Sei sulla pagina 1di 72

Roma, Piazza Venezia 5

Tel. 06 688281
Milano, Via Solferino 28 - Tel. 02 6339
Servizio Clienti - Tel. 02 63797510
VENERD 2 SETTEMBRE 2011 ANNO 136 - N. 208 In Italia EURO 1,20
Fondato nel 1876 www.corriere.it
PROTEGGE LO STOMACO, ALLEVIANDO IL BRUCIORE
A
b
o
c
a
S
.p
.A
.
S
o
c
ie
t
A
g
ric
o
la
-
S
a
n
se
p
o
lc
ro
(A
R
)
R
ic
h
.
A
u
t.
M
in
.
d
e
l3
0
/0
6
/2
0
1
1
L
e
g
g
e
re
a
tte
n
ta
m
e
n
te
ilfo
g
lie
tto
illu
stra
tivo
e
le
istru
zio
n
id
u
so

U
N
D
IS
P
O
S
IT
IV
O
M
E
D
IC
O
Bruciore di stomaco?
U
n
a
r
i
s
p
o
s
ta
che viene
d
a
ll
a
r
i
c
e
r
c
a
CON INGREDIENTI
DA AGRICOLTURA
BIOLOGICA
Ovazioni in passerella
Giannelli
di Giuseppina Manin a pagina 58
Madonna conquista Venezia
Impedire
lanonimato
migliorer
la vita sul web?
La vita dietro le sbarre
degli evasori americani
La grande
corsa
verso
la nuova Libia
Le carte
La star: Io come Wallis Simpson
Come combattere laggressivit
CREDIBILIT CERCASI
Conferenza a Parigi mentre Gheddafi incita alla lotta
di MASSIMO NAVA
Gianpi, Valter
e quei 500 mila euro
IL PARADOSSO
ITALIANO
CHE CI RENDE
FRAGILI
A PAGINA 31
Mio figlio non ha la Tbc
ma lospedale ha mentito
Con Io Donna
S
i dice che la sconfitta
sia orfana e che la
vittoria abbia molti
padri. Ladagio popolare
esprime il senso della
conferenza degli amici
della Libia a Parigi,
anche se la scelta del
luogo lEliseo e
leuforia del padrone di
casa farebbero pensare
che il vero vincitore
della guerra contro
Gheddafi sia uno solo,
Nicolas Sarkozy. Che la
Francia e il suo
presidente cerchino di
capitalizzare al
massimo, sul piano
politico ed economico, il
successo di una
missione militare voluta
con pi determinazione
di tutti unevidenza.
CONTINUA A PAGINA 56
La guida
Il capo del governo: opposizione criminale e anti-italiana, aizza la speculazione
L
Italia si trova a
fronteggiare, insieme
agli altri Paesi sviluppati,
una duplice sfida:
indebitamento pubblico e
freno della ripresa
economica. Questultima,
cominciata nel primo
trimestre del 2009, sembra
avere subito un arresto in
tutti i Paesi della moneta
unica e le previsioni piu
pessimiste, tra cui la mia
(vedi Now-Casting.com),
stimano un terzo trimestre
con una crescita negativa
del Pil (Prodotto interno
lordo) nellarea euro e un
rallentamento della
ripresa Usa.
CONTINUA A PAGINA 56
Dentro il sistema Sesto:
incarichi e promozioni
P
o
s
t
e
It
a
lia
n
e
S
p
e
d
.
in
A
.P
.
-
D
.L
.
3
5
3
/
2
0
0
3
c
o
n
v
.
L
.
4
6
/
2
0
0
4
a
r
t
.
1
,
c
1
,
D
C
B
M
ila
n
o
di MASSIMO GAGGI
9
7
7
1
1
2
0
4
9
8
0
0
8
1
0
9
0
2
>
di GOFFREDO BUCCINI
Giulia Bongiorno e il caso dellinfermiera
Domani in edicola a 1 euro
pi il prezzo del quotidiano
Ecco come il Fisco
entrer in banca
di GIUDITTA MARVELLI
Gettate a Parigi le basi della nuova Libia. Scongelati i beni bloc-
cati. (Sopra, Gheddafi in un fotomontaggio: calvo. Con questa
nuova identit, secondo i ribelli, potrebbe tentare la fuga).
ALLE PAGINE 18 E 19 L. Cremonesi, Imarisio, Montefiori
di MASSIMO FRANCO
di GIAN ANTONIO STELLA
di GIOVANNI STRINGA
Conti correnti nelle denunce dei redditi
di G. BIANCONI e F. SARZANINI
S
abina
sistemata
tutta la vita, se
vedi la sua casa,
dici non
possibile perch
sembra quella di
Onassis... Lele
Mora ha avuto 4
milioni di euro e
Emilio Fede se ne
intascati 800.... il 17 luglio scorso:
Tarantini ha appena scoperto che Lavitola
ha preso da Berlusconi 500 mila euro
destinati a lui, ma gliene ha consegnati
solo 100 mila. Cos lo chiama al telefono.
ALLE PAGINE 14 E 15
di LUCREZIA REICHLIN
Linchiesta sullesponente del Pd Penati
di A. GALLI e G. GUASTELLA
Lo sfogo del Cavaliere al telefono: via da questo Paese
Tarantini finisce in cella
Ricattava Berlusconi
Il premier: fantasie dei pm
L
E
M
O
N
D
E
/
S

V
E
R
I
N
M
I
L
L
E
T
Inediti dautore
Franco Di Mare
A
P
/
F
R
A
N
C
O
I
S
M
O
R
I

assai poco berlusco-


niano l emenda-
mento col quale ie-
ri, per la terza volta
in due settimane, il gover-
no ritiene di avere trovato
un compromesso sulla ma-
novra finanziaria. Delinea-
re un orizzonte di giri di vi-
te fiscali, manette per i
grandi evasori, pubblica-
zione dei redditi da parte
dei Comuni, rappresenta
un rovesciamento della filo-
sofia di Silvio Berlusconi.
Si tratta di misure che appe-
na tre anni fa venivano rim-
proverate ad una sinistra ac-
cusata di vampirismo tribu-
tario. Oggi Lega e Pdl sono
costretti a farle proprie: al
punto che non ci si pu
non chiedere se siamo dav-
vero di fronte alla versione
definitiva.
La credibilit dellItalia
presso la Banca centrale eu-
ropea si gioca molto sulla
chiarezza e la certezza delle
sue scelte: esattamente
quello che non stato fatto
negli ultimi giorni. il solo
modo per arginare il decli-
no di una maggioranza am-
maccata dalle divisioni in-
terne; logorata dalle incom-
prensioni fra il presidente
del Consiglio e il ministro
dellEconomia Giulio Tre-
monti, richiamato ieri a Ro-
ma per una mediazione in
extremis; e inseguita dalle
ombre giudiziarie che ri-
guardano Berlusconi. Qua-
lunque leader che si rispet-
ti sa di dover proporre mi-
sure impopolari.
La sensazione che il go-
verno si sia rassegnato a
scegliere limpopolarit
minore: anche perch
non aveva alternative. Do-
po i pastrocchi sulle pensio-
ni, serviva un segnale. Ri-
mane da capire se baster
ai mercati, scongiurando il
rischio di nuove manovre.
E se consentir a Berlusco-
ni di andare un po oltre la
logica della pura sopravvi-
venza. Qualcuno comincia
a pensare che esiste una
maledizione dei vertici in-
ternazionali, per lui. Si co-
minci con lavviso di ga-
ranzia recapitatogli a quel-
lo di Napoli, nel 1994. Ieri,
il presidente del Consiglio
arrivato a Parigi per il
summit sul futuro della Li-
bia, preceduto dalla notizia
di nuove intercettazioni te-
lefoniche e arresti.
Rispetto a diciassette an-
ni fa, Berlusconi non accu-
sato di nulla, anzi: vittima
di unestorsione. Ma un pre-
mier ricattato porta a do-
mandarsi: perch? Non che
lItalia sia particolarmente
sensibile a certi temi: spes-
so l indignazione una
merce avariata dalla faziosi-
t politica e dal moralismo.
Il meno che si possa dire,
per, che mentre lievitava
una crisi finanziaria sotto-
valutata fino alla sua esplo-
sione, Berlusconi sembrava
distratto da altro. Si tratta
di una constatazione obbli-
gata e amara.
Conferma e dilata le inco-
gnite della manovra econo-
mica. Un Berlusconi logora-
to non prelude ad una crisi
di governo, ma alla perdita
parallela di credibilit inter-
nazionale dellItalia. Larre-
st o del l i mprendi t ore
Gianpaolo Tarantini e della
moglie, accusati di ricatta-
re il premier, e lordine di
cattura per Valter Lavitola,
ritenuto un suo informato-
re sulle questioni giudizia-
rie, consegnano il capo del
governo allennesima, im-
barazzante sovraesposizio-
ne. Per ora il premier con-
dannato a rimanere a Palaz-
zo Chigi; e lItalia, e forse
anche un pezzo dEuropa, a
sperare che non si crei un
vuoto di potere. Nonostan-
te gli stereotipi deteriori
che Berlusconi alimenta.
RIPRODUZIONE RISERVATA
L
e tasse le pagano solo i plebei,
rideva la signora Leona Helmsley, la
regina degli alberghi di New York, convinta
che con il suo esercito di avvocati e commer-
cialisti sarebbe stata al sicuro da ogni
fastidio. Quando larrestarono per evasione
fiscale, non rideva pi. E, nonostante
avesse passato la settantina, fin in galera.
Galera vera, con la divisa da galeotta.
CONTINUA A PAGINA 11
Lattacco ai furbi
in cinque mosse
Le modifiche alla manovra: carcere per chi nasconde dai 3 milioni in su, le dichiarazioni saranno pubblicate online
N
ella dichiarazione dei redditi
dovremo segnalare quanti e quali
rapporti abbiamo con le banche.
A PAGINA 6
M
io figlio salvo,
ma al Gemelli mi
hanno mentito. Giulia
Bongiorno, avvocato, par-
lamentare e mamma di
Ian, sette mesi, racconta la
sua esperienza nel caso tu-
bercolosi che ha investito
lospedale romano. Ora
guida una class action con
altre sei coppie di genitori.
A PAGINA 29
I conti correnti indicati nelle denun-
ce dei redditi. questa una delle modifi-
che pi sensibili alla manovra. Previsto
anche il carcere per chi evade oltre i 3
milioni di euro. DA PAGINA 2 A PAGINA 11
Noi e gli altri
I
l sistema Sesto, o siste-
ma Penati (pd, vicepre-
sidente dimissionario del
Consiglio regionale lom-
bardo) ha aiutato a siste-
mare. Con incarichi e pro-
mozioni. E limprendito-
re che ha fatto finire nei
guai Penati rivela: su sua
richiesta, pagai le spese
di un comizio di Rutelli.
A PAGINA 27 Berni
Laccusa quella di estorsio-
ne ai danni del presidente del
Consiglio. Per questo motivo
finito in carcere limprenditore
Gianpaolo Tarantini insieme
con la moglie Angela Devenu-
to. Il regista del ricatto sarebbe
stato leditore e direttore del-
lAvanti! Valter Lavitola, ricer-
cato e attualmente allestero.
Secondo la Procura di Napo-
li, Berlusconi sarebbe stato in-
dotto a pagare mezzo milione
di euro per mettersi al riparo
dal rischio di un cambio di stra-
tegia processuale di Tarantini,
indagato a Bari per sfruttamen-
to della prostituzione nellin-
chiesta sulle ragazze ospitate
nelle dimore del premier. Ber-
lusconi commenta: tutte fanta-
sie dei pm. Lo stesso Cavaliere,
in una telefonata intercettata
con Lavitola, si sfoga: Via da
questo Paese.
DA PAGINA 13 A PAGINA 17
Bufi, Caccia, Di Caro, L. Salvia
D
al premio ai Comuni alla stretta sulle
finte perdite: scatta la caccia ai furbi.
In cinque mosse.
A PAGINA 5
italia: 515249535254
Codice cliente:
2 Primo Piano
Venerd 2 Settembre 2011 Corriere della Sera
#
100%
ROMA Nei suoi termini
essenziali la manovra pu dirsi
definita. E ci avviamo serena-
mente alla conclusione dellesa-
me nei tempi previsti. Sorri-
dente e disponibile, forse anche
per i dati del fabbisogno che mi-
gliorano, il ministro dellEcono-
mia, Giulio Tremonti, si presen-
ta in Senato per chiudere la
manovra bis di Ferragosto. Nel-
l a m a n o v r a c u n a
proporzionalit tra tasse e tagli
di spesa ed garantita lassoluta
invarianza dei saldi spiega Tre-
monti, nel corso di una confe-
renza stampa in Senato, dopo il
colloquio con il presidente di Pa-
lazzo Madama, Renato Schifani,
avuto insieme a Roberto Calde-
roli, il ministro con cui ha lavo-
rato a pi stretto contatto in
questi giorni, e la presentazione
del maxiemendamento al decre-
to approvato a met agosto dal
Consiglio dei ministri in Com-
missione Bilancio.
Il testo che sar approvato
dice il ministro, evidentemente
convinto di non trovar pi altri
ostacoli, coincide con quello
iniziale con due sole differen-
ze. La prima riguarda il gettito
della Robin Hood Tax, il pre-
lievo fiscale a carico delle impre-
se energetiche, che non sar
pi diviso tra ministeri ed enti
locali, ma andr soltanto a bene-
ficio delle autonomie. Che po-
trebbero, dunque, vedersi scon-
tare almeno 1,8 miliardi di euro
di tagli alla spesa nel 2012. La se-
conda modifica, ha spiegato Tre-
monti, riguarda il contributo di
solidariet sui redditi pi alti.
Al posto del quale stato mes-
so in piedi un apparato di nor-
me antievasione di grande effi-
cacia, dice il ministro.
Sparito il contributo sullIrpef
e rimessa in un cassetto lidea di
intervenire sulle pensioni, vie-
tando il riscatto degli anni pas-
sati nel servizio di leva e quelli
necessari per la laurea, nella ma-
novra entra una buona dose di
nuove misure fiscali.
Una nuova stretta sullelusio-
ne e levasione fiscale, quando
in molti erano pronti a scom-
mettere su un nuovo condono:
laumento delle imposte sulle
cooperative e le societ di como-
do, sottoposte a maggiori con-
trolli e soprattutto ad una valu-
tazione discrezionale della reale
attivit da parte del fisco, il car-
cere per i grandi evasori fiscali
(non ci sar pi la sospensione
condizionale della pena), la pub-
blicazione online dei redditi dei
cittadini da parte dei Comuni,
un loro maggior coinvolgimen-
to nella lotta allevasione, lob-
bligo di dichiarare insieme ai
redditi i riferimenti dei conti
correnti bancari e degli altri rap-
porti intrattenuti con gli opera-
tori finanziari.
Riteniamo che dichiarare il
reddito e anche la banca presso
la quale si hanno i conti possa
avere un effetto deterrente di-
ce il ministro dellEconomia. Di-
sposto ad accogliere anche qual-
che proposta dellopposizione,
come la revisione integrale di
tutta la spesa pubblica chiesta
dai senatori del Pd, Anna Finoc-
chiaro ed Enrico Morando, con
un emendamento che potete
gi dare per approvato garanti-
sce il ministro. Sicuro che non
ci saranno altre modifiche so-
stanziali da apportare alla mano-
vra, che dal 6 settembre arriver
nellAula del Senato. Anche per
quanto riguarda i tagli ai mini-
steri, 6 miliardi nel 2012 e 2,5
nel 2013, che si aggiungono a
quelli gi pesanti decisi a luglio
e lanno scorso. Bench non tut-
ti i suoi colleghi labbiano presa
molto bene.
Ignazio La Russa, titolare del-
la Difesa, sicuro che si dovr
ricorrere a qualche altra misu-
ra per ridimensionare la sforbi-
ciata. Se i ministri hanno dei
problemi li rappresenteranno in
Consiglio dei ministri, lo diran-
no al ministro dellEconomia,
ma per me giusto farli dice
per il presidente dei senatori
del PdL, Maurizio Gasparri
Tremonti, intanto, incassa
con soddisfazione la conferma
del buon andamento dei conti
pubblici di questanno. Ad ago-
sto il fabbisogno del settore sta-
tale stato pari a 6,9 miliardi, in-
feriore a quello dellagosto
2010, che fu di 7,9 miliardi. Nei
primi otto mesi il fabbisogno si
fermato a 48,6 miliardi, 5,8 di
meno rispetto allanno scorso. E
senza contare la nuova rata del
prestito alla Grecia. In termini
omogenei il miglioramento dei
conti 2011, nei primi otto mesi
di questanno, stato di quasi 8
miliardi per merito soprattutto,
del buon andamento delle entra-
te.
Mario Sensini
RIPRODUZIONE RISERVATA
I Comuni incasseranno la totalit
di quanto recuperato dallevasione
Tremonti: proporzione fra tasse e tagli
Primi contatti Italia-Svizzera
per trovare un accordo
sulla tassazione dei capitali
Conti pubblici Il maxiemendamento
Il premio di rischio
sui titoli italiani a dieci
anni risalito sopra i 300
punti base, al 5,18%
La mediazione di Bossi
Le cifre
dellausterit
Risalgono gli spread
Manovra definita,
i saldi sono invariati
Ecco com cambiata
Il ministro dellEconomia, Giulio Tremonti, sonda la Svizzera per
cercare un accordo sulla tassazione dei capitali italiani presso le banche
elvetiche, sulla scorta delle intese di Berna con Gran Bretagna e
Germania. E lo fa attraverso una telefonata con Giuliano Bignasca,
presidente della Lega dei Ticinesi e la mediazione di Umberto Bossi.
Secondo il sito Ticinonews.ch, mercoled il leader della Lega Nord
avrebbe incontrato Bignasca a Lugano, e l avrebbe colto loccasione
per chiamare Tremonti, passando poi il telefono al capo dei leghisti
svizzeri. Mi sembrato un Tremonti molto collaborativo, ha
raccontato Bignasca al giornale online, forse perch non hanno pi
soldi. Mi ha detto che nessuno, delle quattro o cinque delegazioni
svizzere che ha incontrato, era stato in chiaro con le cifre, come invece
il sottoscritto. Gli ho detto: "Guarda Tremonti che una parte della tua
manovra puoi farla con la Svizzera, ma patti chiari e amicizia lunga
perch altrimenti non prendi niente". Ho gi riferito la telefonata ai
banchieri della city luganese. Ha detto che disponibile ad incontrarci
per parlare, quando vogliamo. E penso che ora banche e Governo
ticinese debbano andare daccordo su cosa vogliono proporre a Roma.
Perch la sua vera preoccupazione che la Svizzera non ha ancora fatto
offerte chiare. Dobbiamo vederci prossimamente. E Bossi? Giulio,
ascolta Bignasca che ha ragione, avrebbe commentato.
F. Mas.
RIPRODUZIONE RISERVATA
In commissione Giulio Tremonti, il relatore della manovra, Antonio Azzollini, e la senatrice pd Anna Maria Carloni
italia: 515249535254
Codice cliente:
3 Primo Piano
Corriere della Sera Venerd 2 Settembre 2011
#
ROMA Carcere per gli evasori, pubblica-
zione delle dichiarazioni dei redditi online,
aumento dellIres per le societ di comodo,
stangata sulle agevolazioni delle cooperative,
obbligo dello scontrino e della ricevuta fisca-
le per gli stabilimenti balneari. E questa la
sintesi degli emendamenti fiscali alla mano-
vra, depositati ieri dal ministro dellEcono-
mia, Giulio Tremonti, e dal relatore Antonio
Azzollini, che varrebbero tra i 3,8 e i 4,6 mi-
liardi.
Sparisce, dunque il contributo di solidarie-
t oltre i 90 mila euro di reddito, tranne che
per gli statali, i pensionati doro e i parlamen-
tari, mentre i maggiori proventi della Robin
Hood Tax (la sovrattassa sulle societ energe-
tiche) andranno tutti agli enti locali e non pi
per met ad alleggerire i tagli ai ministeri. Re-
stano intoccate le aliquote Iva.
Laula del Senato stata convocata da mar-
ted prossimo e fino a sabato compreso per
lesame del testo della manovra.
Robin Hood Tax
Il gettito derivante dalla sovrattassa sulle
societ energetiche, dunque, andr a ridurre
solo i tagli agli enti locali, mentre nulla sar
destinato alla diminuzione dei tagli previsti,
per il 2012, ai ministeri, pari a circa 6 miliar-
di. La tassazione non sar estesa ad altri tipi
di societ, come era stato ventilato in un pri-
mo momento. Dallimposta, secondo quanto
previsto nella manovra, si attendono maggio-
ri entrate non inferiori a 1,8 miliardi di euro
per lanno 2012 e 900 milioni di euro per gli
anni 2013 e 2014.
Comuni antievasione
I Comuni incasseranno il 100% di quanto
recuperato con la lotta allevasione fiscale,
nellambito della loro partecipazione allattivi-
t di accertamento tributario. In sostanza c
un raddoppio della quota loro riservata dal
decreto sul Federalismo fiscale municipale
del marzo scorso, che a sua volta aveva eleva-
to lincasso dal 33%.
Gli stessi Comuni potranno pubblicare le
dichiarazioni dei redditi dei contribuenti onli-
ne. Sar un decreto del presidente del Consi-
glio dei ministri a stabilire i criteri e le moda-
lit per la pubblicazione, sul sito del Comune,
dei dati relativi alle dichiarazioni, anche con
riferimento a determinate categorie di contri-
buenti ovvero di reddito.
Cooperative nel mirino
Porter circa 170 milioni di euro in un tri-
ennio la stretta sulle cooperative e i consorzi:
in pratica gli utili netti annuali saranno pi
tassati. In particolare previsto che il loro pe-
so nella formazione della base imponibile pas-
ser dal 55% al 65% per le societ cooperative
di consumo e loro consorzi e dal 30% al 40%
per le altre cooperative e loro consorzi. In ter-
mini finanziari previsto un maggior gettito
di 46,2 milioni di euro nel 2012, di 61,7 sia
nel 2013 che nel 2014.
Societ di comodo
Non sar una vita facile quella delle societ
di comodo, strette da una serie di nuove nor-
me sulla concessione in godimento di beni
dellimpresa a soci e familiari. In particolare
lAgenzia delle entrate effettuer controlli si-
stematici su chi utilizza i beni aziendali con-
cessi in godimento. Qualsiasi forma di finan-
ziamento o capitalizzazione societaria finir
nel mirino del Fisco. Tanto per cominciare i
costi relativi ai beni dellimpresa concessi in
godimento a soci o familiari dellimprendito-
re per un corrispettivo annuo inferiore al va-
lore di mercato e diritto di godimento non so-
no in ogni caso ammessi in deduzione dal
reddito imponibile. E la differenza tra i valo-
ri di mercati e il corrispettivo annuo concorre
alla formazione del reddito imponibile del so-
cio o familiare che li utilizza. Le imprese con-
cedenti o gli utilizzatori saranno obbligati a
comunicare allAgenzia delle Entrate i dati re-
lativi ai beni concessi in godimento.
Le misure in questione dovrebbero portare
714 milioni di euro di maggiore incasso.
Conti correnti
Al Fisco non sfuggiranno pi i rapporti in-
trattenuti dal contribuente con qualsiasi ope-
ratore finanziario. Una norma della manovra
prevede che nella dichiarazione dei redditi
vengano indicati gli estremi identificativi di
tutti i rapporti in corso con banche, poste, in-
termediari, imprese di investimento, societ
di gestione del risparmio. Il nuovo obbligo,
che determiner la possibilit di elaborare li-
ste selettive di contribuenti da sottoporre a
controllo, nonch i nuovi vincoli imposti per
il patteggiamento, produrranno nel 2012 un
maggior gettito di 250 milioni di euro.
Scontrini al mare
Sono solo due righe ma solleveranno mol-
te proteste. La manovra elimina unagevola-
zione importante per gli stabilimenti balnea-
ri, la possibilit cio di non rilasciare lo scon-
trino per le tipiche attivit interne: noleggio
di sedie a sdraio, lettini, ombrelloni, pattini e
piccole barche a motore, uso di spogliatoi,
docce, cabine e servizi igienici, accesso a im-
pianti di balneazione. Oggi infatti queste im-
prese sono soggette allobbligo della certifica-
zione solo per le attivit non strettamente at-
tinenti alla gestione degli stabilimenti balnea-
ri: piscine, saune e bagni turchi, corsi di nuo-
to, vela, surf e sub, massaggi, cure estetiche e
parrucchiere, boutique, parcheggi, deposito
di imbarcazioni e windsurf dei clienti, som-
ministrazioni di alimenti e bevande in bar, ri-
storanti, tavole calde e pizzerie negli stabili-
menti.
Carcere per chi evade
Dallinasprimento del sistema sanzionato-
rio penale-retributivo atteso il grosso del-
la manovra fiscale: un gettito di circa 1,1 mi-
liardi in tre anni. La norma pi pesante quel-
la che cancella la sospensione della pena per
chi evade cifre oltre i tre milioni di euro: in
pratica si va dritti in galera. La stretta sulleva-
sione prevista dallemendamento prevede
inoltre labbassamento delle soglie oltre le
quali scattano le pene per i reati fiscali. Nel
caso di dichiarazione fraudolenta mediante
uso di fatture o altri documenti per operazio-
ni inesistenti, viene abolita la pena ridotta
con reclusione da sei mesi a due anni, per im-
porti inferiori a trecento milioni di lire. Nel
caso di dichiarazione fraudolenta mediante al-
tri artifici, la sanzione scatta da 30 mila euro e
non pi dai 150 milioni di lire previsti prece-
dentemente. I termini di prescrizione per i re-
ati fiscali vengono elevati di un terzo men-
tre il ricorso al patteggiamento ammesso so-
lo se prima dellapertura dei procedimenti di
primo grado il contribuente salda il suo debi-
to tributario.
Uso del contante
Le imprese e gli esercizi, con ricavi e com-
pensi dichiarati non superiori a 5 milioni di
euro, che utilizzano strumenti di pagamen-
to diversi dal contante, quindi tracciabili, go-
dranno di uno sconto del 50% sulle sanzioni,
in caso di violazione delle dichiarazioni Irpef,
dichiarazioni Iva e violazioni degli obblighi
relativi alla documentazione, registrazione e
individuazione delle operazioni soggette a im-
posta sul valore aggiunto.
Province e Comuni
Salta il riordino delle Province, rinviato a
un disegno di legge costituzionale, mentre
per i piccoli Comuni lobbligo allaccorpamen-
to delle funzioni scatter dalla prima scaden-
za elettorale successiva al 13 agosto 2012,
mentre restano il sindaco e sei consiglieri.
Tutte le cariche elettive, a partire dal governo
dei Comuni con pi di 5mila abitanti, sono
incompatibili con la carica di senatore e depu-
tato.
Riordino degli uffici giudiziari
Via libera alla delega al governo per il rior-
dino degli uffici giudiziari su base territoria-
le, che saranno ridotti o soppressi, rispettan-
do per diversi criteri, tra cui il bacino duten-
za e il tasso di impatto nella lotta alla crimina-
lit. Le Procure potranno essere concentrate
indipendentemente dalleventuale accorpa-
mento dei rispettivi tribunali.
Antonella Baccaro
RIPRODUZIONE RISERVATA
Ridotti i tagli
agli enti locali
La Robin Tax
sullenergia
Pi tasse sugli utili
delle Cooperative
6 6,9 170
Dai Comuni
i redditi online
Nel mirino le societ
con perdite finte
Elevata di un terzo
la prescrizione
Ai sindaci il 100%
delle cifre recuperate
Sopra i 3 milioni
stop al carcere sospeso
Il conto corrente
nel modello 730
Stop al contributo
di solidariet
Ires maggiorata
per societ di comodo
Meno sanzioni a chi
usa la carta di credito
In carcere chi sottrae al fisco pi di tre milioni. Societ di comodo, prelievo al 37%
Miliardi I tagli ai ministeri previsti sul
2012. Sul 2013 saranno di 2,5 miliardi
Miliardi Il fabbisogno statale ad
agosto, 1 miliardo meno di un anno fa
Milioni Il contributo che verr
dalla nuova tassazione delle cooperative
Stretta sulle Coop
Aumenta il prelievo sugli utili netti
delle cooperative, premio del
100% ai Comuni acchiappa-tasse.
Per i ministeri tagli di 6 miliardi
I punti principali della manovra
Milano
e Bologna
creano
la task force
MANETTE PER I SUPEREVASORI
I SINDACI PUBBLICHERANNO I REDDITI
Sar obbligatorio il rilascio
della ricevuta anche per la sdraio
e il lettino. Soprattassa
sulle societ energetiche
6
Inasprimento delle
sanzioni per quelle
societ in perdita
sistematica: a loro verr
applicata la stessa
disciplina prevista
per le societ di comodo
Controlli tributari
9
Sforbiciata ai tagli agli
enti locali (9,2 miliardi
in due anni) cui sar
interamente destinato
il gettito proveniente
dallinnalzamento della
Robin Hood Tax
10
Il gettito derivante dalla
Robin Hood Tax andr
agli enti locali mentre
per quanto riguarda i
ministeri il taglio resta
nella versione
originaria
5
Nel pacchetto di
emendamenti
alla manovra depositato
dal ministero stata
confermata la stretta
fiscale sulle
cooperative
2
Saranno pubblicati
online sui siti dei
Comuni i redditi
annuali lordi dei
contribuenti anche di
determinate categorie
di lavoro
Scontrino per gli ombrelloni
11
I termini
di prescrizione
per i reati fiscali
vengono elevati
di un terzo, mentre
si riduce il ricorso
al patteggiamento
3
Per aumentare lappeal
della lotta allevasione i
Comuni potranno
mantenere nelle
proprie casse il 100%
di quanto recuperato
effettivamente
1
In arrivo un pacchetto
di misure antievasione:
oltre i 3 milioni di euro
di imposta evasa o non
versata scatter lo
stop alla sospensione
del carcere
7
Nelle dichiarazioni dei
redditi come il modello
730 dovranno essere
indicati i rapporti con le
banche e dunque
anche il numero
di conto corrente
12
Stop al contributo di
solidariet per i redditi
dei privati sopra i
90.000 euro, mentre
restano confermate le
misure gi previste dalle
manovre precedenti.
4
In arrivo per le societ
di comodo di cui allArt.
75 del testo unico sulle
imposte un aggravio
fiscale con il
pagamento dellIres
maggiorata del 10,5%
8
Per le piccole aziende
fino a 5 milioni
di fatturato che faranno
transazioni tracciabili ci
sar uno sconto del 50%
delle eventuali sanzioni.
Riguarda gli autonomi
La tracciabilit
Sconti alle multe per
le piccole imprese con
pagamenti tracciabili
MILANO A giudicare dalla reattivit con cui
Milano e Bologna si sono attrezzate per stanare i
furbi, lidea del governo di elevare dal 50 al 100%
la quota dei gettiti evasi e recuperati che i Comuni
potranno trattenere nelle proprie casse avr
successo. La giunta Pisapia starebbe valutando di
bruciare i tempi e anticipare gi alla prossima
settimana il voto sulla task force anti furbi del
direttore generale Davide Corritore. E anche
Virginio Merola, neosindaco bolognese, vuole
subito istituire unagenzia cittadina con le stesse
finalit. probabile che anche altri primi cittadini
stiano gi facendo due conti e che limprovvisa
febbre della lotta allevasione possa diffondersi
rapidamente e in maniera bipartisan. quasi un
ritorno al passato visto che, fino agli anni Settanta,
la riscossione era affidata proprio ai Comuni in
virt della maggiore efficienza territoriale. Tanto
per dire: facile immaginare che pi di qualche
irregolarit possa emergere dallincrocio tra i
redditi dichiarati, le tasse sullIci (immobili), sulla
Tarsu (immondizia) e magari le bollette dellenergia
elettrica (gestite dalle municipalizzate). Insomma,
un Comune convinto potrebbe riuscire l dove uno
Stato centralizzato sembra non potere o volere
arrivare. E in barba ai processi tecnologici lincrocio
di dati fatto quasi a mano con il vecchio metodo
analogico potrebbe superare i sofisticati software
digitali. Resta solo il dubbio di come mai la lotta
allevasione con il 50% dellintroito non fosse
considerato un buon business.
Massimo Sideri
twitter @massimosideri
RIPRODUZIONE RISERVATA
italia: 515249535254
Codice cliente:
I Centri Porsche in Italia.
4
Venerd 2 Settembre 2011 Corriere della Sera italia: 515249535254
Codice cliente:
5 Primo Piano
Corriere della Sera Venerd 2 Settembre 2011
#
Lalottaallevasione
Approfondimenti
Le misure per le Entrate
Reati fiscali, prescrizione lunga
Per le societ di comodo
arriva un aumento di 10,5
punti percentuali dellIres,
l'imposta sul reddito
aziendale che passer
dallattuale 27,5% al 38%
L
E

T
A
P
P
E

C
O
N
T
R
O

L

E
V
A
S
I
O
N
E
LE SOCIET
Entra nel redditometro
la concessione in
godimento di beni delle
imprese a soci e familiari:
dalla barca alle auto
IL REDDITOMETRO
I Comuni potranno
pubblicare sui propri siti
i dati relativi alle
dichiarazioni dei redditi
dei cittadini
LE DICHIARAZIONI
DEI REDDITI
Chi sar condannato per
aver evaso imposte per
oltre tre milioni di euro
andr in carcere senza
poter beneciare della
sospensione condizionale
della pena
IL CARCERE
I sindaci incasseranno
tutte le somme di quanto
recuperato con la lotta
allevasione, nellambito
della loro partecipazione
allaccertamento
il maggior gettito stimato
dal governo in 3 anni con
linasprimento delle
sanzioni tributarie
I COMUNI
1,1 miliardi
C
O
R
R
IE
R
E
D
E
L
L
A
S
E
R
A
Il presidente dei commercialisti
In caso di dichiarazione falsa
mediante uso di fatture o altri
documenti per operazioni
inesistenti abolita la pena
ridotta (reclusione da sei
mesi a due anni)
Le societ, se presentano
dichiarazioni in perdita
fiscale per tre anni
consecutivi, sono
considerate non operative
a decorrere dal quarto anno
Dal premio ai sindaci alla stretta sulle finte perdite
Il carcere Societ cancellate
False dichiarazioni
Nel caso di
dichiarazione
fraudolenta con altri
artifici, la sanzione
scatta da 30 mila
euro e non pi dai
150 milioni delle
vecchie lire come ora
Alla fine la stretta fiscale arrivata
davvero. Nellultima versione della ma-
novra finanziaria il governo fa la faccia
cattiva: manette ai grandi evasori fiscali,
taglio dei benefici tributari per le coope-
rative, maggiorazione delle sanzioni per
le false dichiarazioni Iva, aumento della
pressione fiscale per le societ di como-
do, pugno di ferro sulle societ che de-
nunciano perdite di bilancio sistemati-
che e addirittura pubblicazione, sui siti
internet comunali, dei dati delle dichia-
razioni dei redditi dei residenti.
Insomma chi si aspettava un ennesi-
mo condono dovr fare i conti con una
strategia del tutto opposta, di contrasto
ferreo allevasione. Ma sono davvero
questi i provvedimenti migliori per com-
batterla? si chiede un po scettico Clau-
dio Siciliotti, presidente del Consiglio
nazionale dei dottori commercialisti, da
sempre sostenitore di un politica pi ri-
gorosa in termini di lotta allevasione.
Quella contro gli evasori una batta-
glia che vince se certe misure si metto-
no in atto in momenti di ordinaria am-
ministrazione e non in piena emergenza
nota Siciliotti . Il fatto che, improv-
visamente, alla quarta versione di una
manovra straordinaria, si scelga una li-
nea cos dura, mi fa sospettare che il fi-
ne ultimo sia solo quello di fare cassa. E
questo, alla lunga, non estirpa la cultura
del sommerso. Certi risultati si ottengo-
no solo con la certezza del diritto, la ri-
nuncia definitiva ai condoni, con un con-
trollo diffuso e rigoroso.
Sul rigore per la manovra si spinta
fino alle manette per i grandi evasori.
Non entro nel dettaglio continua il
presidente dei commercialisti ma bi-
sogna fare attenzione ai metodi: vorrei
ricordare che dal primo di ottobre entra
in vigore laccertamento esecutivo che
permetter allAgenzia delle Entrate di
incassare le somme richieste ai contri-
buenti, ben prima che un grado di giudi-
zio si sia espresso sulla legittimit di
quelle richieste. Non chiaro quali rica-
dute penali avr alla luce delle nuove
norme. vero che il sommerso uno
dei maggiori problemi della nostra eco-
nomia, noi dobbiamo distruggere la re-
putazione sociale dellevasore: in Italia
viene ritenuto un furbo, negli Stati Uniti
sono messi alla gogna e considerati la-
dri.
Ma nellultimo testo contenuta una
mossa molto simile: la pubblicazione
delle dichiarazioni dei redditi sui siti dei
Comuni. Ma siamo sicuri che non inva-
da troppo la privacy? obietta Siciliotti
rendere pubblico chi ricco pu favo-
rire la manovra di chi ha intenzioni po-
co benevole.
Per per essere efficaci servono mos-
se concrete che facciano da deterrente.
Io ripeto sempre che levasore uno
che vuole esibire il suo denaro: evade
perch vuol permettersi grandi barche o
automobili da favola, altrimenti a cosa
gli servirebbero i soldi? Forse risalire di-
rettamente a chi acquista questi beni
la pista pi semplice ma poco battuta.
Perch? Inoltre, non bisogna dimentica-
re che la lotta allevasione percorribile
solo se la pressione fiscale ragionevo-
le. E a quel punto s, la repressione deve
essere rigorosa.
Isidoro Trovato
RIPRODUZIONE RISERVATA
MILANO Ci sono le manette
per i maxievasori, cos come lal-
largamento del redditometro per-
sonale a yacht e automobili del-
limpresa ma concessi in godimen-
to a soci e familiari, tra le principa-
li tappe della lotta ai furbetti del
Fisco promessa ieri dal governo
con un emendamento alla mano-
vra. Ecco una sintesi dei punti pi
importanti, cos come sono stati
annunciati ieri, naturalmente pas-
sibili di modifiche durante liter
politico e parlamentare.
Il carcere
Iniziamo dal carcere per gli eva-
sori di grossa taglia: chi sar con-
dannato per aver schivato il paga-
mento di imposte per oltre tre mi-
lioni andr in carcere senza poter
beneficiare della sospensione con-
dizionale della pena.
La stretta antievasione prevede
labbassamento delle soglie oltre
le quali scattano le pene per i reati
fiscali. Ad esempio, in caso di di-
chiarazione fraudolenta mediante
uso di fatture o altri documenti
per operazioni inesistenti aboli-
ta la pena ridotta (reclusione da
sei mesi a due anni) per importi
inferiori a 300 milioni di lire. E nel
caso di dichiarazione fraudolenta
con altri artifici, la sanzione scatta
da 30 mila euro e non pi dai 150
milioni delle vecchie lire come
successo fino ad oggi.
I termini di prescrizione per i re-
ati fiscali vengono poi elevati di
un terzo. Previsto anche un incen-
tivo per imprese e professionisti
con ricavi inferiori a 5 milioni di
euro a utilizzare strumenti di paga-
mento diversi dal contante: la
tracciabilit dei movimenti ga-
rantir il dimezzamento di
eventuali sanzioni am-
ministrative in mate-
ria fiscale.
Unaltra misura prevede che i
Comuni possano pubblicare sui
propri siti i dati delle dichiarazio-
ni dei redditi dei cittadini. E i con-
sigli tributari potranno contare
sui dati a disposizione dellAgen-
zia delle Entrate.
I Comuni incasseranno poi tut-
te le somme di quanto recuperato
con la lotta allevasione fiscale (ri-
spetto allattuale 50%), nellambi-
to della loro partecipazione allac-
certamento tributario.
Le societ di comodo
La manovra vuole intervenire
anche sulle cosiddette societ di
comodo, con una maggiorazione
dellIres del 10,5%: limposta sul
reddito aziendale passer dallat-
tuale 27,5% al 38%. Limponibile
sar calcolato in base ad alcuni pa-
rametri e non alle risultanze delle
imprese. Inoltre queste societ, se
presentano dichiarazioni in perdi-
ta fiscale per tre anni consecutivi,
sono considerate non operative
a decorrere dal quarto anno. Stes-
sa situazione anche quando dichia-
rano perdite per due anni, e per
laltro anno un reddito inferiore ai
parametri gi stabiliti dalla legge
vigente.
Arrivano poi norme pi strin-
genti per i casi di concessione in
godimento di beni dellimpresa a
soci e familiari. LAgenzia delle En-
trate si legge nellemendamen-
to controller sistematicamen-
te la posizione delle persone fisi-
che che hanno utilizzato i beni
concessi in godimento ai fini della
ricostruzione sintetica del reddi-
to. Come yacht e auto di lusso.
E se nella dichiarazione dei red-
diti dovr essere indicata la banca
presso la quale si ha, per esempio,
aperto un conto corrente (ma non
solo), il testo dellemendamento
prevede che lobbligo di precisare
gli estremi dei rapporti con gli
operatori finanziari vale non solo
a proposito di banche ma anche di
Poste, intermediari finanziari, im-
prese di investimento, organismi
di investimento collettivo del ri-
sparmio, societ di gestione del ri-
sparmio e ogni altro operatore fi-
nanziario. Queste informazioni po-
tranno essere utilizzate dallAgen-
zia delle Entrate, dopo una consul-
tazione con le associazioni di cate-
goria degli operatori finanziari,
per lelaborazione di liste selettive
di contribuenti da sottoporre a
controllo.
I saldi
Linasprimento del sistema san-
zionatorio penale-tributario porte-
r un maggior gettito stimabile
in circa 300 milioni di euro per il
2012 e a decorrere dal 2013 in cir-
ca 400 milioni di euro per un tota-
le dunque di 1,1 miliardi di euro
nel triennio: lo si legge nella rela-
zione tecnica allemendamento fi-
scale alla manovra presentato ieri
in commissione Bilancio. La paro-
la, ora, al Parlamento.
Giovanni Stringa
RIPRODUZIONE RISERVATA
Beni di lusso e redditi sul web
Siciliotti: Il rischio? Troppe misure straordinarie
Da ottobre la svolta dellaccertamento esecutivo
Mettere i redditi online pu
creare un problema per la privacy
Risalire direttamente a chi
acquista i beni di lusso la pista
pi semplice ma poco battuta
PARTE LA CACCIA AI FURBI
LATTACCO IN CINQUE MOSSE
Commer-
cialisti
Claudio
Siciliotti
italia: 515249535254
Codice cliente:
Le dichiarazioni Iva
MILANO Nella dichiarazione
dovremo dire al Fisco che gi lo
sa, ma forse repetita iuvant
quanti e quali rapporti finanziari ab-
biamo con banche & affini. E anco-
ra: piccole imprese ed esercenti che
coltiveranno luso della carta di cre-
dito e del bonifico al posto del con-
tante vinceranno un consistente
sconto sulle sanzioni, se dovessero
finire nei guai con lErario.
Infine il reddito di tutti potr fini-
r in piazza, sotto il proprio campa-
nile. Perch viene affidata ai Comu-
ni la possibilit di pubblicare le di-
chiarazioni dei propri cittadini.
Le principali novit di largo inte-
resse per i cittadini italiani contenu-
te nellultima versione della mano-
vra presentata ieri sono queste.
Banche nel 730
Cominciamo dal nuovo obbligo
di segnalare nella dichiarazione dei
redditi destinata inevitabilmen-
te a ricomplicarsi quelli che
lemendamento chiama gli estre-
mi identificativi dei rapporti con
gli operatori finanziari.
Che cosa vuol dire? Vuol dire che
nel 730 e nel modello Unico, ma an-
che, dice il testo, nella dichiarazio-
ne Iva, andranno indicati i numeri
di conto corrente bancario o posta-
le o dei depositi presso finanziarie
e fiduciarie. Una segnalazione che,
nelle intenzioni del governo, do-
vrebbe rendere pi veloce il con-
trollo su dati che, in realt, lammi-
nistrazione finanziaria possiede
gi.
In principio, quarantanni fa,
cera il segreto bancario che, spiega-
no i libri di storia fiscale, gi a parti-
re dal 1973 con la grande riforma di
Bruno Visentini, viene man mano
smontato.
Il primo accenno ad una anagra-
fe delle posizioni finanziarie dei
contribuenti risale al 1991, legge
413. Ma passeranno molti anni an-
cora prima che si arrivi a quella dei
conti correnti, sdoganata da un de-
creto Visco-Bersani nellottobre
2007. Si tratta di un archivio tele-
matico a cui gli operatori finanziari
devono comunicare tutti i dati dei
loro clienti, spiega Valentino
Amendola, responsabile affari fisca-
li del gruppo Deutsche Bank Italia.
Uno strumento potente, da ma-
neggiare con cura, a cui hanno ac-
cesso solo alcune categorie di fun-
zionari, e da cui il Fisco pu attinge-
re tutti i dati necessari per controlla-
re quello che vuole ai fini della lotta
allevasione. Un database enorme: i
rapporti registrati ammontano a
890 milioni, secondo dati ufficiali
forniti dallAgenzia delle Entrate re-
si pubblici nel 2009.
Ma se ognuno sar tenuto a se-
gnalare nella propria dichiarazione
i suoi conti e i suoi depositi, lEra-
rio evidentemente ritiene che il con-
trollo possa diventare pi efficiente
di quanto non sia ora.
In pratica passeremo da un mo-
dello dove i redditi finanziari non
figurano quasi per nulla lunico
riferimento nel quadro RW dove
si tenuti a segnalare le disponibi-
lit finanziarie allestero, mentre
dividendi e cedole dei titoli di Stato
sono tassati alla fonte in via definiti-
va ad un sistema dove il Fisco
vuole sapere lIban.
Lo sconto di carta
Unaltra novit lo sconto sulle
eventuali sanzioni fiscali, che inte-
ressa le piccole aziende (devono
avere meno di 5 milioni di euro di
ricavi e compensi dichiarati) ma an-
che una vasta platea di artigiani,
commercianti e cos via. Per usu-
fruirne bisogna fare una cosa sola:
abiurare la religione del pagamento
in contante.
La norma prevede infatti il dimez-
zamento (50% di riduzione) delle
sanzioni per violazioni relativa al-
lIrpef e allIva, se chi viene accerta-
to per errori di registrazione e di di-
chiarazione potr dimostrare di uti-
lizzare per tutte le transazioni atti-
ve e passive utili allesercizio della
propria attivit esclusivamente
strumenti di pagamento diversi dal
denaro contante.
Gli elenchi
La novit pi generale, quella
che prevede la pubblicazione on li-
ne delle dichiarazioni di tutti, non
ancora definita nei particolari per-
ch, appunto, spetter ai Comuni
metterla in pratica. In un recente
passato (2008) il ministro Vincenzo
Visco aveva messo in Rete gli elen-
chi dei contribuenti. Uniniziativa
che, poche ore dopo, venne stoppa-
ta dal Garante della privacy.
Il piano del governo mira a coin-
volgere le amministrazioni comuna-
li nella lotta sul territorio allevasio-
ne fiscale e quindi presto per dire
ora se le modalit di pubblicazione
saranno uguali per tutti o se gli otto-
mila sindaci dItalia, che incasseran-
no i frutti del loro contributo al-
lidentificazione dei furbi, avranno
margini per personalizzare la que-
stione. Che, anche questa volta, non
mancher di sollevare il problema
della tutela dei dati personali.
Giuditta Marvelli
RIPRODUZIONE RISERVATA
Tasse e contribuenti
Approfondimenti
Il codice Iban e di deposito
Andranno segnalati tutti i rapporti con gli operatori finanziari
Piccole aziende,
un premio
per chi non usa
il contante
50%
17%
890
Lo sconto che verr
applicato sulle
sanzioni agli autonomi
che non utilizzeranno
il contante
Le stime della quota
dellevasione fiscale
rispetto al Pil,
prodotto interno
lordo
milioni. Il numero dei
rapporti finanziari
archiviati
nellAnagrafe
dei conti correnti
Il primo accenno
alla creazione di
unanagrafe
venti anni fa,
poi la svolta
nel 2007. Andranno
comunicati anche
i rapporti con le sim
e i fondi comuni
IL FISCO IN BANCA, CONTI CORRENTI NEL 730
Meno sanzioni
MILANO Per scoraggiare luso dei
contanti, e quindi i pagamenti e i giri di
denaro in nero, il governo ha previsto il
dimezzamento delle sanzioni a chi user
strumenti diversi dalle banconote. Il
provvedimento, inserito
nellemendamento fiscale alla manovra
presentato dal ministro dellEconomia,
Giulio Tremonti, e dal relatore Antonio
Azzollini, riguarda solamente le piccole e
medie imprese e i professionisti. Per gli
esercenti imprese o arti e professioni con
ricavi e compensi dichiarati non superiori
ai 5 milioni di euro recita il testo
dellemendamento i quali per tutte le
operazioni attive e passive effettuate
nellesercizio dellattivit utilizzano
esclusivamente strumenti di pagamento
diversi dal denaro contante, le sanzioni
previste in caso di violazioni relative alla
dichiarazione delle imposte dirette, o alla
dichiarazione dellimposta sul valore
aggiunto e ai rimborsi, o violazione degli
obblighi relativi alla documentazione,
registrazione ed individuazione delle
operazioni soggette allimposta sul valore
aggiunto sono ridotte alla met.
RIPRODUZIONE RISERVATA
6 Primo Piano
Venerd 2 Settembre 2011 Corriere della Sera italia: 515249535254
Codice cliente:
7
Corriere della Sera Venerd 2 Settembre 2011 italia: 515249535254
Codice cliente:
8 Primo Piano
Venerd 2 Settembre 2011 Corriere della Sera
#
MILANO A stanarlo Bruno Ta-
bacci, che alla festa dellApi, lAllean-
za per lItalia, fa gli onori di casa: Ma
tu Alessandro saresti disposto a "spor-
carti le mani" e a scendere in politi-
ca?. E la risposta di Profumo, il ma-
nager vicino al centrosinistra, ma a
lungo descritto come allergico al Pa-
lazzo, non scontata: Se c biso-
gno, sono pronto a dare una mano.
Da parte mia c la passione per la po-
litica, ho 54 anni, mi metto in gioco.
E comunque in politica non si scen-
de, si sale. Perch qualcosa di nobi-
le e alto, dice tra gli applausi.
passato un anno dalladdio alla
sua Unicredit, la banca che da am-
ministratore delegato ha contribuito
ROMA In Italia abbia-
mo una stampa di sinistra e
unopposizione di sinistra an-
ti-italiane e criminali che attac-
cano un governo che sta inve-
ce lavorando per una manovra
che sia la meno pesante e la
migliore possibile. Da Parigi,
dove ha partecipato alla Confe-
renza sul futuro della Libia, il
premier Silvio Berlusconi repli-
ca duramente alle opposizioni
che criticano il decreto. Se la
prende aspramente con chi
contrario alle modifiche: La
possibilit di intervenire sullI-
va una clausola di salvaguar-
dia assoluta per garantire che
la manovra andr in porto. Se
fosse necessario si potrebbe
anche decidere di alzarla al 22
per cento per 3 mesi, ha det-
to il premier, che sicuro che
il pareggio di bilancio si rag-
giunger nel 2013. Ne ha per
tutti, per, anche per Confin-
dustria: Non ho sentito le cri-
tiche ma noi andiamo avanti
per la nostra strada.
Alle accuse di Berlusconi ri-
sponde indignato il segretario
del Pd Pier Luigi Bersani:
Non ho pi parole, bisogna
che Berlusconi vada a casa e ci
sia unaltra soluzione perch
siamo alla totale irresponsabi-
lit e alla totale incomprensio-
ne della drammaticit del mo-
mento. Berlusconi invece si
mostra serafico sullapprova-
zione della manovra: Non ci
sono problemi, si cianciato
di divisioni nel Pdl, ma i de-
putati sanno cos la discipli-
na di partito e l'interesse del
Paese.
La conferenza dei capigrup-
po ha deciso che il decreto ar-
river in Aula marted pome-
riggio ed entro sabato dovreb-
be essere approvato, mentre
prosegue la mediazione del
presidente del Senato Renato
Schifani, che ha chiesto a tutti
i gruppi di ridurre in manie-
ra congrua gli emendamenti
per velocizzare i lavori della
Commissione e dellAula, otte-
nendo come risposta limpe-
gno bipartisan a lavorare in
questo senso. In stretto contat-
to con Schifani, il presidente
della Repubblica Giorgio Na-
politano segue con estrema
attenzione tutti i passaggi
perch si arrivi allapprovazio-
ne della manovra. Possibil-
mente evitando il voto di fidu-
cia. Lo promette Maurizio Ga-
sparri: C da evitarlo, sem-
pre che tutti apprezzino il con-
fronto. Io penso sinceramente
che la fiducia non ci debba es-
sere. La Lega applaude al nuo-
vo testo con Federico Bricolo,
che parla di modifiche miglio-
rative.
Eppure, non la pensano affat-
to cos le opposizioni, che boc-
ciano la manovra, anche modi-
ficata. Quanto allannuncio del
governo di voler ingaggiare
una dura lotta allevasione, Ber-
sani sente puzza di condono e
dice che il suo partito si mette-
r di traverso. Fanno la fac-
cia truce agli evasori dice
Bersani ma dietro la faccia
truce si inventano un altro con-
dono. Io dico: condoni basta!
Ci metteremo di traverso, ora
le tasse si devono pagare. Per
Pier Ferdinando Casini, lUdc e
il Terzo polo faranno la loro
parte perch il Paese sul bara-
tro ma evidente che il gover-
no non c, che le entrate sono
ballerine rispetto a quanto ci
chiede la Ue e che il governo ha
gi cambiato idea quattro, cin-
que volte. Qui si sta scherzan-
do con il fuoco.
Mariolina Iossa
RIPRODUZIONE RISERVATA
LIva? Pu salire per 3 mesi. Il Pd: premier irresponsabile
La manovra Le reazioni
Le critiche
Il manager Ospite di Rutelli e Casini
Marted in Aula
Profumo rivela:
mi metto in gioco
la politica mi piace
Berlusconi attacca lopposizione
Anti-italiana e criminale
Marted il testo in Aula e
c il nodo della fiducia
Gasparri: meglio evitarla,
serve il confronto
Pd
Per Pier Luigi Bersani, la
manovra non solo non
migliorata, ma
peggiorata. Per il leader
pd il Parlamento deve
prendersi le sue
responsabilit. E ricorda:
Noi dall'opposizione
possiamo dare un
contributo di proposte
Idv
L'enorme quantit di
emendamenti presentati da
parte della maggioranza e
dell'opposizione fa
comprendere che alla bont
di questa manovra non ci
crede nessuno sostiene
il leader Idv Antonio Di
Pietro . da buttare a
mare
Terzo polo
Il leader udc Pier
Ferdinando Casini afferma:
Hanno cambiato idea 3 o
4 volte. Si sta scherzando
con il fuoco. Le entrate
sono molto figurative e
ballerine rispetto a quanto
ci chiede la Ue
A Parigi Berlusconi ieri tra il premier canadese Stephen Harper e il segretario generale Onu, Ban Ki Moon
italia: 515249535254
Codice cliente:
9 Primo Piano
Corriere della Sera Venerd 2 Settembre 2011
#
Vincino
Tutto sotto controllo Pensioni intoccabili Sette ore di confronto
Le ultime scelte La retromarcia Il vertice di Arcore
Le trattative
per lintesa
finale
Definite ieri le ultime
modifiche, con la stretta
sullevasione fiscale. Per
Berlusconi tutto sotto
controllo e laumento
dellIva attivabile in
qualsiasi momento
a privatizzare e a portare in Europa e
dalla quale stato costretto a dimet-
tersi il 21 settembre scorso. Unuscita
imposta dalle Fondazioni socie, ac-
compagnata da una superliquidazio-
ne da 40 milioni. E una vicenda sulla
quale resta molto da chiarire, a parti-
re dal coinvolgimento nella defene-
strazione del faccendiere Luigi Bisi-
gnani come emerso dalle carte dellin-
chiesta sulla P4. Allora, a dimissioni
ancora calde, neanche il tempo di ca-
pire, qualcuno aveva indicato Profu-
mo come il papa straniero del Pd.
Partito nel quale ha militato la moglie
Sabina Ratti. Ma per quanto smisura-
ta, quella boutade deve essere alme-
no servita ad aprire una riflessione. Il
tempo e le idee non mancano, impe-
gnarsi in politica pi di unopzione.
Pierferdinando Casini lo vede bene
nel governo. Sarebbe un ottimo mi-
nistro dellEconomia. Ha un sacco di
soldi, ha lavorato bene ed una fra le
persone pi intelligenti del Paese. Pe-
ro chiarisce il leader dellUdc
nemmeno lui luomo della Provvi-
denza. uno che pu dare una mano:
esattamente ci di cui c bisogno.
Paola Pica
RIPRODUZIONE RISERVATA
MONZA In attesa di diven-
tare operativi a tutti gli effetti,
calamitano la protesta del
nord Italia contro la manovra
del governo Berlusconi. Se Bos-
si avesse saputo che questo era
il destino dei ministeri monze-
si, il 23 luglio scorso, forse,
non li avrebbe inaugurati. Ieri,
per esempio, sono arrivati ol-
tre 50 fra commercianti e im-
prenditori padovani dellA-
scom (associazione commer-
cianti). Luned, invece, tocche-
r alla Cisl Lombardia che ha
annunciato un presidio. Ed en-
trambe le parti hanno sottoli-
neato ironicamente leffettiva
efficienza della soluzione:
molto pi comoda Monza che
Roma. Lobiettivo del Carroc-
cio, per, sarebbe quello di ri-
lanciare il tessuto socio econo-
mico del territorio. Gli uffici
decentrati, poco pi di 100 me-
tri quadrati allinterno della Vil-
la Reale, dovevano entrare in
servizio ieri e cos ricordavano
anche i commercianti padova-
ni. Ma la Lega smentisce: Ab-
biamo detto entro settembre.
Date ufficiali, per il momento,
non ce ne sono e non nemme-
no chiaro quanti e quali funzio-
nari prenderanno servizio. Di
certo, per ora, c solo che lune-
d, vista la nuova protesta in ar-
rivo, gli uffici saranno riaperti
ad hoc. Ieri a fare gli onori di
casa ci ha pensato Maurizio Bo-
satra, capo di gabinetto del mi-
nistro Calderoli. Ha ricevuto il
presidente di Ascom, Fernan-
do Zilio, e il direttore, Federi-
co Barbierati, mentre il cor-
teo, attrezzato con bom-
bolette, cartelli e uno
striscione con la scritta
Indignados, stato
bloccato dalla polizia a
una cinquantina di me-
tri dallingresso. Siamo
delusi da questo governo
che credevamo amico e an-
che da queste sedi decentra-
te commenta il presidente
. Ci aspettavamo di poter dia-
logare con qualche esperto, in-
vece non c nessuno. A rasse-
renare gli animi ci ha pensato
alla fine Calderoli, che ha tele-
fonato a Zilio: Il ministro ha
fornito ampie rassicurazioni
sulla manovra. Lassociazio-
ne commercianti di Padova pe-
r non ha intenzione di molla-
re e promette una nuova incur-
sione a sorpresa, per saggiare
l'effettiva operativit dei mini-
steri. La palla passa adesso alla
Cisl che preannuncia una mo-
bilitazione a livello regionale.
Il loro turno di protesta fissa-
to per luned alle 16. Questi
ministeri fantasma com-
menta Marco Vigan, segreta-
rio Cisl Brianza rischiano di
diventare il simbolo della pro-
testa di tutto il nord Italia.
Riccardo Rosa
RIPRODUZIONE RISERVATA
Il quadro della manovra
immaginato nel decreto
profondamente cambiato
Ma, dopo le proteste,
mercoled il governo
rinuncia alla misura sulle
pensioni danzianit
Luned ad Arcore (foto) il
confronto di maggioranza
con Berlusconi e Bossi
Intesa su nuove misure,
tra cui laddio al riscatto
delluniversit e della leva
per la pensione danzianit
Giudizi
I contraccolpi sul gradimento del contributo di solidariet
Lintervento sui benefici
previdenziali legati al riscatto
della laurea e del servizio militare
stato giudicato iniquo
Il luogo simbolo La Villa reale di Monza epicentro delle manifestazioni anti-governo al Nord
Meglio che a Roma
MILANO il cuore del problema: il costo
del debito pubblico. Ancora di pi da quando
nel bel mezzo dellestate hanno iniziato a serpeg-
giare dubbi sulla capacit dellItalia di sostenere
i quasi duemila miliardi di euro di debiti accu-
mulati. Dubbi che hanno fatto volare oltre il 6%
il tasso richiesto alla Repubblica Italiana per ven-
dere i suoi Btp. Ieri dalle pagine del Corriere
Lamberto Dini ha lanciato una proposta per in-
vertire la tendenza: oltre al pareggio di bilancio
nella Costituzione il governo dovrebbe impe-
gnarsi a rifinanziare solo la quota di debito in
scadenza, quindi a non crearne di nuovo, e utiliz-
zare limmenso patrimonio pubblico per coprire
il deficit. Solo cos sostiene lex premier e
ministro del Tesoro si potr sperare che il co-
sto del nostro debito smetta di crescere e torni
sui suoi passi.
Lidea sembra andare nella direzione giusta.
La credibilit di una manovra dipende forte-
mente dal costo di rifinanziamento del debito
fa notare leconomista del Montepaschi, Anto-
nio Cesarano, responsabile market strategy di
Mps Capital Services : se lo spread si muove
va rifatto tutto. Dunque stabilizzarlo la priori-
t. Occorre rassicurare i mercati e prendere un
impegno. Bisogna attivare un circolo virtuoso.
Subito secondo Claudia Segre, economista e
segretario generale di Assiom-Forex, lassocia-
zione degli operatori dei mercati dei capitali,
che condivide la proposta di Dini . Il mercato
non pi disposto a concedere un periodo di
grazia. Le banche italiane sono rifinanziate al
90% prosegue la Segre e anche il Tesoro ha
rifinanziato una buona parte delle scadenze.
Inoltre in un momento di emergenza certe mi-
sure possono passare pi facilmente. Dunque
lazione combinata della stabilizzazione del debi-
to pubblico e delle privatizzazioni possibile. Ce-
sarano fa tuttavia notare come i tempi per la
vendita dei beni pubblici potrebbero non essere
rapidi. Perch allora non pensare a utilizzarli co-
me garanzia per finanziare il deficit? una rifles-
sione che anche lEuropa sta facendo. quello
che ha chiesto la Finlandia alla Grecia per dare
via libera agli interventi di salvataggio della Ue.
Vista dallestero, tuttavia, la preoccupazione
dei mercati non sembra essere lo stato dei conti
pubblici. Il vero nodo la crescita. LItalia ha
passato indenne la prima fase della crisi perch
aveva un livello di avanzo primario ottimale, ma
quando si sono iniziati a vedere segnali di rallen-
tamento lattenzione si spostata sulla crescita e
sono arrivati i problemi spiega da Londra leco-
nomista di Barclays Capital, Fabio Fois. Il quale
ritiene valida la proposta di Dini ma da sola
non risolve il problema: di breve periodo e il
rientro dal debito sarebbe troppo lento. Limpe-
gno a rifinanziare solo lo stock di debito esisten-
te prosegue Fois terrebbe comunque insta-
bile lequilibrio su cui si muove il debito. In caso
di nuove crisi o di aumento dei tassi il problema
si ripresenterebbe.
Federico De Rosa
fderosa@corriere.it
RIPRODUZIONE RISERVATA
ROMA Fino allaltro ieri sette italiani
su dieci giudicavano negativamente lope-
rato del governo. Ma negli amatissimi son-
daggi di Berlusconi non erano ancora con-
templati lautogol sulle pensioni e lennesi-
mo capitolo sulla storia di festini e di don-
nine che coinvolgono il presidente del Con-
siglio. Il danno dimmagine per lesecutivo
e per la maggioranza non al momento
quantificabile, bisogner attendere i report
riservati della prossima settimana per veri-
ficarlo. certo tuttavia che nonostante
gli svarioni sulla manovra e le vicissitudini
giudiziarie il Cavaliere resta politicamen-
te un intoccabile, e il suo esecutivo de-
stinato ad andare avanti. A sfiduciarlo po-
trebbero essere solo i mercati, non certo il
Parlamento, dove lopposizione peraltro
in questa fase di crisi ha interesse a la-
sciargli fare il lavoro sporco, al punto che
ieri Bersani lha praticamente detto: Berlu-
sconi vada a casa. Dopo la manovra...
Cos ognuno resta vincolato pi o meno
volentieri al proprio ruolo. Ecco perch
non fanno quasi pi notizia la confusione e
il nervosismo che regnano nel centrode-
stra e nemmeno i contrasti tra il premier e
Tremonti, che vivono da separati in casa. Il
modo in cui stata gestita lultima fase del
decreto economico ha alimentato il clima
di reciproci sospetti tra i due, e il passo fal-
so ha fatto gridare alla trappola il Cavalie-
re, restituendo ieri tatticamente al titolare
di via XX settembre un ruolo strategica-
mente perso dopo il vertice di Arcore, a
vantaggio proprio di Berlusconi e del duo
Alfano-Maroni, che aveva lavorato per arri-
vare a un compromesso con i governatori e
i sindaci sulla manovra.
Il premier in quelloccasione era tornato
il dominus del governo e dellalleanza, inte-
standosi labolizione del contributo di soli-
dariet e aprendo un varco allaccordo con
la Lega sulla revisione delle pensioni di
anzianit, oltre che sullabolizione delle
province. Ma quel risultato stato vanifica-
to dallidea di intervenire sui benefici previ-
denziali dovuti al riscatto del titolo di lau-
rea e del servizio militare. Un intervento
considerato iniquo dallopinione pubblica
tanto quanto la tassa per i redditi oltre i no-
vantamila euro, balzello che Berlusconi vo-
leva cancellare da due settimane, da quan-
do aveva ricevuto il risultato (disastroso)
di unindagine demoscopica in base alla
quale il suo indice di gradimento era preci-
pitato come il titolo di Lehman brothers,
trascinandosi appresso il Pdl.
da vedere se loperazione mediatica di
scaricare la responsabilit dellautogol su
Tremonti, Sacconi, Calderoli e alcuni leader
sindacali sar servita al premier per evitare
un ulteriore contraccolpo nei sondaggi, e
per attutire il danno dimmagine con Bru-
xelles e le cancellerie europee. Di sicuro que-
sto passaggio ha riproposto sulla scena il
ministro dellEconomia, che si sobbarcato
la gestione tecnica e parlamentare della ma-
novra, dopo aver scelto una linea aventinia-
na durata solo pochi giorni perch in Euro-
pa c la sua faccia (oltre quella di Berlusco-
ni) stampata sul decreto anti-crisi.
E comunque, dal passo falso del gover-
no, Tremonti ha trovato modo per sottoli-
neare la validit della sua impostazione,
uscita sconfitta al vertice di Arcore, quando
il ministro si opponeva ai cambiamenti del-
la manovra, cercando di difendere il testo
che aveva scritto: In questi casi aveva
detto servono rapidit di decisione e de-
terminazione nel portarla a compimento.
Tanto, se devi fare dei tagli, qualcuno lo
scontenti sempre. Peccato che i primi ad
essere scontenti erano Berlusconi e il Pdl,
sui quali sarebbe ricaduto (quasi) per inte-
ro il conto politico ed elettorale. Cos la li-
nea Maginot del titolare dellEconomia ave-
va ceduto.
Per quanto le correzioni alla manovra
continuino a provocare fibrillazioni, non
c dubbio che il decreto verr approvato,
che nonostante la pesantezza dellinterven-
to la maggioranza ha retto. Ma c chi, co-
me Alfano, oltre a lavorare per ricomporre
i rapporti nel partito e nella coalizione, ha
il difficile compito di recuperare il rappor-
to con la societ, dunque con gli elettori.
Labolizione del contributo di solidariet
ha portato qualche beneficio al partito di
cui segretario, visto che nei sondaggi il
Pdl fluttua adesso intorno al 26%. Lobietti-
vo drenare consensi dallarea che oggi
rappresenta la maggiore forza del Paese. Il
dato dellultimo report impressionante:
tra quanti si dicono indecisi, pronti ad aste-
nersi o a non votare, si supera
nettamente quota 40%.
Secondo le analisi svolte
nelle riunioni del Pdl, la crisi
sarebbe paradossalmente il
momento migliore per recu-
perare, perch si potrebbero
varare riforme strutturali,
dando unimmagine decisio-
nista della coalizione. Nessu-
no si illude infatti che il peg-
gio sia alle spalle, tutti riten-
gono che la recessione sia die-
tro langolo e che altri inter-
venti andranno fatti. Perci
centrale resta leconomia, per-
ci destinato a riproporsi il
braccio di ferro con Tremonti,
lunico che ancora insiste per
votare nel 2012. Alfano, e con
lui lo stato maggiore del Pdl,
hanno bisogno di tempo e
puntano al 2013, come Berlusconi, lintoc-
cabile. A cambiare il corso degli eventi ci
sarebbe come spiega il ministro Roton-
di una variabile: il referendumelettora-
le. Per evitarlo si potrebbe andare alle urne
lanno prossimo.
Francesco Verderami
RIPRODUZIONE RISERVATA
Labro Profumo con Casini e Rutelli
Sit-in e proteste davanti ai ministeri vuoti
Ieri i commercianti di
Padova, luned la Cisl
Tutti daccordo: cos non
bisogna andare a Roma
La proposta di Dini
Il premier e quei sondaggi preoccupanti
Sul Corriere Lintervento di Lamberto Dini
Sopra, la
protesta a
Monza. A
fianco, Bossi e
i ministri
allinaugurazio-
ne delle sedi
Gli economisti:
lo stop al debito
necessario
Il retroscena Ad Alfano il compito di recuperare il rapporto con gli elettori
italia: 515249535254
Codice cliente:
10 Primo Piano
Venerd 2 Settembre 2011 Corriere della Sera
#
Vorremmo pi seriet dal governo e compostezza dallintera classe
dirigente, che deve prendersi le sue responsabilit Raffaele Bonanni, Cisl
Attacco di Alemanno. E Confindustria: misure inadeguate

La Bindi firma per il referendum:


Giusta la mediazione Bersani,
simpatia ma senza schierare il Pd
Allarme di Formigoni
ROMA Alemanno di go-
verno ma molto pi di lotta, in
questa battaglia sentitissima
dagli enti locali contro la ma-
novra dellesecutivo. Il sinda-
co di Roma, nella sua veste di
presidente del consiglio del-
lAnci, visita la sede del Pd
bella e prestigiosa , insie-
me con gli altri amministrato-
ri incontra il segretario demo-
cratico Bersani, e poi, sempli-
cemente, boccia le modifiche.
Per lui gli emendamenti alla
manovra peggiorano la situa-
zione: I nuovi testi sono inac-
cettabili. Sono contrario alla fi-
ducia. Lemendamento per i
piccoli Comuni cos come
formulato, assolutamente
inaccettabile. Abbiamo chie-
sto lo stralcio ma questo nuo-
vo emendamento persino
peggiore del testo originario.
Una bocciatura su tutta la li-
nea arriva al governo anche da
Confindustria: A quasi un me-
se di distanza dal monito della
Bce la manovra che si sta fatico-
samente profilando appare de-
bole e inadeguata. Mancano le
misure strutturali. squilibra-
ta sulle entrate e non contiene
misure adeguate per la cresci-
ta. Rinvia i tagli ai costi della
politica, ma si tratta di tagli
non rinviabili. Per coniugare il
rigore dei conti e lindispensa-
bile crescita sono necessari in-
terventi sul sistema pensioni-
stico che ci portino a un livello
di vita lavorativa in linea con i
Paesi europei pi avanzati;
provvedimenti che riducano le
tasse su chi produce, lavoratori
e imprese, spostando il carico
su tutto il resto, nulla escluso;
privatizzazioni a partire dalle
societ di servizi pubblici loca-
li per liberarle dallingerenza
politica e recuperare efficien-
za. Tensione tra i sindacati: la
Cgil apprende da indiscrezio-
ni di un incontro clandesti-
no tra Cisl, Uil, Confindustria
e il ministro del Lavoro Sacco-
ni. La reazione della Cisl: La
Cgil inventa bugie. Sul palco
di piazza Navona Cisl, Uil e Ugl
si dicono contro la manovra e
criticano Susanna Camusso
per la scelta dello sciopero ge-
nerale. Lei non cambia idea:
Modifiche inique, confermia-
mo lo sciopero.
Gli amministratori locali so-
no tutti molto critici: dal gover-
natore della Lombardia, Rober-
to Formigoni federalismo
seppellito, il governo dica ai cit-
tadini che la situazione cos
grave da non poter pi garanti-
re il trasporto pubblico a
quello del Veneto, Luca Zaia,
che chiede un segnale di mo-
difica, di volont di migliora-
re. Il presidente del Lazio, Re-
nata Polverini, non ha dubbi:
Oggi si rompe la catena istitu-
zionale. Viene confermato un
taglio di 4,2 miliardi e non ci
viene neppure detto dove si re-
cuperano 1,8 miliardi. Temia-
mo che alla fine della fiera non
ci sia copertura nemmeno per
questi. Anche di fronte al di-
mezzamento avevamo detto
che saremmo stati in enorme
difficolt, per noi sarebbe stato
impossibile garantire i servizi.
In questa condizione non sap-
piamo veramente da che parte
cominciare.... Cos Alemanno
spiega che lAnci si rivolge a
tutti i parlamentari, maggioran-
za e opposizione, perch la si-
tuazione drammatica e va al
di l degli schieramenti politi-
ci. La posizione del sindaco di
Roma non troppo diversa da
quella del primo cittadino di
Milano, Giuliano Pisapia: Ve-
do che la manovra subisce cam-
biamenti ogni due ore e non so-
no certo cambiamenti migliora-
tivi. Lunica cosa che rimane so-
no i tagli agli enti locali. inac-
cettabile. I Comuni devono gi
far fronte alla riduzione di tra-
sferimenti, dovuta alle finanzia-
rie precedenti. Tutto questo
incomprensibile anche perch
mette a rischio servizi essenzia-
li per i cittadini. Un governo
che non ha coraggio delle pro-
prie azioni ma domanda agli
enti locali il gravoso compito
di fare i salti mortali con i pro-
pri bilanci, un governo che
non sa assumersi le proprie re-
sponsabilit. Il presidente fa-
cente funzioni dellAnci, Osval-
do Napoli: Non c pi la ridu-
zione della met dei tagli, da 6
a 3 miliardi, che era stata an-
nunciata. Rimangono 4,2 mi-
liardi di tagli e per la riduzione
di 1,8 miliardi non ci sono cer-
tezze di copertura, salvo un va-
go riferimento alla Robin Tax.
Il leader dei presidenti di Regio-
ne, Vasco Errani, parla di uno
squilibrio inaccettabile tra i ta-
gli allo Stato e quelli alle auto-
nomie. Il giudizio che diamo al-
lincontro con il governo ne-
gativo, non abbiamo avuto ri-
sposte. Dunque per lui, e for-
se per tutti gli amministratori
locali, la manovra va cambia-
ta. Altrimenti ci sar un con-
flitto istituzionale.
Alessandro Capponi
acapponi@rcs.it
RIPRODUZIONE RISERVATA
La manovra Le polemiche
ROMA Rosy Bindi (nella foto) si
schiera a favore del referendum
promosso dallex ministro Arturo
Parisi per il ritorno al cosiddetto
Mattarellum. Lannuncio che
firmer anche la presidente dei
democratici, vicepresidente della
Camera, il segno di una faticosa
mediazione per ricomporre le varie
anime del partito, divise sul sistema
di voto. Condivido la sintesi trovata da Pier Luigi Bersani e
firmer il referendum spiega la Bindi al coordinamento
del Pd . Dobbiamo avere simpatia e sostenerlo, ma senza
schierare il partito. Il problema che i democratici hanno
depositato una diversa proposta di legge e ora non
semplice conciliare due battaglie opposte. Il nodo politico,
a detta di alcuni analisti, il rapporto con lUdc di Pier
Ferdinando Casini, che preferirebbe un sistema
proporzionale che si avvicini a quello tedesco. Massimo
DAlema, presidente del Copasir, si dice daccordo con il
segretario sul fatto che il referendum sostenuto da Prodi e
Veltroni possa essere uno stimolo per una seria riforma
elettorale. Ma poi, senza giri di parole, avverte: Il ritorno
al Mattarellum un errore politico.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Legge elettorale
Enti locali contro la manovra
Emendamenti inaccettabili
I nodi
Il governo dica che la
situazione tanto grave
da non poter garantire il
trasporto pubblico locale
Province
Tra le novit nelle
modifiche alla manovra
bis c leliminazione
del taglio alle Province:
il provvedimento, in
base allaccordo di
Arcore, sar rinviato a
un ddl costituzionale
Comuni
I piccoli Comuni (nella
foto sopra, una protesta
dei sindaci) non
verranno soppressi ma
per loro scatta lobbligo
dellaccorpamento delle
funzioni a partire dalla
prima scadenza
elettorale successiva al
13 agosto 2012
I tagli
Dai 9,2 miliardi di tagli
agli enti locali nel
biennio 2012-2013 la
cifra, nella nuova
versione, passata a
4,2 miliardi
La lettera
La Conferenza delle
Regioni, lAnci e lUpi
chiedono con una
lettera un incontro
urgente con il
presidente del Senato
Renato Schifani e con la
Conferenza dei
capigruppo di Palazzo
Madama per discutere
la manovra economica.
Luned Regioni, Anci e
Upi manifesteranno a
Roma contro i tagli
italia: 515249535254
Codice cliente:
11 Primo Piano
Corriere della Sera Venerd 2 Settembre 2011
#
ROMA Le vittorie hanno
tanti padri, le sconfitte uno sol-
tanto. con questo ritornello
che, nel governo, sconfessano
limbarazzante testa coda con
cui si rottamato, in corsa, lo
stop ai riscatti previdenziali.
Un dietrofront che ha scatena-
to la reazione imbufalita di sin-
dacati e lavoratori e mandato
su tutte le furie il presidente
del Consiglio. Ma chi il pa-
dre di cotanta sconfitta? Dav-
vero la norma boomerang sul-
le pensioni, che ha fatto mi-
nacciare lo sciopero anche a
Cisl e Uil, va intestata al so-
lo Maurizio Sacconi? E Tre-
monti, allora? E Calderoli?
Investito da una violen-
ta tempesta, il responsabile
del Lavoro e delle Politiche
sociali ci rimasto male. Si
sentito ferito per i giudizi
impietosi dei colleghi e si
detto incredulo per le parole
che i giornali vicini al centrode-
stra hanno attribuito al pre-
mier. Lo stop ai riscatti un pa-
sticcio? Una roba da dilettan-
ti e irresponsabili? Il mini-
stro non vuole alimentare la po-
lemica e fa dire allufficio stam-
pa che il caso chiuso, ma
con i suoi si sfoga: In pubbli-
co Berlusconi non ha detto nul-
la, gli hanno messo in bocca pa-
role che non ha mai pronuncia-
to. Lega e sindacati si sono tira-
ti indietro e hanno lasciato me
sulla graticola.
Veneto coriaceo ma non cer-
to insensibile, Sacconi forse
pi dispiaciuto che arrabbiato.
Lo ha confidato allamico Giu-
liano Cazzola, il quale difende
la norma e attacca lesecutivo,
per il caos di una manovra
che si fa e si disfa nel retrobot-
tega di Palazzo Chigi: Se una
misura opportuna stata affos-
sata a colpi di demagogia spic-
ciola perch il governo non
stato in grado di spiegarla.
Chi ha sbagliato, onorevole Caz-
zola? Danno addosso a Sacco-
ni perch il Pdl in guerra, tut-
ti contro tutti spera in un go-
verno tecnico, il vicepresiden-
te della commissione Lavoro
della Camera . La maggioran-
za ha fatto un gran casino e
non un bellesempio di solida-
riet dare la colpa a Sacconi. E
poi lui nemmeno cera, luned
al vertice di Arcore....
Roberto Calderoli, che in
quella sede aveva dato il via li-
bera, si tirato indietro a tem-
po di record puntando il dito
su Sacconi. E cos hanno fatto i
sindacati con i quali il dialogo
pi forte. Brucia la presa di
distanza di Raffaele Bonanni
(Cisl), ferisce la freddezza con
cui replica Luigi Angeletti
(Uil): Ancora con questa sto-
ria di Sacconi? Loperazione
pensioni stata ritirata, anche
grazie alle nostre pressioni.
Ma lei e Bonanni non ne aveva-
te parlato con il ministro?
Non voglio tornare sulla que-
stione e non so chi ha costrui-
to quella norma, ma se il gover-
no laveva approvata la respon-
sabilit di tutti.
Maurizio Gasparri concorda
e difende Sacconi: Sono con-
trario a cercare il capro espiato-
rio. Perch buttare la croce ad-
dosso a lui? Al vertice cerava-
mo tutti, cerano Calderoli, Ber-
lusconi e cera anche Tremon-
ti. Nellentourage del mini-
stro dellEconomia, per, non
vogliono saperne nulla del pa-
sticciaccio brutto delle pensio-
ni e invitano a cercare allInps
gli autori dei calcoli sbaglia-
ti. E lo stesso Giulio Tremon-
ti, mentre lascia di ottimo umo-
re il Senato, liquida allungando
il passo la faccenda: Sacconi?
Mmmm.... Guido Crosetto in-
vece parla e dice che il respon-
sabile del Welfare doveva rico-
noscere lerrore: Ha sbagliato
a calcolare limpatto della misu-
ra, ma purtroppo assumersi le
responsabilit non di moda.
Il fronte non ancora chiuso
ed ecco che Sacconi si trova di
nuovo nel mirino. La Cgil fa tra-
pelare irritazione per un pre-
sunto incontro clandestino
tra il ministro e i vertici di Con-
findustria, Cisl e Uil. Non ser-
ve andare in soccorso di un mi-
nistro sotto schiaffo per il ten-
tato golpe sulle pensioni, at-
taccano da Corso Italia. E Con-
fcommercio parla di atto gra-
vissimo. Ma la Cisl smentisce
il vertice segreto e accusa la
Cgil di aver inventato di sana
pianta unaltra bugia.
Monica Guerzoni
mguerzoni@rcs.it
RIPRODUZIONE RISERVATA
LAnci in casa del Pd
Il leader del Pd Pier Luigi Bersani fra il
sindaco di Roma Gianni Alemanno (a destra)
e il numero uno dellAnci Osvaldo Napoli
(a sinistra) ieri nella sede
del Partito democratico
La maggioranza ha fatto un gran casino e non un
bellesempio di solidariet incolpare Sacconi Giuliano Cazzola, Pdl
Germania
La legge tedesca, per il reato di
evasione fiscale, prevede una
pena detentiva fino a cinque anni
o, in alternativa, una sanzione. In
casi particolarmente gravi la pena
pu essere elevata fino a 10 anni
di carcere

Cina
La Cina ha da poco cambiato legge
per gli evasori: fino a febbraio si
rischiava la pena di morte, ora
prevista una pena fino a 7 anni di
reclusione e una multa pari a 5
volte lammontare dellevasione se
questa supera il 30% del dovuto
Il confronto
Stati Uniti
Negli Usa per gli evasori sono
previsti il carcere e forti sanzioni. Il
mancato versamento volontario
delle tasse prevede sino a 5 anni di
detenzione e multe fino a 100 mila
dollari, pene fino a 3 anni per le
false dichiarazioni sui rimborsi
Gran Bretagna
In Gran Bretagna le pene sono pi
soft: levasione fiscale
perseguita sia a livello civile sia
penale, ma (nel caso venga
accertata) di norma si impone al
trasgressore il pagamento della
cifra evasa pi gli interessi
Carcere
e sanzioni
elevate:
ecco le misure
adottate
da alcuni
grandi
Paesi
contro
levasione
fiscale
Si continua a procedere unilateralmente, oggi si rompe
la catena istituzionale Renata Polverini, Presidente della Ragione Lazio
Pensioni, ira di Sacconi:
Messo sulla graticola
da Lega e sindacati
Scontro sulla paternit del provvedimento
La scheda
Da Pacifico a Sofia Loren
In Italia lavvocato Pacifico fece il
bullo: Emb, so un evasore...
e in cella fin soltanto Sofia Loren
Colletti bianchi in cella e blitz nelle ville:
la dura vita dellevasore dAmerica
SEGUE DALLA PRIMA
Nel tentativo disperato di evitarle il car-
cere, il suo legale Alan Dershowitz, lavvo-
cato delle celebrit, disse allultimo mo-
mento che in cambio della libert la sua
cliente era pronta a risolvere da sola il
problema dei senzatetto ed era disposta
a regalare alla citt di New York tutti i suoi
alberghi. Niente da fare: quattro anni di
galera. Ridotti solo successivamente e a ca-
ro prezzo. Ma dopo un anno e mezzo in pe-
nitenziario.
Non si scherza, in America, su queste co-
se. Basti leggere il libro La corruzione in
Italia scritto con Grazia Mannozzi da Pier-
camillo Davigo, dove il magistrato protago-
nista di Mani Pulite racconta della sua visi-
ta al carcere di Butner, nel North Carolina,
dove stato rinchiuso fra gli altri Bernie
Madoff, lex presidente del Nasdaq: La co-
sa che per prima mi colp fu che tutti i dete-
nuti sono in uniforme e quando passa una
guardia scattano dicendo nome e numero
di matricola: "Smith John, matricola 324,
signore!". La seconda che il lavoro obbli-
gatorio: Il direttore mi spieg che faceva-
no camicie per le forze armate e occhiali
da vista per i veterani a riposo. Mi pareva
impossibile. (...) "Guardi", mi disse, "qui
da noi i detenuti non possono ricevere sol-
di o pacchi dai parenti: possono comprare
qualcosa solo col denaro che si guadagna-
no da soli, qua dentro". La terza che se un
carcerato sgarrava poteva pagarla cara:
Se uno cresciuto al sole della Louisiana,
per esempio, non si trova tanto bene in
Alaska.
Serial killer? Terroristi? Rapinatori? No,
rispose il direttore al giudice italiano:
Grossomodo la met dentro per traffico
di stupefacenti, laltra met composta da
colletti bianchi. Vale a dire? Evasori. Pre-
valentemente evasori fiscali. E davanti al-
lo stupore dellinterlocutore, rimasto a
bocca aperta, luomo aggrott le sopracci-
glia e spieg con solenne severit: Sa,
hanno mentito al popolo americano. Per
terra, disegnata sui pavimenti, cera una li-
nea gialla: Se un detenuto la passa sparia-
mo.
Barbarie!, dir inorridito qualcuno
che tutti i giorni, al contrario, si riempie la
bocca esaltando lAmerica, i valori america-
ni, il modello americano. Il fatto che lag-
gi lidea che le tasse vanno pagate quale
che sia il partito che domina il Congresso
o quale che sia il presidente che sta alla Ca-
sa Bianca, centrale nel rapporto fra i citta-
dini e lo Stato. Rubare sulle tasse, l, non
una prova di furbizia: un atto criminale.
In Italia lavvocato Attilio Pacifico, uno dei
protagonisti del processo Sme, arriv a fa-
re il bullo sfidando tutti: Emb? So un
evasore. Allora? Qual er probblema?. In
America sarebbe considerato un nemico
della societ. E trattato come tale.
Un esempio? Le autorit federali assedia-
rono per mesi, quattro anni fa, una coppia
di anziani evasori che si era asserragliata
in una casa-fortezza con tanto di torretta
di avvistamento nel New Hampshire dopo
una condanna a cinque anni di carcere per
non avere pagato le tasse federali. Esatta-
mente come se avessero rapinato una ban-
ca o sequestrato qualcuno.
Un paio di numeri? Nei primi due anni
della legge manette agli evasori voluta
da Franco Reviglio, padre dello scontrino
fiscale, furono arrestate in totale 93 perso-
ne. Poi tutto evapor allitaliana. Tanto
pi che nel 1988 una sentenza della Cassa-
zione, su ricorso dellimprenditore Paolo
Meneghin imputato di non aver tenuto il
registro delle fatture per un anno, disse
che anche i reati fiscali per cui era previsto
larresto potevano essere sanati con una
oblazione. Le conseguenze erano immagi-
nabili: tana libera tutti. Negli States, al con-
trario, fra il 2000 e il 2005 gli evasori finiti
in carcere sono stati 9.581. Pi altri 998 nel
2006 e 1.112 nel 2007 per i soli reati fiscali
federali. A tutti questi, per capirci, vanno
aggiunti quelli finiti in galera Stato per Sta-
to, dalla California al Massachusetts. Con-
danna media: 30 mesi a testa. Ancora pi
dura la pena per i manager delle imprese
colpevoli di avere evaso il fisco: 37 mesi. E
vanno dentro sul serio. Gi dopo la con-
danna in primo grado. Mica dopo anni di
attesa della Cassazione. Sperando magari
in un condono.
Da noi, che si sappia, andata in galera
davvero solo Sofia Loren, che nel 1982 fu
costretta a costituirsi (Colpa del mio fisca-
lista. Mai pensato di non pagare le tasse)
e fu rinchiusa nel carcere di Caserta 17
giorni. Oltre Oceano, il divo di Hollywood
Wesley Snipes, condannato a 3 anni per
evasione fiscale, dal 9 dicembre 2010 nel
carcere di McKean a Bradford, in Pennsyl-
vania da dove dovrebbe uscire, salvo scon-
ti di pena (auguri) il 19 luglio 2013.
Giustizia da cowboys? No, non succede
solo in America. Ma in diversi altri Paesi
dove lo Stato uno Stato che esige rispet-
to. Tra gli altri, citiamo la Germania. Dove
il governo scopr nel febbraio 2008 i contri-
buenti con conti illegali allestero andando
per le spicce. Cio comprando con quattro
milioni e mezzo di euro da Heinrich Kie-
ber, un ex dipendente della banca del Lie-
chtenstein, un elenco di 4.527 clienti del
Principato: una cosa che, fosse successa da
noi, apriti cielo! Ancora pi interessante,
per capire, larresto spettacolare del po-
tentissimo Klaus Zumwinkel, allora ammi-
nistratore delegato delle Poste. Che venne
ammanettato per evasione fiscale dopo
unirruzione allalba nella sua lussuosa vil-
la a Colonia, da parte di decine di agenti
speciali. Avrebbero potuto arrestarlo in
maniera meno scenografica e pi sobria?
Sicuro. Ma era in ballo qualcosa che nei Pa-
esi seri determinante: laffermazione che
lo Stato, per far rispettare la legge, non
guarda in faccia a nessuno.
Gian Antonio Stella
RIPRODUZIONE RISERVATA
Le critiche della Cgil

