Sei sulla pagina 1di 15

COLONNE DI DISTILLAZIONE

Colonna di distillazione – schema base

Traccia: Una colonna di distillazione è progettata per separare a pressione atmosferica una miscela
liquida satura di acqua e acetone al 30% molare di acetone e ottenere un distillato al 90% e un residuo
all’1% molare di acetone, lavorando con un rapporto di riflusso pari a 0.5.
Dopo la realizzazione della colonna si rende necessario ottenere un distillato al 92% di acetone; a
questo scopo si aumenta il rapporto di riflusso mantenendo invariata la portata di vapore fornita dal
ribollitore. Determinare il rapporto di riflusso da
usare e la composizione del residuo ottenuto
D
nelle nuove condizioni di funzionamento.

Dati:
acqua-acetone I V L
P=1atm F
F-liquido saturo
xF=30%
xD=0,9 II V’ L’
xB=0,01
R=0,5
1) Progettare la colonna (trovare NI e NII e Nalim)
2) Trova R e xB per avere xD=0,92 utilizzando la B
stessa colonna (NI, NII, Nalim, QB)

Dati di equilibrio:

x y 1
0 0 0.9
0,01 0,335
0.8
0,023 0,467
0,041 0,585 0.7
0,12 0,756 0.6
0,264 0,802
0.5
y

0,3 0,809
0,444 0,832 0.4
0,506 0,837 0.3
0,538 0,84
0.2
0,609 0,847
0,661 0,86 0.1
0,793 0,9 0
0,85 0,917 0 0.1 0.2 0.3 0.4 0.5 0.6 0.7 0.8 0.9 1
1 1 x

1
Svolgimento:

Fissiamo F=1000 kmol/h

Bilancio di materia sulla colonna:

𝐹 =𝐷+𝐵 𝐵 = 𝐹−𝐷 𝐵 = 𝐹−𝐷


{ { {𝐷 = 𝐹(𝑥𝐹−𝑥𝐵)
𝐹𝑥𝐹 = 𝐷𝑥𝐷 + 𝐵𝑥𝐵 𝐹𝑥𝐹 = 𝐷𝑥𝐷 + (𝐹 − 𝐷)𝑥𝐵 (𝑥𝐷 −𝑥𝐵 )

𝐷 = 326 𝑘𝑚𝑜𝑙/ℎ
{
𝐵 = 674 𝑘𝑚𝑜𝑙/ℎ

1° sezione:

𝑉 =𝐷+𝐿
{ 𝑅 = 𝐿/𝐷 e 𝑅 + 1 = 𝑉/𝐷
𝑉𝑦 = 𝐷𝑥𝐷 + 𝐿𝑥
𝑉 = (𝑅 + 1)𝐷 = 489

La retta di lavoro sarà:

𝑅 𝑥𝐷 𝑥𝐷
𝑦= 𝑥+ = 0,33𝑥 + 0,6 𝑝𝑎𝑠𝑠𝑎 𝑝𝑒𝑟 (𝑥𝐷 , 𝑥𝐷 ) 𝑒 (0, ⁄(𝑅 + 1))
𝑅+1 𝑅+1
𝑅
𝑝𝐼 = = 0,33
𝑅+1

2° sezione:

𝑉 ′ = 𝐿′ − 𝐵
{ ′
𝑉 𝑦 = 𝐿′ 𝑥 − 𝐵𝑥𝐵

Se F è liquido saturo:

𝐿′ = 𝐿 + 𝐹
𝑉′ = 𝑉

La retta di lavoro sarà:

𝐿′ 𝐵𝑥𝐵 𝐵 + 𝑉 𝐵𝑥𝐵
𝑦= 𝑥− = 𝑥− = 2,38𝑥 − 0,014
𝑉 𝑉 𝑉 𝑉
𝐵+𝑉
𝑝𝐼𝐼 = = 2,38
𝑉

E passerà per il punto di intersezione tra la retta di lavoro della sezione di alimentazione e la retta di
alimentazione e per il punto (xB,xB).

