavoro. Qui s’innesca il da di medici - che per non essere kan”: ossia la sindrome dell’invi-
IL MERCATO DELLE SOLUZIONI traffico dei falsi certificati medi- invasivi e non scontentare la Di- dia sociale che già nel ‘500, al
Si arriva alla tripletta o alla qua- ci, di cui vengono considerati vina Privacy non prendono mai tempo di re Erik XIV Vasa, veni-
dripletta se, in combutta con il specialisti i dottori arabi. Eccoci il toro per le corna - è questa: va indicata come la tipica malat-
consorte che in realtà è ancora in in uno dei tanti Vardcentralen, lattia e ripartono». Controlli? del suo studio il manager di una «Lei che cosa pensa di avere?». tia di queste contrade.
carica, ci si dichiara donna pic- centri di sanità dei quartieri. La «Se vengono scoperti, se la cava- grande multinazionale dice: Nel frattempo il toro è stramaz- Mario Ajello
chiata dal marito. E a quel punto zona è quella del quadran- no con la ramanzina: guarda che «Agli svedesi alle 4 in punto, co- zato. Insomma, aveva ragione Andrea Bassi
oltre ai due benefit precedenti, te-ghetto di Rissne, Tensa, Alby, ti togliamo la pensione!». me dite voi italiani, cade la pen- J.R.R. Tolkien, l’autore del “Si- (5-continua)
ce n’è uno in più, anzi due: nuovo Masmo. In cambio del certifica- na. Tutti a casa, a pensare ai gnore degli anelli”, nel suo ada- © RIPRODUZIONE RISERVATA

sussidio più casa pagata. Ma il to con scritto “stress”, scatta la ri- DA LUNEDÌ A GIOVEDÌ bambini». Lavorare poco, lavora- gio: «Non tutto quello che lucci-
“furbetto” alla svedese è partico- compensa al medico siriano. Ma chissà perché, visti da quas- re tutti, alla maniera in uso nei ca è oro». Chi viene a lavorare a
larmente abile, come si racconta Racconta una ragazza eritrea, sù, i “furbetti” nuoterebbero solo Paesi socialisti? Proprio così, e si Stoccolma, come molti dei ma-
nel comparto accademico del Ka- che aspetta il suo turno: «Ci sono nel Mar Mediterraneo. È la dege- lavora soltanto dal lunedì al gio-
vedì. «Sì - spiega il capo cantiere
nager internazionali del palazzo-
ne di Solna, è impressionato dal
LA DEGENERAZIONE
rolinska Institute, nei trucchi da casi di pazienti che si fanno fare nerazione del modello tutto-di-
test d’ingresso all’università. C’è il certificato, dicendo: dottore, ritti. Ed è quello rappresentato di uno dei tanti palazzoni in co- modello di comando in uso quas- DEL MODELLO
un mercato per le soluzioni delle non posso usare la mano. Lo ot- da scene come questa. Ore 16,10 struzione - noi avremmo biso- sù, quello per cui ogni decisione EGUALITARIO
prove. Vengono vendute tramite tengono, se ne vanno all’estero a in un moderno complesso pieno gno di persone che lavorano an- del capo rischia di essere un so-
auricolari bluetooth connessi fare affari (ne conosco uno che è di uffici e di sedi aziendali, a Sol- che il venerdì e il sabato per acce- pruso agli occhi degli altri, e vige HA CREATO OGGI
all’orologio I-watch o Samsung. andato in Kenya) e alla fine del na, semi-periferia di Stoccolma: lerare i lavori, ma non se ne tro- una sorta di assemblearismo - LA SINDROME
vano».
A medicina, la soluzione costa
dalle 100 mila alle 150 mila coro-
mese tornano per prendere il
sussidio di disoccupazione e ma-
regna il silenzio e non c’è più nes-
suno. In questo deserto, dall’alto A Proposito dell’Urss, si dice-
nella gestione degli affari azien-
dali, di quelli pubblici, degli ap-
DELL’INVIDIA SOCIALE

081482737 0813723136
0817643047 0813765941

IL_MATTINO - NAZIONALE - 9 - 16/04/19 ----


Time: 15/04/19 23:00

4137609fd3c756ff2a2ea560a67943ba
10

Primo Piano M Martedì 16 Aprile 2019


ilmattino.it

Inchiesta, gli affari dei Casalesi (C) Ced Digital e Servizi | ID: 01100476 | IP ADDRESS: 80.117.248.2 carta.ilmattino.it

Rfi, vita da vip


per il manager
Paga Schiavone
`Al direttore commerciale il boss `La moglie di Sandokan: «Nicola
offrì un weekend da 2000 euro usa il lievito madre di mio marito»
lavoro di appostamento dei cara- na Nappa, vale a dire la moglie di fratello del boss Francesco, in
L’INCHIESTA binieri del comando provinciale Francesco «Sandokan» Schiavo- uno scenario investigativo che
di Caserta, in un’inchiesta con- ne, ma anche madre di Nicola ha un solo obiettivo: fare chiarez-
Leandro Del Gaudio dotta dalla Dda di Napoli. Al lavo- Schiavone jr, che da più di un an- za su una decina di commesse
ro i pm Antonello Ardituro e Gra- no sta collaborando con la giusti- della Rfi finite in imprese sospet-
ziella Arlomede, sotto il coordi- zia. In sintesi, Nicola Schiavone te. Decisivo - nell’ottica della Pro-
Non potevano sapere che lì, nella
namento dell’aggiunto Luigi jr va considerato come un uomo cura - il lavoro svolto da Nicola
hall di uno dei più lussuosi alber-
Frunzio, ieri mattina ancora blitz di fiducia del potente boss dei ca- Schiavone. Un facilitatore, un
ghi della Costiera, non erano soli.
e acquisizioni di documenti: i ca- salesi, uno che «non ha mai ab- semplificatore, un triangolatore.
Erano in buona compagnia, tra
rabinieri sono tornati negli uffici bandonato la nostra famiglia». Dai suoi uffici di piazza dei Marti-
carabinieri in borghese, mimetiz-
romani di piazza Croce rossa, Ma quali sono i rapporti affaristi- ri e di viale Gramsci, Nicola
zati nel bel mondo di Positano. mentre un decreto di perquisizio- ci tra la famiglia Schiavone le tra- Schiavone avrebbe esercitato
Hotel San Pietro, nella perla della ne è stato notificato nei confronti me imprenditoriali dell’impren- pressioni per veicolare affidi di-
costiera amalfitana, massima di- di un altro dirigente della Rfi, va- ditore 65enne? La donna si affida retti ad aziende amiche, ma an-
screzione, volti distesi e rilassati. le a dire Pierfrancesco Bellotti, a una metafora gastronomica: che per rimuovere funzionari po- LADY SANDOKAN Giuseppina Nappa moglie del capoclan
Ci sono loro, parliamo di due dei manager del reparto di tecnolo- «Nicola Schiavone usa il lievito co graditi, all’interno del colosso
soggetti finiti al centro dell’in- gia, sempre in relazione ad alcu- madre che molti anni fa ha pre- di piazza Croce Rossa. Apposta- deosorveglianza, che Schiavone tranno replicare alle accuse e
chiesta sui vertici della Rete fer- ni contatti con Schiavone. parato mio marito». Chiaro il menti, fotografie e intercettazio- estrae una busta con banconote motivare la correttezza della pro-
roviaria italiana: Massimo Iora- concetto? Avrebbe messo a frut- ni, dunque. Siamo a settembre da cinquanta euro». Poi agli atti pria condotta. Indagine per cor-
ni, dirigente romano dell’area «IL LIEVITO MADRE» to capitali e risorse di origine ca- del 2018, quando Schiavone vie- c’è una conversazione del 12 set- ruzione e turbativa d’asta, la Pro-
tecnico-commerciale; e Nicola Un’inchiesta che punta a verifica- morristica, per uscire dalla meta- ne fotografato in piazza Vittoria, tembre, quando ormai il dirigen- cura punta in alto, battendo la pi-
Schiavone, classe 1954, a sua vol- re la trasparenza dei rapporti tra fora. Ma torniamo alla storia de- mentre si reca ad acquistare cra- te ha lasciato la struttura. Schia- sta delle collusioni camorristi-
ta ritenuto espressione imprendi- Nicola Schiavone (classe 1954) e i gli appalti nella Rete ferroviaria vatte e foulard. Sono un regalo, vone chiama un dipendente del che. Grazie al proprio potere mi-
toriale ed affaristica della poten- dirigenti della Rfi, anche sulla italiana. Diciassette indagati, secondo i carabinieri di Caserta. San Pietro per informarsi sulla litare, i casalesi hanno ottenuto
te camorra dei casalesi. Otto set- scorta di regali e «attenzioni» ri- spiccano i nomi di dirigenti ro- Un regalo che viene portato a Po- permanenza del presunto ospite la gestione di appalti per la rete
tembre scorso, reception. Strette tenute sospette. Ma prima di en- mani, di funzionari napoletani, sitano, dove l’affarista ha appun- e ottiene questa risposta: «L’inge- ferroviaria (esclusa la Tav), veico-
di mano, sorrisi. E Schiavone che trare nel merito dei rapporti, con- ma anche di soggetti in odore di tamento con Iorani. Scrivono gli gner Iorani ha riferito che è stato lando risorse e lavori a ditte ami-
salda il conto del soggiorno di Io- viene soffermarsi su cosa ha rac- camorra, come Nicolina Coppo- inquirenti: «Si nota, dalle imma- benissimo e che si è rilassato tan- che. Diversa la tesi dei difensori,
rani (pagamento rigorosamente contato in questi giorni Giuseppi- la, moglie di Walter Schiavone, gini estrapolate dal sistema di vi- tissimo e che sarebbe andato ver-
tra cui gli avvocati Carlo Fabboz-
in contanti), leggendo la distinta so Sorrento». Scatta una seconda
zo, Giovanni Esposito Fariello,
delle spese, con tanto di gita in attività investigativa, che porterà
barca. Tutto viene registrato, fo- Alfredo Sorge. Gli atti sono ora al
Schiavone (e gli stessi militari)
tografato e intercettato, grazie al nell’Hotel Bellevue Syrene, sem- Riesame, spicca anche l’acquisto
pre a caccia di elementi in grado da Cartier di via Condotti a Ro-
di spiegare il rapporto tra il diri- ma, un paio di gemelli Santos de
gete e l’affarista di Casal di Princi- Cartier, in vista di un incontro
CORRUZIONE pe. con il dirigente Paolo Grassi (non
E TURBATIVA D’ASTA Una vicenda che impone cau- è chiaro se abbia accettato o me-
tela: intercettazioni e pedina- no il regalo). Anche in questo ca-
NUOVE PERQUISIZIONI menti, sequestri e testimonianze so, non si tratta di una prova di
E ACQUISIZIONI ATTI sono un mezzo di ricerca della colpevolezza, ma - nell’ottica dei
prova e non una condanna defini- pm - di un ulteriore riscontro del
17 GLI INDAGATI tiva. Tutte le persone coinvolte, a sistema Schiavone.
DALLA DDA partire dallo stesso Iorani, po- © RIPRODUZIONE RISERVATA

nel frattempo il procuratore ag-


IL PROCESSO giunto Tiziana Siciliano e il pm
Luca Gaglio hanno depositato al-
MILANO È stata meteorina al tg di cuni atti che documentano, se-
Emilio Fede, soubrette di Colora- condo l’accusa, la riconducibilità
do cafè, cantante con l’amica Aris a Luca Risso, ex compagno di Ru-
Espionosa. Ma ciò che ha reso in- by e anch’egli imputato per corru-
zione in atti giudiziari, di un flus-

Polanco: «Ora vi dirò tutta la verità»


dimenticabile Marysthell Garcia
Polanco, presenza fissa alle sera- so di denaro in suo favore di oltre
te di Arcore, è stata la sua deposi- 400 mila euro che sarebbero stati
zione al processo Ruby nel 2012: trasferiti da Milano a Playa del
Carmen in Messico, passando
«Mi travestivo da pm Ilda Boccas-
sini, con la toga addosso, oppure
da Obama». Mai però, nel suo rac-
conto in tribunale, si è spinta ol-
Il «Ruby-ter» sospeso per le europee per Francoforte, Londra e Luga-
no. Da ciò che filtra dalla procura,
i pm hanno già contestato a Risso
l’incasso di quei soldi come prez-
tre: «Erano feste goliardiche, si
Imane è stata la prima pentita del- che è successo puoi pensare mille ma con una lettera alla pm Boc- zo della presunta corruzione e
ballava e ci si travestiva». Adesso,
le notti hard a villa San Martino, cose, puoi avere gli incubi, ma cassini, poi in un’intervista al Dai- ora, con i risultati di una rogato-
accusata di corruzione in atti giu-
ha parlato di soldi, palpeggia- non ho mai detto che è stato Pu- ly Mail in cui parlava di sesso alle ria in Svizzera, puntano a chiari-
diziari e falsa testimonianza nel
menti, sesso a pagamento e «ra- tin e che soprattutto sono stata feste dell’ex premier. Per ascolta- re la riconducibilità dei bonifici
Ruby ter con Silvio Berlusconi e gazze che facevano di tutto per minacciata da qualcuno». Mary- re la sua nuova verità, però, biso- all’ex compagno di Karima el
altri ventisei imputati, la Polanco potersi fermare». Lo scorso 1 mar- sthell ricorda l’ultima volta che gnerà aspettare almeno due me- Mahroug.
fa l’ennesima capriola. «Può dar- zo è morta, un decesso misterio- ha visto Imane, a gennaio in aula, si: il tribunale - che «condivide il Claudia Guasco
si che la mia versione davanti ai so al punto che la procura ha «mi ha sorriso, non voleva farsi principio di leale collaborazione © RIPRODUZIONE RISERVATA
giudici sarà diversa rispetto a aperto un fascicolo per omicidio chiamare olgettina, mi è dispia- tra il potere legislativo e il poter
quella del processo Ruby bis. Ho volontario, e la Polanco è stata ciuto tanto per lei. Io mi sono fat- giudiziario», è la motivazione dei
deciso di dire le cose come stan- ascoltata come testimone dai ma- ta tante idee, l’ho vista che stava giudici - ha accolto la richiesta di
no, ora mi sento una donna con gistrati che indagano. Quando le bene qui, era molto bella e dopo sospensione del processo avanza-
LA SHOWGIRL CAMBIA
dei figli e voglio dire la verità», an- hanno detto che Imane era mor- pochi giorni era morta». Sarà lo ta dalla difesa di Silvio Berlusconi DI NUOVO VERSIONE
nuncia in una pausa dell’udienza. ta, la sua reazione è stata violen- shock, fatto sta che la Polanco sta per permettere al leader di Forza
«Magari la mia posizione non è ta: «No! Il polonio!». Ripensando ripensando alla sua versione: «Io Italia di partecipare alla campa-
ACCOLTA LA RICHIESTA
tanto diversa da quella di Imane a tutta questa storia, riflette: «È ho cambiato vita, voglio avere gna elettorale per le europee. DI RINVIO DI BERLUSCONI
Fadil», è il dubbio che insinua. molto strano che ancora non si un’esistenza nuova e chiudere
sia scoperto come è morta, certo GIRAVOLTA Marysthell Polanco questa cosa». Un percorso già an- ROGATORIA SVIZZERA CANDIDATO
MORTE OSCURA che ti viene l’ansia. Dopo quello imputata nel processo Ruby ter nunciato almeno due volte: pri- Prossima udienza il 10 giugno, ALLE ELEZIONI

IL_MATTINO - NAZIONALE - 10 - 16/04/19 ----


Time: 16/04/19 00:52
4137609fd3c756ff2a2ea560a67943ba
11
(C) Ced Digital e Servizi | ID: 01100476 | IP ADDRESS: 80.117.248.2 carta.ilmattino.it
Primo Piano M Martedì 16 Aprile 2019
ilmattino.it

L’emergenza criminalità
LE MAFIE DIMENTICATE avrebbe attecchito. Oggi, la
realtà dimostra che non è stato
così. Le inchieste sulla presenza
di locali di ’ndrangheta anche in
provincia di Reggio Emilia sono
molte».
I locali di ’ndrangheta sono
autonomi in ogni regione?
«L’autonomia è sulla gestione
interna, ma non sono mai
svincolati dal controllo della
casa madre calabrese che è
sempre a San Luca sede del
cosiddetto crimine, il vertice che
Gigi Di Fiore controlla che nessuno violi le
regole generali
Procuratore capo a Catanzaro, dell’organizzazione. Il capo del
autore di più saggi sulla crimine viene nominato dai
‘ndrangheta, Nicola Gratteri è diversi locali e, in caso di
uno maggiori conoscitori della violazioni serie, viene aperta
mafia calabrese che ha da tempo anche un’istruttoria con un vero
dimensione internazionale. e proprio tribunale».
Mafia che attira poca attenzione, Ci sono stati casi recenti di
perché è sempre più sostanza di violazioni di qualche locale?
affari in doppiopetto che «È accaduto nella faida di Locri.
folklore. Fu decisa la chiusura del locale,
Procuratore Gratteri, la che non poteva gestire più affari
‘ndrangheta è una mafia che né rapportarsi con gli altri».
agisce in sordina? Esistono locali più importanti
«È sicuramente la mafia di di altri?
maggiore potere economico, che «I sette locali calabresi, ma poi
supera i confini italiani. È ce ne sono anche al nord in
dominante nell’intera Europa e rapporti stretti con le case
si è radicata da 40 anni in
Piemonte, Lombardia, Veneto,
Intervista Nicola Gratteri madri. Va detto che la
concentrazione della
Emilia Romagna. Al nord, ha repressione dello Stato in Sicilia
soppiantato Cosa nostra».

«La ’ndrangheta dilaga


negli anni ’90 del secolo scorso
Eppure, nell’idea diffusa, c’è agevolò l’espansione silenziosa e
ancora chi parla di una mafia sotto traccia della ’ndrangheta».
stracciona. Come mai? Il crimine può considerarsi
«È un ritornello ricorrente, una cupola, come era quella
perché la ‘ndrangheta non ha della mafia siciliana?

e sbarca anche in Sicilia»


bisogno di fare clamore, di «No, è invece una specie di
azioni eclatanti. Si è estesa struttura di controllo delle
persino in alcune zone della regole che rendono questa mafia
Sicilia, dove fornisce cocaina rigida e anche con pochi
alla mafia siciliana». collaboratori di giustizia. Mai
Pochi agguati e molti affari? nessun capomafia si è pentito,
«Proprio così. Ed è una strategia sempre personaggi di secondo
possibile per la struttura ` Il procuratore di Catanzaro: «’Ndrine `«Pochi pentiti e un controllo rigido piano».
familiare dei singoli locali, come Mafia potente che non ha
si chiamano i gruppi della a capo del mercato globale della coca» dei gruppi che gestiscono i traffici locali» bisogno di azioni rumorose,
’ndrangheta nelle diverse aree. ma con molti affiliati?
C’è una selezione «Proprio così. Gli affiliati della
nell’affiliazione, che guarda di Milano, la fanno i nigeriani sostituì quella siciliana che ritenuta perbene, su cui nessuno ’ndrangheta sono migliaia nel
all’affidabilità e all’obbedienza che acquistano la cocaina gestiva tutto il traffico alza le antenne se possiede mondo. Basti pensare che in
del picciotto. Un ordine, anche di dagli ’ndranghetisti». dell’eroina». elevata disponibilità di denaro». Canada esistono locali
morte, non va discusso e chi lo Da dove arriva la cocaina? Gli ’ndranghetisti riescono a Tutti soldi che arrivano dalla strettamente collegati con quelli
esegue deve dimostrare «Dal imporre anche prezzi migliori cocaina? calabresi e ci sono affiliati che
coraggio e sangue freddo». Sudamerica, degli altri? «I capitali fanno la spola per informarsi
Una selezione psicologica? passando a volte «Sì, proprio per il loro rapporto iniziali, che sulle novità nella casa madre.
«Anche, sì. Il picciotto viene per la Spagna. con i produttori di cocaina. consentirono Quando a Milano un capo di un
valutato nella sua tenuta Ma i porti di Riescono ad acquistarla a mille investimenti locale pensò di svincolarsi dalla
nervosa. Le regole e gli ordini maggiore euro al chilo, mentre altri la nelle aziende casa madre calabrese, venne
non vengono mai messi in transito sono pagano 1800 euro». soprattutto edili prima isolato e poi ucciso».
discussione, come invece Amsterdam, Al nord la ‘ndrangheta è al nord, Ci sono famiglie che contano di
avviene nella camorra dove i Rotterdam, penetrata nelle attività arrivavano dal più negli scenari
rimescolamenti e i contrasti tra Anversa e in imprenditoriali pulite? controllo totale ’ndranghetisti?
gruppi sono continui». Italia, invece, «Sì, negli ultimi anni c’è stata dei sequestri di «Quelle storiche, come i Pelle di
Questo rende la mafia Genova, Livorno, sempre maggiore infiltrazione persona che San Luca, i Di Stefano di Reggio
calabrese più stabile? Trieste, Venezia, nel settore dell’edilizia, dello furono Calabria, i Piromalli di Gioia
«Sì, se dovessero finire le mafie, Ancona e giù Gioia Tauro». smaltimento rifiuti, del appannaggio della ’ndrangheta Tauro. Ma i fatti di sangue sono
credo che la prima a scomparire Come è arrivata la mafia movimento terra e poi della negli anni ’70 del secolo scorso. pochi, la penetrazione sociale, al
sarebbe la camorra che pure è la calabrese al monopolio nella ristorazione. I locali di Sequestri di persona in Calabria, sud come al nord, avviene
più antica. La ’ndrangheta vendita di cocaina? ’ndrangheta sono estesi in tutte ma anche in regioni del nord. In attraverso la corruzione e la
finirebbe per ultima. È un «Da un’intuizione, che portò le regioni del nord. Affiliati o realtà, nelle regioni complicità in affari comuni.
paradosso, naturalmente». molti ’ndranghetisti a imprese collegate riescono ad settentrionali, ho sempre Molti imprenditori non si
Da cosa nasce questo potere trasferirsi in Sudamerica dove infiltrarsi con facilità senza che trovato chi quasi si offendeva se chiedono nulla e trovano
criminale ed economico? ora sono in società con i nessuno si insospettisca per li mettevo in allarme». comodo intrecciare attività con
«Dal controllo totale del mercato AL NORD produttori della cocaina e con tanto denaro che circola». È successo?
OGGI AFFARI chi dispone di capitali non si sa
della cocaina all’ingrosso. La MOLTI alcuni narcotrafficanti. Pochi sospetti perché non «Sì. Una quindicina di anni fa, GUIDATI come acquisiti. Per questo, c’è
mafia calabrese la vende in tutta Vengono considerati esiste più il mafioso con la spiegai in provincia di Reggio sempre bisogno di fare
l’Europa. In Italia, la vende alla
NON SI FANNO attendibili, seri, affidabili. coppola e i modi rudi? Emilia il pericolo della
DA COLLETTI attenzione sui cosiddetti reati
camorra e a Cosa nostra. Non DOMANDE Quando la cocaina soppiantò «La maggior parte delle imprese penetrazione della mafia BIANCHI spia. Penso alle false
hanno piazze di spaccio, la DI FRONTE l’eroina nel diventare droga di collegate alla ’ndrangheta sono calabrese. Mi risposero dicendo SENZA SPARARE fatturazioni, alle bancarotte, alle
vendita su strada in Calabria, massa in tutti gli ambienti gestite da gente che si veste bene che al nord avevano anticorpi evasioni fiscali».
come nella provincia di Torino o AI SOLDI culturali, la mafia calabrese e ha modi di fare forbiti. Gente sufficienti, che da loro non UN COLPO © RIPRODUZIONE RISERVATA

Braccia e gambe spezzate per 500 euro, truffate le assicurazioni


dalla questura palermitana con dry alla morte e che sembrava preparare i testimoni per le loro accettato di farmi fare del ma-
L’INCHIESTA 34 provvedimenti di fermo. coinvolgere una rete di decine dichiarazioni. Seguiva, poi, il le», confessa una delle cinquan-
A insospettire gli inquirenti di persone. momento degli “spaccaossa”, le ta vittime ascoltate dagli inqui-
Più la frattura risultava scom- era stata inizialmente la morte persone impiegate a infliggere renti per ricostruire questa
posta, più grande sarebbe stato sospetta di Yakoub Handry, un IL RECLUTAMENTO la frattura, che anestetizzavano complessa struttura, che sareb-
il risarcimento. Per la rottura cittadino tunisino, deceduto Un ricorrente e stratificato siste- le loro vittime con ghiaccio e be potuta continuare a lungo se
delle braccia la banda pagava per le terribili lesioni riportate ma operativo era alla base della droghe, appoggiavano le brac- i truffatori non avessero raggi-
alle vittime 500 euro, per le in un incidente mai avvenuto. truffa. Prima di tutto alcuni com- cia o le gambe dei malcapitati rato i loro stessi complici-vitti-
gambe 1000, per entrambi gli Solo con i primi fermi dell’ope- ponenti della banda siciliana su blocchi di cemento e scaglia- me, promettendo loro cifre che
arti 1500. razione “Tantalo” della polizia erano incaricati di reclutare le vano sugli arti una borsa piena solo in parte venivano corrispo-
In preda a urla lancinanti le di Stato dell’8 agosto del 2018 si vittime degli incidenti nei quar- di pietre. ste.
vittime venivano trasportate inizia ad avere un quadro chia- tieri più disagiati della città, rac-
all’ospedale per il ricovero, do- ro di ciò che aveva portato Han- cattandoli fra giovani disoccu- IN OSPEDALE LE INTERCETTAZIONI
ve avrebbero spiegato la natura pati, persone con disturbi psi- Portate in ospedale, le vittime sa- Dalle intercettazioni rilasciate
dell’incidente. chici, tossicodipendenti, tutta rebbero state sorvegliate giorno dalla Polizia, infatti, è possibile
gente bisognosa di denaro e fa- e notte perché non venisse loro ascoltare l’insensibilità dei
IL SISTEMA LA BANDA INSCENAVA cilmente corruttibile. in mente di confessare l’accadu- mandanti che di fronte al dolo-
Ma questo film dell’orrore è fini- INCIDENTI E PROCURAVA La seconda fase era affidata a to. Infine i vertici del sistema si re atroce della gente reclutata
to ieri mattina. Il sistema dei co- FALSE FRATTURE chi si occupava di costruire la sarebbero adoperati nel diffici- per farsi fare del male rispondo-
siddetti “spaccaossa” di Paler- scena del falso sinistro provve- le iter burocratico per ottenere no: «Poveretto io che sono sen-
mo, la banda che inscenava fal- A PERSONE RECLUTATE dendo alla cura di ogni partico- il tanto sofferto risarcimento. za soldi… siete tutti che vi im-
si incidenti per incassare i risar- NEI QUARTIERI POVERI lare per rendere credibile l’im- «Non ero molto lucida per- pressionate...»”.
cimenti delle assicurazioni, broglio: dovevano trovare i vei- Il fermo immagine da un video della Finanza ché mi avevano dato birre e spi- Marco Marino
all’alba di ieri è stato sventato DI PALERMO: 38 FERMI coli, reclutare i conducenti e mostra un’intercettazione ambientale nelli, altrimenti non avrei mai © RIPRODUZIONE RISERVATA

IL_MATTINO - NAZIONALE - 11 - 16/04/19 ----


Time: 15/04/19 22:57
4137609fd3c756ff2a2ea560a67943ba
12

(C) Ced Digital e Servizi | ID: 01100476 | IP ADDRESS: 80.117.248.2 carta.ilmattino.it


BANKITALIA: IL DEBITO

Economia DELLO STATO A FEBBRAIO


A QUOTA 2.363 MILIARDI
AL PARI DI GENNAIO
Ignazio Visco
Governatore Banca d’Italia

Fax 081 7947364


economia@ilmattino.it M Martedì 16 Aprile 2019
ilmattino.it

Milano Milano Francoforte Londra Parigi Tokyo New York New York Tassi Milano

Ftse Italia All Share Ftse/Mib Dax Ft 100 Cac 40 Nikkey Nasdaq (ore 19) Euribor BTP-BUND

23.954,02 21.892,42 12.020,28 7.436,87 5.508,73 22.169,11 26.344,15 7.944,22 -0,232 251.60
+0,18% +0,16% +0,17% +0,00% +0,11% +1,37% -0,26% -0,50% invariato +2,44%

Svimez: falsa partenza per il 34% al Sud


` L’analisi sul Def: «Assai limitata la sperimentazione, parziale `Modesta la spinta del Reddito di cittadinanza: Pil - 0,06%
e incerto il riequilibrio territoriale degli investimenti pubblici» Pericolose per il Meridione flat tax e autonomia differenziata
lancio investimenti, previsto dal-
L’AUDIZIONE la legge di Bilancio al comma 95, I settori in cui parte il 34% per il Sud
Marco Esposito
il quale però per il 2019 ha un fi-
nanziamento di appena 740 mi-
Il Mezzogiorno, dove vive il 34% della popolazione, riceve solo il 23%
della spesa ordinaria per investimenti.
Statali, servono 4 miliardi
Per il Sud torna il segno meno. La
lioni, di cui una quota predestina-
ta al prolungamento della metro-
L'obbligo del 34% nel 2019 sarà
sperimentato nei seguenti capitoli:
Interventi grandi
stazioni ferroviarie per il rinnovo dei contratti
Svimez fa un’analisi amara del politana M5 da Milano a Monza.
Def, illustrata in Parlamento del In ogni caso 252 milioni su 740 Fondo rilancio Programma sicurezza rà poi riassorbita una volta sta-
direttore Luca Bianchi. Il quadro dovrebbero essere spesi al Sud, investimenti da 740 milioni ferrovie locali I RINNOVI biliti gli aumenti definitivi. Se-
non è certo roseo e il Def ha il me- in proporzione cioè alla quota di condo i calcoli della Ragione-
rito di essere «prudenziale, ma abitanti. Cosa che da quando esi- Interventi Interventi ROMA Nel 2020 1,3 miliardi in ria generale dello Stato, i fondi
realistico», tuttavia per il Mezzo- ste il monitoraggio dei Conti pub- di edilizia sanitaria infrastrutture portuali più, l’anno successivo 2,3 desti- stanziati equivalgono ad incre-
giorno le prospettive sono peg- blici territoriali non è mai acca- nati poi a diventare 3,2 nel menti retributivi dell’1,3 per
giori per la «mancanza di una duta, visto che gli investimento 2022. Sono i soldi che lo Stato cento il primo anno, dell’1,65
strategia specifica» nonostante Ammodernamento sistemi Manutenzione straordinaria
ordinari nel Mezzogiorno si sono informatici sanitari ordine pubblico dovrebbe mettere in bilancio nel secondo e dell’1,95 nel 2021:
l’Unione europea spinga per la limitati al 23% del totale nel pe- per i rinnovi contrattuali dei a regime, la maggiorazione
«coesione economica, sociale e riodo 2000-2017. dipendenti pubblici, e che per media sfiorerebbe i 50 euro
territoriale». Cos’è che manca, ad Alcuni degli interventi in elen- Recupero edilizia Contratti di programma ora il Mef nel Documento di lordi mensili. Una somma rite-
avviso della Svimez? Il sostegno co sono specifici per il Sud e quin- residenziale pubblica con Anas e Rfi economia e finanza si è limita- nuta insufficiente dai sindaca-
agli investimenti, sia pubblici sia di non si vede il senso del monito- to a calcolare, sulla base di ti. Questo lo stato dell’arte. Nel
privati, solo motore per uno svi- raggio predisposto dal ministro Fondo pubbliche Manutenzione «ipotesi meramente tecniche». Def on ci sono novità sul 2019,
luppo non effimero. Quanto agli del Sud Barbara Lezzi, visto che calamità straordinaria carceri La partita si riaprirà concreta- che è l’esercizio in corso, men-
investimenti privati, «il Def non tali azioni rientrano nella spesa mente in autunno con la legge tre dal 2020 è calcolato un im-
fornisce alcuna indicazione sulla straordinaria e pertanto aggiunti- Piano Edificazione prefabbricati di Bilancio: i precedenti con- porto di 1,3 miliardi che poi
proroga del credito di imposta va. È il caso della «spese relative straordinario invasi di uffici giudiziari tratti sono scaduti lo scorso di- cresce a 2,3 e a 3,2 nel 2022,
per gli investimenti nelle otto re- alla progettazione, alla ristruttu- cembre e l’impegno finanzia- quando sulla carta inizia un
gioni meridionali». Quanto al set- razione, all’ampliamento e alla Fondo Messa in sicurezza rio per il triennio 2019-2021 è nuovo triennio contrattuale.
tore pubblico, si segnala una par- messa in sicurezza delle struttu- opere Anas opere comunali un altro dei problemi che il go- In verità si tratta di importi lor-
tenza «parziale e incerta» della re giudiziarie ubicate in Campa- verno dovrà affrontare, in una di: ai fini del bilancio dello Sta-
«clausola del 34%» che risale a nia, Puglia, Calabria e Sicilia». Po- Fondo Fondo unico manovra che si preannuncia to infatti si tiene conto del fatto
una legge del 2016 mai finora at- co logico appare l’inserimento in accessibilità disabili edilizia scolastica già complicatissima tra au- che gli incrementi retributivi
tuata. Quest’anno ci sarà un mo- elenco degli interventi legati alle menti dell’Iva e flat tax da fi- ai dipendenti producono mag-
nitoraggio sperimentale su una «pubbliche calamità» perché il ri- Fonte: Elaborazioni del Mattino sul Def-Programma nazionale di riforma nanziare. Giulia Bongiorno, giori trattenute fiscali e previ-
manciata di programmi pubblici spetto del 34% è incongruo per ministro della Pubblica ammi- denziali. Per arrivare al costo
che tuttavia secondo Bianchi «ap- eccesso o per difetto di fronte a - al contrario - si vedono all’oriz- nistrazione, ha preannunciato netto bisogna quindi sottrarre
pare assai limitato» anche per- calamità che per definizione pos- La Lega zonte due iniziative negative per di voler trovare stanziamenti queste entrate, pari a 0,5 mi-
ché «mancano alcuni settori es- sono concentrarsi in una zona il Sud: la flat tax, che avrebbe aggiuntivi dopo quelli messi liardi per il 2019, 0,9 per il 2020
senziali per il riequilibrio della specifica della penisola. In altri «una ricaduta territoriale forte- nero su bianco alla fine dello e 1,3 per il 2021. L’aggravio ef-
spesa in conto capitale» tra i qua- casi il monitoraggio tocca investi- Salvini con i parlamentari mente asimmetrica», cioè avvan- scorso anno ed è difficile che la fettivo per lo Stato, sommando
li «ambiente e scuola, università menti non proprio decisivi come su flat tax e autonomia taggerebbe il Nord, e l’autono- trattativa con i sindacati parta gli importi dei singoli tre anni,
e ricerca». il «mobilio e le dotazioni libra- mia differenziata, che «potrebbe davvero prima che ciò avven- sarebbe quindi poco superiori
L’elenco dei piani sottoposti a rie» delle strutture penitenziarie. Oggi intorno alle ore 20 è ulteriormente aggravare» una ga. ai 4 miliardi.
monitoraggio è in effetti ristret- Sa di beffa infine il monitoraggio previsto un incontro del «cittadinanza diseguale nell’ac- Lu.Ci.
to. Si parte del neonato Fondo ri- della spesa prevista dal comma leader della Lega Matteo cesso a servizi essenziali». Con il L’INDENNITÀ © RIPRODUZIONE RISERVATA
139 in favore dei Comuni: sono Salvini con i parlamentari del Sud in una «condizione di emer- Con la legge di Bilancio per
250 milioni l’anno, ma a partire Carroccio per fare il punto, genza sociale solo parzialmente quest’anno, erano stati resi di-
ANCHE UNA BEFFA dal 2021; quindi per il 2019 il 34%
di spesa da verificare è per defini-
tra l’altro, sui lavori di
Camera e Senato, i prossimi
mitigata dall’impatto del Reddito
di cittadinanza». L’effetto sul Pil
sponibili 1,1 miliardi nel 2019
che salgono rispettivamente a
NEL DEF LA PREVISIONE
NEL MONITORAGGIO 2019 zione pari a zero. obiettivi da raggiungere e cioè del sostegno al reddito nel 2019 è 1,4 e 1,8 nei due anni successivi. DELLE RISORSE
DELLA TERRITORIALITÀ: L’EMERGENZA SOCIALE
flat tax e autonomia
differenziata. Su quest’ultimo
positivo per lo 0,14% nel Mezzo-
giorno contro lo 0,07% del Cen-
Non tutti soldi freschi però:
una parte delle risorse serve a
AGGIUNTIVE PER
SI VERIFICA UN FONDO Per la Svimez «solo un massiccio tema spingono in particolare i tronord, valori destinati a cresce- finanziare l’indennità di vacan- I PROSSIMI TRE ANNI
DESTINATO AI COMUNI rilancio degli investimenti pub-
blici» può rilanciare l’economia,
governatori della Lombardia
e del Veneto, Attilio Fontana e
re quando il Reddito sarà a regi-
me.
za contrattuale, che è arrivata
proprio in questo mese nelle
LA MANOVRA DOVRÀ
CHE PARTIRÀ NEL 2021 soprattutto nel Mezzogiorno, ma Luca Zaia. © RIPRODUZIONE RISERVATA buste paga dei lavoratori, e sa- TROVARE I FONDI

ricano ricorda infatti come il

Parmalat, a Citi mega risarcimento: concordato di Parmalat fatto nel


2005 dopo la bancarotta preve-
da la soddisfazione del credito
attraverso l’assegnazione di