Il ministro
Nato a Conegliano Veneto
(Treviso) il 13 luglio 1950,
laureato in Giurisprudenza,
Maurizio Sacconi (foto)
docente a contratto di
Economia del lavoro a Tor
Vergata. stato deputato
dal 79 al 94, senatore e
capogruppo in Commissione
lavoro per Forza Italia dal
2006 al 2008, pi volte
sottosegretario (anche nel
primo governo Amato).
ministro del Lavoro dal 2008
La polemica
A Sacconi, che luned scorso
al supervertice di Arcore non
era presente, stata
attribuita la paternit del
provvedimento in materia
pensionistica che prevedeva
lo stop del riscatto ai fini
previdenziali degli anni di
universit o di servizio
militare. Misura criticata al
punto da costringere il
governo a un brusco
dietrofront, ma sulla quale in
un primo momento pare che
nessuno avesse eccepito
La storia Da Madoff alla guerra tedesca sui conti illegali in Liechtenstein: dove non pagare le tasse un tradimento allo Stato
Anche la Cgil attacca
il ministro del Lavoro:
andato a un incontro
segreto con Cisl e Uil
Il caso Lo sfogo del responsabile del Welfare
italia: 515249535254
Codice cliente:
12
Venerd 2 Settembre 2011 Corriere della Sera italia: 515249535254
Codice cliente:
La strategia dellaccusa Il presidente del Consiglio pu scegliere quando e dove essere ascoltato ma non pu sottrarsi
ROMA Prossimamente, forse
gi la settimana ventura, i pubblici
ministeri di Napoli che indagano
sulla presunta estorsione a Silvio
Berlusconi chiederanno di ascoltare
il presidente del Consiglio come
parte offesa. Potr scegliere data
e luogo dellincontro (il codice pre-
vede che avvenga nella sede del go-
verno), ma non se rispondere o me-
no alle domande degli inquirenti,
come ha fatto quando s trovato
nelle vesti di indagato o di testimo-
ne inquisito in procedimenti con-
nessi.
Per i sostituti procuratori Vincen-
zo Piscitelli, Francesco Curcio ed
Henry John Woodcock quasi una
mossa obbligata, perch da quella
testimonianza potranno arrivare ri-
scontri o smentite alla ricostruzione
fatta finora. Dopo che il settimanale
Panorama, di propriet della Mon-
dadori e quindi di Berlusconi, ha an-
ticipato la notizia dellindagine na-
poletana, il premier ha spiegato allo
stesso giornale che non ci fu alcun
ricatto ai suoi danni ma solo il suo
desiderio di aiutare una persona e
una famiglia con bambini in gravis-
sime difficolt economiche. Una
versione che non pu bastare ai pub-
blici ministeri, i quali probabilmen-
te estenderanno le loro domande ai
rapporti tra il presidente del Consi-
glio e il presunto estorsore Valter La-
vitola.
In particolare c un episodio che
ha destato sospetti e che gli inqui-
renti intendono chiarire: come mai
il 5 luglio scorso il giornalista-im-
prenditore si sia attivato per recapi-
tare al premier dei telefoni "sicu-
ri", cio con schede sudamericane
con i quali evidentemente il Lavito-
la, ignaro di essere proprio lui sotto
controllo, ritiene di poter parlare
tranquillamente. La consegna av-
venne attraverso Alfredo, stretto
collaboratore del presidente Berlu-
sconi, e quando Lavitola ordina al
suo assistente Rafael di portare gli
apparecchi si preoccupa di precisa-
re che il materiale va consegnato
personalmente ad Alfredo e di dire,
nel caso fosse necessario, che la co-
sa stata direttamente concordata
con il presidente. Con Rafael, Lavi-
tola si raccomanda: Ovviamente,
non far vedere che sono telefoni!
Mettili in un pacchetto chiuso... ma-
gari toglili dalle scatole... Mettili in
una cartellina, in un raccoglitore, in
qualche cosa che non si veda che co-
sa sono!.
Alfredo luomo che la sera del 13
luglio prende un telefono (forse pro-
prio uno di quelli considerati sicu-
ri), chiama Lavitola e poi gli pas-
sa il capo del governo. molto
probabile che anche Alfredo
sia chiamato a testimoniare
nellinchiesta, cos come
in tempi brevi sar ascol-
tata Marinella Brambilla,
da molti anni responsa-
bile della segreteria per-
sonale di Silvio Berlusco-
ni e oggi funzionario del-
la presidenza del Consi-
glio. La donna dovr ri-
spondere sulla interlocu-
zione privilegiata che ave-
va con Lavitola, ma soprat-
tutto sulle consegne di dena-
ro camuffato in fotografie nelle
conversazioni intercettate, di cui
si occupava personalmente. Mari-
nella, ad esempio, che il 23 giugno
risponde a una telefonata di Lavitola
e dice: Ok, allora riusciamo a stam-
pare dieci foto, mandami... chi mi
mandi il solito Juanino tuo?. Gli in-
quirenti non hanno dubbi che quel-
le dieci foto da stampare fossero in
realt centomila euro.
Tra i testimoni che presumibil-
mente dovranno sfilare davanti ai
pubblici ministeri ci sono anche gli
avvocati di Tarantini e dello stesso
Berlusconi: Giorgio Perroni, Nicola
Quaranta e Nicol Ghedini. Da alcu-
ne telefonate emerge secondo
laccusa che i legali fossero a co-
noscenza dei cospicui, ingiustifica-
ti e illeciti pagamenti di Berlusconi
a Tarantini, e il giudice dellindagi-
ne preliminare ipotizza scenari an-
cor pi inquietanti che devono esse-
re chiariti attraverso nuove indagi-
ni. Il magistrato sottolinea lac-
certato e obiettivo "coinvolgi-
mento" dei difensori del Ta-
rantini nonch di quello
della persona offesa (cio
Berlusconi, ndr), avvoca-
to Nicol Ghedini, e
spiega che il rilievo da
attribuire a quel coinvol-
gimento devessere va-
lutato alla luce delle ul-
teriori investigazioni.
Infine giustifica il divie-
to temporaneo dincon-
tro con i difensori impo-
sto agli arrestati, non po-
tendo escludersi il pericolo
che i patrocinatori, a prescin-
dere da chi sar nominato, siano
veicolo di manovre inquinanti.
Gio. Bia.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Invitata a Palazzo Grazioli
Patrizia DAddario, lescort pugliese che
stata portata dallimprenditore
Gianpaolo Tarantini a Palazzo Grazioli
(foto Ap)
400
500 mila euro, altri 20 mila al mese
Pagato anche laffitto. Lavitola latitante
mila euro la somma che Lavitola
avrebbe trattenuto
Ai Parioli
Tarantini e la moglie
Angela Devenuto (foto
sotto) sono stati
arrestati nella loro
casa romana ai Parioli
Soldi
Nelle intercettazioni
Tarantini lamenta di
trovarsi senza soldi.
Gli inquirenti
annotano che la
coppia vive in
affanno
economico
La coppia
La minaccia
NAPOLI Allalba di ieri a
Roma, in un lussuoso apparta-
mento dei Parioli, quando la
polizia ha bussato alla porta
dellabitazione di Gianpaolo
Tarantini e di sua moglie An-
gela Devenuto e li ha arrestati
entrambi per estorsione, si
di fatto aperto un nuovo capi-
tolo giudiziario di cui il prota-
gonista il presidente del
Consiglio Silvio Berlusconi.
Che stavolta, per, non accu-
sato di nulla, non indagato:
la vittima. Lestorsione con-
testata allimprenditore bare-
se che a Berlusconi forniva
prostitute per le feste a Palaz-
zo Grazioli, a sua moglie e a
Valter Lavitola editore-di-
rettore del giornale lAvanti,
nonch commerciante ittico
in Centro America, pure lui
destinatario di unordinanza
di custodia cautelare con le
stesse accuse ma prudente-
mente riparato da tempo al-
lestero sarebbe stata mes-
sa in piedi dai tre nei confron-
ti del premier, inducendolo a
pagare una tangente di cin-
quecentomila euro e a sovven-
zionare Tarantini e famiglia
con versamenti mensili di
ventimila euro (tra cui laffit-
to) per le spese ordinarie, per
evitare che il suo ex amico
cambiasse strategia difensiva
nel processo che lo vede im-
putato a Bari per sfruttamen-
to della prostituzione, e ai giu-
dici facesse racconti diversi
da quelli in cui ha sempre so-
stenuto che le prestazioni del-
le ragazze che portava a casa
di Berlusconi le pagava di ta-
sca sua, senza che il premier
ne sapesse nulla, anzi, tenen-
dolo completamente alloscu-
ro dellattivit di quelle occa-
sionali ospiti di Palazzo Gra-
zioli.
Uno scenario inedito nel pa-
norama delle inchieste in cui
compare il nome del capo del
governo. A disegnarlo sono i
pm di Napoli Vincenzo Pisci-
telli, Francesco Cur-
cio e Henry John
Woodcock, gi tito-
lari il primo dellin-
chiesta sullex con-
sigliere del mini-
stro Tremonti, Mar-
co Milanese, e gli
altri due di quella
sulla cosiddetta P4
di Luigi Bisignani e
del deputato pdl Al-
fonso Papa. stato
nellambito di que-
ste indagini che
finito sotto control-
lo il telefono di Val-
ter Lavitola, che
usava unutenza pa-
namense e una la
forn anche a Berlu-
sconi, ritenendole
secondo i magistra-
ti non intercettabi-
li. E invece ascol-
tando le sue con-
versazioni con Ta-
rantini e la Devenuto e con la
segretaria di Berlusconi Mari-
nella Brambilla nonch in
una circostanza con lo stesso
Berlusconi gli inquirenti si
sono convinti dellazione com-
piuta dai tre indagati ai danni
del premier.
Lavitola emerge come la fi-
gura centrale di questa vicen-
da. Tarantini, dopo la storia
di Patrizia DAddario (la pro-
stituta barese da lui ingaggia-
ta e che registr il suo incon-
tro con Berlusconi), non ha
pi avuto frequentazioni e
contatti diretti con il presiden-
te del Consiglio, e allora si ri-
volgeva al comune amico af-
finch gli portasse i suoi salu-
ti e i suoi messaggi. E con La-
vitola si sentiva abitualmente
al telefono la segretaria di Ber-
lusconi. Facevano discorsi ap-
parentemente poco compren-
sibili, parlavano di foto che la
Brambilla diceva di poter
stampare o meno e, in caso af-
fermativo, Lavitola mandava
qualcuno a ritirare. Nel lin-
guaggio criptico e convenzio-
nale adottato dai due, logget-
to reale di tali conversazioni
da ritenersi senzaltro costitui-
to da consistenti somme di da-
naro contante, scrive il gip
Amalia Primavera nellordi-
nanza di custodia cautelare. E
a conferma di questa tesi il
giudice delle indagini prelimi-
nari sottolinea come lo stesso
Lavitola in successivi colloqui
telefonici con persone da lui
incaricate di recapitare ai Ta-
rantini quanto ritirato dalla
segretaria di Berlusconi (sono
indagati anche il cugino Anto-
nio Lavitola e il collaboratore
Fabio Sansivieri), parli non
pi solo di fotografie ma an-
che esplicitamente di denaro.
In una fa riferimento a cento-
mila euro da far arrivare alla
Devenuto, e secondo gli inqui-
renti si tratterebbe di un quin-
to dei cinquecentomila euro,
il resto Lavitola avrebbe tratte-
nuto per s.
Infatti di questo pagamen-
to, concordato tra Berlusconi
e Tarantini durante un incon-
tro avvenuto nel marzo scor-
so, dopo due anni in cui i due
non si vedevano (in agosto
poi ce ne sarebbe stato un al-
tro), limprenditore barese sa-
rebbe venuto a conoscenza
non da Lavitola ma dal suo di-
fensore Giorgio Perroni, che
lo avrebbe saputo dallavvoca-
to del premier Nicol Ghedi-
ni. lo stesso Tarantini a so-
stenerlo nella memoria difen-
siva che aveva preparato do-
po che il settimanale Panora-
ma aveva anticipato linchie-
sta di Napoli. Una memoria in
cui si difende dallaccusa di
estorsione e sostiene che il
premier lo ha aiutato soltanto
perch sapeva delle sue diffi-
colt economiche sopraggiun-
te dopo i guai giudiziari.
Fulvio Bufi
RIPRODUZIONE RISERVATA
I telefoni sicuri
Linchiesta di Napoli Gli arresti
Le fotografie
Premier ricattato
Tarantini arrestato
assieme alla moglie
Le escort
Secondo
gli inquirenti
Tarantini avrebbe
ricevuto il
compenso per
mentire sulla
consapevolezza
del premier di aver
fatto entrare a
Palazzo Grazioli, a
Roma, delle escort.
Per i pm ci
sarebbero anche le
prove che Lavitola
ha trattenuto per
s una parte delle
somme estorte
Il processo
Dietro lestorsione i
rischi legati a un
eventuale cambio
di strategia
processuale da
parte di Tarantini,
accusato a Bari di
favoreggiamento e
sfruttamento della
prostituzione
rispetto a una
molteplicit di
giovani donne,
scrivono i
magistrati,
tra cui Patrizia
DAddario
Laccusa
Unestorsione da
500 mila euro ai
danni di Silvio
Berlusconi. il reato
ipotizzato dalla
Procura di Napoli
contro limprenditore
pugliese Gianpaolo
Tarantini, 36 anni, la
moglie Angela
Devenuto, 34,
arrestati a Roma, e il
direttore ed editore
de L'Avanti,
Valter Lavitola,
ieri allestero
Nelle intercettazioni,
secondo gli inquirenti, i
soldi erano indicati come
fotografie da stampare
Tra i punti da chiarire anche
lepisodio dei telefoni
sicuri, con schede
sudamericane, fatti avere
dal direttore dellAvanti
allo staff del Cavaliere
La cifra
trattenuta
Limprenditore avrebbe
minacciato di cambiare
strategia nel processo
barese sulle escort
La mossa dei pm: sentire Berlusconi come parte offesa
Imprenditore Gianpaolo Tarantini, ieri prima di entrare a Poggioreale (Laporta/Controluce)
Lindagine
Vietati alla coppia in cella i colloqui con i legali: Possibili manovre inquinanti
13 Primo Piano
Corriere della Sera Venerd 2 Settembre 2011 italia: 515249535254
Codice cliente:
14 Primo Piano
Venerd 2 Settembre 2011 Corriere della Sera
#
DAL NOSTRO INVIATO
NAPOLI - Sabina sistemata
tutta la vita, se vedi la sua casa dici
non possibile perch sembra la ca-
sa di Onassis... Lele Mora ha avuto 4
milioni di euro e Emilio Fede se n'
intascati 800... Ed io non ho mai chie-
sto un c...! Io sono sempre andato,
attraverso te, con i piedi di piom-
bo... Ora mi fai and a parl con lui,
perch io sono sicuro che io e lui, da-
vanti, da soli, a me lui non mi d
500, perch lui mi conosce, sa che
Gianpaolo Tarantini prende i soldi
dallEni, prende i soldi da Finmecca-
nica... lui lo sa che io li prendo, a me
ne servono 5 domani? Lui lo sa che
io ne prendo 20, perch lui lo sa co-
me so capace io a prenderli i soldi,
io li rid tutti e 5. il 17 luglio scor-
so. Gianpaolo Tarantini ha appena
scoperto che Valter Lavitola ha pre-
so da Berlusconi 500 mila euro desti-
nati a lui, ma gliene ha consegnati
soltanto 100 mila. Lo chiama e al te-
lefono la sua rabbia esplode. Lavito-
la in Sudamerica, Tarantini insiste
perch gli faccia incontrare il pre-
mier. La Sabina di cui parla dovreb-
be essere la Began, soprannominata
lApe regina proprio per essere stata
una delle favorite del presidente
del Consiglio. Fu proprio lei pi
volte indicata come una delle reclu-
tatrici per le feste a palazzo Grazioli
e a Villa Certosa a far incontrare
limprenditore barese con Berlusco-
ni. E Tarantini la prende ad esempio
per quello che anche lui vuole otte-
nere. Una strategia che condivide
con sua moglie Nicla, visto che la
donna indicata nellordinanza co-
me amante di Lavitola racconta
nelle conversazioni intercettate di es-
sere gi stata nella residenza roma-
na di Berlusconi per avere soldi e
chiede di poterci tornare. Un piano
andato a buon fine visto che co-
me rivela Tarantini nel memoriale
che sar consegnato oggi ai magi-
strati di Napoli dal suo nuovo legale
Alessandro Diddi con Berlusconi
ci sono stati due incontri oltre a quel-
lo con la moglie: uno a marzo, laltro
agli inizi di agosto proprio per otte-
nere lintera cifra.
Lele Mora gli fa schifo
Nella telefonata del 17 luglio Ta-
rantini rivendica di voler trattare di-
rettamente con Berlusconi, ma Lavi-
tola cerca di convincerlo a non fare
mosse azzardate, sottolineando co-
me un incontro ci sia gi stato.
Lavitola: Gianp scusa, ma noi ci
siamo andati e quello l ti ha fatto
cos.
Tarantini: E tu gli hai detto 500,
perch se parlavo io gli chiedevo 3
milioni e quello diceva "si". Ti assicu-
ro.
Lavitola: Gianp se tu gli chiedi 3
milioni, quello ci cacciava fuori a tut-
ti e tre
Tarantini: Ma che cosa dici? Ma
tu non... con chi stai parlando, ma
tu lo conosci a quello?
Lavitola: no, io non lo conosco,
per fortuna che lo conosci tu
Tarantini: e allora agli altri s e a
me no? Io so il coglione de tutta la
storia?
Lavitola: ma no, Gianp io non ci
credo agli altri, di tutte queste...
Tarantini: come non ci credo...
stanno negli atti i bonifici a Lele Mo-
ra
Lavitola: ma lascia perdere, ma tu
lo sai qual il rapporto di Lele Mora
con lui o non lo sai?
Tarantini: quale, che gli faceva
schifo, te lo dico io che vivevo l den-
tro, io dormivo a casa sua... gli face-
va schifo, gli faceva vomitare
Lavitola: vabb Gianp, lascia st,
allora chai ragione tu.
Tarantini: allora la casa di Sabina
una finta. Cio, la casa di Sabina,
dove vive ora, finta.
Lavitola: ma non lo so, io la casa
di Sabina non lo so, comunque io ti
dico che per quella che la mia espe-
rienza, tu vai l e gli vai a chiedere
tre milioni, quello ti caccia fuori a pe-
date.
Tarantini: ma io non glieli chie-
do. Io a lui gli voglio dire una cosa,
mi voglio mettere di fronte e gli vo-
glio dire: Presid io non cho una
lira, sono disperato, sto facendo sta
c... di operazione, non ci sta, nel frat-
tempo, per favore, mi vuoi mantene-
re come Cristo comanda, senza ave-
re rotture di c..... di nessun genere?
Mi deve dire: No? Io non ci credo
Lavitola: Gianp, quello che cosa
ti deve dire? Ti deve dire: lo sto fa-
cendo, com vero che lo sta facen-
do
Tarantini: oh! Ma io non voglio
avere rotture di c...
Tarantini si mostra preoccupato
di avere subito i 500 mila euro. Lavi-
tola gli assicura di averli messi su
un conto chiuso in Uruguay. Taran-
tini lo invita a non sottovalutarlo:
Ricordati che io a ventanni andavo
in barca con DAlema e a trenta dor-
mivo da Berlusconi
Tre incontri dal premier
Nel memoriale Tarantini racconta
di aver conosciuto Lavitola perch
i nostri figli vanno a scuola insie-
me e di avergli manifestato le sue
difficolt economiche. Ammette di
aver ottenuto i 20 mila euro al mese
e poi dice di aver chiesto di vedere
Berlusconi anche se cerca di negare
ogni intento ricattatorio. Poi raccon-
ta nel dettaglio i tre incontri: Il pri-
mo fu organizzato nel novembre
2010 a palazzo Grazioli e partecip
soltanto mia moglie; Berlusconi si
mostr dispiaciuto per il clamore
mediatico subito dalla mia famiglia.
Inizialmente il ruolo di Lavitola mi
sembr genuino, poi assai meno sin-
cero. Limpossibilit di parlare diret-
tamente con il Presidente, per molte-
plici e intuitive ragioni, mi ha co-
stretto a usarlo come tramite. A mar-
zo 2011, dopo molte insistenze, ci ac-
compagn ad Arcore. Io ero emozio-
natissimo e lo ringraziai per gli aiuti
che ci faceva pervenire. Il terzo in-
contro avviene a palazzo Grazioli, Ta-
rantini ha saputo pochi giorni prima
che Lavitola si tenuto 400 mila eu-
ro: Chiesi personalmente scusa al
Presidente per aver dubitato della
sua generosit. Mi conferm di aver
dato gi da tempo la somma a Lavito-
la, dando immediatamente incarico
di consegnarla a mia moglie che po-
teva iniziare unattivit lavorativa.
I pm di Bari e la DAddario
Nella conversazione del 17 luglio
Tarantini si mostra informato su
quanto accade a Bari per linchiesta
in cui indagato per favoreggiamen-
to della prostituzione per aver porta-
to trenta ragazze a pagamento alle
feste di Berlusconi nel 2009. Il gior-
no precedente sul quotidiano Libe-
ro stata pubblicata unintervista a
Patrizia DAddario che dice di essere
stata usata per danneggiare Berlu-
sconi.
Tarantini: stato fatto per non
chiudere le indagini, per non manda-
re lavviso di conclusione, cos non
escono intercettazioni.
Lavitola: che centra questo?
Tarantini: perch cos riapre il ca-
so, riapre lindagine.
Lavitola: il pm?
Tarantini: e certo!
Lavitola: emb, che vantaggio
ha il pm a riaprire le indagini, scusa.
Tarantini: no, il vantaggio ce lab-
biamo noi. Lha fatto apposta Lauda-
ti (il procuratore di Bari ndr) questo,
perch, si sono messi daccordo: nel
momento in cui riaprono l'indagine
e non mandano lavviso di conclusio-
ne, non escono ... non diventano
pubbliche le intercettazioni.
Lavitola: ah, dici tu.
Tarantini: s e pure Nicola lha
detto, pure Perroni lha detto oggi.
Le ragazze e i soldi
Il Nicola di cui parla Tarantini
lavvocato Nicola Quaranta che lo
difende insieme al collega Giorgio
Perroni. Di loro Tarantini parla in al-
tre due conversazioni agli inizi del
luglio scorso proprio con riferimen-
to ai rapporti con il Procuratore.
Tarantini: ho parlato ora con Ni-
cola, di Bari, lavvocato che ha parla-
to laltro giorno... ti dissi che andava
a parlare al Capo... l c un proble-
ma grosso... per telefono come fac-
cio a dirti ste c... di cose... hanno fat-
to un putiferio... hanno trascritto tut-
to, cosa che non dovevano fare...
Lavitola: ah...
Tarantini: le mie e le sue e quello
lui, il Capo stava cacato nelle mutan-
de, ha detto ti prego, aiutatemi... al-
lora siccome questo dice che non se
la pu pi tenere questa cosa finale,
la deve per forza mandare... e se v...
dice che non quello che uscito il
mese scorso, due... sei mesi f, dice
che sono terrificanti... gli ha spiega-
to anche tutto gliele ha letto, si
molto aperto, gli ha detto tutto... tu
mi devi fare un piacere, perch tra
l'altro lui gli ha detto a Nicola che lui
non poteva farlo, o meglio non sape-
va come farlo, di avvisare lavvocato
di Milano, di Roma, quello mio...
Lavitola rifiuta e in una successi-
va conversazione Tarantini, riferen-
dosi al procuratore aggiunge: Lui
ha detto a Nicola che il suo ruolo
fallito perch lui era convinto di ar-
chiviarla. E poi spiega perch sono
preoccupati per le intercettazioni di
Bari che si riferiscono a Berlusconi:
Ci sono telefonate tra me e le ragaz-
ze in cui loro mi dicono che lui il
giorno prima gli ha dato i soldi.
Fiorenza Sarzanini
RIPRODUZIONE RISERVATA

Tre incontri
con Silvio, mi
scusai per aver
dubitato della
sua generosit
Volevo dirgli:
sono disperato,
mi vuoi
mantenere come
Cristo comanda?
Lui sa che prendo i soldi da Eni e Finmeccanica, a me ne servono 5 per
domani, io sono capace a prenderli, poi li rid tutti e 5 Gianpaolo Tarantini
Sabina e Lele, tutti sistemati
Adesso Silvio parli con me

Lele Mora
Linchiesta di Napoli Le accuse
Antonio Laudati
In una telefonata Tarantini parla
con Lavitola del procuratore capo
di Bari Laudati e dellinchiesta sulle
escort. Dice: Ha detto a Nicola
che il suo ruolo fallito perch lui
era convinto di archiviarla
Emilio Fede
Sabina Began
Le intercettazioni / Tarantini
Le somme
Lordinanza
rivela: a
Tarantini
versamento
occulto di
circa 20 mila
euro al mese.
Pi un una
tantum di 500
mila euro. Ma
ne ricevette
solo 100 mila:
Lavitola si
sarebbe
appropriato
del resto.
(a sinistra il
documento e i
dettagli)
Al telefono Tarantini spiega a
Lavitola che a Berlusconi Lele
Mora gli faceva schifo, te lo
dico io che vivevo l dentro, io
dormivo a casa sua... gli faceva
schifo, gli faceva vomitare
Tarantini e Lavitola al telefono.
Si parla dei soldi dati dal
presidente del Consiglio. Dice
Tarantini: Lele Mora ha avuto
4 milioni di euro ed Emilio Fede
se n' intascati 800 mila
La Sabina delle telefonate fra
Lavitola e Tarantini dovrebbe
essere la Began, amica di Silvio
Berlusconi. Dice Tarantini: Si
sistemata per la vita, se vedi la sua
casa... sembra la casa di Onassis
italia: 515249535254
Codice cliente:
15 Primo Piano
Corriere della Sera Venerd 2 Settembre 2011
#
ROMA Giocava su tanti tavoli, il qua-
rantacinquenne giornalista-imprenditore
Valter Lavitola, accusato di estorsione ai dan-
ni del presidente del Consiglio Silvio Berlu-
sconi, del quale si proclamava amico e protet-
tore. E chiss se ora, dalla latitanza in Sud
America, sta continuando qualche partita.
Quel che certo, secondo laccusa, che ne-
gli ultimi mesi ha trafficato per tenere sulla
corda i due terminali del ricatto messo in pie-
di per lucrare il maggior guadagno possibile.
Da un lato il proprietario e direttore della
testata Avanti!, che fu organo del Psi, si ado-
perava per aumentare le ansie giudiziarie del
premier, e dallaltro provava a dirigere a pro-
prio vantaggio le mosse processuali di
Gianpaolo Tarantini, divenuto famoso per
aver accompagnato donne a pagamento nel-
le residenze del capo del governo. E che al
capo del governo poteva e potrebbe procura-
re qualche problema se dai fascicoli ancora
segreti uscissero, nel processo barese a suo
carico, le telefonate tra lui e Berlusconi; ri-
cordo che erano politicamente... mediatica-
mente pesanti, dice Tarantini a Lavitola in
una telefonata.
questo loggetto della trattativa nella
quale Lavitola prendeva da Berlusconi i soldi
per addomesticare Tarantini, ma al tempo
stesso li nascondeva a Tarantini trattenendo-
ne per s una buona fetta. Cos si muoveva,
nella ricostruzione dei pubblici ministeri na-
poletani, questo soggetto senza scrupoli
che non sembra fermarsi davanti a nulla, e
nel suo ufficio romano di via del Corso tiene
in bella vista le foto sue e del figlio in compa-
gnia del premier.
Nauseato da questo Paese
Con Berlusconi Lavitola giocava al rialzo,
puntando sui rischi che il presidente del Con-
siglio poteva correre nellambito dellinchie-
sta sulla cosiddetta P4, dove peraltro inda-
gato Lavitola e non Berlusconi. Che infatti gli
dice: Non me ne fotte niente, capito?.
la conversazione intercettata il 13 luglio
scorso, alle 11 e un quarto di sera, nella qua-
le il premier si lancia in un autentico sfogo:
Io sono assolutamente tranquillo... a me
possono dire che scopo, lunica cosa che
possono dire di me, chiaro? Mi mettono le
spie dove vogliono, mi controllano le telefo-
nate... non me ne fotte niente... Io tra qual-
che mese me ne vado per i c... miei... da
unaltra parte e quindi... vado via da questo
Paese di m... di cui sono nauseato... punto e
basta.
Lavitola ascolta la sfuriata, ma prova
ugualmente a mettere qualche preoccupazio-
ne in testa al premier, puntando su quello
che pu dire Luigi Bisignani, luomo daffari
amico di Gianni Letta arrestato nellindagine
sulla P4: Quello str... sapeva sempre in anti-
cipo le questioni che potevano riguardare an-
che lei (...) Quando Letta le disse che io ero il
centro di questa cosa e invece era Bisignani...
Non assolutamente da escludere che que-
sto delinquente qui (Bisignani, ndr) strumen-
talizzasse Letta... Allora siccome questo ades-
so finir nei guai fino al collo.... Berlusconi,
per, non fa trapelare apprensioni: Ma non
sa niente delle vicende di Letta... perch Let-
ta la persona pi pulita e pi onesta del
mondo, quindi io non ho nessun timore di
nulla... che riguardi Letta.
Ma Lavitola insiste leggendo al premier le
conclusioni di una sua relazione che gli ave-
va inviato qualche giorni prima: Bisignani
senza dubbio uomo di Letta... tramava con-
tro Berlusconi... e teneva rapporti operativi
contro nemici vero... forse veri... Bocchino,
DAlema, De Bortoli, Montezemolo. Berlu-
sconi: Teneva rapporti con tutti... non... con
ogni mio nemico... teneva rapporti con tut-
ti... non ha mai fatto niente contro di me. E
Lavitola: No dottore, non cos..., e di fron-
te al muro sollevato dal presidente del Consi-
glio si arrende: Io vorrei semplicemente che
lei fosse sciente... Dottore, io mi preoccupo
semplicemente... delle notizie che ho di cer-
care di fargliele pervenire....
Tarantini mi ha detto....
Poco dopo passa a parlare di Tarantini:
Mi diceva il ragazzo... Gianpi... che aveva avu-
to notizie dagli avvocati... che a Bari... stiano
facendo unindagine contro Laudati (procu-
ratore di quella citt, ndr), e dove sarebbe
coinvolto Nicol (probabilmente Ghedini,
avvocato del premier, ndr)... non so bene co-
s la storia... mo mi faccio dire tutto, e Ber-
lusconi taglia ancora corto: S vabb, ma in-
somma... tutto per aria... Poi?.
Poi Lavitola passa ad altri argomenti fino
ad arrivare alla vacanza programmata ai Ca-
raibi, possibilmente sulla barca di Berlusco-
ni: La vogliamo portare a Panama?, sugge-
risce, ma il premier lo frena: gi a Miami,
grazie. Lavitola: Ah, peccato... ma dico,
qualche giorno a Panama non la pu manda-
re?.... Mi faceva fare qualche giro a me, lei
maveva detto.... E Berlusconi: Ma non a
Panama... puoi farlo a Miami... compatibil-
mente col programma dellestate... dovresti
avvisarci, perch credo che ci vada una volta
una mia figlia....
La telefonata si conclude con ringrazia-
menti e saluti, fino al consiglio finale di Lavi-
tola a Berlusconi: Tenga gli occhi aperti.
Peccato che appena una settimana prima,
parlando con Tarantini dellipotesi che lex
imprenditore barese patteggi la pena nel pro-
cesso per favoreggiamento della prostituzio-
ne in modo da mantenere segrete le telefona-
te pesanti tra lui e il premier, Lavitola gio-
chi tuttaltra partita. Almeno secondo laccu-
sa, che riporta la sintesi della telefonata inter-
cettata il 5 luglio: Valter prosegue dicendo
che il loro obiettivo che Gianpaolo non an-
dr al patteggiamento (...) Valter prosegue di-
cendo che lui deve sempre rifiutare il patteg-
giamento se gli chiederanno, ed eventual-
mente dire: "Lunica persona al mondo con
cui ne parlo col presidente (cio Berlusco-
ni, ndr), standoci Lavitola e Perroni (avvoca-
to di Tarantini e di Berlusconi in alcuni pro-
cessi, ndr) davanti, e nessun altro.
Con le spalle al muro
Nella ricostruzione della Procura fatta pro-
pria dal giudice, Lavitola tende ad aumentare
il prezzo dellestorsione, e in questa logica
ogni accensione di riflettori sullinchiesta
barese che preoccupa Tarantini viene inve-
ce salutata da Lavitola che dice "pi m.... c
meglio ", in quanto ritiene che il disegno
promosso possa pi facilmente realizzarsi.
Il disegno ottenere ulteriori vantaggi dal-
leventuale patteggiamento di Tarantini, an-
che approfittando delle difficolt di Berlusco-
ni su altri piani: La minaccia posta in essere
dal Lavitola e dai suoi sodali nei confronti
del presidente Berlusconi assume connota-
zioni di straordinaria gravit proprio perch
"larvata" e "subdola"; tale circostanza risulta
ben evidente se si valuta la situazione in con-
creto, facendo riferimento anche alla contin-
gente e attuale fase politica, elemento que-
stultimo che assume una rilevanza tuttaltro
che trascurabile. Ad aggravare lintimidazio-
ne, secondo il giudice la prospettazione al
presidente del Consiglio Berlusconi (non so-
lo gi pi volte coinvolto in "scandali" e in
vicende omogenee rispetto a quella in esame
ma anche "oggetto" di un procedimento pe-
nale innanzi allautorit giudiziaria di Mila-
no riguardante fatti indubbiamente collega-
ti) che possano essere diffusi o peggio anco-
ra trasmessi a Milano atti e documenti per
lui compromettenti versati nellincartamen-
to processuale del procedimento penale bare-
se riguardante Tarantini Gianpaolo... Sul
punto appaiono incontrovertibili ed univo-
che le lunghe conversazioni telefoniche inter-
cettate tra il Lavitola e il Tarantini dalle quali
si evince chiaramente come in particolare il
Lavitola si prefigga di tenere sulla corda il
Presidente Berlusconi fino a metterlo "con le
spalle al muro", o di metterlo "in ginocchio,
"andargli addosso", "tenerlo sulla corda", "te-
nerlo sotto pressione".
Oltre alle vicende giudiziarie parallele di
Berlusconi e Tarantini, le intercettazioni di
Lavitola svelano rapporti, consulenze e colla-
borazioni con aziende pubbliche che il gior-
nalista-imprenditore riuscito a ottenere:
emerso uno stretto collegamento tra il La-
vitola e alcune societ del gruppo Finmecca-
nica operanti prevalentemente allestero qua-
li, ad esempio, Augusta, Selex e Telespazio
Brasile. Nelloperare per conto delle predette
societ, lindagato intrattiene un livello di re-
lazioni molto alto, nellesercizio delle quali
pone in essere non meglio precisati movi-
menti di danaro.... Daltra parte il Lavitola
non esaurisce la sua collaborazione con le so-
ciet del gruppo Finmeccanica ma risulta in-
trattenere rapporti con altre societ pubbli-
che sempre operanti allestero, come ad
esempio Raitrade. Per i magistrati si tratta
di veri e propri affari loschi, nei quali sono
comprese la malversazione, il dirottamento
e lutilizzo per finalit diverse dei fondi e dei
finanziamenti erogati dallo Stato al quotidia-
no lAvanti! dal Dipartimento delleditoria
della Presidenza del Consiglio.
Nelle intercettazioni Lavitola disegna sce-
nari politici come quando, parlando un tale
Roberto, dice: Io sto spiegando ai due fron-
ti, e vedrai che questa cosa sar utile per usci-
re dalla m... che noi abbiamo Letta e Tremon-
ti, che non vero che sono in lite, Letta e Tre-
monti sono in accordo, lunica lite che c
chi deve fare il Presidente... poi Letta al Quiri-
nale e Tremonti a Chigi. E citando le inchie-
ste giudiziarie di cui parlano i giornali sostie-
ne: Io cho la Sarzanini che segue queste co-
se e riporta il minimo indispensabile.
Ma per i magistrati ci che importa la
"speciale vicinanza" che il Lavitola risulta in-
trattenere con Silvio Berlusconi, grazie alla
quale diventa interlocutore di molte altre per-
sone. Come tale Roberto Guercio, che il 21
giugno scorso lo cerca per chiedergli di far s
che Berlusconi telefoni al premier albanese
Sali Berisha: Serve che il presidente chiami
Berisha e gli dica che vado l a parlare per la
questioni delle dighe.... Sono giorni difficili
per il governo e Lavitola propone: Chiama-
lo da parte di Berlusconi, gli dici il presiden-
te Berlusconi mi ha autorizzato a chiamare di-
rettamente.
Giovanni Bianconi
RIPRODUZIONE RISERVATA

Lavitola a Tarantini:
deve essere
Berlusconi in
persona a chiedere
di patteggiare
Ancora Lavitola:
devi mettere
il premier in
ginocchio, con
le spalle al muro
Il giudice: contatti
molti alti con
aziende pubbliche
anche di
Finmeccanica
Io tra qualche mese me ne vado... da unaltra parte e quindi... vado via da
questo Paese di cui sono nauseato... punto e basta Silvio Berlusconi
Ricatti e affari, il sistema Lavitola
E il premier: io spiato, via dallItalia

Il documento
Lordinanza con la quale il giudice
delle indagini preliminari Amelia
Primavera dispone larresto chiesto
dalla procura per Valter Lavitola,
Gianpaolo Tarantini e sua moglie,
Angela Devenuto
Le intercettazioni / La ricostruzione
Relax Limprenditore barese Gianpaolo Tarantini, 36 anni (da ieri in carcere) ritratto durante un momento di relax (Photomasi)
italia: 515249535254
Codice cliente:
16 Primo Piano
Venerd 2 Settembre 2011 Corriere della Sera
La linea di Berlusconi
Berlusconi ha detto che vuole lasciare il Paese? Ha detto una bugia,
non mi sembra proprio che ne abbia intenzione Pier Ferdinando Casini, Udc
Nessun ricatto
da parte di Tarantini
I soldi erano
soltanto un aiuto
Nauseato dallItalia?
La voglio cambiare
La frase sul "Paese di m..."? Cose che si dicono a notte inoltrata

Il sospetto
Linchiesta di Napoli Il premier
Il premier teme che si
tratti di una trappola,
dellultimo dei tanti
complotti ai suoi danni
1
Silvio Berlusconi nega
di aver pagato mezzo
milione per evitare,
come sostengono i
pm, che Gianpaolo
Tarantini cambiasse
linea difensiva e
raccontasse delle
prestazioni sessuali
di giovani donne
procurate al premier
2
La versione del
presidente del
Consiglio che
lestorsione sia pura
fantasia. Io ho dato
una mano a una
famiglia con figli che
era abituata a vivere
nellagio e poi si
ritrovata in miseria,
sostiene Berlusconi
3
Berlusconi irritato
perch le sue parole a
Lavitola sul Paese di
merda da cui si dice
nauseato e pronto
ad andarsene hanno
fatto il giro del mondo.
Sono qui proprio
perch lItalia non sia
quel che adesso,
ha detto ieri a Parigi
Il Cavaliere nega lestorsione
Ho aiutato una famiglia in miseria
ROMA Sviluppi se li
aspettava il premier, da molti
giorni ormai. Almeno da
quando su Panorama della
scorsa settimana uscito un
lungo e dettagliato articolo
sullinchiesta che coinvolge-
va Tarantini, sua moglie e Val-
ter Lavitola, accusati di aver-
gli estorto denaro in cambio
del silenzio sulle feste di Arco-
re, di palazzo Grazioli, di villa
Certosa.
Gi allora, come oggi, Sil-
vio Berlusconi respingeva
ogni addebito, anche se in
questo caso il suo ruolo
quello della vittima e non di
chi commette reati: Ma qua-
le estorsione, ho solo aiutato
una persona in difficolt, di-
ceva due settimane fa. Ieri lo
ha ribadito seccamente:
Estorsione? pura fantasia
quanto ipotizzato dai pm. Io
ho dato una mano a una fami-
glia con figli abituata a vivere
nellagio e che poi si ritrova-
ta in miseria. Lo faccio con
una miriade di persone, lo fac-
cio perch me lo posso per-
mettere. E comunque, nessu-
no dubiti: Io resto per cam-
biare questo Paese, altro che
fughe dallItalia che lui stesso
rivelava al telefono a Lavitola
di aver in animo di fare.
Una linea di difesa che diffi-
cilmente cambier, e che ieri
il Cavaliere ha ripetuto a chi
ha avuto modo di parlargli in
una giornata passata quasi
per intero a Parigi, dove ha
partecipato al vertice sulla Li-
bia. Essere in quella sede
utile anche per rassicurare i
partner europei sulla tenuta e
sulla seriet della manovra
, proprio nel giorno in cui
si torna a parlare di inchieste
legate alle sue serate lo ha fat-
to infuriare. Tanto pi perch
ha fatto il giro del mondo la
sua frase choc pronunciata al
telefono con Lavitola (Tra
qualche mese vado via da
questo Paese di merda, da cui
sono nauseato) proprio nei
giorni in cui lItalia era sotto
attacco della speculazione e
un giornale come il Financial
Times si domandava come
mai il premier passasse il suo
tempo a parlare con i suoi av-
vocati anzich occuparsi del
Paese.
Per questo Berlusconi, al
termine del vertice di Parigi,
rassicura tutti: La definizio-
ne che ho dato dellItalia?
una di quelle cose che si dico-
no cos al telefono a notte
inoltrata, magari in un mo-
mento di rilassatezza, con un
sorriso spiega. E si lamenta:
un Paese in cui le cose che
si dicono al telefono non so-
no coperte dal segreto, in cui
uno non si cur o del l a
inviolabilit delle cose che di-
ce e se le vede pubblicate sui
giornali. Cose dette magari in
un momento di rilassatezza,
o con un sorriso o per para-
dosso. Io resto qui per cam-
biare questo Paese anche per
questo, perch non sia quel
che adesso. Peraltro, lo sfo-
go era dovuto alla condanna
al maxi-risarcimento a De Be-
nedetti per la vicenda del Lo-
do Mondadori, che una co-
sa insopportabile, una vera e
propria rapina, ho dovuto pa-
gare 600 milioni di euro alla
tessera numero uno del Pd.
Insomma, si capisce che il
premier vive questa inchiesta
come lennesima tegola che
lo danneggia ulteriormente
in questi giorni in cui la mag-
gioranza vive il tormento del-
la manovra. Ed ecco tornare
nella sua mente il sospetto,
se non la certezza, che si trat-
ti dellennesima trappola, del-
lultimo dei tanti complotti ai
suoi danni. Questa il sen-
so dei ragionamenti che il pre-
mier fa con i fedelissimi
uninchiesta strana e torbida
fin dal primo momento per-
ch nasce in quella Bari dove
Massimo DAlema sempre
stato fortissimo, e guarda ca-
so proprio lui parl di una
scossa in arrivo nei suoi
confronti.
Non solo, in privato il Cava-
liere si lamenta perch si
procede con arresti e provve-
dimenti gravissimi rispetto
ad unaccusa sulla quale io,
che sarei la vittima, non sono
stato neanche sentito per ave-
re la mia versione dei fatti. E
poi, per dirla con Fabrizio Cic-
chitto qualcuno dovrebbe
spiegare per quale motivo si
debba rendere pubblica unin-
tercettazione in cui non c
un solo passaggio che abbia
attinenza con i reati che si
contestano a Lavitola: qui
troppo non quadra, davvero
troppo.
Paola Di Caro
RIPRODUZIONE RISERVATA
italia: 515249535254
Codice cliente:
17 Primo Piano
Corriere della Sera Venerd 2 Settembre 2011
Noi da pi di un anno diciamo che Lavitola faceva lavoretti
sporchi per conto di Berlusconi Italo Bocchino, Fli

Una volta Berlusconi diceva LItalia il Paese che amo,


oggi dice che un Paese di m... Se ne vada Massimo Donadi, Idv
La valutazione
politica non deve
basarsi su quello che
uno fa in famiglia o
con gli amici

Paniz: il premier ricattato? No, lui sa valutare le situazioni


Nel mirino dei magistrati
anche le consulenze
per il gruppo Finmeccanica
Non si pu
assolutizzare il
contenuto di frasi
tirate fuori da una
telefonata

Simpatie
Il caso
Valter Lavitola, 45 anni, salito
alla ribalta con il caso
Montecarlo, che ha conquistato
le prime pagine la scorsa estate.
Il caso verteva sul presunto
acquisto da parte di Giancarlo
Tulliani, cognato di Gianfranco
Fini, di una abitazione nel
principato di propriet di An
attraverso societ offshore, a
un prezzo ritenuto troppo basso
per il valore dellimmobile
Laccusa
A settembre un quotidiano
online di Santa Lucia pubblica
una lettera del ministro degli
Esteri dellisola che attribuisce a
Tulliani la propriet della
Printemps. Lavitola (nella foto
con il giornalista di El Nacional
Jos Antonio Torres, autore dello
scoop sul caso Montecarlo) viene
indicato dai finiani come autore
del documento Tulliani
Il blitz
Il 27 settembre 2010 Lavitola si
presenta a una conferenza
stampa del ministro della
Giustizia di Santa Lucia per
difendere la propria tesi. Il 2
ottobre pubblica su LAvanti
una mail che a suo dire prova il
collegamento tra Tulliani e
Timara+Printemps, le societ
offshore che hanno acquistato
labitazione monegasca. Per
lentourage di Fini si tratta di un
lavoretto sporco condotto
per conto di Berlusconi
In politica
ROMA La parola dordine ora igno-
rare, glissare, far finta di niente. Sul quoti-
diano Avanti! di Valter Lavitola oggi si par-
ler di Libia: Mosca riconosce il Cnt, que-
sto il titolo di prima pagina a cui lavorava-
no ieri pomeriggio i tre redattori di turno
in via del Corso 117, al ritorno dalle ferie
dagosto. Lui, il direttore-editore, non ha
ancora telefonato: Non sappiamo dove si
trovi, in Brasile, a Panama oppure da unal-
tra parte, giurano sconsolati i tre cronisti
del giornale socialista (2,4 milioni di con-
tributi statali, foglio di 8 pagine, ogni gior-
no in edicola a 50 centesimi con la foto di
Bettino Craxi nella controcopertina per
promuovere la campagna abbonamenti).
In realt in redazione sarebbero cinque,
ma Lavitola allestero e sua moglie, Maria-
stella Buccioli, 42 anni, giornalista anche
lei, per comprensibili ragioni ieri ha dato
forfait (Sar sotto choc, commentano i
colleghi) e si rifugiata nella villa di sua
madre a Le Rughe.
Lavitola invece, quando gi la Digos
che era andata a prenderlo nella casa di
Ponte Milvio lo dava ormai per latitante,
irreperibile, in fuga, ha mandato una nota:
Non vero che sono latitante. Come no-
to alla Procura, buona parte della mia attivi-
t lavorativa si svolge allestero ormai da
qualche anno. Attendo di definire con il
mio avvocato le decisioni da prendere.
mia intenzione collaborare pienamente
con la giustizia per chiarire la questione.
Ma il suo telefonino era spento e una voce
in brasiliano invitava a riprovare pi tardi.
Grazie, obrigado.
Gi, la questione. I 500 mila euro estorti
al premier Berlusconi, secondo i pm di Na-
poli, dal trio Lavitola-Tarantini-e-signora.
Non mi mai neppure passato per la testa
di raggirare il presidente Berlusconi n di
impossessarmi di presunte somme destina-
te ad una famiglia in difficolt, ha aggiun-
to ieri Lavitola nella nota inviata da lonta-
no. La famiglia in difficolt sarebbero i Ta-
rantini (che solo per questo avrebbero rice-
vuto laiuto dal premier).
E cos le foto che, secondo i pm, era la
parola in codice usata da Lavitola per parla-
re di soldi con la segretaria di Berlusconi,
Marinella Brambilla, in realt erano foto
vere ha gi spiegato lui nei giorni scorsi
, foto richieste da molti simpatizzanti del
Pdl residenti allestero, dovrei averne anco-
ra qualcuna non consegnata. Non sono il
consigliere di Palazzo Chigi per il Sudameri-
ca, ma avrei tanto voluto esserlo....
Brasile, Panama, per non parlare di San-
ta Lucia ai tempi dellaffaire Tulliani (appe-
na un anno fa...). In quella zona del mondo
Lavitola si d un gran da fare. Empresa Pe-
squeira de Barra de Sao Joao: il nome vi di-
ce qualcosa? unazienda che si occupa di
commercio allingrosso di prodotti ittici.
Pesce congelato, surgelato, conservato e
secco. La Empresa, con base a Rio de Janei-
ro, ha aperto ora una succursale anche a Ro-
ma, dentro il Car, il grosso Centro Agroali-
mentare sulla Tiburtina. Al telefono rispon-
de un operatore gentile: Il signor Lavitola,
mi dispiace, non so dove sia e neppure la
sua socia, Neire Cassia Pepes Gomes, che
per sono certo ha una casa anche qui nella
Capitale... Il nostro pesce? No, non viene
dal Brasile. Viene dai nostri mari, dallEuro-
pa, crostacei, molluschi, di tutto un po....
Valter Lavitola ha 45 anni, nato a Saler-
no e ha chiamato suo figlio Giuseppe come
si chiamava suo padre, morto da pi di un
decennio. Suo padre Giuseppe faceva lo psi-
cologo e ogni volta i giornali ricordano che
fu anche il perito del boss dei boss della ca-
morra, Raffaele Cutolo. Gli amici di Valter,
per, raccontano che questa una delle co-
se che pi gli fanno male (Quante perizie
hanno fatto a Cutolo? Perch tirano in ballo
sempre e solo mio padre...).
In politica dall84 con il Psi e i Giovani
socialisti. Gianni De Michelis lo chiama
Valterino. Si fa presto amici importanti
nel partito: Bettino Craxi, Fabrizio Cicchit-
to, lex direttore de LAvanti! (che portava
ancora la L davanti) Sergio De Gregorio.
Ed in quegli anni che conosce Silvio Berlu-
sconi. Sulla sua scia tenta la scalata.
Nel 94 passa a Forza Italia. La sua occa-
sione arriva 10 anni dopo, alle Europee
2004: ma fallisce, il primo dei non eletti
al Sud. Mentre nel 2009 non riesce neppu-
re a farsi mettere in lista. Berlusconi co-
munque sembra nutrire una grande simpa-
tia umana per questo scugnizzo che un po
gli somiglia, audace, intraprendente, con
interessi nelledilizia, nel tessile, persino
nella silvicoltura e pian piano lo ammette
nel cerchio magico: le serate nel castello di
Tor Crescenza, le canzoni napoletane di
Apicella, fino alla festa con le ballerine di
samba che Lavitola in Brasile organizza in
suo onore nel giugno di un anno fa. Pro-
prio quando ormai sta per deflagrare la
bomba Tulliani.
Lo accusano, infatti, di aver fabbricato
lui settembre 2010 il documen-
to-patacca del ministro della Giustizia di
Santa Lucia che inchioderebbe il cognato di
Fini: il beneficiario della casa di Montecar-
lo, ereditata dal partito di An, Giancarlo
Tulliani. Cos scrive il ministro di Santa Lu-
cia. Non vero si difese Lavitola io
faccio solo il giornalista. Ho le mie fonti e
infatti ho fatto uno scoop. Lho detto anche
al presidente Berlusconi quando mi ha con-
vocato a Palazzo Chigi. Mi ha chiesto: ma
che stai combinando? Di Berlusconi si pu
dire tutto meno che scemo. Ma insom-
ma? Io, un amico di Berlusconi che fa unin-
dagine su Fini commissionata da Berlusco-
ni? Andiamo....
La Procura di Roma poi ha archiviato tut-
to, ma ora Lavitola di nuovo nella bufera.
Indagato anche nellinchiesta napoletana
sulla loggia P4 (solo falsit), la sua verit
sulla questione Tarantini lha gi racconta-
ta nei giorni scorsi: Ho conosciuto Taranti-
ni e la moglie un anno fa in quanto la loro
figlioletta ha la stessa et di mio figlio Giu-
seppe, frequentano la stessa scuola, pertan-
to li incontravo quasi tutte le mattine. Mi
hanno chiesto se potevo aiutarli con dei pic-
coli prestiti perch dopo le note vicende
erano in pesantissime difficolt economi-
che e non riuscivano ad avere aiuto da nes-
suno. Cosa che ho fatto. Tali importi, molto
pi modesti per dei 500 mila euro ipotizza-
ti, mi sono stati rimborsati dal presidente
Berlusconi in varie piccole tranche....
E ancora: Tarantini recentemente poi
mi ha chiesto un prestito di 500 mila euro
per poter riprendere a lavorare. Tale impor-
to non gli mai stato corrisposto, per lui
riteneva non so in base a quali fonti (forse
bleffava...) che avessi la disponibilit della
somma che lui aveva chiesto. In ogni caso
poi ci siamo visti e chiariti. In una telefona-
ta abbiamo anche parlato di vicende giudi-
ziarie, vero. Lui mi disse che un avvocato
gli consigliava il patteggiamento, io invece
gli ho consigliato di andare a processo, in
quanto ai pm ha detto sempre la verit....
Gi. Cos fatto Lavitola: sempre perfetta-
mente a suo agio. Come una salamandra in
mezzo al fuoco.
Fabrizio Caccia
RIPRODUZIONE RISERVATA
Il personaggio Nota di Lavitola dal Sudamerica: non sono latitante. Mai tentato di raggirare Berlusconi
ROMA Onorevole Mauri-
zio Paniz, luomo che portava
le escort a Palazzo Grazioli
stato arrestato con laccusa di
aver estorto mezzo milione di
euro a Berlusconi. Non la pro-
va che Berlusconi ricattabile,
stato ricattato ed ha pure ce-
duto al ricatto?
Non conosco gli atti proces-
suali e quindi non faccio riferi-
mento alla situazione specifica
per una cosa va detta: il ricatto
possibile nei confronti di tutti
e Berlusconi meno suscettibi-
le di subire ricatti perch, vista
la sua posizione, in grado di
valutare meglio la situazione e
prendere le decisioni conse-
guenti.
Scusi ma, al telefono con Ta-
rantini, Lavitola dice che Berlu-
sconi deve essere tenuto sulla
corda, messo con le spalle al
muro. Sembra proprio il pia-
no per un ricatto, non crede?
Non si pu assolutizzare il
contenuto di una frase tirata fuo-
ri da una conversazione telefoni-
ca. Bisogna valutare non solo i
fatti ma anche gli antefatti, le te-
lefonate successive e quelle pre-
cedenti.
Ecco, in unaltra telefonata
Berlusconi dice a Lavitola che
vuole andare via dallItalia per-
ch un paese di m.... Pare
la reazione di un ricattato, no?
No, mi sembra piuttosto un
momento di delusione nei con-
fronti delle persone che lo cir-
condano. Pu capitare anche
agli uomini pi forti.
A proposito delle persone
che lo circondano, come gi sa-
rebbe capitato tra Emilio Fede
e Lele Mora, Lavitola avrebbe
fatto la cresta incassando una
parte dei soldi destinati a Ta-
rantini. Nemmeno questo un
pericolo per lautonomia del
premier?
Capita spesso che intorno a
pesone importanti ce ne siano al-
tre di minore spessore che ap-
profittano della sua amicizia.
Ma non mi lascio impressionare
dalle prospettazioni dellaccusa.
Ne ho rovesciate talmente tante,
da avvocato, che penso sia pi
prudente aspettare gli svilup-
pi.
Anche i legali di Berlusconi,
Ghedini e Perroni, sarebbero
stati a conoscenza dei soldi da-
ti a Tarantini per comprare il
suo silenzio. Le sembra un
comportamento corretto per
un avvocato?
Non solo deontologicamen-
te corretto ma legittimo e in li-
nea con il soddisfacimento degli
interessi del cliente, che poi il
vero obiettivo di un difensore.
Se linchiesta dovesse accer-
tare che ha ceduto al ricatto,
Berlusconi si dovrebbe dimet-
tere?
Assolutamente no. La deci-
sione di dimettersi va presa in
base ad una valutazione politi-
ca, i fatti personali non devono
incidere.
La ricattabilit non anche
un problema politico, non in-
fluenzerebbe la sua autonomia
nelle decisioni come presiden-
te?
La valutazione di tipo politi-
co va fatta in base a quello che il
premier fa nei confronti del po-
polo italiano non in famiglia o
con gli amici.
E come politico, con il tira e
molla sulla manovra, Berlusco-
ni stato bravo?
Bravissimo. riuscito a far
convergere una serie di forze
centrifughe e mantenere lItalia
in una posizione migliore rispet-
to a quella di altri Paesi euro-
pei.
Onorevole Paniz, quando
era relatore del processo bre-
ve, aveva detto di non essere
mai stato ad Arcore. Ci anda-
to dopo di allora?
No, mai. E le dico che se mi
chiedessero di difendere Berlu-
sconi in tribunale, risponderei
di no. Sono nella giunta per le
autorizzazioni della Camera,
non corretto mescolare i due
ruoli.
Lorenzo Salvia
lsalvia@rcs.it
RIPRODUZIONE RISERVATA
Lintervista Il deputato-avvocato pdl: capita che intorno a persone importanti ci sia chi approfitta

Difesa Maurizio Paniz


Brasile, Panama e laffaire Montecarlo
La storia del direttore-faccendiere
Laltro filone
Lavitola stato ammesso presto
nel cerchio magico
berlusconiano. Nel giugno di un
anno fa limprenditore ha
organizzato in Brasile una festa con
ballerine di samba per il premier
La vicenda
In politica dall84 con il Psi, fu
chiamato da Gianni De Michelis.
Tra i suoi amici, Bettino Craxi.
Fabrizio Cicchitto e Sergio De
Gregorio. Nel 94 il passaggio a
Forza Italia
ROMA Un filone di indagine riguarda le
consulenze ottenute da Valter Lavitola con aziende di
Finmeccanica. In particolare gli accertamenti si
concentrano sui pagamenti effettuati su conti esteri.
In una telefonata con Paolo Pozzessere, dirigente
della holding, lo relaziona sullattivit svolta in
Sudamerica per conto di Telespazio e Agusta.
Annotano gli investigatori: Dice che deve sapere se
il pagamento pu essere fatto sul conto dellagente in
Bulgaria o no. Paolo dice che domani sar a Cascina
Costa dallamministratore delegato e dal direttore
commerciale di Agusta e risolver sia laspetto lavori
che quello commissioni. Valter gli dice che per
quanto riguarda le commissioni, vorrebbe che Paolo
facesse una verifica; ma Paolo lo interrompe dicendo
che secondo lui il conto in Bulgaria non va bene, in
quanto, come pu leggere su quanto scritto da Elena,
dopo i casini che hanno avuto in Finmeccanica,
hanno dato disposizioni che i consulenti possono
essere pagati o sul luogo dove lavorano, in questo
caso Panama, o dove c la sede legale.
Nellordinanza, riferendosi ai versamenti effettuati da
Berlusconi, il giudice sottolinea come le forme
prescelte per far pervenire soldi al gruppo
Lavitola/Tarantini occulti ed in contanti in aperta
violazione della normativa antiriciclaggio
appaiono ispirate alla volont di mantenere riservati
quei versamenti perch privi di una causale lecita.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Valter
Lavitola,
45 anni
italia: 515249535254
Codice cliente:
18
Venerd 2 Settembre 2011 Corriere della Sera
DAL NOSTRO INVIATO
SCANDICCI (Firenze) Beh, ogni tanto
bisogna spararle grosse.... Le tecniche di com-
battimento nei centri abitati e laddestramento
allarma da taglio di ogni categoria, coltelli di
lama superiore ai dieci centimetri, machete e
roncole, sono lanima del commercio. La frase
viene pronunciata schiudendo le mani tenute
in grembo, come ad allontanare un pensiero
scomodo. E il sorriso che accompagna le parole
risulta indecifrabile, potrebbe essere limbaraz-
zo delladulto chiamato a giustificare pratiche
ludiche che rimandano allinfanzia oppure lin-
volontaria ambiguit di chi ha qualcosa da na-
scondere.
Luomo che sta parlando si chiama Claudio
Naldoni, ha 54 anni, due figlie, un nipote, di
mestiere lavora a Firenze nel forno di famiglia.
A suo tempo stato un bambino che vestiva da
samurai in omaggio al taglio orientale dei suoi
occhi, oggi il proprietario e gestore del cam-
po dove Antonio Cataldo, idraulico e meccani-
co di Avellino, uno dei tre presunti contractor
nostrani tenuti prigionieri per 35 giorni a Tri-
poli, nel carcere di Abu Salim, sostiene di esse-
re stato addestrato per fini paramilitari e poi
reclutato per affiancare le truppe regolari di
Gheddafi. roba sua, quattro ettari di bosco ai
piedi della sua villa, annunciati da una insegna
in pietra che riporta la ragione sociale della dit-
ta, aperta nel 2007: Settimo Rai Camp. La Pro-
cura di Firenze ha aperto uninchiesta, perch
lidea che a cinque chilometri in linea daria dal
centro della citt possa esserci un centro clan-
destino dove aspiranti soldati privati appren-
dono i rudimenti dellarte della guerra per eser-
citarli altrove, non va daccordo con il nostro
codice penale.
Mi creda, sul sito faccio vanto di cose che
non ho mai fatto. La mia una strategia com-
merciale, pi robe metti in vetrina, pi ti vengo-
no a cercare quelli che sognano un giorno di
guerra, si fa per dire. Appena le parole dellex
Qui si sarebbe addestrato uno dei contractor
Gli italiani prigionieri per un mese in Libia
Nei boschi fiorentini
dove si gioca alla guerra
Solo padri di famiglia
Il caso
Carabinieri
La conferenza di Parigi Sarkozy e Cameron lasciano ai libici la decisione su dove processare Gheddafi
Berlusconi: Forniremo
aiuto con i nostri
carabinieri per formare
la polizia
Scongelati i beni bloccati. Ma i raid Nato andranno avanti
Il vertice
Si tenuta ieri a
Parigi la Conferenza dei
Paesi amici della Libia
I fondi
Il presidente francese
Nicolas Sarkozy ha annunciato
la messa a disposizione
immediata di 10 miliardi
di euro
Limpegno
Il premier britannico David
Cameron ha detto che
la Nato e gli alleati
continueranno le operazioni
militari fino a quando la
situazione non si sar
stabilizzata e il nuovo governo
potr insediarsi a Tripoli
LItalia
Il presidente del Consiglio
Silvio Berlusconi ha ribadito
limpegno dellItalia: Ci siamo
impegnati per rimettere
in funzione il gasdotto
Greenstream entro il 15
ottobre
Le decisioni
DAL NOSTRO CORRISPONDENTE
PARIGI Davanti ai due
amici libici (il presidente
del Cnt Mustafa Abdel Jalil e il
premier Mahmoud Jibril),
Sarkozy ricorda che i libici si
sono liberati da soli, noi li ab-
biamo solo aiutati. Alla fine
della Conferenza dei Paesi ami-
ci della Libia organizzata a Pa-
rigi, il presidente francese ha
reso omaggio al coraggio degli
insorti, e ha ricordato che de-
cine di migliaia di vite sono
state salvate grazie allinter-
vento militare. Sul palco,
Sarkozy affiancato dal pre-
mier britannico David Came-
ron, dal segretario generale
dellOnu Ban Ki Moon, e dal-
laltro protagonista della mis-
sione, lemiro del Qatar Ha-
mad Ben Khalifa Al-Thani, che
ha sottolineato che lazione
della Nato si resa necessa-
ria perch i Paesi arabi non so-
no stati in grado di compierla
in prima persona.
stata la conferenza della
transizione per evitare un
nuovo Iraq, e della costruzio-
ne di un consenso pi ampio:
se 21 Paesi avevano partecipa-
to al summit del 19 marzo che
si concluse con il primo raid
aereo francese, ieri erano 63 i
Paesi rappresentati allEliseo,
con la vistosa assenza del Su-
dafrica cercher di convin-
cere il presidente Zuma, ha
detto Sarkozy e la presenza
significativa del ministro degli
Esteri dellAlgeria, il Paese che
nelle ultime giornate rischiava
di assumere la delicata posizio-
ne di fiancheggiatore della re-
sistenza di Gheddafi.
Al di l delle dichiarazioni
politiche di intesa tra Est e
Ovest, di sostegno alle demo-
crazie nascenti, di ringrazia-
mento a Francia, Gran Breta-
gna, Stati Uniti, Qatar e Italia
(nelle parole del presidente Ab-
del Jalil), sono state prese alcu-
ne decisioni per aiutare la nuo-
va Libia che si sta formando.
La Nato e gli alleati continue-
ranno le operazioni militari fi-
no a quando la situazione non
si sar stabilizzata e il nuovo
governo potr insediarsi a Tri-
poli, ha detto il premier bri-
tannico Cameron. Poi stato
deciso lo sblocco dei beni del
passato regime congelati al-
lestero: Il denaro preso da
Gheddafi deve tornare ai libi-
ci. Siamo tutti impegnati
a sbloccare il denaro della
Libia di ieri per finanziare
lo sviluppo della Libia di
oggi, ha detto Sarkozy,
che ha annunciato la messa
a disposizione immediata di
10 miliardi di euro.
Quanto allItalia, ci siamo
impegnati per rimettere in
funzione il gasdotto Green-
streamentro il 15 ottobre, ha
detto il presidente del Consi-
glio Silvio Berlusconi, che ha
aggiunto: Forniremo aiuto
con i nostri carabinieri per for-
mare la polizia e abbiamo mes-
so a disposizione delle moto-
vedette per il controllo dei
confini. Inoltre forniremo con
lEni il gas alla popolazione.
L'Italia e sar l per far ripar-
tire questo popolo e farlo dive-
nire democratico. Sul desti-
no di Gheddafi, la priorit
non trascinarlo davanti al tri-
bunale dellAja: Cameron e
Sarkozy hanno ribadito che
deve essere arrestato e sta
ai libici decidere liberamente
se deve essere giudicato e do-
ve deve essere giudicato.
Stefano Montefiori
RIPRODUZIONE RISERVATA
Dieci miliardi alla nuova Libia
Esteri
Amici
Il presidente
francese Sarkozy
stringe la mano a
Mustafa Abdel
Jalil, capo del
Consiglio di
transizione libico,
di fronte a
Mahmoud Jibril,
numero due del
Cnt (Afp
Bonaventure)
Wanted Un ribelle libico di
fronte a poster di Gheddafi
ricercato (Afp Turkia)
Alleati
Il presidente
francese
Sarkozy e il
premier
britannico
Cameron
allEliseo durante
la Conferenza
sul futuro della
Libia. Sotto,
Hillary Clinton
(Foto Olycom)
italia: 515249535254
Codice cliente:
19 Esteri
Corriere della Sera Venerd 2 Settembre 2011
prigioniero italiano di Gheddafi sono diventate
di pubblico dominio, dal sito del Settimo Rai
Camp, dove la sigla di mezzo sta per Reparto
assalto e interdizione, sono subito scomparse
le pagine che proponevano il military training
camp con ex ufficiali dellesercito americano, i
corsi ad alta specializzazione che prevedono
luso di armi da fuoco, le tecniche di infiltrazio-
ne terrestre o anfibia, il combattimento a mani
nude o con lama dacciaio. In piedi, e visibile,
rimasta soltanto lofferta del gioco della guer-
ra, cos viene definito il pi innocuo soft air,
sport dilettantistico che prevede fucili finti con
pallini a vernice biodegradabile, tute mimeti-
che e maschere di protezione. Sono stato io a
cancellare quelle pagine, mi autodenuncio. Ma
non era per eliminare eventuali prove contro di
me. Volevo solo buttare acqua sul fuoco, spe-
gnere ogni equivoco. La mia clientela fatta da
gente che vuole provare a incamerare energia
positiva giocando alla guerra. Lo sfogo di buoni
padri di famiglia che vogliono fare i soldati per
un giorno: tutto qui. Non c nientaltro, lo giu-
ro. Laspetto gioca a suo favore. Naldoni non
il prototipo del palestrato-esaltato che vagheg-
gia un mondo a misura di Arnold Schwarzeneg-
ger prima maniera. Esibisce piuttosto un accen-
no di pancetta, labbronzatura di chi reduce
da una vacanza in Sardegna, pizzetto e corona
di capelli bianchi a incorniciare la calvizie che
avanza. un istruttore di difesa personale, con-
seguenza della passione per le arti marziali.
Ho appena telefonato alla Digos, voglio essere
sentito subito. Loro sanno che sono un tipo in-
nocuo. In questura si limitano a confermare la
conoscenza diretta. Naldoni un ex calciante,
termine che a Firenze indica i giocatori del cal-
cio storico. Nel 1992 venne denunciato per ris-
sa e lesioni personali, da quel giorno gli fu im-
posto il divieto di detenere armi e munizioni. A
causa di questo precedente tre anni fa gli venne
negata la licenza da investigatore privato. Affer-
ma di non conoscere Cataldo, ma non esclude
che possa essere passato dal suo bosco. Non
controllo entrate e uscite. Ho solo un registro
con i nomi dei miei 22 soci, gli amici del soft
air. Ogni tanto vengono altre squadre, non pos-
so chiedere i documenti a tutti. Al tempo di
Facebook, Naldoni vanta amicizie che in questo
contesto potrebbero non essere daiuto alla sua
causa, come quelle di Maurizio Agliana e Salva-
tore Stefio, i contractor catturati da un gruppo
qaedista in Iraq, compagni di viaggio di Fabri-
zio Quattrocchi, che venne ucciso a sangue fred-
do.
Il campo, invece, abbastanza inquietante.
Magari unimpressione da profano del soft
air, attivit che richiede soltanto uno spazio
aperto e due squadre di finti soldati. Ma al ter-
mine di via delle Croci, una stradina stretta e
piena di dossi che unisce Scandicci a Cerbaia, i
cancelli del Settimo Rai Camp si aprono su una
boscaglia di ulivi che nascondono alla vista
uno scenario che rimanda alla guerra vera, non
quella che si fa per dire. Allingresso c la car-
cassa di una jeep americana, ricordo della linea
gotica. Appena oltre, quattro tende militari con
brandine stese per
terra, 6-7 posti per
ognuna.
Ai bordi di un
piazzale sterrato al-
cune celle vietna-
mite, questa la defi-
nizione ufficiale,
scavate nella terra e
chiuse da una grata
di ferro, che riman-
dano direttamente
alla prigionia di Ro-
bert De Niro ne Il
cacciatore. Laddo-
ve la vegetazione di-
venta pi folta si in-
travedono una serie
di trincee, tremen-
dament e real i a
guardarle da lontano. Naldoni oppone un corte-
se diniego alla richiesta di andare oltre, nel pun-
to pi appartato del bosco. Non c tempo di-
ce ai visitatori che chiedono di proseguire la vi-
sita guidata. E si congeda con lo stesso indeci-
frabile sorriso, tra limbarazzo e lenigma.
Marco Imarisio
RIPRODUZIONE RISERVATA
La svolta
Gran parte
dei Warfalla
sono passati
contro il
Ras il 20
febbraio
Il contagio
La decisione
stata
fondamenta-
le per
la rivolta:
i Warfalla
sono circa un
sesto della
popolazione.
Con loro le
trib del
Jebel: Zintan,
Rojaban,
Riaina
DAL NOSTRO INVIATO
TARHUNANon c confine defi-
nito tra le linee dei ribelli e delle mili-
zie di Gheddafi. I posti di blocco sono
abbandonati da almeno ventiquat-
trore. La terra di nessuno percorsa
da qualche sparuta vettura che drib-
bla tra quattro camion di munizioni e
una decina di jeep incenerite dai mis-
sili di precisione della Nato, in un trat-
to di provinciale non pi lungo di 20
chilometri. Lultima barricata control-
lata dalla guerriglia rivoluzionaria si
trova a Suq Al Khamis: casupole bas-
se, fattorie agricole, negozietti semi-
chiusi con gli agricoltori che vendo-
no uva, angurie e meloni direttamen-
te da cassette appoggiate sullasfalto.
Fa un caldo opprimente, reso ancora
piu fastidioso dallolezzo delle im-
mondizie non raccolte e sparse un po-
co dovunque. Benvenuti. Potete an-
dare tranquilli, qui di gheddafiani
neppure lombra, sono battuti, si na-
scondono, gridano i ragazzini con i
Kalashnikov a tracolla, regalando ra-
mi carichi di datteri semiacerbi.
Ma non vero per nulla. lennesi-
ma incognita di questa guerra civile
dove le mappe geografiche degli spo-
stamenti di truppe variano di conti-
nuo e le certezze della sicurezza abdi-
cano per affidarsi alla buona stella.
Appena dopo Suq Al Khamis infatti
sincontrano solo postazioni dei ribel-
li vuote, silenziose, spettrali. Sono sta-
te abbandonate quattro giorni fa, per
permettere alla Nato di eliminare
mezzi e postazioni nemiche senza il
rischio di colpire gli alleati. Ogni tan-
to una bandiera verde impolverata
sventola da un pilone della corrente.
E quando entri alla periferia di Tarhu-
na quasi non ti accorgi di essere arri-
vato al cuore delle trib ancora legate
a filo doppio al Colonnello. Tra le pri-
me case c il bivio che in 90 chilome-
tri conduce a Bani Walid, la capitale
della trib dei Warfalla, un milione di
persone, praticamente un sesto di tut-
ta la popolazione libica. Due anziani
accovacciati allombra proiettata sul
marciapiede dalledificio della loro
macelleria riportano rapidamente al-
la realt. Qui siamo tutti rivoluziona-
ri, esclamano. Perch allora non bru-
ciano le bandiere verdi come fanno
tutti poco pi verso valle? Specifica-
no che la loro rivoluzione quella di
Gheddafi nel 1969, non le sommosse
del 17 febbraio. Quindi aggiungono:
Viva la lotta del Colonnello contro i
topi collaborazionisti e gli invasori
della Nato. Moriremo per lui. Cos ie-
ri siamo venuti a vedere sul terreno
quello che potrebbe diventare il cam-
po di battaglia delle prossime, even-
tuali, terribili, tensioni tribali.
Spesso i leader urbani della rivolu-
zione non accettano di affrontare il te-
ma, eppure esiste un Paese rurale an-
cora frazionato. Finora la guerra si
giocata in prevalenza tra milizie in
spostamento rapido e dove i ribelli
sembravano godere del sostegno del-
la maggioranza della popolazione. Ma
non a Sirte e soprattutto non qui, tra
Tarhuna e Bani Walid, dove Gheddafi
ha sempre raccolto consensi entusia-
stici. Per decenni ha costruito il suo
potere sul divide et impera, sulle fri-
zioni secolari tra Cirenaica e Tripolita-
nia, sullo scontro identitario tra Libia
araba, africana-sahariana e berbera.
Proprio per evitare inutili bagni di
sangue, da Bengasi stato prorogato
lultimatum sino al 10 di settembre,
avrebbe dovuto scadere domani. Ab-
biamo preso contatto con i leader tri-
bali delle regioni contese, speriamo di
convincerli a deporre le armi e accetta-
re il nuovo corso democratico, con-
fermano tra le fila della rivoluzione.
Eppure Gheddafi non fa che versa-
re benzina sul fuoco delle divisioni
tribali. Sono in tanti a ritenere che
possa essere nascosto tra i fedelissi-
mi di Bani Walid. Da qui, molto pi
che dalla citt circondata di Sirte, gli
sarebbe abbastanza facile alloccor-
renza sparire verso il Sahara africano.
E comunque continua a lanciare il
suo mantra di battaglia. Ieri pomerig-
gio la tv siriana Al-Rai ha diffuso un
suo messaggio dai toni bellicosi: Vin-
cere o morire. A Sirte, Bani Walid e
Sebha le trib sono armate. Che scen-
dano subito in campo a combattere.
Dispongono di armi e munizioni a
sufficienza per battere la Nato e i tra-
ditori libici al suo servizio. Ieri avreb-
be voluto festeggiare in Piazza Verde
a Tripoli (gi ribattezzata con il vec-
chio nome monarchico di Piazza dei
Martiri) il 42esimo anniversario della
sua presa del potere e si trova invece
braccato. Anche il suo ex premier, Ba-
ghdadi Al Mahmoudi, passato ieri
dalla parte dei ribelli. Giura che com-
batter sino alla fine il vecchio dittato-
re. Se non dovesse farcela, la Libia do-
vr sprofondare con lui. Venite con
noi a battervi contro gli imperialisti,
gli stranieri che vogliono imposses-
sarsi del nostro petrolio. Piuttosto
che arrenderci metteremo la Libia a
ferro e fuoco. Non stupisce che il lea-
der del Consiglio nazionale transito-
rio, Mustafa Abdel Jalil, sostenga che
Gheddafi va preso a tutti i costi, vivo
o morto. Wanted, dead or alive,
scritto sui manifesti per le strade di
Tripoli, che lo mostrano in possibili
travestimenti, avvolto in un foulard o
con la testa rasata. Altrimenti il Ras
rester una minaccia permanente per
la Libia del nuovo corso.
Lorenzo Cremonesi
RIPRODUZIONE RISERVATA
Dal sito del Settimo Rai Camp
sono scomparse le pagine che
proponevano il military training camp
con ex ufficiali dellesercito americano
Continuate a combattere contro gli invasori. Il destino della
Libia non sar nelle mani degli occidentali Muammar Gheddafi
Il sequestro
Il 23 luglio tre
contractor
italiani sono
sequestrati da
truppe lealiste
al confine tra
Libia e Tunisia:
saranno liberati
il 21 agosto
Lidentikit
Si tratta di Luca
Boero, 41 anni,
caporalmaggio-
re riservista,
addetto alla
sicurezza di
locali notturni di
Genova; Vittorio
Carella, 42 anni,
metronotte
di Peschiera
Borromeo
in provincia
di Milano;
Antonio
Cataldo, 27
anni, idraulico
di Chiusano
San Domenico,
provincia
di Avellino.
Cataldo
avrebbe
frequentato un
corso militare
vicino a Firenze
Il responsabile afferma di non
conoscere Antonio Cataldo
ma non esclude che possa
essere passato dal suo campo

Sul web I corsi


Il finto fronte
Uno dei corsi di
addestramento;
in basso a sinistra
i tre italiani dopo
la liberazione
a Tripoli: da
destra Luca
Boero, Antonio
Cataldo e,
di spalle,
Vittorio Carella
Tappe
A Tripoli poster con Gheddafi wanted
69
63
I gruppi
Il Ras rifiuta la resa
Le trib sono con me
Far terra bruciata
L Italia torna in Libia
Lanno
della presa
del potere
di Muammar
Gheddafi
I Paesi
rappresentati
al vertice
sulla Libia
ieri allEliseo
Lambasciata italiana riapre a Tripoli. Nominato ieri dal Consiglio
dei ministri, Giuseppe Buccino Grimaldi sar il nuovo
ambasciatore italiano in Libia. La sede diplomatica era stata
saccheggiata e incendiata durante gli scontri dei mesi scorsi,
dopo che il personale aveva fatto rientro in Italia
La caccia I ribelli rinviano di 7 giorni lultimatum
italia: 515249535254
Codice cliente:
DAL NOSTRO INVIATO
NEW YORK Dopo Irene, a
seminare il panico in America ar-
rivato ora luragano Perry, il can-
didato che, ad appena due settima-
ne dalla sua discesa in campo, sem-
bra gi aver sbaragliato gli altri
aspiranti alla nomination repub-
blicana alla Casa Bianca, compreso
Mitt Romney, dato da tutti come fa-
vorito fino a Ferragosto. Il governa-
tore del Texas trionfa in tutti i son-
daggi e intanto si tuffa in una duris-
sima polemica contro un giudice
che ha bloccato una legge del suo
Stato che, nel tentativo di disincen-
tivare in ogni modo gli aborti, im-
pone alle donne e ai medici quella
che la corte federale ha giudicato
uninammissibile violazione della
libert di espressione tutelata dalla
Costituzione americana.
Perry ha fulminato Sam Sparks
(giudice, peraltro, a suo tempo no-
minato da George Bush e tuttaltro
che progressista) ribadendo la sua
linea favorevole, in caso di aborto
anche per stupro, non solo allob-
bligo di sottoporsi a unecografia
transvaginale, ma anche a imporre
ai medici a spiegare in dettaglio al-
la donna incinta come avviene lo
sviluppo del feto e persino a farle
ascoltare il battito cardiaco, in mo-
do da cercare di dissuaderla dalla
decisione di interrompere la gravi-
danza.
Contemporaneamente il gover-
natore repubblicano ha continuato
a snocciolare il suo programma
economico arciconservatore, men-
tre la lettura di Fed Up (Non se
ne pu pi), il suo libro-manifesto
appena dato alle stampe, sta facen-
do venire i brividi alla sinistra ame-
ricana.
Ma comincia a esserci preoccupa-
zione anche tra i conservatori mo-
derati e nellestablishment eco-
nomico che aveva scelto di puntare
su un uomo dimpresa come Rom-
ney rispetto a un Rick Perry che og-
gi fa liperliberista pronto ad azzera-
re dalle pensioni alla sanit
ogni brandello di Stato sociale,
ma la cui biografia densa di episo-
di nei quali il governatore in anni
pi o meno lontani si lasciato an-
dare a scelte stataliste, per giunta
poco trasparenti.
Fin qui la prospettiva di una sfi-
da per la Casa Bianca tra Barack
Obama e un esponente della destra
radicale non era stata presa pi di
tanto in considerazione un po per-
ch i candidati potenziali da Sa-
rah Palin a Michele Bachmann
non sembravano avere la caratura
per aspirare alla nomination, un
po perch si riteneva che un leader
integralista, non appoggiato dalla
parte moderata del fronte conserva-
tore, avrebbe finito per favorire la
riconferma del presidente democra-
tico per un secondo mandato.
Perry, per, ha sconvolto i termi-
ni dellequazione: anche se ha as-
sunto posizioni spesso estreme (de-
finendo, ad esempio incostituzio-
nale Medicare, lassistenza sanita-
ria per gli anziani) e se ha usato
espressioni durissime contro Ben
Bernanke (un altro repubblicano
scelto a suo tempo da Bush), affer-
mando che, se stampasse dollari
da qui alle elezioni del 2012, il ca-
po della Federal Reserve commette-
rebbe alto tradimento, nei son-
daggi il governatore ha rapidamen-
te sopravanzato tutti gli altri candi-
dati. Il sondaggio Quinnipac, il pi
recente, lo d al 24 per cento dei
consensi, sei punti pi di Romney.
Quello della Cnn vede, addirittura,
un Romney doppiato da Perry (27
a 14) con la Palin al 10 per cento e
la Bachmann al 9 insieme a Rudy
Giuliani.
I giochi non sono ancora fatti,
certo. Tra qualche giorno toccher
alla Palin decidere se candidarsi
mentre alcuni conservatori spaven-
tati da Perry stanno cercando di
convincere il governatore del New
Jersey Chris Christie (che per con-
tinua ad opporre un fermissimo ri-
fiuto) a scendere in campo. Per
adesso leffetto Perry ha fatto emer-
gere soprattutto la disaffezione del-
lelettorato repubblicano per Rom-
ney: accettato come il minore dei
mali, ma guardato sempre con diffi-
denza perch considerato poco sin-
cero, poco comunicativo e anche
per la sua fede mormone.
Meglio, almeno per ora, levange-
lico Perry, che sa tenere la scena e
vanta i successi economici colti ne-
gli 11 anni in cui ha governato il
Texas. Anche se radicale, Perry un
avversario assai temibile per un
Obama sempre pi indebolito dalla
crisi economica e occupazionale,
proprio perch il politico repubbli-
cano pu affermare di aver guidato
uno Stato molto attivo nella job
creation.
Posti di lavoro creati soprattut-
to nel settore pubblico e con le com-
messe militari di Washington re-
plicano indispettiti i democratici, il
cui improvviso panico giustifica-
to dal record di Perry che in vita
sua non ha mai perso unelezione
importante. Chi, come Ruth Mar-
cus del Washington Post, ha gi let-
to Fed Up, conclude, tra latterri-
to e lo sconsolato, che George Bu-
sh, in confronto, era un liberal al-
la George McGovern.
Massimo Gaggi
RIPRODUZIONE RISERVATA
Il governatore del Texas in testa ai sondaggi per la nomination del partito
lc nuovc normc cos|r|ngcrcbbcro |c donnc |nc|n|c ad asco||arc || ba||||o card|aco dc| |c|o. un g|ud|cc (nom|na|o da 8ush). An||cos|||u/|ona|c
La crociata antiaborto del texano Perry
spaventa pure i repubblicani (moderati)
Il caso
Ogni morte causata da
un aborto una tragedia
agli occhi di tutti
i texani che difendono
il diritto alla vita
In Texas
!amcs R|chard
R|c| Pcrry,
Gl ann|, c
|| govcrna|orc
dc| Tcras da|
2OOO (ha prcso
|| pos|o d|
8ush)
Sostenitori
appogg|a|o
da| mov|mcn|o
an||-|assc dc|
Tca Par|y.
Con|rar|o
a||abor|o c a|
ma|r|mon| gay,
c popo|arc |ra |
conscrva|or|
soc|a|| c rc||g|os|
Svolta
0uando cn|r
|n po||||ca ncg||
ann| 8O cra un
dcmocra||co, c
|avor pcr |a
campagna
prcs|dcn/|a|c d|
A| Corc nc|
l988.
rcpubb||cano
da| l989
Il paragone
Pcrry v|cnc
|a|vo||a
paragona|o a
8ush. l r|va|| |o
ch|amano
Ccorgc w
so||o s|cro|d|.
Ha Pcrry ha
cr|||ca|o |cr
prcs|dcn|c pcr
|ccccss|va
spcsa |cdcra|c
Protesta
Il governatore
del Texas
Rick Perry ad
una
manifestazio-
ne contro
laborto
(Ap|!ac|
P|un|c||)

