Sei sulla pagina 1di 56

GIOVED 12 FEBBRAIO 2015

Milano, Via Solferino 28 - Tel. 02 62821


Roma, Via Campania 59/C - Tel. 06 688281

Governo e poteri

In Italia EURO 1,50

www.corriere.it

Servizio Clienti - Tel. 02 63797510


mail: servizioclienti@corriere.it

FONDATO NEL 1876

Due anni dopo

Sanremo

Ratzinger, la nuova vita:


passeggiate e Mozart

La diva e la drag queen


per il Festival
degli ascolti record

di Gian Guido Vecchi


a pagina 27

di R. Franco, A. Laffranchi,
M. Volpe alle pagine 42 e 43

Immigrazione Boldrini: operazione Triton inadeguata. Il Papa e Mattarella: colpiti dalla tragedia

Strage in mare, lite sui soccorsi

IL TIMORE
(INESISTENTE)
DEL TIRANNO I superstiti: pi di 300 vittime. Polemiche sulla missione. Renzi: basta cinismo
di Sabino Cassese

Poste Italiane Sped. in A.P. - D.L. 353/2003 conv. L. 46/2004 art. 1, c1, DCB Milano

Potrebbero essere pi di 300


i migranti morti luned al largo
di Lampedusa: i superstiti parlano di 400 persone partite dalla Libia stipate su quattro gommoni. Dal presidente della Camera Boldrini al Consiglio
dEuropa, esplode la polemica
sulla missione Triton. Il premier Renzi: No a strumentalizzazioni, il problema va risolto in Libia perch l la situazione fuori controllo.

La crisi Il negoziato resta difficile

Ucraina, spinta nella notte per un accordo

alle pagine 2 e 3

Cavallaro, Iossa
LANALISI

La linea: spingere
la Ue a intervenire
di Fiorenza Sarzanini

di Aldo Cazzullo

l caos politico di questi giorni non annuncia una guerra


Renzi-Berlusconi, che entrambi hanno interesse a evitare; ma
questo non significa che non
sia accaduto nulla. Anzi, una fase si chiusa; e questo implica
qualche rischio non tanto per i
contraenti del patto del Nazareno, quanto per il Paese.
Dal novembre 2011 lItalia di
fatto stata retta da una grande
coalizione, voluta da Giorgio
Napolitano e guidata prima da
Monti, poi da Letta, quindi da
Renzi, che con il patto del Nazareno si copr le spalle prima
di salire a Palazzo Chigi. Non
stata unalleanza organica, come quella al governo a Berlino
e a Bruxelles; ma finora aveva
resistito.
continua a pagina 33

Hollande e Merkel davanti alla stretta di mano tra il russo Putin e lucraino Poroshenko. I 4 leader
a Minsk hanno trattato per tutta la notte. Alle pagine 5 e 6 Coppola, Dragosei, Sarcina, Valentino
TERRORISMO CONTRO LISIS

Ora Obama chiede


i poteri di guerra

GIANNELLI

di Massimo Gaggi
arack Obama chiede al Congresso nuovi
poteri di guerra contro lo Stato islamico:
unautorizzazione limitata nel tempo tre
anni e che non esclude linvio di soldati
sul campo. Ma non sto chiedendo di aprire
una nuova guerra come in Afghanistan o in
Iraq, assicura il presidente americano, che
si impegna a mandare truppe di terra solo se
assolutamente necessario. Infine la
promessa: LIsis perder.

a pagina 8

Consob: scambi anomali


sulle banche popolari
LEtruria commissariata
Plusvalenze sospette, potenziali e realizzate, per circa 10
milioni di euro: le indagini sul
possibile insider trading legato
al decreto di riforma delle Popolari sono ancora in corso, ma
intanto il presidente della Consob, Giuseppe Vegas, ha rivelato in unaudizione al Parlamento che sono emersi scambi
anomali. E Popolare Etruria,
scheggia impazzita nel gran
rialzo delle Popolari, viene
commissariata dal ministero
dellEconomia su richiesta della Banca dItalia.
Intanto il governo ha rinviato ancora il decreto che rivede
le sanzioni penali in campo fiscale, al centro delle polemiche
per la presunta norma salva
Berlusconi con la franchigia
del 3% per i reati penali.
alle pagine 19, 34 e 35

Per Schettino 16 anni, ma non va in cella


Naufragio della Costa Concordia, lex comandante: verdetto scontato, sono morto anchio
di Marco Imarisio

S
9 771120 498008

Le conseguenze
della fine
di un Patto
troppo ambiguo

ECONOMIA SLITTA LA DELEGA FISCALE, STOP ALLA NORMA DEL 3%

continua a pagina 33

50 2 1 2>

BERLUSCONI SULLE BARRICATE

a pagina 3

REUTERS/BELTA

siste come stato


dichiarato nei giorni
scorsi una deriva
autoritaria in Italia?
Non credo che la
democrazia sia in pericolo
perch il presidente del
Consiglio in carica non
parlamentare e perch il
Parlamento stato eletto con
una legge successivamente
dichiarata (parzialmente)
illegittima costituzionalmente.
Infatti, la Costituzione non
richiede che i ministri e il loro
presidente siano parlamentari
e Renzi non il primo
presidente che non sia stato
eletto nelle file dei deputati o
dei senatori. Poi, la Corte
costituzionale, nel dichiarare
lillegittimit di alcune norme
della legge Calderoli, ha
precisato che la sentenza non
tocca in alcun modo il
Parlamento in carica, perch
non ha nessuna incidenza su
di esso.
Se non questo che pu
preoccupare, c qualcosa di
pi profondo che possa far
temere una svolta autoritaria ed
evocare il timore del tiranno
che percorre tutta la storia
dellItalia repubblicana? Per
rispondere a questa domanda,
bisogna valutare almeno tre
elementi: c qualcuno che
insidia la democrazia, prepara,
politicamente e culturalmente,
un governo autoritario? C, al
contrario, un diffuso
patriottismo costituzionale,
una dichiarata e ampia lealt
alla Costituzione? Infine, ci
sono i contropoteri, gli
anticorpi, che potrebbero far
fronte a tentazioni autoritarie?
Nei Paesi moderni come
lItalia non si pu conquistare il
potere con la Carboneria o con
altri mezzi nascosti: occorre
che qualcuno formuli un
disegno politico, trovi un
ideologo, faccia propaganda,
cerchi di conquistare consensi
intorno a un obiettivo che
conduca a un potere
autoritario.

ANNO 140 - N. 36

edici anni e un mese. E


niente arresto. Il tribunale
di Grosseto ha condannato in
primo grado lex comandante
della Concordia Francesco
Schettino per naufragio, omicidio colposo e lesioni plurime, abbandono della nave.
Molto pi dura la richiesta dellaccusa: 26 anni. La sentenza
condanna anche la compagnia
ad un risarcimento di oltre 7
milioni. Lex comandante: quel
giorno sono morto anchio.
a pagina 24 Gasperetti

IDEE& INCHIESTE
IL CASO

LA LETTERA

CASE DELLAQUILA: MARINO: CAMBIAMO


DOV LA GIUSTIZIA? LA LEGGE MERLIN
di Gian Antonio Stella

di Ignazio Marino

incubo prescrizione, dopo


5 anni di rinvii, c. Il processo dellAquila sui rilevatori
difettosi dei 4.600 appartamenti antisismici delle new town
pu saltare. Addio giustizia.
a pagina 26

l sindaco di Roma scrive ai


vertici di Senato e Camera,
Grasso e Boldrini, per spingerli
a una diversa regolamentazione della prostituzione: la legge Merlin ha oltre 60 anni.
a pagina 25

OGGI IL VERTICE

Grecia in stallo
tocca ai leader
di Ivo Caizzi

allEurogruppo al Consiglio dei 28 premier e capi


di Stato Ue. Il nodo Grecia, a rischio insolvenza, approda oggi
di fronte ai leader col primo
faccia a faccia tra il neopremier
Tsipras e la cancelliera Merkel.
AllEurogruppo il ministro delle Finanze greco Varoufakis ha
chiesto il s alla sua proposta in
cambio del rispetto del 70%
degli impegni del passato.
alle pagine 10 e 11 Galluzzo
Garibaldi, Natale
e un intervento di Tony Blair

Gioved 12 Febbraio 2015 Corriere della Sera

Primo piano La tragedia in mare

Le tappe
Sabato
pomeriggio
sulla costa
libica si sono
radunate 460
persone, tra le
quali donne e
bambini, per
salpare verso
lItalia.
Provenivano
da Mali,
Senegal, Costa
dAvorio e
Gambia
I migranti
avevano
pagato ai loro
scafisti una
quota tra i 650
e gli 800 dollari
ciascuno
Del gruppo,
in 430 vengono
portati su un
molo e,
malgrado le
pessime
condizioni del
mare, fatti
salire sotto la
minaccia delle
armi a bordo di
quattro
gommoni da
40 cavalli con
solo 10 taniche
di carburante
Due
imbarcazioni, a
poche miglia
dalla costa,
vengono subito
travolte da
onde alte nove
metri e
cominciano a
imbarcare
acqua. Dopo
lSos lanciato
con un
satellitare,
scattano le
operazioni di
soccorso
Luned in
condizioni
disperate
vengono
recuperati i
105 che erano
a bordo del
primo
gommone:
ventinove
muoiono
di freddo
sulle
motovedette.
Negli altri due
gommoni, che
trasportavano
212 persone,
nove sono stati
tratti in salvo
ieri mentre
annaspavano
tra le onde.
Del quarto
gommone
non c pi
traccia

I migranti morti sono pi di trecento


Spinti sui gommoni con le armi
Il racconto di Buba: il mare era cattivo e non volevo partire, mi hanno preso a bastonate
Si sono
quasi sfiorati i carri funebri
con i 29 migranti morti di
freddo luned sulle motovedette e gli ultimi nove superstiti arrivati ieri mattina sul
molo di Lampedusa. Da una
parte, un tetro corteo inghiottito dalla pancia della motonave per le sepolture in Sicilia. Dallaltro, quei nove sopravvissuti emaciati, raccolti
da un rimorchiatore, rinsecchiti come manichini, gli occhi sgranati sui soccorritori, a
loro volta sconvolti dal racconto di Mussah, ventanni, la
famiglia nel Mali: Eravamo
pi di 400 sabato, stipati in un
capannone a due passi da Tripoli, trasferiti in spiaggia, a
Garbouli, costretti a salire su
quattro vecchi gommoni da
uomini armati di pistole e bastoni, il mare un inferno, senza potere ribellarci, minacciati, a forza....
Racconto drammatico come la contabilit del disastro
perch con questa e altre testimonianze si capisce adesso
che era solo provvisorio il pur
pesante bilancio di luned,
quando le due motovedette
della Guardia costiera avevano raccolto sette cadaveri, salvando quasi cento migranti,
22 dei quali poi morti a bordo,
uccisi dal gelo perch non
cera posto in cabina, rimasti
allaperto, frustati per quindici ore dalla tempesta.
Niente rispetto ai numeri e
alla catastrofe di cui parla chi
ha visto salpare i quattro
gommoni, un motore da 40
cavalli a testa, dieci taniche di
benzina e via senza certezza,
se non quella dei trafficanti
che avevano gi intascato una
media di mille dinari per ogni
passeggero mandato al massacro di onde alte dieci metri
e di un vento gelido da 75 chilometri orari. Adesso, con un
eufemismo, si parla di 300 dispersi, quasi tutti provenienti
da Mali, Senagal, Costa dAvorio e Gambia. Ma potrebbero

LAMPEDUSA (AGRIGENTO)

essere anche pi di 330 i morti. Perch dei quattro gommoni, due sono quelli del gruppo
trovato luned pomeriggio,
uno quello di Mussah e degli altri otto migranti recuperati ieri mentre del quarto
non si ha traccia.
La cautela della Procura
della Repubblica di Agrigento
che, in assenza di relitti e
corpi, non conferma il disastro obbligatoria, ma tutto
lascia pensare a una tragedia
simile a quella del 2013 quando da tutta Europa si giur

che non sarebbe mai pi accaduto. Basterebbe lo sgomento


di papa Francesco per dare la
misura della pena e della rabbia di chi ha creduto di potere
scuotere le coscienze di cancellerie pronte a ridurre gli
sforzi di Mare Nostrum via via
con Frontex e Triton. E davanti alla nuova tragedia tuona
pure il commissario dei diritti
umani del Consiglio dEuropa, Nils Muiznieks: Triton
non allaltezza.
Promesse adesso sferzate
da tempeste come quella ab-

battutasi sulle due motovedette partite per il primo salvataggio luned scorso. Su
una delle due il caso vuole
che ci fosse un infermiere
dellOrdine dei cavalieri di
Malta, Salvatore Caputo, 66
anni, 40 passati in ospedale
vicino a Matera, ieri mattina
da volontario salpato di nuovo con gli uomini della Capitaneria per recuperare i 9 superstiti: Ho visto la morte e
la vita intrecciarsi. Ho visto
morire quei ragazzi luned
senza potere fare niente e

Nel 2013
Il 3 ottobre
nel Canale di
Sicilia si
consuma la
tragedia del
mare pi grave
dal Dopoguerra: su un
barcone
naufragato al
largo di
Lampedusa
muoiono 366
persone, tra le
quali tante
donne e
bambini; i
superstiti sono
155
Il Consiglio
dei ministri
proclama una
giornata di
lutto nazionale
per onorare le
vittime del
naufragio. Il
presidente
della
Repubblica
Giorgio
Napolitano
dichiara:
Provo
vergogna e
orrore;
necessario
rivedere le
leggi
antiaccoglienza
. Papa
Francesco dice:
una
vergogna

adesso capisco dai vivi, da


Mussah e dai suoi compagni,
come sono stati trascinati su
gommoni flaccidi.
Eccolo al Centro accoglienza un altro scampato di 25 anni, Buba, la famiglia in Gambia, le mani strette a quelle di
Giovanni Abbate, un volontario dellOim, lOrganizzazione
internazionale dei migranti,
sorpreso dalla violenza evocata. Perch Buba, smilzo ma vigoroso, racconta i due mesi
nel deserto, le umiliazioni subite per tre mesi a Tripoli, approdo per mettere da parte i
soldi della traversata: Io sabato non volevo partire. Lavoravo come manovale. Ma
quattro libici mi hanno catturato e portato su una spiaggia
dove cerano centinaia di persone su quattro gommoni. Mi
hanno rubato tutto, 600 dinari e un telefonino, costretto a
bastonate a partire. Noi gridavamo che non si poteva per il
mare cattivo, ma quelle bestie
dovevano liberarsi di noi... E
ora siamo vivi grazie a Dio e a
voi italiani.
Si scrutano allampanati i
sopravvissuti cercando facce
che non trovano fra le baracche di un centro dove i pi deboli non sono mai arrivati.
Mancano tante donne e tanti
bambini, inghiottiti dal mare.
Ce ne sono solo sei di ragazzini sotto i 15 anni. Tutti della
Costa dAvorio. Dodici il pi
piccolo, Amhed, la paura disegnata su occhi grandi che la
dolcezza di una operatrice di
Save the Children, Giovanna
Di Benedetto, sembra infine
rasserenare. arrivato da solo
e ascolta imbambolato Buba
quando spiega con fatalismo
il rischio e il destino: Sappiamo a cosa andiamo incontro,
ma inseguiamo un sogno e il
sacrificio impone di giocarci
la vita per costruire il futuro,
mettendola nelle mani di
Dio.
Felice Cavallaro
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Gioved 12 Febbraio 2015

PRIMO PIANO

Letta-Renzi, scontro sui pattugliamenti


Lex premier: ripristinare la vecchia missione anche se si perdono voti. La replica: non strumentalizziamo
ROMA

Trecento, probabilmente

Le posizioni di pi. I 29 morti per freddo si


Per Matteo
Renzi non ci
sar alcuna
marcia indietro
sulloperazione
Mare Nostrum
Per Enrico
Letta Mare
Nostrum
sinonimo di
civilt, anche se
fa perdere voti

In salvo
Nella foto
a sinistra,
un migrante
scampato
al naufragio

sono decuplicati. E la nuova,


immensa tragedia dei migranti
annegati nel Mediterraneo,
scatena una polemica che ha
infuocato ieri la giornata politica e istituzionale. Come un
idrante, nel tardo pomeriggio,
Matteo Renzi ha gettato acqua
fredda su tutto quel fuoco in
unintervista a Sky Tg24. Triton
un fallimento? Bisogna tornare a Mare Nostrum? Il premier
ribatte con un velo dirritazione: Il problema non Mare
Nostrum o Triton, si pu chiedere allEuropa di fare di pi, lo
far subito; ma il punto politico risolvere il problema in Libia, dove la situazione fuori
controllo.
A Renzi non piaciuto il
braccio di ferro, a suo avviso
strumentale, tra chi parteg-

Lanalisi

gia per Triton e chi vuole rimettere in campo loperazione


umanitaria tutta italiana, Mare
Nostrum. E se il capo dello Stato, Sergio Mattarella, si detto
molto colpito dalla nuova immane tragedia avvenuta in acque internazionali, e ha
espresso apprezzamento per
lopera dei soccorritori che ha
permesso di salvare molte vite, sono arrivati attacchi durissimi dalle opposizioni, Sel,
Lega Nord e 5 Stelle (critiche
scontate, per Renzi) ma anche
reazioni negative da esponenti

Mattarella e il Papa
Il capo dello Stato:
Colpito da questa
immane tragedia. La
preghiera di Bergoglio

del Pd e delle istituzioni. Lo


scontro con Enrico Letta, lex
premier che nel 2013 lanci
Mare Nostrum, diretto, anche
se a distanza. Letta chiede di
tornare subito alloperazione
umanitaria chiusa nel 2014. Su
Twitter scrive: Ripristinare
Mare Nostrum. Che gli altri Paesi europei lo vogliano o no.
Che faccia perdere voti o no.
Diretto anche Pietro Grasso,
presidente del Senato: Siamo
chiamati, come cittadini europei, a rispondere non a un tribunale ma alla nostra coscienza, per ciascuna delle vittime
del Mediterraneo. Agire ora
gi troppo tardi. Si confermano le preoccupazioni che in
molti avevamo espresso sulla
fine di Mare Nostrum sono
le parole del presidente della
Camera Boldrini . Di fronte a
questa strage non si pu non

prendere atto che loperazione


Triton inadeguata.
Anche papa Francesco interviene: prega per le vittime e incoraggia alla solidariet, affinch a nessuno manchi il necessario soccorso. Provo dolore per le vittime, per queste
storie terribili, dice Renzi.
Tuttavia, spiacevole che si
utilizzino certe vicende in modo cinico. Quando ci sono
morti, anche soltanto per rispetto, lidea di usarli come
strumentalizzazione fa male al
cuore. Chi ne approfitta e d
vita a un derby tra chi sostiene
Mare Nostrum e chi Triton,
non guarda la realt ma solo le
proprie posizioni ideologiche. Certo, lUe deve fare di
pi, porter il tema in Europa, assicura il premier ma
sembra evidente che per lui
non esista la possibilit di un

218
mila rifugiati
e immigrati
hanno
attraversato
il Mediterraneo
nel 2014,
secondo le
stime dellAlto
commissariato
delle Nazioni
Unite
per i rifugiati

RIPRODUZIONE RISERVATA

I numeri
Incidenza percentuale dei decessi in rapporto al numero dei migranti
OPERAZIONE MARE NOSTRUM
DURATA: dal 18 ottobre 2013 al 31 dicembre 2014
2,09%

di Fiorenza Sarzanini

ripristino di Mare Nostrum. E a


chi si spinge fino a indicare
unequivalenza tra migranti e
terroristi, risponde che stabilire un nesso tra limmigrazione e il terrorismo difficile, in
Francia lattentato lhanno fatto
non persone venute da fuori
ma ragazzi nati in Francia, non
gente che stava nel deserto.
Gi nella mattina, il commissario per i diritti umani del
Consiglio dEuropa, Nils Muiznieks, aveva detto che Triton
non sufficiente per salvare i
migranti nel Mediterraneo.
Lo pensa anche il nostro ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni: Triton solo un inizio, e
non c dubbio che nelle dimensioni unoperazione pi
ridotta rispetto a Mare Nostrum.
Mariolina Iossa

ZONA Acque internazionali


SCOPI Salvare la vita ai migranti in mare
e assicurare alla giustizia i trafcanti di migranti

1,05%

Mare Nostrum
dal 1 gennaio al
31 ottobre 2014

Triton e Mare Nostrum


dal 1 novembre al
31 dicembre 2014

0,81%
durante Triton
dal 1 gennaio al
10 febbraio 2015

OPERAZIONE TRITON
DURATA: dal 1 novembre 2014
ZONA Entro 30 miglia dalla costa
SCOPI Pattugliamento delle frontiere
del Mediterraneo

-49,76% variazione percentuale dopo la ne di Mare Nostrum

Mantenere la linea dura


per costringere lEuropa a intervenire, impedendo che sia lItalia da sola a doversi fare carico
dellemergenza immigrazione
provocata dalle crisi in Medio
Oriente e in Nordafrica, in particolare in Libia. Ma soprattutto
frenare subito gli attacchi politici, anche a costo di arrivare allo scontro istituzionale. Ha un
duplice obiettivo la scelta del
presidente del Consiglio Matteo Renzi di intervenire in serata con unintervista al telegiornale di Sky per ribadire che indietro non si torna e dunque
non ci sar una nuova missione
umanitaria come Mare Nostrum. E arriva alla fine di una
giornata convulsa, con il governo compatto nel mantenere un
atteggiamento di fermezza. Del
resto gi in mattinata era apparso chiaro che in tema di immigrazione lesecutivo sarebbe
stato determinato a difendere
la necessit di continuare i pattugliamenti congiunti con gli
altri Stati dellUnione Europea
nel tratto di mare a Sud della Sicilia, proprio come sta avvenendo con Triton, nonostante la consapevolezza che loperazione non ha dato i risultati
che si sperava.

dal
1 novembre
2014
al
10 febbraio
2015

ROMA

La festa dellArma
Lappuntamento fissato alle 10.30 per linaugurazione
dellanno accademico alla
scuola ufficiali dei Carabinieri.
Oltre a Renzi ci sono il ministro
della Difesa Roberta Pinotti e
quello dellInterno Angelino
Alfano. La conferma che nel
naufragio di due giorni fa al
largo della Libia sono morti oltre 300 migranti c gi. Ma
nessuno ne parla nei discorsi
ufficiali, nulla viene detto al
termine della cerimonia. La parola dordine appare chiara: la
tragedia avvenuta in acque
internazionali, non un problema dellItalia, dunque non
spetta a noi intervenire per affrontare lemergenza. La polemica per monta, intervengo-

2014
ITALIA

3.538 i morti
e i dispersi in mare su
170.100 migranti giunti
sulle coste italiane

206 i morti
e i dispersi in mare su
19.688 migranti sbarcati
sulle coste italiane

MALTA

Corriere della Sera

LItalia e la linea della fermezza: ci pensi lUe


Cos il governo respinge gli attacchi interni
I dati diffusi dal Viminale su Mare Nostrum: le unit di soccorso agevolavano gli scafisti

63
mila richieste
di protezione
internazionale
presentate
nel 2014,
secondo i dati
del ministero
dellInterno

16
mila sono
le richieste
di protezione
internazionale
esaminate
dalle
Commissioni
territoriali

no politici di destra e di sinistra


molti anche del Partito democratico per attaccare il
governo e stigmatizzare il fallimento di Triton. Da pi parti si
chiede lavvio di una nuova
missione umanitaria. Durissime sono le prese di posizione
internazionali e quelle delle organizzazioni umanitarie.

I numeri del Viminale


Dal ministero dellInterno
cominciano a filtrare i dati che
mettono a confronto Mare Nostrum e Triton nel tentativo di
dimostrare che il problema
non riguarda la missione, ma la
necessit di pianificare interventi strutturali che coinvolgano tutta lEuropa. Perch, sostengono al Viminale, mettere in mare unit di soccorso
serve soltanto ad agevolare gli
scafisti. Se il problema salvare
i profughi allora lEuropa deve
pensare a un corridoio umanitario, altrimenti bisogna tenere
la posizione e proseguire nella
lotta contro i trafficanti di esse-

ri umani. E allora si fa sapere


che nel 2014, quando la Marina militare pattugliava sistematicamente il tratto di mare
immediatamente antistante le
acque territoriali libiche con
cinque unit navali, ci sono stati 3.538 tra morti e dispersi in
mare, a fronte di 170.100 migranti complessivamente giunti sulle coste nazionali mentre
dal 1 novembre 2014 ad oggi,
dopo la conclusione di Mare
Nostrum e lavvio delloperazione Triton, i morti e i dispersi
sono stati 206 su 19.688 sbarcati.
Restano fuori da questo conteggio dellorrore gli oltre 300
morti di due giorni fa, le vittime dellennesima tragedia in

Pi impegno
Sugli sbarchi il governo
convinto che lEuropa
debba farsi carico
di interventi strutturali

unemergenza che appare ormai senza fine. Disperati che


fuggono dalla miseria e dalla
guerra. Uomini, donne e bambini che attendono anche settimane prima di riuscire a trovare un posto su pescherecci e
gommoni. Partono dallAfrica,
ma negli ultimi mesi si aperta
anche la nuova rotta dalla Turchia, dove salpano la maggior
parte dei siriani in fuga dalla
guerra.

Lo scontro istituzionale
Di tutto questo parlano i vertici delle istituzioni, dai presidenti del Parlamento fino al capo dello Stato in dichiarazioni
ufficiali che esprimono dolore
per le centinaia di morti. La polemica continua a montare, le
consultazioni tra i membri del
governo convincono Renzi sullopportunit di intervenire.
La decisione di archiviare
Mare Nostrum era stata presa
nellottobre scorso proprio nella convinzione che non fosse
risolutiva per affrontare il pro-

La linea
Secondo
il Viminale
la strategia
migliore
per salvare
i profughi
che affrontano
il mare non
sarebbe quella
dei soccorsi
in acque
internazionali,
che finirebbe
con lagevolare
la mancanza
di scrupoli
degli scafisti,
ma quella
di creare
un corridoio
umanitario

blema dei flussi migratori, ma


anche perch lItalia riteneva
troppo oneroso sia in termini economici, sia politici accollarsi da sola la gestione dellassistenza e dellaccoglienza
dei profughi. E si era ottenuta
la collaborazione della Ue nel
varo di Triton che coinvolge 29
Stati. Anche perch, dicono
adesso al Viminale, su 63.041
richieste di protezione internazionale presentate nel 2014, ne
sono state effettivamente esaminate 16.603 (pari al 26,34 per
cento) dalle competenti Commissioni territoriali, di cui
7.553 con esito positivo (pari al
45 per cento) e questo significa
che oltre ai profughi sono
giunti nel nostro Paese anche
migliaia di irregolari.
Alle 19 il presidente del Consiglio parla in tv e spiega che
non ci sar alcuna marcia indietro. Il tono duro, difficile
che basti comunque a placare
lo scontro.
fsarzanini@corriere.it
RIPRODUZIONE RISERVATA

Gioved 12 Febbraio 2015 Corriere della Sera

Corriere della Sera Gioved 12 Febbraio 2015

Primo piano Il conflitto a Est

Ucraina, negoziati a oltranza


A Minsk si insegue la pace
Nella notte Putin, Poroshenko, Hollande e Merkel trattano senza staff
Laccordo
Il 5 settembre stato
siglato a Minsk
un accordo di
tregua
(disatteso) tra il
governo
ucraino e i
ribelli filorussi
che avrebbe
dovuto riaprire
la strada a una
soluzione
politica della
crisi
Tra i punti
dellaccordo,
oltre
allimmediato
cessate il
fuoco: la
creazione di
una zona
cuscinetto
smilitarizzata di
30 km nelle
aree di
frontiera con la
Russia; la
creazione di
corridoi
umanitari; e,
punto pi
controverso, la
definizione del
futuro status
del sudest
ucraino
attraverso una
legge sullo
statuto
speciale delle
regioni di
Donetsk e
Lugansk. Kiev
si dice disposta
a concedere
una qualche
forma di
autonomia

DAL NOSTRO INVIATO

Ai confini dellabisso,
che lennesima giornata di violenza e massacri in Ucraina ha
indicato come prospettiva concreta e vicina, un soprassalto di
ragione sembra rimettere in
primo piano gli argomenti del
dialogo e della diplomazia.
presto per dire che il vertice di
ieri a Minsk sia stato un successo. Ma lo sforzo di Angela Merkel e Franois Hollande, alias
lEuropa, che per amore e per
forza hanno fatto sedere a un
tavolo il presidente russo Vladimir Putin e quello ucraino
Petro Poroshenko, ha almeno il
merito di riprendere un filo
che rischiava di andare irrimediabilmente perduto.
A meno di sorprese, che la
lunga sessione notturna non
consentiva di escludere del tutto, il summit bielorusso si preparava a produrre una dichiarazione comune, dove viene ribadito il sostegno allintegrit
territoriale e alla sovranit del-

MINSK

drammatizzato la portata dellappuntamento: Il mondo intero aspetta di sapere se la situazione si muover verso una
de-escalation, il ritiro delle armi e la tregua, ovvero se sfuggir ad ogni controllo. Anche
lincontro davvio a quattro
senza i ministri degli Esteri,
aperto dalla stretta di mano tra
Putin e Poroshenko, non era
stato inizialmente previsto dal
protocollo ed stato considerato un buon segno. Dopo quasi due ore di discussione, una
parte delle quali insieme ai capi delle rispettive diplomazie, i
leader hanno posato per i fotografi, prima di chiudersi in una
sessione allargata agli sherpa e
agli esperti, che nei giorni
scorsi avevano lavorato allintesa.
Le grandi linee del compromesso erano note: cessate il
fuoco, ritiro degli armamenti
pesanti, creazione di una fascia
smilitarizzata, un certo grado
di autonomia per le regioni
orientali controllate dai ribelli

lUcraina. Un documento separato, redatto dal gruppo di contatto formato da Russia, Ucraina e Osce, lOrganizzazione per
la Sicurezza e la cooperazione
in Europa, dovrebbe riaffermare limpegno al cessate il fuoco,
firmato lo scorso settembre
nella stessa capitale bielorussa
dalle parti in conflitto e tuttavia
mai veramente rispettato da alcuno. Come dire che a Minsk,
si tornati a Minsk: non molto, il minimo per non sprofondare. E non detto che basti
a bloccare la fornitura darmi
americane alle forze ucraine,
che secondo lIstituto di Studi
Strategici di Londra avrebbe
solo leffetto di intensificare le
forniture russe ai ribelli, aggravando lo scontro.
Il vertice cominciato a tarda sera. Prima di sedersi intorno al tavolo rotondo con Vladimir Putin, la cancelliera tedesca e il presidente francese
hanno avuto un colloquio preliminare con Poroshenko, che
al suo arrivo a Minsk aveva

russofoni. Ma le distanze sono


rimaste grandi sulle specifiche
dei punti cruciali: il rispetto
della tregua, che Mosca vorrebbe garantito da una forza di interposizione multinazionale,
ma Kiev teme possa diventare il
surrogato di una presenza formale russa, magari via Kazakhstan; il tracciato della fascia
smilitarizzata, che i filorussi
vorrebbero registrasse la loro
avanzata dellultimo mese; il livello di autonomia per le province dellEst, che per Kiev non

Trattative
Sopra
il presidente
Hollande
e la cancelliera
Merkel, ieri
allarrivo
a Minsk per
il vertice. Sotto
i leader prima
di sedersi al
tavolo: Putin,
Merkel,
Hollande e
Poroshenko (A)

pu andare oltre un decentramento rafforzato, mentre i ribelli, appoggiati dal Cremlino,


vogliono di tipo federalista,
compreso il diritto a esprimersi sulle scelte strategiche del
governo centrale; infine, il controllo dei confini con la Russia,
che Poroshenko rivendica a
pieno titolo per fermare il flusso di uomini e mezzi verso i separatisti.
Mosca ha fatto mostra di ottimismo sullincontro bielorusso. I presidenti non faranno un viaggio a Minsk per nulla, avevano detto alla vigilia
fonti del ministero degli Esteri
russo. Pi cauti i tedeschi: il
portavoce della cancelleria,
Steffen Seibert, aveva parlato di
barlume di speranza, ma nulla di pi.
Certo, se Merkel e Hollande
avevano sperato che la loro iniziativa di pace avesse un riscontro di moderazione sul
campo, successo esattamente
il contrario. Tra marted e ieri
almeno 50 persone, tra soldati
ucraini, ribelli russofoni e civili, sono morte in scontri o sotto
i bombardamenti E se da un lato i filorussi hanno tentato di
consolidare i vantaggi acquisiti
prima di firmare una eventuale
tregua, dallaltro le artiglierie
delle truppe ucraine hanno
continuato a martellare i centri
abitati russofoni, colpendo anche un minibus e perfino un
ospedale.
Paolo Valentino
RIPRODUZIONE RISERVATA

Ma leconomia corre verso il crac, servono 27 miliardi


Il Pil si contratto dell8%, crollate la moneta e le riserve estere. I costi della guerra sono enormi
I costi
La guerra
con la Russia
nel 2015
coster
allUcraina da
5,2 a 6 miliardi
di aggravi
1,2-1,5
miliardi in
meno di
entrate fiscali
per il calo del
Pil; 2-2,5
miliardi in pi di
spese militari; 2
miliardi di
debito
Gazprom
Il Donbass
ha potenziale
di ricchezza
per 28 miliardi

Nel primo anniversario della


cacciata di Viktor Yanukovich,
leconomia ucraina resta quella
che era quel giorno, il 22 febbraio del 2014. Pi vicina al fallimento che agli standard minimi europei.
Il vecchio regime si era rivolto, gi nel 2010, al Fondo monetario internazionale. Poi, mentre comparivano le prime tende in Maidan, aveva chiesto un
altro prestito di 15 miliardi di
dollari. Senza quelle risorse
lamministrazione statale non
sarebbe stata in grado di pagare pensionati e dipendenti
pubblici nel giro di qualche
settimana.
Oggi il governo di coalizione
pro Ue, guidato da Arseniy Yatsenyuk, si ritrova davanti una
realt, se possibile, ancora pi
drammatica. Nel marzo del
2014 la direttrice generale del
Fmi, Christine Lagarde, firm
la concessione del finanzia-

I conti dellUcraina
Valuta e riserve
Cambio
Hryvnia - Euro

Riserve
miliardi $

35

10

30
25

15

20

20

15

25

10

30

5
2004 05

06

07

08

09

10

11

12

13

14

15

Pil procapite
In dollari americani, a parit di potere dacquisto
Ucraina
Polonia
20.000
Lituania
Russia
15.000
10.000
5.000
0
1990

1995

Fonte: Financial Times

2000

2005

2010

2013

Corriere della Sera

mento. Ma quei 15 miliardi si


sono rapidamente polverizzati.
Adesso ne occorrono altri 15
secondo valutazioni dellUnione Europea o forse almeno 27
miliardi, stando alla stima riportata ieri in un commento
del Financial Times, firmato da
Martin Wolf. Secondo il quotidiano inglese Europa e Usa devono farsi carico della stabilizzazione dellUcraina, concedendo a Kiev tutte le risorse
che occorrono.
Il bilancio di uno Stato un
esercizio politico, prima ancora che contabile. La guerra con
la Russia ormai dentro leconomia, la finanza pubblica, i
commerci di Kiev. Negli ultimi
dodici mesi la produzione di
r i c c h e z z a s p r ofo n d a t a
dell'8%. Ed ancora poco, se si
pensa che le attivit del Donbass occupato dai separatisti, il
bacino carbonifero e dellindustria pesante integrata con la

Russia, vale il 16% del Pil nazionale. Il crollo della moneta e la


fuga dei capitali hanno gi fatto precipitare le riserve valutarie sotto il livello di guardia: da
35 miliardi a 10 in tre anni.
Nel 2104 lo Stato ha speso
per lesercito circa 2-3 miliardi
di dollari. Questanno la posta
sale fino a 5,7 miliardi per poter inviare altri 40 mila militari
(250 mila il totale degli effettivi
nel Paese) contro i reparti dei
filorussi e le truppe di Vladimir
Putin. Nel conto aperto con
Mosca va calcolato anche il
rimborso senza sconti dei debiti con Gazprom: lanno scorso Kiev aveva gi stanziato 1,4
miliardi; ora se ne aggiungono
altri 2,03.
Quanto peser allora nel
2015 la voce guerra alla Russia? Solo la perdita del Donbass sottrae dai circuiti economici ucraini un potenziale di
ricchezza da 28 miliardi di dol-

lari. Nel bilancio pubblico le cifre, naturalmente sono pi


contenute. Il calo del Pil dell8%
si traduce in meno entrate fiscali per 1,2-1,5 miliardi di dollari; laumento delle spese militari in altri 2-2,5 miliardi; il debito Gazprom in 2 miliardi. Totale: da 5,2 a 6 miliardi di
aggravi, circa il 17 per cento del
bilancio.
A valle dei conti pubblici, la
tenuta sociale in bilico. A Kiev
i salari medi di 300 dollari bastano a mala pena a pagare laffitto e a fare la spesa, aggrediti
come sono da uninflazione reale vicina al 18%. Nel resto del
territorio si allargano, come in
uninfezione, le sacche di povert. Se lOccidente vuole salvare lUcraina difficilmente potr sottrarsi alla richiesta di
nuovi finanziamenti.
Giuseppe Sarcina
gsarcina@rcs.it
RIPRODUZIONE RISERVATA

Gioved 12 Febbraio 2015 Corriere della Sera

Primo piano Il conflitto a Est

La legione straniera che si batte per Mosca


Il Cremlino costretto a inviare in Ucraina reparti composti di reclute dal Caucaso e dallAsia centrale
MOSCA La guerra combattuta fi-

no ad oggi nellUcraina sudorientale si rivelata ben diversa dalloperazione mordi e


fuggi che lanno scorso port
allannessione della Crimea.
Nella penisola che Krusciov
aveva regalato allUcraina,
truppe dlite occuparono in
poche ore i punti chiave appoggiati da miliziani locali,
stabilirono posti di controllo e
se ne andarono dopo aver svolto il loro compito. Nel Donbass
in corso una guerra tradizionale, spiegano gli esperti di cose militari, e sul fronte dei ribelli servono volontari a migliaia, in grado di rimanere sul
territorio, di combattere a lungo, di tenere le posizioni.
Insomma, ci vuole una forza
di intervento tradizionale.
Quella che, secondo i detrattori della Russia, stata messa in
piedi ricorrendo a vari sistemi:
costringere i soldati di leva a
firmare per diventare professionisti e rimanere per due anni anzich 12 mesi; adoperare
forze provenienti da repubbliche del Caucaso ed ex repubbliche sovietiche povere.
Non a caso, un mese fa Vladimir Putin ha firmato un decreto che consente di arruolare
nellArmata Russa anche stranieri. Vale a dire, almeno per
ora, armeni e tagiki. I primi
vengono addestrati nella 102
base di Gyumri e, ufficialmente, dovrebbero essere poi im-

Nataliya
Ha 42 anni,
lavora in Italia
dal 2005
come
domestica.
stata in
Ucraina a
portare aiuti.
Suo nipote
Volodia, 34
anni,
falegname,
al fronte

Nina
in Italia dal
2011, ha 34
anni, lavora
anche come
colf in una
casa romana.
Suo fratello
Vassil, 45
anni, laureato
in
Architettura,
nellesercito
governativo

Alla
Ha 29 anni,
lavora in uno
studio
dentistico a
Corbetta
(Milano). Sua
sorella Olga,
22 anni,
studentessa
di Medicina,
arruolata
come
infermiera

La vicenda
Un mese fa
Vladimir Putin
ha firmato
un decreto
che consente
di arruolare
nellArmata
Russa anche
stranieri
Gli armeni
sono
addestrati
nella 102 base
di Gyumri.
Tremila uomini
della 201 base
in Tagikistan
(Asia Centrale)
partiranno tra
breve verso
la frontiera

piegati al posto dei soldati russi che verranno trasferiti in altre localit non specificate. Anche i tagiki sono in fase di
addestramento accelerato, ma,
secondo lesperto militare
Aleksandr Golts, in parte seguiranno i soldati russi trasferiti sulla frontiera Ucraina.
Tremila uomini della 201 base
in Tagikistan (Asia Centrale)
partiranno tra breve verso la
frontiera. Non si sa quanti potrebbero essere i locali che li
accompagneranno.
Il presidente ucraino Petro
Poroshenko aveva parlato nelle
scorse settimane di novemila
militari russi impegnati in incognito nel suo Paese. Il Cremlino smentisce tutto e afferma
che vi si trovano solo alcuni volontari.
In ogni caso ci sono elementi assai concreti per affermare
che questi volontari arrivano da tutta la Russia, dal distretto militare del Sud, da
quello dellOvest, da quello

Centrale.
Ci sono, secondo gli ucraini,
forze del Gru, il servizio segreto militare, truppe da sbarco.
Sono stati identificati uomini
del 25 reggimento Gru di Stavropol, della 77 brigata dassalto di Pskov, della 24 brigata
di Novosibirsk; uomini del reparto lanciamissili Uragan del-

Nuove reclute
Addestramento
accelerato per armeni
e tagiki, forze fresche
per lArmata Russa
la 288 brigata di artiglieria di
Mulino, una cittadina ai piedi
degli Urali.
Qui le madri dei soldati affermano di aver ricevuto tantissime segnalazioni di coscritti che vengono forzati ad apporre la firma. Diventano cos
militari di professione, vengo-

no pagati dieci volte di pi ma


possono poi essere impiegati
in ogni tipo di missione. Spesso dopo un addestramento del
tutto insufficiente, cos che i
morti fra i russi sarebbero tantissimi.
Ufficialmente non esistono
caduti in Ucraina, ma soldati
che muoiono in incidenti, durante laddestramento, nel
mezzo delle manovre. Soprattutto di quelle che si tengono
nel distretto di Rostov sul Don,
proprio a ridosso delle aree
ucraine occupate dai ribelli filorussi.
Evgeniya Vasilieva, presidentessa del centro Reggimento
Dimenticato tiene il conto.
Dallinizio del conflitto sarebbero morti in Ucraina 4.300 militari russi, un numero impressionante, se confermato. Quasi
quante sono le vittime ucraine
contate dagli organismi delle
Nazioni Unite, 5.400.
Secondo la Vasilieva, il ministero della Difesa russo am-

2
anni la leva
forzata
dei soldati
russi, costretti
a firmare il
prolungamento
rispetto
ai 12 mesi
iniziali

3,6
mila euro,
la paga di
quattro mesi
per i volontari
assoldati nella
poverissima
repubblica
del Daghestan

Manovre militari

Si schianta
a Volgograd
un caccia
bombardiere

MOSCA Un caccia militare russo Su-24

precipitato vicino al villaggio di


Oktiabrskij, nella regione di
Volgograd, nella Russia meridionale.
Nella zona sono in atto manovre
militari. Secondo il ministero della
Difesa russo, il caccia si schiantato
ieri mattina mentre era in fase di

atterraggio. Le autorit russe hanno


sospeso a titolo precauzione tutti i voli
dei caccia-bombardieri Sukhoi Su-24.
Gli inquirenti sospettano, infatti, che
oltre allipotesi di un errore umano (si
trattava di un volo di addestramento)
lincidente possa essere stato causato
da problema tecnico.

mette di aver perso solo 900


militari. Naturalmente non oltrefrontiera, ma in esercitazioni e incidenti. Una percentuale
altissima, se si considera che la
Russia un Paese non in guerra e che ha ottocentomila soldati, tra coscritti e militari di
mestiere.
Al di l di quella che potrebbe diventare una vera e propria
legione straniera, in Ucraina
combattono centinaia di volontari delle repubbliche russe. I ceceni innanzitutto, forgiati in anni di guerra. Ci sarebbero uomini della 18 brigata di fanteria di Khankala e
300 ragazzi della guardia
presidenziale di Ramzan Kadyrov.
Poi raggruppamenti dellOssezia del nord e del Daghestan.
I soldati provenienti da questa
repubblica poverissima, secondo le madri dei soldati, sono pagati 3.600 euro per quattro mesi di volontariato.
Chi apre bocca su quanto sta
accadendo finisce nei guai, come Lyudmila Bogatenkova, del
comitato madri di Stavropol,
arrestata per appropriazione
indebita.
I ragazzi morti tornano a casa in bare di zinco senza insegne. Come i caduti in Afghanistan ai tempi dellUnione Sovietica.
Fabrizio Dragosei
@Drag6
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il fotoreportage
Basta che mi dica:
mamma, sono vivo
Storie di ucraine (italiane)
testo di Alessandra Coppola
foto di Ivan Sarfatti

ataliya della guerra ha sentito lodore:


la cosa che pi mi ha colpito, era
ovunque nellaria, non avevo mai
respirato nulla di simile. In Italia dal 2005,
colf, 42 anni, lestate scorsa ha preso un treno
da Lviv a Harcov carica di diciotto pacchi da
distribuire ai villaggi lungo la linea del fronte.
Da sola. Volevo dare un contributo concreto.
Anche lei ha un parente in armi, il nipote
Valodia, 34 anni, ferito a una gamba a gennaio.
Nei ritratti di donne ucraine incontrate dal
fotoreporter Ivan Sarfatti, Nataliya
uneccezione: nessunaltra si spinta cos
lontano. Halyna, Rosa, Alessia, Alla, Nina,
vivono in case di Roma o Milano, badanti,
baby sitter, domestiche, raccolgono provviste
e abiti usati da spedire, manifestano in piazza
sotto le insegne di Kiev (vengono dalle regioni
occidentali), ma oltre il Pantheon o lArco
della Pace non possono andare. Lavorano qui.
Il reportage di Sarfatti, con le immagini della
quiete italiana a contrasto con le foto dei
parenti in tenuta militare, vuole dare il senso
di questa lontananza forzata e sofferta. I letti
da rifare e le preghiere alla chiesa ortodossa, i
bambini da accudire e le notizie recuperate in
rete, i panni da lavare e il cellulare che deve
restare sempre carico. Alessia, quando pu,
telefona al figlio per tranquillizzarsi: Basta
che mi dica: Sono vivo. Rosa il suo Bogdan,
34 anni, a lungo ha preferito non chiamarlo:
componeva il numero della nuora e a lei
chiedeva notizie. Quando, infine, si collegata
via Skype e lha visto, era invecchiato di
ventanni. Ora tra i soldati che combattono
a Mariupol. Olga, 22 anni studiava medicina:
stata arruolata come infermiera e spedita in
un ospedale da campo a Luhansk. Da
Corbetta, Milano, la sorella Alla vorrebbe farla
venire in Italia. Il fratello di Nina, invece,
partito volontario. Ed ancora al fronte.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Gioved 12 Febbraio 2015

armanibeauty.it - N Verde 800.916.484

Cate Blanchett

#SayS

la nuova eau de toilette

Gioved 12 Febbraio 2015 Corriere della Sera

Primo piano Il terrorismo

Lotta allIsis, Obama chiede poteri di guerra


Ma non saremo sul campo come in Afghanistan o in Iraq. Il precedente di Bush nel 2002
Le truppe
Ci sono circa
3.000 soldati
Usa in Iraq. A
dicembre
il Pentagono ha
trasferito mille
uomini della
82esima
divisione
aerotrasportata in una
base vicino a
Bagdad. A
novembre era
stato
autorizzato
linvio di 1.500
militari
Finora gli
Usa hanno
colpito lIsis con
i raid aerei, con
laiuto di alleati
come la
Giordania e gli
Emirati. Obama
ha detto che
potrebbe usare
forze speciali
ma non vuole
limpiego
massiccio di
truppe di terra

DAL NOSTRO INVIATO

Lautorizzazione a
combattere per tre anni contro
lo Stato islamico con le mani libere usando, se necessario, anche truppe americane in scontri sul campo. Con la risoluzione trasmessa ieri al Congresso,
Barack Obama chiede a repubblicani e democratici una prova di coesione politica su una
questione, la guerra in Iraq e
nelle regioni circostanti, che
uno dei principali tormenti
della sua presidenza. Accusato
di essersi ritirato da Bagdad
troppo presto e di non essersi
impegnato adeguatamente in
Siria, lasciando cos spazio allIsis, il presidente americano
ha lanciato gi da sei mesi
unoffensiva aerea contro il Califfato, con lappoggio di una
coalizione di 60 Paesi.
Ieri Obama ha inviato una
lettera al Congresso e poi ha
parlato allAmerica (affiancato
dal suo vice, Joe Biden, dal capo della diplomazia, John Kerry, e dai capi del Pentagono)
spiegando che fin qui gli alleati hanno condotto pi di duemila missioni di bombardamento imponendo allIsis una
ritirata in Iraq, mentre in Siria
la situazione pi difficile. Bisogna quindi prepararsi alleventualit di interventi pi
massicci, anche con limpiego
di forze di terra. Il presidente
ritiene di avere comunque i
NEW YORK

poteri per ordinare alle forze


Usa di combattere contro lIsis
che altrimenti diventer una
minaccia per noi e i nostri alleati anche al di fuori del Medio
Oriente. Ma chiede di potersi
muovere con la necessaria
flessibilit, visto che la situazione potrebbe spingerlo a rimangiarsi limpegno a suo
tempo preso con gli americani: non usare pi boots on
the ground, soldati Usa sul
campo di battaglia. Al tempo
stesso, dando allautorizzazione bellica un orizzonte temporale di tre anni, Obama dice
implicitamente che la guerra
quasi certamente non potr
essere vinta prima della fine
del suo mandato presidenziale.
E la prima volta da 13 anni a
questa parte che la Casa Bianca
chiede al Congresso lautorizzazione a condurre operazioni

Washington Il presidente Barack Obama (Afp/Jim Watson)

di guerra. I precedenti sono


quelli del settembre 2001,
quando George Bush, subito
dopo lattacco alle Torri Gemelle, si fece dare poteri illimitati per combattere contro Al
Qaeda e poi del 2002 quando il
Parlamento autorizz linvasione dellIraq.
Nel presentare la sua iniziativa, tuttavia, Obama ha sottolineato le profonde differenze
rispetto a quegli atti. Bush
chiese e ottenne un assegno in
bianco e lanci massicce campagne di terra. Stavolta il presidente assicura che non ci saranno offensive simili. La strategia continua ad essere quella
di una guerra aerea con le operazioni di terra condotte dalle
truppe locali. Aiutate e addestrate dalle forze alleate (gli
americani hanno gi rimandato circa tremila istruttori in
Iraq a preparare i ribelli siria-

Lallarme dellintelligence

Sono ormai ventimila i foreign fighters in Medio Oriente


Tra i circa ventimila foreign fighters, i combattenti
stranieri che in Iraq e in Siria hanno raggiunto le fila
dellIsis o di altri gruppi estremisti islamici, circa 3.400
provengono da Paesi occidentali.
Tra questi almeno 150 sono americani. Nick Rasmussen,
responsabile del National Counterterrorism Center
(Ncc) ha spiegato che il numero attuale di foreign
fighters in Siria senza precedenti: sono molto di pi
rispetto a quelli che si erano recati in Afghanistan,

Pakistan, Iraq, Yemen e Somalia negli anni scorsi.


Il timore principale dei servizi americani
ed europei legato al ritorno in patria di questi
combattenti stranieri.
Se non vengono identificati in tempo,
c il rischio che possano organizzare attentati
o attacchi in una grande citt, com successo a Parigi
il 7 gennaio con lattacco al settimanale satirico
francese Charlie Hebdo.

ni) che, per, non dovrebbero


partecipare ai combattimenti.
Ma ci saranno eccezioni. Obama ha fatto lesempio delle forze speciali da usare per un
blitz che gli eserciti locali
non hanno la capacit tecnica
di realizzare. E si gi parlato
della possibilit di usare gruppi di marines in alcune situazioni critiche.
Consapevole che la sua risoluzione potrebbe non passare
in un Congresso a maggioranza repubblicana, Obama ha discusso nei giorni scorsi la sostanza e il testo del documento
coi leader dei due partiti, nella
speranza di riuscire ad avere
un consenso bipartisan. Ma ieri sono emerse subito alcune
divisioni, anche se in controtendenza rispetto alle dinamiche politiche tradizionali. Alcuni senatori democratici, soprattutto quelli su posizioni
liberal, si sono detti poco
propensi a concedere al presidente poteri di guerra cos ampi: il potere di attaccare ovunque nel mondo dove dovessero
emergere forze che combattono sotto la bandiera dello Stato
Islamico. Per i repubblicani,
invece, i poteri chiesti da Obama (e che verranno usati anche
dal suo successore) sono troppo limitati: escludendo offensive massicce la Casa Bianca si
lega le mani da sola.
Massimo Gaggi
RIPRODUZIONE RISERVATA

Prima delle spese mediche assicuriamo la tua Salute

Corriere della Sera Gioved 12 Febbraio 2015

PRIMO PIANO

Denuncia di Anonymous
C anche un italiano
tra i jihadisti del web

La prigioniera morta in Siria

I fratelli vengono incitati online a mettere bombe

Lamericana Kayla
forse data in sposa
a un comandante
del Califfato

Kayla Mueller, la volontaria americana di 26


anni presa in ostaggio dallIsis nel 2013 e
uccisa in Siria in circostanze non chiare,
potrebbe essere stata costretta a sposarsi con
un comandante jihadista. LIsis non la vedeva
come un ostaggio o una merce di scambio,
hanno detto alla tv Abc funzionari anonimi
dellantiterrorismo. La famiglia della ragazza
comunque aveva ricevuto una richiesta di
riscatto. Sono almeno tre, secondo il New
York Times, le foto inviate ai genitori: due la
mostrano con un velo nero; unaltra ritrae il
cadavere adagiato su un sudario.

La cyber jihad e la controffensiva di Anonymous a Isis


non sono pi solo faccenda
americana o mediorientale.
Come anticipato da Corriere.it,
domenica sulle bacheche seguite dagli utenti italiani di
Twitter spuntato un comunicato dei Lupi Solitari. I fratelli (anche chi non fa parte di alcun gruppo) vengono incitati
a mettere bombe e a uccidere
gli infedeli. Sopra il testo, un
logo di Isis.
Si tratta di uno dei primi
scritti jihadisti in lingua italiana (seppure non correttissima). A postarlo in Rete laccount @khelafa_media4 (che
ora risulta irraggiungibile). Un
altro profilo, @IsisTechnical,
ripropone il testo. Ed a quel
punto che si arriva in Italia.
Questo utente, sospeso o hackerato dagli stessi Anonymous
luned, e ricomparso ieri come
@Technicalsis, sembra conoscere molto bene litaliano e
larabo. Nella sua biografia si
legge: Non ci fermeremo fino
alla conquista di Roma. Come
luogo, lo stato romano.
Qualcuno del collettivo di

La vicenda

Anonymous,
dopo lassalto a
Charlie Hebdo,
ha lanciato la
campagna
OpIsis
per arginare
la propaganda
dei jihadisti
A OpIsis
si sono uniti
utenti italiani
che affermano
di aver
bloccato pi di
500 account
filo jihadisti

Anonymous Italia, gi al lavoro


per loperazione partita dopo
lassalto di Charlie Hebdo condotta insieme agli hacktivist di
tutto il mondo, se ne accorge e
lo inserisce nelle liste di account da colpire e da tirare gi.
Lui insulta e minaccia.
Un ragazzino? Forse. Oppure
la sua attivit di propaganda
online potrebbe nascondere
qualcosa di pi. Nelle ultime
settimane in effetti stiamo assistendo ad un numero crescente di proclami jihadisti in
italiano. E questultimo comunicato sicuramente scritto da
qualcuno che conosce bene la
nostra lingua, spiega Lorenzo
Vidino, esperto di terrorismo
dellIspi. Attenzione, per, aggiunge: Chi scrive non necessariamente la stessa persona
che poi diffonde in Rete.
In tanta incertezza, ormai
noto come i giovani inizino il
loro processo di radicalizzazione proprio online. Si iscrivono
alle pagine Facebook, guardano cosa fanno i veterani. Se
non conoscono larabo usano
le applicazioni di traduzione.
Poi, se ci sono le capacit in-

Lomicidio dei tre studenti musulmani


Lassassino odiava tutte le religioni
Uccise due sorelle e il marito della maggiore alluniversit della North Carolina
I numeri
I musulmani
negli Stati Uniti
sono 2,6
milioni (lo 0,8%
della
popolazione
secondo dati
del 2010)
Lo Stato con
la pi ampia
percentuale di
musulmani il
Michigan
(1,2%), seguito
dal New Jersey
Un
sondaggio
Gallup del
2011 ha
registrato una
crescita
dellislamofobia nellultimo
decennio. Uno
studio del Pew
Center mostra
che la loro
religione la
meno
apprezzata (ma
gli atei lo sono
solo
leggermente di
pi)

WASHINGTON Per la polizia Craig


Hicks ha ucciso tre giovani studenti musulmani per una lite
sul parcheggio sotto casa. Ma
forse c altro dietro la strage e
non solo perch lo sospettano
le associazioni islamiche
dAmerica: il killer potrebbe
aver agito a causa del suo odio
contro ogni forma di religione.
Una vicenda per nulla chiusa
dal primo comunicato.
Chapel Hill, North Carolina,
un luogo tranquillo, almeno fino al pomeriggio di marted.
Attorno alle 17, nella zona del
campus universitario si sentono degli spari, arriva una pattuglia e si imbatte in un uomo,
Hicks per lappunto, che si consegna senza opporre resistenza. Il killer ammette di aver
sparato su tre ventenni, sorpresi vicino al loro appartamento.
Sotto il fuoco dellomicida sono caduti Deah Barakat, 23, la
moglie Yusor Mohammad
Abu-Salha, 21, e sua sorella Razan, di appena 19. Li ha colpiti
alla testa, unesecuzione brutale. Origini siriane, i tre seguivano i corsi universitari ed erano
impegnati anche nel sociale.
Insieme ad altri raccoglievano
denaro da destinare ai profughi in Turchia, i civili scappati
al conflitto nella vicina Siria.
Dunque erano molto conosciuti, ragazzi solari, in apparenza
ben inseriti nella realt di Chapel Hill.
Un profilo opposto quello
del loro assassino. Quarantasei
anni, lascia spesso sul web

messaggi contro qualsiasi forma di religiosit. Nella sua bacheca prende di mira estremisti cristiani e musulmani, sostiene che la soluzione dei problemi in Medio Oriente
lateismo, pubblica una foto
della sua calibro 38. una sorta
di militante solitario? Un terrorista interno che muove la sua
guerra contro chi crede?
quello che la polizia cerca di capire, anche se dopo le prime

verifiche cerca di ricondurre


luccisione a contrasti di vicinato. I rapporti tra lomicida e i
tre studenti spiegano gli investigatori erano pessimi da
tempo a causa di contrasti sul
parcheggio. Possibile. Per c
da capire se la diatriba sul posto auto non sia stata solo la
scintilla per un odio covato verso i musulmani. I familiari degli studenti respingono la ricostruzione ufficiale sostenendo

che Hicks aveva pi volte lanciato minacce affrontando gli


studenti con il revolver infilato
nella cintura dei pantaloni.
Mia figlia mi aveva detto che
questuomo ci odia per quello
che siamo e che rappresentiamo, ha raccontato il padre di
Yusor, medico nella zona. Lo
temevano, ma non avevano immaginato che potesse usare le
armi.
Se osserviamo la dinamica,

North Carolina
I tre studenti
uccisi: Deah
Barakat, 23
anni, la moglie
Yusor
Mohammad
Abu-Salha, 21
(al centro), sua
sorella Razan
Mohammad
Abu-Salha di
19 (Photomasi)

formatiche, si dedicano alla cyber jihad. Si inizia con qualche


deface (defacciamento) cambiando il codice dei siti. Si buca laccount di qualche nemico.
Chi usa @Technicalsis non
pare particolarmente pericoloso, spiega in chat al Corriere
uno degli esponenti di Anonymous pi esperti.
Stiamo verificando, non conosciamo ancora di preciso il
suo ruolo, lunica cosa certa la
nazionalit italiana, dichiara
allAgi un altro esponente del
collettivo.
Dunque, niente hackeraggi
spettacolari, come quello
subito da Newsweek sul cui account Twitter sono comparse
minacce a Michelle Obama e
alle sue figlie per un sanguinoso San Valentino.
Ma piuttosto primi passi
che, in alcuni casi, sfociano
nellarruolamento e nella partenza per il Medio Oriente. E
che in altri lasciano tracce solo
nel mondo virtuale.
Marta Serafini
@martaserafini
RIPRODUZIONE RISERVATA

il passato dellassassino con le


sue prese di posizione di intolleranza, il fatto che le ragazze
indossassero il velo e la crescente retorica anti Islam nella
societ americana riteniamo
che le autorit federali debbano considerare motivazioni diverse da quelle di un banale
litigio. A sostenerlo lAssociazione musulmana Cair. Un appello accompagnato da una
grande mobilitazione su Internet in difesa dei musulmani e
con il lancio di una raccolta
fondi in ricordo degli studenti.
La polizia ha risposto assicurando che saranno esplorati
tutti gli scenari, nessuno escluso: Comprendiamo le preoccupazioni, non risparmieremo
gli sforzi per fare chiarezza.
Sempre sulla Rete non sono
mancate polemiche sulla copertura mediatica ritenuta, almeno nelle prime ore, insuffi-

La scintilla
Secondo la polizia,
lassassino avrebbe
ucciso i giovani dopo
una lite sul parcheggio
ciente alla gravit di quanto avvenuto. Sono partiti paragoni
con altri episodi violenti ma
che hanno avuto come vittime
delle persone di confessioni
diverse. Questione che si ripropone spesso anche per gli
sparatori di massa nelle scuole
o negli uffici. Alcuni di questi
massacri hanno certamente le
caratteristiche di un attacco
quasi eversivo: seminano panico, sono uccisi degli innocenti. Eppure si tende sempre
a catalogarli come semplici atti di follia quando invece sono
molto vicini al terrorismo, anche se manca la motivazione
politica.
Guido Olimpio
RIPRODUZIONE RISERVATA

Gioved 12 Febbraio 2015 Corriere della Sera

10
#

Primo piano Il vertice

Grecia, prove di salvataggio


Ma decidono i capi di governo
Oggi il faccia a faccia tra i due premier Tsipras e Merkel
La vicenda
Il debito
pubblico greco
al 170% del
Pil, a quota 315
miliardi di euro,
ed esploso
proprio in
seguito al
salvataggio
europeo
Per Atene il
tempo stringe
perch lattuale
programma
termina a fine
febbraio. Da
marzo, senza
un nuovo
accordo con
lUe, si
troverebbe
subito a dover
pagare 4,6 al
Fmi. E tra luglio
e agosto deve
rimborsare 6,6
miliardi alla
Bce. Fondi che
non ha

DAL NOSTRO INVIATO


BRUXELLES La trattativa per il
salvataggio della Grecia dallinsolvenza passa oggi alla valutazione del Consiglio dei 28 capi
di Stato e di governo dellUe,
dove atteso il primo faccia a
faccia tra il nuovo premier
greco di estrema sinistra Alexis
Tsipras e la cancelliera tedesca
di centrodestra Angela Merkel.
NellEurogruppo a Bruxelles
dei 19 ministri finanziari, andato avanti fino a notte, iniziato
il negoziato tecnico per superare le posizioni opposte di Atene
e di Berlino con lobiettivo di
arrivare a un compromesso
nella riunione di luned prossimo.
Socialisti francesi come il
commissario Ue per gli Affari
economici Pierre Moscovici e il
ministro delle Finanze Michel
Sapin, insieme al responsabile
dellEconomia Pier Carlo Padoan, hanno mediato tra la linea
di Tsipras, che ha vinto le elezioni promettendo la fine delle
misure di austerit imposte
dalla troika dei creditori (Commissione europea, Bce e Fondo
monetario di Washington), e
quella di Merkel, che ha garantito al suo elettorato rigore con
i Paesi mediterranei indebitati.

Fuori dallEurogruppo dimostranti belgi hanno appoggiato la Grecia e protestato contro le misure di austerit. Moscovici ha sostenuto che le istituzioni Ue non possono non
ascoltare le richieste degli elettori, che hanno chiesto un
cambiamento. Ma ha ricordato che la base della trattativa
negli impegni presi dalla
Grecia.
Il presidente olandese dellEurogruppo Jeroen Dijsselbloem ha ribadito la linea tedesca sul programma da attuare,
aprendo a ridiscutere come e
a quali condizioni. Il ministro
delle Finanze greco Yanis Varoufakis ha espresso diplomatici giudizi celebrativi su Merkel e sul suo responsabile finanziario Wolfgang Schuble
per favorire laccoglimento della sua proposta in cambio del
rispetto del 70% degli impegni del passato. Atene vorrebbe
poter emettere titoli a breve

Le promesse
Tsipras vorrebbe
alzare i salari minimi
e introdurre i sostegni
antipovert

termine per otto miliardi (da


piazzare al fondo salva Stati
delleurozona) e recuperare 1,9
miliardi guadagnati dalla Bce
acquistando titoli greci. Lobbligo di avanzo primario nel biennio di circa il 5% del prodotto
interno lordo intende ridurlo
all1,5%. I diktat della troika sarebbero sostituiti dalla consulenza dellOcse di Parigi.
Tsipras potrebbe cos rispettare alcune promesse elettorali
(dallaumento dei salari minimi fino a sostegni antipovert)
e avere tempo fino allestate per
concordare un piano di rilancio delleconomia con Ue e Germania.
Ma Schuble ha insistito sul
rispetto del programma di
austerit aprendo a una sostituzione della troika pi formale che sostanziale. Il presidente
della Bce Mario Draghi ha partecipato allEurogruppo, dove il
direttore francese del Fmi Christine Lagarde ha incontrato Varoufakis e ha parlato di avvio
di un processo. Oggi a Bruxelles i capi di governo devono anche allontanare il rischio geopolitico degli aiuti alla Grecia
offerti da Russia, Cina e Stati
Uniti.
Ivo Caizzi
RIPRODUZIONE RISERVATA

Christine
Lagarde,
direttore del
Fmi, stringe
la mano al
ministro delle
Finanze
greco, Yanis
Varoufakis

Fassina (sinistra pd)

Tassarci per la Grecia?