431 milioni cash o il 15% della società azioni del gruppo alimentare. In
sostanza Citibank, che nel giudi-
zio è stata assistita da una squa-
dra di legali esterni guidata da
Fabio Guastadisegni dello Stu-
storia, si fanno dunque ancora straordinario di Parmalat Enri- sazione ha respinto tutti i nove dio Clifford Chance, si troverà
IL VERDETTO sentire a più di quindici anni di co Bondi, arrivato alla guida del- motivi di appello presentati da quindi ad avere una quota intor-
distanza. I supremi giudici han- la società dopo il crac. Bondi ave- Parmalat definendoli «infonda- no al 15% dell’azienda di Collec-
ROMA Parmalat dovrà risarcire no infatti respinto il ricorso del- va chiesto ai giudici statunitensi ti» o «inammisibili» e costrin- chio, che però dal mese scorso
l’americana Citibank con 431,3 la società di Collecchio, dal 2011 di condannare Citibank a paga- gendo la società a risarcire la non è più quotata a Piazza Affari
milioni di dollari, circa 380 mi- sotto il controllo del gruppo re 1,8 miliardi di euro di danni banca americana. per decisione dell’azionista fran-
lioni di euro al cambio attuale. francese Lactalis della famiglia «per aver agevolato il dissesto cese. La banca americana, con
Lo ha stabilito la Cassazione con Besnier, contro un’ordinanza del gruppo mediante operazioni IL PROCEDIMENTO un altro procedimento davanti
una sentenza che mette fine a un della Corte d’Appello di Bologna finanziarie illecite». Citibank Citibank si è detta soddisfatta al Tar, aveva provato a impedire
lunghissimo e complicato con-
tenzioso. Gli strascichi giudizia-
del 2014. Con questo verdetto i
giudici avevano stabilito che do-
aveva reagito chiedendo e otte-
nendo dalla corte Usa la condan-
«che la Corte di Cassazione ab-
bia riconosciuto integralmente
LA CASSAZIONE il ritiro del gruppo alimentare
dal listino, proprio per evitare di
ri del crac di fine 2003, quando veva essere efficace in Italia la na di Parmalat per «gli stessi ille- la pretesa» avanzata nei con- HA MESSO FINE ritrovarsi in mano, come poi è
l’azienda di Calisto Tanzi (poi
condannato a 17 anni di reclusio-
sentenza con cui nel 2008 una
corte del New Jersey, negli Stati
citi». Una tesi accolta dalla corte
del New Jersey che aveva poi fis-
fronti di Parmalat e «auspica»
ora che la società di Collecchio
AL CONTENZIOSO avvenuto, azioni difficilmente li-
quidabili. Ma i giudici ammini-
ne) è stata affondata da un colos- Uniti, aveva condannato Parma- sato in 431,3 milioni di dollari «dia volontariamente esecuzio- AVVIATO IN USA strativi in quel caso non aveva-
sale buco di 14 miliardi di euro,
in quella che è considerata una
lat a risarcire Citibank.
A rivolgersi ai tribunali ameri-
l’entità del risarcimento, poi
confermato nel 2014 dalla Corte
ne alla decisione» della Supre-
ma Corte, «emettendo e asse-
E CONDANNATO no accolto le tesi dell’istituto.
Jacopo Orsini
delle più grandi bancarotte della cani era stato il commissario d’Appello di Bologna. Ora la Cas- gnando le azioni». L’istituto me- L’AZIENDA EMILIANA © RIPRODUZIONE RISERVATA

IL_MATTINO - NAZIONALE - 12 - 16/04/19 ----


4137609fd3c756ff2a2ea560a67943ba Time: 15/04/19 22:54
13

Economia (C) Ced Digital e Servizi | ID: 01100476 | IP ADDRESS: 80.117.248.2 carta.ilmattino.it M Martedì 16 Aprile 2019
ilmattino.it

Copyright, dall’Ue Caltagirone Editore


accelera sul digitale
il sì definitivo L’ASSEMBLEA
Ad entrare più nel dettaglio dei
numeri 2018 ormai alle spalle è
stato invece l’amministratore
delegato Albino Majore, che

L’Italia vota contro


ROMA Caltagirone Editore acce-
lera sul fronte del digitale. L’as- ha sottolineato il ritorno all’at-
semblea annuale del gruppo, tivo del Mol «grazie al taglio
che ha approvato il bilancio dei costi, un lavoro di fino co-
2018 e la relazione sulla remu- minciato dieci anni fa». Una
nerazione agli amministratori, strategia sulla quale anche
ieri è stata l’occasione per rias- Gianni si è soffermato, ricor-
` I Paesi europei hanno due anni per recepire sumere gli sforzi di riorganiz- dando alcuni passaggi recenti
zazione messi in atto dal 2007, della razionalizzazione delle
le nuove regole da imporre ai colossi del web ma anche la rotta verso il futu- attività. Nel complesso, dal
ro in un settore, quello dei gior- 2007 sono stati realizzati tagli
nali, segnato dalla persistente dei costi per 139,2 milioni (di
sponibilicontenuti nonautorizzati, Manifestanti debolezza dei ricavi pubblicita- cui 55,2 milioni per il persona-
LA RIFORMA rimuovere tempestivamente i con- a Strasburgo
ri nell’ambito di un sistema a le), con un tasso medio annuo
tenuti non autorizzati dopo aver ri- a favore del 6,3%.
crescita vicina allo zero. Va pe-
BRUXELLES È stato l’ultimo atto: il cevuto un avviso in tal senso. Le pic- della Riforma Tutto ciò ha permesso di in-
rò detto che il digitale è un set-
Consiglio Ue ha adottato in la con- cole piattaforme digitali godranno sul Copyright sistere sullo sviluppo del digi-
diflessibilità normativa. tore in cui il gruppo «sta inve-
troversa riforma del diritto d’auto- tale. Gli investimenti in questo
stendo da tempo», ha osserva-
re, momento finale di una vera e settore? Continueranno «con
I PALETTI to il presidente Francesco
propria “maratona” legislativa du- la prudenza che ci contraddi-
Per autori e artisti (interpreti o Gianni. «È lì che ci sono più ca-
rata tre anni, contrassegnata da di- stingue e sempre in funzione
visioni politiche profonde e un atti- esecutori) viene introdotto il pacità di crescita. E continuere- della risposta del mercato», ha
vismo senza precedenti delle lobby principio di remunerazione «ade- mo a investire su questo mer- precisato Majore. Senza di-
asostegno delle grandipiattaforme guata e proporzionata» con l’ob- cato». Gianni ha anche ricorda- menticare che al momento «il
digitali: Google e Facebook, in pri- bligo di trasparenza sullo sfrutta- to i risultati raggiunti finora: vero guadagno del digitale è
mo luogo. Sei governi,tra cuiquello mento delle loro opere ed esecu- «Il 58% dei soggetti che naviga- appannaggio degli over the
italiano, hanno votato contro: già zioni. Si prevede un meccanismo nalistico senza l’autorizzazione no su Internet entrano in un si- top». E dunque dei colossi Usa,
di adeguamento contrattuale che to appartenente alla Caltagiro-
nel voto al parlamento europeo a
permetta agli autori e agli artisti
La causa degli editori di giornali. Non rien-
ne Editore», ha precisato il pre-
da Google a Facebook, che si
marzo 5 Stelle e Lega avevano boc- trano nelle norme i singoli utenti appropriano dei contenuti edi-
ciato la nuova versione del copy- di ottenere una quota equa quan- di Internet, che continueranno a sidente con riferimento ai dati toriali senza sborsare un euro.
do la remunerazione concordata
right. Con l’Italia si sono schierati
originariamente risulta spropor-
Idealo accusa Google: condividere contenuti sui social
media, link a siti web e a giornali
di “active reach” e al posiziona-
mento sul mercato con oltre
R. Amo.
Finlandia, Svezia, Lussemburgo, © RIPRODUZIONE RISERVATAÈ
Polonia e Olanda. Un fronte di mi- zionatamente bassa rispetto al
successo della loro opera; un
500 milioni di danni (inserendo hyperlink) come av- 24 milioni di utenti mensili.
noranza insufficiente a bloccare la viene attualmente. Salvi meme, Questo significa essere anche
meccanismo per la revoca dei di- Gif, parodie, recensioni, citazio- «il terzo gruppo editoriale ita-
riforma. Tre i governi astenuti: Bel-
gio, Estonia e Slovenia. Una volta
ritti concessi, che permetta di
Il portale di comparazione dei
prezzi Idealo ha presentato al ni, la ricerca a fini didattici. Wiki- liano di news online» oltre che IL PRESIDENTE GIANNI:
che il testo legislativo sarà pubblica-
riacquistare i diritti se le opere
non vengono sfruttate; un mecca-
tribunale di Berlino una pedia non viene colpita in alcuna
modo. Né vengono imposti filtri
«il secondo gruppo editoriale «CONTINUEREMO
to nella Gazzetta ufficiale Ue, gli
Stati membri disporranno di due
nismo di risoluzione delle con-
richiesta di risarcimento danni
da mezzo miliardo di euro nei di caricamento.
italiano con oltre il 23% dei let-
tori giornalieri, secondo i più
A PUNTARE SUL WEB
anni per recepire le nuove norme
troversie. Per quanto riguarda la
stampa, viene rafforzato il potere confronti di Google, accusata Secondo la maggioranza del Con-
siglio, le nuove norme «tutelano
recenti dati Audipress con SIAMO GIÀ IL TERZO
nella legislazione nazionale. La
scelta è a suo modo storica: la diret-
negoziale degli editori nelle trat- di abusare della posizione
dominante come motore di la libertà di espressione». Secon-
esclusione dei giornali specia-
lizzati, sportivi ed economici, e
GRUPPO EDITORIALE
tiva del 2001 non è più in grado di
tative sull’uso dei loro contenuti
da parte dei fornitori di servizi ricerca dando visibilità ai do il governo italiano, invece, le
norme sul copyright mettono il
l’inclusione della free press. DELLE NEWS ONLINE»
proteggere il diritto d’autore in un online. Gli snippet (singole paro- risultati del suo comparatore
«bavaglio» alla Rete. «A pagare
mercato monopolizzato da colossi le ed estratti molto brevi di arti- di prezzi a scapito di quelli,
sarà l’editoria locale», per il sotto-
digitali che accumulano profitti coli di giornale) non rientrano migliori, della concorrenza. Lo segretario all’editoria Vito Crimi. La classifica mondiale
grazie all’uso spesso gratuito di nell’ambito di applicazione della annuncia una nota di Idealo, «Il voto contrario dell’Italia è un
contenuti realizzati da terzi. Con le direttiva per cui potranno “circo- società tedesca di proprietà di pessimo segnale», invece per la
nuove norme, invece, sarà garanti- lare” liberamente estratti di una Axel Springer, editore anche presidente dei depurati FI, Gelmi- Il lusso vale 247 miliardi, Moncler sul podio
ta una remunerazione equa ai crea- pubblicazione di carattere gior- della Bild. «Per circa 10 anni - ni. Per l’europarlamentare Pd Ga-
tori di contenuti, saranno ricono- ricorda Idealo - Bruxelles ha sbarra «la posizione del governo Le vendite dei prodotti di lusso Kering . Lo si evince dal Global
sciuti i diritti degli editori, degli uti- condotto indagini sulla danneggia un comparto strategi- dei primi 100 gruppi al mondo Powers of Luxury Goods, lo
lizzatori e la responsabilità delle
piattaforme digitali. Queste dovran-
FACEBOOK PAGHERÀ illegalità della promozione di
Google in merito ai propri
co del Paese». C’è «una nuova tu-
tela per il mondo della cultura
del settore hanno toccato nel
2017 i 247 miliardi di dollari, in
studio di Deloitte. Luxottica,
Prada (21/a) e Giorgio Armani
no ottenere un’autorizzazione dai IL GIUSTO COMPENSO prodotti e al servizio di europea: resta il rammarico per crescita del 13,8% . Le aziende (26/o) sono i tre campioni
titolarididiritti se voglionomettere
a disposizione del pubblico i conte-
IL NOSTRO PAESE FA comparazione di prezzi. Dal
2008, Google ha dato al suo
il voto contrario dell’Italia», ha
commentato il presidente
italiane della Top 100 fanno
14% dei ricavi globali, in
italiani in classifica, assieme
fanno quasi la metà delle
nuti. Se non vengono definiti accor- ASSE CON OLANDA, servizio un vantaggio illecito, dell’Associazione Italiana Edito- crescita di due punti vendite di lusso. È però
di di licenza, dovranno fare il possi-
bile per ottenere un’autorizzazio-
FINLANDIA, POLONIA, collocandolo bene in vista, a un
tempo retrocedendo le offerte
ri Ricardo Franco Levi.
Antonio Pollio Salimbeni
percentuali. Luxottica, unica
italiana nella Top 10, è scesa al
Moncler l’italiana più
performante (+20,9% di
ne, assicurare che non siano resi di- SVEZIA, LUSSEMBURGO che venivano dai concorrenti». © RIPRODUZIONE RISERVATA quinto posto, superata da margine di profitto netto).

Vivendi: «Tregua su Tim


Mediolanum apre i battenti in Piazza di Spagna ma noi restiamo all’erta»
Doris: «Presto altre quattro sedi nella Capitale» LE TELECOMUNICAZIONI
riappacificata, in seno a un con-
siglio di amministrazione effica-
ce e trasparente. Il Cda del 29
sia interna che dall’esterno». E PARIGI Telecom Italia sale sul pal- marzo ha consentito di dimostra-
L’INAUGURAZIONE chiave della spinta, a suo dire, sa- co dell’Olympia, per l’Assemblea re che Vivendi è un azionista
rà la «riduzione delle imposte per generale di Vivendi. Il gruppo ha pragmatico e affidabile. L’ho det-
ROMA Mediolanum si espande a i lavoratori e le imprese per sti- riunito ieri gli azionisti nella sto- to urbi et orbi, Vivendi vuole re-
Roma. Ma è soltanto l’inizio della molare gli investimenti, senza in- rica sala di Parigi (che possiede) stare in Italia a lungo. Se in que-
sua strategia di posizionamento crementare il costo del lavoro». per presentare i risultati dell’an- ste ultime settimane abbiamo
nella Capitale. Alla presenza del- Quanto alle misure del governo, no. Tre le priorità elencate dal fatto passi avanti, restano molte
la sindaca Virginia Raggi e del nessun giudizio specifico sulla Ceo Arnaud De Puyfontaine: la altre sfide. Abbiamo la fortuna
cardinale Camillo Ruini, ieri il flat tax: «Non mi esprimo sulle cessione di parte del capitale di di poter contare su un azionista
presidente e fondatore del grup- tecnicalità», ha detto Doris. Ma il industriale di riferimento , il
Universal Music, l’integrazione
po Ennio Doris ha dunque inau- cuneo fiscale rimale la chiave di gruppo Bollorè, che consente al-
di Editis, che porta anche
gurato la nuova sede della banca volta per il presidente: «Ridurre la squadra di management di Vi-
nell’edizione nell’universo Vi-
a due passi da Piazza di Spagna, le imposte sul lavoro è l’unico mo- vendi di essere molto esigente, e
vendi, e infine Telecom Italia. Ed di iscrivere la nostra azione sul
in un prestigioso palazzo di Via do per l’Occidente, non solo per
l’Italia, di risollevarsi». Poi lo è con Telecom Italia che De Puy- lungo termine». Insomma, se a
Due Macelli. Si tratta del primo fontaine ha voluto cominciare il
sguardo ai Piani individuali di ri- Parigi si glissa sui rapporti col ri-
step del progetto di espansione suo discorso. «Vogliamo creare
sparmio (Pir), uno strumento in vale americano Elliott e sui pro-
nel Centro Italia visto che nel le condizioni indispensabili per
cui Doris ha creduto sin dalla na- getti di alleanza con Open Fiber,
prossimo biennio è prevista an- Ennio Doris all’inaugurazione della nuova filiale Mediolanum di Roma il successo di Telecom Italia che
scita nel 2016. E dunque, su que- si conferma che Vivendi non in-
che l’apertura di altri quattro uffi- per noi è d’importanza strategi- tende abbassare le armi.
sto fronte è stato esplicito il presi-
ci nel cuore di Roma. ca. Questo significa: un piano in- Anche se all’ultimo consiglio
dente di Mediolanum: le misure
La presentazione del nuovo del governo vanno nella giusta di- L’assicurazione dustriale ambizioso di lungo ter- di amministrazione di Tim il 29
quartier generale Banca Mediola- rezione. I Pir, ha precisato, «sono mine che gli consenta di ritrova- marzo, Vivendi ha rinunciato
num è stata l’occasione per Doris stati un’innovazione storica per re la leadership e il posto che gli all’”ultimatum” sul ritiro di con-
di fornire la sua fotografia sulla si- creare un mercato finanziario a Cattolica, Bedoni e Minali confermati spetta tra i suoi partner europei, siglieri troppo vicini a Elliott, il
tuazione della congiuntura eco- favore delle imprese. Abbiamo una governance trasparente e problema della governance re-
nomica e sulle politiche del gover- avuto un’economia troppo banco- Ieri il cda del gruppo Cattolica riuniti in assemblea a Verona, sta fino a quando l’azionista fran-
no. Nel 2019 ci sarà ancora insta- centrica». Anche gli ultimi prov- Assicurazioni ha attribuito le si è chiuso a livello consolidato cese non si considererà “soddi-
bilità, «ma nel 2020 ci attendia-
mo una ripresa a livello mondia-
vedimenti, secondo Doris, «vo-
gliono accentuare gli investimen-
cariche sociali, confermando
Paolo Bedoni alla presidenza e
con una raccolta premi del
lavoro diretto ed indiretto
IL SOCIO FRANCESE sfatto” sulle garanzie di indipen-
denza e efficacia. Da Parigi si
le, se non accadono eventi impre- ti sulle piccole imprese e sulle Alberto Minali ad. I due Danni e Vita in incremento a CONFERMA IL NO conferma che Vivendi resta
vedibili», ha spiegato il banchiere
sottolineando la dote preziosa co-
non quotate». L’intenzione è dun-
que «quella giusta». Ecco perché
vicepresidenti sono Aldo Poli
(vicario) e Barbara Blasevich
5.793 milioni (+15,7%). Il
risultato operativo ha segnato
ALLA SEPARAZIONE «contraria alla separazione delle
reti ma resta aperta a forme di
stituita dall’«eccellenza delle im- «spero che le problematiche tec- mentre Alessandro Lai è +42,2% a 292 milioni: il netto si DELLA RETE: collaborazione a condizione che
prese italiane». Dunque, «sono
convinto che l’economia nei pros-
niche emerse vengano risolte».
R. Amo.
segretario del consiglio.
L’esercizio 2018 del gruppo,
è attestato a 107 milioni.
Approvato anche il dividendo
È PATRIMONIO il controllo delle reti resti salda-
mente in mano a Tim».
simi anni potrà avere una spinta © RIPRODUZIONE RISERVATA approvato venerdi dai soci pari a 0,40 euro (0,35 nel 2018). DELLA SOCIETÀ © RIPRODUZIONE RISERVATA

4137609fd3c756ff2a2ea560a67943ba IL_MATTINO - NAZIONALE - 13 - 16/04/19 ----


Time: 15/04/19 22:54
14

M Martedì 16 Aprile 2019


ilmattino.it

(C) Ced Digital e Servizi | ID: 01100476 | IP ADDRESS: 80.117.248.2 carta.ilmattino.it

IL_MATTINO - NAZIONALE - 14 - 16/04/19 ----


Time: 15/04/19 20:54
4137609fd3c756ff2a2ea560a67943ba
M
Pulitzer a Tugnoli: le sue foto denunciano la fame in Yemen York Times è stato premia-
to per una inchiesta di 18
mesi sulle finanze del presi-
dente che hanno evidenzia-
Un italiano cheDigital
vive eaServizi le 01100476
Bei- | ID: che il presidente Donald ti su Trump per ricostruire to una ricchezza gonfiata
(C) Ced | IP ADDRESS: 80.117.248.2 carta.ilmattino.it anche grazie a una serie di
rut, Lorenzo Tugnoli (nella Trump ama definire «fake il clima culturale creato dal escamotage fiscali.
foto), ha vinto il Premio Pu- news». New York Times e «trumpismo». Il premio al Aretha Franklin ha fatto
litzer per la fotografia gra- Wall Street Journal hanno Wall Street Journal è anda- la storia con un Pulitzer po-
zie a un reportage sulla fa- vinto il più prestigioso pre- to agli scoop sui pagamenti stumo per la musica.
me in Yemen pubblicato sul mio giornalistico al mondo fatti dall’avvocato di Trump Premi sono andati anche
Washington Post. Sempre per le inchieste condotte Michael Cohen alla porno- giornali locali che hanno co-
la guerra in Yemen ha fatto l’anno scorso sull’operato star Stormy Daniels e a perto la scia di stragi che ha
assegnare il riconoscimen- dell’inquilino della Casa un’altra donna in campa- insanguinato l’America
to a Reuters e Associated Bianca mentre uno dei tre gna elettorale: l’obiettivo l’anno scorso. Nessun pre-
MACRO Press per il giornalismo in- premi del Washington Post era di comprare il silenzio mio è andato invece ad arti-
ternazionale. Ma il Pulitzer è andato al critico Carlos Lo- sui rapporti sessuali che le coli sull’inchiesta del procu-
si schiera soprattutto con i zada per come ha preso due affermavano di aver ratore Robert Mueller o sul-
giornali che stampano quel- spunto dai molti saggi usci- avuto con Trump. Il New le malefatte delle Big Tech.
Cultura
e Spettacoli Letteratura Gusto Ambiente Società Cinema Viaggi Architettura Teatro
ilmattino.it
cultura@ilmattino.it Arte Moda Tecnologia Musica Scienza Archeologia Televisione Salute
IL RICORDO
La caserma Principe Amedeo
in piazza d’armi a Nola
A sinistra dall’alto Francesco
Forzati, una delle vittime,
e alcuni dei parenti dei
caduti ieri alla Camera
con i partecipanti all’evento
Al centro il filosofo Aldo
Masullo durante le riprese

del tenente Enrico Forzati ucci-


so nella strage - Il gesto eroico
di mio nonno che si sacrificò al
posto di un collega pur avendo
un figlio di soli 3 anni, va visto
nel contesto storico dell’epoca.
Oggi nessuno lo farebbe mai. Si
sono persi i valori di comunità,
di solidarietà e di altruismo che
c’erano».
Tra i testimoni troviamo an-
che il filosofo Aldo Masullo che
sostiene: «La Storia, quella che
si scrive con la S maiuscola e i
cui protagonisti sono i popoli,
gli eserciti, le masse e i pochi
che manovrano eserciti e mas-
se, copre e nasconde innumere-
voli storie che si scrivono con la
s minuscola, come nel caso dei
morti di Nola, tutte vite misera-
mente travolte. Qualcuno, co-
me fa Ceparano, cercando di ri-
costruire il tragico senso di
Francesca Bellino quel giorno, fa opera merito-
Presentato alla Camera il documentario sulla prima rappresaglia nazista dopo l’8 settembre ria».
er salvare e custodire la Particolarmente commoven-

P
Memoria dell’eccidio di Masullo: «Vite travolte». Il nipote di Forzati: «Il nonno si sacrificò, oggi sarebbe impensabile» te è la storia di Alberto Liguoro,
Nola prima della scom- figlio del tenente Alberto Pesce,
parsa degli ultimi testi- che poco dopo la morte del pa-
moni, il regista nolano Fe- dre perse anche la madre e fu

Per l’eccidio di Nola


lice Ceparano ha realizza- adottato da una famiglia sem-
to un documentario ricostruen- pre campana da cui prese il co-
do i fatti del 10 e dell’11 settem- gnome. «Per molto tempo ho ri-
bre 1943, giornate in cui nel mosso il mio passato legato
all’eccidio, poi mia moglie mi
centro della provincia parteno-
ha dato coraggio e ho scritto il
pea si svolsero gli eventi che
libro Cronache di un eccidio in

film sulla Memoria


portarono alla prima rappresa-
cui racconto sia la mia storia
glia nazista compiuta in Italia
personale, sia gli eventi di quei
dopo l’armistizio dell’8 settem-
giorni – racconta Liguoro - Og-
bre.
gi, a distanza di tempo, penso
Ogni voce raccolta aggiunge che il nazismo e il fascismo sia-
un dettaglio che ricompone il no stati due sistemi obbrobriosi
puzzle di un accadimento che che hanno colpito sia italiani,
ha lasciato il segno nella cittadi- sia tedeschi che però poi si sono
na campana e che oggi com- sarmare dai tedeschi il giorno ne dei corpi caduti uno sull’al-
precedente, fatto che condusse tro. «I corpi delle vittime che ritrovati fratelli».
muove per il gran senso di soli- Il documentario, cui parteci-
darietà affiorato nei cittadini alla decisione di fucilarne dieci provenivano da ogni parte d’Ita-
perché, come ricorda un testi- lia – racconta Ceparano - venne- pa anche Paolo Mieli, è promos-
verso tutte le vittime, compreso so da Extra Moenia e dall’Asso-
il soldato tedesco, la cui morte mone, «per ogni tedesco morto ro lasciati nella latrina a ridos-
dovevano morire dieci italia- so della Caserma, ma grazie al- ciazione Nazionale Mutilati e
fu la causa dell’escalation di Invalidi di Guerra e nasce gra-
violenza che portò all’uccisione ni». la pietas dei nolani ebbero una
zie al sostegno dal fondo Italo
di un giovane civile e alla fucila- Una costante dei ricordi de- sepoltura più degna. Molti citta-
Tedesco dall’Ambasciata della
zione di dieci ufficiali italiani. gli intervistati è il crepitio as- dini ospitarono le salme nelle
Repubblica federale di Germa-
«La mia esigenza era ascolta- sordante della mitragliatrice loro cappelle gentilizie in attesa
nia a Roma e dal Ministero de-
re gli ultimi testimoni viventi di che quella mattina rimbombò della fine della guerra e dell’ar- gli Esteri.
questa strage – spiega Felice Ce- in tutta la città, mentre solo al- rivo dei familiari delle vittime». «Mi auguro che riflettendo
parano alla presentazione del cuni videro l’accaduto dai bal- «Questa vicenda ci dice come sul passato si possa evitare vio-
documentario a Roma, presso coni di casa e hanno ancora im- eravamo e come siamo - sottoli- lenza inutile nel futuro» sostie-
la Camera dei deputati - L’unico pressa nella mentre l’immagi- nea Francesco Forzati, nipote ne Annette Walter, Capo
rammarico che ho è non esser dell’Ufficio Culturale presso
riuscito a trovare né la tomba, l’Ambasciata della Repubblica
né una foto dell’unico civile uc- Federale di Germania a Roma,
ciso in questa triste pagina di
storia, il ragazzo di Nola di 16
Poesia alla quale è stata affidata la con-
clusione dell’incontro insieme
anni, Giuseppe De Luca, colpito a Carmine Robustelli, Ministro
mentre usciva da scuola il 10
settembre». Com’è caro (e leopardiano) il pensiero Minore plenipotenziario, Ministero de-
gli Esteri e della Cooperazione
La strage degli ufficiali si internazionale. Il documenta-
svolge la mattina dell’11, a tre Alessandra Pacelli intimo e sarcastico e sghembo ci tazione per l’accadere inevitabile rio sarà presentato nelle scuole
giorni dall’Armistizio di Cassi- può stare nel mezzo: l’apprensio- delle cose, come nei versi di alcune italiane per far conoscere ai gio-
bile e due dopo lo sbarco degli
Alleati a Salerno, in un’atmosfe-
ra caotica aggravata dal rifiuto
T ra le prime pagine c’è un
«Piccolo madrigale mater-
no» dove si evoca lo struggente
ne del sentimento panico, l’attesa
che si oppone al possibile rinvio,
la scelta della complicità più che
brevi poesie in stile giapponese
(«La mia ombra/ sul muro e la tua
ombra/ separate appena/ non era-
vani un pezzo di storia dell’Ita-
lia per troppo tempo rimasto
nell’ombra.
degli ufficiali italiani di farsi di- momento di passaggio in cui «te la contrapposizione. E la frequen- no una/ e neppure due»), e lo stupo- © RIPRODUZIONE RISERVATA
eri già me/ il me che non era più tazione leopardiana si fa sempre re per il cortocircuito emotivo, il ce-
te»; mentre tra gli ultimi versi si più evidente, a cominciare dal tito- dimento improvviso («Siamo le car-
parla di cervello con una straordi- lo di questa sua nuova raccolta, O te/ di un castello perfetto/ ognuna è
FUCILATI DIECI UFFICIALI naria fredda ironia: «Se pensa è il caro pensiero, (Nino Aragno edito- un crollo»). Ma è la sintesi della
IL REGISTA CEPARANO:
ITALIANI DOPO LA MORTE nostro,/ se sta sotto il microsco- re, pagg. 112, euro 15) dove quel ca- questione temporale a essere di- «I CORPI EBBERO DEGNA
DI UN SOLDATO TEDESCO pio/ è quello di un altro». Ecco, la ro non può che evocare l’ermo col- rompente nella semplicità del ra- SEPOLTURA GRAZIE
cifra più seducente di Renato Mi- Renato Minore le recanatese. Così «il moto e il gionare: «Il presente si vede solo di
TRA LE VITTIME ANCHE nore poeta è questo passare dalla O CARO PENSIERO mondo» fondono il loro senso, profilo/ è il passato che abbiamo di AI NOLANI». LA VICENDA
UN 16ENNE CHE USCIVA tenerezza all’analisi brutale, sen-
za tralasciare tutto quello che di
Nino Aragno editore
pagine 112, euro 15
quasi a celebrare una personale
cosmogonia. E poi ci sono l’accet-
fronte». DI LIGUORO FIGLIO DI UN
DALLA SCUOLA © RIPRODUZIONE RISERVATA
CADUTO, POI ADOTTATO

IL_MATTINO - NAZIONALE - 15 - 16/04/19 ----


Time: 16/04/19 00:11
(C) Ced Digital e Servizi | ID: 01100476 | IP ADDRESS: 80.117.248.2 carta.ilmattino.it

16

Spettacoli M Martedì 16 Aprile 2019


ilmattino.it

Con «Dilili à Paris»


cartoon anti violenza
su donne e bambine
ichel Ocelot è stato l’ospi-

M te d’onore dell’edizione
torinese di «Cartoons on
the bay», in cui gli è stato
conferito il Pulcinella Award
alla carriera ed è stato presen-
tato in anteprima «Dilili a Pari-
gi» (in uscita il 24 aprile), suo
ultimo film animato, frutto di
sei anni di intenso lavoro. Il
settantacinquenne cartoonist,
dopo aver prodotto diverse se-
rie animate e raffinati corto-
MATTATRICE Paola Cortellesi in alcune scene di «Ma cosa ci dice il cervello», nuova commedia girata con la regia di Riccardo Milani metraggi è l’autore di un picco-
lo capolavoro come «Kirikù e BELLE ÉPOQUE Due immagini
la strega Karabà» (1998), scrit- di «Dilili à Paris»,
In «Ma cosa ci dice il cervello» l’attrice coniuga vita privata e lavoro da agente segreto to e diretto ispirandosi ad una il cartoon di Michel Ocelot
popolare leggenda africana, in
«La maleducazione dilaga. Insegnanti e medici, mestieri sottovalutati e sotto attacco» cui ha approfondito la sua ri-
cerca grafica fondendo ele-
menti pittorici (in particolare i
quadri di Henry Rousseau) al-

