Sei sulla pagina 1di 64

La copertina

Volkswagen record lauto del popolo gi nel futuro


PAOLO GRISERI E ANDREA TARQUINI

Domani con Repubblica a solo un euro

Lo sport

Quella stanza tutta per s scoperta da Virginia Woolf

Prime nuvole tra Gasperini e Inter Non volevo Zarate


MAURIZIO CROSETTI E ANDREA SORRENTINO

20 - 24 SETTEMBRE 2011

20 - 24 SETTEMBRE 2011

www.cersaie.it
NZ
PD-1F

www.cersaie.it
Fondatore Eugenio Scalfari Direttore Ezio Mauro
venerd 2 settembre 2011

www.repubblica.it

Anno 36 - Numero 208

1,50 in Italia

9 770390 107009

ALVOHXEBbahaajA CFDEDNDODQ
10902

SEDE: 00147 ROMA, VIA CRISTOFORO COLOMBO, 90 - TEL. 06/49821, FAX 06/49822923. SPED. ABB. POST., ART. 1, LEGGE 46/04 DEL 27 FEBBRAIO 2004 - ROMA. CONCESSIONARIA DI PUBBLICIT: A. MANZONI & C. MILANO - VIA NERVESA, 21 - TEL. 02/574941. PREZZI DI VENDITA ALLESTERO: AUSTRIA, BELGIO, FRANCIA, GERMANIA, GRECIA, IRLANDA, LUSSEMBURGO, MALTA, MONACO P., OLANDA, PORTOGALLO, SLOVENIA, SPAGNA 2,00; CANADA $1; CROAZIA KN 15; EGITTO EP 16,50; REGNO UNITO LST 1,80; REPUBBLICA CECA CZK 61; SLOVACCHIA SKK 80/ 2,66; SVIZZERA FR 3,00 (CON D O IL VENERD FR 3,30); TURCHIA YTL 5,25; UNGHERIA FT 495; U.S.A $ 1,50

Confindustria boccia le misure: deboli e inadeguate. Il capo del governo: criminali i giornali di sinistra, una rapina la sentenza Mondadori

Parigi, corsa alle risorse libiche

Manovra, i redditi su Internet


Emendamento di Tremonti: carcere a chi evade. Il premier: Iva al 22% per tre mesi
Un versamento di 500mila euro, pi 20mila al mese. Il presidente del Consiglio: fantasie

Gheddafi minaccia ancora ma i fedelissimi lo abbandonano


TRIPOLI La Libia vada in fiamme. Continuate a resistere anche se non sentite la mia voce. Gheddafi dal suo rifugio segreto insiste nel minacciare con messaggi alla popolazione del Paese. Ma i suoi ex collaboratori si stanno tutti schierando con i ribelli. Ieri stato il turno del premier Baghdadi che sostiene: di esser rimasto in Libia di voler appoggiare i ribelli. A Parigi nel vertice convocato da Sarkozy per discutere la questione libica si scatenata la corsa al ricco mercato delle materie prime di Tripoli. GIAMPAOLO CADALANU A PAGINA 21

Soldi da Berlusconi, arrestato Tarantini I pm: lo ricattava per tacere al processo

ROMA Le dichiarazioni dei redditi dei contribuenti andranno su internet e saranno consultabili. una delle novit contenute nellemendamento del governo alla manovra economica. I redditi on line serviranno nella lotta allevasione. Tremonti ha anche previsto il carcere per chi evade pi di tre milioni di euro. La Confindustria parla di provvedimenti inadeguati e boccia il decreto. Il Pdl infuriato. Gli enti locali sono sul piede di guerra. Il leader del Pd, Bersani, accusa: Stanno preparando il condono. Faremo le barricate per impedirlo. Berlusconi ha lanciato la proposta di un aumento dellIva per tre mesi. SERVIZI DA PAGINA 2 A PAGINA 11

QUANDO IL RIGORE SCRITTO SULLACQUA


MASSIMO RIVA E NE sono viste e sentite talmente tante nella grottesca gestazione di questa manovra che nulla dovrebbe pi stupire. Ma ieri il ministro dell'Economia ha superato ogni infelice primato di manipolazione dei conti asseverando con solennit che i saldi dell'ultima versione del provvedimento restano invariati rispetto alla previsione dei 45 miliardi necessari per anticipare al 2013 il fatidico pareggio del bilancio. SEGUE A PAGINA 32

DellUtri, Verdini e una girandola di assegni milionari

Il reportage

Limprenditore Giampaolo Tarantini

SERVIZI ALLE PAGINE 12 E 13

P3, la ragnatela doro dalleolico a Las Vegas S


ROMA La ragnatela della P3 parte da societ editoriali, investe nelleolico, si allunga a sorpresa fino a un casin di Las Vegas. I conti bancari dei venti indagati, in particolare quelli di Denis Verdini e Marcello DellUtri, considerati punti di riferimento dellassociazione, sono stati scoperchiati cifra dopo cifra. Emerge una centrale daffari, che gestiva passaggi oscuri di denaro. Bonifici milionari non giustificati. Operazioni immobiliari sospette. Tutto questo nelle 66 mila pagine depositate l8 agosto per la chiusura delle indagini. SERVIZI ALLE PAGINE 16 E 17

Le milizie delle trib si dividono Tripoli


BERNARDO VALLI TRIPOLI E TI svegli presto trovi la citt vuota. Non un cane sul lungomare pulito, elegante, con qualche automobile carbonizzata e le ruote allaria. Montagne di immondizie nei vicoli della Medina. Folate di puzza di pesce andato a male davanti a certi negozi sprangati ma non stagni. Plastiche e cartacce sulla piazza Verde che non si chiama pi cosi, ma dei Martiri. E qua e l, agli angoli delle strade, qualche ribelle insonnolito, con il kalashnikov tra le gambe, che non ti getta neanche uno sguardo. SEGUE ALLE PAGINE 20 E 21

Lanalisi

Le carte

Lintervista

Il metodo del Cavaliere


MASSIMO GIANNINI
ARRESTO di Giampaolo Tarantini, estorsore di Silvio Berlusconi per lo scandalo delle escort, tuttaltro che una fantasia, come sostiene lo stesso Cavaliere con la consueta, bugiarda improntitudine. SEGUE A PAGINA 33

Italia, un paese di merda


DARIO DEL PORTO E CONCHITA SANNINO
ENTOCINQUE pagine esplosive. La scena, praticamente registrata in diretta, delle minacce e dei ricatti che avvolgono il presidente del Consiglio. Persino nelle ore in cui siamo al 13 luglio scorso il Paese sotto la scure di unacutissima crisi economica. SEGUE ALLE PAGINE 14 E 15

Renzi: contro la casta primarie per tutto


CONCITA DE GREGORIO A PAGINA 18

Bruciore di stomaco?
Leggere attentamente il foglietto illustrativo e le istruzioni duso Aboca S.p.A. Societ Agricola - Sansepolcro (AR) Rich. Aut. Min. del 30/06/2011

R2

La solitudine del contadino Il sogno di Madonna che cerca moglie in tv Rifare la Dolce Vita

R2

IL MALE NASCE NELLA MENTE. MA ARRIVA OVUNQUE.

os

ta

ch e v i e n e d a

ll

UN DISPOSITIVO MEDICO

PROTEGGE LO STOMACO, ALLEVIANDO IL BRUCIORE

CON INGREDIENTI DA AGRICOLTURA BIOLOGICA

CARLO PETRINI A SOLITUDINE del contadino non una scoperta recente. A partire dagli anni 50 essa cresciuta in proporzione allo spopolamento e alla disgregazione delle societ rurali. Ricordo bene nella mia Langa la figura dei bacial. Giravano con un fazzoletto giallo al collo e organizzavano matrimoni di contadini piemontesi con ragazze del Sud. SEGUE A PAGINA 41 CON UN ARTICOLO DI ANAIS GINORI

erc a

L inchiesta

NATALIA ASPESI VENEZIA L VESTITINO nero anni 30, diritto e a met polpaccio, colletto e polsini bianchi, potrebbe essere un Balenciaga appartenuto a Wallis Simpson; le croci che porta al collo e al polso ricordano, con minor preziosit, quelle che la duchessa di Windsor riceveva spesso in dono dal duca suo marito. Madonna splende, eterna ragazza del 58, emanando un aura di imperio gentile. SEGUE A PAGINA 52

ric

www.sperling.it

U na
ri s
p

Il male oscuro dei militari

UN THRILLER CHE TOGLIE IL RESPIRO


THE INDEPENDENT

IN TUTTE LE LIBRERIE

A PAGINA 23

la Repubblica la Repubblica
VENERD 2 SETTEMBRE 2011

LE SCELTE DEL GOVERNO POLITICA INTERNA


CARCERE
Chi evade o non versa unimposta superiore ai 3 milioni non pu avvalersi della sospensione della pena e finisce in carcere

REDDITI ONLINE
I Comuni avranno lobbligo di pubblicare sui loro siti i redditi dei cittadini, anche suddivisi per scaglioni o per professioni

ENTI LOCALI
A loro va il 100% di quanto recuperato dalla Robin tax e dalla lotta allevasione. Ma i tagli restano: almeno 4,2 miliardi di euro

Le misure

La manovra

Carcere per i grandi evasori tutti i redditi su Internet conti correnti nelle dichiarazioni
Tremonti: Saldi invariati. Il Pd: governo allo sbando
SILVIO BUZZANCA
ROMA Arrivano in Senato gli emendamenti del governo alla manovra. Dopo giorni di caos e norme ritirate, il governo prova a fare chiarezza. Salta laccordo di Arcore, questa volta si punta tutto sul recupero dellevasione, con tanto di carcere per chi evita di versare pi di tre milioni di nero. E lobbligo di indicare nella dichiarazione dei redditi le banche con le quali si hanno rapporti e i relativi conti correnti. Ma il nuovo testo spacca subito la maggioranza, con gli amministratori del Pdl in rivolta e i ministri che subiscono un nuovo colpo si scure. Il ministro dellEconomia, Giulio Tremonti, esce dal bunker di Lorenzago e torna a Roma. Sal-

La protesta

Nei ministeri lumbard i ritratti di Bossi


MONZA Delusi dalla sede; perplessi perch nei ministeri del Nord ci sono le foto di Bossi e una statuetta di Alberto da Giussano, e secondo noi non ci dovrebbero essere. Una delegazione di commercianti di Padova ieri mattina in pullman arrivata a Monza per vedere se davvero i ministeri, come promesso dalla Lega, erano aperti e funzionanti. Avevano portato cartelli con la scritta Anche le formiche nel loro piccolo sincazzano e Indignados. Sono stati bloccati allingresso della Villa Reale, e solo un gruppetto potuto entrare.

AL SENATO
Laula del Senato. In questi giorni Palazzo Madama impegnato nella valutazione della manovra Tremonti li illustra alla commissione Bilancio del Senato. Assicura che i saldi rimarranno assolutamente invariati e conferma che il contributo di solidariet per i redditi superiori ai 90mila euro sparisce (ma solo per i privati, resta per il pubblico e i pensionati). Confermato anche il ritiro dellintervento sulle pensioni. Il gettito mancante verr coperto dalla lotta allevasione. Scatta il carcere per chi evade pi di tre milioni: nel redditometro entreranno anche i beni delle imprese concessi in godimento ai familiari (ad esempio barche e auto), i comuni potranno pubblicare online le dichiarazioni dei redditi dei cittadini e fino al 2014 intascheranno il 100% di quanto recupereranno agli evasori. Arriva, inoltre, lIres maggiorata del 10,5% per le societ di comodo e il taglio degli incentivi alle coop. Infine si prevede che tutti i proventi della Robin Hood Tax, e non il 50%, saranno usati per ammorbidire i tagli agli enti locali. Norma che manda nel panico i ministri di Berlusconi, visto che quei soldi dovevano servire ad rendere accettabili i tagli ai loro ministeri. Ignazio La Russa dice che evidentemente si pensa di intervenire in modo diverso per abbassare il taglio di sei miliardi. E i tecnici confermano che con sei miliardi in meno i dicasteri non

Casini: Ci portano nel baratro. Di Pietro: Questo esecutivo non esiste pi


ta il Consiglio dei ministri (non cera nemmeno Berlusconi, in partenza per il vertice di Parigi sulla Libia) e si chiude al ministero per lavorare. Quindi va dal presidente del Senato Schifani insieme al leghista Calderoli. Segue un vertice di maggioranza dal quale escono gli emendamenti attesi dal Senato e da mezza Europa.

I timori dei tecnici sulle riduzioni ai ministeri: con sei miliardi in meno non ce la faranno
reggeranno. Filtra che i soldi saranno cercati entro fine anno. Ci sono poi i responsabili degli enti locali che scendono sul piede di guerra, visto che nei loro confronti il taglio ben pi grande delle attese: 4,2 miliardi. Marted prossimo la manovra sbarca in aula al Senato, lapprovazione dovrebbe arrivare entro sabato. Le opposizioni bocciano in to-

to la nuova versione della manovra. Il governo allo sbando e anche i mercati vedono che la barca senza timone, dice Pier Luigi Bersani. Che avanza una proposta: Il Parlamento si prenda le sue responsabilit e faccia questa manovra alla quale noi dall'opposizione possiamo dare un contributo di proposte. Ma, continua, il giorno dopo l'approvazione della manovra il governo deve andare a casa. E DAlema chiede un governo per affrontare una situazione di emergenza che pu precipitare. Una volta tanto Veltroni daccordo: Serve - dice - un nuovo governo con una guida autorevole, e non una richiesta tattica.

Anche Pier Ferdinando Casini pensa che il Cavaliere debba lasciare. Il leader dellUdc, dice che con la manovra riuscito a fare una grande operazione: mettere tutti d'accordo sul fatto che il governo non c'. E allora Casini dice che se dovessimo arrivare con Berlusconi al 2013 sarebbe un baratro per il Paese. Dunque per il bene del Paese e della sua coalizione il Cavaliere deve lasciare. Durissimo Antonio Di Pietro: Sono come Saddam e Gheddafi, chiusi nel bunker. Questa la manovra di un governo imbambolato e rincretinito, incapace di intendere e di volere.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica la Repubblica
VENERD 2 SETTEMBRE 2011

PER SAPERNE DI PI www.governo.it www.tesoro.it

SUPERTASSA
Eliminata per privati e autonomi. Resta per statali (20112013) e pensionati doro (2011-2014). Valeva 3,8 miliardi

SOCIET DI COMODO
Colpite le societ di comodo, schermo per eludere il fisco, e quelle in perdita da tre anni con un aumento dellIres al 10,5 per cento

MINISTERI
Dovevano recuperare almeno un miliardo dalla Robin Tax. Sconto cancellato e la rasoiata pesa ora per 6 miliardi

La polemica

Lo show di Berlusconi a Parigi Opposizione criminale


Se necessario Iva al 22% per tre mesi
rante il quale - racconta pi di un partecipante - Berlusconi ha tenuto un comportamento low profile, scontando ancora le sue gaffe e la sua titubanza nei giorni dellattacco a Gheddafi. Ma di fronte ai cronisti Berlusconi ha il viso tirato, lespressione terrea e parla in modo concitato. Spiega di aver sfruttato la trasferta parigina per dire ai partner europei che la manovra regge, che manterremo gli impegni e che raggiungeremo il pareggio di bilancio nel 2013. Li andati a cercare a uno a uno Hermann Van Rompuy, Jos Manuel Barroso e Angela Merkel. Che lo hanno ascoltato annuendo, ma senza nascondere la preoccupazione (ieri da Bruxelles parlavano di un Barroso furioso) per una manovra quanto meno senza riforme per la crescita, il fulcro delle richieste che lEuropa rivolge a Roma per evitare un nuovo attacco alleuro quando la Bce smetter di comprare i nostri titoli. Berlusconi lo sa e con i cronisti italiani blinda cos i 45 miliardi promessi a Bruxelles e Francoforte: Laumento dell'Iva una riserva, passando dal 20 al 21% avremmo 4 miliardi in pi. Sono l a disposizione e con un provvedimento il premier pu attuarlo da un giorno all'altro come clausola di salvaguardia per raggiungere il pareggio di bilancio entro il 2013. E se fosse necessario sarebbe pronto anche a portarla al 22% per tre mesi. Intanto da Roma giunge leco della stroncatura che Confindustria ha riservato alla sua manovra. Il Cavaliere ribatte: Noi andiamo avanti per la nostra strada. Poi il controcanto a se stesso. Corregge quanto detto nelle conversazioni intercettate appena un mese e mezzo al telefono con Walter Lavitola, direttore dellAvanti attualmente allestero nonostante la richiesta di custodia cautelare. In quella telefonata faceva riferimento all'intenzione di lasciare (anche lui) l'Italia entro pochi mesi. Sono cose dette a tarda sera, magari con un sorriso o in modo paradossale, una cosa che non esiste. Poi lattacco allopposizione e alla stampa che accusano il governo di caos quando invece sta lavorando per una manovra che sia la meno pesante e la migliore possibile. Anti-italiani li definisce, forse sperando di esasperare il clima politico e far saltare ogni canale di comunicazione. Il che gli permetterebbe di blindare la manovra con la fiducia senza incappare negli strali del Colle e dellUe, entrambi attivi nel chiedere la massima condivisione del testo. Lui, ad ogni buon conto, dice che fino ad oggi ha accolto i consigli dellaltra parte politica come il buon padre di famiglia.
RIPRODUZIONE RISERVATA

DAL NOSTRO INVIATO ALBERTO DARGENIO


PARIGI Purtroppo in Italia abbiamo unopposizione e una stampa di sinistra anti-italiana, che hanno un atteggiamento criminale capace di influenzare negativamente i mercati e aizzare la speculazione. La colpa degli attacchi ai nostri titoli di Stato, il successivo caos sulla manovra e la preoccupazione dellEuropa che conta non sua. Silvio Berlusconi lo dice chiaro e tondo lasciando Parigi dove ha preso parte alla conferenza internazionale sulla Libia. Nel cortile dellEliseo - con la guardia repubblicana schierata in omaggio agli ospiti - il presidente del Consiglio parla cos dellItalia: Resto per cambiare questo Paese che ho definito in un certo modo. Di merda, lo aveva appunto bollato in una telefonata intercettata con Walter Lavitola. Nel frattempo i maxi-schermi della residenza del presidente francese stanno proiettando la conferenza stampa di Sarkozy e Cameron per illustrare al mondo i risultati del vertice. Summit du-

MINISTRO
Giulio Tremonti durante lincontro in commissione al Senato dove ha illustrato gli emendamenti alla manovra

Il retroscena

Lira del Cavaliere e dei ministri


SILVIO BERLUSCONI
Ieri a Parigi dopo il vertice sulla Libia

Anti italiani

Purtroppo abbiamo una opposizione e una stampa di sinistra anti-italiana, che influenzano negativamente i mercati

Misure da socialismo reale


Rivolta nel Pdl contro lEconomia per i tagli ai dicasteri
CARMELO LOPAPA
ROMA La manovra versione 3.0 la terza in tre settimane matura in un blitz al Senato tutto targato Tremonti. Che manda su tutte le furie i colleghi ministri, irrita larea pi liberale del Pdl e piace poco o nulla al presidente del Consiglio Berlusconi. Convinto che la lotta allevasione im-

Le posizioni
MARONI
Il ministro dellInterno in rotta per i tagli ai Comuni. Incontra Letta e poi gli amministratori

LA RUSSA
Il responsabile della Difesa protesta per i tagli da 6 miliardi ai ministeri: Difficile andare avanti

MATTEOLI
Infrastrutture a rischio falcidia. Il ministro attende, ma si dichiara insoddisfatto

to che attraversa anche i ranghi della maggioranza, mentre i ministri entrano in fibrillazione: i 6 miliardi di tagli ai dicasteri restano per intero. Difficile andare avanti sbotta il responsabile della Difesa La Russa, insoddisfat-

La preoccupazione del Quirinale che continua a vedere un angoscioso presente


postata cos roba che neanche Visco, che lui sostiene di non aver autorizzato. Non in questa formulazione da socialismo reale, per dirla con uno dei suoi pi stretti collaboratori. Il fatto che il Cavaliere impegnato al vertice sulla Libia a Parigi si ritrova a dover difendere ventre a terra il giro di vite per il pareggio dei conti nel 2013. Il de-

creto sar approvato a breve, garantisce comunque al presidente Ue Barroso e ai partner europei. Ma a Roma il quadro resta critico, come gli riferisce ora dopo ora Gianni Letta. E i conti continuano a non tornare. Il Quirinale segue levolversi della situazione con attenzione, in stretto contato col presidente del Senato Schifani, e non senza apprensione. Le ragioni della preoccupazione espressa dal presidente Napolitano al Meeting di Cl, due settimane fa, non sono venute meno. Attraverso le lenti del Colle, quellangoscioso presente di cui ha parlato a Rimini il capo dello Stato sembra proseguire. A questo punto Berlusconi si riserva di intervenire con nuove

correzione, di riprendere in mano la situazione, se occorrer. Soprattutto, come anticipa lasciando lEliseo, con quella clausola di salvaguardia, il decreto che aumenti lIva di 1-2 punti. Un provvedimento della presidenza del Consiglio, sottolinea quasi allindirizzo del ministro dellEconomia, non del governo. A preoccupare il premier la tenuta politica della maggioranza. A pesare e parecchio a fine giornata il silenzio della Lega. I ministri del Carroccio tacciano dopo la presentazione in commissione degli emendamenti Tremonti. Trapela tuttavia la forte irritazione di Roberto Maroni per quei tagli ai comuni che, dopo il caminetto di Arcore, sarebbero dovuti passare

da 6 a 3 miliardi: restano invece pesanti, lo sconto finale solo di 1,8 miliardi. A sera inoltrata, il ministro dellEconomia ancora al tavolo con Sacconi e Calderoli per una cena che diventa occasione di chiarimento. Lennesimo. In mattinata, il minivertice di Gianni Letta con lo stesso Calderoli e Maroni non era bastato a calmare i leghisti gi sul piede di guerra. Tremonti, daltronde, aveva fatto di testa sua. Tornato a Roma da Lorenzago, si era chiuso coi soli tecnici di via XX Settembre e aveva riscritto il decreto poi portato in commissione al Senato. Pacchetto chiuso. I saldi tengono, assicura. Mancano allappello almeno 3 miliardi, gli rinfaccia DAlia dalle file dellUdc. Sospet-

La Lega irritata per la stretta ai comuni che continuano a superare i quattro miliardi di euro
to si dir anche Altero Matteoli dalle Infrastrutture. Il ministro dello Sviluppo Paolo Romani prima di protestare attende adesso il provvedimento che spalmer quei colpi di forbici tra i dicasteri. Sono ore in cui fuori dal Palazzo monta la protesta, gli imprenditori in testa. A Parigi, un Berlusconi innervosito dagli sviluppi dellinchiesta Tarantini, coi soliti fendenti a pm e sinistra fa scendere a suo modo il sipario su unaltra giornata nera.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica la Repubblica
VENERD 2 SETTEMBRE 2011

LE SCELTE DEL GOVERNO POLITICA INTERNA

PER SAPERNE DI PI www.regioni.it www.anci.it

Le reazioni

Confindustria: Manovra debole e inadeguata


Comuni e Regioni duri contro i tagli: Il governo uccide il federalismo
LUCIO CILLIS
ROMA Anche se il gettito da Robin Hood Tax andr interamente agli enti locali, Comuni e Regioni sono sul piede di guerra mentre Confindustria critica duramente la manovra. Il consiglio direttivo degli industriali la giudica debole e inadeguata, senza la necessaria certezza sui saldi. Mancano le misure strutturali e sono assenti misure adeguate per la crescita. Una sonora bocciatura, dunque, che si affianca a quella del presidente facente funzione dellAnci. Osvaldo Napoli spiega le novit e nel contempo esprime senza mezzi termini il disappunto per le misure proposte dal governo al termine della riunione che si tenuta a Palazzo Chigi: La discesa dei tagli da 6 a 3 miliardi che era stata annunciata, non c pi. Restano sul tavolo 4,2 miliardi di tagli e per la riduzione di 1,8 miliardi non ci sono certezze di copertura, salvo un vago riferimento alla Robin Tax. Troppo poco per cambiare i rapporti burrascosi che oppongono leErrani non saranno in grado di garantire il trasporto pubblico locale. Secco anche il commento del primo cittadino della Capitale Gianni Alemanno, che ha portato le ragioni dellAnci fin nella sede del Pd, dove ha incontrato (dopo aver sbagliato piano) il numero uno del partito Pier Luigi Bersani, e parlato di un nuovo testo assolutamente inaccettabile. E a fine giornata, c tempo per annotare lennesima battaglia di posizione tra sindacati: le voci di un incontro segreto tra Cisl, Uil e Confindustria al ministero del Welfare, mandano su tutte le furie la Cgil che definisce grave la notizia di un vertice con al centro le norme sulla contrattazione aziendale in deroga a leggi e contratti nazionali. Sulla stessa linea la Confcommercio, altra grande esclusa dalla riunione, che parla di fatto gravissimo. Ma il leader della Uil Luigi Angeletti liquida le critiche con una battuta che innescher nuove polemiche: Purtroppo gli amici puoi sceglierli. I compagni sono quelli che capitano e noi siamo stati un po sfigati....
RIPRODUZIONE RISERVATA

Le posizioni
LA ROTTURA
La catena istituzionale da oggi ufficialmente rotta il commento di Renata Polverini, governatrice del Lazio

BUCO DA 4,2 MILIARDI


Per gli Enti locali lammontare dei tagli di 4,2 miliardi di euro nonostante la promessa del governo di girare loro la Robin Tax

ALEMANNO FURIOSO

Nuovo scontro tra Cgil, Cisl e Uil per un incontro con Sacconi senza la Camusso
secutivo a sindaci e governatori. I proventi della tassa sulle aziende energetiche verrebbero dunque girati direttamente nelle casse esangui degli enti locali, ma, nella sostanza, senza modificare di molto la situazione a favore di Regioni, Comuni e Province che resterebbero a corto di ossigeno. Una distanza incolmabile, al punto che tutti i rappresentanti delle autonomie locali marciano compatti e parlano di una vera e propria rottura tra le parti, con tanto di manifestazione congiunta contro i tagli, gi programmata per luned pomeriggio a Roma. Per il presidente della Conferenza delle Regioni, Vasco Errani, il presidente dellUpi, Giuseppe Castiglione, il governatore della Lombardia, Roberto Formigoni, quello del Lazio, Renata Polverini, il sindaco di Roma Gianni Alemanno, il primo cittadino di Torino Piero Fassino e quello di Bari Michele Emiliano, la manovra nonostante le modifiche, deve essere riscritta. Viene confermato un taglio di 4,2 miliardi e non ci viene neppure detto dove si recuperano 1,8 miliardi, dice la Polverini, gi se i tagli fossero gi stati veramente dimezzati per noi sarebbe stato impossibile garantire i servizi in questa condizione non sappiamo veramente da che parte cominciare. Si rotta la catena istituzionale, commenta la governatrice del Lazio. Il giudizio che diamo dellincontro fortemente negativo: non abbiamo avuto alcuna risposta, sottolinea il presidente della Conferenza delle Regioni, Vasco Errani, che definisce il taglio alle autonomie nelle ultime tre manovre drammaticamente sproporzionato e tutto a carico degli Enti locali. Le Regioni, a causa dei tagli, secondo

Il sindaco di Roma si schiera deciso contro la nuova manovra e a nome dellAnci va a trovare Bersani nella sede del Partito democratico

I rappresentanti degli amministratori locali

Lintervista

Formigoni: salteranno trasporti, aiuti alle imprese e ai pi deboli, se non si cambia va tutto a rotoli

Ormai uno scontro istituzionale adesso anche il Pdl si deve ribellare


CINZIA SASSO
MILANO Non una dichiarazione di guerra, ma poco ci manca. Gli eserciti, comunque, sono gi sono schierati: governo da una parte, enti locali dallaltra. E a lanciare lultimatum Roberto Formigoni, eterno governatore della Lombardia, peso massimo del Pdl: In queste condizioni si rischia uno scontro istituzionale che non abbiamo aperto noi. Presidente, cosa pensa dellultima versione della manovra finanziaria? Penso che vada cambiata dalle fondamenta e che il governo deve assumersi la responsabilit di tenere insieme il sistema paese. Se non si cambia, qui va tutto a rotoli. Si rischia una frattura insanabile. Con queste misure noi non potremo governare: salteranno i trasporti, gli aiuti alle imprese, i contributi al sociale. Solo sui trasporti locali ci hanno tagliato il 77%: non saremo in grado di onorare i contratti che abbiamo stipulato, li porteremo al governo, ci pensino loro a spiegarlo ai cittadini. Ma i tagli bisogna farli. Secondo lei cosa non va in questa terza versione della manovra? Sia chiaro che noi non ci sottraiamo alle nostre responsabilit e che oggi siamo pronti a fare la nostra parte. Ma non siamo disponibili fare anche quella che spetta ad altri. Dal luglio 2010, con le tre manovre successive, il saldo negativo stato di 107 miliardi; 67 sono stati messi in carico alle Regioni. Nelle spese noi contiamo il 25 per cento e i tagli per noi sono pari al 57. Lo Stato, che conta per il 60,5 per cento, viene tagliato del 24. Lerrore clamoroso tutto qua. Lei ha ingaggiato una battaglia quasi personale, lanciando messaggi su messaggi. E il suo governo a non averla ascoltata. Allincontro di oggi il sottosegretario Letta e i ministri Calderoli, Maroni, Fitto e Sacconi ci hanno detto di condividere personalmente le nostre osservazioni. Siamo un fronte molto compatto, ci sono presidenti di Regione e sindaci di centro destra e di centro sinistra. Vuol dire che non abbiamo avanzato richieste strampalate, n che il nostro obiettivo difendere la casta. Contiamo che in extremis si arrivi a un mutamento della manovra. Ci crede ancora? I tempi sono molto stretti. Le sue proposte privatizzare la Rai e le Poste, dismettere partecipazioni non strategiche - sono cadute nel vuoto. Sono ancora sul tavolo. Luned incontreremo il presidente del Senato e i capigruppo di maggioranza e opposizione. Come governatore non posso recedere da questa battaglia. Ma la combatto anche come membro del Pdl: questa manovra snatura il nostro partito. E quello che mi attendo ora che anche il Pdl scenda in campo perch nelle sedi di partito abbiamo parlato di un intervento diverso. Questa manovra uccide gli enti locali e ha seppellito definitivamente il federalismo fiscale. Si augura anche lei che cada il governo? No. Mi auguro che faccia il suo dovere. In questo momento una crisi politica sarebbe un dramma che nessuno credo davvero possa augurarsi. Ha sentito il presidente Berlusconi? Gli ho parlato luned. Il presidente non vuole mettere le mani nelle tasche degli italiani, ma quello che oggi gli ho mandato a dire che questo solo un modo differito di spogliare i cittadini.
RIPRODUZIONE RISERVATA

De Benedetti

Serve qualcuno con capacit di fare s alla patrimoniale ma meno tasse sul lavoro
MILANO Per voltare pagina, serve qualcuno che abbia la capacit di fare. Questi hanno la capacit di disfare tutti i giorni quello che hanno fatto la mattina. Lo ha detto Carlo De Benedetti, ieri, alluscita dal direttivo di Confindustria a proposito della manovra del governo aggiungendo poi di avere paura che i mercati possano riaccanirsi. Il governo, ha dichiarato il presidente del Gruppo editoriale lEspresso, dovrebbe innanzitutto fare riforme fondamentali come quelle delle pensioni, ridurre le imposte sul lavoro e, a fronte di questo, accettiamo la patrimoniale. Sempre sulla manovra, De Benedetti ha ribadito che dobbiamo valutare quello che necessario al nostro Paese da un lato per crescere e, dallaltro, per mettere i conti a posto.

Roberto Formigoni

Nelle spese noi contiamo il 25% e i tagli sono al 57. Lo Stato conta per il 60,5% e i tagli al 24

la Repubblica la Repubblica
VENERD 2 SETTEMBRE 2011

LE SCELTE DEL GOVERNO ECONOMIA

Il dossier

Coordinate bancarie nei modelli 740 manette per chi evade oltre 3 milioni
Redditi su Internet. Stretta per societ di comodo e aziende in rosso
VALENTINA CONTE
ROMA Enti locali esattori, dichiarazioni dei redditi sui siti dei Comuni (distinte anche per professioni o per scaglioni di importi), manette ai grandi evasori, pi imposte per le societ di comodo e quelle in perdita sistemica, estremi bancari nelle dichiarazioni di redditi e Iva, inasprimento delle sanzioni per chi fa il furbo con il fisco, incentivi alluso del denaro elettronico, stretta sul redditometro, pi tasse per le societ cooperative, obbligo di scontrino per gli stabilimenti balneari, anche per ci che non cibo e bevande. Il pacchetto fiscale, gran parte del correttivo della manovra bis contenuto nellemendamento del governo deposito ieri in Senato, vale allincirca quanto la supertassa cancellata: 3,8 miliardi di euro. Saldi confermati da Tremonti e ratificati dalla Ragioneria generale dello Stato. Se limposta evasa o non versata supera i 3 milioni non si applica la sospensione condizionale della pena e dunque scatta subito il carcere. La prima novit, pi eclatante, si accompagna ad un abbassamento di tutte le soglie - di reddito non dichiarato, o dichiarato in modo fraudolento, infedele, ma anche per lemissione di fatture per operazioni inesistenti - oltre le quali prevista la reclusione (decreto legislativo 74 del 2000), con pene da un anno e mezzo a 6 anni, per lo pi. Le attenuanti, secondo quanto inserito ieri, diminuiscono le pene di un terzo, anzich per met. I termini di prescrizione allungati di un terzo. Laltra novit riguarda i Co-

Come si evade
SCONTRINI
Una delle piaghe nazionali prevede che il negoziante non dia lo scontrino

INTESTAZIONI
Per occultare i redditi una delle pratiche pi diffuse intestare conti a familiari o conoscenti

FATTURE
Per diminuire limponibile il sistema pi comodo fatturare solo una parte degli introiti

ASSOCIAZIONI
Un trucco fa figurare lattivit commerciale come associazione senza fini di lucro

ANONIMATO
La soluzione per sfuggire al fisco il completo anonimato. Chi non c non paga

PARADISI

I comuni che non creeranno il consiglio tributario perderanno i soldi della Robin tax
muni. Dovranno pubblicare online le dichiarazioni e istituire il Consiglio tributario, esistente solo sulla carta dagli anni 70, entro il 31 dicembre di questanno per dialogare con lAgenzia delle entrate. Se non lo faranno, perderanno gli introiti dalla Robin tax (ora integralmente girati agli enti locali) e la possibilit di trattenere il 100% di quanto recuperato dallevasione. Una follia, la definisce Graziano Delrio, vicepresidente dellAnci. Noi dobbiamo fare i servizi, non i delatori. Ora ci costringono a creare lennesimo organi-

Trasferire la sede delle societ nei paradisi fiscali allontana il fisco italiano

FONDI ESTERI
Far fuggire allestero una parte degli utili stata una strada per non pagare tasse

SGRAVI
il campo dellelusione, i contribuenti possono chiedere agevolazioni non dovute

smo che tra laltro non ha mai funzionato. Una complicazione ulteriore di cui non si sentiva il bisogno. Tra laltro, redistribuire lintroito della Robin Tax tra gli enti locali non solo non ci salva dai tagli, ben pi corposi dello sconto. Ma ci sottrae, indirettamente, altre risorse. La Robin una tassa che si applica alle societ che producono energia, quasi tutte municipalizzate. In pratica, ancora minori introiti per i Comuni che, in ogni caso, dalla Robin nel 2012 avranno ap-

Le societ in perdita da tre anni ritenute di comodo dovranno pagare unIres maggiorata
pena 500 milioni. Ridicolo. Alle societ di comodo, quelle di fatto non operative, per lo pi unipersonali e con basso capitale sociale, costituite per eludere tasse e imposte sui beni di lusso,

viene applicata unIres maggiorata al 10,5%. Stessa entit riservata a quelle societ in perdita da tre anni, considerate di fatto non operative. Nel redditometro, poi, entrano anche i beni dellimpresa utilizzati in quanto soci o familiari dellimprenditore, ovvero la differenza tra il valore di mercato e il corrispettivo annuo. E scatta lobbligo per limprenditore di comunicare allAgenzia delle entrate quali beni societari sono dati in prestito, pena una sanzione pari al

REPUBBLICA.IT Sul sito, Bussole, la rubrica di Ilvo Diamanti: "Ragazzi, non studiate!". Inoltre, lo spot della Cgil per lo sciopero generale e i Simpson e Cenerentola contro la manovra

la Repubblica la Repubblica
VENERD 2 SETTEMBRE 2011

PER SAPERNE DI PI www.palazzochigi.it www.garanteprivacy.it

Lintervista

Pizzetti, garante della Privacy: serve cautela per proteggere la dignit delle persone

Dati online da maneggiare con cura possono scatenare lodio sociale


LUCIO CILLIS
ROMA La pubblicazione online delle dichiarazioni dei redditi uno di quei temi che vanno maneggiati con molta attenzione, dice il presidente dellAutorit garante della privacy. Per il costituzionalista Francesco Pizzetti un materiale terribilmente pericoloso, che rischia di creare - come nel 2008 quando lallora ministro VincenzoViscodiedeilvialiberaallapubblicazione dei redditi degli italiani una sorta di odio sociale, travalicando i limiti e gli obiettivi della nuova norma, se mai dovesse essere approvata. Pizzetti parla di pericolosit, proprio ricordando quel precedente, con parenti, condomini, colleghi, impegnati a confrontare i propri redditi con quelli dei conoscenti. Quello fu un caso di scuola. Oggi la lezione potrebbe servire a ridurre gli effetti negativi di una nuova norma fotocopia?

AL TIMONE
Francesco Pizzetti il presidente dellAutorit garante della Privacy

Non vanno rese note le esenzioni delle spese sanitarie o a chi va l8 per mille

DICHIARAZIONI SUL WEB


Un emendamento alla manovra propone la pubblicazione in Internet delle dichiarazioni dei redditi dei contribuenti

Certamente. Nel 2008 fummo costretti ad intervenire con urgenza: imponemmo lo stop alla pubblicazione dei dati, liberati su internet senza alcun tipo di protezione e il cui testo era modificabile da chiunque. Visco ebbe quella improvvida idea che ne ha permesso la consultazione in tutto il mondo senza precauzioni. Oggi noi dobbiamo vigilare affinch non vengano consegnati al pubblico dei dati sensibili. In particolare, quali accorgimenti andranno presi? Auspico che ci sia un grande at-

tenzione e senso di responsabilit nel passare dallattuale sistema di consultazione sul cartaceo, con paletti ben definiti, a quello online dove i dati una volta pubblicati sono difficilmente cancellabili. Bisogner arginare la possibilit di ricerca delle dichiarazioni su Google, limitandone nel tempo laccesso. E poi c un altro tema sul quale riflettere: occorrer essere chiari sul fine ultimo di queste norme. Se la legge chiede al cittadino di diventare controllore le informazioni non potranno essere modificate. Allo stesso tempo i da-

ti da inserire online dovranno essere limitati. Ad esempio? Intanto mi aspetto che lAutorit sia sentita dal legislatore prima di procedere per definire modalit e criteri. Serve unestrema cautela. Si corre il rischio di rendere noti dei dati sensibili e la nostra preoccupazione di proteggere la dignit delle persone. Pubblicare a determinate condizioni il reddito dichiarato un conto, rendere note anche le eventuali esenzioni delle spese sanitarie o a chi venga devoluto l8 per mille tutta unaltra questione. Infine si aperto un nuovo capitolo: lobbligo di indicare nella dichiarazione le banche dove si effettuano le operazioni. In questo caso siamo di fronte ad uninformazione strumentale a verifiche e controlli. E quindi di per s lecita, come gi accaduto in passato.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il documento

GLI EMENDAMENTI
Gli emendamenti del governo al decreto di agosto sulla manovra, firmati dal ministro dellEconomia, Giulio Tremonti, e dal relatore Antonio Azzollini

30% di quella differenza. Laltra norma che pure far discutere lobbligo di indicare nelle dichiarazioni di reddito e Iva gli estremi identificativi dei rapporti con gli operatori finanziari, dunque i dati bancari del contribuente. Un rafforzamento di quanto gi previsto dalla legge del 1973 sullanagrafe tributaria. Tra i provvedimenti fiscali, anche linasprimento, ovvero le minori agevolazioni, a carico delle societ cooperative non agricole e a quelle della di-

stribuzione di grandi dimensioni, entrambe a mutualit prevalente: per le prime, limponibile Ires aumenta dal 30 al 40% (la parte di utile tassata), per le seconde dal 55 al 65%. Infine, un incentivo per imprese e professionisti con fatturati o compensi inferiori ai 5 milioni: se utilizzano esclusivamente denaro elettronico, vedranno ridotte della met le sanzioni tributarie, non penali, in caso di dichiarazioni dei redditi non corrette.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica la Repubblica
VENERD 2 SETTEMBRE 2011

LE SCELTE DEL GOVERNO ECONOMIA

PER SAPERNE DI PI www.senato.it www.giustizia.it

La manovra
Gli incassi

1,1 miliardi
MAGGIORI SANZIONI
Linasprimento del sistema delle sanzioni penali e tributarie previsto dallemendamento del governo presentato ieri frutta 1,1 miliardi

Il Tesoro:La copertura c ma dalla lotta allevasione nessuna certezza sul gettito


Con la frenata del Pil buco da 10 miliardi
ROBERTO MANIA
ROMA Lemendamento del governo al decreto di Ferragosto c, ma la copertura finanziaria resta incerta. Anche se il Tesoro assicura i circa quattro miliardi necessari: arriveranno dalla lotta allevasione. Il che, per, li rende aleatori. Come la stessa possibilit di raggiungere il pareggio di bilancio nel 2013, per colpa del rallentamento del Pil e dellaumento del costo degli interessi sul debito pubblico. Meglio prepararsi da subito alla prossima, ravvicinata, manovra. La terza. Potrebbero servire almeno dieci miliardi di euro di correzione, stima Nicola Rossi, economista, ex senatore Pd, ora nel gruppo misto. Tra meno di venti giorni, quando il governo presenter la nota di aggiornamento al Documento di economia e finanza (Def), con linevitabile modifica dei tassi di

1,4 miliardi
I DATI DELLE BANCHE
LAgenzia delle Entrate avviare ulteriori controlli grazie allobbligo per i contribuenti di fornire i dati sui rapporti bancari. Lincasso di 1,4 miliardi

714 milioni
SOCIET DI COMODO
Dalla maggiorazione dellIres sulle societ di comodo (quelle a cui si intestano auto o yacht di lusso) entreranno 714 milioni

IL MINISTRO
Il ministro dellEconomia, Giulio Tremonti che ieri ha inviato al Senato le modifiche alla manovra. A sinistra, laula di palazzo Madama

169 milioni
SGRAVI ALLE COOP
La riduzione delle agevolazioni per le cooperative potrebbe portare a un incasso di poco superiore ai 169 milioni

da 5.000 euro a 2.500. Bene. Conviene leggersi la relazione del governo stesso: La misura assolve alla finalit di contrastare lutilizzo del sistema finanziario a scopo fraudolento e, pertanto, si stima prudenzialmente che la norma non comporti sostanziali effetti finanziari. Dunque il governo

non pensa di ricavare un incremento di gettito da questa misura che tutti considerano efficace nella lotta contro l'evasione. Coerentemente non cifra nemmeno unaltra misura contro levasione: quella che prevede fino alla cancellazione dal proprio albo il professionista che per

quattro volte nellarco di un quinquennio non abbia rilasciato la ricevuta fiscale. Nella relazione tecnica consegnata ieri con lemendamento c un cambio dimpostazione nel governo: ora, infatti, ragionevole ritenere che linasprimento del sistema sanzionatorio penale-tributario

rappresenti un chiaro intervento con finalit dissuasive di comportamenti evasivi. Quindi: 1,1 miliardi in tre anni. Ma si pu cifrare? E perch 1,1 miliardi? E perch 1,4 miliardi arriveranno dallobbligo per i contribuenti di comunicare i rapporti con le banche? Come si fa a stimare? In base

a cosa? Tutto questo, comunque, la relazione non lo dice. Mentre assicura che dalla maggiorazione dellIres per le societ di comodo arriveranno 714 milioni e 169 dalla stretta sulle coop. In tutto quasi 3,8 miliardi, come con il contributo di solidariet. Appunto.
RIPRODUZIONE RISERVATA

La tracciabilit dei pagamenti con la riduzione delluso del contante non porter incassi
crescita del Pil, implicitamente si sveler la necessit di un nuovo intervento sui conti pubblici. Perch il decreto ora allesame del Parlamento stato definito con delle previsioni di dinamica del Pil ormai irrealistiche: +1,1 % nel 2011 e + 1,3 % nel 2012. Per il Fondo monetario internazionale lItalia chiuder il 2011 a +0,8 % e caler allo 0,7 % nel 2012. Ogni discesa del Pil corrisponde a una salita del deficit. Senza considerare gli evidenti effetti depressivi che avr il decreto. Ma intanto, al posto del contributo di solidariet, stralciato dal decreto dopo il vertice di Arcore, il ministro dellEconomia, Giulio Tremonti, ha affidato alla pena del carcere, oltrech una funzione di deterrenza, anche quella di raccogliere le risorse per tappare i buchi del decreto emendato. Peccato che lo stesso ministro non affidi a tutte le misure antievasione e anti-elusione lo stesso compito. Anzi. Due esempi tratti dalla relazione tecnica al decreto. Il primo (articolo 2, comma 4) riguarda la tracciabilit dei pagamenti, con al riduzione del limite massimo per luso del contante

Il caso

Polemiche sul piano di riorganizzazione degli uffici giudiziari presentato dal Guardasigilli Nitto Palma

Il governo accorpa le mini-procure magistrati e opposizione: Tagliano i pm


LIANA MILELLA
ROMA Procure, pur se mini, abolite per decreto. Pm cancellati dal governo con un tratto di penna. Per risparmiare soldi, dicono loro. Per indebolire il controllo di legalit sul territorio, temono opposizione e toghe. Con una delega al governo cos ampia e generica che ogni decisione e discrezionalit, una volta votata la manovra, sar possibile. Il Guardasigilli Nitto Palma presenta il piano per riorganizzare gli uffici giudiziari ed ecco, a leggerlo bene, la sorpresa che compare al punto c. Laddove scritto: Ridefinire lassetto degli uffici requirenti non distrettuali, tenuto conto della possibilit di accorpare pi uffici di procura indipendentemente dalleventuale accorpamento dei rispettivi tribunali; prevedendo che lufficio di procura accorpante possa svolgere le funzioni requirenti in pi tribunali. Gergo di via Arenula, ma sostanza chiara: il governo vuole chiudere alcune piccole procure, non solo quelle delle citt in cui si sbarrano i tribunali, ma pure dove restano. Una procura accorpante funzioner per i tribunali che sopravvivono. Con buona pace delle carte che, tradizione tipica della nostra giustizia, viaggiano da un palazzo allaltro. LAnm, scoperte le tre righe, in allarme. Al telefono restano a lungo il presidente Luca Palamara e il segretario Giuseppe Cascini. Nel weekend valuteranno i contraccolpi e metteranno nero su bianco. Il procuratore di Milano Edmondo Bruti Liberati, ex leader dellAnm, di mattina manda nelle mailing list le sue riflessioni. La preoccupazione per le procure accorpate emerge con evidenza. A sera la volta di Luigi Marini, il presidente di Magistratura democratica. Giudizio spietato: Una soluzione che appare poco sensata una volta che si riduca il numero dei tribunali, poco chiara nelle sue giustificazioni, priva di criteri direttivi e tale da attribuire al Governo una discrezionalit inaccettabile (e pericolosa) in materia di ordinamento giudiziario. Duro il centrosinistra. Protestano la presidente dei senatori Pd Anna Finocchiaro e il Terzo polo. In commissione Bilancio, al Senato, alza la voce il dipietrista Luigi Li Gotti, il pi battagliero contro Nitto Palma. Qui si cancellano i pm. Avremo tribunali senza procure, una cosa unica, a cui mai nessuno aveva pensato. Nel dettaglio: Poich i pm possono acquisire direttamente le notizie di reato vorr dire che, una volta soppressa la procura, verr meno la possibilit di acquisire queste notizie. Cos si arretra nella lotta al crimine. Li Gotti denuncia: Perch si parla di procure accorpanti che vanno a svolgere le sole funzioni requirenti? E quelle inquirenti?. Unaltra trovata del governo per avere s meno processi, ma perch ci saranno anche meno indagini.
RIPRODUZIONE RISERVATA

GUARDASIGILLI
Il ministro della Giustizia, Nitto Palma

Supertassa

Cancellato il contributo straordinario pagheranno solo statali e pensionati


ROMA Sparisce il contributo di solidariet per i redditi alti dei privati, mentre resta confermata per i dipendenti del pubblico impiego e le pensioni doro, confermata anche la soglia dei 90 mila euro. La tassa sar dovuta dal 2011 al 2013 per gli statali e fino al 2014 per pensionati. Secondo le disposizioni dellemendamento voluto da Tremonti, sfuma anche la deducibilit prevista dallattuale versione del decreto.

LIdv: Tribunali senza procure, una cosa unica, a cui mai nessuno aveva pensato

DOLCEGABBANA.IT

la Repubblica la Repubblica
VENERD 2 SETTEMBRE 2011

LE SCELTE DEL GOVERNO ECONOMIA

PER SAPERNE DI PI www.tesoro.it www.ambrosetti.eu

11

I mercati

Eurolandia perplessa, spread sopra quota 300


La Bce compra ancora Btp. Duro lEconomist: LItalia potrebbe affondare leuro?
ELENA POLIDORI
ROMA Saldi assolutamente invariati. Il ministro dellEconomia Giulio Tremonti cerca di rassicurare i mercati ma lo spread, il differenziale di rendimento tra i Btp e i pi solidi bund tedeschi, torna pericolosamente a superare quota 300. E unoscillazione che segue di pari passo le riunioni sulla manovra mentre voci di mercato giurano che la Bce continua a comprare titoli di stato italiano per sostenerli. Ma gli acquisti non potranno proseguire in eterno: sono una soluzione temporanea, ricorda a scanso di equivoci il membro del board, Ewald Nowotny. Francoforte guarda con preoccupazione alla grande confusione che regna sulle misure economiche. Segue passo passo i ritocchi e i ripensamenti del governo. E soprattutto, come la Ue, vuole che il paese rispetti gli impegni (e i saldi, appunto), affiancando al rigore sul deficit i provvedimenti per la crescita. LEconomist durissimo si chiede: lItalia potrebbe affondare leuro? Quota 300, dunque. Ed singolare che venga toccata proprio quando arrivano gli emendamenti: segnala lo sconcerto dei mercati. Non a caso da sempre i governanti spiano ansiosamente il divario Btp-Bund, percepito come la cartina di tornasole della stabilit finanziaria del paese e dunque come un misuratore del rischio-Italia. Durante lestate, mentre la speculazione impazzava, si sfondata questa soglia pi volte. Finch a calmierare il mercato ci ha pensato la Bce con il suo shopping di titoli. Gli acquisti tuttavia si sarebbero via via ridotti per venire incontro alle resistenze tedesche e, insieme, per non offrire alibi al governo italiano. Circolano alcune stime che la dicono lunga sulla cautela dellEurotower: 22 miliardi di titoli di Roma e Madrid comprati la prima settimana di agosto, 15 la seconda, solo sei la terza. E cos andando. Proprio i continui mutamenti del piano di austerity preoccupano la stampa straniera. LEconomist nota che Berlusconi ha tolto quello che non gli piaceva e racconta la breve vita delle varie misure che si sono affacciate sulla scena, per poi scomparire lindomani. Anche il settimanale fa sparire il punto interrogativo quando nellarticolo nota che solo due cose separano lItalia da una crisi del debito di proporzioni inedite che minaccia la moneta unica: il sostegno della Bce, appunto, e il varo della manovra da 45,5 miliardi che Francoforte ha chiesto in cambio del suo aiuto. Ma siccome nulla in Italia al sicuro da modifiche, il piano svelato da Berlusconi il 12 agosto stato disfatto da lui stesso il 29. Gi solo questo sufficiente per sollevare dubbi sulla disponibilit della Bce a continuare a comprare bond italiani. Critico il Wall Street Journal . Il Financial Timestitola un editoriale cos: Le promesse infrante della manovra italiana.
RIPRODUZIONE RISERVATA

LE CRITICHE DALLESTERO
Economist e Wall Street Journal sono molto critici sulle novit della manovra italiana. LEconomist arriva a chiedersi se lItalia potrebbe davvero affondare leuro

Lintervista

Un governo nuovo, pi austerit e crescita poi lEuropa vi aiuter


Roubini: a Roma serve un esecutivo tecnico
DAL NOSTRO INVIATO EUGENIO OCCORSIO
CERNOBBIO Questa saga della manovra, lincredibile balletto di misure annunciate e poi ritirate, dimostra che lo scetticismo crescente del governo tedesco e della stessa commissione Ue verso lItalia ben fondato. E perdere definitivamente la fiducia dellEuropa avrebbe conseguenze devastanti per il vostro Paese. Nouriel Roubini, economista della New York University, oggi sar fra i relatori delledizione numero 37 del Forum The European House-Ambrosetti, Lo Scenario di oggi e di domani per le strategie competitive. E di Europa stavolta Roubini, che dallanno scorso ha una partnership con Ambrosetti per lo scambio di studi e ricerche, parla con passione: Non potete avere il solo mantra della riduzione del debito, la cosa pi importante pensare allo sviluppo. Di cosa ha bisogno lItalia? Innanzitutto di un altro governo. Quello attuale ha perso qualsiasi credibilit. E senza credibilit difficile che la Germania dia il via libera agli eurobond o al rafforzamento dellEfsf, il fondo salvastati che ne una fattispecie. Un altro governo, che non potrebbe essere che un esecutivo tecnico, deve varare con convinzione e coerenza il necessario mix di riforme strutturali e misure di austerity. I ministri attuali si dimostrano totalmente incapaci di forzare le resistenze delle singole lobby che fatalmente si oppongono a qualsiasi misura. Quello che sembra incredibile dallesterno che ci si sbrani per piccoli interventi, che sommati non arrivano allo 0,3% del Pil. Perci sottolineo la mediocrit

LORACOLO DELLA CRISI


Nouriel Roubini insegna economia alla New York university, i suoi allarmi sullo squilibrio dei mercati hanno anticipato la crisi finanziaria e la recessione del 2008

Scetticismo

Sacrifici

Sviluppo

Lincredibile balletto di misure annunciate e ritirate dimostra che lo scetticismo tedesco ben fondato
di tutta la compagine, guidata peraltro da un personaggio completamente screditato: stessero discutendo di veri cambiamenti della struttura economica, di passi epocali che imprimono una svolta decisiva allaspetto del Paese, potrei capirlo. Ma si litiga sugli spiccioli, su piccoli provvedimenti spezzettati e privi di un disegno unitario. Quando si tratta di affrontare problemi grossi come levasione fiscale, lo si fa con esitazione, con mezze misure, con i concordati mascherati, come se non ci si credesse. Di fronte a questo, cosa devono pensare gli organismi internazionali e i mercati? Non c la forza politica per intervenire su nessuna questione. Lei parlava degli eurobond e del fondo salvastati, ma non detto che ci si debba ricorrere. La rivolta scoppiata in Germania quando la Merkel ha detto che si pu pensare allincremento del fondo un indicatore del sentimentverso il vostro Paese. Se offrirete un quadro pi coerente e solido, se darete un aspetto complessivo pi affidabile e annuncerete misure efficaci, lU-

I mercati vorranno uno, due, dieci chili di carne Dovete accertarlo. Ogni categoria sar chiamata a fare sacrifici

Non potete avere il solo mantra della riduzione del debito, la cosa pi importante pensare allo sviluppo
liardi di euro, oltretutto con la postilla della sterilizzazione, il meccanismo che fa s che i fondi non vengano realmente immessi nel sistema ma tenuti nelle casse della banca. Invece dovrebbe fare come la Fed con il suo quantitative easing duemila miliardi di fondi freschi elargiti e altri in vista. Trichet dice che le missioni delle due istituzioni sono diverse, che la Bce deve solo controllare la massa monetaria e la Fed invece pu pensare allo sviluppo. Mi sembrano tutte balle confezionate per loccasione. Ma lei se lo ricorda quando proprio Trichet diceva, nel pieno della bufera finanziaria, che la Bce era pronta ad inondare il mercato di liquidit per evitare casi come Lehman e per permettere un ordinato riassetto del sistema bancario? Non era politica attiva? E poi, ammettiamo pure che voglia controllare linflazione: stata a lungo del 2%, ora tollerabile che per cinque-dieci anni si possa arrivare al 2,5 per risolvere la crisi. Le medie vanno viste sul lungo periodo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

nione europea e i Paesi pi forti di essa saranno disponibili ad aiutarvi. Che si debba ricorrere a una serie di sacrifici categoria per categoria, a seconda della capacit contributiva, inevitabile. Le riforme strutturali sono parte integrante di questi sacrifici, perch dovrebbero comprendere pi libert di licenziamento sia

Per leconomista anche la Bce sbaglia nel non imitare lattivismo della Fed
nel pubblico che nel privato, oltre che la possibilit di chiudere le strutture inefficienti. I mercati chiedono uno, due, dieci chili di carne, dovete accettarlo. Ma lEuropa deve essere pronta ad intervenire se necessario in vostro soccorso: solo con un rafforzamento complessivo i Paesi troveranno mercati di sbocco, occasioni di cooperazione funzionali, opportunit da cogliere, insomma non vedranno frustrati gli

sforzi di risanamento interno, ammesso che ci siano. C secondo lei questa volont da parte dellEuropa, questo spirito di solidariet, questo sentirsi parte di un disegno corale? Dipende dallimmagine che i vari Paesi, e ora parliamo dellItalia, riescono a dare. Allinterno delle istituzioni europee comunque bisogna fare passi avanti. I problemi nessuno pu risolverli da solo. Ognuno deve fare la sua parte, i governi per primi, ma lEuropa deve scuotersi. La Bce per esempio ha fatto un errore gravissimo alzando nella prima met del 2011 i tassi dall1 all1,5% e tenendoli su tale livello. Grecia e Portogallo hanno avuto la mazzata finale, se in Italia spirava qualche vago anelito di ripresa, stato soffocato sul nascere. Perfino la Germania ne ha sofferto. Sembra che la banca non riesca ad accettare il ruolo di lender of last resort quale invece devessere in ununione monetaria degna di tal nome. Gli interventi che cos faticosamente ha intrapreso sui titoli italiani e spagnoli, sembra che li faccia pesare, sar tanto se si arriver a 100 mi-

la Repubblica la Repubblica
VENERD 2 SETTEMBRE 2011

12

E GIUSTIZIA POLITICA INTERNA


LO STIPENDIO
A Tarantini veniva fornita in forma occulta una somma mensile di quasi 20 mila euro: 14 mila ai quali si aggiungono altre spese

LA CRESTA
A Tarantini erano destinati anche 500 mila euro una tantum. Ma gliene arrivano solo 100 mila, gli altri li trattiene Lavitola

