Sei sulla pagina 1di 164

VIESMANN Apparecchi ibridi

Unità ibride compatte a gas


Pompe di calore per il funzionamento ibrido, 1,2 - 19,5 kW

Indicazioni per la progettazione

VITOCALDENS 222-F VITOCAL 250-S


Unità ibrida compatta a gas Pompa di calore aria/acqua per il funzionamento ibrido:
■ Modulo a condensazione ■ Pompa di calore con compressore ad azionamento elet-
Con bruciatore modulante cilindrico MatriX per funziona- trico in struttura split, predisposta per un funzionamento
mento a camera stagna ibrido con una caldaia esterna fino a 30 kW
■ Modulo pompa di calore ■ Costituita da un'unità esterna e una interna
con sistema idraulico incorporato per l'integrazione intelli- ■ Per riscaldamento, raffrescamento e produzione d'acqua
gente di un'unità esterna pompe di calore modulanti calda sanitaria in impianti di riscaldamento
■ Bollitore ad accumulo integrato Unità interna con regolazione della pompa di calore
Con 130 l di capacità per acqua sanitaria con un grado nor- Vitotronic 200, tipo WO1C con Hybrid Pro Control, pompa
male di durezza (< 20 °dH/< 3,6 mol/m3) di circolazione ad alta efficienza per il circuito secondario,
valvola deviatrice a 3 vie e miscelatore integrato per l'inte-
grazione e la regolazione della potenza del generatore
esterno di calore

Pressione max. d'esercizio:


■ acqua riscaldamento 3 bar (0,3 MPa)
■ acqua sanitaria 10 bar (1,0 MPa)

5516937 IT 5/2019
Indice

Indice

1. Denominazione dei tipi di pro- ............................................................................................................................................ 7


dotto

2. Vitocaldens 222-F 2. 1 Descrizione del prodotto ........................................................................................... 8


■ Vantaggi ................................................................................................................ 8
■ Stato di fornitura .................................................................................................... 9
2. 2 Dati tecnici ................................................................................................................ 10
■ Modulo pompa di calore/apparecchio ................................................................... 10
■ Modulo a condensazione ...................................................................................... 13
■ Dimensioni d'ingombro unità interna ..................................................................... 15
■ Limiti d'impiego del modulo pompa di calore secondo EN 14511 ......................... 16

3. Vitocal 250-S 3. 1 Descrizione del prodotto ........................................................................................... 17


■ Vantaggi ................................................................................................................ 17
■ Stato di fornitura .................................................................................................... 17
3. 2 Dati tecnici ................................................................................................................ 19
■ Dimensioni d'ingombro unità interna ..................................................................... 24
■ Limiti d'impiego secondo EN 14511 ...................................................................... 25

4. Unità esterne 4. 1 Assegnazione delle unità esterne agli apparecchi ibridi ........................................... 26
4. 2 Dimensioni d'ingombro ............................................................................................. 27
■ Unità esterna 4 kW, 230 V .................................................................................... 27
■ Unità esterna 7 kW, 230 V .................................................................................... 27
■ Unità esterna 10 kW, 13 kW e 16 kW 230 V e 400 V ........................................... 28

5. Curve caratteristiche 5. 1 Diagrammi di potenza unità esterna 4 kW, 230 V .................................................... 30


■ Riscaldamento ...................................................................................................... 30
■ Raffreddamento .................................................................................................... 30
5. 2 Diagrammi di potenza unità esterna 7 kW, 230 V .................................................... 32
■ Riscaldamento ...................................................................................................... 32
■ Raffreddamento .................................................................................................... 33
5. 3 Diagrammi di potenza unità esterna 10 kW, 230 V .................................................. 34
■ Riscaldamento ...................................................................................................... 34
■ Raffreddamento .................................................................................................... 35
5. 4 Diagrammi di potenza unità esterna 10 kW, 400 V .................................................. 36
■ Riscaldamento ...................................................................................................... 36
■ Raffreddamento .................................................................................................... 37
5. 5 Diagrammi di potenza unità esterna 13 kW, 400 V .................................................. 38
■ Riscaldamento ...................................................................................................... 38
■ Raffreddamento .................................................................................................... 39
5. 6 Diagrammi di potenza unità esterna 16 kW, 400 V .................................................. 40
■ Riscaldamento ...................................................................................................... 40
■ Raffreddamento .................................................................................................... 41
5. 7 Fattore di correzione della potenza .......................................................................... 42
■ Riscaldamento: tutti i tipi ....................................................................................... 42
■ Raffreddamento: solo Vitocal 250-S/Vitocaldens 222-F, tipo HAWB-M-AC/
HAWB-AC ............................................................................................................. 42
5. 8 Prevalenze residue con la pompa di circolazione integrata ...................................... 43
■ Vitocaldens 222-F: Grundfoss UPML 25-105 PWM ............................................. 43
■ Vitocal 250-S: Grundfos UPM3/25-75 130 AZA .................................................... 43

6. Accessori per l'installazione 6. 1 Schema ..................................................................................................................... 44


6. 2 Apparecchio per l'adduzione e lo scarico dell'aria .................................................... 48
■ Apparecchi di ventilazione Vitovent ...................................................................... 48
6. 3 Accessori idraulici ..................................................................................................... 48
■ Vitocal 250-S: Vitocell 100-W, tipo SVP ................................................................ 48
■ Vitocaldens 222-F: Vitocell 100-W, Tipo SVPA ..................................................... 49
■ Vitocaldens 222-F: kit di allacciamento ................................................................. 50
■ Vitocal 250-S: Kit di montaggio con miscelatore per installazione sopra intonaco 51
■ Kit di allacciamento pompa di ricircolo .................................................................. 52
6. 4 Collettore circuito di riscaldamento Divicon .............................................................. 53
■ Struttura e funzioni ................................................................................................ 53
■ Curve caratteristiche delle pompe di circolazione e perdita di carico lato riscal-
damento ................................................................................................................ 54
■ Valvola bypass ...................................................................................................... 55
■ Fissaggio a parete per Divicon singoli .................................................................. 56
■ Collettore ............................................................................................................... 56
5516937

■ Fissaggio a parete per collettore ........................................................................... 57

2 VIESMANN Apparecchi ibridi


Indice (continua)

6. 5 Solo Vitocal 250-S: produzione d'acqua calda sanitaria con Vitocell 100-V, tipo
CVAA (300 l), tipo CVWA (390 l) e Vitocell 100-W, tipo CVAA (300 l) ...................... 57
■ Vitocell 100-V, tipo CVWA ..................................................................................... 57
■ Vitocell 100-V/100-W, tipo CVA/CVAA .................................................................. 62
■ Resistenza elettrica EHE ...................................................................................... 68
■ Resistenza elettrica EHE ...................................................................................... 69
■ Gruppo scambiatore di calore solare .................................................................... 69
■ Vitocaldens 222-F ................................................................................................. 70
■ Vitocal 250-S ......................................................................................................... 70
6. 6 Accessori per la produzione d'acqua calda sanitaria in generale ............................. 70
■ Vitocaldens 222-F: gruppo di sicurezza ................................................................ 70
■ Vitocal 250-S: gruppo di sicurezza ....................................................................... 70
6. 7 Coperture rubinetterie ............................................................................................... 70
■ Copertura rubinetterie ........................................................................................... 70
6. 8 Impianti di neutralizzazione condensa ...................................................................... 71
■ Dispositivo di neutralizzazione della condensa ..................................................... 71
■ Granulato di neutralizzazione ............................................................................... 71
6. 9 Impianti smaltimento condensa ................................................................................ 71
■ Impianto smaltimento condensa ........................................................................... 71
6.10 Bruciatore ................................................................................................................. 73
■ Articolo Z015500 ................................................................................................... 73
6.11 Altri accessori di allacciamento ................................................................................. 73
■ Gomito per lo scarico dell'acqua di condensa ....................................................... 73
■ Piedistallo caldaia ................................................................................................. 73
■ Strumento di trasporto ........................................................................................... 73
■ Kit utensili .............................................................................................................. 74
6.12 Raffreddamento ........................................................................................................ 74
■ Umidostato esterno 230 V .................................................................................... 74
■ Termostato per la protezione antigelo ................................................................... 74
■ Pompa di circolazione ad alta efficienza Wilo Yonos PICO plus 30/1-6 ............... 74
■ Sensore temperatura a bracciale .......................................................................... 75
■ Sensore temperatura ambiente per circuito di raffreddamento separato .............. 75
6.13 Tubazioni del refrigerante per il collegamento di apparecchi split a installazione
fissa .......................................................................................................................... 76
■ Tubo in rame con isolamento termico ................................................................... 76
6.14 Isolamento termico tubazioni del refrigerante ........................................................... 76
■ Nastro termoisolante ............................................................................................. 76
■ Nastro adesivo in PVC .......................................................................................... 76
6.15 Elementi di raccordo tubazioni del refrigerante ........................................................ 76
■ Nipplo di collegamento .......................................................................................... 76
■ Controdadi a flangia .............................................................................................. 76
■ Euro adattatore a flangia ....................................................................................... 76
■ Anelli di tenuta in rame ......................................................................................... 77
■ Manicotti a saldatura interna ................................................................................. 77
6.16 Mensole per unità esterna ........................................................................................ 77
■ Mensola per il montaggio a pavimento dell'unità esterna ..................................... 77
■ Kit di mensole per il montaggio a parete dell'unità esterna .................................. 78
6.17 Kit di installazione per l'unità esterna ....................................................................... 78
■ Kit di installazione per montaggio a parete dell'unità esterna ............................... 78
■ Kit di installazione per montaggio a pavimento dell'unità esterna ........................ 79
6.18 Varie .......................................................................................................................... 79
■ Massa sigillante .................................................................................................... 79
■ Nastro in espanso ................................................................................................. 79
■ Cavo scaldante elettrico ........................................................................................ 79
■ Detergente speciale .............................................................................................. 79

7. Indicazioni per la progettazione 7. 1 Alimentazione elettrica e tariffe ................................................................................. 79


7. 2 Installazione dell'unità esterna .................................................................................. 79
■ Requisiti del luogo di montaggio ........................................................................... 80
■ Avvertenze per il montaggio ................................................................................. 80
■ Distanze minime ................................................................................................... 81
■ Montaggio a pavimento con mensola: passacavi sopra il livello del suolo ......... 82
■ Montaggio a pavimento con mensola: passacavi sotto il livello del suolo ......... 82
■ Basamenti ............................................................................................................. 83
■ Montaggio a parete con kit di mensole per montaggio a parete ........................... 84
7. 3 Installazione dell'unità interna ................................................................................... 85
■ Vitocaldens 222-F: avvertenze per l'installazione per funzionamento a camera
stagna (caldaie di tipo C) ...................................................................................... 85
■ Requisiti del locale d'installazione ........................................................................ 86
5516937

7. 4 Vitocaldens 222-F: installazione dell'unità interna con kit di allacciamento .............. 87


■ Kit di allacciamento in alto per installazione sopra intonaco ................................. 87

Apparecchi ibridi VIESMANN 3


Indice (continua)

■ Kit di allacciamento a sinistra o a destra per installazione sopra intonaco ........... 88


■ Kit di allacciamento per installazione sopra intonaco in basso con mensola per il
premontaggio per la preinstallazione su pareti grezze, articolo ZK01792 ............ 90
■ Kit di allacciamento per installazione sotto intonaco con lamiera di montaggio
per la preinstallazione su pareti grezze, articolo 7351625 .................................... 91
7. 5 Collegamento unità interna ed esterna ..................................................................... 92
■ Passante parete .................................................................................................... 92
■ Tubazioni del refrigerante ..................................................................................... 92
7. 6 Prova di tenuta del circuito frigorifero ....................................................................... 93
7. 7 Allacciamenti elettrici ................................................................................................ 94
■ Requisiti dell'installazione elettrica ....................................................................... 94
7. 8 Rumorosità ............................................................................................................... 96
■ Principi fondamentali ............................................................................................. 96
■ Livello di rumorosità per distanze diverse dall'apparecchio .................................. 98
7. 9 Vitocaldens 222-F: Attacco lato gas ......................................................................... 100
■ Sicurezza termica d'intercettazione gas ............................................................... 100
■ Tubazione di allacciamento del gas ...................................................................... 100
■ Dimensionamento consigliato del flussostato del gas .......................................... 100
7.10 Integrazione idraulica lato riscaldamento ................................................................. 101
■ Dimensionamento dell'impianto ............................................................................ 101
■ Portata volumetrica minima e contenuto impianto minimo ................................... 101
■ Impianti con serbatoio d'accumulo acqua di riscaldamento collegato in parallelo 101
■ Impianti con serbatoio d'accumulo acqua di riscaldamento collegato in serie ...... 101
■ Impianti senza serbatoio d'accumulo acqua di riscaldamento .............................. 102
■ Anticorrosivi chimici .............................................................................................. 102
■ Circuiti di riscaldamento ........................................................................................ 102
■ Sistemi di tubazioni in plastica per radiatori .......................................................... 102
■ Centrale di riscaldamento sul tetto ........................................................................ 102
■ Valvola di sicurezza .............................................................................................. 102
■ Sicurezza per mancanza d'acqua ......................................................................... 103
■ Esempi d'installazione .......................................................................................... 103
■ Vasi di espansione per il circuito di riscaldamento ................................................ 103
7.11 Aiuti per la progettazione per il circuito secondario .................................................. 103
■ Vitocaldens 222-F ................................................................................................. 103
■ Vitocal 250-S ......................................................................................................... 104
■ Volume delle tubazioni .......................................................................................... 104
7.12 Caratteristiche dell'acqua ......................................................................................... 104
■ Acqua sanitaria ..................................................................................................... 104
■ Acqua riscaldamento ............................................................................................ 105
7.13 Caldaie compatte ibride: attacco lato sanitario ......................................................... 106
■ Valvola di sicurezza .............................................................................................. 106
■ Filtro impurità ........................................................................................................ 106
■ Dispositivo termostatico di miscelazione automatico ............................................ 106
■ Ricircolo ................................................................................................................ 106
7.14 Vitocal 250-S: Scelta del bollitore ............................................................................. 107
■ Esempi d'installazione .......................................................................................... 108
7.15 Attacco condensa ..................................................................................................... 109
■ Scarico acqua di condensa e impianto di neutralizzazione .................................. 109
7.16 Programma di raffreddamento .................................................................................. 110
7.17 Vitocal 250-S: Integrazione di un impianto solare termico ........................................ 111
■ Dimensionamento del vaso di espansione per impianto solare ............................ 111
7.18 Impiego conforme alla norma ................................................................................... 112

8. Sistema di scarico fumi 8. 1 Impianto di scarico fumi ............................................................................................ 113


■ Certificazione del sistema ..................................................................................... 113
■ Funzionamento a camera stagna ......................................................................... 113
■ Dispositivo di sicurezza per la temperatura fumi .................................................. 114
■ Protezione antifulmini ............................................................................................ 114
■ Certificazione CE per sistemi scarico fumi (rigidi e flessibili) PPs ........................ 115
8. 2 Esempi di montaggio del sistema di scarico fumi per funzionamento a camera sta-
gna ............................................................................................................................ 117
■ Nell'abitazione con uno o più piani sovrastanti ..................................................... 117
■ Nei locali di abitazione, posti direttamente sotto il tetto o in soffitta (potenzialità
utile ≤ 50 kW) ........................................................................................................ 118
■ Nel locale d'installazione dotato di adduzione aria dalla parete esterna .............. 118
8. 3 Sistema scarico fumi/adduzione aria (sistema AZ) ................................................... 118
8. 4 Posa tubi fumi ........................................................................................................... 118
■ Montaggio e posizione aperture d'ispezione ......................................................... 119
8. 5 Sistema scarico fumi/adduzione aria (sistema AZ) in plastica (PPs) per passante
5516937

attraverso un cavedio - funzionamento a camera stagna (tipo C93x secondo la


CEN/TR 1749) .......................................................................................................... 119

4 VIESMANN Apparecchi ibridi


Indice (continua)

■ Dimensioni interne del cavedio secondo DIN V 18160 ......................................... 120


■ Tubo fumi, diametro sistema 60/100 e 80/125 (componenti) (tipo C93x secondo
CEN/TR 1749) ...................................................................................................... 121
■ Caldaia compatta ibrida in abbinamento a generatori di calore per combustibili
solidi ...................................................................................................................... 122
■ Tubo fumi, flessibile, diametro sistema 60 e 80 (componenti) (tipo C93x secondo
la CEN/TR 1749) ................................................................................................... 124
8. 6 Sistema scarico fumi/adduzione aria (sistema AZ) in plastica (PPs) per passante
verticale per tetti inclinati o piani (tipo C33x, secondo la CEN/TR 1749) ................... 125
■ Per passante tetto verticale per installazione della caldaia compatta ibrida in
soffitta ................................................................................................................... 125
8. 7 Sistema scarico fumi/adduzione aria (sistema AZ) in plastica (PPs) per attacco a
parete (tipo C13x, secondo la “CEN/TR 1749„) ........................................................ 126
8. 8 Sistema adduzione aria e scarico fumi (AZ) in plastica (PPs) per tubi adduzione
aria e scarico fumi separati (tipo C83x secondo CEN/TR 1749) ................................ 127
8. 9 Sistema adduzione aria e scarico fumi (AZ) in plastica (PPs) per passante per
montaggio su parete esterna (tipo C53x secondo CEN/TR 1749) ............................. 128
8.10 Sistema scarico fumi/adduzione aria (sistema AZ) in plastica (PPs) per passante
attraverso un cavedio in calcestruzzo leggero .......................................................... 130
■ Cavedi di forma particolare “UNIFIX„ della ditta Skoberne (in calcestruzzo
areato autoclavato) ............................................................................................... 130
■ Elementi cavedio “SKOBIFIXnano„ e “SKOBIFIXXs 30„ della ditta Skoberne (in
Hi-Por) ................................................................................................................... 130
■ Ancoraggio del passante tetto per cavedi di forma particolare ............................. 130
■ Cavedi di forma particolare della ditta Promat ...................................................... 131
■ Passante con cavedio con componenti pressofusi Promat .................................. 132
8.11 sistema scarico fumi/adduzione aria (sistema AZ) in plastica (PPs) per passante
tetto multiplo attraverso un cavedio .......................................................................... 132
■ Esempi di disposizione .......................................................................................... 132
8.12 Componenti .............................................................................................................. 133
■ Componenti del sistema AZ .................................................................................. 133
■ Componenti per posa su parete esterna ............................................................... 136
■ Componenti del sistema normale di tubazioni ...................................................... 138
■ Componenti del sistema normale di tubazioni flessibili con tubi fumi flessibili ...... 139
■ Elementi tetto ........................................................................................................ 141

9. Regolazione della pompa di 9. 1 Vitotronic 200, tipo WO1C con Hybrid Pro Control ................................................... 142
calore con Hybrid Pro Control ■ Struttura e funzioni ................................................................................................ 142
■ Orologio programmatore ....................................................................................... 143
■ Impostazione dei programmi d'esercizio ............................................................... 143
■ Protezione antigelo ............................................................................................... 144
■ Impostazione di curve di riscaldamento (inclinazione e scostamento) ................. 144
■ Impianti di riscaldamento con serbatoio d'accumulo acqua di riscaldamento ...... 144
■ Sensore temperatura esterna ............................................................................... 144
9. 2 Dati tecnici Vitotronic 200, tipo WO1C ...................................................................... 145

10. Accessori per la regolazione 10. 1 Schema ..................................................................................................................... 145


10. 2 Sistema fotovoltaico .................................................................................................. 146
■ Contatore di energia trifase ................................................................................... 146
10. 3 Telecomandi .............................................................................................................. 147
■ Avvertenza relativa a Vitotrol 200-A ...................................................................... 147
■ Vitotrol 200-A ........................................................................................................ 147
10. 4 Telecomandi radio ..................................................................................................... 148
■ Avvertenza relativa a Vitotrol 200-RF ................................................................... 148
■ Vitotrol 200-RF ...................................................................................................... 148
■ Base radio ............................................................................................................. 149
■ Ripetitore radio ...................................................................................................... 149
10. 5 Sensori ...................................................................................................................... 150
■ Sensore temperatura a bracciale .......................................................................... 150
■ Sensore temperatura ad immersione .................................................................... 150
10. 6 Varie .......................................................................................................................... 150
■ Relè ausiliario ....................................................................................................... 150
■ Distributore BUS-KM ............................................................................................. 151
10. 7 Completamento per regolazione circuito di riscaldamento ....................................... 151
■ Kit di completamento miscelatore con servomotore integrato .............................. 151
■ Kit di completamento miscelatore con servomotore a parte ................................. 152
■ Regolatore temperatura ad immersione ............................................................... 153
■ Regolatore temperatura a bracciale ...................................................................... 153
5516937

10. 8 Solo Vitocal 250-S: Produzione d'acqua calda sanitaria e integrazione del riscal-
damento tramite impianto solare .............................................................................. 153
■ Modulo di regolazione per impianti solari, tipo SM1 ............................................. 153

Apparecchi ibridi VIESMANN 5


Indice (continua)

10. 9 Ampliamenti delle funzioni ........................................................................................ 154


■ Completamento interno H1 ................................................................................... 154
■ Completamento AM1 ............................................................................................ 154
■ Completamento EA1 ............................................................................................. 155
10.10 Strumenti di comunicazione ...................................................................................... 155
■ Vitoconnect, Tipo OPTO2 ..................................................................................... 156

11. Indice analitico ............................................................................................................................................ 158

5516937

6 VIESMANN Apparecchi ibridi


Denominazione dei tipi di prodotto

Vitocaldens 222-F, tipo H A W B M AC 2 2 2 . A 26


1
A B C D E F G H K L M N

Pos. Valore Significato Pos. Valore Significato


A Fluido circuito primario G Funzione di raffreddamento
A Aria (Air) AC “Active Cooling„
B Acqua glicolata (Brine) NC “Natural Cooling„
H Ibrido H Segmento di prodotti Viessmann
W Acqua (Water) 1 100
B Fluido circuito secondario 2 200
W Acqua (Water) 3 300
C Tipologia parte 1 K Bollitore
B Circuito frigorifero in versione split (blocco Bi) 0 È necessario un bollitore separato
C Pompe di circolazionee/o valvola deviatrice a 3 1/2/3 Bollitore incorporato, senza impianto solare
vie incorporata (Compact) 4 Bollitore incorporato, con impianto solare
H Versione per alte temperature (High temperatu- L Pompe di calore: Numero dei compressori nel circuito frigori-
re) fero
O Montaggio esterno (Outdoor) 1 1 compressore
S Pompa di calore Slave senza regolazione della 2 2 compressori (collegati in parallelo)
pompa di calore (Slave) Unità ibride: quantità di fonti di calore
T Pompa di calore compatta (Tower) 2 2 fonti di calore, ad es. 1 compressore e 1 bru-
D Tipologia parte 2 ciatore
I Montaggio interno (Indoor) M Da A a ... Generazione di prodotto
T Pompa di calore compatta (Tower) N Potenzialità (kW)
E Allacciamento rete
M 230 V/50 Hz (Monophase)
Non pre- 400 V/50 Hz
sente
F Scambiatore elettrico istantaneo acqua di riscaldamento
E Incorporato nella pompa di calore (built-in Elec-
tric heating)
Non pre- Non incorporato
sente
5516937

Apparecchi ibridi VIESMANN 7


Vitocaldens 222-F

2.1 Descrizione del prodotto


Vantaggi
Unità interna

A Superfici di scambio termico Inox-Radial in acciaio inossidabile -


per un'elevata affidabilità e lunga durata - potenzialità elevate
nel minimo spazio
B Bruciatore modulante cilindrico MatriX: emissioni inquinanti
estremamente ridotte e un funzionamento silenzioso
C Ventilatore per aria di combustione a velocità variabile per un
2 funzionamento silenzioso e all'insegna del risparmio energetico
D Condensatore
E Regolazione della pompa di calore Vitotronic 200, tipo WO1C
con Hybrid Pro Control
F Scambiatori di calore a piastre acqua riscaldamento
G Valvola deviatrice a 3 vie “riscaldamento/produzione d'acqua
calda sanitaria„
H Valvola deviatrice a 3 vie “funzionamento bivalente„
K Valvola deviatrice a 3 vie “modulo a condensazione„
L Pompa di carico bollitore (pompa di circolazione con regola-
zione della potenza tramite segnale PWM)
M Anodo protettivo di magnesio
N Pompa secondaria (pompa di circolazione ad alta efficienza con
regolazione della potenza tramite segnale PWM)
O Bollitore ad accumulo con 130 l di capacità

■ Modulo pompa di calore con regolazione della potenza tramite ■ Tempi di montaggio ridotti grazie ai componenti preinstallati
inverter DC e valvola di espansione elettronica per un'efficienza ■ Utilizzo ottimizzato della corrente generata dagli impianti fotovol-
elevata nel funzionamento a carico ridotto taici
■ Bassi costi di esercizio del modulo pompa di calore grazie al ■ Regolazione della combustione Lambda Pro Control per tutti i tipi
valore COP (Coefficient of Performance) elevato secondo di gas
EN 14511: fino a 5,08 (A7/W35) e fino a 4,27 (A2/W35) ■ Kit di allacciamento universali per montaggio personalizzato e a
■ Modulo a gas a condensazione con scambiatore di calore Inox- parete
Radial e bruciatore modulante cilindrico MatriX ■ Contacalorie integrato
■ Rendimento stagionale della caldaia a gas a condensazione: ■ Con accesso Internet grazie al Vitoconnect (accessorio) per il
98 % (Hs) comando e l'assistenza tramite le App Viessmann
■ Elevata resa d'acqua calda tramite bollitore ad accumulo integrato ■ All'insegna del comfort grazie alla versione reversibile che con-
con 130 litri di capacità sente sia il riscaldamento che il raffreddamento (solo tipo HAWB-
■ Pompe di circolazione ad alta efficienza e a risparmio energico AC)
integrate per il circuito secondario
■ Regolazione Vitotronic facile da usare con Hybrid Pro Control
(adattamento del punto di bivalenza) per una regolazione ottimale
di entrambi i generatori di calore
5516937

8 VIESMANN Apparecchi ibridi


Vitocaldens 222-F (continua)

Stato di fornitura
Stato di fornitura: ■ Sistema idraulico integrato:
Caldaia compatta ibrida in struttura split, costituita da unità interna – Valvole deviatrici a 3 vie per realizzare l'adattamento del punto di
ed esterna bivalenza
– Pompa di circolazione ad alta efficienza per il circuito secondario
Unità interna: – Flussostato, valvola di sicurezza e manometro sono montati
■ Regolazione della pompa di calore Vitotronic 200 in funzione delle ■ Bollitore ad accumulo integrato (130 l) con sistema ad accumulo
condizioni climatiche esterne con Hybrid Pro Control: ■ Predisposizione per l'allacciamento idraulico ed elettrico
– Con sensore temperatura esterna
Con modulo di comunicazione LON per la comunicazione tra Unità esterna:
modulo a condensazione e modulo pompa di calore ■ Gas refrigerante (R410A) per una lunghezza della tubazione di
■ Modulo a gas a condensazione per funzionamento a camera sta- 12,0 m 2
gna: ■ Attacchi a flangia per le tubazioni del refrigerante
– Con scambiatore di calore Inox-Radial ■ Compressore fonoassorbente con tecnologia inverter
– Con bruciatore modulante cilindrico MatriX e regolazione della ■ Valvola deviatrice a 4 vie e valvola di espansione elettronica (EEV)
combustione Lambda Pro Control
– Predisposta per il funzionamento a gas metano. Avvertenza
Una modifica della taratura per il tipo di gas non è necessaria. Per il montaggio dell'apparecchio occorre ordinare anche un kit di
La modifica per il funzionamento a gas liquido si effettua sul allacciamento (vedi “Accessori per l'installazione„).
regolatore combinato gas (non è necessario il kit di trasforma-
zione).
– Raccordo caldaia
5516937

Apparecchi ibridi VIESMANN 9


Vitocaldens 222-F (continua)

2.2 Dati tecnici


Modulo pompa di calore/apparecchio
Tipo HAWB-M/HAWB-M-AC, 230 V~ 222.A23 222.A26 222.A29
Tipo HAWB/HAWB-AC, 400 V~ 222.A29
Dati di resa riscaldamento secondo EN 14511
(A2/W35 °C)
Potenzialità utile kW 3,0 5,6 7,7 7,5
Numero di giri ventilatore giri/min 870 650 650 600
Potenza elettrica assorbita kW 0,91 1,73 2,20 1,76
Coefficiente di rendimento ∊ (COP) 3,30 3,24 3,50 4,27
2 Regolazione della potenza kW da 1,1 a 3,8 da 1,3 a 7,7 da 4,4 a 9,9 da 2,7 a 10,9
Dati di resa riscaldamento secondo EN 14511
(A7/W35 °C, salto termico 5 K)
Potenzialità utile kW 4,00 7,60 8,60 8,60
Numero di giri ventilatore giri/min 870 650 650 600
Portata volumetrica dell'aria m3/h 2090 3600 4210 3456
Potenza elettrica assorbita kW 0,86 1,77 1,91 1,60
Coefficiente di rendimento ∊ (COP) 4,64 4,30 4,50 5,30
Dati di resa riscaldamento secondo EN 14511
(A–7/W35 °C)
Potenzialità utile kW 3,20 5,28 9,00 9,57
Potenza elettrica assorbita kW 1,27 1,78 3,48 3,11
Coefficiente di rendimento∊ (COP) 2,58 2,97 2,59 3,08
Dati di resa raffreddamento secondo EN 14511
(A35/W7, salto termico 5 K)
Potenzialità nominale di raffreddamento kW — 6,38 7,40 9,14
Numero di giri ventilatore giri/min — 650 650 600
Potenza elettrica assorbita kW — 2,22 2,69 3,37
Coefficiente di rendimento EER con programma di raffred- — 2,87 2,75 2,71
damento
Regolazione della potenza kW — da 1,60 a 8,00 da 2,40 a 8,50 da 1,96 a 9,85
Dati di resa raffreddamento secondo EN 14511
(A35/W18, salto termico 5 K)
Potenzialità nominale di raffreddamento kW — 7,97 10,0 8,83
Numero di giri ventilatore giri/min — 650 650 600
Potenza elettrica assorbita kW — 2,16 2,75 1,98
Coefficiente di rendimento EER con programma di raffred- — 3,70 3,63 4,46
damento
Temperatura d'ingresso aria
Programma di raffreddamento
– Min. °C — 15 15 15
– Max. °C — 45 45 45
Programma di riscaldamento
– Min. °C –15 –15 –15 –20
– Max. °C 35 35 35 35
Acqua riscaldamento
Con salto termico pari a 10 K
Capacità l 2,2 2,8 3,8 3,8
Portata volumetrica minima l/h 750 1000 1600 1600
Volume minimo dell'impianto di riscaldamento (non inter- l 25 50 50 50
cettabile)
Perdita max. di carico esterna (RHF) con portata volume- mbar 850 600 200 200
trica minima kPa 85 60 20 20
Temperatura max. di mandata °C 55 70 70 70
Valori elettrici unità esterna
– Tensione nominale compressore 1/N/PE 230 V/50 Hz 3/N/PE 400 V/
50 Hz
– Corrente di esercizio max. compressore A 13,5 15,7 19,6 7,9
– Cos φ 0,98 0,96 0,96 0,92
– Corrente di avviamento compressore A 10,5 15,0 10,0 10,0
– Corrente di avviamento compressore con rotore blocca- A 20 25 25 16
to
– Fusibile di protezione 1 x B16A 1 x B16A 1 x B20A 3 x B16A
– Tipo di protezione IPX4 IPX4 IPX4 IPX4
5516937

10 VIESMANN Apparecchi ibridi


Vitocaldens 222-F (continua)

Tipo HAWB-M/HAWB-M-AC, 230 V~ 222.A23 222.A26 222.A29


Tipo HAWB/HAWB-AC, 400 V~ 222.A29
Valori elettrici unità interna
Regolazione della pompa di calore/gruppo elettronico
– Tensione nominale regolazione/gruppo elettronico 1/N/PE 230 V/50 Hz
– Fusibile di protezione allacciamento rete 1 x B16A
– Fusibile di protezione interno T 6,3 A/250 V
Potenza elettrica assorbita
– Ventilatore (max.) W 65 70 130 130
– Unità esterna (max.) kW 3,0 3,6 4,6 5,0
– Pompa secondaria (PWM) W da 3 a 50 da 3 a 140 da 3 a 140 da 3 a 140
– Classe energetica EEI pompa secondaria ≤ 0,2 ≤ 0,2 ≤ 0,2 ≤ 0,2 2
– Regolazione/gruppo elettronico unità esterna (max.) W 150 150 150 150
– Regolazione/gruppo elettronico unità interna (max.) W 5 15 15 15
– Potenza di allacciamento max. regolazione/gruppo elet- W 1000 1000 1000 1000
tronico
Circuito frigorifero
Fluido di lavoro R410A R410A R410A R410A
– Volume di riempimento allo stato di fornitura kg 1,20 2,15 2,95 2,95
– Potenziale di riscaldamento globale (GWP)*1 1924 1924 1924 1924
– Equivalente di CO2 t 2,31 4,14 5,68 5,68
– Quantità da rabboccare ulteriormente con lunghezze tu- g/m 20 60 60 60
bazioni comprese tra > 12 m e ≤ 30 m
Compressore (ermetico) Tipo Rotativo Rotativo Scorri Rotativo doppio
– Olio nel compressore Tipo PEV-FV 50S PEV-FV 68S PEV-FV 50S POE
– Quantità di olio nel compressore l 0,37 0,65 1,70 1,10
Pressione max. d'esercizio
– Lato alta pressione bar 43 43 43 43
MPa 4,3 4,3 4,3 4,3
– Lato bassa pressione bar 43 43 43 43
MPa 4,3 4,3 4,3 4,3
Bollitore ad accumulo integrato
Capacità l 130 130 130 130
Temperatura massima acqua calda sanitaria ammessa °C 60 60 60 60
Pressione d'esercizio ammessa (lato sanitario) bar 10 10 10 10
MPa 1 1 1 1
Resa continua lato sanitario kW 17,2 17,2 17,2 17,2
Per produzione d'acqua calda sanitaria da 10 a 45 °C l/h 422 422 422 422
Coefficiente di resa NL con una temperatura media acqua 1,8 1,8 1,8 1,8
di caldaia di 70 °C e una temperatura di accumulo bollitore
Tboll = 60 °C
Potenzialità in uscita acqua calda per produzione d'acqua l/10 min 182 182 182 182
calda sanitaria da 10 a 45 °C
Dimensioni d'ingombro unità esterna
Lunghezza totale mm 290 340 358 358
Larghezza totale mm 874 1040 963 963
Altezza totale mm 610 865 1260 1260
Dimensioni d'ingombro unità interna
Lunghezza totale mm 595 595 595 595
Larghezza totale mm 600 600 600 600
Altezza totale mm 1625 1625 1625 1625
Peso complessivo
Unità esterna kg 43 66 113 113
Unità interna kg 144 144 148 148
Unità interna con bollitore ad accumulo riempito kg 274 274 278 278
Pressione max. d'esercizio lato secondario bar 3 3 3 3
MPa 0,3 0,3 0,3 0,3
5516937

*1 Sulla base dei cinque rapporti dell'Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC).

Apparecchi ibridi VIESMANN 11


Vitocaldens 222-F (continua)

Tipo HAWB-M/HAWB-M-AC, 230 V~ 222.A23 222.A26 222.A29


Tipo HAWB/HAWB-AC, 400 V~ 222.A29
Attacchi circuito secondario (con accessori di allaccia-
mento, filetto maschio)
Mandata riscaldamento R ¾ ¾ ¾ ¾
Ritorno riscaldamento R ¾ ¾ ¾ ¾
Acqua fredda R ½ ½ ½ ½
Acqua calda R ½ ½ ½ ½
Ricircolo R ½ ½ ½ ½
Attacchi per le tubazioni del refrigerante
Tubazione gas liquido
2 – Tubo 7 mm 6x1 10 x 1 10 x 1 10 x 1
– Unità interna Rp ⅜ ⅜ ⅜ ⅜
– Unità esterna Rp ¼ ⅜ ⅜ ⅜
Tubazione gas caldo
– Tubo 7 mm 12 x 1 16 x 1 16 x 1 16 x 1
– Unità interna Rp ⅝ ⅝ ⅝ ⅝
– Unità esterna Rp ½ ⅝ ⅝ ⅝
Lunghezza max. tubazione liquidi, tubazione gas caldo m 20 30 30 30
Potenza sonora dell'unità esterna con potenzialità utile
(misurazione in base a EN 12102/EN ISO 9614-2)
Spettro di potenza sonora ponderato
– Con A7±3 K/W55±5 K dB(A) 60 62 62 61
– Con A7±3 K/W55±5 K nel funzionamento notturno dB(A) 58 58 60 60
Classe energetica secondo la normativa UE n. 813/2013
Riscaldamento, condizioni climatiche medie
– Utilizzo a bassa temperatura (W35) A++ A++ A++ A+++*2

– Utilizzo a media temperatura (W55) A+ A+ A+ A++

Produzione d'acqua calda sanitaria


– Profilo di prelievo L A A A A
Dati di resa riscaldamento secondo la normativa UE n.
813/2013 (condizioni climatiche medie)
Utilizzo a bassa temperatura (W35)
– RendimentoηS % 155 154 160 175
– Potenzialità utile Prated kW 3 7 10 10
– Coefficiente di rendimento stagionale (SCOP) 3,88 3,93 4,05 4,45
Utilizzo a media temperatura (W55)
– RendimentoηS % 112 112 118 136
– Potenzialità utile Prated kW 3 5 9 11
– Coefficiente di rendimento stagionale (SCOP) 2,88 2,88 3,03 3,48
Livello di potenza sonora secondo ErP
Livello di potenza sonora unità esterna dB(A) 58 58 60 60

Avvertenza sul coefficiente di resa NL Avvertenza


Il coefficiente di resa acqua calda sanitaria NL varia a seconda della Il funzionamento notturno a rumore ridotto può essere abilitato sulla
temperatura di accumulo bollitore Tboll. regolazione della pompa di calore nel livello d'impostazione “Perso-
nale specializzato„.
Valori orientativi:
Tboll = 60 °C: 1,0 x NL
Tboll = 55 °C: 0,75 x NL
Tboll = 50 °C: 0,55 x NL
Tboll = 45 °C: 0,3 x NL
5516937

*2 La nuova classe energetica A+++ entra in vigore a partire dal 26 settembre 2019.

12 VIESMANN Apparecchi ibridi


Vitocaldens 222-F (continua)

Modulo a condensazione
Tipo HAWB-M/HAWB-M-AC, 230 V~ 222.A23 222.A26 222.A29
Tipo HAWB/HAWB-AC, 400 V~ 222.A29
Caldaia a gas Tipo B e C, categoria II2N3P
Campo di potenzialità utile (dati secondo norma Valori in () con funzionamento a gas liquido
EN 15502)
TV/TR = 50/30 °C kW da 3,2 (4,8) a da 3,2 (4,8) a da 3,2 (4,8) a da 3,2 (4,8) a
19,0 19,0 19,0 19,0
TV/TR = 80/60 ℃ kW da 2,9 (4,3) a da 2,9 (4,3) a da 2,9 (4,3) a da 2,9 (4,3) a
17,2 17,2 17,2 17,2
Potenzialità utile con produzione d'acqua calda sani- kW da 2,9 (4,3) a da 2,9 (4,3) a da 2,9 (4,3) a da 2,9 (4,3) a
taria 17,2 17,2 17,2 17,2 2
Campo potenzialità al focolare per riscaldamento kW da 3,1 (4,5) a da 3,1 (4,5) a da 3,1 (4,5) a da 3,1 (4,5) a
17,9 17,9 17,9 17,9
Marchio CE CE-0085CO0306
Tipo di protezione a norma EN EN 60529 IPX4D IPX4D IPX4D IPX4D
Pressione allacciamento gas
– gas metano mbar 20 20 20 20
kPa 2 2 2 2
– GPL mbar 30 30 30 30
kPa 3 3 3 3
Pressione max. allacciamento gas
Se la pressione di allacciamento del gas è superiore al va-
lore max. consentito, occorre inserire un apposito regola-
tore di pressione gas a monte dell'impianto.
– Gas metano mbar 25,0 25,0 25,0 25,0
kPa 2,5 2,5 2,5 2,5
– GPL mbar 37 37 37 37
kPa 3,7 3,7 3,7 3,7
Valori elettrici
Tensione nominale V 230 230 230 230
Frequenza nominale Hz 50 50 50 50
Corrente nominale A 6 6 6 6
Classe di protezione I I I I
Tipo di protezione a norma EN 60529 IPX1 IPX1 IPX1 IPX1
Interruttore a monte max. (rete) A 16 16 16 16
Potenza elettrica Potenza assorbita
– Allo stato di fornitura W 53 53 53 53
– Max. W 105 105 105 105
Taratura del termostato di blocco elettronico °C 81 81 81 81
Taratura limitatore di temperatura (fisso) °C 100 100 100 100
Contenuto scambiatore di calore l 1,8 1,8 1,8 1,8
Pressione max. d'esercizio (lato riscaldamento) bar 3 3 3 3
MPa 0,3 0,3 0,3 0,3
Attacco gas (con accessori di allacciamento, filetto ma- R ½ ½ ½ ½
schio)
Valori di allacciamento riferiti al carico massimo
– Con gas metano E m3/h 1,89 1,89 1,89 1,89
– Con gas liquido kg/h 1,40 1,40 1,40 1,40
Gas di scarico
Valori orientativi per il dimensionamento del sistema di
scarico fumi secondo EN 13384. Temperature fumi come
valori lordi rilevati ad una temperatura aria di combustione
di 20 °C
Valori gas di scarico secondo G 635/G 636 G52/G51 G52/G51 G52/G51 G52/G51
Temperatura fumi con temperatura del ritorno di 30 °C
(vincolante per il dimensionamento del sistema di scarico
fumi)
– Con potenzialità utile °C 45 45 45 45
– Con carico ridotto °C 35 35 35 35
Temperatura fumi con temperatura del ritorno di 60 °C °C 68 68 68 68
(per determinare il campo d'impiego dei tubi fumi alle tem-
perature max. di esercizio)
Temperatura di surriscaldamento gas di scarico °C 110 110 110 110
5516937

Apparecchi ibridi VIESMANN 13


Vitocaldens 222-F (continua)

Tipo HAWB-M/HAWB-M-AC, 230 V~ 222.A23 222.A26 222.A29


Tipo HAWB/HAWB-AC, 400 V~ 222.A29
Caldaia a gas Tipo B e C, categoria II2N3P
Campo di potenzialità utile (dati secondo norma Valori in () con funzionamento a gas liquido
EN 15502)
TV/TR = 50/30 °C kW da 3,2 (4,8) a da 3,2 (4,8) a da 3,2 (4,8) a da 3,2 (4,8) a
19,0 19,0 19,0 19,0
TV/TR = 80/60 ℃ kW da 2,9 (4,3) a da 2,9 (4,3) a da 2,9 (4,3) a da 2,9 (4,3) a
17,2 17,2 17,2 17,2
Portata in peso con gas metano
– Alla potenzialità utile (produzione d'acqua calda sanita- kg/h 31,8 31,8 31,8 31,8
2 ria)
– Con carico ridotto kg/h 5,5 5,5 5,5 5,5
Portata in peso con gas liquido
– Alla potenzialità utile (produzione d'acqua calda sanita- kg/h 31,8 31,8 31,8 31,8
ria)
– Con carico ridotto kg/h 8,0 8,0 8,0 8,0
Pressione disponibile Pa 250 250 250 250
mbar 2,5 2,5 2,5 2,5
Concentrazione di CO2con potenzialità utile (tubazione di
adduzione aria e scarico fumi 7 60/100 mm, lunghezza
1 m)
– Con gas metano G20 % 8,5 8,5 8,5 8,5
– Con gas liquido G31 % 9,5 9,5 9,5 9,5
Rendimento stagionale con TM/TR = 40/30 °C % Fino a 98 (Hs) Fino a 98 (Hs) Fino a 98 (Hs) Fino a 98 (Hs)
Quantità max. acqua di condensa secondo il foglio di la- l/h 2,3 2,3 2,5 2,5
voro DWA-A 251
Attacco condensa (raccordo spinato) Ø mm 20-24 20-24 20-24 20-24
Attacco scarico fumi Ø mm 60 60 60 60
Attacco adduzione aria Ø mm 100 100 100 100

Avvertenza sui valori di allacciamento


I valori di allacciamento servono solo per la documentazione (ad es.
nel contratto gas) oppure per ulteriori controlli di carattere orientativo
e volumetrico della taratura. Poiché la taratura è stata effettuata in
fabbrica, non è consentito modificare le pressioni del gas rispetto ai
valori indicati. Riferimento: 15°C, 1013 mbar (101,3 kPa).

5516937

14 VIESMANN Apparecchi ibridi


Vitocaldens 222-F (continua)

Dimensioni d'ingombro unità interna

410
398
361
127
320
95
G A 50 50
H B K
C
2
D E F
F A
E B
C
L
D D
C
B E
A F M
L
M 40

1752
1726
80
1678
1666
1651
1657

1637
1562
1447
1391

46
1337
1302

N
1227
1172
945

853
330 569
220
L E
55
D F
C
201
50

57
91
595

A 50
B

600
5516937

Apparecchi ibridi VIESMANN 15


Vitocaldens 222-F (continua)

Attacco gas e allacciamenti circuito secondario


Simbolo Significato Allacciamento all'unità interna
A Mandata riscaldamento R¾
B Acqua calda R½
C Ricircolo (accessorio separato) R½
D Attacco gas R¾
E Acqua fredda R½
F Ritorno riscaldamento R¾

Attacchi per le tubazioni del refrigerante


Simbolo Significato Allacciamento all'unità interna
2 Tipo Tubo 7 Filetto Rp
G Tubazione gas caldo HAWB-M 222.A23 12 mm ⅝
(riduzione
⅝ x ½ fornita in dotazione)
HAWB(-M)-AC 16 mm ⅝
222.A26/A29
HAWB 222.A29 16 mm ⅝
HAWB-AC 222.A29
H Tubazione liquidi HAWB-M 222.A23 6 mm ⅜
(riduzione
⅜ x ¼ fornita in dotazione)
HAWB-M 222.A26/A29 10 mm ⅜
HAWB-M-AC
222.A26/A29
HAWB 222.A29 10 mm ⅜
HAWB-AC 222.A29

Altri attacchi
Simbolo Significato Allacciamento all'unità interna
K Attacco scarico fumi/adduzione aria (posteriore) Ø 60/100 mm
L Posizione della presa a muro per apparecchi per cavi —
da 230 V
M Scarico della condensa nella parte posteriore della Ø 20 - 24 mm
caldaia
N Scarico della condensa laterale Ø 20 - 24 mm

Avvertenza Unità esterne


Grazie ai piedini regolabili, gli attacchi dispongono in altezza di una Vedi da pagina 26.
tolleranza di +15 mm.