Cortellesi, una 007


le tradizioni popolari.
«Dilili à Paris» è ora la sum-
ma dell’intera opera di Ocelot:
affianca una raffinata ricostru-
zione della Parigi della Belle
Époque, vista attraverso gli oc-
chi della piccola mulatta di et-

in guerra con i cafoni


nia canaca Dilili, a una rifles-
sione adulta e attuale su temi
come la violenza sulle donne e
le bambine, il razzismo e la xe- gas, Camille Claudel, Toulou-
nofobia. Questo è anche il pri- se-Lautrec, Henri Rousseau,
mo film che Ocelot ambienta a Picasso, Gertrude Stein, Bran-
Parigi e per farlo ha scattato cusi, Modigliani, Wilde, Ravel,
per quattro anni migliaia di fo- Debussy, Satie, Clemenceau, il
Oscar Cosulich parentemente una donna scialba spunto da quel che abbiamo vi- un lavoro di ricerca che, racconta to dei luoghi noti ma anche principe di Galles Edoardo VII,
e dimessa con un grigio impiego sto, o vissuto, noi stessi e i nostri Cortellesi, li ha portati a «parlare meno visitati della città, che Pasteur, Méliès, i fratelli Lu-
on «Come un gatto in tan- ministeriale, è disprezzata dalla amici». «La scommessa era quel- con donne che lavorano nei servi- poi ha usato come scenografie. mière, Eiffel, Marie Curie, Sa-

C
genziale», commedia sui madre (Carla Signoris) e anche la di divertirci e far divertire in un zi e che ci hanno raccontato (per L’epoca in cui il cartoon è am- rah Bernhardt, in una ricerca
difficili rapporti tra diverse sua figlia Martina (Chiara Luzzi) momento in cui in questo paese quel che potevano raccontare) le bientato, invece, è stata scelta che si dipana attraverso l’ope-
classi sociali e culturali, la non ne ha grande stima. L’unico c’è poco da ridere, perché dilaga loro difficoltà quotidiane. Lavora- perché, dice: «la Belle Époque ra e i musei d’Orsay, fino alle
coppia Riccardo Milani/- a conoscere la doppia vita di Gio- l’aggressività e la maggior parte no nell’ombra per proteggerci e ha segnato un’esplosione di fogne della città, dove «niente
Paola Cortellesi ha sbanca- vanna, in realtà agente sotto co- della popolazione calpesta ogni non ricevono mai riconoscimen- creatività mai vista prima: let- è inventato, ma mostro tutto
to i botteghini italiani dello scor- pertura, è Enrico (Giampaolo Mo- regola di civiltà», conclude il regi- ti pubblici: vivono in controten- teratura, pittura, musica e quello che si può ancora vede-
so anno. Oggi, con «Ma cosa ci di- relli), suo ex-marito e pilota di ae- sta, mentre Cortellesi sottolinea denza in questo mondo dove tutti scultura erano al loro massi- re a Parigi».
ce il cervello» (in uscita il 18, con rei da caccia. Una rimpatriata come «la maleducazione non ri- cercano di ottenere popolarità mo e finalmente si cominciava Ocelot non accetta che un
un distribuzione massiccia su con i compagni di liceo fa scopri- sparmia nessuno: uomini e don- “social” e rischiano di non essere ad accettare l’affermarsi delle italiano possa rivolgersi a lui
ben 600 schermi), l’asticella è re a Giovanna che nemmeno loro ne, ricchi e poveri. Così accade stimate neanche dai figli, perché donne in ruoli di comando. in inglese per comunicare per-
portata più in alto, per dimostra- se la passano bene: il professore che tutti coloro che svolgono la- nessuno conosce la loro reale atti- C’era una concentrazione in- ché, dice, «siamo latini, perché
re che ignoranza, maleducazione (Stefano Fresi) è bullizzato da un vori socialmente utili e formativi, vità». Per il ruolo di agente segre- credibile di talenti e questo mai dovremmo parlare nella
to, così come per le sue missioni lingua di Trump?». Ma parla e
e aggressività sono segni comuni allievo ignorante (Edoardo Arma- come gli insegnanti e i medici, film serve anche per ricordare
«private» in aiuto degli ex compa- comprende l’inglese e non gli
dell’inciviltà che fa ormai parte ni); la hostess (Claudia Pandolfi) siano sistematicamente sottova- che bisogna continuare ad an-
gni di scuola, Paola Cortellesi si dispiacciono, anzi, i cartoon
dell’intero tessuto connettivo del- subisce le angherie di un busi- lutati, vessati, scavalcati e attac- dare in quella direzione per
trasforma in ben quindici perso- prodotti negli Stati Uniti: «Il
la nostra nazione, senza distinzio- nessman cafone (Alessandro Ro- cati anche fisicamente». «Questo non perdersi nell’incultura mio film Disney favorito è “La
naggi diversi, tra cui un’hostess,
ni economiche e culturali. ia); la dottoressa (Lucia Mascino) accade a ognuno di noi - ammoni- che affligge i nostri tempi». bella addormentata nel bo-
una guida turistica in Marocco,
Lo spunto di questa commedia è aggredita da una mamma coat- sce l’attrice - perché se a volte sia- Ecco allora che nel suo viag- sco”, mentre trovo che in “Ra-
una tatuatrice dark, un sassofoni-
morale, scritta (con Furio An- ta e saccente (Paola Minaccioni) mo vittime, altre diventiamo “car- sta barbuto in un club jazz, ma gio per scoprire chi c’è dietro i tatouille” la Pixar abbia realiz-
dreotti, Giulia Calenda e Paola e l’allenatore di calcio di una nefici”, magari anche solo met- anche una «bella addormentata misteriosi rapimenti di bambi- zato una delle più belle rappre-
Cortellesi) e diretta da Riccardo squadra di ragazzini (Vinicio tendo l’auto in doppia fila. Biso- nel bosco», attrazione di un cen- ne che affliggono Parigi, Dilili sentazioni di Parigi mai porta-
Milani, va cercato curiosamente Marchioni) subisce la violenza di gna svegliarsi e imparare a vivere tro commerciale e una dottores- incontra ed è aiutata in modi e te sullo schermo, non come la
nel cinema d’azione americano, un padre arrogante (Ricky Mem- nel rispetto reciproco». sa decisamente svagata. Il vero forme differenti, tra gli altri, Parigi degli “Aristogatti”, falsa
con Paola Cortellesi impegnata a phis). Detto fatto Giovanna, nelle Per preparare il film c’è stato impegno è stato però quello fisico da Renoir, Rodin, Monet, De- e insignificante». Sui recenti
districarsi con gli stessi problemi more della caccia a un terrorista dice l’attrice, «ho passato due me- screzi politici tra Italia e Fran-
nel coniugare la vita privata e l’at- internazionale (Tomas Arana), si ad allenarmi con il coordinato- cia l’autore invece glissa ele-
tività di agente segreto che aveva
Arnold Schwarzenegger in
prova ad aiutare i vecchi amici,
con esiti inaspettati.
NEL FILM INTERPRETA re degli stunt provando salti, cor-
se e capriole. Tom Cruise la pren-
I PROTAGONISTI SONO gantemente: «Davvero è suc-
cesso qualcosa? Io vivo nel mio
«True Lies» di James Cameron e «Mentre scrivevo questo film 15 RUOLI: «HO PROVATO derà malissimo: quando, appesa UNA PICCOLA MULATTA mondo, disegno, non penso a
che si esibisce in acrobatici balzi
tra palazzi e inseguimenti striz-
con Paola, Furio e Giulia accade-
vano ogni giorno episodi come
CON GLI STUNT, CRUISE ai fili (che poi sono cancellati in
post-produzione), salto da un pa-
E I GRANDI DELL’ARTE queste cose. Adoro la civiltà
italiana, avete più di duemila
zando l’occhio alle analoghe per- quelli che raccontiamo - spiega LA PRENDERÀ MALISSIMO: lazzo all’altro mi sono “sbraccia- L’AUTORE OCELOT anni di storia, noi francesi sia-
formance di Tom Cruise nei film
della franchise «Mission: Impos-
Milani - quindi, purtroppo, que-
sta volta non abbiamo inventato
NEI SALTI TRA I PALAZZI ta” da vera coatta, con il suo stes-
so stile!».
RICEVE A TORINO mo figli dell’Italia».
o.c.
sible». Giovanna (Cortellesi) è ap- quasi nulla, abbiamo solo preso MI SBRACCIO COME LUI» © RIPRODUZIONE RISERVATA
IL PULCINELLA AWARD © RIPRODUZIONE RISERVATA

PER LA PICCOLA PUBBLICITÀ E NECROLOGIE su PICCOLA PUBBLICITA’


24 MASSAGGI - CENTRI RELAX
Vendite immobiliari,
mobiliari e fallimentari
Ancona 071 2149811
NAPOLI - Vomero
Lecce 0832 2781 Accettazione telefonica Servizi e Pubblicità Vomero
Mestre 041 5320200 Tel. 081.2473211 Via S. Gennaro al Vomero, 18/B
Milano 02 757091 Fax 081.2473220 Tel. / Fax 081.3723136
Napoli 081 2473111 dal lunedì al venerdì dal lunedì al sabato dalle 8,30 alle 20,30
Roma 06 377081 10,00-13,00/14,00-17,30 domenica 10,00-13,00 / 17,00-20,30 25 RELAZIONI SOCIALI
PORTICI
SAN GIORGIO A CREMANO La Nunziata - Corso Garibaldi, 16
N.& D. Sasso Via R. Luxemburg,18 Tel. 081.482737 - Fax 081.273465
Ancona 071 2149811 dal lunedì alla domenica dalle 8,30 alle 20,30
Tel. 081.7643047
Lecce 0832 2781 Dal lunedì al venerdì
Mestre 041 5320200
NAPOLI - CENTRO
Vendite immobiliari, dalle 9, 00 alle 20.30 SERVIZI E PUBBLICITÀ
mobiliari e fallimentari Milano 02 757091 Sabato 9.30 -12.30 - 16.30-20.30 Via Vannella Gaetani, 11 - TEL. 081.3765941
Napoli 081 2473111 Domenica 16.30-20-30 dal lunedì alla domenica dalle 8,30 alle 20,30
Roma 06 377081 Abilitati all’accettazione di CARTE DI CREDITO

4137609fd3c756ff2a2ea560a67943ba

IL_MATTINO - NAZIONALE - 16 - 16/04/19 ----


Time: 15/04/19 22:00
17
25
(C) Ced Digital e Servizi | ID: 01100476 | IP ADDRESS: 80.117.248.2 carta.ilmattino.it
Motori M 16Aprile
Martedì 16
ilmattino.it
Aprile2019
www.ilmessaggero.it
2019

I costruttori di auto grandi protagonisti nella settimana milanese del Salone del Mobile. Numerose installazioni in tutta
la città realizzate con giochi di luce o raffinati elementi di arredo. Il filo conduttore è stato il tema della mobilità elettrica
AVVENIRISTICA A fianco specifico, invece, ma tanta tecnolo-
l’installazione Style gia interattiva e ricca di riferimenti
Set Free By Hyundai simbolici in “Style set free”, l’allesti-
protagonista alla mento con cui Hyundai ha sintetiz-
Milano Design Week zato la sua visione dell’auto di do-
In basso il progetto di mani come spazio di vita per esseri
Lisa Marks con il suo umani finalmente liberi dall’in-
Algorithmic Lace combenza di occuparsi del volan-
che ha vinto il Lexus te. Anche la spagnola Seat ha scelto
Design Award 2019 la strada dell’allestimento “elettriz-
zante”, ma l’ha percorsa
affidandosi a due vettu-
re concrete, anche se an-
cora contraddistinte
dall’etichetta di concept
car e fresche reduci dal
Salone di Ginevra: la
el-Born è una berlina
compatta a batterie in
arrivo nel 2020, mentre
la microscopica Mini-
mò è una sorta di moto
a quattro ruote lunga

Design Week
appena 2,5 metri pensa-
ta per un utilizzo esclu-
sivamente urbano.

TANTE NOVITÀ
Non è comunque man-
cato chi ha colto l’occa-
sione milanese per sve-
lare al pubblico italiano

Il futuro è in movimento
i prodotti più recenti: lo
ha fatto per esempio Peugeot, in-
centrando la sua presentazione sul-
la nuova generazione di un model-
lo chiave come la 208, disponibile
anche in versione elettrica, e lo ha
fatto Volkswagen tappezzando let-
teralmente la zona Tortona – stori-
cambiamenti epocali in atto nel set- alla settimana milanese, con alle- UNICI In basso Jaguar e Il marchio di lusso di Toyota, che ca culla della Milan Design Week –
LO SPETTACOLO tore che sta aprendo spazi impor- stimenti di notevole impatto sceno- Citroen. Sotto l’Audi tra l’altro ha come al solito procla- con le immagini della nuova
tanti a nuovi player, mentre impo- grafico, spesso incentrati sulla luce all’Arco della Pace mato il vincitore del Lexus Design T-Cross, un cui esemplare era espo-
MILANO ne ai protagonisti tradizionali di come simbolo dell’alimentazione a e a fianco Ludovico Award giunto alla 7^ edizione, ha sto davanti alla sede del partner Ar-
hissà se il Comune di Milano trasformarsi da “semplici” fabbri- batteria prossima vettura. Uno puntato su una performance emo-

C
Einaudi in concerto chiproducts, network online di ar-
ha in mente di instaurare i canti di automobili a fornitori di scelta espositiva che per esempio zionante battezzata “Leading with chitettura e design. Da parte sua, il
sensi unici anche per i pedo- servizi di mobilità a tutto campo. ha accomunato Lexus, il brand au- light”, che ha visto una ballerina gruppo Jaguar-Land Rover è forse
ni. Potrebbe essere una ricet- L’auto del futuro, che è destinata a tomobilistico che vanta la più lon- danzare – nell’oscurità rotta solo quello che si è più strettamente at-
ta contro la congestione ur- essere elettrica, autonoma e condi- geva partecipazione all’appunta- da improvvisi e accecanti lampi lu- tenuto al tema della settimana,
bana quando eventi di porta- visa, è stata la protagonista indi- mento milanese, e Honda, che inve- minosi – in perfetta armonia con concentrando l’attenzione sul desi-
ta planetaria richiamano in città scussa della presenza automotive ce era alla sua prima apparizione. un gruppo di sei tramezzi mobili gn. In particolare sullo sviluppo
folle strabocchevoli. È il caso robotizzati, mentre Honda ha scel- della nuova e tecnologica Range
dell’ultima settimana del Design, to la raffinata sede di una boutique Rover Evoque e sui contenuti del
che dal 9 al 24 aprile sembra aver d’alta moda per organizzare un nuovo linguaggio stilistico Jaguar,
superato i 400.000 visitatori prove- percorso sonoro e visivo che con-
degnamente rappresentato a Mila-
nienti da ogni angolo del mondo, duceva alla scoperta della e-Proto-
no dalla berlina XE. Nel segno
che hanno letteralmente preso type, la prima city car interamente
dell’originalità creativa la presen-
d’assalto non solo la Fiera di Rho, elettrica che il marchio nipponico
za Citroën, il cui allestimento pro-
tradizionale sede del Salone del ha sviluppato espressamente per i
Mobile arricchito quest’anno an- mercati europei. Nessun prodotto poneva una sorta di viaggio nel fu-
che dall’appuntamento biennale turo partendo da un heritage che
con Euroluce, ma tutte le location ha pochi eguali nel panorama auto-
mobilistico internazionale: una
del Fuorisalone che ha ormai var-
cato i confini dei distretti “storici”
L’ARTICOLATA PRESENZA scelta non casuale, che nei fatti ha
per allargarsi a macchia d’olio, DELLE CASE SI È dato inizio alle celebrazioni per il
coinvolgendo praticamente l’inte-
ro tessuto urbano. Un’invasione cu-
CARATTERIZZATA CON centenario del “Double Chevron”.
Giampiero Bottino
riosa e gioiosa che ha visto ancora PRODOTTI E STRATEGIE ©RIPRODUZIONE RISERVATA
una volta le case automobilistiche CHE ILLUSTRANO
nel ruolo di protagoniste.
L’EVOLUZIONE IN ATTO
PRESENZA ARTICOLATA
La loro articolata e sempre più rap-
presentativa partecipazione si è ca-
ratterizzata per il comune intento,
seppur perseguito con differenti
metodologie di comunicazione, di
non perdere l’occasione strategica
di presentare a un pubblico colto e
competente non solo i prodotti, ma
anche e soprattutto le strategie con
cui si preparano ad affrontare i

STRATEGICO
MILANO
e si dovesse indicare la casa

S automobilistica che con mag-


giore impegno e visibilità si
presenta ogni anno alla Milan
Design Week, sarebbe difficile ave-
re dei dubbi: è senza dubbio la “Si- City Lab, il pensatoio della Signora degli Anelli
da Enrico Mentana tra i rappre-
sentanti di quattro generazioni (i
Baby Boomers e le generazioni X,
gnora degli Anelli” che con il suo Y dei Millenials e Z dei giovanissi-
Audi City Lab, laboratorio di idee e mi) sull’approccio nei confronti
innovazione diventato un punto larga 24 metri e profonda 22, rea- umani che, magari mentre che ha voluto rendere alla città, otte- nella mostra che la rivista Interni della tecnologia, ma si è anche par-
d’incontro fondamentale per chi è lizzata in tubi metallici, battezzata l’auto abbia completato il riforni- nendo tra l’altro il patrocinio del ha prodotto in collaborazione con lato di due realtà che Audi sostie-
interessato a confronti e dibattiti e-Domesticity e progettata da Ha- mento, possono “staccare la spi- Comune. L’impegno culturale che la casa automobilistica e che que- ne concretamente: la One Ocean
di alto livello sui temi più attuali ni Rashid e da Lise Anne Couture na” per ricaricare le “batterie psi- da sempre caratterizza l’Audi City st’anno è stata dedicata al tema Foundation che si occupa della sa-
che coinvolgono il mondo delle della studio Asymptote Architec- cologiche” approfittando di qual- Lab ha trovato espressione anche “Human spaces”, un invito a ripor-
lute (cagionevole) dei mari e dei
quattro ruote e non solo. Quest’an- ture di New York. che momento di relax. In questo tare al centro dell’attenzione l’es-
mezzi per tutelarla e il Viva! Festi-
no l’organizzazione ha trova una
casa davvero scenografica: gli ex STAZIONE DI RICARICA
ambiente reso ancor più scenogra-
fico dai giochi di luce attivati quan-
IL LABORATORIO DI IDEE sere umano e le sue esigenze.
val, evento dedicato alla musica
caselli daziari che, a ridosso del La struttura simboleggia una rivo- do è sceso il buio, si è svolto l’ap- E INNOVAZIONE DI AUDI GENERAZIONI A CONFRONTO giovane che attira sempre più spet-
tatori nelle masserie e sulle spiag-
Parco Sempione, affiancano l’Ar-
co della Pace che è uno dei simboli
luzionaria stazione di ricarica de-
stinata non solo alle vetture elettri-
plauditissimo concerto del mae-
stro Ludovico Einaudi, che per
HA OSPITATO DIBATTITI Per quanto riguarda i dibattiti, il
programma è stato come al solito ge della Valle d’Itria, splendido an-
della città, creando assieme a esso che – non a caso all’interno era quasi un’ora ha incantato ed emo- SU ARGOMENTI ricco e variegato, visto che gli argo- golo di Puglia, e che quest’anno è
una piazza di grande fascino ed
eleganza al cui centro è stata collo-
“parcheggiato” lo spettacolare
concept della supercar elettrica
zionato le oltre 5.000 persone che
hanno affollato l’anfiteatro a loro
NON SOLTANTO DEL menti affrontati hanno spaziato
dalle prospettive della mobilità
in programma dall’1 al 4 agosto.
G.Bot.
cata un’imponente installazione Pb18 e-tron – ma anche agli esseri riservato. Un omaggio che Audi MONDO AUTOMOTIVE del futuro al confronto condotto © RIPRODUZIONE RISERVATA

4137609fd3c756ff2a2ea560a67943ba

IL_MATTINO - NAZIONALE - 17 - 16/04/19 ----


Time: 15/04/19 22:48
18

NEL POSTICIPO
(C) Ced Digital e Servizi | ID: 01100476 | IP ADDRESS: 80.117.248.2 carta.ilmattino.it

Sport DI CAMPIONATO
PAREGGIO (0-0)
SENZA EMOZIONI
TRA ATALANTA
ED EMPOLI

Fax 081 7947603


sport@ilmattino.it M Martedì 16 Aprile 2019
ilmattino.it

ASSALTO NAPOLI
SVOLTA TRIDENTE
`Possibile contro l’Arsenal la conferma `Ancelotti prepara una squadra duttile
dall’inizio di Milik, Insigne e Mertens in grado di interpretare più moduli
Roberto Ventre contrastare le eventuali ripar- continui e giocate nello stretto. lo a Villa Stuart dopo l’infrazio-
tenze dei Gunners e gli azzurri Una strategia che prevede più ne al piede subita nel ritorno del
La tentazione c’è, un’ipotesi che attaccheranno con il 3-4-3 con i soluzioni con la presenza certa match di Europa League gioca-
prende corpo dopo l’esperimen- due esterni che potranno strin- di Milik al centro dell’attacco, il to un mese fa a Salisburgo. Tra
to contro il Chievo Verona. An- gersi vicino a Milik, una via di capocannoniere stagionale del dieci giorni potrà ricominciare
celotti fa le prove di tridente mezzo è il 4-2-3-1 (e il 3-4-2-1). ad allenarsi in gruppo e conta di
Napoli con 20 reti, la cui fisicità
contro l’Arsenal, un attacco con poter dare il suo contributo nel
Tante soluzioni, insomma, An- è mancata nella sfida di Londra.
Mertens, Milik e Insigne, tutti e finale di stagione, l’ultimo infor-
tre insieme dal primo minuto. celotti punta innanzitutto
tunato che si riaggregherà al
Una possibilità concreta, l’altra sull’imprevedibilità per sor- SI RIVEDE DE LAURENTIIS gruppo. Ieri a Castel Volturno
prevede invece Zielinski largo a prendere la disposizione difen- Buone notizie per Diawara che ha ricominciato ad allenarsi Al-
sinistra e un tandem composto siva dell’Arsenal: movimenti ieri si è sottoposto a un control- biol che ha svolto la prima parte
da Milik e uno tra Insigne e Mer- con i compagni e poi un lavoro
tens. Quello che muterà comun- personalizzato: il difensore spa-
que è il modo di attaccare con il gnolo è stato sottoposto il 12 feb-
Napoli che in fase offensiva di- braio al Princess Grace Hospital
venterà un 3-4-3 come al Bente- di Londra a un intervento di pu-
godi. lizia del tendine rotuleo del gi-
nocchio sinistro. Non ce la farà
LA DUTTILITÀ in tempo la convocazione con
L’idea di Ancelotti è la duttilità l’Arsenal, se ne parla la prossi-
per non dare punti di riferimen- ma settimana e cioè contro
to alla difesa dell’Arsenal. Tre l’Atalanta oppure a Frosinone.
giocatori offensivi che possano Il presidente De Laurentiis, as-
muoversi in continuazione e sente all’Emirates per i controlli
nello steso tempo dare un con- medici ai quali fu sottoposto al
tributo forte in fase difensiva Gemelli a Roma, dovrebbe esse-
bloccando sul nascere il palleg- re al San Paolo per la partita di
gio dei Gunners. Milik giocherà ritorno contro i Gunners.
titolare giovedì sera al San Pao-
lo, dopo essere partito in pan- CARICA «Monday motivation»: la foto pubblicata dal Napoli twitter ssc napoli © RIPRODUZIONE RISERVATA TOCCO MORBIDO Ancelotti palleggia durante Chievo-Napoli
china all’Emirates: troppo im-
portante la sua presenza per
provare a ribaltare la sconfitta

Lo United alza l’offerta


di 2-0 all’andata. Mertens e Insi-
I tre moduli
gne gli gireranno intorno cer- 4-4-2
cando spazio sugli esterni e ac- Ghoulam Insigne

«Per Koulibaly 130 milioni»


centrandosi per dialogare nello
stretto con il centravanti polac- Mertens
co. Nello stesso tempo aggredi-
ranno subito i difensori dell’Ar- Koulibaly Allan
senal cercando di non fare arri- milioni, che diventeranno oltre rebbe dell’acquisto del difensore
vare palle pulite a Ramsey, il re-
gista della formazione di Eme- Meret IL CASO 300 con la scontata cessione di più costoso nella storia del Man-
Pogba. Varane è difficilmente chester (l’olandese Van Dijk è
ry, quello che cuce il gioco di tut- Chiriches Zielinski raggiungibile, il Real Madrid gli stato pagato 89 milioni di sterli-
ta la squadra. Un lavoro fonda- (Fabian Ruiz) Angelo Rossi
ha appiccicato addosso una clau- ne). Per il Napoli, ovviamente, sa-
mentale nella doppia fase dei sola di 500 milioni. Quella di rebbe la cessione più ricca in as-
tre attaccanti per assicurare Milik Occhio agli inglesi, fanno sul se- soluto dopo i 91 milioni di euro
rio. Sono testardi, quando si met- Koulibaly (129 milioni dall’estate
equilibrio e compattezza alla Maksimovic Callejon 2020) è più fattibile: 115 milioni incassati dalla Juventus per Hi-
squadra. A centrocampo Allan tono una cosa in testa è poi diffi- guain.
cile farla scappare via dalla men- di sterline e se l’operazione do-
e uno tra Fabian Ruiz e Zielin- 3-4-3 vesse andare in porto, si tratte-
ski. te. Come affermano i tabloid IL RILANCIO DI ANCELOTTI
Ghoulam Sunday e Daily Express, da un Sul difensore senegalese lo Uni-
LA MANOVRA OFFENSIVA Insigne anno il Manchester United inse- ted non ha mai staccato gli occhi:
Con la conferma della formula Koulibaly gue Kalidou Koulibaly. La porta osservatori lo hanno seguito al
chiusa elegantemente in faccia San Paolo e la settimana scorsa
con tre centrali difensivi e cioè
Allan dal Napoli non ha scoraggiato gli all’Emirates. Per lui è pronto
Maksimovic, Chiriches e Kouli-
inglesi, che appunto sono testar- l’inevitabile contratto da favola,
baly il Napoli potrà attaccare
Chiriches Milik di. Intendono andare fino in fon- un quadriennale con ingaggio
maggiormente sulle fasce con Meret do e portarlo oltre Manica, per
Callejon e Ghoulam che parti- annuo intorno agli otto milioni.
Zielinski ravvivare stimoli e mercato: pri- Kalidou, prossimo ai 28 anni, è
ranno più alti in fase di spinta. (Fabian Ruiz) ma era Mou, adesso c’è Solsk-
La formula Champions che An- vincolato al club azzurro fino al
Maksimovic jaer. Il tecnico norvegese non ne 2023, la Lian Sports ne cura gli
celotti intende riproporre nel re- Mertens fa alcun mistero e poiché il pri-
tour match dei quarti di finale di interessi, è alla quinta stagione
Callejon mo settore da rifondare è pro- con i partenopei. Ha il minutag-
Europa League contro l’Arse- prio la difesa, l’allenatore ha con- gio più alto tra gli azzurri, è in ci-
nal, sperimentata contro il Chie- 4-2-3-1 segnato la nota della spesa a Da- ma alle classifiche di rendimen-
vo Verona: in fase difensiva il vid Gill, l’amministratore delega- to, finanche in quella delle palle
Napoli resta con l’assetto del Ghoulam
to che gestisce le finanze del ter- recuperate, domenica ha realiz-
4-4-2, in quella offensiva resta- zo club più ricco al mondo (dopo zato la prima doppietta in serie
no bloccati i tre difensori per Real Madrid e Barcellona) con A. Ancelotti è sicuro del fatto
Insigne
circa 520 milioni: Koulibaly e Va- suo, non intende privarsene,
Koulibaly Zielinski
(Fabian Ruiz) rane spiccano in cima alla lista pronto a incatenarsi ai cancelli
TORNANO IN DIFESA Mertens Milik
dei desideri. I RED DEVILS di Castel Volturno. E rilancia, for-
te del fatto che da luglio il difen-
I TRE CENTRALI Meret
Chiriches Allan
OFFERTA RECORD INSISTONO sore diventerà il più pagato della
PER SPINGERE Callejon
Lo United non ha ristrettezze di
mercato, non è pedinato dal fair
PER IL DIFENSORE squadra: ingaggio da sette milio-
ni con nuovo prolungamento di
SULLE FASCE play, può tranquillamente spen- CHE HA UNA CLAUSOLA contratto. Questo ha espressa-
CON CALLEJON Maksimovic
dere perché per la prossima ses-
sione estiva a Solskjaer sono sta-
RESCISSORIA mente chiesto a De Laurentiis: il
presidente lo accontenterà?
E GHOULAM ti messi a disposizione circa 230 DAL 2020 © RIPRODUZIONE RISERVATA

IL_MATTINO - NAZIONALE - 18 - 16/04/19 ----


Time: 15/04/19 22:44

4137609fd3c756ff2a2ea560a67943ba
19

Sport (C) Ced Digital e Servizi | ID: 01100476 | IP ADDRESS: 80.117.248.2 carta.ilmattino.it M Martedì 16 Aprile 2019
ilmattino.it

«CARLO, È L’ARMA GIUSTA»


`Zaccheroni vede bene l’attacco con Milik-Mertens e Insigne `«In partite come questa una simile mossa ci sta
«Devono muoversi sempre e non dare riferimenti agli inglesi» ma serve massima attenzione per non prendere gol»
squadra di bassa classifica, ma l’inserimento dei ripetere?
L’INTERVISTA in partite come queste ti viene centrocampisti al tiro». «L’Arsenal in casa è un’altra
automatico dare ancora un aiuto Crede nell’impresa del Napoli? squadra rispetto alle trasferte. Il
Roberto Ventre in più in difesa». «Con tutto il rispetto per Napoli ha sbagliato l’approccio,
Può essere proprio questa l’Arsenal ritengo che il Napoli non ha evidenziato quella
Milik-Insigne-Mertens tutti e tre mossa l’arma in più contro sia una grande squadra: con sicurezza e personalità di altre
insieme contro l’Arsenal. La for- l’Arsenal? l’organico che ha, un allenatore volte. Sicuramente nelle trame
mula piace a Zaccheroni, ex ct di «Direi proprio di sì. Milik a come Ancelotti e un pubblico di gioco gli azzurri possono fare
Giappone ed Emirati Arabi, che Napoli sta giocando prima punta come quello del San Paolo può molto meglio e devono crederci
alla guida dell’Udinese e del Mi- ma è un attaccante che può ribaltare il risultato dell’andata. e poi il pubblico del San Paolo fa
lan, che vent’anni fa vinse lo scu- svariare su tutto il fronte come fa Nulla è semplice ma al Napoli decisamente la differenza»
detto, giocava con il 3-4-3. «Quel- con la Polonia. Mertens, che non manca nulla per riuscirci». E poi il Napoli come può fare
la con l’Arsenal è una partita in affrontai con il Giappone in Come si vince 3-0 dopo un ko di gol all’Arsenal? IN RITIRO Ancelotti e Reja
cui devi forzare, e quindi far gio- un’amichevole vinta 3-2 nel 2013 due gol all’andata? «La conclusione da fuori sarà
care insieme Insigne-Milik e contro la nazionale belga, «Con l’organizzazione difensiva, fondamentale, sulle palle alte
Mertens ci sta tutto. E poi Carlo è
un maestro in questo e non si
giocava esterno destro ma si
spostava un po’ dappertutto.
EX SCUDETTATO Zaccheroni quella del Napoli è nota, la
migliore insieme a quella
non vedo possibilità, ma
decisiva sarà la copertura del Riecco Reja
può dubitare sulla validità Insigne ora sta facendo dell’Inter. Per prima cosa non secondo palo, sul loro lato
dell’idea». l’attaccante ma resta sempre un bisogna prendere gol, anche se debole gli inglesi possono a 73 anni
Tre attaccanti possono grande rifinitore. I tre possono
NELLA SUA CARRIERA nella prima mezz’ora presumo soffrire sui cambi di gioco».
coesistere senza creare
scompensi alla fase difensiva?
integrarsi al meglio e fare la
differenza non dando punti di HA FATTO GIOCARE
che il Napoli proverà a spingere
molto: il primo tempo bisogna
E come si fa a non subirne?
«Sporcare fin dal principio le tra-
diventa ct
«Sono proprio queste le
occasioni in cui tutti si
riferimento alla difesa
dell’Arsenal: questo può
CON IL 3-4-3 chiuderlo in vantaggio e poi
segnare altri due gol nella
me dell’Arsenal con la copertura
degli attaccanti e il lavoro dei dell’Albania
sacrificano ancora di più vista rappresentare una sbornia per L’UDINESE ripresa. L’importante è pensare centrocampisti: così alla difesa
l’importanza della partita.
Rischiare tre giocatori offensivi
gli inglesi. Con il contatto fisico
non si passa, serve il movimento
E IL MILAN positivo».
Cosa è successo a Londra, quali
azzurra arrivano letture più sem-
plici». L’EX AZZURRO
può essere negativo contro una continuo anche per permettere DELLO SCUDETTO errori il Napoli non dovrà © RIPRODUZIONE RISERVATA

Prosegue dinastia italiana co-


me ct dell’Albania, perché do-
po De Biasi e Panucci, la fede-
razione ha deciso di puntare
su Edy Reja. L’ex allenatore
del Napoli, infatti, assumerà
la guida della nazionale nei
prossimi giorni. Mancano so-
lo le ultimissime formalità, vi-
sto che domani Reja incontre-
rà a Tirana il presidente Ar-
mand Duka per definire i det-
tagli anche sulla durata
dell’intesa. Questo perché l’al-
lenatore italiano vuole prima
toccare con mano quelle che
sono le reali potenzialità per
poter lavorare al meglio. Reja
che è già stato in Albania nei
giorni scorsi per i primi con-
tatti, è alla sua prima espe-
rienza da commissario tecni-
co.