IL COSTO DELLA CASA


Fra le altre spese sostenute da Berlusconi per Tarantini c laffitto della casa romana dove abita la famiglia Tarantini

FOTO PER SOLDI


Il denaro veniva consegnato a Lavitola dalla segretaria del premier. Per riferirsi ai soldi limprenditore parlava di fotografie da stampare

La vicenda

Linchiesta

Caso escort, ricatto a Berlusconi arrestati Tarantini e la moglie


Lavitola ricercato. Il giudice: premier spalle al muro
DARIO DEL PORTO CONCHITA SANNINO
ROMA Un uomo sotto ricatto. Stretto da persone senza scrupoli o disperate che sono pronte ad andargli addosso, vogliono tenerlo sulla corda, metterlo con le spalle al muro o peggio in ginocchio. E gli spillano quattrini nella consapevolezza che pi merda esce meglio . il ritratto del presidente del consiglio Silvio Berlusconi cos come tratteggiato dal gip di Napoli Amelia Primavera che ha disposto larresto di Gianpaolo Tarantini, gretaria particolare del presidente del Consiglio (che non indagata) ma pervenuta allimprenditore barese solo in minima parte, 100 mila euro, i restanti 4/5 sarebbero rimasti nelle mani di Lavitola. Nei colloqui con la Brambilla, Lavitola utilizzava termini convenzionali per riferirsi ai soldi e parlava di fotografie da stampare. Partendo dalle intercettazioni su alcune societ del gruppo Finmeccanica, per conto delle quali Lavitola sembra svolgere non meglio definitive attivit di consulenza, i pm sono dunque arrivati a scoprire conversazioni dalle quali emerge in maniera ritenuta inequivocabile la logica e la prospettiva ricattatoria che avrebbe ispirato Lavitola e i Tarantini nel loro rapporto con il premier. Le ragioni giustificative dei pagamenti erogati da Berlusconi a Tarantini attraverso Lavitola, scrive infatti il giudice, risiedono tutte nella vicenda processuale radicata a Bari dove Tarantini tuttora indagato (per favoreggiamento della prostituzione nelle feste organizzate nelle residenze estive del premier - n. d. r.) e Berlusconi comunque coinvolto anche se solo mediaticamente. Il presidente del Consiglio sarebbe allarmato per il contenuto ritenuto potenzialmente catastrofico delle trascrizioni contenute negli atti depositati alla fine dellindagine pugliese. Per questo sarebbe stata suggerita a Tarantini la via duscita del patteggiamento, soluzione individuata nellinteresse sostanziale di Berlusconi cos da evitare la diffusione delle telefonate. in questa fase che Lavitola, secondo quando desunto dai magistrati dai colloqui intercettati, suggerisce invece a Tarantini di mantenere ferma la volont di affrontare invece il processo pubblico. Salvo che in extremis non sia Berlusconi a chiedergli in ginocchio di optare per il patteggiamento, rileva il giudice. Cos da tenere il premier sulla corda. Ho solo aiutato una famiglia in difficolt, aveva affermato il premier a Panorama (settimanale di sua propriet) escludendo di essere rimasto vittima di unestorsione. Non escludiamo di ascoltarlo come teste, dice il procuratore Giandomenico Lepore.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Pagato per tacere e patteggiare. I pm: grave fuga di notizie Il gip: lindagine spetta a Napoli
limprenditore barese che port Patrizia DAddario a Palazzo Grazioli, della moglie Angela Devenuto e di Walter Lavitola, direttore ed editore dellAvanti!, protagonista un anno fa della campagna di stampa sulla casa di Montecarlo in uso al cognato di Gianfranco Fini. Sono accusati di estorsione ai danni del premier. Tarantini rinchiuso nel carcere di Poggioreale, la moglie a Pozzuoli. Lavitola invece irreperibile. Non sono latitante, sono allestero per lavoro, fa sapere. Dunque arrivata la svolta nellinchiesta coordinata dai pm Francesco Curcio, Vincenzo Piscitelli e Henry John Woodcock e condotta dalla Digos diretta da Filippo Bonfiglio. Unindagine fortemente compromessa dalla criminosa sottrazione di numerosi e rilevanti contenuti, sottolinea il procuratore aggiunto Francesco Greco riferendosi alle anticipazioni pubblicate nel numero di Panorama del 25 agosto. Ma nonostante questo ancora in pieno svolgimento, ricorda la Procura napoletana che ieri ha disposto anche una serie di perquisizioni. Il gip ha ritenuto sussistente in questa fase la competenza territoriale dellautorit giudiziaria napoletana. Ma la battaglia su questo punto appena iniziata. Lavvocato di Tarantini, Alessandro Diddi, chiede la trasmissione degli atti a Roma. Secondo laccusa a Tarantini e alla sua famiglia viene fornito da tempo in forma occulta una sorta di appannaggio mensile di quasi 20 mila euro: 14 mila mensili, oltre allaffitto della casa di Roma, spese legali e straordinarie. Appannaggio al quale provvede Berlusconi attraverso Lavitola. A Tarantini, il premier avrebbe destinato anche 500 mila euro una tantum. Somma di fatto consegnata in pi riprese a Lavitola da Marinella Brambilla, se-

ELLEKAPPA

I PROTAGONISTI
Oltre allimprenditore barese stata arrestata la moglie Angela Devenuto, 34 anni. Mandato di arresto anche per leditore e direttore dellAvanti Valter Lavitola, sfuggito perch allestero

Il personaggio

La memoria difensiva di Tarantini: ricevetti 500 mila euro per lavorare

FRANCESCO VIVIANO
ROMA Lautodifesa di Giancarlo Tarantini affidata ad un memoriale di 14 pagine scritto nella serata di mercoled scorso, poche ore prima che venisse arrestato. Un memoriale dove naturalmente respinge ogni accusa di estorsione nei confronti del Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, ma che contiene anche due particolari: due incontri avvenuti in gran segreto proprio con il suo amico Silvio Berlusconi che per mesi aveva tentato di vedere da vicino. Incontri che aveva sollecitato a Lavitola il quale non riteneva opportuno che Berlusconi ed il suo procacciatore di escort si vedessero per non alimentare altre polemiche di stampe. Ma Tarantini insisteva, voleva vedere ad ogni costo il Presidente ed alla fine Berlusconi e Lavitola decisero di incontrare Tarantini e sua moglie. Ecco cosa scrive nel suo memoriale Tarantini. Nel-

Due incontri con il Cavaliere mi dava 20 mila euro al mese


lautunno dellanno scorso, non sono ora in grado di ricostruire tutte le cadenze temporali (anche perch le ritengo ininfluenti), il Lavitola mi fece sapere che il Presidente (Berlusconi ndr) grad molto i miei saluti che contraccambiava con affetto e che mi avrebbe certamente aiutato. Ricordo che il Lavitola mi disse anche come il Presidente mi avrebbe potuto eventualmente aiutare, sostenendo mie nuove iniziative economiche. Per il momento, per far fronte alle prime esigenze di vita, iniziai a ricevere settimanalmente, tramite Lavitola, somme di denaro in contanti che mia moglie andava a prelevare in Via del Corso a Roma presso gli uffici di Lavitola. Complessivamente ho ricevuto circa 20 mila euro al me-

La prima visita con la moglie dellimprenditore pugliese a Palazzo Grazioli, la seconda a Villa San Martino ad Arcore

REPUBBLICA.IT Sul sito i documenti, le intercettazioni e la cronologia dellinchiesta

se (oltre ad altre somme per far front ad esigenze extra) fino al mese di Luglio. Tarantini giustifica questa richiesta di denaro al Cavaliere con esigenze di vita: le sue aziende sono ormai crollate e deve sostenere moglie, figli e mamma vedova. Sempre nel corso dei nostri incontri, riferii a Lavitola la volont, ove ovviamente condivisa, di incontrare il Presidente Berlusconi perch il mio desiderio era quello di potere mantenere vivo il mio rapporto di amicizia, visto anche i segni di affetto che ricevo tramite Lavitola. Questultimo, per, in un primo momento mi disse che non era opportuno che io incontrassi il Presidente Berlusconi perch se ci avessero visto insieme sarebbe potuta scattare una nuova campagna stampa

che sarebbe stata nociva per me e per lo stesso Presidente. Ma limprenditore pugliese insistette ancora e nel novembre del 2010 fu organizzato un incontro a Palazzo Grazioli con Berlusconi dove and soltanto la moglie di Tarantini. Lo scopo dellincontro scrive Tarantini nel suo memoriale - era quello di ringraziare il Presidente per le disponibilit manifestate e per chiedergli se poteva aiutarlo ancora per lavorare. Ma Tarantini voleva vedere ad ogni costo il Presidente Berlusconi e dopo tante insistenze, a marzo scorso Lavitola accompagn me e mia moglie dal Presidente Berlusconi ad Arcore, presso la dimora del Presidente a Villa San Martino... Lincontro dur circa unora, Berlusconi fu con me affettuosissimo. Lo ringraziai umilmente per i disagi e gli imbarazzi, che - mio malgrado - gli avevo procurato... e mi permisi di richiedere al Presidente Berlusconi un finanziamento di 500 mila euro per riprendere a lavorare.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica la Repubblica
VENERD 2 SETTEMBRE 2011

PER SAPERNE DI PI www.repubblica.it

13

Le reazioni

Ipotesi di pura fantasia intercettazioni-rapina


Il capo del governo: resto per cambiare tutto
nunci la Cassazione. Ma alla sua verit, alla generosit con cui avrebbe dispensato a Tarantini e famiglia 500mila euro e vari benefit tra cui una casa in pieno centro a Roma non intende credere lopposizione. Il centrosinistra e il terzo polo vedono nellindagine della procura di Napoli lennesimo duro colpo alla credibilit del presidente del Consiglio, al suo prestigio internazionale, alla sua affidabilit. Lo sviluppo improvviso dellindagine sulle escort pugliesi e il ruolo dellimprenditore Tarantini scrive Donatella Ferranti destano molte preoccupazioni per le innegabili ripercussioni sul prestigio, ormai da tempo offuscato, della figura del premier. Secondo la capogruppo del Pd in commissione Giustizia alla Camera, se risultassero veri i fatti contestati, avremmo la prova che la massima carica del governo stata oggetto, e forse lo ancora, di squallidi ricatti. Una condizione intollerabile per il nostro Paese. Pier Luigi Bersani si limita a marcare una differenza: Al contrario di Berlusconi dice il segretario intervenendo alla riunione di coordinamento del partito io credo che lItalia sia un grande Paese, e penso che ce la

ANNALISA CUZZOCREA
ROMA Fino alle nove di sera, sulle agenzie non appare una sola reazione della maggioranza allarresto di Giampaolo Tarantini e della moglie per estorsione ai danni del premier. Mentre si rincorrono da ore le dichiarazioni dellopposizione, con la parola squallore che torna pi di ogni altra, il governo tace. Alle nove e due minuti, a rompere il silenzio arriva la viva voce del diretto interessato. Silvio Berlusconi nel cortile dellEliseo a Parigi. Il vertice sulla Libia finito, lui sta per partire ma a sorpresa risponde ai cronisti: Le ipotesi dei

Silvio Berlusconi motivi veri per dare una mano a qualcuno lo faccio, visto che me lo posso permettere. Poi, il premier si sofferma sul senso del suo sfogo telefonico con il direttore ed editore dellAvanti Valter Lavitola, anche lui sotto inchiesta, ma non arrestato perch allestero. Quelle parole intercettate (Tra qualche mese me ne vado, questo un Paese di merda), sono secondo Berlusconi cose dette a tarda sera, magari con un sorriso o in modo paradossale. E una cosa che non esiste. Anzi, la pubblicazione delle intercettazioni sui media una delle ragioni che lo spingono a non mollare: E una cosa insopportabile, resto qui anche per questo motivo, per cambiare questo Paese. Essere intercettato, secondo il presidente del Consiglio, una rapina, come versare 600 milioni a una persona che ha la tessera numero uno del Pd. Si riferisce ancora una volta alla sentenza di appelo sul Lodo Mondadori, ai soldi che per quel verdetto ha dovuto versare alla Cir di Carlo De Benedetti, in attesa che si pro-

Berlusconi attacca leditore di Repubblica De Benedetti per il Lodo Mondadori


IN CARCERE
Limprenditore Giampaolo Tarantini da ieri nel carcere di Poggioreale

pm sono pura fantasia, io ho solo dato una mano a una famiglia con figli, che era abituata a vivere nellagio e si ritrovata nella povert pi nera. E aggiunge: Lho gi fatto con una miriade di persone. Quando vedo che ci sono

Lintervista

Il senatore pd: allestero ci vedono governati da una macchietta

Zanda: un leader ricattabile e ricattato


ROMA Il vicepresidente dei senatori pd Luigi Zanda legge lAnsa e trasecola. Sbatte gli occhi come se non credesse a quel che scritto. Poi sbotta: Un presidente del Consiglio che definisce la sua patria Paese di merda non deve andarsene tra qualche mese, ma immediatamente. Sono gli italiani a essere nauseati di lui. Tarantini e la moglie sono stati arrestati per estorsione ai danni del premier. Che pericoli intravede in questa situazione? E la prova provata che lItalia ha un premier ricattabile e ricattato. Questo non un affare politico, un affare di Stato, aggravato dal fatto che Berlusconi paga le sue abitudini personali disinvolte, i suoi festini, i bunga bunga che hanno umiliato lItalia. In un altro Paese, non rimarrebbe al suo posto neanche un dirigente ministeriale, figurarsi il presidente del Consiglio. Berlusconi ha detto di aver solo aiutato una famiglia in difficolt. Non pu farlo? Escort, procacciatori di escort, organizzatori di festini: sono frequentazioni che in nessuna democrazia del mondo sarebbero consentite a un premier. La nostra immagine internazionale limmagine di un Paese governato da una macchietta. Cosa far lopposizione? Dobbiamo aspettare la chiusura della manovra. LItalia in ginocchio per il debito pubblico, per il deficit, per la speculazione, ma anche per la mancanza di credibilit di un primo ministro ricattato che non controlla pi la sua maggioranza. Chiederemo che su questo si pronunci il Parlamento. Con una mozione di sfiducia? Serve un atto parlamentare che ci permetta di discutere del fatto che i comportamenti del capo del governo mettono a rischio la sicurezza nazionale. Dobbiamo sapere che in questo momento nessun governo alleato, nessun servizio segreto straniero darebbe mai a Berlusconi informazioni delicate e sensibili. Dobbiamo augurarci che anche i nostri servizi siano molto prudenti nei rapporti con il premier. Laffidabilit di una persona sotto ricatto nulla. (a.cuz.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

Opposizioni critiche. Bocchino: da tempo avevamo parlato dei lavoretti sporchi di Lavitola
far a superare le attuali difficolt. Il vicepresidente di Fli Italo Bocchino si concentra invece sul ruolo del direttore ed editore dellAvanti Valter Lavitola: Colpisce che il presidente del Consiglio si affidi a personaggi come lui per gestire unestorsione. E ricorda: Noi da pi di un anno abbiamo detto che Lavitola faceva alcuni lavoretti sporchi per conto di Berlusconi. Lo abbiamo fatto in occasione della vicenda di Montecarlo, quando and in Sudamerica con un aereo privato per produrre documenti non veri. Ci mancava il ventaglio di ricatti veri o presunti a danni del premier dice Aldo Di Biagio, altro deputato Fli per completare il quadretto di unestate infuocata. Sicuramente gli italiani non avevano bisogno di assistere a un altro deprimente show fatto di giri di soldi, escort e faccendieri legati ai poteri forti. E simpatico poi che Berlusconi non ne sappia nulla, non ha incontrato ragazze, non ha fatto favori: si tratterebbe di un esempio di bizzarro ricatto a senso unico. Per Massimo Donadi, si tratta del punto pi basso della nostra storia repubblicana. Le squallide vicende da fine impero che stanno accompagnando la caduta politica di Berlusconi dice il capogruppo dellItalia dei Valori alla Camera sono una vergogna nazionale, un disonore per tutta lItalia, una macchia che rester nel tempo. Il leader dellUdc Pier Ferdinando Casini commenta solo la telefonata in cui Berlusconi dice a Lavitola che presto lascer il Paese: Si vede che ha detto una bugia, non mi pare affatto intenzionato ad andarsene.
RIPRODUZIONE RISERVATA

SENATORE
Luigi Zanda, vice presidente dei senatori Pd: Premier sotto ricatto

la Repubblica la Repubblica
VENERD 2 SETTEMBRE 2011

14

E GIUSTIZIA POLITICA INTERNA

I personaggi citati

Le vicende di Letta rischiano di uscire


Lavitola riferisce al premier che Bisignani era in grado di strumentalizzare Letta. Allora siccome questo adesso finir nei guai fino al collo, lo rimettono in carcere e andr a raccontare tutte le vicende di Letta che riuscito a sapere

Bisignani sa tutto del premier e di Fini


In una telefonata del luglio scorso con il premier, Valter Lavitola si scaglia contro Bisignani: Quello ...sapeva in anticipo le questioni che potevano riguardare lei, me, la questione di Fini...quando Letta le disse che io ero al centro della cosa...e invece era Bisignani

La segretaria Marinella tramite per i soldi


A Tarantini, il premier avrebbe destinato 500 mila euro una tantum. Somma di fatto consegnata in pi riprese a Lavitola da Marinella Brambilla, segretaria particolare del Cavaliere ma pervenuta allimprenditore barese solo in minima parte, 100 mila euro

I verbali

Lo sfogo di Berlusconi Tra qualche mese me ne vado da questo Paese di merda


Il premier: rapinato da pm di sinistra. Lavitola: metto Silvio alle corde
(segue dalla prima pagina)

DARIO DEL PORTO CONCHITA SANNINO


POI le strategie, gli insulti, le regie occulte degli estorsori del premier, uomini e donne che sanno troppo. Negli atti dei pm Henry John Woodcock e Vincenzo Piscitelli, tutte le telefonate folli che come profeticamente teme Valter Lavitola in una intercettazione Dio non voglia abbiano preso.

Possono dire solo che scopo

BERLUSCONI E LA P4 il 13 luglio scorso. In piena emergenza manovra, quasi a ridosso della mezzanotte, il premier obbedisce alle richieste di Lavitola e chiama il faccendiere da una scheda telefonica, intestata ad un cittadino peruviano, che lo stesso Lavitola gli ha fatto recapitare a Palazzo Chigi. Valter: Presidente... . Berlusconi: Eccomi.. ciao.. dimmi. V.: Allora.. buona sera... senta.. io.. come le ho scritto. Ce lha la nota che le ho fatto?. B.: S s, lho letta almeno. V.: Allora.. guardi.. dottore.. a comprova di questo.. ci sta il fatto di ieri... sui giornali... che Bisignani. B.: Ma non capisco... perch io... mi debba occupare di queste cose... scusa... io non centro niente... sono lontano da tutto.. ma perch devo stare a parlarne?. V.: Dottore... ma come.. perch... devo starne a parlarne?... B.: E scusami... non ho niente a che vedere con questa storia... Bisignani lho conosco da lontano.. lavr visto una volta in vita mia... Perch mhai telefonato?. V.: Ma non centra nulla il telefonato.. questo stronzo qua.. sapeva sempre in anticipo.. le questioni che potevano riguardare lei... e anche per quelle robe che potevano riguardare me... dalla questione di Fini... in avanti.. fino agli ultimi giorni.. quando lui le disse.. quando Letta le disse che io ero il centro di questa cosa... E invece era Bisignani... io le dico una cosa... questo qui.. secondo me... ci stanno due ipotesi. La prima.. lei la esclude.. giustamente che Letta potesse in qualche modo essere daccordo con questo, e la cosa da escludere. Ma laltra cosa che non assolutamente da escludere, che questo delinquente qui strumentalizzasse Letta. Allora siccome questo adesso finir nei guai fino al collo perch come ci sono le anticipazioni di oggi gi sui giornali... Questo lo rimettono in carcere, questo qui che un mascalzone, andr a raccontare.. tutte le vicende di Letta... che riuscito a sapere. B.: Ma non sa niente delle vicende di Letta... (incomprensibile). Perch Letta la persona pi pulita e pi onesta del mondo, quindi.. io non ho.. nessun timore di nulla... che riguardi Letta.

Bisignani? Lavr visto una volta, non me ne pu importare di meno. Io sono trasparente, pulito lunica cosa che possono dire di me che scopo. chiaro?
IL PREMIER
Al telefono con Lavitola 13 luglio 2011

Bisignani tramava contro

Dottore, Bisignani senza dubbio uomo di Letta, tramava contro di lei e aveva rapporti operativi con nemici, forse veri...Bocchino, DAlema, Montezemolo
VALTER LAVITOLA
Al telefono con Berlusconi 13 luglio 2013

V.: Dottore... Bisignani senza dubbio uomo di Letta. Tramava contro Berlusconi.. e teneva rapporti operativi con nemici vero.. forse veri... Bocchino, DAlema, Montezemolo. B.: Teneva rapporti con tutti.. non.. con ogni mio nemico.. Non ha mai fatto niente.. contro di me. V.: No.. dottore.. non cos.. credibile, secondo lei, che Letta non sapesse.. quanto meno... delle costanti prese di distanza e affermazioni lesive... della sua personalit?.. credibile?. B.: Ma lei, sono tutte cose... cos... dici... cazzo... non fa niente... non si sbriga... che cosa sono?... niente... son descritti... s.. circa il mio modo di comportarmi.. e allora?. V.: Niente da fare... dottore... quando questo stronzo qui... fa questioni di Adinolfi del quale lei sa io non sono un estimatore, per lamor di Dio... Anche perch a me, non m mai piaciuto per, Adinolfi, alla fine della storia... lui ha giu... ha detto... a Mario Farina... io questo... non potevo.. non volevo neanche metterglielo per iscritto... che non si sa mai... ha detto a Mario Farina... persona amica mia... che il fratello di Vittorio Farina.. col quale lui in affari... ha detto testualmente e lha detto al generale Lisi.. il quale glielo pu confermare, ed una persona seria vedrai che bello scherzo combino ad Adinolfi. B.: Chi lha detto questo? V.: Ah? Lha detto... Bisignani. B.: E vabb, contraddizioni.. antipatie loro... per me.. Adinolfi non nessuno. Io non sono amico di Adinolfi...

Ma io di questa storia, Valter, non me ne voglio interessare. Sono lontano cento chilometri da questa storia, una cosa che non mi interessa... e non me ne voglio interessare. Di Letta sono sicuro non al cento per cento ma al cento per mille. E di tutto il resto non me ne fotte niente, capito? Di Bisignani... di Adinolfi... di tutti quei nomi l... non me ne pu importare di meno... quindi.. la questione.. che io mi coinvolga dentro una cosa del genere... neanche stare... soltanto a sentire. IL PREMIER E IL PAESE DI MERDA V.: Ma dottore, io vorrei semplicemente che lei ne fosse cosciente... che il suo ufficio di una tale permeabilit. B.: Ma anche di questo.. non me ne pu importare di meno.. perch io sono cos trasparente, cos pulito nelle mie cose.. che non c nulla che mi possa dare fastidio, capito? Sono uno che non fa niente che possa essere assunto come notizia di reato... quindi, sono assolutamente tranquillo... a me, lunica cosa che possono dire di me che scopo. chiaro? E quindi mi mettono le spie dove vogliono.. mi controllano le telefonate.. non me ne fotte niente... io.. tra qualche mese me ne vado per i cazzi miei... da unaltra parte e quindi... vado via da questo paese di merda... di cui sono nauseato. Punto e basta. Scusami eh Valter... mi sembra che tu sia preso troppo da questa storia.. ma chi se ne fotte, dai. Son tutte balle dai. V.: Lo so... ma qui con le balle. Perch lei tutti i casini che ha avuto, non li ha avuti per delle gran balle? Lei che ha fatto.. pagava le puttane... o.. per caso... faceva le dro-

La procura di Bari

Di Letta sono sicuro

Ipotizzato pure lo sfruttamento della prostituzione


BARI Lindagine della procura di Napoli su Gianpaolo Tarantini accelera, seppur in uninchiesta lentissima (il fascicolo preliminare stato aperto pi due anni fa), il lavoro dei colleghi baresi che si apprestano a chiudere il fascicolo forse gi la prossima settimana. Probabilmente con una sorpresa, anche rispetto a quello che immaginavano Tarantini e Lavitola. La Guardia di Finanza, dopo aver ascoltato tutte le intercettazioni telefoniche, ha abbandonato lipotesi di contestare semplicemente il favoreggiamento e lo sfruttamento della prostituzione. Ma ha ipotizzato, a carico di una dozzina di persone tra le quali chiaramente Gianpaolo Tarantini, unassociazione finalizzata alla corruzione: in sostanza, Tarantini avrebbe portato alle feste del Cavaliere le donne per ottenere altre utilit dai politici e dai manager, come per esempio gli uomini della Protezione civile e di Finmeccanica ai quali limprenditore barese si era avvicinato. In questottica, per, il presidente del consiglio Berlusconi rimarrebbe comunque fuori dallinchiesta perch nessuna delle intercettazioni seppur assai imbarazzanti politicamente - proverebbe lo scambio di utilit con Tarantini. (g.f.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

Di Letta sono sicuro al cento per mille e di tutto il resto non me ne fotte niente, capito? Di Bisignani, di Adinolfi...La questione che non mi coinvolga in queste cose
IL PREMIER
Al telefono con Lavitola 13 luglio 2011

la Repubblica la Repubblica
VENERD 2 SETTEMBRE 2011

PER SAPERNE DI PI www.repubblica.it http://inchieste.repubblica.it

15

Tremonti vuole fare il presidente


In una conversazione con alcuni personaggi legati a Finmeccanica, Lavitola d la sua visione dei conflitti in corso al governo. Noi dice - abbiamo Letta e Tremonti che non vero che sono in lite, Lunica lite che c su chi deve fare il Presidente

Il personaggio

Lavitola, dallAvanti alla casa di Montecarlo

La procura non ha dubbi Valter senza scrupoli il giallo del peruviano


ROMA Uomo daffari, mediatore di rapporti commerciali allestero, editore e direttore dellAvanti. Ma agli occhi del gip di Napoli Amelia Primavera Valter Lavitola, 45 anni, origini salernitane, soprattutto un soggetto senza scrupoli, che sembra non fermarsi davanti a nulla. Tratta affari loschi con riferimento ad appalti di Finmeccanica, colosso con cui sembra svolgere non meglio specificate attivit di consulenza. Utilizza i finanziamenti erogati dallo Stato allAvanti per il perseguimento di interessi e affari personali che nulla hanno a che fare con il quotidiano. Ci nonostante ben introdotto nei palazzi che contano. E soprattutto sa come farsi ascoltare dal presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. Al premier, scrive il gip, Lavitola legato da un rapporto di speciale vicinanza, in forza del quale pu telefonare a qualsiasi ora alla sua segretaria personale, lasciare messaggi diretti, chiedere di essere richiamato nonch ricevere comunicazioni dai pi stretti collaboratori. Eppure, parlando con limprenditore barese Gianpaolo Tarantini, meditava di mettere il capo del governo con le spalle al muro. Con Berlusconi, Lavitola dialogava attraverso telefoni sicuri. Il 5 luglio scorso, emerge dalle indagini della Digos coordinate dai pm Francesco Curcio, Vincenzo Piscitelli ed Henry John Woodcock con il procuratore aggiunto Francesco Greco, un collaboratore di Lavitola di origini peruviane consegna a Palazzo Grazioli alcuni telefoni e anche una scheda Wind, intestata a un cittadino sudamericano che verr utilizzata da Berlusconi per la telefonata del 13 luglio, intercettata e allegata agli

CON LA DADDARIO
La celebre foto di Silvio Berlusconi a Bari, con sullo sfondo Patrizia DAddario. Lo scandalo escort parte da qui

ghe.. o le cose? O le porcherie che dicevano loro? Io sinceramente non credo che ci sia una donna al mondo che se lei le telefona, dice vieni qua, a farmi una pompa, quella non viene correndo. Dottore, lei mi perdoni se mi permetto. BERLUSCONI E IL LODO MONDADORI Valter: S. io sto bene, e lei dottore, come sta? Berlusconi.: Eh.. io non sto benissimo... sono senza forze... sento che mi hanno fatto una cosa troppo grossa... (riferimento alla sentenza di risarcimento per la Cir di De Benedetti, ndr). V.: Come dice? B.: Mi hanno fatto una cosa troppo terribile, troppo grande... 25 anni di lavoro.. mandati in fumo, una rapina basata sul nulla. Basata su due giudici talebani di sinistra. V.: Un altro paio di cose... Veda che mi diceva il ragazzo, Giampi (Tarantini, ndr) che aveva avuto notizie dagli avvocati.. che.. da Perroni (lavvocato di Tarantini, ndr)... che a Bari.. stiano facendo unindagine contro Laudati... e dove sarebbe coinvolto Nicol... Lui non so bene che cos la storia... mo mi faccio dire tutto.. e poi... dico a Perroni.... B.: S, s, vabb.. ma insomma.. questo, tutto per aria. Poi?. V.: Ah, va bene. Altra cosa.. Mi dice Pozzessere (direttore commerciale di Finmeccanica, ndr) domani poi le manda una nota sulla questione di quel senatore l dellArgentina... Insomma le mando una nota, sembra che stanno facendo un casino... io gli ho detto dinformarla.. B.: Ah, quello l.. pericoloso, pericolosissimo. Esteban Caselli (responsabile allestero del Pdl, ndr). V.: Bravo., lui, Esteban Caselli... . LA LITE SUI 500MILA EURO Lavitola ha incassato 500mila euro che avrebbe dovuto girare a Tarantini, ma limprenditore barese viene a saperlo, solo molte settimane dopo, dal proprio avvocato. E accusa Lavitola di aver fatto il doppio gioco. il 17 luglio scorso. Giampaolo Tarantini: Senti Va (Valter), ti volevo dire una cosa strana che mi ha chiesto Perroni oggi. Valter Lavitola: Eh. GT: Mi sono incontrato... Va be, che non so se tu sai che uscito il fatto della DAddario, va b... che ha ritrattato tutto... Poi, ad un certo punto, mi prende un attimo e mi dice nellorecchio: Ma lei li ha avuti, ma, senta, mi tolga una curiosit, perch mi hanno chiesto... mi ha chiesto inteso come Nicol ma ha avuto poi i 500, lei?. Ho detto: Guardi, ho detto, veramente no. Me li doveva dare, perch siamo rimasti cos lultima volta. VL: Roba da pazzi. Questi so scemi, so pazzi. GT: Non vorrei che lui gli abbia detto cos a Nicol.

Laudati lha fatto apposta

Se riaprono le indagini il vantaggio ce lo abbiamo noi Lha fatto apposta Laudati, perch cos non diventano pubbliche le intercettazioni
GIAMPAOLO TARANTINI
Al telefono con Lavitola 17 luglio 2011

Per la cosa che mi ha detto oggi mi ha fatto rimanere di merda, cio, sono rimasto di c., io. La tensione sale tra i due. E quando Tarantini si lamenta perch ha ricevuto troppo poco, svela che ha intenzione di chiedere al premier 3 milioni. E dice cita Lele Mora. GT: Gli ha dato 4 milioni di euro, 4 milioni di euro, con tre bonifici, sui 4 milioni se n intascati 800 Emilio Fede (...) Ma lhai vista la casa di Sabina? (forse la Began, definita lape regina dellharem berlusconiano, ndr). VL: Comunque se tu vai l e gli vai a chiedere 3 milioni, quello ti caccia a pedate. GT: Ma io non glieli chiedo. Io a lui gli voglio dire una cosa, mi voglio mettere di fronte e gli voglio dire: Presid io non cho una lira, sono disperato, sto facendo sta cazzo di operazione, nel frattempo, per favore, mi vuoi mantenere come Cristo comanda, senza avere rotture di coglioni di nessun genere?. Mi deve dire no? Io non ci credo. VL: Gianp, quello che cosa ti deve dire, ti deve dire: lo sto facendo, com vero che lo sta facendo. TENIAMOLO SULLA CORDA Lavitola sconsiglia allimprenditore di parlare faccia a faccia con il premier e ragiona: Vl: Allora io dico: perch non lo teniamo sulla corda del fatto che, comunque sia, quello...io gli continuo a pressare su quelle cose e si fanno e tu quello che ti devi prendere te lo prendi lo stesso, non si corre il rischio che invece non si prende proprio un c.?. IL VANTAGGIO DI BARI Tarantini parla con Lavitola soprattutto dellinchiesta di Bari in cui accusato di sfruttamento della prostituzione. E della riapertura dellinchiesta. per darci un vantaggio, dice Gianpi. GT: stato fatto per. per non chiudere le indagini, per non mandare lavviso di conclusione, cos non escono intercettazioni. VL: Emb, che vantaggio ha il pm a riaprire le indagini, scusa GT: No, il vantaggio ce labbiamo noi; lha fatto apposta Laudati questo, perch, si sono messi daccordo, nel momento in cui riaprono lindagine e non mandano lavviso di conclusione, non diventano pubbliche, le intercettazioni. LETTA AL QUIRINALE, TREMONTI A PALAZZO CHIGI In una conversazione tra Lavitola e alcuni personaggi legati a Finmeccanica, leditore dellAvanti! d la sua visione dei conflitti in corso al governo. Lavitola: Noi abbiamo Letta e Tremonti che non vero che sono in lite, Letta e Tremonti sono in accordo. Lunica lite che c su chi deve fare il Presidente... poi Letta al Quirinale e Tremonti a Chigi, inculandosi a Berlusconi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Teniamolo sotto pressione

Perch non lo teniamo sulla corda ...io lo continuo a pressare e tu quello che ti devi prendere te lo prendi lo stesso, non si corre il rischio che non si prende un c...?
VALTER LAVITOLA
Al telefono con Tarantini 17 luglio 2011

Dedito per il giudice a affari loschi. Amante della moglie di Tarantini. Ma soprattutto legato da un rapporto di speciale vicinanza al premier
atti. Il premier contatta Lavitola su unutenza panamense e questa conversazione, secondo i magistrati attesta la natura dei rapporti fra i due, con Lavitola che appare come impegnato sostanzialmente quale attivo e riservato informatore su vicende giudiziarie che, bench riguardanti terzi, appaiono di specifico e rilevante interesse dello stesso Berlusconi. Sottolinea il giudice che la speciale vicinanza, fra Lavitola e Berlusconi, non pare giustificata da incarichi politici o istituzionali n dalla collocazione nella galassia aziendale o nellambito familiare del presidente del Consiglio. Ma autorizza persone a chiedere alleditore dellAvanti di attivarsi con Berlusconi per un intervento sul presidente albanese Berisha. E garantisce a Lavitola una interlocuzione privilegiata con Marinella Brambilla, fidatissima collaboratrice di Berlusconi e oggi funzionario della Presidenza del Consiglio (che non indagata) abilitata a concordare con Lavitola la consegna di consistenti somme di denaro in contanti che questi provvedere a far ritirare da un suo incaricato. Sono i soldi, ma nei colloqui si parlava di fotografie da stampare, destinati a Gianpaolo Tarantini e alla moglie Angela Devenuto, che negli atti viene definita come amante di Lavitola. Il prezzo del ricatto al premier, secondo laccusa. (d. d. p. e co.sa)
RIPRODUZIONE RISERVATA

Presid, mi vuoi mantenere?

A Mora gli ha dato 4 milioni. Io a lui gli voglio dire: Presid io non cho una lira, sono disperato, per favore, mi vuoi mantenere come Cristo comanda?
GIAMPAOLO TARANTINI
Al telefono con Lavitola 17 luglio 2011

la Repubblica la Repubblica
VENERD 2 SETTEMBRE 2011

16

POLITICA CRONACA E GIUSTIZIA


LE INDAGINI
Linchiesta sulla P3 ruota intorno alle figure del faccendiere Carboni e dei politici Denis Verdini e Marcello DellUtri

LE CARTE
Lindagine stata chiusa dai pm di Roma l8 agosto. I fascicoli depositati comprendono in tutto 66 mila pagine

LACCUSA
Secondo laccusa gli indagati puntavano a condizionare il funzionamento degli organi costituzionali e la magistratura

GLI SCENARI
Tra gli aspetti dellinchiesta ci sono bonifici milionari, incontri a Villa Certosa per decidere nomine, ingenti prestiti sospetti

Le tappe

Linchiesta P3

Dalle ville al casin di Las Vegas ecco tutti gli affari sospetti di Verdini e dei fratelli DellUtri
CosBankitaliasegnalleoperazionianomale
FABIO TONACCI FRANCESCO VIVIANO CORRADO ZUNINO
ROMA Seguire i soldi. Come suggeriva Giovanni Falcone. Ripercorrere a ritroso il fiume di denaro che transita nelle mani dei manovratori, per poi dipanarsi in mille torrenti, in Italia e allestero. Solo cos si riesce a ricomporre la ragnatela di affari della P3. Interessi che partono da societ editoriali a Firenze, sbarcano in Sardegna per leolico, si allungano a sorpresa fino a un casin di Las Vegas. I conti bancari dei ventiquattro indagati con particolare attenzione per quelli del deputato Denis Verdini e del senatore Marcello DellUtri, per la Procura i veri punti di riferimento dellassociazione segreta sono stati scoperchiati e scandagliati. Sul tavolo dei pm romani Capaldo e Sabelli sono arrivate, negli ultimi mesi, decine di segnalazioni di operazioni sospette da parte dellUnit di informazione finanziaria della Banca dItalia. Carte che hanno allargato gli orizzonti dazione dei magistrati. La P3 non era soltanto una loggia che condizionava le istituzioni, ma anche una centrale daffari che gestiva passaggi oscuri di denaro. Bonifici milionari non giustificati, come i nove milioni e mezzo girati da Silvio Berlusconi a DellUtri. Operazioni immobiliari sospette. Assegni a cifra tonda senza lintestatario. Tutto nelle 66 mila pagine depositate l8 agosto per la chiusura delle indagini. I FRATELLI DELLUTRI Marcello DellUtri deve ancora spiegare perch il premier, beneficiario ultimo di molte ope-

I PERSONAGGI
Marcello DellUtri (a sinistra) e Denis Verdini, sono stretti collaboratori di Berlusconi

la Repubblica la Repubblica
VENERD 2 SETTEMBRE 2011

PER SAPERNE DI PI http://inchieste.repubblica.it/ www.repubblica.it

17

Il caso

P4, il generale Adinolfi e Marra indagati anche dai pm di Roma


MARIA ELENA VINCENZI
ROMA Il fascicolo arrivato da Napoli. E gi sono stati iscritti al registro degli indagati il generale della Guardia di Finanza Michele Adinolfi e il presidente dellagenzia di stampa Adnkronos, Giuseppe Pippo Marra. I reati sono gli stessi ipotizzati dai pm partenopei titolari dellinchiesta madre, quella sulla P4: rivelazione del segreto dufficio e favoreggiamento. Secondo i magistrati campani, John Henry Woodcock e Francesco Curcio, lallora capo di Stato Maggiore delle fiamme gialle, durante una cena, avrebbe detto a Marra che la procura di Napoli stava facendo accertamenti su Luigi Bisignani. E, da qui, la voce sarebbe arrivata proprio al diretto interessato. Liscrizione , in pratica, un atto dufficio. I due erano indagati gi a Napoli. Ma il procuratore generale della Cassazione, l11 agosto, ha ritenuto che il fascicolo dovesse essere trasmesso a Roma. Ora il procuratore aggiunto Alberto Caperna dovr vagliare gli atti e decidere come procedere. Se sentire gli indagati, entrambi gi ascoltati da Woodcock e Curcio, o se disporre altri accertamenti. A raccontare della cena tra il generale e Marra fu il braccio destro del ministro Tremonti, Marco Milanese. Disse di aver saputo dellincontro da Adinolfi, circostanza per negata da Bisignani, Marra e dallo stesso generale che ha ammesso la circostanza della cena, collocandola per in un periodo precedente e non sospetto. Per Milanese, lincontro avvenne poco dopo le vacanze estive del 2010, intorno a settembre-ottobre. Il consigliere del ministro non ha dubbi: Ricordo perfettamente ha dichiarato il deputato ai pm di Napoli che durante la cena mi si avvicin Michele Adinolfi, il quale mi disse espressamente che aveva mandato Pippo Marra, amico del Bisignani, ad avvisare il Bisignani stesso del fatto che la Procura della Repubblica di Napoli gli stava addosso e lo aveva sotto, e cio che stava svolgendo indagini su di lui.
RIPRODUZIONE RISERVATA

razioni della P3, gli abbia fatto a titolo di prestito infruttifero tre bonifici (il primo il 22 maggio del 2008, gli altri due tra febbraio e marzo di questanno) per un totale di nove milioni e mezzo di euro. Ma non lunico nodo che il senatore del Pdl dovr sciogliere. Ci sono i due assegni da 50 mila euro pagati il 5 e l8 gennaio 2010 da Antonella Pau, la compagna del faccendiere sardo Flavio Carboni, anche lei indagata. Per la Procura sarebbero una mazzetta per oliare lingresso di due imprenditori di Forl nellaffare delleolico in Sardegna. E vengono segnalate nove cambiali per un totale di 55.454 euro che il 29 marzo del 2010 DellUtri ha ricevuto senza giustificazione apparente dalla cagliaritana Publiepolis Spa, una societ che si occupa della raccolta di pubblicit per il network Epolis. Nelle carte depositate dai pm spunta anche un finanziamento tutto da chiarire per un casin di Las Vegas da parte di DellUtri. Non Marcello, ma Alberto. Il fratello del senatore, che non indagato nellinchiesta P3. I tecnici della Banca dItalia hanno deciso di segnalare ai magistrati un passaggio di 500 mila euro da Alberto a Marcello datato 7 aprile 2006. Poi hanno indicato tre operazioni sospette, partite dalla Banca Popolare di Milano che non trovano riscontro nelle causali dei trasferimenti. Sempre a nome Alberto DellUtri. Sono due bonifici a

sa operazione di cessione di un contratto preliminare di vendita, sottoscritto l8 settembre 2004. Con questo contratto la Societ Toscana di Edizioni, editrice del Giornale della Toscana, si impegnava ad acquistare da Denis Verdini e Massimo Parisi il 70 per cento delle quote della Nuova Toscana Editrice, per un importo pari a 2,6 milioni di euro. Il contratto per non verr mai perfezionato. Soltanto nel 2009 risulterebbe ceduto dalla Societ Toscana Edizioni al signor Giuseppe Tomassetti, conosciuto come un imprenditore collaboratore di Flavio Carboni, per un importo di appena 300 mila euro, registrando cos una perdita di 2,3 milioni di euro. Dove sono finiti quei soldi? LAZIENDA P3 Era una holding industriale criminale, quindi, lorganizzazione messa su da Flavio Carboni. Aveva separato le due branche: affari e industria da una parte, rapporti con le istituzioni e la magistratura dallaltra, affidata questa ai due pensionati Pasquale Lombardi e Arcangelo Martino (illustrati in altre zone del poderoso dossier investigativo). Sul fronte ramo industria il maggiore del nucleo speciale di polizia valutaria, Andrea Salpietro, ha individuato le

Al coordinatore del Pdl Via Nazionale contesta i finanziamenti concessi dalla sua banca per vendite immobiliari fittizie
vantaggio del Wynn Las Vegas Resort, un hotel extra lusso con casin, a Las Vegas. Il primo datato 17 settembre 2007 per un valore di 246 mila euro. Il secondo, da 232 mila euro, del 18 novembre. Entrambi sono giustificati con un inverosimile saldo soggiorno. Il fratello del senatore ha anche aperto un conto sulla Bank of America di Las Vegas, sul quale il primo febbraio del 2008 ha depositato 150 mila euro. VERDINI E PARISI Denis Verdini finisce nelle informative della Banca dItalia per i bonifici da 8,3 milioni di euro arrivati dal re delle cliniche e senatore Antonio Angelucci a estinguere il mutuo per lacquisto di Villa Gucci a Firenze. Ancora, per la presunta mazzetta da 800 mila euro ricevuta per leolico dagli imprenditori forlivesi. Nelle 66 mila carte depositate compaiono, poi, tre segnalazioni dellUif riferite ad altrettanti prestiti erogati dal Credito cooperativo fiorentino, cio la banca di cui Verdini stato presidente: servivano per finanziare preliminari dacquisto di appartamenti. Sono operazioni scrivono i tecnici della Banca dItalia messe in piedi solo per creare le condizioni per erogare da parte della banca finanziamenti a favore di soggetti che poi trasferiscono tutto a societ del Gruppo Fusi-Bartolomei. Ruota attorno a uno di questi contratti preliminari di vendita fasulli la posizione di Massimo

Non giustificati i 9 milioni che il senatore ha ricevuto da Berlusconi. E gli assegni alla compagna di Carboni per i pm sono una tangente
aree di business del gruppo di potere e segnalato come la banda avesse radicato la sua forza nel business emergente: lenergia eolica. Parchi eolici da creare nella provincia di CarboniaIglesias, decine di pale progettate sulle coste. In parallelo il cartello segreto portava avanti una politica di acquisizione di discariche da bonificare, alcune addirittura tra i siti di interesse nazionale (in condizione di grave crisi, quindi). Ecco la Calancoi di Sassari, le Saline di Cagliari e quelle dei Conti-Vecchi. Il senatore Marcello DellUtri e il deputato Denis Verdini, asseriscono gli investigatori, sono direttamente cointeressati negli affari dellorganizzazione di cui ne rappresentano il punto di riferimento. Sono altres attori di interferenze a livello politico per le quali hanno ottenuto dallorganizzazione somme di denaro e contributi illeciti per il partito cui appartengono. Il gruppo Carboni usa la sua forza con protervia intimidatoria: affianca societ che gi lavorano nel campo delle energie alternative offrendo loro di realizzare lintero investimento per garantire al suo sodalizio illegale la met degli utili. Senza il minimo rischio. Inoltre, il gruppo Carboni si scopre attivo in operazioni immobiliari a Porto Rotondo e nellhinterland di Cagliari, nella compravendita (e il riciclaggio) di opere darte. In un appunto sequestrato al grande collettore Carboni si legge, per piazzare lo stock del maestro Alberto Burri bisogna attendere alcuni mesi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Parisi, coordinatore del Pdl in Toscana, indagato nellinchiesta P3 per finanziamento illecito ai partiti. I sospetti dellUif partono da un bonifico da 595 mila euro fatto da Parisi sul conto di Denis Verdini e di sua moglie Maria Simonetta Fossombroni con causale restituzione anticipazioni. Dietro a questa somma si ricostruisce una comples-

la Repubblica la Repubblica
VENERD 2 SETTEMBRE 2011

18

E GIUSTIZIA POLITICA INTERNA

PER SAPERNE DI PI www.partitodemocratico.it www.avisoaperto.it

Bersani: Su Penati teoremi calunniosi


DAlema: vicenda sconvolgente. Panettone con 5.000 euro a una funzionaria di Sesto
DAVIDE CARLUCCI WALTER GALBIATI
MILANO Il popolo del Pd si aspetta grande chiarezza e passi avanti sulletica, ma anche grande combattivit, ha dichiarato ieri nella riunione del coordinamento del Pd, il segretario Pier Luigi Bersani, delineando la posizione del partito rispetto alla dolorosa vicenda Penati. Faremo capire ha aggiunto in che senso siamo diversi dal punto di vista delluguaglianza dei cittadini di fronte alla legge e nel chiedere passi indietro se necessari a chi, ricoprendo incarichi, oggetto di indagine ma non permetteremo di azzoppare il Pd come alternativa. E ancora: Il popolo del Pd ci chiede chiarezza ma anche di reagire di fronte a dichiarazioni, allusioni e teoremi calunniosi che vogliono dare del Pd unimmagine distorta. E si fatta sentire anche la voce di Massimo DAlema, eminenza grigia del Pd, che ha definito la vicenda sconvolgente per la portata delle accuse aggiungendo che Bersani ha fatto bene a non sottovalutarla, ma che latteggiamento verso Penati non pu che essere garantista e quello di chi vede come va a finire. Per DAlema, il Pd si deve impegnare per trovare ulteriori regole di controllo del partito. Ieri la Commissione di garanzia provinciale ha preso atto dellautosospensione di Filippo Penati dal partito e della sua decisione di rinunciare alla prescrizione nel caso si rivelasse necessario, come gi espresso nella lettera da lui inviata alla Direzione provinciale del partito. Penati incontrer luned prossimo la Commissione di garanzia nazionale presieduta da Luigi Berlinguer. La procura di Monza, invece, continua gli interrogatori. Ieri stata la volta di Nicoletta Sostaro, lex funzionaria dello sportello unico dellEdilizia di Sesto San Giovanni, indagata per corruzione. La donna ha chiarito i suoi rapporti, anche se il suo difensore, Gianluca Minniti ha affermato che cera poco da chiarire e che nel suo ufficio sono giunte pratiche di basso livello, non quelle relative alle aree Falck e Marelli. La Sostaro ha definito lex assessore allEdilizia, Pasquali Di Leva, il suo capo, mentre con larchitetto Marco Magni ha ammesso un rapporto di amicizia. Per i pm, invece, larchitetto era socio della Sostaro, visto lelevato numero di telefonate. La donna ha poi spiegato di aver ricevuto un panettone con dentro 5 mila euro in contanti il 22 dicembre del 2006 dallimprenditore, Piero Di Caterina, ma di aver restituito i soldi. Limprenditore ha consegnato ai pm anche una ricevuta proprio relativa a quella presunta tangente da 5 mila euro con lannotazione in calce perch la zia perde al casin. In una nota, poi, il gruppo Percassi ha fatto sapere che per loro Michele Molina, indagato, stato solo un consulente e non un manager e che la societ Api, guidata da Molina, non fa parte del gruppo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

SOTTO INCHIESTA
Filippo Penati. Sotto, il sindaco di Firenze Renzi

Lintervista

CONCITA DE GREGORIO
INDACO Renzi, esiste la diversit etica della sinistra? No, non esiste. Ci sono buoni e cattivi politici, amministratori. Esiste un sistema-Sesto? La corruzione estesa ad ogni latitudine? Esistono a ogni latitudine corrotti e corruttori, collusi, concussi. Le responsabilit penali sono personali. Quelle politiche sono della classe dirigente intera. Giustificarsi dicendo gli altri fanno peggio inaccettabile. Non un problema di quanto. un problema di come. La questione morale. O si svolta decisamente o, coi rabberci, non si va da nessuna parte. Lantipolitica ha raggiunto livelli di guardia. E impossibile, impensabile, accedere alla prescrizione prevista dalle leggi di Berlusconi. O si gioca in contropiede o si sta allinfinito sulla graticola, fino a bruciare. Il contropiede com? Senza esitazioni, con coraggio, andiamo alla riforma delle indennit, del numero dei politici, dei criteri di nomina nelle aziende pubbliche. Cambiamo radicalmente il finanziamento ai partiti. Ma lo sa che sono stati appena erogati contributi elettorali a partiti che non esistono pi, Ds, Margherita, decine di milioni di euro no, non qualunquismo. Facciamo come negli altri paesi, per ogni cento euro di erogazione dei privati registrata una percentuale di denaro pubblico. C una ragione se altrove funziona cos. Siamo a un bivio decisivo, bisogna assestare un colpo alla casta. Se non si dimezza il numero dei parlamentari si dimezza quello degli elettori. Dimezzare, dice. Ha una proposta? Certo, io intanto a Firenze lho fatto. Potevo avere 16 assessori, ne ho nominati 8. La storia delle Province solo ammuina. Alla Leopolda, il 23 ottobre, presenteremo una riforma di legge costituzionale per superare il bicameralismo. Una sola Camera di 475 deputati, quanti sono i collegi. Un Senato delle autonomie locali composto da 140 amministratori: i cento sindaci dei comuni capoluogo, 20 presidenti di Regione e di consiglio regionale. Questi 140 gi pagati come amministratori e dunque senza alcuna indennit parlamentare. Si passerebbe da mille retribuzioni a meno di 500, e il Parlamento funzionerebbe me-

Non esiste la diversit etica a sinistra serve una svolta Pierluigi sia pi coraggioso
Renzi: i mandati? Tre, ma senza deroghe
glio. Pisapia suggerisce di limitare a due il numero di mandati, senza deroghe. Per gli amministratori, per i sindaci due mandati sono il giusto, a volte anche troppo. Per i parlamentari il problema sono le deroghe, che poi diventano la norma. Io preferisco dire: limite di tre mandati, ma davvero senza deroghe per nessuno: del resto questa classe dirigente ha mostrato di aver terminato il suo compito, ha gi dato. Io dicevo rottamazione. Pisapia, pi elegante, dice rotazione. lo stesso. Pensa che una riforma in questo senso possa venire dallattuale classe dirigente? Bisognerebbe che Bersani si assumesse il compito di riformare la politica senza farsi dettare lagenda dagli eventi. Mi pare che il sistema sia paralizzato dalla paura, e invece serve coraggio. O si cambia o si va alle primarie con programmi diversi, e vediamo. E finito il tempo in cui uno cominciava come consigliere comunale, poi diventava assessore, poi andava alla provincia poi alla regione e se lo trombavano prendeva un vitalizio. Le aziende pubbliche non possono essere il paracadute degli avanzi della politica. Il mondo di prima era per sempre: facevi sindacato, politica, avevi una famiglia e un lavoro per sempre. Il mondo di oggi per ora. Sta correndo da presidente del consiglio? Sta cercando di eliminare la concorrenza? Sono in un partito che si chiama democratico, non accetto accuse di cospirazione o alto tradimento. C un idem sentire del 90 per cento del popolo democratico. O il quartier generale ne prende atto, e trae spunto dal caso Sesto, dalle amministrative per avviare il rinnovamento senza incertezze oppure certo, ci confronteremo sui programmi. Firma il referendum sulla legge elettorale? Naturalmente. Con molta amarezza perch un partito che deve ricorrere a uno strumento destinato ai cittadini mostra di non saper sostenere politicamente le sue proposte. Crede che le primarie del centrosinistra si faranno? una bella domanda. Si devono fare. Temo le scorciatoie del famolo strano, devono essere primarie senza trucchi, come quelle che hanno eletto Bersani, Veltroni. DAlema ha sempre ironizzato sul partito leggero che va ai gazebo. Io dico che la sua idea di partito solido novecentesca. Quel modello di rappresentanza finito: nel sindacato, nelle categorie, dappertutto. La base elettorale non un esercito che si muove a comando, buona a nominare funzionari indicati dallalto. Deve partecipare al processo di selezione dei leader e non limitarsi a sottoscrivere. Delle mille persone elette oggi in Parlamento la maggior parte, se fosse un condominio, non prenderebbe i voti dei vicini di pianerottolo. Non esagera? Per molto meno si viene accusati di qualunquismo, populismo: di denigrare le istituzioni. Non esagero, e comunque esiste la controprova. Si facciano le primarie di collegio e di circoscrizione, si lasci che siano i cittadini a indicare chi deve essere messo in lista. Per ora le liste sono fatte dalle segreterie di partito secondo criteri di debiti e crediti sospe-

SU REPUBBLICA
Le interviste ai sindaci di Milano Giuliano Pisapia e di Napoli Luigi de Magistris pubblicate da Repubblica mercoled e gioved

Le frasi

Classe dirigente Basta ammuina No ai tecnici

Le responsabilit penali sono personali. Quelle politiche sono della classe dirigente intera. Giustificarsi dicendo gli altri fanno peggio inaccettabile

Potevo avere 16 assessori, ne ho nominati 8. La storia delle Province solo ammuina. A ottobre, presenteremo una riforma per superare il bicameralismo

Il governo tecnico sarebbe una sconfitta per la politica. De Magistris sbaglia sul voto anticipato. Se la destra ha fallito, adesso tocca a noi. E siamo pronti

si, le candidature sono un premio fedelt e nel migliore dei casi un casting: una ragazzina e un esperto, un operaio e un imprenditore, un laico e un cattolico. Lei, con la rottamazione, ha posto la questione generazionale. Anche fra quarantenni non sembra andiate troppo daccordo, per. Come vanno i rapporti con Civati, Zingaretti, Fassina, Serracchiani? Li ha invitati alla riunione di ottobre a Firenze? La riunione della Leopolda non una festa a inviti. Chi vuole venire benvenuto, Pippo, Debora tutti. Al principio abbiamo posto, vero, la questione del ricambio anagrafico. Era il primo passo. Adesso mostriamo che possiamo governare. Confrontiamo i programmi. E logico che su molte questioni con le persone che ha citato non la pensiamo allo stesso modo. Non affatto un problema, anzi. Vediamoci, discutiamone. A Firenze ho tutti gli imprenditori edili contro, ho fatto un piano strutturale a volumi zero, ho pedonalizzato il centro. Penso che per far vivere una citt ci vogliano pi piazze e non pi villette. Parliamo di questo, di sanit, di pensioni, di donne che devono scegliere fra maternit e lavoro. LItalia non Firenze. Appunto, servono tutte le energie e le competenze. Sono cresciuto assistendo al duello perpetuo tra DAlema e Veltroni, quando Berlusconi ha giurato al Quirinale la prima volta facevo la maturit. Mostriamo che possibile unaltra modalit di dialettica politica. Si va verso un governo tecnico? Sarebbe una sconfitta, la dimostrazione che la politica non in grado di fare le riforme. De Magistris dice che andare a votare ora non conviene a nessuno, nemmeno alla sinistra. Non vero. Se la destra ha fallito, e ha fallito, adesso tocca a noi e siamo pronti. Pi sentito Berlusconi dalla visita ad Arcore? Come chiunque faccia politica. E il presidente del consiglio. Si presenter alle primarie? Bisogna fare una mezza rivoluzione, chiunque sia in grado di combattere deve esserci adesso. S, mi candiderei ma spero che lo faccia anche gente pi brava di me, magari una donna. Teme Vendola? Lo stimo, ricco di passione, affascina e scalda i cuori. Ma quando dice che la linea da seguire quella della Fiom penso che cos non apriamo le speranze: chiudiamo le fabbriche.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica la Repubblica
VENERD 2 SETTEMBRE 2011

LE SCELTE DEI PARTITI POLITICA INTERNA

PER SAPERNE DI PI it.wikipedia.org/wiki/Alessandro_Profumo www.partitodemocratico.it

19

Profumo pronto a scendere in campo Ma non ci sono partiti adeguati


Casini applaude. Gelo dei democratici: Parla da banchiere
GOFFREDO DE MARCHIS
ROMA Anche lex ad di Unicredit Alessandro Profumo interessato a un ruolo attivo nella politica. Unipotesi solo abbozzata ma paradossalmente pi esplicita rispetto allaltro manager che si prepara a un impegno pubblico, Luca di Montezemolo. Se lex presidente della Ferrari sulluscio della politica da due anni con le sue esternazioni e lassociazione Italia futura, Profumo in un pomeriggio brucia i tempi e dice di s a uneventuale chiamata. Se c' bisogno di dare un contributo non mi tiro indietro. Da parte mia c' la passione. A 54 anni mi metto in gioco se c' bisogno di un aiuto per far funzionare le cose, annuncia a sorpresa alla stre proposte, replica Francesco Boccia, lettiano, coordinatore delle politiche economiche del Pd. Nel programma preparato da noi ci sono la Tobin Tax, la tassazione delle rendite finanziarie al 20 per cento, il divieto di vendite allo scoperto. Tutte idee contrastate duramente dallAbi e mi pare mai sostenute da Profumo quando era ancora in banca. Ma lex ad evidentemente parla ancora da banchiere e non da cittadino che vuole davvero rendere un servizio al Paese, insiste Boccia. chiaro che il Pd non ami invasioni di campo e soprattutto la descrizione di unItalia cui manca unalternativa a Berlusconi. Fin dalla sua uscita dal gruppo Unicredit Profumo fu dipinto come un possibile Papa straniero per il centrosinistra. Adesso quel fantasma pi vero, pi concreto. Ma se dice che non ci sono proposte una diversa politica economica significa che non conosce e non legge i documenti - attacca Boccia -. Non un buon inizio per chi vuole fare politica.
RIPRODUZIONE RISERVATA

EX UNICREDIT
Alessandro Profumo, ex amministratore delegato dellUnicredit

Hanno detto
BOCCIA
Se dice che non c alternativa non conosce le nostre proposte. Parla da banchiere pi che da cittadino che pensa al bene dellItalia

RUTELLI
Il leader dellApi accoglie con favore la disponibilit di Profumo. E dalla festa dellApi arriva un avvertimento al Pd

TABACCI
il deputato dellApi e assessore a Milano Bruno Tabacci a stimolare limpegno dellex ad di Unicredit in politica

Il leader dellUdc: Speriamo che adesso anche Montezemolo faccia chiarezza


festa nazionale dellApi in corso a Labro, una cittadina alle porte di Rieti. Di fronte allex numero uno di Unicredit, il gelo di Pier Ferdinando Casini verso Montezemolo si trasforma invece in una calda investitura. Hai un sacco di soldi, hai lavorato bene e sei una fra le persone pi intelligenti del Paese - dice il leader dellUdc parlando direttamente a Profumo sul palco della festa - Ti vedrei benissimo come un ottimo ministro dell'Economia. Profumo non sar l'uomo della provvidenza ma sar uno che potr dare una mano. cos che si deve fare. La differenza di valutazione di Casini tra Montezemolo e Profumo si spiega con il lungo tira e molla del presidente Ferrari su un impegno concreto in politica. Non cos che ci si affaccia alla responsabilit pubblica - il ragionamento del leader centrista -. Speriamo che adesso, dopo luscita di Profumo, anche Montezemolo faccia chiarezza. La disponibilit del banchiere stata accolta con molto favore dallApi, il partito di Francesco Rutelli che fa parte del Terzo polo. Dal Partito democratico arriva invece il gelo totale. E pensare che Profumo un grande elettore del Pd, sempre presente nelle file delle primarie democratiche, sostenitore palese di Rosy Bindi alle prime consultazioni per la segreteria. Ma non c da stupirsi. Profumo a Labro molto severo anche con il suo partito (o ex). La manovra non adeguata nelle quantit e mi sembra assolutamente insostenibile. Occorrerebbe una patrimoniale molto rilevante per abbattere lo stock di debito, la sua proposta. Chi pu portarla avanti? Nessuno, la risposta. Bisogna rivedere i meccanismi di spesa, uscire da una mentalit di tagli lineari ed entrare in quella di tagli qualitativi - spiega -. Ma ci vorrebbe una forza politica che non esiste assolutamente. La situazione insostenibile, balliamo sull'orlo del baratro. Il Pd la prende molto male. Conoscevo un Profumo che leggeva prima di parlare. Evidentemente non conosce le no-

Il caso

Il partito metter a disposizione spazi e sostegno, ma DAlema ed ex Ppi restano contrari. Bindi: io firmer

Referendum elettorale, scontro nel Pd Bersani media: sulle firme daremo un aiuto
Le posizioni
VELTRONI
Ho firmato il referendum per scuotere; non vero che il Mattarellum porta allUnione

GIOVANNA CASADIO
ROMA Il Pd sul referendum elettorale andr in ordine sparso: ognuno libero di scegliere come crede. Non vero per che impedir di raccogliere le firme alle feste di partito (i dipietristi hanno appena denunciato lostracismo a Firenze), anzi. Il partito di Bersani metter a disposizione gli spazi, fornir supporti. Avr insomma un atteggiamento amichevole. Ma di sposare la causa referendaria pro Mattarellum non se ne parla. Del resto i Democratici sono spaccati. La posizione mediana del segretario tiene insieme gli opposti fronti. Quindi, amicizia e appoggio ma il Pd non metter il cappello sul referendum anche perch questo

LEADER
Il segretario del Pd Pier Luigi Bersani ha proposto una mediazione sul referendum pro Mattarellum

FRANCESCHINI
Il referendum ha il valore di un messaggio politico anti Porcellum; una bandiera per i nostri elettori

transizione c unit, al punto che DAlema esordisce: Sono daccordo con Veltroni... . Non su referendum e dintorni. Veltroni ha firmato gi il referendum (con Parisi e Prodi), e rivendica la scelta;

corregge il segretario sul giudizio anti-Mattarellum (Non vero che spinge a alleanze forzose, le scelte sono politiche) e insiste sul dimezzamento dei parlamentari che imporrebbe il cambia-

Lex premier: non possiamo polemizzare ora con le altre opposizioni


toglierebbe spazio al dialogo politico con le altre forze sulla proposta democratica, ovvero quel maggioritario a doppio turno con un recupero proporzionale depositata in Parlamento. Il Mattarellum del resto dice Bersani costringe ad aggregazioni forzate, non e non pu essere lapprodo del Pd. Tuttavia le iniziative referendarie ammette sono utili per accelerare sulla riforma elettorale. Il caminetto post ferie ha allordine del giorno due temi che scuotono i Democratici: referendum e Penati, un mix critico. Mentre sulla manovra, sulle scelte politiche e su un governo di

BELPAESE MISSIONE 25 APRILE

ALESSANDRA LONGO

FIORONI
Il referendum come rimettere in piedi lUnione 3, la vendetta, Pecoraro Diliberto sono resuscitati

FOLLINI
Attenti, un partito che sceglie di seguire il vento alla fine scopre che c tanto vento e poco partito

u succedere che nella grande confusione di questi giorni passi quella norma che di fatto sopprime le tre feste cui il Paese malandato ancora affida la sua identit: 25 aprile, Primo Maggio, 2 giugno. Il pericolo non affatto scongiurato, spiega lAnpi. Il comma 24 dellarticolo uno del decreto anti-crisi sempre l al suo posto, nessuno lha cancellato. Ricordate la proposta? Spostare alla domenica successiva le celebrazioni. Un giorno vale laltro no? Tanto pi se si tratta di ricordare la caduta del fascismo. LAssociazione Partigiani denuncia il rischio altissimo che la norma passi in un clima di preoccupante sottovalutazione politica. Di qui lappello agli italiani: Mandino telegrammi e messaggi al presidente del Senato, salvino il 25 aprile. Volentieri pubblichiamo.