2
A questo punto, una volta disegnate le rette di lavoro delle tre sezioni, è possibile trovare il numero di
piatti mediante la costruzione grafica.

0.9

0.8

0.7

0.6

0.5
y

0.4

0.3

0.2

0.1

0
0 0.1 0.2 0.3 0.4 0.5 0.6 0.7 0.8 0.9 1
x

Quindi il numero di piatti è Npiatti=5


F sarà alimentata al 4° piatto

Trova R e xB per avere xD=0,92 utilizzando la stessa colonna (Npiatti, posizione alimentazione e V’ = V
costante). Si procede per tentativi:
 Si ipotizza xB
 Si calcolano B dal bilancio di materia
 Si traccia la retta di esaurimento
 Si traccia la retta di arricchimento
 Si verifica che il numero di piatti e la posizione dell’alimentazione siano corretti

𝑥𝐵 0.05 0.06 0.07


(𝑥𝐹 − 𝑥𝐵) 712.6 721 729.4
𝐵 = 𝐹 (1 − )
(𝑥𝐷 − 𝑥𝐵 )
𝐵+𝑉 2.46 2.47 2.49
𝑝𝐼𝐼 =
𝑉
Npiatti 6 5 5
alimentazione sul alimentazione sul
5° piatto 4°piatto

3
Possiamo ora calcolare R:

xB=0.07

B=729.4

pII=2.49

D=F-B=270.6

R=0.81

Si può anche procedere ipotizzando R e calcolando xB:

 Si ipotizza R
 SI calcola D=V/(R+1)
 Si traccia retta arricchimento
 Si traccia retta esaurimento sapendo che la pendenza è anche esprimibile come:
𝐿+𝐹 𝐷𝑥𝐷 − 𝐹𝑥𝐹 𝑅 + 𝐹/𝐷 𝑥𝐷 − 𝐹/𝐷 𝑥𝐹1
𝑦= 𝑥+ = 𝑥+
𝑉 𝑉 𝑅+1 𝑅+1
 Si verifica che il numero di piatti e la posizione dell’alimentazione sia corretta
Quando la condizione è verificata si calcola xB.

4
Colonna di distillazione con doppia alimentazione

Traccia: 1000 kmol/h di una miscela benzene-toluene (liquido saturo all’ 80% molare del componente
più volatile) e 4000 kmol/h (liquido saturo al 40% molare) devono essere distillati in una colonna a
piatti per ottenere un prodotto al 98% in benzene e un prodotto al 97% in toluene. Determinare il
numero di piatti necessari a compiere l’operazione, la posizione delle due alimentazioni e la quantità
di calore da fornire al ribollitore nell’ipotesi di esercire la colonna con un rapporto di riflusso R=1,5Rmin.

Dati:
benzene-toluene
F1=1000 Kmol/h xF1=80% D
(liquido saturo)
F2=4000 Kmol/h xF2=40%
(liquido saturo) F1 I V L
xD=0,98
xB=0,03 V’’
F2 II L’’
R=1,5Rmin
Trovare Rmin , Npiatti necessari e QB
V’ L’
III
Dati di equilibrio: x y
0 0
0,06 0,13
0,15 0,3 B
0,26 0,45
0,38 0,6
0,51 0,72
0,66 0,83
0,82 0,92
1 1
Svolgimento:
Disegniamo la curva di equilibro benzene-toluene

Bilanci di materia:

𝐹1 + 𝐹2 = 𝐷 + 𝐵 𝐷 = 2631,58 𝑘𝑚𝑜𝑙/ℎ
{ {
𝐹1 𝑥𝐹1 + 𝐹2 𝑥𝐹2 = 𝐷𝑥𝐷 + 𝐵𝑥𝐵 𝐵 = 2368,42 𝑘𝑚𝑜𝑙/ℎ

1° sezione:

𝑉 =𝐷+𝐿
{ 𝑅 = 𝐿/𝐷 e 𝑅 + 1 = 𝑉/𝐷
𝑉𝑦 = 𝐷𝑥𝐷 + 𝐿𝑥

La retta di lavoro sarà:

𝑅 𝑥𝐷 𝑥𝐷
𝑦= 𝑥+ 𝑝𝑎𝑠𝑠𝑎 𝑝𝑒𝑟 (𝑥𝐷 , 𝑥𝐷 ) 𝑒 (0, ⁄(𝑅 + 1))
𝑅+1 𝑅+1

5
2° sezione:

𝑉 ′′ + 𝐹1 = 𝐷 + 𝐿′′
{ ′′
𝑉 𝑦 + 𝐹1 𝑥𝐹1 = 𝐷𝑥𝐷 + 𝐿′′𝑥

Se F1 è liquido saturo:

𝐿′′ = 𝐿 + 𝐹1
𝑉 ′′ = 𝑉

La retta di lavoro sarà:

𝐿 + 𝐹1 𝐷𝑥𝐷 − 𝐹1 𝑥𝐹1 𝑅 + 𝐹1 /𝐷 𝑥𝐷 − 𝐹1 /𝐷 𝑥𝐹1


𝑦= 𝑥+ = 𝑥+
𝑉 𝑉 𝑅+1 𝑅+1

E passerà per i punti:

𝑥𝐷 − 𝐹1 /𝐷 𝑥𝐹1
𝑥=0 𝑦=
𝑅+1
𝐹1 𝑥𝐹1 − 𝐷𝑥𝐷
𝑥=𝑦=
{ 𝐹1 − 𝐷

(NOTA: se F1=0 le due rette di lavoro coincidono; se F1 è negativo (prelievo) la retta di lavoro della
seconda sezione ha pendenza minore rispetto a quella della prima sezione. Nel nostro caso la retta di
lavoro della seconda sezione ha pendenza maggiore rispetto a quella della prima sezione)

Quindi nel nostro caso:

𝑅 0,98
𝑦= 𝑥+ 𝐼 𝑠𝑒𝑧𝑖𝑜𝑛𝑒
𝑅+1 𝑅+1

𝑅 + 0,38 0,676
𝑦= 𝑥+ 𝐼𝐼 𝑠𝑒𝑧𝑖𝑜𝑛𝑒
𝑅+1 𝑅+1

Determinare Rmin:

 Risoluzione grafica:
 Sezione 1: retta passante per (𝑥𝐷 , 𝑥𝐷 ) e il punto di intersezione tra la retta di alimentazione
𝑥
1 e la curva di equilibrio. Si pone il valore dell’intercetta uguale a 𝐷⁄(𝑅 e da qui si
𝑚𝑖𝑛 + 1)
valuta Rmin. (NOTA: Un modo per capire se questo è il pinch point da considerare per trovare
Rmin è quello di continuare la costruzione mettendo il valore di Rmin appena trovato
nell’equazione della retta di lavoro della seconda sezione. Se mi trovo al di sotto dell’altro
pinch point va bene considerare questo Rmin).
𝐹1 𝑥𝐹1 −𝐷𝑥𝐷 𝐹1 𝑥𝐹1 −𝐷𝑥𝐷
 Sezione 2: retta passante per ( 𝐹1 −𝐷
, 𝐹 −𝐷 ) che nel nostro caso è il punto (1.1 , 1.1) e
1
per il punto di intersezione tra la retta di alimentazione 2 e la curva di equilibrio. Si pone il
𝑥𝐷 −𝐹1 /𝐷 𝑥𝐹1
valore dell’intercetta uguale a 𝑅+1
e da qui si valuta Rmin.
Il maggiore tra i due Rmin trovati sarà quello da utilizzare.