Chi
20 Esteri
Venerd 2 Settembre 2011 Corriere della Sera
#
italia: 515249535254
Codice cliente:
Il muro israeliano a Gerusalemme
come quello del ghetto di Varsavia
Il sociologo Bauman riapre la polemica sullo sterminio degli ebrei
DAL NOSTRO CORRISPONDENTE
GERUSALEMME Com
malmessa, la Terra Promessa.
E bellicosa. E senza pace, per-
ch timorosa della pace. E
quanto specula sulla Shoah. E
quel muro che divide Israele e
la Cisgiordania, poi: roba da na-
zisti, altroch, niente da invi-
diare alla muraglia che chiuse
il Ghetto di Varsavia... Quante
volte li avete sentiti, questi ar-
gomenti? Cose gi dette, gi let-
te. Gi proclamate, gi conte-
state. Cos ripetute che nemme-
no ci finiscono pi, sui giornali
israeliani, quando arrivano da
chi se laspettano.
Diverso, per, se a dirle
Zygmunt Bauman, uno dei pi
grandi sociologi viventi, ebreo
di Poznan che da bimbo visse
le persecuzioni hitleriane e da
adulto le purghe comuniste,
che trov rifugio a Tel Aviv per
preferire poi lInghilterra. E
che in unintervista a un setti-
manale polacco, Politika, ha ro-
vesciato sui politici di Gerusa-
lemme la pi urticante delle ac-
cuse: di fare ai palestinesi quel
che fecero le Ss. Parole inac-
cettabili ha protestato for-
malmente il governo Netan-
yahu, in una lettera al giornale
del suo ambasciatore in Polo-
nia . Sgradevoli, ingiuste e
senza alcuna base di verit.
Il muro di Betlemme come il
muro di Varsavia: si pu para-
gonare lorribile barriera anti-
terrorismo allorrore che fece
morire mezzo milione debrei?
Bauman, premio Adorno, criti-
co dei totalitarismi e del nega-
zionismo, a 85 anni si permette
di rompere il tab: Israele sta
traendo vantaggio dallOlocau-
sto per legittimare azioni incon-
cepibili. Pugno, ergo sum:
combatto, quindi esisto? Bau-
man ne stracerto: I politici
israeliani sono terrorizzati dal-
la pace. Tremano, col terrore
della possibilit duna pace.
Perch senza guerra e senza
una mobilitazione generale,
non sanno come vivere. Israele
non vede come un male i missi-
li che cadono sulle cittadine
lungo i confini. Al contrario: i
politici sarebbero preoccupati,
perfino allarmati, se non pio-
vesse questo fuoco. E ancora,
citando un suo articolo pubbli-
cato su Haaretz, lo stesso gior-
nale israeliano che giorni fa ha
ospitato lo scrittore Gnter
Grass e il suo parallelo fra le vit-
time della Shoah e le vittime te-
desche della Seconda guerra
mondiale: Sono preoccupato
dice il sociologo polacco
del fatto che glisraeliani pi
giovani crescano nella convin-
zione che lo stato di guerra e
lallerta militare siano naturali
e inevitabili.
Vite di scarto: sulle opinioni
di Bauman, lopinione pubbli-
ca israeliana ha meno certezze
della classe politica. Basta leg-
gere i commenti Web allinter-
vista: Sono daccordo, questa
destra ci porta alla rovina, scri-
ve Linda, ebrea newyorkese;
come paragonare le mele alle
arance, perplesso Bobin, di
Tel Aviv; dategli una casa gra-
tis a Sderot boccia Moshe
e vada l a prendersi i missili
da Gaza. Il dibattito finisce an-
che in tv: un po perch di
questi giorni la storia delle
scuole francesi che cancellano
la Shoah dai libri di testo, e que-
sti veleni qui fanno sempre im-
pressione; un po perch Bau-
man, atteso da oggi a Sarzana
per la sua lectio al Festival del-
la Mente, molto conosciuto
(per tre anni insegn alluniver-
sit, i suoi libri sono tradotti in
ebraico) e ha posizioni che a
molti ricordano unaltra bestia
nera della destra, lo storico isra-
eliano Ilan Papp.
Io ammiro molto il profes-
sor Bauman e la sua storia
dice al Corriere lambasciatore
israeliano a Varsavia, Zvi
Rav-Ner, 61 anni, origini polac-
che . Lui stato un esempio:
dovette andarsene dalla Polo-
nia nel 68, per i pogrom con-
tro gli ebrei. Perci siamo mol-
to stupiti che abbia detto cose
dun odio cos cieco. Dal 71, il
professore tornato in Israele
solo tre volte: forse non sa be-
ne che oggi uno Stato demo-
cratico, dov ammessa qualsia-
si critica, anche la pi aspra.
Ma dove queste parole sono
considerate da antisemita. Le
stesse che dicevano i comuni-
sti polacchi dopo la guerra dei
Sei giorni: quelli che cacciaro-
no Bauman.
Francesco Battistini
RIPRODUZIONE RISERVATA
Profanato
memoriale
in Polonia
di MORDECHAY LEWY
I precedenti
Zygmunt Bauman,
84 anni, sociologo
e filosofo polacco
di origini ebraiche:
ha teorizzato la
societ liquida.
Ha lasciato la Polonia
nel 1968, vive
in Gran Bretagna
Chi
Durante un incontro tra diplomatici israeliani un
mio anziano collega disse che il ricordo della Shoah
si sarebbe dovuto mantenere come intima memoria
piuttosto che come esposizione in pubblico delle
sofferenze e dei traumi. Solo cos il ricordo sarebbe
rimasto autentico e immune da banalit e
strumentalizzazioni. Nonostante ci, coltivare la
memoria collettiva di un evento cos traumatico,
unico nel suo genere, una necessit. Con il
trascorrere del tempo, i sopravvissuti scompaiono e
il ricordo dei fatti potrebbe sbiadire. I primi anni
'50 furono caratterizzati dal silenzio delle vittime e
degli aguzzini, un silenzio che si ruppe con il
processo Eichmann che port a una nuova
riflessione sulla Shoah fra i membri della seconda
generazione - sia delle vittime sia degli aguzzini. Si
inizi a promuovere la cultura della memoria. La
Shoah doveva essere spiegata alle generazioni pi
giovani e si ritenne che si potesse mantenere viva
grazie alla ripetizione. Ma si apr anche la strada
alla banalizzazione. Poich per correttezza politica
si usava il termine olocausto per descrivere il
male estremo, la tentazione di etichettare altri
eventi come olocausti divenne politicamente
conveniente. Olocausti in Biafra, in Cambogia, in
Burundi o nel Darfur hanno riempito i titoli dei
media, contribuendo a richiamare l'attenzione su
eventi che lo meritavano. Tuttavia lo scotto da
pagare stato il venir meno dell'unicit della Shoah
e della sua memoria. Il termine greco olocausto,
letteralmente offerta interamente bruciata, nella
Bibbia (Ger 19,4-5) indica i sacrifici umani alle
divinit infernali. La stessa definizione viene data
dall'Encyclopedie di Diderot. D'altra parte, a New
York, nel 1932, la pubblicit di
una svendita annunciava che
tappeti orientali erano oggetto di
un grande olocausto del
prezzo. Il termine olocausto
per indicare lo sterminio nazista
degli ebrei fu utilizzato per la
prima volta nel novembre 1942 in un editoriale del
Jewish Frontier. Tuttavia, anche dopo il 1945, non
mai divenuto un sinonimo preciso di sterminio degli
ebrei, infatti, fino ai primi anni Sessanta, era usato
principalmente nel contesto della catastrofe
nucleare.
Il termine olocausto per indicare lo sterminio
degli ebrei era dunque usato raramente e sempre
insieme all'aggettivo ebraico. Nel 1978 la serie
televisiva statunitense Holocaust fu trasmessa in
tutto il mondo occidentale legando cos il termine
allo sterminio ebraico.
Sono numerosi i motivi per cui divenuto
preferibile il termine Shoah per indicare l'evento,
unico nel suo genere, dell'uccisione sistematica e
meccanizzata che port allo sterminio di un terzo
del popolo ebraico. In primo luogo, esso offre
un'alternativa ai significati imprecisi del termine
olocausto. L'unicit meglio mantenuta con il
termine Shoah. In secondo luogo, utilizzando il
termine Shoah si pu mostrare rispetto e
solidariet alle vittime e al modo in cui esse stesse
esprimono la propria memoria nella loro lingua
ebraica. Probabilmente dobbiamo questa
sostituzione di termini al regista Claude Lanzmann
che, nel 1985, ha intitolato il suo documentario di
nove ore proprio Shoah. Ci ha reso
internazionalmente nota questa parola ebraica. Gli
ebrei hanno sviluppato una sensibilit all'uso di
questo termine, ritualizzato nella cultura della
memoria per evitare la dimenticanza. A tutt'oggi
accomunare la loro unica esperienza di vittime con
le atrocit commesse contro altre nazioni sembra
equivalere al tradimento di un lascito trasmesso
alle generazioni di ebrei sopravvissuti a
quell'evento. Infatti, se la possibile conseguenza
della memoria la banalizzazione, il prezzo della
dimenticanza molto pi alto. Per questo
all'entrata dello Yad Vashem si possono leggere le
parole di Baal Shemtov: La memoria la fonte
della redenzione.
Ambasciatore d'Israele
presso la Santa Sede
RIPRODUZIONE RISERVATA
Antisemitismo
Il caso La pagina del Corriere sulleliminazione
della parola Shoah dai manuali francesi
In Francia
Il regista Claude
Lanzmann, 85 anni,
ha denunciato che dai
manuali di storia usati
nelle scuole francesi
sta scomparendo
la parola Shoah,
sostituita da termini
come genocidio,
sterminio,
annientamento
per indicare lOlocausto.
Nel 1985 fece scalpore
in tutto il mondo
il documentario di
Lanzmann intitolato
appunto Shoah
In Germania
In unintervista allo
storico israeliano
Tom Segev, lo scrittore
tedesco e premio
Nobel Gnter Grass,
83 anni, ha paragonato
la Shoah alle sofferenze
dei soldati tedeschi
catturati dai russi
alla fine della guerra:
Non dico questo per
diminuire la gravit del
crimine contro gli ebrei
ha detto Grass
ma lOlocausto non
stato lunico crimine
Lintervento
VARSAVIA stato
devastato a Jedwabne,
nellEst della Polonia, il
monumento ai 340 ebrei
che nel luglio 1941 furono
bruciati vivi in un fienile
dalla popolazione polacca
del luogo, probabilmente
affiancata da soldati
nazisti. Come ha reso noto
la polizia, il monumento
stato profanato con delle
svastiche, mentre sono
state cancellate con una
vernice verde le scritte che
ricordano i fatti avvenuti
settantanni fa (foto Afp).
Sulle pietre che tracciano
la pianta del fienile gli
assalitori hanno lasciato
scritte antisemite, come
Non chiediamo scusa per
Jedwabne, Erano
altamente infiammabili.
Il monumento era stato
realizzato dieci anni fa
con il patrocinio dellallora
presidente Aleksander
Kwasniewski. Lattacco
si verificato alla vigilia
dellanniversario
dellinvasione tedesca
della Polonia, il primo
settembre 1939.
In Israele La barriera a Gerusalemme (Contrasto) In Polonia Il muro del Ghetto di Varsavia costruito nel 40
Ecco perch il termine Shoah
richiama lunicit di quellevento
Paralleli Il grande intellettuale ebreo-polacco parla a una rivista del suo Paese dorigine
21 Esteri
Corriere della Sera Venerd 2 Settembre 2011
#
italia: 515249535254
Codice cliente:
22
Venerd 2 Settembre 2011 Corriere della Sera italia: 515249535254
Codice cliente:
Due volumi con il Corriere per rivivere lattacco alle Torri e il drammatico 2001
Per una ironica beffa della sorte, in quel
mattino, mentre il mondo assisteva sbigot-
tito al verificarsi dellincredibile, i quoti-
diani italiani erano in edicola con questo
titolo: Paura sullairbus Milano-Roma. Ri-
prende quota in atterraggio. Forse l11
settembre stato anche questo: uno stori-
co acceleratore di particelle che ha scom-
posto la realt per ricomporla in altra for-
ma, altro peso, altre dimensioni.
Improvvisamente tutto divenne vec-
chio, lontano. Il giorno dopo sembrava
che il consueto mare di affanni del quo-
tidiano fosse del tutto sepolto sotto quel
cratere nel cuore di New York. questa la
sensazione che affiora dalle pagine dei
due volumi che il Corriere della Sera dedi-
ca al decennale dellattacco alle Torri Ge-
melle. A cominciare dal titolo: via le paro-
le, basta la semplice data 11.9.
Doppio volume Due volumi, il primo di
scritti, il secondo di immagini. Il primo in
edicola domani a 9,90 euro pi il prezzo
del quotidiano, laltro il 10 settembre. Il
racconto serrato da quel giorno fino ai pri-
mi mesi dellanno successivo. Perch in
quelle ore subito le parole si intrecciarono
alle immagini, infiammate dalla televisio-
ne, quasi si concretizzassero di colpo le te-
si di Barthes e Bourdieu, in un crescendo
emotivo fuori controllo. Ben incardinato
dalle testimonianze dei giornalisti e dal-
lintensit degli editorialisti del Corriere
della Sera (circa una cinquantina di firme
tra le pi autorevoli), degli scrittori e dei
commentatori che in quei giorni sono in-
tervenuti sulle pagine del nostro giornale.
Un crescendo che culmina con lurlo dal-
lAmerica di una rinata Oriana Fallaci, la
rabbia e lorgoglio contro lestremismo
islamico, doloroso epicentro del primo vo-
lume. Rabbia alla quale fa eco linvito alla
tolleranza ragionata degli scritti di Tizia-
no Terzani.
Scatti dautore E, nel secondo volume,
spazio alle visioni. Alle fotografie quelle
quasi rembrandtiane (fosche, plumbee) di
James Natchwey, del quale si presenta il fa-
moso portfolio realizzato in presa diretta, a
due passi dalle Torri che crollavano. Ma an-
che alla cronaca, che poi cronaca cess di
essere: limmagine di un uomo scampato al
disastro che vaga coperto di polvere come
uno zombie gi altro. storia, epica. Ec-
co perch anche la semplice immagine di
Bush che viene avvisato del disastro men-
tre visita una scuola elementare diventa do-
cumento: la realt che irrompe.
Realt della gente che fugge per salvar-
si (nelle immagini Magnum e Reuters) e
di quelli che scelsero di fuggire da una
morte allaltra, come coloro che si lancia-
rono dagli ultimi piani delle Torri Gemel-
le. La realt delle guerre che seguirono
(lAfghanistan in primis) e delle persone
care che non ci sono pi, come la collega
del Corriere della Sera, Maria Grazia Cutu-
li, uccisa sulla via per Kabul mentre rac-
contava questo giro di valzer della storia.
Su tutti, spicca una delle numerose prime
pagine dei quotidiani americani (raccolte
nel secondo volume): Unthinkable!. Im-
pensabile!
Roberta Scorranese
RIPRODUZIONE RISERVATA
RENDIAMO QUESTO ORRORE
OCCASIONE DI RIPENSAMENTO
Il giorno che ha cambiato il mondo
LA MIA IRA VERSO LE CICALE
CHE IRRIDONO LAMERICA
di TIZIANO TERZANI
Da domani
e dal 10 settembre
di ORIANA FALLACI
Le iniziative del Corriere
L11 settembre: le parole, le immagini
I due volumi di 11.9 - Il giorno che ha cambiato
il mondo a 9,90 pi il prezzo del quotidiano. La
prima uscita comprende anche il cofanetto
O
riana, dalla finestra di una
casa poco lontana da quella
in cui anche tu sei nata,
guardo le lame austere ed
eleganti dei cipressi contro il cielo e
ti penso a guardare, dalle tue
finestre a New York, il panorama
dei grattacieli da cui ora mancano le
Torri Gemelle. Mi torna in mente un
pomeriggio di tanti, tantissimi anni
fa quando assieme facemmo una
lunga passeggiata per le stradine di
questi nostri colli argentati dagli
ulivi. Io mi affacciavo, piccolo, alla
professione nella quale tu eri gi
grande e tu proponesti di
scambiarci delle Lettere da due
mondi diversi: io dalla Cina
dellimmediato dopo-Mao in cui
andavo a vivere, tu dallAmerica. Per
colpa mia non lo facemmo. Ma in
nome di quella tua generosa offerta
di allora, e non certo per
coinvolgerti ora in una
corrispondenza che tutti e due
vogliamo evitare, che mi permetto
di scriverti. Davvero mai come ora,
pur vivendo sullo stesso pianeta, ho
l' impressione di stare in un mondo
assolutamente diverso dal tuo.
Ti scrivo anche e pubblicamente
per questo per non far sentire
troppo soli quei lettori che forse,
come me, sono rimasti sbigottiti
dalle tue invettive, quasi come dal
crollo delle due Torri. L morivano
migliaia di persone e con loro il
nostro senso di sicurezza; nelle tue
parole sembra morire il meglio della
testa umana, la ragione; il meglio
del cuore, la compassione. Il tuo
sfogo mi ha colpito, ferito e mi ha
fatto pensare a Karl Kraus. Chi ha
qualcosa da dire si faccia avanti e
taccia, scrisse, disperato dal fatto
che, dinanzi allindicibile orrore
della Prima Guerra Mondiale, alla
gente non si fosse paralizzata la
lingua. Al contrario, gli si era
sciolta, creando tutto attorno un
assurdo e confondente chiacchierio.
Tacere per Kraus significava
riprendere fiato, cercare le parole
giuste, riflettere prima di
esprimersi. Lui us di quel
consapevole silenzio per scrivere Gli
ultimi giorni dellumanit, unopera
che sembra essere ancora di
uninquietante attualit. Pensare
quel che pensi e scriverlo un tuo
diritto. Il problema per che,
grazie alla tua notoriet, la tua
brillante lezione di intolleranza
arriva ora anche nelle scuole,
influenza tanti giovani e questo mi
inquieta. Il nostro di ora un
momento di straordinaria
importanza. Lorrore indicibile
appena cominciato, ma ancora
possibile fermarlo facendo di questo
momento una grande occasione di
ripensamento.
RIPRODUZIONE RISERVATA
8 ottobre 2001
Da Il Sultano e san Francesco
M
i chiedi di parlare,
stavolta. Mi chiedi di
rompere almeno stavolta
il silenzio che ho scelto,
che da anni mi impongo per non
mischiarmi alle cicale. E lo faccio.
Perch ho saputo che anche in Italia
alcuni gioiscono come laltra sera alla
Tv gioivano i palestinesi di Gaza.
Vittoria! Vittoria!. Uomini, donne,
bambini. Ammesso che chi fa una
cosa simile possa essere definito
uomo, donna, bambino. Ho saputo
che alcune cicale di lusso, politici o
cosiddetti politici, intellettuali o
cosiddetti intellettuali, nonch altri
individui che non meritano la
qualifica di cittadini, si comportano
sostanzialmente nello stesso modo.
Dicono: Bene. Agli americani gli sta
bene. E sono molto molto, molto
arrabbiata. Arrabbiata duna rabbia
fredda, lucida, razionale. Una rabbia
che elimina ogni distacco, ogni
indulgenza. Che mi ordina di
rispondergli e anzitutto di sputargli
addosso. Io gli sputo addosso.
Arrabbiata come me, la poetessa
afro-americana Maya Angelou ieri ha
ruggito: Be angry. Its good to be
angry, its healthy. Siate arrabbiati. Fa
bene essere arrabbiati. sano. E se a
me fa bene io non lo so. Per so che
non far bene a loro, intendo dire a
chi ammira gli Usama Bin Laden, a
chi gli esprime comprensione o
simpatia o solidariet. Hai acceso un
detonatore che da troppo tempo ha
voglia di scoppiare, con la tua
richiesta. Vedrai. Mi chiedi anche di
raccontare come lho vissuta io,
questApocalisse. Di fornire insomma
la mia testimonianza. Incomincer
dunque da quella.
Ero a casa, la mia casa nel centro di
Manhattan, e alle nove in punto ho
avuto la sensazione dun pericolo
che forse non mi avrebbe toccato ma
che certo mi riguardava. La
sensazione che si prova alla guerra,
anzi in combattimento, quando con
ogni poro della tua pelle senti la
pallottola o il razzo che arriva, e rizzi
gli orecchi e gridi a chi ti sta accanto:
Down! Get down! Gi! Buttati gi.
Lho respinta. Non ero mica in
Vietnam, non ero mica in una delle
tante e fottutissime guerre che sin
dalla Seconda Guerra Mondiale
hanno seviziato la mia vita! Ero a
New York, perbacco, in un
meraviglioso mattino di settembre,
anno 2001. Ma la sensazione ha
continuato a possedermi,
inspiegabile, e allora ho fatto ci che
al mattino non faccio mai. Ho acceso
la Tv. B, laudio non funzionava. Lo
schermo, s. E su ogni canale, qui di
canali ve ne sono quasi cento, vedevi
una torre del World Trade Center che
bruciava come un gigantesco
fiammifero.
RIPRODUZIONE RISERVATA
29 settembre 2001
Da La Rabbia e lOrgoglio
Testimone
fra le rovine
I resti del
World Trade
Center in uno
degli scatti
del grande
fotografo
americano
James
Natchtwey: il
suo
reportage
allinterno
del cratere di
Ground Zero
presente
nel secondo
volume
23 Esteri
Corriere della Sera Venerd 2 Settembre 2011 italia: 515249535254
Codice cliente:
24
Venerd 2 Settembre 2011 Corriere della Sera italia: 515249535254
Codice cliente:
25
Corriere della Sera Venerd 2 Settembre 2011 italia: 515249535254
Codice cliente:
Tutto qui?
S, tutto qui.
tutto Gran Soleil. Mica aria montata...
I migliori caff
del mondo.
Preziose essenze
naturali.
Tanto latte fresco. Inimitabile arte
pasticcera Ferrero.
Solo Gran Soleil... ...e via, via tutta laria!
26
Venerd 2 Settembre 2011 Corriere della Sera italia: 515249535254
Codice cliente:
MONZA Larchitetto
Magni? Siamo amici di
vecchia data, da parte mia
nessun favoritismo. Non la
pensano cos i pm di Monza,
che sostengono la tesi del
rapporto privilegiato
riservato da Nicoletta
Sostaro, responsabile dello
Sportello unico per ledilizia
del Comune di Sesto San
Giovanni dal 2005,
allarchitetto Marco Magni,
uno dei due personaggi
arrestati per corruzione
nellambito dellinchiesta sul
cosiddetto sistema Sesto.
Ieri, altre quattro ore di
interrogatorio per la
funzionaria. I pm Walter
Mapelli e Franca Macchia
hanno puntato sui suoi
rapporti con larchitetto, al
quale sarebbe stata riservata
una corsia preferenziale,
dietro pagamenti di denaro,
nellapprovazione delle
pratiche edilizie. Gli
inquirenti, intercettazioni
alla mano, hanno contestato
alla Sostaro un gran numero
di telefonate rivolte a Magni.
Chiamate che lindagata,
difesa dallavvocato Gianluca
Minniti, ha spiegato
parlando di un rapporto di
amicizia. Quello di ieri
stato il secondo atto di un
interrogatorio fiume
cominciato luned, quando
le domande puntavano
invece su Piero Di Caterina.
Limprenditore che le
avrebbe allungato una
tangente da 5000 euro
nascosta nella confezione di
un panettone natalizio,
raccomandandole di
consumarlo subito.
Bustarella che la Sostaro,
secondo quanto riferito ai
pm, avrebbe restituito
sdegnata. Nel frattempo,
gli accertamenti della
Procura proseguono,
attraverso una rogatoria,
presso alcune banche
svizzere dove, per laccusa,
sarebbero transitati 400 mila
euro. Parte della maxi
tangente di 4 miliardi che il
costruttore Giuseppe Pasini
avrebbe versato a Filippo
Penati e al suo braccio
destro Giordano Vimercati
per costruire sullarea Falck.
Federico Berni
RIPRODUZIONE RISERVATA
Penati mi disse di rivolgermi al responsabile di Rutelli
per consegnare il denaro direttamente a lui Piero Di Caterina

MILANO Piero Di Cateri-


na pag le spese di un comizio
elettorale che Francesco Rutelli
tenne a Sesto San Giovanni nei
primi anni 2000. Limprendito-
re, che ha fatto finire nei guai il
vicepresidente dimissionario
del Consiglio regionale della
Lombardia, il pd Filippo Penati,
rivela che sald i conti della ma-
nifestazione per fare un favore
allallora sindaco Penati, il qua-
le lo invit a consegnare i soldi
a un collaboratore di Rutelli.
I magistrati monzesi sono
sempre molto cauti sulle parole
di Di Caterina che, potendo es-
sere dettate da malanimo, de-
vono essere verificate accurata-
mente. La Procura non ha inse-
rito la vicenda del comizio nel-
le accuse perch essa va inqua-
drata nel finanziamento illecito
gi contestato a Penati, esclu-
dendo cos un coinvolgimento
diretto e consapevole di Rutelli
e del suo collaboratore.
Il 16 giugno 2010 Piero Di Ca-
terina si presenta alla sezione
di polizia giudiziaria della Gdf
di Milano che qualche giorno
prima lha perquisito nellinda-
gine Santa Giulia. Si convince
che ora di rendere le sponta-
nee dichiarazioni che, trasmes-
se con linchiesta dai pm mila-
nesi Laura Pedio e Gaetano Ru-
ta ai colleghi monzesi Walter
Mapelli e Franca Macchia, tra-
volgeranno Penati e altri 19 in-
dagati per 15 anni di presunte
tangenti milionarie. Uninchie-
sta che per Massimo DAlema
sconvolgente per la portata
delle accuse e ha fatto bene Ber-
sani a non sottovalutarla. Ma
verso Penati non si pu che es-
sere garantisti.
Dal primo verbale emergono
vicende inedite a fianco di quel-
le note. Quando il maggiore Er-
nesto Carile gli chiede cosa ci fa-
cessero 4 vecchi fogli nella sua
cassaforte, Di Caterina apre il ca-
pitolo Rutelli. Sono ricevu-
te a favore di un uomo dello
staff di Rutelli, risponde, per
pagamenti che si riferiscono
ad una campagna elettorale nei
primi anni 2000 in cui France-
sco Rutelli venne a Sesto San
Giovanni per un comizio. Que-
sti soldi, se ben ricordo, furono
spesi allepoca per finanziare
questo evento. Era stato Filip-
po Penati a chiedermi di fare
fronte a questa esigenza econo-
mica per motivi elettorali e di
presentarmi allhangar di Sesto
Autoveivcoli, dove si svolse la
manifestazione, e di rivolger-
mi al responsabile di Rutelli per
consegnargli il denaro. Su que-
sta vicenda aveva testimoniato
anche il consigliere delegato del-
la concessionaria Paolo Fondri-
ni che aveva detto di aver mes-
so a disposizione gratuitamen-
te larea di viale Edison in occa-
sione di vari eventi o comizi.
Come nella campagna elettora-
le del 2001 di Rutelli per un co-
mizio, poi per la festa di Sesto
San Giovanni e, nel 2005, per la
visita del presidente della Re-
pubblica Ciampi su indicazione
di Oldrini, attuale sindaco di
Sesto. Lo fece solo per mante-
nere buoni rapporti con lammi-
nistrazione comunale. Quan-
do un riferimento a questa sto-
ria apparso sulla stampa, Ru-
telli ha annunciato querela.
Di Caterina un fiume in pie-
na che scorrer in pi interroga-
tori. Parla dei ricorsi presentati
al Tar della Lombardia contro
lAtm che, a suo dire, danneg-
giava la sua azienda di trasporti
pubblici nella ripartizione degli
introiti dei biglietti dei bus, e di-
ce che qualcuno, in ambienti
romani, gli disse: Guarda che
qua, con 400/500 mila euro, il
processo, il ricorso, lo aggiu-
sti. Sempre a caccia di affari,
limprenditore pensava di farne
uno con Giuseppe Grossi, inda-
gato con limmobiliarista Luigi
Zunino per la provvista per la
corruzione con 710 mila euro
dellassessore Pasqualino di Le-
va (arrestato) nella vicenda Fal-
ck. Grossi, importante impren-
ditore nelle bonifiche ecologi-
che, aveva una stupenda flot-
ta con auto prestigiose, un eli-
cottero e un jet e lui avrebbe vo-
luto gestirli per noleggi di lus-
so. I due si accordarono, Di Ca-
terina vers 650 mila euro a
Grossi che con le sue entratu-
re politiche avrebbe dovuto
ottenere da Regione, Comuni e
Sea e via dicendo le autorizza-
zioni per aprire gli uffici negli
aeroporti. Grossi conosceva
molte persone importanti e
diceva di avere gi una buona
clientela. Il business ebbe un
successo parziale: Il sindaco
Oldrini ha usufruito gratis del-
lelicottero ed io ho messo a di-
sposizione autobus e autovettu-
re per visite allarea Falck o in
occasione della presenza di
ospiti importanti quali il presi-
dente della Repubblica. Per
consentirgli di recuperare, Di
Caterina dice che gli affidarono
con 750 mila euro la promozio-
ne dellarea Falck sul territorio
dellex Stalingrado dItalia.
Giuseppe Guastella
RIPRODUZIONE RISERVATA
Le mazzette
I pm di Monza
indagano su un
presunto giro di
tangenti versate
per lex area
Falck di Sesto
Linterrogatorio
Ieri stata
sentita Nicoletta
Sostaro (foto),
responsabile
dello Sportello
unico per
ledilizia di
Sesto San
Giovanni
La vicenda
Penati mi chiese di pagare
le spese del comizio di Rutelli
Parla Di Caterina. DAlema: sconvolgente ma garantisti
MILANO E pure il prete dovette
scusarsi. Quel suo attento, locale gior-
nalino cattolico aveva osato scrivere
che a Sesto coi conflitti dinteresse si
stava davvero esagerando, che si sta-
va perdendo il senso della cosa pubbli-
ca. Oggi don Massimo Pavanello, 48
anni, passato di posto e grado (a Mila-
no responsabile della Pastorale del
turismo), dice di non ricordarsi gli av-
venimenti. E per allora, eravamo nel
2005, con atti intimidato-
ri, hanno ricostruito i magi-
strati, Pasqualino Di Leva e
Marco Magni obbligarono il
sacerdote a un secondo arti-
colo. Per chiedere perdono.
Conflitto dinteressi nella co-
sa pubblica a Sesto San Gio-
vanni? Siam matti?
Tania Di Leva (la figlia del-
lassessore, timida, 38 anni),
abita in un attico al 212 di
viale Gramsci. Due piani sot-
to, al settimo, c lo studio
dellarchitetto Magni, del
quale dipendente Tania,
sposata con Davide Grigola-
to, preso in un ufficio del Co-
mune dopo esser finito nel
concorso pubblico troppo lontano in
graduatoria rispetto ai posti a disposi-
zione e pi tardi ripescato in quanto
i posti erano stati, dicono dincanto,
aumentati....
Voci. Invidie. Il sistema Sesto, o si-
stema Penati, ha aiutato a sistemare.
Lavoro, case; figli, consorti; pubblica
amministrazione. Nicoletta Sostaro, la
Nico con le minigonne e i viaggi esoti-
ci anche in solitaria, stata compagna
dun architetto a lungo in Comune.
Classe 59, geometra, la Nico, si legge
nel curriculum responsabile dello
Sportello unico per ledilizia e le attivi-
t produttive con delega dirigenziale
per numerose funzioni, del segno
dei Pesci. Fra le caratteristiche, infor-
mano gli specialisti, i Pesci hanno il di-
fettuccio, dinanzi ai problemi, di la-
sciarsi travolgere. Un imprenditore,
racconta chiedendo lanonimato
c paura a parlare, volano querele e
peggio minacce , scoperto un abuso
edilizio and dalla Sostaro per denun-
ciarlo. Bravo, ha ragione. Scusi,
ma il suo ufficio che ha avallato....
Criticare il sistema vietato. I proces-
si? Interni. Orgoglio, eredit sestese. Il
centrosinistra al governo da sem-
pre. Nel 2012 si andr alle elezioni co-
munali. La prossima settimana, il sin-
daco Giorgio Oldrini prover lazzar-
do. Con una giunta azzoppata ha con-
vocato un consiglio comunale straor-
dinario. Per approvare il piano di ri-
qualificazione dellex area Falck. Davi-
de Bizzi, 48 anni, imprenditore allergi-
co a interviste, amicizie cielline, luo-
mo dellannunciata riqualificazione
(si partir da un centro commerciale)
con imprese coreane e Coop. Dovesse
passare il piano, il centrodestra corre-
r in Procura. E allungheremo la lista
degli indagati promette il 43enne av-
vocato Antonio Lamiranda, capogrup-
po pdl; ha ridato carica al centrode-
stra, intristito da decenni che non toc-
cava palla.
Lamiranda ha insistito su una cura.
Far studiare ai consiglieri lurbanisti-
ca. Altrimenti a Sesto non riesci a far
politica. E pazienza: da una rotonda
a un palazzo, gli architetti che prendo-
no lavori sono i soliti. Cio Magni e
Giancarlo Marzorati. Del resto prescel-
ti e preferiti sono una manciata e si se-
guono di generazione in generazione.
Famiglie.
La consigliera regionale Sara Val-
maggi figlia della signora Radice or-
ganizzatrice di campagne elettorali
per Penati. Valentino Mejetta capo
del Consorzio gestore della raccolta di
rifiuti; il figlio Mirko segretario citta-
dino del Pd. Che centra, sbotteranno
gli interessati, si guardi in giro. Quan-
ti, con Penati, hanno fatto fortuna?
Per dire, Sonia Cantoni a Milano neo-
presidente della municipalizzata dei ri-
fiuti, stata assessore a Sesto. Chiaro,
i vecchi duri resistono. Il pluriottan-
tenne Giuseppe Carr, nei tempi sin-
daco, deputato e arrestato per tangen-
ti, presidente onorario della societ
sportiva Geas. Lo sport non estra-
neo. parte integrante. In una telefo-
nata Oldrini si sente con Massimo Mi-
los, presidente della Pro Sesto (cal-
cio); stato cacciato lallenatore, ne
parlano un secondo dopodich la con-
versazione vola su ex Falck, Bizzi, tran-
che, e questa Sesto. Pi in rosso che
rossa. Col centrodestra che pensa addi-
rittura a candidati sindaco forti, da
fuori (Romano La Russa, famiglia qui
influente, e Riccardo De Corato), per
mandare in prescrizione il nomigno-
lo, forse ormai pena, dex Stalingrado.
Andrea Galli
agalli@corriere.it
Il sistema Sesto Appalti e interessi nellex Stalingrado
Le assunzioni dei parenti
e quei lavori affidati
sempre ai soliti architetti
Trovai
5 mila euro
nascosti
nel panettone
Accusatore
Piero Di Caterina,
gola profonda
dellinchiesta che
ha travolto lex
sindaco e
vicepresidente
dimissionario del
Consiglio regionale
Filippo Penati
20
Indagati
Sono coinvolti nellinchiesta
della Procura di Monza che
contesta tangenti per oltre dieci
milioni di euro in quindici anni
Linchiesta I verbali dellimprenditore. I pm: escluso il coinvolgimento del leader dellApi
La mazzetta
Cronache
Nicoletta Sostaro
ha detto ai pm
di non aver accettato
la tangente
La funzionaria
Obiettivo
Lex area
Falck di
Sesto San
Giovanni
(Milano).
Nel
mirino
della
Procura
sono finiti
gli
interventi
di
riqualifica-
zione
Ex sindaco
Filippo Penati,
ex sindaco di
Sesto San
Giovanni,
indagato dai
pm di Monza
per le presunte
tangenti dellex
area Falck
27
Corriere della Sera Venerd 2 Settembre 2011
#
italia: 515249535254
Codice cliente:
CITT DEL VATICANO Il
corvo che ha attaccato il car-
dinale Tarcisio Bertone, a
quanto si dice, un monsi-
gnore di Curia, anziano e un
po frustrato, con il vezzo del-
le lettere anonime, non la
prima volta, purtroppo.
Oltretevere si considera la
cosa con un certo distacco iro-
nico, pi che minacciosa, la
lettera grottesca, un filo di
desolazione per il tono sgra-
devole del testo e una qual-
che rassegnazione: perch ta-
le la natura umana, in tutte
le comunit capita ci siano
persone cos, e perch que-
ste meschinit tendono ad
accadere mentre si stanno de-
cidendo nomine importanti,
magari c chi ambiva a qual-
che posto e non stato nean-
che preso in considerazione.
Nelle prossime settimane,
e comunque entro la fine del
mese, sar infatti nominato il
nuovo nunzio apostolico a
Washington: larcivescovo
Carlo Maria Vigan, ora segre-
tario e quindi numero due del
Governatorato vaticano.
Acatena si sistemeranno al-
tre caselle di rilievo: alla gui-
da del Governatorato ora
presieduto dal cardinale Gio-
vanni Lajolo, che va in pensio-
ne si fa da mesi il nome del-
lattuale nunzio in Italia, larci-
vescovo Giuseppe Bertello,
ma c anche la candidatura
di monsignor Giuseppe Sciac-
ca, uditore e quindi giudice
della Rota romana, che del Go-
vernatorato potrebbe diveni-
re segretario.
Se fosse confermata la scel-
ta di Bertello, ci sarebbe poi
da nominare il nuovo nunzio
italiano: con la candidatura di
Lorenzo Baldisseri, ora nun-
zio in Brasile.
in questa fase che la lette-
ra anonima, di cui ha dato no-
tizia laltro giorno il settima-
nale Panorama, stata man-
data in varie copie a cardinali
capi dicastero e negli uffici di
Curia, nei primi giorni di ago-
sto. Una lettera velenosa con-
tro il Segretario di Stato, il sa-
lesiano Bertone, che lo minac-
ciava si fa per dire: in Vati-
cano si tende a declassare la
faccenda a una boutade bizzar-
ra e di cattivo gusto usan-
do una frase di San Giovanni
Bosco, grandi funerali a cor-
te!: una citazione da una mis-
siva nella quale il fondatore
dei salesiani ammoniva Vitto-
rio Emanuele II, nel 1854, a
non confiscare i beni della
Chiesa. Il testo, tra laltro, ac-
cusa Bertone di non saper de-
cidere e di scegliere i collabo-
ratori solo sulla base di simpa-
tie personali e allude alla de-
fenestrazione dellarcivesco-
vo Vigan, peraltro destinato,
come si visto, ad una posi-
zione di assoluto rilievo: am-
basciatore della Santa Sede
negli Stati Uniti.
Sulla lettera anonima sta in-
dagando dufficio la Gendar-
meria vaticana, anche se dif-
ficile rintracciare prove che
incastrino lautore: il testo
stato scritto al computer con
un programma dei pi comu-
ni. E del resto Oltretevere
non stata presa sul serio
n in verit c un clima da
caccia al corvo, anche per-
ch i sospetti si sono addensa-
ti da subito su una vecchia co-
noscenza, in tema di lettera
anonime, autore di almeno
un altro testo su un argomen-
to diverso, ma sempre contro
il Segretario di Stato.
Si sa, o almeno si pensa di
sapere chi : lunica, in man-
canza di prove e quindi di
provvedimenti, avere (cri-
stianamente) pazienza e aspet-
tare let della pensione. Picco-
li veleni, piccole ripicche. C
chi sorride un po mesto, chi
scuote la testa. E chi ricorda
ci che disse lo scrittore ingle-
se John Cornwell quando in-
dag sulla scomparsa di Pa-
pa Luciani, arriv peraltro a
concludere che era morto di
morte naturale ma osserv de-
solato: Il Vaticano un picco-
lo paese di lavandaie.
Gian Guido Vecchi
RIPRODUZIONE RISERVATA
In cattedra
dopo 37 anni:
tra 2 anni
pensionata
Le accuse
La lettera su Bertone viene dallinterno della Curia
MILANO Una maledetta
mattina di tre anni fa e il so-
gno di giocare a rugby che al-
limprovviso si trasforma in in-
cubo. Il piccolo Elia Frezza di
Fontigo di Sernaglia della Bat-
taglia, colline trevigiane, aspet-
tava con ansia il giorno del suo
settimo compleanno, et mini-
ma per indossare la maglia del
Rugby Piave e rincorrere il ven-
to portando sottobraccio un
pallone ovale. Ma quel giorno
non arriv mai, cancellato dal
destino nascosto nella retro-
marcia alla cieca di un camion.
Lauto in cui stava
viaggiando al fianco
di pap Vincenzo fu
speronata e il suo
braccio destro rimase
incastrato tra le lamie-
re. Allospedale di Co-
negliano Veneto pro-
varono a fare il mira-
colo, ma uninfezione
vanific lopera del
chirurgo, obbligando
a una corsa in elicotte-
ro a Peschiera dove
non ci fu possibilit
diversa dallamputazione.
Il destino solo un anno pri-
ma aveva teso un agguato si-
mile a Matteo, il figlio maggio-
re dei Frezza, obbligandolo a
una vita da paralizzato. Intor-
no alla tragedia di una fami-
glia ha deciso di stringersi il
mondo del rugby e prima che
la macchina della solidariet
potesse mettersi in moto ci
hanno pensato un gruppo di
giocatori della nazionale gui-
dato dai fratelli Manuel e De-
nis Dallan e il Rugby Piave al
completo a scendere in mi-
schia per dare un aiuto concre-
to e una speranza a Elia. nata
Rugby for Life, lonlus che da
quel giorno ha preso a segnare
una meta dopo laltra nel cam-
po della solidariet sociale. Fi-
no a mercoled, quando il pic-
colo Elia con il suo braccio arti-
ficiale sbarcato al Lido di Ve-
nezia dove, in occasione della
Mostra del Cinema, stato pre-
sentato uno spot diretto dal re-
gista padovano Antonello Bel-
luco, che vede il bambino tre-
vigiano protagonista.
Il filmato si conclude con
una meta segnata da Mauro
Bergamasco proprio tra le brac-
cia di Elia ed stato girato tra
Villabassa, in val Pusteria, du-
rante il ritiro azzurro di prepa-
razione al Mondiale che inizie-
r il 9 settembre in Nuova Ze-
landa e lo storico centro sporti-
vo del Petrarca Padova. Al ter-
mine della presentazione una
signora ha chiesto al piccolo
Elia un autografo. E lui ha capi-
to di aver finalmente segnato
quella meta che era rimasta in-
castrata nei suoi pensieri di
bambino.
Valerio Vecchiarelli
RIPRODUZIONE RISERVATA
Solidariet Protagonista di uno spot
La meta di Elia
Mascotte del rugby
dopo un incidente
Scuola
Segretario
Il video Elia con Mauro Bergamasco
Tra le accuse quelle di
non saper decidere e di
scegliere i collaboratori
sulla base di simpatie
un anziano monsignore
il corvo del Vaticano
A due anni dalla pensione le viene
assegnata una cattedra di ruolo. Il record
di precariato spetta a Vincenza DAmico,
sessantatreenne di Caltanissetta. Dopo 37
anni da supplente di educazione artistica
mercoled scorso ha tagliato il traguardo
dellassunzione a tempo indeterminato.
Almeno sino al 2013, quando compir i
fatidici 65 anni e andr pensione. Un caso
limite che nel mondo della scuola non
isolato. Sempre in Sicilia, a Palermo, sono
in sciopero della fame Pietro Musso,
Calogero Fantauzzo e Filippo La Spisa. Tre
collaboratori scolastici precari che da tempo
hanno superato i 40 anni det e protestano
contro i tagli decisi dal governo.
A.Rib.
RIPRODUZIONE RISERVATA
A sinistra, il cardinale
Tarcisio Bertone, 76
anni, segretario di Stato
Vaticano da cinque
anni. Dal 2007 stato
nominato anche
Camerlengo con il
compito di presiedere la
Sede vacante dalla
morte del Pontefice fino
alla fine del conclave
(Frustaci / Eidon)
Il caso Lultima copia recapitata al cardinale, con critiche e minacce
che fresco che fa
Visita i nostri punti vendita - www.gabelgroup.com - info@gabelgroup.com - numero verde 800 77 35 35
Sentilo tra le lenzuola Gabel.
Scegli di vivere nel completo benessere
e in armonia con il tuo mondo.
Gabel ti fa dormire sonni tranquilli,
contribuendo ogni giorno al rispetto
dellambiente grazie allutilizzo
di energia pulita e ad una liera
produttiva tutta Italiana.
Trovi il marchio Gabel nei migliori
negozi di biancheria per la casa.
28 Cronache
Venerd 2 Settembre 2011 Corriere della Sera italia: 515249535254
Codice cliente:
ROMA Ian, che nella tradizione
ebraica significa dono di Dio, nato il 22
gennaio. Ed sano come un pesce. Lei
lha appena saputo, e la sua voce cambia
colore quando dice s, sta bene: negati-
vo al test della tubercolosi. Ma non di-
mentico gli altri genitori come me, e non
dimentico quello che ha passato mio fi-
glio, il percorso. Sa, fare un prelievo a un
bambino di sette mesi non come farlo a
noi, due infermiere lo reggevano... Non
voglio vendetta, mi creda, voglio verit,
come le sei famiglie che a me si sono ri-
volte. Parlando degli altri, la voce di Giu-
lia Bongiorno ritrova la giusta distanza,
quella che facile perdere se c in ballo
la salute di tuo figlio. Perch a lei, giova-
ne avvocato vincente del caso Andreotti e
mente giuridica di Gianfranco Fini, il de-
stino ha riservato questo doppio ruolo
nella storiaccia dei neonati infettati da
uninfermiera malata al nido del Policlini-
co Gemelli: prima madre angosciata e poi
legale cui madri e padri altrettanto ango-
sciati si sono rivolti
per avere giustizia.
Come loro, ha subi-
to silenzi e menzo-
gne: che adesso rac-
conta al Corriere.
Perch ha parto-
rito al Gemelli?
considerata una struttura con medi-
ci di altissimo livello, un ospedale che of-
fre garanzie. Inoltre il professore che mi
seguiva lavorava l.
E com andato il parto?
Benissimo. Infatti bisogna stare atten-
ti a non fare un unico calderone in cui
mettere tutti quelli che lavorano al Gemel-
li. Il professor Scambia mi ha dato grande
aiuto e grande attenzione.
Lei il 14 dicembre vot alla Camera in
sedia a rotelle e col pancione...
Rischiavo un parto prematuro. Fino a
qualche settimana fa avrei detto che sta-
ta unesperienza positiva.
Quando e come ha saputo la verit?
Qui c una delle ragioni per cui ho de-
ciso di seguire questo caso.
Me la spieghi.
Ascoltando le notizie come tutti, ad
agosto, ho avuto la sensazione si trattasse
di episodi isolati, di una situazione sotto
controllo. Dicevano: niente allarmismi.
Beh...
No, mi ascolti. Faccio politica e faccio
lavvocato, so benissimo come funziona,
so che ti dicono cos e pu essere una stra-
tegia. Ma, vede, io ho telefonato.
Al Gemelli?
S, al Gemelli. A varie persone, per ave-
re informazioni esatte.
E...?
E mi stato detto testualmente: lei
non si deve preoccupare, suo figlio nato
a gennaio e lei non pu rientrare nelle in-
dagini di approfondimento perch linfer-
miera in questione ha cominciato a lavora-
re successivamente a febbraio.
Le hanno detto cos?
S. E questo un dato assolutamente
falso, credo sia fuori discussione che lin-
fermiera era in servizio da prima, tra i
bambini del nido.
Scusi, chi le ha dato quelle risposte?
Non le far dei nomi, ma non si tratta
dellultimo centralinista del Gemelli. Le
persone che mi hanno informato erano in
buona fede, ma stata data loro una noti-
zia falsa.
Lei si qualificata? Voglio dire: come
avvocato o magari come parlamentare?
No.
Quando ha cominciato a chiamare?
Da subito, quando ancora non si parla-
va dei bambini nati a gennaio.
Quante volte ha chiamato?
Pi di dieci. Non sono arrabbiata, so-
no sconcertata. Vede, se io faccio firmare
per errore un atto falso nel mio studio,
per prima cosa alzo il telefono e chiedo
scusa.
Si minimizzato?
S. Intendiamoci: so bene che non si
deve creare allarme nella collettivit. Ma
dico: attenti a quando la minimizzazione
si trasforma in un vero e proprio danno.
Si continua a minimizzare?
Continuano a sostenere di fronte al-
levidenza che si tratta di un fatto irrile-
vante. Dicono: non sono malati. Ma nel re-
ferto c scritto: profilassi da fare. Non mi
pare che parliamo di bambini sani. Que-
sta minimizzazione stata il secondo erro-
re.
A lei andata bene.
S, ma non riesco a non pensare agli
altri genitori. Un pap ha tenuto quattro
ore la bambina al nido e gli risultata po-
sitiva al test. Io adesso diffido di tutto.
Qual stato il suo primo pensiero?
difficile descrivere lapprensione.
come se, nel momento iniziale della vita
di tuo figlio, la nascita, tu gi sbagli. Mi
sembrato un fallimento personale. Vive-
vo in grande ansia. Sa, ho 45 anni. Per me
Ian davvero un dono di Dio.
Poi gli altri genitori lhanno contatta-
ta come avvocato.
Ma non sapevano che avevo partorito
l. Ho vissuto il loro dramma, perch que-
ste sei coppie avevano gi fatto i controlli
e i test erano positivi, purtroppo.
Qual la strategia, adesso?
Vogliamo fare una denuncia, la deposi-
teremo in Procura. Loro non vogliono so-
lo unazione risarcitoria sul piano civile,
vogliono laccertamento approfondito dei
fatti, una vera azione penale.
Contro chi?
O linfermiera era a conoscenza della
sua situazione e lha nascosta....
...ma era positiva al test gi nel 2004.
S, sta emergendo questo. Dunque
si dovr spiegare perch sono stati
omessi i controlli o perch sono fal-
liti.
Menzogne, silenzi, come spiega
quello che successo?
Loro probabilmente non vole-
vano la folla, immagino io.
Cosa pensa della posizione
di Renata Polverini, diciamo,
di grande cautela...
Vede, se parla un politico,
io so che parla un politico.
Ma se parla una persona in ca-
mice bianco e mi dice: "Non
vi preoccupate, tutta unesa-
gerazione dei giornali"... beh, tendo
proprio a crederci. Questo conti-
nuo voler rassicurare tutti vorrei
sapere a cosa servito. Stiamo
parlando della punta di un ice-
berg.
Poi?
Mi hanno chiamato allultimo
minuto, quando ero gi nella deter-
minazione di fare il test a mio fi-
glio.
Cosa le hanno detto?
Pu venire alla tale ora, nella tale strut-
tura, per fare il test. Ma ormai eravamo
nel pieno marasma.
Non vorrei insistere, ma parlavamo
della Polverini...
Non ho un atteggiamento particolar-
mente critico verso di lei. Credo che sia
stata una scelta politica, minimizzare. Le
suggerirei dora in poi di stare attenta pri-
ma di fidarsi di qualsiasi esperto.
Il marito dellinfermiera, anche lui in-
fermiere, stato ricoverato nel 2004 al
Policlinico Umberto Primo per pleurite
di natura tubercolare, e poi dimesso.
Lei pensa che la ricerca delle responsabi-
lit in questa storia possa allargarsi an-
cora ad altri ospedali?
Credo che dobbiamo cristallizzare le
certezze su cosa accaduto. Se queste due
persone sono riuscite a indurre tutti in er-
rore ma sottolineo il se avrebbero
una responsabilit enorme, a livello di do-
lo eventuale. Se invece i due hanno rap-
presentato chiaramente il loro stato alle
strutture e li hanno lasciati lavorare, beh,
la responsabilit delle strutture.
A occhio per quale delle due ipotesi si
sentirebbe di propendere?
Se le rispondessi a occhio, smentirei
quello che ho detto in una riunione appe-
na terminata coi genitori: non lanciamoci
prima di avere osservato lindagine, in
questo momento bisogna capire di chi
la responsabilit.
La prossima mossa?
Mettere a letto Ian. Sa, sono le otto di
sera. Ed stata una giornata lunga....
Goffredo Buccini
RIPRODUZIONE RISERVATA
Il primo caso
La prima ad essere
contagiata Serena, una
bambina di cinque mesi
nata al policlinico Gemelli.
stata infettata da
uninfermiera che lavora
al nido
Linchiesta
Sulla vicenda la Procura di
Roma ha aperto un
fascicolo e linfermiera ha
confermato di essere
risultata positiva alla
tubercolosi gi nel 2004.
Ieri mattina il Codacons
ha presentato un esposto
alla Procura di Roma,
dichiarando che intende
costituirsi come parte
civile
I bambini contagiati
I test, effettuati fino a ieri
su 1.358 neonati, hanno
rivelato una media di
contagiati dell8,5% (96
piccoli positivi).
Gli esperti che hanno
svolto le analisi affermano
che la positivit al test non
significa aver contratto
necessariamente la
malattia
La Bongiorno: falsit sulla presenza dellinfermiera
Le altre azioni legali di gruppo in Italia
Lavvocato la mamma di Ian, sette mesi: Non cerco vendetta ma voglio la verit. E guida una class action con altre sei coppie di genitori
Tbc, mio figlio salvo
ma al policlinico Gemelli
mi hanno mentito
La storia
Contestato il test
per scoprire l influenza A
Le famiglie e le proteste
nelle mense milanesi
Contro le autostrade
dopo il blocco per la neve
Sullonda emotiva dellinfluenza A
la Voden Medical Instruments
Spa crea e distribuisce lEgo test
Flu, un test per scoprire il
contagio della nuova influenza. A
dicembre 2010 parte una class
action: la pubblicit del prodotto,
secondo i ricorrenti, eccessiva
perch enfatizza qualit che in
realt il test non possiede
A maggio 2010 i genitori delle
commissioni mensa delle scuole
di Milano avviano una class action
contro Milano Ristorazione, una
partecipata del Comune che dal
2000 fornisce 70mila pasti al
giorno nelle scuole pubbliche.
Le famiglie contestano la scelta
dei prodotti destinati ai pranzi dei
bambini e la loro conservazione
96
A dicembre 2010 unondata di
freddo investe lItalia. Migliaia di
automobilisti restano bloccati
sulle autostrade, soprattutto in
Toscana, dove il casello di Incisa
Val dArno resta chiuso in
entrambe le direzioni per circa 24
ore. Il governatore della Toscana
Enrico Rossi decide di supportare
la class action dei cittadini
Il numero dei bambini
finora risultati positivi
al test sulla tubercolosi
Parlamentare
Giulia
Bongiorno
avvocato e
parlamentare
Lo scorso 22
gennaio ha
dato alla luce
al Gemelli
il piccolo Ian
(nella foto)
La vicenda
2 3 1
Chi
29 Cronache
Corriere della Sera Venerd 2 Settembre 2011
#
italia: 515249535254
Codice cliente:
G
IO
CA IN SICUREZZ
A
G
I O
C A I N S I C U R E Z Z
A
G
IO
CA IN SICUREZZ
A
G
I O
C A I N S I C U R E Z Z
A
30
Venerd 2 Settembre 2011 Corriere della Sera italia: 515249535254
Codice cliente:
DAL NOSTRO INVIATO
NEW YORK Mentre aiutano i
blogger che vivono in Paesi retti
da dittature a sfuggire alla repressio-
ne degli autocrati con software
che rendono non rintracciabili le lo-
ro comunicazioni (vedi il Corriere di
ieri), le aziende del web soprattut-
to quelle che gestiscono le grandi Re-
ti sociali mettono sempre pi
spesso in discussione il diritto degli
utenti di Internet di operare in Rete
in modo anonimo.
Dialogare senza rivelare la propria
identit, usando pseudo-
nimi, costruendo identi-
t false o comunque di
fantasia sono abitudini
da sempre largamente ac-
cettate dal popolo di In-
ternet. Anche quando
portano a vicende come
quella di Amina, la finta
blogger che mesi fa si di-
chiarava perseguitata dal-
le autorit siriane. Costruire identit
di fantasia, ricorrere agli avatar,
entrare in Facebook raccontandosi
come un diciottenne anche se sei un
ragazzino di 11 anni, sono da anni
pratiche quanto mai diffuse. Alle
quali, per, da qualche tempo azien-
de come la stessa Facebook e Google
che da qualche mese ha lanciato
la Rete sociale Google+ per cercare
di togliere quote di mercato a quella
fondata da Mark Zuckerberg sem-
brano decise a reagire. Vorrebbero ri-
nunciare allanonimato in nome di
una riscoperta della trasparenza e an-
che, dicono, di una civilt del lin-
guaggio che avrebbe tutto da guada-
gnare da messaggi firmati con nome
e cognome. Ma anche per un interes-
se pi venale: pi vasta la gamma
di informazioni libere e accessibili,
pi ampia lofferta di dati messi a
disposizione delle imprese che fan-
no pubblicit e che sono interessate
a realizzare ricerche di mercato sem-
pre pi raffinate.
Nel complicato gioco di specchi
della comunicazione sul web, quella
dellanonimato finisce, cos, per es-
sere unaltra faccia dellannoso dibat-
tuto sulla privacy: la discussione
sulluso commerciale dei dati perso-
nali e la tracciabilit di comporta-
menti, gusti e abitudini dei singoli
utenti della Rete che in primavera
ha portato anche gli Stati Uniti Pa-
ese nel quale la Costituzione garanti-
sce una libert di espressione presso-
ch totale e difficilmente limitabile
a studiare una legge sulla difesa
della privacy. Alla misura, che mi-
ra a limitare la circolazione in Rete
dei dati personali senza il suo con-
senso dellinteressato, lavorano con-
giuntamente John Kerry e John Mc-
Cain, due senatori, uno democratico
laltro repubblicano, di grande pre-
stigio.
Misura assai delicata, difficile da
calibrare. Cos come assai delicato
il nodo dellanonimato: Randi Zuc-
kerberg, la sorella del fondatore di
Facebook che ha recentemente lascia-
to lazienda, da tempo va sostenendo
che lanonimato deve sparire dalla
Rete. Quando, poi, la settimana scor-
sa il presidente di Google Eric Schmi-
dt ha detto a una manifestazione te-
nutasi a Edimburgo che Internet sa-
rebbe un luogo migliore se si sapes-
se se un utente che invia
un certo messaggio una
persona in carne ed ossa,
un utente finto o uno
spammer, le reazioni
dei puristi della Rete
sono state assai vivaci.
E i primi tentativi di
Google di mettere al ban-
do gli account anoni-
mi hanno spinto gruppi
anarco-libertari di Anonymous.com
ad annunciare il lancio di una Rete
sociale con la caratteristica specifica
dello scambio anonimo chiamata
AnonPlus. Difficile dire se la cosa
prender piede. Lanno scorso Dia-
spora, uniniziativa in parte simile,
concepita come Rete sociale open
source in contrapposizione a Face-
book, non riusc a decollare. Del re-
sto la lotta allanonimato giudicata
da molti anche una battaglia di civil-
t, un modo di contenere gli eccessi
del linguaggio usato in Rete che di-
ventato piuttosto aggressivo.
La tendenza tra introduzione
di nuovi vincoli normativi ed evolu-
zione dei dispositivi inseriti dai ge-
stori delle Reti nel loro software
sar, quindi, quella di andare spedi-
tamente verso labolizione dellano-
nimato? presto per dirlo, la discus-
sione non ha ancora preso un indiriz-
zo ben definito. Ieri, ad esempio, il
columnist del Financial Times
John Gapper ha dedicato alla que-
stione una lunga riflessione nella
quale, rilevati i vantaggi e il valore
civile di una limitazione dellanoni-
mato, mette, per, anche in guardia
dai rischi insiti nelleliminazione del-
la possibilit di comunicare senza ri-
velare la propria identit. Rischi per
la democrazia e la libert di tutti i cit-
tadini: nei regimi dittatoriali dove lo
stesso governo americano cerca di
aiutare i dissidenti a comunicare sen-
za poter essere individuati, ma an-
che nelle societ democratiche com-
presa quella americana. Dove, ricor-
da lautore, la Corte Suprema ha sta-
bilito ancora nel 1995 che quella di
produrre pamphlet anonimi, lun-
gi dallessere una pratica perniciosa
o fraudolenta, una tradizione posi-
tiva, un modo di sottrarsi alla tiran-
nia della maggioranza. Il dibattito
aperto. molto complesso e anima-
to da interessi spesso configgenti.
Non sar facile venirne a capo.
Massimo Gaggi
RIPRODUZIONE RISERVATA
Lidentit e i comportamenti aggressivi
Favorevoli
A sinistra, il presidente
esecutivo di Google
Eric Schmidt;
a destra, lex direttrice
marketing di Facebook
Randi Zuckerberg
Il Financial Times
Impedire lanonimato
render migliore il web?
L
E
M
O
N
D
E
/
S

V
E
R
I
N
M
I
L
L
E
T
Ha rilevato pro e contro
nello stop alla possibilit di
comunicare senza identit
Internet Le ragioni di chi lo considera un diritto e chi un pericolo
31 Cronache
Corriere della Sera Venerd 2 Settembre 2011
#
italia: 515249535254
Codice cliente:
Dove c Qualit
c Responsabilit.
Responsabile nei confronti dellambiente e della sostenibilit della pesca.
Responsabile nella scelta delle materie prime selezionate, di prima qualit.
Responsabile nelle analisi rigorose sul prodotto.
Responsabile nella tracciabilit di ogni lattina lungo tutta la filiera.
Responsabile nella ricerca del gusto e del benessere.
Rio Mare si impegna per una qualit responsabile
nei confronti dellambiente e delle persone.
una qualit a 360, dal momento in cui il pesce
viene pescato sino a quando il prodotto
arriva sulla vostra tavola.
Rio Mare. Qualit Responsabile dal mare alla tua tavola.
www.riomare.it
32
Venerd 2 Settembre 2011 Corriere della Sera italia: 515249535254
Codice cliente:
Salute Relazione di Umberto Veronesi al Forum di Cernobbio: dieta mediterranea e 30% in meno di calorie agiscono sul Dna
Il segreto della longevit, proteggere i geni con frutta e legumi
MILANO I cibi possono
influenzare linvecchiamento
dei nostri geni. Accorciare i
marcatempo dei cromoso-
mi, i telomeri, fino al loro dan-
neggiamento precoce e irre-
versibile. lipotesi di lavoro
che sta portando avanti il te-
am del diabetologo e trapian-
tologo Camillo Ricordi a Mia-
mi. Il confronto tra i telomeri
di un quarantenne a dieta
americana con quello di un
pari et a dieta mediterranea
parla chiaro: il primo a 40 an-
ni ha gi azzerato il suo poten-
ziale di lunga vita cellulare
(soprattutto se dedito al ci-
bo-spazzatura), il secondo ha
ancora la batteria carica al
40 per cento. E fino ai set-
tantanni preserva tale percen-
tuale.
Si pu fare meglio? Certo:
riducendo del 30 per cento le
calorie ingerite giornalmente
(ovviamente quelle calcolate
in base a et e tipo di attivit
fisica). Alzarsi da tavola con
un po di fame, quindi, buo-
na regola. Lo dicono gli studi
di Luigi Fontana, direttore del
reparto di nutrizione e invec-
chiamento dellIstituto supe-
riore di sanit e ricercatore al-
luniversit americana di St.
Louis.
Il gruppo di studio Barilla
Center for Food & Nutrition
ha affidato alloncologo Um-
berto Veronesi il compito di
fare la sintesi dei risultati del-
le varie ricerche oggi a Cer-
nobbio, durante il ForumAm-
brosetti. Tema: Longevit e
benessere: il ruolo dellali-
mentazione.
I diversi men possono in-
fluenzare positivamente o ne-
gativamente le risposte in-
fiammatorie dellorganismo.
Quelle a livello cellulare, si-
lenti, che vanno a riparare
proprio i telomeri. Cos si
esauriscono, diminuendo
ad ogni divisione cellulare. Se-
condo Ricordi, il livello di in-
fiammazione silente gene-
rato dal modello alimentare
americano potrebbe provoca-
re un maggiore utilizzo dei
processi riparativi e, quindi,
un accorciamento pi veloce
dei telomeri. Al contrario,
una corretta dieta mediterra-
nea sarebbe anti-infiammato-
ria e, di conseguenza, anti-in-
vecchiamento. Chiave della
longevit in buona salute.
Interessante, poi, uno stu-
dio pubblicato su Science do-
ve appare evidente che una ri-
duzione dellintroito calorico
del 30% per 20 anni in gra-
do, nelle scimmie, di ridurre
del 50%lincidenza e la morta-
lit per cancro e per le malat-
tie cardiovascolari. I ricercato-
ri hanno anche dimostrato un
significativo rallentamento
della degenerazione di alcune
aree del cervello nelle scim-
mie a dieta rispetto a quelle
che mangiavano ad libitum.
Lo studio ancora in corso:
tra dieci anni si sapr se le
scimmie in restrizione calori-
ca vivranno anche pi a lun-
go. Per il momento, a pari et,
sono nettamente pi giovani.
Le varie ricerche saranno al
centro di un seminario onli-
ne, l8 settembre, con Verone-
si, Barry Sears (Inflammation
research Foundation), Alexan-
dre Kalache (International
centre for policies on ageing,
dellOrganizzazione mondiale
della sanit) e Sergio Pecorel-
li (presidente dellAgenzia ita-
liana del farmaco). Per assiste-
re sar sufficiente accedere al
sito www.barillacfn.com.
Mario Pappagallo
RIPRODUZIONE RISERVATA
Ora i pi belli sono a quota 202
Tre condizioni
da rispettare
I telomeri
I trecento paesini
in corsa per avere
il titolo di Borgo
I parametri
DARCO
I valori
della tavola
Secondo i pi recenti studi, la dieta mediterranea sarebbe la migliore
per la longevit. In un gioco anti-aging ogni componente ha un suo
valore specifico (percentuale). Limitare carne rossa e salumi
Moderato
consumo
di vino
(1-2 bicchieri
a pasto)
Consumo di cereali,
pesce, latte
e derivati
Alto
consumo
di vegetali
Elevato consumo
di frutta
fresca
e a guscio
Alto consumo
di olio
extravergine
di oliva
Buon consumo
di legumi
13,5% 16%
16,2% 24%
10,6% 19,7%
MILANO Sono una pro-
messa di felicit. Pier Achille
Lanfranchi, sindaco di Fortuna-
go, non ha paura di esagerare
facendo sue le parole di Sten-
dhal e andando a scomodare
un concetto assoluto come
quello di felicit. Una felicit
certificata, in questo caso. Quel-
la dei Borghi pi belli dItalia.
Erano cento, nel 2001, quando
s deciso di valorizzarli impor-
tando dOltralpe il modello de
Les plus beaux villages de Fran-
ce. Oggi sono pi del doppio:
piccoli, belli, richiamo di turi-
sti. Ma sopratutto invidiatissi-
mi dagli altri borghi nostrani
che vorrebbero ma non posso-
no. Perch per frenare la corsa
e salvaguardare il titolo, s do-
vuto imporre un numero chiu-
so: Dentro in 202, non oltre
220 entro il 2012; fuori in 300,
tra questi anche candidati al ri-
conoscimento dellUnesco,
spiega il vicepresidente dellas-
sociazione Lanfranchi. Tutti al
lavoro per migliorarsi e supera-
re in volata un titolare decadu-
to. Il titolo non per sempre,
ogni due anni bisogna superare
un "esame" per mantenerlo.
Del resto la posta in gioco
per i piccoli centri 83 quelli
riuniti da oggi a domenica a Vi-
goleno e CastellArquato, nel
Piacentino, per il Festival dei
Borghi pi belli dItalia al-
ta. Perch in quella promessa
di felicit certificata sta il segre-
to della loro bellezza eterna:
una bellezza che passa dalla pro-
mozione, dallambizione di far
parte de Les plus beaux villages
de la Terre, dalla capacit di re-
cuperare fondi pubblici e dalla
possibilit di mantenere intat-
to quellappeal preservato da
anni di miseria e isolamento
ma oggi destinato a svanire sen-
za programmi di recupero e ri-
lancio. Per dare lidea della po-
sta: I borghi certificati affer-
ma il direttore del Club Umber-
to Forte hanno registrato un
incremento delle presenze turi-
stiche dal 25 al 52%. In Abruz-
zo hanno ricevuto un finanzia-
mento doppio rispetto agli al-
tri. A breve potrebbero benefi-
ciare di una legge di tutela ad
hoc in quanto volano del turi-
smo locale. La Lombardia
dice fa da apripista, la propo-
sta bipartisan in Commissio-
ne territorio. Ma a ruota la stan-
no seguendo Liguria, Emilia Ro-
magna, Toscana e Marche.
Non sorprende quindi che i
requisiti per entrare a far parte
del Club siano selettivi: Si va
dalla bellezza architettonica al-
la conservazione, dal paesaggio
alla qualit della vita, dalla tute-
la delle tradizioni a quella degli
antichi mestieri. Tutto conflui-
sce in un punteggio finale: scar-
tiamo il 70-75% delle richie-
ste. Prerequisito il numero de-
gli abitanti: Non pi di 2.000
nel borgo, di 15.000 nel Comu-
ne. La quota di adesione va da
meno di 500 a 2.700 euro. il
consiglio comunale che appro-
va Statuto e carta di qualit. Il
consiglio direttivo visita, sonda
limpegno e nel caso certifica.
Quindi inserisce nella guida
(80.000 copie vendute lanno) e
sul sito (12,5 milioni di pagine
sfogliate).
Certifica di pi che altrove
nel mondo: 202 titolati rispet-
to ai 100 della Francia e agli 80
di Giappone e Romania affer-
ma Lanfranchi . Ma come
non potrebbe visto che in Italia
c oltre il 60% del patrimonio
artistico-architettonico?. Ci so-
no anche loro, i certificati stra-
nieri con cui lItalia sta co-
struendo la rete dei Borghi pi
belli del mondo, al Festival:
Francesi, giapponesi, belgi, ro-
meni. Greci, tedeschi e porto-
ghesi. Perch il festival una
vetrina deccellenza di luoghi,
tradizioni e sapori. Una pro-
messa di felicit che non tutti
possono fare.
Alessandra Mangiarotti
RIPRODUZIONE RISERVATA
I valori architettonici:
il patrimonio storico deve
essere ben conservato.
La qualit della vita:
riguarda sia i cittadini, sia
le iniziative per conservare
e promuovere tradizioni e
antichi mestieri.
La qualit dei servizi:
sia quelli ai residenti che
quelli ai turisti.
Una foto, con
tecniche particolari,
dei cromosomi in
fase di divisione
cellulare: la parte
rossa alle estremit
indica i telomeri. La
loro riduzione nel
tempo sinonimo
di invecchiamento.
La dieta
mediterranea
sembra preservarli
dallusura
Vernazza Immersa nel parco
nazionale delle Cinque Terre,
in provincia di La Spezia,
tutelata dallUnesco e fa parte
dei borghi dItalia (Corbis)
Turismo Da oggi
a domenica a
CastellArquato e
Vigoleno, in
provincia di
Piacenza, il festival
dedicato ai piccoli
centri dItalia.
In quelli certificati
cresciuto
lafflusso dei
visitatori
33 Cronache
Corriere della Sera Venerd 2 Settembre 2011
#
italia: 515249535254
Codice cliente:
34
Venerd 2 Settembre 2011 Corriere della Sera italia: 515249535254
Codice cliente:
35
Corriere della Sera Venerd 2 Settembre 2011 italia: 515249535254
Codice cliente:
Per maggiori informazioni vai su
www.mondadoriperte.it
*
P
r
e
z
z
o
r
i
v
i
s
t
a
e
s
c
l
u
s
a
DAL 1 SETTEMBRE CON
DIRETTO DA
TIM HETHERINGTON,
UCCISO MENTRE
FILMAVA GLI SCONTRI
IN LIBIA
Premiato come Miglior Documentario
al Sundance FilmFestival 2010 e candidato
allOscar, il reportage racconta un anno
vissuto con i soldati americani, in una vallata
dellAfghanistan. DVD 9,90
*
Un documentario da brivido, rmato da Mike
Shiley. Un uomo solo, armato di una tessera
stampa fasulla e di un giubbotto antiproiettile,
per due mesi in Iraq. La realt oltre il conitto,
storie di gente vera, civili e soldati, in lotta
per la sopravvivenza. DVD 9,90
*
I 102 minuti intercorsi tra lo schianto del primo
aereo contro la Torre Nord e il suo crollo,
raccontati attraverso riprese inedite, video
amatoriali e registrazioni della polizia.
Una produzione pluripremiata rmata History
Channel. DVD 9,90
*
A dieci anni dallattacco alle Twin Towers, Panorama entra nel vivo
della storia con tre eccezionali documentari pluripremiati
36
Venerd 2 Settembre 2011 Corriere della Sera italia: 515249535254
Codice cliente:
Laccordo di Bruxelles
La disponibilit
finanziaria
Il sistema
di finanziamento
L
a Banca centrale
europea ha acquistato
anche ieri titoli di
Stato italiani e spagnoli. E
dopo giorni di silenzio, il
presidente della
Bundesbank Jens
Weidmann sceso in
campo con una doppia
critica, contro gli acquisti
di bond della Bce e
lindecisione dei governi
nella crisi. Per la prima
volta il neocapo della banca
centrale tedesca ha puntato
il dito contro i
provvedimenti che
confondono i limiti fra la
responsabilit di politica
monetaria e la politica
fiscale. Non nomina gli
acquisti dei bond, ma
conferma la sua
opposizione alla decisione
del Consiglio della Bce.
Perch secondo lex
consulente della cancelliera
Angela Merkel, col tempo
quella confusione dei limiti
pesa sulla fiducia nelle
banche centrali. E quindi
per la politica monetaria
necessario evitare rischi
aggiuntivi, e lasciarli
semmai ai governi e ai
Parlamenti. Weidmann ha
colto ieri loccasione
dellinsediamento a capo
della filiale di Hannover di
Stephan von Stenglin,
rappresentante della Buba
a Roma negli anni del
passaggio alla moneta
unica, per esternare le
preoccupazioni di
Francoforte. Anche per le
decisioni prese dai governi
il 21 luglio scorso, gi nel
mirino di Weidmann a
causa dei rischi di azzardo
morale dei provvedimenti.
Mentre lUnione
monetaria sta affrontando
con la crisi del debito
sovrano la sfida maggiore
dalla sua creazione,
secondo il falco della
Bundesbank, la leadership
dei Paesi di Eurolandia non
adeguata per frenare
lincertezza nei mercati.
Anzi. Il 21 luglio i governi
hanno compiuto un
grande passo verso la
socializzazione dei rischi
nel caso di finanze statali
poco solide, mentre in
cambio non sono stati
rafforzati i controlli
reciproci. Weidmann si
chiede se lobiettivo preciso
dei governi sia la creazione
di una reale unione
finanziaria. Altrimenti,
dice, meglio tornare ad
applicare il sistema
previsto nel Trattato, con
lesclusione dellassunzione
reciproca di rischi fra i
Paesi partner.
Marika de Feo
RIPRODUZIONE RISERVATA
Il sostegno
alle banche
Gli interventi
per i Paesi
I deputati in rivolta
Venti deputati
del centrodestra
minacciano di rompere
le righe in Parlamento
LEfsf dovrebbe
avere una capacit
finanziaria effettiva
di 440 miliardi. Di
questi, circa 130
sono gi stati
impegnati a favore di
Irlanda e Portogallo
e pi di 30 per
il secondo pacchetto
a favore della Grecia
LEfsf, con sede
a Lussemburgo,
si finanzia emettendo
bond garantiti
dai Paesi delleuro.
La forza dei Paesi
in tripla A fa s
che il finanziamento
per lEfsf sia a costi
bassi: circa 3,5%
a dieci anni
Il fondo salvataggi
(Efsf) dovrebbe
anche poter
intervenire
per ricapitalizzare
direttamente
le banche in
difficolt, qualora un
salvataggio da parte
di uno o pi governi
non sia possibile
Al vertice Ue del 21
luglio si deciso che
lEfsf, il fondo
salvataggi, potr
comprare sul
mercato titoli di Paesi
in difficolt come ora
fa la Bce per Spagna
e Italia, e non solo
tramite prestiti come
allIrlanda
Meno energia
A seguito della reazione
a Fukushima, cala
dell8,8% la produzione
di energia nel Paese
Sale la Volkswagen
DAL NOSTRO CORRISPONDENTE
BERLINO Per Angela Me-
rkel il compito difficile. Qual-
cuno pensa (o spera) che sia
impossibile. Si tratta di coinvol-
gere maggiormente il Parla-
mento tedesco nella discussio-
ne sul fondo salva Stati euro-
peo facendo nello stesso tem-
po in modo che il via libera del
Bundestag (dove le voci criti-
che sono molte e tutte nella
stessa coalizione di governo)
arrivi il pi presto possibile e
senza un catastrofico concorso
determinante dellopposizio-
ne. Non saranno settimane faci-
li, in Germania, quelle che man-
cano allappuntamento del 29
settembre, preceduto tra laltro
da due importanti test politici
per cristiano-democratici e li-
berali: le elezioni di domenica
prossima in Meclemburgo-Po-
merania Anteriore e quelle del
18 settembre a Berlino.
Non stato un caso, quindi,
che la cancelliera sia intervenu-
ta ieri, dopo aver ricevuto il pri-
mo ministro portoghese Pedro
Passos Coelho, per garantire ai
deputati recalcitranti pi voce
in capitolo nel processo di rati-
fica delle decisioni: mercoled
il governo ha approvato infatti
lestensione delle competenze
del fondo europeo di stabilit
finanziaria, prevista dallaccor-
do europeo del 21 luglio, e lau-
mento della sua dotazione a
440 miliardi di euro. Questa
una democrazia parlamentare
e quindi i poteri di bilancio so-
no il nocciolo dei diritti del Par-
lamento, ha detto la Merkel
che si impegnata a trovare le
strade per promuovere la parte-
cipazione del Bundestag allesa-
me del piano di salvataggio in-
viando cos i segnali giusti ai
mercati. Sono certa ha ag-
giunto che i deputati siano
coscienti di questa responsabi-
lit. Se vero, come scrive
Der Spiegel, che i parlamentari
si sentono ignorati, diffici-
le dire se basteranno queste pa-
role a rassicurarli. Ma un pri-
mo tentativo stato fatto.
Lappello della Merkel agli
scontenti (sono circa venti i de-
putati che minacciano di rom-
pere le righe in un Parlamento
dove cristiano-democratici, cri-
stiano-sociali e liberali hanno
330 seggi su 620) giunto tra
laltro proprio nel giorno in cui
lIstituto federale di statistica
ha reso noto i motivi alla base
della frenata delleconomia te-
desca annunciata a met ago-
sto, di quella significativa per-
dita di spinta che si registra-
ta nel secondo trimestre del
2011 con un aumento del Pil di
un insoddisfacente 0,1 per cen-
to. La crescita delle esportazio-
ni e degli investimenti non
riuscita a compensare la cadu-
ta nei consumi privati e nelle
costruzioni mentre la scelta di
abbandonare il programma nu-
cleare (una delle decisioni pi
controverse della cancelliera)
si ripercossa negativamente
sul settore dellenergia aumen-
tando i costi e mettendo in cri-
si le esportazioni. Secondo gli
esperti il calo dell8,8 per cento
della produzione di energia ha
fatto diminuire il Pil di un quar-
to di punto.
Ma, al di l delle cifre, i tede-
schi sono preoccupati per la
crisi dellarea euro e questa pre-
occupazione incide sui consu-
mi e condiziona il mondo poli-
tico. In questo quadro si inse-
rito un nuovo affondo della
cancelliera contro leventuale
adozione degli eurobond. Una
scelta del genere, sarebbe la
risposta sbagliata e una solu-
zione artificiale, perch non
ci sarebbero incentivi per mi-
gliorare la competitivit ed
impossibile liberarsi del debi-
to buttandolo tutto in un uni-
co contenitore. Parole anche
troppo chiare, che interpreta-
no un diffuso malessere del-
lopinione pubblica.
Paolo Lepri
RIPRODUZIONE RISERVATA
Lo stop al nucleare frena la crescita. Cdu divisa sul fondo salvataggi
Economia
MILANO un altro segno dei tempi
che cambiano: fuori le banche, dentro lus-
so e moda. La tempesta sui mercati finan-
ziari di luglio e agosto ha colpito soprattut-
to gli istituti di credito che, a capitalizzazio-
ne ridotta, ora vengono espulse dal paniere
dei maggiori titoli europei per far posto a
chi ha resistito meglio. Succede cos che i
titoli di due (ex) grandi imprese italiane, In-
tesa Sanpaolo e Unicredit, dal 19 settembre
saranno cancellate dallo Stoxx Europe 50,
lindice sui 50 principali titoli quotati in 18
mercati europei, da cui escono anche No-
kia e Socit Gnrale.
Due societ francesi sostituiscono le due
societ italiane. Al posto di Intesa, che in 6
mesi ha perso circa il 48% del valore a Piaz-
za Affari, quasi il 22%solo ad agosto, entre-
r Lvmh, il gruppo del lusso guidato da Ber-
nard Arnault, che ha appena acquisito i gio-
ielli Bulgari. Lvmh, che come tutto il setto-
re del lusso, ha beneficiato della forte do-
manda sui mercati asiatici, nellultimo an-
no ha guadagnato oltre il 25% sul listino di
Parigi, riuscendo poi a limitare le perdite
in piena turbolenza (+4,84% negli ultimi 6
mesi). Unicredit, che in 6 mesi ha dimezza-
to il valore scendendo sotto un euro, fa in-
vece spazio al gruppo chimico Air Liquide
(-3,75% nello stesso periodo). Entrambi gli
istituti italiani hanno fatto peggio del Ftse
Mib, in discesa di quasi il 30% negli ultimi
6 mesi e di oltre l11% ad agosto.
Anche le banche transalpine per paga-
no pegno. Da Stoxx Europe 50 esce Socit
Gnrale: rispetto a una flessione dellindi-
ce Cac40 del 19,58% in 6 mesi, la banca gui-
data da Frdric Ouda caduta del
51,34%, con una calo di oltre il 28%nellulti-
mo mese. Perci le subentra la multinazio-
nale alimentare anglo-olandese Unilever, ti-
tolo anticiclico per eccellenza, tant che ha
strappato un rialzo del 6,94% nellultimo
mese di bufera. Mentre nellindice Euro Sto-
xx 50, che raccoglie i 50 titoli pi importan-
ti su 12 mercati delleurozona, il Crdit
Agricole, precipitato di quasi il 45% a Parigi
durante gli ultimi 6 mesi (-19,35% in 30
giorni), viene espulso a vantaggio di Indi-
tex, il gruppo di abbigliamento e retail che
controlla il marchio Zara. In sei mesi la so-
ciet spagnola ha guadagnato il 16,1%men-
tre lIbex perdeva circa il 17%.
Per Nokia il declino doppio: dopo esse-
re rimasta indietro sul mercato degli Smar-
tphone, perdendo ricavi e quote di merca-
to, lazienda finlandese, in flessione del
23,8% negli ultimi 6 mesi (ma ad agosto ha
guadagnato il 21,7%), ora costretta a la-
sciare anche lindice Stoxx Europe 50, dove
arriva lutility britannica National Grid
(+5,5%in 30 giorni). Infine Alstom, il grup-
po francese che aveva comprato il pendoli-
no italiano, dopo aver perso quasi il 22% in
6 mesi, fa posto a Volkswagen. Il gruppo
automobilistico tedesco resiste ai marosi
di Borsa, grazie alla spinta della Cina, e in
un anno le azioni sono salite del 42,7%, an-
che se nellultimo mese hanno lasciato sul
terreno quasi il 17%.
Giuliana Ferraino
twitter @16febbraio
RIPRODUZIONE RISERVATA
Stoxx Europe Escono SocGen, Intesa, Unicredit e Nokia. Dentro Lvmh e Air Liquide
Fuori le banche, dentro lusso e moda
Cos cambia il listino dei big europei
La lente
Alstom, il gruppo francese
che aveva comprato
il pendolino italiano,
fa posto a Volkswagen
LA CROCIATA
DI WEIDMANN
BASTA SUSSIDI
AL SUD EUROPA
Il caso tedesco Fronda nella maggioranza per il voto al Bundestag sulleuro. La cancelliera: eurobond risposta sbagliata
La Germania si ferma, accuse a Merkel
Indici delle Borse Cambi FTSE MIB La settimana Fondiaria-Sai La settimana
FTSE MIB 15.670,82 0,69%
FTSE It.All Share 16.563,63 0,58%
FTSE It.Star 10.118,61 0,03%
Dow Jones 11.493,57 -1,03%
Nasdaq 2.546,04 -1,30%
Londra 5.418,65 0,45%
Francoforte 5.730,63 -0,94%
Parigi (Cac40) 3.265,83 0,28%
Hong Kong 20.585,33 0,25%
Tokio (Nikkei) 9.060,80 1,18%
1 euro 1,4285 dollari -1,14%
1 euro 110,0800 yen -0,42%
1 euro 0,8812 sterline -0,49%
1 euro 1,1417 fr. sv. -2,16%
1 euro 9,0960 cor.sve. -0,74%
S&P 500 1.204,42 -1,19% Madrid 8.761,10 0,49% 1 euro 1,3954 dol.can. -1,32%
Titoli di Stato
Btp 01-01/11/11 1,900% 99,80 2,93
Btp 09-01/07/12 2,500% 99,82 2,41
Btp 10-15/12/12 2,000% 98,61 2,85
Btp 02-01/02/13 4,750% 101,88 2,79
Btp 08-15/12/13 3,750% 100,18 3,20
Btp 10-01/11/13 2,250% 97,18 3,35
Btp 11-01/04/14 3,000% 98,07 3,42
Btp 04-01/02/15 4,250% 100,87 3,47
Btp 10-15/04/15 0,742% 96,57 3,68
Btp 06-15/09/17 2,100% 92,54 5,19
Btp 96-01/11/26 7,250% 111,30 5,32
Btp 11-15/09/26 3,100% 86,20 6,26
Btp 05-01/02/37 4,000% 74,17 5,44
Btp 07-01/08/39 5,000% 84,53 5,53
Cct 07-01/12/14 0,980% 94,12 4,01
Cct 08-01/09/15 1,220% 92,48 4,15
Cct 09-01/07/16 1,140% 90,48 4,25
Ctz 10-31/12/12 - 96,24 2,93
Titolo Ced. Quot. Rend. eff.
01-09 netto %
Titolo Ced. Quot. Rend. eff.
01-09 netto %
La cancelliera
Angela Merkel
R
e
g
.
D
e
p
.
p
r
e
s
s
o