No, ma si deve investire

Stefano Fassina

Ora tutti
rischiamo
il naufragio:
dopo sette
anni di
medicine
leurozona
ha quasi
sette milioni
di
disoccupati
in pi
Necessario
un cambio
di rotta.
Syriza ha
ripristinato
la
normativa
dei contratti
collettivi,
lopposto
della delega
sul lavoro

ROMA Stefano Fassina, sinistra pd, ha chiesto al


premier Renzi di chiarire la sua posizione sulla
Grecia in Parlamento. Ma Renzi non verr, dice.
Ha chiesto anche che si discuta di Grecia in
direzione Pd.
La direzione si terr luned, anche su questo
tema.
Cosa direte, da sinistra del partito?
Che i greci hanno votato Tsipras e quindi
hanno giudicato il programma della troika (Bce,
Fmi, Ue) insostenibile. Chiudere la porta in faccia a Tsipras vuol dire che la democrazia diventata impossibile.
E poi?
Che gli squilibri struttuali della Grecia cerano prima delleuro, ma la cura della troika ha aggravato la malattia. Ora tutti rischiamo il naufragio: dopo 7 anni di medicine leurozona ha 7
milioni di disoccupati in pi.
Renzi ha approvato la chiusura della Banca
centrale europea sui titoli garantiti dalla Grecia.
Chiediamo una conferenza sul debito. E che
lItalia si distingua dalla ricetta unica secondo
cui si crea crescita tramite esportazioni e svalutazione del lavoro.
Voterete in direzione Pd?
In base alle posizioni che Renzi esprimer,
decideremo se presentare un ordine del giorno.
C la possibilit di una spaccatura grave
nel partito?
Penso che sulla necessit di un cambio di
rotta nelleurozona si possa ritrovare larga parte
del Pd.
Si arriver a una Syriza italiana?
Non questo il progetto, ci battiamo per
spostare il Pd dallAgenda Monti.
Lei ha detto che il Jobs act il contrario del
programma di Syriza.
Syriza ha ripristinato la normativa dei contratti collettivi, lopposto della delega sul lavoro.
Potreste proporre una nuova tassa per aiutare la Grecia?
No, ma una nuova tassa rischia di arrivare se
si continua sulla linea della troika. Il debito greco aumentato di 60 punti dallinizio di quel
programma (2010). La strada invece sostenere
investimenti e domanda aggregata.
Sabato lei sar a Roma alla manifestazione
Cambiamo lEuropa con Cgil, Fiom, Sel.
Sabato e domenica ci saranno manifestazioni in tutta Europa.
Il suo collega di partito Magorno ha chiesto
se lei appartenga al Parlamento italiano o a
quello greco.
Il collega forse non ha piena consapevolezza
che la Grecia vive in forma acuta errori politici ed
economici che riguardano tutti. Il Pd dovrebbe
preoccuparsi degli interessi dellItalia.
Ppe e Pse hanno una linea simile?
La vittoria di Syriza e la possibile vittoria di
Podemos in Spagna stanno dando la sveglia al
Pse, che stato prigioniero di varie terze vie e
subalterno a un impianto neoliberista.
Andrea Garibaldi
agaribaldi@corriere.it
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Gioved 12 Febbraio 2015

PRIMO PIANO

11
#

Le proposte sul debito


Il piano di Atene

30%
La rottamazione
del memorandum,
il programma
concordato
con la Troika
(Ue, Bce e Fmi)

Il differenziale di rendimento
Del titolo di stato decennale
139,8
(Germania-Grecia)
127,2 133
1.014,60
133,5 140,8
120 130,5
108,2
120
113
141,8
92,2
90
lammontare
68,8 73 74
del prestito
60
43,8
erogato
34,640,5
alla Grecia
30
25
18,3 16
7,2
5,9 3,3
4,2 1
6,3
4,2
3,3 2,5 0,5
2 2,8 2,8
1 1
0
I prestiti del fondo salva Stati alla Grecia (Efsf*)

7,2

miliardi
Atene disposta
a rinunciare
allultima tranche
di aiuti, ma
chiede alla Bce
di incassare
1,9 miliardi di
protti che le
banche centrali
hanno realizzato
sui bond greci

miliardi
di euro
8 miliardi di euro
come emissione
di titoli di Stato
da parte d Atene;
2 miliardi di euro
i protti
provenienti
dai bond greci

10

1,5%
il governo vuole
ridurre lavanzo
primario
(la differenza
tra la spesa
pubblica
e le entrate
tributarie)
abbassandola
dal 3 al 1,5%

ammontare del prestito


150 (valori in miliardi di euro)

debito cumulato

110,2

115,8

9 19 10 19 10 28 17 19 31 28 29 17 30 25 31 18 28 9 14
mar mar apr apr mag giu dic dic gen feb apr magmag giu lug dic apr lug ago
2012
2013
2014

15 22 29 5 12 19 26 2 9
dicembre
gennaio
febbraio
2014
2015
Corriere della Sera

Padoan: con nuove riforme pi tempo ad Atene


Il ministro dellEconomia: a queste condizioni possibile un allungamento delle scadenze del debito
Renzi: lUnione monetaria non pu permettersi di perdere pezzi, semmai ha bisogno di essere allargata
DAL NOSTRO INVIATO

LUnione monetaria non si pu permettere di


perdere pezzi, semmai ha bisogno di essere allargata, va fatto
di tutto per trovare unintesa
con Atene. Nei contatti di
questi giorni fra Matteo Renzi e
il presidente della Commissione, Jean Claude Juncker, la posizione del nostro Paese si definita in una linea mediana fra
le tesi di Berlino e quelle flessibili di una parte del nuovo governo della Ue.
Non si tratta per di una mediazione, a Palazzo Chigi rilevano che il nostro governo ha piena fiducia nelle capacit della
nuova Commissione, che lapBRUXELLES

Il vertice
Il ministro
dellEconomia
Pier Carlo
Padoan, ieri
a Bruxelles
per partecipare
allEurogruppo.
Sul tavolo la
questione del
debito greco

proccio di Juncker e dei suoi


commissari va sostenuto e incoraggiato, che una soluzione
a portata di mano nei prossimi giorni, forse gi luned
prossimo, quando lEurogruppo torner a riunirsi.
La sola ipotesi che Atene potesse rivolgersi altrove, per finanziarsi, in Cina o a Mosca, ha
stimolato nelle ultime ore valutazioni urgenti in cui lItalia ha
in sostanza spinto chiedendo
al governo europeo di accettare
le richieste, se ragionevoli,
avanzate da Tsipras: non ci
possono essere deroghe alle
obbligazioni finanziarie assunte da Atene, come dimostra il
caso italiano i debiti e i programmi sottoscritti si rispetta-

no, ma allo stesso tempo


impossibile ignorare le esigenze e le urgenze sociali emerse
con la vittoria elettorale della
sinistra greca, in sintesi la
posizione del nostro governo.
Del resto la nuova Commissione ha gi dimostrato di dare
maggiore importanza alla crescita, alla flessibilit delle regole di bilancio, almeno se accompagnate da seri programmi di riforme. E le riforme che
sta annunciando il governo
greco, in termini di lotta alla
corruzione, allevasione fiscale,
di profonda revisione delle
norme sulla pubblica amministrazione, possono portare ad
un allentamento delle rigidit
del percorso di rientro dellim-

menso debito pubblico.


Ieri sera il ministro dellEconomia Padoan rappresentava
questa posizione: negoziare alcuni cambiamenti al processo
di riforme sin qui promesso da
Atene, obiettivo che Juncker sta
perseguendo, pu essere la
contropartita per un allentamento dei tempi che regolano
le obbligazioni debitorie dei
greci. Il Consiglio europeo di
oggi si trasformer, con la presenza del premier ucraino, nellennesimo vertice di emergenza sulla crisi di Kiev. Lurgenza
di un accordo con Atene questione anche di priorit, fra crisi diverse.
Marco Galluzzo
RIPRODUZIONE RISERVATA

LINTERVENTO TONY BLAIR

La soluzione di Syriza un errore


ma sullausterit sbaglia anche Bruxelles
C

quanto mai bisogno


di unEuropa intesa come entit e ideale. I singoli Paesi europei hanno bisogno del potere collettivo dellEuropa per affermare i propri
interessi e valori e la propria influenza. Eppure, come conferma limpasse sul nodo della
Grecia, il continente in crisi.
Molti danno per imminente
una sorta di compromesso: che
il rimborso del debito sar in
qualche modo posticipato, che
il Governo greco e la troika dei
creditori Ue, Bce e Fondo
Monetario Internazionale
accetteranno le condizioni e le
due parti troveranno un punto
di incontro.
Non credo. La Grecia parte
di un problema molto pi
grande. Atene ha ragione a dire
che la situazione non sostenibile; ma la soluzione che propone sbagliata. Il resto dellEuropa ha imposto alla Grecia
un fardello che non potrebbe
mai essere sopportato per nessuna durata. Non so cosa succederebbe nel Regno Unito, se
la nostra economia si contraesse del 35%; ma sospetto una rivoluzione.
Il dilemma davanti a cui si
trova la Grecia rispecchia il dilemma dellEuropa. Il Paese sa
che uscire dalleuro sarebbe
quanto meno nel breve termine disastroso; ma la sofferenza nel sopportare i vincoli
insostenibile. Ad ogni modo, le
riforme strutturali desiderate

dal resto dEuropa sono effettivamente necessarie. Per questo, il problema del Governo
greco non semplicemente il
rimborso del debito, bens lopposizione alle riforme.
Come stato evidente per
qualche tempo, a meno che
lEuropa riesca a crescere significativamente in termini di occupazione, le tensioni politiche sono destinate ad aumentare. E vero che alcune economie mostrano segni di ripresa.
Ma questa purtroppo non
sufficiente o sufficientemente
rapida per la politica. Ci saranno delle fratture a sinistra e a
destra, e, come spesso accade
in questa situazione, lestrema
sinistra e lestrema destra si
troveranno su un terreno comune.
Lunica soluzione che il
Centro intervenga nella scena
politica europea. Ci richiede

Date
unopportunit
alla Grecia,
manifestazioni
anti austerity
ieri ad Atene
(Reuters)

un importante accordo che stimoli leconomia europea sia


con mezzi fiscali che monetari,
a fronte del quale ogni Paese
avvia un programma di riforme
strutturali chiaro, misurabile e
realizzabile. Ci non pu essere realizzato gradatamente,
con una manovra e un Paese alla volta. Funziona solo se tutti
ne comprendono i benefici. I
Paesi che devono varare le riforme hanno bisogno di un accordo paneuropeo.
La Germania ha bisogno di
poter giustificare qualunque
indulgenza dicendo che gli altri hanno condiviso la sua posizione sulle riforme nel modo
realmente necessario per realizzare il cambiamento competitivo di lungo termine. Quello
che serve pi di un programma tecnico. Limpatto dellaccordo deve essere abbastanza
grande da rappresentare un

Il profilo

Tony Blair,
61 anni, stato
primo ministro
del Regno
Unito per dieci
anni (dal 1997
al 2007,
quando si
dimise).
Ricopre ora
lincarico
di inviato di
pace nel Medio
Oriente su
mandato di
Nazioni Unite,
Ue, Russia, Usa

nuovo passo in avanti; cos


grande da dominare il dibattito
politico europeo; pi grande di
un accordo isolato sulla Grecia.
Altrimenti lEuropa non fa altro
che tamponare il buco greco: o
fa un accordo visto come una
rilevante concessione a favore
del governo greco, e stabilisce
un benchmark di riferimento
per gli altri, a scapito di quei
Paesi che hanno cercato di adeguarsi alle condizioni europee;
o la Grecia cede; o lascia leurozona.
Lausterit e le riforme non
sono mai state delle buone opzioni per lEuropa. Dobbiamo
offrire sviluppo e riforme attraverso le politiche macroeconomiche. Questo sostanzialmente ci di cui discutono Italia e Francia e con cui molti altri ora concordano. I
nazionalisti e i partiti antiriformisti di sinistra o destra offrono come sempre rabbia ma
non risposte. Spacciano miti
terrificanti e reazionari sugli
immigrati; fanno credere che
problemi complessi abbiano
soluzioni facili e indolori. Inoltre, si percepisce un inquietante autoritarismo appena latente (evidente nellammirazione
per il tipo di leadership di Vladimir Putin). Ma se il centro
non simpone, prevarranno le
frange estreme. La crisi greca
unopportunit da cogliere.
Traduzione di Ettore
Claudio Iannelli
FINANCIAL TIMES - RIPRODUZIONE RISERVATA

La vicenda
Il governo
appena
insediato ad
Atene, guidato
da Alexis
Tsipras, ha
chiesto una
rottamazione
del
memorandum
firmato con
la troika
(Bce-Fmi-Ue)
Atene
sarebbe
disposta a
rinunciare
allultima
tranche di aiuti
pari a circa 7,2
miliardi di euro,
ma chiede in
cambio alla
Banca centrale
europea di
incassare e poi
girare alla
Grecia i circa 2
miliardi di euro
che le banche
centrali hanno
realizzato
come
plusvalenza
sui bond greci
Nel
complesso il
piano chiesto
da Tsipras
sarebbe di circa
10 miliardi di
euro
considerando
gli altri 8
miliardi che
Atene vorrebbe
emettere
sul mercato
come titoli
di Stato
Tra le ipotesi
anche quella
di abbassare
lavanzo
primario greco
dal 3%
all1,5%

Il caso
In Piazza Syntagma
contro Berlino
e guardando a Mosca
di Maria Serena Natale
ATENE Silenzio, le
campane suoneranno,
questa la nostra terra e
nessuno ce la toglier.
Dallaltoparlante la voce di
Mikis Theodorakis canta i
versi del grande poeta
Yannis Ritsos. Si stringono i
greci nella sera gelida, in
piazza Syntagma. Narrano
la battaglia di Bruxelles,
sostengono a distanza i loro
campioni. Si scaldano con
louzo nellultima neve di
una giornata campale,
davanti al Parlamento di
Atene ma anche a
Tessalonica, Patrasso,
Lamia, un soffio di
dignit che arriva a Cipro.
Venceremos dice in
spagnolo uno striscione
che unisce la Grecia alla
Spagna allEuropa. La lotta
allausterit, la promessa di
riscatto di Alexis Tsipras il
collante della nuova
coesione che d forza al
governo nei negoziati. Pure,
i versi partigiani di Ritsos,
le parole dordine della
resistenza, il rinnovato
sentimento antitedesco: nel
clima di questi giorni tutto
porta il segno di vecchie
contrapposizioni. Lo stesso
esecutivo mescola nella
propria identit populismo
di sinistra e nazionalismo.
Il recente richiamo di Yanis
Varoufakis alla minaccia
dellestrema destra non era
solo un tentativo di far leva
sulla paura. La tregua
sociale fragile. I giochi
interni hanno gi superato
lunit dello stato
demergenza. Prima del
voto di fiducia, lex premier
Antonis Samaras ha
criticato la rotta di
collisione del nuovo
esecutivo. E c chi osserva
da lontano. Il ministro degli
Esteri Nikos Kotzias ieri era
a Mosca, i fratelli russi
tendono la mano. Da
Pechino arrivano i primi
inviti. Nellaccordo che
Tsipras cerca in Europa si
gioca la possibilit dei greci
di credere ancora nella
politica. Non ci
sottometteremo ha detto
prima di partire. La piazza
innalza e abbatte.
RIPRODUZIONE RISERVATA

12

Gioved 12 Febbraio 2015 Corriere della Sera

Corriere della Sera Gioved 12 Febbraio 2015

13

Primo piano I conti in Svizzera

Caso Falciani, scontro Cameron-Miliband


Sui finanziatori Tory lombra dello scandalo dei conti Hsbc. Sorpresa Venezuela, 14 miliardi di depositi
Lo scandalo SwissLeaks
continua a generare polemiche in tutto il mondo. Uno
scontro furioso si svolto ieri
alla Camera dei Comuni fra
David Cameron ed Ed Miliband, durante il question time. Il premier britannico si
dovuto difendere dalle accuse
lanciate dal leader dell'opposizione dopo che la Bbc ha rivelato i nomi di donatori e politici dei Tory coinvolti nello
scandalo Hsbc, tra i quali un
ex tesoriere legato a David Cameron. La Bbc ha fatto fra l'altro i nomi del deputato conservatore Zac Goldsmith e di
suo fratello Ben, l'armatore
Lord Sterling e Georg von
Opel, l'erede della casa automobilistica e tra i maggiori finanziatori Tory.
In Parlamento, Miliband ha
parlato di un premier inaffidabile circondato da donatori
inaffidabili e puntando il dito
contro il capo del governo ha
sottolineato che c' qualcosa
di marcio nel cuore del partito
conservatore, e quella cosa sei
tu.
Sotto accusa la nomina di
Stanley Fink (che ha donato 3
milioni di sterline ai Tory) a tesoriere del partito e a lord. Secondo Miliband il finanziere
coinvolto in attivit di elusione fiscale. Cameron ha ribattuto con molta durezza: La differenza fra te e me ha detto
rivolto al leader laburista
che quando la gente dona al
partito conservatore non sceglie i candidati, non sceglie i
programmi, non elegge il leader, sottolineando che la
sola ragione per cui tu sei seduto l perch un gruppo di

Herv Falciani,
ex dipendente
del colosso
svizzero Hsbc,
ha rivelato i
nomi dei titolari
di depositi
della banca per
100 miliardi

corpo di Hugo Chavez, che poi


stato presidente della Banca
di sviluppo economico e sociale del Venezuela ormai conosciuta con il nome di Bandes.
Secondo SwissLeaks, questuomo vicino a Hugo Chavez
aveva 11,9 miliardi su un unico

account. Per fare un confronto


come ordine di grandezza, nel
2007, il Pil pro capite del Venezuela stato pari a 8.300
dollari. Dopo la pubblicazione
di Armando media.Info, Andrade rimasto in silenzio. E
in Venezuela lopposizione reclama a gran voce una Com-

missione dinchiesta.
Il premier italiano Matteo
Renzi, invece, ha messo laccento sulla lotta allevasione fiscale, citando lo scandalo. Ha
twittato che il caso Falciani
emblematico: su oltre 700 milioni, recuperati meno di 30.
Ecco perch bisogna cambiare
la delega fiscale.
Il problema emerso su scala
globale con SwissLeaks non
per solo legato all'evasione
delle tasse. Il nodo pi problematico anche in relazione ai
nuovi possibili venti di guerra
contro lIsis (dopo la richiesta
di Barack Obama al Congresso
di autorizzare lintervento di
terra contro il Califfato), il
fatto che gli stessi canali usati
per evadere il Fisco, lHsbc li
ha messi a disposizione dei finanziatori di Al Qaeda.
M. Antonietta Calabr
RIPRODUZIONE RISERVATA

I nomi
Si allarga
ancora lo
scandalo
dei presunti
evasori, clienti
della Hsbc
di Ginevra
I primi nomi
eccellenti sono
stati resi noti
da Herv
Falciani, lex
impiegato ha
rivelato i conti
segreti utilizzati
per evadere,
per riciclare e
per finanziare
il terrorismo
(a cominciare
da Al Qaeda )

CHI HA DETTO CHE


LE JAGUAR SONO
IRRAGGIUNGIBILI?

Le Monde, leditore
accusa il giornale:
stata solo delazione
di Stefano Montefiori

on per questo
che sono venuto
in soccorso di Le
Monde, che ho permesso ai
giornalisti di essere
indipendenti, dice con
una certa dose di
paternalismo Pierre Berg,
co-proprietario del
quotidiano parigino
assieme a Xavier Niel e
Matthieu Pigasse. Leditore
si dissocia dallinchiesta
SwissLeaks, proprio nei
giorni in cui Le Monde le
dedica pagine e pagine.
L84enne Berg, che con il
compagno Yves Saint
Laurent fond un impero
della moda, non nuovo a
interventi irrituali: protest
con forza quando Le Monde
pubblic una pagina a
pagamento contro le nozze
gay, pi di recente ha
espresso la sua disistima
Chi
Pierre Berg
presidente
del consiglio
di
sorveglianza
di Le Monde

La lista
Tra i politici coinvolti
nello scandalo c un ex
tesoriere legato
al premier britannico
leader sindacali ha deciso che
tu eri pi a sinistra di tuo fratello.
Dalla Gran Bretagna alla Tunisia, dove marted stata
aperta uninchiesta giudiziaria
per riciclaggio di denaro.
La pubblicazione dei dati
consegnati alle autorit di
molti Paesi (dalla Spagna agli
Stati Uniti) dallex impiegato
dellHsbc Herv Falciani ha rivelato, oltre nomi noti e meno
noti, fenomeni sorprendenti.
Tra questi il fatto che il Venezuela che al terzo posto
dietro la Svizzera e il Regno
Unito tra i Paesi per limportanza degli importi che
suoi cittadini hanno investiti
in banca . La cifra record: 14
miliardi e 790 milioni di dollari. Chi c dietro questi numeri
astronomici? I giornalisti venezuelani Joseph Poliszuk e
Emilia Diaz-Struck, il cui Armando media.Info un partner del Consorzio Internazionale dei Giornalisti Investigativi (ICIJ), che ha lavorato su
SwissLeaks, hanno pubblicato
il nome dellattuale ministro
delle Finanze del Venezuela
che ha aperto un conto nella
filiale svizzera di Hsbc nel
2005. Altri conti sono stati
aperti in seguito. In particolare, secondo quanto riferisce
sul suo sito il quotidiano elvetico Les Temps, i riflettori sono accesi sul nome di Alejandro Andrade, ex guardia del

Il caso

JAGUAR XF R-SPORT LAUNCH EDITION.


LO STILE SPORTIVO GI SULLA TUA STRADA.
Cosa potevamo aggiungere alla tecnologia evoluta e al piacere di guida di XF? Lo stile sportivo di Jaguar
XF R-Sport Launch Edition. Il design dinamico accentuato dal body kit aerodinamico, prese laterali in
stile R, soglie dingresso e volante con logo R-Sport. Allinterno, comfort e cura nei dettagli. Un esempio?
I sedili in morbida pelle martellata con inserti in tessuto e cuciture a contrasto.
XF R-Sport 2.2D 200 CV Launch Edition con bluetooth, sensori di parcheggio posteriori e cerchi in
lega da 18 tua a 488* al mese, Tan 3,50%, TAEG 4,68%.
Jaguar Best Brand secondo il sondaggio WhatCar? J.D.Power 2014.
Per il terzo anno consecutivo laffidabilit di Jaguar vincente.
Prenota il tuo Test Drive su www.xfrsport.it
JAGUAR.IT

HOW ALIVE ARE YOU?


Consumi ciclo combinato da 4,9 a 11,6 l/100 km. Emissioni CO2 da 129 a 270 g/km. XF R-Sport Launch Edition 2.2 D 200 CV,
con bluetooth, sensori di parcheggio posteriori e cerchi in lega da 18.
*Esempio di XF R-SPORT Launch Edition 2.2D 200 CV con programma Privilege per una percorrenza di 120.000 km. Offerta rivolta sia
a Persone Giuridiche che a Privati. Prezzo di listino: 49.500 (IVA inclusa, escl. IPT). Anticipo: 17.768, 48 mesi, 47 rate di 488,23
(comprensive di spese di incasso SEPA 4,27 a rata); Valore Futuro Garantito: 12.375; importo totale del credito 31.366; spese apertura
pratica 427,00; bolli 16,00; spese invio estratto conto: 3,00/anno; importo totale dovuto: 35.247. Tan fisso 3,50%; Taeg: 4,68%.
Il Valore Futuro Garantito da pagare solo nel caso il cliente tenga la vettura. Salvo approvazione JAGUAR FINANCIAL SERVICES.
Iniziativa valida fino al 31/3/2015. Messaggio pubblicitario con finalit promozionale. Fogli informativi presso le Concessionarie Jaguar.

per il supplemento
culturale Le Monde des
livres e in particolare per un
articolo poco ossequioso
verso il premio Nobel per la
letteratura, Patrick
Modiano. Stavolta Berg
indignato per linchiesta
SwissLeaks pubblicata da
decine di giornali
internazionali ma che parte
dal lavoro di due celebri (in
Francia) reporter di Le
Monde, Grard Davet e
Fabrice Lhomme. Berg ha
rilasciato alla radio Rtl
unintervista molto dura: Il
ruolo di un quotidiano
quello di gettare in pasto il
nome delle persone? Questa
delazione, populismo,
fatto per assecondare gli
istinti peggiori. Sono dei
metodi riprovevoli. Berg
cita il caso di Gad Elmaleh,
un attore che compare
nellinchiesta SwissLeaks
nonostante abbia
regolarizzato la sua
posizione da tempo.
La reazione della
direzione e dei giornalisti
altrettanto dura. Come sua
abitudine, Pierre Berg
uscito dal suo dovere di
riservatezza in spregio al
patto che aveva co-firmato
con il gli altri azionisti nel
2010 si legge in un
comunicato della Societ
dei redattori . Questo non
ha impedito e non impedir
ai giornalisti di lavorare
serenamente. La
direzione, guidata da Gilles
Van Kote, si dice
orgogliosa che la nostra
redazione sia allorigine
dellinchiesta, e condanna
lennesima intrusione nel
contenuto editoriale.
@Stef_Montefiori
RIPRODUZIONE RISERVATA

Gioved 12 Febbraio 2015 Corriere della Sera

14

Politica

Aut aut di Berlusconi a Fitto. Lui: che fai, mi cacci?


Lex premier: Ha quindici giorni per decidere, o sta dentro o sta fuori. E se va da solo non arriva all1,3%
Lipotesi della sospensione dal partito. Leurodeputato contrattacca: stai sbagliando tutto unaltra volta
ROMA La prima volta glielha
detto in faccia, stavolta in contumacia. Non cera Raffaele Fitto, da europarlamentare nemmeno ne aveva diritto, alla riunione dei gruppi parlamentari
di ieri, e non cera nessuno della sua folta pattuglia di parlamentari, che hanno ostentatamente disertato la riunione.
Ma Silvio Berlusconi il suo ti
caccio lo ha pronunciato lo
stesso, anche se per ora sotto
forma di ultimatum: Non si
pu andare avanti cos. In un
partito c una minoranza e una

Le riforme
Resta il mistero
su come Forza Italia
voter sulle riforme:
decideremo alla fine
maggioranza, si vota, chi perde
si adegua. Ho usato tutta la mia
pazienza, per mesi, ora basta,
Fitto e i suoi decidano: hanno
una settimana, quindici giorni
massimo, poi o stanno dentro
e se ne vanno.
Giurano i suoi che luscita
non fosse premeditata, e
smentiscono la ricostruzione
che nel documento sulla linea
politica poi fatto votare ci fosse
un passaggio poi cancellato
che alludeva e che avrebbe
permesso la cacciata dei ribelli.
Ma il dibattito pi duno ha
stigmatizzato lassenza e anche
i voti in libert dati dai fittiani
il nervosismo per giorni pesantissimi, hanno portato Berlusconi a sfogarsi contro lex

Lintervista

Se usasse il gergo renziano, delle aperture di Berlusconi alla Lega direbbe: Ce ne


faremo una ragione. Per a
Stefano Caldoro verrebbe quasi da dire se ne faranno una
ragione. Per questioni di stile
e di opportunit non lo dice,
ma le sue riflessioni sembrano
portare l.
Ha governato la Campania

NAPOLI

Cosentino
una leggenda che
Cosentino fosse uno
che garantiva chiss
quale massa di voti
negli ultimi cinque anni e si
candida a farlo ancora nei
prossimi cinque: Salvini pu
essere un problema?
No, non direi proprio. La
questione della Lega va ricondotta alla volont di Berlusconi di tenere unito il quadro
dellalleanza moderata. E ci sono anche loro, da sempre.
Ma come glielo spiega che
in Campania non ha mai rotto con gli alfaniani?
Il punto non spiegare, il
punto mettere sul piatto
quello che si fatto.
E lei cosa mette?
Cinque anni di buon governo. E non solo io, lo stesso

Camera Berlusconi alla riunione dei gruppi di FI (Benvegn)

governatore Se va da solo
con una lista sua, dicono i sondaggi, non arriva all1,3% e
a ipotizzare un provvedimento
concreto: Mi dicono che si potrebbe arrivare alla sospensione per tre mesi.
Mentre alcuni parlamentari
obiettavano che, da Statuto, la
sospensione non sarebbe prevista, e mentre Matteoli e poi
Minzolini bloccavano col loro
intervento il tentativo di voto
per alzata di mano sollecitato
da Berlusconi sulla possibile
espulsione-sospensione dei
fittiani (Non possiamo dividerci, siamo gi pochi!), ecco
arrivare la nota stupita di Fitto.
Perch dovremmo essere cacciati? Perch facciamo opposizione? Perch abbiamo avuto
ragione sulle riforme e, purtroppo, su tutto il resto? Perch
troviamo surreale il passaggio
in due giorni da Forza Renzi a
Forza Salvini?. Fitto, che
preferisce essere antipatico e
non abile nello sport dellossequio a corte, convinto che
non esistano n gli organi n le
ragioni per decretare una sua
espulsione o sospensione,
continua a battere sul tasto della perdita di consensi elettorali
e degli errori: Ancora una volta stai sbagliando tutto. E incalza: Ancora non ci hai detto
cosa faremo sulle riforme.
S perch nella lunga riunione sfogatoio Berlusconi non ha
chiarito come voter FI: Decideremo alla fine, dipender
da quante eventuali modifiche
ai testi di riforma costituzionale e legge elettorale saranno recepiti dal governo. Una linea

votata allunanimit ancora


non definita dunque, nonostante lex premier abbia ribadito che il patto del Nazareno
non c pi, e non certo per colpa di FI ma di un Pd che si
rimangiato la parola data, arrivando a imporre una scelta
non condivisa su una persona degna come comunque
Mattarella.
Un tragico errore il Nazareno? Se cos, Berlusconi se ne
prende la responsabilit, che
tutta mia, io ho deciso, stato
un gesto nobile il mio, ci avevo

Le alleanze
Lex premier sulla Lega:
non esiste che loro
vincono in Veneto e noi
perdiamo in Campania
creduto, per questo basta
adesso con le recriminazioni
e i processi, perch bisogna
guardare avanti. A un partito
choccato dalla ricerca immediata dellabbraccio con la Lega, Berlusconi assicura che non
ci saranno cedimenti: con il
Carroccio lalleanza va avanti da
anni (Ora saranno anti-euro,
ma vi ricordo che prima erano
secessionisti...) e proseguir,
ma FI avr sempre un ruolo
centrale, mai subordinato, e
non accetter alcun diktat, n
sui candidati n sulle alleanze:
non esiste che loro vincono il
Veneto e noi perdiamo la Campania....
P.D.C.

Il precedente
La storia si ripete
Fini e quelle parole
che ritornano

n salto a ritroso nel


tempo e un parallelo
non proprio
benaugurante. La data il
22 aprile 2010. Alla
direzione nazionale del Pdl
Berlusconi dice a Fini di
dimettersi. Lui, dalla platea,
gli urla: Che fai, mi cacci?
(foto). A luglio rottura,
con la nascita dei gruppi
parlamentari di Futuro e
libert. Per lex presidente
della Camera linizio di
una parentesi politica poco
fortunata. A dicembre tenta
di sfiduciare lesecutivo con
il Terzo Polo: obiettivo
mancato. E Fli pian piano si
sfilaccia fino allo 0,5% delle
Politiche 2013. Ieri Fitto,
riferendosi allex Cavaliere,
ha citato proprio il famoso
Che fai, mi cacci?. E Fini
ha commentato cos gli
scontri in Forza Italia:
una cosa che non mi ha
sorpreso affatto. La storia si
ripete.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Berlusconi
Non si pu
andare
avanti cos
In un partito
ci sono
una
minoranza e
una
maggioranza
Si vota, chi
perde si
adegua
Fitto
Cacciati
perch
avevamo
ragione sulle
riforme?
Perch
troviamo
surreale
passare da
Forza Renzi
a Forza
Salvini?

RIPRODUZIONE RISERVATA

Caldoro: non servono scelte aventiniane


E in Campania vado avanti con Ncd
vale per Lombardia e Veneto,
per esempio, dove il presidente della Lega. Tra laltro Forza
Italia e Lega gi governano insieme e gi hanno governato
insieme in passato. Quindi
tutta questa novit forse nemmeno c.
Presidente, lo sa bene che
molte cose sono cambiate.
Daccordo, oggi Salvini
pu porre dei veti, ma qui non
il caso che lo faccia. Quando
parlo di risultati, di buon governo, non dico cose astratte.
La Regione Campania ha recuperato su molti fronti, e appena due giorni fa lIstat ha certificato che nel biennio 20112013 solo qui e nella provincia
di Bolzano non si perso ricchezza. un dato importante,
mi sembra, no? E questi risultati si sono ottenuti con unalleanza di governo che ha funzionato.
E che quindi lei ritiene valida anche per il futuro.
Sicuramente. Ma non
che lo ritenga io: logico e naturale mantenere compatta
una alleanza che ha dimostrato di funzionare. fare il contrario che sarebbe assolutamente sbagliato.
Sempre a proposito di Lega, non teme che la strategia
di Berlusconi possa allontanare elettori al Sud?
E perch? Mica una alle-

Questa
alleanza ha
funzionato
Sarebbe
sbagliato
toccarla

anza nuova, e non ci ha mai


penalizzato.
E non poter contare sui voti che portava Cosentino
nemmeno la preoccupa?
una leggenda che Cosentino fosse uno che garantiva
chiss quale massa di consensi. Quando io ho vinto in Campania, il centrodestra vinceva
anche altrove. Avevamo accu-

mulato grande credito presso


gli elettori e venivamo premiati. Il controllo di pacchetti
di voti forse pu essere possibile in un piccolo centro, ma
quando si vota per le Regionali sono altre le cose che contano e che spostano lago della
bilancia da una parte o dallaltra.
Oggi che rimasto di quel

A Napoli
Primo incontro
con la stampa
nel quartiere
Sanit di Napoli
per Gennaro
Migliore,
deputato
passato
da Sel al Pd e
candidato
alle primarie di
centrosinistra
per la scelta
del nome
da schierare
nella corsa
del prossimo
maggio
alle Regionali
campane:
#VaiM lo
slogan che ha
scelto per la
campagna
elettorale (Ansa)

credito? Le spaccature certo


non aiutano a fare proseliti.
Le minoranze servono
sempre, purch siano di stimolo al dibattito interno.
Quello che proprio non serve
sono le scelte aventiniane, e
chi le fa sbaglia.
Ha appena passato due ore
a colloquio con Berlusconi.
sempre lui il suo punto di riferimento?
Berlusconi il perno per il
futuro dellarea moderata.
Ma lei stava per essere designato erede, sembrava destinato a un ruolo nazionale
di rilievo. Perch ha scelto di
candidarsi di nuovo alla Regione Campania?
Nei momenti difficili bisogna fare le scelte difficili. E chi
governer le Regioni nei prossimi anni avr davvero un
compito difficile davanti, perci ho deciso di restare.
La riforma?
S, la riforma del sistema
Stato-Regioni e la creazioni
delle macro-regioni. Se non si
esce dalla situazione ibrida in
cui siamo si accumuleranno
soltanto pericolosi ritardi.
Sinceramente: crede davvero che si far questa riforma?
Tutti dicono di volerla.
Speriamo.
Fulvio Bufi
RIPRODUZIONE RISERVATA

Chi

Stefano
Caldoro,
54 anni, ex
socialista,
esponente di
Forza Italia,
eletto alla
Camera nel
1992 e poi
nel 2008,
ministro per
lAttuazione del
programma nel
Berlusconi III,
governatore
della Campania
dal 29 marzo
2010.
vicepresidente
della
Conferenza
Stato-Regioni
in quota
centrodestra

Corriere della Sera Gioved 12 Febbraio 2015

Il retroscena

di Paola Di Caro

POLITICA

Cos la fronda aspetta le urne


per scatenare il big bang

Dietro
le quinte

Teramo laurea
linnovatore
Marco Pannella

La rabbia del leader contro lex pupillo: me che vuole azzerare


Quello che gli fa pi male, dice continuamente ai suoi,
non capire cosa vuole davvero Fitto: gli ho offerto tutto, tutto, ma ha sempre e solo detto
no. Ma probabilmente la verit unaltra: Silvio Berlusconi
dentro di s sa benissimo cosa
vuole Fitto, solo che gli riesce
difficile perfino esprimerlo. Lo
sa da mesi che con lex governatore ribelle non c pi spazio per una mediazione che accontenti tutti, nonostante continui a provarci, nonostante insista nelloffrirgli ruoli sempre
pi di prestigio, scegli tu quale ha ripetuto anche negli ultimi incontri in cui il dialogo si
fatto sempre pi serrato, e
sempre pi tra sordi.
Berlusconi sa, insomma, che
lunica cosa che Fitto potrebbe
accettare quella che lui non
pu dargli: un partito normale, scalabile, dove tutte le cariche sono in discussione, perfino quella indiscutibile. La sua.
E ieri, quando la miccia stata
accesa da chi nel gruppo gli ha
chiesto se era possibile continuare cos, con gente che nemmeno si presenta e vota come

ROMA

gli pare, Berlusconi ha detto


ci che gli fa male pure pensare: Fitto chiede lazzeramento? Ma lo dica chiaramente che
vuole il mio, di azzeramento!.
Fitto, ovviamente, si guarda
bene dal dirlo. Ma non c mossa che non appaia orientata allobiettivo che Berlusconi paventa. Intanto, il grande capo
non lo chiama pi leader ma,
come accaduto giorni fa,
icona. Non lo mette in discussione, ma cerca di cancellare passo dopo passo il suo
mondo. Lo fa chiedendo lazzeramento, appunto, di ogni organo, carica, decisione che da
Berlusconi promana. Lo fa contestando la linea del fondatore,
attribuendo gli errori non a lui
ma a chi gli sta intorno, e gli
dice sempre di s portandolo al
disastro. Lo fa, soprattutto,
immaginando che la via imboccata dallex premier porter
in tempi brevi le Regionali
potrebbero essere lappuntamento clou al big bang di FI
e di chi lha condotta finora. E,
a quel punto, solo chi come lui
non si sar in qualche modo
contaminato con il gruppo

130
i parlamentari
attualmente
iscritti ai gruppi
di Forza Italia:
sono 70
nellaula di
Montecitorio
e 60 in quella
di Palazzo
Madama

di potere di Arcore o di San Lorenzo in Lucina o del Parlamento potr raccogliere il bastone del comando ed esercitarlo per ricostruire larea moderata.
In questo cammino si inserisce liniziativa dei Ricostruttori primo appuntamento a
Roma il 21 del mese, che sar
seguito da altri eventi in parecchie citt dItalia , cos simile
allapparenza a quello dei Rottamatori di Renzi. E in questa
strategia si capiscono gli strappi continui, il controcanto, la
dichiarata contrariet a tutto e
su tutto che fa impazzire Berlusconi.
Ormai, i due non sono daccordo pi su nulla, nemmeno
sulle ricostruzioni. Questa
persona cos ha chiamato il
ribelle Berlusconi mi ha
chiesto di convocare un ufficio
di presidenza non allargato ma
con gli aventi diritto: lho fatto
e lui non venuto, e ha tenuto
in contemporanea una conferenza stampa!. falso! Gli
ho detto che quellorgano doveva azzerarlo, e comunque
non mi aveva neanche invita-

to, la replica. A questa persona avevo chiesto di farmi una


relazione con dei suggerimenti
su come democratizzare il partito, mai avuta risposta. Ma
quale relazione, io glielho detto chiaro: azzerare tutto, ed
eleggere tutto dal basso. Lo dico in pubblico e in privato.
Uscirne diventa arduo, regole chiare non ce ne sono, tutto
pu succedere. Berlusconi continua a chiedere in giro se esiste un modo per liberarsi di Fitto e dei suoi, gli hanno spiegato che no, servono i probiviri,
ma forse una sospensione si
potrebbe fare, e ieri ci ha provato anche a far votare ai suoi
lidea: parecchie mani si sono
alzate fino a quando il saggio
Matteoli magari ricordando
la drammatica rottura con Fini
non ha fermato tutti con un
intervento per chiedere lunit. E dire che ogni volta lo ripete: Non voglio fare di lui
una vittima, avrebbe solo da
guadagnarci. Ma tra vittime e
carnefici, quando parla di Fitto,
per Berlusconi ormai difficile
vedere la differenza.
RIPRODUZIONE RISERVATA

15

Tensioni
Raffaele
Fitto porta
avanti da
tempo dentro
Forza Italia una
battaglia sul
rinnovo della
classe dirigente
e sulla
trasparenza
interna. In pi,
ha sempre
contestato il
patto del
Nazareno e
dopo il voto sul
Colle, e la
conseguente
rottura
dellintesa tra
Renzi e
Berlusconi, ha
chiesto
lazzeramento
delle cariche
azzurre
La fronda
che fa capo a
Fitto (sono 36
parlamentari in
tutto) ha
intenzione di
presentare
emendamenti
propri al ddl
Boschi sulle
riforme e non
esclude di
esprimersi
contro in
occasione del
voto finale. Per
il 21 febbraio, a
Roma, Fitto ha
gi annunciato
la convention
dei cosiddetti
Ricostruttori
e invitato
Berlusconi a
partecipare

Nel 2007 and a Luciano


Ligabue. E qualche mese fa
sembrava sul punto di
ottenerla Louise Veronica
Ciccone, alias Madonna, i
cui nonni erano di Pacentro
(LAquila). Alla fine, invece,
la laurea honoris causa
delluniversit di Teramo,
andr a Marco Pannella. Il
fondatore del Partito
radicale ricever
lonorificenza il 20 febbraio,
a Teramo, sua citt natale.
Motivazione: Le
straordinarie innovazioni
introdotte nel linguaggio
politico e comunicativo.
Interverr anche un altro
abruzzese doc, Gianni
Letta. Pannella, che terr
una lectio magistralis, era
in lizza dal 2009: dopo
lunghe polemiche la sua
candidatura rispuntata.
(Alessandro Trocino)
RIPRODUZIONE RISERVATA

Gli indipendentisti
e quel dialogo
che tenta Moretti
Alessandra
Moretti
(nella foto)
per sfidare
Luca Zaia in
Veneto cerca
di allargare i
confini del
centrosinistra verso le aree
a cavallo tra lautonomismo
e lindipendentismo. La
vincitrice delle primarie sta
tentando di dialogare
con Franco Rocchetta,
venetista della prima ora,
protagonista di una carriera
altalenante (nel 1994
sottosegretario con
Berlusconi, nel 2014
arrestato per eversione e
poi prosciolto). A sorpresa
il fondatore della Liga ha
votato alle primarie,
seppure per Simonetta
Rubinato. La vicinanza c,
ora bisogna tessere la tela.
(Cesare Zapperi)
RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna lex sindaco


che fu denunciato
da Manzione

T-shirt Daniela Santanch mostra a Gabriella Giammanco, Michaela Biancofiore e Ignazio La Russa una maglietta di solidariet al benzinaio che ha ucciso un rapinatore (Benvegn)

Si vota: le regole del gioco cambiano in 7 Regioni su 7


Dal premio ad personam alla tagliola anti piccoli le leggi che fanno infuriare le opposizioni
MILANO Si litiga anche sulle regole del gioco. In vista del voto
di maggio per le Regionali, le
discussioni non riguardano solo chi scender in campo (candidati e alleanze), ma anche le
leggi elettorali. I consigli delle
sette Regioni chiamate alle urne le stanno riscrivendo, o lo
hanno appena fatto. E, quasi
ovunque, maggioranza e opposizione si lanciano reciproci
strali: laccusa che si sente,
spesso, che chi pregusta la
vittoria voglia blindarla. Alcuni
interventi sono necessari: bisogna adeguarsi al taglio del numero dei consiglieri. E stanno
scomparendo, sullonda degli
scandali sulle spese pazze, i li-

stini bloccati. Per, avviata la


riscrittura, tutto possibile.
In Campania stata battaglia
contro un emendamento, presentato dalla maggioranza di
Caldoro, che voleva portare dal
3 al 10% la soglia di sbarramento per le liste singole. Una tagliola che avrebbe scongiurato
le tentazioni di fuga dalle coalizioni (per esempio dei centristi) e alzato lasticella per chi di
alleanze non ne fa mai, come il
M5S (Non ci lasceremo intimidire, ha risposto Di Maio).
Poi quasi tutti, nellopposizione, hanno gridato al golpe. E
la norma stata ritirata.
invece ancora guerra in Puglia. Dove Michele Emiliano ha

detto ai suoi, i consiglieri pd,


che chi voter contro la doppia
preferenza uomo/donna potrebbe non essere ricandidato.
E lopposizione ha chiesto lintervento del capo dello Stato:
Minacce inaccettabili. Secondo la Costituzione i consiglieri
non possono essere chiamati a
rispondere dei voti, per il capogruppo FI Ignazio Zullo. Ma

In Veneto
Lo scontro sul vincolo
dei due mandati:
ci sar, ma dal 2025
Ricandidature salve

lo scontro riguarda anche altro.


Lo sbarramento, ora al 4%, che
si vuole abbassare, o alzare, in
base ai calcoli. E il premio di
maggioranza: la tentazione del
Pd di collegare il bonus al vincitore (che varia: pi voti prendi, pi alto il premio) alle preferenze ottenute dal candidato
presidente e non soltanto a
quelle delle liste. Perch? A
sentire lopposizione, che parla
di legge ad personam, il motivo che si prefigura che Emiliano prenda pi voti della sua
coalizione e si voglia far pesare
il risultato. Intanto la legge tarda ad arrivare in consiglio.
Cos come tarda la legge
elettorale in Liguria. Dove, da

statuto, necessaria una maggioranza qualificata (27 su 4o


consiglieri) che non si mai
trovata: perch sullabolizione
del listino sono tutti daccordo,
ma quando ci si trova a votare
laccordo scompare.
In Veneto stata bagarre in
Aula per lapprovazione, il 22
gennaio, della legge elettorale.
Lo scontro riguardava la doppia preferenza di genere, che
non passata, e il vincolo dei
due mandati per i consiglieri.
Questo, s, approvato, ma in
versione soft: non sar retroattivo, varr dal 2025 e le ricandidature intanto sono salve.
Renato Benedetto
RIPRODUZIONE RISERVATA

Massimo Mallegni, 46 anni,


albergatore e, prima di
finire in carcere nel 2006
(da innocente), sindaco di
Pietrasanta, ci riprova.
stato ricandidato dal
centrodestra come primo
cittadino. A mandarlo in
galera era stata una
complessa vicenda partita
da una denuncia dellallora
comandante dei vigili,
Antonella Manzione, che
Renzi ha chiamato alla
guida del Dipartimento
affari giuridici di Palazzo
Chigi. A far arrestare
Mallegni (sarebbe piaciuto
a Berlusconi come
candidato alle regionali)
era stato il fratello di
Antonella, Domenico
Manzione, allora pm e oggi
sottosegretario agli Interni
del governo Renzi.
(Marco Gasperetti)
RIPRODUZIONE RISERVATA

16

Gioved 12 Febbraio 2015 Corriere della Sera

POLITICA

Riforme, il s finale rinviato a marzo


Via libera della Camera alla seduta fiume. FI e Lega ritirano i subemendamenti. Proteste e rissa in Aula
Il testo
L8 agosto
Palazzo
Madama
approva in
prima lettura il
ddl Boschi che
trasforma il
Senato in
Camera delle
autonomie
composta da
sindaci e
consiglieri
regionali e
modifica il
Titolo V della
Costituzione: il
testo passa con
183 s e 4
astenuti

ROMA S alla seduta fiume chie-

sta dal Pd contro lostruzionismo. Ma alla Camera scoppia la


bagarre con i deputati del M5s
che insultano la presidente
Boldrini. E si sfiora la rissa tra
Lega e Ncd. La minaccia finale
di Matteo Renzi aveva provocato il ritiro di tutti i subemendamenti da parte di Forza Italia e
Lega. Ma non bastato e il voto
finale alla Camera slitter ai
primi di marzo. A Sky Tg24 in
serata il premier aveva chiarito:
Quei deputati che urlano in
Aula non stanno facendo il
proprio lavoro. Va bene il confronto ma sono passati sei mesi
dalla prima lettura. Abbiamo
dato disponibilit a discutere
ma limpressione che non vo-

gliano discutere nel merito.


Queste riforme le portiamo a
casa.
Le cose sono mutate allimprovviso nei giorni scorsi. Come riassumeva il presidente
emerito Giorgio Napolitano,
ieri in Senato, commentando la
rottura del patto del Nazareno:
Mi pare si sia passati da un accordo non su tutto a un disaccordo su tutto. Che non ferma
le riforme, ma certo rischia di
rallentarne liter. Dopo le proteste di marted sera, Renzi aveva dato il via libera per concedere pi tempo alle opposizioni. Cos ieri mattina, la presidente della Camera Laura
Boldrini comunica che le opposizioni avranno un terzo del

tempo in pi. La presidente auspica per che da parte delle


opposizioni ci sia una condotta
che si concentri sul merito e
non su pratiche ostruzionistiche; e, da parte della maggioranza e del governo, un atteggiamento di apertura. Ma la
situazione non migliora. Votato
larticolo 117 della Costituzione,
lAula rischia il pantano. Il capogruppo Roberto Speranza fa
sapere che di fronte ai veti, il
Pd dice no. Renato Brunetta
definisce Renzi una tigre di
carta, perch dopo avere minacciato il Parlamento, ora ha
fatto marcia indietro. Nichi
Vendola protesta: Mica stiamo
qui a infornare le pizze, stiamo
cambiando la Costituzione. Il

Movimento 5 Stelle chiude


ogni spiraglio: La richiesta
tardiva.
Di fronte alle reazioni, Speranza avverte: Se le opposizioni non dovessero rinunciare ai
subemendamenti, non avremmo altra strada che chiedere in
Aula la seduta fiume. La ragione della necessit della seduta fiume tecnica: cos si
evita di presentare una valanga
di emendamenti. La trattativa
serale conduce Forza Italia e
Lega a rientrare dallostruzionismo ma non M5S: la seduta fiume si rende necessaria per articoli ed emendamenti e quindi
il voto finale deve slittare.
Al. T.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il costituzionalista

Barbera e lItalicum
prima di met 2016:
a Renzi non utile
ma basta una legge
Ministro
Maria Elena
Boschi, 34 anni,
ieri alla Camera
durante i lavori
sul ddl di
riforma
costituzionale
che porta il suo
nome
(Ansa)

Dopo la
pausa per
lelezione al
Colle, marted il
ddl tornato
alla Camera.
Restano da
votare ancora
centinaia di
emendamenti
su punti minori:
la maggioranza
sta cercando di
trattare con le
opposizioni
affinch
vengano ritirati
quelli pi
ostruzionistici,
in cambio di
tempi di
discussione pi
ampi

Lintervista

di Monica Guerzoni

Irrobustisco il sistema, cos niente urne


Io responsabile ma non come Scilipoti
Naccarato: voto anticipato? Unanomalia. Pi sono i rischi pi gli stabilizzatori

Quanti stabilizzatori ha
arruolato?
Niente nomi, n numeri. Al
momento opportuno Renzi
avr da Palazzo Madama positive sorprese. Il senatore-velista
Paolo Naccarato si dato una
mission, garantire una rete di
stabilizzatori che proteggano la
navigazione del governo da
beccheggi e sussulti.
Prevede tempesta?
Al Senato mare calmo e
vento di brezza. una fase di
assestamento, paragonabile ai
primi mesi del governo Letta.
Lidentikit del nuovo responsabile?
Un singolo collega che sente forte il compito di garantire
la realizzazione di un vasto programma di riforme. Un senatore che crede nellesigenza di irrobustire il sistema e consentire il rilancio del Paese.
Obiettivo alto e nobile.
Ho gi capito la sua obiezione. Adesso mi chieder se
stiamo con Renzi per mantenere la poltrona.
Glielo chiedo, s.
unobiezione facile e vale
per tutti, per i medici, per i presentatori tv, per i giornalisti.
Ognuno chiamato a fare il suo
dovere. Le elezioni anticipate
sono una anomalia e io spero
che Renzi, vivaddio, voglia
romperla. Noi lo aiutiamo a
conseguire il record.
C da pagare il mutuo, dis-

ROMA

Chi

Paolo
Naccarato, 56
anni, gi stretto
collaboratore
di Francesco
Cossiga, con
cui diede vita
allUdr, stato
sottosegretario
alle Riforme
dal 2006
al 2008
Candidato in
Senato con la
Lega alle
Politiche 2013
non viene
eletto ma
subentra a
maggio al
dimissionario
Garavaglia. A
novembre
aderisce a Ncd,
ora nel
gruppo Grandi
autonomie e
libert (Gal)

se a suo tempo Razzi.


Io sono un politico che si
formato nella preistoria. Un democratico cristiano non pentito, di rito cossighiano. Per me
vengono prima valori come
letica della responsabilit e il
senso delle istituzioni, se poi
lei questi valori li vuole scambiare con altro faccia pure.
Lo dice Renzi che state con
lui perch non volete votare.
Non cos. Se da qui al 2018
abbiamo risolto 10 grandi problemi, a me del mutuo dei colleghi interessa poco. Anzi, ne
facciano pure un altro, di mutuo, basta che rispondiamo alle
esigenze degli italiani.
Razzi e Scilipoti furono
trattati da traditori, voi invece
siete eroi della Patria?
Similitudini sbagliate, Renzi liniziatore di una nuova
era. Sta dimostrando un senso
della realpolitik pi forte dei
suoi predecessori e io lo apprezzo.
Quanti senatori porter in
dote a Renzi?
Sia chiaro che aiutare Renzi
mio dovere, non chiedo nulla
in cambio. una presa di coscienza collettiva, nessuno di
noi tratta sotto banco qualcosa.
Ma pi aumentano i rischi, pi
crescono gli stabilizzatori. Problemi di numeri Renzi non ne
avr, punto. Lui ha una forza di
calamita. Ed lultima occasione di cambiare questo Paese.

Il senatore DAnna, che sta


con lei nel gruppo Gal, ha fatto al Corriere i nomi degli
stabilizzatori. Ci ha preso?
Trovo eticamente sgradevole fare nomi. Da sincero democratico io mi comporto secondo coscienza e alla luce del
sole, perch il mio maestro
Cossiga cos mi ha insegnato.
I toscani incappucciati di
Verdini?
Io sono calabrese, non toscano. Incappucciati non so, filotoscani per sono in diversi.
Davico e Caridi?
Non confermo nulla, non
conosco nessuno.
Ferrara, Mauro, Scavone,
Compagnone...
Non faccio nomi, siamo

FI rischia
di perdere
tanti eletti
Se il Pd si
insedier
al centro
avr una
attrazione
quasi fisica

Area popolare

Schifani capogruppo al Senato


Tocca a Renato Schifani raccogliere il testimone
alla guida di Area popolare al Senato (il gruppo
che riunisce esponenti di Ncd e Udc) lasciato
nei giorni scorsi da Maurizio Sacconi,
dimessosi per non aver condiviso la linea
sullelezione del nuovo capo dello Stato. Lex
presidente di Palazzo Madama ieri stato eletto
per acclamazione su proposta del leader di Ncd
Angelino Alfano. Il presidente vicario, invece,
sar Luigi Marino. A Schifani sono arrivate le
congratulazioni della collega capogruppo della
Camera Nunzia De Girolamo e di molti
RIPRODUZIONE RISERVATA
parlamentari di altri partiti.

stabilizzatori adulti e consapevoli. Questa volta, o la va o la


spacca. O con Renzi vince lItalia o corriamo seri rischi di una
deriva greca.
Stabilizzatori in arrivo anche da Forza Italia?
Berlusconi rischia di perdere pezzi e io gli rivolgo un appello. Caro Silvio, resta lo statista cui sempre hai aspirato e
aiuta il Paese a uscire da una
drammatica crisi. Altrimenti
avrai nuove delusioni e FI rischia una progressiva, irrecuperabile irrilevanza.
Quanti ne pu perdere FI?
Un numero a 2 cifre. Berlusconi sia cauto, perch ha trovato uno pi furbo di lui. I due
si somigliano in modo straordinario, Silvio innamorato di
Matteo e guarda con un po di
invidia al quarantenne che ha
davanti una vita e pu realizzare quel che lui pens nel 94.
Lascer Gal, dopo aver veleggiato dallUdr a Italia futura, dalla Lega al Ncd?
Quando il Pd diventer davvero il partito della nazione e si
insedier al centro dello schieramento politico, per me sar
un momento di assoluta attrazione. Quasi fisica.
Naccarato nel Pd?
Quando Renzi aggiunger
una c e lo chiamer Partito
democratico e cristiano, il Pdc
sar casa mia.
RIPRODUZIONE RISERVATA

MILANO Quanto salva la

legislatura con la clausola di


salvaguardia? LItalicum ora
aspetta solo il s, definitivo,
della Camera. Ma non sar in
vigore prima di luglio 2016:
cos recita, appunto, la
clausola alla legge elettorale
caldeggiata da chi temeva un
immediato ritorno alle urne.
Postilla che sarebbe aggirabile,
secondo i sospetti di
minoranza pd e opposizione,
con un semplice decreto.
una norma come le altre. E
sarebbe aggirabile, non con un
decreto, ma con un articolo di
legge, spiega Augusto
Barbera, professore emerito di
Diritto costituzionale. Che
per aggiunge di non capire
il sospetto: Renzi ha
interesse a portare avanti la
riforma costituzionale.
Perch se si andasse a votare
prima della riforma, Palazzo
Madama sarebbe eletto con il
Consultellum, proporzionale,
senza premio: E Renzi, in
caso di vittoria, si troverebbe
come Bersani, con una
maggioranza forte alla Camera
e senza i numeri in Senato. La
vera clausola di salvaguardia,
per il costituzionalista,
quindi la riforma del
bicameralismo. Ma quali sono
i tempi? Non lunghissimi,
assicura Barbera: La riforma
ha gi avuto il suo momento di
svolta. Quando, alla Camera,
a gennaio, stato fermato il
blitz della minoranza dem che
voleva abolire i senatori di
nomina presidenziale. Perch
la minoranza cosiddetta di
sinistra ha insistito tanto sui
cinque senatori nominati dal
capo dello Stato? Perch
sarebbe stato il grimaldello.
Avrebbero modificato la
composizione della nuova
assemblea e consentito quindi
al Senato di ridiscutere quanto
a fatica si era gi deciso
nellagosto scorso, la non
elettivit. A questo punto si
invece realizzata la cosiddetta
doppia conforme per cui il
Senato non pu pi
intervenire sul punto. Potr
farlo solo sulle parti, meno
politicamente laceranti, in cui
la Camera sta modificando il
testo pervenuto dal Senato.
La previsione del professore
che il prossimo gennaio circa
si voti per il referendum sulla
riforma. Ecco le tappe: Il
testo, dopo il via libera della
Camera, pu tornare subito in
Senato, perch sono trascorsi i
tre mesi dalla prima lettura (di
agosto) previsti dalla Carta. E
in primavera potr tornare alla
Camera: la seconda
deliberazione potr avvenire a
luglio. Poi trascorreranno altri
sei mesi per il referendum.
Quindi si potrebbe votare gi
nella primavera 2016,
modificando la clausola, o
nellautunno 2016. Ma in Aula
lostruzionismo non incider?
Invece di votare sabato, alla
Camera voteranno un po pi
tardi. Tutti gli ostruzionismi
servono per richiamare
lattenzione dellopinione
pubblica, ma raramente
durano pi di qualche
settimana.
Re. B.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Gioved 12 Febbraio 2015

La Nota
di Massimo Franco

UN PREMIER
DETERMINATO
A RISPONDERE
COLPO SU COLPO

POLITICA

on lucidit, lex presidente della


Repubblica, Giorgio Napolitano, ieri
ha fotografato una situazione
totalmente ribaltata rispetto ad alcune
settimane fa. Mi pare che si sia
passati, ha detto, da un accordo non su tutto
a un disaccordo su tutto. Alludeva a quanto
accaduto tra Matteo Renzi e Silvio Berlusconi:
un asse spezzatosi ufficialmente con lelezione
del nuovo capo dello Stato, Sergio Mattarella.
Anche se poco credibile che sia stato solo
quello ad archiviare il patto di non aggressione
reciproca tra Pd e FI.
Gli effetti collaterali che stanno arrivando
segnano comunque un irrigidimento delle
posizioni; e segnalano nuovi tentativi di
mettere in difficolt il premier: da parte
dellopposizione e dello stesso Pd. Il decreto che
doveva depenalizzare alcune frodi fiscali va
verso un rinvio per evitare pasticci, annuncia
Renzi: decisione presa dopo che lex segretario
Pier Luigi Bersani aveva lanciato un mezzo
avvertimento a Palazzo Chigi. Ma il premier
ribadisce che il provvedimento non riguardava
e non riguarder le condanne di Berlusconi.
Il secondo attacco venuto dopo la tragedia

degli oltre trecento immigrati morti nel canale


di Sicilia: un dramma che ha spinto Mattarella a
parole di compassione e di solidariet. Ma altri
hanno criticato labbandono delloperazione
Mare nostrum. E la polemica ha irritato Renzi,
che ci ha visto solo una strumentalizzazione
cinica: per questo ha replicato subito, insieme
al Viminale, spostando il tiro sul vuoto di potere
in Libia e sul ruolo dellUe. Il terzo fronte
quello parlamentare. E l le macerie del patto
del Nazareno sono vistose. Berlusconi fa sapere
che dir come vota sulla riforma elettorale e del
Senato solo alla fine; e lascia capire che far di
tutto per rallentarne lapprovazione.
In pi, FI chiede al premier chiarimenti sulla
legge del governo che riguarda le maggiori
banche popolari, insinuando che qualcuno,

Laccerchiamento
Ma aumentano i segnali
di accerchiamento di Palazzo Chigi
da parte di Forza Italia
e della minoranza del Pd

nella cerchia di Palazzo Chigi potrebbe avere


utilizzato alcune informazioni riservate per
trarne profitto. Su questo la Consob, lorgano di
controllo sulle attivit di Borsa, sta indagando.
Limpressione, per, che tanta aggressivit
adesso sia un po sospetta; e che la corsa
allopposizione di Forza Italia nasca soprattutto
dalle difficolt profonde nelle quali si dibatte
Berlusconi. parte del suo tentativo di
riprendere in mano il controllo del partito.
Lultimatum lanciato ieri alla minoranza di
Raffaele Fitto, al quale lex premier chiede di
allinearsi entro due settimane o andarsene,
un gesto di nervosismo, pi che di forza. Ci
vuoi cacciare perch avevamo ragione?, lo
provoca lavversario interno, mettendo in fila
tutti quelli che ritiene gli errori commessi nella
gestione del patto del Nazareno. Daltronde,
stato lo stesso Berlusconi a dichiarare finito
lasse con Palazzo Chigi; e ad assumersi la
responsabilit delle sconfitte, ammettendo che
sarebbe stato ottuso e nefasto continuare su
quella strada. Ma in agguato il rischio
dellaltra subalternit, alla Lega, favorita dagli
strappi quasi quotidiani del leader di FI.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Le priorit di Mattarella al Csm


Le nomine siano tempestive

La riforma
Prescrizione lunga,
lipotesi del governo
sulla corruzione

Ma i consiglieri indicano alcuni punti critici del rapporto tra politica e giustizia
Il Consiglio
Il Consiglio
superiore della
magistratura
composto da
24 consiglieri
elettivi (8 laici e
16 togati) a cui
vanno aggiunti
i tre membri di
diritto: il
presidente
della
Repubblica, il
primo
presidente e il
procuratore
generale della
Corte di
Cassazione

Il plenum
Il capo dello
Stato Sergio
Mattarella, 72
anni, con il
vicepresidente
del Csm
Giovanni
Legnini, 56
anni, ieri ha
partecipato alla
prima riunione
plenaria
dellorgano di
autogoverno
della
magistratura
dalla sua
elezione (Ansa)

Delle riforme necessarie a garantire un miglior funzionamento della giustizia parler unaltra volta, in una
prossima occasione per introdurre una riflessione collegiale. Ma intanto al Consiglio superiore della magistratura riunito al gran completo per la nomina del nuovo procuratore
generale della Cassazione il capo dello Stato e neo-presidente
dellorgano di autogoverno
Sergio Mattarella raccomanda
che la tempestivit nel conferimento e nella conferma degli
incarichi direttivi avvenga abitualmente.
Il primo atto ufficiale di Mattarella alla guida del Csm si
apre col ricordo di Vittorio Bachelet, vicepresidente di quella
assemblea assassinato dalle
Brigate rosse il 12 febbraio
1980, 35 anni fa. E si consuma
con unesortazione a non lasciare scoperti troppo a lungo i
vertici degli uffici giudiziari, oltre che nellapprezzamento per
la scelta unanime del nuovo pg
della Cassazione, Pasquale Ciccolo, e per il lavoro svolto dal
predecessore Gianfranco Ciani, da oggi in pensione, che
ha sempre avuto di mira, nel
suo lavoro, il primato della legalit. Ma diventa anche loccasione per alcuni componenti
del Consiglio di segnalare al capo dello Stato le criticit ritenute pi urgenti. Che ripropongono rapporti non proprio

ROMA

idilliaci tra il mondo della giustizia e quello della politica. In


particolare del governo.
Legata al tema sollevato da
Mattarella, resta aperta la questione delle centinaia di nomine che il Csm chiamato a fare
di qui alla fine dellanno, per
via dellabbassamento dellet
pensionabile dei magistrati deciso per legge. Adempiere nei
tempi previsti al pi esteso e
concentrato ricambio mai verificatosi nella storia repubblicana sar impossibile, ribadisce
il vice-presidente Legnini. Il
quale si chiede (e chiede al presidente) se la decisione di go-

verno e Parlamento di non concedere almeno una scansione


biennale per i rinnovi degli
incarichi sia sostenibile e improntata alla ragionevolezza;
il Csm, ribadisce Legnini, ritiene di no, perch non corrisponde al principio di buona
amministrazione.
Anche il primo presidente
della Cassazione Giorgio Santacroce rilancia il grido di dolore per i vuoti di organico
che si creeranno alla corte suprema, con conseguente rischio di paralisi degli uffici, a
causa del limpossibilit di procedere ai necessari rimpiazzi

4
anni
la durata
del mandato
dei consiglieri
elettivi del
Csm. Per tutto
il settennato al
Colle, il capo
dello Stato ne
il presidente

La deputata ex ncd ricevuta dal segretario generale Marra

Saltamartini protesta, poi sale al Colle


La deputata Barbara Saltamartini,
appena passata da Ncd al gruppo
Misto, ieri stata protagonista di una
giornata movimentata. Il divieto di
prendere la parola in Aula nel dibattito
sulla riforma della Costituzione,
motivato dalla presidente della Camera
Laura Boldrini con limpossibilit di
far intervenire il singolo iscritto al
Misto, sfociato in una protesta sia a
Montecitorio che sulla piazza del
Quirinale, dove lonorevole (nella foto
postata su Twitter) si precipitata
chiedendo di incontrare il capo dello
Stato. Nel pomeriggio Saltamartini
stata ricevuta dal segretario generale

17

della presidenza della Repubblica


Donato Marra. Pi tardi, in Aula, alla
ripresa dei lavori, anche su
sollecitazione di tutti gli altri gruppi, il
vicepresidente Roberto Giachetti in
via del tutto eccezionale le ha
RIPRODUZIONE RISERVATA
concesso la parola.

entro il 2015. Sia Santacroce


che lormai ex pg Ciani riconoscono la necessit che la magistratura per prima , insieme allo stesso Csm, si faccia carico
del compito di riavvicinare i
giudici ai cittadini, visto che il
sentimento di fiducia nei confronti della giurisdizione va pericolosamente calando. Abbandonando certe tendenze
corporative che troppo spesso
la caratterizzano. Tuttavia
unaltra questione viene segnalata a Mattarella, perch considerata essenziale per mantenere integra lautonomia e lindipendenza delle toghe.
Ercole Aprile consigliere
della gruppo Area, la sinistra
giudiziaria spiega che i
magistrati devono essere consapevoli che i loro eventuali errori non saranno scusati, ma
anche che, senza alcuna forma
di indebito condizionamento,
potranno continuare ad assolvere alla loro funzione senza timore di ritorsioni, di subire le
conseguenze di indebite iniziative da parte di coloro che, per
censo, ruoli pubblici o altri
vantaggi sociali, possono influire sulle decisioni di chi istituzionalmente chiamato al difficile compito di ripartire torti
e ragioni. Evidente il riferimento alla legge sulla responsabilit civile dei magistrati, in
discussione in Parlamento.
Giovanni Bianconi
RIPRODUZIONE RISERVATA

Dopo mesi di
scontri e
fumate nere in
autunno il
Parlamento ha
eletto i
consiglieri laici.
Sono Giovanni
Legnini
(proposto dal
Pd), Maria
Elisabetta
Alberti Casellati
(FI), Renato
Balduzzi(Sc),
Giuseppe
Fanfani (Pd),
Antonio Leone
(Ncd), Paola
Balducci (Sel),
Pierantonio
Zanettin (FI),
Alessio
Zaccaria (M5S)
Larticolo
105 della
Costituzione
sancisce che
spettano al
Consiglio
superiore della
magistratura
le assunzioni,
le assegnazioni
i trasferimenti,
le promozioni e
i provvedimenti
disciplinari
nei riguardi
dei magistrati

ROMA Prescrizione pi
lunga per la corruzione.
Con una sospensione dei
termini di tre anni, anzich
due, dopo la prima
condanna. Il ministro della
Giustizia, Andrea Orlando,
ci riflette. E oggi, quando
il governo presenter
lemendamento alla norma
sul processo penale in
discussione alla Camera, si
sapr se hanno avuto
effetto gli allarmi contro la
corruzione lanciati in tutte
le cerimonie pubbliche. Da
ultimo, dal presidente della
Corte dei Conti, Raffaele
Squitieri e dallo stesso capo
dello Stato, Sergio
Mattarella. Assieme alle
critiche piovute da pi parti
sul provvedimento del
governo in materia di
prescrizione (sospensione
di due anni dopo la prima
condanna e di uno dopo la
seconda). Ritenuto troppo
debole persino dal capo
dellAnticorruzione,
Raffaele Cantone.
Se ne discusso ieri in
un vertice con i
responsabili giustizia del
Pd e dellNcd e il
sottosegretario Enrico
Costa. Perch non
allungare lo stop della
prescrizione come per i
reati di violenza sui
minori?, ha proposto la pd
Donatella Ferranti.
Processi come Mafia
Capitale sono diversi da
una truffetta, ha spiegato.
Ma Ncd non ci sta: Sono
gi state aumentate le pene
per i reati di corruzione nel
testo in discussione al
Senato. Cosa che allunga
anche i tempi di
prescrizione spiega il
sottosegretario Costa (Ncd).
Il ministro ha assicurato
una riflessione, che
potrebbe arrivare anche
durante la discussione
parlamentare. Ma le
posizioni sono ancora
distanti. Arroccato sul testo
iniziale del 2+1, lNcd ha gi
ottenuto la norma
transitoria che esclude
dalla prescrizione lunga i
processi in corso: incluso
quello che vede Silvio
Berlusconi imputato a
Napoli per la
compravendita di senatori.
E sullipotesi del 3+1 il
sottosegretario Costa (Ncd)
ieri assicurava soddisfatto:
Per ora non c nulla di
nuovo. Vedremo oggi.
Virginia Piccolillo
RIPRODUZIONE RISERVATA

18

Gioved 12 Febbraio 2015 Corriere della Sera

Corriere della Sera Gioved 12 Febbraio 2015

POLITICA

19

Palazzo Chigi fa slittare il decreto sul 3%


Ma lex premier non centra niente
Renzi: si pu aspettare. La Consulta boccia la Robin tax sulle imprese energetiche: 1 miliardo di buco
sono la fatturazione elettronica, il nuovo regime fiscale dei
giochi, linternazionalizzazione delle imprese, ladesione cooperativa, che va in Consiglio il
20 febbraio ed entra in vigore il
primo giugno. Una seconda
parte, il fisco come giudice,
con laccertamento, la riscossione, labuso del diritto va in
vigore il primo settembre, ha
detto il premier.
La stiamo studiando bene,

ROMA Il governo rinvia ancora il

Le divisioni nel Pd

Licenziamenti
collettivi,
sul Jobs act
scontro
ROMA Sul Jobs act si riaccende
lo scontro per i licenziamenti
collettivi. Buona parte del Pd
chiede di lasciare la possibilit
del reintegro nel posto di
lavoro da parte del giudice se
vengono violate le regole
previste oggi, come le
comunicazioni obbligatorie ai
sindacati e il rispetto dei
carichi familiari. Ieri sera nella
commissione Lavoro del
Senato la stessa posizione
stata presa sia da Sel che da
M5S, correggendo il parere
proposto da Maurizio Sacconi.
Ma il governo intenzionato a
respingere la richiesta, senza
toccare il decreto attuativo
della riforma che, anche in
questi casi, cancella il
reintegro e prevede solo un
indennizzo economico.
Il decreto stato approvato
una prima volta alla vigilia di
Natale e torner sul tavolo del
consiglio dei ministri il 20
febbraio. Ma prima deve
arrivare il parere del
Parlamento. La commissione
Lavoro della Camera, dove la
sinistra Pd molto forte,
chieder espressamente di
lasciare il reintegro per i
licenziamenti collettivi,
almeno quando i criteri violati
sono fissati dalla
contrattazione collettiva. Mi
auguro che il mio partito
cerchi una mediazione su
questo punto, ampiamente
discusso in questi giorni,
dice Cesare Damiano,
presidente della
Commissione, anche lui della
sinistra Pd. Nessuno lo
conferma ma nel Palazzo molti
dicono che lasciare il reintegro
per i licenziamenti collettivi
fosse uno dei punti
dellaccordo politico chiuso
nel partito prima dellelezione
del nuovo capo dello Stato. La
prima conseguenza del
metodo Quirinale. Ma dopo
le aperture dei giorni scorsi, e
il conseguente pressing di
Confindustria, il governo
sembra intenzionato a non
modificare il decreto. Non
lunico punto di frizione. Lex
ministro del Lavoro Maurizio
Sacconi (Ncd) dice che sarebbe
meglio non modificare le
regole sui licenziamenti,
obiettivo per il quale si speso
parecchio, piuttosto che
cancellare tutte le forme
contrattuali para
subordinate. Si riferisce ad
un altro decreto attuativo della
riforma, quello che ridurr il
numero dei contratti precari.
Qui il governo sta provando a
mediare. Se finora si sempre
parlato di graduale
superamento dei cocopro, le
collaborazioni a progetto, sul
tavolo c lipotesi che la
cancellazione arrivi dal primo
gennaio del 2016. Confermato,
infine, il taglio della durata
massima dei contratti a
termine pi flessibili, quelli
senza causale. Si scender da
36 a 24 mesi.
Lorenzo Salvia
RIPRODUZIONE RISERVATA

decreto che rivede le sanzioni


penali in campo fiscale, gi
esaminato a dicembre e riposto
in un cassetto dopo le polemiche sulla presunta norma salva Berlusconi con la franchigia del 3% per i reati penali.
Sono settantanni che il sistema fiscale non funziona, si pu
aspettare altre tre settimane
per non fare pasticci ed evitare
che accadano schifezze ha
detto ieri il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, intervistato da SkyTg24. Il decreto, attuativo della delega per la riforma
fiscale, per la cui attuazione il
governo chieder sei mesi di
tempo in pi (scadeva il 27
marzo), doveva andare in Consiglio dei ministri il 20 febbraio, ma slitter a maggio.
Il rinvio era stato annunciato
al Parlamento dal sottosegretario allEconomia, Luigi Casero,
in mattinata, spiegando che i
vari decreti attuativi della delega sarebbero stati raggruppati
per aree omogenee, e che quello sulle sanzioni penali sarebbe
stato presentato a maggio insieme a quelli sulla riforma
dellaccertamento, della riscossione e della giustizia tributaria.
Ci sono due capitoli della
delega. Quello che riguarda il
fisco come consulente, dove ci

La parola
ROBIN TAX

a cosiddetta Robin tax una


maggiorazione dellaliquota Ires
introdotta nellestate del 2008 dallallora
ministro dellEconomia Giulio Tremonti,
quale misura etica per tassare gli extra
profitti dei petrolieri legati alla crescita del
prezzo dei carburanti, con lo scopo di
utilizzarli come forma di sostegno alle
persone bisognose attraverso la Social
card, nota anche come carta acquisti.
Laddizionale stata applicata a tutto il
reddito di impresa. Si partiti con laliquota
del 5,5% sulle aziende con un volume di
ricavi superiore a 25 milioni nellanno
dimposta precedente. Nel 2011 laliquota fu
portata al 6,5% e nel 2011 al 10%.
RIPRODUZIONE RISERVATA

per evitare quella schifezza del


mancato recupero di evasione.
Il caso Falciani emblematico:
lItalia ha contestato 740 milioni di tasse evase e ne ha portati
a casa 29 ha detto Renzi.
LItalia lunica che non riesce a recuperare i soldi. Dobbiamo avere un sistema che ci
permetta di riavere ci che
dobbiamo avere, il resto sono
barzellette, come quella di Berlusconi, che con questa storia
non centra niente ha concluso il capo del governo, tra le cui
mani esplosa unaltra grana
fiscale di non poco conto.
La Consulta, infatti, ha bocciato la Robin Tax, cio laumento delle imposte per le imprese energetiche deciso nel
2008 dal governo Berlusconi,
determinando un mancato gettito per questanno di circa un
miliardo. Un conto che poteva
essere molto pi salato se la
Corte non avesse escluso la retroattivit della decisione, capace tuttavia nelle sue motivazioni di gettare ombre anche
sulla seconda versione della
Robin Tax, quella applicata alle
banche dal governo Letta.
La restituzione di tutte le
somme incassate con la Robin
Tax, circa 5 miliardi, avrebbe
comportato uno squilibrio di
bilancio tale da implicare la necessit di una manovra finan-

ziaria aggiuntiva, ha spiegato


la Corte. La bocciatura era in
qualche modo attesa. La sovrattassa stata cassata non
perch illegittima di per s, ma
perch attuata in modo maldestro. Doveva colpire gli extra
profitti delle imprese energetiche mentre i prezzi del petrolio salivano, ma stata applicata a tutto il reddito dimpresa,
non solo quello aggiuntivo.
Doveva essere per natura temporanea ma divenuta strutturale. Doveva tutelare i consumatori, con il divieto per le imprese di traslare le maggiori
tasse sulle bollette, ma quel divieto dice la Consulta risulta
difficilmente assoggettabile a
controlli efficaci. Per le imprese del settore la decisione
un ottima notizia, come dimostrano le reazioni della Borsa,
tutte positive (con Snam e Terna vicine al +4%). Nel 2013 la
Robin costata 370 milioni a
Enel, 151 a Snam, 97 a Terna, 93
alla Shell, circa 40 a Eni ed Edison. Nei conti pubblici, invece,
si apre un buco potenziale di
un miliardo: al Tesoro non
escludono alcuna ipotesi, compresa quella di una modifica
della norma cassata dalla Consulta per renderla aderente ai
principi costituzionali.
Mario Sensini
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il premier

I sorrisi con Letta


(senza Nazareno)
Un incontro cordiale,
nonostante la crisi
nel rapporto tra Forza Italia
e Pd: ieri Matteo Renzi
e Gianni Letta si sono
incrociati allinaugurazione
dellanno accademico
della Scuola ufficiali dei
Carabinieri di Roma (foto
Benvegn-Guaitoli). Lex
sottosegretario alla
presidenza del Consiglio
stato in questi mesi uno dei
principali sostenitori del
patto del Nazareno, che si
incrinato dopo il voto sul
Quirinale. Proprio per
questo motivo, Letta, con
Denis Verdini, stato messo
sotto accusa dal cerchio
magico di Silvio Berlusconi,
che ha spinto per la rottura
del dialogo con il Pd.