Limiti d'impiego del modulo pompa di calore secondo EN 14511


Tipo HAWB-M/HAWB-M-AC 222.A (apparecchi da 230 V) Tipo HAWB/HAWB-AC 222.A29 (apparecchi da 400 V)

65 65
60 60
55 55
Circuito secondario in °C

Circuito secondario in °C
Temperatura di mandata

Temperatura di mandata

50 50
45 45
40 40
35 35
30 30
25 25
-25 -20 -15 -10 0 5 10 15 20 25 30 35 -25 -20 -15 -10 0 5 10 15 20 25 30 35
Temperatura d'ingresso aria in °C Temperatura d'ingresso aria in °C
5516937

16 VIESMANN Apparecchi ibridi


Vitocal 250-S

3.1 Descrizione del prodotto


Vantaggi
Unità interna

A Flussostato
B Pompa secondaria (pompa di circolazione ad alta efficienza con
regolazione della potenza tramite segnale PWM)
C Miscelatore a 3 vie per integrazione e regolazione della potenza
del generatore esterno di calore
D Condensatore
E Valvola deviatrice a 3 vie “riscaldamento/produzione d'acqua
calda sanitaria„
F Regolazione della pompa di calore Vitotronic 200, tipo WO1C
con Hybrid Pro Control

■ Costi di esercizio ridotti grazie al valore COP (COP = Coefficient of ■ Regolazione Vitotronic facile da usare con Hybrid Pro Control per
Performance) elevato secondo EN 14511: fino a 5,08 (A7/W35) e una regolazione ottimale di entrambi i generatori di calore
fino a 4,27 (A2/W35) ■ All'insegna del comfort grazie alla versione reversibile che con-
■ Regolazione della potenza e inverter DC per un'efficienza elevata sente sia il riscaldamento che il raffreddamento.
nel funzionamento a carico ridotto ■ Utilizzo ottimizzato della corrente generata dagli impianti fotovol-
■ Temperatura massima di mandata: fino a 55 °C con una tempera- taici
tura esterna di –15 °C ■ Tempi di installazione ridotti grazie a unità interna compatta e
■ Unità interna con pompa di circolazione ad alta efficienza, scam- facile da montare, completa di allacciamenti elettrici e idraulici
biatore di calore, valvola deviatrice a 3 vie, miscelatore integrato ■ Contacalorie integrato
per l'integrazione e la regolazione della potenza del generatore ■ Con accesso Internet grazie al Vitoconnect (accessorio) per il
esterno di calore comando e l'assistenza tramite le App Viessmann

Stato di fornitura
Stato di fornitura: ■ Miscelatore integrato per collegamento e regolazione della
Pompa di calore aria/acqua completa per funzionamento ibrido in potenza del generatore esterno di calore
struttura split, costituita da unità interna ed esterna ■ Flussostato incorporato
■ Regolazione della pompa di calore Vitotronic 200 in funzione delle
Unità interna: condizioni climatiche esterne con Hybrid Pro Control e sensore
■ Valvola deviatrice a 3 vie incorporata “Riscaldamento/produzione temperatura esterna
d'acqua calda sanitaria„ ■ Supporto a parete
■ Pompa di circolazione integrata ad alta efficienza per il circuito
5516937

secondario

Apparecchi ibridi VIESMANN 17


Vitocal 250-S (continua)

Unità esterna: ■ Compressore fonoassorbente con tecnologia inverter


■ Gas refrigerante (R410A) per una lunghezza della tubazione di ■ Valvola deviatrice a 4 vie e valvola di espansione elettronica (EEV)
12,0 m
■ Attacchi a flangia per le tubazioni del refrigerante

5516937

18 VIESMANN Apparecchi ibridi


Vitocal 250-S (continua)

3.2 Dati tecnici


Apparecchi da 230 V
Tipo HAWB-M-AC 252.A04 252.A07 252.A10
Dati di resa riscaldamento secondo EN 14511
(A2/W35)
Potenzialità utile kW 3,00 5,60 7,70
Numero di giri ventilatore giri/min 870 650 650
Potenza elettrica assorbita kW 0,91 1,73 2,20
Coefficiente di rendimentoε (COP) durante il program- 3,30 3,24 3,50
ma di riscaldamento
Regolazione della potenza kW da 1,10 a 3,80 da 1,30 a 7,70 da 4,40 a 9,90
Dati di resa riscaldamento secondo EN 14511
(A7/W35, salto termico 5 K)
Potenzialità utile kW 4,50 7,60 8,60
Numero di giri ventilatore giri/min 870 650 650
Portata volumetrica dell'aria m3/h 2090 3600 4210
Potenza elettrica assorbita kW 0,97 1,77 1,91
Coefficiente di rendimento ε (COP) 4,64 4,30 4,50
Regolazione della potenza kW da 1,20 a 5,30 da 1,80 a 9,50 da 5,00 a 14,00
Dati di resa riscaldamento secondo EN 14511 3
(A–7/W35)
Potenzialità utile kW 3,20 5,28 9,00
Potenza elettrica assorbita kW 1,27 1,78 3,48
Coefficiente di rendimentoε (COP) 2,58 2,97 2,59
Regolazione della potenza kW da 0,95 a 3,23 da 1,03 a 6,60 da 2,90 a 9,00
Dati di resa raffreddamento secondo EN 14511
(A35/W7, salto termico 5 K)
Potenzialità nominale di raffreddamento kW 3,20 6,38 7,40
Numero di giri ventilatore giri/min 870 650 650
Potenza elettrica assorbita kW 1,08 2,22 2,69
Coefficiente di rendimento EER 2,96 2,87 2,75
Regolazione della potenza kW da 1,20 a 3,80 da 1,60 a 8,00 da 2,40 a 8,50
Dati di resa raffreddamento secondo EN 14511
(A35/W18, salto termico 5 K)
Potenzialità nominale di raffreddamento kW 4,20 7,97 10,00
Numero di giri ventilatore giri/min 870 650 650
Potenza elettrica assorbita kW 1,13 2,16 2,75
Coefficiente di rendimento EER 3,72 3,70 3,63
Temperatura d'ingresso aria
Programma di raffreddamento
– Min. °C 15 15 15
– Max. °C 45 45 45
Programma di riscaldamento
– Min. °C –15 –15 –15
– Max. °C 35 35 35
Acqua riscaldamento (circuito secondario)
Capacità l 2,2 2,2 3,2
Portata volumetrica minima l/h 750 1000 1600
Volume minimo dell'impianto di riscaldamento (non in- l 25 50 50
tercettabile)
Perdita max. di carico esterna (RHF) con portata volu- mbar 700 670 450
metrica minima kPa 70 67 45
Temperatura max. di mandata °C 55 55 55
Valori elettrici unità esterna
– Tensione nominale compressore 1/N/PE 230 V/50 Hz
– Corrente di esercizio max. compressore A 13,5 15,7 19,6
– Cos φ 0,98 0,96 0,96
– Corrente di avviamento compressore A 10,5 15,0 10,0
– Corrente di avviamento compressore con rotore A 20 25 25
bloccato
– Fusibile di protezione 1 x B16A 1 x B16A 1 x B20A
– Tipo di protezione IPX4 IPX4 IPX4
5516937

Apparecchi ibridi VIESMANN 19


Vitocal 250-S (continua)

Tipo HAWB-M-AC 252.A04 252.A07 252.A10


Valori elettrici unità interna
Regolazione della pompa di calore/gruppo elettronico
– Tensione nominale regolazione/gruppo elettronico 1/N/PE 230 V/50 Hz
– Fusibile di protezione allacciamento rete 1 x B16A
– Fusibile di protezione interno T 6,3 A/250 V
Potenza elettrica assorbita
– Ventilatore (max.) W 65 70 130
– Unità esterna (max.) kW 3,0 3,6 4,6
– Pompa secondaria (PWM) W da 3 a 50 da 3 a 50 da 3 a 70
– Classe energetica EEI pompa secondaria ≤ 0,2 ≤ 0,2 ≤ 0,2
– Regolazione/gruppo elettronico unità esterna (max.) W 150 150 150
– Regolazione/gruppo elettronico unità interna (max.) W 5 5 5
– Potenza max. regolazione/gruppo elettronico W 1000 1000 1000
Circuito frigorifero
Fluido di lavoro R410A R410A R410A
– Volume di riempimento kg 1,20 2,15 2,95
– Potenziale di riscaldamento globale (GWP)*3 1924 1924 1924
– Equivalente di CO2 t 2,31 4,14 5,68
3 – Quantità da rabboccare con lunghezze tubazioni g/m 20 60 60
comprese tra >12 m e ≤30 m
Compressore (ermetico) Tipo Rotativo Rotativo Scroll
– Olio nel compressore Tipo PEV-FV 50S PEV-FV 68S PEV-FV 50S
– Quantità di olio nel compressore l 0,37 0,65 1,70
Pressione max. d'esercizio
– Lato alta pressione bar 43 43 43
MPa 4,3 4,3 4,3
– Lato bassa pressione bar 43 43 43
MPa 4,3 4,3 4,3
Dimensioni d'ingombro unità esterna
Lunghezza totale mm 290 340 340
Larghezza totale mm 874 1040 975
Altezza totale mm 610 865 1255
Dimensioni d'ingombro unità interna
Lunghezza totale mm 360 360 360
Larghezza totale mm 450 450 450
Altezza totale mm 905 905 905
Peso complessivo
Unità esterna kg 43 66 113
Unità interna kg 38 38 42
Pressione max. d'esercizio lato secondario bar 3 3 3
MPa 0,3 0,3 0,3
Attacchi circuito secondario (filetto femmina)
Mandata riscaldamento G 1¼ 1¼ 1¼
Ritorno riscaldamento e ritorno bollitore G 1¼ 1¼ 1¼
Mandata bollitore G 1¼ 1¼ 1¼
Mandata generatore esterno di calore G 1¼ 1¼ 1¼
Ritorno generatore esterno di calore G 1¼ 1¼ 1¼
Attacchi per le tubazioni del refrigerante
Tubazione liquidi
– Tubo 7 mm 6x1 10 x 1 10 x 1
– Unità interna Rp ⅜ ⅜ ⅜
– Unità esterna Rp ¼ ⅜ ⅜
Tubazione gas caldo
– Tubo 7 mm 12 x 1 16 x 1 16 x 1
– Unità interna Rp ⅝ ⅝ ⅝
– Unità esterna Rp ½ ⅝ ⅝
Lunghezza max. tubazione liquidi, tubazione gas caldo m 20 30 30
Potenza sonora dell'unità esterna con potenzialità utile
(misurazione in base a EN 12102/EN ISO 9614-2)
Spettro di potenza sonora ponderato
– Con A7±3 K/W55±5 K dB(A) 60 62 62
– Con A7±3 K/W55±5 K nel funzionamento notturno dB(A) 58 58 60
Classe energetica secondo la normativa UE n.
813/2013
Riscaldamento, condizioni climatiche medie
– Utilizzo a bassa temperatura (W35) A++ A++ A++
5516937

– Utilizzo a media temperatura (W55) A+ A+ A+


*3 Sulla base dei cinque rapporti dell'Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC).

20 VIESMANN Apparecchi ibridi


Vitocal 250-S (continua)

Tipo HAWB-M-AC 252.A04 252.A07 252.A10


Dati di resa riscaldamento secondo la normativa UE
n. 813/2013 (condizioni climatiche medie)
Utilizzo a bassa temperatura (W35)
– RendimentoηS % 155 154 160
– Potenzialità utile Prated kW 3 7 10
– Coefficiente di rendimento stagionale (SCOP) 3,95 3,93 4,08
Utilizzo a media temperatura (W55)
– RendimentoηS % 112 112 121
– Potenzialità utile Prated kW 3 5 9
– Coefficiente di rendimento stagionale (SCOP) 2,88 2,88 3,10
Livello di potenza sonora secondo ErP
Livello di potenza sonora unità esterna dB(A) 58 58 60

Apparecchi da 400 V
Tipo HAWB-AC 252.A10 252.A13 252.A16
Dati di resa riscaldamento secondo EN 14511
(A2/W35)
Potenzialità utile kW 7,50 9,06 11,30
Numero di giri ventilatore giri/min 600 690 690 3
Potenza elettrica assorbita kW 1,76 2,42 3,10
Coefficiente di rendimento ∊ (COP) 4,27 3,72 3,66
Regolazione della potenza kW 2,73 - 10,92 3,30 - 12,29 da 4,60 a 15,30
Dati di resa riscaldamento secondo EN 14511
(A7/W35, salto termico 5 K)
Potenzialità utile kW 8,60 12,07 15,50
Numero di giri ventilatore giri/min 600 690 690
Portata volumetrica dell'aria m3/h 3456 4217 4217
Potenza elettrica assorbita kW 1,60 2,57 3,80
Coefficiente di rendimento ∊ (COP) 5,30 4,69 4,11
Regolazione della potenza kW 5,20 - 15,00 6,20 - 16,50 da 6,40 a 19,50
Dati di resa riscaldamento secondo EN 14511
(A–7/W35)
Potenzialità utile kW 9,57 10,65 13,30
Potenza elettrica assorbita kW 3,11 3,67 5,10
Coefficiente di rendimento ∊ (COP) 3,08 2,91 3,57 - 13,30
Regolazione della potenza kW da 2,40 a 9,57 da 2,90 a da 3,57 a 13,30
10,70
Dati di resa raffreddamento secondo EN 14511
(A35/W7, salto termico 5 K)
Potenzialità nominale di raffreddamento kW 9,14 10,75 11,85
Numero di giri ventilatore giri/min 600 690 690
Potenza elettrica assorbita kW 3,37 4,15 5,58
Coefficiente di rendimento EER 2,71 2,59 2,17
Regolazione della potenza kW 1,96 - 9,85 2,14 - 11,45 5,0 - 11,86
Dati di resa raffreddamento secondo EN 14511
(A35/W18, salto termico 5 K)
Potenzialità nominale di raffreddamento kW 8,83 12,83 14,22
Numero di giri ventilatore giri/min 600 690 690
Potenza elettrica assorbita kW 1,98 3,45 4,23
Coefficiente di rendimento EER 4,46 3,72 3,43
Temperatura d'ingresso aria
Programma di raffreddamento
– Min. °C 15 15 15
– Max. °C 45 45 45
Programma di riscaldamento
– Min. °C –20 –20 –20
– Max. °C 35 35 35
Acqua di riscaldamento (circuito secondario)
Capacità l 3,2 3,2 3,2
Portata volumetrica minima l/h 1600 1600 1600
Volume minimo dell'impianto di riscaldamento (non intercettabile) l 50 50 50
Perdita max. di carico esterna (RHF) con portata volumetrica minima mbar 450 450 450
kPa 45 45 45
Temperatura max. di mandata °C 55 55 55
5516937

Apparecchi ibridi VIESMANN 21


Vitocal 250-S (continua)

Tipo HAWB-AC 252.A10 252.A13 252.A16


Valori elettrici unità esterna
– Tensione nominale compressore 3/N/PE 400 V/50 Hz
– Corrente di esercizio max. compressore A 7,85 9,89 13,09
– Cos φ 0,92 0,92 0,92
– Corrente di avviamento compressore A 10 10 10
– Corrente di avviamento compressore con rotore bloccato A 16 16 16
– Fusibile di protezione 3 x B16A 3 x B16A 3 x B16A
– Tipo di protezione IPX4 IPX4 IPX4
Valori elettrici unità interna
Regolazione della pompa di calore/gruppo elettronico
– Tensione nominale regolazione/gruppo elettronico 1/N/PE 230 V/50 Hz
– Fusibile di protezione allacciamento rete 1 x B16A
– Fusibile di protezione interno T 6,3 A/250 V
Potenza elettrica assorbita
– Ventilatore (max.) W 130 130 130
– Unità esterna (max.) kW 5,0 6,3 6,3
– Pompa secondaria (PWM) W 3 - 70 3 - 70 3 - 70
– Classe energetica EEI ≤ 0,2 ≤ 0,2 ≤ 0,2
– Regolazione/gruppo elettronico unità esterna (max.) W 150 150 150
3 – Regolazione/gruppo elettronico unità interna (max.) W 5 5 5
– Potenza max. regolazione/gruppo elettronico W 1000 1000 1000
Circuito frigorifero
Refrigerante R410A R410A R410A
– Volume di riempimento kg 2,95 2,95 4,20
– Potenziale di riscaldamento globale (GWP)*3 1924 1924 1924
– CO2 equivalente t 5,68 5,68 8,08
– Quantità da rabboccare con tubazioni di lunghezza compresa tra >12 m e g/m 60 60 60
≤30 m
Compressore (ermetico) Tipo rotativo doppio rotativo doppio rotativo doppio
– Olio nel compressore Tipo POE POE POE
– Quantità gasolio nel compressore l 1,1 1,1 1,1
Pressione max. d'esercizio
– Lato alta pressione bar 43 43 43
MPa 4,3 4,3 4,3
– Lato bassa pressione bar 43 43 43
MPa 4,3 4,3 4,3
Dimensioni d'ingombro unità esterna
Lunghezza totale mm 358 358 358
Larghezza totale mm 963 963 963
Altezza totale mm 1260 1260 1260
Dimensioni d'ingombro unità interna
Lunghezza totale mm 360 360 360
Larghezza totale mm 450 450 450
Altezza totale mm 905 905 905
Peso complessivo
Unità esterna kg 113 113 121
Unità interna kg 42 42 42
Pressione max. d'esercizio lato secondario bar 3 3 3
MPa 0,3 0,3 0,3
Attacchi circuito secondario (filetto femmina)
Mandata riscaldamento G 1¼ 1¼ 1¼
Ritorno riscaldamento e ritorno bollitore G 1¼ 1¼ 1¼
Mandata bollitore G 1¼ 1¼ 1¼
Mandata generatore esterno di calore G 1¼ 1¼ 1¼
Ritorno generatore esterno di calore G 1¼ 1¼ 1¼
Attacchi per le tubazioni del refrigerante
Tubazione liquidi
– 7 tubo mm 10 x 1 10 x 1 10 x 1
– Unità interna Rp ⅜ ⅜ ⅜
– Unità esterna Rp ⅜ ⅜ ⅜
Tubazione gas caldo
– 7 tubo mm 16 x 1 16 x 1 16 x 1
– Unità interna Rp ⅝ ⅝ ⅝
– Unità esterna Rp ⅝ ⅝ ⅝
Lunghezza max. tubazione liquidi, tubazione gas caldo m 30 30 30
5516937

*3 Sulla base dei cinque rapporti dell'Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC).

22 VIESMANN Apparecchi ibridi


Vitocal 250-S (continua)

Tipo HAWB-AC 252.A10 252.A13 252.A16


Potenza sonora dell'unità esterna con potenzialità utile
(misurazione in base a EN 12102/EN ISO 9614-2)
Spettro di potenza sonora ponderato
– Con A7±3 K/W55±5 K dB(A) 61 65 69
– Con A7±3 K/W55±5 K nel funzionamento notturno dB(A) 60 60 60
Classe energetica secondo la normativa UE n. 813/2013
Riscaldamento, condizioni climatiche medie
– Utilizzo a bassa temperatura (W35) A+++*4 A++ A++
– Utilizzo a media temperatura (W55) A++ A++ A++
Dati di resa riscaldamento secondo la normativa UE n. 813/2013 (condi-
zioni climatiche medie)
Utilizzo a bassa temperatura (W35)
– RendimentoηS % 175 158 161
– Potenzialità utile Prated kW 10 12 15
– Coefficiente di rendimento stagionale (SCOP) 4,45 4,03 4,10
Utilizzo a media temperatura (W55)
– RendimentoηS % 135 132 132
– Potenzialità utile Prated kW 10 12 13
– Coefficiente di rendimento stagionale (SCOP) 3,45 3,38 3,38
Livello di potenza sonora secondo ErP
3
Livello di potenza sonora unità esterna dB(A) 60 60 61

Generatore esterno di calore


Max. potenzialità utile kW 30
Temperatura max. di mandata °C 70

Avvertenza
Il funzionamento notturno a rumore ridotto può essere abilitato sulla
regolazione della pompa di calore nel livello d'impostazione “Perso-
nale specializzato„.
5516937

*4 La nuova classe energetica A+++ entra in vigore a partire dal 26 settembre 2019.

Apparecchi ibridi VIESMANN 23


Vitocal 250-S (continua)

Dimensioni d'ingombro unità interna

232 /
AB
172 360

300
A B 58

C D

360
450
842
845

3
62

+ 55

82
1105

154
226
298
370

A Foro di passaggio dei cavi < 42 V


B Foro di passaggio dei cavi 230 V~, > 42 V

Attacchi per le tubazioni del refrigerante


Simbolo Significato Allacciamento all'unità interna
Tipo Tubo 7 Filetto Rp
C Tubazione liquidi HAWB-M-AC 252.A04 6 mm ⅜
(riduzione
⅜ x ¼ fornita in dotazione)
HAWB-AC 252.A10 - A16 10 mm ⅜
D Tubazione gas caldo HAWB-M-AC 252.A04 12 mm ⅝
(riduzione
⅝ x ½ fornita in dotazione)
HAWB-AC 252.A10 - A16 16 mm ⅝
5516937

24 VIESMANN Apparecchi ibridi


Vitocal 250-S (continua)

Attacchi circuito secondario


Simbolo Significato Allacciamento all'unità interna (filetto femmina)
Mandata bollitore (lato riscaldamento) G 1¼

Mandata riscaldamento G 1¼

Mandata generatore esterno di calore G 1¼

Ritorno generatore esterno di calore G 1¼

Ritorno riscaldamento e ritorno bollitore G 1¼


+

Unità esterne
Vedi da pagina 26.

Limiti d'impiego secondo EN 14511


Tipo HAWB-M-AC 252.A (apparecchi da 230 V) Tipo HAWB-AC 252.A (apparecchi da 400 V)
3

65 65
60 60
55 55
Circuito secondario in °C

Circuito secondario in °C
Temperatura di mandata

Temperatura di mandata

50 50
45 45
40 40
35 35
30 30
25 25
-25 -20 -15 -10 0 5 10 15 20 25 30 35 -25 -20 -15 -10 0 5 10 15 20 25 30 35
Temperatura d'ingresso aria in °C Temperatura d'ingresso aria in °C
5516937

Apparecchi ibridi VIESMANN 25


Unità esterne

4.1 Assegnazione delle unità esterne agli apparecchi ibridi


Le unità esterne verranno in seguito denominate in base alla poten- Apparecchio ibrido Unità esterna
zialità. Per l'abbinamento agli apparecchi ibridi vedi la seguente Potenza Compressore
tabella. Vitocal 250-S, tipo
HAWB-M-AC 252.A04 4 kW 230 V
Apparecchio ibrido Unità esterna HAWB-M-AC 252.A07 7 kW 230 V
Potenza Compressore HAWB-M-AC 252.A10 10 kW 230 V
Vitocaldens 222-F, tipo HAWB-AC 252.A10 10 kW 400 V
HAWB-M 222.A23 4 kW 230 V HAWB-AC 252.A13 13 kW 400 V
HAWB-M 222.A26 7 kW 230 V HAWB-AC 252.A16 16 kW 400 V
HAWB-M 222.A29 10 kW 230 V
HAWB-M-AC 222.A26 7 kW 230 V
HAWB-M-AC 222.A29 10 kW 230 V
HAWB 222.A29 10 kW 400 V
HAWB-AC 222.A29 10 kW 400 V

5516937

26 VIESMANN Apparecchi ibridi


Unità esterne (continua)

4.2 Dimensioni d'ingombro


Unità esterna 4 kW, 230 V
Apparecchio ibrido
■ Vitocaldens 222-F, tipo HAWB-M 222.A23
■ Vitocal 250-S, tipo HAWB-M-AC 252.A04

869
290 795
610

74
500
40

4
308

Unità esterna 7 kW, 230 V


Apparecchio ibrido
■ Vitocaldens 222-F, tipo
HAWB-M 222.A26
HAWB-M-AC 222.A26
■ Vitocal 250-S, tipo
HAWB-M-AC 252.A07
5516937

Apparecchi ibridi VIESMANN 27


Unità esterne (continua)

1040
340 950
865

527 90

48

4
378

Unità esterna 10 kW, 13 kW e 16 kW 230 V e 400 V


Apparecchio ibrido
■ Vitocaldens 222-F, tipo
HAWB-M 222.A29
HAWB-M-AC 222.A29
HAWB 222.A29
HAWB-AC 222.A29
■ Vitocal 250-S, tipo
HAWB-M-AC 252.A10
HAWB-AC 252.A10
HAWB-AC 252.A13
HAWB-AC 252.A16
5516937

28 VIESMANN Apparecchi ibridi


Unità esterne (continua)

341 900

1261

62 4
159
864
963
975
50
357
5516937

Apparecchi ibridi VIESMANN 29


Curve caratteristiche

5.1 Diagrammi di potenza unità esterna 4 kW, 230 V


Riscaldamento
Apparecchio ibrido
■ Vitocaldens 222-F, tipo HAWB-M 222.A23
■ Vitocal 250-S, tipo HAWB-M-AC 252.A04

6
35 °C
45 °CA
55 °C
4
Potenzialità in kW

2
55 °C
45 °CB
35 °C
0
-15 -10 -5 0 5 10 15 20 25 30
Temperatura d'ingresso aria in °C

Curve caratteristiche in funzione della temperatura di mandata:


6 35°C A Potenzialità con temperature di mandata 35 °C, 45 °C, 55 °C
Coefficiente di rendimento COP

B Potenza elettrica assorbita riscaldamento a temperature di man-


45°C data 35 °C, 45 °C, 55 °C
4
55°C Avvertenza
■ I dati del coefficiente di rendimento COP delle tabelle e dei grafici
seguenti sono stati calcolati in base alla norma EN 14511.
2
■ Le indicazioni di rendimento si riferiscono ad apparecchi nuovi con
scambiatori di calore a piastre puliti.
0
-15 -10 -5 0 5 10 15 20 25 30
Temperatura d'ingresso aria in °C
5
Funzionamento W °C 35
A °C –15 –7 2 7 10 20 30
Potenzialità kW 2,40 3,20 3,00 4,00 4,60 5,00 5,50
Potenza elettrica assorbita kW 1,30 1,27 0,91 0,86 0,95 0,95 0,96
Coefficiente di rendimento ∊ (COP) 1,85 2,58 3,27 4,64 4,83 5,27 5,70

Funzionamento W °C 45
A °C –15 –7 2 7 10 20 30
Potenzialità kW 2,20 3,00 2,80 4,00 4,20 4,60 5,00
Potenza elettrica assorbita kW 1,50 1,50 1,07 1,14 1,15 1,17 1,13
Coefficiente di rendimento ∊ (COP) 1,47 2,00 2,65 3,55 3,67 3,75 4,41

Funzionamento W °C 55
A °C –15 –7 2 7 10 20 30
Potenzialità kW 2,00 2,70 2,70 3,70 3,80 4,30 4,70
Potenza elettrica assorbita kW 1,72 1,76 1,25 1,34 1,33 1,30 1,37
Coefficiente di rendimento ∊ (COP) 1,16 1,55 2,12 2,74 2,87 3,30 3,45

Raffreddamento
Apparecchio ibrido
■ Vitocal 250-S, tipo HAWB-M-AC 252.A04
5516937

30 VIESMANN Apparecchi ibridi


Curve caratteristiche (continua)

Curve caratteristiche in funzione della temperatura di mandata:


6 C Potenzialità di raffreddamento con temperature di mandata di
18 °C, 7 °C
D Potenza elettrica assorbita raffreddamento a temperature di
4 18°C
Potenzialità in kW

C mandata di 18 °C, 7 °C
7°C
Avvertenza
2 ■ I dati del coefficiente di rendimento COP delle tabelle e dei grafici
18°C seguenti sono stati calcolati in base alla norma EN 14511.
D
7°C ■ Le indicazioni di rendimento si riferiscono ad apparecchi nuovi con
0 scambiatori di calore a piastre puliti.
20 25 30 35
Temperatura aria esterna in °C

6
Coeffic. rendimento EER

4
18°C
7°C
2

0
20 25 30 35
Temperatura d'ingresso aria in °C

Funzionamento W °C 18 7
A °C 20 25 27 30 35 20 25 27 30 35
Potenzialità di raffreddamento kW 5,30 4,90 4,70 4,50 4,20 3,40 3,30 3,20 3,10 3,20
Potenza elettrica assorbita kW 1,07 1,11 1,13 1,14 1,13 0,96 1,00 1,04 1,05 1,08
Coefficiente di rendimento EER 4,94 4,40 4,20 3,95 3,72 3,54 3,30 3,10 2,95 2,96

5
5516937

Apparecchi ibridi VIESMANN 31


Curve caratteristiche (continua)

5.2 Diagrammi di potenza unità esterna 7 kW, 230 V


Riscaldamento
Apparecchio ibrido
■ Vitocaldens 222-F, tipo
HAWB-M 222.A26
HAWB-M-AC 222.A26
■ Vitocal 250-S, tipo HAWB-M-AC 252.A07

12
35 °C
10 45 °C A
55 °C

6
Potenzialità in kW

55 °C
2 45 °C B
35 °C

0
-15 -7 2 7 10 20 30
Temperatura d'ingresso aria in °C

Curve caratteristiche in funzione della temperatura di mandata:


5 A Potenzialità con temperature di mandata 35 °C, 45 °C, 55 °C
35 °C B Potenza elettrica assorbita riscaldamento a temperature di man-
6 data 35 °C, 45 °C, 55 °C
Coeefic. rendimento COP

45 °C Avvertenza
4 ■ I dati del coefficiente di rendimento COP delle tabelle e dei grafici
55 °C seguenti sono stati calcolati in base alla norma EN 14511.
■ Le indicazioni di rendimento si riferiscono ad apparecchi nuovi con
scambiatori di calore a piastre puliti.
2

0
-15 -7 7 10 20 30
Temperatura d‘ingresso aria in °C

Funzionamento W °C 35
A °C –15 –7 2 7 10 20 30
Potenzialità kW 4,16 5,28 5,92 7,60 7,80 9,08 10,83
Potenza elettrica assorbita kW 1,69 1,78 1,66 1,77 1,76 1,77 1,74
Coefficiente di rendimento ∊ (COP) 2,46 2,97 3,57 4,30 4,43 5,13 6,24

Funzionamento W °C 45
A °C –15 –7 2 7 10 20 30
Potenzialità kW 4,06 4,72 5,30 6,80 7,00 8,92 9,97
Potenza elettrica assorbita kW 2,65 2,33 2,17 2,31 2,22 2,27 2,23
Coefficiente di rendimento ∊ (COP) 1,53 2,03 2,44 2,94 3,15 3,93 4,47
5516937

32 VIESMANN Apparecchi ibridi


Curve caratteristiche (continua)

Funzionamento W °C 55
A °C –15 –7 2 7 10 20 30
Potenzialità kW 3,35 4,55 5,10 6,54 6,70 7,80 9,50
Potenza elettrica assorbita kW 2,72 2,83 2,64 2,81 2,65 2,57 2,64
Coefficiente di rendimento ∊ (COP) 1,23 1,61 1,93 2,33 2,52 3,03 3,59

Raffreddamento
Apparecchio ibrido
■ Vitocaldens 222-F, tipo HAWB-M-AC 222.A26 6
■ Vitocal 250-S, tipo HAWB-M-AC 252.A07

Coeffic. rendimento EER


10 4
18 °C

7 °C
8 2
C
7 °C
6
0
20 25 27 30 35
Potenzialità in kW

4 Temperatura d'ingresso aria in °C

18 °C D
2 7 °C Curve caratteristiche in funzione della temperatura di mandata:
C Potenzialità di raffreddamento con temperature di mandata di
18 °C, 7 °C
0 D Potenza elettrica assorbita raffreddamento a temperature di
20 25 27 30 35 mandata di 18 °C, 7 °C
Temperatura aria esterna in °C
Avvertenza
■ I dati del coefficiente di rendimento COP delle tabelle e dei grafici
seguenti sono stati calcolati in base alla norma EN 14511.
■ Le indicazioni di rendimento si riferiscono ad apparecchi nuovi con
scambiatori di calore a piastre puliti.
5
Funzionamento W °C 18 7
A °C 20 25 27 30 35 20 25 27 30 35
Potenzialità di raffreddamento kW 9,08 8,97 8,88 8,52 7,97 8,13 7,72 7,41 7,00 6,38
Potenza elettrica assorbita kW 1,54 1,75 1,83 1,93 2,16 1,69 1,87 1,92 2,04 2,22
Coefficiente di rendimento EER 5,89 5,14 4,85 4,42 3,70 4,82 4,13 3,85 3,42 2,87
5516937

Apparecchi ibridi VIESMANN 33


Curve caratteristiche (continua)

5.3 Diagrammi di potenza unità esterna 10 kW, 230 V


Riscaldamento
Apparecchio ibrido
■ Vitocaldens 222-F, tipo
HAWB-M 222.A29
HAWB-M-AC 222.A29
■ Vitocal 250-S, tipo HAWB-M-AC 252.A10

35 °C
14
45 °C A

12 55 °C

10

4
Potenzialità in kW

55 °C
45 °C B
2 35 °C

0
-15 -10 -5 0 5 10 15 20 25 30
Temperatura d'ingresso aria in °C
5
Curve caratteristiche in funzione della temperatura di mandata:
35 °C A Potenzialità con temperature di mandata 35 °C, 45 °C, 55 °C
6 B Potenza elettrica assorbita riscaldamento a temperature di man-
Coeffic. rendimento COP

data 35 °C, 45 °C, 55 °C


45 °C
Avvertenza
4
55 °C ■ I dati del coefficiente di rendimento COP delle tabelle e dei grafici
seguenti sono stati calcolati in base alla norma EN 14511.
■ Le indicazioni di rendimento si riferiscono ad apparecchi nuovi con
2 scambiatori di calore a piastre puliti.

0
-15 -10 -5 0 5 10 15 20 25 30
Temperatura d'ingresso aria in °C

Funzionamento W °C 35
A °C –15 –7 2 7 10 20 30
Potenzialità kW 6,12 9,00 7,70 10,90 11,20 13,60 14,50
Potenza elettrica assorbita kW 3,47 3,48 2,20 2,36 2,32 2,21 2,11
Coefficiente di rendimento ∊ (COP) 1,76 2,59 3,50 4,62 4,84 6,18 6,88

Funzionamento W °C 45
A °C –15 –7 2 7 10 20 30
Potenzialità kW 6,06 7,80 7,00 10,30 10,70 12,70 13,60
Potenza elettrica assorbita kW 4,33 4,33 2,66 2,88 2,86 2,78 2,71
Coefficiente di rendimento ∊ (COP) 1,40 1,80 2,60 3,60 3,80 4,60 5,00
5516937

34 VIESMANN Apparecchi ibridi


Curve caratteristiche (continua)

Funzionamento W °C 55
A °C –15 –7 2 7 10 20 30
Potenzialità kW 5,60 7,40 6,60 9,20 10,00 11,50 11,80
Potenza elettrica assorbita kW 5,23 5,23 3,27 3,49 3,45 3,41 3,38
Coefficiente di rendimento ∊ (COP) 1,07 1,42 2,00 2,60 2,90 3,40 3,50

Raffreddamento
Apparecchio ibrido
■ Vitocaldens 222-F, tipo HAWB-M-AC 222.A29 6

Coeffic. rendimento EER


■ Vitocal 250-S, tipo HAWB-M-AC 252.A10

4
12 18°C
7°C
2
10 18°C

C 0
8 20 25 30 35
7°C Temperatura d'ingresso aria in °C

6
Curve caratteristiche in funzione della temperatura di mandata:
C Potenzialità di raffreddamento con temperature di mandata di
4 18°C D 18 °C, 7 °C
Potenzialità in kW

7°C D Potenza elettrica assorbita raffreddamento a temperature di


mandata di 18 °C, 7 °C
2
Avvertenza
■ I dati del coefficiente di rendimento COP delle tabelle e dei grafici
seguenti sono stati calcolati in base alla norma EN 14511.
0
20 25 30 35 ■ Le indicazioni di rendimento si riferiscono ad apparecchi nuovi con
Temperatura aria esterna in °C scambiatori di calore a piastre puliti.

Funzionamento W °C 18 7
A °C 20 25 27 30 35 20 25 27 30 35
5
Potenzialità di raffreddamento kW 11,80 11,58 11,21 10,66 10,00 8,39 7,95 7,97 7,42 7,4
0
Potenza elettrica assorbita kW 1,99 2,17 2,28 2,44 2,75 2,03 2,18 2,24 2,40 2,69
Coefficiente di rendimento EER 5,93 5,34 4,93 4,37 3,63 4,14 3,65 3,56 3,09 2,75
5516937

Apparecchi ibridi VIESMANN 35


Curve caratteristiche (continua)

5.4 Diagrammi di potenza unità esterna 10 kW, 400 V


Riscaldamento
Apparecchio ibrido
■ Vitocaldens 222-F, tipo
HAWB 222.A29
HAWB-AC 222.A29
■ Vitocal 250-S, tipo HAWB-AC 252.A10

14
35 °C
12 A
45 °C
55 °C
10

6
Potenzialità in kW

4
55 °C
45 °C
B
2
35 °C

0
-20 -15 -10 -5 0 5 10 15 20 25 30
Temperatura d'ingresso aria in °C

Curve caratteristiche in funzione della temperatura di mandata:


5 8 A Potenzialità con temperature di mandata 35 °C, 45 °C, 55 °C
Coefficiente di rendimento COP

35°C B Potenza elettrica assorbita riscaldamento a temperature di man-


data 35 °C, 45 °C, 55 °C
6
45°C Avvertenza
■ I dati del coefficiente di rendimento COP delle tabelle e dei grafici
4 55°C seguenti sono stati calcolati in base alla norma EN 14511.
■ Le indicazioni di rendimento si riferiscono ad apparecchi nuovi con
scambiatori di calore a piastre puliti.
2

0
-20 -15 -10 -5 0 5 10 15 20 25 30
Temperatura d'ingresso aria in °C

Funzionamento W °C 35
A °C –20 –15 –7 2 7 10 20 30
Potenzialità kW 7,04 8,01 9,57 7,50 10,16 10,51 11,67 12,82
Potenza elettrica assorbita kW 3,09 3,10 3,11 1,76 2,00 1,98 1,90 1,83
Coefficiente di rendimento ∊ (COP) 2,28 2,59 3,08 4,27 5,08 5,34 6,20 7,06

Funzionamento W °C 45
A °C –20 –15 –7 2 7 10 20 30
Potenzialità kW 6,22 7,20 8,77 6,85 8,79 9,16 10,40 11,63
Potenza elettrica assorbita kW 3,54 3,56 3,59 2,46 2,48 2,44 2,33 2,21
Coefficiente di rendimento ∊ (COP) 1,76 2,02 2,44 2,78 3,55 3,78 4,55 5,31
5516937

36 VIESMANN Apparecchi ibridi


Curve caratteristiche (continua)

Funzionamento W °C 55
A °C –20 –15 –7 2 7 10 20 30
Potenzialità kW 6,31 7,96 6,18 7,64 8,02 9,32 10,61
Potenza elettrica assorbita kW 4,07 4,00 2,90 2,93 2,89 2,76 2,63
Coefficiente di rendimento ∊ (COP) 1,55 1,99 2,13 2,61 2,80 3,43 4,06

Raffreddamento
Apparecchio ibrido Curve caratteristiche in funzione della temperatura di mandata:
■ Vitocaldens 222-F, tipo HAWB-AC 222.A29 C Potenzialità di raffreddamento con temperature di mandata di
■ Vitocal 250-S, tipo HAWB-AC 252.A10 18 °C, 7 °C
D Potenza elettrica assorbita raffreddamento a temperature di
mandata di 18 °C, 7 °C
12
Avvertenza
10
7℃ ■ I dati del coefficiente di rendimento COP delle tabelle e dei grafici
8 C
18℃ seguenti sono stati calcolati in base alla norma EN 14511.
■ Le indicazioni di rendimento si riferiscono ad apparecchi nuovi con
Potenza in kW

6 scambiatori di calore a piastre puliti.


4
18℃
2 7℃ D
0
1 2 3 4 5
Temperatura d'ingresso aria in °C

8
7
Coefficiente di rendimento

6
5
18°C
4
3 7°C 5
2
1
EER

0
1 2 3 4 5
Temperatura d'ingresso aria in °C

Funzionamento W °C 18 7
A °C 20 25 27 30 35 20 25 27 30 35
Potenzialità di raffreddamento kW 10,42 10,42 9,90 9,45 8,83 10,36 9,82 9,88 9,16 9,14
Potenza elettrica assorbita kW 1,41 1,53 1,61 1,73 1,98 2,54 2,73 2,81 3,01 3,37
Coefficiente di rendimento EER 7,40 6,68 6,14 5,48 4,46 4,07 3,60 3,52 3,05 2,71
5516937

Apparecchi ibridi VIESMANN 37


Curve caratteristiche (continua)

5.5 Diagrammi di potenza unità esterna 13 kW, 400 V


Riscaldamento
Apparecchio ibrido
■ Vitocal 250-S, tipo HAWB-AC 252.A13

16
35 °C
A
45 °C
14
55 °C

12

10

6
Potenzialità in kW

4 55 °C
45 °C
B
2 35 °C

0
-20 -15 -10 -5 0 5 10 15 20 25 30
Temperatura d'ingresso aria in °C

Curve caratteristiche in funzione della temperatura di mandata:


5 35°C A Potenzialità con temperature di mandata 35 °C, 45 °C, 55 °C
Coeffic. di rendimento COP

6 B Potenza elettrica assorbita riscaldamento a temperature di man-


data 35 °C, 45 °C, 55 °C
45°C
4 55°C Avvertenza
■ I dati del coefficiente di rendimento COP delle tabelle e dei grafici
seguenti sono stati calcolati in base alla norma EN 14511.
2 ■ Le indicazioni di rendimento si riferiscono ad apparecchi nuovi con
scambiatori di calore a piastre puliti.

0
-20 -15 -10 -5 0 5 10 15 20 25 30
Temperatura d'ingresso aria in °C

Funzionamento W °C 35
A °C –20 –15 –7 2 7 10 20 30
Potenzialità kW 7,86 8,93 10,65 11,30 12,07 12,52 14,05 15,58
Potenza elettrica assorbita kW 3,69 3,68 3,67 2,42 2,57 2,55 2,50 2,44
Coefficiente di rendimento ∊ (COP) 2,13 2,43 2,91 3,72 4,69 4,92 5,67 6,42

Funzionamento W °C 45
A °C –20 –15 –7 2 7 10 20 30
Potenzialità kW 7,31 8,32 9,95 8,23 10,95 11,39 12,86 14,34
Potenza elettrica assorbita kW 4,27 4,29 4,33 2,99 3,12 3,10 3,03 2,96
Coefficiente di rendimento ∊ (COP) 1,71 1,94 2,30 2,75 3,51 3,69 4,28 4,86

Funzionamento W °C 55
A °C –20 –15 –7 2 7 10 20 30
Potenzialità kW 7,51 9,24 7,34 9,69 10,16 11,71 13,27
Potenza elettrica assorbita kW 4,78 4,89 3,41 3,67 3,64 3,53 3,42
5516937

Coefficiente di rendimento ∊ (COP) 1,57 1,89 2,15 2,64 2,81 3,36 3,91

38 VIESMANN Apparecchi ibridi


Curve caratteristiche (continua)

Raffreddamento
Apparecchio ibrido Curve caratteristiche in funzione della temperatura di mandata:
■ Vitocal 250-S, tipo HAWB-AC 252.A13 C Potenzialità di raffreddamento con temperature di mandata di
18 °C, 7 °C
D Potenza elettrica assorbita raffreddamento a temperature di
16 mandata di 18 °C, 7 °C
14 Avvertenza
18℃
12 C ■ I dati del coefficiente di rendimento COP delle tabelle e dei grafici
7℃ seguenti sono stati calcolati in base alla norma EN 14511.
10 ■ Le indicazioni di rendimento si riferiscono ad apparecchi nuovi con
8 scambiatori di calore a piastre puliti.
Potenza in kW

6
4 18℃
7℃ D
2
0
1 2 3 4 5
Temperatura d'ingresso aria in °C

6
Coefficiente di rendimento

5
4
18°C
3
7°C
2
1
EER

0
1 2 3 4 5
Temperatura d'ingresso aria in °C

5
Funzionamento W °C 18 7
A °C 20 25 27 30 35 20 25 27 30 35
Potenzialità di raffreddamento kW 14,05 13,54 13,24 12,63 12,83 12,88 12,40 11,93 11,10 10,75
Potenza elettrica assorbita kW 2,35 2,57 2,67 2,83 3,45 3,26 3,49 3,61 3,76 4,15
Coefficiente di rendimento EER 5,98 5,27 4,96 4,46 3,72 3,95 3,56 3,30 2,95 2,59
5516937

Apparecchi ibridi VIESMANN 39


Curve caratteristiche (continua)

5.6 Diagrammi di potenza unità esterna 16 kW, 400 V


Riscaldamento
Pompa di calore
■ Vitocal 250-S, tipo HAWB-AC 252.A16

24
35°C
22

20
A
45°C
18

16 55°C

14

12

10

6
45°C
55°C
5 4
B
Potenza in kW

35°C
2

0
-20 -15 -10 -5 0 5 10 15 20 25 30
Temperatura d'ingresso aria in °C

Curve caratteristiche in funzione della temperatura di mandata:


6 35°C A Potenzialità con temperature di mandata 35 °C, 45 °C, 55 °C
B Potenza elettrica assorbita riscaldamento a temperature di man-
Coeffic. rendim. COP

45°C data 35 °C, 45 °C, 55 °C


4 55°C
Avvertenza
■ I dati del coefficiente di rendimento COP delle tabelle e dei grafici
2 seguenti sono stati calcolati in base alla norma EN 14511.
■ Le indicazioni di rendimento si riferiscono ad apparecchi nuovi con
scambiatori di calore a piastre puliti.
0
-20 -15 -10 -5 0 5 10 15 20 25 30
Temperatura d'ingresso aria in °C

Funzionamento W °C 35
A °C –20 –15 –7 2 7 10 20 30
Potenzialità kW 8,9 10,8 13,3 11,3 15,5 16,8 19,4 23,0
Potenza elettrica assorbita kW 4,5 4,9 5,1 3,1 3,7 3,6 3,6 3,9
Coefficiente di rendimento ∊ (COP) 1,95 2,20 2,59 3,66 4,17 4,60 5,34 5,98
5516937

40 VIESMANN Apparecchi ibridi


Curve caratteristiche (continua)

Funzionamento W °C 45
A °C –20 –15 –7 2 7 10 20 30
Potenzialità kW 8,0 9,4 11,3 10,8 12,3 13,5 15,8 18,6
Potenza elettrica assorbita kW 4,5 4,9 5,3 3,7 3,7 3,8 3,7 3,9
Coefficiente di rendimento ∊ (COP) 1,77 1,93 2,13 2,89 3,31 3,54 4,22 4,78

Funzionamento W °C 55
A °C –20 –15 –7 2 7 10 20 30
Potenzialità kW 7,2 8,3 10,5 9,3 9,7 10,6 12,8 15,9
Potenza elettrica assorbita kW 4,5 4,9 5,4 4,3 3,8 3,9 4,0 3,9
Coefficiente di rendimento ∊ (COP) 1,58 1,70 1,96 2,17 2,54 2,75 3,22 4,13

Raffreddamento
Apparecchio ibrido Curve caratteristiche in funzione della temperatura di mandata:
■ Vitocal 250-S, tipo HAWB-AC 252.A16 C Potenzialità di raffreddamento con temperature di mandata di
18 °C, 7 °C
D Potenza elettrica assorbita raffreddamento a temperature di
16 mandata di 18 °C, 7 °C
14 18℃
C Avvertenza
12 7℃ ■ I dati del coefficiente di rendimento COP delle tabelle e dei grafici
seguenti sono stati calcolati in base alla norma EN 14511.
10 ■ Le indicazioni di rendimento si riferiscono ad apparecchi nuovi con
8 scambiatori di calore a piastre puliti.
Potenza in kW

6 18℃
D
4 7℃
2
0
1 2 3 4 5
Temperatura d'ingresso aria in °C

6
Coefficiente di rendimento

5
5
4
18°C
3
2 7°C

1
EER

0
1 2 3 4 5
Temperatura d'ingresso aria in °C

Funzionamento W °C 18 7
A °C 20 25 27 30 35 20 25 27 30 35
Potenzialità di raffreddamento kW 15,57 15,01 14,67 14,45 14,22 14,19 13,67 13,15 12,24 11,85
Potenza elettrica assorbita kW 2,88 3,15 3,27 3,47 4,23 4,38 4,69 4,86 5,06 5,58
Coefficiente di rendimento EER 5,41 4,76 4,48 4,16 3,43 3,24 2,91 2,71 2,42 2,17
5516937

Apparecchi ibridi VIESMANN 41


Curve caratteristiche (continua)

5.7 Fattore di correzione della potenza


Riscaldamento: tutti i tipi

1,00
Correzione potenzialità

0,98
0,96
0,94
0,92
0,90
0 5 10 15 20 25 30
Lunghezza tubazione in m

Dati riferiti a A2/W35 e A7/W35

Esempio: Potenzialità corretta:


■ Tipo HAWB-M 222.A26 ■ Potenzialità utile riferita a A2/W35:
■ Lunghezza della tubazione del refrigerante: 10 m 5,6 kW x 0,98 = 5,49 kW

Raffreddamento: solo Vitocal 250-S/Vitocaldens 222-F, tipo HAWB-M-AC/HAWB-AC

1,00
0,96
0,92
0,88 A
0,84
Correzione potenzialità

0,80
0,76
0,72
5 0,68 B
0,64
0,60
0 5 10 15 20 25 30
Lunghezza tubazione in m

A A35/W18
B A35/W7

Esempio: Potenzialità corretta:


■ Tipo HAWB 252.A07 ■ Potenzialità utile riferita a A2/W35:
■ Lunghezza della tubazione del refrigerante: 10 m 5,6 kW x 0,98 = 5,49 kW
■ Potenzialità nominale di raffreddamento riferita a A35/W7:
6,2 kW x 0,94 = 5,83 kW
5516937

42 VIESMANN Apparecchi ibridi


Curve caratteristiche (continua)

5.8 Prevalenze residue con la pompa di circolazione integrata


Vitocaldens 222-F: Grundfoss UPML 25-105 PWM

1200 120

1000 100

800 80
Prevalenza residua

600 60

400 40

200 20
mbar

kPa

0 0
0 0,5 1 1,5 2
Portata volumetrica in m³/h

Vitocal 250-S: Grundfos UPM3/25-75 130 AZA

0,8 0,08

0,7 0,07

0,6 0,06

0,5 0,05

0,4 0,04
Prevalenza residua

0,3 0,03

0,2 0,02
5
0,1 0,01
mbar

kPa

0 0
0,0 1,0 2,0 2,5
Portata volumetrica in m³/h
5516937

Apparecchi ibridi VIESMANN 43


Accessori per l'installazione

6.1 Schema
Accessori Articolo Vitocaldens 222-F Vitocal 250-S
Apparecchio di ventilazione, vedi da pagina 48
Apparecchi di ventilazione e accessori: X X
Vedi indicazioni per la progettazione “Vitovent„
Accessori idraulici, vedi da pagina 48
Serbatoio d'accumulo acqua di riscaldamento Vitocell 100-W
– Tipo SVP Z013071 X
– Tipo SVPA Z015310 X
Kit di allacciamento:
– per l'installazione sopra intonaco in alto 7348566 X
– per installazione sopra intonaco in alto con mensola per il premon- 7355317 X
taggio
– per installazione sopra intonaco a sinistra o a destra 7350854 X
– per installazione sopra intonaco a sinistra o a destra con mensola 7354403 X
per il premontaggio
– per installazione sopra intonaco in basso con mensola per il pre- ZK01792 X
montaggio
– per installazione sotto intonaco 7351625 X
– Kit di montaggio con miscelatore per installazione sopra intonaco ZK02723 HAWB-M 222.A23
HAWB-M 222.A26
HAWB-M 222.A29
HAWB 222.A29
– Pompa di ricircolo 7514306 X
Collettore circuito di riscaldamento Divicon, vedi da pagina 53

Avvertenza
Il collettore circuito di riscaldamento Divicon non è adatto per circuiti di riscaldamento che vengono utilizzati anche per il programma di raf-
freddamento.

