Sei sulla pagina 1di 128

Corso di laurea in ingegneria industriale

FENOMENI DI TRASPORTO

R. Lapasin
Dipartimento di Ingegneria Industriale e dellInformazione Universit di Trieste

Obiettivi formativi

Illustrare i fondamenti del trasporto di materia, energia e quantit di moto all'interno di una fase e tra due fasi, fornire gli elementi necessari per l'analisi e la risoluzione di problemi semplici, riducibili a forma monodimensionale, attraverso la definizione e derivazione delle grandezze e delle relazioni utili, e l'esercizio di calcolo di bilanci macroscopici

PROGRAMMA

TRASPORTO MOLECOLARE Natura, meccanismi e forze motrici Flussi, equazioni costitutive, bilanci Trasporto di energia in stato stazionario Trasporto di energia in stato non stazionario Flussi diffusivi di materia Trasporto di quantit di moto Propriet di trasporto per stati fisici e sistemi diversi Propriet non lineari: fluidi non-Newtoniani. Analisi dimensionale, bilanci in forma adimensionale TRASPORTO CONVETTIVO Trasporto convettivo in flusso laminare Flussi interni ed esterni, strato limite. Moti potenziali Convezione forzata e convezione naturale Trasporto turbolento, approcci semi-empirici. Coefficienti di trasferimento e numeri caratteristici CALCOLI MACROSCOPICI Trasporto di quantit di moto ,di energia, di materia Coefficienti di trasferimento

MODALITA DESAME esame finale: prova scritta + una prova orale Sono previste due prove scritte di accertamento in corrispondenza alla met del corso e al termine dello stesso. La prova scritta finale pu essere omessa in presenza di due prove effettuate con esito positivo La prova orale pu essere omessa in presenza di due prove effettuate con esito positivo

MATERIALE DIDATTICO W.J. Thomson Introduction to transport phenomena Prentice Hall PTR, 2000 (testo di riferimento) R.B. Bird, W.E. Armstrong, E.N. Lightfoot Transport phenomena John Wiley & Sons, 2nd ed. 2002 (testo di approfondimento) Dispense (copie della presentazione PPT)

FENOMENI DI TRASPORTO: NATURA E RUOLO

approcci ingegneristici e discipline dellingegneria chimica: evoluzione storica e linee guida rielaborazione e riordino delle conoscenze fisiche, chimiche, in un quadro razionale funzionale alla descrizione dei processi alla progettazione/gestione dei processi alla comprensione dei meccanismi basilari

criteri e principi unificanti per la razionalizzazione su scala macroscopica: concetto di operazioni unitarie (1925) su scala microscopica/molecolare: meccanismi e leggi dei fenomeni di trasporto (1960)

esempio di differenti criteri di lettura/analisi di un processo: processo di produzione di p-xilene scomposizione in differenti operazioni unitarie (reazioni, separazioni, ) analisi degli aspetti fluidodinamici e dei processi di trasferimento di calore e di materia

FENOMENI DI TRASPORTO: NATURA E RUOLO p-xilene acido tereftalico


HOOC-C6H4-COOH

dimetil tereftalato CH3HOOC-C6H4-COOCH3 fibre di poliestere (Dacron) polietilen tereftalato (PET)

FENOMENI DI TRASPORTO: NATURA E RUOLO xilene: isomeri

orto-xilene

meta-xilene

para-xilene

o-xilene Tm Tb -25C 144C

m-xilene -48C 139C

p-xilene 13C 138C

produzione di xileni dal processo di reforming della frazione (250-450F) della distillazione del greggio processo di ciclizzazione
CH3CH2CH2CH2CH2CH3 H2 C H2C CH2 H2C CH2 C H2

+ H2

processo di aromatizzazione

+ 3H2

FENOMENI DI TRASPORTO: NATURA E RUOLO

processo di produzione di paraxilene

Criteri di analisi 1) Il processo di produzione di paraxilene nel suo insieme 2) Le operazioni unitarie che lo compongono 3) I processi di trasporto (di materia, energia, e quantit di moto) su scala locale

FENOMENI DI TRASPORTO: NATURA E RUOLO

FENOMENI DI TRASPORTO: NATURA E RUOLO trasferimento di quantit di moto, di calore e di materia (momentum, heat, mass transfer) processi comuni in campo industriale, biologico/medico, ambientale/geologico esempi moto di fluidi in tubazioni o intorno ad oggetti (moti interni, moti esterni) scambio di massa attraverso pareti cellulari e membrane fenomeni meteorologici su scala regionale e planetaria meccanismi simili su scala molecolare (analogie fisiche intrinseche) processi risultanti da differenti valori di grandezze <> (velocit, temperatura, concentrazioni) allinterno di una regione, tra due regioni o fasi contigue esempio: diffusione di massa allinterno di una regione gassosa (emissioni di inquinanti) permeazione di principi attivi in applicazioni transdermali assorbimento di gas in fasi liquide o di idrogeno in metalli forze motrici: differenze di concentrazione ci gradienti di concentrazione ci effetti risultanti: flussi del componente i

FENOMENI DI TRASPORTO: NATURA E RUOLO

FENOMENI DI TRASPORTO: NATURA E RUOLO

A B C D E F G

RBC RBC membrane Plasma film around RBC Plasma Plasma film adiacent to capillary wall Endotelium Tissue

FENOMENI DI TRASPORTO: NATURA E RUOLO

scelta dellespressione delle forze motrici: ci o ci : scelta dellapproccio analitico

ci approccio ingegneristico convenzionale (rate process approach) coefficienti di trasferimento e correlazioni empiriche per il calcolo del trasferimento globale

ci approccio fondamentale molecolare (transport approach) propriet di trasporto e leggi costitutive leggi costitutive: equazioni differenziali simili (analogie formali sul piano matematico) possibilit di calcolo delle condizioni locali (profili di velocit, temperatura, concentrazione) possibilit di analisi di processi simultanei di trasporto possibilit di impiego nellanalisi di nuove tecnologie

FENOMENI DI TRASPORTO: NATURA E RUOLO

scelta dellespressione delle forze motrici: ci o ci : scelta dellapproccio analitico


diffusione di H2 in un metallo: profili di concentrazione di H2 nel metallo a tempi differenti

H2 co c = co-cb cb

metallo

rate process approach flusso = k c flusso variabile nel tempo c costante nel tempo k variabile nel tempo

H2

metallo

transport approach flusso = -D c flusso variabile nel tempo D costante nel tempo c variabile nel tempo

MECCANISMI DEI PROCESSI DI TRASPORTO trasporto convettivo - trasporto molecolare dipendente indipendente dal moto di insieme del fluido trasporto convettivo : trasporto simultaneo di massa, quantit di moto, energia trasporto efficace, legato alla velocit del fluido, importante lontano dai contorni del sistema differente efficacia dei processi di trasporto in assenza o in presenza di un moto impresso (interno o esterno) miscelazione di due fluidi dissoluzione di sali raffreddamento di un corpo caldo

trasporto convettivo: complessit dellanalisi legata alla complessit del moto dipendente da: natura del moto (forze motrici, applicate o inerenti), velocit (moti laminari, moti turbolenti) contorni semplici, regolari o irregolari propriet (struttura) del fluido

MECCANISMI DEI PROCESSI DI TRASPORTO

esempio di trasporto molecolare in assenza di meccanismi convettivi : trasporto di energia (calore) in solidi l q T1 (> T2) T2 energia tempo S

T, S,

1 l

fattore di proporzionalit: propriet inerente del materiale di trasportare energia (calore) su scala molecolare: conducibilit termica k

conducibilit termica k legata a meccanismi molecolari (moti traslazionale, vibrazionale, rotazionale) alla struttura microscopica (cristallina/amorfa) in solidi k = 380 W / m . K (rame) 0.04- 0.13 W / m . K (legno)

trasporto convettivo e trasporto molecolare possono coesistere in fluidi e avere direzioni uguali o differenti differenti velocit di trasporto trasporto convettivo trasporto molecolare

MECCANISMI DEI PROCESSI DI TRASPORTO conducibilit termica k di materiali

conducibilit termica k di elementi

MECCANISMI DEI PROCESSI DI TRASPORTO conducibilit termica k di materiali (W m-1 K-1)

conducibilit termica k di elementi

MECCANISMI DEI PROCESSI DI TRASPORTO conducibilit termica k di elementi

FORZE MOTRICI DEI PROCESSI DI TRASPORTO processo di trasporto molecolare tra punti / regioni diverse di uno stesso sistema / fase oppure di sistemi / fasi diverse comunicanti tra loro attraverso una parete / interfaccia permeabile al processo trasporto molecolare di energia (calore) prodotto da condizioni di non equilibrio termico T 0

velocit di trasporto molecolare in direzione x da alta T a bassa T velocit di trasporto dipendente da differenza di temperatura T e distanza x