6
Si trova: Sezione 1: Rmin=0,69
Sezione 2: Rmin=0,98
Quindi: Rmin=0,98

Benzene-Toluene

0.8

0.6

0.4

0.2

0
0 0.1 0.2 0.3 0.4 0.5 0.6 0.7 0.8 0.9 1 1.1

 Risoluzione analitica: dalle equazioni scritte sopra ponendo al posto di x e y i valori di intersezione
tra la curva di equilibrio e le due alimentazioni è possibile ricavare i due Rmin. Il maggiore tra i due
Rmin trovati sarà quello da utilizzare.

𝑅𝑚𝑖𝑛 0,98
𝑦= 𝑥+ 𝑥 = 0,8 𝑦 = 0,91 𝑅𝑚𝑖𝑛 = 0,64
𝑅𝑚𝑖𝑛 + 1 𝑅𝑚𝑖𝑛 + 1

𝑅𝑚𝑖𝑛 + 0,38 0,676


𝑦= 𝑥+ 𝑥 = 0,4 𝑦 = 0,62 𝑅𝑚𝑖𝑛 = 0,95
𝑅𝑚𝑖𝑛 + 1 𝑅𝑚𝑖𝑛 + 1

Quindi: Rmin=0,95

Conoscendo Rmin=0,95 è possibile calcolare R:

𝑅 = 1,5 𝑅𝑚𝑖𝑛 = 1,425

𝑦 = 0,59 𝑥 + 0,4 𝑟𝑒𝑡𝑡𝑎 𝑑𝑖 𝑙𝑎𝑣𝑜𝑟𝑜 𝑠𝑒𝑧𝑖𝑜𝑛𝑒 𝐼


𝑦 = 0,74 𝑥 + 0,28 𝑟𝑒𝑡𝑡𝑎 𝑑𝑖 𝑙𝑎𝑣𝑜𝑟𝑜 𝑠𝑒𝑧𝑖𝑜𝑛𝑒 𝐼𝐼

7
A questo punto, una volta disegnate le rette di lavoro delle tre sezioni, è possibile trovare il numero
di piatti mediante la costruzione grafica.

F1
I
F2

II

III

Quindi il numero di piatti è Npiatti=18


F1 sarà alimentata al 5° piatto
F2 sarà alimentata all’ 10° piatto
Calcoliamo il calore al ribollitore mediante la seguente formula:
𝑄 = (𝜆𝐵 𝑥𝐵 + 𝜆 𝑇 (1 − 𝑥𝐵 ))𝑉′ = 8307 𝑘𝑐𝑎𝑙/𝑠
Dai bilanci di materia si ha V=V’=V’’=(R+1)D=3750 kmol/h
𝑘𝑐𝑎𝑙
𝜆𝐵 = 7410
𝑘𝑚𝑜𝑙
𝑘𝑐𝑎𝑙
𝜆 𝑇 = 7992
𝑘𝑚𝑜𝑙

8
Colonna di distillazione con prelievo

Traccia: Si deve progettare una colonna di distillazione a pressione atmosferica per separare 4500
kmol/h di una miscela liquido saturo al 40% in benzene e 60% in toluene in un prodotto di testa al 98%
in benzene, un residuo al 97% in toluene e una corrente di prelievo intermedia al 70% in benzene con
portata 700 kmol/h. Calcolare le portate di distillato e di residuo, il rapporto di riflusso minimo e il
numero di stadi necessari nell’ipotesi di esercire la colonna con un rapporto di riflusso R=2Rmin.

Dati:
benzene-toluene
F=4500 Kmol/h xF=40% (liquido saturo) D
P=700 Kmol/h xP=70% (liquido saturo)
xD=0,98 I
xB=0,03 V L P
R=2Rmin
II
Trovare D, B, Rmin , Npiatti necessari V’’ L’’
F
Dati di equilibrio: x y III
0 0 V’ L’
0,06 0,13
0,15 0,3
0,26 0,45
0,38 0,6 B
0,51 0,72
0,66 0,83
0,82 0,92
1 1
Svolgimento:
Disegniamo la curva di equilibro benzene-toluene

Bilanci di materia:

𝐹 =𝐷+𝐵+𝑃 𝐷 = 1259 𝑘𝑚𝑜𝑙/ℎ


{ {
𝐹𝑥𝐹 = 𝐷𝑥𝐷 + 𝐵𝑥𝐵 + 𝑃𝑥𝑃 𝐵 = 2541 𝑘𝑚𝑜𝑙/ℎ

1° sezione:

𝑉 =𝐷+𝐿
{ 𝑅 = 𝐿/𝐷 e 𝑅 + 1 = 𝑉/𝐷
𝑉𝑦 = 𝐷𝑥𝐷 + 𝐿𝑥

La retta di lavoro sarà:

𝑅 𝑥𝐷 𝑥𝐷
𝑦= 𝑥+ 𝑝𝑎𝑠𝑠𝑎 𝑝𝑒𝑟 (𝑥𝐷 , 𝑥𝐷 ) 𝑒 (0, ⁄(𝑅 + 1))
𝑅+1 𝑅+1

2° sezione:

9
𝑉 ′′ = 𝑃 + 𝐷 + 𝐿′′
{ ′′
𝑉 𝑦 = 𝑃𝑥𝑃 + 𝐷𝑥𝐷 + 𝐿′′𝑥

P è liquido saturo:

𝐿′′ = 𝐿 − 𝑃
𝑉 ′′ = 𝑉

La retta di lavoro sarà:

𝐿−𝑃 𝐷𝑥𝐷 + 𝑃𝑥𝑃 𝑅 − 𝑃/𝐷 𝑥𝐷 + 𝑃/𝐷 𝑥𝑃


𝑦= 𝑥+ = 𝑥+
𝑉 𝑉 𝑅+1 𝑅+1

E passerà per i punti:

𝑥𝐷 + 𝑃/𝐷 𝑥𝑃
𝑥=0 𝑦=
{ 𝑅+1
𝑃𝑥𝑃 + 𝐷𝑥𝐷
𝑥=𝑦=
𝑃+𝐷

N.B La retta di lavoro della seconda sezione ha pendenza minore rispetto a quella della prima sezione.

Quindi nel nostro caso:

𝑅 0,98
𝑦= 𝑥+ 𝐼 𝑠𝑒𝑧𝑖𝑜𝑛𝑒
𝑅+1 𝑅+1

𝑅 − 0,55 1,365
𝑦= 𝑥+ 𝐼𝐼 𝑠𝑒𝑧𝑖𝑜𝑛𝑒
𝑅+1 𝑅+1
Determinare Rmin:

 Risoluzione grafica:
Poiché la retta di lavoro della seconda sezione ha pendenza minore rispetto a quella della prima
sezione, la condizione limite si ha quando la retta della seconda sezione passante per il punto fittizio
𝑃𝑥𝑃 +𝐷𝑥𝐷 𝑃𝑥𝑃 +𝐷𝑥𝐷
( 𝑃+𝐷
, 𝑃+𝐷 ) che nel nostro caso è il punto (0.88,0.88) incontra il pinch-point (punto di
intersezione tra curva di equilibrio e la retta di alimentazione). Si pone il valore dell’intercetta uguale
𝑥𝐷 +𝑃/𝐷 𝑥𝑃
a 𝑅𝑚𝑖𝑛 +1
e da qui si valuta Rmin.

Rmin=2,4

10
Benzene-Toluene
1

0.9

0.8

0.7

0.6

0.5

0.4

0.3

0.2

0.1

0
0 0.1 0.2 0.3 0.4 0.5 0.6 0.7 0.8 0.9 1

 Risoluzione analitica: dall’ equazione della 2° sezione, ponendo al posto di x e y i valori di


intersezione tra la curva di equilibrio e la retta di alimentazione è possibile ricavare Rmin:

𝑅𝑚𝑖𝑛 − 0,55 1,365


𝑦= 𝑥+ 𝑥 = 0,4 𝑦 = 0,62 𝑅𝑚𝑖𝑛 = 0,95
𝑅𝑚𝑖𝑛 + 1 𝑅𝑚𝑖𝑛 + 1

Rmin=2,39

Conoscendo Rmin=2,4 è possibile calcolare R:

𝑅 = 2 𝑅𝑚𝑖𝑛 = 4,8

𝑦 = 0,83 𝑥 + 0,17 𝑟𝑒𝑡𝑡𝑎 𝑑𝑖 𝑙𝑎𝑣𝑜𝑟𝑜 𝑠𝑒𝑧𝑖𝑜𝑛𝑒 𝐼


𝑦 = 0,73 𝑥 + 0,23 𝑟𝑒𝑡𝑡𝑎 𝑑𝑖 𝑙𝑎𝑣𝑜𝑟𝑜 𝑠𝑒𝑧𝑖𝑜𝑛𝑒 𝐼𝐼

A questo punto, una volta disegnate le rette di lavoro delle tre sezioni, è possibile trovare il numero
di piatti mediante la costruzione grafica.

11
P
I
F2

II

III

12
Benzene-Toluene
1

0.9

0.8

0.7

0.6

0.5

0.4

0.3

0.2

0.1

0
0 0.1 0.2 0.3 0.4 0.5 0.6 0.7 0.8 0.9 1

Quindi il numero di piatti è Npiatti=13


P  5° piatto
F  7° piatto

13
Colonna di distillazione con F alimentata al primo piatto

Traccia: 1000kmol/min di una miscela binaria al 50% molare (F) devono essere distillati in una colonna a
piatti per ottenere un distillato (D) al 70% ed una corrente di fondo (B) al 5% nel componente volatile. La
colonna di distillazione è costituita dal piatto di alimentazione e dalla sezione di esaurimento. Alla
temperatura di alimentazione, la miscela è costituita da vapore saturo (25%) e da liquido bollente (75%).
Determinare il numero di piatti necessari nella sezione di esaurimento. La volatilità relativa è data da
y=αx/(x+(1-x)) con =4.

Dati:
D
F
F=1000 kmol/min
xF=0.5
xD=0.7
xB=0.05
f=0.25

Dati di equilibrio: y=4x/(4x+(1-x))


B
x y
0 0,000
0,1 0,308
0,2 0,500
0,3 0,632
0,4 0,727
0,5 0,800
0,6 0,857
0,7 0,903
0,8 0,941
0,9 0,973
1 1,000

Svolgimento:

Bilanci di materia globali:

𝐹 =𝐷+𝐵 𝐷 = 692 𝑘𝑚𝑜𝑙/𝑚𝑖𝑛


{ {
𝐹𝑥𝐹 = 𝐷𝑥𝐷 + 𝐵𝑥𝐵 𝐵 = 308 𝑘𝑚𝑜𝑙/𝑚𝑖𝑛

Retta di alimentazione:

(1 − 𝑓) 1
𝑦=− 𝑥 + 𝑥𝐹 = −3𝑥 + 4 ∙ 0.5 = −3𝑥 + 2
𝑓 𝑓

14
𝑉 = 𝐷 − 𝑓𝐹 = 442 𝑘𝑚𝑜𝑙/𝑚𝑖𝑛
{
𝐿 = (1 − 𝑓)𝐹 = 750 𝑘𝑚𝑜𝑙/𝑚𝑖𝑛

Retta di lavoro della sezione di esaurimento:

𝑉𝑦 = 𝐿𝑥 − 𝐵𝑥𝐵

𝐿 𝐵
𝑦= 𝑥 − 𝑥𝐵 = 1.7𝑥 − 0.035
𝑉 𝑉

E passerà per i punti (0.05,0.05) e (0.5,0.815)

A questo punto è possibile disegnare la retta sul grafico e procedere con la costruzione grafica per
determinare il numero di piatti:

Npiatti=5

1.000

0.900

0.800

0.700

0.600

0.500

0.400

0.300

0.200

0.100

0.000
0 0.1 0.2 0.3 0.4 0.5 0.6 0.7 0.8 0.9 1

15