IL NAPOLI
In estate si era parlato di un
possibile ritorno di Reja al
Napoli. Ma con un ruolo di-
verso rispetto a quello solito
di allenatore. L’idea di De
Laurentiis, infatti, era quella
di affidare all’ex azzurro, la
ATTACCO EXTRA-LARGE Mertens abbraccia Milik dopo il gol al Chievo: sono stati schierati con Insigne al Bentegodi, il tridente potrebbe giocare anche giovedì in Europa League guida tecnica di tutto il setto-
re giovanile per ripartire dal-
le fondamenta e sviluppare il

Allegri: «Voglio la Juve come una iena»


progetto della “Scugnizzeria”
da sempre prospettato dal pa-
tron del Napoli. Alla fine la
cosa non si è concretizzata,
anche se è stato evidente l’in-
flusso di Reja sulla scelta
dell’allenatore della Primave-
sua zampata ha fatto la differen- base alla posizione di Can) con
ra, Roberto Baronio, che è sta-
CHAMPIONS LEAGUE za all’andata e in allenamento Cancelo, Bonucci, Rugani, Alex
to un suo giocatore a Brescia
spinge a più non posso per ritro- Sandro davanti a Szczesny, Em-
così come alla Lazio. A propo-
Alberto Mauro vare la migliore condizione do- re Can, Pjanic e Matuidi a cen- sito di Napoli, Reja avrà la
po lo stop per infortunio. Ci sono trocampo e Bernardeschi con possibilità di allenare Hysaj
gli assenti sicuri: Caceres, Perin, Ronaldo e Dybala davanti. L’al- che è uno dei punti fermi del-
TORINO Mai come oggi la fiducia
Chiellini e soprattutto Mandzu- ternativa è un 4-4-2 più coperto la nazionale albanese.
della Juventus poggia su solide
kic. Ci sono i recuperi importan- da non sottovalutare, visto che
fondamenta, cementate dalla tri-
pletta in rimonta di Ronaldo
ti: Emre Can, Khedira e Douglas con lo 0-0 passerebbe la Juve. LO STAFF
Costa (ancora in dubbio, oggi il Bernardeschi e Ronaldo davan- In questi giorni verrà definito
contro l’Atletico Madrid, responso definitivo), ci sono so- ti, De Sciglio in difesa e Cancelo
dall’esperienza di Allegri, dalla anche lo staff che dovrebbe
prattutto i dubbi che tengono avanzato sulla linea dei centro- accompagnare Reja nella sua
consapevolezza di un gruppo svegli più tifosi e addetti ai lavo- campisti. L’unico dubbio di ten
maturo e dall’entusiasmo dei ti- nuova avventura da commis-
ri che il serafico Max. «L’infortu- Hag invece si è sciolto durante la sario tecnico dell’Albania: il
fosi che vedono la fine di un in- nio di Mandzukic non sconvolge rifinitura: regolarmente in grup-
cubo europeo lungo 23 anni. vice poteva essere Calori (che
nulla, devo solo decidere chi far po con i compagni de Jong, aveva anche partecipato al
Max Allegri lucida il suo tali- giocare al suo posto. O gioca pronto a scendere in campo dal primo incontro a Tirana) ma
smano, risparmiato contro la Kean o Dybala, oppure nessuno primo minuto. «Sarà una partita è ancora sotto contratto con
Spal per brillare nella notte deci- dei due». Semplice, quasi ele- infinita, aperta fino alla fine – la Ternana (dove è stato eso-
siva, dopo il gol che ha aperto la mentare, anche perché dieci un- prevede Allegri -. Dobbiamo fa- LA CONFERENZA Allegri nel prepartita Champions twitter fc juventus nerato) e non dovrebbero es-
porta sulle semifinali, ad Am- dicesimi di formazione sono fat- re attenzione ai dettagli». Ronal- serci presupposti per trovare
sterdam. ti. Balla uno tra De Sciglio e Dy- do da solo può non bastare, so- uomo per Ronaldo». pullman, e trovati in possesso di intesa economica.
bala: con la Joya in campo 4-3-3 prattutto se non gli arrivano pal- praticamente tutto quello che è b.m.
LE IENE (possibile variazione sul 3-5-2 in le da giocare là davanti, in que- LA SICUREZZA vietato introdurre in uno stadio: © RIPRODUZIONE RISERVATA
Assenze, infortuni e dubbi di for- sto senso il rientro di Emre Can è Visti i precedenti di Amsterdam, guanti rinforzati, tirapugni, pa-
mazione pesano il giusto, conte- decisivo per schermare il centro- stavolta Juventus, Uefa e la que- radenti, armi improvvisate e
rà soprattutto l’atteggiamento
di squadra e la fame di chi scen- A TORINO IL RITORNO campo consentendo a Pjanic di
concentrarsi esclusivamente
stura di Torino hanno deciso di
giocare d’anticipo per evitare
non, petardi e fumogeni. «Lottia- EDY CHE HA RIFIUTATO
derà in campo dall’inizio (si ri- CONTRO L’AJAX sull’impostazione di gioco. «A tensioni fra tifosi avversari e con
mo contro ogni tipo di violenza
fuori e dentro gli stadi – il com-
LA PROPOSTA
parte dall’1-1), ma anche dalla
panchina. «Voglio una squadra
SENZA CHIELLINI inizio stagione non avremmo
mai pensato di giocarci le semifi-
le forze dell’ordine. Cinquanta-
quattro dei duecento ultrà mento del ministro dell’interno DI DIRIGERE
di iene» chiede l’allenatore bian- E MANDZUKIC nali di Champions – ricorda ten dell’Ajax - attesi a Torino - ieri Matteo Salvini -, certi delinquen- IL VIVAIO AZZURRO
conero, perché dire «Voglio 11
Ronaldo in campo», non si può.
SICUREZZA, ESPULSI Hag -, ma ora siamo convinti di
meritarci di essere nell’elitè
sono stati intercettati dalla Di-
gos al casello autostradale di Set-
ti non devono più mettere piede
in un campo di calcio».
AVRÀ HYSAJ
Cristiano è il più felino di tutti, la 54 ULTRÀ OLANDESI d’Europa. Nessuna marcatura a timo Torinese a bordo di due © RIPRODUZIONE RISERVATA
NELLA SUA ROSA

IL_MATTINO - NAZIONALE - 19 - 16/04/19 ----


Time: 15/04/19 21:19
4137609fd3c756ff2a2ea560a67943ba
20
(C) Ced Digital e Servizi | ID: 01100476 | IP ADDRESS: 80.117.248.2 carta.ilmattino.it

Sport M Martedì 16 Aprile 2019


ilmattino.it

«In semifinale
chi segnerà
il primo gol»
` Pires, ambasciatore azzurri si faranno sentire ed è
una difficoltà in più da
del club: «Il San Paolo affrontare».
spingerà gli azzurri» Ancelotti potrebbe
schierare
Insigne-Milik-Mertens dal
primo minuto. Una scelta
L’INTERVISTA azzardata in una gara dove il
Napoli deve provare a non
subire gol?
Marco Giordano «Sono tre calciatori dal valore
indiscutibile. E nella gara
«Mi dispiace non essere al San contro il Chievo ha lasciato in
Paolo, sarà una grande serata panchina dall’inizio anche
di calcio, ma ho altri impegni giocatori come Allan e Mario
già in calendario con l’Arse- Rui: ciò dimostra il valore
nal»: Robert Pires ha giocato della rosa del Napoli. Quello
284 gare con i Gunners, ha se- che conta, però, è che tutti
gnato 84 gol ed ha vinto 7 tro- apprezzano la filosofia
fei nell’era d’oro di Arséne offensiva di calcio di Ancelotti,
Wenger tra il 2001 ed il 2004. uno dei segreti dei suoi
IL COLPO DI FURBIZIA Aubameyang sottrae il pallone al portiere del Watford, Foster, e porta in vantaggio l’Arsenal dopo dieci minuti Qualche anno prima, si era an- successi».
che preso con la Francia il tetto Anche l’Arsenal, però, ha
d’Europa e del Mondo: oggi, in- una filosofia di calcio molto

EMERY CAMBIA
vece, dirige alcune delle attivi- offensiva.
tà dell’Arsenal in giro per il glo- «Una squadra come la nostra
bo, come una sorta di amba- non può scendere in campo
sciatore del club di Londra, tra senza provare a costruire
prima squadra e giovanili. calcio. È nel dna gunners. Si
Cosa ha sbagliato il Napoli affronteranno due formazioni
che cercheranno subito di

FACCIA ALL’ARSENAL
nel match dell’Emirates?
«L’Arsenal ha giocato molto segnare, senza troppi
bene in casa, come quasi tatticismi: anzi, passare in
sempre accade nelle gare vantaggio al San Paolo sarebbe
interne. Credetemi, è difficile fondamentale per la
per tutti giocare all’Emirates qualificazione».
ed è per questo che è stato Si dice che un allenatore
difficile anche per il Napoli. influisce per il 20% sul
`In vista della partita a Napoli l’allenatore sperimenta un nuovo modulo: Ma, siamo consapevoli che gli destino di una squadra. Sarà
così anche giovedì?
azzurri hanno tanta qualità ed
turnover di sei giocatori e passaggio al 4-2-3-1 nel posticipo con il Watford è un aspetto fondamentale «Non so quanto incideranno i
due allenatori, ma una cosa è
nell’andare a preparare la
certa: entrambi hanno
LA SVOLTA partita».
Bruno Majorano diventato grande alla guida del titolare in campionato ai danni bisogno di vincere qualcosa di
Siviglia in Spagna. Rispetto alla Aubameyang, però, non soffre di Cech, “retrocesso” a portiere Il discorso qualificazione è qui alla fine della stagione. Si
Emery mischia le carte. Un po’ sfida contro gli azzurri, vengo- molto la solitudine e ci mette di coppa. A proposito: se l’Arse- ancora aperto? tratta di una finale anticipata».
per preservare i suoi pezzi pre- no esclusi dai titolari Cech, Ko- appena 10’ a trovare il gol del nal non subisce la rimonta da «Sono convinto che sia ancora © RIPRODUZIONE RISERVATA
giati in vista di giovedì sera, un lasinac, Sokratis (per squalifi- vantaggio grazie anche alla pre- parte del Watford, il merito è estremamente aperto. È una
po’ per non dare troppi punti di ca), Maitland, Ozil (entrati en- ziosa collaborazione di Foster, sopratutto del suo portiere, che frase fatta, ma assolutamente
riferimento ad Ancelotti. Tecni- il portiere del Watford che si vera: nel calcio è tutto
ca quasi opposta rispetto a
trambi nella ripresa per Torrei-
appisola durante un disimpe-
in almeno un paio di circostan-
possibile, soprattutto se in
«DOVREMO ESSERE
ra) e Lacazette. A supporto ze si rivela decisivo con inter-
quella dell’allenatore del Napo- dell’unica punta Aubameyang, gno consentendo all’attaccante venti davvero eccezionali. campo c’è una squadra forte BRAVI A GESTIRE
come il Napoli. È vero, il
li che contro il Chievo ha fatto agiscono Ramsey (autore del dell’Arsenal di appoggiare in
vantaggio è importante, per
IL VANTAGGIO
le prove generali della gara di gol che ha sbloccato la gara col rete un pallone facile facile. LA SITUAZIONE
ritorno dei quarti di Europa Napoli a Londra), Mkhitaryan e L’autostrada per i Gunners la Al di là delle distrazioni e dei
l’Arsenal è stato fondamentale MI ASPETTO
League. Visto che l’Arsenal è in Iwobi, che in realtà si piazzano spiana De eney, capitano del inventare quei due gol da IL TRIDENTE
pensieri rivolti a Napoli, l’Arse- situazioni difficili, ma il Napoli
piena corsa per un posto in larghi sulle fasce e poi si accen- Watford, che un minuto dopo
Champions, però, difficile pen- trano per sostenere l’unica pun- la rete di Aubameyang si fa
nal non poteva certamente per- può fare lo stesso al San DA ANCELOTTI»
dere l’occasione di agganciare Paolo».
sare che le scelte dei Emery sia- ta. Tra le novità anche il media- espellere per una gomitata ai
il Chelsea (che ha una gara in
no state fatte per preservare i no che affianca Torreira: il rien- danni di Torreira a centrocam- A proposito dello stadio: a
più) al quarto posto, ultimo
migliori in vista del San Paolo. trante Xhaka, che veniva da un po. questi livelli, ha senso
buono per l’accesso alla fase a parlare di “effetto San
infortunio e che a questo punto gironi della prossima Cham-
CHE TURNOVER si candida anche ad un porto da LA DIFESA Paolo”?
E allora nel monday night di Le buone notizie per Emery, pions League. Una motivazio- «Incide il sostegno del
titolare nella sfida di ritorno ne in più per i Gunners che vin-
Premier League sul campo del contro il Napoli giovedì sera. poi, arrivano dal reparto arre- pubblico a tutti i livelli, anche a
Watford, l’Arsenal si presenta trato. Tanto più che i Gunners cendo 1-0 sul Watford hanno quelli più alti. Un calciatore si
con ben sei volti nuovi rispetto dovranno essere abili nel non approfittato del ko di domenica sente spinto anche nelle
alla sfida di giovedì scorso subire gol al San Paolo. In tal pomeriggio da parte dei blues imprese più dure. Tutti sanno
all’Emirates contro il Napoli. E
DECISIVO UN ERRORE senso tiene bene la linea a quat- contro il Liverpool per rifarsi come i fan al San Paolo sono
non è tutto. Perché oltre a cam- DEL PORTIERE tro formata da Mustafi, Mavro- sotto nella volata finale. Adesso
l’Arsenal è a un punto dal Tot-
molto calorosi: sono
biare gli uomini, Emery cam- FOSTER CHE REGALA panos, Koscielny e Monreal e straordinari nel sostegno alla
bia anche il modulo. Lo spagno- supportata dalle parate di Le- tehnham, terzo in classifica e squadra, specialmente nei
lo accantona il 3-4-1-2 con il IL PALLONE no, portiere tedesco che in esta- primo degli “umani” alle spalle momenti chiave della stagione
quale aveva imbrigliato il Napo- te piaceva anche al Napoli ma della coppia di testa formata da come sarà giovedì sera. I
li e torna al suo primo amore,
AD AUBAMEYANG che una volta arrivato all’Arse- Liverpool e Manchester City. calciatori dell’Arsenal sono EX CAMPIONE Pires ha vinto
ovvero il 4-2-3-1 con il quale è AVVERSARI IN DIECI nal si è preso anche il posto di © RIPRODUZIONE RISERVATA consapevoli che i supporter il Mondiale con la Francia

Ma a Fuorigrotta non ci sarà il sold out per la supersfida


`Il questore De Iesu perata già la quota dell’ultima
gara di Europa League con il Sali-
punto di concentramento presso
la stazione Marittima. Invitiamo
tante “fan club” degli inglesi, gli
«Italian Gooners», di cui fanno
«Massima sicurezza sburgo (32.579 spettatori),
l’obiettivo raggiungibile è supe-
i tifosi inglesi, provenienti da ae-
roporti, stazioni o con altri mez-
parte anche alcuni supporter na-
poletani. Nati nel 2008, si con-
per i tifosi inglesi» rare le 41.015 unità della semifi-
nale di Europa League con il Dni-
zi, a recarsi in questo check
point dove abbiamo previsto di-
traddistinguono anche perché
spesso raccolgono fondi per be-
pro del 2015. Lontani i due re- versi pullman, dell’Anm e della neficenza e per adozioni a distan-
cord, per l’EL, stabiliti negli otta- Ctp, che li condurranno, scortati za. «Siamo circa 200 – dice il se-
L’AMBIENTE vi con il Porto nel 2014 (54.145) e e in totale sicurezza, sino allo sta- gretario Jack Perani, bergama-
nei gironi nel 2010 nel match col dio». Non ci sono timori di inci- sco - provenienti da tutte le parti
Liverpool (52.910). denti, anche se qualche disordi- d’Italia. Al San Paolo saremo in
Dario Sarnataro
ne di lieve entità, nel precedente venti». Tra essi anche Francesco,
LA SICUREZZA del 2013 (per la Champions), in- di Angri, tifoso prima del Napoli
Il San Paolo sarà tutt’altro che Robusto il dispositivo di sicurez- duce alla prudenza e per questo e poi dell’Arsenal, e il parteno-
sold out. A tre giorni dalla sfida za, che si inserisce in schemi già centinaia di agenti saranno uti- peo Nico, sostenitore invece dei
che vale una stagione sono stati collaudati in altre gare interna- lizzati anche per governare i britannici. Saranno loro a radu-
venduti circa 36mila biglietti. zionali, anche se finora sono sta- “flussi” di persone che si reche- nare i fan italiani: pizza, passeg-
Prevedere il tutto esaurito, ovve- ti venduti circa 1000 dei 2840 ta- ranno al San Paolo. giata per Napoli e poi ingresso al
ro circa 60mila spettatori, è uto- gliandi del settore ospiti. Un al- San Paolo. La squadra di Emery
pia. Ieri, tuttavia, c’è stata un’im- tro tavolo tecnico ci sarà doma- I 20 “ITALIANI” è attesa domani in città: allogge-
pennata nella prevendita, segno ni, ma tutto è già definito. «Ab- Tra i tifosi dei Funners ce ne sa- rà in uno dei più importanti al-
che con l’avvicinarsi dell’evento biamo predisposto – informa il ranno alcuni speciali, ovvero berghi del lungomare.
la “febbre da tifo” aumenta. Su- Questore Antonio De Iesu – un L’ATTESA Notturna di prestigio giovedì al San Paolo con l’Arsenal quelli appartenenti al più impor- © RIPRODUZIONE RISERVATA

IL_MATTINO - NAZIONALE - 20 - 16/04/19 ----


Time: 15/04/19 22:50
4137609fd3c756ff2a2ea560a67943ba
21

Sport M Martedì 16 Aprile 2019


ilmattino.it

(C) Ced Digital e Servizi | ID: 01100476 | IP ADDRESS: 80.117.248.2 carta.ilmattino.it


La stagione Il Papa
delle Vespe
«I calciatori
Punti in classiica rispettino
71
gli avversari»
Distacco dalla seconda
(Trapani)
+4 L’INCONTRO
Sconitte CITTÀ DEL VATICANO «Mantene-
te in voi la gioia di giocare e
1 diffondetela in chi vi osserva
o tifa per voi, siate consapevo-
Vittorie li che lo stile con cui affronta-
te lo sport rappresenta un
20 modello per i vostri coetanei
e può influire, positivamente
Gol fatti o meno, sul loro modo di agi-
re». È l’esortazione rivolta da
57 Papa Francesco ai parteci-
panti all’incontro promosso
dalla Lega Nazionale Dilet-
Gol subiti
tanti nel sessantesimo anni-
15 versario della sua fondazio-
ne. Il presidente Cosimo Sibi-
lia, dopo aver offerto al Ponte-
Miglior marcatore fice un pallone e la maglia az-
zurra numero 60, ha sottoli-
Paponi 11 reti neato: «Grazie al Papa per
L’ABBRACCIO Mezavilla autore di una doppietta sul campo della Sicula Leonzio, tre punti fondamentali per la scalata alla serie B avere trasmesso a me e a tutta

TALISMANO JUVE STABIA


la Lega Dilettanti questo mes-
saggio di pace e solidarietà.
Incontrarla è stata un’emo-
zione che non dimenticherò
mai».

LA SOLIDARIETÀ
Il Papa, appassionato di cal-
cio (ha la tessera numero 1 del
club argentino San Lorenzo,
`Mezavilla era nella squadra che andò in serie B `«Sono tornato dopo 4 anni a Castellammare la ex squadra del Pocho La-
vezzi), ha affermato
nel 2011: «Che orgoglio esserci anche adesso» e ho rivisto la stessa energia positiva» nell’udienza in Vaticano: «Ab-
biate cura di immettere nel
tessuto sociale, mediante le
Reggina, ma alla chiamata in pronto per questo tipo di salto speriamo di tornare a portare restare qui a lungo». mille relazioni che vivete
SERIE C estate da parte del presidente dal campo alla panchina? ancora più gente allo stadio». Sappiamo tutti che i nell’ambito dell’attività spor-
Manniello, del direttore sporti- «Ha compiuto un salto Ora che aria tira a campionati sono difficili ma tiva, uno spirito di solidarietà
Bruno Majorano vo Polito e dell’allenatore Caser- importante perché smettere di Castellammare? anche che sono belli quando li e di attenzione alle persone,
ta, non ha saputo dire di no. giocare e iniziare a fare subito «C’è grande entusiasmo, mi vinci alla fine. al quale la vostra Lega si ispi-
Quando la Juve Stabia ha con- Lei è nato in Brasile, ma calci- l’allenatore non è facile: Caserta sembra di essere tornati al «La vittoria in rimonta di ra in modo lodevole ed espli-
quistato la Coppa Italia di Lega sticamente è cresciuto in Ita- ha una grande personalità e 2011». cito. Avere uno spirito solida-
domenica contro la Sicula
Pro nel 2011, lui c’era. Quando lia: quanto si sente stabiese? farà molto bene». Cosa vorrebbe dire per la città le, mediante una “partecipa-
«In Italia sono arrivato presto, Lei è uno dei più esperti nello la promozione? Leonzio è la dimostrazione che
nello stesso anno la squadra zione attiva allo sviluppo del-
avevo 17 anni e ho fatto tutta la spogliatoio, ci svela qual è la «Sarebbe una gioia immensa non si deve mai mollare. Ora ci
all’epoca allenata da Braglia ha la vita sociale e culturale del-
carriera qui. La Juve Stabia è la forza di questo gruppo? che creerebbe ancora più manca una partita da vincere la collettività”, significa ten-
conquistato la promozione in
serie B, lui c’era. Quando nel squadra in cui ho giocato di più «La forza di questo gruppo è entusiasmo rispetto alla volta per conquistare la promozione dere la mano a chi è caduto o
2014 il team di Castellammare è e mi sono trovato bene con la rispettarci a vicenda. Tanti scorsa, secondo il mio parere. e noi ci metteremo tutta la ha subito un fallo, oppure
retrocesso in serie C, lui c’era. E gente che assomiglia molto a giocatori di categoria: tutti Perché abbiamo già vissuto voglia per riuscirci. La rimonta zoppica perché si è fatto ma-
allora, sembra quasi logico che noi brasiliani: aperti e fanatici titolari e la bravura di Caserta è quella serie B e ora dobbiamo è la dimostrazione di quanto sia le; significa non denigrare chi
oggi, nell’anno in cui la Juve Sta- per il calcio». stata appunto far capire che chiudere il campionato». bello il calcio. Abbiamo un non primeggia, ma trattarlo
bia ha dominato il campionato Non è uno che segna spesso, serviva rispetto tra i compagni. E per lei? grande gruppo e una grande alla pari; significa compren-
ed è a tre punti dalla promozio- ma fa diversi gol pesanti: sono La nostra forza è questa: entra «Una gioia immensa e dere che il campionato non
mentalità. Abbiamo carattere e
ne diretta in serie B, lui ci sia. la sua specialità? uno e dà lo stesso contributo di incredibile. Dopo la parte se si è da soli e che an-
«Quando capita, cerco di fare chi giocava al suo posto». promozione ai playoff e la uomini veri. Una cosa è certa:
Non servirebbe altro per com- che nella nostra società ci si
gol. Per fortuna in queste Perché ha deciso di tornare vittoria della Coppa Italia entreremo per fare la nostra
pletare l’identikit di Adrian Me- può salvare solo insieme,
stagioni ho sempre segnato. alla Juve Stabia dopo 4 anni? adesso vincere direttamente il partita come abbiamo sempre mentre ci si perde se si lascia
zavilla: centrocampista nato sì
in Brasile, ma diventato stabie- Quest’anno mi trovo con tanti «Avevo sempre avuto il campionato sarebbe il fatto. Sappiamo che la gara di che chi è più debole rimanga
se di adozione. Ha fatto passare gol pesanti all’attivo e sono pensiero di tornare ma non massimo». sabato sarà difficile come tutte ai margini e si senta come
quattro anni dal suo ritorno a contento». c’era stata la possibilità, quando Quando avete capito che le altre che abbiamo giocato uno scarto».
Castellammare. In mezzo le Ha lasciato Caserta da si è trovata l’opportunità non ci questa squadra poteva lottare fino ad oggi». Un messaggio sociale oltre
esperienze con Alessandria e compagno e lo ha ritrovato da ho pensato due volte perché mi per la promozione diretta? © RIPRODUZIONE RISERVATA che calcistico. «Dilettante si-
allenatore: cosa è cambiato ero trovato bene qui. Ho sempre «Abbiamo sempre avuto i piedi gnifica: che si diletta, che si
nel vostro rapporto? seguito la Juve Stabia da per terra e abbiamo lavorato. diverte - ha osservato France-
«ERO STATO COMPAGNO «Quando sono andato via, Fabio
ancora giocava. All’inizio è
quando sono andato via e
sapevo quanto fosse un gruppo
Siamo una squadra umile. Ci
porta solo dei benefici lavorare
«CI MANCANO SOLO sco - e voi dilettanti dovrete ri-
cordare sempre, anche se un
DI CASERTA, POI stata particolare la cosa perché importante. E sono contento in questo modo fin dall’inizio». TRE PUNTI PER giorno diventaste professioni-
L’HO RITROVATO non riuscivo a chiamarlo
“mister”, poi è diventato
della scelta fatta».
Come ha trovato la città?
Dove è andato a vivere?
«A Vico con la mia famiglia. Mia
IL GRANDE SALTO sti, che la gioia è l’anima del
gioco, e se in te la gioia è so-
ALLENATORE: SIAMO naturale. Ci stimiamo molto e «L’entusiasmo, dopo la figlia è nata a Castellammare ai CHE MERITIAMO praffatta dal desiderio del
ENTRATI SUBITO gli auguro il meglio per la sua
carriera da allenatore».
retrocessione, era un po’
passato. Per fortuna quest’anno
tempi della serie B e a dicembre
scorso è nato qui mio figlio. Ci
PERCHÉ SIAMO successo o dal disprezzo de-
gli avversari, vuol dire che
IN SINTONIA» Si aspettava che fosse già con i risultati è ritornato e troviamo bene e speriamo di UOMINI VERI» hai smesso di giocare e hai ab-
bandonato il sano agonismo,
che è lo spirito più autentico
di ogni confronto sportivo».

Mirante e gli altri: «Siete il nostro orgoglio» Per il Papa, «sono tante le doti
che devono essere presenti in
un bravo giocatore, perché a
poco varrebbe saper colpire
L’ATTESA so. Per la partita di sabato faccio bene il pallone o superare gli
GLI STABIESI IN A «Per me come per tutti i tifosi sta- solo un grande in bocca al lupo avversari, se poi si fosse inca-
biesi, a prescindere dalla catego- paci di discutere con calma
perché so che tanti miei amici ti-
Nessuno di loro ha mai vestito la ria la Juve Stabia è qualcosa che con l’arbitro o con gli avversa-
fosi sono scaramantici e non di-
unisce», prosegue il portiere del- ri, o non si accettasse di aver
maglia della Juve Stabia. Perché co altro».
la Roma. «Adesso è davvero a un sbagliato un rigore o una pa-
tutti e quattro hanno lasciato Ca-
passo da un’impresa che all’ini- rata».
stellammare praticamente da
zio della stagione sembrava im-
I TIFOSI SPECIALI
r.s.
bambini. Le loro strade si sono ri- pensabile». Spiega Mirante, che Come lui (che scenderà in campo
trovate in serie A. E oggi, tra gol fin dalle prime partite ha seguito alle 20.30 contro l’Inter), faranno © RIPRODUZIONE RISERVATA

fatti e gol evitati, seguono le sorti con passione le vicende della il tifo per la Juve Stabia anche i
della Juve Stabia. Si tratta dei squadra della sua città e che sa- suoi colleghi che sabato saranno
quattro moschettieri di Castel- bato potrebbe festeggiare la pro- in campo per le gare di serie A in
lammare: Antonio Mirante (por- mozione in serie B con una vitto- programma nel turno pasquale. I
tiere della Roma), i fratelli Anto- ria sulla Vibonese (si gioca alle fratelli Donnarumma saranno
nio e Gigio Donnarumma (portie- 14.30). «Vista la concorrenza e la impegnati alle 12.30 sul campo
ri del Milan) e Fabio Quagliarella difficoltà del girone, la serie B del Parma e potranno seguire la
(attaccante della Samp). «Seguo vorrebbe dire per Castellamma- Juve Stabia solo dopo il fischio fi-
sempre la squadra», racconta Mi- re la voglia di rilanciarsi». Moti- nale, mentre Quagliarella (impe-
rante. «E quando posso vado allo vo per il quale lancia anche un gnato a Bologna alle 15) scoprirà
stadio con mio padre e mio zio messaggio alla squadra. «Faccio il risultato solo al termine della
che sono grandi tifosi». La sua ul- i complimenti per quello che sua gara.
tima volta al Menti, contro le hanno fatto fin qui e da tifoso b.m. LA MAGLIA DILETTANTI Il presidente
Reggina (1-0) lo scorso febbraio. non posso che esserne orgoglio- I TIFOSI VIP Mirante, i fratelli Donnarumma e Quagliarella © RIPRODUZIONE RISERVATA Sibilia con Papa Francesco

4137609fd3c756ff2a2ea560a67943ba IL_MATTINO - NAZIONALE - 21 - 16/04/19 ----


Time: 15/04/19 22:23
22

M Martedì 16 Aprile 2019


ilmattino.it

(C) Ced Digital e Servizi | ID: 01100476 | IP ADDRESS: 80.117.248.2 carta.ilmattino.it

IL_MATTINO - NAZIONALE - 22 - 16/04/19 ----


Time: 15/04/19 20:54
16 Aprile 2019

NAPOLI
Martedì (C) Ced Digital e Servizi | ID: 01100476 | IP ADDRESS: 80.117.248.2 carta.ilmattino.it

IL MATTINO
cronaca@ilmattino.it S. Bernadette
fax 081 7947225
OGGI DOMANI
Scrivici su
WhatsApp +39 348 210 8208 19° 8° 19° 11°

I sapori Al San Carlo


Uova artistiche e pastiere La Butterfly erotica
è la Pasqua da gustare seminuda in scena
Pasquale Sarno e servizi da pag. 38 a 40 Donatella Longobardi a pag. 37

Il caso Il museo atteso da quasi vent’anni Cade un enorme blocco dalla storica farmacia Mezzocannone. Città fragile, la mappa del rischio

La Napoli che cade a pezzi


ferito un giovane turista
` Corso Umberto, colpito da un fregio appena sceso dalla nave da crociera
Paolo Barbuto

La cattiva coscienza della città D


a un palazzo del corso Umberto, al di sopra
della storica farmacia Mezzocannone, s’è
staccato un antico fregio. Ferito alla testa, un gio-
vane ragazzo tedesco in vacanza con la famiglia.
nel fantoccio del principe Totò Alle pagg. 24 e 25

Piero Sorrentino la precarietà del tutto, in quel- La tragedia della Galleria Umberto
la irrequietezza del corpo e del-

C apita, a volte, che la catti-


va coscienza di una città
la mente, in quei passi che sem-
brano quasi di danze ambigue
«In cinque anni nulla è cambiato
che dimentica i suoi artisti si e manierate, in quell’essere at- mio figlio Salvatore morto invano»
esprima attraverso una note- tori e contemporaneamente se
vole e sospetta quantità di con- stessi. Siamo tutti cresciuti Ferdinando Bocchetti
tributi, convegni, pubblicazio- portandoci dietro la lingua in-
ni. Tanta letteratura sull’argo-
mento, molte parole. È uno
strano e contraddittorio feno-
ventata da Totò, la sua ferocia
grottesca e capricciosa. Eppu-
re la sua città è riuscita nella
«A luglio saranno cinque anni dalla morte di
Salvatore, ma quella tragedia non ha
insegnato nulla. Un sacrificio inutile, quello di mio
meno che può essere osservato strabiliante impresa di non es- figlio: a Napoli l’andazzo è quello di sempre». Parla
con una certa facilità. sersi ancora dotata di un posto Umberto Giordano, papà del 15enne colpito e
Alla rimozione fa di solito che lo ricordi, di un luogo dove ucciso da un fregio staccatosi della Galleria LA PAURA Il fregio venuto giù dal palazzo al corso
seguito una «sala dedicata a», si possa andare e dire: «Ecco, Umberto. A pag. 25 Umberto. Nel riquadro il turista tedesco ferito
una «onorificenza in nome di», qui è dove abbiamo deciso di
un «premio di promozione ricordarlo». È da almeno dieci
per». Nulla di tutto questo è anni che la discussione sul mu-
successo a Napoli per Totò. Ie- seo si trascina stancamente. Afragola Alloggi popolari, via allo sgombero. Si indaga sui soldi prestati dai clan per la sanatoria
ri - paradosso feroce per l’atto- Qualche breve accensione,
re dal passo snodato e dal cor- qualche spiraglio che sembra
po dinoccolato – per protesta
contro la mancata apertura
del museo a lui dedicato è
spuntato un manichino sul bal-
aprirsi, poi torna tutto nel di-
menticatoio. Di sicuro c’è il
luogo: la Sanità, il quartiere do-
ve il Principe è nato.
Murata la casa abusiva del boss
cone della sala da pranzo nella C’è il Palazzo dello Spagnuo-
casa di via Santa Maria Ante- lo. E ci sono le sale, che nel frat- Marco Di Caterino
saecula. Nella città che – alme- tempo stanno marcendo. Chi L’annuncio del ministero Ospedale del Mare
no nelle sue articolazioni isti-
tuzionali e culturali - ha volta-
to le spalle al genio che più di
ha avuto occasione di visitarle,
negli anni, ha potuto anche
constatarne le moltissime po-
N el Rione Salicelle di Afra-
gola la camorra comanda-
va. Soprattutto in fatto di «asse- Rione Villa: nella scuola dell’agguato Chiuse il reparto
chiunque altro l’amò, a 52 anni tenzialità: ci sono piccoli spazi gnazione» di alloggi popolari,
esatti, ieri, dalla sua scompar- per laboratori, addirittura un almeno fino a ieri mattina, in arrivo banchi, lavagne e telecamere per fare la festa
sa, resta solo il corpo vivo dei mini-auditorium. Un museo quando dopo tanti annunci,
suoi estimatori a testimoniar- non è una mostra. Non si discu- compresa la promessa del mini- Banchi, sedie, lavagne interattive verso il processo
ne l’importanza. te di realizzare una infilata di stro dell’Interno Matteo Salvini multimediali. E, ancora, videosorve-
L’impronta di Totò è e resta reperti o cimeli come il basto- di riportare la legalità in questo glianza e ripristino del campetto Leandro Del Gaudio
enorme, ed è enorme perché ne, la bombetta, la giacca. Si fa complicato rione, sono iniziati all’aperto più volte vandalizzato.
va molto al di là delle cose. To-
tò è una presenza nel carattere
di Napoli e dei suoi abitanti,
presto a liquidare così la que-
stione. Qui si tratta di comin-
ciare a non accontentarsi più.
gli sfratti coatti per gli occupan-
ti abusivi. Sloggiata per prima
la casa del capoclan Barbato,
Nella scuola del Rione Villa «testi-
mone» di un delitto di camorra, il
Ministero interviene con decisione.
S postò i pazienti, chiuse il
reparto: l’ormai ex pri-
mario Francesco Pignatelli
nella brillantezza che accende Continua a pag. 26 subito dopo murata. Ieri la visita del presidente Fico. verso il processo.
l’ingegno, nella coscienza del- Covella a pag. 26 A pag. 30 Covella a pag. 31 A pag. 32