T grandezza misurabile e controllabile

dalla velocit di trasporto dipendono: le dimensioni dellapparecchiatura destinata allo scambio termico (condizione di progetto) la capacit di scambio termico di unapparecchiatura esistente (condizione di verifica)

FORZE MOTRICI DEI PROCESSI DI TRASPORTO trasporto molecolare di materia prodotto da condizioni di non equilibrio chimico: i 0

G U i = = n n i S, V, n j ni i T, P, n j ni
velocit di trasporto molecolare della specie i in direzione x da alto potenziale chimico i a basso potenziale i velocit di trasporto dipendente da differenza di potenziale i e distanza x

i grandezza di riferimento necessaria


in presenza di pi cause fisiche del trasporto di materia (effetti di concentrazione, temperatura, pressione)

i grandezza non misurabile (direttamente)


sostituzione con concentrazioni in termini volumetrici densit di massa i o densit (concentrazione) molare ci
i =

in termini relativi frazione di massa i o frazione molare xi


i = i i xi = ci ci

mi V

ci =

ni V

FORZE MOTRICI DEI PROCESSI DI TRASPORTO trasporto molecolare di quantit di moto (mv, m v ) da regione di alta velocit v a regione di bassa v

m v grandezza vettoriale (non scalare)


due direzioni distinte della velocit (z) e del trasporto di quantit di moto (x)

alta v bassa v

z rappresentazione formale pi complessa (ricorso a grandezze tensoriali) per tener conto delle due direzioni

FLUSSI trasporto molecolare flusso diffusivo trasporto convettivo flusso convettivo flusso F di una propriet estensiva : quantit di che attraversa una sezione unitaria nellunit di tempo A

& =

d dt

portata di attraverso la sezione A normale alla direzione del trasporto

F =

& A
=

concentrazione volumetrica di : portata volumetrica:

& V= v A

flusso convettivo di attraverso la sezione A flusso convettivo di in un punto

& V F = = v A

F = v

flusso F : grandezza vettoriale (F o F )

CONCENTRAZIONI VOLUMETRICHE E FLUSSI concentrazione volumetrica flusso convettivo in direzione x

energia cinetica

1 mv 2 1 2 = v 2 V 2
entalpia

1 2 v vx 2

mH = H = c p (T T 0 ) V

c p (T T 0 ) v x

massa (specie A)

, cA

A v x

, c Av x

quantit di moto (momento)

mv x = vx V mvy = vy V mvz = vz V
flusso diffusivi

( v x ) v x
( v y ) v x

( v z ) v x

equazioni costitutive del trasporto molecolare

EQUAZIONI COSTITUTIVE relazioni matematiche tra flussi diffusivi e forze motrici su scala molecolare (puntuale) trasporto molecolare di energia (calore) osservazioni di Fourier x

T & Q = k Ax x
Ax

& Q
T1 x T2

q=k

T x

flusso di calore

relazione valida per ogni x x 0

dT q=k dx
flusso orientato da alta T (T1) a bassa T (T2)

dT <0 dx

flusso in direzione opposta al gradiente di temperatura

dT q x = k dx

q = k T

legge di Fourier (estensibile in termini vettoriali) conducibilit termica k: propriet di trasporto del materiale

EQUAZIONI COSTITUTIVE trasporto molecolare di materia osservazioni di Fick

diffusione

Ax

x
serbatoio ad alta concentrazione di A serbatoio a bassa concentrazione di A

J Ax = cD Am

x A x
dx A dx

flusso diffusivo di A x 0

J Ax = cD Am

dx A <0 dx

flusso orientato da alta xA a bassa xA in direzione opposta al gradiente di concentrazione

J Ax = cD Am

dx A dc = D Am A dx dx

a c costante

legge di Fick (estendibile in termini vettoriali)

J = cD Amx A = D Amc A
diffusivit o coefficiente di diffusione DAm: propriet di trasporto del materiale propriet di miscela (A m)

EQUAZIONI COSTITUTIVE trasporto molecolare di quantit di moto osservazioni di Newton alta v bassa v z trasporto di quantit di moto secondo z in direzione x da strati ad alta vz a bassa vz in direzione opposta al gradiente di velocit

xz =

dv z dx

dv z >0 dx

xz flusso di quantit di moto (sforzo tangenziale) primo indice: direzione del trasporto di quantit di moto secondo indice: direzione del moto viscosit : propriet di trasporto del materiale legge di Newton, valida per fluidi semplici (Newtoniani) (indipendente dalle condizioni di moto e dal tempo) legge di Newton generalizzabile in forma tensoriale

= v

ANALOGIE equazioni costitutive (Fourier, Newton, Fick) flusso = forza motrice resistenza flusso gradiente Ohm

propriet di trasporto =

riscrittura delle leggi di Newton e di Fourier

dv z d d xz = = ( v z ) = v ( v z ) dx dx dx dT k d ^ T ) = d ( ^ (T T 0 ) q x = k = ^ ( c p cp dx c p dx dx dc J Ax = DAm A dx
^ v z c pT c A : concentrazioni volumetriche

, , D Am : diffusivit
viscosit cinematica, diffusivit termica D Am diffusivit (di materia) significato analogo, stesse dimensioni ( L2/ t ) confrontabili numericamente numeri caratteristici: Prandtl, Schmidt

ESTENSIONI E GENERALIZZAZIONI equazioni costitutive in coordinate sferiche e cilindriche z y x z r r

componente radiale in coordinate sferiche e cilindriche

dT q r = k dr

J Ar

dc A = D Am dr

dv z rz = dr

equazioni costitutive in forma generalizzata (vettoriale e tensoriale)

q = k T

J = cD Amx A = D Amc A

= v

q J vettori (tre componenti) tensore (nove componenti)


operatore : vettore (tre componenti)

= i + j+ k x z y
gradiente di grandezza scalare gradiente di grandezza vettoriale divergenza di grandezza vettoriale

(in coordinate cartesiane) vettore T c A tensore scalare

operatore

OPERATORE GRADIENTE

z y x z z r

coordinate cartesiane

= i + j+ k x z y

coordinate cilindriche

1 = i + j+ k z r r

coordinate sferiche

1 1 = i + j+ k r r r sin

STATI STAZIONARI E NON equazioni costitutive in differenti coordinate spaziali stati stazionari (grandezze indipendenti dal tempo)

v
x

F
v z (x )
z

v z (x ) lineare in stato stazionario per F costante nel tempo

xz =

F costante nel tempo e nello strato piano A (flusso di quantit di moto costante)

evoluzione della distribuzione di velocit nel tempo verso il profilo lineare (gradiente di velocit costante)

t1

t2> t1

evoluzione analoghe in geometrie analoghe per la distribuzione delle temperature e delle concentrazioni

LEGGI DI CONSERVAZIONE E BILANCI applicazione dei principi di conservazione di energia, di materia e di quantit di moto bilanci di energia, di materia e di quantit di moto per volumi di controllo finiti bilanci di energia, di materia e di quantit di moto in un punto (equazioni differenziali) equazione di conservazione [ input ] - [ output ] + [ sources ] - [ sinks ] = [ accumulation ] da applicare ad un volume di controllo scelta agevole del volume di controllo in condizioni di trasporto monodimensionale z y x Ly Lz
flusso flusso

z Lx
flusso

r+r

z
flusso

LEGGI DI CONSERVAZIONE E BILANCI i termini dellequazione di bilancio vanno intesi come energia, materia e quantit di moto entranti, uscenti, generati o consumati nellunit di tempo [ input ] e [ output ] risultano dal prodotto dei flussi molecolari e convettivi che attraversano le superfici del volume di controllo per le corrispondenti aree [ input ] e [ output ] corrispondono, rispettivamente, ai flussi entranti e uscenti attraverso le superfici seguendo la direzione positiva del sistema di coordinate indipendentemente dalla direzione del flusso reale [ sources ] e [ sinks ] sono i termini legati a processi di generazione e di consumo uniformi allinterno del volume di controllo (termini di generazione positiva e negativa) reazione esotermica ed endotermica

RA V RA

R A H V

velocit di reazione della specie A (moli di A reagenti per unit di volume e di tempo) calore di reazione riferito alla specie A energia per moli di A reagenti (endotermico: negativo, esotermico: positivo) stato stazionario

[ accumulation ] = 0

RISOLUZIONE DEI PROBLEMI: ELEMENTI NECESSARI elementi necessari per la risoluzione dei problemi di trasporto di energia, di materia e di quantit di moto e procedura di risoluzione equazioni di bilancio (equazioni differenziali) (principi di conservazione) equazioni costitutive (equazioni differenziali) (comportamento dei materiali e valori delle propriet di trasporto) combinazione dellequazione di bilancio e dellequazione costitutiva: equazione per la risoluzione del problema (equazione differenziale) soluzione generale attraverso integrazione/i condizioni al contorno e condizioni iniziali (particolarizzazione del problema) (dalla soluzione generale a quella particolare)