Senza miscelatore
– Pompa di circolazione ad alta efficienza Wilo Yonos PARA 25/6, 7521287 A1/HK1 A1/CR1
DN 20 - ¾
– Pompa di circolazione ad alta efficienza Wilo Yonos PARA 25/6, 7521288 A1/HK1 A1/CR1
DN 25 - 1
– Con pompa di circolazione ad alta efficienza Wilo Yonos PARA Opt. ZK01831 A1/HK1 A1/CR1
25/7.5 DN 32 - 1¼
Con miscelatore
– Pompa di circolazione ad alta efficienza Wilo Yonos PARA 25/6, 7521285 M2/HK2 M2/CR2
DN 20 - ¾
– Pompa di circolazione ad alta efficienza Wilo Yonos PARA 25/6, 7521286 M2/HK2 M2/CR2
DN 25 - 1
– Con pompa di circolazione ad alta efficienza Wilo Yonos PARA Opt. ZK01830 M2/HK2 M2/CR2
25/7.5 DN 32 - 1¼
6 Valvola bypass 7464889 X X
Fissaggio a parete per Divicon singoli 7465894 X X
Collettore per 2 Divicon
– DN 20 - ¾ e DN 25 - 1 7460638 X X
– DN 32 - 1¼ 7466337 X X
Fissaggio a parete per collettore 7465439 X X
Produzione d'acqua calda sanitaria con Vitocell 100-V, tipo CVAA (300 l), tipo CVWA (390 l) e Vitocell 100-W, tipo CVAA (300 l): vedi da
pagina 57
Bollitore
– Vitocell 100-V, tipo CVWA Z016795 X
300 l, colore vitosilber (argento)
– Vitocell 100-V, tipo CVWA Z017719 X
300 l, colore bianco
– Vitocell 100-V, tipo CVWA Z016796 X
390 l, colore vitosilber (argento)
– Vitocell 100-V, tipo CVWA Z016797 X
500 l, colore vitosilber (argento)
– Vitocell 100-V, tipo CVAA Z013672 X
300 l, colore vitosilber (argento)
– Vitocell 100-W, tipo CVAA Z013673 X
300 l, colore bianco
5516937

44 VIESMANN Apparecchi ibridi


Accessori per l'installazione (continua)

Accessori Articolo Vitocaldens 222-F Vitocal 250-S


Resistenza elettrica EHE
– Per Vitocell 100-V, tipo CVWA Z012684 X
300 l, 390 l, 500 l, montaggio in alto
– Per Vitocell 100-V, tipo CVWA Z016798 X
300 l, montaggio in basso
– Vitocell 100-V, tipo CVWA Z016799 X
390 l, 500 l, montaggio in basso
– Per Vitocell 100-V, tipo CVAA Z012676 X
300 l, montaggio in basso
Gruppo scambiatore di calore solare per capacità del bollitore di 390 l 7186663 X
e 500 l
Anodo per correnti vaganti
– Per capacità del bollitore di 300 l/bollitore integrato 7182008 X
– Per capacità del bollitore di 300 l 7265008 X
– Bollitore integrato
– Per capacità del bollitore di 390 l e 500 l Z004247 X
Accessori per la produzione d'acqua calda sanitaria in generale: vedi da pagina 70
Gruppo di sicurezza
– Per installazione sopra intonaco (da eseguire sul posto), DN 15 7219722 X
– Per installazione sopra intonaco (da eseguire sul posto), DN 20 7180662 X
– Per installazione sotto intonaco in abbinamento al kit di allaccia- 7351842 X
mento, DN 15
Coperture rubinetterie: vedi da pagina 70
Copertura rubinetterie 7352257 X
Impianti di neutralizzazione condensa: vedi da pagina 71
Dispositivo di neutralizzazione della condensa ZK03652 X
Granulato di neutralizzazione 2,5 kg per ZK03652 ZK03654 X
Impianti smaltimento condensa: vedi da pagina 71
Impianto smaltimento condensa SI1800 ZK02486 X
Altri accessori di allacciamento: vedi da pagina 73
Gomito DN 40 7461025 X
Piedistallo caldaia 7352259 X
Strumento di trasporto 7425341 X
Kit utensili ZK04569 X
Bruciatore: vedi da pagina 73
Dispositivo di controllo di CO Z015500 X
Raffreddamento: vedi da pagina 74
Umidostato esterno 230 V 7452646 HAWB-AC 222.A X
HAWB-M-AC 222.A
Termostato per la protezione antigelo 7179164 HAWB-AC 222.A X
HAWB-M-AC 222.A
Pompa di circolazione ad alta efficienza Wilo Yonos PICO plus 30/1-6 7783570 HAWB-AC 222.A X
HAWB-M-AC 222.A
Valvola deviatrice a 3 vie 6
– Attacco G 1 ZK01343 HAWB-AC 222.A X
HAWB-M-AC 222.A
– Attacco G 1½ ZK01344 HAWB-AC 222.A
HAWB-M-AC 222.A
Sensore temperatura a bracciale 7426463 HAWB-AC 222.A X
HAWB-M-AC 222.A
Sensore temperatura ambiente 7438537 HAWB-AC 222.A X
HAWB-M-AC 222.A
Tubazioni del refrigerante per il collegamento di apparecchi split a installazione fissa: vedi da pagina 76
Tubo in rame con isolamento termico, 6 x 1 mm 7249274 HAWB-M 222.A23 HAWB-M-AC 252.A04
Tubo in rame con isolamento termico, ¼ 7441108 HAWB-M 222.A23 HAWB-M-AC 252.A04
Tubo in rame con isolamento termico, 10 x 1 mm 7249273 X X
Tubo in rame con isolamento termico, ⅜ 7441109 X X
Tubo in rame con isolamento termico, 12 x 1 mm 7249272 HAWB-M 222.A23 HAWB-M-AC 252.A04
Tubo in rame con isolamento termico, ½ 7441110 HAWB-M 222.A23 HAWB-M-AC 252.A04
Tubo in rame con isolamento termico, 16 x 1 mm 7441106 X X
Tubo in rame con isolamento termico, ⁵⁄₈ 7441111 X X
Isolamento termico tubazioni del refrigerante: vedi da pagina 76
Nastro termoisolante 7249275 X X
Nastro adesivo in PVC 7249281 X X
5516937

Apparecchi ibridi VIESMANN 45


Accessori per l'installazione (continua)

Accessori Articolo Vitocaldens 222-F Vitocal 250-S


Elementi di raccordo tubazioni del refrigerante: vedi da pagina 76
Nipplo di collegamento ⁷⁄₁₆ 7249276 HAWB-M 222.A23 HAWB-M-AC 252.A04
Nipplo di collegamento ⁵⁄₈ 7249278 X HAWB-M-AC 252.A07
HAWB-M-AC 252.A10
HAWB-AC 252.A10
HAWB-AC 252.A13
HAWB-AC 252.A16
Nipplo di collegamento ¾ 7249279 HAWB-M 222.A23 HAWB-M-AC 252.A04
Nipplo di collegamento ⁷⁄₈ 7441113 X HAWB-M-AC 252.A07
HAWB-M-AC 252.A10
HAWB-AC 252.A10
HAWB-AC 252.A13
HAWB-AC 252.A16
Controdado a flangia ⁷⁄₁₆ 7249280 HAWB-M 222.A23 HAWB-M-AC 252.A04
Controdado a flangia ⁵⁄₈ 7249282 X HAWB-M-AC 252.A07
HAWB-M-AC 252.A10
HAWB-AC 252.A10
HAWB-AC 252.A13
HAWB-AC 252.A16
Controdado a flangia ¾ 7249283 HAWB-M 222.A23 HAWB-M-AC 252.A04
Controdado a flangia ⁷⁄₈ 7441115 X HAWB-M-AC 252.A07
HAWB-M-AC 252.A10
HAWB-AC 252.A10
HAWB-AC 252.A13
HAWB-AC 252.A16
Euro adattatore a flangia ⁷⁄₁₆ 7249284 HAWB-M 222.A23 HAWB-M-AC 252.A04
Euro adattatore a flangia ⁵⁄₈ 7249285 X HAWB-M-AC 252.A07
HAWB-M-AC 252.A10
HAWB-AC 252.A10
HAWB-AC 252.A13
HAWB-AC 252.A16
Euro adattatore a flangia ¾ 7249286 HAWB-M 222.A23 HAWB-M-AC 252.A04
Euro adattatore a flangia ⁷⁄₈ 7441117 X HAWB-M-AC 252.A07
HAWB-M-AC 252.A10
HAWB-AC 252.A10
HAWB-AC 252.A13
HAWB-AC 252.A16
Anello di tenuta in rame ⁷⁄₁₆ 7249289 HAWB-M 222.A23 HAWB-M-AC 252.A04
Anello di tenuta in rame ⁵⁄₈ 7249290 X HAWB-M-AC 252.A07
HAWB-M-AC 252.A10
HAWB-AC 252.A10
HAWB-AC 252.A13
HAWB-AC 252.A16
6 Anello di tenuta in rame ¾ 7249291 HAWB-M 222.A23 HAWB-M-AC 252.A04
Anello di tenuta in rame ⁷⁄₈ 7441119 X HAWB-M-AC 252.A07
HAWB-M-AC 252.A10
HAWB-AC 252.A10
HAWB-AC 252.A13
HAWB-AC 252.A16
5516937

46 VIESMANN Apparecchi ibridi


Accessori per l'installazione (continua)

Accessori Articolo Vitocaldens 222-F Vitocal 250-S


Manicotto a saldatura interna 6 mm 7249287 HAWB-M 222.A23 HAWB-M-AC 252.A04
Manicotto a saldatura interna ⁷⁄₁₆ 7441123 HAWB-M 222.A23 HAWB-M-AC 252.A04
Manicotto a saldatura interna 10 mm 7249277 X HAWB-M-AC 252.A07
HAWB-M-AC 252.A10
HAWB-AC 252.A10
HAWB-AC 252.A13
HAWB-AC 252.A16
Manicotto a saldatura interna ⁵⁄₈ 7441124 X HAWB-M-AC 252.A07
HAWB-M-AC 252.A10
HAWB-AC 252.A10
HAWB-AC 252.A13
HAWB-AC 252.A16
Manicotto a saldatura interna 12 mm 7249288 HAWB-M 222.A23 HAWB-M-AC 252.A04
Manicotto a saldatura interna ¾ 7441125 HAWB-M 222.A23 HAWB-M-AC 252.A04
Manicotto a saldatura interna 16 mm 7441121 X HAWB-M-AC 252.A07
HAWB-M-AC 252.A10
HAWB-AC 252.A10
HAWB-AC 252.A13
HAWB-AC 252.A16
Manicotto a saldatura interna ⁷⁄₈ 7441126 X HAWB-M-AC 252.A07
HAWB-M-AC 252.A10
HAWB-AC 252.A10
HAWB-AC 252.A13
HAWB-AC 252.A16
Mensole per unità esterna: vedi da pagina 77
Mensola per il montaggio a pavimento 7441142 HAWB-M 222.A23 HAWB-M-AC 252.A04
HAWB-M-AC 222.A26 HAWB-M-AC 252.A07
HAWB-M 222.A26
7514125 HAWB-M-AC 222.A29 HAWB-M-AC 252.A10
HAWB-AC 222.A29 HAWB-AC 252.A10
HAWB-M 222.A29 HAWB-AC 252.A13
HAWB 222.A29 HAWB-AC 252.A16
Kit di mensole per montaggio a parete 7172385 HAWB-M 222.A23 HAWB-M-AC 252.A04
7172386 HAWB-M-AC 222.A26 HAWB-M-AC 252.A07
HAWB-M-AC 222.A29 HAWB-M-AC 252.A10
HAWB-M 222.A26
HAWB-M 222.A29
Kit di installazione per unità esterna: vedi da pagina 78
Kit di installazione per montaggio a parete ZK00702 HAWB-M 222.A23 HAWB-M-AC 252.A04
ZK00703 HAWB-M-AC 222.A26 HAWB-M-AC 252.A07
HAWB-M-AC 222.A29 HAWB-M-AC 252.A10
HAWB-M 222.A26
HAWB-M 222.A29
ZK00704 HAWB-M 222.A23 HAWB-M-AC 252.A04 6
ZK00705 HAWB-M-AC 222.A26 HAWB-M-AC 252.A07
HAWB-M-AC 222.A29 HAWB-M-AC 252.A10
HAWB-M 222.A26
HAWB-M 222.A29
Kit di installazione per montaggio a pavimento ZK00290 HAWB-M 222.A23 HAWB-M-AC 252.A04
ZK00291 HAWB-M-AC 222.A26 HAWB-M-AC 252.A07
HAWB-M 222.A26
ZK00292 HAWB-M 222.A23 HAWB-M-AC 252.A04
ZK00293 HAWB-M-AC 222.A26 HAWB-M-AC 252.A07
HAWB-M 222.A26
ZK00870 HAWB-M-AC 222.A29 HAWB-M-AC 252.A10
HAWB-AC 222.A29 HAWB-AC 252.A10
HAWB-M 222.A29 HAWB-AC 252.A13
HAWB 222.A29 HAWB-AC 252.A16
ZK00871 HAWB-M-AC 222.A29 HAWB-M-AC 252.A10
HAWB-AC 222.A29 HAWB-AC 252.A10
HAWB-M 222.A29 HAWB-AC 252.A13
HAWB 222.A29 HAWB-AC 252.A16
Varie: vedi da pagina 79
Massa sigillante 7441145 X X
Nastro in espanso 7441146 X X
5516937

Cavo elettrico scaldante 7441147 X X


Detergente speciale 7249305 X X

Apparecchi ibridi VIESMANN 47


Accessori per l'installazione (continua)

6.2 Apparecchio per l'adduzione e lo scarico dell'aria


Apparecchi di ventilazione Vitovent
Apparecchi di ventilazione Vitovent Avvertenza
I sistemi di ventilazione per abitazioni Vitovent con apparecchio di Per informazioni dettagliate sulla progettazione di un sistema di ven-
ventilazione centralizzato possono essere comandati interamente tilazione per abitazioni con apparecchio di ventilazione centralizzato:
mediante la regolazione della pompa di calore. La regolazione della vedi indicazioni per la progettazione “Sistemi centralizzati di ventila-
pompa di calore dispone di tutta la gamma delle funzioni necessarie zione per abitazioni con recupero del calore„.
per il comando, la taratura dei parametri di regolazione e per la dia-
gnosi dell’apparecchio di ventilazione collegato.

Vitovent Tipo Articolo Scambiatore di Scambiatore di Portata volumetrica Superficie collettore


calore in contro- calore entalpico max. dell'aria in m3/h max. collegabile in m2
corrente
200-C H11S A200 Z014599 (L) X 200 120
Z015391 (R)
H11E A200 Z014584 (L) X 200 120
Z015392 (R)
300-W H32S B300 Z014589 X 300 230
H32E B300 Z014582 X 300 230
H32S B400 Z014590 X 400 370
H32E B400 Z014583 X 400 370
300-C H32S B150 Z014591 X 150 90
300-F H32S B280 Z011432 (w) X 280 180
Z012121 (s)
H32E C280 Z014585 (w) X 280 180
Z014586 (s)

(L) Attacco adduzione aria a sinistra (w) Colore bianco


(R) Attacco adduzione aria a destra (s) Colore vitosilber (argento)

6.3 Accessori idraulici


Vitocal 250-S: Vitocell 100-W, tipo SVP
Articolo: Z013071
Colore bianco

Serbatoio d'accumulo acqua di riscaldamento a parete per l'installa-


zione nel ritorno del circuito secondario
■ Per l'accumulo acqua di riscaldamento in abbinamento a pompe di
calore fino ad una potenzialità di 17 kW
■ Per garantire il contenuto acqua impianto minimo
6 ■ Capacità 46 l

Stato di fornitura:
■ Serbatoio d'accumulo acqua di riscaldamento con isolamento ter-
mico EPS e rivestimento in lamiera
■ Supporto a parete
■ Valvola limitatrice di flusso DN 25, R 1
5516937

48 VIESMANN Apparecchi ibridi


Accessori per l'installazione (continua)

905

A B
155 140 155
44
360

450

A A scelta mandata o ritorno riscaldamento, R 1


B A scelta ritorno o mandata riscaldamento, R 1
C Sfiato

Vitocaldens 222-F: Vitocell 100-W, Tipo SVPA


Articolo: Z015310
Colore bianco

Serbatoio d'accumulo acqua di riscaldamento a parete per l'installa-


zione nel ritorno del circuito secondario 6
■ Per l'accumulo acqua di riscaldamento in abbinamento a pompe di
calore fino ad una potenzialità di 17 kW
■ Per garantire il contenuto acqua impianto minimo

Stato di fornitura:
■ Serbatoio d'accumulo acqua di riscaldamento con isolamento ter-
mico EPS e rivestimento in lamiera
■ Supporto a parete
■ Valvola limitatrice di flusso DN 25, R 1

Dati tecnici
Capacità del bollitore l 46
(TE: contenuto d'acqua effettivo)
Temperatura max. di mandata °C 95
Pressione max. d'esercizio bar 3
MPa 0,3
Peso kg 18
Allacciamenti (filetto maschio)
Mandata e ritorno riscaldamento G 1¼
Dispersioni per mantenimento in funzio- kWh/24 h 0,94
ne
Classe energetica B
5516937

Apparecchi ibridi VIESMANN 49


Accessori per l'installazione (continua)

958
880

A B
155 140 155
44
379

450

A A scelta mandata o ritorno riscaldamento, R 1


B A scelta ritorno o mandata riscaldamento, R 1
C Sfiato

Vitocaldens 222-F: kit di allacciamento


Kit di allacciamento per installazione sopra intonaco in alto Kit di allacciamento per installazione sopra intonaco in alto con
mensola per il premontaggio
Articolo 7348566
Articolo 7355317
6 Componenti:
■ Tubi di allacciamento Componenti:
■ Rubinetterie mandata e ritorno riscaldamento con rubinetto di ■ Mensola di allacciamento
riempimento e scarico caldaia ■ Tubi di allacciamento
■ 2 raccordi per l'allacciamento acqua sanitaria ■ Rubinetterie mandata e ritorno riscaldamento con rubinetto di
■ Rubinetto d'intercettazione gas con sicurezza termica d'intercetta- riempimento e scarico caldaia
zione ■ 2 raccordi per l'allacciamento acqua sanitaria
■ Rubinetto d'intercettazione gas con sicurezza termica d'intercetta-
Attacchi (filetto maschio) zione
Gas R ½
Acqua riscaldamento R ¾ Attacchi (filetto maschio)
Acqua sanitaria R ½ Gas R ½
Acqua riscaldamento R ¾
Acqua sanitaria R ½
5516937

50 VIESMANN Apparecchi ibridi


Accessori per l'installazione (continua)

Kit di allacciamento per installazione sopra intonaco a sinistra Kit di allacciamento per installazione sopra intonaco in basso
o a destra con mensola per il premontaggio

Articolo 7350854 Articolo ZK01792

Componenti: Componenti:
■ Tubi di allacciamento ■ Mensola di allacciamento
■ Rubinetterie mandata e ritorno riscaldamento con rubinetto di ■ Tubi di allacciamento
riempimento e scarico caldaia ■ Rubinetterie mandata e ritorno riscaldamento con rubinetto di
■ 2 raccordi per l'allacciamento acqua sanitaria riempimento e scarico caldaia e dispositivo di sfiato
■ Rubinetto d'intercettazione gas con sicurezza termica d'intercetta- ■ 2 raccordi per l'allacciamento acqua sanitaria
zione ■ Rubinetto gas ad angolo con valvola termica di sicurezza d'inter-
cettazione gas
Attacchi (filetto maschio)
Gas R ½ Attacchi (filetto maschio)
Acqua riscaldamento R ¾ Gas R ½
Acqua sanitaria R ½ Acqua riscaldamento R ¾
Acqua sanitaria R ½

Kit di allacciamento per installazione sopra intonaco a sinistra


o a destra con mensola per il premontaggio
Avvertenza
Articolo 7354403 Per questo tipo di installazione, dietro il generatore di calore la
distanza dalla parete deve essere di 70 mm.
Componenti:
■ Mensola di allacciamento Kit di allacciamento per installazione sotto intonaco
■ Tubi di allacciamento
■ Rubinetterie mandata e ritorno riscaldamento con rubinetto di Articolo 7351625
riempimento e scarico caldaia
■ 2 raccordi per l'allacciamento acqua sanitaria Componenti:
■ Rubinetto d'intercettazione gas con sicurezza termica d'intercetta- ■ Lamiera di montaggio
zione ■ Tubi di allacciamento
■ Rubinetterie (R ¾) mandata e ritorno riscaldamento con rubinetto
Attacchi (filetto maschio) di riempimento e scarico caldaia
Gas R ½ ■ 2 raccordi per l'allacciamento acqua sanitaria (R ½)
Acqua riscaldamento R ¾ ■ Rubinetto gas ad angolo (R ½) con sicurezza d'intercettazione gas
Acqua sanitaria R ½ provvisto di sicurezza termica d'intercettazione
6

Vitocal 250-S: Kit di montaggio con miscelatore per installazione sopra intonaco
Articolo ZK02723 Componenti:
Impiegabile solo in abbinamento a Vitotronic 200. ■ scambiatore di calore a piastre per separazione sistema del cir-
Modulo completo per distribuzione di calore tramite un circuito di cuito di riscaldamento con miscelatore
riscaldamento con miscelatore e un circuito di riscaldamento senza ■ Pompa di circolazione ad alta efficienza a velocità variabile per il
miscelatore. circuito di riscaldamento con miscelatore
■ miscelatore a 3 vie con servomotore
■ Elettronica miscelatore, possibilità scambio dati con Vitotronic 200
tramite BUS-KM
5516937

■ Bypass regolabile
■ Sensore temperatura di mandata

Apparecchi ibridi VIESMANN 51


Accessori per l'installazione (continua)

■ Kit di allacciamento per installazione sopra intonaco con tubi di Avvertenza


raccordo, rubinetterie per la mandata e il ritorno riscalda- Non per il tipo HAWB(-M)-AC
mento(R ¾), raccordi per l'allacciamento acqua sanitaria (R ½),
rubinetto d'intercettazione gas con sicurezza termica d'intercetta-
zione gas (R ½)
■ Prolunga AZ raccordo caldaia
■ Copertura con design abbinato all'apparecchio

Altezza d'ingombro aggiuntiva: 247 mm

Kit di allacciamento pompa di ricircolo


Articolo 7514306
Per l'installazione nell'apparecchio

Componenti:
■ Pompa di circolazione ad alta efficienza
■ Valvola di regolazione portata
■ Gruppo tubi con isolamento termico

Attacco R ½ (filetto maschio)


6 5516937

52 VIESMANN Apparecchi ibridi


Accessori per l'installazione (continua)

6.4 Collettore circuito di riscaldamento Divicon


Avvertenza
Il collettore circuito di riscaldamento Divicon non è adatto per circuiti
di riscaldamento che vengono utilizzati anche per il programma di
raffreddamento.

Struttura e funzioni
■ Disponibile con le dimensioni d'allacciamento R ¾, R 1 e R 1¼ Divicon senza miscelatore
■ Con pompa circuito di riscaldamento, valvola di ritegno, rubinetti a
sfera con termometri integrati e miscelatore a tre vie o senza
miscelatore
■ Montaggio semplice e rapido in quanto unità premontata e grazie 142 HV HR
120
alla forma compatta
■ Ridotte dispersioni di calore grazie alle coppelle isolanti a
■ Bassi costi energetici e preciso comportamento di regolazione gra-
zie all'impiego di pompe di circolazione ad alta efficienza e curva A
caratteristica del miscelatore ottimizzata
■ La valvola bypass, disponibile come accessorio per la compensa-
B
zione idraulica dell'impianto di riscaldamento, può essere applicata

398
come raccordo filettato nella rientranza predisposta nel corpo in
ghisa.
■ Montaggio a parete sia come collettore singolo che come collet-
tore doppio C
■ Disponibili anche come kit: Per ulteriori particolari vedi listino
prezzi Viessmann.
Articolo in abbinamento alle diverse pompe di circolazione: G 1½
vedi listino prezzi Viessmann. HV HR
Le dimensioni d'ingombro del collettore circuito di riscaldamento con
o senza miscelatore non variano.

Divicon con miscelatore


Raffigurazione senza isolamento termico, montaggio a parete

151 HV 120 HR HR Ritorno riscaldamento


HV Mandata riscaldamento
a A Rubinetti a sfera con termometro (come dispositivo di regola-
zione)
A B Pompa di circolazione
C Rubinetto a sfera
B
398

Attacco circuito di riscal- R ¾ 1 1¼


C damento
Portata volumetrica max. m3/h 1,0 1,5 2,5 6
a (interno) Rp ¾ 1 1¼
D
a (esterno) G 1¼ 1¼ 2

G 1½
HV HR

Raffigurazione senza isolamento termico e senza kit di completa-


mento azionamento miscelatore, montaggio a parete

HR Ritorno riscaldamento
HV Mandata riscaldamento
A Rubinetti a sfera con termometro (come dispositivo di regola-
zione)
B Pompa di circolazione
C Valvola bypass (accessorio)
D Miscelatore a 3 vie
5516937

Apparecchi ibridi VIESMANN 53


Accessori per l'installazione (continua)

Calcolo del diametro nominale richiesto

5,0 5,0

A
2,5 2,5
2,0 2,0

5K
1,5

=
1,5

15 K
ΔT

10
K
1,0

=
1,0

ΔT
=

30 K
ΔT

2 0
K
ΔT T=
0,5 0,5

Δ
=
Portata in m³/h

0,2 0,2
B
C
D
0,1 0,1
1 3 5 10 20 30 40
Comportamento di regolazione del miscelatore Potenzialità del circuito di riscaldamento
in kW

A Divicon con miscelatore a 3 vie C Divicon con miscelatore a 3 vie (R 1)


Nelle zone di funzionamento contrassegnate da B a D il com- Campo d'impiego: da 0 a 1,5 m 3/h
portamento di regolazione del miscelatore del Divicon è otti- D Divicon con miscelatore a 3 vie (R 1¼)
male: Campo d'impiego: da 0 a 2,5 m 3/h
B Divicon con miscelatore a 3 vie (R ¾)
Campo d'impiego: da 0 a 1,0 m 3/h

Esempio: c Capacità termica specifica


■ Circuito di riscaldamento per radiatori con una potenzialità µ Portata
² = 11,6 kW ² Potenzialità
■ Temperatura dell'impianto di riscaldamento 75/60 °C (ΔT = 15 K) ´ Portata complessiva
Selezionare con il valore ´ il miscelatore più piccolo possibile, consi-
Wh derando i limiti d'impiego.
² = µ · c · ΔT c = 1,163 µ ´ (1 kg ≈ 1 dm³) Risultato dell'esempio: Divicon con miscelatore a 3 vie (R ¾)
kg · K

² 11600 W · kg · K kg m³
´= = = 665 0,665
c · ΔT 1,163 Wh · (75-60) K h h

6 Curve caratteristiche delle pompe di circolazione e perdita di carico lato riscaldamento


La prevalenza residua della pompa risulta dalla differenza della Prevalenza conformemente alla
curva caratteristica della pompa e la curva relativa alle perdite di curva caratteristica pompa: 48 kPa
carico del rispettivo collettore circuito di riscaldamento, nonché Resistenza Divicon: 3,5 kPa
eventualmente altri componenti (gruppo tubi, collettore ecc.). Prevalenza residua: 48 kPa – 3,5 kPa = 44,5 kPa.
Nei seguenti diagrammi delle pompe sono indicate le curve relative
alle perdite di carico dei diversi collettori circuito di riscaldamento Avvertenza
Divicon. Anche per altri componenti (gruppo tubi, collettore ecc.) rilevare la
Portata massima per Divicon: perdita di carico e detrarla dalla prevalenza residua.
■ con R ¾ = 1,0 m3/h
■ con R 1 = 1,5 m3/h Pompe circuito di riscaldamento regolate dalla pressione diffe-
■ con R 1¼ = 2,5 m3/h renziale
Secondo le normative per il risparmio energetico vigenti in alcuni
Esempio: paesi europei (non in Italia), le pompe di circolazione negli impianti a
Portata complessiva ´ = 0,665 m3/h riscaldamento centrale devono essere dimensionate in base a
regole tecniche.
Scelta: La direttiva Ecodesign 2009/125/CE dal 1° gennaio 2013 richiede
■ Divicon con miscelatore R ¾ che su tutto il territorio europeo vengano utilizzate pompe di circola-
■ Pompa di circolazione Wilo Yonos PARA 25/6, modo di funziona- zione di alta efficienza, in caso queste non siano incorporate nel
mento pressione differenziale variabile e impostata sulla preva- generatore di calore.
lenza massima
■ Portata 0,7 m 3/h
5516937

54 VIESMANN Apparecchi ibridi


Accessori per l'installazione (continua)

Indicazioni per la progettazione Wilo Yonos PARA ott. 25/7,5


L'impiego di pompe circuito riscaldamento regolate dalla pressione ■ Classe energetica EEI ≤ 0,21
differenziale presuppone circuiti di riscaldamento con portata varia-
bile ad es. impianti monotubo o a due tubi con valvole termostatiche, Modo di funzionamento: Pressione differenziale costante
impianti di riscaldamento a pavimento con valvole termostatiche o di
zona.
800 80
Wilo Yonos PARA 25/6
■ Pompa di circolazione ad alta efficienza a risparmio energetico 700 70
■ Classe energetica EEI ≤ 0,20

Δp
600 60

-C
Modo di funzionamento: Pressione differenziale costante

Perdita di carico/prevalenza
500 50

700 70 400 40

m
ax
.
600 60 300 30
Perdita di carico/prevalenza

500 50 200 20
Δp

400 40
-C

100 10 A

mbar
B

kPa
300 30 0 0
0 0,5 1,0 1,5 2,0 2,5 3,0 3,5
m
ax

200 20 Portata in m³/h


.

100 10 B
A A Divicon R 1¼ con miscelatore
mbar

kPa

C B Divicon R 1¼ senza miscelatore


0 0
0 0,5 1,0 1,5 2,0 2,5 3,0 3,5
Portata in m³/h
Modo di funzionamento: Pressione differenziale variabile

A Divicon R ¾ con miscelatore


B Divicon R 1 con miscelatore 800 80
C Divicon R ¾ e R 1 senza miscelatore
700 70
Δp

Modo di funzionamento: Pressione differenziale variabile 600 60


-V
Perdita di carico/prevalenza

500 50
700 70
m

400 40
ax

600 60
.

300 30
Perdita di carico/prevalenza

500 50
Δp

200 20
-V

400 40 6
100 10 A
mbar

300 30 B
kPa
m

0 0
ax

0 0,5 1,0 1,5 2,0 2,5 3,0 3,5


.

200 20
Portata in m³/h
100 10 B
A
mbar

kPa

C A Divicon R 1¼ con miscelatore


0 0 B Divicon R 1¼ senza miscelatore
0 0,5 1,0 1,5 2,0 2,5 3,0 3,5
Portata in m³/h

A Divicon R ¾ con miscelatore


B Divicon R 1 con miscelatore
C Divicon R ¾ e R 1 senza miscelatore

Valvola bypass
Articolo 7464889
■ Per la compensazione idraulica del circuito di riscaldamento con
5516937

miscelatore
■ Viene avvitata nel Divicon.

Apparecchi ibridi VIESMANN 55


Accessori per l'installazione (continua)

Fissaggio a parete per Divicon singoli


Articolo 7465894
Con viti e tasselli

Divicon Con miscela- Senza misce-


tore latore
a mm 151 142

Collettore
■ Con isolamento termico
■ Montaggio a parete con apposito fissaggio da ordinare separata-
mente
■ Il collegamento tra caldaia e collettore deve essere eseguito sul
posto.

Per 2 Divicon

Articolo 7460638 Articolo 7466337


Per Divicon R ¾ e R 1 Per Divicon R 1¼

6 495 495
HV 120 HR 180 HV 120 HR HV HR HV 120 HR
120 180
G 1½ G 1½ G 1½ G 1½
135

183

120 420
G 1½ Rp ¾ A
HV HR G 2 HV Rp ¾ A G2 HR

A Possibilità di allacciamento per il vaso di espansione A Possibilità di allacciamento per il vaso di espansione
HV Mandata riscaldamento HV Mandata riscaldamento
HR Ritorno riscaldamento HR Ritorno riscaldamento
5516937

56 VIESMANN Apparecchi ibridi


Accessori per l'installazione (continua)

Perdita di carico

30 3

20 2 A B

10 1
Perdita di
carico

0 0
mbar

kPa

0 0,5 1 1,5 2 2,5


Portata volumetrica in m³/h

A Collettore per Divicon R ¾ e R 1


B Collettore per Divicon R 1¼

Fissaggio a parete per collettore


Articolo 7465439 Divicon R¾eR1 R 1¼
Con viti e tasselli a mm 142 167

6.5 Solo Vitocal 250-S: produzione d'acqua calda sanitaria con Vitocell 100-V, tipo CVAA
(300 l), tipo CVWA (390 l) e Vitocell 100-W, tipo CVAA (300 l)
6
Vitocell 100-V, tipo CVWA
Attenersi alle avvertenze per il dimensionamento del bollitore: vedi Adatto ai seguenti impianti:
da pagina 107. ■ Temperatura max. acqua calda sanitaria fino a 95 °C
■ Temperatura max. di mandata riscaldamento fino a 110 °C
Per la produzione d'acqua calda sanitaria in abbinamento a ■ Temperatura max. di mandata per impianti solari fino a 140 °C
pompe di calore fino ad una potenzialità di 17 kW e collettori solari, ■ Pressione max.d'esercizio lato riscaldamento fino a 10 bar
adatto anche per caldaie e teleriscaldamenti (1,0 MPa)
5516937

Apparecchi ibridi VIESMANN 57


Accessori per l'installazione (continua)

■ Pressione max. d'esercizio lato circuito solare 10 bar (1,0 MPa)


■ Pressione max. d'esercizio lato sanitario 10 bar (1,0 MPa)

Dati tecnici
Tipo CVWA
Capacità del bollitore l 300 390 500
(TE: contenuto d'acqua effettivo)
Contenuto acqua riscaldamento l 22 27 40
Volume lordo l 322 417 540
Nr. di registrazione DIN 9W173-13MC/E
Resa continua per produzione d'acqua calda sanitaria da
10 a 45°C e temperatura di mandata riscaldamento di … 90 °C kW 85 98 118
alla portata acqua di riscaldamento sotto indicata l/h 2093 2422 2896
80 °C kW 71 82 99
l/h 1749 2027 2428
70 °C kW 57 66 79
l/h 1399 1623 1950
60 °C kW 42 49 59
l/h 1033 1202 1451
50 °C kW 25 29 36
l/h 617 723 881
Resa continua per produzione d'acqua calda sanitaria da
10 a 60°C e temperatura di mandata riscaldamento di … 90 °C kW 73 85 102
alla portata acqua di riscaldamento sotto indicata l/h 1255 1458 1754
80 °C kW 58 67 81
l/h 995 1159 1399
70 °C kW 41 48 59
l/h 710 830 1008
Portata acqua di riscaldamento per le rese continue indicate m3/h 3,0 3,0 3,0
Prelievo l/min 15 15 15
Portata acqua erogabile senza integrazione del riscaldamento
– capacità del bollitore riscaldato a 45 °C, l 210 285 350
Acqua con t = 45 °C (costante)
– capacità del bollitore riscaldato a 55 °C, l 210 285 350
acqua con t = 55 °C (costante)
Tempo di messa a regime se è allacciata una pompa di calore con
16 kW di potenzialità utile e con una temperatura di mandata riscalda-
mento di 55 o 65 °C
– Per produzione d'acqua calda sanitaria da 10 a 45 °C min 50 60 66
– Per produzione d'acqua calda sanitaria da 10 a 55 °C min 60 76 85
Potenza max. di allacciamento per una pompa di calore con tem- kW 12 15 17
peratura della mandata riscaldamento di 65 °C e temperatura acqua
calda di 55 °C con la portata acqua di riscaldamento indicata
Superficie max. di apertura allacciabile al gruppo scambiatore di
calore solare (accessorio)
6 – Vitosol-T m2 — 6 6
– Vitosol-F m2 — 11,5 11,5
Coefficiente di resa NL in abbinamento a una pompa di
calore
Temperatura di accumulo bollitore 45 °C 1,7 2,5 3,5
50 °C 1,9 2,8 3,9
Dispersioni per mantenimento in funzione kWh/24 h 1,65 1,80 1,90
Dimensioni d'ingombro
Lunghezza (7)
– Con isolamento termico a mm 667 859 859
– Senza isolamento termico mm — 650 650
Larghezza totale
– Con isolamento termico b mm 744 923 923
– Senza isolamento termico mm — 881 881
Altezza
– Con isolamento termico c mm 1734 1624 1948
– Senza isolamento termico mm — 1522 1844
Diagonale
– Con isolamento termico mm 1825 — —
– Senza isolamento termico mm — 1550 1860
Peso completo di isolamento termico kg 180 190 200
Superficie di scambio termico m2 3,0 4,0 5,5
5516937

58 VIESMANN Apparecchi ibridi


Accessori per l'installazione (continua)

Tipo CVWA
Capacità del bollitore l 300 390 500
(TE: contenuto d'acqua effettivo)
Attacchi
Mandata e ritorno riscaldamento (filetto maschio) R 1¼ 1¼ 1¼
Acqua fredda, acqua calda (filetto maschio) R 1 1 1
Gruppo scambiatore di calore solare (filetto maschio) R — ¾ ¾
Ricircolo (filetto maschio) R ¾ ¾ ¾
Resistenza elettrica (filetto femmina) Rp 1½ 1½ 1½
Classe energetica B B B

Avvertenza sulla resa continua Avvertenza


Per la progettazione sulla base della resa continua indicata o rile- Bollitore con capacità da 300 litri disponibile anche come Vitocell
vata, prevedere una pompa di circolazione adeguata. La resa conti- 100-W nel colore bianco.
nua indicata viene raggiunta soltanto se la potenzialità utile della cal-
daia è ≥ alla resa continua.

300 litri di capacità

Tabella misure
WW Capacità del bollitore l 300
Lunghezza (7) a mm 667
Larghezza b mm 744
Altezza c mm 1734
d mm 1063
e mm 314
ELH1 Z f mm 1601
g mm 1137
HV/SPR h mm 967
k mm 261
l mm 77
c

m mm 360

ELH2/R
g
d

HR
Ø 120
e

KW/E
k
l

SPR
a

m
b

E Scarico
ELH1 Attacco per resistenza elettrica
ELH2 Apertura flangiata per resistenza elettrica
HR Ritorno riscaldamento
HV Mandata riscaldamento
KW Acqua fredda
R Apertura d'ispezione e pulizia con coperchio flangiato
SPR Guaina ad immersione per sensore temperatura bollitore
oppure regolatore di temperatura (diametro interno 16 mm)
WW Acqua calda
Z Ricircolo
5516937

Apparecchi ibridi VIESMANN 59


Accessori per l'installazione (continua)

300 e 500 litri di capacità

Tabella misure
Capacità del bollitore l 390 500
WW1
Lunghezza (7) a mm 859 859
Larghezza b mm 923 923
Altezza c mm 1624 1948
Z d mm 1522 1844
ELH1 HV e mm 1000 1307
f mm 403 442
SPR1
c

ELH2/R g mm 1439 1765


d

g
WW2 h mm 1070 1370
k mm 950 1250

h
e

SPR2

k
l mm 816 1116

l
m m mm 572 572
HR
Ø 120

n mm 366 396
f

KW/E
n
o

o mm 330 330
p mm 88 88
r r mm 455 455
p

s mm 650 650
t mm 881 881

SPR1/
SPR2
a
s

t
b

E Scarico
ELH1 Attacco per resistenza elettrica
ELH2 Apertura flangiata per resistenza elettrica
HR Ritorno riscaldamento
HV Mandata riscaldamento
KW Acqua fredda
R Apertura d'ispezione e pulizia con coperchio flangiato
SPR1 Sistema di bloccaggio per il fissaggio dei sensori tempera-
tura ad immersione al rivestimento del bollitore. Sedi per 3
sensori temperatura ad immersione per ciascun sistema di
bloccaggio
6 SPR2 Sistema di bloccaggio per il fissaggio dei sensori tempera-
tura ad immersione al rivestimento del bollitore. Sedi per 3
sensori temperatura ad immersione per ciascun sistema di
bloccaggio
WW1 Acqua calda
WW2 Acqua calda dal gruppo scambiatore di calore solare
Z Ricircolo

Coefficiente di resa NL
Secondo DIN 4708
Temperatura di accumulo bollitore Tboll. = temperatura di alimenta-
zione acqua fredda + 50 K +5 K/–0 K

Capacità del bollitore l 300 390 500


Coefficiente di resa NL
alla temperatura di mandata riscaldamento
90 °C 9,5 12,6 16,5
80 °C 8,5 11,3 14,9
70 °C 7,5 10,0 13,3
5516937

60 VIESMANN Apparecchi ibridi


Accessori per l'installazione (continua)

Avvertenza sul coefficiente di resa NL


Il coefficiente di resa NL varia a seconda della temperatura di accu-
mulo bollitore Tboll.

Valori orientativi
■ Tboll = 60 °C → 1,0 × NL
■ Tboll = 55 °C → 0,75 × NL
■ Tboll = 50 °C → 0,55 × NL
■ Tboll = 45 °C → 0,3 × NL

Resa istantanea (nell'arco di 10 minuti)


Riferita al coefficiente di resa NL
Produzione d'acqua calda sanitaria da 10 a 45 °C

Capacità del bollitore l 300 390 500


Resa istantanea
alla temperatura di mandata riscaldamento
90 °C l/10 min 415 540 690
80 °C l/10 min 400 521 667
70 °C l/10 min 357 455 596

Portata massima erogabile (nell'arco di 10 minuti)


Riferita al coefficiente di resa NL
Con integrazione del riscaldamento
Produzione d'acqua calda sanitaria da 10 a 45 °C

Capacità del bollitore l 300 390 500


Portata max. erogabile
alla temperatura di mandata riscaldamento
90 °C l/min 41 54 69
80 °C l/min 40 52 66
70 °C l/min 35 46 59

6
5516937

Apparecchi ibridi VIESMANN 61


Accessori per l'installazione (continua)

Perdita di carico lato riscaldamento Perdita di carico lato sanitario

1000 100 100 10


800 80 80 8
600 60 60 6
500 50 50 5
400 40 40 4
300 30 30 3

200 20 20 2

100 10 10 1

Perdita di carico
80 8 8 0,8
60 6 6 0,6
50 5 5 0,5
40 4 4 0,4 A C B

mbar

kPa
30 3 3 0,3

1000

2000

3000
4000
5000

10000
6000
8000
500
600
800
20 2
Portata acqua sanitaria in
l/h
10 1
Perdita di carico

8 0,8 A Capacità del bollitore 300 l


6 0,6 B Capacità del bollitore 390 l
5 0,5 C Capacità del bollitore 500 l
4 0,4 C B A
mbar

kPa

3 0,3
10000
1000

2000

3000
4000
5000
6000
8000
500
600
800

Portata acqua di riscaldamento in


l/h

A Capacità del bollitore 300 l


B Capacità del bollitore 390 l
C Capacità del bollitore 500 l

6 Vitocell 100-V/100-W, tipo CVA/CVAA


Attenersi alle avvertenze per il dimensionamento del bollitore: vedi ■ Pressione d'esercizio lato riscaldamento fino a 25 bar (2,5 MPa)
da pagina 107. ■ Pressione d'esercizio lato sanitario fino a 10 bar (1,0 MPa)

Per la produzione d'acqua calda sanitaria in abbinamento a cal-


daie e teleriscaldamenti, a scelta con resistenza elettrica come
accessorio per bollitori con 300 e 500 l di capacità.

Adatto ai seguenti impianti:


■ Temperatura acqua calda sanitaria fino a 95 °C
■ Temperatura di mandata riscaldamento fino a 160 °C
5516937

62 VIESMANN Apparecchi ibridi


Accessori per l'installazione (continua)

Dati tecnici
Tipo CVAA CVA CVAA CVAA
Capacità del bollitore l 300 500 750 950
(TE: contenuto d'acqua effettivo)
Contenuto acqua riscaldamento l 10,0 12,5 29,7 33,1
Volume lordo l 310,0 512,5 779,7 983,1
Nr. di registrazione DIN 9W241/11–13 MC/E
Resa continua 90 °C kW 53 70 109 116
per produzione d'acqua calda sanitaria da l/h 1302 1720 2670 2861
10 a 45°C e temperatura di mandata riscalda- 80 °C kW 44 58 91 98
mento di … alla portata volumetrica acqua di ri- l/h 1081 1425 2236 2398
scaldamento sotto indicata 70 °C kW 33 45 73 78
l/h 811 1106 1794 1926
60 °C kW 23 32 54 58
l/h 565 786 1332 1433
50 °C kW 18 24 33 35
l/h 442 589 805 869
Resa continua 90 °C kW 45 53 94 101
per produzione d'acqua calda sanitaria da l/h 774 911 1613 1732
10 a 60℃ e temperatura di mandata riscalda- 80 °C kW 34 44 75 80
mento di … alla portata volumetrica acqua di ri- l/h 584 756 1284 1381
scaldamento sotto indicata 70 °C kW 23 33 54 58
l/h 395 567 923 995
Portata volumetrica acqua di riscaldamento m3/h 3,0 3,0 3,0 3,0
per le rese continue date
Dispersioni per mantenimento in funzione kWh/24 h 1,65 1,95 2,28 2,48
Dimensioni d'ingombro
Lunghezza (7)
– con isolamento termico a mm 667 859 1062 1062
– senza isolamento termico mm — 650 790 790
Larghezza
– con isolamento termico b mm 744 923 1110 1110
– senza isolamento termico mm — 837 1005 1005
Altezza
– con isolamento termico c mm 1734 1948 1897 2197
– senza isolamento termico mm — 1844 1817 2123
Diagonale
– con isolamento termico mm 1825 — — —
– senza isolamento termico mm — 1860 1980 2286
Peso completo di isolamento termico kg 156 181 301 363
Superficie di scambio termico m2 1,5 1,9 3,5 3,9
Attacchi (filetto maschio)
Mandata e ritorno riscaldamento R 1 1 1¼ 1¼
Acqua fredda, acqua calda R 1 1¼ 1¼ 1¼
Ricircolo R 1 1 1¼ 1¼ 6
Classe energetica B B — —

Avvertenza sulla resa continua Avvertenza


Per la progettazione sulla base della resa continua indicata o rile- Vitocell 100-W con capacità max. di 300 l disponibile anche in
vata, prevedere una pompa di circolazione adeguata. La resa conti- bianco.
nua indicata viene raggiunta soltanto se la potenzialità utile della cal-
daia è ≥ alla resa continua.
5516937

Apparecchi ibridi VIESMANN 63


Accessori per l'installazione (continua)

Vitocell 100-V, tipo CVAA, 300 l di capacità

Tabella misure
AC Capacità del bollitore l 300
VA Lunghezza (7) a mm 667
Larghezza b mm 744
Altezza c mm 1734
d mm 1600
Z e mm 1115
HV/SPR f mm 875
g mm 260

c
BÖ h mm 76

d
k mm 361
l mm 7 100
e

m mm 333
f

HR
m
l

k KW/E
h

SPR
a

BÖ Apertura d'ispezione e pulizia


E Scarico
HR Ritorno riscaldamento
HV Mandata riscaldamento
KW Acqua fredda
SPRSensore temperatura bollitore della regolazione temperatura
bollitore e regolatore di temperatura (diametro interno della
guaina ad immersione 16 mm)
VA Anodo protettivo di magnesio
WW Acqua calda
6 Z Ricircolo
5516937

64 VIESMANN Apparecchi ibridi


Accessori per l'installazione (continua)

Vitocell 100-V, tipo CVA, 500 l di capacità

Tabella misure
AC Capacità del bollitore l 500
Lunghezza (7) a mm 859
VA Larghezza b mm 923
Altezza c mm 1948
d mm 1784
Z e mm 1230
f mm 924
g mm 349
HV/SPR h mm 107

c
k mm 455

d
l mm 7 100
m mm 422
e

senza isolamento termi- n mm 837


HR
f

co
senza isolamento termi- o mm 7 650
m

co
g
l

k KW/E
b
h

SPR
a

n
b

BÖ Apertura d'ispezione e pulizia


E Scarico
HR Ritorno riscaldamento
HV Mandata riscaldamento
KW Acqua fredda
SPRSensore temperatura bollitore della regolazione temperatura
bollitore e regolatore di temperatura (diametro interno della
guaina ad immersione 16 mm) 6
VA Anodo protettivo di magnesio
WW Acqua calda
Z Ricircolo
5516937

Apparecchi ibridi VIESMANN 65


Accessori per l'installazione (continua)

Vitocell 100-V, tipo CVBB, 750 e 950 l di capacità

Tabella misure
Capacità del bollitore l 750 950
AC a mm 1062 1062
Lunghezza (7)
Larghezza b mm 1110 1110
Altezza c mm 1897 2197
VA d mm 1788 2094
e mm 1179 1283
f mm 916 989
Z
g mm 377 369
h mm 79 79

c
HV/SPR k mm 555 555

d
l mm 7 180 7 180
m mm 513 502
senza isolamento termi- n mm 1005 1005
e

co
HR senza isolamento termi- o mm 7 790 7 790
f

co
l
m

g
h

k
b KW/E
o
a

n
b

BÖ Apertura d'ispezione e pulizia


E Scarico
HR Ritorno riscaldamento
6 HV Mandata riscaldamento
KW Acqua fredda
SPRSistema di bloccaggio per il fissaggio dei sensori temperatura
ad immersione al rivestimento del bollitore. Sedi per 3 sensori
temperatura ad immersione per ciascun sistema di bloccaggio
VA Anodo protettivo di magnesio
WW Acqua calda
Z Ricircolo

Coefficiente di resa NL
■ Secondo DIN 4708.
■ Temperatura di accumulo bollitore Tboll = temperatura di alimenta-
zione acqua fredda + 50 K +5 K/-0 K

Capacità del bollitore l 300 500 750 950


Coefficiente di resa NL
alla temperatura di mandata riscaldamento
90 °C 9,7 21,0 38,0 44,0
80 °C 9,3 19,0 32,0 42,0
70 °C 8,7 16,5 25,0 39,0
5516937

66 VIESMANN Apparecchi ibridi


Accessori per l'installazione (continua)

Avvertenza sul coefficiente di resa NL


Il coefficiente di resa NL varia a seconda della temperatura di accu-
mulo bollitore Tboll.