La misura
A fine
dicembre il
governo
presenta il
decreto che
rivede le
sanzioni penali
in campo
fiscale. Fa
discutere la
norma
ribattezzata
salva
Berlusconi,
che prevede la
soglia di non
punibilit
anche per i
reati tributari
pi gravi (come
la frode
documentale)
fissata al 3%
Dopo le
polemiche il
decreto viene
ritirato e messo
in calendario
per il Consiglio
dei ministri del
20 febbraio.
Lannuncio di
questa nuova
data del 20
gennaio,
ovvero undici
giorni prima del
voto sul
presidente
della
Repubblica che
ha messo in
crisi il patto del
Nazareno tra
Matteo Renzi e
Silvio
Berlusconi
Il testo del
decreto,
attuativo della
delega per la
riforma fiscale,
per la cui
attuazione il
governo
chieder 6
mesi di tempo
in pi (scadeva
il 27 marzo) ora
slitta a maggio

RIPRODUZIONE RISERVATA

E Cottarelli disse: la riforma Madia? Non ha risparmi


Le accuse nel suo ultimo discorso: al governo nessuno dice che una spesa inaccettabile
ROMA Gli

ormai mitici testi della spending review dellex commissario Carlo Cottarelli, reclamati da pi parti in nome della
trasparenza, restano tuttora coperti dal mistero. In compenso
lIstituto Bruno Leoni ha dato
alle stampe lultimo discorso
ufficiale del commissario: la
Lectio Marco Minghetti, tenuta a fine 2014, commentata
da Lucrezia Reichlin (London
Business School) e Nicola Rossi
(Universit Tor Vergata Roma).
Parole, quelle di Cottarelli,
che suonano talvolta caute, talatra accusatorie. Come quando afferma che non bisogna
farsi illusioni: la riforma stata

avviata ma lontano dallessere


completata, o quando ammette che la parte del leone
nella spending lhanno fatta i
tagli alle spese di beni e servizi, e che va verificato ex post
che gli enti territoriali siano
riusciti effettivamente a raggiungere i risparmi senza aumenti di tasse.
Ed ecco i messaggi in bottiglia: al ministro della Funzione
pubblica, Marianna Madia, dice che gli obiettivi della riforma della P.a. non sembrano includere, almeno non esplicitamente, il risparmio di risorse:
Spero si possa ovviare la
chiosa. E ancora: Non si pu

far finta che (con i tagli ndr)


non ci siano risparmi in termini di personale. Al governo
(Letta e Renzi, lincarico di Cottarelli a cavallo tra i due esecutivi) rimprovera la mancanza
di obiettivi: In un anno non
ho mai sentito dire che una
certa proposta di spesa non
accettabile perch contraria

I tagli
La lectio allistituto
Bruno Leoni: spending
review fatta soprattutto
di tagli a beni e servizi

ai nostri principi fondamentali


su quello che lo Stato dovrebbe
fare. Ma anche che occorre
riconoscere che spesso scelte
impopolari sono necessarie.
E possono comportare revisioni che toccano non solo i soliti pochi privilegiati, ma anche unampia fascia della popolazione.
Ed ancora unaccusa quella
del commissario che dice: La
complessit dei testi legislativi
tale che i vertici dei ministeri
a partire dai ministri hanno
difficolt a seguirne la definizione: Non talvolta chiarissimo chi abbia scritto materialmente questo o quellaltro

comma. O quando, sullattuazione delle leggi, sollecita


controlli di sostanza e non di
forma e penalit in caso di
mancata implementazione.
Infine una curiosit: proponendogli l incarico, il ministro
del Tesoro, Fabrizio Saccomanni, spieg che si cercava una
figura che elevasse il profilo del
dibattito sulla revisione della
spesa. Daccordo sul profilo
ma il bilancio, commenta Rossi, piuttosto deludente. Alla spending mancata una
motivazione di fondo, conclude Lucrezia Reichlin.
Antonella Baccaro
RIPRODUZIONE RISERVATA

20

Gioved 12 Febbraio 2015 Corriere della Sera

Corriere della Sera Gioved 12 Febbraio 2015

21

22

Gioved 12 Febbraio 2015 Corriere della Sera

Corriere della Sera Gioved 12 Febbraio 2015

ESTERI

23

Esteri

Si spacca la sinistra hollywoodiana


Comitato per Warren contro Hillary

Diplomazie

di Alessandra Muglia

Stupri in Darfur
(ma lOnu
ora smobilita)

Susan Sarandon, Edward Norton e Mark Ruffalo a sostegno della senatrice


Verso il 2016
Da destra:
Hillary Clinton,
Elizabeth
Warren e John
Kerry (Ap)

RIPRODUZIONE RISERVATA

Warren

DAL NOSTRO INVIATO


NEW YORK Hollywood divisa sul-

la scelta del candidato alla successione di Obama? Parlare di


spaccatura forse eccessivo,
ma lappello pro Warren firmato da 90 attori fa squillare un
campanello dallarme nel quartier generale di Hillary Clinton.
Sulla sua marcia trionfale verso
la nomination democratica
per le presidenziali del 2016
grava da tempo lombra provocata da una nuvoletta: quella,
appunto, della possibile candidatura di Elizabeth Warren, la
senatrice liberal del Massachusetts che la sinistra del partito democratico voterebbe

democratiche del cinema.


Se spera di raccogliere a Beverly Hills buona parte dei fondi per la sua campagna elettorale, Hillary Clinton farebbe
bene a riflettere sullappello di
Artists for Warren. In tutte le
localit americane la sinistra
liberal sotto la spinta di organizzazione come MoveOn.org sta promuovendo la
campagna Run Warren Run
per spingere la senatrice a candidarsi. In molte citt si sono
formati circoli piccoli ma combattivi, appoggiati anche da
molti professionisti.
A Hollywood il movimento
ha preso pi consistenza: tra i
novanta firmatari di quello che

D AY

LOCMAN
ITALY

I love you

VA L E N T I N E S

A Hollywood
il movimento
Artists for
Warren, che
spinge per la
candidatura
della senatrice
liberal del
Massachusetts
alla presidenza
nel 2016, ha
preso
consistenza:
tra i 90
firmatari (di
quello che
suona anche
come un
appello per
bloccare Hillary
Clinton) ci sono
Susan
Sarandon,
Michael Moore,
Edward Norton
(nelle foto)

molto pi volentieri di una ex


first lady che considera troppo asservita agli interessi di
Wall Street e della grandi corporation, oltre che vecchiotta.
Solo una nuvoletta, per ora,
perch la Warren stessa ha
sempre respinto gli inviti a
scendere in campo, mentre il
vertice del partito convinto
che, per vincere le elezioni, serve un candidato che ruba voti ai
repubblicani al centro, non
uno di estrema sinistra. Ma un
segnale allarmante per lex segretario di Stato arriva ora da
Hollywood, da sempre un motore delle campagne elettorali
progressiste grazie alla popolarit e alla generosit delle stelle

H A P P Y

hamisa, Rufeeda,
Nadia, Mahassan,
Asal, Jamey, Najma
ventenni o poco pi che
hanno visto linferno.
Ripetutamente violentate
dai soldati nelle proprie
case, e anche fuori, insieme
ad oltre 200 donne del
villaggio. A Tabit, 7mila
abitanti nello stato
sudanese del Darfur.
Sono passati pi di tre mesi
da quellatroce stupro di
gruppo, ma soltanto ora c
un rapporto che lo
documenta, preparato
Human Rights Watch con
fatica e coraggio. Perch
Khartoum nega lo scempio
e ha intralciato in ogni
modo le indagini, anche
quella della missione
congiunta Onu-Unione
africana (Unamid), che non
ha potuto trovare riscontri,
non autorizzata a recarsi sul
campo se non scortata da
agenti. Almeno 220 donne
e ragazze stuprate in un
villaggio da militari
nellarco di 36 terribili ore
rappresenta una tragedia
inedita nelle sue
dimensioni persino in una
regione dilaniata da oltre 10
anni di guerra civile, teatro
di massacri di ogni genere
che hanno indotto la Corte
penale internazionale a
incriminare nel 2009 il
presidente Omar Bashir per
genocidio e crimini contro
lumanit commessi nel
Darfur.
Le voci su questo orrore
riportano lattenzione su un
conflitto dimenticato che
ha portato 2 milioni e
mezzo di persone a vivere
nei campi profughi. Hrw
parla di nuovo crimine
contro lumanit e chiede
che Unamid faccia di pi
per proteggere i civili. Ma
nonostante la
recrudescenza dei
combattimenti nellultimo
anno (che ha registrato il
picco di trasferimenti
forzati del decennio) i
segnali che arrivano dalla
comunit internazionale
vanno nella direzione
opposta: la corte dellAja ha
sospeso linchiesta su
Bashir, sotto pressione del
governo Unamid ha chiuso
il suo ufficio di Karthoum; e
lOnu ritirer gran parte
delle sue truppe in Darfur,
cambiando la natura del
suo mandato: non pi di
peacekeeping ma soltanto
di assistenza umanitaria nei
campi profughi.
Con Bashir favorito alle
prossime elezioni di aprile,
il Darfur sembra
condannato a diventare
sempre pi una prigione a
cielo aperto.

suona soprattutto come un appello per bloccare la Clinton ci


sono Susan Sarandon, Michael
Moore, Edward Norton, Mark
Ruffalo e Olivia Wilde: attori e
registi celebri impegnati a sinistra, ma mancano i grossi calibri del cinema. Anche perch
la Clinton, scottata dal precedente del 2008 quando lo sconosciuto Obama trov una
delle prime consacrazioni proprio tra gli studios cinematografici a scapito di Hillary, stavolta si mossa in anticipo: ha
gi incassato il sostegno di altre icone della sinistra cinematografica e musicale come George Clooney, Barbra Streisand, Pharrell Williams, Elton
John e anche personaggi come
Katy Perry ed Eva Longoria, in
passato testimonial per Barack
Obama.
Ma, appunto, incombe la
memoria del precedente del
2008: probabilmente Hillary
non entusiasmava allora e non
entusiasma oggi. Ma allora
cera lalternativa Obama, mentre oggi nessuno dei possibili
concorrenti democratici della
ex first lady scalda i cuori.
Salvo, appunto, la Warren.
Per adesso lallarme relativo, visto che lei continua a
escludere una candidatura. E
infatti Hillary ha rinviato a luglio linizio della sua campagna
perch, correndo praticamente
da sola, non ha bisogno di fare
una volata troppo lunga che
potrebbe produrre un effettonoia su media ed elettori. Ma il
moltiplicarsi dei gruppi proWarren fa temere ai democratici che quella della Clinton possa rivelarsi una campagna a
bassa temperatura, senza
una grande mobilitazione di
attivisti e finanziatori.
Senza contare che la senatrice, pur ripetendo sempre di
non essere interessata alla Casa
Bianca, sta moltiplicando le
sue apparizioni negli eventi pi
significativi della sinistra. E a
volte non risparmia critiche alla Clinton, dipingendola come
un politico spregiudicato che
ha tradito i suoi principi per
raccogliere pi soldi per la sua
campagna elettorale.
Massimo Gaggi

Clinton

Hillary
Clinton,
scottata dal
precedente
del 2008,
quando Obama
trov una delle
prime
consacrazioni
proprio tra gli
studios
cinematografici
si mossa
stavolta in
anticipo. Ha gi
incassato il
sostegno di
altre icone del
cinema (e della
musica) com e
George
Clooney, Eva
Longoria,
Barbra
Streisand (nelle
foto)

RIPRODUZIONE RISERVATA

Il giallo del procuratore ucciso

MONTECRISTO LADY
Titanio, acciaio e diamanti.
Quadrante in madreperla, vetro zaffiro, impermeabile fino a 10 atm.

Argentina, il Dna misterioso


Nuovo tassello nel giallo sulla morte di Alberto
Nisman. Il Dna di uno sconosciuto stato
rinvenuto su una tazzina da caff nella casa del
procuratore argentino, trovato morto il 18
gennaio scorso, alla vigilia delludienza durante
la quale avrebbe dovuto lanciare il suo atto
daccusa contro la presidente Kirchner.

Gioved 12 Febbraio 2015 Corriere della Sera

24

Cronache

Sedici anni a Schettino. Ma no allarresto


Interdetto per 5 anni dalla guida di una nave. Insieme a Costa dovr pagare oltre 7 milioni di risarcimento
GROSSETO Lo hanno condannato, Francesco Schettino, per
tutti i reati pi gravi (naufragio,
omicidio colposo e lesioni plurime, abbandono della nave),
ma il tribunale di Grosseto, dopo quasi 8 ore di camera di
consiglio, ha dato un taglio
netto alle richieste durissime
dellaccusa e gli ha inflitto 16
anni e un mese di carcere, 10
anni e due mesi in meno delle
pene invocate dai pm; oltre allinterdizione per 5 anni dalla
carica di comandante. Il collegio, composto dal presidente
Giovanni Puliatti e dai giudici
Marco Mezzaluna e Sergio
Compagnucci, ha anche negato
per lex comandante della Con-

cordia la custodia cautelare,


non essendoci pericolo di fuga.
Accolto in pieno limpianto
dellaccusa commenta Francesco Verusio, lex procuratore,
in pensione da pochi giorni,
che ha avviato le indagini e seguito il dibattimento sino alle
battute finali , anche se i giudici hanno optato per una pena
minore. Il difensore di Schettino, Donato Laino, annuncia
lappello: Siamo perplessi soprattutto per il riconoscimento
del reato di abbandono della
nave spiega , che riteniamo inesistente e assolutamente infamante.
Il tribunale ha anche condannato Schettino e Costa Cro-

30
mila euro
il risarcimento
massimo ai
naufraghi. Tra
loro la moldava
Domnica
Cemortan

ciere al pagamento dei danni


alle parti civili del processo per
un totale di oltre 7 milioni di
euro, ai naufraghi andranno
dai 15 ai 30 mila euro; tra questi
c anche Domnica Cemortan.
Una somma comunque lontanissima dalle richieste delle
parti civili il solo comune
del Giglio aveva chiesto 200 milioni e ne ha ottenuti 300 mila
e che stata commentata
positivamente dal legale di Costa Crociere, Marco De Luca:
quanto avevamo gi previsto
nei nostri rimborsi.
Nellultima giornata del processo, i legali di Schettino, avevano fatto di tutto per convincere i giudici delleccessiva pe-

santezza delle accuse. Lavvocato Domenico Pepe si servito


persino di un aneddoto personale e ha raccontato di essere
andato recentemente in crociera su una nave Costa, la Diadema, e di aver trovato tutto cambiato nellapparato di sicurezza. Mi hanno accompagnato
quasi per mano dalla cabina,
prima che la nave partisse, le
esercitazioni sono state effettuate regolarmente e da personale specializzato ha spiegato e tutto questo la dimostrazione che questo processo
servito a evitare altre morti.
Poi ha ancora puntato il dito su
Costa, che avrebbe tollerato
un equipaggio non allaltezza

della situazione, e non controllato a dovere sistemi demergenza, come i generatori, che
se avessero funzionato avrebbero evitato quelle 32 vittime.
Una tesi respinta dai giudici
che hanno avvalorato, se pur
con una riduzione di pena sostanziale, la linea dellaccusa e
dunque la piena responsabilit
del comandante. Che sulla nave e resta lassoluto padrone.
Lo aveva detto lo stesso Schettino durate il dibattimento:
Sulla nave io il primo dopo
Dio. Parole che suonano beffarde, dopo la condanna.
Marco Gasperetti
mgasperetti@corriere.it
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il ritratto

Il 13 gennaio
2012, alle
21.42, la nave
crociera Costa
Concordia,
salpata da
Civitavecchia
con 4.229
persone a
bordo (di cui
3.216
passeggeri),
urta uno
scoglio davanti
al porto
dellisola del
Giglio.
Nellincidente
muoiono
32 persone
Il 21
dicembre 2012
la Procura
di Grosseto
chiude le
indagini sul
naufragio
e iscrive nel
registro
12 persone.
Cinque dei
dodici
patteggiano
pene tra i 2
anni e i 3 anni
e 4 mesi.
Il comandante
della
Concordia,
Francesco
Schettino,
rimane lunico
imputato

di Marco Imarisio

DAL NOSTRO INVIATO

A vederlo mentre
piange e si morde le labbra viene in mente la prima volta.
Non ci doveva stare qui, lo
scoglio. Quelluomo avvolto
in un plaid che la mattina del 14
gennaio 2012 scuoteva la testa
davanti alla mappa nautica distesa sul banco dellhotel Bahamas, lunico aperto al Giglio,
non era ancora diventato il colpevole perfetto, il lavacro di
ogni cattiva coscienza, a cominciare dalla sua. Non era ancora Francesco Schettino, un
nome diventato marchio di infamia.
Lincredulit del primo momento divenne ben presto altro. Superbia, talvolta tracotanza, tradotta in surreali foto di
gruppo sul relitto della sua nave, mondanit imperdonabili
che mostravano tanta arroganza quanta incapacit di comprendere anche la propria situazione personale. Lormai ex
comandante si fece personaggio, ader a una parte che prevedeva la sfrontatezza come
principale arma di una improbabile difesa. Ma ieri, quando
ormai mancava solo il timbro
della sentenza, almeno ci ha
provato, a far emergere la modica quantit di dolore che gli
avrebbe forse consentito di attraversare questi anni con
maggiore dignit, senza invece
toglierla alla tragedia che aveva
causato, come forse avvenuto. Non stato compreso che
quel giorno sono morto anchio sono state le sue prime
parole. Quel che seguito ha se
non altro rivelato, allultimo
momento, almeno un tormento, anche se sempre condito da
complottismi improbabili, desumibili pi dallespressione
sofferta che dalle parole. Ho
vissuto questi anni in un tritacarne mediatico, sento che
limmagine che di me stata
offerta non corrisponde a realt. E poi si messo a piangere,
ricordando il suo incontro con
i familiari di alcune vittime.
Non se l sentita di continuare
a leggere da un foglio che ha
scritto e riscritto per tre giorni,
gli ultimi di questa storia.
Patetico, una esibizione da

La vicenda

GROSSETO

E il colpevole perfetto scoppia a piangere:


Io nel tritacarne, ma sono stato arrogante
Lex comandante assente alla lettura della sentenza. Mi condanneranno allora del tg
In Aula
Francesco
Schettino,
accanto al suo
avvocato
Donato Laino,
ieri in Aula
a Grosseto
(Bianchi/
Lo Debole LaPresse)

circo, ora troppo tardi per


piangere. I commenti degli
astanti, delle commesse del bar
di fronte al teatro Moderno che
ascoltavano in diretta quel che
accadeva dallaltra parte del
marciapiede, non lasciavano
spazio alla piet. Tardi, troppo
tardi. Anche per dare conto del
progressivo sgretolarsi di una
maschera italiana, non una
delle pi belle, durante lultima
settimana di processo. La spettacolare richiesta di condanna
fatta dai pm, 26 anni per omicidio colposo con arresto imme-

diato a tre anni dai fatti, come


se lo avesse richiamato alla realt, strappandolo a gesti e atteggiamenti da perpetuo partecipante a un reality show.
Ieri, dopo la sua dichiarazione spontanea, mentre invitava
con ampi gesti il suo avvocato
ad aprire la Volvo nera che lo
avrebbe condotto altrove, aveva
per la prima volta lo sguardo di
chi sa cosa lo aspetta. Come
vuole che vada? Mi condanneranno in diretta al telegiornale
della sera. Quando ho sentito
chiedere larresto immediato

Il reato
OMICIDIO COLPOSO
Il reato di omicidio colposo
previsto nel nostro Codice penale
allarticolo 589 ricorre, per colpa,
quando qualcuno determina la morte
di una o pi persone (altrimenti
doloso o volontario). La pena
prevista, per la morte di una persona,
va da sei mesi a cinque anni
(aumentata in caso di ebbrezza, droga
o violazioni del codice stradale).
Quando viene provocata la morte di

pi persone ( il caso della Costa


Concordia) il Codice prevede che si
applica la pena che dovrebbe
infliggersi per la pi grave delle
violazioni commesse aumentata fino
al triplo, ma la pena non pu
superare gli anni quindici. Schettino
stato condannato a 10 anni per gli
omicidi plurimi colposi, pi 5 per
disastro colposo e 1 per abbandono di
minori o incapaci. RIPRODUZIONE RISERVATA

mi caduto il mondo in testa.


Forse ho sbagliato qualche
comportamento, ma lei cosa
farebbe a vivere sotto pressione
come ho fatto io? Sarebbe sicuro di non sbagliare niente, sapendo di essere il lavacro di
ogni male?. Quando la portiera si finalmente aperta, aveva
gli occhi nuovamente lucidi.
Alla fine, anche questa volta,
lassenza peser pi delle lacrime. In questultima settimana
si lasciato andare a reazioni
plateali. Ancora ieri uno dei
suoi legali lo ha redarguito per
un commento ad alta voce.
Per favore comandante gli
ha detto gi abbastanza difficile cos, quasi a confermare
quanto detto da magistrati che
molto spesso in aula hanno attraversato la soglia dellinsulto
nei confronti dellimputato.
Eppure, al netto di tutto questo, anche ieri Francesco Schettino verr ricordato come luomo che non cera. Non cera
sulla Costa Concordia quella
notte, e poco importa se alla fine nella suddivisione della sua
pena labbandono della nave
sia stato valutato quasi come
una nota a margine, un anno
sui 16 di condanna. La sua sedia
era vuota al momento delle ri-

chieste dellaccusa, era vuota


ieri alla lettura della sentenza,
quasi a conferma di uno stereotipo che si creato e coltivato
da solo, con perseveranza.
La settantesima udienza
stata lultima di un processo
cos mediatico da essersi svolto
in un teatro, con le locandine
degli spettacoli alle vetrine, le
poltrone e il sipario rosso. La
sentenza arrivata in una atmosfera di finta attesa e vera
stanchezza, e solo gli avvisi in 5
lingue affissi ovunque che
proibivano le riprese alle telecamere ricordavano come questo fosse comunque levento
conclusivo di una tragedia
enorme, di un evento che anche ieri ha aperto i tg di quasi
ogni Paese. Il comandante della Costa Concordia non andr
in carcere, ma la sua difesa ha
perso su tutta la linea. Aveva
puntato sulla contestazione
dellabbandono della nave, cogliendone laspetto simbolico
pi pesante. Niente. Quellaccusa proprio non riesco ad accettarla ha detto. E comunque
almeno su un punto Schettino
ha avuto ragione. La sentenza
arrivata giusto in tempo per il
telegiornale della sera.
RIPRODUZIONE RISERVATA

A maggio
2013 il gup
rinvia a giudizio
il comandante
della
Concordia.
Laccusa
gli contesta
omicidio
plurimo
colposo,
naufragio,
abbandono
di persone
incapaci
di provvedere
a se stesse,
abbandono di
nave, omessa
comunicazione
alle autorit
marittime
Lo scorso
luglio
terminano
le operazioni
di rigalleggiamento: il 23
la Concordia
lascia lisola del
Giglio trainata
da due
rimorchiatori
oceanici,
il Blizzard e il
Resolve Earl.
Dopo quattro
giorni la nave
entra nel porto
di Genova

Corriere della Sera Gioved 12 Febbraio 2015

CRONACHE

25

Il Leonardo conteso

Il no degli Uffizi a Expo


per lAnnunciazione
Si muove Franceschini
Sul prestito dellAnnunciazione, il dipinto
leonardesco che Milano vorrebbe per Expo,
intervenuto ieri il ministro per i Beni
culturali, Dario Franceschini: Dopo la
lettera di Pisapia, ho chiesto una nota di
chiarimento agli Uffizi. Mezzora dopo, il
direttore del museo fiorentino, Antonio
Natali: Decide il ministero. La tavola
contesa Palazzo Marino preme per
inserirla nella mostra su Leonardo a Palazzo
Reale nella lista dei 23 capolavori
inamovibili dalla Galleria fiorentina. Se
non fosse che, nel 2007, era volata molto pi
lontano, a Tokyo. Lanno dopo alla guida
del dicastero era Francesco Rutelli la
decisione di blindare una serie di opere in
tutta Italia: troppo fragili o indispensabili
per la coerenza delle collezioni. Salvo casi
particolari come potrebbe essere Expo,
evento sul quale cos il premier Matteo
Renzi lItalia ci mette la faccia. Nel
frattempo, il negoziato continua.
M. E. F.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Marino: la legge Merlin va cambiata


La lettera del sindaco di Roma a Grasso e Boldrini: Subito nuove norme, dobbiamo agire insieme

C
Abbiamo
regole
vecchie
di 60 anni:
moderne
e civili
allepoca,
ma sono
cambiati
i tempi,
le sensibilit
e i problemi

aro presidente Grasso, cara presidente


Boldrini,
in queste ore, a Roma e nel Paese,
ripreso il dibattito, mai sopito, su una
diversa regolamentazione della prostituzione e
sul suo impatto nella vita di tutti i cittadini e
delle persone che la esercitano, spesso in una
condizione di schiavit e vittime di una tratta.
Nella mia esperienza di Sindaco di Roma ho
potuto personalmente verificare il fatto che la
prostituzione di strada rappresenta per
moltissime famiglie unemergenza che richiede
soluzioni non pi rinviabili. Pi volte mi sono
trovato davanti a genitori o nonni che mi hanno
posto questa domanda: Cosa debbo dire alla
mia bambina o al mio bambino davanti a
questo spettacolo?. Credo che chi governa una
citt, cos come chi chiamato a scrivere le
leggi, debba tenere conto di una simile
richiesta. So bene come la questione sia
delicata e abbia al suo interno temi complessi,
quali limmigrazione di necessit e la tratta di
donne e uomini, considerati merci e vittime di
intollerabili crimini contro lumanit. Ma
questa complessit non pu indurci a chiudere
gli occhi. Tutta la questione regolata da una
legge che ha oltre sessantanni, una legge
straordinariamente moderna e civile per lItalia
dellepoca, ma che allora non poteva certo tener

Il progetto
A Roma si
ipotizzata una
zona di
tolleranza
dove la
prostituzione si
potr
esercitare
liberamente,
lontano dalle
aree abitate
Nella zona
prevista
la presenza
di operatori
sanitari
e sociali per
contrastare
lo sfruttamento
Divieti pi forti,
invece, nelle
aree vicine

conto dellevoluzione dei fenomeni sociali, dei


mutamenti nella sensibilit e nel costume, delle
problematiche legate a quelle che qualcuno
definisce di decoro, ma che, a mio parere,
riguardano la qualit e la dignit stessa della
vita di ciascuno di noi, individualmente e come
parte di una comunit. Altre amministrazioni,
gi da molti anni, hanno individuato aree del
proprio territorio dove incrementare lattivit di
contrasto e contemporaneamente altre aree
dove, invece, concentrare lattivit di assistenza
e di liberazione dalla schiavit e dallo
sfruttamento. Insieme alla Giunta Capitolina
usando gli strumenti e le esperienze di altri
Comuni sto riflettendo su soluzioni che
partendo dal punto di vista delle vittime,
garantendo lautodeterminazione delle persone
coinvolte, puntino a ridurre il danno e su
possibili, concrete risposte che i cittadini
attendono da lungo tempo. Per procedere in tal
senso fondamentale agire tutti insieme:
Istituzioni, Forze dellordine, societ civile, laica
e religiosa. Sono del tutto consapevole che, per
affrontare e risolvere questi problemi,
necessaria una legge articolata, capace di
combattere lignobile tratta e di regolamentare
il modo in cui questa attivit, quando
volontaria, possa svolgersi senza produrre una
situazione di tensione e di allarme sociale. Alla

Camera dei Deputati e al Senato della


Repubblica vi sono diversi disegni di legge su
questo tema. Spero possano trovare una
calendarizzazione e auspico anche che possano
essere discussi in un sereno dibattito
parlamentare, senza posizioni preconcette e
ideologiche, tenendo anche conto delle
esperienze e delle reali difficolt che i Comuni
sono chiamati a fronteggiare. necessario
infatti che il Parlamento affronti con la stesso
senso di urgenza percepito dai cittadini e dalle
Istituzioni di prossimit, il tema della
prostituzione anche a partire dalle positive
esperienze sperimentate a livello locale e
confrontandosi con tutte le parti in causa,
sgombrando il campo da posizioni meramente
ideologiche e adottando un approccio di
ascolto e confronto costruttivo. A tal proposito,
attendiamo la pronta emanazione del Piano
nazionale contro la tratta che valorizzi e
sostenga con le dovute risorse umane ed
economiche le pratiche di intervento che si
sono sviluppate negli ultimi 20. Mi auguro,
gentili Presidenti, che tuttinsieme, in base a ci
che ci compete, sapremo individuare la
maniera migliore per affrontare e risolvere la
questione.
Ignazio Marino

Marianna
Scalfaro, unica
figlia dellex
capo dello
Stato Oscar
Luigi Scalfaro
(insieme nella
foto a destra),
nata come
Gianna Rosa e
poi stata
ribattezzata
con il nome
della madre
morta nel 1944
dandola alla
luce. Durante il
settennato del
padre stata
lei la first lady

ROMA Limmagine sacra introdotta nella casella postale. I fiori rubati dal vaso messo sul pianerottolo. E, soprattutto, lincendio appiccato al vano in cui
cera il videocitofono dellappartamento. Cosi si materializzato lincubo di uno stalker
nella vita di Marianna Scalfaro,
unica figlia del nono presidente dalla Repubblica Oscar Luigi
Scalfaro, arrivata a temere per
la propria incolumit a causa
della presenza assidua ma invisibile di Umberto Bernardini.
A maggio del 2013 luomo,
55 anni, arrivato indisturbato
a pochi metri dallingresso dellabitazione della donna. E poich le modalit delle numerose
apparizioni sono rimaste circondate da un alone di mistero
per settimane, gli inquirenti
hanno anche avuto il sospetto
che Marianna Scalfaro fosse finita nel mirino di un terrorista
intenzionato a compiere un gesto eclatante.
A rendere in quei momenti il
quadro ancora pi complicato
stato il carattere della figlia

dellex capo dello Stato morto il


29 gennaio del 2012, da sempre
nota per lestrema riservatezza
che ha contraddistinto la sua
vita, anche durante i sette anni
vissuti da first lady di fatto al
fianco del padre.
Cos, inevitabili, sono riemersi i vecchi fantasmi degli

Le intimidazioni
Immagini sacre nella
casella postale,
pantaloni lasciati
davanti a casa
anni Novanta, quando ai tempi
del Quirinale si disse che la signorina di ferro avesse ricevuto minacce della Falange Armata. Poi, dopo due settimane di
appostamenti serrati da parte
delle forze dellordine, si scoperto che a ossessionare la signora era Bernardini, unesistenza disseminata da apparizioni improvvise e fastidiose
ma non pericolose nelle vite

di persone per lui sconosciute.


In precedenza, infatti, luomo
aveva gi importunato altri personaggi ma non aveva mai preso di mira qualcuno che avesse
una rilevanza pubblica.
di questi giorni la decisione dei magistrati di chiudere
linchiesta: il procuratore ag-

giunto Giancarlo Capaldo ne


ha chiesto il rinvio a giudizio
con le accuse di stalking, danneggiamento seguito da incendio, deturpazione e imbrattamento.
Scomparsa nel 1999 dai radar della vita pubblica dopo
laddio al Quirinale del padre,

Bisogna
combattere
lignobile
tratta
di donne
e uomini
e regolamentare
questa
attivit
affinch
si svolga
senza
tensioni
e allarme
sociale
Discutiamo
senza
preconcetti

RIPRODUZIONE RISERVATA

Incendio del videocitofono e fiori rubati


Lo stalker di Marianna Scalfaro a giudizio
Chi

Linchiesta
Il
procuratore
aggiunto di
Roma
Giancarlo
Capaldo ha
chiesto il rinvio
a giudizio per
stalking,
danneggiamen
to seguito da
incendio,
deturpazione e
imbrattamento
per Umberto
Bernardini, 55
anni, gi
protagonista
di altri episodi
di stalking

Marianna Scalfaro ha scelto anche in questoccasione di stare


lontana dai riflettori. Al momento, infatti, non ha presentato richiesta di costituirsi parte civile nel procedimento come parte offesa.
Lincubo di Mariannuzza
nata come Gianna Rosa e poi
battezzata con lo stesso nome
della madre morta nel 1944
dandola alla luce comincia il
16 maggio del 2013, quando le
fiamme distruggono il suo videocitofono e unimmagine sacra viene lasciata dentro la cassetta della posta.
Lepisodio fa scattare lallarme. E, soprattutto, terrorizza la
donna. Pochi giorni dopo, tocca nuovamente alla cassetta
della posta: viene lasciato un
pacchetto di sigarette vuoto. La
situazione diventa ancora pi
pericolosa una settimana pi
tardi, il 23 maggio: Bernardini,
prima di salire le scale del palazzo, danneggia la canalina
della rete elettrica del garage,
lo apre e arriva fino al terzo piano del condominio, dove ruba i
fiori dal vaso del pianerottolo
della figlia dellex presidente.
Indisturbato va via e torna, per
lultima volta, il 30 maggio
quando lascia i propri pantaloni allingresso del condominio.
Poche ore dopo viene scoperto.
Giulio De Santis
RIPRODUZIONE RISERVATA

26

Gioved 12 Febbraio 2015 Corriere della Sera

CRONACHE

Il caso

I materiali sotto accusa

COME FATTO
IL PILASTRO
Il capitello regge
la piastra di cemento
del pavimento:
un meccanismo
in acciaio in grado
di attenuare
con lelasticit
limpatto delle scosse

di Gian Antonio Stella

Cinque anni e non parte mai:


lipotesi che il processo per gli
isolatori a rischio delle C.a.s.e.
antisismiche de LAquila, di
rinvio in rinvio, finisca in prescrizione sta diventando un incubo. Quanti vivono in quelle
abitazioni e gli italiani che pagarono cifre spropositate per la
ricostruzione modello
(sic) hanno diritto a sapere:
gli imputati sono innocenti?
Vadano assolti. Ma se sono colpevoli devono pagarla. E pagarla cara.
Un passo indietro. Venti
giorni dopo il terremoto del 6
aprile 2009 il governo Berlusconi vara il progetto C.a.s.e.
per costruire 19 new town
per un totale di 4.600 appartamenti antisismici. Per capirci:
moderne palafitte su innumerevoli pilastri che in alto, dove il
capitello regge la piastra di
cemento del pavimento, sono
dotate di un meccanismo di acciaio in grado di attenuare con
lelasticit limpatto delle scosse. Una soluzione giusta. Purch sia tutto scientificamente
in regola. Sei mesi dopo, uninchiesta di Ezio Cerasi e Claudio
Borrelli su Rainews24 denuncia invece molti dubbi sulla affidabilit di una parte dei 7.368
isolatori a pendolo scorrevoli approvati dalla Protezione
civile.
Gianmario Benzoni, un ingegnere italiano che insegna
da anni alla Universit di San
Diego, dove dirige il laboratorio di test antisismici della Caltrans, laboratorio allavanguardia mondiale data lattenzione
dedicata dalla California allipotesi del Big One, spiega
infatti che la serie di test deve
essere molto pi estesa di quelle effettuate allEucentre di Pavia, perch lisolatore a pendolo o funziona perfettamente o
non funziona affatto.
Salta fuori cos che soltanto
uno dei due fornitori degli isolatori, la Fip di Padova, ha ottenuto il bollino Eta (European technical approval) dopo
aver superato i test di laboratorio che sollecitano le strutture
simulando strappi tellurici in
tre direzioni, come nei terremoti veri. E che i laboratori Eucentre di Pavia dove sono stati
testati gli isolatori Alga, messi
sotto accusa, hanno come referente lo stesso Gian Michele
Calvi che ha la supervisione di
tutto il progetto C.a.s.e. aquilano.
Nellaprile 2010 la magistratura rompe gli indugi, acquisisce il servizio giornalistico e
apre uninchiesta ipotizzando
una turbativa dasta e una frode
in pubbliche forniture. Il tempo che le indagini mettano a
fuoco le responsabilit e lavvo-

LA PROVA
La foto (sotto)
mostra il dispositivo
antismico difettoso:
il coperchio verde
stato espulso
e la corona
di alluminio si rotta

IL DIFETTO
In alcune colonne si vericato
il fenomeno di stick-slip: signica che sotto lurto
di un terremoto il meccanismo, se non perfetto, pu incepparsi
Le frecce blu

1 indicano le forze che

piastra inferiore si sposta


2 La
di lato. Lo slider si incolla

agiscono verticalmente.

alla supercie superiore:

Al centro,
il cuscinetto (slider)
che dovrebbe
ammortizzare le spinte

la piastra
inferiore
mantiene
il controllo di forza

slider perde laderenza,


3 Lo
si sposta e si incassa:
cos perde il suo effetto ammortizzante

dArco

A rischio tra cavilli e rinvii


il processo sulle case antisismiche
LAquila, i dispositivi installati per rilevare i terremoti sono difettosi
Linchiesta
stata
aperta
nel 2010
linchiesta
sugli isolatori
a pendolo
scorrevoli
delle C.a.s.e.
antisismiche
dellAquila: non
sarebbero stati
usati i materiali
offerti in gara
e alcuni
sono risultati
inaffidabili
Lipotesi
di reato
turbativa
dasta e frode
in pubbliche
forniture
Nel 2013 il
tribunale dellAquila condanna a un anno di carcere
(rito abbreviato) Mauro Dolce, ex braccio
destro di Guido
Bertolaso

cato dellazienda milanese Stefano Rossi, ricorda unAnsa, riconosce implicitamente che
qualcosa non andato per il
verso giusto tanto che parla di
oltre 2.000 dispositivi che la
stessa Alga intende sostituire
prima dellesito dellincidente
probatorio previsto ad ottobre.
La perizia, scritta dai docenti
Alessandro De Stefano e Bernardino Chiaia del Politecnico
di Torino, netta: gli isolatori
forniti dalla Alga di Milano
presentano materiali diversi
da quelli forniti in gara, lacciaio non come previsto di 2,5
millimetri ma solo di 2, esistono criticit ai fini del funzionamento e della sicurezza e
altro ancora. I dispositivi, infatti, hanno mostrato maggiore
criticit, legata soprattutto al
fenomeno stick-slip. Per banalizzare: sotto lurto di un terremoto il meccanismo, se non
perfetto, pu ingripparsi. E
a quel punto non serve a niente: La campagna di test sul dispositivo Alga Assergi 1610 ha
indotto un grave danneggiamento del dispositivo stesso
spiegabile come conseguenza
del fenomeno stick-slip.
Per carit, aggiunge il perito,
nonostante ci il dispositivo
danneggiato si rivelato sufficientemente robusto da giungere positivamente alla conclusione dellintero programma
del protocollo di Serie 2. Ma
la positiva performance di un
isolatore danneggiato pone, in

ogni caso, un interrogativo sullaffidabilit. Tanto pi che le


normative nazionali o europee
vigenti non sempre possono
essere sufficientemente rappresentative e cautelative perch non includono componenti a frequenza relativamente elevata come quelle presenti
nei terremoti reali. Le foto a
pagina 98 della perizia, che
pubblichiamo, dicono tutto:
sotto sforzo nei laboratori californiani di San Diego, il meccanismo si rotto.
Nellottobre 2013 il tribunale
aquilano scagiona la seconda
azienda coinvolta nelle forniture e condanna a un anno di carcere (rito abbreviato) lex braccio destro di Guido Bertolaso e
responsabile della realizzazione del progetto C.a.s.e. Mauro

Dolce. Parallelamente, il gip


rinvia a giudizio i due protagonisti principali, cio il direttore
dei lavori Gian Michele Calvi
(gi tirato in ballo per il contestatissimo disinquinamento
alla Maddalena) e Agostino
Marioni, lamministratore di
quella Alga Spa che forn 4.899
degli isolatori finiti sotto inchiesta.
Da quel momento, un tormentone. Convocazioni di testimoni e periti (andiamo
avanti e indietro senza che ci
facciano la grazia di avvertirci,
accusa il sismologo Alessandro
Martelli, dellInternational Seismic Safety Organization, uno
dei primi a esprimere dubbi),
richieste di aggiornamento per
mancata notifica, eccezioni
procedurali, cavilli, rinvii E

19
New town
Sono le strutture previste
nel progetto
C.a.s.e. varato
dal governo 20
giorni dopo il
terremoto
dellAquila:
in tutto 4.600
appartamenti

La polemica
Restauri in citt? Tutti fermi (e le ditte pagano per i cantieri)
di Virginia Piccolillo

ratiche e lavori fermi, ma le tasse no. Sempre peggio per gli aquilani. Le
imprese lamentano: erano in 300 a evadere le pratiche per lavanzamento
lavori (sal) e i relativi stanziamenti. Ora sono in 7. E 4.500 cantieri del
centro storico sono fermi. Ma la tassa sul suolo pubblico corre: aumentata ad
agosto dal Comune del 600%: 0,41 euro al mq occupato. Uno scandalo che sta
strangolando tecnici e ditte costrette a pagare fornitori e interessi alle banche.
E il sindaco Massimo Cialente? Conferma: Vero, la ricostruzione ferma. Ma
gira le colpe al governo: Non nomina il nuovo responsabile dellufficio
speciale ricostruzione che dovrebbe riassumere i 300. Delrio ci ha detto
firmate voi, ma c la responsabilit erariale. E le tasse? Pi basse che in
Emilia. Se non le aumentavo arrivava la Corte dei conti. RIPRODUZIONE RISERVATA

non c verso che il dibattimento entri finalmente nel vivo.


Essere pessimisti il minimo: il processo per lincendio
di una grande pineta vicino alla
citt scoppiato nel 2007 a causa
degli errori e della superficialit degli addetti di un cantiere
autostradale, spiega sconfortato lavvocato Lorenzo Cappa,
che tutela i terremotati del
Comitato 3 e 32, non ancora arrivato alludienza preliminare. Dopo quasi otto anni.
Va da s che il rischio che anche lo scandalo degli isolatori
evapori nel nulla sempre pi
alto: la legge prevede che il reato si prescriva entro un termine
pari alla pena massima stabilita per il fatto, 5 anni nel caso
dellaccusa di frode nelle pubbliche forniture di questo processo, sostengono gli ambientalisti. E sulle date si annuncia
un braccio di ferro. Certo, spiega lavvocato Cappa, possibili
eventi interruttivi potrebbero portare a un allungamento
fino a 7 anni e mezzo. Cassazione compresa, per. E per quella
data, secondo AbruzzoWeb,
sar gi tanto se lattuale giudice sar riuscito a emettere la
sentenza di primo grado.
Il punto che non di parla di
un processo qualunque. Per
quanto fossero sfacciate le spese per altre emergenze aquilane, come le 45 ciotoline dargento di Bulgari da 500 euro
luna o le penne stilografiche
da 433 euro luna per gli ospiti
del G8, i soldi spesi per gli investimenti sugli isolatori antisismici sono molto pi importanti. Dal loro funzionamento,
dalla loro qualit, dalla loro
manutenzione dipende la pelle
stessa dei terremotati ai quali
era stata garantita (oltre allo
champagne nel frigo) una sicurezza pressoch assoluta. Lo
Stato deve mettere la faccia, in
questo processo. E guai se, per
sciatteria o per distrazione, la
dovesse perdere
RIPRODUZIONE RISERVATA

A giudizio il killer di American Sniper. Condizionati dal film


Texas, lex marine Routh uccise leroe che ha ispirato lopera di Eastwood. La difesa: clima poco sereno

La vittima
Chris Kyle

La vedova
Taya Kyle

WASHINGTON iniziato a Stephenville, Texas, il processo allex marine Eddie Ray Routh accusato di aver ucciso un eroe di
guerra, il tiratore scelto Chris
Kyle e un suo amico, Chad Littlefield. Un procedimento anticipato da American Sniper, il
filmone di Clint Eastwood dedicato proprio a Kyle. Un successo di pubblico oltre 300
milioni di dollari di incasso ,
grandi elogi della critica, profumo di Oscar e tanto patriottismo. Difficile che quanto os-

servato, letto, sentito in queste


settimane non possa in qualche modo pesare. La giuria non
immune da sentimenti, tanto
pi che la vicenda giudiziaria
gira attorno a unicona.
Ed ecco che la difesa, nei
giorni di vigilia, ha eccepito sul
clima poco sereno, sullinfluenza esterna, sui possibili
condizionamenti che potrebbero aver segnato la sorte dellimputato. Allora si riparte dal
febbraio 2013 quando Kyle, 38
anni, e lamico Chad, 35, si re-

Imputato Eddie Ray Routh in tribunale

(Reuters)

cano a un poligono insieme a


Eddie Routh, ventenne con un
passato da soldato in Iraq e
molti problemi psichici legati
allesperienza bellica. Devono
trascorrere del tempo insieme,
un gesto di solidariet di Kyle
verso i veterani in difficolt,
uno slancio di un uomo coraggioso, ma che ha una fine tragica. Routh uccide con la sua pistola gli altri due. Per trovare il
coraggio di farlo, sostiene oggi
laccusa, aveva bevuto e fumato
marijuana.

Chris era gi lAmerican Sniper, lo aveva raccontato nel suo


libro, lex cowboy diventato un
tiratore scelto dei Navy Seals, i
162 nemici uccisi. una leggenda, ma il ritorno a casa
duro. Stress da guerra, matrimonio a pezzi, lui si dedica ai
reduci e tra questi c Routh.
lincontro fatale, che stronca la
vita di Kyle e apre un altro capitolo. Il legale dellassassino
punter sullinfermit mentale.
G. O.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Gioved 12 Febbraio 2015

CRONACHE

Suona Mozart, studia


La nuova vita monastica
del Papa emerito
Padre Georg e i 2 anni di Benedetto XVI dopo la rinuncia
CITT DEL VATICANO Eccellenza,
sono passati due anni da
quando Benedetto XVI annunci la sua rinuncia al
pontificato. Gli capita di parlarne? Il Papa emerito come
guarda, oggi, a quella scelta?
Benedetto XVI convinto
che la decisione presa e comunicata sia quella giusta. Non ne
dubita. serenissimo e certo di
questo: la sua decisione era necessaria, presa dopo aver ripetutamente esaminato la mia
coscienza davanti a Dio. La
consapevolezza che le forze del
corpo e dellanimo venivano
meno, di dover guardare non
alla propria persona ma al bene
della Chiesa. Le ragioni sono
nella sua declaratio. La Chiesa
ha bisogno di un timoniere forte. Tutte le altre considerazioni
e ipotesi sono sbagliate.
Larcivescovo Georg Gns we i n r i s p o n d e s e re n o e
asciutto, in una breve pausa
delle sue giornate intensissime. Erano le 11.41 dell11 febbraio 2013 quando Benedetto XVI
prese la parola davanti ai cardinali attoniti, declaro me ministerio renuntiare. Un istante
che ha segnato anche la sua vita. Come prefetto della Casa
Pontificia lavora accanto a Papa
Francesco, da storico segretario particolare di Ratzinger ha
scelto di continuare a vivere
con il Papa emerito nel monastero Mater Ecclesiae, in Vaticano. Un ponte tra i due Papi che
si scrivono, si telefonano, si
invitano, raccont tempo fa.
Si parl della scelta di Ratzinger come di un grande atto
di governo della Chiesa.
Ha perfettamente ragione:
era un grandissimo atto di governo della Chiesa.
Che cosa dire a chi continua a dubitare della validit
della rinuncia o dellelezione
di Francesco?
Non si possono fondare
ipotesi su cose che non sono
vere, totalmente assurde. Benedetto stesso ha detto di aver
preso la sua decisione in modo
libero, senza alcuna pressione.

E ha assicurato reverenza e obbedienza al nuovo Papa.


Ma perch accade? Mancanza di senso della Chiesa?
S, i dubbi sulla rinuncia e
lelezione nascono da questo.
Come sta oggi Benedetto
XVI? Ogni tanto c chi lancia
allarmi sulla sua salute...

C molta malafede, chi


vuole male. Benedetto XVI un
uomo di quasi 88 anni, com
normale per la sua et ogni tanto le gambe gli danno qualche
problema, tutto qui. Ha il suo
ritmo giornaliero, molto metodico. E la testa funziona benissimo, la sua mente formi-

Chi

Larcivescovo Georg
Gnswein, 59
anni, dal 2012
prefetto della
Casa Pontificia.
Nominato da
Benedetto XVI,
confermato
da Francesco.
Dopo la
rinuncia di
Benedetto XVI
al ministero
petrino resta
suo segretario
particolare

La storia

dabile. Quando luniversit Urbaniana gli ha dedicato laula


magna, e il cardinale Filoni gli
ha proposto in ottobre una lectio per linizio dellanno accademico, Benedetto XVI ha
scritto un testo bellissimo sulla
questione della verit che mi
ha chiesto di leggere per lui....
Come passa le giornate?
La sua giornata-tipo comincia con la santa Messa la
mattina, come sempre, solo un
po pi tardi di prima, alle 7.45.
Poi il ringraziamento, il breviario, una breve colazione. Durante la mattinata prega, legge,
studia, sbriga la corrispondenza e talvolta riceve delle visite.
Verso luna e mezzo pranziamo
e poi facciamo una passeggiata
sul terrazzo, due o tre giri, prima che vada a riposare. Alle
quattro e un quarto andiamo
nei Giardini Vaticani: camminiamo verso la grotta di Lourdes, preghiamo, recitiamo il
rosario. Pi tardi c ancora
tempo per la preghiera, lo studio. Ceniamo alle sette e mezzo
e vediamo un telegiornale italiano. La sera, Benedetto prega
la Compieta nella cappella e
poi si ritira. Anche se ogni tanto suona.
Continua a suonare il pianoforte?
Certo, proprio nelle ultime
settimane ha ripreso a suonare
pi spesso! Mozart, soprattutto. Ma anche altri brani che gli

Serenit
Ama passeggiare,
molto sereno. Mai un
dubbio sulla sua scelta,
era necessaria

La sentenza della Cassazione

Lattacco al pm
fatto da Macaluso
dodici anni fa
diritto di critica

Ratzinger
Joseph
Aloisius
Ratzinger
nato il 16 aprile
del 1927 a
Marktl am Inn,
in Baviera. il
terzo figlio, il
pi giovane, di
Maria Rieger e
Joseph
Ratzinger
Il 25
novembre
1981 papa
Giovanni Paolo
II lo nomina
prefetto della
Congregazione
per la dottrina
della fede,
lorgano della
Santa Sede che
si occupa di
vigilare sulla
correttezza
della dottrina
cattolica

Il rapporto
segreto agli
atti delle
indagini che
hanno portato,
20 giorni fa, a
formalizzare le
accuse di
corruzione
internazionale
di pubblici
ufficiali algerini
nei confronti
dellex ad di Eni
Scaroni e
unaltra decina
di persone
Svela le
spese
sproporzionate
per i lavori di un
oleodotto

Legittimo diritto di critica.


Dopo dodici anni la Corte di
Cassazione d ragione allex
senatore del Pci Emanuele
Macaluso, oggi novantunenne,
che l8 novembre del 2003
comment un interrogatorio
avvenuto anni prima da parte
del pm della dda di Palermo
Massimo Russo.
Nelloccasione, un convegno
commemorativo del
centenario della nascita di Ugo
La Malfa, Macaluso afferm
che Russo aveva tentato di
coinvolgere il leader
repubblicano nellambito di
unindagine su Aristide
Gunnella, ex ministro per gli
Affari regionali. In
quelloccasione cerc di
spingermi a fare di La Malfa
una sorta di imputato da
morto, disse Macaluso dal
palco del convegno. Il pm
siciliano non lasci cadere la
cosa: cit in giudizio il

Ex senatore Emanuele Macaluso

Declaro me ministerio renuntiare.... Era l11 febbraio 2013, ore 11.41. Papa
Benedetto XVI davanti ai cardinali rinuncia al pontificato. Una scelta storica e
unica nella storia della Chiesa. Il 13 marzo viene eletto il nuovo Papa, Jorge
Mario Bergoglio. Lincontro epocale tra i due Pontefici avviene il 23 marzo a
Castel Gandolfo (nella foto, dietro di loro a sinistra, padre Georg Gnswein).

vengono in mente al momento,


suona a memoria....
Ratzinger scelse di chiamarsi, da pontefice, come il
padre del monachesimo occidentale. Le sue giornate ricordano quelle di un monaco...
S, ha scelto una vita monastica. Esce solo quando glielo
chiede Papa Francesco, per il
resto non accetta altri inviti. Si
regola come ha deciso: ho scelto questa vita, dice, e devo rimanere coerente con la mia
scelta.
Benedetto e Francesco sono diversi, com naturale.
Che cosa li accomuna?
Sono diversi, talvolta molto
diversi, i modi di espressione.
Ma li accomuna la sostanza, il
contenuto, il depositum fidei
da annunciare, da promuovere
e da difendere.
Gian Guido Vecchi

Il 19 aprile
del 2005
stato eletto
Papa. Con il
nome di
Benedetto XVI
ha guidato la
Chiesa
cattolica fino al
28 febbraio
2013, quando
ha rinunciato al
ministero
pietrino. Oggi
Papa emerito
della Chiesa

I destinatari del rapporto


sono vivamente pregati di
non estendere la sua diffusione
perch contiene informazioni
confidenziali e lo stile adoperato pu sorprendere un lettore non avvisato. Pu fare
sorridere la buffa premessa al
Rapporto segreto della Sonatrach (lente petrolifero di Stati in Algeria) datato settembre
2013, riguardante la realizzazione del tratto di oleodotto
GK3, e ora caduto (come molti
altri audit interni a Sonatrach)
nelle mani investigative della
Procura di Milano che 20 giorni fa ha formalizzato laccusa di
corruzione internazionale di
pubblici ufficiali algerini (198
milioni di euro pagati da Saipem come mediazioni per 8
appalti del valore di 11 miliardi
di euro), mossa allex amministratore delegato dellEni Paolo
Scaroni e a unaltra decina di

senatore e chiese un
risarcimento di 50 mila euro.
Ne segu una lunga battaglia
giudiziaria che port la Corte
dAppello di Roma, nel 2011, a
stabilire la responsabilit di
Macaluso. Sentenza
impugnata dal senatore in
Cassazione. Il 23 dicembre
scorso i giudici della Suprema
Corte hanno accolto il ricorso
rinviando il tutto a una nuova
Corte dappello. Il 3 febbraio
sono state depositate le
motivazioni: La Corte non ha
tenuto in alcun conto quanto
emerso dai documenti.
Come la richiesta di
archiviazione dello stesso pm
al gip tesa a perseguire una
strategia di indagine
funzionale al coinvolgimento
di La Malfa.
A. P.
RIPRODUZIONE RISERVATA

RIPRODUZIONE RISERVATA

Lente petrolifero algerino e le tangenti


I lavori Saipem costati il doppio
Il rapporto

27

persone tra le quali lex ministro del Petrolio, Chakib Khelil,


e il suo uomo di fiducia (latitante a Dubai) Farid Bedjaoui.
Ma, clausola di stile a parte,
si capisce bene perch il rapporto segreto dellalgerina Sonatrach interessi tanto ai pm.
Perch mette nero su bianco
a proposito di una delle tratte
di tubature finalizzata ad aumentare la capacit del trasporto del gas a 9,8 miliardi di
metri cubi lanno che questo
contratto (il lotto 3 da 351 chilometri assegnato a Saipem
grazie alle tangenti secondo i
pm) cost il doppio degli altri
lotti 1 e 2 del progetto attribuiti
invece a Petrojet. E se il maggiore ricarico medio stato appunto del 98%, il rapporto Sonatrach in una tabella svela sforamenti di proporzioni enormi
su alcune voci dei lavori: lengineering costato il 670% in pi

rispetto allaltra tratta, la smobilitazione l800% in pi, la mobilitazione il 459% in pi, la


presa in carico il triplo, la costruzione della linea il doppio,
lapprovvigionamento il 18% in
pi. La difesa obietta che i dati
sarebbero ingenerosi perch
non terrebbero conto di peculiari difficolt nella conformazione geologica delle zone teatro dei tre lotti di gara.

Il rapporto segreto Sonatrach aggiunge anche un tassello


a quanto linchiesta aveva gi
percepito attraverso alcune testimonianze, e cio lesistenza
in questo mercato petrolifero
non soltanto del pagamento di
tangenti, ma anche di cartelli tra multinazionali che, invece di farsi concorrenza, in alcune occasioni si spartivano i vari
appalti. Il rapporto Sonatrach

700
Per cento
laumento dei
costi su voci
dellappalto
Saipem su cui
per i pm furono
pagate
tangenti

Nominato lo psichiatra Costanzo Gala

Tra due mesi


la perizia
su Corona

Tra due mesi uno psichiatra, Costanzo Gala,


primario dellospedale San Paolo di Milano,
dovr depositare una relazione sulle condizioni
di salute di Fabrizio Corona. Lo hanno stabilito i
giudici del Tribunale di Sorveglianza ai quali la
difesa dellex re dei paparazzi aveva
presentato istanza per i domiciliari. Corona
detenuto da circa due anni. Per un cumulo di
pena deve scontarne tredici. RIPRODUZIONE RISERVATA

sul progetto GK3, infatti, rileva


che i due concorrenti alla fase
commerciale, cio SpieCapag e
Saipem, hanno precedentemente costituito (fine 2005) un
raggruppamento nellambito
del Contratto Epc per la realizzazione di sei stazioni di pompaggio di un oleodotto, il
che aumenta il rischio dintesa
fra i due concorrenti: daltronde la differenza fra le loro offerte commerciali era di circa 5%,
nonostante la Sonatrach avesse
considerato la migliore offerta
superiore del 64% ai prezzi praticati sul mercato secondo le
statistiche.
Le rogatorie con lAlgeria riversano negli atti italiani anche
le parole di vertici Sonatrach
come lex direttore generale
Zenasnt Benamer, che vedendo il contenuto del contratto
dice: Noto che c un conflitto
di interessi fra il gruppo Sonatrach, presieduto dal Signor
Meziane Mohamed, e il gruppo
Saipem Contracting Algerie,
dove il figlio di questultimo,
Meziane Mohamed Reda, fungeva da consigliere.
Luigi Ferrarella
lferrarella@corriere.it
RIPRODUZIONE RISERVATA

28

Gioved 12 Febbraio 2015 Corriere della Sera

Corriere della Sera Gioved 12 Febbraio 2015

CRONACHE

Via libera del Senato


al reato di negazionismo:
fino a tre anni di carcere

29

Alla Casa del Ricordo di Roma

Vietato minimizzare i genocidi. La soddisfazione dellUcei


ROMA Il Senato ha approvato ie-

ri il disegno di legge che punisce il negazionismo della Shoah e dei genocidi come un vero
e proprio reato. In aula i s sono
stati 234, i no 3 e gli astenuti 8.
Ora il testo passa alla Camera
per la definitiva approvazione.
La legge prevede la reclusione
fino a tre anni per chiunque
ponga in essere attivit di apologia, negazione, minimizzazione dei crimini di genocidio,
dei crimini contro lumanit e

Astenuta
La senatrice a vita
Cattaneo: Sbagliato
imporre per legge
limiti alla ricerca
dei crimini di guerra, cos come definiti dagli articoli 6, 7 e 8
dello statuto della Corte penale
internazionale. Per il ministro
della Giustizia, Andrea Orlando, molto importante che
nessuno possa pi rimuovere
la verit storica.
Il disegno di legge, ha commentato la prima firmataria
Silvana Amati, del Pd, un atto di concreto contrasto a una
delle forme pi sottili di diffa-

La parola

NEGAZIONISMO

econdo il Vocabolario
Treccani, il
negazionismo un
termine con cui viene
indicata polemicamente
una forma estrema di
revisionismo storico, la
quale, mossa da intenti di
carattere ideologico o
politico, non si limita a
reinterpretare determinati
fenomeni della storia
moderna ma, con
riferimento ad alcuni
avvenimenti connessi
al fascismo e al nazismo
per esempio listituzione
dei campi di sterminio
si spinge a negarne
lesistenza o la storicit.
LUnione europea ha preso
posizione nel 2008
contro il negazionismo
con una decisione-quadro
del Consiglio con cui
chiede che ciascuno Stato
membro adotti le misure
necessarie.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Accolto il ricorso della Procura di Bologna

La Cassazione: Il tribunale riesamini


i domiciliari per Annamaria Franzoni
La Cassazione ha accolto il ricorso della Procura di Bologna
contro la concessione della detenzione domiciliare in favore di
Annamaria Franzoni, condannata nel 2008, in via definitiva, a 16
anni di reclusione per lomicidio del figlio Samuele a Cogne il 30
gennaio 2002. Ora tocca al Tribunale di sorveglianza di Bologna
riesaminare il fascicolo. Nei mesi scorsi, il sostituto procuratore
generale della Suprema corte, Francesco Salzano, aveva dato
parere favorevole ai domiciliari. La Franzoni sta scontando la
pena a Ripoli di Santa Cristina, un paese dellAppennino
emiliano.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Torino

Inchiesta sul Museo del Risorgimento


Perquisito il primo Parlamento dItalia
Ieri gli uomini della Guardia di Finanza sono entrati a Palazzo
Carignano, sede del primo Parlamento dItalia. Hanno eseguito
una perquisizione disposta dalla Procura nellambito di uninchiesta su episodi di turbativa nelle forniture del Museo del
Risorgimento. Tra gli indagati, il direttore Roberto Sandri
Giachino e il presidente Umberto Levra. Al centro dellindagine
del pm Andrea Padalino, ci sono gare dappalto per il rifacimento
degli impianti elettrici e la fornitura delle bandiere per il 150
anniversario dellUnit dItalia. Verifiche sui bilanci: parte dei
fondi sarebbero stati indebitamente utilizzati per rimborsi
RIPRODUZIONE RISERVATA
spese. (m.bar.)