CONDIZIONI AL CONTORNO esemplificazione per un problema di trasporto di energia in stato stazionario filo elettrico con guaina esterna LR
flusso

r z 2R1

2R2

TF problema del riscaldamento della guaina calcolo della distribuzione di T Condizioni del sistema (assunzioni, semplificazioni): temperatura del filo costante in direzione z temperatura alla parete interna della guaina (R1) eguale alla temperatura del filo TH temperatura alla parete esterna (R2) eguale alla temperatura del fluido TF dal bilancio di energia in direzione radiale allinterno della guaina (e dallequazione costitutitva)

d dT (r ) =0 dr dr

CONDIZIONI AL CONTORNO r [ input ] - [ output ] = 0 r+r r z L

qr

2rL qr

r + r

2(

r + r ) L = 0
=0

rq r r ( r + r ) qr r

r + r

d rq r = 0 dr

q r = k
dT d r( k ) =0 dr dr d dT r( ) =0 dr dr

dT dr

k costante

due integrazioni : due costanti (C1, C2) da determinare per ricavare la soluzione specifica

T = C1 ln r + C2
due condizioni al contorno del sistema (guaina)

T = TH T = TF
T = TH

per r = R1 per r = R2
r TH TF ln R R1 ln 2 R1

per R1 r R2

CONDIZIONI AL CONTORNO profilo di temperatura nella guaina TF

T TF 1 dT =k H R dr ln 2 r R1 T TF & Q = 2 rL q = 2L k H = cost R ln 2 R1 q = k

TH

condizioni al contorno: due valori di temperatura altre condizioni al contorno nei problemi di trasporto di energia (calore) riguardanti il flusso: a) flusso costante al contorno

qr

R2

= costante per r = R 2 = 0 per r = R2

b) caso di perfetto isolamento

qr

R2

CONDIZIONI AL CONTORNO condizioni al contorno tipiche dei problemi di trasporto di energia, di materia, di quantit di moto sulle variabili energia sui flussi

T = cost
superfici isoterme

dT q i = k = cost dx i

qi = 0
perfetto isolamento (adiabaticit)

materia

J Ai

dc A = D = cost dx i

c A = cost
equilibrio allinterfaccia

da velocit di reazione alla superficie (catalisi eterogenea) impermeabilit

J Ai = 0
dv j dx i

quantit di moto
velocit dei contorni mobili (assenza di slittamento) contorni fissi (assenza di slittamento)

v j = cost vj =0

ij =

= cost
xi
+

ij

xi

= ij

allinterfaccia tra due fluidi

ij = 0
allinterfaccia gas/liquido

TRASPORTO MOLECOLARE DI ENERGIA (CALORE) IN STATO STAZIONARIO Trasporto assiale in un corpo cilindrico r TH z L superficie isolata superficie isolata 2R TC

qr = 0
flusso

[ input ] - [ output ] = 0

qz

qz
z

z + z
z + z

=0

2R z z+z

qz z qz

=0

dq z =0 dz

qz = cost = C1
k dT = C1 dz
k costante

dT q z = k dz

T =

C1 z + C2 k

T = TH T = TC

per z = 0 per z = L

z T = TH ( TH TC ) L TC TH dT T =k q z = k = k z L dz

TRASPORTO MOLECOLARE DI ENERGIA (CALORE) IN STATO STAZIONARIO Trasporto di calore attraverso una parete T0 T1 x Ly Ta Lz L1 L2 [ input ] - [ output ] = 0 T2 due strati (I : muro (L1), II: isolante (L2) ) flusso monodirezionale (parete molto estesa) x x

y z
flusso

TF

qx x

qx x + x

q x x L L q x x + x L L = 0
y z y z

q x x q x x + x x

=0

dqx =0 dx

qx = C1
, L1 x L1 + L2
isolante
II

analisi valida per

0 x L1
parete
I

q x = C1
1 condizione al contorno (interfaccia muro/isolante)

q x = C1
II

II

q x = q x = C1 ( = C1 = C1 )

II

x = L1

TRASPORTO MOLECOLARE DI ENERGIA (CALORE) IN STATO STAZIONARIO dalla legge di Fourier:


II dT I II II dT = C1 = q x = k q x = k dx dx C C1 I II T I = 1 x + C2 T II = II x + C2 kI k 0 x L1 L1 x L1 + L2 I I

parete

isolante

condizione al contorno (interfaccia ambiente interno/muro)

x=0

T I = TF T I = T II = Ti
T II = Ta

condizione al contorno (interfaccia muro/isolante)

condizione al contorno 4 (interfaccia isolante/ambiente esterno)

x = L1

x = L1 + L2
2 3 4

C2 = TF

TI =

C1 x + TF I k C2
II

C C1 II TF 1 L1 = C2 II L1 kI k
C1 = TF Ta = qx L1 L2 + II I k k

1 1 = TF + C1L1( II I ) k k
potenziale resistenza

flusso =

TRASPORTO MOLECOLARE DI ENERGIA (CALORE) IN STATO STAZIONARIO

0 x L1
parete

L1 x L1 + L2
isolante
II

T I = TF

TF Ta x L1 L2 k I + II I k k

TF Ta T = TF L1 L2 + II I k k TF Ta Ti = TF k I L2 1 + II k L1 L1 L2 resistenze in serie , II I k k

L1 x L1 I + II k k

ruolo della conduttivit e dello spessore dello strato isolante


KII decrescente

L2 maggiore kII minore resistenza maggiore flusso minore

TI T i

T II
KII= KI

C1 =

TF Ta = qx L1 L2 + II I k k

Ti maggiore

TRASPORTO MOLECOLARE DI ENERGIA (CALORE) IN STATO STAZIONARIO Distribuzione radiale della temperatura in un filo conduttore temperatura esterna costante Ta r
flusso solo flusso radiale qr

L/R >> 1

r+r z z r

2R

generazione uniforme di calore (effetto Joule) [ input ] - [ output ] + [ sources ] = 0

qr

2rz qr
qr
r

r + r

2(r + r )z + Se 2rrz = 0
r + r

r qr

( r + r )

r d (rq r ) = Se r dr 1 1 C qr = Se r + 1 rq r = Se r 2 + C1 2 2 r
qr grandezza finita, ovvero per vincoli di simmetria

+ Se r = 0

C1 = 0

qr

r =0

=0

TRASPORTO MOLECOLARE DI ENERGIA (CALORE) IN STATO STAZIONARIO

dT 1 qr = Se r = k dr 2 T = Se 2 r + C2 4k

K costante

condizione al contorno esterno: T = Ta

Se R 2 r 2 T = Ta + 1 ( ) 4k R
a parit di condizioni esterne (Ta), riscaldamento controllato dalla conducibilit del materiale

k1 k 2 > k1

TRASPORTO MOLECOLARE DI ENERGIA (CALORE) IN STATO STAZIONARIO Alette di raffreddamento dissipazione di calore da un corpo caldo proporzionale alla superficie e alla differenza di temperatura tra superficie ed ambiente incremento della superficie di scambio con alette sottili metalliche (alette di raffreddamento) necessit di avere la pi alta differenza possibile di temperatura tra superficie ed ambiente esterno su tutta laletta materiale di alta conducibilit termica: alette metalliche alette sottili (sviluppo mono- o bidimensionale) ragioni strutturali conservazione di un profilo alto di T in senso assiale

TRASPORTO MOLECOLARE DI ENERGIA (CALORE) IN STATO STAZIONARIO

TRASPORTO MOLECOLARE DI ENERGIA (CALORE) IN STATO STAZIONARIO r z Tw L Ta Aletta di raffreddamento z 2R (2R<<L) analisi monodimensionale (T funzione di z)

[ input ] - [ output ] - [ sinks ] = 0

dissipazione dovuta alla differenza di temperatura tra superficie T(z) e ambiente Ta regolata dalla legge di raffreddamento di Newton

qr = hT = h (T Ta )
h: coefficiente di trasmissione termica dipendente dai moti convettivi attorno alla superficie

dissipazione relativa al tratto di lunghezza z:

& QS = h(T Ta ) 2Rz


riconducibile ad un termine di volume ( sink )

& & & QS = QV = qV R 2 z

& QS & qV = R 2 z

TRASPORTO MOLECOLARE DI ENERGIA (CALORE) IN STATO STAZIONARIO

qz z R 2 qz z + z R 2 h(T Ta ) 2Rz = 0
dT q z = k dz dqz h (T Ta ) 2 =0 dz R

d 2T 2h = ( T Ta ) 2 dz kR
e ponendo

usando variabili adimensionali

T Ta ( 0 1) Tw Ta z = (0 1) L

h =

2h kR

N = h L
d 2 = N 2 d 2

d 2T 2h = (T Ta ) 2 dz kR
soluzione generale :