Valori orientativi
■ Tboll = 60 ℃ → 1,0 × NL
■ Tboll = 55 °C → 0,75 × NL
■ Tboll = 50 °C → 0,55 × NL
■ Tboll = 45 °C → 0,3 × NL

Resa istantanea (in 10 minuti)


■ Riferita al coefficiente di resa NL
■ Produzione d'acqua calda sanitaria da 10 a 45 °C

Capacità del bollitore l 300 500 750 950


Resa istantanea
alla temperatura di mandata riscaldamento
90 °C l/10 min 407 618 850 937
80 °C l/10 min 399 583 770 915
70 °C l/10 min 385 540 665 875

Portata massima erogabile (in 10 minuti)


■ Riferita al coefficiente di resa NL
■ Con integrazione del riscaldamento
■ Produzione d'acqua calda sanitaria da 10 a 45 °C

Capacità del bollitore l 300 500 750 950


Portata max. erogabile
alla temperatura di mandata riscaldamento
90 °C l/min 41 62 85 94
80 °C l/min 40 58 77 92
70 °C l/min 39 54 67 88

Portata acqua erogabile


■ Capacità del bollitore riscaldato a 60 °C
■ Senza integrazione del riscaldamento

Capacità del bollitore l 300 500 750 950


Portata erogabile l/min 15 15 20 20
Portata acqua erogabile l 240 420 615 800
acqua con t = 60 ℃ (costante)

Tempo di messa a regime


I tempi di messa a regime vengono raggiunti solo se è disponibile la
resa continua max. del bollitore alle relative temperature di mandata
e produzione d'acqua calda sanitaria da 10 a 60 °C. 6
Capacità del bollitore l 300 500 750 950
Tempo di messa a regime
alla temperatura di mandata riscaldamento
90 °C min 23 28 23 35
80 °C min 31 36 31 45
70 °C min 45 50 45 70
5516937

Apparecchi ibridi VIESMANN 67


Accessori per l'installazione (continua)

Perdite di carico lato riscaldamento Perdite di carico lato sanitario

500 50,0 100 10,0


400 40,0 80 8,0
A C
300 30,0 60 6,0
50 5,0
200 20,0 40 4,0
B
30 3,0

20 2,0
100 10,0 B
80 8,0
A
60 6,0
10 1,0
50 5,0
8 0,8
40 4,0
6 0,6
30 3,0 5 0,5
4 0,4
20 2,0 C
Perdita di carico in
3 0,3

2 0,2
Perdita di carico in

10 1,0 D

8 0,8
mbar
kPa

6 0,6 1 0,1
1000

2000

3000
4000
5000
6000
500
600
800
5 0,5
mbar

kPa

4 0,4 Portata volumetrica acqua sanitaria in l/h


1000

2000

3000
4000
5000
6000
7000
500
600
800

per un bollitore

Portata volumetrica acqua riscaldamento in l/h


per un bollitore A Capacità del bollitore 300 l
B Capacità del bollitore 500 l
C Capacità del bollitore 750 l
A Capacità del bollitore 500 l D Capacità del bollitore 950 l
B Capacità del bollitore 300 l
C Capacità del bollitore 750 l e 950 l

Avvertenza
Le resistenze elettriche, articolo Z012676, Z012677 e Z012684 non
6 sono previste per il funzionamento con 230 V~. Se non si dispone di
un allacciamento da 400 V~, si devono utilizzare delle resistenze
elettriche comunemente reperibili in commercio.

Resistenza elettrica EHE


Articolo Z012676 Avvertenza
■ Per capacità del bollitore 300 l ■ Per il comando della resistenza elettrica tramite la pompa di calore
■ Per l'installazione nell'apertura flangiata inferiore è necessario un relè ausiliario, articolo 7814681.
■ La resistenza elettrica può essere impiegata solo con acqua sani- ■ La resistenza elettrica non è prevista per il funzionamento a
taria molto dolce o di media durezza fino a 14 °dH (grado di 230 V~. Se non si dispone di un allacciamento da 400 V, si
durezza da 2 a 2,5 mol/m3). devono utilizzare delle resistenze elettriche comunemente reperi-
■ La potenzialità è a scelta: 2, 4 o 6 kW bili in commercio.

Componenti: Dati tecnici


■ Termostato di sicurezza a riarmo manuale Potenza kW 2 4 6
■ Regolatore di temperatura Tensione nominale 3/N/PE 400 V/50 Hz
Tipo di protezione IP 44
Corrente nominale A 8,7 8,7 8,7
Tempo di messa a regime da 10 7,4 3,7 2,5
a 60 °C
Capacità riscaldabile con resi- l 254
5516937

stenza elettrica

68 VIESMANN Apparecchi ibridi


Accessori per l'installazione (continua)

Resistenza elettrica EHE


Dati tecnici
■ Articolo Z012677: Potenza kW 2 4 6
Da installare nell'apertura flangiata della parte inferiore del Tensione nominale 3/N/PE 400 V/50 Hz
Vitocell 100-V, tipo CVWA con 390 l di capacità Tipo di protezione IP 44
■ Articolo Z012684: Corrente nominale A 8,7 8,7 8,7
Da installare nell'attacco della parte superiore del Vitocell 100-V, Tempo di messa a regime da 10
tipo CVWA con 390 litri di capacità a 60 °C
– resistenza elettrica inferiore h 8,5 4,3 2,8
■ La resistenza elettrica può essere impiegata solo con acqua sani- – resistenza elettrica superiore h 4,0 2,0 1,3
taria molto dolce o di media durezza fino a 14 °dH (grado di Capacità riscaldabile con resi-
durezza da 2 a 2,5 mol/m3). stenza elettrica
■ La potenzialità è a scelta: 2, 4 o 6 kW – resistenza elettrica inferiore l 294
– resistenza elettrica superiore l 136
Componenti:
■ Termostato di sicurezza a riarmo manuale
■ Regolatore di temperatura

Avvertenza
■ Per il comando della resistenza elettrica tramite la pompa di calore
è necessario un relè ausiliario, articolo 7814681.
■ Le resistenze elettriche non sono previste per il funzionamento a
230 V~. Se non si dispone di un allacciamento da 400 V, si
devono utilizzare delle resistenze elettriche comunemente reperi-
bili in commercio.

Gruppo scambiatore di calore solare


Articolo 7186663
Per l'allacciamento di collettori solari al Vitocell 100-V, tipo CVWA
(390 e 500 l di capacità)
Adatto per impianti secondo DIN 4753. Per una durezza comples-
siva dell'acqua sanitaria di max. 20 °dH (3,6 mol/m3).

Superficie max. collegabile del collettore:


■ 11,5 m2 di collettori solari piani
■ 6 m2 di collettori solari a tubi

Dati tecnici
Temperature ammesse
Lato circuito solare 140 °C
Lato riscaldamento 110 °C
603

Lato sanitario
– per funzionamento con caldaia 95 °C
– per funzionamento con pannelli solari 60 °C 6
Pressione max. d'esercizio 10 bar (1,0 MPa) A
Lato circuito solare, lato riscaldamento e sani-
tario
Pressione di collaudo 13 bar (1,3 MPa)
Lato circuito solare, lato riscaldamento e sani-
tario
1088
Distanza minima dalla parete 350 mm
Per il montaggio del gruppo scambiatore di ca-
lore solare
Pompa di circolazione
Allacciamento rete 230 V/50 Hz
310

Tipo di protezione IP42

A
194

A Gruppo scambiatore di calore solare


5516937

Apparecchi ibridi VIESMANN 69


Accessori per l'installazione (continua)

Vitocaldens 222-F
Anodo alimentato da energia esterna

Articolo 7182008
■ Esente da manutenzione
■ Al posto dell'anodo protettivo di magnesio fornito a corredo

Vitocal 250-S
Anodo per correnti vaganti ■ Esente da manutenzione
■ Al posto dell'anodo protettivo di magnesio fornito a corredo
Capacità bollitore Articolo
300 l 7265008
390 l/500 l Z004247

6.6 Accessori per la produzione d'acqua calda sanitaria in generale


Vitocaldens 222-F: gruppo di sicurezza
Gruppo di sicurezza secondo DIN 1988
DN 15

Per installazione sopra intonaco (da eseguire sul posto) Per installazione sotto intonaco in abbinamento al kit di allaccia-
mento
– 10 bar (1,0 MPa) – 10 bar (1,0 MPa)
Articolo 7219722 Articolo 7351842

Componenti:
■ Valvola di sicurezza a membrana
■ Valvola d'intercettazione
■ Valvola di ritegno e attacchi di prova
■ Manometro (articoli 7219722 e 7265023)
oppure
Attacchi allacciamento manometro (articoli 7351842 e 7351840)

Vitocal 250-S: gruppo di sicurezza


6
Gruppo di sicurezza secondo DIN 1988 Componenti:
Articolo 7667827, 10 bar (1 MPa) ■ Valvola d'intercettazione
■ Valvola di ritegno e attacchi prova
■ DN 20/R 1 ■ Attacchi allacciamento manometro
■ Potenza max. di riscaldamento: 150 kW ■ Valvola di sicurezza a membrana

6.7 Coperture rubinetterie


Copertura rubinetterie
Articolo 7352257
Per kit di allacciamento per installazione sotto intonaco
Non impiegabile in abbinamento al dispositivo di riempimento
5516937

70 VIESMANN Apparecchi ibridi


Accessori per l'installazione (continua)

6.8 Impianti di neutralizzazione condensa


Dispositivo di neutralizzazione della condensa
Articolo ZK03652
200 300
Con granulato di neutralizzazione

131

61

61
361

Granulato di neutralizzazione
Articolo ZK03654 Adatto al dispositivo di neutralizzazione della condensa articolo
2,5 kg ZK03652

6.9 Impianti smaltimento condensa


Impianto smaltimento condensa
Articolo ZK02486
Impianto automatico smaltimento condensa per acqua di condensa A
con valore pH ≥ 2,8 proveniente da caldaie gas a condensazione
1500
Componenti:
■ Serbatoio collettore 2,0 l
■ Pompa centrifuga

171
■ Valvola di ritegno
■ Cavo di allacciamento (lungo 1,5 m) per segnalazione guasti
85

■ Cavo rete (lungo 1,5 m) con spina


■ 4 aperture per allacciamento 7 30 mm per afflusso condensa con
raccordo per l'allacciamento 7 max. 40 mm) 6
■ Tubo flessibile di scarico 7 10 mm (lungo 5 m)

B
130
108
84

204
262
279

A Scarico condensa
B 4 x afflusso condensa (chiuso nello stato di fornitura)

Dati tecnici
Tensione nominale 230 V~
Frequenza nominale 50 Hz
Potenza assorbita 70 W
Tipo di protezione IP 20
5516937

Apparecchi ibridi VIESMANN 71


Accessori per l'installazione (continua)

Temperatura del fluido +65 °C Portata max. 500 l/h


ammessa Contatto di allarme Commutatore (esente da potenziale),
Prevalenza max. 50 kPa carico ammissibile 250 V/4 A

6 5516937

72 VIESMANN Apparecchi ibridi


Accessori per l'installazione (continua)

6.10 Bruciatore
Articolo Z015500
Dispositivo di controllo per lo spegnimento di sicurezza della caldaia Dati tecnici
in caso di fuoriuscita di monossido di carbonio. Tensione nominale 230 V~
Montaggio a parete nella zona soffitto in prossimità della caldaia. Frequenza nominale 50 Hz
Potenza assorbita 2W
Componenti: Carico nominale dell'usci- 8 A, 230 V~
■ Involucro con ta del relè
– sensore CO integrato Soglia di allarme 55 ppm CO secondo EN 50291-1
– segnalazioni di funzionamento, guasto e allarme Classe di protezione II
– dispositivo di segnalazione acustica Tipo di protezione IP 20 secondo EN 60529, da garantire
■ Cavo di comunicazione con l'interfaccia (2,5 m) mediante montaggio/inserimento.
■ Interfaccia nell'involucro con cavo rete (1,2 m) e cavo di allaccia-
Temperatura ambiente 0 °C - 40 °C
mento relè per spegnimento bruciatore (1,2 m)
ammessa
■ Materiale di fissaggio

0
72 13
88

45

58
48

6.11 Altri accessori di allacciamento


Gomito per lo scarico dell'acqua di condensa
Articolo 7461025
Tubazione di allacciamento dell'apparecchio: DN 20
Attacco di scarico: DN 40

Piedistallo caldaia
Articolo 7352259 ■ Per la posa dell'apparecchio sul pavimento grezzo.
■ Regolabile in altezza, per sottofondi pavimento da 10 a 18 cm
■ Con distanziale per l'installazione sopra intonaco in basso
6
70
60

5
59
0

Strumento di trasporto
Articolo 7425341
Per facilitare il trasporto delle apparecchiature compatte
5516937

Apparecchi ibridi VIESMANN 73


Accessori per l'installazione (continua)

Kit utensili
Articolo: ZK04569 Valigetta con tutti gli utensili necessari per la manutenzione e l'assi-
Per manutenzione e assistenza stenza: cacciavite, prolunga e inserti

6.12 Raffreddamento
Umidostato esterno 230 V
Articolo 7452646
■ Per il rilevamento del punto di condensazione
■ Per prevenire la formazione di condensa

Termostato per la protezione antigelo


Articolo 7179164
Interruttore di sicurezza per la protezione antigelo.

Pompa di circolazione ad alta efficienza Wilo Yonos PICO plus 30/1-6


Articolo 7783570 Modo di funzionamento: numero di giri costante
Per l'installazione nel circuito di raffreddamento di impianti con 2 o 3
circuiti di riscaldamento e accumulo acqua di riscaldamento/raffred-
damento 6
C
Dati tecnici
Campo d'impiego consentito
5
Campo di temperatura
– A temperatura ambiente fino a 25 °C Da –10 a +110 °C 4
– A temperatura ambiente fino a 40 °C Da –10 a +95 °C
Pressione max. d'esercizio 10 bar B
1 MPa 3
Valori elettrici
Tensione nominale 1/N/PE 230 V/50 Hz
2
Prevalenza in m

Tipo di protezione IP X2D


Classe energetica EEI ≤ 0,20 A
6 Attacchi
Raccordo filettato (filetto femmina) Rp 1¼ 1
Filetto attacchi (filetto maschio) G2
Lunghezza d'ingombro 180 mm
0
0 1 2 3 4
Portata volumetrica in m³/h

A Stadio 1
B Stadio 2
C Stadio 3
5516937

74 VIESMANN Apparecchi ibridi


Accessori per l'installazione (continua)

50
C
40
30
B
20
Potenza
in kW

10
A
0
0 1 2 3 4
Portata volumetrica in m³/h

A Stadio 1
B Stadio 2
C Stadio 3

Sensore temperatura a bracciale


Articolo 7426463 Dati tecnici
Per il rilevamento della temperatura di mandata del circuito di raf- Lunghezza del cavo 5,8 m, provvisto di spina ad innesto
freddamento separato o del circuito di riscaldamento senza miscela- Tipo di protezione IP32D secondo EN 60529 da garantire
tore, se quest'ultimo viene eseguito come circuito di raffreddamento mediante montaggio/inserimento.
Tipo di sensore Viessmann NTC 10 kΩ a 25 °C
Temperatura ambiente ammessa
42
– funzionamento da 0 a +120 °C
– deposito e trasporto da –20 a +70 °C
60

66

Viene fissato mediante una fascetta.

Sensore temperatura ambiente per circuito di raffreddamento separato


Articolo 7438537 Dati tecnici
Installazione nel locale da raffreddare su una parete interna, di Classe di protezione III
fronte ai radiatori/dissipatori. Non collocarlo su scaffali, nicchie, in Tipo di protezione IP30 secondo EN 60529 da garantire
prossimità di porte o di fonti di calore, ad es. irraggiamento solare mediante montaggio/inserimento.
diretto, camino, televisore ecc. Tipo di sensore Viessmann NTC 10 kΩ a 25 °C
Il sensore temperatura ambiente viene allacciato alla regolazione. Temperatura ambiente ammessa 6
– Funzionamento da 0 a +40 °C
Allacciamento: – Deposito e trasporto da −20 a +65 °C
■ Cavo a due conduttori con una sezione del conduttore pari a
1,5 mm2 in rame
■ Lunghezza del cavo, a partire dal telecomando, max. 30 m
■ Non posare il cavo in prossimità di conduttori alimentati a
230/400-V.

0
□8
20
5516937

Apparecchi ibridi VIESMANN 75


Accessori per l'installazione (continua)

6.13 Tubazioni del refrigerante per il collegamento di apparecchi split a installazione


fissa
Tubo in rame con isolamento termico
■ Tubo singolo in rame SF (EN 12735-1) per collegamento a vite Articolo 7 Impiego
flangiato o giunti saldati 7249274 6 x 1 mm Tubazione liquidi
■ Il colore dell'isolamento termico è bianco 7441108 ¼
■ Rotolo da 25 m 7249273 10 x 1 mm
7441109 ⅜
7249272 12 x 1 mm Tubazione gas caldo
7441110 ½
7441106 16 x 1 mm
7441111 ⅝

6.14 Isolamento termico tubazioni del refrigerante


Nastro termoisolante
Articolo 7249275

Per il rivestimento di componenti e di elementi di collegamento non


isolati
■ Rotolo da 10 m, 50 x 3 mm
■ Colore bianco, autoadesivo

Nastro adesivo in PVC


Articolo 7249281
■ 50 mm di larghezza
■ Colore bianco

6.15 Elementi di raccordo tubazioni del refrigerante


Nipplo di collegamento
Per il collegamento di tubi in rame senza saldatura Articolo Filetto Per tubo in rame Impiego
■ Per ogni nipplo di collegamento sono necessari 2 controdadi a Rp 7
flangia 7249276 ¼ 6 x 1 mm Tubazione liquidi
■ 10 pezzi 7249278 ⅜ 10 x 1 mm
7249279 ½ 12 x 1 mm Tubazione gas cal-
6 7441113 ⅝ 16 x 1 mm do

Controdadi a flangia
Per il collegamento senza saldatura di tubi in rame con nippli di col- Articolo Filetto Per tubo in rame Impiego
legamento Rp 7
■ Per ogni nipplo di collegamento sono necessari 2 controdadi a 7249280 ¼ 6 x 1 mm Tubazione liquidi
flangia 7249282 ⅜ 10 x 1 mm
■ 10 pezzi 7249283 ½ 12 x 1 mm Tubazione gas cal-
7441115 ⅝ 16 x 1 mm do

Euro adattatore a flangia


Raccordo (giunto saldato) tubo in rame per attacco a flangia sull'ap- Articolo Filetto Per tubo in rame Impiego
parecchio Rp 7
■ 10 pezzi 7249284 ¼ 6 x 1 mm Tubazione liquidi
7249285 ⅜ 10 x 1 mm
7249286 ½ 12 x 1 mm Tubazione gas cal-
7441117 ⁵⁄₈ 16 x 1 mm do
5516937

76 VIESMANN Apparecchi ibridi


Accessori per l'installazione (continua)

Anelli di tenuta in rame


Anelli di tenuta di ricambio per euro adattatori a flangia Articolo Filetto Per tubo in rame Impiego
■ 10 pezzi Rp 7
7249289 ¼ 6 x 1 mm Tubazione liquidi
7249290 ⅜ 10 x 1 mm
7249291 ½ 12 x 1 mm Tubazione gas cal-
7441119 ⁵⁄₈ 16 x 1 mm do

Manicotti a saldatura interna


Per collegare tubi in rame
■ 10 pezzi

Articolo Per tubo in rame Impiego


7
7249287 6 x 1 mm Tubazione liquidi
7441123 ¼
7249277 10 x 1 mm
7441124 ⅜
7249288 12 x 1 mm Tubazione gas caldo
7441125 ½
7441121 16 x 1 mm
7441126 ⅝

6.16 Mensole per unità esterna


Mensola per il montaggio a pavimento dell'unità esterna
Articolo 7441142, 7454125

Articolo Apparecchio ibrido, tipo


Vitocaldens 222-F Vitocaldens 222-F Vitocaldens 222-F
– HAWB-M 222.A23 – HAWB-M 222.A29 – HAWB 222.A29
– HAWB-M 222.A26 – HAWB-M-AC 222.A29 – HAWB-AC 222.A29
– HAWB-M-AC 222.A26
Vitocal 250-S Vitocal 250-S
Vitocal 250-S – HAWB-M-AC 252.A10 – HAWB-AC 252.A10
– HAWB-M-AC 252.A04 – HAWB-AC 252.A13
– HAWB-M-AC 252.A07 – HAWB-AC 252.A16
7441142 X — —
7454125 — X X

■ In profili di alluminio, altezza 300 mm, lunghezza 630 mm 6


■ Per posa a livello pavimento
■ 2 pezzi
58
8
50
9
304

5
76
300

0
63

15
15

64

64

Articolo 7441142
Articolo 7454125
5516937

Apparecchi ibridi VIESMANN 77


Accessori per l'installazione (continua)

Kit di mensole per il montaggio a parete dell'unità esterna


Articolo 7172385, 7172386

Articolo Apparecchio ibrido, tipo


Vitocaldens 222-F Vitocaldens 222-F Vitocaldens 222-F Vitocaldens 222-F
– HAWB-M 222.A23 – HAWB-M 222.A26 – HAWB-M 222.A29 – HAWB 222.A29
– HAWB-M-AC 222.A26 – HAWB-M-AC 222.A29 – HAWB-AC 222.A29
Vitocal 250-S
– HAWB-M-AC 252.A04 Vitocal 250-S Vitocal 250-S Vitocal 250-S
– HAWB-M-AC 252.A07 – HAWB-M-AC 252.A10 – HAWB-AC 252.A10
– HAWB-AC 252.A13
– HAWB-AC 252.A16
7172385 X — — —
7172386 — X X —

A B
520

520

600 600

A Articolo 7172385 (senza listello di supporto) B Articolo 7172386 (con listello di supporto)

6.17 Kit di installazione per l'unità esterna


Kit di installazione per montaggio a parete dell'unità esterna
Articolo 7 Tubi in rame Apparecchio ibrido, tipo
Vitocaldens 222-F Vitocaldens 222-F Vitocaldens 222-F Vitocaldens 222-F
– HAWB-M 222.A23 – HAWB-M 222.A26 – HAWB-M 222.A29 – HAWB 222.A29
– HAWB-M-AC 222.A26 – HAWB-M-AC 222.A29 – HAWB-AC 222.A29
6 Vitocal 250-S
– HAWB-M-AC 252.A04 Vitocal 250-S Vitocal 250-S Vitocal 250-S
– HAWB-M-AC 252.A07 – HAWB-M-AC 252.A10 – HAWB-AC 252.A10
– HAWB-AC 252.A13
– HAWB-AC 252.A16
ZK00702 6/12 mm X — — —
ZK00703 10/16 mm — X X —
ZK00704 ¼/½ X — — —
ZK00705 ⅜/⅝ — X X —

Componenti: ■ Kit di mensole per montaggio a parete


■ Tubo in rame con isolamento termico per tubazione liquidi, rotolo ■ 10 m di nastro termoisolante 50 x 3 mm, colore bianco
da 12,5 m
■ Tubo in rame con isolamento termico per tubazione gas caldo,
rotolo da 12,5 m
5516937

78 VIESMANN Apparecchi ibridi


Accessori per l'installazione (continua)

Kit di installazione per montaggio a pavimento dell'unità esterna


Articolo 7 Tubi in rame Apparecchio ibrido, tipo
Vitocaldens 222-F Vitocaldens 222-F Vitocaldens 222-F Vitocaldens 222-F
– HAWB-M 222.A23 – HAWB-M 222.A26 – HAWB-M 222.A29 – HAWB 222.A29
– HAWB-M-AC 222.A26 – HAWB-M-AC 222.A29 – HAWB-AC 222.A29
Vitocal 250-S
– HAWB-M-AC 252.A04 Vitocal 250-S Vitocal 250-S Vitocal 250-S
– HAWB-M-AC 252.A07 – HAWB-M-AC 252.A10 – HAWB-AC 252.A10
– HAWB-AC 252.A13
– HAWB-AC 252.A16
ZK00290 6/12 mm X — — —
ZK00291 10/16 mm — X — —
ZK00292 ¼/½ X — — —
ZK00293 ⅜/⅝ — X — —
ZK00870 10/16 mm — — X X
ZK00871 ⅜/⅝ — — X X

Componenti: ■ 2 mensole per il montaggio a pavimento


■ Tubo in rame con isolamento termico per tubazione liquidi, rotolo ■ 10 m di nastro termoisolante 50 x 3 mm, colore bianco
da 12,5 m
■ Tubo in rame con isolamento termico per tubazione gas caldo,
rotolo da 12,5 m

6.18 Varie
Massa sigillante
Articolo 7441145

Per sigillare i passanti parete delle tubazioni del refrigerante


■ Cartuccia da 310 ml

Nastro in espanso
Articolo 7441146
Rotolo da 5 m

Cavo scaldante elettrico


Articolo 7441147
Come protezione antigelo per la vasca per l'acqua di condensa

Detergente speciale
Articolo 7249305
Flacone spray da 1 litro per la pulizia dell'evaporatore

Indicazioni per la progettazione


7
7.1 Alimentazione elettrica e tariffe
In base alle tariffe elettriche nazionali il fabbisogno di elettricità per il
funzionamento di pompe di calore rientra nel bilancio di gestione
della casa.

7.2 Installazione dell'unità esterna


Le apparecchiature sono dotate di una vernice con un'elevata prote-
zione contro la corrosione resistente ai raggi UV, per l'installazione
all'aperto.
5516937

Apparecchi ibridi VIESMANN 79


Indicazioni per la progettazione (continua)

Avvertenza per l’installazione degli apparecchi ibridi in atmo- Avvertenza relativa all’installazione in prossimità della costa
sfere corrosive degli apparecchi ibridi
Le sostanze contenute nell’aria ambiente o nell’aria aspirata (ad es. ■ Installare l’apparecchio ibrido protetto dalla brezza marina diretta
ammoniaca, zolfo, cloro, sale ecc.) possono causare la corrosione. in quanto i componenti degli aerosol (ad es. contenuto di sale, par-
ticelle di sabbia ecc.) aumentato la probabilità di corrosione. Even-
La protezione dalla corrosione degli apparecchi ibridi Viessmann è tualmente prevedere un frangivento separato (rispettare le
concepita per atmosfere con una categoria di corrosività C4 secondo distanze minime).
EN ISO 12994-2: ■ Rispettare la distanza minima dalla costa: ≥ 1000 m
■ C4 corrisponde a una sollecitazione forte.
■ C4 è adatta ad es. per i seguenti campi d'impiego:
– aree industriali
– aree costiere con concentrazione di sale costante

Sollecitazioni maggiori, corrosive hanno i seguenti effetti sulle unità


ibride:
■ Influssi ottici del rivestimento esterno
■ Compromissione del funzionamento degli apparecchi ibridi
■ Diminuzione della durata degli apparecchi ibridi

Requisiti del luogo di montaggio


■ Selezionare un'ubicazione con buona circolazione d'aria, in modo ■ Scegliere il luogo di posizionamento in modo che l'evaporatore
che l'aria raffreddata possa defluire e l'aria calda affluire. non venga intasato da foglie, neve, ecc.
■ Non installare negli angoli della stanza, in nicchie o tra due muri. ■ Per la scelta del luogo di posizionamento tenere conto dei principi
In caso contrario potrebbe verificarsi un corto circuito tra l'aria di propagazione del suono e delle riflessioni acustiche (vedi “Prin-
espulsa e quella aspirata. cipi fondamentali per pompe di calore„).
■ In caso di installazione in una zona esposta al vento è necessario ■ Non installare accanto o sotto le finestre delle camere da letto.
impedire che il vento influisca sull'area del ventilatore. In caso con- ■ Non installare a una distanza inferiore di 3 m da vie pedonali, tubi
trario potrebbe verificarsi un corto circuito tra l'aria espulsa e per l'acqua piovana o superfici sigillate. L'aria raffreddata nella
quella aspirata. Un forte vento può disturbare l'aerazione dell'eva- zona di sfiato determina il pericolo della formazione di ghiaccio a
poratore. temperature esterne inferiori a 10 °C.
Un corto circuito d'aria nel programma di riscaldamento può ■ Il luogo di montaggio deve essere facilmente accessibile, ad es.
ridurre l'efficienza dell'apparecchio e causare problemi di sbrina- per i lavori di manutenzione.
mento. Distanze minime: vedi pagina 86).
■ Tenere conto delle lunghezze delle tubazioni del refrigerante (vedi
pagina 92).

Avvertenze per il montaggio


■ Montaggio a pavimento: ■ Acqua di condensa:
– Usare le mensole per il montaggio a pavimento (accessori): vedi – Garantire che lo scarico dell'acqua di condensa non sia ostruito
pagina 82 e creare sotto l'unità esterna un letto di ghiaia per la dispersione
– Se non è possibile usare le mensole, montare l'unità esterna dell'acqua di condensa (vedi pagina 83).
indipendente su una sottostruttura fissa da predisporre sul posto – Nelle regioni in cui la temperatura esterna è spesso inferiore a
a un'altezza di min. 100 mm. 0 °C, si raccomanda il montaggio di un cavo scaldante elettrico
– Per l'installazione in un ambiente climatico difficile (temperature (accessorio) per la vasca per l'acqua di condensa dell'unità
sottozero, neve, umidità) consigliamo di installare l'apparecchio esterna.
su un basamento alto circa 300 mm. ■ Disaccoppiamento del suono intrinseco e delle vibrazioni tra edifi-
– Tenere conto del peso dell'unità esterna (vedi “Dati tecnici„). cio e unità esterna:
■ Montaggio a parete: – In caso di passacavi sopra il livello del suolo prevedere nelle
– Usare il kit di mensole per il montaggio a parete (accessori): vedi tubazioni del refrigerante delle curve per compensare le vibra-
pagina 84 zioni (vedi pagina 82).
– La parete deve soddisfare i requisiti statici. – Posare i cavi elettrici di collegamento per unità interna/esterna in
■ Installazione: modo che non siano soggetti a trazione.
– Quando si effettua l'installazione non collocare il lato di scarico – Effettuare il montaggio solo su pareti con un elevato peso super-
7 aria nel senso contrario a quello della corrente d'aria principale. ficiale (> 250 kg/m2), e non su pareti di costruzione leggera,
– Realizzare i passanti parete e le tubazioni di protezione per le ossatura del tetto ecc.
tubazioni del refrigerante e per i cavi elettrici senza componenti – Per il montaggio a pavimento usare soltanto gli arresti di gomma
pressofusi e senza cambi di direzione. forniti in dotazione.
■ Agenti atmosferici: Per il montaggio a parete usare solo gli smorzatori di vibrazioni
– Tenere conto dei carichi del vento in caso di montaggio in punti del kit di mensole.
esposti al vento. Non utilizzare altri smorzatori di vibrazioni, molle, arresti di
– Integrare l'unità esterna nella protezione antifulmini. gomma ecc.
– Per la progettazione di una protezione dalle intemperie oppure di
una copertura considerare la cessione di calore dell'apparec-
chiatura.
5516937

80 VIESMANN Apparecchi ibridi


Indicazioni per la progettazione (continua)

Distanze minime

a c
d

Esempio tipo HAWB-M 222.A26

A Ingresso dell'aria
B Uscita dell'aria
d Spazio min. per i lavori di assistenza lato anteriore

Vitocaldens 222-F
Tipo Misure in mm
a b c d

HAWB-M 222.A23 ≥ 100 ≥ 100 ≥ 400 ≥ 300 ≥ 1000


HAWB-M 222.A26 ≥ 100 ≥ 100 ≥ 400 ≥ 300 ≥ 1000
HAWB-M 222.A29 ≥ 100 ≥ 200 ≥ 400 ≥ 300 ≥ 1000
HAWB-M-AC 222.A26 ≥ 100 ≥ 100 ≥ 400 ≥ 300 ≥ 1000
HAWB-M-AC 222.A29 ≥ 100 ≥ 200 ≥ 400 ≥ 300 ≥ 1000
HAWB 222.A29 ≥ 100 — ≥ 400 ≥ 300 ≥ 1000
HAWB-AC 222.A29 ≥ 100 — ≥ 400 ≥ 300 ≥ 1000

Passacavi sopra il livello del suolo


Passacavi sotto il livello del suolo

Vitocal 250-S
Tipo Misure in mm
a b c d

HAWB-M-AC 252.A04 ≥ 100 ≥ 100 ≥ 400 ≥ 300 ≥ 1000


HAWB-M-AC 252.A07
HAWB-M-AC 252.A10 ≥ 100 ≥ 100 ≥ 400 ≥ 300 ≥ 1000
HAWB-AC 252.A10 ≥ 100 — ≥ 400 ≥ 300 ≥ 1000
HAWB-AC 252.A13
HAWB-AC 252.A16
7
Passacavi sopra il livello del suolo
Passacavi sotto il livello del suolo

Indicazioni per l'installazione


■ Osservare assolutamente i dati relativi alla rumorosità.
■ Attenersi in ogni caso ai requisiti delle normative tecniche per la
protezione contro i rumori.
■ Durante l'installazione della pompa di calore sul terreno, vanno
considerate le distanze dai terreni limitrofi, conformemente al rego-
lamento edilizio.
■ Dalle aperture per l'uscita dell'aria dell'unità esterna fuoriesce
vapore freddo durante lo sbrinamento. Tenerne conto in fase di
installazione (scelta del locale d'installazione, orientamento della
pompa di calore).
5516937

Apparecchi ibridi VIESMANN 81


Indicazioni per la progettazione (continua)

Montaggio a pavimento con mensola: passacavi sopra il livello del suolo


Solo per apparecchi da 230 V. b

3000 M

K
N
H
A A
B
G
600

300
C

E
F
700

b Distanza dalla parete (vedi pagina 81)


A Supporti di montaggio (arresti di gomma)
B Mensole per il montaggio a pavimento
C Travi basamento
D Tubo per canalizzazione DN 100 con coperchio e 3 curve
da 30°, guarnizione del passacavi nel coperchio da predisporre
sul posto
E Protezione antigelo per il basamento (ghiaia compattata, ad es.
da 0 a 32/56 mm), spessore dello strato in base alle esigenze
locali e alle norme dell'edilizia
F Terreno
G Via pedonale, terrazza
H Cavo elettrico scaldante per vasca dell'acqua di condensa
K Aperture nella lamiera di fondo per far defluire liberamente l'ac-
qua di condensa:
Non chiudere le aperture.
L Curve di compensazione delle vibrazioni nelle tubazioni del
refrigerante
M Fascette stringitubo con inserto EPDM
N Cavo di collegamento bus unità interna/esterna e cavo rete
unità esterna:
Predisporre cavi non soggetti a correnti d'aria.
7

Montaggio a pavimento con mensola: passacavi sotto il livello del suolo


Per apparecchi a 230 V e a 400 V.
5516937

82 VIESMANN Apparecchi ibridi


Indicazioni per la progettazione (continua)

3000
NL

K
H
A A
B
G
600
D
300

E
F
700

b Distanza dalla parete (vedi pagina 81)


A Supporti di montaggio (arresti di gomma)
B Mensole per il montaggio a pavimento
C Travi basamento
D Tubo per canalizzazione DN 100 con coperchio e 3 curve
da 30°, guarnizione del passacavi nel coperchio da predisporre
sul posto
E Protezione antigelo per il basamento (ghiaia compattata, ad es.
da 0 a 32/56 mm), spessore dello strato in base alle esigenze
locali e alle norme dell'edilizia
F Terreno
G Via pedonale, terrazza
H Cavo elettrico scaldante per vasca dell'acqua di condensa
K Aperture nella lamiera di fondo per far defluire liberamente l'ac-
qua di condensa:
Non chiudere le aperture.
L Curve di compensazione delle vibrazioni nelle tubazioni del
refrigerante
M Fascette stringitubo con inserto EPDM
N Cavo di collegamento bus unità interna/esterna e cavo rete
unità esterna:
Predisporre cavi non soggetti a correnti d'aria.

7
Basamenti
Montare le mensole a pavimento su 2 travi basamento orizzontali. Si
consiglia di approntare un basamento in calcestruzzo conforme-
mente alla figura. Gli spessori degli strati indicati sono valori medi.
Questi valori devono essere adeguati alle normative locali. Attenersi
alle norme dell'edilizia.
5516937

Apparecchi ibridi VIESMANN 83


Indicazioni per la progettazione (continua)

50

150
C C
P
C
300

e
f
C R

150
E e

50
700

50 600 50

g
D

C Travi basamento P Letto di pietrisco per la dispersione dell'acqua di condensa


D Solo con passacavi sopra il livello del suolo: tubo KG DN 100 R Punti di fissaggio per le mensole per il montaggio a pavimento
con coperchio e 3 curve da 30°, guarnizione del passacavi nel
coperchio da predisporre sul posto
E Protezione antigelo per il basamento (ghiaia compattata, ad es.
da 0 a 32/56 mm), spessore dello strato in base alle esigenze
locali e alle norme dell'edilizia

Vitocaldens 222-F Vitocal 250-S


Tipo Misure in mm Tipo Misure in mm
e f g h e f g h
HAWB-M 222.A23 950 300 254,5 105 HAWB-M-AC 252.A04 950 300 254,5 105
HAWB-M 222.A26 1100 327 281,5 80 HAWB-M-AC 252.A07 950 300 254,5 105
HAWB-M 222.A29 1100 505 167 80 HAWB-M-AC 252.A10 1100 327 281,5 80
HAWB-M-AC 222.A26 1100 327 281,5 80 HAWB-AC 252.A10 1100 505 167 80
HAWB-M-AC 222.A29 1100 505 167 80 HAWB-AC 252.A13 1100 505 167 80
HAWB 222.A29 1100 505 167 80 HAWB-AC 252.A16 1100 505 167 80
HAWB-AC 222.A29 1100 505 167 80

Montaggio a parete con kit di mensole per montaggio a parete


Solo per apparecchi da 230 V.

7
5516937

84 VIESMANN Apparecchi ibridi


Indicazioni per la progettazione (continua)

N
H

A A
K
300

b Distanza dalla parete (vedi pagina 81)


A Smorzatore di vibrazioni della mensola
B Scarico dell'acqua di condensa nella lamiera di fondo dell'unità
esterna
C Mensola per montaggio a parete
D Letto di ghiaia per la dispersione dell'acqua di condensa
H Cavo scaldante elettrico per vasca dell'acqua di condensa
K Aperture nella lamiera di fondo per far defluire liberamente l'ac-
qua di condensa:
Non chiudere le aperture.
L Curve di compensazione delle vibrazioni nelle tubazioni del
refrigerante
M Fascette stringitubo con inserto EPDM
N Cavo di collegamento bus unità interna/esterna e cavo rete
unità esterna:
Predisporre cavi non soggetti a correnti d'aria.

7.3 Installazione dell'unità interna


Vitocaldens 222-F: avvertenze per l'installazione per funzionamento a camera stagna (caldaie di tipo C)
Tipo C13x, C33x, C53x, C63x , C83x oppure C93x secondo CEN/TR 1749 Poiché con il funzionamento a camera stagna il tratto di collega- 7
mento dei gas di scarico viene attraversato dall'aria utilizzata per la
Aree di installazione possibili: combustione (tubo coassiale), non è necessario mantenere partico-
■ Locali ad uso abitativo lari distanze da componenti infiammabili. Per ulteriori informazioni
■ Ripostigli non aerati vedi le indicazioni per la progettazione dei “sistemi scarico fumi per
■ Nicchie, senza dover tener conto delle distanze di sicurezza dai le Vitodens„.
componenti infiammabili Con il funzionamento a camera stagna non sono necessari disposi-
■ Soffitte (sottotetti e locali non utilizzati) con conduzione delle tuba- tivi di blocco elettrici con apparecchi d'espulsione aria (cappe con
zioni di adduzione aria e scarico fumi direttamente sotto il tetto tubo di ventilazione ecc.).
■ Garage
Altri requisiti per l'installazione di generatori di calore con fun-
zionamento a gas liquido in locali sotto il livello del suolo
Secondo le disposizioni della norma TRF 1996, vol. 2 –, in vigore dal
1° settembre 1997, – per l'installazione della caldaia compatta ibrida
5516937

sotto il livello del suolo non sono più necessarie valvole elettroma-
gnetiche d'intercettazione esterne.

Apparecchi ibridi VIESMANN 85


Indicazioni per la progettazione (continua)

L'elevato standard di sicurezza garantito dalla valvola elettromagne-


tica d'intercettazione esterna è tuttavia comprovato. Per questo
motivo, in caso di installazione della caldaia compatta ibrida in locali
al di sotto del livello del suolo, raccomandiamo inoltre l'installazione
di una valvola elettromagnetica d'intercettazione esterna. Per l'allac-
ciamento è necessario il completamento interno H1 (accessorio).

Requisiti del locale d'installazione


■ Asciutto e protetto dal gelo. mmax
Vmin =
Temperature ambiente da 5 a 35 °C, umidità dell'aria max. 20 g G
vapore acqueo/kg, garantire aria asciutta.
■ Nel locale d'installazione evitare polvere, gas, vapori a causa del Vmin Volume minimo del locale in m3
pericolo di esplosione. mmax Max. volume di riempimento del refrigerante in kg
■ Attenersi al volume minimo del locale (secondo EN 378). G Valore limite empirico secondo EN 378, in funzione della com-
■ Rispettare il carico ammesso sul pavimento. Considerare il peso posizione del refrigerante
complessivo (vedi “Dati tecnici„).
Se dovesse essere necessario compensare dislivelli del pavi- Refrigerante Valore limite empirico in kg/m3
mento con i piedini regolabili (max. 10 mm), distribuire uniforme-
R410A 0,44
mente sui piedini il carico di compressione.
R407C 0,31
■ Prevedere nel locale d'installazione uno scarico per l'acqua di con-
densa e la linea di sfiato della valvola di sicurezza.
Allacciare il flessibile di scarico con valvola di sicurezza in pen-
Avvertenza
denza e il dispositivo d'aerazione alla rete di canalizzazione.
Se vengono installate più pompe di calore in un locale, occorrerà
■ Prevedere dispositivi d'intercettazione per la mandata riscalda-
calcolare i volumi minimi del locale in base all'apparecchio con il
mento e un ritorno riscaldamento/ritorno bollitore comuni.
volume di riempimento massimo.
Volume minimo del locale

Il volume minimo del locale d'installazione dipende dal volume di


riempimento e dalla composizione del refrigerante secondo EN 378.

Con il refrigerante utilizzato e dai volumi di riempimento risultano i seguenti volumi minimi del locale:

Vitocaldens 222-F
Vitocaldens 222-F Tipo Volume minimo del locale in m3
Apparecchi da 230 V – HAWB-M 222.A23 2,7
– HAWB-M-AC 222.A26 4,8
222.A29 6,7
Apparecchi da 400 V – HAWB 222.A29 6,7
– HAWB-AC

Vitocal 250-S
Vitocaldens 250-S Tipo Volume minimo del locale in m3
Apparecchi da 230 V – HAWB-M-AC 252.A04 2,7
252.A07 4,8
252.A10 6,7
Apparecchi da 400 V – HAWB-AC 252.A10 6,7
252.A13 6,7
252.A16 9,5

Avvertenza Distanze minime caldaie compatte ibride


Con lunghezze delle tubazioni >12 m è necessario aggiungere refri-
gerante. In questo modo il volume minimo aumenta in modo corri-
7 spondente alla quantità di refrigerante aggiunta.

Dispositivo di sicurezza per il locale d'installazione


0
I generatori di calore Viessmann sono controllati e omologati
secondo le normative tecniche di sicurezza. Fattori di influenza
esterni non prevedibili possono provocare in rarissimi casi la fuga di
monossido di carbonio nocivo alla salute (CO). Per questo motivo 20 20
consigliamo di utilizzare un dispositivo di controllo di CO. Esso può
essere ordinato come accessorio separato.
1000

5516937

86 VIESMANN Apparecchi ibridi


Indicazioni per la progettazione (continua)

7.4 Vitocaldens 222-F: installazione dell'unità interna con kit di allacciamento


Per i componenti del kit di allacciamento: vedi“Accessori idraulici„ da Con il piedistallo caldaia è possibile combinare ogni kit di allaccia-
pagina 48 mento (vedi pagina 73).

Kit di allacciamento in alto per installazione sopra intonaco


■ Per allacciamento lato gas, riscaldamento e sanitario dall'alto delle C Ricircolo R ½ (accessorio separato)
tubazioni da predisporre sul posto D Attacco gas R ¾
■ Grazie ai piedini regolabili, gli attacchi dispongono in altezza di E Acqua fredda R ½
una tolleranza di + 15 mm F Ritorno riscaldamento R ¾
G Tubazione gas caldo da/verso l'unità esterna, filetto Rp ⅝
Kit di allacciamento senza mensola per il premontaggio, H Tubazione liquidi da/verso l'unità esterna, filetto Rp ⅜
articolo 7348566 K Attacco scarico fumi/adduzione aria (posteriore)

Kit di allacciamento con mensola per il premontaggio per la


330 preinstallazione su pareti grezze, articolo 7355317
220
55
50 330
G 220
K
H 55
50
G
K
H
A BC D E F

A BC D E F
1752
1726
1714
1677

1752
1773
1761
1680
1640

A BC D E F 7

A BC D E F
50

50
5516937

A Mandata riscaldamento R ¾
B Acqua calda R ½

Apparecchi ibridi VIESMANN 87


Indicazioni per la progettazione (continua)

A Mandata riscaldamento R ¾ F Ritorno riscaldamento R ¾


B Acqua calda R ½ G Tubazione gas caldo da/verso l'unità esterna, filetto Rp ⅝
C Ricircolo R ½ (accessorio separato) H Tubazione liquidi da/verso unità esterna, filetto Rp ⅜
D Attacco gas R ¾ K Attacco scarico fumi/adduzione aria (posteriore)
E Acqua fredda R ½

Kit di allacciamento a sinistra o a destra per installazione sopra intonaco


■ Per allacciamento lato gas, riscaldamento e sanitario da sinistra o A Mandata riscaldamento R ¾
da destra delle tubazioni da predisporre sul posto. B Acqua calda R ½
■ Grazie ai piedini regolabili, gli attacchi dispongono in altezza di C Ricircolo R ½ (accessorio separato)
una tolleranza di + 15 mm. D Attacco gas R ¾
E Acqua fredda R ½
Kit di allacciamento senza mensola per il premontaggio, F Ritorno riscaldamento R ¾
articolo 7350854 G Tubazione gas caldo da/verso l'unità esterna, filetto Rp ⅝
H Tubazione liquidi da/verso unità esterna, filetto Rp ⅜
K Attacco scarico fumi/adduzione aria (posteriore)
410
398
361 50
G
H K

F A
E B
D
C C
D
B E
A F
1752
1502
1447
1392
1337
1282
1227
1172

7
50

5516937

88 VIESMANN Apparecchi ibridi


Indicazioni per la progettazione (continua)

Kit di allacciamento con mensola per il premontaggio per la preinstallazione su pareti grezze, articolo 7354403

452
440
370
316 50
G
H K

F A
E B
D
C C
D
B E
A F

1752
1602

1502
1447
1392
1337
1282
1227
1172
50

A Mandata riscaldamento R ¾ F Ritorno riscaldamento R ¾


B Acqua calda R ½ G Tubazione gas caldo da/verso l'unità esterna, filetto Rp ⅝
C Ricircolo R ½ (accessorio separato) H Tubazione liquidi da/verso unità esterna, filetto Rp ⅜
D Attacco gas R ¾ K Attacco scarico fumi/adduzione aria (posteriore)
E Acqua fredda R ½
5516937

Apparecchi ibridi VIESMANN 89


Indicazioni per la progettazione (continua)

Kit di allacciamento per installazione sopra intonaco in basso con mensola per il premontaggio per la
preinstallazione su pareti grezze, articolo ZK01792
■ Per allacciamento lato gas, riscaldamento e sanitario dal basso
delle tubazioni da predisporre sul posto
■ Dietro la caldaia compatta ibrida è necessaria una distanza di
70 mm dalla parete
■ Grazie ai piedini regolabili, gli attacchi dispongono in altezza di
una tolleranza di + 15 mm

330
220
55
50
G
H
K

A BC D E F 70
1852
1675
1663

A BC D E F

A Mandata riscaldamento R ¾ F Ritorno riscaldamento R ¾


B Acqua calda R ½ G Tubazione gas caldo da/verso l'unità esterna, filetto Rp ⅝
C Ricircolo R ½ (accessorio separato) H Tubazione liquidi da/verso unità esterna, filetto Rp ⅜
5516937

D Attacco gas R ¾ K Attacco scarico fumi/adduzione aria (posteriore)


E Acqua fredda R ½

90 VIESMANN Apparecchi ibridi


Indicazioni per la progettazione (continua)

Kit di allacciamento per installazione sotto intonaco con lamiera di montaggio per la preinstallazione su
pareti grezze, articolo 7351625
■ Per allacciamento lato gas, riscaldamento e sanitario delle tuba- A Mandata riscaldamento R ¾
zioni (da predisporre sul posto) nella parete B Acqua calda R ½
■ Al posto del gomito per l'acqua fredda è possibile montare un C Ricircolo R ½ (accessorio separato)
gruppo di sicurezza (accessorio separato) D Attacco gas R ¾
■ Grazie ai piedini regolabili, gli attacchi dispongono in altezza di E Acqua fredda R ½
una tolleranza di + 15 mm F Ritorno riscaldamento R ¾
G Tubazione gas caldo da/verso l'unità esterna, filetto Rp ⅝
H Tubazione liquidi da/verso unità esterna, filetto Rp ⅜
330 K Attacco scarico fumi/adduzione aria (posteriore)
220
55
G 50
H K

AB CD EF
1952
1696
1675

AB CD EF

7
5516937

Apparecchi ibridi VIESMANN 91


Indicazioni per la progettazione (continua)

7.5 Collegamento unità interna ed esterna


Passante parete
Le unità interna ed esterna vengono collegate tra loro con le tuba-
zioni del refrigerante e il rispettivo cavo di collegamento. A tale
F A riguardo sono necessari dei passanti parete. Quando si creano que-
B sti passanti, fare attenzione ai componenti portanti, architravi, ele-
menti isolanti (ad es. blocchi vapore) ecc.
C
D
2 - 5° E

A All'esterno dell'edificio
B Parete
C Tubo in PVC o PE ecc.
D Isolamento termico a cellule chiuse impermeabile
E Tubazioni del refrigerante
F All'interno dell'edificio

Tubazioni del refrigerante


L'unità interna contiene una riserva di azoto di protezione. L'unità ■ Garantire dei raggi di piegatura sufficientemente grandi dei tubi.
esterna è riempita con refrigerante R410A. Il volume di riempimento ■ Utilizzare solo tubi in rame ammessi per il refrigerante R410A (per
è sufficiente per entrambe le tubazioni del refrigerante fino a una il diametro nominale vedi capitolo “Dati tecnici„).
lunghezza di 12 m per ciascuna tubazione. Il collegamento delle due ■ Per evitare danni dovuti all'acqua di condensa, la tubazione di
apparecchiature si effettua tramite gli attacchi a flangia con la tuba- aspirazione e quella dei liquidi devono essere dotate di un isola-
zione gas caldo e la tubazione liquidi. mento termico separato. Isolamento termico a cellule chiuse,
impermeabile, min. 6 mm di spessore.
Per la progettazione delle tubazioni del refrigerante osservare le ■ Nel terreno le tubazioni del refrigerante vanno posate all'interno di
condizioni seguenti: un tubo di protezione. Rendere a tenuta entrambe le estremità del
■ Tenere conto delle lunghezze delle tubazioni e dei dislivelli. tubo di protezione per impedire la penetrazione di acqua.