P
r
o
m
o
z
io
n
i&
C
o
n
c
o
r
s
i-
M
I
M
o
n
t
e
p
r
e
m
i
2
.3
1
6
,0
0
S
c
a
d
.
3
0
/
0
9
/
2
0
1
1
Vieni in Agenzia
o visita il sito
www.uniqagroup.it
Le Assicurazioni della
nuova generazione
Fai 150 e vinci...
un iPad!
37
Corriere della Sera Venerd 2 Settembre 2011 italia: 515249535254
Codice cliente:
38
Venerd 2 Settembre 2011 Corriere della Sera italia: 515249535254
Codice cliente:
A luglio, secondo lIstat, nelle
buste paga non si verificata
alcuna variazione mentre
rispetto allo stesso mese del
2010 laumento stato
dell1,7%. Nella media del
periodo gennaio-luglio
lindice delle retribuzioni
contrattuali orarie 2011
cresciuto dell1,8%.
Financiere de lOdet
svaluta Premafin per 9
milioni di euro nella
semestrale. La finanziaria di
Vincent Bollor
(foto) salita
dallo 0,5% al 5%
nella holding
della famiglia
Ligresti
investendo 8,39
milioni di euro.
Allarme di Moodys sulle
banche francesi colpite pi
severamente secondo
lagenzia di rating dalle
perturbazioni sui mercati di
queste ultime settimane.
MILANO Agosto con il segno pi per le
immatricolazioni di auto in Italia (+1,51%), mentre i
primi otto mesi dellanno registrano una flessione
dell11,96%, confermando le previsioni pessimistiche
anticipate dagli osservatori di fronte a un mercato che
rimane depresso. Oltreoceano, invece, le vendite sono
andate meglio delle aspettative. Se Fiat ha avuto un
leggero calo della quota di mercato scendendo al 29,7%
dal 30,2% di un anno fa ma in linea secondo il
Lingotto con quella dei mesi precedenti, negli Stati
Uniti con Chrysler ha incassato una crescita nelle
vendite pari al 31%, staccando di parecchio le altre case
automobilistiche, mettendo a segno il miglior agosto dal
2007 (Nissan +19%, Gm +18% e Ford +11%). In Italia
Punto e Panda risultano le pi vendute del mese,
seguite al terzo posto dalla Ypsilon, emblema
dellandamento di Lancia in agosto: con una quota di
mercato del 5,42% ha ottenuto il miglior risultato degli
ultimi 10 anni, conquistando il quinto posto nella
classifica progressiva, mentre le immatricolazioni sono
cresciute del 22,18%. Flessione invece per Alfa Romeo,
che scende a 2.031 immatricolazioni da 2.087 di agosto
2010 (-2,68%). Bene in termini percentuali il marchio
Jeep con un aumento del 14,5% anche se il numero di
auto limitato (379 immatricolazioni). Nel progressivo
annuo, sono 4.944 le Jeep vendute, quasi il doppio
rispetto a quelle dello stesso periodo del 2010. Mentre
per le auto a marchio Fiat il calo stato dell9,19%. La
flessione delle vendite
in Italia non preoccupa
per il Lingotto che
ricorda il forte
rinnovamento dei
modelli in corso: dopo
la commercializzazione
della Lancia Ypsilon,
che gi traina il
marchio e della
Freemont, al prossimo
salone di Francoforte sar presentata in anteprima
mondiale la nuova Fiat Panda e in autunno arriveranno
sul mercato le nuove Lancia Thema e Voyager. Tra i
costruttori esteri, Ford si conferma ad agosto il primo
importatore con 6.364 nuove immatricolazioni, in
crescita del 9,76% rispetto ad un anno fa. Al secondo
posto c Volkswagen con 5.672 unit (+16,09%) e terza
Opel, in calo del 16,35% a 4.368 unit. Sulle
prospettive dei prossimi mesi tutti gli osservatori si
dichiarano pessimisti. LUnrae, lassociazione che
raduna le case estere operanti in Italia, evidenzia che ad
agosto la raccolta di ordini, in calo del 3% con poco
meno di 70 mila contratti, stata la pi bassa, per lo
stesso mese, degli ultimi 13 anni. Sul fronte Lingotto,
riaffiorata la voce di una possibile quotazione della
Ferrari alla Borsa di Hong Kong, seguendo le orme di un
altro marchio celebre del made in Italy come Prada.
Diverse banche di investimento avrebbero avvicinato la
Fiat per unIpo, che secondo le stime degli analisti
valuterebbe la societ circa 6,3 miliardi di dollari (circa
4,4 miliardi di euro). Loperazione dovrebbe aiutare
Torino a raccogliere fondi per il rimborso del proprio
debito di circa 5 miliardi di euro (7,2 miliardi di dollari)
e spingerebbe al rialzo le quotazioni della casa
automobilistica. Negli ultimi tempi lamministratore
delegato Sergio Marchionne pi volte tornato
sullargomento, tuttavia escludendo sempre che
lopzione di unIpo della Ferrari sia sul tavolo.
Fr. Bas.
RIPRODUZIONE RISERVATA
MILANO Ancora tre gior-
ni di tempo per trattare, media-
re, riportare allunit il fronte
(sparso) degli azionisti italiani
di Edison riuniti in Delmi. Per-
ch quando luned il ministro
dello Sviluppo economico Pao-
lo Romani incontrer il nume-
ro uno di Edf Heri Proglio per
trovare una soluzione al rias-
setto del secondo produttore
di energia elettrica del Paese
che soddisfi i francesi (da mesi
ormai al 50% di Edison) e gli
italiani, dovr mettere sul tavo-
lo una proposta precisa.
Il consiglio di gestione di
A2A ieri ha certificato il verti-
ce come snodo fondamentale
del percorso: Restiamo aperti
fino a luned in attesa dellesi-
to ha annunciato il presiden-
te Giuliano Zuccoli, al termine
della riunione durata circa 3
ore. Una cosa quasi certa per
il numero uno del consiglio di
gestione, lo slittamento della
scadenza dei patti parasociali
che regolano la governance di
Foro Buonaparte oltre la data
del 15 settembre. Penso che
la data sar spostata e questo
uno degli elementi di cui do-
vremo tenere conto nella riu-
nione di luned. improbabile
che entro il 15 si arrivi a una
conclusione definitiva, riten-
go anche improbabile, se si
apre il tavolo, che si arrivi a un
braccio di ferro tra governo ita-
liano ed Edf. Del resto i fran-
cesi lo hanno ripetuto in pi
di unoccasione di volere anda-
re contro Roma. Comunque,
per Zuccoli il vertice di luned
una piccola forzatura, sareb-
be stato pi logico un incon-
tro governo con governo. Tut-
tavia abbiamo preso atto con
soddisfazione che oggi c un
interlocutore come il ministro
Romani che ha aperto il tavo-
lo, ha proseguito Zuccoli ne-
gando per che A2A abbia con-
ferito una delega al ministro
sul dossier (assolutamente
no). Per la multiutility lom-
barda il problema va risolto
tenendo conto di due aspetti
che vanno contemperati: da
un lato linteresse dellazien-
da, che per noi il punto di
riferimento, dall altro la
strategicit delle attivit di
Edison e di Edipower.
In questa direzione va quel-
la che in questi giorni circo-
lata come lipotesi Zuccoli:
che i soci italiani di Edison ri-
levino Edipower, attualmente
controllata al 50% da Foro
Buonaparte (20% A2A e 10%
Iren). Ma ieri il consiglio di ge-
stione non lha esplorata nei
dettagli, non ne abbiamo di-
scusso. Tuttavia in caso di
una cessione a Delmi e del-
limpatto sullesposizione,
Zuccoli ha precisato che A2A
in una fase di grande recu-
pero del debito labbiamo ri-
dotto molto, non siamo fragi-
li. Mentre su un possibile
coinvolgimento della Cassa
depositi e prestiti e di Intesa
Sanpaolo per ora tutto fer-
mo, aspettiamo di valutare.
Francesca Basso
RIPRODUZIONE RISERVATA
Edf, ci serve pi tempo
Rilevare Edipower? Si pu
Zuccoli: il 15 non chiudiamo. Aspettiamo Romani e Proglio
Le ipotesi su Ferrari
Buste paga ferme a luglio
Il mercato dellauto
I banchieri daffari di
Hong Kong corteggiano
Ferrari per una Ipo
sulla piazza asiatica
Panorama
Sergio Marchionne, amministratore delegato di Fiat e Chrysler
Fiat al 29,1% in Italia
Chrysler, record dal 2007
Pi 31% le vendite Usa
Vertici Il presidente del
consiglio di gestione di A2A
Giuliano Zuccoli
Energia Il presidente: consiglio di gestione in seduta continua fino a luned
SMETTILA
DI GIOCARE.
DA OGGI SI GIOCA CON SOLDI VERI.
CASIN ONLINE DI SISAL.IT
DOVE LA ROULETTE, IL BLACKJACK
E GLI ALTRI GIOCHI, LI VIVI DAVVERO.
S
is
a
l
M
a
t
c
h
P
o
in
t
S
.
p
.
A
.
-
P
.
I.
0
5
1
9
9
5
9
1
0
0
8
|
C
o
n
c
.
G
A
D
:
1
5
1
2
2
39 Economia
Corriere della Sera Venerd 2 Settembre 2011 italia: 515249535254
Codice cliente:
Tribunale di Forl
Concordato preventivo n. 09/2011
G.D. Dott.ssa Maria Cristina Salvadori
Commissario Giudiziale: Dott. Gustavo Ravaioli
Liquidatore Giudiziale: Avv. Paola Marzocchi
ESTRATTO DI VENDITA di BENI MOBILI e IMMOBILI
Il liquidatore giudiziale del Concordato sopra indicato, Avv. Paola Marzocchi, con studio in
Forl, via Luffo Numai 27,
pone in vendita
in un lotto unico al prezzo base di euro 2.650.000,00 al maggior offerente i seguenti beni
di pertinenza del Concordato:
- BENE IMMOBILE: porzione di fabbricato ad uso commerciale/industriale (porzione di ca-
pannone) gravato da ipoteche per la cui descrizione ed identificazione catastale si rinvia
alla relazione peritale redatta congiuntamente al Commissario Giudiziale e depositata in
Tribunale: Capannone industriale con annessi uffici di mq. 1003,5 oltre area cortilizia adia-
cente siti nel Comune di Cesena, via Primo DAltri 259.
- BENI MOBILI AZIENDALI: arredi, mobili ufficio, utensili e attrezzature varie, sonde di per-
forazione, pompe, materiale informatico ed elettronico, macchine ufficio, macchinari e
apparecchi, impianti e attrezzature dofficina meccanica, rimanenze di materie prime,
scorte e automezzi, marchio;
Gli interessati dovranno far pervenire, in busta chiusa, presso lo studio del sottoscritto liqui-
datore, entro le ore 12.00 del giorno 26 settembre 2011, antecedente la vendita, una busta
sigillata contenente:
le rispettive offerte di acquisto, in bollo, per un prezzo non inferiore al prezzo base;
un assegno circolare a titolo di cauzione, pari al 10% del prezzo offerto, non trasferi-
bile ed intestato a Concordato preventivo n. 9/11 - Tribunale di Forl;
copia sottoscritta in ogni pagina dellavviso di vendita a prova della conoscenza ed incon-
dizionata accettazione di tutte le condizioni e modalit dellavviso di gara.
lofferta dovr contenere anche lindicazione della modalit e dei termini di pagamento
prescelti secondo quanto previsto nel bando al punto 5 e nel caso di scelta di pagamento
rateale anche le scadenze delle singole rate.
le buste dovranno presentare, allesterno, la dicitura: Offerta acquisto - Procedura com-
petitiva del 27/09/2011 - Concordato Preventivo n. 9/11;
Lapertura delle buste avverr avanti al sottoscritto liquidatore, presso il proprio studio
in Forl, via Luffo Numai 27, il giorno 27 settembre 2011, ore 10,00, alla presenza
degli offerenti.
Avviso integrale di vendita ed elenco beni sul sito www.aste.com
Per ulteriori informazioni e visite rivolgersi alla Avv. Paola Marzocchi, preferibilmente via
mail avv.paolamarzocchi@tiscali.it o via fax 0543/457637; tel. 0543/370442 (dal luned al
venerd dalle ore 9.30 alle ore 12.30).
AZIENDA SANITARIA ULSS N. 3 BASSANO (VI)
ESTRATTO BANDO DI GARA
E indetta gara a procedura aperta, con aggiudica-
zione ai sensi art. 83 del d.lgs 163/06, per la for-
nitura di generi alimentari suddivisa in 4 lotti per
un importo complessivo della fornitura per n. 36
mesi di 3.000.000,00.= IVA esclusa. Domande
di partecipazione, redatte secondo quanto previsto
dal bando, disciplinare e capitolato speciale, do-
vranno pervenire allUfficio Protocollo dellAzienda
Sanitaria ULSS 3 in Via dei Lotti, 40 - 36061 Bas-
sano (VI) entro il termine perentorio del giorno
06.10.2011 ore 12.00. Il bando integrale stato
trasmesso allUfficio Pubblicazioni della Comunit
Europea in data 19.08.2011. Per informazioni:
Servizio Approvvigionamenti - tel. 0424 885.285 -
fax 0424/885.290; il bando di gara integrale, il di-
sciplinare, il capitolato speciale sono reperibili sul
portale Internet aziendale www.aslbassano.it.
f.to Il Responsabile del
Servizio Approvvigionamenti
(Ing. Giuseppe Centenaro)
VENETO STRADE S.p.A.
Via Baseggio, 5 - 30174 Mestre (VE)
ESITO GARA APPALTO 12/2011 - LOTTO 16
Si rende noto ai sensi del D.Lgs. 163/2006 sono stati esperite le procedure aperte relative alle gare
per laffidamento dei lavori di ripristino della sede stradale con posa di conglomerato bituminoso
in tratti saltuari nelle strade regionali delle Province di Padova, Rovigo, Treviso, Venezia e Verona -
anno 2011 come di seguito specificato:
Lotto n. 1: INT. n. 017OTV1107: Lavori di ripristino della sede stradale con posa di conglomerato
bituminoso in tratti saltuari delle SR/SP n. 53, 348, 248, 245, 245bis, 667 in Provincia di Treviso
Nord (Anno 2011) CIG 1650462453.
Offerte pervenute: n. 16.
Aggiudicatario: C.G.S. S.r.l. - Via Pacinotti, 10 - 31020 Villorba (Tv).
Importo di aggiudicazione: EURO 718.425,97 pari al ribasso del 38,891% Inclusi oneri per la
sicurezza;
Lotto n. 2: INT. n. 018OTV1108: Lavori di ripristino della sede stradale con posa di conglomerato
bituminoso in tratti saltuari delle SR/SP n. 53, 53 Var, 515, 348, 422 e 635 in Provincia di Treviso
Sud (Anno 2011) CIG 1650852629.
Offerte pervenute: n. 15.
Aggiudicatario: BRUSSI COSTRUZIONI S.r.l. - Via Foscarini, 3 - 31040 Nervesa della Battaglia (Tv).
Importo di aggiudicazione: EURO 630.179,22 pari al ribasso del 39,982% Inclusi oneri per la
sicurezza;
Lotto n. 3: INT. n. 019OPD-RO-VR1101: Lavori di adeguamento della sede stradale con posa di
microtappeto tipo Slurry Seal in tratti saltuari la SR/SP 62, 247, 482 in Provincia di Padova, Rovigo
e Verona. (Anno 2011) CIG 1651326D4F.
Offerte pervenute: n. 4.
Aggiudicatario: SLURRY ITALIA SRL - Via Casali Lavia, 58 - 33035 S. Martignacco (Ud).
Importo di aggiudicazione: EURO 205.752,41 pari al ribasso del 15,782% Inclusi oneri per la
sicurezza;
Lotto n. 4: INT. n. 020OPD-RO-VI-VE-VR1101: Lavori di adeguamento della sede stradale con posa
di conglomerato bituminoso in tratti saltuari lungo la SR/SP 10, 11, 47, 88, 104, 247, 307, 308,
482, 516 in Provincia di Padova, Rovigo, Vicenza, Venezia e Verona. (Anno 2011) CIG 165156743
Offerte pervenute: n. 16.
Aggiudicatario: A.T.I. ECOASFALTI SRL (Capogruppo) - BEOZZO COSTRUZIONI SRL (Mandante) -
Via Campanello, 40 - 35014 Fontaniva (Pd).
Importo di aggiudicazione: EURO 1.286.766,29 pari al ribasso del 43,697% Inclusi oneri per la
sicurezza;
Lotto n. 5: INT. n. 021OVI-VR1103: Lavori di ripristino della sede stradale con posa di conglomerato
bituminoso in tratti saltuari delle SS.RR. 11, 62, 246, 249 e 450, nelle Province di Verona e Vicenza.
(Anno 2011) CIG 165178259F.
Offerte pervenute: n. 17.
Aggiudicatario: CO.GE.RO. SRL - Via Rosoleto, 435 - 47522 Cesena (Fc).
Importo di aggiudicazione: EURO 886.125,91 pari al ribasso del 33,348% Inclusi oneri per la
sicurezza;
Lotto n. 6: INT. n. 022OPD-VE1103: Lavori di ripristino della sede stradale con posa di conglomerato
bituminoso in tratti saltuari delle SS.RR. 11, 245 e 515, nelle Province di Padova e Venezia. (Anno
2011) CIG 16552303391.
Offerte pervenute: n. 15.
Aggiudicatario: DEON S.P.A. - Via degli Agricoltori, 13 - 32100 Belluno (Bl)
Importo di aggiudicazione: EURO 385.984,57 pari al ribasso del 38,986% Inclusi oneri per la
sicurezza;
Data invio GUCE: 25.08.2011.
Lesito integrale disponibile sul sito internet: www.venetostrade.it.
LAMMINISTRATORE DELEGATO
Ing. Silvano Vernizzi
TRIBUNALE DI PATTI
PATTI -Via Giovanni XXIII -Loc. Marina di Patti - Lotto 1: Stabi-
limento industriale nelle vicinanze dellabitato e del mare in
zona turistica; formato da: Capannone con ampi spazi ad uso
laboratori, magazzini, depositi con locali uffici, sup. lorda tot.
mq 10.704,00 ca.; Terreno a servizio dello stabilimento con
parcheggio, sup. tot. mq 2.795,00. Prezzo base Euro
2.622.700,00. Rilancio minimo Euro 10.000,00. Vendita senza
incanto 10.11.11 ore 10.30. Eventuale incanto 1.12.11 ore
9.30. Domanda in carta legale entro ore 13 giorno precedente
vendita in Cancelleria con assegno circolare n.t. pari al 10%
prezzo offerto per cauzione. Info: Cancelleria, siti www.tribu-
naledipatti.net o www.foropatti.it. G.E. Dr. S.Saija. C.G. Avv.
Alessandro Ziino 0941/581468. Rif. RGE 91/99
ESTRATTO BANDO DI GARA
CON PROCEDURA APERTA
QuestAutorit rende noto che intende espletare una
procedura aperta per lappalto dei lavori per la co-
struzione della darsena nord e del marginamento
sud - terminal autostrade del mare e piattaforma lo-
gistica Fusina. Criterio di aggiudicazione: lappalto
sar aggiudicato con il criterio dellofferta economi-
camente pi vantaggiosa, determinato ai sensi del-
lart. 83 del D.Lgs. n. 163/2006. Luogo di consegna:
Porto di Venezia. Importo complessivo dappalto:
28.720.861,91. Categoria prevalente: OS21 clas-
sifica VII. Termine ultimo per il ricevimento delle of-
ferte: entro le ore 12.00 del 07/10/2011.
Responsabile unico per il procedimento: Dott. Ing.
Nicola Torricella. Lavviso di gara viene pubblicato
allAlbo dellAutorit Portuale di Venezia, sulla Gaz-
zetta Ufficiale della Repubblica Italiana, serie spe-
ciale relativa ai contratti pubblici n. 102 del
31/08/2011, sul Supplemento alla Gazzetta Ufficiale
dellUnione Europea n. S153 del 11/08/2011. Il
bando di gara, con allegato il relativo disciplinare,
reperibile sul sito http://www.rveneto.bandi.it e sul
sito http://www.port.venice.it. Per eventuali chiari-
menti contattare lArea Gare ed Appalti dellAutorit
Portuale di Venezia, tel +39 041533.45.33.
Venezia, 08/08/2011
IL PRESIDENTE - Prof. Paolo Costa
COMUNE DI SAMO (RC)
Interventi Integrati per il consolidamento
del centro abitativo. CIG 3190532E48 -
CUP I18C11000220002 - NG. 3206869
AVVISO DI GARA
Il giorno 30/09/2011 ore 10:00 per lap-
palto suindicato, si espleter procedura
aperta ai sensi dellart 82 D. Lgs
n. 163/2006. Importo a base dasta:
. 682.713,96. Soggetti ammessi alla
gara come specificato allart. 11 del bando
di gara. Le offerte dovranno pervenire
entro e non oltre le ore 12 del giorno
29/09/2011. Il bando integrale, disciplinare
e tutta la documentazione, sono pubblicati
sul sito www.comunedisamo.it sezione
Bandi e Appalti.
Il Responsabile del Servizio
Ing. Giuseppe Bruzzaniti
AZIENDA UNITA SANITARIA - LOCALE N.6 LIVORNO
DIPARTIMENTO TECNICO
ESTRATTO DI BANDO DI GARA
LAzienda Usl 6 Livorno Dipartimento Tecnico bandisce
una gara a procedura aperta avente per oggetto AFFIDA-
MENTO CON PROCEDURA APERTA AI SENSI DELLART.
153, COMMI 1-14 DEL D. LGS. N. 163/2006 DELLA CON-
CESSIONE AVENTE AD OGGETTO LA REALIZZAZIONE DI
UN NUOVO PRESIDIO OSPEDALIERO IN LIVORNO LO-
CALIT BANDITELLA BASSA DENOMINATA ZONA BASSO
MORFOLOGICO RSA PASCOLI E LA GESTIONE DEI SER-
VIZI AZIENDALI IN REGIME DI PROJECT FINANCING.
limporto dello intervento (progettazione, esecuzione e
costi connessi) per la realizzazione: del Nuovo Ospedale
in Localit Banditella Bassa denominata zona basso mor-
fologico R.S.A. Pascoli; del ospedale di comunit, dell-
Hospice e della riabilitazione ospedaliera; delle
demolizioni della R.S.A. ed altri manufatti insistenti nella
area del nuovo ospedale e modifica del tracciato dellac-
quedotto urbano; di riqualificazione e rifunzionalizzazione
dei padiglioni 4 e 5 in R.S.A. del vecchio presidio
ospedaliero come da disciplinare; come stimato dallo stu-
dio di fattibilit, ammonta complessivamente ad Euro
173.481.112,00- IVA esclusa. Il termine ultimo per la pre-
sentazione delle domande il 23 dicembre 2011 ore 12:00.
Per la partecipazione opportuno prendere visione del
bando e del disciplinare di gara pubblicati sul sito aziendale
www.usl6.toscana.it. Il bando di gara si trova pubblicato
sul Supplemento alla Gazzetta Ufficiale dellUnione Europea
del 30 agosto 2011 e sulla Gazzetta Ufficiale della Repub-
blica Italiana n. 101 V serie speciale del 29 agosto 2011.
Il Direttore Generale - Dr.ssa Monica Calamai
Detailed Design and Supervision of Works
of Yovi Hydropower Plant, Tanzania
EuropeAid/FED/2011/266-805/SER/01/TZ
Associazione Bertoni per la Cooperazione e
lo Sviluppo del Terzo Mondo (A.B.C.S) - V.le
dei Colli 27 - Verona, Italia intends to award
a service contract for Detailed Design and
Supervision of Works of Yovi Hydropower
Plant on the river Yovi, nearby Kisanga,
Morogoro region, Tanzania, with financial
assistance from the EDF. The procurement
notice is available and published on the
ABCS website: http://www.abcsverona.it/.
The deadline for submission of applications
is 03 October 2011.
REGIONE CALABRIA
AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI CATANZARO
Avviso di rettifica
In esecuzione alla Delibera n. 2150 del 04.08.2011 lA.S.P. di Catanzaro ha retti-
ficato lAllegato A ed il capitolato speciale dappalto della Procedura aperta per
la fornitura chiavi in mano, mediante leasing operativo, di N. 8 ecografi, pub-
blicata sulla GUUE N. 2011/S 132-219655 del 13/07/2011 e sulla GURI N. 89 del
29/07/2011 - 5
^
serie speciale.
Il capitolato speciale dappalto e lAllegato A, rettificati, oltre alla restante docu-
mentazione complementare sono gratuitamente scaricabili dal sito www.asp.cz.it,
sez. Gare e Appalti, e dal sito www.fareonline.it, sez. Bandi di gara.
Il nuovo termine per la presentazione delle offerte fissato alle ore 13.00 del
03-10-2011 presso lU.O.C. Acquisizione Beni e Servizi - A.S.P. Catanzaro - Via
G.Bruno 47 - 88068 Soverato ( CZ ).
Le eventuali richieste di chiarimenti dovranno pervenire entro e non oltre le ore
13.00 del 19-09-2011.
Ulteriori informazioni in merito alla gara potranno essere richieste presso: U.O.C.
Acquisizione Beni Servizi - A.S.P. di Catanzaro - Via G. Bruno, 47 - 88068 SOVERATO
- tel. 0967-539416 - fax 0967 522350.
Firmato Firmato
Il responsabile Il Direttore dellU.O.C
del procedimento Acquisizione Beni e Servizi
Dott. Giuseppe Luca Pagnotta Dir. Francesco Tropea
Firmato
Il DIRETTORE GENERALE - ASP di Catanzaro
Dott. Gerardo Mancuso
Monterosa s.p.a.
Route Ramey, n. 69
Champoluc, Ayas (Ao), 11020, Italia
CF e P.IVA 00627050073
tel. +390125303114, fax +390125303144
franco.torretta@monterosa-ski.com
ESTRATTO AVVISO APPALTO AGGIUDICATO
SETTORI SPECIALI
La societ in epigrafe, in data 7 luglio 2011, ha ag-
giudicato in maniera definitiva, sulla base del crite-
rio dellofferta economicamente pi vantaggiosa,
lappalto avente ad oggetto la realizzazione di un
collegamento funiviario tramite impianto telecabina
8 posti ad ammorsamento temporaneo tra le loca-
lit di Stafal e Gabiet nel comune di Gressoney-La-
Trinit (AO). Lentit totale risultata, a seguito
della gara, pari a 10.440.000,00 (IVA esclusa).
Laggiudicatario dellappalto lAssociazione Tem-
poranea di Imprese tra Leitner s.p.a. (mandante) e
Costruzioni Stradali B.G.F. s.r.l. (mandataria), via
Brennero 34, 39049 Vipiteno (BZ). LAvviso di ap-
palto aggiudicato stato inviato allUfficio delle
Pubblicazioni Ufficiali dellU.E. in data 26 luglio
2011 ed stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica Italiana 5
a
serie speciale -contratti
pubblici n. 94 anno 152 del 10 agosto 2011.
Il Presidente del Collegio Sindacale
Dott. Claudio Vercellin
Piccola Pubblicit
Punti raccolta inserzioni
SPORTELLI
AGENZIE
Via Rizzoli, 8 - 20132 Milano
BARI - Via P. Villari 50
Tel. 080 5760111 - Fax 080 5760126
Dal lunedi al venerdi 9-13 / 14.30-18
BOLOGNA - Via S. Donato 85
Tel. 051 4201711 - Fax 051 4201028
Dal lunedi al venerdi 9-13 / 14-18
COMO - Piazza del Popolo 5
Tel. 031 243464 - Fax 031 303326
Dal lunedi al venerdi 8.30-12.30 / 14.30-18.30
FIRENZE - Viale Matteotti 60
Tel. 055 552341 - Fax 055 55234234
Dal lunedi al venerdi 9-13 / 14-17.30
MILANO - Via Solferino 22
Tel. 02 6282 7555 / 7422 - Fax 02 6552436
Dal lunedi al venerdi 9.15-17.45
NAPOLI - Vico San Nicola
alla dogana 9
Tel. 081 4977711 - Fax 081 4977712
Dal lunedi al venerdi 9-13 / 14.45-17.30
OSIMO (AN) - Via Grandi 10
Tel. 071 7276077 - Fax 071 7276084
Dal lunedi al venerdi 9-13 / 14-18
PALERMO - Via G. Sciuti 164
Tel. 091 306756 - Fax 091 342763
Dal lunedi al venerdi 9-13,30 / 15-18
PADOVA - Via Francesco
Rismondo 2e int. 8
Tel. 049 6996311 - Fax 049 7811380
Dal lunedi al venerdi 9-13 / 14-18
PARMA - Strada della Repubblica 45
Tel. 0521 285102 - Fax 0521 289810
Dal lunedi al venerdi 9-13 / 14.30-18
TORINO - Corso Duca dAosta 1
Tel. 011 502116 - Fax 011 503609
Dal lunedi al venerdi 9-13 / 14-18
UDINE - Via G. Leopardi 25
Tel. 0432 501300 - Fax 0432 501410
Dal lunedi al venerdi 8.30-12.30 / 14.30-18.30
VERONA - Via Carlo Cattaneo, 26
Tel. 045 8011449 - Fax 045 8010375
Dal lunedi al venerdi 9-13 / 14-18
40
Venerd 2 Settembre 2011 Corriere della Sera italia: 515249535254
Codice cliente:
MILANO Pi poveri rispetto a 10
anni fa. Dallentrata in vigore
delleuro a oggi, a fronte di un
aumento medio dei prezzi al
consumo del 21%, i redditi pro capite
sono rimasti indietro (+14%), con un
inevitabile declino (-7%) del potere
dacquisto delle famiglie. E quanto
emerge da una ricerca di
Altroconsumo, che ha analizzato
levoluzione di prezzi e tariffe nel
corso degli ultimi 10 anni.
Dagli aumenti di prezzo di cereali e
derivati, con la dinamica speculativa
che ne seguita, ai rincari in settori
nevralgici per il bilancio familiare,
come il trasporto marittimo (+147%)
e aereo (+61%);
i treni (+46%);
le utenze acqua
(+52%) e gas
(+34%); le
bevande
alcoliche e i
tabacchi
(+53%): sono le
voci che in
questi 10 anni hanno influenzato di
pi i comportamenti di spesa dei
consumatori. Senza dimenticare i
premi rc-auto, cresciuti a dismisura
in citt come Napoli (+122%) e
Palermo (+77%). Mentre le poche
riduzioni di prezzo sono avvenute in
quei settori dove si aperto alla
concorrenza, ad esempio con forme
distributive alternative, come nel
caso dei prodotti farmaceutici (-28%
rispetto ai prezzi del 2001). O grazie
allinnovazione tecnologica, come
successo per computer (-64%) e
telefonini (-73%).
Giu. Fer.
twitter @16febbraio
RIPRODUZIONE RISERVATA
Niente supercedola Cir, i 564 milioni in titoli a breve termine
I proventi della sentenza sul lodo Mondadori collocati in fondi di liquidit per interessi di almeno l1,5%
Il nuovo tesoro di De Benedetti?
Solo investimenti a rischio zero
La storia
Altroconsumo
MILANOPoco pi di un me-
se fa, il 26 luglio, veniva effettuato
uno dei bonifici bancari pi pesan-
ti della storia giudiziaria italiana:
564,2 milioni passavano dalla Fini-
vest di Silvio Berlusconi alla Cir di
Carlo De Benedetti, in seguito alla
sentenza civile di appello che con-
dannava il gruppo della famiglia
del presidente del Consiglio a risar-
cire la holding dellIngegnere, suo
nemico storico. Il bonifico la con-
clusione della causa per danni rela-
tiva alla corruzione del giudice Vit-
torio Metta, uno dei tre magistrati
che nel 1991 decisero per lannulla-
mento dellarbitrato che aveva asse-
gnato la Mondadori a De Benedetti,
facendo di fatto finire la casa editri-
ce di Segrate nellimpero berlusco-
niano. Dopo ventanni dunque De
Benedetti, che da due anni solo
presidente onorario dei suoi grup-
pi, si ritrova con un autentico teso-
ro dentro la Cir, la cassaforte di
LEspresso, Sorgenia, Kos, Sogefi,
quotata e controllata al 45% dalla
Cofide (a sua volta in mano per il
52%allaccomandita Carlo De Bene-
detti & figli). E con il figlio Rodolfo,
amministratore delegato della hol-
ding, si trovato a gestirlo nel pie-
no della tempesta finanziaria pi
violenta dai tempi di Lehman
Brothers. Sembra tuttavia che il pri-
mo mese sia stato superato senza
danni. I bruschi alti e bassi della
Borsa insomma non hanno intacca-
to quel capitale aggiuntivo, pari a
circa il 47% degli 1,2 miliardi attua-
le capitalizzazione della Cir, poich
esso stato collocato dai De Bene-
detti in investimenti ultra-sicuri.
Nonostante il silenzio ufficiale
sulle modalit di gestione dei
564,2 milioni, che pure farebbero
gola a qualsiasi banca specialmen-
te in un periodo di liquidit poco
circolante, le indicazioni raccolte
presso varie fonti finanziarie sug-
geriscono che il maxi-assegno
sia stato impiegato in prodotti
di base a rendimento sicuro,
come fondi di liquidit, pronti
contro termine e altre operazio-
ni simili, di fatto senza rischi. La
gestione sarebbe stata affidata a
diversi intermediari sia italiani sia
esteri, a cominciare dalle grandi
banche, che pare hanno offerto in-
teressi piuttosto consistenti. Non
dovrebbe essere invece della parti-
ta Banca Intermobiliare, dal cui ca-
pitale De Benedetti uscito dopo
che listituto torinese passato dal-
lorbita della famiglia Segre, suoi
commercialisti di fiducia, a quella
di Veneto Banca.
Paradossalmente leccessiva
prudenza non stata una scelta
lungimirante di fronte alla crisi in
arrivo quanto piuttosto una neces-
sit imposta dalla legge: Fininvest
ha infatti preannunciato ricorso
per Cassazione, che durer altri
18-24 mesi, e se la sentenza venis-
se annullata Cir potrebbe trovarsi
costretta a restituire tutta o parte
della somma a Berlusconi, maggio-
rata dellinteresse legale dell1,5%.
Per questo motivo i 546,2 milioni
devono essere investiti in prodotti
che garantiscano quel rendimento
minimo, almeno fino alla sentenza
definitiva (circostanza che fa s
che la liquidit non incida per ora
sul bilancio).
Ma naturalmente Cir punta a ot-
tenere di pi. Sembra infatti che la
gestione del capitale stia sostanzial-
mente seguendo la strategia
adottata per la tesoreria Cir:
a fine giugno i 382 milioni
di liquidit lorda (104 mi-
lioni netti se si considera il
bond da rimborsare nel
2024) erano investiti solo
per 10 milioni in titoli di
Stato, mentre il resto era
diviso tra corporate
bond di elevata qualit,
come ha detto Rodolfo De
Benedetti, per 154 milio-
ni, cash e depositi bancari
per 107 milioni, hedge fun-
ds per 77 milioni, e azioni e
fondi per 34 milioni. Non noto
quanto tutto ci frutti, ma si pu
avere unidea guardando agli hed-
ge funds, che hanno reso in media
ogni anno il 7,6%, mentre nei pri-
mi sei mesi del 2011 sono andati in
negativo dello 0,3%. Finora De Be-
nedetti ha escluso sia extradividen-
di a favore di Cir sia operazioni stra-
ordinarie. LIngegnere pu accon-
tentarsi di vedere la sua holding re-
sistere in Borsa: se nellultimo me-
se ha perso il 6,30%, la crescita di
Cir su un anno dell11,91%.
Fabrizio Massaro
fmassaro@corriere.it
RIPRODUZIONE RISERVATA
Effetto euro,
trasporti pi cari
Telefoni gi
Il maxi-risarcimento a
Carlo De Benedetti
pone fine a una contesa
ultraventennale con
Silvio Berlusconi. Il 24
gennaio 1991 la Corte
dappello di Roma,
relatore il giudice
Vittorio Metta, dichiara
nullo larbitrato
Cir-Formenton:
Mondadori passa cos a
Fininvest. Nel 2007 la
Cassazione condanna in
via definitiva Metta,
insieme, fra gli altri, con
Cesare Previti, per
corruzione per aver
condizionato il giudizio
a favore di Berlusconi,
dietro compenso. Nel
2009, in sede civile,
Fininvest viene
condannata in primo
grado a pagare 750
milioni di risarcimento,
ridotti il 9 luglio 2011
dalla Corte dappello di
Milano a 564 milioni,
comprese spese e
interessi
La Cassazione
Il potere
dacquisto
calato
del 7%
Dieci anni dopo
Il vincolo di legge
sugli impieghi
in attesa della sentenza
della Corte di Cassazione
Lingegnere
Carlo
De Benedetti
La vicenda
Primo LP
+
fascicolo

7,99
* a soli
Jazz is back
Per saperne di pi visita il sito:
deagostinipassion.it
Da Miles Davis a Keith Jarrett, da Billie Holiday a John Coltrane i migliori artisti di sempre su copie anastatiche
fedelissime ai 33 giri originali, per rivivere tutti i riti dellascolto e riscoprire il piacere originale del jazz: la
qualit dei suoi suoni, lintensit delle sue emozioni, il calore delle sue interpretazioni. In pi, con ogni album,
un fascicolo ricco di foto, aneddoti e curiosit sullartista. Jazz 33 giri. Il jazz tornato al suo stato pi puro.
Jazz 33 giri: una selezione di capolavori su puro vinile 180g.
E il jazz torna a suonare nel posto dov nato: su un 33 giri.
*
N
.
3
9
U
S
C
I
T
E
S
U
C
C
E
S
S
I
V
E
A