= C1sinh( N ) + C2cosh( N )
condizioni al contorno

T = Tw

per z = 0

= 1 per = 0

dT qz= 0 = 0 per z = L dz d = 0 per = 1 d

TRASPORTO MOLECOLARE DI ENERGIA (CALORE) IN STATO STAZIONARIO

T Ta = = cosh N tan h N sinh N Tw Ta cosh N( 1 )


= cosh N =
120

1 cosh N

per = 1

2h N=L kR

80 T (C) 40

alluminio k = 206 J m-1 s-1 K-1 2R = 2.54 cm h = 17 J m-2 s-1 K-1 Tw= 120C Ta = 25C

0 0 30 z (cm)
120

60

90

importante ruolo di k
T (C)

80

alluminio legno

40

0 0 30 z (cm) 60 90

TRASPORTO MOLECOLARE DI ENERGIA (CALORE) IN STATO STAZIONARIO efficienza dellaletta calore dissipato con T(z) reale calore massimo teorico (per T = Tw)

calore dissipato dalla superficie dellaletta nel tratto di lunghezza z

Q = h (T Ta ) 2Rz dQ = h (T Ta ) 2Rdz
L L

z 0

calore dissipato dallintera superficie dellaletta

Q = h (T Ta ) 2Rdz = 2Rh (T Ta )dz


0 0

h indipendente da z calore dissipato eguale al calore ceduto dalla parete calda allaletta

Q = R 2 qz z =0 = R 2 ( k

dT ) dz z =0
L

calore massimo teorico

Q = h (Tw Ta ) 2Rdz = 2Rh (Tw Ta )dz


0 0

TRASPORTO MOLECOLARE DI ENERGIA (CALORE) IN STATO STAZIONARIO calore dissipato con T(z) reale efficienza = dellaletta calore massimo teorico (per T = Tw)

2Rh (T Ta )dz 2 Rh (Tw Ta )dz


0 0 L

(T Ta ) (Tw Ta ) dz 0

dz
0

d
0

d
0

= d
0

tanh N = d = N 0

0
1 0.8
1

0.6
0.4 0.2 0 0 2 4 6 8 10

0.1 0.1 1 10

2h N = Lh = L kR
alta efficienza k grande (L piccolo, h piccolo, R grande)

TRASPORTO MOLECOLARE DI ENERGIA (CALORE) IN STATO NON STAZIONARIO problemi in stato non stazionario equazioni differenziali a derivate parziali riducibili a equazioni differenziali ordinarie con semplificazioni Esempio: processo di riscaldamento di una sfera metallica
termocoppia

sfera metallica (temperatura iniziale T0 ) immersa in un bagno con temperatura TH


elemento riscaldante

TH costante nel tempo TH > T0

scambio di calore tra fluido e superficie della sfera variabile nel tempo e governato dalla legge di Newton

& Q = 4 R 2 h (TH T R )
distribuzione di temperatura allinterno della sfera T(r) ?

TRASPORTO MOLECOLARE DI ENERGIA (CALORE) IN STATO NON STAZIONARIO [ input ] - [ output ] = [ accumulation ] r
flusso

[ input ] - [ output ] = r+r

4r 2 qr r t 4( r + r ) 2 qr

r + r

t =

( 4( r 2 qr ) r 4( r 2 qr ) r + r ) t
[ accumulation ] aumento di energia interna U nel tempo

4 r 2 q r

^ (( ) (r q ) )t = (U
2 r r r + r

t + t

U t 4r 2 r

t , r 0
1 U ( r 2q r ) = 2 t r r
^

riducibile ad una sola variabile dipendente (temperatura) tramite T ^ ^ 0 ^ T T 0 q = k U = c T T c e


V

T k 1 2 T = ^ 2 r t c P r r r
condizioni al contorno

condizione iniziale

T = 0 per r = 0 r T k = h( T R TH ) r

T = T0

per t = 0

per r = R

TRASPORTO MOLECOLARE DI ENERGIA (CALORE) IN STATO NON STAZIONARIO t

r/R

r/R

r/R

soluzione esatta per via numerica: T(r,t) soluzione approssimata in forma chiusa per la cinetica di riscaldamento T(t)

ipotesi semplificativa: T uniforme allinterno della sfera calore scambiato = termine di generazione = accumulo [ sources ] = [ accumulation ]

4R 2 h (TH T ) t = U t + t U t
^ (U ^ c p
t + t

U t

( ^ ^ ) 4 R 3 ) = ^ T c
p

dT 3h (TH T ) = dt R

TRASPORTO MOLECOLARE DI ENERGIA (CALORE) IN STATO NON STAZIONARIO

3h ln (TH T ) = t + C1 = t + C1 ^R c p 3h = ^ c p R

T = T0
ln

per t = 0

C1 = ln (TH T 0 )

(TH T ) = t (TH T0 )

T = TH (TH T0 )exp( t )
verifica sperimentale
60 40 20 0 0 10 20 30 40 50

sfera di alluminio (R = 2.5 cm) (T0 = 0C, TH = 57C)


1 t (s)

3h = ^ = 0.039 c pR
= 2.65 g cm-3 ^ cP= 0.92 J g-1K-1

(TH -T)/(T H -To)


0.1 0 10 20 30 40 50

t (s)

h = 0.079 J ( cm 2 s 1K 1 )

TRASPORTO MOLECOLARE DI ENERGIA (CALORE) aletta di raffreddamento

d 2T 2h ( T Ta ) = 2 dz kR
coshN ( 1 ) = cosh N

h costante

h: coefficiente di trasmissione termica dipendente dai moti convettivi attorno alla superficie in assenza di moti prodotti da forze esterne (convezione forzata) h dipende dallintensit dei moti convettivi naturali, prodotti dal gradiente di densit locale
1/ 4 h dipende da T1/4 h = C (T Ta ) h dipende da z: h maggiore per z minore

d 2T 2C (T Ta )5 / 4 = d z2 k R
120

migliore accordo con i dati sperimentali

80 T (C) 40

0 0 30 z (cm) 60 90

ANALOGIE E SIMILITUDINI analogie e similitudini tra problemi di trasporto riconoscibili attraverso lanalisi adimensionale (equazioni in forma adimensionale, gruppi adimensionali) confronto tra propriet, riconoscimento dei fattori fisici determinanti soluzione di problemi per analogia, semplificazione di problemi (trasformazione di equazioni differenziali a derivate parziali in equazioni differenziali ordinarie) diffusivit e gruppi adimensionali

J Ax

dc A = D Am dx

d ^ T ) = d ( v ) q x = ( c P yx x dx dx

D Am , ,

diffusivit ( l 2t 1 )

diffusivit termica k diffusivit di quantit di moto Sc = = diffusivit di massa DAm DAm k diffusivit termica Le = = ^ diffusivit di massa DAm c P DAm Pr e Sc presenti nelle analisi di problemi riguardanti moti convettivi combinati con conduzione di calore o con diffusione di massa

Pr =

numeri di Prandtl, Schmidt, Lewis ^ c diffusivit di quantit di moto

ANALISI DEI PROBLEMI IN TERMINI ADIMENSIONALI riscaldamento di una sfera metallica : T( r , t )


r flusso

r+r

T 1 T = 2 ( r2 ) t r r r
condizioni al contorno

k = ^ c P

condizione iniziale

T T = T0 = 0 per r = 0 r T k = h TH T R per r = R r R

per t = 0

TH = R

k T h r

moti convettivi elevati

TH

moti convettivi molto limitati

h 0

T TH = T0 TH

r = R

t t = tc

T 0 r R qr R 0

T T t T0 TH = = t t t t c t
T T T0 TH = = r r R

trasformazione delle derivate

t c 1 2 = 2 2 ( ) * R t

ANALISI DEI PROBLEMI IN TERMINI ADIMENSIONALI

1 2 ( ) = 2 * t
condizioni al contorno

R2 tc =

t* Fo
numero di Fourier

condizione iniziale

= 0 per = 0 1 = per = 1 m

=1
k m= hR

per t = 0
1/ m
modulo di Biot

soluzione:

= f( , t, m )
m rappresentazione grafica carte di Gurney-Lurie

ANALISI DEI PROBLEMI IN TERMINI ADIMENSIONALI

k m= hR
T TH = T 0 TH

r = R

t t = 2 R

ANALISI DEI PROBLEMI IN TERMINI ADIMENSIONALI carta di Gurney-Lurie per geometria cilindrica