Il caso Campania, gli 80 in bilico scrivono al ministro Il vertice al Mibac Girolamini, riapre la Quadreria

La rivolta dei ricercatori Cnr Incurabili, sprint per il restauro


«Noi precari a vita, ora basta» la Farmacia andrà a San Martino
Elena Romanazzi Maria Pirro

U ndici anni di precariato e la


strada è ancora lunga. Sono i
precari del Cnr, mille persone in Ita-
C’ è l’urgenza di rimuovere, nel
più breve tempo, i vasi, gli ar-
redi in legno e gli altri oggetti di pre-
lia, circa 80 in Campania. Attendo- gio dalla Farmacia storica degli Incu-
no, sperano, lavorano, ricercatori a rabili. Ed «è possibile che il materia-
tutti gli effetti in attesa di un con- le venga accolto temporaneamente
tratto stabile. O meglio di essere sta- alla Certosa di San Martino», questa
bilizzati. Se ci sono i soldi si va avan- la novità comunicata al termine del
ti se finiscono si resta a casa. Intan- vertice al Mibac. Ribadita la volontà
to è pronto un presidio a Roma per Via Leonardo Da Vinci 10 Grumo Nevano Napoli di non chiudere i Girolamini duran-
il 18 aprile davanti alla sede del Cnr. tel +39 081 833 30 76 te i lavori, e oggi riapre la Quadreria.
A pag. 26 email: info@kadoauomo.it A pag. 27

IL_MATTINO - NAZIONALE - 23 - 16/04/19 ----


4137609fd3c756ff2a2ea560a67943ba Time: 16/04/19 00:57
(C) Ced Digital e Servizi | ID: 01100476 | IP ADDRESS: 80.117.248.2 carta.ilmattino.it
24

Primo Piano Napoli M Martedì 16 Aprile 2019


ilmattino.it

La città fragile La giornata

Il cedimento
IL BOATO Nella tarda mattinata cede
un antico fregio di un palazzo al corso
Umberto: ferito un giovane turista tedesco

SANGUE Il sedicenne tedesco ferito alla testa mentre era in attesa dei soccorsi. A destra una parte del fregio venuto giù dal palazzo

Corso Umberto choc I soccorsi


L’AMBULANZA Subito vengono attivati i
soccorsi ma c’è un’ambulanza che passa di
lì: era stata chiamata da una donna incinta

crolla il fregio antico


ferito giovane turista Il parto
L’EVENTO Per la lunga attesa dell’ambulanza
` Era appena sceso dalla nave da crociera `Ambulanza destinata a una donna incinta la donna partorisce in un bar. Nella foto
il titolare FOTO JEAN CARLOS RENZUTO E NEWFOTOSUD
trasportato d’urgenza in ospedale, è grave per l’attesa costretta a partorire in un bar
none, s’è staccato un antico fre- zione al paziente resta ancora al- resi conto della gravità della situa- dentessa di passaggio che si è of-
LA PAURA gio. Si tratta di un gigantesco bloc- ta. Il caso zione e si sono fermati, chiedendo ferta di fare da traduttrice. Si è
co di ghisa con la forma di un dra- di inviare un altro mezzo a soccor- messa a disposizione dei turisti in
go alato: ai tempi del Risanamen- I SOCCORSI rere la partoriente che, però, nel difficoltà, senza un sussulto è sali-
Paolo Barbuto
to serviva a reggere una lanterna Immediata è scattata la chiamata Sindaco preoccupato frattempo aveva già dato alla luce ta sull’ambulanza con il ragazzo e
Mezzogiorno era passato da po-
dell’illuminazione pubblica. Da al 118 per la richiesta di un’ambu- ma per il caos in Libia il suo bimbo all’interno del bar. con la mamma per continuare a
quei giorni di fine ‘800 non ha mai lanza. Il papà del ragazzo ha pro- dare il suo sostegno. Un segnale
co: una famiglia tedesca, gli Schu- vato a sollevarlo ma s’è reso conto L’ANGELO
ricevuto manutenzione. «La Libia è completamente importante della parte migliore
mann, mamma, papà e due figli S’è staccato di schianto, il giova- che aveva difficoltà. Sebastian è fuori controllo, è una lotta tra Le difficoltà di comunicazione fra di Napoli, i giovani, in un giorno
adolescenti era sbarcata dalla na- ne turista tedesco ha percepito il stato disteso sul cofano di un’auto bande, con Governi che non si i turisti tedeschi e il personale in cui la città ha mostrato il suo
ve da crociera per andare a scopri- pericolo e ha provato a scansarlo, posteggiata lì vicino, la testa san- riconoscono e con lager in cui i dell’ambulanza sono state supera- volto peggiore a una famiglia di
re Napoli. Quando sono giunti solo grazie alla sua agilità è stato guinante fra le mani del papà di- migranti sono trattenuti, te grazie all’intervento di una stu- turisti.
all’angolo fra via Porta di Massa e colpito di striscio, ma ha riportato sperato. torturati e uccisi sebbene Un’indagine è stata immediata-
il Corso Umberto, è accaduto il lesioni gravi. Una ferita alla testa Quando in lontananza è giunto Salvini dica che è un porto mente aperta dalla polizia di Sta-
dramma. Un boato, i genitori si so-
no voltati e hanno visto il figlio
che è stata suturata nell’immedia-
tezza con sette punti, ma soprat-
il suono delle sirene dell’ambulan-
za c’è stato sollievo. Quel mezzo di
sicuro». Mentre un turista
veniva portato in ospedale
UNA STUDENTESSA to, sono stati inviati anche uomini
della scientifica per eseguire un
maggiore, Sebastian, a terra nel tutto un importante trauma che soccorso, però, era destinato a un dopo essere stato colpito da un DI PASSAGGIO sopralluogo: si cerca di capire chi
sangue. ha generato un versamento: per
ridurlo, ieri sera i medici hanno
altro intervento, avrebbe dovuto
recarsi in un bar della Ferrovia
crollo nel cuore della città, il SI È PRODIGATA A FARE è il responsabile dell’accaduto,
chi avrebbe dovuto garantire la
IL FREGIO sottoposto il ragazzo a un inter- dove una donna stava per partori-
sindaco di Napoli, Luigi de
Magistris, rispondendo ai DA TRADUTTRICE manutenzione di quell’oggetto so-
Dall’angolo del palazzo al civico vento chirurgico. L’operazione è re. L’ambulanza è stata bloccata cronisti si è detto HA SEGUITO IL RAGAZZO speso sulla testa dei passanti e
35 del Corso Umberto, al di sopra andata bene, ieri sera le notizie dalle persone che erano accalcate non l’ha fatto.
della storica farmacia Mezzocan- erano confortanti anche se l’atten- vicino al ferito: i sanitari si sono
«preoccupato per la
situazione della Libia». ANCHE IN OSPEDALE © RIPRODUZIONE RISERVATA

La rabbia del 16enne: «Se mi salvo


non tornerò mai più in questa città»
riesce a trattenere le lacrime medici, visti gli esami, hanno de- testa ferita, è stato uno choc.
LA TESTIMONIANZA nemmeno per il tempo di una si- ciso che Sebastian deve restare Non tornerò mai più a Napoli, la
garetta all’esterno dell’ospedale. in osservazione. Nel tardo pome- paura è stata troppa. E per mio
Gennaro Di Biase Poco dopo arrivano i risultati, riggio di ieri il ragazzo è stato figlio vale lo stesso. La nostra va-
non confortanti, della tac e la operato a causa dell’«ematoma canza è finita». «Sebastian è mol-
La vacanza nel centro Napoli, donna aggiunge senza smettere riscontrato alla testa». to triste», aggiunge Lennox, un
ovvero la tragedia raccontata di piangere: «La nostra vacanza giovane parente che consola
dal sedicenne tedesco che ieri ha è finita». Quindi sale su un’auto LA PAURA Peggy all’esterno del pronto soc-
rischiato la vita all’incrocio tra della polizia: direzione porto, bi- Dalla nave da crociera al lago di corso. Nella foto scattata appena
corso Umberto e Mezzocanno- sogna prendere i bagagli e por- sangue su Mezzocannone. Ap- dopo l’incidente, Sebastian è
ne, e dai suoi familiari ancora tarli in ospedale, almeno per il pena dopo lo sbarco in città, Se- sporco di sangue un po’ ovun- INCUBO Peggy, mamma del turista ferito, con un familiare
sconvolti. «Sono spaventatissi- momento. Prognosi riservata. I bastian e la sua famiglia, origina- que: sulla nuca, sul naso, sul so-
mo - ha detto Sebastian Schu- ria della provincia di Karlsruhe, pracciglio. Un fazzoletto gli co- Quando i risultati sono arrivati, che ha visitato il giovanissimo te-
mann a sua madre Peggy, poco iniziano il tanto atteso giro turi- pre la grossa ferita alla tempia la notizia della positività della desco. Peggy e Lennox erano da
prima della Tac, nella stanza del
pronto soccorso dell’Ospedale
LA MADRE SCOPPIA stico nel centro storico di Napo-
li: «Mio figlio da un momento
destra: 7 punti. La famiglia valu-
ta azioni legali.
tac ha lasciato di sasso i familia-
ri. «Il ragazzo è neurologicamen-
poco saliti sull’auto della polizia
per tornare a prendere i bagagli
del Mare - Non credo che torne- IN LACRIME all’altro era pieno di sangue - te indenne. Però abbiamo ri- della vacanza diventata incubo.
rò mai più in questa città». Negli «ALL’IMPROVVISO piange ancora Peggy - È stato LA FINE DEL VIAGGIO scontrato un ematoma alla testa Intanto Matthias, il padre del ra-
occhi non solo la paura, ma an- colpito da un pezzo di metallo Ieri il pronto soccorso dell’Ospe- e resterà qui in osservazione». A gazzo, era con lui in stanza, an-
che la rabbia e l’amarezza di chi HO VISTO MIO FIGLIO che si è staccato dall’alto. Ha dale del Mare pullulava di poli- parlare, intorno alle 16, sulla so- gosciato e scosso. Poco dopo, nel
ha visto un bel momento trasfor-
marsi in un incubo inatteso. In-
CON IL VOLTO provato a scansarsi saltando di
lato ma non ci è riuscito. Io ho
zia, vigili urbani, carabinieri.
Tutti in attesa di conoscere gli
glia del reparto di cui è primario
Giuseppe Gatapano, è stato Ales-
tardo pomeriggio, Sebastian è
stato operato.
tanto Peggy è sconvolta e non PIENO DI SANGUE» sentito un boato, ho visto la sua esiti degli esami di Sebastian. sandro Villa, il neurochirurgo © RIPRODUZIONE RISERVATA

IL_MATTINO - NAZIONALE - 24 - 16/04/19 ----


Time: 15/04/19 22:46
4137609fd3c756ff2a2ea560a67943ba
(C) Ced Digital e Servizi | ID: 01100476 | IP ADDRESS: 80.117.248.2 carta.ilmattino.it
25

Primo Piano Napoli M Martedì 16 Aprile 2019


ilmattino.it

SOTTOSERVIZI IN FIAMME Nella notte del 20 marzo si sviluppa un LA TURISTA FERITA Il sei di aprile, dieci giorni fa, al corso Umberto un LA STRADA SPROFONDATA Week end difficile per la circolazione stradale
incendio nelle condotte dei sottoservizi di Chiaia e il quartiere filo del filobus si sgancia e provoca danni: ferita non gravemente napoletana, spaccata a metà da una voragine in via Acton generata
resta al buio per dieci giorni: quelle condotte non sono a norma una turista toscana che viene portata in ospedale per i soccorsi da un cedimento di una struttura dei sottoservizi

I CROLLI
L’emergenza rebbero percorsi adeguati e se-
parati per corrente elettrica, li-
nee d’acqua, di gas, fognature,
Paolo Barbuto cavi telefonici. A Chiaia invece
tutto era mescolato, ecco per-

Zero manutenzione
ché tutto è andato in tilt. Per ar-
Voragini, crolli, sprofondamen- rivare a giorni recentissimi, an-
ti: Napoli va in pezzi, la città è che la voragine di via Acton,
un pericolo per i cittadini e an- quella che ha spezzato in due la
che per i visitatori, come pur- città all’inizio del week end, è
troppo abbiamo constatato ie- stata generata da un guaio dei
ri. sottoservizi che ha fatto cedere

Napoli cade a pezzi


A dire la verità c’è un prece- la volta a botte di un cunicolo
dente passato un po’ sotto silen- che attraversa quella strada.
zio, che dieci giorni fa ha coin-
volto una turista che proveniva LE VERIFICHE
dalla Toscana. La strada è la Praticamente non esistono veri-
stessa del dramma di ieri, Cor- fiche puntuali della porzione
so Umberto, solo qualche me- ipogea delle strade e dei palaz-
tro più avanti in direzione dei zi. Esiste, come abbiamo già
«Quattro palazzi»: era mezza
sera, un cavo del filobus s’è
`Allarme per chiese, edifici e monumenti `Discepolo: «Parlano del boom turistico spiegato, un controllo «visivo»
degli edifici che però porta solo
staccato dal sostegno, ha colpi- ogni giorno si registrano nuovi cedimenti e non pensano a proteggere i visitatori» a ordinanze alle quali non tutti
si adeguano. Ci sono, poi, tutti i
to un palazzo e ha generato la
caduta di calcinacci. Una don- controlli che andrebbero effet-
muove spesso e con vigore nei si manifestano pericoli eviden- municipale a disposizione. le con la delega all’urbanistica.
na passeggiava con il marito ed tuati su alberi, pali della luce,
confronti degli edifici che ven- ti, cornicioni a rischio, balconi «Noi stiamo cercando di porta- strutture «volanti» come i cavi
è stata colpita dalle pietre cadu- gono considerati a rischio. So- malmessi. Il problema è che LA SOLUZIONE re avanti un discorso concreto
te dall’alto. In ospedale le han- dei filobus e dei tram. Il fatto è
no decine, forse centinaia alla non sempre alle ordinanze se- «Bisogna pretendere un inter- partendo dal Sisma Bonus o che la prevenzione non viene
no diagnosticato leggere contu- settimana le ordinanze per la guono atti concreti e le difficol- vento forte da parte dell’Ammi- dell’Eco Bonus che permette-
sioni, solo per questo la vicen- effettuata con metodo: general-
tutela della pubblica incolumi- tà di andare a verificare sono nistrazione», tuona Bruno Di- rebbe di eseguire lavori di ri- mente si interviene solo quan-
da non ha avuto ampia diffusio- tà consegnate ai proprietari di inversamente proporzionali al scepolo, architetto e urbanista, strutturazione ottenendo buo- do si verifica un guaio, un
ne. appartamenti o edifici dai quali numero degli agenti di polizia attualmente in Giunta Regiona- na parte dei fondi. Ma il discor- dramma, peggio ancora una
so in questo caso è più ampio: tragedia.
I CONTROLLI occorre controllo costante. È Si balza da un’emergenza
È vero che il guaio di ieri è suc- quello che attualmente man- all’altra aspettando che l’emer-
cesso per un cedimento da un ca». genza si verifichi, senza pensa-
palazzo privato ma anche in Un controllo che andrebbe re che prevenire i guai costereb-
questo caso vale la norma gui- esteso ad ogni parte della città be meno e causerebbe meno di-
da che regola la vita della città: sagi. Un po’ come avviene per le
per consentire a napoletani e
il primo responsabile dell’inco- malmesse strade cittadine per
turisti di vivere senza angoscia
lumità dei cittadini è il sindaco, le quali non sono abituali inter-
e senza la paura di ritrovarsi in
ecco perché è tutto un rincor- venti periodici di sistemazione:
difficoltà. C’è, ad esempio, l’an-
rersi di chiamate in causa per il anche lì si interviene solo quan-
nosa questione dei sottoservizi,
primo cittadino in casi come do le strade sono ridotte a un
delle fognature, delle conduttu-
questi. colabrodo.
re dell’acqua. Proprio un dila-
Ad essere onesti il Comune si
vamento generato da perdite © RIPRODUZIONE RISERVATA

d’acqua (ancora non è chiaro se


fogne o acque chiare) è alla ba-
DECINE DI ORDINANZE se dei cedimenti e delle difficol- SI POTREBBERO
PER SEGNALARE tà dell’ospedale degli Incurabi- UTILIZZARE I FONDI
li. Dal caos dei sottoservizi do-
FABBRICATI A RISCHIO po la metà di marzo scaturì l’in-
DEL SISMA BONUS
MA GLI INTERVENTI cendio nel sottosuolo che ha la- O DELL’ECO BONUS
DI SISTEMAZIONE sciato Chiaia al buio per dieci PER RIMETTERE
giorni e senza la rete web per
SONO POCHISSIMI quindici giorni: lì sotto ci vor- IN SICUREZZA GLI EDIFICI

L’intervista Umberto Giordano

Ferdinando Bocchetti

«A luglio saranno cinque anni


«In cinque anni non è cambiato nulla «La relazione del professor Au-
genti non lascia spazio a dubbi: la
responsabilità della manutenzio-
dalla morte di Salvatore, ma quel-
la tragedia, purtroppo, non ha in-
segnato nulla. Un sacrificio inuti-
le, quello di mio figlio: a Napoli
mio figlio Salvatore morto invano» ne era a carico del Comune. Ne
eravamo certi e i nostri legali, gli
avvocati Sergio e Angelo Pisani,
lo hanno sostenuto fin dall’inizio.
l’andazzo è quello di sempre». tedesco si riprenderà. Per mio fi- la ogni qualvolta si presentino cri- vi alla tragedia di Salvatore». I giudici, però, hanno deciso di ar-
Umberto Giordano, papà di Sal- glio, invece, l’epilogo è stato ben ticità e problematiche. La colpa, Intanto il processo per indivi- chiviare la posizione del sindaco
vatore, il 15 enne colpito e ucciso diverso». in quei casi, è sempre di qualcun duare i responsabili della mor- de Magistris e di altri amministra-
da un fregio staccatosi della Gal- A distanza di cinque anni dal- altro». te di Salvatore procede a rilen- tori comunali. Anche questa scel-
leria Umberto, non ha mai depo- la morte di Salvatore la manu- Il suo sembra quasi un attac- to. Che idea si è fatto? ta ci ha lasciato perplessi e ama-
sto l’ascia di guerra nei confronti tenzione degli edifici sembra co politico. «Ho più volte evidenziato co- reggiati».
del Comune di Napoli e, in parti- non essere ancora una priorità, «Non è così, la politica non me questo iter processuale sia, Anche la partita per il risarci-
colare, del sindaco Luigi de Magi- né per i residenti né per le isti- c’entra. De Magistris ci ha deluso dal mio punto di vista, alquanto mento del danno è in alto mare.
stris. tuzioni deputate ai controlli. in primo luogo sotto il profilo anomalo. Si prosegue al ritmo di «Qualche tempo fa si fecero
Signor Giordano, ieri un gio- «È questa la cosa che mi rattri- umano. Non ha mostrato interes- sole due udienze all’anno. È as- avanti gli assicuratori del condo-
vane turista rimasto ferito alla sta di più: la tragica fine di Salva- se e sensibilità nei confronti della surdo che, a distanza di tanto minio della Galleria. Da quel che
testa per il crollo di una struttu- tore sembra non aver insegnato mia famiglia, neppure nei mo- tempo, non sia ancora terminato ricordo erano disposti a dividere
ra in ferro. L’episodio rievoca nulla agli amministratori comu- menti immediatamente successi- nemmeno il processo di primo il risarcimento con il Comune di
l’incidente costato la vita a suo nali. La tragedia che ha colpito la grado. Sembra quasi che qualcu- Napoli, ma la proposta è rimasta
figlio. mia famiglia doveva essere un no voglia far dilatare i tempi. Non lettera morta. Dal Comune, inve-
«Il mio primo pensiero è anda- evento che non si sarebbe mai più so, onestamente, per quale finali- ce, nessun segnale. Ora non cre-
to ai genitori del ragazzo rimasto dovuto ripetere e invece, ciclica- una città dovrebbe essere, anzi è,
«SOLO DUE UDIENZE tà o se nell’interesse di qualcu- do, anche alla luce di quanto con-
ferito. So cosa hanno provato in mente, apprendo di nuovi crolli il primo responsabile della sicu- ALL’ANNO, ANCORA no». tenuto nella relazione del perito
quei momenti. La paura che li ha che mettono a rischio la vita delle rezza dei suoi concittadini. Il pri- NON ABBIAMO In una delle ultime udienze il della Procura, che il condominio
travolti nel vedere il proprio figlio persone. Ed è per queste ragioni mo cittadino, a mio avviso, è at- professor Nicola Augenti, peri- voglia rispolverare tale proposta.
ferito, la corsa in ospedale e l’atte- che non abbiamo mai perdonato tento solo alla promozione degli AVUTO GIUSTIZIA to nominato dalla Procura, ha È persino superfluo aggiungere
sa in un pronto soccorso con la il sindaco di Napoli. De Magistris aspetti positivi di Napoli: l’au- E DE MAGISTRIS affermato che la competenza che nulla, risarcimenti in primis,
speranza di ricevere buone noti- non si è mai assunto alcuna re- mento del turismo, il lungomare del fregio che ha ucciso Salvato- potrà lenire il nostro dolore».
zie. Per fortuna il giovane turista sponsabilità, eppure il sindaco di liberato, l’accoglienza, ma si defi- CI HA DELUSO» re è del Comune di Napoli. © RIPRODUZIONE RISERVATA

IL_MATTINO - NAZIONALE - 25 - 16/04/19 ----


4137609fd3c756ff2a2ea560a67943ba Time: 15/04/19 22:45
26

Primo Piano Napoli (C) Ced Digital e Servizi | ID: 01100476 | IP ADDRESS: 80.117.248.2 carta.ilmattino.it
M Martedì 16 Aprile 2019
ilmattino.it

Il Principe dimenticato

«Museo mai aperto»


alla Sanità protesta
col fantoccio di Totò
` Nell’anniversario della scomparsa `Il manichino col viso in silicone
la mobilitazione della Municipalità nell’abitazione in cui visse il comico
Da qui l’iniziativa promossa da a tutti gli effetti un Museo fanta- siamo dire di più, dato che rientra
LA PROVOCAZIONE Francesco Ruotolo, consulente sma: «Totò Memories - Vent’Anni in una serie di progetti che riguar-
speciale alla memoria della III Mu- di Inutili Attese» di Carlo Maria Al- deranno spazi teatrali in diverse
Giuliana Covella nicipalità: «Nel giorno dell’anni- farano, Annalisa d’Inverno, Danie- zone della città, anche in periferia,
versario dalla scomparsa, il 15 la Giordano (Marotta&Cafiero), e di cui daremo comunicazione in-
Un manichino affacciato al balco- aprile 1967, insieme ai fratelli che racconta la travagliata vicen- sieme con il sindaco de Magistris a
ne del primo piano in via Santa Giordano e ad altri residenti ab- da del luogo, tra cimeli mai esposti breve». Interpellata sulla questio-
Maria Antesaecula 109, dove Totò biamo voluto ricordare Totò con nelle teche, sale danneggiate da in- ne Elena De Curtis, nipote di Totò
abitò fino all’età di 24 anni. Quasi quel manichino dal viso di silico- filtrazioni e un ascensore, la cosid- che ha fondato l’Associazione An-
un Totò in carne ed ossa il pupaz- ne, realizzato per 60 euro da una detta vanella, la cui costruzione è tonio De Curtis in arte Totò, dice:
zo che, nel giorno del cinquanta- fabbrica di Zurigo. Un grande co- rimasta bloccata per anni per la «Ne sono ben felice. Ho fatto una
duesimo anniversario della morte mico nato al Rione Sanità, ma qui mancata autorizzazione dei con- promessa a mia madre Liliana e
dell’attore, i residenti hanno pro- ignorato. Mentre ogni altra città lo domini. trovo giusto il tributo al nonno, a
vocatoriamente posizionato al pia- avrebbe degnamente ricordato partire dalla casa di via Antesaecu-
no inferiore della casa dove l’arti- con convegni, spettacoli, un pre- IL COMUNE la. Anche noi come associazione
sta visse con la madre Anna Cle- mio internazionale cinematografi- Ma rassicurazioni ora arrivano ci stiamo muovendo per realizza-
mente. Un modo per rispondere co e, soprattutto, con il Museo a lui dall’assessore Daniele: «Posso di- re uno spazio al Rione Sanità, che
alle tante promesse mancate delle dedicato che aspettiamo da quasi re con certezza che c’è un finanzia- sta vivendo un grande fermento
istituzioni. A partire dal Museo due decenni». C’è stato finanche mento che è stato garantito grazie culturale».
Totò, che oggi attende ancora di un libro-inchiesta su quello che è al nostro assessorato, ma non pos- © RIPRODUZIONE RISERVATA LA PROTESTA Un manichino al balcone della casa dove visse Totò
vedere la luce al terzo e quarto pia-
no del Palazzo dello Spagnuolo in

Ricercatori precari a vita


via Vergini. E che ora sembrereb-
be finalmente in dirittura d’arrivo. Corte dei Conti to ricerche sulla combustione, da
Ad annunciarlo è l’assessore alla LA LETTERA AL MINISTRO cinque anni ha un contratto a

«Siamo una risorsa Cnr


Cultura del Comune di Napoli progetto ovvero quello che
Gaetano Daniele: «Non posso dire Consiglio regionale Undici anni di precariato e la nell’ambito della ricerca si chia-
di più, ma aprirà prossimamen- il blitz della Finanza strada è ancora lunga. Ben venuti ma «assegno di ricerca», non ha

ma senza un futuro»
te». «Ne sono felice - dice Elena De tra i precari del Cnr, mille perso- mai avuto un buco lavorativo ma
Curtis, nipote dell’attore - sarebbe Un blitz della Guardia di ne in Italia, circa 80 in Campania. non è mai stato assunto a tempo
il giusto tributo a mio nonno». Finanza nella sede del Attendono, sperano, lavorano, ri- indeterminato. E dopo? «Questa
Consiglio regionale della cercatori a tutti gli effetti in attesa è la vera incognita, la legge Madia
IL MUSEO CHE NON C’È Campania. Sono stati di un contratto stabile. O meglio di fatto ha creato ricercatori di se-
Una lunga storia, o meglio un’odis- acquisiti atti in relazione a di essere stabilizzati tra stop and rie a e di serie b e di conseguenza
sea, iniziata nel 2000 quando la una nomina, su cui la Procura go, contratti atipici, co.co.co o a il concorso bandito ad agosto che
Regione, proprietaria dell’immo- della Corte dei conti intende progetti. Se ci sono i soldi si va si è chiuso a dicembre ha lasciato
bile, diede la struttura in comoda- fare chiarezza. Una vicenda avanti se finiscono si resta a casa. fuori al maggior parte dei ricerca-
to d’uso al Comune per realizzare che - è bene ripeterlo - non ha È pronto un presidio a Roma per tori». «Quindi senza nulla toglie-
un museo dedicato al principe De al momento dei rilievi di il 18 aprile davanti alla sede del re ai colleghi - spiega Luigi - c’è
Curtis, comodato che scadrà nel natura penale, ma solo di Cnr. chi è stato assunto senza sostene-
2025. Dopo 19 anni di annunci, carattere contabile e che re altri concorsi perchè in posses-
promesse, speranze e finanzia- viene seguita in primissima PRECARI A VITA so di particolari requisiti inseriti
menti a pioggia (circa 2 milioni di battuta dallo stesso È il caso di Rosa, tra Cnr e Univer- nel comma 1 (ricercatori in attesa
euro dal 2000 ad oggi) le stanze procuratore regionale della sità ha lavoro per ben 11 anni. In- LA MANIFESTAZIONE Sit-in dei precari davanti al Miur di contratto anche da più di 15 an-
all’interno dello storico palazzo ai Corte dei conti. gegnere chimico, ha lavorato an- ni) della legge Madia che preve-
Vergini sono tuttora inaccessibili. che all’estero poi ha deciso di zata ricordano che malgrado che 700/800 che aspettano e senza i dono l’assunzione a tempo inde-
Come è noto l’attività di rientrare per non buttare tanti al di là del concorso non si è pro- quali i lavoro di ricerca restereb- terminato se si è lavorato per al-
controllo condotta da parte anni di impegno al Cnr. E ora? ceduto all’assorbimento degli al- be paralizzato in molti settori. meno tre anni e se erano in pos-
«DA VENT’ANNI della Procura regionale
guidata dal magistrato
«Da due anni aspetto di essere ri-
chiamata dal Cnr - racconta - ho
tri ricercatori precari che sono in
possesso dei requisiti di idoneità
Come sempre «gli strutturati»
si occupano di reperire i fondi
sesso di un contratto anche breve
a tempo determinato». Il futuro
SOLO PROMESSE» Michele Oricchio è altissima, fatto anche il concorso bandito richiesti dalla legge. per i progetti di ricerca ma a man- dunque è tutto una incognita, il
L’ASSESSORE DANIELE in un rapporto di stretta
collaborazione da parte dei
proprio per noi precari, ma ne
hanno assunti 100 tutti gli altri
Quanto dovranno attendere? darli avanti è proprio la pattuglia fondi stanziati al Cnr non sono
La stabilizzazione - spiega il co- di precari che potrebbero essere sufficienti per consentire la stabi-
CORRE AI RIPARI vertici di Palazzo Santa Lucia. fuori, sono in graduatoria ma mitato che raggruppa i precari definiti anche precari storici. lizzazione definitiva dei precari
«I FONDI CI SONO Sono statI forniti tutti i chissà quando si sblocca la situa- del Cnr - è un vero e proprio terno
PASTICCIO MADIA
storici e non.
zione». a lotto. Su 100 assunti tramite il
IL PROGETTO RIPARTE» documenti utili a chiarire il
caso. In una lettera appello indiriz- concorso ce ne sono altri Luigi ha 34 anni, lavora all’istitu-
e.r.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Dalla prima di Cronaca

LA CATTIVA COSCIENZA DELLA CITTÀ


Piero Sorrentino No, stavolta non si dica che non stanzino per le scope, prima del
ci sono quattrini. Stiamo recente restauro. Sublime
parlando di un museo per il paradosso che investe la sorte
Q ui si tratta di chiedere un
gesto di grandezza, di
pretendere un progetto, di
quale, nel 2015, il Comune
stanziò 430 mila euro. Per il
postuma dei nostri più
importanti teatranti e attori:
preservare una memoria quale anche il Fai, in uno dei una intera vita passata sotto la
vivente che diventi anche suoi concorsi per finanziare i luce del palcoscenico – il luogo
risorsa per il quartiere e la città. cosiddetti «Luoghi del cuore», cioè dove quell’illimitato
Di ridare quello che al rione raccolse 30mila euro. Ma il sistema di finzione che è la
rischio è che i finanziamenti recitazione trova il suo
Sanità è stato tolto e mai
massimo fulgore – prima di
restituito: l’assegnazione di un diventino puntelli per il
rischiare di finire fuori scena
luogo, certo, ma che come tutti i non-fare, toppe per coprire
proprio quando fondamentale
luoghi sia incubatore di un l’insipienza, palliativi che diventa perpetuarne la
immaginario. Qualcosa di spostano sempre un poco più in memoria. E prima che il
fondamentale per imbastire un là la questione. Mancano non i provocatorio ricordo venga
racconto alternativo in un soldi ma le idee, i progetti, le affidato a un pezzo di cartapesta
quartiere prosciugato da visioni di lungo periodo. Era svuotato di vita, separato,
decenni di cronache facilone, di successa, del resto, la stessa dentro una dimensione in cui
scorribande camorristiche e di cosa al teatro San Ferdinando, non vige più, come a teatro, il
superficialità e disattenzione dove il camerino di Eduardo era vero e il falso, ma il finto di una
statale e istituzionale. I soldi per stato prima sventrato da una massa di carta intrisa di colla.
farlo? scala antincendio e poi adibito a © RIPRODUZIONE RISERVATA

4137609fd3c756ff2a2ea560a67943ba
IL_MATTINO - NAZIONALE - 26 - 16/04/19 ----
Time: 15/04/19 22:44
(C) Ced Digital e Servizi | ID: 01100476 | IP ADDRESS: 80.117.248.2 carta.ilmattino.it
27

Primo Piano Napoli M Martedì 16 Aprile 2019


ilmattino.it

Gli Incurabili

IL PIANO
Farmacia, via al trasloco tà di consentirne la fruizione an-

i 500 vasi a San Martino


che durante lo svolgimento dei
lavori».
Maria Pirro Girolamini, cantiere cultura-
le. Si comincia alle 10.30 nella sa-
I lavori nella Biblioteca dei Giro- la Ferrara, dove verrà presentata
lamini e il trasferimento dei vasi la programmazione delle attivi-
(oltre 500), degli arredi in legno tà per i prossimi due masi, mag-
e degli altri oggetti di pregio dal- ` Soluzione al vaglio del ministero `Rischio crollo, subito i lavori gio e giugno. Tra queste, un ciclo
la Farmacia storica degli Incura- di conferenze organizzato in col-
bili, esaminati ieri nel vertice al ieri il vertice con i sovrintendenti Oggi visite guidate ai Girolamini laborazione con l’Università Fe-
ministero dei Beni culturali. C’è derico II e dedicato al patrimo-
l’urgenza di rimuovere, nel più nio storico artistico, libraio, ar-
breve tempo, il materiale dal rantito fin d’ora che la Quadre- cheologico e musicale del com-
complesso monumentale a ri- ria e la Biblioteca saranno aperte plesso. In più, verrà illustrato il
schio crollo: il pavimento è spac- durante i lavori, previa autoriz- nuovo itinerario di visita tempo-
cato per tutta la sua lunghezza. zazione della Procura», visto che raneo, «studiato anche in previ-
Ma, per procedere, occorre in- il complesso resta parzialmente sione degli interventi di restauro
nanzitutto fotografare le opere sotto sequestro. Comunica, an- e rifunzionalizzazione». Al via,
di grandissimo valore, in modo cora, il Mibac: «Nella riunione dunque, i tour gratuiti, oggi sen-
da ricollocarle nello stesso posto del 29 si procederà a un esame za prenotazione: il percorso si
al termine degli interventi di re- più accurato delle carte ma è sta- snoda tra chiostri e ambulacri
stauro. Ed «è possibile che il ma- to già stabilito che l’intervento di della Biblioteca statale oratoria-
teriale venga accolto tempora- prossimo avvio non prevede la- na, con le sue sale monumentali,
neamente alla Certosa di San vori di rilievo sulle parti monu- e include il nuovo allestimento
Martino», questa la novità comu- mentali, ma interventi di ade- della Quadreria con la collezio-
nicata dal Mibac, che puntualiz- guamento funzionale e di rimo- ne antiquaria inserita in una uni-
za: «La decisione finale è stata dulazione delle addizioni adia- ca narrazione. Il tutto è aperto al
avocata al livello centrale» e ver- centi al secondo dopoguerra». pubblico, fino a esaurimento po-
rà presa nei prossimi giorni; sti, ma resta limitata la possibili-
mentre i costi di trasporto saran- GIROLAMINI, ATTO II tà di accesso già nel prossimo fu-
no a carico della Regione Cam- Altolà ad alberghi di lusso e non turo, a causa dei lavori che in-
pania, in quanto proprietaria - solo: «La stessa realizzazione di combono e della carenza di per-
attraverso la Asl - della Farma- una foresteria per gli studiosi in- sonale in organico (in particola-
cia. Dal canto suo, il commissa- teressati alla consultazioni è, al- re, mancano i custodi e si cerca
rio dell’azienda sanitaria, Ciro lo stato dell’arte, solo una mera una soluzione coinvolgendo la
Verdoliva, spiega che una squa- INCURABILI La farmacia storica nel complesso monumentale, nel riquadro in alto il pavimento spaccato ipotesi progettuale che non fa Fondazione Banco Napoli). È
dra ad hoc è impegnata ad af- parte né dei lavori in corso né di probabile che la Biblioteca sia
frontare le tante e diverse pro- quelli appaltati per la prossima aperta due domeniche al mese e
blematiche e provvedere alla
messa in sicurezza della struttu-
direttrice del Polo museale della
Campania, con il direttore della
A ROMA RIBADITA cende». Per questo, il regista
dell’operazione, Gino Famigliet-
consegna». Precisa il Mibac che
«si tratta di una ipotesi suscetti-
ogni mercoledì, in coincidenza
con il ciclo di incontri promossi
ra nel giro di qualche settimana. Biblioteca dei Girolamini, Vito LA DECISIONE ti, direttore generale di Archeo- bile di ripensamento e comun- in sinergia con l’Ateneo parteno-