1
4
,
9
9
41 Economia
Corriere della Sera Venerd 2 Settembre 2011 italia: 515249535254
Codice cliente:
Nome Data Valuta Quota/od. Quota/pre.
AcomeA SGR - numero di tel. 800.89.39.89
info@acomea.it
AcomeA America (A1) 30/08 EUR 10,440 10,358
AcomeA America (A2) 30/08 EUR 10,494 10,411
AcomeA Asia Pacifico (A1) 30/08 EUR 3,050 3,019
AcomeA Asia Pacifico (A2) 30/08 EUR 3,054 3,022
AcomeA Breve Termine (A1) 30/08 EUR 11,484 11,444
AcomeA Breve Termine (A2) 30/08 EUR 11,492 11,452
AcomeA ETF Attivo (A1) 30/08 EUR 3,521 3,518
AcomeA ETF Attivo (A2) 30/08 EUR 3,520 3,517
AcomeA Eurobbligazionario (A1) 30/08 EUR 12,460 12,413
AcomeA Eurobbligazionario (A2) 30/08 EUR 12,472 12,425
AcomeA Europa (A1) 30/08 EUR 8,618 8,610
AcomeA Europa (A2) 30/08 EUR 8,638 8,630
AcomeA Globale (A1) 30/08 EUR 7,403 7,358
AcomeA Globale (A2) 30/08 EUR 7,430 7,383
AcomeA Italia (A1) 30/08 EUR 13,065 13,077
AcomeA Italia (A2) 30/08 EUR 13,089 13,101
AcomeA Liquidit (A1) 30/08 EUR 7,730 7,709
AcomeA Liquidit (A2) 30/08 EUR 7,730 7,709
AcomeA Obbligaz. Corporate (A1) 30/08 EUR 6,215 6,167
AcomeA Obbligaz. Coroprate (A2) 30/08 EUR 6,226 6,177
AcomeA Paesi Emergenti (A1) 30/08 EUR 5,704 5,633
AcomeA Paesi Emergenti (A2) 30/08 EUR 5,713 5,642
AcomeA Patrimonio Aggressivo (A1) 30/08 EUR 3,100 3,098
AcomeA Patrimonia Aggressivo (A2) 30/08 EUR 3,108 3,106
AcomeA Patrimonio Dinamico (A1) 30/08 EUR 4,149 4,132
AcomeA Patrimonio Dinamico (A2) 30/08 EUR 4,157 4,139
AcomeA Patrimonio Prudente (A1) 30/08 EUR 4,855 4,835
AcomeA Patrimonio Prudente (A2) 30/08 EUR 4,861 4,841
AcomeA Performance (A1) 30/08 EUR 16,756 16,702
AcomeA Performance (A2) 30/08 EUR 16,780 16,725
AKROS ABSOLUTE RETURN 31/07 EUR 493513,214 493346,694
AKROS DYNAMIC 31/07 EUR 475720,580 475184,347
AKROS MARKET NEUTRAL 31/07 EUR 488918,807 489430,093
AKROS LONG/SHORT EQUITY 29/07 EUR 496442,996 505392,243
www.albertinisyz.it
Tel 02 30306.1
Albertini Syz Multistrategy Cl.A 30/06 EUR 647035,133 650883,637
Albertini Syz Multistrategy Cl.B 30/06 EUR 464786,948 467313,932
Albertini Syz Innovation Cl.A 30/06 EUR 640669,011 647842,144
Albertini Syz Innovation Cl.B 30/06 EUR 485802,335 490994,739
Amundi Absolute 30/08 EUR 5,137 5,139
Amundi Azioni QEuro 30/08 EUR 10,381 10,388
Amundi Breve Termine 30/08 EUR 7,390 7,384
Amundi Corporate 3 anni 30/08 EUR 94,190 94,627
Amundi Corporate Giugno 2012 30/08 EUR 4,895 4,892
Amundi Dynamic Allocation 30/08 EUR 5,026 5,022
Amundi Equipe 1 30/08 EUR 5,239 5,233
Amundi Equipe 2 30/08 EUR 5,140 5,131
Amundi Equipe 3 30/08 EUR 5,052 5,025
Amundi Equipe 4 30/08 EUR 4,660 4,623
Amundi Eureka Brasile 2016 - EUR - -
Amundi Eureka BRIC 2017 - EUR - -
Amundi Eureka BRIC Ripresa 2014 30/08 EUR 5,379 5,244
Amundi Eureka China Double Win 30/08 EUR 5,592 5,567
Amundi Eureka Cina 2015 - EUR - -
Amundi Eureka Cina Ripresa 2015 30/08 EUR 5,082 5,073
Amundi Eureka Crescita Az. 2017 - EUR - -
Amundi Eureka Crescita Cina 2017 - EUR - -
Amundi Eureka Crescita Fin. 2015 - EUR - -
Amundi Eureka Crescita It. 2015 - EUR - -
Amundi Eureka Crescita Set.I.2017 - EUR - -
Amundi Eureka Crescita Val. 2017 - EUR - -
Amundi Eureka Doppia Opp 2014 30/08 EUR 4,982 4,878
Amundi Eureka Double Call 30/08 EUR 5,148 5,136
Amundi Eureka Double Win 30/08 EUR 5,404 5,374
Amundi Eureka Double Win 2013 30/08 EUR 4,671 4,612
Amundi Eureka Dragon 30/08 EUR 6,534 6,525
Amundi Eureka Europa Em.Ri. 2017 - EUR - -
Amundi Eureka Materie Prime 2015 - EUR - -
Amundi Eureka Oriente 2015 30/08 EUR 4,876 4,835
Amundi Eureka Prog.Im.Verdi 2017 - EUR - -
Amundi Eureka Ripresa 2014 30/08 EUR 5,130 5,095
Amundi Eureka Ripresa 2016 - EUR - -
Amundi Eureka Ripresa Due 2014 30/08 EUR 4,744 4,689
Amundi Eureka Settori 2016 30/08 EUR 4,715 4,716
Amundi Eureka Sviluppo En. 2016 - EUR - -
Amundi Eureka Svi. Ma.Pri.2016 - EUR - -
Amundi Eureka Sviluppo USA 2016 - EUR - -
Amundi Eureka USA 2015 30/08 EUR 4,975 4,898
Amundi Europe Equity 30/08 EUR 3,799 3,763
Amundi For. E. Eq. Op. 2013 30/08 EUR 4,419 4,375
Amundi For. E. Eq. Op. Due 2013 30/08 EUR 4,436 4,396
Amundi For. Em.MktEq.R.2014 30/08 EUR 5,048 5,026
Amundi For. Gar. Hi. Div. 2014 30/08 EUR 4,921 4,926
Amundi Form Gar.E.Mk.Eq.R 2013 30/08 EUR 5,040 5,039
Amundi Form Gar.Eq.R.DUE 2013 30/08 EUR 5,006 5,009
Amundi Form Gar.Eq.Recall 2013 30/08 EUR 4,962 4,963
Amundi Form Gar.Mer.Emergenti 30/08 EUR 5,749 5,750
Amundi Form Garantita 2012 30/08 EUR 5,043 5,048
Amundi Form Garantita 2013 30/08 EUR 4,982 4,988
Amundi Form Garantita Due 2013 30/08 EUR 5,022 5,023
Amundi Form Priv.Div.Opportunity 30/08 EUR 5,012 5,013
Amundi Global Emerging Equity 30/08 EUR 4,717 4,605
Amundi Global Equity 30/08 EUR 4,008 3,938
Amundi Liquidit 30/08 EUR 8,997 8,995
Amundi Obbligazionario Euro 30/08 EUR 5,361 5,347
Amundi Pi 30/08 EUR 5,608 5,603
Amundi Premium Power 30/08 EUR 5,027 5,012
Amundi Private Alfa 2007 30/08 EUR 4,779 4,759
Amundi QBalanced 30/08 EUR 8,221 8,207
Amundi QReturn 30/08 EUR 5,509 5,511
Amundi Soluzione Tassi - EUR - -
Amundi Strategia 95 - EUR - -
Unibanca Plus 30/08 EUR 5,155 5,146
Numero Verde 800 255783
info@animasgr.it - www.animasgr.it
Anima America 31/08 EUR 3,892 3,873
Anima Asia 31/08 EUR 5,857 5,817
Anima Convertibile 31/08 EUR 5,967 5,935
Anima Emerging Markets 31/08 EUR 9,625 9,447
Anima Europa 31/08 EUR 3,692 3,591
Anima Fondattivo 31/08 EUR 13,181 13,074
Anima Fondimpiego 31/08 EUR 18,549 18,482
Anima Fondo Trading 31/08 EUR 11,743 11,584
Anima Liquidit 31/08 EUR 6,642 6,639
Anima Obbligaz Euro 31/08 EUR 6,979 6,978
Anima Obiettivo Rend. 31/08 EUR 5,697 5,693
Americhe 31/08 EUR 8,716 8,678
Corporate Bd 31/08 EUR 7,118 7,107
Emerging Markets Bd 31/08 EUR 6,693 6,655
Emerging Markets Eq 31/08 EUR 6,477 6,320
Europa 31/08 EUR 11,747 11,462
Iniziativa Europa 31/08 EUR 6,315 6,144
Italia 31/08 EUR 12,155 11,838
Monetario 31/08 EUR 11,933 11,928
Pacifico 31/08 EUR 4,593 4,526
Pianeta 31/08 EUR 10,064 10,051
Risparmio 31/08 EUR 7,455 7,456
Sforzesco 31/08 EUR 9,912 9,870
Tesoreria 31/08 EUR 6,867 6,866
Valore Globale 31/08 EUR 17,912 17,615
Nome Data Valuta Quota/od. Quota/pre.
Visconteo 31/08 EUR 33,620 33,333
Capitale Piu' C.Azionario 31/08 EUR 4,309 4,236
Capitale Piu' C.Bilanc. 15 31/08 EUR 5,152 5,131
Capitale Piu' C.Bilanc. 30 31/08 EUR 4,814 4,786
Capitale Piu' C.Obbligaz. 31/08 EUR 5,436 5,436
AZIMUT SGR - tel.02.88981
www.azimut.it - info@azimut.it
Azimut Bilanciato 30/08 EUR 21,826 21,773
Azimut Formula 1 Absolute 30/08 EUR 5,912 5,916
Azimut Formula 1 Conserv 30/08 EUR 6,141 6,138
Azimut Formula Target 2013 30/08 EUR 6,387 6,382
Azimut Formula Target 2014 30/08 EUR 5,989 5,966
Azimut Garanzia 30/08 EUR 12,209 12,203
Azimut Prev. Com. Crescita 30/08 EUR 9,069 9,061
Azimut Prev. Com. Equilibrato 30/08 EUR 10,542 10,537
Azimut Prev. Com. Garantito 30/08 EUR 9,673 9,662
Azimut Prev. Com. Protetto 30/08 EUR 11,432 11,432
Azimut Reddito Euro 30/08 EUR 15,416 15,409
Azimut Reddito Usa 30/08 EUR 5,606 5,564
Azimut Scudo 30/08 EUR 7,232 7,211
Azimut Solidity 30/08 EUR 7,595 7,584
Azimut Strategic Trend 30/08 EUR 4,776 4,747
Azimut Trend America 30/08 EUR 8,507 8,462
Azimut Trend Europa 30/08 EUR 10,061 9,961
Azimut Trend Italia 30/08 EUR 11,468 11,499
Azimut Trend Pacifico 30/08 EUR 5,960 5,867
Azimut Trend Tassi 30/08 EUR 8,783 8,771
Azimut Trend 30/08 EUR 17,872 17,704
AZ FUND MANAGEMENT SA
AZ F. Active Selection 30/08 EUR 4,462 4,448
AZ F. Active Strategy 30/08 EUR 4,736 4,728
AZ F. Alpha Man. Credit 30/08 EUR 5,029 5,019
AZ F. Alpha Man. Equity 30/08 EUR 3,849 3,791
AZ F. Alpha Man. Them. 30/08 EUR 3,091 3,037
AZ F. American Trend 30/08 EUR 2,178 2,166
AZ F. Asset Plus 30/08 EUR 5,167 5,142
AZ F. Asset Power 30/08 EUR 4,783 4,740
AZ F. Best Bond 30/08 EUR 4,915 4,887
AZ F. Best Equity 30/08 EUR 4,766 4,714
AZ F. Bond Trend 30/08 EUR 5,327 5,319
AZ F. Bot Plus 30/08 EUR 5,160 5,158
AZ F. Commodity Trading 30/08 EUR 5,088 5,021
AZ F. Conservative 30/08 EUR 5,418 5,401
AZ F. Corporate Premium 30/08 EUR 4,849 4,839
AZ F. Dividend Premium 30/08 EUR 4,683 4,660
AZ F. Emer. Mkt Asia 30/08 EUR 5,349 5,255
AZ F. Emer. Mkt Europe 30/08 EUR 3,513 3,448
AZ F. Emer. Mkt Lat. Am. 30/08 EUR 5,809 5,662
AZ F. European Dynamic 30/08 EUR 4,286 4,276
AZ F. European Trend 30/08 EUR 2,482 2,456
AZ F. Formula 1 Absolute 30/08 EUR 4,323 4,323
AZ F. Formula 1 Alpha Plus 29/07 EUR 5,366 5,357
AZ F. Formula 1 Alpha Plus 20 30/08 EUR 4,255 4,238
AZ F. Formula 1 Conserv. 30/08 EUR 4,585 4,584
AZ F. Formula 1 Dynamic Trading 30/08 EUR 5,430 5,398
AZ F. Income 30/08 EUR 5,530 5,525
AZ F. Institutional Target 30/08 EUR 4,942 4,943
AZ F. Italian Trend 30/08 EUR 2,335 2,341
AZ F. Opportunities 30/08 EUR 3,680 3,627
AZ F. Pacific Trend 30/08 EUR 3,484 3,426
AZ F. Qbond 30/08 EUR 4,941 4,935
AZ F. QProtection 30/08 EUR 4,786 4,786
AZ F. Qtrend 30/08 EUR 4,501 4,488
AZ F. Reserve Short Term 30/08 EUR 6,055 6,054
AZ F. Solidity 30/08 EUR 5,199 5,189
AZ F. Strategic Trend 30/08 EUR 4,383 4,358
AZ F. Trend 30/08 EUR 3,960 3,923
AZ F. US Income 30/08 EUR 5,573 5,531
Carige Azionario Europa 31/08 EUR 4,987 4,861
Carige Azionario Internazionale 31/08 EUR 6,468 6,402
Carige Azionario Italia 31/08 EUR 4,247 4,128
Carige Bilanciato 10 31/08 EUR 5,478 5,453
Carige Bilanciato 30 31/08 EUR 5,048 4,990
Carige Bilanciato 50 31/08 EUR 5,636 5,540
Carige Corporate Euro 31/08 EUR 6,591 6,594
Carige Total Return 1 31/08 EUR 5,113 5,094
Carige Total Return 2 31/08 EUR 4,385 4,366
Carige Liquidita Euro 31/08 EUR 6,384 6,384
Carige Monetario Euro 31/08 EUR 11,671 11,674
Carige Obblig Euro 31/08 EUR 10,988 11,008
Carige Obblig Euro Lungo Termine 31/08 EUR 5,818 5,841
Carige Obblig Globale 31/08 EUR 6,013 6,004
Fondo Pensione Aperto Carige
Difesa Classe A 29/07 EUR 13,671 13,655
Difesa 29/07 EUR 13,478 13,466
Obiettivo TFR Classe A 29/07 EUR 11,037 11,164
Obiettivo TFR 29/07 EUR 10,895 11,023
Rivalutazione Classe A 29/07 EUR 10,484 10,686
Rivalutazione 29/07 EUR 10,149 10,351
Valorizzazione Classe A 29/07 EUR 12,696 12,708
Valorizzazione 29/07 EUR 12,426 12,443
Num tel: 178 311 01 00
www.compamfund.com - info@compamfund.com
Bluesky Global Strategy A 30/08 USD 1292,839 1292,312
Bond Euro A 30/08 EUR 1164,560 1163,360
Bond Euro B 30/08 EUR 1136,973 1135,812
Bond Risk A 30/08 EUR 1122,455 1123,213
Bond Risk B 30/08 EUR 1088,570 1089,319
CompAM Fund - Em. Mkt. Corp. A 30/08 EUR 1371,583 1368,110
CompAM Fund - Em. Mkt. Corp. B 30/08 EUR 1334,587 1331,226
European Equity A 30/08 EUR 1073,527 1067,165
European Equity B 30/08 EUR 1030,650 1024,559
Multiman. Bal. A 29/08 EUR 103,792 103,529
Multiman. Bal. M 29/08 EUR 105,381 105,108
Multiman. Eq. Afr. & Mid. East A 24/08 EUR 65,989 67,197
Multiman. Eq. Afr. & Mid. East M 24/08 EUR 67,575 68,802
Multiman.Target Alpha A 24/08 EUR 104,350 104,705
DB Platinum
Agriculture Euro R1C A 30/08 EUR 92,620 92,040
Comm Euro R1C A 31/08 EUR 156,910 154,950
Comm Harvest R3C E 30/08 EUR 101,560 101,840
Croci Germany R1C A - EUR - -
Currency Returns Plus R1C 31/08 EUR 960,540 961,320
Dyn Aktien Pl R1C A 30/08 EUR 99,840 97,330
DB Platinum IV
Croci Euro R1C B 31/08 EUR 77,880 75,680
Croci Japan R1C B 31/08 JPY 5700,890 5691,980
Croci US R1C B 31/08 USD 105,650 104,950
Dyn. Bd Stabilitt Plus R1C A 31/08 EUR 95,910 96,640
Dyn. Cash R1C A 31/08 EUR 101,410 101,410
Dyn. ETF Selector 3 R1C A 30/08 EUR 99,580 99,670
Dyn. ETF Selector 6 R1C A 30/08 EUR 86,020 86,140
Dyn. ETF Selector 8 R1C A 30/08 EUR 104,620 103,740
Paulson Global R1C E 24/08 EUR 6981,710 7424,530
Sovereign Plus R1C A 31/08 EUR 106,420 106,710
Systematic Alpha Index R1C A 24/08 EUR 10280,110 10306,750
Tel. 02/88219.1 - direzione@gruppoesperia.com
www.gruppoesperia.com
Duemme Sicav
Asian Equities C 31/08 JPY 5323,000 5286,000
Bond Euro Area C 31/08 EUR 137,040 136,760
Bond Inflation Linked C 31/08 EUR 99,930 99,780
Corporate Bond Euro C 31/08 EUR 118,330 117,870
Dynamic Equity 31/08 EUR 65,570 65,480
Efficient 31/08 EUR 98,260 98,140
Equity Opportunity C 31/08 EUR 100,290 100,120
Nome Data Valuta Quota/od. Quota/pre.
Euro Equities C 31/08 EUR 73,940 73,220
Euro Investments C 31/08 EUR 100,530 100,210
Flexible Strategies C 31/08 EUR 93,840 93,690
Glob. Tactical Asset All. 31/08 EUR 107,820 107,450
Global Convertible Plus 31/08 EUR 93,720 93,200
Global Equity 31/08 EUR 80,500 78,920
Global Total Return C 31/08 EUR 95,190 94,770
Gov Bond Euro Medium Term C 31/08 EUR 115,980 115,890
High Dividend Euro 31/08 EUR 73,100 73,300
Money Market C 31/08 EUR 106,090 106,080
Private Equity Strategies C 31/08 EUR 79,950 79,430
Systematic Diversification C 31/08 EUR 97,730 97,270
Strategic Portfolio C 31/08 EUR 79,250 78,500
US Equities C 31/08 USD 101,550 99,680
Usa Short Term C 31/08 USD 111,450 111,460
Duemme Sgr
Duemme Hedge Dynamic 31/05 EUR 415459,745 418410,385
Duemme Hedge Performance 31/05 EUR 573681,251 573572,108
Duemme Hedge Protection 31/05 EUR 575578,405 571552,543
www.eurizoncapital.it
tel. 02 88101
Eurizon Az Asia Nuove Econom. 30/08 EUR 9,889 9,714
Eurizon Az Area Euro 30/08 EUR 20,488 20,448
Eurizon Az Energie Mat Pr 30/08 EUR 8,483 8,361
Eurizon Az Internazionale Etico 03/12 EUR 5,271 5,291
Eurizon Az Salute E Amb 30/08 EUR 13,816 13,703
Eurizon Az Teconol Avanz 30/08 EUR 3,716 3,680
Eurizon Azioni America 30/08 EUR 8,269 8,191
Eurizon Azioni Europa 30/08 EUR 7,150 7,075
Eurizon Azioni Finanza 30/08 EUR 14,025 13,894
Eurizon Azioni Internazionali 30/08 EUR 6,632 6,562
Eurizon Azioni Italia 30/08 EUR 9,238 9,254
Eurizon Azioni Pacifico 30/08 EUR 3,584 3,523
Eurizon Azioni Paesi Emergenti 30/08 EUR 8,249 8,117
Eurizon Azioni PMI America 30/08 EUR 19,954 19,756
Eurizon Azioni PMI Italia 30/08 EUR 3,932 3,927
Eurizon Azioni PMI Europa 30/08 EUR 7,544 7,451
Eurizon Bilanc Euro Multiman 30/08 EUR 33,483 33,326
Eurizon Diversificato Etico 30/08 EUR 7,766 7,751
Eurizon Focus Cap Protetto 12/2014 30/08 EUR 4,786 4,782
Eurizon Focus Gar 06/2012 30/08 EUR 5,102 5,099
Eurizon Focus Gar 09/2012 30/08 EUR 5,065 5,064
Eurizon Focus Gar 12/2012 30/08 EUR 5,065 5,065
Eurizon Focus Gar 03/2013 30/08 EUR 5,088 5,091
Eurizon Focus Gar II Sem 06 30/08 EUR 5,222 5,222
Eurizon Focus Gar I T 07 30/08 EUR 5,120 5,119
Eurizon Focus Gar II T 07 30/08 EUR 5,099 5,096
Eurizon Focus Gar III T 07 30/08 EUR 4,954 4,950
Eurizon Focus Gar IV T 07 30/08 EUR 5,140 5,139
Eurizon Liquidita' A 30/08 EUR 7,297 7,297
Eurizon Liquidita' B 30/08 EUR 7,497 7,497
Eurizon Obbligazioni Etico 30/08 EUR 5,417 5,410
Eurizon Obbligazioni Euro Corp 30/08 EUR 5,590 5,576
Eurizon Obbligazioni Euro Corp BT 30/08 EUR 7,528 7,523
Eurizon Obbligazioni Cedola 30/08 EUR 5,977 5,974
Eurizon Obbligazioni Emergenti 30/08 EUR 12,174 12,151
Eurizon Obbligazioni Euro 30/08 EUR 14,121 14,090
Eurizon Obbligazioni Euro BT 30/08 EUR 15,099 15,098
Eurizon Obbligazioni Euro HY 30/08 EUR 7,191 7,180
Eurizon Obbligazioni Internazionali 30/08 EUR 8,749 8,694
Eurizon Obiettivo Rendimento 30/08 EUR 7,976 7,976
Eurizon Profilo Conservativo 30/08 EUR 5,425 5,421
Eurizon Profilo Dinamico 30/08 EUR 5,171 5,148
Eurizon Profilo Moderato 30/08 EUR 5,292 5,283
Eurizon Rendimento Assoluto 2 A 30/08 EUR 5,210 5,208
Eurizon Rendimento Assoluto 3 A 30/08 EUR 5,365 5,363
Eurizon Team 1 30/08 EUR 5,955 5,950
Eurizon Team 2 30/08 EUR 5,645 5,639
Eurizon Team 3 30/08 EUR 4,674 4,664
Eurizon Team 4 30/08 EUR 3,946 3,925
Eurizon Team 5 30/08 EUR 3,778 3,756
Eurizon Tesoreria Dollar 30/08 EUR 11,538 11,458
Eurizon Tesoreria Euro A 30/08 EUR 7,703 7,703
Eurizon Tesoreria Euro B 30/08 EUR 7,771 7,771
Eurizon Tesoreria Dollar $ 30/08 USD 16,654 16,654
Eurizon Rendita 30/08 EUR 5,819 5,824
Eurizon Soluzione 10 30/08 EUR 6,722 6,713
Eurizon Soluzione 40 30/08 EUR 5,874 5,840
Eurizon Soluzione 60 30/08 EUR 22,489 22,302
Eurizon Strategia Prot III Trim 11 30/08 EUR 5,251 5,251
Passadore Monetario 30/08 EUR 7,167 7,162
Teodorico Monetario 30/08 EUR 7,528 7,524
Unibanca Azionario Europa 30/08 EUR 5,127 5,070
Unibanca Monetario 30/08 EUR 5,773 5,768
Unibanca Obbligaz Euro 30/08 EUR 5,815 5,809
EQUITY- I 29/07 EUR 544485,181 564467,902
ABS- I 29/07 EUR 7717,805 7673,807
Tel: 848 58 58 20
Sito web: www.ingdirect.it
Dividendo Arancio 31/08 EUR 35,370 34,730
Convertibile Arancio 31/08 EUR 48,670 48,260
Euro Arancio 31/08 EUR 53,920 54,000
Bilancio Arancio 01/03 EUR 48,380 48,320
Borsa Protetta Agosto 31/08 EUR 53,940 53,130
Borsa Protetta Febbraio 31/08 EUR 48,240 47,150
Borsa Protetta Maggio 31/08 EUR 51,780 51,210
Borsa Protetta Novembre 31/08 EUR 50,970 49,850
Inflazione Pi Arancio 31/08 EUR 49,880 50,160
Mattone Arancio 31/08 EUR 35,580 34,880
Profilo Dinamico Arancio 31/08 EUR 50,200 49,750
Profilo Equilibrato Arancio 31/08 EUR 50,620 50,290
Profilo Moderato Arancio 31/08 EUR 50,640 50,530
Top Italia Arancio 31/08 EUR 36,210 35,170
La lista completa dei comparti Invesco autorizzati in Italia
disponibile sul sito www.invesco.it
Invesco Funds
Asia Balanced R 31/08 USD 9,620 9,540
Asia Balanced E 31/08 EUR 11,510 11,430
Asia Consumer Demand R 31/08 USD 9,290 9,120
Asia Consumer Demand E 31/08 EUR 8,170 8,030
Asia Infrastructure R 31/08 USD 8,750 8,630
Asia Infrastructure E 31/08 EUR 9,510 9,400
Balanced-Risk Allocation R 31/08 EUR 10,880 10,780
Balanced-Risk Allocation E 31/08 EUR 13,010 12,890
Em. Loc. Cur. Debt R-Dis.M 31/08 USD 10,126 10,153
Em. Loc. Cur. Debt E 31/08 EUR 10,485 10,532
Em. Loc. Cur. Debt A-Dis.M 31/08 USD 11,400 11,430
Energy R 31/08 USD 8,120 8,060
Energy E 31/08 EUR 16,550 16,460
Euro Corp. Bond R-Dis.M 31/08 EUR 9,618 9,595
Euro Corp. Bond R 31/08 EUR 9,697 9,673
Euro Corp. Bond E 31/08 EUR 12,806 12,775
Euro Corp. Bond A-Dis.M 31/08 EUR 10,723 10,697
Euro Inflation-Link. Bond R 31/08 EUR 10,007 10,058
Euro Inflation-Link. Bond E 31/08 EUR 14,264 14,337
Gold & Precious Metals R 31/08 USD 9,880 9,680
Gold & Precious Metals E 31/08 EUR 8,690 8,530
Greater China Eq. R 31/08 USD 9,090 8,920
Greater China Eq. E 31/08 EUR 22,480 22,100
Pan European Eq. R 31/08 EUR 8,500 8,350
Pan European Eq. E 31/08 EUR 9,720 9,550
Pan European Struct. Eq. R 31/08 EUR 9,060 8,950
Pan European Struct. Eq. E 31/08 EUR 7,910 7,810
Invesco Funds II
Global Small Cap Value R 31/08 USD 31,410 30,780
Global Value Eq. R 31/08 USD 34,350 33,550
Japanese Eq. Advantage R 31/08 JPY 1609,000 1579,000
Japanese Value Eq. R 31/08 JPY 555,000 546,000
US Value Eq. R 31/08 USD 17,060 16,620
Nome Data Valuta Quota/od. Quota/pre.
Per ulteriori informazioni, visitate il sito
www.invescopowershares.net
Dynamic US Market 31/08 EUR 5,499 5,471
EQQQ 31/08 EUR 38,292 38,140
EuroMTS Cash 3 Months 31/08 EUR 102,083 102,068
FTSE RAFI Asia Pacific Ex-Jap 31/08 EUR 4,960 4,858
FTSE RAFI Dev. 1000 Fund 31/08 EUR 7,903 7,773
FTSE RAFI Dev. Europe Mid-Sm 31/08 EUR 8,163 7,922
FTSE RAFI Emerging Mkts 31/08 EUR 6,478 6,350
FTSE RAFI Europe 31/08 EUR 6,229 6,053
FTSE RAFI Hong Kong China 31/08 EUR 13,255 12,962
FTSE RAFI Italy 30 31/08 EUR 4,063 3,951
FTSE RAFI Switzerland 31/08 EUR 6,862 6,634
FTSE RAFI US 1000 31/08 EUR 6,131 6,083
Global Agriculture NASDAQ OMX 31/08 EUR 8,853 8,797
Global Clean Energy 31/08 EUR 3,755 3,724
Global Listed Private Eq. 31/08 EUR 5,225 5,105
MENA NASDAQ OMX 31/08 EUR 7,534 7,517
Palisades Global Water 31/08 EUR 6,776 6,640
Tel: 02 77718.1
www.kairospartners.com
KAIROS PARTNERS SGR
Kairos Div. + I 30/06 EUR 533874,087 543385,719
Kairos Div. + P 30/06 EUR 528572,217 538171,624
Kairos Equity A 30/06 EUR 754306,267 762646,247
Kairos Fix. Inc. A 30/06 EUR 575556,357 582044,040
Kairos Fix. Inc. I 30/06 EUR 511779,649 517563,477
Kairos Italia A 15/08 EUR 515463,254 539387,930
Kairos Low Vol. A 30/06 EUR 734261,952 739653,675
Kairos Low Vol. B 30/06 EUR 502668,298 506551,662
Kairos Low Vol. I 30/06 EUR 511095,346 514856,123
Kairos Medium Term A 30/06 EUR 548506,054 557665,398
Kairos Medium Term B 30/06 EUR 519340,284 528412,063
Kairos Multi-Str. A 30/06 EUR 793065,641 805118,049
Kairos Multi-Str. B 30/06 EUR 567088,255 576022,490
Kairos Multi-Str. I 30/06 EUR 528151,964 536050,760
Kairos Global 31/08 EUR 5,713 5,672
Kairos Income 31/08 EUR 6,749 6,748
Kairos Small Cap 31/08 EUR 9,339 9,241
KAIROS INTERNATIONAL SICAV
KIS - Ambiente A 31/08 EUR 96,580 95,880
KIS - Ambiente I 31/08 EUR 96,630 95,930
KIS - Absolute A 31/08 EUR 90,960 90,580
KIS - Absolute F 31/08 EUR 90,370 90,000
KIS - Absolute I 31/08 EUR 91,160 90,780
KIS - Ambiente D 31/08 EUR 95,980 95,290
KIS - Ambiente F 31/08 EUR 95,610 94,920
KIS - Ambiente X 31/08 EUR 96,880 96,180
KIS - America A-USD 26/08 USD 189,610 185,410
KIS - America D 26/08 EUR 132,700 129,770
KIS - America F 26/08 EUR 134,150 131,180
KIS - America X 26/08 EUR 135,210 132,170
KIS - Asia A 26/08 EUR 117,220 117,930
KIS - Asia D 22/07 EUR 128,560 127,790
KIS - Asia F 26/08 EUR 116,410 117,150
KIS - Bond A 31/08 EUR 106,860 106,890
KIS - Bond D 31/08 EUR 106,030 106,070
KIS - Bond F 31/08 EUR 106,610 106,640
KIS - Bond I 31/08 EUR 107,150 107,190
KIS - Dynamic A 31/08 EUR 116,910 116,960
KIS - Dynamic D 31/08 EUR 115,740 115,800
KIS - Dynamic F 31/08 EUR 116,750 116,810
KIS - Dynamic I 31/08 EUR 117,080 117,130
KIS - Dynamic X 31/08 EUR 117,960 118,010
KIS - Global A 31/08 EUR 78,710 78,160
KIS - Global D 31/08 EUR 76,140 75,610
KIS - Global F 31/08 EUR 78,250 77,700
KIS - Global I 31/08 EUR 78,770 78,220
KIS - Global X 31/08 EUR 79,750 79,190
KIS - Income A 31/08 EUR 106,350 106,320
KIS - Income D 31/08 EUR 104,430 104,410
KIS - Income I 31/08 EUR 107,200 107,170
KIS - Income X 21/06 EUR 107,500 107,500
KIS - Long - Short A 26/08 EUR 105,680 105,750
KIS - Long - Short D 26/08 EUR 104,510 104,600
KIS - Long - Short F 26/08 EUR 105,400 105,480
KIS - Long - Short I 26/08 EUR 105,750 105,820
KIS - Long - Short X 26/08 EUR 106,660 106,720
KIS - Selection A 26/08 EUR 108,770 108,590
KIS - Selection F 26/08 EUR 108,430 108,260
KIS - Selection I 26/08 EUR 108,880 108,700
KIS - Sm. Cap A 31/08 EUR 88,290 87,380
KIS - Sm. Cap D 31/08 EUR 87,450 86,550
KIS - Sm. Cap F 31/08 EUR 88,030 87,120
KIS - Sm. Cap I 31/08 EUR 88,490 87,570
KIS - Sm. Cap X 31/08 EUR 89,570 88,650
KIS - Target 2014 X 31/08 EUR 106,080 106,160
KIS - Trading A 31/08 EUR 83,300 82,130
KIS - Trading D 31/08 EUR 82,150 81,000
KIS - Trading F 31/08 EUR 82,980 81,810
KIS - Trading I 31/08 EUR 83,470 82,300
KIS - Trading X 31/08 EUR 84,090 82,910
KIS - Trend A 26/08 EUR 100,720 101,890
KIS - Trend F 26/08 EUR 100,430 101,600
KIS - Trend I 26/08 EUR 100,880 102,050
ASIAN OPP CAP RET EUR 31/08 EUR 8,071 8,012
DYNAMIC GROWTH RET EUR 31/08 EUR 801,796 794,706
FLEX DUR CAP RET EUR A 31/08 EUR 1125,400 1126,165
FLEX QUANTITATIVE HR6 A EUR 31/08 EUR 94,599 94,724
FLEX STRATEGY RET EUR 31/08 EUR 95,880 95,521
HIGH GROWTH CAP RET EUR 31/08 EUR 62,276 60,743
ITALY CAP RET A EUR 31/08 EUR 18,453 18,250
SHORT DURATION CAP RET EUR 31/08 EUR 901,592 901,356
www.newmillenniumsicav.com
Distributore Principale: Banca Finnat Euramerica - Tel: 06/69933475
NM Augustum Corp Bd A 31/08 EUR 156,590 156,030
NM Augustum High Qual Bd A 31/08 EUR 129,170 129,090
NM Augustum Pan European Eq A 31/08 EUR 70,620 69,510
NM Euro Bonds Short Term A 31/08 EUR 128,340 128,290
NM Euro Equities A 31/08 EUR 33,050 32,200
NM Global Equities A 31/08 EUR 51,820 51,340
NM Inflation Linked Bond Europe A 31/08 EUR 103,700 104,070
NM Large Europe Corp A 31/08 EUR 115,030 115,030
NM Previra World Cons A 31/08 EUR 117,140 116,570
NM Q7 Active Eq. Int. A 31/08 EUR 70,590 70,630
NM Q7 Globalflex A 26/08 EUR 101,360 103,030
NM Total Return Flexible A 26/08 EUR 114,030 114,260
Numero verde 800 124811
www.nextampartners.com-info@nextampartners.com
Nextam Bilanciato 31/08 EUR 5,640 5,595
Nextam Flessibile 31/08 EUR 4,287 4,246
Nextam Obblig. Misto 31/08 EUR 5,894 5,880
NEXTAM PARTNERS SICAV
AAM Pro Select A 31/08 EUR 4,643 4,617
AAM Pro Select I 31/08 EUR 4,697 4,672
BInver International A - EUR - -
BInver International I - EUR - -
Citic Securities China A - EUR - -
Citic Securities China I 25/11 EUR 5,016 -
Fidela A 31/08 EUR 4,817 4,807
Fidela I 31/08 EUR 5,146 5,135
Income A 31/08 EUR 5,295 5,297
Income I 31/08 EUR 5,305 5,307
International Equity A 31/08 EUR 4,946 4,882
Nome Data Valuta Quota/od. Quota/pre.
International Equity I 31/08 EUR 4,948 4,885
Italian Selection A 31/08 EUR 4,655 4,584
Italian Selection I 31/08 EUR 4,688 4,614
Liquidity A 31/08 EUR 5,296 5,293
Liquidity I 31/08 EUR 5,338 5,334
Multimanager American Eq.A 31/08 EUR 3,239 3,219
Multimanager American Eq.I 31/08 EUR 3,341 3,319
Multimanager Asia Pacific Eq.A 31/08 EUR 4,059 4,006
Multimanager Asia Pacific Eq.I 31/08 EUR 4,170 4,115
Multimanager Emerg.Mkts Eq.A 31/08 EUR 4,137 4,075
Multimanager Emerg.Mkts Eq.I 31/08 EUR 4,221 4,158
Multimanager European Eq.A 31/08 EUR 3,252 3,221
Multimanager European Eq.I 31/08 EUR 3,340 3,307
Strategic A 31/08 EUR 4,558 4,517
Strategic I 31/08 EUR 4,683 4,641
www.oysterfunds.com
Absolute Return EUR2 30/08 EUR 147,530 147,030
Asia Opport. EUR2 30/08 EUR 141,860 139,350
Asia Opport. USD2 30/08 USD 144,740 142,270
Credit Opport. EUR2 30/08 EUR 157,990 157,990
Diversified EUR 30/08 EUR 221,420 220,400
Dynamic Allocation EUR 30/08 EUR 132,320 132,190
Emerg. Mkts Dynamic EUR2 30/08 EUR 99,460 98,550
Emerg. Mkts Dynamic USD2 30/08 USD 105,850 104,960
Euro Liquidity EUR 30/08 EUR 151,025 151,075
Europ. Corporate Bds EUR 30/08 EUR 198,300 197,780
Europ. Fixed Income EUR 30/08 EUR 193,900 193,720
Europ. Opport. EUR 30/08 EUR 249,920 245,700
Europ. Opport. EUR2 30/08 EUR 140,470 138,100
Europ. Small Cap EUR 30/08 EUR 239,440 235,690
ForExtra Yield (EUR) EUR 30/08 EUR 154,280 154,280
Global Convertibles EUR 30/08 EUR 188,200 187,550
Global Convertibles USD 30/08 USD 185,600 185,050
Italian Opport. EUR 30/08 EUR 22,840 22,820
Italian Value EUR 30/08 EUR 171,420 171,510
Japan Opport. EUR 30/08 EUR 109,740 108,430
Japan Opport. JPY 30/08 JPY 10588,000 10472,000
LatAm Opport. EUR2 30/08 EUR 147,360 145,770
LatAm Opport. USD2 30/08 USD 150,220 148,710
Market Neutral EUR 30/08 EUR 149,360 149,360
US Dollar Bds USD 30/08 USD 323,470 323,120
US Dynamic EUR 30/08 EUR 98,070 96,850
US Dynamic USD 30/08 USD 102,440 101,260
US Small Cap USD 30/08 USD 177,560 177,050
US Value EUR 30/08 EUR 129,840 129,410
US Value USD 30/08 USD 131,730 131,400
World Opport. EUR 30/08 EUR 123,760 122,050
World Opport. USD 30/08 USD 254,940 251,620
3A Dyn. UCITS Fd (EUR) A 26/08 EUR 962,790 962,790
Tel: 0041916403780
www.pharusfunds.com info@pharusfunds.com
PS - Absolute Return 01/09 EUR 94,910 94,810
PS - Absolute Return B 01/09 EUR 99,810 99,700
PS - Aliseo A 30/08 EUR 91,770 92,030
PS - Best Global Managers A 30/08 EUR 98,300 98,700
PS - Best Global Managers B 30/08 EUR 99,620 100,010
PS - Best Global Managers Flex Eq A01/09 EUR 92,020 91,070
PS - Bond Opportunities 01/09 EUR 137,690 137,220
PS - Bond Opportunities B 01/09 EUR 101,920 101,570
PS - EOS 30/08 EUR 96,310 95,630
PS - Inter. Equity Quant A 01/09 EUR 93,960 92,600
PS - Inter. Equity Quant B 01/09 EUR 94,440 93,070
PS - Liquidity 01/09 EUR 118,810 118,840
PS - Opportunistic Growth 01/09 EUR 93,520 93,440
PS - Podium Flex A 01/09 EUR 93,220 92,890
PS - Podium Flex C 28/04 USD 99,820 100,000
PS - Soprarno Global Macro A 01/09 EUR 0,000 0,000
PS - Soprarno Global Macro B 01/09 EUR 107,140 107,200
PS - Soprarno Relative Value A 31/08 EUR 95,650 94,710
PS - Soprarno Relative Value B 31/08 EUR 95,690 94,740
PS - Strategic Colibr 01/09 EUR 72,650 71,410
PS - Titan Aggressive 30/08 EUR 88,650 86,560
PS - Titan Conservative 30/08 EUR 93,590 94,280
PS - Valeur Income 01/09 EUR 100,860 100,510
PS - Value 30/08 EUR 90,060 89,100
PS - Value B 30/08 EUR 91,380 90,400
www.pegasocapitalsicav.com
Strategic Trend Inst. C 30/08 EUR 102,480 102,200
Strategic Trend Retail C 30/08 EUR 101,790 101,510
Numero Verde 800-533377 - www.schroders.it
Schroder International Selection Fund SICAV
Asia Pacific Property Sec. A 31/08 USD 118,180 116,200
Asian Bond Abs.Re. A 31/08 USD 12,320 12,300
Asian Convertible Bd A 31/08 USD 104,930 104,140
Asian Equity Yield A 31/08 USD 20,030 19,610
Asian Smaller Companies A 31/08 USD 158,690 156,140
BRIC (BR,RU,IN,CH) A 31/08 EUR 131,050 129,220
BRIC (BR,RU,IN,CH) A 31/08 USD 189,280 186,330
China Opportunities A 31/08 USD 221,390 217,520
Em. Eur. Dbt Abs. Ret. A 31/08 EUR 17,680 17,660
Emerging Asia A 31/08 EUR 16,110 15,800
Emerging Asia A 31/08 USD 23,270 22,790
Emerging Europe A 31/08 EUR 19,680 19,220
Emerging Markets A 31/08 EUR 8,560 8,420
Emerging Markets A 31/08 USD 12,390 12,170
Emerging Mkts Dbt Abs Ret A 31/08 USD 26,450 26,420
EURO Active Value A 31/08 EUR 22,200 21,690
EURO Bond A 31/08 EUR 15,630 15,620
EURO Corporate Bond A 31/08 EUR 15,930 15,900
EURO Equity A 31/08 EUR 17,730 17,240
EURO Government Bond A 31/08 EUR 8,780 8,780
EURO Liquidity A 31/08 EUR 121,810 121,790
EURO Short Term Bond A 31/08 EUR 6,710 6,710
European Allocation A 31/08 EUR 17,490 17,390
European Defensive A* 31/08 EUR 9,160 9,160
European Dividend Max. A 31/08 EUR 65,970 64,480
European Equity Alpha A 31/08 EUR 33,180 32,410
European Equity Yield A 31/08 EUR 10,160 9,920
European Large Cap A 31/08 EUR 136,960 133,220
European Smaller Comp A 31/08 EUR 17,930 17,540
European Special Sit A 31/08 EUR 92,180 89,550
Glb Emer Mkt Opps A 31/08 USD 13,570 13,230
Glb Emer Mkt Opps EUR A 31/08 EUR 12,140 11,860
Global Bond A 31/08 USD 11,590 11,560
Global Convertible Bd A 31/08 USD 103,060 102,560
Global Clim.ChgeEq.A 31/08 USD 8,340 8,170
Global Corporate A 31/08 USD 8,720 8,730
Global Credit Duration A 31/08 EUR 103,530 103,480
Global Div.Maximiser A 31/08 USD 7,230 7,130
Global Energy A 31/08 USD 34,430 33,740
Global Equity A 31/08 USD 14,170 13,840
Global Equity Alpha A 31/08 EUR 81,600 79,880
Global Equity Alpha A 31/08 USD 118,010 115,330
Global Equity Yield A 31/08 EUR 73,390 72,410
Global Equity Yield A 31/08 USD 106,010 104,420
Global High Yield A 31/08 USD 29,990 29,830
Global Infl Linked Bond A 31/08 EUR 26,710 26,740
Global Prop Securities A 31/08 USD 114,120 112,710
Global Smal Companies A 31/08 USD 115,460 113,020
Greater China A 31/08 USD 35,420 34,690
Indian Equity A 30/08 USD 114,920 113,110
Italian Equity A 31/08 EUR 18,180 17,770
Japanese Equity A 31/08 JPY 507,730 504,050
Japanese Large Cap A 31/08 JPY 690,670 687,500
Japanese Smal Companies A 31/08 JPY 49,990 49,790
Latin American Fund A 31/08 EUR 34,280 33,990
Latin American Fund A 31/08 USD 49,830 49,320
Middle East A 26/08 USD 7,530 7,520
Nome Data Valuta Quota/od. Quota/pre.
Pacific Equity A 31/08 EUR 7,490 7,330
Pacific Equity A 31/08 USD 10,840 10,590
QEP Global Quant Act Val A 31/08 EUR 92,360 90,660
QEP Global Quant Act Val A 31/08 USD 134,550 131,850
Strategic Bond A 31/08 USD 131,930 131,550
Swiss Equity A 31/08 CHF 22,920 22,590
Swiss Equity Opps A 31/08 CHF 95,570 94,180
Swiss Small & Mid Cap A 31/08 CHF 18,840 18,550
UK Equity A 31/08 GBP 2,830 2,760
US All Cap A 31/08 USD 98,310 96,230
US Dollar Bond A 31/08 USD 19,280 19,220
US Dollar Liquidity A 31/08 USD 105,110 105,110
US Large Cap A 31/08 EUR 45,970 45,140
US Large Cap A 31/08 USD 66,510 65,210
US Small & Mid-Cap Equ A 31/08 EUR 99,840 97,810
US Small & Mid-Cap Equ A 31/08 USD 145,060 141,880
US Smaller Companies A 31/08 USD 72,650 71,140
*I LIVELLI DI PROTEZIONE RELATIVI AI FONDI DEFENSIVE
SONO CONSULTABILI SUL SITO INTERNET WWW.SCHRODERS.IT
www.sorgentegroup.com
Fondo Donatello-Michelangelo Due 31/12 EUR 54575,179 56242,509
Fondo Donatello-Tulipano 31/12 EUR 49811,098 50282,489
Fondo Donatello-Margherita 31/12 EUR 28627,386 27332,950
Fondo Donatello-David 31/12 EUR 57372,027 57301,183
Fondo Donatello-Puglia Uno 31/12 EUR 55416,101 -
Caravaggio di Sorgente SGR 31/12 EUR 2981,761 3083,178
Si tratta di Fondi Immobiliari chiusi
Tel: 800/614614
Bim Az. Small Cap Italia 31/08 EUR 6,277 6,161
Bim Azionario Europa 31/08 EUR 8,148 7,869
Bim Azionario Globale 31/08 EUR 3,426 3,361
Bim Azionario Italia 31/08 EUR 5,604 5,444
Bim Azionario USA 31/08 EUR 5,313 5,301
Bim Bilanciato 31/08 EUR 20,646 20,403
Bim Corporate Mix 31/08 EUR 5,533 5,535
Bim Flessibile 31/08 EUR 3,656 3,644
Bim Obblig. Breve Term. 31/08 EUR 6,552 6,552
Bim Obblig. Globale 31/08 EUR 5,888 5,895
Bim Obbligazionario Euro 31/08 EUR 6,985 6,992
Sicav Asia Flessibile 31/08 EUR 5,726 5,661
Sicav Azionario Euro 31/08 EUR 4,544 4,411
Sicav Azionario Italia 31/08 EUR 8,558 8,312
Sicav Bil.Equ. Italia 31/08 EUR 5,079 5,043
Sicav Fortissimo 31/08 EUR 2,200 2,149
Sicav Europa Flessibile 31/08 EUR 4,627 4,559
Sicav Monetario 31/08 EUR 7,482 7,481
Sicav Obblig. Area Europa 31/08 EUR 9,507 9,518
Sicav Patrimonio Globale 31/08 EUR 4,726 4,671
Sicav Patrimonio G. Reddito 31/08 EUR 7,066 7,057
Synergia Azionario Europa 31/08 EUR 5,050 4,881
Synergia Azionario Globale 31/08 EUR 5,270 5,171
Synergia Azionario Italia 31/08 EUR 4,633 4,500
Synergia Az. Small Cap Italia 31/08 EUR 4,938 4,846
Synergia Azionario USA 31/08 EUR 5,510 5,494
Synergia Bilanciato 15 31/08 EUR 5,157 5,142
Synergia Bilanciato 30 31/08 EUR 5,189 5,146
Synergia Bilanciato 50 31/08 EUR 5,175 5,099
Synergia Monetaria 31/08 EUR 5,031 5,030
Synergia Obbl. Corporate 31/08 EUR 5,434 5,436
Synergia Obbl. Euro B.T. 31/08 EUR 5,044 5,044
Synergia Obbl. Euro M.T. 31/08 EUR 5,211 5,219
Synergia Tesoreria 31/08 EUR 5,077 5,077
Synergia Total Return 31/08 EUR 5,082 5,058
Symphonia MS Adagio 31/08 EUR 5,707 5,700
Symphonia MS America 31/08 EUR 3,640 3,614
Symphonia MS Asia 31/08 EUR 4,990 4,937
Symphonia MS Europa 31/08 EUR 4,872 4,796
Symphonia MS Largo 31/08 EUR 5,313 5,288
Symphonia MS P. Emer. 31/08 EUR 12,342 12,183
Symphonia MS Vivace 31/08 EUR 4,721 4,673
Tel. 02 - 430241
www.ubipramerica.it
UBI Pr. Active Beta 31/08 EUR 4,556 4,555
UBI Pr. Active Duration 31/08 EUR 5,483 5,478
UBI Pr. Alpha Equity 31/08 EUR 4,935 4,904
UBI Pr. Azionario Etico 31/08 EUR 4,251 4,145
UBI Pr. Azioni Euro 31/08 EUR 4,926 4,815
UBI Pr. Azioni Europa 31/08 EUR 5,192 5,058
UBI Pr. Azioni Globali 31/08 EUR 4,161 4,099
UBI Pr. Azioni Italia 31/08 EUR 4,007 3,915
UBI Pr. Azioni Mercati Emerg. 31/08 EUR 10,300 10,044
UBI Pr. Azioni Pacifico 31/08 EUR 6,172 6,066
UBI Pr. Azioni USA 31/08 EUR 3,908 3,868
UBI Pr. Bilanc. Euro Rischio Cont. 31/08 EUR 5,617 5,582
UBI Pr. Euro B.T. 31/08 EUR 6,712 6,707
UBI Pr. Euro Cash 31/08 EUR 7,288 7,285
UBI Pr. Euro Corporate 31/08 EUR 7,779 7,773
UBI Pr. Euro Medio/Lungo Ter. 31/08 EUR 6,923 6,931
UBI Pr. Obblig. Dollari 31/08 EUR 5,078 5,069
UBI Pr. Obblig. Glob. Alto Rend. 31/08 EUR 9,293 9,224
UBI Pr. Obblig. Globali 31/08 EUR 5,918 5,924
UBI Pr. Obblig. Globali Corp. 31/08 EUR 7,173 7,175
UBI Pr. Portafoglio Aggressivo 31/08 EUR 4,841 4,785
UBI Pr. Portafoglio Dinamico 31/08 EUR 5,320 5,281
UBI Pr. Portafoglio Moderato 31/08 EUR 5,832 5,812
UBI Pr. Portafoglio Prudente 31/08 EUR 6,125 6,122
UBI Pr. Privilege 1 31/08 EUR 5,417 5,402
UBI Pr. Privilege 2 31/08 EUR 5,317 5,286
UBI Pr. Privilege 3 31/08 EUR 5,132 5,087
UBI Pr. Privilege 4 31/08 EUR 4,751 4,694
UBI Pr. Privilege 5 31/08 EUR 4,390 4,317
UBI Pr. Tot. Ret. Mod. A 31/08 EUR 5,020 5,019
UBI Pr. Tot. Ret. Mod. B 31/08 EUR 5,048 5,047
UBI Pr. Tot.Ret. Dinamico 31/08 EUR 4,794 4,786
UBI Pr. Total Return Prudente 31/08 EUR 10,582 10,582
www.vitruviussicav.com
Asian Equity B 31/08 EUR 74,960 74,280
Asian Equity B 31/08 USD 103,710 102,770
Emerg Mkts Equity 31/08 USD 424,560 418,780
Emerg Mkts Equity Hdg 31/08 EUR 420,340 414,600
European Equity 31/08 EUR 194,480 189,920
Greater China Equity 31/08 EUR 82,430 81,680
Greater China Equity 31/08 USD 116,890 115,840
Growth Opportunities 31/08 USD 50,930 50,850
Growth Opportunities Hdg 31/08 EUR 56,590 56,500
Japanese Equity 31/08 JPY 84,750 84,280
Japanese Equity Hdg 31/08 EUR 112,530 111,880
Swiss Equity 31/08 CHF 91,720 90,580
Swiss Equity Hdg 31/08 EUR 69,060 68,140
US Equity 31/08 USD 107,470 106,810
US Equity Hdg 31/08 EUR 120,350 119,610
Tel 0332 251411
www.ottoapiu.it
8a+ Eiger 31/08 EUR 3,942 3,841
8a+ Gran Paradiso 31/08 EUR 5,300 5,294
8a+ Latemar 31/08 EUR 4,895 4,854
8a+ Matterhorn 26/08 EUR 498486,701 481849,397
8a+ Monviso 31/08 EUR 4,978 4,964
Legenda: Quota/pre. = Quota precedente; Quota/od. = Quota odierna 132DE35B
42
Venerd 2 Settembre 2011 Corriere della Sera italia: 515249535254
Codice cliente:
Piazza Affari
RIALZI SU TERNA E INTESA
GI MEDIASET E MPS
A
rrivato a sfiorare l1% di perdita
a met giornata, lindice Ftse
Mib di Piazza Affari ha
recuperato terreno nel pomeriggio
riuscendo a chiudere in positivo
(+0,69% a quota 15.670 punti) e
collocandosi cos tra i migliori in
Europa. Una seduta a due facce, insomma, con il
cambiamento di rotta determinato, intorno alle 16, dalla
diffusione dellindice Ism manifatturiero americano,
risultato migliore delle attese. I rialzi sul listino italiano
hanno coinvolto un po tutti i comparti, ma in
particolare a guidare la graduatoria delle migliori
blue-chips sono state un titolo bancario, Intesa
Sanpaolo, in crescita del 2,47%, e Terna (+1,98%), che
ha proseguito il recupero iniziato mercoled.
Significativi, inoltre, i progressi di Telecom Italia
(+1,78%), Exor (+1,62%) e Parmalat (+1,58%).
Altrettanto variegato il panorama dei maggiori ribassi.
La maglia nera tocca a Pirelli (-2,74%), seguita da
Mediaset (-1,04%) che ha risentito come tutte le societ
che operano nel settore televisivo, del tonfo, alla Borsa
di Parigi, di Lagardre dopo il ridimensionamento delle
stime di fine anno. Pi contenuti, invece, i cali di Monte
Paschi (-0,82%), Fiat (-0,78%) e Fonsai (-0,73%).
RIPRODUZIONE RISERVATA
A.S. Roma .....................(ASR) 0,675 +0,15 -36,02 0,628 1,249 90,7
A2A.......................................(A2A) 0,958 -0,67 -8,64 0,854 1,231 3006,3
Acea......................................(ACE) 5,965 -1,40 -30,40 5,025 8,580 1266,4
Acegas-Aps...........................(AEG) 3,700 +2,00 3,352 4,640 201,8
Acotel Group * ......................(ACO) 26,470 +1,46 -39,83 26,040 44,140 107,4
Acque Potabili .......................(ACP) 0,905 -1,04 -36,93 0,807 1,477 32,8
Acsm ....................................(ACS) 0,863 -0,46 -20,31 0,837 1,192 65,3
AdF-Aerop.Firenze ..................(AFI) 9,770 +0,10 -9,79 9,760 12,500 88,2
Aedes * ...................................(AE) 0,108 +0,75 -44,06 0,085 0,231 78,7
Aedes 14w *.....................(WAE14) 0,018 -4,74 -56,80 0,012 0,049
Aeffe *...................................(AEF) 0,869 -1,25 +71,06 0,477 1,477 92,8
Aicon * ...................................(AIC)
Alerion ..................................(ARN) 4,766 -2,54 -9,82 4,394 5,820 209,5
Amplifon...............................(AMP) 4,048 +2,02 +7,09 3,598 4,502 885,9
Ansaldo Sts *.........................(STS) 6,265 -0,56 -31,75 5,540 9,600 874,7
Antichi Pell ..............................(AP) 0,359 +0,11 -23,88 0,359 0,596 16,1
Apulia Pront...........................(APP) 0,234 +1,74 -33,71 0,219 0,384 54,4
Arena ....................................(ARE) 0,011 +2,88 -58,20 0,009 0,029 15,2
Arkimedica...........................(AKM) 0,091 -5,10 -79,87 0,091 0,453 8,0
Ascopiave *...........................(ASC) 1,460 -7,65 1,460 1,718 340,5
Astaldi * ................................(AST) 4,398 +0,27 -11,24 3,638 5,960 431,1
Atlantia ..................................(ATL) 11,320 +0,98 -23,22 10,350 16,095 7072,6
Autogrill ................................(AGL) 8,590 -0,69 -19,34 7,935 10,970 2177,6
Autostrada To-Mi .....................(AT) 7,495 +1,01 -26,59 6,775 11,400 651,4
Autostrade Mer. ................(AUTME) 19,500 -2,01 -14,47 18,550 24,380 85,0
Azimut..................................(AZM) 4,928 -0,44 -27,05 4,606 8,461 701,1
B&C Speakers ...............(BEC) 2,760 +0,07 -26,60 2,500 4,080 30,6
Banca Generali .....................(BGN) 6,845 -0,22 -25,27 6,270 11,560 757,1
Banca Ifis *...............................(IF) 4,250 -1,67 -19,66 4,190 5,585 229,0
Banca Pop. Emilia R. .............(BPE) 7,240 +0,63 -23,79 5,980 9,895 1820,5
Banca Pop. Sondrio.............(BPSO) 5,650 -8,87 4,922 6,600 1747,1
Banco Popolare .......................(BP) 1,199 +0,42 -51,36 1,085 2,753 2094,2
Banco Popolare w10.........(WBP10)
Basicnet................................(BAN) 2,290 +1,33 -18,21 2,000 3,100 137,9
Bastogi......................................(B) 1,186 -3,58 -22,74 1,151 1,660 21,5
BB Biotech *............................(BB) 44,310 +1,40 -8,83 41,240 55,000
Bca Carige............................(CRG) 1,498 -3,48 -4,59 1,240 1,812 2448,5
Bca Carige r........................(CRGR) 2,128 -23,32 1,860 2,780 361,6
Bca Finnat * ..........................(BFE) 0,383 +0,79 -22,70 0,377 0,522 139,9
Bca Intermobiliare .................(BIM) 3,350 -19,86 3,250 4,388 521,2
Bca Pop.Etruria e Lazio * .......(PEL) 1,716 -0,41 -43,74 1,543 3,210 129,1
Bca Pop.Milano......................(PMI) 1,475 -0,61 -44,65 1,309 3,163 606,3
Bca Pop.Milano 13w.......(WPMI13) 0,420 +0,48 -65,00 0,369 1,254
Bca Pop.Spoleto....................(SPO) 2,600 -24,53 2,188 3,455 77,4
Bca Profilo ............................(PRO) 0,320 -27,27 0,306 0,440 213,6
Bco Desio-Brianza ................(BDB) 3,448 +2,93 -14,86 3,010 4,120 398,5
Bco Desio-Brianza rnc ........(BDBR) 2,996 -2,41 -19,30 2,898 3,750 39,6
Bco Santander ....................(SANT) 6,200 -2,44 -21,32 5,900 9,300
Bco Sardegna rnc ...............(BSRP) 7,205 +1,34 -23,76 6,720 9,950 46,7
Bee Team..............................(BET) 0,418 +2,52 +4,21 0,380 0,541 28,3
Beghelli ...................................(BE) 0,477 -0,56 -30,57 0,451 0,732 94,7
Benetton Group.....................(BEN) 5,040 +0,70 +0,80 4,202 5,725 911,8
Beni Stabili ...........................(BNS) 0,520 -0,57 -18,88 0,455 0,765 1002,8
Best Union Co......................(BEST) 1,380 1,241 1,450 12,9
Bialetti Industrie *...................(BIA) 0,271 -3,90 -23,39 0,235 0,425 21,1
Biancamano *.......................(BCM) 1,512 -0,20 +14,55 1,286 2,012 51,0
Biesse * ................................(BSS) 3,318 -0,96 -38,33 2,950 7,810 90,7
Bioera.....................................(BIE) 0,505 -0,69 -50,10 0,470 1,012 15,1
Boero Bart.............................(BOE)
Bolzoni *................................(BLZ) 1,980 +1,85 -7,15 1,944 2,350 50,6
Bon.Ferraresi ...........................(BF) 24,500 +1,91 -16,75 20,770 31,430 136,7
Borgosesia..............................(BO) 1,076 -16,65 0,995 1,349 46,3
Borgosesia rnc......................(BOR) 1,310 -2,89 1,250 1,456 1,2
Brembo * ..............................(BRE) 7,275 -0,21 -7,27 6,075 10,310 481,6
Brioschi ..................................(BRI) 0,126 -5,11 -9,40 0,116 0,173 101,0
Bulgari ..................................(BUL) 12,220 +49,57 7,280 12,330 4118,4
Buone Societ .......................(LBS) 0,338 +2,27 -13,46 0,300 0,755 3,4
Buongiorno *.........................(BNG) 1,067 -3,00 -8,33 0,992 1,460 114,5
Buzzi Unicem........................(BZU) 6,955 -0,36 -19,92 6,315 10,760 1134,7
Buzzi Unicem rnc ................(BZUR) 3,884 -0,51 -28,73 3,410 6,090 155,4
Cad It * ..........................(CAD) 3,800 -7,20 3,450 4,447 34,1
Cairo Comm. *........................(CAI) 2,692 +2,67 -0,76 2,470 3,290 209,2
Caleffi....................................(CLF) 1,200 +3,72 1,120 1,399 14,6
Caltagirone ..........................(CALT) 1,614 -8,76 1,560 2,118 193,9
Caltagirone Ed.......................(CED) 1,310 -2,09 -23,79 1,271 1,945 164,1
Camfin .................................(CMF) 0,282 -2,42 -24,42 0,272 0,429 191,8
Camfin 09-11 w ............(WCMF11) 0,029 -7,69 -56,43 0,030 0,083
Campari ................................(CPR) 5,765 +1,50 +18,26 4,438 5,935 3322,8
Cape Live ................................(CL) 0,136 -2,86 -45,92 0,132 0,411 6,9
Carraro ...............................(CARR) 2,400 +3,18 -38,26 2,326 4,468 109,0
Cattolica As.........................(CASS) 17,450 -1,41 -8,88 15,120 20,310 937,5
CDC......................................(CDC) 1,400 -14,69 1,240 1,939 16,6
Cell Therap...........................(CTIC) 0,868 -1,36 -47,11 0,739 1,932
Cembre * .............................(CMB) 7,950 +0,82 +28,02 5,965 8,715 133,9
Cementir *............................(CEM) 1,899 -1,35 -10,11 1,660 2,340 304,2
Cent. Latte Torino * ................(CLT) 2,030 -1,46 -17,14 1,948 4,100 20,4
Ceram. Ricchetti .....................(RIC) 0,207 +3,55 -17,94 0,200 0,305 16,7
CHL.......................................(CHL) 0,081 -1,23 -39,13 0,080 0,150 13,1
CIA.........................................(CIA) 0,259 +3,40 -12,67 0,238 0,340 23,1
Ciccolella ................................(CC) 0,610 +10,91 -6,30 0,476 0,777 103,7
Cir..........................................(CIR) 1,532 +1,39 +11,58 1,337 1,789 1210,5
Class Editori ..........................(CLE) 0,294 -0,17 -34,92 0,263 0,520 30,3
Cobra * .................................(COB) 0,950 +0,42 -28,41 0,821 1,440 38,5
Cofide ...................................(COF) 0,685 +1,71 0,632 0,784 493,4
Cogeme Set ..........................(COG) 0,117 -4,41 -68,29 0,102 0,371 7,2
Conafi Prestito' .....................(CNP) 0,685 -2,14 -31,36 0,685 1,070 32,0
Cred. Artigiano ......................(CRA) 1,145 +1,33 -11,79 1,096 1,461 326,1
Cred. Bergamasco...................(CB) 21,680 +0,65 +5,34 20,300 24,770 1326,8
Cred. Emiliano.........................(CE) 3,212 +0,38 -31,26 2,622 5,505 1058,6
Cred. Valtellinese .................(CVAL) 2,478 +1,81 -25,19 2,266 3,695 665,2
Cred. Valtellinese 10w ....(WCVA10)
Cred. Valtellinese 14w ....(WCVA14) 0,114 -6,48 -49,51 0,105 0,281
Crespi ...................................(CRE) 0,043 +5,12 -55,43 0,040 0,161 6,6
Csp .......................................(CSP) 0,994 +1,38 -7,67 0,880 1,295 33,0
D'Amico *........................(DIS) 0,680 -0,22 -31,17 0,670 1,000 102,0
Dada * ....................................(DA) 2,320 -2,11 -52,56 1,960 5,020 37,6
Damiani *.............................(DMN) 1,095 +0,18 +30,36 0,819 1,260 89,8
Danieli ..................................(DAN) 17,970 +1,58 -25,74 14,340 24,580 726,0
Danieli rnc..........................(DANR) 9,350 +1,91 -29,01 7,705 13,690 372,2
Datalogic * ............................(DAL) 5,940 -1,08 -2,06 5,490 6,540 347,2
De'Longhi .............................(DLG) 8,375 +7,93 +43,41 5,820 9,300 1222,6
Dea Capital *.........................(DEA) 1,450 +3,94 +26,09 1,125 1,600 439,0
Diasorin *...............................(DIA) 29,920 -0,03 -5,17 26,710 36,090 1655,5
Digital Bros *..........................(DIB) 1,218 -0,41 -20,39 0,937 1,573 16,9
Dmail Group * ......................(DMA) 2,400 -2,44 -17,67 2,306 3,265 18,4
DMT * ..................................(DMT) 18,000 +2,04 +17,04 15,040 23,510 201,1
Edison ............................(EDN) 0,829 -0,48 -4,16 0,736 0,907 4284,3
Edison r ..............................(EDNR) 0,866 -1,20 -29,12 0,858 1,287 97,0
EEMS * ...............................(EEMS) 0,786 -0,51 -40,36 0,740 1,539 34,4
El.En. * ..................................(ELN) 9,430 -1,46 -25,51 9,360 15,140 45,3
Elica * ...................................(ELC) 1,132 -1,48 -21,39 0,994 1,768 71,6
Emak * ...................................(EM) 3,290 -25,48 3,140 4,600 91,0
Enel.....................................(ENEL) 3,430 +0,88 -9,14 3,266 4,832 32050,4
Enel Green Pw....................(EGPW) 1,616 +0,69 +2,80 1,492 2,048 8021,5
Enervit ..................................(ENV) 2,070 -1,90 +66,40 1,217 2,398 37,3
Engineering * ........................(ENG) 21,710 -1,99 +1,02 20,510 24,320 269,4
Eni .........................................(ENI) 14,150 +1,07 -13,82 12,170 18,420 56276,9
Erg........................................(ERG) 8,395 +0,12 -18,89 7,900 10,440 1262,5
Ergy Capital...........................(ECA) 0,326 -3,92 -33,02 0,308 0,498 31,5
Ergy Capital 11w................(WECA) 0,011 +1,83 -62,37 0,009 0,029
Ergy Capital 16w............(WECA16)
Esprinet * ..............................(PRT) 3,414 +0,23 -39,68 3,120 6,275 177,0
Eurotech * .............................(ETH) 1,938 -1,02 +3,64 1,563 2,440 70,4
Eutelia...................................(EUT)
Exor ......................................(EXO) 16,920 +1,62 -32,13 14,650 25,760 2671,5
Exor prv.................................(EXP) 15,230 +2,08 -18,99 13,160 21,300 1144,6
Exor risp................................(EXR) 13,260 +2,08 -29,09 10,850 20,100 118,8
Exprivia *...............................(XPR) 0,723 -0,75 -24,17 0,699 1,155 36,8
Falck Renewables * .........(FKR) 0,949 -2,16 -43,34 0,730 1,758 270,6
Ferragamo...........................(SFER) 12,300 +0,08 9,920 13,700 2074,5
Fiat............................................(F) 4,298 -0,78 -38,82 3,952 8,050 4606,3
Fiat Ind. priv............................(FIP) 3,386 -2,76 -45,82 2,846 7,415 348,6
Fiat Ind. risp ...........................(FIR) 3,618 -2,22 -41,46 2,990 7,395 285,0
Fiat Industr................................(FI) 6,735 -0,52 -25,17 5,635 10,660 7277,5
Fiat prv....................................(FP) 3,028 -1,37 -42,76 2,760 6,385 309,5
Fiat rnc....................................(FR) 3,130 -0,95 -40,78 2,868 6,375 244,7
Fidia * ...................................(FDA) 3,028 -1,37 -17,88 2,700 4,140 15,4
Fiera Milano * .........................(FM) 3,906 +0,10 -10,21 3,860 4,916 164,6
Finarte C.Aste .......................(FCD)
Finmeccanica........................(FNC) 5,200 +0,39 -39,61 4,516 9,865 2992,3
FNM.....................................(FNM) 0,396 -21,56 0,379 0,515 99,4
Fondiaria-Sai .........................(FSA) 1,501 -0,73 -58,92 1,334 4,366 549,8
Fondiaria-Sai rnc.................(FSAR) 0,860 -1,15 -66,62 0,830 2,941 109,2
Fullsix....................................(FUL) 1,700 -2,80 +54,55 1,071 3,262 19,1
Gabetti Pro.S. .................(GAB) 0,068 +0,90 -69,27 0,064 0,245 17,2
Gabetti Pro.S. 13w.........(WGAB13) 0,025 -75,05 0,021 0,098
Gas Plus................................(GSP) 2,478 -0,08 -37,27 2,300 4,160 111,3
Gefran * ..................................(GE) 4,050 -2,88 -9,60 3,620 5,250 59,2
Gemina ................................(GEM) 0,655 -0,53 +21,20 0,532 0,766 946,9
Gemina rnc ........................(GEMR) 0,880 -1,07 -7,37 0,844 1,170 3,3
Generali ....................................(G) 12,590 +0,08 -12,57 10,680 16,990 19481,0
Geox .....................................(GEO) 2,940 +1,38 -14,60 2,702 4,950 753,8
Greenvision ............................(VIS) 5,000 +0,44 +6,44 4,290 5,195 28,9
Gruppo Coin..........................(GCN) 6,495 -16,52 6,415 7,870 929,1
Gruppo Edit. L'Espresso...........(ES) 1,419 +0,92 -17,07 1,290 2,104 577,4
Gruppo Minerali M...............(GMM) 2,996 -0,07 -32,98 2,970 4,490 17,4
Hera ...............................(HER) 1,278 -0,70 -17,55 1,128 1,760 1420,2
I Grandi Viaggi..................(IGV) 0,880 +7,38 0,776 1,080 38,7
IGD *......................................(IGD) 1,350 -2,17 -8,16 1,025 1,755 421,2
Il Sole 24 Ore ........................(S24) 0,864 -38,10 0,852 1,510 37,7
Ima * .....................................(IMA) 13,510 -1,67 -9,75 12,570 15,200 502,7
Immsi ....................................(IMS) 0,693 +0,65 -16,51 0,601 0,910 233,7
Impregilo................................(IPG) 1,820 +0,89 -15,15 1,557 2,462 720,3
Impregilo rnc........................(IPGR)
Indesit....................................(IND) 5,540 +1,00 -32,40 4,622 9,015 621,0
Indesit rnc ...........................(INDR) 4,652 -4,67 -32,43 4,652 7,340 2,5
Intek.......................................(ITK) 0,327 -0,49 -16,93 0,319 0,540 41,9
Intek 11w..........................(WIT11)
Intek r ................................(ITKRP)
Interpump * ..............................(IP) 4,500 +1,26 -21,53 3,880 6,175 432,9
Interpump 12 w * ..............(WIP12) 0,675 -1,46 +1,20 0,573 0,874
Intesa Sanpaolo......................(ISP) 1,162 +2,47 -39,71 1,095 2,429 17783,1
Intesa Sanpaolo rnc..............(ISPR) 0,960 +0,95 -42,79 0,951 2,087 892,1
Invest e Sviluppo ....................(IES) 0,606 -3,12 -51,17 0,516 1,870 7,7
Invest e Sviluppo 09w......(WIES12)
Irce *......................................(IRC) 2,126 -0,65 +33,79 1,528 2,708 59,0
Iren ........................................(IRE) 0,939 +0,91 -25,28 0,873 1,407 1100,0
Isagro * ..................................(ISG) 2,772 -3,75 -20,29 2,664 4,034 48,1
IT WAY * ................................(ITW) 1,450 -3,40 -43,67 1,221 2,764 11,7
Italcementi................................(IT) 5,120 -1,44 -22,42 4,598 7,650 901,2
Italcementi rnc .......................(ITR) 2,422 -3,89 -33,60 2,150 3,886 255,1
Italmobiliare...........................(ITM) 21,940 -0,27 -14,76 21,700 29,900 483,8
Italmobiliare rnc...................(ITMR) 14,890 -0,07 -16,77 13,870 19,730 239,7
Italy 1 Invest w...................(WIT1) 0,470 0,379 0,788
Italy 1 Invest. ..........................(IT1) 9,800 8,768 9,955 147,0
Juventus FC * ...............(JUVE) 0,820 +0,37 -14,09 0,780 0,986 166,2
K.R.Energy......................(KRE) 0,035 -0,86 -50,07 0,029 0,074 33,4
K.R.Energy 12w..............(WKRE12)
Kerself ..................................(KRS) 1,433 -1,51 -58,79 1,300 3,700 25,0
Kinexia..................................(KNX) 1,580 -1,25 -26,00 1,400 2,135 34,2
KME Group ...........................(KME) 0,288 -0,76 -12,95 0,264 0,391 128,2
KME Group 09w.............(WKME09) 0,005 +25,00 -74,58 0,003 0,021
KME Group 11w.............(WKME11) 0,006 -55,63 0,004 0,017
KME Group rnc ...................(KMER) 0,582 -1,36 +0,09 0,576 0,724 25,5
La Doria *..........................(LD) 1,598 -0,13 -14,64 1,537 2,068 48,6
Landi Renzo *..........................(LR) 1,659 -44,38 1,638 3,015 186,3
Lazio .....................................(SSL) 0,573 +0,88 -24,77 0,410 0,761 38,9
Lottomatica ...........................(LTO) 11,160 +1,27 +18,60 8,925 15,440 1898,7
Luxottica ...............................(LUX) 20,710 -0,29 -9,60 18,810 23,490 9587,6
Maire Tecnimont ..............(MT) 0,827 +0,43 -75,46 0,770 3,638 262,5
Management e C. .................(MEC) 0,222 +3,16 +3,55 0,205 0,230 104,7
Marcolin ...............................(MCL) 4,038 -1,51 -11,59 3,930 5,470 248,8
MARR * ..............................(MARR) 8,355 +0,06 -4,41 7,800 9,460 553,8
Mediacontech ......................(MCH) 1,772 -0,11 -24,60 1,700 2,470 32,9
Mediaset ................................(MS) 2,670 -1,04 -41,25 2,450 4,923 3146,0
Mediobanca............................(MB) 6,415 -0,16 -5,10 5,400 8,010 5479,5
Mediolanum.........................(MED) 2,608 -0,23 -16,61 2,248 4,084 1910,3
Meridiana Fly........................(MEF) 0,050 -1,20 +9,73 0,043 0,092 69,6
Meridie...................................(ME) 0,119 -0,50 -65,09 0,112 0,358 6,1
Meridie 11w....................(WME11) 0,005 -73,18 0,004 0,018
Mid Industry Cap ...................(MIC) 10,350 +0,49 +3,50 9,250 10,730 39,5
Milano Ass. ..............................(MI) 0,296 -1,86 -61,13 0,239 0,895 578,4
Milano Ass. rnc......................(MIR) 0,283 -2,21 -63,73 0,243 0,868 29,2
Mirato * ................................(MRT)
Mittel .....................................(MIT) 2,090 +0,29 -31,92 2,072 3,197 148,5
MolMed ...............................(MLM) 0,551 +0,46 +34,55 0,381 0,767 114,9
Mondadori ..............................(MN) 2,076 -0,95 -22,97 1,867 2,868 510,8
Mondo HE.............................(MHE) 0,488 -3,19+207,94 0,157 0,720 10,3
Mondo Tv * ...........................(MTV) 5,325 +0,76 +12,76 4,690 7,200 23,3
Monrif ..................................(MON) 0,345 -1,29 -14,07 0,343 0,460 51,7
Monte Paschi Si. ................(BMPS) 0,426 -0,82 -41,35 0,420 0,859 4596,8
Montefibre..............................(MF) 0,130 +2,60 -13,65 0,119 0,175 16,6
Montefibre rnc....................(MFNC) 0,265 +3,59 -10,10 0,243 0,330 6,7
Monti Ascensori ....................(MSA) 0,256 -1,54 -69,81 0,208 0,848 3,4
Mutuionline *........................(MOL) 4,300 +0,37 -12,79 4,100 5,579 169,8
Nice *............................(NICE) 2,748 -2,14 -9,68 2,712 3,400 320,6
Noemalife .............................(NOE) 5,370 -1,83 -15,96 5,335 6,390 22,5
Novare....................................(NR)
Olidata ............................(OLI) 0,392 -1,90 -35,16 0,342 0,670 13,4
Panariagroup * ...............(PAN) 1,130 +1,07 -26,38 1,099 1,622 51,2
Parmalat ................................(PLT) 1,671 +1,58 -19,28 1,479 2,640 2888,7
Parmalat 15w ................(WPLT15) 0,643 +1,98 -39,21 0,517 1,554
Piaggio...................................(PIA) 2,654 +0,15 +9,56 2,138 3,000 978,2
Pierrel ...................................(PRL) 1,820 -1,09 -45,14 1,555 3,813 27,3
Pierrel 12w.....................(WPRL12) 0,100 -3,85 -54,34 0,040 0,245
Pininfarina............................(PINF) 3,990 +1,89 +3,64 2,894 7,100 120,2
Piquadro .................................(PQ) 2,230 +15,54 1,811 2,910 114,3
Pirelli & C. ...............................(PC) 5,670 -2,74 -7,58 5,040 7,675 2675,3
Pirelli & C. rnc .......................(PCP) 4,402 -0,27 -22,77 3,900 6,310 53,5
Poligr. S.Faustino *.................(PSF) 7,150 +1,42 -21,30 6,310 10,110 8,5
Poligrafici Editoriale...............(POL) 0,425 +1,67 -13,18 0,382 0,495 55,7
Poltrona Frau.........................(PFG) 1,050 -1,78 +8,42 0,892 1,468 147,9
Pop Emilia 01/07.............(BPER15)
Pramac .................................(PRA) 1,019 +5,82 -2,02 0,720 1,205 30,3
Prelios...................................(PRS) 0,290 +8,21 -36,33 0,221 0,593 241,1
Premafin Finanziaria ................(PF) 0,310 +0,36 -59,45 0,277 0,792 128,6
Premuda .................................(PR) 0,610 -1,53 -18,94 0,597 0,766 112,8
Prima Industrie * ....................(PRI) 6,840 -0,87 -5,66 6,100 10,030 59,0
Prima Industrie 13w *......(WPRI13) 1,760 +11,46 1,200 2,973
Prysmian...............................(PRY) 11,270 +0,09 -12,64 9,510 15,950 2384,2
R. De Medici * ..................(RM) 0,200 -15,61 0,199 0,249 75,3
R. Ginori 1735.........................(RG) 0,344 -0,20 -24,66 0,290 0,584 15,6
R. Ginori 1735 11w..........(WRG13)
Ratti ......................................(RAT) 1,930 -0,10 +3,43 1,618 2,420 54,0
RCF.......................................(RCF) 0,699 +2,42 -17,42 0,683 0,887 22,5
RCS Mediagroup ...................(RCS) 0,849 -3,58 -19,04 0,753 1,354 621,5
RCS Mediagroup risp ..........(RCSR) 0,653 -2,83 -10,06 0,635 0,880 19,7
RDB * ...................................(RDB) 0,490 -0,08 -75,86 0,425 2,078 22,0
Realty Vailog............................(IIN) 1,976 -18,18 1,976 2,890 46,3
Recordati *............................(REC) 6,800 +0,89 -4,09 6,360 7,805 1415,1
Reply * ..................................(REY) 18,300 -2,40 -7,44 17,000 21,490 169,8
Retelit .....................................(LIT) 0,357 +1,48 +0,48 0,330 0,607 57,0
Retelit 11w......................(WLIT12) 0,072 +62,73 0,031 0,183
Risanamento...........................(RN) 0,130 -5,80 -41,20 0,125 0,293 106,4
Rosss....................................(ROS) 0,980 -1,51 -29,60 0,955 1,392 11,0
Sabaf S.p.a. * .................(SAB) 14,440 +1,48 -42,90 14,230 25,300 165,2
Sadi .......................................(SSI) 0,241 -5,45 -27,05 0,235 0,400 22,7
Saes *.....................................(SG) 6,405 -1,46 -5,81 6,100 8,800 94,9
Saes rnc *.............................(SGR) 4,400 -3,30 -11,11 4,232 6,180 32,8
Safilo Group...........................(SFL) 9,265 +1,20 -32,47 8,200 13,720 526,5
Saipem.................................(SPM) 31,340 +0,26 -16,83 27,060 38,520 13683,7
Saipem risp........................(SPMR)
Saras ....................................(SRS) 1,259 -0,55 -21,31 1,031 2,022 1196,9
Sat ........................................(SAT) 9,545 -4,45 -4,74 9,105 10,700 95,2
Save....................................(SAVE) 7,125 -3,85 -5,88 6,685 8,100 394,5
Screen Service......................(SSB) 0,476 -0,42 -25,22 0,430 0,640 66,2
Seat PG...................................(PG) 0,049 +0,41 -40,56 0,045 0,095 92,1
Seat PG r ..............................(PGR)
Servizi Italia * .........................(SRI) 5,080 -1,17 -14,62 4,900 7,350 82,3
Seteco International * ............(STC)
SIAS .......................................(SIS) 5,865 +0,86 -19,21 5,515 8,780 1319,8
Snai ......................................(SNA) 2,100 -0,94 -20,60 2,030 2,773 245,6
Snam Gas .............................(SRG) 3,378 +0,54 -9,13 3,252 4,286 12043,1
Sogefi *...................................(SO) 2,240 +0,90 -10,58 1,930 2,950 261,9
Sol ........................................(SOL) 5,185 +1,07 +4,75 4,930 6,050 465,8
Sopaf.....................................(SPF) 0,048 -0,62 -36,73 0,039 0,096 20,6
Sorin.....................................(SRN) 1,720 -0,98 +0,29 1,600 2,102 824,7
Stefanel * ............................(STEF) 0,405 +2,48 -17,39 0,395 0,660 33,6
Stefanel risp * ...................(STEFR)
STMicroelectr. ......................(STM) 4,606 -0,39 -42,71 4,202 9,645
Tamburi ...........................(TIP) 1,490 -0,33 +6,13 1,400 1,590 198,4
Tamburi 13w ...................(WTIP13)
TAS .......................................(TAS) 0,789 +15,60 0,493 1,450 31,9
Telecom IT..............................(TIT) 0,860 +1,78 -12,39 0,802 1,144 11419,1
Telecom IT Media .................(TME) 0,179 +0,68 -25,09 0,166 0,240 255,9
Telecom IT Media rnc .........(TMER) 0,224 -17,25 -30,70 0,224 0,400 1,2
Telecom IT rnc......................(TITR) 0,784 +2,48 -4,56 0,715 1,025 4652,8
Tenaris ..................................(TEN) 11,550 -0,17 -37,57 10,680 18,510
Terna ....................................(TRN) 2,574 +1,98 -19,31 2,424 3,476 5131,9
TerniEnergia *........................(TER) 2,656 +1,53 -27,23 2,470 3,780 74,6
Tesmec * ...............................(TES) 0,388 -1,75 -40,06 0,375 0,712 41,7
Tiscali.....................................(TIS) 0,050 -1,76 -37,45 0,047 0,090 93,4
Tiscali 14w......................(WTIS14) 0,001 -39,13 0,001 0,003
Tod's.....................................(TOD) 81,250 +1,31 +9,99 71,850 96,550 2457,4
Toscana Fin .............................(TF)
Trevi Fin.Ind. ...........................(TFI) 8,480 +3,04 -21,92 6,830 11,340 529,4
TXT e-solution *.....................(TXT) 8,570 -1,61 +58,70 5,360 9,500 22,8
UBI Banca .......................(UBI) 2,592 +0,23 -58,31 2,490 7,374 2309,2
Uni Land ...............................(UNL)
Unicredit ...............................(UCG) 0,948 +0,58 -40,15 0,876 1,997 18119,7
Unicredit risp ......................(UCGR) 1,670 +0,30 -12,79 1,600 2,150 40,4
Unipol ....................................(UNI) 0,335 +0,78 -28,41 0,285 0,548 701,7
Unipol 13w......................(WUNI13) 0,011 -53,39 0,009 0,024
Unipol prv ............................(UNIP) 0,259 +1,09 -28,51 0,225 0,419 332,7
Unipol prv 13w...............(WUNP13) 0,013 +4,03 -43,91 0,011 0,025
Valsoia............................(VLS) 4,150 -2,67 -0,66 4,096 4,780 43,1
Viaggi Ventaglio .....................(VVE)
Vianini Industria......................(VIN) 1,280 +0,23 -2,59 1,150 1,520 38,5
Vianini Lavori .........................(VLA) 4,120 +0,59 +3,00 3,658 4,640 178,0
Vittoria Ass. *.........................(VAS) 3,130 +0,97 -12,69 3,080 4,110 210,5
Yoox *...........................(YOOX) 10,550 +6,46 8,150 13,320 561,0
Yorkville Bhn ...........................(BY) 2,116 -2,22 -60,45 1,902 5,350 2,1
Zignago Vetro *.................(ZV) 5,000 -0,79 +3,36 4,650 5,690 399,7
Zucchi ...................................(ZUC) 0,930 -0,43+101,41 0,445 1,569 22,4
Zucchi rnc...........................(ZUCR) 0,740 -2,70 +45,96 0,469 1,150 2,5
B.O.T.
Nome Titolo Tel. Prezzo Var. Var. Min Max Capitaliz
Rif. Rif. 03-01-2011 Anno Anno (in milioni
(euro) (in %) (in %) (euro) (euro) di euro)
Nome Titolo Tel. Prezzo Var. Var. Min Max Capitaliz
Rif. Rif. 03-01-2011 Anno Anno (in milioni
(euro) (in %) (in %) (euro) (euro) di euro)
Nome Titolo Tel. Prezzo Var. Var. Min Max Capitaliz
Rif. Rif. 03-01-2011 Anno Anno (in milioni
(euro) (in %) (in %) (euro) (euro) di euro)
Nome Titolo Tel. Prezzo Var. Var. Min Max Capitaliz
Rif. Rif. 03-01-2011 Anno Anno (in milioni
(euro) (in %) (in %) (euro) (euro) di euro)
15.09.11 10 99,977 -
14.10.11 39 99,893 0,82
15.11.11 71 99,797 0,82
15.12.11 101 99,707 0,81
16.01.12 133 99,442 1,28
15.02.12 163 99,182 1,61
15.03.12 192 98,915 1,82
16.04.12 224 98,602 2,06
15.05.12 253 98,349 2,15
15.06.12 284 98,074 2,25
16.07.12 315 97,733 2,22
15.08.12 345 97,428 2,40
Borsa Italiana Quotazioni in diretta sul telefonino: invia QUOTA <sigla titolo>, ad esempio: QUOTA ACE al numero 482242. Costo 0,5 Euro per SMS ricevuto. Info su www.corriere.it/economia
Valuta al 05-09-11 Monete auree
01 set Denaro Lettera
Sterlina (v.c) 258,23 296,96
Sterlina (n.c) 258,23 298
Sterlina (post.74) 258,23 298
Krugerrand 1.157,02 1.270,48
Marengo Italiano 220,27 243,77
Marengo Svizzero 218,98 240,15
Marengo Francese 218,98 240,15
Oro
01 set Mattino Sera
Oro Milano (Euro/gr.)
Oro Londra (usd/oncia) 1.815,50 1.821,00
Argento Milano (Euro/kg.)
Platino Milano (Euro/gr.)
Palladio Milano (Euro/gr.)
1 sett. 1,098 1,113
1 mese 1,351 1,370
2 mesi 1,420 1,440
3 mesi 1,543 1,564
4 mesi 1,603 1,625
5 mesi 1,668 1,691
6 mesi 1,748 1,772
7 mesi 1,806 1,831
8 mesi 1,854 1,880
9 mesi 1,910 1,937
10 mesi 1,962 1,989
11 mesi 2,029 2,057
12 mesi 2,089 2,118
Euribor
Periodo T. 360 T. 365 Periodo T.360 T.365
Tassi
Italia 1,50 1,50
Area Euro 1,50 1,50
Canada 1,00 0,00
Danimarca 1,25 1,25
Finlandia 1,50 1,50
Francia 1,50 1,50
Giappone 0,30 0,10
G.B. 0,00 0,50
USA 0,75 0,25
Svezia 2,00 2,00
Sconto Interv Sconto Interv Scadenza Giorni Pr.Netto Rend. Scadenza Giorni Pr.Netto Rend.
* Titolo appartenente al segmento Star.
A
B
C
E
G
R
S
T
U
L
M
V
Z
F
Dati a cura dellagenzia giornalistica Radiocor. Monete Auree: ConFinvest F.L. Milano
D
P
Y
H
J
K
O
N
I
In attesa che si sciolgano i nodi sullaumento di capi-
tale e su eventuali nuovi ingressi nellazionariato, i di-
pendenti soci della Banca Popolare di Milano riprendo-
no il lavoro dopo le vacanze estive preparandosi allap-
puntamento con le elezioni per il rinnovo dei vertici
dellAssociazione amici della Bipiemme. Lipotesi allo
studio in queste fasi iniziali, secondo quanto risulta a
Radiocor, la presentazione di una lista unitaria di can-
didati, per evitare spaccature in un momento delicato
della vita della banca. Nelle prossime settimane si in-
tensificheranno contatti e trattative tra le sigle sindaca-
li per valutare la possibilit di raggiungere unintesa su
questo progetto di grande coalizione, che fonti inter-
ne giudicano comunque fattibile. In base alle previ-
sioni, le nuove elezioni saranno indette il primo otto-
bre. Il voto si dovr tenere dopo almeno 30 giorni e
quindi attorno a met novembre. Tre anni fa si erano
presentate tre liste di candidati: una di Fabi e Fiba-Cisl,
una targata Fisac-Cgil, Falcri e Sinfub e una con le inse-
gne di Uilca e Dircredito.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Grecia, le Landesbanken frenano sul
programma di salvataggio
(mdf) Come mai il ministro delle Finanze Wolfgang
Schaeuble tarda ancora ad avviare il programma di
coinvolgimento degli investitori privati nel salvatag-
gio della Grecia, voluto proprio dalla Germania? Pochi
giorni fa, perfino Atene, spazientita, ha minacciato di
far saltare tutto se non saranno coinvolti almeno il 90%
dei detentori privati di titoli greci. Ma a frenare in Ger-
mania sono soprattutto le Landesbanken. Alcuni istitu-
ti pubblici regionali sono usciti dalla crisi con perdite
plurimiliardarie, ripianate dai governi degli Stati fede-
rali competenti in materia. Ma continuano a essere con-
siderate sottocapitalizzate. Al punto che taluni le consi-
derano una mina vagante per la cancelliera Angela Me-
rkel, la quale in questi anni non riuscita a imporre ai
capi di governo la ristrutturazione del settore, a parte
la creazione di due bad bank per l'istituto sistemico
Hre e per WestLb. Tuttavia, nonostante le difficolt at-
traversate dalla Landesbanken, anche dopo le recenti
svalutazioni (ancora parziali) per i titoli greci, altre in-
vestment bank, fra cui GS, considerano il governo di
Berlino assolutamente stabile e in grado di sopportare
il fardello di un sistema bancario pubblico considerato
inadeguato alle dimensioni della locomotiva europea.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Google, lancia il servizio di offerte per
sfidare Groupon
(giu.fer.) Google va allassalto di Groupon, il sito di
social shopping che ha tentato di comprare (senza suc-
cesso) alcuni mesi fa, offrendo 6 miliardi di dollari. Il
motore di ricerca californiano ha lanciato Google Of-
fers (www.google.com/offers), un servizio di offerte
quotidiane a prezzi super scontati, gi operativo in
molte citt americane, sebbene ancora in fase beta. Ci
siamo iscritti anche noi immaginando di abitare a New
York, dietro la promessa di offerte con sconti del 50% e
oltre. Il primo deal disponibile a Manhattan? Un ingres-
so per il Museo di Storia naturale, con in pi laccesso a
unesposizione speciale, al prezzo complessivo di 5 dol-
lari contro oltre 25 dollari di valore reale. Ognuno pu
comprare al massimo fino a 5 voucher, viene precisato
sul regolamento dellofferta. E ieri sera (ora italiana),
in vista del lungo weekend del Labour Day, ne avevano
approfittato oltre 14 mila persone. Se per il Museo di
Storia naturale la mossa di apparire su Google Offers
soprattutto unoperazione pubblicitaria, sar interes-
sante vedere come si muover in futuro la societ di
Mountain View. I deal presentati da Groupon e dagli
innumerevoli cloni in tutto il mondo (qualcuno ha cal-
colato che esistono oltre 600 societ) includono infatti
qualsiasi categoria e settore merceologico: dal biglietto
aereo al soggiorno in hotel, dal massaggio anti cellulite
al taglio di capelli, dalla pulizia dei denti alla cena al
ristorante. Oltre a vestiti, elettronica, giocattoli e cos
via, tanto che molti sospettano che Groupon si stia in
realt preparando a diventare un vero e proprio nego-
zio virtuale pronto a rivaleggiare con Amazon. Google
si limiter a copiare o sar capace di innovare anche
nel campo nelle offerte scontate?
RIPRODUZIONE RISERVATA
di GIACOMO FERRARI
Sussurri & Grida
indici
MERCATI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 01-09 var.%
Amsterdam (Aex) . . . . . . . . . . . . . 293,96 +0,35
Brent Index . . . . . . . . . . . . . . . . . 116,91 -0,63
Bruxelles-Bel 20 . . . . . . . . . . . . 2266,82 -0,05
DJ Stoxx Euro . . . . . . . . . . . . . . . 228,87 +0,02
DJ Stoxx Euro50 . . . . . . . . . . . . 2305,75 +0,16
DJ Stoxx UE . . . . . . . . . . . . . . . . 238,93 +0,63
DJ Stoxx UE50. . . . . . . . . . . . . . 2256,95 +0,84
FTSE Eurotr.100. . . . . . . . . . . . . 2022,08 +0,74
Hong Kong HS . . . . . . . . . . . . . 20585,33 +0,25
Johannesburg . . . . . . . . . . . . . 27520,61 +0,79
Londra(FTSE100) . . . . . . . . . . . . 5418,65 +0,45
Madrid Ibex35 . . . . . . . . . . . . . . 8761,10 +0,49
Oslo Top 25. . . . . . . . . . . . . . . . . 351,48 +0,51
Singapore ST. . . . . . . . . . . . . . . 2867,18 -0,63
Sydney (All Ords) . . . . . . . . . . . . 4382,71 +0,29
Toronto(300Comp) . . . . . . . . . . 12700,74 -0,53
Vienna (Atx). . . . . . . . . . . . . . . . 2277,61 -0,11
Zurigo (SMI) . . . . . . . . . . . . . . . 5531,54 +0,05
selezione
FRANCOFORTE. . . . . . . . . . . . . . . 01-09 var.%
Allianz . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 70,80 -1,30
Bayer Ag. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 44,44 -1,00
Beiersdorf . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 40,98 +0,11
Bmw . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 56,90 +0,98
Commerzbank Ag . . . . . . . . . . . . . . 2,03 -1,79
Deutsche Bank n. . . . . . . . . . . . . . 27,66 -2,07
Deutsche Post . . . . . . . . . . . . . . . . 10,47 -1,69
Deutsche Telekom n . . . . . . . . . . . . 9,00 +2,19
Dt Lufthansa Ag. . . . . . . . . . . . . . . 11,59 -1,74
Hugo Boss Ag . . . . . . . . . . . . . . . . 63,78 -0,92
Metro Ag. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 30,80 +0,37
Porsche Vz . . . . . . . . . . . . . . . . . . 46,15 -2,21
Siemens n . . . . . . . . . . . . . . . . . . 71,54 -0,47
Volkswagen Ag . . . . . . . . . . . . . . 107,00 +1,09
PARIGI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 01-09 var.%
Air France. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6,74 -1,61
Air Liquide . . . . . . . . . . . . . . . . . . 90,44 -0,09
Alstom . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 32,64 +0,97
Axa SA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 11,16 -0,13
Bnp . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 35,65 -0,63
Cap Gemini . . . . . . . . . . . . . . . . . . 27,80 -1,61
Carrefour . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 18,18 -2,07
Casino . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 58,21 +0,48
Ciments Francais. . . . . . . . . . . . . . 65,31 +0,99
Crdit Agricole . . . . . . . . . . . . . . . . 6,68 -2,08
Danone. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 48,30 +1,55
France Tlcom. . . . . . . . . . . . . . . 13,49 +1,43
Havas. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 2,75 -1,50
L'Oral . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 75,46 -0,44
Michelin . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 50,18 -1,59
Peugeot S.A. . . . . . . . . . . . . . . . . . 21,12 -0,98
Renault . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 28,00 -1,22
Saint-Gobain. . . . . . . . . . . . . . . . . 35,07 +0,10
Sanofi-Synthelab. . . . . . . . . . . . . . 51,42 +1,50
Socit Gnrale . . . . . . . . . . . . . . 23,75 +1,65
Sodexho Alliance . . . . . . . . . . . . . . 52,11 +0,56
Total . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 34,37 +1,09
NEW YORK. . . . . . . . . . . . . . . . . . 01-09 var.%
Amazon Com. . . . . . . . . . . . . . . . 212,54 -1,25
American Express . . . . . . . . . . . . . 49,50 -0,42
Apple Comp Inc. . . . . . . . . . . . . . 381,03 -0,99
At&T. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 28,27 -0,74
Bank of America . . . . . . . . . . . . . . . 7,91 -3,18
Boeing . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 66,05 -1,21
Carnival . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 31,97 -3,21
Caterpillar Inc . . . . . . . . . . . . . . . . 88,55 -2,69
Cisco Systems. . . . . . . . . . . . . . . . 15,82 +0,96
Citigroup Inc . . . . . . . . . . . . . . . . . 30,00 -3,38
Coca-Cola Co . . . . . . . . . . . . . . . . 70,45 -
Colgate Palmolive . . . . . . . . . . . . . 89,90 -0,08
Dow Chemical . . . . . . . . . . . . . . . . 27,60 -2,99
DuPont . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 47,82 -0,93
Exxon Mobil . . . . . . . . . . . . . . . . . 73,49 -0,74
Ford Motor . . . . . . . . . . . . . . . . . . 10,85 -2,43
General Electric. . . . . . . . . . . . . . . 16,20 -0,67
General Motors . . . . . . . . . . . . . . . 23,03 -4,16
Goldman Sachs . . . . . . . . . . . . . . 112,16 -3,49
Hewlett-Packard . . . . . . . . . . . . . . 25,67 -1,38
Honeywell . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 46,88 -1,95
Ibm . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 170,33 -0,92
Industrie Natuzzi Sp. . . . . . . . . . . . . 2,73 -2,50
Intel Corp . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 19,99 -0,70
Johnson & Johnson . . . . . . . . . . . . 65,35 -0,68
JP Morgan . . . . . . . . . . . . . . . . . . 36,30 -3,35
Lockheed Martin . . . . . . . . . . . . . . 73,05 -1,54
Luxottica Grp Spa . . . . . . . . . . . . . 29,31 -1,58
McDonald's. . . . . . . . . . . . . . . . . . 90,07 -0,43
Merck & Co. . . . . . . . . . . . . . . . . . 32,90 -0,66
Microsoft . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 26,21 -1,47
Monsanto Co. . . . . . . . . . . . . . . . . 68,93 -
Morgan Stanley . . . . . . . . . . . . . . . 16,93 -3,26
Nike Inc. Cl. B . . . . . . . . . . . . . . . . 86,55 -0,12
Occidental Pet . . . . . . . . . . . . . . . . 85,90 -0,97
Pfizer . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 18,91 -0,37
Procter & Gamble . . . . . . . . . . . . . 63,26 -0,66
Texas Instruments . . . . . . . . . . . . . 25,57 -2,44
Unilever NV . . . . . . . . . . . . . . . . . 34,01 +0,03
Us Steel Corp. . . . . . . . . . . . . . . . . 29,11 -3,35
Walt Disney. . . . . . . . . . . . . . . . . . 33,38 -2,00
Whirlpool . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 60,74 -3,11
Xerox . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8,11 -2,29
Yahoo Inc . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 13,35 -1,91
LONDRA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 01-09 var.%
3i Group . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 210,82 -0,79
Anglo American . . . . . . . . . . . . . 2549,83 -0,69
AstraZeneca . . . . . . . . . . . . . . . 2907,90 -0,41
B Sky B . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 673,00 +1,89
Barclays Plc . . . . . . . . . . . . . . . . 180,35 +5,62
BP . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 391,57 -2,70
British Airways . . . . . . . . . . . . . . 276,46 -2,14
British Telecom . . . . . . . . . . . . . . 172,31 +0,47
Burberry Group . . . . . . . . . . . . . 1374,04 -0,21
Glaxosmithkline . . . . . . . . . . . . . 1318,66 +0,62
Marks & Spencer. . . . . . . . . . . . . 319,67 -0,78
Pearson Plc. . . . . . . . . . . . . . . . 1122,00 +0,81
Prudential . . . . . . . . . . . . . . . . . . 612,70 -1,26
Rolls Royce . . . . . . . . . . . . . . . . . 649,22 +1,44
Royal & Sun All . . . . . . . . . . . . . . 114,43 -0,24
Royal Bk of Scot . . . . . . . . . . . . . . 26,25 +8,16
Schroders Plc . . . . . . . . . . . . . . 1488,10 +0,28
Unilever Plc. . . . . . . . . . . . . . . . 2056,41 -0,37
Vodafone Group. . . . . . . . . . . . . . 163,63 +1,63
ZURIGO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 01-09 var.%
Nestl. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 50,05 +0,28
Novartis . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 47,00 +0,02
Ubs . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 11,66 -0,09
Borse Estere
A NewYork valori espressi in dollari, a Londra
in pence, a Zurigo in franchi svizzeri
Alla Bpmsi ricomincia, lista unica dei dipendenti
43 Economia/Mercati Finanziari
Corriere della Sera Venerd 2 Settembre 2011 italia: 515249535254
Codice cliente:
44
Venerd 2 Settembre 2011 Corriere della Sera italia: 515249535254
Codice cliente:
Inpdap
Una ventina di borse
nella comunicazione
i profili per Intermedia
Selection a Padova e Milano
Li cercano le aziende per tenere i contatti via internet
con il pubblico e i clienti attraverso chat, blog e forum
Trovolavoro
Le occasioni
Le richieste di community manager sono in forte crescita, anche del 100% rispetto allo scorso anno
(i.co.) Saranno una ventina le borse
di studio erogate dallINPDAP per il
Master in comunicazione della
scienza e dellinnovazione
sostenibile, di durata biennale: un
corso organizzato dalla Bicocca che
insegner la comunicazione
scientifica a chi vorr lavorare a
stretto contatto con la scienza
(iscrizioni entro il 4 ottobre).
Il percorso di studi si concluder
con uno stage di 500 ore presso
aziende, enti e istituzioni partner
del Master e con il superamento di
una prova finale (120 crediti
formativi).
RIPRODUZIONE RISERVATA
Self
i junior e senior ricercati
da Page Personnel
2
Web e polizze
Umana
Pramerica
Pi di 40 professionisti
per le comunit online
Telecom
della
Self, catena italiana specializzata nel
fai da te con 28 filiali sparse sul
territorio, in questi giorni ha aperto
150 ricerche di personale. In
particolare, per la filiale di Settimo
Torinese in apertura a novembre,
previsto l'inserimento di un centinaio
di persone. I profili ricercati sono
prevalentemente nella vendita,
assistenza, logistica e merchandising
20
600
Le societ e i profili pi gettonati
Umana - agenzia per il lavoro -
ricerca per alcune griffe del "made
in Italy" 20 store manager per
boutique di Milano, Bologna e
Roma. Inoltre la sua divisione
dedicata alle professioni
sociosanitarie inserir 50 persone
tra cui infermieri, farmacisti,
fisioterapisti e logopedisti.
a cura di Luisa Adani
RIPRODUZIONE RISERVATA
Il gruppo assicurativo Pramerica,
del gruppo Prudential Financial,
presente in Italia dal 1990, cerca
50 professionisti tra life planner
(consulenti assicurativi per
famiglie e imprese) e manager di
rete per la sua struttura
commerciale. La ricerca, che
interessa tutto il territorio
nazionale, rivolta a laureati con
esperienza in ambito commerciale
Twitter, Facebook, blog, forum. Sono
questi gli strumenti di lavoro quotidiano
del community manager, una figura, nata
con il cos detto web 2.0, sempre pi ricer-
cata dalle aziende. Di fatto un esperto di
reti sociali, che ha il compito di creare, ge-
stire e alimentare le comunit online. Di
solito lavora per un'azienda, gestendo le
interazioni via web con il pubblico, o i
pubblici, affini alla marca. Spiega France-
sca Contardi, amministratore delegato di
Page Personnel: "Le richieste del mercato
sono in forte crescita e raggiungono il
100% rispetto allo scorso anno. I motivi
sono da ricercare anzitutto nel trend posi-
tivo del settore e-commerce, trainato del
boom dei gruppi d'acquisto. Ma anche le
aziende tradizionali investono budget
consistenti per campagne pubblicitarie
online, soprattutto sui social media, e di-
mostrano attenzione per il reputation ma-
nagement".
Sono ben 20 le persone ricercate da Arti-
colo1 (roma2@articolo1.it) per una multi-
nazionale che opera nel settore dell'intrat-
tenimento. Il ruolo prevede la gestione
day by day di chat, gaming room, blog e
f o r u m . P a g e P e r s o n n e l ( s a -
les.milano@pagepersonnel.it) seleziona
15 community manager (junior e senior)
su tutto il territorio nazionale. Adecco (va-
lentina.rossi@adecco.it) recluta, per un'
azienda che opera nel settore delle scom-
messe sportive, un addetto allo sviluppo
della divisione giochi on line. Intermedia
Selection ha il mandato di individuare 2
persone per le zone di Padova e Milano
( h t t p : / / www. i n t e r me d i a s e l e c -
ti on. com/ dettagl i o_annunci o. php?
id_an=47038) e Lovati & Associati valuta
le candidature per un community mana-
ger che operer in Lombardia (http://lavo-
r o. s t udi oa s s oc i a t o. i t / ht ml / pe o-
pl e/ peopl e_s f ogl i a_annunci . as p?
cmdRS=open&UID=46472116). Glamoo
(jobs@glamoo.it) ricerca un professioni-
sta esperto, con 4-5 anni di lavoro, per co-
ordinare tutte le attivit di marketing, co-
municazione e social della community.
Come per molte delle professioni pi re-
centi legate alla rete, non esiste un percor-
so di formazione strutturato. Tuttavia il
community manager deve possedere alcu-
ni requisiti di base, quali la conoscenza
del web e, pi in generale, dei media au-
dio e video e l'eccellente padronanza dell'
italiano (parlato e scritto). E', inoltre, fon-
damentale la conoscenza della lingua in-
glese. Vi sono, poi, caratteristiche specifi-
che legate al contesto di lavoro. Per esem-
pio nel caso dei 2 profili ricercati da The-
BlogTv (jobs@theblogtv.it) importante
saper utilizzare software specifici di grafi-
ca e di email marketing, mentre il commu-
nity manager selezionato da Just A Game
(jobs@justagame.com) deve avere un'ot-
tima conoscenza della lingua tedesca. La
padronanza del francese costituisce, inve-
ce, la prerogativa essenziale per il sogget-
to attualmente ricercato da Monclick
(curriculum@monclick.com). Competen-
ze di carattere grafico e conoscenza dei lin-
guaggi di programmazione sono richieste
da Augmendy (job@augmendy.it, riferi-
m e n t o W C M ) e d a C u l t u r - e
(marketing@cultur-e.it).
Interessanti sono le opportunit per i
neolaureati, come spiega Nicoletta Bres-
sa, candidate manager di Adecco Italia:
"Dal momento che, allo stato attuale, dif-
ficile reperire sul mercato italiano figure
con esperienza e conoscenza dei diversi
settori, parecchie imprese valutano l'intro-
duzione di junior con laurea e specializza-
zione in Digital PR da far crescere in azien-
da". Per esempio Terashop ricerca un gio-
vane laureato da inserire, nella fase inizia-
le, con un contratto di stage retribuito del-
l a d u r a t a d i 6 me s i ( d . r a d i c e
@terashop.it). Il candidato sar affianca-
to al responsabile marketing nelle quoti-
diane attivit di gestione dei siti internet
Mr.Price, ePlaza, Bow e Comproedono.
Anal ogament e Youbuy ( sel ezi o-
ne.ru@youbuy.it) alla ricerca di un neo-
laureato con la passione per i social me-
dia e Il Cilindro Magiko di 3 giovani laure-
a t i ( ht t p : / / www. c i l i nd r o ma -
giko.it/jobs.php).
E gli stipendi? Con 2 anni di esperienza
si possono guadagnare, in media, dai
25.000 ai 30.000 euro lordi all'anno. I pro-
fili che svolgono questo ruolo da 3-4 anni
possono, invece, spuntare retribuzioni su-
periori ai 35.000 euro lordi annui.
Anna Zinola
RIPRODUZIONE RISERVATA
Community manager
Telecom Italia da settembre
inizier le selezioni per la
formazione e l'inserimento di 350
laureati e laureandi in ingegneria
ed economia. Nello specifico si
tratta di 95 programmi per
dottorati di ricerca, 65 per
partecipare a master in ict,
innovazione e marketing, e di 200
contratti di apprendistato.
LE OFFERTE DI IMPIEGO, LE AZIENDE, GLI STAGE E LE BORSE DI STUDIO
settimana
Pi di 100 newentry
nel fai-da-te
le selezioni di Articolo1
per una multinazionale
15
e oltre, le opportunit di
lavoro dal mondo di
internet alle assicurazioni
70 fra store manager
e operatori sanitari
Cinquanta consulenti
per le polizze
I profili con
unesperienza di 3-4
anni possono arrivare
a retribuzioni superiori
a 35.000 euro
Trecentocinquanta
laureati o laureandi
45 Economia
Corriere della Sera Venerd 2 Settembre 2011 italia: 515249535254
Codice cliente:
Le selezioni di Emirates, Accor, Apple e Air Liquide
L'Australia stata la sua nave scuola
nella professione del turismo di
studio, quella che, oggi, ha portato
Chiara Carpenito, 30 anni appena
compiuti, ad approdare a San
Francisco, a lavorare per
"Chi"-Cultural homestay
international. "A Sidney sono arrivata
alla fine del 2005, subito dopo la
laurea, con una borsa di studio del
Fondo sociale europeo, per uno stage
di sei mesi all'Enit, l'ufficio italiano
del turismo". Alla fine dell'internship,
per, come spesso accade a chi
conosce l'Australia per la prima volta,
Chiara non se l' sentita di rientrare
subito in Italia e cos ha cercato un
modo per restare. "Il sogno si
realizzato quando ho scoperto il
programma Working holiday visa, che
permette agli italiani tra i 18 e i 30
anni di lavorare, studiare e viaggiare
in Australia per un anno".
Ma la passione per i viaggi all'estero
in Chiara - nata in provincia di Varese
e laureata in Scienze linguistiche - si
era manifestata gi all'inizio dei suoi
studi all'universit Cattolica di
Milano. "Nel 2003 ho fatto uno stage
di tre mesi a Bangkok, alla Camera di
commercio italo-thailandese, e prima
ancora avevo partecipato a diversi
programmi di studio dell'inglese a
Malta e in Irlanda. E poi durante il
periodo universitario ho sempre
lavorato, come hostess o interprete
nelle fiere e come impiegata in una
societ finanziaria".
Il primo lavoro stabile per arrivato
al rientro dall'Australia: un contratto
a tempo indeterminato presso la
Wep-World education program di
Milano, come coordinatrice dei
programmi di lavoro, di stage e di
volontariato. "Dovevo promuovere
proprio il nuovo programma
australiano di vacanze-lavoro a cui
avevo appena partecipato". Ma la
resistenza al richiamo dell'estero
durata solo fino al 2008, quando
Chiara ha trovato il lavoro attuale
presso un partner della Wep, la Chi di
San Francisco, per coordinare il
programma "Au pair" in tutti gli Stati
Uniti.
Enzo Riboni
RIPRODUZIONE RISERVATA
Il lavoro ideale si trova ol-
treconfine. Ne sono convinti
tre italiani su quattro secon-
do l'ultimo Work Monitor
Randstad. Sar davvero co-
s? Arduo dirlo. Ma una cosa
certa: l'esperienza interna-
zionale in curriculum piace
ai direttori del personale. E,
soprattutto, in questo diffici-
le settembre, all'estero ci so-
no opportunit interessanti,
anche per chi al primo pas-
so in carriera. Air Liquide,
per esempio, assume neolau-
reati in ingegneria, chimica
industriale ed economia in
qua s i t ut t o i l mondo
(www.airliquide.com): ol-
tre cento solo in Europa, ma
ci sono possibilit significati-
ve pure negli Stati Uniti, in
Sud America e in Asia, area
in grande espansione. "In
particolare l'azienda ha inte-
resse ad avere giovani che in-
vestano sulla Cina" sottoli-
nea Federico Amietta, Hr di-
rector Air Liquide Italia. Non
tutto: per reclutare neolau-
reati brillanti la multinazio-
nale organizza un program-
ma di internship internazio-
nale con tirocini (completa-
mente spesati e retribuiti
750 euro mensili) che si svol-
gono di norma in Francia e
hanno altissime probabilit
di riconferma. I posti per la
prossima edizione sono 30
in Europa: per chi volesse
candidarsi, a ottobre partir
la preselezione nella sede ita-
liana.
Buone chance esistono an-
che nei servizi: in Accor,
gruppo che offre numerose
opportunit di carriera e cre-
scita interna, le posizioni
per neodiplomati e neolaure-
ati aperte oggi sono circa
m i l l e ( w w w . a c -
corjobs.com), per una note-
vole variet di ruoli. "Abbia-
mo moltissime carenze su
e-commerce e revenue ma-
nagement" esemplifica Ales-
sandro Arborio Mella, diret-
tore delle risorse umane di
Accor Italia. Le facolt pi ri-
chieste sono economia,
scienze del turismo e lingue,
ma non ci sono preclusioni.
"Un ragazzo che ha attitudi-
ne al servizio e competenza
qualificata sulle lingue da
noi pu fare qualsiasi cosa"
assicura Arborio Mella. E il
discorso include i diplomati,
che in genere cominciano
dalla reception, dal food &
beverage o come manutento-
ri (figura ricercatissima).
Ma le possibilit sono tan-
te. Si va da Apple, che inseri-
sce stagisti in tutto il mon-
do, fino ad arrivare a Emira-
tes Airlines, che sta selezio-
nando la sua cabin crew in
diversi Paesi: i prossimi ap-
puntamenti nel nostro sono
il 24 settembre a Roma e l'8
ottobre a Bari ( necessario
registrarsi nella parte del si-
to dedicata agli open days).
Una bell'idea per la prima
esperienza di lavoro anche
trasferirsi a Budapest, citt
cosmopolita dove la percen-
tuale di giovani davvero
elevata: opportunit all'en-
try level si trovano nei servi-
ce centre Ibm, ma pu vale-
re pure la pena bussare alla
porta delle diverse aziende
italiane presenti in loco co-
me Chiesi o Unicredit. Altra
scelta? "Migrare" in Danimar-
ca, Paese che vanta i lavora-
tori pi soddisfatti in Euro-
pa, secondo lo studio di Ran-
dstad. C' persino un sito de-
dicato al recruitment inter-
nazionale: www.workinden-
mark.dk.
Iolanda Barera
RIPRODUZIONE RISERVATA
Giovani allestero
Australia, Thailandia e Stati Uniti
Gli ingredienti della carriera di Chiara
1.000
La storia
100
le posizioni per
neodiplomati e neolaureati
aperte oggi in Accor, gruppo
che offre numerose
opportunit di carriera e
crescita interna
750
Oltre confine Le offerte sul campo dagli stage ai programmi per neolaureati
Tim Cook, nuovo amministratore delegato di Apple, gruppo
che inserisce stagisti in tutto il mondo
Chiara
Carpenito
Focus Carriere allestero
le possibilit di lavoro in
Europa alla Air Liquide, che
assume neolaureati in
ingegneria, chimica
industriale ed economia in
quasi tutto il mondo
euro mensili, la retribuzione -
cui si aggiunge il rimborso
spese - dei tirocini del
programma di internship
internazionale di Air Liquide per
reclutare neolaureati brillanti
Crescere lontano da casa
Le vie dallUngheria alla Cina
OLTRE CONFINE Racconta
la tua esperienza di lavoro allestero
allindirizzo enzribo@tin.it
Venti borse di studio per gestire il rischio
I master del consorzio universitario del Politecnico
Consolati e istituti di cultura
Le opportunit di lavoro
oltre il mondo delle aziende
Dopo l'universit non c' "solo" l'azienda. In queste
settimane sono aperti bandi per borse di studio e tirocini
(retribuiti e non) oltrefrontiera che vale sicuramente la
pena considerare. Chi interessato a un'esperienza in
ambasciate, consolati, istituti di cultura e sedi di
rappresentanza, tra il 12 e il 30 settembre pu presentare
domanda per uno dei 500-600 stage organizzati nel mondo
da Mae-Fondazione Crui per laureandi e neolaureati di tutte
le facolt. Non sono previsti rimborsi spese, ma si pu
chiedere all'ateneo di provenienza se mette a disposizione
"aiuti economici". Un'alternativa sono i numerosi tirocini
offerti in ambito Ue: i programmi di Parlamento, Consiglio,
Commissione, Corte di Giustizia & Co. coinvolgono
complessivamente pi di 1200 giovani ogni anno. E, per
fare un esempio, i prossimi bandi
per partecipare a quelli del
Parlamento europeo scadono l'1
ottobre per i diplomati e il 15 per i
laureati. Le possibilit a livello
internazionale sono molte. Dagli
intership non retribuiti dell'Unicef
(domanda entro l'1 ottobre per il
periodo gennaio-maggio 2011) a
quelli da 2mila franchi mensili del
Global Fund (da ottobre ci si
prenota per il 2012).
Puntate all'estero per continuare gli
studi? Il programma Fulbright un punto di riferimento per
chi sceglie le universit americane. Ma i neolaureati pi
brillanti, che vogliono specializzarsi oltreconfine in ambito
politico-economico-matematico-statistico, possono anche
concorrere alle generose borse di studio Banca d'Italia
(domande entro il 12 ottobre). Altra buona opportunit da
cogliere in questi giorni sono le borse Crivelli Europe
(domande entro il 15 novembre) di Unicredit & Universities
Foundation per phd in campo
economico-bancario-finanziario presso qualunque ateneo
del globo.
I.Bar.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Milano
Associazioni e fondazioni
Cineas, Consorzio universitario del Politecnico
di Milano, mette a disposizione 20 borse di
studio per frequentare i suoi master di
specializzazione nella gestione dei rischi per
lanno accademico 2011- 2012. Il risk manager
un professionista sempre pi richiesto dalle
aziende che si sentono maggiormente esposte
ai rischi (da quelli finanziari a quelli
operativi). Sono proposti percorsi formativi di
specializzazione in diverse aree (industriale,
ambientale, assicurativa e peritale) con lezioni
concentrate nei giorni di venerd e sabato, in
alcuni casi erogate attraverso una piattaforma
online. Per ottenere la borsa di studio
necessario inviarne richiesta entro il 31
ottobre 2011 a info@cineas.it. La borsa di
studio garantisce la copertura del 50% del
costo da sostenere.
Il logo
dellUnicef
AZIENDA LEADER MONDIALE
NELLA PRODUZIONE DI APPA-
RECCHIATURE MEDICHE LASER
E IPL ricerca:
AGENTI
MONO/PLURIMANDATARI
per le regioni: Lombardia, Emilia
Romagna, Piemonte, Liguria. Si
richiede esperienza nella vendita
ed introduzione nei settori della:
Dermatologia, Chirurgia Plastica,
Medicina Estetica. Si offre: Con-
tratto di Agenzia con trattamento
provvigionale di alto livello, corsi di
formazione aziendali.
Inviare c.v. a: info@kosmo-net.it
FACEBOOK.COM/MARTINI
Si precisa che tutte le inserzioni relative a
RICERCHE OD OFFERTE DI LAVORO
debbono intendersi riferiti a personale sia maschile che femminile,
essendo vietata ai sensi dellart. 1 della Legge 9/12/1977 n. 903, qualsiasi discriminazione
fondata sul sesso per quanto riguarda laccesso al lavoro, indipendentemente dalle
modalit di assunzione e qualunque sia il settore o il ramo di attivit e in osservanza alla
legge sulla privacy (L.196/03).
IMPORTANTE
N
u
m
e
r
o
V
e
r
d
e
8
0
0
7
7
3
8
3
4
P
e
r
l
e
i
n
s
e
r
z
i
o
n
i
d
i
R
i
c
e
r
c
a
d
i
P
e
r
s
o
n
a
l
e
Q
u
a
l
i
f
i
c
a
t
o
r
i
v
o
l
g
e
r
s
i
a
:
w
w
w
.
t
r
o
v
o
l
a
v
o
r
o
.
i
t
46 Economia
Venerd 2 Settembre 2011 Corriere della Sera italia: 515249535254
Codice cliente:
47 Annunci di Ricerca di Personale e di Formazione
Corriere della Sera Venerd 2 Settembre 2011 italia: 515249535254
Codice cliente:
Giovani e disoccupati, ma
anche sfiduciati nella ricerca
del lavoro. In Italia sono ormai
oltre due milioni i cosiddetti
Neet (not in education, em-
ployment or training), vale a di-
re quei ragazzi tra i 15 e i 29 an-
ni che non sono iscritti a scuo-
la n allUniversit, che non la-
vorano e che nemmeno seguo-
no corsi di formazione o aggior-
namento professionale. Una ci-
fra che corrisponde a circa il
22% della popolazione under
30.
A pensare al loro destino ci
sono per esempio alcune
agenzie per il lavoro. Come per
esempio Temporary, che attra-
verso la sua struttura di Educa-
tion e Training ha avviato un
programma di percorsi di
orientamento e formazione
gratuiti per facilitare lingresso
di questi profili nel mercato
del lavoro. Ha creato poi la divi-
sione corporate L.I.T. (leader
in training) per la formazione
e la crescita dei giovani talenti,
che possano seguire corsi di
pianificazione di carriera, trai-
ning on the job, job rotation e
siano in grado di raggiungere
anche alte posizioni di manage-
ment. Un progetto che riguar-
der 1.500 allievi, con oltre
370 corsi fino alla fine dellan-
no.
A essere sensibile a questo
fenomeno anche Gi Group,
che ha organizzato nel mese di
luglio una giornata dorienta-
mento speciale dedicata a que-
sta fascia di candidati. Allini-
ziativa hanno partecipato di-
versi istituti e scuole professio-
nali presenti in Lombardia che
organizzano corsi per linseri-
mento professionale: AFGP
(corsi di area grafica), ASLAM
( c o r s i d i me c c a ni c a ) ,
CNOS-FAP (corsi di meccani-
ca), COMETA (corsi di alta for-
mazione), ENAIP (corsi di arti-
gianato artistico), FONDAZIO-
NE CLERICI (corsi di assisten-
za e cura alla persona), GAL-
DUS (corsi settore ristorazio-
ne) e IKAROS (corsi di servizi
dimpresa). Una giornata simi-
le, dedicata ai giovani Neet in
Lombardia, in programma il
28 settembre nella sede di Gi
Group Academy a Milano. Infi-
ne anche Adecco porta avanti
molte iniziative rivolte ai gio-
vani, collaborando con istituti
professionali, scuole superiori,
enti e Universit, e cercando di
essere presente in quei luoghi
ed eventi durante i quali pos-
sibile intercettare i ragazzi alla
ricerca di un impiego.
Tra gli esempi: attualmente
la societ sta lavorando con le
istituzioni locali e le aziende al-
la nascita dellITS Istituto
tecnico superiore Nuove tec-
nologie per il made in Italy si-
stema meccanica in provincia
di Chieti per la ripresa del-
lautomotive in Val di Sangro.
Sono poi organizzati diversi Ca-
reer day insieme allAdecco
School per attivit di orienta-
mento rivolte sia agli universi-
tari sia a coloro che stanno per
diplomarsi, e per fare incontra-
re aziende e candidati nel caso
di particolari progetti di reclu-
tamento. Il gruppo prepara
inoltre career meeting dedicati
allo sviluppo di alcuni settori e
focus sul territorio per valutare
generalmente un centinaio di
candidati, formarli e orientarli,
con il supporto di aziende di
settori ben precisi. Eventi di re-
cruiting, orientamento e infor-
mazione attraverso social
network, newsletter e corsi gra-
tuiti di formazione tramite il
Web sono altre attivit promos-
se dalla societ.
Irene Consigliere
RIPRODUZIONE RISERVATA
Liuc e Harvard Business School
(i.co.) Nellanno accademico ora al via gli studenti della Liuc
di Castellanza approdano virtualmente presso la Harvard
Business School per studiare con il professor Michael Porter,
direttore dellInstitute for strategy and competitiveness,
esperto di teoria della strategia manageriale a livello mondiale.
Unopportunit offerta tramite il corso in lingua inglese
Firms, clusters and competitiveness, sulla competitivit e lo
sviluppo economico dei distretti industriali, tenuto dal
professor Fernando Alberti. Il metodo utilizzato sar quello dei
case studies e i contenuti condivisi tramite una piattaforma
web (nella foto, studenti ad Harvard).
Lofferta Destinatari il 22% degli under 30
Sono 19 mila gli studenti che hanno partecipato al programma di
educazione economica europea Impresa in Azione nel 2011
Le iniziative di Temporary, Gi Group e Adecco
Educazione
al business
A lezione da Michael Porter
Le fiere del lavoro
e i corsi su misura
per giovani disoccupati
Formazione
29
Il programma Impresa in Azione
anni let massima dei
ragazzi non iscritti a
scuola n allUniversit
e senza lavoro ai
quali guardano alcune
iniziative sul mercato
Studenti in gara
da tutta Europa
Quando lorientamento va
nella direzione giusta. E serve
concretamente a dare spazio a
nuove idee di business e a far
crescere l'occupazione giovani-
le. Avvicinando gli studenti a te-
mi quali l'imprenditorialit, la
finanza personale, l'etica degli
affari, la sostenibilit. Ben 19
mila studenti che diventeran-
no 20 mila nel 2012 hanno
partecipato al programma di
educazione economica europea
"Impresa in Azione" realizzato
da Junior Achievement Italia. As-
sociazione non profit sostenuta
da un network di societ tra cui
Erg, Ge, Zambon, Nokia, Abb,
Alcoa, Borsa Italiana, Citi,
Manpower. I ragazzi con l'aiuto
di professori-manager sono sta-
ti coinvolti in una full immer-
sion nel mondo reale del lavo-
ro. E i risultati non si sono fatti
attendere. Quegli stessi scolari,
ancora teenager, che i sociologi
definiscono net generation, na-
vigatori digitali dai contenuti e
dalle professionalit imprevedi-
bili, hanno dato il meglio e han-
no dimostrato che se stimolati
in modo corretto sono in grado
di inventarsi business d'ogni ge-
nere.
Durante l'edizione 2011 sta-
to realizzato davvero un po di
tutto. Da Varese sono arrivati i
poggiatesta elettronici antifru-
sta, da Siracusa pacchetti di ser-
vizi integrati per imbarcazioni
da diporto. Primo premio a una
start up veronese che vende
borse a tracolla che ha rap-
presentato l'Italia a Oslo nella
competizione europea (il pro-
gramma infatti riconosciuto
dalla UE come migliore prassi
di educazione imprenditoriale).
Tra i tanti progetti italiani an-
che diverse soluzioni attente al-
lambiente: un parasole per au-
to con celle fotovoltaiche, un ti-
mer di spegnimento per disposi-
tivi elettrici che favorisce il ri-
sparmio energetico, un cattura
odori ecologici interamente pro-
dotto con ingredienti 100% na-
turali.
La parola chiave dei nostri
programmi esperienza spie-
ga MiriamCresta direttore gene-
rale di Junior Achievement per-
ch in concreto introduciamo
nella scuola 250 manager e pro-
fessionisti. E i risultati ottenuti
in questi anni ci confermano
che i ragazzi acquisiscono velo-
cemente le competenze che l'Eu-
ropa raccomanda. Attenzione
dunque: il termine per iscriver-
si al programma 2012 il 15 ot-
tobre (www.junioritalia.org). E
per chi vuole programmare (o
riprogrammare) il proprio per-
corso professionale anche un
agile manuale da poco in libre-
ria: Paola Pesatori, Ricomincia
da te, Vallardi editore.
Anna Maria Catano
RIPRODUZIONE RISERVATA
48 Economia
Venerd 2 Settembre 2011 Corriere della Sera italia: 515249535254
Codice cliente:
I programmi di orientamento e outplacement e i bonus alle societ che assumono
Liniziativa
U Franco Boffa, 57 anni, ha ricevuto
lincarico di amministratore delegato di
Retemanager Capital. Vanta esperienze
in Irsa, Space, Aspecta, Atlanticlux e Ibm.
U Stefano Lupi, 49 anni, ha assunto il
ruolo di amministratore delegato di Pan-
sac International, societ produttrice di
film plastici. Ha maturato esperienze in
Tredegar Film Products, Pantex ed Eda-
na.
U Raniero Portaluppi, 50 anni, stato
nominato direttore dello stabilimento
Whirlpool di Amiens. Proviene da
Tarkus Refractories. Ha lavorato in
Electrolux.
U Luca Cappelletti, 45 anni, diventa-
to european retail director di Giuseppe
Bellora, azienda produttrice di tessuti e
biancheria per la casa. Ha iniziato la car-
riera in McDonalds. Vanta esperienze in
Fitness First e Levi Strauss & Co.
U Donato Savatteri, 38 anni, il nuovo
country head per lItalia di Lombard
Odier Investment Managers. Proviene
da Ubs Asset Management. Ha maturato
esperienze in Crdit Agricole e Jp Mor-
gan.
U Paolo Caloisi, 46 anni, ha ricevuto
lincarico di channel director per lItalia
di Fortinet, multinazionale di sicurezza
informatica. Ha lavorato in SonicWall,
SafeNet, Rsa Security e Cisco Systems.
U Francesco Alleva, 50 anni, entrato
in Sedna Power Plants, societ attiva nel
settore delle energie rinnovabili, in quali-
t di direttore commerciale. Vanta espe-
rienze in Philips, Imetec, Gillette,
Procter & Gamble.
U Antonio Carrozzo, 48 anni, diventa-
to enterprise printing solution & servi-
ces sales manager imaging & printing
group di Hp Italiana. Ha lavorato in Alca-
tel-Lucent, Sun Microsystems, Digital,
Olivetti e Fiat.
U Isabella Colombi, 50 anni, ha assunto il ruolo di direttore
risorse umane di Boiron Italia, filiale della multinazionale far-
maceutica. Ha iniziato la carriera in Italfarmaco.
U Roberto Cassanelli, 40 anni, entrato a far parte del te-
amdi Grohe, azienda europea di rubinetteria, come direttore
marketing. Proviene da Beiersdorf. Ha maturato esperienze
in Unilever, Rinascente Auchan e Bolton.
U Nicola Grezzi, 39 anni, stato nominato director e coun-
try operations di iStockphoto in Italia. Vanta esperienze in
Cond Nast, Yahoo!, Mediaset, Radio 24 e Mtv Networks.
U Giulia Marrone, 37 anni, diventata responsabile relazio-
ni esterne e ufficio stampa di Confindustria Ancma, lAssocia-
zione nazionale ciclo, motociclo e accessori. Ha lavorato in
Unioncamere.
a cura di Felice Fava
felicefavacor@hotmail.com
RIPRODUZIONE RISERVATA
Un paracadute anticrisi ai dirigenti
Welfare to work
un sistema di sostegno
per i manager che
hanno pi di 50 anni
Fanno spesso il lavoro da
dirigenti, anche se molte
aziende (soprattutto le picco-
le) non si sognano di ricono-
scerlo, n formalmente n
economicamente. Ancora pi
spesso si sono arrangiati da
soli sul campo, perch le im-
prese che li hanno promossi a
quadro non li hanno sup-
portati nel nuovo ruolo.
quindi una sensazione da di-
lettanti allo sbaraglio quella
che saffaccia leggendo i risul-
tati dellindagine commissio-
nata da Manageritalia, il sin-
dacato dei professionisti del
terziario, alla societ di consu-
lenza Od&M (ha interpellato
1.139 manager). I quadri fre-
schi di nomina, infatti, nel
63,2% dei casi dicono di non
aver ricevuto supporto dallor-
ganizzazione aziendale nel
passaggio di categoria. Un da-
to che si radicalizza ulterior-
mente nelle fasce estreme
det, raggiungendo il 72%
nei quadri over 50 (Siete
troppo anziani, la promozio-
ne solo un premio fedelt)
e il 67,7% tra gli under 40
(Adesso, per, vi arrangiate
da soli). In definitiva, cio,
un passaggio di ruolo un po
al buio, che si conferma pur
se in misura pi attenuata nel-
lulteriore promozione a diri-
gente: solo uno su due, infat-
ti, dice che allatto della nomi-
na aveva le competenze neces-
sarie per il nuovo ruolo.
Effettivamente capitato
anche a me quando sono di-
ventato quadro conferma
Antonio Votino la prepara-
zione e le informazioni sul
ruolo e le responsabilit sono
state del tutto insoddisfacen-
ti. Votino oggi responsabi-
le della divisione Loyalty e di-
rect marketing di IcTeam, do-
ve, sostiene, lattenzione ver-
so la formazione dei quadri
molto alta. In precedenza, in-
vece, la mia esperienza stata
allinizio costellata da incom-
prensioni e difficolt operati-
ve. Lo stesso sindacato Ma-
nageritalia ha sollevato spes-
so il problema con i datori di
lavoro. Questa carenza da
parte delle aziende nel guida-
re allassunzione di maggiori
responsabilit inconcepibi-
le commenta il presidente
Guido Carella Non ci si ren-
de conto, cio, che dannosa
per le stesse imprese, perch
diventa causa di inefficienze
che, seppur momentanee, ren-
dono inefficace il nuovo ruo-
lo. Per quanto ci riguarda noi
cerchiamo di aiutare i nostri
assistiti con il programma for-
mativo Starting rivolto ai ma-
nager di fresca nomina.
Significative sono poi alcu-
ne differenze tra quadri e diri-
genti neopromossi messe in
evidenza dallindagine. Alla
domanda su quali siano le
competenze possedute o da
colmare, i due gruppi rispon-
dono in modo diverso. Ri-
guardo alla capacit di gesti-
re, sviluppare e valutare le
persone i nuovi dirigenti si
sentono pi tranquilli dei no-
velli quadri: il 51,3% dei primi
si ritiene a posto contro il
41,6% dei secondi. Se invece
si considerano le capacit di
interfacciarsi e di comprende-
re le problematiche di altre
aree funzionali e lattitudi-
ne alla comunicazione, i qua-
dri si sentono pi pronti dei
dirigenti, rispettivamente
con il 49% contro il 43,6% e il
45,7% contro il 38,6%. Due di-
versit che, probabilmente,
derivano dalla stessa origine:
i quadri svolgono mediamen-
te un ruolo che pi a contat-
to con i singoli lavoratori, con
i quali comunicano pi facil-
mente, e pi vicino alle diver-
se parti aziendali, a causa di
mansioni pi trasversali di
quelle dirigenziali.
Enzo Riboni
RIPRODUZIONE RISERVATA
Con la crisi si apre il para-
cadute per tutelare i manager
che hanno perso un lavoro in-
tegrando lindennit ordina-
ria di disoccupazione (1.000
euro al mese per 12 mesi, ri-
dotti a 8 per chi ha meno di
50 anni). Indennit che per
di fatto si dissolve in quanto
scatta solo nel caso di licen-
ziamento mentre l85% dei
rapporti a questo livello si
chiude con un accordo con-
sensuale. Ed per questa ra-
gione, visto che i dirigenti co-
munque pagano l1,3% per
questa tutela e lo 0,30% per la
mobilit, da cui fra laltro per
legge sono esclusi, che
commenta Mario Cardoni, di-
rettore generale di Federma-
nager (federazione nazionale
dei dirigenti delle aziende in-
dustriali) con il ministero
del Lavoro e insieme a Mana-
geritalia abbiamo sviluppato
Welfare to work, un sistema
di sostegno per i dirigenti
che hanno pi di 50 anni.
Liniziativa oltre a sostene-
re gli associati nel riorienta-
mento prevede un bonus di
10.000 euro erogati diretta-
mente alle aziende che assu-
mono un dirigente a tempo
indeterminato o determinato
di minimo 24 mesi che scen-
dono a 5.000 euro nel caso di
contratti a tempo determina-
to di non meno di 12 mesi, di
temporary e contratti a pro-
getto. Italia Lavoro societ
per azioni partecipata dal mi-
nistero dellEconomia e delle
Finanze che opera come ente
strumentale del ministero
del Lavoro mette a disposi-
zione di questa iniziativa 10
milioni di euro che eroga di-
rettamente alle aziende che
ne fanno richieste (www.ita-
lialavoro.it).
E Manageritalia per soste-
nere i dirigenti che hanno
perso il lavoro ha sviluppato
un organico programma di
outplacement individuale e
una iniziativa per superare
uno dei motivi per cui non
trovano facilmente lavoro: le
aziende li considerano trop-
po cari sottostimando per
il valore della loro professio-
nalit. Lidea quindi di ri-
schiare in due, azienda e di-
pendente. Il dirigente over
50 disoccupato pu infatti es-
sere assunto in deroga al mi-
nimo contrattuale (49 mila
euro lordi annui, meno 20%
il primo anno, 10% il secon-
do anno e 5% il terzo anno) a
patto che venga definita una
retribuzione variabile pari ad
almeno il 50% del fisso. Per il
primo anno inoltre ci sar un
minor versamento ai fondi
contrattuali. Con la formula
Dirigenti di prima nomina
con pi di 39 anni invece si
riducono per i primi tre anni
i contributi ai fondi contrat-
tuali.
Luisa Adani
RIPRODUZIONE RISERVATA
Il sondaggio Lindagine di Od&M per Manageritalia, il sindacato dei professionisti del terziario
Caloisi sale in Fortinet
Colombi in Boiron
Cambi di poltrona
Mario Cardoni, direttore
generale di Federmanager
Molte aziende non li preparano a sufficienza al passaggio di livello
Carriere e persone
POLTRONE ONLINE
Cambi di poltrona, nuove nomine e incarichi su
www.trovolavoro.it
su trovolavoro.it
R. Portaluppi
F. Alleva
D. Savatteri
A. Carrozzo
Promozione al buio per i quadri
Primaria azienda operante a livello nazionale e internazionale nel
settore arredamento per negozi settore food
ricerca
Responsabili Commerciali
area nord-ovest Italia e Paesi Esteri
Inviare cv a casella postale CORRIERE 454-LZ - 20132 MILANO
Per le inserzioni di Ricerca
di Personale Qualificato
rivolgersi a