RIPRODUZIONE RISERVATA

mento della legge elettorale. DAlema condivide solo un punto: Capisco che non possiamo andare controvento..., per tornare al Mattarellum un errore politico, no a rifare lUnione. Attenzione inoltre in questa fase a non alimentare polemiche tra le opposizioni, con le quali dobbiamo lavorare per una proposta condivisa. In pratica, evitare le fratture con lUdc. Casini, il leader centrista, convinto che la Consulta boccer questi quesiti referendari. Molti dalemiani erano a favore del referendum Passigli filo proporzionale. Ieri nelle tre ore di coordinamento si salda un insolito asse DAlema-Fioroni. Il leader dei Popolari, peraltro vicino a Veltroni, si smarca: con il referendum pro Mattarellum metteremmo in piedi lUnione 3, la vendetta: i vari Pecoraro Scanio, Diliberto sono resuscitati. Fioroni attacca Dario Franceschini. Per il capogruppo democratico infatti sarebbe un errore imperdonabile non comprendere la bandierareferendum per battere lattuale legge elettorale porcata. E se per un pelo non si raggiungessero le 500 mila firme la responsabilit cadrebbe sulle spalle del Pd. Marco Follini invita: Attenti, perch un partito che sceglie sempre di inseguire il vento, alla fine scopre che c tanto vento e poco partito. Non si pu insomma andare a rimorchio di altri. Bindi annuncia: Lo firmer, per bene la sintesi di Bersani, dobbiamo sostenerlo, non schierarci. A metterci la faccia sul referendum Di Pietro: Idv in prima linea e la vittoria sar dei cittadini. Per raggiungere le firme sufficienti in tempo utile bisogna raccoglierne 15 mila al giorno.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica la Repubblica
VENERD 2 SETTEMBRE 2011

20

LA GUERRA IN LIBIA MONDO

La missione Nato in Libia continua i Grandi a Parigi scongelano 15 miliardi


Scontro tra gli Alleati sui contratti per il petrolio
DAL NOSTRO INVIATO ANAIS GINORI
PARIGI La bandiera rosso, verde e nero sventola all'Eliseo. l'unico simbolo di un Paese che deve ancora nascere. Ma l'anno zero della "nuova Libia", come l'hanno definita ieri Nicolas Sarkozy e David Cameron, cominciato. Le oltre 60 delegazioni riunite a Parigi su invito del presidente francese e del premier una minima parte delle somme stata gi messa a disposizione degli insorti. C' un accordo unanime per sbloccare i fondi, ha detto Sarkozy. Almeno 15 miliardi dovrebbero essere subito disponibili. Per ulteriori somme, sar necessaria una risoluzione del Consiglio di Sicurezza dell'Onu, osteggiata da Russia e Cina. L'altro nodo diplomatico il prolungamento dei bombardamenti Nato, il cui mandato scade a fine mese. Le operazioni militari andranno avanti finch sar necessario, ha annunciato il presidente francese, auspicando linizio di una nuova politica autorizzata dallOnu, che metta la forza militare al servizio della protezione delle popolazioni che rischiano di essere martirizzate dai loro dirigenti. Per il segretario di Stato Hillary Clinton, si tratta di evitare il massacro di civili. Incertezza anche intorno al dispiegamento di una forza Onu, chiesta da Ban Ki Moon, ma che non convince tutti i dirigenti del Cnt. Quanto alla sorte del leader libico Gheddafi, spetta ai libici decidere se, e dove, dovr essere giudicato, ha detto Sarkozy. L'ex gruppo di contatto, ribattezzato "Amici della Libia", ha voluto suggellare la collaborazione con alcuni Paesi arabi. Non c' conflitto tra Occidente e Oriente, ha ribadito Sarkozy. In occasione del vertice, la Russia si decisa a riconoscere il Cnt, la Cina ha fatto sapere di rispettare le scelte del popolo libico, e persino l'Algeria ha garantito l'appoggio al nuovo governo di Tripoli. La data scelta per lincontro allEliseo non casuale: il 1 settembre di 42 anni fa nasceva il regime del ras. Dietro le quinte, si discusso dei nuovi equilibri economici. Secondo Libration, la Francia avrebbe gi siglato un accordo con i ribelli per accaparrarsi oltre un terzo del petrolio del Paese. Notizia smentita dal delegato del Cnt, Guma al Gamaty. I contratti, ha detto, saranno stipulati sulla base del merito e non per favoritismi politici. Il contrario di quello che Abdel Jalil, il numero uno del Cnt, aveva promesso la settimana scorsa. Gli interessi di Parigi in Libia non sono un mistero. Nell'era Gheddafi, la Total sempre stata seconda all'Eni. Le riserve petrolifere della Libia sono stimate in 46 miliardi di barili. Per la spartizione del "bottino", ci sono in prima linea anche Stati Uniti e Cina.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Sarkozy: Spetta ai libici decidere se e dove il Colonnello dovr essere giudicato


britannico hanno tracciato una road map per la transizione verso la democrazia. Al primo punto, lo scongelamento dei fondi del regime libico bloccati all'estero, oltre 50 miliardi di euro, che il Consiglio nazionale di transizione (Cnt) reclama per affrontare l'emergenza umanitaria e la lunga ricostruzione. Solo

Le posizioni

LO SFREGIO
Grandi e bambini calpestano le immagini del colonnello gettate in terra nel bunker di Bab Al Azizya

LA PROTEZIONE
Le operazioni Nato continuano ha detto Hillary Clinton finch i civili saranno minacciati

I POPOLI OPPRESSI
Dora in poi - ha detto Sarkozy - la forza internazionale sar al servizio dei popoli martirizzati

LA MISSIONE ONU
Prima possibile ha detto Ban Kimoon invieremo una missione umanitaria

DIFENDERE I CIVILI
Noi accogliamo migliaia di profughi - ha detto Silvio Berlusconi - e diamo molti aiuti

Il reportage

Nelle strade di Tripoli i feudi delle trib


(segue dalla prima pagina)

SULLESPRESSO
Nel numero dellEspresso in edicola uninchiesta sulle relazioni tra Libia e Italia: il nostro paese ben visto, ma tra i fedelissimi di Gheddafi cova lodio

BERNARDO VALLI TRIPOLI I FESTEGGIA per tre giorni la fine del digiuno del Ramadan (soltanto da domani si lavora) e la gente va a letto tardi, spossata anche da sei mesi di guerra civile e dalleuforia per una libert carica di promesse e di incertezze. Vista cos, di primo mattino, una citt che ha fatto baldoria fino alle ore piccole e dove nessuno ha avuto voglia di riordinare prima di andare a dormire. Per quel che mostra, allungata com sul Medi-

quartiere, e ha scritto con lo spray il proprio nome sui muri per annunciare chi esercita lautorit in quel luogo. Le Aquile di Misurata, arrivate in pi di cinquemila dal porto mediterraneo in cui si combattuto per mesi, si sono installate nella zona del porto, della Banca centrale e dellufficio del primo ministro. E adesso un vistoso graffito annuncia piazza Misurata. I ribelli di Zintan, citt sulle montagne occidentali, controllano l aeroporto. Ed scritto allingresso. I berberi di Yafran occupano la piazza centrale, e lo fanno sapere: Qui ci sono i rivoluzionari di Yafran. Quelli della Brigata Tripoli erano acquartie-

LA PIAZZA SIMBOLO
Ieri, in occasione dellanniversario della presa del potere da parte di Muhammar Gheddafi 42 anni fa, lex piazza Verde a Tripoli, ribattezzata dai ribelli piazza dei Martiri, era quasi deserta

LARRIVO DELLE BANCONOTE


La Royal Air Force (Raf) britannica ha inviato in Libia un aereo con 1,86 miliardi di dinari libici (circa un miliardo di euro) in contanti per la Banca centrale libica controllata dagli insorti

Il conflitto qui sembra finito. Il ras nascosto cerca una fine adeguata al suo orgoglio
rati nella zona in cui abito, quasi in riva al mare. La sera dividevo la cena con loro, ma sono partiti. Forse in direzione di Misurata, dove si potrebbe combattere allo scadere dellultimatum lanciato ai gheddafisti dal Consiglio nazionale di transizione. Di fatto il governo provvisorio. Le brigate sembrano quasi indipendenti. Hanno costituito dei piccoli feudi. Ognuna afferma con fierezza lappartenenza alla propria provincia, che spesso coincide con il clan o la trib. E non si risparmia nel vantare le proprie imprese belliche. Le Aquile di Misurata rivendicano

I gheddafisti hanno il controllo dellacquedotto e assediano con la sete la capitale


terraneo, e per quel che ti fa immaginare, Tripoli un vasto, solenne palcoscenico, in cui si svolger una rappresentazione di cui sfido chiunque a indovinare la trama. Il tema la democrazia. Ma in che versione e attraverso quali drammi? O tragedie? Anzitutto un apprezzamento.

Niente saccheggi dopo il crollo del regime. Violenze, vendette, si, ce ne sono state. Ma partiti i gheddafisti si sono smorzate. E adesso Tripoli stesa davanti a te, indifesa, stanca, esposta alle aggressioni, alle riconquiste. E non accade nulla. La guerra, almeno qui, dunque finita sul serio. Il ras nascosto, cerca una fine adeguata al suo orgoglio e alla sua vanit; e il figlio fedele, Seif el Islam, urla nelle radio siriane che ventimila combattenti sono pronti alla rivincita, a Sirte, a Misurata, a Sabha. Ma la sua voce si perde inascoltata nella capitale che dorme. E che al risveglio si scoprir

La nomina

Buccino Grimaldi nuovo ambasciatore Frattini: Riapre la nostra sede diplomatica


ROMA - Giuseppe Buccino Grimaldi il nuovo ambasciatore italiano in Libia, nominato ieri dal Consiglio dei ministri. Cinquantanni, a Beirut negli anni 90, poi a Bruxelles e in Qatar. Il ministro degli Esteri Franco Frattini ha annunciato che lambasciata a Tripoli sar aperta ufficialmente da oggi. I cortili per risultano ancora colmi di rifiuti e delle tracce di devastazione, con sedici auto bruciate, i dossier sono in giro per i quattro piani. La Farnesina comunica che un primo gruppo di diplomatici sta allestendo un ufficio di rappresentanza nella sede dellIstituto di cultura. Lattivit ripartir in modo graduale.

ancora assetata, sporca, senzacqua. O quasi. Infatti il Grande Fiume artificiale, il ciclopico acquedotto costato tredici anni di lavoro e trenta miliardi di dollari, che dissetava Tripoli con tubi lunghi 3.600 chilometri, lungo i quali scorreva lacqua trovata nel Sahara, sarebbe sotto il controllo dei gheddafisti del Sud. I quali da laggi assediano a modo loro, con la sete, la capitale ribelle. Con un tripolino che ti aiuta a leggere i graffiti in arabo capisci che la metropoli presidiata da gruppi concorrenti se non proprio rivali. Ognuno di questi gruppi, o brigate, occupa un

la Repubblica la Repubblica
VENERD 2 SETTEMBRE 2011

PER SAPERNE DI PI www.ntclibya.com www.nato.int

21

Il caso

Nuovo appello audio: Mettete a ferro e fuoco la Libia

Il ras: resistiamo, non siamo donne Ma il suo premier lo abbandona


DAL NOSTRO INVIATO GIAMPAOLO CADALANU
TRIPOLI L'ultimo tentativo arriva attraverso la tv, con un'emittente ancora fedele: Il popolo libico non si inginocchia, non si arrende. Non siamo donne, dice Muhammar Gheddafi ai microfoni del canale Al Rai, basato in Siria. Dieci minuti di messaggio inteso a incoraggiare gli ultimi sostenitori del regime, assediati a Sirte, e a ribadire che non si tratta di una sollevazione contro il tiranno, ma di un'impresa colonialista, da combattere fino alla morte. Ci saranno enormi sacrifici per la libert, ma alla fine la Nato croller, come sizione ha offerto una proroga di una settimana per l'ultimatum: arrendersi o morire. Secondo gli analisti, un segno che le trattative per la pace vanno avanti, forse anche grazie all'intervento del figlio Saadi, che chiede una tregua per mettere fine al bagno di sangue. E non detto che i fedelissimi del ras siano contenti di sacrificare la vita, se lo stesso colonnello ha preferito lasciare Sirte per rifugiarsi forse ospite di trib tuareg a Bani Walid, 150 chilometri a Sud Est della capitale, assieme al primogenito Seif e al capo dei servizi segreti, Abdullah al-Senoussi, o forse per riparare nel deserto, a Sabha, 750 chilometri da Tripoli. L'intero clan di Gheddafi si sta sfaldando: nonostante le smentite via e-mail, il figlio Saadi ha preso la testa dei "moderati" e sembra disponibile alla resa, in cambio di un ruolo per la famiglia nella Libia di domani. Ma ieri alla lista dei "traditori" si aggiunto anche il premier, Ali al-Mahmoudi al-Baghdadi, che ha abbandonato il Colonnello e ha abbracciato la causa della rivoluzione, con un intervento in tv sull'emittente Al Arabiya. Ieri poi arrivato per il Cnt anche il riconoscimento della Russia, che ha accettato di considerare il fronte rivoluzionario come rappresentante legittimo della Libia. La situazione va normalizzandosi anche a Tripoli: ieri sono arrivati i primi diplomatici italiani, che per ora apriranno una rappresentanza del nostro Paese nei locali dell'ex Istituto italiano di cultura, perch i locali dell'ambasciata sono ancora inagibili dopo la devastazione dei gheddafiani.
RIPRODUZIONE RISERVATA

GHEDDAFI
Ieri era lanniversario della presa del potere da parte del Colonnello Muhammar Gheddafi (nella foto) nel 1969

Lultimatum alla roccaforte di Sirte stato prorogato di una settimana: consegnarsi o morire
croller la fedelt verso la Nato dei traditori. Mettete la Libia a ferro e fuoco, trasformatela in un inferno. Il canale tv lo stesso utilizzato mercoled dal figlio Seif al-Islam per lanciare un simile appello alla resistenza. Ma proprio la scelta di un'emittente basata all'estero, mentre gli uffici di Jamahiriya tv sul lungomare di Tripoli ieri erano vuoti, pacificamente sorvegliati da pochi miliziani, conferma che il clan Gheddafi non sembra avere pi nessuna presa sul popolo libico. Resta naturalmente la roccaforte di Sirte, a cui ieri il Consiglio nazionale di tran-

La citt stanca di guerra si affida a un islamista


successi militari attribuiti alla Brigata Tripoli. E la Brigata Tripoli non si lascia fare. Sostiene con fermezza che le vittorie aggiudicatele sono autentiche. I berberi di Yafran vantano i contributi rivelatisi decisivi nella conquista della capitale, in particolare dei bunker del ras. A queste polemiche, al limite delle rivalit, si aggiungono quelle tra gli islamisti e i laici. Le une e le altre mettono in luce la crisi di quella che dovrebbe essere lautorit centrale, cio il Consiglio Nazionale di Transizione. Il quale, a parte larrivo di qualche rappresentante, si fa aspettare a Tripoli. Linsicurezza non giustifica pi il ritardo del suo hanno fatto alla svelta a creare unit pi abili di quelle degli shebab inesperti. I vecchi jihadisti hanno subito riconosciuto laiuto decisivo della Nato, ne hanno usufruito senza esaltarlo, e hanno stretto alleanze, sia pur non sempre facili, con i gruppi laici e liberali. Il caso di Abdel Hakim Belahj (conosciuto anche come Abdel Hakim al Hasadi) il pi noto. Fondatore del Gruppo combattente islamico libico, e reduce dallAfghanistan e dallIraq, oltre che da numerose prigioni, Belahj adesso il governatore militare di Tripoli. A nominarlo a quella carica non stato il Consiglio nazionale di transizione ma gli uomini della Brigata Tripoli, da lui organizzata (con laiuto della Cia), e comandata fino alla conquista dei bunker di Gheddafi.

Il caso

La presenza di Belahj suscita perplessit e sospetti. Ma chi lo conosce e ha seguito le sue lunghe e tormentate revisioni ha fiducia in lui. Oltre a sottolineare le evidenti doti di comando, chi lo ha frequentato non esita a esaltare la sua attuale moderazione politica. Lo stesso presidente del Consiglio nazionale di transizione, il giudice Mustafa Abdel Jalil, pur avendo subito la sua nomina a governatore militare di Tripoli, si fatto accompagnare da Belahj a Doha, nel Qatar, per lincontro con la Nato. E lo ha presentato ai dirigenti dellAlleanza affinch

Le brigate rivali presidiano la metropoli, ognuna esercita lautorit in un quartiere


insediamento nella capitale. E tempo di disciplinare il mosaico di forze armate che si formato nella capitale. Ovunque, nei paesi della Primavera araba, gli islamisti sono stati colti di sorpresa dallinsurrezione contro i ras: in Tunisia, in Egitto e anche in Libia. Nel frattempo hanno per recuperato. La guerra civile ha favorito i jihadisti libici, molti dei quali avevano alle loro spalle una lunga esperienza di lotta armata in Afghanistan e in Iraq. I veterani del Gruppo combattente islamico libico, sciolto da tempo ma per anni alleato di Al Qaeda e dei Taliban,

Gli scontri hanno favorito i jihadisti, esperti di lotta armata, alleati di Al Qaeda e dei Taliban
dimostrasse la sua affidabilit. La situazione di questi giorni a Tripoli lascia comunque prevedere la forte presenza di un partito islamista nella Libia liberata da Gheddafi. La scossa politica nel mondo musulmano, anche in quello non arabo e sciita, robusta a tal punto da spingere Ahmadinejad, il presidente iraniano, a riconoscere di gran fretta il nuovo regime di Tripoli. Un regime nato con il contributo decisivo della Nato e con quello, per molti inquietante, degli islamisti. Ma, come dicono i laici di Bengasi, un islamista disposto a rispettare le leggi democratiche un cittadino come gli altri.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Civili uccisi in Iraq dagli Usa spunta un cablo WikiLeaks


Un cablo del 2006 reso pubblico da WikiLeaks e diffuso ieri dai giornali del gruppo McClatchy contiene richieste al governo Usa di un funzionario Onu che indagava su un possibile massacro avvenuto in Iraq nel marzo 2006, nel quale truppe statunitensi avrebbero ucciso 11 civili, fra cui bambini e anziani, sparando loro in testa dopo averli ammanettati.

la Repubblica la Repubblica
VENERD 2 SETTEMBRE 2011

22

CRONACA

PER SAPERNE DI PI www.policlinicogemelli.it www.regione.lazio.it

Mia moglie si ammal al Gemelli eppure ora le danno delluntrice


Tbc a Roma, il marito dellinfermiera allorigine del contagio
MAURO FAVALE
ROMA Dove si ammalata mia moglie? Credo proprio al Gemelli, quando, fino a un anno e mezzo fa, lavorava nel reparto di fisiopatologia respiratoria. Oppure fa comodo soltanto dire che lei ha contagiato quei bambini? E quando ad ammalarci in ospedale siamo noi infermieri?. Dopo giorni di polemiche, accuse, rivelazioni, smentite e silenzi, parla per la prima volta M.P., il marito dellinfermiera del Gemelli dalla quale sarebbe partito il contagio di Tbc che ha coinvolto, finora, quasi 2000 bambini con 96 casi risultati positivi al test. Seduto nel soggiorno del suo

Il caso

Mandanti occulti delle stragi del 93 verso larchiviazione linchiesta di Firenze


FIRENZE Verso larchiviazione l'inchiesta sui mandanti a volto coperto delle stragi mafiose del 1993 che vede indagate due persone: i loro nomi sono celati sotto le sigle Autore 1 e Autore 2. Le indagini sulle stragi dellestate 93 non si fermano mai ha risposto il procuratore di Firenze, Giuseppe Quattrocchi, a chi gli chiedeva quali decisioni stia prendendo riguardo la scadenza dei termini d'indagine sui presunti mandanti. Non c' alcun fascicolo del genere ha riVia dei battuto Quattrocchi tornando a smentire l'esiGeorgofili stenza di quel filone. Larchiviazione sarebbe comunque un passaggio obbligato, non la fine delle indagini. Del resto gi nel 1998 la procura chiese e ottenne l'archiviazione di un'inchiesta che aveva come indagati Autore 1 e Autore 2, all'epoca si trattava di Silvio Berlusconi e Marcello dell'Utri. I termini di questa nuova inchiesta sui mandanti sono in scadenza. Il delitto di strage non cade in prescrizione dicono allassociazione dei familiari delle vittime della strage - Finch saremo vivi non smetteremo di chiedere la verit sulla morte dei nostri figli.

I numeri

1358
I BAMBINI

1128
I RISULTATI

96
I POSITIVI

8,5%
LA PERCENTUALE

Il numero complessivo di bimbi nati al Gemelli sottoposti ai controlli sulla tubercolosi

Sul totale dei controlli sono arrivati i risultati di 1128 neonati analizzati

Hanno subito il contagio 96 dei bambini. Per loro gi iniziata la profilassi

Inferiore alle attese (si pensava al 10 per cento) la percentuale di bimbi contagiati

Conclusi i controlli sui neonati: 96 sono risultati positivi. Scontro tra Regione e Codacons
appartamento si sfoga e racconta le ultime settimane vissute nellocchio del ciclone: Noi non siamo n Totti n Del Piero. Siamo gente che lavora. Questattenzione non ci fa bene. Gi faccio fatica ad andare al bar. Ce lha col Codacons che da giorni centellina informazioni personali su di lui e su sua moglie. Vogliono mettere le nostre facce sul

Lingresso del Policlinico Gemelli cartello Wanted?. I consumatori, intanto, hanno segnato un primo punto. Questa mattina, davanti al Tar, proprio dopo il ricorso durgenza presentato dal Codacons, dovr presentarsi la Regione Lazio. Sotto la lente dei giudici amministrativi finir la commissione nominata dalla governatrice Renata Polverini che sta indagando sulla vicenda. Per lassociazione, lorganismo illegittimo perch emerge il conflitto di interesse generato dal fatto che la stessa, cos come composta, non potr esercitare i poteri in modo autonomo. Del Tar, per, M.P. non si cura. E continua il suo racconto: Mia moglie dispiaciuta. Non vede nostro figlio da oltre un mese. Per migliora. E tra qualche settimana verr dimessa. In questi giorni, sia luomo sia il figlio della coppia si stanno sottoponendo alla profilassi anti Tbc. Ma non siamo contagiosi. Lui lavora come operatore sociosanita-

rio ma non, comera stato detto in un primo momento, in una struttura collegata al Gemelli. stata malato nel 2004, ma di pleurite tubercolare non contagiosa, la cartella clinica ce lhanno i pm, spiega. Anche sua moglie, nel 2005 era risultata positiva al test della Tbc ma, sostiene luomo, solo perch aveva fatto il vaccino. Per M.P. linfermiera si ammalata quando lavorava in un altro reparto, fisiopatologia respiratoria: Lei sa in che condizioni lavoriamo, sempre a contatto coi malati, spesso cronici?. Forse era necessario qualche controllo periodico? Non conosco quali codici il Gemelli sia tenuto a rispettare per i controlli interni ma non credo ci siano grosse responsabilit da parte delle strutture sanitarie. E poi ci sono i 96 bimbi positivi. Per loro ci dispiace da morire ma non penso che i nati a gennaio siano venuti a contatto col bacillo a causa di mia moglie. Magari lhanno preso altrove.
RIPRODUZIONE RISERVATA

La polemica

Minacce a Bertone, scattano le ispezioni il Vaticano setaccia i computer dei prelati


CITT DEL VATICANO Caccia aperta nella Santa Sede al misterioso corvo e indagini avviate per scoprire lautore della lettera anonima con esplicite e sinistre minacce di morte inviata nei giorni scorsi al Segretario di Stato, cardinale Tarcisio Bertone. Nel mirino, in particolare, il computer dove sarebbe stato compilato il messaggio minatorio. E proprio sui pc di alcuni prelati si stanno concentrando le prime indagini dei detective vaMonsignor ticani. Nel testo fatto pervenire alla SegreteBertone ria di Stato si accusava il numero due del Papa di scegliere i collaboratori sulla base di simpatie personali e, nello specifico, di voler defenestrare monsignor Carlo Maria Vigan, segretario generale del Governatorato vaticano, destinato tuttavia prossimamente come nunzio apostolico a Washington. Molti i dettagli da addetti ai lavori contenuti nel messaggio anonimo. Linchiesta si cos concentrata sulla pista interna poich, nelle Segrete stanze, si certi che a redigerla sia stato un ecclesiastico, probabilmente inserito nella stessa Curia romana.

Circondato dallaffetto dei suoi cari, ieri 1 settembre, si spento

Addolorati per la scomparsa di

Ciao

Vittorio Marani
La moglie Lorenza, i figli Francesca e Tommaso, i nipoti Gabriele e Giacomo lo ricordano a tutti quelli che lo hanno conosciuto e gli hanno voluto bene. Roma, 2 settembre 2011 Sofia Gnoli partecipa allimmenso dolore di Francesca e della sua famiglia per la perdita delladorato padre

Flavia Tolnay
i cugini Reggiani e Cosmelli abbracciano Giulia, Domitilla, Flavietta e Filippo. Roma, 2 settembre 2011 Alessandra e Paola De Cesaris con Ludovico e Ottavia sono vicini a Giulia, Flavia, Filippo e Domitilla per la improvvisa scomparsa di

Filomena
penser sempre al tuo sorriso. Raffaella Roma, 2 settembre 2011 Domenico Procacci, Andrea Salerno, Laura Paolucci e tutta la Fandango si stringono intorno a Giovanna con sincero affetto per la perdita della mamma

Con la discrezione e la generosit che ne hanno segnato lesistenza ci ha lasciato

2 settembre 2006 2 settembre 2011

Mario Mariani
compagno di una vita. La moglie Giuliana con amore infinito. Lincontro con tutte le persone che lo hanno amato sar sabato 3 settembre alle ore 15 alla SOMS di Sori (Ge), via Roma 30. Genova, 2 settembre 2011 Il 31 agosto

Alda Muratore
... ora che non ci sei il vuoto ad ogni gradino Lussemburgo Savona Ginevra Zurigo Bruxelles, 2 settembre 2011 La famiglia annuncia la scomparsa del Dottor

Flavia Tolnay
donna di grande valore. Porto Santo Stefano, 2 settembre 2011 Profondamente addolorati e colpiti dallimprovvisa scomparsa della nostra amica

Vittorio
Roma, 2 settembre 2011 Gabriel, Margarita, Marta e Rodrigo Cacho vogliono esprimere tutto il loro affetto a Lorenza, Francesca e Tommaso per la scomparsa di

Filomena Tomassetti Pugliese


Roma, 2 settembre 2011 Piera con Rocco e Maria, Carlo, Valeria, Martina e Bianca annuncia con immenso dolore che

Corrado Erpici
Napoli, 2 settembre 2011 2 settembre 1998 2 settembre 2011

8 12 26 44 48 50 68 46

Mario Mariani
scomparso. Sapeva apprezzare e rispettare la vita, in tutte le sue forme. Sua figlia Margherita, i nipoti Petra e Vasco, Lorenzo, Clementina e Mauro lo ricordano in piedi, forte e dolce come era. Milano, 2 settembre 2011

Giovanni Battista Fornero


Amore, vivi sempre in me. Tua Franca Perugia, 2 settembre 2011 2008

2.540.320,33
2011
Concorso n. 105 del 01-09-2011

Flavia
siamo vicini con tutto il nostro affetto a Giulia. Gigi, Sagitta, Susanna, Carlotta Roma, 2 settembre 2011 Grazie

Marco Scarpinati Rosso


non pi qui. Le esequie avranno luogo il giorno 2 settembre 2011 alle ore 11.30 nella chiesa di Santa Maria ai Monti in via Madonna dei Monti, 41. Roma, 2 settembre 2011
LOlimpica A. Scifoni 06-636363

Vittorio
che ricordano come un uomo unico pieno di gioia di vivere e di buon umore. Roma, 2 settembre 2011 Enrichetta con Michele, Alessandro e Ferruccio piangono la scomparsa di

Mario
Se ne andato. Rimane, per, integro in chi ha conosciuto la sua umanit e nella natura cui si dedicato con entusiasmo. La sorella Carla Nizza, 2 settembre 2011 Accanto a Giuliana, ripensando a

Andrea Pininfarina
La famiglia e lazienda lo ricordano con immutato dolore e profondo rimpianto a tutti coloro che lo hanno stimato e gli hanno voluto bene. Una messa in sua memoria sar celebrata mercoled 7 settembre alle ore 18.30 a Torino, chiesa dei SS. Angeli custodi in via Avogadro, 5. Torino, 2 settembre 2011 2 settembre 2010 2 settembre 2011

Superenalotto Nessun vincitore con punti 6 Nessun vincitore con punti 5+ Ai 18 vincitori con punti 5 Ai 1.552 vincitori con punti 4 Ai 56.103 vincitori con punti 3

21.169,34 245,52 13,58 24.552,00 1.358,00 100,00 10,00 5,00

Superstar
Nessun vincitore con punti 5 Ai 3 vincitori con punti 4 Ai 235 vincitori con punti 3 Ai 3.530 vincitori con punti 2 Ai 20.677 vincitori con punti 1 Ai 43.962 vincitori con punti 0

Flavia
per tutto quello che hai fatto per noi del laboratorio. Pino Quartullo Roma, 2 settembre 2011 Con

Vittorio
Roma, 2 settembre 2011 Ciao

I colleghi e tutto il personale del laboratorio di patologia clinica sono vicini a Piera per la scomparsa del marito

Marco Scarpinati Rosso


Roma, 2 settembre 2011
LOlimpica A. Scifoni 06-636363

Mario
alla sua grande umanit e alla sua forza paziente. David e Luca con Anna e Mara Genova-Milano, 2 settembre 2011 Per

Vittorio
Adelio con Marisa, Marco con Francesca, Alessandra con Andrea Roma, 2 settembre 2011 Ezio Mauro e i colleghi della direzione di Repubblica sono vicini a Francesca per la perdita del padre

58.300.000,00

PROSSIMO CONCORSO IL JACKPOT CON PUNTI 6

Flavia Tolnay
il teatro perde una delle sue figure pi nobili e stimolanti. Felice di esserle stata amica abbraccio affettuosamente Giulia, Domitilla, Filippo, Flavia. Martina Carpi Roma, 2 settembre 2011 Grande tristezza per la perdita improvvisa e incolmabile di

Ezio Mauro con i vicedirettori vicino a Eugenio nel dolore per la morte del padre

Giuseppe Campaniello
Sei sempre con noi, ogni giorno. Giulia, Rossella, Franco, Elena e Luca. Messa in suffragio chiesa SS Crocifisso ore 19.30. Cerignola, 2 settembre 2011 In memoria di

Alberto Mario Cirese


Roma, 2 settembre 2011 I colleghi dellUfficio Centrale si stringono ad Eugenio per la scomparsa del padre

Mario Mariani
il mio carissimo amico. Ricordando con struggente nostalgia le nostre serate, tutte le cose che mi ha insegnato, la sua gioia per una nuova vita nella natura. Margherita e Giuliana vi abbraccio con tutto il mio affetto. Tiziana Tromba Frida e Fabio si uniscono con affetto. Milano, 2 settembre 2011 Condividiamo il grandissimo dolore di Giuliana, Margherita, Carla per la perdita di

Vittorio Marani
Roma, 2 settembre 2011 Gli amici del Venerd abbracciano con affetto Francesca e le sono vicini nel triste momento della scomparsa del pap

Giuseppe Campaniello
a Rossella per il suo amatissimo e indimenticabile pap. Un anno dopo, gli amici di Milano ricordano. Cerignola, 2 settembre 2011 5 ANNIVERSARIO

Flavia Tolnay
Profondamente addolorati abbracciamo Giulia e Domitilla. Franca, Dario e Jacopo Fo Milano, 2 settembre 2011 Il 31 agosto ci ha lasciati la nostra cara mamma

Alberto Mario Cirese


Roma, 2 settembre 2011 2 settembre 1997 2 settembre 2011

Vittorio Marani
Partecipano al lutto: Alberto, Alessandra, Alessandra, Andrea, Antonella, Attilio, Brunella, Carlo, Claudia, Cristina, Daniela, Ettore, Fausto, Federica, Fiammetta, Gabriele, Giampiero, Gianni, Giusi, Laura, Marco, Marco, Maria, Paola, Paolo, Paolo, Paolo, Piero, Riccardo, Roberta, Roberto, Rossella, Simona Roma, 2 settembre 2011 Il 31 agosto si spenta

Franco Nasini
Navighi per mari infiniti. Ci manchi. Gloria, Matteo, Bruno, Valentina, Sergio, Ilaria, Giuliano, Mirella Roma, 2 settembre 2011 2 settembre 1997 2 settembre 2011

Mario Spaziani
Viene ricordato dalla moglie Delia, figli Roberto e Stefano, nipoti Andrea, Mariaelena, Marco e parenti tutti. Rezzato, 2 settembre 2011 NAZIONALE

Filomena Tomassetti Pugliese


Lo annunciano i figli Rosaria, Giovanna, Luigi con Sandra e i nipoti Camilla, Diego, Bianca, Maria e la piccola Michela. La famiglia Pugliese ringrazia la Prof.ssa Luisa Bartorelli e tutto lo staff del Centro Alzheimer della Fondazione Roma-Istituto Sacro Cuore per la professionalit e le amorevoli cure date alla nostra mamma e, in sua memoria, invita a sostenere lAssociazione Alzheimer Uniti Roma Onlus ccp 17384017 - iban IT17U0333603207000000002824 Credito Bergamasco. Roma, 2 settembre 2011

Mario
persona sensibile e generosa che abbiamo avuto il privilegio di conoscere e amare. Valeria, Graziella, Patrizia, Elisabetta e tutti gli amici milanesi di Giuliana e Mario Milano, 2 settembre 2011 Luca con Vania, Lidia e Claudia si stringono affettuosamente a Giuliana, Carla e Margherita, in questo doloroso momento, per la scomparsa del caro

70 62 44 40 76 74 58 54 90 68 38

81 31 64 66 62 59 22 50 13 22 51

82 2 86 14 3 5 40 46 53 60 65

48 12 78 21 39 43 41 77 70 25 12

69 44 20 77 13 45 51 84 14 23 40

Franco Nasini
Dalla Volvo rossa per lultima volta, fratello mio, un sorriso di speranza. Sergio Roma, 2 settembre 2011 Il Presidente prof. Niccol Marchionni, a nome del Consiglio Direttivo, della Segreteria e dei Soci della Societ Italiana di Gerontologia e Geriatria partecipa commosso al grave lutto della famiglia per la scomparsa della prof.ssa Maria Antonietta Aveni

10 e LOTTO
COMBINAZIONE VINCENTE
2 44 62 74 13 50 64 76 22 54 66 81 31 58 68 82 40 59 70 90

Maria Flavia Tolnay ved. De Cesaris


Ne d lannuncio la figlia Giulia Porcari Li Destri con la nuora Domitilla Ruffo di Calabria e i nipoti Flavia e Filippo. Le esequie avranno luogo sabato 3 settembre, alle ore 10.30, presso la Chiesa degli Artisti (piazza del Popolo). Roma, 2 settembre 2011

Mario Mariani
amico fraterno ed insostituibile, uomo di grande umanit e generosit. Milano, 2 settembre 2011

Casucci
Firenze, 2 settembre 2011

la Repubblica la Repubblica
VENERD 2 SETTEMBRE 2011

CRONACA

PER SAPERNE DI PI www.difesa.it www.repubblica.it

23

Linchiesta
RANIERI SALVADORINI
ROMA Ricordo solo che mio figlio mi diede una pacca sulla spalla. Ciao p!, disse. Non ricordo altro. Solo che i vicini cercavano di togliermelo dalle mani. Piero Follesa un reduce di Nassirya che ha aggredito il figlio quattordicenne credendosi sotto attacco. E la sua mente lo era. il Post Traumatic Stress Disorder (PTSD), una patologia psichiatrica che colpisce soprattutto i reduci dalle missioni militari. Rispetto al trauma provocato dalle catastrofi naturali, come ad esempio un terremoto, in guerra si aggiunge lintenzionalit: un tuo simile a volere la tua morte. Nelle Forze armate italiane si dovrebbero contare migliaia di storie simili a quella di Piero. In Europa, infatti, la media di PTSD tra i contingenti del 4-5 per cento, allinterno di una stima del 10 per cento di manifestazioni minori del disturbo. Le stime crescono vistosamente negli eserciti pi aggressivi, che rispondono a regole dingaggio diverse da quelle dei contingenti europei: maggiore lesposizione allo scontro e maggiore lesposizione allo stress. Si arriva cos al 20-30 per cento negli Usa (nel 2008 i soldati colpiti da gravi disturbi psichiatrici sono stati stimati in oltre 320mila, su 1,6 milioni), si flette di poco in Canada o Israele, mentre in Gran Bretagna la Difesa dichiara un 3 per cento, subito smentita dalle cronache: quasi il 10 per cento dei detenuti nelle carceri britanniche (circa 20.000 persone) provengono dalle Forze armate, quasi tutti dentro per violenze (soprattutto domestiche) legate allabuso di alcol e droghe. Eppure le gerarchie militari italiane invece raccontano unaltra storia: su 150.000 soldati impiegati allestero risultano solo 2/3 diagnosi lanno su circa 20 casi segnalati. Statisticamente zero. credibile questa singolarit antropologica? E come si spiega? Se davvero cos inverosimile, come sostengono alcuni, per quale motivo il fenomeno non emerge? Disattenzione casuale o incompetenza? LEsercito rivendica questo zero statistico con orgoglio: Anche se capisco che possa sembrare inverosimile, le casistiche fornite dai colleghi sono corrette afferma il Generale Michele Gigantino, che per 10 anni ha guidato il Dipartimento di scienze psichiatriche e neurologiche al Celio di Roma merito di una selezione a maglie strette: passano solo i pi adatti. E poi i comandanti, altro sensore: loro hanno il polso della situazione. Per questi motivi

Incubi e raptus di follia quei traumi di guerra che lesercito nega


Colpito il 20% dei reduci, ma per lItalia non esiste
il paragone con gli altri paesi fuorviante. Impossibile, replica Carol Beebe Tarantelli, psicoanalista, perch, addestramento o meno, la strutturazione della psiche occidentale simile. Cos come ci sono in Olanda, ad esempio, devono esserci anche in Italia. LEsercito non li rileva o li nasconde, conclude. Daniele Moretti, psichiatra, ha seguito dal 2004 a oggi 5 reduci di Nassirya, al CIM di Finale Ligure, e si dice perplesso sui dati forniti dallEsercito: Al pari di altre patologie ci si dovrebbe aspettare unincidenza analoga agli altri paesi impegnati in missione allestero e questo fa pensare che il fenomeno non sia stato rilevato, spiega Moretti. Perplessit condivise in questi anni con la collega e psicologa Sabrina Bonino, con cui ha fatto squadra, che introduce un ulteriore aspetto emerso dallesperienza di trincea di Finale Ligure (capitanata dal Direttore del Dipartimento di psichiatria, Tiziano Ferro). Sono venuti tutti con delle fotografie da mostrarmi, perch forse temevano di non essere creduti, racconta Bonino. La psicologa si riferisce a im-

Le cifre

3
ITALIA

Su 150 mila soldati, lEsercito ammette solo 3 casi di disturbi

La chiamano Sindrome del Vietnam e pu anche portare al suicidio chi ne vittima

120.000
STATI UNITI

Nel 2008 ci sono state 120mila diagnosi di disturbo mentale

1000
OLANDA

Sotto analisi 1000 reduci del contingente olandese

Il ministero della Difesa minimizza: selezioniamo i nostri soldati meglio degli altri

magini di corpi dilaniati dallesplosione e raccolti dai suoi pazienti nei giorni successivi allattentato. Dalla paura di non essere creduti nasce, forse, lossessione dei militari per la documentazione fotografica: corpi dilaniati o carbonizzati, fusi tra loro o nelle lamiere delle macchine, brandelli di carne. Noi le fotografie le abbiamo stampate in mente, nei minimi dettagli, ma sono da vedere, stata la battuta ricorrente durante molti incontri. A Pietro Sini, altro reduce dallIraq, il Disturbo da stress emerso tardi, nel 2009, quando diventato irritabile per ogni cosa, e ha perso il sonno, ha capito che qualcosa non stava funzionando. Sini un operativo. Subito dopo lesplosione si gettato nella base, dove ha messo in salvo oltre 5 colleghi (lo mostra in parte la TV araba) e nel video mostra le foto degli accertamenti del post-attentato, fatte per il riconoscimento dei corpi. Questo quel collega che ti dicevo, dentro il Defender, dice Sini indicando una gamba che il calore dellesplosione ha letteralmente fuso nel motore. Racconta che i resti dei compagni sono stati raccol-

26
FRANCIA

Repubblica-lEspresso

I soldati con disturbi sono 26, su un campione di soli 1300

Il nostro inferno dopo la battaglia


ROMA I racconti dei militari italiani che dopo le missioni di guerra allestero dallIraq allAfghanistan si sono ammalati del Post traumatic stress disorder. Le denunce dei medici e degli psicologi sul silenzio dei vertici dellesercito italiano. Sul sito delle inchieste Repubblica-lEspresso (http://inchieste. repubblica. it) saranno online da stamattina tutti gli approfondimenti sul caso dei traumi di guerra dei soldati. Con le video-interviste ai protagonisti e tutti i documenti originali.

TESTIMONI
Piero Follesa, a sinistra, e Pietro Sini, i due ex militari che hanno raccontato la loro storia

ti a mani nude, altri con le cesoie, perch aggrovigliati nel filo spinato. Dove ronzavano mosche, racconta il Carabiniere ora in congedo, l sapevamo che cerano resti umani. Mettevamo tutto in sacchi neri, normali sacchi di monnezza, cercando di evitare che i cani randagi si portassero via i resti dei nostri compagni. Corpi, corpi a met, corpi carbonizzati, corpi sfigurati e 6 sacchi della spazzatura di resti. Questo quello che cera in quelle 19 bare. Noi raccoglievamo tutto, nellimpossibilit di sapere se si trattava di un Carabiniere, di un militare, o altro. La guerra anche questo. Quando la sera ti levi gli anfibi e con lo stecchetto li ripulisci dei resti di determinate cose, dice Piero Follesa, rievocando i giorni del post-attentato. I due reduci sono amareggiati: Altro che figli, altro che uomini, altro che eroi, lArma dei Carabinieri ci ha abbandonato quando ne avevamo pi bisogno, per chi abbiamo combattuto?. laltro lato della retorica, quando la guerra torna a casa nella mente di chi c stato. Perch ammettere il disturbo mentale tra i militari significherebbe dire allopinione pubblica che le attivit che stiamo svolgendo allestero sono di stampo bellico, sottolinea Sergio Dini, Sostituto procuratore di Padova, a lungo Procuratore militare. Che retoricamente si chiede: Perch lEsercito dovrebbe istituire una struttura di studio per far emergere il fenomeno se lo si vuol negare?. Nella lettura che ne d Dini le Forze Armate sono un passaggio obbligato per entrare nelle Forze dellordine. qui che si crea un gioco dellequivoco, per il procuratore: linteresse dei soldati a dissimulare il malessere per restare dentro ed entrare poi in Polizia collude con quello delle gerarchie militari a non doversi far carico del fenomeno. il precariato militare: cumulare missioni su missioni nascondendo ansia e sofferenza, altrimenti il giorno dopo sei fuori. E ti giochi il tuo progetto di vita. E infatti c crisi di vocazioni: i soldati vengono (quasi) tutti dal Sud, da famiglie disagiate sul piano socio-economico, perch non sarebbe presentabile mandare a morire i figli dei professionisti e cos si fatto lesercito professionale: un escamotage per far pagare ai pi poveri il prezzo concreto delle missioni allestero. Che fine facciano questi ragazzi e se sia giusto che lEsercito sia fondato sulle fasce pi deboli della popolazione un problema che non si sta ponendo nessuno, conclude Dini.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Le cifre

4600
REGNO UNITO

La Combat Stress Unit assiste attualmente oltre 4600 reduci

499
GERMANIA

Nel 2009 sono stati trattati 499 casi, il doppio che nel 2008

80
NORVEGIA

Tra i soldati norvegesi 80 sono sotto cura per PTSD

1120
CANADA

I sintomi della sindrome hanno colpito 1120 soldati canadesi

la Repubblica la Repubblica
VENERD 2 SETTEMBRE 2011

24

ATTUALIT

Arriva la bistecca sintetica carissima e insipida ma piace ai vegetariani


In Olanda la prima salsiccia tra sei mesi
ELENA DUSI
ROMA Prelevare pochi grammi di muscolo da un maiale vivo, estrarne pazientemente le cellule staminali una a una, mescolare con fattori di crescita in provetta, agitando il tutto per sei mesi con una scossa elettrica da 10 volt ogni secondo. La ricetta della carne artificiale non ha unaria appetitosa. Ma apre una nuova frontiera a vegetariani (o almeno a una fetta di essi), popoli affetti da carestia e astronauti diretti su Marte. Cos Mark Post, il ricercatore delluniversit di Maastricht, in Olanda, che lavora al progetto da un decennio, ha annunciato ieri al Telegraph che la prima salsiccia maturer fra sei mesi in una provetta del suo laboratorio. Lui stesso ha ammesso che sullaspetto c ancora da lavorare: la carne artificiale ha laspetto flaccido e pallido di un muscolo appena tolto dal gesso. E lunico che abbia avuto il coraggio di assaggiarne un filamento, un giornalista della tv russa incaricato di precarsi. Donde laspetto emaciato delle salsicce olandesi e la relativa delusione di Post. Il ricercatore olandese il favorito, ma non lunico a sfruttare le straordinarie facolt proliferative delle staminali per fini alimentari. Morris Benjaminson, bioingegnere del Touro College di New York, ha scelto la strada del pesce, che rispetto alla carne pi salutare e di pi difficile approvvigionamento. Nel 2002 prese dei filetti di pesce rosso (naturali), li mise in provetta e riusc ad aumentare il loro peso del 16%, ottenendo dalla Nasa un finanziamento per proseguire nei suoi studi. Lo scienziato organizz anche una degustazione in laboratorio, friggendo i filetti, accompagnandoli con olio e pane e offrendoli a un panel di giudici. Alle cavie laspetto e laroma dei filetti piacquero. Ma nessuno si sogn di assaggiarli, chiamando in causa la pericolosit dei fattori di crescita impiegati e la mancata approvazione delle autorit di sicurezza alimentare americane.
RIPRODUZIONE RISERVATA

parare un servizio sugli esperimenti di Post, lha definita gommosa e insapore. La prima salsiccia coster 250mila dollari, perch il mercato dei fattori di crescita folle al momento. Ma il denaro potr essere reinvestito - si giustifica il ricercatore - per migliorare il processo produttivo e abbassare il costo delle salsicce successive. Come a volte accade con le specialit gastronomiche, anche la carne da laboratorio ha i suoi estimatori. Nel 2008 il gruppo animalista internazionale Peta (People for ethical treatment of animals) ha promesso un milione di dollari

stata ottenuta prelevando le cellule staminali dal muscolo di un maiale vivo


a chi porter nei supermercati il primo petto di pollo sintetico. Pi di 40 miliardi di polli, pesci, maiali e mucche vengono uccisi ogni anno negli Usa in modi orribili si legge nel bando. Anche se i vegetariani soffrono meno di cuore, diabete e vari tipi di cancro,

non tutti riescono a liberarsi dalla dipendenza dalla carne. Meglio allora rivolgersi a bistecche che non provocano morte e sofferenza. Se gli scienziati riuscissero a creare e coltivare le staminali embrionali degli animali, le bistecche di laboratorio continuerebbero ad aumentare di dimensioni praticamente senza limiti. Le tecniche attuali invece permettono solo di lavorare sulle staminali di animali adulti. Queste cellule, anche usando i migliori fattori di crescita, dopo essersi divise una decina di volte smettono di moltipli-

la Repubblica la Repubblica
VENERD 2 SETTEMBRE 2011

ATTUALIT

PER SAPERNE DI PI www.babalibri.it www.sinnoseditrice.org

25

Adozione

i em It
Immigrazione
HANNA, FOU E LAQUILONE RITROVATO (SINNOS)
Storie dedicate agli immigrati di prima e seconda generazione che vivono lesperienza dellintercultura

FIOR DI GIUGGIOLA (BABALIBRI)


Spesso sono le stesse associazioni che si occupano di adozioni a pubblicare testi a tema

Non tutti uguali


IN FAMIGLIA (FATATRAC)
Spiegano che le famiglie non sono tutte uguali ma allargate, monogenitoriali, naturali, in provetta

Genitori gay
PERCH HAI DUE MAMME? (LO STAMPATELLO)
Sono pochi a parlare di queste nuove famiglie. Il silenzio, rotto da poche case editrici indipendenti

Dalla fata cinese al principe in provetta ecco le fiabe delle nuove famiglie
Boom di storie che raccontano come cambia la societ
MARIA NOVELLA DE LUCA
LA favola della bambina adottata e quella del ragazzino con due mamme, c ladolescente con la pelle nera e quello che ha la valigia sotto il letto, c la storia della piccola nata da un uovo congelato e la sua amica il cui pap si fidanzato con un altro pap. C L. che non sente, M. che vede poco, F. che il pi intelligente di tutti ma non parla con nessuno: bambini normali, speciali, sani, disabili, protagonisti sempre di pi di un nuovo genere letterario che sta rivoluzionando il mondo delle fiabe contemporanee. Favole sociali, intime, allavanguardia. Perch ci vogliono orsi, fate, rane e girini, giraffe, maghi e anatroccoli intelligenti, o anche Cenerentole e Cappuccetti rossi riveduti e corretti, per raccontare ai nuovi bambini, figli della provetta o delle separazioni, delladozione o anche dellimmigrazione, quanto sono diversi eppure uguali ai loro coetanei. Spiegare dove e come, quando e da chi sono stati concepiti, figli della pancia o del cuore, di un utero prestato o di un amore finito. un piccolo boom editoriale che viaggia in gran parte su Internet, i titoli sono decine, sfiora le grandi case editrici ma abbraccia soprattutto marchi indipendenti, Lo stampatello, Mamme on line, Uovonero, coraggiosa impresa che produce libri per bambini con difficolt di lettura, autismo, dislessia. Una nicchia allinterno del grande mercato delleditoria infantile, ma che spezza un silenzio e copre un bisogno: oltre il 20 per cento dei libri pubblicati ogni anno in Italia dedicato ai mini readers dai 3 ai 14 anni, mentre il 59% di tutti i lettori italiani ha tra gli 11 e i 17 anni. Arianna Papini, scrittrice e consulente di Fatatrac, storica casa editrice per linfanzia, ai temi spinosi ha dedicato pi di

Figli nati in provetta


CCP: CICOGNE, CAVOLI E PROVETTE (DEMETRA)
Fecondazione assistita e utero in affitto: le nascite particolari spesso spiegate dai centri per linfertilit

raccontare ai nostri figli come sono nati. In realt avevamo gi un contratto con una casa editrice famosa, ma a pochi mesi dalla pubblicazione ci hanno detto che largomento era troppo forIl divorzio te. Cos abbiamo deciso di fare da BAMBINI CON LE RUOTE sole dice Maria Silvia Fiengo (MAMME ONLINE) e linteresse c, siamo presenti Trattano in particolare in diverse librerie in tutta Italia, il tema dellaffido abbiamo illustratori bravi, come condiviso, bimbi con la Altan, o Desideria Guicciardini. valigia sempre pronta e La verit che oggi le favole non un po confusi rappresentano il mondo delle nuove famiglie, mentre i bambini, hanno bisogno di vedersi rappresentati in una storia, seppure fatta di pinguini, gatte, ippopotami. E titoli di rottura si trovano anun testo: Ho due di tutto sui figli adozione pure. Ma bisogna andache scorrendo il catalogo di dellaffido condiviso, o Amiche Il fenomeno re a cercare una microscopica e apMamme online, casa dombra, storia vera dellamicizia coinvolge piccole pena nata casa editrice per inolDisabilit editrice nata dalla tra una bambina e la sua amica cietrarsi in quelli che la societ ritiene CAPPUCCETTO community dedica. Da tempo ci siamo accorti che case editrici argomenti da evitare, ai limiti del GIRAMONDO (UOVONERO) cata allinfertile favole servono per colmare un indipendenti che tab. Si chiama Lo stampatelSono spesso favole lit. Fin dagli disagio familiare verso argomenti vendono online lo, lhanno fondata pochi mesi classiche ma riadattate anni della battache non si sa come affrontare. Per fa Francesca Pardi e Maria Silper bambini con glia sulla legge 40 questo, ad esempio, nato Nei via Fiengo, mamme omosesproblemi di lettura, ricorda Donapanni di Zaff, che descrive quanto fanti si fa capire, con delicatezza e suali di 4 bambini, e oggi in caautismo, dislessia tella Caione absia difficile la vita di un bambino humour, che i tipi di famiglia sono talogo ci sono gi 4 o 5 titoli, Picbiamo iniziato a pubbliche voglia vestirsi da femmina, os- pi duna, dal cavalluccio marino cola storia di una famiglia: perch care favole su bambini concepiti sia andare contro le convenzioni. E che fa i figli da solo alla coppia che hai due mamme?, o Piccolo uovo, in modi diversi, fecondazione etecos nato In famiglia di Sandro litiga, a quella che adotta lanima- illustrato da Altan con i disegni delrologa compresa, ma anche libri Natalini, dove attraverso gruppi di le di unaltra specie. la Pimpa. Il nostro primo libro dedicati ai figli dellaffido conanimali, conigli, orsi, canguri, eleFamiglia e famiglie s. Divorzi e nato da unesigenza personale, giunto, una nuova generazione che vive migrando tra la casa della Lintervista mamma e quella del pap. E se Francesca Archinto di Babalibri ricorda Fior di Giuggiola, o Il principe tigre meravigliosi album illustrati dove si parla di adozione, da quasi due decenni Sinnos racconROFESSOR Charmet, lei psichiatra e psicoterapeuta. E quando arriva ladolescenza? ta con libri in doppia lingua i bimSono utili favole che raccontano ai figli adottati, o con il momento in cui i ragazzi cercano di comprendere il mi- bi immigrati. Siamo partiti quancepiti in provetta, come sono nati? stero della loro nascita e perch sono stati voluti. Molti disagi do gli stranieri nella scuola erano Sono fondamentali, visto che spesso gli adulti non trova- di questa et derivano proprio dal non sapere, dai dubbi. 25mila, adesso sono 700mila, e no le parole, hanno paura di sbagliare e ferire il bambino. La Ma la consapevolezza dellessere diversi non crea dolore dallimmigrazione siamo passati quando si bambini? allintercultura spiega orgoglioLESPERTO favola pu diventare un terreno neutro. Ma la rivelazione delle origini sempre necessaria? Nella foto, Non sempre. I pi piccoli non fanno distinzioni di razza, sa Della Passarelli perch oggi ci Non se ne pu fare a meno. Il disvelamento deve inizia- n si preoccupano se il loro amico ha due mamme o due pap. sono gli adolescenti cinesi che parGustavo Pietropolli re nellinfanzia, a piccoli passi, attraverso un libro, una me- quando il mondo adulto sottolinea la differenza che co- lano romano e i bimbi africani con Charmet tafora, un disegno e rispettando non solo le capacit di com- minciano i problemi. laccento torinese. E tutti hanno (m.n.d.l) bisogno di ritrovarsi in una favola. prensione di un bambino, ma anche quelle della sua elaborazione emotiva. RIPRODUZIONE RISERVATA RIPRODUZIONE RISERVATA

Gustavo Pietropolli Charmet, psichiatra e psicoterapeuta

Le metafore aiutano a capire fin da piccoli

ECONOMIA
FINANZA&MERCATI
Ieri
FTSE MIB ....................15670,82 FTSE IT ALL.................16563,63 FTSE IT STAR ..............10118,61 FTSE IT MID ................20486,63 COMIT .............................836,96 FUTURE.......................15630 (+0,69%) (+0,58%) (+0,03%) (+0,08%) (+0,74%) (+0,57%)

la Repubblica la Repubblica

VENERD 2 SETTEMBRE 2011

26

I migliori
FTSE MIB Var.% Intesa Sanpaolo ......................................2,47 Terna......................................................1,98 Telecom IT..............................................1,78 Exor........................................................1,62 Parmalat.................................................1,58

Principali titoli del Mercato azionario


Titolo
A2A.............................................0,958 Ansaldo Sts .................................6,265 Atlantia .....................................11,320 Autogrill ......................................8,590 Azimut ........................................4,928 Banca Generali ............................6,845 Banco Popolare ...........................1,199 Bca Pop.Milano ...........................1,475 Bulgari......................................12,220 Buzzi Unicem ..............................6,955 Campari ......................................5,765 Diasorin ....................................29,920 Enel ............................................3,430

Pr. Rif
-0,67 -0,56 0,98 -0,69 -0,44 -0,22 0,42 -0,61 -0,36 1,50 -0,03 0,88

I peggiori
RCS Mediagroup....................................-3,58 Pirelli & C...............................................-2,74 Mediaset...............................................-1,04 Monte Paschi Si.....................................-0,82 Fiat .......................................................-0,78

Enel Green Pw .............................1,616 Eni ............................................14,150 Exor ..........................................16,920 Fiat .............................................4,298 Fiat Industr..................................6,735 Finmeccanica..............................5,200 Fondiaria-Sai ..............................1,501 Generali ....................................12,590 Impregilo.....................................1,820 Intesa Sanpaolo...........................1,162 Lottomatica...............................11,160 Luxottica...................................20,710 Mediaset.....................................2,670 Mediobanca ................................6,415 Mediolanum................................2,608

0,69 1,07 1,62 -0,78 -0,52 0,39 -0,73 0,08 0,89 2,47 1,27 -0,29 -1,04 -0,16 -0,23

Monte Paschi Si...........................0,426 Parmalat .....................................1,671 Pirelli & C.....................................5,670 Prysmian ..................................11,270 RCS Mediagroup .........................0,849 Saipem .....................................31,340 Snam Gas....................................3,378 STMicroelectr..............................4,606 Telecom IT ..................................0,860 Tenaris .....................................11,550 Terna ..........................................2,574 Tods ........................................81,250 UBI Banca ...................................2,592 Unicredit .....................................0,948

-0,82 1,58 -2,74 0,09 -3,58 0,26 0,54 -0,39 1,78 -0,17 1,98 1,31 0,23 0,58

Obama taglia il Pil, le Borse frenano


Si interrompe la serie di rialzi a Wall Street. Pesa anche il duello Fmi-banche europee
DAL NOSTRO CORRISPONDENTE FEDERICO RAMPINI
NEW YORK Qualcuno lo chiama il grande tradimento di Christine Lagarde. Mandata al Fondo monetario internazionale grazie allunanime sostegno dei governi europei, lex ministro dellEconomia francese ora si rivolta contro i suoi colleghi dellaltroieri. E si trasforma in una implacabile accusatrice. E dal Fmi che arrivano infatti le bordate pi tremende sulleurozona: in particolare lallarme sui bilanci delle banche europee. La polemica tra Fmi, Bce e governi europei ha contribuito a incrinare latmosfera euforica che aveva segnato linizio della settimana a Wall Street e in quasi tutte le Borse del mondo. Sorprendente settimana, in cui una serie di rialzi consecutivi dei mercati sembravano aver cancellato ogni traccia di

La rincorsa di Wall Street


11.896

indice Dow Jones 11.493,72 11.483 (15 ago.)