DIALOGO, PRIMO STEP


De Nicola. E il dialogo ricercato
tra i principali protagonisti delle
DI APRIRE IL CANTIERE logia, belle arti e paesaggio del
Mibac, indica scadenze e linee
que mai tradotta in progettazio-
ne esecutiva. Nel frattempo, an-
peo che ha istituito la scuola di
alta formazione in “Storia e filo-
Alla riunione sono intervenuti il azioni di tutela di un patrimonio SENZA CHIUDERE guida precise. Le seguenti: «Per che per dare un segnale concre- logia del manoscritto e del libro
soprintendente Luciano Garella,
la segretaria regionale del Mibac
straordinario è il primo obietti-
vo raggiunto. Il successivo è «of-
IL SITO DI VIA DUOMO quanto riguarda i Girolamini, la
decisione definitiva è stata rin-
to alla città, la Quadreria aprirà
regolarmente». Questa mattina.
antico” in questi spazi, a due pas-
si dal Duomo.
Maria Utili, e Anna Imponente, frire soluzioni rapide alle due vi- ALTOLÀ ALL’ALBERGO viata al 29 aprile, ma è stato ga- «Proprio per esprimere la volon- © RIPRODUZIONE RISERVATA

IL_MATTINO - NAZIONALE - 27 - 16/04/19 ----


Time: 15/04/19 22:25

4137609fd3c756ff2a2ea560a67943ba
28

M Martedì 16 Aprile 2019


ilmattino.it

(C) Ced Digital e Servizi | ID: 01100476 | IP ADDRESS: 80.117.248.2 carta.ilmattino.it

4137609fd3c756ff2a2ea560a67943ba
IL_MATTINO - NAZIONALE - 28 - 16/04/19 ----
Time: 15/04/19 20:56
29

Primo Piano Napoli M Martedì 16 Aprile 2019


ilmattino.it

(C) Ced Digital e Servizi | ID: 01100476 | IP ADDRESS: 80.117.248.2 carta.ilmattino.it

Il rettore L’ex rettore Il presidente La pasionaria


LA SORPRESA È alla fine del suo secondo mandato da IL RITORNO Ex rettore, ex presidente del Consiglio LA CORSA Sandro Fucito è presidente del LA VETERANA Entrata in politica nel 1991 con
rettore all’ateneo di Salerno: il partito di Salvini comunale e prima ancora candidato a sindaco consiglio comunale di Napoli e proviene l’elezione alla Camera prova a tornare
pensa a lui come esponente della società civile di Napoli. Sarà capolista con +Europa dall’area di Rifondazione comunista nel Parlamento europeo con Forza Italia

Verso le Europee
sta era il suo bisnonno. Con lui

Il rettore di Salerno
LE LISTE Enzo Pagano, coordinatore caser-
tano del partito, Carmela Resci-
Adolfo Pappalardo gno, medico di Nola già candida-
ta alle Politiche, e Marta Schifone
C’è tempo fino a domani alle 20 (figlia dell’ex consigliere regiona-
per le liste Ue. Operazioni prati- le di An Luciano). Ma con Fdi ci
sarà anche il movimento Sud pro-

in campo per la Lega


camente chiuse per tutti i partiti
che ora stanno lavorando di fini- tagonista e in lista ci sarà il suo
tura. Eccezion fatta per la Lega: fondatore, l’ex consigliere regio-
Matteo Salvini si è fatto manda- nale Salvatore Ronghi, che doma-
re, dai suoi referenti locali, pro- ni presenta la sua candidatura.
poste e curricula ma sta vaglian-
do personalmente i nomi da met- +EUROPA
tere in campo. E con il passare Il cartello che raggruppa radica-
delle ore sembra che l’attesa sia li, socialisti ed il movimento
dettata dalla scelta (del vicepre-
`Tommasetti in pole per la candidatura `I Radicali scelgono Pasquino dell’ex grillino Pizzarotti sceglie
mier) di cercare di fare il più pos- come capolista Raimondo Pa-
sibile liste poco politiche per pri-
La strategia di Salvini: «Più società civile» e la Sinistra si affida a Fucito squino, ex rettore all’Università
vilegiare nomi nuovi, della socie- di Salerno ed ex presidente del
tà civile. In questo quadro, tra i si- consiglio comunale di Napoli nel-
curi, ci dovrebbe essere il rettore nome della svolta immaginata da 27enne Michela Rescigno, stu- lamento di Strasburgo. Dietro lo di lista agli uscenti Fulvio Mar- la prima sindacatura de Magi-
dell’Università di Salerno Aure- Salvini: non nomi politici locali dentessa e titolare di una impre- tutta la pattuglia di uscenti napo- tusciello e Aldo Patriciello men- stris. In quota radicale come la
lio Tommasetti il cui mandato per sdoganarsi completamente sa edile, l’ingegnere Aniello Na- letani: Giosi Ferrandino, Nicola tre è previsto un nome per ogni seconda in lista, la quarantenne
scade proprio alla vigilia delle verso il mondo del sapere e della zaria e Mariano Peluso, ex consi- Caputo e Massimo Paolucci ora provincia dopo la ricandidatura salernitana Alessandra Senato-
Europee. Che poi, curiosità, società civile. E diventare una de- gliere della V Municipalità. nell’Mdp. centrista di Lorenzo Cesa. Tre le re, e Alfonso Pisicchio, assessore
dall’ateneo di Salerno arriva an- stra meno populista e più credibi- donne: l’uscente Barbara Mate- regionale all’Urbanistica in Pu-
che il diretto predecessore pro- le verso l’esterno. Con lui si fanno PARTITO DEMOCRATICO FORZA ITALIA ra, Alessandra Mussolini e l’ex glia. Per i socialisti, che scelgono
prio di Tommasetti: Raimondo due nomi, sempre graditi al mini- Il partito di Zingaretti è stato il Le liste berlusconiane sono sola- consigliera regionale del Pdl An- di inserire solo un nome femmi-
Pasquino, ex rettore ed ex presi- stro dell’Interno. Il primo è Va- primo partito a chiudere le liste, mente da affinare. Quasi sicura- tonia Ruggiero. nile ad ogni circoscrizione, ecco
dente del consiglio comunale di lentino Grant, casertano di Casa- una settimana fa. Capolista Fran- mente Berlusconi sarà capolista Simona Russo, 33enne referenda-
Napoli, numero uno di +Europa. giove, che sempre Salvini ha vo- co Roberti, ex numero uno in tutte le circoscrizioni (tranne FRATELLI D’ITALIA ria alla Corte europea ed esperta
luto nel cda della Cassa Depositi dell’Antimafia e attuale assesso- al centro dove è Antonio Tajani) Contro Mussolini (Alessandra) la di cooperazione internazionale.
LEGA e Prestiti; il secondo, invece, sa- re alla Legalità della giunta De mentre nella circoscrizione Sud Meloni schiera un altro Mussoli- Con la politica nel Dna se è figlia
Le incognite, gli ultimi nodi da rebbe Vincenzo Sofo, fidanzato Luca. A seguire gli uscenti Pina l’elenco vede, nella maggior par- ni: il nipote cinquantenne Caio. dell’ex capogruppo Pd in Regio-
sciogliere, riguardano proprio il di Marion Le Pen, la nipote di Picierno e Andrea Cozzolino, qui te dei casi, uscenti e solo tre don- Attuale dirigente della Finmecca- ne Giuseppe.
partito che è in testa ai sondaggi. Jean-Marie, il fondatore del Fron- alla sua terza candidatura al Par- ne. Quindi, via libera, nel cappel- nica, il fondatore del partito fasci-
Salvini, che sarà capolista in tut- te Nazionale ma anche intellet- SINISTRA
te le circoscrizioni, per ora ha in- tuale-consigliere che avrebbe Capolista l’uscente Eleonora Fo-
cassato il sì convinto del 52enne suggerito a Salvini la svolta di renza. A seguire Paola Maria Na-
Tommasetti, desideroso di candi- una Lega «che guarda e si radica talicchio, ex sindaco di Molfetta,
darsi dopo due mandati alla gui- al Sud». Con loro, rimanendo tra e il filosofo Fortunato Cacciatore.
da dell’Università di Salerno. Do- i nomi non politici, ci sarebbe an- Ma i voti dei militanti napoletani
cente di economia aziendale, che Geppy Lettieri, rampollo saranno per Sandro Fucito, presi-
Tommasetti è il primo rettore, in dell’ex presidente dell’Unione In- dente del consiglio comunale di
Italia, che scende nell’agone elet- dustriali di Napoli Gianni e una Napoli.
torale con la Lega. Ed è quindi il imprenditrice del Salernitano. © RIPRODUZIONE RISERVATA

MOVIMENTO CINQUE STELLE


A DESTRA Si saprà oggi se la capolista scelta
direttamente dal vicepremier Di
FORZA ITALIA
LA SFIDA Maio, la docente universitaria ba- PUNTA TUTTO
TRA I MUSSOLINI: rese e pedagoga Chiara Maria
Gemma, avrà il gradimento degli
SUGLI USCENTI
LA NIPOTE DEL DUCE iscritti grillini. Votazione veloce, E RIPESCA
ALESSANDRA sì o no, per un ok che appare L’EX CONSIGLIERA
scontato. A seguire, dalla Campa-
E IL PRONIPOTE CAIO nia, l’uscente Isabella Adinolfi, la REGIONALE RUGGIERO

«Credimi», la piattaforma digitale


che finanzia piccole e medie imprese
LA STORIA capitale circolante in maniera ve- ne per l’accesso al credito e per la
LA TECNOLOGIA Lanciata sul mercato italiano nel loce, flessibile e potente, come velocizzazione dell’erogazione: il
febbraio 2017, ad oggi, Credimi, chiarisce il Ceo della piattaforma. grandissimo valore aggiunto so-
Valerio Esca ha finanziato crediti commerciali Il funding dei finanziamenti vie- no i tempi di risposta e lo snelli-
per oltre 450 milioni di euro, di- ne assicurato da accordi strategi- mento della burocrazia e delle
Un modo veloce, semplice e flessi- ventando in meno di 2 anni la più ci con investitori istituzionali: An- istruttorie». «La partnership con
bile, per le aziende, di ottenere fi- grande piattaforma per il finan- thilia Capital Partners sgr, Anima gli industriali napoletani - ha sot-
nanziamenti rispetto all’offerta ziamento B2B in Europa conti- sgr, BG Fund Management Lu- tolineato invece il Ceo di Credimi,
dei canali tradizionali. Oggi si nentale. Fondata da Ignazio Roc- xembourg sa, a cui si e aggiunta Rocco - permette a tutte le azien-
può, grazie alla piattaforma «Cre- co, Ceo di Credimi, la piattaforma recentemente Banca Sella, che de campane di finanziarsi con la
dimi», nuovo modello di facto- è autorizzata da Banca d’Italia al- mettono a disposizione della piat- nostra piattaforma, con condizio- La presentazione di «Credimi», al centro Grasso NEWFOTOSUD A. DI LAURENZIO
ring digitale, presentata ieri pres- la concessione di finanziamenti taforma una provvista di circa 110 ni agevolate. Per quanto riguarda
so l’Unione Industriali di Napoli, diretti al pubblico come interme- milioni di euro; considerando la la Campania reagisce in modo alla piattaforma Credimi dalla
in occasione del seminario su «fi- diario finanziario. È diventata un scadenza media delle fatture a 85 esattamente uguale alle altre re- Campania sono di imprese picco-
gioni, con lo stesso tipo di veloci-
nanza digitale e private equity di
minoranza a sostegno della cre-
punto di riferimento per oltre
3mila 500 imprese, di ogni di-
giorni, la capacita di investimen-
to e circa di 450 milioni di euro. tà». GRASSI, PRESIDENTE le e medie. Per un totale di finan-
ziamenti erogati alle pmi campa-
scita delle imprese», dove sono in- mensione, categoria e provenien- DEGLI INDUSTRIALI ne di ben 38 milioni di euro. Tra i
tervenuti Vito Grassi, presidente za geografica che hanno trovato GLI INDUSTRIALI LA CAMPANIA «CREDITO PIÙ VELOCE settori finanziati da Credimi risul-
degli industriali napoletani, Igna- nella piattaforma un canale di fi- «Tra i maggiori vantaggi per l’im- L’11,6% delle richieste totali di fi- ta in testa quello dei servizi (35%),
zio Rocco, Fondatore e Ceo di nanziamento più potente, flessibi- presa - ha evidenziato il presiden- nanziamento arrivano da azien- 38 I MILIONI DI EURO seguito dall’industria (28%), di-
«Credimi», Roberto Quagliuolo,
Private equity Director di Teke-
le e veloce delle tradizionali ban-
che e factor. Credimi permette al-
te dell’Unione industriali Grassi -
forniti dalla partnership con Cre-
de campane. Il 12,5% sono invece
quelle finanziate. Il 98% delle ri-
GIÀ EROGATI stribuzione (22%), beni di consu-
mo (15%).
hau capital Italia. le imprese di ottimizzare il loro dimi c’è soprattutto la facilitazio- chieste di finanziamento arrivate IN CAMPANIA» © RIPRODUZIONE RISERVATA

4137609fd3c756ff2a2ea560a67943ba
IL_MATTINO - NAZIONALE - 29 - 16/04/19 ----
Time: 15/04/19 22:45
(C) Ced Digital e Servizi | ID: 01100476 | IP ADDRESS: 80.117.248.2 carta.ilmattino.it
30

Primo Piano Napoli M Martedì 16 Aprile 2019


ilmattino.it

Afragola

Salicelle, via agli sgomberi


nugolo di agenti della polizia lo-
LA SVOLTA cale e il personale della Croce
Rossa con le ambulanze, sono
Marco Di Caterino iniziate poco dopo le otto in un
quartiere letteralmente assedia-
Per avere abusivamente una ca- to dalle forze dell’ordine. E visto

già murata la casa del boss


sa, nel Rione Salicelle, bastava l’imponente schieramento, nes-
esibire al clan il certificato pena- suno ha osato mettere in pratica
le. Se era «sporco» al punto giu- quanto minacciato nelle ultime
sto, con tanti precedenti e so- settimane: la rivolta. Come quel-
prattutto una condanna per 416 la del 2009, quando in seguito
bis, il gravissimo reato di asso- allo sgombero di un solo appar-
ciazione per delinquere di stam- tamento oltre tremila persone
po mafioso, il gioco era fatto. E scesero in strada, bloccando au-
ai poveri cristi di questa sorta di
`Blitz a sorpresa nel rione ghetto `Liberati tre dei 212 alloggi occupati tostrada e Asse Mediano e dan-
discarica sociale, legittimi asse- do fuoco a cassonetti e pneuma-
gnatari con titoli legali quali fi- con cento agenti per bloccare rivolte illegalmente con il placet del clan tici, tanto che quell’unico sgom-
gli disabili, reddito zero, prole bero fu annullato. Una sconfitta
numerosa e tanta disperazione, che ancora brucia allo Stato.
toccava solo arrangiarsi, ingoia- scortati da oltre cento agenti di Le forze dell’ordine prio chi, tra i 212 «titolari» abusi-
re amaro e tacere. Uno scandalo polizia, con automezzi anti som- con vigili del fuoco vi degli appartamenti occupati L’ELETTRICITÀ
durato anni. Perché nel Rione mossa, coordinati dal primo di- e tecnici del illegalmente, risultava avere tra Gli appartamenti liberati sono
Salicelle di Afragola la camorra rigente Pietropaolo Auriemma Comune hanno i precedenti penali appunto stati murati per evitare che nel
comanda eccome, e le sue deci- e dal vice questore Stefano Iuo- compiuto le quel 416 bis, il marchio giudizia- giro di una notte fossero rioccu-
sioni non si discutono. Mai. Al- ri, dirigente del commissariato operazioni di rio del camorrista. Tre i nuclei pati di nuovo. I tre nuclei fami-
meno fino a ieri mattina, quan- la cui sede è ubicata proprio nel sgombero delle familiari fatti sloggiare. Il primo liari alloggeranno per un ridot-
do dopo tanti annunci, compre- cuore del Rione Salicelle, hanno prime tra le 212 appartamento ad essere libera- to periodo di tempo presso alcu-
sa la promessa del ministro dato il via agli sfratti degli abusi- case occupate to è stato quello occupato da ne strutture alberghiere della
dell’Interno Matteo Salvini di ri- vi. illegalmente Adriana Buono, moglie di Aniel- zona, con i costi a carico del Co-
portare la legalità in questo lo Barbato, secondo la Dda mune, mentre mobili e masseri-
complicato rione, sono iniziati LA RISPOSTA napoletana uno dei zie sono state portate in un de-
gli sfratti coatti per gli occupan- Il criterio utilizzato in questa boss più potenti posito. Nel corso delle verifiche
ti abusivi del «portfolio immobi- prima e seria risposta dello Sta- dell’omonimo dei tecnici dell’Enel sono stati
liare» del clan Barbato. Ieri i ca- to è stato quello di sfrattare pro- clan, attualmen- individuati alcuni appartamen-
rabinieri della locale caserma, te detenuto. ti allacciati abusivamente alla
diretta dal maresciallo Raimon- Le operazioni, a rete elettrica della pubblica illu-
do Semprevivo, cui era stata affi- cui hanno preso minazione. Tre donne sono sta-
data la delega per gli sgomberi, parte anche i “ta- te denunciate dai carabinieri
gliatori” dei Vigi- per furto di energia elettrica.
li del Fuoco, un © RIPRODUZIONE RISERVATA

SLOGGIATA PER PRIMA


LA MOGLIE DI BARBATO
CAPOCOSCA IN CARCERE tro deciso dal Comune per veni-
re incontro agli abusivi minac-
nare la sua situazione abitativa,
LE FAMIGLIE PER ORA ciati di sfratto risale a poche set-
e chi invece, pur essendo un le-
gittimo assegnatario, non paga-
OSPITATE IN ALBERGHI timane fa, praticamente all’indo-
mani della visita di Salvini. Tra
va il becco di un quattrino per
A SPESE DEL MUNICIPIO le ipotesi c’è quella che il clan,
l’affitto ma sanando i conti pote-
va mettersi in regola e al riparo
pur di non sguarnire i suoi forti- da sfratti con la polizia. Gli elen-
ni - case dove spesso si lavora o chi furono consegnati in Comu-
si spaccia la droga, o si nascon-
ne, dove per altri anni questa si-
dono armi - abbia messo mano
LO SCENARIO alla sua tasca; o, più verosimil- tuazione scandalosa rimase a
prendere polvere in qualche ar-
mente, è possibile che la crimi-
Nel Rione Salicelle la camorra nalità organizzata del rione ab- chivio. Su quella polvere, e
esce dalla porta e subito rientra bia svolto un ruolo di mediazio- sull’oblio fortemente caratteriz-
dalla finestra. Dopo aver asse- ne tra la holding dei cravattai e zato dal serbatoio elettorale che
gnato motu proprio e con meto- chi aveva bisogno di rimanere da sempre è il Rione Salicelle, ci
di violenti gli alloggi ad affiliati e ad abitare nel rione Salicelle co- ha soffiato la Procura di Napoli
simpatizzanti, ora starebbe fi- me soldato semplice del clan, Nord, diretta da Francesco Gre-
nanziando - con l’intervento e che comporta un misero stipen- co, che ha voluto vederci chiaro,
soprattutto la cassa di una vera a dio come unica fonte di reddito. soprattutto dopo la prima sta-
propria holding di usurai, di cui
Afragola è la capitale regionale -
la regolarizzazione di una parte
degli abusivi. Almeno quelli che
Ma la camorra non molla: si indaga In entrambi i casi il «disturbo»
per la mediazione comportereb-
be una sostanziosa provvigione.
Come dire che la camorra pren-
gione delle bombe (2014-2015)
con oltre venti attentati tra Afra-
gola e Casoria. Una stagione del

sui soldi «prestati» per la sanatoria


terrore per la quale il vertice del
non hanno precedenti penali o de i classici due piccioni con una clan Barbato - che aveva tentato
ner hanno di poco conto. A de- fava, e a molti zero.
la scalata dopo l’arretramento
stare più di un sospetto a polizia del clan Moccia - fu spedito in
e carabinieri sono stati i circa L’INCHIESTA
Quello che è accaduto ieri matti- carcere. Le indagini, affidate al
900mila euro che meno di un di morosità, accumulata in circa ta per cento di residenti con pre-
na, con i primi sfratti forzati, è il pm Giovanni Corona, si conclu-
mese hanno inondato le casse vent’anni di affitto a sbafo. cedenti penali. Le domande de-
del Comune. Una somma di tut-
to riguardo, costituita da versa- LE STATISTICHE
IN UN MESE AL COMUNE gli inquirenti sono molteplici.
Da dove sono spuntati tutti que-
primo risultato di una vecchia
indagine decennale svolta dai
sero con il sequestro di 212 ap-
partamenti, occupati a vario tito-
menti che vanno da poche centi- Il sospetto scaturisce dalle stati- GIUNTI 900MILA EURO sti soldi? Possibile che tra questi carabinieri di Afragola. I milita- lo illegalmente. E tra questi la
naia di euro fino a circa quaran- stiche. In questo quartiere si re- PER CANONI ARRETRATI: orrendi palazzoni in disarmo ri nel corso di un paziente lavoro
sono riusciti a fare un censimen-
posizione di un’ottantina di al-
loggi è stata sanata, in meno di
tamila euro, effettuati da chi nel
Rione Salicelle per evitare di fini-
gistra la percentuale record, che
sfiora il 100 per cento, di disoc- DIFFICILE CHE GLI ABUSIVI strutturale ci sia gente che ha
versato nelle casse del Comune to tra i 1200 nuclei familiari del un mese, con i 900mila euro che
re con letti e suppellettili sotto i cupati e inoccupati di lungo cor- POTESSERO DISPORRE anche rate da 38mila euro senza rione, radiografando chi tra gli
occupanti era abusivo e quindi
«puzzano» di camorra & usura.
ponti del vicino Asse Mediano
ha sanato la propria situazione
so. Una statistica che fa il pari
con quella che riporta un sessan- DI SOMME TANTO ELEVATE battere ciglio? E in così poco
tempo? Perché il piano di rien- non aveva nessuno modo di sa-
m.d.c.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Terrore alla Riviera di Chiaia, bomba carta esplode nella notte


ha sede della Procura regionale I DANNI pompieri, che hanno messo in si- Mergellina e la Torretta, non di-
IL GIALLO della Corte dei Conti. Zona, dun- Una delle vetture curezza l’area interessata dalla mentichiamolo, si sarebbero in-
que, presidiatissima e sorveglia- rimaste deflagrazione. filtrati elementi vicini ai clan
Giuseppe Crimaldi ta anche da dispositivi di teleca- pesantemente Sono immediatamente scattate Contini e Licciardi, interessati a
mere stradali e private. Tra i resi- danneggiate le indagini. Inizialmente gli inve- rilevare attività economiche e a
Chiaia, le due della notte tra do- denti c’è chi parla addirittura di dall’ordigno stigatori non hanno esclusa alcu- fare riciclaggio . Si è anche imma-
menica e lunedì. Un boato squar- due esplosioni in sequenza. na pista. A cominciare da quella ginato ad un atto intimidatorio
cia il silenzio della notte che ha Eppure, l’altra notte, qualcuno che porta agli ambienti della cri- diretto verso qualche commer-
lasciato in archivio l’ultimo fine ha avuto il coraggio di sfidare tut- minalità organizzata della zona ciante o imprenditore della zona
settimana di movida. Un attenta- to questo, posizionando un «pac- della Torretta, «fortino» del clan ad opera del racket: ma sia la pri-
to dinamitardo nel cuore del sa- co» contenente un ordigno esplo- Frizziero. ma che la seconda ipotesi - che
lotto buono di Napoli riaccende i Approfondite verifiche hanno an- sono in fondo quelle più inquie-
sivo che - per quanto artigianale -
riflettori sulla sicurezza in città. che portato ad accertare che a po- tanti - sembrano essere cadute.
avrebbe potuto ferire o uccidere
ca distanza dal palazzo dove è E allora qual è la matrice di que-
L’ESPLOSIONE qualcuno. La potenza della defla- LE INDAGINI stato fatto brillare l’ordigno risie- sto folle gesto? Chi ha confezio-
grazione ha lasciato le sue tracce,
Episodio ancor più inquietante: il
raid è stato messo a segno lungo ed è ben visibile nei danni lasciati
Immediatamente sono giunte al
112 e al centralino dei vigili del
PANICO TRA I RESIDENTI dono alcuni componenti delle fa-
miglie Frizziero e Piccirillo.
nato e posizionato la bomba car-
ta alla Riviera? Nelle ultime ore
la Riviera di Chiaia, arteria cen- nelle carrozzerie danneggiate di fuoco telefonate di gente nel pa- DUE AUTO DANNEGGIATE L’ipotesi investigativa di un gesto prende corpo un’altra ipotesi ac-
tralissima e sempre battuta - di
giorno come di notte - da auto e
due macchine che erano par-
cheggiate a margine del marcia-
nico. «Correte, c’è stata un’esplo-
sione». Qualcuno ha anche im-
INDAGINI A TUTTO CAMPO legato a fatti di camorra non si
poteva escludere anche perché la
creditata dagli investigatori: die-
tro l’esplosione si celerebbe un
passanti. Siamo, peraltro, alle piedi. La deflagrazione è stata av- maginato che fosse esplosa una MA DIETRO IL FOLLE GESTO zona della Torretta è stata teatro, movente passionale. A breve si
spalle del consolato degli Stati
Uniti d’America e soltanto a po-
vertita fino a un chilometro di di-
stanza, e ha svegliato di sopras-
bombola di gas. Invece era una
bomba carta. Sul posto sono
FORSE C’È LA VENDETTA nelle scorse settimane, di fatti in-
quietanti come raid armati e fi-
potrebbe arrivare a identificare
l’autore del gesto.
chi passi da via Piedigrotta, dove salto centinaia di persone. giunte le Volanti della polizia e i DI UN AMANTE TRADITO brillazioni tra pregiudicati. Tra © RIPRODUZIONE RISERVATA

4137609fd3c756ff2a2ea560a67943ba

IL_MATTINO - NAZIONALE - 30 - 16/04/19 ----


Time: 15/04/19 23:14
(C) Ced Digital e Servizi | ID: 01100476 | IP ADDRESS: 80.117.248.2 carta.ilmattino.it
31

Primo Piano Napoli M Martedì 16 Aprile 2019


ilmattino.it

La città violenta

Rione Villa, il ministero


«Banchi e telecamere
per la scuola a rischio»
`Vertice all’istituto Vittorino da Feltre `L’impegno per la videosorveglianza
dopo il raid contro il 57enne Mignano e per tutto ciò che serve agli studenti RIONE VILLA Il presidente della Camera Fico alla Vittorino da Feltre
Qui sopra con il sindaco de Magistris alla Parthenope NEWFOTOSUD

sidente della Camera dei deputati uffici della presidenza in via Sor- stra platea scolastica è aumentata to di continui atti vandalici. Que- ni Fico ha ribadito la necessità di
LA SVOLTA Roberto Fico. «Risposte serie e rento con la responsabile ministe- negli ultimi due anni. Ma se siamo sto ci ha impedito finora di fare intervenire non nell’emergenza,
concrete» per la dirigente scolasti- riale inviata al Rione Villa, dopo riusciti a trasformare il plesso in sport in quello spazio, costringen- ma con una seria programmazio-
Giuliana Covella ca Valeria Pirone, all’indomani quanto accaduto negli ultimi gior- un baluardo di legalità per i ragaz- doci a fare sport all’aperto con tut- ne. «Nella nostra città sappiamo
dell’arrivo sabato pomeriggio nel ni. «Sono stati molto concreti e zi del Rione Villa, mancano anco- ti i rischi già noti». che accadono cose terribili e que-
Banchi, sedie, lavagne interattive rione del presidente della Repub- operativi dal ministero - commen- ra strumenti indispensabili per lo sto fa venire rabbia e paura. Però
multimediali e tutto ciò che occor- blica Sergio Mattarella. ta la Pirone - la delegata del mini- studio e l’apprendimento». Altra LA VISITA DI FICO dobbiamo provare a invertire la
re per accogliere dignitosamente stro si è adoperata per trovare so- novità la videosorveglianza: «Ho Ma la mattinata dei bambini della rotta totalmente», ha detto parlan-
una platea scolastica di cui oggi L’INCONTRO luzioni ai nostri bisogni, quelli di esposto alla referente del ministro Vittorino da Feltre è iniziata pre- do con la preside. «Il punto - ha
fanno parte più di 700 alunni. E, Appare più che soddisfatta la pre- una platea studentesca che oggi la nostra necessità di mettere in si- sto con la visita del presidente Fi- sottolineato ancora il presidente
ancora, videosorveglianza e ripri- side della scuola di trincea di San comprende 760 alunni di scuola curezza la scuola e ci ha garantito co (che poi ha fatto tappa all’Uni- della Camera - è che qui non serve
stino del campetto all’aperto più Giovanni a Teduccio che ieri, al dell’infanzia, primaria e media in- che ci doteranno di telecamere, versità Parthenope dove ha incon- qualcosa di emergenziale, ma una
volte vandalizzato, che costringe i termine della visita di Fico, si è im- feriore. Ma che dal prossimo anno sia per fronteggiare l’emergenza trato il sindaco Luigi de Magi- programmazione che sia stabile e
bambini a fare sport in strada con mersa in una lunga riunione negli scolastico aumenterà, superando criminalità all’esterno sia per im- stris). Accolto alle 8 in punto dalla costante». La scuola di mandoli-
il rischio di una stesa o, come acca- gli 800 bambini dato che abbiamo pedire l’accesso al campetto ogget- dirigente, dai docenti e dagli alun- no, i progetti sulla legalità, i labo-
duto lo scorso 9 aprile, di vedere già un’ottantina di nuovi iscritti». ratori di scrittura creativa: sono al-
un omicidio sotto i loro occhi (nel
raid è rimasto ucciso il 57enne
DECISIVA LA VISITA Ma quali sono gli impegni assunti
dal ministro dell’Istruzione (che la
SACERDOTE
Don Federico
cune delle attività illustrate a Fico,
che ha ribadito come al Rione Vil-
Luigi Mignano). Il Rione Villa e i DEL CAPO DELLO STATO preside incontrerà a Roma prima Saporito, la abbia «trovato una comunità
bambini dell’istituto comprensivo
Vittorino da Feltre hanno ottenu-
IERI FICO TRA GLI ALUNNI della marcia anticamorra del 16
maggio)? «Arriveranno banchi,
decano
dei parroci
scolastica coesa, con tanti progetti
in cantiere e la forza e la voglia di
to questi impegni dalla delegata «QUI HO TROVATO sedie e lavagne interattive multi- della zona est, non mollare mai. Per noi, come
del ministro dell’Istruzione Mar-
co Bussetti, inviata a Napoli nel
UNA COMUNITÀ mediali - spiega la dirigente - sup-
pellettili che abbiamo più volte
lancia
un accorato
Stato italiano, questo è un patri-
monio irrinunciabile».
giorno della visita ufficiale del pre- CHE NON MOLLA MAI» chiesto invano al Comune. La no- appello © RIPRODUZIONE RISERVATA

L’intervista Federico Saporito


rogare sulle loro responsabili-
tà».