Un morto in Trentino Alto Adige

Travolto dalla valanga in val Venosta


sotto gli occhi di moglie e figli
Un escursionista ha perso la vita sotto una valanga sul Montrodes
(2.361 m) nei pressi di Slingia, in val Venosta (Bolzano). Luomo
era in compagnia della moglie e di due figli, quando stato
improvvisamente trascinato via dalla slavina. Si tratta di un
turista svizzero di 50 anni, O.P. Stava camminando con le
racchette da neve quando la valanga si staccata da quota 2.200
metri. Con un fronte di una trentina di metri, scesa lungo un
canalone per oltre mezzo chilometro, seppellendo luomo sotto
un metro e mezzo di neve. Il turista non aveva con s lArva, il
dispositivo elettronico che localizza le persone disperse.
RIPRODUZIONE RISERVATA

mazione razziale, xenofoba,


antisemita e di incitazione allodio. Lobiettivo dei negazionisti riabilitare il regime nazionalsocialista, accusando di
falsificazione della storia le
stesse vittime. Ora attendiamo
un rapido varo alla Camera per
recepire finalmente, con pi di
quattro anni di ritardo, quanto
stato stabilito dallUnione europea con la decisione quadro
del 2008, un atto vincolante.
Tra gli astenuti c la senatrice a vita Elena Cattaneo, del
gruppo Misto, che cos ha voluto spiegare la sua posizione:
Credo che vietare il negazionismo per legge sia sbagliato.
Non ammissibile imporre limiti alla ricerca e allo studio di
una teoria. Trovo ignobili le tesi dei negazionisti ma non credo che minino una disciplina.
Nessuno storico prende sul serio queste teorie.
Soddisfatti gli ebrei italiani.
Commenta Enzo Gattegna, presidente dellUnione delle comunit ebraiche italiane: Si
scrive una pagina importante
nella storia del nostro Paese.
Un provvedimento che costituisce un baluardo per la difesa
della libert di tutti, mirato a
colpire i falsari che tentano di
negare la Shoah, di offenderne

Linsulto alle vittime


delle Foibe

La scritta apparsa in nero su un muro accanto alla Casa


del Ricordo a Roma: Viva i partigiani jugoslavi (cio i
carnefici degli infoibati italiani). La Casa era stata
inaugurata giorni fa proprio per commemorare le
vittime delle Foibe. Loltraggio per ora opera di ignoti.
La scritta ha suscitato indignazione politica bipartisan.
RIPRODUZIONE RISERVATA+

le vittime e di colpire chi difende il valore universale della Memoria.


Gattegna si soffermato su
un punto che ritiene essenziale: Limpegno dellUnione
delle comunit ebraiche italiane, in collaborazione con la Comunit ebraica di Roma, stato quello di predisporre assieme al Parlamento un disegno
di legge che non configuri un
reato dopinione, ma vada a

colpire atti lesivi della dignit


umana. Gattegna ha ricevuto
una lettera del presidente del
Senato, Pietro Grasso: LItalia
finalmente esprime in maniera
chiara ladesione agli orientamenti normativi presenti in altri Paesi e gi in vigore a livello
europeo.
Riccardo Pacifici, presidente
della Comunit ebraica romana emotivamente molto coinvolto: Sono commosso ed

emozionato per quanto stato


deciso in Senato. Sono stato ripagato per tutti gli anni in cui
ho dovuto subire insulti e minacce perch chiedevo a grande voce lintroduzione del reato
di negazionismo e oggi questo
mio desiderio stato esaudito.
un grande giorno per la nostra democrazia e per la lotta
allantisemitismo.
Paolo Conti
RIPRODUZIONE RISERVATA

30

Gioved 12 Febbraio 2015 Corriere della Sera

Corriere della Sera Gioved 12 Febbraio 2015

Scanadu
Scout pi
piccolo di un
mouse: basta
fare una
scansione
sulla fronte
e collegarlo allo
smartphone
per misurare
pressione
del sangue,
temperatura,
livelli
di ossigeno,
ritmo cardiaco
e respiratorio
SmartBand
il braccialetto
intelligente
che registra
le attivit
fisiche di chi
lo indossa
iMove
il sensore
che serve per
monitorare
i valori della
glicemia
a distanza,
soprattutto
per permettere
ai genitori
di controllare
i bambini.
Il sensore
trasmette
ogni cinque
minuti i valori
del sangue
registrati
attraverso
un portale web
cui collegato
Theranos ha
messo a punto
un sistema
di analisi
del sangue
completo (a
domicilio) con
una sola goccia
prelevata
da un capillare

DAL NOSTRO INVIATO


NEW YORK Una mela al giorno
toglie il medico di torno. Chi ha
coniato questo proverbio mai
avrebbe immaginato che una
mela con la M maiuscola, la
Apple, avrebbe cercato di mettere alla porta il medico, sostituito da iPhone, apps e sensori
che effettuano un monitoraggio continuo dello stato di salute, inviano i dati a strutture
sanitarie di controllo, organizzano consulti a distanza (e low
cost) via web coi propri specialisti attraverso sistemi come
HealthKit. Una finestra sulla rivoluzione della medicina che
ormai alle porte lha aperta laltra sera il capo della Apple, Tim
Cook, che, illustrando durante
una conferenza sulle nuove tecnologie le caratteristiche dellApple Watch che verr lanciato ad aprile, ha spiegato che il
computer da polso, oltre a misurare coi suoi sensori i nostri
battiti cardiaci e la pressione
del sangue, ci dir anche quando alzarci e camminare un po
perch stiamo seduti da troppo
tempo: Dieci minuti prima
dellora vi ricorder di muovervi, ha detto affermando come
per molti medici la sedentariet sia il nuovo cancro.
Nellannuncio di Cook non
c nulla di rivoluzionario: gli
smart band, i braccialetti per
il fitness che misurano lattivit fisica esistono da anni cos
come le app che fanno suonare
il telefonino quando hai fatto i
cinque o diecimila passi previsti dalla tua dieta motoria
quotidiana. E, con la moltiplicazione dei sensori a basso costo e delle applicazioni per la
sanit, la telemedicina, che per
molti anni stata solo una parola-slogan, comincia a diventare un pezzo importante del
nostro modo di curarci. A
muoversi per primi sono stati
altri giganti come Amazon, attiva soprattutto sul fronte della
genomica, e Google: lazienda
ha le sue applicazioni mediche
come Google Fit, ha messo a
punto una lente a contatto per
il controllo del diabete grazie a
un sensore che misura la glicemia nel sangue e ora sta aggiungendo al suo motore di ricerca una funzione che consente di sapere quali sono i sintomi, le cure, ma anche la
pericolosit e la diffusione di
una malattia che, stando ai
sensori, si teme di avere.

La festa

di Antonella Baccaro

Paradosso
Proprio chi
non ha un
partner
pensa che la
ricorrenza
meriti pi
considerazione:
lamore
nasce come
questione
personale

31

Accade tutti gli anni, pi o


meno quando il freddo si mostra indeciso se mollare la presa e regalarci uno scorcio di
primavera o insistere e prolungare il nostro letargo. Puntuale
come il festival di Sanremo, un
altro santo, Valentino, arriva a
mettere in discussione le nostre gi precarie esistenze.
Noi siamo i single, quelli che
il 14 febbraio limmaginario
collettivo vuole impegnati nella difficile arte di far passare rapidamente le fatidiche 24 ore
in cui si celebra lamore. Eppure basterebbe riflettere, spingendosi oltre i luoghi comuni
che accompagnano questa ricorrenza, per rendersi conto
che quella data, in realt, sollecita proprio nelle coppie bilanci che raramente chiudono in
utile. San Valentino come cartina di tornasole delle relazioni.

ILLUSTRAZIONE DI GUIDO ROSA

I casi

CRONACHE

Bip! Alzati e cammina


Ecco lorologio per fare moto ogni 60 minuti
I grandi della tecnologia puntano sulla salute
Anche se non la prima a
muoversi, per, Apple potrebbe essere un game changer
com successo con liPad che
ha trasformato il tablet da
deprimente flop di Sony,
Microsoft e altri, in un successo
mondiale che ha rivoluzionato
il modo di leggere. I bracciali
per il fitness usati con entusiasmo due anni fa, oggi spesso

restano sul comodino. Con lo


smartwatch di Cupertino le
cose potrebbero andare diversamente perch la Apple, oltre
a creare oggetti dal design accattivante, ha la capacit di creare strumenti relativamente
semplici da usare, che si integrano bene con le nuove app.
E qui si fatica a tenere il passo delle innovazioni sfornate a

getto continuo: dalla Theranos,


capace di effettuare unanalisi
del sangue completa (a volte
con apparecchi a domicilio),
con una sola goccia prelevata
da un capillare, a Scout un
misuratore personale prodotto
in Silicon Valley dalla Scanadu
che, oltre a pressione e battiti,
misura ossigeno nel sangue,
temperatura e traccia un elet-

Il gip non archivia

Morte di Daniza,
indagare ancora
Il gip di Trento Carlo Ancona
ha respinto la richiesta della
Procura di archiviazione
sulla morte dellorsa Daniza
durante il tentativo di
cattura. Il giudice vuole che
si verifichi la responsabilit
del veterinario che prepar la
dose per narcotizzare lorsa.

trocardiogramma. Passando
per gli accessori delliPhone
che consentono di esaminare
gola, orecchie e retina o Cue,
minilaboratorio che scopre patologie esaminando saliva e
mucose nasali.
Diventeremo tutti medici
fai da te? I produttori di nuovi dispositivi riconoscono che
la tecnologia non pu sostituire il medico. E invitano i loro
clienti a usare i dati ottenuti
per presentarsi meglio a loro.
Ma tutto questo destinato a
cambiare il rapporto pazientemedico. Se non altro perch
molti consulti si faranno a distanza in video. Non in un futuro remoto: le video-visite sono
gi realt. Rapide e molto meno costose di quelle fisiche
(che restano per i casi pi seri).
Le tecnologie ormai ci sono. Si
tratta di creare un sistema ordinato e controllare laffidabilit
degli apparecchi di monitoraggio via smartphone.
Ma la partita iniziata:
lagenzia Reuters ha chiamato i
23 maggiori ospedali Usa scoprendo che 14 stanno gi sperimentando il servizio HealtKit
che Apple ha appena messo a
disposizione dei pazienti.
Massimo Gaggi
RIPRODUZIONE RISERVATA

Noi single, ultimi romantici


che a San Valentino
celebriamo lamore ideale
Altro che festa.
Ma facciamo ancora un passo indietro, e chiediamoci cosa
sia davvero San Valentino e chi
abbia ragione di celebrarlo.
Domandiamoci, cio, se San
Valentino sia la festa dellamore
(e di chiunque ci creda) o quella delle coppie. Il tragico equivoco sta tutto qui: oggi il 14 febbraio viene vissuto pragmaticamente come il giorno delle
coppie, il che esclude automaticamente i single, e mette que-

Il tragico equivoco
Il 14 febbraio vissuto
come giorno delle coppie
e non di chi ama

ste nella difficile situazione di


festeggiare anche quando non
ce ne sarebbe ragione.
Povero San Valentino. Noi
pensiamo che meriti maggiore
considerazione. S, proprio noi
single, cui non dovrebbe interessare la sua rivalutazione. Eppure se il 14 febbraio , come riteniamo, la festa dellamore romantico, quello insensato che
fa battere il cuore al di l della
sua concreta realizzazione e
addirittura proprio per lassenza di questa, allora permetteteci di rivendicarne lo spirito a
pieno titolo. Un paradosso?
Lamore nasce come una
questione personale che prescinde dal fatto di essere ricambiato, su questo credo che
sarete tutti daccordo. Anzi non
c amore pi forte e squassante di quello che nasce a dispetto del suo essere accolto. Que-

sto , come ci ha insegnato la


letteratura, lamore romantico.
Poi c il suo calarsi nella realt,
il suo misurarsi con laltrui sentire e volere, il suo contaminarsi, condizionarsi, piegarsi,
adattarsi al sentimento altrui.
Una trasformazione bellissima,
avventurosa, a volte drammatica, quella della condivisione di
ci che due individui portano
nel cuore, che spesso spinge
lamore ben lontano dalla sua
radice.
Che ne sappiamo noi single?
Quello che abbiamo descritto
esattamente il processo che
spinge molti di noi a mantenere questo status anche al di l
di ogni ragionevolezza.
Raccogliendo da tre anni ormai le confessioni di moltissimi single nel forum online
Supplemento singolo di
questo giornale, abbiamo po-

Su Twitter
Un tweet
per dedicare
un pensiero
a una persona
speciale:
per San
Valentino
il Corriere
della Sera
lancia
su Twitter
liniziativa
#iotidedico.
Per
partecipare
sufficiente
utilizzare
lhashtag
#iotidedico,
menzionare
laccount
del Corriere
(@corriereit)
e condividere
con il proprio
augurio:
i tweet
pi belli
saranno
poi pubblicati

tuto verificare che la causa prevalente dellassenza di relazioni


stabili sta nellideale di amore
romantico coltivato da molti
single. A qualsiasi et. Un ideale assoluto che fa fatica a trovare un corrispondente di eguale
intensit nella realt e che per
questo rimane spesso tale: un
sogno damore.
Si potrebbe considerare questa una sorta dimmaturit
emotiva, e forse lo , visto che
crescere significa gestire le
complessit, ma credo che
questa speciale inclinazione
del cuore sia destinata ad avanzare. Lo scrivono altri meglio di
noi: lavere allontanato le relazioni sentimentali dalla loro
funzione sociale riproduttiva le
ha riportate allo stato naturale.
Oggi lamore o non . Non deve pi essere. In questa situazione lideale romantico, impossibile per definizione da realizzare, assurge persino a misura delle relazioni, fungendo
da detonatore in molte coppie
gi esistenti e rendendo pi
difficile il sorgerne di nuove e
durature.
Il risultato che ormai siamo
un po pi tutti single nellanimo, tutti o quasi coltiviamo lamore romantico. San Valentino, pensaci tu.
RIPRODUZIONE RISERVATA

32

Gioved 12 Febbraio 2015 Corriere della Sera

La crisi dei moderati Berlusconi stato la causa


principale della nascita e del successo del polo liberale
Ma la sua monarchia popolare ormai una monocrazia
egocentrica: lui lostacolo principale alla rifondazione

ANALISI
& COMMENTI

di Aldo Grasso

FESTIVAL DI SANREMO
LIMMAGINARIO
INFIACCHITO CHE PIACE
AGLI ITALIANI

anremo ha fatto il boom di ascolti e


dopo aver scritto che al Festival
mancava la dimensione di evento
adesso mi trovo a dover spiegare i dati
Auditel. Laudience ha le sue ragioni, che la
ragione non conosce. Come al solito, non
cera controprogrammazione. Ma questo
succede tutti gli anni, quello che bisogna
capire come il Festival sia riuscito a
intercettare il pubblico che normalmente non
guarda la tv o la guarda poco. Marted sera,
su Raiuno, rispetto a una comune serata tv
la crescita stata di quasi tre milioni di
persone. Del resto, bastava buttare un
occhio sui social network per capire che
anche il pubblico pi colto, pi critico usava
Sanremo come palestra di agudezas, di
battute intelligenti, di osservazioni che
nascono dai piaceri proibiti. Gli
intellettuali fanno tendenza, non massa.
La conduzione di Conti, presentatore da
pilota automatico, di quelli che portano a
casa il risultato senza sforzo e senza
guizzi, molto trasversale, intercetta tutti i
pubblici. Colpisce il 52% di share fra i 1524enni. Sugli spettatori pi anziani la
partita pi facile, ma convincere i giovani
non cos immediato. Questa la vera
sorpresa. Forse la spiegazione pi plausibile
quella dovuta al fattore geografico. Un
evento nazional-popolare come il Festival
funziona se riesce a coinvolgere le parti del
Paese che sono pi legate a questo tipo di
rito. E il calore che il Centro ma soprattutto il
Sud dItalia hanno tributato a Sanremo
davvero notevole, con oltre il 60% di share
nella popolosa Sicilia, il 67% in Puglia. Il
Nord ha seguito ma stato un po pi
freddino (medie del 40% di share).
Alessandro Siani fa battute infelici sul
bambino sovrappeso e sul pubblico
dellAriston, pu non piacere ai critici, ma
sbanca i botteghini, ed molto amato
soprattutto da una parte del Paese.
Anche da questi dati, per, si pu
intravedere limmaginario infiacchito di
unItalia che fatica a uscire dalla crisi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Su Corriere.it
Puoi
condividere sui
social network le
analisi dei nostri
editorialisti e
commentatori:
le trovi su
www.corriere.it

aro direttore, da uomo di destra da una vita non posso tacere il mio disagio davanti a questa lunga, indecorosa agonia
del centrodestra in Italia. Da
par suo lo ha rappresentato
Galli della Loggia in un editoriale di domenica scorsa.
A parte le debolezze intrinseche del centrodestra sin dalle
sue origini, compensate da un
largo successo popolare e da
unofferta articolata di partenza
in quattro varianti, il centrodestra ha cessato di avere una linea politica almeno da quando
caduto il governo Berlusconi.
Ha cominciato a sbandare, via
via perdendo pezzi da ogni versante, tutti trattati come traditori, ha sostenuto e poi attaccato il governo Monti, il governo Letta, il patto con Renzi,
la rielezione di Napolitano al
Quirinale e non ha pi espresso una coerente linea politica,
fino a rimbalzare da un Matteo
allaltro.
Tutti sanno che Berlusconi
stato il leader che ha saputo
confederare forze diverse e ha
saputo portarle alla vittoria e al
governo, resistendo a formidabili attacchi. Straordinario impresario in campagna elettorale, gran seduttore di consensi,
meno efficace come uomo di
Stato e leader di governo, Berlusconi stato la causa principale
della nascita e del successo del
centrodestra in Italia ma oggi
il principale ostacolo alla sua rifondazione. La monarchia popolare di Berlusconi si tradotta in monocrazia egocentrica.
Alleati ed eredi di ieri diventano da un giorno allaltro carogne o portatori di derive autoritarie non per quel che fanno rispetto al Paese, ma rispetto a
Berlusconi medesimo.
Sono umanamente comprensibili lamarezza e le cicatrici che porta dentro di s Ber-

LOPERAZIONE TRITON

LA STRAGE DEI MIGRANTI


SVELA LIPOCRISIA UE
di Goffredo Buccini

a grande menzogna
durata lo spazio di una
strage. O almeno: della
prima strage di cui abbiamo notizia, perch
nessuno pu sapere quanti
barconi e quanti morti si siano
accumulati in fondo al Canale
di Sicilia negli ultimi mesi.
I dettagli del naufragio e del
calvario dei 460 migranti partiti sabato scorso su quattro
gommoni dalla Libia li conosciamo dai racconti dei pochi
superstiti (le vittime, dicono,

potrebbero essere pi di 300


ma, ammonisce la Procura,
non ci sono riscontri). Ove,
come pi spesso accade, non ci
siano superstiti, non c racconto e, in definitiva, non c
problema. Quale che sia il conto finale delle bare (29 son gi
sulla terraferma) pare svelarsi
lo scopo non dichiarato delloperazione Triton: risolvere la
questione epocale delle migrazioni nel Mediterraneo semplicemente ignorandola. Pattugliare a trenta miglia dalla costa un braccio di mare largo
quasi duecento miglia infatti
come non farlo per nulla.

Quando, il 1 novembre,
venne varata loperazione Triton, il ministro dellInterno,
Angelino Alfano, sorrise alle
tv: LEuropa per la prima volta scende in mare! A presidio
della frontiera mediterranea!. Il ministro della Difesa,
Roberta Pinotti, gli diede sostegno pur rassicurando i pi
sensibili ( cresciuta nel Pd):
Il soccorso in mare non viene
meno, lItalia non si volter indietro.
Ora, contando di nuovo
morti e dispersi, possiamo dire che non andata cos. Mare
Nostrum, con le navi della Ma-

DORIANO SOLINAS

Il corsivo del giorno

PER SALVARE LA DESTRA


IL RE DEVE ABDICARE
di Marcello Veneziani
lusconi, nessun leader politico
stato cos avversato come lui,
anche fuori dalla democrazia e
dal rispetto umano; ma non si
pu ritenere che le istanze, gli
interessi, i valori di unarea civile, politica e culturale variegata, che va dai liberali ai conservatori, dalla destra nazionale e
sociale ai cattolici moderati e
non progressisti, possano essere cancellati nel nome di una
fedelt cieca e suicida a un leader e al suo regno.
Non sono mai stato berlusconiano e tantomeno antiberlusconiano, ho ritenuto per anni il centrodestra con tutti i
suoi limiti linevitabile riferimento per chi proviene da
una storia e una cultura di de-

stra e ho difeso Berlusconi dai


massacri mediatico-giudiziari.
Ma ora necessario che il re
abdichi.
Non so se sia davvero finito,
come ripetono da decenni gli
osservatori, sappiamo che Berlusconi capace di rinascite e
comunque detiene ancora il
maggior appeal elettorale in
quellarea: ma non esprime pi
una posizione che rappresenti
quel mondo, non rappresenta
pi gli umori del Paese, non ha
espresso eredi e ha lasciato disperdere una classe dirigente;
la solitudine cresce intorno a
lui e alla sua cerchia, il suo consenso in ritirata e le prospettive di agibilit politica sono ridotte a zero. E la competizione

Direzione incerta
Alleati ed eredi di ieri
diventano da un giorno
allaltro carogne:
manca la linea politica

Lavversario
Il renzismo non altro
che un berlusconismo
in versione politically
correct e giovanile

con Renzi perdente perch il


renzismo omeopatico nei
confronti del berlusconismo,
trattandosi di un berlusconismo politically correct e in versione giovanile.
Non questione di separare
moderati e radicali, e tantomeno di auspicare estremismi o
populismi di ritorno; quellarea, in tutte le sue varianti, ha
oggi bisogno di nuove sintesi
politiche, nuove leadership,
nuove strategie. Urge un disegno organico per lItalia, una
strategia lungimirante e una
motivazione forte. Costi quel
che costi, tempo di anteporre
agli interessi immediati, emotivi e personali linteresse nazionale, politico e culturale.
Non possiamo vivere una democrazia con un leader-premier al centro e una costellazione di oppositori che ruotano in periferia. Questa non
una democrazia, ma un sistema solare.
Giornalista e scrittore
RIPRODUZIONE RISERVATA

rina italiana spinte sino alle


coste libiche, ha salvato oltre
centomila vite dopo il doppio
naufragio dellottobre 2013,
quando a centinaia annegarono proprio davanti agli scogli
di Lampedusa. Nacque dunque sullonda dellemotivit e
dellemergenza: come tutto
ci che si riesce a decidere in
un Paese altrimenti immobile.
Quando emergenza ed
emotivit cominciarono a scemare, quando gli orrori della
jihad islamica iniziarono a
proiettare assurdi bagliori sinistri su quel fiume di poveretti che proprio dalla jihad e dalle guerre scappava, quando insomma la propaganda prese il

posto della piet, Mare Nostrum ebbe i giorni contati.


Apre le porte ai terroristi, si
farnetic. Aumenta gli afflussi
(questultima affermazione
smentita dallAlto commissariato per i rifugiati: nel gennaio del 2015, senza Mare Nostrum, gli arrivi via mare sono
stati il 60 per cento in pi del
gennaio 2014).
I vertici della Marina italiana
si sono battuti in solitudine
per proseguire i salvataggi in
alto mare fino a prendersi accuse di insubordinazione: perbacco, era tempo che Triton
entrasse in scena e Mare Nostrum in archivio! LItalia era
riuscita a coinvolgere la riotto-

Il vero scopo
Pattugliare cos un
braccio di mare di 200
miglia come non farlo

Il tentativo
La Marina ha tentato di
proseguire i salvataggi
Ma lEuropa latitante

sa Europa! Ora sappiamo che


lEuropa sulle questioni extracontabili (quelle politiche, vere) non esiste ancora.
Triton era una finzione. Siamo soli, pi che mai, davanti
al consueto dilemma: accettare da nazione adulta un ruolo
nel Mediterraneo, che porti fino alle spiagge libiche un nostro avamposto di umanit e
legalit, o continuare a versare
lacrime di coccodrillo quando
le correnti ci trascinano a riva
qualche cadavere?
Certo, Mare Nostrum costava
9 milioni al mese: tanti. Poi dipende sempre da come si spendono. Per dire: la banda di Franco Fiorito, Er Batman del Lazio,
se ne fece fuori 21, di milioni,
tra teste di maiale, ostriche e festini. Gli altri briganti di Rimborsopoli non sono stati da meno. Qualche risparmio, suvvia,
possiamo pur farlo.
@GoffredoB
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Gioved 12 Febbraio 2015

PUBBLICO & PRIVATO

PROCESSO STRAUSS-KAHN
LA GOGNA MEDIATICA
DELLULTIMO LIBERTINO
di Emanuele Trevi

Seduttori La posizione
dellex direttore
del Fondo monetario
si aggrava quando
alla conclamata
mancanza di moralit
sociale si aggiunge il fatto
di essere ricco di suo
e di aver maneggiato
enormi quantit di soldi

perfetto contrario del libertino: esiste in virt di


una regolamentazione, di un addomesticamento del piacere, e del senso di virt che ne deriva.
Non che la societ voglia produrre monaci che
si ritirano nel deserto scambiando le donne per
diavoli. Ma elabora un modello di vita affettiva e
di piacere sessuale molto stabile, fondamentalmente monogamico, nel quale molto spesso la
fedelt usurpa i diritti della felicit. Fuori dal
cerchio magico della coppia, si sempre guardati con sospetto.
La felice poligamia del libertino interpretata
alternativamente come un affronto, o una malattia. Ma la posizione di DSK si aggrava quando alla sua conclamata mancanza di una moralit sociale si aggiunge il fatto di essere ricco di suo, e
di aver maneggiato soldi in quantit inconcepibili ai profani. Come il suo archetipo, laristocratico Don Giovanni, lex direttore del Fondo monetario internazionale ha fatto del suo stesso
prestigio un terreno di caccia, uno strumento di
seduzione. Magari di tanto in tanto avr pensato
di ravvedersi, magari si sempre accettato per
quello che : fatto sta che la sua natura ha sempre prevalso non solo sul buon senso, ma anche

i passa il tempo, pi provo simpatia


per Dominique Strauss-Kahn, il vecchio
satiro sporcaccione sempre alla gogna,
sempre minacciato da ulteriori rivelazioni sulla sua vita scandalosa e nuovi
processi. Spero che se la caver. Sono tra coloro
che pensano che mai un uomo o una donna dovrebbero essere messi alla sbarra, se adulti e
consenzienti, per aver comperato o venduto piacere sessuale, organizzando festini o qualunque
altra cosa volessero fare. E per togliere di mezzo
lipocrisia, aggiungo che se qualcuno si incarica
di organizzare uno di questi festini, la legge non
ci dovrebbe vedere nessun male, perch ogni
commercio umano si avvale di mediatori, e appunto di organizzatori. Poi, ovvio, esistono
lopinione pubblica, lopportunit di svolgere un
ruolo ufficiale, e uninfinit di altre complicazioni e di sfumature, comprese le celebri sfumature
di grigio.
Ma cosa significa esattamente questo processo che, comunque vada, sar ricordato e far da
esempio? Indossando i nobili ma vetusti panni
del libertino, DSK ha scelto di farne una specie di battaglia di cultura, ma la strategia, alla luce dei tempi che corrono, mi sembra poco meno
che suicida. Non sono tempi felici per il libertino. Nel suo duello con la societ, che dura da secoli, qualche simpatia palese o segreta riusciva
sempre a guadagnarsela. Eppure, la sua era una
sfida mortale.
Ridotto allessenza, il libertino un individuo
che assegna al piacere un ruolo esistenziale che
altri non sono in grado o non vogliono assegnargli. In questo senso il libertino un anarchico,
un sovversivo, uno che mette sul trono della realt qualcosa che non dovrebbe starci, che nessuna ideologia politica o tradizione religiosa approverebbe. La sua sconcertante e variopinta figura attraversa la Storia come unanomalia, una
possibilit, un sogno ad occhi aperti che mina i
fondamenti stessi della societ. La societ il

uesti tre anni e


mezzo di intese pi
o meno larghe non
hanno dato grandi
risultati, ma se non
altro hanno assecondato una
uscita sin troppo lenta
dallemergenza legata allinstabilit finanziaria e alla depressione economica. Ora lequilibrio si rotto. E tutti rischiano
qualcosa.
Renzi non ha mai sperimen-

COMMENTI
DAL MONDO

Il Giappone
a lezione
di moralit
Giappone pensa di

Ilintrodurre
corsi di
educazione morale nelle
scuole. Insegnare ai giovani
i valori della lealt,
dellonest, del rispetto
reciproco. Liniziativa del
governo Abe nata anche
per fronteggiare
lemergenza bullismo nelle
scuole. Il corso di
educazione morale
comprende una parte
riservata allamore per il
Paese. Ma, scrive il Japan
Times, diretto da Takashi
Kitazum, attenti a
coniugare un sano
patriottismo senza perdere
la capacit critica verso il
proprio Paese.

Boston, i professori
per risolvere
lemergenza neve
abituati a

Sono
conviverci. Ma non

sul decoro che appare connaturato a certe responsabilit e a certi mestieri. Fate nascere un
uomo nel genere nellepoca dellindignazione e
della superiorit morale sbandierata come argomento politico, e avrete il bersaglio di tutti i rancori, un capro espiatorio cos perfetto che sembra partorito dai cartoni animati pi che dalla realt umana.
Ma proprio perch DSK un uomo finito, legittimo chiedersi: pi pericoloso lui o un tribunale che non potr evitare, nelle sue decisioni,
che lombra lunga del giudizio morale si intrufoli nel codice penale, che dovrebbe essere fedele a
criteri ben diversi?
Con DSK, a subire una condanna sarebbe un
certo tipo duomo, che pu anche fare schifo come a me simpatico. Ma quando una sentenza
ratifica un giudizio morale, allora s che bisogna
preoccuparsi, perch la giustizia sta perseguendo un sogno intollerabile di sacrificio e di purificazione collettiva. Un desiderio che Philip Roth
ha giustamente definito ripugnante.

tato cosa significa avere Berlusconi e la sua intatta macchina


editoriale contro. Il fuoco concentrico di tv, quotidiani, magazine politici e riviste di gossip pu ancora logorare qualsiasi personalit, come accaduto in tempi e forme diverse a
Scalfaro, a Prodi, a Fini, in parte
allo stesso Veltroni.
Finora limpero mediatico di
Berlusconi ha mostrato per
Renzi una simpatia non inferiore a quella del proprietario: le
ospitate da Maria De Filippi e
da Barbara DUrso erano parse
quasi il segno di un passaggio
di testimone, come se Berlu-

sono rassegnati a subirla.


Lemergenza neve
attanaglia, da sempre, il
New England. Sulla costa
orientale degli Stati Uniti,
infatti, la neve paralizza le
attivit commerciali e
lavorative in maniera
pesante per intere
settimane. In un commento
di Steve Annear sul Boston
Globe, si invitano i cittadini
a trovare soluzioni creative
per rimuovere la neve
dalle strade e davanti alle
case. Alliniziativa, promossa
anche dallamministrazione
cittadina, si chiesto
di aderire anche
ai docenti universitari.

a cura di Carlo Baroni

RIPRODUZIONE RISERVATA

IL PASTICCIO DELLE ALLEANZE


CHE NON FA BENE AL PAESE
SEGUE DALLA PRIMA

QUEI TAGLI IMPOSSIBILI


ANCHE ALLA CAMERA DEI LORD

el 1999, quando a
D o w n i n g St r e e t
cera Tony Blair, fu
abolita lappartenenza per diritto
ereditario alla Camera dei
Lord e la riforma fu salutata
come un evento storico. Lo era
per davvero perch si cancellava per sempre un anacronistico e brutto residuato medioevale. Meglio tardi che mai. Si
sperava che, con la nuova legge (i lord nominati per meriti
scientifici, sociali, istituzionali), il secondo ramo del parlamento britannico diventasse
meno ingombrante e pi funzionale alla democrazia britannica.
A distanza di sedici anni i
sogni sono svaniti. Anzich
snellirsi la Camera Alta si
gonfiata: erano 666 i pari
che nel 1999 occupavano lo
scranno, sono oggi 845 (compresi quelli in congedo temporaneo). In pratica i partiti e
le corporazioni hanno fatto a
gara per garantirsi una truppa
di nominati, fedeli e ben retribuiti, lequivalente di 404
euro per ogni giorno lavorativo a cui si pu rinunciare avendo tutti una professione principale (facolt esercitata soltanto da 5 lord).

sconi considerasse Renzi il proprio vero erede politico e si sentisse il socio di minoranza del
suo governo. E Renzi ha ricambiato la simpatia, preferendo i
talk show di Porro, vicedirettore del Giornale, e Del Debbio,
protoideologo di Forza Italia, a
quelli di Formigli o Floris, con
cui ha litigato a distanza o di
persona.
vero che nel renzismo
consustanziale la figura del nemico; ma quel nemico non
mai stato Berlusconi, semmai
la vecchia classe dirigente della
sinistra; Renzi si sempre presentato non come antiberlu-

Il risultato che la seconda


Camera britannica lassemblea numericamente pi ampia fra le democrazie occidentali, preceduta dallinutile Assemblea nazionale cinese,
parlamento fantoccio di 3.000
membri.
un carrozzone. Un ricettacolo di clientelismi, per
usare le parole dellinsospettabile Financial Times. Oltre che
una fonte di spesa politica. Cos si torna a parlare di nuova riforma (eleggibilit e riduzione
delle poltrone). Le consultazioni di maggio per la Camera
dei Comuni sono vicine: fumo di Londra per gli irritati e
sconcertati elettori.
Da noi in dirittura darrivo
il ridimensionamento del Senato. Nel Regno Unito, invece,
si abbozzano progetti per nascondere la verit: pochi hanno in testa il taglio dei pari. I
Lord godranno dei loro privilegi chiss per quanto tempo
ancora.
Per un volta, e va sottolineato, lItalia (salvo capriole allindietro) ha da insegnare qualcosa di serio alla potente ed
esemplare democrazia britannica.
Fabio Cavalera
RIPRODUZIONE RISERVATA

LERRORE DI CHI EVOCA


DERIVE AUTORITARIE
SEGUE DALLA PRIMA

DOPO IL PATTO DEL NAZARENO

di Aldo Cazzullo

33

utto questo non si vede. Non vi sono centrali, azioni, cospirazioni, che segnalino la
presenza di questo

pericolo.
Vedo, al contrario, anche
presso quelli che ritengono modificabile la Costituzione, una
fedelt ai principi supremi costituzionali, una lealt alle istituzioni e alle procedure da essa
create, un desiderio di non mutare le linee portanti delle scelte
del secondo dopoguerra, che
fanno ben sperare nella lunga
vita della parte essenziale della
Costituzione. Certo, nel nostro
Paese, fin dallunificazione, vi
sono state sacche di ribellismo.
Come notava Piero Gobetti nel
1922, c lesplodere delle passioni, non lorganizzarsi delle
iniziative. Prevale la disgregazione operosa. Riusciamo a
fare il patto del Nazareno (non
scritto e appena rotto, dopo solo un anno), non contratti di
coalizione, di cui lultimo
lungo 185 pagine e scaricabile
dal web, come quelli firmati dai
cristianosociali e dai socialde-

sconiano ma come postberlusconiano, pronto a ereditare


parte dei voti del vecchio leader
e a servirsi di lui come alternativa alla riottosa minoranza interna. Uno schema che ora
saltato, o comunque si complicato.
Dallaltra parte, sono 15 anni
che Berlusconi non ha un governo contro. Dal 2001 in poi
(tranne pochi mesi di un Prodi
debolissimo) il Cavaliere sempre stato a Palazzo Chigi o nellarea della maggioranza, sia
pure con un impegno decrescente. Questo ha senzaltro
giovato alle sue aziende, se non
altro perch nessun governo ha
messo mano alla legislazione,

dalla Gasparri in gi, che ad


esempio consente ancora oggi
a Mediaset di intercettare molta
pi pubblicit della Rai pur
avendo nel complesso ascolti
inferiori. Il passaggio di Berlusconi allopposizione e un vero
scontro con Renzi farebbe male
a entrambi, e alla fine il vincitore pi che Salvini o Alfano sarebbe Grillo. probabile pertanto che lo scontro non ci sar.
Tutto bene quindi? Non proprio. La situazione di incertezza
che si apre non fa gli interessi
del Paese; i quali sono ovviamente molto pi importanti di
quelli dei leader politici (che in
una democrazia matura sarebbero da tempo regolati da nor-

Definizioni
Renzi si sempre
presentato come
postberlusconiano

Percorsi
Le riforme si devono
fare, bene che
la legislatura continui

mocratici che reggono il governo tedesco da dieci anni.


Veniamo agli anticorpi. Anche questi non mancano. Il potere ampiamente distribuito,
allinterno dello Stato, sul territorio. Vi sono poteri indipendenti, spesso tanto autonomi
da voler dettare lagenda politica (come la magistratura), talora in ritirata, perch soggetti a
erosione di funzioni da parte
della politica (come le autorit
indipendenti). Le polizie sono
ben cinque. C lUnione Europea, che a dispetto di quelli
che piangono per le cessioni di
sovranit ci garantisce con il
vincolo esterno voluto da Alcide De Gasperi e da Guido Carli.
Concludo: lItalia forse un
Paese che vuole non farsi governare, diviso in fazioni, incapace
di associarsi, coalizzarsi, trovare
una armonia. Un Paese che ha
avuto 63 governi dallinizio della Repubblica, con 27 presidenti
del Consiglio, contro i 23 governi e gli 8 cancellieri tedeschi.
Ma la sua democrazia non corre
pericoli.
Sabino Cassese
RIPRODUZIONE RISERVATA

me universali sul conflitto dinteressi). AllItalia le riforme servono. Quella elettorale e quella
costituzionale, senza dubbio.
Ma a maggior ragione la riforma del lavoro (che deve ancora
essere attuata), del Fisco, della
pubblica amministrazione, della giustizia. Il percorso che dovrebbe rendere il Paese pi efficiente, pi competitivo e pi
giusto appena cominciato.
Le riforme hanno bisogno di
numeri e di tempi certi. A queste condizioni, bene che la legislatura continui, magari fino
alla conclusione naturale. In caso contrario per quanto la
leadership di Renzi abbia mostrato capacit di attrazione
presso i transfughi dei vari partiti , la situazione internazionale, la crisi europea e la lentezza della ripresa interna non
consentono affatto il clima di
confusione e incertezza visto in
questi giorni in Parlamento.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Gioved 12 Febbraio 2015 Corriere della Sera

34

Economia
Vegas: scambi anomali sulle Popolari
10 milioni di plusvalenze potenziali

 




 
  %      "'''

  
"' 
1 '
  '

'%
! "
 22
"' 
&
  
&&,
'" 
& !2"  !
&
'! '
 !
"

2((#
2.#
2.#
2-)#
2)#
22.#
2-#
.#
0$

Brunetta: scenario inquietante. Per M5S lo scandalo del decreto si aggrava

 
/&
/&
/&
/&

 !
! '''
' !
 '


& 
 
$

2#
2).#
2-.#
22#

  
 




#   
 
'"  

, -.**( " ' ' ! ' "


, .-*2*.2  ' ' ' ' 
, 2*2-*-2 ! ''    !
, 2*2*) ! "'   " !"

La Lente

di Enrico Marro

Lidea della Cisl:


una patrimoniale
per estendere
gli 80 euro

nche la Cisl, il
sindacato moderato,
chiede limposta
patrimoniale sui pi ricchi.
E lo fa con una proposta di
legge di iniziativa popolare,
presentata ieri dal
segretario, Annamaria
Furlan, e sotto la quale la
Cisl punta a raccogliere un
milione di firme. La
proposta, in realt,
contiene una riforma
complessiva con lobiettivo
di estendere il bonus di 80
euro al mese di cui ora
beneficiano 10 milioni di
lavoratori dipendenti con
redditi tra 8 mila e 26 mila
euro lanno. La Cisl propone
mille euro allanno per tutti
i lavoratori dipendenti e
autonomi e per i pensionati
con redditi fino a 50 mila
euro, compresi gli
incapienti. Godrebbero del
bonus 38 milioni di
persone per una spesa di
circa 38 miliardi, 28 in pi
di quelli spesi finora, 5-6
dei quali si dovrebbero
trovare con un prelievo
progressivo sui patrimoni
(finanziari e immobiliari)
superiori a 500 mila euro,
partendo da unaliquota
dellun per mille sulla parte
eccedente. Furlan ha fatto
alcuni esempi: su un
patrimonio di 550 mila
euro si pagherebbero 50
euro, su 700 mila 200 euro,
su 900 mila 500 euro, su un
milione e 200 mila 1.400
euro. Un contributo, dice la
Cisl, che colpirebbe solo il
4% delle famiglie pi ricche,
che non hanno sofferto per
la crisi. Il resto della
copertura dovrebbe venire
dalla lotta allevasione e
dalla revisione degli sgravi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Le indagini sul possibile


insider trading legato al decreto di riforma delle Popolari sono ancora in corso, ma intanto
sono emerse plusvalenze sospette, potenziali e realizzate,
per circa 10 milioni di euro. Lo
ha rivelato, nel corso di unaudizione in Parlamento, il presidente della Consob, Giuseppe
Vegas, che ha spiegato come gli
accertamenti di eventuali fenomeni di abuso di informazioni privilegiate insider
trading abbiano messo in
luce operazioni anomale in
grado di generare margini di
profitto, sia pure in un contesto
di flessione dei corsi azionari
condotte da intermediari italiani e stranieri sulla cui identit,
spesso difficile da individuare,
si sta appunto indagando.
La Consob ha acceso il faro
sui movimenti di Borsa antecedenti e successivi al 16 gennaio
scorso, quando, a mercati chiusi, il presidente del Consiglio
Matteo Renzi ha ufficializzato
lintenzione del governo di imporre alle maggiori banche cooperative lobbligo di trasformarsi in societ per azioni e di
abolire il voto capitario. Lanalisi della Consob parte dunque
dai listini: nellultimo mese,
dal 3 gennaio al 9 febbraio i
corsi delle banche popolari
a fronte di una crescita dellindice relativo al settore crediti-

ROMA

Il profilo

Giuseppe
Vegas,
63 anni
presidente
Consob
dal 2010
Ex
sottosegretario
alle Finanze e
al Tesoro del
governo Dini, in
passato stato
esponente
di Forza Italia
e del Popolo
delle libert. Ha
ricoperto
anche la carica
di viceministro
dellEconomia
(2001-2006)

Cos in Piazza Affari (da inizio anno)


+50,4%

50

+42,2%

+40,1%

30
+22,3%

+21%

+22,3%

10

Banca Pop
Emilia R.

La Consob
impegnata
a portare a
termine gli
accertamen
ti necessari
sulle
operazioni
anomale

+5,8%

Banca Pop
Etruria e Lazio

Banca Pop
Milano

Banca Pop
Sondrio

Banca
Popolare

che assieme avrebbero evidenziato dunque la gran parte de 10


milioni denunciati da Vegas. Il
quale, prima di illustrare lattivit di vigilanza, ha espresso un
giudizio complessivamente
positivo sulla riforma varata dal
governo che, ha detto, aprir
maggiori opportunit di accesso al mercato dei capitali.
Ma sulle Popolari scontro
politico. Renato Brunetta, capo
dei deputati di Forza Italia ha
definito grave e inquietante
perch evoca lo scandalo della
Banca romana del 1891, lo scenario delineato da Vegas e ha
chiesto a Renzi di riferire in Aula. Per i grillini Lo scandalo
del decreto sulle banche popolari continua ad aggravarsi.
Stefania Tamburello
RIPRODUZIONE RISERVATA

Nel mirino le votazioni allassemblea 2013. Bazoli: totale estraneit ai fatti


sidente del consiglio di sorveglianza Ubi; Emilio Zanetti, ex
presidente del consiglio di gestione Ubi. Oltre a loro, altri
cinque: Antonella Bardoni,
presidente di Confiab e componente del consiglio di sorveglianza Ubi; Giuseppe Sciarrotta, responsabile del servizio
rapporti con i soci Ubi; Guido
Marchesi, consulente dello
stesso servizio; Marco Mandelli, direttore generale della Banca Popolare Commercio e Industria (gruppo Ubi) e Rossano

Ubi
Banca
dArco

zio pari all8% sono saliti da


un minimo dell8% dellUbi ad
un massimo del 57% della Banca popolare dellEtruria e del
Lazio. Banca dellEtruria che
peraltro aveva gi deliberato ad
agosto, senza poi darle seguito,
la trasformazione in Spa determinando anche allora caso un
rialzo delle quotazioni e che
proprio ieri stata commissariata dalla Banca dItalia per
gravi perdite di patrimonio.
Al di l, per, delle quotazioni, lindividuazione delle operazioni anomale ha messo in
luce i movimenti su altre banche, in particolare sul Banco
Popolare che da solo ha fatto
registrare plusvalenze sospette
per quasi 5 milioni e la Popolare di Milano con plusvalenze
per 3,250 milioni. Le due ban-

Ubi, nuove perquisizioni della Finanza


La Guardia di Finanza ha rivoltato come un guanto gli uffici di Ubi Banca a Milano, Bergamo e Brescia. E quelli del Confiab, consorzio fidi di Confartigianato, e della Compagnia
delle Opere (Cdo) di Bergamo.
un nuovo filone della bufera
giudiziaria che gi lo scorso
maggio aveva fatto scattare le
perquisizioni nelle sedi dellistituto con lipotesi di un patto occulto dei vertici per
mantenere il controllo del
gruppo. In questa seconda fase
lipotesi pi specifica: illecita
interferenza nellassemblea dei
soci, del 20 aprile del 2013,
quando stato eletto il consiglio di sorveglianza, determinante per le nomine di altri organi societari, comitati e societ controllate.
Undici gli indagati. Sei lo
erano gi nel filone madre per
ostacolo alla vigilanza e ora lo
sono anche per la nuova contestazione. Si tratta del presidente del consiglio di sorveglianza
di Intesa Sanpaolo, Giovanni
Bazoli, in qualit di presidente
dellAssociazione Banca Lombarda e Piemontese; Franco
Polotti, presidente del consiglio di gestione Ubi; Andrea
Moltrasio, presidente del consiglio di sorveglianza Ubi;
Victor Massiah, consigliere delegato Ubi; Mario Cera, vicepre-

Credito
Valtellinese

Breno, ex presidente della Cdo.


Le nuove verifiche dei militari del Nucleo di polizia valutaria guidati dal generale Giuseppe Bottillo, e coordinati dal
pubblico ministero di Bergamo Fabio Pelosi, riguardano
dunque le votazioni del 20
aprile 2013. La Lista 1 capeggiata da Moltrasio e presentata
dal consiglio di sorveglianza
uscente vinse con 7.318 voti su
13.559 validi. Spulciando le
schede, i finanzieri hanno notato che il 61% delle preferenze

Il caso

Carige, la pulizia di bilancio frena i conti


di Erika Dellacasa
Banca Carige chiude il 2014 con una perdita di 543,6
milioni, contro il miliardo e 700 milioni di rosso del 2013. Le
perdite sono determinate per 219 milioni dalle minusvalenze
derivate dalla cessione del ramo assicurativo al fondo Apollo,
che ora sta trattando in esclusiva lacquisto di Creditis, la
societ del credito al consumo. La riorganizzazione aziendale
con 600 esuberi pesa per circa 46 milioni. Altri 290 milioni
sono relativi al recepimento delle prescrizioni della Bce. Con
loperazione di pulizia e trasparenza avviata dal nuovo ad
Piero Luigi Montani listituto passa da un core Tier 1 intorno
al 5% allattuale 8,4% che si alzer all8,7% con la conclusione
della cessione delle polizze. Ieri il cda di Fondazione, primo
azionista, ha confermato lincarico alladvisor Banca Imi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

era stato espresso su delega,


quindi da soci non presenti allassemblea. Cos hanno sentito un centinaio di sostenitori
della lista in questione.
emerso che la richiesta di deleghe in bianco non era una
pratica eccezionale. E che, secondo quanto ricostruito dagli
investigatori, in alcuni casi
non venne spiegato loro a che
cosa servissero e in altri fu
usata la loro firma senza che lo
sapessero. Non solo. Ad alcuni
direttori di filiale i superiori
gerarchici avrebbero dato indicazioni sul meccanismo delle deleghe.
I nuovi indagati, a vario titolo, sono ritenuti collettori della
raccolta. In una nota, Bazoli dichiara la propria totale estraneit ai fatti che sono oggetto
delle nuove prospettazioni di
indagine e rispetto allattivit
investigativa indica che afferisce ai medesimo procedimento dellanno passato. No
comment dai vertici di Ubi.
Confiab non centra, precisa
Confartigianato. Irraggiungibili Zanetti e Bardoni. Mentre
Breno parla di equivoco e
spiega: Ho finito la mia attivit in Cdo lanno prima dellassemblea. Ho partecipato come
un qualunque altro socio.
Giuliana Ubbiali
RIPRODUZIONE RISERVATA

Listituto veronese

Banco Popolare
in perdita
per 1,9 miliardi
Niente cedola
MILANO Una vita nuova. La

chiama cos lamministratore


delegato Pier Francesco
Saviotti, la nuova fase di Banco
Popolare dopo la pulizia di
bilancio effettuata dallistituto
di credito in seguito alle
indicazioni emerse dalla Bce a
fine ottobre dellanno scorso.
Le conseguenze dei test
pesano per quasi 2 miliardi di
rosso: Banco Popolare ha
chiuso infatti il 2014 con una
maxi perdita da 1,9 miliardi (606 milioni nel 2013) dopo
aver effettuato la pulizia di
bilancio alla luce dei risultati
dellasset quality review della
Bce che ha portato a
contabilizzare rettifiche su
crediti per 3,6 miliardi, di cui
2,5 miliardi nel solo quarto
trimestre. I proventi operativi
sono scesi del 5,5% a 3,4
miliardi, con margine di
interesse a 1,55 miliardi (-5,5%)
e commissioni nette stabili a
1,38 miliardi (-0,1%). In
aumento dello 0,7% a 2,27
miliardi gli oneri operativi, per
un rapporto cost/income
salito al 67%. Sono finiti i
sette anni delle vacche magre
ha aggiunto Saviotti . Ci
auguriamo che il 2015 sia il
primo segno di ritorno alla
normalit con una redditivit
certamente non
entusiasmante ma comunque
decorosa. Se poi tutto questo
viene accompagnato da una
crescita delleconomia, non
robusta ma almeno discreta,
credo che le nostre attese non
dovrebbero trovare ostacoli nel
concretizzarsi. Sullipotesi di
una bad bank di matrice
pubblica, Banco Popolare ha
dimostrato una sua
disponibilit: Credo che per il
sistema in genere, non solo
per noi, possa essere
unopportunit ha detto
lamministratore delegato .
Se verr realizzata non mi
tirerei indietro. Anche se, ha
aggiunto Saviotti, si tratter
poi di vedere come sar
impostata.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Gioved 12 Febbraio 2015

ECONOMIA

Risultati

Conferma lutile, ma senza dividendo, la Bper, che chiude il 2014 con


un risultato netto di 29,78 milioni di euro, in crescita rispetto ai 16,11
milioni dellanno precedente. La Banca Popolare dellEmiliaRomagna, guidata da Alessandro Vandelli (nella foto), ha presentato
ieri mattina a Milano anche il piano industriale che la guider al 2017,
con un obiettivo fissato al 9 per cento dellindicatore Rote (Return on
tangible equity) e un focus sulla valorizzazione delle risorse umane
che nei piani scenderanno di 581 unit, a 10.826 complessive e
sulle aspettative degli stakeholder. Il business model illustrato da
Vandelli punta a un recupero di efficienza, mantenendo per la
solidit dellistituto, che oggi evidenzia un indicatore Cet1 pari

Bper pensa al risiko


e conferma lutile
Ma senza dividendo

all11,26 per cento. Tra gli obiettivi annunciati a fine piano, utili netti a
400 milioni e un pay-out superiore al 30 per cento. Ma soprattutto la
Bper sembra oggi pronta a giocare un ruolo aggregante nel riassetto,
da pi parti dato per imminente, delluniverso delle banche popolari
italiane. Nella ipotetica Superpopolare del Nord listituto
modenese oggi sesta banca italiana per total asset (61 miliardi) e
numero di sportelli (1.273) e con un surplus di capitale di 630 milioni
di euro apporterebbe la leadership in una regione ad alta crescita
e una radicata doppia presenza in Sardegna.

Stefano Righi
RIPRODUZIONE RISERVATA

Bankitalia commissaria lEtruria

Lindustria
Grugliasco ritorna
in produzione
3 mila in fabbrica

Gravi perdite. Il tweet del ministro Boschi: smetteranno di dire che ci sono privilegi

Al vertice
Pier Luigi
Boschi, pap
del ministro
Maria Elena,
vicepresidente
di Banca
Etruria ora
commissariata

La banca dei miracoli borsistici stata commissariata dal


ministro dellEconomia su
proposta della Banca dItalia.
La Popolare Etruria, scheggia
impazzita nel gran rialzo delle
Popolari a cavallo della riforma
varata dal governo, continua
regolarmente la sua attivit ma
il consiglio di amministrazione azzerato e la gestione affidata a due commissari: Riccardo Sora e Antonio Pironti.
Non uno dei tanti commissariamenti per almeno due ragioni, una tecnica e una politica. una societ quotata in
Borsa e dunque la decisione
tocca anche, indirettamente,
una serie di puri investitori,
italiani ed esteri. E poi si potrebbe dire che il ministro Pier
Carlo Padoan commissariando
lEtruria ha commissariato il
pap del ministro per le Riforme, Maria Elena Boschi, e cio
Pier Luigi Boschi vicepresidente dellistituto di Arezzo. E proprio il ministro Boschi su Twitter ha immediatamente commentato: Smetteranno di dire
che ci sono privilegi? e Dura
lex, sed lex.
La decisione sostanziale,
tuttavia, di Bankitalia che da

tempo tiene sotto osservazione


lEtruria, 1.800 dipendenti, 186
sportelli (che continueranno a
funzionare) e una percentuale
del 22,9% (dati R&S Mediobanca 2013) di crediti dubbi sul totale dei crediti alla clientela, il
doppio di quasi tutte le altre
grandi Popolari.
La Vigilanza pi volte negli
ultimi anni andata in pressing sui vertici della banca.
Squilibri tecnici, rischi di credito, carenze di organizzazione
e di governo societario. A un
certo punto un terzo del portafoglio crediti era in default.
Quando un consiglio di amministrazione riceve verbali
ispettivi di quel tenore e ha il
fiato sul collo degli ispettori, di
solito oltre alle sanzioni (effettivamente comminate nellottobre scorso per un totale di
2,5 milioni), scatta la classica
pulizia. In questo caso stata
fatta troppo superficialmente
e la situazione degenerata. In
pi gi da fine 2013 lordine da
Via Nazionale era: Sposatevi
con qualcuno dalle spalle larghe. Ci avevano provato con la
Popolare Vicenza di Gianni Zonin in estate, senza risultato. Si
sarebbero messi insieme an-

I conti

Veneto Banca, rosso di 650 milioni


La revisione della qualit
degli attivi della Banca
centrale europea pesa sui
conti di Veneto Banca. Dopo
aver contabilizzato in bilancio
rettifiche nette relative
allAsset quality review della
Bce per 363 milioni e
svalutazioni degli avviamenti
(ridotti del 41%) per 390
milioni, listituto ha chiuso il
2014 con una perdita netta di
650 milioni. Nel 2014 gli

accantonamenti complessivi
sono stati pari a 746,4
milioni, di cui 539,6 riferiti
allaqr, pari ha fatto
sapere la banca alla totalit
delle provisions richieste
dalla Bce. Quanto agli
aggregati patrimoniali, la
raccolta salita del 2,5% a
24,6 miliardi, mentre il totale
dellattivo sceso del 2,2% a
36,5 miliardi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Ferrovie

Grandi Stazioni, via libera


alla privatizzazione
Il faro dei private equity
Partir i primi giorni di maggio, con un bando internazionale, la privatizzazione di
Grandi Stazioni. Un pezzo di
pregio delle Ferrovie dello Stato che ne controllano il 60%. Il
processo sar gestito dalladvisor Rothschild ingaggiato circa
un anno fa per seguire il dossier. Al suo fianco si aggiunto
lo studio legale Gianni Origoni
Grippo, mentre Legance lavora
per Grandi Stazioni. In pratica
si tratta dei negozi e gallerie
commerciali in 14 stazioni tra
Milano, Roma, Firenze, Venezia, Napoli, e Palermo, gestiti
appunto da Grandi Stazioni dove le Fs sono in condominio
con i privati raccolti in Eurostazioni che ha il restante 40%. Si
tratta di Pirelli, Sintonia dei Benetton, Vianini e le Sncf che
anni fa avevano scommesso sul
retail delle maggiori stazioni
italiane, un business mai veramente decollato, e che adesso

faranno cassa assieme alla holding dei treni. Secondo il mercato elevato il potenziale di
crescita. Il valore delloperazione sarebbe sopra i 600 milioni.
Il dossier stato pi volte aperto e rimesso nel cassetto nellultimo anno dalle Fs. Adesso
si parte. Il gruppo guidato dallamministratore delegato Michele Elia sta infatti impostando il percorso verso la privatizzazione del 40% della holding
dei treni attraverso la quotazione o il collocamento a investitori privati. E la cessione di
Grandi Stazioni uno dei capitoli a fianco della vendita delle
linee elettriche a Terna e allo
scorporo della rete convenzionale. Potenziali acquirenti, i
fondi internazionali come Cvc,
Permira, Carlyle o operatori di
centri commerciali come
McArthurGlen.
Daniela Polizzi
RIPRODUZIONE RISERVATA

La vicenda

La decisione
di via XX Settembre
Gravi perdite del patrimonio.
Questa la causa della proposta
di amministrazione straordinaria
di Bankitalia con la quale il
ministero dellEconomia ha
disposto lo scioglimento del
consiglio di amministrazione di
Banca Etruria. Perdite che
sono emerse dagli accertamenti

La lente sui crediti,


arrivano i commissari
Le perdite sono dovute a
consistenti rettifiche sul
portafoglio crediti. I commissari
straordinari nominati da Bankitalia
sono Riccardo Sora e Antonio
Pironti, mentre Paola Leone,
Silvio Martuccelli e Gaetano Maria
Giovanni Presti sono componenti
del Comitato di Sorveglianza

35

che due protagonisti dei grandi distretti italiani della lavorazione delloro, Arezzo e Vicenza. C chi dice che proprio
questo sia il motivo della rottura. Fatto sta che nel gruppo
Etruria nascosto un gigante nel trading di oro e metalli
preziosi: Oro Italia Trading,
che fattura quasi 500 milioni.
Fallito il matrimonio con Vicenza, ad Arezzo hanno tirato a
campare ma in un quadro di
ulteriore deterioramento patrimoniale. E i conti al 30 settembre sono uno choc: 126 milioni di perdita. Lannuncio gi
ad agosto della trasformazione
in societ per azioni sembra
anchesso un modo per traccheggiare. uninerzia gestionale che ha una conseguenza
diretta: la Vigilanza a novembre torna in forze ad Arezzo per
unispezione generale. Il 10
gennaio un consiglio damministrazione prende atto che i
coefficienti patrimoniali sono
sotto i minimi e ieri lultimo
consiglio che ha recepito il bilancio (poi congelato) prima del commissariamento.
Mario Gerevini
mgerevini@corriere.it
RIPRODUZIONE RISERVATA

410
gli esuberi
della Popolare
dellEtruria
nellaccordo
con i sindacati

32
milioni di euro
la richiesta
di riduzione
del costo
del lavoro

53,1
per cento
lindice di
sofferenze di
Banca Etruria
per i prestiti
erogati
alla clientela

roblemi di fornitura
risolti, Grugliasco
torna in produzione.
Lo stop forzato che
bloccava la Maserati dal 3
febbraio finito ieri, con il
regolare rientro in fabbrica
dei tremila dipendenti.
Dalle linee hanno cos
ripreso a uscire le Ghibli e
le Quattroporte, emblemi
del rilancio del marchio e
della rivoluzione
premium cui Sergio
Marchionne sta
sottoponendo lintera Fca.
In Maserati il test ha senza
dubbio funzionato: 36 mila
auto consegnate nel 2014,
con Usa e Cina primi
mercati, significano una
performance del 136% sul
2013 e moltiplicano di ben
sei volte i numeri di
partenza, nel 2012.
Gennaio 2015 ha
confermato i livelli di
vendita. Febbraio, a meno
di turni straordinari, non
potr replicare: il conto
della mancata produzione
di almeno 800 vetture.
R. Po.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Gioved 12 Febbraio 2015 Corriere della Sera

36
ESTRATTO AVVISO PER MANIFESTAZIONE DI INTERESSE
PER LA SPONSORIZZAZIONE FINANZIARIA DELLA LINEA 5
DELLA METROPOLITANA DI MILANO E/O DELLE RELATIVE STAZIONI
1) Soggetto procedente: Metro 5 S.p.A., via Adige n. 19, 20135 Milano.
2) Punti di contatto: Area Commerciale tel.02/30075400; fax 02/30075444;
mail aree.commerciali@metro-5.com; pec metro5@pec.it.
3) Oggetto: acquisizione di manifestazioni di interesse per la sponsorizzazione finanziaria
della Linea 5 della Metropolitana di Milano, Tratte Bignami - Garibaldi e Garibaldi San Siro (di seguito la Linea 5), mediante laffiancamento del nome/logo/marchio
dello sponsor alla denominazione della Linea 5 e/o delle relative stazioni nel rispetto
degli indirizzi approvati con la deliberazione della Giunta Comunale n. 2495 del 6 dicembre 2013, integrati con la deliberazione della Giunta Comunale n. 128 del 7 agosto
2014, incluso leventuale rivestimento degli spazi interni della Linea 5 e delle stazioni
con i caratteri distintivi del nome/marchio/logo dello sponsor (c.d. brandizzazione).
4) Soggetti ammessi a presentare le manifestazioni di interesse, contenuti e documentazione richiesta: si rinvia allAvviso integrale pubblicato nel sito di Metro 5 S.p.A. allindirizzo www.metro-5.com.
5) Termine per presentare le manifestazioni di interesse: 28/02/2015.
6) Ai soggetti che avranno presentato le manifestazioni di interesse verr comunicato il
relativo esito e leventuale diritto di sottoporre un progetto di sponsorizzazione a Metro
5 S.p.A. entro il termine di 30 giorni decorrenti dalla ricezione della comunicazione di
ammissione.
7) Scelta del progetto di sponsorizzazione ed approvazione del Comune di Milano: si rinvia
allAvviso integrale.
8) Il presente Avviso non un bando di gara e non costituisce unofferta al pubblico ai
sensi dellart. 1336 c.c. e pertanto non sono previste attribuzioni di punteggi o graduatorie o altre classificazioni di merito. La ricezione e raccolta di manifestazioni di interesse si intende, quindi, volta a favorire la consultazione del maggior numero di imprese
eventualmente interessate, ma non in alcun modo vincolante per Metro 5 S.p.A. e
per il Comune di Milano.
9) Informazioni complementari: nellAvviso per esteso e nella documentazione ivi richiamata che potr essere acquista tramite i punti di contatto di cui al precedente punto 2.
AVVERTENZA: Per tutto quanto non previsto dal presente avviso si rinvia allAvviso integrale pubblicato nel sito di Metro 5 S.p.A. allindirizzo www.metro-5.com.
F.to lAmministratore Delegato - Ing. Giovanni DAl
Universit degli Studi di Firenze
ESTRATTO BANDO DI GARA
ENTE APPALTANTE: P.za San Marco 4 50121 Firenze. PROCEDURA DI GARA: Procedura aperta.
CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE: art. 82 del D.Lgs.
163/2006. OGGETTO: G 292 - procedura aperta per
laffidamento, a mezzo accordo quadro ad un unico
operatore, del servizio di rilegatura di periodici, libri
e rilegatura con riparazione di volumi moderni del
sistema bibliotecario di ateneo, nonch rilegatura
di altra documentazione, per il periodo di 48 mesi
dalla data effettiva di decorrenza del servizio. REQUISITI PER LA PARTECIPAZIONE E MODALITA
DI PRESENTAZIONE DELLOFFERTA: vedi disciplinare di gara e relativi allegati, pubblicati sul sito
www.unifi.it. SCADENZA RICEZIONE OFFERTE:
entro e non oltre il 17/03/2015.
Il Dirigente - Dott. Massimo Benedetti
UNIVERSITA DEGLI STUDI DI FIRENZE
ESTRATTO AVVISO DI AGGIUDICAZIONE DI APPALTO DI SERVIZI
ENTE APPALTANTE: Piazza San Marco n. 4 - 50121 Firenze PROCEDURA DI GARA: Procedura aperta - CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE: Art. 83 d.lgs. 163/2006 e s.m. - OGGETTO: G 276 Procedura aperta per il servizio di brokeraggio assicurativo a favore
dellUniversit degli Studi di Firenze per il periodo dal 01.01.2015
ovvero dalla data effettiva di inizio del servizio per la durata di 3
anni, eventualmente rinnovabile per ulteriori 3 anni. CIG:
59323000D4. ULTERIORI INFORMAZIONI: http://www.unifi.it/vp2619-servizi-esiti.html.
Firenze, 5 febbraio 2015
Il Dirigente - Dott. Massimo Benedetti

Estratto Avviso di gara


Fondirigenti, il Fondo Interprofessionale per la formazione continua dei dirigenti, promosso da
Confindustria e Federmanager,
si propone di individuare soggetti
interessati allaffidamento delle
attivit di gestione e manutenzione del proprio Sistema Informatico. Il sistema di selezione
la procedura aperta, con il criterio dellofferta economicamente
pi vantaggiosa ai sensi dellart.
83 del decreto legislativo n.
163/2006 e successive modificazioni. Limporto a base dasta
di 700.000,00 Euro e la scadenza per la presentazione delle
offerte fissata al 31 marzo
2015, entro le ore 13,00. Le caratteristiche del servizio e i dettagli per la presentazione delle
offerte sono disponibili sul sito
www.fondirigenti.it.
La Pretura del Distretto di Lugano (TI - Svizzera)
richiamata la decisione 17 dicembre 2014
diffida
chiunque ritenesse di essere erede del defunto
Giovanni Di Michele, figlio di Guerino e Leondina
nata Pompetti, nato a Cellino Attanasio (Teramo - Italia) in data 1. maggio 1939, cittadino italiano, con
ultimo domicilio in Lugano (Ticino - Svizzera), deceduto a Lugano il 4 gennaio 2013, ad annunciarsi
a questa Pretura entro il termine di un anno dalla
pubblicazione della presente grida.

TRIBUNALE DI ASCOLI PICENO


ESTRATTO del bando pubblico di partecipazione a gara senza incanto
per impegno irrevocabile allacquisto dellintero compendio mobiliare ed immobiliare dellazienda
CENTRO ACCESSORI Srl in fallimento
Si procede alla pubblicazione per estratto del decreto e contestuale bando pubblico di partecipazione
a gara senza incanto per la vendita di intero compendio aziendale.
Il Giudice Delegato alla procedura concorsuale del Tribunale di Ascoli Piceno, Dott. Raffaele Agostini,
nonch il Curatore della procedura fallimentare n. 52/2014 Tribunale Ascoli Piceno, Dott. Tonino Napoletani
rendono noto
il seguente bando per la partecipazione alla gara per lacquisto dei beni meglio descritti nella relazione
di stima, resa disponibile al pubblico presso la Cancelleria del Tribunale di Ascoli Piceno, la societ
Archivi & Servizi srl, ed il relativo Curatore, nonch sui siti internet www.fallimentiascoli.com e
www.archivieservizi.com.
Tutto ci premesso, si riportano di seguito le condizioni di partecipazione.
BENI OGGETTO DEL BANDO
Acquisto dazienda - con impegno irrevocabile - composto dai beni descritti nella perizia estimativa
asseverata dellEsperto Stimatore Geom. Danilo Turla, depositata presso la Cancelleria Fallimentare
del Tribunale di Ascoli Piceno in data 02/02/2015, e resa disponibile al pubblico nei modi sopra illustrati.
Tra i beni oggetto del bando di vendita non sono compresi quelli in propriet di terzi ovvero oggetto
di leasing, vendita con riserva di propriet etc.
Il prezzo minimo da offrirsi per lacquisto dei beni, esaminate le relazioni agli atti e considerato che
la procedura non in condizioni di fornire alcuna garanzia sulla qualit dei beni n tantomeno sulla
conformit degli stessi alle normative vigenti, tenuta altres presente la rilevante complessit del compendio, s che non possa praticarsi la semplice somma algebrica dei valori dei singoli beni, fissato
in 2.000.000,00 (euro duemilioni/00), oltre eventuali imposte di legge.
Nellipotesi di pi offerte pervenute, verr aperta asta competitiva tra gli offerenti ammessi, con rilanci
in aumento del 5% (cinque percento) del miglior prezzo offerto.
Le offerte dovranno essere corredate a pena di inammissibilit di un piano industriale che sar assoggettato al vaglio preliminare di attendibilit secondo quanto previsto al p. 3.c del bando.
La cauzione da versarsi secondo le modalit di cui al p. 11 del bando ammonta a 85.000,00 (euro
ottantacinquemila/00).
CONDIZIONI
1. la consegna dei beni oggetto del presente bando, liberamente ispezionabili da ogni interessato, avverr nello stato di fatto e di diritto in cui gli stessi si trovano senza alcuna garanzia per vizi o altra
mancanza;
2. i beni ricompresi nel presente bando sono altres visibili sui siti internet www.fallimentiascoli.com
e archivieservizi.com, e gli interessati potranno richiedere ogni informazione tecnica al Coadiutore
Stimatore Geom. Danilo Turla (tel. 329 8626219);
3. ogni offerta, segreta ed irrevocabile, da inviare in plico chiuso mediante raccomandata postale a/r,
o altro sistema di trasmissione ovvero depositata presso la Cancelleria Fallimentare del Tribunale di
Ascoli Piceno
dovr:
3.a - recare la scritta vendita senza incanto dellazienda Centro Accessori srl, stabilimento di
Casoli (CH) - Zona Industriale Est;
3.b - pervenire in busta chiusa presso la Cancelleria sopra indicata entro e non oltre le ore 12.00
del giorno 05 marzo 2015;
in data 05 marzo 2015, alle ore 13.00, in caso di pluralit di offerte, dinnanzi al Giudice Delegato del
Tribunale di Ascoli Piceno, avr luogo lapertura delle buste con conseguenti eventuali gare al rialzo
secondo quanto meglio specificato in precedenza.
Condizioni di partecipazione e ulteriori informazioni sono disponibili sui siti internet indicati in premessa
oppure presso la Cancelleria Fallimentare del Tribunale di Ascoli Piceno.
Ascoli Piceno, 02 Febbraio 2015
Il Giudice Delegato
Il Curatore Fallimentare
Dott. Raffaele Agostini
Dott. Tonino Napoletani

ANAS S.p.A.
DIREZIONE GENERALE

AVVISO RELATIVO AGLI APPALTI AGGIUDICATI


Sul foglio inserzioni della Gazzetta Ufciale della Repubblica Italiana n.18 del 11.02.2015
sar pubblicato lavviso relativo agli appalti aggiudicati relativo a: Oggetto: Sigla PA 02/14
- Descrizione - Itinerario Nord - Sud S. Stefano di Camastra - Gela. Completamento ed
integrazione dei lavori di ammodernamento e sistemazione del tratto compreso tra i km
38+700 e 42+600 della S.S.117 Centrale Sicula in corrispondenza dello svincolo con la SS.
120 e lo svincolo di Nicosia Nord. Codice CUP F76G01000040001- Codice CIG 5631616C87;
Criterio di aggiudicazione: Offerta economicamente pi vantaggiosa ai sensi degli artt. 81
e 83 del D.Lgs 163/2006 e ss.mm.ii., Offerte ricevute: n. 17; Aggiudicatario: Ricciardello
Costruzioni S.r.l. (Progettisti indicati: Politecnica Ingegneria ed Architettura Soc. Coop. Sering Ingegneria S.r.l.- I.R. Ingegneri Riuniti) - con un importo offerto di 63.716.305,07,
comprensivo di 3.663.584,86 per oneri relativi alla sicurezza non soggetti a ribasso e di
575.000,00 per spese di progettazione esecutiva assoggettate a ribasso. Lavviso integrale
stato inviato alla GUCE in data 10.02.2015, pubblicato sullalbo della sede legale di Roma e
sul sito internet www.stradeanas.it e sul sito www.infrastrutturetrasporti.it.
IL DIRIGENTE RESPONSABILE GARE E CONTRATTI
Roma, l 12.02.2015
Avv. Daniele Tornusciolo
VIA MONZAMBANO, 10 - 00185 ROMA
Tel. 06/44461 - Fax 06/4454956 - 06/4456224 sito internet www.stradeanas.it

ANAS S.p.A.
DIREZIONE GENERALE

AVVISO RELATIVO AGLI APPALTI AGGIUDICATI


Sul foglio inserzioni della Gazzetta Ufciale della Repubblica Italiana n.18 del 11.02.2015
sar pubblicato lavviso relativo agli appalti aggiudicati relativo a: Oggetto: Sigla PZ 11/14
- Descrizione - Adeguamento strutturale e messa in sicurezza dellItinerario Basentano
(compreso raccordo autostradale Sicignano-Potenza) ed innalzamento dellaccessibilit
alla citt capoluogo di Regione. Codice CUP F47H09001460001 - Codice CIG 59451404BA;
Criterio di aggiudicazione: Prezzo pi basso inferiore a quello posto a base di gara
determinato mediante offerta a prezzi unitari, ai sensi degli articoli 81 e 82 del D. Lgs. 163/06
e ss.mm.ii.; Offerte ricevute: n. 22; Aggiudicatario: A.T.I. TECNIS S.p.A. - SINTEC S.p.A.
(Progettista indicato: DAM S.p.A.) - con un importo offerto di 19.634.724,96 comprensivo
di 2.863.250,55 per oneri relativi alla sicurezza non soggetti a ribasso e di 205.301,35 per
spese di progettazione esecutiva assoggettate a ribasso. Lavviso integrale stato inviato alla
GUCE in data 10.02.2015, pubblicato sullalbo della sede legale di Roma e sul sito internet
www.stradeanas.it e sul sito www.infrastrutturetrasporti.it.
IL DIRIGENTE RESPONSABILE GARE E CONTRATTI
Roma, l 12.02.2015
Avv. Daniele Tornusciolo
VIA MONZAMBANO, 10 - 00185 ROMA
Tel. 06/44461 - Fax 06/4454956 - 06/4456224 sito internet www.stradeanas.it

COMUNE DI NAPOLI
ESTRATTO ESITO DI GARA
Si avvisa che il 02/02/2015 stato inviato alla GUUE l'esito della gara ad oggetto Affidamento del
servizio di refezione scolastica per le dieci Municipalit del Comune di Napoli, suddivisa in
dieci lotti, pubblicato il 06/02/2015 (2015/S026-043624). L'avviso (riportante l'indicazione, per
ciascun lotto, di CIG, Determinazione Dirigenziale di aggiudicazione, numero di offerte pervenute,
denominazione e recapito dell'aggiudicatario, valore inziale e finale dell'appalto) in corso di pubblicazione sulla Guri V Serie speciale e sul Burc, nonch disponibile sul sito www.comune.napoli.it.
Il Dirigente SACUAG Area Gare Forniture e Servizi - avv. Rossana Lizzi

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI


Provveditorato interregionale per le opere pubbliche
per la Campania, il Molise, la Puglia e la Basilicata
Sede centrale di Napoli
Stazione unica appaltante
Ente delegato dal Comune di Casoria (NA)
ESTRATTO ESITO DI GARA
Si comunica, a norma degli artt.65 del D.lvo 163/2006 e s.m.i. che questo Provveditorato in data 15.01.2014 e successivi prosiegui ha esperito la procedura aperta per
laffidamento in concessione della gestione, la conduzione e la manutenzione ordinaria, del Centro Polifunzionale Sportivo sito in via Michelangelo, di propriet del comune di Casoria composto dal palazzetto dello sport denominato Palacasoria e
dallimpianto sportivo attiguo denominato Piscina ComunaleCIG n. 5569287106.
Con D.P.n.42770 del 23.12.2014 lappalto stato aggiudicato definitivamente all Associazione Sportiva Dilettantistica Alba Oriens con sede in Casandrino (NA) alla via
Paolo Borsellino n.10 con una percentuale di rialzo sul canone annuo a base di gara
del 111%.
Il Dirigente - Arch. Giovanni Di Mambro
Il Provveditore - Dott. Ing Vittorio Rapisarda Federico

Corriere Economia presenta

REGIONE CAMPANIA
DIREZIONE GENERALE PER LE RISORSE STRUMENTALI
Sul BURC del 09/02/2015 e sul sito www.regione.campania.it - link
Bandi e Gare della Centrale Acquisti, stato pubblicato il bando di
gara a procedura aperta relativo alla Procedura aperta per laffidamento della fornitura e istallazione di n. 4.580 defibrillatori semiautomatici e n. 4.580 teche, da destinare ai plessi scolastici
della Regione Campania. CIG: 5912420. Le domande di partecipazione dovranno pervenire entro il 16/03/2015.ore 13,00 alla Regione
Campania, Direzione Generale per le Risorse Strumentali - Via P. Metastasio 25/29 80125 Napoli. Per informazioni - tel. 081/7964520.
Il Direttore Generale - Dr. Mauro Ferrara
Per la pubblicit
legale e nanziaria
rivolgersi a:

RCS MediaGroup S.p.A.


Via Rizzoli, 8 - 20132 Milano

Via Rizzoli, 8 - 20132 Milano


Tel. 02 2584 6665
Fax 02 2588 6114

Vico II San Nicola alla Dogana, 9


80133 Napoli
Tel. 081 49 777 11 Fax 081 49 777 12

Via Campania, 59 C - 00187 Roma


Tel. 06 6882 8650
Fax 06 6882 8682

C.so Vittorio Emanuele II, 60


70122 Bari
Tel. 080 5760 111 Fax 080 5760 126

FINALMENTE I CORSI IN ECONOMIA


DIGITALE CHE STAVI CERCANDO
I corsi di una giornata, acquistabili singolarmente o a pacchetto
mini-master (4 corsi), vi aspettano a partire dal 5 marzo 2015. Tutti
i gioved, dalle 9:30 alle 18:00 a Milano, presso Copernico. Docenti
altamente qualificati condurranno Manager e Professionisti verso i
principali temi digitali.
I corsi in aula in Digital Strategy:

I corsi in economia digitale


per migliorare il tuo prolo professionale

Come creare valore in Azienda tramite il Digital


Docente: Alberto Giusti - 05/03/2015
Come creare una strategia digitale di successo per il tuo brand
Docente: Alberto Vottero - 12/03/2015
Digital Start Up e Fund raising
Docente: Antonello Carlucci - 19/03/2015
Come creare un sito web di successo
Docente: Carlo Terreni - 26/03/2015
I nostri corsi
a partire da 400,00 + IVA

Il mini-master
a 1.400,00 + IVA

Consulenza speciale di:

Iscriviti subito su www.martedigital.it

condivide et impera

Media Partner

Corriere della Sera Gioved 12 Febbraio 2015

ECONOMIA

37

Risparmio gestito
Banca Generali, profitti netti a 161 milioni

I conti
Ansaldo Sts, i ricavi salgono del 6%

Strategie
Cimbri apre al risiko con Unipol banca

Banca Generali ha chiuso il 2014 con un utile consolidato di 161


milioni (+14%) e ricavi in rialzo a 419 milioni. Le commissioni di
gestione sono salite del 21% a 359 milioni e le masse gestite hanno
raggiunto quota 36,6 miliardi (+26%). Allassemblea verr proposto
un dividendo di 0,98 euro ad azione pari a un payout del 70% che
lamministratore delegato di Banca Generali, Piermario Motta,
auspica si riavvicini verso l80% lanno prossimo.

Crescita degli ordini del 23% a 1,8 miliardi e incremento dei ricavi del
6% a quota 1,3 miliardi. Ansaldo Sts ha registrato nel 2014 un
risultato operativo del 6,4% a 124,5 milioni. I dati, ha fatto sapere
lazienda in una nota, sono in linea con le previsioni fornite per il
2014 e migliorativi per ordini, portafoglio ordini e redditivit
operativa. Per il 2015 le attese sono di ordini acquisiti tra 1,6 e 2
miliardi, con ricavi tra 1,3 e 1,4 miliardi.

Unipol seguir, ed eventualmente parteciper, alla possibile


stagione di consolidamento del settore bancario solo con unottica di
valorizzazione di Unipol Banca. Lo ha detto il numero uno del
gruppo Carlo Cimbri nel corso della presentazione del bilancio 2014,
chiuso con utili per 505 milioni in aumento del 169%. Cimbri ha
sottolineato che siamo su livelli ben al di sopra degli obiettivi del
piano che ha portato al salvataggio di Fonsai.

RIPRODUZIONE RISERVATA

RIPRODUZIONE RISERVATA

RIPRODUZIONE RISERVATA

Svolta Unicredit, utile a 2 miliardi


Non serve capitale, cresce la cedola

Il caso
Le fusioni nellauto,
la spinta del mercato
e la candidatura Fca
di Raffaella Polato

Ghizzoni: La ripresa? Arriver con lexport. Via alla cessione di Uccmb a Fortress
Unicredit raggiunge la
soglia dei 2 miliardi di utili, come annunciato dal ceo Federico Ghizzoni a inizio anno, e nonostante un 2014 ancora difficile per leconomia italiana il
banchiere pu dichiarare ufficialmente chiusa la fase di turnaround in Italia. Lattivit
bancaria totale nel nostro Paese compresa la parte non
core, quella degli attivi non
pi strategici, soprattutto in
sofferenza segna un profitto
annuo di 318 milioni rispetto
alla perdita di 373 milioni nel
2013, con margine di interesse
e commissioni in ascesa e costi
in calo. Quella della commercial bank Italy arriva a un utile
di 2,1 miliardi (+46,7%). Tuttavia il mercato ha invertito subito la rotta dopo la pubblicazione dei dati, alle 14, e il titolo ha
perso alla fine il 3,46%.
Gli operatori sono stati colpiti negativamente soprattutto
dallo scrip dividend cio
dalla cedola (di 12 centesimi
per azione, +20%) in azioni a
meno che il socio non richieda
il pagamento cash, che pure
stata la soluzione adottata lanno scorso dall80% dei soci ed
prevista dallo statuto. Ma ha
pesato anche la riduzione del
patrimonio.
La discesa del principale parametro sul capitale (il core
MILANO

Un anno a Piazza Affari


IERI
5,30 euro
-3,46%

5,15

feb

mar

apr

mag

giu

lug

ago

set

ott

dic

gen

feb
dArco

318
milioni di euro
gli utili
nellattivit
bancaria.
Lanno passato
il gruppo aveva
fatto registrare
perdite per 373
milioni di euro

tier 1 ratio al 10,41% dal 10,8%


di fine settembre) aveva fatto
temere a qualche operatore un
eventuale ricorso un aumento
di capitale, assolutamente lo
escludo, ha spiegato Ghizzoni
in conferenza stampa affiancato dal direttore generale Roberto Nicastro, perch il capitale
superiore a quanto ci ha indicato la Bce. Non c alcuna esigenza, siamo a 65 punti base in
pi rispetto al piano industriale. Lobiettivo ora ripristinare
il capitale gi nei prossimi mesi
sia con la generazione di utili
sia con le operazioni di m&a in
corso, come la cessione di
una quota di Pioneer a Santander. Con gli analisti ha poi aggiunto: In caso di bisogno
non esiterei a cercare di cedere

altri asset, ma sono sicuro che


la generazione interna di utili
sar sufficiente a rafforzare la
nostra base di capitale.
In terzo luogo sul patrimonio ha pesato il mancato conteggio di 3,5 miliardi di bond
subordinati (cosidetti Tier 2)
nel capitale totale, come richiesto dallEba: ma gi dai prossimi giorni saranno emesse nuove obbligazioni che li sostituiscano, ha detto Ghizzoni. Infi-

Cessione di Pioneer
Maggior capitale
anche a grazie alla
cessione di una
quota a Santander

ne hanno avuto un impatto


anche la crisi della Russia e le
tensioni in Ucraina: le svalutazioni delle valute, soprattutto il
rublo, hanno impattato per 1,1
miliardi di euro come patrimonio (non a conto economico).
La situazione della banca
migliorata, ha sottolineato
Ghizzoni, sotto il profilo dei
crediti deteriorati, la cui copertura attestata al 51,3%: gli accantonamenti si attestano a 4,3
miliardi e per Ghizzoni il picco
stato raggiunto nel 2014 e che
nel 2015 cominceranno finalmente a scendere.
Aiuta anche il contesto macroeconomico. La stima sul Pil
per lItalia ancora allo 0,4%
ma credo che euro debole,
energia, tassi bassi, liquidit in
arrivo e le riforme che comunque sono arrivate potrebbero
far pensare anche a una crescita superiore allo 0,4%. Per noi
lexport positivo per la ripresa e anche per la banca, visto
che tra la clientela corporate ci
sono tanti esportatori. Altro capitolo del piano industriale che
si chiude la cessione di Uccmb (la bad bank interna di
Unicredit) a Fortress-Prelios,
da siglare a breve, che consentir a Unicredit di liberarsi di
altri 2,4 miliardi di sofferenze.
Fabrizio Massaro

Il manager

Federico
Ghizzoni,
59 anni,
amministratore
delegato
di Unicredit
dal 30
settembre
2010.
Ha cominciato
la sua carriera
bancaria a
Piacenza, sua
citt natale,
in una filiale
di Credito
Italiano e ha
fatto
esperienze
a Londra e
a Singapore

La ricapitalizzazione sale a 3 miliardi. Viola: la banca in grado di rispettare i nuovi obblighi

Viola: anno
complesso
ma sotto
molti punti
di vista
abbiamo
fatto meglio
dei
concorrenti

1,071 miliardi di Monti Bond residui. La ricapitalizzazione sar


pre-garantita dallo stesso consorzio guidato da Ubs, Goldman Sachs, Citi e Mediobanca
che gi si era impegnato per
2,5 miliardi. Sale cos a 8 miliardi il capitale fresco chiesto
ai soci nel giro di un anno, se si
considera anche laumento da
5 miliardi dello scorso giugno e
servito per rimborsare i primi 3
miliardi di Monti Bond. Mps
comunque pu affermare ora
di avere la capacit attuale e
prospettica di rispettare gli obblighi aggiuntivi con la Bce.
A Siena sembrano tirare il

fiato: Il periodo di incertezza


dopo il comprehensive assessment ormai concluso, ha
detto Viola. La buona notizia
che nonostante un 2014 complesso la banca riuscita a
completare i propri programmi in termini di riduzione dei
costi e di aumento dei ricavi.
Consideriamo completamente
risanato il bilancio e guardiamo con fiducia al 2015.
La cura stata dura: sono
usciti 5.200 dipendenti, che diventeranno 8 mila entro il 2017.
E le filiali si sono ridotte ancora. Oggi sono 2.186: il gruppo
sta tornando ai circa 2 mila

sportelli pre-Antonveneta.
Mps sottolinea per il trend
positivo dei ricavi primari, con
il margine di interesse core a
+ 3%, le commissioni nette a
+2,4%, e i costi operativi in calo
del -2,2%. Il risultato prima delle rettifiche in crescita del
28% a 1.473 milioni. Sotto
molti punti di vista abbiamo
fatto meglio dei concorrenti,
ha detto Viola. Adesso bisogner capire chi sottoscriver
laumento, se il mercato oppure qualche istituto cui far gola
una banca finalmente pulita.
F. Mas.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Aereoporti pubblici

Aena vola in Borsa


E Madrid incassa
La societ spagnola Aena,
che gestisce 46 aeroporti, tra
cui Madrid e Barcellona, in
Spagna e altri 15 nel resto del
mondo, ha chiuso in rialzo
del 20,7%, a 70 euro, il giorno
del debutto in Borsa,
nonostante lindice Ibex in
calo dell1,29%. Il governo
spagnolo, che ha collocato il
49% del capitale, conserva il
51% di Aena.
RIPRODUZIONE RISERVATA

iura di non avere


colloqui in corso con
nessuno. Ma chiaro
il messaggio: Fiat Chrysler
Automobiles pronta a una
fusione. E prima o poi,
avverte Sergio Marchionne,
i costruttori oggi riluttanti
al consolidamento
saranno costretti ad
accettare quello che un
processo inevitabile.
un avvertimento e
insieme una candidatura
da posizioni di forza il
segnale che il leader di Fca
lancia dalle colonne del
Financial Times.
Lavvertimento comincia
cos: i concorrenti non
possono continuare a
sottrarsi a un serio dibattito
sui merger, dovranno
cominciare a fare i conti
con la realt. E la realt,
aggiunge, gi oggi questa:

Il ceo di Fca Sergio Marchionne

RIPRODUZIONE RISERVATA

Mps, maxiperdita di 5,4 miliardi e aumento pi pesante


La cura per salvare Mps stata pi pesante del previsto: la
banca senese chiude lanno con
una maxi-perdita di 5,34 miliardi, ben oltre i 3 miliardi attesi dagli analisti, a causa di
7,82 miliardi di rettifiche sui
crediti nate da una stretta sulle
valutazioni. Il salasso stato in
parte assorbito da 2,3 miliardi
di benefici fiscali sulle perdite.
In pi, per colmare lammanco
patrimoniale di 2,11 miliardi indicato dalla Bce, Mps innalzer
a 3 miliardi laumento di capitale dalliniziale proposta di 2,5
miliardi di euro. La maxi perdita del 2014 segue quella di 1,4
miliardi del 2013 e rappresenta
lundicesimo trimestre in perdita della banca presieduta da
Alessandro Profumo e guidata
da Fabrizio Viola.
Mps dovrebbe risolvere cos i
propri problemi patrimoniali e
ritrovarsi anche con le spalle
pi larghe, visto che il tasso di
copertura dei crediti deteriorati stato portato al 48,9% dal
41,8% di fine 2013. Inizialmente
Francoforte aveva richiesto una
soglia minima di patrimonio
(il cosidetto Cet1 ratio) provvisoria del 14,3%, ma ora quellasticella di patrimonio si ridotta al 10,2%. E con laumento
fino a 3 miliardi la banca pu
raggiungere un livello di stabilit superiore, all11,4%, una volta restituiti al Tesoro anche gli

I vertici

In alto
Alessandro
Profumo,
57 anni,
presidente
del Monte
dei Paschi
di Siena,
Sotto
lamministratore delegato
della banca
Fabrizio Viola,
56 anni

come dimostra la battaglia


ingaggiata da quattro
hedge funds per ottenere
un posto nel board di
General Motors, le case
automobilistiche sono
finite nel mirino di quelli
che Marchionne chiama
investitori attivisti (ma
nel quotidiano vengono
spesso definiti
speculatori). Sulle prime,
prevede, molti consigli
damministrazione
cercheranno di difendersi
con avvocati e banchieri.
Ma non servir. E qui arriva
la candidatura, perentoria:
Alla fine dovranno venire
al tavolo e discutere una
fusione, con noi o con
qualcun altro grande
costruttore.
a questo punto che
lamministratore delegato
di Fca stressa il
verbo usato dallFt
ancora una volta il concetto
del non ho colloqui con
nessuno. E tuttavia,
ricorda il quotidiano
citando un banchiere attivo
nei deal industriali
internazionali, per poter
competere al meglio sul
piano globale e insieme
tagliare i costi Fca pronta
a un merger con un altro
grande player, che sia negli
Usa, o in Europa, o in Asia.
Ovunque, insomma. Anche
se, ricorda ancora lFt,
chi conosce bene
Marchionne sa che
Volkswagen o Gm sono gli
unici che soddisferebbero il
suo stomaco.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Gioved 12 Febbraio 2015 Corriere della Sera

38

AIUTO cuoco con esperienza offresi a


Milano.
Referenziato.
Tel.
392.09.33.941
BARISTA con esperienza caffetteria,
ottima conoscenza inglese offresi Milano citt. 340.71.06.042
COLLABORATRICE in agriturismo,
mansioni varie offresi Milano, Brescia
e province. 342.51.25.048
PANETTIERE apprendista offresi, disponibilit immediata. 342.85.46.031

Gli annunci si ricevono


tutti i giorni su:

www.piccoliannunci.rcs.it
agenzia.solferino@rcs.it
oppure nei giorni feriali
presso lagenzia:

Milano Via Solferino, 36


tel.02/6282.7555 - 7422,
fax 02/6552.436
Si precisa che ai sensi dellArt. 1, Legge
903 del 9/12/1977 le inserzioni di ricerca
di personale devono sempre intendersi rivolte ad entrambi i sessi ed in osservanza
della Legge sulla privacy (L.196/03).

ABILE segretaria ufficio commerciale,


inglese, francese, Windows, Mac, data
entry offresi. 331.12.23.422
AIUTO contabile, impiegata commerciale con pluriennale esperienza offresi full/part-time. 340.59.89.168
AIUTO contabile, pluriennale esperienza contabilit generale, fatturazione attiva/passiva, gestione cassa, banca, valuta proposte preferibilmente
part-time. 338.74.70.197
ASSISTENTE segretaria pluriesperienza, diplomata, inglese, cerca impiego, tel. 348.60.92.068.
AGENTE plurimandatario componenti elettronici/elettromeccanici zona
Lombardia B2B disponibile valutare
nuovi mandati. Mail:
maxmau2378@vodafone.it
COMMERCIALE estero, arredamento contract ufficio/residenziale. Gestione clienti, scouting, portafoglio
clienti, coordinamento funzioni aziendali, sviluppo prodotti, comunicazione, piani di marketing/vendite. Mobile
345.79.56.127
AUTISTA di fiducia, esperienza ventennale, referenziato, cerca lavoro anche part-time. 333.95.76.523
ELETTROMECCANICO elettricista,
manutentore, magazziniere, buona
manualit, assistente di direzione. Inglese discreto, offresi. 331.24.37.105
FATTORINO, conoscenza approfondita Milano, varie esperienze lavorative (anche recupero crediti) offresi.
340.14.58.303

Nome

Data

Valuta

Quota/od.

AUTISTA privato abile solutore problemi a disposizione. Tel.


334.16.91.609
COLLABORATORE domestico srilankese offresi anche badante, custode, ottima presenza, ottime referenze.
388.93.06.393
COLLABORATORE domestico srilankese, offresi come badante, autista.
Presenza. Patente B, ottime referenze.
333.23.45.481
COLLABORATRICE familiare, italiana, con esperienza, offresi per lavori
domestici. Tel. 327.57.46.158
COPPIA custodi italiani referenze ventennali, pratici lavori domestici, guardaroba, cucina, giardinaggio offresi.
Telefonare 0546.56.02.03 339.26.02.083
CONTABILE neopensionato, autonomo fino bilancio, adempimenti/dichiarazioni, offresi contabilit piccola
azienda. 328.68.59.679
CONTABILE pensionato autonomo
fino bilancio, adempimenti/dichiarazioni, reports IFRS, inglese, sufficiente
tedesco/francese offresi part o full time. 339.29.95.573
ESPERTA contabilit, bilancio, dichiarazioni, laureata economia, pluriennale esperienza, proponesi ad aziende/studi. 328.14.11.194
BABY-SITTER referenziata, pluriennale esperienza, attestato OSS, offresi
anche altre mansioni. 331.65.40.601
SIGNORA 33enne srilankese, referenziata, regolare, offresi come babysitter o collaboratrice domestica. Pluriennale esperienza. 349.66.50.768
SRILANKESE offresi part-time mattina come baby-sitter, domestica. Esperienza decennale. Referenziata. Diplomata inglese. 327.04.32.598
BADANTE referenziata, pluriennale
esperienza, brava cuoca, offresi fissa/
giornata/week-end. 333.32.72.649

Quota/pre. Nome

AcomeA SGR - numero di tel. 800.89.39.89


info@acomea.it
AcomeA America (A1)
AcomeA America (A2)
AcomeA Asia Pacifico (A1)
AcomeA Asia Pacifico (A2)
AcomeA Breve Termine (A1)
AcomeA Breve Termine (A2)
AcomeA ETF Attivo (A1)
AcomeA ETF Attivo (A2)
AcomeA Eurobbligazionario (A1)
AcomeA Eurobbligazionario (A2)
AcomeA Europa (A1)
AcomeA Europa (A2)
AcomeA Globale (A1)
AcomeA Globale (A2)
AcomeA Italia (A1)
AcomeA Italia (A2)
AcomeA Liquidit (A1)
AcomeA Liquidit (A2)
AcomeA Paesi Emergenti (A1)
AcomeA Paesi Emergenti (A2)
AcomeA Patrimonio Aggressivo (A1)
AcomeA Patrimonia Aggressivo (A2)
AcomeA Patrimonio Dinamico (A1)
AcomeA Patrimonio Dinamico (A2)
AcomeA Patrimonio Prudente (A1)
AcomeA Patrimonio Prudente (A2)
AcomeA Performance (A1)
AcomeA Performance (A2)

09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02

EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR

18,906
19,619
4,951
5,115
14,494
14,683
4,796
4,944
17,107
17,353
13,886
14,356
12,287
12,840
20,982
21,687
8,951
8,952
6,570
6,809
4,050
4,205
5,412
5,553
6,305
6,476
22,114
22,535

18,890
19,619
4,944
5,107
14,487
14,676
4,827
4,975
17,103
17,348
14,080
14,556
12,325
12,878
21,340
22,062
8,951
8,952
6,614
6,853
4,057
4,211
5,422
5,563
6,312
6,482
22,142
22,562

Invictus Global Bond Fd


Invictus Macro Fd
Sol Invictus Absolute Return

03/02
04/02
05/02

EUR
EUR
EUR

108,824
71,700
110,362

109,265
72,214
110,755

www.azimut.it - info@azimut.it
AZIMUT CAPITAL MANAGEMENT SGR - tel.02.88981
09/02
Azimut Dinamico
EUR
09/02
Azimut Formula 1 Absolute
EUR
09/02
Azimut Formula 1 Conserv
EUR
09/02
Azimut Formula Target 2013
EUR
09/02
Azimut Formula Target 2014
EUR
09/02
Azimut Garanzia
EUR
30/12
Azimut Prev. Com. Crescita
EUR
30/12
Azimut Prev. Com. Crescita Cl. C
EUR
30/12
Azimut Prev. Com. Equilibrato
EUR
30/12
Azimut Prev. Com. Equilibrato Cl. C
EUR
30/12
Azimut Prev. Com. Garantito
EUR
30/12
Azimut Prev. Com. Protetto
EUR
30/12
Azimut Prev. Com. Protetto Cl. C
EUR
30/12
Azimut Prev. Com. Obbli.
EUR
30/12
Azimut Prev. Com. Obbli. Cl. C
EUR
09/02
Azimut Reddito Euro
EUR
09/02
Azimut Reddito Usa
EUR
09/02
Azimut Scudo
EUR
09/02
Azimut Solidity
EUR
09/02
Azimut Strategic Trend
EUR
09/02
Azimut Trend America
EUR
09/02
Azimut Trend Europa
EUR
09/02
Azimut Trend Italia
EUR
09/02
Azimut Trend Pacifico
EUR
09/02
Azimut Trend Tassi
EUR
09/02
Azimut Trend
EUR
AZ FUND MANAGEMENT SA - tel.00352 2663811
09/02
AZ F. Active Selection ACC
EUR
09/02
AZ F. Active Selection DIS
EUR
09/02
AZ F. Active Strategy
EUR
09/02
AZ F. Alpha Man. Credit
EUR
09/02
AZ F. Alpha Man. Equity
EUR
09/02
AZ F. Alpha Man. Them.
EUR
09/02
AZ F. American Trend
EUR
09/02
AZ F. Asia Absolute
EUR
09/02
AZ F. Asset Plus
EUR
09/02
AZ F. Asset Power
EUR
09/02
AZ F. Asset Timing
EUR
09/02
AZ F. Best Bond
EUR
09/02
AZ F. Best Cedola ACC
EUR
09/02
AZ F. Best Cedola DIS
EUR
09/02
AZ F. Best Equity
EUR
09/02
AZ F. Bond Target 2015 ACC
EUR
09/02
AZ F. Bond Target 2015 DIS
EUR
09/02
AZ F. Bond Target 2016 ACC
EUR
09/02
AZ F. Bond Target 2016 DIS
EUR
09/02
AZ F. Bond Target 2017 Eq Op ACC
EUR
09/02
AZ F. Bond Target 2017 Eq Op DIS
EUR
09/02
AZ F. Bond Target 2018 Eq Op ACC
EUR
AZ F. Bond Target 2018 Eq Op CLD DIS 09/02
EUR
09/02
AZ F. Bond Target 2018 Eq Op DIS
EUR
09/02
AZ F. Bond Target Giugno 2016 ACC
EUR
09/02
AZ F. Bond Target Giugno 2016 DIS
EUR
09/02
AZ F. Bond TargetSettem.2016 ACC
EUR
09/02
AZ F. Bond TargetSettem.2016 DIS
EUR

27,885
7,701
7,289
7,277
6,802
12,839
11,036
11,072
12,357
12,385
11,408
12,063
12,084
10,521
10,518
17,632
7,207
9,363
9,394
6,943
15,805
14,770
18,746
8,126
10,309
32,934
5,427
5,426
5,152
5,439
5,645
4,046
4,066
4,843
5,705
5,795
4,983
5,485
5,623
4,973
5,620
6,044
5,394
5,616
5,173
5,320
5,131
4,898
5,121
4,870
5,729
5,149
5,970
5,471

AZ F. Cash 12 Mesi
AZ F. Cash Overnight
AZ F. Carry Strategy ACC
AZ F. Carry Strategy DIS
AZ F. Cat Bond ACC
AZ F. Cat Bond DIS
AZ F. CGM Opport Corp Bd
AZ F. CGM Opport European
AZ F. CGM Opport Global
AZ F. CGM Opport Gov Bd
AZ F. Commodity Trading
AZ F. Conservative
AZ F. Core Brands ACC
AZ F. Core Brands DIS
AZ F. Corporate Premium ACC
AZ F. Corporate Premium DIS
AZ F. Dividend Premium ACC
AZ F. Dividend Premium DIS
AZ F. Emer. Mkt Asia
AZ F. Emer. Mkt Europe
AZ F. Emer. Mkt Lat. Am.
AZ F. European Dynamic ACC
AZ F. European Dynamic DIS
AZ F. European Trend
AZ F. Formula 1 Absolute ACC
AZ F. Formula 1 Absolute DIS
AZ F. Formula 1 Alpha Plus ACC
AZ F. Formula 1 Alpha Plus DIS
AZ F. Formula Target 2015 ACC
AZ F. Formula Target 2015 DIS
AZ F. Formula 1 Conserv.
AZ F. Global Curr&Rates ACC
AZ F. Global Curr&Rates DIS
AZ F. Global Sukuk ACC
AZ F. Global Sukuk DIS
AZ F. Hybrid Bonds ACC
AZ F. Hybrid Bonds DIS
AZ F. Income ACC
AZ F. Income DIS
AZ F. Int. Bd Targ. Giugno 2016 ACC
AZ F. Int. Bd Targ. Giugno 2016 DIS
AZ F. Institutional Target ACC
AZ F. Institutional Target DIS
AZ F. Italian Trend ACC
AZ F. Italian Trend DIS
AZ F. Lira Plus ACC
AZ F. Lira Plus DIS
AZ F. Macro Dynamic
AZ F. Opportunities
AZ F. Pacific Trend
AZ F. Patriot ACC
AZ F. Patriot DIS
AZ F. Qbond
AZ F. Qinternational
AZ F. QProtection
AZ F. Qtrend
AZ F. Real Plus A-AZ
AZ F. Real Plus B-AZ
AZ F. Renminbi Opport
AZ F. Reserve Short Term
AZ F. Short Term Gl High Yield ACC
AZ F. Short Term Gl High Yield DIS
AZ F. Solidity ACC
AZ F. Solidity DIS
AZ F. Strategic Trend
AZ F. Top Rating ACC
AZ F. Top Rating DIS
AZ F. Trend
AZ F. US Income

BADANTE 52enne, moldava referenziata offresi fissa/diurno, anche weekend, libera subito zone Milano, Parma,
Trento. 328.64.32.374

SOCIET d'investimento internazionale acquista direttamente appartamenti e stabili in Milano. 02.46.27.03

BANCHE
MULTINAZIONALI

LAVORO in Germania? I nostri tutor


ti possono aiutare. Rivolgiti a noi.
email: jobgenge@gmail.com - Tel:
+39.348.00.19.264
TEMPORARY export manager per
progetti vendita mercati esteri offresi.
info@primekey.it

RICERCANO appartamenti affitto vendita. Milano e provincia


02.29.52.99.43
MULTINAZIONALE cerca trilocale/
quadrilocale in Milano zona servita.
02.67.47.96.25

APPARTAMENTO nuovo Archimede/Fiamma. Soggiorno-cottura, bicamere, biservizi, balcone. Termoautonomo. CE: B - IPE: 50,71 kWh/mqa.
02.88.08.31. Cod. T03 - www.filcasaimmobili.it
ATTICO nuovo Giulio Cesare. Soggiorno, pranzo, cucina, bicamere, biservizi, terrazzo. CE: B - IPE: 34,78
kWh/mqa. 02.88.08.31. Cod. T30 www.filcasaimmobili.it
ATTICO terrazzo, nuovo, vista Castello, edificio epoca, ristrutturato. Box.
CE: C - IPE: 65,85 kWh/mqa.
02.88.08.31 - Cod. P25 filcasaimmobili.it
BILOCALI /trilocali S. Gregorio, ristrutturati a nuovo. CE: G - IPE: 187,5
kWh/mqa. 02.88.08.31 - Cod. C04
www.filcasaimmobili.it
BOCCACCIO prestigioso palazzo
d'epoca, mq 175, quarto piano CE: G
IPE:
175,30
kWh/mqa
02.48.01.18.83 Granvela.it
DE AMICIS sesto piano, luminoso
quadrilocale servizi, balconi. CE: F IPE: 154,25 kWh/mqa. 02.88.08.31 filcasaimmobili.it
MAFFUCCI 52, (Dergano) bilocali, trilocale, ristrutturati CE: G - IPE: 180,97
kWh/mqa 02.39.31.05.57 Granvela.it
MONTI 79, in stabile signorile ultimi
mono-bilocali, ristrutturati a nuovo
CE: F> - IPE: 147,24 kWh/mqa
02.48.01.18.83 Granvela.it
PRECOTTO via Rucellai, appartamenti nuovi, varie tipologie, vendonsi. CE:
B>
IPE:
37
kWh/mqa
02.25.71.50.01 Granvela.it
VIA LOMAZZO nuovo quadrilocale.
Pluriservizi, giardino privato. CE: B IPE: 42,7 kWh/mqa. 02.88.08.31 Cod. P15 filcasaimmobili.it

Data

Valuta

Quota/od.

09/02
09/02
09/02
09/02
30/01
30/01
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
30/01
30/01
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02

EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR

5,398
5,291
5,094
5,081
5,342
5,267
6,311
7,032
6,933
5,864
3,356
6,789
6,000
5,960
5,592
5,183
6,167
5,270
7,296
2,828
4,715
5,482
5,436
3,679
5,771
5,706
5,614
5,526
6,274
5,607
5,301
4,614
4,234
5,979
5,712
5,575
5,303
6,380
5,779
4,840
4,420
5,856
5,741
3,596
3,598
5,009
4,626
6,312
5,462
4,781
7,685
6,857
5,463
5,379
5,326
5,346
4,892
4,892
5,247
6,304
5,124
4,922
6,399
5,817
6,465
5,258
5,207
7,254
6,393

28,023
7,743
7,296
7,288
6,802
12,841
11,314
11,345
12,488
12,512
11,404
12,094
12,113
10,560
10,552
17,659
7,200
9,370
9,415
6,939
15,813
Num tel: 178 311 01 00
14,861
www.compamfund.com - info@compamfund.com
19,100
8,088 Active Dollar Bond A
10/02
1479,485
USD
10,327 Active Emerging Credit A
10/02
1642,205
EUR
32,804 Active Emerging Credit B
10/02
1573,857
EUR
10/02
1495,089
Active European Credit A
EUR
5,446 Active European Credit B
10/02
1427,352
EUR
5,444 Active European Equity A
10/02
1446,233
EUR
5,147 Active European Equity B
10/02
1363,938
EUR
5,438 Active Liquid Bond A
10/02
1250,238
EUR
5,663
10/02
1205,431
Active
Liquid
Bond
B
EUR
4,067
09/02
123,625
EUR
4,071 Multiman. Bal. A
09/02
123,751
EUR
4,849 Multiman. Bal. M
04/02
75,916
EUR
5,708 Multiman. Eq. Afr. & Mid. East A
04/02
79,463
EUR
5,805 Multiman. Eq. Afr. & Mid. East M
04/02
108,522
EUR
4,984 Multiman.Target Alpha A
09/02
1086,674
5,486 SB Bond B
EUR
5,629 SB Equity B
09/02
1271,060
EUR
4,978 SB Flexible B
09/02
1065,856
EUR
5,643
6,041
5,392
5,623
5,179
5,326
5,138
4,904
06/02
4890,393
EUR
5,128 ABSOLUTE RETURN EUROPA
31/12
EUR 807321,170
4,876 BOND-A
31/12
EUR 807321,170
5,727 BOND-B
31/12
EUR 455218,605
5,148 DYNAMIC EQUITY
31/12
EUR 598266,762
5,967 EQUITY- I
5,469 PRINCIPAL FINANCE 1
30/09
EUR 62969,876

Quota/pre. Nome
5,398
5,290
5,090
5,078
5,343
5,285
6,313
7,061
6,964
5,874
3,330
6,807
6,025
5,984
5,589
5,180
6,182
5,283
7,332
2,819
4,722
5,509
5,463
3,702
5,803
5,737
5,606
5,523
6,284
5,616
5,309
4,612
4,232
5,979
5,711
5,573
5,302
6,389
5,787
4,839
4,419
5,876
5,760
3,664
3,660
5,028
4,644
6,331
5,485
4,761
7,755
6,919
5,465
5,382
5,347
5,377
4,905
4,905
5,254
6,304
5,129
4,926
6,418
5,834
6,458
5,264
5,212
7,229
6,388

AFFARISSIMO Menton Garavan, appartamenti ristrutturati prima linea


fronte mare / spiagge sabbiose, vista
mare mozzafiato, varie metrature, da
189.000 euro a 1.410.000 euro. Ideale investimento 7%. Chiama
348.26.40.793
www.italgestgroup.com
BRUNICO villa in casa clima A nuova
costruzione, in posizione centrale. Ape
A. Studio Alfa Bolzano srl:
0471.28.51.11 www.studioalfa.info
AFFITTO appartamento in Celerina
(St. Moritz). Soggiorno, cucina con sala
da pranzo, 2 camere da letto pi soppalco con divano letto, 2 bagni, 2 posti
d'auto. L'appartamento e completamente arredato con tanto gusto. Prezzo Chf 3.700.- al mese. Tel.
+41.79.233.07.60

AFFITTASI ufficio open space Porta


Venezia/Bastioni 800 mq. frazionabili,
posti auto, ingresso indipendente. CE:
F - IPE: 61,21 kWh/mca. 02.88.08.31
- Cod. U08 filcasaimmobili.it
CENTRALISSIMO (Manzoni), ufficio
affittato, mq 180 CE: E - IPE: 49,5 kWh/
mca 02.25.71.50.01 Granvela.it
NEGOZI plurivetrine. V.Pisani, canne
fumarie (bar tavola fredda). Affitto-riscatto. CE: G - IPE: 187,5 kWh/mca.
02.88.08.31. Cod. C03 - www.filcasaimmobili.it

Data

Valuta

Quota/od.

10/02
10/02
10/02
04/02
04/02
04/02
04/02
10/02
10/02
10/02
10/02
10/02
10/02

EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR

57,720
68,010
61,590
63,310
61,730
64,250
62,360
59,260
56,190
72,250
68,860
63,050
47,890

La lista completa dei comparti Invesco autorizzati in Italia


disponibile sul sito www.invesco.it
Invesco Funds
Asia Balanced A
Asia Balanced A-Dis
Asia Consumer Demand A
Asia Infrastructure A
Asian Bond A-Dis M
Balanced-Risk Allocation A
Balanced-Risk Select A
Em. Loc. Cur. Debt A
Em. Loc. Cur. Debt A-Dis.M
Em. Mkt Corp Bd A
Euro Corp. Bond A
Euro Corp. Bond A-Dis M
Euro Short Term Bond A
European Bond A-Dis
Glob. Bond A-Dis
Glob. Equity Income A
Glob. Equity Income A-Dis
Glob. Inv. Grade.Corp. Bd A-Dis M
Glob. Structured Equity A-Dis
Glob. Targeted Ret. A
Glob. Tot. Ret. (EUR) Bond A
Glob. Tot. Ret. (EUR) Bond E-Dis
Greater China Eq. A
India Bond A
India Equity E
Japanese Eq. Advantage A
Pan European Eq. A
Pan European Eq. A-Dis
Pan European Eq. Inc. A-Dis
Pan European High Inc A
Pan European High Inc A-Dis
Pan European Struct. Eq. A
Pan European Struct. Eq. A-Dis
Renminbi Fix. Inc. A
Renminbi Fix. Inc. EUR A-Dis
US Equity A EH
US High Yield Bond A
US High Yield Bond A-Dis M
US Value Equity A

10/02
10/02
10/02
10/02
10/02
10/02
10/02
10/02
10/02
10/02
10/02
10/02
10/02
10/02
10/02
10/02
10/02
10/02
10/02
10/02
10/02
10/02
10/02
10/02
10/02
10/02
10/02
10/02
10/02
10/02
10/02
10/02
10/02
10/02
10/02
10/02
10/02
10/02
10/02

USD
USD
USD
USD
USD
EUR
EUR
USD
USD
USD
EUR
EUR
EUR
EUR
USD
USD
USD
USD
USD
EUR
EUR
EUR
USD
USD
EUR
JPY
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
USD
EUR
EUR
USD
USD
USD

LOTTO unico mq 60.000 industriale/


commerciale fronte Autostrada Milano
- Bologna. Permessi edificabilit. Vicinanza casello A1 Casalpusterlengo, SS
9, 234. CE: in corso - 339.64.97.216
andreas2k@me.com

IMPRESA esegue lavori di muratura,


manutenzioni, ripristino appartamenti, facciate, rifacimento bagni, negozi,
copertura tetti, pronto intervento. Tel.
02.66.71.27.79

ACQUISTARE, vendere aziende, immobili, ricercare soci, joint-venture?


Trentennale esperienza nazionale, internazionale, pagamenti garantiti.
www.cogefim.com - 02.39.26.11.91
RIVENDITA monopoli/lotto interno
importante centro commerciale hinterland Milano, alto reddito ideale
gruppo famigliare cedesi. No perditempo. Tel. 02.84.63.033 ore 10/13

ACQUISTIAMO

BRILLANTI,

GIOIELLI FIRMATI, orologi marche prestigiose, coralli, argenteria. Il Cordusio


02.86.46.37.85

KIS - Multi-Str. UCITS P


KIS - Multi-Str. UCITS X
KIS - Selection D
KIS - Selection P
KIS - Selection X
KIS - Sm. Cap D
KIS - Sm. Cap P
KIS - Target 2014 X
58,020
68,360
61,510
63,380
62,120
64,370
62,460
59,080
56,700
71,980
68,660
62,930
48,730

24,430
15,610
14,350
14,370
9,946
15,470
10,040
13,520
8,268
12,312
17,603
13,186
11,108
6,227
5,559
59,510
14,810
11,947
45,580
11,173
13,456
12,162
46,720
10,580
44,290
3547,000
19,430
17,530
13,030
19,830
14,210
16,470
15,660
10,366
11,147
14,830
11,767
10,250
32,770

ASIAN OPP CAP RET EUR


ADWISE L/S CAP RET EUR
FLEX QUANTITATIVE HR6 A EUR
HIGH GROWTH CAP RET EUR
ITALY CAP RET A EUR
SELECTED BOND DIS RET EUR
SELECTED BOND CAP RET EUR
ACTIVE SH TERM CREDIT CAP RET EUR

Data

Valuta

Quota/od.

09/02
02/02
09/02
09/02
09/02
10/02
10/02
30/01

EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR

117,840
118,690
123,090
125,720
126,110
101,440
106,950
97,800

10/02
10/02
10/02
10/02
10/02
10/02
10/02
10/02

EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR

13,934
108,852
115,697
124,497
26,090
5,665
121,963
90,920

Alexander
Biotech A
Biotech E
Biotech I
Emerging Mkt Local Curr Debt A
Emerging Mkt Local Curr Debt B
Emerging Mkt Local Curr Debt F
Orazio Conservative A
Sparta Agressive A

10/02
10/02
10/02
10/02
10/02
10/02
10/02
10/02
10/02

EUR
EUR
USD
EUR
EUR
EUR
USD
EUR
EUR

1108,190
184,900
115,850
1893,450
1078,260
1087,260
1046,960
105,230
105,970

4863,610
808472,743
808472,743
479099,752
598463,333
62759,815

Kairos Multi-Str. A
Kairos Multi-Str. B
Kairos Multi-Str. I
Kairos Multi-Str. P
Kairos Income
Kairos Selection
KAIROS INTERNATIONAL SICAV
KIS - America A-USD
KIS - America P
KIS - America X
KIS - Bond A-USD
KIS - Bond D
KIS - Bond P
KIS - Bond Plus A Dist
KIS - Bond Plus D
KIS - Bond Plus P
KIS - Dynamic A-USD
KIS - Dynamic D
KIS - Dynamic P
KIS - Emerging Mkts A
KIS - Emerging Mkts D
KIS - Europa D
KIS - Europa P
KIS - Europa X
KIS - Global Bond P
KIS - Italia P
KIS - Italia X
KIS - Key
KIS - Key X
KIS - Liquidity D
KIS - Liquidity P
KIS - Multi-Str. UCITS A USD
KIS - Multi-Str. UCITS D

31/12
31/12
31/12
31/12
10/02
10/02

EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR

906743,388
590553,035
612936,458
554398,421
6,770
10,770

09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02
09/02

USD
EUR
EUR
USD
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
USD
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
USD
EUR

293,550
206,840
208,810
178,060
126,810
131,650
127,270
135,010
137,890
177,890
123,950
126,460
128,410
125,960
131,560
134,940
136,270
102,910
141,230
140,610
141,590
146,720
102,910
106,580
156,040
114,550

DA, qualsiasi cilindrata. Passaggio di propriet, pagamento immediato. Autogiolli, Milano.


02.89.50.41.33 - 327.33.81.299

CENTRO massaggi Milano zona Cinque Giornate, offre massaggi olistici


rilassanti. 02.54.10.21.68 371.15.73.436
SAN BABILA raffinato centro benessere, personale esclusivamente qualificato, massaggi ayurvedici, professionalit, tranquillit. 02.39.68.00.71

Il Corriere della Sera e La Gazzetta dello Sport con le edizioni


stampa e digital offrono quotidianamente agli inserzionisti una
audience di oltre 8 milioni di lettori, con una penetrazione sul
territorio che nessun altro media
in grado di ottenere.
La nostra Agenzia di Milano a
disposizione per proporvi offerte
dedicate a soddisfare le vostre
esigenze e rendere efficace la vostra comunicazione.
TARIFFE PER PAROLA IVA ESCLUSA
Rubriche in abbinata: Corriere
della Sera - Gazzetta dello Sport:
n. 1, 16: 2,08; n. 2, 3, 14:
7,92; n. 4, 21, 23: 5,00; n. 5, 6,
7, 8, 9, 12, 20, 22: 4,67; n. 10:
2,92; n. 11: 3,25; n. 13:
9,17; n. 15: 4,17; n. 17: 4,58;
n. 18, 19: 3,33; n. 24: 5,42.

118,060
118,870
123,540
126,170
126,470
100,600
106,060
97,800

13,953
108,272
115,687
122,206
25,833
5,667
122,033
90,923

1101,550
182,480
114,340
1868,580
1083,160
1092,220
1051,710
105,140
105,520

Data

Valuta

Quota/od.

Quota/pre.

Tel: 0041916403780
www.pharusfunds.com info@pharusfunds.com
10/02
118,230
EUR
10/02
125,050
EUR
10/02
115,840
EUR
10/02
111,020
EUR
10/02
88,730
EUR
10/02
87,060
USD
10/02
104,170
EUR
10/02
108,690
EUR
10/02
117,680
EUR
10/02
165,120
EUR
10/02
123,400
EUR
10/02
102,950
USD
10/02
129,700
EUR
10/02
80,700
EUR
10/02
98,530
EUR
10/02
106,750
EUR
10/02
107,700
EUR
10/02
128,290
EUR
10/02
131,410
EUR
10/02
125,020
EUR
10/02
100,320
USD
10/02
98,290
EUR
10/02
104,570
EUR
10/02
94,060
EUR
10/02
104,090
EUR
10/02
106,570
EUR
10/02
106,860
EUR
10/02
103,200
USD
10/02
116,360
EUR
10/02
104,310
EUR
10/02
98,690
EUR
10/02
113,740
EUR
10/02
115,030
EUR
10/02
117,680
EUR
10/02
112,860
USD

118,490
125,330
116,230
111,390
88,890
87,220
104,240
108,750
118,010
165,140
123,410
102,960
128,050
79,700
98,560
106,780
107,720
129,060
132,200
125,030
100,320
98,500
104,790
93,360
103,750
105,920
106,200
102,550
115,860
104,360
98,750
113,700
114,640
117,270
112,450

PS - Absolute Return A
PS - Absolute Return B
PS - Algo Flex A
PS - Algo Flex B
PS - BeFlexible A
PS - BeFlexible C
PS - Best Global Managers A
PS - Best Global Managers B
PS - Best Gl Managers Flex Eq A
PS - Bond Opportunities A
PS - Bond Opportunities B
PS - Bond Opportunities C
PS - EOS A
PS - Equilibrium A
PS - Fixed Inc Absolute Return A
PS - Global Dynamic Opp A
PS - Global Dynamic Opp B
PS - Inter. Equity Quant A
PS - Inter. Equity Quant B
PS - Liquidity A
PS - Liquidity B
PS - Opportunistic Growth A
PS - Opportunistic Growth B
PS - Prestige A
PS - Quintessenza A
PS - Target A
PS - Target B
PS - Target C
PS - Titan Aggressive A
PS - Total Return A
PS - Total Return B
PS - Valeur Income A
PS - Value A
PS - Value B
PS - Value C

www.pegasocapitalsicav.com

NM Augustum Corp Bd A
NM Augustum Extra Euro High Qual Bd
NM Augustum High Qual Bd A
NM Balanced World Cons A
NM Euro Bonds Short Term A
NM Euro Equities A
NM Global Equities EUR hdg A
NM Inflation Linked Bond Europe A
NM Italian Diversified Bond A
NM Italian Diversified Bond I
NM Large Europe Corp A
NM Market Timing A
NM Market Timing I
NM Q7 Active Eq. Int. A
NM Q7 Globalflex A
NM Total Return Flexible A
NM VolActive A
NM VolActive I

AUGUSTUM EQUITY EUROPE I


892008,816 AUGUSTUM G.A.M.E.S. A
581246,653
602744,666 AUGUSTUM G.A.M.E.S. I
546094,422
6,770
10,733
296,040
208,610
210,590
177,920
126,740
131,570
127,170
134,900
137,780
177,630
123,770
126,280
129,320
126,860
133,440
136,860
138,200
102,960
142,410
141,540
141,230
146,420
102,920
106,600
156,340
114,770

ACQUISTIAMO

10/02
106,690
106,910
Strategic Bond Inst. C
EUR
10/02
106,780
107,000
Strategic Bond Inst. C hdg
USD
10/02
104,860
105,070
Strategic Bond Retail C
EUR
10/02
105,050
105,270
Strategic Bond Retail C hdg
USD
10/02
103,280
103,390
EUR
195,620 Strategic Trend Inst. C
10/02
100,800
100,900
Strategic
Trend
Retail
C
EUR
106,480
148,400
142,440
139,750
50,440
76,980
107,830
113,690
www.sorgentegroup.com
116,600
138,560
109,330 Fondo Donatello-Michelangelo Due
30/06
EUR 51342,801 51470,165
110,950 Fondo Donatello-Tulipano
30/06
EUR 47090,100 46691,916
47,740 Fondo Donatello-Margherita
30/06
EUR 28147,209 27926,454
30/06
EUR 59168,415 58259,864
98,430 Fondo Donatello-David
30/06
EUR 426690,595 468728,464
124,690 Fondo Tiziano Comparto Venere
30/06
2423,671
2451,889
EUR
103,240 Caravaggio di Sorgente SGR
104,510

www.newmillenniumsicav.com
Distributore Principale: Banca Finnat Euramerica - Tel: 06/69933475
10/02
10/02
10/02
10/02
10/02
10/02
10/02
10/02
10/02
10/02
10/02
10/02
10/02
29/01
06/02
06/02
10/02
10/02

EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR

195,490
106,320
148,210
142,510
139,750
50,840
77,500
107,630
113,710
116,620
138,570
109,140
110,760
46,940
100,040
124,540
103,450
104,730

10/02
10/02
10/02

EUR
EUR
EUR

116,930
121,020
161,580

Tel: 02 77718.1
www.kairospartners.com
1482,451
1648,242
1579,660
1491,977
1424,398
1442,127
1360,086
1250,256
1205,456
123,879
123,998
75,016
78,511
108,473
1086,793
1275,201
1067,848

ALCHIMIA DEL FASCINO. Per


mancata fiction, vendo soggetto e sceneggiatura. 345.29.26.595 Milano.

Quota/pre. Nome

www.multistarssicav.com multistars@pharus.ch
T. +41 (0)91 640 37 80

24,440
15,610
14,340
14,290
9,960
15,510
10,070
13,593
8,312
12,320
17,616
13,196
11,108
6,243
5,566
59,470
14,800
11,964
45,500
11,205
13,461
12,167
46,840
10,577
43,770
3531,000
19,290
17,410
12,940
19,820
14,200
16,340
15,540
10,359
11,110
14,920
11,779
10,260
32,820

PUNTO D'ORO
compriamo contanti, supervalutazione gioielli antichi,
moderni, orologi prestigiosi, oro, diamanti. Sabotino
14 - Milano. 02.58.30.40.26

AUTOMOBILI E FUORISTRA-

Quota/pre. Nome

Tel: 848 58 58 20
Sito web: www.ingdirect.it
Dividendo Arancio
Convertibile Arancio
Cedola Arancio
Borsa Protetta Agosto
Borsa Protetta Febbraio
Borsa Protetta Maggio
Borsa Protetta Novembre
Inflazione Pi Arancio
Mattone Arancio
Profilo Dinamico Arancio
Profilo Equilibrato Arancio
Profilo Moderato Arancio
Top Italia Arancio

UFFICI altissima rappresentanza,


pieno centro, edificio storico, scaloni
monumentali, affreschi, grandi spazi
artisticamente restaurati. 900 mq. divisibili. CE: D - IPE: 104,5 kWh/mca.
02.88.08.31 - Cod. C05 filcasaimmobili.it
VENDIAMO De Amicis uffici 660 mq.
eventualmente frazionabili pi ampio
deposito/magazzino sottostante. Luminosi, in ordine, aria condizionata,
ascensore. CE: F - IPE: 154,25 kWh/
mca. 02.88.08.31 - www.filcasaimmobili.it
WWW.COGERAM.COM societ di
gestione immobili affitta direttamente
uffici/negozi/abitazioni nel centro di
Milano. 02.76.00.84.84

Numero verde 800 124811


www.nextampartners.com-info@nextampartners.com
Nextam Bilanciato
Nextam Obblig. Misto
BInver International A
Cap. Int. Abs. Inc. Grower D
CITIC Securities China Fd A
Fidela A
Income A
International Equity A
Italian Selection A
Liquidity A
Multimanager American Eq.A
Multimanager Asia Pacific Eq.A
Multimanager Emerg.Mkts Eq.A
Multimanager European Eq.A
Strategic A
Usa Value Fund A
Ver Capital Credit Fd A

10/02
10/02
10/02
10/02
10/02
10/02
10/02
10/02
10/02
10/02
10/02
10/02
10/02
10/02
10/02
10/02
10/02

EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR

7,462
7,967
6,644
6,382
6,737
5,778
5,774
8,563
6,628
5,325
5,930
5,286
4,720
4,886
5,439
6,983
5,647

www.vitruviussicav.com
116,220
120,240
10/02
97,550
97,940
Equity B
EUR
160,540 Asian
10/02
136,960
137,490
Asian Equity B
USD
10/02
442,030
441,830
Emerg Mkts Equity
USD
10/02
431,500
431,340
Emerg Mkts Equity Hdg
EUR
10/02
311,550
308,030
European Equity
EUR
10/02
116,420
116,140
Greater China Equity B
EUR
10/02
165,530
165,100
Greater China Equity B
USD
10/02
79,440
78,260
Growth Opportunities
USD
10/02
86,940
85,660
Growth Opportunities Hdg
EUR
10/02
143,980
143,570
Japanese Equity
JPY
10/02
186,370
185,850
Japanese Equity Hdg
EUR
10/02
133,120
132,700
Swiss Equity
CHF
10/02
99,490
99,200
Swiss Equity Hdg
EUR
10/02
184,950
182,140
US Equity
USD
10/02
203,580
200,500
EUR
7,423 US Equity Hdg
7,962
6,596
6,353
6,738
5,761
5,776
8,504
Tel 0332 251411
6,561
5,325
www.ottoapiu.it
5,916
10/02
6,648
6,595
Eiger
EUR
5,287 8a+
10/02
5,171
5,170
8a+ Gran Paradiso
EUR
4,718 8a+ Latemar
10/02
5,989
5,975
EUR
4,888 8a+ Matterhorn
30/01
EUR 792445,330 773632,842
5,410
6,958
Legenda:
Quota/pre.
=
Quota
precedente;
Quota/od.
=
Quota
odierna
13377C3B www.kneip.com
5,644

Corriere della Sera Gioved 12 Febbraio 2015

ECONOMIA/MERCATI FINANZIARI

Piazza Affari

39

Sussurri & Grida

Bertarelli rileva Ve.Di da Palladio e punta sulla diagnostica


di Giacomo Ferrari

Acquisti su Snam e Terna


Mediolanum frena dopo i conti

autela sui mercati in attesa


dellEurogruppo sulla Grecia e del
vertice di Minsk sullUcraina. Tutti gli
indici europei hanno chiuso in lieve calo. A
Piazza Affari il Ftse-Mib ha ceduto lo 0,77%,
frenato soprattutto da Unicredit (-3,46%)
dopo il consuntivo 2014, in linea con le
attese. Effetto conti anche su Mediolanum
(-2,53%), mentre Saipem (-2,93%) ha pagato
il nuovo calo del prezzo del greggio.
Protagonisti in positivo gli altri energetici,
da Snam (+2,96%) a Terna (+2,26%), da Enel
Green Power (+2,19%) a A2A (+1,19%) dopo la
bocciatura della Robin Tax da parte della
Corte Costituzionale. Bene, infine, Mediaset
(+1,25%), promossa da Berenberg che ha
alzato il target price a 4,9 euro.
RIPRODUZIONE RISERVATA

  


! .!!

' (44!
'
$1(!%

(d. pol.) Campagna di shopping in Italia per il facoltoso imprenditore svizzero Ernesto Bertarelli,
patron della Ares Lifesciences. Nel mirino del
tycoon del pharma e biotech, nonch appassionato velista, entrato il business delle sei cliniche ambulatoriali per i servizi radiologici del
gruppo Ve.Di che fa capo al fondatore Gian Paolo
Vergani, in minoranza, e che ha in Venice del
gruppo Palladio finanziaria il suo maggiore
azionista (80%). A comprare da questi soci la
multinazionale con base a Londra Euromedic
international affiancata dalladvisor Vitale e associati. Si tratta della societ leader nella diagnostica dimmagine in campo oncologico che
Bertarelli ha comprato a settembre per una cifra
stimata sopra gli 800 milioni dal private equity
Montague. La campagna di acquisizioni poi non
si fermata. Loperazione italiana vale un fatturato di circa 35 milioni ma assicura una presa
salda in Veneto, Lombardia e Piemonte nei servizi diagnostici e nelle analisi di laboratorio, un
business molto ricco. E raddoppia il numero di
centri della Euromedic international nella Penisola che gi conta strutture tra Padova e Modena. I ricavi aggregati di Bertarelli nei centri dia-

gnostici italiani salgono cos a


poco sotto 80 milioni. Il valore
dellacquisizione stimato tra i
35 e i 40 milioni. Per il sistema
di private equity di Palladio finanziaria si tratta invece della
quinta dismissione dopo Mercurio, Robo, Logr ed Emer. Restano da valorizzare Dynamic technologies (automotive) e la ristorazione di Alajmo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Ecotricity contro il governo,


dona ai Labour 250 mila sterline
(c.d.c.) Il governo di coalizione sta sistematicamente minando non solo il settore delle energie
rinnovabili in Gran Bretagna, ma l intera economia verde e gli sforzi per combattere il cambiamento climatico. Per questo Dale Vince, tycoon
inglese delle energie rinnovabili a capo di Ecotricity, ha deciso di sostenere il partito laburista
donando 250 mila sterline (circa 330 mila euro).
Vince ha accusato il primo ministro David Cameron di aver rinunciato alle sue politiche green

3
#.4
! $ !
$1(!%  1(!%

! .!!

' (44!
'
$1(!%

0. 888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7
1#/8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7
1#/ =##1 H 8888888888888888888888888888888888888888888867
1#=G-C888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867
1*-1##=-1*  888888888888888888888888888888888888888888888888 67
1- 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7
=*88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867
=*J 5-C/ 88888888888888888888888888888888888888888888888888888 67
=*J 5-C/ 4@H88888888888888888888888888888888864@7
>5=-1#C  88888888888888888888888888888888888888888888888888888888867
F.#"3>88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7
F=3C#+ 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888867
I3=888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867
I5=-G- 888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867
) /. #1#H/#> 88888888888888888888888888886 7
,-C +=J>/#= FC888888888888888888888888888888888 67
#==*03 8888888888888888888888888888888888888888888888888888867
-"- 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867
-#= -/13 8888888888888888888888888888888888888888888888888886 7
-11C-#=- 88888888888888888888888888888888888888888888888888888888867
-1#31.8888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7
-10#1-8888888888888888888888888888888888888888888888888867
 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7
F//>-I888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7
* #CC- =3888888888888888888888888888888888888888888 67
> /F>888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867
#&=1  88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867
#1#=/-888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67
#3I 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867
=F553 "-C8 <>5=#>>3888888888888888888888888888888888 67
C#+88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7
+ #= 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867
, =1"- -**-8888888888888888888888888888888888888888 6 7
 888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7
/ 3/# E) =#8888888888888888888888888888888888888888888888888886E)7
0 88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7
00>-888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7
1"F>C=- # 118 888888888888888888888888888888888888888888888888886 7
1C#. =3F5888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7
1C#. =3F5 =1 8888888888888888888888888888888888888888888886 7
1C#=5F05  88888888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7
1C#> 153/3888888888888888888888888888888888888888888888886 7
1C#> 153/3 =18888888888888888888888888888888888886 7
1G#>C # G-/F5538888888888888888888888888888888888888888888886 7
=#  8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7
=#188888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7
>*=3 888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7
>*=3 K-31- G-/F553  8888888888888888888888888886 7
   888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7
C/#0#1C-8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7
C/03-/-=#8888888888888888888888888888888888888888888888888888 6  7
C/03-/-=# =1 88888888888888888888888888888888888888888 6  7
 =3F58888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7
 =3F5 4@ H==888888888888888888888888888888888888886 7
-
FG#1CF> 888888888888888888888888888888888888888888 6
7
. 881#=*J888888888888888888888888888888888888888888888886 7
-1#I- 88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7
/  3=- 8888888888888888888888888888888888888888888888888886 7
1"- #1K3 88888888888888888888888888888888888888888888888888886 7
K-38888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7
FI3CC- 88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7
G#1CF=# =3F5888888888888888888888888888888888888888888886 7
0 -=# #1-031C8888888888888888888888888888888888886 7
1*#0#1C # 8888888888888888888888888888888888888888886 7
 888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7
#"-31C#+88888888888888888888888888888888888888888888888 6 7
#"->#C88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7

('
('

' 50,5",05" !
$ &% $ &% $1(!%

3
#.4
! $ !
$1(!%  1(!%

L!2LE ,L!?? 9D!$@ L!$)E L!2L2 4)?!D


D!$($ 9L!D@ 9)!$) D!))E )!L?$ D@(E2!E
4!??) 9E!42 94!2L 4!@D( 4!$DL $$(?!?
D!$DL 9E!)4 944!D) D!D)L )!42L
@$!D
))!@DL 9L!44 94?!E@ D@!$DL ))!$LL (@L!E
4(!L2L ,E!4) 9D!)D 4D!D?L 4(!@2L ((L)4!4
4L!2(L 9L!2E 94@!D? 2!LEL 4L!2(L 4@)$!D
L!4LD 9E!(2 944!E@ L!L$? L!44L
4?!E
%
%
%
%
%
%
@!@DL ,L!L$ 94E!2( (!?DL @!@D( D)?!)
4!L)E ,$!@L 9@!DD L!24$ 4!4)L
42!@
4!2?4 ,4!)L 94$!(2 4!@4L E!42$
?L!(
D(!$@L ,L!24 9)!4( DD!4(L D@!((L $$)(!)
L!$4@ ,L!4$ 94@!LL L!@2@ L!$EL
)4!$
4!L?@ 9)!@? 94D!4) L!$?) 4!L?@ DL$!D
4E!4)L ,L!L$ 9E(!)$ 2!)@( 4E!D(L 4(@(D!L
E@!D2L ,L!2$ 9E2!$? 42!?@L E@!@(L ))?@!L
D!4?E ,L!$$ 92!LL E!$2) D!D4L
4@!)
?!)@L ,L!)L 94?!44 @!4L( ?!)2L D4)!)
L!?44 ,L!2$ ,?!@? L!?L@ L!??L 4E4E!4
(!EDL ,4!4D 94L!D) )!)D$ (!E2L D4$2!4
4L!4$L ,L!$$ 9D4!@2 ?!D(L 4L!E?L ($?@!4
L!($L ,L!4? 9)!2$ L!(4@ L!@4E E(D!4
4!?$L 92!$$ 9)!D) 4!@4E 4!?$L
42!@
L!$2E ,D!)4 9$!22 L!?DL L!2()
D2!E
D!?)L 94!L$ ,4!($ D!)LL D!$LL 4@(!D
D!D@) 9L!@L 94E!4D E!22E D!D2$
)$!2
4?!2@L ,4!L( 9(!)L 4@!)DL 4$!?LL E?2$4!4
E!$(@ ,D!4E 9)!ED E!(?E E!22@ ?)2!D
4!4@$ ,4!?? 9EL!D( L!$2D 4!4$2 )$E!$
4@!2LL ,L!$$ ,2!L2 4@!(DL 4$!(2L E2@(!4
E!4D@ ,4!)$ 94L!L( 4!2E4 E!42L DE(4!?
L!(L( 9L!(L ,?!D) L!)2( L!(2)
EE!@
L!?D2 ,4!2D 94E!)2 L!@)D L!?@L (@$!4
L!??D 9L!DE 9D4!L) L!(@L L!?$)
DD!D
D2!$LL ,E!@E 9@!?L D(!E4L )L!$?L 4)$L!)
L!@)@ ,L!@E 94?!)( L!()L L!@($ E42!@
L!)4L 94!42 94D!4? L!D44 L!)4L
2!(
L!DD( ,4!L2 9L!D@ L!D42 L!D)) 44@!)
L!@4? ,L!4@ 9)!L( L!(?( L!@4$
DL!$
4D!LEL 9L!4( 9$!?? 44!)@L 4D!LEL 4)4L!@
E!@LL 9L!D2 9(!2( E!E)$ E!@)L )4E4E!D
E!D)@ 94!DL 944!4$ 4!2?E E!D)@ E4?)!@
L!@4L 94L!24 9E?!LL L!)DE L!@4L
D!$
4!2D( 9E!2D 9$!?? 4!?EL 4!2D(
()!4
4!L?) 9D!$? 94(!2$ L!$?D 4!L?) 4E@)!?
4!@E@ 9L!E( 94E!4) 4!D?@ 4!@@2
D2!@
4!DE( ,L!?( 9$!D) 4!E4( 4!D($
4$!$
4!?(L 94!(4 94$!$4 4!)4? 4!?$L
4D!$
@!(LL ,D!)2 9DL!E4 )!($E @!?D( EE2@!(
ED!?LL 9L!2) 9E)!?) 4?!D4L ED!22L (E4!4
4?!@DL 94!@4 9E4!4? 4D!22L 4?!?LL E$?!2
@!(LL 9L!)@ ,44!(@ @!)?L ?!@2L E(E!2
L!4?L
% ,4(!L( L!4)@ L!E?(
%
L!EDL ,L!L2 9D!42 L!E4$ L!ED( EDE!L
L!$(L ,L!4$ ,E!42 L!?D( L!$24
E$!)
4!L44 ,L!2$ 94!4L L!$(E 4!LE@
($!4
44!((L 9L!@4 9DD!E2 $!44L 44!((L D(2!?
4!L)@ ,L!D$ 9(!)) L!2$( 4!L$@ 44?!)
L!(LE 9L!EL 94!$D L!)$@ L!(4(
D)!L
(4!(LL ,L!$? 94D!@@ ))!24L (E!?(L E)$$2!E
L!$@D 9(!$D 9ED!?) L!@?2 L!$@D
4)!?
E!4L$ ,E!?? 94)!L? 4!@E( E!4?L @(L!2
L!4L2 9L!4$ 9EL!(4 L!L$@ L!44)
(4!)
4(!(LL ,L!@) 9)!LD 4)!E@L 4(!@LL 4LDL!D
L!$E2 ,L!?E 9)!LE L!?E4 L!$D(
4(!E
)!ELL 94!E( 9EE!D$ D!4?E )!E4) )2@L!(

! .!!

' (44!
'
$1(!%

(f. sav.) Economie di scala nel settore dei formaggi. Lemiliana Nuova Castelli ha acquisito il
100% della concorrente Alival dallimprenditore
Dante Bigi che laveva appena rilevata. Unoperazione di aggregazione che permette la nascita di
un colosso nella distribuzione e produzione di
formaggi Dop. Una realt da 500 milioni di fatturato, oltre mille dipendenti e venti stabilimenti.
Lorigine della Nuova Castelli da ricondursi alla
produzione di gorgonzola. Man mano si ampliata acquisendo la propriet di caseifici per la
produzione di parmigiano reggiano e grana padano. Alival invece vende mozzarella vaccina, di
bufala campana e pecorino toscano.

fabiosavelli
RIPRODUZIONE RISERVATA

  

4 '

('
..! '

4 '

('
..! '

4D8LD84(
4)8L)84(
4)8L(84(
4E8L@84(
4)8L?84(
4)8L$84(

22!22@
22!2$$
22!2??
22!2?(
22!2@L
22!2DE

4)8L284(
4)84L84(
4D84484(
4)84E84(
4)8L484@

22!24?
22!2L(
22!$$2
22!$$E
22!$)L

E4D
E)D
E?D
DL)
DD(

3
#.4
! $ !
$1(!%  1(!%

#"-31 88888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7 ?!?D( ,4!E4 94E!@? @!)@( ?!$(( @?4@!2


#"-3/1F088888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7 @!D(( ,E!(D 94$!(@ (!L2L @!(EL )?)E!D
#=-"-#888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 L!442 ,E!)@ 94$!2L L!L2D L!4E@
@!4
-" 1"F>C=J 58888888888888888888888888888888888888888888 6 7
%
%
%
%
%
%
-CC#/8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7 4!DEL
% 9$!24 4!4@( 4!DE2 44(!)
3/#>.-1# 88888888888888888888888888888888888888888888888888886  7 4!E$L ,D!)L 9E(!2$ L!22L 4!DDL E?4!2
3/ #" 888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 L!)@D ,4!)D 9E!(( L!)4) L!)2E 44L!4
31/#= 888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 4E!$DL ,4!LL 94(!2L 4L!@$L 4D!DEL DED4!)
31""3=- 888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 L!2EL ,4!L$ 9(!4) L!$E( L!2D2 E)E!$
31"3 G 888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 E!?2L 9D!DD 9((!2( 4!@2( E!$EL
?)!)
31=-&8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 L!DE) ,4!D) 94)!L? L!E?( L!DE$
)$!)
31C# >+- -8 88888888888888888888888888888888888888886 7 L!)E2 ,4!D4 ,4L!$) L!)LL L!(E4 EEDL!)
3G-#0I8888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7
%
%
%
%
%
%
FCF-31/-1# 8888888888888888888888888888888888888888888888886  7 (!)(( 9L!2D 94(!L$ )!?LL (!)(( E4@!@
1 -#  888888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7 E!2(L ,L!D) 94L!L? E!@?E D!LEL D)(!E
3#0/-&#8888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 )!@LE ,E!)@ 94!E$ )!)$E )!?@L
D(!(
3#0/-&# 4( H== 888888888888888888888888888864(7
%
%
%
%
%
%
3G=# 88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 L!?EL 9E!$@ ,4L!LL L!?LL L!$LL
2!2
2 /-"C8888888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7 L!D?? ,E!DD 94(!@L L!D42 L!D2(
4E!2
3 1=-*=3F5  88888888888888888888888888888888888867 4!@@( 9L!24 9D4!LL 4!E)( 4!@@(
?(!4
=0/C 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 E!(4L 9L!)$ 9(!)@ E!D($ E!(E$ )(?2!D
=0/C 4(H8888888888888888888888888888888888888886 4(7 4!)$( 94!?4 9?!$) 4!D)@ 4!(L)
%
-**-38888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7 E!$)$ ,4!L) 94$!@? E!D)$ E!$?$ 4L)L!(
-#==#/88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7 L!?E@ 9D!?2 9E!$D L!@$4 L!?E@
D)!D
-#==#/ 4EH8888888888888888888888888888888888888888888886 4E7
%
%
%
%
%
%
-1-1&=-1888888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7 D!?EL 94!L2 94(!2@ D!L@L D!?)L 44E!L
-:F"=3 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 4!@)? ,L!?$ 94E!(L 4!)4( 4!@?L
$D!)
-=#//-  8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 4E!(@L ,L!(( 94E!?( 4L!@$L 4E!?(L (2$D!)
-=#//-  8 =18888888888888888888888888888888888888888888888888867 44!@LL ,4!$@ 94@!($ 2!$@L 44!$EL 4)D!L
3/-*=8 8F>C-13 888888888888888888888888888888888888888 67 @!(DL 94!DE 9?!4) (!@@L @!(DL
((!D
3/-*='- "-C3=-/#88888888888888888888888888888888888886 7 L!E@E 9L!)E 94(!)@ L!EE( L!E@@
D)!2
=#/-3>8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 L!D(( ,)!ED 9DE!L$ L!E(L L!D$4 4$@!(
=#0F" 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 L!E4) 9(!$2 9E@!(4 L!4D$ L!EDL
)L!@
=-0 1"F>C=-#  8888888888888888888888888888888888888888888 6 7 4(!4?L ,L!$( 92!E2 4D!)?L 4(!?$L 4($!4
=J>0-18888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 4@!?@L ,4!@) 94L!42 4)!)DL 4?!L(L D@)?!D
5 8 # #"-- 8888888888888888888888888888888888888888886 7 L!D4$ 9L!)? 94@!)( L!E?4 L!D4$ 4EL!4
- J8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 D!@(L 94!D2 94D!2E D!4@@ D!@(L 2$$!?
CC-888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 E!(LE ,L!?4 9)!E( E!DEL E!(EL
@?!?
 #"-*=3F5 888888888888888888888888888888888888888888867 4!4)L ,E!)$ 94?!(2 L!$E? 4!42( (2?!D
#3="C- 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 4D!$4L ,L!@( 9(!?) 4E!$(L 4)!@(L E$$4!$
#5/J 888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 @2!2(L 9L!E2 94(!)D (2!L(L @2!2(L @(E!?
#C#/-C 88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 L!@L( 94!LL 9E!EL L!((? L!@L(
2$!@
->10#1C388888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 L!4E4 ,L!$E 9EE!EE L!L2D L!4D4 E42!)
3>>>888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 4!E)$ 9L!(@ 9(!2) 4!4@L 4!E@L
4)!)
6 & 8588 8888888888888888888888888888888888888888867 44!2@L ,L!DD 9?!L? 4L!@)L 4E!LLL 4D2!@
#> 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 ?!L2L 9L!)E 94(!4L (!$4L ?!L2L 4LD!E
#> =1 88888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 @!)?( ,L!L$ 9E(!LL (!LD( @!)$L
)?!?
'/3 =3F58888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 4E!(4L ,4!(L 94)!D( 4L!D2L 4D!EEL ?$$!?
-5#0888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 $!@LL ,E!2D ,E!L( ?!42L $!22( D$)D!)
-5#0 =->5888888888888888888888888888888888888888888888888886 7
%
%
%
%
%
%
/-1- 05=#*-/38888888888888888888888888888888888888888888888 6 7 D!@DL ,E!4@ 94$!DE E!?)L D!?4L 4?$@!@
/-1- 05=#*-/3 =1 88888888888888888888888888888888888 6 7 4L!DDL
% 94!E? 2!DLL 4L!(LL
4@!?
=>888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 L!2$L 94!(( 94$!E2 L!?2) 4!LEE 2D)!E
C888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 4)!D2L 9)!E$ 9?!D2 4D!L4L 4)!D2L 4D2!4
G#888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 4D!@LL ,L!E2 94!2( 4D!LDL 4D!?EL ?(D!?
=##1 #=G-#88888888888888888888888888888888888888888888888867
%
%
%
%
%
%
#C 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 L!LLD
% ,@!@? L!LLE L!LLD 4$E!$
#C  4@ H== 888888888888888888888888888888888888 64@7
%
%
%
%
%
%
#C  = 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 4D4!LLL 9)!?E 9)D!$$ $(!L(L 4DD!4LL
L!2
#=G-K- C/-  8888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 )!)E$ 9L!)4 94L!)E D!22L )!)E$ 4E(!)
#=G-K- C/- 4( H== 8888888888888888888888886 4(7 L!DEE 9(!@4 9?!)L L!E?L 5/0"
%
#>888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 4D!EEL ,L!2? 9E!)$ 4E!)LL 4D!D(L EL$!4
 888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 2!E?L ,L!?L 94(!(2 ?!$(L 2!DD( E4E)!L
-1C#>-88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7 L!L$L 9DD!4? 9)2!@D L!L(L 555
D!)
1- 88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 4!@(4 ,E!E( 9E2!E2 4!E@4 4!@$2 42D!(
10 > 88888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 )!E)$ 9E!2@ 9)!EE D!24L )!D?@ 4)2D@!E
3*#' 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 E!?2L ,L!4) 9DE!ED E!L)L E!$(E DDE!4
3/ 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 @!?4L 9L!2L 9L!@$ @!@LL ?!4EL @L?!D
3=-18888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 E!L(L ,4!)) 9@!$D 4!$2L E!4LL 2$?!$
5#888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 4L!)LL 94!@@ 9$!DD 2!@LL 4L!)LL 4D)!$
5# H== 88888888888888888888888888888888888888888888888888867
%
%
%
%
%
%
C#&1#/  888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 L!DE( ,4!EE 9$!$$ L!E$4 L!D))
E?!?
C#&1#/ =->5  888888888888888888888888888888888888888888867
%
%
%
%
%
%
 -=3#/#C=88888888888888888888888888888888888888888888888886 7 ?!?$L 9L!)( 9E)!$$ @!L?L ?!?$L
%
7 0F=-8888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 D!4(L 94!@4 942!2( E!(?) D!4(L )(D!D
0F=- 4DH88888888888888888888888888888888888888888886 4(7 4!LL) 9(!LE 9?L!D4 L!((? 5 
%
88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 L!)ED ,E!?@ 94E!$L L!DD( L!)@L
4?!2
#/#30  88888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 L!2?? ,E!EL 944!)? L!$(L 4!LDD 4DE?$!D
#/#30  #"-888888888888888888888888888888888888888886 7 4!LDL ,L!@$ 9@!(? L!2() 4!L(D 4L?!4
#/#30  #"- =18888888888888888888888888888886 7 L!@E4 9L!L$ 9@!2$ L!(DD L!@@L
D!)
#/#30  =1 888888888888888888888888888888888888888888888886 7 L!?24 ,4!@$ 94D!(L L!@$L L!$D? )?$(!@
#1=-> 88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 4D!4(L ,L!D$ 9(!?2 44!E(L 4D!@4L
%
#=1888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 D!$2) 9E!E@ 9D!2( D!((@ D!2)E ?2(?!4
#=1-1#=*-  888888888888888888888888888888888888888888888888 67 4!?(L ,L!(4 9ED!)4 4!)4$ 4!?$L
@@!L
#>0# 88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 L!@4( 9L!@( 9)!L@ L!(@( L!@DL
@@!E
->/-888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 L!L(( ,L!4$ 9)!(( L!L(L L!L(? 4LE!@
3"<>8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 2L!ELL ,4!)? 9E(!42 @2!)(L 2E!L(L E?$L!@
=#G- -18 1"888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 D!E(@ ,D!2L 94E!?) E!(LL D!D$$ ((4!D
 #,>3/FC-31 8888888888888888888888888888888888888888888 67 $!?$L 9L!2$ 94E!2D ?!D$L $!?$L 4L)!(
8  1 8888888888888888888888888888888888888888888888886 7 @!DL( ,4!4$ 9D!@E (!D4( @!@E( (?L4!@
1-=#"-C88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 (!DLL ,D!)@ ,E!)$ )!24L (!?)( D4)L$!2
1-=#"-C =->588888888888888888888888888888888888888888888888867 ?!$4L ,E!D$ ,E!2$ ?!?EL $!L(L
42!(
1-53/8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 )!E?L ,@!?D 9E!E( D!$D) )!@$L 4242!(
1-53/ 5=G 88888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 )!E?L ,@!2? 9E!)L D!$?@ )!@() 44?$!$
1-53/-8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 E!)@) ,4!)) 94L!LL E!4EL E!(4L (@@4!$
1-53/- =->58888888888888888888888888888888888888888888888867 EDL!ELL ,E!LL 94?!?( 42E!(LL ED)!2LL E2$!4
1-53/- =->5  88888888888888888888888888888888888888888867 E!)$$ 9L!)L 944!E? E!4E@ E!(LL 2))!2
9 />3- 88888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 4(!)LL ,L!E@ ,L!D2 4)!$$L 4(!)@L 4@L!$
-1-1- 1"F>C=- 8888888888888888888888888888888888888888888886 7 4!E))
% 94!2? 4!4@@ 4!E?L
D@!?
-1-1- G3=- 88888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7 (!EE( 9L!)$ ,@!?L )!$?L (!@E( EE(!2
-CC3=- >>8 88888888888888888888888888888888888888888888888888 67 2!D(L ,L!D? 9(!@( $!EE( 2!(LL @D4!D
: 3=/" FCJ =##8888888888888888888888888888888888867 2!)2( ,L!(E 94?!L4 ?!2@( 2!??L E)E4!D
< 33I 8888888888888888888888888888888888888888888888888888867 42!(EL ,4!)@ 9$!DE 4(!?DL EL!)?L 4E4$!2
= -*1*3 #C=3 888888888888888888888888888888888888888 67 (!)EL ,4!L2 9@!L? )!24$ (!(4( )$L!(
F+- 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 L!L(D ,E!EL 94!(E L!L(L L!L((
EL!D
F+- 4) H==8888888888888888888888888888888888888864)7
%
%
%
%
%
%
F+- =1888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 L!4(@ ,E!$4 ,?!?? L!4(@ L!4?E
L!@
 -C3/3 55=C#1#1C# / >#*0#1C3 C=8

G/FC / 4D,LE,4(
,
,
L!L4
L!LE
L!L(
L!4L

Nuova Castelli-Alival,
nasce il colosso dei formaggi

('
('

' 50,5",05" !
$ &% $ &% $1(!%

C-  F= "#//;*#1K- *-3=1/->C- "-33=8 31#C# F=## 31-1G#>C 8 8 -/13

E$
@L
2L
442
4(4
4$E

RIPRODUZIONE RISERVATA

%# (  ## % # & 


    ##    
    % $$$  # ) %    &%#  % ''' #! 
('
('

' 50,5",05" !
$ &% $ &% $1(!%

$ 88 30 88888888888888888888888888888888888888888888888867 L!(E2 9L!)? ,)!$@ L!)22 L!((2 EL$!?


E88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886E7 L!$)2 94!42 94!@E L!?2E L!$($ E@@$!2
#88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 4L!)4L 9L!?? 94)!E? $!2LL 4L!?(L E42$!E
3C#/ =3F5 88888888888888888888888888888888888888888888888867 4E!)EL 9L!E) 9E4!(D 4L!EEL 4(!(LL
(E!L
2?!)
>0,*0888888888888888888888888888888888888888888888888888867 4!E@$ 9L!?2 94?!DL 4!L@4 4!E?(
",#=358-=#1K#888888888888888888888888888888888888888886 7 4(!LLL 94E!)) 94)!$( 4E!@$L 4(!LLL 4DD!L
#"#> 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 E!@?L 94)!(2 94D$!4$ 4!L4L E!@2L
E?!2
#&&# 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 E!4L@ 9E!(D ,)!(D 4!?2? E!EL@ EED!@
/#=-3188888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 E!($L ,E!(? ,$!2L E!D$@ E!$@L 44D!D
D?!)
0-#1C+#>->8888888888888888888888888888888888888888888888888867 L!)L( ,L!)2 9D!E4 L!D(D L!)L?
05/-&318888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7 (!)2L 94!E2 94E!L) )!$$) (!)2L 4EE2!E
1-0 3/"-1* 888888888888888888888888888888888888888888886 7 )!($@ 9L!?2 92!2$ D!$LL )!(2) 4D@@!4
1>/"3 C> 88888888888888888888888888888888888888888888888888 67 $!2LL 94!D? 9@!L$ $!42L $!24( 4??E!4
=#188888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867
%
%
%
%
%
%
>35-G#  8888888888888888888888888888888888888888888888888888867 4!2D4 9E!2D 9@!4L 4!?@L 4!2D4 ))2!@
>C/"-  88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 (!$2( ,L!?@ 9EE!(4 )!)4L (!2$( ($L!4
C/1C-8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 ED!L)L ,L!4? 94(!(( 42!4(L ED!L$L 42LE(!@
FC3*=-//88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 ?!)D( ,L!2D 94@!)) @!L@L ?!($( 4$2)!2
FC3>C=" 3, -88888888888888888888888888888888888888888888 67 44!2LL 94!D@ 9E4!)D 2!)(L 4E!L4L 4L)4!?
@$!2
FC3>C="# #=8888888888888888888888888888888888888886 7 4(!?2L 9L!)( 9L!DE 4)!$2L 4@!D(L
K-0FC8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 E4!D2L ,L!@L 94@!D$ 4?!@)L E4!$2L DL?(!D
%  5#.#=>  8888888888888888888888888888888888867 @!@LL 94!DL 9$!(( (!@?L @!$LL
?E!2
1 #1#=/-888888888888888888888888888888888888888888888867 E)!4?L ,)!4D 9D!?D EE!EDL E(!E4L E$DL!$
1 '>  888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 4(!?LL 9L!$D 94L!E( 4D!@EL 4(!2LL $))!)
1 358 0-/- 888888888888888888888888888888888888867 @!@4( 9L!22 94$!(( )!$L) @!@D( D4D)!?
1 358 31"=-3 888888888888888888888888888888888 67 D!?$$ 94!D2 9E4!)2 E!$)L D!?$$ 4?4L!L
13 353/=# 88888888888888888888888888888888888888888888888867 4E!DLL 9L!)2 942!)E $!24( 4E!(DL ))?L!E
13 353/=# H4L888888888888888888888888888864L7
%
%
%
%
%
%
>-1#C88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 E!((L 94!LD 94E!?D E!EE@ E!((L 4(?!@
>C3*-88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 E!)4L ,L!)4 9?!)L E!4LL E!))L E$$!@
 -3C#+  88888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 E)4!(LL 9L!E4 9E4!24 42@!?LL E((!(LL
%
 =-*# 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 L!L@) 9L!)? 94(!LL L!L(( L!L?L @()!(
 =-*# =88888888888888888888888888888888888888888888888888867 4!4)E
% 9L!?2 4!L2( 4!422
E!2
 -11C  8888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 L!(4@ ,4!2L 9E)!2) L!D2( L!()L 4$$!)
 1C#=03-/-=#88888888888888888888888888888888888888886 7 D!(DE ,L!4? ,L!ED D!(E@ D!()@ ((4!)
 358C=F=- # K-3 888888888888888888888888888 6 7 L!($D ,D!LL 9)?!EE L!D($ L!@4D 4E?!$
 358 -/138888888888888888888888888888888888888888888888 6 7 L!??E 94!L( 9D(!D( L!(D) L!??E D)L$!$
 35853/#C3 8888888888888888888888888888888888888888888867
%
%
%
%
%
%
 =3'/38888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 L!D?L ,L!?E 94D!LE L!DL( L!D2D E(4!E
3 #>-3,=-1K8888888888888888888888888888888888888867 E!)4@ 9L!?( 94L!2D E!LDL E!)4@ E$D!2
D4!4
3 #>-3,=-1K =188888888888888888888888888867 E!D(L 9E!4? 92!)L E!L4E E!D@L
3 1C1"#=88888888888888888888888888888888888888888888867 (!2?L ,4!(? ,4(!)) (!24L ?!L@L
%
3 ="#*1 =188888888888888888888888888888888888888867 44!LLL 9@!4$ 94E!(D 2!@LL 44!LLL
?4!@
## #0 88888888888888888888888888888888888888888888888888888867 L!(4( ,L!E2 9E!2L L!)$( L!((E
@2!)
$)!4
#*+#//-8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 L!)4$ 9L!4E 9)!$? L!D$2 L!)D4
#1- C-/-888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 L!@@( ,)!@@ 94D!E2 L!(@$ L!?L) 4(E$!2
#>C 1-31 38 888888888888888888888888888888888888888888888 67 4!$$$ 9E!@4 ,(!@L 4!$)L E!LLL
4@!2
-/#CC- 1"F>C=-# 88888888888888888888888888888888888888888 6 7 L!($4 94!L) 94!2D L!(D2 L!($4
)D!?
4@!@
-1013 888888888888888888888888888888888888888888888886 7 L!)$D ,D!?$ 9E!D? L!)E4 L!(E)
-#>># 888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 4E!$$L ,4!$D 9D)!(2 2!D@L 4D!EEL D(@!E
-3#=88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 L!DLL ,)!)@ 944!44 L!E)$ L!D4(
4L!2
3#=3 =C8888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67
%
%
%
%
%
%
3/K31-  88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7 D!L(E ,4!@$ 944!?2 E!@L$ D!4L)
$L!@
318#===#>-88888888888888888888888888888888888888888888888888888867 E@!?EL ,L!L? 94?!L2 EE!?LL E?!L(L 4(4!D
3=*3>#>- 88888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 L!?@E 9L!E@ ,)!)( L!?)@ L!?2?
E$!$
3=*3>#>- =1 888888888888888888888888888888888888888888888867
%
%
%
%
%
%
=#03 888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 D4!((L ,L!@@ 94D!D? E@!@(L DE!@$L E444!E
=-3>+-888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7 L!4L? ,4!E4 94$!@L L!L$@ L!4L2
$)!4
=F1#//3 F-1#//- 8888888888888888888888888888888888888888867 4$!(LL 9L!)D 9E!)2 4?!L2L 42!2LL 4E(?!E
FKK- 1-#0 8888888888888888888888888888888888888888888888888867 44!E@L ,E!4? 9?!E) 2!@DL 44!2$L 4$?(!E
FKK- 1-#0 =1888888888888888888888888888888888888888867 ?!L)( ,4!L( 9$!D$ (!$$L ?!DEL E$2!L
& " C  8888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 D!2?L ,L!(L 9)!)? D!@4L )!L?L
D(!$
-=3 3008 8888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7 (!@?( ,E!E) 94)!@L )!?4L (!$)L )(4!2
/#&' 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 4!DL? ,L!4( ,@!(4 4!E@4 4!D2$
4@!D
/C*-=31# 88888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 E!L4L ,4!E$ 9$!@( 4!$4L E!L2$ ED2!$
/C*-=31# "88888888888888888888888888888888888888888888888867 4!L4L ,L!2$ 94?!($ L!$4L 4!LE@ 4E(!(
05=-888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 (!2@L ,L!@? 94$!4) )!2DL @!L$L D)?E!4
5# -G# 888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 E!EL$ 9L!D@ ,E!?D E!4(L E!E?@
EE!D
===388888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 4!22E ,)!@2 9)!$) 4!$D4 E!4DE
2E!4
CC3/- >888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 @!@(L ,4!?? 94)!D@ (!(LL @!24( 44??!D
%
#// +#=58888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 4!2() ,L!?4 9L!E4 4!2EE E!L(L
#0=#  8888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 44!)$L 94!DE 94L!D$ 4L!E4L 44!?$L 42D!?
#0#1C-= 88888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 @!ELL ,4!)D 94$!(( )!$$E @!D?( 2$$!D
#1C8 CC# 3=-13 8888888888888888888888888888888888888886 7 D!DLL 9E!ED 9EE!D4 E!@$) D!DDE
DE!(
#=08 -+#CC-888888888888888888888888888888888888888888888886 7 L!E$L 9E!(D 9E?!L) L!EL2 L!E$L
ED!4
#=G#"8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 (!L$L ,L!D2 94?!)$ )!L)L (!4LL 22L!E
 88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 L!LD2 9L!?$ 9L!?$ L!LD@ L!L)L
2!@
 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7 L!E$( ,L!L) 9EL!D4 L!EDL L!E$(
E(!?
-3/#// 88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 L!ED( ,4!@? 9E!$) L!E4L L!E)E
)E!?
-=8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 L!2@$ ,E!EE 9$!L) L!$)? 4!L4L ?$E!)
/>> "-C3=- 8888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 L!D)2 ,4!4D 94E!)E L!E$@ L!D(D 4LL!E
 1"F>C=-/88888888888888888888888888888888888888888888886 7 @!$E( ,L!2) 9D!@) @!E)( @!$2L 2E?$!(
3'"# 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 L!)@( ,L!D@ 9?!(L L!)LD L!)$L DDD!L
3*#0# #C 8888888888888888888888888888888888888888888888888888 67
%
%
%
%
%
%
31' =#>C-C3<8888888888888888888888888888888888888888888888 67 L!D4) ,D!)? 9E2!4$ L!ED( L!DE(
4)!@
%
%
%
%
%
%
=#"8 =C-*-13 8888888888888888888888888888888888888888888888867
=#"8 0-/-13 88888888888888888888888888888888888888888888888888867 @!($( ,L!L$ 9)!LD @!EDL @!24L E42L!2
=#"8 /C#//-1#>#888888888888888888888888888888888888888886 7 4!444 ,L!@D 9D(!)2 L!?EL 4!44$ 4EE2!)
>58888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 4!@2? 9L!4E 942!(4 4!D2? 4!?LL
((!2
' <0-3 8888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7 L!)?L ,4!$$ 94!4L L!)DE L!)2D ELE!)
<0-3 4@ H== 8888888888888888888888888888888 6 4@7
%
%
%
%
%
%
" 888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 E!@?L 94!22 9E!DL E!)4) E!@?L
))!E
0-1- 88888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 4!))4 ,L!4) 94(!)@ 4!EL( 4!))D 4EL!E
1-#/-88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 E4!(LL ,4!(4 9)!(E EL!L2L EE!42L $$D!E
1-#/- =1 888888888888888888888888888888888888888888888888888867 4(!LLL ,4!?? 92!L2 4D!E$L 4(!DLL @L2!$
C/3*- 88888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 4L!@2L 9E!?2 9EL!D$ $!$LL 4L!@2L @4)!@
#< 31*+- 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 4?!4(L 9L!(2 94(!4L 4)!?DL 4?!4(L E(($!?
# 5-C/ 88888888888888888888888888888888888888888888888888867 4!?() ,L!2L 9)!?E 4!@E4 4!??L (D2!4
#//-0 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 E!L(L 9L!22 9(!E) 4!$L( E!L(L DL?!4
->3=-1  88888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 D(!EEL ,L!$) 9(!4L DD!DDL D(!$$L 42$4!E
-*-C/ =3>  8888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 D!@LL 9L!@4 94E!4( D!LDL D!@D)
(L!L
0-/ =3F5  88888888888888888888888888888888888888888888886 7 E!($L ,(!D@ 94E!)? E!L2) E!$)L
)!4
  88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 ))!(LL ,4!DD 9(!4D )4!D4L )(!4LL 4E@$!D
( "->31 = 888888888888888888888888888888888888888888888888 67 L!$?4 94!@D 94!EE L!$)L L!$?4
2(!2
 888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7 L!4D( ,4!DE ,E4!2? L!4E) L!4?D
(!2
/818 88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 DL!)EL ,L!4L 9?!$? E@!(DL D4!@LL 4)(!@
/- 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 4!2LL 9E!4L 94D!D? 4!@@@ 4!2LL 4EL!4

' ''

di inizio mandato quando assicurava che il suo


sarebbe stato il governo pi verde di sempre.
Da qui la decisione di sostenere i labour.

L!44
L!44
L!44
L!L2
L!4)

!. 1(
"" 
C#=/-1 6G87
C#=/-1 6187
C#=/-1 653>C8?)7
=F*#==1"
=#1*3 C/-13
=#1*3 G-KK#=3
=#1*3 =1#>#

(! ..(
E(E!D) E$$!D)
E(?!4( E2L!$E
E(?!4( E2L!$E
48L2E!?@ 48EL4!()
422!4E EED!D?
42)!L( E4?!)D
42D!)2 E4(!2D

(!
"" 

..!

=3 -/13 6F=3A*=87


=3 31"= 6F>"A31-7

D(!))
D(!4?
48ED(!(L 48EED!?(

=*#1C3 -/13 6F=3A.*87


/C-13 -/13 6F=3A*=87
//"-3 -/13 6F=3A*=87

))

1(!(

,,,
,,,
,,,

(

(LD!4E
D(!$D
ED!LE

('
'/+5 /+
4 >#CC8 ,L!LDD ,L!LDD
4 0#># L!LL4 L!LL4
E 0#>L!LEE L!LEE
D 0#>L!L)2 L!L(L
) 0#>,
,
( 0#>,
,
@ 0#>L!4E2 L!4D4

('
'/+5 /+
? 0#>,
,
$ 0#>,
,
2 0#>L!424 L!42)
4L 0#>,
,
44 0#>,
,
4E 0#>- L!E@L L!E@)

!.! .(2
C/-
F=34?
1"
1-0=
-1/1"-
=1-

5'5
5'5
5'*5
5
5'5
5'5

L8L(
L8L(
L8?(
L
L8L(
L8L(

!.! .(2
#=01-
-5531#
88

G#K-

5'5
5'/

5'0
5

L8L(
L84
L8(
L8E(
L

  C 09+ B,09* :29 ::* *. 0,,9*  0.9 *.


2 .   A9*'0 *. #9.(* :B*FF 9*5 >* *  C 09+
090.>0 ''*09.>* ,, 09 @G5GG
*.**

-:> 9- 3 D4555555555555555555555555555&%"@;
9 .> . D5555555555555555555555555555555555555555555%?@@
9AD ,, :) , @G55555555555555555555555555 ?%?;"<

>0DD A905555555555555555555555555555555555555?&%%;

>0DD A90%G5555555555555555555555555555??;&1&

>0DD  5555555555555555555555555555555555555555?;@G&

>0DD %G55555555555555555555555555555555 ?@&;@"
 A90>951GG5555555555555555555555555555@/;//@
0.' 0.' 5555555555555555555555555555@&?1%G@

0(.. :A9' 5555555555555555555555555555&;&1G1<


0.9 31GG45555555555555555555555<"1"1;
9*  D?%55555555555555555555555555551G?<&"G
:,0 02 @% 555555555555555555555555555555555555555%&/?%
*.'209  555555555555555555555555555555555?&&&%;
E. E 3,, 9:45555555555555555555555555%;?1;@
090.>0 3?GG0-24 555555555555555551%1G;&"
* .. 3>D455555555555555555555555555555555555@?@1@&
A9*'0 3 4555555555555555555555555555555555555"%;;;<


6G//
)?/;
)G1;
)G@G
)G@;
)G@&
)G1;
)G?&
)G";
)G<%
)G1<
)1@/
)@G1
6G?G
)G&%
)GG?
)G@<
)G&/

: , F*0.
    
*:55555555555555555555555555555555555555555555555555555<?%1
,,*.F 555555555555555555555555555555555555555555555555551&<&%
E 9 ' 5555555555555555555555555555555555555555555551@?<G
 * 9:09# 555555555555555555555555555555555555555555555;<&"
-C5555555555555555555555555555555555555555555555555555551G&&%
0-- 9F.+ '55555555555555555555555555555511@"
 A>:( .+ . 5555555555555555555555555555555@<<<
 A>:( 0:>5555555555555555555555555555555555555 @;"G
 A>:(  , +0- .55555555555555555555555551%<&
> A#>(.: '5555555555555555555555555555555551?%&
A'0 0:: '555555555555555555555555555555555551G"G%
>90 '555555555555555555555555555555555555555555555555@/G"
* - .: . 555555555555555555555555555555555555555555555/&?"
0,+:C' . ' 55555555555555555555555555555555@1G@%

*9 *7A* 55555555555555555555555555555555555555555511?%G
,:>0-55555555555555555555555555555555555555555555555555555@"G"
D 55555555555555555555555555555555555555555555555555555@G<<
.255555555555555555555555555555555555555555555555555555555555&<G;
2  -*.*5555555555555555555555555555555555555555555<&/"
99 #0A9 55555555555555555555555555555555555555555555555@"1%
:*.0 55555555555555555555555555555555555555555555555555555"G%%
9!*> '9*0, 55555555555555555555555555555555555551G"&
.0. 555555555555555555555555555555555555555555555555555%"<;
89!, 555555555555555555555555555555555555555555555555551%"&G
*( ,*.55555555555555555555555555555555555555555555555555"&GG
 A' 0> 55555555555555555555555555555555555555555551?&G
 .A,>555555555555555555555555555555555555555555555555555</@1
*.>)0*.555555555555555555555555555555555555555?"?&
.0$)E.>( ,555555555555555555555555555555"%GG
0*!>! !.!9, 55555555555555555555555555555555?<?1
0 D(0 ,,*. 55555555555555555555555555555555";;G
0>, 555555555555555555555555555555555555555555555555555555555&</%
   
-F0. 0- 555555555555555555555555555555555555?;&;%
- 9*. D29 ::555555555555555555555555555555"%%&
22, 0-2 .555555555555555555555555555555551@&@;
>555555555555555555555555555555555555555555555555555555555?&?G
.+ 0# - 9*5555555555555555555555555555555551<@;
0 *.' 5555555555555555555555555555555555555555555555555 1&;?%
9.*B, 55555555555555555555555555555555555555555555555555&?/<
> 92*,,9 . 55555555555555555555555555555555555555"?G"
*:0 E:> -:55555555555555555555555555555555555555@;@1
*>*'90A2 .55555555555555555555555555555555555555555&/?G
0)0, 0555555555555555555555555555555555555555&@G/
0,'> ,-0,*B 555555555555555555555555555555</@?
0C ( -*, 5555555555555555555555555555555555555 &;"%
A0.> 555555555555555555555555555555555555555555555555555;&/%
DD0. 0*,555555555555555555555555555555555555555555/GG"
09 0>09 555555555555555555555555555555555555555555551<@1
 . 9, , >9* 5555555555555555555555555555555555@&<?
 . 9, 0>09:55555555555555555555555555555555555 ?;?/
0,-. (: 55555555555555555555555555555551"<<;
 C, >>)+95555555555555555555555555555555?"1;
0. EC ,,5555555555555555555555555555555555555555551G@G%
- 55555555555555555555555555555555555555555555555555555555 1%;?<
.A:>9* >AFF* 255555555555555555555555555551%%
.> , 092 55555555555555555555555555555555555555555555555??%%

0(.:0. 
0(.:0.5555555555555555555555551GGGG

 09'. 555555555555555555555555555555555555555555555%"G1
0+(  9>*.555555555555555555555555555551/%<<
AD0>>* 92 2555555555555555555555555555555 %;/&
0.,8:5555555555555555555555555555555555555555555/?/1
9+  055555555555555555555555555555555555555555555%"%%
*90:0#>555555555555555555555555555555555555555555555555&@?G
0.:.>0 055555555555555555555555555555555555551@@1&
09'. >., E5555555555555555555555555555555555?<1%
*+ .5 ,5 5555555555555555555555555555555555555555/1G%
* .>,  >5555555555555555555555555555555555555;/@&
$F 955555555555555555555555555555555555555555555555555555555?&@1
(*,*2 099*:55555555555555555555555555555555555555555"@G&
90> 9  -, 555555555555555555555555555555"%&"
.*, B 9 555555555555555555555555555555555555555555&@G/
,> *:. E 5555555555555555555555555555555555555551G1&"
(*9,200, 55555555555555555555555555555555555555555555@G</%
 90D555555555555555555555555555555555555555555555555555555551?&1
(00 .55555555555555555555555555555555555555555555555&@/1


?* 90A2 5555555555555555555555555555555555555555555555&;@<G
.',0 - 9*.555555555555555555555555555511@?%G
:>9 . 55555555555555555555555555555555555 &&<;/&
9,E: , 555555555555555555555555555555555555555@%1GG
 5555555555555555555555555555555555555555555555555555555555&&%"G
9*>*:(  , 0-55555555555555555555555555555555&%%<&
A9 99E 90A2 55555555555555555555555555551"1?&<
,D0:-*>(+,*. 5555555555555555555555555551%1&GG
9+:  2 . 955555555555555555555555555555&/@/1
 9:0. ,55555555555555555555555555555555555551?<"%@
9A .>*, 5555555555555555555555555555555555555551<1@GG
0,,: 0E 55555555555555555555555555555555555555555/11</
0E,  A. ,,555555555555555555555555555555555&&@G&
0E, + 0# 0>5555555555555555555555555555555?;"&G
(90 9: ,555555555555555555555555555555555@/@%GG
.*, B 9 ,5555555555555555555555555555555555555@"1/GG
0#0. 90A2555555555555555555555555555555@@/"?
 
 :>,!555555555555555555555555555555555555555555555555555555;G/G
0B9>*:55555555555555555555555555555555555555555555555555/&%G


61@"
6G1;
)G1@
)G1G
)G@&
)G@@
)G&1
)1;1
)G"<
)GG;
61G?
6G<@
)G1&
6G%%

)GG/
)1%"
)G/<
)G@?
)1&G
)G/?
)1"G
)1%G
)
6G%&
)G1%
6G;/
6G@<
)1@@
)G?@
)G<<
6GG@
)G"&

6G&;
)G?%
61"&
)1%"
)G/1
6G1%
6G/&
)G/"
)1G@
)G1"
)G;?
)G?G
)1?&
)G;&
)1G@
6G;%
)G?;
)G?%
611&
6G;&
)G?"
)G;<
)@%@
)G&%
)G?%
)G;;
)GG1
)G"<
)G1@
)G%1
)G;G
6G%%
)GG?
)1"?
)@%%
6G1<
611"
6G11
)G1@
)G&?
)G%&
)G%/
)G?"

)G?G
)@@@
6GG;
)G";
)G1@
6?<%
6G%G
)G?<
)1G<
)G";
)G%/
)1&@
)1G1
)1G;
)1@"
6G@"
)G&<

)G;;
)GG%

Gioved 12 Febbraio 2015 Corriere della Sera

40

Cultura
& Spettacoli

Biblioteca Girolamini

Tornano in Italia
500 libri rubati
Saranno restituiti allItalia 500
preziosissimi volumi, tra cui
edizioni originali di Galileo e di
Copernico, rubati in Italia e

sequestrati nel 2012 a Monaco,


dove stavano per finire allasta.
Lannuncio stato dato dalla
procura tedesca: i volumi, di un
valore complessivo di 2,5 milioni
di euro, saranno consegnati
domani allautorit giudiziaria
italiana. Tutto inizi tre anni fa,
quando unesperta di libri antichi
riconobbe sui volumi nella casa

daste Schauer di Monaco i


simboli della Biblioteca
Girolamini di Napoli: ne nacque
la scoperta di un furto a varie
biblioteche storiche per il quale
stato condannato in primo e
secondo grado lex direttore
della Girolamini, Massimo De
Caro, e il titolare della casa daste
tedesca.

Testimonianza Esce Clandestina (Einaudi) diario 1940-1945 dellebrea Marie Jalowicz Simon

La vita negata nella Berlino nazista


Documenti falsi, nascondigli segreti, senza vestiti e cibo: ma vede crollare la capitale del Reich
Lautrice
Il libro di
Marie Jalowicz
Simon
Clandestina.
Una giovane
donna
sopravvissuta a
Berlino 19401945 edito
da Einaudi (pp.
332,  20, a
cura di Irene
Stratenwerth e
Hermann
Simon,
traduzione di
Isabella Amico
di Meane).
tratto da una
testimonianza
orale

Marie
Jalowicz Simon
(nella foto),
nata il 4 aprile
1922, morta il
16 settembre
1998. Per oltre
cinquantanni
non raccont
lesperienza
vissuta a
Berlino durante
gli anni della
guerra, in
particolare dal
1941 quando
lei, dopo la
morte del
padre, rimane
sola. Narra la
sua situazione
di ebrea
tedesca in
clandestinit
sotto Hitler

di Giorgio Montefoschi

uello che sto vivendo non ha la bench


minima influenza
su di me, sulla mia
anima, sulla mia persona. In questa frase, pronunciata silenziosamente nel 1942, in una buia e fredda sera di Berlino, da Marie Jalowicz Simon, una giovane ragazza
ebrea di ventanni di non lontane
origini russe ma nata in Germania,
condensato il senso di Clandestina, una delle testimonianze pi insolite e sconvolgenti della Letteratura della Memoria.
Questo libro, infatti, non racconta lorrore dei campi di concentramento e di sterminio; racconta
quello che viene prima: linesauribile banalit del male, con la quale
non si finisce mai di essere complici, dalla quale un giorno non casualmente sorge lorrore. E la volont di non arrendersi: a ogni costo. Proprio come decide di fare
Marie appena entrata nella baracca
delloperaio storpio al quale stata
letteralmente venduta.
I suoi genitori madre casalinga,
padre avvocato, sono morti. La sua
numerosa famiglia, una agiata e
anche colta famiglia borghese, si
dissolta. Lappartamento di Rosenthaler Strasse, coi suoi bei mobili e
il parquet tirato a lucido nel quale insieme agli zii e alle zie e ai cugini (allegri e ben vestiti) durante il
Seder pasquale si cantava attorno al
tavolo e veniva narrato lesodo degli
Ebrei dallEgitto, e dopo il consomm si mangiava la trota blu, e poi si
mangiavano leccornie russe e dolci
venuti dalla famosa pasticceria Dobrin completamente dissolto.
Lei rimasta sola. Ma ha rifiutato
tutto: ha rifiutato di indossare la
stella gialla; si licenziata dalla fabbrica di bulloni nella quale veniva
trattata come una bestia; aiutata
dalla resistenza ebraica e da quella
tedesca ha contraffatto i suoi docu-

Anselm Kiefer, Lilit, particolare

menti, ha cercato di fuggire ed


tornata indietro; ha bussato a una
infinit di porte; ha cambiato una
infinit di nascondigli; ha subito
ogni tipo di degradazione. Ora
nella baracca delloperaio storpio
che vorrebbe ammazzare tutti gli
ebrei e ha comprato una donna che
gli prepari da mangiare. E lei non si
arrende.
Dovr aspettare per dire: sono
libera, sono viva il 23 aprile del
1945, il giorno in cui lArmata Rossa
entrer a Berlino. Clandestina il
racconto dettagliato, privo di ogni
retorica e reticenza, di questi lunghissimi anni dattesa e di sgomento. E di quelli che li precedono. E
hanno date che appartengono alla
Storia. E tuttavia, per le incredule
vittime della persecuzione, cominciano incredibilmente un giorno,
allimprovviso. Come accade a Marie. il 1933. Marie ha undici anni.
Frequenta il Sophien-Lyzeum. Un
giorno, la sua insegnante di mate-

matica, la professoressa Draeger,


vede davanti alla porta della classe
(e come lei lo vede tutta la classe)
due uomini in borghese e diventa
pallida come un cencio. Lei ha parenti ebrei le dicono, mettendole
le manette.
Berlino e i berlinesi, intanto la
smagliante citt circondata di laghi
e di boschi che conosciamo dai primi romanzi di Nabokov e dai racconti di Isherwood continuano a
vivere come se al di l dellottuso
spazio quotidiano non esistesse
niente. Gli ebrei vengono deportati,
sono assediati come topi in una
scatola senza buchi, si nascondo-

Memoria
Questo libro non racconta
lorrore dei campi di
concentramento ma
quello che venne prima

no, soffrono la fame fino al delirio,


si incontrano per strada e fingono
di non riconoscersi abbassando gli
occhi, si aiutano e si tradiscono,
mettono su dei dischi e ballano disperatamente, convivono con oscene megere che ignorano chi sono e
vorrebbero soltanto la loro morte,
si rompono i denti sul pane duro
come il marmo, piangono di fronte
a una torta come non hanno pianto
per la morte della madre e del padre, scompaiono.
I berlinesi, quasi tutti (ma non
tutti, perch ci sono anche gli antinazisti, pochi, e i comunisti che resistono e per aiutare gli ebrei rischiano la vita), perdono i figli, fanno la fila davanti ai negozi delle verdure e della carne, ascoltano alla
radio che i loro soldati muoiono a
Stalingrado, vanno al cinema a vedere i film di Marika Roekk, sfilano
per le strade a passo di marcia convinti della vittoria finale, si riparano nei rifugi antiaerei, vedono i pa-

lazzi della grande capitale crollare


uno dopo laltro e come se al di
fuori di quello spazio quotidiano,
preda ormai di una specie di follia
collettiva, non esistessero altro che
fantasmi procedono verso il
vuoto.
Innumerevoli sono gli episodi
che potrebbero essere citati per descrivere e dare la sensazione mozzafiato di questo libro che invece
deve essere letto senza saltare neppure una riga, da capo a fondo. Ce
n uno, per, che per come rende
omaggio alla grandezza di questa
sperduta ragazza ebrea gelosa della
sua anima, non si pu tralasciare.
Siamo quasi agli ultimi giorni. In
una stanza segreta dellappartamento in cui Marie ha trovato rifugio, il suo compagno ha istallato un
rudimentale apparecchio radiotrasmettitore con il quale si possono
ascoltare le emittenti straniere e la
famosa campana di Radio Londra
con quei rintocchi che aprono il
cuore.
Un giorno, mentre sta risuonando lallarme, nei sibili delle onde
sonore che attraversano il Mediterraneo, i Balcani e arrivano a Berlino, Marie coglie queste due parole:
Po Jeruschalajim, che significano:
qui Gerusalemme. Lemozione
troppo forte. La ragazza che ha nascosto tutto di se stessa, fin quasi al
cinismo, esplode e grida: Chawerim, compagni, sono rinchiusa nellappartamento pieno di cimici di
una nazista di nome Blase insieme
a un olandese impossibile. Ma voglio vivere, lotto, faccio il possibile
per sopravvivere. Schalom, Schalom!. Poi si sentono altri brandelli
debraico. E la linea cade.
Marie Jalowicz sopravvisse. Si
spos con un inglese, Simon e volle
rimanere a Berlino, dove alluniversit ebbe una cattedra di Storia Antica. Pare che le sue lezioni fossero
bellissime. Mor nel 1998. Il libro
che ora leggiamo, la trascrizione
di una serie di registrazioni fatte da
suo figlio prima della morte. Lei,
prima di queste registrazioni, come
tutte le persone che sanno quanto
difficile spiegare la sostanza delle
cose, per mezzo secolo aveva taciuto.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Premio Israele per la letteratura: il premier contro lanima pacifista

Netanyahu rimuove i giurati favorevoli a Grossman


dal nostro corrispondente
Davide Frattini
GERUSALEMME Chi teme? I giudici o il loro
giudizio? Come investigatori che mettono insieme un indizio dopo laltro, i
commentatori sui giornali stanno cercando di ricostruire il movente di una
decisione presa da Benjamin Netanyahu
che altrimenti non sanno spiegare.
Il premier israeliano anche ministro
ad interim dellEducazione, un ruolo
che gli permette di scegliere i critici da
inserire nella giuria del Premio Israele
per la letteratura, il pi importante del
Paese. Ha deciso di rimuovere due professori universitari, Avner Holtzman e
Ariel Hirschfeld, perch troppo spesso
scrive sulla sua pagina Facebook
sembra che membri estremisti conceda-

no la vittoria ai loro amici. La composizione deve essere bilanciata, riflettere le


varie correnti della societ israeliana.
I consiglieri del primo ministro ricordano che Hirschfeld ha pubblicato un
commento in favore dellobiezione di
coscienza: inaccettabile in un Paese
dove il servizio militare fondamentale. Di Holtzman assicura chi lo conosce non si conoscono le idee politiche, se le sempre tenute per s, preferendo dedicarsi agli studi alluniversit
ebraica di Gerusalemme.
Il premio stato vinto tra gli altri da
Aharon Appelfeld, Avraham B. Yehoshua, Amos Oz, Natan Zach. Nomi quasi
scontati: Se non loro, chi altro?, scrive
leditorialista Yaron London sul quotidiano Yedioth Ahronoth. Gi, chi altro? Manca fa notare London David Grossman. La paura di Netanyahu e

della destra (amplificata dalla campagna elettorale, si vota tra un mese) sarebbe stata proprio la predilezione di
Holtzman e Hirschfeld per il romanziere
amato dagli israeliani e conosciuto in
tutto il mondo.
Uno scrittore che non ha mai nascosto le sue posizioni di sinistra, che gi si
rifiutato di stringere la mano a un primo ministro (Ehud Olmert), che ogni
anno accetta di parlare in piazza Rabin
(e ogni parola una critica ai governi),
che ancora crede in un accordo di pace e
ancora rimpiange di non aver gridato
prima il suo no alloffensiva allinizio
lha sostenuta contro lHebzollah libanese, dopo il rapimento nove anni fa
di due soldati israeliani.
Il figlio Uri, carrista, stato ucciso il 12
agosto del 2006, nelle ultime ore di battaglia. Lorazione funebre pronunciata

Maestri
David Grossman (Gerusalemme,
25 gennaio 1954). Nel 1984 ha
vinto il Premio del Primo Ministro
per il Lavoro Creativo. Padre di tre
figli, di cui uno, Uri, morto nel
2006 durante la guerra del Libano

da Grossman davanti alle spoglie del


giovane il manifesto di quella Israele
avversaria politica di Netanyahu
che spera sia possibile cambiare con il
dialogo il destino di guerra: La nazione
ora si far un esame di coscienza, noi ci
chiuderemo nel nostro dolore, attorniati dai nostri buoni amici, circondati dallamore immenso di tanta gente, che per
la maggior parte non conosciamo. Vorrei che sapessimo dare gli uni agli altri
questo amore e questa solidariet anche
in altri momenti. forse questa la nostra
risorsa pi particolare. Vorrei che potessimo essere pi sensibili gli uni nei confronti degli altri. Che potessimo salvare
noi stessi ora, proprio allultimo momento, perch ci attendono tempi durissimi.
@dafrattini
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Gioved 12 Febbraio 2015

In pagina
Un viaggio ad Angkor
tra donne licenziose
di Marco Del Corona

TERZA PAGINA

una scuola dello stupore il viaggio


del cinese Zhou Daguan (12661346), funzionario della dinastia
Yuan, che raggiunse la capitale
dellimpero khmer, la citt di Angkor
Thom, nellagosto del 1296. Ne ripart
lanno successivo, dopo essere stato
ospite del re Shrindravarman III. In

Elzeviro / Il libro di Nossik (Odoya)

LAMOR FOLLE
TRA MODIGLIANI
E ACHMATOVA

Segna
libro

Memorie sui costumi della Cambogia (a


cura di Maurizio Gatti, traduzione basata
su quella francese di Paul Pelliot,
ObarraO, pp. 64, 6), di quellavventura
Zhou annot tanto: laspetto dei palazzi e
dei templi, la magnificenza e le abitudini
del sovrano, come il rituale incontro
notturno con la divinit, le usanze.

Il paradosso del familismo


che porta ad avere meno figli
di Antonio Carioti

pparentemente un
controsenso, ma i dati
parlano chiaro: un solido attaccamento ai
vincoli famigliari nuoce al tasso di natalit. Lo sottolineano
Francesco C. Billari e Gianpiero
Dalla Zuanna in un articolo sul
nuovo numero del Mulino:
nel nostro Paese, come in Spagna, in Giappone e in Corea del
Sud, nascono pochi figli perch c troppa famiglia, non
perch ce n troppo poca. Il
fatto che, quando i genitori si
sentono fortemente responsabili per il futuro dei loro bambini, ci pensano molto di pi
prima di metterli al mondo e
spesso finiscono per rinunciare. Soprattutto nelle situazioni,
tipo quella italiana, in cui non
vi sono efficaci politiche pubbliche di sostegno a chi deve allevare figli.
Succede cos che Stati come
la Norvegia, la Gran Bretagna e
gli Stati Uniti registrano un tasso di natalit significativamente pi alto del nostro, con tutti i
conseguenti vantaggi che ne
derivano per la crescita economica e la tenuta del sistema di
protezione sociale. E tuttavia,
proseguono Billari e Dalla
Zuanna, non bisogna disperare. In Italia gli adulti continuano a desiderare pi figli di
quanti riescano ad averne e le
misure economiche possono
incidere sulle scelte delle coppie. Qualche passo utile di recente stato compiuto, sostengono gli autori, anche se la crisi
economica ha colpito duramente le famiglie con tre o pi
figli e ha avuto un effetto fortemente depressivo sulla natalit: altre misure per una societ a misura di bambino potrebbero consentire di far coin-


La passione fisica esplode lanno dopo. Anna ritorna da sola nella capitale francese ed
affitta una casa in rue Bonaparte, dove Modigliani riempie di schizzi il suo taccuino blu.
Settimane, giorni, ore vengono ricostruiti da
Nossik nei minimi particolari. Soprattutto
attraverso documenti e testimonianze.
Romanzo, racconto lungo? No. Piuttosto,
una sceneggiatura. Manca solo il sottofondo
musicale per accentuare il pathos dei momenti culminanti. Mi diverte quando sei ubriaco
/ e nelle tue storie non c pi senso. / Un
autunno precoce ha sparpagliato / gialli stendardi sugli olmi, scrive lAchmatova. Vanno
in giro a visitare gli studi degli amici pittori;
infilano le viuzze di Montmartre e Montparnasse; passeggiano per i giardini del Lussemburgo e in rue Tournon, dietro il Panthon,
per vedere la casa di Giacomo Casanova.
Ma arriva il momento delladdio. Il Canto
dellultimo incontro verr scritto a Carskoe
Selo: Gettai uno sguardo alla casa buia. /
Solo in stanza da letto le candele / ardevano di
un lume indifferente e giallo. La leggenda
continua.
sgrasso@corriere.it
RIPRODUZIONE RISERVATA

testimonianza di Angkor al vertice del


suo splendore. La meraviglia abita lo
sguardo di un cinese impregnato
dellorgoglio per la propria civilt, che
per non gli impedisce di ammettere:
Pur essendo un regno di barbari, questo
popolo non manca di sapere che cosa sia
RIPRODUZIONE RISERVATA
un re.

Il problema demografico sul nuovo numero del Mulino

di Sebastiano Grasso
el 1906 Amedeo Modigliani arriva a
Parigi dalla nata Livorno. Ha 22 anni
e vuole fare lo scultore (tnere colonne per un tempio della bellezza).
Montmartre, alberghetti; Bateau-Lavoir e La
Ruche; Montparnasse, il primo mecenate (il
medico Paul Aleixandre); lamicizia con Soutine (che adotta) e con Brancusi (che gli presta studio e attrezzi per scolpire); le lesioni
polmonari che lo porteranno con alcol e
droghe alla tubercolosi; la declamazione
per strada e nelle bettole di Dante, Leopardi, Baudelaire e DAnnunzio (dal quale, guardando al superuomo di Nietzsche, trae insegnamento per il proprio eccesso nellopera e
nella vita). Esuberante, irrita Picasso. Indossa
abiti lisi, ma che, dicono porta come un principe. Le donne lo idolatrano: non si contano
le relazioni. Ha avuto un figlio (mai ammesso)
da una studentessa canadese, Simone Thiroux
(Il mio pensiero pi tenero per voi in occasione di questo nuovo anno che io vorrei fosse
quello della nostra riconciliazione. Giuro sulla
testa di mio figlio, che per me tutto, che non
ho in mente niente di cattivo. Vi ho amato
troppo), ma frequenta la poetessa inglese
Beatrice Hastings di cui gelosissimo. Giocando allamore folle, i due litigano dappertutto: Scenate, seguite da incontri di pugilato, ricorda qualcuno. Le leggenda comincia.
Nella primavera del 1910 una coppia di russi
poeti entrambi fa il viaggio di nozze a
Parigi. Si chiamano Nikolaj Gumilv e Anna
Achmatova ed hanno, rispettivamente, 24 e 21
anni. La donna nipote di una principessa
tatara, discendente diretta di Gengis Khan.
Non particolarmente bella, ma interessantissima. Alta, slanciata e flessuosa, la descrive
unamica. Fascino misterioso e gran classe.
Forse lo scultore bielorusso Ossip Zadkine a
presentarli al Caf La Rotonde. Un vero uomo
poligamo, mentre una vera donna monogama, afferma Nikolaj. Anna non daccordo. E, poi, la sua natura troppo libera per
adattarsi a sciocchi detti. Erano inadatti ad
una vita in comune, dir un conoscente della
coppia.
Modigliani e il signore e la signora Gumilv si frequentano.
Che cosa avviene?
Boris Nossik a ricostruire la vicenda in 178
pagine (Anna e Amedeo, Odoya, 14). Occhiate intensissime fra i due e qualche stretta di
mano furtiva, seguite da lettere folli di Modigliani per tutto linverno (Lei come unossessione) che accompagna con ritratti a matita, quando i coniugi rientrano in Russia. Cui
la donna risponde con versi (Oh come ritrovarsi, rapide settimane / del suo amore, etereo e fugace).

Rimase colpito dallemancipazione delle


donne (i loro istinti licenziosi sono
focosi, tuttavia ho sentito dire che alcune
rimangono fedeli), mentre il matrimonio
una formalit senza importanza. Molti
hanno avuto rapporti illeciti con colei che
poi sposeranno. Ci non oggetto di
vergogna. Il resoconto di Zhou lunica

41

Creatura del
prodigioso
Gaston Leroux
(Il fantasma
dellOpera), il
reporterdetective
Rouletabille
lavo Belle
poque
dellinvestigator
e moderno:
dalla Christie a
Simenon, se ne
sono tutti
nutriti. Qui (Il
castello nero,
Galaad, trad. di
Pietro Ruggieri,
pp. 472,  16)
attraversa
lImpero
Ottomano in
subbuglio per
strappare la
bellissima Ivana
allo spietato
signore del
Castello. Sulla
trama del
feuilleton (del
1914) danzano
ombre horror.

Castelvecchi
prosegue nella
pubblicazione
dellinglese
Freeman (18621943) medico
convertito alla
scrittura, giallista
tra i pi durevoli
del primo
Novecento con
la seconda
raccolta dedicata
allavvenente
quarantenne
(scapolo) John
Evelyn Thorndyke,
medico legale.
Provette e
microscopi al
servizio della
giustizia nella
Londra
edoardiana. I
misteri del Dr.
Thorndyke,
Richard Austin
Freeman,
Castelvecchi,
traduzione di
Chiara Cirelli, pp.
518,  22

a cura di
Roberto
Iasoni

Qui sopra: la
copertina del
nuovo numero
del Mulino,
rivista diretta da
Michele Salvati,
che contiene
articoli su temi
economici e
demografici,
sulla crisi del
modello emiliano
e su papa
Francesco.
A sinistra: un
disegno di Beppe
Giacobbe

cidere lauspicata ripresa


economica con un aumento
della fecondit.
Il guaio che una nuova stagione di sviluppo non pare affatto alle porte, almeno a giudicare da quanto scrive, sempre
sulla rivista diretta da Michele
Salvati, leconomista Salvatore
Biasco. Il suo articolo un forte
monito per tutti coloro che auspicano luscita dalleuro o il ripudio del debito pubblico italiano. La conseguenza sarebbe
che un giorno ci sveglieremmo con le banche chiuse, i conti correnti congelati, i movimenti di capitale e i viaggi allestero proibiti. Non solo il
nostro Paese dovrebbe affrontare una situazione terribile,
con il crollo della produzione e
una massiccia disoccupazione,
ma ne scaturirebbe un contagio bancario internazionale di
grandi proporzioni. Insomma,
meglio lasciar perdere.

Klinger e Colarizi (Sperling & Kupfer)

La chirurgia plastica
dalla guerra al lifting
di Maurizio Bonassina

er ogni domanda una risposta. Viaggia cos, sul


filo del responso scientifico ma anche dellemozione, il
libro La chirurgia plastica in
600 risposte (Sperling &
Kupfer, pagine 223,  16) che fa
chiarezza sulla chirurgia estetica. Emozione da non sottovalutare: chi cerca un nuovo profilo
fisico ha dentro un dolore,
qualche volta effimero qualche
volta sostanziale. Non dimentichiamoci che la chirurgia plastica nasce con la Grande Guerra per ricostruire i volti dei militari devastati dalle esplosioni.
Tanto di cappello, allora, al luminare Marco Klinger e al giornalista (ex manager farmaceutico) Rodolfo Colarizi. Insieme
hanno redatto un testo che
vuol essere una guida (fatta di
domande e risposte) tra la camera operatoria e il semplice

lifting, tra la ricostruzione di


un corpo dopo un incidente e
la ritrovata giovinezza su una
pelle avvizzita.
Se occorre il bisturi per vivere sereni, meglio rivolgersi a
chi sa fare il suo mestiere ed essere gi istruiti sulle possibilit
di successo e sui rischi correlati. Se poi a guidarti un professore con 35.000 interventi effettuati come Marco Klinger si
riesce meglio valutare i pro e
contro. Klinger ha poi un merito acquisito da una tradizione
famigliare: suo padre, Roberto,
stimato diabetologo e beniamino dei meno abbienti, stato assassinato per strada a Milano da una mano ignota. Il figlio Marco vive ancora con il
sorriso del pap nascosto in tasca: Nei momenti pi delicati,
penso a mio padre, sento che
mi guida e allora provo una
gran serenit e una rinnovata
fiducia.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Tuttavia, aggiunge Biasco,


proseguire sulla via dellausterit comporta un soffocamento continuo del Paese con un
declino prolungato negli anni. Sarebbe uno scenario certamente meno doloroso e
preferibile a quello traumatico
della rottura con leurozona,
ma lascerebbe pochi fili di
speranza, in prevalenza esogeni, cio legati alla ripresa
economica mondiale e a una
svolta incisiva nelle politiche
dellUnione.
Per alcuni versi lemergenza
economica si presenta quindi
pi grave di quella demografi-

Scenari
Salvatore Biasco prova
a prevedere gli effetti
che avrebbe il ripudio
del debito pubblico

ca. Entrambe comunque, reclamano lazione di una guida governativa salda, il che apre il capitolo del giudizio da dare sulla
leadership attuale: un tema su
cui al Mulino il dibattito
aperto.
Su questo fascicolo c chi
esprime unopinione sfavorevole sulla condotta di Matteo
Renzi, come Pablo Escobar e
Agazio Loiero, e chi nel complesso mostra invece di apprezzarlo, come Nicol Addario e
Luciano M. Fasano. Pi sfumato, ma in sostanza abbastanza
critico, appare Mario Ricciardi,
che paragona lattuale capo del
governo italiano allex premier
laburista britannico Tony Blair.
Ma anche la riforma del lavoro
fa discutere: si veda, sempre
sulla rivista bolognese, il confronto in presa diretta tra Paolo
Pini e Marco Leonardi.
@A_Carioti
RIPRODUZIONE RISERVATA

42

Gioved 12 Febbraio 2015 Corriere della Sera

SPETTACOLI

Il programma

Sanremo

Stasera gli Spandau Ballet. I big cantano le cover

2015

58,6%

Il confronto
Telespettatori
Giorgio
Panariello
50

Share in percentuale
Pippo
Baudo

Pippo
Baudo

Paolo
Bonolis

Antonella
Clerici
47,9%

44,8%

44,4%

40

45,3%

Gianni
Morandi
46,4%

Gianni
Fabio
Fabio
Morandi
Fazio
Fazio
48,3%
49,6%

45,9%

alle 23.13
(con Al Bano
e Romina
Carlo sul palco)
Conti
49,3%

36,5%

12
.9
69
.0
00

10
.9
38
.0
00

11
.7
67
.0
00

2008

12
.7
62
.0
00

2007

11
.0
00
.9
92

2006

10
.7
17
.0
00

10
.1
14
.0
00

10

7.0
68
.0
00

20

9.
76
0.
00
0

30

9.
14
1.
00
0

AllAriston
Nella serata
desordio quasi
il 50% di share,
il secondo
miglior risultato
in 10 anni

Questa sera i 20 cantanti big in gara si esibiranno con una cover per
rendere omaggio alle canzoni italiane. Gli ospiti che saliranno sul
palco dellAriston saranno invece Luca e Paolo per la parte comica, i
Saint Motel e gli Spandau Ballet. Sempre nel corso di questa terza
serata, canteranno gli ultimi quattro artisti in gara nella sezione
Nuove Proposte: solo due saranno ammessi alla quarta serata.

2009

2010

2011

2012

2013

2014

2015
Corriere della Sera

DA UNO DEI NOSTRI INVIATI

Poche, ma gli hanno


rovinato la festa. Ci fossero state altre 23 mila 849 persone davanti alla tv a vedere la prima
puntata del Festival, Carlo Conti avrebbe messo un italiano su
due in poltrona. Mi spiace un
po, ma guardate il mio sorriso
a barchetta... sembra uno
yacht. Gongolava il conduttore ieri mattina leggendo i dati
Auditel. La prima serata stata
seguita da 11 milioni 767 mila
s p e t t a to r i co n u n o s h a re
49,34%. Il picco (58,6%) stato
sul duetto Al Bano-Romina,
quello di spettatori sulla presentazione di Malika. Conti
batte Fazio, ma non solo. Nelle
ultime dieci edizioni soltanto il
Morandi del 2012 aveva fatto
meglio: 49,6%.
Il grazie di Conti al pubblico
d il via alla seconda puntata.
Quella della bellezza di Charlize Theron. Quella della barba
di Conchita Wurst. La diva di
Hollywood e la drag queen austriaca. Bionda e mora anche
qui, giusto per rispettare la tradizione. Quella con lattrice
unintervista senza ritmo. Anche se ad ammazzare la serata
ci pensa la comicit in stile un
francese, un tedesco e un italiano di Pintus. Vuoi mettere la
rassegna stampa improbabile
di Rocco Tanica? Charlize
che occhi, che classe racconta la sua vita attraverso una
playlist. Ci sono Tom Petty e gli
U2 e, per ricordare quando faceva la modella in Italia, Eros
Ramazzotti. Conti prova a chiederle del fidanzato, Sean Penn,
e del matrimonio. Lei svicola
col sorriso: Labito bianco non
era nei miei sogni da bambina,
ma mi interessa un rapporto
duraturo. Conti brucia il sogno di tutti: Io sono gi impegnato. Conchita, abito scollato e barba, canta Heroes: applausi, niente fischi o proteste.
Il Festival resta lultimo palazzo del potere della tv generalista. Il direttore di Rai1 Gian-

SANREMO

Il Festival al debutto vola negli ascolti


Charlize seduce la platea: amo lItalia
A 17 anni ascoltavo Eros Ramazzotti, non sognavo il matrimonio. Applausi per Conchita Wurst
carlo Leone preferisce la metafora musicale e canticchia Battisti-Mogol: In un momento
di smottamento, con la mia direzione la tv generalista ha trovato uno scoglio per arginare il
mare. Rai1 fa gli stessi ascolti di
tre anni fa e Carlo Conti personaggio centrale di questo
progetto. Il presentatore confessa di aver bluffato facendo

quello tranquillo che ai numeri


non pensava. Faccio tanta tv,
forse troppa, e mi confronto
con gli ascolti ogni giorno. Per mi sono sentito per un quarto dora un calciatore che tira
un rigore e deve aspettare il
giorno dopo per sapere se ha
fatto rete.
Prime vittime nelle sfide fra i
Giovani: dentro i colorati Kutso

Mezzanotte
Conchita Wurst
con Emma
sul palco
dellAriston
Lartista ha
cantato il brano
Heroes, che
far parte del
suo prossimo
album

e il cantautore rock Enrico Nigiotti, fuori Chanty (peccato) e


Kaligola. Biagio Antonacci, superospite italiano, omaggia Pino Daniele e fa sua Quando.
Seconda infornata di Big. Nina
Zilli continua con le fotocopie:
dopo Mina la volta di Nina Simone. Masini ha una canzone
equilibrata. Anna Tatangelo ha
equilibrato musica e sopracciglia. Raf ha un testo che si perde fra api e fiori. Lacrime di
commozione per Gianluca del
Volo. Irene Grandi una spanna
sopra. Fragola ha la canzone,
ma lemozione lo blocca. Ai Soliti Idioti sfugge una parolaccia
che avevano promesso di autocensurarsi. Con Bianca Atzei
qualcuno pensa che siano tornati i Giovani. Moreno tiene il
palco, ma non graffia.
I gioielli di Conti? Arisa, chic
e prosperosa, gioca con la sua
ingenuit. Sul palco e fuori.
Sono stata come sono normalmente, cio un po fuori di
testa, dice in conferenza
stampa. Emma si sciolta. Sono travestita da Roco, esordisce con sicurezza. Non era stata
cos marted. Impacciata?
Tantissimo. Di legno? Tantissimo. Emozionata da non riuscire a dire buonasera? Da morire.
Ma mi sono sentita una principessa, aveva detto al mattino.
Con una lacrimuccia mentre
raccontava dei complimenti di
pap. Roco in panchina: in
scena meno di 5 minuti.
Andrea Laffranchi

I pi... di Fegiz
Straordinario
il testo pi trash

Grintosa
Chiara
Galiazzo

Grignani
il pi bersagliato

Appannato
Gianluca
Grignani

unanime nelle pagelle dei critici


e nellesito del televoto lostilit
verso Gianluca Grignani.
Intemperanze ed eccessi hanno
appannato la sua immagine. Per
non parlare della pessima forma
vocale nellesibizione di marted
con Sogni infranti. Speriamo
non danneggi troppo stasera
Vedrai vedrai di Tenco

Di Michele e Coruzzi
i pi tenaci

Penalizzati
Di Michele
e Coruzzi

RIPRODUZIONE RISERVATA

Grazia di Michele e Mauro


Coruzzi, penalizzati marted da
vari inconvenienti tecnici nel
brano Io sono una finestra,
sono decisi a calare la briscola
stasera. Coruzzi far infatti
risorgere la bionda Platinette (la
Baraccona come la chiama lui) e
proporranno Alghero, grande
successo di Giuni Russo

Malika Ayane
la pi amata

Il personaggio

Nek: una sorpresa dance 18 anni dopo Laura non c


DA UNO DEI NOSTRI INVIATI
SANREMO Il Nek che non ti aspetti. Il

In gara
Nek, 43 anni,
tornato
al Festival di
Sanremo

Probabilmente Straordinario
cantato da Chiara. Frasi
ricorrenti: Mi chiedo spesso se
tu sei felice come me, Io che
vedo solo il tuo sorriso che fa
sembrare tutto straordinario,
Come questi anni che sono
veloci, che stancano i volti
mentre formano i cuori e poi
E saliremo sopra il cielo a piedi
nudi mano nella mano

cantautore al Festival con una canzone


damore a partire dal titolo, e la novit non
sta qui. La melodia che si appoggia a un
ritmo dance dettato dalla cassa in quattro
quarti, quasi unz unz, ha sorpreso tutti.
Per Fatti avanti amore mi sono
divertito a cercare contaminazioni fra
synth, rock e orchestra per vedere quanto
potevo spingermi oltre. Oltre gli altri in
gara che si aggrappano alla ballad come se
non esistesse altro. Sorride Nek. Il bello
della musica capire come si evolve. Lo si
sentir nellalbum che esce a marzo e dove
per la prima volta sono partito dai testi.
Oltre anche se stesso. Mancava da

Sanremo da 18 anni e da quella Laura che


non cera. Allora avevo vissuto il Festival
con frenesia, mi ero perso dei momenti.
Adesso so dare un nome a tutte le
emozioni. Mi sto divertendo perch faccio
ci che ho sempre voluto fare, ovvero
musica. Fra 18 anni torner allAriston?
Mi piacerebbe, magari come ospite
questa volta. Emma e Arisa sono qui
come vallette dopo aver vinto. Poteva
sembrare una scelta strana, ma la loro
presenza mantiene il fuoco sulla musica,
finalmente al centro di un Sanremo.
Toccasse a me lo farei con Raf e con Irene
Grandi in conduzione.
Secondo unanalisi fatta da Radio ItaliaReputation Manager stato il secondo
artista in gara pi twittato della serata

dietro i Dear Jack. Sono nato nellera


analogica ma ho imparato a usare i social.
Limmediatezza che c nel rapporto con il
pubblico stata una bella scoperta. Tra
poco dovr scoprire anche come gestirli
per evitare che la sua Beatrice finisca nelle
trappole della Rete. Ha 4 anni e mezzo,
ma vedo gi che i giochini sul tablet
rischiano di allontanarla dalla realt. A
volte servono per far respirare noi genitori
una mezzoretta, ma non devono
diventare una mania. Mi auguro che
crescendo capisca di avere degli strumenti
straordinari a disposizione ma che sappia
che non devono prendere il sopravvento
sulla vita reale.
A. Laf.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Raffinata
Malika
Ayane

certamente Malika, dolce,


raffinata, discreta. Mostra grinta
e perfetta intonazione. E poi pur
essendo una interprete e autrice
di spessore - ha scritto Adesso
e qui (nostalgico presente) con
Caccamo e Pacifico - si mostra
modesta in tutta la sua lineare
bellezza. Stasera canter
Vivere di Vasco Rossi

Il Volo
I ragazzi pi furbi

Classici
I cantanti
del trio Il Volo

Sul trio lirico Il Volo la platea si


divide. C chi stravede per
questi campioni del bel canto
allitaliana e per la loro canzone
di sapore tardo-bocelliano, e chi
li considera dei furbetti che
volgarizzano per le masse la
tradizione dellopera. Se a
decidere fosse solo il televoto
potrebbero vincere il Festival

Corriere della Sera Gioved 12 Febbraio 2015

SPETTACOLI

43
#

Esotica
Look dorato
per Nina Zilli
(35 anni), al suo
terzo Sanremo
dopo lesordio
nella categoria
Giovani nel
2010 e il ritorno
nel 2012

Ombre cinesi
I Pilobolus
Dance Theater
ieri sul palco
dellAriston. La
compagnia
americana di
danza moderna
si esibir anche
domani sera

Ballerino
Biagio Antonacci
(51), super
ospite della
seconda serata,
vestito Ermanno
Scervino,
ha cantato un
medley dei suoi
successi

Bellezza
Conti ha
intervistato
lattrice premio
Oscar Charlize
Theron, 39
anni, che ha
confessato
di non essere
stata
accompagnata
dal fidanzato
Sean Penn:
Io sono qui e
lui sta a casa.
Parlando del
matrimonio,
invece, ha
detto: Mi
piace lidea
di un rapporto
duraturo,
quello
che ho sempre
desiderato

Il caso

Siani e la gaffe sul bambino:


giudicatemi anche dai fatti

* NoteStonate

Vallette o comparse?
Ridateci le Ferilli
brave (e parlanti)
di Maria Volpe

Cachet in beneficenza. Ma accetto le critiche alla battuta goliardica


DA UNO DEI NOSTRI INVIATI
SANREMO Il pubblico deve decidere se la battuta bella, perch la comicit soggettiva.
Cos Alessandro Siani il giorno
dopo una gaffe che a tutti
sembrata oggettiva.
Breve riassunto per quellitaliano su due che non ha seguito
la prima serata del Festival. Il
comico napoletano si rivolto
a un bambino sovrappeso in
platea chiedendogli se riusciva

Lindignazione
Proteste dal mondo
politico e dai social
network. Il conduttore
minimizza
a entrare nella poltrona. E poi
ha peggiorato la battuta aggiungendo che pensava fosse
una comitiva e invece era uno
solo. Da quando ci sono i social network la reazione non si
sviluppa il giorno dopo al bar,
ma un secondo dopo su Twitter e Facebook. Cos anche se
Siani ha cercato di rimediare la
sua uscita infelice postando
una foto con il ragazzino nel
backstage dellAriston, ormai
era tardi.
Alluna e mezza di marted
notte il comico prende carta e
penna per spiegarsi: Non en-

tro nel merito di una battuta


che pu piacere o meno: questo nella mia carriera lha sempre deciso il pubblico ed giusto che ognuno dica la sua. Una
battuta pu essere giudicata
sopra le righe, unaltra pu essere divertente, unaltra pi o
meno efficace, e ho sempre accettato suggerimenti e commenti da parte di tutti. Ci tengo
pero a dire una cosa, per evitare notizie false e tendenziose
che stanno girando con insistenza: quando Carlo Conti mi
ha chiamato per partecipare a
Sanremo, ho espresso subito a
lui e alla Rai il desiderio di devolvere il mio cachet in beneficenza. Ci siamo attivati subito
con gli ospedali Santobono di
Napoli e Gaslini di Genova, per
capire su quali progetti potevamo intervenire e abbiamo deciso nei giorni scorsi come destinare effettivamente la somma.
La mattina invece manda un
nuovo messaggio di scuse al ragazzino (9 anni) e fa sentire la
sua voce a Radio 105: Quando
sono entrato in sala ho visto un
bambino che teneva lo stesso
volto simpatico del bambino
protagonista del mio ultimo
film. Con lui mi venuto da
scherzare con il sentimento goliardico che cera anche nel mio
film. Pu capitare che prendi in
giro il violinista, la signora, mi
capitato durante questi 20 an-

Ripari
Alessandro
Siani, 39 anni,
con
il ragazzino
preso in giro
durante la
prima sera del
Festival: dopo le
critiche sul web,
stata postata
questa foto sui
social network

Fuori orario

Il Dopofestival
speciale
di Marzullo:
registrato alle 19
Volto Il giornalista Gigi Marzullo, 61 anni, nel suo studio

ni di carriera. Il pubblico deve


decidere se la battuta bella,
perch la comicit soggettiva.
Grande rispetto per il bambino
che un bambino intelligente.
Ma ormai leffetto risonanza
mediatica del Festival aveva dato il via al domino delle polemiche. Cos Adriana Poli Bortone scrive alla commissione di
Vigilanza Rai, il Codacons chiede sanzioni, lOsservatorio sui
diritti dei minori arriva a invocare le dimissioni dei vertici
aziendali. Tra i tweet di condanna c quello di Renato Bru-

netta, capogruppo di Forza Italia a Montecitorio, finito pure


lui nel mirino del monologo di
Siani a proposito di unauto blu
con un seggiolino, destinato
non ad un bambino ma al parlamentare: La battuta su di
me penosa. Ma mi indigna
molto di pi quella schifosa
fatta contro un bambino, ridicolizzato con violenza. Siani
razzista.
Il direttore generale della Rai
Luigi Gubitosi cerca di stemperare i toni: Non credo che Siani volesse offendere nessuno.
Godiamoci Sanremo. Impariamo a rilassarci e apprezzare la
satira. Abbiamo avuto una bella serata, auspico che anche le
altre siano cos. Il riferimento
per alla battuta su Brunetta,
mentre il dg non fa cenno a
quella sul ragazzino, che in Rai
pur senza prese di posizioni
ufficiali nessuno si sogna di
giustificare.
Carlo Conti cerca di difendere il suo ospite ricorrendo al repertorio dellipocondria mediatica: stata una piccola
gaffe, gli venuta spontanea e
si capita lingenuit perch gli
ha ricordato il bambino protagonista del suo film. E comunque si scusato subito. grave
per carit, ma a Sanremo uno
starnuto diventa una polmonite.
Renato Franco

Gli spettatori pi insonni avranno


notato che su Rai1, dopo il festival e il
tg della notte, va in onda ogni sera una
puntata di Sottovoce dedicata al
festival. Una serie di ospiti, alcuni a
Roma, altri a Sanremo, vengono
invitati da Gigi Marzullo a
commentare la serata appena
conclusa. Lanomalia sta nel fatto che
il tutto si registra dalle 19.00 alle 19.45,
cio ben prima che il festival vada in
scena. unacrobazia senza rete, nel
senso che lospite commenta qualcosa

Quando
sono
entrato
in sala
ho visto un
ragazzino
con lo
stesso volto
simpatico
del protagonista del
mio film
Mi venuto
da
scherzare...
Non entro
nel merito
di una
frase
che pu
piacere
o meno:
questo
nella mia
carriera
lha sempre
deciso
il pubblico

RIPRODUZIONE RISERVATA

che il telespettatore ha gi visto, ma


lui no. Ergo, si bluffa. Come nel
celebre numero del sarchiapone di
Walter Chiari, commentando al buio
ci che non ancora accaduto.
Linciampo dietro langolo: perch se
allAriston accade qualcosa di
clamoroso, il fatto sar ovviamente
ignorato, in quanto non ancora
avvenuto al momento della
registrazione. Con conseguente
figuraccia per gli ospiti e lo stesso
RIPRODUZIONE RISERVATA
Marzullo. (m. l. f.)

idateci le Vallette,
quella con la v
maiuscola. Criticate
ma eccezionalmente belle,
eleganti, simpatiche,
pasticcione-sorridenti,
altezzose ma intriganti.
Quelli che parlano,
sbagliano, lasciano il
segno. Ho provato a
sfogliare gli ultimi 10 anni
di Festival di Sanremo e mi
sono soffermata su alcune
coppie di vallette scelte dal
95 a oggi, anno in cui
Baudo firm il decreto la
bionda e la mora: Anna
Falchi - Claudia Koll;
Sabrina Ferilli - Valeria
Mazza; Eva Herzigova Veronica Pivetti; Manuela
Arcuri - Vittoria Belvedere;
Serena Autieri - Claudia
Gerini; Beln Rodriguez Elisabetta Canalis. Dopo
questo elenco, ecco la terna
attuale: Emma-Arisa-Roco.
Innanzitutto il loro ruolo
del tutto marginale. Pi del
solito. Al confronto le
vallette di Baudo, da
sempre tacciato di
maschilismo, erano
logorroiche. Certo ci sono
ancora tre serate e
potrebbero sorprenderci,
ma al momento a parte
leggere due frasi non
hanno fatto. S Emma e
Arisa hanno cantato, ma il
loro mestiere. Sai che
novit. Per il resto poco
niente: n battute, n gag,
n ironie. Di eleganza (in
tutti i sensi) non c ombra:
per portare certi abiti ci
vuole le physique du rle.
Certo, almeno quello a
Roco non manca, ma non
c altro: fa il suo compitino
e si ritira. E poi queste
continue invocazioni alle
principesse, ai cavalli
bianchi. Che noia. Pensare
che c stato un tempo in
cui Laetitia Casta faceva la
valletta di Fazio....
RIPRODUZIONE RISERVATA

44

Gioved 12 Febbraio 2015 Corriere della Sera

Corriere della Sera Gioved 12 Febbraio 2015

Su Sette
Tiziano Ferro:
dire che sono gay
mi ha salvato

SPETTACOLI
Sette, in edicola domani con il Corriere, dedica la copertina e una
lunga intervista a Tiziano Ferro. Il cantautore, reduce dal successo a
Sanremo, dove stato ospite la prima sera, ha detto che la scelta che
ha cambiato la sua vita stata rivelare la sua omosessualit. Il
cantante ha confessato poi di non amare la tecnologia: Non
sopporto quando i miei amici a tavola chattano freneticamente, al
punto da ammettere: Sto cercando di rieducare le persone che mi
stanno intorno alla parola e alla conversazione. Alcuni non si
schiodano da certe app neanche mentre mangiano. Io evito pure i
social network e tengo il telefono sempre silenziato.

La critica
LOsservatore Romano: disco inutile di Dylan
LOsservatore Romano liquida il nuovo album di Bob Dylan su Sinatra
come un disco di cui non si sentiva il bisogno. Uscito il 3 febbraio,
Shadows in the night (apprezzato invece da Rolling Stones: la
bibbia della musica gli ha tributato quattro stelle su cinque) un
compendio di classici noti del pop Usa. Non pu esserci paragone
con le canzoni originali, alcune delle quali sembrano pi che altro bis
a fine concerto scrive lOsservatore . Certo Dylan uno di quegli
artisti che possono permettersi il lusso di fare ci che vogliono.

Coppia

Il film
del Mereghetti

Dakota
Johnson, 23
anni e Jamie
Dornan, 32,
sono la coppia
protagonista di
50 sfumature
di grigio: lei
ingenua
studentessa,
lui affascinante
miliardario,
inizieranno una
relazione
basata su gusti
erotici fuori
dal comune

na volta, dietro la porta chiusa, si nascondevano i segreti inconfessabili di Barbabl o


del principe trasformato in Bestia. Adesso ci sono solo i sex
toys di un riccone complessato,
ordinati e tirati a lucido come
una volta gli abiti dellamerican
gigol nellarmadio: divisi per
categorie (frustini, manette varie, corde e nastri: roba da educande timorate) e illuminati da
una luce rossastra e soffusa che
dovrebbe fare molto peccato e
che invece rivela solo la povert
inventiva della scenografia.
Doveva essere la camera delle meraviglie (e del piacere
proibito) di Cinquanta sfumature di grigio, ma il film di Sam
Taylor-Johnson e della scrittrice E. L. James, che ha confessato di essere stata molto presente sul set per verificare la
corrispondenza tra il suo romanzo e la trasposizione cinematografica non mantiene
praticamente nessuna promessa. N di essere trasgressivo, n
erotico n, tantomeno, appassionante.
La storia (pi o meno) risaputa. La diciottenne studentessa Anastasia Steele (Dakota
Johnson, la figlia di Melanie
Griffith e Don Johnson) intervista per il giornalino scolastico
il ricco Christian Grey (Jamie
Dornan), bello, potente, muscoloso e volitivo. amore al
primo sguardo, lo capirebbero
anche i ciechi, ma per arrivare
al primo bacio dovr passare
ancora mezzora: lei timorosa, lui titubante, lei vorrebbe,
lui la pedina, ma siccome bisogna far capire che oltre al sesso
ci sar anche romanticismo,
ecco che la storia viene stiracchiata da tutte le parti. Compreso un viaggio notturno in
elicottero.
Cos, tra autisti factotum,
amiche curiose, madri invadenti (quella, adottiva, di lui
interpretata da Marcia Gay Har-

45

CINQUANTA SFUMATURE DI GRIGIO

Le perversioni del gelido Mr. Grey


cancellano ogni fantasia erotica
Sembra la versione porno-soft di Pretty woman. Ma qui si sbadiglia
La regista

Sam TaylorJohnson (47


anni), regista e
fotografa (le
sue opere sono
state esposte
al MoMa di
New York e al
Beaubourg di
Parigi) ha
esordito con
Nowhere
Boy (2009)

den), lei scopre che lui non fa


lamore. Fotte. E con forza,
mentre lui si accorge che lei
ancora vergine (e qui, la sceneggiatrice Kelly Marcel perde
loccasione di sfoderare un po
di cultura e di cinefilia, quando
alla domanda di lui Che cosa
hai fatto fino a ora?, lei risponde con un moscissimo
Ho aspettato, invece del ben
pi nobile Sono andata a letto
presto...).
Comunque, dopo unora circa di tira e molla, lui chiede ad
Anastasia di firmare il suo contratto da dominatore: nel
sesso gli piace comandare e in
una ventina di pagine elenca
tutte le cose a cui lei dovrebbe
sottomettersi. E che lei, innamoratissima, accetta con qual-

Dornan
non cambia
espressione
neanche a
martellate,
lei squittisce
e basta
Dal libro
al grande
schermo
una storia
che tradisce
tutte
le attese

che espunzione (penetrazioni


fuori norma, nastri adesivi vari
e altre quisquiglie).
A questo punto lo spettatore
si aspetta che finalmente inizino le danze e che le fantasie
erotiche responsabili dei 100
milioni di copie dalla trilogia
letteraria prendano forma sullo schermo. Nemmeno per
idea: tutto si riduce a qualche
sculacciata innocente, a legare
Anastasia alla spalliera del letto
e alluso (molto contenuto) di
qualche frustino. Siamo al livello meno uno dellerotismo
proibito e vien da rimpiangere 9 settimane e , dove almeno Mickey Rourke e Kim Basinger davano limpressione di
divertirsi. Qui niente: lui non
cambia espressione neanche a

martellate e lei squittisce e si


dimena nello stesso modo, che
la si sfiori o la si sculacci.
Naturalmente c una ragione: Christian, poverino, ha avuto una madre tossicomane e
prostituta che morta quando

Le stelle
La passione tra il miliardario
27enne Christian Grey
e Anastasia Steele,
studentessa al college
 da evitare  interessante
 da non perdere
 capolavoro

aveva quattro anni e gli ha lasciato questo risentimento verso laltro sesso che gli impedisce di farsi toccare; Anastasia,
invece, accetta tutto (anche la
prova delle sei cinghiate finali)
perch lo ama e naturalmente
non vuole accontentarsi solo
delle fruste e dei legacci Ma
invece di consultare un analista
o uno psicoterapeuta, lui si intestardisce nella sua dorata solitudine (si alza anche di notte
per suonare, malamente, quattro note di Chopin) e lei soffre
tutte le pene dellamore.
Raccogliticcio e scopiazzato
(sembra la versione porno-soft
di Pretty Woman: lei vuole essere accettata come donna e
non come oggetto sessuale e
lui resiste. L cera laereo privato e qui lelicottero, tutti e due
hanno la parentesi musicale al
piano, ma nel film di Marshall
si rideva, qui si sbadiglia), algido e patinato come le case di
Christian, queste sfumature
annientano qualsiasi fantasia
erotica e confermano lincapacit di Hollywood di sfruttare i
margini di libert (anche sessuale) che si era conquistata.
E noi tremiamo al pensiero
che il finale (il film termina su
un ascensore che si chiude)
sembra fatto apposta per lanciare la seconda puntata
Paolo Mereghetti
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il segreto di Otello, la trattoria-culla del cinema italiano


Documentario a Berlino: nacquero a tavola i capolavori della nostra commedia da Monicelli a Scola
DAL NOSTRO INVIATO

La sera non si andava


solo in via Veneto: cera anche
unaltra Dolce Vita. Quando
lidea di un film nasceva attorno a una tavola apparecchiata.
Il segreto di Otello il documentario (sezione culinaria
della Berlinale) di Francesco
Saverio Martinotti in cui si racconta di quando, nellItalia del
dopoguerra, i cineasti si riunivano in una trattoria romana.
E l sono state concepite tante opere della commedia allitaliana, ma anche canzoni: dalle
risate de I soliti ignoti di Mario
Monicelli, alle lacrime di Domenico Modugno in Resta
BERLINO

cumme che compose dopo


essere stato lasciato dalla moglie. Il documentario prodotto da Andrea Sisti, che in realt
fa il musicista ed il nipote del
fondatore del ristorante, Otello
appunto, di cui ricorrono i cento anni dalla nascita.
Otello dice il regista
ebbe lintuizione che dalle macerie stava nascendo un nuovo
cinema. Fece di quella trattoria a due passi da piazza di Spagna il punto di riferimento di
registi e scrittori. Scola, che da
giovane andava l a ideare le vignette del MarcAurelio, nel
1998 gir il film La cena ispirandosi ai dialoghi e alle avventure dei clienti e del personale

Anni 50
Lucia Bos e, a
sinistra, Franco
Zeffirelli, seduti
da Otello

nelle cucine di questa locanda,


che prima ne ospitava una del
700 soprannominata dai romani Lavvelenatore. Pasolini
confid al produttore Alfredo

Bini il suo proposito (semiserio) di suicidarsi, dopo linsuccesso di un suo film: S, ma


prima andiamo a mangiare da
Otello, rispose Bini.
C un filmato della esibizione, tra una portata e laltra, del
folksinger Pete Seeger, c Donovan, c Alessandro Haber
che canta La valigia dellattore, e Luca Barbarossa, il cui
nonno, barbiere, era il migliore
amico di Otello: Tra loro uno
sketch continuo, era come andare al cinema. Robert De Niro cita una frase di Furio Scarpelli (uno dei tanti sceneggiatori habitu, oltre a Pontecorvo
e Polanski): per il nipote di
Otello, scrisse il testo di una

canzone che volava da Chaplin


a Ladri di biciclette.
Elsa Martinelli rivela che fino allultimo, quando non ci
vedeva quasi pi, Monicelli
dalla casa di via dei Serpenti
raggiungeva a piedi Otello.
Giuliano Montaldo spiega che
si pagava quando si poteva,
ma si saldava sempre. Tuttora il mercoled c un prezzo di
favore per i cineasti: men fisso a 18 euro. Otello ha mantenuto la sua identit, il suo
odore, il suo sapore familiare. Ma il cinema ad essere
cambiato e a non essere pi
una grande famiglia.
Valerio Cappelli
RIPRODUZIONE RISERVATA

46

Gioved 12 Febbraio 2015 Corriere della Sera

Corriere della Sera Gioved 12 Febbraio 2015

47

SPETTACOLI

In platea

Sul palco
di Claudia Provvedini

IL MALATO IMMAGINARIO

ROSSINI IN AMERICA

Gioele Dix Argante (foto)


interprete con Anna Della Rosa
del capolavoro di Molire, e gi
nel cast della storica versione
anni 80 con Franco Parenti.
Angoscia e satira, nevrosi di ieri
e oggi. Regia A. Ruth Shammah,
scene e costumi di G. Fercioni
(dal 12, Franco Parenti, Milano)

La donna del lago Michele


Mariotti dirige la prima
esecuzione al Met dellopera dal
romanzo preromantico di Walter
Scott. Regia Paul Curran; Joyce
DiDonato Elena, Juan Diego
Florez Giacomo V, Daniela
Barcellona Malcolm (dal 15,
Metropolitan di New York)

TEATRO E MUSICA
In scena a Novara

Erano tutti miei figli

Turandot
nei capannoni
modello Prato

Se il cinismo affaristico
conta pi degli affetti
di Franco Cordelli

E
di Enrico Girardi

a Turandot in scena al Coccia di Novara


loccasione di assistere al debutto di una regista che merita di essere seguita con attenzione, Mercedes Martini. Finora aveva ben lavorato come aiuto ma adesso che loccasione arriva tutta intera, mette al bando tremori e titubanze. Scrive una messinscena che non sembra
forte perch non provoca ma lo eccome, in
sostanza. La corte invero un luogo astratto che
riecheggia i capannoni di Prato e gli hutong dei
sobborghi di Pechino dove uomini e donne lavorano come formiche ridotte in semi schiavit:
quei poveri cristi di cui qualche volta parlano i
giornali. Ma tra i poveri cristi anche Turandot,
che come loro non dispone del proprio tempo e
dei propri sentimenti, sia pure per ragioni di
ben altro tipo. La paura si tocca con mano, paralizza. Sar Li, naturalmente, ad aprire le finestre e a portare la vita dove si respira il tanfo di
morte. Niente fiaba, molta psicologia, questo il
bello dello spettacolo, che sarebbe stato ancora
meglio se il Coccia avesse avuto il coraggio di
rappresentare lopera con il finale di Berio anzich quello favolistico della tradizione.
Una buona, affidabile prova offre Matteo Beltrami a capo dellOrchestra Filarmonica Pucciniana. Sono solo un po rigide le transizioni da
una sezione allaltra, quelle transizioni che fanno apparire un tuttuno una matassa invero articolata in segmenti. Largamente insufficienti le
prove del Coro San Gregorio Magno e delle Voci
bianche Accademia Langhi. Ma positive le prove
di Walter Fraccaro (Calaf), Francesca Sassu (Li)
e Maria Billeri, chiamata allultimo a sostituire
Daniela Dess nella parte eponima.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Turandot
sul podio Matteo Beltrami, regia di M. Martini

6,5

rano tutti miei figli,


che del 1947 e che,
prodotto dallo Stabile
di Catania per la regia
di Giuseppe Dipasquale, in scena al Palladium
di Roma, con il passare del
tempo appare il dramma pi
bello di Arthur Miller, e uno dei
dieci o cinque pi belli del Novecento. Dramma duna complessit, intensit, intelligenza
costruttiva senza uguali: neppure Ibsen, che del drammaturgo Usa era il modello, arriv
a tanto se non con Lanitra selvatica e Il piccolo Eyolf.
Prima di quella cui oggi assistiamo non se ne ricordano che
tre edizioni. Nel 1949 la prima,
di Luigi Squarzina (cerano
Gassman, Buazzelli, Manfredi,
Salce); nel 1989 la seconda, di
Mario Missiroli (cera Gastone
Moschin); la terza del 2002, di
Cesare Lievi. Quella potentissima di Missiroli non piacque a
Franco Quadri. Polemizzammo. Missiroli lesse il dramma
come tragedia (quale realmente ), secondo Quadri non ne
aveva fatto che un melodramma (quale il critico credeva fosse). In buona sostanza Erano
tutti miei figli la storia di una
cecit e di una improvvisa, lacerante rivelazione; oppure
duna colpa e duna espiazione
radicale. una storia di famiglia: dun padre e dun figlio,
anzi di due; il secondo morto,
eppure sar lui a dire lultima
parola, quella della verit.
In modo indiretto Joe Keller
e il socio avevano spedito in
guerra, vale a dire a morte sicura, una quantit di piloti. A
morte certa per la disinvoltura
con cui i due avevano consegnato allesercito aerei difettosi: un piccolo difetto, niente altro che unincrinatura unincrinatura tuttavia fatale. Deever, il socio di Keller, il padre

di Ann, gi fidanzata di Larry


Keller (il figlio che morto) e
ora innamorata del di lui fratello Chris. C anche un altro personaggio che in s riassume la
densit realistica (e simbolica)
del dramma. la moglie Kate
di Joe, la madre di Larry: lei
che pi di tutti non vuole vedere, non vuole sapere. Il punto
dolente proprio questo. Miller lo spieg cos: Il guaio di

Mani
Mariano Rigillo
(75 anni)
e Anna Teresa
Rossini (70)
protagonisti
di Erano tutti
miei figli

Joe Keller non chegli non


sappia distinguere il bene dal
male; che si riconosca non
come membro duna societ
bens, per cos dire, come azionista duna societ anonima: di
fatto egli ritiene che non si possono rendere moralmente responsabili i portatori dazioni.
Nellautobiografia Svolte
precis: Questo dramma non
lavrei scritto se avessi scelto di

attenermi alla linea del partito


comunista, perch durante la
guerra i comunisti davano addosso a tutto ci che potesse
nuocere allunit nazionale.
Nelledizione di Giuseppe
Dipasquale non mancano zone
di opacit, nei personaggi minori e in almeno due scene, s
drammatiche ma senzaltro sopra le righe, nella gestualit come nelle vocalit. Ma questa
di sicuro la pi palpitante prova dattrice di Anna Teresa Rossini, e lo stesso Mariano Rigillo
(che appunto qua e l eccede)
ha un tono di inequivocabile sicurezza e convincimento: lui e
noi crediamo nella sua cecit e,
alla fine, nella sua luce. Tra gli
altri ricordo Ruben Rigillo, che
loscillante e poi determinato
Chris; Silvia Siravo, linnocente/mai-innocente Ann, deus ex
machina (con la lettera di Larry
tenuta nascosta); e il fratello
George Giorgio Musumeci.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Erano tutti miei figli


regia di Giuseppe Dipasquale

Good People

La vita dura di madre tra verit e bugie


di Magda Poli

a tesi che si sottende a Good People dello statunitense David Lindsay-Abaire, in scena al Parenti con la regia di Roberto And, sembra
essere che il sociale condiziona
lindividuo. Non certo una novit. In un quartiere povero e
difficile di Boston, una donna
sola, Margie, dal piglio da maschiaccio sempre ottimista, si
dibatte per cercare un lavoro,
perso per i ritardi dovuti alla
difficolt di accudire la figlia

Guascona
Michela Cescon
(43 anni)
in una scena di
Good People

handicappata. Una vita grama


vissuta col sorriso. Saggezza?
Incoscienza? Stupidit?
Non si sa. Margie chiede aiuto a un vecchio amico che ce
lha fatta col quale ha avuto da
ragazza una breve storia, Mike,
un medico ritornato s a Boston
ma in un quartiere ricco. Mike
si ritrover a passare una serata
con lei e la bella moglie, intenti
in un gioco patetico e qui si
rischia il romanzo dappendice
in cui Margie mente e dice il
vero. Scritto con dialoghi ben
ritmati, il testo risulta un bozzetto a tinte prevedibili come lo

sono i personaggi in alcuni casi


stereotipati, e tutti di poco
spessore.
La brava e generosa Michela
Cescon cerca di dare alla sua
Margie una stupita ambiguit,
tra verit e bugie. Difficile anche per Luca Lazzareschi dare
profondit al suo grigio, meschino Mike. La regia attenta,
gli attori sono tutti valenti, il
testo che poco convince e poco
RIPRODUZIONE RISERVATA
sorregge.
Good People
Regia di Roberto And

DISCHI
Classica The Salzburg Recital Pop Amo

Jazz Made in Chicago

Folk I Love You Honeybear

Sokolov, carrellata di bis

Lo stile eclettico di Bos La scuola di DeJohnette

Misty, ironia americana

rigorij Sokolov uno di quegli interpreti che


i fan adorano incondizionatamente, se non
esclusivamente. Daltra parte il fenomeno si verifica puntuale ogni qual volta si di fronte a un
artista daltissima personalit e pari originalit.
Personalit e originalit che si toccano con
mano ascoltando, ultimo di una serie non cos
vasta, questo The Salzburg Recital inciso dal
vivo nel 2008, cd che segna il passaggio del musicista di San Pietroburgo alla DG. Il primo cd sono 2 Sonate di Mozart eseguite divinamente; il
secondo i 24 Preludi di Chopin, suonati cos diversi dal solito che possono piacere da pazzi ma
anche pochissimo. C poi una carrellata di bis,
da Bach alladorato Rameau a Skrjabin, che valgono da soli lacquisto del doppio cd. (E. Gir.)

pi di quattro anni di distanza da Cardio,


torna sulle scene uno degli artisti pi amati
dal pubblico italiano, in grado di aggregare attorno al suo carisma e stile interpretativo un
pubblico appartenente a diverse generazioni.
Amo (Warner), titolo uguale a un recente album di Zero, ha una copertina che allude ad un
immaginario hippy. In realt nel disco dominano melodie sensuali e raffinati arrangiamenti
elettronici (S se puede e I Miss Your Face).
Sono canzoni pop e orecchiabili. Ledizione
per il nostro Paese comprende quattro brani
cantati in italiano (Lincanto, Liberi da ore,
Amo e Brividi). Bos si conferma un personaggio eclettico e poliedrico e anche questa volta ha fatto centro. (Mario Luzzatto Fegiz)

RIPRODUZIONE RISERVATA

ici Jack DeJohnette e pensi al telepatico partner di Keith Jarrett, al dinamico accompagnatore di Miles Davis, ai profumi dei suoi gruppi che spesso si chiamano Special Edition.
Ma di rado si ricorda che il grande batterista
oggi 72enne si formato nella grande scuola
davanguardia di Chicago, lAacm. E quando, due
anni fa, il festival di quella citt gli ha dato carta
bianca non ha esitato, chiamando al proprio
fianco tre maestri dellassociazione: Muhal
Abrams al pianoforte, Roscoe Mitchell e Henry
Threadgill ai fiati (contrabbassista e violoncellista laffidabile Larry Gray).
Risultato: una performance preziosa e variopinta, imperdibile, pubblicata da Ecm con il titolo di Made in Chicago. (Claudio Sessa)

RIPRODUZIONE RISERVATA

cco cosa manca ai nostri autori/cantautori.


Lironia. Prendiamo Josh Tillman, ex batterista dei Fleet Foxes al secondo album con il nome
darte Father John Misty. I Love You Honeybear , parole sue, un concept album su Josh Tilman fra la storia con la moglie Emma e le sue
riflessioni sul mondo. Lamore sia le dolci parole che il sesso che macchia le lenzuola e d fastidio ai vicini di casa raccontati sulle orchestrazioni anni 70 della title track. True Affection
ha un cuore elettronico per metterci in guardia
dagli eccessi della tecnologia che ci fa perdere il
contatto personale. Bored in the Usa una
ballad in cui si ironizza sullamericano medio
oberato dai mutui subprime e dalle medicine
prescritte per tutto. (Andrea Laffranchi)

RIPRODUZIONE RISERVATA

RIPRODUZIONE RISERVATA

8,5

48

Gioved 12 Febbraio 2015 Corriere della Sera

Corriere della Sera Gioved 12 Febbraio 2015

49

Risponde Sergio Romano

REGIONI A STATUTO SPECIALE


INVECCHIATE MA SEMPRE L

Caro Romano, in una risposta,


riferendosi a Carlo Cattaneo lei
afferma: Diffidava dei
Savoia e sognava un
Lombardo-Veneto autonomo
in uno Stato asburgico
profondamente riformato.
Che Cattaneo diffidasse dei
Savoia un dato: lo dimostra
il fatto che il grande lombardo,
eletto deputato nel 1867, non
partecip mai ai lavori del
Parlamento per non prestare
giuramento di fedelt alla
monarchia. Ci che risulta
poco chiaro luso
dellaggettivo asburgico che
nel contesto assume una
valenza positiva. Non era
meglio ometterlo? O lo Stato
asburgico,contro cui Cattaneo
aveva combattuto, restava,per
tanti aspetti, un modello?
Mattia Testa
dom.testa2012@libero.it
La parola asburgico ha assunto un significato negativo
nel clima accaldato dei moti risorgimentali. Oggi giusto restituire allo Stato di cui Vienna
era la capitale (si chiamer Austria-Ungheria soltanto dopo il
Compromesso del 1867) il suo
nome originale.

TRAGEDIE DEL MARE


Frontex e Onu
Sulla nuova tragedia del mare
non si sa se siano pi ipocrite
le dichiarazioni dei
rappresentanti dellEuropa o
dellOnu. Solo ora, dopo la
morte di centinaia di migranti,
si scoperto che il
pattugliamento finanziato
dallagenzia europea Frontex
agisce solo nelle acque
territoriali europee, senza
effettuare salvataggi in acque
internazionali. Daltro canto,
anche i rappresentanti
dellAlto Commissariato Onu
per i Rifugiati sembrano
accorgersi solo ora della novit
e gridano allo scandalo, senza
per avere il coraggio di
criticare lorganizzazione da

di Beppe Severgnini

Le intollerabili minacce
alla manager di Uber

LETTERE
AL CORRIERE

CARLO CATTANEO
I Savoia e gli Asburgo

Italians

Mi sono spesso domandata per quale ragione


lei non abbia mai commentato un argomento
che periodicamente torna dattualit: le Regioni
a statuto speciale. Si parla di obiettive
necessit, allepoca della loro costituzione,
tanto che sono state previste dalla Carta
costituzionale. Altrettanto si conclude che
sarebbe anacronistico mantenerle in vita oggi,
per varie ragioni, non ben precisate. Perch, a
suo avviso, i politici evitano di parlarne, in un
momento propizio come lattuale, in cui si
mette in discussione lassetto costituzionale,
dal bicamerale perfetto, allabolizione delle
province, allaccorpamento dei comuni? Che
cosa c sotto, che i cittadini non conoscono?
Mariella Mercalli
mariella.mercalli@hotmail.it

Le lettere firmate con


nome, cognome e
citt, vanno inviate a
Lettere al Corriere
Corriere della Sera
via Solferino, 28
20121 Milano
Fax: 02-62827579

lettere@corriere.it
www.corriere.it
sromano@rcs.it

La tua
opinione su

sonar.corriere.it
Secondo
unindagine del
Safer Internet
Center Italiano il
95% dei
ragazzini delle
medie possiede
uno
smartphone.
un fatto
positivo?

Cara signora Mercalli,


osso comprendere perch la classe politica preferisca evitare largomento. Le regioni a statuto speciale nascono dalla crisi dello Stato centralizzato, dopo la fine
della Seconda guerra mondiale. LItalia non perdette soltanto le sue colonie. Dovette anche fare
fronte alle ambizioni di Paesi che accampavano
diritti su una parte del suo territorio nazionale.
La Francia, con un colpo di mano, cerc dimpadronirsi della Valle dAosta e di organizzarvi un
referendum. La Jugoslavia cerc di fare altrettanto con Trieste. In Sicilia nacque un movimento secessionista in cui qualche fantasioso personaggio sperava addirittura che lisola divenisse
unaltra stella della bandiera degli Stati Uniti.
Nella fase pi pericolosa lItalia fu aiutata dagli
Alleati. Il presidente Truman costrinse Parigi a
ritirare i propri soldati dalla Valle dAosta, i neozelandesi e gli inglesi intimarono alle truppe di

SUL WEB

Tito di abbandonare Trieste. Per decidere le sorti


della provincia di Bolzano, Alcide De Gasperi ebbe la fortuna di negoziare in tedesco con il rappresentante di un Paese (lAustria) che aveva colpe da farsi perdonare. E in Sicilia, infine, il movimento secessionista perdette credibilit quando
divenne difficile distinguere i suoi quadri da
quelli della mafia e del banditismo.
Ma le richieste di autonomia erano genuine e
non era possibile ignorarle. Nacquero cos le prime regioni a statuto speciale che il governo, in
alcuni casi, cerc di legare maggiormente allo
Stato nazionale celebrando matrimoni di convenienza fra Bolzano e Trento, fra Venezia Giulia e
Friuli. Con loccasione, anche la Sardegna riusc
a soddisfare una sua vecchia aspirazione.
Sono queste, cara Signora, le ragioni per cui
non sarebbe facile tornare indietro. Forse, dopo
linizio della grande crisi finanziaria degli ultimi
anni, sarebbe stato ragionevole correggere lo
statuto finanziario delle regioni e ridurre la quota di reddito prodotto localmente che ciascuna
di esse autorizzata a conservare nel proprio bilancio. Ma verrebbe allora in discussione il problema di due regioni che presentano caratteristiche opposte. Il Trentino Alto Adige sosterrebbe, con ragione, di avere fatto un uso impeccabile del denaro pubblico. La Sicilia,
malauguratamente, non potrebbe fare altrettanto, ma ricorderebbe al governo nazionale, sottovoce, che esiste ormai nellisola una folta schiera
di pubblici dipendenti e privati cittadini che dipendono dal bilancio regionale. Questi rentiers, come erano chiamati un tempo tutti coloro che vivono di rendita, sono elettori. Quanti
partiti italiani sono disposti a privarsi dei loro
voti?
RIPRODUZIONE RISERVATA

Risposte alle
19 di ieri

85%
No

La domanda
di oggi
Strauss-Kahn
sui festini hard:
Io solo un
libertino, non
sapevo fossero
prostitute.
Secondo
voi da
condannare?

cui dipendono, la quale pare


incapace di comprendere la
necessit di un intervento
internazionale (e non solo
europeo!) in questo dramma
che coinvolge due continenti. E
a farne le spese saranno
sempre migliaia di sventurati
che andrebbero invece assistiti
a casa loro.
Mario Taliani, Noceto (Pr)

PARLAMENTARI
Le migrazioni
Come gli uccelli che cambiano
paese per andare in posti pi
caldi, i nostri deputati
cambiano partito per avere un
posto assicurato alle prossime
elezioni. Simili comportamenti

sono deprecabili, perch non


possibile essere eletti in un
partito e con un programma
definito e poi appoggiare chi
ha dichiarato cose differenti. E
suscita ilarit il fatto che
quando un deputato cambia
casacca, il vecchio partito lo
definisce traditore, mentre il
nuovo lo definisce eroe. il
caso di impedire transumanze
e migrazioni fuori stagione!
Sergio Guadagnolo

sergioguadagnolo@virgilio.it

POLITICI E CITTADINI
Uguali diritti (e doveri)
Ricollocare in enti, fondazioni,
authority ecc. i parlamentari
non eletti una mancanza di

rispetto verso i disoccupati, i


cassintegrati e gli esodati. I
politici dovrebbero avere gli
stessi diritti e gli stessi doveri
dei comuni cittadini, e
neppure dovrebbero avere
diritto a vitalizi per brevi
periodi di lavoro.
Renato Invernizzi

renato.invernizzi@gmail.com

CERTIFICATI FALSI
Medici indagati
Circa 600 medici saranno
inquisiti per falsi certificati
medici. Possiamo dire che era
ora che qualcosa si muovesse
in quella direzione?
Biancamaria Mauri

na ragazza italiana uscita per andare


al lavoro e ha trovato appeso ai fili
elettrici, a 15 metri daltezza, visibile a
tutta la strada, un lenzuolo con la scritta
[nome cognome] una puttana e riceve in
[indirizzo privato]. Per lassessore
[cognome] gratis. Il fatto accaduto in via
Palermo, nel centro di Milano, tra marted e
mercoled, mentre la gente guardava la
prima serata di Sanremo e qualcuno tornava
dal cinema.
Non ho inserito subito i nomi perch
vorrei vi metteste nei panni di quella
ragazza. Immaginate cosha provato,
uscendo di casa. Adesso i nomi li posso fare:
linteressata mi ha autorizzato. Lei si chiama
Benedetta Arese Lucini ed general
manager in Italia di Uber. Lassessore
Pierfrancesco Maran. Qualche mese fa era
apparso un suo pupazzo in citt, con una
foto della signorina allaltezza dellinguine.
La societ californiana Uber offre trasporto
urbano tramite una app ed presente in 53
Paesi. Spesso ci sono state incomprensioni,
discussioni, negoziati. Ma in nessun posto al
mondo accaduto quello che sta accadendo
in Italia. Ci sono stati episodi di violenza in
diverse citt, tra cui Milano a Torino.
Benedetta Arese stata derisa, insultata e
minacciata. Fino al lenzuolo appeso, nel
giorno delle assemblee dei taxisti.
Non una bravata: una vergogna. Le
preoccupazioni dei taxisti sono
comprensibili, le cautele delle
amministrazioni ragionevoli, i desideri dei
cittadini evidenti (avere trasporti privati
efficienti). Quello che inaccettabile aver
portato lo scontro a questo punto. Una citt
che si comporta cos non pu ospitare Expo
2015. Al massimo, una convention
internazionale di teppisti.
In quel lenzuolo non c, infatti, solo
diffamazione e prepotenza. C un modo di
intendere le donne. Se Benedetta fosse stata
un manager americano, un Ben o uno Stan
con i baffi hipster, i toni sarebbero stati
diversi. Intimidire una giovane italiana per
scoraggiare un concorrente. I taxisti di
Milano con cui viaggio quotidianamente,
discuto e scherzo devono intervenire.
Tocca a loro fermare questa deriva. Dicano
basta. Perch se a Benedetta Arese
succede qualcosa, non potranno cavarsela
sussurrando le solite teste calde!.
Nellattesa, uninformazione personale.
Non avevo, fino a ieri, un profilo Uber. Oggi
mi sono iscritto. Nei miei spostamenti per
Milano sceglier chi pi professionale, pi
efficiente, pi civile.
RIPRODUZIONE RISERVATA

bianca.mari@live.it

Vauro

INTERVENTI E REPLICHE
La Rai e i solleciti per il canone
Al contrario di quanto ha affermato un lettore
sul Corriere del 9 febbraio, la Rai non dovrebbe
per niente ricordare, a mezzo di martellante e
costosa pubblicit, di pagare labbonamento.
pi che sufficiente lavviso che tutti ricevono a
casa. Cos facendo, infatti, ricorda che si
potrebbe anche non pagare. Del resto n lEnel
n lAgenzia delle Entrate, per esempio,
pubblicizzano lobbligo di saldare quanto dovuto.
La Rai, tuttavia dovrebbe aumentare lentit
dellaumento dei piccoli sovraccarichi a chi
ritarda.
Attilio Venturi, Milano

Davvero utili i moduli 730 precompilati?


Una lettera dellAgenzia dellEntrate mi informa
che da un controllo della mia dichiarazione dei
redditi 730 per il 2014 risulta un piccolo credito a
mio favore. Viene specificato che per verificare
leffettiva spettanza dei crediti e, di conseguenza,
utilizzarli nelle successive dichiarazioni
necessario chiedere conferma allAgenzia stessa.
A tal fine si pu contattare il numero telefonico
848.800.444. Ho telefonato e una gentile
signora mi dice che effettivamente ho diritto al
rimborso e mi mander una mail per chiedere il
rimborso nella prossima dichiarazione con il
730. Forse non conosco le segrete cose del Fisco,
2015 RCS MEDIAGROUP S.P.A. DIVISIONE QUOTIDIANI

FONDATO NEL 1876


CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
DIRETTORE RESPONSABILE

PRESIDENTE Angelo Provasoli

Ferruccio de Bortoli

VICE PRESIDENTE Roland Berger

CONDIRETTORE

AMMINISTRATORE DELEGATO Pietro Scott Jovane

Luciano Fontana
VICEDIRETTORI

Daniele Manca
Venanzio Postiglione
Giangiacomo Schiavi
Barbara Stefanelli

CONSIGLIERI

Fulvio Conti, Teresa Cremisi, Luca Garavoglia,


Attilio Guarneri, Piergaetano Marchetti,
Laura Mengoni
DIRETTORE GENERALE DIVISIONE MEDIA

Alessandro Bompieri

Sede legale: Via Angelo Rizzoli, 8 - Milano


Registrazione Tribunale di Milano n. 5825 del 3 febbraio 1962
Responsabile del trattamento dei dati (D. Lgs. 196/2003): Ferruccio de Bortoli
privacy.corsera@rcs.it - fax 02-6205.8011
COPYRIGHT RCS MEDIAGROUP S.P.A. DIVISIONE QUOTIDIANI
Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo quotidiano pu essere
riprodotta con mezzi grafici, meccanici, elettronici o digitali. Ogni violazione
sar perseguita a norma di legge.
DIREZIONE, REDAZIONE E TIPOGRAFIA 20121 Milano - Via Solferino, 28 Tel. 02-62821
DISTRIBUZIONE m-dis Distribuzione Media S.p.A.
Via Cazzaniga, 19 - 20132 Milano - Tel. 02-2582.1 - Fax 02-2582.5306
PUBBLICIT
RCS MediaGroup S.p.A. Divisione Pubblicit
Via Rizzoli, 8 - 20132 Milano - Tel. 02-25846543 - www.rcspubblicita.it

ma se questo linizio, il 730 precompilato una


follia. A parte lo spreco di carta, impegno di
personale, spese di spedizione postale ecc. ecc.
Franco Barbalonga, barbafranco@alice.it
Sale e generi alimentari: ammontare dellIva
Un lettore si lamenta dellaumento dellIva dal
10 al 22% per il pellet (Corriere, 10 febbraio). Ma
gli italiani sanno che lIva sul sale, un alimento
indispensabile, specialmente quello iodato tanto
voluto dal nostro ministero della Salute, da
sempre al 22%, mentre tutti gli altri generi
alimentari godono dellIva agevolata al 4%?
Bruno Franceschini, Milano

EDIZIONI TELETRASMESSE: RCS Produzioni Milano S.p.A. 20060 Pessano con Bornago - Via R. Luxemburg - Tel. 02-95.74.35.85 RCS Produzioni S.p.A. 00169 Roma Via Ciamarra 351/353 - Tel. 06-68.82.8917 RCS Produzioni Padova S.p.A. 35100 Padova - Corso Stati Uniti 23 - Tel. 049-87.00.073 Tipografia SEDIT Servizi Editoriali S.r.l.
70026 Modugno (Ba) - Via delle Orchidee, 1 Z.I. - Tel. 080-58.57.439 Societ Tipografica Siciliana S.p.A. 95030 Catania - Strada 5 n. 35 - Tel. 095-59.13.03 LUnione Sarda
S.p.A. Centro stampa 09034 Elmas (Ca) - Via Omodeo, 5 - Tel. 070-60.131 BEA printing sprl 16 rue du Bosquet - 1400 Nivelles - Belgium Speedimpex USA, Inc. 38-38 9th
Street Long Island City - NY 11101 - USA CTC Coslada Avenida de Alemania, 12 - 28820
Coslada (Madrid) - Spagna La Nacin Bouchard 557 - 1106 Buenos Aires - Argentina
Miller Distributor Limited Miller House, Airport Way, Tarxien Road Luqa LQA 1814 Malta Hellenic Distribution Agency (CY) Ltd 208 Ioanni Kranidioti Avenue, Latsia 1300 Nicosia - Cyprus FPS Fernost Presse Service Co. Ltd 44/10 Soi Sukhumvit, 62
Sukhumvit Road, Bang Chark, Phrakhanong - Bangkok 10260 - Thailandia

Corsera + IoDonna + Cor. Como 1,30 + 0,50 + 0,20. In Campania, Puglia, Matera e
prov., non acquistabili separati: lun. Corsera + CorrierEconomia del CorMez. 1,03 +
0,47; m/m/g/d Corsera + CorMez. 1,03 + 0,47; ven. Corsera + Sette + CorMez. 1,03
+ 0,50 + 0,47; sab. Corsera + IoDonna + CorMez. 1,03 + 0,50 + 0,47. In Veneto,
non acquistabili separati: m/m/g/d Corsera + CorVen. 1,03 + 0,47; ven. Corsera +
Sette + CorVen. 1,03 + 0,50 + 0,47; sab. Corsera + IoDonna + CorVen. 1,03 + 0,50
+ 0,47. In Trentino Alto Adige, non acquistabili separati: m/m/g/d Corsera + CorTrent. o CorAltoAd. 1,03 + 0,47; ven. Corsera + Sette + CorTrent. o CorAltoAd. 1,03 +
0,50 + 0,47; sab. Corsera + IoDonna + CorTrent. o CorAltoAd. 1,03 + 0,50 + 0,47.
A Bologna e prov. non acquistabili separati: m/m/g/d Corsera + CorBo 0,72 + 0,78;
ven. Corsera + Sette + CorBo 0,72 + 0,50 + 0,78; sab. Corsera + Io Donna + CorBo
0,72 + 0,50 + 0,78. A Firenze e prov. non acquistabili separati: l/m/m/g/d Corsera
+ CorFi 0,72 + 0,78; ven. Corsera + Sette + CorFi 0,72 + 0,50 + 0,78; sab. Corsera
+ Io Donna + CorFi 0,72 + 0,50 + 0,78.

PREZZI: *Non acquistabili separati, il venerd Corriere della Sera + Sette 2,00 (Corriere
1,50 + Sette 0,50); il sabato Corriere della Sera + IoDonna 2,00 (Corriere 1,50 +
IoDonna 0,50). A Como e prov., non acquistabili separati: m/m/g/d Corsera + Cor.
Como 1,30 + 0,20; ven. Corsera + Sette + Cor. Como 1,30 + 0,50 + 0,20; sab.

La tiratura di mercoled 11 febbraio stata di 418.977 copie

PREZZI DI VENDITA ALLESTERO: Albania 2,20; Argentina $ 16,50 (recargo envio al interior $ 1,00); Austria 2,20; Belgio 2,20; Canada CAD
3,50; CH Fr. 3,00; CH Tic. Fr. 3,00 (quando pubblicato con Style Magazine Fr. 3,50);Cipro 2,20; Croazia Hrk 17; CZ Czk. 64; Francia 2,20;
Germania 2,20; Grecia 2,50; Irlanda 2,20; Lux 2,20; Malta 2,20; Monaco P. 2,20; Olanda 2,20; Portogallo/Isole 2,50; SK Slov. 2,20;

ISSN 1120-4982 - Certificato ADS n. 7682 del 18-12-2013

Slovenia 2,20; Spagna/Isole 2,50; Hong Kong HK$ 45; Thailandia THB 190; UK Lg. 1,80; Ungheria Huf. 700; U.S.A. USD 5,00.
ABBONAMENTI: Per informazioni sugli abbonamenti nazionali e per lestero tel. 0039-02-63.79.85.20 fax 02-62.82.81.41 (per gli Stati Uniti tel.
001-718-3610815 fax 001-718-3610815). ARRETRATI: info@servizi360.it. SERVIZIO CLIENTI: 02-63797510 (prodotti collaterali e promozioni).

* Con Sette 3,00; con Io Donna 3,00; con Style Magazine 3,50; con Living 5,40; con La matematica come un romanzo 9,40; con Piero Angela. Viaggio alla scoperta della Scienza 11,49; con Mila e Shiro 11,49; con Maurizio Pollini 11,40; con Le parole di papa Francesco 7,40; con Disney English 9,49; con Pino Daniele. Blues per sempre 11,40; con Grandangolo 7,40; con Giovannino Guareschi 9,40; con Agatha Christie 8,40; con Agatha Christie Poirot 11,49; con Il cane. Amarlo capirlo educarlo 11,49; con
Il rumore della memoria 12,40; con Anne Frank 11,40; con Espaol da zero 11,49; con Diabolik. Nero su nero 8,49; con Asterix 7,49; con Il teatro di Eduardo 12,40; con I capolavori della danza 12,40; con Storie di cucina 9,40; con I capolavori dellarte 7,40; con Violetta fotostory 4,00; con Rocky Joe 3,49; con Jeeg Robot dacciaio 11,49; con Noi e lIslam 9,40; con Come investire nel 2015 7,40; con The Beatles 11,40; con Braccialetti Rossi. Il mondo giallo 14,40; con Il mondo di Braccialetti Rossi 14,40

Gioved 12 Febbraio 2015 Corriere della Sera

50

Sport

Serie A

22 giornata

CAGLIARI-ROMA
EMPOLI-CESENA
FIORENTINA-ATALANTA
INTER-PALERMO
JUVENTUS-MILAN
LAZIO-GENOA
NAPOLI-UDINESE
PARMA-CHIEVO
SAMPDORIA-SASSUOLO
VERONA-TORINO

1-2
2-0
3-2
3-0
3-1
0-1
3-1
0-1
1-1
1-3

Classifica
JUVENTUS
ROMA
NAPOLI
FIORENTINA
SAMPDORIA
LAZIO
GENOA
TORINO
PALERMO
INTER

Air

Prossimo turno
53
46
42
35
35
34
32
31
30
29

MILAN
SASSUOLO
UDINESE
VERONA
EMPOLI
ATALANTA
CHIEVO
CAGLIARI
CESENA
PARMA

29
29
28
24
23
23
21
19
15
9

SASSUOLO-FIORENTINA
PALERMO-NAPOLI
MILAN-EMPOLI
ATALANTA-INTER
GENOA-VERONA
ROMA-PARMA
TORINO-CAGLIARI
UDINESE-LAZIO
CHIEVO-SAMPDORIA
CESENA-JUVENTUS

sabato 14/2, ore 18


sabato 14/2, ore 20.45
domenica 15/2, ore 12.30
domenica 15/2, ore 15
domenica 15/2, ore 15
domenica 15/2, ore 15
domenica 15/2, ore 15
domenica 15/2, ore 15
domenica 15/2, ore 18
domenica 15/2, ore 20.45

La Rivoluzione Sottile

LINTERVISTA EUSEBIO DI FRANCESCO

Bisogna capirli i giocatori


io entro nella testa dei talenti
Il mio Sassuolo alla pari con Milan e Inter? Sono loro fuoriposto
Eusebio Di Francesco, un
anno fa le hanno dato 34 giorni di ferie, tra esonero e richiamata. Cosa faceva?
Mi sono dedicato alla famiglia, cosa che un po mi manca
adesso. Ma non lo dico perch
voglio che mi rimandino a casa, intendiamoci. (ride)
Questo Sassuolo nasce l?
riduttivo, perch prima
avevamo fatto una grande serie
B. Avevamo poca esperienza
della A e ce ne siamo accorti
tardi. Questanno non abbiamo
fatto gli stessi errori.
Quando ha smesso di giocare ha allenato fin da subito?
No, ho gestito uno stabilimento balneare. Per disintossicarmi un po e capire cosa volevo fare da grande.
Si sente un uomo di mare?
S. Mi trasmette serenit,
spensieratezza, libert. Mi
sempre piaciuto anche dinverno. pi bello.
Il suo primo comandamento come allenatore?
Il rispetto. Ma vale anche
nella vita di tutti i giorni.
Parla spesso di empatia.
Coi giocatori come funziona?
I giocatori bisogna capirli,
non solo bastonarli. Bisogna
entrare nel loro mondo, con
delicatezza e competenza. Senza dire ai miei tempi era cos,
perch il mondo cambiato.
Verratti al Pescara. Ora Zaza e Berardi. Tra i talenti chi
lha fatta dannare di pi?
Zaza: caratterialmente il
pi difficile e anche come giocatore era il pi anarchico. Anche Berardi particolare, ma
basta prenderlo con calma.
Verratti un ragazzo squisito
che ha completato con Zeman
la crescita iniziata con me.
Nel suo 4-3-3 c molto Zeman?
La gestione del gruppo

Il recupero
Sprofondo Parma
Rimane in dieci
e perde col Chievo
PARMA Una punizione di Zukanovic a inizio ripresa stende il
Parma e regala al Chievo 3 punti pesanti nel recupero del match rinviato domenica. Decisiva
lespulsione del centrocampista del Parma Galloppa, il quale
si fa ammonire due volte da
Rocchi e alla mezzora lascia in
10 la sua squadra. Dopo l1-0 il
Chievo domina: Pellissier (due
volte) e Botta sprecano il raddoppio, poi Meggiorini colpisce il palo. Siamo stati penalizzati dallarbitro ha detto
Donadoni . Il primo giallo
cera, fiscale il secondo. I ragazzi hanno comunque dato il
RIPRODUZIONE RISERVATA
cuore.

Nome pesante
Eusebio Di
Francesco
nato a Pescara
l8 settembre
1969. Il padre
era tifoso del
grande Eusebio
del Benfica
(foto). Ha
giocato
252 gare
in A 196 in B,
12 in azzurro.

Alti (e bassi)
Ha allenato
Lanciano,
Pescara
(promozione
in B), Lecce
(esonero in A)
prima di
arrivare al
Sassuolo nel
2012 e
conquistare la
A. Un anno fa
fu esonerato
(al suo posto
Malesani).
Poi il ritorno
e la salvezza

tutta mia e nasce dal mio modo


di essere. Ma sul campo gli ho
rubato qualcosina, perch insegnava calcio e gioco offensivo. Si dice che Zeman ha vinto
poco, ma lui ha vinto tante volte, facendo maturare i giocatori
e formandoli.
Il capitano Magnanelli, ha
fatto la scalata dalla C2 alla A
col Sassuolo. un simbolo?
lesempio lampante del
calciatore perfetto, negli atteggiamenti e nei modi di fare.
Si chiama Eusebio in onore
della perla nera del Benfica?
S, mio padre era grande tifoso. Mia mamma mi voleva
chiamare Luca, infatti ho due
nomi. Non potevo che fare il
calciatore.
Il Sassuolo a pari punti
con Inter e Milan. Potevate fare anche di pi?
Sicuramente sono loro che
dovevano stare da unaltra parte, per potenzialit. Ma il mio
Sassuolo avrebbe meritato
qualche punto in pi per quello che ha espresso.
La vittoria sullInter, dopo
due 7-0, stata particolare?
S, per me valeva doppio.
Anche perch era diventata
una sindrome.
Il suo presidente milanista,
Giorgio Squinzi, avr apprezzato.
Mi ha abbracciato due volte. Era doppiamente felice.
Bello anche il pareggio con
la Juve: con le grandi squadre
date qualcosa in pi?
Pi che altro ci permettono
di esprimere meglio le nostre
qualit, perch concedono
spazi. Le motivazioni comunque si alzano, vero.
La Fiorentina del suo ex
compagno Montella la considera una grande?
S. Dopodomani sar una
bella gara, tra due squadre che

Zeman
Sul campo
ho preso
da lui,
insegnava
calcio: ha
vinto tanto,
facendo
maturare i
calciatori

Zaza
Mi ha fatto
dannare
pi di
Verratti o
Berardi:
per il suo
carattere e
perch era
anarchico

Pogba
Chi sogno
di allenare?
Pogba
perch
sarebbe
il fiore
allocchiello
nel mio
sistema
Emergente Il Sassuolo di Di Francesco ha 29 punti come Milan e Inter (Bozzani)

vogliono i 3 punti.
La avvicinano alla Fiorentina, al Napoli o alla Roma: anche per gli allenatori le voci di
mercato sono destabilizzanti
come per i giocatori?
Per me no, anzi il contrario. Ho un grande senso di appartenenza a questa societ.
Siamo cresciuti insieme e mi
sento a mio agio qui. Tutto il
resto fa piacere, significa che
stiamo facendo qualcosa di
buono. Ed uno stimolo in
pi.
daccordo con Allegri che
urlare non serve?
S. Urlo solo se serve. Urlare
per non dire nulla non lo concepisco. Mi dava fastidio da
calciatore e anche adesso.
Multa chi bestemmia: raccoglie tanti soldi, magari per
la Onlus di cui presidente?
Adesso molto meno. Ma
laltro giorno un cinquantino
scappato. Ma stanno pi attenti
ed giusto che sia cos.
Con Damiano Tommasi,
suo gemello nel centrocampo romanista e presidente Aic, si confronta spesso?
S parliamo molto di futuro, e di come cercare di migliorare il calcio. Damiano lo metterei a capo di cose pi importanti: ha grande sensibilit e
una seriet unica.
Quando ha citato lo studio
scientifico sullaffaticamento
da playstation ha fatto breccia nei suoi giocatori?
S. Ne avevo due che si ammazzavano sul divano e al campo avevano perso la tensione.
Esagerare sbagliatissimo.
Libro sul comodino?
Genitori coach. Leggo tante
cose che mi aiutano nel lavoro.
E anche il rapporto con mio figlio Federico, che gioca in Lega
Pro, molto utile per entrare
nella testa dei ragazzi.
Dopo la salvezza aveva promesso un pellegrinaggio in
bicicletta. Lo ha fatto?
No, perch ho un problema
alle anche. Per manterr la
parola. E magari ci aggiungo
qualcosa daltro
LEuropa League?
No. Unaltra salvezza
Faccia un sogno: il giocatore top che vorrebbe allenare?
Pogba. Perch sarebbe il
fiore allocchiello per il mio sistema di gioco
Paolo Tomaselli
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il nuovo proprietario giallobl


Parma
Chievo

0
1

Marcatore: Zukanovic 9 s.t.


PARMA (4-3-3): Mirante 7; Cassani 6
(Mauri 6,5 13 s.t.), Santacroce 6,5,
Lucarelli 5, Feddal 6,5, Galloppa 4,
Mariga 4,5 (Belfodil 6 24 s.t.), Nocerino
6, Palladino 5, Varela 6,5, Rodriguez 6,5.
All.: Donadoni 6
CHIEVO (4-4-2): Bizzarri 6; Frey 5,
Gamberini 6, Dainelli 6,5, Zukanovic 7,
Schelotto 5, Radovanovic 6 (Birsa s.v. 41
s.t.), Izco 7, Hetemaj 7, Paloschi 5 (Botta
s.t. 6,5), Pellissier 5 (Meggiorini 6 25
s.t.). All.: Maran 6
Arbitro: Rocchi 6
Espulso: Galloppa 31 p.t.
Ammoniti: Feddal, Santacroce, Paloschi,
Frey, Nocerino, Radovanovic
Recuperi: 2 pi 3

Manenti si presenta: Fidatevi. Ma i dubbi restano


DAL NOSTRO INVIATO
PARMA Il nuovo proprietario del Parma,

Giampietro Manenti, ha esordito ieri al


Tardini in conferenza stampa
annunciando promesse e futuri sponsor
veicolati dalla Mapi Grup. Intanto i
primi tifosi entravano in curva per la
partita con il Chievo, finita con lennesima
sconfitta. Affiancato dal manager
Fiorenzo Alborghetti, ingaggiato
venerd, limprenditore-consulente che
gioved notte 5 febbraio ha acquistato da
Rezart Tai il 66% della Eventi Sportivi
(controllante al 90% del Parma) non ha
esibito documenti, n cifre, n fatti
concreti. Tantomeno i nomi degli sponsor
o degli investitori esteri pi volte evocati.
Ma ha garantito che le prime tranche dei
bonifici per pagare gli stipendi dei
dipendenti, giocatori compresi,

partiranno domani. E non una cosa da


poco dal momento che si tratta di
bloccare eventuali azioni cautelative e il
rischio di una procedura fallimentare.
Pagheremo, dunque. Stiamo correndo
e rincorrendo il tempo. Banche estere e
italiane, si sarebbero impegnate. A fatica
si strappa un nome: Mps, che tra laltro
dovrebbe essere listituto maggiormente
esposto con il Parma. Dunque Mps
disponibile? A una prima informale
verifica non pare proprio. Dunque il
dubbio resta ma questione di ore. Per il
colpo di fulmine Manenti-Parma galeotto
fu il televideo. Gi a ottobre spiega
ci avevamo pensato ma Ghirardi non
aveva concluso la trattativa, poi sabato
mattina (31 gennaio, ndr) ho letto su
televideo dei problemi della societ e in
quattro giorni abbiamo chiuso
loperazione. Senza studiare i bilanci.

Lorizzonte dellinvestimento, risolte le


emergenze finanziarie immediate, di 5
anni, garantisce Manenti. Un piano
industriale che nel suo menu ha il calcio
ma anche lenogastronomia del territorio.
Palla, prosciutto, parmigiano e
Lambrusco. Perch? Ma perch serve ad
attirare gli sponsor. Per adesso a farsi
carico di tutta loperazione (gravosa e ricca
di insidie) la Mapi Grup, societ slovena
al 100% di Manenti. Consistenza
patrimoniale minima, ricavi zero, una
serie di controllate in Italia che sono
scatole vuote. Dove sono i soldi per
linvestimento nel Parma? Fidatevi, la
risposta. Intanto la curva si popola e i
tifosi srotolano uno striscione: Il nostro
amore oltre la categoria. Portate i libri in
tribunale e andate via.
Mario Gerevini
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Gioved 12 Febbraio 2015

SPORT

Lanticipazione

(f.fio.) Partitella in famiglia per lInter ieri alla


Pinetina contro lHaladas, squadra ungherese
dove gioca Andrea Mancini, 22 anni, figlio di
Roberto. Due tempi di 30: 2-2 il risultato
(Hernanes su rigore e Puscas i gol nerazzurri) e
foto finale tra padre e figlio che lallenatore ha
subito postato su Twitter (a sinistra). Pap
cresciuto rispetto alla sua prima volta allInter: far
bene e la squadra assimiler presto le sue idee,
ha sottolineato Andrea. Stagione finita intanto per

LInter 2015 vestir


di nuovo nerazzurro
Jonathan operato:
stagione finita

51

Jonathan, operato ieri al ginocchio sinistro: il


rientro per il brasiliano (contratto in scadenza il 30
giugno) previsto tra 3-4 mesi. Su Icardi invece il
d.s. Piero Ausilio ha spiegato: Sta bene qui,
vogliamo tenerlo a lungo: la volont di rinnovare
il contratto. Infine, lanticipazione del sito
passionemaglie.it: nella prossima stagione le
maglie dellInter tornano alla tradizione (a destra).
La prima sar a strisce verticali larghe, la seconda
bianca con fascia orizzontale nerazzurra.

Roma 2024, ritorno al passato

Il retroscena

La missione al Cio di Montezemolo&Malag: i luoghi sacri della capitale per fare colpo
DALLA NOSTRA INVIATA

Do you remember
Abebe Bikila? nella memoria
di Roma 1960, letiope scalzo
sotto lArco di Costantino, canoa e canottaggio sul Lago Albano, lequitazione a Pratoni
del Vivaro e la ginnastica alle
Terme di Caracalla, che Roma
2024 dovr andare a pescare la
sua visione dellOlimpiade
che sar, come se 64 anni non
fossero mai passati sotto i ponti del Tevere. Latleta riportato
al centro della scena Berruti
e i suoi occhiali da miope sul
traguardo dei 200, il pugno del
k.o. di Benvenuti in un contesto che solo lUrbe pu offrire. Con buona pace di Boston,
seconda e per ora unica rivale
in campo.
Giovanni Malag felice come un bambino: di quelle iconic venues, i luoghi sacri che
il Cio gli chiede di rispolverare
dal passato per personalizzare
la candidatura italiana, Roma
zeppa. volato a Losanna, sulle
sponde del Comitato olimpico
internazionale, come prima
tappa della tourne con cui
presenter (ammesso che abbia bisogno di presentazioni) il
neopresidente del comitato
promotore, Luca di Montezemolo, al pianeta Olimpia. La
delegazione Coni stata ricevuta da Christopher Duby, direttore esecutivo del Dipartimento Giochi olimpici, e Keith
LOSANNA

La storia

Imperiale
Larrivo della
maratona dei
Giochi di Roma
60 nello
scenario unico
di via dei Fori
Imperiali

McCornell, direttore sportivo


del Cio, funzionari operativi ai
massimi livelli a testimonianza
che dalle chiacchiere si sta rapidamente passando ai fatti. ,
questa, la fase in cui il Cio invita le pretendenti al ballo per
cominciare a cucire loro addosso labito della festa. Google
map, allora, utile per dimostrare quanto Castel Gandolfo e
Rocca di Papa siano vicine a
Roma; mai quanto Citt del Vaticano, e sappiamo come papa
Francesco, a sorpresa, possa rivelarsi lasso nella manica di
Roma 2024.
Molti sorrisi, grande ottimismo di Malag ( andata bene, la prossima settimana in-

contreremo il sindaco Marino e


Delrio e qualche altro tassello
della squadra andr a posto
il famoso d.g. donna, ndr .
Pancalli sar il nostro ufficiale
di collegamento. Ogni giorno
che passa sono un po pi ottimista) e di Montezemolo
(Unit e innovazione. Mi preme dire che saranno Olimpiadi
che miglioreranno la qualit
della vita degli italiani, e non il
contrario: questo deve essere
ben chiaro), foto di rito con
Thomas Bach, presidente Cio,
incontrato a Ginevra prima di
salire con il presidente dellAlitalia su un volo Az per Roma al
grido di: Saremo puntuali!.
Chiarite le linee guida (delo-

calizzazione intelligente: medaglie e premiazioni nella Capitale; impianti spartani e


provvisori, vietate le cattedrali
nel deserto, Giochi sostenibili
e non pi elefantiaci), lidea
meravigliosa di Roma 2024
procede a passi agili. Entro il 27
febbraio il Coni formalizzer
ufficialmente la candidatura
con lettera al Cio, proponendo
gi le date (la finestra 15 luglio-31 agosto 2024); dopo Pasqua Montezemolo e Malag
torneranno a Losanna. Il vantaggio sulle rivali (Parigi decider a breve tra Expo e Giochi
del centenario, la Germania
traballa ancora tra Amburgo e
Berlino, il Sudafrica avr i Giochi del Commonwealth 2022,
troppo a ridosso di uneventuale Olimpiade, le altre latitano)
evidente. Bach, per non scoraggiare nessun potenziale candidato, frena: presto per dire
se lo sprint di Roma risulter
decisivo per la vittoria. Poi incoraggia Malag a non prendersela per le voci contrarie alla nomina di Montezemolo
(Lega, 5 Stelle, qualche forzista) n per laccoglienza freddina dellopinione pubblica.
UnOlimpiade si conquista come una donna, piano piano,
con garbo e discrezione. I Giochi vintage di Roma hanno un
fascino seppiato e sottile. Adelante, ma con giudizio.
Gaia Piccardi

7
citt in corsa
nel 1960.
Roma aveva
battuto
Losanna,
Detroit,
Budapest,
Bruxelles, Citt
del Messico
e Tokyo

36
le medaglie
dellItalia nel
1960: 13 doro,
10 dargento e
13 di bronzo.
Terzo posto nel
medagliere
dopo Unione
Sovietica (103)
e Stati Uniti
(71)

RIPRODUZIONE RISERVATA

Philippe, erede in affari e potere


lorgoglio dello zio Blatter
La scalata del nipote del boss della Fifa: tra Infront, interessi e sospetti

Joseph Blatter, 79 anni,


presidente della Fifa dall8 giugno 1998 e deciso a farsi eleggere per la quinta volta il 29
maggio 2015, lo zio. E pu essere orgoglioso del nipote. Philippe Blatter, 50 anni, figlio di
Marco Blatter, gi direttore della Swiss Olympic Association e
fratello di Joseph, il presidente e il ceo di Infront Sports &
Media, la societ con sede a
Zug (Svizzera), che propone
in maniera integrata tutti i possibili servizi che ruotano intorno allo sport. La societ stata appena acquistata dal magnate cinese Wang Jianlin per
un miliardo e cinquanta milioni di euro, ma Blatter resta al
suo posto come presidente e
ceo almeno fino al 2020, dopo i
brillanti risultati raggiunti. In
dieci anni, ha portato Infront
ad avere 25 uffici in 13 Paesi e
un fatturato sempre in crescita:
dai 584 milioni del 2013 agli
800 milioni del 2014.
Philippe Blatter, succeduto a
Oscar Frei, guida Infront dal dicembre 2005, dopo aver lavorato per undici anni per la societ
di consulenza McKinsey. Sebbene al momento fosse stato
nominato soltanto direttore
della societ, in molti avevano
subito parlato di conflitto dinteresse. Ma lallora portavoce di

MILANO

Infront, Jorg Polzer, si era affrettato a diffondere una nota


per smentire tutto: La nomina
di Philippe Blatter non ha nulla
a che vedere con le relazioni
commerciali fra Infront e Fifa.
Ha lavorato per molto tempo
nel settore del business sportivo e ci rappresenta un grosso
valore aggiunto per la prosperit della nostra azienda. Di parere diverso era apparso il reporter investigativo scozzese,
Andrew Jennings, che in un libro molto critico sulle transa-

zioni finanziarie della Federcalcio mondiale (il mondo segreto della Fifa), aveva definito la scelta come sospetta,
perch vi sono retroscena assai poco chiari riguardo allattribuzione della Fifa dei diritti
tv dei Mondiali. La Infront
Sports & Media stata creata
dal disastro legato alla bancarotta della Isl, avvenuta nel
2001, dopoch si era aggiudicata i diritti tv del Mondiale 2002
e 2006. Nel 2008 Blatter jr si era
affacciato anche nella sede del-

Sepp
Blatter
Io mi
occupo
di politica,
non
di vendita
dei
biglietti

Premier League

Chelsea e City ok
Lo smile di Balo

Nella 25 giornata vincono sia Chelsea (1-0


sullEverton) che Man City (4-1 a Stoke): Blues
sempre a pi 7. Balotelli su Instagram dopo il
gol di marted ( foto): Il mio sorriso solo per
quelli che credono in me.

la Lega, a Milano, per illustrare


quanto avrebbe potuto fare Infront (Italia, guidata da Marco
Bogarelli) nella vendita dei diritti tv, tornati collettivi (legge
Melandri). Alla fine Infront era
diventato ladvisor della A.
Aveva fatto discutere anche il
fatto che il 3 settembre 2011 Infront fosse stata ceduta dai tre
azionisti (Jacobs Holding,
Junkermann Group e Dr Martin
Steinmeyer) non a un fondo del
Qatar, ma da Bridgepoint, fondo britannico di private equity
(600 milioni di euro), vicino a
Blatter jr, che era stato subito
riconfermato nel doppio ruolo.
I qatarioti erano silenziosamente usciti di scena dopoch
otto mesi prima il Mondiale
2022 era stato assegnato al Qatar. Nel luglio 2014, era sembrato che Philippe Blatter potesse rimanere invischiato nello scandalo legato alla vendita
dei biglietti del Mondiale brasiliano, ma i sospetti si erano
dissolti a tempo di record, dopo che Joseph Blatter aveva detto: Io mi occupo di politica,
non di vendita dei biglietti.
Nel frattempo Infront gestir i
diritti tv in Asia dei Mondiali
2018 e 2022. Sul regno dei Blatter non tramonta mai il sole.
Fabio Monti
RIPRODUZIONE RISERVATA

Parenti

Sepp Blatter,
78 anni,
presidente
della Fifa dal
1998
In alto,
il nipote
di Blatter,
Philippe, 50
anni,
presidente e
amministratore
delegato di
Infront Sports
& Media Ag

Brozovic allInter
grazie al Milan
che non ha potuto
spendere 3 milioni
A dispetto delle difficolt
connesse al cambio in corsa
dellallenatore e di una
situazione finanziaria non
brillante, la campagna di
rafforzamento invernale
dellInter parsa funzionale a
un progetto di squadra tout
court, c un filo logico che
Roberto Mancini riuscito a
imporre alla propriet
indonesiana. Altrettanto, per
contro, non si pu dire del
Milan: il mercato rossonero ha
seguito altri schemi, in gran
parte irrazionali, puntando a
rattoppare un organico
temporaneamente menomato
dagli infortuni e
sottovalutando il fatto che
prima o poi a Pippo Inzaghi
toccher gestire un piccolo
esercito di 31 soldatini. Nel
Milan tutto bulimico, basti
pensare che in difesa (fonte:
sito ufficiale del club) gli
elementi a libro paga sono 13
per soli 4 posti disponibili.
Con un pizzico di lucidit in
pi ci si sarebbe invece resi
conto di come il settore
davvero in sofferenza fosse e
rimanga quello di
centrocampo: Muntari ed
Essien sono stati
definitivamente cancellati
dalla raccapricciante recita di
sabato allo Juventus Stadium,
Van Ginkel, bravino, possiede
la personalit di una viola
mammola mentre Suso il
classico parametro zero, nel
senso di zero presenze con la
maglia del Liverpool in questa
stagione. C comunque un
retroscena stupefacente che
aiuta a inquadrare il momento
storico del club di Berlusconi
in cui la confusione si somma
alle risicate disponibilit
finanziarie: Marcelo Brozovic
( foto), il 22enne
centrocampista croato che
domenica stato il migliore
dellInter contro il Palermo,
era stato proposto prima ai
rossoneri in ossequio alle
antiche simpatie milaniste del
suo agente ma laffare si
arenato per una questione di
vile denaro. Alle stesse
condizioni il giocatore stato
allora offerto a Thohir che ha
chiuso al volo: 3 milioni di
euro per il prestito fino al 30
giugno 2016, con successivo
obbligo di riscatto a 8 milioni.
In sostanza Galliani si arreso
perch non era in grado di
sganciare 3 milioni cash ed
con questa politica senza
orizzonti che si sogna di
riempire lo stadio che verr.
Uno stadio che, per evidenti
motivi, ha gi pronto il nome:
Parametro Zero Stadium.
Alberto Costa
RIPRODUZIONE RISERVATA

Gioved 12 Febbraio 2015 Corriere della Sera

52

mancato improvvisamente allaffetto dei suoi


cari

Giuseppe dAmico
Ne danno il doloroso annuncio la moglie Lorraine,
i figli Carlo Filippo e Ludovica con Romolo e la piccola Chlo.- I funerali saranno celebrati venerd 13
febbraio alle ore 11.30 nella parrocchia del Sacro
Cuore Immacolato di Maria in piazza Euclide, Roma.- Non fiori ma opere di bene.
- Roma, 12 febbraio 2015.
Massimo, Maria Laura e Maurizio, con Paola ed
Angela ed i figli Marco e Marina, Giovanni e Maria
Giulia, Antonio e Carla, annunciano con profonda
tristezza limprovvisa scomparsa dellamato fratello

Giuseppe
Le esequie si svolgeranno presso la chiesa Sacro
Cuore Immacolato di Maria venerd 13 febbraio
2015 alle ore 11.30. - Roma, 12 febbraio 2015.

Presidente, Consiglieri, Dirigenti, Comandanti,


impiegati ed equipaggi della Fratelli dAmico Armatori S.p.A. sono vicini alla famiglia nel ricordo
del

Giuseppe dAmico
- Roma, 11 febbraio 2015.
Il Presidente, il Vicepresidente, il Direttore Generale e tutto lo staff di CFMT sono vicini alla famiglia Gay per la perdita di

Guido Gay
primo Presidente di CFMT che, con impegno e passione, ha ispirato la crescita e levoluzione del centro di formazione. - Milano, 11 febbraio 2015.
Il Presidente, Vice Presidente e Direttore di Cibiesse sono vicini alla famiglia Gay per la triste perdita del

Dott. Guido Gay

Paolo e Noemia dAmico, con Antonio Carlos,


Francesca, Alessia ed Antonia si stringono alla famiglia con immensa tristezza per la perdita del

grande manager e persona di straordinaria umanit. - Milano, 11 febbraio 2015.

Capitano

Partecipiamo al vostro dolore per la scomparsa


del tanto stimato

Giuseppe dAmico
- Roma, 12 febbraio 2015.

Dott. Guido Gay


Il Presidente, lAmministratore Delegato, il Consiglio di Amministrazione e il personale di Assidir
S.r.l. - Milano, 12 febbraio 2015.

Ciao Capitano

Giuseppe
anche questa volta hai concluso la tua missione a
modo tuo.- Ora potrai remare pi forte continuando a guardarci dallalto.- Cesare e Adelina, Salvatore e Benedetta, Lorenzo e Viola, Emanuele e Veronica. - Roma, 12 febbraio 2015.
Giovannella con Pierangelo, Massimiliano con
Giorgia, Cristiano con Isabella sconvolti si stringono con infinita tristezza a Lorraine a Ludovica a
Carlo Filippo e ai cugini Massimo, Laura e Maurizio
per limprovvisa scomparsa del Capitano

Giuseppe
- Roma, 12 febbraio 2015.

Giuseppe dAmico
Ad un amico, ad uno zio con il quale abbiamo condiviso una vita piena di gioie, risate e di speranze.Cristina, Andrea, Ilaria, Allegra e Ludovica.
- Roma, 12 febbraio 2015.
Duccio e Marinella con Benedetta Giacomo e Silvia sono vicini a Lorraine, Carlo Filippo, Ludovica
e famiglia in questo triste momento per la perdita
del nostro amato

Giuseppe
- Roma, 12 febbraio 2015.
I dipendenti e i collaboratori tutti di dAmico Societ di Navigazione, unendosi al dolore dei familiari, partecipano al lutto per limprovvisa scomparsa del

Comandante

Giuseppe dAmico

Il Presidente, i Vice Presidenti, la Giunta, il Consiglio Direttivo, il Segretario Generale, il Collegio


dei Probiviri, il Collegio dei Revisori e tutto il personale di Manageritalia Milano, la sua Aldac, piangono

Giuseppe
- Roma, 11 febbraio 2015.
Lucia e i suoi figli sono vicini a Massimo, Laura
e Maurizio per la scomparsa del fratello

Giuseppe
- Roma, 11 febbraio 2015.
Ciao

Alfonso
- Milano, 11 febbraio 2015.
Elena, Luca, Laura con Marco si stringono con
affetto a Stefania, Laura, Anna Giulia, Rachele e
Alberto e porteranno sempre nel cuore il ricordo di

Alfonso
cugino indimenticabile per la sua sensibilit e dolcezza danimo. - Milano, 11 febbraio 2015.
Luigi Ravarini con Clara e figli piange la scomparsa dellamico fraterno

Alfonso Fioruzzi
e partecipa al dolore di Anna Giulia, Stefania e
Laura. - Milano, 11 febbraio 2015.
Giovanni e Letizia Merighi addolorati per la
scomparsa di

Alfonso Fioruzzi
caro amico e raro esempio di intelligenza, cultura
e humor, sono vicini con affetto ad Anna Giulia e
a tutta la sua famiglia.
- Milano, 11 febbraio 2015.
Enrico e Paola sono vicini a Popa e ai familiari
nel grande dolore per la scomparsa di

Alfonso
carissimo amico. - Milano, 11 febbraio 2015.
Ho perso un carissimo amico della mia giovent

Guido Gay

Alfonso Fioruzzi

Grande Presidente, uomo di grande sensibilit, ufficiale e gentiluomo, manager che ha dedicato
molti preziosi anni della sua vita professionale alla
cura e alla tutela dei colleghi, un professionista
lungimirante che ha saputo lasciare un segno tangibile alla sua associazione ed alla sua federazione, alle quali tanto era legato.- Tutti lo ricorderanno con grande affetto e si stringono intorno alla
sua meravigliosa famiglia in questo momento cos
triste. - Milano, 11 febbraio 2015.

Abbraccio Alberto, figlie e Popa.- Con tanto dolore


Cicci. - Milano, 11 febbraio 2015.

Manageritalia (Federazione nazionale dirigenti


quadri e professional del terziario privato), con Presidente, Vicepresidenti, Comitato di presidenza e
Giunta, Segretario generale e tutto il personale
vicina alla moglie Silvia e ai figli Alessandra e Umberto per la perdita del caro

Guido Gay
manager e Presidente di grande spessore e umanit che per tanti anni ha dato lustro e sostanza
alla nostra organizzazione.
- Roma, 11 febbraio 2015.
Manageritalia Servizi, con Presidente, Consiglio
di Amministrazione e tutto il personale vicina alla
moglie Silvia e ai figli Alessandra e Umberto per la
perdita del caro

Guido Gay
attuale Direttore responsabile di Dirigente, mensile
di Manageritalia, che per tanti anni ha portato
idee, intelligenza e umanit al nostro quotidiano
lavorare. - Milano, 11 febbraio 2015.

- Roma, 12 febbraio 2015.


Lucia e i suoi figli partecipano al lutto di Lorraine,
Ludovica e Carlo Filippo per la prematura perdita
del loro caro marito e padre

Michele con Brunella, Carolina con Matteo, Paolo con Simona, si stringono con affetto alla mamma e a tutti i familiari per la scomparsa del carissimo

Capitano

Dopo una lunga vita intensa di affetti, impegno,


soddisfazioni, mancata la mamma, nonna, bisnonna

Eugenia Alberti Reggio


Professoressa
Architetto

ora finalmente libera nei pascoli luminosi del cielo e della conoscenza, con i suoi cari che lhanno
preceduta.- I funerali si svolgeranno gioved 12
febbraio, alle ore 14.30, nella chiesa parrocchiale
di Santa Maria Assunta in Golasecca (VA).- Ad esequie avvenute si proseguir per il tempio crematorio "Altair" di Domodossola.- Le sue famiglie.
- Golasecca, 10 febbraio 2015.

Caro

Alfonso
la tua ultima composizione dolcissima era meritevole di sviluppo e tu avevi promesso di lavorarci
sopra, per cui quando arriveremo ci farai sentire il
resto.- Riccardo e Annagrazia.
- Milano, 11 febbraio 2015.

mancato allaffetto dei suoi cari

Alfonso Fioruzzi
e si uniscono al dolore dei familiari.
- Erba, 12 febbraio 2015.
Fabrizio e Patrizia, Anna, Attila e Marta du Chne de Vre, sono vicini con tanto affetto a Stefania,
Vittorio e a tutta la famiglia per la perdita di

Alfonso Fioruzzi
- Milano, 12 febbraio 2015.
Mario Manuli, con Antonella, Dardanio e Davide, partecipa commosso al dolore della famiglia
per la scomparsa del caro

Alfonso
- Milano, 11 febbraio 2015.

RCS MediaGroup S.p.A. - Via Rizzoli, 8 - 20132 Milano

Giuseppe (Peppino) Pesci


Francesco e Valrie con i figli Ella, Cesare, Ettore,
Gaia e Manlio porteranno sempre nel cuore un pap generoso e un nonno compagno di giochi.
- Grottaferrata, 10 febbraio 2015.

Luciano e Nuccia, Andrea con Jessica, Filippo


con Manuela, abbracciano con affetto Marisa,
Gianmarco, Massimo per la dolorosa ed improvvisa perdita di

Angelo
caro amico da sempre con il quale hanno condiviso
momenti felici e spensierati.
- Rho, 11 febbraio 2015.

Ciao

pap

Angelo

Partecipano al lutto:
Anna e Sandro Curti Roncoroni.
Ha finito di soffrire il nostro amatissimo

Geom. Umberto Rovere


Lo piangono la moglie Maria Grazia, le figlie Amelia con Alberto e Arianna, Valentina con Luigi Jacopo e Sveva, i fratelli Eduardo e Renato con Rosy,
la cognata Luciana, i nipoti.- Lultimo saluto nella
chiesa dellIncoronata venerd 13 febbraio alle
14.45. - Milano, 11 febbraio 2015.

www.necrologi.corriere.it
SI ACCETTANO RICHIESTE VIA WEB,
E-MAIL E CHIAMATE DA CELLULARI SOLO
DIETRO PAGAMENTO CON CARTA DI CREDITO
Laccettazione delle adesioni subordinata
al pagamento con carta di credito

Giuseppe Pesci

Miresa
amica storica buon viaggio: ci mancherai!- Lucio e
Lia. - Milano, 11 febbraio 2015.

Maria Teresa Blosi Galli


Partecipano al lutto:
Giovanna e Alberto Di Gresy.
Luisa e Piero Bellincioni.
Giorgio e Gigia Campanati.
Partecipiamo con immenso dolore alla perdita
della

a cui per anni siamo stati legati da profondissima


stima e amicizia.- Il suo vuoto sar per noi per sempre incolmabile.- Famiglie Perrone Flagella.
- Foggia, 10 febbraio 2015.

Michele e Lina Montella con i figli Marco e Matteo, addolorati per la scomparsa del caro amico

Marina Adami
Troppo presto hai raggiunto il tuo amato Roberto,
lasciandoci con un vuoto immenso.- Sarai sempre
nei nostri cuori.- Siamo vicine a Sara in questo triste momento.- Stefania e Graziella Rossi.
- Milano, 10 febbraio 2015.

Umberto Rovere

Con immenso dolore il figlio Michele annuncia


la perdita delladorata mamma

sono affettuosamente vicini alla moglie Mariagrazia Boffi, alle figlie Amelia e Valentina ed ai fratelli
Eduardo e Renato. - Milano, 11 febbraio 2015.

Laudice Beretta

Si spento, raggiungendo la sua amata Riccarda

Paolo Fontana
Ne danno il triste annuncio i figli Francesca e Filippo e la cara Marie.- I funerali si svolgeranno
presso la chiesa di San Felice (Segrate) sabato 14
alle 10.30. - San Felice, 11 febbraio 2015.
Con il cuore stretto a Francesca e Filippo ricorderemo sempre

Paolo Fontana

I funerali si svolgeranno venerd 13 alle ore 9 presso la parrocchia di Santa Francesca Romana.
- Milano, 10 febbraio 2015.

Nel quarantesimo anniversario della scomparsa


della

prof.ssa Maria Arata


Massariello

Dott. Ing. Alfonso Fioruzzi

Il Presidente Nadia Gagliardini, lAmministratore Delegato Giovanni Affaba, il Consiglio dAmministrazione, e tutti i collaboratori di Sipcam SpA e
Oxon Italia SpA con dolore partecipano alla scomparsa del caro amico

ex-deportata politica nel lager nazista di Ravensbrck i figli la ricordano con immutato affetto.
- Milano, 12 febbraio 2015.

Alfonso Fioruzzi

Prof. Paolo Fontana


- Milano, 11 febbraio 2015.

Marco e Popa piangono la loro

Giuseppe

zia Nene

Dott. Aroldo Casali

amico di una vita.- Ci mancherai.- Un abbraccio a


Lorraine, Carlo Filippo e Ludovica.- Enrico e Sofia.
- Roma, 12 febbraio 2015.

e si stringono nel ricordo di una lunga vita di affetti


a Cicci e Mad, con tutta la famiglia.
- Milano, 11 febbraio 2015.

La famiglia annuncia la scomparsa del propio caro


spentosi serenamente allet di 90 anni.
- San Marino, 10 febbraio 2015.

Partecipano al lutto:
le famiglie:
Ciocca.
Cucchiani.
Gagliardini.
A funerali avvenuti i familiari annunciano la
scomparsa della cara

Adelina Coari
- Milano, 11 febbraio 2015.

Diritto di trasmissione: pagamento differito 5,00

I testi verranno pubblicati anche sul sito

www.necrologi.corriere.it
possibile richiedere servizi aggiuntivi,
disponibili solo on line
TARIFFE ONLINE (Iva esclusa):
Partecipazioni al lutto online

20

Fotograa

15

Biograa

50

Abbonamento annuale pagina


defunto

60

Fotograa + biograa +
abbonamento annuale pagina
defunto

100

Gazzetta dello Sport


TARIFFE QUOTIDIANO (Iva esclusa):
PER
Necrologie: 2,50
PAROLA: Adesioni al lutto: 5,50
Diritto di trasmissione: pagamento differito 5,00

Anniversari e ringraziamenti a modulo

300,00 a modulo 185,00 a modulo

Amneris Rusin Nicastro


Paolo Nodari, Maria Federica Nodari, Giuseppe
Undari. - Milano, 11 febbraio 2015.

con gratitudine e vero affetto.- Cecco e Dani Arlati.


- Milano, 11 febbraio 2015.

Partecipano al lutto:
Alberto e Baby Santa Maria.
Victoria Terekiev.
Paolo e Alessandra Giulini di Vialba.
Giovanna e Alberto Di Gresy.
Giorgio e Gigia Campanati.

PER
Necrologie: 6,50
PAROLA: Adesioni al lutto: 13,00

Corriere della Sera Gazzetta dello Sport


Ricordiamo

Cristina, Mario, Antonello e Sandro Manuli ricordano con affetto il caro musicista gentiluomo

e sono vicini alla famiglia nel grande dolore.


- Milano, 11 febbraio 2015.

Corriere della Sera


TARIFFE QUOTIDIANO (Iva esclusa) :

Ciao

nonno Umberto

Umberto

e-mail: acquisizione.necrologie@rcs.it

- Roma, 11 febbraio 2015.

dott.ssa Nicoletta Spano

Mario e Lucio Mancini sono affettuosamente vicini ad Edoardo Rovere e si uniscono al suo dolore
per la perdita del caro fratello

ATTIVO DA LUNEDI A DOMENICA


13.30-19.30
Tel. 02 50984519

Colleghi ed amici di Brioni si stringono con sentita commozione al Dottore Francesco Pesci ed ai
familiari tutti per la perdita del caro

Partecipo con Jacopo al dolore di Grazia, Valentina e Amelia nel ricordo affettuoso del

Paolo Colombo. - Milano, 11 febbraio 2015.

SERVIZIO
ACQUISIZIONE NECROLOGIE

la tua ironia, la tua generosit e il tuo affetto saranno sempre con noi.- "Cave escam".- Giovanna
e Francesco. - Grottaferrata, 10 febbraio 2015.

Caro

un profondo legame ci ha unito per tanti anni durante i quali abbiamo condiviso momenti felici e
momenti dolorosi.- Sarai sempre nei nostri ricordi
e nei nostri cuori.- Abbracciamo con tanto affetto
Marisa, Gianmarco, Massimo.- Ester, Niky con Ale,
Marco con Lilly. - Milano, 11 febbraio 2015.

- Milano, 11 febbraio 2015.


Mino e Giovanna Gaffuri piangono la perdita del
loro carissimo amico

Se ne andato

Angelo Demarchi
Commossi la moglie Marisa, i figli Gianmarco e
Massimo con Maria, Silvia e i nipoti tutti.- I funerali
avranno luogo alle ore 9 di venerd 13 nella chiesa
di San Clemente Guido, via Val Maira a Milano.
- Milano, 11 febbraio 2015.

12 febbraio 2008 - 12 febbraio 2015

Raffaele Cioffari
Jole ti ricorda con immutato amore e infinita nostalgia.- Una Santa Messa in Corpus Domini, via
Mario Pagano, oggi, ore 18.
- Milano, 12 febbraio 2015.
2005 - 2015
Dieci anni fa mancava

Giuseppe (Nuccio) Stogl


Il figlio Stefano e i nipoti Nora e Leonardo ricordano il nonno simpatico e sempre allegro.
- Milano, 12 febbraio 2015.

Servizio sportello:
i necrologi acquisiti presso
Via Solferino 36 Milano
(luned-venerd orario continuato 9/17.30)
beneceranno di uno sconto del 20% sulla tariffa

Corriere della Sera Gioved 12 Febbraio 2015

SPORT

53

La lettera
Atletica
Rugby
Galliani scrive alla Lega: registi tv indipendenti Schwazer dal Tnas, rischia unaltra squalifica Brunel cambia lItalia per la sfida allInghilterra
Milan-Juve, la discussione continua. Galliani ha scritto una lettera di
5 pagine alla Lega Calcio, al presidente Beretta. Domani sar
consegnata allassemblea. Per il Milan, dal 2015-2016, la
produzione delle gare dovr essere curata da registi indipendenti,
quindi non provenienti da broadcaster che hanno i diritti tv.
VIAREGGIO La finale del torneo di Viareggio trasloca a Pisa: qui
che si disputer luned 16 febbraio alle ore 15. Dietro a questa
decisione, le cattive condizioni del campo dello stadio di Viareggio.

Alex Schwazer, squalificato fino al 29 gennaio 2016 per uso di Epo, si


presenter questa mattina alle 11 davanti alla Seconda Sezione del
Tribunale nazionale antidoping del Coni, a Roma. Il campione
olimpico della 50 km di marcia a Pechino 2008 dovr ricomparire
davanti al Tna perch colpevole di violazioni allarticolo 2.3 delle Nsa
(Norme sportive antidoping). Rischia un ulteriore stop di 6 mesi ma,
considerando la collaborazione prestata, potrebbe cavarsela con 3.
In caso di nuova squalifica, difficilmente parteciper ai Giochi di Rio.

Sei novit (4 cambi e 2 cambi di posizione) rispetto alla partita con


lIrlanda nellItalia che sabato affronter lInghilterra a Twickenham
nella seconda giornata del Sei Nazioni. Le scelte del c.t. Jacques
Brunel: 15 McLean; 14 Sarto, 13 Morisi, 12 Masi, 11 Venditti; 10
Haimona, 9 Gori; 8 Parisse, 7 Minto, 6 Bergamasco; 5 Bortolami, 4
Biagi; 3 Castrogiovanni, 2 Ghiraldini, 1 De Marchi. LInghilterra ha
invece confermato titolari e panchinari che venerd, nella prima gara,
hanno battuto il Galles a Cardiff.

Il tennis truccato
Fermiamo subito
Bracciali e Starace

chiedeva che Starace perdesse


almeno un set al fine di rendere la giocata pi redditizia e infatti la partita si concluse con la
vittoria di Gimeno-Traver per
ritiro di Starace sullo 0-2 al terzo set, dopo che litaliano aveva
vinto il primo e perso il secondo. La vincita fu di 54 mila euro (non incassata perch
Betfair sospese la puntata).
Nella stessa chat Bracciali parla
anche del proprio tentativo di
coinvolgere Fognini (denominato quello ligure) evidentemente non perfezionatosi.
In unaltra occasione (Mona-

Potrebbero continuare: stop di 40 giorni


Linchiesta
della Procura
di Cremona
esplode nel
giugno 2011
con larresto di
decine di
giocatori e
scommettitori
La cupola
Secondo i pm
esisteva una
cupola che
da Singapore
ha pilotato i
risultati di
decine di
partite
Tennis
Nel corso
dellindagine,
gli investigatori
hanno
scoperto
indizi di
combine
anche nel
tennis

MILANO Potito Starace e Daniele


Bracciali sono stati sospesi per
40 giorni in misura cautelare
dal Tribunale federale del tennis, che ha accolto la richiesta
della Procura federale. Laccusa
di aver alterato landamento
e il risultato dellincontro di
tennis svoltosi a Barcellona il
19/4/2011 tra Starace e Daniel
Gimeno-Traver.
In generale, emerge una vera e propria organizzazione
tendente allalterazione dei risultati di incontri di tennis e
quindi al compimento di illeciti, tanto pi gravi perch legati
a vincite illecite mediante
scommesse. E siccome i due,
che davanti ai giudici sportivi
hanno negato tutto, continuano a giocare tornei Atp, disputando anche gare di doppio in
coppia, c il rischio di inquinamento prove e reiterazione del
reato.
Si pu ragionevolmente
supporre che possano essere
tuttora coinvolti in altri fatti di
uguale gravit, si legge nella
richiesta del procuratore della

Lintervista

Fit Filippo Bonomonte e del sostituto Guido Cipriani. Su entrambi i tennisti esistono gravissimi indizi di colpevolezza
cos, in attesa che il procedimento disciplinare sia concluso, devono fermarsi.
Tutto nasce dallinchiesta sul
calcioscommesse condotta
dalla Procura di Cremona che,
analizzando computer e telefoni degli indagati, ha scoperto
un giro di combine anche nel
tennis. Protagonista Manlio
Bruni, commercialista del
gruppo dei bolognesi, entrato
(attraverso Roberto Goretti) in
contatto con Bracciali. I rapporti sono durati quattro anni.
La Procura di Cremona ha
inviato a quella sportiva non
solo il contenuto delle chat, ma
anche i verbali degli interrogatori. E di fronte al pm Di Martino, Bruni (Il vero organizzatore degli illeciti) ha confermato la combine, inguaiando
Bracciali. Non solo. Bracciali si
contraddice: a Cremona ammette di aver incontrato Bruni
a Bologna, dopo che sui gior-

Il sospetto
Il Tribunale federale:
Si pu supporre che
possano essere tuttora
coinvolti in altri fatti...

nali sono apparse le prime notizie (Volevo verificare che


non avesse detto cavolate sul
mio conto), mentre lo nega
alla Procura federale.
In una di queste chat si parla
dellincontro di Starace a Barcellona del 2011 contro Gime-

no-Traver. Bracciali sintetizza la Procura riferiva a


Bruni dellesito dei propri tentativi di convincere Starace a
perdere la gara del giorno seguente e di riuscirvi solo nel
tardo pomeriggio (ore 18.02);
emerge, inoltre, che Bruni

Fermati
Daniele Bracciali,
37 anni, e,
di spalle, Potito
Starace, 33
(Reuters)

RIPRODUZIONE RISERVATA

Brignone, ecco il sano egoismo


Non salvo nulla, vinco per me
Voglio la neve dura e sono da podio, pure la Maze a tiro

DAL NOSTRO INVIATO


BEAVER CREEK Ripartiamo dalle
frasi battagliere di Federica Brignone per spezzare la maledizione di Vail, ormai vicina a
mandare in scena il terzo atto
di Zero tituli, dramma sportivo cominciato nel 1989, gi regnante Albertone Tomba, e
proseguito nel 1999. Il gigante
femminile lancia le prove tecniche e il finale del Mondiale:
lItalia guarda a Fede con speranza. Salita sul podio in novembre ad Aspen, non lontano
da qui, la Brignone il talento
che nel 2011 fu seconda a Garmisch in quello che per gli azzurri, a differenza di questo, fu
il Mondiale delle meraviglie.
Poi per un banale guaio fisico
lha sviata dallorbita delleccellenza: ci sono stati s sprazzi e
podi, ma anche cocenti sconfitte (Sochi 2014 in primis). Soprattutto, manca ancora la vittoria: tempo di riprendersi il
passato e quindi il futuro.
Federica, cominciamo dal
buco del 2013: vide il Mondiale di Schladming in tv.
Unesperienza che mi ha
fatto male: ero stata bloccata da
un problema stupido e incontrollabile.
Lo stop le ha levato qualcosa di importante o lha fatta
crescere?
Entrambe le cose. Prima di

Speranza
Federica
Brignone,
24 anni, cerca
una medaglia
mondiale oggi
in gigante
(Ansa)

tutto, per, mi ha tolto tempo e


sicurezza e mi ha fatto dannare. La ciste al tendine era causata dagli allenamenti atletici:
nessuno laveva vista. Accetto
di farmi male in pista, ma non
accetto di avere infortuni difficili da individuare e da com-

Ci prova
Federica ci prova, nel
gigante Mondiale, ad
aggiustare gli infelici
risultati azzurri

battere.
Lincertezza a volte il vero
avversario.
Mi ha mandato via di testa.
Se ti rompi un legamento, sai
che cosa fronteggi. Nel mio caso, tutto nato da una forte
tendinite, nemico invisibile.
Dallincubo dovuta uscire
prima mentalmente?
cos: loperazione ha levato la ciste, il mio corpo in fondo
non stato toccato. Mi avevano
detto che sarei rientrata in un
mese: avevo le stampelle, ma
mi allenavo come una matta.
Tutto vano: lavorare per nulla
mi ha stremato.
C un filo da riannodare al
2011?
No. Nella stagione successiva a quel Mondiale ho ottenuto quattro podi: poi ecco la tendinite. Ma questanno, quando
non sono caduta, non sono
mai uscita dalle prime cinque:
sono tornata a certi livelli.
Unatleta parte per vincere.
Si sente vicina al successo?
Spero in una neve pi dura,
senn diventa un Mondiale per
bambini, per quanto il campione vero vada forte ovunque. Sul
ghiaccio non sar un fenomeno, ma ho meno rivali e sono
da podio con altre cinque o sei;
invece con il manto molle le
papabili diventano venti.
Con la Super-Maze si lotta
dal secondo posto in gi?

co 2009, Starace contro Brandts) Bruni riferisce che Starace fu indotto da Bracciali a giocare, pur non essendo in buone
condizioni fisiche, e che lo
stesso Starace si ritir dopo
aver perso il primo set consentendo la vincita al gruppo.
Come si detto, Bracciali ha
negato tutto, sostenendo che le
frasi riportate nelle chat avevano lo scopo di tenere buono
il Bruni (che doveva aiutarlo a
riscuotere un credito), facendo
finta di assecondarlo. Quanto a
Starace, Bracciali ha sostenuto
di aver inventato tutto allinsaputa dellamico. Una versione
che il Tribunale federale non
ha ritenuto credibile.
Arianna Ravelli

Cos oggi
ore 18 e 22.15
gigante femm.
Le azzurre
LItalia punta
soprattutto
su Federica
Brignone e
Nadia Fanchini
e completa
il quartetto
con Manuela
Moelgg e la
diciannovenne
debuttante
Marta Bassino,
oro iridato
juniores 2014
nella specialit
Cos in tv
diretta
RaiSport2
ed Eurosport
Austria super
Austria sempre
pi in testa nel
medagliere (4
ori, 2 argenti, 1
bronzo) con la
vittoria marted
nel Team Event
(2, Canada,
3 Svezia, Italia
eliminata nei
quarti). Segue
la Slovenia,
anzi la Maze,
con 2 ori
e 1 argento

Mai. Tina strepitosa, ma


questa non la sua pista. Tante
possono batterla, partendo
dalla Shiffrin e dalla Fenninger. E io non sono qui per fare
shopping.
Prima dello start, Hirscher
telefona al padre e il russo
Khoroshilov pensa agli elefanti rosa. Cosa passa per la
mente di Federica Brignone?
Mi carico, ragiono sulle cose da fare. A me lo stress fa bene. Un po di preoccupazione
deve sempre esserci, il mio
problema quando non ne ho:
allora sono a terra.
Attacc are a fondo non
espone al rischio di forzare?
Uno come Hirscher pu
permettersi di sbagliare e di essere comunque da podio. Io
non sono ancora cos forte. Ma-

Fuori dallincubo
Un infortunio mi ha
mandata fuori di testa,
lho superato con la
mente prima di tutto
gari un giorno lo diventer e
certi passaggi potr farli al 90%.
Ma oggi non cos, ora sono
condannata a spingere.
Qua incombe la maledizione di Vail...
I velocisti meritavano il podio. Se hanno fatto schifo, mi
spiace; non colpa mia. Salvare
la spedizione? Non devo salvare nessuno: sono qui per vincere per me.
Ripensa mai a Garmisch
2011?
Quasi mai: il passato, per
quanto bello. Per ora ho voglia di nuovi ricordi.
Flavio Vanetti
RIPRODUZIONE RISERVATA

Gioved 12 Febbraio 2015 Corriere della Sera

54

Tv
TELERACCOMANDO

 

 

 

 

  

 

 

 8=0.!
  8=0.!
.  
   8=0.!
    
 !,!%,   .$08-6
,  .$08-E*0.!
   308=
   
.   
  8=0.!

  8=0.!
 !,!%,      

0,55 
/  


di Maria Volpe
0,&%   ==@,*=
0,%%  

Quattro amici
tra amore
e quotidianit

.$08-E*0.!

) .$08-E*0.!
   ==@,*=

) .$08-E*0.!
    .$08-6
   ==@,*=

/,55
)5,55
)),55
)),5%
)),)5
)4,55    

8*!=
)3,35 
) .$08-E*0.!
)&,55 
)   .$08-6
)&,5%    

8*!=
)&,&5   
   

==@,*=
)0,55      

==@,*=
)0,35 
) .$08-E*0.!
)#,%5 .  @*E
45,55 
) .$08-E*0.!
45,35   45)%

8*!=6
0. @! 8,0 0.=* 0.
8*9 ! --

0,55
/,%5
#,35
)5,55
)),55
)3,55

.$08-E*0.!
)3,35 
4    

.$08-E*0.!
)3,%5 
4    33 .$08-6
)&,55   .$08-6
)0,55    

  
   
)/,4%    
)/,&%   .$08-6
)/,%% 
4  , ,, .$08-6
)#,55  
 .$08-6
)#,45 
4 .$08-E*0.!
)#,%5   !,!%,)(,&5 ,, ,, !,!%,45,35 
4 .$08-E*0.!
4),55  "'+ 8*!=
4),)5   '  

 

l via la terza stagione


della serie tv che
racconta le avventure dei
quattro coinquilini:
protagonista leccentrica
Jess (nella foto al centro);
poi il barista Nick, il
moderno casanova
Schmidt, e lex giocatore di
basket Winston. A
completare il gruppo, Cece,
modella e amica di Jess.
New Girl
Mtv Italia, ore 19.25

Nicola Porro
Italia al bivio

Italia al bivio: da un
lato la Grecia e
dallaltro la Germania. Che
fine faremo? Se ne discute
stasera con Nicola Porro.
Altro bivio tutto italiano: da
una parte i professionisti e i
disoccupati; dallaltra chi
gode di garanzie e privilegi.
Tra gli ospiti: Dario
Nardella, sindaco di
Firenze; leconomista
Edward Luttwak.
Virus-Il contagio delle idee
Rai2, ore 21.10

Michele Santoro
e la Terra dei fuochi

e mamme della Terra


dei fuochi chiedono al
Premier di non essere
abbandonate e che vengano
mantenute le promesse di
un tempo (lo Stato ci porti
lesercito, e riporti la parola
legalit). Tra gli ospiti
Luigi Di Maio, M5 Stelle,
Ermete Realacci (Pd), Licia
Col e loncologo Umberto
Tirelli.
Servizio Pubblico
La7, ore 21.10

),)5   


 ==@,*=
),&5    

0@-!.=*
4,)5     
  ==@,*=

43,%5 
4 .$08-E*0.!
5,)5    

A!.=0 9308=*A0
3,)%  4 .$08-E*0.!
3,45    8*!=

    !,!%,


 !,!%, !,!%, !,!%,
   $6
    $6
  ,0 !8*! =A
 !,!%, !,!%,
     
 !,!%,-



)%,55
)0,55
)0,&%
)/,&%
)#,&%
)(,&%
4),)5
43,55
5,)%
),55
4,&%

   
    !,*=D
 
!  
!,*=D
  ,   !,6
   !,*=D
   
  !,*=D
  
   0@-!.=*
   . 06
   %)
  !,!%,-

44,&% 

)(,4%
45,45
4),)5
43,55
43,%%

  !,*=D

   
 !,!%,     
 !,!%,
 !,!%,     *=0   
 

    !,*=D


   !,*=D

0,%5
/,)5
#,5%
(,35
)5,3%
)5,&%
)),35
)4,55
)3,55

 8*!=

3    .$08-6


 .$08-E*0.!
  .$08-6
   06
      06

)&,55    


)%,35 
  4)

 

 


)%,)5    

  !,*=D


)%,&5    !,*=D
)0,&5      
)/,)5    !,6
)#,)5        
)(,)5      !,6
4),)5    
  !,*=D
44,)5 4&     !,6
5,5%      06

)%,5%
)0,%%
)/,55
)#,55
)(,55
)(,35
45,35
45,%5
44,35
43,3%
5,)%

   06


   .$08-E*0.!
    06
  - 0@-!.=*
  0@-!.=*
  0@-!.=*

     06
      06
,,,, 0@-!.=*
      06

     06

)0,3%   

  8*!=
)/,55   

"  


 

AA!.=@8 49 2//'5



& .$08-E*0.!
 . 03
  03
 . 03

)#,%%
)(,3%
45,)5
45,&%
4),)% 
 

 

4),55   


 
0--! * 4 = ?FF'56
* 8,0 .E*.6
-   !  
8--=*0 49 ?F2>56
* A* -!=6
-   *'
 
E*0.! 49 ?F2>56
* *+!, $9=81-6
-   ,

  
8--=*0 49 ?F2>56
*
90. !*=-.6
-   %%!

4),)5 

'
 
 .  
0--! * 49 ?F2>56
*
90. 8*! !8(6
-   "
    @9*,! 49 ?FF&56
* *E 8*! ,. !86
-   '%
44,3%     
8--=*0 48 ?F2>56
*  !,,=*$ !)*)!6
-   *'
 
   
0--! * 4. ?FF/56
* 8" "8* 7-0@896
-   -

  

)/,35
)/,3%
)#,)5
)#,45

   !, $
 !,
 !     !, 
   

!, $
)(,5%
. 
!, 
45,5%    

!, $
45,5%
. 
!, 

45,)5   

  !,
4),55
 !,
4),55     
!, $
4),55  
 .
 !, 
4),%%   !, $
44,&%    
 !,
44,%5   !, $
43,3%   

 
!,

)#,%5   % -  


)(,45     
% -  
)(,35   
 
-  !
)(,&%     
% -  
45,)5  
% -  
45,45    
-  !

    

==@,*=

% .$08-E*0.!
 ==@,*=

% .$08-E*0.!
,  .$08-E*0.!
  03

)5,55
)),55
)3,55
)3,3%
)3,&5
)&,&%    

,+ 9)0B
)0,)5 .   

!,*=D
)0,45  
 03
)/,55 

  

.$08-E*0.!
45,55 
% .$08-E*0.!
45,&5      

8*!=
4),)5  4/    

43,3%  )((/ 

  

43,35    
 

0--! * 49 ?FF#56


* ..! ,!=)!86
,,7*.=!8.0 !=!06*=

AA!.=@8 49 2/#25


),3% 
& 
 

8--=*0 4 = 2/#:56


* *@,*.0 0.=, 06
0. @3!8= A!8!==

)4,4%  . 


   
 . .
  
  
  .$08-E*0.!
 4#  
 3     
)(,&5    
4),)%    
 
43,&%  

)8*,,!8 49 2//&56


* A* *.)!86
,,7*.=!8.0 !=!06*=
43,&%   

)8*,,!8 49 ?FF:56


* A* *.)!86
,,7*.=!8.0 !=!06*=
4,35   

.$08-E*0.!
),%5 
% 

.$08-E*0.!

308=
4,%%   



.$08-E*0.!

4,)5 , 

.$08-E*0.!

 


)&,)%
)0,4%
)#,55
)#,5%

!,!%,)0,&5    


    !,!%,)#,35    .$08-6
)(,55  
  !,!%,)(,%% .    !,6
45,35 ,, ,   !,!%,4),)5  

8--=*0 49 2/##5


5,)% , 

.$08-E*0.!
4,)5 
   .

0,&%
/,)5
/,3%
#,55
#,35
)5,35
)4,4%
)4,%%
)3,55
)3,4%
)3,%%
)&,)5
)&,3%
)%,55
)%,%5

==@,*=
)#,35 
%   .$08-E*0.!
)#,&%   $ @*E
)(,%% 
%   


@!88 49 ?F2F56


* @, 8!!.(8996
,,7*.=!8.0 !=!06*=
44,55 ,  .$08-E*0.!

3,4%   @*E

 
)0,35
)0,%%
)/,45
)/,%5
)#,45
)#,&%
)(,3%
45,4%
4),)%
44,5%
43,55

   



  8=0.!
     8=0.!
    8=0.!


 (E*.!
 
 03
  !,!%,    !,!%,
   !,!%,
   $6
    8=0.!

 

 
)%,&5
)0,&5
)/,35
)/,3%
)#,35
)(,)%
45,)5
4),)5

 !,!%,
 03
  .$08-E*0.!
  03
 
   03
  03
    
  $6
.     
  *.*9!8*!
5,35   .$08-E*0.!
5,3% 
  !,!%,-

 


)),45    


  
)3,5%   
      
)&,%%    

)/,)%     
)(,)%  !,!%,45,5% ' !,!%,4),55    

43,3%  
 
 
   

)0,%5
)/,35
)#,55
)#,35
)(,55
)(,&5
45,55
45,35
4),55
4),35
44,45

44,&5  '  


0--! * 49 ?FF?56
*
0)..D .0CA*,,!6
-   !44,%5   
  
E*0.! 49 ?F2>56
* 0. 6 @.= !0D6
-   ,
43,55   
8--=*0 4 2/:F56
* 0!8= @!9=6
-   %%!
55,45   
 '    4
08808 49 ?F2>56
*
-!9 .6
-   ,

)5,)%   " 


 
  
  
*8!== *$!%#!$'
)3,55   "
   ' 


  
*8!== *$!%#!$'
)/,35 "
   

 ,   '


*8!== !, #!$'% )
)#,)5   "  


 ,
*8!==  #!$' )

45,3%    $


% -  
4),55 
   

% -  
4),4%  
% -  
4),%5   
% -  
43,)5   .  -  !
43,45 


% -  

45,&%   %


4),5%  !  !!$ 
4),)5 
!  )
4),35   
!!$ 
4),35   
    %
4),3%     )
44,45
  !!$ 
44,45     %

 

)(,)%    


0--! * 4 = ?F2>56
* . 8! 8*!,,06
-   )(,45 
)8*,,!8 49 ?F2>56
* 8* !*99!8!86
-   "
 
'  
 
 
0--! * 4 = ?F2>56
* ==!0 **.06
-   !)(,4% . 

0--! * 4 ?FFF56
* *(!, 0,!6
-   *'

0,55   
 .$08-6
/,%%   .$08-E*0.!
#,&%    

!,!%,-

 
)0,%%    
0@-!.=*
)#,55  0@-!.=*
)#,3%    06
)(,&5   ,,,
  06
45,&5   0@-!.=*
4),)%   06
4),45   @9* ,*8*
5,)%     
),)5
  
  (E*.!

 !,!%,    !,!%,   03


   !,!%,  
- ==6
  .  

& .$08-E*0.!
    
 
 


!,!%,-

!,!%,43,35
4&,55
5,)5
),5%
),)%
),&5


)0,%5
)/,)5
)/,&5
)#,35


 
  

 
 


 ==@,*=
  ==6
    ==6
   ==@,*=
 3 .$08-E*0.!

3 .$08-E*0.!

3  
.$08-6
   
     


 .$08-E*0.!

3 .$08-E*0.!

  .$08-6

     
  4 03

 06

 0@-!.=*
 3 .$08-E*0.!

3 .$08-E*0.!


 .$08-E*0.!
 8*!=
  ==@,*=
    03
   

E*0.! 4!8 ?FF;56


* 8@! !8!9$08 6
0. 08(. 8!!-.

!,!%,4,)%   " 


  45)% 


   

 
)0,4%
)/,45
)#,5%
)#,%5
)(,3%
45,45
4),)5
44,55
44,%5
43,55
43,%5

/,55
/,35
#,55
)5,5%
)5,)%
)),55
)),%%
)4,55
)4,4%
)4,&%
)3,)5
)&,55
)&,45
)&,%5
)%,5%
)%,)5
)%,%%
)0,&5
)#,)5
)(,55
)(,35
45,55
45,)%
45,3%
4),5%

==@,*=6
0. @! *0, 0880

5,5% 
) 05 

.$08-E*0.!
5,3% 
)  .$08-E*0.!
),5%     .$08-6

  8*!=



 !,!%,     


4   .$08-6
  8*!=

4


 
8=0.!
   8=0.!
      8=6
 8=0.!
   . 8=0.!
    
      8=6
   
 
8=0.!
  8=0.!
 
8=0.!



 
)%,4%
)/,35
)#,55
)#,35
)(,55
)(,35
45,55
45,35
4),5%

   ==@,*=
      
   

4555 .$08-E*0.!
   ==@,*=
 
.  
   


.$08-E*0.!
   
  
44,35  
    

45,35 "
   

 ,    '
  ,
*8!== !, #!$'% )
45,35  
 "
  
   
*8!== *$!%#!$' )
4),55
 "  
 
*8!== - #!$' (
44,55   "  


 ,
*8!== *$!%#!$'
4&,55  
 "
   
*$$!8*=  #!$' )


  

45,%%  

 
'!  !$#
4),55   
%!+$-  
4),)5     
%!+$-  
4),35    
 
 %'!$-  
44,55   
%!+$-  

!, 380(8-- !=!0


809030 8$%0 0A*!
,9) ! 99!(. =-3
/,%%     

==@,*=
(,&%   

==@,*=
)),55 .     

==@,*=
)3,35 
/ .$08-E*0.!
)&,55 
/  

.$08-E*0.!
)&,&5     


!,!%,)0,)% .   

!,!%,)#,5%  


!,!%,)(,&%  .$08-E*0.!


45,55 
/ .$08-E*0.!
45,35    

==@,*=6
0. @! *,,* 8@!8
4),)5      

==@,*=6
0. @! *)!,! .=080
4&,55 
/

.$08-E*0.!
5,)%     ==@,*=
5,%%    *+

!,!%,4,55 / 

0@-!.=*
3,55 .      *+

==@,*=


)%,35     
)0,4% "  

 0@-!.=*
)/,)%     06
)#,)5  
0@-!.=8*0
)(,55 )555     06
)(,%5    0@-!.=*
45,&5    

 06
4),35 
 0@-!.=*
44,)%      - 0@-!.=*
44,&5 

 06


)4,55    86
)4,%% 
/ .$08-E*0.!
)3,55 
  
  
)%,55     8*!=
)/,55 ,,,  !,*=D
)#,%% 
/ .$08-E*0.!
)(,55    
 86
45,5%    ,!.=
4),)5 ,,,  !,*=D
5,)5  

 
 

)(,)5     )14


*=0-
!
)(,4%     
!,!%,- -
)(,3% 
!,!%,- '
)(,3%   
!,!%,-
!
45,45     
!,!%,- -
45,4%  
 
!,!%,- '
45,%) 
    08=0 $*  
4),)%  !,!%,- '
4),)% 

!,!%,- -
4),)%   $ !,!%,-
!
4),)% 
  
*,- $*  
4),45    
*,- '*!  +$%
44,55
  !,!%,- '
44,5% 

!,!%,- -
44,3%     )14
!,!%,-
!
44,%%   )55 !,!%,- '

Corriere della Sera Gioved 12 Febbraio 2015

55
Sul web
Forum Televisioni: www.corriere.it/grasso
Videorubrica Televisioni: www.corriere.tv

A FIL DI RETE di Aldo Grasso

Fiorenzo Carpi e la leggiadra complessit delle musiche per la tv


Vincitori e vinti

uscito un libro interessante su Fiorenzo


Carpi, compositore, nato a Milano il 19 ottobre 1918 e morto a Roma il 21 maggio
1997. Il volume di Stella Casiraghi e Giulio
Luciani sintitola Fiorenzo Carpi. Ma mi.
Musica, teatro. Cinema, e televisione, ed edito da
Skira.
Dal titolo, qualcuno ricorder certo che Fiorenzo
Carpi, colonna del Piccolo Teatro, figlio del pittore
Aldo, ha firmato le musiche di alcuni grandi successi della Milano del dopoguerra, come Quella
cosa in Lombardia su testo di Franco Fortini
(struggente linterpretazione di Jannacci), Ma mi
di Giorgio Strehler, La brutta citt di Dario Fo.

BALLAR
Massimo Giannini
Testa a testa nella sera di
Sanremo: nella sovrapposizione per Rai3 1.090.000
spettatori, 4% share
DI MARTED
Giovanni Floris
Testa a testa nella sera di
Sanremo: nella sovrapposizione per La7 1.052.000
spettatori, 3,9% share



  
)/! %%









27

1<*

17<

1*(

162

non subire le imposizioni censorie, insomma quella mitica firmata con Leo Chiosso e Vito Molinari.
Prima, sempre con Fo, aveva firmato le musiche del
variet Chi lha visto?.
Lincontro decisivo fu per quello con Luigi Comencini: un sodalizio che, iniziato con Incompreso. Vita col figlio (1966), terminato con Buon Natale, Buon Anno (1989), oltre a due lavori per la televisione come Le avventure di Pinocchio (1972), il
cui motivo conduttore ha accompagnato linfanzia
di molti bambini degli anni Settanta, e La Storia
(1986). Nel libro ci sono varie testimonianze, tra cui
una molto bella di Franca Valeri.
RIPRODUZIONE RISERVATA

  
1<7

1**





16*

16<

1*

 


/&)'5 %% *17* *1 < *162 *16 *1< *16* *161 *1 6 *1 2 *16*



 


 8/ #

 


Gli esperti dicono che fu musicista eclettico, tenacemente alla ricerca del nuovo ma sempre fedele a unestetica di musica orecchiabile, spesso attratto da suggestioni jazzistiche, refrattario comunque a ogni etichetta. Basta ripensare alla bellissima sigla, Ma che aspettate a batterci le mani.
Nella sua scombinata e leggiadra complessit
(ballerine, vedove, orfani, minatori cantano in coro:
Popolo del miracolo, miracolo economico / O popolo magnifico, campion di libert / Su cantiam,
su cantiam, evitiamo di pensar / Per non polemizzar, mettiamoci a cantar...), la marcetta apriva
Canzonissima 62, quella dello scandalo, quella
da cui se ne andarono Dario Fo e Franca Rame per



8):

/#&) -8/5)

* /#)

7 /#)

#'

%5#&) -8/5)

 &/;)

*7 &/;)

 





'"*#
'(*

#(*
 "#

"0

#'"#
# #"
"#,
"#"
'"0
'+

% 5&+) #'#;#/  &#/  05), !!# +#)!! 0)%5'5) 08 ##%# )/#'5%  %)%# 08 %/# '5/%,  )&'# :'5# +#9 8&## &/##)'%# +)/5/'')
&)%5 '8# % )/  08%% ##%# )' +#)!! 08%%.#0)%  +#):#!!#' 08%% /!#)'# 055'5/#)'%#, 5)  )&'# +#)!! #80 % )/ )' ': )+#)0
0)+/ # << &5/# +/#+#5;#)'# +#9 )%# % '5/)  % 8 55) #' ##%#, 8'$ +#)!! +#9 050 8' +). ):8'-8,

&%+ 
 
!$#((#
'


 

$# 
#*"0

*"0'#

 '

   
)05
)/#')

#%')
 /'5)
 ';#
 /#05











'):
)%)!'
#/';
/8!#
')'
.-8#%








)&
&+)00)
+)%#
/#
)5';
5';/)








 '!#

, %/#
5'#
%/&)
%!"/)
!%#/#
%#
 

)%

8:)%)

)+/5)

#)!!#

):0# &+)/%#

:

#

        

!"

)#
!#!
#*.
)
##!
#4!#
)*

$
0
0
"
0
/
5

!.

$,
$$
"
$0
$5
$
$$

)
 %#**#
.!
)#.#!
1!#
)!4
!#2

!"

!.

/
$
0
+

0
+

$,
,
$
$0

$
$/

 
  
  
)/; <36 )/; 3 )/; 231 )/; 3(

!"

 %)
 ('1

**!
!#
%#



"
/

"
$
,
/

!.

!"

$+
+
$5
$
"
$/
$

) #





+)) &)00)
)%5) &)00)
)%5) !#55)

!.

$5

0
$
$
$


) 
)1
*)
*
#.!4
& )

$
,
$5
$0
$

$

!"

# 

)*.
!
 !4
 )#!

$
"
$/
$/
$$
$$
$$

!"

/')


5

!.

!"

#"'

 

"

"#



!"

*.!1
#!)

&+)/%

$


!.

$  )
 #*
)+/5)

!"

!.

0
,
 :


$

!"

)
 !!




'

   

):0#

SUDOKU DIABOLICO
8

4
2
1 8

6 7
2

7
9
2

2
3
5
1
6
4
7
8
9

8
1
6
7
9
5
3
4
2

7
8
4
9
2
6
1
3
5

6
5
2
3
1
8
9
7
4

9
1
3
4 9
2

LA SOLUZIONE DI IERI
4
7
9
8
3
2
6
5
1

3
5

1 7
6

3
9
1
4
5
7
8
2
6

9
2
7
6
4
3
5
1
8

5
6
3
2
8
1
4
9
7

1
4
8
5
7
9
2
6
3

#



Come si gioca
Bisogna riempire la
griglia in modo che ogni
riga, colonna e riquadro
contengano una sola
volta i numeri da 1 a 9
Altri giochi su www.corriere.it

"*#
- #'

#( " (
**  ((#

050

)#!.
)#

0/5
/5/

+"(


)#!.

1*#

/

 
( "





"'

'#
!

" '"(#
/"/

$05

*"

#/#
"#+,'



'"







+'(*

 "#





)#!.
#

""

   

$5

 '


**
)**#!

$5$

'(

5




' #" 

(#"


,

'(,

#!



!.

5
+
/
/
 #


!(*'!

'


.
)**#!

5

*## !
#$""
' "# 

!+'#

$5
$5

 ("


+ "#

'*

!.

  )!#


, )13*
/
+
 #)!!#
 8:)%)0)

"#

        
 *.)
.!


( #

  

!.


5


$
5
5

#)!#
)!.#

.#&+)''5 '5##%)'
%% ;;)// )&#'
#')'5/055) #% 5&+)
08 !/' +/5
%%.8/)+, )"
+/#+#5;#)'# 08%%
';#)'# % )'5#''5 
+/:%'5&'5
)''5/5 08%%
'#0)% #/#
08)/#'5%  08# 055)/#
8/)+# 08)/#'5%# ):
-8#  +/0'5 8'
/0#8 #/)%;#)'
+/00#)'/#, :
08%% )05 %%
)/:!# )#'5%,
&+/58/ '%% ')/&
% +/#)),



#

"'# '
" # #
+"#( '(





'#

#(
+"




**  $#



56

Gioved 12 Febbraio 2015 Corriere della Sera