Avvertenza
Con lunghezze delle tubazioni da 12 m è necessario rabboccare il
refrigerante R410A.

■ Realizzare i collegamenti il più possibile diritti e corti.

Vitocaldens 222-F
Vitocaldens 222-F Tipo Lunghezza della tubazione Dislivello max. unità interna –
min. max. unità esterna
Apparecchi da 230 V – HAWB-M 222.A23 3m 20 m 10 m
– HAWB-M-AC 222.A26 3m 30 m 15 m
222.A29 3m 30 m 15 m
Apparecchi da 400 V – HAWB 222.A29 3m 30 m 15 m
7 – HAWB-AC

Vitocal 250-S
Vitocal 250-S Tipo Lunghezza della tubazione Dislivello max. unità interna –
min. max. unità esterna
Apparecchi da 230 V – HAWB-M-AC 252.A04 3m 20 m 10 m
252.A07 3m 30 m 15 m
252.A10 3m 30 m 15 m
Apparecchi da 400 V – HAWB-AC 252.A10 3m 30 m 15 m
252.A13 3m 30 m 15 m
252.A16 3m 30 m 15 m

Sifoni per l'olio


5516937

Mediante i sifoni per l'olio è garantito un ritorno sicuro dell'olio refri-


gerante nel compressore.

92 VIESMANN Apparecchi ibridi


Indicazioni per la progettazione (continua)

Nei casi elencati qui di seguito montare il sifone per l'olio nella tuba- Unità interna al di sotto dell'unità esterna
zione gas caldo verticale:
■ Con il programma di riscaldamento, se l'unità interna è montata al
di sopra dell'unità esterna.
■ Con il programma di raffreddamento, se l'unità interna è montata
al di sotto dell'unità esterna. C D
Distanza dei sifoni per l'olio ca. 5 m.
B
Unità interna al di sopra dell'unità esterna

5000
A

5000
A C
E
B
5000

Esempio di programma di raffreddamento: con sifoni per l'olio

D
5000

A Unità interna
B Tubazione gas caldo (gas di aspirazione)
C Tubazione liquidi (gas liquido)
D Unità esterna
E E Sifoni per l'olio

Esempio per programma di riscaldamento: con sifoni per l'olio

A Unità interna
B Tubazione gas caldo (gas caldo)
C Tubazione liquidi (liquidi)
D Unità esterna
E Sifoni per l'olio

7.6 Prova di tenuta del circuito frigorifero


A partire da 5 t di CO2 equivalente del refrigerante, secondo il Rego- In base all'entità del CO2 equivalente si stabilisce la frequenza dei
lamento UE n. 517/2014, la tenuta dei circuiti frigoriferi di pompe di controlli dei circuiti frigoriferi. Se sul posto sono disponibili dei dispo-
calore va verificata a intervalli regolari. Per i circuiti frigoriferi a sitivi di rilevamento perdite, gli intervalli tra un controllo e l'altro si
tenuta ermetica, il controllo periodico è necessario a partire da 10 t allungano.
di CO2 equivalente.

Vitocaldens 222-F
Vitocaldens 222-F Tipo Prova di tenuta
Apparecchi da 230 V – HAWB-M 222.A23 no
– HAWB-M-AC 222.A26 no
222.A29 Ogni 12 mesi
Apparecchi da 400 V – HAWB 222.A29 Ogni 12 mesi
– HAWB-AC

Vitocal 250-S
7
Vitocal 250-S Tipo Prova di tenuta
Apparecchi da 230 V – HAWB-M-AC 252.A04 no
252.A07 no
252.A10 Ogni 12 mesi
Apparecchi da 400 V – HAWB-AC 252.A10 Ogni 12 mesi
252.A13 Ogni 12 mesi
252.A16 Ogni 12 mesi
5516937

Apparecchi ibridi VIESMANN 93


Indicazioni per la progettazione (continua)

7.7 Allacciamenti elettrici


Requisiti dell'installazione elettrica
■ Attenersi alle disposizioni tecniche di allacciamento dell'azienda Schema di cablaggio
erogatrice di energia elettrica competente.
■ È possibile richiedere informazioni sui dispositivi di misurazione e Vitocaldens 222-F
d'inserimento necessari all'azienda erogatrice di energia elettrica
competente.
■ Prevedere un contatore elettrico a parte per la pompa di calore. A F

Tensione di rete: G
■ Per il circuito di comando occorre una tensione di rete di 230 V~.
Il fusibile per il circuito di comando (6,3 A) si trova nell'unità interna
della regolazione della pompa di calore con Hybrid Pro Control.
B E
■ Le pompe di calore vengono azionate, a seconda del tipo, a
230 V~ o 400 V~.
D
Il fusibile per il ventilatore è ubicato nell'unità esterna.
C
Vitocaldens 222-F
Tipo Compressore
230 V~ 400 V~
HAWB-M 222.A X
HAWB-M-AC 222.A
HAWB 222.A X
HAWB-AC 222.A
A Sensore temperatura esterna, cavo sensore (2 x 0,75 mm2)
Vitocal 250-S B Unità esterna
Tipo Compressore C Cavo rete compressore, 230 V~ o 400 V~ (vedi tabella
230 V~ 400 V~ seguente)
HAWB-M-AC 252.A X D Cavo di collegamento unità interna/esterna (3 x 1,5 mm2)
HAWB-AC 252.A X E Unità interna
F Cavo rete regolazione pompa di calore con Hybrid Pro Control
(vedi tabella seguente)
Blocco azienda elettrica G Contatore elettrico/alimentazione domestica
Esiste la possibilità di far disinserire il compressore e lo scambiatore
istantaneo acqua di riscaldamento (se presente) dall'azienda eroga- Avvertenza
trice di energia elettrica. Per l'approntamento della tariffa ridotta l'a- Per il serbatoio d'accumulo acqua di riscaldamento, circuito di riscal-
zienda erogatrice di energia elettrica può richiedere la possibilità di damento con miscelatore prevedere anche i rispettivi cavi di alimen-
questo disinserimento. tazione, comando e sensore.
L'alimentazione della regolazione Vitotronic non deve essere disin- È necessario controllare ed eventualmente ingrandire le sezioni del
serita. conduttore dei cavi rete.

Disgiuntori per conduttori privi di messa a terra


■ L'interruttore generale (se presente) deve separare contempora-
neamente dalla rete tutti i conduttori privi di messa a terra con una
distanza tra i contatti pari ad almeno 3 mm.
■ Si consiglia inoltre l'installazione di un dispositivo di protezione a
corrente differenziale ad alimentazione universale (RCD) tipo B
per correnti (differenziali) continue che possono essere
generate da mezzi di esercizio ad efficienza energetica.

Avvertenza
Non utilizzare dispositivi di protezione a corrente differenziale
7 (RCD) tipo A né inserire a monte un dispositivo di protezione a
corrente differenziale (RCD) tipo B.

■ Se non viene installato un interruttore generale, separare dalla


rete tutti i conduttori privi di messa a terra mediante un interruttore
differenziale inserito a monte con una distanza tra i contatti di
almeno 3 mm.

Cavi
■ Tutti i cavi nella posizione indicata devono sporgere dalla parete,
vedere la rispettiva figura nel capitolo “Dimensioni d'ingombro
unità interna„
Per la lunghezza e la sezione dei cavi vedere le seguenti tabelle.
■ Per gli accessori:
cavi con il numero di conduttori di volta in volta necessari per gli
5516937

allacciamenti esterni
Predisporre sul posto la scatola di distribuzione.

94 VIESMANN Apparecchi ibridi


Indicazioni per la progettazione (continua)

Vitocal 250-S Avvertenza


Per il serbatoio d'accumulo acqua di riscaldamento, circuito di riscal-
damento con miscelatore prevedere anche i rispettivi cavi di alimen-
A tazione, comando e sensore.
H È necessario controllare ed eventualmente ingrandire le sezioni del
conduttore dei cavi rete.
K
E

B
L
D

C
F N

G M

A Sensore temperatura esterna, cavo sensore (2 x 0,75 mm2)


B Unità esterna
C Cavo rete compressore, 230 V~ o 400 V~ (vedi tabella
seguente)
D Cavo di collegamento unità interna/esterna (3 x 1,5 mm2)
E Unità interna
F Sensore temperatura esterna, cavo sensore (2 x 0,75 mm2)
G Generatore esterno di calore
H Cavo rete regolazione pompa di calore con Hybrid Pro Control
(vedi tabella seguente)
K Contatore elettrico/alimentazione domestica
L Pompa di carico bollitore (solo in abbinamento al sistema ad
accumulo)
M Bollitore
N Sensore temperatura bollitore, cavo sensore: 2 x 0,75 mm2

Lunghezze delle tubazioni nell'unità interna/esterna più distanza dalla parete

Cavi Unità interna Unità esterna


Cavi rete – Regolazione della pompa di ca- 2,5 m —
lore 230 V~
– Compressore 230 V~/400 V~ — 1,5 m
Altri cavi di allacciamento – 230 V~, ad es. per pompe di cir- 2,5 m —
colazione
– < 42 V, ad es. per sensori 2,5 m —
Cavi di collegamento bus dell'u- – Bus 12 V 2,5 m 1,5 m
nità interna ed esterna – Bus 43 V 2,5 m 1,5 m

Cavi rete flessibili consigliati

Unità interna Vitocaldens 222-F e Vitocal 250-S (tutti i tipi)


Allacciamento rete Cavo
Regolazione della pompa di calore con Hybrid Pro – Senza blocco azienda elettrica 3 x 1,5 mm2 7
Control 230 V~ – Con blocco azienda elettrica 5 x 1,5 mm2

Unità esterne Vitocaldens 222-F


Vitocaldens 222-F Tipo Cavo Lunghezza max. del cavo
Apparecchi da 230 V – HAWB-M 222.A23 3 x 2,5 mm2 29 m
– HAWB-M-AC 222.A26 3 x 2,5 mm2 25 m
222.A29 3 x 2,5 mm2 16 m
Oppure
3 x 4,0 mm2 26 m
Apparecchi da 400 V – HAWB 222.A29 5 x 2,5 mm2 30 m
– HAWB-AC
5516937

Apparecchi ibridi VIESMANN 95


Indicazioni per la progettazione (continua)

Unità esterne Vitocal 250-S


Vitocal 250-S Tipo Cavo Lunghezza max. del cavo
Apparecchi da 230 V – HAWB-M-AC 252.A04 3 x 2,5 mm2 29 m
252.A07 3 x 2,5 mm2 25 m
252.A10 3 x 2,5 mm2 20 m
Oppure
3 x 4,0 mm2 32 m
Apparecchi da 400 V – HAWB-AC 252.A10 5 x 2,5 mm2 30 m
252.A13 5 x 2,5 mm2 30 m
252.A16 5 x 2,5 mm2 30 m

7.8 Rumorosità
Principi fondamentali
Livello di rumorosità LW Q=2: unità esterna indipendente molto lontana dall'edificio
Definisce l'emissione sonora complessiva irradiata dalla pompa di
calore in tutte le direzioni. Essa è indipendente dalle condizioni
ambientali (riflessioni) ed è la misura di valutazione per la compara-
zione diretta delle sorgenti sonore (pompe di calore).

Livello di rumorosità LP
Il livello di rumorosità è una misura orientativa per il volume perce-
pito dall'orecchio in determinati luoghi. Il livello di rumorosità è
influenzato in modo determinante dalla distanza e dalle condizioni Q=2
ambientali e dipende quindi dal luogo della misurazione, spesso a
distanza di 1 m. I microfoni di misurazione misurano direttamente la
pressione sonora.
Il livello di rumorosità è la misura di valutazione per le immissioni di
impianti singoli.

Riflessione acustica e livello di rumorosità (direttività Q)

Con il numero delle superfici verticali adiacenti, completamente riflet-


tenti, (ad es. pareti) aumenta in senso esponenziale il livello di rumo-
rosità rispetto all'installazione libera (Q = direttività), poiché viene Q=4: unità esterna vicina ad una parete dell'edificio
impedita l'emissione acustica rispetto all'installazione libera.

Q=2 Q=4 Q=8

Q=4
Q Direttività

7
5516937

96 VIESMANN Apparecchi ibridi


Indicazioni per la progettazione (continua)

Q=8: unità esterna vicina ad una parete dell'edificio con bordi I valori riportati nella tabella sono stati rilevati secondo la seguente
rientranti formula:

Q
L P=LW + 10 · log
4 · π · r²

L = Livello di rumorosità presso il ricevitore


LW = Livello di potenza sonora alla sorgente sonora
Q = Direttività
r = Distanza tra ricevitore e sorgente sonora

I principi relativi alla diffusione del suono si riferiscono alle seguenti


Q=8 condizioni idealizzate:
■ La sorgente sonora è costituita da una sorgente acustica circo-
scritta.
■ Le condizioni di installazione e di funzionamento della pompa di
calore corrispondono alle condizioni per determinare la potenza
sonora.
■ Con Q=2 l'irradiazione ha luogo in campo aperto (nell'ambiente
circostante non sono presenti oggetti/edifici riflettenti).
La seguente tabella illustra in che misura cambia il livello di rumoro- ■ Con Q=4 e Q=8 si presuppone la totale riflessione sulle superfici
sità LP in funzione della direttività Q e della distanza dall'apparecchio adiacenti.
riferito al livello di rumorosità LW misurato direttamente sull'apparec- ■ Non sono presi in considerazione i rumori esterni provenienti dal-
l'ambiente circostante.
chio e sul punto di uscita aria.

Direttività Q, valore medio ri- Distanza dalla sorgente sonora in m


levato localmente 1 2 4 5 6 8 10 12 15
Livello di rumorosità costante con equivalenza energetica LP della pompa di calore riferito al livello
di potenza sonora LW in dB(A) misurato sull'apparecchio/condotto dell'aria
2 –8,0 –14,0 –20,0 –22,0 –23,5 –26,0 –28,0 –29,5 –31,5
4 –5,0 –11,0 –17,0 –19,0 –20,5 –23,0 –25,0 –26,5 –28,5
8 –2,0 –8,0 –14,0 –16,0 –17,5 –20,0 –22,0 –23,5 –25,5

Avvertenza
■ Nella pratica i valori possono differire da quelli qui indicati a causa
della riflessione acustica e dell'assorbimento acustico dovuti alle
condizioni locali.
Perciò, ad es., le situazioni Q=4 e Q=8 descrivono spesso in modo
poco preciso le condizioni effettivamente riscontrate nel luogo di
emissione.
■ Se il livello di rumorosità della pompa di calore, rilevato in modo
approssimativo in base alla tabella, si avvicina per più di 3 dB(A) al
valore orientativo ammesso secondo le normative tecniche per la
protezione contro i rumori, effettuare in ogni caso una previsione
precisa delle immissioni acustiche (rivolgersi ad esperto di acu-
stica).

Valori orientativi del livello di valutazione secondo le normative tecniche per la protezione contro i rumori (al di fuori dell'edificio)
Area/oggetto*5 Valore orientativo di immissione (livello di rumorosità) in
dB(A)*6
di giorno di notte
Aree con impianti commerciali e abitazioni in proporzione uguale, in cui non 60 45
vi è prevalenza né di impianti commerciali né di abitazioni. 7
Aree in cui vi è prevalenza di abitazioni. 55 40
Aree in cui vi sono esclusivamente abitazioni. 50 35
Abitazioni che sono collegate strutturalmente a impianti pompa di calore 40 30

Avvertenza
■ Attenersi in ogni caso ai requisiti delle normative tecniche per la
protezione contro i rumori.
■ Durante l'installazione della pompa di calore sul terreno, vanno
considerate le distanze dai terreni limitrofi, conformemente al rego-
lamento edilizio.
5516937

*5 Determinazione secondo piano regolatore, rivolgersi agli uffici comunali del genio civile.
*6 Valido per tutti i rumori interagenti.

Apparecchi ibridi VIESMANN 97


Indicazioni per la progettazione (continua)

Livello di rumorosità per distanze diverse dall'apparecchio


Unità esterna 4 kW, 230 V

Apparecchio ibrido:
■ Vitocaldens 222-F, tipo HAWB-M 222.A23
■ Vitocal 250-S, tipo HAWB-M-AC 252.A04

Velocità Livello di potenza so- Direttività Distanza dalla unità esterna in m


del venti- nora LW in dB(A)*7 Q 1 2 4 5 6 8 10 12 15
latore Livello di rumorosità LP in dB(A)*8
2 49 43 37 35 33 31 29 27 25
Min. 57 4 52 46 40 38 36 34 32 30 29
8 55 49 43 41 39 37 35 33 32
2 52 46 40 38 36 34 32 30 28
Max. 60 4 55 49 43 41 39 37 35 33 32
8 58 52 46 44 42 40 38 36 35
2 50 44 38 36 34 32 30 28 26
Notte 58 4 53 47 41 39 37 35 33 31 30
8 56 50 44 42 40 38 36 34 33

Unità esterna 7 kW, 230 V

Apparecchio ibrido:
■ Vitocaldens 222-F, tipo
HAWB-M 222.A26
HAWB-M-AC 222.A26
■ Vitocal 250-S, tipo HAWB-M-AC 252.A07

Velocità Livello di potenza so- Direttività Distanza dalla unità esterna in m


del venti- nora LW in dB(A)*7 Q 1 2 4 5 6 8 10 12 15
latore Livello di rumorosità LP in dB(A)*8
2 49 43 37 35 33 31 29 27 25
Min. 57 4 52 46 40 38 36 34 32 30 29
8 55 49 43 41 39 37 35 33 32
2 55 49 43 41 39 37 35 33 31
Max. 63 4 58 52 46 44 42 40 38 36 35
8 61 55 49 47 45 43 41 39 38
2 50 44 38 36 34 32 30 28 26
Notte 58 4 53 47 41 39 37 35 33 31 30
8 56 50 44 42 40 38 36 34 33

Unità esterna 10 kW, 230 V

Apparecchio ibrido:
■ Vitocaldens 222-F, tipo
HAWB-M 222.A29
HAWB-M-AC 222.A29
■ Vitocal 250-S, tipo HAWB-M-AC 252.A10

Velocità Livello di potenza so- Direttività Distanza dalla unità esterna in m


del venti- nora LW in dB(A)*7 Q 1 2 4 5 6 8 10 12 15
latore Livello di rumorosità LP in dB(A)*8
7
2 51 45 39 37 35 33 31 29 27
Min. 59 4 54 48 42 40 38 36 34 32 31
8 57 51 45 43 41 39 37 35 34
2 54 48 42 40 38 36 34 32 30
Max. 62 4 57 51 45 43 41 39 37 35 34
8 60 54 48 46 44 42 40 38 37
2 52 46 40 38 36 34 32 30 28
Notte 60 4 55 49 43 41 39 37 35 33 32
8 58 52 46 44 42 40 38 36 35

*7 Spettri di potenza sonora ponderati alla potenzialità utile in base alla ISO 13261-1.
5516937

Le misurazioni sono state effettuate in una camera semianecoica alle seguenti condizioni: A 7± 3 K/W 55± 2 K
*8 Calcolato (secondo la formula, vedi Indicazioni per la progettazione separate “Principi fondamentali per pompe di calore„) sulla base dello
spettro ponderato di potenza sonora misurato.

98 VIESMANN Apparecchi ibridi


Indicazioni per la progettazione (continua)

Unità esterna 10 kW, 400 V

Apparecchio ibrido:
■ Vitocaldens 222-F, tipo
HAWB 222.A29
HAWB-AC 222.A29
■ Vitocal 250-S, tipo HAWB-AC 252.A10

Velocità Livello di potenza so- Direttività Distanza dalla unità esterna in m


del venti- nora LW in dB(A)*7 Q 1 2 4 5 6 8 10 12 15
latore Livello di rumorosità LP in dB(A)*8
2 51 45 39 37 35 33 31 29 27
Min. 59 4 54 48 42 40 38 36 34 32 31
8 57 51 45 43 41 39 37 35 34
2 56 50 44 42 40 38 36 34 32
Max. 64 4 59 53 47 45 43 41 39 37 36
8 62 56 50 48 46 44 42 40 39
2 52 46 40 38 36 34 32 30 28
Notte 60 4 55 49 43 41 39 37 35 33 32
8 58 52 46 44 42 40 38 36 35

Unità esterna 13 kW, 400 V

Apparecchio ibrido:
■ Vitocal 250-S, tipo HAWB-AC 252.A13

Velocità Livello di potenza so- Direttività Distanza dalla unità esterna in m


del venti- nora LW in dB(A)*7 Q 1 2 4 5 6 8 10 12 15
latore Livello di rumorosità LP in dB(A)*8
2 52 46 40 38 36 34 32 30 28
Min. 60 4 55 49 43 41 39 37 35 33 32
8 58 52 46 44 42 40 38 36 35
2 58 52 46 44 42 40 38 36 34
Max. 66 4 61 55 49 47 45 43 41 39 38
8 64 58 52 50 48 46 44 42 41
2 52 46 40 38 36 34 32 30 28
Notte 60 4 55 49 43 41 39 37 35 33 32
8 58 52 46 44 42 40 38 36 35

Unità esterna 16 kW, 400 V

Apparecchio ibrido:
■ Vitocal 250-S, tipo HAWB-AC 252.A16

Velocità Livello di potenza so- Direttività Distanza dalla unità esterna in m


del venti- nora LW in dB(A)*7 Q 1 2 4 5 6 8 10 12 15
latore Livello di rumorosità LP in dB(A)*8
2 52 46 40 38 36 34 32 30 28
Min. 60 4 55 49 43 41 39 37 35 33 32
8 58 52 46 44 42 40 38 36 35
2 61 55 49 47 45 43 41 39 37
Max. 69 4 64 58 52 50 48 46 44 42 41
8 67 61 55 53 51 49 47 45 44 7
2 52 46 40 38 36 34 32 30 28
Notte 60 4 55 49 43 41 39 37 35 33 32
8 58 52 46 44 42 40 38 36 35

Avvertenza Indicazioni per la riduzione dell'emissione acustica


Nella pratica i valori possono differire da quelli qui indicati a causa ■ Non installare l'unità esterna nelle immediate vicinanze di locali
della riflessione acustica e dell'assorbimento acustico dovuti alle abitativi o camere da letto o davanti alle rispettive finestre.
condizioni locali. ■ Se i tubi passanti attraversano soffitti e pareti, evitare la trasmis-
Quindi le situazioni Q = 4 e Q = 8 descrivono ad es. spesso in modo sione di suoni intrinseci con materiali isolanti adatti. Vedi anche i
poco preciso le condizioni effettivamente riscontrate nel luogo di dati relativi all'installazione dell'unità interna da pagina 85.
emissione.

*7 Spettri di potenza sonora ponderati alla potenzialità utile in base alla ISO 13261-1.
5516937

Le misurazioni sono state effettuate in una camera semianecoica alle seguenti condizioni: A 7± 3 K/W 55± 2 K
*8 Calcolato (secondo la formula, vedi Indicazioni per la progettazione separate “Principi fondamentali per pompe di calore„) sulla base dello
spettro ponderato di potenza sonora misurato.

Apparecchi ibridi VIESMANN 99


Indicazioni per la progettazione (continua)

■ Non installare l'unità esterna nelle immediate vicinanze di edifici


vicini e terreni. Vedi anche avvertenze per l'installazione dell'unità
esterna da pagina 79.
■ Quando viene installata l'unità esterna è possibile che a causa di
circostanze sfavorevoli il livello di rumorosità aumenti.
A tale proposito occorre attenersi a quanto segue:
– Evitare ambienti con superfici del pavimento a elevata impe-
denza acustica come ad es. calcestruzzo o selciato, dato che il
livello di rumorosità può aumentare in seguito alle riflessioni. Un
ambiente con terreno coltivato, ad es. un prato, può ridurre sen-
sibilmente il livello di rumorosità.
– Installare l'unità esterna il più possibile libera (vedi anche le indi-
cazioni per la progettazione “Principi fondamentali per pompe di
calore„).
■ Se non si rispettano le normative tecniche per la protezione contro
i rumori, si deve ridurre il livello di rumorosità al valore prescritto
adottando provvedimenti costruttivi (ad es. piantumazione), vedi
anche le indicazioni per la progettazione “Principi fondamentali per
pompe di calore„.

7.9 Vitocaldens 222-F: Attacco lato gas


L'allacciamento del gas deve essere effettuato unicamente da un Pressione max. di collaudo 150 mbar (15 kPa).
installatore qualificato autorizzato. Raccomandiamo l'installazione di un filtro gas secondo DIN 3386
Eseguire l'allacciamento gas secondo la CEN/TR 1749. nella tubazione di alimentazione del gas.

Sicurezza termica d'intercettazione gas


Secondo il § 4 comma 5 della FeuVo 2008, nelle caldaie a gas o Nei rubinetti d'intercettazione gas, forniti insieme alle caldaie com-
nelle tubazioni gas è necessario montare, direttamente davanti alle patte ibride, sono già integrate delle valvole termiche di sicurezza
caldaie a gas, dei dispositivi d'intercettazione che blocchino l'alimen- d'intercettazione gas.
tazione del gas in caso di sollecitazione termica esterna superiore ai
100 °C. Al raggiungimento dei 650 °C questi dispositivi termici d'in-
tercettazione devono interrompere l'alimentazione gas per almeno
30 min. In questo modo si impedisce la formazione di miscele di gas
esplosive in caso d'incendio.

Tubazione di allacciamento del gas


La tabella seguente ha lo scopo di fornire un quadro approssimativo Si raccomanda di calcolare il diametro nominale della tubazione di
del dimensionamento del tubo di allacciamento del gas da predi- allacciamento del gas, da predisporre sul posto, secondo la
sporre sul posto. CEN/TR 1749.
Le curve di 90° vengono ridotte di 1 m di lunghezza tubo rispetto alla
lunghezza tubo max. possibile.

Potenzialità al focolare per Tipo di gas Valore di allacciamento Diam. nom. tubazione allacc. gas
riscaldamento
kW m3/h kg/h DN 15 DN 20 DN 25
Lunghezza tubo max. possibile in m
17,9 Gas metano E 1,89 8 40 127
Gas metano LL 2,20 6 28 91
Gas liquido 1,40 62 – –

7 Dimensionamento consigliato del flussostato del gas


Nelle aree di erogazione con HIB inferiore a 8,6 kWh/m3 e apparec- Potenzialità utile Flussostato del gas
chi a gas della categoria I2N è rilevabile una potenzialità al focolare kW con gas metano
fittizia. Tale potenzialità al focolare risulta dalla potenzialità al foco- da 11 a 19 GS 4
lare (QNB) dell'apparecchio a gas moltiplicata per il fattore 1,23 (rap- 26 GS 6
porto HIB 8,6/7,0). Scegliere il flussostato del gas con questa poten- 35 GS 10
zialità al focolare fittizia e posare la tubazione di allacciamento del
gas secondo la CEN/TR 1749. Il dimensionamento consigliato per il flussostato del gas non
dispensa dal dimensionamento della tubazione di allacciamento del
gas.
5516937

100 VIESMANN Apparecchi ibridi


Indicazioni per la progettazione (continua)

7.10 Integrazione idraulica lato riscaldamento


Dimensionamento dell'impianto
Le caldaie compatte ibride possono essere impiegate in qualsiasi La temperatura dell'acqua di caldaia è limitata a 82 °C.
impianto di riscaldamento con pompa (impianto chiuso). Al fine di ridurre al minimo le dispersioni di calore per il circuito di
La pompa secondaria è integrata nella caldaia compatta ibrida. distribuzione, raccomandiamo di dimensionare il circuito di distribu-
Pressione minima dell'impianto 1,0 bar (0,1 MPa). zione del calore per una temperatura max. di mandata pari a 55 °C.

Portata volumetrica minima e contenuto impianto minimo


Per il funzionamento corretto, le pompe di calore necessitano di una Approntamento dell'energia necessaria per lo sbrinamento
portata volumetrica minima nel circuito secondario. Le pompe di calore aria/acqua Viessmann sbrinano in modo effi-
Per assicurare le durate minime delle pompe di calore, va rispettato ciente grazie all'inversione nel circuito frigorifero. In questo caso l'e-
inoltre un contenuto impianto minimo nel circuito secondario. Se il nergia per lo sbrinamento viene brevemente sottratta al circuito
contenuto acqua impianto è troppo basso, la pompa di calore può secondario. Per un funzionamento prolungato e sicuro della pompa
accendersi e spegnersi troppo spesso (cicli) in caso di scarso pre- di calore, deve essere disponibile un contenuto acqua impianto suffi-
lievo del calore prodotto nell'edificio. cientemente alto per l'approntamento dell'energia per lo sbrina-
Questo contenuto impianto minimo non deve essere intercettabile. In mento.
questo modo non devono essere inclusi nel calcolo i circuiti di riscal-
damento che possono essere chiusi mediante le valvole termostati-
che.

Valori per la portata volumetrica minima e per il contenuto


impianto minimo
Rispettare obbligatoriamente i valori: vedi tabelle a pagina 103.

Impianti con serbatoio d'accumulo acqua di riscaldamento collegato in parallelo


I serbatoi d'accumulo acqua di riscaldamento collegati in parallelo ■ Il volume di accumulo elevato serve al prolungamento del tempo di
alla pompa di calore garantiscono un contenuto acqua impianto suf- funzionamento della pompa di calore. Si evitano l'accensione e
ficiente nel circuito secondario. Mediante il disaccoppiamento idrau- spegnimento frequenti della pompa di calore (cicli).
lico dei circuiti di riscaldamento è assicurato anche la portata volu- ■ In ragione dell'elevato contenuto d'energia, un serbatoio d'accu-
metrica minima della pompa di calore, indipendentemente dalle con- mulo acqua di riscaldamento rende sempre disponibile l'energia
dizioni idrauliche nei circuiti di riscaldamento. necessaria per lo sbrinamento per la pompa di calore.

Vantaggi Avvertenza sulla versione


■ Il disaccoppiamento idraulico della pompa di calore dai circuiti di ■ Nell'installazione del serbatoio d'accumulo acqua di riscaldamento
assicura una portata volumetrica costante nella pompa di calore. verificare se sono collegati circuiti di riscaldamento a pavimento
Se ad es. la portata volumetrica nel circuito di riscaldamento viene e/o circuito di riscaldamenti a radiatori.
ridotta mediante le valvole termostatiche, essa rimane costante ■ A causa dell'elevata portata d'acqua e degli eventuali dispositivi di
nella pompa di calore. intercettazione separati del generatore di calore, occorre preve-
■ Per via della scarsa perdita di carico fino al serbatoio d'accumulo dere un ulteriore vaso di espansione oppure un vaso di dimensioni
acqua di riscaldamento, la pompa secondaria può avere un dimen- maggiori.
sionamento inferiore. ■ I dispositivi di sicurezza dell'impianto vanno installati secondo la
■ I circuiti di riscaldamento con miscelatore possono essere alimen- normativa europea EN 12828.
tati con una temperatura di mandata diversa rispetto al circuito ■ La portata volumetrica della pompa secondaria deve essere mag-
riscaldamento con miscelatore. giore della portata volumetrica delle pompe circuito di riscalda-
■ Nell'impianto possono essere integrati altri generatori di calore, mento.
ad es. integrazione del riscaldamento solare. ■ In abbinamento a un circuito di riscaldamento a pavimento è
■ Superamento dei tempi di blocco dell'azienda erogatrice di energia necessario installare un termostato di blocco con funzione di ter-
elettrica: mostato di massima per l'impianto di riscaldamento a pavimento
Le pompe di calore possono essere disattivate dall'azienda eroga- (articolo 7151728 o Z011477).
trice di energia elettrica durante i picchi di carico in base alla tariffa
elettrica. Un serbatoio d'accumulo alimenta i circuiti di riscalda- 7
mento anche durante il tempo di blocco.

Impianti con serbatoio d'accumulo acqua di riscaldamento collegato in serie


Con un serbatoio d'accumulo acqua di riscaldamento collegato in Vantaggi
serie, è possibile garantire il contenuto impianto minimo necessario. ■ Il volume di accumulo elevato serve al prolungamento del tempo di
Questo serbatoio d'accumulo acqua di riscaldamento viene montato funzionamento della pompa di calore. Si evitano l'accensione e
nel ritorno del circuito secondario. spegnimento frequenti della pompa di calore (cicli).
■ In ragione dell'elevato contenuto d'energia, un serbatoio d'accu-
mulo acqua di riscaldamento rende sempre disponibile l'energia
necessaria per lo sbrinamento per la pompa di calore.
5516937

Apparecchi ibridi VIESMANN 101


Indicazioni per la progettazione (continua)

Avvertenza sulla versione


■ Per garantire sempre la disponibilità del contenuto supplementare
acqua impianto anche con i circuiti di riscaldamento chiusi, deve
essere montata una valvola limitatrice di flusso nel circuito di
riscaldamento.
La portata volumetrica della valvola limitatrice di flusso deve
essere scelta in modo da garantire la portata volumetrica minima
della pompa di calore.
■ I dispositivi di sicurezza dell'impianto vanno installati secondo la
normativa europea EN 12828.
■ In abbinamento a un circuito di riscaldamento a pavimento è
necessario installare un termostato di blocco con funzione di ter-
mostato di massima per l'impianto di riscaldamento a pavimento
(articolo 7151728 o Z011477).

Impianti senza serbatoio d'accumulo acqua di riscaldamento


Negli impianti senza serbatoio d'accumulo acqua di riscaldamento, il Avvertenza sulla versione
funzionamento corretto della pompa di calore è garantito solo se
sono soddisfatte le seguenti condizioni: Per garantire sempre la portata volumetrica minima della pompa di
■ La portata volumetrica minima e il contenuto impianto minimo della calore, anche con i circuiti di riscaldamento chiusi, vanno adottati i
pompa di calore sono sempre garantiti. seguenti provvedimenti:
■ Per evitare restrizioni delle funzioni comfort, realizzare l'alimenta- ■ Montare la valvola limitatrice di flusso nel circuito di riscaldamento.
zione dalla rete della pompa di calore senza blocco azienda elet- La portata volumetrica della valvola limitatrice di flusso deve
trica. essere scelta in modo da garantire la portata volumetrica minima
della pompa di calore.
■ Tenere aperte parti del sistema di distribuzione del calore,
rispettando le disposizioni locali e/o le normative per il risparmio
energetico. È necessaria l'autorizzazione del conduttore dell'im-
pianto.
■ In abbinamento a un circuito di riscaldamento a pavimento è
necessario installare un termostato di blocco con funzione di ter-
mostato di massima per l'impianto di riscaldamento a pavimento
(articolo 7151728 o Z011477).

Anticorrosivi chimici
Ai sensi della norma UNI-CTI 8065 gli impianti di riscaldamento Eccezione: ad es. si possono prendere in considerazione gli additivi
devono essere eseguiti come impianti chiusi a prova di corrosione. in impianti senza separazione sistema.
In genere non sono necessari additivi nell'acqua di riscaldamento
(additivi, prodotti chimici) quali provvedimenti contro la corrosione.

Circuiti di riscaldamento
Per impianti di riscaldamento con tubazioni in plastica consigliamo I riscaldamenti a pavimento e i circuiti di riscaldamento con un ele-
l'impiego di tubi a tenuta, al fine di evitare la diffusione di ossigeno vato contenuto d'acqua (>15 l/kW) dovrebbero essere collegati alla
attraverso le pareti delle tubazioni. caldaia a condensazione tramite un miscelatore a 3 vie. Vedi Indica-
In impianti di riscaldamento non provvisti di questo tipo di tubi zioni per la progettazione “Regolazioni di impianti di riscaldamento a
(DIN 4726) va effettuata una separazione di sistema. A tale scopo pavimento„ o gli esempi di applicazione.
sono fornibili scambiatori di calore appositi. Installare nella mandata del circuito di riscaldamento a pavimento un
Negli impianti di riscaldamento a pavimento occorre montare un termostato di blocco per la limitazione della temperatura massima.
separatore di fanghi. Vedi listino prezzi Vitoset Viessmann. Osservare le norme DIN 18560-2.

7 Sistemi di tubazioni in plastica per radiatori


In sistemi di tubazioni in plastica per circuiti di riscaldamento con
radiatori si consiglia l'installazione di un termostato di blocco per la
limitazione della temperatura massima.

Centrale di riscaldamento sul tetto


Per l'impiego del generatore di calore in centrali di riscaldamento sul I generatori di calore sono dotati di protezione contro la mancanza
tetto non occorre una sicurezza per mancanza d'acqua. d'acqua secondo la EN 12828.

Valvola di sicurezza
Nella caldaia a condensazione Viessmann è integrata una valvola di
sicurezza come prevede la normativa vigente (pressione di taratura
5516937

3 bar (0,3 MPa)).

102 VIESMANN Apparecchi ibridi


Indicazioni per la progettazione (continua)

Sicurezza per mancanza d'acqua


Secondo la EN 12828, per le caldaie fino a 300 kW non è necessa- Le caldaie a condensazione Viessmann sono equipaggiate con una
ria la sicurezza per mancanza d'acqua, se viene garantito che in sicurezza per mancanza d'acqua (termostato di protezione). In
caso di mancanza d'acqua la caldaia non superi la temperatura seguito ai collaudi effettuati, è stato possibile accertare che il brucia-
ammessa. tore si disinserisce qualora si verifichi una mancanza d'acqua dovuta
a perdite nell'impianto di riscaldamento, nel corso del funzionamento
del bruciatore, senza che debbano essere presi ulteriori provvedi-
menti supplementari e prima che si verifichi un riscaldamento ecces-
sivo della caldaia e dell'impianto gas di scarico.

Esempi d'installazione
Per gli esempi d'installazione vedi http://schemi.viessmannitalia.it/
home.

Vasi di espansione per il circuito di riscaldamento


Secondo la norma EN 12828 gli impianti di riscaldamento dell'acqua Avvertenza
devono essere dotati di un vaso di espansione. Per le operazioni di integrazione idraulica del vaso di espansione a
membrana deve sempre sussistere un collegamento tra il vaso di
espansione a membrana e il generatore di calore. Ad es. quando le
valvole termostatiche sono chiuse e se la valvola deviatrice a 3 vie è
impostata in direzione produzione d'acqua calda sanitaria.

7.11 Aiuti per la progettazione per il circuito secondario


La portata volumetrica minima e il contenuto impianto minimo neces- ■ Serbatoio d'accumulo acqua di riscaldamento collegato in parallelo
sari devono essere sempre garantiti. Le seguenti tabelle offrono una alla pompa di calore
panoramica sui componenti che lo consentono: ■ Serbatoio d'accumulo acqua di riscaldamento collegato in serie nel
■ tubazioni nel circuito secondario ritorno circuito secondario
■ Equilibratore idraulico collegato in parallelo alla pompa di calore

Vitocaldens 222-F
Apparecchi da 230 V
Tipo ´min in 7Tubi Vmin in Senza serbatoio Serbatoio accumulo (raccomandazione minima)
l/h l*9 d'accumulo +
– HAWB-M 222.A23 750 DN 25 25 X Vitocell 100-E Vitocell 100-E Vitocell 100-E
– HAWB-M-AC 46 l 200 l 200 l
222.A26 1000 DN 25 50 X Vitocell 100-E Vitocell 100-E Vitocell 100-E
46 l 200 l 200 l
222.A29 1600 DN 32 50 X Vitocell 100-E Vitocell 100-E Vitocell 100-E
46 l 200 l 200 l

Apparecchi da 400 V
Tipo ´min in 7Tubi Vmin in Senza serbatoio Serbatoio accumulo (raccomandazione minima)
l/h l*9 d'accumulo +
– HAWB 222.A29 1600 DN 32 50 X Vitocell 100-E Vitocell 100-E Vitocell 100-E
– HAWB-AC 46 l 200 l 200 l

Serbatoio d'accumulo acqua di riscaldamento nel ritorno 7Tubi Diametro minimo delle tubazioni nel circuito secondario
della pompa di calore (collegato in serie) Vmin Volume minimo dell'impianto di riscaldamento 7
Circuito di riscaldamento a pavimento
Simboli: Circuito di riscaldamento a radiatori
X Possibile
´min. Portata volum. minima circuito secondario
5516937

*9 Non intercettabile

Apparecchi ibridi VIESMANN 103


Indicazioni per la progettazione (continua)

Vitocal 250-S
Apparecchi da 230 V
Tipo ´min in 7Tubi Vmin in Senza serbatoio Serbatoio accumulo (raccomandazione minima)
l/h l*9 d'accumulo +
HAWB-M-AC 252.A04 750 DN 25 25 X Vitocell 100-E Vitocell 100-E Vitocell 100-E
46 l 200 l 200 l
252.A07 1000 DN 25 50 X Vitocell 100-E Vitocell 100-E Vitocell 100-E
46 l 200 l 200 l
252.A10 1600 DN 32 50 X Vitocell 100-E Vitocell 100-E Vitocell 100-E
46 l 200 l 200 l

Apparecchi da 400 V
Tipo ´min in 7Tubi Vmin in Senza serbatoio Serbatoio accumulo (raccomandazione minima)
l/h l*9 d'accumulo +
HAWB-AC 252.A10 1600 DN 32 50 X Vitocell 100-E Vitocell 100-E Vitocell 100-E
46 l 200 l 200 l
252.A13 1600 DN 32 50 X Vitocell 100-E Vitocell 100-E Vitocell 100-E
46 l 200 l 200 l
252.A16 1600 DN 32 50 X Vitocell 100-E Vitocell 100-E Vitocell 100-E
46 l 200 l 200 l

Serbatoio d'accumulo acqua di riscaldamento nel ritorno 7Tubi Diametro minimo delle tubazioni nel circuito secondario
della pompa di calore (collegato in serie) Vmin Volume minimo dell'impianto di riscaldamento
Circuito di riscaldamento a pavimento
Simboli: Circuito di riscaldamento a radiatori
X Possibile
´min. Portata volum. minima circuito secondario

Volume delle tubazioni


Tubo Diametro nominale Dimensione x spessore Volume in l/m
parete in mm
Tubo in rame DN 25 28 x 1 0,53
DN 32 35 x 1 0,84
DN 40 42 x 1 1,23
DN 50 54 x 2 2,04
DN 60 64 x 2 2,83
Tubi filettati 1 33,7 x 3,25 0,58
1¼ 42,4 x 3,25 1,01
1½ 48,3 x 3,25 1,37
2 60,3 x 3,65 2,21
Tubi multipli DN 25 32 x 3 0,53
DN 32 40 x 3,5 0,86
DN 40 50 x 4,0 1,39
DN 50 63 x 6,0 2,04

7.12 Caratteristiche dell'acqua


Acqua sanitaria
7 In caso di produzione d'acqua calda sanitaria non è possibile evitare
completamente una precipitazione di calcare sulle superfici dello
scambiatore di calore a piastre. La tendenza alla precipitazione di
calcare dipende da diverse condizioni, in primo luogo dalle sostanze
acquose, della portata di acqua riscaldata (consumo acqua calda) e
dalla temperatura acqua calda.
Sebbene la precipitazione di calcare nello scambiatore di calore a
piastre sia di solito così ridotta da non compromettere la resa acqua
calda, in caso di aumento del contenuto calcareo dell'acqua non è
escluso che la resa acqua calda possa essere compromessa.
Secondo il DM 26/06/2015, in caso di impianti con acqua di riempi-
mento con durezza >15 °F, è obbligatorio un trattamento chimico di
condizionamento per potenze fino a 100 kW.
5516937

*9 Non intercettabile

104 VIESMANN Apparecchi ibridi


Indicazioni per la progettazione (continua)

Impiego delle caldaie compatte ibride per la produzione d'acqua calda sanitaria
Fabbisogno di acqua calda, Fabbisogno di acqua calda per un'abitazione Consigliabile
comfort Fabbisogno di acqua calda per una casa monofamiliare Consigliabile
Fabbisogno di acqua calda centrale per una casa plurifamiliare Non consigliabile
Fabbisogno di acqua calda decentralizzata per una casa plurifamiliare Consigliabile con riserva
Utilizzo dei diversi punti di Un punto di erogazione Consigliabile con riserva
erogazione collegati Diversi punti di erogazione, non utilizzo contemporaneo Consigliabile
Diversi punti di erogazione, utilizzo contemporaneo Consigliabile
Distanza del punto di eroga- Fino a 7 m (senza tubazione di ricircolo) Non consigliabile
zione dalla caldaia Con tubazione di ricircolo Consigliabile
Rammodernamento Bollitore presente Non consigliabile
Sostituzione di un'eventuale caldaia con produzione d'acqua calda integrata Consigliabile con riserva
Ingombro Ingombro ridotto (installazione in una nicchia) Consigliabile con riserva
Ingombro sufficiente (locale caldaia) Consigliabile

Acqua riscaldamento
L'impiego di acqua di riempimento e di rabbocco non adatta o non Per la progettazione osservare quanto segue:
trattata adeguatamente favorisce la formazione di depositi e corro- ■ Installare più valvole d'intercettazione distribuite su diversi tratti. In
sione e può quindi provocare danni alla caldaia. tal modo non sarà necessario scaricare tutta l'acqua di riscalda-
Per le caratteristiche e la quantità dell'acqua di riscaldamento com- mento in caso di riparazioni o di completamento dell'impianto.
presa l'acqua di riempimento e di rabbocco è necessario attenersi ■ Per impianti > 50 kW è necessario installare un contatore dell'ac-
alla direttiva nazionale di riferimento. qua per il rilevamento della quantità dell'acqua di riempimento e di
CH: rispettare la direttiva SWKI BT 102-01. rabbocco. Le quantità d'acqua rabboccate e la durezza dell'acqua
■ Lavare a fondo l'impianto di riscaldamento prima di riempirlo. vanno documentate.
■ Riempire esclusivamente con acqua conforme alla normativa
vigente. Avvertenze per il funzionamento:
■ La norma UNI-CTI 8065 suggerisce un trattamento chimico del- ■ La messa in funzione dell'impianto deve avvenire gradualmente,
l'acqua tramite addolcimento, allo scopo di evitare la formazione cominciando con la potenzialità minima della caldaia a una portata
nociva di calcare nell'acqua di riscaldamento. L'uso di additivi per elevata dell'acqua di riscaldamento. In questo modo si evita la
la stabilizzazione della durezza non determina una rimozione delle concentrazione locale dei depositi di calcare sulle superfici di
cause del calcare dall'acqua di riscaldamento. L'acqua di riempi- scambio termico del generatore di calore.
mento e di rabbocco con una durezza dell'acqua superiore ai ■ Per gli impianti a più caldaie devono essere messe in funzione
valori di norma deve essere addolcita, ad es. con un impianto di tutte le caldaie contemporaneamente, affinché la quantità di cal-
piccole dimensioni per l'addolcimento dell'acqua di riscaldamento care complessiva non si depositi sulla superficie di trasmissione
(vedi listino prezzi Viessmann Vitoset): del calore di una sola caldaia.
■ Negli impianti con un contenuto acqua impianto specifico mag- ■ In caso di lavori di completamento e riparazione svuotare solo i
giore di 20 l/kW di potenzialità, applicare per gli impianti a più cal- tratti di rete assolutamente necessari.
daie la potenzialità della caldaia più piccola. ■ Se sono necessari provvedimenti lato acqua, anche il primo riem-
■ All'acqua di riempimento si può aggiungere un prodotto anticonge- pimento dell'impianto di riscaldamento per la messa in funzione
lante speciale (della categoria 1 - 3) per impianti di riscaldamento. deve avvenire con acqua trattata. Questo vale anche per ogni
Non è ammesso l'impiego di glicoli senza un'inibizione e un accu- nuovo riempimento, ad es. dopo riparazioni o completamenti del-
mulo adeguati. L'idoneità dell'anticongelante deve essere accer- l'impianto e per tutte le quantità dell'acqua di rabbocco.
tata dal produttore. Gli anticongelanti aggiunti comportano mag- ■ I filtri, filtri pompa o altri dispositivi per l'eliminazione dei depositi di
giori spese di controllo e manutenzione. Attenersi alle indicazioni fango o i dispositivi separatori nel circuito acqua di riscaldamento
del produttore. Viessmann non si assume la responsabilità per devono essere più volte controllati, puliti e azionati dopo la prima
danni e anomalie di funzionamento derivanti da prodotti anticonge- installazione o reinstallazione. Successivamente queste operazioni
lanti non idonei o dosati in modo non corretto o da difetti di manu- vanno effettuate in base al fabbisogno in funzione del trattamento
tenzione. dell'acqua (ad es. riduzione della durezza).
■ Se l'acqua di riscaldamento viene utilizzata anche come fluido ter-
movettore per la produzione d'acqua calda sanitaria, deve essere
rispettata la norma EN 1717.
■ In caso di smaltimento dell'acqua di riscaldamento contenente 7
additivi, è necessario verificare se possa essere eventualmente
sottoposta a un ulteriore trattamento prima di introdurla nella rete
di canalizzazione pubblica.
5516937

Apparecchi ibridi VIESMANN 105


Indicazioni per la progettazione (continua)

7.13 Caldaie compatte ibride: attacco lato sanitario


Per l'attacco lato sanitario attenersi alle norme EN 806, DIN 1988 e DIN 4753 . Eventualmente rispettare altre norme specifiche per il Paese.

B F N
A
E
T G HK L M G G M O P G RN

C S
D

A Acqua calda K Attacco manometro


B Tubazione di ricircolo L Valvola di ritegno
Se non si allaccia il ricircolo sigillarne l'apertura prevista. M Rubinetto di scarico
C Pompa di ricircolo (accessorio per l'installazione nell'apparec- N Acqua fredda
chio) O Filtro impurità
D Valvola di ritegno a molla P Riduttore di pressione DIN 1988-200:2012-05
E Estremità ispezionabile della tubazione di scarico R Valvola di ritegno/disconnettore
F Valvola di sicurezza S Vaso di espansione, per acqua sanitaria (accessorio per l’inseri-
G Valvola d'intercettazione mento nell’unità, non c)
H Valvola di regolazione portata T Dispositivo termostatico di miscelazione automatico (da predi-
sporre sul posto)

Avvertenza
La pompa di ricircolo C e la valvola di ritegno D sono comprese
nel kit di allacciamento della pompa di ricircolo (accessorio) e ven-
gono montate nella caldaia compatta ibrida.

Valvola di sicurezza
Il bollitore deve essere protetto tramite una valvola di sicurezza da Si raccomanda quanto segue: montare la valvola di sicurezza al di
pressioni eccessive inammissibili. sopra dello spigolo superiore del bollitore, In questo modo si evita di
scaricare il bollitore in caso di interventi sulla valvola di sicurezza.

Filtro impurità
Secondo DIN 1988-2 è obbligatorio dotare gli impianti provvisti di
tubazioni metalliche di un filtro impurità. Se le tubazioni sono in pla-
stica è raccomandabile l'installazione di un filtro impurità, per evitare
la penetrazione di sporcizia nell'impianto per la produzione di acqua
7 sanitaria.

Dispositivo termostatico di miscelazione automatico


In caso di apparecchi che riscaldano l'acqua sanitaria a temperature Ciò vale soprattutto anche in caso di integrazione di impianti solari
superiori a 60 °C, come protezione da ustioni, nella tubazione acqua termici.
calda si deve installare un dispositivo termostatico di miscelazione
automatico.

Ricircolo
Le tubazioni di ricircolo aumentano il comfort dell'acqua calda e ne Si consiglia di predisporre un ricircolo con isolamento termico ade-
riducono il consumo. Questi vantaggi risultano dall'immediata dispo- guato, secondo la normativa per il risparmio energetico, a partire da
nibilità dell'acqua calda nell'utenza. una lunghezza della tubazione di 7 m .
5516937

Un cattivo isolamento termico della tubazione di ricircolo può tuttavia


provocare notevoli dispersioni termiche.

106 VIESMANN Apparecchi ibridi


Indicazioni per la progettazione (continua)

Secondo la normativa per il risparmio energetico, la tubazione di La portata volumetrica della pompa di ricircolo non deve essere
ricircolo deve essere provvista, oltre alla pompa di circolazione e alla superiore a 1,5 l/min.
valvola di ritegno, di un orologio programmatore che impedisca il
ricircolo durante la notte.
Per il montaggio nel generatore di calore, impiegare solo il kit di
allacciamento per pompa di ricircolo fornibile come accessorio. La
pompa di circolazione viene attivata dalla regolazione circuito di cal-
daia.

7.14 Vitocal 250-S: Scelta del bollitore


La produzione d'acqua calda sanitaria si basa su requisiti completa- La produzione d'acqua calda sanitaria dovrebbe avvenire preferibil-
mente diversi rispetto al programma di riscaldamento, dato che per mente nelle ore notturne dopo le ore 22:00. Ciò presenta i seguenti
tutto l'anno viene fatta funzionare con requisiti costanti per quanto vantaggi:
riguarda la quantità di calore e il livello di temperatura. ■ La potenzialità della pompa di calore durante il giorno è completa-
La temperatura max. di accumulo bollitore è limitata in funzione della mente disponibile per il programma di riscaldamento.
pompa di calore impiegata e dalla configurazione dell'impianto. Al di ■ Le tariffe notturne vengono sfruttate meglio.
sopra di questo limite le temperature di accumulo sono possibili sol- ■ Si evitano il riscaldamento del bollitore e il funzionamento di ero-
tanto con una resistenza elettrica supplementare nel bollitore o con gazione simultanei.
un generatore esterno di calore. Se viene utilizzato uno scambiatore di calore esterno, le tempera-
ture di prelievo necessarie, compatibilmente con il sistema, non
Avvertenza possono essere sempre raggiunte.
La resistenza elettrica può essere impiegata solo con acqua sanita- Temperatura max. di accumulo bollitore*10: 50 °C
ria molto dolce o di media durezza fino a 14 °dH (grado di durezza 2
(medio), fino a 2,51 mol/m3). Avvertenza
Le dimensioni bollitore riportate nella seguente tabella sono valori
Per la scelta del bollitore si deve tenere conto di una superficie di orientativi. Per il fabbisogno di acqua sanitaria sono stati presi
scambio termico sufficiente. come riferimento i seguenti valori: 50 l a persona al giorno con una
Calcolo approssimativo della superfici di scambio termico: temperatura acqua calda sanitaria di 45 °C
Superficie di scambio termico minima in m2 ≈ potenzialità della
pompa di calore in kW x 0,3 m2/kW

da 3 a 5 persone da 6 a 8 persone
Bollitore Capacità Bollitore Capacità
Vitocell 100-V, tipo CVAA 300 l Vitocell 100-V, Tipo CVA 500 l
Vitocell 100-V, tipo CVWA 300 l Vitocell 100-V, tipo CVWA 500 l
Vitocell 100-V, tipo CVWA 390 l Vitocell 100-L, tipo CVL 500 l
+ sistema ad accumulo

Per adempiere alla direttiva dell'associazione DVGW si deve impie- Dati tecnici bollitore
gare uno scambiatore istantaneo acqua di riscaldamento o un Vedi Indicazioni per la progettazione bollitore.
secondo generatore di calore per ottenere temperature acqua calda
sanitaria > 60 °C. La tipologia della pompa di calore con scambia-
tore istantaneo acqua di riscaldamento soddisfa questi requisiti.

7
5516937

*10 Non raggiungibile a temperature esterne basse.

Apparecchi ibridi VIESMANN 107


Indicazioni per la progettazione (continua)

Esempi d'installazione
Bollitore con scambiatori di calore interni

WW

KW

Schema idraulico con impiego di Vitocell 100-V, tipo CVA/CVAA/


CVWA

A Allacciamento pompa di calore


B Possibilità di montaggio della resistenza elettrica EHE in alto
oppure in basso
KW Acqua fredda
WW Acqua calda

Apparecchi necessari
Pos. Denominazione Quantità Articolo
eR Sensore temperatura bollitore 1 7438702
rW Valvola di ritegno (a molla) 1 Da predisporre sul posto
rR Resistenza elettrica-EHE 1 vedi listino prezzi Viessmann.
rZ Pompa di ricircolo 1 Vedi listino prezzi Vitoset
rI Bollitore 1 vedi listino prezzi Viessmann.

Bollitore con scambiatore di calore esterno e abbinamento a impianto solare

WW

rZ
WW rW
eR
B eT

7 HV eZ eU
eI M
rT C
HR rE rW A
tP
KW
rO
KW
rU

A Allacciamento pompa di calore


B Usare un attacco ricircolo.
C Verso il collettore
KW Acqua fredda
5516937

WW Acqua calda

108 VIESMANN Apparecchi ibridi


Indicazioni per la progettazione (continua)

Apparecchi necessari
Pos. Denominazione Quantità Articolo
eR Sensore temperatura bollitore superiore 1 7438702
eT Valvola sferica motorizzata a 2 vie (chiusa in assenza di corrente) 1 7180573
eZ Limitatore della portata volumetrica (Taco-Setter) 1 Da predisporre sul posto
eU Scambiatore di calore a piastre Vitotrans 100 1 vedi listino prezzi Viessmann.
eI Lancia di carico 1 ZK00038
rW Valvola di ritegno (a molla) 2 Da predisporre sul posto
rE Pompa di carico bollitore 1 7820403
oppure
7820404
rT Sensore temperatura bollitore in basso 1 7438702
rZ Pompa di ricircolo 1 Vedi listino prezzi Vitoset
rU Sensore temperatura bollitore (stato di fornitura modulo di regolazione per impianti 1 7429073
solari, tipo SM1)
rO Vitocell 100-V, tipo CVAA (300 l) o tipo CVA (500 l) 1 vedi listino prezzi Viessmann.
tP Raccordo filettato per l'alloggiamento del sensore temperatura bollitore 300/500 l 1 7175213/7175214
(pos. rT)

7.15 Attacco condensa


Posare la tubazione dell'acqua di condensa in pendenza. Avvertenza
Convogliare l'acqua di condensa dell'impianto gas di scarico insieme Fra sifone e dispositivo di neutralizzazione della condensa deve
all'acqua di condensa della caldaia a gas a condensazione solo essere installato un dispositivo d'aerazione.
riscaldamento nella rete di canalizzazione, direttamente o (se neces-
sario) facendole passare per un dispositivo di neutralizzazione
(accessorio).

Scarico acqua di condensa e impianto di neutralizzazione


Durante il funzionamento, nella caldaia a gas a condensazione solo Acqua di condensa prodotta da combustione a gas con poten-
riscaldamento e nel tubo fumi viene a formarsi dell'acqua di con- zialità pari a max. 200 kW
densa. Nella caldaia a gas a condensazione solo riscaldamento il Salvo diverse prescrizioni di legge, per caldaie a gas a condensa-
valore di pH è compreso tra 4 e 5. zione solo riscaldamento con massima potenzialità utile pari a
L'acqua di condensa va convogliata in uno scarico. 200 kW, è consentito scaricare l'acqua di condensa nella rete di
Nel foglio di lavoro DWA-A 251 “Acque di condensa da caldaie a canalizzazione pubblica senza impianto di neutralizzazione.
condensazione„ sono fissate le condizioni per l'immissione nella I sistemi di scarico domestici devono essere costruiti con materiali
canalizzazione pubblica dell'acqua di condensa proveniente da cal- resistenti all'acqua di condensa.
daie a gas a condensazione solo riscaldamento. Ed è su questo
foglio di lavoro che in genere si basano le normative comunali In base al foglio di lavoro DWA-A 251 questi sono:
riguardanti le acque di scarico. ■ Tubi in grès
La composizione dell'acqua di condensa che fuoriesce dalle caldaie ■ Tubi rigidi in PVC
a gas a condensazione solo riscaldamento Viessmann soddisfa i ■ Tubi in PVC
requisiti previsti dal foglio di lavoro DWA-A 251. ■ Tubi in PE-HD
■ Tubi in PP
Requisiti dello scarico acqua di condensa: ■ Tubi in ABS/ASA
■ Il tratto per il collegamento con il canale di scarico deve essere ■ Tubi in acciaio inossidabile
visibile. ■ Tubi in borosilicato
■ Deve essere posato in pendenza ed essere provvisto di un dispo-
sitivo antiodore.
■ Deve essere provvisto dei dispositivi adatti al prelievo di campioni.
■ Utilizzare unicamente materiali resistenti alla corrosione (ad es.
tubo flessibile in fibra). 7
Non utilizzare materiali zincati o contenenti rame per tuba-
zioni, raccordi ecc.
■ Un sifone è collegato allo scarico condensa per evitare la fuoriu-
scita di fumi.

In base a normative locali relative alle acque di scarico e/o particolari


condizioni tecniche può risultare necessario l'impiego di modelli
diversi da quelli indicati nei fogli di lavoro suddetti.
Per informazioni sulle normative locali, ci si dovrebbe rivolgere alle
autorità comunali competenti prima di iniziare i lavori di installazione.
5516937

Apparecchi ibridi VIESMANN 109


Indicazioni per la progettazione (continua)

Dispositivo di neutralizzazione della condensa Poiché il consumo del granulato di neutralizzazione dipende dal
modo operativo dell'impianto, durante il primo anno di esercizio è
necessario rilevarne la quantità necessaria effettuando una serie di
controlli. Un pieno può essere sufficiente per più di un anno.
C
Impianto smaltimento condensa (accessorio)

A
C
A

B
B

A Scarico condensa
B Dispositivo di neutralizzazione condensa
C Aerazione al di sopra del tetto A Afflusso condensa
B Impianto smaltimento condensa
Le caldaie a gas a condensazione solo riscaldamento Viessmann C Scarico condensa
possono essere fornite con un dispositivo di neutralizzazione con-
densa (accessorio) separato. La condensa prodotta viene scaricata
e trattata nell'apposito dispositivo di neutralizzazione.
Se si installa la caldaia a gas a condensazione solo riscaldamento
Viessmann al di sotto del livello della canalizzazione per l'acqua di
scarico, è necessario montare un impianto smaltimento condensa
(accessorio).

7.16 Programma di raffreddamento


Per il programma di raffreddamento le pompe di calore funzionano in Programma di raffreddamento in funzione delle condizioni cli-
modo reversibile, vale a dire il ciclo termico della pompa di calore matiche esterne
funziona in direzione inversa. Nel programma di raffreddamento in funzione delle condizioni clima-
Il raffreddamento è possibile mediante un circuito di riscaldamento a tiche esterne, il valore nominale della temperatura di mandata risulta
pavimento oppure mediante un circuito di raffreddamento separato, dal rispettivo valore nominale di temperatura ambiente e dalla tem-
ad es. In caso di raffreddamento tramite circuito di riscaldamento a peratura esterna corrente (media a lungo termine) in base alla curva
pavimento si devono utilizzare valvole termostatiche adatte. Le val- di raffreddamento. Sono impostabili inclinazione e scostamento.
vole termostatiche devono poter essere aperte per il programma di
raffreddamento nel periodo di raffreddamento mediante segnale AC Programma di raffreddamento in funzione della temperatura
o commutazione manuale. Radiatori, radiatori a piastre ecc. non ambiente
sono idonei per il programma di raffreddamento. Il calcolo del valore nominale della temperatura di mandata risulta
Anche nel programma di raffreddamento devono essere garantiti la dalla differenza tra il valore nominale e quello reale di temperatura
portata volumetrica minima e il volume minimo dell'impianto. A tale ambiente.
scopo di regola sono necessari una valvola limitatrice di flusso e un
serbatoio d'accumulo acqua di raffreddamento. I serbatoi d'accu- Raffreddamento con impianto di riscaldamento a pavimento
7 mulo acqua di riscaldamento devono essere aggirati nel programma L'impianto di riscaldamento a pavimento può essere utilizzato sia
di raffreddamento mediante valvole deviatrici a 3 vie (collegamento per il riscaldamento che per il raffreddamento di edifici e ambienti.
bypass). Per la regolazione della potenzialità di raffreddamento basarsi sulla
Per prevenire la formazione di acqua di condensa, tutti i componenti curva di raffreddamento in modo analogo alla curva di riscalda-
posati visibili ad es. tubi, pompe ecc. devono essere coibentati a mento.
tenuta di vapore. Per rispettare i criteri di comodità ed evitare la formazione di con-
densa è necessario attenersi ai valori limite riguardanti la tempera-
Avvertenza tura di superficie. Perciò durante il programma di raffreddamento la
Per il programma di raffreddamento dovrà essere a disposizione nei temperatura di superficie dell'impianto di riscaldamento a pavimento
casi seguenti un sensore temperatura ambiente attivo: non deve essere inferiore ai 20 °C.
■ Programma di raffreddamento in funzione delle condizioni climati- Per evitare la formazione di condensa sulla superficie del pavimento,
che esterne con incidenza ambiente oppure programma di raffred- nella mandata dell'impianto di riscaldamento a pavimento deve
damento in funzione della temperatura ambiente mediante un cir- essere montato un umidostato esterno (accessorio). In tal modo è
cuito di riscaldamento a pavimento possibile evitare la formazione di condensa anche in caso di varia-
5516937

■ Programma di raffreddamento mediante un circuito di raffredda- zioni meteorologiche improvvise (ad es. temporali).
mento separato, ad es. ventilconvettore

110 VIESMANN Apparecchi ibridi


Indicazioni per la progettazione (continua)

Il dimensionamento dell'impianto di riscaldamento a pavimento In generale vale quanto segue:


dovrebbe essere effettuato con una combinazione di temperatura di La temperatura min. di mandata per il raffreddamento con impianto
mandata e ritorno di circa 14/18 °C. di riscaldamento a pavimento e la temperatura min. di superficie
Per una stima della possibile potenzialità di raffreddamento di un dipendono dalle rispettive condizioni climatiche nell'ambiente (tem-
impianto di riscaldamento a pavimento è possibile consultare la peratura dell'aria e umidità relativa dell'aria). Occorre tenere pre-
seguente tabella. sente questi rapporti al momento della progettazione.

Stima della potenzialità di raffreddamento di un impianto di riscaldamento a pavimento in funzione del rivestimento pavimento e
della distanza delle tubazioni (temperatura di mandata prevista ca. 16 °C, temperatura del ritorno ca. 20 °C)
Rivestimento pavimento Piastrelle Moquette
Distanza mm 75 150 300 75 150 300
Potenzialità di raffreddamento per diametro delle tuba-
zioni
–10 mm W/m2 40 31 20 27 23 17
–17 mm W/m2 41 33 22 28 24 18
–25 mm W/m2 43 36 25 29 26 20

Dati validi per


Temperatura ambiente 26 °C
Umidità relativa dell'aria 50 %
Temperatura di condensazione 15 °C

7.17 Vitocal 250-S: Integrazione di un impianto solare termico


In abbinamento ad una regolazione per impianti solari è possibile Avvertenza
regolare un impianto solare termico per la produzione d'acqua calda ■ Integrazione idraulica: vedi http://schemi.viessmannitalia.it/
sanitaria, l'integrazione del riscaldamento e il riscaldamento acqua di home.
piscina. La priorità di carico può essere impostata singolarmente ■ Per la superficie di apertura allacciabile: vedi indicazioni per la pro-
sulla regolazione della pompa di calore. gettazione “Vitosol„.
Mediante la regolazione della pompa di calore è possibile leggere
determinati valori. Integrazione del riscaldamento solare
In caso di una disponibilità di irraggiamento solare elevata, il riscal- Se la differenza di temperatura tra il sensore temperatura collettore
damento di tutti i circuiti di riscaldamento può aumentare la quota di e il sensore temperatura bollitore (solare) supera la differenza di
copertura solare fino a un valore nominale superiore. Tutte le tempe- temperatura d'inserimento impostata nella regolazione della pompa
rature sensore e i valori nominali possono essere richiamati e impo- di calore, verranno inserite la pompa del circuito solare e la pompa
stati mediante la regolazione. di carico bollitore. Il serbatoio d'accumulo acqua di riscaldamento
Per evitare colpi di vapore nel circuito solare viene interrotto il fun- viene riscaldato.
zionamento dell'impianto solare con temperature dei collettori Il riscaldamento viene arrestato quando la differenza di temperatura
> 120 °C (funzione protettiva del collettore). tra sensore temperatura collettore e sensore temperatura bollitore
(solare) è inferiore a metà isteresi (standard: 6 K) oppure quando la
Produzione d'acqua calda sanitaria tramite impianto solare temperatura rilevata sul sensore temperatura bollitore inferiore corri-
Se la differenza di temperatura tra sensore temperatura collettore e sponde alla temperatura nominale impostata.
sensore temperatura bollitore (nel ritorno collettori solari) è superiore Vedi anche le indicazioni per la progettazione “Vitosol„.
alla differenza di temperatura d'inserimento impostata nella regola-
zione per impianti solari, viene inserita la pompa del circuito solare e Riscaldamento solare acqua di piscina
il bollitore viene riscaldato. Vedi indicazioni per la progettazione “Vitosol„.
Se la temperatura del sensore temperatura bollitore (nel bollitore
superiore) supera il valore nominale impostato nella regolazione Regolazione solare
della pompa di calore, la pompa di calore è bloccata per il riscalda- Modulo di regolazione per impianti solari, tipo SM1 (accessorio):
mento del bollitore. vedi pagina 153.
Il riscaldamento del bollitore da parte dell'impianto solare avviene al
valore nominale impostato nella regolazione per impianti solari.

7
Dimensionamento del vaso di espansione per impianto solare
Vaso di espansione per impianto solare

Struttura e funzioni
Con valvola d'intercettazione e fissaggio
5516937

Apparecchi ibridi VIESMANN 111


Indicazioni per la progettazione (continua)

Il vaso ad espansione per impianto solare è un vaso chiuso il cui


vano gas (riempito d'azoto) è separato da quello del fluido (fluido ter-
movettore) mediante una membrana e la cui pressione di precarica
dipende dall'altezza dell'impianto.

Dati tecnici

a a

A Fluido termovettore

b
B Riempimento d'azoto

b
C Cuscinetto d'azoto
D Riserva di sicurezza min. 3 l
E Riserva di sicurezza
F Stato di fornitura (pressione di precarica 4,5 bar, 0,45 MPa)
G Impianto solare riempito senza influenza termica
H Sotto la massima pressione alla temperatura massima del fluido
termovettore

Vaso di espansione Articolo Capacità Pressione di Øa b Allacciamen- Peso


precarica to
l bar (MPa) mm mm kg
A 7248241 18 4,5 (0,45) 280 370 R¾ 7,5
7248242 25 4,5 (0,45) 280 490 R¾ 9,1
7248243 40 4,5 (0,45) 354 520 R¾ 9,9
B 7248244 50 4,5 (0,45) 409 505 R1 12,3
7248245 80 4,5 (0,45) 480 566 R1 18,4

Avvertenza Per i dati relativi al calcolo del volume necessario vedi indicazioni
Nel caso dei pacchetti solari compreso nella fornitura per la progettazione “Vitosol„.

7.18 Impiego conforme alla norma


È consentito installare e far funzionare l'apparecchio in modo con- L'impiego commerciale o industriale per scopi diversi dal riscalda-
forme alle norme solo in sistemi di riscaldamento chiusi a norma mento/raffreddamento edifici o dalla produzione d'acqua calda sani-
EN 12828 e attenendosi a quanto riportato nelle rispettive istruzioni taria è considerato non conforme alla norma.
di montaggio, di servizio e d'uso. L'apparecchio è previsto esclusiva-
mente per il riscaldamento e il raffreddamento di acqua che abbia Un impiego che esula da quello previsto richiede, caso per caso,
caratteristiche di acqua potabile. l'autorizzazione da parte del costruttore.

A seconda del modello, l'apparecchio può essere impiegato solo per Un uso errato o improprio dell'apparecchio (ad es. l'apertura dell'ap-
i seguenti scopi: parecchio da parte del conduttore dell'impianto) è vietato e comporta
■ riscaldamento l'esclusione della responsabilità. Per uso errato s'intendono anche
■ raffreddamento modifiche della funzionalità conforme alla norma di componenti del
■ produzione d'acqua calda sanitaria sistema di riscaldamento (ad es. la chiusura dei condotti fumi e di
7 adduzione aria).
L'aggiunta di componenti e di accessori consente di ampliare la
gamma delle funzioni. Avvertenza
L'apparecchio è previsto esclusivamente per l'utilizzo di tipo dome-
L'impiego conforme alla norma presuppone che sia stata eseguita stico o sim., quindi può venire utilizzato in sicurezza anche da per-
un'installazione fissa in abbinamento a componenti omologati speci- sone non esperte.
fici per l'impianto.
5516937

112 VIESMANN Apparecchi ibridi


Sistema di scarico fumi

8.1 Impianto di scarico fumi


Per la posa e l'allacciamento del sistema di scarico fumi attenersi L'installazione della caldaia a gas a condensazione solo riscalda-
alla normativa in vigore: mento Viessmann nel locale abitativo è possibile solo se il tubo 8
qualsiasi intervento sul sistema di scarico fumi da parte del fumi presente nel locale di abitazione passa attraverso un tubo di
centro assistenza autorizzato deve avvenire in accordo con il protezione in cui circola l'aria (sistema AZ coassiale, modo di fun-
manutentore o l'installatore. zionamento a camera stagna).
Le caldaie a gas devono essere collegate ai camini sullo stesso
piano su cui sono installate (non passare attraverso i soffitti divisori). Avvertenza
Le caldaie compatte ibride sono omologate solo per il funziona-
Esistono differenze, a seconda che si voglia installare la caldaia a mento a camera stagna.
gas a condensazione solo riscaldamento in locali abitativi (locale di
abitazione) oppure in locali non abitativi (locale d'installazione).

Certificazione del sistema


Certificazione del sistema in abbinamento a tubi fumi in PPs della In locali non abitativi il tubo fumi può essere posato all'interno del
ditta Skoberne: locale caldaia anche senza ventilazione coassiale. Il locale d'installa-
■ Secondo regolamento sulle apparecchiature a gas 2016/426/EU: zione tuttavia deve essere dotato di un'apertura d'immissione aria
Vitocaldens 222-F, tipo HAWB-M 222.A26/A29, HAWB 222.A29: verso l'esterno (secondo CEN/TR 1749):
CE-0085CO0306 ■ Potenzialità utile fino a 50 kW:
150 cm2 oppure 2 x 75 cm2
I seguenti sistemi scarico fumi/adduzione aria (sistemi AZ) della
Viessmann per il funzionamento a camera stagna sono stati omolo- I tubi utilizzabili per lo scarico fumi devono essere omologati.
gati e dotati di marchio CE insieme alla caldaia compatta ibrida Il tubo fumi disponibile come accessorio è omologato e dotato di
come unità completa, conformemente alla normativa prevista dall'as- marchio CE secondo EN 14471.
sociazione DVGW:
■ Passante tetto verticale
■ Attacco a parete
■ Passante tetto orizzontale
■ Passante per montaggio su parete esterna nel tubo doppio

Vantaggi dell'unità completa:


■ Per i tubi scarico fumi non è richiesto alcun rilevamento delle fun-
zioni in termini di calcolo secondo normativa europea EN 13384
■ Controlli visivi semplificati da parte del manutentore o installatore
ad intervalli di 2 anni
■ Non è richiesto alcun certificato di omologazione supplementare
da parte del costruttore dei tubi per lo scarico fumi

Funzionamento a camera stagna


Le caldaie compatte ibride sono impiegabili per il funzionamento a Se vengono rilevati valori di CO2 superiori o valori di O2 inferiori è
camera stagna, per via della camera di combustione a circuito necessario effettuare un controllo di tenuta del camino mediante una
chiuso di cui sono provviste. Rientrano nella categoria dei modelli prova a pressione.
C13x (nur Vitocaldens 222-F), C33x, C53x, C63x, C83x o C93x secondo
CEN/TR 1749 (“x„ solo per la Germania). Impiego di sistemi di scarico fumi esterni
Con il tipo di apparecchio C6 è possibile utilizzare tutti i sistemi di
Modelli C13x, C33x, C53x, C83x o C93x scarico fumi omologati. Questi sistemi di scarico fumi non sono omo-
logati con le caldaie compatte ibride. Questi sistemi di scarico fumi
Avvertenza non dispongono della certificazione del sistema conforme alla diret-
Modello C13x: Solo per Vitocaldens 222-F. tiva 2016/426/EU che regola l'impiego delle apparecchiature a gas.
In caso di impiego, osservare le disposizioni di progettazione di
Per questi modelli è valida un'omologazione comune della caldaia Viessmann per i tipi di apparecchi C13x, C33x, C53x, C63x, C83x e C93x e
compatta ibrida e del sistema AZ coassiale. le indicazioni specifiche degli apparecchi.
In alcuni stati federali (ad es. nel Nordreno-Vestfalia) al momento In caso di impiego di tubi fumi in alluminio deve essere montato un
della messa in funzione non è necessaria la prova di tenuta da parte raccoglitore di condensa al di sopra del raccordo caldaia.
del manutentore o installatore, né è necessaria l'omologazione rila-
sciata dall'“ispettorato edile„. Sistema adduzione aria e scarico fumi
In questo caso si consiglia di far effettuare, al momento della messa Attenersi alle indicazioni per il dimensionamento riportate da
in funzione dell'impianto, una prova di tenuta semplificata ad opera pagina 118 a pagina 128. L'alimentazione di aria di combustione e
del centro assistenza autorizzato. l'espulsione dei gas di scarico hanno luogo attraverso un tubo dop-
È sufficiente rilevare la concentrazione di CO2 nell'aria di combu- pio coassiale (sistema AZ). L'aria di combustione viene condotta
stione dell'intercapedine anulare della prolunga AZ. I tubi fumi ven- lungo l'intercapedine anulare tra il tubo di adduzione aria esterno in
gono considerati sufficientemente a tenuta se nell'aria di combu- alluminio e il tubo fumi. I gas vengono scaricati mediante un tubo
stione non viene rilevata alcuna concentrazione di CO2 superiore interno in plastica (PPs).
5516937

allo 0,2 % o alcuna concentrazione di O2 inferiore al 20,6 %.

Apparecchi ibridi VIESMANN 113


Sistema di scarico fumi (continua)

Il tubo fumi deve essere il più corto e il più diritto possibile. Se tutta- Se la caldaia compatta ibrida viene installata in cantina o nella sof-
via non fosse possibile escludere curve a inversione, almeno non fitta, sarà possibile utilizzare un camino o un cavedio già presente
disporle una dietro l'altra. L'intera conduttura dei gas di scarico deve per l'adduzione aria e scarico dei gas (modello C93x).
essere controllata e, se necessario, pulita. In base alla CEN/TR 1749, i tubi fumi che bypassano i piani devono
8 L'impiego del tubo doppio coassiale (sistema AZ) consente di esclu- passare attraverso un cavedio con una durata di resistenza al fuoco
dere su ogni punto della caldaia compatta ibrida o del sistema AZ il di almeno 90 min e, nel caso di edifici abitativi di classe 1 e 2, di
superamento della temperatura di superficie pari a 85 °C. Non è almeno 30 min.
quindi necessario mantenere le distanze dai componenti infiamma- Fino al camino o al cavedio, l'adduzione aria e scarico fumi sono
bili previste dalla norma CEN/TR. realizzati mediante una prolunga AZ. Nel camino o nel cavedio il
In caso di impiego di tubi fumi in alluminio deve essere montato un tubo fumi viene condotto fino a sopra il tetto.
raccoglitore di condensa al di sopra del raccordo caldaia. Se non è presente un cavedio adeguato, è possibile condurre il tubo
Le tubazioni di collegamento devono essere posate (posa orizzon- fumi fino al tetto anche attraverso un cavedio costruito successiva-
tale) con una pendenza di almeno 3° rispetto al generatore di calore. mente. Quest'ultimo deve essere provvisto di certificato di omologa-
Inoltre, per supportare o agganciare la tubazione di collegamento si zione dell'ispettorato edile o di certificazione CE in base alla tipolo-
consiglia l'utilizzo di apposite fascette disposte a 1 m circa di gia costruttiva. Il cavedio deve inoltre essere conforme alle classi di
distanza l'una dall'altra. resistenza al fuoco L30 o L90.
Il sistema AZ è omologato e certificato secondo EN 14471 (vedi
pagina 115).
Grazie al rivestimento della caldaia il sistema è chiuso ermetica-
mente verso il locale di installazione. In questo modo possono
essere evitate eventuali perdite dei gas di scarico nei locali di abita-
zione.

Dispositivo di sicurezza per la temperatura fumi


Conformemente alla certificazione CE secondo EN 14471 possono Non è quindi necessario un termostato di sicurezza a riarmo
essere impiegate tubazioni in materiale plastico (PPs) fino a una manuale gas di scarico.
temperatura gas di scarico max. pari a 120°C (tipo B).
Provvedimenti interni all'apparecchio garantiscono che non si superi
una temperatura fumi di 110 °C.

Protezione antifulmini
Se è stato installato un impianto di protezione contro i fulmini, preve-
dere anche per i componenti metallici del sistema di scarico fumi
una protezione antifulmini.

5516937

114 VIESMANN Apparecchi ibridi


Sistema di scarico fumi (continua)

Certificazione CE per sistemi scarico fumi (rigidi e flessibili) PPs


Vitocaldens 222-F
8
5516937

Apparecchi ibridi VIESMANN 115


Sistema di scarico fumi (continua)

5516937

116 VIESMANN Apparecchi ibridi


Sistema di scarico fumi (continua)

8.2 Esempi di montaggio del sistema di scarico fumi per funzionamento a camera sta-
gna
Nel locale d'installazione non sono necessarie aperture d'immissione 8
e scarico aria separate.

Nell'abitazione con uno o più piani sovrastanti


– Passante attraverso un cavedio
(tipo C93x, secondo CEN/TR 1749)
L'aria di combustione viene convogliata verso la caldaia compatta
ibrida dall'esterno attraverso l'intercapedine anulare del cavedio
(camino). I gas di scarico vengono espulsi attraverso il tubo fumi al
di sopra del tetto.
Con caldaie a gas a condensazione solo per riscaldamento
> 50 kW il locale d'installazione deve essere aerato anche in caso
di funzionamento a camera stagna.
Il cavedio non è compreso nella fornitura. Per una descrizione det-
tagliata vedi da pagina 119.
– Cavedio di nuova costruzione
Montaggio in un cavedio in mattoni speciali in calcestruzzo, di nuo-
va costruzione, omologato. In elementi cavedio (ad es. della ditta
SIMO, Wienerberger o Skoberne) o in piastre di forma sagomata,
A Gas di scarico costituite da elementi minerali (ad es. della ditta Promat). Per una
B Adduzione aria descrizione dettagliata dei cavedi vedi pagina 130.

– Attacco a parete
(tipo C13x, secondo CEN/TR 1749)
Attualmente solo per edifici sotto tutela architettonica (ammes-
so fino a una potenzialità utile di 11 kW per riscaldamento e fino a
28 kW per produzione d'acqua calda sanitaria)
Secondo le normative vigenti, un attacco a parete è possibile sola-
mente nei casi in cui, per motivi tecnici o economici, non sia consi-
gliabile un altro tipo di scarico fumi.
L'aria di combustione viene convogliata verso la caldaia compatta
ibrida dall'esterno attraverso un tubo doppio coassiale posto nella
parete esterna e i gas di scarico vengono espulsi. Per una descri-
zione dettagliata vedi pagina 126.
– Passante tetto orizzontale
(tipo C13x, secondo CEN/TR 1749)
A Gas di scarico (Ammesso fino a una potenzialità utile di 11 kW per riscaldamento
B Adduzione aria o fino a 28 kW per produzione d'acqua calda sanitaria).
L'aria di combustione viene convogliata verso la caldaia compatta
ibrida dall'esterno attraverso un tubo doppio coassiale posto nel-
l'abbaino del tetto e i gas di scarico vengono espulsi.
Passante per montaggio su parete esterna
(tipo C53x, secondo CEN/TR 1749)
L'aria di combustione viene convogliata verso la caldaia compatta
ibrida dall'esterno attraverso un elemento aspirante AZ, posto nella
parete esterna, e un tubo doppio coassiale orizzontale.
I gas di scarico vengono espulsi al di sopra del tetto attraverso un tu-
bo doppio coassiale verticale.
Il tubo esterno del tubo doppio coassiale orizzontale, lungo il cavedio
di ventilazione verticale, funge da isolamento termico.
Per una descrizione dettagliata vedi pagina 128.

A Gas di scarico
B Adduzione aria
5516937

Apparecchi ibridi VIESMANN 117


Sistema di scarico fumi (continua)

Nei locali di abitazione, posti direttamente sotto il tetto o in soffitta (potenzialità utile ≤ 50 kW)
Passante verticale, in assenza di cavedi
A (Tipologia C33x, secondo CEN/TR 1749)
8
(diverse possibilità di esecuzione)
B 1 Passante tetto verticale direttamente attraverso il tetto inclinato
2 Passante tetto verticale direttamente attraverso il tetto piano
L'aria di combustione viene convogliata verso la caldaia compatta
ibrida dall'esterno mediante un tubo doppio coassiale che attraversa il
tetto e i gas di scarico vengono espulsi.
Per una descrizione dettagliata vedi pagina 125.
1

A Gas di scarico
B Aria di mandata

Nel locale d'installazione dotato di adduzione aria dalla parete esterna


Tubi adduzione/scarico fumi separati
(Tipologia C83x, secondo CEN/TR 1749)
L'aria di combustione viene convogliata verso la caldaia compatta
A ibrida dall'esterno attraverso la tubazione di mandata aria separata
posta nella parete esterna.
I gas di scarico vengono espulsi attraverso un cavedio (camino) attra-
verso il tetto.
Il raccordo al camino viene effettuato con un tubo coassiale.
Il sistema scarico fumi/adduzione aria (sistema AZ) viene impiegato
quando il camino a disposizione risulta non idoneo all'alimentazione
B di aria di combustione per via delle sue dimensioni o caratteristiche
(depositi).
Per una descrizione dettagliata vedi pagina 127.

A Gas di scarico
B Aria di mandata

8.3 Sistema scarico fumi/adduzione aria (sistema AZ)


Tutti i dati relativi alla lunghezza e alla sezione valgono solo in abbi- I diametri sistema indicati sono diametri nominali. Le misure effettive
namento ai componenti di adduzione aria e scarico fumi offerti nel dei componenti possono divergere.
listino prezzi Viessmann.

Diametro nominale in mm Diametro interno effettivo in mm


Tubo fumi Tubo di adduzione aria Tubo fumi Tubo di adduzione aria
60 100 60,5 +0,3 98,6 +0,3
80 125 80,5 +0,8 126 ±0,5

8.4 Posa tubi fumi


Nella progettazione e installazione del tubo fumi, rispettare una pen- La pendenza necessaria di 3° corrisponde anche a un dislivello di
denza di minimo 3° in direzione della caldaia. circa 50 mm su una lunghezza di 1 m.
5516937

In caso di utilizzo di una curva raccordo caldaia 87° o di un raccordo


a T d'ispezione 87° è richiesta la stesa pendenza.

118 VIESMANN Apparecchi ibridi


Sistema di scarico fumi (continua)

Se la pendenza necessaria non viene rispettata, non è possibile sca-


ricare l'acqua di condensa senza problemi e senza che resti nei
manicotti. Questo si traduce in una concentrazione eccessiva di 1000
acidi e in un possibile danneggiamento delle guarnizioni.
Per questa ragione non è assolutamente possibile progettare e
8


installare il tubo fumi senza una pendenza verso la caldaia.

50
Montaggio e posizione aperture d'ispezione
Posizione corretta dell'a- Posizione scorretta dell'apertura Progettare le aperture d'ispezione in modo che nella zona delle
pertura d'ispezione d'ispezione aperture non possa raccogliersi acqua di condensa. L'accumulo di
acqua di condensa si traduce in una concentrazione eccessiva di
acidi e in un possibile danneggiamento della guarnizione. Montare i
raccordi d'ispezione in modo che l'apertura si trovi nella zona supe-
riore.
A
A
A

A Apertura d'ispezione

A Apertura d'ispezione

8.5 Sistema scarico fumi/adduzione aria (sistema AZ) in plastica (PPs) per passante
attraverso un cavedio - funzionamento a camera stagna (tipo C93x secondo la
CEN/TR 1749)
Per il funzionamento a camera stagna è necessario uno scarico Nel locale d'installazione deve essere presente almeno un'apertura
fumi coassiale (tubo interno per gas di scarico, tubo esterno per aria per l'ispezione e la pulizia e per la prova a pressione (se necessaria)
di combustione) come tratto di collegamento tra la caldaia compatta nel sistema di scarico fumi. Se il tubo fumi non è accessibile dal
ibrida e il cavedio. tetto, nella soffitta deve essere montata un'altra apertura d'ispezione
L'elemento di raccordo va collegato al raccordo caldaia e deve con- dietro la portina di pulizia del camino. Per ulteriori requisiti vedi le
tenere un'apertura d'ispezione. normative vigenti.
Per passaggio attraverso cavedi e canali ventilati longitudinalmente, Per l'ispezione della ventilazione coassiale va praticata nella parte
conformemente alla normativa in vigore. inferiore del cavedio un'apertura d'ispezione. Lo scarico dell'acqua di
Prima del montaggio il manutentore o l'installatore competente deve condensa dal tubo fumi alla caldaia deve essere garantito mediante
controllare se il cavedio è adatto ed omologato per l'impiego previ- una pendenza di almeno 3°.
sto. Il sistema di scarico fumi deve essere convogliato al di sopra del
I cavedi di ventilazione nei quali precedentemente hanno funzionato tetto (sporgenza dal tetto secondo le norme vigenti).
caldaie a gasolio o a combustibili solidi non devono presentare resi- È possibile utilizzare anche tubi fumi diversi, purché dotati di mar-
dui di zolfo e fuliggine sulla superficie interna del camino. I residui di chio CE, ad es. quando la maggiore lunghezza del tubo fumi implica
zolfo e fuliggine causano guasti di funzionamento. Se non si può anche un maggiore diametro del tubo stesso. Il costruttore dei tubi
garantire una pulizia corretta, è assolutamente necessario posare deve poi rilasciare il relativo certificato di funzionamento secondo
nel cavedio una tubazione di scarico fumi e adduzione aria. In alter- normativa europea EN 13384.
nativa è possibile posare adduzione aria e scarico fumi separati. Se non vengono impiegati i tubi fumi offerti come accessori (omolo-
Viessmann declina ogni responsabilità per i danni causati dalla man- gati assieme alla caldaia compatta ibrida come unità completa),
cata osservanza di queste indicazioni. prima della messa in funzione del sistema di scarico fumi il manuten-
Eventuali aperture per ulteriori allacciamenti vanno chiuse con mate- tore o installatore di competenza deve effettuare una prova di
riali adeguati e rese a tenuta d'aria. tenuta.
Questo non è valido per le aperture necessarie per l'ispezione e la Secondo quanto previsto dall'avviso di omologazione del sistema di
pulizia, che vanno provviste di chiusure per la pulizia camino. scarico fumi ciò può avvenire mediante un rilevamento del CO2 o
Prima del montaggio è necessario controllare se il cavedio scorre dell'O2 nell'intercapedine anulare. Se da tale rilevamento risulta un
diritto dall'alto verso il basso o se presenta una deformazione (misu- contenuto di CO2 superiore allo 0,2 % o un contenuto di O2 inferiore
razione speculare). al 20,6 %, l'impianto gas di scarico va sottoposto a controlli.
Nel caso in cui venissero rilevate delle deformazioni, si consiglia di
montare tubi fumi flessibili (vedi pagina 124).
5516937

Apparecchi ibridi VIESMANN 119


Sistema di scarico fumi (continua)

Dimensioni interne del cavedio secondo DIN V 18160

a a
b c

Misura interna minima cavedio


Diametro sistema A Diametro esterno manicotto Misura interna minima cavedio
a b c
quadrato o rettangolare (lato circolare
corto)
Ø mm mm Ø mm
60 73 113 133
60 (flessibile, copertura cavedio PPs) 72 112 132
60 (flessibile, copertura cavedio metallo) 87 140 147
80 94 135 155
80 (flessibile, copertura cavedio PPs) 102 142 162
80 (flessibile, copertura cavedio metallo) 116 165 176

Dimensioni interne del cavedio ridotte (rigido)


Diametro sistema A Diametro esterno manicotto Dimensione interna del cavedio ridotta
a b c
quadrato o rettangolare (lato circolare
corto)
Ø mm mm Ø mm
60 73 112 112
80 94 120 135

Dimensioni minime del cavedio con le quali un tubo fumi (funziona-


mento in sovrappressione) può essere impiegato senza calcolo
separato secondo EN 13384. Rispettare le lunghezze massime
del tubo fumi!

5516937

120 VIESMANN Apparecchi ibridi


Sistema di scarico fumi (continua)

Tubo fumi, diametro sistema 60/100 e 80/125 (componenti) (tipo C93x secondo CEN/TR 1749)

Diametro siste-
B ma Ø mm 8
60/100 80/125
A 2 1 Raccordo caldaia (compreso nella forni- X X
tura della caldaia)
2 Elemento base cavedio (PPs, rigido) X X
3
Componenti:
C – curva di supporto
4 – scina d'appoggio
– copertura cavedio
2 – distanziale (5 pezzi, distanza max. 5 m)

Oppure
3 Elemento base cavedio (metallo/PPs, ri- X X
gido)
Per camini a due condotti, un condotto fu-
2 mi per caldaia a combustibili solidi

Componenti:
3 – curva di supporto
– scina d'appoggio
– copertura cavedio (metallo)
1 8 9 756 – tubo terminale (acciaio inossidabile)
A – distanziale (5 pezzi, distanza max. 5 m)
Distanziale (3 pezzi, distanza max. 5 m) X X
3 Tubo fumi
2 1,95 m di lunghezza X X
C (2 pezzi da 1,95 m = 3,9 m)
1,95 m di lunghezza (1 pezzo) X X
2 1 m di lunghezza (1 pezzo) X X
0,5 m di lunghezza (1 pezzo) X X
D Curva tubo fumi (da inserire in cavedi X X
tortuosi)
30° (2 pezzi)
15° (2 pezzi)
4 Raccordo d'ispezione, diritto (1 pezzo) X X
5 Raccordo d'ispezione AZ, diritto X X
(1 pezzo)
6 Lamierino a parete AZ X X
7 Prolunga AZ X X
1 m di lunghezza
C 0,5 m di lunghezza
8 Curva AZ X X
87° (1 pezzo)
45° (2 pezzi)
Oppure
Raccordo d'ispezione AZ — —
A Adduzione aria 87° (1 pezzi)
B Gas di scarico Curva d'ispezione AZ X X
C Apertura d'ispezione 87° (1 pezzi)
D Raccordo Manicotto scorrevole AZ X X
9
Fascetta per fissaggio a parete, bianca X X
(1 pezzo)
Prolunga in acciaio inossidabile, lunga X X
380 mm per copertura cavedio, elemento
base cavedio (metallo/PPs, rigido)
Adattatore AZ
– da Ø 80/125 mm a Ø 60/100 mm X X
– da Ø 60/100 mm a Ø 80/125 mm X X
– da Ø 80/125 mm a Ø 100/150 mm — X

Lunghezza totale max. del tubo fumi fino al raccordo caldaia

Campo di potenzialità utile 19,0 kW


Lunghezza max. - diametro sistema 60/100 20 m
5516937

Lunghezza max. - diametro sistema 80/125 25 m

Apparecchi ibridi VIESMANN 121


Sistema di scarico fumi (continua)

Nelle lunghezze massime del tubo fumi sono considerati i seguenti ■ Curva AZ di 45°: 0,5 m
componenti: ■ Curva AZ di 87°: 1 m
■ Tubo di collegamento AZ D 1 m di lunghezza. ■ Raccordo d'ispezione AZ: 1,5 m
■ 1 curva AZ di 87° e 1 curva di supporto di 87°
8 Oppure Avvertenza
■ 2 curve AZ di 45° e 1 curva di supporto di 87° Attenersi alle dimensioni interne prescritte del cavedio (vedi
pagina 120).
Ulteriori curve, raccordi a T ed elementi longitudinali vanno detratti
dalla lunghezza massima con i valori seguenti: Per avvertenze relative al modo di collocazione C6 vedi pagina 113.
■ Tubo di collegamento AZ lungo 0,5 m: 1 m
■ Tubo di collegamento AZ lungo 1 m: 2 m

Caldaia compatta ibrida in abbinamento a generatori di calore per combustibili solidi


È sostanzialmente consentita la posa di un tubo fumi in materiale Funzionamento a camera stagna – adduzione aria lungo il cave-
sintetico accanto a un camino soggetto a rischio di fuoco di fuliggine dio
(ad es. cavedio a 2 condotti fumi con stufa camino). A seconda di Le bocche dei sistemi di ventilazione/scarico fumi devono essere
come sia realizzata la testa camino e del funzionamento degli realizzate in modo che i gas di scarico non vengano aspirati in una
impianti a condensazione (a camera aperta o a camera stagna) quantità pericolosa all'interno del cavedio di ventilazione. Le varia-
sono necessari, per motivi di protezione antincendio, provvedimenti zioni di pressione causate dal vento devono avere un effetto possi-
differenti. Le bocche dei sistemi di ventilazione/scarico fumi devono bilmente costante sul cavedio di ventilazione/fumi.
essere realizzate in modo che i gas di scarico non vengano aspirati
in una quantità pericolosa all'interno del cavedio di ventilazione. Le
variazioni di pressione causate dal vento devono avere un effetto
possibilmente costante sul cavedio di ventilazione/fumi.
Nei paragrafi seguenti sono riportati i provvedimenti necessari.

L'adduzione aria non viene alimentata tramite il cavedio


Per motivi di protezione antincendio, le bocche di tubi infiammabili
per lo scarico fumi devono essere realizzate nella parte superiore in
materiale non infiammabile. La lunghezza del tubo fumi in materiale
non infiammabile nell'area protetta da radiazioni termiche Lg deve
essere di almeno 300 mm. La lunghezza del tubo terminale esterno
della copertura cavedio deve corrispondere almeno al diametro
esterno D del tubo fumi interno.
Nella fornitura dell'elemento base cavedio (metallo/PPs) è compreso
un tubo in acciaio inossidabile (380 mm di lunghezza). Altri acces-
sori comprendono una prolunga in acciaio inossidabile (380 mm di
lunghezza).

ØD

A
Lg 300
D

E D
F

A Copertura cavedio, metallo


B Estremità in materiale non infiammabile
C Ventilazione coassiale
D Tubo fumi caldaia compatta ibrida
E Camino del generatore di calore per combustibili solidi
F Distanza minima secondo DIN V 18160, distanza minima ridotta
o distanza massima secondo EN 14471 (vedi pagina 120)
5516937

122 VIESMANN Apparecchi ibridi


Sistema di scarico fumi (continua)

■ Se si utilizza una copertura cavedio in plastica:


il camino per combustibili solidi deve superare in altezza il tubo

≥ 2xD
fumi della caldaia compatta ibrida di almeno 1000 mm. Per il pro- A
B
lungamento del camino possono essere utilizzati solo componenti ØD 8
resistenti all'incendio da fuliggine.

≥ 1000
A

B
C

C
E D
F

A Prolungamento del camino in materiale resistente all'incendio


da fuliggine
E D B Copertura cavedio, metallo
F C Adduzione aria/ventilazione coassiale
D Tubo fumi della caldaia compatta ibrida (rigido o flessibile)
E Camino del generatore di calore per combustibili solidi
A Prolungamento del camino in materiale resistente all'incendio F Distanza minima secondo DIN V 18160, distanza minima
da fuliggine ridotta o distanza massima secondo EN 14471 (vedi
B Copertura cavedio, plastica pagina 120)
C Adduzione aria/ventilazione coassiale
D Tubo fumi caldaia compatta ibrida
E Camino del generatore di calore per combustibili solidi ■ Se si utilizza una comune piastra di deflusso:
F Distanza minima secondo DIN V 18160, distanza minima l'estremità del tubo fumi e la copertura cavedio devono essere rea-
ridotta o distanza massima secondo EN 14471 (vedi lizzate in materiale non infiammabile (ad es. metallo).
pagina 120)

B
■ Se si utilizza una copertura cavedio in metallo: A
il camino per combustibili solidi deve superare il tubo fumi della C
ØD
≥2xD

caldaia compatta ibrida di almeno 2 x Ø D. Per il prolungamento


del camino possono essere utilizzati solo componenti resistenti
all'incendio da fuliggine.

F E
G

A Prolungamento del camino in materiale resistente all'incendio


da fuliggine
B Estremità in materiale non infiammabile
C Copertura cavedio (da predisporre sul posto)
D Adduzione aria/ventilazione coassiale
E Tubo fumi caldaia compatta ibrida
F Camino del generatore di calore per combustibili solidi
5516937

G Distanza minima secondo DIN V 18160, distanza minima


ridotta o distanza massima secondo EN 14471 (vedi
pagina 120)
Apparecchi ibridi VIESMANN 123
Sistema di scarico fumi (continua)

Il tubo terminale e la copertura cavedio in metallo sono componenti L'elemento base cavedio (metallo/PPs) è fornibile come accessorio.
dell'elemento base cavedio (metallo/PPs).

8 Tubo fumi, flessibile, diametro sistema 60 e 80 (componenti) (tipo C93x secondo la CEN/TR 1749)

Diametro siste-
B ma Ø mm
60/100 80/125
A 2 1 Raccordo caldaia (compreso nella forni- X X
tura della caldaia)
2 Elemento base cavedio (PPs, flessibile) X X

Componenti:
C – curva di supporto
5 – scina d'appoggio
– copertura cavedio
– distanziale (5 pezzi, distanza max. 2 m)
3 Elemento base cavedio (metallo/PPs, X X
flessibile) per camini a due condotti, un
2 condotto fumi per caldaia a combustibili
solidi

Componenti:
4 – curva di supporto
– scina d'appoggio
2 – copertura cavedio (metallo)
– tubo terminale (acciaio inossidabile)
– distanziale (5 pezzi, distanza max. 2 m)
1 9 qP 8 6 7
Distanziale (5 pezzi, distanza max. 2 m) X X
A Tubo fumi, flessibile, arrotolato 12,5 o X X
3
25 m
4 Raccordo per il collegamento delle lun- X X
2 ghezze residue del tubo fumi flessibile
C 5 Raccordo d'ispezione, diritto, per inseri- X X
mento nel tubo fumi flessibile
D 2 Dispositivo di inserimento con 25 m di X X
fune
6 Raccordo d'ispezione AZ , diritto X X
(1 pezzo)
7 Lamierino a parete AZ X X
8 Prolunga AZ X X
1 m di lunghezza
C 0,5 m di lunghezza
9 Curva AZ X X
87° (1 pezzi)
45° (2 pezzi)
Oppure
Raccordo d'ispezione AZ — —
A Adduzione aria 87° (1 pezzi)
B Gas di scarico Curva d'ispezione AZ X X
C Apertura d'ispezione 87° (1 pezzi)
D Raccordo Manicotto scorrevole AZ X X
qP
Fascetta per fissaggio a parete, bianca X X
Avvertenza
(1 pezzo)
L'angolazione massima per la posa del tubo fumi flessibile è di
Prolunga in acciaio inossidabile, lunga X X
45° rispetto alla perpendicolare.
380 mm per copertura cavedio, elemento
base cavedio (metallo/PPs, flessibile)
Adattatore AZ
– da Ø 80/125 mm a Ø 60/100 mm X X
– da Ø 60/100 mm a Ø 80/125 mm X X
– da Ø 80/125 mm a Ø 70/110 mm — X
– da Ø 80/125 mm a Ø 100/150 mm — X

Lunghezza totale max. del tubo fumi dal raccordo caldaia con
tubo fumi flessibile

Campo di potenzialità utile 19,0 kW


5516937

Lunghezza max. - diametro sistema 60/100 18 m


Lunghezza max. - diametro sistema 80/125 25 m

124 VIESMANN Apparecchi ibridi


Sistema di scarico fumi (continua)

Nelle lunghezze massime del tubo fumi sono considerati i seguenti ■ Curva AZ di 45°: 0,5 m
componenti: ■ Curva AZ da 87°: 1 m
■ Tubo di collegamento AZ D 1 m di lunghezza. ■ Raccordo d'ispezione AZ: 1,5 m
■ 1 curva AZ di 87° e 1 curva di supporto di 87°
Oppure Avvertenza
8
■ 2 curve AZ di 45° e 1 curva di supporto di 87° Attenersi alle dimensioni interne prescritte del cavedio (vedi
pagina 120).
Ulteriori curve, raccordi a T ed elementi longitudinali vanno detratti
dalla lunghezza massima con i valori seguenti: Per avvertenze relative al modo di collocazione C6 vedi pagina 113.
■ Tubo di collegamento AZ lungo 0,5 m: 1 m
■ Tubo di collegamento AZ lungo 1 m: 2 m

8.6 Sistema scarico fumi/adduzione aria (sistema AZ) in plastica (PPs) per passante ver-
ticale per tetti inclinati o piani (tipo C33x, secondo la CEN/TR 1749)
Per passante tetto verticale per installazione della caldaia compatta ibrida in soffitta
Installare il passante tetto solo se il soffitto del vano abitato è al con- Passante verticale per tetti piani
tempo tetto dell'abitazione oppure se sopra il soffitto c'è semplice- Inserire il collare per tetti piani, come prescritto, nel manto di coper-
mente la costruzione del tetto (tetto spiovente). tura del tetto (vedi pagina 141). Inserire dall'alto il passante tetto e
Tubi fumi in materiale normalmente infiammabile all'interno di edifici metterlo sopra il collare per tetti piani.
devono essere disposti in tubi di protezione realizzati in materiale
non infiammabile o dotati di elementi di protezione analoghi in mate- Avvertenza
riale non infiammabile oppure posati in cavedi. Il foro nel soffitto dovrebbe avere un diametro minimo pari a:
Il tubo fumi può anche essere condotto dietro a un muro di imposta o ■ Diametro sistema Ø 60 mm: 105 mm
dietro a un riempimento del muro di una soffitta completamente ulti- ■ Diametro sistema Ø 80 mm: 130 mm
mata, se la classe antincendio del muro di imposta corrisponde a
quella del solaio (ad es. B30). Solo dopo il montaggio completo sul posto fissare il passante alla
Una distanza minima dalle parti infiammabili nel locale d'installa- costruzione della copertura del tetto con una fascetta.
zione e rispetto al passante tetto non è necessaria.
Durante il procedimento di omologazione CE è stato accertato che Quando si ha più di un passante tetto verticale per estremità camino,
con la caldaia compatta ibrida, nonché con il sistema scarico fumi/ poste le une accanto alle altre, osservare delle distanze minime pari
adduzione aria (sistema AZ), in nessun punto della superficie si veri- a 1,5 m tra queste ultime e rispetto ad altri componenti, salvo
ficano temperature superiori a 85 °C. diverse prescrizioni di legge e/o normative.
Nel locale d'installazione prevedere un'apertura per l'ispezione e la
pulizia nel tubo fumi. Avvertenza
Il passante a tetto verticale è certificato come sistema coassiale di Secondo particolari normative, una lunghezza di 400 mm sopra il
adduzione aria e scarico fumi (AZ) insieme alla caldaia a condensa- tetto e perpendicolare alla superficie del tetto potrebbe non essere
zione. sufficiente. Sono quindi disponibili apposite prolunghe tetto (vedi
Secondo quanto previsto dalla norma EN 13384, non è necessario tabella seguente).
alcun certificato di funzionamento. Con tali prolunghe il sistema di scarico fumi viene dunque omolo-
gato.
5516937

Apparecchi ibridi VIESMANN 125


Sistema di scarico fumi (continua)

Diametro siste-
b b ma Ø mm
B B
60/100 80/125
3 Tegola per tetto universale
8 2 2
– Per copertura a tegole, tegole a squa-
A A me, lastre d'ardesia e altre coperture
− Colore nero o rosso tegola X X
Oppure
3 3 Collare per tetti piani X X
6 6 Oppure
a

2 2 Tubo passante per tegole Klöber X X


Colore nero o rosso tegola (la tegola Klö-
5 ber corrispondente va montata sul posto e

a
4 adattata al passante tetto scelto per la co-
C 4 C pertura del tetto)
4 Raccordo d'ispezione AZ, diritto X X
1
(1 pezzo)
5 5 Manicotto scorrevole AZ X X
6 Mascherina di copertura universale X X
Curva AZ X X
C 4
87° (1 pezzi)
1 45° (2 pezzi)
Prolunga AZ X X
1 m di lunghezza
0,5 m di lunghezza
Fascetta per fissaggio a parete, bianca X X
(1 pezzo)
Adattatore AZ
– da Ø 80/125 mm a Ø 60/100 mm X X
– da Ø 60/100 mm a Ø 80/125 mm X X
– da Ø 80/125 mm a Ø 100/150 mm — X

A Adduzione aria Lunghezza totale max. del tubo fumi


B Gas di scarico
C Apertura d'ispezione Campo di potenzialità utile 19,0 kW
a Lunghezza max. - diametro sistema 60/100 10 m
Diametro siste- Lunghezza max. - diametro sistema 80/125 13 m
ma Ø mm
b Min. 400 mm
60/100 80/125
1 Raccordo caldaia (compreso nella forni- X X Nelle lunghezze max. del tubo fumi sono considerate 2 curve AZ da
tura della caldaia) 87°.
2 Passante tetto AZ con fascetta per fis- X X
saggio a parete Ulteriori curve, raccordi a T ed elementi longitudinali vanno detratti
Colore nero dalla lunghezza massima con i valori seguenti:
Oppure ■ Curva AZ da 45°: 0,5 m
Colore rosso tegola ■ Curva AZ da 87°: 1 m
Prolunga tetto con fascetta (da serrare ■ Raccordo d'ispezione AZ: 1,5 m
sul posto)
Colore nero
0,5 m di lunghezza X X
1 m di lunghezza con collare per cavi ti- X X
ranti
Colore rosso tegola
0,5 m di lunghezza X X
1 m di lunghezza con collare per cavi ti- X X
ranti

8.7 Sistema scarico fumi/adduzione aria (sistema AZ) in plastica (PPs) per attacco a
parete (tipo C13x, secondo la “CEN/TR 1749„)
Durante il procedimento di omologazione CE è stato accertato che Prevedere nei tubi per lo scarico fumi un'apertura per l'ispezione e la
con la caldaia compatta ibrida, nonché con il sistema scarico fumi/ pulizia.
adduzione aria (sistema AZ), in nessun punto della superficie si veri- L'attacco a parete è certificato come sistema concentrico di scarico
ficano temperature superiori a 85 °C. fumi e adduzione aria (AZ) insieme alla caldaia compatta ibrida in
Vanno osservate le raccomandazioni della CEN/TR 1749, in par- qualità di unità completa.
ticolare per quanto riguarda la disposizione/posizione della Secondo quanto previsto dalla norma EN 13384, non è necessario
bocca del camino sulla facciata. alcun certificato di funzionamento.
5516937

La tubazione di collegamento deve essere posata con una pen-


denza di almeno 3° rispetto alla caldaia.

126 VIESMANN Apparecchi ibridi


Sistema di scarico fumi (continua)

Diametro siste-
a ma Ø mm
1 4 6 3 5 32 60/100 80/125
5 Raccordo d'ispezione AZ, diritto (1 pez- X X
zo)
8
A 6 Manicotto scorrevole AZ X X
7 Griglia di protezione X X
7
B Necessaria se le aperture per l'aria di
combustione e per lo scarico fumi presenti
su aree viabili pubbliche o private si trova-
C
no a un'altezza di 2 m max. sopra il livello
del suolo
Fascetta per fissaggio a parete, bianca X X
(1 pezzo)
Adattatore AZ
– da Ø 80/125 mm a Ø 60/100 mm X X
– da Ø 60/100 mm a Ø 80/125 mm X X

Lunghezza totale max. del tubo fumi

Campo di potenzialità utile 19,0 kW


A Adduzione aria a Lunghezza max. - diametro sistema 60/100 10 m
B Gas di scarico a Lunghezza max. - diametro sistema 80/125 13 m
C Apertura d'ispezione
Nelle lunghezze max. del tubo fumi sono considerate 2 curve AZ da
Diametro siste- 87°.
ma Ø mm
60/100 80/125 Ulteriori curve, raccordi a T ed elementi longitudinali vanno detratti
1 Raccordo caldaia (compreso nella forni- X X dalla lunghezza massima con i valori seguenti:
tura della caldaia) ■ Curva AZ da 45°: 0,5 m
2 Attacco a parete AZ (incl. lamierini pare- X X ■ Curva AZ da 87°: 1 m
te) ■ Raccordo d'ispezione AZ: 1,5 m
3 Prolunga AZ X X
1 m di lunghezza
0,5 m di lunghezza
4 Curva AZ X X
87° (1 pezzi)
45° (2 pezzi)
Oppure
Curva d'ispezione AZ, 87° (1 pezzo) X X

8.8 Sistema adduzione aria e scarico fumi (AZ) in plastica (PPs) per tubi adduzione aria
e scarico fumi separati (tipo C83x secondo CEN/TR 1749)
Per la caldaia compatta ibrida è previsto un funzionamento a Lunghezza max. tubo:
camera stagna, con adduzione aria e scarico fumi separati se il ■ Raccordo: 3 m
sistema di scarico fumi presenta le seguenti caratteristiche: ■ Tubazione di adduzione aria: 4 m
■ Allacciamento ad un camino che per via dei depositi non si presta
all'adduzione dell'aria di combustione. Numero massimo delle curve (tubo fumi e tubo di adduzione aria):
■ Allacciamento a un camino adatto per caldaie a condensazione. ■ 87°: 2 pezzi ciascuno
L'aspirazione dell'aria necessaria per la combustione avviene sepa- Oppure
ratamente dallo scarico fumi mediante un ulteriore tubo di adduzione ■ 45°: 3 pezzi ciascuno
aria.
Osservare le indicazioni per il dimensionamento secondo la Prevedere nei tubi per lo scarico fumi un'apertura per l'ispezione e la
CEN/TR 1749. pulizia. Lo scarico dell'acqua di condensa dal tubo fumi alla caldaia
deve essere garantito mediante una pendenza di almeno 3°.
Diametro interno: Durante il procedimento di omologazione CE è stato accertato che
■ Tubo fumi: con la caldaia compatta ibrida, nonché con il sistema scarico fumi/
Ø 60 mm o 80 mm adduzione aria (sistema AZ), in nessun punto della superficie si veri-
■ Tubo esterno: ficano temperature superiori a 85 °C.
Ø 100 mm o 125 mm Il sistema scarico fumi per tubi adduzione aria e scarico fumi sepa-
■ Tubo di adduzione aria: rati è certificato insieme alla Vitocaldens.
Ø 100 mm Secondo la norma EN 13384, per il lato adduzione aria e i tratti di
collegamento non è necessario un certificato di funzionamento.
5516937

Apparecchi ibridi VIESMANN 127


Sistema di scarico fumi (continua)

Diametro siste-
ma Ø mm
60/100 80/125
≤4m D Manicotto scorrevole AZ X X
8
G 3
7 61 5 3 4 2
Raccordo d'ispezione AZ, diritto (1 pez- X X
4 zo)
Raccordo a T AZ C 8 con lamierini a pa- X X
B
5 rete
Tubo di adduzione aria Ø 100 mm X X
C 6 1 m di lunghezza (accorciabile)
A
0,5 m di lunghezza (accorciabile)
5 5 Curva adduzione aria Ø 100 mm X X
87° (1 pezzi)
45° (2 pezzi)
Protezione antivento X X
7
Fascetta per fissaggio a parete, bianca X X
(1 pezzo) (prolunga AZ)
10 mm
Avvertenza
Se il tubo fumi viene fatto passare lungo un camino o un cavedio
E F preesistente (non adatto per caldaie a condensazione), servirsi per il
tubo fumi dei singoli componenti riportati a pagina 121.

Lunghezza totale max. del tubo fumi fino al raccordo caldaia

Campo di potenzialità utile 19,0 kW


A Adduzione aria
Lunghezza max. - diametro sistema 60/100 20 m
B Gas di scarico
Lunghezza max. - diametro sistema 80/125 25 m
C Apertura d'ispezione
D Raccordo
Nelle lunghezze massime del tubo fumi sono considerati i seguenti
E Apertura di aerazione componenti:
F Cavedio F90/L90 o F30/L30 ■ Tubo di collegamento D 1 m di lunghezza
G Tubo fumi ■ 1 curva di 87° e 1 curva di supporto di 87°
Oppure
Diametro siste- ■ 2 curva di 45° e 1 curva di supporto di 87°
ma Ø mm
60/100 80/125 Ulteriori curve, raccordi a T ed elementi longitudinali vanno detratti
Raccordo caldaia (compreso nella forni- X — dalla lunghezza massima con i valori seguenti:
1 tura della caldaia) ■ Tubo di collegamento lungo 0,5 m: 0,5 m
E ■ Tubo di collegamento lungo 1 m: 1 m
Adattatore AZ X X ■ Curva di 45°: 0,3 m
da Ø 80/125 mm a Ø 60/100 mm ■ Curva di 87°: 0,5 m
Prolunga AZ X X ■ Raccordo a T d'ispezione: 0,3 m
2 1 m di lunghezza
0,5 m di lunghezza
Curva AZ X X
87° (1 pezzi)
45° (2 pezzi)

8.9 Sistema adduzione aria e scarico fumi (AZ) in plastica (PPs) per passante per mon-
taggio su parete esterna (tipo C53x secondo CEN/TR 1749)
La caldaia compatta ibrida può anche essere allacciata a un tubo Il passante per montaggio su parete esterna è certificato come
fumi condotto senza cavedio sulla parete esterna. sistema concentrico di scarico fumi e adduzione aria (AZ) insieme
L'aspirazione dell'aria necessaria per la combustione ha luogo lungo alla caldaia compatta ibrida. Secondo quanto previsto dalla norma
l'elemento aspirante. Il tubo esterno verticale serve da tubo di prote- EN 13384, non è necessario alcun certificato di funzionamento.
zione e da isolamento termico grazie al cavedio di ventilazione verti-
cale. Lo scarico dell'acqua di condensa dal tubo fumi alla caldaia
deve essere garantito mediante una pendenza di almeno 3°.
5516937

128 VIESMANN Apparecchi ibridi


Sistema di scarico fumi (continua)

Diametro siste-
A A ma Ø mm
60/100 80/125
9
1 Raccordo caldaia (compreso nella forni- X X
tura della caldaia)
8
qE 2 Raccordo d'ispezione AZ — —
qP 87° (1 pezzi)
7 qR Curva d'ispezione AZ, 87° X X
C qW (1 pezzo)
qQ D 3 Oppure
Raccordo d'ispezione AZ, diritto X X
qP (1 pezzo)
E
Curva AZ di 87° (1 pezzo) X X
3 Manicotto scorrevole AZ X X
4 Prolunga AZ X X
1,95 m di lunghezza (1 pezzo)
1 m di lunghezza (1 pezzo)
0,5 m di lunghezza (1 pezzo)
5 Lamierino a parete X X
qQ 6 Fascetta per fissaggio a parete, bianca X X
(1 pezzo)
7 Raccordo d'ispezione AZ, diritto X X
≤ 2,0 m

(1 pezzo)
Oppure
3 Raccordo d'ispezione, diritto — —
(1 pezzo)
6 8 Pacchetto parete esterna X X

Componenti:
1C2 34 8 – Curva AZ
B – Elemento aspirante AZ
7 – Lamierino a parete
C 9 Terminale parete esterna X X
8 In caso di sporgenza dal tetto ridotta
qP Curva AZ
5 87° (1 pezzi) X X
45° (2 pezzi) X X
≤ 2,5 m Oppure
Curva AW
87° (1 pezzi) — —
45° (2 pezzi) — —
qQ Prolunga AZ
1,95 m di lunghezza (1 pezzo) X X
1 m di lunghezza (1 pezzo) X X
0,5 m di lunghezza (1 pezzo) X X
Oppure
Tubo AW
1,95 m di lunghezza (1 pezzo) — —
1 m di lunghezza (1 pezzo) — —
0,5 m di lunghezza (1 pezzo) — —
Gas di scarico qW Mascherine di copertura universali X X
A
B Adduzione aria qE Passante tetto AZ X X
C Apertura d'ispezione Parete esterna, con fascette per fissaggio
D Per il piano nel passante per montaggio su parete esterna vedi a parete (con una notevole sporgenza dal
pagina 136 tetto)
Colore nero o rosso tegola
Prolunga tetto con fascetta (da serrare
sul posto)
Colore nero
0,5 m di lunghezza X X
1 m di lunghezza X X
Colore rosso tegola
0,5 m di lunghezza X X
1 m di lunghezza X X
5516937

Apparecchi ibridi VIESMANN 129


Sistema di scarico fumi (continua)

Diametro siste- Lunghezza totale max. del tubo fumi


ma Ø mm
60/100 80/125 Campo di potenzialità utile 19,0 kW
qR Tegola per tetto universale X X Lunghezza max. - diametro sistema 60/100 20 m
8 – per copertura tegole, colore nero o ros- Lunghezza max. - diametro sistema 80/125 25 m
so tegola
– per copertura a squame, lastre d'ardesia X X Nella lunghezza max. del tubo fumi sono considerate 2 curve AZ da
e altre coperture, colore nero o rosso te- 87°.
gola
Tubo passante per tegole Klöber X X Ulteriori curve, raccordi a T ed elementi longitudinali vanno detratti
Colore nero o rosso tegola (la tegola Klö- dalla lunghezza massima con i valori seguenti:
ber corrispondente va montata sul posto e ■ Curva AZ da 45°: 0,5 m
adattata al passante tetto scelto per la co- ■ Curva AZ da 87°: 1 m
pertura del tetto) ■ Raccordo d'ispezione AZ: 1,5 m
Adattatore AZ
– da Ø 80/125 mm a Ø 60/100 mm X X
– da Ø 60/100 mm a Ø 80/125 mm X X
– da Ø 80/125 mm a Ø 100/150 mm — X

8.10 Sistema scarico fumi/adduzione aria (sistema AZ) in plastica (PPs) per passante
attraverso un cavedio in calcestruzzo leggero
Se per l'installazione della caldaia compatta ibrida in un locale di abi- Il cavedio utilizzato deve soddisfare le caratteristiche richieste per i
tazione ad uno o più piani non è previsto un cavedio, è possibile camini di abitazioni secondo le norme DIN V 18160-1 o essere omo-
installare successivamente per temperature più basse un cavedio di logato secondo le norme dell'ispettorato edile.
dimensioni ridotte.

Cavedi di forma particolare “UNIFIX„ della ditta Skoberne (in calcestruzzo areato autoclavato)
Ø mm a b Durata di resistenza
mm mm al fuoco
165 240 500 90 min.
210 300 500 90 min.
a

240 360 249 90 min.


b

280 400 249 90 min.


Ø

Elementi cavedio “SKOBIFIXnano„ e “SKOBIFIXXs 30„ della ditta Skoberne (in Hi-Por)
Durata di resistenza al fuoco 30 min Un sistema cavedio, omologato secondo le norme dell'ispettorato
edile, in calcestruzzo leggero o Hi-Por può essere acquistato presso
la ditta Skoberne.
Ø 60 Ø 80
Indirizzo della ditta Skoberne:
Skoberne Schornsteinsysteme GmbH
Ostendstraße 1
D-64319 Pfungstadt
10

80

0
14
0

10
0

1000
1000

16 20
0 130 0 150
5516937

Ancoraggio del passante tetto per cavedi di forma particolare


(con passante cavedio fin sotto al manto di copertura del tetto)

130 VIESMANN Apparecchi ibridi


Sistema di scarico fumi (continua)

Reperibili presso la ditta Skoberne:


A Passante tetto
B Tegola per tetto universale
A C Ultimo cavedio di forma particolare
D Ancoraggio del passante tetto
8

B L'ultimo cavedio di forma particolare C deve essere adattato all'in-


C clinazione del tetto al momento del montaggio.

Cavedi di forma particolare della ditta Promat

b a b
c
A
d

B
1200

A Manicotto PROMATECT®
B Pezzo sagomato PROMATECT®
C Tubo fumi

Diametro a b c d Durata di resistenza


sistema mm mm mm mm al fuoco
Ø mm C
80 140 25 128 190 30 min.
140 40 128 220 90 min.
100 180 25 168 230 30 min.
180 40 168 260 90 min.

A Manicotto PROMATECT®
B Pezzo sagomato PROMATECT®
C Tubo fumi

Un sistema cavedio, omologato secondo le norme dell'ispettorato


edile, in piastre protezione antincendio in silicato di calcio, può
essere acquistato ad es. presso la ditta Promat.

Indirizzo della ditta Promat:


Postfach 109 564
Promat GmbH
D-40835 Ratingen
5516937

Apparecchi ibridi VIESMANN 131


Sistema di scarico fumi (continua)

Passante con cavedio con componenti pressofusi Promat


L'ultimo pezzo sagomato deve essere adattato all'inclinazione del
tetto al momento del montaggio.
8
A

A Passante tetto coassiale verticale


B Tegola per tetto universale
C Cavedio in calcestruzzo leggero con componenti pressofusi in
fibra minerale PROMATECT®

8.11 sistema scarico fumi/adduzione aria (sistema AZ) in plastica (PPs) per passante
tetto multiplo attraverso un cavedio
Con funzionamento a camera stagna a tiraggio forzato si possono
installare più tubi per lo scarico fumi lungo un unico cavedio se le B
dimensioni di quest'ultimo lo consentono. In questo caso le caldaie a
≥ 30
gas a condensazione solo per riscaldamento devono essere mon-
≈ 150 A
tate nel medesimo locale di abitazione. Per ragioni di protezione
antincendio non è possibile effettuare montaggio e allacciamento su
piani o in locali diversi. I supporti dei tubi fumo nel cavedio e nella
copertura devono essere realizzati sul posto a regola d'arte. Per i
componenti di scarico fumi e adduzione aria, che collegano la cal-
daia a gas a condensazione solo riscaldamento al cavedio comune,
vedi pagina 121.

A Adduzione aria
B Gas di scarico

Esempi di disposizione
Distanze minime dei singoli tubi fumi secondo DIN V 18160-1:
■ In cavedi di forma quadrata/rettangolare: 20 mm
■ In cavedi di forma circolare: 30 mm
5516937

132 VIESMANN Apparecchi ibridi


Sistema di scarico fumi (continua)

Diametro sistema Misura [mm]


Ø mm a b c d
60 73 206 113 299

20
80 94 248 134 362
100 128 316 168 464
8

a
Avvertenza
Conformemente alla certificazione, le dimensioni interne del cavedio

20

b
possono anche essere inferiori a quelle riportate nella tabella, sem-
pre che il certificato di funzionamento secondo la EN 13384 lo per-

a
metta.

20

20 a 20 a 20
b 20
a
c
20

20 a 20 a 20 a 20
d

8.12 Componenti
Componenti del sistema AZ
Prolunga AZ Curva AZ di 87°
Se necessario, accorciare i tubi.

c
500/1000/1950
Øb
Øa

°
87
d

c
Øa
Øb
Diametro sistema Ø 60 mm e Ø 80 mm
d

Diametro sistema Misura [mm]


Ø mm a b c Diametro sistema Misura [mm]
60/100 60 100 40 Ø mm a b c d
80/125 80 125 40 60/100 60 100 40 110
80/125 80 125 40 120

Curva AZ di 45°
Fornitura: 2 pezzi
5516937

Apparecchi ibridi VIESMANN 133


Sistema di scarico fumi (continua)

Diametro sistema Misura [mm]


Ø mm a b c d
45
c

° 60/100 60 100 100 130


80/125 80 125 120 130
8
Adattamento AZ (completamento)

a
Øa b
Øb

Diametro sistema Misura [mm]

g
Ø mm a b c

f
60/100 60 100 40
80/125 80 125 40

e
Raccordo d'ispezione AZ, diritto
c
d d
Øb
Øa

Diametro si- Misura [mm]


stema
c Ø mm a b c d e f g
Da 60/100 a 125 80 60 100 60 126 135
Diametro sistema Ø 60/100 mm 80/125

Adattatore AZ (riduzione)
Diametro sistema Misura [mm] Da diametro sistema Ø 80/125 mm su Ø 60/100 mm.
Ø mm a b c d
60/100 60 100 40 250
Ø 100
Ø 60
270
50
Ø 125

125
135
Ø 80

58

Diametro sistema Ø 80/125 mm


Ø 80
Curva d'ispezione AZ di 87° Ø 125

d Manicotto scorrevole AZ

30
c

b
a

a
b 255
5516937

134 VIESMANN Apparecchi ibridi


Sistema di scarico fumi (continua)

Diametro sistema Misura [mm]


Ø mm a b
60/100 60 100
80/125 80 125
8
Lamierino a parete AZ

548
1154
a
b

Øa
Diametro sistema Misura [mm] Øb
Ø mm a b Ø142
60/100 102 194
80/125 130 230

Mascherina di copertura universale Diametro sistema Misura [mm]


Ø mm a b
60/100 60 100
80/125 80 125

Prolunga tetto
c max.
b min.

A B
a
500/1000

Diametro sistema Misura [mm]


Ø mm a b c
60/100 250 246 310
80/125 250 246 310

Fascetta per fissaggio a parete


Per posa su parete interna ed esterna, colore bianco
80/125

M8
C

b
A Prolunga tetto
B Tubo di rivestimento
C Fascetta per serraggio
Diametro sistema Misura [mm]
Ø mm a b
60/100 100 100
80/125 125 100

Passante tetto AZ
Con fascetta per fissaggio a parete
5516937

Apparecchi ibridi VIESMANN 135


Sistema di scarico fumi (continua)

Passante parete circolare AZ (compresi i lamierini a parete) Diametro sistema Ø 60/100 mm


Sfalsamento A (mm) 150 200 250 300 350 390
Prolunga B (mm) 153 224 295 372 436 487
Altezza d'in- C (mm) 250 300 350 400 450 490
8 gombro

Diametro sistema Ø 80/125 mm


Sfalsamento A (mm) 150 200 250 300 350 390
Prolunga B (mm) 123 194 265 335 406 463
Altezza d'in- C (mm) 280 330 380 430 480 520
gombro
500 200
660 Diaframma parete aria ambiente continua AZ
704
0,6
Piano nella prolunga AZ

Raccordo minimo A (2 curve AZ di 45°):

250
210

Øb
Øa
■ 74 mm con diametro sistema Ø 60/100 mm (C = 174 mm)
■ 93 mm con diametro sistema Ø 80/125 mm (C = 223 mm)

Inserire due curve AZ di 45º l'una dentro l'altra e introdurle nella


tubazione di scarico fumi e adduzione aria.
155
Sfalsamento: 10

10
■ Superiore a 74 mm con diametro sistema Ø 60/100 mm 250
■ Superiore a 93 mm con diametro sistema Ø 80/125 mm

A seconda dello sfalsamento (misura A), inserire tra le due curve AZ Diametro sistema Misura [mm]
di 45° una prolunga AZ (misura B). Ø mm a b
60/100 60 100
80/125 80 125

B
C

Componenti per posa su parete esterna


Pacchetto parete esterna
Curva parete esterna A con elemento aspirante B, manicotto dop-
pio C e lamierino a parete D.
5516937

136 VIESMANN Apparecchi ibridi


Sistema di scarico fumi (continua)

Curva AW di 87°
Øb

Øb
8
c
e

d
Øa
Øa

Øb d

Misura a, b, c: utilizzare componenti AZ (vedi pagina 133


d

Curva AW di 45°
Øb
Øa

c
b
Ø
Diametro siste- Misura [mm]
ma
Ø mm a b c d e
60/100 60 100 110 110 250
80/125 80 125 120 120 250
c

Tubo AW Øa

Øb Misura a, b, c: utilizzare componenti AZ (vedi pagina 133

Estremità AW (parete esterna)


57
500/1000/2000

Øb
c

Øa
c

Øa
Diametro sistema Misura [mm]
Ø mm a b c
60/100 60 100 110
Misura a, b, c: utilizzare componenti AZ (vedi pagina 133 80/125 80 125 110
5516937

Apparecchi ibridi VIESMANN 137


Sistema di scarico fumi (continua)

Raccordo d'ispezione AW Misura a, b, c: utilizzare componenti AZ (vedi pagina 133

Øb
8
Øa

270
c

Componenti del sistema normale di tubazioni


Tubo fumi scina d'appoggio
Se necessario, accorciare i tubi.
b

d
c
a
Øb

Øa

c
Diametro siste- Misura [mm]
ma
Ø mm a b c d Diametro sistema Misura [mm]
60 60 73 58 500/1000/1950 Ø mm a b c
80 80 94 57 500/1000/1950 60 350 50 50
80 350 50 50
Elemento base cavedio
Composto da curva di supporto, scina d'appoggio, copertura cavedio Copertura cavedio, PPs
e distanziale Il materiale di fissaggio è compreso nella fornitura.

Curva di supporto
Øa

Øb
c

87°
b
e
Øa
d

□ 350
f

Diametro sistema Misura [mm]


Diametro si- Misura [mm] Ø mm a b
stema 60 60 198
Ø mm a b c d e f 80 80 229
60 60 73 55 60 180 110
80 80 94 60 80 210 120 Copertura cavedio, metallo
5516937

Il materiale di fissaggio è compreso nella fornitura.

138 VIESMANN Apparecchi ibridi


Sistema di scarico fumi (continua)

Diametro sistema Misura [mm]


Øa Ø mm a b c d
60 60 73 55 195
80 80 94 60 210
8

196
Raccordo a T d'ispezione

380

b
°
350 87

e
Diametro sistema Misura [mm] c
Ø mm a a
60 60 d
80 80

Distanziale Diametro siste- Misura [mm]


3 pezzi nella fornitura (da impiegare per dimensione interna del ma
cavedio da 130 x 130 mm a 250 x 250 mm o da Ø 150 mm a Ø mm a b c d e
Ø 300 mm). 60 60 73 55 130 100
80 80 94 60 142 130

Rivestimento per ventilazione

30 300
30
40
400

Ød

300
A
Raccordo d'ispezione (diritto) 2,5
5
c d
A Distanziale

Diametro sistema Misura [mm]


a
b

Ø mm 7d
60 60
80 80

Componenti del sistema normale di tubazioni flessibili con tubi fumi flessibili
Tubo fumi, flessibile
Fornitura comprendente (lunghezza L) 12,5 o 25 m arrotolati Øa
Øb
L
5516937

Apparecchi ibridi VIESMANN 139


Sistema di scarico fumi (continua)

Diametro sistema Misura [mm] Raccordo


Ø mm a b
60 58 50
80 88 77 a
8
Dispositivo di inserimento
Con 25 m di fune

b
a

Diametro sistema Misura [mm]


Ø mm a b
60 72 140
80 102 140

Copertura cavedio PPs


Con estremità

Diametro sistema Misura [mm]

198
Ø mm a
60 56
80 88
350
Raccordo d'ispezione (diritto)

Diametro sistema Misura [mm]


a
Ø mm a
60 60
80 80

Distanziale
Fornitura: 5 pezzi
Da impiegare per dimensione interna del cavedio da 130 x 130 mm
a 250 x 250 mm o da Ø 150 mm a Ø 300 mm
b

190

Diametro sistema Misura [mm]


Ø mm a b
60 72 310
80 102 325
Diametro sistema Ø 60 mm
5516937

140 VIESMANN Apparecchi ibridi


Sistema di scarico fumi (continua)

400

Diametro sistema Ø 80 mm

Elementi tetto
Tegola per tetto universale Tubo passante per tegole Klöber
Adatta per inclinazioni del tetto da 25 a 45°. Adatto per inclinazioni del tetto da 20° a 50°.

Ø 129
Ø 126

55
A

110

200

A Tegola per tetto universale


B Tubo passante per tegola per tetto universale

Collare per tetti piani

Diametro sistema Misura [mm]


Øa Ø mm a b c
60 135 390 250
A 80 135 390 250
c

B
C
D Øb
E
C
F

A Gettata in ghiaia
B Guida isolante
C Guida di ventilazione
D Isolamento termico
E Isolamento
F Soffitto
5516937

G Passante tetto coassiale verticale

Apparecchi ibridi VIESMANN 141


Regolazione della pompa di calore con Hybrid Pro Control

9.1 Vitotronic 200, tipo WO1C con Hybrid Pro Control


Struttura e funzioni
Struttura modulare ■ Lingue disponibili:
La regolazione è costituita dai moduli base, dalle schede e dall'unità – Tedesco
di servizio. – Bulgaro
– Ceco
Moduli base: – Danese
■ Interruttore di rete – Inglese
■ Interfaccia Optolink – Spagnolo
■ Spia di funzionamento e di guasto – Estone
9 ■ Fusibili – Francese
– Croato
Schede per l'attacco di componenti esterni: – Italiano
■ Attacchi per componenti di esercizio 230 V~ come ad es. pompe, – Lettone
miscelatori, ecc. – Lituano
■ Allacciamenti per componenti di segnalazione e di sicurezza – Ungherese
■ Allacciamenti per sensori temperatura e BUS-KM – Olandese
– Polacco
Unità di servizio: – Russo
■ Facile impiego: – Rumeno
– Display grafico con testo in chiaro – Sloveno
– Caratteri grandi e rappresentazione grafica in bianco e nero ad – Finlandese
alto contrasto – Svedese
– Testi guida riferiti al contesto – Turco
■ Con orologio programmatore
■ Tasti di comando: Funzioni
– Navigazione
– Conferma ■ Limitazione elettronica della temperatura massima e minima
– Guida ■ Spegnimento in funzione del fabbisogno della pompa di calore e
– Menù ampliato delle pompe del circuito primario e secondario
■ Impostazioni: ■ Impostazione di un limite variabile di riscaldamento e raffredda-
– Temperatura ambiente normale e ridotta mento
– Valore normale temperatura acqua calda sanitaria normale e 2° ■ Dispositivo antibloccaggio pompa
valore ■ Protezione antigelo di componenti dell'impianto
– Programma d'esercizio ■ Sistema diagnosi integrato
– Programmazione delle fasce orarie, ad es. per riscaldamento, ■ Regolazione temperatura bollitore con dispositivo di precedenza
produzione di acqua calda, ricircolo e serbatoio d'accumulo ■ Funzione supplementare per la produzione d'acqua calda sanitaria
acqua di riscaldamento (messa a regime rapida a temperatura elevata)
– Funzione economizzatrice ■ Regolazione di un serbatoio d'accumulo acqua di riscaldamento
– Funzione party ■ Programma di essiccamento dei sottofondi dei pavimenti
– Programma ferie ■ Inserimenti dall'esterno: Miscelatore aperto, miscelatore chiuso,
– Curve di riscaldamento e raffreddamento commutazione dello stato di esercizio (con completamento EA1,
– Parametri accessorio)
■ Indicazione: ■ Richiesta dall'esterno (valore nominale della temperatura di man-
– Temperature di mandata data impostabile) e blocco della pompa di calore, impostazione del
– Temperatura acqua calda sanitaria valore nominale della temperatura di mandata tramite segnale
– Informazioni esterno da 0 a 10 V (con completamento EA1, accessorio)
– Dati di esercizio ■ Controllo di funzionamento dei componenti comandati, ad es. le
– Dati di diagnosi pompe di circolazione
– Segnalazioni di avvertenza, avvertimento e guasto ■ Sfruttamento ottimale della corrente generata dagli impianti foto-
voltaici (utilizzo dell'energia prodotta)
■ Comando e impiego di apparecchi di ventilazione compatibili Vies-
smann

Funzioni in base all'apparecchio ibrido


Apparecchio ibrido Vitocaldens 222-F Vitocal 250-S
Regolazione in funzione delle condizioni climatiche esterne delle temperature
di mandata per il programma di riscaldamento o raffreddamento
– temperatura di mandata impianto o temperatura di mandata circuito di riscalda- X X
mento senza miscelatore A1
– temperatura di mandata circuito di riscaldamento con miscelatore M2: X X
comando del servomotore tramite il BUS-KM
– temperatura di mandata con raffreddamento tramite un circuito di riscaldamento/ — X
raffreddamento o un circuito di raffreddamento separato
Funzione di raffreddamento “active cooling„ (AC) HAWB-M-AC X
HAWB-AC
5516937

142 VIESMANN Apparecchi ibridi


Regolazione della pompa di calore con Hybrid Pro Control (continua)

Apparecchio ibrido Vitocaldens 222-F Vitocal 250-S


Produzione d'acqua calda sanitaria tramite impianto solare/integrazione del ri-
scaldamento
Pompa del circuito solare con comando tramite segnale PWM: — X
– Regolazione con modulo di regolazione per impianti solari, tipo SM1 (accessorio)
Pompa del circuito solare senza comando tramite segnale PWM: — —
– regolazione con funzione integrata di regolazione per impianti solari
Generatore esterno di calore
– comando generatore esterno di calore — X
– usato internamente per il comando del modulo a condensazione X —
Comando scambiatore istantaneo acqua di riscaldamento — —
Regolazione riscaldamento acqua di piscina 9
– Comando tramite completamento EA1 — X
Comando sequenza di pompe di calore
– per max. 5 Vitocal tramite LON (modulo di comunicazione LON necessario, ac- — —
cessorio)
Collegamento a sistema KNX/EIB a livello superiore tramite Vitogate 200 (acces- X X
sorio)
Allacciamento del dispositivo segnalazione guasti tramite completamento AM1 X X
Comando dell'apparecchio di ventilazione Vitovent 300-F X X
Utilizzo ottimizzato dell'energia autoprodotta X X

Schema comunicazione dati


Unità Vitoconnect
Tipo OPTO2
Comando App ViCare Vitoguide
Comunicazione WLAN
Notifiche push E-mail
Numero max. impianti di riscaldamento 1 1
Numero max. circuiti di riscaldamento 3 3
Controllo a distanza X X
Comando a distanza X X
Installazione a distanza (impostazione dei parametri di regolazione – –
della pompa di calore)
Collegamento della regolazione della pompa di calore Optolink Optolink
Accessori necessari per la regolazione della pompa di calore – –

Avvertenze per Vitoconnect La normativa per il risparmio energetico prevede la regolazione della
Impianto di riscaldamento: solo 1 generatore di calore temperatura ambiente, ad es. mediante valvole termostatiche.

Vengono soddisfatti i requisiti della norma EN 12831 relativa al cal-


colo del carico termico. Per ridurre la potenza di messa a regime, in
caso di temperature esterne basse avviene la commutazione dallo
stato di esercizio “Ridotto„ a quello “Normale„.

Orologio programmatore
Orologio programmatore digitale (integrato nell'unità di servizio)
■ Programmazione giornaliera e settimanale
■ Commutazione automatica ora legale/ora solare
■ Funzione automatica per produzione d'acqua calda sanitaria e
pompa ricircolo acqua calda sanitaria
■ L'impostazione delle fasce orarie standard, come ad es. per il
riscaldamento, per la produzione d'acqua calda sanitaria, per il
riscaldamento di un serbatoio d'accumulo acqua di riscaldamento
e per pompa ricircolo acqua calda sanitaria, è stata eseguita in
fabbrica.
■ Il programma orario è regolabile individualmente, max. 8 fasce
orarie al giorno
Intervallo minimo di commutazione: 10 min
Riserva di carica: 14 giorni

Impostazione dei programmi d'esercizio


Per tutti i programmi d'esercizio è attiva la protezione antigelo dei ■ Per circuiti di riscaldamento:
componenti dell'impianto (vedi protezione antigelo). “Riscald. e acqua calda„
5516937

Grazie al menù è possibile impostare i seguenti programmi d'eserci- ■ “Solo acqua calda„, impostazione separata per ogni circuito di
zio per i circuiti di riscaldamento: riscaldamento

Apparecchi ibridi VIESMANN 143


Regolazione della pompa di calore con Hybrid Pro Control (continua)

Avvertenza I programmi d'esercizio possono essere commutati anche dall'e-


Se la pompa di calore deve essere messa in funzione solo per la sterno, ad es. tramite Vitocom 100.
produzione d'acqua calda sanitaria, (ad es. in estate), per tutti i
circuiti di riscaldamento deve essere selezionato il programma d'e-
sercizio “Solo acqua calda„.

■ “Programma spegnimento„
Solo protezione antigelo

Protezione antigelo
■ Se la temperatura esterna scende sotto +1 °C, la protezione anti-
9 gelo si attiva.
Con la protezione antigelo la pompa circuito di riscaldamento
viene inserita e la temperatura di mandata nel circuito secondario
viene mantenuta ad una temperatura minima di circa 20 °C.
Il bollitore viene riscaldato fino a circa 20 °C.
■ Se la temperatura esterna supera +3 °C, la protezione antigelo si
disattiva.

Impostazione di curve di riscaldamento (inclinazione e scostamento)


La Vitotronic 200 regola le temperature di mandata per i circuiti di
riscaldamento in funzione delle condizioni climatiche esterne: Inclinazione curva di riscaldamento
■ Temperatura di mandata impianto o temperatura di mandata cir-

3,4
3,2
3,0
2,8
2,6
2,4
2,2
2,0

1,8

1,6
cuito di riscaldamento senza miscelatore A1/CR1 90
Temperatura di mandata in °C

1,4
■ Temperatura di mandata circuito di riscaldamento con miscelatore
80
M2/CR2: 1,2
Il servomotore è controllato direttamente dalla regolazione Vitotro- 70
nic o dal BUS-KM a seconda della pompa di calore. 1,0
60
0,8
La temperatura di mandata necessaria al raggiungimento di una 50
determinata temperatura ambiente dipende dall'impianto di riscalda- 0,6
mento e dall'isolamento termico dell'edificio da riscaldare. 40
0,4
Mediante la taratura delle curve di riscaldamento le temperature di
mandata vengono adattate a queste condizioni. 30 0,2
La temperatura di mandata del circuito secondario viene limitata 20
verso l'alto dal termostato di blocco e dalla temperatura massima 20 10 0 -10 -20 -30
impostata sulla regolazione della pompa di calore con Hybrid Pro Temperatura esterna in °C
Control.

Impianti di riscaldamento con serbatoio d'accumulo acqua di riscaldamento


Quando si utilizza un disaccoppiamento idraulico, installare un sen-
sore temperatura nel serbatoio d'accumulo acqua di riscaldamento.
Questo sensore temperatura viene allacciato alla regolazione della
pompa di calore.

Sensore temperatura esterna


Luogo di montaggio:
■ Parete nord o nord-ovest dell'edificio
■ A un'altezza dal suolo compresa tra 2 e 2,5 m, negli edifici a più
piani circa nella metà superiore del 2º piano
80

Allacciamento:
■ Cavo a 2 conduttori, lunghezza del cavo max. 35 m con una
sezione del conduttore di 1,5 mm2 in rame.
■ Non posare il cavo in prossimità di conduttori alimentati a 230
V/400 V.
41 66
5516937

144 VIESMANN Apparecchi ibridi


Regolazione della pompa di calore con Hybrid Pro Control (continua)

Dati tecnici
Tipo di protezione IP43 secondo EN 60529 da garantire
mediante montaggio/inserimento.
Tipo di sensore Viessmann NTC 10 kΩ a 25 °C
Temperatura ambiente
ammessa per funziona-
mento, deposito e traspor-
to da −40 a +70 °C

9.2 Dati tecnici Vitotronic 200, tipo WO1C


In generale Allacciamento rete della pompa ricircolo acqua calda sanitaria
Tensione nominale 230 V~ Le pompe ricircolo acqua calda sanitaria dotate di propria regola-
Frequenza nominale 50 Hz zione vanno collegate tramite allacciamento rete separato. L'allac-
Corrente nominale 6A ciamento rete tramite la regolazione Vitotronic o i rispettivi accessori
Classe di protezione I non è ammesso.
Temperatura ambiente ammessa
– durante il funzionamen- da 0 a +40 °C
to impiego in vani d'abitazione e in locali
caldaia (normali condizioni ambientali) 10
– durante il deposito e il
trasporto da –20 a +65 °C
Campo di taratura della da 10 a +70 °C
temperatura acqua calda
sanitaria
Campo di taratura delle curve di riscaldamento e raffreddamento
– inclinazione 0 - 3,5
– scostamento da –15 a +40 K

Valori di allacciamento dei componenti di esercizio


Componente Potenza allacciata [W] Tensione [V] Corrente max. collega-
mento [A]
Pompa secondaria 140 230 4(2)
Valvola deviatrice a 3 vie riscaldamento/produzione 130 230 4(2)
d'acqua calda sanitaria e pompa di carico bollitore
Pompa circuito di riscaldamento A1/CR1 e M2/CR2 100 230 4(2)
Pompa ricircolo acqua calda sanitaria 50 230 4(2)
Comando servomotore, segnale 'Miscelat.chiuso' 10 230 0,2(0,1)
Comando servomotore, segnale 'Miscelat.aperto' 10 230 0,2(0,1)
comando generatore esterno di calore Contatto esente da poten- 4(2)
ziale
Totale max. 1000 max. 5(3) A

Avvertenza
■ Corrente max. di collegamento:
Valori tra parentesi con cos φ = 0,6
■ Allacciamento pompa circuito di riscaldamento M2/CR2 e miscela-
tore M2/CR2:
il servomotore e la pompa per il circuito di riscaldamento con
miscelatore M2/CR2 non vengono collegati direttamente alla rego-
lazione della pompa di calore con Hybrid Pro Control. Il comando
di entrambi i componenti ha luogo mediante il kit di completamento
miscelatore (accessorio) collegato tramite BUS-KM alla regola-
zione della pompa di calore con Hybrid Pro Control.

Accessori per la regolazione

10.1 Schema
Accessori Articolo
Sistemi fotovoltaici, vedi da pagina 146
Contatore di energia trifase 7506157
5516937

Apparecchi ibridi VIESMANN 145


Accessori per la regolazione (continua)

Accessori Articolo
Telecomandi, vedi da pagina 147
Vitotrol 200-A Z008341
Telecomandi radio, vedi da pagina 148
Vitotrol 200-RF Z011219
Base radio Z011413
Ripetitore radio 7456538
Sensori, vedi da pagina 150
Sensore temperatura a bracciale (NTC 10 kΩ) 7426463
Sensore temperatura ad immersione (NTC 10 kΩ) 7438702
Altro, vedi da pagina 150
Relè ausiliario 7814681
Distributore BUS-KM 7415028
Completamento per la regolazione circuito di riscaldamento per circuito di riscaldamento con miscelatore (comando tramite BUS-KM della
Vitotronic), vedi pagina 151
Kit di completamento miscelatore (montaggio miscelatore) ZK02940
Kit di completamento miscelatore (montaggio a parete) ZK02941
Regolatore temperatura ad immersione 7151728
Regolatore temperatura a bracciale Z011477
10 Produzione d'acqua calda sanitaria e integrazione del riscaldamento tramite impianto solare: vedi da pagina
Modulo di regolazione per impianti solari, tipo SM1 Z014470
Ampliamenti delle funzioni, vedi da pagina 154
Completamento interno H1 7498513
Completamento AM1 7452092
Completamento EA1 7452091
Strumenti di comunicazione, vedi da pagina 155
Vitoconnect 100, tipo OPTO2 ZK03836
Modulo di comunicazione (solo per Vitocal 250-S) 7172173
Cavo di collegamento LON per scambio dati tra le regolazioni 7134495
Accoppiamento LON, RJ 45 7143496
Spina di collegamento LON, RJ 45 7199251
Presa allacciamento LON, RJ 45 7171784
Resistenza terminale 7143497

Avvertenza
■ Le seguenti descrizioni degli accessori per la regolazione riportano
tutte le funzioni e tutti gli allacciamenti dei relativi accessori per la
regolazione. Non tutte queste funzioni e allacciamenti sono dispo-
nibili per la relativa caldaia compatta ibrida.
■ Per ulteriori informazioni sugli strumenti di comunicazione vedi le
indicazioni per la progettazione “Comunicazione dati„.

10.2 Sistema fotovoltaico


Contatore di energia trifase
Articolo 7506157 Allacciamento:
■ Montaggio su listello guida 35 mm (come da norma EN 60715
Con interfaccia Modbus seriale. TH35)
Tramite Modbus la regolazione Vitotronic riceve le informazioni rela- ■ Sezione del conduttore del circuito elettrico principale: da 1,5 a
tive alla disponibilità o meno e alla quantità di energia (residua) del- 16 mm2
l'impianto fotovoltaico per la pompa di calore. ■ Sezione del conduttore del circuito di comando: max. 2,5 mm2

Per lo sfruttamento ottimale della corrente generata dagli impianti


fotovoltaici (autoconsumo di energia prodotta) è possibile abilitare
sulla regolazione Vitotronic i componenti e le funzioni seguenti:
■ Compressore della pompa di calore.
■ Riscaldamento del bollitore al valore nominale della temperatura
acqua calda o al secondo valore nominale della temperatura
acqua calda.
■ Riscaldamento del serbatoio d'accumulo acqua di riscaldamento.
■ Riscaldamento
■ Raffreddamento
5516937

146 VIESMANN Apparecchi ibridi


Accessori per la regolazione (continua)

Potenza assorbita 0,4 W potenza attiva per fase


Indicazione
– Per fase: potenza attiva,
tensione, corrente LCD, a 7 cifre, per 1 o 2 tariffe
– Campo di conteggio 0 - 999999,9
– Impulsi 100/kWh

62
– Classi di precisione B secondo EN 50470-3
1 secondo IEC 62053-21
Temperatura ambiente ammessa
– durante il funzionamen- da −10 a +55 °C
to
– durante il deposito e il da −30 a +85 °C
70 82 trasporto

Dati tecnici
Tensione nominale 3 x 230 V~/400 V~da −20 a +15%
Frequenza nominale 50 Hzda −20 a +15%
Corrente elettrica 10
– Corrente di riferimento 10 A
– Corrente max. di misu-
razione 65 A
– Corrente di avvio 40 mA
– Corrente min. 0,5 A

10.3 Telecomandi
Avvertenza relativa a Vitotrol 200-A
È possibile impiegare un Vitotrol 200-A per ogni circuito di riscalda- Alla regolazione si possono collegare massimo 2 telecomandi.
mento o di raffreddamento.
Con il Vitotrol 200-A si può comandare 1 circuito di riscaldamento o Avvertenza
di raffreddamento. I telecomandi via cavo non sono combinabili con la base radio.

Vitotrol 200-A
Articolo Z008341 Luogo di montaggio:
Utenza BUS-KM ■ Esercizio in funzione delle condizioni climatiche esterne:
■ Visualizzazioni: montaggio in un punto qualsiasi dell'edificio
– Temperatura ambiente ■ Correzione temperatura ambiente:
– Temperatura esterna il sensore temperatura ambiente integrato rileva la temperatura
– Stato d'esercizio ambiente e corregge eventualmente la temperatura di mandata.
■ Impostazioni:
– Valore nominale di temperatura ambiente per funzionamento a La temperatura ambiente rilevata dipende dal luogo di montaggio:
regime normale (temperatura ambiente normale) – locale principale su una parete interna di fronte ai radiatori
– non su scaffali o in nicchie
Avvertenza – non nelle immediate vicinanze di porte o fonti di calore (ad es.
Il valore nominale di temperatura ambiente per il funzionamento irraggiamento solare diretto, caminetto, televisore, ecc.).
ridotto (temperatura ambiente ridotta) viene impostato sulla
regolazione. Allacciamento:
■ Cavo a due conduttori, lunghezza del cavo max. 50 m (anche in
– Programma d'esercizio caso di allacciamento di più telecomandi)
■ Funzione economizzatrice e funzione party attivabili mediante tasti ■ Non posare il cavo in prossimità di conduttori alimentati a
■ Sensore temperatura ambiente integrato per correzione da tempe- 230/400 V.
ratura ambiente (solo per un circuito di riscaldamento con miscela- ■ Spina a bassa tensione compresa nella fornitura
tore)
5516937

Apparecchi ibridi VIESMANN 147


Accessori per la regolazione (continua)

Dati tecnici
Alimentazione Tramite BUS-KM
,5
20

Potenza assorbita 0,2 W


Classe di protezione III
Tipo di protezione IP 30 secondo EN 60529, da garantire
mediante montaggio/inserimento
Temperatura ambiente ammessa
– Funzionamento 0 - +40℃
– deposito e trasporto −20 - +65℃
Campo di taratura del va-
lore nominale di tempera-
14 tura ambiente per il fun-
97

8
zionamento a regime nor-
male 3 - 37℃

Avvertenze
■ Se il Vitotrol 200-A viene impiegato per la correzione da tempera-
tura ambiente, l'apparecchio deve essere installato nel locale prin-
cipale.
■ Allacciare max. 2 Vitotrol 200-A alla regolazione.
10
10.4 Telecomandi radio
Avvertenza relativa a Vitotrol 200-RF
Radiotelecomando con radiotrasmettitore integrato per il funziona- Alla regolazione si possono collegare massimo 2 telecomandi radio.
mento con la base radio.
È possibile impiegare un Vitotrol 200-RF per ogni circuito di riscalda- Avvertenza
mento/raffreddamento. Il telecomando radio non si può combinare con un telecomando col-
Con il Vitotrol 200-RF si può comandare un circuito di riscaldamento legato via cavo.
o di raffreddamento.

Vitotrol 200-RF
Articolo Z011219 Avvertenza
Utenza radio Attenersi alle indicazioni per la progettazione “Accessori radio„
■ Indicazioni:
– Temperatura ambiente
– Temperatura esterna
,5
20

– Stato d'esercizio
– Qualità di ricezione del segnale radio
■ Impostazioni:
– Valore nominale di temperatura ambiente (temperatura ambiente
normale)

Avvertenza
Il valore nominale di temperatura ambiente per il funzionamento
ridotto (temperatura ambiente ridotta) viene impostato sulla
regolazione. 14
97

– Programma d'esercizio
■ Funzione economizzatrice e funzione party attivabili mediante tasti
■ Sensore temperatura ambiente integrato per correzione da tempe-
ratura ambiente (solo per un circuito di riscaldamento con miscela-
tore)

Luogo di montaggio:
■ Esercizio in funzione delle condizioni climatiche esterne:
montaggio in un punto qualsiasi dell'edificio
■ Correzione da temperatura ambiente:
il sensore temperatura ambiente integrato rileva la temperatura
ambiente e corregge eventualmente la temperatura di mandata.

La temperatura ambiente rilevata dipende dal luogo di montaggio:


– Locale principale su una parete interna di fronte ai radiatori
– Non su scaffali o in nicchie
– Non nelle immediate vicinanze di porte o fonti di calore (ad es.
5516937

irraggiamento solare diretto, caminetto, televisore, ecc.).

148 VIESMANN Apparecchi ibridi


Accessori per la regolazione (continua)

Dati tecnici
Alimentazione 2 batterie AA 3 V
Frequenza radio 868 MHz
Portata radio Vedi indicazioni per la progettazione
“Accessori radio„
Classe di protezione III
Tipo di protezione IP 30 secondo EN 60529, da garantire
mediante montaggio/inserimento
Temperatura ambiente ammessa
– funzionamento da 0 a +40 ℃
– deposito e trasporto da −20 a +65°C
Campo di taratura del va-
lore nominale di tempera-
tura ambiente per il fun-
zionamento a regime nor-
male da 3 a 37 °C

Base radio
Articolo Z011413 Dati tecnici
Alimentazione tramite BUS-KM 10
Utenza BUS KM Potenza assorbita 1W
■ Per la comunicazione tra la regolazione Vitotronic e il radioteleco- Frequenza radio 868 MHz
mando Vitotrol 200-RF Classe di protezione III
■ Per max. 3 radiotelecomandi: non in abbinamento a un teleco- Tipo di protezione IP20 secondo EN 60529 da garantire
mando via cavo mediante montaggio/inserimento.
Temperatura ambiente ammessa
Allacciamento: – Funzionamento da 0 a +40 °C
■ Cavo a due conduttori: lunghezza del cavo max. 50 m (anche in – Deposito e trasporto da −20 a +65 °C
caso di allacciamento di più utenze BUS-KM)
■ Non posare il cavo in prossimità di conduttori alimentati a 230-V/
400-V.
16
0

111

34

Ripetitore radio
Articolo 7456538
Ripetitore radio alimentato dalla rete per l'ampliamento della portata
radio e per il funzionamento in zone a ricezione critica. Attenersi alle
indicazioni per la progettazione “Accessori radio„
Impiegare max. 1 ripetitore radio per ogni regolazione Vitotronic.
■ Per evitare una forte penetrazione diagonale dei segnali radio
attraverso solai in calcestruzzo con armatura di ferro e/o più pareti
■ Per aggirare oggetti di grandi dimensioni di metallo che si trovano
tra i componenti radio.
5516937

Apparecchi ibridi VIESMANN 149


Accessori per la regolazione (continua)

Dati tecnici
Alimentazione 230 V~/5 V tramite alimentatore a spi-

93
na
Potenza assorbita 0,25 W
Frequenza radio 868 MHz

32
Lunghezza del cavo 1,1 m con spina
Classe di protezione II
Tipo di protezione IP 20 secondo EN 60529, da garantire
mediante montaggio/inserimento
Temperatura ambiente ammessa
– funzionamento da 0 a +55 °C
– deposito e trasporto da −20 a +75 °C

10.5 Sensori
10
Sensore temperatura a bracciale
Articolo 7426463 Dati tecnici
Per il rilevamento della temperatura in un tubo Lunghezza del cavo 5,8 m, provvisto di spina ad innesto
Tipo di protezione IP 32D secondo EN 60529, da garantire
mediante montaggio/inserimento
42
Tipo di sensore Viessmann NTC 10 kΩ a 25 °C
Temperatura ambiente ammessa
– durante il funzionamen- da 0 a +120 °C
60

to
– durante il deposito e il da –20 a +70 °C
trasporto
66

Viene fissato mediante una fascetta.

Sensore temperatura ad immersione


Articolo 7438702 Dati tecnici
Per il rilevamento della temperatura in una guaina ad immersione Lunghezza del cavo 5,8 m, provvisto di spina ad innesto
Tipo di protezione IP32 secondo EN 60529 da garantire
mediante montaggio/inserimento.
Tipo di sensore Viessmann NTC 10 kΩ, a 25 °C
Temperatura ambiente ammessa
– Funzionamento da 0 a +90 °C
– Deposito e trasporto da −20 a +70 °C

10.6 Varie
Relè ausiliario
Articolo 7814681
■ Relè di comando in scatola piccola
■ Con 4 contatti chiusi e 4 contatti aperti
■ Con morsettiera per messa a terra
5516937

150 VIESMANN Apparecchi ibridi


Accessori per la regolazione (continua)

Dati tecnici
Tensione bobina 230 V/50 Hz
Corrente nominale (Ith) AC1 16 A
AC3 9 A
180

14
5
95

Distributore BUS-KM
Articolo 7415028 Dati tecnici
Per l'allacciamento di 2 - 9 apparecchi al BUS-KM Lunghezza del cavo 3,0 m, provvisto di spina ad innesto
Tipo di protezione IP 32 secondo EN 60529, da garantire
mediante montaggio/inserimento 10
Temperatura ambiente ammessa
0
13

21

– durante il funzionamen- da 0 a +40 °C


7

to
84

– durante il deposito e il da −20 a +65 °C


trasporto

10.7 Completamento per regolazione circuito di riscaldamento


Comando tramite il BUS-KM della Vitotronic per circuito di riscalda-
mento con miscelatore M2/CR2

Kit di completamento miscelatore con servomotore integrato


Articolo ZK02940 Elettronica miscelatore con servomotore
Utenza BUS-KM

Componenti:
■ Elettronica miscelatore con servomotore per miscelatore Vies- 13
0 0
18
smann da DN 20 a DN 50 e da R ½ a R 1¼
■ Sensore temperatura di mandata (sensore temperatura a brac-
ciale)
■ Spina per allacciamento della pompa circuito di riscaldamento
■ Cavo rete (lungo 3,0 m) con spina
■ Cavo di allacciamento BUS (3,0 m di lunghezza) con spina

Il servomotore viene installato direttamente sul miscelatore Vies-


smann da DN 20 a DN 50 e da R ½ a R 1¼.
160
5516937

Apparecchi ibridi VIESMANN 151


Accessori per la regolazione (continua)

Dati tecnici elettronica miscelatore con servomotore Sensore temperatura di mandata (sensore temperatura a brac-
Tensione nominale 230 V~ ciale)
Frequenza nominale 50 Hz
Corrente nominale 2A
42
Potenza assorbita 5,5 W
Tipo di protezione IP 32D secondo EN 60529, da garantire
mediante montaggio/inserimento

60
Classe di protezione I
Temperatura ambiente ammessa
– Funzionamento da 0 a +40 °C
66
– deposito e trasporto da -20 al +65 ℃
Carico nominale dell'usci-
ta del relè per la pompa
circuito di riscaldamen- Viene fissato mediante una fascetta.
to sÖ 2(1) A, 230 V~
Coppia 3 Nm
Dati tecnici sensore temperatura di mandata
Tempo di funzionamento 120 s
Lunghezza del cavo 2,0 m, provvisto di spina ad innesto
per 90° ∢
Tipo di protezione IP 32D secondo EN 60529, da garantire
mediante montaggio/inserimento
10 Tipo sensore Viessmann NTC 10 kΩ a 25 °C
Temperatura ambiente ammessa
– Funzionamento da 0 a +120 °C
– deposito e trasporto da -20 al +70 ℃

Kit di completamento miscelatore con servomotore a parte


Articolo ZK02941 Temperatura ambiente ammessa
Utenza BUS-KM – Funzionamento da 0 a +40 °C
Per l'allacciamento separato di un servomotore – deposito e trasporto da -20 al +65 ℃
Componenti: Carico massimo delle uscite del relè
■ Elettronica miscelatore per l'allacciamento separato di un servo- – Pompa circuito di riscal- 2(1) A, 230 V~
motore damento sÖ
■ Sensore temperatura di mandata (sensore temperatura a brac- – Servomotore 0,1 A, 230 V~
ciale) Tempo necessario di fun-
■ Spina per l'allacciamento della pompa circuito di riscaldamento e zionamento del servomo-
del servomotore tore per 90° ∢ Ca. 120 s
■ Cavo rete (lungo 3,0 m) con spina
■ Cavo di allacciamento BUS (3,0 m di lunghezza) con spina Sensore temperatura di mandata (sensore temperatura a brac-
ciale)
Elettronica miscelatore

42
60
140

66

Viene fissato mediante una fascetta.


0
18
58 Dati tecnici sensore temperatura di mandata
Lunghezza del cavo 5,8 m, provvisto di spina ad innesto
Tipo di protezione IP 32D secondo EN 60529, da garantire
mediante montaggio/inserimento
Dati tecnici elettronica miscelatore Tipo sensore Viessmann NTC 10 kΩ a 25 °C
Tensione nominale 230 V~ Temperatura ambiente ammessa
Frequenza nominale 50 Hz – Funzionamento da 0 a +120 °C
Corrente nominale 2A – deposito e trasporto da -20 al +70 ℃
Potenza assorbita 1,5 W
Tipo di protezione IP 20D secondo EN 60529, da garantire
mediante montaggio/inserimento
Classe di protezione I
5516937

152 VIESMANN Apparecchi ibridi


Accessori per la regolazione (continua)

Regolatore temperatura ad immersione


Articolo 7151728 Dati tecnici
Con la funzione di termostato di massima per impianti di riscalda- Lunghezza del cavo 4,2 m, provvisto di spina ad innesto
mento a pavimento. Campo di taratura da 30 a 80 ℃
Il termostato di blocco viene montato sulla mandata riscaldamento. Differenziale d'intervento max. 11 K
Con temperatura di mandata troppo elevata, il termostato di blocco Potenza d'inserimento 6 (1,5) A, 250 V~
disinserisce la pompa circuito di riscaldamento. Scala graduata di regola- nell'involucro
zione
Guaina a immersione in R ½ x 200 mm
72 0
13 acciaio inossidabile (filetto
maschio)
Nr. reg. DIN DIN TR 1168
95
200

10

Regolatore temperatura a bracciale


Articolo Z011477 Dati tecnici
Termostato di massima come termostato di blocco per impianti di Lunghezza del cavo 4,2 m, provvisto di spina ad innesto
riscaldamento a pavimento (solo in abbinamento a tubazioni metalli- Campo di taratura da 30 a 80 °C
che). Differenziale d'intervento max. 14 K
Il termostato di blocco viene montato sulla mandata riscaldamento. Potenza d'inserimento 6(1,5) A, 250 V~
Con temperatura di mandata troppo elevata, il termostato di blocco Scala graduata di regola- nell'involucro
disinserisce la pompa circuito di riscaldamento. zione
Nr. reg. DIN DIN TR 1168

72 0
13
95

10.8 Solo Vitocal 250-S: Produzione d'acqua calda sanitaria e integrazione del riscalda-
mento tramite impianto solare
Modulo di regolazione per impianti solari, tipo SM1
Articolo Z014470 ■ Riscaldamento di due utenze tramite una batteria di collettori
Ampliamento delle funzioni nell'involucro per montaggio a parete. ■ 2o Regolazione differenziale di temperatura
Regolazione elettronica differenziale della temperatura per produ- ■ Funzione termostatica per l'integrazione del riscaldamento o per
zione bivalente di acqua calda sanitaria e integrazione del riscalda- l'utilizzo del calore in eccedenza
mento con collettori solari. ■ Regolazione del numero di giri della pompa del circuito solare
mediante ingresso PWM (modello Grundfos e Wilo)
Dati tecnici ■ Soppressione del riscaldamento integrativo del bollitore mediante
il generatore di calore, in funzione della resa dell'impianto solare
Funzioni ■ Messa a regime dell'impianto di preriscaldamento ad energia
■ Bilanciamento della potenza e sistema diagnosi solare (con bollitori a partire da 400 l di capacità)
5516937

■ Comando e visualizzazione tramite la regolazione Vitotronic ■ Spegnimento di sicurezza dei collettori solari
■ Inserimento-disinserimento della pompa del circuito solare

Apparecchi ibridi VIESMANN 153


Accessori per la regolazione (continua)

■ Limitazione elettronica della temperatura nel bollitore Dati tecnici sensore temperatura bollitore
■ Inserimento-disinserimento di una pompa supplementare o di una Lunghezza del cavo 3,75 m
valvola tramite relè Tipo di protezione IP 32 secondo EN 60529 da garantire
mediante montaggio/inserimento.
Per la realizzazione delle seguenti funzioni occorre ordinare anche il Tipo di sensore Viessmann NTC 10 kΩ a 25 °C
sensore temperatura ad immersione, articolo 7438702: Temperatura ambiente ammessa
■ Commutazione della circolazione in impianti con due bollitori – Funzionamento da 0 a +90 ℃
■ Commutazione del ritorno tra generatore di calore e serbatoio – Deposito e trasporto da −20 a +70 ℃
d'accumulo acqua di riscaldamento
■ Commutazione del ritorno tra generatore di calore e accumulatore In impianti con bollitori Viessmann il sensore temperatura bollitore
di calore primario viene montato nel raccordo filettato nel ritorno riscaldamento (in
■ Riscaldamento di ulteriori utenze dotazione o come accessorio del rispettivo bollitore).

Struttura

Il modulo di regolazione per impianti solari comprende:


■ Gruppo elettronico
■ Morsetti di allacciamento:

140
– 4 sensori
– Pompa circ. solare
– BUS-KM
10 – allacciamento rete (interruttore generale da predisporre sul
posto)
■ Uscita PWM per il comando della pompa del circuito solare
0
■ 1 relè per inserimento-disinserimento di una pompa o di una val- 18
vola 58

Sensore temperatura collettore


Da allacciare all'interno dell'apparecchio
Dati tecnici modulo di regolazione per impianti solari
Prolunga del cavo di allacciamento da predisporre sul posto:
Tensione nominale 230 V~
■ Cavo a 2 conduttori, lunghezza del cavo max. 60 m con una
Frequenza nominale 50 Hz
sezione del conduttore di 1,5 mm2 in rame
■ Non posare il cavo in prossimità di conduttori alimentati a 230V/ Corrente nominale 2A
400-V. Potenza assorbita 1,5 W
Classe di protezione I
Dati tecnici sensore temperatura collettore Tipo di protezione IP 20 secondo EN 60529 da garantire
Lunghezza del cavo 2,5 m mediante montaggio/inserimento.
Tipo di protezione IP 32 secondo EN 60529 da garantire Funzionamento tipo 1B secondo EN 60730-1
mediante montaggio/inserimento. Temperatura ambiente ammessa
Tipo di sensore Viessmann NTC 20 kΩ a 25 °C – Funzionamento da 0 a +40 °C per impiego in vani di
Temperatura ambiente ammessa abitazione e locali caldaia (normali con-
– Funzionamento da −20 a +200 ℃ dizioni ambientali)
– Deposito e trasporto da −20 a +70 ℃ – Deposito e trasporto da −20 a +65 ℃
Carico massimo delle uscite del relè
Sensore temperatura bollitore – relè semiconduttori 1 1 (1) A, 230 V~
Da allacciare all'interno dell'apparecchio – relè 2 1 (1) A, 230 V~
– Totale max. 2 A
Prolunga del cavo di allacciamento da predisporre sul posto:
■ Cavo a 2 conduttori, lunghezza del cavo max. 60 m con una
sezione del conduttore di 1,5 mm2 in rame
■ Non posare il cavo in prossimità di conduttori alimentati a 230/400
V.

10.9 Ampliamenti delle funzioni


Completamento interno H1
Articolo n. 7498513
Scheda stampata elettronica per installazione nella regolazione del modulo a condensazione
■ Per l'allacciamento di una valvola elettromagnetica d'intercetta- Dati tecnici
zione esterna (gas liquido) Tensione nominale 230 V~
■ Carico nominale dell'uscita del relè: Frequenza nominale 50 Hz
1(0,5) A 250 V~

Completamento AM1
5516937

Articolo 7452092
Ampliamento delle funzioni nell'involucro per montaggio a parete.

154 VIESMANN Apparecchi ibridi


Accessori per la regolazione (continua)

Mediante il completamento è possibile realizzare le seguenti fun- Dati tecnici


zioni: Tensione nominale 230 V~
■ Dispositivo segnalazione guasti Frequenza nominale 50 Hz
Corrente nominale 4A
Potenza assorbita 4W
Carico massimo delle 2(1) A ciascuno, 250 V~, totale max.
uscite del relè 4 A~
Classe di protezione I

140
Tipo di protezione IP 20 D secondo EN 60529, da garanti-
re mediante montaggio/inserimento
Temperatura ambiente ammessa
– funzionamento da 0 a +40 °C
impiego in vani d'abitazione e in locali
caldaia (normali condizioni ambientali)
0 – deposito e trasporto da –20 a +65 °C
18
58

Completamento EA1 10
Articolo 7452091 Dati tecnici
Ampliamento delle funzioni nell'involucro per montaggio a parete. Tensione nominale 230 V~
Mediante gli ingressi e le uscite è possibile realizzare fino a 5 fun- Frequenza nominale 50 Hz
zioni. Corrente nominale 2A
Potenza assorbita 4W
1 ingresso analogico (da 0 a 10 V): Carico nominale dell'usci- 2(1) A, 250 V~
■ Impostazione valore nominale della temperatura di mandata cir- ta del relè
cuito secondario. Classe di protezione I
Tipo di protezione IP 20 D secondo EN 60529, da garanti-
3 ingressi digitali: re mediante montaggio/inserimento
■ Commutazione dall'esterno dello stato di esercizio
Temperatura ambiente ammessa
■ Richiesta e blocco dall'esterno
– funzionamento da 0 a +40 °C
■ Richiesta dall'esterno di una temperatura minima acqua di riscal-
impiego in vani d'abitazione e in locali
damento
caldaia (normali condizioni ambientali)
– deposito e trasporto da –20 a +65 °C
1 uscita d'inserimento:
■ Comando riscaldamento piscina.
140

0
18
58

10.10 Strumenti di comunicazione


Avvertenza
Per ulteriori informazioni sugli strumenti di comunicazione vedi le
indicazioni per la progettazione “Comunicazione dati„.
5516937

Apparecchi ibridi VIESMANN 155


Accessori per la regolazione (continua)

Vitoconnect, Tipo OPTO2


Articolo ZK03836 ■ Presa Schuko con messa a terra 230 V/50 Hz
oppure
■ Interfaccia Internet per la gestione a distanza di un impianto di US/CA: presa 120 V/60 Hz
riscaldamento con 1 generatore di calore tramite WLAN con router max. 1,5 m vicino al luogo di montaggio
DSL ■ Accesso Internet con segnale WLAN di potenza sufficiente
■ Caldaia compatta per montaggio a parete
■ Per il comando di impianti con ViCare App e/o Vitoguide Avvertenza
Il segnale WLAN può essere amplificato anche tramite appositi
Funzioni in caso di comando con ViCare App ripetitori comunemente reperibili in commercio.
■ Verifica delle temperature dei circuiti di riscaldamento allacciati
■ Impostazione intuitiva delle temperature desiderate e della pro-
grammazione delle fasce orarie per il riscaldamento e la produ- Stato di fornitura
zione di acqua calda ■ Interfaccia Internet per montaggio a parete
■ Trasmissione semplificata dei dati dell'impianto ad es. segnala- ■ Cavo rete con alimentatore a spina (1,5 m di lunghezza)
zioni di guasto via e-mail oppure contatto telefonico con il centro di ■ Cavo di collegamento con Optolink/USB (modulo WLAN/regola-
assistenza autorizzato zione del circuito della caldaia, 3 m di lunghezza)
■ Segnalazione di errori all'impianto di riscaldamento tramite notifi-
che push Dati tecnici
10 La ViCare App supporta gli apparecchi terminali con i seguenti
sistemi operativi:
■ Apple iOS

10
5
■ Google Android

Avvertenza
■ Per le versioni compatibili: vedi App Store o Google Play
■ Per altre informazioni vedi www.vicare.info

105
Funzioni in caso di comando con Vitoguide
■ Monitoraggio di impianti di riscaldamento dopo l'abilitazione Ser-
vice da parte del conduttore dell'impianto
■ Accesso a programmi d'esercizio, valori nominali e programma-
zioni delle fasce orarie
■ Richiesta di informazioni su tutti gli impianti di riscaldamento atti-
vati 31
■ Visualizzazione e inoltro delle segnalazioni di guasto con testo in
chiaro
Dati tecnici Vitoconnect
Vitoguide supporta gli apparecchi terminali: Tensione nominale 12 V
■ con una grandezza del display a partire da 8 pollici
Frequenza WLAN 2,4 GHz
Codifica WLAN Connessione non crittografata o WPA2
Avvertenza
Per ulteriori informazioni: vedi www.vitoguide.info. Banda di frequenza da 2400,0 a 2483,5 MHz
Max. potenza di trasmis- 0,1 W (e.i.r.p.)
Presupposti per l'installazione sul posto sione
■ Impianti compatibili di riscaldamento con Vitoconnect, tipo OPTO2 Protocollo Internet IPv4
Assegnazione IP DHCP
Avvertenza Corrente nominale 0,5 A
Per le regolazioni supportate: vedi www.viessmann.com/vito- Potenza assorbita 5,5 W
connect Classe di protezione III
Tipo di protezione IP20D secondo EN 60529
■ Prima della messa in funzione verificare i requisiti di sistema per la Temperatura ambiente ammessa
comunicazione tramite reti IP locali/WLAN. – Funzionamento da 5 a +40 °C
■ La porta 443 (HTTPS) e la porta 123 (NTP) devono essere Impiego in vani d'abitazione e in locali
aperte. caldaia (normali condizioni ambientali)
■ L'indirizzo MAC è riportato sull'autoadesivo dell'apparecchio. – Deposito e trasporto da −20 a +60 °C
■ Connessione Internet con flatrate (tariffa forfettaria indipendente-
mente dalla durata del collegamento e dal volume di dati)

Posizionamento
■ Tipo di montaggio: montaggio a parete
■ Montaggio solo all'interno di edifici chiusi
■ Il luogo di montaggio deve essere asciutto e protetto dal gelo.
■ Distanza dal generatore di calore: min. 0,3 m e max. 2,5 m
5516937

156 VIESMANN Apparecchi ibridi


Accessori per la regolazione (continua)

Dati tecnici alimentatore a spina


Tensione nominale da 100 a 240 V~
Frequenza nominale 50/60 Hz
Tensione di uscita 12 V
Corrente di uscita 1A
Classe di protezione II
Temperatura ambiente ammessa
– Funzionamento da 5 a +40 °C
Impiego in vani d'abitazione e in locali
caldaia (normali condizioni ambientali)
– Deposito e trasporto da −20 a +60 °C

10
5516937

Apparecchi ibridi VIESMANN 157


Indice analitico
A C
Accessori per la regolazione.......................................................... 145 Caratteristiche
Accessori produzione d'acqua calda sanitaria................................. 57 – acqua di riscaldamento............................................................... 105
Accessori raffreddamento................................................................ 74 – acqua sanitaria............................................................................104
Acqua di condensa.................................................................109, 110 Carichi del vento.............................................................................. 80
Adattamento della potenza di raffreddamento............................... 110 Cavi di allacciamento....................................................................... 95
Aiuti per la progettazione............................................................... 103 Cavi elettrici di collegamento........................................................... 80
Alimentazione elettrica..................................................................... 79 Cavi rete flessibili consigliati............................................................ 95
Allacciamenti elettrici........................................................................94 Cavo di collegamento bus................................................................95
Allacciamento lato fumi.................................................................. 113 Cavo di collegamento unità interna/esterna...............................94, 95
Anelli di tenuta in rame.....................................................................77 Cavo elettrico scaldante.............................................................82, 83
Anodo alimentato da energia esterna.............................................. 70 Cavo rete....................................................................................94, 95
Anodo per correnti vaganti............................................................... 70 – unità esterna........................................................................... 95, 96
Anticorrosivi....................................................................................102 – unità interna.................................................................................. 95
Apparecchi di ventilazione............................................................... 48 Cavo scaldante elettrico...................................................................79
Arresti di gomma........................................................................ 82, 83 Circolazione d'aria............................................................................80
Assorbimento acustico..................................................................... 97 Circuito di comando......................................................................... 94
Attacco acqua calda.........................................................................16 Circuito di raffreddamento.............................................................. 110
Attacco a parete............................................................................. 126 Circuito di raffreddamento separato............................................... 110
Attacco condensa...........................................................................109 CO2 equivalente.............................................................................. 93
Attacco lato gas..............................................................................100 Collegamento unità interna/esterna................................................. 92
Attacco lato sanitario......................................................................106 Completamento
Avvertenza..................................................................................... 142 – interno H1................................................................................... 154
Avvertenze per il montaggio.............................................................80 Completamento EA1...................................................................... 155
Avvertimento.................................................................................. 142 Completamento interno H1............................................................ 154
Avviso di omologazione..................................................................115 Completamento miscelatore
– servomotore a parte....................................................................152
B – servomotore integrato................................................................. 151
Basamento........................................................................... 82, 83, 84 Componenti radio
Blocco azienda elettrica............................................................. 94, 95 – base radio................................................................................... 149
Bollitore.......................................................................................... 107 – ripetitore radio............................................................................. 149
Bruciatore.........................................................................................73 – telecomando radio...................................................................... 148
Comunicazione dati........................................................................143
Contatore elettrico......................................................................94, 95
Contatto blocco azienda elettrica..................................................... 95
Contenuto impianto minimo........................................................... 101
Controdadi a flangia......................................................................... 76
Corto circuito d'aria.......................................................................... 80
Curva di raffreddamento................................................................ 142
– inclinazione................................................................................. 144
– scostamento................................................................................144
Curva di riscaldamento.................................................................. 142
– inclinazione................................................................................. 144
– scostamento................................................................................144
Curve caratteristiche delle pompe di circolazione integrate.............43
Curve caratteristiche pompa............................................................ 43
Curve di compensazione delle vibrazioni.............................82, 83, 85
Curve per la compensazione delle vibrazioni...................................80
5516937

158 VIESMANN Apparecchi ibridi


Indice analitico
D I
Dati tecnici Impianto di neutralizzazione...........................................................109
– modulo di regolazione per impianti solari............................153, 154 Impianto di riscaldamento a pavimento..........................................110
– Vitocal 250-S.................................................................................19 Impianto solare............................................................................... 111
– Vitocaldens 222-F......................................................................... 10 Impiego...........................................................................................112
Detergente speciale......................................................................... 79 Impiego conforme alla norma.........................................................112
Diagrammi di potenza.................................................... 30, 32, 34, 36 Impostazioni................................................................................... 142
Diametro minimo tubazioni.....................................................103, 104 Indicazioni per il montaggio esterno.................................................81
Dimensionamento dell'impianto..................................................... 101 Indicazioni per l'installazione............................................................81
Dimensioni d'ingombro...............................................................15, 24 Indicazioni per la progettazione....................................................... 79
Dimensioni d'ingombro unità esterna...............................................27 Informazioni sul prodotto
Dimensioni del cavedio.................................................................. 120 – accessori.......................................................................................44
Direttività.................................................................................... 96, 97 – Bollitore......................................................................................... 57
Disaccoppiamento delle vibrazioni...................................................80 Inserimenti......................................................................................142
Disaccoppiamento del suono intrinseco...........................................80 Inserimenti dall'esterno.................................................................. 142
Disgiuntori........................................................................................ 94 Installazione dell'unità esterna......................................................... 79
Dislivello tra unità interna e unità esterna........................................ 92 Installazione dell'unità interna.......................................................... 85
Dispositivi di sicurezza................................................................... 102 Installazione libera........................................................................... 80
Dispositivo antibloccaggio pompa..................................................142 Integrazione del riscaldamento solare............................................111
Dispositivo di controllo di CO........................................................... 86 Integrazione idraulica..................................................................... 101
Dispositivo di neutralizzazione della condensa.............................. 110 Interruttore generale.........................................................................94
Dispositivo di sicurezza per la temperatura fumi............................114 Intervallo di controllo........................................................................ 93
Dispositivo termostatico di miscelazione automatico..................... 106 Isolamento termico...........................................................................92
Disposizioni tecniche di allacciamento.............................................94
Distanza delle tubazioni per impianto di riscaldamento a pavimento K
........................................................................................................111 Kit di completamento miscelatore.................................................. 146
Distanze minime – servomotore a parte....................................................................152
– unità esterna................................................................................. 81 – servomotore integrato................................................................. 151
– unità interna.................................................................................. 86 Kit di mensole per il montaggio a parete....................................78, 80
Distributore BUS-KM......................................................................151
L
E Letto di pietrisco per acqua di condensa..........................................80
Emissione acustica.......................................................................... 99 Letto di pietrisco per l'acqua di condensa........................................ 84
Emissione sonora.............................................................................96 Limitazione della temperatura........................................................ 142
Energia per lo sbrinamento............................................................ 101 Limite di raffreddamento................................................................ 142
Esempi d'installazione produzione d'acqua calda sanitaria........... 108 Limite di riscaldamento.................................................................. 142
Esempi di montaggio......................................................................117 Limiti d'impiego
Essiccamento dei sottofondi dei pavimenti.................................... 142 – Vitocal 250-S.................................................................................25
Euro adattatore a flangia..................................................................76 – Vitocaldens 222-F......................................................................... 16
Livello di potenza sonora................................................................. 97
F Livello di rumorosità............................................................. 96, 97, 98
Fabbisogno di acqua sanitaria....................................................... 107 Lunghezza cavo max. ..................................................................... 95
Fabbisogno di elettricità................................................................... 79 Lunghezza del cavo................................................................... 95, 96
Fattore di correzione della potenza..................................................42 Lunghezza delle tubazioni................................................................95
Filtro impurità................................................................................. 106 Lunghezze cavo
Formazione di ghiaccio.................................................................... 80 – cavi elettrici................................................................................... 95
Foro di passaggio dei cavi............................................................... 24 Lunghezze delle tubazioni
Funzionamento a camera stagna..................................... 85, 113, 119 – tubazioni del refrigerante.............................................................. 92
Funzione economizzatrice............................................................. 142 – Tubazioni del refrigerante............................................................. 80
Funzione party............................................................................... 142 Lunghezze delle tubazioni del refrigerante...................................... 80
Funzione supplementare................................................................142 Luogo di montaggio..........................................................................80
Fusibili.............................................................................................. 94
M
G Mandata bollitore..............................................................................25
Gruppo scambiatore di calore solare............................................... 69 Mandata generatore esterno di calore............................................. 25
Guasto............................................................................................142 Mandata riscaldamento..............................................................16, 25
Manicotti a saldatura interna............................................................ 77
Massa sigillante................................................................................79
Max. Lunghezza del cavo................................................................ 92
Mensola per il montaggio a pavimento................................ 77, 82, 83
Menù ampliato................................................................................142
Min. Lunghezza del cavo................................................................. 92
Modo reversibile............................................................................. 110
Modulo di regolazione per impianti solari....................................... 111
– dati tecnici................................................................................... 154
Monossido di carbonio..................................................................... 86
Montaggio a livello pavimento..........................................................82
Montaggio a parete.................................................................... 80, 84
Montaggio a pavimento....................................................................82
5516937

Apparecchi ibridi VIESMANN 159


Indice analitico
N R
Nastro adesivo in PVC..................................................................... 76 Raffreddamento con impianto di riscaldamento a pavimento........ 110
Nastro in espanso............................................................................ 79 Regolatore di temperatura
Nastro termoisolante........................................................................ 76 – regolatore di temperatura............................................................153
Navigazione................................................................................... 142 – temperatura a bracciale.............................................................. 153
Nipplo di collegamento.....................................................................76 Regolatore temperatura a bracciale...............................................153
Normativa per il risparmio energetico............................................ 143 Regolatore temperatura ad immersione.........................................153
Regolazione della pompa di calore
O – lingue.......................................................................................... 142
Omologazione rilasciata dall'ispettorato edile................................ 115 – moduli base.................................................................................142
Operazioni di manutenzione............................................................ 80 – schede........................................................................................ 142
Orologio programmatore................................................................ 143 – unità di servizio........................................................................... 142
Regolazione della pompa di calore cavo rete.................................. 95
P Regolazione della pompa di calore con Hybrid Pro Control
Pareti di costruzione leggera............................................................80 – cavo rete....................................................................................... 95
Passante parete............................................................................... 92 – funzioni........................................................................................142
Passante per montaggio su parete esterna................................... 113 – struttura.......................................................................................142
Passante tetto, verticale.................................................................125 Regolazione in funzione delle condizioni climatiche esterne
Passante tetto verticale..................................................................125 – programmi d'esercizio.................................................................143
Passanti parete................................................................................ 80 – protezione antigelo......................................................................144
Pompa di carico bollitore..................................................................95 Regolazione solare.........................................................................111
Portata volumetrica minima............................................101, 103, 104 Requisiti dell'installazione elettrica...................................................94
Potenzialità di raffreddamento........................................................110 Requisiti del locale d'installazione....................................................86
Potenzialità di raffreddamento per impianto di riscaldamento a pavi- Requisiti statici montaggio a parete................................................. 80
mento..............................................................................................111 Resistenza elettrica............................................................68, 69, 107
Prevalenza residua.......................................................................... 43 Richiesta dall'esterno..................................................................... 142
Produzione d'acqua calda sanitaria........................................107, 111 Ricircolo......................................................................................... 106
Produzione d'acqua calda sanitaria tramite impianto solare.......... 111 Riflessione acustica................................................................... 96, 97
Programma d'esercizio.................................................................. 142 Riscaldamento solare acqua di piscina.......................................... 111
Programma di raffreddamento....................................................... 110 Ritorno bollitore................................................................................ 25
– in funzione della temperatura ambiente...................................... 110 Ritorno generatore esterno di calore................................................25
– in funzione delle condizioni climatiche esterne........................... 110 Ritorno riscaldamento...................................................................... 25
Programma di raffreddamento in funzione della temperatura Rumorosità.......................................................................................96
ambiente.........................................................................................110
Programma di raffreddamento in funzione delle condizioni climatiche
esterne........................................................................................... 110
Programma ferie............................................................................ 142
Programmazione delle fasce orarie............................................... 142
Propagazione del suono.................................................................. 80
Protezione antifulmini.......................................................................80
Protezione antigelo................................................................ 142, 144
Protezione antigelo per il basamento...................................82, 83, 84
Protezione dalle intemperie..............................................................80
Prova di tenuta................................................................................. 93

5516937

160 VIESMANN Apparecchi ibridi


Indice analitico
S V
Sbrinamento.....................................................................................80 Valvola di sicurezza................................................................102, 106
Scambiatore istantaneo acqua di riscaldamento........................... 107 Vaso di espansione
Scarico acqua di condensa.................................................. 82, 83, 85 – calcolo del volume.......................................................................112
Scarico condensa...........................................................80, 82, 83, 85 – circuito di riscaldamento............................................................. 103
Scelta bollitore................................................................................107 – Struttura, funzione, dati tecnici.................................................... 111
Schema – vaso di espansione per impianto solare...................................... 111
– accessori per l'installazione.......................................................... 44 Vaso di espansione per impianto solare......................................... 111
– accessori per la regolazione....................................................... 145 Ventilazione......................................................................................48
Schema di cablaggio........................................................................94 Vento................................................................................................ 80
Selezione bollitore..........................................................................107 Vitoconnect 100............................................................................. 156
Sensore temperatura Vitotrol
– sensore temperatura a bracciale.......................................... 75, 150 – 200-A.......................................................................................... 147
– sensore temperatura esterna......................................................144 – 200-RF........................................................................................ 148
Sensore temperatura a bracciale............................................. 75, 150 Vitovent............................................................................................ 48
Sensore temperatura ambiente Vitovent 200-C................................................................................. 48
– Circuito di raffreddamento.............................................................75 Vitovent 300-C................................................................................. 48
Sensore temperatura ambiente per programma di raffreddamento Vitovent 300-F..................................................................................48
....................................................................................................... 110 Vitovent 300-W.................................................................................48
Sensore temperatura esterna............................................ 94, 95, 144 Volume minimo dell'impianto di riscaldamento...................... 103, 104
Serbatoio d'accumulo acqua di riscaldamento...............................101 Volume minimo del locale................................................................ 86
– Collegato in parallelo.................................................................. 101
– Collegato in serie........................................................................ 101
Sezione del conduttore.................................................................... 95
Sicurezza per mancanza d'acqua.................................................. 103
Sicurezza termica d'intercettazione gas.........................................100
Sifoni per l'olio............................................................................92, 93
Sistema AZ (coassiale).................................................................. 119
Sistema diagnosi............................................................................142
Sistemi di ventilazione centralizzati per abitazioni........................... 48
Sistemi di ventilazione per abitazioni............................................... 48
Sistemi scarico fumi per funzionamento a camera stagna.............113
Smorzatori di vibrazioni....................................................................80
Sorgente sonora...............................................................................96
Stato di esercizio............................................................................142
Stato di fornitura
– Vitocal 250-S.................................................................................17
– Vitocaldens 222-F........................................................................... 9
Suono...............................................................................................99
Suono intrinseco.............................................................................. 99
Superficie di scambio termico........................................................ 107

T
Tariffe elettriche................................................................................79
Tariffe elettriche nazionali.................................................................79
Temperatura acqua calda sanitaria................................................ 142
Temperatura ambiente................................................................... 142
Temperatura di mandata................................................................ 142
Termostato di sicurezza a riarmo manuale per i gas di scarico......114
Termostato per la protezione antigelo.............................................. 74
Testi guida...................................................................................... 142
Testo in chiaro................................................................................ 142
Tubazione di collegamento dell'unità interna ed esterna................. 95
Tubazione gas caldo.................................................................. 16, 24
Tubazione liquidi........................................................................ 16, 24
Tubazioni del refrigerante
– Montaggio del sifone per l'olio...................................................... 93
Tubazioni di collegamento elettriche....................................82, 83, 85
Tubazioni di protezione.................................................................... 80
Tubo in rame con isolamento termico.............................................. 76

U
Umidostato esterno.................................................................. 74, 110
Unità esterna
– cavo.............................................................................................. 95
– Lunghezza delle tubazioni............................................................ 95
Unità interna lunghezza delle tubazioni........................................... 95
5516937

Apparecchi ibridi VIESMANN 161


162 VIESMANN Apparecchi ibridi
5516937

Apparecchi ibridi VIESMANN 163


Salvo modifiche tecniche!

Viessmann S.r.l.
Via Brennero 56
37026 Balconi di Pescantina (VR)
5516937

Tel. 045 6768999


Fax 045 6700412
www.viessmann.com

164 VIESMANN Apparecchi ibridi