www.trovolavoro.it
Numero Verde
800 77 38 34
Infoline Aziende:
49 Economia
Corriere della Sera Venerd 2 Settembre 2011 italia: 515249535254
Codice cliente:
50
Venerd 2 Settembre 2011 Corriere della Sera italia: 515249535254
Codice cliente:
51
Corriere della Sera Venerd 2 Settembre 2011 italia: 515249535254
Codice cliente:
52
Venerd 2 Settembre 2011 Corriere della Sera italia: 515249535254
Codice cliente:
I
steria e ipocondria. Al riguardo si pongo-
no due problemi. 1) In che misura legit-
timo trattarle come malattie mentali, o
almeno come forme della follia? 2) pos-
sibile trattarle assieme, come se formassero
una coppia virtuale, simile a quella formata
molto presto dalla mania e dalla malinconia?
Un colpo docchio sulle classificazioni ba-
sta a convincere: lipocondria non figura sem-
pre a fianco alla demenza e alla mania; liste-
ria vi prende posto solo molto raramente.
Plater non annovera n luna n laltra tra le
lesioni dei sensi e alla fine dellet classica
Cullen le classificher ancora in una catego-
ria diversa dalle vesanie: lipocondria verr
collocata tra le adinamie o malattie che con-
sistono in una debolezza o perdita del movi-
mento nelle funzioni vitali o animali, liste-
ria tra le affezioni spasmodiche delle funzio-
ni naturali.
Di pi: nelle tavole nosografiche, raramen-
te queste due malattie vengono raggruppate
in una vicinanza logica o anche avvicinate
nella forma di unopposizione. Sauvages clas-
sifica lipocondria tra le allucinazioni al-
lucinazioni che riguardano solo la salute
e listeria tra le forme della convulsione. Lin-
neo utilizza la stessa ripartizione.
Non sono forse fedeli, entrambi questi au-
tori, allinsegnamento di Willis, che ha stu-
diato listeria nel suo libro De morbis convul-
sivis e lipocondria nella parte del De anima
brutorum dedicata alle malattie della testa e
intitolata Passio colica? Si tratta infatti di due
malattie molto differenti: in un caso, gli spiri-
ti surriscaldati subiscono una spinta recipro-
ca, che potrebbe far credere a una loro esplo-
sione (poich suscitano alcuni di quei movi-
menti irregolari o preternaturali la cui figura
insensata rappresentata dalla convulsione
isterica); nellaltro caso invece cio nella
passio colica gli spiriti vengono irritati da
una materia che rispetto a essi ostile e mal
proporzionata (infesta et improportionata);
provocano perci disturbi, irritazioni, corru-
gationes nelle fibre sensibili. Willis consiglia
dunque di non lasciarsi prendere alla sprovvi-
sta da certe analogie tra i sintomi: certo, si
sono viste convulsioni produrre dolori, co-
me se il movimento violento dellisteria po-
tesse provocare le sofferenze dellipocon-
dria. Ma le somiglianze ingannano. Non ea-
dem sed nonnihil diversa materies est.
***
Ma sotto queste costanti distinzioni dei no-
sografi si sta realizzando un lento lavoro che
tende sempre di pi ad assimilare isteria e
ipocondria come due forme di una stessa e
unica malattia. Richard Blackmore pubblica
nel 1725 un Treatise of spleen and vapours,
or hypochondriacal and hysterical affec-
tions. Le due malattie sono qui definite co-
me variet di ununica affezione: una costi-
tuzione morbifica degli spiriti e una predi-
sposizione a uscire dai loro serbatoi e a con-
sumarsi. In Whytt, alla met del XVIII, lassi-
milazione completa; il sistema dei sintomi
ormai identico: Una straordinaria sensa-
zione di freddo e di calore, i dolori in parti
differenti del corpo; le sincopi e le convulsio-
ni vaporose; la catalessia e il tetano; i venti
nello stomaco e negli intestini; un appetito
insaziabile per gli alimenti; vomiti di materia
nera; un flusso subitaneo e abbondante di
urina pallida, limpida; il marasma o latrofia
nervosa; lasma nervosa o spasmodica; la tos-
se nervosa; le palpitazioni del cuore; le varia-
zioni del polso, i mali e i dolori di testa perio-
dici; le vertigini e gli stordimenti, la diminu-
zione e lindebolimento della vista; lo scorag-
giamento, labbattimento, la malinconia o an-
che la follia; il brutto sogno o lincubo.
Daltra parte isteria e ipocondria, nel cor-
so dellet classica, raggiungono lentamente
il campo delle malattie della mente. Mead
poteva ancora scrivere, a proposito dellipo-
condria: Morbus totius corporis est. E oc-
corre restituire il suo giusto valore al testo di
Willis sullisteria: Tra le malattie delle don-
ne, la passione isterica gode di una cos catti-
va reputazione che deve diventare, alla ma-
niera dei semidamnati, portatrice dei difetti
di numerose altre affezioni; se una malattia
di natura sconosciuta e di origine nascosta
si produce in una donna in modo tale che la
sua causa sfugge e che lindicazione terapeu-
tica rimane incerta, subito accusiamo la cat-
tiva influenza dellutero, che nella maggior
parte dei casi non responsabile, e a propo-
sito di un sintomo non abituale noi dichia-
riamo che vi si nasconde qualcosa di isterico
e assumiamo proprio tale sintomo, che sta-
to cos spesso il sotterfugio di tanta ignoran-
za, come oggetto delle no-
stre cure e dei nostri rime-
di. Quanto sto per dire
non dispiaccia ai com-
mentatori tradizionali di
questo testo, inevitabil-
mente citato in ogni inda-
gine sullisteria: esso non
significa che Willis abbia
messo in dubbio unassen-
za di fondamento organi-
co nei sintomi della pas-
sione isterica. Esso affer-
ma soltanto, e in maniera
esplicita, che la nozione
di isteria raccoglie tutti i
fantasmi: non i fantasmi
di colui che o si crede
malato, ma quelli del me-
dico ignorante che finge
di sapere.
Anche il fatto che liste-
ria sia classificata da Wil-
lis tra le malattie della te-
sta non sta a indicare che
egli ne faccia un disturbo
della mente, ma solo che
egli ne attribuisce lorigi-
ne ed lorigine e il pri-
mo tragitto degli spiriti
animali a unalterazio-
ne di ordine naturale.
***
Eppure, alla fine del XVI-
II secolo ipocondria e iste-
ria figureranno, quasi sen-
za problema, tra gli stem-
mi della malattia mentale.
Nel 1755 Alberti pubblica
a Halle la sua dissertazione De morbis imma-
ginariis hypochondriacorum; e Lieutaud,
pur definendo lipocondria come spasmo, ri-
conosce che la mente affetta quanto il cor-
po, e forse di pi; da qui ne deriva che la pa-
rola ipocondriaco divenuta quasi un termi-
ne offensivo di cui i medici che vogliono pia-
cere evitano di servirsi.
Quanto allisteria, Raulin non le assegna
una maggior realt organica, almeno nella
sua definizione iniziale, inscrivendola di pri-
mo acchito in una patologia dellimmagina-
zione: divenuta talvolta epidemica e con-
tagiosa questa malattia nella quale le donne
inventano, esagerano e ripetono tutte le dif-
ferenti assurdit di cui talvolta capace
unimmaginazione sregolata. Nellet classi-
ca vi sono dunque due linee essenziali di
evoluzione per listeria e per lipocondria.
Una linea le avvicina fino alla formazione di
un concetto comune, che sar quello di ma-
lattia dei nervi; laltra sposta il loro signifi-
cato e il loro supporto patologico tradiziona-
le sufficientemente indicato dal nome
e tende a integrarle poco a poco al campo
delle malattie della mente, a fianco alla ma-
nia e alla malinconia. Ma questa integrazio-
ne non si realizzata, come per la mania e la
malinconia, al livello di qualit primitive,
percepite e sognate nei loro valori immagi-
nari. Siamo di fronte a un tipo di integrazio-
ne completamente diverso.
RIPRODUZIONE RISERVATA
LAssociazione dei librai italiani marca a uomo Amazon,
il colosso delle vendite online di libri (e non solo) fino a
due giorni fa ricco di prezzi stracciati. Poche ore dopo
lentrata in vigore ieri della legge Levi, che fissa i tetti
degli sconti (non oltre il 15% per chi vende, il 25% per
le promozioni degli editori), il presidente dellAli Paolo
Pisanti (nella foto) ha intimato ad Amazon di togliere le
offerte non in linea con la normativa. Poi c stato il
chiarimento con Amazon, che ha rimosso gli ultimi testi,
per lo pi scolastici, non allineati. Il negozio di vendite
online (visitatissimo per gli ultimi sconti liberi) ha
rilanciato proponendo il servizio Marketplace anche ai
librai, per vendere online i loro libri usati, rari o fuori
catalogo. Titoli non regolamentati dalla legge, come
quelli vecchi di 20 mesi e invenduti da 6. Leditore
Leonardo Facco, sul fronte liberista, ieri ha proposto uno
sconto del 60% fuorilegge. E i lettori? Ieri, sul sito dei
Mulini a vento (editori piccoli e medi favorevoli alla
legge) Gaspare Bona, di Instar Libri, provava a spiegare
la bont della nuova norma Al lettore
(comprensibilmente) arrabbiato. Invano: sono fioccate
critiche alla legge e ai suoi intenti. Perplesse anche le
biblioteche, che lamentano una penalizzazione
nellacquisto.
I librai italiani vigilano
sugli sconti fuori norma
E Amazon si corregge
Cos la storia della medicina
trasform due patologie
in malattie sorelle della follia
LA LEGGE SUI PREZZI DA IERI IN VIGORE
Unoccasione unica per ammirare il celebre autoritratto di
Leonardo Da Vinci, esposto per la prima volta al di fuori
del caveau della Biblioteca Reale di Torino, dove
conservato con altri disegni e il Codice di volo. Ieri
stata confermata la presenza dellopera alla Reggia di
Venaria per la mostra Leonardo. Il genio. Il mito,
dedicata allUnit dItalia, che si aprir il 18 novembre.
Cultura
Da tesi di dottorato a manifesto anti-internamento
Torino, Leonardo lascia il caveau
Parabola clinica
Foucault: isteria e ipocondria
termometri della mente
Genealogia Le diverse edizioni e significati del libro
di MICHEL FOUCAULT
Albert Camus
fu sempre
contro la pena
di morte:
lo dimostra
la studiosa
ve Morisi
in un volume
in uscita tra
qualche giorno
in Francia da
Gallimard. Dalle
carte inedite
risulta che
Camus contest
la pena capitale
durante
la guerra
di Spagna,
il conflitto
mondiale e
linstaurazione
del comunismo
nellEst.
Camus contro
la pena
di morte
Prima disturbi dei nervi
causati da simpatie
e antipatie tra gli organi
che provocano sensazioni
di freddo o di calore,
sincopi e convulsioni;
poi sofferenze dellanima
causate dal rapporto
tra lio e la societ
Inediti Esce da Rizzoli in edizione completa, dopo mezzo secolo, la Storia della follia del pensatore francese. Ne anticipiamo un brano
H
I
E
R
O
N
Y
M
U
S
B
O
S
C
H
,

L
E
S
T
R
A
Z
I
O
N
E
D
E
L
L
A
P
I
E
T
R
A
D
E
L
L
A
F
O
L
L
I
A

,
M
U
S
E
O
D
E
L
P
R
A
D
O
(
P
A
R
T
I
C
O
L
A
R
E
)
L
a Storia della follia nellet classica
stata la tesi di dottorato che
Michel Foucault scrisse mentre si
trovava in Svezia. Venne pubblicata nel
1961 da Plon a Parigi con il titolo Folie
et draison e due anni dopo in Italia,
da Rizzoli, con traduzione di Franco
Ferrucci, Emilio Renzi e Vittore
Vezzoli. E uno studio sullidea di follia
nella cultura europea dallet classica
(ovvero dal XV e XVI secolo)
allavvento della psicologia freudiana.
Nel testo, Foucault (che era figlio di un
medico) intende mostrare sia il
passaggio da una concezione organica
e per similitudine delle malattie
nervose a una mentale e
comportamentale, sia le diverse forme
di internamento con le quali i
cosiddetti malati di mente e con
essi varie altre categorie di individui
come eretici e criminali sono stati
marginalizzati. A cinquantanni
dalluscita a Parigi della prima
pubblicazione, Rizzoli ripubblica
lopera in libreria da mercoled
prossimo in unedizione ampliata e
completa a cura di Mario Galzigna (pp.
818, e 12,90) nella quale viene
riproposta la Prefazione del 61 (che
poi Foucault decise di eliminare),
vengono integrate alcune parti omesse
nelledizione del 1963 e tra queste
anche Hystrie et Hypochondrie,
capitolo del quale presentiamo qui
sopra uno stralcio. La parte presentata
inquadra la materia quando le due
patologie sono ancora trattate
separatamente come malattie dei nervi
di origine organica. Nella parte finale
del capitolo, Foucault mostrer il loro
divenire malattie sorelle allinterno
del sistema psichiatrico. Nonch il loro
passare da errore del corpo a colpa
sociale tale da richiedere (specie con
Samuel Tuke e Philippe Pinel) una
punizione corporale. Il libro
comprende anche due altri saggi: La
follia, lassenza di opera e Il mio corpo,
questo foglio, questo fuoco. (p. pan.)
RIPRODUZIONE RISERVATA
Michel Foucault (Poitiers, 1926 Parigi, 1984)
stato uno storico della cultura e filosofo
francese. Insegn al Collge de France.
Ha lasciato studi di epistemologia, sullo sviluppo
delle istituzioni totali e sui sistemi di potere.
Fu anche collaboratore del Corriere della Sera
53
Corriere della Sera Venerd 2 Settembre 2011 italia: 515249535254
Codice cliente:
54
Venerd 2 Settembre 2011 Corriere della Sera italia: 515249535254
Codice cliente:
I
l razzismo pu insinuarsi nei legami indis-
solubili, i pi intimi, lasciando esistenze
irrisolte e famiglie senza compimento. il
manifesto di un romanzo uscito in questi
giorni in Italia: Caucasia di Danzy Senna (Dalai
editore), storia pronta ad abbattere i confini
della segregazione razziale attraverso una vi-
cenda americana sullintimit dei rapporti.
Cos un romanzo concepito dal cuore del-
lAmerica diventa immediatamente universale
e lo fa attraverso una domanda per tutti: quan-
to incide il colore della pelle sui nostri senti-
menti? Caucasia (traduzione di Chiara Vattero-
ni) la vicenda di una famiglia mista in una
Boston che ribolle per i fermenti politici di me-
t anni 70, c una moglie bianca di origini bor-
ghesi e un marito nero intellettuale, entrambi
attivisti per i diritti delle minoranze, e ci sono
due figlie (Cole, riccissima e nera come il pa-
dre) e Birdie, la pi piccola. Birdie ha i capelli
lisci e le fattezze caucasiche della madre e
cresce in questo tessuto familiare sconvolto da
unossessione viscerale per luguaglianza del
prossimo. biracial, pelle bianca e sangue per
met nero, tratto che la costringer a confron-
tarsi con lamatissima sorella, nera naturale
e libera (solo in parte) di non lottare tra le due
stirpi che la vivono.
Il libro nasce dalle radici di Danzy Senna, au-
trice classe 1970 che con questo romanzo si ri-
vel nel panorama letterario statunitense alla
fine degli anni Novanta. La Senna moglie di
Percival Everett, altro scrittore che fa dellhu-
mus afroamericano il moto letterario che lo
contraddistingue, ed figlia di un nero della
working class e di una bianca intellettuale. La
percezione di Birdie, voce protagonista, viene
proprio dalla sua infanzia a due facce: la prima
partorita dalla bianca e dal nero, la seconda da
un amore che tenta di tenere insieme i due co-
lori in una sfumatura incompiuta. Finch la fa-
miglia si spacca. Nel libro, ladorata sorella Co-
le verr portata via dal padre in Brasile, con-
temporaneamente Birdie si metter in fuga
con la madre dai fantasmi di una societ in tra-
sformazione. Le due parti si perderanno per an-
ni.
Comincia qui la via del disfacimento delle
origini e della ricostruzione che passa ancora
una volta dalle invisibili trame dei legami:
Nel periodo che trascorremmo fuggendo c
qualcosa di irreale. Di sommesso. Di irrealizza-
to (...). Le persone che incontravamo sembrava-
no, come noi, in uno stato di perenne reinven-
zione. Eravamo tutti invenzioni fittizie delle no-
stre personalit precedenti, il che, in un certo
senso, neutralizzava le menzogne, rendeva tut-
to un gioco dellimmaginazione. Il cambio di
sguardo di Birdie si fa carico di un razzismo
contemporaneo: nascondere dietro un princi-
pio di tolleranza la formazione di un nuovo
confino razziale, pi invisibile e subdolo. In
quegli anni mi sentii incompleta: una grigia
macchia indistinta, una mezza ragazza, una
mezzo-sangue, una bandiera a mezzasta, qual-
cosa di mezzo crudo, non del tutto pronto a
essere mangiato. E, in questo stato di incom-
pletezza, cera una sorta di consolazione, la sen-
sazione che finch avessimo continuato a muo-
verci, avremmo potuto tornare l dove cera
quello che ci eravamo lasciate alle spalle.
La lontananza e un colore della pelle muta-
no davvero i legami pi forti? Caucasia an-
che questa domanda che ritorna soprattutto
nella seconda parte del romanzo, vera e pro-
pria resa dei conti riguardo le contraddizioni
della nostra societ. Il ricongiungimento di Bir-
die con il passato pu riconciliare solo in par-
te: in questo caso facile il confronto con un
altro romanzo magnifico sulla estenuante ricer-
ca delle radici, Ogni cosa illuminata di Jona-
than Safran Foer. Nel caso di Foer in gioco
cera la storia di un popolo, in Danzy Senna c
in ballo un equilibrio di una ragazzina di quat-
tordici anni che porta su di s il terrore di una
societ intera, incarnato da un padre che ha fat-
to della sua lotta al razzismo la ragione unica.
C una scena nel libro in cui Birdie con il
padre e un agente di polizia li ferma perch
non crede che i due siano parenti, sospettando
un rapporto poco chiaro: il nero paterno stride
con il candore figliale, il dubbio sulla presunta
parentela non affiorer minimamente, sar an-
cora una volta la piccola mezzo-sangue a dover
sciogliere la situazione e gli intricati nodi di
una societ sospettosa. I passi verso lintegra-
zione attraverseranno ancora la negritudine pa-
terna quando, verso la fine del romanzo, il pa-
dre spiega a Birdie di come i mulatti americani
siano paragonabili ai canarini che venivano
portati nelle miniere per indicare il grado di
tossicit dellaria: Mio padre disse che, allo
stesso modo, i mulatti erano lindicatore stori-
co della tossicit delle relazioni razziali in Ame-
rica. Il destino del mulatto nella storia e nella
letteratura, disse, manifesta i sintomi che alla
fine andranno a infettare il resto della nazio-
ne. Il pensiero di risposta di Birdie, cruciale,
smonta qualsiasi teoria di canarini e neri
dAmerica, Mio padre era pazzo e geniale (...),
era lo stesso padre che mi aveva generata, che
mi aveva iniziata ma mai finita.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Haring, restauro a Pisa
di EMANUELE SEVERINO
Morto lingegnere Sale
Con lui svelato Enigma
Identificato
il tempio
di Traiano
e Plotina
C
omunque la si
giudichi, listi-
tuzione delleu-
ro senza un governo
europeo stata uno
scacco della politica.
Unanaloga emargina-
zione della politica
costituita da episodi quali il recente ver-
ticismo Merkel-Sarkozy, che molto pro-
babilmente ha intenti elettorali, ma si-
curamente propone un governo econo-
mico e non politico dellEuropa.
Ma altro lagire economico (im-
prenditoriale, finanziario) del mondo
capitalistico, ossia lagire che un com-
posto di razionalit e rischio, altro (o
dovrebbe essere) un governo economi-
co, che deve procedere eliminando il
pi possibile il rischio e le ideologie,
quella politica inclusa, in favore della
razionalit e propriamente, oggi, della
forma di razionalit che compete alla
scienza economica. La quale appartie-
ne alla pi ampia dimensione delle tec-
noscienze, che stanno progressivamen-
te dominando il Pianeta. Certo, la politi-
ca, come il capitalismo e le altre grandi
forze della civilt dellOccidente e del-
lOriente, puntano i piedi per non farsi
travolgere. Ma anche lagire politico,
poich non scienza, ha una forte com-
ponente di rischio, che per il politico
deve nascondere per non allontanare
da s gli elettori.
La scienza economica non (o non
dovrebbe essere) lagire capitalistico
cos come la fisica non gli atomi e la
zoologia non gli animali. Ma anche:
lagire capitalistico non un agire tec-
no-scientifico. Se ne serve (come cre-
dono di servirsene le economie pianifi-
cate); e proprio per questo non coinci-
de con esso. Il rischio appartiene alles-
senza del capitalismo e appunto per
questo anche il capitalismo una
ideologia. Come la politica. Si ri-
schia quando, a differenza che nellagi-
re tecno-scientifico, non si sanno pre-
vedere le conseguenze non volute di
quanto si fa, che tuttavia vien fatto per-
ch si ha fede che i vantaggi che si pos-
sono ottenere facendolo siano consi-
stentemente superiori agli svantaggi
dovuti al non farlo.
La tecno-scienza destinata al do-
minio nel senso che esso , insieme, il
progressivo prevalere dellagire tec-
no-scientifico, che dunque va progres-
sivamente soppiantando lagire capita-
listico e politico. Si s capaci di con-
statare che la gente oggi non pu muo-
vere un passo prescindendo dai pro-
dotti della tecno-scienza, ma quasi
mai si avverte lo scollamento tra agire
capitalistico e agire tecno-scientifico.
E invece altro produrre una centrale
nucleare avendo come scopo lincre-
mento del profitto privato del produt-
tore (al quale egli mira rischiando
e, anche in questo caso, mettendo a ri-
schio la vita altrui), altro produrre
centrali nucleari in base ai criteri della
tecno-scienza, che mirano ad assicura-
re il pi possibile la loro efficienza e a
eliminare il rischio.
Il capitalismo va verso il tramonto
non per le contraddizioni che il marxi-
smo ha creduto di trovarvi, ma perch
leconomia tecnologica va emarginan-
do leconomia capitalistica (come in
qualche modo ha gi emarginato leco-
nomia pianificata dellUnione Sovieti-
ca). Invece, proponendo un governo
economico, Germania e Francia contri-
buiscono s allemarginazione della po-
litica, dando per per scontato che
lunica economia possibile sia quella ca-
pitalistica. E, daltra parte, danno s lim-
pressione di voler consolidare la loro
leadership economico-politica in Euro-
pa, e lo credono esse stesse, ma in effet-
ti propongono un passo importante ver-
so quella gestione tecno-scientifica dei
problemi sociali che destinata a sosti-
tuire la loro gestione economico-politi-
ca e a presentarsi come lautentico go-
verno tecnico.
Considerato per quel che tende ad
essere e non per come si fa percepire,
il governo tecnico europeo non quin-
di il cosiddetto governo tecnico di
cui si parla in Italia per deprecarlo o
auspicarlo. Questo secondo governo
tecnico tenuto in vita dai partiti,
cio la politica gli assegna i tempi, i li-
miti, gli scopi. In esso la tecnica un
mezzo della politica. Nellautentico go-
verno tecnico, invece, quando esso sa-
r uscito dallambiguit estrema da cui
oggi sono ancora avvolte le sue antici-
pazioni, la politica un mezzo della
tecnica ed tenuta in vita nella misura
in cui essa gli serve. Lo diciamo, anche
se ben difficile che lautentico gover-
no tecnico prenda piede come svilup-
po nel modo in cui stato proposto
dal vertice Sarkozy-Merkel. Si ancora
molto lontani dal comprendere il sot-
tosuolo della relazione tra politica, eco-
nomia, tecnica. Ed quindi naturale
che Mario Monti, rilevando che lItalia
si fatta imporre le misure anticrisi da
un comitato tecnico europeo, lo abbia
considerato come un semplice gover-
no tecnico controllato dalla politica
franco-tedesca.
Per lo pi, vengono ancora ignorati i
motivi che conducono verso il dominio
della razionalit scientifico-tecnologica
e al declino del capitalismo e della poli-
tica. (Ma tali motivi ci sono; e anche in
questa sede ho tentato pi volte di ri-
chiamarli). Si auspica da pi parti il ri-
torno della politica che mira ai valori ri-
tenuti essenziali e che capace di libe-
rarsi dalla tutela economica. Questa te-
si stata recentemente ribadita da un
interessante editoriale di Ernesto Galli
della Loggia (Il vero disavanzo delle
democrazie, sul Corriere del 17/8).
Per salvare la democrazia egli auspica
una politica che proceda con verit.
Ma la gran questione sapere come rea-
lizzare gli auspici; e, soprattutto, che co-
sa significhi verit. Un discorso co-
me quello di Galli della Loggia contro
leconomicismo si affianca in qual-
che modo alle tesi contro il mercati-
smo sostenute da Giulio Tremonti in
un libro di cui ho parlato a suo tempo
su queste colonne. Entrambi, come
molti altri, si trovano sostanzialmente
daccordo con la posizione della Chiesa
cattolica.
Lauspicio un appello alla volont.
Ma siamo sicuri che non esista altra
forza che la volont? O invece la volon-
t non pu non tener conto delle ten-
denze oggettive della storia, senza di
che essa si riduce a semplice velleit?
E se queste tendenze non sono esplora-
te, come possibile organizzare e dare
un contenuto alla volont? Le tenden-
ze esplorate da Galli della Loggia ri-
guardano soprattutto lItalia contem-
poranea: avendo cessato di esser ve-
ra, la politica si ridotta a elargizione
di benefici per mantenere e accrescere
il proprio elettorato. Di qui il prevalere
dellindebitamento statale e la dipen-
denza della politica dalleconomia. Il ri-
medio: lauspicio che la vera politica
venga riscoperta.
Ma accaduto e sta accadendo ben
di pi e qualcosa di ben pi profondo.
Qui possibile solo un cenno. Secoli di
pensiero filosofico innanzitutto, ma
poi il sapere scientifico e a suo modo
anche lesperienza artistica hanno mes-
so in discussione e infine negato la ve-
rit. Sotto questa spinta si diffusa
nel mondo la negazione della verit
che la filosofia stessa aveva inteso, lun-
go la tradizione dellOccidente, come di-
mensione immutabile che sta ferma,
guida il divenire del mondo, rende sta-
bili e veri i valori della politica. Il
tramonto della verit il tramonto
della vera politica. Un turbine tragi-
co. Avvolge il mondo. Ma chi ne cono-
sce la potenza? E chi sa spegnerlo, quin-
di? Portando al tramonto la verit, la
filosofia del nostro tempo libera la tec-
nica da ogni limite assoluto e la autoriz-
za a rovesciare il proprio rapporto con
la politica, leconomia e le altre forze
che intendono servirsi di essa: la auto-
rizza ad abbandonare il suo ruolo di
mezzo e a porsi essa come la forza che
si serve degli antichi padroni. Lautenti-
ca grande politica del nostro tempo
il riconoscimento di questo destino.
RIPRODUZIONE RISERVATA
La crescita di una bambina divisa tra il sangue materno (bianco) e paterno (nero)
di MARCO MISSIROLI
di ANDREA CARANDINI
Una bambina afroamericana
ritratta mentre va a scuola
in un sobborgo di Houston (fotografia
di Dave Ensel/Getty Immages/Afp)
Londra
Archeologia Roma
Via al restauro di Tuttomondo, il
murale (unico in Europa) realizzato
nel 1989 da Keith Haring a Pisa.
Dopo il s di sovrintendenza e saggi,
diretti da Salvatore Settis, ieri sono
state ultimate le impalcature (foto
Manuela Nigiotti). A giorni inizier
il recupero dei colori. (M. Ga.)
RIPRODUZIONE RISERVATA
Danzy Senna nata
a Boston nel 1970.
Caucasia (traduzione di
Chiara Vatteroni, pp. 411,
e 20) pubblicato da Dalai
Le ambizioni dei leader europei e il declino del capitalismo
La vittoria delle tecnologie
e la sfida a perdere
tra economia e politica
Affetti confusi dal colore della pelle
Ingegnere, ex ufficiale dellaeronautica
britannica ed ex cacciatore di spie,
linglese Tony Sale morto a Londra
allet di 80 anni. Anthony Edgar Sale
realizz la macchina Colossus, utilizzata
per decifrare il codice Enigma, con cui
Hitler e i suoi generali comunicavano
segretamente. Una scoperta chiave per la
vittoria degli Alleati nella Seconda guerra
mondiale. Sale fu anche il creatore nel
1950 del primo robot umanoide in
Inghilterra, chiamato George.
Nuove indagini archeologi-
che hanno consentito,
stato annunciato ieri, di lo-
calizzare il Tempio di Tra-
iano e Plotina a Roma,
ledificio voluto da Adria-
no per celebrare i genito-
ri. Qui sotto lintervento
dellarcheologo Andrea Ca-
randini.
L
e architetture di Roma
antica pi difficili da
ricostruire sono quelle
del Foro di Traiano, con la
basilica, le biblioteche ai lati
della colonna e lingresso al
Foro. A essi da anni stanno
lavorando gli archeologi della
Soprintendenza comunale.
Ancora pi arduo capire se,
davanti a questo ingresso,
sorgevano isolati di abitazioni
o una piazza con al centro il
tempio dei divi Traiano e
Plotina, eretti da Adriano.
Lorigine dellidentificazione
avventa quando sono stato
invitato a visitare i
sotterranei di Palazzo
Valentini. L ho visto le
possenti volte di cui era noto
un rilievo, che abbiamo
constatato essere esatto.
Queste strutture, in asse con
il Foro, sono parse a me e
allallievo Fabio Cavallero
appartenere al podio di un
tempio simile a quello di
Antonino e Faustina, ben
conservato e costruito
anchesso su volte. La grande
colonna in granito che giace
ai piedi della colonna Traiana
va attribuita al fronte del
tempio del divo Traiano, che
guardava quindi lingresso al
Foro, fortunatamente
rappresentato su una moneta.
Larchitetto era il grande
Apollodoro di Damasco. Il
tempio era accolto in una
piazza cinta da alto muro
ornato probabilmente da un
colonnato come nella
biblioteca di Adriano ad
Atene e curva sul fondo,
come indica la strada
retrostante trovata in vecchi
scavi. Su questa strada
davano tre aule a gradini,
probabilmente del vicino
pluriabsidato Athenaeum.
Dobbiamo questi dati a uno
scavo della Soprintendenza di
Stato, che ha dato
straordinari risultati per la
Roma imperiale e medievale,
che non potranno essere
mostrati mancando a Roma
un museo della citt.
Contribuiscono a confermare
la nostra ipotesi anche i
carotaggi praticati per la
Metropolitana. La nostra
proposta di ricostruzione del
Foro di Traiano, che stiamo
elaborando per un Atlante di
Roma Antica, viene anticipata
sul numero in edicola di
Archeologia viva perch il
pubblico ha diritto di
conoscerla. Il lavoro raffinato
di sutura di informazioni
sparse non sarebbe stato
possibile senza un sistema
informativo e la grafica CAD,
strumento di cui maestro
Paolo Carafa, che occupa la
cattedra da me lasciata alla
Sapienza. Rendere il tutto
visitabile? Un sogno.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Integrazione Arriva in Italia da Dalai Caucasia, il romanzo con cui Danzy Senna si afferm negli Stati Uniti
55 Cultura
Corriere della Sera Venerd 2 Settembre 2011 italia: 515249535254
Codice cliente:
SEGUE DALLA PRIMA
Questo avviene in una situazione di
confusione sul governo delleconomia
europea che esacerba la fragilit
finanziaria e accentua la possibilit di
attacchi speculativi verso i Paesi piu
indebitati.
Sfortuna? Siamo costretti a manovre di
emergenza per sopravvivere nel breve
periodo in una situazione che il
risultato di una crisi finanziaria globale
piu che nostra responsabilit?
La risposta no per due ragioni.
Primo, il rapporto debito pubblico-Pil in
Italia in crescita continua dallinizio
degli anni Sessanta, ha avuto una
flessione negli anni Novanta come
effetto delle politiche di rigore richieste
per entrare nella moneta unica e, dopo
una breve stabilizzazione, ha
ricominciato a crescere in parte come
effetto della recessione del 2008. Anche
scontando la recessione, i livelli medi
sono tra i pi alti del mondo. Questo il
risultato di un dato modello di crescita e
redistribuzione del reddito, non la
casualit della crisi. Senza una
riflessione su questo modello e quello
che ha rappresentato per laggregazione
del consenso in Italia e senza azioni
radicali di riforma che la seguano,
rimaniamo a rischio e ostaggio del
bastone e la carota che ci infliggono le
istituzioni internazionali.
Secondo, lItalia negli ultimi dieci anni
cresciuta di un punto percentuale in
meno del resto dellarea delleuro in
termini di Pil pro capite. Se non si
riuscisse a uscire da questo regime di
bassa crescita, la stabilizzazione del
rapporto debito-Pil peser
necessariamente di pi
sullaggiustamento di bilancio. Il rischio
che si avvii un meccanismo vizioso nel
quale aggiustamenti di bilancio hanno
effetti negativi sullo sviluppo e la bassa
crescita rende necessari ulteriori
aggiustamenti. Non facciamoci illusioni.
In nessuno scenario possibile, lItalia
potr crescere come nel dopoguerra
(quasi il 6% in termini pro capite dal
1945 al 1975) e questo perch quello
sviluppo era stato possibile per via della
ricostruzione e del gap relativo al livello
di reddito che ci separava dai Paesi
europei pi ricchi. Gap ora colmato.
Possiamo per crescere come Francia,
Germania e Stati Uniti che dal 1970 a
prima della crisi sono cresciuti del 2%.
Dobbiamo cio recuperare un punto.
Recuperare questo punto e abbassare il
rapporto debito-Pil in modo drastico
significa puntare sulla parte
delleconomia italiana che ha una
maggiore potenzialit di crescita. I Paesi
pi poveri crescono di pi di quelli
maturi perch adottano tecnologie dei
Paesi avanzati e colmano, crescendo a
ritmi elevati, il gap di produttivit che da
questi li separa. Lo stesso meccanismo
possibile allinterno di un Paese quando
ci sono forti divergenze geografiche di
reddito. Secondo questo ragionamento
elementare, in Italia la maggiore
potenzialit di crescita la ha il Sud.
Siamo di fronte ad un paradosso: il Sud
ha le maggiori potenzialit di crescita,
ma unazione pubblica largamente
assistenziale ne perpetua un modello di
stagnazione invece di stimolare una
crescita che potenzialmente potrebbe
essere molto pi alta di quella del pi
ricco Nord.
Gli studi economici mostrano che la
relazione tra gap di reddito e crescita
non meccanica e che ci sono parti del
mondo che non hanno beneficiato della
convergenza perch intrappolate da
politiche pubbliche sbagliate, dalla
corruzione e da conflitti tra pezzi diversi
della societ. Inoltre, come leconomista
Dani Rodrick ci ha recentemente
ricordato al simposio di Jackson Hole,
lanalisi dellesperienza economica non
fornisce ricette chiare: quello che
funziona in Cina non funziona
necessariamente in Sicilia.
Dobbiamo quindi trovare la nostra
ricetta. La discussione su debito
pubblico e crescita dovrebbe partire da
una analisi di quale sia la riforma
dellintervento pubblico che faccia
ripartire il Sud.
Non mi sembra si stia discutendo di
questo. E per il prossimo scossone alla
discussione sul sistema Italia dobbiamo
solo sperare che la Bce smetta di
aiutarci comprando i nostri titoli
pubblici. A quel punto la paura farebbe
novanta.
docente alla London Business School
RIPRODUZIONE RISERVATA
Dobbiamo trovare la nostra ricetta
per un paradosso che tutto italiano
SEGUE DALLA PRIMA
Lo confermano latteggia-
mento del Consiglio di transi-
zione che fin dallinizio ha scel-
to Sarkozy come interlocutore
privilegiato, gli elogi ricevuti
dagli Stati Uniti, il fatto che la
road map della ricostruzio-
ne del Paese cominci a essere
disegnata proprio a Parigi.
Lo proverebbero anche indi-
screzioni di stampa a proposi-
to di accordi commerciali e pe-
troliferi segretamente siglati a
guerra in corso dalla nuova lea-
dership libica, appunto in cam-
bio del sostegno francese alla
rivoluzione. Indiscrezioni (ov-
viamente smentite) che posso-
no soltanto accentuare lirrita-
zione dellItalia, costretta a
una poltrona di seconda fila, e
forse suscitare il rimpianto
per non aver saputo cogliere al
volo il senso degli avvenimen-
ti. Una capriola politica rischio-
sa, ma perfettamente riuscita
a Sarkozy, che ha oscurato in
fretta le amicizie con i dittato-
ri tunisino e egiziano e i rap-
porti stretti con lo stesso Ghed-
dafi.
Al di l delle ambizioni fran-
cesi, gli amici della Libia so-
no davvero numerosi, diversi e
consapevoli che la costruzione
della pace impone un impegno
collettivo, rapido e al tempo
stesso lungimirante. il risulta-
to politico della conferenza che
dovrebbe escludere tentazioni
neocoloniali, per non correre il
rischio di disperdere il patrimo-
nio di simpatie dei popoli del
Maghreb verso lEuropa e lOcci-
dente liberatori o peggio di
rivedere scenari iracheni o af-
ghani. Non in gioco solo il fu-
turo della Libia, ma di tutti i Pa-
esi coinvolti nella Primavera
araba, il cui successo dipende-
r proprio da una visione co-
struttiva e cooperante fra le
due sponde del Mediterraneo.
Organizzando tempestiva-
mente la conferenza, la Francia
e il suo presidente hanno sfode-
rato orgoglio e prestigio, per
sottolineare quanto sia ancora
influente la diplomazia transal-
pina. Ma la qualit e lampiezza
delle delegazioni rappresenta-
te offrono da subito un soste-
gno internazionale al futuro
della Libia, a cominciare dallo
sblocco dei fondi del Rais con-
gelati.
Accanto a Sarkozy, Cameron
e alla Clinton, cerano, fra gli al-
tri, i rappresentanti del Qatar,
della Russia, della Cina, della
Lega araba, dellUnione africa-
na oltre a Paesi che non hanno
riconosciuto il Cnt e persino
dellAlgeria, Paese criticato per
avere dato ospitalit alla fami-
glia di Gheddafi, ma attore im-
portante per la pacificazione
dellarea. Cera anche Angela
Merkel, forse pentita della posi-
zione neutrale che le costata
critiche in patria, ma rientrata
nella partita del futuro. Con lO-
nu e la Nato, una gran parte del
mondo era dunque al capezza-
le della nuova Libia. In uno spi-
rito di cooperazione che non
ancora una nuova dottrina, ma
che manda in soffitta alme-
no oggi lo spettro dello scon-
tro di civilt e limpunit delle
dittature. Senza il sostegno di
alcuni Paesi arabi, ha ricordato
Sarkozy, la missione sarebbe
stata pi lunga e complicata.
I rappresentanti libici e le de-
legazioni sono stati accolti nel-
la stessa corte monumentale
dove venne piantata, nel 2007,
la tenda di Gheddafi, allora rice-
vuto a Parigi con tutti gli onori.
Simbolicamente, il suggello al-
la rivoluzione. Per la storia, un
souvenir di rapporti di cui nes-
suno pu andare fiero. Nemme-
no il padrone di casa.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Corriere della Sera SMS
ORGOGLIO E AMBIZIONI DELLELISEO
Idee&opinioni
Servizio in abbonamento (3 euro a settimana). Per disattivarlo invia RCSMOBILE OFF al 4898984
Maggiori informazioni su www.corrieremobile.it
di LUCREZIA REICHLIN

Cina e India hanno scoperto che


ci si pu provocare anche al ma-
re, non solo in montagna. Perch limitarsi
allHimalaya quando c il Mar Cinese Meri-
dionale? I suoi arcipelaghi le Paracel, le
Spratly sono contesi, tutti o in parte, da
Cina, Vietnam, Filippine, Malaysia,
Taiwan e Brunei: giacimenti di gas e appe-
titi strategici inaspriscono cronicamente
gli animi. Gli Usa, poi, riven-
dicano libert di navigazio-
ne e il diritto di fare valere
il loro ruolo di potenza re-
gionale. Lo scenario, che de-
finire complicato ridutti-
vo, si arricchito di un nuo-
vo attore: lIndia, appunto.
Si saputo ora, infatti, che
l il 22 luglio un mezzo anfi-
bio dassalto di New Delhi,
la Ins Airavat, stato affron-
tato da ununit militare cinese.
La nave indiana era 45 miglia al largo
della costa vietnamita e si stava spostando
da Nha Trang verso Hai Phong. Per quanto
incruento, un testa a testa sino-indiano in
quei mari inedito. Rivela che la tensione
fra India e Cina, nonostante le visite di Sta-
to, ha trovato un ulteriore teatro dove
esprimersi, oltre il Kashmir (di cui Pechi-
no occupa una porzione) e i confini hima-
layani. E mostra quanto stia rapidamente
consolidandosi lintesa India-Vietnam,
quasi speculare allasse Cina-Pakistan.
Ostilit antiche, parallele e reciproche. In
entrambi i casi gli interessi economici e
strategici contano, e il flirt indo-vietnami-
ta riguarda sia gas vietnamita per i gruppi
energetici indiani sia nucleare civile india-
no e supporto militare ad Hanoi.
Che la Cina consideri sue
Spratly, Paracel e acque cir-
costanti una sovranit
non trattabile, men che me-
no in contesti multilaterali
rende la faccenda al mo-
mento irrisolvibile. E men-
tre Pechino inaugura la pri-
ma portaerei, la nave appog-
gio statunitense Usns Ri-
chard E. Byrd a fine agosto
ha attraccato nella base viet-
namita di Cam Ranh, lasciata nel 1973. Il
porto era stato poi ampliato dai sovietici,
circostanza che aggiunge forza simbolica
alla presenza americana nellarea e ai lega-
mi tra ex nemici. I giochi di guerra non so-
no la guerra, ma anche giocando capita di
farsi male.
Marco Del Corona
leviedellasia.corriere.it
RIPRODUZIONE RISERVATA
CHI OSTACOLA LA LOTTA AL CANCRO
I FARMACI SALVAVITA CHE COSTANO POCO
di MASSIMO NAVA

meglio un capo guru oggi o


un prodotto che funziona do-
mani? Il passo indietro di Steve Jobs dal-
la guida operativa della Apple ha ripropo-
sto un dilemma antico per le multinazio-
nali. Nella storia del Novecento non man-
cano esempi di altri passaggi di conse-
gne da un manager, che agli occhi di tut-
ti impersonava lazienda, a un altro pi o
meno sconosciuto. Quando Henry Ford
pass il timone al figlio Edsel nel 1919 le
difficolt dellazienda di famiglia si am-
plificarono. Un altro caso ricordato dal
Wall Street Journal in questi giorni
quello di Walt Disney: la sua scomparsa
nel 1966 sfoci in una crisi della stessa
Disney. Anche la Fiat, in definitiva, nono-
stante avesse gi subito delle crisi cicli-
che in passato, si trovata in difficolt in
concomitanza con la scomparsa della fi-
gura carismatica di Giovanni Agnelli. Ma
sulla Apple, per adesso, sembra aleggia-
re pi leffetto Bill Gates, per ironia
della sorte nemico e concorrente giurato
di Jobs. Quando nel 2000 Gates lasci la
poltrona da chief executive officer al ro-
dato Steve Ballmer amico personale e
suo braccio destro fin dalla fondazione
dellazienda rimase operativo a sin-
ghiozzo fino a fare un vero passo indie-
tro solo nel 2006 restando chairman,
proprio come ha deciso di fare Jobs an-
che se per tuttaltri motivi legati alla sua
salute. Ma anche dopo e forse ancora og-
gi per molti la Microsoft Bill Gates.
come se la luce di queste persone ri-
manesse a oscurare i manager che ne
prendono il posto, proteggendoli dal so-
spetto che possano non funzionare. I
bookmakers londinesi hanno gi rilancia-
to sulla Apple post Jobs pagando nove
volte il crollo del titolo. Ma la questione
: quando la Apple diventer lazienda
guidata da Tim Cook e non pi da Jobs?
Il ciclo di prodotto della casa di Cuperti-
no permette allazienda di stare tranquil-
la per almeno un paio di anni: vivr di
release delliPad e delliPhone e del sen-
so di attesa di qualche nuovo aggeggio
tecnologico che possa rivoluzionare le
nostre abitudini di consumo. Ma le
aziende, alla fine, sembrano comportar-
si come degli organismi viventi, con bi-
sogni e debolezze. E oltre che di prodotti
sembrano avere bisogno di guru.
Massimo Sideri
twitter@massimosideri
RIPRODUZIONE RISERVATA
Le news pi importanti in anteprima sul tuo cellulare. Invia un sms con la parola CORRIERE al 4898984
LA CRISI, NOI E GLI ALTRI
La grande corsa verso la nuova Libia
C
H
I
A
R
A
D
A
T
T
O
L
A
QUEI GIOCHI DI GUERRA TRA CINA E INDIA
UNA BATTAGLIA NAVALE PERICOLOSA

Gli oncologi americani denun-


ciano la carenza di farmaci fon-
damentali per la cura dei tumori. Farma-
ci poco costosi, ma fondamentali per
cocktail chemioterapici che a volte sono
lunica cura. In tempo di crisi economica
e di tagli alla sanit in tutto il mondo, sor-
prende che vengano meno medicinali va-
lidi e poco costosi. Ed paradossale che
nel momento storico in cui si avverte pi
vicina la vittoria sul temibile nemico, gi
oggi non pi definibile male incurabi-
le, siano i problemi economici a mette-
re i bastoni fra le ruote. Eppure a sentire
Michael Link, presidente della Societ
scientifica dei clinici oncologi americani
(Asco), quanto sta accadendo. Questa
carenza di farmaci ci sta uccidendo ha
detto Link al New York Times . Sono
salvavita e non concepibile che, sicco-
me costano un paio di dollari alla fiala,
non siano pi disponibili. Per esempio
manca la bleomicina, in grado di guarire
la maggior parte dei pazienti con linfo-
ma di Hodgkin. Altre carenze riguardano
molecole valide nelle leucemie acute, nei
linfomi, nei tumori del testicolo. O utili
per mammella, polmone e colon.
Le case farmaceutiche si difendono:
Manca la sostanza grezza per produrre
tali farmaci e i processi di manufacturing
sono molto complessi. Il vero proble-
ma, per, sembra la scarsa attrattivit
economica in confronto ai nuovi farmaci
biologici (o intelligenti). Produrre que-
sti ultimi garantisce vantaggi economici
notevolmente pi alti. Ma in alcuni casi
sono ancora sperimentali e sarebbe quin-
di etico garantire, in assenza di alternati-
ve valide se non migliori, le vecchie
molecole. Per altro lo stesso problema si
presenta per certi antibiotici e per certi
farmaci inerenti lanestesia.
Anche in Italia accade la stessa cosa.
Lo dice Umberto Tirelli, oncologo del-
lIstituto dei tumori di Aviano: Nel no-
stro istituto, ma mi risulta anche in molti
altri centri italiani ed europei, vi per
esempio un problema legato alla man-
canza del farmaco carmustina, importan-
te nel trattamento dei linfomi prima dei
trapianti di midollo. In questo abbiamo
otto pazienti senza farmaco e senza alter-
nativa accettabile.
Mario Pappagallo
RIPRODUZIONE RISERVATA
QUANTO SERVE UN CAPO GURU
DALLA FORD DI HENRY ALLA APPLE DI JOBS

... ne perpetua
un modello
di stagnazione invece
di stimolare uno sviluppo
che potrebbe essere alto
Il Sud ha la maggiore
potenzialit di crescita,
ma una azione
pubblica largamente
assistenziale...
56
Venerd 2 Settembre 2011 Corriere della Sera italia: 515249535254
Codice cliente:
I
n questi giorni di post-uragano, il New Jersey, oltre che dai
politici che confortano e fanno promesse alle vittime delle
inondazioni, attraversato febbrilmente da una signora
dai lunghi capelli biondi e dallatteggiamento molto deter-
minato che passa da un deposito di bisonti della strada
chiedendo di votarla a uomini tatuati, imponenti quasi quanto i
loro automezzi. Sandy Pope, cinquantaquattro anni, , infatti, la
prima donna della storia a candidarsi alla guida di un sindacato
americano che quasi diventato sinonimo di machismo: quel-
lo dei camionisti.
La sua una sfida doppiamente proibitiva: deve superare le
riserve mentali della categoria e deve battere un monumento
come Jim Hoffa, il leader che da 12 anni regna incontrastato sul
sindacato. Jim figlio di quel Jimmy Hoffa, immortalato da un
celebre film, che negli Anni 60 trasform i Teamsters in una
potenza economica e politica, il pi grande sindacato dAmerica.
Un personaggio controverso, condannato per corruzione, grazia-
to da Nixon dopo 58 mesi di prigione e sparito misteriosamente
nel 1975, probabilmente vittima di un regolamento di conti.
Durante la gestione del figlio Jim (e sotto il controllo attento
dellFbi), il sindacato ha eliminato le infiltrazioni mafiose, ma ha
anche cambiato pelle. Gli iscritti sono scesi da 2 milioni a un
milione e 300 mila, ma soprattut-
to il peso dei Teamsters nel
mondo dellautotrasporto si ri-
dotto al lumicino: la sua rappre-
sentanza dei camionisti dAmeri-
ca progressivamente scesa dal-
l80 allattuale 8 per cento. La
union di Hoffa pian piano diven-
tata un patchwork che, insieme ai
camionisti, organizza poligrafici,
tecnici delle ferrovie, operai delle
centrali del latte e 64 mila dipen-
denti di compagnie aeree.
proprio questo indebolimento del sindacato e del suo lea-
der che ha indotto la Pope a farsi avanti. Il vecchio notabile
Hoffa, ormai settantenne, dice di avere ancora in pugno lorga-
nizzazione. Magari ha ragione, ma stavolta non riuscir a farsi
rieleggere con un plebiscito: ha appena annunciato unera di ri-
scossa dopo anni vissuti sempre in ritirata, tra un taglio dei sala-
ri e un congelamento delle pensioni. Cos oggi i molti critici iro-
nizzano sulle favole che va raccontando: Ha tenuto la conven-
tion del sindacato a Las Vegas perch l pi facile sfuggire alla
realt.
Abbandonato anche dal suo ex numero due, Fred Gegare, pu-
re lui candidato alla guida dei Teamsters nel voto che si terr
in autunno, Hoffa parso alla Pope abbastanza debole da poter
essere sfidato. Lei ci sta mettendo tutta la grinta della donna che
ha cominciato a guidare camion nel Midwest 33 anni fa. E a chi
gli chiede se quella di sfidare Hoffa non sia unimpresa proibiti-
va risponde: Non pi che stare al volante con ghiaccio e neve
tra Cleveland e Buffalo facendo consegne nella notte in posti mai
visti prima e finendo coperta di grasso in bagni nei quali ci sono
docce solo per gli uomini.
massimo.gaggi@rcsnewyork.com
RIPRODUZIONE RISERVATA
S
R
46,4 No
R
53,6
PREZZI DI VENDITA ALL'ESTERO: Albania e 2,00; Argentina $ 7,10 (recargo envio al interior $ 0,70); Austria e 2,00; Belgio e 2,00; Brasile R$ 7,00; Canada CAD 3,50; CH Fr. 3,00;
CH Tic. Fr. 3,30 (con Style Magazine); Cipro e 2,00; Croazia Hrk 15; CZ Czk. 61; Danimarca Kr. 18; Egitto e 2,00; Finlandia e 2,50; Francia e 2,00; Germania e 2,00; Grecia e 2,00;
Irlanda e 2,00; Lux e 2,00; Malta e 2,10; Marocco e 2,20; Monaco P. e 2,00; Norvegia Kr. 22; Olanda e 2,00; Polonia Pln. 9,10; Portogallo/Isole e 2,00; Romania e 2,00; SK Slov. e
2,20; Slovenia e 2,00; Spagna/Isole e 2,00; Svezia Sek 25; Tunisia TD 3,50; Turchia e 2,00; UK Lg. 1,80; Ungheria Huf. 550; U.S.A. USD 3,50. ABBONAMENTI: Per informazioni sugli
abbonamenti nazionali e per l'estero tel. 0039-02-63.79.85.20 fax 02-62.82.81.41 (per gli Stati Uniti tel. 001-718-3610815 fax 001-718-3610815; per il Brasile Numero verde 0800-558503
solo per San Paolo e 00xx11-36410991 per tutte le altre localit). ARRETRATI: Tel. 02-99.04.99.70. SERVIZIO CLIENTI: 02-63797510 (prodotti collaterali e promozioni).
S.p.A.
CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
PRESIDENTE
Piergaetano Marchetti
CONSIGLIERI
Giovanni Bazoli, Luca Cordero di Montezemolo,
Diego Della Valle, Antonello Perricone,
Giampiero Pesenti e Marco Tronchetti Provera
DIRETTORE GENERALE SETTORE QUOTIDIANI ITALIA
Giulio Lattanzi
2011 RCS QUOTIDIANI S.P.A.
Sede legale: Via Angelo Rizzoli, 8 - Milano
Registrazione Tribunale di Milano n. 139 del 30 giugno 1948
Responsabile del trattamento dei dati (D. Lgs. 196/2003): Ferruccio de Bortoli
privacy.corsera@rcs.it - fax 02-6205 8011
COPYRIGHT RCS QUOTIDIANI S.P.A.
Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo quotidiano pu essere riprodotta
con mezzi grafici, meccanici, elettronici o digitali. Ogni violazione sar perseguita a nor-
ma di legge.
DIREZIONE, REDAZIONE E TIPOGRAFIA 20121 Milano - Via Solferino, 28 - Tel. 02-6339
DISTRIBUZIONE m-dis Distribuzione Media S.p.A.
Via Cazzaniga, 19 - 20132 Milano - Tel. 02-2582.1 - Fax 02-2582.5306
PUBBLICIT RCS Pubblicit
Via Rizzoli, 8 - 20132 Milano - Tel. 02-50956543 - www.rcspubblicita.it
EDIZIONI TELETRASMESSE: Tipografia RCS Quotidiani S.p.A. 20060 Pessano con Borna-
go - Via R. Luxemburg - Tel. 02-95.74.35.85 S RCS Produzioni S.p.A. 00169 Roma - Via
Ciamarra 351/353 - Tel. 06-68.82.8917 S SEPAD S.p.A. 35100 Padova - Corso Stati Uniti 23 -
Tel. 049-87.00.073 S Niber S.r.l. 40057 Cadriano di Granarolo dellEmilia (Bo) - Via Don G.
Minzoni 54 - Tel. 051-76.55.67 S Tipografia SEDIT Servizi Editoriali S.r.l. 70026 Modugno
(Ba) - Via delle Orchidee, 1 Z.I. - Tel. 080-58.57.439 S Societ Tipografica Siciliana S.p.A.
95030 Catania - Strada 5 n. 35 - Tel. 095-59.13.03 S Centro Stampa Unione Sarda S.p.A.
09034 Elmas (Ca) - Via Omodeo - Tel. 070-60.131 S BEA printing bvba - Maanstraat 13, 2800
Mechelen, Belgium S Sports Publications Production 70 Seaview Drive, Secaucus, NY
07094 S CTC Coslada - Avenida de Alemania, 12 - 28820 Coslada (Madrid) S La Nacin -
Bouchard 557 - 1106 Buenos Aires S Taiga Grfica e Editora Ltda - Av. Dr. Alberto Jackson
Byington N1808 - Osasco - So Paulo - Brasile S Miller Distributor Limited Miller House,
Airport Way, Tarxien Road Luqa LQA 1814 - Malta S Hellenic Distribution Agency (CY) Ltd
208 Ioanni Kranidioti Avenue, Latsia - 1300 Nicosia - Cyprus
PREZZI: * Non acquistabili separati, il gioved (nella regione Sardegna la domenica) Corriere della
Sera + Sette e 1,50 (Corriere e 1,20 + Sette e 0,30); il sabato Corriere della Sera + IoDonna e 1,50
(Corriere e 1,20 + IoDonna e 0,30) . A Como e prov., non acquistabili separati: m/m/v/d Corsera +
Cor. Como e 1,00 + e 0,20; gio. Corsera + Sette + Cor. Como e 1,00 + e 0,30 + e 0,20; sab. Corsera +
IoDonna + Cor. Como e 1,00 + e 0,30 + e0,20. In Campania, Puglia, Matera e prov., non acquistabi-
li separati: lun. Corsera + CorrierEconomia del CorMez. e 0,80 + e0,40; m/m/v/d Corsera + CorMez.
e 0,80 + e 0,40; gio. Corsera + Sette + CorMez. e 0,80 + e 0,30 + e 0,40; sab. Corsera + IoDonna +
CorMez. e 0,80 + e 0,30 + e 0,40. In Veneto, non acquistabili separati: m/m/v/d Corsera + CorVen.
e 0,80 + e 0,40; gio. Corsera + Sette + CorVen. e 0,80 + e 0,30 + e 0,40; sab. Corsera + IoDonna +
CorVen. e 0,80 + e 0,30 + e 0,40. In Trentino Alto Adige, non acquistabili separati: m/m/v/d
Corsera + CorTrent. o CorAltoAd. e 0,80 + e 0,40; gio. Corsera + Sette + CorTrent. o CorAltoAd. e
0,80 + e 0,30 + e 0,40; sab. Corsera + IoDonna + CorTrent. o CorAltoAd. e 0,80 + e 0,30 + e 0,40. A
Bologna e prov. non acquistabili separati: m/m/v/d Corsera + CorBo e 0,53 + e 0,67; gio. Corsera +
Sette + CorBo e 0,53 + e 0,30 + e 0,67; sab. Corsera + Io Donna + CorBo e 0,53 + e 0,30 + e 0,67. A
Firenze e prov. non acquistabili separati: l/m/m/v/d Corsera + CorFi e 0,53 + e 0,67; gio. Corsera +
Sette + CorFi e 0,53 + e 0,30 + e 0,67; sab. Corsera + Io Donna + CorFi e 0,53 + e 0,30 + e 0,67.
ISSN 1120-4982 - Certificato ADS n. 7100 del 21-12-2010
La tiratura di gioved 1 settembre stata di 674.684 copie
MANOVRA
Le societ di comodo
Caro Romano, fra i nuovi
provvedimenti programmati
dalla maggioranza per la
manovra previsto come
bersaglio antievasione, la
caccia del fisco ai beni di
lusso nascosti in societ di
comodo. Ma lattenzione
dovrebbe essere allargata alle
societ di capitali usate al
solo scopo di evitare (con la
elusione) la tassazione
personale ai fini Irpef, spesso
utilizzate come scatole per
proventi di intermediazione,
partecipazione agli affari,
interessenze varie, eccetera,
tassando per trasparenza
direttamente i soci
(solitamente il socio!),
come avviene per le societ di
persone. Sarebbe anche
loccasione per promuovere lo
scioglimento di societ di
famiglia, genericamente
usate per la intestazione di
immobili (a suo tempo
costituite soprattutto a fronte
del prelievo confiscatorio per
limposta di successione). Per
queste la tassazione dovrebbe
essere limitata allimposta di
registro sul trasferimento per
liquidazione. Davvero un
buon metodo anche per
raccogliere prontamente
quattrini.
Victor Uckmar, Genova
Credo che lei abbia ragione,
ma penso che sia meglio chiu-
dere questa manovra il pi
presto possibile. Chi cerca di
migliorarla rischia di dare spa-
zio e tempo a chi vorrebbe
peggiorarla; e questo spettaco-
lo non pu che suscitare nei
mercat i maggi ori dubbi
sullaffidabilit del Paese.
LICENZE DI CACCIA
Costo da centuplicare?
La inesauribile fantasia dei
nostri governanti di questi
ultimi tempi non ha ancora
pensato a centuplicare il
costo delle licenze di caccia?
Angelo Bianco
Gesualdo (Av)
EMERGENZA ECONOMICA
Esperti super partes
Ma cos difficile capire che
le riforme dello Stato e le
manovre economiche in tempi
di crisi non possono essere
pensate e decise in qualche
notte di lavoro da improbabili
politici in bermuda e/o
canottiera? Studiosi ed
esperti italiani operano con
successo nel nostro Paese,
negli Stati Uniti e in Europa.
Possibile che nessuno abbia
l'umilt e la seriet di
chiedere un loro contributo
super partes in emergenze
come queste? Beato il Belgio
senza governo da mesi!
Angelo Tirelli
antirelli@tiscali.it
STRATAGEMMI SUI FARMACI
Prezzi raddoppiati
noto che durante le vacanze
agostane il governo ne
approfitta per infilare nelle
manovre aumenti e ritocchi.
Non so se ci che mi
successo al rientro dalle ferie
ne faccia parte, ma su due
farmaci che sono costretto ad
assumere da lungo tempo e
che ho appena comprato, nel
primo caso il prezzo stato
raddoppiato (motivazione:
luscita del generico), nel
secondo la dimensione delle
pastiglie si dimezzata.
Ardengo Alebardi
sfoggia@libero.it
DENUNCE VIA WEB
Brunetta e la riforma
Vittima di una truffa
telematica, credendo di
accelerare i tempi compilo la
denuncia sul sito della polizia
postale. Ricevuta la conferma
via mail e mi reco il giorno
dopo presso lufficio di
Palermo, convinto di dover
semplicemente confermare il
tutto. Apprendo invece con
sorpresa da un agente
scontroso e infastidito, che
devo rifare tutto daccapo
perch quella della denuncia
via web solo una delle
tante stupide innovazioni
del ministro Brunetta, delle
quali a lui non importa nulla.
Risultato: due ore perse tra
moduli e fotocopie.
Salvatore Curreri
Termini Imerese (Pa)
FONDATO NEL 1876
DIRETTORE RESPONSABILE
Ferruccio de Bortoli
CONDIRETTORE
Luciano Fontana
VICEDIRETTORI
Antonio Macaluso
Daniele Manca
Giangiacomo Schiavi
Barbara Stefanelli
SUL WEB
Risponde
Interventi & Repliche
4
Francesconi
Lettere al Corriere
Libia: il Consiglio
nazionale di transizione
rivendica il diritto
di uccidere Gheddafi.
Sei daccordo?
Visti da lontano
La tua opinione
su corriere.it
Risposte alle 19 di ieri
LE RIVOLUZIONI ARABE
MEGLIOCHIAMARLE RIVOLTE
* Con "Sette" e 2,70; con "Io Donna" e 2,70; con "Style Magazine" e 3,20; con "Corriere Enigmistica" e 2,50; con "Agatha Christie" e 8,10; con "La Cucina del Corriere della Sera" e 6,10; con "I Classici dellArte" e 8,10; con "LEuropeo" e 9,10; con "La storia universale Disney" e 9,19; con "Biblioteca della mente" e 11,10; con "Classici dellAvventura"
e 8,10; con "Supereroi. Le leggende Marvel" e 11,19; con "Zucchero deluxe edition collection" e 11,10; con "Speak Easy" e 4,00; con "Io Scrivo" e 14,10; con "Il Mondo" e 4,00; con "Inediti dautore" e 2,20
E-mail: lettere@corriere.it
oppure: www.corriere.it
oppure: sromano@rcs.it
di Massimo Gaggi
Sergio Romano
La doppia sfida
di Sandy la bionda
Manovra e Fisco:
subito in carcere
chi evade pi di tre
milioni di euro.
Siete daccordo?
Lo sviluppo di molte delle
rivolte nei Paesi arabi
confermano lassoluta assenza
di una vera e unica regia
politica. Ciascuna di esse
mantiene, infatti, le proprie
peculiarit di sollevamento
popolare nellabbattere il
regime, senza cambiare
radicalmente le cose. Ci
nonostante in molti
continuano a chiamarle
rivoluzioni pur nellassenza
delle caratteristiche di rottura
con il passato che dovrebbero
avere. Quando un movimento
di popolo lo si pu definire
veramente rivoluzione?
Senza andare oltre il secolo, e
senza quindi riferirsi alla
Rivoluzione per eccellenza,
ossia quella francese, tale
appellativo se lo sono meritati,
o attribuiti, in primis quella di
Ottobre sovietica e quella
fascista del 28 ottobre 1922.
Che sono a noi le pi note, con
qualche ragione per entrambe.
Anche se, a mio avviso, nel
XX secolo credo che una vera
rivoluzione, per i
cambiamenti che comport
nel vivere quotidiano e nei
costumi del popolo che ne
venne coinvolto, labbia
realizzata solo Mustafa Kemal
Ataturk sulle ceneri
dellImpero Ottomano!
Mario Taliani
mtali@tin.it
Caro Taliani,
L
e rivoluzioni hanno gene-
ralmente un programma
ideologico che spesso il
risultato di teorie concepite e
diffuse negli anni precedenti.
Loccasione pu essere contin-
gente, ma nel momento in cui
la folla scende nelle piazze esi-
stono uomini e correnti di opi-
nione che possono dare un sen-
so alla protesta e proporre una
societ ideale per cui combatte-
re. Cos accadde in Francia do-
ve i philosophes e lindipen-
denza americana avevano su-
scitato da tempo lattesa di un
mutamento radicale. Cos ac-
cadde nella Russia zarista dove
la rivoluzione era da almeno
ventanni il tema dominante di
ogni discussione politica. E co-
s accadde in Turchia dove i
giovani turchi, prima della
Grande guerra, avevano elabo-
rato programmi di rinnova-
mento che la sconfitta rese fi-
nalmente possibili. Sulla rivo-
luzione fascista invece avrei
molti dubbi. Il movimento ave-
va parecchi padri putativi, elen-
cati da Mussolini in un articolo
sul fascismo scritto per la Enci-
clopedia Treccani, ma il pro-
gramma rivoluzionario fu una
creazione piuttosto artificiosa
che rimase in buona parte lette-
ra morta o fu realizzato con cri-
teri esclusivamente teatrali.
Se queste sono, per grandi li-
nee, le principali caratteristi-
che di una rivoluzione, quelle
arabe sono soltanto rivolte. Al-
lorigine delle prime grandi di-
mostrazioni vi erano malumori
e risentimenti di varia natura:
la disoccupazione soprattutto
giovanile, il rincaro dei prezzi
dei prodotti alimentari, le
aspettative deluse di una gene-
razione molto pi scolarizzata
di quella dei genitori, la deriva
nepotistica di autocrati che trat-
tavano lo Stato come una muc-
ca da mungere, la brutalit del-
la polizia, le tradizionali rivali-
t fra sunniti e sciiti.
Le dimostrazioni hanno avu-
to successo grazie al tamtam
delle nuove tecnologie, ma gli
sms non trasmettono idee, non
generano programmi e non cre-
ano leader. Nei Paesi del nord
Africa in cui la rivolta ha avuto
successo, i dimostranti non
hanno conquistato il potere. In
Tunisia hanno vinto grazie a
una coalizione di notabili, in
Egitto grazie allintervento del-
le forze armate, in Libia grazie
ai bombardamenti della Nato.
Vi saranno elezioni perch la
correttezza politica dei tempi
vuole che il popolo venga chia-
mato alle urne. Ma l dove il vo-
to non verr manipolato e il Pa-
ese non precipiter in una guer-
ra civile, i migliori risultati ver-
ranno raccolti da quei gruppi
islamici che erano da tempo
presenti nelle societ arabe e
che maggiormente suscitano la
diffidenza dellOccidente. Cre-
do che abbiano diluito il loro
antico fondamentalismo e che
per molti di essi il modello da
imitare sia quello del partito
turco di Recep Tayyip Erdogan.
Ma non credo che la democra-
zia sia la prima delle loro ambi-
zioni, la maggiore delle loro
preoccupazioni.
RIPRODUZIONE RISERVATA
@
La domanda
di oggi
Le lettere, firmate con nome, cognome e citt, vanno inviate a:
Lettere al Corriere Corriere della Sera
via Solferino, 28 20121 Milano - Fax al numero: 02-62.82.75.79

Levasione fiscale a Vicenza e a Zug


A Vicenza unazienda avrebbe evaso un
quantitativo non indifferente di imposte
per anni (Corriere, 27 agosto). Molti dei
suoi dipendenti, regolarmente assunti,
avrebbero ricevuto compensi fuori busta
per gli straordinari. Il sistema andava
avanti per anni, non in una fabbrichetta
dove ci sono meno di 15 dipendenti e
dove non vi lobbligo di una
rappresentanza sindacale allinterno
dellazienda, ma in una media impresa
dove il sindacato ben radicato. Possibile
che nessun sindacalista per tutto questo
tempo si sia mai accorto di nulla?
Quando limposizione fiscale sugli
straordinari supera una certa soglia,
levasione diventa quasi un obbligo
sociale anche per evitare di licenziare e
delocalizzare. Giusto sul Corriere del 31
agosto leggo un articolo in cui si parla del
cantone svizzero di Zug dove vi sono
30mila imprese su 110 mila abitanti,
dove la tassazione media al 15%
(quella italiana circa 80) e dove la
disoccupazione poco sotto il 2% contro
il 9 della media Ue e circa il 50% se si
prendono in considerazione i giovani del
Mezzogiorno italiano. Una domanda
semplice semplice cui anche Attilio
Befera, capo dellAgenzia delle Entrate,
riuscirebbe a dare una risposta: dove
conviene di pi fare levasore? Dove si
paga l80% o dove non si arriva a 20?
Mario Moreggi, moreggi@lycos.com
Rai privatizzata: il Partito Radicale
Sul Corriere del 29 agosto, nella rubrica
Particelle elementari, Pierluigi Battista
si esprime a favore della privatizzazione
della Rai, citando come voci meritorie
ma ancora isolate quelle di Nicola Rossi
(per conto di Italia Futura di Luca Cordero
di Montezemolo) e di Roberto Formigoni
(che sarebbe favorevole a vendere
almeno una parte della Rai). Vorrei per
ricordare fra le voci meritorie
anche (e soprattutto) quella del Partito
Radicale, che da anni (e molto prima dei
personaggi citati) sostiene questa tesi.
Non solo, ma fu proprio il Partito Radicale
il promotore del referendum vinto nel
1995 (che anche Battista cita il
referendum, ma non i promotori
allinizio del suo articolo), referendum
puntualmente disatteso (come tanti altri,
per esempio quello sul finanziamento
pubblico dei partiti o sul sistema
elettorale uninominale, sempre promossi
dai Radicali) dai legislatori.
Romano Scozzafava
romscozz@dmmm.uniroma1.it
Quella foto di Lorenzo Giorgio
Nellarticolo Piste ciclabili e incentivi,
oggi la Giornata della bicicletta (Corriere,
8 maggio), dedicato allevento nazionale
promosso dal ministero dellAmbiente,
stata pubblicata una foto che ritrae alcuni
ciclisti con in primo piano larchitetto
Lorenzo Giorgio. La foto in questione
risale alla manifestazione Bimbinbici di
qualche anno fa. Larch. Giorgio,
collaboratore del Comune in materie
ambientali, non partecipa a
manifestazioni di questo tipo dal 2007. Ci
scusiamo con linteressato e con i lettori.
la prima donna
a candidarsi
alla guida del
sindacato Usa
dei camionisti
57
Corriere della Sera Venerd 2 Settembre 2011 italia: 515249535254
Codice cliente:
58
Venerd 2 Settembre 2011 Corriere della Sera
#

da evitare

interessante

da non perdere

capolavoro
Saideke Balai
di Wei Te-Sheng con Vivian Hsu
Carnage
di Roman Polanski con Kate Winslet
S
econdo giorno, secondo colpo a segno.
Carnage (cio Massacro) di Roman
Polanski una superba riduzione della
pice di Yasmina Reza (Il dio del massacro,
appena tradotto da Adelphi) ma soprattutto
una grande prova di regia e di recitazione.
Il testo racconta lincontro tra due coppie
borghesi di Brooklyn: i figli undicenni se le
sono date (meglio: uno ha rotto due denti
allaltro) e i genitori vorrebbero comporre la
questione nel modo pi civile possibile. Ma
una battuta un po tagliente lasciata cadere
nel discorso a cui viene risposto in maniera
altrettanto acida finiscono per innescare nel
quartetto un inaspettato gioco al
massacro. Dove per i contendenti non
rispettano sempre le alleanze di coppia: a
volte sono i due uomini che fanno
comunella, a volte le due donne, a volte
una coppia guarda laltra rinfacciarsi vecchie
ferite e procurarsene delle nuove. Polanski
aveva gi raccontato il massacro di due
coppie in Luna di fiele, ma in quel film la
tensione prendeva i toni del melodramma pi
sfrenato, dove nella miglior tradizione
romantico-ottocentesca i rapporti damore si
rivelavano rapporti di potere. Qui tutto pi
raffreddato e controllato, come vorrebbero le
forme e i valori condivisi, ma ogni tanto la
violenza che i genitori stigmatizzavano nei
figli si impadronisce anche degli adulti.
Senza denti rotti, ma con ferite morali che
potrebbero essere ben pi dolorose. Restando
fedele al testo
letterario, che
impone unit di
luogo
(lappartamento di
una delle due coppie)
e di tempo (tutto si
svolge in 79 minuti)
Polanski dimostra la
sua maestria usando
montaggio e cambi di inquadrature per
sottolineare il ritmo del testo, cos da
cancellare ogni rischio di staticit teatrale.
Mentre un quartetto di attori al diapason
della loro bravura cesella i quattro personaggi
come meglio non si potrebbe: Christoph Waltz
e John C. Reilly sono perfetti, ma sono Jodie
Foster e Kate Winslet a lasciare davvero a
bocca aperta, ponendo da subito la loro
candidatura ai Leoni per le migliori attrici.
Decisamente deludente invece il film
cino-taiwanese Saideke Balai di Wei
Te-Sheng, magniloquente ricostruzione della
rivolta di alcune trib aborigene di Taiwan (i
Saideke Balai, appunto) contro gli occupanti
giapponesi. Versione ridotta (nonostante i
suoi 150 minuti) di unopera in due parti che
in patria dura molto di pi, il film soffre di
troppi scompensi narrativi e lascia spazio
soprattutto alle scene dei massacri, a scapito
di tensione e comprensione. Perdendo cos di
vista le motivazioni profonde di quella
ribellione (uneroica anche se fallimentare
lotta di liberazione nazionale) per scadere
nello splatter pi corrivo.
RIPRODUZIONE RISERVATA
LE STELLE
DEL MEREGHETTI
In concorso
DA UNO DEI NOSTRI INVIATI
VENEZIA Vestitino nero con pettorina
bianca, croce di brillanti al petto, altre croci
appese al braccialetto doro bianco... Ma-
donna si presenta alla Mostra come una ric-
ca suora, in puro stile Wallis. E se alla proie-
zione del mattino gli applausi per il suo
W.E, iniziali di mrs. Simpson e di Edward
duca di Windsor, sono stati tiepidi, a quella
della sera, allincontro con la stampa e an-
cor pi con le folle che hanno assediato la
sua passerella, lady Madonna nata Ciccone
si rif alla grande. Ovazioni che lei accoglie
con il sorriso composto di una regina, non
solo del pop ma del cinema. E il nuovo look
bon ton, cos lontano dal suo personaggio
di una volta, conferma lidentificazione con
l eroina del film, la
spregiudicata america-
na che fece perdere la
testa e la corona a un
re. Ci somigliamo in
molti sensi confer-
ma Madonna . Per te-
nacia, resistenza fisica,
per essere entrambe
delle avventuriere. Per
riuscire a trasformare
in "tendenza" certi trat-
ti fisici fuori dai canoni
della bellezza. La filifor-
me Wallis lanci la moda delle magre. Vesti-
va come una monaca e fece diventare que-
sto il massimo dello chic. Non a caso il
suo motto era Non si mai troppo ricche
n troppo magre. Una frase che stata
presa sul serio mentre credo fosse molto
ironica. Wallis si prendeva gioco della socie-
t del suo tempo, del suo culto per il dena-
ro, per unestetica rarefatta.
Il gioco narrativo di W.E (in Italia lo di-
stribuir a gennaio la Archibald con il titolo
Edward e Wallis: il mio regno per una don-
na) sdoppia la protagonista in due figure:
la Wallis originaria (Andrea Riseborou-
gh) e una Wally che vive a New York nel
1998 (Abbie Cornish), lanno della famosa
asta di Sothebys che mand allincanto og-
getti e gioielli della duchessa.
Lo sguardo di Wally, la sua fascinazio-
ne per quella leggendaria love story, il suo
confrontarsi con la sua quasi omonima lon-
tana, il mio, assicura Madonna. Sguardo
a tratti fin troppo benevolo. Wallis ne emer-
ge un po santificata, indenne dalle tante vo-
ci che la danno esperta in torbide pratiche
sessuali, simpatizzante per il nazismo,
amante di Galeazzo Ciano e del barone von
Ribbentrop, ministro degli Esteri del
Fhrer. Ho fatto molte ricerche ma non
ho trovato prove di quelle accuse. Certo, lei
e il duca hanno pranzato con Hitler. Ma lo
fecero anche Giorgio V e molti altri capi di
Stato europei... Nella sua autobiografia lei
parla di Hitler con disprezzo, ricorda i suoi
modi villani. La sua estetica raffinata non
era certo simile a quella grossolana del Ter-
zo Reich. Wallis stata vittima di una mac-
china del fango, per renderla invisa alla gen-
te dopo labdicazione di Edward.
Quel mondo di lusso, glamour, gioielli,
abiti preziosi anche il suo. Tutto questo
per non sinonimo di felicit, semmai di
solitudine. Come lei, anchio sono unameri-
cana trapiantata in Gran Bretagna. Allinizio
stata dura, ma ora mi sento a casa. Pio-
niera in tutto, Wallis lo fu anche
del clamore mediatico. Insidie
ben note a Madonna. La vita pri-
vata data in pasto alla gente uno
dei temi del mio film. Le persone
famose sono le meno conosciute.
Icone ridotte a un suono e nien-
taltro. Ho insegnato a mia figlia
Lourdes che la fama la conse-
guenza del successo, ma che pi
del successo conta larte. Ma lei
rinuncerebbe al suo trono di re-
gina dello spettacolo per amo-
re? Lamore di un uomo o di
una donna? ride Madonna
che, tempo di arrivare al Lido,
ha gi liquidato lultimo toy-
boy, Brahim Zaibat . Perch
mai dovrei rinunciare, visto che
posso averli tutti e due, anzi tutti
e tre. A proposito di amori, aver
avuto due mariti come Sean Penn e Guy
Ritchie, lha spinta o trattenuta verso la re-
gia? Mi hanno sempre sostenuta, ma esse-
re sposata a un regista come Ritchie mi ini-
biva un po... In realt non trovo il cinema
troppo diverso dalla canzone o dai video
musicali. In tutti i casi si tratta di racconta-
re storie. E a me le storie piacciono tanto.
Giuseppina Manin
RIPRODUZIONE RISERVATA
Perfetti regia e cast
Delude invece
lopera
di Wei Te-Sheng
CARNAGE
DA VERO MAESTRO
Un autentico fallimento
Amore e lusso. Ovazione in passerella
Spettacoli
P
arigi val bene una messa e leccitazione che Madonna ha scatenato al Lido
vale, in termini di autopromozione per il festival, quasi qualsiasi cosa.
Ma questo non toglie che il suo film sia un vero fallimento. Non che ci si
aspettasse molto, ma il precedente Sacro e profano aveva almeno il dono
della freschezza e dellironia, due qualit che mancano totalmente a W.E.,
ricostruzione in parallelo della storia tra Wallis Simpson ed Edoardo VIII
e di quella dellinfelice Wally (una newyorkese dei giorni nostri)
umiliata dal marito e infatuata della sua quasi omonima
conterranea. Questa doppia storia, gi complicata e improbabile
di suo (c anche un muscoloso intellettuale russo/principe
azzurro, che fa laddetto alla sicurezza da Sothebys ma legge
Rilke e suona il piano), raccontata da Madonna con uno stile
inutilmente simbolico, dove ogni scena sembra aspettare
lapplauso e invece risulta ridondante ed eccessiva. Nelle
intenzioni doveva essere un inno alla libert e alla fuga dalle
convenzioni, ma difficilmente si poteva immaginare un film
pi convenzionale e prevedibile, dove ogni scena e ogni
ambiente suonano falsi e falsamente decorativi. (p.me.)
Cast Abbie Cornish, Andrea Riseborough e James DArcy