ANALISI DEI PROBLEMI IN TERMINI ADIMENSIONALI carta di Gurney-Lurie per geometria rettangolare

SEMPLIFICAZIONE DI PROBLEMI semplificazione di problemi di stato transitorio nella fase iniziale: trasformazione di equazioni differenziali a derivate parziali in equazioni differenziali ordinarie Ts z riscaldamento di un mezzo solido messo a contatto con una parete calda

T 2T = 2 t z
condizione iniziale

condizioni al contorno

T = Ts T = T0
= z t

per z = 0 , t > 0 per z = , t > 0 T = Ts T = T0

T = T0

per t = 0

condizioni iniziali e al contorno

z = 4t

per = 0 , = 0 per = , =

T T0 Ts T0
2 = 1

d 2 d + 2 =0 2 d d
z/ 4 t 2

e
0

d = 1 erf

z 4 t

la variazione di temperatura con z si riduce all 1% del totale per 2

z 4 t

SEMPLIFICAZIONE DI PROBLEMI semplificazione (strato limite)

1 0.8 0.6 0.4 0.2 0 0 0.5 1

= 0.01

1 0.8

strato limite

1.5

0.6 0.4 0.2

z = 4t

T T0 = Ts T0

0 0 0.5 1

1.5

d 1 T dT d = = ( Ts T0 ) ( ) d t d d t 2t d T dT d = = ( Ts T0 ) d z z d d z
2T d 2 ( Ts T0 ) d 2 = = ( Ts T0 ) 2 z z d z z2 d 2
2 ( Ts T0 ) d 2 1 d = ( Ts T0 ) 2t d 2 d z2 d 2 d + 2 =0 2 d d

TRASPORTO MOLECOLARE DI MATERIA

trasporto molecolare di materia oggetto dellanalisi: miscele di due o pi componenti maggiore complessit dellanalisi del processo di trasporto rispetto agli altri processi molecolari: propriet di miscela (non di una singola specie) maggiore difficolt di previsione delle propriet

diffusione di materia: processo di trasporto molecolare legato al moto molecolare di una specie A ed allo stato di non equilibrio del sistema, prodotto da un gradiente di potenziale chimico (differenze di concentrazione di A nel sistema) risultante in un moto (flusso) netto della specie A orientato e differente da quello delle altre specie, distinto per causa e direzione dalleventuale moto convettivo dellintero sistema

necessit di definire in maniera appropriata le grandezze (flussi e gradienti) utili per lanalisi

TRASPORTO MOLECOLARE DI MATERIA: FLUSSI DIFFUSIVI moto molecolare (Browniano) in stato di equilibrio moto molecolare diffusionale in stato di non equilibrio direzione del gradiente di potenziale

moto molecolare diffusionale di A + moto convettivo dinsieme nella stessa direzione

moto molecolare diffusionale di A + moto convettivo dinsieme in direzione opposta trasporto molecolare di A legato alla velocit relativa (velocit di A relativa alla velocit del sistema) scelta duplice per la concentrazione: i (massiva), ci (molare)

TRASPORTO MOLECOLARE DI MATERIA: FLUSSI DIFFUSIVI flusso massivo della specie i flusso molare della specie i

ni = i v i
velocit media ponderale

N i = ci v i
velocit media molare

v v=
i i

c v = c
i i

flusso diffusionale molare della specie i

J i* = ci ( v i v * ) J i = ci ( v i v)

Ji Ji

per

v v*

relazione tra i flussi molari

J i = ci ( v i v) = ci v i ci

c v c
j j j j

ci = ci v i c

c v
j j

J i = ci vi xi c j v j = N i xi N j

J = N x N = N x N
i i i j i i i i i j i i j

=0

Ji = 0
i

JA = JB

sistema binario

TRASPORTO MOLECOLARE DI MATERIA: FLUSSI DIFFUSIVI LEGGE DI FICK flusso diffusionale molare della specie A regolato dalla legge di Fick

J A = N A x A ( N A + N B ) = c DAB x A

sistema binario

per c costante

J A = DAB c A
[ L2 t-1 ]

DAB = DBA DAB diffusivit: propriet di miscela J A + J B = c DAB x A c DBAxB = 0 DAB x A + DBAxB = 0 x A + xB = 0 DAB = DBA

N A = c DAB x A + x A ( N A + N B )
flusso flusso diffusionale convettivo

sistema binario

flusso complessivo risultante dalla somma dei flussi molecolare e convettivo

Ni = J i + xi c j v j = J i + xi c j v = J i + xi c v = J i + ci v
j j

TRASPORTO MOLECOLARE DI MATERIA: DIFFUSIONE ATTRAVERSO UNO STRATO esempio di diffusione di materia: strato attraversato da una o pi specie (membrana solida, film gassoso) flusso di una singola specie (A) in direzione z (membrana semipermeabile I-I) z Ly Lx, Ly estesi rispetto a analisi in forma monodimensionale

flusso

Lx y

I concentrazioni di A nello strato flusso (lato liquido, lato gas) costanti nel tempo: di A analisi in stato stazionario z=0 z= xA0, xB0 xA, xB liquido z NBz = 0 I z gas

membrana semipermeabile xA > xA0

flusso NAz da lato gas a lato liquido

N Az = J Az + x A ( N Az + N Bz ) N Bz = J Bz + xB ( N Az + N Bz ) 1 N Az = J Az 1 xA dal bilancio relativo a z Lx Ly N Az z Lx Ly N Az


z + z

=0

TRASPORTO MOLECOLARE DI MATERIA: DIFFUSIONE ATTRAVERSO UNO STRATO

NAz z NAz z + z z

=0
z 0

dN Az =0 dz

N Az = cost = A1

N Az = J Az

dx 1 1 = cDAB A 1 xA dz 1 x A

dx A 1 = A1 dz cDAB 1 xA 1 ln (1 x A ) = A1 z + A2 cDAB
z=0 z= x = xA0 x = xA

A 2 = ln (1 x A0 ) 1 A1 = cDAB (ln (1 x A ) ln (1 x A0 ))
z

1 x A 1 x A = 1 x 1 x A0 A0
xA

distribuzione della concentrazione di A nello strato per differenti xA

TRASPORTO MOLECOLARE DI MATERIA: DIFFUSIONE ATTRAVERSO UNO STRATO

N Az = N Az

z =0

= cDAB

1 dx A 1 x A0 dz

z =0

N Az =

cDAB 1 x A ln 1 x A0

stagnant film diffusion NBz = 0 equimolar counterdiffusion NBz = - NAz

N Az = cDAB

dx A dx + x A ( N Az + N Bz ) = cDAB A = A1 dz dz 1 x A = A1 z + A2 cDAB

z=0 z=

x = xA0 = A2 x = xA

A = 1 + A2 cD AB

xA

z x A = ( x A x A 0 ) + x A 0
dx A = cDAB dz x A x A0

N Az = N Az

z =0

= cDAB
z =0

TRASPORTO MOLECOLARE DI MATERIA DIFFUSIONE IN UNA PARTICELLA CATALITICA catalisi eterogenea (reazione alla superficie di un catalizzatore) particelle catalitiche (alta superficie specifica = alta porosit) efficacia della reazione legata alla diffusione dei reagenti allinterno dei pori

zeolite bisolfuro di molibdeno sintetico

foam catalyst zeolite sintetica (nanosheets)

TRASPORTO MOLECOLARE DI MATERIA DIFFUSIONE IN UNA PARTICELLA CATALITICA

TRASPORTO MOLECOLARE DI MATERIA DIFFUSIONE IN UNA PARTICELLA CATALITICA catalisi eterogenea (reazione alla superficie di un catalizzatore) particelle catalitiche (alta superficie specifica = alta porosit) efficacia della reazione legata alla diffusione dei reagenti allinterno dei pori idealizzazione del sistema e semplificazione del problema diffusione in un poro cilindrico L z D AB AB reazione irreversibile di primo ordine

RA cA , S RA = kr cA DL

(RA )s = kr cA
cA = cA ( z), cA cA (r )

D << L riduzione a problema monodimensionale

termine di consumo di A (superficiale) ridotto a termine di consumo riferito al volume

kr cA DL 4kr cA = ( RA )V = 2 D L D 4

TRASPORTO MOLECOLARE DI MATERIA DIFFUSIONE IN UNA PARTICELLA CATALITICA analogia con il problema del trasporto di calore (assiale) in un corpo cilindrico

N Az z

D2 D2 D2 N Az z +z ( RA )V z = 0 4 4 4
output sink

input

z 0

d N Az ( R A )V = 0 dz

D << L riduzione a problema monodimensionale dalla stechiometria di reazione:

N Az = NBz

equimolar counterdiffusion

N Az = cDAB

dx A dc + x A ( N Az + N Bz ) = DAB A dz dz

d dcA 4kr cA d 2cA 4kr cA (DAB ) = DAB 2 =0 dz dz D dz D


DAB costante

TRASPORTO MOLECOLARE DI MATERIA DIFFUSIONE IN UNA PARTICELLA CATALITICA DAB diffusivit molecolare urti molecola-molecola

diametro D >> cammino libero medio molecolare densit medio-alta del fluido bassa densit del fluido urti molecola-parete D comparabile con

diffusivit di Knudsen dipendente dalla geometria

d 2cA 4kr cA Deff =0 2 dz D


Deff diffusivit effettiva, legata alla geometria reale (lunghezza e tortuosit dei percorsi diffusivi reali) e alle condizioni di densit (bassa o alta) z=0 z=L cA = cA0

dc A =0 dz

z=L r=0

N Ar = 0

condizioni al contorno ed equazione differenziale analoghe al caso del raffreddamento di un aletta soluzione analoga

TRASPORTO MOLECOLARE DI MATERIA DIFFUSIONE IN UNA PARTICELLA CATALITICA

d 2T 4h = (T Ta ) 2 dz kD
T Ta = Tw Ta
2

d 2cA 4kr = cA 2 dz Deff D

z = L

cA c A0

z = L

d 2 = Nh d 2 2h Nh =h L h = kR

c d 2 cA = N c2 A d 2 c A0 c A0

c =

2k r Deff R

Nc =c L

cosh N h (1 ) = cosh N h

c A cosh N c (1 ) = c A0 cosh N c

profili assiali analoghi di temperatura e concentrazione espressioni analoghe dellefficienza efficienza = reagente convertito con cA(z) reale massima conversione (per cA = cA0 )

tanh N c cA = d = c Nc 0 A0

TRASPORTO MOLECOLARE DI MATERIA DIFFUSIONE IN UNA PARTICELLA CATALITICA

reactioncontrolled

diffusioncontrolled

fattore di Thiele

N c=
10

2k r L Deff R

0.1 0.1 1

N Nc

kr basso: kr parametro limitante

Deff basso: Deff parametro limitante

TRASPORTO MOLECOLARE DI MATERIA ATTRAVERSO UNA MEMBRANA separazione a membrana: separazione di miscele gassose basata sulla differente diffusivit dei componenti attraverso una membrana (polimerica o ceramica)

H2/CO H 2 / N2 H2 A N2 B CO C

2R1

2R2

analisi della diffusione di H2 r+r attraverso la membrana r per concentrazioni costanti di A, B, C nelle due fasi (stato stazionario)

cAs cCs z cA0 cB0 L

NAr

N Ar r 2rL N Ar r +r 2(r + r) L = 0 d ( N Ar r ) = 0 dr N Ar r = cost = A1

TRASPORTO MOLECOLARE DI MATERIA ATTRAVERSO UNA MEMBRANA lequazione costitutiva pu essere semplificata (piccolo valore di xA)

N Ar = J Ar + xA ( N Ar + NBr + NCr ) J Ar

N Ar J Ar = cDA

dx A dc = DA A dr dr
c costante

DA diffusivit di A attraverso la membrana

dc A A 1 = 1 dr DA r A c A = 1 ln r + A2 DA
condizioni al contorno

cA = cA0 r = R1 cA = cAs r = R2

A1 , A2
cAs

r ln c A 0 c A R1 = R2 c A0 c As ln R1
N Ar DA c A0 c As = r ln R2 R1 N Ar
R2

cA0

DA c A0 c As = R2 ln R2 R1

flusso uscente dalla membrana

TRASPORTO MOLECOLARE DI MATERIA ATTRAVERSO UNA MEMBRANA

cA =

A1 lnr + A2 DA

T = C1 ln r + C2
T = TH T = TF per r = R1 per r = R2

cA = cA0 per r = R1
cA = cAs per r = R2

c A0 c A c A0 c As

r R1 = R2 ln ln R1

ln ln

r TH TF ln T = TH R2 R1 ln R1

cAs

cA0

TH

N Ar

R2

DA c A 0 c As = R2 ln R2 R1

qR =
2

k TH TF R2 ln R2 R1

TRASPORTO MOLECOLARE DI MATERIA ATTRAVERSO UNA MEMBRANA

WA = N Ar L

c A0 c As 2R2 = 2DA R R2 ln 2 R1

portata molare uscente (per unit di lunghezza)

WA = 2DA L

c A0 c As R2 ln R1

c A WA = Am D A R c A0 c As 2DA L R2 ln R1 Am = c c DA A0 As R2 R2

Am =

2L( R2 R1 ) A2 A1 = = Aml R2 A2 ln ln R1 A1
area media logaritmica

c A WA = Aml D A R

TRASPORTO MOLECOLARE DI QUANTITA DI MOTO DI QUANTITA trasporto convettivo di quantit di moto nella direzione del moto trasporto molecolare di quantit di moto da regione di alta velocit v a regione di bassa v in direzione diversa da quella del moto condizione di moto laminare: moto ordinato fluido idealmente suddiviso in strati strati paralleli tra loro (regione piana di flusso) strati concentrici tra loro (moto in tubazioni, moto rotazionale in geometrie cilindriche),

alta v bassa v

x trasporto di quantit di moto secondo x in direzione y da strati ad alta vx a bassa vx in direzione opposta al gradiente di velocit yx flusso di quantit di moto (sforzo tangenziale) primo indice: direzione del trasporto di quantit di moto secondo indice: direzione del moto

TRASPORTO MOLECOLARE DI QUANTITA DI MOTO DI QUANTITA FLUSSO TRA PIANI PARALLELI (COUETTE)

F
A b x y

v
v x (y )

F costante nel tempo


F yx = A

v x (y ) lineare in stato stazionario

sforzo tangenziale costante nel tempo e nello strato piano (flusso di quantit di moto costante)

v
y y x y Lx

yx

y + y

yx

Lz
y

yx y Lx Lz yx

y + y

Lx Lz = 0

d yx = 0 dy d dv x ( )=0 dy dy

yx = cost
dv x yx = dy
fluido Newtoniano

TRASPORTO MOLECOLARE DI QUANTITA DI MOTO DI QUANTITA FLUSSO TRA PIANI PARALLELI (COUETTE)

d dv x ( )=0 dy dy

= cost (T = cost)

v x = C1 y + C2

condizioni al contorno

vx = 0 y = 0 vx = v y = b
dv x v = = cost dy b

vx = v

y b

flusso prodotto da contorno mobile e da gradiente di pressione (forze di superficie)

Px
y Lx

yx

y + y

P x+ Lx
Lz

P x P x+ Lx

yx

gradiente di pressione source / sink

yx y Lx Lz yx

y + y

Lx Lz + P x Lz y P x+ L Lz y = 0
x

dyx dy

P x+ L P x
x

Lx

dyx dy

P d dv x ( )= dy dy Lx

P =0 Lx P d dv x ( )= dy dy Lx

TRASPORTO MOLECOLARE DI QUANTITA DI MOTO DI QUANTITA FLUSSO TRA PIANI PARALLELI (COUETTE)

dv x P y + C1 = dy Lx P y 2 + C1 y + C2 vx = Lx 2
condizioni al contorno

vx = 0 y = 0 vx = v y = b
2

C1 C2

y 2 y P b y vx = +v Lx 2 b b b
1 0.8 0.6 y/b 0.4 0.2 0 0 0.2 0.4 0.6 v(y) / v 0.8 1

P<0

P<0

velocit media portata volumetrica

P b2 v + vx = 12 Lx 2 P Lzb3 v + Lzb v x Lzb = 12 Lx 2

TRASPORTO MOLECOLARE DI QUANTITA DI MOTO QUANTITA FLUSSO SU SUPERFICI flusso prodotto dal campo gravitazionale (forze di volume) esempio: flusso di condensato su superficie cilindrica in condensatore (lato mantello)

r R L z

rz
f
forza peso = source

rz r +r

r r+r

rz r 2rL rz r +r 2(r + r ) L + g z 2rrL = 0

1d (rrz ) + g z = 0 r dr g z r C1 + rz = 2 r
rz = 0 per r = R + f

condizione allinterfaccia film/gas

C1 =

g z ( R + f )2 2

TRASPORTO MOLECOLARE DI QUANTITA DI MOTO QUANTITA FLUSSO SU SUPERFICI

( R + f )2 d v z g z (r ) rz = = dr r 2 2 g z 2 g z ( R + f ) vz = r + ln r + C2 4 2
condizione allinterfaccia film/parete

vz = 0 per r = R
2

r 2 g z ( R + f ) r g z R2 ln vz = 1 ( ) + R R 2 4

r/R 1 0 1 2 v 3 4 5 6 1.0025 1.005 1.0075 1.01

R + f

TRASPORTO MOLECOLARE DI QUANTITA DI MOTO DI QUANTITA FLUSSO IN TUBI flusso prodotto dal campo gravitazionale e da forze di pressione

rz r +r

Pz

rz

P z+z

flusso laminare sviluppato, stazionario e isotermo

rz r 2 r z rz r +r 2 (r + r ) z + P z 2 r r P z+z 2 r r + g sin 2 r r z = 0
fluido incomprimibile

rz r 2 r z rz r +r 2( r + r ) z +

(2 rr v z )(v z ) z=0 (2 rr v z )(v z ) z=L = 0

P z 2 r r P z+z 2 r r + g sin 2 r r z +

TRASPORTO MOLECOLARE DI QUANTITA DI MOTO DI QUANTITA FLUSSO IN TUBI flusso prodotto dal campo gravitazionale e da forze di pressione

rz r +r

Pz

rz

P z+z

flusso laminare sviluppato, stazionario e isotermo

rz r 2 r z rz r +r 2 (r + r ) z +
P z 2 r r P z+z 2 r r + g sin 2 r r z = 0
(r rz ) r (r rz ) r +r r +r
P z P z+z

+ r g sin = 0

pressione modificata: somma degli effetti della pressione e del campo gravitazionale

= P + g sin z
=z+z z =- P z+z + P z + g sin z (r rz ) r (r rz ) r +r r +r =0 z

TRASPORTO MOLECOLARE DI QUANTITA DI MOTO DI QUANTITA FLUSSO IN TUBI

d d (r rz ) +r =0 dz dr 1 d (r rz ) d = = r dr dz L r C1 + rz = L 2 r
condizione sullasse: r = 0 rz = finito

C1 = 0

rz =

r dv = z L 2 dr

r 2 R 2 vz = 1 ( ) 4L R

Q = vz R =
2

R v 2r 0 z

R 4 dr = 8L

equazione di Hagen - Poiseuille

vz/vz max

R 2 vz,max vz = = 8L 2

r/R

TRASPORTO MOLECOLARE DI QUANTITA DI MOTO DI QUANTITA FLUSSO IN TUBI

rz

distribuzione radiale dello sforzo tangenziale fluidi newtoniani fluidi non newtoniani 1 : pseudoplastico 2 : dilatante

1
dvz dr
2

2 (< 1 )

dvz dr
1 distribuzione radiale del gradiente di velocit

distribuzione radiale del gradiente di velocit

vz
1 2

vz
1 2

distribuzione radiale della velocit

distribuzione radiale della velocit

TRASPORTO MOLECOLARE DI QUANTITA DI MOTO DI QUANTITA FLUSSO IN TUBI fluidi newtoniani e non:
dvz rz = dr dvz rz dr
dv z dr

rz

rz funzione lineare e non


di

rz

dvz dr
gradiente di velocit: profilo lineare e non

dvz dr

velocit: profilo parabolico e non

vz

Q andamento lineare e non della portata in funzione della perdita di carico P

PROPRIETA DI TRASPORTO PROPRIETA TRASPORTO METODI DI CALCOLO TEORICO E CORRELAZIONI propriet di trasporto: valori numerici approcci teorici dati sperimentali

metodi predittivi

equazioni di correlazione

possibilit di previsione teorica legate alla congruit del modello fisico

gas diluiti (bassa densit)

liquidi

viscosit conducibilit termica diffusivit teoria elementare dei gas teoria di Chapman Enskog

viscosit teoria di Eyring

PROPRIETA DI TRASPORTO PROPRIETA TRASPORTO VISCOSITA DI GAS DILUITI VISCOSITA DILUITI teoria cinetica elementare dei gas molecole = sfere rigide distanza intermolecolare media >> diametro molecolare d (assenza di interazioni) potenziale di interazione vs distanza hard sphere potential d r

dalla teoria cinetica:

8kT u= m

velocit media frequenza di attraversamento di unarea unitaria (n: densit numerica molecolare) cammino libero medio molecolare distanza media tra due collisioni in una data direzione

1 Z = nu 4 1 = 2d 2n 2 a= 3

analisi del trasporto di quantit di moto tra strati a differente velocit

PROPRIETA DI TRASPORTO PROPRIETA TRASPORTO VISCOSITA DI GAS DILUITI VISCOSITA DILUITI y x a y-a y+a vx(y) y

in presenza di un gradiente di velocit secondo y: trasferimento netto di quantit di moto attraverso il piano y (differente scambio dai piani y-a e y+a)

yx = Z mvx y a Z mvx y +a

dvx 2 dvx v x y a = v x y a = vx y dy 3 dy dv 2 dv v x y +a = v x y + a x = v x y + x dy 3 dy dvx 1 yx = n m u dy 3 dvx yx = dy


= 2 3
3 2

dvx <0 dy

1 1 = n mu = u 3 3
mkT d2
andamenti reali

previsione teorica

f (P)

f ( P) per P < 10atm

T 0.5

T 0.7

PROPRIETA DI TRASPORTO PROPRIETA TRASPORTO CONDUCIBILITA TERMICA DI GAS DILUITI CONDUCIBILITA

1 k 3T k= 2 d 3m
k f (P ) k f ( P) per P < 1 2 atm

k T 0.5
1 k 3T k= 2 d 3m

k T n>0.5
=
2 3
3 2

mkT d2

~ k 3 k 3 kN 3 R = = ~= 2 m 2 mN 2 M
dalla definizione della capacit termica a volume costante e dalla teoria cinetica elementare (lenergia molecolare legata al solo moto di traslazione delle molecole)

~ d 1 2 ~ d 3 3 ~ 3 U =N CV mu = N kT = kN = R 2 dT 2 dT 2 2 T V k CV = = cV M
secondo la teoria cinetica elementare dei gas le due propriet di trasporto sono correlate tra loro attraverso il calore specifico a volume costante

PROPRIETA DI TRASPORTO PROPRIETA TRASPORTO COEFFICIENTE DI DIFFUSIONE DI GAS DILUITI per una miscela binaria A-B

2 k3 T 3/ 2 DAB = 2 3 3 d AB mAB P
1 d AB = (d A + d B ) 2
DAB T 1.5

1 1 1 1 = m + m mAB 2 A B

DAB P 1

dipendenza differente da temperatura e pressione rispetto alle altre due propriet di trasporto

k e legate alle collisioni molecolari diffusivit DAB legata al moto netto delle molecole (sfavorito dalla densit numerica di molecole (P)

T 3/ 2 DAB P P = c RT = n k T

T 1/ 2 DAB n

PROPRIETA DI TRASPORTO PROPRIETA TRASPORTO E POTENZIALI DI INTERAZIONE potenziali di interazione interatomici e intermolecolari

potenziali di interazione interparticellari

PROPRIETA DI TRASPORTO PROPRIETA TRASPORTO TEORIA DI CHAPMAN-ENSKOG CHAPMAN-ENSKOG teoria rigorosa di Chapman-Enskog per gas monoatomici a bassa densit basata sui potenziali di interazione intermolecolare sostituito da /
1 0.8 0.6 0.4 0.2 0

r/
1 2 3

-0.2 0 -0.4

12 6 (r ) = 4 r r

potenziale di Lennard-Jones

d diametro molecolare sostituito da diametro di collisione , da tabelle o stimata da propriet critiche (o altre)

= 0.77 Tc k

= 0.841 Vc

1/ 3

dal calcolo del contributo delle interazioni intermolecolari: valori di fattori correttivi integrali di collisione , k , D

, k , D : funzioni della temperatura


correzioni nelle dipendenze delle propriet di trasporto dalla temperatura

PROPRIETA DI TRASPORTO PROPRIETA TRASPORTO TEORIA DI CHAPMAN-ENSKOG CHAPMAN-ENSKOG

2 3
3 2

mkT d2

= 2.669 108
k = 2.62 10
23

MT 2
T

1 k 3T k= 2 d 3m 2 k3 T 3/ 2 DAB = 2 3 3 d AB mAB P

M 2

DAB = 1.8824 103

1 1 3 T + M MB A P 2 D AB

1 AB = ( A + B ) 2
in Pa s k in W / m K DAB in m2 / s

AB = A B

T in K P in kPa in nm

= k

funzioni di

kT

PROPRIETA DI TRASPORTO PROPRIETA TRASPORTO NUMERO DI PRANDTL PRANDTL confronto tra trasporto molecolare di quantit di moto e trasporto molecolare di energia: confronto tra diffusivit (numero di Prandtl)

diffusivit di quantit di moto c Pr = = = P= diffusivit termica k k cP 5 R dalla teoria cinetica: cP cP 2 M 5 stesso valore di Pr Pr = = = = per i gas monoatomici k cV 3 R 3 indipendente da T 2M
dalla teoria di Chapman-Enskog:

k 5 = cV 2

2 cP 2 Pr = = 5 cV 3

secondo una correzione semiempirica (Eucken) che tiene conto delle altri componenti di moto (vibrazionali e rotazionali):

k 5 R = cP + 4M

Pr =

CP CP + 1.25R

cP = cP (T) Pr = Pr (T)
T (F) 0 200 600 aria 0.721 0.654 0.680 N2 0.719 0.690 0.686 O2 0.718 0.703 0.688 CO2 0.792 0.730 0.700