«Sul quartiere non cali il sipario Come si esce da questa situa-


zione?
«Il presidente Mattarella ha

allo Stato chiedo fatti concreti»


chiesto cosa può fare per aiuta-
re la gente del Rione, il presi-
dente Fico ha sottolineato che
non basta la repressione. Ad en-
trambi la risposta viene dalle
Luigi Roano le sofferenze della periferia mi del recupero delle periferie. emergenza criminale. Così co- qualche soldino». parole della preside Pirone e da
orientale di Napoli verranno L’emergenza che stiamo viven- me non lo sono quelle della poli- A proposito di dialogo tra le quelle di don Bravaccino, i quali
«Gli incoraggiamenti e la vici- derubricate dall’agenda delle do in questi territori è di propor- zia locale: i vigili sono pochi. Ho Istituzioni, Regione e Comune chiedono che lo Stato, in tutte le
nanza sono sempre ben accette Istituzioni? zioni spaventose. Questo omici- rappresentato il problema a chi litigano e basta, questo nuoce sue articolazioni, si assuma le
quello che vorremmo sapere «Il timore c’è. Le istituzioni de- dio ha messo in evidenza la pun- di dovere ma quando ci dicono ai territori? proprie responsabilità. Per non
ora è cosa concretamente si fa- vono parlare tra loro per mette- ta di un iceberg, ma la Munici- che gli organici sono sguarniti «Non so quali siano gli elementi essere generici nelle responsa-
rà per il nostro quartiere». Don re in campo una strategia con- palità VI, costituita dai quartie- c’è poco da fare. Ci vuole la ma- di discordia. Quello che voglio bilità richieste, mi sembra im-
Federico Saporito - decano dei creta. Serve una proposta politi- ri di Ponticelli, Barra e San Gio- no ferma e una strategia dello sapere è se c’è un luogo dove le portante che prima di tutto le
parroci dell’area orientale - vuo- ca su come affrontare questi te- vanni, ha una serie di situazioni Stato. Qui la Stato deve mettere parti si sono riunite per discute- autorità si pongano in ascolto
le fatti e lancia un appello forte critiche e complesse. Non è solo re assieme della questione peri- della realtà. Spesso sentiamo
allo Stato e a tutte le Istituzioni un Rione ma un territorio con ferie. Si sa solo che appartengo- proclami e annunci di iniziative
perché dopo la visita del presi- 120mila abitanti, con una gio- no a gruppi politici diversi. Così che, come banner, sono preva-
dente della Repubblica Sergio ventù molto numerosa, con come chiedo al presidente della lentemente tesi a dimostrare
Mattarella, del presidente della strutture abbandonate, una pe- Camera Roberto Fico - che ha che si sta facendo qualcosa. Ma
Camera Roberto Fico e di tante nosa mancanza di servizi. È sta- promesso un impegno del Par- non è questa la strada che porte-
altre autorità «serve innescare to un onore che il presidente lamento - quale sarà questo im- rà a debellare il degrado e la cri-
un processo di riqualificazione della Repubblica abbia parteci- pegno. Uno Stato che non pren- minalità».
delle periferie, passare ai fatti, pato a una messa alla parroc- de atto e vede un moribondo e Lei ha proposto una figura di
fare uno scatto in avanti». Lì a
San Giovanni a Teduccio la ca-
QUI IL GOVERNO chia di San Giovanni, è un se-
gno di grande autorevolezza
LE ISTITUZIONI non lo soccorre con il minimo
indispensabile non è uno Sta-
raccordo tra le Istituzioni co-
me dire che lo Stato è sordo al
morra ha sparato e ucciso da- DEVE METTERE SOLDI dello Stato oltre che di vicinan- DEVONO INTERAGIRE to». richiamo dei cittadini non tro-
vanti alla scuola Vittorino da
Feltre esattamente sette giorni
FORZE DELL’ORDINE za ma ora vogliamo capire con-
cretamente cosa lo Stato farà».
DI COMUNE E REGIONE Ritiene che il Comune abbia
particolari responsabilità sul
va?
«Lo abbiamo chiamato mana-
fa. I bambini hanno visto cade- INSUFFICIENTI Faccia qualche esempio di SI SA SOLTANTO degrado delle periferie? ger del territorio, la nostra è
re sotto i colpi dei killer un pre-
giudicato di 57 anni.
PERCHÉ GLI ORGANICI quello che servirebbe.
«Le forze dell’ordine non sono
CHE APPARTENGONO «Penso che non esista una Isti-
tuzione più responsabile di al-
una emergenza e come tale va
affrontata».
Allora don Federico, teme che SONO SVUOTATI sufficienti a fronteggiare una A FAZIONI DIVERSE tre ma che tutte si devono inter- © RIPRODUZIONE RISERVATA

IL_MATTINO - NAZIONALE - 31 - 16/04/19 ----


Time: 15/04/19 22:25

4137609fd3c756ff2a2ea560a67943ba
32

Cronaca Napoli M Martedì 16 Aprile 2019


ilmattino.it

(C) Ced Digital e Servizi | ID: 01100476 | IP ADDRESS: 80.117.248.2 carta.ilmattino.it

Ospedale del mare

Reparto chiuso
tutti alla festa
primario indagato
`Avviso di chiusura indagini notificato a Pignatelli
Rischia il processo per interruzione di pubblico servizio IL CASO Il primario Francesco Pignatelli al centro di un’inchiesta della Procura

ziaria. È di questi giorni infatti la plicare alle accuse e di motivare scandalo, anche i vertici della Asl che mi possa essere ascritto, sia
L’INCHIESTA decisione della Procura di spedi- Al Santobono la propria condotta. Stando a presero dei provvedimenti, con quello di non aver avvisato, e
re un avviso di chiusa inchiesta a quanto venne pubblicato lo scor- la decisione di rimuovere dall’in- quindi formalizzato per iscritto,
carico dell’ormai ex primario so luglio, la decisione di chiudere carico lo stesso Pignatelli, sulla la Direzione sanitaria del Presi-
Leandro Del Gaudio
Francesco Pignatelli: il professio-
Morto bimbo di 3 anni quell’ala andava collegata con il scorta della rottura del rapporto dio ospedaliero, chiedendo l’au-
Spostò i pazienti, chiuse il repar- nista è accusato di interruzione Denuncia dei familiari party a Pozzuoli organizzato dal fiduciario tra l’amministrazione torizzazione a procedere in tal
di pubblico servizio, proprio per medico stesso, per festeggiare la e un suo dipendente. Scrisse Pi- senso. Voglio fare comunque ben
to e arrivederci a domani: tutti a
la scelta di spegnere luci e mac- «Un bimbo di tre anni e mezzo propria nomina di primario. Una gnatelli all’ex direttore dell’Asl presente che tale vicenda non ha
casa o alla festa, almeno secondo
chinari, di spostare pazienti e sa- morto all’ospedale Santobono festa alla quale erano stati invita- Mario Forlenza: «Essendo pre- causato alcun danno o carenza
quanto raccontano le cronache dove era ricoverato in seguito
lutare tutti. Nove mesi dopo lo ti anche altri colleghi e infermie- senti notevoli criticità per la co- assistenziale ai degenti del repar-
del by night di mezza estate. È la all’intervento di asportazione ri dell’ospedale del Mare, un pertura dei turni del personale to». Una versione nella quale non
notte tra il sei e il sette luglio scor- scandalo (denunciato dal consi-
di un tumore al cervelletto. La evento organizzato da giorni, che infermieristico in questo perio- c’è alcun riferimento alla festa
so, quando nell’ospedale del ma- gliere regionale dei Verdi France-
madre riferisce di gravi rese necessaria la chiusura del re- do, ho ritenuto opportuno, nella per la propria promozione, nes-
re accade qualcosa di inedito: il sco Borrelli), arrivano le prime
carenze durante la degenza parto, con tanto di spostamento serata per il turno di attività che sun passaggio sul party organiz-
reparto di unità operativa di chi- conclusioni della Procura di Na- del figlio, deceduto dopo un di pazienti da un’ala all’altra. va dalle 20 del giorno 6/7 alle 8 zato a Pozzuoli, mentre foto e
rurgia vascolare si svuota all’im- poli. È il pm Francesco Raffaele a mese per infezione». È quanto del giorno 7/7, al fine di assicura- commenti campeggiavano sui
provviso, con il trasferimento di notificare a carico di Pignatelli afferma il consigliere LE ACCUSE re la continuità assistenziale, ap- media e sui canali social. Verifi-
quattro pazienti in un’altra sezio- un avviso di conclusione delle in- regionale dei Verdi Francesco In una prima fase investigativa, poggiare i quattro ammalati de- che condotte dai carabinieri del
ne dell’ospedale. Una notte desti- dagini, l’atto che fa da preludio a Borrelli. «Abbiamo chiesto la Procura aveva ipotizzato l’ac- genti del reparto di Chirurgia va- Nas, sotto la guida del colonnello
nata ad entrare nella cronaca cit- una probabile richiesta di rinvio alla direzione sanitaria cusa di abuso d’ufficio, ma le con- scolare, presso la Uoc Chirurgia Maresca e del maggiore Tiano,
tadina, a metà strada tra gossip e a giudizio. Difeso dai penalisti Al- dell’ospedale l’apertura di clusioni hanno spinto su un’altra Generale dello stesso presidio, ora la parola torna all’ex prima-
dibattito politico, ma da qualche fonso Furgiuele e Stefano Monto- un’inchiesta interna per fare linea, quella della interruzione di ove esistevano posti letto disponi- rio Pignatelli.
tempo anche nella cronaca giudi- ne, Pignatelli ora avrà modo di re- luce sulla vicenda», aggiunge. pubblico ufficio. Subito dopo lo bili. Ritengo che l’unico errore © RIPRODUZIONE RISERVATA

After Sala 3 16.40-18.40-20.40-22.40 e 6,00-7,50 Casoria Quello che i social non dicono Sala 4 21.00 e 5,70
The Wife - Vivere nell’ombra Sala 4 17.00-19.15-21.30 e 4,50 Dumbo Sala 5 15.30-18.40-21.30 e 5,70
Noi VM 14 Sala 5 20.20-22.40 e 6,00-7,50
UCI Cinemas Casoria Hellboy Sala 6 15.50-18.50-21.50 e 5,70
[n PH n PP] Via San Salvatore - 892960 Dumbo 16.40-19.20
Napoli Wonder Park
Dumbo
Sala 5
Sala 6
16.40-18.30 e 6,00-7,50
16.00-18.10-20.20-22.30 e 6,00-7,50 After Sala 1 17.30-20.00-22.30 e 7,90 Domani è un altro giorno
Sala 7
Sala 7 22.00
e 5,70
e 5,70

Hellboy Sala 7 17.55-20.15-22.35 e 6,00-7,50 A un metro da te Sala 2 16.50-19.30 e 7,90 A un metro da te Sala 8 16.10 e 5,70

Acacia Wonder Park Sala 7 16.00 e 7,50 Wonder Park Sala 2 22.10 e 7,90 Domani è un altro giorno Sala 8 19.00 e 5,70

[n AC n PH n DD] Via R. Tarantino, 10 - 081/5563999 Wonder Park Sala 3 17.10-19.20 e 7,90 Shazam! Sala 8 21.45 e 5,70

Il museo del Prado - La corte delle meraviglie Modernissimo.it A un metro da te Sala 3 21.50 e 7,90 Shazam! Sala 9 15.30-18.45 e 5,70

17.00-19.00-21.00 e 8,00-10,00 [n AC] Via Cisterna dell’Olio, 59 - 081/5800254 Dumbo Sala 4 17.00 e 6,70 Noi VM 14 Sala 9 21.55 e 5,70

Cineforum Sala 1 Noi VM 14 Sala 4 19.50 e 6,70


Ambasciatori Hart Cineforum Sala 2 Bentornato Presidente! Sala 4 22.35 e 6,70 Piano di Sorrento
[n DD] Via Crispi, 33 - 081/7613128 Hellboy Sala 5 17.20 e 7,90
Cineforum Sala 3 Delle Rose
Sala riservata Sala Hart Ambasciatori Il museo del Prado - La corte delle meraviglie Dolceroma Sala 5 20.10 e 7,90
Noi VM 14 Sala 5 22.40 e 7,90
[n DD] Via delle Rose, 21 - 081/8786165
America Hall Sala 4 16.15-22.15 e 10,00
Dumbo Sala Assofram 18.10 e 7,90 After Sala 1 18.30-20.30-22.30 e 7,00
[n AC n PH] Via T. Angelini 21 - 081/5788982 Border - Creature di confine Videodrome 12.00-14.00-18.30-22.30 Dumbo Sala 2 16.30
After Sala Assofram 21.00 e 7,90 e 7,00
C’è tempo Sala 1 18.00-21.00 e 7,50
Butterfly Videodrome 16.30-20.30
Il museo del Prado - La corte delle meraviglie Sala 7 Il museo del Prado - La corte delle meraviglie
Book Club Sala 2 20.30 e 7,50
Pierrot 18.00-20.00 e 10,00 Sala 2 18.30-20.30 e 8,00
L’uomo fedele Sala 2 16.30-18.30 e 7,50 Dumbo Sala 7 22.20 e 6,70 Book Club Sala 2 20.30-22.30 e 7,00
Via A. Camillo De Meis 58 - 081/5967802
Escape Room Sala 8 18.30-21.30 Wonder Park Sala 3 16.30-18.30 e 7,00
Arcobaleno Riposo e 3,50
Shazam! Sala 3 22.30
[n AC n PH] Via Carelli, 13 - 081/5569325 After Sala 9 17.50 e 7,90 e 7,00

Hellboy
Plaza Multisala Dumbo Sala 9 20.20 e 7,90
Sala 1 21.30 e 8,00
[n AC n DD] Via Kerbaker, 85 - 081/5563555 Shazam! Sala 9 23.00 e 7,90 Poggiomarino
Wonder Park Sala 1 19.00 e 8,00
After 16.30-18.30-20.30-22.20 e 5,00-7,00 Wonder Park Sala 10 18.05 e 7,90 Multisala Eliseo
Maria Regina di Scozia Sala 2 17.00-19.15-21.30 e 4,00 Sala Bernini
Shazam! Sala 3 19.15-21.30 e 5,00-8,00 Green Book Sala Kerbaker 17.30-20.30-22.30 e 4,00
Hellboy Sala 10 20.25-23.10 e 7,90 [n PH n DD] Via Roma, traversa ferrovia - 081/8651374
A un metro da te Sala Vanvitelli 17.00 e 7,00
Shazam! ISENS Sala 11 18.30-21.30 e 7,90
After Sala 1 16.10-18.15-20.30-22.30
Delle Palme Multisala Noi VM 14 Sala Vanvitelli 19.15-21.30 e 5,00-7,00 Dumbo Sala 2 16.10-18.15-20.30
[n AC n PH n DD n PC] Via Vetriera, 12 - 081/418134 Castellammare di Stabia Shazam! Sala 2 22.30
Sala riservata Sala Uno Posillipo Complesso Stabia Hall Shazam! Sala 3 16.10-18.15
Border - Creature di confine Sala Due 21.00 e 5,00 [n AC n PH n DD] Via Posillipo, 66/a - 081/7691742 [n AC n PH n DD n PP] Viale Regina Margherita n. 50/54 - 081/8703591 Noi VM 14 Sala 3 20.30-22.30
Il professore e il pazzo Sala Due 18.45 e 5,00
Dumbo 16.00 e 8,00
Oro verde - C’era una volta in Colombia After Sala C. Madonna 17.45-20.00-22.15 e 5,50
Euforia 18.30-21.00 e 8,00 Dumbo Sala L. Denza 17.20-19.40 e 5,50 Portici
Sala Due 16.45 e 5,00
Border - Creature di confine Sala Tre 21.00 e 5,00 Vittoria Noi VM 14 Sala L. Denza 22.00 e 5,50 Roma
Il professore e il pazzo Sala Tre 18.45 e 5,00
Il museo del Prado - La corte delle meraviglie [n AC n PH n DD n PC] Via Roma, 55/65 - 081/472662
[n PH n PC] Via M. Piscicelli, 8/12 - 081/5795796
Karenina & I Sala Tre 16.30 e 5,00 Sala M. Tito 19.15-21.15 e 8,00
Go Home - A casa loro Sala 1 22.15 La casa dei libri 17.00-21.00
e 5,00 Wonder Park Sala M. Tito 17.30 e 5,50
Filangieri Multisala The Wife - Vivere nell’ombra Sala 1 16.30-18.30-20.30 e 5,00
[n AC n PH] Via Gaetano Filangieri, 43 - 081/2512408 Dumbo Sala 2 16.00-18.10 e 4,00-5,00
Montil Pozzuoli
C’è tempo Sala 1 Rossellini 16.30-19.00-21.30 Go Home - A casa loro Sala 2 20.10 e 5,00
[n AC n PH] Via Bonito n. 10 - 081/8722651 Drive In Pozzuoli
Cafarnao Sala 2 Magnani 16.10-18.20-20.30-22.30 e 8,00 Il professore e il pazzo Sala 2 22.00 e 5,00 After Sala 1 18.00-20.00-22.00 [n PH n DD n PP] Località La Schiana - 081/8041175
Book Club Sala 3 Mastroianni20.30-22.30 e 8,00 Hellboy Sala 2 17.45-20.00-22.10 After 21.30 e 6,00
Il viaggio di Yao Sala 3 Mastroianni16.30-18.30 e 8,00 Afragola Supercinema Multisala Sofia
La Perla Multisala Happy Maxicinema [n PH n DD] Corso Vittorio Emanuele, 97 - 081/8717058 [n AC n PH n DD] Via C. Rosini, 12 - 081/3031114
[n AC n PH n PC]
[n DD] c/o Le Porte di Napoli Ipercoop - 081/8607136 Book Club 18.00-20.00-22.00 C’è tempo Sala 1 16.00-18.30-21.00
Via Nuova Agnano, 35 (Ang. V.le Kennedy) - 081/5701712-2301079
Shazam! IMAX 3D Sala 1 19.15-21.45 e 11,00 Dumbo Sala 2 16.30 e 7,00
Bohemian Rhapsody Sala Taranto 18.15-21.00 Forio d’Ischia
Wonder Park Sala 2 16.30-20.40 e 7,00 After Sala 2 18.30-20.30 e 7,00
After Sala Troisi 18.35-20.30-22.20 e 4,80-5,60
Wonder Park Perla Dei Piccoli 16.30 e 4,80
Dumbo Sala 2 18.30 e 7,00 Delle Vittorie
Bentornato Presidente! Sala 2 23.00 e 7,00 [n AC n PH] Corso Umberto, 38 - 081/997487 San Giorgio a Cremano
Med Maxicinema The Space Cinema After Sala 3 17.40-19.50-22.00 e 7,00
Via G. del Mediterraneo, 46 - Parcheggio - 892111
Shazam! 17.00-19.30-22.00 Flaminio
[n AC n PH n PP] Non sposate le mie figlie 2 Sala 4 16.30 e 7,00
[n AC n PH] Via Santa Rosa, 29 - 081/7713426
After Sala 1 17.00-19.40-22.20 e 5,90 Shazam! Sala 4 17.30-20.10-22.45 e 7,00 Ischia
Dumbo 15.35-18.25-21.15 Sala riservata
Sala 2 e 5,90 A un metro da te Sala 5 18.10-20.30-23.00 e 7,00
Dumbo Sala 3 17.10 e 5,90 Dumbo Sala 6 16.30-20.50 e 7,00
Excelsior
Hellboy Sala 3 19.45-22.45 e 5,90 [n AC n PH] Via F. Sogliuzzo, 20 - 081/3331098 Sant’Anastasia
Wonder Park Sala 6 18.45 e 7,00
After Sala 4 16.00-18.40-21.20 e 5,90
Dolceroma Sala 6 22.45 e 7,00 After Sala 1 18.30-20.30-22.30 e 5,00-7,00 Metropolitan
Bentornato Presidente! Sala 5 23.05 e 5,90 Via Antonio D’Auria, 123 - 081/5305696
Dumbo Sala 7 17.50-20.20-22.35 e 7,00 [n PH n DD]
Quello che i social non dicono Sala 5 21.00 e 5,90
Noi VM 14 Sala 8 18.30-20.50-23.00 e 7,00
Melito di Napoli Riposo
Wonder Park Sala 5 16.20-18.45 e 5,90
Book Club Sala 6 22.25 e 5,90
Il museo del Prado - La corte delle meraviglie Sala 9 Barone
Il museo del Prado - La corte delle meraviglie Sala 6 17.00-19.00-21.00-23.00 e 7,00 [n AC n PH n DD n PP] Via Don Raffaele Abete, 68 - 081/19259815 Sorrento
20.00 e 5,90 After Sala 10 16.30-18.40-20.50-23.00 e 7,00 Dragon Ball Super: Broly Sala 1 17.00-19.00 e 5,00 Armida
Shazam! Sala 6 16.50 e 5,90 Hellboy Sala 11 18.00-20.30-23.00 e 7,00 [n AC n PH] Corso Italia - 081/8781470
Shazam! Sala 7 22.30 e 5,90 Hellboy Sala 12 16.30-19.00-21.30 e 7,00 Nola Hellboy Sala 1 18.00-21.00 e 7,00
Wonder Park Sala 7 15.30-17.50-20.10 e 5,90 Wonder Park Sala 13 17.45 e 7,00
Wonder Park
A un metro da te Sala 8 22.10 e 5,90 Il viaggio di Yao Sala 13 19.45 e 7,00
Multisala Savoia Sala 2 16.30-18.30-20.20 e 7,00

[n AC n PH] via Fonseca 33 - 081/5127683-8214331 Il viaggio di Yao Sala 3 16.30-18.30-20.30-22.30 e 7,00


Shazam! Sala 8 15.50-19.00 e 5,90 Book Club Sala 13 21.50 e 7,00 Hellboy Sala 4 22.00 e 7,00
A un metro da te Sala 9 17.00 e 5,90 After Sala 1 17.40-20.00-22.00
Domani è un altro giorno Sala 9 20.00-22.30 e 5,90 Anacapri Dumbo Sala 2 17.30-19.30-21.30
Book Club
Torre del Greco
Hellboy Sala 10 16.50 e 5,90 Sala 3 17.40-20.00-22.00
Noi VM 14 Sala 10 19.55-22.40 e 5,90 Cinema Paradiso Multisala Corallo
Dumbo Sala 11 16.30-19.25-22.15 e 5,90 [n AC n PH n DD] Via Giuseppe Orlandi - Anacapri - 081/8371519 The Space Cinema Vulcano Buono [n AC n PH n DD] Via Villa Comunale, 13 - 081/8494611
Riposo Via Boscofangone
Metropolitan Riposo
After Sala 2 15.40-18.20-21.00 e 5,70
[n AC] Via Chiaia, 149 Wonder Park
Casalnuovo di Napoli Sala 3 15.30-17.45 e 5,70 Trecase
Il museo del Prado - La corte delle meraviglie Il museo del Prado - La corte delle meraviglie
Sala 1 16.30-18.30 e 8,00-10,00 Magic Vision Sala 3 20.00 e 5,70 Drive in
L’uomo fedele Sala 1 20.30-22.30 e 6,00-7,50 [n AC n PH n PP] Viale dei Tigli, 19 - 081/8030270 Bentornato Presidente! Sala 3 22.20 e 5,70 Via Panoramica 4/bis - 081/5374077
Shazam! Sala 2 17.30-20.00-22.30 e 6,00-7,50 Riposo Wonder Park Sala 4 16.30-18.45 e 5,70 Scappo a casa 21.00 e 5,00

IL_MATTINO - NAZIONALE - 32 - 16/04/19 ----


Time: 15/04/19 22:25
4137609fd3c756ff2a2ea560a67943ba
(C) Ced Digital e Servizi | ID: 01100476 | IP ADDRESS: 80.117.248.2 carta.ilmattino.it
33

M Martedì 16 Aprile 2019


ilmattino.it

Studiare l’impresa, l’impresa di studiare


Lucio Sindaco, fondatore e amministratore di «Italia Paghe», suscita l’interesse dei ragazzi del Siani
Partito da zero, ora ha 50 dipendenti al lavoro in tre sedi. «Settore in crescita, aspetto idee dai giovani»

IL DIBATTITO
Maria Elefante

l futuro è già qui, vorrei che i

«I giovani mi portassero idee


per fare impresa». Ai ragaz-
zi della scuola superiore
Giancarlo Siani Lucio Sindaco,
amministratore di Italia Paghe,
azienda che si occupa della gestio-
FELICIA, ILARIA E VALERIA: ANTONIO, LUIGI E RAFFAELE:
ne del personale per conto di gran-
di marchi, parla di concretezza. COME È NATA QUESTA AZIENDA IN CHE MODO AFFRONTATE I PROBLEMI
L’occasione è ancora una volta il
DEDICATA A UN CAMPO CAUSATI DALLA CRISI ECONOMICA?
progetto «Studiare l’impresa, l’im-
presa di studiare» creato dall’Unio- COSÌ SPECIALISTICO QUANTO CONTANO LE TECNOLOGIE
ne Industriali con l’obiettivo di pre- E COME È RIUSCITA IN POCHI ANNI E LE INNOVAZIONI IN UN CAMPO
parare la nuova generazione al
mondo del lavoro e dell’università. A SVILUPPARSI TANTO? CHE SI OCCUPA DI RISORSE UMANE?
Un’opportunità unica che i giova-

Gestire il personale?
ni studenti della scuola Siani han-
no colto al volo appassionandosi a
un settore che sulle prime sembra-
va ostico. Amministrazione del
personale, gestione dei software
dedicati alle delle aziende e ai loro

Questione di creatività
dipendenti, e non ultimo l’elabora-
zione dei cedolini paga. Ma rac-
contato da Lucio Sindaco, ammini-
stratore di Italia Paghe, tutto è
sembrato affascinante e semplice.
Sindaco è riuscito in più di un’oc-
casione a catturare l’attenzione de-
gli studenti che incuriositi hanno
voluto sapere tutto sul suo conto,
soprattutto come è nata l’azienda.
Così, per capire come si è giunti ad
oggi, una holding che conta 50 di-
ANDRA E ALESSANDRO:
pendenti e collaboratori su tre se- QUALI SONO
di, Felicia Patanella, Ilaria Riccio e
Valeria Cimminiello hanno chie-
I VOSTRI OBIETTIVI
sto da dove sia partito. E QUALI LE DIFFICOLTÀ Alcuni momenti dell’incontro che si è

IL RISCHIO
CHE VI TROVATE svolto all’istituto superiore Siani tra gli
studenti e i manager di Italia Paghe
«A quasi trent’anni rischiai la- AD AFFRONTARE? newfotosud, antonio di laurenzio
sciando un posto fisso che mi da-
va comunque buone soddisfazio-
ni - ha raccontato ai giovani - feci lo era limitato. Capii di doverlo ed in questo tempo io devo sape-
anche altri colloqui di lavoro, tra strutturare, insomma fare re che le persone su cui ho inve- La scheda
cui uno in banca che per mio pa- un’azienda. Non è stato sempli- stito possono supportare il tasso
dre rappresentava motivo di ce. Ci sono volute risorse econo- di crescita prefissato e produr-
grande orgoglio. Ma a quel collo- miche e persone. E proprio il ca- re». Nel mondo del Payroll le figure professionali del futuro
quio feci scena muta. Quella deci- pitale umano è stata la variabile
sione fu molto saggia e mi è di- più difficile, in questo ci aiuta LA CRISI I ragazzi del Siani hanno creato una figura perfetta per come addetto paghe e
spiaciuto non aver avuto modo molto Susanna Martino, psicolo- L’attenzione per le relazioni scoperto il mondo del Payroll l’azienda. «Ho cominciato contributi. Una figura molto
di dimostrare a mio padre che ga del lavoro». E l’ascesa è stata umane va di pari passo con quel- e di tante figure professionali come operatore data entry - richiesta dal mercato poiché
era proprio la scelta vincente». continua. Obiettivi che hanno in- la per la tecnologia e le innova- che emergono grazie a studi spiega - ovvero con altamente specializzata,
Un aneddoto che Lucio Sindaco curiosito Andra Geta Pascalin e zioni del settore e così, rispon- trasversali. Una laurea e un immissione massiva dei dati occupandosi
ha tirato fuori dai ricordi per sot- Alessandro Tribuzi. «In questo dendo alle ultime domande po- buon corso di formazione anagrafici dei dipendenti delle dell’adempimento degli
tolineare ai giovani l’importanza settore il potenziale di crescita è sono bastati a Luigi Vermile varie realtà che hanno scelto obblighi contrattuali,
ste da Antonio Gravina, Luigi
di credere nelle proprie potenzia- enorme - spiega Lucio Sindaco - per diventare uno dei di affidare a noi la gestione del contributivi e fiscali che
Sarnelli e Raffaele Scippa, Lucio
lità e di provare a realizzare i pro- ma la capacità di aggredire il consulenti applicativi di Italia loro personale». E così, se ci riguardano la gestione del
Sindaco raccomanda: «Anticipa-
pri sogni. «Mi ha premiato la vo- mercato fa la differenza e qui de- Paghe e a Fabio Relli per sono problemi con la personale. Una figura
lontà nell’inseguire il mio obietti- vono aiutarci le strategie di mar- re i tempi è fondamentale. Molte entrare a far parte dell’area timbratura virtuale effettuata spendibile anche negli studi di
vo, dopo quell’episodio andai a keting di cui si occupa Daniela aziende falliscono perché non ca- Payroll dell’azienda che grazie all’app sviluppata consulenza del lavoro, dato
lavorare fuori, diventando poi Merola e le campagne di promo- piscono cosa sta succedendo in- lavora anche per brand di insieme al partner ‘Zucchetti’, che cura l’elaborazione e la
consulente del lavoro» continua zione che mettiamo in piedi ogni torno - spiega ancora Sindaco - lusso. Il consulente prima software house italiana vidimazione del Libro Unico
Sindaco. La sua leva è stata la vo- anno. Nelle riunioni si parla di Nel periodo di crisi bisogna inve- applicativo si occupa in Europa, Luigi, grazie alle del Lavoro (cedolini paga e
glia di imparare riuscendo a di- tassi di crescita ma soprattutto stire, è la chiave per uscire dal soprattutto di Help Desk. Le sue competenze, può registri presenze) oltre alla
ventare leader in un settore che della consapevolezza di quanto momento di difficoltà. E poi si competenze informatiche di intervenire anche da remoto. gestione di rapporti e
negli anni ’80 era ancora poco co- sia possibile svilupparsi e miglio- può pensare anche di puntare Vermile si sono rivelate Fabio, invece, si è distinto in contratti.
nosciuto. «Aprii uno studio, ma rare. Per formare ed emancipare all’estero». importantissime e unite ai soli cinque anni nell’ambito m.el.
presto mi accorsi che anche quel- una risorsa occorrono due anni © RIPRODUZIONE RISERVATA suoi studi di diritto hanno del Payroll Service, ovvero © RIPRODUZIONE RISERVATA

4137609fd3c756ff2a2ea560a67943ba
IL_MATTINO - NAZIONALE - 33 - 16/04/19 ----
Time: 15/04/19 22:09
34

Girocittà M Martedì 16 Aprile 2019


ilmattino.it

TONIA LEONCITO
I SUONI/1 PAUL GILBERT I SUONI/2 Spettacolo di Tonia
IL LIBRO «I SENTIERI
DELLE NINFE»
A Volla concerto di Paul
(C) Ced Digital e Servizi | ID: 01100476 | IP ADDRESS: 80.117.248.2 carta.ilmattino.it
Leoncito al teatro Totò dal
Gilbert unica data al Sud titolo: «80 voglia di Alla libreria Vitanova si
Italia. A soli 16 anni si cantare». L’artista si esibirà presenta il libro di Fabrizio
diplomò al GIT di Los in un repertorio di canzoni Coscia I sentieri delle ninfe.
Angeles (Guitar Institute of anni 80 tra la grande Nei dintorni del discorso
Technology) di cui poi è amoroso (Exòrma edizioni).
produzione di Battisti,
divenuto docente. Ha Introduce Piero Antonio
Mogol, Baglioni, De
realizzato collaborazioni in Toma, con l’autore
Crescenzo e Mattone, ed è
interviene il docente e
studio e live con Joe Satriani, accompagnata dal vivo da
critico cinematografico
Steve Vai e Ozzy Osbourne. cinque musicisti, in scena Valerio Caprara. L’attrice
Lo accompagna una sezione anche cinque ballerini. Cristina Donadio leggerà
ritmica made in Naples: Testi: Rosario Minervini. brani dal libro. Intermezzo
Corrado Calignano al basso, Direzione musicale e musicale affidato alla
Davide Ferrante alla batteria. arrangiamenti: Pietro pianista Linda Vanacore.
`teatro Maria Aprea piazza Casaburi. `libreria Vitanova (viale
Vanvitelli 15, Volla, alle 20.30 `Teatro Totò, via Frediano Gramsci 19), ore 18
Cavara 12, ore 20.30

I volti noti del cinema campano si ispirano a Demi Moore: la tendenza è la rinuncia a camuffare i segni dell’età
tutti dal parrucchiere per essere alla moda con fili d’argento sulle chiome anche finti ma di grande fascino

Il grigio è chic
Addio alla tinta
i capelli delle donne
tornano “naturali”
Francesca Scognamiglio

rey chic: questo il diktat per l’hair-

G style che impazza sui social e nei


saloni di bellezza. Dalle passerelle
ai red carpet dei festival interna-
zionali, la moda dei capelli grigi ha
ispirato modelle, attrici, blogger, ma
anche persone comuni che hanno scel-
to di sfoggiare un look fatto di riflessi
argentati, ciocche grigie e ricrescita
della tanto temuta “riga bianca”. In-
somma, le donne hanno deciso di dire
“addio” alla tintura rivendicando il di-
ritto di piacersi al naturale. I capelli Tra le più autorevoli rappresentanti del tempo che passa ma può essere an-
bianchi dunque non sono più un tabù. di questa moda c’è poi la speaker radio- che una scelta consapevole di cambia-
A dare il “nulla osta” per esibire un fonica Rosanna Iannaccone, che da di- mento tanto che, ormai, molti saloni di
look apparentemente trascurato sono versi anni sfoggia in pubblico un look bellezza propongono tonalità tra l’ar-
state proprio le celebrità che, ormai da rock e sbarazzino con capelli corti e gento e il bianco anche alle clienti gio-
qualche tempo, presenziano senza im- sfumature di bianco, mentre la condut- vanissime. Insomma oggi si può deci-
barazzo a eventi mondani con qualche trice televisiva Ida Piccolo è apparsa dere di essere non per forza more,
capello bianco in bella vista o postano sui social con un’acconciatura caratte- bionde o rosse ma anche “bianche”.
foto su Instagram senza ricorrere al rizzata dalla presenza di ciocche bian- Una tendenza che piace anche agli uo-
photoshop. che a contrasto con la lunga chioma mini che ricorrono sempre più spesso
È il caso, ad esempio, di star interna- scura. La scelta di apparire al naturale, a decolorazioni. È quanto ha fatto dei
zionali del calibro di Demi Moore o an- tuttavia, non è solo una tendenza del suoi capelli lo stilista partenopeo Gian-
che Katie Holmes e Sharon Stone, che momento dettata dalla vanità ma rap- ni Molaro, stilista e trend setter che ha
hanno rinunciato a tinture, spray e ma- presenta – assicurano i sociologi – una sfoggiato, recentemente, un look total
scara coprente. Una tendenza, questa, forma di rivendicazione contro il for- white durante numerose apparizioni
molto in voga anche tra le star italiane. malismo dell’apparire. Una sorta di televisive e sulle sue pagine social. Ed
Tra le napoletane che hanno scelto di “empowerment femminile” per parla- allora ecco che in città , nei saloni dei
rimanere al naturale ci sono, ad esem- re di accettazione e di presa di coscien- più autorevoli parrucchieri per signo-
pio, l’attrice Nunzia Schiano, come pu- za secondo cui , così come avviene per ra, vengono proposte sempre più spes-
re Isa Danieli. Scelta condivisa, quella
BOOM DI HASHTAG gli uomini brizzolati, anche per le don- so soluzioni per sfumature d’argento
di essere “grey chic”, anche dalla stili- PER CELEBRARE ne il “ bianco” può essere simbolo di mentre si moltiplicano, nei negozi spe-
sta Patrizia Visone che del suo look im- eleganza. Un trend in crescita, dunque, cializzati e nelle profumerie, gli sham-
biancato ne ha fatto un tratto distinti-
SUI SOCIAL LA SVOLTA considerato il numero di hashtag dedi- poo e i trattamenti per mantenere luci-
vo, mentre l’attrice Tiziana De Giaco- ANCHE GLI UOMINI cati a questa moda ; tra i più seguiti da la chioma grigia. Una moda che sov-
mo ha indossato recentemente su un spiccano : #greyhair, #goinggrey , #sil- verte i canoni tradizionali della bellez-
set, seguendo il trend del momento,
DALL’HAIRSTYLIST LA MODA Tiziana De Giacomo indossa verhair e #grannyhair. za e che invita a “osare” per essere sexy
una parrucca bianca per un book foto- PER ESSERE BRIZZOLATI una parrucca, a sinistra Patrizia La volontà di avere una testa grigia, e al naturale.
grafico realizzato da Ornella Foglia. Visone, in alto l’attrice Demi Moore tuttavia, non sempre è la conseguenza © RIPRODUZIONE RISERVATA

Tel.081- 8781846. Orario: su prenotazione per grandi gruppi. Via Santa Chiara 49/c. Tel.
MUSEI Emeroteca Tucci
Palazzo delle Poste. Emeroteca e
Catacomba di San Gennaro
Via Capodimonte, 13. 09.30-18.30. Domenica Ingresso € 5,00 (over 65 e 6/18 081-5516673 - 081-19362953 -
Capodimonte Biblioteca: 45mila libri, 9500 Tel.081-7443714. Lunedì / Sabato 9.30-13.30. Lunedì chiuso. anni € 3,50) www.monasterodisantachiara.eu
periodici in 300mila volumi. Tel. 10.00 / 17.00 con partenza ogni Madre, museo di arte contemp. Museo delle arti sanitarie 09.30-17.30; festivi 09.30-13.30.
Via Miano 2. Tel. 081-7499111.
Lun-dom 08.30-19.30. Mercoledì 081-5513845. Le consultazioni ora; domenica 10.00 / 13.00 con Via Luigi Settembrini, 79 - Palazzo Cortile monumentale Ospedale Città della Scienza
chiuso. sono possibili dal lunedì al venerdì partenza ogni ora. Donnaregina. tel. 081/19313016. degli Incurabili. Via Maria Longo Via Coroglio 104.
8.30-18.30. Cimitero storico delle Aperto tutti i giorni, tranne il 50. Da lunedì a venerdì 9.30-13.00. Tel.081-7352202. Info: tel.
Castel Sant’Elmo Sabato su prenotazione. Info 081/2420024. Orario invernale:
Gallerie d’Italia Fontanelle martedì, 10.00-19.30 (domenica
Largo San Martino. Tel. 10.00-20.00). 081440647/3395446243 (dalle martedì-venerdì 9/17,
081-5784030. Lun- dom palazzo Zevallos Stigliano Via Fontanelle, 80 - Tel.
Via Toledo 185. tel. 800/454229 08119703197. Aperto tutti i giorni: 9.30 alle13.00). sabato-domenica 10/19; lunedì
08.30-19.30, martedì chiuso. Museo Duca di Martina
ore 10,00 - 17,00. Ingresso Info@ilfarodippocrate.it chiuso.
Fondazione Circolo Artistico Villa Floridiana. Via Cimarosa, 77.
Museo Archeologico gratuito Tel.081-5788418. Orario: Museo Pignatelli Biblioteca Nazionale
Politecnico - Pinacoteca Archivio
Piazza Museo. Tel.081-440166. Biblioteca Fototeca. Pzza Trieste e Museo Diocesano lunedì-domenica 08.30-14.00. Villa Pignatelli. Riviera di Chiaia, Palazzo Reale. Tel. 081-7819294.
Orario: 09.00-20.00, pure sab. e Trento 48 - tel. 081/426543. Largo Donnaregina, Tel. Martedì chiuso. 200. Tel.081-669675. Orario: Dal lunedì al venerdì ore
dom. Mart. chiuso. segreteria@fondazionecircoloarti- 081/5571365, è aperto tutti i giorni lunedì-domenica 08.30-14.00. 09.00-19.30. Sabato ore
Museo Herman Nitsch Martedì chiuso. 09.00-13.30.
Palazzo Reale stico.it. Visitabile dal martedì al dalle 9.30 alle 16.30, la domenica Vico lungo Pontecorvo,29/d. Orari:
Piazza del Plebiscito. Biglietteria: sabato 10-13 / 14-17. dalle ore 9,30 alle 14,00; martedì da lunedì a venerdì ore 10-19, Pan. Palazzo delle Arti Napoli. Archivio di Stato
081.7410067. Direzione: Pio Monte della Misericordia chiusura. sabato ore 10-14, domenica Via dei Mille 60. Tel. 081/7958600. Piazzetta Grande Archivio, 5. Tel.
081.5808326. Ingresso: tutti i Via dei Tribunali 253. Museo del Tessile e chiuso. Lun-dom (chiusura martedì) feriali 081-5638111. Aperto 08.30-17.40.
giorni dalle 9 alle 20. Mercoledì Tel.081-446944: Aperto dell’Abbigliamento Elena 09.30-19.30, festivi 09.30-14.30. Archivio canzone napoletana
Museo Nazionale Ferroviario di
chiuso. 09.00-14.30. Chiuso il mercoledì. Aldobrandini Museo Cappella Sansevero via Marconi 8, martedì, giovedì e
Pietrarsa
Museo di San Martino Museo Tesoro di San Gennaro Tel. 081-4976104. Orari da lunedì Traversa Pietrarsa (NA)- Via F. De Sanctis, 19/21. Tel. sabato 10.30-13.30 e 15.30-18.30.
Largo San Martino 5. Tel. Via Duomo, 149. Tel.081-294980. a sabato 9.30 / 17.30, domenica Tel.081472003. Orario di 081-5518470. Tutti i giorni 09.00- Tel. 081/7251312.
081-5781769. Tutti giorni dalle Martedì /Sabato 10.00-17.00; 9.30 / 13.30, mercoledì chiuso. apertura: venerdì, sabato e 19.00; ultimo ingresso ore 18.30. Il Cartastorie
08.30 alle 19.30. Mercoledì festivi 10.00-14.30; lunedì aperto Museo Correale di Terranova domenica dalle 9 alle 16 (pausa Martedì chiuso. Archivio Storico Economico
chiuso. solo su prenotazioni. Via Correale, 48 - Sorrento. biglietteria 13/13.30). Giovedì solo Monastero Santa Chiara. Museo Dell’Archivio Storico Del

IL_MATTINO - NAZIONALE - 34 - 16/04/19 ----


4137609fd3c756ff2a2ea560a67943ba Time: 15/04/19 22:09
(C) Ced Digital e Servizi | ID: 01100476 | IP ADDRESS: 80.117.248.2 carta.ilmattino.it

35

Girocittà M Martedì 16 Aprile 2019


ilmattino.it

A CASTEL concezione dell’occhio come


IL FUMETTO LA MOSTRA DELL’OVO finestra della mente. La
Una delle fotografa riesce attraverso gli
«I BASTARDI L’OCCHIO DI MATTHEY fotografie scatti ad indagare la vera
DI PIZZOFALCONE» Secondo i maestri indiani in mostra anima del soggetto fissandolo
Presentazione in possediamo un terzo occhio, fino al 28 in un monento unico e
anteprima nazionale de «I apertura intima di ognuno di aprile irripetibile. Betty Bee, Antonio
bastardi Pizzofalcone» a noi che si apre quando la Biasucci, Giovanni Gastel si
fumetti (Sergio Bonelli nostra anima viene riflettono in una propria
editore) dai romanzi di sollecitata. «Il terzo occhio» opera; Eugenio Violasi
Maurizio de Giovanni. Lo titolo della personale di Maria raddoppia in uno specchio
scrittore presenta il volume Laura Matthey, alla Sala delle dove il suo volto viene riflesso;
con Fabiana Fiengo, Claudio Terrazze di Castel dell’Ovo Curata da Anna Cuomo, la concentra sugli occhi e Mimmo Jodice e Steve
Falco, Paolo Terracciano, fino al 28 aprile, è un evidente mostra presenta trenta lavori l’immagine impressa McCurry si guardanol’un
Sergio Brancato, Michele richiamo all’obiettivo della fotografici che immortalano all’interno dell’iride che l’altro facendo dialogare tra
Masiero e Luca Crovi. macchina fotografica che lo sguardo interiore di una riflette una specifica visione loro i lavori; Artiaco, Di
`la Feltrinelli via Santa diventa per l’artista lo serie di personaggi del mondo interiore. Si dà così corpo ai Marino, Minini svelano invece
Caterina a Chiaia 23, ore 18.30 strumento per rappresentare dell’arte e dello spettacolo. A pensieri, alle sensazioni, ai il loro lavoro di galleristi.
sensazioni, idee e sentimenti. partire dal 2014, Matthey, si sentimenti, assecondando la Daniela Ricci

La manifestazione in piazza Dante fino al 22 aprile


tra tammurriate, laboratori e prodotti tipici pasquali
Taccuino Brunch di primavera
Lucani
OGGI, ORE 18
A cura dell’associazione
alle Terme d’Agnano
lucana G. Fortunato in asquetta, Anniversario
collaborazione con la
Fondazione Premio Napoli,
in Palazzo Reale alla sede del
Premio Napoli si terrà il
reading teatrale di Chiara
Tortorelli ed Enza Alfano «Il
P della Liberazione e Festa
dei lavoratori al parco
Benessere delle Terme di
Agnano. L’appuntamento è
con il Relunch, il brunch di
primavera: 40 ettari di verde
paesaggio meridionale come
ospiteranno tante aree
luogo dell’anima», ispirato ai
tematiche per percorsi
romanzi: «Noi due punto
esperienziali che spaziano
zero» (Homo Scrivens) della
dal cibo alla musica, dal
Tortorelli e «Chiamami Iris»
fitness al relax, dallo sport
(L’Erudita) della Alfano. Arend Eventi Sportivi dove si
allo shopping. Relunch, crasi
Intermezzi musicali di alterneranno match di volley,
tra brunch e relax, è una
Mino Remoli. Con le autrici FootVolley, mini calcetto ed
LA FESTA Bancarelle, cibo e musica multi experience pensata per
intervengono Domenico esibizioni di arti marziali; l’area
in piazza Dante fino al 22 aprile la famiglia che racchiude una
Ciruzzi, presidente della dello shopping e la zona dedicata
serie di eventi che ricoprono
NEWFOTOSUD Fondazione Premio Napoli al festival di street food con tante
tutto l’arco della giornata,
ed il professore Matteo proposte gastronomiche. L’area

Sound e sapori
momenti gastronomici, di Kids (dalle 10 alle 18), affidata alla
Palumbo.
sport, benessere ed SD Agency, accoglierà i bambini
Incontro intrattenimento di qualità con artisti di strada, trampolieri e
OGGI, ORE 18.30 che accompagnano i giocolieri per un divertimento
L’arte non solo come partecipanti dalla mattina unico. Alle attività ludiche dello
fino alla sera. Durante il staff d’animazione si

la festa in piazza
importante veicolo culturale
ma anche come bene giorno saranno protagoniste alterneranno l’incontro con i
personale. Con la l’area sport a cura di Imperial personaggi dei cartoni (Pj Masks,
partecipazione dell’artista Fitness (lunedì 22 Aprile) e da Topolino, Minnie), il teatrino
Carla Castaldo se ne Wellness Power club (giovedì delle marionette e gli spettacoli
discuterà a Palazzo 25 Aprile), dove si potrà di bolle di sapone. Per info e
Nunziante, in via Domenico praticare Zumba, Pilates o prenotazioni si può chiamare lo
Morelli, con Esther Basile, Yoga; l’area Volley, a cura di 081 2305846/ 3317998008.
colato artigianale o le crepes. Carmela Maietta, Rosaria
Benedetta Palmieri ca alle voci della musica popolare;
Rubulotta, Lucia Stefanelli
iazza Dante era in origine il
giovedì alla lirica, con la soprano
Nadia di Vittorio; venerdì a Vin-
I vegetariani troveranno il pani-
no adatto a loro. La manifestazio- Cervelli; voce narrante Anna
Rione Sanità, il premio
P ne è però anche il luogo per avvici- Maria Ackermann; violinista
largo del Mercatello - sede del cenzo Rei e sabato alla Paranza di
Lea Vigilante; modera Aldo
secondo mercato della città,
dove si mescolavano prodotti
e voci di venditori. È su questa scia
mamma Pacchiana; lunedì chiu-
de il Caffè Chantant. E, fin qui, il
sound. Ma tutti saranno certa-
nare qualcosa che magari si cono-
sce un po’ meno o della quale non
si conoscono tutti gli usi. Così, si
Antonio Cobianchi.
alla memoria di Donelli
apprenderà che il bergamotto fa
Libri
che nasce “Sapori & Sound”, che - mente attratti da sapori, colori e DOMANI, ORE 10
organizzata da “Eccellenze in piaz- odori dei tanti prodotti alimenta- bene a colesterolo e problemi car- a Fondazione di Comunità Gennaro ha previsto una borsa

L
Nella Sala Magliano di
za” (info su Fb) - ha preso il via ieri ri. Ai quali bisogna rendere dove- diovascolari, e il suo olio pare aiuti San Gennaro, su proposta lavoro destinata al
Palazzo della Borsa, in piazza
a piazza Dante appunto, e chiude- roso omaggio. a combattere stati emotivi depres- della famiglia «protagonista della storia di
Bovio, verrà presentato il
rà 22 aprile. Però, qui, a fare da sot- Si diceva di Pasqua, e infatti non sivi e insonnia. Sui banchi, tantis- Andolfo/Donelli, d’intesa riscatto» per consentirgli di
libro “Guardie” di Ansoino
tofondo a una selezione gastrono- mancano pastiere e casatielli, o la sime spezie e prodotti a base di lu- con l’Ordine dei giornalisti sviluppare la propria idea di
Andreassi e Daniele Repetto.
mica che terrà conto della Pasqua ricotta salata - immancabile nella maca. Torniamo alla tradizione della Campania, ha bandito la impresa o creare le condizioni
Intervengono Enzo Marco
imminente, ma anche delle cultu- fellata napoletana: piatto di salu- più prossima - per luoghi e tempi: per un suo inserimento nel
Letizia, segretario dell’Anfp, prima edizione del Premio
re alimentari dell’intera penisola, mi, uova sode e formaggi, del saba- non mancheranno sulle tavole pa- Vittorio Rizzi, vicecapo della mercato del lavoro. La
giornalistico «Luciano Donelli-
ci sarà la musica di “Tammurriata to santo. E, con i formaggi, si intro- squali, e nemmeno in piazza, car- Polizia, il questore De Iesu e il premiazione avverrà a luglio
duce qualche elemento di conta- ciofi e fave. I primi sono quelli di Storie di vita e di riscatto»,
Remix”. Affidato alla cura di Tony procuratore Giovanni nell’ambito di una due giorni
minazione territoriale: sono pre- Schito (frazione di Castellammare intitolato alla memoria del
Faiello, il programma riporterà in Melillo. L’ondata di dedicati al Rione Sanità. La
vita antiche sonorità, e lo farà con senti pure il più vicino caciocaval- di Stabia) la cui tecnica colturale politico napoletano, abitante
terrorismo negli anni di giuria individuerà nell’ambito
i seguenti appuntamenti (a partire lo impiccato lucano; pecorini e ca- antica viene praticata ancora oggi, del rione Sanità. Scopo del di quattro categorie (articoli o
piombo ha causato la morte
dalle 18). Oggi il laboratorio di prini da Calabria e Puglia, Norcia e e prevede l’uso di piccole pignatte concorso è premiare gli inchieste scritte, articoli e
di 450 persone. Tra le vittime,
“Tammorra nei balli tipici” (che si Amatrice; o ancora i formaggi del- di terracotta; le seconde, nella va- operatori dell’informazione sul inchieste video pubblicati
oltre cento erano cittadini in
ripete domenica), a cura di Priscil- la malga - prodotti in alta monta- rietà del Vesuvio, sono particolar- divisa. Di loro parla questo tema delle storie di riscatto anche su siti, fotografie o
la Bianco e Assia Aprea, per saper- gna, con latte appena munto cru- mente tenere e saporite per il ter- libro. Perché la memoria di sociale e superamento reportage fotografici, articoli o
ne di più su questo strumento tipi- do. Gli amanti dei dolci troveran- reno vulcanico e la brezza marina. ciò che è stato non può e non dell’emarginazione. La inchieste trasmesse via radio) i
co e intramontabile. Domani toc- no quelli siciliani, ma anche il cioc- © RIPRODUZIONE RISERVATA deve essere rimossa. Fondazione di comunità San lavori da premiare.

Banco di Napoli Via Tribunali,213 - venerdì ore 09.00-13.30; lunedì Complesso Monumentale San festivi 09.30-13.30. Palazzo Pomarici Santomasi. Museo di Arte Religiosa
tel.081449400, pomeriggio anche 15.00-17.00 Domenico Maggiore www.sanlorenzomaggiorenapo- Sorrento. Tutti i giorni ore Contemporanea ARCA
www.ilcartastorie.it, Maschio Angioino Piazza San Domenico Maggiore, 8 li.it; scavisanlorenzo@libero.it 11.00/13.00-15.00/18.30. Complesso Monumentale di S.
lun.-sab.10-18,dom.10-14.Chiuso Piazza Municipio. Tel. - tel. 39 333 8638997. Dal martedì Complesso museale di Santa Museo di Pulcinella Maria La Nova - Piazza S. Maria La
il mercoledi. 081-7955877, Il Museo Civico è al giovedì 10.00-13.00 / Maria delle Anime del Acerra.(Castello Baronale). Dal Nova, 44 - Info: tel. 0815521597 -
Galleria dell’Accademia aperto dal lunedì al sabato ore 16.00-18.00, da venerdì a Purgatorio ad Arco lunedì al venerdì ore 09.00-13.00; info@oltreilchiostro.org -
Via Costantinopoli 107, tel. 09.00-19.00. domenica 10.00-18.00, lunedì via Tribunali, 39. Tel. 081440438. lunedì e mercoledì anche ore www.oltreilchiostro.org -
081-444245. Lunedì / Giovedì ed il Museo di Paleontologia chiuso. Chiesa, Museo e Ipogeo: dal lunedì 16.00 - 18.00. Spettacoli su www.santamarialanova.info -
sabato 10.00/14.00, il venerdì Largo San Marcellino, 10. Tel. Sagrestia monumentale e Sala al venerdì 10.00-14.00, sabato prenotazione per le scuole. Orari di apertura: dal lunedì al
14.00/18.00. Chiusa la domenica. 081- 2537516. Aperto dal lunedì al degli arredi. Dal martedì al giovedi 10.00-17.00, domenica Tel.081/8857249. venerdì - ore 9.30/15.00 - Sabato e
venerdì ore 09.00-13.30; lunedì 10.00-13.00 / 16.00-18.00, da 10.00-14.00. Info www.pulcinellamuseo.it domenica - ore 9.30/14.00
Acquario Dohrn
Villa comunale. Tel. 081-5833263. pomeriggio anche 15.00-17.00. venerdì a domenica 10.00-18.00. purgatorio@progettomuseo.com Plart - museo arte e design in Museo laboratorio della Civiltà
Feriali 09.00-18.00, festivi Orto Botanico Sagrestia monumentale, Sala Museo del Mare plastica. contadina Masseria luce.
10.00-19.00. Chiuso lunedì. Via Foria 223, Tel. 081449759 - degli arredi e Cella di San Via di Pozzuoli, 5. Aperto tutti i Via Martucci 48, tel. 081 via Luce S. Pietro a Patierno -
081455654 - Dal lunedì al venerdì Tommaso D’Aquino. Dal martedì giorni 09.00-13.00 e 15.00-19.00. 19565703. Napoli. Dal lunedì al sabato 10-13 -
Biblioteca Universitaria al venerdì (per gruppi di minimo 20 17-20. Festivi 10-13.
ore 9-14 su prenotazione - Tel.081/6173749. Ingresso Dal martedì al venerdì ore
Via Giovanni Paladino, 39. Tel.081- telefonica. Chiuso sabato e festivi. persone, singoli su prenotazione) 10.00-13.00 e 15.00-18.00, sabato
5517025. Lunedì / Venerdì gratuito. Museo Scerrato
Museo di Antropologia 10.00-13.00/16,00-18,00, da 10.00-13.00 e della Società Africana.
09-18.45; sabato 09-13.45. venerdì a domenica 10.00-18.00. Osservatorio Vesuviano
Via Mezzocannone, 8. Tel. 081- info@plart.it, www.plart.it via Partenope, 10/a. Giovedì e
Museo di Mineralogia Info domanapoli@gmail.com, Ercolano.Tel. 081-6108483. Dal A richiesta visite anche su
2535205. Aperto dal lunedì al venerdì 11-14.
Via Mezzocannone, 8. Tel.081- sandomenicomaggiorenapoli.it lunedì al venerdì visite guidate, ore appuntamento
venerdì ore 09.00-13.30; lunedì Tel. 0816909121-119.
2535163. Lunedì / Venerdì 10.00-14.00.
pomeriggio anche 15.00-17.00. Complesso S. Lorenzo Maggiore Museo Mineralogico Made in Cloister
09.00-13.30; lunedì pomeriggio Area Archeologica Sotterranea e Scienze Naturali Vico Equense. Tel. 081-8015668. Piazza Enrico de Nicola, 48,
Museo Civico Gaetano Filangieri
anche 15.00-17.00. Museo dell’Opera - via dei Via Mezzocannone, 8. Largo San Feriali 09.00-13.00-16.00-19.00; 80139, Napoli. Dal martedì al
via Duomo, 288. Tel. 081203175.
Museo di Zoologia Dal martedì al sabato Tribunali, 312 (in piazza S. Marcellino,10. - Tel.081/204775. festivi 09.00-13.00. Lunedì chiuso. sabato dalle 10.00 alle 19.00.
Via Mezzocannone, 8. Tel. 081- 10.00-16.00. Domenica e festivi Gaetano) tel. 081-2110860. Museo bottega della Tarsia www.museomineralogicocampa- Domenica e lunedì chiuso.
2535204. Aperto dal lunedì al 10.00-14.00. Lunedì chiuso. Apertura: feriali 09.30-17.30; lignea no.it. info@madeincloister.it

4137609fd3c756ff2a2ea560a67943ba IL_MATTINO - NAZIONALE - 35 - 16/04/19 ----


Time: 15/04/19 22:09
(C) Ced Digital e Servizi | ID: 01100476 | IP ADDRESS: 80.117.248.2 carta.ilmattino.it
36

Cultura Napoli M Martedì 16 Aprile 2019


ilmattino.it

Vigliar ricostruisce la vicenda umana e professionale della Ruta, musicista oggi dimenticata, tra Italia e America
Fu tra i primi esponenti della «scuola napoletana», allieva di Mercadante, amica di Toscanini e Di Giacomo

Gilda, due vite al pianoforte PRESIDENTE ANAC Raffaele Cantone

Donatella Longobardi figli, Mary pianista e Tommaso della «scuola napoletana» nata
Civicrazia,

«G
violinista. con Thalberg e proseguita con
ilda, giovinetta di an- Una storia affascinante la sua, Beniamino Cesi e Francesco
ni sedici, è già una
distinta pianista, e
che testimonia il suo pieno
inserimento nelle élite culturali
Lanza, suoi docenti. Dalla sua
parte l’editore Ricordi ma anche premiati
tanto bene inoltrata del tempo. Amica di Rocco Giuseppe Martucci grazie anche
nella composizione,
che dà fondate
Pagliara, Vittorio Pica e
Salvatore Di Giacomo, Gilda nel
all’amicizia con il padre di lei,
Michele, nato a Caserta, sempre
Di Benedetto
speranze di un suo prossimo
brillante avvenire. Questa cara
PERSONAGGIO
Una foto
1889 al Carignano di Torino
aveva avuto come partner
molto attivo nella vita musicale
napoletana, docente e e Cantone
giovinetta, in età ancor sì tenera, d’epoca ritrae d’eccezione un giovanissimo condirettore del Conservatorio
è ora maestra di pianoforte e di la musicista violoncellista che avrebbe fatto di San Pietro a Majella, direttore Ida Palisi
canto corale nella Scuola Gilda Ruta strada come direttore, Arturo di pubblicazioni e vicino a molte

I
normale di Terra di Lavoro». Sotto, una Toscanini. Un fatto che le sue società concertistiche l magistrato anticorruzio-
Così scriveva Francesco Florimo sua lettera biografie americane non napoletane. Una figura che influì ne Raffaele Cantone, l’attri-
a proposito di Gilda Ruta, la autografa tralasciavano di sottolineare sulla formazione della giovane ce Ida Di Benedetto, il car-
musicista, pianista e conservata insieme ad un suo concerto al Gilda grazie anche ad una diologo Gianluigi Condo-
compositrice napoletana oggi all’archivio Quirinale davanti alla Regina madre, Emelina Luisa Sutton, relli sono tra le eccellenze na-
Ricordi Margherita e una presunta cantante lirica di origini inglesi. poletane premiate ieri con la
dimenticata, che viene invece
Un crogiuolo artistico e
celebrata da una interessante A destra, affiliazione alla scuola di Liszt. stella di Civicrazia, nel corso
culturale nel quale la Ruta della serata di gala nella galle-
biografia curata da Giovanni la copertina In realtà, la Ruta fu allieva del
emergeva come solista (suonò ria Al Blu di Prussia. Dedicata
Vigliar (Colonnese Editore, pagg del libro Mercadante (che morì nel 1870)
anche con l’orchestra del San allo storico del Rinascimento
128, euro 15). di Giovanni e fu una delle prime esponenti
Carlo in difficoltà economiche)
Nata a Napoli nel 1853, morta a Vigliar Romeo De Maio, la cerimonia
ma sopratutto con le sue condotta da Vincenzo De Lu-
New York nel 1932, ebbe due vite, composizioni, in gran parte per
una in patria l’altra in America cia con la partecipazione di
pianoforte e per piano e canto. Antonella Ippolito, ha visto
dove si trasferì nel 1895. Romanze d’antan su versi di
Nonostante le lunghe ricerche intervenire l’ideatrice e presi-
importanti poeti rappresentativi dente del comitato organizza-
d’archivio e tra i documenti che di uno stile e di un mondo
la riguardano, Vigliar non riesce tivo Lucia d’Amico Tilena,
lontani nello spazio e nel tempo. che ha ricevuto un premio a
però a far chiarezza su due Un mondo che rivive grazie sorpresa e ha ricordato come
importanti elementi della vita all’opera di Vigliar e che è sia nato all’interno della Fede-
dell’artista. Il matrimonio e il possibile ascoltare grazie ai rico II dall’impulso di un
trasferimento Oltreoceano. Ma contenuti speciali del libro, un gruppo di giovani studenti
di Gilda Ruta emerge però QR code che permette di per «rinvigorire Napoli con la
chiaramente il ritratto di una riprodurre alcune delle – poche – bellezza, contro l’immagine
donna, a suo modo una incisioni di opere di Gilda Ruta. negativa della città, dove biso-
femminista legata ai fermenti © RIPRODUZIONE RISERVATA
gna avere il coraggio di resta-
delle suffragette, che negli ultimi re».
anni dell’Ottocento e nei primi A Cantone il riconoscimen-
del Novecento smontò to in apertura di serata: «So-
l’immagine di brava ragazza no particolarmente onorato
borghese e fece della normale «La Digestion» a Casa Morra Santa Maria del Soccorso all’Arenella di ricevere questo premio - ha
educazione musicale - che detto il presidente dell’Auto-
all’epoca si impartiva alle rità nazionale anticorruzio-
signorine di buona famiglia -
un’attività professionale grazie
Musica concreta: seminario con Serra Stabat di Pergolesi e raccolta fondi ne, intervenendo in video-
messaggio - perché è collega-
alla quale vissero, anche se non La terza edizione del festival giorni a cura del filosofo L’ensemble musicale Giubileo per contribuire to all’impegno civico: sono
sempre nell’oro, lei e i suoi due «La Digestion» continua il Carlo Serra, docente di dell’associazione Musica all’acquisto di un organo a convinto che sia fondamenta-
suo percorso nella musica Teoria dell’immagine e del Libera si esibisce oggi ore canne per la Chiesa. A le mettere al centro l’interes-
contemporanea dedicando suono e di Filosofia della 19,30 nella chiesa di S. Maria dirigere l’ensemble Lucio De se del cittadino nel lavoro,
FU UNA FEMMINISTA un’intera giornata alla
musica concreta, la pratica
musica all’Università della
Calabria. La riflessione sul
del Soccorso all’Arenella
(piazzetta Arenella 4) in un
Feo, che ha curato con
Filomena Scala l’adattamento
nelle istituzioni. E poi sono
compiaciuto che mi sia dato
ANTE LITTERAM, compositiva legata all’uso di rapporto suono-mondo e concerto pre-pasquale. In delle parti per lo Stabat, dalla mia città, a cui mi sento
SUONÒ PER LA REGINA suoni e rumori concreti,
registrati nel quotidiano e
sull’ascolto come
dimensione conoscitiva e
programma le Litanie in Sol
minore di Francesco Durante
composto originariamente
per sole due voci femminili. In
ancora abbarbicato».
Ha annunciato il suo rien-
MARGHERITA trasformarti in mezzi poetici formativa, affrontata con gli e lo Stabat Mater di Giovan programma anche alcuni tro a Napoli a fine mese Ida Di
COMPOSITRICE E ed espressivi. Sul tema strumenti di filosofia ed Battista Pergolesi. brani di repertorio Benedetto per due film, di cui
prende il via oggi a Casa etnomusicografia, si L’evento rientra in rassegna Gregoriano, mentre ad aprire uno ideato con Ruggiero Cap-
INSEGNANTE, FECE PARTE Morra (Salita San Raffaele concluderà venerdì ore 9-11 «ORGANizziamoci», raccolta la serata sarà un intervento puccio proprio sui napoleta-
DELL’ÉLITE CULTURALE 20, a Materdei, ore 9-12 e con lo svolgimento di una fondi promossa del musicologo Francesco ni eccellenti e il secondo trat-
to da un romanzo di Michele
16-18) un seminario di tre discussione finale. dall’associazione Corale Nocerino.
D’INIZIO NOVECENTO Prisco, Gli altri, che a suo dire
incuriosì anche Bertolucci.
«Sono felice di questo premio

Con J&Peg i sogni sono incubi Addio a Pucci de Goyzueta


che viene dalla Napoli miglio-
re, quella che non tradisce e
di cui ho bisogno - ha com-

e i corpi diventano sculture sempre con Napoli nel cuore mentato l’attrice e produttri-
ce cinematografica, nel rice-
verlo dalla collega Annama-
ria Akermann – Io me la sono

È
Paola de Ciuceis coltivata e non l’ho mai ab-
Vaf. Una sorta di re- morto Francesco de Goyzueta di
bandonata, non ho mai smes-
trospettiva pensata Toverena, se ne è andato all’età

L’
so di pensare alla mia città».
estetica e la fotografia ai per rappresentare il di 77 anni. Acuto osservatore
Il premio è andato anche a
tempi dei social media loro cammino dagli della sua Napoli - che amava in Gianluigi Condorelli, diretto-
nella ricerca artistica del esordi ad oggi, dun- maniera totale - si era ritagliato uno re del Dipartimento Cardiova-
duo J&Peg, al secolo i mi- que partendo dalla lo- spazio importante nel cuore dei na- scolare presso l’Humanitas
lanesi Antonio Managò e Simo- ro prima personale poletani con le sue lettere a Il Matti- Research Hospital, per le sue
ne Zecubi che approdano a Na- «Working Mates» no, sempre cortesi ma ricche di si- ricerche sulle malattie cardio-
poli con «Stories», una rasse- (2008) a cura di Achil- gnificato. Scritti con i quali interve- vascolari. E poi al musicologo
gna fotografica nella quale pre- le Bonito Oliva. niva per denunciare le cose brutte Claudio Gison, alla cantante
sentano i risultati della ricerca «Corpi che diventa- ed evidenziare quelle belle della cit- lirica Anna Rita Gemmabel-
sperimentata a quattro mani no sculture; sogni ed tà e dei suoi protagonisti. L’ultima la, al giornalista direttore di
con vari media tra fotografia, incubi che struttura- lettera pubblicata sul nostro giorna- Fanpage Francesco Piccinini
pittura, disegno e installazione. no la trama della real- le - inviata al direttore Federico IL LUTTO È scomparso a 77 anni consegnato da Titta Fiore, al
In esposizione al Castello tà; visioni che diven- Monga - risale appena al 10 aprile Francesco de Goyzueta duo piano e viola Enrico An-
dell’Ovo da sabato prossimo tano proiezioni; la vi- CASTEL DELL’OVO Un’opera di Managò scorso. Un appuntamento fisso gelozzi e Alfonso Avitabile, al-
(inaugurazione ore 12), il pro- ta che diventa un pal- e Zecubi, duo artistico milanese quello delle missive di de Goyzueta: ricorso alla managerialità e alle lo stilista moda uomo Genna-
getto è a cura di Marina Guida coscenico e la finzio- negli ultimi 21 anni ne sono state competenze», era il suo richiamo. ro Annunziata. Per la sezione
per la galleria Poggiali di Firen- ne scenica che s’insi- cono il mondo, consegnandoci pubblicate 631. Al centro della sua Parole che rappresentano bene lo giovani è stata premiata la
ze, in collaborazione con l’as- nua nelle pieghe della vita rea- un inquieto universo popolato riflessione la dismissione del patri- spirito di «Pucci», così lo chiamava- poetessa Alessia Guerriero.
sessorato alla Cultura del Co- le; verità, verosimiglianza, si- di fantasmi e allegorie, assem- monio comunale e in particolare le no i suoi tantissimi amici che hanno © RIPRODUZIONE RISERVATA
mune di Napoli. Un percorso su mulazione e finzione; la foto- blando modelli iconografici de- Terme di Agnano: «come cittadino inondata la sua pagina fb di messag-
due piani che accosta a sei ope- grafia che incontra la scultura, sunti dalla storia dell’arte, dalla napoletano» riteneva che l’abban- gi emozionati e pieni di dolore. Di
re di media grandezza oltre ven-
ti lavori formato maxi per una
la pittura, la computer grafica, mitologia, dalle religioni, da an-
la scenografia, l’installazione, tichi e nuovi miti e riti; fonden-
dono all’incuria di un bene pubbli-
co impoveriva la città. «L’area su cui
origini nobili, nato e vissuto a Chia-
ia, Francesco de Goyzueta di Tove-
IL MAGISTRATO:
ricognizione dell’ultimo decen- l’azione», scrive la curatrice nel do pezzi di mondo, frammenti