Superstar La regista presenta W.E. e difende la Simpson: non era nazista


Venezia conquistata
da lady Madonna
Sono come Wallis
Senza corona
Saluti Madonna sul motoscafo bersagliata dai fotografi
di PAOLO MEREGHETTI
Andrea Riseborough e James
DArcy in W.E. di Madonna,
presentato fuori concorso.
Il titolo richiama le iniziali di
Wallis Simpson e di Edward, duca
di Windsor, che rinunci al trono
Ritorno
Madonna,
53 anni,
al secondo
film
da regista
Le croci
Il nuovo look di
Madonna abbina
allabito bon ton,
ultra castigato,
una serie di
croci: una di
brillanti al petto
e altre appese
al bracciale
doro bianco
italia: 515249535254
Codice cliente:
59 Spettacoli
Corriere della Sera Venerd 2 Settembre 2011
#

Il programma di oggi
Confronto
Fuoriscena
In concorso
A Dangerous Method di David Cronenberg con Viggo Mortensen,
Keira Knightley e Michael Fassbender (insieme in una foto dal film)
Un t brlant di Philippe Garrel con Monica Bellucci
Saideke Balai (Warriors of the Rainbow) di Wei Te-Sheng
Bellucci nuda
senza scandali
AGarrel
qualche fischio
Nella parte
di Gosling
potrei
dire Bonaiuti
Ma proprio
non ce lo
vedo
a dettare
lagenda
al candidato
come accade
nel film
Da noi
al massimo
ci sono
i portavoce
Fuori concorso
Il maestro di Maria Grazia Cucinotta con Renato Scarpa
Scialla! di Francesco Bruni con Fabrizio Bentivoglio
Mildred Pierce di Todd Haynes con Kate Winslet, Evan Rachel
Wood; Baishe Chuanshuo di Tony Ching Siu-tung
di Maria Luisa Agnese
Speranza finale
Due coppie rinchiuse in una stanza per 79 minuti
VENEZIA Metafora forte del ci-
nismo e del potere contemporaneo, il
film diretto e interpretato da George
Clooney, Le Idi di marzo, naturalmen-
te si presta a paralleli e giochi di con-
cordanze con i protagonisti e la politi-
ca italiana. E anche se i nostri forse si
comportano peggio la capacit di rac-
contare ancora ingessata, mentre
lAmerica pi capace di autovedersi
e di giudicarsi. Ma questa volta, al
contrario di quello che succede negli
altri film di denuncia americani, non
c il bene che trionfa, e questo scon-
volgente e mi ha fatto molto pensare
dice Giancarlo Galan, ministro dei Be-
ni e delle attivit culturali che ha visto
il film la sera dellinaugurazione e che
ora ne parla senza sottrarsi al gioco
dei paralleli italiani e di misurarsi con
la globale macchina del fango. An-
che se, premette, le situazioni sono
tecnicamente cos diverse, che ogni
paragone arbitrario. Ma procedia-
mo: nel film, si sa, il protagonista
Stephen, giovane talentuoso e non ci-
nico (allinizio) addetto stampa nella
campagna per le primarie nellOhio,
brillantemente interpretato da Ryan
Gosling. Chi potrebbe essere il suo al-
ter ego italiano? Ma cosa vuole che le
dica, Bonaiuti? Ce lo vede a dettare
lagenda al candidato come fa Gosling
nel film? Noi appunto abbiamo al mas-
simo dei portavoce, loro hanno i diret-
tori di campagna elettorale, che
unaltra cosa. Vuol dire che mancano
le personalit? Sono ruoli diversi, for-
se per trovare uno che ha avuto un po
di personalit dobbiamo andare a Fa-
brizio Rondolino, che qua e l ne ha
avuta e che alla fine ha anche cambia-
to mestiere.
E veniamo al candidato piacione e
democratico interpretato da Clooney,
che difende con abilit e convinzioni i
diritti delle minoranze: memorabile re-
ster la scena in cui laddetto stampa
fa lamore con la stagista ventenne,
continuamente alternata con gli spez-
zoni del discorso del governatore Cloo-
ney che si fa paladino dei gay. Uomo
affascinante e disponibile e apparente-
mente anche di grandi virt familiari,
ma che, si scoprir poi, aveva messo in-
cinta la stagista. Evento che una volta
scoperto dal suo entourage verr bolla-
to con la frase fatale: In America un
presidente pu fare qualsiasi cosa, ma
se lo beccano con una stagista fini-
to. E chiss perch, nel gioco delle
concordanze, viene subito in mente
Italo Bocchino. Ride Galan e commen-
ta: Beh, se vogliamo andare sullaspet-
to sessuale, Bocchino deve essere un
fenomeno della natura! E io non capi-
r mai voi donne: capisco Clooney, ca-
pirei Pier Ferdinando Casini, ma come
si faccia con Bocchino... Eppure deve
essere davvero un fenomeno se si sepa-
ra dalla moglie, e tre giorni dopo di
nuovo in pista.
Andiamo pi sul classico: democra-
tico e piacione, perch non Walter Vel-
troni? S, ma se un politico oggi non
ha un po fascino, farebbe meglio a
cambiar lavoro. E poi, continua Ga-
lan, questa storia dello scandalo ses-
suale non mi convince, tre sono le co-
se che muovono lumanit, potere, ses-
so e denaro, e in politica ogni cosa si
esaspera perch ti giochi tutto in un
momento, ma non sono daccordo
con quella frase sulla stagista, per me
non cos, e in Italia, si sa, il giudizio
diverso. Silvio Sircana, Piero Marraz-
zo, Nicky Vendola? A me non importa
cosa fanno e che gusti abbiano nel pri-
vato, mi interessa come governano.
Alla fine il candidato probo e piacio-
ne, messo di fronte alla scelta decisi-
va, fra letica e il compromesso, cede
al ricatto sul suo segreto sessuale, pur
di salvare la faccia e la poltrona: lei,
ministro Galan, cosa avrebbe fatto?
No, non lavrei accettato, perch poi
sei schiavo tutta la vita. Ma mi sareb-
be costato, perch la politica per me
adrenalina pura. E se no chi me lo fa-
rebbe fare di arrabbiarmi tutti i giorni
con Tremonti, farei prima a dargli ra-
gione!.
Maria Luisa Agnese
RIPRODUZIONE RISERVATA
Il ministro Galan La rilettura de Le Idi di marzo: per il ruolo di addetto alla campagna elettorale vedrei Rondolino, per il candidato forse Bocchino
DA UNO DEI NOSTRI INVIATI
VENEZIA Sono contento che mio
figlio abbia pestato il vostro, e vaff... ai
diritti umani, sbotta Kate Winslet in
Carnage di Roman Polanski. tornato
alla regia dopo la vicenda giudiziaria de-
gli abusi sessuali di 30 anni fa in Usa.
Tratto dalla pice di Yasmina Reza, il
film girato in tempo reale, si recita co-
me a teatro. Una sola macchina da pre-
sa, quattro personaggi rinchiusi in una
stanza per 79 minuti. Ma in quello spa-
zio angusto c una visione del mondo
che si disvela in maniera inconsapevo-
le. I protagonisti sono tutti premi
Oscar: dal regista a Jodie Foster, Chri-
stoph Waltz, la Winslet. E poi c John
C. Reilly.
Due coppie borghesi cercano di siste-
mare la lite tra i loro figli in maniera ci-
vile. Persone a modo che perdono le
staffe. Il ragazzo di Jodie e John ci ha ri-
messo due denti. la miccia che fa
esplodere la bomba nascosta sotto le ap-
parenze del perbenismo. Roman ha vo-
luto un finale meno pessimista rispetto
alla pice, con la riconciliazione finale
dei due ragazzi spiega lautrice Ro-
man mi ha detto di non aver mai avuto
un cast del genere, nessuna tensione
sul set a causa dei suoi guai giudiziari.
Non ne abbiamo mai parlato di-
ce Waltz , a Venezia assente fisica-
mente, ma c col suo film. E Kate Win-
slet: Siamo onorati di aver avuto lop-
portunit di essere diretti da Roman.
Lei interpreta una mediatrice finanzia-
ria, nel film lex ragazza del Titanic ha
una fisicit morbida, non sembra pi
patire la tendenza a prendere chili. LO-
scar lo tiene in bagno: Quando ho ospi-
ti in casa lo vorrebbero toccare e guarda-
re, in questo modo sono pi liberi di far-
lo senza chiedermi il permesso.
In Carnage si ride anche molto, in
pi riprese. E la cosa sorprende, non ci
sono molte tracce comiche nel cinema
di Polanski. Applausi a scena aperta
quando Kate vomita nel soggiorno del-
laltra coppia, ormai saltato il tappo
del politically correct: Ma laspetto co-
mico viene dopo racconta lattrice
, Roman lo combina alle dinamiche
di ogni matrimonio. Mi capita spesso di
interpretare film sulle famiglie, sar per-
ch vengo da una molto unita e gran-
de. A un certo punto le due donne
sembrano quasi solidarizzare, quando
mettono a nudo la personalit dei pro-
pri mariti: Christoph fa lavvocato di
unindustria farmaceutica senza scrupo-
li, mentre laltro, commerciante di pen-
tole, si sbarazzato senza un rimorso
del criceto di sua figlia. Kate: Non vor-
rei entrare troppo nei dettagli, ma nella
scena del vomito anche noi eravamo a
testa in gi dalle risate. la scena pi
divertente che mi sia mai capitata, Ro-
man sembrava un bambino; un po pi
di bile qui, sul catalogo di Kokoschka,
chiedeva ai tecnici. stato ribattezzato
il giorno del vomito. Sul set non si parla-
va daltro. Avevo la bocca piena di bana-
ne schiacciate e avanzi della mensa.
Una ricetta preparata da Polanski in
persona, scherza Waltz. Anche una
sua battuta rivolta alla Foster, autrice di
libri per salvare lAfrica, provoca un
lungo applauso durante la proiezione.
Lazione tutta concentrata sui dialo-
ghi riprende la Winslet con un al-
tro regista sarebbe stato un handicap.
Eravamo in ansia, trepidanti. stata la
paura che ci ha uniti
Valerio Cappelli
RIPRODUZIONE RISERVATA
Polanski, dramma e risate
Scena cult per Kate Winslet
Clooney, la politica, il film: in Italia si potrebbe girare cos
DA UNO DEI NOSTRI INVIATI
VENEZIA Il nudo
integrale, frontale, insistito
di Monica Bellucci? Una
mezza balla di fine estate.
Un t brlant, il film in
concorso di Philippe
Garrel con la Bellucci
protagonista, alla
proiezione per la stampa
ieri sera stato accolto da
una trentina di buuh e
qualche applauso. Delude
il nudo di Monica,
preannunciato come il
tormentone del
pre-festival. Si limita a una
posa artistica e pudica alla
Canova. Una volta
soltanto, all'inizio del film:
lei, bianca come il marmo,
distesa sul letto, il seno
nudo e la gamba alzata che
copre il pube. Il
tormentone sorvola sul
fatto che l'attrice in
passato ha esibito in
maniera naturale e
generosa il proprio corpo,
dai tempi di Irreversible
(in cui recitava con suo
marito Vincent Cassel)
accolto da fischi passando
per L'ultimo Capodanno di
Marco Risi fino a Malna
di Tornatore. In compenso
nel film di Garrel c' un
nudo maschile quasi
integrale, uno degli amanti
che frequentano il letto del
personaggio interpretato
dalla Bellucci, nei panni di
se stessa, un'attrice,
sposata con un pittore,
Louis Garrel, figlio del
regista. Bellissima, fa
girare la testa a tutti.
Almeno questa una
certezza.
V. Ca
RIPRODUZIONE RISERVATA
Prima proiezione
Bocchino
Italo Bocchino,
44 anni,
vicepresidente
di Futuro
e libert
Roman ha voluto un finale
meno pessimista rispetto
alla pice teatrale con la
riconciliazione dei ragazzi
T
utti allimbarcadero dellExcelsior in attesa della coppia
Manuela Arcuri-Asia Argento e allimprovviso arriva una
lancia da cui sbarca lei, Madonna, e subito si capisce cosa
significhi il suo leggendario perfezionismo perch, quando un tacco
delle scarpe di vernice altissime si infila per un secondo nelle
piccole fessure del pontile, lei fa un gesto di contenuta stizza verso
la sua assistente come dire Questo non lavevamo previsto!. Per
il resto tutto come da previsioni e da leggenda capricciosa che la
circonda. Per io direi che una persona carina e si sente
lorigine italiana racconta Vania Traxler distributrice italiana del
film sullamore tra Wallis e il re Edoardo (Lho preso perch la
storia romantica del Novecento), a Venezia con una caviglia
ingessata. Madonna ha guardato la mia gamba e ha detto: Come
mi dispiace, proprio adesso! In fin dei conti non era obbligata, ma
quel tocco di umanit che ti fa piacere.
I RICORDI DI DE SICA Ma perch Christian De Sica non fa lo
sceneggiatore? Sentite come racconta lamicizia fatta di sospettoso
rispetto fra suo padre Vittorio e il sarto della Dolce Vita Emilio
Schubert, cui Antonello Sarno ha dedicato un documentario in
scena domani. Pap lo definiva un sarto pederasta di genio e
lultima immagine che ho di loro e che mi fa molto ridere di pap
e lui seduti su un divanetto allhotel Excelsior a Napoli. Pap un
po imbarazzato dai suoi discorsi vuole scappare, guarda me e dice
"Christiane dobbiamo andare"; ma Schubert con un panama
bianco, un piedino messo un po cos, e la mano con le unghie
lunghe e lanello con topazio, lo blocca e grida: "De Sica, il Terzo
sesso esiste". E pap: "Ma che mi dice, Schubert, che mi dice!".
RIPRODUZIONE RISERVATA
Con le cuffie George Clooney e Ryan Gosling in una scena del film Le Idi di marzo; in alto a sinistra Giancarlo Galan
Rondolino
Fabrizio
Rondolino,
51 anni, era
il capo della
comunicazione
di DAlema
Interpreti John C. Reilly, Kate Winslet e Christoph Waltz in passerella
Star Kate Winslet, 35 anni, a Venezia. In Carnage una mediatrice finanziaria
Limprevisto in punta di tacco
Il successo La diva e Waltz protagonisti: applausi entusiastici
italia: 515249535254
Codice cliente:
60
Venerd 2 Settembre 2011 Corriere della Sera italia: 515249535254
Codice cliente:
Loccasione
Robert Pattinson e Kristen Stewart in
Twilight: Lykke Li dice che inserire la
sua musica nel film stata una scelta
intelligente
LInfedele Lerner: Santoro pu ancora arrivare a La7
Vasco Rossi
torna
in clinica
La cantautrice dalla Svezia alle hit parade
A 69 anni
Addio a Rosel Zech
la Lola di Fassbinder
Domani con il Corriere
Su Io Donna
il nuovo Almodvar
O
vunque si vada, e anche se gi lo sappiamo,
per quanto riguarda il teatro a Londra, si
rimane sempre stupiti. Che lOld Vic, il regno
di Shakespeare dove campeggiano ritratti di
John Gielgud, di Laurence Olivier, di Richard Burton e
di Peter OToole che lOld Vic sia stracolmo non ci
prende di sorpresa. Ma che vi sia una fila di persone sei
ore prima che lo spettacolo cominci, per guadagnare un
posto in piedi, al secondo piano, questo, ammettiamolo,
sbalordisce. Uno di quei posti, dietro quattro file di
persone che si spenzolano anche loro nel vuoto,
togliendoci ulteriore visibilit, tocca proprio a noi.
Siamo qui per una coppia di divi, per il direttore del
teatro Kevin Spacey, e per lex direttore Sam Mendes.
Sono ancora una volta insieme per uno spettacolo che la
stampa britannica ha definito deccezione: brilliant,
funny, satirical. Sono aggettivi che non ci si
aspetta per un Riccardo III, ma che alla prova dei fatti
risultano calzanti. Come si pu rappresentare una delle
tragedie pi sanguinarie che siano state concepite in
modo satirico e perfino divertente? Evidentemente, si
pu. Spacey-Mendes (ma soprattutto il primo)
dimostrano che lecito e possibile. Il pubblico ride, o
ridacchia, in continuazione. A volte si percepisce un
certo imbarazzo. Non fa piacere acconsentire alla
brama di potere, alla furia
omicida, al male. Ma alla
fine si acconsente.
Facendo a occhio qualche
conto, risulta che questo
spettacolo lo avranno
visto novantamila
persone, forse centomila.
Pensando ai nostri teatri e
al numero di repliche
concesso a ciascuno
spettacolo, una cifra che
d da pensare. A che cosa?
Poich non ho voglia di
sprofondare in una
qualsiasi moralit a
proposito del nostro
sistema culturale, torno
subito al Riccardo III. In generale, vi dico che Mendes
scandisce lo spettacolo per scene che intitola di volta in
volta a un personaggio o a un luogo. Lo spazio sempre
vuoto, non c pi che un letto (in una prigione), o un
tavolo (in una stanza di ricevimento). Nellultima,
vediamo nientemeno che lex duca di Gloucester e ormai
ex re Riccardo appeso per i piedi, come fosse un
Mussolini qualunque. Oltre agli abiti (ai costumi),
come segno di contemporaneit c un piccolo schermo
cinematografico, piuttosto irrilevante. Il tono
(linterpretazione) viene offerto per intero dagli attori.
Anzi, per essere precisi, dal protagonista. Cito due scene
significative, quella della seduzione di Lady Anne,
recente vedova del principe di Galles; e quella
dellassassinio di Clarence ad opera di due sicari,
prezzolati da Riccardo. Riccardo, in quanto Kevin
Spacey, cos deforme che di pi sarebbe difficile
immaginare. Non solo ha la gobba, ha anche una
gamba storta con tanto di tutore e di bastone .
un essere ripugnante. Lo so che si pu amare chiunque,
purch abbia uno sguardo magnetico. Ma che Lady
Anne caschi cos presto nelle braccia di quel mostro,
spaventoso. Allo stesso modo, che uno dei due sicari, il
pudibondo, faccia tutte quelle scene, solo un modo per
compiacere il pubblico. Tra gli eccessi di Kevin Spacey,
nel letteralmente divorare la scena, nella sua ubiquit
fisica e verbale, nellinvadenza della sua bravura (ma il
grottesco non sar mai tragico!), tra tutto ci e gli
ammiccamenti di Sam Mendes, il successo assicurato
e fin troppo ovvio.
RIPRODUZIONE RISERVATA
MILANO La tristezza
una benedizione. Non il ti-
tolo adatto per una canzone
che punti a conquistare le
spiagge di tutto il Mediterra-
neo. Sadness is a Blessing a
parte, nei testi di Lykke Li,
cantautrice svedese, comun-
que difficile trovare qualcosa
di solare.
Le canzoni di Wounded
Rhymes, cos si chiama il se-
condo album uscito a prima-
vera e che la musicista verr a
presentare in tardo autunno
anche in Italia, preferiscono
guardare da unaltra parte.
Non credo che tutto sia di-
vertente, racconta con la sua
voce che tuttaltro che dark.
Ma dopo il buio arriva sem-
pre la luce e poi ancora buio
continua . Dipende da
quale parte fai vedere. Tutti
abbiamo luce e buio, alcuni
lo nascondono altri no.
Prima di entrare in classifi-
ca ha un seguito cult la
sua musica finita nelle sfila-
te di moda (Donna Karan),
nella pubblicit (Levis) e nel-
la colonna sonora di Twilight.
Quel film non ha nulla a che
vedere con me. Amo Strade
perdute di David Lynch, Deser-
to rosso di Antonioni, Il Setti-
mo Sigillo di Ingmar Berg-
man... sono molto dark in-
somma, ammette la 25enne
il cui nome completo Lykke
Li Zachrisson. E perch ha
prestato la sua musica a una
pellicola per teen? La mia
musica aveva una piccola au-
dience e tutto dun colpo ho
avuto possibilit di entrare in
contatto con un pubblico mol-
to pi grande fatto di giovani
che sono molto aperti. Mi ri-
cordo quando io a 14 anni ho
visto Romeo + Juliet con DiCa-
prio: le canzoni di quel film,
che oggi non reputo pi il bel-
lo che abbia mai visto, sono
ancora con me. Ho ancora il
ricordo del mio primo inna-
moramento, mi sentivo parte
di un fenomeno e non tanto
per il film. Insomma, accetta-
re Twilight stata una mossa
intelligente.
Nata da una famiglia hip-
pie, madre fotografa che lha
partorita in piedi e senza ane-
stesia e padre fotografo, che
ha girato il mondo (Nuova Ze-
landa, India, Portogallo), la ra-
gazza ha senso pratico. Dice
di non conoscere bene il mon-
do di Internet, ma sul suo sito
ha creato, assieme a Google
Earth, una caccia al tesoro vir-
tuale che parte dalla sua citt
natale e che finisce con un
suo concerto sulla Luna.
Non me ne frega molto di In-
ternet, ma volevo creare
unesperienza per il mio pub-
blico, precisa. Impossibile
farla uscire dal suo mood ne-
ro. Nemmeno citando lunico
titolo positivo fra tutte le can-
zoni del cd, Youth Knows
No Pain, la giovinezza non
conosce dolore. Il concetto
di giovinezza non legato al-
let, al crescere ma al far cre-
scere pi strati sulla tua pelle
spiega . Quando sei gio-
vane sei aperto nel cuore e
nella mente quindi sei vulne-
rabile e puoi farti molto male.
Quando invecchi hai pi stra-
ti per ripararti dalle ferite. In-
tendo dire che bisogna tenere
quella vulnerabilit.
Lei in che et del cuore si
sente? Non ha a che vedere
con i numeri, mi sento ancora
aperta. In Get Some canta
sono la tua prostituta. Anco-
ra sofferenza... Non spiego la
mia interpretazione della can-
zone. Uno scrive e il resto resta
allinterpretazione di chi ascol-
ta. Comunque quel brano non
parla direttamente di sesso,
ma di potere, di giochi menta-
li. Confessa che tutta questa
disperazione finita nei testi fi-
glia di una storia che lha fatta
soffrire. Canto sempre le mie
emozioni pi private, non ne
potrei parlare con nessuno,
ma il mio palcoscenico, il
mio spazio dove posso espri-
mere tutto ci che voglio.
Scrivere come terapia? Me lo
hanno chiesto pi volte, ma
credo che la terapia sia una co-
sa ben diversa dallarte.
Andrea Laffranchi
alaffranchi@corriere.it
RIPRODUZIONE RISERVATA
MILANO Non ho mai
amato parlare di ascolti quan-
do erano piccolini, sarebbe po-
co elegante insisterci ora. Ep-
pure, nello sguardo divertito di
Gad Lerner si legge tutta la sod-
disfazione di chi dopo dieci
anni alla guida dellInfedele,
trasmissione dapprofondimen-
to duro e puro, allergica a ogni
scorciatoia acchiappa telespet-
tatori registra ascolti sem-
pre pi felici (da gennaio 2011
la share media era del 6.26%).
Da luned, alle 21.10, il giornali-
sta torna su LA7 con questa tra-
smissione frutto di un lavoro
decennale.
Nessun problema a ribadire
che senza Mentana (che, ha
confermato il direttore di La7
Tombolini, probabilmente an-
dr in onda in ottobre con uno
speciale assieme al neo acqui-
sto Saviano) questi risultati
non sarebbero stati pensabili.
Ma lespansione non ci sareb-
be stata senza anni di lavoro
oscuro, in cui abbiamo selezio-
nato temi per gerarchia di di-
gnit culturale e ospiti funzio-
nali al dibattito, scelti per com-
petenza, per portare avanti
lidea di "altra tv" che ha inter-
cettato il vento del cambiamen-
to. Dovrebbero preoccuparsi
i talk show classici, che fanno
ricorso allospite che parla di
tutto ma per slogan, avendo so-
lo uninfarinatura. Per Lerner,
chi fino a ieri si divertiva con
questi duelli tra commedian-
ti, rischia di non farlo pi:
Oggi di fronte a una situazio-
ne di questa seriet, diventa im-
barazzante. Questi show si ri-
trovano di colpo invecchiati.
Ma il veterano della rete, cosa
pensa delle dichiarazioni del-
lad di Telecom Italia Media,
Giovanni Stella, su libert e
controllo a commento del man-
cato arrivo di Santoro a La7?
Folkloristiche ma innocue.
Credo sia lunico editore che ri-
vendica una libert intellettua-
le assoluta e si vanta di limitare
la libert di stampa. Parlano i
nostri prodotti. Il suo un
folklore che non interferisce
nel nostro lavoro.
La trattativa con lex volto di
Rai2 non sarebbe andata in por-
to perch stata fatta pubbli-
camente, con dimostrazioni di
machismo da entrambe le par-
ti. Santoro rafforzerebbe la re-
te e penso potrebbe ancora arri-
vare. Qualcuno ci ha messo il
becco. Le pressioni politiche a
La7, come in tutte le tv, ci sono
state e sempre ci saranno. Chi
vorrebbe a La7 Milena Gaba-
nelli mentre una stoccata per
Antonio Ricci: La soddisfazio-
ne pi grande che anche que-
stestate Mediaset abbia rinun-
ciato a "Veline": nellItalia del
bunga bunga un programma
cos non si pu pi fare. Ricci
era abituato ad essere il re del-
le tv di Berlusconi e al contem-
po lintellettuale di sinistra, teo-
rico della controinformazione.
Un profeta con le tasche gon-
fie. Io le ho ma non faccio il
profeta. Infine un pensiero
sulla Rai, afflitta dalla fatica
burocratica, che si chiude con
una boutade: Non potrei im-
maginarmi in questa Rai...tran-
ne che per sei mesi alla direzio-
ne Tg1. Non un giorno in pi.
Ma mi divertirei tantissimo.
Chiara Maffioletti
RIPRODUZIONE RISERVATA
Dieci anni del programma In crisi il modello dei talk show con i tuttologi. I risultati lusinghieri? Grazie anche a Mentana. Polemica con Ricci
di FRANCO CORDELLI
Alternativa
Domani in edicola con il
Corriere della Sera il
settimanale IoDonna ha
in copertina Antonio
Banderas, Pedro Almodvar
e Elena Anaya: il trio dietro
La pelle che abito, nelle
sale dal 23 settembre.
Un altro inedito su Internet
Lykke Li, il successo
grazie a Twilight:
ma non amo i vampiri
Londra
Lykke Li, cantautrice
svedese il cui nome
completo Lykke Li
Zachrisson, 25 anni,
nata in una
famiglia hippie: la
madre fotografa lha
partorita in piedi e
senza anestesia e il
padre, anche lui
fotografo, ha
girato il mondo.
Lykke Li prima
di entrare in
classifica finita con
la sua musica nelle
sfilate di moda
(Donna Karan), nella
pubblicit (Levis)
e nella colonna
sonora di Twilight
L'attrice tedesca Rosel Zech morta laltra
sera a Berlino, a 69 anni. Molto amata in
patria, in Italia era nota per i film
Veronika Voss, Orso doro come
migliore attrice protagonista nel 1982, e
Lola entrambi di Rainer Werner
Fassbinder. In tv apparsa nella serie Un
ciclone in convento trasmessa da Rai 1.
MILANO Ritorno in clinica per Vasco Rossi. Da marted il
cantante di nuovo ricoverato a Villalba (Bo). Nulla di
preoccupante per la portavoce Tania Sachs che ha parlato di
terapie di routine gi previste. I medici che seguono il rocker gli
avevano gi imposto riposo assoluto per due mesi. I concerti
previsti sono stati annullati. In dubbio la sua presenza a Venezia
per il film autobiografico Questa vita qua. E dalla camera della
clinica, Vasco ha postato un nuovo clippino con un assaggio di
un pezzo inedito e specificato: Non mi sono ricoverato, ho
occupato una zona di una clinica perch sono pi comodo.
In scena Kevin Spacey
In tv
Gad
Lerner,
56 anni
Il personaggio Le canzoni malinconiche di Wounded Rhymes dopo la colonna sonora
La maestria di Spacey
rende divertente
anche il Riccardo III
61 Spettacoli
Corriere della Sera Venerd 2 Settembre 2011
#
italia: 515249535254
Codice cliente:
Far Oer Italia
Internet: www.corriere.it
Tv: diretta Raiuno