PROPRIETA DI TRASPORTO PROPRIETA TRASPORTO DI LIQUIDI E SOLIDI viscosit di liquidi: sistemi Newtoniani e non liquidi omogenei semplici, soluzioni polimeriche e sistemi dispersi a basso contenuto di polimero o di fase dispersa la viscosit dipende solo da T e P e segue la legge di Newton
sistemi Newtoniani sistemi non Newtoniani

sistemi polimerici (soluzioni concentrate, gel, fusi) sistemi dispersi concentrati (sospensioni, emulsioni, schiume) cristalli liquidi (polimerici e non) la viscosit dipende non solo da T e P ma anche dal gradiente di velocit e dal tempo

da sviluppi teorici (Eyring) e dai dati sperimentali: viscosit di liquidi Newtoniani funzione fortemente decrescente con T

= A exp

B T

valida per T distanti da Tc

A e B da tabelle (Reid-Prausnitz-Poling), da correlazione di dati, da relazioni teoriche approssimate

Nh A= V

B = 3.8 Tb

PROPRIETA DI TRASPORTO PROPRIETA TRASPORTO DI LIQUIDI E SOLIDI


sistemi polimerici soluzioni associative gel fisici

gel chimici

fusi, soluzioni ordinarie

gel polimerico (agarosio)

gel polimerico (actina)

sistemi cristallini micellari

PROPRIETA DI TRASPORTO PROPRIETA TRASPORTO DI LIQUIDI E SOLIDI

kaolin

fumed silica

carbon black

multiwall carbon nanotube

red blood cells

PROPRIETA DI TRASPORTO PROPRIETA TRASPORTO DI LIQUIDI E SOLIDI

maionese: evoluzione della struttura in fase di preparazione

water/crude oil

double emulsion

maggior emulsionante

10 m

10 m

emulsione cosmetica inversa

PROPRIETA DI TRASPORTO PROPRIETA TRASPORTO DI LIQUIDI E SOLIDI conducibilit termica di liquidi grandezza di non facile misura sperimentale (effetti legati a moti convettivi naturali) approccio teorico di Bridgman per liquidi puri (modello fisico: reticolo cubico cristallino)

N k = 2.8 ( )2 / 3 k vs V
conducibilit k proporzionale alla velocit del suono vs

vs

C P P CV T

P T

altre relazioni empiriche in manuali (Reid-Prausnitz-Poling) conducibilit termica di solidi correlazione con conducibilit elettrica in conduttori elettrici equazione di Wiedemann-Franz-Lorenz

k = L = 22 29 109 volt2 / K 2 keT


conducibilit termica e diffusivit in solidi legate alle caratteristiche della struttura ( amorfa / cristallina ) ( isotropa / anisotropa ) ( grado di eterogeneit in matrici composite )

PROPRIETA DI TRASPORTO PROPRIETA TRASPORTO DI LIQUIDI E SOLIDI diffusivit di liquidi teoria idrodinamica di Nerst-Einstein (moto equivalente di una sfera A in un liquido viscoso B) (condizioni di creeping flow)

uA DAB = k T FA

1 DAB = k T 6B RA
dimensioni differenti delle molecole A e B

1 DAB = kT 4BRA
dimensioni eguali delle molecole A e B

relazione empirica di Wilke-Chang

BVA DAB in m2 / s T in K B in Pa s VA in m3 / kg mol


0.6

DAB =1.17 10

16

T B M B

(1: solventi non associati, 1.5: etanolo, 2.6: acqua)

B parametro di associazione

PROPRIETA DI TRASPORTO PROPRIETA TRASPORTO DI MISCELE GASSOSE viscosit e conducibilit termica di miscele gassose (bassa densit)

=
i =1 n

xii

x
j =1

j ij

k =
i =1

xi ki

x
j =1

j ij

M 1 + i j j Mi ij = 1/ 2 M 8 1 + i M j
1/ 2

1/ 4

miscela binaria

x11 x22 + x1 + x212 x2 + x121

12 = 21

1 M2 2 M1

viscosit di miscele liquide (equazione di Grunberg-Nissan)

ln = xi ln i + xi x jGij
i =1 i =1 j i

Gij calcolabile con un metodo basato sui contributi di gruppo miscela binaria

ln = x1 ln 1 + x2 ln 2 + G12 x1x2

PROPRIETA DI TRASPORTO PROPRIETA TRASPORTO PREVISIONE DELLA VISCOSITA (NEMD) PREVISIONE DELLA VISCOSITA (NEMD)

United Atom version of the TRAnsferable Potentials for Phase Equilibria (TraPPE-UA)

Reverse Non Equilibrium Molecular Dynamics (RNEMD)


1,2-butanediol 1,3-butanediol 1,4-butanediol 2-methyl-1,3-propanediol 1,2,4-butanetriol

PROPRIETA DI TRASPORTO PROPRIETA TRASPORTO DATI DA LETTERATURA

PROPRIETA DI TRASPORTO PROPRIETA TRASPORTO DATI DA LETTERATURA

PROPRIETA DI TRASPORTO PROPRIETA TRASPORTO DATI DA LETTERATURA

PROPRIETA DI TRASPORTO PROPRIETA TRASPORTO DATI DA LETTERATURA

PROPRIETA DI TRASPORTO PROPRIETA TRASPORTO DATI DA LETTERATURA

PROPRIETA DI TRASPORTO PROPRIETA TRASPORTO DATI DA LETTERATURA

PROPRIETA DI TRASPORTO PROPRIETA TRASPORTO DATI DA LETTERATURA

PROPRIETA DI TRASPORTO PROPRIETA TRASPORTO DATI DA LETTERATURA

PROPRIETA DI TRASPORTO PROPRIETA TRASPORTO DATI DA LETTERATURA

PROPRIETA DI TRASPORTO PROPRIETA TRASPORTO DATI DA LETTERATURA

PROPRIETA DI TRASPORTO PROPRIETA TRASPORTO DATI DA LETTERATURA

PROPRIETA DI TRASPORTO PROPRIETA TRASPORTO DATI DA LETTERATURA

PROPRIETA DI TRASPORTO PROPRIETA TRASPORTO DATI DA LETTERATURA

FLUIDI NON NEWTONIANI sistemi polimerici sospensioni e emulsioni concentrate schiume cristalli liquidi

& = (T , P, xi , , t ) dv & x dy

tipi di comportamento in flusso laminare . . (dipendenza di da , dipendenza di yx da )

a: Newtoniano b: pseudoplastico c: plastico d: dilatante

yx

b a d

log

&
b a d

& log

FLUIDI NON NEWTONIANI EQUAZIONI COSTITUTIVE equazioni costitutive per fluidi non Newtoniani . . (dipendenza di da , dipendenza di yx da ) legge di potenza (power law)

dv x yx = m dy

n1

dv x & = m n dy

& = m n1

pseudoplastico: n < 1, dilatante: n > 1 modelli plastici

& 0

per yx 0
0 + p &

modello di Bingham

yx = 0 p

dv x & = 0 + p dy
n1

modello di Herschel-Bulkley

dv x yx = 0 m dy

dv x & = 0 + m n dy

0 & = + m n1 & 0 & 1 + ()1n


&

modello di Cross

= +
0 = lim
& 0

= lim

FLUIDI NON NEWTONIANI EQUAZIONI COSTITUTIVE microemulsione O/W: crescente carattere pseudoplastico per aggiunte crescenti di Carbopol
1000000
2%

10000

1% 0.5%

100 viscosit (Pa.s) 1


0.25% microemulsione 0.375%

0.01 0.000001

0.0001

0.01

100

10000

velocit di deformazione (s-1)

FLUIDI NON NEWTONIANI EQUAZIONI COSTITUTIVE microemulsione O/W 1% Carbopol: confronto con modelli

log
Cross power law Herschel-Bulkley

& log

FLUIDI NON NEWTONIANI PROPRIETA TEMPO-DIPENDENTI PROPRIETA TEMPO-DIPENDENTI differenti risposte a variazioni di condizioni di moto (differenti v, differenti gradienti di velocit)
dv x dy

& 2

& 1

& 1

yx
1

2 1
t

comportamento tempo-dipendente tissotropico associato a comportamento pseudoplastico

yx & > 0 <0 t yx & < 0 >0 t 1 2 1 = > 2 = & & 2 1