11.867

11.308

11.150 (25 ago.)


10.720 2 ago. 9 ago.

10.720 (10 ago.)


16 ago.

10.818 (19 ago.)


23 ago. ieri

In discesa i rendimenti sui titoli del Tesoro. Oggi arrivano i dati sulloccupazione
paura: finito lallarme recessione, finita la paura di default sovrani? Forse un po troppo bello per essere vero. Ieri sera Wall Street ha ripiegato dopo che le Borse europee avevano avuto una giornata contrastata pur chiudendo in lieve rialzo. Oggi esce il dato sulloccupazione negli Stati Uniti, preceduto da diffusi timori: non a caso hanno ripreso a scendere i rendimenti sui titoli del Tesoro Usa, con i buoni decennali che ieri hanno visto linteresse al 2,16%. E rispuntata cos la paura della recessione, che genera ondate di acquisti di Treasury Bond e ne fa scendere il rendimento. Lo stato di salute reale delleconomia americana sta diventando, per usare la celebre espressione di Winston Churchill, un enigma avvolto in un mistero. Gli ottimisti puntano lindice sul fatto che la settimana scorsa sceso il numero di richieste di sussidi per disoccupazione; la produzione manifatturiera in salita per il 25esimo mese consecutivo; e le vendite di auto vanno a gonfie vele per General Motors, Chrysler e Nissan. I pessimisti citano, tra gli ultimi dati, il calo dello 0,7% della produttivit del lavoro che un dato anomalo se ci fosse davvero una ripresa. Lo stallo politico non aiuta: ieri Barack Obama e i repubblicani hanno passato la giornata a litigare sulla data del discorso presidenziale che dovrebbe lanciare un nuovo piano per loccupazione. Vista la difficolt a concordare la data di un discorso (alla fine sar l8), le probabilit che il piano stesso passi con laccordo bipartisan sembrano limitate. La

stessa Casa Bianca ieri ha dovuto rivedere al ribasso le sue proiezioni di crescita, tagliandole di un intero punto percentuale: ora prevede l1,7% di aumento del Pil in tutto il 2011. Nellattesa del dato di oggi sulloccupazione Usa, la questione delle banche europee il tormentone che pu spezzare latmosfera euforica dellinizio settimana. Il Fmi, usando i prezzi dei credit default swaps, giunge a un verdetto pesante: c un buco di circa 200 miliardi di euro nei bilanci delle banche delleurozona. La ragione di questa voragine nascosta: le banche non hanno calcolato adeguatamente il deprezzamento dei titoli pubblici dei paesi a rischio cio Grecia, Irlanda, Portogallo,

Italia, Spagna e Belgio. Per il calo di valore di quei titoli, la capitalizzazione delle banche ha perso tra il 10 e il 12%. Urge quindi la costosa ricapitalizzazione che Christine Lagarde sta invocando. Uno stu-

Wall Street chiude negativa. LEuropa in sofferenza pur segnando un lieve rialzo
dio di Morgan Stanley le d implicitamente ragione poich indica che entro fine anno le banche europee devono ottenere almeno 80 miliardi di capitali freschi. La pro-

posta Morgan Stanley: visto che i mercati non hanno fiducia e non sottoscriverebbero aumenti di capitale delle banche, visto che gli Stati non hanno risorse da spendere, non resta che usare le banche centrali per unoperazione di aiuto straordinario. Ma una soluzione inaccettabile per il partito del rigore, che ha nella Germania il suo pilastro. Lo dimostra la nuova uscita del banchiere centrale tedesco Jens Weidemann. Il presidente della Bundesbank molto critico sul compito che si assume la Bce acquistando titoli del paesi in difficolt. Sul lungo periodo dice Weidemann queste misure logorano la fiducia nelle banche centrali.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Linchiesta

16 mld
ALLEANZA ROTTA

3 mld
AZIONISTI RUSSI

Bp ha rinunciato ad un accordo da 16 miliardi di dollari con Rosneft

I soci russi di Bp nella controllata Tnk-Bp chiedono 3 miliardi per il mancato affare

DAL NOSTRO CORRISPONDENTE NICOLA LOMBARDOZZI


MOSCA E la beffa che arriva puntualmente dopo il danno economico enorme subito qualche tempo fa. Proprio nel giorno in cui lamericana Exxon Mobil annunciava il suo accordo con la holding petrolifera di stato russa Rosneft per lesplorazione dellArtico, la britannica Bp, che questo accordo si era visto sfuggire dopo anni di trattative, si ritrova al centro di una vicenda giudiziaria che ne paralizza lattivit e che da molti viene letta come una sorta di vendetta di un gruppo di potenti oligarchi inviperiti per il fallimento delloperazione. Da mercoled mattina infatti, proprio in coincidenza con lannuncio della joint-venture russo americana, gli uffici della Tnk-Bp sono di fatto in ostaggio di una pattuglia di ufficiali giudiziari impegnati a frugare tra archivi, scrivanie e memorie del computer. Scenografia esagerata, gi usata in altri casi in cui aziende

Scontro sul petrolio artico Bp sotto accusa a Mosca Danneggiati i soci russi
internazionali erano improvvisamente entrate in contrasto con gruppi di potere locali. Pullmini zeppi di poliziotti armati e in equipaggiamento antisommossa sotto alla sede della societ anglo russa, nel Lotte Plaza Center, colosso in vetro e acciaio nel cuore di Mosca. Impiegati, segretarie e manager invitati ad andarsene a casa fino a perquisizione finita. Durata delloperazione, gi in corso da due giorni, assolutamente imprecisata. Gli ufficiali giudiziari russi eseguono lordinanza di un giudice del tribunale siberiano di Tjumen che ha ricevuto una richiesta di risarcimento per oltre 3 miliardi e mezzo di euro da parte di un consorzio di soci di minoranza della Tnk-Bp che si considerano danneggiati per il mancato accordo sulle spedizioni artiche con la Rosneft. Nel consorzio figura Sergej Prokhorov, omonimo del pi noto Mikhail appena entrato in politica. Ma ci sarebbero anche personaggi di primi piano della finanza russa come Mikhail Fridman, Gherman Khan e Viktor Vekselberg. La storia complessa. La TnkBp a capitale misto britannico e russo. una delle pi grandi aziende petrolifere operanti in

BORSE EUROPEE
Paese/Indice 01-09 Amsterdam (Aex) ..................293,96 Bruxelles-Bel 20 .................2266,82 Francoforte (Xet Dax)...........5730,63 FTSE Eurotrack 100 ............2022,08 Londra (FTSE 100)...............5418,65 Madrid Ibex35.....................8761,10 Oslo Top 25...........................351,48 Parigi (Cac 40) ....................3265,83 Vienna (Atx) ........................2277,61 Zurigo (SMI) ........................5531,54 Var.% +0,35 -0,05 -0,94 +0,74 +0,45 +0,49 +0,51 +0,28 -0,11 +0,05

BORSE INTERNAZIONALI
Paese/Indice 01-09 DJ Stoxx Euro........................228,87 Hong Kong HS...................20585,33 Johannesburg ..................27520,61 New York (S&P 500) ............1204,43 New York (DJ Ind.).............11493,72 Nasdaq Comp. ....................2546,04 Singapore ST ......................2867,18 Sydney (All Ords).................4382,71 Tokio (Nikkei)......................9060,80 Var.% +0,02 +0,25 +0,79 -1,19 -1,03 -1,30 -0,63 +0,29 +1,18

EURIBOR
SCADENZA 1 mese TASSO 360 1,3510 TASSO 365 1,3698
-0,016 -0,704 -0,742 -1,330 -1,322 -1,142 -2,168 -0,497 -0,425

ORO E MONETE AUREE


01 SETTEMBRE Oro Milano (Euro/gr.) Oro Londra (usd/oncia) Argento Milano (Euro/kg.) Platino Milano (Euro/gr.) Palladio Milano (Euro/gr.) 01 SETTEMBRE Sterlina (v.c) Sterlina (n.c) Sterlina (post.74) Krugerrand Marengo Italiano
MATTINO SERA

la Repubblica la Repubblica
VENERD 2 SETTEMBRE 2011

VALUTE
CORONA DK...............................7,4500 CORONA N.................................7,6850 CORONA S.................................9,0960 DOLLARO AUS ...........................1,3349 DOLLARO CDN...........................1,3954 DOLLARO USA ...........................1,4285 FRANCO CH ...............................1,1417 STERLINA UK.............................0,8812 YEN J ....................................110,0800

1.815,50 DENARO

1.821,00 LETTERA

258,23 258,23 258,23 1.157,02 220,27

296,96 298 298 1.270,48 243,77

27

La classifica

Il caso

Della Valle potente per Vanity Fair


C' anche un posto per il made in italy e la Tods di Diego Della Valle fra i talenti celebrati dall'edizione Usa di Vanity Fair. Tra le persone che hanno plasmato il mondo in cui viviamo oggi e continuano a esercitarvi uninfluenza enorme al dodicesimo posto c Della Valle, preceduto dalla coppia Brad Pitt e Angelina Jolie (11esimi) e seguito dal magnate russo Roman Abramovich (13esimo).

Goldman Sachs regista anti-euro il momento di speculare contro


Report riservato ai clienti Vip: la moneta unica non regge
Speculazioni monetarie Banche indebitate

DAL NOSTRO CORRISPONDENTE


NEW YORK Nellaccumularsi di posizioni ribassiste contro alcuni paesi delleurozona rispunta la rega dei soliti noti: Goldman Sachs, che proprio ieri ha patteggiato con le autorit federali Usa per mettere fine ad alcuni abusi sui mutui casa. Con laggiunta di un sospetto conflitto dinteresse, perch la stessa banca di Wall Street ha anche un ruolo di punta come consulente di alcuni governi europei, Spagna in testa. A sollevare il caso il Wall Street Journal pubblicando estratti da un documento di 54 pagine firmato da uno dei pi importanti strateghi della banca, il 57enne Alan Brazil, e riservato a poche centinaia di grossi investitori istituzionali che sono i migliori clienti di Goldman Sachs. Il rapporto di Brazil estremamente negativo sulle possibilit di salvare leurozona dalla crisi attuale. Fra laltro stima che le banche europee possono necessitare di 1.000 miliardi di dollari per ricapitalizzarsi, in conseguenza delle perdite subite sui titoli di Stato. Non confortante neppure lanalisi su altri scenari (poche speranze di ripresa delloccupazione Usa; forse insostenibile lattuale crescita della Cina) ma sulleuro che Goldman offre alla clientela Vip una strategia di speculazione ribassista. Si tratta di prendere una posizione contro, investendo in un indice di credit default swaps il cui valore aumenta se cadono le azioni delle banche europee. Dove la faccenda si fa controversa, nel ruolo che la stessa banca americana ha presso il governo di Madrid. E sempre il Wall Street Journala ricordarlo: Questo rapporto stato diffuso mentre la Goldman offre i suoi servizi di consulenza a quei medesimi Stati europei, contro i

Opzioni put a sei mesi euro contro franco svizzero per sfruttare le debolezze europee
dinteressi, rievoca un analogo caso sollevato da unindagine sui mutui subprime. Alla vigilia della grande crisi del 2008, Goldman aveva venduto ai clienti dei suoi hedge fund dei pacchetti ribassisti a base di credit default swap, per lucra-

Il 20% dei gruppi finanziari molto indebitato: il costo dei credit default swaps salir
verni europei, un precedente la polemica sul ruolo di Goldman Sachs al servizio dei governi greci che falsificarono i dati sul deficit forniti alla Commissione europea. (f. ramp.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

Wall Street

re su un crollo del mercato immobiliare americano; mentre contestualmente la stessa Goldman e altre rivali di Wall Street erano tra gli istituti che confezionavano i titoli tossici dei mutui subprime. Infine nel ruolo di consulente dei go-

3,2 mld
EXXON

Rosneft ha sostituito Bp grazie ad un contratto con lamericana Exxon

La banca daffari ha anche un ruolo di punta come consulente di governi Ue


quali sta consigliando ai suoi clienti di speculare. Non pi tardi di mercoled scorso, per esempio, la Goldman insieme ad altre due banche ha organizzato a Londra una conferenza col ministro dellEconomia spagnolo, Jose Manuel Campa. Scopo dellevento: presentare ai grossi investitori sulla piazza londinese il piano di austerit del governo di Madrid e invogliarli cos a investire nei titoli spagnoli. Goldman, conferma il Wall Street Journal, ha una posizione leader nel collocamento del debito pubblico spagnolo. Contro il quale, su un altro fronte, suggerisce ai Vip strategie dinvestimento che puntano al ribasso, o addirittura alla bancarotta per insolvenza. La presenza di Goldman Sachs in uno schieramento di investitori che remano contro leuro era gi stata segnalata in un altro contesto: le famose cene di Manhattan tra gli hedge fund segnalate l8 febbraio scorso, con la partecipazione di George Soros, avevano coinciso con attacchi coordinati alleuro e la partecipazione di un trio di grandi banche di Wall Street tra cui la stessa Goldman. In quanto al conflitto

Russia sin dal 1990. Specializzata, tra laltro nelle attivit di ricerca e esplorazione di nuovi giacimenti. Proprio per queste sue caratteristiche ha lavorato da anni al progetto di esplorazione dei giacimenti dellArtico in cooperazione con Rosneft. Lo scandalo esploso in gennaio quando a Londra fu annunciato latteso accordo con la Rosneft ma stipulato non da Tnk-Bp, bens direttamente dalla casa madre inglese, tagliando clamorosamente fuori gli azionisti russi. Fu linizio di una serie di rivendicazioni legali da parte russa che di fatto hanno lasciato laccordo in sospeso fino allinizio dellestate. Rosneft intanto ha preferito mollare la British Petroleum e stringere in tempi rapidi un nuovo e definitivo accordo con gli americani. Un colpo terribile per la Bp cui si aggiunge la pretesa di risarcimento degli azionisti locali. Se avessero fatto direttamente laccordo in Russia sostengono i legali del consorzio adesso saremmo noi tutti i beneficiari delloperazione Artico.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica la Repubblica
VENERD 2 SETTEMBRE 2011

28

IMPRESE
gativi che vanno al di l della produzione nello stabilimento torinese: Quella che in discussione dichiara Bruno Vitali, responsabile della Fim nazionale la credibilit stessa dei vertici del Lingotto che cambiano le carte in tavola rispetto agli impegni scritti assunti con la maggioranza dei sindacati e sembrano preda della sindrome del governo che cambia il giorno dopo ci che aveva deciso il giorno prima. Marchionne come Berlusconi? Laccusa della Cisl non certo leggera. Il Lingotto risponder probabilmente nei prossimi giorni alla richiesta di incontro avanzata dai sindacati per vederci chiaro nel futuro del pi grande stabilimento italiano. Qualche elemento di chiarezza potrebbe venire nei prossimi giorni da Detroit dove starebbe per chiudersi la trattativa tra il sindacato Uaw e le tre aziende automobilistiche americane. Con Chrysler in particolare la trattativa starebbe per entrare nella fase finale. Le parti si incontreranno domani e dopodomani per poi sospendere luned, in occasione della Festa del lavoro americano e della tradizionale parata di

&MERCATI

Fiat, ad agosto in Italia vendite gi del 3%


Su Mirafiori la Cisl attacca Marchionne. Gli operai occupano Irisbus
PAOLO GRISERI
TORINO Alla fine il Suv partor la Topolino. Lipotesi di un declassamento della produzione prevista a Mirafiori a partire da fine 2012 provoca polemiche soprattutto tra i sindacati che avevano convintamente appoggiato il progetto di Marchionne per lo stabilimento torinese sostenendo il s nel referendum dellautunno scorso. Nelle stesse ore diventa un caso nazionale la vertenza Irisbus, lazienda del gruppo Fiat che produce autobus in provincia di Avellino che il Detroit cui parteciper anche Barak Obama. Nei prossimi giorni si capir dunque se davvero il leader dei sindacati americani, Bob King, riuscito a strappare ai lavoratori italiani la produzione del suv previsto a Mirafiori portandola oltreoceano. In ogni caso King, secondo indiscrezioni riportate ieri dal Detroit Free Press, starebbe contrattando con Marchionne anche il suo ingresso nel cda della Chrysler: lad infatti starebbe meditando di cambiare 5 membri su 9 dopo luscita dei soci pubblici dal capitale.
RIPRODUZIONE RISERVATA

La Chrysler vende il 31% in pi negli Usa, ma potrebbe cambiare 5 membri del cda su 9
Lingotto sarebbe intenzionato a chiudere. Ieri i 700 dipendenti della Irisbus hanno occupato la fabbrica mentre il ministro dellIndustria, Paolo Romani, protagonista del tentativo fallito mercoled di trovare un accordo in extremis, ha promesso che fin dalla prossima settimana si riserva di riprendere il confronto tra le parti. Due patate bollenti, quelle di Mirafiori e di Irisbus, che arrivano in un momento cruciale: con il vertice di Fiat Spa riunito per due giorni a Torino e con i dati di mercato italiano che confermano le difficolt della casa torinese a difendere quote in un panorama nazionale decisamente depresso. Ieri il titolo aveva iniziato la mattinata in forte perdita con un ribasso di oltre il 4,6%, ma poi ha recuperato a -0,78%. I dati sul mercato dellauto sono arrivati a Borsa chiusa: ad agosto le vendite in Italia sono cresciute dell1,5% ma il gruppo Fiat ha perso il 3,17% con la quota di mercato che scende da 30,55 a 29,14%. Tra i marchi del Lingotto si salva Lancia grazie al buon successo della neonata Ypsilon. Migliori le notizie da oltreoceano dove la Chrysler salita del 31% rispetto allagosto del 2010. Una segnale di ripresa anche per le vendite della 500: nel Nord America ne sono state vendute tremila con un trend in crescita rispetto ai mesi precedenti. Il caso Mirafiori suscita interro-

Lestate in borsa di Fiat

Mercato Usa
7,715 7,350

7,715

6,645

5,834

Daniel Akerson, ad Gm

Vendite auto Gm pi 18% in agosto


3,952

4,2

AGOSTO NERO
Il titolo Fiat ad agosto ha visto un crollo del valore
25 giu. 17 lug. 8 ago. ieri

GENERAL Motors ha venduto 218.479 veicoli sul mercato Usa nel mese di agosto, con un incremento del 18%. Il vicepresidente della divisione vendite locale, Don Johnson, ha espresso cauto ottimismo a proposito di un miglioramento della crescita delleconomia Usa nei prossimi mesi. Lazienda prevede che a fine anno le vendite totali dellindustria automobilistica Usa avranno toccato i 13-13,5 milioni di unit. Il trend di vendite delle auto negli Stati Uniti ha toccato in media i 12,5 milioni di veicoli leggeri nel primo semestre dellanno rallentando a 12,2 milioni in luglio. Ad agosto 2010 le unit vendite erano 11,5 milioni, secondo le statistiche di Woodcliff Lake.

3 giu.

Il caso

Tortona finanzia in associazione di partecipazione il nuovo Gulfstream della societ del premier

Gavio sale sugli aerei Fininvest Argo gira 8 milioni ai jet di Alba
ETTORE LIVINI
MILANO La famiglia Gavio sale a bordo degli aerei di casa Berlusconi. La Argo finanziaria, holding della dinastia tortonese che gestisce diverse tratte autostradali in concessione dallo Stato, ha versato nelle casse della Alba servizi aerotrasporti la compagnia che fa capo alla Fininvest un assegno da 8 milioni di euro. Il tesoretto stato utilizzato dalla societ del Biscione come acconto per lacquisto di un nuovo Hawker 4000 della Gulfstream (il costo totale dovrebbe essere vicino ai 14 milioni di euro) che sar intestato allazienda del presidente del Consiglio e gestito in associazione di partecipazione con la stessa Argo. Le ragioni del contributo dei Gavio alle finanze di via Paleocapa sono riassunte in alcuni documenti interni del gruppo piemontese: Il contratto scritto dovrebbe rispondere alle accresciute esigenze di mobilit dei nostri dirigenti, non sempre soddisfatte in termini di sicurezza e riservatezza dei servizi messi a disposizione dalle compagnie aeree di linea e dal mercato dei trasporti con aeromobili privati. La famiglia di Tortona, insomma, user per spostarsi in giro per il mondo (quando sar consegnato) il nuovo Hawker 4000, uno dei gioielli pi avanzati nel mondo dei business jet con una capienza di circa 14 passeggeri. Il prezzo pagato corrisponde pi o meno al 75% del fatturato annuo totale garantito nel 2010 dai due aerei della compagnia gi in servizio, utilizzati per met dai manager di casa Berlusconi e per il resto noleggiati a terzi. gi certo che limpiego dellaeromobile da parte dei Gavio non esaurir le capacit operative del velivolo spiega il bilancio 2010 di Alba consentendone cos limpiego da parte di altri clienti con la prospettiva quindi di aumentare la redditivit dellaffare costituente loggetto delloperazione. Lalleanza nei cieli non la prima occasione in cui la famiglia di Tortona incrocia il suo destino con il Biscione. Nel 2006, dopo il collocamentolampo in Borsa del 17% di Mediaset, la Argo era spuntata a sorpresa tra i soci delle tv del Cavaliere con una quota dello 0,5%, ceduta poi lanno successivo. I buoni rapporti con il presidente del Consiglio, del resto, sono importanti per un gruppo che genera buona parte del suo business grazie ai rapporti con

GIOVANNI PONS AFFARI IN PIAZZA DOPO PREMAFIN TOCCA A MEDIOBANCA

11 mln
I RICAVI

+14%
GLI AUMENTI

uasi un anno fa, settembre 2010, Vincent Bollor dava il via al vistoso rastrellamento di azioni Premafin che nelle intenzioni avrebbe dovuto spianare la strada allingresso degli amici di Groupama nella compagnia dei Ligresti. Il sogno non si realizzato per la discesa in campo della Consob e di Unicredit e ora Bollor si lecca le ferite mettendo a bilancio accantonamenti per quasi 9 milioni sul pacchetto del 5% che aveva messo insieme. Pi uninchiesta per insider trading. Oggi Bollor continua a comprare azioni Mediobanca per arrivare al momento dellassemblea di ottobre con un rotondo 6% da far valere per il nuovo consiglio. Ma sulla sua strada c ancora la banca di piazza Cordusio, primo azionista di piazzetta Cuccia e pivot del nocciolo italiano. Tutti gettano acqua sul fuoco ma le parti affilano le armi per la nuova sfida.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Alba servizi ha realizzato nel 2010 11,7 milioni di fatturato

Anas ha dato lok al +14% di tariffe in 2 anni alle autostrade dei Gavio

la pubblica amministrazione. A decidere sugli aumenti tariffari delle autostrade di famiglia, ad esempio, lAnas che tra il 2010 e il 2011 ha garantito alle tratte gestite dai Gavio rincari complessivi del 14% con punte del +27% sulla MilanoTorino. Anche Impregilo general contractor per la costruzione del Ponte sullo stretto di Messina ha in essere diversi appalti con lo Stato.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica la Repubblica
VENERD 2 SETTEMBRE 2011

IMPRESE&MERCATI
BERLINO Se vuoi decollare nellesportazione di prodotti ad alto contenuto tecnologico sui mercati globali, e acquisire un nuovo ruolo nel mondo delle eccellenze, non c nulla di meglio che avere loccasione di rilevare aziende illustri, dal prestigioso passato di high tech e qualit, ma oggi alla soglia della bancarotta o in gravi difficolt. I cinesi lo hanno capito benissimo, e un colpo dopo laltro stanno trovando in Svezia spazio per loro teste di ponte, per un grande balzo in avanti. Nel mondo dellauto, decisivo per immagine e profitti. Due grosse aziende cinesi, la Pangda automobile trade e la Zhejiang Youngman Lotus automobile, hanno infatti chiesto alle autorit della Repubblica popolare il via libera per un massiccio investimento nella Saab, la gloriosa casa automobilistica sportiva del regno delle tre corone. Lobiettivo ambizioso: le due aziende cinesi, per una spesa calcolata attorno a 245 milioni di euro, vogliono acquisire il 53,9% del pacchetto azionario di Saab. Per lazienda svedese, attualmente di propriet di un investitore olandese, sarebbe la salvezza: Saab paga i salari in ritardo da

PER SAPERNE DI PI www.edison.it www.saab.com

29

Global market

FLASH

Anche la Saab come la Volvo in mani cinesi

Il taglio di mezzo punto dei tassi dinteresse al 12% deciso dalla banca centrale minimizzer limpatto della crisi economica globale sulleconomia brasiliana
Il ministro delle Finanze Mantega

mesi, ha pesanti arretrati coi dipendenti e solo un megaprestito di un miliardo di corone da parte di cinque grandi banche europee la sta salvando dalla bancarotta. Il grande impianto di Trolhattan chiuso da giugno. I cinesi arrivano come il deus ex machina. E sarebbe la loro seconda conquista in Svezia: la mitica Volvo, simbolo del Made in Sweden, gi cinese. La strategia della repubblica popolare chiara, e di lungo respiro: acquisire marchi di prestigio, rilanciarli, rafforzarsi sui mercati mondiali. E dare nuova forza allintero comparto dellauto cinese con la competenza tecnologica delle prede. Prede che sono ben contente di essere salvate dal fallimento grazie alla nuova superpotenza. Andrea Tarquini
RIPRODUZIONE RISERVATA

Edison, i francesi non mollano su Edipower


A2a rilancia la proposta delle centrali agli italiani ma le parti sono distanti
ANDREA GRECO
MILANO A2a rilancia la proposta Zuccoli lasciare Edison a Edf e rilevarne lunit elettrica Edipower i francesi tacciono ma dietro le quinte si preparano a impallinarla. vicina la scadenza del patto italo-francese su Edison (15 settembre) ma le parti chiamate a scioglierlo sono lontane, ed scontato un rinvio della trattativa. Settimane, forse mesi, per far quadrare un dossier dove la ragion di stato contamina i quattrini e le esigenze industriali di un business strategico e regolamentato. Ieri il consiglio di gestione di A2a, primo socio italiano di Foro Buonaparte, ha esaminato la situazione prendendo atto delle richieste di Paolo Romani, e s te-

Frequenze 4G

Zuccoli: molto improbabile una soluzione per il 15. No al braccio di ferro Edf-governo

IL NEGOZIATORE
Il presidente del Cdg di A2a, Giuliano Zuccoli

nuto aperto fino a luned, quando il ministro vedr Henri Proglio, leader di Edf, per prospettargli la nuova proposta di addio. Il titolare dello Sviluppo economico, dopo gli incontri con i soci italiani di Edison, chieder pi tempo per trattare, perch il governo non pu permettersi che il secondo produttore nazionale di energia

diventi francese. Tocca ai soci italiani, A2a in testa, declinare il diktat. A marzo, nella prima bozza di divorzio bloccata da Giulio Tremonti, Edipower si divideva in due; ora A2a la vorrebbe tutta, magari con lausilio di nuovi soci come Acea e Cassa depositi. improbabile che per il 15 ci sia una conclusione definitiva

ha detto Giuliano Zuccoli, presidente della gestione A2a com improbabile si arrivi a un braccio di ferro tra Edf e governo. Zuccoli ha aggiunto: La storia di Edipower lunga, nel 99 il decreto Bersani obblig Enel a cedere le centrali. Oggi la posizione del governo ha una sua logica razionale. I rivali, a Parigi, attendono la

proposta formale, luned. Ma da Foro Buonaparte dove guidano gi i francesi: lad Bruno Lescoeur filtrano vedute distanti. Soprattutto, non si vede come Edison possa sopravvivere senza Edipower, per motivi di taglia e di business: la preda contesa ha nove centrali, vale quasi 3 miliardi (4,2 ne capitalizza tutta Edison) ha un miliardo di debiti e grossi investimenti da fare. Li faranno gli italiani, divisi e in difficolt, con azioni in carico al doppio della quotazione (0,82 euro), o toccher a Edf fare di Edison un aggregatore nel mercato italiano di energia e gas, che soffre e si consolida in fretta? Oggi Lescoeur sar al Workshop Ambrosetti di Cernobbio, dov atteso anche Romani. Ma il gioco duro inizia luned.
RIPRODUZIONE RISERVATA

In due giorni lasta supera i 2,5 miliardi


MILANO Continua lasta per lassegnazione delle nuove frequenze telefoniche 4g. Nella seconda giornata sono stati effettuati 31 rilanci con un incremento complessivo dellofferta di 203 milioni: lincasso totale sale cos a 2,5 miliardi avvicinando lobiettivo del governo a quota 3,1 miliardi. Le offerte si concentrano sul lotto pi pregiato e per il momento Telecom Italia si aggiudicherebbe due lotti, mentre Vodafone, Wind e H3g uno a testa. Oggi la terza giornata di rilanci.

GIO

CA

IN SICURE

ZZ
A
GIO

ZZ

CA

IN SICURE

la Repubblica la Repubblica
VENERD 2 SETTEMBRE 2011

IMPRESE&MERCATI
www.finanza.repubblica.it

31

in tempo reale quotazioni di Borsa, commenti e notizie


TITOLO Rif ieri
3,990 2,230 5,670 4,402 7,150 0,425 1,050 7,240 5,650 1,019 0,290 0,310 0,610 6,840 11,270 0,200 0,344 1,930 0,699 0,849 0,653 0,490 6,800 18,300 0,357 0,130 0,980 14,440 0,241 6,405 4,400 9,265 31,340 37,800 1,259 9,545 7,125 0,476 0,049 1,240 5,080 0,299 5,865 2,100 3,378 2,240 5,185 0,048 1,720 0,405 166,700 4,606 1,490 0,789 0,860 0,179 0,224 0,784 11,550 2,574 2,656 0,388 0,050 81,250 1,665 8,480 8,570 2,592 0,504 0,948 1,670 0,335 0,259 4,150 0,138 1,280 4,120 3,130 10,550 2,116 5,000 0,930 0,740

TITOLO
A A.S. Roma A2A Acea Acegas-Aps Acotel Group Acque Potabili Acsm-Agam AdF-Aerop.Firenze Aedes Aeffe Aicon Alerion Amplifon Ansaldo Sts Antichi Pell Apulia Pront Arena Arkimedica Ascopiave Astaldi Atlantia Autogrill Autostrada To-Mi Autostrade Mer. Azimut B B&C Speakers Banca Generali Banca Ifis Basicnet Bastogi BB Biotech Bca Carige Bca Carige r Bca Finnat Bca Intermobiliare Bca P.Etruria e Lazio Bca P.Milano Bca P.Spoleto Bca Profilo Bco Desio-Brianza Bco Desio-Brianza rnc Bco Popolare Bco Santander Bco Sardegna rnc Bee Team Beghelli Benetton Group Beni Stabili Best Union Co. Bialetti Industrie Biancamano Biesse Bioera Boero Bart. Bolzoni Bon.Ferraresi Borgosesia Borgosesia rnc Brembo Brioschi Bulgari Buone Societ Buongiorno Buzzi Unicem Buzzi Unicem rnc C Cad It Cairo Comm. Caleffi Caltagirone Caltagirone Ed. Cam-Fin Campari Cape Live Carraro Cattolica As CDC Cell Therap Cembre Cementir Hold Cent. Latte Torino Ceram. Ricchetti CHL CIA Ciccolella Cir Class Editori Cobra Cofide Cogeme Set Conafi Prestito Cred. Artigiano Cred. Bergamasco Cred. Emiliano Cred. Valtellinese Crespi Csp D DAmico Dada

Rif ieri
0,675 0,958 5,965 3,700 26,470 0,905 0,863 9,770 0,108 0,869 0,122 4,766 4,048 6,265 0,359 0,234 0,011 0,091 1,460 4,398 11,320 8,590 7,495 19,500 4,928 2,760 6,845 4,250 2,290 1,186 44,310 1,498 2,128 0,383 3,350 1,716 1,475 2,600 0,320 3,448 2,996 1,199 6,200 7,205 0,418 0,477 5,040 0,520 1,380 0,271 1,512 3,318 0,505 21,000 1,980 24,500 1,076 1,310 7,275 0,126 12,220 0,338 1,067 6,955 3,884 3,800 2,692 1,200 1,614 1,310 0,282 5,765 0,136 2,400 17,450 1,400 0,868 7,950 1,899 2,030 0,207 0,081 0,259 0,610 1,532 0,294 0,950 0,685 0,117 0,685 1,145 21,680 3,212 2,478 0,043 0,994 0,680 2,320

ieri
0,15 -0,67 -1,40 1,46 -1,04 -0,46 0,10 0,75 -1,25 -2,54 2,02 -0,56 0,11 1,74 2,88 -5,10 0,27 0,98 -0,69 1,01 -2,01 -0,44 0,07 -0,22 -1,67 1,33 -3,58 1,40 -3,48 0,79 -0,41 -0,61 2,93 -2,41 0,42 -2,44 1,34 2,52 -0,56 0,70 -0,57 -3,90 -0,20 -0,96 -0,69 1,85 1,91 -0,21 -5,11 2,27 -3,00 -0,36 -0,51 2,67 -2,09 -2,42 1,50 -2,86 3,18 -1,41 -1,36 0,82 -1,35 -1,46 3,55 -1,23 3,40 10,91 1,39 -0,17 0,42 -4,41 -2,14 1,33 0,65 0,38 1,81 5,12 1,38 -0,22 -2,11

Var % inizio anno


-36,02 -8,64 -30,40 2,00 -39,83 -36,93 -20,31 -9,79 -44,06 71,06 -31,03 -9,82 7,09 -31,75 -23,88 -33,71 -58,20 -79,87 -7,65 -11,24 -23,22 -19,34 -26,59 -14,47 -27,05 -26,60 -25,27 -19,66 -18,21 -22,74 -8,83 -4,59 -23,32 -22,70 -19,86 -43,74 -44,65 -24,53 -27,27 -14,86 -19,30 -51,36 -21,32 -23,76 4,21 -30,57 0,80 -18,88 -23,39 14,55 -38,33 -50,10 5,00 -7,15 -16,75 -16,65 -2,89 -7,27 -9,40 49,57 -13,46 -8,33 -19,92 -28,73 -7,20 -0,76 3,72 -8,76 -23,79 -24,42 18,26 -45,92 -38,26 -8,88 -14,69 -22,36 28,02 -10,11 -17,14 -17,94 -39,13 -12,67 -6,30 11,58 -34,92 -28,41 1,71 -68,29 -31,36 -11,79 5,34 -31,26 -25,19 -55,43 -7,67 -31,17 -52,56

2009- 2010 min max


0,637 0,866 5,198 3,346 25,671 0,781 0,827 9,765 0,085 0,285 0,119 4,349 2,889 5,680 0,349 0,215 0,010 0,090 1,440 3,751 10,404 7,920 6,771 15,870 4,670 2,457 6,286 4,194 1,915 1,158 39,936 1,270 1,907 0,379 3,151 1,619 1,328 2,177 0,300 3,037 2,826 1,089 5,784 6,928 0,351 0,460 4,373 0,450 1,062 0,237 1,252 2,935 0,468 19,000 1,365 20,726 0,881 1,056 4,446 0,117 5,372 0,302 0,783 6,322 3,477 3,465 2,164 0,946 1,561 1,282 0,239 3,505 0,135 2,204 15,183 1,288 0,751 4,398 1,674 1,960 0,196 0,081 0,238 0,475 1,330 0,266 0,821 0,592 0,100 0,689 1,094 20,328 2,786 2,287 0,040 0,754 0,676 2,008 1,256 1,467 9,064 4,630 72,282 1,947 1,183 14,309 0,253 1,463 0,349 6,357 4,532 11,002 0,784 0,459 0,041 0,741 1,719 6,248 17,195 10,956 11,489 24,442 9,624 3,997 11,529 5,913 3,302 2,219 55,079 2,023 2,990 0,619 4,371 4,198 5,567 4,951 0,677 4,348 4,127 3,973 12,059 10,903 0,555 0,760 6,738 0,764 1,600 0,645 2,026 7,879 1,709 21,500 2,344 35,352 1,413 1,530 10,258 0,240 12,322 0,735 1,455 12,034 7,651 5,824 3,275 1,414 2,454 2,172 0,430 5,909 0,428 4,450 24,257 2,460 5,057 8,731 3,354 4,080 0,527 0,189 0,350 1,033 1,929 0,695 2,161 0,790 0,954 1,200 1,910 25,646 5,714 5,690 0,221 1,295 1,386 6,134

Cap. in mil. di
91 3006 1266 202 107 33 65 88 79 93 13 209 886 875 16 54 15 8 341 431 7073 2178 651 85 701 31 757 229 138 21 2449 362 140 521 129 606 77 214 398 40 2094 47 28 95 912 1003 13 21 51 91 15 91 51 137 46 1 482 101 4118 3 115 1135 155 34 209 15 194 164 192 3323 7 109 937 17 134 304 20 17 13 23 104 1210 30 38 493 7 32 326 1327 1059 665 7 33 102 38

IL PUNTO

ieri
1,89 -2,74 -0,27 1,42 1,67 -1,78 0,63 5,82 8,21 0,36 -1,53 -0,87 0,09 -0,20 -0,10 2,42 -3,58 -2,83 -0,08 0,89 -2,40 1,48 -5,80 -1,51 1,48 -5,45 -1,46 -3,30 1,20 0,26 -0,55 -4,45 -3,85 -0,42 0,41 -1,17 0,86 -0,94 0,54 0,90 1,07 -0,62 -0,98 2,48 -0,39 -0,33 1,78 0,68 -17,25 2,48 -0,17 1,98 1,53 -1,75 -1,76 1,31 3,04 -1,61 0,23 0,58 0,30 0,78 1,09 -2,67 0,23 0,59 0,97 -2,22 -0,79 -0,43 -2,70

Var % inizio anno


3,64 15,54 -7,58 -22,77 -21,30 -13,18 8,42 -23,79 -8,87 -2,02 -36,33 -59,45 -18,94 -5,66 -12,64 -15,61 -1,63 -9,81 -17,42 -19,04 -10,06 -75,86 -4,09 -7,44 0,48 -41,20 -29,60 -42,90 -27,05 -5,81 -11,11 -32,47 -16,83 3,56 -21,31 -4,74 -5,88 -25,22 -40,56 51,22 -14,62 -19,21 -20,60 -9,13 -10,58 4,75 -36,73 0,29 -17,39 -42,71 6,13 15,60 -12,39 -25,09 -30,70 -4,56 -37,57 -19,31 -27,23 -40,06 -37,45 9,99 15,95 -21,92 58,70 -58,31 1,61 -40,15 -12,79 -28,41 -28,51 -0,66 -2,59 3,00 -12,69 6,46 -60,45 3,36 101,41 45,96

2009- 2010 min max


1,635 1,048 3,780 3,983 6,285 0,382 0,676 6,173 5,028 0,694 0,234 0,279 0,591 5,901 9,652 0,172 0,291 1,492 0,697 0,756 0,605 0,420 5,112 14,721 0,328 0,128 0,656 14,326 0,230 4,806 3,795 6,110 23,078 23,000 1,023 8,504 5,755 0,423 0,045 0,725 4,729 0,297 5,538 2,046 3,218 1,797 3,620 0,039 1,195 0,392 3,412 4,229 1,163 0,492 0,802 0,168 0,224 0,714 10,785 2,402 1,707 0,359 0,047 43,470 1,234 6,992 5,065 2,519 0,476 0,888 1,612 0,287 0,228 3,800 0,138 1,153 3,561 3,091 5,113 1,896 3,799 0,389 0,465 7,378 2,926 7,654 6,274 12,321 0,542 1,451 11,380 7,604 2,361 0,586 1,080 1,036 9,738 16,037 0,273 1,096 2,850 0,981 1,419 0,880 2,298 7,733 21,402 0,612 0,436 1,839 26,756 0,509 8,731 6,106 13,700 38,607 39,250 2,311 10,832 8,129 0,736 0,207 1,750 7,328 0,299 8,760 3,116 4,285 2,931 6,039 0,131 2,102 7,776 177,000 9,596 1,580 4,533 1,144 0,528 0,780 1,014 18,734 3,463 4,863 0,708 0,187 96,373 1,720 13,152 9,533 9,776 0,950 2,336 2,949 0,862 0,570 4,789 0,139 1,501 4,731 4,113 13,274 18,650 5,678 1,509 1,125

Cap. in mil. di
120 114 2675 53 9 56 148 1820 1747 30 241 129 113 59 2384 75 16 54 22 622 20 22 1415 170 57 106 11 165 23 95 33 526 13684 5 1197 95 394 66 92 1 82 8 1320 246 12043 262 466 21 825 34 198 32 11419 256 1 4653 5132 75 42 93 2457 47 529 23 2309 80 18120 40 702 333 43 20 39 178 210 561 2 400 22 3

Scatta Intesa Sanpaolo realizzi su Pirelli Tiene lenergia vola ancora Prelios

MILANO Quarta seduta positiva per le Borse europee, ma debole e altalenante per i dati controversi sulleconomia Usa. La piazza migliore Milano, dove lindice Ftse Mib guadagna lo 0,69%. Leccezione Francoforte, quasi -1%. Maglia rosa per Intesa Sanpaolo, +2,47% con uno sprint finale; positiva anche la rivale Unicredit (+0,58%), mentre Bpm cede lo 0,61% e Mps lo 0,82%. Prese di beneficio su Pirelli (-2,74%) e su Fiat (-0,78%) che pure risale dai minimi di giornata. Storna anche Fiat Industrial (-0,52%). Denaro sugli energetici: Eni +1,07%, Enel +0,88%, Saipem +0,26%, Snam rete gas +0,54%, Terna +1,98%. Bene Telecom (+1,78%), cedenti Mediaset (-1,04%) e Stm (-0,39%). Rialzi attorno all1% per Atlantia, Lottomatica e Tods. Tra i minori vola ancora limmobiliare Prelios (+8,21%) che mercoled ha ceduto due palazzi in Germania.
Cap. in mil. di
90 726 372 347 1223 439 1655 17 18 201 4284 97 34 45 72 91 32050 8022 37 269 56277 1263 31 177 70 14 2672 1145 119 37 271 2075 4606 349 285 7278 310 245 15 165 2992 99 550 109 19 17 111 59 947 3 19481 754 29 929 577 17 1420 39 421 38 503 234 720 12

TITOLO
Damiani Danieli Danieli rnc Datalogic DeLonghi Dea Capital Diasorin Digital Bros Dmail Group DMT E Edison Edison r EEMS El.En. Elica Emak Enel Enel Green Pw Enervit Engineering Eni Erg Ergy Capital Esprinet Eurotech Eutelia Exor Exor priv Exor risp Exprivia F Falck Renewables Ferragamo Fiat Fiat Ind. priv Fiat Ind. risp Fiat Industr. Fiat prv Fiat rnc Fidia Fiera Milano Finarte C.Aste Finmeccanica FNM Fondiaria-Sai Fondiaria-Sai rnc Fullsix G Gabetti Pro.Sol. Gas Plus Gefran Gemina Gemina rnc Generali Geox Greenvision Gruppo Coin Gruppo Ed.LEspresso Gruppo Minerali M. H Hera I I Grandi Viaggi IGD Il Sole 24 Ore Ima Immsi Impregilo Impregilo rnc

Rif ieri
1,095 17,970 9,350 5,940 8,375 1,450 29,920 1,218 2,400 18,000 0,829 0,866 0,786 9,430 1,132 3,290 3,430 1,616 2,070 21,710 14,150 8,395 0,326 3,414 1,938 0,215 16,920 15,230 13,260 0,723 0,949 12,300 4,298 3,386 3,618 6,735 3,028 3,130 3,028 3,906 5,200 0,396 1,501 0,860 1,700 0,068 2,478 4,050 0,655 0,880 12,590 2,940 5,000 6,495 1,419 2,996 1,278 0,880 1,350 0,864 13,510 0,693 1,820 7,500

ieri
0,18 1,58 1,91 -1,08 7,93 3,94 -0,03 -0,41 -2,44 2,04 -0,48 -1,20 -0,51 -1,46 -1,48 0,88 0,69 -1,90 -1,99 1,07 0,12 -3,92 0,23 -1,02 1,62 2,08 2,08 -0,75 -2,16 0,08 -0,78 -2,76 -2,22 -0,52 -1,37 -0,95 -1,37 0,10 0,39 -0,73 -1,15 -2,80 0,90 -0,08 -2,88 -0,53 -1,07 0,08 1,38 0,44 0,92 -0,07 -0,70 -2,17 -1,67 0,65 0,89 -

Var % inizio anno


30,36 -25,74 -29,01 -2,06 43,41 26,09 -5,17 -20,39 -17,67 17,04 -4,16 -29,12 -40,36 -25,51 -21,39 -25,48 -9,14 2,80 66,40 1,02 -13,82 -18,89 -33,02 -39,68 3,64 -32,13 -18,99 -29,09 -24,17 -43,34 23,62 -38,82 -45,82 -41,46 -25,17 -42,76 -40,78 -17,88 -10,21 -39,61 -21,56 -58,92 -66,62 54,55 -69,27 -37,27 -9,60 21,20 -7,37 -12,57 -14,60 6,44 -16,52 -17,07 -32,98 -17,55 7,38 -8,16 -38,10 -9,75 -16,51 -15,15 -3,23

2009- 2010 min max


0,734 13,854 7,650 2,995 2,763 1,107 23,514 0,909 2,268 11,536 0,744 0,850 0,754 9,390 0,991 3,216 3,267 1,489 1,102 18,948 12,278 7,886 0,311 3,046 1,547 0,100 10,937 6,116 8,215 0,706 0,738 9,715 3,337 2,977 3,043 5,744 2,218 2,375 2,765 3,780 4,619 0,377 1,338 0,801 1,054 0,063 2,250 2,028 0,448 0,825 10,824 2,713 4,253 3,997 1,301 2,892 1,111 0,776 1,007 0,854 12,827 0,583 1,597 7,280 1,246 24,692 13,658 6,544 9,239 1,594 35,892 2,334 5,698 23,286 1,156 1,566 1,719 15,099 1,996 4,562 4,828 2,050 2,301 27,750 18,634 10,776 1,162 9,840 2,918 0,396 25,701 21,275 20,231 1,267 2,986 13,586 8,084 7,304 7,250 10,443 6,418 6,399 4,758 5,030 11,359 0,597 7,016 5,316 3,240 0,424 6,472 5,277 0,758 1,701 19,099 5,316 7,340 7,866 2,428 5,411 1,756 1,085 1,735 1,958 15,186 0,954 2,605 8,649

TITOLO
Indesit Indesit rnc Industria e Inn Intek Intek r Interpump Intesa Sanpaolo Intesa Sanpaolo rnc Invest e Sviluppo Irce Iren Isagro IT WAY Italcementi Italcementi rnc Italmobiliare Italmobiliare rnc Italy 1 Invest. J Juventus FC K K.R.Energy Kerself Kinexia KME Group KME Group rnc L La Doria Landi Renzo Lazio Lottomatica Luxottica M M&C Maire Tecnimont Marcolin MARR Mediacontech Mediaset Mediobanca Mediolanum Meridiana Fly Meridie Mid Industry Cap Milano Ass. Milano Ass. rnc Mirato Mittel MolMed Mondadori Mondo HE Mondo Tv Monrif Monte Paschi Si. Montefibre Montefibre rnc Monti Ascensori Mutuionline N Nice Noemalife Novare O Olidata P Panariagroup Parmalat Piaggio Pierrel

Rif ieri
5,540 4,652 1,976 0,327 0,730 4,500 1,162 0,960 0,606 2,126 0,939 2,772 1,450 5,120 2,422 21,940 14,890 9,800 0,820 0,035 1,433 1,580 0,288 0,582 1,598 1,659 0,573 11,160 20,710 0,222 0,827 4,038 8,355 1,772 2,670 6,415 2,608 0,050 0,119 10,350 0,296 0,283 2,090 0,551 2,076 0,488 5,325 0,345 0,426 0,130 0,265 0,256 4,300 2,748 5,370 1,090 0,392 1,130 1,671 2,654 1,820

ieri
1,00 -4,67 -0,49 1,26 2,47 0,95 -3,12 -0,65 0,91 -3,75 -3,40 -1,44 -3,89 -0,27 -0,07 0,37 -0,86 -1,51 -1,25 -0,76 -1,36 -0,13 0,88 1,27 -0,29 3,16 0,43 -1,51 0,06 -0,11 -1,04 -0,16 -0,23 -1,20 -0,50 0,49 -1,86 -2,21 0,29 0,46 -0,95 -3,19 0,76 -1,29 -0,82 2,60 3,59 -1,54 0,37 -2,14 -1,83 -1,90 1,07 1,58 0,15 -1,09

Var % inizio anno


-32,40 -32,43 -18,18 -16,93 6,57 -21,53 -39,71 -42,79 33,79 -25,28 -20,29 -43,67 -22,42 -33,60 -14,76 -16,77 9,19 -14,09 -50,07 -58,79 -26,00 -12,95 0,09 -14,64 -44,38 -24,77 18,60 -9,60 -0,98 -75,46 -11,59 -4,41 -24,60 -41,25 -5,10 -16,61 9,73 -65,09 3,50 -61,13 -63,73 -31,92 34,55 -22,97 207,94 12,76 -14,07 -41,35 -13,65 -10,10 -69,81 -12,79 -9,68 -15,96 -6,84 -35,16 -26,38 -19,28 9,56 -45,14

2009- 2010 min max


4,678 4,861 1,724 0,315 0,586 3,156 1,093 0,954 0,507 1,299 0,870 2,346 1,222 4,627 2,191 20,610 13,939 8,768 0,764 0,029 1,281 1,358 0,261 0,500 1,527 1,621 0,301 9,002 17,871 0,130 0,777 1,314 5,907 1,675 2,471 5,429 2,273 0,040 0,116 9,250 0,235 0,235 2,029 0,319 1,817 0,110 4,676 0,340 0,421 0,119 0,244 0,214 4,100 2,503 5,194 1,090 0,335 1,073 1,522 1,816 1,603 10,303 8,491 2,800 0,636 0,965 6,158 2,998 2,314 3,811 2,663 1,517 4,005 3,586 10,280 5,455 32,985 23,365 9,950 0,981 0,199 9,128 2,881 0,381 0,720 2,497 3,962 1,478 15,381 23,486 0,230 3,591 5,488 9,437 3,348 6,487 8,827 4,568 0,120 0,600 15,490 1,388 1,385 4,136 1,298 3,228 0,720 8,095 0,481 1,127 0,206 0,521 1,457 5,980 3,394 6,752 1,190 0,931 2,200 2,638 3,020 5,101

Cap. in mil. di
621 2 46 42 4 433 17783 892 8 59 1100 48 12 901 255 484 240 147 166 33 25 34 128 25 49 186 39 1899 9588 105 262 249 554 33 3146 5479 1910 70 6 40 578 29 149 115 511 10 23 52 4597 17 7 3 170 321 22 15 13 51 2889 978 27

Pininfarina Piquadro Pirelli & C. Pirelli & C. rnc Poligr. S.Faustino Poligrafici Editoriale Poltrona Frau Pop.Emilia Romagna Pop.Sondrio Pramac Prelios Premafin Finanziaria Premuda Prima Industrie Prysmian R R. De Medici R. Ginori 1735 Ratti RCF RCS Mediagroup RCS Mediagroup risp RDB Recordati Reply Retelit Risanamento Rosss S Sabaf S.p.a. Sadi Saes Saes rnc Safilo Group Saipem Saipem risp Saras Sat Save Screen Service BT Seat PG Seat PG r Servizi Italia Seteco International SIAS Snai Snam Gas Sogefi Sol Sopaf Sorin Stefanel Stefanel risp STMicroelectr. T Tamburi TAS Telecom IT Telecom IT Media Telecom IT Media rnc Telecom IT rnc Tenaris Terna TerniEnergia Tesmec Tiscali Tods Toscana Fin Trevi Fin.Ind. TXT e-solution U UBI Banca Uni Land Unicredit Unicredit risp Unipol Unipol pr V Valsoia Viaggi Ventaglio Vianini Industria Vianini Lavori Vittoria Ass. Y Yoox Yorkville Bhn Z Zignago Vetro Zucchi Zucchi rnc

6X5
TITOLI Val. oggi Val. ieri Diff.% 12 mesi TITOLI Val. oggi Val. ieri Diff.% 12 mesi TITOLI Val. oggi Val. ieri Diff.% 12 mesi TITOLI
Azimut Reddito Euro ..................15,392 Azimut Reddito Usa......................5,619 Azimut Scudo ...............................7,251 Azimut Solidity ..............................7,612 Azimut Str. Trend ..........................4,826 Azimut Trend ..............................18,279 Azimut Trend America ..................8,546 Azimut Trend Europa..................10,277 Azimut Trend Italia......................11,798 Azimut Trend Pacifico...................6,035 Azimut Trend Tassi .......................8,770 Formula 1 Absolute.......................5,922 Formula 1 Conservative................6,150 Formula 1 Target 2013..................6,405 Formula 1 Target 2014..................6,024 15,416 -2,37 5,606 -11,69 7,232 -5,84 7,595 -3,74 4,776 -3,71 17,872 -0,31 8,507 -1,17 10,061 -13,13 11,468 -15,97 5,960 -4,48 8,783 -2,09 5,912 -7,50 6,141 -4,27 6,387 -3,41 5,989 -5,54

ex 6x3
Val. oggi Val. ieri Diff.% 12 mesi TITOLI Val. oggi Val. ieri Diff.% 12 mesi TITOLI Val. oggi Val. ieri
3,361 5,444 5,301 20,403 5,535 3,644 6,552 5,895 6,992 5,700 3,614 4,937 4,796 5,288 12,183 4,673 5,661 4,411 8,312 5,043 4,559 2,149 7,481 9,518 7,057 4,671 4,881 5,171 4,500 4,846 5,494 5,142 5,146 5,099 5,030 5,436 5,044 5,219 5,077 5,058

FONDI COMUNI APERTI - SICAV ITALIANI E LUSSEMBURGHESI DEL 31 AGOSTO 2011


Diff.% 12 mesi
-10,36 -13,29 -7,07 -6,26 -1,02 -2,77 -0,20 -4,17 -0,95 -3,89 -4,26 -4,04 -7,99 -5,61 -5,11 -5,77 -7,45 -14,76 -14,37 -3,90 -5,40 -15,68 0,52 -2,26 -0,39 -8,20 -13,29 -10,92 -15,04 -7,89 -8,04 -3,34 -5,31 -8,15 0,30 -1,02 -0,73 -1,70 0,55 -2,90 Eurizon Liquidit cl. A....................7,299 Eurizon Liquidit cl. B ...................7,500 Eurizon Ob. Internaz. ....................8,754 Eurizon Obb. Euro Breve T. ........15,099 Eurizon Obb. Euro Corp. BreveT. .7,529 Eurizon Obb. Euro Corporate .......5,588 Eurizon Obb. Euro High Yield .......7,234 Eurizon Obblig. Etico ....................5,411 Eurizon Obbligazioni Cedola ........5,981 Eurizon Obbligazioni Emergenti.12,208 Eurizon Obbligazioni Euro..........14,077 Eurizon Obiettivo Rend.to.............7,976 Eurizon Profilo Conservativo ........5,433 Eurizon Profilo Dinamico ..............5,189 Eurizon Profilo Moderato..............5,303 Eurizon Rend. Assoluto 2 Anni......5,215 Eurizon Rend. Assoluto 3 Anni......5,373 Eurizon Rendita ............................5,848 Eurizon Soluzione 10 ....................6,728 Eurizon Soluzione 40 ....................5,893 Eurizon Soluzione 60..................22,629 Eurizon Strat.Protetta III trim 20115,251 Eurizon Team 1 .............................5,956 Eurizon Team 1 Cl G .....................5,956 Eurizon Team 2 .............................5,649 Eurizon Team 2 Cl G .....................5,657 Eurizon Team 3 .............................4,681 Eurizon Team 3 Cl G .....................4,726 Eurizon Team 4 .............................3,955 Eurizon Team 4 Cl G .....................4,000 Eurizon Team 5 .............................3,793 Eurizon Team 5 Cl G .....................3,836 Eurizon Tesoreria Dollaro ...........11,565 Eurizon Tesoreria Dollaro ($).......16,651 Eurizon Tesoreria Euro A ..............7,706 Eurizon Tesoreria Euro B ..............7,774 Passadore Monetario ...................7,165 Teodorico Monetario ....................7,526 Unibanca Azionario Europa..........5,298 Unibanca Monetario .....................5,770 Unibanca Obbligazionario Euro....5,801 7,297 0,39 7,497 0,66 8,749 -3,20 15,099 -0,42 7,528 -0,23 5,590 -2,50 7,191 -1,66 5,417 -3,32 5,977 -2,30 12,174 4,72 14,121 -1,27 7,976 -1,58 5,425 -0,40 5,171 -0,90 5,292 -0,64 5,210 -0,46 5,365 -1,76 5,819 -1,50 6,722 -2,25 5,874 -3,16 22,489 -3,67 5,251 -1,07 5,955 -1,03 5,955 -1,03 5,645 -0,89 5,654 -0,67 4,674 -1,70 4,718 -1,25 3,946 -1,03 3,990 -0,50 3,778 -0,55 3,821 -0,08 11,538 -10,95 16,654 -11,48 7,703 0,69 7,771 0,96 7,167 0,60 7,528 0,83 5,127 -9,73 5,773 0,66 5,815 -1,59 Fideuram Liquidit .....................16,842 Fideuram Moneta.......................14,694 Fideuram Rendimento..................9,007 FMS - Absolute Return .................8,708 FMS - Eq.Glob.Resources .........10,661 FMS - Equity Asia..........................8,020 FMS - Equity Europe.....................8,065 FMS - Equity Gl Em Mkt .............11,782 FMS - Equity New World ............14,795 FMS - Equity Usa ..........................7,752 16,837 0,05 14,691 0,53 9,023 -4,64 8,676 -4,16 10,504 0,83 7,875 -6,80 7,930 -5,93 11,536 -5,52 14,587 -10,51 7,666 1,27 Bim Azionario Globale ..................3,426 Bim Azionario Italia .......................5,604 Bim Azionario Usa ........................5,313 Bim Bilanciato ............................20,646 Bim Corporate Mix........................5,533 Bim Flessibile................................3,656 Bim Obblig. Breve Term................6,552 Bim Obblig. Globale......................5,888 Bim Obbligazionario Euro.............6,985 Symphonia MS Adagio.................5,707 Symphonia MS America...............3,640 Symphonia MS Asia .....................4,990 Symphonia MS Europa.................4,872 Symphonia MS Largo...................5,313 Symphonia MS P. Emer. ............12,342 Symphonia MS Vivace..................4,721 Symphonia SC Asia Flessibile ......5,726 Symphonia SC Az. Euro ...............4,544 Symphonia SC Az. Italia................8,558 Symphonia SC Bil. Equil. Italia......5,079 Symphonia SC Europa Flessibile .4,627 Symphonia SC Fortissimo............2,200 Symphonia SC Monetario ............7,482 Symphonia SC Obblig. Area Eur...9,507 Symphonia SC Patrim.Glob.Redd.7,066 Symphonia SC Patrim.Globale.....4,726 Synergia Az. Europa .....................5,050 Synergia Az. Globale ....................5,270 Synergia Az. Italia..........................4,633 Synergia Az. Sm.Cap It.................4,938 Synergia Azionario Usa.................5,510 Synergia Bilanciato 15 ..................5,157 Synergia Bilanciato 30 ..................5,189 Synergia Bilanciato 50 ..................5,175 Synergia Monetario ......................5,031 Synergia Obbl Corporate..............5,434 Synergia Obbl. Euro BT ................5,044 Synergia Obbl. Euro MT................5,211 Synergia Tesoreria........................5,077 Synergia Total Return ...................5,082

tel.02-72206431 AcomeA (EX L) Italian Opportunity7,346 AcomeA (ex L) Monetario .............5,966 AcomeA (EX L) Obbligazionario....7,329 AcomeA (EX L) Trend....................5,866

7,193 -10,89 5,966 -1,68 7,330 -3,81 5,860 -1,26

tel.800-893989 AcomeA America A1 ..................10,508 AcomeA America A2 ..................10,563 AcomeA Asia Pac. A2 ...................3,086 AcomeA Asia Pacifico A1 .............3,083 AcomeA Breve Term. A1............11,504 AcomeA Breve Term. A2............11,512 AcomeA Etf Attivo A1....................3,560 AcomeA Etf Attivo A2....................3,559 AcomeA Eurobb. A1...................12,467 AcomeA Eurobb. A2...................12,479 AcomeA Europa A1 ......................8,803 AcomeA Europa A2 ......................8,824 AcomeA Globale A1......................7,493 AcomeA Globale A2......................7,520 AcomeA Italia A1 ........................13,421 AcomeA Italia A2 ........................13,446 AcomeA Liquidita A1 ...................7,735 AcomeA Liquidita A2 ...................7,735 AcomeA Obblig.Corp. A1 .............6,235 AcomeA Obblig.Corp. A2 .............6,246 AcomeA Paesi Em. A1 ..................5,770 AcomeA Paesi Em. A2 ..................5,780 AcomeA Patr. Aggr. A2.................3,129 AcomeA Patr. Aggr.A1..................3,121 AcomeA Patr. Dinam.A1...............4,169 AcomeA Patr. Prud. A1.................4,873 AcomeA Patr. Prud. A2.................4,879 AcomeA Perform. A1..................16,800 AcomeA Perform. A2..................16,823

10,440 -3,52 10,494 3,054 3,050 -5,86 11,484 0,22 11,492 3,521 3,520 12,460 -3,58 12,472 8,618 -11,73 8,638 7,403 -7,07 7,430 13,065 -14,95 13,089 7,730 7,730 6,215 -7,41 6,226 5,704 -5,24 5,713 3,108 3,100 -8,39 4,149 -4,40 4,855 -1,34 4,861 16,756 -4,54 16,780 -

tel.800-255783 ANM Americhe .............................8,716 ANM Anima America ....................3,892 ANM Anima Asia...........................5,857 ANM Anima Convertibile ..............5,967 ANM Anima Emerging Mkts .........9,625 ANM Anima Europa ......................3,692 ANM Anima Fondattivo ..............13,181 ANM Anima Fondimpiego..........18,549 ANM Anima Fondo Trading........11,743 ANM Anima Liquidit ....................6,642 ANM Anima Obbl.Euro .................6,979 ANM Anima Obiettivo Rend..........5,697 ANM Anima Trag II 2016 ...............5,039 ANM Anima Traguardo 2016 ........4,894 ANM Anima Traguardo 2018 ........4,839 ANM CapitalePi Comp.Az. .........4,309 ANM CapitalePi Comp.Bil.15 .....5,152 ANM CapitalePi Comp.Bil.30 .....4,814 ANM CapitalePi Comp.Obb. ......5,436 ANM Corporate Bond...................7,118 ANM Emerging Mkts Bond...........6,693 ANM Emerging Mkts Equity..........6,477 ANM Europa...............................11,747 ANM Iniziativa Europa ..................6,315 ANM Italia ...................................12,155 ANM Monetario..........................11,933 ANM Pacifico................................4,593 ANM Pianeta ..............................10,064 ANM Risparmio ............................7,455 ANM Sforzesco.............................9,912 ANM Tesoreria..............................6,867 ANM Valore Globale...................17,912 ANM Visconteo ..........................33,620

8,678 2,81 3,873 1,96 5,817 -2,33 5,935 -3,74 9,447 -5,52 3,591 -3,95 13,074 -1,49 18,482 -7,44 11,584 -3,93 6,639 0,24 6,978 -2,51 5,693 -2,38 5,039 4,894 4,839 4,236 -4,94 5,131 -2,66 4,786 -4,22 5,436 -1,20 7,107 -4,22 6,655 3,45 6,320 -9,09 11,462 -5,91 6,144 -4,00 11,838 -15,90 11,928 -1,49 4,526 -5,30 10,051 -3,07 7,456 -1,54 9,870 -2,76 6,866 -0,38 17,615 -7,06 33,333 -3,55

tel.02-88981 Azimut Bil. ..................................22,028 21,826 Azimut Garanzia .........................12,217 12,209

-4,13 -0,66

tel.02-88101 EC Focus Cap Pro 12/14 ..............4,793 4,786 -5,65 Eurizon Az. Asia Nuove Economie10,057 9,889 -5,24 Eurizon Az. Finanza ....................14,311 14,025 -15,82 Eurizon Az. Int. Etico .....................5,231 5,165 -4,87 Eurizon Az. Salute e Amb. ..........13,981 13,816 -3,94 Eurizon Az. Tecn.Avanz ................3,739 3,716 1,27 Eurizon Az.EnMatPrime................8,622 8,483 -0,85 Eurizon Az.PMI Amer. ................20,049 19,954 5,37 Eurizon Az.PMI Europa.................7,749 7,544 -2,92 Eurizon Az.PMI Italia .....................4,024 3,932 -7,88 Eurizon Azioni America .................8,333 8,269 1,28 Eurizon Azioni Area Euro ............21,046 20,488 -13,04 Eurizon Azioni Europa...................7,347 7,150 -7,45 Eurizon Azioni Internazionali.........6,728 6,632 -3,50 Eurizon Azioni Italia.......................9,482 9,238 -14,72 Eurizon Azioni Pacifico .................3,637 3,584 -5,46 Eurizon Azioni Paesi Emergenti ....8,406 8,249 -6,65 Eurizon Bilan.Euro Multimanager33,698 33,483 -5,03 Eurizon DiversEtico.......................7,782 7,766 -2,06 Eurizon F. Garantito 03/13 ............5,092 5,088 -1,76 Eurizon F. Garantito 06/12 ............5,103 5,102 -0,78 Eurizon F. Garantito 09/12 ............5,067 5,065 -1,19 Eurizon F. Garantito 12/12 ............5,067 5,065 -1,46 Eurizon F. Garantito 2sem06 ........5,222 5,222 -0,53 Eurizon F. Garantito 2tri07 ............5,100 5,099 -0,64 Eurizon F. Garantito 3tri07 ............4,953 4,954 -0,36 Eurizon F. Garantito 4tri07 ............5,141 5,140 -1,63 Eurizon F. Garantito Itri07 .............5,122 5,120 -0,99

tel.800-551-552 Pion. Eur Gov BT (ex Mon.).........13,337 Pioneer Az. Crescita ..................10,516 Pioneer Az Area Pacifico...............3,353 Pioneer Az Valore Eur Dis..............6,267 Pioneer Az. Am. ............................6,891 Pioneer Az. Europa.....................13,518 Pioneer Az. Paesi Em. ................10,060 Pioneer Liquidita Euro..................5,109 Pioneer O.Euro C.Et. Dis...............4,660 Pioneer Obb. Euro Dis ..................6,620 Pioneer Obb. Paesi E. Dis .............9,685 Pioneer Obb. Pi Dis.....................8,243 Pioneer Target Controllo...............5,342 Pioneer Target Equilibrio ..............5,299 Pioneer Target Sviluppo.............22,347 UniCredit Soluzione 20A...............4,941 UniCredit Soluzione 20B ..............4,933 UniCredit Soluzione 40A...............4,836 UniCredit Soluzione 40B ..............4,828 UniCredit Soluzione 70A...............4,687 UniCredit Soluzione 70B ..............4,679 UniCredit Soluzione BTA ..............4,957 UniCredit Soluzione BTB..............4,950

13,341 1,01 10,270 -13,31 3,326 -3,84 6,116 -3,70 6,834 11,15 13,295 -2,82 9,868 -6,88 5,108 0,81 4,661 -2,01 6,641 0,11 9,619 -0,45 8,223 0,09 5,339 -1,28 5,294 -1,40 22,331 -0,20 4,933 4,925 4,816 4,808 4,646 4,638 4,957 4,949 -

tel.800-546961 Fideuram Bilanciato ...................11,542 11,384 -4,99 Fideuram Italia............................17,943 17,439 -12,65

tel.800-614614 Bim Az. Small Cap Italia ................6,277 Bim Azionario Europa ...................8,148

6,161 -6,27 7,869 -12,81

la Repubblica la Repubblica
VENERD 2 SETTEMBRE 2011

32

LETTERE,COMMENTI&IDEE

QUANDO IL RIGORE SCRITTO SULLACQUA


MASSIMO RIVA
(segue dalla prima pagina) i il testo originario del decreto aveva suscitato fieri dubbi sulla consistenza effettiva dei suoi effetti finanziari in osservatori severi ma imparziali quali la Corte dei Conti, la Banca d'Italia, l'Ufficio del Bilancio del Senato. Rispetto a quelle ipotesi di intervento la situazione poi degradata di giorno in giorno per la resistenza contro alcune misure da parte di un'opposizione interna alla maggioranza capeggiata su alcuni punti niente meno che dal presidente del Consiglio in persona. Si sono cos persi per la strada pezzi di manovra magari pi che discutibili e per di sicuro impatto sui saldi del bilancio. stata cancellata, per esempio, la super Irpef sui redditi oltre 90 e oltre 150mila euro che avrebbe comunque garantito un gettito sonante vicino ai quattro miliardi in tre anni. I tagli previsti a carico degli enti locali sono stati dimezzati rinunciando cos a un altro paio di miliardi. Al tempo stesso si rinunciato a compensare questi risparmi perduti vuoi con aumenti dell'Iva vuoi intervenendo sulle pensioni d'anzianit. O meglio, in quest'ultimo caso, abborracciando una tale enormit giuridica come lo scorporo retroattivo dei riscatti d'anni di studio o di leva militare da dover fare in poche ore una penosa e precipitosa retromarcia. E adesso lo stesso ministro che avrebbe dovuto far pagare le tasse ai tanti, troppi ladri d'imposte ci racconta che per i buchi apertisi nella manovra non c' problema. Essi saranno pareggiati con il gettito di pi severe misure contro l'evasione tributaria. Ebbene gli italiani non hanno bisogno che il fiscalista Giulio Tremonti spieghi loro l'importanza politica, civile e finanziaria della lotta contro chi si fa beffe delle imposte e dunque potrebbero anche plaudire a un governo che finalmente dice di voler fare la faccia feroce in materia. Se non fosse e qui davvero si ha di nuovo l'antica impressione di essere presi per il naso - che il governo annuncia non solo interventi pi mediatici che di sostanza, ma si spinge perfino ad attribuire loro effetti contabili che sono intrinsecamente scritti sull'acqua. Va bene, mandiamo pure direttamente in galera coloro che rubano tasse per pi di tre milioni. Diamo pure ai Comuni la facolt (gi, perch non l'obbligo?) di pubblicare l'elenco delle singole dichiarazioni dei redditi. Facciamo finalmente una revisione accurata di tutte quelle societ di comodo dietro le quali gli evasori pi ricchi e incalliti nascondono barche e auto di lusso, immobili in patria o all'estero e cos via. Chiediamo anche ai contribuenti di indicare nella dichiarazione annuale quanti sono e presso quale banca i loro conti correnti. Ma il gettito per l'Erario di tutto questo armamentario come si fa a calcolarlo seriamente in quantit e soprattutto in tempi d'esazione? I contribuenti onesti sono stanchi di essere bombardati da straordinari annunci di maxievasioni scoperte della Guardia di Finanza cui fanno seguito sovente dopo parecchi anni di contenzioso incassi effettivi per lo Stato in misura notevolmente inferiore. Quelli poi che sono anche pi attenti alla contabilit pubblica sanno che altrettanto sovente governi e parlamenti si sono letteralmente inventate cifre di gettito da lotta all'evasione al solo e miope fine di dare una copertura falsa nella sostanza ma accettata nella forma a questo o a quel provvedimento d'urgenza. La corsa del debito pubblico lastricata da un eccesso di trovate del genere. Se c' una forma di gettito aleatoria per sua natura proprio quella che deriva dalla lotta all'evasione perch l'ordinamento della materia sembra fatto apposta per incentivare ricorsi e contenziosi con conseguente impossibilit per lo Stato di calcolare i relativi incassi soprattutto nell'immediato futuro. Al ministro Tremonti che ora scopre l'evasione come il passepartout finanziario della manovra in corso si vorrebbe ricordare che suo l'impegno al pareggio di bilancio entro il 2013. Oggi chiedere agli italiani di credere che in un paio d'anni il nuovo corso fiscale del governo Berlusconi produrr l'effetto di colmare i buchi che la stessa maggioranza ha scavato nella sua manovra significa obbligarli a un esercizio impossibile per la loro intelligenza oltre che per la loro esperienza in materia. Figuriamoci poi quanto un simile esercizio possa essere possibile da parte di coloro che muovono i capitali sui mercati internazionali e che, nelle scorse settimane, hanno inviato al governo italiano espliciti inviti a non fare pi furbate di basso conio e di valore finanziario nullo. Ieri lo spread fra i titoli del Tesoro e i "bund" tedeschi ha di nuovo superato la soglia critica dei 300 punti. Non per caso.
RIPRODUZIONE RISERVATA

NON CANCELLATE LE FESTE LAICHE


uesta manovra dettata pi da motivi ideologici e di odio e di classe che da reali finalit finanziarie, basta analizzare il punto che riguarda laccorpamento delle festivit. Solamente la scorsa primavera un importante istituto europeo aveva certificato che la media di ore annue lavorate in Italia superiore a tutti gli altri Paesi industrializzati: Italia 1.816, Usa 1.798, Giappone 1.785, Inghilterra 1.673, Francia 1.552 e Germania 1.431. Ma soprattutto la questione ideologica che stride con lobiettivo dichiarato: verrebbero infatti abolite solo le festivit civili, 1 maggio, 25 aprile e 2 giugno. Il 1 maggio mi pare sia una festivit di respiro mondiale, festeggiato ovunque in Europa e nel mondo, esclusi i Paesi retti da governi autoritari e tiranni. Labolizione del 25 aprile e del 2 giugno va incontro ai desideri sia del capo del governo che, si sa, non ha mai amato festeggiare la Liberazione in quanto la considera la

festa della sovversione, sia della Lega che considera il 2 giugno alla stregua dellInno Nazionale e del Tricolore, ovvero troppo filo-unitari. Spero nella cancellazione di questo obbrobrio ideologico.

Riccardo Fornengo forri@libero.it


Siamo tre giovani, quasi trentenni, che intendono esprimere profondo sdegno per il previsto differimento delle solennit civili sulla domenica previsto nella manovra economica. Compiere questo atto nellanno in cui si celebra il 150 dellunit dItalia ci sembra in stridente contraddizione con i valori di quelle celebrazioni in cui sarebbe doveroso che si riconoscessero tutti gli italiani, senza distinzione di parte. In questo senso, come non ricordare i tanti cittadini che ogni anno, con sempre maggiore trasporto, partecipano alla parata militare

del 2 giugno? La nostra coscienza civile si formata durante il mirabile settennato del presidente Ciampi, cui tutti dobbiamo essere grati per il suo infaticabile magistero laico, volto a far riconoscere tutti gli italiani in una stessa anima e in unidentit di valori, a prescindere dalle ideologie politiche di ciascuno. N negli Stati Uniti dAmerica n in Francia, per quanto gli effetti della crisi si avvertano forse anche pi che da noi, nessuno rinuncerebbe a celebrare le feste nazionali nei giorni in cui storicamente ebbero luogo. Vogliamo chiudere questa lettera, quindi, con le parole, solenni ma semplici, che i martiri del Risorgimento, nostri coetanei, pronunciavano con immenso orgoglio prima di essere passati per le armi: Viva lItalia!

Alessandro Acciavatti Andrea Cerrone Carmelo Cipolla alessandroacciavatti@tiscali.it

Lui mi tradisce con i gay ora chiedo i danni morali


Lettera firmata
NON avrei mai pensato che avrei scritto, per questioni personali, alla redazione di un giornale. Mio marito decide, per motivi di carriera, di accettare un nuovo lavoro, prima a Milano (noi abitavamo a Verona) e poi a Losanna. A fronte di questo trasferimento ho lasciato il mio lavoro italiano. E i bambini sono stati trasferiti da Verona dove sono nati, dove hanno amici, consuetudini ormai consolidate. Mio marito avrebbe preferito che restassi a badare ai bambini ma ho comunque accettato una proposta di lavoro che mi arrivata nel marzo 2011. Proprio qualche giorno prima di cominciare il nuovo lavoro, ho scoperto nel computer di casa la frequentazione assidua di mio marito in siti gay: ha avuto per anni una vita parallela dove riusciva a separare la sua diversa natura sessuale dal suo apparente ruolo sociale. Solo ora capisco il motivo di tenermi sempre nella sua ombra: gli servivo come paravento (per la sua famiglia, ma soprattutto per il suo lavoro) per far carriera e per nascondere la sua omosessualit. Vorrei che la legge italiana e non solo, riconoscesse un danno morale, perch di danno si tratta, verso chi ha vissuto al fianco di persone diverse da quello che avrebbero sempre voluto essere.

del personale medico e infermieristico, unita a una qualit oggi piuttosto rara e cio la cortesia, la capacit di ascolto, la pazienza e la comprensione per le problematiche dei pazienti. Lessere trattati da persone e non da numeri. Questo ci che ho trovato durante il mio ricovero e cura per una seria patologia nel reparto di Ematologia allOspedale Maggiore della mia citt. Che ci siano casi di mala sanit non c dubbio, ma ci oltre a non essere una pecca esclusiva della sanit pubblica, non autorizza a prendere tutti i vari casi e realt e farne un unico magma indistinto per poi, con il pretesto dellinefficienza, smantellare il tutto a favore di una sanit privata che non potr fornire prestazioni di buon livel-

lo a tutti i ceti della popolazione.

Contro levasione sia deducibile lo scontrino


Giovanni Vernieri vernierigiovanni@yahoo.it
ERO in vacanza al mare e ho notato che molti commercianti avevano una vera e propria allergia nel rilasciare lo scontrino, anche per un solo caff, che dire poi se si tratta di ristoranti: qua siamo alla vera malattia. Chiedi lo scontrino e ricevuta e gi ti guardano male. Pertanto, proposta: rendiamo possibile la deducibilit anche di una minima percentuale delle spese effettuate, cosicch non solo i lavoratori dipendenti aiute-

ranno lo Stato, ma lo faranno tutti, perch cos si richieder con pi interesse il rilascio di questo tanto odiato (dai commercianti) documento fiscale.

Non funziona lInternet di Poste Italiane


Raffaele Bottone Amalfi (Salerno)
DA pi di tre mesi non riesco ad accedere ai servizi Internet della mia postepay. A nulla sono valsi i miei tentativi di contattare il numero verde delle Poste Italiane: ho ricevuto solo delle generiche assicurazioni ma, a tuttoggi, mi ritrovo nella situazione spiacevole di non poter usare i servizi Internet della carta.

LAMACA

MICHELE SERRA

Vi racconto una storia di buona sanit pubblica


Luciano Calcaterra Trieste
COMPETENZA professionale

aumento dellIva non previsto, per attivabile in qualsiasi momento. In queste parole (ennesime) del capo del governo riassunta lassurdit congenita della sedicente manovra, che oggi c domani no, taglia le pensioni per non le taglia, risparmia i Comuni ma forse non li risparmia, abolisce le Province per solo tra un paio di legislature ... Incredibile ripensare come questuomo, quando disceso in campo per salvarci tutti quanti (anche noi che non volevamo...), ha speso soprattutto la sua fama di imprenditore e di uomo del fare, reso efficiente e pragmatico dal suo lavoro, e portato a Roma in trionfo da una folla plaudente che vedeva in lui il giustiziere di una classe politica pasticciona, lenta, compromissoria, indecisa a tutto. Oggi eccolo qui, il milanese che lavora e non ha tempo per le chiacchiere, il capitano dazienda dinamico e provvido, che pasticcia con le cifre, tentenna, ribalta decisioni, ostaggio permanente (in politica come altrove) da compagni di viaggio che lo tengono per la collottola e gli fanno dire il giorno dopo il contrario di quello che ha detto il giorno prima. Cos che gli unici effettivi risanatori dei quali si potr avere memoria sono Ciampi e Amato, alti funzionari pubblici, tipico prodotto (di alta gamma) dellamministrazione di Stato. Furono ben pi duri e ben pi rapidi del presuntuoso cumenda sceso dal Nord per combinare un tubo.

Continuare a studiare la cultura ci salver


Simone Pulcini simone.pulcini@gmail.com
VOLEVO complimentarmi con Ilvo Diamanti per larticolo Non studiate! nella rubrica Bussole. Larticolo, volutamente provocatorio, rappresenta un pensiero che condivido in toto. Ho studiato e continuo a farlo ancora oggi che ormai sono un professionista. Lo faccio soprattutto per combattere lignoranza e la corruzione dilagante.

La foto di Mons. Vigan


Per errore ieri a pagina 24 abbiamo pubblicato una foto di Mons. Dario Edoardo Vigan al posto di quella di Mons. Carlo Maria Vigan citato nellarticolo di Marco Ansaldo. Ce ne scusiamo con gli interessati e con i lettori.

RIPRODUZIONE RISERVATA

Via Cristoforo Colombo, 90 00147 Roma Fax: 06/49822923 Internet: rubrica.lettere@repubblica.it

FONDATORE EUGENIO SCALFARI DIREZIONE Ezio Mauro direttore responsabile vicedirettori Gregorio Botta, Dario Cresto-Dina, Massimo Giannini, Angelo Rinaldi (art director) caporedattore centrale Fabio Bogo, caporedattore vicario Massimo Vincenzi, caporedattore internet Giuseppe Smorto GRUPPO EDITORIALE LESPRESSO Spa Consiglio di amministrazione Presidente: Carlo De Benedetti Amministratore delegato: Monica Mondardini Consiglieri Agar Brugiavini, Rodolfo De Benedetti, Giorgio Di Giorgio, Francesco Dini, Sergio Erede, Mario Greco, Maurizio Martinetti, Tiziano Onesti, Luca Paravicini Crespi Direttori centrali Alessandro Alacevich (Amministrazione e Finanza), Pierangelo Calegari (Produzione e Sistemi informativi), Stefano Mignanego (Relazioni esterne), Roberto Moro (Risorse umane), Divisione Stampa Nazionale - Via Cristoforo Colombo, 98 - 00147 Roma Direttore generale: Corrado Corradi
REDAZIONI Redazione centrale Roma 00147 - Via Cristoforo Colombo, 90 - tel. 06/49821 Redazione Milano 20139 - Via Nervesa, 21 - tel. 02/480981 Redazione Torino 10123 - Via Bruno Buozzi, 10 - tel. 011/5169611 Redazione Bologna 40125 - Via Santo Stefano, 57 - tel. 051/6580111 Redazione Firenze 50121 - Via Alfonso Lamarmora, 45 - tel. 055/506871 Redazione Napoli 80121 - Riviera di Chiaia, 215 - tel. 081/498111 Redazione Genova 16121 - Via XX Settembre, 41 - tel. 010/57421 Redazione Palermo 90139 - Via Principe di Belmonte, 103/c - tel. 091/7434911 Redazione Bari 70122 - Corso Vittorio Emanuele II, 52 - tel. 080/5279111. PUBBLICIT A. Manzoni & C. - Via Nervesa, 21 - 20139 Milano TIPOGRAFIA Rotocolor SpA - 00147 Roma, Via Cristoforo Colombo, 90 STAMPA - Edizioni teletrasmesse: Bari Dedalo Litostampa srl - Via Saverio Milella, 2 Catania ETIS 2000 Spa - Zona Industriale VIII strada Livorno Finegil Editoriale - Via dellArtigianato Mantova Finegil Editoriale presso Citem Soc. Coop. arl - Via G. F. Lucchini Paderno Dugnano (MI) Rotocolor SpA - Via Nazario Sauro, 15 Padova Finegil Editoriale - Viale della Navigazione Interna, 40 Roma Rotocolor SpA - Via del Casal Cavallari, 186/192 Salerno Arti Grafiche Boccia SpA Via Tiberio Claudio Felice, 7 Sassari La Nuova Sardegna SpA - Zona Industriale Predda Niedda Nord Strada n. 30 s.n.c. Gosselies (Belgio) Europrinter S.A. - Avenue Jean Mermoz Toronto (Canada) Newsweb Printing Corporation, 105 Wingold Av. Norwood (New Jersey) 07648-1318 Usa - Gruppo Editoriale Oggi Inc., 475 Walnut Street Malta Miller Newsprint Limited - Miller House, Airport Way - Tarxien Road - Luqa LQA 1814 Cipro Hellenic Distribution Agency (CY) Ltd - 206 Yiannou Kranidioti Avenue, Latsia - 1300 Nicosia, Cyprus ABBONAMENTI Italia (c.c.p. n. 11200003 - Roma): anno (cons. decen. posta) Euro 403,00 (sette numeri), Euro 357,00 (sei numeri), Euro 279,00 (cinque numeri). Tel. 199 787 278 (0864.256266 da telefoni pubblici o cellulari). E-mail: abbonamenti@repubblica.it Arretrati e servizio clienti: www.servizioclienti.repubblica.it, e-mail: servizioclienti@repubblica.it, tel. 199 787 278 (0864.256266 da telefoni pubblici o cellulari) gli orari sono 9-18 dal luned al venerd, il costo massimo della telefonata da rete fissa di 14,26 cent. al minuto + 6,19 cent. di Euro alla risposta, IVA inclusa.

Il quotidiano nazionale conforme allart. 110, D.P.R. 207/2010, ideale per la pubblicit legale

A.MANZONI & C. S.p.A.


Milano - Via Nervesa 21 - 20139 tel. 02.574941 - fax 02.57494860
Certificato ADS n. 7037 del 21-12-2010 RESPONSABILE DEL TRATTAMENTO DATI (D. LGS. 30-6-2003 N. 196): EZIO MAURO REGISTRAZIONE TRIBUNALE DI ROMA N. 16064 DEL 13-10-1975 La tiratura de la Repubblica di gioved 1 settembre 2011 stata di 594.781 copie

la Repubblica la Repubblica
VENERD 2 SETTEMBRE 2011

PER SAPERNE DI PI www.repubblica.it www.il mulino.it

33

IL METODO DEL CAVALIERE


MASSIMO GIANNINI
(segue dalla prima pagina) UEL provvedimento cautelare, viceversa, ci offre una verit concreta, e tecnicamente ineccepibile. Il presidente del Consiglio ha subito un ricatto. Questa volta, almeno per adesso, lui appare come la vittima. Ma in attesa di capire se e come cambier la sua posizione nel corso dellinchiesta, a leggere lordinanza dei pubblici ministeri di Napoli emerge fin da ora unaltra verit, politicamente insostenibile. Berlusconi un premier che, per i suoi vizi pubblici e i suoi stravizi privati, si esposto alle intimidazioni costanti di un gruppo di delinquenti. un premier costretto a comprare il silenzio di chi lo ha assistito nelle sue avventure, e minaccia di raccontare tutto allopinione pubblica. Dunque un premier che, piuttosto che vittima, carnefice di se stesso. E intrattiene con un noto pusher di ragazze gi indagato a Bari (Tarantini) e con un meno noto faccendiere gi coinvolto nella macchina del fango che serv a massacrare Gianfranco Fini per la casa di Montecarlo (Lavitola). La prima cosa: si deve pubblicamente sapere che Berlusconi non mai stato a conoscenza di aver avuto rapporti con prostitute nelle sue residenze pubbliche e private, non le ha mai pagate per lo loro prestazioni. La seconda cosa: si deve convincere Tarantini, perseguito per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione, a ricorrere al patteggiamento. In questo modo scrivono i magistrati lintero procedimento finirebbe in archivio, unitamente a tutte le trascrizioni delle conversazioni relative alle prestazioni sessuali offerte dalle ragazze di cui il premier stato diretto beneficiario, senza possibilit di circolazione sulla stampa. Di queste due urgenze assolute di Berlusconi, come si pu leggere nellordinanza, Tarantini e Lavitola sono ben consapevoli. Ed su queste urgenze che insistono, per azionare il bancomat del Cavaliere. Se uscisse sulla stampa il contenuto di quelle trascrizioni scrivono ancora i pm riportando i giudizi dellavvocato di Tarantini sarebbe catastrofico per limmagine di Berlusconi. Per questo paga. Per questo si lascia risucchiare dentro una relazione pericolosa con due disgraziati. Le telefonate tra Marinella Brambilla (segretaria personale del presidente del Consiglio) e Lavitola (attivo e riservato informatore su vicende giudiziarie di interesse dello stesso Berlusconi, secondo la definizione dei giudici) sono agghiaccianti. Per il tono (di speciale vicinanza, lo descrivono i magistrati). Per il linguaggio (ricorda quello dei gangster di Chicago degli Anni Trenta). Per il contenuto (nel gergo dei faccendieri si parla allusivamente di stampa di fotografie, che nella terminologia dei giudici si traduce in dazione di consistenti somme di denaro contante). Il tutto, intermediato da Juannino, alias Rafael Chavez, misterioso collaboratore peruviano di Lavitola. Berlusconi, come scrive lordinanza, coinvolto in tutta questa penosa vicenda solo dal punto di vista mediatico. Non c agli atti nessun risvolto penale a suo carico. Ma torna in gioco, oggi pi che mai, lenorme gravit politica dei fatti di cui il premier si reso protagonista. Torna in gioco linsostenibilit etica di un presidente del Consiglio che oggi, di fronte alle rivelazioni intorno allarresto di Tarantini, torna a ripetere la fa-

Un versamento una tantum di 500 mila euro e un assegno mensile da 14 mila euro
per questo non pu governare una moderna democrazia occidentale. Nelle 105 pagine del documento del gip emerge con chiarezza quello che si pu definire il metodo Giampi. Tarantini, e insieme a lui sua moglie e Valter Lavitola, hanno effettivamente architettato un meccanismo che gli ha consentito, nel corso di un anno, di spillare a Berlusconi enormi quantit di denaro (salvo poi spartirsele e fregarsele tra loro, in un vortice di miserabili e reciproci raggiri). Un versamento una tantum di 500 mila euro. E poi 14 mila euro al mese, pi il pagamento del canone di affitto della casa e altri benefit. Dalle telefonate intercettate viene fuori in modo esplicito. Tra loro, si dicono dobbiamo andargli addosso, dobbiamo metterlo in ginocchio, con le spalle al muro, dobbiamo tenerlo sulla corda, sotto pressione. Per loro, il Cavaliere un formidabile bancomat, che serve a finanziargli le vite dissipate cui si sono abituati. In punto di diritto, il premier effettivamente oggetto di unestorsione, grave e prolungata. Ma dietro tutto questo, quello che emerge soprattutto il metodo Berlusconi. Perch il presidente del Consiglio paga? Perch fa fronte alle richieste sempre pi pressanti e sempre pi consistenti dei suoi presunti persecutori? Questo il punto chiave della vicenda, che ci riporta alla calda estate del 2008, ai festini di Villa Certosa, alle cene eleganti di Palazzo Grazioli. In una parola: al bunga bunga, alle escort, a Patrizia DAddario e alle papigirl. Come scrivono gli stessi magistrati, e come si evince dalla lettura delle intercettazioni, il Cavaliere paga il silenzio di Tarantini e Lavitola. Paga perch i suoi apparenti aguzzini non rivelino quello che lui non vuole si sappia. Sono due le cose che gli stanno a cuore, e che lo spingono a versare consistenti cifre e benefici, in questo anomalo rapporto di interlocuzione privilegiata che

Perch costretto a comprare il silenzio di tante persone? Cosa teme? Quale verit nasconde?
vola del benefattore, che non paga per far tacere i testimoni scomodi delle sue intemperanze, ma per aiutare le famiglie bisognose. Chi vuole aiutare i poveri fa donazioni pubbliche, magari di fronte ai sindaci e alle autorit costituite, non versa contanti sottobanco a lenoni indagati e a trafficanti chiacchierati, con lintermediazione di oscuri sensali sudamericani. Torna in gioco linaffidabilit di un capo di governo che, in piena discussione sulla manovra economica a met luglio, perde una quantit esorbitante del suo tempo per discutere di questi affari al telefono con Lavitola, e per raccontare la sua indignazione dicendo ... a me possono dire che scopo... lunica cosa che possono dire di me... non me ne fotte niente... tra qualche mese me ne vado per i cazzi miei... da unaltra parte e quindi... vado via da questo paese di merda ... Il vero paese di merda non lItalia, che non merita questo insulto. Ma il mondo parallelo che il presidente del Consiglio costruisce con le sue menzogne, con i suoi comportamenti. Lo squallido caso Tarantini racconta di un premier che, travolto dalle sue debolezze, si offre sistematicamente al ricatto. E non pi un uomo libero. Non lo non certo nellorganizzazione delle sue serate, ma nellesercizio proprio della sua funzione politica e istituzionale. Altro che gossip, altro che privacy. Questo uno scandalo pubblico, al quale Giuseppe DAvanzo, su questo giornale, aveva inchiodato il Cavaliere, prima con le dieci domande sul caso Noemi-DAddario, poi con le dieci bugie sul caso Ruby. Perch costretto a comprare il silenzio di tante, troppe persone? Di cosa ha paura? Qual la verit che deve a tutti i costi nascondere? Dopo quasi tre anni, noi crediamo di averlo capito. Ma lui, agli italiani, non lo ha ancora spiegato. m. giannini@repubblica. it
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica la Repubblica
VENERD 2 SETTEMBRE 2011

34

LEGUIDE
RAMELLA & GIANNESE

DIREPUBBLICA
@ guide@repubblica.it

inagenda

Inaugurazioni
Mito apre sabato al Lingotto con lOttava sinfonia di Mahler (a cento anni dalla morte) diretta da Noseda. Il 4 alla Scala, Barenboim inaugura il cartellone milanese

Vanoni-Servillo
Il 5 settembre al piccolo teatro Strehler di Milano Ornella Vanoni e Peppe Servillo in Le canzoni della mala con Federico Odling e Natalio Mangalavite. Alle ore 21

Note in fabbrica
Il 9 settembre, al polo industriale Pirelli, di Settimo Torinese, Luca Pfaff dirige lorchestra I pomeriggi musicali con brani del Novecento. Ingresso gratuito. Alle ore 21

Alcune date da non perdere

MUSICAINCITT
Milano e Torino da sabato tornano teatro della kermesse internazionale che celebra i 150 anni dellUnit dItalia. Con brani inediti scritti ad hoc da tredici prestigiosi compositori contemporanei

MITO
NICOLA GALLINO

ilfestival hafatto
P
er i centocinquantanni dellUnit dItalia Mito ha fatto quello che un tempo facevano arciduchi e principi elettori. Ha preso tredici compositori di mezzo mondo. Ha detto a ciascuno: scrivimi un pezzo. Tredici brani nuovi. Musiche che non cerano e adesso ci sono. Lidea in pi stata quella di chiedere loro uno sguardo speciale sullItalia. Storie, note e parole che raccontano il paese pi immaginato e favoleggiato di sempre. La terra per secoli esperanto della musica, da cui i compositori partivano per fecondare corti e teatri, dove si veniva in pellegrinaggio ad abbeverarsi di creativit allo stato sorgivo. Ne uscito un prezioso mini-ciclo di tre concerti replicati nelle due citt. Luned 5 settembre al teatro Dal Verme di Milano e marted 6 al conservatorio di Torino apre la London Sinfonietta diretta da David Atherton. Con La Gir per violino ed ensemblelolandese Louis Andriessen celebra il mito di Anna Giraud, soprano musa di Antonio Vivaldi qui reincarnata nella violinista Monica Germino che pure canta, recita sonetti e versi di Cees Nooteboom. Alle navate di San Marco rinviano le Divisions and Toccatasdel denso Harrison Birtwistle. Archaeology di Matteo Franceschini evoca invece lItalia dei templi e delle rovine, non quelle classiche ma quelle industriali: fabbriche dismesse, cantieri abbandonati, macchinari mangiati dalla ruggine. Fabio Vacchi conosciuto dal grande pubblico per la colonna sonora del bellissimo Mestiere delle armi di Ermanno Olmi, ma dalla Resistenza nei Calanchi di Sabbiuno all11 settembre in Diario dello sdegno dimostra di potersi impegnare senza apparire fuori tempo. La sua Notte italiananon profuma di gelsomini: a nuttata che ha da pas-

1 3
s questo paese inceppato. Venerd 9 allauditorium Rai di Torino e sabato 10 al conservatorio di Milano lorchestra sinfonica nazionale Rai diretta da Tito Ceccherini ritrova un amico del Belpaese, Arvo Prt. Il suo trittico Salve Regina, Beatus Petronius e Statuit ei Dominusper coro e orchestra un omaggio alle polifonie sacre del nostro Rinascimento. Ivan Fedele definisce il suo Lexicon una scultura nellombra, i cui dettagli vengono esplorati attraverso verso uno o pi fasci di luce. E per la serie il Salvatore Sciarrino che non ti aspetti, Senza sale daspetto verso linverno dellItalia non una fuga in fremiti ma racconta la penisola disorganizzata e cialtrona dei treni sempre a pezzi, con la speaker Sonia Turchetta che annuncia scioperi e ritardi. Uno sguardo dalla Cina arriva con il concerto di Guo Wenjing per zheng e orchestra, il liuto a ventuno corde antico di pi di duemila anni suonato da Qi Yao. Ultime notizie dallo stivale domenica 11 allauditorium Rai di Torino e luned 12 allauditorium fondazione Cariplo di Milano. Daniel Kawka dirige la Filarmonica 900. Bench il parlar sia indarno di Francesco Antonioni recupera un sonetto del Petrarca con unItalia del Trecento che somiglia in modo inquietante a quella di oggi. Lorizzonte si allarga a occidente con le mattinate umide dellAtlantico in Morning in Long Island di Pascal Dusapin, e a oriente con il Concerto per shakuhachi e orchestradi Toshio Hosokawa con il flauto diritto giapponese di Tadashi Tajima. E se in Der Bildersetzer per Heldentenor in pensione e orchestra lItalia del triestino Fabio Nieder respira mitteleuropa, il gran finale con Radio City di Michael Daugherty riaccende gli anni ruggenti fra il 1937 e il 1954, quando lemigrante di lusso Arturo Toscanini dominava a bacchetta la Nbc Symphony Orchestra dal Rockefeller center di New York City.
RIPRODUZIONE RISERVATA

lomaggio

lofferta

Sentire Haiti, fra merengue e vud


EMMANUELLE HONORIN

Grandi performance a prezzi piccoli


5 euro per assistere ad Soloalcuni grandi concerti in cartellone: il 13, Roberto Abbado, allIsozaki di Torino, dirige lorchestra e il coro del Maggio musicale fiorentino con repertorio verdiano. Il 17, Carl Orff sul podio del Forum di Assago, porta Stravinsky. Il giorno prima a Torino

paese a Mito, Haiti,sempreospiteoriginalit. da ha trovato nella musica forza e Focus Haiti porta, dal 16 al 21 settembre, diversi eventi da non perdere, tra cui il 18, il concerto al teatro Dal Verme di Milano, tenuto da Franois Ti Nonm Fortun, fratello di Azor, mancato a luglio

la quinta di Mito Settembre Musica in scena a Torino. Apre sabatoMilano e aedizioneFino al 22 settembre le due citt diventano palcoscenico di un festival internazionale che per tradizione vuole suggerire al pubblico, italiano e non solo, nuovi itinerari di ascolto, spazi ed esperienze musicali. Mito punta da sempre sullutilizzo imprevisto di piazze, musei, teatri, sale da concerto, palcoscenici inediti per generi differenti: dalla classica

levento

al pop, passando per il jazz, letnica, lavanguardia. In occasione dellanniversario dei 150 anni dellUnit dItalia, questa edizione del festival ha commissionato brani ad alcuni fra i maggiori compositori viventi, italiani e stranieri, proposti in prima mondiale sia a Milano che a Torino. Non mancano grandi nomi della musica sinfonica con due ricorrenze: i duecento anni dalla nascita di Listz e i cento dalla morte di Mahler. Nazione ospite 2011, Haiti

lappuntamento
MITO SETTEMBRE MUSICA
DOVE Milano e Torino QUANDO dal 3 al 22 settembre INFO www.mitosettembremusica.it

35
GIOVANNI CANITANO

African day
Anche questanno il festival dedica, a Milano, unintera giornata alla musica africana. Al teatro Manzoni si alternano, da pomeriggio a sera, artisti dal Congo, Algeria, Marocco

Massimo Ranieri
Due appuntamenti col Concerto! del cantautore napoletano: il 14 settembre a Torino al palasport Isozaki e Il 16 settembre al Milano al teatro Smeraldo. Alle ore 21

Franco Battiato
Il 15 settembre al palasport Isozaki di Torino, ultima data della tourne del cantautore siciliano, trentanni dopo luscita di Patriots che segn una svolta per lartista. Alle ore 21

Round about Miles


Omaggio a Miles Davis a ventanni della scomparsa. Sia a Milano che a Torino, il 18 e il 20, concerti di Stefano Bollani, Enrico Rava, John Scofield (foto) e Dave Douglas

la novit QuattroconcertiinquattrogiornidirettidaYuriTemirkanov

Dalla Russia con amore le note predilette degli zar


Le opere di Ciaikovskij, Rachmaninov, Prokofiev e Stravinsky, autori che hanno reso omaggio allarte italiana. Eseguite dalla filarmonica di San Pietroburgo
sitare, di persona o in figuris, la terra dei talianskij Anche se con un po di ritardo rispetto ai paesi di lingua tedesca, il mito del paese dove fioriscono i limoni, culla della civilt mediterranea e della cultura rinascimentale, colpisce al cuore anche lintellighenzia russa. E litalianreise diventa un dovere anche per gli intellettuali doltre cortina, come si sarebbe detto nel Novecento: Glinka Borodin, Ciaikovskij nellOttocento e poi Rachmaninov, Prokofiev e Stravinskij nel secolo successivo intrattengono un vero rapporto damore (anche se non sempre ricambiato) con larte, la letteratura, la musica, le citt, i paesaggi, i monumenti del nostro paese. Ed proprio a questa tempestosa relazione sentimentale che Mito dedica questanno un breve, ma rapinoso festival nel festival che ruba inevitabilmente il titolo al pi esotico dei romanzi di Ian Fleming e al pi freddo dei film della saga Bond: Dalla Russia con amore. Quattro concerti in quattro giorni, da 5 all8 settembre, divisi come sempre tra Torino e Milano, che parlano soltanto due lingue: il russo e litaliano. Anzi in cui sar difficile distinguere una lingua dallaltra. Prokofiev, con Lamore delle tre melarance, parla lidioma teatrale veneziano di Carlo Gozzi, Rachmaninov, con la Rapsodia su temi di Paganini, affida alla pronuncia del suo pianoforte le italianissime acrobazie violinistiche di mister Niccol, Ciaikovskij dipinge il ritratto di due eroine tragiche della storia letteraria nazionale: Francesca da Rimini e Giulietta da Verona, la stessa alla quale Prokofiev dedica le sue musiche per danza pi originali e sfolgoranti. Quattro dunque i souvenir dItalie, ma una sola la voce che li racconta: quella di Yuri Temirkanov, circasso di nascita, 73 anni, pietroburghese di formazione, perfetto ago della bilancia tra repertorio italiano e repertorio russo. Insieme a lui linseparabile orchestra filarmonica di San Pietroburgo, il pi antico complesso sinfonico di tutte le Russie.
RIPRODUZIONE RISERVATA

GUIDO BARBIERI

ar un caso, ma a San Pietroburgo la Italyanskaya Ulitsa, la via dedicata allItalia, una parallela, ad appena un isolato di distanza, della leggendaria Nevskij Prospekt, il simbolo, inequivocabilmente russo, della citt. come se nella topografia involontaria dellantica capitale degli zar sia nascosta la relazione che per tanti secoli ha legato la letteratura, la poesia, la pittura, la musica di due civilt apparentemente inconciliabili, quella russa e quella italiana. Le quali, in effetti, dal Settecento in poi, hanno sempre seguito strade parallele, osservandosi di tanto in tanto agli incroci della storia, senza mai incontrarsi da vicino, ma senza mai dimenticarsi luna dellaltra. La musica darte forse il paradigma pi esplicito, e pi persuasivo, delle vie collaterali seguite per trecento anni dagli intellettuali delle due sponde dEuropa. Nel pieno del secolo del lumi, infatti, un possente gruppetto di compositori italiani, da Paisiello a Galuppi, da Manfredini a Traetta, trova fortuna in Russia alla corte di Caterina la Grande, pazza, come tutta la sua corte, per lopera italiana. E non mancano gli esperimenti, pi o meno azzardati, di ibridazione, come la mitica prima opera in lingua russa, Cefalo e Prokiris: libretto di Alexandr Sumarokov, ma musiche di Francesco Araja, musicista napoletano, emigr alla corte degli zar. Nel secolo successivo, fatte salve alcune eccezioni come la prima pietroburghese de La forza del destino di Giuseppe Verdi, il percorso di viaggio si inverte e sono i musicisti di Mosca e di San Pietroburgo a vi-

DA RAVEL A GERSWHIN
Lorchestra Prague Philharmonia Jan Latham-Koenig (nella foto) si esibisce in un doppio concerto: il 9 settembre al teatro degli Arcimboldi di Milano e il 10 al Lingotto di Torino

il weekend

la festa

Favole e tarantelle per i bambini


i weekend In tuttiMilano che adel festival, sia a Torino, appuntamenti per bambini e ragazzi da non perdere. Si va dal viaggio musicale fra ninnenanne e tarantelle, il 4 settembre a Torino, fino allopera gastronomica Cuoche alla ricossa! il 18 a Milano. Ingresso a 5 euro

Un gran finale al ritmo dei Caraibi


chiusura, Grande festa diore 22, il 22 settembre per lultima notte di Mito. Alle nellhangar Bicocca di Milano arriva il carnevale di strada di Haiti portato da Soul Kanaval in Haiti. Una serata che fa rivivere lantico spirito afro-caraibico in chiave moderna fra danze e dj set

VENERD 2 SETTEMBRE 2011

La cultura

Lo sport

In letteratura fatevi guidare dalla musa dellimperfezione


ALBERTO MANGUEL

La Di Martino in finale del salto in alto ora di volare


EMANUELA AUDISIO

37

Volkswagen era in declino 18 anni fa. Ma con fantasia e tenacia ora la numero uno al modo. Viaggio a Wolfsburg, la citt del miracolo

DAL NOSTRO INVIATO ANDREA TARQUINI WOLFSBURG elson a Trafalgar Square, Marco Aurelio al Campidoglio o Garibaldi sul Gianicolo: ogni capitale ha i suoi monumenti a un eroe. Qui a Wolfsburg, la piccola citt nascosta dalle brume di Bassa Sassonia dove Volkswagen guida la conquista del mondo dellauto, ti accoglie allarrivo un metallico ometto basso e curvo, carico di valigie, tratti mediterranei, occhi spalancati tra fatica e voglia di riscatto. Der Auswanderer - lemigrato, scritto sul piedistallo in tedesco e in italiano. Anche la scommessa multiculturale unarma segreta del colosso del Made in Germany, di fatto gi numero uno globale. Insieme al rifiuto dei muri del censo e dei ricatti-baratto tra disoccupazione o povert. Cerchiamo allora di capire, passeggiando a WolfsburgGolf city dal nome del prodotto-simbolo, il segreto del volo di Volkswagen, il primato raggiunto senza tagliare n qualit dellofferta, n le persone che sfami. SEGUE NELLE PAGINE SUCCESSIVE

Lauto del popolo


VENERD
FEDERICO RAMPINI

OGGI SU REPUBBLICA.IT
Ambiente Tecnologia

CAPSULE E PONTI STACCATI?


KIT DI FISSAGGIO PER PONTI E CAPSULE.
PRODOTTO TASCABILE CHE CONSENTE DI RIFISSARE DA SOLI PONTI, CORONE, CAPSULE E DENTI A PERNO.

RUMORE BIANCO DA HIT-PARADE


la colonna sonora che imperversa sugli iPod e gli altri lettori di musica digitale: vi mettete le cuffie e ascoltate rumore bianco, un quasi-silenzio fatto di pioggia che scroscia, le cascate del Niagara, il concerto di cicale e grilli, o perfino il soffio di un ventilatore. In realt il rumore bianco tutto elettronico, un leggero fruscio digitale che serve a isolarsi da tutti gli altri rumori della citt, per rilassarsi e concentrarsi. Le compilation di white noise sono tra i brani musicali pi popolari del momento. I pionieri nelluso di questo genere di colonna sonora sono stati probabilmente i saloni di massaggio: insieme con la candela aromatica, non c nulla di meglio che una non-musica, vagamente zen, per lasciarsi andare e magari schiacciare pure un pisolino. Ora lanti-musica diventa lultima barriera protettiva contro laggressione sonora delle grandi citt. C chi ha registrato perfino il crepitio elettrostatico, quello che fa il vostro apparecchio tv se staccate lantenna considerandolo come lanticamera del nirvana, in confronto alla cacofonia che ci attende l fuori, nel mondo reale.

Contro leffetto serra Segreti svelati la mongolfiera liPhone5 smarrito pi grande del mondo a San Francisco
Viaggi

Il lungo tour da Modena al Tibet con due biciclette


Spettacoli Immagini iPad

LEGGERE ATTENTAMENTE LE ISTRUZIONI PER LUSO

Novit al cinema Lanterna verde riapre la stagione


Interattivo

Burning Man 50mila in festa nel deserto


FIMO srl - MILANO tel. 0266983865 www.fimosrl.it

FANTACALCIO, IN 80 MILA PER LO SCUDETTO

PRONTO INTERVENTO DENTALE

RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica la Repubblica
VENERD 2 SETTEMBRE 2011

38

IL REPORTAGE R2MONDO

MAGGIOLINO

GOLF
Il primo modello della Golf Volkswagen esce nel 1974, negli Usa si chiama Rabbit

I modelli

Progettato da Ferdinand Porsche nel 1938, diventato unicona nella storia dellauto

Il colosso delle auto made in Germany ha conquistato il primo posto al mondo nel settore. Il suo segreto la concertazione ma anche la capacit dintegrazione

Viaggio nella citt dove convivono mille dialetti: dal Sud dItalia
allarabo dei giovani operai tunisini

Volkswagen
Benvenuti a Golf City
(segue dalla copertina)

Nellultimo decennio Wolfsburg ha cambiato del tutto la sua immagine

DAL NOSTRO INVIATO ANDREA TARQUINI WOLFSBURG scolti lingue familiari o ignote, nel centro pedonale. Dialetti del profondo sud dItalia, in chiaccherate al caff o alle bocce tra pensionati sereni e decorosi come i loro abiti casual, larabo del maghreb dei giovani tunisini usciti dalla miseria, il cinese delle delegazioni guidate da eleganti China girl in carriera. Fatichi a ricordare la paura di diciotto anni fa: in una citt allora grigia e delabre, il colosso in declino rischiava il peggio, delocalizzava a oltranza, tagliava ogni esubero, come il mercato globale definisce gelido i destini umani. Se torni dove allora lIg Metall faceva sfilare cortei di-

Non stato sempre cos, ricordiamo anni pesanti di sacrifici e disoccupazione

sperati della rabbia, trovi strade ripulite, shopping center, centri culturali e ristoranti etnici. Un complesso outlet design postmoderno a prezzi per tutti attira pubblico da quartieri operai risanati a fondo, uno spazio islamico e una moschea sono pronti, e quando il muezzin chiama alla preghiera ormai nessuno storce pi il naso. Solo la fabbrica enorme dalle ciminiere brune oltre il canale ti ricorda che sei in una citt industriale, operaia. Golf city cela lo stress del successo conseguito in corsa. Volkswagen si era posta lobiettivo di diventare numero uno dellauto nel 2018. Invece, ha annunciato laltro giorno il Center of automotive management, se guardi ai dati-chiave, cio crescita delle vendite, fatturato, investimenti in ricerca e tecnologia, il sorpasso di General Motors e Toyota gi avvenuto. Fatturato 78 miliardi di euro e utili

lordi 8,2 miliardi nel primo semestre 2011, vendite cresciute del 16,7 per cento, pi di 7,2 milioni di auto vendute nel 2010. Con i suoi dieci marchi, dalle low cost di Skoda e Seat fino a Audi, Porsche, Bentley, Lamborghini, il colosso simpone dalle Americhe alla Cina. Stiamo attenti a non montarci la testa, ha detto il numero uno di Volkswagem Martin Winterkorn. E limperatore globale di Golf City, il potentissimo Ferdinand Piech, con un filo di voce e un imperscrutabile sorriso un po asiatico, invita a perseguire grandi disegni e visioni senza gesti eclatanti. Eppure i dati sono l: nel boom dinvestimenti dellindustria dellauto tedesca in ricerca e tecnologia (20 miliardi di euro tra il 2008 e il 2009, ultimi dati disponibili) Volkswagen fa la parte del leone. un produttore di massa, suggerisce Ferdinand Du-

denhoeffer, massimo esperto tedesco dellauto, ma diverso dagli altri. Ha in pugno marchi premium come Audi che fanno paura a Bmw e Mercedes, lancia con la Up! la prima utilitaria mutante, oggi a pistoni ma con gli spazi interni gi predisposti per la propulsione elettrica. Non scommette su supersconti e premi rottamazione, ma sulla fama di qualit superiore. Non stato sempre cos, ricordiamo ancora anni pesanti, mi racconta il professor Rolf Schnellecke, democristiano come Angela Merkel, potente borgomastro. Allinizio dei Novanta vivevamo sulla pelle quasi un declino alla Detroit. Delocalizzazioni, risparmio a oltranza, disoccupazione al 20 per cento, ventimila posti di lavoro cancellati su 120mila abitanti. La gente non voleva pi vivere qui, i giovani se ne andavano. Passavamo notti insonni, chi di noi ave-

va viaggiato sentiva come un incubo a casa, un futuro dietro langolo, il degrado desolante delle citt industriali della East Coast americana, paura di povert e tensioni. Lidea di tentare limpossibile nacque dalla disperazione. Anni cupi, il ricordo pesa ancora, convengono al team di Bernd Osterloh, il carismatico leader locale della Ig Metall. Lesplosione sociale era alle porte. Si misero al tavolo sentendosi ognuno per conto suo con le spalle al muro, politici, sindacalisti, Piech e tutto il vertice aziendale. La concertazione, valore costitutivo del dopoguerra, rinacque allora, convengono oggi Schnellecke, il team di Piech e i compagni di Osterloh, i tre vertici del triangolo. Sacrifici pesanti, lavorare meno e guadagnare meno per lavorare tutti, flessibilit al massimo, produttivit senza risparmio di rinunce e fa-

la Repubblica la Repubblica
VENERD 2 SETTEMBRE 2011

PER SAPERNE DI PI www.volkswagen.com www.iaa.de

39

POLO
La prima serie debutta in Germania nel 1975 e riscuote subito un successo di vendite

TUAREG
Nato nel 2009, il Tuareg un suv di lusso sviluppato insieme a Porsche

UP
La up! la nuova citycar della casa tedesca, sar presentata al Salone di Francoforte

Lintervista

Dallanno scorso il designer torinese produce in esclusiva per il gruppo di Wolfsburg

Giugiaro: Non mi pento della scelta cos ho disegnato il sogno tedesco


PAOLO GRISERI TORINO a Volkswagen? Un porto sicuro. Dal giugno 2010 lItaldesign di Giorgetto Giugiaro fa parte del gruppo di Wolfsburg. Il designer torinese ha cos rinunciato a collaborare con altre case automobilistiche. Giugiaro, sono passati 14 mesi dalla sua scelta. Com stato perdere la libert? In senso assoluto ha ragione lei: effettivamente fino a un anno fa potevo accettare progetti e proporre idee a qualsiasi costruttore, oggi non pi possibile. Eppure le dico che questa scelta ha diversi vantaggi. Si sente pi tranquillo? Soprattutto sono entrato a fare parte di un gruppo molto ben organizzato che lavora su grande scala. Questo significa che, a differenza del passato, quando la mia collaborazione era limitata a un solo modello, io posso confrontarmi con lintera organizzazione della Volkswagen che vuol dire aver confronti con decine di marchi e di centri di ricerca in tutto il mondo e portare avanti diversi progetti contemporaneamente. Qual laspetto che lha colpita di pi? La grande organizzazione nelle decisioni. E il fatto che la vastit del gruppo tale da rendere i dipendenti praticamente sicuri del loro posto di lavoro. Questa sicurezza fa lavorare meglio le persone che non devono stare a chiedersi continuamente se manterranno il loro impiego. Questo un problema anche per chi, come lei, stato proprietario di unazienda fino allo scorso anno? Non era una questione che mi riguardava personalmente. Certo, se fossimo stati costretti a chiudere, io comunque non avrei avuto problemi. Ma le garantisco che doversi far carico del futuro dei

IL DESIGNER
Giorgetto Giugiaro, designer, ha lavorato per le principali case di auto

tiche. Ma anche posto sicuro e scommessa sui dipendenti pi anziani ed esperti, un capitale da non gettar via. Ne valsa la pena, dice il sindaco. Negli ultimi 12 anni, in citt sono sorti 28mila nuovi posti di lavoro, la disoccupazione scesa a poco sopra il 5 per cento. Anziano o giovane, loperaio-massa, notano i colleghi dei media locali, ha cambiato volto: restato citoyen, cittadino, e in reddito e certezze asceso al rango di bourgeois. Si ripreso una citt che ha cambiato volto. Teilhabe, partecipazione alla vita pubblica e alla prosperit, almeno a casa il credo del successo globale dellimpero. Capitalismo dal volto umano. In centro boutique e locali giovanili affiancano il palazzo dei sindacati, e idee nuove. Dalla Autostadt, insieme museo dellauto, vetrina dei marchi del gruppo e location di concerti rock, fino al Kunstmuseum, il museo darte cittadino collegato al Moma newyorkese, sempre mostre di livello, da Giacometti a Cartier-Bresson. In microscopico, unatmosfera da citt ripensata come a Londra tra i vecchi dock e Canary Wharf. Non illudetevi, avvertono sindacalisti e giornalisti locali: Piech e Winterkorn non sono filantropi da fabian society: offrendo concertazione e qualit della vita servono lungimiranti i loro interessi. Loperaio felice lavora di pi e meglio, e nella piccola capitale del grande impero Volkswagen devono trovarsi bene anche i sudditi ben pagati che vengono da Sao Paulo o Shanghai a imparare ruoli giusti in carriera. Elezioni locali sono alle porte, in manifesti e appelli online presente anche la Linke, la sinistra radicale: chiede ancor pi eguaglianza e giustizia. Non fa paura, e di manifesti dellultradestra razzista non vedi lombra.
RIPRODUZIONE RISERVATA

miei mille dipendenti era comunque un cruccio non da poco. In fondo sono mille persone, molti giovani, che hanno delle famiglie alle spalle. E nel nostro mestiere, che un mestiere creativo, linsicurezza la peggiore delle condizioni. Come si possono sposare un creativo italiano e un colosso tedesco? Non sono due mondi antitetici? Noi italiani siamo creativi ma tanto individualisti. Loro hanno la cultura dellorganizzazione. Tutto perfetto al punto che ogni tanto sentono lesigenza di un intervento, come pu essere il mio, che rompe gli schemi. Non hanno timore di unidea alternativa a quella che loro mi propongono come tema di lavoro. Ma quando arrivo con una proposta diversa devo essere in grado di motivarla molto bene sotto tutti i punti di vista. Poi si decide tutti insieme. Sa che cosa le dico? In questo modo, a 73 anni, mi diverto ancora perch non smetto di imparare. Nei prossimi giorni al Salone di Francoforte, la Fiat presenter lultima evoluzione della Panda, lutilitaria che lei disegn negli anni Settanta. Non avr un po di nostalgia? Perch ero pi giovane? No. Sa, anche nel mondo dellauto i tempi cambiano. La Panda che avevo disegnato io appartiene ad unaltra epoca, quando si poteva dire a un signore come me di disegnare unauto a basso costo e robusta. Oggi con i nuovi regolamenti e gli standard di sicurezza da rispettare, tutte le utilitarie, non solo la Panda, hanno un rapporto tra ingombro esterno e spazi interni che molto meno vantaggioso. Sono utilitarie diverse, come se si fossero gonfiate allinterno. Comunque non ho nostalgia. Sono contento di poter lavorare insieme ai miei collaboratori con relativa serenit. Quella serenit che serve a realizzare prodotti di qualit.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica la Repubblica
VENERD 2 SETTEMBRE 2011

LA STORIA R2MONDO

PER SAPERNE DI PI www.atraverschamp.com www.vachement.fr

41

Con lesodo rurale soprattutto femminile iniziato negli anni 80 sono aumentati gli agricoltori celibi Decine di siti specializzati li aiutano e un format televisivo su di loro in Francia diventato un cult

Lesperto

IN CAMPAGNA PI PERSONE E MENO MACCHINE


CARLO PETRINI
(segue dalla prima pagina) d erano ragazze soprattutto calabresi, rimaste sole nelle campagne svuotate di uomini prestati al boom economico. I bacial si munivano di veri e propri cataloghi con tanto di fotografie: la cosa poco si discosta dai siti internet per incontri galanti ad uso degli agricoltori. Nuto Revelli ha riportato fedelmente le testimonianze di queste storie ne Il mondo dei vinti e ne Lanello debole: la solitudine contadina purtroppo sempre la stessa. Certo fa specie che la si sfrutti per lennesimo reality show. Prendiamolo come un segno di questi tempi, in cui per non smetteremo mai di indicare le campagne come luogo ideale per una futura rinascita. Se rispettate, ben coltivate e ripopolate possono diventare il fulcro del cambiamento. Ma questo passaggio non pu prescindere dalla ricostruzione della socialit rurale, dalla possibilit di non doversi per forza mortificare in un lavoro che nel XXI secolo pu e deve meritare di essere svolto in un contesto in cui ci siano negozi, servizi sociali, infrastrutture, collegamenti veloci a Internet, spazi ricreativi, la possibilit di fare le ferie. Non utopia: negli Stati Uniti tutto questo gi avviene. Quando laggi chiedo a studenti di legge, letteratura, storia o antropologia di universit come Harvard, Yale e Princeton se alcuni di loro hanno intenzione di fare i contadini una volta laureati, sono sempre alcune decine le mani che si alzano. La prospettiva per loro concreta, allettante, remunerativa. E non si brama certo lisolamento dal mondo. Se dico che nelle campagne ci vogliono pi persone e meno macchine, intendo non soltanto un modo di fare agricoltura rispettoso dellambiente e della qualit alimentare, ma anche la fine di unemarginazione che si esplicita ormai sotto tutti i punti di vista. Nelle nostre zone rurali spesso vediamo panorami spettrali e desolanti: si va dalle monotone distese agro-industriali al finto-bucolico dormitorio per impiegati di citt. Dobbiamo costruire e incentivare una nuova ruralit, per rispetto di chi produce il nostro cibo e per poter invogliare qualche giovane a tornare alla terra. Altrimenti non resteranno che deserto e solitudine.

Nei campi troppi cuori solitari il contadino cerca moglie in tv


DAL NOSTRO INVIATO ANAIS GINORI PARIGI ella patria di Rousseau, torna il mito del Buon Selvaggio. Lamore nel prato, come sintitola il pi popolare reality del momento. Milioni di francesi guardano ogni settimana alla televisione Lamour est dans le pr, sei contadini single a caccia dellanima gemella, corteggiamento con visita alla fattoria, sveglia allalba, mungitura, giro sul trattore e, forse, il fatidico colpo di fulmine. Format bucolico, primo bacio nelle stalle, cowboy burberi per sinceri che mandano in visibilio donne inurbate ma deluse dai troppi capricci degli uomini di citt. Uno scon-

che la solitudine pesa di pi: met dei mezzadri sotto ai 35 anni non in coppia. La miseria sessuale dei contadini, come diceva il sociologo Pierre Bourdieu, non aveva trovato soluzione fino a quando non apparsa la prateria del web. Nei siti di incontri specializzati si leggono inserzioni tipo: Allevatore nel Loir-et-Cher, 31 anni, cerca bella dei campi, Terra incolta in Bretagna aspetta piccolo fiore per scappare dalla solitudine, Uomo di 34 anni cerca donna che sappia guidare un trattore. I siti specializzati sono decine, con foto e testi che elogiano la bellezza della famiglia agreste. Internet offre possibilit di incontro ma non una soluzione miracolosa avverte Bertrand Blond, agricoltore che quattro anni fa ha inventato Vachement.fr,

uno dei portali pi frequentati dai cuori al verde. Da giovane ricorda mi vergognavo di dire il mio mestiere, oggi finalmente abbiamo recuperato la dignit. Il pi difficile, spiega Blond, convincere le donne a ritornare in un mondo antico. Lesodo rurale stato soprattutto femminile, grazie a istruzione e inserimento nel lavoro. Molti siti cercano di smentire i pregiudizi del passato. Agri-dating.fr pubblica un decalogo contro i luoghi comuni sul mezzadro solo, le mani nel fango, poco romantico e incline allalcolismo. Nellimmaginario collettivo, il celibato degli agricoltori spesso sinonimo di profondo disagio racconta il sociologo Franois Purseigle, che ha studiato il fenomeno. Al

contrario aggiunge essere single in citt una condizione socialmente accettata. Eppure la Francia il primo produttore agricolo dEuropa, con oltre met del territorio occupato da coltivazione e allevamenti. Abbiamo perso la nozione edonistica che esiste ancora nei paesi anglosassoni continua il sociologo la campagna francese percepita come un luogo di povert. Le difficolt economiche, in effetti, ci sono. Nonostante le sovvenzioni europee, i contadini sono minacciati dai grandi produttori. Le ristrettezze del mestiere conclude Purseigle costringono molti a convivere con i genitori. Ci sono per nuovi segnali. Per la prima volta da tempo, aumentano i trasferimenti di abitanti dalla

citt verso la campagna. Un francese su quattro sogna di tornare a una vita pi semplice e meno stressante, qualcuno si converte al movimento dei neorurali, cittadini pentiti che ripopolano borghi e piccoli paesi fantasma. Il profilo tipo delle iscritte al sito Vachement.fr una professionista che vive in citt. Isabelle e Yves, 24 e 28 anni, si sono conosciuti cos. Lei ha abbandonato la foresta di cemento di Parigi per visitare la fattoria del giovane nellArdche. Dopo due giorni, Isabelle ha deciso di rimanere. Insieme si occupano di novanta mucche da latte, coltivano serre di pomodori e lamponi. Ma non ci piacciono le caricature dei reality show aggiunge Yves. Siamo uomini come gli altri. Lamour est dans le prha suscitato le proteste dei sin-

Ma ci sono state anche proteste: Fanno audience scherzando su di noi


tro di civilt, che spesso provoca dialoghi surreali come quello tra Nina e Philippe. Lei esclama: Che bella mucca!. Lui galantemente corregge: un toro. Il sorprendente successo del programma, guardato luned scorso da un francese su cinque, ha fatto scoprire laumento del celibato tra gli agricoltori, un fenomeno iniziato negli anni Ottanta con lesodo rurale e diventato di massa. Oltre il 30% dei contadini infatti single, il doppio della media nazionale. tra i giovani

I programmi
IN ITALIA
La proposta di fare anche in Italia il programma televisivo Il contadino cerca moglie stata lanciata da Maria De Filippi

Jos Bov: Prima ci trattavano come assistiti, ora come assatanati sessuali
dacati. un modo di fare audience scherzando sui nostri problemi, che invece sono seri ha commentato Lemtayer, presidente della confederazione nazionale degli agricoltori. Anche il contadino Jos Bov, felicemente sposato nella sua fattoria new age del Lazarc, ha scritto a M6, il canale che trasmette il programma. Prima ci trattavamo come assistiti, ora come assatanati sessuali. Qualcosa sta cambiando, e non solo in televisione.
RIPRODUZIONE RISERVATA

GLI ALTRI PAESI


In onda dal 2005 in Germania, il Contadino cerca moglie uno dei programmi pi seguiti. Conta pi di 10 versioni nel mondo, anche in Usa e Australia

IL PROGRAMMA PI VISTO
In Olanda Il contadino cerca moglie il programma pi visto della storia

RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica la Repubblica
VENERD 2 SETTEMBRE 2011

42

STILI DI VITA R2CRONACA


Moda, mobili, libri: ancora scandinavo-mania Le novit in mostra alla fiera di Copenaghen

PER SAPERNE DI PI www.copenhagendesignweek.com www.kunstindustrimuseet.dk

Design
del
MUUTO
Lampada a sospensione dal design semplice disponibile in diversi colori

Il lusso essenziale che viene dal freddo

Nord
EX.IT
Scaffalicompo nibili in rovere naturalecon fondoin perpexa motivi geometrici

MOROSO
Un divano allegramente stampato che strizza locchio a composizioni dal gusto asiatico

IRENE MARIA SCALISE


uardare il mondo dal nord Europa. Impazza la nordic attitude, termine francese che indica quel folle innamoramento che colpisce Svezia, Danimarca o Finlandia. Incondizionatamente. Una passione globale che racchiude moda, design e letteratura. Basta che la longitudine sia vicino al polo, e la temperatura sfio-

ri lo zero, ed subito "Scandinavia mania". In questi giorni il fenomeno particolarmente attuale perch la Danimarca celebra "Think Human", la CopenaghenDesignWeek(sinoal6disettembre). Unoccasione, per curiosi e appassionati, per immergersi in mostre, conferenze e architettura. Ma soprattutto per incoronare Copenaghen come nuovo laboratorio di sviluppo urbano sostenibile con le sue recenti costruzioni a impatto zero.

La ragione del trionfo del design, celebrato questa settimana nella capitale danese, apparentemente semplice. I progettisti pi famosi non hanno mai voluto creare unopera darte ma puntato a produrre un prodotto di qualit. Niente di pi. Se una sedia va disegnata, hanno spiegato negli anni grandi maestri come Arne Jacobsen e Henning Koppel, allora deve essere una buona sedia. Precursore di questi concetti, gi agli inizi del 1800, il mitico Verner

Panton affermava: Un oggetto deve rispondere alla funzione per cui stato progettato e la bellezza deve sempre riposare sullutilit. Rispettare, per ogni elemento di arredo, la funzionalit e lessenza della materia prima il loro mantra. Il lusso dellessenziale. Il design come forza trainante. Concetti che, soprattutto in tempi di crisi, sembrano adattarsi particolarmente agli scossoni del mercato. E a questi principi, a partire dagli anni 90, hanno ade-

VITRA
Sedie assemblabili dalle linee ergonomiche

COMUNE DI GIARRE CAPOFILA DEL DISTRETTO SOCIO-SANITARIO N. 17


CIG 2896693AAC CUP J81F11000590002 Procedura aperta per lafdamento dei Servizi previsti nel progetto IL GRILLO PARLANTE EDUCATIVA DOMICILIARE MINORI SOCIO-EDUCATIVO TERRITORIALE. Importo complessivo dellappalto: 1.220.518,26 (di cui Narrow 55.510,26 per spese di gestione soggetti a ribasso dasta) oltre IVA al 4%. richiesta liscrizione allAlbo Regionale di cui allart. 26 L.R. n. 22/86 Sezione Minori Tipologia Assistenza Domiciliare. Termine ultimo presentazione offerte ore 12:00 del 17-10-2011. Il bando di gara integrale e i documenti complementari sul sito http://www.comune.giarre.ct.it
IL DIRIGENTE COORDINATORE DEL DISTRETTO AVV. G. PANEBIANCO

VENETO STRADE S.p.A. Via Baseggio, 5 - 30174 Mestre (VE) ESITO GARA APPALTO 12/2011 - LOTTO 16
Si rende noto ai sensi del D.Lgs. 163/2006 sono stati esperite le procedure aperte relative alle gare per laffidamento dei lavori di ripristino della sede stradale con posa di conglomerato bituminoso in tratti saltuari nelle strade regionali delle Province di Padova, Rovigo, Treviso, Venezia e Verona anno 2011 come di seguito specificato: Lotto n. 1: INT. n. 017OTV1107: Lavori di ripristino della sede stradale con posa di conglomerato bituminoso in tratti saltuari delle SR/SP n. 53, 348, 248, 245, 245bis, 667 in Provincia di Treviso Nord (Anno 2011) CIG 1650462453 Offerte pervenute: n. 16 Aggiudicatario: C.G.S. S.r.l. Via Pacinotti, 10 - 31020 Villorba (Tv) Importo di aggiudicazione: EURO 718.425,97 pari al ribasso del 38,891% Inclusi oneri per la sicurezza; Lotto n. 2: INT. n. 018OTV1108: Lavori di ripristino della sede stradale con posa di conglomerato bituminoso in tratti saltuari delle SR/SP n. 53, 53 Var, 515, 348, 422 e 635 in Provincia di Treviso Sud (Anno 2011) CIG 1650852629 Offerte pervenute: n. 15 Aggiudicatario: BRUSSI COSTRUZIONI S.r.l. Via Foscarini, 3 - 31040 Nervesa della Battaglia (Tv) Importo di aggiudicazione: EURO 630.179,22 pari al ribasso del 39,982% Inclusi oneri per la sicurezza; Lotto n. 3: INT. n. 019OPD-RO-VR1101: Lavori di adeguamento della sede stradale con posa di microtappeto tipo Slurry Seal in tratti saltuari la SR/SP 62, 247, 482 in Provincia di Padova, Rovigo e Verona. (Anno 2011) CIG 1651326D4F Offerte pervenute: n. 4 Aggiudicatario: SLURRY ITALIA SRL - Via Casali Lavia, 58 - 33035 S. Martignacco (Ud) Importo di aggiudicazione: EURO 205.752,41 pari al ribasso del 15,782% Inclusi oneri per la sicurezza; Lotto n. 4: INT. n. 020OPD-RO-VI-VE-VR1101: Lavori di adeguamento della sede stradale con posa di conglomerato bituminoso in tratti saltuari lungo la SR/SP 10, 11, 47, 88, 104, 247, 307, 308, 482, 516 in Provincia di Padova, Rovigo, Vicenza, Venezia e Verona. (Anno 2011) CIG 165156743 Offerte pervenute: n. 16 Aggiudicatario: A.T.I. ECOASFALTI SRL (Capogruppo) - BEOZZO COSTRUZIONI SRL (Mandante) - Via Campanello, 40 - 35014 Fontaniva (Pd) Importo di aggiudicazione: EURO 1.286.766,29 pari al ribasso del 43,697% Inclusi oneri per la sicurezza; Lotto n. 5: INT. n. 021OVI-VR1103: Lavori di ripristino della sede stradale con posa di conglomerato bituminoso in tratti saltuari delle SS.RR. 11, 62, 246, 249 e 450, nelle Province di Verona e Vicenza. (Anno 2011) CIG 165178259F Offerte pervenute: n. 17 Aggiudicatario: CO.GE.RO. SRL - Via Rosoleto, 435 - 47522 Cesena (Fc) Importo di aggiudicazione: EURO 886.125,91 pari al ribasso del 33,348% Inclusi oneri per la sicurezza; Lotto n. 6: INT. n. 022OPD-VE1103: Lavori di ripristino della sede stradale con posa di conglomerato bituminoso in tratti saltuari delle SS.RR. 11, 245 e 515, nelle Province di Padova e Venezia. (Anno 2011) CIG 16552303391 Offerte pervenute: n. 15 Aggiudicatario: DEON S.P.A. - Via degli Agricoltori, 13 - 32100 Belluno (Bl) Importo di aggiudicazione: EURO 385.984,57 pari al ribasso del 38,986% Inclusi oneri per la sicurezza; Data invio GUCE: 25.08.2011. Lesito integrale disponibile sul sito internet: www.venetostrade.it.
LAMMINISTRATORE DELEGATO Ing. Silvano Vernizzi

ARTEK
Sedia di Alvar Aaltodel 1935 riproposta in linoleum rosso

COMUNE DI BOLOGNA
Avviso dasta per la vendita di beni immobili
In esecuzione della deliberazione del Commissario Straordinario con i poteri del Consiglio OdG. 106 del 07 aprile 2011, si rende noto che il Comune di Bologna proceder alla vendita, tramite pubblico esperimento dasta il 22 settembre 2011 con il sistema delle offerte segrete, ai sensi dellart. 73, lettera c, del R.D. 23/05/1924 n. 827, dei seguenti immobili: 1. Ex fabbricato rurale, gi adibito a casa colonica e fienile, e piccolo fabbricato (ex casella) gi adibito a ricovero attrezzi, con corte e terreno circostante posto in Bologna, Via del Carpentiere n. 28 - prezzo base dasta Euro 274.000,00, lasta si svolger alle ore 10,00; 2. Ex fabbricato rurale, gi adibito a casa colonica, fabbricato accessorio gi adibito a stalla/fienile, tettoia ad uso agricolo e piccolo fabbricato (ex casella) gi adibito a forno e porcilaia, con corte e terreno circostante posto in Granarolo dellEmilia (Bo), Via del Passo n. 2 - prezzo base dasta Euro 263.817,00, lasta si svolger alle ore 10,30; Per eventuali informazioni rivolgersi a Comune di Bologna Settore Patrimonio tel. 051-2193801 2193414 ore 9-13 (escluso sabato). Scadenza per la presentazione delle offerte 21/09/2011 alle ore 13,00. Il testo integrale degli avvisi visionabile sul sito internet del Comune di Bologna allindirizzo: http://www.iperbole.bologna.it/comune/concorsi/gare.php
Bologna, 11 luglio 2011 Il Direttore del Settore Ing. Raffaela Bruni

AZIENDA SANITARIA LOCALE N.2 LANCIANO-VASTO-CHIETI


DIPARTIMENTO PROVVEDITORATO DI CHIETI

rito giovani icone come Gijs Bakker e Marcel Wanders, oggi osannati con entusiasmo dagli appassionati di tutto il mondo. E larredo delle nostre abitazioni, anche se lontane da Capo Nord, si adegua: linee semplici, colori vivaci e funzionalit. Per la casa del presente e del futuro. La passione per il nord non si esaurisce negli arredi. Gi la moda, lo scorso inverno, aveva dato le prime avvisaglie della tendenza proponendo un look rubato dalle isole Svalbard. E in Svezia lindustria del fashion, grazie al fenomeno della catena low cost H&M, ha clamorosamente raddoppiato le proprie esportazioni negli ultimi sei anni. Stesso successo per la letteratura: la casa editrice Iperborea, che ha traghettato in Italia il fascino della letteratura nordica, ha conquistato le vette delle classifiche grazie ad autori come Arto Paasilinna, ironico scrittore finlandese dalla penna leggera noto soprattutto per "Lanno della lepre", che in Italia ha venduto pi di 350 mila copie. Anche se il vero caso editoriale, pubblicato da Marsilio,

ESTRATTO DI BANDO DI GARA


LAzienda Sanitaria Locale di Lanciano-Vasto-Chieti, indice gara a procedura aperta per laffidamento dei servizi assicurativi. Importo triennale complessivo della fornitura Euro 16.230.000,00. Durata della fornitura mesi trentasei dalla data di sottoscrizione dei contratti. Copia del bando stata trasmessa alla G.U.C.E. in data 19-08-2011. La scadenza per la presentazione delle offerte stata fissata alle ore 12 del giorno 06-102011; ulteriori notizie, copia integrale del bando, e capitolato speciale di appalto, numeri ed importi CIG attribuiti ai singoli lotti sono visionabili sul sito http://www.asl2abruzzo.it/ alla voce bandi e gare o ritirabili presso la U.O.C. G.C.S.F. dellASL, sede di Chieti.
IL DIRIGENTE Governo contratti forniture sanitarie (Dr. Andrea Tisselli) IL DIRETTORE GENERALE ASL2 Lanciano-Vasto-Chieti (Dr. Francesco Nicola Zavattaro)

I progettisti di questa regione mirano a creare prodotti essenziali e di qualit

LEMA
Mobile contenitore a giorno pensato per rendere lo spazio pi confortevole

Societ unipersonale soggetta allattivit di direzione e coordinamento dellunico socio Comune di Piombino
Si informa che in pubblicazione sui seguenti siti internet: www.comune.piombino.li.it,

PIOMBINO Patrimoniale Srl

LAZIODISU ADISU DI CASSINO


ENTE PUBBLICO DIPENDENTE PER IL DIRITTO AGLI STUDI UNIVERSITARI NEL LAZIO OGGETTO: AVVISO DI GARA PER LAFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE NELLA MENSA DI VIA GARIGLIANO 86/AE DI VIA FOLCARA DELLADISU DI CASSINO. CIG: 3026810A9E QUOTA DI PARTECIPAZIONE OPERATORI ECONOMICI: Euro 140,00 Questa Laziodisu-Adisu di Cassino (Via Garigliano 86/A 03043 Cassino (FR) C.F. 08123891007) indice una gara, secondo la procedura aperta con il criterio dellofferta economicamente pi vantaggiosa di cui allart. 83 del D.Lgs. 163/2006, per laffidamento del SERVIZIO DI RISTORAZIONE E GESTIONE MENSA NELLA SEDE DI VIA GARIGLIANO 86/A E DI VIA FOLCARA CASSINO (FR) in favore degli studenti dellUniversit di Cassino per il periodo di 3 anni + 2 anni. Valore stimato, IVA esclusa, per 5 anni: Euro 1.250.000,00, suddiviso in Euro 750.000,00 per i primi 3 anni, oltre ad Euro 11.250,00 oltre IVA per gli oneri della sicurezza; Euro 500.000,00 per leventuale periodo di rinnovo di 2 anni oltre ad Euro 7.500,00 per gli oneri relativi alla sicurezza. Loggetto del servizio rientra tra quelli di cui allallegato II B del D.Lgs.163 del 2006 e s.i.m.- I soggetti interessati potranno partecipare presentando la propria offerta nel rispetto delle modalit e delle disposizioni indicate nel Disciplinare di gara e nei relativi allegati reperibili e scaricabili dal sito www.laziodisu.it (bandi e avvisi). Le offerte dovranno pervenire entro e non oltre le ore 12.00 del 30.09.11 presso lufficio protocollo della Sede di Laziodisu-Adisu di Cassino Via Garigliano 86/A 03043 Cassino (FR). Il direttore amministrativo: dott. Riccardo Pignatelli

SIDRA SPA
Via Gustavo Vagliasindi 53 95126 Catania Avviso di gara Si rende noto che stato indetto per il giorno 22 settembre 2011 gara a procedura aperta per lafdamento triennale delle coperture assicurative Importo complessivo dellappalto 478.000,00 Il bando di gara pubblicato su GURI n. 91 del 03/08/2011 V^ Serie speciale Contratti Pubblici e sul sito web www.sidraspa.it
IL DIRETTORE AMMINISTRATIVO Rag. Giuseppe Platania

ESTRATTO BANDO DI GARA

http://webtrial.regione.toscana.it/PubbBandi/
il Bando per lappalto del servizio di Contrazione di mutuo ipotecario con garanzia fideiussoria comunale per 9.565.000,00. Importo stimato dellappalto (interessi) di 4.000.000,00. Le offerte, redatte in conformit del Bando, dovranno pervenire alla Piombino Patrimoniale Srl, c/o lUfficio Protocollo del Comune di Piombino - Via Ferruccio, n. 4, non oltre le ore 12,00 del 27.09.2011. Piombino, l 02.09.2011

COMUNE DI CETONA (SI)


AVVISO
OGGETTO: Bando di gara n. 2/2011 Affidamento lavori Realizzazione parcheggio interrato a servizio del centro storico in Cetona (SI).VARIANTE CIG: 311276816A. Pubblicata rettifica su G.U.R.I. n 101 del 29.08.2011 Serie Speciale Contratti pubblici. Termine presentazione offerte: 26.09.2011 ore 12:00.

VARIABLE
Sedia ergonomica da ufficio in legno con appoggio per le ginocchia

Il Presidente del Consiglio di Amm.ne (Dott. Valerio Rossi)

il giornalista Stieg Larsson. Autore di una triologia che ha fatto innamorare il mondo, ha venduto 60 milioni di copie tradotte in 25 paesi. Come spiegare un cos straordinario successo del giallo scandinavo? Secondo il Wall Street Journal la narrativa che meglio riesce a interpretare i tempi di profonda crisi economica, sociale ed esistenziale dei tempi presenti. Possibile. Ragioni lontane a quelle che hanno portato al successo design e moda ma che, comunque, incoronano il nord Europa.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica la Repubblica
VENERD 2 SETTEMBRE 2011

IL CASO R2CRONACA

PER SAPERNE DI PI www.wiley.com/bw/submit.asp?ref=0021-9029 www.tantasalute.it/articolo/benessere-la-pausa

43

Linterruzione rilassante migliora il rendimento Gli psicologi: ma qualche volta fermarsi fa male

Pausa
Due passi al parco meno caff e il break ti rigenera
DAL NOSTRO CORRISPONDENTE ENRICO FRANCESCHINI LONDRA linvito reciproco che scandisce la giornata di milioni di persone: Ci prendiamo un caff? Si interrompe il lavoro o lo studio e si fa una pausa, ci si prende un break: per raccogliersi attorno alla macchinetta del caff in ufficio, appunto, per andare a prenderlo al bar di sotto, per fumare una sigaretta in terrazza o fuori dal portone, per fare due passi. Insomma per riposare un attimo, rilassarsi, ricaricare le batterie, prima di riprendere lattivit, spesso snervante, appena interrotta. Ma nuovi studi su relax, concentrazione e cervello indicano che non tutti i coffee break, come vengono chiamati anche quando non servono a prendere il caff, fanno bene allo stesso modo: dipende da cosa si fa nella pausa lavorativa, dipende da dove, come e quando la si fa. Una passeggiata in un giardino benefica. Nel traffico cittadino, meno. Il caff non sempre d la carica. E talvolta il beneficio maggiore si ottiene non facendo alcuna pausa: ma bisogna autoconvincersi di non averne bisogno. Uno studio della Michigan e della Oregon University ha scoperto che una passeggiata di pochi minuti in un parco o anche solo in un viale alberato ha conseguenze positive, migliorando del 20 per cento il rendimento sul lavoro (o sullo studio), mentre unanaloga passeggiata in

Secondo una ricerca americana il beneficio vero viene dalla fiducia in se stessi, nella propria resistenza allo sforzo
le o controproducente se fatta sotto pressione o di fretta. In pratica, dicono gli psicologi, un break fa bene se ci si prepara a un esame da dare entro un mese o due; fa male se entro due ore bisogna presentare al capufficio un rapporto. Quanto al coffee break vero e proprio, una ricerca afferma che, dopo avere bevuto pi caff del solito, gli uomini hanno peggiori prestazioni nei lavori di gruppo; le donne no, ma pu dipendere dal fatto, secondo i ricercatori, che le donne lavorano in gruppo meglio degli uomini, non dal caff. La caffeina, comunque, pu dare la carica, ma se uno (uomo o donna) fa la pausa caff in uno stato di sovraeccitazione e nervosismo, leffetto sar negativo anzich positivo. Ci sono studi che suggeriscono di prendere mini-pause di un minutino: alzarsi e andare a dire qualcosa a un collega in unaltra stanza, invece che mandargli un email o telefonargli. Altri che consigliano pause di 5-10 minuti per ascoltare musiche ritmiche dagli effetti tonificanti, per automassaggiarsi il collo, per giocare con palline ammazzastress. Ma la pausa perfetta potrebbe consistere nel non far-

la: una ricerca della Stanford University afferma che le persone convinte di avere volont sufficiente per lavorare a lungo, anche in condizioni di stress, riescono a farlo, meglio di coloro che hanno meno fiducia nelle proprie capacit, si prendono un break e non ne ricavano grande ristoro. Si tratterebbe di allenare il cervello, come ogni altro muscolo, a credere di pi in se stessi. un consiglio, tuttavia, che viene dalle colonne del Wall Street Journal, il giornale soprannominato la bibbia del capitalismo: una fonte leggermente sospetta. Che faccia bene o male alla produttivit, ritengono tanti colletti bianchi, non si pu lavorare senza almeno una pausa caff al giorno.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Anche camminare mezzora nel verde pu essere inutile o controproducente se lo si fa sotto pressione o di fretta
mezzo al cemento, in una strada piena di gente, negozi, traffico, ha conseguenze negative. La stessa differenza riscontrata anche soltanto mostrando a un campione di volontari fotografie di parchi e di citt. Ma per ottenere il beneficio non necessario godersi la passeggiata, avverte il dottor Marc Berman sulla rivista Psychological Science: Quello che ti piace non ti fa necessariamente bene. Non la visione di un panorama bucolico a metterci di buon umore, ritengono gli studiosi, bens il fatto che il giardino o il parco accendono la nostra attenzione involontaria, permettendo alla attenzione volontaria (quella che serve per lavorare o studiare) di riposare e ricaricarsi. Un altro elemento importante della pausa quando farla: la passeggiata nel giardino inuti-

I consigli
LA PASSEGGIATA
15 minuti in un parco o in una strada alberata permettono alla mente di riposarsi e ricaricarsi per affrontare la restante giornata lavorativa

IL "COFFEE BREAK"
Pu nuocere alla produttivit maschile, ma migliorare quella femminile. La caffeina d la carica se non si gi stressati o sovraeccitati

IL MOMENTO GIUSTO
No alla pausa se si di fretta o se limpegno incombente: il break due ore prima di un meeting importante controproducente

IL LAVORO NO-STOP
C chi crede che si possa fare a meno del riposo, ma solo con unalta concentrazione e motivazione si pu saltare la pausa

Tutto qui?

S, tutto qui.

I migliori caff del mondo.

Preziose essenze naturali.

Tanto latte fresco.

Inimitabile arte pasticcera Ferrero.

Solo Gran Soleil...

...e via, via tutta laria!

tutto Gran Soleil. Mica aria montata...

la Repubblica la Repubblica
VENERD 2 SETTEMBRE 2011

CULTURA

*
45

Lautore argentino spiega perch la letteratura il territorio dellincompiutezza Dagli eroi delle tragedie senza soluzione a Dante che rinuncia a descrivere la gloria

ALBERTO MANGUEL
n giorno di dicembre del 1919, il ventenne Jorge Luis Borges, durante un breve soggiorno a Siviglia, scrisse una lettera in francese al suo amico Maurice Abramowics a Ginevra nella quale, quasi en passant, gli confessava i sentimenti contraddittori che nutriva verso la sua vocazione letteraria: Talvolta penso sia stupido avere lambizione di essere un creatore pi o meno mediocre di frasi. Ma questo il mio destino. Borges sapeva fin da allora che la storia della letteratura la storia di questo paradosso. Se da un lato c lintuizione profondamente radicata negli scrittori che il mondo esista, per dirla con lespressione abusata di Mallarm, per sfociare in un bel libro (o almeno in un libro mediocre, come pensava Borges), dallaltro permane la consapevolezza che a governare quellimpresa sia quella che Mallarm chiamava la Musa dellImpotenza, (o, per usare una traduzione pi libera, la Musa dellImpossibilit). NellAutobiografiaMallarm aggiunse che chiunque si sia cimentato nella scrittura, perfino i cosiddetti geni, ha tentato di completare questo Libro ultimo, il Libro con la L maiuscola. E tutti hanno fallito. Questa doppia intuizione scaturisce dalla letteratura stessa. Vi un momento, quando ci accostiamo per le prime volte alla lettura, in cui scopriamo che dalle macchie di inchiostro sulla pagina emerge un mondo compiuto e magicamente vero. Questa esperienza ci trasformer e, da quel punto in avanti, il nostro rapporto con il mondo tangibile e quotidiano non sar pi lo stesso. Dopo aver toccato con mano la capacit creativa del linguaggio, grazie alla quale le parole non soltanto riescono a comunicare e a etichettare, ma a dare vita a quanto etichettano e comunicano quando siamo diventati cio dei lettori non potremo pi percepire il mondo con innocenza. Una volta nominata, la cosa non pi se stessa, nel senso platonico che

ARTISTA IMPERFETTO
LE VIRT DELL
FATEVI GUIDARE DALLA MUSA DELLINCONCLUDENZA
dubbi blasfemi sulla competenza del suo Creatore. In questo gioco di specchi mutevoli, il difettoso Golem diventa la nostra modesta, manchevole, onnicomprensiva letteratura, e la letteratura diventa il Golem, destinata a sbriciolarsi in un mucchio di polvere. Il nostro scopo nella vita, scrisse Stevenson, non riuscire, ma continuare a fallire nella migliore delle intenzioni. E allora il fallimento, cos come lo avvertono gli scrittori, non soltanto lunico esito possibile di unimpresa letteraria, ma ne il fine, la massima realizzazione. (...) Ogni

DISEGNO DI TULLIO PERICOLI

IL FESTIVAL
Lo scrittore Alberto Manguel tra i protagonisti del Festival della Mente di Sarzana. Domenica 4 settembre parler della Musa della impossibilit Anticipiamo un brano del suo intervento

opera darte o di letteratura, che sfugga alla nostra comprensione, tanto da farcela chiamare grande , in quanto tale, incompleta, perch deve mantenere vive le domande sulla sua essenza e incerta lintuizione dellinsieme. Deve prevedere incrinature e varchi in cui il lettore possa spingersi a esplorare e interpretare. Lepilogo mortale dei racconti epici non pone mai fine alle eterne battaglie intraprese dagli eroi; le tragedie di Edipo e di Oreste rimangono insolute dopo Colono e Delfi; il padre di Amleto e lo spettro di Banquo continuano a vagare nel nostro immaginario, irre-

Il caso
PROVINCIA DI PORDENONE

LIMITI AGLI SCONTI E AMAZON PUNTA SUI LIBRI USATI


ROMA Niente pi sconti sui libri oltre il 15 per cento n campagne promozionali che superino il 25 per cento: da ieri entrata in vigore la legge anti saldi, normativa bipartisan che prende il nome da Riccardo Levi (Pd) e Franco Asciutti (Pdl). Librai grandi e piccoli e tutti i rivenditori al dettaglio, dalla grande distribuzione ai siti non potranno superare lo sbarramento imposto dalla legge approvata in via definitiva il 20 luglio scorso dopo un lungo e faticoso iter parlamentare. Tra i vari punti contestati c quello che riguarda il settore delle biblioteche (ma anche degli archivi, delle istituzioni scolastiche e universitarie): per loro la percentuale di sconto non potr superare il 20 per cento. Ma lo Stato spiega Marco Polillo presidente dellAssociazione italiana editori (Aie) che deve offrire la possibilit di rifornirsi. Gli editori pi di cos non possono fare. La norma per non parla di libri usati e Amazon ha gi annunciato con un comunicato sulla sua homepage prezzi speciali per leditoria vintage.

pordenonelegge
festa del libro con gli autori dal 14 al 18 settembre 2011
www.pordenonelegge.it

quieti, dopo la morte dei rispettivi oppositori; il lieto fine di molte narrazioni di Dickens sopportabile solo perch poggia su una miriade di personaggi irrisolti che continuano la loro quest ben oltre lultima pagina del libro. Le uniche conclusioni assolute appartengono a storie di sola facciata, narrative prive di spessore e di profondit, sterili oggetti consumistici di fattura perfetta che assiepano gli scaffali di bestseller delle nostre librerie. La stupidit, faceva osservare Flaubert, consiste nel desiderio di concludere. I modelli utopistici del mondo e le tabelle statistiche che misurano la realt hanno una chiarezza rasserenante. In letteratura, per, le cose non funzionano cos. La letteratura segue regole che prevalgono su quelle della fantasia e della realt: non fatta n di rosee speranze n di riscontri scientifici, n di arcadiche illusioni n di dogmi catechistici. Infatti, nonostante il desiderio di Dante, Beatrice alla fine come sottolinea Borges in un saggio magistrale sfugge al poeta; e Virgilio, fonte di ispirazione dantesca, deve mostrarsi fallibile, cos come vuole la logica di sovvertimento delle cantiche; amici e nemici devono talvolta occupare posti inaspettati nellAldil. E perfino il poema, la meticolosa, sorprendente, illuminata e illuminante Commedia, deve autodistruggersi. Le parole vengono meno a Dante e rifiutano di testimoniare la gloria ultima, lasciando il lettore abbagliato dal fulgore finale, quando volont e desiderio si riassestano, con la muta consapevolezza che qualunque cosa sia o sia stata questa suprema rivelazione, essa move il sole e laltre stelle. (...) Viviamo nella morsa di questa intimazione immemorabile e contraddittoria: da un lato, non costruire nulla che porti allidolatria e allautocompiacimento e dallaltro costruire qualcosa degno di essere ricordato, per dirla con Dante forti cose a pensare mettere in versi (Purg. XXIX, 42). In termini biblici, ci significa rifiutare la

Diceva Borges: Penso sia stupido avere lambizione di essere un creatore di frasi pi o meno mediocre Ma questo il mio destino
Borges avrebbe poi elaborato con grande passione: la cosa si desume dalla parola che la definisce, contaminata o arricchita dalla storia, dalle connotazioni e dai pregiudizi che tale parola porta con s (...). Cos le nostre creazioni sono, nella migliore delle ipotesi, una copia approssimativa di una vaga intuizione della realt, essa stessa unimitazione imperfetta di un archetipo ineffabile. Questa la nostra sola e umile prerogativa. Perci anche lo scrittore, che immagina un uomo e non pu che crearlo a parole come un povero Golem, deve recitare la parte del Golem, una creatura imperfetta e capace soltanto di imperfezione, una creatura incompetente che in compenso solleva

Il padre di Amleto e lo spettro di Banquo continuano a vagare nel nostro immaginario dopo la morte dei nemici
tentazione del serpente di aspirare a essere dei, ma farsi allo stesso tempo riflesso della creazione di Dio con pagine illuminate che evochino il Suo mondo; in termini razionalistici, accettare che i limiti della creazione umana siano invalicabili a differenza dellinfinita creazione del cosmo, eppure spingersi continuamente verso quei confini sfruttando appieno i nostri talenti. Questo il paradosso di tutta la nostra arte, eseguirla sotto lo sguardo beffardo della Musa dellImpossibilit. Esistiamo come un Golem tra questi due mandati, in questa triste, talvolta idilliaca, ma sempre privilegiata condizione umana. Traduzione di Giovanna Baglieri
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica la Repubblica
VENERD 2 SETTEMBRE 2011

46

CULTURA R2CULTURA
Lanalista Luigi Zoja racconta il suo ultimo libro dedicato a uno stato danimo patologico sempre pi diffuso Chiunque pu esserne contagiato

Si spento lantropologo, studioso delle tradizioni popolari

CIRESE, LA STORIA E LE CULTURE


MARINO NIOLA
umanit uno specchio di cui le diverse culture sono i frammenti. Ciascuna riflette il mondo come fa lo specchio intero. Ma lo fa in un modo tutto suo. Il compito dellantropologia scoprire che cosa abbiano in comune questi frammenti. Ma al tempo stesso spiegare cosa rende luno diverso dallaltro. In questa duplice chiave, indispensabile allantropologo per aprire la via alla comprensione dellaltro, si riassume la grandezza dellinsegnamento di Alberto M. Cirese scomparso ieri sera allet di novantanni. Autore di opere fondamentali come Altri s, come Oggetti segni e musei, come Cultura egemonica e culture subalternedestinate a lasciare un segno indelebile nella storia delle scienze sociali del nostro paese e non solo. Larco degli interessi di questo grande studioso vastissimo e va dallindagine sulle culture popolari italiane fino a questioni epistemologiche di estrema raffinatezza teorica. Che lo portano ben presto ad incrociare i ferri con i mostri sacri dellantropologia. Da Ernesto De Martino di cui eredit la cattedra a Cagliari a Claude Lvi-Strauss. Con il padre dello strutturalismo Cirese ha stabilito sin dagli anni Sessanta un confronto serrato e appassionato, da quando fece conoscere in Italia, Le strutture elementari della parentela. Non solo il libro pi difficile ma anche il vero grimaldello teorico del pensiero levistraussiano. Cirese amava ripetere che senza conosce- LO STUDIOSO re Le strutture impossibile capire Alberto Mario Cirese. Etno Lvi-Strauss. E lui non solo colse fi- antropologo stato uno no in fondo limporto teorico e dei maggiori studiosi ideologico dellantropologia strut- di cultura popolare

QUANTE P ARANOIE
TRADIMENTI, COMPLOTTI, OSSESSIONI IL TRIONFO DEL PENSIERO MAGICO
LUCIANA SICA
i che a una patologia, la paranoia somiglia a un sentimento, sembra uno stato danimo generale, e oggi la crisi con il disorientamento che produce accentua questa sorta di mood paranoico che del resto ha gi segnato tragicamente il Novecento. Cos la pensa Luigi Zoja: Senzaltro le crisi economiche incoraggiano il dilagare di una paranoia collettiva, impossibile da diagnosticare, proprio perch condivisa. Oggi per ad alimentarla soprattutto la vittoria del populismo mediatico, che ha preso il posto delle ideologie e della politica, con tutte quelle formule semplificate che spiegano cosa c dietro. Se, dopo la Prima guerra mondiale, dietro la catastrofe militare ed economica della Germania si fantasticava su una congiura degli ebrei, ora si potr dare la colpa della crisi agli immigrati, anche se gli specialisti dicono che senza di loro andrebbe anche peggio. A non dirlo sono i mass media di cattiva qualit che cos moltiplicano la paranoia, anche senza volerlo. La follia che fa la storia, sar meglio partire dal sottotitolo per dire del nuovo libro di Zoja sulla Paranoia (Bollati Boringhieri, pagg. 468, euro 28). Meglio perch lautore, celebre analista junghiano, non ha scritto un saggio di psicoanalisi. di un disturbo della mente che tratta, ma soprattutto di uninfezione psichica Nemico, dellAltro. successo per dirla con Freud che con- tante volte nel corso dei secoli, tagia le masse, crea un panico con lapoteosi catastrofica dei diffuso fino al terrore e quindi totalitarismi, e quello di Zoja rialleuforica soppressione del sulta un grande affresco storico

Pochi mesi fa alla Sapienza di Roma aveva stregato un uditorio di giovanissimi


turale ma ne vide anche i limiti. Che in qualche modo cerc di superare elaborando una griglia informatica per lo studio delle possibili combinazioni matrimoniali. Un tema fondamentale per lantropologia di sempre. Uomini e donne si scelgono o la societ a farlo per loro? Cirese aveva il fascino dei grandi maestri che fanno volare alto il pensiero. E rendono incandescente la materia che toccano. Come aveva fatto pochi mesi fa alla Sapienza quando, ormai quasi novantenne, aveva letteralmente stregato un uditorio fatto in gran

parte di giovanissimi. Ripercorrendo con una sintesi rigorosa e vertiginosa per altezza teorica ma anche per le vibrazioni della parola i grandi tornanti della storia dellantropologia. Sono queste le ragioni del fascino esercitato da Cirese su generazioni di allievi che a loro volta stanno scrivendo la storia dellantropologia italiana. Nel solco del loro grande maestro. Cultura enciclopedica da grande del passato ma anche capacit di stare al passo con i tempi. E con i nuovo strumenti della comunicazione scientifica. Al punto da inondare i suoi allievi e studenti di mail, con labilit informatiche di un blogger diciottenne. questa sintesi di rigore e poesia che ha consentito a Cirese di essere sempre magnificamente inattuale. E che resta la grande eredit che lascia alla cultura italiana.
RIPRODUZIONE RISERVATA

LAUTORE E IL SAGGIO
Lo psicanalista Luigi Zoja, autore del saggio Paranoia, sar al Festival della Letteratura di Mantova domenica 11 settembre

LItalia un paese a rischio perch a prevalere una rappresentazione irreale del mondo
che si affida anche alla tragedia greca (La follia di Aiace) o alla letteratura (Il sussurro di Iago). Oggi non si rischier di essere anche pi paranoici di ieri? Siamo pi impreparati a misurarci con i mali della psiche collettiva: lEuropa vive in pace da 66 anni, ma proprio questa serenit di superficie ci rende inadatti a contenere gli impulsi paranoici. Un paese come lItalia esposto particolarmente, perch da noi prevale una rappresentazione irreale e infantilizzata del mondo e ogni problema pu esser sentito come un tradimento, un complotto... Ad esempio, ora ci ossessionano gli speculatori senza pensare che da tempo viviamo molto al di sopra delle nostre possibilit. Per i greci la paranoia era un pensiero (nos) che va oltre: delira (para-). Perch un disturbo difficile da ricostruire? Perch fra tutte le malattie della mente, si presenta priva di fattori organici, tant vero che

quasi non esistono farmaci che la possano contrastare. Quindi si suppone che sia dovuta alle condizioni in cui il paranoico cresciuto, sempre per individuali e infinite come gli esseri umani. Anche se spesso ci sono fattori pi tipici di altri: un padre violento, una madre insicura, una famiglia fredda. Diffidenza, sospetto, manie di persecuzione sono i tratti che caratterizzano il paranoico. Ma perch lei lo vede anche come un plumbeo nano negli affetti, sprofondato in un abissale sentimento di solitu-

dine? Perch in genere cos: il paranoico non sa amare e neppure sa ridere, e di solito il vuoto e la solitudine che ne derivano sono sperimentate gi nellinfanzia. Vivere senza gli altri per innaturale, contrario ai bisogni della mente, e quindi linconscio porta comunque a tornare verso gli altri seppure in modo perverso, attraverso una curiosit negativa se non distruttiva. Spesso poi si innesta un delirio di grandiosit compensatorio: il paranoico immagina di essere un genio incom-

Su Internet possibile scaricare testi brevi e comporre antologie

ECCO LIPOD DELLA LETTURA FATTO DI RACCONTI SINGOLI


PIERDOMENICO BACCALARIO
TA facendo con i libri quello che iTunes, il negozio virtuale di Apple, ha fatto con musica e programmi: parliamo di Amazon. Nato in sordina un annetto fa, il catalogo dei Kindle Singles offre racconti brevi da due dollari luno, e sta diventando particolarmente interessante. possibile trovare opere in esclusiva di autori e giornalisti affermati, dallesordiente bestsellerista Tom Rachman, a Cecelia Holland, da Paul Alexander a Stephen King (il cui racconto annunciato per fine settembre). Il suo espandersi la conferma di due fenomeni

la Repubblica la Repubblica
VENERD 2 SETTEMBRE 2011

PER SAPERNE DI PI www.bollatiboringhieri.it www.voland.it

47

La casa editrice Voland ripubblica Le notti fiorentine di Marina Cvetaeva

LE LEZIONI DAMORE DELLA POETESSA RUSSA


ELENA STANCANELLI
Sulla copertina del suo libro, c una foto di Life del 44. Ritrae una bella ragazza bionda che sembra meditare sulla finitezza della vita... E invece sta scrivendo al fidanzato per ringraziarlo di averle inviato il teschio di un soldato giapponese: di una scimmia, secondo la propaganda americana. Il bacillo dellodio, della furia guerriera e razzista, si posato con lievit direi estetica anche su quella scrivania di Phoenix. Perch non facile riconoscere un paranoico? Perch luomo che, immerso nella folla, chiede urlando la morte di una minoranza lo stesso che poco fa aiutava i suoi bambini a fare i compiti. Riscaldato dallaggressivit degli altri, sente che possibile deviare la tragicit della condizione umana: non detto che si debba morire, si pu trasferire la morte sugli avversari. un piano inclinato che frana e scivola naturalmenteverso la catastrofe. Qui largomento psicoanalitico: sta dicendo che la paranoia si basa sulla rimozione inconscia della morte? cos da sempre, soprattutto quando il paranoico pensa allinterno di una massa. Allinizio di ogni guerra, si sa che porter un bagno di sangue, ma la possessione collettiva fa sostituire al pensiero ragionevole una sorta di pensiero magico. eggere Marina Cvetaeva adesso, fa sentire nudi. uno svelamento sul piano estetico, critico e perfino antropologico. Tutte sciocchezze, sembra dirci di ogni piccola cosa che ci attardiamo a pensare, di ogni giustificazione, teoria delleffimero: acque torbide nelle quali vi ostinate a galleggiare. Dimenticate il mare: la verit pi in alto, sulla vetta, al termine di una lunga durissima e vitale scalata. Pensavo, rileggendo Le notti fiorentine, che questa energia che scoppia dalle sue pagine e ci fa tremare di commozione, la giovinezza. Ma qualcosa non tornava. Sono passati quasi 30 anni dalla celebre edizione di Mondadori, la prima. Le ripubblica adesso Voland, nella collana dei classici una serie di imperdibili libretti, dalla grafica semplice ma perfetta, capolavori da tasca. Sempre con la cura di Serena Vitale, e una sua, splendida, prefazione aggiornata. Le notti fiorentine, il cui titolo un omaggio allomonima raccolta poetica di Heinrich Heine, un romanzo epistolare. Le lettere, scritte da Marina in russo e cadono: la vita stessa, ma soprattutto, copoi tradotte in francese, sono tutte rivolme direbbe Marina, larte. Giovane, capite a Abram Visnjak, proprietario ed editovo di nuovo leggendo quelle lettere violenre della casa editrice Gelikon (Elicona). te, oscene nella loro libert, tutto ci che Quando i due si incontrano, Marina ha non postumo. ora, un tempo che prequarantanni. sposata con Sergej Efron, cede il post-modernismo, ma anche tutte ufficiale dellArmata Bianca, dal quale ha le successive posterit. Quello il nucleo avuto due figlie. Ariadna (Alja) che divenlavico della creativit. La poesia, la letterater la biografa della madre, e Irina. Quetura di Cvetaeva, si leggono ormai quasi stultima, quando la madre partir per la con imbarazzo. Ci riportano a un tempo e a un luogo integri, barbarici. Il mio amore non corrisponde a nessun tempo, a nessun luogo. Non sar mai lingresso in una Il volume una raccolta di lettere certa stanza, a una certa ora... ogni strada che mostra come possa essere che finisce in una stanza falsa, ed lunivissuta una passione davvero ca su cui non lascio mai correre le mie libera. Lopera stata curata e gambe. Un amore implacabile che non mai un legame, forse ossessivo e furioso introdotta da Serena Vitale ma non meschino, mai. C un verso di Rilke, poeta al quale Marina stata legata Germania per rincontrare finalmente il da una di queste speciali passioni, che marito, gi morta. Di fame, in un orfaspiega come essere la libert di chi si ama notrofio dove Marina stata costretta a la forma pi preziosa di amore. Di questa lasciarla dopo il disastro economico selibert, e di queste relazioni, Marina staguito alla rivoluzione. Il 15 maggio 1922 ta la regina. E non si tratta di vita, esistere quando scende alla stazione di Charlotsempre stata una faccenda complicata per tenburg, Marina non n ingenua n legquesta donna, morta suicida nel 1941, ma gera. Non somiglia in nessun modo alle di letteratura. solo quando si a corto nostre icone di giovinezza. Dai lucchetti di tenerezza o di qualsiasi altra forza che legati ai ponti agli ombelichi, dalle boy se ne riconosce linesauribilit. Pi diamo, band ai talent show, negli ultimi trentanpi ci resta. Dilapidando arricchiamo. SanIL LIBRO Le notti ni, giovane arrotolarsi le punte dei caguiniamo ed eccoci fonte viva. Leggere fiorentine pelli al dito, sospirare, sbracarsi di droghe questo romanzo prezioso, leggerlo come il di Marina a caso. Per questo, rileggendo Le notti fiolibro dei Ching, aprendo a caso e trovando Cvetaeva rentine, mi sono sentita nuda. E mi sono tra le righe la sentenza sulla quale meditaVoland aggrappata a quella intransigenza come re, unesperienza che ci riconcilia con larpagg. 96 a un antidoto. La giovinezza, tornavo a te, sparigliando tutte le oziose domande sul euro 10 capire, il luogo del coraggio, dello sprezperch. Non ci sono perch, c solo un cozo delle convenzioni, giovane buttarsi me. Ho sempre preferito far dormire, nel fuoco sapendo di bruciare. Non piuttosto che togliere il sonno, nutrire unet, farsi passione e basta... Prendipiuttosto che togliere lappetito, far rifletmi nel tuo sonno pi addormentato, tere piuttosto che far perdere la testa. Ho star buona: sar soltanto cuore. E quesempre preferito dare a togliere, dare a rista passione, che testimonia di qualcosa cevere, dare ad avere. Cos scrivono e viche apparentemente potremmo chiavono i migliori di noi. mare amore, il motivo per cui le cose ac RIPRODUZIONE RISERVATA

Shakespeare ci spiega come il contagio pu toccare anche uomini generosi


preso, e di conseguenza che gli altri lo invidiano e complottano contro di lui. Peggio ancora nel caso dei paranoici di successo che costruiscono vere teorie complottistiche, fanno seguaci, formano movimenti. Una via percorsa sia da Hitler che da Stalin, dove la scoperta di un nemico assoluto rimane il dogma granitico di base, un nucleo delirante alimentato paradossalmente da tutte le prove contrarie. Come a dire: i passaggi successivi, apparentemente logici, sono al servizio dellassurdit di partenza. Fa un esempio, anche solo un flash di questa singolare follia? Schiacciata la Polonia, Hitler chiede rapporti e filmati sui ghetti. Naturalmente le condizioni sono spaventose. Ma, invece che conseguenza della repressione, quelle tremende condizioni a lui confermano la causa di tutto: gli ebrei sono moralmente degenerati e quindi amano vivere nella degenerazione... Per questatteggiamento mentale, scrivo che la paranoia lunica malattia capace di fare la storia. S, verr la morte, ma non per noi: solo per i nemici che la meritano. Cos dice la propaganda, ed incredibile come in tutti i tempi possa funzionare. vero che ha cominciato a scrivere questo libro dieci anni fa, quando viveva ancora a New York? S, ero a Manhattan quando c stata la tragedia delle Torri, ed stata la reazione di Bush, la sua politica impostata sulla paura di nuovi attacchi, la molla di una riflessione che mi ha impegnato per cos tanto tempo ne parler al Festival di Mantova proprio domenica 11 settembre. stata la diffidenza paranoica, diventata dottrina ufficiale del governo americano, a consentire attacchi preventivi giustificati dal semplice sospetto. Si invaso lIraq perch si immaginava che avesse armi di distruzione di massa. Perch dedica il capitolo conclusivo a Shakespeare? Perch la sua una lezione insuperabile su come un uomo generoso possa farsi infettare dalla paranoia, se gli somministrata in modo graduale e sommesso. Otello si trasforma in un mostro paranoico e a trionfare la genialit di Iago, un eroe moderno dotato del potere di comunicare e convincere. Oggi allora il nostro compito rifiutare la manipolazione delle coscienze. Se non restiamo consapevoli, un pensiero perverso pu sempre contagiare quello equilibrato. Oggi noi dobbiamo dire di no a Iago.
RIPRODUZIONE RISERVATA

convergenti: la riduzione del tempo di lettura a disposizione dei lettori e lincapacit di far seguire a un aumento di disponibilit di testi un equivalente aumento di nuovi lettori. Largo quindi alle storie brevi, da consumare in fugaci quarti dora demozione, in metropolitana, mentre si pazienta in coda o lacqua bolle sul fuoco. un fenomeno per nulla nuovo: accadde qualche anno fa con lo smembramento degli album musicali, che vennero sostituiti dal download di canzoni isolate. I singles, per lappunto, che lutente poteva poi organizzare e accorpare come meglio preferiva, in sue personalissime raccolte: le playlist. Accadr lo stesso con le antologie di racconti? Chi ama questa forma di narrativa, da molto tempo in sordina, scommette di s. Anche perch lofferta si rivolge sia ai lettori che agli autori. Le regole per pubblicare un singlesono molto semplici: deve essere un testo compreso tra 5.000 e 30.000 parole, completo, non pubblicato prima in altro formato, e avere un prezzo di vendita tra gli 0,99 e i 4,99 dollari (su cui Amazon tratterr una percentuale che si aggira intorno al 70%). Rapidi lettori, e rapidi scrittori, siete avvisati.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica la Repubblica
VENERD 2 SETTEMBRE 2011

CULTURA R2CULTURA

PER SAPERNE DI PI temi.repubblica.it/iniziative-biblioteca www.repubblica.it

49

Domani con Repubblica il saggio che raccoglie le storiche conferenze della grande autrice inglese

LA SERIE DEI CLASSICI IN EDICOLA A SOLO 1 EURO


Una stanza tutta per s di Virgina Woolf, con lintroduzione di Natalia Aspesi lultima uscita della collana di Repubblica dedicata ai grandi indispensabili della narrativa. Ciascun titolo ha avuto come introduzione un autore di oggi che ha spiegato le ragioni per cui leggere ancora quel determinato classico. Come Precauzione inutile di Marcel Proust presentata da Eugenio Scalfari, come Una giornata di Luigi Pirandello, introdotto da Melania Mazzucco. Una stanza tutta per s la raccolta di una serie di conferenze che la Woolf tenne a Oxford e Cambridge nel 1928 e contiene anche la storia immaginaria di Judith, sorella di Shakespeare. In edicola da domani con Repubblica ad 1 euro, pi il prezzo del quotidiano.

WOOLF
Quando la scrittrice scopr quella stanza tutta per s
scrittrici che in nome delluniversalit dellarte rinnegano la parzialit della differenza sessuale, non ebbe nessuna remora a schierarsi con il sesso debole. Semmai, prov uno smaccato orgoglio a mettersi nella parte del-

Virginia

NADIA FUSINI
ellautunno del 1928 Virginia Woolf invitata a Cambridge presso i collegi femminili di Newnham e Girton a tenere due conferenze sul tema Le donne e il Romanzo. Dovr rispondere alla domanda imbarazzante: perch nella storia della letteratura in maggioranza gli autori sono maschi? Anche se a leggere sono per lo pi le donne? Se ai giorni nostri la domanda, pi che imbarazzante, appare inutile, malposta, grazie alla risposta che Virginia Woolf offr allora a chi lascoltava. In modo ironico Virginia svolse largomento liberando una intelligenza nuova del problema: le donne non scrivono? Non ci sono donne poeta, musiciste, pittrici? Non tante quanti gli uomini? perch sono pi stupide? Non altrettanto intelligenti? Sotto sotto era questa la risposta che ci si aspettava. Virginia Woolf, invece, prov a pensare in altro modo. Ipotizz: e se ci accadesse perch non gli era data finora nessuna istruzione? Perch non le si mandava a scuola, alluniversit? Perch le si educava a un diverso destino? E fece il famoso esempio: prendete Judith Shakespeare. Sapete chi era Judith Shakespeare? Era la sorella di William. In famiglia mandarono a scuola lui, che di-

innamor di lei e Judith si ritrov incinta. Delusa, disperata, una notte dinverno si uccise. Mentre cos spiegava al suo uditorio, andr osservato che Virginia Woolf appariva alle giovani donne come una scrittrice famosa. Era gi

uscito Al Faro e con Orlando aveva appena confermato uno straordinario virtuosismo letterario. Pochi mesi prima aveva ricevuto il premio Femina Vie Hereuse. Ma soprattutto aveva gi conosciuto Vita Sackville West.

Che laveva risvegliata allamore saffico, come lo chiam. Questo per dire che Virginia non era soltanto una scrittrice davanguardia, ma una donna che amava le donne. Anzi, una femminista convinta. Al contrario di altre

loutsider. Finite le conferenze, le trasform in un pamphlet, che intitol A room of ones own. E coi guadagni aggiunse alla sua casa di campagna una stanza tutta per s. Perfetta per scrivere romanzi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Lintroduzione

IL LIBRO CHE ILLUMINA TUTTE LE DONNE


NATALIA ASPESI
Anticipiamo linizio dellintroduzione a Una stanza tutta per s. a mia stata forse lultima generazione che si sentita dire da maschi orgogliosi di non essere femmine, ma c mai stato uno Shakespeare, un Galileo, un Michelangelo donna?. Non si sapeva cosa rispondere, come difenderci, perch ignoravamo quel luminoso libriccino che Una stanza tutta per s che pure esisteva, almeno in inglese, dal 1929. Negli anni 60, si sa, la Woolf era gi un mito anche da noi per i suoi romanzi (Orlando era stato pubblicato in Italia addirittura negli anni del fascismo), ma solo in un ristretto cerchio di coltissime signore e fini letterati, che magari avevano potuto delirarne addirittura in lingua Negli anni Sessanta originale. Anche da noi se ne era gi un mito moltiplicavano le edizioni, da noi per i suoi tutti gli editori volevano nobiromanzi ma solo in litarsi con la loro Woolf: ma noi ragazze qualsiasi, per una piccola cerchia quanto volonterose, alla decima pagina di Gita al faro o di La signora Dalloway, ci sentivamo prese da una lucida sonnolenza: non eravamo ancora pronte per quella meravigliosa prosa, n sapevamo niente della vita elegante, appassionata, dolente, deviata, di questa sottile signora dal lungo naso e dallo sguardo ferito, che poi a 59 anni aveva piantato l tutto, il devoto marito Leonard e i confusi intrecci intellettuali ed erotici del gruppo di parenti e amici detto di Bloomsbury, suicidandosi nel fiume davanti a casa (vedi il film The hours, 2002, in cui Nicole Kidman-Virginia Woolf si riempie le tasche di sassi e scende in acqua). Eravamo gi molto arrabbiate, avevamo gi letto e La mistica della femminilit e Leunuco femmina e Sputiamo su Hegel e Il secondo sesso e ogni giornalino femminista dei primi anni 70 che capitava, quando pur sospirando di trepidazione e pur temendolo troppo sofisticato, poco rivoluzionario, approdammo a Una stanza tutta per s. (...)

A Cambridge dovr rispondere alla domanda: perch le opere sono per lo pi dei maschi?
fatti lesse Ovidio, Virgilio e Orazio, e che bene gli fece leggerli! Quanto a Judith, niente scuola. Suo padre lamava, era la sua prediletta e la promise in moglie al figlio di un mercante di lane, che a lei non piaceva. Protest, il padre gliele dette di santa ragione... A quel punto lei, che aveva talento e un orecchio musicale e capacit dattore pari al fratello, scapp di casa, e arriv a Londra. Ma non poteva salire sul palcoscenico, visto che solo agli uomini era permesso recitare, e non poteva frequentare le taverne e i bassifondi, dove il fratello apprese molto di quello che sapeva della vita Fin che limpresario Nick Greene si

RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica la Repubblica
VENERD 2 SETTEMBRE 2011

LE
50

MOSTRE

DI REPUBBLICA

A 500 anni dalla nascita Arezzo rende omaggio al suo pittore con una grande mostra alla Galleria Comunale Le Vite lo hanno reso celebre ma il suo lavoro creativo stato sottovalutato: questesposizione gli rende giustizia
SACRA FAMIGLIA
Olio su tavola, Firenze, collezione privata

ALESSANDRO DE MEDICI ARMATO


Olio su tavola, dalla Galleria degli Uffizi di Firenze

V ASARI
CLAUDIO STRINATI FIRENZE l 30 luglio 1511 nasceva a Arezzo Giorgio Vasari destinato a diventare uno dei pi celebrati protagonisti della storia dellarte universale. Tuttavia non cos noto e nessuno penserebbe oggi di affiancare il nome del Vasari a quello di Giotto, di Michelangelo, di Raffaello o di Leonardo da Vinci. Eppure, se tutti concordano nel considerare questi artisti ai vertici della fama, questo lo si deve in buona parte proprio a Giorgio Vasari. Oltre che pittore, architetto, manager culturale, Vasari fu grande scrittore, memorialista e saggista, primo storico dellarte nellottica ancora adesso vigente. Il suo libro delle Vite dei pi eccellenti pittori , scultori e architetti, in due edizioni, 1550 e 1568, la pietra miliare della storia dellarte italiana. lui che ha individuato gli artisti maggiori, ha spiegato levoluzione del linguaggio, ha stabilito una volta per tutte i valori essenziali in cui tutti hanno creduto. Ma la storiografia successiva stata severa con il Vasari artista, accusandolo di accademismo (fu lui a fondare a Firenze nel 1563 lAccademia del Disegno), di superficialit, manierismo e Regione Toscana, Provincia , cortigianeria essendo stato Comune, Camera di Commerluomo di fiducia di Cosimo I cio e Soprintendenza) dedica al de Medici, il dittatore che maestro, nella galleria Comumarc di s unepoca intera. Si nale darte Contemporanea, la lodata lincredibile capacit bella e importante mostra lavorativa del Vasari, la sua abi- Giorgio Vasari , disegnatore e lit estrema di progettista e pittore Istudio, diligenza et coordinatore del lavoro di amorevole fatica, curata da squadre efficaci di operatori. uno dei massimi specialisti, Ma il giudizio sulla sua perso- Alessandro Cecchi con le eminalit di creatore ha oscillato nenti storiche dellarte Liletta tra la lode per le sue innumere- Fornasari e Alessandra Baroni voli competenze e la critica sui (Organizzazione Arezzo Fiere e risultati conseguiti. Firenze lo Congressi con Villaggio Globaha celebrato adesso con una le International, catalogo Skimostra agli Uffizi e adesso la ra). sua Arezzo (con il concorso di Si vede una selezione di di-

GIORGIO
IL SIGNORE DELLA MANIERA ESCE DAI LUOGHI COMUNI

pinti, disegni e testimonianze che mettono in chiaro il significato autentico dellopera tramite prestiti importanti, sfatando tanti luoghi comuni incrostati alla verit storica, come quello dellartista cortigiano al servizio dei potenti di cui lusinga aspettative e esigenze

I cataloghi

UNA MONOGRAFIA E UNA GUIDA ALLA SCOPERTA DEI CAPOLAVORI


AREZZO In occasione della mostra di Arezzo, la casa editrice Skira pubblica due volumi dedicati a Vasari. Il primo la monografia esaustiva che accompagna la mostra con cui condivide il titolo: Giorgio Vasari Disegnatore e Pittore Istudio, diligenza et amorevole fatica (a cura di Alessandro Cecchi, con Alessandra Baroni e Liletta Fornasari, pagg. 224, euro 45). Le opere di Giorgio Vasari in Arezzo e provincia (a cura di Liletta Fornasari, pagg. 80, euro 15) invece una guida che indaga il rapporto tra lartista e la sua terra.

Dipinti, disegni e testimonianze che sfatano il clich di cortigiano al servizio dei potenti
sempre attento allossequio e alla subordinazione. Qui si comprende bene quanto sia quasi vero il contrario. Si capisce come la giovinezza del maestro fosse stata intralciata da difficolt continue, come il suo rapporto con Cosimo de Medici fosse tuttaltro che tranquillo e come il potere vasariano restasse sempre precario e minacciato da veti incrociati. Fino allanno 1541 Vasari vive una vicenda travagliata. Solo nel 1532 era riuscito a entrare al servizio del duca Alessandro de Medici purtroppo as-

RESURREZIONE
Olio su tavola proveniente dal Museo di Capodimonte di Napoli

sassinato nel 1537. Persa una cos ragguardevole protezione Vasari si ritira presso il monastero di Camaldoli dove lavora, pur emarginato. Ma fu la sua fortuna perch nel 1540 arriva a Camaldoli il grande banchiere e imprenditore Bindo Altoviti, dotto, intelligente, amante delle arti, vicino alla Curia papale. Era in Casentino incaricato dellacquisto di enormi quantit di legnami per la fabbrica di San Pietro. Vide Vasari, ne comprese limmenso valore e gli commission la pala per laltare di famiglia ai SS. Apostoli di Firenze. Vasari esegu la formi-

dabile Immacolata Concezione divenuta subito celeberrima. La conferma della vittoria arriv pochi mesi dopo. Pietro Aretino, suo famoso conterraneo, lo invita a Venezia dove, nel teatro della Compagnia dei Sempiterni, si allestiva la sua commedia La Talanta. A Vasari commission le scene e fu un trionfo. La mostra racconta il progresso e il progetto artistico vasariano in un mondo che chiedeva alle arti di essere alla base della pubblica utilit, del benessere comune e della educazione e consapevolezza individuale. Vediamo come il Vasa-

Informazioni utili
Giorgio Vasari Disegnatore e Pittore 1511-2011 dal 3 settembre all11 dicembre ad Arezzo alla Galleria Comunale dArte Contemporanea. Promossa da Regione Toscana, Provincia, Comune e Camera di Commercio di Arezzo. Info: 0575-299255. Orari: tutti i giorni 10-18. Biglietti: intero 6 euro; ridotto 4 (inclusa la visita alla Casa di Vasari); cumulativo con la mostra Il primato dei Toscani nelle Vite di Vasari 10 euro

PER SAPERNE DI PI www.mostravasari.it

51

Lo scrittore

Con il suo libro sulle vite di pittori e scultori ha fondato la critica darte

UN ARTISTA TOTALE USAVA LA PENNA COME IL PENNELLO

ANTONIO PINELLI
ittore che compensava la propria dipenden- I DISEGNI za da maestri pi dotati di lui Michelangelo Studio per la in primis con una feroce applicazione nel- Cappella del larricchire le proprie opere con il valore ag- Monte in S. giunto dellerudizione e del virtuosismo. Architetto Pietro in capace di sollevarsi al di sopra di unonesta routine, Montorio; quando gli si presentava loccasione di cavare dal ci- in basso, lindro della sua pratica nel campo degli apparati fe- allegoria dei stivi trovate geniali come il corridore degli Uffizi o quartieri di S. piazza dei Cavalieri a Pisa. Formidabile regista, in Maria Novella grado di coordinare schiere di aiuti per condurre in e S. Giovanni porto con rapidit prodigiosa imprese che avrebbero schiacciato chiunque altro al suo posto, Vasari fu tutto questo e non solo: suo ad esempio, il merito storico di aver ottenuto, con la fondazione della prima Accademia, la sanzione formale dellemancipazione sociale degli artisti dal ruolo subalterno di chi si guadagnava il pane con le mani. Ma tutto ci per noi storici dellarte poca cosa, rispetto ai meriti che egli si guadagnato scrivendo quella bibbia della nostra disciplina che intitolata Le Vite de pi eccellenti, pittori, et Ha fissato una volta scultori italiani (1550; seconda per tutte lABC edizione ampliata, 1568). A riconoscergli precocemente della professione, un vero talento di scrittore era sta- viaggiando in lungo to il conterraneo Pietro Aretino, e in largo per lItalia che gli fu amicissimo, ma non meno sorpreso delle sue doti di scrittore fu Paolo Giovio, il grande storico che gli aveva suggerito lidea di comporre le biografie degli artisti, a imitazione di quelle di uomini illustri che lui stesso andava componendo. A Vasari, che gli aveva deferentemente inviato per correzioni le bozze delle Vite, Giovio rispose con una comparazione che intendeva essere solo gratificante, ma che suona ai nostri orecchi come preterintenzionalmente veritiera: Sono stato tanto meravigliato, che pare impossibile che voi vagliate tanto col pennello, poich avanzate voi stesso con la penna. Per noi, infatti Vasari soprattutto un vivace, acutissimo scrittore di cose darte e soprattutto uno storico da cui non si finisce mai di imparare. Certo, non possiamo accettare senza batter ciglio il suo smaccato campanilismo toscanocentrico, n impedirci di sobbalzare quando scopriamo che, dopo aver individuato per primo che il principale difetto della maniera consisteva nel tirare di pratica, ne additava la pagliuzza nellocchio di tanti ma sorvolava sulla trave conficcata nel suo. Ma Vasari grande proprio perch simpara anche dai suoi errori. E poi, perch ha fissato una volta per tutte lABC della professione, procurandosi notizie tramite una rete di informatori locali e viaggiando in lungo e in largo per lItalia per verificarle ed emettere giudizi ponderati solo dopo aver toccato con mano e visto con i propri occhi. Sua, del resto, la prima definizione dellattribuzionismo. Affermava infatti che la lunga pratica e la visione diretta delle opere insegnano a distinguere le mani di un autore dallaltro. E aggiungeva, con malcelato orgoglio: n pi n meno di come fanno i cancellieri con i diversi modi di scrivere degli scrittori.

ri emerga lentamente seguendo la lezione, prodigiosa e rivoluzionaria, di Rosso Fiorentino, come nel Cristo portato al Sepolcroche apre lesposizione o nellappena restaurato dipinto delle Tentazioni di S. Girolamo della Galleria Palatina. Ma intanto arrivato lAltoviti e

Emerge seguendo quella lezione prodigiosa e rivoluzionaria di Rosso Fiorentino


arriva il soggiorno veneziano. Nel 1548 Vasari formuler uno dei suoi capolavori massimi, le Nozze di Ester e Assuero. Non in mostra ma lo si pu vedere a pochi passi di distanza al Museo Statale. un gigante di due metri e ottanta per oltre sette, dove c quel senso dellordine modulare, della apparente confusione guidata da un occhio vigile e scrupoloso che lo rese straordinario architetto, accurato compositore e sapiente, divertito narratore. La mostra ci accompagna nel suo peregrinare. A Cortona affresca lOratorio dei Gesuiti

con lallievo amato Cristofano Gherardi detto il Doceno, qui ricordato dallo stupendo disegno del Melchisedec. Ma il Doceno muore giovanissimo destando tremendo dolore nel Vasari. In Palazzo Vecchio Vasari lavora per Cosimo al Quartiere degli Elementi e a quello di Leone X e appare un altro seguace, Marco Marchetti di cui pure la mostra ci d documentazione. Intanto Michelangelo Buonarroti approva i progetti vasariani per il Salone dei Cinquecento, opera immane, encomiastica, e la mostra ci fa leggere la lettera scritta in proposito dal Buonarroti e quella del sommo letterato Vincenzo Borghini che elabora i soggetti da rappresentare. Arriva un nuovo, grande collaboratore il fiammingo van der Straet detto Stradano e si vede in mostra un suo mirabile studio. Nel 1564 Vasari esegue il piccolo rame della Fucina di Vulcano, dipinto magnifico e la mostra ce lo fa vedere con la lettera del Borghini che consiglia Vasari sulla impostazione dellopera. Il gigantesco e il microscopico accompagnano tutta la carriera vasariana e la mostra fa sentire tale aspetto con chiarezza.
RIPRODUZIONE RISERVATA

SAN GIORGIO E IL DRAGO


Lopera realizzata con Giovanni Stradano, alla Chiesa della Badia delle Sante Flora e Lucilla di Arezzo

TENTAZIONI DI SAN GIROLAMO


Olio su tavola, proveniente dalla Galleria Palatina di Firenze

RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica la Repubblica
VENERD 2 SETTEMBRE 2011

52

SPETTACOLI
La diva americana presenta W.E., la sua seconda opera come regista, la storia di una ragazza di oggi che scopre la vicenda sentimentale e personale di Wallis Simpson

&TELEVISIONE

Madonna superstar
(segue dalla prima pagina)

NATALIA ASPESI VENEZIA manando un potere assoluto di ricchezza, fama, talento, appena appannato da un soffio di noia. Continua ad essere il massimo personaggio dello star system, una celebrit solitamente inavvicinabile: che invece sia pure mantenendosi umanamente lontana, si avvicina a una piccola folla di giornalisti rapiti, dondolando sugli alti tacchi, fiancheggiata dalla truccatrice che ne fissa in continuazione il volto perfettamente truccato caso mai necessiti un ritocchino, inseguita dal parrucchiere che le pettina e ripettina i lunghi capelli biondi stile Hollywood anni 50. Se si fa un film che dovrebbe perpetrare le sue fortune e suscitare massima ammirazione, un sacrificio si pu fare: e il film presentato ieri sera fuori concorso, il suo secondo come regista e sceneggiatrice, quel W.E. di cui si tanto favoleggiato da incasinarlo notevolmente, e che vedremo in Italia il prossimo gennaio. Lei considera quello della duchessa e del duca di Windsor davvero un amore da fiaba? la protagonista del film, una infelice ragazza alto borghese degli anni 90, che alla ricerca del grande amore, si imbatte in quella vecchia storia apparentemente romantica, e se ne lascia sedurre. E lei cosa ne pensa? Quando ho cominciato ad approfondire la loro storia, mi sono resa conto che come sempre nulla come immaginiamo. E ho capito che se cera un re che rinunciava al trono, le sue ragioni non potevano limitarsi allamore per una donna. E per esempio non si mai sottolineato a cosa la signora Simpson abbia rinunciato, cosa abbia perduto, legandosi per sempre a un uomo che laveva imprigionata nelle sue nostalgie, nelle sue delusioni, nel suo amaro esilio, che aveva perso ogni ruolo, e non poteva pi tornare in Inghilterra da una madre che amava, da un fratello diventato re al suo posto. In ogni caso sono sicura che per chi lo vive, un amore non mai banale, sempre un momento prezioso della vita. La Wally degli anni 90 e la Wallis degli anni 30 hanno in comune nel film un marito che

La storia

Mi interessava mostrare a quanto la signora Simpson avesse rinunciato per un uomo che la imprigionava
La violenza

A me non mai capitato di essere picchiata da un compagno. Se uno lo avesse fatto se ne sarebbe pentito

Il mio grande sogno dirigere un remake di La dolce vita


le pesta a sangue: tenendo conto che lei ha avuto numerosi compagni e che nel suo divorzio da Sean Penn si parl di violenza domestica, si tratta anche di una sua esperienza personale? No ovviamente, se mi fosse mai capitato di essere picchiata da un uomo, se ne sarebbe pentito amaramente. Buona parte del film si svolge da Sothebys di New York,e riproduce la famosa asta del 1998, quando Mohamed al Fayed, che era il proprietario del palazzo parigino di Bois de Boulogne dove aveva abitato la coppia ducale, e che aveva da poco perso il figlio Dodi insieme alla principessa Diana, mise in vendita tutto il suo contenuto, dalle coppe dargento in cui mangiavano gli adorati carlini, ai cuscini ricamati dallo stesso duca. Lei aveva acquistato qualche souvenir con incise o ricamate ovunque le cifre W.E.? No, non lavevo neppure visitata. Ma ho avuto la fortuna i poter avere nel film il battitore di allora, che mi ha consentito di ricostruire gli oggetti, il pubblico, landamento delle vendite. Lei ha impiegato pi di due anni di ricerche storiche e anche umane. Per esempio vero che ha avuto la possibilit di leggere le lettere della duchessa, che al Fayed ancora conservava, come nel film riesce a Wally? Certamente. Sono le lettere che lei scriveva a una certa zia Betty, americana, e soprattutto al secondo marito, Ernest Simpson che nel 1937 le aveva concesso il divorzio, e con cui era ri-

Red carpet
SOLARINO
Valeria Solarino a Venezia tra gli interpreti di Ruggine, il film di Daniele Gaglianone sul dramma della pedofilia

La ricerca

Ho letto le lettere della duchessa a una zia e allex marito a cui confidava la sua delusione e le difficolt

SANDRELLI
Amanda Sandrelli con Massimo Ranieri protagonista dellepisodio diretto da Citto Maselli di Scossa, il film che rievoca il terremoto di Messina del 1908, presentato fuori concorso

ARCURI E ARGENTO
Manuela Arcuri e Asia Argento hanno presentato a Venezia la fiction Sangue Caldo, che verr trasmessa in sei puntate da Canale 5. Tra gli interpreti anche Gabriel Garko

UN PREMIO PER I DIRITTI UMANI

GIBSON, 750MILA $ ALLA EX


Mel Gibson dovr pagare 750 mila dollari all'ex compagna Oksana Grigorieva per la custodia congiunta della figlia di 2 anni, Lucia.

la Repubblica la Repubblica
VENERD 2 SETTEMBRE 2011

I personaggi

Presentato ieri il Future Freedom Human Rights Award, promosso da Manuele Malenotti, in una serata in onore di Tasha De Vasconcelos

53

CANTANTE E REGISTA
Madonna, allanagrafe Louis Veronica Ciccone, 53 anni, ha diretto W.E. sulla storia di Wally Simpson e Edoardo VIII Qui sotto, Andrea Riseborough e James DArcy in un momento del film; a sinistra, Madonna sul set dietro la macchina da presa

Il film

Un melodramma di regale malinconia che non commuove

Il nazismo

Non ho trovato nessun documento che comprovasse laccusa di filonazismo della coppia regale
La seduzione

Io credo che Wallis fosse irriverente spiritosa, libera, mentre Edoardo veniva da una educazione bigotta

masta in ottimi rapporti, a cui confidava la sua lunga delusione e il suo sentirsi prigioniera, e che forse rimpiangeva. A loro raccontava delle difficolt delle sua vita, dellostracismo, dopo la seconda guerra mondiale da parte di molta gente, degli arrivisti che frequentavano e che non erano certo allaltezza di un re sia pure in esilio. Secondo lei cosa aveva at-

tratto maggiormente il re in Wallis Simpson, a parte i gossip sulle sue prodezze sessuali? Io credo lessere americana, cio irriverente, spiritosa, libera, mentre lui veniva da uneducazione ancora vittoriana, severissima, molto bigotta. E lei Madonna, cosa la rende irresistibile? Non so proprio, forse la mia tenacia, forse la mia capacit di

REPUBBLICA.IT Lo speciale sulla Mostra di Venezia: le foto e i video di Madonna e di Kate Winslet

CLAUDIA MORGOGLIONE WEB CARPET MONICA, NESSUN SCANDALO MA FISCHI AL FILM


L FILM di lei - Un t brlant di Philippe Garrel - ieri sera stato fischiato alla proiezione per i giornalisti per i dialoghi involontariamente comici, ma Monica Bellucci e Vincent Cassel restano uniti, anche se solo in camera da letto. Avversari nella corsa al Leone doro. E rigorosamente separati sul red carpet. La trasferta alla Mostra della coppia un concentrato di paradossi coniugali. Con un unico punto in comune: la suite allhotel Danieli in cui alloggiano. Ma oggi dopo la prima colazione le strade si dividono, devono onorare i rispettivi impegni legati alle pellicole entrambe in concorso in cui recitano: Cassel recita in A dangerous method di David Cronenberg. Ciascuno ha la sua conferenza stampa: lei alle 12, lui alle 13. Il tappeto rosso: lui alle 19.30, lei alle 22. E il party per il film: quello di lei sulla Terrazza Mediterranea al Lido; quello di lui, organizzato da Vanity Fair, a Palazzo Pisani Moretta. Le agende si incrociano casualmente nel pomeriggio: per entrambi, impegni promozionali al Lancia Caf. Ma chi li conosce bene giura che faranno finta di non conoscersi.

COPPIA
Vincent Cassel e Monica Bellucci

RIPRODUZIONE RISERVATA

resistenza fisica. Cosa le fa dire nel film che laccusa di filonazsmo della coppia era solo un crudele pettegolezzo? Non ho trovato nessun documento che lo comprovasse. A parte che allora lInghilterra era in ottimi rapporti con la Germania, famosa la foto della coppia ricevuta da Hitler nellottobre del 37, pochi mesi dopo il loro matrimonio. Diciamo allora che Wally, presa dal suo sogno romantico, a non volerlo sapere. Sta lavorando a un nuovo disco? Certo, e sar pronto presto. Nella sua vita piena e instancabile, c ancora posto per il Malawi? Non lo abbandoner mai, anche se in questo periodo meglio non andare perch in corso una specie di guerra civile. I miei due figli pi piccoli adottati, vengono dal Malawi, David e Mercy, e appena possibile li porter com me. Sta gi pensando a un altro film? Ho da tempo un sogno che per irrealizzabile: girare un remake di uno dei film che pi mi ha segnato dal punto vista dellamore per il cinema: La dolce vita: ma temo che girare in Italia costi troppo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

La tenacia

Forse quello che mi rende irresistibile la mia tenacia, la mia capacit di resistenza fisica

VENEZIA na casalinga carina ma noiosa ha sempre il muso perch il marito psichiatra la cornifica, non la porta a letto perch lo non sopporta la sua smania di fare un figlio e in pi la picchia. Cosa fare se non rifugiarsi in una storia anni 30, quella di un re che per amore di una donna n giovane n bella, rinuncia al trono rendendole tutta la vita come un ininterrotto sbadiglio? Meno male che al sogno si aggiunge la presenza di un bel giovanotto emigrato dalla Russia, che fa lusciere da Sothebys, ma un intellettuale tanto che nello stanzone sbrindellato in cui vive ci sono quadri, c un pianoforte e persino le poesie di Rilke. E Wallis Simpson? Eccola materializzarsi, magrissima e molto elegante, dai reperti della famosa asta del 1998, testimonianza di quanto doveva essere modesto e privo di gusto lappartamento parigino dellaugusta coppia. La ragazza noiosa, Wally, partecipa allasta comprando una serie di guantini che, come fa la duchessa odiando le sue brutte mani, decide di portare sempre. Figuriamoci il marito, 10mila euro per roba da niente! E gi botte. Madonna sa ricostruire la vita della malinconica coppia regale, lui sempre con la sigaretta in bocca, lei che cambia ben 80 abiti, la cosa pi riuscita del film, dai primi approcci presente il secondo marito di lei e lamante di lui, al matrimonio come si sa fotografato da Cecil Beaton. I due innamorati diventano vecchi, e c la scena agghiacciante del povero duca moribondo (a 78 anni nel 1972) che chiede alla sua fedele compagna malferma sulle gambe di danzare per lui, come una volta. La fantasia creativa della regista e del suo co-sceneggiatore in questo W.E., Alek Keshishian (che la diresse in A letto con Madonna, nel 1991) spinge la defunta duchessa a presentarsi, simpatico fantasma, alla sposa maltrattata, ingaggiando con lei conversazioni sullamore; sino a quando, non potendone pi della stoltezza della giovane donna, le molla uno schiaffo per farle capire che lamore non per sempre, ed comunque per le donne una gran fregatura. Si sa che una delle passioni di Madonna la musica di In the mood for love, il lacrimevole e stupendo film di Won Kar Way. E qui Abel Korzeniowski gliene fa una imitazione perfetta, senza per riuscire a commuoverci pi di tanto. Andrea Riseborough una duchessa disinvolta e fin troppo carina, Abbie Cornish che era sublime nel film della Campion sul poeta Keats, Bright Star, qui un po patata: duca di Windsor e usciere russo insignificanti. (n.a.)

RIPRODUZIONE RISERVATA

W.E.
Regia di Madonna Con Andrea Riseborough, Abbie Cornish James DArcy, Oscar Isaac

la Repubblica la Repubblica
VENERD 2 SETTEMBRE 2011

R2SPETTACOLI & TV

PER SAPERNE DI PI www.katewinslet.it trovacinema.repubblica.it

55

Kate Winslet: Macch diva Mi sento pi una mamma che sa imparare dai figli
Lattrice alla Mostra con Carnage e altri 3 film
MARIA PIA FUSCO VENEZIA ue madri, Mildred di Mildred Pierce che nella serie tv di Todd Haynes lotta instancabile contro la miseria agli inizi degli anni Trenta, e Nancy di Carnage, impegnata nella difesa del figlio di 11 anni che giocando ha ferito un bambino della sua et. Sono i due ruoli di Kate Winslet applauditi con entusiasmo alla Mostra, in attesa oggi di Contagion, il film di Soderbergh, in cui una eroica dottoressa pronta a sacrificare la vita per salvare il mondo da un virus letale che uccide in pochi istanti. Se il glamour tutto per Madonna, lattrice grande di questa edizione decisamente Kate Winslet, oggi trentacinquenne, ormai libera dallondata di pesante divismo con cui Titanic laveva sommersa a 22 anni. Il primo lungo applauso per Carnage, il film che Roman Polanski ha tratto dalla pice di Yasmina Reza, lo ha avuto alla proiezio-

famiglia come la mia, sono molto attratta dalle storie sulle dinamiche dei rapporti tra genitori e figli, sul non detto, sui piccoli rancori repressi che di colpo possono esplodere con rabbia. Ho capito cose che da figlia mi sembravano

incomprensibili. Lidentificazione con Nancy stata facile: I genitori si comportano allo stesso modo, che siano famosi o persone comuni. E non c differenza tra i figli, io voglio che i miei siano trattati come tut-

Il film

ti gli altri. Oggi parliamo di pi con i nostri bambini, cerchiamo di metterli in guardia dai pericoli, dalla violenza, ma pu capitare di confrontarsi con altri genitori su qualche scorrettezza a scuola o nei giochi, la violenza fa parte della crescita e va seguita, educata. Per fortuna non mi mai capitato, come a Nancy, di un figlio che usa un bastone nella lotta. Come tutti gli altri, la Winslet ha aderito senza esitazioni a Carnage, nelle sale italiane dal 16 settembre con Medusa.

Nella carneficina di Polanski c un barlume di speranza


VENEZIA Polanski qui, nel suo film, dice Christoph Waltz. Forse vero, Polanski nello stile essenziale, scarno e bello di Carnage, nella maestria di guidare gli attori nel gioco continuo di sentimenti e risentimenti repressi che montano ed esplodono irrefrenabili, nella sottile perfidia con cui smaschera lipocrisia delle buone maniere da brave persone. Sembrano tutti civili persone: Nancy e Alan Cowen, i genitori del violento, accolti con garbo da Penelope e Michael Longstreet, madre e padre della vittima per appianare la faccenda da adulti. Basta un accenno critico di Penelope allospite e la carneficina, verbale e terribile, si scatena in un crescendo di accuse reciproche e di pregiudizi svelati, interrotto dal cellulare di Alan, un avvocato impegnato nel soffocare uno scandalo, spezzato a tratti da forzati ritorni alla ragionevolezza: sediamoci, prendete un po di torta, belli questi fiori. Tentativi labili per una tensione che raggiunge il climax nel vomito di Nancy ed linizio di tutti contro tutti, con fuggevoli alleanze tra donne contro i mariti e tra uomini contro le mogli. Si ride molto, ma con lamaro disagio di assistere ad uno show di normale cattiveria quotidiana. Non ci sono buoni: lavvocato ignobile, il bonario Michael ha ucciso il criceto adorato dalla figlia, linfelicit rende inique le due mogli. Il buono Polanski. Se Yasmina Reza chiude la commedia in negativo, lui, forse pi da padre che da autore, con limmagine finale dei bambini che sono tornati a giocare insieme, cerca un barlume di speranza. (m.p.f.) RIPRODUZIONE RISERVATA

,,

I genitori si comportano allo stesso modo, che siano famosi o persone comuni. E io voglio che i miei figli siano trattati come tutti gli altri
Se chiama Polanski la risposta s, comunque. stata unesperienza umana importante, professionale e umana. Roman trasmette energia, entusiasmo, vitalit. E ha conservato il lato infantile, dice lattrice, che in uno dei momenti pi divertenti del film vomita su cose e persone, soprattutto sui libri darte che Penelope ostenta nel salotto. La ricetta del vomito di Roman, un miscuglio di dolce e salato irripetibile. Pi vomito su Kokoscha, di pi su Bacon, spruzzare sui pantaloni degli uomini!, gridava e si divertiva come un bambino. Qualche giorno fa Christoph ed io abbiamo visto il film a Parigi con Roman. Abbiamo parlato di tante cose, non delle ragioni per cui oggi non qui, dice lattrice. Che, disponibile su vari argomenti, restia a ricordare lincendio della villa in cui era ospite e in cui ha salvato unanziana signora. Non ne parlo, basta il fatto che sono viva e sono qui. Ed un no comment la sua opinione sulla miserabile realt delle coppie del film: lei di matrimoni ne ha gi sepolti due.
RIPRODUZIONE RISERVATA

ne per la stampa. Peccato che il regista, assente giustificato (lItalia prevede lestradizione negli Usa) non abbia potuto goderne di persona. Allincontro con i giornalisti il consenso si ripetuto per la Winslet, per Christoph Waltz che nel film Alan marito di Nancy e per John C Reilly, Michael, marito di Penelope, interpretata dallassente Jodie Foster . Attori di scuole e radici diverse, ma, dice la Winslet, fin dalle prime prove abbiamo trovato una sintonia straordinaria, grazie a Roman che, malgrado avesse le idee chiarissime, ci ha fatto sentire liberi di suggerire piccole modifiche. Allinizio delle riprese, sei settimane nella stessa casa, eravamo una famiglia. Per lei la famiglia dorigine genitori, nonni, due sorelle e un fratello, tutti tra teatro e cinema un punto fermo della vita. Da quando sono madre, venendo da una grande

LATTRICE
Kate Winslet nata il 5 ottobre 1975. Ha vinto il suo primo Oscar nel 2009 per The reader. diventata popolare grazie a Titanic; tra i suoi film Ragione e sentimento, Lamore non va in vacanza, Iris, The life of David Gale; a sinistra, un momento di Carnage di Roman Polanski. In alto, John C. Reilly, Cristoph Waltz

CARNAGE
Regia di Roman Polanski Con J.Foster, K.Winslet, J.C.Reilly, C. Waltz

Il personaggio

Lattore perugino alla Mostra con quattro film. Atteso in concorso con Quando la notte della regista romana, ha presentato Ruggine per le Giornate degli Autori

Filippo Timi: Il film della Comencini? duro, epico


DAL NOSTRO INVIATO ARIANNA FINOS VENEZIA ilippo Timi fa il record di presenze in quest'edizione della Mostra: quattro film, contro i tre di Kate Winslet e i due di Michael Fassbender. Vuol dire che scelgo ruoli e registi giusti sorride l'attore, pallido e smagrito in un Lido popolato di turisti abbronzati. I suoi quattro film sono sparsi in altrettante sezioni. Il primo, Ruggine(Giornate degli Autori), stato presentato al pubblico ieri. Una favola nera (da oggi nelle sale) in cui l'attore interpreta un pediatra pedofilo e assassino. Timi, perch ha scelto di interpretare il mostro?

Vengo dal teatro, sono abituato a incarnare il Male. Il male interno all'uomo. Che c' di peggio di Riccardo III? Entrare in un ruolo cos estremo stato complicato, uscirne facile e liberatorio.

uno degli artisti italiani pi di successo Ho trasformato i miei difetti in qualit


Quando la notte, il film in concorso di Cristina Comencini, che film ? Un film epico. talmente crudo da essere enorme. Il mio Manfred un uomo chiu-

PROTAGONISTA
Filippo Timi, al festival con tre film: Quando la notte Ruggine e Missione di pace

so, abbandonato da madre e moglie, pieno di sospetti sulle donne. I protagonisti sono archetipici: un uomo, una donna, un bambino. E poi la montagna, che dopo questo lungo set sul Monte Bianco ho imparato ad amare. Anche con Claudia Pandolfi scoppiato un grande amore, siamo simili, nella nostra umanit ruvida. Lei anche nel documentario Piazza Garibaldi di Davide Ferrario e in Missione di Pace di Francesco Lagi. Lagi fa un'analisi degli italiani che un ritratto preciso e critico, molto interessante. In Missione di pace ho un piccolo ruolo comico: Che Guevara. Dopo aver incarnato Mussolini ho trovato il modo di pareggiare le cose. cresciuto con il mito del Che?

No, con quello di Kurt Cobain dei Nirvana. molto dimagrito. Ho perso otto chili, per il prossimo film. Ho eliminato zuccheri, alcol e formaggi. Dieta fai da te. Qual il segreto del suo successo? Sono bravo, lavoro molto. Ma la svolta arrivata con il mio primo libro. C' stato un clic nella mia testa ed improvvisamente cambiata la percezione degli altri. Ai primi provini mi bocciavano puntualmente: Hai la faccia strana, gli occhi troppo grandi, la voce troppo bassa, i tratti troppo marcati. Il successo arrivato quando ho avuto la forza di trasformare questi difetti in qualit.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica la Repubblica
VENERD 2 SETTEMBRE 2011

56
SAVIANO

R2SPETTACOLI & TV
SANTORO
Dice Lerner che una trattativa con Santoro condotta con riservatezza avrebbe evitato condizionamenti

PER SAPERNE DI PI www.la7.it www.wimmertens.be

La7 pensa a uno speciale per ottobre col direttore del Tg Enrico Mentana e Roberto Saviano

Il concerto

Chi va e chi viene

Wim Mertens la musica che sperimenta


SE STAVA cercando un posto speciale per la prima mondiale del suo nuovo disco, Wim Mertens lo ha trovato: questa sera infatti il compositore belga si esibir nella sua unica data italiana nel castello di Arco, v i c i n o Trento, suonando il suo nuovo doppio album Series of Ands/Immediate Il musicista Wim Mertens Givens, in un suggestivo concerto sospeso tra modernit e passato. Classe 1953, il minimalista fiammingo, discepolo di Philip Glass negli anni Settanta e divenuto celebre negli anni Ottanta per la sua Struggle for Pleasure, non ha mai smesso di sperimentare. La musica cambiata in questi trentanni, si democratizzata: un tempo per comporre serviva unorchestra e potevano farlo in pochi, ora chiunque con un computer e fare musica. La vera sfida dellera digitale questa. (a.mo.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

Lerner e lInfedele Ricci un profeta con le tasche gonfie


Da luned su La7.Santoro? Potrebbe ancora arrivare
MARIELLA TANZARELLA MILANO antoro? Per Gad Lerner non ha firmato per La7 perch la trattativa stata fatta in pubblico e con troppo machismo da tutte le parti, quindi molti si sono sentiti autorizzati a metterci il becco, ma lui pensa che il giornalista possa ancora arrivare. Cos come la Gabanelli, ancora senza contratto in Rai. Se LInfedele compie dieci anni, Lerner riflette non solo sul suo successo, ma su quello de La7 e di unaltra idea di tv, che ha intercettato un certo pubblico, e promette di tenere la rotta. Per esempio, continuando a chiamare ospiti non convenGad Lerner conduce Linfedele su La7 grossa, e il pubblico si rilassa; e, non ultimo, che questanno per la prima volta Mediaset non ha osato fare la solita prima serata estiva sulle veline: Nel Paese del bunga bunga sarebbe stato davvero sconveniente. Antonio Ricci ha dovuto rinunciare, era abituato a dominare il prime time e la tv berlusconiana e allo stesso tempo fare lintellettuale di sinistra, voleva fare il profeta con le tasche gonfie, ma tutto insieme non poteva durare. Lerner commenta anche le recenti dichiarazioni di Giovanni Stella, amministratore delegato di Telecom Italia Media (che controlla la7), che prometteva di dimettersi se avesse ricevuto pressioni politiche sul caso Santoro: Esternazioni folcloristiche. Le pressioni politiche in questo Paese ci sono sempre, su tv e giornali, cos va il mondo, se si scontenta qualcuno fioccano le telefonate. Stella dice che solo Mentana non gli fa vedere la scaletta? Non cos, io non discuto con lad ma con il direttore di rete. E comunque, A La7 non ci sono argomenti proibiti e ospiti vietati. Quanto ai palinsesti di La7, tra le novit in arrivo, quattro speciali con Roberto Saviano, uno dei quali forse assieme a Enrico Mentana, in ottobre, oltre ai quattro gi annunciati da maggio 2012, in cui lo scrittore sar in coppia con Fabio Fazio (cui scade in quel periodo il contratto con la Rai).
RIPRODUZIONE RISERVATA

zionali, non i soliti che non sanno nulla, vanno ovunque e litigano sempre: la prima puntata della nuova stagione, luned 5, dedicata alla Manovra, vedr una veloce comparsa di Giuliano Pisapia, il sindaco milanese simbolo del vento che cambia (sosterr le ragioni del referendum elettorale), e tra gli ospiti Pietro Modiano, quello che vuole tassare la fascia pi ricca della popolazione; nella seconda si parler del caso Penati e ci sar Giorgio Oldrini, sindaco di Sesto San Giovanni. Nel sottolineare un generale cambiamento di clima e di umori, Lerner ricorda che solo un anno fa a Roma il nostro governo era riunito a Roma ad osannare Gheddafi; che prima

di Ferragosto gli italiani si sono dovuti confrontare con lidea che fosse possibile una bancarotta, quindi che la solidit della nostra economia e la stabilit data da un popolo di risparmiatori erano chiacchiere; che quindi non saranno pi possibili quei talk show in cui gli ospiti giocano a chi la spara pi

LESPRESSO CON BARTABAS


In edicola oggi con una intervista a Bartabas, lartista teatrale a Torino

Jazz is back
Jazz 33 giri: una selezione di capolavori su puro vinile 180g. E il jazz torna a suonare nel posto dov nato: su un 33 giri.
Da Miles Davis a Keith Jarrett, da Billie Holiday a John Coltrane i migliori artisti di sempre su copie anastatiche fedelissime ai 33 giri originali, per rivivere tutti i riti dellascolto e riscoprire il piacere originale del jazz: la qualit dei suoi suoni, lintensit delle sue emozioni, il calore delle sue interpretazioni. In pi, con ogni album, un fascicolo ricco di foto, aneddoti e curiosit sullartista. Jazz 33 giri. Il jazz tornato al suo stato pi puro.
* N. 39 USCITE SUCCESSIVE A 14,99

Primo LP + fascicolo a soli *

7,99

Per saperne di pi visita il sito:

deagostinipassion.it

la Repubblica la Repubblica
VENERD 2 SETTEMBRE 2011

R2PROGRAMMI
CANAL GRANDE DI ANTONIO DIPOLLINA LA FICTION SUI KENNEDY, MA PER NOI DOV LO SCANDALO?
D ECCO a voi The Kennedys, ma intanto il guaio si era consumato visto che nel sottofinale del dibattito che ha preceduto la messa in onda su La7 era stato sviscerato il caso-Penati. Roba da arrossire per chi allintera epopea Kennedy assegna valori alti e ideali a prescindere (il Walter Veltroni ospite del dibattito medesimo, a In Onda): e anche a volerci vedere un richiamo a quanto di oscuro ci fosse nella saga kennedyana, misurare le distanze tra qui e l e tra le epoche - operazione da mara-

PER SAPERNE DI PI tv.repubblica.it www.la7.it

57

Oggi
REVLOVER La playlist di Roberto Saviano. Lo scrittore parla dei brani e degli artisti della sua vita: Bob Marley, Bill Evans, "One" degli U2 e Idan Raichel. Conducono Ernesto Assante e Gino Castaldo. RAI 1
6.30 Tg1 Previsioni sulla viabilit 6.45 Unomattina Estate: Allinterno: Che tempo fa / 7.008.00-9.00-10.00 Tg1 / 7.30Tg 1 L.I.S. / - Che tempo fa / 7.30Tg 1 L.I.S. 9.30 Tg 1 Flash / 9.55 Appuntamento al cinema 10.50 Un ciclone in convento - Tf 11.35 Provaci ancora Prof 3 - con V. Pivetti, E. Decaro 13.30 Telegiornale 14.00 Tg1 Economia 14.10 Verdetto finale 15.00 Un medico in famiglia 6 con G. Scarpati, L. Banfi Previsioni sulla viabilit 16.50 Tg Parlamento 17.00 Tg1 17.10 Che tempo fa 17.15 Heartland - Tf 17.55 Il commissario Rex - Tf 18.50 Reazione a catena 20.00 Telegiornale 20.30 Calcio. Qualificazioni Europei 2012: Isole Far Oer-Italia Tg1 60 secondi 23.10 Tv7 0.15 68a Mostra del Cinema di Venezia 2011 Speciale Cinematografo 0.55 Tg1 Notte Che tempo fa 1.30 Appuntamento al cinema 1.35 Sottovoce 2.10 S.O.S. tenibilit

maldi. La riduzione alle mediocri vicende italiche ha tolto cos pathos e smalto alla fiction poi andata in onda a tappe forzate, tre puntate a sera. Peccato perch il lavoro ha una sua consistenza, negli Usa lha prodotto History Channel salvo poi rifiutarne la messa in onda per eccessiva drammatizzazione. Da noi invece History lo aveva trasmesso a giugno e ora il passaggio in chiaro nobilitante. Ma se devi arrivarci passando da Sesto San Giovanni allora non vale.
RIPRODUZIONE RISERVATA

LA SAGA
Una scena di I Kennedy su La7

RAI 2
6.00 Atletica: Campionati Mondiali 6.45 Tracy & Polpetta 7.00 Carton Flakes 10.30 Tg2 punto.it estate Tg2 / Meteo2 10.40 Medicina 33 10.50 Nonsolosoldi 10.55 Tg2 S, viaggiare 11.05 Tg2 Eat Parade 11.10 Tg2 E...state con Costume 11.25 Il nostro amico Charly - Tf 12.05 Atletica: Campionati Mondiali 13.20 Tg2 Giorno 13.30 Atletica: Campionati Mondiali 15.30 Squadra Speciale ColoniaTf 16.20 The Good Wife - Tf 17.05 Life Unexpected - Tf Meteo2 17.45 Tg2 Flash L.I.S. 17.50 Rai Tg Sport 18.15 Tg2 18.45 Cold Case - Tf 19.35 Senza traccia - Tf 20.30 Tg2 20.30 21.05 N.C.I.S. - Tf 23.25 Tg2 23.40 Terra delle meraviglie conduce F. Paluffo 0.30 Tg Parlamento 0.40 Meteo2 0.45 Appuntamento al cinema 0.50 Secondo Canale 0.55 Atletica. Campionati Mondiali 5.45 Secondo Canale

RAI 3
6.00 Rai News Morning News 6.30 Il caff di Corradino Mineo 8.00 Rai 150 anni. La Storia siamo noi 9.10 Film: Tot le Moko - di Carlo L. Bragaglia, con Tot, Gianna M. Canale 10.30 Cominciamo bene 11.10 Tg3 Minuti 12.00 Tg3 Rai Sport Notizie Speciale Tg3 Festival del Cinema a Venezia Meteo3 12.15 Cominciamo bene 13.00 Cominciamo bene - Condominio Terra 13.10 La strada per la felicit - Tf 14.00 Tg Regione Tg Regione Meteo 14.20 Tg3 / Meteo3 14.50 Tgr Piazza Affari 14.55 Tg3 L.I.S. 15.00 Figu 15.05 The Lost World - Tf 15.50 Film: Casablanca Casablanca - di e con F. Nuti, G. De Sio, N. Novelli 17.30 GeoMagazine 2011 18.55 Meteo3 19.00 Tg3 19.30 Tg Regione/Tg Reg. Meteo 20.00 Blob a Venezia 2011 20.15 Sabrina vita da strega - Tf 20.35 Un posto al sole 21.10 Film: Alla luce del sole di R. Faenza, con L. Zingaretti, A. Goria 22.50 Tg Regione 22.55 Tg3 Linea Notte Estate Meteo3 23.30 Blu notte - Misteri italiani 0.40 Appuntamento al cinema

CANALE 5
6.00 Prima pagina 7.55 Traffico / Meteo5 / Borse e monete 8.00 Tg5 Mattina 8.50 Miracoli degli animali 9.10 Tvm: Un genio di nome Lepel - di W. Van De Sande, con J. Truijen 11.00 Forum 13.00 Tg5 Meteo5 13.40 Beautiful - Soap 14.10 Centovetrine - Soap 14.45 Tvm: Al cuor non si comanda - di K. Connor, con R. Boltin, J. Chase 16.45 Tvm: Un grande amore a Cuba - di P. Kahane, con E. Sander, K. Giammona 18.50 La stangata 20.00 Tg5 Meteo5 20.40 Paperissima Sprint 21.20 Tvm: Non smettere di sognare - di R. Burchielli, con A. Mastronardi, R. Farnesi 23.45 Tg5 numeri in chiaro 0.15 La profezia di Avignone Miniserie 1.30 Tg5 Notte Meteo5 Notte 2.00 Paperissima Sprint (r) 2.40 Tg5 numeri in chiaro 3.10 Media Shopping 3.50 Nati ieri- Tf 5.15 Tg 5 Notte /Meteo(replica) 5.45 Media Shopping

ITALIA 1
6.40 8.20 10.25 11.25 12.25 13.00 13.40 14.10 15.00 15.30 16.20 17.10 18.05 18.30 18.55 19.00 19.25 21.10 Baywatch - Tf Cartoni animati Nin - Telenovela Una mamma per amica - Tf Studio Aperto Meteo Studio Sport Detective Conan - Cartoni I Simpson How I Met Your Mother Sitcom Gossip Girl - Tf O.C. - Tf Hannah Montana - Sitcom Love Bugs - Sitcom Studio Aperto Meteo Studio Sport C.S.I. Miami - Tf Film: Beverly Hills Cop III - di J. Landis, con E. Murphy, J. Reinhold, H. Elizondo Film: The Fog - di R. Wainwright, con T. Welling, M. Grace Grand Prix - Prove sintesi Poker1mania Studio Aperto - La giornata Media Shopping Film: Chiavi in mano - di M. Laurenti, con A. Cavagna, S. Vastano Media Shopping Drake & Josh - Sitcom

RETE 4
6.25 7.00 7.30 8.30 9.55 10.50 11.30 12.00 12.05 13.00 13.50 14.05 15.25 15.35 16.15 Media Shopping Zorro - Tf Starsky e Hutch - Tf Hunter - Tf R.I.S. Delitti imperfetti Ricette di famiglia Tg4. Allinterno: 11.55 Meteo Vie dItalia notizie sul traffico Detective in corsia- Tf La signora in giallo - Tf Il Tribunale di Forum - Anteprima Sessione Pomeridiana: Il Tribunale di Forum Riassunto The Mentalist Sentieri - Soap Film: Il tunnel della libert - di V. Montefiore, con K. Rossi Stuard, A. Liskova Tg4. Allinterno: Meteo Tempesta damore Walker Texas Ranger - Tf Film: Storia di una capinera - di F. Zeffirelli, con A. Bettis, J. Schaech Film: Le regole del gioco - di C. Hanson,c on E. Bana, D. Barrymore Tg4 Night News Film: Il momento della verit - di F. Rosi, con M. Mateo Miguelin, J. Gomez Sevillano Media Shopping

LA SETTE
06.00 Tg La7 meteo oroscopo traffico - Informazione 06.55 Movie Flash 07.00 Omnibus. Allinterno 7.30 Tg La7 09.45 In Onda. Conducono Luisella Costamagna e Luca Telese - Estate (r) 10.25 Le vite degli altri. Conduce Tiziana Panella - replica 11.25 Chiamata d'emergenza Tf 12.30 Cuochi e fiamme 13.30 Tg La7 13.55 Film: Porte aperte - didi Gianni Amelio con Gian Maria Volont, Ennio Fantastichini, Lydia Alfonsi, Renato Carpentieri 16.25 Movie Flash 16.30 La7 Doc: "Shamwari Savana Hospital" 17.00 L'ispettore Barnaby - Tf 19.00 Relic Hunter - Tf 20.00 Tg La7 20.30 In Onda. Conducono Luisella Costamagna e Luca Telese - Estate 21.10 S.O.S. Tata (replica) 0.10 Tg La7 0.20 Movie Flash 0.25 Film: Revolution - di Hugh Hudson, con Al Pacino, Nastassja Kinski, Donald Sutherland, Joan Plowright 02.40 La7 Colors

DEEJAY TV
14.00 15.55 16.00 17.00 18.00 18.45 18.55 19.00 20.00 22.00 23.00 23.30 1.30 2.30 Summer Hits Deejay Tg Dvj Summer Best of Summer Hits Rock Deejay Rotazione Believers Best of Deejay Tg Vacanze Romagne Best of Jack Osbourne - No Limits Uomini che studiano le donne Best of Nientology Il peggio di.. Dvj The Club Deejay Night

MTV
12.00 12.05 13.00 13.05 14.00 14.05 15.00 15.05 16.00 17.00 17.15 18.00 19.00 19.05 20.00 21.00 22.00 23.00 23.30 0.30 1.30 Mtv News When I was 17 Mtv News Teen Cribs Mtv News The City Mtv News Jersey Shore Pimp my Ride Coca-Cola Lip Dup at Mtv Made Mtv Mobile Chat Mtv News Il Testimone Vip Jersey Shore Hard Times Blue Mountain State Speciale Mtv News I Soliti Idioti Jersey Shore True Life

23.15

18.55 19.35 20.30 21.10

1.15 2.05 2.55 3.10 3.25

23.20

1.40 2.05

5.00 5.15

3.50

SATELLITE

SKY

DIGITALE TERRESTRE

[servizio a pagamento]

RAI

cinema mattina

cinema pomeriggio

cinema sera

cinema notte

6.30 6.45 7.30 8.15 9.00 9.45 10.10 11.00 11.25 12.15 13.00 13.45 14.30 15.15 15.55 16.40 17.25 18.05 18.55 19.40 20.25 21.10 22.40 22.55 0.30 1.50 2.35 3.15 4.00 4.45

RAI 4
La situazione comica Beverly Hills 90210 - Tf Roswell Streghe - Serie Tv Alias - Serie Tv La malinconia di Haruhi (film animazione) Lovely Complex (film animazione) Tokyo Magnitude (film animazione) Star Trek - Tf 4400 - Serie Tv The Invisible Man - Tf Flashpoint - Tf Alias - Serie Tv Dead Zone - Serie Tv Roswell - Tf The Invisible Man - Serie Tv Streghe - Tf Star Trek - Serie Tv Dead Zone - Tf Alias - Tf Flashpoint - Serie Tv Film: Dolans Cadillac - di J. Beesley con C. Slater, E. Vaugier Wonderland - Magazine Film: Man Thing - di B. Leonard, con R. Taylor, J. Thompson Film: Adrenalina - di A. Pyun, con C. Lambert, N. Henstridge Sanctuary - Serie Tv 4400 - Tf The Invisible Man - Serie Tv Streghe - Serie Tv Stingers - Serie Tv

7.25 8.20 8.45 9.40 10.45 12.30 13.30 14.25 15.20 17.05 18.10 19.05 20.05 21.00 22.45 0.30 2.15

PREMIUM
Diritto di difesa - Tf Cuori rubati - Soap Capri - Tf I ragazzi del Muretto - Tf Il Bene e il Male - Miniserie Un posto al sole- Tf Capri- Tf Diritto di difesa - Tf Linda e il Brigadiere - Tf I ragazzi del Muretto - Tf Diritto di difesa - Tf Un posto al sole - Tf Capri - Tf Graffio di tigre - Miniserie Amanti e segreti - Miniserie Graffio di tigre - Miniserie Amanti e segreti - Miniserie

09.45 Ghost Image - di J. Snyder Sky Cinema Max HD 10.35 Quasi quasi... - di G. Fumagalli Sky Cinema Comedy 10.55 Scusa ma ti voglio sposare di F. Moccia Sky Cinema Family HD 11.30 Il rompiscatole - di B. Stiller Sky Cinema 1 HD 11.45 La doppia ora di G. Capotondi Sky Cinema Hits HD 12.45 Turner e il "casinaro" di R. Spottiswoode Sky Cinema Family HD 13.30 Se scappi ti trovo - di R. Virani Sky Cinema 1 HD

14.00 I complessi - di D. Risi Sky Cinema Classics 14.40 Blade Runner - di R. Scott Sky Cinema Max HD 15.10 Solomon Kane - di M. Bassett Sky Cinema 1 HD 15.40 Da grande - di F. Amurri Sky Cinema Comedy 16.00 Genitori in ostaggio di E. Civanyan Sky Cinema Family HD 16.40 Avatar - di J. Cameron Sky Cinema Max HD 17.45 A Time for Dancing - di P. Gilbert Sky Cinema Passion 19.00 Julie & Julia - di N. Ephron Sky Cinema Hits HD

21.00 Il segreto di Pollyanna di D. Swift Sky Cinema Classics 21.00 Zampa e la magia del Natale di R. Vince Sky Cinema Family HD 21.00 Deep Impact - di M. Leder Sky Cinema Max HD 21.00 Baciami ancora - di G. Muccino Sky Cinema Passion 21.00 In questo mondo di ladri di C. Vanzina Sky Cinema Comedy 21.10 I Borgia di O. Hirschbiegel Sky Cinema 1 HD 21.10 School of Rock - di R. Linklater Sky Cinema Hits HD

22.05 I Borgia di O. Hirschbiegel Sky Cinema 1 HD 22.40 Johnny Stecchino - di R. Benigni Sky Cinema Comedy 23.05 Boy Girl - Questione di... sesso di N. Hurra Sky Cinema Hits HD 23.05 Wrong Turn 3 - Svolta mortale di D. O'Brien Sky Cinema Max HD 23.25 I compagni - di M. Monicelli Sky Cinema Classics 23.30 Il riccio - di M. Achache Sky Cinema Passion 0.45 Prova a volare di L. Cicconi Massi Sky Cinema Family HD

Lauzier, con G. Depardieu 17.40 Film: I passi dellamore - di A. Shanknab, con S. West 19.25 Film: La mia generazione - di W. Labate, con F. Neri, C. Amendola 21.00 Film: Macchia umana - di R. Benton con A. Hopkins, N. Kidman 22.50 Ciak Point -Venezia 23.35 Film: Redacted - di B. De Palmam con p. Carroll, R. Devaney 1.05 Film: Senso - di L. Visconti, con A. Valli, F. Granger 3.05 Ciak Point -Venezia 3.50 Film: Vita che vorrei - di G. Piccioni, con L. Lo Cascio, S. Ceccarelli

14.35 15.25 16.15 17.15 17.45 18.45 19.40 20.30 21.05 21.55 22.45 23.50 0.40 1.30 2.15 2.45

RAI 5
David Letterman Show Dreams Road Elvis Presley - 56 Special 1987 Cool Tour Jamies Ministry of Food Emporio Daverio Dreams Road Passepartout David Letterman Show Les Nouveaux Explorateurs Lonely Planett. Le vie dellavventura Mitumba - Doc David Letterman Show Dreams Road Cool Tour Seven Ages of Rock

19.15 19.30 19.45 20.00 20.00 20.00 20.00 20.30 20.30

sport
Tennis: US Open EuroSport HD Bollettino Sportivo Eurosport 2 Tennis: US Open Eurosport 2 Preview Champions League Sky Sport 1 HD Wrestling: Ep. 10 WWE Superstars Sky Sport 2 HD Rugby: All Blacks - Sudafrica Tri Nations 2011 Sintesi Sky Sport Extra Premier League World Replica Sky Supercalcio HD Euro Calcio Show Sky Sport 1 HD PGA European Tour Weekly Replica Sky Sport 3 HD 20.30 Euro Calcio Show Sky Supercalcio HD 20.45 Calcio: Germania - Austria Qualificazioni Europei 2012 Sky Sport 1 HD 20.45 Calcio: Germania - Austria Qualificazioni Europei 2012 Diretta Sky Supercalcio HD 21.00 Wrestling: Ep. 10 WWE Domestic Smackdown! Replica Sky Sport 2 HD 21.00 Golf: Omega European Masters PGA European Tour Replica Sky Sport 3 HD 21.00 Rugby: Scozia - Italia Test Match Replica Sky Sport Extra 22.45 Euro Calcio Show Sky Sport 1 HD 22.45 Nissan The Quest Replica Sky Sport 2 HD 22.45 Calcio: Udinese - Arsenal UEFA Champions League Replica Sky Sport 3 HD 22.45 La storia dei Mondiali Azzurri Sky Sport Extra 22.45 Euro Calcio Show Diretta Sky Supercalcio HD 23.00 Calcio: Ecuador - Giamaica Incontro amichevole Sky Sport 1 HD 23.00 MotorSport Replica Sky Sport 2 HD 23.00 Calcio: Ecuador - Giamaica Incontro amichevole Sky Supercalcio HD 23.15 Rugby: Francia - Scozia Torneo Sei Nazioni Sintesi Sky Sport Extra 23.30 Wrestling: Ultimate Fighting Championship Show Replica Sky Sport 2 HD 0.00 News Edizione Serale Eurosport 2 0.15 Tennis: US Open Eurosport 2 0.15 Rugby: Australia - All Blacks Tri Nations 2011 Replica Sky Sport Extra

MOVIE

6.30 Film: Europa 51 - diR. Rossellini, con I. Bergman, E. Giannini 8.25 Film: Fatti di gente perbene - di M. Bolognini, con C. Deneuve, G. Giannini 10.20 Film: Attenti a quella pazza Rolls Royce - di e con R. Howard, N. Morgan 11.45 Film: Mani di fata - di Steno, con R. Pozzetto, E. Giorgi 13.20 Film: Spartan - di D. Mamet, con T. Texada 15.10 Ciak Point -Venezia 15.55 Film: Mio padre, che eroe! - di G.

FOX
09.15 T.J. Hooker Fox Retro 09.25 X-Files Fox HD 09.40 N.C.I.S. Anthology - Unit anticrimine Fox Crime HD 10.10 Charlie's Angels Fox Retro 10.30 Il Commissario Cordier Fox Crime HD 10.35 Dr. Botox Fox Life 11.05 Love Boat Fox Retro 11.15 Buffy Fox HD 12.00 Mary Tyler Moore Fox Retro 12.30 Tre cuori in affitto Fox Retro 12.35 How I Met Your Mother Fox HD 13.00 S.O.S. Tata Fox Life 13.00 Tre nipoti e un maggiordomo 13.05 13.50 14.00 14.30 14.50 15.00 15.35 15.45 16.00 16.25 16.40 17.05 17.35 18.00 Fox Retro Detroit 1-8-7 . Fox Crime HD Grey's Anatomy Fox Life I Simpson Fox HD Baby Sitter Fox Retro Futurama Fox HD Charlie's Angels Fox Retro Will & Grace Fox Life Buffy Fox HD Dharma e Greg Fox Life S.O.S. Tata Fox Life I Simpson Fox HD I Simpson Fox HD How I Met Your Mother Fox HD Greek Fox HD 18.10 18.30 18.55 19.05 19.20 19.45 20.05 20.10 20.30 20.35 21.00 21.00 21.00 21.00 Grey's Anatomy Fox Life Mary Tyler Moore Fox Retro Futurama Fox HD Will & Grace Fox Life I Griffin Fox HD I Simpson Fox HD N.C.I.S. Anthology - Unit anticrimine Fox Crime HD I Simpson Fox HD Sex and the City Fox Life La vita secondo Jim Fox HD Melrose Place Fox HD C.S.I. New York Fox Crime HD Cougar Town Fox Life L'ora di Alfred Hitchcock Fox Retro 21.30 21.50 21.55 22.00 22.45 22.50 23.00 23.30 23.40 23.45 0.00 0.00 0.10 Hot in Cleveland Fox Life Melrose Place Fox HD Three Rivers Fox Life L'ora di Alfred Hitchcock Fox Retro Bones Fox Life C.S.I. Miami Fox Crime HD I Jefferson Fox Retro Happy Days Fox Retro The Big C Fox Life Detroit 1-8-7 Fox Crime HD American Dad Fox HD Tre cuori in affitto Fox Retro Diario di una squillo perbene Fox Life 0.30 American Dad Fox HD

MEDIASET PREMIUM

cinema
Premium Cinema Energy 17.00 Birthday Girl - di J. Butterworth Studio Universal 18.55 Blood Diamond - di E. Zwick Premium Cinema Energy 19.10 Lo spazio bianco - di F. Comencini Premium Cinema 21.15 Ghost Son - di L. Bava Premium Cinema Energy 21.15 Qualcosa di speciale - di B. Camp Premium Cinema 21.15 Un mondo perfetto di C. Eastwood Premium Cinema Emotion 21.25 Schindlers List - di S. Spielberg Studio Universal 23.00 Slither - di J. Gunn Premium Cinema Energy 23.15 Premonition Premium Cinema 23.35 La custode di mia sorella di N. Cassavetes Premium Cinema Emotion

08.10 09.25 09.55 11.25 11.50 12.40 13.00 13.40 15.10 16.25 17.10 17.15 17.25 17.40 19.40 20.25 21.15 21.15 21.15 22.50 23.00 23.00

intrattenimento
GSG 9 - Tf Steel Friday Night Lights - Tf Joi Beautiful Dreamer - Tvm Mya Supernatural - Tf Steel E.R. Medici in prima linea - Tf Joi The Mentalist - Tf Joi S.Y.N.A.P.S.E - Film Steel Non sopporto pi... le vacanze - Tvm Mya Una mamma per amica - Tf Mya Monk- Tf Joi Le cose che amo di te - Sitcom Mya Justice - Tf Joi Una famiglia del 3 tipo - Sitcom Steel La vita che sognavo - Tvm Mya E.R. Medici in prima linea - Tf Joi Human Target - Tf Steel One Tree Hill - Tf Mya Friday Night Lights - Tf Joi Supernatural - Tf - Steel La maschera di cera - Film Steel Celle que jaime - Film Mya The Pacific - Tf Joi

8.30 Dragonheart - di R. Cohen Premium Cinema Energy 9.35 Quiz Show - di R. Redford Premium Cinema Emotion 10.10 Mississippi Burning - di A. Parker Studio Universal 11.50 17 Again - di B. Steers Premium Cinema Emotion 12.45 Rocknrolla - di G. Ritchie Premium Cinema Energy 13.05 I signori della truffa - di P. A. Robinson Premium Cinema 13.35 Cosmonauta - di S. Nicchiarelli Premium Cinema Emotion 14.40 Amori e incantesimi - di G. Dunne Studio Universal 15.15 From Paris With Love - di P. Morel Premium Cinema 16.50 La nona porta- di R. Polanski Premium Cinema 16.55 Luomo nero - di S. Rubini Premium Cinema Emotion 17.00 Lo specialista - di L. Llosa

IRIS
10.20 Film: I corsari dellisola degli squali - di J. L. Merino 12.00 Note di cinema Venezia 12.05 Film: Il bello, il brutto, il cretino - di G. Grimaldi, con F. Franchi, C. Ingrassia 13.45 Film: Lantana - di R. Lawrence, con A. Lapaglia, K. Armstrong 15.50 Film: Rag. Arturo De Fanti bancario-precario - di L. Salce, con P. Villaggio, C. Spaak 17.30 Tvm: Final Run - di A. Mastroianni, con R. Urich, P. Kalember 19.15 Boston Legal - Tf 20.05 Law & Order: Unit Speciale - Tf 20.55 Film: Codice Magnum - di J. Irvin, con A. Schwarzenegger 22.45 Iris a Venezia 23.05 Film: Mimic - di G. Del Toro, con M. Sorvino, J. Northan 1.00 Tvm: Sybil - di J. Sargent, con J. Lange, T. Blanchard 2.25 Kings (tre episodi) - Tf

CIELO
13.00 14.00 15.45 16.10 16.35 17.25 18.20 18.45 19.30 20.15 21.00 23.00 0.00 0.30 1.30 Top Chef Alta tensione Sei pi bravo di un ragazzino di 5a? Amazzonia Strega per amore Two Guys and a Girl Amazzonia Gli ultimi paradisi Most Dangerous Top Chef Film: Il quarto angelo di J. Irvin Principessa Diana - La leggenda Cielo TG24 notte Sex Therapy X-Files

la Repubblica la Repubblica
VENERD 2 SETTEMBRE 2011

58

SPORT

Stasera nelle Far Oer caccia ai punti qualificazione per leuropeo. Ma la missione ripartire dopo unestate di caos e polemiche. Il ct: Sentiamo la responsabilit

Niente
DAL NOSTRO INVIATO ENRICO CURR TORSHAVN uasi a espiare le colpe di un agosto nerastro, tra i crolli nelle coppe europee e le crepe del sistema, il settembre del calcio italiano comincia lontanissimo dalla patria, nellarcipelago da cartolina in mezzo allAtlantico, dove il pallone lo svago dei quarantottomila abitanti. Le falesie da brividi delle Far Oer, le pulcinelle di mare sugli strapiombi, le pecore sullo sfondo di ogni paesaggio e le barche da pesca ormeggiate nel porto hanno sedotto Prandelli. Grazie al calcio abbiamo potuto co-

Prandelli carica lItalia Finalmente torna il calcio


Q
non c ancora: vorremmo chiudere la pratica in questi giorni. Cio tra stasera e marted, quando a Firenze arriver la Slovenia. Lurgenza del risultato induce Prandelli a unammissione esplicita: Metterei la firma per ripetere il 2-1 di quattro anni fa. Lallusione al giugno 2007, quando la Nazionale di Donadoni vinse con una doppietta di Inzaghi il gol delle Far Oer fu del carpentiere Jacobsen e lesito della piovosa serata fu criticato come una sconfitta. Nel frattempo lavversario, numero 111 della classifica Fifa, non certo diventato titanico, per il commissario tecnico fa giustizia dei luoghi comuni sul dopolavorismo dei faroesi, la cui decantata vocazione amatoriale (il portiere di riserva Torgard, sostituto del titolare Mikkelsen, risulta un meccanico, il difensore Griegersen un edicolante e via minimizzando) attenuata dalla progressiva crescita del numero dei professionisti, sparsi tra Scandinavia e Islanda. Lultima volta, qui, hanno battuto lEstonia e non sembravano af-

scherzi
fatto dilettanti. Li dobbiamo rispettare ed evitare che prendano coraggio durante la partita. Abbiamo tutto da perdere. Per questo voglio subito un ritmo alto, senza pensare al clima o al vento. Ovviamente vuole anche certezze e lindizio la formazione, per la prima volta identica a quella della partita precedente, la felice amichevole con la Spagna: si fa concreto il sospetto che il quartetto di centrocampo Pirlo-De Rossi-Motta-Montolivo e il duo di punta Cassano-Rossi siano ormai i cardini della sua Italia dattacco. I centrocampisti non devono dare punti di riferimento, con movimenti continui, senza posizioni fisse, e due di loro devono alternarsi tra le linee. Il possesso di palla non deve essere fine a se stesso, ma alla profondit dellazione. Di qui la conferma dei due attaccanti piccoli: le eventuali sostituzioni modificherebbero il modulo. Ma almeno stasera si tratta di sofismi: la priorit della Nazionale di continuare a piacere agli italiani. Abbiamo poco spazio e dobbiamo sfruttarlo nel miglior modo possibile. Il calcio italiano ha perso tempo nella valorizzazione dei giovani, mentre molte squadre europee hanno investito nel settore e stanno raccogliendo i frutti. Per basta un po di coraggio per recuperare la distanza. Quel coraggio che lirlandese Kerr, ct delle Far Oer, pretende dai suoi per sognare lo sgambetto: Dobbiamo osare limpossibile. Ma Prandelli chiude con un sorriso: LItalia non fa sciopero.
RIPRODUZIONE RISERVATA

La squadra

Prudenza, non sono dilettanti. Poi una battuta: La Nazionale non sciopera mai
noscere questo posto magico. Non esiste, in teoria, luogo pi adatto alla catarsi, della quale si incarica volentieri la Nazionale, unica squadra sfuggita allecatombe europea degli ultimi mesi e vicinissima alla qualificazione a Euro 2012. Stasera non deve soltanto vincere, ma anche placare lastinenza del popolo tifoso. Con i ragazzi ho affrontato largomento: abbiamo questa ulteriore responsabilit. Tutti abbiamo bisogno di calcio, di vedere partite e di parlare solo di questo. La qualificazione

DAL NOSTRO INVIATO MARCO MENSURATI TORSHAVN opo aver recuperato alla causa azzurra Antonio Cassano con una sorta di rinascita sportiva in una notte ventosa di inizio agosto, nella sua Bari, contro la Spagna Cesare Prandelli si trova adesso a dover completare il lavoro di recupero e salvare anche laltra met della coppia dassi su cui, un anno fa, aveva puntato forte: Mario Balotelli. Solo che il compito, stavolta, sembra molto pi difficile. Perch negli ultimi mesi la squadra ha assunto una fisionomia precisa, una forma logica congeniale al perenne irrequieto di Barivecchia (che ancora ieri in allena-

Lattacco di Cassano e Rossi per Balotelli non c posto


mento ha dato in escandescenze perch pensava di aver vinto la partitella e invece nel recupero il risultato stato stravolto). E per decisamente meno favorevole alle caratteristiche dellex interista. Che, ormai ostaggio a Manchester del proprio carattere e del proprio contratto, affronta lennesimo periodo non propriamente felice dal punto di vista sportivo, lontano dal campo, dalla testa dellallenatore (Mancini) e dal cuore dei tifosi. Una situazione che sta compromettendo in via definitiva il suo ruolo anche allinterno del gruppo azzurro. Come del resto si capisce anche dalle parole di Prandelli: Mario deve superare questo momento da solo, trovando dentro di s le motivazioni. Deve avere voglia di credere nei propri mezzi e di mettere in difficolt lallenatore. Personalmente non sono preoccupato. Nellottica del ct il discorso anche tecnico: la squadra sembra trovarsi a proprio agio giocando attorno alla coppia Rossi-Cassano, che fanno movimenti molto diversi da quelli di Balotelli: Mario un giocatore che ama partire da sinistra, cercare la linea laterale. E quando entra dobbiamo cambiare qualcosa anche sul piano del gioco. Ancora Cassano-Rossi, quindi. I compagni

giurano che il barese, nonostante leccessivo nervosismo di questi giorni, sia concentratissimo: un ragazzo cos, vive tutto al massimo, spiega Buffon. Mentre Rossi vuole cancellare la brutta pagina scritta dal suo Villarreal contro il Barcellona: Facciamo tre punti, qualifichiamoci, poi vediamo che succede. Voglio dare continuit al progetto spiega Prandelli Allinizio giocheranno loro due, poi in corso dopera vedremo se cambiare qualcosa. Ma anche in quel caso lingresso di Balotelli non garantito: Non ho ancora deciso chi andr in panchina e chi in tribuna, volevo usare come criterio principale lo stato di forma, poi ho visto che i ragazzi sono un po tutti allo stesso punto: mi regoler secondo altri ragionamenti.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Mario Balotelli

Tennis

Milan

Us Open, avanzano Schiavone, Vinci e Pennetta. Fognini ko


NEW YORK Schiavone, Vinci e Pennetta vanno al terzo turno degli Us Open. La milanese ha liquidato 6-1, 6-1 la croata Lucic. La Vinci ha battuto per 6-2, 6-3 la francese Cornet. Promossa anche Pennetta con 6-0, 6-3 nel derby tricolore con Romina Oprandi, ora la brindisina affronter la russa Sharapova. Fuori Fognini, eliminato al 2 da Berdych 7-5, 6-0, 6-0.

Inzaghi ed El Shaarawy esclusi dalla lista Champions


MILANO Pippo Inzaghi, in gara con Raul per il primato di gol nelle coppe europee, fuori dalla lista Champions del Milan. Decisive le condizioni fisiche dellattaccante che non si ancora ripreso completamente dallinfortunio al ginocchio del novembre 2010. Bruciante la sua delusione. Escluso anche El Shaarawy.

59

Il contratto
6 IN GOL IN 24 GARE
Giuseppe Rossi, 24 anni, attaccante del Villarreal, ha giocato in azzurro 24 gare con 6 gol. Per lui una doppietta contro gli Usa

Lira di De Laurentiis sul sistema di vendita dei diritti tv: Si vuole fare un regalo a Mediaset: non saremo pi competitivi in Champions

Accordo a un passo tra Aic e Lega


consultazioni tra Tommasi e i capitani. Quasi impossibile pensare a un altro sciopero. Resta lo stupore dei giocatori: Ci aspettavamo che arrivasse la firma dei club, spiega lAic, sorpresa anche per lidea di un accordo ponte, la stessa proposta da Tommasi la settimana scorsa per evitare lo sciopero e bocciata dai club. I presidenti vorrebbero che nellarticolo 7 comparisse il riferimento al diritto del calciatore di allenarsi con lo staff tecnico e non con la prima squadra, una modifica che spalancherebbe la porta a gruppi separati, come vuole Lotito, assente per linibizione, ma protagonista di numerose telefonate ai colleghi. Ancora bordate intanto di Cellino a Beretta: Come la carta, assorbe tutto. Per domare venti leoni non basta un agnello. Mentre De Laurentiis spara a zero sulla vendita dei diritti tv: Si vuole fare un regalo a Berlusconi per far avere i diritti a un prezzo bassissimo a Mediaset. Il calcio italiano sta per fallire per queste valutazioni che non ci permettono di competere in Champions. Secondo De Laurentiis, sbagliato vendere lo stesso prodotto per satellite e digitale: i pacchetti andrebbero differenziati, altrimenti Sky e Mediaset continueranno la corsa al ribasso. Cos De Laurentiis ha votato contro lassegnazione a Infront del ruolo di advisor del prossimo triennio, approvata con 16 voti favorevoli (Spesso i miei colleghi sono costretti a subire per esigenze di bilancio). Tre gli astenuti: Inter, Fiorentina e Chievo. Galliani non commenta. Beretta dribbla: Parlo solo del contratto.
RIPRODUZIONE RISERVATA

STEFANO SCACCHI
MILANO LAic ha chiesto un giorno di tempo per valutare la controproposta della Lega Calcio per far partire la Serie A: firmare un contratto collettivo ponte fino al 30 giugno 2012 con stralcio momentaneo (30 giorni) dellarticolo 7 per permettere ai legali delle parti di limare ancora la norma sui fuori rosa (in caso di mancato accordo si applicher linterpretazione autentica di Abete). A mezzogiorno arriver la risposta del sindacato dopo un altro giro di

Aurelio De Laurentiis

Gasperini-Inter, il rapporto gi rovente


Zarate, lequivoco Sneijder, il modulo: un avvio tutto in salita
ANDREA SORRENTINO MILANO he estate, ragazzi. Inizia con una schioppettata ai primi di giugno: dopo sei mesi di finte di corpo, Leonardo si eclissa. Malcelato entusiasmo nel club e tra i giocatori. Subito Javier Zanetti consiglia caldamente Marcelo Bielsa, al punto da fornire a Moratti persino il numero di telefono dellhombre vertical, che per si gi promesso allAthletic Bilbao. Lestate prosegue con la certezza che Sneijder se ne andr in Inghilterra. Finisce con Gasperini in panchina dopo le infruttuose peregrinazioni del club su altri lidi, Etoo che scappa in Russia gonfio di rubli e Pandev offerto al Napoli su un piatto dargento, Forlan e Zarate al loro posto a infoltire il gruppo dellasado che ora pi forte che mai. E Wesley Sneijder, dato per molto deluso, che rimane suo malgrado e gi medita una exit strategy. Che estate. AllInter non ci si annoia mai, mai. La mission del resto era difficile: mantenere un certo livello tecnico pur dovendo cedere almeno un big per motivi di bilancio, e senza poter spendere troppo. Al punto che persino gli 8-10 milioni per Palacio sono sembrati eccessivi: ne sa qualcosa il povero ds del Genoa, Stefano Capozucca, che ha passato un mese negli uffici dellInter,

scusso spesso anche Moratti e Branca, per divergenze varie, a cominciare da quella su Alvarez, che il presidente voleva a tutti i costi da mesi, finch il prezzo lievitato perch serano inserite Roma e Arsenal e si dovuto chiudere in fretta, andando fino in Argentina e un po in incognito. Estate di equivoci, anche. Prendono Gasperini e lui, che ha entusiasmo pari alla competenza, illustra a Moratti le sue

idee sul 3-4-3: in quei giorni tutti sono convinti che Sneijder, il meno adattabile al nuovo modulo, se ne andr. Invece poi Sneijder rimane e il problema ora lui, la sua collocazione. Moratti lo vorrebbe trequartista dietro due punte, ma Gasp non dello stesso avviso: il suo modulo prevede tre attaccanti, dunque Sneijder deve giocare esterno. Ma lo-

MORALE AGLI OPPOSTI


Wesley Sneijder, 27 anni, e Mauro Zarate, 24, due interisti con il morale agli opposti. Lolandese non contento dellutilizzo di Gasperini, che gli ha disegnato un ruolo che non sente suo. Contento dellapprodo allInter invece lex laziale. A destra, il tecnico Gian Piero Gasperini

Le altre partite

Germania-Austria vale la qualificazione Capello in Bulgaria


ROMA Qualificazione ad un passo per la Germania. Ai tedeschi, al comando del gruppo A a punteggio pieno e con 10 punti di vantaggio sul Belgio, baster una vittoria questa sera contro lAustria per avere il pass per i prossimi Europei. A prescindere dai risultati delle altre pretendenti. Messa bene anche lOlanda (oltre la Spagna, che per stasera non gioca, ma pu trovare la qualificazione marted prossimo contro il Liechtenstein). I vice campioni del Mondo, pure loro a punteggio pieno, continuano il dualismo con la Svezia di Ibra mantenendo tre punti di vantaggio: ma questa sera lOlanda affronter San Marino, mentre gli svedesi saranno ospiti dellUngheria. Tra le altre gare di interesse, lInghilterra di Capello giocher con la Bulgaria di Lothar Matthaus, mentre la sua rivale, Montenegro, sar impegnata in Galles. La Francia contro lAlbania prover a staccare Bielorussia e Bosnia che si affrontano tra loro.

landese non gradisce, fa i capricci e salta le ultime due amichevoli di precampionato, mentre Maicon decide dopo un anno di operarsi al ginocchio e va a svernare in Brasile. Moratti comincia a innervosirsi e suggerisce a Gasperini di adottare il 4-3-1-2: il tecnico non persuaso, pi avanti si vedr. Nel frattempo se n andato Etoo e Gasp chiede tre acquisti. Accontentato: arrivano Poli, Forlan e Zarate, anche se lui preferiva Palacio. Con Forlan (Milan favorito? anche il Brasile e lArgentina lo erano ha raccontato ieri lattaccante - poi per lUruguay ha vinto la coppa America) e Zarate lattacco ci guadagna in imprevedibilit ma laffollamento spinge pi in l Pazzini, perch la buona notizia il ritorno di Milito. La sensazione che i problemi per il nuovo allenatore siano gi copiosi: si parte in salita, e se i risultati non arriveranno allistante ci toccher riparlare della questione. Moratti ha gi fatto sapere che il tecnico non pu lagnarsi: Abbiamo fatto un mercato interessante. Ora tutto in mano a Gasperini. Gran lavoratore e fedelissimo alle sue idee, mentre dal club qualcuno in camera caritatis lo definisce un testone per via di quel suo insistere sulla difesa a tre, Gasp finora ha navigato a vista per via della Copa America e di un mercato che si chiuso in

MAURIZIO CROSETTI DOPPIO PASSO MAURITO, LA TASSA SUL PASSAGGIO


agato per passare il pallone: questa, davvero, non sera mai sentita. Maurito Zarate ricever dallInter un bonus sullo stipendio (gi, di per s, non trascurabile: 3 milioni di euro netti allanno) nel caso realizzi almeno dieci assist, propiziando altrettante reti. Dove non riuscirono gli allenatori, forse riuscir la busta paga: sar lei a convincere Zarate che la palla non propriet privata? E dire che lo spirito di squadra, nello sport, dovrebbe essere un valore automatico: in campo ci sono 22 giocatori ma un solo pallone. Anche i bambini alloratorio non lo passano mai, per i maestri li devono convincere, mica premiarli perch facciano una cosa appena normale. Cos, invece, saltano le regole basilari delleducazione al senso collettivo, alla socialit, al mutuo soccorso: come se in qualunque lavoro, o settore del vivere civile, decidessimo di collaborare con gli altri solo se pagati in pi. La cosa buffa che lInter, poi, ha scritto sul contratto anche un bonus supplementare per i gol di Zarate, temendo che costui, solo davanti alla porta, pur di incassare la paghetta cercasse un compagno libero invece di segnare. Da qualunque parte, o porta, lo si guardi, un puro delirio. P.S.: lautore di questo commento tiene a precisare di averlo scritto da solo, ma egli sarebbe stato disposto a dividerlo con un collega in cambio di un contributo anche modesto, diciamo una trentina di euro.

Forlan: Milan favorito? Anche Brasile e Argentina lo erano in coppa America...


extremis, eppure la sua posizione, quando ancora il campionato non iniziato, gi delicata. Cose da Inter. Infine, stata unestate molto platense: ha regalato altri due argentini e luruguaiano Forlan, legatissimo a Cambiasso, che a sua volta legatissimo a Zanetti, e tutti faranno altre belle grigliate di asado argentino ad Appiano. Sotto lombrellone del capitano ora sono in tanti, e se Bielsa fosse stato libero era un altro ancora. Del resto i consigli di Zanetti sono ascoltatissimi, ormai non solo il semplice simbolo in campo e fuori, ma molto di pi. E se fosse lui, in un futuro pi o meno prossimo, lallenatore dellInter?
RIPRODUZIONE RISERVATA

Lallenatore voleva Palacio e nel club lo trovano troppo rigido nel difendere i suoi schemi
quasi tutti i giorni, e a chi lo aspettava fuori doveva sempre ringhiare un non ci sono novit, quando non gli usciva qualche robusto sacramento, perch la trattativa non si sbloccava mai, e infatti non s mica sbloccata, ed finita buttandola in gossip (inventato): ma non che il buon Capozucca ha almeno trovato lamore, nella sede dellInter? Estate di malumori. Logico, quando si deve lavorare di rimessa, anzich attaccare frontalmente come dabitudine. Hanno di-

RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica la Repubblica
VENERD 2 SETTEMBRE 2011

R2SPORT
Annuncio a Misano: Chiudo a fine stagione, non avevo altra scelta. Lascia a 38 anni, con tre titoli mondiali, infinite cadute e duelli da ricordare con Biaggi e Valentino Ora voglio godermi la famiglia
3 TITOLI MONDIALI
38 anni, esordio nel motomondiale a 17 anni (125): 3 i titoli vinti (2 in 125, 1 in 250), 324 Gp disputati (a fine stagione saranno 330), 29 gare vinte, 99 volte sul podio, 41 pole.

PER SAPERNE DI PI www.motogp.com/it/riders/Loris+Capirossi www.pramac.ch

61

DAL NOSTRO INVIATO ENRICO SISTI MISANO adesso voglio godermi la famiglia. Riccardo avr fratellini e sorelline. Ma quanto gli sar costato, conoscendolo, dover dire basta. Lo ha fatto ieri, Loris Capirossi. Visibilmente commosso. Visibilmente senza alternative: Temevo di non riuscire a farcela. Annunciare di smettere a fine stagione proprio mentre tutti gli altri parlano delle moto del prossimo anno, di cosa sar, guardando lontano. Lui che ha fatto sempre le capriole per non voltarsi indietro: Purtroppo non avevo altra scelta. In realt ne aveva ma non di soddisfacenti: Sarei potuto andare in superbike o sperimentare in MotoGp un motore nei crt. Nei claiming rules team di cui tutti parlano e di cui un po tutti dubitano. No, decisamente non era roba da Loris, Loris il guerriero. Quello che cade e non si lamenta. Al massimo ruggisce fra s e s leccandosi le ferite. Capirossi stato un monumento tascabile, 1,63, qualcuno dice 1,65 (perch non che si lasci misurare tanto facilmente). Roccia pura, sentimenti sciolti nella benzina, molti rivali, pochi amici, una brutta grana col fisco e svariati sogni

Laddio alle moto del fantastico Loris ora di smettere


Capirossi, 330 Gp pieni di avventura
realizzati. Un pezzo di storia, forse due, del motociclismo. Aveva iniziato da niente. Con un lumicino di speranza ma non di pi era apparso nel 90 sulla griglia del mondiale 125. Molto ragazzino e molto sfrontato. Vinse il titolo esplodendo a fine stagione (primo trionfo a Donington). Aveva 17 anni e 7 mesi: E il mondo in mano. Il pi giovane campione di sempre. Se Viales, il baby 125 del team di Paris Hilton, vincesse il titolo nel 2012 non gli strapperebbe il record: avrebbe 17 anni e 10 mesi. Capirossi si conferm campione lanno dopo battendo Fausto Gresini. Guidava una Honda. In 250 ha un sussulto rovesciato. Solo nel 93 torna se stesso e soltanto allultima gara perde il titolo, che va ad Harada. Dietro ci sono Reggiani e Biaggi. Il soprannome Capirex spunta nel 96, al 2 anno di

500, quando entra nel team Yamaha di Wayne Rainey (che oggi torna a Misano a 18 anni dallincidente). Il figlio dellamericano si chiama Rex e Loris diventa Capirex. E uno dei pochi a fare marcia indietro: dalla 250 va via (si dice) per lo strapotere di Biaggi. Vi torna nel 97 e nel 98 e vince il titolo con lAprilia. Pagine fitte davventura. Risale in 500. Che nel 2002 muta in MotoGp. Dal 2003 cavalca non una moto ma un torello. Allude alla Ducati. Vince la prima volta in Catalogna: Ricordi impressionanti. Rimane con la rossa sino al 2007 (lanno dei titolo di Stoner). Nel 2006 era stato 3 dietro Hayden e Valentino: Che bei duelli con Vale. Ma gi ad agosto, a Brno, aveva annunciato: Cambio aria. Dopo le tribolate nozze con la Suzuki, torna in Ducati nel 2011 col team Pramac. Ma stanco. Nelle prove di Assen la moto gli sbatte addosso, si spezza due costole e la spalla smette di essere una spalla: Era solo una tortura. Salta tre gare. La stanchezza aumenta, specie in quei venerd in cui correre per provare chiss cosa non ha quasi pi senso. Si guarda attorno. Si guarda allo specchio. Non vede granch. Forse l, in quei giorni di pausa, che decide di mollare. L che i 38 anni cominciano a pesare. Dopo 324 Gp (a fine anno 330). E 3 titoli. Girava voce che avrebbe trovato lavoro nella race direction: Falso. Ripensarci? Forse s, ma solo se la Honda mi offre il posto di Stoner.... Quindi no. Lultima vittoria lontana: Eppure cos vicina. In Giappone nel 2007. 17 anni dopo la prima. Altro record. Nel 2007 disse: Quando mi ritiro mi trasferir in Australia. Stiamo a vedere.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica la Repubblica
VENERD 2 SETTEMBRE 2011

62

R2SPORT

PER SAPERNE DI PI http://daegu2011.iaaf.org/ www.eurobasket2011.com

Sono andata a Lourdes, ora mi gioco tutto


Di Martino domani in finale nellalto: Voglio ritrovare il gusto di volare
DAL NOSTRO INVIATO EMANUELA AUDISIO DAEGU omani nellalto tocca ad Antonietta Di Martino. Aspettando la prima medaglia azzurra. Buona la sua qualificazione: cinque salti senza errori, dall1.80 dentrata fino all1.95. Misura raggiunta da altre 11 atlete, tra le quali tutte le migliori. Difficile saltare con tutta lItalia addosso? Non ci penso, per la situazione non aiuta. La preoccupazione che ho solo una vera gara alle spalle. Nei primi salti di qualificazione ero come di pietra, ma dopo l1.89 mi sono sciolta e tutto filato via liscio. Lalluce non mi ha fatto male. Lei stata 6 anni dentro e fuori gli ospedali per operazioni, risonanze, tendiniti, poi la mononucleosi, poi la distorsione allalluce. Solo sfortuna? Pago la maledizione di non essere nata per volare. Le altre tutte stangone, io no. Sono appena 1.69, ma di piede porto il 40 e mezzo, e sono arrivata a 2.03, con un differenziale di pi 34. Fino a 1.95 ci arrivo, poi mi stanco e patisco fisicamente, faccio doppia fatica. Ogni volta che carico troppo mi faccio male. Ma le avete viste le altre? Io sono la met, sembro uscita da un programma di lavatrice sbagliato. La sottovalutano? Ora non pi. Ma allinizio mi guardavano dallalto in basso, sai che fatica, la Vlasic lunga 1.94, ero lintrusa, non mi prendevano in considerazione. Ora diverso, mi temono, e mi d soddisfazione. A me piace la mia normalit. Peccato linfortunio di questanno. Non come ad Osaka nel 2007: allora avevo una tendinite e comunque gli ultimi due mesi ero riuscita ad allenarmi, stavolta ho avuto una distorsione allalluce, lunga e dolorosa, che mi ha condizionato molto. Mai pensato di andare a Lourdes? Ci sono andata s, perch ho fede. E anche mia madre ci va. Ma non mi sono bagnata nellacqua, credo che quello spetti a chi sta veramente male.

Il personaggio

risultati
400hs u: 1) Greene (Gbr) 4826, 2) Culson (Pur), 3) van Zyl (Saf); 3000 siepi: 1) Kemboi (Ken) 81485, 2) Kipruto (Ken), 3) Mekhissi (Fra); alto u: 1) Williams (Usa) 2,35, 2) Dmitrik (Rus), 3) Barry (Bah); 1.500m d: 1) Barringer (Usa) 40540, 2) England (Gbr), 3) Rodriguez (Spa); 400hs d: 1) Demus (Usa) 5247, 2) Walker (Jam), 3) Antyukh (Rus); triplo d: 1) Saladukha (Ucr) 14,94, 2) Alekseyeva (Kaz) 3) Ibarguen (Col)

Greene, il re dei 400 hs che ha segnato al Real


DAL NOSTRO INVIATO DAEGU a ragazzo segn al Real Madrid (su rigore), da 25enne diventato campione del mondo dei 400 ostacoli (4826), dando il primo oro alla Gran Bretagna. Ora contento di aver lasciato il campo per la pista. David Greene, gi campione dEuropa, gallese, nato a Llanelli, patria del rugby, ma ha sempre preferito il calcio. Fino a 16 anni ha giocato come ala sinistra nelle giovanili del Swansea City. Avevo 13 anni, ero in panchina, in un torneo in Spagna, la partita con il Real fin in pareggio, si and ai David Greene rigori e segnai. Poi ho smesso perch ero sempre infortunato. Il calcio mi servito, mi ha dato disciplina, venivo sgridato spesso. Ora lallena Malcolm Arnold, luomo che port John Akii-Bua al titolo olimpico nel 72 e linglese Colin Jackson al record mondiale nei 110 ostacoli. Greene ha battuto allo sprint il portoricano Javier Culson, mentre il favorito LJ van Zyl era terzo. Adesso punto su Londra con pi fiducia. Oscar Pistorius in finale nella staffetta 4x400. Blade Runner ce lha fatta, ha corso in prima frazione, il Sudafrica si qualificato in 25921, nuovo primato nazionale, piazzandosi al terzo posto alle spalle di Usa e Giamaica, nella prima serie. Ma non detto che Pistorius correr la finale. Magda Botha, responsabile delle staffette, non pu confermarlo. Dobbiamo discutere e decidere. ufficiale invece che il giamaicano Asafa Powell non correr la staffetta veloce: ha ancora male agli adduttori e non vuole rischiare. (e. a.)

Antonietta Di Martino, 33 anni, argento ai Mondiali di Osaka 2007 sce a fare a casa. Anche la Barrett un bel talento. La pedana veloce, non troppo morbida, mi piace. Mi ci devo solo adattare come tempo dappoggio. Domai in finale sar dura. Lo penso anchio, ma meglio cos. Temevo molto di pi le qualificazioni, patisco il primo salto. Ora ci si gioca tutto: o la va o la spacca. Non sono abituata a gare facili, ma con avversarie cos avr senzaltro pi spinta. Per il resto ho solo bisogno di stare tranquilla. Sarebbe bello festeggiare. Sono astemia, non mangio fritti, non fumo, per un limoncello me lo posso permettere. Non voglio essere ricompensata per quello che ho patito, ma ritrovare il gusto di volare.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Lintrusa

La ragazza del sud

programma
Ore 12: peso uomini; 12,10: giavellotto donne.; 12.20: salto in lungo u.; 13.25: 5.000 d; 13.55: 200 d.; 14.15: 4X400 u. Diretta tv: RaiDue, RaiSport 1, Eurosport

Avete visto la Vlasic e le altre? Tutte stangone, io sono la met, sembro uscita da un programma di lavatrice sbagliato
mento, n voglio fare crociate. Una cosa che si impara con il tempo a non sprecare energie. E a convivere: con gli infortuni e con il resto. Meglio cercare di risolvere i problemi che dare colpe. La Vlasic non sembra rallen-

Continuo ad allenarmi nel vecchio stadio di Cava, pieno di buche, il sottoscala come palestra Ma ok: niente crociate
tata dallinfortunio. No, per niente. Ha detto di avere problemi fisici, ma a vederla saltare non pare cos in difficolt. E in gran forma anche la Chicherova, ha saltato 2.07 in Russia e lei una che in genere ripete nel mondo quello che rie-

RIPRODUZIONE RISERVATA

Europei basket

Black out con la Germania lItalia delle star quasi fuori


FRANCIA OK
LettoniaSerbia 77-92; Israele-Francia 68-85. Classifica: Serbia,Francia, Germania 4, Lettonia, Italia, Israele 2. Oggi (RaiSport 1 16.45) ItaliaLettonia. Foto, Bargnani

In breve

STEFANO VALENTI SIAULIAI a sentenza non ancora scritta, ma il verdetto della Corte Europea del basket nellaria. Due giocate, due perse: vuol dire che lItalia, per accedere alla seconda fase, deve vincere le tre gare che restano. Due alla portata, oggi pomeriggio contro la Lettonia e luned contro Israele. Ma lo scoglio la sfida con la Francia di Tony Parker, scintillante finora. Non bastasse, serve pure che i transalpini non ne vincano pi una, gi alle spalle le due gare pi facili. Ma sono calcoli dal costrutto relativo, se non comincia a farlo pure lItalia. Che stavolta tiene fino ad un minuto e mezzo dalla fine, sotto di quattro (6064), nonostante un Bargnani da 3/14 al tiro ed un Gallinari da 4/15 (per con 11 rimbalzi). E unItalia capace di rendere umano Dirk Nowitzki, che segna 21 punti ma appena 6 nel secondo tempo. Tirandolo dentro la trappola di una gara ruvida, perch Mancinelli su di lui fa un buon lavoro, strappandogli via danticipo due-tre palloni. Alla fine per la Germania ci batte e pure con un margine duro (76-62). La condanna arriva dalla tripla di Johannes Herber, che lancia i tedeschi sul +7 ad 136 dalla fine ed innesca un parziale di 2-12, in quel battito di

Nelle qualificazioni 1,95 senza errori. Ero di pietra dopo tutti gli infortuni, ma mi sono sciolta
A 33 anni cosa non sopporta? Che quando le ragazze crescono, nei nostri paesi o citt, la prima domanda che si sentono fare : quando ti sposi? Oppure: e quando fai un figlio? Ma che lo devo dire a loro?. Lei cresciuta a Cava de Tirreni. S, da una famiglia che mi ha sempre lasciata libera. Mio padre molto appassionato di atletica, ha fatto il tifo per Mennea e Simeoni, ma i miei genitori non li faccio venire alle gare, perch loro si emozionano e io pure. Ho sempre amato lo sport, ho provato anche leptathlon. Non mi sono mai sentita limitata o diversa, ho cercato lindipendenza. Mi alleno sempre l, nel vecchio stadio, la mia palestra non c, un sottoscala, ci ho messo i pesi. Mi hanno rifatto 40 metri di manto erboso, per il resto buche, per i calciatori con cui condivido il campo sono gentili, quando ho fatto il record mi hanno regalato un mazzo di fiori. Non mi la-

ciglia. Non ho nulla da recriminare ai miei, abbiamo fatto quello che avevamo preparato. Pi bravi loro nei momenti decisivi lanalisi di Pianigiani - Noi siamo

sempre quelli che lanno scorso finirono dietro Israele nelle qualificazioni, eppure laspettativa resta molto elevata. Anche quando giochi contro Serbia e Germa-

nia la spruzzata damarezza del c.t. Gallinari aveva visto unItalia pi fluida in attacco che contro la Serbia. Poi ci siamo fermati nellultimo minuto e mezzo, forse paghiamo il venire da situazioni diverse ed il poco tempo per stare insieme. Certo, parlano chiaro i 65 punti di media dellItalia in due gare, assieme alle percentuali di tiro (22/68, ieri). Due giornate in archivio, questa la classifica: Serbia, Francia e Germania 4; Italia, Lettonia e Israele 0. Tre partite da giocare, passano le prime tre. Oggi (alle 16.45, diretta su RaiSport1) c la Lettonia: lobiettivo non farne la terza tappa della via crucis, che poi sarebbe anche lultima.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Ciclismo

Vuelta, tappa a Sagan Wiggins resta leader


PONTEVEDRA Lo slovacco Peter Sagan (Liquigas) ha vinto allo sprint la 12 tappa della Vuelta da Ponteareas a Pontevedra (167,3 km). Linglese Bradley Wiggins (Sky) ha conservato la maglia rossa di leader. ZIEGLER - La Juve cede Ziegler in prestito al Fenerbahce. La trattativa si concluder oggi. CANOTTAGGIO LItalia stacca ai mondiali in Slovenia i primi due pass per Londra 2012 col 7 posto di Claudia Wurzel e Sara Bertolasi nel due senza e alla vittoria in semifinale del quattro senza pesi leggeri (Danesin, Caianiello, Miani e Goretti). Argento per il due senza pesi leggeri (De Maria e DellAquila) che non fa parte del programma olimpico. VOLLEY Oggi i nomi dei 14 azzurri convocati per lEuropeo dal ct Mauro Berruto. VELA Mascalzone Latino al comando del Campionato del Mondo X-41 a Scarlino. BEACH SOCCER Coppa del mondo a Marina di Ravenna: Italia-Iran 11-10 ai rigori.

La curiosit

De La Hoya, ultimo eccesso fotografato in calze a rete


LOS ANGELES Dopo le confessioni su abuso di alcol e droga, ecco che lex pugile Oscar De La Hoya, 38 anni, campione del mondo in sei categorie differenti, torna a far parlare di s. Sono state infatti pubblicate delle foto in cui indossa guantoni e calze a rete. Inoltre in unintervista ha confermato di aver pensato al suicidio nel momento pi basso della sua vita: Mi sono domandato se la mia vita valeva qualche cosa. Non ho avuto la forza, ma ci ho pensato.

la Repubblica la Repubblica
VENERD 2 SETTEMBRE 2011

METEO

PER SAPERNE DI PI meteo.repubblica.it

63
dati a cura di 3BMeteo.com - Elaborazione grafica: Centimetri.it

Bolzano Trento Aosta Milano Torino Trieste Venezia Bologna Genova Ancona Firenze

Meteo in tempo reale su

Repubblica.it

Mare e venti oggi

Mattino
Bel tempo pur con sterili velature di passaggio da ovest verso est, pi compatte sulla Sardegna, nonch annuvolamenti sparsi lungo le Alpi. Temperature stabili o in ulteriore lieve ascesa. Venti deboli, salvo rinforzi da Est su Ligure e Canali tra le Isole.
Ancona Anzio Bari Cagliari Civitavecchia Genova La Spezia Livorno Messina Napoli Olbia Palermo Pescara Taranto Trieste Venezia

Mare

Vento km/h Prov. 13 ENE

Perugia LAquila

Domenica
Peggiora al Centronord con piogge e temporali in marcia da ovest verso est, anche intensi. Da poco a parzialmente nuvoloso al Sud con qualche pioggia sulla dorsale. Temperature in ascesa sulle adriatiche, in calo altrove. Venti fino a moderati tra SSE e NO.

16 11 18 13 9 9 11 5 9 14 4 14 13 9 5

S NNE SO SSO SSE SSE SO SO SO E VAR E SSO ONO SSE


Cagliari Olbia

ROMA Campobasso Napoli Potenza Bari

Catanzaro Palermo Reggio Calabria Catania

Pomeriggio
Da poco a parzialmente nuvoloso ovunque, con qualche rovescio su ovest Alpi e nord Appennino. Tra sera e notte peggiora su Nordovest e Sardegna con piogge e temporali. Temperature in ascesa, caldo intenso al Centrosud. Venti in prevalenza deboli variabili. Mattino: Nubi sparse su Alpi, Prealpi, relative pedemontane e al Nordovest, ma senza particolari precipitazioni. Generali condizioni di bel tempo altrove, con cieli al pi parzialmente offuscati dal transito di sterili velature e da qualche addensamento in pi su Sardegna ed alta Toscana. Temperature stazionarie o in locale lieve aumento. Venti fino a moderati di Scirocco su Tirreno e Canali tra le Isole Maggiori, da Est sul Ligure, deboli variabili altrove. Pomeriggio: Generali condizioni di bel tempo con cieli sereni o al pi parzialmente nuvolosi, soprattutto per transito di sterili nubi alte e sfilacciate. Maggiori addensamenti sulle Alpi con qualche sporadico rovescio tra Dolomiti e rilievi friulani, isolati e brevi fenomeni non esclusi anche sulla Sardegna centro-settentrionale. Temperature in aumento, caldo nuovamente intenso al Centrosud. Venti deboli variabili, salvo rinforzi da Scirocco su Tirreno e Sicilia.

Luned
Rovesci al mattino su Nordest, medio Adriatico, Appennino e basso versante tirrenico, schiarite altove. Pi sole ovunque dal pomeriggio salvo fenomeni sul Triveneto, mentre in serata peggiora sul Nordovest. Temperature in calo. Venti moderati tra OSO e ONO. SOLE Sorge 6.19 6.29 6.36 6.35 6.37 6.38 6.44 6.47 6.50 Bari Napoli Palermo Roma Bologna Firenze Milano Genova Torino Tramonta 19.26 19.36 19.37 19.44 19.52 19.52 20.01 20.02 20.07

Ieri
min max min

Oggi
max percep. UV

Domani
min max UV

Ieri
min max min

Oggi
max percep. UV

Domani
min max UV

Ieri
min max min

Oggi
max percep. UV

Domani
min max UV

20 SET 27 SET

4 SET 12 SET

Alghero Ancona Aosta Bari Bologna Bolzano Brindisi Cagliari Campobasso Catania Catanzaro

20 20 20 20 20 17 22 22 22 23 22

36 31 29 29 36 28 29 29 29 29 33

24 23 16 23 21 18 21 24 20 27 24

36 29 31 30 33 31 33 34 30 32 34

33 30 32 31 33 31 35 32 29 31 33

23 22 17 24 22 17 23 24 20 28 26

35 28 31 31 34 32 32 35 32 31 34 0-2

Firenze Genova Imperia L'Aquila Messina Milano Napoli Olbia Palermo Perugia Pescara Basso 3-5

20 22 22 13 24 19 20 19 22 16 21

31 27 27 27 29 29 30 33 32 32 32

19 23 22 16 27 21 22 25 28 16 22

33 27 26 31 33 31 32 34 35 32 30 6-7

32 29 29 30 34 32 32 43 34 30 31 Alto

20 23 22 17 26 22 23 24 27 18 23

33 27 27 31 33 32 32 33 34 33 28

Pisa Potenza Reggio C. Rimini Roma Fium. Roma Urbe Torino Trento Trieste Venezia Verona >11 Estremo

17 17 23 19 19 18 19 15 24 20 20

32 32 33 29 30 32 26 26 26 27 27

20 18 25 21 23 21 19 16 23 21 18

30 31 33 30 31 33 31 31 28 29 32

30 29 32 32 33 33 32 32 30 30 34

21 18 26 22 22 21 20 15 24 21 18

30 32 32 30 34 34 31 33 28 29 32

INDICE UV

Moderato

8-10 Molto alto

IN EUROPA
Oggi
Amsterdam Atene Barcellona Belgrado Berlino Berna Bratislava Bruxelles Bucarest Budapest Chisinau Copenhagen Dublino Edimburgo Francoforte Helsinki Istanbul Kiev Larnaca Lisbona Londra Lubiana Lussemburgo Madrid Malaga Minsk Mosca Oslo Parigi Praga Reykjavik Riga S. Pietroburgo Sarajevo Skopje Sofia Stoccolma Tallinn Tirana Valletta Varsavia Vienna Vilnius Zagabria Zurigo

Fronte caldo
Min Max
10 23 23 20 14 18 18 14 17 19 19 13 13 14 16 12 18 16 22 20 12 19 16 18 25 13 14 12 16 14 10 12 12 16 22 18 11 13 22 24 12 18 11 20 16 22 38 32 27 20 27 26 24 32 27 20 17 18 18 22 15 31 21 31 23 25 27 23 27 31 17 18 17 27 22 14 17 17 29 31 27 17 16 31 30 19 27 17 29 25

NEL MONDO
Oggi
Algeri Ankara Auckland Baghdad Bangkok Beirut Bombay Buenos Aires Calgary Caracas Casablanca Chicago Citt del Capo Citt del Messico Dakar Dubai Filadelfia Gerusalemme Hong Kong Il Cairo Johannesburg Kinshasa L'Avana Lima Los Angeles Manila Melbourne Miami Montreal Nairobi New Delhi New York Pechino Perth Rio de Janeiro San Paolo Santiago Santo Domingo Seoul Shanghai Singapore Sydney Tokyo Toronto Washington

Domani

Reykjavik

B
Helsinki Oslo Stoccolma Gteborg Riga Tallinn

Fronte freddo

Min Max
23 18 9 28 27 23 27 9 7 19 20 28 10 13 25 33 18 21 26 25 14 23 25 14 13 25 13 26 17 16 27 17 21 11 20 7 13 23 25 24 26 15 27 20 19 30 28 12 38 34 30 28 16 13 27 26 37 16 20 29 41 25 28 32 35 26 32 32 23 28 29 17 29 24 26 32 25 27 14 24 13 17 31 32 29 30 19 28 24 27

Domani

Edimburgo Belfast Dublino Birmingham Londra Bruxelles Amsterdam

Copenaghen

Vilnius Kaliningrad Minsk

A
Amburgo Berlino Colonia Francoforte Monaco Praga

Varsavia

Kiev Bratislava Chisinau Bucarest

B B
Gijon Porto Lisbona Malaga

Lussemburgo Nantes Parigi Berna Lione Marsiglia Tours Bordeaux

Vienna

Budapest

Bilbao Madrid Valencia

Tolosa

Lubiana Zagabria Milano Belgrado Sarajevo Roma

Barcellona

B A

Sofia Skopje Salonicco Atene Istanbul Smirne Iraklion

Tirana

B
Larnaca

Algeri

Tunisi

Valletta

Come si gioca: Completare il diagramma in modo che ciascuna riga, colonna e riquadro 3x3 contenga una sola volta tutti i numeri da 1 a 9.

7 6 3 2 4 1 9 3 8 6 2 3 1 5 7 3 2 8 4 3 6 9 9 3 6 2 4 5 3 2 8 6

le soluzioni su www.repubblica.it

2011 nonzero