94
Arbitro: Bognar (Ungheria)
Il calcio non pu
essere sofferenza
ma finch i dirigenti
litigano tra di loro
c poco da sperare
in atto un
imbarbarimento.
Lambiente poco
positivo, pi
violento e litigioso
Sacchi
Le gare di qualificazione agli
europei dellItalia: 54 vittorie,
26 pareggi e 14 sconfitte
Arrigo Sacchi, che cosa sta
succedendoal calcio italiano?
inatto unimbarbarimen-
to, un deterioramento.
In particolare dove stanno
i problemi?
Partiamo dallambiente:
poco positivo, pi violento e
litigioso. Se un ambiente non
sano, sereno, paziente e com-
petente impossibile pianifica-
re. Si vive alla giornata e se si
vive alla giornata i risultati so-
no mediocri.
Gli altri invece corrono.
Noi abbiamo sempre avuto
una straordinaria capacit nel
trasformare le cose negative in
energia positiva. Basti dire che
abbiamo vinto due Mondiali
dopo due scandali ciclopici.
Tutto questo per non nor-
male e ci stiamoevolvendo me-
no velocemente degli altri.
Quindi?
Abbiamo tradito lessenza
del calcio che un gioco dat-
tacco. Abbiamo sempre conce-
pitoil calciocome unosport in-
dividuale e quindi abbiamo co-
stantemente trascurato il gio-
co, che la componente astrat-
ta che fa da collante a tutto. Ab-
biamosempre pensato allospi-
ritoma nona quelloche d lar-
monia. Le altre squadre gioca-
no in 11, noi in 3 o 4. Gli attac-
canti devono fare gol e quindi
non giocano, i difensori devo-
no difendere e non giocano, il
portiere deve stare in porta e
non gioca. Berthold Brecht di-
ceva che senza un copione ci
pu essere soltanto improvvi-
sazione e pressapochismo.
Quali sono le cause di que-
sto sfascio?
Tutto parte dai club che
non hanno una pianificazione
a lungo termine. Devi partire
da unprogramma tecnico, de-
vi prendere giocatori funzio-
nali a un progetto, non ne-
cessariamente i pi bravi.
Un giorno Galliani mi dis-
se: guarda che sei al Mi-
lane puoi spendere. Ave-
vo chiesto Mussi perch
volevo gente funzionale
al gioco. Lui, Colom-
bo... Qui si prende un
allenatore e il giorno
dopo un allenatore
contrario a quello di
prima.
Insomma, si navi-
ga a vista.
Se il calciofosse unfat-
to individuale e non di fun-
zionalit, il Barcellona non
avrebbe mai rinunciato a
Ibrahimovic per prendere Da-
vid Villa, non avrebbe scarica-
to Ronaldinho e Deco per pro-
muovere Busquets e Pedro, ra-
gazzi che arrivavano dalla serie
C. La verit che chi non sa vi-
ve nel passato e chi invece sa
vive nel futuro. E il futuro so-
no i giovani. Il Barcellona
una squadra armoniosa. Quan-
te nostre squadre possono dire
di essere armoniose?.
Nessuna, in effetti.
Per c la tendenza a dire:
certo, il Barcellona, con quei
giocatori Poi vedi il Bara in
amichevole con il Napoli e ti
devi ricredere. Conquattrotito-
lari nel primo tempo e tutti ra-
gazzini della cantera nella ripre-
sa ha dominato la partita, fatto
gol e colpito pali.
Inquestocontestocome va-
luta la nazionale di Prandelli?
In una situazione del gene-
re si ha la pretesa che gli azzur-
ri e le squadre di club vincano.
E invece la Roma stata elimi-
nata dallo Slovan Bratislava, il
Palermo dal Thun e lUdinese
dal peggior Arsenal degli ulti-
mi 10 anni. Per si continua a
litigare, ognuno ragiona pro
domo sua, non investiamo sui
giovani, non abbiamo centri di
formazione.
Si, ma la nazionale?
La nazionale lultimo sta-
dio di una filiera che se parte
male nonpufinire bene. Pran-
delli un maestro, uno degli
allenatori pi capaci di dare i
tempi di gioco alle sue squadre
e questo fondamentale. Pran-
delli ha dato unimpronta chia-
ra selezionando giocatori che
hanno qualit tecniche supe-
riori, per raccoglie quello che
gli sta dando il campionato. E
il nostrocampionato nonespri-
me un gioco collettivo. Pran-
delli sta lavorando bene ma la
sua unimpresa difficile.
Per limpressione che
questa Italia si esprima me-
glio di quello che il livello
medio delle nostre squadre.
Prandelli sta mandando
dei messaggi positivi ma
quanti sono gli allenatori che
potranno recepirli in un am-
biente cos tumultuoso? Da
noi non c un metodo,
non c unidentit. Il
calcio brasiliano ha
unidentit, il calcio
spagnoloha unidenti-
t. La nostra identit
grande difesa e con-
tropiede ma cos il
calcio lhai ridotto
al minimo.
La nazionale
stafacendo il pos-
sibile per andare
controcorrente.
La nazionale
sta facendo lim-
possibile, non il
possibile. Pur con
i limiti di allena-
mento che sono
strutturali, si sta
sforzando di inter-
pretare il calcio in
maniera pi diverten-
te, pi positiva. Il calcio
non pu essere solo sofferen-
za. LItalia di Prandelli sta cer-
cando di superarsi, la naziona-
le sta lanciando un pallone ai
club ma finch i dirigenti liti-
gheranno tra di loro c poco
da sperare.
Ecco, i dirigenti. Ormai nel
calcio c di tutto.
Ci sono dirigenti capaci,
penso a Galliani e a Marotta,
per operano in un ambiente
che non positivo. Da noi se
perdi due partite ti trovi i vio-
lenti sotto casa. Viviamo il cal-
cio in maniera negativa. Un
tempo, quandoeroragazzo, po-
tevo andare a tifare in una cur-
va o nellaltra dello stadio. Ora
se sbagli curva puoi non venir-
ne fuori. I nostri stadi sonocar-
ceri a cielo aperto, sono la foto-
grafia dellItalia e del suo cal-
cio. Oggi gli incivili si trovano
bene allo stadio.
Stringi stringi anche lei
dunque concorda con Adria-
no Galliani secondo il quale
da ristorante di lusso il no-
stro calcio si trasformato in
una pizzeria.
No. Rileggendo la storia
della Coppa dei Campioni ve-
diamo che almeno un terzo dei
successi, se non addirittura la
met, stato coltodalle pizze-
rie, cio da squadre che aveva-
nobilanci corretti e tanti gioca-
tori provenienti dal settore gio-
vanile. PensoallAjax, al Nottin-
ghamForest, al Psv, al Porto, al
Bayern, al Celtic, al Benfica, al
Feyenoord, allAston Villa. Nel
calcio si pu vincere con idee,
intuizioni, sensibilit, lavoro e
un progetto importante.
Per i bilanci in rosso sono
una specie di palla al piede
dei nostri club.
Finch i bilanci saranno in
rossotutte le proiezioni che se-
guiranno saranno negative. Il
nervosismo che c in questo
momento in Italia, oltre al fat-
to che nonabbiamo mai inteso
il calcio come uno sport, do-
vuto ai debiti. E quando hai i
debiti diventa difficile pianifi-
care, diventa difficile avere pa-
zienza. Il debito ti condiziona.
Con il fair play finanziario
imposto da Platini le cose pe-
r dovrebbero migliorare.
Ne sono convinto anchio.
Oggi consempre maggiore fre-
quenza si avvicinano al calcio
persone malintenzionate, con
interessi sempre meno chiari.
tutta gente che porta arro-
ganza, presunzione e ignoran-
za. InItalia il fenomeno anco-
ra poco diffuso ma nel resto
dEuropa sta dilagando. Per
questo ho fiducia nel fair play
finanziario.
Alberto Costa
RIPRODUZIONE RISERVATA
Il Milan lascia fuori
dalla lista Champions
il re di Coppa Inzaghi
1 Buffon
2 Maggio
15 Ranocchia
3 Chiellini
4 Criscito
5 De Rossi
21 Pirlo
6 Thiago Motta
18 Montolivo
22 Rossi
10 Cassano
(m. col.) Il Milan che ieri ha battuto in amichevole il Como (2-1
per i rossoneri: gol di Ambrosini ed Emanuelson) ha ufficializzato
la lista dei giocatori per la Champions League da presentare alla
Uefa. Saranno esclusi El Shaarawi e, a sorpresa, Filippo Inzaghi.
Ogni scelta dellallenatore viene sempre condivisa dalla societ
il commento di Adriano Galliani. Delusissimo il giocatore.
RIPRODUZIONE RISERVATA
(4-3-1-2)
Sport
Torshavn, ore 20.45
Lintervista Arrigo amaro: Abbiamo tradito lessenza del calcio,
che un gioco dattacco nel quale non conta il singolo ma la squadra
1 Torgard
2 Naes
4 Gregersen
5 Baldvisson
3 Davidsen
6 Benjaminsen
7 Udsen
8 Danielsen
10 Holst
11 Olsen
9 Edmundsson
Secondo
Arrigo Sacchi
arrivato
secondo
ai Mondiali
del 94
disputati
negli Stati
Uniti
(Getty Images)
Bravo Prandelli, sta lavorando bene
Sta lanciando un messaggio ai club,
speriamo che qualcuno lo raccolga
(4-1-4-1)
Allenamento
Gli azzurri sul campo
delle Far Oer (Afp)
LE SCOMMESSE VICINO A TE
C Ca al lc ci io o: : S Se er ri ie e A A
Quote aggiornate e altre scommesse su www.snai.it
Data Ora Partita Risultato Finale U/O 2.5
1 X 2 Under Over
9/9 20.45 Milan Lazio 1,60 3,50 5,75 1,80 1,85
10/9 20.45 Cesena Napoli 3,30 3,30 2,10 1,70 2,00
11/9 12.30 Juventus Parma 1,45 4,00 7,00 1,83 1,83
11/9 15.00 Catania Siena 1,95 3,10 4,00 1,63 2,10
11/9 15.00 Chievo Novara 1,80 3,25 4,50 1,65 2,05
11/9 15.00 Fiorentina Bologna 1,65 3,40 5,50 1,73 1,95
11/9 15.00 Genoa Atalanta 1,70 3,40 5,00 1,78 1,88
11/9 15.00 Lecce Udinese 2,85 3,25 2,35 1,78 1,88
11/9 15.00 Roma Cagliari 1,45 4,00 7,00 1,95 1,73
11/9 20.45 Palermo Inter 3,75 3,40 1,90 1,85 1,80
Gi pronte le quote!
Riprendono le intense emozioni
gioco legale
e responsabile
62
Venerd 2 Settembre 2011 Corriere della Sera
#
italia: 515249535254
Codice cliente:
63 Sport
Corriere della Sera Venerd 2 Settembre 2011
#
LItalia spera di conquistare marted il pass per
Polonia e Ucraina ma oggi c chi gi pu
prenotare un biglietto per Euro2012. a un passo
dalla fase finale la Germania, 7 vittorie in 7 partite
nel girone A: i tedeschi ospitano lAustria a
Gelsenkirchen e in caso di successo centrerebbero
la qualificazione. Vede gli Europei anche la
Spagna, a punteggio pieno dopo 5 gare. I campioni
mondiali ed europei in carica sono impegnati in
unamichevole contro il Cile ma lattesa tutta per
la sfida di Glasgow: se la Repubblica Ceca non
dovesse vincere, alle Furie Rosse basterebbe
battere il Liechtenstein tre giorni dopo per essere
certe del primo posto. Traguardo vicino anche per
lOlanda (18 punti in 6 gare) che ospita oggi San
Marino e spera in uno scivolone della Svezia di Ibra
in Ungheria. Ancora aperto il discorso per
Inghilterra e Francia. La squadra di Capello rischia
di giocarsi tutto a ottobre col Montenegro. Mentre i
Blues affrontano due trasferte in 4 giorni (Albania
e Romania) e non possono sbagliare.
Germania vicina al pass
Inghilterra e Francia,
attenzione alle trappole
Il compagno
A 32 anni vecchio?
Io mi sento
benissimo. Zarate?
Giovane e forte
Il nuovo ruolo
Trequartista, prima
punta, attaccante
di movimento:
decide Gasperini
MILANO Con Ruben So-
sa che guardava in tv vestito
di nerazzurro ha gi parlato
al telefono, dallaltro uruguagio
Recoba prende educatamente
le distanze: Se voglio far brec-
cia nel cuore del presidente co-
me lui? So del suo rapporto: a
me piace avere buone relazioni
con tutti, ci mancherebbe, ma
soprattutto voglio fare bene sul
campo. I fronzoli restano con-
finati ai capelli, per il resto Die-
go Forlan un monumento alla
solidit, come i suoi addomina-
li da centometrista.
Poche chiacchiere, espresse
in italiano riesumato dagli an-
ni della scuola a Montevideo,
che si aggiunge a spagnolo, in-
glese e portoghese ben parlati
(In conferenza non riesco tan-
to a esprimermi, perch sono
nervoso, ma quello che ho im-
parato allora dar i suoi frut-
ti), limpressione di essere
uno a cui ci si pu aggrappare
quando la situazione si fa criti-
ca. Il ragazzo ha retroterra robu-
sto, porta il cognome del pap
(Pablo Justo, difensore dellUru-
guay, vincitore della Coppa
America 67) e quello della
mamma, Corazzo (il nonno
Juan Carlos, da c.t., di Coppe
America ne vinse due, una an-
che nel 59), e spirito da cittadi-
no del mondo: Dopo Inghilter-
ra e Spagna, ora lItalia. una
grande opportunit, ringrazio
Moratti e i dirigenti dellInter.
Milano mi piace molto, sto cer-
cando casa in centro (ci andr
con il fratello Pablo e senza fi-
danzata dalla quale pare si sia
appena lasciato).
Il tipo perfetto per questav-
vio di stagione che ha acceso le
luci sugli altri. Il Milan favo-
rito? S, lo erano anche Brasile
e Argentina, e poi la Coppa
America lha vinta lUruguay.
Vedete, il futbol non logica,
giocare novanta minuti diffi-
cile per tutti, non si pu mai sa-
pere. solo il mio secondo gior-
no qui, ma uno crede sempre
che la squadra in cui gioca pos-
sa vincere tutto. In attesa di
vedere se vero, capire dove
giocher Diego (In nazionale
sono trequartista, con il Villar-
real, il Manchester e lAtletico
ho fatto la prima punta, aspet-
to di parlare con Gasperini),
come funzioner lintesa con
Milito e Zarate (prima partitel-
la per lui domani contro la Pri-
mavera) e come sar gestito il
gioco delle esclusioni eccellen-
ti (Pazzini?), la certezza che il
passato non sar un pensiero.
Il numero 9 di Samuel Etoo
difficile pesi troppo su quelle
spalle: Lui fortissimo, ma la
vita continua.
Visite mediche nella notte
perch Diego ha una gran fret-
ta, no alla nazionale concorda-
to con Tabarez per facilitare
linserimento (La trattativa
per venire allInter si prolun-
gata, il viaggio era lungo, abbia-
mo deciso fosse meglio resta-
re), la voglia di dimostrare
che a 32 anni si pu fare la dif-
ferenza (Vecchio? Io mi sento
molto bene) e lamicizia con
gli argentini-caposaldi dello
spogliatoio pare facciano gi
muovere Forlan come un vec-
chio frequentatore di Appiano.
Di sicuro, lo guardano tutti co-
me una certezza. Pi incognite
si porta dietro Mauro Zarate
(che sar presentato oggi): ieri
i due hanno svolto i primi alle-
namenti in campo assieme, pri-
me prove della nuova Inter.
giovane e forte, il giudizio di
Diego su Maurito. Lex laziale,
colpo dellultimissimo minuto
di mercato, ha voglia di lasciar-
si dietro le polemiche di Roma
(Nuova era, nuovo Mauro,
ha scritto su Twitter) e anche
di contestare la fama di re degli
egoisti. Non passo la palla?
Guardate le classifiche degli as-
sist della Lazio.... Dal momen-
to che prender un bonus lega-
to ai passaggi, sar incentivato
a cambiare abitudini. I due
neo-arrivati sono stati inseriti
nella lista Champions, mentre
Poli stato escluso.
Laltro punto interrogativo
va scritto dopo il nome di We-
sley Sneijder. Dopo mille voci,
lolandese rimasto, bisogna
vedere con quale voglia e per
giocare dove. Sulle motivazio-
ni lui garantisce: Sentivo che
il mio trasferimento al Manche-
ster era vicino racconta al
quotidiano olandese Ad . Lo
United uno dei pi grandi
club del mondo, ma in Italia
sto alla grande. E poi sempre
su Twitter: Rispetto i fan del-
lo United ma dico agli interisti
che sarete orgogliosi di me que-
stanno.
Arianna Ravelli
RIPRODUZIONE RISERVATA
Forlan si presenta: Etoo via? La vita continua
Gruppo C
DAL NOSTRO INVIATO
TORSHAVN Cesare Pran-
delli, per la prima volta, non
cambia. Nello stadiolo da sette-
mila posti di Torsvollur, rinno-
vatoma sempre incredibilmen-
te tutto scoperto, giocher la
stessa Italia che il 10 agosto ave-
va stregatola Spagna. Nelle pre-
cedenti 12 esibizioni non era
mai successo che lallenatore si
affidasse alla stessa squadra
due volte di fila. Stavolta ha
scelto la linea della continuit,
negli uomini e nel progetto tat-
tico: Pirlo regista bassodel rom-
bo, Montolivoanomalotrequar-
tista, Cassano e Giuseppe Rossi
attaccanti che sfruttano la velo-
cit. E se siamo riusciti a mette-
re sotto i campioni del mondo
e dEuropa, seppure rimaneg-
giati e in una partita amichevo-
le, sulla carta non ci dovremmo
preoccupare degli onesti dilet-
tanti delle Isole Far Oer, siste-
mati al 101 posto nel ranking
della Fifa e senza giocatori di
spessore internazionale. Per la
cronaca nella formazione faroe-
se il portiere Torgard fa il mec-
canico, il difensore centrale Gre-
gersen vende pubblicit per un
giornale e il medianoBenjamin-
sen un provetto falegname. Il
calcio, in questo arcipelago for-
mato da diciotto isolette che ar-
riva a stento a 50 mila anime,
soprattuttopassione. Esfruttan-
do la passione e lentusiasmo le
Far Oer proveranno a mettere
in difficolt lItalia.
Sulla carta le insidie maggio-
ri sono quelle ambientali: il
campo stretto, la temperatura
inferiore ai dieci gradi, la piog-
gia improvvisa, le raffiche di
vento arrivano sino a 33 nodi e
ieri cera persino la nebbia. Ma
spesso le cose (soprattutto le
partite) facili agli azzurri risulta-
no le pi difficili. Qui il 2 giu-
gno del 2007, con Donadoni in
panchina, abbiamo vinto sof-
frendo. Di quella squadra, ades-
so, ci sono soltanto due rappre-
sentanti: Buffon e Pirlo. Il terzo,
De Rossi, stava in panchina.
Questo per dire che lItalia
cambiata negli uomini e Pran-
delli sta provando a cambiarla
anche nello spirito. Perci in
questi giorni ha lavoratosia sul-
laspetto tattico, sia su quello
psicologico. Firmerei per vin-
cere 2-1 come lultima volta
che siamovenuti qui. una par-
tita incui abbiamo tutto da per-
dere. Non dobbiamo mettere i
nostri avversari nella condizio-
ne di potersi esaltare, altrimen-
ti diventa dura.
Serve una vittoria per allun-
gare le mani sulla qualificazio-
ne allEuropeoinUcraina e Polo-
nia: Vorremmo chiudere la
pratica a Firenze controla Slove-
nia, il sogno del tecnico. Serve
una vittoria anche per superare
la crisi del nostro calcio, fiacca-
to dallo sciopero, minato dai li-
tigi e sempre meno competiti-
vo in Europa. Visto che il cam-
pionato non partito, di fatto
tocca agli azzurri ini-
ziare la stagione.
Una responsabilit
che Prandelli sente
sulla pelle: In ritiro
ne abbiamo parlato.
uno stimolo in
pi. Abbiamola pos-
sibilit di cancellare
quello che di brutto
cstatoe parlare so-
lo di calcio. Tutta
lItalia tifa per lui. E
sino qui, a tifare per
Cesare, venuta
una persona speciale: la fidanza-
ta Novella Benini. Ed la prima
volta.
Non la prima volta, invece,
che Cassano si arrabbia. suc-
cesso anche ieri alla fine della
partitella. Certi atteggiamenti
stanno diventando stucchevoli.
Nervoso anche Montolivo, ma
per gli strascichi del mercato:
Nonho accordi verbali, n tan-
tomeno scritti, con nessuna so-
ciet (il riferimento al Milan,
ndr). Ora sono concentrato sul-
la Fiorentina e sulla nazionale.
Alessandro Bocci
RIPRODUZIONE RISERVATA
La sfida In campo nellisola con gli stessi azzurri anti Spagna
Contratto La Lega: via al campionato con unintesa valida fino al giugno 2012
Nuova polemica
LInter come lUruguay
Meglio non essere favoriti
Il c.t. sceglie la continuit
per conquistare le Far Oer
Accordo ponte, i calciatori temporeggiano
De Laurentiis: un regalo a
Mediaset la gestione dei diritti tv
affidata a Infront, ma le societ
di calcio saranno danneggiate
C.t. Un infreddolito Cesare Prandelli (Afp)
Nuovi arrivi Primi allenamenti per Diego e Zarate. Sneijder rassicura i tifosi
G V N P diff. PT
ITALIA 6 5 1 0 +13 16
Slovenia 7 3 2 2 +5 11
N. Irlanda 6 2 3 1 +4 9
Serbia 6 2 2 2 -1 8
Estonia 7 2 1 4 -4 7
Far Oer 8 1 1 6 -17 4
Cos oggi
Far Oer-ITALIA
Nord Irlanda-Serbia
Slovenia-Estonia
6 settembre
ITALIA-Slovenia
Estonia-Nord Irlanda
Serbia-Far Oer
7 ottobre
Serbia-ITALIA
Nord Irlanda-Estonia
11 ottobre
ITALIA-Nord Irlanda
Slovenia-Serbia
MILANO attesa per oggi pomerig-
gio la risposta dellAssocalciatori alla pro-
posta di accordocollettivo valido fino al 30
giugno del 2012 avanzata ieri dallassem-
blea di Lega. Proponiamo di firmare un
accordo che recepisca i sei punti legger-
mente modificati secondo gli accordi del
negoziato sviluppato nei mesi scorsi. Sul-
larticolo 7 (quello relativo ad allenamenti
e fuori rosa, ndr) la proposta, se accettata
dallAssociazione calciatori, prevede un
confrontofra le parti da sviluppare intren-
ta giorni dalla firma. Se nonci sar uninte-
sa varr il parere formale del presidente fe-
derale Abete.
I presidenti hanno mostrato sorpresa
per non aver subito ricevuto una risposta
positiva dal sindacato dei calciatori che ha
preso tempo per terminare le consultazio-
ni con i capitani. Tommasi sulle prime
parso problematico ha osservato Beretta.
Spero che prevalga lintelligenza ha ag-
giunto De Laurentiis. Lo sciopero dei cal-
ciatori sbagliato, serve rispetto ha chio-
sato Blatter, ieri in Italia per i mondiali di
beach soccer.
La volont della Lega di dare il via al
campionato. Mi auguroche si giochi rego-
larmente Milan-Lazio perch debuttare in
Champions conil Barcellona sarebbe duris-
sima ha commentato Adriano Galliani. Il
sindacato ora sta riflettendo se accettare o
meno: il problema la scadenza del con-
tratto collettivo (che lAic vorrebbe della
durata di almeno due anni). Ma alla fine
prevarr il buon senso di tutte le parti an-
che perch senza firma dellaccordo non ci
sarebbe lincontro a Palazzo Chigi con Let-
ta e Crimi per aprire il tavolo delle riforme.
Ma un nuovo fronte si sta aprendo. Con
16 voti a favore, 3 astenuti ed un solo con-
trario lassemblea ha affidato a Infront la
gestione dei diritti televisivi del prossimo
triennio, decisione che ha irritato De Lau-
rentiis (che ha avuto nel corso dellassem-
blea uno scontro verbale con Galliani). Si
vuole fare un regalo a Mediaset e a Berlu-
sconi, il calcio italiano sta per fallire, ha
tuonato il presidente del Napoli: Infront
ci sta consigliando di vendere i diritti dal
2012 per tre anni a prezzi che non ci per-
metteranno pi di competere in Cham-
pions e di aumentare le nostre entrate. Do-
vremmo fare dei grossi passi indietro per
fare un favore a Berlusconi, vendere a un
prezzo bassissimo a Mediaset perch
l'emittente non riuscirebbe a fare proseliti
con il digitale terrestre. Alla prossima.
Monica Colombo
RIPRODUZIONE RISERVATA
Matricole I neoacquisti nerazzurri Diego Forlan (32
anni) e Mauro Zarate (24 anni) al loro primo
allenamento sui campi della Pinetina (Photoviews)
italia: 515249535254
Codice cliente:
64
Venerd 2 Settembre 2011 Corriere della Sera italia: 515249535254
Codice cliente:
DAL NOSTRO INVIATO
DAEGU Il giorno della restaurazione. Dei sei titoli
in palio, tre sono andati agli Stati Uniti: nellalto
maschile, dopo 20 anni di attesa, con Williams lottatore
di wrestling (m 2,35); nei 400 hs femminili, con il
mondiale mancato dalla Demus per 13/100; nei 1.500
con la Barringer Simpson e per gli Usa non succedeva
dall83 (Maru Decker). Nomi nuovi intorno a un nome
vecchio, quello di Ezekiel Kemboi, anni 29, keniano di
Matira, oro dei 3.000 siepi, quinto podio mondiale
consecutivo: tre volte secondo (2003, 2005 e 2007) e
primo gi nel 2009. Tagliato il traguardo, ha
improvvisato un balletto alla Bolt, che ha messo in
vetrina una magrezza alla Gandhi: un oro che dedico
anche allItalia, perch vivo a Siena. Un regalo per il
figlio Manchester, che oggi compie 9 anni. Per il Kenia
lundicesimo titolo mondiale consecutivo sulle siepi:
dopo la vittoria di Ilg (83) e Panetta (87), non c pi
stata storia, calcolando che Saif Saaded Shaheen,
acquistato dal Qatar (oro nel 2003 e 2005), era il
keniano Stephen Cherono. stata complicata la
partenza dei 400 hs maschili, vinti dal gallese David
Greene (48"26, peggior tempo della storia del
Mondiale): il controstarter ha segnalato una falsa,
salvo assumersela direttamente, senza mandar via
nessuno. Poi comparso un cartellino giallo,
ammonizione e richiamo per Angelo Taylor, che si era
mosso, e alla fine la gara. Pi emozionante la corsa di
Oscar Pistorius, tornato in pista per la prima frazione
della 4x400: stato lui a lanciare il quartetto
sudafricano verso il record nazionale (259"21); oggi in
finale pu arrivare anche una medaglia: tutto
incredibile, ha confessato Pistorius, che correr a
Milano il 18 settembre. In 25.000 lo hanno acclamato,
cos come hanno applaudito la vittoria di Caster
Semenya nelle batterie degli 800. Oggi torna in pista per
le semifinali. Il Mondiale di Powell finito senza mai
cominciare: sta ancora male, non far nemmeno la
4x100.
f. mo.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Altre gare Pistorius ok nella staffetta
Cos ieri
Gare maschili
400 hs: 1. Greene (Gbr)
48"26; 2. Culson (Por) 48"44;
3. Van Zyl (Saf) 48"80
3.000 siepi: 1. Kemboi (Ken,
foto) 814"85; 2. Kipruto (Ken)
816"05; 3.
Mekhissi-Benabbad (Fra)
816"09
Alto: 1. Williams (Usa) m 2,35;
2. Dmitrik (Rus) 2,35; 3.
Barry (Bah) 2,32
Qualificazioni 5000: 13.
Meucci 1339"90 (qual)
Gare femminili
1.500: 1. Barringer Simpson
(Usa) 405"40; 2. England
(Gbr) 405"68; 3. Rodriguez
(Spa) 405"87
400 hs: 1. Demus
(Usa) 52"47;
2. Walker (Giam) 52"73;
3. Antyukh (Rus) 53"85
Triplo: 1. Saladuha (Ucr)
m 14,94; 2. Rypakova (Kaz)
14,89; 3. Ibarguen (Col) 14,84
Qualificazioni alto: in finale
Vlasic (Cro), Di Martino,
Barrett (Usa), Chicherova
(Rus), Green (Sve), Shkolina
(Rus), Ryan (Irl), Amata (Nig),
Zheng (Cina), Radzivil (Uzb),
Slesarenko (Rus), Iljustsenko
(Est) m 1, 95; 25. Lamera m
1,85 (el.) Giavellotto (qual.):
14. Bani m 58,92 (el.)
Oggi
Ore 12: peso m. (finale)
12.10: giavellotto m. (finale)
12.25: 800 f. (semifinale)
12.55: 200 m. (semifinale)
13.25: 5.000 f. (finale)
13.55: 200 f. (finale)
14.15: 4x400 m. (finale)
Cos domani
Ore 1: marcia 50 km (De Luca,
Nkouloukidi)
Cos in tv
Diretta su Raidue, RaiSport1
ed Eurosport1
Risultati
Anche Baku
si candida
per i Giochi
34
La pedana buona, siamo in 6 o 7. Ci prover: o la va o la spacca
CALCIO
Ziegler, addio Juve
Va al Fenerbahe
Reto Ziegler, 25 anni, terzino
svizzero arrivato alla Juventus
dalla Sampdoria
a parametro zero a giugno, ha
gi cambiato squadra. Ieri
stato infatti ceduto
in prestito ai turchi del
Fenerbahe per 600 mila euro.
Ziegler, a differenza di Amauri
che ha rifiutato tutte le offerte
ricevute, ha accettato il
trasferimento e lasciato i
bianconeri senza aver giocato
neppure una gara ufficiale.
VELA
Mascalzone in testa
al campionato X-41
Mascalzone Latino
in testa al Campionato
del mondo X-41 in corso
a Scarlino. La barca
dellarmatore Gianclaudio
Bassetti con al timone
Vincenzo Onorato e alla
tattica Lorenzo Bressani,
con due secondi e un quinto
posto al termine della
seconda giornata balzata
in testa, seppure di un solo
punto, alla classifica
generale.
La danza di Kemboi
fisico da Gandhi
e signore delle siepi
Olimpiade 2020
Antonietta, la speranza dItalia
CICLISMO
Vuelta, bis di Sagan
Bennati terzo
Lo slovacco Sagan (Liquigas)
ha vinto allo sprint la 12
tappa della Vuelta a
Pontevedra (167,3 km).
Linglese Wiggins (Sky)
conserva la maglia rossa: nel
finale Nibali guadagna 1
sullinglese, ora a 10 dal
siciliano. Sagan, alla 2
vittoria, ha battuto Degenkolb
e Bennati, autore di un buono
sprint in chiave mondiale.
Settimana Lombarda: volata
vincente di Modolo.
Fotofinish
i Paesi che hanno
conquistato almeno una
medaglia ai Mondiali di
Daegu. Primi nel
medagliere, gli Usa: 7 ori,
4 argenti e 1 bronzo
DAL NOSTRO INVIATO
DAEGU Dopo sei giorni
di gare e 27 titoli assegnati (su
un totale di 47), sono 34 i Paesi
andati a medaglia. Guidano gli
Stati Uniti, a quota 12 (7-4-1)
davanti alla Russia (4-3-5/12),
ma c posto anche per Botswa-
na, Grenada, Portorico, Sudan,
St. Kitts&Nevis. Ieri comparsa
anche la Spagna, bronzo con la
Rodriguez nei 1.500, unica fina-
lista della squadra iberica. Man-
ca, per, il nome dellItalia, fer-
ma al quarto posto della Rigau-
do (20 km di marcia) e allotta-
vo di Vizzoni (martello).
Nessuna sorpresa; che sareb-
be stato un Mondiale quaresi-
male, lo si sapeva da due mesi e
in atletica esistono ogni tanto le
sorprese, mai i miracoli, man-
cando pali, traverse e rigori. La
crisi strutturale e senza una ve-
ra rivoluzione, che guardi al-
lOlimpiade del 2016 (Londra
2012 troppo vicina), non c
possibilit di invertire la ten-
denza, anche se una crisi cos
profonda dovrebbe preoccupa-
re davvero tutto lo sport italia-
no, perch, come ha spiegato
Maurizio Damilano, che in car-
riera ha vinto tutto, sempre
stata latletica la forza trainante
del movimento, con i medici,
gli studiosi, i tecnici, i prepara-
tori che hanno rivoluzionato le
metodologie di preparazione di
tante altre discipline.
Prima dei saluti (domenica),
resta in piedi la possibilit di
portare a casa una medaglia, af-
fidandosi alla classe di Anto-
nietta Di Martino, che domani
alle 12 andr nella pedana del-
lalto con lobiettivo di salire
sul podio mondiale per la se-
conda volta, dopo largento di
Osaka 2007. Ieri ha dimostrato
di essere pronta per volare, do-
po quanto ha fatto nelle qualifi-
cazioni: cinque salti senza erro-
ri, con la quota di 1,95 superata
senza problemi, nel suo stile
meraviglioso, perch non c
saltatrice al mondo che riesca a
disegnare una traiettoria cos
perfetta, al momento di avvol-
gere lasticella senza nemmeno
sfiorarla.
Non era facile arrampicarsi
cos in alto, al mattino e sotto
un sole violento. Non lo era,
pensando allinfortunio allallu-
ce che ne ha condizionato la sta-
gione allaperto (due gare), do-
po il record italiano (m 2,04, 9
febbraio) e il titolo europeo in-
door a Parigi (6 marzo, 2,01).
Come sanno fare le campiones-
se vere, Antonietta non ha sba-
gliato nulla, nonostante la tre-
menda paura di non farcela. Ero
cos tesa, che avevo sbagliato
persino a scegliere la tuta; me
ne sono accorta quando sono ar-
rivata allo stadio. Mi sono sbloc-
cata a 1,89. La pedana buona,
al resto dovr pensare io. Sia-
mo in 6/7 per le medaglie: o la
va o la spacca.
Se quella vista nelle qualifi-
cazioni, andr bene, anche se il
gruppo delle avversarie appar-
so pi competitivo del previsto.
Domani Antonietta, la pi vec-
chia del gruppo (33 anni com-
piuti il 1 giugno), sposata dal
2009 con Massimiliano Di Mat-
teo, che anche il suo allenato-
re (con la consulenza di Angelo
Zamperin), dovr sfidare 11 av-
versarie di quattro continenti:
ci sono sette europee (tre russe,
una croata, una svedese, unir-
landese, unestone), unafricana
(la nigeriana Amata), una statu-
nitense (la Barrett, 20 anni) e
due asiatiche (la cinese Zheng e
luzbeka Radzivil). La pi forte
Anna Chicherova che il 22 lu-
glio salita a m 2,07; la Vlasic,
due metri questanno, appar-
sa in buone condizioni, nono-
stante i seri problemi alle ginoc-
chia; la Barrett ha uno stile parti-
colare, ma sale altissima. Eppu-
re la Di Martino pu firmare
limpresa. Per s e per dare una
speranza allItalia dellatletica.
Fabio Monti
RIPRODUZIONE RISERVATA
C anche Baku tra le
citt candidate ad
organizzare lOlimpiade
2020, la numero 32
dellera moderna. La
capitale dellAzerbaigian
ieri si aggiunta a Roma,
Madrid, Tokio, Istanbul
e Doha. Oggi lannuncio
ufficiale del Cio. Nel
maggio 2012 la prima
scrematura, il 7
settembre 2013 la
decisione, durante la
sessione di Buenos Aires.
Mondiali La squadra tricolore, a quota zero medaglie, si affida alla Di Martino, tra le favorite nella finale dellalto
65 Sport
Corriere della Sera Venerd 2 Settembre 2011 italia: 515249535254
Codice cliente:
Questi avvisi si ricevono tutti i giorni 24 ore su 24
allindirizzo internet:
www.piccoliannunci.rcs.it
oppure tutti i giorni feriali a:
MILANO : tel.02/6282.7555 -
02/6282.7422, fax 02/6552.436.
BOLOGNA : tel. 051/42.01.711,
fax 051/42.01.028.
FIRENZE : tel. 055/55.23.41,
fax 055/55.23.42.34.
BARI : tel. 080/57.60.111,
fax 080/57.60.126.
NAPOLI : tel. 081/497.7711,
fax 081/497.7712.
BERGAMO : SPM Essepiemme s.r.l.
tel. 035/35.87.77, fax 035/35.88.77.
COMO : tel. 031/24.34.64,
fax 031/30.33.26.
CREMONA : Uggeri Pubblicit s.r.l.
tel. 0372/20.586, fax 0372/26.610.
LECCO : SPM Essepiemme s.r.l.
tel. 0341/357400 fax 0341/364339
MONZA : Pubblicit Battistoni
tel. 039/32.21.40 039/38.07.32,
fax 039/32.19.75.
OSIMO-AN : tel. 071/72.76.077 -
071/72.76.084.
PADOVA : tel. 049/69.96.311,
fax 049/78.11.380.
PALERMO : tel. 091/30.67.56,
fax 091/34.27.63.
PARMA : Publiedi srl
tel. 0521/46.41.11, fax 0521/22.97.72.
RIMINI : Adrias Pubblicit di Rimini
tel. 0541/56.207, fax 0541/24.003.
ROMA : In Fieri s.r.l.
tel. 06/98184896 fax 06/92911648
SONDRIO : SPM Essepiemme s.r.l.
tel 0342/200380 fax 0342/573063
TORINO : telefono 011/50.21.16,
fax 011/50.36.09.
VARESE : SPM Essepiemme s.r.l.
tel 0332/239855 fax 0332/836683
VERONA : telefono 045/80.11.449,
fax 045/80.10.375.
Per la piccola pubblicit allestero telefo-
no 02/72.25.11
Le richieste di pubblicazione possono
essere inoltrate da fuori Milano anche
per telefax e corrispondenza a Rcs
Pubblicit agli indirizzi di Milano sopra
riportati.
TARIFFE PER PAROLA
Rubriche in abbinata obbligatoria:
Corriere della Sera - Gazzetta dello Sport:
n. 0: euro 4,80; n. 1: euro 2,50; n. 2 - 3
- 14 : euro 9,50; n. 5 - 6 7 - 8 - 9 - 12 -
20: euro 5,60; n. 10: euro 3,50; n. 11:
euro 3,90; n. 13: euro 11,00; n. 15: euro
5,00; n. 17: euro 5,50; n. 18 - 19: euro
4,00; n. 21: euro 6,00; n. 24: euro 6,50.
Rubriche in abbinata facoltativa:
n. 4: euro 5,30 sul Corriere della Sera;
euro 2,00 sulla Gazzetta dello Sport;
euro 6,00 sulle due testate.
n. 22: euro 4,90 sul Corriere della Sera;
euro 3,50 sulla Gazzetta dello Sport;
euro 5,60 sulle due testate.
n. 23: euro 4,90 sul Corriere della Sera;
euro 3,50 sulla Gazzetta dello Sport;
euro 6,00 sulle due testate.
Gli importi sopracitati sono comprensivi di
I.V.A.
Si precisa che tutte le inserzioni relative a
ricerche di personale debbono intendersi
riferite a personale sia maschile sia femmini-
le, essendo vietata ai sensi dell art. 1 della
legge 9/12/77 n.903, qualsiasi discrimina-
zione fondata sul sesso per quanto riguarda
laccesso al lavoro, indipendentemente dalle
modalit di assunzione e quale che sia il set-
tore o ramo di attivit. Linserzionista
impegnato ad osservare tale legge.
Per informazioni chiamaci allo
02.6282.7555 / 7422
agenzia.solferino@rcs.it
DA OGGI IL TUO ANNUNCIO
DIVENTA MULTIMEDIALE...
TABLET
PUBBLICA il tuo annuncio
multimediale su Corriere della Sera
e La Gazzetta dello Sport.
Tablet, Smartphone e Mobile...
LANNUNCIO SI RINNOVA!
INVIACI
TESTO FOTO E VIDEO
1
OFFERTE
DI COLLABORAZIONE
IMPIEGATI 1.1
ACQUISTI commerciale esperta 49enne
inglese tedesco offresi part-time vertica-
le. Telefonare 346.84.23.726.
AMMINISTRATIVA 50enne gestione au-
tonoma contabile finanziaria personale
bilancio ante imposte offresi part-time.
erma61@virgilio.it
INGEGNERE elettronicoespertoHW- SW
microprocessori e automazione indu-
striale, cerca lavoro. 348.72.12.639.
MILANESE
esperienza pluriennale in vari set-
tori offresi come impiegato problem
solving per piccole/medie societ.
Zona viale Monza. 338.75.82.445.
RAGIONIERE tutta la contabilit bilancio
compreso e gestione pratiche personale
offresi seri e medi e azi ende.
339.81.78.712.
AGENTI RAPPRESENTANTI 1.2
CAPE TOWN Sudafrica, agente accetta
incarichi di rappresentanza e analisi di
mercato. Tel. +39.348.13.81.699.
2
RICERCHE
DI COLLABORATORI
SARTORIA
ALTA MODA cerca premiere e sarte
qualificate. Tel. 02.76.02.01.71.
IMPIEGATI 2.1
ADDETTA contabilit, bilanci, dichiara-
zioni studio commercialista Milano - Por-
ta Romana cerca. E-mail: studio11.stu-
dio11@virgilio.it
AZIENDA
in provincia di Brescia settore auto-
motive cerca progettista con cono-
scenza approfondita software Catia
4 - Catia 5 in modalit parametrico,
solidi e superfici - 2D 3D. Il candida-
to deve aver maturato esperienza
nel settore stampi pressofusione e/o
plastica. Inviare curriculum a:
selezione.fonderia@absol.it
CERCASI responsabile commerciale set-
tore alimentare. Sede di lavoro Cremo-
na. Esperienza consolidata nel settore.
E-mail: info@cascinafortuna.it
TECNICOelettromeccanico, azienda con-
cessionariamarchiointernazionalemac-
chinari di pulizia cerca. Gradita minima
esperienza. Tel. 340.05.86.433.
AGENTI RAPPRESENTANTI 2.2
AZIENDA imballaggi industriali cerca
agenti plurimandatari per mercato na-
zionale, gradita minima esperienza. In-
viare CV a info@duefp.it
CERCASI rappresentante settore alimen-
tare zona Lombardia. Esperienza conso-
lidata nel settore. E-mail: info@cascina-
fortuna.it
SOCIET siderurgica commerciale ricer-
ca agente o rappresentante per la Lom-
bardia, con esperienza di vendita all'uti-
lizzatore. Per informazioni chiamare
335.80.84.321.
VENDITORI EPROMOTORI 2.3
BOFROSTper sviluppocommercialeaMi-
lano e provincia, amplia proprio organi-
coricercandopersonaleambosessi. Sup-
porto organizzativo, formazione, affian-
camento. Chiama : 02.58.01.23.71 o
selezione@bofrost.it
S.P.A. ricerca venditori 35/50enni. Port-
folio nazionale. Alti guadagni annui.
015.25.58.215.
3
DIRIGENTI
E PROFESSIONISTI
RICERCHE 3.2
STUDIO notarile zona Milano ovest sele-
ziona collaboratori per predisposizione
atti con precedente esperienza. Corriere
907-XZ - 20132 Milano
5
IMMOBILI RESIDENZIALI
COMPRAVENDITA
VENDITAMILANOCITTA' 5.1
ADIACENZE MM Maciachini vendiamo
appartamenti, varie metrature. Ottimo
investimento.Terrazzi. Box. Pronta con-
segna. 02.88.08.31 - http://murat.filca-
sa.it
ADIACENZE Repubblica, ingresso, sog-
giorno, cucina, 2 camere, biservizi, bal-
coni. Ottimo investimento. 02.88.08.31.
CERMENATE 120 mq. terrazzi. 420.000,
box. Pacini 100 mq. 450.000, Solferino
120 mq. 870.000 ri strutturati .
335.68.94.589.
COPERNICO adiacenze stabile d'epoca.
Portineria, ascensore. Appartamenti, ne-
gozi, laboratori varie superfici. Liberi, af-
fittati. 02.88.08.31.
VILLA LITTA in splendido contesto corte
Lombarda, bilocale, giardino privato.
Euro 230.000. box. 02.88.08.31.
VENDITAMILANOHINTERLAND 5.2
ADIACENZE Segrate Limito, vicinanze
stazione, nuovo trilocale Euro 225.000
possibilit box. 02.88.08.31.
VENDITA 5.3
VIBO VALENTIA appartamento cinque
locali, primo piano zona centro vendo
150.000 euro. Tel. 349.89.00.970.
6
IMMOBILI RESIDENZIALI
AFFITTI
OFFERTA 6.1
BUENOS AIRES in prestigioso edificio
d'epoca, luminosi mono/bilocali con bal-
cone. Ottime finiture, pavimenti in par-
quet, aria condizionata. 02.88.08.31.
7
IMMOBILI TURISTICI
COMPRAVENDITA 7.1
LOANO bilocali e trilocali di recente co-
struzione, ottime occasioni di posizione
e di prezzo. Tel 019.67.76.99 -
339.18.95.414.
ROQUEBRUNE Capmartin esclusiva. In
anteprima appartamenti nuovi, vista
mare, piscina. Prezzi lancio da euro
265.500 i tal gestgroup.com
0184.44.90.72.
SARDEGNA NORD Euro 59.000 nuovis-
simo spettacolare villaggio sul (nel) mare
di Stintino case ad un piano giardino
esclusivo vista spettacolare arredo cor-
redo tutto nuovo compreso e poi? Guar-
diania sala Tv sala lettura sala colazione
parco mediterraneo e poi? Spiaggia
spettacolare n 1 dell'isola, costa poco?
E' uno scherzo? No, tutto vero, meravi-
glioso, consegna primavera 2012.. scel-
ta finiture! E poi? No mediazione reddito
garantito erano 49 ne restano 25 Chi
prenota entro il 30/08/2011 notaio gra-
tis. Basta pi di cos non si pu! Tel per
vedere 035.47.20.050.
SARDEGNA Punta Aldia, prestigioso ap-
partamento con veranda e giardino.
0789.66.575 www.euroinvest-immobi-
liare.com
SUD SARDEGNA impresa vende da euro
149.000,00 realmente sul mare nuovi
bi-trilocali personalizzabili, pronta con-
segna, classe A, finiture luxury, piscina,
anche semindipendenti. 800.090.100.
8
IMMOBILI COMMERCIALI
E INDUSTRIALI
OFFERTA 8.1
ACCURSIO adiacenze vendiamo labora-
torio con magazzino collegato. Passo
carraio. Possibilit box. www.filcasaser-
vice.it 02.88.08.31.
CAIROLI adiacenze Bonaparte nuovi uf-
fici informatizzati alta rappresentanza.
373 mq. divisibili, personalizzabili.
02.88.08.31.
CITT STUDI adiacenze vendiamo 200
mq. ufficio/laboratorio ristrutturato in-
gresso indipendente 250.000,00 euro.
02.88.08.31.
MACIACHINI adiacenze vendiamo ottimi
box, singoli e doppi. Da 25.000,00 Euro.
02.88.08.31.
MISSAGLIA adiacenze vendiamo nuovi
3.200 mq. uffici palazzina indipendente
600 mq. parcheggi privati ampio spazio
di manovra. 02.88.08.31.
PIAZZA GIOVINE ITALIA vendiamo ne-
gozio 70 mq. due vetrine, soppalco, can-
tina. 02.88.08.31.
SANT'AMBROGIO in prestigioso stabile
ristrutturato ufficio alta rappresentanza
230 mq. Pianta regolare, flessibile. Fini-
ture di pregio. 02.88.08.31.
SARPI posizione prestigiosa vendiamo
negozio angolare, quindici vetrine 665
mq. ri strutturato. Posti auto.
02.88.08.31 - http://sarpi.filcasaservi-
ce.it
TRIBUNALE adiacenze, affittiamo show
roomdi 450mq., possibilitdi averespa-
zi sia open space che divisi. Possibilit
parcheggio. 02.88.08.31.
VIAFARINI adiacenze vendiamo negozio
di 650 mq. oltre 200 mq. di sottonegozio
e box triplo. Doppi ingressi e doppia
esposizione. 02.88.08.31.
9
TERRENI
SALICE TERME vendesi splendida fatto-
ria: casa padronale, foresteria, rustici.
Terreno mq. 70.000: frutteti, vigneti,
preti, maneggio, ruscello. Redditizia.
680.000,00. Euro 0383.92.902.
10
VACANZE
E TURISMO
ALBERGHI-STAZ. CLIMATICHE 10.1
ADRIATICO Lidi Ferraresi. La vacanza
conveniene. Residence, appartamenti
fronte mare, da 400 settimanali agosto,
200 settembre. Tutto i ncl uso.
0533.37.94.16. www.vear.it.
CATTOLICAHotel Leondoro tre stelle sup.
- hotel l eondorocattol i ca.i t - Tel .
0541.95.40.66 - Piscina. Vicinissimo
mare. Camere climatizzate, TV, confor-
tevolissimo. Parcheggio. Scelta men,
specialit marinare. Buffet antipasti. Set-
tembre da Euro 48,00. Sconto famiglie
fino 50%.
OFFERTISSIMA a Caorle all'Hotel Etna
una settimana pensione completa.
Spiaggia e parcheggio gratis. Euro 390.
Tel 0421.81.916.
RIMINI Hotel Torretta Bramante tre stelle.
Tel. 0541.38.07.96 - Direttamente ma-
re, gratis spiaggia, piscina, sauna idro-
massaggio, palestra, bagno turco, bici-
cletta. Animazione. Camere tv. Bevande
ai pasti, scelta men, colazione contorni
buffet. Settembre Ottobre 40,00/33,00
- www.hoteltorrettabramante.it
VARAZZE Soggiorno Sole mezza pensio-
ne giorno 40,00 settimana 240 euro.
Parcheggio. 019.96.120.
18
VENDITE
ACQUISTI E SCAMBI
ACQUISTIAMO
Brillanti, Oro, Monete,
SUPERVALUTAZIONE, pagamento
contanti. Gioielleria Curtini, via
Unione 6. - 02.72.02.27.36 -
335.64.82.765 - info@nexiagold.it
19
AUTOVEICOLI
AUTOVETTURE 19.2
A CQUISTANSI automobili e fuori-
strada, qualsiasi cilindrata, paga-
mento contanti. Autogiolli, Milano.
02.89.50.41.33 - 02.89.51.11.14.
21
PALESTRE
SAUNE MASSAGGI
A fantastici trattamenti olistici, associamo
accoglienza, riservatezza, professionali-
t per totale benessere. 02.29.52.60.35.
AGOSTO promozioni idrorelax. Centro
climatizzato, massaggi olistici, rilassanti.
Zona fiera. 02.33.49.79.25.
CENTRO benessere, ambiente raffinato,
massaggi olistici. 50,00 Euro un'ora. Mi-
lano 02.27.08.03.72.
CENTRO italiano, ambiente raffinato.
Massaggi olistici, rilassanti, tantissime
promozi oni . Porta Venezi a
02.39.66.45.07.
CINQUE GIORNATE ambiente climatiz-
zato un mondo di relax trattamenti oli-
stici. Classe. 02.54.01.92.59.
HADO SPA l'eleganza per il tuo corpo,
massaggi olistici con percorso termale.
Tel. 02.29.53.13.50.
24
CLUBS
E ASSOCIAZIONI
A MILANO accompagnatrici, distinta
agenzia presenta eleganti, affascinanti
model l e ed i nteressanti hostess.
335.17.63.121.
A MILANO Agenzia Azzurra presenta
graziose accompagnatrici, attraenti fo-
tomodel l e del i zi ose hostess.
339.64.14.694.
AGENZIA accompagnatrici alta classe,
bella presenza, fotomodelle, in tutta Ita-
lia. Milano. 333.49.59.762.
CASALINGHE intriganti 899.89.79.72.
Esibizionista 899.00.41.85. Euro 1,80
min./ivato. Solo Adulti. Mediaservizi,
Gobetti 54 - Arezzo.
66
Venerd 2 Settembre 2011 Corriere della Sera italia: 515249535254
Codice cliente:
DAL NOSTRO INVIATO
MISANOADRIATICOOc-
chi lucidi, tutti in piedi, applau-
si. Lera del Tirannosauro finisce
in un pomeriggio in Riviera do-
po 22 anni di corse e rincorse,
sorrisi e dolori, ossa rotte e resur-
rezioni, duelli leggendari, sfortu-
ne epiche, orgoglio da vendere,
la stima riconosciuta di tutti. E
successi, tanti: due Mondiali in
125, uno in 250, 324 gare, 29 vit-
torie, 41 pole, 99 podi. Gli man-
cato il titolo in 500-MotoGp, ma
oggi non pi un rimpianto. In
fondo, ha sempre detto di essere
un ragazzo fortunato che faceva
la cosa che pi amava. E la fortu-
na per un uomo anche poter
scegliere lora di dire stop: Ho
passato una vita in moto, adesso
il momento di smettere.
Loris Capirossi rester qui an-
cora sei gare in sella alla Ducati
selvaggia, sognando di acchiap-
pare il podio numero 100:
quasi impossibile ma ci provo.
Magari con un po di culo o la
pioggia.... Poi il 6 novembre a
Valencia scender dalla moto
per non salirci pi. E sono sicu-
ro che non cambier idea. Ga-
me over. Senza guardarsi indie-
tro.
Mi sarebbe piaciuto correre
nella 1000 lanno prossimo e ma-
gari continuare fino a 40 anni.
Avevo offerte qui e in Superbike.
Alla fine ho capito cosera me-
glio per me: non sono pi giova-
ne, i nuovi piloti vanno forte,
avere una moto competitiva
sempre pi dura.... Meglio chiu-
dere quando c ancora qualcu-
no che ti cerca. Anche se gli man-
cheranno ladrenalina, la lotta,
la pressione prima della gara.
Si ritira un grande, e non re-
torica. Spesso definitosi igno-
rante per lo stile di corsa diret-
to, spettacolare, velocissimo e
senza fronzoli, Capirex ha visto e
fatto vedere di tutto, in un mix
di alti e bassi unico nella storia
del motociclismo. Tanti trionfi
(Il pi bello? Forse il primo
Mondiale nel 90, ma anche la
prima vittoria in 500 e quella in
Ducati, moto che ha fatto nasce-
re e crescere in MotoGp), duelli
memorabili (nella storia quelli
con Rossi, rivale e amico), brut-
tissimi incidenti e periodi-no
che avrebbero steso un leone ma
non un Tirannosauro, come ama
autodefinirsi: Nel 97 volevo
smettere. Ho tenuto duro e lan-
no dopo ho vinto il Mondiale.
Un titolo contestato per una ma-
novra al limite su Harada nellul-
tima gara in Argentina, con rela-
tivi strascichi legali da cui Loris
usc illeso: La manovra la rifa-
rei. Se non ci avessi provato mi
sarei dato del non-pilota per
sempre. E poi vi racconto una
storia: mio figlio Riccardo va a
scuola con la figlia di Harada,
giorni fa hanno fatto pure la reci-
ta assieme tenendosi per mano.
Io e Harada siamo molto amici.
Perch Capirossi, alla fine,
questo: un magnifico pirata e un
grande signore che non ha mai
avuto paura dei suoi buoni senti-
menti. Come vorr essere ricor-
dato? Sono stato un vincente e
un combattente. Ma soprattutto
uno sempre gentile e carino con
tutti. Se mi volto indietro vedo
tanti amici. Nella vita non c so-
lo lo sport e io spero di avere fat-
to le cose nel modo giusto. E
quelle che far? Faremo un sac-
co di figli dice la moglie Ingrid.
E Loris forse rester nellambien-
te. Ne guadagnerebbe lui, e pure
noi: Qualcosa far e saranno co-
se importanti. Non temo il futu-
ro, pu essere solo bello.
Alessandro Pasini
RIPRODUZIONE RISERVATA
Gruppo A
Spagna-Portogallo 87-73
Turchia-Gran Bretagna 90-61
Lituania-Polonia 97-77
Class.: Turchia, Lituania e Spagna
4; Polonia, Gran Bretagna e
Portogallo 0
Gruppo B
Serbia-Lettonia 92-77
Francia-Israele 85-68
Germania-ITALIA 76-62
Class.: Germania, Serbia e Francia
4; Lettonia, ITALIA e Israele 0
Gruppo C
Bosnia-Montenegro 94-86
Grecia-Finlandia 81-61
Croazia-Macedonia 76-78
Class.: Grecia 4, Croazia e
Montenegro, Macedonia e Bosnia 2;
Finlandia 0
Gruppo D
Bulgaria-Belgio 68-65
Russia-Georgia 65-58
Slovenia-Ucraina 68-64
Class.: Russia e Slovenia 4; Georgia
e Bulgaria 2; Ucraina e Belgio 0
Cos oggi Gruppo B
(a Siauliai)
14.15 Serbia-Israele
16.45 Lettonia-ITALIA
20.00 Francia-Germania
Cos in tv
Diretta su RaiSport1
Oggi la Lettonia, Gallinari: Non sbrachiamo, ci crediamo ancora
(18-16; 30-36; 45-46)
ITALIA (16/43 2p, 6/25 3p,
12/17 tl, 34 r): Carraretto 0,
Mancinelli 11 (4/6, 1/5),
Bargnani 8 (2/9,1/5), Gallinari
17 (2/11, 2/4), Mordente 4
(1/2, 0/2), Cinciarini 0, Belinelli
15 (5/8, 1/6), Cusin 2 (1/1),
Hackett 5 (1/5, 1/3). All.:
Pianigiani
GERMANIA (20/44 2p, 7/12
3p, 15/20 tl, 44 r): Benzing 14
(4/5, 2/4), Herber 6 (0/1, 2/2),
Hamann 0 (0/1 da due),
Schultze 0, Schaffatzik 11 (2/2,
1/4), Ohlbrecht 4 (1/3 da due),
Schwethelm 3 (0/3, 1/1),
Kaman 17 (7/15), Nowitzki 21
(8/14, 1/1). All.: Bauermann
Arbitri: Drabikovsky (Ucraina),
Zurapovic (Bosnia), Geller
(Belgio)
Il programma
Tris di donne
al terzo turno
per lItalia
Maglia rosa
riscritta
via twitter
62
Germania
Campione
Capirossi rientra ai box per sempre
Una vita in moto, ora di smettere
DAL NOSTRO INVIATO
SIAULIAI Un passo verso
casa e, soprattutto, verso lad-
dio allOlimpiade 2012. Un pas-
so che non scavalca la Germa-
nia di Dirk Nowitzki, ma anche
di Chris Haman, Johannes Her-
ber e Robin Benzing, i volti dei
compagni non troppo compri-
mari di Mister Mvp delle fi-
nali Nba che danno un contri-
buto decisivo alla causa e che
costringono lItalia a rimanere
nella palude dellEurobasket.
Difficilmente se ne uscir.
Dopo due sconfitte, una delle
quali in uno spareggio pesante,
anzi pesantissimo, per conti-
nuare a coltivare ambizioni sul
binario giusto, agli azzurri re-
stano tre occasioni oggi la
Lettonia, domenica la Francia,
luned Israele che non con-
templano opzioni alternative al-
la vittoria. E purtroppo nemme-
no le tre cartucce mandate a
bersaglio potrebbero essere suf-
ficienti: i tedeschi ci hanno su-
perato, al termine di una parti-
ta infernale, caratterizzata da
nove parit e da ben ventitr ri-
baltamenti nella leadership,
ma adesso devono diventare i
nostri alleati. Tifiamo per loro,
importante che superino la
Francia nella sfida di stasera.
Sempre che, subito prima, Az-
zurra non abbia fatto patatrac
contro la Lettonia, un avversa-
rio tuttaltro che agevole.
Andiamo subito alla fine per
dire che Italia-Germania si ri-
solta con una volatona dura-
ta dieci minuti, il tempo di un
quarto periodo andato avanti
tra sgomitate e sgambetti. Sul
51-48, firmato da Mancinelli
(gran partita la sua, il numero
uno assieme a Gallinari, che,
pur senza grandi percentuali of-
fensive, ha spremuto quel che
cera da spremere e assieme a
Stefano si preso carico di con-
tenere Nowitzki), lItalia ha
avuto la chance dellallungo.
Ma Bargnani prima e Belinelli
poi lhanno mancata, facendo
s che la Germania si riportasse
avanti e mantenesse linerzia
nel punteggio e nella fiducia.
Su un guizzo da cineteca di
Nowitzki canestro in faccia
a Belinelli, difendendo la posi-
zione con la sua famosa gamba
destra portata in avanti se-
guito da unentrata vincente di
Benzig, lItalia ha visto il buio
(55-60). Gallinari ha riacceso
la luce fino al 60-62 del 3730,
il punto di sgancio, ahinoi, dal
duello e, forse, dallEuropeo.
Kaman, il secondo tedesco tar-
gato Nba, ha messo altre due
zampate, il Gallo non ha canta-
to pi ed Herber, il killer che ci
aveva gi finito nel 2007 a Ma-
drid, ha completato lopera con
la tripla ammazzatutto.
Restiamo con considerazio-
ni a raffica, istintive ma verifi-
cate (una su tutte: la difesa ha
funzionato, ma lattacco ha da-
to di nuovo poco il 32%def-
ficacia, con numeri insufficien-
ti per i tre tenori e questa
una squadra che dipende dal-
le fortune offensive), con inter-
rogativi che lasciamo al futuro
(perch Belinelli, dopo lespe-
rienza Nba, non penetra quasi
pi in uno contro uno? evolu-
zione o involuzione, la sua?) e
con due battute di chi ha speso
lanima per bloccare Nowitzki:
Mancinelli e Gallinari, appun-
to. Per il Mancio il guaio sem-
plice: Non abbiamo giocato
bene di squadra. Per Danilo
lanalisi del compagno corret-
ta (Non abbiamo mosso bene
la palla, io per primo, e nellulti-
mo minuto e mezzo non abbia-
mo saputo vincere e abbiamo
perso la testa), ma dopo le ri-
flessioni e le delusioni ci spie-
ga che c un futuro da provare
a disegnare: Sbracare adesso
sarebbe lerrore pi grave. Noi
ci crediamo ancora.
Simone Pianigiani chiude in-
vece cos: Il punteggio bu-
giardo. Non dimostra che la
Germania pi forte, ma che
ha pi consistenza mentale: ha
continuato a giocare fino alla fi-
ne, mentre noi a partita persa
abbiamo mollato. Per stavolta
non imputo nulla ai miei: han-
no fatto il massimo. Hanno ri-
spettato i piani, si perso per
piccoli dettagli: un ribaltamen-
to non fatto, dei falli non fi-
schiati, dei tiri che andavano
segnati. La verit che non sia-
mo abituati a giocare sfide co-
s, per lo score spiega pure
che avremmo potuto farcela:
sarebbe stato positivo per la fi-
ducia, ma questi siamo. Soprat-
tutto, dobbiamo crescere. Se
tutti non ci permettono di farlo
e si aspettano che vinciamo
sempre, ecco, allora significa
che la federazione ha sbagliato
i suoi programmi.
Flavio Vanetti
RIPRODUZIONE RISERVATA
MotoGP Lannuncio a Misano, il pilota italiano si ritirer a fine stagione: Avevo ancora offerte, ma questa la scelta giusta
Gli azzurri sbattono contro Nowitzki
Us Open
Giro dItalia
Italia
76
Io un vincente e un
combattente. Ma
ricordatemi come uno
gentile con tutti
Tre titoli mondiali
Motomondiale
Gp di San Marino
Misano Adriatico
Cos in tv su Italia 1
e Mediaset Premium
Oggi
Prove libere
sintesi ore 01.15
Domani
Qualifiche
ore 13 125
ore 14 MotoGP
ore 15.10 Moto2
Domenica
Gare
ore 11 classe 125
ore 12.15 Moto 2
ore 14 MotoGP
Superbike
Gp di Germania
Nrburgring
Domani
ore 15 Superpole
(La7)
Domenica
ore 12 Gara 1
(Eurosport 2 e la 7)
ore 15.30 Gara2
(Eurosport 2 e la7)
Eurobasket Seconda sconfitta con la Germania, ora serve un mezzo miracolo: 3 vittorie nelle prossime 3 partite
NEW YORK Tris di
donne (al terzo turno) a
New York. Agli Us Open le
solite note tengono in piedi
la spedizione italiana. In 53
minuti Francesca Schiavone
(nella foto) supera con un
doppio 6-1 la croata
Mirjana Lucic e aspetta la
vincente del match tra la
tedesca Mona Barthel e la
sudafricana Chanelle
Scheepers. La segue
Roberta Vinci: 6-2 6-3 alla
francese Aliz Cornet.
Vinci e Schiavone
raggiungono Flavia
Pennetta che ha dovuto
estromettere dal torneo, in
un derby sorellicida,
Romina Oprandi (6-0, 6-3),
e affronter ora la bella
Maria Sharapova. Una
muraglia nel tabellone
maschile: Fabio Fognini
stato eliminato dal ceco
Tomas Berdych, testa di
serie numero 9, in tre set:
7-5, 6-0, 6-0. Dopo Venus
Williams gli Us Open
perdono per ritiro anche lo
svedese Robin Soderling,
vittima di un virus
intestinale.
Nel 2012 la maglia rosa
trasmetter a tutti i
corridori che la
indosseranno un sostegno
che non avrebbero mai
pensato di avere, quello dei
fan che, via Twitter,
vorranno raccontare la
propria passione per questo
simbolo di storia, coraggio
e successo sportivo. I 10
migliori tweet inviati dai
tifosi saranno stampati
infatti allinterno della
maglia rosa 2012 e il
migliore trover posto sul
colletto. Ivan Basso, (a
sinistra nella foto col nuovo
direttore del Giro, Michele
Acquarone) stato il
testimonial delliniziativa e
il primo campione che ha
voluto lasciare il proprio
messaggio: La prima
unemozione, la seconda
la gloria, la terza un
sogno. Liniziativa,
lanciata ieri con un tweet
dal profilo ufficiale del Giro
dItalia stata presentata
alla fiera Eurobike di
Friedrichshafen, in
Germania. I messaggi via
twitter vanno inviati fino al
15 settembre.
Loris Capirossi, 38 anni, ha vinto
3 mondiali, 2 in 125 (90-91) e
1 in 250 (98). Ha corso con
Honda, Yamaha, Aprilia e, in
MotoGp, con Suzuki e Ducati,
ufficiale dal 03 al 07 e Pramac
questanno (ItalyPhotopress)
Duello Dirk Nowitzki contende la palla a Danilo Gallinari, che metter a segno 17 punti (Ipp)
67 Sport
Corriere della Sera Venerd 2 Settembre 2011 italia: 515249535254
Codice cliente:
2 settembre 2000 - 2 settembre 2011
Dopo undici anni da quando ci ha lasciato,
il ricordo dell
Avv. ANTONIO PINTO
sempre con noi e ci accompagna nel
difficile cammino della vita.
Pina, Isetta e Manlio.
Milano, 2 settembre 2011
Dopo una vita dedicata alla famiglia e agli af-
fetti il 31 agosto mancata la nostra amata ma-
dre, suocera, nonna, bisnonna
IngeborgWeber Frattini
Con immensa tristezza lo annunciano i figli Ema-
nuela con Carl, Cecilia e Oliver, e Marco con An-
ne, Letizia, Carolina, Lodovica e Matilde.- Un
particolare ringraziamento ad Agata per una vita
di amicizia, aiuto ed amorevole presenza, ed al
Dottor Roberto Moroni ed a Nicola per l'assisten-
za professionale ed il calore umano che hanno
alleviato gli ultimi difficili mesi.- I funerali si svol-
geranno luned 5 settembre alle 14.45 presso la
chiesa Protestante in via Marco de Marchi 9 Mi-
lano.
- Milano - New York, 1 settembre 2011.
Ricordiamo con grande affetto la nostra amata
Omi Uromi
che sempre stata presente nelle nostre vite se-
guendoci con tanto amore e allegria.- Letizia,
Carolina, Cecilia, Lodovica, Oliver e Matilde.
- Milano - New York, 1 settembre 2011.
Janne e Willi piangono con profondo dolore la
scomparsa dell'amata sorella e cognata
Inge
e nel ricordo di una vita passata insieme sono
vicini a Emanuela e Marco.
- Milano, 1 settembre 2011.
Porteremo sempre nei nostri cuori con grande
affetto la nostra cara
Omi Uromi
Salvatore, Letizia e Matilde.
- Milano, 1 settembre 2011.
Cara
Tante Inge
grazie per i tanti bellissimi momenti passati in-
sieme, le risate, i tuoi saggi consigli, la tua com-
pagnia, la tua costante presenza e vicinanza, la
tua generosit d'animo.- Di tutto questo faremo
tesoro.- Ci manchi tantissimo.- Sabine e Enzo con
Francesco e Margherita, Ute con Ottavia, Olivie-
ro e Ortensia. - Milano, 1 settembre 2011.
Partecipano al lutto:
Laura e Mario Girelli.
Dario e Veronica con Lucia, Giulio e Lea si
stringono commossi a Marco, Anne, Letizia, Ca-
rolina, Lodovica e a Emanuela e famiglia ricor-
dando con grande affetto la cara
Inge
- Milano, 1 settembre 2011.
Stefania Serena Francesco Antonio Matteo e
Chiara partecipano al dolore di Marco Emanuela
e famiglia per la perdita dell'amata
Omi
- Milano, 1 settembre 2011.
Federico e Silvia dal Verme con Valeria e Carlo
partecipano con affetto al dolore di Marco e An-
ne per la perdita di
Inge Frattini Weber
- Casciago, 1 settembre 2011.
Marco Romanelli abbraccia Emanuela e Marco
ricordando
Inge Weber Frattini
- Milano, 1 settembre 2011.
Paola e Gabriele si stringono con affetto a Mar-
co ed Emanuela e alle loro famiglie per la scom-
parsa di
Inge Weber Frattini
- Champoluc, 1 settembre 2011.
Linde, Astrid, Elke e Birgit si uniscono al dolore
di Janne, Emanuela e Marco ricordando sempre
la cara
Inge Weber Frattini
grande esempio di eleganza e perfezione per tut-
ti noi. - Milano, 1 settembre 2011.
Michele e Alessandra Randazzo con profondo
dolore si stringono ad Emanuela e Marco per la
scomparsa della mamma
Inge Weber Frattini
che ricorderanno per sempre con grandissimo af-
fetto. - Milano, 2 settembre 2011.
La famiglia Giese vicina a Marco, Emanuela
e alle loro famiglie per la scomparsa della loro
mamma
Inge
amica carissima. - Milano, 31 agosto 2011.
Goldy, Fai, Silvia e Ado Schtz si stringono con
tanto affetto a Marco, Emanuela e alle loro fa-
miglie nel ricordo della carissima
Inge
- Milano, 31 agosto 2011.
Madi Amarylli Marina Barbara e Luca parteci-
pano con profonda commozione al dolore im-
menso di Marco, Emanuela e familiari per la per-
dita della carissima
Inge Weber
- Milano, 1 settembre 2011.
Elio e Mariuccia Cicigoi con Michele, Betta con
Elettra e Angus Fiori sono vicini a Ianne, Ema-
nuela, Marco e a tutta la famiglia per la scom-
parsa della cara
Inge
- Milano, 1 settembre 2011.
La famiglia Ghianda si unisce al dolore della
famiglia Frattini per la perdita della cara
Inge
- Bovisio Masciago, 1 settembre 2011.
Pierluigi Ghianda si unisce al dolore di Ema-
nuela e Marco Frattini per la scomparsa della ca-
ra mamma
Inge
ed affettuosamente li abbraccia.
- Bovisio Masciago, 1 settembre 2011.
Paolo Amos ed il Consiglio di Amministrazione
della societ Fratelli Amos & C. S.p.A. esprimono
cordoglio alla famiglia Frattini per la scomparsa
della signora
Inge
- Milano, 2 settembre 2011.
Gerti, con Margherita, Paolo e Veronica, con
grande tristezza partecipa al dolore di Marco con
Annarosa, Emanuela e Carl per la morte di
Inge
amica di tutta una vita.
- Milano, 2 settembre 2011.
I dipendenti della societ Escher S.r.l. esprimo-
no sincere condoglianze al Dottore Marco Frattini
e famiglia per la scomparsa della signora
Inge
- Milano, 2 settembre 2011.
Il fratello Ettore e la nipote Barbara annuncia-
no la morte di
EdoardaMasi
ad esequie avvenute come da sua volont.
- Milano, 1 settembre 2011.
Partecipano al lutto:
Mav.
Walter Peruzzi.
Anna Rollier e Giovanni Mottura.
EdoardaMasi
Amo queste anime che sanguinano e soffrono in
silenzio, perch mi fanno sentire che sono al
mondo, che sono vivo fra gli uomini.- Bettina
Mottura, Silvia Pozzi. - Milano, 28 luglio 2011.
Titti e Claudia ricorderanno sempre con rim-
pianto la carissima
ziaDadda
la sua intelligenza, cultura, il suo coraggio.
- Aosta, 1 settembre 2011.
Stefania Stafutti, Barbara Leonesi e Monica De
Togni del Dipartimento di Orientalistica dell'Uni-
versit di Torino piangono la scomparsa dell'ami-
ca e studiosa
EdoardaMasi
insieme con i colleghi e collaboratori del Centro
di Alti Studi sulla Cina Contemporanea e dell'Isti-
tuto Confucio di Torino.
- Torino, 1 settembre 2011.
L'Associazione Italiana Studi Cinesi partecipa
al dolore per la scomparsa della collega
EdoardaMasi
- Venezia, 1 settembre 2011.
mancato all'affetto dei suoi cari
Giuliano Scotti
Ad esequie avvenute danno il triste annuncio la
moglie, i figli, le nuore e i nipotini.
- Ponte di Legno, 1 settembre 2011.
Partecipano al lutto:
George e Valerie.
Riccardo e Luigia.
Ciao
pap
in questo giorno triste voglio ringraziarti per quel-
lo che ci hai lasciato: l'esempio di una vita dedi-
cata alla famiglia e al lavoro, la serenit con cui
hai affrontato le sofferenze che ti hanno segnato
nel corpo ma mai nello spirito.- Finalmente libero
potrai tornare sui sentieri che hai tanto amato e
da lass proteggere la tua famiglia.- Andrea.
- Ponte di Legno, 1 settembre 2011.
Le sorelle e i fratelli con le rispettive famiglie
ricordano con rimpianto le doti di umanit e di
fermezza del fratello
Giuliano Scotti
e ne mantengono viva la memoria.
- Milano, 1 settembre 2011.
Caro
Francesco
riposa in pace.- I tuoi fratelli, le tue sorelle, i co-
gnati, le cognate e tutti i nipoti e pronipoti ricor-
deranno sempre il fratello maggiore che tanto ha
amato la famiglia che ha costruito e quella di cui
faceva parte e abbracciano Luisa, Diego, Giovan-
na e Filippo.- Il funerale avr luogo sabato 3 set-
tembre alle ore 14.30 in Arese nella chiesa Maria
Aiuto dei Cristiani in via dei Platani.
- Milano, 1 settembre 2011.
Francesco Riva
Per l'amore che ci lega saremo sempre insieme.-
Tua Luisa. - Arese, 1 settembre 2011.
Francesco Riva
Caro pap e nonno noi figli e nipoti porteremo
sempre nel cuore con gratitudine e amore i valori
che ci hai trasmesso.
- Arese, 1 settembre 2011.
Al carissimo
Francesco
una preghiera.- A Luisa e figli un abbraccio af-
fettuoso dai cugini Marioni.
- Azzate, 1 settembre 2011.
Partecipano al lutto:
Giancesare e figli.
Egidio, Stefano, Marco, Gerolamo e Paolo Ga-
vazzi e le consorti sono vicini a Luisa e ai cugini
Riva per la perdita del caro
Ing. Francesco Riva
- Milano, 1 settembre 2011.
Alessandra Fumagalli Gavazzi con Giulio e figli
piange la perdita del cuginetto capostipide
ingegner
Francesco Riva
buono generoso spiritoso intelligente compagno
di una vita e abbraccia teneramente Luisa e figli
e tutti i fratelli Riva.
- Monza, 1 settembre 2011.
Giuseppe, Alberto, Simonetta, Marialuisa Ga-
vazzi, con Bianca, Maria e Giorgio sono addolo-
rati per la perdita del cugino
Francesco Riva
persona profondamente buona.
- Ponte di Legno, 1 settembre 2011.
I cugini Dozzio, Mrlin Visconti e Riva con zia
Franca sono vicini con affetto a Luisa, ai suoi figli
ed a tutta la grande famiglia Riva nel ricordo del
loro
Francesco
della sua contagiosa positivit, del suo entusia-
smo per la vita. - Milano, 1 settembre 2011.
La famiglia Lanaro piange la scomparsa del co-
gnato
Francesco Riva
ed affettuosamente vicina a Luisa e ai familiari.
- Milano, 1 settembre 2011.
Maria Vittoria Predaval Magrini con Cinzia e
Jose partecipa commossa al lutto della famiglia
Riva per la perdita dell'amato
Francesco
- Milano, 1 settembre 2011.
Addio
Francesco
indimenticabile amico del cuore.- Erminio e Car-
la con Alessandra e Francesca.
- Milano, 1 settembre 2011.
Partecipano al lutto:
Renato e Renata Venegoni.
Elio e Pupa piangono con Luisa e figli la defi-
nitiva assenza di
Francesco Riva
Resta il ricordo di anni felici vissuti assieme.
- Milano, 2 settembre 2011.
Bruna Tossi Guareschi, Nila e Raimondo Palet-
to abbracciano Luisa, Diego, Giavanna e Filippo
ricordando l'antica affettuosa amicizia e la gran-
de generosit di
Francesco
- Milano, 1 settembre 2011.
Mario e Silvia Bassani, con Cristina e Alberto e
con Luca e Marilena, sono vicini a Luisa e a tutti
i suoi cari nel dolore per la scomparsa di
Francesco Riva
- Milano, 1 settembre 2011.
Carmela con Laura, Tano, Carlo e le loro fa-
miglie abbraccia Luisa, Diego, Giovanna e Filip-
po nel ricordo dell'indimenticabile
Francesco
- Milano, 1 settembre 2011.
Gli amici Adalberto e Flavia, Cicci, Francesca,
Giampietro e Luisa, Ketty, Minnia, Luciano con le
loro famiglie sono vicini con affetto a Luisa ed ai
suoi figli nel ricordo del caro
Francesco
- Milano, 1 settembre 2011.
Francesco Riva
Nel ricordo della lunga e profonda amicizia ab-
bracciamo Luisa e figli.- Marco, Pia, Arturo, Fran-
ca, Mariapia e figli.
- Milano, 1 settembre 2011.
Michele e Giovanna Gusti, Augusto e Giovan-
na Mercandino sono vicini a Lorenzo per la per-
dita del fratello
Francesco Riva
- Milano, 1 settembre 2011.
Giannino e Cristina profondamente addolorati
si stringono con Luisa e figli nel ricordo di
Francesco
- Milano, 1 settembre 2011.
Mino e Giovanna Gaffuri stringono in un forte
abbraccio Luisa, Giovanna, Diego e Filippo e con
loro piangono l'amico carissimo
Dott. Ing. Francesco Riva
compagno di giorni felici.
- Erba, 1 settembre 2011.
Al nostro caro Presidente
Francesco Riva
un saluto e un ringraziamento con affetto.- I di-
pendenti Ausman. - Lozza, 1 settembre 2011.
Eugenio Malnati e la sua impresa porgono sen-
tite condoglianze alla famiglia di
Francesco Riva
ricordandolo come un grande maestro di vita.
- Varese, 1 settembre 2011.
Molly (Giova) e Fil, Charley, Liviana, nonna
Helga, Niccol ed Edoardo ricordano
Valerie
adorata mamma e carissima amica.- La funzione
religiosa sar celebrata sabato 3 settembre alle
ore 14.45 nella chiesa dei SS. Nabore e Felice
(Milano - piazza Perrucchetti).- Si prega di non
inviare fiori ma di devolvere eventuali donazioni
al Reparto Pediatrico dell'Istituto dei Tumori di Mi-
lano. - Milano, 27 agosto 2011.
Partecipano al lutto:
La famiglia Botticelli.
La famiglia Foglia.
La famiglia Popovic.
La famiglia Di Benedetto.
Mia Giovi you just call out my name and you
know wherever I am I'll come running to see you
again
Valerie
Sarai per sempre nel mio cuore.- Franci.
- Milano, 1 settembre 2011.
Partecipano al lutto:
Giovanni, Patrizia, Beatrice, Guido.
Stefano Emanuela Isabella Federico sono vicini
a Giovannella per la perdita della sua cara mam-
ma
Valerie
- Milano, 2 settembre 2011.
Il Consiglio di Amministrazione, i soci e tutti i
dipendenti della Minimold Spa sono vicini a Gio-
vanella e a tutta la famiglia Lobkowicz per la gra-
ve perdita di
Valerie Di Giorgio
- Torino, 1 settembre 2011.
Il Consiglio di Amministrazione, i soci e tutti i
dipendenti di Uphold Spa e di Interline Turismo
Club Srl partecipano la perdita di
Valerie Di Giorgio
e sono vicini a Giovanella e tutta la famiglia Lob-
kowicz in questo triste momento.
- Milano, 1 settembre 2011.
Partecipano al lutto:
La famiglia Rigano.
La famiglia Vidotto.
La famiglia Ghidoli.
La famiglia Gera.
Paolo Marcattily.
La Meta Viaggi e tutti i dipendenti porgono sen-
tite condoglianze a Giovanella e tutta la famiglia
per la grave perdita di
Valerie Di Giorgio
- Milano, 1 settembre 2011.
Le sorelle, i nipoti e le loro famiglie annuncia-
no con tristezza che mancata
RenataColombo ved. Ferrari
Un grazie a Gianna per l'affettuosa assistenza.- I
funerali avranno luogo alle ore 9 del giorno 3
settembre 2011 presso la cappella interna del ci-
mitero di Lambrate.
- Milano, 1 settembre 2011.
Marisa Lombardi profondamente colpita par-
tecipa al dolore di Giorgio e di tutta la sua fami-
glia per la perdita di
LucaBrigatti
- Milano, 1 settembre 2011.
Carlo e Daniela Tremolada con Martina e Ve-
ronica partecipano attoniti al dolore di Daniela,
Giulia e Chiara per la prematura perdita di
LucaBrigatti
- Milano, 2 settembre 2011.
Partecipano al lutto:
Rina Bevilacqua con Federico e famiglia.
Milena Spelta con Federica e Lorenzo parteci-
pa al dolore di Nicola e Angelica per la perdita
del caro
Luca
e si stringe a loro con grande affetto nella pre-
ghiera. - Milano, 31 agosto 2011.
Aldo e Edda Lorenzi partecipano al dolore di
Giorgio e dei suoi familiari per l'improvvisa scom-
parsa del figlio
LucaMaffioli Brigatti
- Milano, 1 settembre 2011.
Isa e Gigi sono vicini all'amico Giorgio e l'ab-
bracciano affettuosamente per la perdita del fi-
glio
LucaMaffioli Brigatti
- Monticello, 1 settembre 2011.
Paolo Martino Volta e famiglia sono vicini a tut-
ta la famiglia Maffioli Brigatti per l'improvvisa e
prematura scomparsa del caro amico
Luca
- Milano, 1 settembre 2011.
Gigi e Luisa commossi partecipano al grande
dolore di Giorgio per la perdita del figlio
LucaBrigatti
- Milano, 1 settembre 2011.
Ciao
Luca
ti ricorderemo sempre.- Un abbraccio a Giulia
Chiara e Daniela da Antonella Andrea Davide e
Michele. - Milano, 1 settembre 2011.
Anna, Francesco, Alberto annunciano con im-
menso dolore l'improvvisa scomparsa del loro
amato pap
dott. Giancarlo Pallotti
La cerimonia funebre e la tumulazione avverran-
no al Cimitero Monumentale di Milano, con data
ancora da stabilirsi.- Per informazioni telefonare
335463319. - Milano, 2 settembre 2011.
Partecipano al lutto:
Marco Cattaneo e Ilaria Rosa.
Lella Vallardi con affetto e dolore vicina ad
Anna, Francesco, Alberto in questo triste momen-
to per la scomparsa del pap
dott. Giancarlo Pallotti
uomo integerrimo, padre e marito unico.
- Milano, 2 settembre 2011.
Le dipendenti del Laboratorio Analisi Cliniche
Torino sono vicine con grande affetto alla dotto-
ressa Anna Pallotti e familiari in questo doloroso
momento per la perdita del pap
dott. Giancarlo Pallotti
- Milano, 2 settembre 2011.
Antonello Zunino de Pignier e le famiglie ed i
figli partecipano con cuore commosso al dolore
di Anna, Francesco, Alberto per la perdita
dell'amatissimo e dolce pap
Giancarlo Pallotti
- Milano, 31 agosto 2011.
Edoardo Meazza affettuosamente vicino ad
Anna e famiglia nel dolore per la perdita del caro
pap
Giancarlo Pallotti
- Milano, 2 settembre 2011.
Claudia e Sandra, con Angelo e Riccardo, an-
nunciano che la mamma
Beatrice Girosi Cortese
spirata serenamente.- Ringraziano per l'affet-
tuosa assistenza Marta Cano Arango e il Dottor
Vittorio Scirea.- I funerali avranno luogo sabato
3 settembre alle ore 9 presso la Piccola Casa del
Rifugio via Antonini 3.
- Milano, 1 settembre 2011.
Partecipa al lutto:
Emilio Gavezzotti.
Tina, Alberto, Alessandra, Lauretta e tutti i suoi
cari ricorderanno per sempre
Renato Salvini
Ha vissuto con la passione del tifoso e l'onest
dello sportivo.- Non fiori ma donazioni a soste-
gno della straordinaria opera dell'Associazione
Italiana contro Leucemie, Linfomi e Mieloma AIL-
Onlus www.ail.it. - Roma, 2 settembre 2011.
Carlo, Agnese e Luca partecipano commossi al
dolore per la morte della cara
Prof.ssaMariaAntonietta
Aveni Casucci
alla quale sono sempre stati profondamente le-
gati. - Gaggiano, 1 settembre 2011.
Marcello e Giovanni Cesa-Bianchi e Carlo Cri-
stini partecipano affettuosamente al dolore per
la morte della
Prof.ssaMariaAntonietta
Aveni Casucci
con la quale hanno collaborato per molti anni
all'Istituto di Psicologia.
- Milano, 1 settembre 2011.
"Io non ho mai perduto il senso che
qualcosa vive e dura, oltre questo eter-
no fluire.- Quello che noi vediamo il
fiore, che passa: ma il rizoma perdura".
(Carl Gustav Jung)
Grazie
Prof.ssaMariaAntonietta
Aveni Casucci
Flavia Albani, Giorgio Cicognani, Carlo Cristini,
Domenico Cucinotta, Giovanni Del Grosso,
Gianni e Lena Fornarini, Gianni Guerrini e Ro-
sangela Comini, Laura Rava e Vincenzo Fogliata,
Tiziana Revera e Claudio Parisio, Ubaldo e Anna
Roccatagliata, Italo e Martine Simeone, Aldo
Tammaro, Giorgio e Edda Viglione.
- Milano, 2 settembre 2011.
mancato all'affetto dei suoi cari
Francesco Garegnani
di 61 anni.- Ne danno il triste annuncio la moglie
Maria Grazia Ronsivalle, i figli Alessandro e Fe-
derica, la mamma Elda, le sorelle, i cognati, le
cognate, i nipoti e parenti tutti.- I funerali avran-
no luogo sabato 3 settembre alle ore 10.30 par-
tendo dall'abitazione in Lodi, via Biancardi n. 19,
per la chiesa parrocchiale di San Lorenzo indi al
cimitero Maggiore. - Lodi, 1 settembre 2011.
Carlo Taccani, profondamente addolorato per
l'improvvisa scomparsa del carissimo amico
Francesco Garegnani
si unisce al dolore di Grazia e famiglia.
- Milano, 1 settembre 2011.
Il 31 agosto si spenta
MariaFlaviaTolnay
ved. De Cesaris
Ne d l'annuncio la figlia Giulia Porcari Li Destri
con la nuora Domitilla Ruffo di Calabria e i nipoti
Flavia e Filippo.- Le esequie avranno luogo sa-
bato 3 settembre alle ore 10.30 presso la chiesa
degli Artisti (piazza del Popolo).
- Roma, 2 settembre 2011.
Il Club Roma Tiber del Soroptimist Internatio-
nal partecipa al dolore della famiglia per la
scomparsa dell'indimenticabile
FlaviaTolnay
- Roma, 31 agosto 2011.
Cara Patrizia, siamo immensamente dispiaciu-
te per l'improvvisa scomparsa del tuo caro pap
Luigi Migliorini
e ti siamo vicine nel tuo dolore con tanto affetto.-
Anna Clara, Elisabetta, Sabine.
- Milano, 1 settembre 2011.
I direttori del Figaro, Etienne Mougeotte e Pier-
re Conte insieme al team internazionale compo-
sto da Eileen Le Muet e Flore Pilzer si uniscono al
cordoglio di Patrizia Migliorini per la scomparsa
del padre
Luigi Migliorini
- Milano, 1 settembre 2011.
Ti ricorderemo, caro
Alberto
con affetto e rimpianto.- Un abbraccio grande ad
Aurelia, Guido e tutti i suoi cari.- Marco, Anna e
Fanny. - Castano Primo, 1 settembre 2011.
Vittorio Cannarozzi ricordando i momenti felici
trascorsi insieme a
Alberto Caimi
fa le sue pi sentite condoglianze alla moglie Au-
relia.
- Villefranche-sur Mar, 2 settembre 2011.
Ci ha lasciato
Aride Rossi
mazziniano
Senatore dellaRepubblica
Con dolore lo annunciano la moglie Nerina, la
figlia Rossella con Pier Luigi e Pier Francesco.-
Chiesa Regina Pacis, piazza Rosolino Pilo, Roma,
sabato 3 settembre ore 11.30.
- Roma, 1 settembre 2011.
Appresa solo ora la notizia, i condomini tutti e
l'amministratore di via Dei Giardini 10 Milano
partecipano al lutto della famiglia per la perdita
della signora
MarinaCarraro
- Milano, 1 settembre 2011.
mancata all'amore dei suoi cari
RobertaBarenghi Monguzzi
Lo annunciano il marito Fabio, i figli Edoardo ed
Alessandro, la mamma Giuseppina, la sorella
Luisa con Alberto e Luca, i suoceri Italo ed Ange-
la, la cognata Liliana, gli zii, i cugini e parenti
tutti.- I funerali avranno luogo in Magenta sabato
3 settembre alle ore 10.30 partendo dalla Basi-
lica di San Martino.
- Magenta, 2 settembre 2011.
I maestri Angelo Giussani, Paola Minniti e il
coro degli Amici del Loggione partecipano com-
mossi e increduli al lutto che ha colpito la fami-
glia per la scomparsa dell'amica
ClaudiaColombo
- Milano, 1 settembre 2011.
mancato improvvisamente all'affetto dei suoi
cari
Piero Picchiotti
Lo annuncia con grande dolore la mamma Ma-
rion insieme a Daniela, Fulvio, Guido ed Enrico.
- Milano, 1 settembre 2011.
La famiglia Del Buono si stringe a Lella, Chiara,
Andrea e Paolo per la scomparsa di
Novarro Montanari
che era pi di un amico.
- Pr Saint Didier, 2 settembre 2011.
L'Ordine degli Avvocati di Milano sentitamente
partecipa al lutto dei familiari per la scomparsa
dell'
Avv. Sergio Pandolfi
- Milano, 1 settembre 2011.
2008 - 2011
AndreaPininfarina
La famiglia e l'azienda lo ricordano con immutato
dolore e profondo rimpianto a tutti coloro che lo
hanno stimato e gli hanno voluto bene.- Una
Messa in sua memoria sar celebrata mercoled
7 settembre alle ore 18.30 a Torino, chiesa dei
Santi Angeli Custodi in via Avogadro 5.
- Torino, 2 settembre 2011.
1991 - 2011
"Nemico del compromesso amico della
verit".
Roberto Danzi
Magistrato
Cos vivi in me, nella mia memoria, nel mio strug-
gente rimpianto.- Aurelia.
- Roma, 2 settembre 2011.
Nell'anniversario della morte di
Gianluigi Clerici di Cavenago
la famiglia annuncia che una Messa sar cele-
brata nella parrocchia di Castelletto Ticino piazza
Matteotti il 5 settembre 2011 alle ore 18.
- Milano, 2 settembre 2011.
Domenico Laveneziana
La famiglia Laveneziana ringrazia tutti coloro che
hanno partecipato al dolore per la scomparsa
dell'adorato Mimmo.- Le ceneri saranno tumula-
te nel cimitero di Monza sabato 3 settembre alle
ore 10. - Milano, 2 settembre 2011.
A due anni dalla scomparsa di
Luigi (Gigi) Spadacini
la famiglia lo ricorda con una santa messa che
verr celebrata il 7 settembre 2011 alle ore
11.30 nella cappella del Cimitero Monumentale.
- Milano, 2 settembre 2011.
Si ringraziano quanti hanno partecipato con
affetto al nostro dolore per la perdita di
Giuseppe Cattaneo
La famiglia Cattaneo.
- Milano, 2 settembre 2011.
Luigi (Gino) Gazzo
Sono passati dieci anni da quando ci hai lasciati
ma tu sei sempre nei nostri cuori e nei nostri pen-
sieri.- Ci manchi.- Massimiliano, Maricla e Luigi.
- Milano, 2 settembre 2011.
68
Venerd 2 Settembre 2011 Corriere della Sera italia: 515249535254
Codice cliente:
10eLotto I numeri vincenti Lotto
Estrazioni di gioved 1 settembre 2011
Superenalotto
Combinazione vincente
Ai 5 stella: nessuno
Ai 4 stella: 24.552,00
Ai 3 stella: 1.358,00
Ai 2 stella: 100,00
Agli 1 stella: 10,00
Agli 0 stella: 5,00
Ai 6: nessuno
Ai 5+: nessuno
Ai 5: 21.169,34
Ai 4: 245,52
Ai 3: 13,58
46 Numero SuperStar 68 Numero Jolly
Jackpot indicativo prossimo concorso: 58.300.000,00
50
Tecnologie
Apple perde il prototipo
Un iPhone sperimentale versione
5 dimenticato in un bar da un
tecnico: segreti in mani ignote.
Progetti spaziali
Una pizzeria sulla Luna
La catena Dominos pensa al
futuro: ha realizzato un progetto
di locale per la superficie lunare.
Trasporto aereo
I guai dellautopilota
Indagine della Federal Aviation:
due incidenti su tre causati da
errori dei sistemi automatici.
48
Cinema
Le recensioni in video
Da Venezia, giorno per giorno, il
giudizio di Paolo Mereghetti sui
film presentati alla Mostra.
Videogame
I campionati virtuali
Tra Fifa e Pes la sfida del titolo
pi venduto: le novit 2012 dei
due videogiochi sul calcio.
Passatempi
Giro del mondo in 6 parole
La gara tra i lettori per ridurre il
romanzo in una stringa di testo:
leggi i mini riassunti pubblicati.
44 26
3 7 9 6
3 4
6 5 2
6 1 5
7 9 3 4
4 2 8
1 9 5
6 5
2 7 4 1
12
2 1 9 6 8 4 3 5 7
4 3 8 7 5 2 6 9 1
7 6 5 1 9 3 4 2 8
8 7 3 2 1 9 5 4 6
6 5 4 8 3 7 2 1 9
1 9 2 4 6 5 8 7 3
9 4 1 3 2 6 7 8 5
5 2 6 9 7 8 1 3 4
3 8 7 5 4 1 9 6 2
Giochi e pronostici
8
Ogni giorno le PREVISIONI della tua citt sempre con te
Digita: mobile.corriere.it nel browser del telefonino
Il servizio gratuito salvo i costi di connessione internet previsti dal piano tariffario del proprio operatore
Maggiori informazioni su www.corriere.it/mobile
Sudoku Difficile
Il Tempo
Oggi su www.corriere.it
www.corriere.it/giochiepronostici
Come si gioca
Bisogna riempire la
griglia in modo che
ogni riga, colonna e
riquadro contengano
una sola volta i
numeri da 1 a 9
Novit
LA SOLUZIONE DI IERI
Altri giochi su www.corriere.it
5
P
u
z
z
le
s
b
y
P
a
p
p
o
c
o
m
2 13 22 31 40 44 50 54 58 59
62 64 66 68 70 74 76 81 82 90
Online sul sito
loroscopo di
Astra: segno
per segno le
previsioni del
giorno e della
settimana.
BARI 70 81 82 42 69
CAGLIARI 62 31 2 12 44
FIRENZE 44 64 86 78 20
GENOVA 40 66 14 21 77
MILANO 76 62 3 39 13
NAPOLI 74 59 5 43 45
PALERMO 58 22 40 41 51
ROMA 54 50 46 77 84
TORINO 90 13 53 70 14
VENEZIA 68 22 60 25 23
NAZIONALE 38 51 65 12 40
Aosta
Milano
Torino
Genova
Bologna
Trento
Venezia
Firenze
Trieste
Ancona
Perugia
LAquila
ROMA
Campobasso
Napoli
Potenza
Bari
Catanzaro
Palermo
Cagliari
Sole Nuvolo Coperto Pioggia Rovesci Temporali Neve Nebbia Debole Moderato Forte Molto forte Calmo Mosso Agitato
MARE VENTO
Primo quarto Piena Nuova Ultimo quarto
Sorge alle
Tramonta alle
OGGI
LE PREVISIONI
IL SOLE LA LUNA
LE TEMPERATURE DI OGGI
IN EUROPA
IN ITALIA
Bari Palermo Bologna Firenze Torino Napoli Roma Milano Genova Venezia
DOMANI
R. Calabria
Catania
Palermo
Alghero
Cagliari
Olbia
Aosta
Torino
Milano
Trento
Venezia
Trieste
Genova
Bologna
Firenze
Perugia
Ancona
LAquila
Roma
Campobasso
Napoli
Bari
Potenza
Catanzaro
LE TEMPERATURE DI IERI IN ITALIA
min max
Ancona
Aosta
Bari
Bologna
Bolzano
Brescia
Cagliari
min max
Campobasso
Catania
Crotone
Cuneo
Firenze
Genova
Imperia
LAquila
Lecce
Messina
Milano
Napoli
Olbia
Palermo
Parma
Perugia
Pescara
Pisa
Potenza
R. Calabria
Rimini
Roma
Torino
Trento
Trieste
Udine
Venezia
Verona
min max min max min max
S = Sereno P = Pioggia N= Nuvoloso T = Temporale C= Coperto V = Neve R= Rovesci B= Nebbia
Sabato Domenica
Bollettino Vento & Onde fornito da www.windfinder.com
Sabato Domenica
Bft Metri Bft Metri
Giulianova
Pescara
Vasto
Capo Colonna
Capo Rizzuto
Capo Spartivento
Punta Alice
Reggio Calabria Lido
Amantea
Capo Palinuro
Capri
Castel Volturno
Ischia Maronti
Paestum
Procida
Sorrento
Bellaria
Cattolica
Cervia
Cesenatico
Milano Marittima
Riccione
Rimini
Marina di Ravenna
Grado
Lignano Sabbiadoro
Trieste
Anzio
Capo Linaro
Fregene
Lido di Fondi
Sabaudia
Torvaianica
Albenga
Andora
Arma di Taggia
Desenzano
Lavagna
Levanto
Porto Venere
Sanremo
Colico
Civitanova Marche
Fano
Marina Palmense
Numana
Passetto Ancona
Porto Recanati
Porto S. Giorgio
S. Benedetto del Tronto
Senigallia
Barletta
Brindisi
Capo Vieste
Rodi Garganico
Marina di Ginosa
Molinella
Otranto
S. Maria di Leuca
Taranto
Torre Mileto
Calasetta
Capo Carbonara
Capo Ferrato
Capo Mannu
Carloforte
Chia
Platamona
Porto Botte
Porto Cervo
Porto Pino
Porto Pollo
San Teodoro
Tortol
Licata
Marzamemi
Mazara del Vallo
Mondello
Porto Palo
Pozzallo
San Vito Lo Capo
Taormina
Castiglioncello
Follonica
Marina di Grosseto
Marciana Marina
Pietrasanta
Rosignano
San Vincenzo
Riva del Garda
Torbole
Bibione
Caorle
Eraclea
Jesolo
Lido di Venezia
Peschiera
Sottomarina
Bft Metri Bft Metri
Meteo sport acquatici
SW
WSW
W
WNW
NW
NNW
Sud-Ovest
Ovest-Sud-Ovest
Ovest
Ovest-Nord-Ovest
Nord-Ovest
Nord-Nord-Ovest
np
N
NNE
NE
ENE
LEGENDA E
ESE
SE
SSE
S
SSW
Non pervenuto
Nord
Nord-Nord-Est
Nord-Est
Est-Nord-Est
Est
Est-Sud-Est
Sud-Est
Sud-Sud-Est
Sud
Sud-Sud-Ovest
Abruzzo Puglia
Sardegna
Sicilia
Toscana
Trentino
Veneto
Calabria
Campania
Emilia Romagna
Friuli Venezia Giulia
Lazio
Liguria
Lombardia
Marche
a cura di
DOMENICA
LUNED
MARTED
29 ago. 5 set. 12 set. 20 set.
27
29
30
28
30
29
27
33
30
32
30
29
34
31
35
33
30
34
37
31
37
36
31
33
6:19
19:24
6:36
19:35
6:37
19:49
6:49
20:03
6:51
20:05
6:30
19:34
6:36
19:42
6:45
19:59
6:47
19:59
6:32
19:47
Un treno di perturbazioni atlantiche
evolveranno dai settori atlantici
verso quelli centrali europei,
per poi raggiungere anche il
Mediterraneo. Tempo
instabile o perturbato su
Gran Bretagna,
Spagna e Francia,
poi sull'Italia nel
weekend.
Oggi ancora soleggiato sulla maggior parte del territorio ma con
aumento dell'instabilit su Alpi e Sardegna. Domani in arrivo da
Ovest un'intensa perturbazione atlantica con maltempo al
Nordovest, Toscana e Sardegna, verso tutto il Centronord
entro domenica. Qualche rovescio previsto anche al
Sud malgrado le schiarite ancora diffuse e il caldo
intenso. Tra luned e marted cessa il caldo
ovunque ma torna a prevalere il sole.
20 30
19 25
21 32
20 31
16 23
19 27
23 30
S
R
S
S
R
N
S
17 29
18 30
21 32
18 24
19 27
23 25
20 29
N
S
S
N
N
N
N
13 27
21 33
23 32
18 28
20 32
19 33
22 35
N
N
S
S
S
S
S
19 29
16 30
17 33
19 28
15 28
23 34
19 33
S
S
S
N
N
S
S
19 31
19 26
17 24
21 26
18 23
20 27
19 28
S
N
R
S
T
N
S
1-3
1-3
1-3
1-2
1-2
1-2
1-2
1-2
1-2
1-3
1-3
1-3
1-3
1-3
1-3
1-3
1-3
1-3
1-3
1-3
1-3
1-3
1-3
1-3
1-3
1-3
1-2
1-3
1-3
1-3
1-3
1-2
1-3
1-3
1-3
1-3
1-2
1-3
1-2
1-3
1-2
1-2
1-2
1-2
1-3
1-2
1-2
1-2
1-3
1-3
1-2
1-3
1-4
1-3
1-3
1-2
1-3
2-4
2-4
1-2
1-2
1-3
2-4
1-3
1-3
1-3
1-4
2-4
1-3
2-3
1-3
2-3
2-3
1-2
1-3
1-3
2-5
1-2
1-3
1-3
1-4
1-2
1-2
1-1
1-3
1-4
1-2
1-2
1-2
0-2
0-2
1-3
1-3
1-3
1-3
1-3
1-2
1-3
ENE
ENE
ENE
E
E
SE
NE
SE
WSW
SW
SW
SW
SW
SW
SW
SW
ENE
ENE
ENE
ENE
ENE
ENE
ENE
ENE
W
W
SE
S
SSW
SSW
SSW
SSW
S
NNE
NNE
NNE
W
WNW
W
NNE
SSW
SE
ENE
W
ENE
ENE
ENE
ENE
ENE
ENE
ENE
NNE
N
N
N
NE
N
N
N
NE
SSW
ESE
E
E
SSW
ESE
E
ENE
ESE
E
ESE
E
E
ESE
SSW
SSW
S
NNE
S
SSW
S
SE
NNW
S
SSW
SSE
W
NNW
SW
S
S
W
W
W
WNW
WNW
SE
ENE
1-2
1-2
1-2
1-3
1-3
1-2
1-3
1-3
2-3
2-3
1-4
1-2
1-4
1-3
1-2
1-4
1-2
1-2
1-2
1-2
1-3
1-2
1-2
1-3
1-3
1-3
1-2
2-4
1-3
1-3
1-2
1-3
2-4
1-3
1-3
1-3
1-2
1-3
1-2
1-3
1-2
1-2
1-2
1-2
1-2
1-2
1-2
1-2
1-2
1-2
1-2
1-4
1-3
1-4
1-4
1-3
1-4
2-3
2-3
1-3
1-3
1-4
1-6
1-4
1-3
1-4
1-5
2-5
1-4
2-4
1-4
2-4
2-4
1-3
2-4
2-3
2-4
1-3
1-3
2-3
1-4
1-3
1-2
1-3
2-4
1-4
1-2
1-2
1-3
1-2
1-2
1-3
1-3
1-3
1-2
1-2
1-2
1-3
SE
SE
WSW
SE
SE
S
SE
SSE
WSW
WSW
N
N
N
W
N
NW
SW
SW
SW
SW
SSW
SW
SW
SSW
SSE
ESE
SSW
E
SSE
SSE
ENE
ENE
E
SSE
SSE
SSE
SSW
S
SW
SSE
WSW
SW
SE
SW
SE
SE
SE
SE
SE
SE
SW
E
E
ESE
ESE
S
ESE
SE
SE
S
S
SW
ESE
SSE
WSW
SW
S
WSW
SW
S
SW
S
S
S
S
SE
SSE
N
S
SE
NE
SSE
WNW
S
S
NNW
SW
WNW
SSW
S
S
ESE
ESE
ESE
ESE
ESE
SW
ESE
0.1-0.1
np-0.1
np-np
0.0-0.2
0.0-0.3
0.1-0.4
0.0-0.1
np-np
0.1-0.2
0.2-0.6
0.1-0.7
np-np
0.1-0.6
0.2-0.8
0.1-0.6
0.1-0.6
0.0-0.0
0.0-0.0
0.0-0.1
0.0-0.0
0.0-0.1
np-np
0.0-0.0
0.0-0.1
0.0-0.0
0.0-0.0
0.0-0.0
0.2-0.6
0.2-0.6
0.2-0.6
0.2-0.6
0.1-0.5
0.2-0.7
0.2-0.3
0.2-0.3
0.2-0.2
0.2-0.3
np-np
0.2-0.3
0.2-0.2
np-np
np-np
0.1-0.1
0.2-0.3
0.1-0.1
0.1-0.1
0.1-0.1
0.1-0.1
np-np
0.1-0.1
0.0-0.1
0.0-0.2
0.0-0.2
0.0-0.5
0.0-0.5
0.0-0.3
0.0-0.5
np-np
0.0-0.2
0.0-0.3
0.2-0.6
np-np
0.1-0.6
0.1-0.6
0.3-0.5
np-0.5
0.3-0.8
np-np
np-0.5
0.1-0.3
np-np
np-np
0.1-0.4
np-np
0.1-0.4
0.1-0.3
0.2-0.5
0.1-0.1
np-np
0.1-0.3
0.1-0.1
0.1-0.3
0.1-0.1
0.2-0.4
0.1-0.3
0.1-0.1
np-np
0.1-0.1
np-np
np-np
np-np
np-np
0.0-0.0
0.0-0.1
0.0-0.1
0.0-0.1
np-np
0.0-0.1
E
np
np
SSW
SSW
WSW
N
np
WSW
WSW
SW
np
SSW
SW
SSW
SW
NE
E
NNE
NE
NNE
np
E
NNE
ENE
ESE
E
SSW
S
S
SSW
SSW
S
NE
NE
SSE
S
np
S
SSE
np
np
E
S
ESE
ESE
ESE
E
np
ESE
E
N
NW
W
WNW
SSW
W
np
W
WSW
S
np
SE
SE
W
np
SE
np
np
SE
np
np
SE
np
S
S
SSE
WNW
np
S
WNW
SW
S
S
S
SSE
np
S
np
np
np
np
E
NE
ENE
E
np
NE
0.0-0.0
0.0-0.0
np-np
0.1-0.1
0.1-0.1
0.1-0.1
0.0-0.0
np-np
0.1-0.1
0.1-0.1
0.1-0.1
np-np
0.1-0.1
0.1-0.1
0.1-0.1
0.1-0.1
0.0-0.0
0.0-0.0
0.0-0.0
0.0-0.0
0.0-0.0
np-np
0.0-0.0
0.0-0.0
0.0-0.0
0.0-0.0
0.0-0.0
0.1-0.1
0.2-0.3
0.2-0.3
0.1-0.1
0.1-0.1
0.2-0.3
0.1-0.2
0.1-0.2
0.1-0.2
0.3-0.4
np-np
0.2-0.3
0.1-0.2
np-np
np-np
0.1-0.1
0.2-0.3
0.1-0.1
0.1-0.1
0.1-0.1
0.1-0.1
np-np
0.1-0.1
0.0-0.0
0.0-0.0
0.1-0.1
0.1-0.1
0.0-0.0
0.0-0.0
0.1-0.1
np-np
0.1-0.1
0.0-0.0
0.2-0.3
np-np
0.1-0.1
0.1-0.1
0.4-0.5
0.3-0.4
0.2-0.3
np-np
0.3-0.4
0.1-0.1
np-np
np-np
0.1-0.1
np-np
0.1-0.1
0.1-0.1
0.1-0.2
0.1-0.1
np-np
0.1-0.1
0.1-0.1
0.0-0.0
0.1-0.1
0.1-0.1
0.1-0.1
0.1-0.1
np-np
0.1-0.1
np-np
np-np
np-np
np-np
0.0-0.0
0.0-0.0
0.0-0.0
0.0-0.0
np-np
0.0-0.0
ESE
E
np
SW
SSW
SSW
NE
np
W
WSW
SW
np
SW
WSW
SW
SW
ESE
ESE
E
ESE
E
np
ESE
E
N
SE
N
S
S
S
SSW
SSW
S
SSW
SSW
SSW
SW
np
SW
SSW
np
np
ESE
SW
ESE
ESE
ESE
ESE
np
ESE
ESE
ENE
N
E
E
ESE
E
np
NE
N
S
np
SSE
SSE
WSW
W
W
np
W
SSE
np
np
SSE
np
S
SSW
SW
W
np
SSW
W
W
WSW
S
S
SSE
np
WSW
np
np
np
np
SE
SE
SE
SE
np
SE
Oroscopo
69
Corriere della Sera Venerd 2 Settembre 2011 italia: 515249535254
Codice cliente:
Dopo la guerra, Antonia
(Willeke van Ammelrooy
nella foto con Els
Dottermans) torna al paese
dov nata. Film di Marleen
Gorris, Oscar nel 96.
Lalbero di Antonia
La7 D, ore 23
Un giovane chef spagnolo si
fa assumere in un prestigioso
ristorante svizzero. Tra una
pietanza e l'altra si
invaghisce della sommelier
Hanna (Nora Tschirner, foto).
Il gusto dellamore
La5, ore 21.10
Mondi giovanili
tra Italia e Iran
Stragi di guerra
Lucarelli indaga
Film e programmi
1937. A Palermo un uomo
commette tre delitti. Il
giudice Di Francesco (Gian
Maria Volont, foto) decide di
capirne di pi. Dal romanzo
di Sciascia; regia di Amelio.
Porte aperte
La7, ore 13.55
1854. Maria (Angela Bettis,
foto) ama Nino, ma non pu
sposarlo: promesso alla sua
sorellastra. Sar costretta a
farsi monaca. Dalla novella di
Verga. Regia di Zeffirelli.
Storia di una capinera
Rete 4, ore 21.10
Lo chef cotto
della Tschirner
Dolan (Christian Slater, foto)
uno spietato boss di Las Vegas
dedito al traffico dimmigrati;
deve vedersela con un mite
professore che cerca vendetta.
Da un racconto di S. King.
Dolans Cadillac
Rai4, ore 21.10
Lorenzo e Calogero: giovani
vite stroncate per futili motivi.
uno dei temi della puntata.
Poi uninchiesta sui vantaggi di
solare ed eolico; e un viaggio
tra i giovani di Teheran.
Tv7 Estate
Rai1, ore 23.10
Le storie di donne
della Gorris
1866. La contessa Livia
Serpieri (Alida Valli nella foto
con Farley Granger) si
innamora follemente del
tenente Mahler, che per la
inganna. Regia di Visconti.
Senso
Rai Movie, ore 1.05
Carlo Lucarelli apre larmadio
della vergogna: scoperto a
Roma nel 1994 conteneva i
nomi delle diecimila vittime di
stragi commesse in Italia tra il
43 e il 45 dai soldati tedeschi.
Blu Notte-Misteri Italiani
Rai3, ore 23.30
Tv in chiaro
Il gangster Slater
creato da King
Il giudice Volont
diretto da Amelio
Zeffirelli racconta
lamore infelice
Passione tradita
per Alida Valli
Rai1
rai.it
Rai2
rai.it
Rai3
rai.it
Rete4
mediaset.it/rete4
Italia1
mediaset.it/italia1
Canale5
mediaset.it/canale5
La7
la7.it
MTv
mtv.it
20.00 TELEGIORNALE.
20.30 QUALIFICAZIONE
EUROPEI: Isole Far
Oer - Italia. Calcio
TG1 60 SECONDI.
23.10 TV7. Attualit
0.15 68 MOSTRA DEL
CINEMA DI VENEZIA
2011 - SPECIALE
CINEMATOGRAFO.
20.30 TG 2 20.30.
21.05 N.C.I.S. Telefilm. Con
Mark Harmon,
Michael Weatherly,
Pauley Perrette
23.25 TG 2.
23.40 TERRA DELLE
MERAVIGLIE.
Attualit. Con
Federica Peluffo
20.00 BLOB A VENEZIA
2011. Attualit
20.15 SABRINA - VITA DA
STREGA. Telefilm
20.35 UN POSTO AL SOLE.
21.10 FILM ALLA LUCE DEL
SOLE. (Drammatico,
Italia, 2005). Regia
di Roberto Faenza.
Con Luca Zingaretti
20.30 WALKER TEXAS
RANGER. Telefilm.
Con Chuck Norris
21.10 FILM STORIA DI UNA
CAPINERA.
(Drammatico,
Giappone/Italia,
1993). Regia di
Franco Zeffirelli.
Con Angela Bettis
20.00 TG 5.
20.40 PAPERISSIMA
SPRINT. Variet
21.20 FILM NON SMETTERE
DI SOGNARE.
(Commedia, Italia,
2009). Regia di
Roberto Burchielli.
Con Alessandra
Mastronardi
21.10 FILM BEVERLY HILLS
COP III. (Azione,
Usa, 1994). Regia di
John Landis. Con
Eddie Murphy
23.15 FILM THE FOG -
NEBBIA ASSASSINA.
(Horror, Fra/Usa,
2005). Regia di
Rupert Wainwright
20.00 TG LA7.
20.30 IN ONDA - ESTATE.
Talk show. Con
Luisella
Costamagna, Luca
Telese
21.10 SOS TATA. Reality
0.10 TG LA7.
0.20 MOVIE FLASH.
Attualit
15.00 MTV NEWS.
15.05 JERSEY SHORE.
Telefilm
16.00 PIMP MY RIDE.
Variet
17.00 COCA-COLA LIP DUB
AT MTV. Musica
17.15 MADE. Variet
18.00 MTV MOBILE CHAT.
Musica
19.00 MTV NEWS.
19.05 IL TESTIMONE VIP.
Reportage
20.00 JERSEY SHORE.
Telefilm
21.00 HARD TIMES.
Telefilm
22.00 BLUE MOUNTAIN
STATE. Telefilm
22.30 BLUE MOUNTAIN
STATE. Telefilm
SERA
17.00 SUMMER HITS.
Musicale
18.00 ROCK DEEJAY.
Musicale
18.45 BEST OF BELIEVERS.
Musicale
18.55 DEEJAY TG.
19.00 BEST OF VACANZE
ROMAGNE.
Attualit
20.00 JACK OSBOURNE: NO
LIMITS. Attualit
21.00 JACK OSBOURNE: NO
LIMITS. Attualit
22.00 BEST OF UOMINI CHE
STUDIANO LE
DONNE. Attualit
Deejay TV
Rai4
rai.it
Rai5
rai.it
Rai
Storia
rai.it
Rai
Movie
rai.it
Rai
YoYo
rai.it
Rai
Gulp
rai.it
Boing
mediaset.it
La7d
la7.it
11.25 STAR TREK II. Serie
12.15 4400 IV. Serie
13.00 INVISIBLE MAN II.
Serie
13.45 FLASHPOINT. Serie
14.30 ALIAS II. Serie
15.10 DEAD ZONE III. Serie
15.55 ROSWELL III. Serie
16.40 INVISIBLE MAN II.
Serie
17.25 STREGHE VIII. Serie
18.05 STAR TREK II. Serie
18.55 DEAD ZONE III. Serie
19.40 ALIAS II. Serie
20.25 FLASHPOINT. Serie
21.10 FILM DOLANS
CADILLAC. (Thriller).
Regia di Jeff
Beesley.
22.40 WONDERLAND.
Attualit
22.55 FILM MAN THING -
LA COSA DELLA
PALUDE. (Azione).
Regia di Brett
Leonard.
0.30 FILM ADRENALINA.
(Fantascienza).
Regia di Albert
Pyun.
14.35 DAVID LETTERMAN
SHOW. Talk show
15.25 DREAMS ROAD.
Reportage
16.15 ELVIS PRESLEY - 56
SPECIAL 1987.
Documentario
17.15 COOL TOUR. Attualit
17.45 JAMIES MINISTRY
OF FOOD.
Documentario
18.45 EMPORIO DAVERIO.
Documentario
19.40 DREAMS ROAD.
Reportage
20.30 PASSEPARTOUT.
Attualit
21.05 DAVID LETTERMAN
SHOW. Talk show
21.55 LES NOVEAUX
EXPLORATEURS.
Documentario
22.55 LONELY PLANET. LE
VIE
DELLAVVENTURA.
Reportage
23.50 MITUMBA.
Documentario
0.40 DAVID LETTERMAN
SHOW. Talk show
14.30 CULT BOOK. Attualit
15.00 RAI 150 ANNI.
Attualit
17.00 TRENTANNI DOPO IO
RICORDO.
Documenti
18.00 CRASH. Attualit
19.00 GESTAE FATTI.
Attualit
19.05 PRIMO PIANO.
Attualit
19.40 CULT BOOK. Attualit
19.45 CAMPIONI. Attualit
20.00 QUESTA NOSTRA
ITALIA. Documenti
20.10 TEATRO A NAPOLI.
Documenti
20.30 UN CAMPANILE ALLA
VOLTA. Attualit
20.40 COME QUANDO E
PERCH. Attualit
21.00 DIXIT. Attualit
21.05 DIXIT FILM. Attualit
22.45 DIXIT. Attualit
23.20 RITORNO AL
PRESENTE. Attualit
24.00 TRENTANNI DOPO IO
RICORDO.
Documenti
1.00 REWIND. Documenti
6.30 FILM EUROPA 51.
8.25 FILM FATTI DI GENTE
PERBENE.
10.20 FILM ATTENTI A
QUELLA PAZZA
ROLLS ROYCE.
11.45 FILM MANI DI FATA.
13.20 FILM SPARTAN.
15.10 CIAK POINT -
VENEZIA. Attualit
15.55 FILM MIO PADRE,
CHE EROE!
17.40 FILM I PASSI
DELLAMORE.
19.25 FILM LA MIA
GENERAZIONE.
21.00 FILM LA MACCHIA
UMANA.
(Drammatico).
Regia di Robert
Benton.
22.50 CIAK POINT -
VENEZIA. Attualit
23.35 FILM REDACTED.
(Guerra). Regia di
Brian De Palma.
1.05 FILM SENSO.
(Drammatico).
Regia di Luchino
Visconti.
20.00 THE NAKED
BROTHERS BAND II.
Telefilm
20.30 TESORO DELLE FIJI.
Telefilm
21.00 GRAND STAR.
Telefilm
21.25 LA COMPAGNIA DEI
CELESTINI 3. Cartoni
21.50 DRAGON HUNTERS II.
Cartoni
20.00 WAYBULOO. Cartoni
20.20 BOOM E REDS.
Cartoni
20.30 GLI INDOVINELLI DI
RANOCCHIETTA.
Cartoni
20.35 LALBERO AZZURRO.
Attualit
20.50 DISEGNAMI UNA
STORIA. Cartoni
21.00 CUCCIOLI. Cartoni
19.00 LE NUOVE
AVVENTURE DI
SCOOBY DOO.
Cartoni
19.50 SPONGEBOB. Cartoni
20.40 THE GARFIELD SHOW.
Cartoni
21.10 GLI INCORREGGIBILI.
Cartoni
22.00 JOHNNY BRAVO.
Cartoni
17.00 LE INTERVISTE
BARBARICHE. Talk
show
18.40 CUOCHI E FIAMME.
Attualit
19.40 S.O.S. TATA. Variet
20.40 TG LA7.
21.10 LEVERAGE. Telefilm
23.00 FILM LALBERO DI
ANTONIA.
1.15 MOVIE FLASH.
Tv
2000
tv2000.it
20.00 SANTO ROSARIO DA
LOURDES. Religione
20.30 PER LOS PIRANITAS
RAGAZZI DI STRADA.
Documentario
20.55 NEL CUORE DEI
GIORNI.
21.20 FILM PERLASCA. UN
EROE ITALIANO.
23.10 QUEL CHE RESTA DEL
GIORNO
La5
mediaset.it
18.50 IL BELLO DELLE
DONNE. Telefilm
20.30 BEAUTIFUL. Soap
Opera
20.49 CENTOVETRINE. Soap
Opera
21.10 FILM IL GUSTO
DELLAMORE.
23.00 IL SEGRETO DI
MIRIAM.
Documentario
Cielo
cielo.it
19.30 MOST DANGEROUS -
PERICOLO REALE
20.15 TOP CHEF. Variet
21.00 FILM IL QUARTO
ANGELO. (Thriller,
Canada/gb, 2001).
Regia di John Irvin.
Con Jeremy Irons
23.00 PRINCIPESSA DIANA
- LA LEGGENDA.
Documentario
Iris
iris.it
19.29 BOSTON LEGAL V.
Telefilm
20.17 LAW & ORDER:
UNIT SPECIALE V.
Telefilm
21.06 FILM CODICE
MAGNUM.
22.59 IRIS A VENEZIA.
23.19 FILM MIMIC.
1.14 FILM SYBIL.
2.40 KINGS. Telefilm
6.45 UNOMATTINA
ESTATE. Attualit
10.00 TG 1.
10.50 UN CICLONE IN
CONVENTO. Telefilm.
Con Fritz Wepper
11.35 PROVACI ANCORA
PROF 2. Serie
13.30 TELEGIORNALE.
14.00 TG 1 ECONOMIA.
Attualit
14.10 VERDETTO FINALE.
Attualit
15.00 UN MEDICO IN
FAMIGLIA 6. Serie
16.50 TG PARLAMENTO.
Attualit
17.00 TG 1.
17.15 HEARTLAND.
Telefilm. Con Amber
Marshall, Michelle
Morgan
17.55 IL COMMISSARIO
REX. Telefilm. Con
Gideon Burkahard,
Wolf Bachofner
18.50 REAZIONE A CATENA.
Variet
7.00 CARTOON FLAKES.
Ragazzi
10.30 TG2PUNTO.IT ESTATE.
Attualit
11.25 IL NOSTRO AMICO
CHARLY. Telefilm
12.05 MONDIALI. Atletica
leggera
13.00 TG 2 GIORNO.
13.30 MONDIALI. Atletica
leggera
15.30 SQUADRA SPECIALE
COLONIA. Telefilm
16.20 THE GOOD WIFE.
Telefilm
17.05 LIFE UNEXPECTED.
Telefilm. Con Shiri
Appleby, Kristoffer
Polaha, Brittany
Robertson
17.45 TG 2 FLASH L.I.S.
17.50 RAI TG SPORT.
18.15 TG 2.
18.45 COLD CASE - DELITTI
IRRISOLTI. Telefilm
19.35 SENZA TRACCIA.
Telefilm. Con
Anthony LaPaglia
9.10 FILM TOT LE MOKO.
(Comico, Italia,
1949). Regia di
Carlo Ludovico
Bragaglia . Con Tot
10.30 COMINCIAMO BENE.
12.00 TG 3. SPORT NOTIZIE.
SPECIALE TG3 -
FESTIVAL DEL
CINEMA A VENEZIA.
12.25 COMINCIAMO BENE.
13.00 COMINCIAMO BENE -
CONDOMINIO TERRA.
13.10 LA STRADA PER LA
FELICIT. Telefilm
14.00 TG REGIONE. TG 3.
14.50 TGR PIAZZA AFFARI.
15.00 FIGU Attualit
15.05 THE LOST WORLD. Tf.
15.50 FILM CASABLANCA,
CASABLANCA.
(Commedia, Italia,
1985). Regia di
Francesco Nuti
17.30 GEOMAGAZINE 2011.
Documentario
19.00 TG 3.
19.30 TG REGIONE.
8.30 HUNTER. Telefilm
9.55 R.I.S. DELITTI
IMPERFETTI. Telefilm
10.50 RICETTE DI
FAMIGLIA. Attualit
11.30 TG 4
12.00 DETECTIVE IN
CORSIA. Telefilm
13.00 LA SIGNORA IN
GIALLO. Telefilm
13.50 IL TRIBUNALE DI
FORUM -
ANTEPRIMA.
Attualit
14.05 IL TRIBUNALE DI
FORUM. Attualit
15.35 SENTIERI.
Soap Opera
16.15 FILM IL TUNNEL
DELLA LIBERT.
(Drammatico, Italia,
2004). Regia di
Enzo Monteleone.
Con Kim Rossi
Stuart
18.55 TG 4
19.35 TEMPESTA DAMORE.
Soap Opera
9.10 FILM UN GENIO DI
NOME LEPEL.
(Commedia,
Gb/Ger/Ola, 2005).
Regia di Willem van
de Sande
Bakhuyzeno. Con
Joep Truijen
11.00 FORUM. Attualit
13.00 TG 5
13.40 BEAUTIFUL.
Soap Opera
14.10 CENTOVETRINE. Soap
14.45 FILM AL CUOR NON
SI COMANDA.
(Commedia, Usa,
2009). Regia di
Kevin Connor. Con
Rob Boltin
16.45 FILM UN GRANDE
AMORE A CUBA.
(Commedia,
Germania, 2007).
Regia di Peter
Kahane. Con Erol
Sander
18.50 LA STANGATA. Quiz.
Con Gerry Scotti
10.00 TOM & JERRY.
Cartoni
10.10 ZIG & SHARKO.
Cartoni
10.25 NIN. Telenovela
11.25 UNA MAMMA PER
AMICA. Telefilm
12.25 STUDIO APERTO
13.00 STUDIO SPORT.
13.40 DETECTIVE CONAN.
Cartoni
14.10 I SIMPSON. Cartoni
15.00 E ALLA FINE ARRIVA
MAMMA! Serie
15.30 GOSSIP GIRL.
Telefilm.
16.20 O.C. Telefilm.
17.10 HANNAH MONTANA.
Serie
18.05 LOVE BUGS. Serie
STUDIO APERTO -
ANTICIPAZIONI.
18.30 STUDIO APERTO. Nel
programma: Meteo
19.00 STUDIO SPORT.
19.25 C.S.I. MIAMI.
Telefilm.
Con David Caruso
7.00 OMNIBUS. Attualit
9.45 IN ONDA - ESTATE.
Talk show
10.25 LE VITE DEGLI ALTRI.
Documentario
11.25 CHIAMATA
DEMERGENZA.
Telefilm
12.30 CUOCHI E FIAMME.
Attualit
13.30 TG LA7.
13.55 FILM PORTE APERTE.
(Drammatico, Italia,
1990). Regia di
Gianni Amelio. Con
Gian Maria Volont
16.30 SHAMWARI SAVANA
HOSPITAL.
Documentario
17.00 LISPETTORE
BARNABY. Telefilm.
Con John Nettles,
Daniel Casey, John
Hopkins
19.00 RELIC HUNTER.
Telefilm. Con Tia
Carrere, Christien
Anholt, Lindy Booth
0.55 TG1 NOTTE
1.30 APPUNTAMENTO AL
CINEMA. Rubrica.
1.35 SOTTOVOCE.
Rubrica. Con Gigi
Marzullo
0.50 SECONDO CANALE.
Videoframmenti
0.55 CAMPIONATI
MONDIALI. Atletica
5.55 BLA BLA BLA.
Talk show
22.50 TG REGIONE.
22.55 TG3 LINEA NOTTE
ESTATE.
23.30 BLU NOTTE -
MISTERI ITALIANI.
Attualit
23.20 FILM LE REGOLE DEL
GIOCO. (Commedia,
Usa, 2007). Regia di
Curtis Hanson. Con
Eric Bana, Drew
Barrymore
23.45 TG 5 NUMERI IN
CHIARO.
0.15 LA PROFEZIA DI
AVIGNONE. Miniserie
1.30 TG 5 NOTTE. Nel
programma: Meteo
1.15 GRAND PRIX: Prove
sintesi. Motociclismo
2.05 POKER1MANIA.
Variet
2.55 STUDIO APERTO
LA GIORNATA.
0.25 FILM REVOLUTION.
(Guerra, Gb/
Norvegia/Usa,
1985). Regia di
Hugh Hudson. Con
Al Pacino
DATI DI PROGRAMMAZIONE
FORNITI DA COMPUTIME
IL QUARTO ANGELO.
Il cinema del venerd allinsegna del thriller.
STASERA ALLE 21.00
c
i
e
l
o
t
v
.
i
t
IL RITORNO DI GIORGIA
ASCOLTA IN ANTEPRIMA IL NUOVO ALBUM "DIETRO LE APPARENZE"
IN ESCLUSIVA SU RADIO MONTE CARLO
70
Venerd 2 Settembre 2011 Corriere della Sera italia: 515249535254
Codice cliente:
P
er chi ama il football, lunica trasmissione di cal-
cio parlato che susciti emozioni a getto conti-
nuo Speciale calciomercato, con Alessandro
Bonan e Gianluca Di Marzio (Sky Sport 1).
Mercoled, alle 18,30, andata in onda, in di-
retta, lultima mezzora: niente colpi a sorpresa, finita
lepoca dei grandi nomi, acquisti allinsegna della parsi-
monia. Se leconomia italiana non se la passa tanto bene,
inevitabile che anche il cal-
cio tiri la cinghia. Eppure, per
il tifoso, quei trenta minuti
sono stati un esempio riusci-
to di suspence televisiva, con
il countdown in primo piano
a scandire il tempo. Con il ri-
torno di Di Marzio, la trasmis-
sione ha ritrovato il suo giu-
sto equilibrio: informazioni
di prima mano ben tempera-
te da una giusta ironia in stu-
dio. evidente come ormai
Speciale calciomercato
non sia solo una trasmissio-
ne sugli spostamenti dei gio-
catori: qualcosa di pi, una
vetrina usata da procuratori e
presidenti per concludere i lo-
ro affari. Per questo la corret-
tezza e lironia devono essere
due cardini imprescindibili.
Uniti, ovviamente, alla com-
petenza degli ospiti e alla sen-
satezza delle discussioni. Il
giorno in cui Alessandro Bo-
nan, tanto per fare un esem-
pio, inviter in studio Massi-
mo Mauro vorr dire che il
declino iniziato.
Speriamo di no.
Sky Sport sta vivendo un
momento particolare, per via
dello sciopero dei calciatori.
come se il suo motore, in assenza delle partite, rischias-
se di andare fuori giri: troppe chiacchiere, troppi pareri
in libert, troppo spazio agli ex calciatori (non basta aver
calzato i tacchetti per esprimere unopinione di senso
compiuto). Per fortuna, lastinenza sta per finire.
Naturalmente tutte le reti tv che si occupano di sport
hanno una trasmissione sul calciomercato, lunico argo-
mento che non pu pi permettersi le ferie estive. Ce ne
sono di belle e di brutte. La peggiore? Quella su Sportita-
lia, condotta da Michele Criscitiello.
RIPRODUZIONE RISERVATA
A fil di rete
Pay Tv
La portinaia Balasko
uscita dal best seller
Rene una portinaia chiusa
come un riccio. Una adolescente
curiosa (Garance Le Guillermic
nella foto con Josiane Balasko)
la far cambiare. Dal best seller
di Muriel Barbery.
Il riccio
Sky Passion, ore 23.30
Costner e Lowther
unintesa perfetta
Jack Black maestro
a tempo di rock
Casper
Van Dien
Non fa pi i
risultati di
un tempo il
ciclo Alta Tensione
di Canale 5: laction
Turbulent Skies,
con Casper Van Dien,
raccoglie in prime
time 2.739.000
spettatori, 13,1%
di share.
Di Marzio fa gol
col calciomercato
Fernando
Gil
Prima serata
generalista
per Raiuno,
che propone gli Amori
allimprovviso di
Felipe e Letizia.
Dovere e Piacere (con
Fernando Gil e Amaia
Salamanca): gli
spettatori sono
3.030.000, per uno
share del 15,3%.
di Aldo Grasso
Evaso di prigione, Butch (Kevin
Costner) fugge prendendo in
ostaggio un bambino (T. J.
Lowther nella foto). Lo tallona il
ranger Garnett. Ma Butch aiuta
il bimbo a realizzare i suoi sogni.
Un mondo perfetto
Premium Emotion, ore 21.15
Il chitarrista Dewey Finn (Jack
Black, foto) prende il posto di un
amico come insegnante in una
scuola prestigiosa. E trasforma la
classe in una rock band, contro il
volere di preside e genitori.
School of rock
Sky Hits, ore 21.10
14.00 I COMPLESSI Tre episodi dedicati ai
complessi. Geniale il terzo, diretto da L.
Filippo DAmico, con un perfetto A.
Sordi, aspirante giornalista.
Sky Cinema Classics
15.40 IN MEZZO SCORRE IL FIUME Regia
di R. Redford e Oscar alla fotografia.
Due fratelli totalmente diversi crescono
in maniera opposta segnando il loro
destino. Sky Cinema Passion HD
16.00 GENITORI IN OSTAGGIO Tre coppie di
genitori si coalizzano per dare una
lezione ai rispettivi, scapestratissimi
figli. Sky Cinema Family
17.00 JOHN Q D. Washington, padre
premuroso, disposto a tutto pur di
salvare il figlio malato, bisognoso di un
trapinanto di cuore.
Sky Cinema 1 HD
17.40 LA BANDA DEI COCCODRILLI Kai, un
ragazzino in carrozzella, sogna di
entrare a far parte Coccodrilli, la banda
dei ragazzi del quartiere.
Sky Cinema Family
19.00 JULIE & JULIA Per evadere dalla
routine, Julie decide di imparare le 524
ricette contenute del libro del famosa
chef Julia Child (M. Streep).
Sky Cinema Hits HD
19.15 TICKING CLOCK Un giornalista di
cronaca nera diviene protagonista delle
storie che racconta quando la sua
fidanzata viene brutalmente uccisa.
Sky Cinema 1 HD
21.00 GAS, FU NECESSARIO
DISTRUGGERE IL MONDO PER
SALVARLO Uno strano gas, lasciato
diffondere sul mondo, uccide
chiunque pi vecchio di 25 anni.
MGM
IL SEGRETO DI POLLYANNA A 12
anni, Pollyanna, solare e ottimista,
rimasta orfana e va a vivere con la
zia Polly, zitella e severa.
Sky Cinema Classics
ZAMPA E LA MAGIA DEL NATALE
Babbo Natale cerca di risollevare lo
spirito delle feste recandosi a New
York. Qui viene rapinato e perde la
memoria... Sky Cinema Family
DEEP IMPACT Leo con il suo piccolo
telescopio fa un tremenda scoperta:
una cometa in rotta di collisione
con la Terra. Catastrofico del 1998.
Sky Cinema Max HD
BACIAMI ANCORA Seguito de
Lultimo bacio, racconta la vita di
Giulia e Carlo alla soglia dei
quarantanni.
Sky Cinema Passion HD
21.10 SCHOOL OF ROCK Dewey un
chitarrista rock che finisce ad
insegnare in una scuola elementare.
Con i suoi allievi mette su una band.
Sky Cinema Hits HD
22.20 NELL Jodie Foster Nell, ragazza
cresciuta allo stato selvaggio.
Candidatura agli Oscar. MGM
Cinema Sport
14.00 C.S.I. NEW YORK Fox Crime HD
15.05 CHIAMATEMI GI Disney Channel
16.30 IL COMMISSARIO CORDIER
Fox Crime HD
17.30 GRAND STAR Rai Gulp
18.25 LAW & ORDER Fox Crime HD
19.00 WILL & GRACE Fox Life
20.05 ZACK E CODY SUL PONTE DI
COMANDO Disney Channel
21.00 COUGAR TOWN Fox Life
21.10 I BORGIA Sky Cinema 1 HD
21.20 NIN Disney Channel
21.25 HOT IN CLEVELAND Fox Life
21.45 MELROSE PLACE Fox HD
21.55 THREE RIVERS Fox Life
22.20 I-CARLY Nickelodeon
22.35 WHITE COLLAR Fox HD
22.40 C.S.I. MIAMI Fox Crime HD
22.45 BONES Fox Life
14.25 DIMAGRIRE CON GUSTO USA
Sky Uno
15.00 10 ANNI PI GIOVANE UK
Sky Uno
16.05 CASE DA INCUBO LEI
17.30 LE SORELLE KARDASHIAN
A MIAMI E!
18.30 PROJECT RUNWAY - TAGLIA,
CUCI... SFILA! Sky Uno
19.15 LA GUERRA DELLE TORTE LEI
21.00 TAKESHIS CASTLE
Cartoon Network
21.10 ACE OF CAKES - IN TORTA
MAGNA Sky Uno
22.00 CHEF A BEVERLY HILLS Sky Uno
22.40 I ROBINSON K2
23.15 NAKED & FUNNY E!
23.35 IL CIBO MIO NEMICO LEI
23.50 LOL - TUTTO DA RIDERE Sky Uno
14.10 VIKY TV DeAkids
15.00 TEEN DAYS Rai Gulp
16.00 SCAN2GO K2
17.00 FRAGOLINA DOLCECUORE
DeAkids
18.00 LA COMPAGNIA DEI CELESTINI 3
Rai Gulp
19.25 FREESTYLE - TUTTA UNALTRA
STANZA DeAkids
20.15 SPANK TENERO RUBACUORI
Nickelodeon
21.00 DUE FANTAGENITORI K2
21.05 SPONGEBOB Nickelodeon
21.25 SYM-BIONIC TITAN
Cartoon Network
21.45 TOM & JERRY Boomerang
21.50 WAKFU Cartoon Network
22.10 NOUKY & I SUOI AMICI
Boomerang
14.00 MITI DA SFATARE
Discovery Channel HD
15.05 ANNI DI PLASTICA
History Channel
16.05 INDAGINI AD ALTA QUOTA
National Geographic
17.00 LULTIMO SOPRAVVISSUTO
Discovery Channel HD
18.05 DOWNLOAD: LA VERA STORIA DI
INTERNET Discovery Science
19.15 A CACCIA DI TESORI: SESTO
SENSO History Channel
20.35 AFFARI DI FAMIGLIA:
IL RE DELLE CORDE
History Channel
21.00 TOO YOUNG TO KILL: 15
SHOCKING CRIMES E!
22.00 A CACCIA DI VELENI
Discovery Channel HD
Serie Tv Intrattenimento Ragazzi Documentari
22.45 TURNER E IL CASINARO Tom
Hanks un poliziotto che risolve un
omicidio con laiuto di un mastino.
Sky Cinema Family
23.05 BOYGIRL - QUESTIONE DI... SESSO
Nell sta per entrare a Yale; Woody
viene accettato in un college grazie
alle sue doti di giocatore di football...
Commedia adolescenziale. Sky
Cinema Hits HD
23.10 SE SCAPPI TI TROVO Una ragazza
indiana in vacanza in California si
innamora, ricambiata, di Alex ma poi
parte improvvisamente senza
salutarlo... Sky Cinema 1 HD
23.20 I COMPAGNI Denuncia sociale sullo
sfruttamento degli operai nelle
industrie di Torino di M. Monicelli.
Con M. Mastroianni e R. Salvatori.
Sky Cinema Classics
23.30 IL RICCIO Opera prima della regista
Mona Achache, che porta sul grande
schermo il best-seller di Barbery
Muriel. Sky Cinema Passion HD
0.10 SCUOLA DONORE NellAmerica
degli anni 50, David entra a far parte
di unimportante squadra di football
ma tace ai suoi compagni di essere
ebreo. MGM
0.40 AVATAR 13 anni di lavoro hanno
portato J. Cameron ad aggiudicarsi 3
Oscar e il record per il film che ha
incassato di pi nella storia del
cinema. Sky Cinema Max HD
14.30 GOLF: OMEGA EUROPEAN
MASTERS PGA European Tour.
Diretta Sky Sport 2 HD
15.00 CICLISMO: TAPPA 13 Vuelta di
Spagna. Diretta Eurosport
15.45 DANZA: DISCIPLINE CLASSICA,
FINALI Campionati Italiani Assoluti
RaiSport 1
16.45 BASKET: ITALIA - LETTONIA
Campionati Europei. Diretta
RaiSport 1
17.25 RUGBY: LE DIECI MIGLIORI
PARTITE Mondiali di Rugby ESPN
17.45 ATLETICA: CAMPIONATO DEL
MONDO Eurosport
18.30 BEACH SOCCER: BRASILE -
UCRANIA Campionati Mondiali.
Diretta RaiSport 1
19.15 TENNIS: GIORNO 5 US Open.
Diretta Eurosport
20.40 CALCIO: GERMANIA - AUSTRIA
Qualificazioni Europei 2012. Diretta
Sky Sport 1 HD
21.00 BASEBALL: NETTUNO - SAN
MARINO Campionato Italiano.
Diretta RaiSport 1
22.00 RUGBY: 1995. SUDAFRICA -
NUOVA ZELANDA Mondiali di Rugby
ESPN
22.55 CALCIO: ECUADOR - GIAMAICA
Amichevole. Diretta Sky Sport 1 HD
23.30 WRESTLING: EP. 4 Ultimate Fighting
Championship Show
Sky Sport 2 HD
Sky
La lista di Spielberg
vale sette Oscar
Forum Televisioni: www.corriere.it/grasso
Videorubrica Televisioni: www.corriere.tv
Vincitori e vinti
L'industriale tedesco Oskar
Schindler ha buoni agganci con
le Ss e ottiene un trattamento di
favore per limpiego di ebrei
nelle sue aziende. Regia di
Spielberg. Sette premi Oscar.
Schindlers list
Studio Universal, ore 21.25
Film
e programmi
14.05 UNDER THE INFLUENCE. Show
Studio Universal
14.15 FRIDAY NIGHT LIGHTS V. Telefilm
JOI
14.40 AMORI E INCANTESIMI. Film
Studio Universal
15.12 UNA MAMMA PER AMICA VI.
Telefilm MYA
15.13 FROM PARIS WITH LOVE. Film
Premium Cinema
15.13 THE MIDDLE II. Telefilm JOI
15.45 PUSHING DAISIES II. Telefilm
STEEL
15.59 UNA MAMMA PER AMICA VI.
Telefilm MYA
16.00 THE MIDDLE II. Telefilm JOI
16.25 MONK IV. Telefilm JOI
16.30 HOLLYWOOD COLLECTION. Rubrica
Studio Universal
16.35 HUMAN TARGET I. Telefilm STEEL
16.52 LA NONA PORTA. Film Premium
Cinema
17.00 BIRTHDAY GIRL. Film Studio
Universal
17.36 LA VITA CHE SOGNAVO. Film Tv
MYA
18.15 SQUADRA ANTIMAFIA 3 PALERMO
OGGI. Miniserie STEEL
18.35 LA NAVE MATTA DI MR. ROBERTS.
Film Studio Universal
18.48 ROYAL PAINS II. Telefilm JOI
19.08 LO SPAZIO BIANCO. Film Premium
Cinema
19.37 COVERT AFFAIRS I. Telefilm MYA
19.40 ER - MEDICI IN PRIMA LINEA XIII.
Telefilm JOI
20.25 THE MENTALIST I. Telefilm JOI
20.25 HUMAN TARGET I. Telefilm STEEL
21.15 QUALCOSA DI SPECIALE. Film
Premium Cinema
21.15 FRIDAY NIGHT LIGHTS V. Telefilm
JOI
21.15 ONE TREE HILL VII. Telefilm MYA
21.15 SUPERNATURAL I. Telefilm STEEL
21.25 SCHINDLERS LIST. Film Studio
Universal
22.00 SUPERNATURAL I. Telefilm STEEL
22.02 ONE TREE HILL VII. Telefilm MYA
22.03 FRIDAY NIGHT LIGHTS V. Telefilm
JOI
22.50 LA MASCHERA DI CERA. Film
STEEL
23.00 CELLE QUE JAIME. Film MYA
23.12 PREMONITION. Film Premium
Cinema
0.02 THE PACIFIC. Miniserie JOI
0.37 COVERT AFFAIRS I. Telefilm MYA
0.45 PUSHING DAISIES II. Telefilm
STEEL
0.51 ULTRA 2011. Documentario JOI
Mediaset Premium
71
Corriere della Sera Venerd 2 Settembre 2011 italia: 515249535254
Codice cliente:
72
Venerd 2 Settembre 2011 Corriere della Sera italia: 515249535254
Codice cliente: