Sei sulla pagina 1di 56

Il commento

LAIVES

SCI DI COPPA

IL DIBATTITO

I Brugger, i Magnago e linquieta Bolzano


di Alberto Faustini
iccolo consiglio, ovviamente non richiesto, ai politici italiani: leggetevi con calma lintervista che il presidente Durnwalder ha concesso ieri allAlto Adige. Rievocando con Marco Rizza i giorni dellapprovazione del secondo statuto dAutonomia, che dopo i drammatici anni Sessanta pass poteri e competenze dalla Regione alle due Province, il Landeshauptmann dice che nessuno poteva immaginare che dallodio di quei tempi si sarebbe arrivati alla convivenza doggi. Poi ricorda un episodio illuminante: Brugger, che era in disaccordo con Magnago e che vot (convincendo anche il giovane Luis a seguirlo) contro lapprovazione del nuovo Statuto, fu grandioso anche nella sconfitta: strinse la mano a Magnago e il giorno dopo ricominci a collaborare lealmente. Precisato che Brugger non ovviamente Siegfried ma suo padre Peter e ricordato che Durnwalder vorrebbe certo resistere sino ad un eventuale avvento in politica del figlio dellattuale onorevole, va detto che la forza della Svp tutta qui: in quella stretta di mano e nella volont di perseguire un progetto comune anche dopo scontri pressoch totali. I panni sporchi si lavano in famiglia: ma al traguardo si arriva solo uniti. Un po come il Pdl, sgretolato in correnti che non solo non si parlano, ma che non mollano finch non vedono politicamente morto lavversario (interno)... E un po come il Pd, che con una mano approva la fuga in avanti del sindaco di Bolzano Luigi Spagnolli - sicuro catalizzatore di consensi, anche se colpevole daver forse lanciato troppo presto la sua campagna elettorale - e con laltra gli tende un trappolone al giorno... Come se non bastasse, sono in molti - magari solo per il timore di farsi rimpiazzare o comunque superare proprio da lui - a cercare di dissuadere il primo cittadino, invitandolo a restare dov e a non cercare di scalare Palazzo Widmann. Nello stesso istante, c chi gi simmagina nella stanza municipale dei bottoni. Sorge ad esempio - sorprendente solo per chi non segue la politica cittadina, da sempre avvezza a pescare fra gli alti burocrati - la stella di Eros Magnago, tecnico con malcelate ambizioni politiche, che si muove senza troppa diplomazia nella galassia dun inquieto centrosinistra. Nel frattempo, lassessore provinciale Roberto Bizzo si sente sempre pi isolato in quella che dovrebbe essere la casa comune del Pd, e, come un moderno naufrago in attesa di ritrovare il senso dappartenenza perduto, lancia segnali di fumo al mondo cattolico locale e nazionale. Altro che Brugger (Peter) e Magnago (Silvius)...

IL VERDE COVANTI LASCIA LA GIUNTA


CANALI A PAGINA 20

BRIGNONE DARGENTO CUCHE RECORD


A PAGINA 42

HANS CASSONETTO QUALE PARASSITA?


A PAGINA 16

Operazione della squadra mobile: la base in una casa di Gries. Il fumo arrivava dal Marocco via Bergamo

Don Bosco, hashish a chili


Sequestrato oltre mezzo quintale, manette a quattro spacciatori
LA STORIA
BOLZANO. Sgominata una banda di spacciatori grazie ad una maxi-operazione della squadra mobile di Bolzano: in manette sono finiti quattro marocchini. Sequestrati ben 63 chili di hashish. La droga era destinata al quartiere Don Bosco. La base, invece, si trovava a Gries dove vive la mente della banda, un marocchino di 33 anni. Indagato il Tricarico braccio destro del capo, un nordafricano. La maxi-inchiesta era partita la scorsa estate: la droga lasciava il Marocco per arrivare in Spagna. Infine veniva portata a Bergamo dove gli spalloni la portavano a Bolzano. PETRONE A PAGINA 11

LEMERGENZA

Spaccio in via Garibaldi Passante avvisa il 113: lo pestano e rapinano


BOLZANO. Un bolzanino di 46 anni sta tornando a casa. Passando da via Garibaldi nota due giovani stranieri, che stanno tentando una spaccata allinternet point. Allora chiama la polizia, ma uno dei due gli si scaglia contro e lo picchia. In manette laggressore, fuggito verso la stazione. A PAGINA 17

QUEI FAVOLOSI ANNI CINQUANTA CON LE FESTE A VILLA BOSCOVERDE


Una festa di Carnevale alla Villa Boscoverde ZAMBONI A PAGINA 18

Monti, sar rivoluzione anche in citt


Domani scioperano i tassisti, poi farmacie e benzinai
Verso le provinciali SullAlpe di Villandro

Ecco linverno mite di Piazza Walther coi tavolini allaperto

Roberto Bizzo

Bizzo si smarca Jeep nel dirupo dal Pd: centro moderato a causa della neve: coppia miracolata ma senza sinistra
GONZATO A PAGINA 13 A PAGINA 27

BOLZANO. Arriver anche in Alto Adige londata di serrate annunciate contro il pacchetto di liberalizzazioni del governo Monti (e del quale molti lamentano di non conoscere ancora i dettagli). Domani niente taxi, verso lo sciopero anche farmacie e benzinai. Monti ai partiti: Sconsiglio modifiche. DA PAGINA 3 A PAGINA 6

PASQUALI A PAGINA 15

La societ fa causa alla Provincia: vuole pi di un milione di euro sui costi standard

Scontro milionario sugli autobus Sad


IL PROGETTO
BOLZANO. Sistema dei trasporti inquieto: alle vicissitudini aeree in questi giorni si aggiunge anche un altro caso, questa volta giudiziario, fra la Sad e la Provincia: in ballo oltre un milione di euro. La vertenza che vede contrapposta la maggiore societ concessionaria del trasporto locale allamministrazione provinciale di quelle destinate a costituire un precedente. La societ ha presentato infatti un ricorso al Tar per contestare in prima battuta il decreto dellassessore Widmann per il conguaglio dei contributi sulla gestione del 2009. DONATINI A PAGINA 14

Ciclabili, nuove piste nella Bassa


La rete di ciclabili si amplia BONA A PAGINA 22

ALTO ADIGE

PRIMO PIANO

DOMENICA 22 GENNAIO 2012

LIBERALIZZAZIONI

Il premier: fatto il massimo possibile, equit e crescita i pilastri fondamentali

Monti ai partiti: Sconsiglio modifiche


Per il Professore cos usciremo dalla recessione. Il Pil pu crescere anche del 10%
di Vindice Lecis
ROMA. Aumento dei salari del 12%, della produttivit dell11% e delloccupazione dell8%. Le liberalizzazioni a regime, spiega il governo, potrebbero davvero rimettere in moto lItalia attivando un meccanismo virtuoso. I due pilastri sui quali si fondano si chiamano crescita ed equit e sono gli obiettivi che lesecutivo dei professori vuole raggiungere con il pacchetto di riforme strutturali. Si tratta di un insieme di provvedimenti e misure frutto di una lunga mediazione. Per questo il presidente Monti, di fronte allondata di proteste e a diverse critiche politiche, avverte che il Parlamento sovrano ma sconsiglieremmo di fare variazioni che dovessero far venire meno la logica dinsieme. Nel comunicato del Consiglio dei ministri il governo spiega che le riforme possono rimettere in movimento lItalia. E indica numeri da crescita cinese, non diretti ma indotti. Analisi condotte dallOcse - si legge in una nota - evidenziano infatti come ladozione di misure di liberalizzazione che conducano a livelli di regolamentazione del settore dei servizi simili a quelli dei Paesi con i migliori standard, produrrebbero una crescita significativa della produttivit totale dei fattori nei settori che impiegano tali servizi, quantificabili in oltre 10 punti percentuali. Altri studi indicano che una riduzione delle rendite nei servizi al livello medio degli altri Paesi, produrrebbe benefici notevolissimi. Laumento del prodotto sarebbe dell11% con una crescita sia dell occupazione che dei consumi privati di otto punti. Laumento degli investimenti sarebbe del 18% e dei salari del 12% senza effetti negativi sulloccupazione. Sullaumento degli stipendi Monti precisa che non dipendono dalle liberalizzazioni sarebbe bello, ma non cos. Per la maggior concorrenza, maggiore liberalizzazione e apertura dei mercati significano minori rendite di posizione, quindi, a parit di condizioni, prezzi pi bassi che moderano il costo della

TAGLIATI I FONDI

Addio al Ponte sullo Stretto


ROMA. Addio al Ponte sullo Stretto e avanti con piani di opere medio-piccole per le scuole (556 milioni), la difesa del suolo (750 milioni), la manutenzione della rete ferroviaria (840 milioni). Il Cipe, nella riunione di venerd, ha definito lelenco dei finanziamenti Fas Infrastrutture da revocare: sforbiciate per 6,3 miliardi su 11 totali, fra cui spicca la revoca dei 1.624 milioni di euro assegnati nel 2009 al Ponte sullo Stretto, e mai n impegnati n spesi. Il presidente del Consiglio Mario Monti vita. Nel decreto, la crescita stimolata da alcune misure. A partire dalleliminazione dei vincoli burocratici (nulla osta, autorizzazioni e licenze), sostegno al tessuto imprenditoriale e allinnovazione, con la valorizzazione del merito delle nuove generazioni. Premiando le capacit innovative, lintraprendenza in una parola: il merito. Ai giovani nel decreto sono dedicate norme volte a facilitare lingresso sul mercato del lavoro consentendo loro di svolgere tirocini finalizzati alliscrizione negli albi professionali gi durante lultimo biennio di studi, prima del conseguimento della laurea specialistica o magistrale. Lobiettivo lo stimolo della concorrenza nel campo dei trasporti e delle infrastrutture con dosi massicce di semplificazioni: sar facile aprire cantieri e creare occupazione nelledilizia. Anche con il coinvolgimento di capitali privati mediante il project bond. Il pilastro dellequit si fonda su concorrenza e merito. Lapertura al mercati - dice

il governo - incidendo in modo diretto sulle politiche aziendali delle imprese in grado di determinare una sensibile riduzione dei prezzi. A seguire anche misure per la tutela dei consumatori. Monti a chi gli chiede se con le liberalizzazioni si poteva fare di pi rivendica lequilibrio delle scelte. Abbiamo cercato di fare molto bilanciando i carichi ed i contributi di ogni categoria chiamata a dare. E normale che si abbia voglia di fare di pi, magari se chi lo dice lo auspica in settori cui non appartiene auspicando invece di meno nei settore di appartenenza. La prossima settimana il consiglio dei ministri varer un nuovo decreto legge, stavolta sulle semplificazioni per sfoltire lenorme mole di adempimenti burocratici che pesano su cittadini e imprese. Il pacchetto di misure pi corposo a carico del ministro per la Funzione pubblica Filippo patroni Griffi. Primo obiettivo, la semplificazione degli oneri amministrativi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Maggioranza. Il Terzo polo schierato senza condizioni a difesa del provvedimento

Alfano apre, Pd: ok con emendamenti


Le due forze pronte a votare il decreto in Parlamento con correzioni
ROMA. Non si sa ancora quando il decreto sulle liberalizzazioni far il suo ingresso in Parlamento. Ma una cosa certa, liter del provvedimento non sar una passeggiata. C il rischio concreto che, strattonato da una parte e dallaltra, possa essere stravolto dai veti contrapposti. Centrodestra e centrosinistra preparano infatti le proprie correzioni, spesso di segno opposto. Gli unici che sottoscrivono al cento per cento il decreto sono gli esponenti del Terzo polo. E una cosa seria che n Berlusconi, n Prodi avevano mai fatto, sottolinea Casini. Lapertura pi significativa arriva da Angelino Alfano, specie dopo lentrata a gamba tesa di Berlusconi di venerd contro il governo proprio mentre il Consiglio dei ministri era riunito. Apprezziamo lo sforzo del governo, dice ora il segretario del Pdl. Che assicura il sostegno del suo partito, ma a patto che le misure facciano un buon servizio al cittadino. Condizione dietro la quale si pu naturalmente annidare di tutto. A cominciare dalla difesa delle categorie considerate come proprio elettorato di riferimento. Ma in questo caso, promette Alfano, le sosterremo. E dai vari Cicchitto e Gasparri praticamente un coro: le liberalizzazioni in Parlamento andranno migliorate. Discorso praticamente speculare per il Pd, che complessivamente meglio disposto verso il provvedimento in generale, e che anzi in qualche caso chiede di fare di pi, come sottolineano sia Franceschini che lo stesso Bersani. Siamo entusiasti dice il segretario - che ci sia un governo che sta otto ore, non nove minuti e mezzo, su un pacchetto di misure. Ma anche Bersani annuncia emendamenti precisi, e fa lesempio della liberalizzazione della vendita dei parafarmaci, di tempi troppo lunghi per la separazione di Snam ed Eni, della non certezza dellaumento del numero dei notai. Ma anche nel Pd c poi chi contesta alcune norme, come Stefano Fassina, a cui non piacciono le ipotesi di sospensione del contratto collettivo perch la concorrenza si fa sullefficienza, non sulla pelle dei lavoratori. E la difficile convivenza dei partiti di maggioranza sar verificata anche su un altro piano, quello delle riforme, a cominciare da quella elettorale. Ieri Fini e Schifani si sono visti per fissare unagenda, dopo lintervento di Napolitano. Ed anche in questo caso, in teoria, si dicono tutti daccordo. In pratica le cose saranno molto pi complicate. (a.p.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Bersani

LOPINIONE
di Vittorio Emiliani

a filosofia del decreto Monti giusta e indigesta insieme. Giusta perch tende a liberare lItalia e gli italiani dalle cento ingessature di troppi privilegi corporativi e di troppe inerzie burocratiche, e quindi a far costare di meno certi servizi essenziali e a creare nel contempo migliaia di posti di lavoro. Indigesta perch le corporazioni sono forti da noi fin dal Medio Evo e neppure la Destra Storica, nella prima Italia, riusc a ridurne i poteri (penso a farmacisti, avvocati, notai), poteri che il fascismo anzi consolid basato comera su di una dichiarata dottrina corporativista. NellItalia democratica rimase minoritaria la spinta liberale di un Luigi Einaudi

nemico giurato di monopoli e cartelli. Mario Monti ritiene che si possano guadagnare addirittura 10 punti di Pil andando avanti con le liberalizzazioni e parecchie migliaia di posti di lavoro per i giovani. Questo secondo effetto lo aveva gi ottenuto la pi riuscita delle lenzuolate di Pier Luigi Bersani, autorizzando farmacie allinterno della grande distribuzione e parafarmacie per i prodotti di banco nelle citt. Purtroppo il governo Berlusconi era subito andato in direzione opposta, figlio di unItalia neo-corporativa da lasciare intatta, anzi da accarezzare nei suoi privilegi. Sui punti di Pil in pi non possiamo sapere quando li guadagneremo. Sulla maggiore offerta di certi servizi e, in

UNA RICETTA DI MISURE GIUSTE MA STORICAMENTE INDIGESTE


alcuni casi, sulla diminuzione di prezzo di prodotti e prestazioni, ci si pu contare, credo, anche a breve. I gestori di taxi sono i pi violenti nella protesta anti-governativa, ma non hanno alleati: chi gira il mondo sa bene che in tutte le capitali europee pi facile trovare, con ogni tempo, un taxi che non a Roma o a Milano e trovarlo, nel caso di Madrid o Barcellona, a tariffe pi basse. Se poi guardiamo alla mappa delle farmacie esistenti, vediamo che sono concentrate (da secoli) nei quartieri centrali diradandosi via via che si va verso le popolatissime periferie. Lindice 1 farmacia/3.000 abitanti del decreto Monti lo reclamavano gi Turati e Prampolininel 1911. Il risparmio in tempo, disagio e denaro sar tangibile se allaumento dei punti vendita periferici si unir la prescrizione obbligatoria dei farmaci generici per i quali siamo ultimi nella UE. Nel 2005 unaspirina costava da noi 4 volte pi che in Germania e 2 pi che in Francia. Risparmio di tempo e di disagio si avr pure con pi edicole. Oggi sono fitte in centro e rade fino a mancare nelle stesse semi-periferie. Dopo, c il deserto.

Bisogna procedere pi incisivamente per lassicurazione auto con la scatola nera. Chi ha gi scelto una RCA parametrata ai km percorsi lo sa. Gli utenti devono svegliarsi, unire le forze, rivendicando di pi nella materia strategica dellenergia. Il prezzo del petrolio cala, vistosamente, e il prezzo di benzina e gasolio mai. Poco pure quello del gas. Idem per lelettricit. Che ci sta a fare la Borsa elettrica? Quel 30% in pi che, con somma ingiustizia, paghiamo per lenergia rispetto allEuropa una tassa che, con queste e altre forme di concorrenza, si deve poter tagliare. Sar disboscata anche la selva cartacea che blocca chi vuole aprire una attivit, ed giusto. Come lo allungare certi orari. Attenzione per a

non fare delle nostre citt antiche, belle o bellissime, dei luna-park. Linvasione, a Roma e non solo, di locali di souvenir e di altro, tutti uguali nella loro oscena bruttezza, deve farci dire: s a nuove iniziative e ad orari lunghi purch i Comuni vigilino sul decoro urbano, sulla qualit degli arredi. Diversamente renderemo pi facile aprire un pizza a taglio, ma impoveriremo la bellezza di una citt. Da residenti e da turisti. E lo stesso criterio che ha spinto Monti a rinunciare a liberalizzare le trivellazioni lungo le coste. Liberalizzare non significa che ognuno fa come gli pare e piace. Un capitalismo aggiornato e responsabile non ha nulla a che vedere, sia chiaro, con quello selvaggio.
RIPRODUZIONE RISERVATA

DOMENICA 22 GENNAIO 2012

PRIMO PIANO Camusso: Sono novit che porteranno guai Per Confindustria prese decisioni sacrosante

ALTO ADIGE

LIBERALIZZAZIONI

Scende in piazza la rabbia degli scontenti


Domani si fermano tassisti e avvocati, il primo febbraio serrata dei farmacisti
di Maria Berlinguer
ROMA. I farmacisti proclamano la serrata per il 1 febbraio e in altre date da definirsi, i tassisti confermano lo sciopero di domani e minacciano lassedio a Palazzo Chigi. Con lUgl taxi, il sindacato pi vicino alla destra, che invita tutti i sindaci italiani a unirsi alla protesta della macchine bianche e avverte domani scende in piazza la rabbia. Il giorno dopo la lenzuolata sulle liberalizzazioni di Monti non si placa lira delle categorie toccate dalle misure. Sul piede di guerra benzinai, ferrovieri e avvocati che, in assenza di cambiamenti, sono pronti alla battaglia. Dalla prossima settimana sar unondata di scioperi. I primi a incrociare le braccia saranno i tassisti, domani. Poi, dalle 21 del 26 e per 24 ore saranno i sindacati di base delle ferrovie, lOrsa, a scioperare per protestare contro la cancellazione dellobbligo di applicare il contratto nazionale del lavoro: Un attacco al lavoro. Il 1 febbraio toccher alle farmacie. Federfarma accetta laumento del 10% dei punti vendita ma contesta la crescita nea le contraddizioni di una misura che favorir la grande distribuzione a scapito dei piccoli che rappresentano leccellenza. Camusso evidenzia comunque la presenza di cose indubbiamente utili fatte. Entusiasta della lenzuolata la presidente di Confindustria. Ci saranno gli strilli, lasciamoli strillare, limportante che il governo vada avanti per questa strada, dice Marcegaglia. Confindustria soddisfatta perch dopo tanti anni viene affrontato anche in Italia il tema del mercato e della concorrenza. Camusso e Marcegaglia hanno gi la testa al tavolo sul lavoro di luned, sgomberato almeno per ora dal tema dellarticolo 18 che Monti ha liquidato come questione non preminente. Andremo alla trattativa con grande senso di responsabilit: non vogliamo licenziare i lavoratori ma gestire le ristrutturazioni, mette le mani avanti la presidente degli industriali. Sulle regole del lavoro sar bene fare attenzione, non vero che basta fare in fretta: vorrei che si evitasse ci che si costruito sulle pensioni, avverte Camusso.
RIPRODUZIONE RISERVATA

LA PROTESTA

Troppi ritardi nei pagamenti


ROMA. Dopo aver avviato il processo delle liberalizzazioni, il Governo deve risolvere il problema dei ritardi dei pagamenti da parte della Pubblica amministrazione. Un ritardo costa ogni anno agli imprenditori artigiani 3,6 miliardi di maggiori oneri e li costringe ad attendere addirittura fino a 793 giorni prima di essere pagati, dice Giorgio Guerrini, presidente di Confartigianato. E Antonio Misiani, componente Pd in Commissione Bilancio alla Camera, aggiunge: I dati della Cgia di Mestre, che stima a quasi un terzo del totale i fallimenti causati dai ritardi nei pagamenti, confermano la gravit del problema e la necessit di recepire al pi presto la nuova direttiva Ue. Non ci sarebbe alcun impatto sui conti pubblici.

degli esercizi di vendita fino a 7000 in pi. Dal 13 al 27 saranno gli autotrasporti a fermarsi. Poi toccher agli avvocati (domani e marted). Per non parlare dei dieci giorni di sciopero indetti dai benzinai contro le nuove misure. Le date, in questo caso, non sono state ancora stabilite. I sacrifici ragionevoli del governo tecnico per ora rischiano di scatenate un inverno molto caldo per il Paese. Ci sar un periodo di at-

tesa dei mercati e di diffidenza delle categorie ma siamo sicuri di vincere la diffidenza e infondere la giusta fiducia, dice rassicurante Antonio Catrical, sottosegretario alla presidenza del consiglio. Le liberalizzazioni intanto dividono anche le parti sociali con Susanna Camusso che avverte: Le intemperanze liberalizzatrici ci porteranno dei guai. Diametralmente opposto il giudizio di Emma

Marcegalia: Le liberalizzazioni sono sacrosante, dice la presidente degli industriali. Camusso e Marcegaglia parlano dallo stesso palco, quello della Fondazione Italcementi. La leader della Cgil scettica, preoccupata dalla tendenza ad allungare lorario di lavoro. Cita il recente contratto di bancari e la possibilit per i negozi di aperture flessibili. E un terreno su cui bisogna iniziare ad esplorare, dice ma sottoli-

Meno spese con i nuovi conti correnti


Rc Auto, penalizzato chi chiede soldi e non riparazioni
di Andrea Di Stefano
MILANO. Sconti, pi scelta per i consumatori, taglio alle commissioni. Le misure sui servizi bancari e assicurativi previste nel decreto legge sulle liberalizzazioni approvato venerd introdurranno una serie di novit che suscitano reazioni contrastanti. Se le associazioni dei consumatori attaccano il governo che non ha minimamente intaccato il potere delle banche, che continuano ad applicare tassi di interessi pi elevati della media Ue sostiene il presidente dellAdusbef Ennio Lanutti, diversi centri di analisi valutano in 250 euro il risparmio potenziale annuo per le famiglie dallimpatto delle nuove regole su assicurazioni e banche. Assicurazioni. La novit pi rilevante sicuramente ladozione della scatola nera nelle auto che potrebbe comportare, per chi sar disponibile a farsi installare il sistema di registrazione della guida, risparmi sul premio sino al 30%. Le compagnie non potranno pi godere di agenti monomandatari: in pratica ogni assicuratore dovr sottoporre ai clienti almeno tre offerte di diverse assicurazioni. In caso contrario la compagnia che imponga allagente pratiche monopoliste potr essere sanzionata tra 50 e 100mila euro. Pi complesso il calcolo dellimpatto sulla repressione delle frodi, che dovrebbe comunque permettere una riduzione complessiva del coefficiente per la determinazione delle tariffe soprattutto nelle grandi metropoli. Chi vuole ricevere il risarcimento in forma di denaro, rinunciando esplicitamente alla riparazione del veicolo, verr penalizzato del 30% rispetto alle tariffe medie praticate da meccanici e carrozzerie. Ovviamente si tratta di uno dei provvedimenti, come quello che introduce il contrassegno elettronico, volto a ridurre il fenomeno delle frodi che secondo il sistema assicurativo italiano uno dei pi gravi ed estesi in Europa. Banche. Per i conti correnti si introduce la versione base, che dovr contenere operazioni e attivit medie in un costo minimo: nellipotesi di mancata stipula della convenzione tra il ministero dellEconomia, la Banca dItalia, lAssociazione bancaria italiana, le Poste e le associazioni dei prestatori di servizi di pagamento, sar il governo con un decreto a fissare i costi minimi. Il sistema, che non entrer in vigore prima di settembre, prevede un conto corrente base, nonch lammontare degli importi delle commissioni da applicare sui prelievi effettuati con i Bancomat tramite sportelli automatici presso una banca diversa da quella del titolare della carta. Sul

Rc Auto, penalizzazioni per chi chiede soldi invece di riparazioni fronte dei mutui, viene introdotto il divieto della vendita abbinata a polizze assicurative, norma che potrebbe essere accompagnata da altre misure per tutelare i clienti. Da aprile le polizze vita per la copertura assicurativa dei mutui potranno essere stipulate con qualsiasi compagnia, non solo o necessariamente con quelle bancarie. Gli istituti bancari e assicurativi non potranno assumere il doppio ruolo di enti erogatori di prestito e di polizze e questa novit porter il mercato delle polizze verso una vera liberalizzazione dopo che per tanti anni il cliente che richiedeva un prestito era obbligato a stipulare la polizza mutui con lo stesso istituto di credito.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Frequenze, parola allAgcom


Mediaset contro lassegnazione sospesa per tre mesi
ROMA. Dal 1 gennaio chi possiede quotidiani pu aspirare a una televisione e viceversa. Dal decreto milleproroghe sarebbe infatti sparito il divieto di incrocio tra stampa e tv previsto dalla legge Gasparri che riprendeva la legge Mamm. E quanto svela il sito Dagospia a 24ore dalla sospensione per tre mesi del beauty contest, annunciata ieri dal ministro dello Sviluppo Corrado Passera. Si apre ora una delicata trattativa con le aziende rimaste in gara. Lobiettivo evitare quei ricorsi che getterebbero nuove incognite su un settore guardato a vista dallUnione Europea. E proprio per questo lAgcom, gi coinvolta prima dello stop, potrebbe essere nuovamente consultata, prima di prendere in mano il pallino del gioco qualora venisse indetta unasta. La partita anche politica per il governo, che deve evitare strappi con il Pdl: di fronte ad un annullamento della procedura voluta dallex ministro Paolo Romani, la reazione potrebbe essere meno cauta rispetto a quella con cui stata accolta la decisione del momentaneo stop. Non sono daccordo con lo stop - avverte Romani - ora il governo ha 90 giorni per pensare e ripensare. Ho limpressione che sar difficile trovare qualcuno che paghi le frequenze. Lex ministro sostiene inoltre che incappa in un errore tecnico chi sostiene che i multiplex possano essere usati per gli operatori di tlc, ipotesi circolata e sorretta dallo scopo di ampliare le possibilit di successo di unasta. La decisione di Passera continua invece a trovare lappoggio del resto dei partiti, dal Pd allUdc, da Fli allIdv, che ora chiedono di andare avanti con una gara vera

Antenne per telecomunicazioni. Polemiche sullasta delle frequenze tv e propria. Chi ha gi protestato, anche vivacemente, stata Mediaset, mostrandosi pronta ad azioni legali in caso di annullamento del beauty contest. Per ora lazienda di Cologno Monzese, cos come le altre in gara, tra cui Rai e Ti Media, attende la convocazione del ministero per capire che tipo di compensazioni

verranno proposte. La pratica da domani sar in mano al Dipartimento per le comunicazioni. Le emittenti, che hanno ricevuto venerd uninformativa e avranno 60 giorni di tempo per fare osservazioni, hanno dovuto presentare una fidejussione per partecipare. Il governo, dopo la trattativa, dovrebbe tentare di fare cassa attraverso unasta, ma prima potrebbe essere necessario un passaggio legislativo. LAgcom, che ha fornito un parere tecnico al ministero, ha ricordato che la delibera sul beauty contest stata tradotta in legge su richiesta dellUnione europea e che quindi necessario un nuovo atto di legge per annullarla. LAutorit ha inoltre ricordato che la gara legata ad una procedura di infrazione dellUe, non ancora chiusa.

ALTO ADIGE

PRIMO PIANO

DOMENICA 22 GENNAIO 2012

LIBERALIZZAZIONI

Dai benzinai market e prezzi pi trasparenti Negozi pi facili da aprire, sconti nelle edicole

Risparmi per mille euro a famiglia


Trefiletti (Federconsumatori): Bene, ma delusi su carburanti e farmacie
ROMA. Per i carburanti un risparmio di 116 euro lanno, per il commercio 247 euro, solo 42 per le farmacie, 86 euro per taxi e trasporti, 109 per la bolletta dellenergia. Secondo lOsservatorio nazionale di Federconsumatori le liberalizzazioni faranno risparmiare ai cittadini, in un anno, 946 euro. Il calcolo, spiega il presidente dellassociazione Rosario Trefiletti, il risultato di una percentuale di sconti, settore per settore, applicata alla spesa annuale degli italiani rilevata dallIstat. Il taglio dei costi, naturalmente, resta presunto. Ma il giudizio sulle misure del governo, sottolinea Trefiletti, positivo, perch rappresenta una ventata daria fresca in un Paese in cui non esiste solo una casta politica: anche se le liberalizzazioni in alcuni settori sono deludenti: sui carburanti, come sulle banche. I carburanti. Il decreto CrescItalia prevede che i gestori degli impianti possano stipulare una pluralit di contratti possibili con le compagnie petrolifere, ma lesclusiva cessa di avere effetto solo per la parte eccedente il 50% della fornitura complessivamente pattuita e comunque per la parte eccedente il 50% di quanto erogato nel prece-

Le novit
NEGOZI

Liberalizzazioni EDICOLE

Libert h.24 degli orari di apertura degli esercizi commerciali No ai saldi liberi: potranno essere attuati solo in date stabilite No alla semplificazione delle vendite promozionali

Soppresso il limite minimo di superficie per la vendita della stampa quotidiana e periodica Gli edicolanti potranno: praticare sconti sulla merce venduta rifutare gadget forniti dagli editori e dai distributori

FARMACIE

Oltre 5.000 nuove farmacie Quorum di popolazione per l'apertura: 3000 abitanti Possibilit che le Regioni istituiscano nuove farmacie in luoghi maggiormente frequentati Liberalizzazione di orari e turni Farmaci di fascia C venduti solo in farmacia

BENZINAI

Possibile pluralit di contratti tra gestori degli impianti e compagnie petrolifere, da regolamentare in sede sindacale Possibilit di vendere nei distributori anche altri articoli di commercio non oil Rimossi i vincoli all'apertura di impianti presso i centri commerciali
ANSA-CENTIMETRI

dente anno dal singolo punto vendita. Vengono rimossi i vincoli alla realizzazione di impianti nellarea dei centri commerciali, e viene previstaa una maggiore trasparenza nella pubblicazione dei costi al litro, per consentire agli automobilisti di orientarsi nel-

la giungla dei prezzi. Il decreto prevede la promozione della diffusione del metano e la possibilit per i benzinai di vendere prodotti non-oil, con la trasformazione dei rifornimenti in piccoli negozi. Scompare lobbligo di vendere un terzo degli impianti in mano

alle compagnie, e il riscatto diventa facoltativo. Pi self-service, s, ma solo fuori citt. Noi siamo sempre stati per lo scorporo tra i produttori e chi vende i carburanti, questo era limperativo categorico dice Trefiletti. Capisco che ci sia il problema della propriet

dellimpianto, ma andava risolto con la compravendita: una forte delusione. Bene leliminazione della terza cifra dal prezzo e la vendita di prodotti non-oil, ma cos limpatto sui prezzi sar marginale. I negozi e le edicole. Dopo la liberalizzazione degli orari stabilita con il decreto SalvaItalia, il provvedimento varato venerd archivia le norme che prevedevano la deregolamentazione totale delle vendite straordinarie. Il provvedimento, invece, cancella le norme che prevedono limiti numerici, autorizzazioni, licenze e nulla osta per avviare unattivit economica, che quindi diventa pi facile. In questo settore, la rivoluzione riguarda soprattutto le edicole: viene cancellato il limite minimo di superficie per la vendita di quotidiani e periodici in negozi non esclusivi e in librerie, mentre gli edicolanti potranno vendere qualsiasi altro prodotto, fare sconti e rifiutare le forniture di prodotti complementari forniti dagli editori. Ma mentre Confcommercio plaude alla salvaguardia dei saldi, per Federconsumatori uno dei punti deboli del decreto: Si poteva fare di pi, avrei preferito saldi liberi tutto lanno osserva Trefiletti, ma nel

complesso mi pare si sia fatto bene: con una competizione pi forte si possono fare risparmi interessanti. Le farmacie. Per Federconsumatori il capitolo deludente. Certo ci sar un aumento della competitivit con lincremento del numero delle farmacie, ma avremmo preferito una liberalizzazione completa, con la possibilit di vendere le medicine di fascia C nelle parafarmacie e nei corner della grande distribuzione, completando un processo gi avviato. Ma allo stesso tempo laumento potrebbe causare danni al sistema della parafarmacie, rivelandosi alla fine negativo per la concorrenza. Il decreto prevede infatti un potenziamento della distribuzione attraverso un abbassamento a 3mila (era 4-5mila) del quorum di popolazione previsto per lapertura di una farmacia. Le Regioni, in deroga, potranno inoltre istituire farmacie nelle zone pi frequentate. A conti fatti, si ipotizza lapertura di 5mila farmacie. Sono inoltre liberalizzati gli orari e i turni, previsti sconti sui farmaci di fascia A, mentre le medicine generiche dovranno essere indicate in ricetta accanto a quelle griffate.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Fino al 2015 potranno continuare le imprese accorpate su un bacino provinciale

Servizi, obbligo di gara


Stop alle concessioni per trasporti locali, mense e rifiuti
di Andrea Di Stefano
MILANO. I servizi pubblici locali, secondo il decreto liberalizzazioni, dovranno essere assegnati tramite gara ad evidenza pubblica. Nel mirino per primi i trasporti locali (ferroviari e su gomma) ma il provvedimento finir per investire anche raccolta e smaltimento rifiuti e la gestione delle mense scolastiche. In particolare per i treni pendolari si torna allobbligo di gara da parte delle Regioni per scegliere limpresa ferroviaria che deve svolgere i servizi pendolari ferroviari. Anche in questo caso leffetto non , per, per nulla immediato visto che sono fatti salvi esplicitamente i contratti firmati dalle regioni con Trenitalia per un periodo di sei anni. Lobbligo di gara scatter, quindi, solo alla scadenza del contratto mentre rimane da sciogliere il nodo della Lombardia dove la Regione (proprietaria delle Ferrovie Nord) ha costituito una societ con Trenitalia per la gestione dellintera rete in modo esclusivo. Molto dipender, ovviamente, dalla futura separazione di Rfi (Rete Ferroviaria Italiana) dalle Ferrovie dello Stato. Per ora, come noto, il Governo ha rinviato la costituzione della nuova Autorit per i trasporti che dovr esprimersi sulla separazione proprietaria della rete ferroviaria dalla holding Fs. Difficilmente la decisione sar presa prima di 6-9 mesi, considerando che lAutorit deve essere costituita, poi deve esaminare il dossier separazione, presentare una relazione al Governo e al Parlamento che dovranno poi decidere. Dallobbligo di gara si salvano i cosiddetti servizi locali in-house, cio effettuati direttamente da strutture incaricate dai Comuni con appositi contratti di servizio, ma si riduce il valore totale

Obbligo di gara pubblica anche per i servizi di trasporto locale dei servizi da 900mila a 200mila euro annui, restringendo cos la possibilit di eludere le gare. Sino al 2015 potranno proseguire le attivit in-house solo le imprese di servizi pubblici locali che provvedano ad accorparsi per servire un bacino pi ampio e di dimensione almeno

provinciale. Sar obbligatorio il parere dellAntitrust (e non il silenzio-assenso) nel caso in cui un Comune rinunci allo svolgimento di un servizio mediante gara liberalizzata e decida di proseguire con servizi in esclusiva o in concessione. La ratio di tale deroga quella di creare e sfruttare le economie di scala che si verrebbero cos a creare, ma di fatto nessuno pu sapere quale sia la dimensione aziendale ottimale, siano una o pi societ che forniscono il servizio. Una volta definito lambito tariffario, non pu essere compito del regolatore definire anche dimensione e numero di operatori: dati il numero di utenti e tariffa, saranno i gestori in concorrenza tra loro a determinare la struttura di mercato.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Lotto
BARI CAGLIARI FIRENZE GENOVA MILANO NAPOLI PALERMO ROMA TORINO VENEZIA NAZIONALE 33 75 17 23 5 34 71 52 9 56 85 61 39 52 47 79 59 56 62 50 20 65 60 77 87 20 41 46 5 49 47 25 40 20 48 46 33 13 74 44 1 53 54 70

ZZ03

28 61 65 7 74 75 20 63 35 29 58

Le nuove tutele per i consumatori


Abolizione delle tariffe minime e massime dei professionisti Scatta il dovere di preventivo scritto che comprende tutte le spese
di Roberto Petretto
ROMA. LOsservatorio nazionale della Federconsumatori stima in 184 euro lanno il risparmio medio per le famiglie italiane come conseguenza delle liberalizzazioni nel settore delle professioni. Una previsione forse ottimistica, se si considera che la media annua per onorari di liberi professionisti (elaborazione Studi Cgia Mestre su dati Istat) stimata in 213 euro per famiglia. Come si dovrebbe realizzare questo risparmio ipotetico? Le novit pi evidenti introdotte dal decreto sulle liberalizzazioni sono quelle che prevedono labolizione delle tariffe minime e massime lobbligo del preventivo scritto con limporto del compenso (completo di tutte le voci). Il cliente dovr anche essere informato sul grado di difficolt del lavoro da svolgere e gli dovranno essere fornite tutte le informazioni sui possibili oneri. Il professionista dovr anche indicare la polizza assicurativa da stipulare per eventuali danni provocati nellesercizio dellattivit professionale. Secondo le intenzioni del governo, la cancellazione delle tariffe dovrebbe avere effetti benefici per i consumatori: i professionisti non avrebbero pi la soglia minima a cui fare riferimento e questo potrebbe consentire un risparmio per gli utenti. Lobbligo del preventivo, poi, dovrebbe dare la possibilit di un confronto tra diverse offerte. Il consumatore potrebbe scegliere quella che ritiene pi conveniente in base al rapporto tra la qualit del professionista e lonorario richiesto. Si prevede inoltre che la nuova normativa

Super Enalotto
JOLLY 84

12 19 33 38 62 80 SUPERSTAR 12

10eLOTTO

5 9 17 20 23 33 34 39 47 50 52 56 59 60 61 62 71 75 77 79

Il presidente del Consiglio nazionale del notariato, Giancarlo Laurini

possa far diminuire i contenziosi su onorari non pagati. Altri benefici, anche se in tempi pi lunghi, dovrebbero arrivare dalla norma che prevede per i laureandi la possibilit di effettuare sei mesi di tirocinio (dei 18 totali) allinterno delluniversit. Si punta a facilitare lingresso dei giovani professionisti nel mondo del lavoro. In prospettiva futura va vista anche la norma che prevede laumento del numero dei notai: 500 posti in pi da coprire con concorso nel biennio 2012-2014. Nuovi notai che garantirebbero una copertura pi capillare del territorio e, probabilmente, tariffe pi basse per i propri clienti, vista la necessit di inserirsi e affermarsi nel mondo del lavoro.
RIPRODUZIONE RISERVATA

DOMENICA 22 GENNAIO 2012

PRIMO PIANO

ALTO ADIGE

GLI EFFETTI IN ALTO ADIGE


di Marco Rizza
BOLZANO. Arriver anche in Alto Adige londata di serrate annunciate contro il pacchetto di liberalizzazioni del governo Monti (e del quale molti lamentano di non conoscere ancora i dettagli). Domani niente taxi, verso lo sciopero anche farmacie e benzinai. Luca Collareta, presidente provinciale di Federfarma, lassociazione dei titolari di farmacie, allarga le braccia: In un Paese serio, quando si approva un decreto lo si rende subito pubblico: invece qui si conoscono solo indiscrezioni. Incredibile, ma cos. Anche in Alto Adige monta la protesta di varie categorie contro le liberalizzazioni del governo Monti: per la prima volta anche la provincia di Bolzano sar interessata dalle mobilitazioni. Tra questi appunto i farmacisti. Lo sciopero non ancora ufficiale - si ipotizza il primo febbraio; domani si terr una riunione della Federfarma provinciale -, confermato invece lo stato di agitazione: Le bozze che abbiamo letto in queste settimane differivano anche in maniera sostanziale tra loro, ma erano tutte negative, dice Collareta. In provincia ci sono 119 farmacie e 10 dispensari. Il timore dei farmacisti che la liberalizzazione dei prezzi sui farmaci (se sar contenuta nel decreto finale) favorir le grandi strutture ai danni delle piccole, e che aumentando il numero di farmacie ci sar una fuga da quelle dei paesi verso le citt, situazione particolarmente grave in una terra in carenza cronica di farmacisti bilingui. Chi potrebbe scioperare gi domani invece sono i tassisti. Come in tutta Italia, la serrata a Bolzano (e forse a Merano) confermata dalle 8 alle 22 e solo una sorpresa allultimo istante potrebbe spingere a revocarla. Dice Mauro Ortombina, responsabile provinciale di Uritaxi: Noi ovviamente preferiremmo lavorare e non creare disservizi ai cittadini, ma un segnale a questo governo vogliamo darlo. Un esecutivo di professoroni che ci ha ricevuto allultimo giorno, non ci ha dato uno straccio di testo su cui discutere e ci sta portando solo danni. Per fortuna la A destra taxi fermi in piazza Walther

Ancora incertezza sul pacchetto. I tassisti: La lobby questo governo. I gestori: Finiremo tutti a casa

Liberalizzazioni, arrivano gli scioperi


Domani taxi fermi a Bolzano. Anche farmacie e benzinai verso la serrata
LA PROTESTA

Gli avvocati: A rischio la nostra indipendenza


A sinistra una farmacia Sotto Migliucci BOLZANO. Ci di cui ha bisogno il cittadino un avvocato qualificato, specializzato e indipendente. I recenti interventi del governo vanno nella direzione opposta. Lavvocato Beniamino Migliucci, presidente del Consiglio delle Camere penali, ieri ha partecipato a Venezia allinaugurazione dellanno giudiziario dei penalisti e ha tenuto un intervento molto critico verso le decisioni dellesecutivo Monti. Non piace ad esempio lidea di poter svolgere i primi 6 mesi di tirocinio (su 18) alluniversit: La preparazione universitaria insufficiente, lavvocato si forma con la pratica forense e deve continuare a specializzarsi. Diminuire la qualit dellavvocatura sar un danno per tutti i cittadini. E con labolizione delle tariffe si fa un favore a Confidustria: si potranno creare societ di capitali che useranno avvocati presi come impiegati e pagati pochissimo. Non certo in questo modo che si garantisce lindipendenza dellavvocato, che per Costituzione deve essere libero di difendere chiunque. LUnione delle Camere penali (la principale associazione degli avvocati penalisti) per ora non ha indetto nessuno sciopero ma valuteremo pi avanti le iniziative da prendere; gli avvocati comunque non parteciperanno allinaugurazione dellanno giudiziario. (m.r.) tarcelo, e noi non staremo pi nelle spese. Inoltre ci si lamenta del mancato intervento per diminuire le accise, causa del caro-benzina. Faremo sciopero ma solo se troveremo un accordo con la Faib, conclude Angerer.
RIPRODUZIONE RISERVATA

gente inizia a capire che noi tassisti non siamo la lobby dei cattivi ma solo onesti lavoratori. A Bolzano i tassisti sono 50, in tutto lAlto Adige 93. Aumentare le licenze significherebbe dimezzare il nostro lavoro. E dimezzare il valore delle licenze che gi abbiamo. Le ab-

biamo pagate un sacco di soldi: chi ce le compra, e quale prezzo, se il loro numero raddoppia? un patrimonio che buttiamo via. Nei giorni scorsi lassessore Widmann ha ipotizzato di allargare il consorzio a livello provinciale, creando anche un centro di prenota-

zione unico. Per restare nel mondo dei trasporti, serrata in vista anche per i benzinai. Non ancora stata decisa la data ma le due organizzazioni principali Faib e Figisc - pensano a un pacchetto dai 7 ai 10 giorni. Con questo decreto il gover-

no ci manda a casa, sintetizza Wolfgang Angerer della Figisc. Il decreto prevede che un gestore possa vendere benzina di compagnie diverse: Ma a quel punto - ragionano alla Figisc - la compagnia che possiede limpianto non ce lo dar pi gratis ma vorr affit-

LA GESTIONE DEI SERVIZI


BOLZANO. Accorparsi per sopravvivere. Pu essere questa la soluzione per le societ in house che oggi gestiscono i servizi pubblici in Alto Adige. Il pacchetto di liberalizzazioni del governo Monti vuole aprire alla concorrenza anche in questo settore, ad esempio facendo scendere da 900 mila a 200 mila euro il valore dei servizi per i quali va indetta una gara. Ma con uneccezione: le aziende pubbliche che si accorperanno per aumentare il bacino dutenza almeno fino a un livello provinciale potranno godere di altri 3 anni di affidamento del servizio in house. Cos ad esempio societ come la bolzanina Seab potrebbero fondersi con le Asm di Merano, Bressanone e Brunico per ingrandirsi e proseguire nellaffidamento in house. Anche Ecocenter, come noto, da tempo ha attivato un gruppo di lavoro per capire

Accorpare le societ pubbliche


La norma del governo. Gallo: idea interessante
se sar necessario un qualche tipo di riassetto. Ma per conoscere il destino della Seab o della Sasa, dice lassessore comunale Luigi Gallo, bisogner aspettare di conoscere il testo pubblicato in Gazzetta ufficiale, non possiamo basarci sulle bozze. Lintenzione del governo comunque chiara: liberalizzare e privatizzare. Qui in Alto Adige - prosegue Gallo - abbiamo unottima legge sui servizi pubblici, cercheremo di capire se grazie a questa potremo reggere limpatto delle misure governative. Certo lidea di aggregarci potrebbe essere positiva, ne discuteremo. Unaltra ipotesi su cui si ragiona in Comune fare il percorso inverso rispetto agli ultimi anni e riportare alcuni servizi allinterno del Comune, con societ di diritto pubblico sul modello delle ex municipalizzate: De Magistris a Napoli lha fatto con lacqua, potrebbe essere un modo per rinunciare alle attuali Spa ma lasciando la gestione allente pubblico. Sul piano politico Gallo molto duro: Non solo stanno operando una truffa verso i referendum, ma stanno anche diffondendo un brutto clima centralista e neoliberista. Sullopportunit di liberalizzare o no i servizi pubblici ognuno ha la sua idea (io sono fermamente convinto di mantenere la gestione pubblica), ma trovo inaccettabile che Roma imponga un modello unico per tutti. I cittadini possono eleggersi una giunta privatizzatrice: ma se eleggono una giunta che punta sul pubblico, come pu il governo sovvertire la volont popolare? Qui i nostri servizi funzionano e vanno in pari, cambiare questo modello per fare en-

In house solo se le aziende hanno dimensioni provinciali

Un autobus della Sasa trare i privati (che taglieranno posti di lavoro o qualit, o alzeranno le tariffe) un grave errore. La norma che prevede laggregazione delle societ pub-

bliche piace alla Femca/Cisl: Finalmente un governo che impedisce il proliferare di aziende locali pubbliche - dice Maurizio Albrigo -. Le aziende locali dovranno fare economie di scala e massimizzare lefficienza del servizio reso al cittadino, il tutto per ridurre le tariffe. E saranno anche snelliti i Cda. Bisognava pensarci anni fa, ma meglio tardi che mai. Allarmato per le decisioni del governo Monti si dice Guido Margheri di Sel: Il Comune deve contrastare senza indugi gli effetti negativi della parte inaccettabile dei provvedimenti del governo, spingendo per la realizzazione di enti di diritto pubblico in grado di gestire almeno i servizi su cui si sono espressi i cittadini coi referendum di giugno. E anche per il socialista Claudio Della Ratta giudica poco approfondito il provvedimento. (m.r.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

Resta anche lipotesi di tornare alle ex municipalizzate

ALTO ADIGE

ATTUALIT
IL NAUFRAGIO DELLA CONCORDIA

DOMENICA 22 GENNAIO 2012

Costa e il comandante, le due verit


Recuperati hard disk e cassaforte di Schettino. Le telefonate e il ruolo di Ferrarini
dallinviata Annalisa DAprile
ISOLA DEL GIGLIO. Francesco Schettino dice di aver avvisato subito, in tempo reale, Costa Crociere dellimpatto della Concordia contro le Scole e di aver chiesto il soccorso di elicotteri e rimorchiatori. La Compagnia replica che non vero e che il comandante ha mentito a loro, allequipaggio ed ai passeggeri sulla reale gravit della situazione a bordo. Due versioni opposte. Una sola la verit. Che, a questo punto, potr essere tirata fuori solo dalla scatola nera della nave spiaggiata dal 13 gennaio ai piedi dellIsola del Giglio e che ieri ha restituito il dodicesimo cadavere, quello di una donna. Dalla manovra di Schettino che si avvicina troppo alla costa per il saluto ai gigliesi portandosi via un pezzo di scoglio (21.42) alle telefonate che ne sono seguite con lufficio centrale della Compagnia (22.05), fino al mayday dato con ritardo (22.58), la dinamica del naufragio della Concordia non quadra. Ancora troppe le falle.Nellinterrogatorio di garanzia di luned scorso, Schettino riferisce al gip Valeria Montesarchio di aver chiamato dopo lurto Roberto Ferrarini, il marine operation ma-

INCIDENTE PROBATORIO

Oltre quattromila notifiche Il gip pensa di usare Youtube


GROSSETO. attesa per domani lordinanza del giudice per le indagini preliminari del tribunale di Grosseto, Valeria Montesarchio, per la notifica dellincidente probatorio relativo alla scatola nera della Costa Concordia richiesto dalla Procura. Sar una notifica monstre perch riguarder, oltre alla difesa di Francesco Schettino, anche tutte le parti coinvolte nella tragedia, ovvero i 4.200 tra passeggeri ed equipaggio. La notifica dovr essere fatta a ciascuno di loro e la difficolt maggiore rappresentata dal fatto che molti sono stranieri. Bisogner individuarli uno per uno, trovarne lindirizzo e fargli avere la notifica. Unopera difficile, e a quanto pare il gip starebbe pensando a una ordinanza che preveda la diffusione dellavviso anche attraverso mezzi insoliti, come Youtube, oltre ai canali tradizionali in caso di notifiche multiple come i quotidiani nazionali. Si ricorrer anche ai quotidiani internazionali. Un sommozzatore con la valigia e gli effetti personali di Schettino recuperati a bordo nager di Costa, luomo delle emergenze insomma. Ho fatto un guaio. C stato un contatto con il fondale. Ti sto dicendo la verit. Siamo passati sotto il Giglio e abbiamo dato un urto - spiega a verbale il comandante - Non ricordo quante altre volte, nel corso dellora e un quarto successiva, lo richiamai. In ogni caso sono certo di aver informato Ferrarini in tempo reale di tutto. Affermazioni smentite e bollate come non vere dallamministratore delegato di Costa Luigi Foschi, che insiste: Schettino ha agito da solo e aggiunge dora in poi un comandante non dovr pi avere un potere assoluto. S, ma chi Roberto Ferrarini? Che ruolo ha avuto la sera del naufragio? Luomo chiave delle telefonate smentite si trova da giorni al Giglio. Al riparo dietro le transenne e il dispiegamento di forze dellordine che presidiano il quartier generale di tende e baracche allestite verso il molo a sud dellisola, Ferrarini coordina per Costa lunit di crisi, accoglie i parenti delle vittime, segue le ricerche dei dispersi. Da giorni non legge i giornali, dice, scuote la testa quando sente le dichiarazioni rilasciate da Schettino e rimanda ogni commento ufficiale allufficio stampa dellazienda. Come a dire: si segue la linea indicata da Costa. A colmare i vuoti saranno i tabulati delle conversazioni telefoniche, come sostiene lavvocato di Schettino, Bruno Leporatti: La verit sta l, tutto registrato. Tabulati in viaggio verso la procura di Grosseto, che ha acquisito anche lhard disk di bordo, i video delle telecamere della plancia di comando, oltre ai documenti, alla cassaforte ed alle valigie del comandante, recuperati ieri dalla nave. Una difesa, parziale, del comandante arriva dalle rilevazioni dellAis, spiegate da Giovanni Luca Barbera, direttore per il Mediterraneo della compagnia di navigazione svedese Wallenius. Si capisce - spiega Barbera - che il comandante ha effettuato la migliore manovra di salvataggio per evitare laffondamento della nave e salvare cos molte vite umane. Intanto, contro i domiciliari dati al comandante la procura di Grosseto ha presentato ricorso al tribunale del Riesame di Firenze.
RIPRODUZIONE RISERVATA

DOMENICA 22 GENNAIO 2012

ATTUALIT

ALTO ADIGE

Sospeso il blocco dei Tir ma in Sicilia resta il caos


Il leader dei Forconi annuncia: la protesta non si ferma, ora si sposta a Roma Primi rifornimenti alle pompe di benzina, cinque ore di coda per una tanica
di Sara Scarafia
PALERMO. Dopo sei giorni, con la Sicilia ormai in ginocchio, la protesta finita e ora si contano i danni. Milioni gli euro bruciati, con tonnellate di merce da buttare, mentre alte tonnellate di prodotti alimentari devono essere consegnati nel giro di poche ore, per evitare che le perdite siano ancora pi pesanti. Ma se i blocchi sono stati rimossi non vuol dire che la mobilitazione sia finita. Anzi. Mercoled il presidente della Regione siciliana Raffaele Lombardo incontrer il premier Mario Monti e fino ad allora la tensione rester alle stelle: ieri il leader deiForconi Mariano Ferro ha annunciato che la protesta si sposter a Roma in vista dellincontro. Ma un gruppo di irriducibili non ha intenzione di mollare la presa e annuncia che andr avanti a oltranza: al porto di Palermo sono ancora fermi oltre trecento camion. Molti autotrasportatori hanno denunciato di essere stati vittime di intimidazioni. Stesse segnalazioni arrivano anche da Catania. La protesta non si ferma, ma rallenta e si sposta a Roma, ribadisce Ferpartita di calcio fra Akragas e Folgore, prevista oggi, stata rinviata, perch i calciatori senza benzina non possono raggiungere lo stadio. Lufficio postale centrale di Sciacca ha sospeso i pagamenti e i rimborsi perch il furgone portavalori non arrivato a destinazione per mancanza di benzina, lasciando la filiale con poca disponibilit di contante. A Modica mezzo milione di galline ovaiole rischiano di essere macellate e due milioni di uova fresche di consumo sono invendute. Lo sciopero dei Tir in Sicilia ha avuto anche conseguenze sul mondo del lavoro facendo impennare il numero dei ricorsi alla Cassa integrazione guadagni a Catania: lo ha denunciato l presidente di Confindustria etnea, Domenico Bonaccorsi, secondo il quale sono gi sette le aziende che hanno depositato la richiesta a Confindustria per un totale di oltre 800 dipendenti. E ora la protesta rischia di spostarsi in Sardegna. Ieri mattina un gruppo di manifestanti si riunito al porto di Cagliari: Bloccheremo porti e strade.
RIPRODUZIONE RISERVATA

A Tripoli ha incontrato il premier al-Keib

Monti firma con la Libia il nuovo patto di amicizia


TRIPOLI. E stato battezzato Tripoli declaration: il nuovo patto firmato ieri da Italia e Libia che punta a rafforzare amicizia e collaborazione nel quadro di una nuova cornice di rapporti bilaterali e multilaterali sulla base dei cambiamenti avvenuti nel Paese. L occasione stata la visita del presidente del Consiglio Mario Monti, accompagnato dai ministri della Difesa, Di Paola, e degli Esteri, Terzi. La Dichiarazione di Tripoli, concordata da Monti e dal premier libico, al-Keib, segna lapertura di un nuovo capitolo nelle relazioni tra Italia e Libia, con Roma che garantisce il sostegno politico a Tripoli per questa fase di transizione. Un nuovo capitolo che di fatto non supera quel trattato di amicizia siglato nel 2008 dallallora governo Berlusconi con il regime del rais. Ma ridisegna un quadro di futura collaborazione che probabilmente potrebbe tener conto anche dei contenuti di quel trattato, alla luce dei profondi cambiamenti in atto in Libia. Una dichiarazione che, si legge nel documento, ispirata alle vittorie della rivoluzione del 17 febbraio e, anche in nome dei martiri che hanno sacrificato le loro vite per permettere libert e dignit al popolo libico e affermare la speranza dei libici a costruire un nuovo Stato basato sulla de-

Monti a Tripoli mocrazia, diritti umani e promozione della pace regionale e internazionale, della sicurezza e lo sviluppo. Le parti concordano cos di proseguire sulla strada degli accordi firmati guardando al futuro con laiuto ed il contributo nelle varie attivit, attraverso commissioni tecniche ad hoc nei vari settori. Monti ha anche restituito alle autorit libiche la testa di Domitilla, una scultura trafugata nei primi anni90 dal museo di Sabrata e, acquistata ad unasta di Christies da un collezionista italiano. Mentre era in corso la visita di Monti a Tripoli, a Bengasi la sede del Cnt stata prima colpita con una granata e poi presa dassalto dalla folla che chiedeva pi trasparenza.

Primi rifornimenti, lunghe file per la benzina ro. La tensione resta alta, insomma, ma gi da ieri la situazione ha cominciato lentamente a normalizzarsi. Le raffinerie di Milazzo, Priolo e Gela sono tornate in funzione e il carburante arrivato nelle principali citt dove le pompe di benzina sono presidiate dalle forze dellordine: per fare rifornimento le code sono state anche di cinque ore. Mentre il Codacons lancia lallarme sulla genuinit delle sostanze alimentari che saranno poste in vendita dopo la rimozione, anche parziale, dei blocchi stradali sulle strade siciliane, in tutta la Sicilia ci sono piccoli e grandi disagi. A Messina lo spettacolo Il borghese gentiluomo di Moliere andato in scena al teatro Vittorio Emanuele senza scene, costumi, fonica e luci rimasti sui tir nella nave ormai di ritorno verso Napoli. In provincia di Agrigento la

De Magistris a processo per i tabulati di Why Not


NAPOLI. Concorso in abuso dufficio: con questa imputazione lex magistrato, ora sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, ed il consulente informatico Gioacchino Genchi sono stati rinviati a giudizio dal gup di Roma Barbara Callari. Il 17 aprile prossimo saranno quindi processati per le acquisizioni illecite dei tabulati telefonici di alcuni esponenti politici, avvenute nellambito dellinchiesta della procura di Catanzaro denominata Why not e di cui era titolare lo stesso primo cittadino del capoluogo partenopeo. Stando allipotesi dellaccusa, tra le utenze acquisite illecitamente (nel 2006), cio senza aver richiesto la necessaria autorizzazione alla Camere di appartenenza, figurano quelle dellallora premier Romano Prodi, dellex ministro della Giustizia Mastella e di alcuni parlamentari come Francesco Rutelli e Giancarlo Pittelli. Sono amareggiato per la decisione del Tribunale rispetto ad un procedimento in cui mi appare chiara lincompetenza dellautorit giudiziaria di Roma, cos come ancora pi evidente linfondatezza dei fatti ha commentato De Magistris. Per lavvocato Nicola Madia, legale di Mastella, il rinvio a giudizio rappresenta un primo, seppur parziale e ancora sottoposto al vaglio del tribunale, risarcimento quantomeno morale per lex ministro.

NIGERIA

Oltre 160 vittime negli attentati a Kano


KANO. di almeno 162 morti il bilancio delle violenze che venerd sono tornate a insanguinare Kano, in Nigeria. La citt stata teatro di una serie coordinata di attentati dinamitardi e di attacchi armati, con ogni probabilit opera di miliziani appartenenti alla setta ultra-radicale islamica Boko Haram.

La valanga dei partiti islamisti


Egitto, nel nuovo parlamento hanno il 70% dei seggi
ROMA. Il primo parlamento egiziano dopo 60 anni sar caratterizzato da una schiacciante presenza delle forze islamiche, a cominciare dai Fratelli musulmani che occuperanno ben 235 seggi dellAssemblea popolare su 498. Altri 121 seggi saranno a disposizione di al-Nour, il partito dei fondamentalisti salafiti. I laici con il partito Wafd avranno appena il 9 per cento dei seggi, contro il 47,18 del partito Giustizia e libert (il braccio politico dei Fratelli musulmani) e il 24 per cento riservato ai salafiti. Dieci seggi saranno invece assegnati al Consiglio militare che governano lEgitto post-Mubarak, mentre il resto dei seggi saranno distribuiti tra partiti minori. Le elezioni legislative che erano cominciate lo scorso 28 novembre si sono svolte in tre tornate e il prossimo 29 gennaio inizieranno anche quelle per eleggere la Camera alta, il Consiglio della Shura, che saranno concluse il 22 febbraio. Poi toccher alle presidenziali, la battaglia elettorale forse pi importante, e nel frattempo il Parlamento sceglier lesecutivo. Insieme alle presidenziali sar determinante anche il voto che dovr sancire la nuova Costituzione del paese, che a questo punto rischia di essere fortemente caratterizzato dalla Sharia, la legge islamica. Alle elezioni legislative ha partecipato il 54 per cento dei aventi diritto al voto, ma nel frattempo il paese resta sotto il controllo dei militari che ieri hanno liberato il fa-

ELEZIONI USA

Gingrich in testa in South Carolina


WASHINGTON. Le promesse fatte nel 2008 sono state mantenute. LAmerica oggi pi sicura. Il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, in unintervista a Time, lancia la sfida per le elezioni di novembre. Intanto Newt Gingrich in testa ai sondaggi delle primarie repubblicane in South Carolina.

Diciannovenne morta di parto Dieci indagati a Crotone


CROTONE. Dieci persone, tra medici ed infermieri dellospedale di Crotone, sono indagati nellinchiesta sulla morte di Jessica Rita Spina, la ragazza di 19 anni morta venerd mattina dopo un parto cesareo. La Procura ha deciso di sottoporre ad indagine tutti coloro che hanno avuto in cura la ragazza dal momento del suo ricovero fino al decesso. Lipotesi di reato di omicidio colposo. Inoltre gli agenti della squadra mobile hanno effettuato ieri lacquisizione di nuovi documenti nellospedale mentre la Procura ha inoltre deciso di rinviare a mercoled mattina lo svolgimento dellautopsia. La cartella clinica acquisita dai carabinieri del Nas allospedale di Crotone - ha detto ieri Ignazio Marino, presidente della Commissione dinchiesta sul Servizio Sanitario Nazionale - non offre dati sufficienti. Da una prima analisi non si comprendono appieno i motivi che hanno spinto i medici a porre lindicazione per il parto cesareo. Intanto il bimbo di Jessica, Antonio, stato dimesso dallospedale e portato a casa della nonna, Carolina Scigliano. Mia nipote aveva fatto le analisi del sangue dieci giorni prima del suo ricovero e tutti i valori erano nella norma, andava tutto bene, ha detto lo zio della giovane.

Un anziano al voto in un seggio elettorale al Cairo moso blogger Nabil insieme ad altri 1.959 detenuti politici. Dopo la Tunisia anche lEgitto conferma il processo in atto nei paesi dellaPrimavera araba, segnato dalla vittoria degli islamici alle elezioni che si sono svolte dopo la caduta dei dittatori. Il successo dei Fratelli egiziani stato evidente gi nella prima tornata delle elezioni, ma sorprende la schiacciante maggioranza che ora hanno ottenuto alla chiusura delle urne. Rappresentano le diverse anime dellislam politico, quella moderata e pragmatica, ma anche quella pi radicale. Preoccupa invece il notevole successo dei salafiti, con cui dovranno fare i conti i laici nel caso di una alleanza parlamentare con i Fratelli. Cresce intanto il timore di una eccessiva islamizzazione dellEgitto appena liberato dalla dittatura, mentre le forze laiche soffrono di troppe frammentazioni e dellassenza di una leadership coesa. Per molti osservatori, il successo degli islamici determinato dalla loro capillare presenza nelle campagne, nelle moschee e nelle numerose organizzazioni umanitarie che lavorano a favore dei ceti meno abbienti. La pi esposta ai pericoli dellislamizzazione dellEgitto resta la minoranza dei cristiani copti, sottoposti alle violenze periodiche degli integralisti e dei salafiti. (b.z.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

LA PROVOCAZIONE

Uccidere Obama per salvare Israele


WASHINGTON. Uccidere Obama unopzione. Lo ha scritto il direttore dellAtlanta Jewish Times, giornale della comunit ebraica in Georgia. Per Andrew Adler uccidere Obama una delle tre opzioni a disposizione di Israele per tutelare la propria sicurezza e garantire la propria sopravvivenza. Poi la retromarcia: volevo sondare la reazione dei lettori.

Domenica 22 gennaio 2012

9
RITRATTO DAZIENDA
di Davide Fodor
BOLZANO. Doha, Qatar. qui che si sta costruendo quello che destinato a diventare il pi grande aeroporto del mondo. Ed questa lultima frontiera della Lanz Metalli, azienda specializzata nella realizzazione di strutture metalliche in combinazione col vetro. Fondata nel 1963 da Josef Lanz, limpresa di Dobbiaco festegger nel 2013 il proprio 50 compleanno sotto legidia del figlio Gert, che oltre a guidare lazienda di famiglia anche presidente dellApa. stato lui a dare una svolta allattivit dellimpresa, lanciandola nel ristretto mercato delle opere in acciaio e vetro: A lungo - racconta Lanz - la nostra azienda si limitata alla tradizionale attivit dei fabbri. Da circa otto anni invece ci siamo spostati su un settore di mercato in forte crescita come quello dellacciaio. Le possibilit per gli investimenti erano buone e siamo stati fortunati a trovare quasi immediatamente progetti di portata elevata, anche in collaborazione con imprese straniere. Le prospettive per il futuro oggi sono ottime. Limportante in questo campo dimostrarsi sempre attivi e volenterosi di intraprendere nuove iniziative. Nonostante la crisi, la Lanz Metalli in continua crescita: oggi sono 35 i dipendenti dellazienda che nel 2011 ha conseguito un fatturato di 6 milioni di euro, di cui circa il 15% grazie allexport (Germania, Austria e Qatar i mercati pi importanti). Se a livello locale lazienda si resa protagonista di alcuni progetti significativi come il nuovo capannone della Technoalpin a Bolzano, cos come alcune strutture a Castel Firmiano, allospedale di Bolzano, al forte di Fortezza ed alla cooperativa dei lavoratori edili, il progetto pi affascinante dello scorso anno ha avuto origine proprio a Doha. Qui, allinterno del nuovo aeroporto internazionale, la Lanz Metalli con la ditta tedesca Gkd sta realizzando un concetto piuttosto innovativo: si tratta del media-mesh, un prodotto ibrido costituito da una parete in tessuto metallico su cui, tramite lutilizzo di dispositivi led, vengono proiettate continuamente immagini: Di fatto -

A BERLINO

Da Dobbiaco a Doha La Lanz Metalli pronta al grande salto


Limpresa sta lavorando allaeroporto del Qatar dopo le installazioni realizzate a Milano e Leverkusen
La sede Bayer. Sotto, il Media Mesh-Gkd a Doha

Anche lAlto Adige alla fiera dellalimentare


BOLZANO. Si aperta a Berlino la Settimana Verde, maggiore fiera mondiale dedicata a giardinaggio, agricoltura e alimentazione. I prodotti di qualit dellAlto Adige saranno esposti fino al 29 gennaio per essere degustati e acquistati dai visitatori. Circa 1.600 esperti di giardinaggio e agricoltura e produttori di generi alimentari provenienti da tutto il mondo approfittano dellevento per allacciare nuovi contatti e conquistare il pubblico con i loro prodotti. Gli oltre 400.000 visitatori trovano una grande offerta di informazioni, intrattenimento e gusti di svariati paesi. Unopportunit fantastica per far conoscere ancora di pi i nostri prodotti di qualit, informa il Presidente della Camera di commercio, Michl Ebner. Allo stand Alto Adige di oltre 190 metri quadrati organizzati dallEos si vendono prodotti di qualit locali. Nel ristorante Alto Adige i visitatori possono gustare speck e formaggi, pane e strudel, vino, succo di mela e grappa, il tutto accompagnato da buona musica. Saranno inoltre fornite informazioni sulla destinazione turistica Alto Adige e sullagriturismo.

LA SCHEDA

Fatturato di 6 milioni
Nata nel 1963 a Dobbiaco, la Lanz Metalli oggi guidata da Gert Lanz, figlio del fondatore Josef. Cresciuta come tradizionale azienda artigianale di fabbri, limpresa oggi si specializzata nel campo dellacciaio. Da semplice impresa familiare, la Lanz Metalli oggi cresciuta arrivando ad occupare 35 dipendenti e totalizzando nel 2011 un fatturato di 6 milioni di euro. Il 15% dei ricavi vengono realizzati allestero: lultima commessa la Lanz se l aggiudicata a Doha, in Qatar, anche se in questi anni i mercati principali sono stati quelli dellarea tedesca. spiega Lanz - si tratta di un grande schermo trasparente che pu essere utilizzato a piacimento. Il concetto quello di sfruttare le facciate per svolgere qualsiasi tipo di comunicazione, che poi spesso diventa pubblicit. La nostra ditta si sta occupando del progetto, del sistema statico, della fornitura dellacciaio e del montaggio della struttura portante. A Doha abbiamo in programma la realizzazione di cinque schermi da 200 metri luno, un lavoro che stando agli obiettivi prefissati dovrebbe potersi dire concluso entro la fine di questanno. Linvestimento in Qatar non costituisce comunque la prima operazione di questo tenore messa in piedi dallazienda di Dobbiaco, che ha gi realizzato opere simili in altre citt europee, da Milano (in piazza Duomo e allex Motta) a Leverkusen (la sede della Bayer). Limportante - chiude Lanz - farsi trovare sempre pronti.
RIPRODUZIONE RISERVATA

I costruttori: la Provincia ci fa concorrenza


Il collegio edile contesta i lavori affidati allazienda Bacini montani
BOLZANO. Ancora polemiche sul ruolo di imprenditore della Provincia. A sollevarle, stavolta, il collegio edile che chiede allamministrazione di assegnare gli appalti relativi ai lavori per la messa in sicurezza delle zone a maggiore rischio idrogeologico alle imprese locali e non allAzienda provinciale Bacini Montani. Si tratta di interventi per circa un miliardo di euro. In questo momento spiega il presidente del collegio dei costruttori Thomas Ausserhofer - il settore edile locale sta vivendo un momento di forte flessione del lavoro. I futuri interventi per il risanamento delle zone di pericolo racchiudono un grande potenziale di lavori di cui abbiamo assolutamente bisogno. Sarebbe un importante motore per rimettere in moto il comparto e trainare cos tutta leconomia. La sopravvivenza stessa delle imprese attive nel campo delle opere infrastrutturali dipende da questo tipo di lavori. In tale contesto - afferma Ausserhofer - lAzienda speciale provinciale per i bacini montani rappresenta un problema per questo tipo di imprese in quanto nel corso degli anni diventata uno dei loro maggiori concorrenti. Nella maggior parte dei casi i lavori non vengono appaltati tramite gara e cos non sono valutati in base ai criteri della qualit e del prezzo, ma vengono semplicemente affidati dalla Provincia direttamente allAzienda per i bacini montani. Ora arrivato il momento che ledilizia locale inizi a muoversi: il collegio dei costruttori rinnova con forza la sua richiesta di assegnare i lavori dei bacini montani tramite gara di appalto pubblica in modo che questo segmento di mercato sia accessibile alle imprese.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Ausserhofer: in ballo un miliardo di euro, vogliamo partecipare

Chiesta lassegnazione degli incarichi tramite gare dappalto

stato presentato a Firenze il nuovo progetto di licensing dellazienda bolzanina

IN TRENTINO

Le icone Thun usate per vestiti e mobili


BOLZANO. Dai tradizionali oggetti in ceramica, le icone del mondo Bimbo della Thun si spostano su vestiti e arredamenti. In questi giorni sono stati presentati a Firenze in occasione di Pitti Bimbo i nuovi prodotti realizzati in collaborazione con litaliana Italbimbi (abbigliamento) e la spagnola Micuna (arredi). Queste due aziende - spiega lamministratore delegato della Thun Paolo Denti sono state le prime a soddisfare le nostre esigenze come licenziatari. Nei prossimi mesi il piano aziendale prevede lo sviluppo di altri progetti nei segmenti casa, donna e bimbo. Proprio questultimo settore sta dando i primi importanti risultati negli ultimi mesi: le collezioni di abbigliamento baby della Thun in ottobre hanno segnato un aumento del 72,5% delle vendite rispetto allanno precedente, mentre a novembre lincremento stato del 130%. La presentazione dei nuovi prodotti Thun a Firenze
RIPRODUZIONE RISERVATA

Cantine Mezzacorona Conci lascia a Rigotti


BOLZANO. Cambio della guardia alle Cantine Mezzacorona. Guido Conci dopo 40 anni di presidenza e due di vice presidenza, lascia infatti la guida del gruppo nelle mani di Luca Rigotti, 47 anni, vice di Conci da 14, oltre che presidente di Nosio dal 2006. Si tratta di un cambio epocale in quanto con Conci la Cantina Mezzacorona diventata una di quelle con il maggior fatturato a livello nazionale: nel 2011 i ricavi hanno sfiorato i 149 milioni di euro, mentre il numero dei dipendenti cresciuto fino a quota 420. I soci del gruppo sono oltre 1600.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Ente bilaterale del terziario Scattate le nuove prestazioni


BOLZANO. A partire dal 1 gennaio alcuni nuovi servizi si sono aggiunti alle prestazioni fornite dallEnte bilaterale per il terziario Ebk. Per quanto riguarda la formazione, ora lEbk rimborsa, al conseguimento della qualifica, l80% della quota di partecipazione al corso per Maestro del commercio, dietro presentazione della fattura originale cartacea quietanzata. Il rimborso verr concesso ai soci in regola con la contribuzione Ebk ed Ascom/Covelco da almeno 6 mesi antecedenti lesame di qualifica. Sempre a partire dal 1 gennaio, lEbk parifica levento adozione allevento nascita: il premio natalit sar quindi concesso anche a chi decide di adottare un bambino. Per quanto invece concerne la ristrutturazione del negozio, la prestazione varr per un periodo di sperimentazione di due anni: rivolta alle attivit di vendita al dettaglio che chiudono totalmente il negozio per una ristrutturazione che duri almeno due settimane. Allazienda lEbk rimborser il 60% della retribuzione dei dipendenti.

ALTO ADIGE

BASSA ATESINA E OLTRADIGE

DOMENICA 22 GENNAIO 2012

21

GLI INVESTIMENTI MESSI A BILANCIO

Lamministrazione intende costruire una nuova biblioteca vicino alla scuola

Terlano, trasloco per il municipio


Gli uffici comunali allOberhauser. Per il restauro servono 400mila euro
di Silvia Siano
TERLANO. Gli uffici comunali si trasferiranno allOberhauser. Lo storico palazzo del Cinquecento, demolito e poi ricostruito, in centro a Terlano diventer il punto di riferimento della vita amministrativa. Il sindaco Klaus Runer cos ad un passo dal realizzare lobiettivo che persegue dallinizio del suo mandato: ricevere il pubblico in locali pi accessibili rispetto a quelli nei quali si trova lattuale municipio (dietro allOberhauser) e pi rispettosi della privacy. E un desiderio - dice il primo cittadino, ma anche una necessit. Attualmente i 14 dipendenti comunali lavorano su una superficie di 420 metri quadrati su due piani, mentre lOberhauser ha un solo piano di 440 metri quadrati. Al piano terra del palazzo storico, acquistato dal Comune 150 fa, con lintenzione gi allora di realizzare gli uffici, si trova un bar, mentre unala del primo piano occupata dal gruppo anziani, dalla cooperativa sacrificata nei locali della scuola media. Lobiettivo ampliare gli spazi e renderla pi fruibile per la popolazione. Lalternativa sulla quale lamministrazione sta riflettendo, consiste nel costruire un edificio nuovo, di circa 450 metri quadrati, rubando un po di spazio verde a ridosso del piazzale delle Feste. Del progetto si sta occupando larchitetto Amplatz, che ha realizzato il Puc di Terlano. Nelle intenzioni del tecnico c quella di costruire una sorta di opera darte, integrata con lambiente. Ovviamente gli spostamenti hanno un costo. Lattuale municipio, per essere in grado di accogliere le associazioni e la biblioteca, deve sostenere alcuni interventi di miglioramento mentre per sistemare lOberhauser servono 400mila euro. Quanto alla biblioteca, se il Comune percorresse la strada del nuovo edificio, avrebbe bisogno di un milione e 500 mila euro. Che in tempi di crisi non sono pochi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Nellimmagine in alto il palazzo storico di Terlano, lOberhauser, acquistato dal Comune 150 anni fa e a destra il palazzo attuale sede del municipio Acqua potabile di Terlano, dalle Acli di lingua tedesca e dalla Sportverein. Lidea dellamministrazione realizzare uno scambio trasferendo le associazioni nellattuale sede del municipio e gli uffici comunali al primo piano dellOberhauser. Ecco perch il Comune ha bandito un concorso di progettazione, che stato vinto dallarchitetto Renate Marchetti. Al tecnico spetter il compito di trovare la soluzione per rendere accessibili i locali. La progettista spiega lassessore Laura Cagol - dovr fare in modo che lingresso agli uffici avvenga senza passare per il bar, come accade oggi, per chi vuole salire al primo piano. Lidea realizzare una scala esterna. Diversamente bisognerebbe utilizzare un ingresso nella parte posteriore del palazzo, ma significherebbe non dare la giusta centralit al servizio per il pubblico. AllOberhauser verrebbero trasferiti tutti gli uffici comunali, compreso quello di polizia municipale. Mentre nellattuale sede del Comune, lidea realizzare una sorta di casa della cultura. Se al primo piano si trasferirebbero le associazioni, al piano terra potrebbe trovare posto la biblioteca scolastica e comunale. Oggi - prosegue il sindaco -

22

DOMENICA 22 GENNAIO 2012

BASSA ATESINA E OLTRADIGE

ALTO ADIGE

Previsti un primo intervento tra Egna a Caldaro e il collegamento tra Ora, Montagna e Castelfeder

Ciclabili, la Bassa investe 1,4 milioni


Schiefer: Opportunit di rilancio turistico. I lavori al via in febbraio
di Massimiliano Bona
EGNA/ORA. Buone notizie per i bikers e i ciclisti della domenica: la Comunit comprensoriale Oltradige-Bassa Atesina ha stanziato 1,4 milioni di euro per ampliare la rete delle piste ciclabili con lobiettivo di avere un ritorno importante anche dal punto di vista turistico. Il primo tratto collegher Egna, Ora, Termeno e Caldaro, mentre gli altri due interventi riguardano il tratto Ora-Montagna-Castelfeder a ridosso della Statale 48. Diversi i tempi per la realizzazione dei tre interventi. Per quanto attiene il pezzo tra Egna e Termeno - spiega il presidente della Comunit comprensoriale Oswald Schiefer - i lavori, per un importo di poco inferiore ai 400 mila euro, sono gi stati assegnati alla ditta Varesco. Dobbiamo aspettare solamente che si alzi un po la temperatura, ma ci sono le condizioni per iniziare a febbraio. Per gli altri due tratti, che riguardano i Comuni di Ora e Montagna, in direzione San Lugano, ci sono i fondi ma deve essere ancora indetto il bando dappalto. Sulla carta potremo assegnare i lavori a febbraio, poi dovremo attendere 35 giorni per eventuali ricorsi e quindi, teoricamente, tra la fine di marzo e linizio di aprile dovrebbero iniziare i lavori. In questo caso non avremo nemmeno problemi con gli agricoltori perch il tracciato segue in larga misura quello della Vecia Ferrovia della val di Fiemme. Non ci sono pi ostacoli nemmeno da punto di vista ambientale. La seconda commissione per la tutela del paesaggio ha approvato, infatti, con alcune modifiche il A destra alcuni bikers lungo il tracciato della Vecia Ferovia e sotto il presidente del comprensorio Schiefer

VADENA

Centro Laimburg modello per lEuropa


VADENA. Il vice-capo di gabinetto del commissario europeo Dacian Ciolos, Sorin Moisa, ha visitato il Centro di Sperimentazione agraria Laimburg. Moisa si informato sulla situazione della ricerca nel settore della frutticoltura mostrando grande interesse per le ricerche svolte al Centro Laimburg, in particolare per il programma di selezione di nuove variet adatte alle condizioni climatiche altoatesine, per le tecniche di conservazione della frutta sviluppate. E per il trasferimento di conoscenze dalla ricerca alla prassi in agricoltura. Altro aspetto dinteresse stata lefficienza economica della frutticoltura. Come sottolinea Michael Oberhuber, direttore del Centro di sperimentazione agraria Laimburg, la visita ha consentito di avere informazioni di prima mano sulle posizioni della Commissione europea in materia e di fornire informazioni allalto funzionaio Ue in merito alle esperienze pratiche maturate in Alto Adige che possono essere di riferimento anche per la politica europea. dal lago verso la Bassa Atesina rappresenta un plusvalore non da poco. Non appena sar pronto siamo convinti di poter aumentare le presenze anche dei clienti pi giovani, tedeschi ma anche italiani. Ben vengano dunque i fondi stanziati dal Comprensorio.
RIPRODUZIONE RISERVATA

IL BILANCIO DELLATTIVITA

Appiano, il soccorso alpino protagonista di 20 interventi nel 2011


APPIANO. Bilancio positivo per la squadra del Soccorso Alpino Cnsas (foto) di Appiano che ha realizzato nel 2011 ben 20 interventi. Nei numeri, gli angeli del soccorso si sono resi protagonisti di quattro ricerche, nelle quali tutti i dispersi sono stati ritrovati illesi, due recuperi di escursionisti illesi, 11 recuperi di feriti (11 escursionisti, 1 ciclista e un incidente di equitazione), un recupero di persona deceduta, un recupero di animali ed un intervento sul Macaion. La squadra del Soccorso Alpino ha partecipato a corsi di formazione, convegni ed iniziative. Sono state svolte cinque esercitazioni in collaborazione con il Soccorso Alpino di Caldaro, lelicottero del 118, le stazioni dei Vigili del Fuoco volontari e la Croce Bianca dellOltradige. Oggi la squadra di Appiano costituita da 20 membri.
RIPRODUZIONE RISERVATA

progetto intercomunale che si snoda lungo il biotopo di Castelfeder, nel Comune di Ora. Tra i Comuni di Ora e Montagna la ciclabile attraversa una zona di rispetto e la commissione ha approvato il progetto pur inserendovi alcune modifiche di ordine meramente estetico riguardanti le delimitazioni, le

reti di protezione e le piazzole di sosta. Allo stato attuale delle cose, pertanto, lunico tratto ultimato quello che inizia a Vilpiano, prosegue fino a Bolzano e quindi, in Bassa Atesina, fino a Salorno. Si tratta - spiega in una nota il Comprensorio - di un tracciato collaudato che segue largine

del fiume Adige e misura complessivamente una quarantina di chilometri, adatti tanto alle famiglie quanto ai cicloamatori. La pista ciclabile esistente si collega a quella lungo lIsarco, a Bolzano, attraversa il fiume Adige sul vecchio ponte di Vadena e passa nuovamente il fiume. Lungo laltra sponda la cicla-

bile prosegue fino a Salorno. Il ponte allaltezza di Laghetti di Egna collega la pista ciclabile Bolzano - Salorno a Cortina allAdige. Ancora pi importante, a fini turistici, il tratto verso il Lago di Caldaro. evidente - spiega il presidente dellApt Sigi Rainer - che la possibilit di disporre di un collegamento

Segnalati il titolare dellazienda e il responsabile della sicurezza


di Davide Fodor
EGNA. Il progetto presentato dallamministratore delegato di Wrth Italia Nicola Piazza e destinato alla trasformazione della Laubenhaus in un nuovo polo storico-culturale di richiamo per lintero Alto Adige, trova una completa condivisione da parte del comitato economico di Egna. A confermarlo il presidente dellassociazione Gnther Giovanett, che intervenendo sul tema spiega: Riteniamo la proposta presentata dalla Wrth uniniziativa piuttosto importante per il rilancio del centro storico. La ristrutturazione della Laubenhaus rappresenta indubbiamente unopportunit per Egna e dunque non possiamo che accogliere con grande soddisfazione il progetto presentato da Piazza. Riuscire a concretizzare una tale opera rapeconomico: Da quando stata costituita, la nostra associazione sta cercando di impegnarsi al massimo per garantire ad Egna un futuro migliore ed anche per questa iniziativa cercheremo di dare il nostro contributo. Questultimo potrebbe essere garantito dal reperimento della migliore sistemazione possibile per il museo darte popolare. Le opportunit del resto ci sono ed anche il Comune sta lavorando al meglio per questo obiettivo. Lauspicio di Giovanett che anche la popolazione sostenga il progetto. Insomma conclude il presidente -, mi pare giusto sottolineare la nostra massima fiducia nella competenza degli esperti della Wrth: lauspicio non pu che essere quello di trovare un sostegno al progetto anche da parte dellintera popolazione locale.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Termeno, cantiere irregolare Intervengono i carabinieri


TERMENO. Segnalati allautorit amministrativa per non aver osservato la legge in materia di sicurezza del lavoro. E accaduto a E.S., 27 anni di Lana, amministratore unico della societ e a D.S., 54 anni di Merano, responsabile del cantiere. I carabinieri della stazione di Termeno, al termine delle attivit dindagine condotte in collaborazione con lufficio tutela tecnica del lavoro della provincia di Bolzano, hanno segnalato i legali rappresentanti dellazienda per non hanno provveduto a delimitare il cantiere ediUnauto dei carabinieri le posto in via San Quirico a Termeno, per la demolizione di un vecchio edificio. Durante i lavori sono cadute macerie nel parcheggio e nella strada sottostante. I rappresentanti dellazienda hanno poi dimenticato di posizionare la segnaletica temporanea di lavori in corso ed hanno dimenticato di esporre il rinnovo dellautorizzazione ad occupare il suolo pubblico scaduta il 30 novembre scorso. Ai rappresentanti stata contestata la violazione delle norme per la messa in sicurezza del cantiere e per lomessa segnalazione temporanea di cantiere, privo di autorizzazione alloccupazione del suolo pubblico.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il fatiscente palazzo della Laubenhaus

Laubenhaus: una sfida per Egna


Il comitato economico approva la proposta della Wrth Italia di pagare laffitto per la nuova sede del museo darte popolare
presenterebbe infatti un indiscutibile traino ed unimportante calamita attrattiva per il nostro paese. Lattenzione di Giovanett si sposta poi sui costi delloperazione, di cui la stessa Wrth si farebbe carico: Un ulteriore punto a favore di un nuovo polo storico-culturale riguarda indubbiamente i costi. Lo stesso Piazza ha fatto sapere che la Wrth si prenderebbe lincarico di pagare laffitto delledificio adibito ad ospitare il museo darte popolare e questo elemento non pu certo essere sottovalutato, in quanto il bilancio comunale non dovrebbe sostenere alcuna spesa ulteriore. Alla ricerca delladeguata location contribuirebbe peraltro lo stesso comitato

Domenica 22 gennaio 2012

23
LA FINANZA LOCALE
Il Comune di Merano si allea con Bolzano e Laives e affida ad un professionista uno studio per contenere i danni

Balzarini a muso duro con la Provincia


Il vicesindaco: Sui tagli Durnwalder deve mediare, non stare a guardare
di Massimiliano Bona
MERANO. Sui tagli alla finanza locale Merano non ci sta. Incaricheremo un professionista - spiega il vicesindaco Giorgio Balzarini - di elaborare un nuovo sistema di redistribuzione delle risorse e faremo fronte unico con Bolzano e Laives. ni non si pu nemmeno rinfacciare alla citt del Passirio di aver gi avuto molto: le Terme in primis ma anche il giardino di Trauttmannsdorff. Le Terme ci sono dagli anni Cinquanta e la scelta di fare i giardini nel Burgraviato non stata certo nostra. Investimenti di questo tipo hanno carattere sovracomunale e non giustificano in alcun modo un taglio cos pesante delle spese correnti. LA STRATEGIA. Il Comune di Merano ha deciso allora di passare al contrattacco con due mosse mirate: la prima quella di fare fronte unico con Bolzano e Laives - che assieme alla citt del Passirio rappresentano il 35% della popolazione altoatesina - e la seconda di assegnare ad un professionista super partes lincarico di elaborare un nuovo sistema per arrivare ad una redistribuzione pi equa della risorse. importante che Bolzano capisca - spiega Balzarini che assieme a Merano e Laives pu ottenere pi di quanto porterebbe a casa al termine di un lungo ed estenuante braccio di ferro tra Spagnolli e Durnwalder. Laives, ad esempio, lha intuito da tempo: i tre comuni pi importanti del fondovalle non possono essere messi allangolo dagli altri 113. I PARAMETRI. Secondo Balzarini i parametri scelti dal Consiglio dei Comuni per arrivare alla suddivisione delle risorse prospettata nei giorni scorsi non sono affatto chiari e soprattutto non sono fondati su basi scientifiche. Nessuno stato in grado di spiegarci come si arrivati a quegli importi. Lo studio stato addirittura secretato. A queste condizioni non ci stiamo. La partita, in ogni caso, ancora apertissima e la giocheremo fino in fondo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il vice sindaco di Merano Giorgio Balzarini In soldoni la citt del Passirio rischia di rimetterci 5,5 milioni di euro lanno, una cifra spropositata secondo la giunta guidata da Januth. Marted lesecutivo meranese avr un incontro con il presidente del Consorzio dei Comuni Arno Kompatscher al quale illustrer la nuova strategia. Anche a costo di andare a muso duro contro la Pro-

Marted la giunta ha in programma un incontro chiarificatore con il presidente del Consorzio dei Comuni Arno Kompatscher

Sulla spinosa questione Durnwalder dovr intervenire a breve vincia. Durnwalder - spiega Balzarini - dovrebbe mediare, non stare a guardare. BILANCIO ETNICO. Non voglio credere - commenta il vicesindaco - che ci sia stata una spartizione etnica delle risorse, ma sicuramente non sono stati adottati criteri equi. Alla Provincia, che punta i piedi con il Governo Monti per vedere riconosciuta la sua specialit, chiedo di fare da garante. Non pu semplicemente lavarsene le mani con un atteggiamento che assomiglia a quello di don Abbondio. Merano ha le sue peculiarit e vuole essere tutelata: in caso contrario rischiamo di non essere pi in grado di garantire determinati standard nella promozione turistica e nei servizi. Secondo Balzari-

SANTANNA

Primo intervento di chirurgia vascolare


Effettuato mercoled scorso nel nuovo centro
da del reddito. La direzione della SantAnna annuncia Di aver gi provveduto allassunzione di nuovo personale che si aggiunger agli oltre 85 dipendenti della clinica. Abbiamo anche sottoscritto laccordo con alcune quipe che hanno iniziato a lavorare unitamente ai colleghi gi operativi presso la casa di cura. Fra le novit - dice ancora il direttore Crespi - due team nuovi, formati dai migliori specialisti in provincia. Uno si occuper di ortopedia ed il secondo di oculistica. Grazie a loro lobiettivo raddoppiare il numero di interventi. Ledificio stato realizzato in adiacenza alla clinica, ogni camera esposta verso ovest e consente al paziente di godere di uno splendido panorama, oltre che tanta luce. anche dotato di un altissimo comfort. Le due sale operatorie sono moderne e si trovano al primo piano delledificio mentre le otto stanze sono nel piano sottostante. Il centro chirurgico avr a disposizione - conclude il dottor Crespi - anche un parcheggio sotterraneo in grado di ospitare una ventina di autovetture. Cos stato superato uno degli handicap della casa di cura che non era in grado di ospitare tante auto per lasciare il posto al passaggio delle ambulanze.
RIPRODUZIONE RISERVATA

di Ezio Danieli
MERANO. Il centro chirurgico SantAnna una realt: mercoled scorso, appena avuto il decreto firmato dallassessore provinciale alla sanit, stato effettuato il primo intervento di chirurgia vascolare. Da domani le varie equipe mediche inizieranno le consultazioni con i pazienti: la prima seduta chirurgica per oculistica - con teniche innovative - fissata per il prossimo 16 febbraio. Nelledificio - a fianco della casa di cura da cui il centro chirurgico comuque staccato - sono stati completati negli ultimi giorni gli arredi e la sistemazione interna di stanze e sale operatorie. Dopo la concessione delle licenze comunale e provin-

Il nuovo centro chirurgico. A destra lingresso (Foto Acero) ciale, i lavori di realizzazione si sono conclusi in due anni. Anche la sistemazione delle otto stanze per i pazienti e delle due sale operatorie sono finite tanto che, mercoled, stato fatto il primo intervento chirurgico. La struttura compatta e funzionale - dice il direttore della casa di cura Villa SantAnna, Stefano Crespi - in modo da soddisfare le esigenze dei pazienti. Il tutto stato studiato per ricoveri brevi, poco pi di un giorno, intervento compreso. Il nostro centro chirurgico privato destinato anche a ridurre i tempi di attesa negli ospedali di Bolzano e di Merano. Non ci sar convenzione con lAzienda sanitaria: i rimborsi saranno comunque possibili a secon-

RETTIFICA

Kaufleute non centra con il caso Jungle


MERANO. Sul giornale di ieri, nel pubblicare il resoconto sulla conferenza stampa di Thomas Sigmund in merito al caso Jungle, abbiamo commesso un errore nella titolazione del servizio riportando la frase Il caso Kaufleute. Ieri mattina ha telefonato in redazione Gundolf Wegleiter, fiducario comunale dei commercianti aderenti allUnione commercio turismo servizi, per segnalare lerrore sostenendo che Kaufleute non ha nulla a che fare con il caso Jungle. Prendiamo atto dellerrore commesso e chiediamo scusa sia ai commercianti meranesi che ai lettori.

Oggi al Puccini (ore 16.30) rassegna di teatro amatoriale

C Regalo di nozze
MERANO. Prosegue con successo al Puccini la rassegna del teatro amatoriale Uilt. Questo pomeriggio alle 16.30 i protagonisti saranno gli attori della compagnia bolzanina Luci della ribalta con un lavoro comico brillante dellautore toscano Valerio di Piramo: Regalo di nozze. un giorno di festa in casa Martini: la figlia minore Erika in procinto di sposarsi quella stessa mattina. La frenesia della giornata genera qualche nervosismo tra i genitori, ma questo si trasforma in imbarazzo quando a presentarsi sulluscio di casa un inatteso, quanto anacronistico, ospite. uno strano monaco tibetano che porta alla sposa un suo un particolarissimo regalo di nozze. Sar proprio questo curioso regalo e il particolarissimo e curioso ospite a vivacizzare ancor di pi la gi elettrizzata atmosfera. Una commedia sicuramente divertente e leggera, ma anche dimpatto sul pubblico che pu leggere un significato pi profondo in questa vicenda tutta da ridere. Come di consueto la prevendita dei biglietti, con prenotazione posti, si effettua alla cassa del Puccini (tel. 0473 233422) dalle ore 10 alle 12 e nel pomeriggio dalle 15.30 fino ad inizio spettacolo. (g.v.)

24

DOMENICA 22 GENNAIO 2012

MERANO Eseguite delle misurazioni a tutela delle case vicine Nessun mistero sul rilascio delle autorizzazioni

ALTO ADIGE

IL PROGETTO

Nessun favore per Villa Marchetti


Karl Zeller, uno dei proprietari delledificio, difende il risanamento in corso
di Giuseppe Rossi
MERANO. Altro che favoritismi, tempi rapidi e interventi pesanti sul terreno attorno alla villa. A Villa Marchetti stiamo completando unopera di risanamento edilizio e di rispetto dellambiente che ha pochi paragoni in citt. Onorevole, i vicini forse si sono spaventati per lo scavo nella roccia che state effettuando in questi giorni. Non stiamo scavando sotto la villa, ma a lato. Ma le posso anche dire che tutti i vicini sono stati informati con anticipo dei lavori che avremmo svolto. Non capisco ora chi si preoccupa. Quello che dovevamo fare era noto. Ma abbiamo fatto anche di pi. Cosa intende? Abbiamo investito dei quattrini per fare delle misurazioni nelle case confinanti e per vedere se lo scavo, che stiamo facendo per il garage interrato, comporter dei danni. Cosa non le piace di questa situazione? Che venga capovolta la realt. Non stiamo scavando sotto la villa, ma a fianco, nel giardino, che poi sar rinverdito su una base di 80 centimetri di terra. Lex Palmenhaus non sar demolito, ma ristrutturato, perch protetto dalle belle arti. E poi non si parli di interventi veloci. Ottenere delle autorizzazioni in due mesi in agosto per fa venire qualche dubbio. Proprio perch tra i richiedenti la concessione edilizia cero anchio, tutte le carte sono state guardate non una, ma cinque volte. E penso che sia giusto cos. I favoritismi sono odiosi. Il progetto per il parcheggio interrato stato presentato il 26 aprile 2011 e respinto nonostante il benestare dellufficio beni architettonici. Il 28 giugno abbiamo presentato un nuovo progetto che teneva conto delle osservazioni della commissione edilizia. La concessione ci stata rilasciata il 12 ottobre. Parlare di iter veloci dopo quasi sei mesi di esame, mi sembra fuori luogo. In altre situazioni si sarebbe fatta una semplice variante al progetto originario. Voi invece avete scelto unaltra strada? A noi stato chiesto un Lonorevole Karl Zeller, uno dei proprietari della villa di via Galilei, non ci sta affatto a passare per colui che scava dentro Monte Benedetto e rovina il paesaggio. successo esattamente il contrario.

Poche le case per anziani

Bilancio sociale criticato dai pensionati


MERANO. Il bilancio sociale varato dalla maggioranza solleva critiche. Il sindacato pensionati (iscritti a Asgb, Cgil, Cisl e Uil), ha preso posizione. La convenzione con la casa di riposo di Tesimo - scrive Giuseppe Giarrizzo - solo un primo passo ma non basta per soddisfare la richiesta urgente di cittadini in condizioni psico fisiche gravi non assistibili a casa. Si parla di una lista dattesa di 170 persone per un posto in casa di riposo o in lungodegenti. Il dibattito tra la creazione di 80 posti previsti dal piano sociale tra ex Bhler e ex Oga a Lagundo si perpetua senza passi concreti Altro tema che sta a cuore al sindacato pensionati la realizzazione di 128 alloggi Ipes, che dovevano essere appaltati entro il 2010 scrivono i pensionati Asgb, Cisl, Cgil e Uil - e i 120 appartamenti per il ceto medio. Vicesindaco e assessori al sociale e al bilancio ci hanno dichiarato che questi progetti si attueranno entro il 2015, con un ritardo di 5 anni. Il sindacato valuta invece positivamente lo sblocco del finanziamento per la costruzione di 40 alloggi protetti allex area del gas e la prossima restituzione degli orti per anziani a fianco del cimitero di via San Giuseppe. Chiediamo un nuovo incontro ai nostri amministratori - scrive Giarrizzo - per evitare che la nuova imposta Imu vada a colpire pensionati e lavoratori dipendenti con prelievi sulla prima casa. Chiediamo che si adotti il coefficiente minimo e si integri limporto di esenzione a favore delle famiglie a reddito medio basso. (rog)
RIPRODUZIONE RISERVATA

nuovo progetto e un iter separato. Il ritardato rilascio della concessione edilizia per il garage interrato ha comportato che il restauro di villa Marchetti stato ultimato prima del garage interrato, con pi spese e disagi. Perch un garage interrato e non posti auto in superficie? Sembra un lusso, ma per noi una spesa notevole in pi. Lei crede che se avessi potuto realizzare tutti i parcheggi che ci servono in superficie non lavremmo fatto? Abbiamo scelto questa strada dopo averne parlato con i tecnici del Comune. Salveremo cos il verde nel centro citt, i muri a secco, detto tra noi una spesa folle, e la vegetazione mediterranea. In questi giorni state scavando sulla roccia di Monte Benedetto. Lo scavo durer al massimo due settimane. Servir per creare spazio alle rampe, poi tutto sar riportato allo stato naturale precedente lo scavo. Onorevole Zeller, perch proprio villa Marchetti? una delle ville storiche di Merano. In pochi sanno che il parcheggio della cantina sociale di Lagundo una volta era un grande giardino floreale. Lo visit anche limperatore Franz Josef. Lattuale Seven era la rivendita di vini della famiglia Marchetti sotto i Portici. Il Palmenhaus era la serra dove in inverno tenevano le piante tropicali. Venne co-

Lonorevole Karl Zeller e i lavori a villa Marchetti (Foto Acero)

struito alla fine del 900. In questi giorni al Palmenhaus sono in azione i martelli pneumatici. S, ma non per demolirlo. Lo ristruttureremo nel rispetto delle prescrizioni dellufficio beni architettonici e creeremo un appartamento da 150 metri. Non si pu demolire, operazione che ci avrebbe risparmiato costi, perch sot-

to tutela. Per anni abbiamo sentito i cittadini che percorrono la passeggiata lamentarsi di quella bruttura. Ha mai pensato di lasciarlo cos abbandonato? Abbiamo deciso di intervenire anche sul Palmenhaus perch non volevo avere un rudere vicino alla villa tornata allantico splendore. Per farlo abbiamo dovuto preventiva-

mente puntellare la roccia. Se fosse crollato con i lavori qualcuno chiss cosa avrebbe pensato. Ho un debole per gli edifici sotto tutela come ho dimostrato col risanamento della la mia casa a Maia Alta. Da amante della storia e della cultura di Merano non vorrei passare al ruolo di sfregiatore, sarebbe assurdo e ridicolo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Benefattrice di Sanzeno lascia parte delleredita al gruppo di Alpidio Balbo che opera in Benin

Nel testamento i soldi per il pozzo


MERANO. Grazie al lascito testamentario di una benefattrice della Val di Non, i bambini di un asilo di Parakou, nel nord del Benin, avranno un pozzo dacqua potabile. Nel suo testamento, Alma de Concini di Sanzeno, scomparsa nel 2010 a 84 anni, aveva espresso il desiderio di costruire un pozzo per la vita in Benin. Socia della Cassa Rurale dAnaunia, la signora de Concini aveva lasciato allIstituto lincarico di sostenere, con parte del proprio patrimonio, opere di solidariet. Lopera in fase di realizzazione attraverso il Gruppo Missionario Un pozzo per la vita Merano fondato da Alpidio Balbo, con cui ha parlato la direttrice della Cassa Rurale DAnaunia, Giuliana Cova. Lo scavo del pozzo realizzato dallufficio idraulico della Caritas di Parakou. A beneficiarne sar la scuola materna delle suore Notre Dame des Apotres. Oltre ai bambini della scuola materna, potranno fruire dellacqua anche i circa cento ragazzi delle vicine scuole che frequentano il refettorio gestito dalle suore, evitando cos di dover percorrere diversi chilometri a piedi per tornare a casa per il pranzo. Il costo totale dellopera di 20 mila euro. (e.d.)

Iniziati i lavori per realizzare il pozzo nel Benin

Antonio e Maria, cinquantanni insieme


Giornata davvero speciale quella di oggi in casa Ricci, dove Antonio e Maria celebrano le nozze doro. Un traguardo al quale brindare, 50 anni vissuti luno di fianco allaltra: e festa sar, assieme alle figlie Pina e Linda, ai nipoti e ai generi.

SCUOLA

SPECIALE

A cura della A. MANZONI & C. pubblicit

Un settore in espansione
Formazione professionale al servizio della comunit
Il 2011/12 stato anche per la Formazione professionale il primo anno formativo di applicazione della riforma del secondo ciclo di istruzione e formazione disposta dalla legge provinciale 11/2010. In seguito a tale normativa, che riprende la linea decisa dalla legislazione nazionale, nei corsi a tempo pieno dellla Formazione professionale si assolve lobbligo scolastico fino ai 16 anni, si ottiene una Qualifica professionale al termine di percorsi triennali o un Diploma professionale a conclusione di percorsi quadriennali, in alternativa tale Diploma viene rilascato a coloro che dopo avere conseguito la Qualifica frequentano un ulteriore anno di corso superando lesame finale. Queste certificazioni hanno valore nazionale. Il DPR 87/2010, i cui contenuti sono stati successivamente ripresi dalla legge provinciale, ha inoltre introdotto una disposizione che consente alla Per il nuovo anno formativo 2012/13 la Formazione professionale offre ai ragazzi ed alle ragazze che hanno terminato le scuole medie la possibilit di iscriversi a 13 diversi percorsi triennali di Qualifica professionale ed a 6 percorsi per il Diploma professionale. Le sette scuole della formazione professionale provinciale hanno sede a Bolzano, Merano, Bressanone e Laives. Due sono le novit: un nuovo percorso triennale per la Qualifica professionale nel settore commercio di Operatore/trice ai servizi di vendita a Bolzano rivolto ad allievi ed allieve che hanno terminato la terza media ed un corso annuale a Bolzano per il diploma professionale di Tecnico/a per la conduzione e la manutenzione di impianti automatizzati rivolto a coloro che sono in possesso della qualifica di Operatore elettrico/elettronico o Operatore meccanico.

FORMAZIONE PROFESSIONALE ITALIANA Offerta formativa anno scolastico-formativo 2012-2013 Sedi di Bolzano-Laives-Merano e Bressanone Percorsi triennali per i giovani in uscita dalla scuola secondaria di primo grado SETTORI Agroambientale e giardinaggio Alberghiero/Hotellerie Automeccanico Elettrico-elettronico Grafico Meccanico Servizi dimpresa Socio-sanitario Spettacolo/backstage Turistico/sportivo Vendite/commercio * gli ambiti dellestetica e del disegno edile sono presenti con classi successive alla prima e ripartiranno con una prima classe rispettivamente nel 2013 e 2014. Percorsi annuali per il diploma professionale per giovani in possesso della Qualifica professionale Tecnico agroambientale Tecnico ai servizi dimpresa (gestione informatica-contabile-direzionale-fiscale) Tecnico dei servizi ristorativi-turistici Tecnico diagnostico elettronico nella riparazione di veicoli a motore Tecnico grafico multimediale Tecnico per la conduzione e la manutenzione di impianti automatizzati Tecnico turistico-sportivo Percorsi post esame di stato (ex-maturit) Assistente allinfanzia Collaboratore allintegrazione con le specializzazioni

Provincia di Bolzano (e di Trento) di organizzare allinterno della Formazione professionale per i ragazzi e le ragazze che hanno conseguito il Diploma professionale un anno scolatico che termina con un esame di Stato il cui

superamento consente di proseguire gli studi alluniversit; nel dicembre di questanno sono iniziate le trattative con il Ministero dellIstruzione per definire delle modalit di svolgimento di questanno e dellesame finale.

NOVIT AL CTS

Operatore ai servizi di vendita Backstage loperatore dello spettacolo


Diverse le novit in cantiere. Per il prossimo anno scolastico-formativo 2012-2013 infatti viene ampliata l offerta formativa con un nuovo percorso triennale dedicato ai ragazzi/ragazze in diritto-dovere di istruzione e formazione: operatore ai servizi di vendita. Anche il percorso relativo al mondo dello spettacolo cambiato molto: ora si chiama Backstage (non pi onstage) e former dei tecnici che potranno operare negli ambienti ove si fa spettacolo. Entrambi i percorsi portano al Diploma di qualifica professionale. Per il prossimo anno previsto anche un altro nuovo percorso di un anno (IV anno) per ottenere il Diploma professionale di Tecnico per la conduzione e la manutenzione di impianti automatizzati a cui possono accedere i ragazzi in possesso di Qualifica professionale. Vediamo ora pi in dettaglio il corso per operatore ai servizi di vendita proposto dalla scuola professionale provinciale per il commercio, turismo e servizi L.Einaudi. Il corso si rivolge a giovani dai 14 ai 18 anni che intendono intraprendere professionalmente una formazione nellambito dei servizi alla vendita. Finalit La finalit quella di formare professionisti da inserire nellambito generale dei servizi alla vendita. Loperatore ai servizi di vendita interviene, a livello esecutivo, nel processo della distribuzione commerciale

relativamente alle attivit previste dal ruolo. La qualifica consente di svolgere attivit relative allorganizzazione del punto vendita, alla cura del servizio di vendita e post-vendita, con competenze nella realizzazione degli adempimenti amministrativi basilari,nellorganizzazione di ambienti e degli spazi espositivi nella predisposizione di iniziative promozionali. Requisiti dammissione Diploma dellesame di stato conclusivo del primo ciclo di istruzione Interesse per le attivit commerciali Predisposizione alla comunicazione ed alla creativit Il percorso formativo Il corso si articola su tre anni e ha come obiettivo laccompagnamento degli allievi nel mondo del lavoro, approfondendo le competenze professionali specifiche dei servizi di vendita. Al termine del corso, previo superamento dellesame finale, allallievo sar rilasciato il

diploma di qualifica professionale Operatore ai servizi di Vendita, valido su tutto il territorio nazionale. Lapprendimento linguistico avr certificazioni di tedesco e di inglese, riconosciute in ambito europeo. Stage Sono previsti stage in attivit commerciali del territorio. Queste esperienze operative sono fondamentali per lo sviluppo di competenze specifiche e rappresentano unopportunit per i giovani per apprendere on the job le competenze professionali. Tutor Il percorso formativo monitorato dallattivit di un formatore/tutor. Analizziamo adesso liniziativa BACKSTAGE La scuola professionale provinciale per il commercio, turismo e i servizi CTS L.Einaudi, propone questo corso cofinanziato dal Fondo Sociale Europeo. Requisiti di ammissione

diploma dellesame di stato conclusivo del primo ciclo di istruzione interesse per le tecnologie e i linguaggi dello spettacolo. Il corso si rivolge a giovani che intendono intraprendere professionalmente una formazione nellambito dellallestimento dello spettacolo, il cosiddetto dietro le quinte (luci, audio, video, scenografia, scenotecnica, costumi e trucco). Finalit Lobiettivo del corso quella di formare giovani sviluppando competenze professionalizzanti da investire nel backstage dello spettacolo. La figura professionale dellOperatore dello Spettacolo si connota nellambito tecnologico e multimediale (luci, audio, video, scenografia, scenotecnica, costumi e trucco), nellambito dellorganizzazione dello spettacolo e negli ambiti dellanimazione (ricreativa, culturale e sociale). Lo Staff E formato da professionisti del

settore spettacolo e da formatori delle discipline curricolari che, con modalit interdisciplinari, operano sulla persona. Le attivit previste sono finalizzate allesplorazione e allo sviluppo delle potenzialit comunicative, tecniche ed espressivo-creative degli allievi. Il corso Oltre ad una parte teorica relativa alle materie curricolari (italiano e storia, lingue straniere, matematica, informatica), prevista una parte pratica e professionalizzante nel backstage dello spettacolo (tecnologie e linguaggi dello spettacolo, scenografia, scenotecnica, costume e trucco, comunicazione multimediale). Inoltre workshop formativi con lintervento di esperti del territorio e nazionali. Stage Si attivano durante lanno formativo e in periodi di interruzione dellattivit didattica. Queste esperienze operative sono importanti per lo sviluppo di competenze professionali e

costituiscono, per i giovani, unopportunit di inserimento lavorativo nel territorio. Sbocchi professionali LOperatore dello Spettacolo potr operare allinterno di teatri, studi di produzione e post produzione, associazioni culturali e sociali, scuole e strutture turistiche a supporto della realizzazione di eventi. Potr inoltre essere impiegato nei processi di assistenza tecnica allorganizzazione, alla promozione ed allallestimento di eventi culturali e artistici. Scuola professionale provinciale per il Commercio Turismo e servizi L. Einaudi Via S. Geltrude, 3 Bolzano Tel.: 0471- 414471/72 Orientamento Fax: 0471 414474 e-mail Fp.Cts scuola.alto-adige.it donatella.masera provincia.bz.it www.cts-einaudi.fpbz.it

II

DOMENICA 22 GENNAIO 2012

A cura della A. Manzoni & C.

ALTO ADIGE

Speciale SCUOLA
Il liceo scientifico Evangelista Torricelli coniuga ampie e approfondite competenze di carattere scientifico con una completa formazione in ambito umanistico. Favorisce lacquisizione delle conoscenze e dei metodi propri della matematica, della fisica e delle scienze naturali, sviluppando lattitudine alla precisione, allapprofondimento, al rigore nella ricerca, allapproccio interdisciplinare e allinteresse per tutti i campi del sapere. Le discipline umanistiche forniscono gli strumenti per la comprensione delle realt culturali, storiche, economiche e sociali. Il Liceo Scientifico E.Torricelli prevede due indirizzi: * liceo scientifico che unisce lo studio delle discipline umanistiche al metodo logico delle materie scientifiche, sviluppando un modello di conoscenza capace di integrare tutte le discipline. La sua specificit culturale-formativa indirizzata ai contenuti fondamentali delle scienze matematiche, fisiche e naturali e alla acquisizione del bagaglio culturale comune a tutti gli

Non soltanto cultura scientifica ecco il segreto del Torricelli


Formazione completa anche in ambito umanistico
eccellenze, favorisce la crescita umana e il senso di responsabilit per la formazione di un cittadino libero e consapevole. NellIstituto sono presenti laboratori di fisica, chimica, informatica, disegno tecnico. La didattica supportata da importanti progetti didattici (tra i principali la collaborazione con lUniversit di Trento per approfondimenti in campo fisico e matematico, fisica del suono e del volo, settimana studio a Trieste in un percorso tra biotecnologie, fisica e arte, attivit per le certificazioni linguistiche, olimpiadi di fisica e di matematica, osservazioni astronomiche, attivit teatrali e musicali, stage estivi per una conoscenza diretta del mondo del lavoro) che tendono a potenziare attitudini e interessi individuali. Gli studenti, a conclusione del percorso di studio, avranno dunque raggiunto un habitus intellectualis compiuto e organico, una solida educazione allautonomia dello studio e quellampiezza culturale che costituisce la base dello sviluppo culturale della persona.

indirizzi liceali. * liceo scientifico opzione scienze applicate, un percorso innovativo per acquisire competenze approfondite in campo scientifico-tecnologico, in particolare nelle scienze matematiche, fisiche, chimiche e

biologiche e nellinformatica, assicurando la padronanza dei linguaggi specifici, delle tecniche e delle metodologie relative. La pratica laboratoriale nelle discipline scientifiche , nel nostro Istituto, prassi consolidata e comune ai due indirizzi di

studio. Le strategie di indagine, analisi e rielaborazione di dati concorrono alla formazione di mentalit flessibili e non schematiche, capaci di cogliere la problematicit di una realt complessa. Il Torricelli promuove dunque uno studio approfondito

della cultura scientifica e lo spirito di ricerca in tutte le discipline, valorizza la formazione umanistica, fornisce una preparazione adeguata per proseguire gli studi alluniversit, stimola lo sviluppo delle potenzialit e lemergere delle

MERANO
Attenzione allalunno come persona, come cittadino attivo e consapevole, con un ampio ed organico patrimonio culturale, radicato nel territorio, aperto allEuropa ed al mondo. Gli Istituti scolastici secondari di 2 grado di Merano, frutto di una serie di successivi accorpamenti, hanno sempre rappresentato un importante punto di riferimento culturale ed educativo per la comunit meranese. Ospitano attualmente circa 575 alunni, 82 docenti, 23 non docenti ed offrono sei indirizzi di studio: il Liceo classico, il Liceo linguistico; il Liceo delle scienze umane, il Liceo scientifico, il Liceo delle scienze applicate; lIstituto Tecnico Economico (indirizzo Amministrazione, Finanze e Marketing). LIstituto dotato di una palestra, di un auditorium, di un bar interno e di numerose aule speciali (4 laboratori scientifici, 3

Gli istituti secondari di secondo grado tra radicamento locale e vocazione europea
laboratori dinformatica, un atelier ed unaula di disegno, un laboratorio linguistico, un laboratorio di diritto; 3 aule di sostegno ed unaula destinata allimpresa simulata). Dal punto di vista educativo obiettivo principale quella di formare giovani donne ed uomini di domani, cittadini improntati al rispetto di s e degli altri, che sappiano decidere, pianificare, confrontarsi, rispondere alle domande, ma anche formulare e scegliere le risposte, verificarle e adattarle ai contesti diversi. Dal punto di vista culturale obiettivo prioritario quello di fornire agli studenti una preparazione ampia e strutturata, resa possibile non solo dallacquisizione di competenze e conoscenze ma anche dalleducazione dellintelligenza come capacit di accostarsi in modo autonomo alle discipline proposte, di cogliere i continui stimoli della societ contemporanea e di rielaborarli criticamente. Caratteristiche della scuola sono il suo dinamismo, lo stretto collegamento con il territorio e la sua vocazione europea. A scuola attivo uno sportello di aiuto e di consulenza, con la presenza di una psicologa. Particolare attenzione viene prestata alle attivit di recupero, alla valorizzazione delle situazioni di eccellenza e ad un efficace inserimento degli alunni provenienti da altri paesi. LIstituto organizza attivit di orientamento in entrata ed in uscita, corsi di danza e musica, laboratori di scrittura, progetti di educazione alla salute, ambientale ed alla legalit, oltre a svariate attivit sportive. Dal secondo anno per tutti gli indirizzi sono previsti soggiorni studio (ambientali, storico-archeologici, linguistici), che diventano veri e propri laboratori allaperto di consolidamento di conoscenze, abilit e competenze. Le attivit legate allintegrazione degli alunni con bisogni educativi speciali rappresentano veri e propri laboratori didattici trasversali alle varie sezioni; si concretizzano in lezioni individualizzate, in attivit da condividere con le altre classi (laboratori di educazione musicale) ed in tirocini formativo-lavorativi. La scuola si propone di rinforzare le competenze di base e sviluppare il senso di autonomia per contribuire al progetto di vita degli alunni. In particolare, per gli studenti con certificazione di DSA, i docenti curricolari e di sostegno sono impegnati a mettere in pratica efficaci strategie didattiche mediante strumenti compensativi e misure dispensative per garantire il successo scolastico degli alunni e dare piena applicazione alle nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento. Leducazione scientifica ed ambientale. In tale ambito rientrano alcuni progetti scientifici realizzati in collaborazione con il Museo Tridentino delle Scienze Naturali, la partecipazione al progetto Math en jeans ed ai Giochi di Archimede. Per il prossimo futuro si prevede il rafforzamento dellapproccio laboratoriale, al fine di accrescere le competenze matematiche e scientifiche. LIstituto dispone di 4 laboratori LA BIBLIOTECA Con circa 20.000 libri ed altri media, rappresenta un luogo davero centrale nella vita della comunit scolastica: un laboratorio di ricerca, di approfondimento, di conoscenza e di promozione di eventi culturali: incontri con affermati autori italiani e stranieri, percorsi di lettura e di scrittura creativa (si cita ad esempio il concorso Cosadivento, rivolto a tutti gli alunni delle scuole superiori meranesi, in unottica di collaborazione con le agenzie educative e culturali del territorio). Tutte le informazioni sono reperibili sul sito www.licei-merano.it scientifici (un laboratorio di fisica, uno di chimica e due di scienze naturali). Le attivit effettuate consistono sia in esperimenti dimostrativi, eseguiti dallinsegnante o dallassistente, sia in esperimenti di gruppo, in cui sono gli studenti ad operare. La dotazione dei laboratori viene mantenuta in costante aggiornamento; di recente stata aumentata la strumentazione per gli esperimenti che riguardano le biotecnologie. LIstituto inoltre scuola-polo per leducazione ambientale. La simulazione dimpresa (classe 4 ITE) Limpresa formativa simulata unimpresa nella quale gli alunni apprendono i procedimenti reali del processo di gestione aziendale dallacquisizione dei fattori produttivi, allamministrazione, fino alla fase di vendita dei prodotti o servizi offerti. Lintero ciclo di gestione eseguito in modo continuo nellambito dellazienda, che diventa luogo non solo dapprendimento, ma

Il laboratorio teatrale Da anni il laboratorio teatrale attivo presso la scuola, offre agli alunni delle classi terze e quarte la possibilit di un intenso percorso di ricerca: si parte dalla conoscenza e dal lavoro di allestimento scenico di un testo del teatro greco o latino e dalla scoperta e sperimentazione delle proprie potenzialit espressive, per arrivare ad una rappresentazione che, da alcuni anni, si tiene prima al Teatro Puccini di Merano e poi in Sicilia, a Palazzolo Acreide, nellambito del Festival internazionale del teatro classico per i giovani. Una esperienza che ha suscitato grande interesse fra tutti gli allievi che vi hanno preso parte.

soprattutto dapplicazione di conoscenze e competenze. Linsegnamento avviene in unaula speciale adibita ad ufficio, con moderni sistemi di comunicazione ed informazione. La centrale di coordinamento ha sede a Brunico presso la HOB, lazienda madrina la QUAD srl di Bolzano. La scuola, inoltre, si apre al territorio facendo entrare gli studenti delle classi quarte di tutti gli indirizzi nelle aziende e negli studi della citt, grazie ai progetti di alternanza scuola-lavoro. Imparare le lingue Nella consapevolezza che la scuola debba svolgere un ruolo fondamentale nel processo di costruzione della cittadinanza europea e planetaria e che lapprendimento delle lingue fondamentale per comunicare e per aprirsi allincontro con popoli e culture diverse, particolare attenzione viene prestata al potenziamento dello studio della seconda lingua e delle altre lingue e culture straniere. Corsi di tedesco per alunni provenienti da fuori Provincia, corsi pomeridiani per la preparazione allesame di bilinguismo (livello B), soggiorni-studio in area tedesca. Oltre alla possibilit di trascorrere, nella classe quarta, un trimestre in scuole dellarea tedesca, di recente si aperta linteressante opportunit della frequenza della classe quarta (quadrimestre o intero anno scolastico) presso una scuola analoga in lingua tedesca (anno in seconda lingua). In linea con quanto previsto dalla recente Riforma, vengono inoltre promossi progetti di tandem, di scambio e mobilit di alunni e insegnanti con le scuole in lingua tedesca, volti a favorire lapprendimento autentico della seconda lingua e labbattimento dei pregiudizi attraverso la conoscenza diretta dellaltra cultura. E tradizione della scuola avvicinare gli studenti alla cultura europea attraverso soggiorni linguistici di 2 settimane in area inglese o francese, ad anni alterni; la presenza di lettori di madrelingua inglese e francese contribuisce poi ad avvicinare direttamente i giovani ai suoni e alla cultura di queste lingue.

ALTO ADIGE

A cura della A. Manzoni & C.

DOMENICA 22 GENNAIO 2012

III

Speciale SCUOLA
LIstituto De Medici si rinnova. Nel panorama delle trasformazioni che interessano la scuola nazionale e provinciale a seguito della riforma Gelmini anche lIstituto Claudia de Medici ha colto loccasione del cambiamento che da pi di un anno sta producendo mutamenti strutturali nella Scuola secondaria superiore, per rinnovare la propria offerta formativa. Se da un lato la vecchia denominazione di I.P.C. fatica a scomparire nellopinione pubblica altoatesina e continua ancora in parte ad identificare lIstituto dice il Prof. Giuseppe Augello, docente della Scuola, dallaltro non rende pieno merito ai cambiamenti che hanno attraversato il De Medici negli ultimi anni, modificandone la struttura. La Legge Provinciale 11 del 2010 e una successiva delibera della Giunta hanno infatti ridefinito le caratteristiche dellOfferta Formativa dellIstituto, dando vita ad una Scuola nuova che ha preso la denominazione di Istituto di Istruzione secondaria di secondo grado per le scienze umane e per i servizi. Il nuovo Istituto si articola in tre tipologie di corso di studi e in quattro indirizzi: * Liceo delle scienze umane opzione economico-sociale * Istituto tecnico settore economico indirizzo Turismo * Istituto di Istruzione professionale con i due indirizzi: servizi commerciali e servizi socio-sanitari. Protagonisti di questo cambiamento sono stati anzitutto i docenti che, nellintenso lavoro di progettazione, svoltosi tra il 2010 e il 2011 sotto la supervisione dellex Dirigente scolastico Prof. Renzo Roncat (oggi Direttore del Dipartimento Istruzione e Formazione presso lIntendenza Scolastica), hanno ridisegnato la fisionomia dellIstituto conservando la tradizione educativa della scuola, fatta di flessibilit didattica, accoglienza, attenzione ai livelli di partenza

Il De Medici si rinnova
Offerta formativa strutturata in tre tipologie di corso
e ai ritmi di apprendimento di ciascun allievo. Senza perdere di vista lobiettivo finale: la formazione culturale di base del futuro cittadino e la maturazione delle competenze tecnico-professionali necessarie al futuro lavoratore, per affrontare il sempre pi complesso mercato del lavoro. Nuovo e non privo di ambizioni il progetto di una Scuola che riunisce in s le tre differenti realt formative previste dal nuovo ordinamento, che prevede ormai soltanto percorsi di studio quinquennali: Liceo, Istituto tecnico e Istituto di formazione professionale. LIstituto, che ha visto crescere negli ultimi anni il numero dei suoi studenti (al punto da richiedere la creazione di una succursale con ulteriori 6 classi presso la sede dellIstituto Galilei di via Cadorna) punta su nuove interazioni con il tessuto economico-sociale (le aziende presenti sul territorio) e le altre scuole della Provincia. Realt scolastica complessa e articolata dunque, se a questi dati si aggiunge lattivit serale dellIstituto come centro di formazione per gli adulti. Nellambito degli scambi di professionalit tra la scuola in lingua tedesca e quella in lingua italiana gi attivo un fecondo rapporto con lIstituto di istruzione secondaria superiore in lingua tedesca R. Gasteiner di Bolzano, dice lattuale Dirigente Scolastica Prof.ssa Silvana Zangirolami, che attualmente interessa le discipline giuridiche e i docenti delle rispettive scuole, che effettuano periodi di insegnamento nella propria lingua madre nella scuola dellaltro gruppo linguistico. il cos detto metodo CLIL

(Content and Language Integrated Learning, apprendimento integrato delle lingue), ovvero lapprendimento di discipline non linguistiche in lingua 2, nel cui contesto i concetti di una disciplina vengono appresi direttamente in una lingua diversa dalla lingua madre. un metodo di insegnamento/apprendimento che si sta rapidamente diffondendo nel panorama della scuola italiana ed europea e che nella nostra Provincia ha potenzialit e sviluppi straordinari. Limpegno a migliorare lapprendimento della seconda lingua caratterizza anche il progetto di partenariato linguistico con lIstituto in lingua tedesca Claudia Von Medici di Malles che interessa 2 prime classi dellindirizzo Tecnico del Turismo e due seconde classi dellindirizzo aziendale della Scuola di Malles. Il terreno di incontro tra le due comunit scolastiche naturalmente la lingua dellaltro gruppo come veicolo di dialogo su tematiche relative alla cultura e alla storia locali, alla cucina, al lavoro. Nel progetto sono anche previste occasioni di incontro e accoglienza tra i due gruppi.

IV

DOMENICA 22 GENNAIO 2012

A cura della A. Manzoni & C.

ALTO ADIGE

Speciale SCUOLA
Il Regio Ginnasio-Liceo Carducci viene istituito ufficialmente nel 1924. Nel corso della sua lunga storia ha visto ampliarsi la propria offerta formativa: il confronto con le grandi trasformazioni nel campo della comunicazione, dei nuovi saperi e abilit ha portato allistituzione e al consolidamento dei due attuali indirizzi, classico e linguistico. Nellaprile del 2010 il Liceo Carducci si trasferito nella vicina sede di Via Longon 3, gi sede del Liceo Pedagogico Pascoli, per consentire i lavori di rifacimento della sede di via Manci, la cui inaugurazione prevista per lanno scolastico 2013-2014. in pieno svolgimento lattuazione della riforma della scuola secondaria che porter numerose novit anche per il Liceo Carducci, dallanno scorso sotto la dirigenza del prof. Andrea Pedevilla. Tra queste lintroduzione dello spagnolo come terza lingua straniera. LA SCUOLA OGGI Il Liceo Classico / Linguistico G. Carducci di Bolzano la pi frequentata fra le Istituzioni scolastiche superiori in lingua italiana della provincia. Listituto registra attualmente (2011/2012) circa 650 alunni distribuiti in 10 classi di Ginnasio/Liceo Classico tradizionale (sez. A e F) 1 classe di Ginnasio/Liceo Classico sperimentale (V B) 21 classi di Liceo Linguistico (sez. C, D, E, G, H). Il Liceo introduce il giovane nel mondo della cultura, dove tutte le discipline concorrono alla formazione dellintelletto e della personalit. Richiede interesse per lo studio, buona preparazione culturale e scolastica di base, attitudine al

Tradizione e rinnovamento
Al Carducci lingue antiche e moderne per affrontare il futuro
LE INIZIATIVE La scuola organizza gemellaggi e soggiorni allestero per migliorare la conoscenza delle lingue, delle culture e delle tradizioni straniere (prevalentemente in Irlanda, Inghilterra, Francia, Austria, Germania). PORTE APERTE Giornate previste per le Porte Aperte: venerd 3 febbraio 2012 (8-13 con possibilit di frequenza e 14.30-17, ore 18 assemblea serale) e sabato 4 febbraio ore 8-13 dialogo e alla capacit critica, capacit di verbalizzazione. LICEO CLASSICO Il Liceo Classico rimasto sostanzialmente fedele nello spirito e nei programmi al Liceo Classico di antica memoria, centrando lattenzione sullesercizio puntuale sui testi degli antichi, sul valore della parola, scritta e pronunciata, e sulla capacit di leggere in prospettiva storica ogni avvenimento. Centrale il valore dato alla lingua, intesa come mezzo per eccellenza della comunicazione, cos come ad altre forme di linguaggio (astrazione logico-matematica; espressione gestuale; artistico-formale ecc.). Allideale dellhumanitas si affianca la consapevolezza del ruolo delle lingue moderne (inglese e tedesca) nella formazione di un atteggiamento mentale capace di orientarsi in una realt complessa e multiforme. LICEO LINGUISTICO Lo studio delle lingue vive offre lopportunit allo studente di conoscere culture diverse, la cui ricchezza dal punto di vista letterario, filosofico, storico e storico artistico consente di interpretare in modo pi consapevole lattuale societ, in cui i confronti di civilt e culture sono sempre pi frequenti; al tempo stesso, lo studio di pi lingue straniere apre la possibilit di comunicare in modo concreto e reale in contesti socio-culturali sempre pi vari e dinamici. In questo contesto, attento alla modernit ma con solide basi nel passato, verr conservata nel corso del biennio unattenzione al latino come apertura al mondo linguistico e culturale da essa veicolato. OBIETTIVI FORMATIVI Pur nella pluralit degli insegnamenti, dei percorsi e degli stili didattici, listituto persegue alcuni obiettivi comuni irrinunciabili attinenti agli ambiti: * della personalit * dei comportamenti nella vita associata * degli atteggiamenti culturali e dei processi cognitivi * delle competenze linguistiche, logico-simboliche, culturali, progettuali. Le esperienze scolastiche mirano a produrre nello studente autostima, auto-efficacia e motivazione, esse riconoscono e valorizzano limpegno a migliorarela partecipazione, la dedizione nello studio promuovendo lautonomia individuale e insieme labitudine allagire collaborativo. ALCUNI PROGETTI La scuola favorisce come momenti di aggregazione e socializzazione attivit quali il festival studentesco, il giornalino studentesco e un blog, aperti alla partecipazione di tutti gli studenti. Attraverso brevi corsi pomeridiani con docenti della scuola o esperti di madrelingua specializzati, la scuola prepara gli studenti agli esami per le certificazioni europee: PET, livello B1; First Certificate of english, livello B2; DELF B1 e DELF B2; Zertifikat Deutsch B1 Goethe Zertifikat B2; test DAF. PROMOZIONE DELLECCELLENZA: * lettorato di francese; * lettorato di inglese, per tutte le classi, con esperti di madrelingua; * olimpiadi della filosofia per le classi quarte e quinte;

* olimpiadi della matematica; * gemellaggi e scambi con licei europei; * certamina. SOGGIORNI-STUDIO ALLESTERO La scuola promuove soggiorni studio di 8/10 giorni in siti archeologici e nei paesi di area anglofona, francofona e

tedesca. Vengono effettuate Partnerschaften con scuole di madrelingua tedesca della provincia di Bolzano. Si segnala inoltre lagevole possibilit di attuare soggiorni-studio di singoli alunni delle quarte classi per tutto un anno scolastico allestero o nelle scuole di lingua tedesca dellAlto Adige.

Marcelline, il plurilinguismo dalla materna fino al Liceo


Una formazione completa in tutti gli ambiti
Le Marcelline sono un istituto molto conosciuto dai bolzanini. Il Liceo linguistico un corso liceale quinquennale che unisce competenze linguistiche e giuridiche, con potenziamento dellarea matematico-scientifica, un corso liceale ad ampio raggio con particolare attenzione alle lingue moderne 4 lingua straniera russo per 5 anni - e alla cultura europea. Nel biennio offre il progetto classi aperte: L1 e L2 per livelli, progetto e-boooks: uso del Tic a supporto della didattica interdisciplinare, uso del Clil: insegnamento di discipline non linguistiche in lingua straniera. Il liceo permette linserimento nel mondo del lavoro e la frequenza di tutte le facolt universitarie. gi in piedi da tempo il gemellaggio con i licei di Mosca e Santiago del Cile. Previsti diversi soggiorni studio allestero e lalternanza scuola-lavoro. Molto successo hanno riscosso nelle settimane scorse le iniziative di porte aperte dove docenti e studenti hanno avuto modo di far conoscere dal vivo, a ragazzi e famiglie interessate alliscrizione, il loro istituto. Il contatto diretto lopzione migliore per capire come funziona un istituto scolastico in tutti i suoi aspetti. Per molti ragazzi aver assistito alle lezioni

alle Marcelline ha rappresentato un momento importante di stimolo culturale. La scuola ha anche un sito internet www.marcellinebolzano.it dove possibile saperne ancora di pi in riferimento alla storia e agli obiettivi dellistituto. A tal proposito i vertici dellistituto ricordano una frase di Goethe: Wer fremde Sprachen nicht kennt, wei nichts von seiner

eigenen, per rimarcare limportanza di conoscere le lingue in un mondo sempre pi globalizzato. Il liceo delle Marcelline dallanno scolastico 2011/12 si allineato con la riforma delle scuole superiori di II grado, sempre nellottica di guardare al futuro senza dimenticare le proprie radici. In questo contesto si pu dire che ci si trova davanti a un

corso liceale ad ampio raggio con particolare attenzione alle lingue moderne (da sottolineare ancora una volta linserimento di una quarta lingua straniera rappresentata dal russo) e alla cultura europea. Oltre a ci, si pu evidenziare anche il potenziamento dellarea matematico-scientifica, nellottica di una formazione a tutto tondo. Larea di progetto

prevede varie certificazioni linguistiche e una ampia offerta di attivit extrascolastiche. La durata del corso di studi, naturalmente, articolata su cinque anni e il titolo conseguito la Licenza linguistica che consente laccesso a tutti i corsi di laurea e anche al mercato del lavoro, ad esempio nel vitale settore delle attivit turistico-commerciali.

Istituto Marcelline Via Marcelline 1 - Bolzano Tel. 0471/270078 Fax 0471/273402 www.marcellinebolzano.it Persona di riferimento: Dirigente Scolastico professoressa Antonella Biancofiore

VI

DOMENICA 22 GENNAIO 2012

A cura della A. Manzoni & C.

ALTO ADIGE

Speciale SCUOLA
Al giorno doggi vantare decenni di storia per una cooperativa non cosa da poco. AZB si lasciata alle spalle 45 anni di esperienza e dagli anni 60 dello scorso secolo ha continuato a crescere e ad evolversi con uno sguardo sempre attento al futuro fino a rappresentare oggi un punto di riferimento in Alto Adige per lapprendimento e linsegnamento delle lingue. Nellormai lontano 1966 AZB nasce con lobiettivo di occuparsi del recupero degli anni scolastici e nei decenni attraverso lavvento di nuove leggi provinciali e di cambiamenti gestionali - lo spettro di attivit si allargato e si consolidato nellambito dello studio delle lingue. Da sempre infatti lobiettivo principale di AZB stato prima la promozione del bilinguismo e successivamente del plurilinguismo. LIFELONG LEARNING Considerato che il concetto di lifelong learning tiene conto delleducazione formale e di quella informale, il ruolo di AZB in qualit di agenzia di formazione permanente stato e continua ad essere fondamentale. Anche la formazione linguistica deve tenere conto di questa visione e quindi leducazione plurilingue deve essere coltivata sin dai primi anni di vita e continuare in situazioni ed et diverse. Per tale motivo lagenzia garantisce una vasta

Il plurilinguismo di AZB
Offerta formativa che va dallinfanzia allet adulta

INFORMAZIONI Sono aperte le iscrizioni ai corsi per il nuovo anno e gli interessati possono gi iniziare a chiedere le informazioni per lestate 2012 presso le sedi di: BOLZANO Via della Rena 20, tel. 0471 970954 bozen@ azb.cc BRESSANONE tel. 345 4427119 BRUNICO Piazza Cappuccini 9 tel. 0474 555405 bruneck@ azb.cc MERANO via delle Corse 147 tel. 0473 231577 meran@ azb.cc Oppure www.azb.cc presenza capillare di AZB, attraverso tre sedi e grazie ad una rete diffusa di collaboratori, fondamentale per offrire corsi decentrati, che rispondano alle aspettative ed esigenze dei portatori dinteresse. grazie al principio di sussidiariet che la Provincia Autonoma di Bolzano demanda ad agenzie di educazione permanente quali AZB il compito di gestire, organizzare, realizzare ed erogare iniziative formative destinate allutenza. Al fine di offrire un servizio rivolto a tutta la popolazione altoatesina AZB ha sempre collaborato con gli Uffici Provinciali di riferimento dei tre gruppi linguistici. LIDENTITA AZB muove dal confronto tra le tre culture presenti sul territorio altoatesino, utilizzando la propria esperienza e le proprie competenze, per favorire la multiculturalit e la comprensione reciproca ai fini della sostenibilit futura. Le diverse lingue e le relative culture costituiscono quindi il modo per aprirsi agli altri, per capire, per capirsi e per consolidare la propria identit. Anche nei rapporti tra i collaboratori, con i clienti, con i fornitori e con tutti i portatori di interesse la valorizzazione delle differenze linguistiche e culturali fondamentale per AZB. Allinterno dellorganizzazione il successo perseguito attraverso la promozione di una cultura che riconosce i talenti, sviluppa le competenze e stimola la creativit dei collaboratori, facendo della diversit una ricchezza. In qualit di cooperativa AZB costituita da un gruppo di persone con competenze ed esperienze diversificate che, condividendo la missione e la visione della stessa, persegue e realizza con integrit i propri obiettivi in unottica di responsabilit per un futuro sostenibile e una societ multiculturale.

offerta formativa ad iniziare dalla scuola dellinfanzia con lasilo estivo trilingue realizzato in collaborazione con i Comuni di Bolzano, Bressanone e Merano e altre iniziative rivolte a tale fascia det che vengono erogate durante tutto lanno. Si prosegue quindi con iniziative rivolte a scolari e a studenti delle scuole secondarie di

primo e secondo grado per occuparsi infine di studenti universitari ed adulti. BACKGROUND MIGRATORIO Inoltre, sempre secondo lottica dellapprendimento continuo, le motivazioni per lo studio e lapprofondimento delle lingue possono essere molteplici, quale ad esempio nellattuale congiuntura economica

lampliamento di opportunit lavorative. Lapprendimento continuo inoltre importante per garantire una partecipazione consapevole alla societ democratica dei cittadini europei e quindi indispensabile che AZB rivolga le sue iniziative a persone con background migratorio. La comprensione e lanticipazione delle esigenze e delle aspettative dei clienti e della societ tutta sono alla base dellofferta di AZB, caratterizzata da attivit con un elevato grado di individualizzazione e diversificazione. La garanzia di un prodotto o di un corso in linea con le aspettative resa possibile dalla consulenza individualizzata, dallutilizzo di nuove tecnologie, dalla preparazione e formazione dei collaboratori, da strategie di marketing relazionale volte al rapporto costante e duraturo con i clienti, dalla diffusione della leadership distribuita, che consente di curare il contatto con il cliente e con la societ in ogni momento. Fondamentale per la creazione di valore aggiunto per chi si rivolge ad AZB la ricerca, la selezione e lo sviluppo di partnership. In particolare la preparazione dei docenti attraverso una formazione continua e allineata ai nuovi sviluppi scientifici e didattici a livello nazionale,

europeo e internazionale una priorit che la cooperativa si posta sin dagli albori e che oggi la Presidente Marialuisa Farias Cama promuove con tenacia anche grazie al supporto di un team di referenti scientifici (O. Putzer Universit di Innsbruck; R. Hill formatore di fama internazionale; R. Perini esperta CLIL e apprendimento precoce delle lingue; Monica Barni - direttrice CILS; P. Diadori - direttrice DITALS; D. Newbold - Universit Ca Foscari di Venezia; altri esperti dellUniversit per Stranieri di Siena) che operano in realt diverse da quella altoatesina e possono quindi proporre tematiche a confronto di grande stimolo. Mensilmente i docenti di AZB si ritrovano per prendere parte a seminari, workshop e lavori di gruppo. I docenti AZB sono docenti valutatori che vengono regolarmente aggiornati da esperti degli enti TELC; City & Guilds e CILS dellUniversit per Stranieri Di Siena. Inoltre AZB centro formatore riconosciuto DITALS per linsegnamento della lingua italiana a stranieri ed ACE per la lingua inglese e centro accreditato dalla Sovrintendenza per la formazione dei docenti. Considerata la particolare situazione topografica del territorio altoatesino la

ALTO ADIGE
mai possibile che si debba vivere con questa ghigliottina che la borsa, le banche quantaltro? Esiste una vita un po diversa; s o no? A mio modesto parere penso di s, non me lo tira via dalla testa nessuno tutto questo. Ma come! Noi si cerca di fare una vita con quel poco che si ha dignitosamente, mentre i cfali che ci manovrano si mangiano tutto, pure la nostra vita dignitosa? Loro continuano ad accumulare capitali e forti guadagni, con soldi nostri e a noi come ricompensa danno la crisi, come soluzione finale. Non vedo perch si debba stare alla fi-

LETTERE & COMMENTI

DOMENICA 22 GENNAIO 2012

33

IL CASO DEL GIORNO

Abbiamo bisogno di una classe dirigente onesta


nestra continuamente e subire le loro arroganze e avidit, il bello che stanno aggrappati sempre ai loro scranni; senza una briciola di pudore. Si fanno chiamare classe dirigente bella cosa, mentre si dimostrano una classe negligente altro che. Noi, della generazione anni 40 in poi, abbiamo vissuto la guerra e con molta volont e coraggio, i nostri amati genitori hanno dovuto tirarsi su le maniche per ricostruire il tutto; cosa avrebbero dovuto fare? A quei tempi si chiedevano braccia e cervelli; braccia per ricostruire e cervelli come guida, in un paese distrutto e ridotto allo stremo. Ora con levento della nuova tecnologia, e nuovi tecnici, non siamo pi in grado di ricostruire e prorgrammare una nazione; onde evitare queste scrollate che continuamente portano la stessa e il mondo intero, allo sfascio totale. Sguazzare con queste incertezze vuol dire annegare del tutto e farsi del male, inesorabilmente. Noi abbiamo un forte bisogno di una classe dirigente, innanzitutto onesta e responsabile e che sia in grado di decisioni di prima necessit per il popolo, senza profit per nessuno. Albano Camponi BOLZANO

SCUOLA

I genitori che giudicano i prof? Non mi pare una grande idea


Liniziativa o progetto del questionario pilota per verificare cosa batte nel cuore delle scuole altoatesine sonder dunque in maniera anonima il grado di soddisfazione degli utenti. I genitori daranno i voti ai professori. La cosa parrebbe encomiabile. Potrebbe per essere ulteriore sintomo del fatto che la scuola italiana sempre meno a carattere statale, sempre pi a carattere familiare. Viene fatto anche allestero? Se i genitori giudicassero i professori in base al rendimento dei loro figli, le scuole fossero finanziate in proporzione al successo degli allievi, le famiglie premiate in relazione ai risultati dei figli diventeremmo come la Cina. Solo che il risultato finale sarebbe totalmente diverso. In Cina gli alunni che non eccellono subito, vengono dirottati verso le fabbriche e le campagne. In Italia ad essere dirottati altrove sono spesso quei professori che non hanno capito che bisogna garantire il successo formativo a tutti e premiare le eccellenze. Se anche i giudici italiani fossero valutati dai genitori dei delinquenti da loro giudicati, forse anche la giustizia italiana diventerebbe, come la scuola, a carattere familiare. Cataldo Litta MERANO

LE FOTO DEI LETTORI

sapeva molto bene quel che faceva. Pertanto non si pu parlare di eroe per aver salvato 4.200 persone, ma al contrario di vigliaccheria per salvare s stesso. Proprio come lo fu il comandante del dirigibile Italia Umberto Nobile che nel 1928 abbandon i suoi compagni di sorvolata al Polo Nord nella tenda rossa tra i ghiacci dellArtico polare per mettersi in salvo, tantoch nel disprezzo e nella vergogna, dovette in seguito abbandonare lItalia e rifugiarsi in Russia. Angelo Bolognani BOLZANO

Un giro daffari che pu crescere

Cercate di far fruttare al meglio le farmacie comunali imitando le strategie dei privati

MONUMENTO

Museo nella cripta: un escamotage per depotenziare


In questa provincia nella quale, proseguendo di questo passo, ci saranno in futuro pi musei che scuole, non si sentiva proprio il bisogno di questo nuovo che, peraltro, stato voluto solamente dai Sudtirolesi o, meglio, dai loro estremisti e dai vertici pi significativi della loro politica! Ci che accaduto in Europa e nel Mondo a causa della nascita e del successivo tragico sviluppo, fino al totale ed inevitabile epilogo della follia nazi-fascista, cosa risaputa e che non avrebbe bisogno di essere sfruttata localmente da chi fa solo ostinata politica estremistica di parte. Il cos chiamato museo storico viene volutamente limitato al periodo racchiuso fra il 1919 ed 1945, ignorando volutamente la guerra che lo ha preceduto ed ha determinato le conseguenze del suo esito, il quale ha visto la sconfitta e la totale disintegrazione dellImpero Austro-ungarico, che era nato non da vittorie ma da continui compromessi! Lubicazione di un tale museo (che avrebbe comunque potuto trovare posto in tante altre sedi) proprio nella cripta alla base del Monumento alla Vittoria, che tale in effetti anche se laccettazione del fatto pare disturbare moltissimo, dimostra chiaramente che non si ricerca una molto discutibile verit ma solo un depotenziamento della struttura, che non era riuscito in altra forma!!! Giovanni Calcagno BOLZANO

Un iceberg affiora nel centro di Ortisei


Daniele Zuccon di Bolzano ci ha inviato questa scultura di ghiaccio, situata nel centro di Ortisei. Inviate le vostre fotografie alla mail: lettere@altoadige.it specificando sempre il luogo dove stata scattata. dosi il tricolore e ritirando il gonfalone. Come sempre il capoclan si affacciato, ha mandato un bacio al santo e, dopo la sosta, ha fatto cenno ai portatori che potevano riprendere la marcia. Lanno scorso si sper, memori dellindignato discorso contro la mafia di Giovanni Paolo II, nellintervento del papa nei confronti del vescovo, ora speriamo che il nuovo governo Monti voglia gratificare in modo adeguato un sindaco che non si arrende, che sfida la mafia, la chiesa locale e quella nobile parte della popolazione che gli ha gridato dietro vergogna. Ezio Pelino un vigliacco. Si capisce che a Meta di Sorrento alcuni paesani del comandante Schettino sono convinti che sia stato egli stesso a salvare le 4.200 persone che erano a bordo della nave e quindi persona degnissima da considerare un eroe, tantoch secondo costoro sceso dalla nave per controllare i danni e non per scampare dal probabile naufragio. indiscutibile che tali affermazioni rispecchiano lignoranza incomprensiva di fatti determinati nel corso delle cose in movimento. Nel caso della Costa Concordia, sappiamo che il comandante Schettino fu uno dei primi a scendere dalla nave in procinto di colare a picco, per di pi si rifiut di risalire a bordo quando gli era stato imposto, sostenendo il subdolo motivo che essendo notte era buio; per quando sceso per mettersi in salvo, ci vedeva benissimo e la sua mente non era certamente confusa perch

PROCESSIONE

La Chiesa tollera senza problemi lomaggio del vescovo al capoclan


La chiesa trova scandaloso lo spettacolo teatrale Sul concetto di volto nel figlio di Dio di Castellucci in programma a Milano e vorrebbe che fosse censurato come ai bei tempi del papa re, mentre non si scandalizza se un vescovo onora un capo camorrista facendo fermare la processione del santo patrono sotto la sua casa. , ormai, un rito a Castellammare di Stabia. Il sindaco, lo stesso dellanno scorso, invano si opposto. Ancora una volta, insieme ai suoi assessori, dovuto uscire dalla processione sfilan-

IL NAUFRAGIO

Il capitano Schettino solo un gran vigliacco


Nel leggere sul quotidiano Alto Adige larticolo Il paese difende lufficiale: un eroe non

erch non si fanno fruttificare le farmacie comunali? Dopo almeno una quarantina danni che la furbizia di qualche farmacista aveva ideato un metodo per far gravitare nelle proprie farmacie una miriade di ricette di medici compiacenti, offrendo loro gratuitamente un ambulatorio che veniva occupato anche da altri medici in orari diversi, e quindi a bassi costi, altri proprietari di farmacie stanno cercando da alcuni anni di imitare questa furbesca iniziativa per far gravitare migliaia di ricetta nella propria farmacia chiaramente situata nelle strette vicinanze di questi ambulatori. Il risultato che le farmacie comunali sono quasi sempre vuote, mentre in quelle dei farmacisti intelligenti bisogna fare la coda! Un business da milioni di euro annui che finiscono nelle tasche di farmacisti privati invece che nelle casse comunali! Non possibile pensare che nessun consigliere con relativi sindaci siano mai stati capaci di far venire a galla questo scandaloso problema. Ci pensino i cittadini che pretendono dal Comune diversi nuovi servizi e che il Comune potrebbe negare per mancanza di fondi, di cercare di fornirsi dei farmaci loro prescritti nelle farmacie comunali piuttosto che in quelle private, ed alle prossime votazioni comunali di ponderare sul voto da dare ai futuri candidati interessandosi che siano buoni amministratori e non solo belli e simpatici. Sappiano anche i consumatori di questi farmaci che leuro richiesto dalle farmacie private viene richiesto in uguale importo da tutte le farmacie. Il business grandioso sta altrove. I sottoscritti cittadini sono tutte persone che pagano le tasse e che vorrebbero anche avere le nostre strade senza buche, sempre pulite, con bus che passino sempre pi vicini alle nostre abitazioni, con giardini puliti, con tanti e tanti altri servizi; per questo optiamo per dare al nostro Comune un contributo andando a fare i nostri acquisti di farmaci nelle farmacie comunali. G.V. - seguono 9 firme di volontari di unassociazione impegnata nel sociale BOLZANO

ARIETE
21/3 20/4
TRENTINO

OROSCOPO
LEONE
23/7 22/8

SAGITTARIO
22/11 21/12

ALBERTO FAUSTINI direttore responsabile


S.E.T.A. Societ Editrice Tipografica Atesina Spa Consiglio di amministrazione: Presidente: Giorgio Pasquali Vicepresidenti: Monica Mondardini - Pietro Tosolini Amministratore delegato: Lorenzo Bertoli Direttore generale: Francesco Artioli Consiglieri: Alessandro Alacevich, Pierangelo Calegari Michele Di Puppo, Enrico Giammarco, Stefano Mignanego, Roberto Moro, Marco Moroni, Valter Santangelo

La vostra dedizione totale al lavoro vi sta allontanando dalla sfera sentimentale. Fermatevi a riflettere: nessun successo in carriera o in affari vale pi di una vita piena damore e di affetto. Un viaggio.

BILANCIA
23/9 22/10

TORO
21/4 20/5

Quotidiani locali Gruppo Espresso Direttore generale: Direttore editoriale: Marco Moroni Luigi Vicinanza
Direzione, redazione, amministrazione: BOLZANO - 39100 Via A. Volta, 10 - Tel. 0471/904111 Stampa: Citem Soc. Coop. - via G. F. Lucchini 5/7 - 46100 Mantova

Gli astri in ottimo aspetto vi aprono nuove possibilit di incontri, farete nuove ed interessanti conoscenze. Mettete da parte la malinconia ed uscite allaria aperta: tutto vi sembrer migliore.

Cercate di trascorrere la giornata in pace e serenit soltanto in compagnia delle persone pi care. I vostri nervi ne avranno sicuramente un vantaggio. Momenti di svago in serata.

Rimarrete delusi dal comportamento poco chiaro e non corretto di una persona che consideravate amica. Siate disponibili a partecipare ad una serata in famiglia. Ne trarrete vantaggio. Relax.

Ci sar forse qualche alto e basso, ma la giornata potr essere confortante e serena, soprattutto perch il vostro animo sar aperto allamore e allottimismo. Approfittatene.

CAPRICORNO
22/12 20/1

VERGINE
23/8 22/9

SCORPIONE
23/10 21/11

GEMELLI
21/5 20/6

Certificato nr. 7135 del 14.12.2011


PUBBLICIT: CONCESSIONARIA ESCLUSIVA A. MANZONI & C. S.P.A. BOLZANO: via A. Volta, 10 - Tel. 0471/30.79.00 - TELEFAX 0471/97.65.63 TRENTO: necrologie e annunci: via Sanseverino, 29 - Tel. 0461/383711 Sede commerciale: viale Verona 190 - Tel. 0461/383711 - Fax 0461/390638 MILANO: via Nervesa 21 - Tel. 02 / 574941 ABBONAMENTI - TARIFFE (compresi inserti e supplementi): "Alto Adige" con il luned annuo 280; sei mesi 163; tre mesi 88; "Alto Adige" senza il luned: annuo 240; sei mesi 125; tre mesi 72. Arretrati il doppio - Versamento sul cc. postale n. 217398 intestato a: SETA S.p.A. Bolzano - Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in a.p. - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma 1, CNS Bolzano - Autorizzazione Tribunale di Bolzano n. 3 del 2.8.1948.

Attenti a non esporvi alle correnti daria, perch potrebbero costarvi fastidiosi dolori reumatici. Dovete essere pi comprensivi, la vostra gelosia immotivata scatener nervosismo in chi amate.

Possibili tensioni nel rapporto con la persona amata. Il partner vi rimproverer la scarsa dedizione per la famiglia e le vostre frequenti assenze da casa. Riflettetici su. Riposo.

Gli astri promettono bene. Accettate inviti o organizzatene voi stessi. Muovetevi, uscite fuori dal solito giro. Ogni tanto bisogna rinnovare idee e soprattutto i pensieri. Molta inventiva.

Giornata felice per la vita affettiva e sessuale. Per chi solo non mancheranno le occasioni per un piacevole incontro. Tenete sotto controllo la salute. Un po di benefico svago in serata.

ACQUARIO
21/1 19/2

La soluzione di un problema personale indispensabile e ve ne dovrete occupare oggi stesso. Svolgete il lavoro nel minor tempo possibile e riuscirete a conciliare le due esigenze.

CANCRO
21/6 22/7

PESCI
20/2 20/3

Responsabile del trattamento dati (ex d.lgs. 30/06/03 n. 196): ALBERTO FAUSTINI

ZGEZ

Dopo qualche incertezza iniziale, vi muoverete benissimo. Potrete avere degli incontri rassicuranti con chi vi sta a cuore. Si fanno anche progetti per il futuro. Vi sentirete positivi e allegri.

Limpulsivit potrebbe diventare il punto nero della vostra giornata. Cercate di controllarvi, soprattutto nei rapporti con le persone che conoscete poco. Buone prospettive.

34

DOMENICA 22 GENNAIO 2012

LETTERE & COMMENTI


IL DECRETO DELLESECUTIVO

ALTO ADIGE

Liberalizzazioni: quella del governo Monti una strada sbagliata


di Dado Duzzi

LETTERE AL DIRETTORE
Risponde

oni pastori esse tondere pecus, non deglubere! proprio del buon pastore tosare le pecore, non scorticarle. Negli ultimi tempi ci sono rovinate addosso nuove tasse e balzelli che ci ricordano i corsi e ricorsi storici come al tempo di Cicerone. facile e anche virtuoso affermare che dalle crisi dobbiamo trarre insegnamenti e nuove opportunit, ma altrettanto vero che ci vale fino a che le misure adottate per fronteggiare le difficolt si limitino a disegnate le cornici entro le quali impostare le azioni dei singoli. Poche e chiare regole, dunque! Ma quando, come a fatto e vuol fare il Prof. Monti, si fa tabula rasa delle vecchie regole - operazione di per s coraggiosa e meritoria - per sostituirle con le regole del selvaggio west, cio nessuna regola, si creano danni enormi e responsabilit senza fine. Lossatura economica italiana sostenuta dalle piccole e medie imprese e sono state loro che negli ultimi tre anni hanno assorbito gli esuberi (che espressione orrenda) creati dai licenziamenti nelle grandi imprese e ci ha contribuito come nessun altro a mantenere la pace e la coesione sociale. Ma allimprovviso, con il piano delle liberalizzazioni, le P/M imprese sono trattate come degli esuberi: da capitale umano e imprenditoriale insostituibile, cos venivamo descritti fino a poche settimane fa, a esuberi da eliminare con un colpo di spugna. Signor Monti, ma Lei si rende conto della responsabilit che si sta assumendo? Lei cerca il consenso popolare ed

usa la scorciatoia pi facile: quella del populismo e della demagogia. Non Le hanno insegnato nulla le liberalizzazioni degli anni scorsi? Hanno liberalizzato i bar e Lei ora paga il caff di pi o di meno di prima? E la Sua bolletta della luce per caso diminuita? Questi sono solo due piccoli esempi di liberalizzazioni passate e Lei con le sue liberalizzazioni sta chiedendo agli italiani se vogliono la botte piena, la moglie ubriaca e anche luva sulla vigna. Certo che le anime semplici le diranno di s. Ma quelle stesse anime non sanno che la sua liberalizzazione del commercio avr leffetto di sguarnire le citt e soprattutto i paesi dei pi elementari servizi di vicinato, che diventeranno esuberi, appunto. Non devo essere un veggente per farLe vedere il futuro. Nel vicino Tirolo pi di cinquanta Comuni non hanno pi un servizio di prossimit, e la gente costretta a fare km per comprare il pane o il latte, non le Porsche. Chieda a quelle anime semplici cosa ne pensano di un commercio senza regole e sentir che risposte.

Lei non pu trattare con lo lo stesso metro centralista Roma, Imola o S. Candido. Ogni territorio ha le sue specificit e su una materia cos delicata sono le Regioni ed i Comuni a poter/dover decidere, non lo Stato. Si limiti ad indicar loro la cornice e lasci decidere ai singoli territori dei propri destini perch, mi creda, le dita di un apprendista stregone rischiano di creare non posti di lavoro ma esuberi. Lei non pu dettare le stesse regole sugli orari di apertura dei negozi a Milano e a Lana. Sono stili di vita e abitudini sociali diverse. La Sua teoria che in questo modo aumenter il fatturato e una chimera ampiamente dimostrata e meraviglia che Lei ci creda ancora, a meno che non nasconda legami e interessi inconfessabili. In Alto Adige-Suedtirol teniamo molto alla qualit della vita ed il riposo domenicale per noi un valore. La Sua proposta di tenete aperto tutte le domeniche di nuovo populista. Poche settimane fa la Giunta Provinciale ha varato un nuovo calendario annuale di tali aperture, che ha tenuto conto delle necessita dei

territori a vocazione turistica ma anche degli appelli della Chiesa per la riduzione di queste aperture. Devo ammettere, per, che lassordante silenzio della Chiesa di fronte alla Sua proposta mi ha annichilito. Sic transit gloria mundi! E da anima semplice vorrei chiederLe in che modo intende finalizzare le nuove entrate fiscali previste e se ha intenzione di detassare le imprese per rilanciare leconomia e loccupazione come in Germania. Oppure defiscalizzare gli oneri sociali per assicurare maggior potere dacquisto nelle buste paga. Non mi dica che vuole metterli nel calderone del fisco che tutto ingoia, per. Perch per fare ci, da anima semplice Le avrei indicato il primo apprendista fiscalista che trovavo in giro. Non scomodavo Lei e tanti altri professori. Perch la Sua manovra non n equa n equilibrata. Unultima cosa. Lei non pu scardinare il principio fondante della nostra Autonomia. Mi riferisco al diritto di decidere in sede locale, con competenza primaria, su questi temi. Cos facendo Lei ci riporta indietro di cinquantanni. LAutonomia tutelata da legge costituzionale che Lei non pu ignorare. I politici locali non possono ridicolizzassi chiedendo lAutonomia totale, che Lei rimette in discussione, ma invece dovrebbero difendere con tutte le loro forze e capacit i risultati fin qui raggiunti senza inseguire chimere inutili. Pena lo spauracchio dellautodeterminazione che gruppi estremisti sono gi pronti a cavalcare. * Vice Presidente Unione commercio e Servizi

Alberto Faustini
I DANNI E LE BEFFE

Io faccio del volontariato e il vigile mi multa


Sono una pensionata che svolge un po di volontariato presso una conosciuta Onlus di Bolzano. Come faccio una volta al mese, stamattina con la mia auto e a mie spese sono andata a consegnare due pacchi viveri per famiglie disagiate presso lUfficio Servizi Sociali di Chiusa. Non c un parcheggio libero dove c la segnaletica orizzontale. Allora, facendo un paio di manovre lascio la macchina parallela ad una aiuola, perfettamente parallela alla carreggiata e non intralciando niente e nessuno. Scendo, entro nella palazzina, faccio due rampe di scale, cerco limpiegato, che trovo subito, gli do un foglio da compilare, lui chiama lusciere per aiutarmi, vado al portone di ingresso, esco. Il tutto non durato cinque minuti. Ma sul marciapiede vedo il vigile e allora automaticamente guardo il parabrezza della mia auto: c la multa. Allora spiego al vigile il motivo per cui ho parcheggiato. Adducendo tre motivi diversi per la multa (falsi) da quello scritto sul foglietto, in tono ferreo mi dice che la contravvenzione non me la toglie. Niente da fare. Me ne sono andata inviperita dalla Sindaca, ma anche l niente: una volta che una multa stata data, si pu solo fare ricorso al giudice di

pace. Per mi chiedo: in quale Italia vivo io? In quella dove 4 minuti di parcheggio fuori dagli spazi consentiti mi costano 39 euro o in quella dove ci sono 120 miliardi di evasione fiscale, lavoro nero, dove un terzo dei cittadini non pagano il canone tv, dove ci sono scandali a go go, dove nel mio rione tutti i giorni ci sono auto in divieto di parcheggio non multate? Questo vigile si sentir un eroe perch in maniera ferrea fa pagare per 4 minuti 39 euro a me o alla Onlus? Nicoletta Giacometti CHIUSA Anche se fare ricorso costa quanto pagare la multa (il che ha fatto desistere un paio di volte anche il sottoscritto), le consiglio di attivarsi immediatamente. LItalia, comunque, sempre la stessa: quella di Schettino e di De Falco, quella dei parcheggi in terza fila e di vigili che non chiudono gli occhi per quattro minuti. Peccato, perch a volte basterebbe un po di buonsenso. Fra laltro: un tempo quando un vigile ti faceva una multa era disponibile a riconsiderare la situazione e ad accartocciarla; oggi la tecnologia impedisce di riavvolgere il nastro anche per pochi minuti: basta un clic e la multa non si pu ritirare. In sostanza: lei vive nellunica Italia, piena di contraddizioni, nella quale, con regole che ambiano continuamente, viviamo tutti noi.

di ETTORE FRANGIPANE

Scomparsa

Dallirredentismo alla Resistenza, stato lo specchio delle tante vicissitudini di questa terra

La lunga storia dellAlto Adige e dei suoi antenati


regime, ma era stato chiuso a sua volta dalle autorit naziste. E riapparve, per la terza volta nella storia della nostra regione, una testata dal nome Alto Adige, perch il 24 maggio i lettori altoatesini poterono sfogliare un giornale finalmente libero, edito dal Comitato Nazionale di Liberazione di Bolzano. Il fondo, in prima pagina, recava un titolo significativo: Ricostruiamo. Dal primo giorno in cui cessato il terrore della guerra - si legge - la popolazione italiana chiede soddisfazione per le sofferenze subite durante il dominio nazista, e la popolazione tirolese chiede sicurezza da ogni ritorno ai sistemi fascisti. Responsabile del Governo della Provincia, il Comitato Nazionale di Liberazione ascolta e fa proprie entrambe queste voci solo apparentemente disunite dalla differenza etnica, ma fondamentalmente concordi nellideale comune: non pi lotte nazionalistiche, non pi oppressioni di maggioranza o di minoranza, ma una solidale, profonda collaborazione, perch la vita dellAlto Adige risalga rapidamente dalle rovine delle dittature alla serenit e allordine della pace, in un clima di reciproco rispetto ed autonomia. Da allora sono passati quasi 66 anni. www.bolzano-scomparsa.it
RIPRODUZIONE RISERVATA

l giornale che il lettore di queste righe sta reggendo in mano, ha una storia lontana. Ma per raccontarla necessario anzitutto definire la provenienza del termine Alto Adige, che non ha in s nulla di fascista, come alcuni ritengono. Il Dipartimento dellAlto Adige infatti di origine napoleonica, e fu introdotto quando Baviera e regno dItalia (una creazione di Napoleone) si divisero il Tirolo seguendo le linee di quello che allora sembrava un confine linguistico. Nacque cos il dipartimento dellAlto Adige (Haute Adige in francese), uno dei 24 dipartimenti del regno, che arrivava a nord fino a Colma di Barbiano, comprendendo quindi anche Bolzano. Poi venne la restaurazione, il toponimo Alto Adige scomparve, ma fu ripreso pi avanti dallirredentismo trentino che non sidentificava nel Tirolo. Ed ecco nascere il primo giornale intitolato a questa nuova realt geografica e insieme a questa nuova professione politica. LAlto Adige nacque a Trento il 1 aprile 1886, e si definiva giornale politico, economico, amministrativo. Nel fondo di presentazione Oss Mazzurana scrisse del periodo di crisi economica che anche il Trentino stava affrontando. La sorte avversa ci ha disfatto molte so-

Il primo numero dellAlto Adige nella sua edizione postbellica stanze, ci ha distrutto le pi fiorenti industrie, e la disperazione ha condotto in America migliaia di nostri poveri contadini. Erano i frutti di una prima globalizzazione, dovuta a una crisi generale (che) travaglia pi o meno tutti i paesi. Le nuove vie di comunicazione, che hanno spalancato le porte alla libera concorrenza, vanno spostando in questo periodo di transizione molteplici interessi; i prezzi di quasi tutte le derrate sono avviliti; i prodotti industriali non trovano sfogo; i capitali, sfiduciati, si accumulano nelle banche e nelle casse di risparmio. Poi il giornale assunse connotati sempre pi irredentisti attraverso la via del nazionalismo liberale trentino e si scontr col dilagare del pangermanesimo (il Volksbund). Si susseguirono censure e sequestri, fino allespulsione dallImpero del direttore Giuseppe Borghetti, peraltro cittadino italiano e non austriaco, allinizio del Novecento. Il giornale nel 1894 da trisettimanale divenne quotidiano, era il pi diffuso del Trentino (oltre mille copie) ma il 15 maggio del 1915, alla vigilia dello scoppio della guerra con lItalia, fu chiuso dautorit. La testata Alto Adige riapparve, ma in una cornice diversa, subito dopo la guerra: usc infatti con quel nome (1919-1921) una rivista illustrata di contenuto prevalentemente culturale e turistico, con redazione in via

Cos si presentava lAlto Adige nella sua versione trentina nel 1900 della Rena 11 (Raingasse 11) e al prezzo di lire 3,50. Colpisce di questo nuovo Alto Adige la conservazione dei toponimi tedeschi. E cos castel Roncolo resta Rungglstein, il Talvera la Talfer, la passeggiata Lungotalvera si chiama Wassermauer-Promenade. In una annessa guida del luglio 1920 si legge che in Alto Adige vi sono sei ferrovie di montagna: Virgl, Kohlern, Guntschna, Ritten, Mendola e Vigiljoch. Poi sarebbe intervenuta lopera di restituzione dei toponimi allitaliano, promossa dal senatore Ettore Tolomei, ed oggi diciamo: Virgolo, Colle, Guncina, Renon, Mendola e Giogo San Vigilio. Con tutti i problemi che tuttora viviamo, ad iniziare dai cartelli indicatori dellAlpenverein. LAlto Adige a vocazione turistica chiuse (divenne prima anche organo della sezione altoatesina del Cai) e dal 1927 il compito di informare la popolazione altoatesina lo assunse il quotidiano fascista La Provincia di Bolzano, soppresso dautorit nel 1943 dalle autorit naziste, che vararono invece il Bozner Tagblatt. Ma con la Liberazione, ecco che nelle edicole riapparve, per la terza volta, la testata Alto Adige. Era il maggio del 1945, a Bolzano erano arrivati gli americani, il giornale nazista aveva chiuso i battenti e torn il Dolomiten, che durante il fascismo era riuscito a sopravvivere, allineandosi al

Domenica 22 gennaio 2012

35
Il 24 e 25 gennaio alla Libera universit

Facolt di Design e arti, i progetti degli studenti in mostra per due giorni
BOLZANO. Il semestre invernale si avvia alla conclusione, ma non si concluder prima di aver messo in mostra i risultati dei progetti degli studenti della Facolt di Design e Arti: lesposizione Gste Ospiti - Guests sar aperta a tutti gli interessati il 24 e 25 gennaio presso la sede della Libera Universit di Bolzano. La sede La mostra comprende circa 60 delluniversit lavori realizzati da 5 differenti di Bolzano gruppi di progetto. Accanto a questi troveranno posto i lavori degli studenti del primo anno, che nel primo semestre partecipano al cosiddetto Warm up, ed i disegni del corso Metodi e tecniche di rappresentazione. Le tematiche trattate nel corso dellultimo semestre sono svariate: dalle segnaletiche ed inediti metodi di orientamento che permettono di muoversi negli ambienti ai nuovi oggetti in vetro con lobiettivo di mostrare in modo trasparente la qualit del vino e di promuovere la consapevolezza del consumatore. Durante lesposizione tutti gli interessati avranno modo di vedere il lavoro dei futuri designer e di soddisfare alcune curiosit riguardo allo studio del design a Bolzano. Facolt di Design e Arti, 24 e 25 gennaio 2012, ore 10 - 21.

Sopra lavvocato Gambara anima dellUpad. A destra la riunione del Senato accademico

Upad, il Senato accademico rilancia la propria attivit


Salghetti e Bernardi nuovi membri. Si punta su autonomia e territorio
LE ASSOCIAZIONI
BOLZANO. Si riunito il Senatus Accademico della Fondazione Upad per tracciare il bilancio dellattivit svolta e programmare i propri futuri interventi. Il tutto nel quadro di una rinnovata organizzazione interna tale da rendere pi efficace ed incisivo il proprio lavoro nel formulare proposte che si traducano in nuove iniziative qualificate offerte formative da parte dellUpad, sia nella citt di Bolzano che nelle sue ventitre sedi periferiche. Tre le aree di azione privilegiate: Cultura del territorio, con particolare riferimento alla storia, alle espressioni artistiche, alle tematiche religiose, agli usi e costumi locali, allapprendimento delle lingue, allinterazione culturale delle popolazioni conviventi, comprese quelle di recente immigrazione, alla promozione dello sport e delle iniziative ricreative; Istituzioni autonomistiche, per favorirne la conoscenza e analizzale sotto il profilo delle dinamiche dei rapporti tra i gruppi linguistici e tra le popolazioni conviventi, anche nella prospettiva di un loro rinnovamento; Societ ed economia del territorio, attraverso lanalisi del tessuto sociale, delle politiche economiche, ambientali ed energetiche che caratterizzano la realt provinciale. Per il loro perseguimento il Senatus Accademico della Fondazione Upad pu contare sulla disponibilit e sul contributo di idee dei suoi membri storici e di quelli prestigiosi che da questanno ne fanno parte, come ad esempio don Paolo Renner, Gianni Lanzinger, Giovanni Salghetti, Marco Bernardi, Pietro Cal e Enrico Valentinelli.

OLTRISARCO

Il ballo dello scorso anno

Maestri di sci alpino, fondo e snowboard: gli esami


BOLZANO. In marzo si svolgeranno le prove di idoneit per maestri di sci alpino, da fondo e snowboard. Gli esami per futuri maestri di fondo avranno luogo il 14 marzo a Ridanna, quelli per i maestri di snowboard a Plan de Gralba nel comune di Selva Gardena dal 12 al 13 marzo 2012. Dal 20 al 22 marzo 2012 a Passo Monte Maestri Croce sono invece programmadi sci te le prove per gli aspiranti altoatesini maestri di sci alpino. Le iscrizioni sono possibili entro il 22 febbraio 2012 presso lUfficio turismo e alpinismo a Bolzano, via Raiffeisen 5 tel. 0471 413727. Per quanto riguarda lesame di idoneit per lo snowboard sono richieste tra il resto la prova libera con curve a raggio variabile Forward e la prova libera con curve a raggio variabile fakie. Nellesecuzione degli esercizi si deve tenere conto di questi fattori: corretta posizione e centralit forward e fakie; dinamicit nellesecuzione della surfata e delle manovre; variazione degli archi di curva e delle manovre / triks; capacit di controllo della velocite della conduzione. Per il fondo due le prove libere: secondo la tecnica classica e secondo il metodo skating.

Centro Einaudi, prenotazioni per il pranzo con ballo


BOLZANO. Maria e Carmelo invitano gli interessati al tradizionale Pranzo con ballo, in programma domenica 12 febbraio a partire dalle ore 12 presso il Centro di formazione professionale Luigi Einaudi di via Santa Geltrude. Il pomeriggio di festa prevede un ottimo e abbondante pranzo e musica fino alle 19 con I cammelli di Romagna. Prenotazioni entro il 31 gennaio presso Maria Rossi 0471/262685 o Carmelo Fragale 0471/262785. Costo: 30 euro tutto compreso.

Greif Team, fine settimana in Passiria


Archiviata lattivit 2011 con la visita a Padova, lassociazione Greif Team (nella foto) ha in programma una due-giorni a Plan in val Passiria con gare sulle piste sia il sabato pomeriggio che la domenica mattina con pranzo finale e premiazione per tutte le categorie.(lb)

Al concorso hanno partecipato studenti delle superiori e universitari, al primo posto lIstituto per lo sport di Malles
BOLZANO. Oltre 2.300 studenti delle scuole superiori e studenti universitari hanno partecipato, tramite la Cassa di Risparmio, al concorso europeo Conoscere la Borsa. Per tre mesi 291 gruppi di studenti e 91 gruppi di universitari si sono cimentati nelle contrattazioni in Borsa. Di recente si svolta presso lAcademy Cassa di Risparmio la premiazione dei vincitori. I partecipanti avevano tre mesi di tempo per avvicinarsi al mondo della Borsa e cercare di aumentare il loro capitale virtuale. Le contrattazioni erano correlate ai listini di borsa reali. Questanno al pi grande gioco di Borsa in Europa hanno partecipato 40.000 gruppi di studenti delle scuole superiori e di studenti universitari. Per lItalia hanno parte-

Conoscere la Borsa, premiazione alla Cassa di Risparmio

cipato 1.182 gruppi, ove la Cassa di Risparmio ha fatto la parte del leone con 382 gruppi partecipanti. Sono felice che an-

che questanno gli studenti abbiano aderito a questa iniziativa in modo cosi massiccio. Il gioco Conoscere la Borsa tra-

smette conoscenze economiche, sensibilizza su temi finanziari, educando i giovani a una gestione responsabile del pro-

prio denaro, ha dichiarato il presidente della Cassa di Risparmio di Bolzano Norbert Plattner. A sorpresa tra gli stu-

denti delle scuole superiori non ha vinto un Istituto tecnico commerciale, ma il gruppo Die Spekulanten dellIstituto superiore per gli sport invernali di Malles. Tra gli studenti universitari la vittoria andata al gruppo Die blichen Verdchtigen dellUniversit del Sacro Cuore. La cerimonia di premiazione (foto) ha visto molti ragazzi felici che hanno ritirato il premio dalle mani del presidente della Cassa di Risparmio, assistito dai rappresentanti delle intendenze scolastiche di lingua tedesca ed italiana Wolfgang Lanz e Chiara Nocentini, nonch da Sergio Perruso, responsabile delle relazioni internazionali presso lAssociazione delle Casse di Risparmio italiane Acri.

36

DOMENICA 22 GENNAIO 2012

VIVIBOLZANO
Fino alle ore 19 di venerd 27 gennaio, prestano servizio di reperibilit telefonica con ricetta medica urgente in orario di chiusura e notturno le farmacia di: VAL DEGA Cardano - Tel.: 0471/365440. RENON - SARENTINO SAN GENESIO - MELTINA Collalbo - Tel.: 0471/356108. APPIANO E CALDARO S. Paolo Giuliani - 0471/665897. LAIVES Puce, via Kennedy, 275 Telefono: 0471/590094. BASSA ATESINA Cortaccia - Tel.: 0471/881011. BURGRAVIATO Postal - Telefono: 0473/291200. Scena - Telefono: 0473/945566. VAL VENOSTA Curon - Telefono: 0473/632119 Silandro - Tel.: 0473/730106 Senales-Telefono 0473/676012. VAL GARDENA - S. Cristina 0471/792106 - 333/1776615. BRESSANONE Franziskus Pra Millan, 2b Telefono: 0472/833038. VIPITENO Paracelsus - Tel.: 0472/764940. BRUNICO S. Barbara - Tel.: 0474/551400. VAL BADIA La Villa-Telefono: 0471/847152.

ALTO ADIGE
Fino alle ore 8 di domani, luned, prestano servizio di reperibilit festiva per piccoli animali da compagnia per Bolzano e dintorni il medico veterinario Paolo Gallmetzer Cellulare: 333/7773780 per Merano e dintorni Pronto soccorso animali Cellulare: 339/4477660 per Bressanone e dintorni Dott. Giorgio Minardo Cellulare: 338/7633468

BOLZANO servizio continuato diurno e notturno fino alle 8.30 di domani Alla Torre, via Parma, 54 - Telefono: 0471/912298. In appoggio, ore 8.30-20 Passazi, via Druso, 19 (angolo via Firenze)-Tel.: 0471/287559. Servizio continuit assistenziale Telefono: 0471/908288. MERANO presta servizio continuato diurno e notturno fino alle ore 8.30 di domani la farmacia S. Damiano, via Monastero, 53 - Telefono: 0473/447545.

Per Bolzano citt, Andriano, Appiano, Bronzolo Caldaro, Cardano, Laives, Meltina, Nalles, S. Genesio, Terlano, Tires, Vadena: fino alle ore 8 di domani, luned 23 gennaio, servizio di continuit assistenziale al numero telefonico: 0471/908288. Il sabato, la domenica e nei giorni festivi presso lospedale di Bolzano in via Lorenz Bhler, 5 servizio di Odontoiatria dalle ore 9 alle ore 11 servizio di Pediatria ore 9-12 e ore 16-19. Ortisei, Santa Cristina, Selva Gardena Dott. Simon Kostner - 0471/794002 - 347/2297492 Castelrotto, Siusi, Alpe Siusi Dott. Thomas Heinmller - Cell.: 347/8608283 Cornedo, Fi, Tires Dott. G. Di Vendra - 0471/724264 - 339/4842073 Nova Levante, Nova Ponente Dott. Arnold Kaufmann - Telefono: 0471/613552 Sarentino Dott. Tiberio Mader - 333/4143346 Renon Dott. Johann Zippl - Tel.: 0471/356077 Egna, Montagna, Salorno Dott. M. Nussbaumer - 0471/812879 - 339/1059315 Ora, Aldino, Anterivo, Trodena Dott. Alfred Stimpfl - Telefono: 0471/886777 Termeno, Cortaccia, Magr, Cortina Dott. Josef Sulzer - Telefono: 0471/860448 Comprensorio sanitario di Merano Dott. Alberto Flisi - 0473/222379 - 338/9630739 Distretto sanitario di Bressanone Dott. Otmar Perkmann - Cellulare: 335/5611766 Distretto sanitario di Vipiteno Dott. Konrad Wieser - 0472/764771 - 335/299342 Comprensorio sanitario di Brunico Dott. Johann Hainz - 0474/550199 - 340/9304118 Comprensorio Brunico - Corvara in Badia Dott. Guido Caretta - 0471/836870 - 337/616080

MUSEION - via Dante 2 Illuminati. VI Premio dArchitettura Alto Adige. Con fotografie, disegni e videointerviste degli architetti altoatesini. La collezione attiva - Opere mediali da Vito Acconci a Simon Starling. Orario: domenica 10-18.

MUSEO ARCHEOLOGICO - via Museo tzi 20. Mostra temporanea in occasione del 20mo anniversario del ritrovamento delluomo venuto dal ghiaccio. Orario: domenica 10-18.

 Varie/Oggi e nei prossimi giorni

GALLERIA CIVICA p.zza Domenicani 18 Divina follia. Freud archeologo? In cooperazione col Freud Museum di Londra. Orario: domenica 10-18.

MUSEO SCIENZE NATURALI-via Bottai 1 Dino & Co. - Sauri delle Dolomiti. Fossili di dinosauro e piante preistoriche, orme e scheletri di rettili e anfibi vissuti milioni di anni fa, sono gli eccezionali testimoni del passato delle Dolomiti. Orario: domenica 10-18. Fino all8 aprile.

Eine Familie di Tracy Letts Bolzano,Teatro comunale, ore 17. Oggi va in scena Eine Familie con le Vereinigten Bhnen Bozen. La commedia un cult della letteratura e del teatro, tanto che ha fatto vincere al suo autore, lo scrittore e attore americano Tracy Letts, il premio Pulitzer e un Tony Award nel 2008.

MUSEO CIVICO via Cassa di Risparmio 14 Mostre temporanee e opere scelte tra le collezioni del Museo e da raccolte private. Orario: domenica 10-18.

CASTEL RONCOLO - via S. Antonio 15 Guerra Usura Superstizione - Hans Vintler e i fiori di virt. Orario: domenica 10-18. Fino al 31/1.

LOrcheXtra Terrestre al Cristallo Bolzano, Teatro Cristallo, ore 18. Oggi concerto dellOrcheXtra Terrestre, gruppo multientico che propone di world music. Biglietti gratuiti, ma gi esauriti. Chi volesse tentare, pu provare a mettersi in fila dalle 17.45 agli ingressi: in caso di defezioni i biglietti non ritirati verranno rimessi a disposizione del pubblico.

IL METEO
 PREVISIONI OGGI

Oggi, con orario 7.30-12.30 e 14.30-19 aperti: Appiano Ip, San Paolo; Bolzano Esso, via Maso della Pieve; Bressanone Agip, Millan via Plose; Brunico Agip, Stegona; Caldaro Ip, S.P. 16 Termeno-Ora; Campo di Trens Q8, localit Mules; Castelrotto Esso, Siusi via Sciliar; Cornedo Q8, Cardano via Brennero; Corvara in Badia Q8, La Sieia; Egna Q8, via Trento; Falzes Esso, via Falzes; Laives Smp, via Kennedy; Marlengo Q8, via Palade; Merano Agip, via Piave; Naturno Esso, via Nazionale; Nova Ponente Ip, Paese via Principale; Ortisei Agip, strada Tresval; Perca Tamoil, via Pusteria; Renon Esso, Collalbo via P. Mayr; Rio Pusteria Agip, via Pusteria; S. Candido Esso, via Pusteria; San Leonardo in Passiria Eni, via Passiria; Sarentino Ip, localit Stetto; Silandro Eni, via Nazionale; Valle Aurina Eni, Lutago via del Paese; Val di Vizze Total, Prati via Brennero Distributori con servizio gpl Appiano Eni, (Me-Bo direzione Merano *) Caldaro Ip, strada provinciale 16 Termeno-Ora Terlano Q8, Vilpiano (Me-Bo direzione Merano *) Distributori con servizio metano Bolzano Q8 (Me-Bo direzione Merano *) e Agip, via Keplero (Bolzano sud *) Appiano Eni (Me-Bo direzione Bolzano); Ortisei Agip, strada Tresval; Terlano Esso, Vilpiano (Me-Bo dir. Bz *); Lagundo Smp, (Me-Bo direzione Bz *); Brunico Agip, Stegona-Anello Nord * Orari distributori superstrada Me-Bo ore: 6-21 distributore Agip, via Keplero (Bz sud) ore: 6-20 Servizio notturno Bolzano Esso via Innsbruck, Gnp. Pi Virgolo, Ip, piazza Verdi, Q8 (Me-Bo direzione Merano); Terlano Esso Vilpiano (Me-Bo direzione Bolzano), Q8 Vilpiano Me-Bo (direzione Merano); Lagundo Omv (Me-Bo direzione Bolzano); Naturno Shell, via Principale; Brunico Agip via San Lorenzo; Dobbiaco Agip via Pusteria; Egna Esso Laghetti Servizio a cura della Confesercenti Alto Adige

In Alto Adige, nella notte appena trascorsa e ancora questa mattina deboli nevicate hanno interessato i settori pi settentrionali della provincia. Di seguito il tempo risulta soleggiato o parzialmente soleggiato su tutto il territorio. Le temperature massime, in contenuto aumento, sono comprese tra 3 e 8 gradi. In montagna, a causa delle nevicate e del vento, il pericolo valanghe da moderato a marcato. In Trentino, al mattino residua nuvolosit, poi in prevalenza soleggiato su tutta la provincia. Temperature minime in calo in valle, in aumento in quota, massime in aumento. Sulle sponde del lago di Garda, giornata con cielo perlopi sereno
SOLEGGIATO

Oggi
Vipiteno Malles Bressanone

Fagioli, teatro per famiglie Sinigo, sala Ipes, ore 16.30. Oggi spettacolo teatrale Fagioli, nellambito del progetto per Sinigo Si? Ni..Go? della Provincia, con proposte teatrali per tutta la famiglia. Lo spettacolo una produzione de I teatri soffiati e finisterrae di Trento, con Alessio Kogoj e Giacomo Anderle.

Merano

Temperature in lieve aumento


 PREVISIONI DOMANI

Cenerentola con il Teatro Werkstatt Bolzano, Auditorium Torricelli, ore 17. Oggi, nellambito della rassegna del Circolo La Comune, va in scena Cenerentola con sette attori della compagnia Teatro Werkstatt. Spettacolo per famiglie e bambini con la classica storia di Cenerentola e delle perfide sorellastre Priscilla e Cornelia.

Domani

Dati Ufficio Idrografico Provincia di Bolzano

In Alto Adige, generalmente soleggiato con qualche nube pi intenso sulla cresta di confine. Marted parzialmente soleggiato a sud, qualche nevicata nei settori pi a nord. Sul Garda, poco nuvoloso. Qualche addensamento in pi dal pomeriggio-sera
PIOGGIA NEVE

FESTA DANZANTE CON LATLA Oggi pomeriggio, dalle ore 14.30, festa danzante con lAtla presso la casa della cultura di Gries. Musica con Franco Consolaro. VIA DEL RONCO, BALLO CON LANTEAS LAnteas organizza per soci e simpatizzanti una festa danzante. Lappuntamento per oggi, dalle ore 14.30 alle 19, presso la Sala polifunzionale di via del Ronco. CARNEVALE DI CENTO CON LAUSER LAuser/Vssh invita i propri soci al Carnevale di Cento (Ferrara) che si terr domenica 19 febbraio. Informazioni e prenotazioni presso la sede di Bolzano, via Aosta 25/a dalle ore 8.30 alle 12 (tel. 0471/508614). ATTIVIT SPORTIVA CON LA UISP Domani 23 gennaio aprono le iscrizioni per il turno febbraio-maggio delle attivit 0-6 anni della Uisp. Numerosi i corsi proposti sia in piscina che in palestra. Le iscrizioni si possono effettuare di persona in ufficio (via Dolomiti 14) oppure tel. 0471/300057. TRENO DELLA MEMORIA SU RAI 3 Oggi, alle ore 9.45, allinterno della trasmissione Passepartout su Rai 3 regionale verr trasmesso il video Treno della memoria, girato lo scorso anno coi ragazzi altoatesini. PROFESSIONI SOCIALI, ORARI SEDE Gli uffici dellAssociazione provinciale delle professioni sociali in via Kolping 3 sono aperti dal luned al gioved dalle 10 alle 12 ed il venerd dalle 14 alle 16, tel. 0471/054814.

VARIABILE

NUVOLOSO

PREVISIONI PER OGGI

Il Sole sorge alle 07.50 e tramonta alle ore 17.02


 TEMPERATURE MIN MAX AOSTA 6 10 BARI 6 11 BERGAMO 0 9 BOLOGNA -5 2 BRESCIA -3 7 CAGLIARI 13 15 CATANIA 9 17 FERRARA 0 2 FIRENZE 3 10 FORL -3 8 GENOVA 7 15 MILANO 1 7 NAPOLI 6 14 OLBIA 13 16 PALERMO 14 15 PARMA -4 0 ROMA FIUM. 4 14 TORINO 3 12 TREVISO -2 8 VENEZIA -3 8

La Luna sorge alle ore 06.55 e tramonta alle ore 16.27


 IN REGIONE BOLZANO BRESSANONE BRUNICO MERANO EGNA PLOSE SILANDRO VIPITENO DOBBIACO BRENNERO TRENTO ROVERETO PERGINE ARCO CLES RIVA D. GARDA BORGO VALS. S. MICHELE a/A STORO PASSO TONALE MIN MAX 0 6 -2 5 -4 3 0 5 -1 5 -12 -7 0 3 -2 1 0 -2 -3 0 0 6 1 7 -3 6 1 7 0 2 1 7 0 6 1 6 0 7 0 1

Al Nord, poco nuvoloso con locali nubi basse su Liguria in diradamento nel corso del giorno. Al Centro e Sardegna, al mattino nubi e deboli piogge su versante tirrenico seguito da ampie schiarite, estese a tutto il centro. Al Sud e Sicilia, nuvolosit in aumento

ALTO ADIGE

VIVIBOLZANO

DOMENICA 22 GENNAIO 2012

37

I RICORDI DELLA NAIA

Renzo Ondertoller in fianco al plotone di artiglieri del Gruppo Verona, Aquila 1972; sopra, 2 artiglieria da montagna a Misurina; al centro lallora ten. Ferdinando Minniti (1963)

di Davide Pasquali
BOLZANO. Mancano centodieci giorni. Lo si evince dal sito web ufficiale delladunata nazionale degli alpini, www.adunatabz2012.it, sul quale stato approntato un conto alla rovescia virtuale. Sul sito, una vera miniera di notizie, si scova un po di tutto, compresi diversi racconti scelti, fra i tanti recapitati in questi mesi per il concorso. Veci che raccontano le loro storie alpine di guerra, di pace, di soccorsi eccetera. Sul sito per stato pubblicato anche il programma di massima delladunata. Venerd 11 maggio si inzier con lalzabandiera in piazza Mazzini. Poi si deporranno corone dalloro al cimitero militare di San Giacomo. A seguire, lincontro fra presidente Ana e presidenti delle sezioni estere. Poi arriveranno in citt i gonfaloni di tutti gli enti locali, il labaro dellAna e la bandiera di guerra. Per tutto il giorno cori e fanfare, e manifestazioni di caratte-

Al Druso lancio di par e messa per i caduti Mancano 110 giorni


Adunata: si parte con lalzabandiera in piazza Mazzini Cittadella alpina sul Talvera. La Haydn allAuditorium

Sul lago di Braies (ghiacciato) nellaprile del 1969, il terzo da sinistra Roberto Gerola di Pergine, comandante plotone mortai da 120 mm inizier con lammassamento e la resa degli onori iniziali. A partire dalle 9, sfilamento e resa onori alla tribune Vip di piazza Tribunale. Lo scioglimento, verso le 19. Tradotto, 10 ore secche di sfilata, per 90 mila alpini. Infine, il passaggio della stecca e lammainabandiera. Il vescovo Muser ha promesso che domenica mattina officer una messa ad hoc proprio per le penne nere. Le vostre foto. Mandateci le foto sulla e-mail alpini2012@altoadige.it.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Claudio Zucal nel 1973-74 Stefano Pagani a Monguelfo, novembre 1999; Enrico Broccanello in Vaticano nel 1984

re alpino. Il sabato 12 inizier con la visita del presidente al Son, seguito dallincontro con le delegazioni Ana estere, lIfms e i militari stranieri. Poi ci sar il lancio di paracadutisti alpini allo stadio Druso. E verr inaugurata la cittadella alpina sul

Sergio Divina con il gruppo artiglieria di montagna Vicenza a Brunico, 1976 con Claudio Lotti, al centro

Talvera. Al Druso ci sar anche una messa in suffragio di tutti i caduti. AllAuditorium di via Dante si terr un concerto della orchestra Haydn. In tutta la citt, ma anche nel resto della provincia, concerti delle fanfare ed esibizioni di cori. La domenica

Gianluigi Tomazzolli: dopo i tiri, il meritato rancio; siamo nel 1962

A sinistra, campo invernale sulla Tofana di Rozes nel 1976, Marco Coser sulla sx con la picozza; sopra, Primo Ferrari capogruppo Ana di Gries nel 1964 alla caserma Battisti; a destra, Aulo Mellarini seduto al centro sulla Campagnola col piede sul parafango, battaglione Bolzano, 6 Regg. Alpini Vipiteno nel 1957

ZR30

DOMENICA 22 GENNAIO 2012

39

Sopra Sergio Pesce autore del libro su Pacher

Nelle sue tavole il punto dincontro tra le forme imposte del tardo gotico e il vento del Rinascimento che spirava verso nord

ichael Pacher, un artista oltre i confini locali e dal carattere europeo. Di recente uscito il libro La prospettiva in Michael Pacher pubblicato da Feltrinelli. Il lavoro di Sergio Pesce frutto di due anni di ricerche, lungo il suo periodo universitario. Lautore ha svolto varie conferenze sul tema che lo attirava anche per motivazioni personali, perch per met di origini brunicensi. Al suo lavoro si interessata a pi riprese lassociazione Il Telaio di Brunico. In onore a Michael Pacher Pesce ha aperto pure un blog http://mp-fmeditore. blogspot.com Questo libro rivolto a coloro i quali vogliano accostarsi alla figura di Michael Pacher e in particolar modo ai suoi dipinti con una metodologia nuova, figlia della storia della critica darte. Il tema principale , come espresso dal titolo, la prospettiva nelle sue tavole. Aspetto finora mai analizzato approfonditamente, viene illustrato proponendo le opere in bianco e nero, spogliandole spesso dei personaggi in modo da comprendere meglio limpostazione che il maestro diede ai suoi lavori. La mancanza di documentazione e il risicato corpus dopera dellartista del Quattrocento hanno da sempre rappresentato una difficolt per lo storico che si fosse cimentato nello studio di Pacher. Per

UNA NUOVA
MONOGRAFIA

Il libro frutto del lungo lavoro di Sergio Pesce ed incentrato sulla concezione prospettica del tutto personale dellartista

Quel geniaccio di Pacher Feltrinelli lancia il pittore della Val Pusteria


questo motivo Pesce ha inserito, nei capitoli che precedono le analisi tecniche, alcuni argomenti che possono rilevare queste osticit, in alcuni casi risolte con degli aggiornamenti frutto di nuove ricerche storiche. Sul tema relativo al rapporto che questi potrebbe aver avuto con la citt di Padova, lautore ha deciso di argomentare quanto era stato scritto negli anni precedenti e quello a cui era arrivato con la sua indagine. Il risultato mette in luce alcune contraddizioni che appassioneranno certamente i lettori pi curiosi. Per comprendere attivamente cosa si intendesse per prospettiva nel XV secolo sono state inserite delle considerazioni che intendono vagliare in maniera logica come il concetto venne a mutarsi nel tempo. In tutti questi capitoli che precedono il cuore delle indagini, Pesce ha voluto separare le teorie dai fatti realmente accaduti, cercando di tracciare la strada biografica di un artista di valore europeo e al tempo stesso, preparare il lettore ad affrontare con maggior sicurezza il tema trattato. La vera

originalit del suo studio si concretizza nellaver scoperto come Michael Pacher, modific le regole prospettiche in funzione alla storia dipinta. Egli non si limit ad accettare le forme imposte dal tardo gotico allora preminente in tutto il Tirolo meridionale. Anzi, le fuse con il rinnovato clima rinascimentale che egli stesso contribu a portare in val Pusteria, creando uno stile geniale e del tutto soggettivo, tipico delluomo di confine. Per questo non capito e isolato storicamente sino al XIX secolo. La scelta di pubblicare questo libro, che pu apparire in un primo momento per specialisti, nasce dallinteresse che il mondo accademico, le associazioni culturali e il pubblico (intervenuto alle conferenze) ha dimostrato verso il lavoro dellautore.

Sopra Altare coi Padri della Chiesa (1471-1475) di M. Pacher

Lautore, per met brunicense, ha tentato un approccio complesso che deve molto alla storia della critica darte

LUTTO NELLA LETTERATURA

Addio a Consolo, lo scrittore amico di Sciascia

L
Lo scrittore Vincenzo Consolo

o scrittore Vincenzo Consolo morto a Milano dopo una lunga malattia. Legato a Leonardo Sciascia, per lunghi anni consulente editoriale della casa editrice Einaudi per la narrativa italiana aveva raggiunto la grande notoriet nel 1976 con il romanzo rivelazione Il sorriso dellignoto marinaio. Vincenzo Conso-

lo era nato a SantAgata di Militello (Messina) nel 1933. Sesto di otto figli, negli anni Cinquanta si era trasferito a Milano per frequentare la Cattolica dove si laureato in giurisprudenza. Nel 1976 viene chiamato a Palermo dal direttore del giornale LOra, Vittorio Nistic, con il quale gi collaborava da alcuni anni. Conclusa le-

sperienza siciliana, ritorna a Milano mentre esce il romanzo che gli d una grande notoriet: Il sorriso dellignoto marinaio. Nel 1985 pubblica Lunaria e due anni dopo Retablo. Seguiranno Le pietre di Pantalica e Nottetempo casa per casa. Tutte le sue opere hanno la Sicilia come punto di partenza e di approdo.

Lautore presenter il suo libro con le regole doro per una vita sana, domani alle 18 alla Biblioteca Claudia Augusta

ome vivere secondo natura. Ce lo insegna Alberto Fostini con il suo libro Vivere semplice, secondo natura, edizioni Reverdito, 15 euro. Il libro dedicato a tutti coloro che sentono il bisogno di migliorare la qualit della propria vita con regole semplici e alla portata di tutte le persone. Con questopera Fostini intende trasmettere le conoscenze acquisite, quelle che lui definisce i granelli doro, il buon senso delle cose semplici avute in eredit da genitori, nonni, parenti e amici; specialmente dal proprio modo di vivere, fin dalla nascita. stata la scuola della natura, in particolare, a inculcargli tutti quei principi che consentono, oggi, a s, ai famigliari, agli amici e a tutti coloro che lo desiderano di prati-

Il forestale Fostini vi insegna a vivere secondo natura


care uno stile di vita che ti dar piacere e gioia, ti restituir il vero benessere e larmonia mentale e spirituale (cos scrive nella nota dellautore). Si tratta di un viaggio lungo un secolo, oltre la vita di una persona. Un viaggio a ritroso, fantastico e reale, che ci mostra, come in un film, epoche recenti nel contesto storico ma estremamente lontane nel concetto di vita dei giovani doggi. Nostalgia del tempo che fu? Forse. Di certo, il rimpianto di un modo di vivere semplice, genuino e naturale. La seconda e maggior parte del libro dedicata allalimentazione. Quella di tutti i giorni, quella sana, quella che determina non solamente il mantenimento del nostro corpo ma che ci permette di vivere pi sani e pi felici. Si tratta di unanalisi, a volte spietata, di tutto ci che ci circonda, di ci che va bene e di ci che non va bene, dello stretto rapporto fra noi e tutto il restante, dei fattori essenziali della salute del corpo e dellanima. Quindi, in modo pratico, delle sostanze pi o meno indicate al nostro organismo, delle combinazioni alimentari, delle piante, delle erbe, delle sostanze tossiche, della disintossicazione, dellambiente di vita, dellaria pura e molte altre cose. Infine, un ricco ricettario di piatti gustosi e digeribili, sani e perfetti per

Alberto Fostini con la moglie Ingrid

mantenere e/o riacquistare la gioia della tavola, il benessere della nostra vita. Alberto Fostini nato a Bressanone il 6 luglio 1953 e vive a Caldaro. Ha frequentato una scuola professionale per lagricoltura e le foreste. Dopo aver lavorato per diversi anni presso unindustria per la lavorazione del legno, stato assunto presso la Provincia di Bolzano con la qualifica di Ispettore forestale. Da poco tempo in pensione, ma la sua vita sempre piena di interessi. anche naturopata diplomato. Il libro verr presentato domani, ore 18, alla biblioteca Claudia Augusta, in via Mendola 5 a Bolzano. Presente lautore con interventi di Massimiliano Bona, giornalista dellAlto Adige.

40

DOMENICA 22 GENNAIO 2012

LA DOMENICA DI CULTURA E SPETTACOLI

ALTO ADIGE

AL TEATRO CRISTALLO
BOLZANO

LOrcheXtra Terrestre questoggi in concerto a Bolzano

CINEMACLUB LA COMUNE
Liceo Scientifico, via Rovigo 42 Almanya - La mia famiglia va in Germania di Yasemin Samdereli con V. Erincin, L. Huser, M.-A. Algrand - Ore: 19 Midnight in Paris di Woody Allen con Adrien Brody - Ore: 19 The Artist di M. Hazanavicius con John Goodman - Ore: 21 Auditorium ITI, via Guncina The Artist di Michel Hazanavicius con John Goodman, Penelope Ann Miller, Missi Pyle, James Cromwell - Ore: 16 e 18

BOLZANO. Atterra oggi (ore 18) al Teatro Cristallo di Bolzano lastronave arcobaleno dellOrcheXtra Terrestre, il gruppo multietnico nato a Trento nel 2005 da un idea del maestro Corrado Bungaro. Dopo il concerto, per chi ha fame non solo di buona musica, cena indiana a cura di Altro Catering presso i locali del centro giovani Corto circuito (ore 20.30, prezzo 15 euro, prenotazione obbligatoria con e-mail a ilmondoinpappaV gmail.com). Lo spettaco loconclude la settimana di eventi organizzata in occasione della Giornata mondiale del migrante e del rifugiato. Gi esauriti i 436 posti del Teatro Cristallo. Per chi volesse comunque tentare, pu provare a mettersi in fila (dalle 17.45) agli ingressi: in caso di defezioni, dalle 18 i biglietti non ritirati verranno infatti rimessi gratuitamente a disposizione del pubblico. Il nostro non un circo degli stranieri, ma un progetto che da sette anni fa incontrare lingue e culture diverse, comprese quelle della tradizione italiana, con esiti che spesso sorprendono anche noi, cos Corrado Bungaro, nato a Trento nel 1969 e inventore delOrcheXtra Terrestre. Siamo nati nel 2005, su impulso del Comune di Trento, nel momento dellesplosione delle orchestre multietniche. Come a Roma lOrchestra di piazza Vittorio, celebrata da un fortunato documentario. Loro sono un punto di

CINEPLEXX
Via Macello, 53/A - Telefono: 0471/054550 (www.cineplexx.bz.it) IN LINGUA ITALIANA Benvenuti al Nord di L. Miniero - Ore: 14, 16.15, 18.30 e 20.45 Alvin Superstar 3 - Si salvi chi pu! animazione - Ore: 14.10 Il Gatto con gli stivali (3D) film danimazione - Ore: 14.30 Immaturi - Il viaggio di Paolo Genovese con R. Boca - Ore: 15 Lora nera (3D) di Chris Gorak con Emile Hirsch, Olivia Thirlby, Rachael Taylor, Max Minghella - Ore: 16 e 21.10 Lincredibile storia di Winter il delfino (3D) - Ore: 16.20 Underworld - Il risveglio (3D) di Mans Marlind e Bjrn Stein con Kate Beckinsale, Stephen Rea - Ore: 16.30, 18.40 e 21 Non avere paura del buio di Troy Nixey con Katie Holmes, Guy Pearce, Bailee Madison, Alan Dale - Ore: 20.45 IN LINGUA TEDESCA Alvin und die Chipmunks 3 - Chipbruch - Um 14 Uhr Mein Freund, der Delfin (3D) von C.M. Smith - Um 14 Uhr Der gestiefelte Kater (3D) animation - Um 14.15 u. 16.15 Uhr Ziemlich beste Freunde - Um 16, 18.15 u. 20.30 Uhr The Help von Tate Taylor mit E. Stone - Um 17.30 u. 20.20 Uhr Rubbeldiekatz von Detlev Buck - Um 17.50 u. 20.10 Uhr J. Edgar von Clint Eastwood mit L. DiCaprio - Um 18.10 Uhr Sherlock Holmes - Spiel im Schatten - Um 18.40 Uhr

Oggi a Bolzano, gi esauriti i biglietti. Il direttore Bungaro: Una combinazione di tradizioni differenti

OrcheXtra Terrestre, musica dal mondo


Il gruppo multietnico tra canzoni italiane e suoni dai Balcani e dal Maghreb
riferimento per tutti noi, anche se il maestro Mario Tronco ammette di invidiarci molto il nome del gruppo, ancora Bungaro. Gi, perch lastronave arcobaleno dellOrcheXtra terrestre, nome quanto mai azzeccato, di viaggi in questi sette anni ne ha gi fatti parecchi, e di spazio da esplorare ce n ancora tanto. Fin dai primi passi di questa avventura - spiega Bungaro - abbiamo capito che non ci interessava creare un circo degli stranieri, una pura vetrina per mettere in mostra rappresentanti dei vari continenti. Il nostro prova a essere un progetto multietnico, o interculturale, che non vuole dimenticarsi della ricchezza musicale italiana: non un caso che uno dei nostri cantanti sia pugliese, o che in scena ci sia un suonatore ladino con una ghironda. Le combinazioni tra le tradizioni italiane e le musiche dal mondo ci portano in direzioni spesso diverse da quelle che avevamo immaginato. LOrchExtra terrestre in questi sette anni cambiata spesso: Siamo una porta girevole di musicisti. Alcuni musicisti stranieri che erano con noi si sono allontanati dalla regione per motivi di lavoro, altri sono entrati. Siamo costretti a non rimanere fermi. Il concerto odierno vedr in scena il direttore Bungaro con 14 elementi. Undici i brani in scaletta, in parte originali e in parte rivisitazioni di melodie tradizionali. LOrcheXtra Terrestre attinger ai due album gi realizzati (Musiche dellaltro mondo e Lingue del Cuore), ma non mancheranno alcune nuove composizioni presentate per la prima volta al pubblico. Il genere spazia dalla tradizione musicale regionale italiana alle atmosfere del Maghreb, dai suoni dei Balcani a quelli dellAfrica, dellIndia e dellAmerica latina con sorprendenti contaminazioni.

LA ROCKSTAR

Vasco Rossi, sessantanni e le scelte per il futuro


ROMA. Forse ora che sta per compiere 60 anni (il compleanno il 7 febbraio) Vasco Rossi comincia a chiedersi cosa vuole fare da grande. Lindizio pi evidente di questa nuova possibile fase nellormai celebre dichiarazione in cui ha espresso il desiderio di dimettersi da rockstar. A parte il delicato momento di salute che stava attraversando allepoca dellannuncio, sembra evidente che una persona abituata ad andare a fondo nei ragionamenti come lui rifletta sul suo ruolo di vate del rock. Da anni ormai Vasco, sia dal punto di vista della carriera, sia da quello della capacit di incidere sulla pubblica opinione, ha raggiunto uno status che lo pone in una posizione di privilegio rispetto ai suoi colleghi italiani. La storia ha dimostrato che, al contrario di quel che si pensava nei Sixties, i sessantanni per un rocker non sono un traguardo che coincide con il pensionamento della creativit. Magari, pi semplicemente, possono essere loccasione per prendersela un po pi comoda.

EDEN
Via L. da Vinci, 8 - Tel.: 0471/978514 (www.cinemaeden.bz.it) Benvenuti al Nord di Luca Miniero con Claudio Bisio, Alessandro Siani, A. Finocchiaro, V. Lodovini - Ore: 15, 17.30 e 20

FILMCLUB - CAPITOL
Via Dr. Streiter, 8/d - Telefono: 0471/974295 (www.filmclub.it) IN LINGUA ITALIANA E ora dove andiamo? di Nadine Labaki con Claude Msawbaa, Layla Hakim, N. Labaki, Y. Maalouf - Ore: 15.45, 18 e 20.15 La talpa di Tomas Alfredson con Gary Oldman - Ore: 20.30 J. Edgar di Clint Eastwood con Leonardo DiCaprio - Ore: 21 IN LINGUA TEDESCA Das fliegende Klassenzimmer von T. Wigand - Um 16 Uhr Sommer der Gaukler - Um 16.30 u. 19 Uhr Empire Me - Der Staat bin ich von Paul Poet - Um 18.30 Uhr

RAINERUM Via Cappuccini, 15 Il figlio di Babbo Natale film danimazione - Ore: 15 CALDARO FILMTREFF
Happy Feet 2 (3D) animation von George Miller - Um 18 Uhr Zwei an einem Tag von Lone Scherfig - Um 20.30 Uhr

BRESSANONE STELLA
Via Mercato Vecchio, 8 - Telefono: 0472/836408 IN LINGUA ITALIANA Benvenuti al Nord di Luca Miniero con Claudio Bisio, Alessandro Siani, A. Finocchiaro, V. Lodovini - Ore: 16.30, 18.30 e 20.30 IN LINGUA TEDESCA Der gestiefelte Kater (3D) von Chris Miller - Um 14 Uhr

Der Sommer der Gaukler girato in Alto Adige

Il film di Rosenmller in anteprima al Filmclub Nel Whos who ci sono Bertagnolli e Schweigkofler
di Daniela Mimmi
BOLZANO. Anna Maria Chiuri, Gemma Bertagnolli, Giulio Mastrototaro, Nicola Ulivieri e un doppio Manfred Schweigkofler. Sono questi i magnifici cinque della musica classica della nostra regione, secondo People, lallegato uscito questo mese insieme alla rivista Classic Voice, in cui c tutto il whos who della musica classica ai pi alti livelli. Le due altoatesine Gemma Bertagnolli, con bellissima foto, Anna Maria Chiuri e il trentino Nicola Ulivieri sono citati tra i cantanti pi bravi dItalia. Con loro c anche Giulio Mastrototaro, bolzanino dadozione e diplomato presso il nostro Conservatorio. Manfred Schweigkofler viene citato due volte: come regista e come sovrintendente. Grande soddisfazione per tutti quanti, naturalmente. Ancora una volta abbiamo la prova che ci sono degli altoatesini e dei trentini che giocano in Serie A. - afferma Schweigkofler - E importante che la gente lo sappia, soprattutto qui da noi. In pochi si rendono conto che qui ci sono dei veri e propri talen-

Classic Voice, i magnifici 5 della regione

BRUNICO ODEON CINECENTER


Via Villa del Bosco, 1 - Tel.: 0474/554299 (www.odeonkino.com) IN LINGUA ITALIANA Benvenuti al Nord di L. Miniero con C. Bisio-Ore: 18.30 e 20.30 IN LINGUA TEDESCA Alvin und die Chipmunks - Chipbruch - Um 14 Uhr Der gestiefelte Kater (3D) animation - Um 14 u. 16.15 Uhr Ziemlich beste Freunde - Um 16.15 u. 18.30 Uhr J. Edgar von Clint Eastwood mit L. DiCaprio - Um 20.30 Uhr

TRENTO MULTISALA ASTRA Corso Buonarroti, 14 - 0461/829002 Almanya - La mia famiglia va in Germania di Y. Samdereli con V. Erincin, L. Huser, M.-A. Algrang - Ore: 16, 19 e 22 La talpa di T. Alfredson con T. Hardy - Ore: 16.30, 19 e 21.30 Shame di Steve McQueen con Michael Fassbender, Carey Mulligan, James Badge Dale, Nicole Beharie - Ore: 18 e 20 J. Edgar di Clint Eastwood con Leonardo DiCaprio, Naomi Watts, Armie Hammer, Judi Dench, J. Lucas - Ore: 16.15 e 21 MODENA Via S. Francesco, 6 - Tel.: 0461/260399 Alvin Superstar 3 - Si salvi chi pu! - Ore: 15.20 e 17.10 Lincredibile storia di Winter il delfino (2D) - Ore: 15.10 Underworld - Il risveglio (3D) - Ore: 15.20, 19.40 e 21.40 The Help di Tate Taylor con Emma Stone, S. Spacek - Ore: 19 La chiave di Sara di G. Paquet-Brenner con Kristin Scott Thomas, Mlusine Mayance, Niels Arestrup - Ore: 17.20 Benvenuti al Nord di Luca Miniero con C. Bisio - Ore: 17.30 Immaturi - Il viaggio di Paolo Genovese - Ore: 19.30 e 21.40 Non avere paura del buio di Troy Nixey - Ore: 21.40 NUOVO ROMA Via 3 Novembre, 35 - Tel.: 0461/915398 Il Gatto con gli stivali (3D) film danimazione - Ore: 16 e 17.50 Lora nera di Chris Gorak con Emile Hirsch - Ore: 19.40 e 21.30 SUPERCINEMA VITTORIA Via Manci, 72 - 0461/235284 Benvenuti al Nord di Luca Miniero - Ore: 16.30, 18.45 e 21

La prima al Filmclub di via Streiter a Bolzano BOLZANO. Il film del regista bavarese Marcus H. Rosenmller Der Sommer der Gaukler si reso pieno protagonista in via Streiter a Bolzano. A seguito della premiere di Monaco, il regista ha infatti personalmente presentato in anteprima nazionale la pellicola al Filmclub di Bolzano, proprio in via Streiter, location scelta nel settembre 2010 per le riprese assieme ad alcune localit della Val Venosta e della Val di Vizze. Su proposta dellassessore provinciale alleconomia Thomas Widmann la produzione ha ottenuto per la realizzazione del film il supporto del Fondo altoatesino e ha goduto del pieno sostegno del Business Location Sdtirol - Alto Adige (Bls).

Gemma Bertagnolli ti. Gemma Bertagnolli ovviamente molto orgogliosa del fatto che Classic Voice labbia inserita tra i cantanti migliori dItalia, ma anche un po delusa perch qui non se ne accorge nessuno. La mia vita artistica si svolta e si svolge al di fuori da Bolzano. Sono contenta che ci si accorga anche qui che ci sono dei talenti, ma che sono costretti a disperdersi per il mondo. Da un lato per me stato un bene, perch questo mi ha dato la possibilit di cantare in tutto il mondo. Dal Giappone mi hanno chiesto la rassegna

Manfred Schweigkofler stampa e mi rendo conto che hanno parlato di me decine di giornali, alcuni dei quali non so leggerli perch non conosco la lingua, evidenzia Gemma Bertagnolli. A Bolzano hanno sempre fatto scelte diverse, non so perch. Canto da 40 anni in tutto il mondo, vorrei portare le mie conoscenze e le mie capacit nella mia citt, ma pare che non interessino a nessuno. Questa contingenza secondo me ci fa bene: forse d la possibilit di capire cosa va salvato, chiude Bertagnolli.
RIPRODUZIONE RISERVATA

ALTO ADIGE

OGGI IN TV

DOMENICA 22 GENNAIO 2012

41

Programmi di oggi

Film & Telefilm di oggi

Domenica In - LArena
L'approfondimento sui temi di cronaca e attualit a cura di Massimo Giletti con testimonianze, contributi filmati e interventi di esperti e ospiti in studio. Novit della stagione il format Due contro tutti.
RAI 1, ORE 14.00

Presa diretta
Appuntamento con il giornalismo dinchiesta per scavare in presa diretta nella notizia. Riccardo Iacona e la sua squadra ci raccontano senza filtri e da differenti punti di vista fatti di cronaca e attualit.
RAI 3, ORE 21.30

La Domenica Sportiva
Le immagini e i commenti sulla giornata calcistica appena conclusa e gli eventi sportivi pi importanti del weekend, con servizi filmati e interviste. Conduce Paola Ferrari.
RAI 2, ORE 22.35

Il nemico alle porte

Il restauratore
Basilio sembra intenzionato a lasciare lattivit, ma il contatto con un mobiletto lo scuote con una nuova luccicanza: una persona precipita dallestremit di un palazzo in costruzione...
RAI 1, ORE 21.30

Stalingrado, 1942. Nella citt sovietica si sta combattendo. Dopo una serie di sconfitte l'Unione Sovietica sull'orlo del collasso e la perdita della citt a vantaggio degli invasori assicurerebbe la vittoria.
LA 7, ORE 21.30

Un poliziotto alle elementari


John un poliziotto incaricato di rintracciare moglie e figlioletto di un pericoloso trafficante di droga. Dopo il divorzio, la donna si rifugiata nella cittadina di Astor...
RETE 4, ORE 21.30

The Medallion
Eddie Yang, detective di Honk Kong coinvolto in un incidente quasi mortale che ha a che fare con un misterioso medaglione, si ritrova trasformato in un guerriero immortale.
ITALIA 1, ORE 19.40

RAI 1
6.00 Quello che Approfondimento 6.30 UnoMattina in famiglia Variet. Conducono Tiberio Timperi e Miriam Leone 9.30 TG1 L.I.S. News 9.35 Easy Driver Rubrica Con Ilaria Moscato e Marcellino Mariucci 10.00 Linea verde orizzonti Rubrica 10.30 A Sua immagine Rubrica religiosa Conduce Rosario Carello 10.55 Santa Messa Evento religioso 12.00 Recita dellAngelus Evento religioso 12.20 Linea verde Rubrica 13.30 TG1 News 14.00 Domenica In LArena Talk show Con Massimo Giletti 16.25 Che tempo fa Meteo 16.30 TG1 News 16.35 Domenica In Cos la vita Variet 18.50 Leredit Gioco 20.00 TG1 News 20.35 Rai TG Sport News 20.40 Soliti ignoti Gioco

RAI 2
6.00 Cuori rubati Soap (2002) 6.30 RaiEdu Lampi di genio in tv Rubrica 7.00 Cartoon Magic Cartoni animati 9.20 Social King Gioco 10.10 Ragazzi c Voyager Documentario 10.50 A come Avventura Documentario Conduce Alessandra Barzaghi 11.30 Mezzogiorno in famiglia Variet. Condotto da Amadeus, Laura Barriales, Sergio Friscia 13.00 TG2 Giorno News 13.30 TG2 Motori Rubrica 13.40 Meteo 2 Meteo 13.45 Quelli che... aspettano Variet 15.40 Quelli che il calcio Variet 17.05 TG2 Flash L.I.S. News 17.10 Stadio Sprint Rubrica sportiva Con Enrico Varriale 18.00 90 Minuto Rubrica sportiva Conduce Franco Lauro 19.35 Lasko Telefilm (2009) 20.30 TG2 News

RAI 3
6.00 Fuori Orario. Cose (mai) viste Contenitore 7.10 La grande vallata Telefilm (1965) 8.00 La signora Miniver Film/Drammatico (Italia 1942) 10.05 Doc Martin Telefilm (2004) 10.55 TGR Estovest Rubrica 11.15 TGR Mediterraneo 11.40 TGR RegionEuropa 12.00 TG3 - Rai Sport Notizie 12.25 TeleCamere Talk show 12.55 Prima della Prima Cultura 13.25 Il Capitale di Philippe Daverio Cultura 14.00 TG Regione News 14.15 TG3 News 14.30 In 1/2 h Attualit 15.30 TG3 L.I.S News 15.35 Alle falde del Kilimangiaro Documentario 17.55 Per un pugno di libri Gioco 18.55 Meteo 3 Meteo 19.00 TG3 News 19.30 TG Regione News 20.00 Blob Rubrica 20.10 Che tempo che fa Talk show

RETE 4
7.00 Media shopping Televendita 7.30 Zorro Telefilm (1957) 8.35 Dolomiti bellunesi Documentario 9.10 Magnifica Italia Documentario 9.45 S. Messa Evento religioso 11.00 Pianeta Mare Documentario 11.30 TG4 - Telegiornale 11.54 Meteo Meteo 11.58 TG4 - Telegiornale 12.00 Melaverde Rubrica 13.20 Pianeta Mare Documentario 14.00 DonnAvventura Reality 14.45 Airport 80 Film/Catastrofico (USA 1979) 15.32 TGCom News 15.35 Meteo Meteo 16.50 Walker Texas Ranger: pericolo nellombra Film/Azione (USA 1993) Con Chuck Norris, Clarence Gilyard 18.55 TG4 - Telegiornale 19.19 Meteo Meteo 19.23 TG4 - Telegiornale 19.35 Tempesta damore Soap (2005)

CANALE 5
6.00 7.55 7.57 8.00 8.50 9.42 10.00 10.30 Prima Pagina News Traffico News Meteo 5 Meteo TG5 - Mattina News Le frontiere dello spirito Rubrica TGCom News Finalmente soli Sit com Lamore in gioco Film/Commedia (USA 2005) Con Drew Barrymore, Jimmy Fallon, Jason Spevack Grande Fratello Reality TG5 News Meteo 5 Meteo Grande Fratello Reality Se cucini ti sposo Film/Commedia (USA 2000) Di Sharon von Wietersheim. Con Nastassja Kinski, Timothy Dalton, Kevin Zegers, Cameron Finley Domenica 5 Variet Con Federica Panicucci The money drop Gioco Con Gerry Scotti TG5 News Meteo 5 Meteo Paperissima Sprint Show

ITALIA 1
7.50 Spongebob Cartoni 8.40 Tin Tin Cartoni animati 9.10 Ben 10: forza aliena Cartoni animati 10.00 Beyblade metal master Cartoni animati 10.25 Action man A.T.O.M. II Alpha Teens of machines Cartoni 10.55 Power Rangers Samurai Cartoni 11.25 Yu Gi Oh! 5ds Cartoni 11.50 Gaiking - Legend of Daiku-Maryu Cartoni 12.15 Maledetti scarafaggi Cartoni animati 12.25 Studio Aperto News 12.58 Meteo Meteo 13.00 Guida al campionato Rubrica sportiva 14.00 Il magico tesoro di Loch Ness Film/Avventura (Ger/Austria 2008) 16.00 Air Bud - Campione a quattro zampe Commedia (USA/Can 1997) 18.00 The middle Telefilm (2009) 18.30 Studio Aperto - Meteo 19.00 Mr Bean Telefilm (1990) 19.40 The Medallion Azione (USA/Hong Kong 2003)

LA 7
6.00 TG La7 Meteo News 6.55 Movie Flash Rubrica 7.00 Omnibus Talk show 7.30 TG La7 News 7.50 Omnibus Talk show 10.00 M.O.D.A. Costume Con Cinzia Malvini 10.40 Una nuova vita per Zoe Telefilm (2003) 11.35 Ti ci porto io Rubrica Condotto da Gianfranco Vissani e Michela Rocco di Torrepadula 13.30 TG La7 News 14.05 Ma anche no Variet Conduce Antonello Piroso 17.05 Movie Flash Rubrica 17.10 Mosquito Coast Film/Avventura (USA 1986) Di Peter Weir. Con Harrison Ford, Helen Mirren, River Phoenix, Martha Plimpton 19.00 The show must go off Domenica Show 20.00 TG La7 News 20.30 In onda Attualit Conducono Luca Telese e Nicola Porro

DEEJAY TV
6.00 Coffee & Deejay Weekend Musicale 9.45 Deejay Hits Musicale 13.30 Glam djette Musicale 13.55 Deejay TG News 14.00 Lato C Talent show 15.00 The flow best of 15.55 Deejay TG News 16.00 Deejay Hits Musicale 18.00 Rock Deejay best of 18.55 Deejay TG News 19.00 Fino alla fine del mondo Documentario 20.00 Deejay Music Club 20.15 The italian experience 20.30 Via Massena 2 best of Sitcom 21.30 Platinissima presenta Good Evening best of Show 22.30 Deejay chiama Italia Remix Musicale 0.30 Shuffolato 2.0 Viaggi

12.45 13.00 13.39 13.40 14.00

16.15 18.50 20.00 20.39 20.40

MTV
8.00 Karaoke Box Musicale 9.00 Teen Mom Docureality 10.00 Teenager in crisi di peso Docureality 11.00 Hard Times Telefilm 12.00 I soliti idioti Show 13.00 Flash Prank Show 14.00 Teen Mom Docureality 16.00 MTV News News 16.05 Teen Mom Docureality 17.00 MTV News News 17.05 Teen Mom Docureality 18.00 MTV News News 18.05 Teen Mom Docureality 19.00 MTV News News 19.05 Teen Mom Docureality 20.00 I soliti idioti Show 21.00 MTV News News 21.00 Teenager in crisi di peso Docureality 22.00 Chelsea Settles: una vita XXL Telefilm 23.00 Speciale MTV News: Story of The Week News 0.00 I soliti idioti Show

21.30
Il restauratore
MINISERIE. (2012) Con Lando

21.05
N.C.I.S.
TELEFILM. (2003) Con Mark

21.30
Presa diretta
INCHIESTE. Immondizia zero.

21.30
Un poliziotto alle elementari
FILM/COMMEDIA. (USA 1991)

21.30
CentoVetrine
SOAP. (Italia 2001) Con Roberto

21.30
Chiambretti Sunday Show - La muzika sta cambiando
SHOW. In prima serata il nuovo

21.30
Il nemico alle porte
FILM/GUERRA. (USA/UK/Ger 2000)

Buzzanca,Martina Colombari, Paolo Calabresi,Beatrice Fazi, Marco Falaguasta. 23.40 Speciale TG1 Approfondimento 0.45 TG1 Notte News 1.10 XXI Secolo - Testimoni e protagonisti Rubrica 2.25 Sette Note - Musica e Musiche Rubrica 2.45 Cos la mia vita... Sottovoce Rubrica Condotto da Gigi Marzullo

Harmon, Michael Weatherly, Pauley Perette, David McCallum. 21.45 Charlies Angels Telefilm (2011) 22.35 La Domenica Sportiva Rubrica sportiva Conduce Paola Ferrari 1.00 TG2 News 1.20 Protestantesimo Rubrica religiosa 1.50 Meteo 2 Meteo 2.00 ER - Medici in prima linea Telefilm (1994)

Conduce Riccardo Iacona.

Con Arnold Schwarzenegger, Penelope Ann Miller. 23.35 TG3 News 23.45 TG Regione News 23.50 Lilit - In un mondo migliore Show Condotto da Debora Villa 0.50 TG3 News 1.00 TeleCamere Talk show 1.50 Meteo 3 Meteo 1.55 Fuori Orario. Cose (mai) viste Contenitore 23.40 Cera una volta in Messico Film/Azione (USA 2002) Con Antonio Banderas, Salma Hayek, Johnny Depp, Willem Dafoe, Ruben Blades, Eva Mendes, Mickey Rourke 1.35 TG4 Night News 2.00 N-io e napoleone Film/Commedia

Alpi, Daniela Fazzolari, Pietro Genuardi, Igor Barbazza,Alex Belli, Linda Collini. Terra! Attualit TG5 - Notte News Meteo 5 Meteo Paperissima Sprint Show 1.45 Prendimi lanima Film/Drammatico (Italia 2001) Con Iain Glen, Emilia Fox, Craig Ferguson, Caroline Ducey 23.30 0.30 0.59 1.00

show di Piero Chiambretti. 0.20 Controcampo - Linea Notte Rubrica sportiva 1.35 Poker1mania Show 2.25 Riprendimi Film/Commedia (Italia 2008) Con Alba Rohrwacher, Marco Foschi,Valentina Lodovini, Stefano Fresi 4.10 Media shopping Televendita

Con Jude Law,Ed Harris,Joseph Fiennes,Rachel Weisz,Bob Hoskins. 23.50 TG La7 News 0.00 Messico in fiamme Film/Drammatico (URSS/Mex/Italia 1982) Di Sergej Bondarchuk. Con Franco Nero, Ursula Andress, Jorge Luke, Jorge Reynoso 2.20 Movie Flash Rubrica 2.25 Bookstore Rubrica 3.10 Omnibus Talk show

RADIO UNO
7.35 Culto Evangelico 8.00 GR1 8.28 Radio1 Sport 8.35 Il viaggiatore 9.30 Santa Messa 10.10 Area di servizio 10.35 La bellezza contro le mafie 11.00 GR1 11.05 Oggi Duemila. La Bibbia 12.15 GR Regione 12.25 Domenica Sport 14.50 Tutto il calcio minuto per minuto - Serie A 18.30 Pallavolando 19.00 GR1 19.25 Tutto Basket 20.05 Ascolta, si fa sera 20.10 Domenica Sport 20.45 Posticipo Serie A 23.30 GR1 Motori 23.40 LArgonauta 23.50 Oggi Duemila. La Bibbia 0.00 Il giornale della mezzanotte 0.28 Brasil: musica e cultura del Brasile contemporaneo

RADIO DUE
6.00 Tiffany 7.30 GR2 7.53 GR Sport 8.00 Black Out 9.00 Ottovolante 10.00 610 Weekend 11.00 Radio2 Social Club 12.30 GR2 12.50 GR Sport 13.00 Astrologica 13.30 GR2 14.00 Hit Parade Eurosonic 14.45 Circo Massimo 17.00 Nessuno perfetto 18.00 Radio2 Days 19.30 GR2 19.45 GR Sport 19.50 On the road 19.57 Catersport 21.00 Pop Corner 23.00 Babylon 0.30 Musical Box 2.00 Juke Boxe allidrogeno 5.00 Twilight (radio)

RADIO TRE
6.53 Radio3 Mondo 7.15 Prima Pagina 8.45 GR3 9.00 Radio3 Suite 9.30 Uomini e profeti 10.15 File Urbani. Remix 10.45 GR3 10.50 Radio3 Scienza 11.20 A3: Il formato dellarte 11.50 I concerti del Quirinale di Radio3 13.00 Locchio e lorecchio 13.45 GR3 14.00 Le Musiche della vita 14.50 Radio3.rai.it 15.00 Zaz. Arte, musica, spettacolo 16.45 GR3 16.55 Domenica in concerto 18.00 La grande radio 18.45 GR3 19.00 Cinema alla radio 20.15 Radio3 Suite 23.30 Due sulla strada 0.00 Battiti 1.30 Notte Classica

RADIO DEEJAY
6.00 Deejay Podcast 7.00 Megajay 10.00 Deejay chiama Italia 12.00 Deejay Sport Village 14.00 Weejay 18.00 Rudy Sunday 20.00 The network TV 21.00 Deejayography 23.00 Cordialmente 0.00 Dee Notte 1.00 Ciao Belli 2.00 Deejay Podcast 5.00 Deejay chiama Italia

RADIO CAPITAL
6.00 Capital Re-wind 7.00 Breakfast in the world 9.00 Buone Notizie 12.00 Capital Re-wind 13.00 Super capital 14.00 Soul Tracks 15.00 Parole note 16.00 Playlist (radio) 18.00 Take Away 20.00 Vibe 21.00 Whatever 22.00 Classic Today Hit Parade 23.00 Heart and Song 0.00 Capital Gold

RADIO M2O
7.00 Musica allo stato puro 12.00 Musica allo stato puro 14.00 Musica allo stato puro 16.00 M2O Club Chart 17.00 Musica allo stato puro 20.00 Less Conversation 21.00 G.D.C. Back to Back 22.00 Main Room 23.00 ReMemo 1.00 To the club

RADIO

A cura di Italia Media

www.italiamedia.it

IRIS
15.00 16.15 16.45 17.30 18.30 18.45 19.00 19.30 22.15 22.30 23.00 0.00 Alto Adige News Sorrisi e canzoni Regione oggi Replica Tg Cronache regionale In Provincia Tg Alto Adige Notizie A tutto capo Tg Ladino Notiziario Tg Alto Adige Notizie A tutto campo Rubrica Tg Notte Alto Adige 6.00 Tg 33 Notizie 9.00 Millevoci 13.15 7 News Magazine Cronaca e attualit 14.00 7 News (replica) 14.30 Infomercial 15.30 AdnKronos 17.00 7 News (replica) 19.30 7 News (replica) 20.00 Provincia 7 22.30 7 News (replica) 23.00 Provincia 7
7.30 Black Donnellys Telefilm (2007) 9.50 Note di cinema Rubrica 10.15 Shark Telefilm (2006) 11.50 Quello strano sentimento Film/Commedia (USA 1965) 13.35 Il solitario di Rio Grande Film/Western (USA 1972) 15.20 Last Resort - Amore senza scampo Film/Drammatico (UK 2004) 16.45 Gorky Park Film/Thriller (USA 1983) 19.00 Hollywood homicide Film/Azione (USA 2003) 21.05 The good shepherd Lombra del potere Film/Thriller (USA 2006) 0.00 Quiet Film/Thriller (USA 2006) 1.40 Gorky Park Film/Thriller (USA 1983)

RAI 4
9.05 The lost world Telefilm 9.50 Sanctuary Telefilm (2007) 11.25 Spawn Fantascienza (USA 1997) 13.40 Specchio della memoria Film/Thriller (USA 1996) 13.55 Streghe Telefilm (1998) 15.30 Entourage Telefilm (2004) 16.00 30 Rock Telefilm (2006) 16.25 Mad Men Telefilm (2007) 17.10 Brothers & Sisters Telefilm (2006) 17.55 The Cleaner Telefilm (2008) 18.45 Haven Telefilm (2010) 19.30 Medium Telefilm (2005) 21.10 Cash - Paga o muori Film/Azione (USA 2010) 23.00 Death sentence Film/Thriller (USA 2007) 0.55 Boardwalk Empire Telefilm (2010)

20.00 Tagesschau mit Sport 20.36 Florian, der Sportoberschler Aus der Reihe Bildbeschreibung 22.10 Tagesschau 10 nach 10 Nachrichten

14.45 Fiabe di nonna Nunzia 16.30 Viaggio in Trentino Speciale: Fiemme 17.30 Gusto & Sapori 18.05 Casa dolce Casa 19.00 Tg Trentino Notizie 19.30 A tutto campo 21.00 Casa Trentino 22.00 Pianeta Neve Rubrica 22.30 Tg Trentino Notte 23.00 A tutto campo (r) 0.15 Tg Trentino / No stop

8.00 Rassegna stampa quotidiani locali-nazionali 10.00 Mukko Pallino 10.30 1, 2, 3 Stella 12.00 Girovagando Rubrica 13.00 Tg Informazione 14.15 Europa in campo 15.00 Film 19.00 Tg Informazione 19.30 Domenica Sport 21.15 Ski Magazine 22.00 Motoring Rally News 23.00 Domenica Sport

17.00 17.03 17.30 18.00 18.30 18.49 18.50 19.20 20.00 20.15 21.45 22.45 23.00 23.35

Tagesschau Nachr. W wie Wissen Gott und die Welt Sportschau Bericht aus Berlin Ein Platz an der Sonne Lotterie Lindenstrae Serie Welspiegel Magazin Tagesschau Nachr. Tatort Krimi mit M. Wuttke Verschleppt Gnther Jauch Talk Tagesthemen / Wetter ttt - titel thesen temperamente Me Too - Wer will schon normal sein? Film mit P. Pineda

11.15 Ski: FIS Weltcup Torlauf der Herren Kitzbhel Analyse 11.25 Youth Olympic Games 2012 Innsbruck 11.45 Sport-Bild 12.15 Ski: FIS Weltcup Torlauf der Damen Marburg - Alternativ: Simpson 13.10 Ski: FIS Weltcup Torlauf der Herren Kitzbhel - Alternativ: Mein Partner mit der kalten Schnauze 14.55 Biathlon Weltcup Antholz - Alternativ: Kommissar Rex 16.30 Das Weisse Haus sieht Schwarz 18.00 Sport am Sonntag 18.53 Werbung Sitcom 18.55 Heinzl in Kitzbhel 19.40 Chili - Weekend 20.00 ZIB 20 / Wetter 20.15 Haben Sie das von den Morgans gehrt? 21.50 Zib Flash / Navy CIS 22.40 Navy CIS: L.A.

11.00 11.05 12.00 12.30 13.00 13.05 13.30 14.00 14.20 15.50 16.10 16.35 17.00 17.05 17.50 18.15 18.25 18.57 19.17 19.30 19.49 20.05 20.15 22.00 23.00

ZIB Nachrichten Pressestunde Mag. Hohes Haus Parlament Orientierung Religion ZIB Nachrichten Panorama Magazin Heimat, fremde Heimat Magazin Seitenblicke Revue Rosamunde Pilcher Tierzuliebe Harrys liabste Httn Erlebnis sterreich ZIB Nachrichten Vera Exklusiv Die Brieflos Show Was ich glaube sterreich Bild aus dem Landesstudio Salzburg Dokumentation Bundesland heute Lotto 6 aus 45 ZIB Nachrichten Wetter / Sport Seitenblicke Magazin Tatort / ZIB In Zentrum Talk Schjatten ber dem Kongo Doku (2007)

5.30 6.00 9.00 9.02 9.30 10.15 11.00 12.40 13.20 14.55 15.00 17.00 18.00 18.30 19.10 19.28 19.30 20.15 21.45 22.00 23.40 0.25

hallo deutschland Kinder-Tv heute Nachrichten sonntags Kathol. Gottendienst blickpunkt Magazin Der Gendarm vom Broadway Film (1965) heute Nachrichten Housesitter - Lgen haben schne Beine Film (1992) heute Nachrichten Ein Zwilling kommt selten allein Film heute/SPORTreportage ZDF.reportage Terra Xpress / heute Berlin direkt Mag. 5-Sterne Terra X Dokumentation (2012) Supertiere Dora Heldt: Kein Wort zu Papa Film (2011) heute-journal Inspector Barnaby Krimireihe mit J. Nettles ZDF-History Doku heute / nachtstudio

Domenica 22 gennaio 2012

Saggi e Articoli
ZR6A

IN EDICOLA E IN LIBRERIA

42
FONDO MASCHILE FONDO FEMMINILE

Saggi e Articoli
IN EDICOLA E IN LIBRERIA
ZR6A

TENNIS

PALLANUOTO

Australian Open Sara Errani agli ottavi


MELBOURNE. Sara Errani si qualificata per gli ottavi degli Open dAustralia in svolgimento a Melbourne e Sara per la prima volta fra le priErrani me 16 in un torneo dello Slam. La tennista bolognese si imposta in tre set sulla rumena Sorana Cirstea, con il punteggio di 6-7 (6/8), 6-0, 6-2. La prossima avversaria di Sara Errani (sfida in programma domani) sar la cinese Zheng Jie che nel turno precedente aveva sconfitto Roberta Vinci.

Sprint in classico la prima di Cologna


OTEPAEAE (Estonia). Lo svizzero Dario Cologna ha vinto a sorpresa la gara sprint a tecnica classica di Dario Coppa del Mondo di fondo uoCologna mini disputata a Otepaeae, in Estonia. Il capoclassifica di Coppa ha battuto i norvegesi Ola Vigen Hattestad e Eirik Brandsdal. Per Cologna si tratta del primo successo in Coppa in una gara sprint a tecnica classica, ottenuto utilizzando degli sci privi di sciolina. Assenti ieri i fondisti azzurri.

Una sprint per due Kowalczyck su Bjrgen


OTEPAEAE (Estonia). La polacca Justyna Kowalczyk ha vinto la gara sprint a tecnica classica di Coppa del Justyna Mondo di fondo donne dispuKowalczyck tata a Otepaeae, in Estonia. Ha preceduto la norvegese Marit Bjoergen e la russa Natalia Matveeva. Con la vittoria la polacca ha ridotto il distacco in classifica generale dalla capolista Bjoergen a 82 punti. Trattandosi di una gara in classico, non cerano fondiste italiane in gara.

Europei, il Settebello ai quarti di finale


ROMA. LItalia supera la Macedonia 15-5 e si qualifica per i quarti di finale degli Europei di pallanuoto in corso Una fase ad Eindhoven, in Olanda. di gioco Prossimo appuntamento per gli azzurri domani sera, quando la formazione allenata da Sandro Campagna affronter la Grecia in un incontro che determiner il piazzamento per il secondo posto e lincrocio nei quarti di finale. Protagonista del match Pietro Figlioli, autore di quattro gol.

Sci di Coppa. A Kranjska una grande Federica. Sulla Streif dimezzata vince Cuche, Innerhofer (16) il migliore

Una Brignone con largento vivo


Lazzurra seconda nel gigante: Sono sempre pi vicina alla vittoria
KRANJSKA GORA (Slovenia). Avevo chiuso con un podio, seconda a Lienz, il 2011 ed ora ho aperto il 2012 con un altro podio, un altro secondo posto. Ormai mi manca solo la vittoria. Ma solo questione di tempo, ne sono certa: Federica Brignone, Fede per gli amici, ha regalato allItalia un altro risultato eccellente nel difficile gigante di Cdm di Kranjska Gora. La pista del monte Podkoren, infatti, tracciato dove solitamente gareggiano gli uomini, con una parte filante iniziale e poi un muro durissimo. GIGANTE DONNE
1. Tessa Worley (Fra) 2.03.02; 2. Federica Brignone (Ita) 2.03.58; 3. Viktoria Rebensburg (Ger) 2.03.91; 4. Lindsey Vonn (Usa) 2.03.94; 5. Tina Maze (Slo) 2.04.22; 6. Maria Hoefl-Riesch (Ger) 2.04.27; 13. Giulia Gianesini (Ita) 2.05.46; 16. Irene Curtoni (Ita) 2.05.65. COPPA DEL MONDO 1. Lindsey Vonn (Usa) 934 punti 2. Tina Maze (Slo) 638 3. Marlies Schild (Aut) 548 LIBERA MASCHILE 1. Didier Cuche (Sui) 113.28; 2. Romed Baumann (Aut) 113.52; 3. Klaus Krll (Aut) 113.58; 4. Joachim Puchner (Aut) 113.64; 5. Johan Clarey (Fra) 113.68; 6. Beat Feuz (Sui) 113.73; 7. Andrej Sporn (Slo) 113.75; 8. Stephan Keppler (Ger) 113.76; 9. Adrien Theaux (Fra) 113.78; 10. Jan Hudec (Can) 113.86; 16. Christof Innerhofer (Ita) 113.97 COPPA DEL MONDO 1. Beat Feuz (Sui) 300 punti; 2. Didier Cuche (Sui) 277; 3. Klaus Kroell (Aut) 265; 4. Bode Miller (Usa) 221; 5. H.Reichelt (Aut) 205

Maribor, laltra citt slovena che ospita la coppa femminile ma con una pista facile facile, aveva dovuto per rinunciare alle sue gare per mancanza di neve e cos entrata in scena Kranjska, dove oggi ci sar anche lo slalom speciale. La gara di ieri stata vinta dalla francese di origini australiane Tessa Worley, mentre terza finita la tedesca Veronica Rebensburg, leader della classifica di specialit. Il risultato azzurro poteva essere ancora pi bello con Denise Karbon. Laltoatesina, dopo la prima manche, era infatti quarta, alle spalle della Brignone, con Tessa Worley 2 e con al comando laustriaca Elisabeth Goergl. La pista del monte Podkoren si per rivelata traditrice. Denise, mentre ai due primi intermedi aveva fatto registrare tempi eccellenti che lavrebbero con ogni probabilit portata sul podio, nella manche decisiva finita larga allattacco del muro finale, su un tratto ancor pianeggiante. E stato un attimo, ma

Federica Brignone sul podio del gigante di Kranjska Gora A lato Didier Cuche quinta vittoria ieri sulla Streif

RE DELLA STREIF

Didier Cuche spodesta Franz Klammer

tanto bastato a perdere velocit e a retrocederla in coda. Per Federica - classe 1990, nata a Milano ma residente con la famiglia in Val dAosta, figlia dellex azzurra Ninna Quario - quello di Kranjska il quarto podio di Cdm in carriera, con tre secondi ed un terzo posto. Per lItalia la classifica di slalom gigante - Manuela Mlgg finita fuori gi nella prima manche - vede poi in particolare un buon 13 posto della veneta Giulia Gianesini, che era solo 30 dopo la prima manche. In campo maschile invece la libera sulla mitica Streif di Kitzbhel non riserva soddi-

sfazioni agli azzurri. A vincere stato lo svizzero Didier Cuche. Il campione elvetico in una gara che, come sempre nel tempio dello sci, si voluta disputare ad ogni costo anche se su un tracciato accorciato di una quarantina di secondi e sotto una nevicata daltri tempi - ha vinto per la quinta volta in discesa su questa pista e per il terzo anno consecutivo. Prima di lui - in 72 edizioni di questa competizione mai nessuno cera riuscito. E proprio a Kitzbhel, dove aveva ottenuto il primo successo in carriera, laltro ieri Cuche aveva annunciato il ritiro dalle gare a fine stagione, a 37 an-

ni. Insomma: una bellissima favola sportiva che ha consacrato il Kaiser di Kitzbhel, limperatore della Streif. Anche se ieri ha vinto su un tracciato accorciato di ben 45 secondi: tagliata via tutta la parte alta senza i micidiali passaggi della Mausefalle (la trappola per topi) ed il muro vertiginoso della Steilhang causa fitta nevicata e visibilit precaria. Il migliore degli azzurri stato Christof Innerhofer anche se ha rischiato di finire gambe allaria: appena fuori tracciato, infatti, cera neve morbida ovunque. Pi indietro di Innerhofer (16) sono finiti gli altri azzurri.

on la vittoria di ieri il 37enne Cuche diventa il Kaiser di Kitzbuehel, limperatore della Streif. Lelvetico ha sorpassato il leggendario asso austriaco dellalta velocit Franz Klammer che sino allo scorso anno divideva proprio con Cuche il primato di quattro vittorie sulla Streif. Sinora il Kaiser era Franz Klammer, ora Didier Cuche.

La Juventus campione dinverno


Totti da record: supera Nordhal nei gol segnati in A
ROMA CESENA 5 1 ATALANTA JUVENTUS 0 2
ROMA: Stekelenburg 6.5, Rosi 6,
Juan 6.5 (29 st Kjaer s.v.), Heinze 7, Taddei 6.5, Pjanic 7, Gago 6.5, Greco 6, Borini 7, Totti 8 (20 st Viviani 6), Lamela 7 (9 st Bojan 5.5). (18 Curci, 3 Jos Angel, 20 Perrotta, 30 Simplicio). All.: Luis Enrique 7.5 CESENA: Antonioli 4.5, Comotto 4.5, Von Bergen 5, Rodriguez 5, Lauro 4.5 (20 st Moras 5), Ceccarelli 5.5, Guana 5, Colucci 5 (31 st Benalouane s.v.), Parolo 4.5, Eder 6, Mutu 4 (1 st Candreva 5). (88 Ravaglia, 70 Bogdani, 11 Rennella, 55 Martinez). All.: Arrigoni 4.5 ARBITRO: Giannoccaro 6 RETI: nel pt 1 e 8 Totti, 8 Borini; nel st 13 Eder, 17 Juan, 24 Pjanic NOTE: Angoli 9-4 per la Roma; ammonito Benalouane per gioco scorretto ARBITRO: Celi di Bari 6 RETI: nel st al 10 Lichtsteiner, al 37 Giaccherini NOTE: Ammoniti Raimondi, Lichtsteiner per gioco scorretto

CAMPIONATI - partite ed arbitri


SERIE A
ATALANTA-JUVENTUS BOLOGNA-PARMA CAGLIARI-FIORENTINA INTER-LAZIO LECCE-CHIEVO NOVARA-MILAN PALERMO-GENOA ROMA-CESENA SIENA-NAPOLI UDINESE-CATANIA ARBITRI Bergonzi Gervasoni Rizzoli Mazzoleni De Marco Romeo Damato Ostinelli Inizio 0-2 (ieri) ore 12.30 ore 15.30 ore 20.45 ore 15.30 ore 15.30 ore 15.30 5-1 (ieri) ore 15.30 ore 15.30

SERIE B
ASCOLI - GUBBIO BARI - MODENA CITTADELLA - TORINO CROTONE - VARESE EMPOLI - PESCARA GROSSETO - ALBINOLEFFE SAMPDORIA - LIVORNO SASSUOLO - VICENZA VERONA - JUVE STABIA BRESCIA - NOCERINA REGGINA - PADOVA

RISULTATI
2-1 0-1 1-1 1-2 0-2 1-0 1-1 (Venerd) 4-2 2-0 (Oggi ore 19) (Lun. ore 20.45)

ATALANTA: Consigli 6.5, Raimondi


6, Ferri 6, Manfredini 5.5, Peluso 5, Schelotto 5.5 (31 st Ferreira Pinto sv), Cigarini 5, Padoin 5, Bonaventura 5.5 (16 st Marilungo 5); Moralez 6 (37 st Gabbiadini sv), Denis 5.5. (78 Frezzolini, 2 Stendardo, 88 Minotti, 90 Tiribocchi). All. Colantuono 6 JUVENTUS: Buffon 6, Lichtsteiner 6.5, Barzagli 7, Chiellini 7.5, De Ceglie 6, Vidal 6.5, Pirlo 7, Marchisio 6.5 (1 st Giaccherini 7), Pepe 6 (23 st Marrone 6.5), Matri 5, Vucinic 5.5 (40 st Bonucci sv). (30 Storari, 10 Del Piero, 23 Borriello, 27 Krasic). All. Conte 7

BERGAMO. La Juventus a met dellopera. La squadra di Conte si laurea campione dinverno battendo lAtalanta 2-0 nellanticpo di ieri sera a Bergamo. Hanno deciso la partita i gol nella ripresa di Liechtsteiner e Giaccherini. I bianconeri si rimettono subito in corsa scudetto dopo il mezzo passo falso con il Cagliari, superano a pieni voti la difficile trasferta di Bergamo e respingono lattacco del Milan. Match combattuto e vinto con pieno merito da Pirlo e compagni. Goleada della Roma al Cesena nellaltro anticipo. Francesco Totti ha segnato in apertura di Roma-Cesena il gol n. 210 e 211 con la maglia della Roma in serie A su girone unico, abbattendo il primato di Gunnar Nordahl, finora massimo marcatore (210 reti)

CLASSIFICA: punti JUVENTUS 41 CATANIA* 22 MILAN 37 PARMA 22 UDINESE 35 FIORENTINA 21 LAZIO 33 PALERMO 21 INTER 32 ATALANTA 20 ROMA* 30 BOLOGNA 19 NAPOLI 28 SIENA 18 GENOA 24 CESENA 15 CHIEVO 23 LECCE 12 CAGLIARI 22 NOVARA 12 Atalanta 6 punti di penalizzazione - * Una partita in meno

CLASSIFICA:
SASSUOLO TORINO PESCARA VERONA PADOVA VARESE REGGINA GROSSETO JUVE STABIA SAMPDORIA CITTADELLA

punti
46 46 45 44 38 34 32 32 31 30 30 BARI BRESCIA VICENZA LIVORNO CROTONE MODENA ALBINOLEFFE EMPOLI GUBBIO ASCOLI NOCERINA 29 28 26 25 24 24 23 22 22 18 16

del principale campionato italiano con la medesima casacca, quella del Milan negli anni50, ma su appena 257 presenze, contro le 485 del capitano giallorosso. Totti - ovviamente miglior

marcatore tra i calciatori ancora in attivit in serie A e capocannoniere all-time in campionato della Roma - continua anche a scalare la classifica goleador della serie A di tutti i tempi, dove attualmen-

te occupa il quinto posto assoluto, a -5 da Giuseppe Meazza e Jos Altafini, terzi a pari merito a quota 216. Secondo in questa classifica Nordahl con 225 centri, primo Piola con 274.

ZS33

ALTO ADIGE

SPORT

DOMENICA 22 GENNAIO 2012

43

Alessandro Iacobucci portiere

Simone Iacoponi terzino destro

Massimiliano Tagliani centrale difensivo

Pietro Cascone centrale difensivo

Matteo Legittimo terzino sinistro

Francesco Uliano interno centrocampo

Alessandro Furlan interno centrocampo

Alessandro Campo esterno offensivo

Manuel Fischnaller seconda punta

Hannes Fink esterno offensivo

Matteo Chinellato prima punta

Massimiliano Tagliani regista della difesa

LEGA PRO - STROPPA RACCOMANDA PRUDENZA


La squadra adesso ha raggiunto la maturit per fare punti contro ogni tipo di avversario
Mister Stroppa d le indicazioni a Simone Iacoponi

Alessandro Iacobucci convocato in azzurro

Raggiungiamo la salvezza a 40 punti e cerchiamo di sfruttare ogni occasione a nostra disposizione

Alto Adige, ora scatta la fase due


Il Frosinone un test importante per valutare le ambizioni playoff
LAVVERSARIO
di Valentino Beccari
BOLZANO. inziata la fase due del governo Stroppa. Dopo il rigore del girone dandata lora delle liberalizzazioni anche nellatteggiamento della squadra. Pi spensierata, agile di mente e di gambe, libera nel carattere e nellapproccio perch i 40 punti della salvezza sono ampiamente nelle corde mentre la zona playoff l, a soli due punti, accessibile senza visto dingresso e con la possibilit di giocarsi laccesso con un regolare permesso di soggiorno nel territorio pi prestigioso della Lega Pro. Eppure il tecnico tiene il profilo basso. Parla lallenatore che partito umilmente dai giovanissimi e non il giocatore straordinario che ha segnato in Coppa Intercontinentale. La squadra ha raggiunto una piena maturit - afferma - e ha capito che in questo momento deve sfruttare ogni occasione per portare a casa punti e raggiungere al pi presto la quota salvezza. Il messaggio chiaro: non facciamoci travolgere da facili entusiasmi, continuiamo a viaggiare con prudenza osservando le regole dingagVINCENZO SANTORUVO attaccante di 33 anni, nelle scorse sette stagioni ha sempre giocato in serie B, mettendo complessivamente a segno 59 reti con Bari prima e con lo stesso Frosinone poi.

C molta B in formazione
BOLZANO. Il Frosinone ha conquistato in casa ben 17 dei 23 punti sinora totalizzati, con uno score di 5 vittorie contro Spezia (3:2), Prato (3:1), Lanciano (2:1), Triestina (2:1) e Barletta (2:1), con questultimo successo ottenuto nellultima partita interna giocata, due pareggi contro Latina (1:1) e Feralpisal (1:1) e due sconfitte, subite per mano di Cremonese (0:1) e Bassano (1:2). Rispetto alla gara dandata giocata a settembre allo stadio Druso, ci sono alcune novit nel Frosinone. La pi importante riguarda lallenatore. Sulla panchina non siede pi, infatti, Carlo Sabatini, esonerato a fine novembre scorso, ma Eugenio Corini. Lex centrocampista fra le altre squadre di Juventus, Sampdoria e Chievo Verona ha sin qui guidato la formazione ciociara in cinque partite, ottenendo 4 punti per effetto di una vittoria, quella gi citata di due domeniche fa contro il Barletta, 1 pareggio contro il Feralpisal e 3 sconfitte, tutte in trasferta, a Portogruaro (1:0), Siracusa (1:0) e La Spezia (2:1). Fra i nuovi arrivi dal mercato di gennaio da segnalare il portiere di origini brasiliane, Massimo Zenildo Zappino, nella scorsa stagione in serie B con il Varese di Sannino, e i difensori Daniele Federici, ingaggiato dal Grosseto, e Antonio Magli, prelevato dal Brescia ad inizio gennaio. Questultimo per sar indisponibile per squalifica, al pari del centrocampista Pietro Baccolo, ex FC avendoci militato nella scorsa stagione, e dellattaccante Salvatore Aurelio. In attacco, assente nella gara dandata, ci sar un attaccante di razza come Vincenzo Santoruvo.

Manuel Fischnaller in azione nella partita dandata contro il Frosinone e vinta dallAlto Adige gio senza aprire il libro dei sogni. Eppure a questo punto della stagione lecito provarci. giusto che allenatore e societ non eccedano nei toni ma i valori espressi dal campionato legittimano alte aspirazioni. Insomma, non c nessuna Merkel di serie C che possa impedire allAlto Adige di provarci. Ma molto dipender dalla sfida odierna con il Frosinone, una formazione retrocessa in C1 dopo anni di militanza cadetta e allestita per risalire immediatamente in B. Un pareggio, ma soprattutto una vittoria, proietterebbero lFC in una posizione ottimale per lanciare la lunga volata verso i playoff. E questo va detto un po per leffettivo valore della formazione biancorossa ma soprattutto per il grande equlibrio di un torneo, dove non si ancora insediato alcun regiome totalitaristico. C democrazia in campo e non c bisogno di cambiare la legge elettorale per vedere lFC tra le prime. Un successo dovrebbe poi convincere definitvamente il talentino Giannetti a sposare la causa dellFC. Lattaccante di scuola Siena e con un assaggio di serie A lo scorso an-

no con la maglia della Juve, preferirebbe una sistemazione in serie B, ma anche una C1 a vincere potrebbe convinverlo a scendere di categoria. La sensazione che con una virata a 31 punti il ricciolo attaccante sarebbe disposto a prendere due stanze e cucina in via Cadorna. Per c una partita da portare a casa. Frosinone piazza calda che mette in soggezione ma lFC uscito indenne dai forconi di Siracusa e non si far intimidire dal pubblico ciociaro. La squadra gode di ottima salute e oltre ai cronici Albanese e Franchini sar assente Bacher mentre in forse Iacoponi per la botta alla schiena rimediata nella partita casalinga contro il Feralpi. Formazione scritta quindi e conferma dellundici vincente con Chinellato punta centrale e i tre bravi ragazzi Campo, Fischnaller e Fink alle spalle. In mezzo Uliano e Furlan a fare legna con Grea in alternativa a Iacoponi sulla corsia di destra. In panchina scalpitano Chiavarini, Schenetti, Santonocito, Calliari e Kiem: una seconda linea di qualit per una fase due che pu decollare.
RIPRODUZIONE RISERVATA

STADIO COMUNALE DI FROSINONE - ore 14.30


Vitale Federici Frara Santoruvo Campo Uliano Tagliani Iacobucci Iacoponi (Grea)

COS OGGI
inizio ore 14.30
1^ DIVISIONE Girone B

ANDRIA - BARLETTA (INIZIO ORE 18.00) BASSANO - CREMONESE CARRARESE - PORTOGRUARO FERALPISAL - TRAPANI FROSINONE - FC ALTO ADIGE PERGOCREMA - LATINA

MANUEL FISCHNALLER 20 anni attaccante, sta vivendo un momento doro. Ormai titolare fisso in nazionale Under 20 e richiesto da molti cluib di seruie A.

Nordi (Zappino) Stefani

Carrus

Chinellato Fischnaller La Mantia

Cascone Furlan

PIACENZA - SPEZIA SIRACUSA - TRIESTINA VIRUS LANCIANO - PRATO

Bottone Guidi Catacchini Fink Legittimo

CLASSIFICA
Siracusa 35 punti; Trapani 34; Portogruaro, Spezia, Barletta, Virtus Lanciano 30; Cremonese, FC Sdtirol, Carrarese, Pergocrema 28; Triestina 25; Frosinone 23, Latina 20; Piacenza 18; Prato, Andria 17; FeralpiSal 16; Bassano 15. Penalizzazioni: Cremonese -6 punti, Piacenza -4, Siracusa -3, Lanciano -1, Pergocrema -1

Frosinone (3-5-2)
Arbitro: Giuseppe Giallanza di Catania Allenatore: Eugenio Corini A disposizione: Zappino (Nordi), Formato, Beati, Fautario, Ucchino, Miramontes, Artistico.

FC Alto Adige (4-2-3-1)


Allenatore: Giovanni Stroppa A disposizione: Miskiewicz, Grea (Iacoponi), Kiem, Calliari, Schenetti, Chiavarini, Santonocito (Ferrari).

44

DOMENICA 22 GENNAIO 2012

SPORT Il Val Pusteria allunga a otto la striscia vincente e mette al sicuro il primo posto in regular season

ALTO ADIGE

HOCKEY A1

Il Bolzano esulta per il 2-0 di Marco Insam

Diego Iori attacca la gabbia di Petizian

Forsstrm vola su Hopfgartner (foto Foppa)

Dan Tudin contrastato da Rivoira (foto Pattis)

Il Bolzano batte un colpo, anzi sei


Derby a senso unico col Vipiteno. Punti pesanti quelli raccolti dal Fassa
di Michele Bolognini
BOLZANO. I Foxes battono un colpo. Anzi, ne battono sei. Con la complicit di un Vipiteno in disarmo Bolzano rialza la testa dopo tre ko consecutivi e ritrova anche la via del gol. Nonostante lassenza dellinfluenzato Stromberg il Val Pusteria allunga a 8 la striscia di vittorie consecutive battendo lAlleghe nel finale, e mette al sicuro primo posto in regular season e vantaggio del fattore campo nei play-off. Ma partiamo dal derby del Palaonda. La prima frazione un monologo dei padroni di casa: si gioca a porta romana, Tragust vede arrivare maglie bianche da tutte le parti, mentre Zaba praticamente disoccupato. Edwardson (secondo gol consecutivo) sblocca il punteggio, e Bolzano continua a macinare gioco piantando le tende nel terzo di attacco. Vipiteno prova a farsi vedere sfruttando la velocit dei suoi contropiedisti (Ginand e Bustreo su tutti) ma la fase difensiva a fare acqua, con i Foxes che riescono ad avere un possesso di disco in stile-Barcellona. Il raddoppio opera di Insam con un bel polso in diagonale, e nel secondo tempo i Broncos gettano sul ghiaccio cuore e volont senza per riuscire a fare davvero male. Nel finale di frazione si risveglia il terzetto delle meraviglie, a secco da troppo tempo: in tre minuti e mezzo Giliati timbra due volte con una girata sottomisura e con un tiro da posizione impossibile. Partita che non ha pi nulla da dire, Sharp fa cinquina con una bella combinazione corale, Bustreo (migliore dei suoi) rovina lo shut-out di Zaba a due minuti e mezzo dal termine, mentre Bernard chiude il set negli ultimi secondi.

VAL DI FASSA PONTEBBA

3 2

RISULTATI

34a

giornata
6-1 3-2 o.t. 6-2 3-2 6-4

VAL DI FASSA: Di Rienzo (Menguzzato); Schnabel, Turon, Dantone, Chvatal, Oberdorfer; Iori, Piffer, Planchensteiner, Margoni, Chrenko, Snetsinger, Kell, Piva, Chelodi, Deluca. Coach: Miro Frycer PONTEBBA: Petizian (Fabris); De Gravisi, Ricca, Milovanovic, Anderson, Tomko, Nicoletti, Waddell; Goebel, Nicolao, Iannone, Giugliano, Tartaglione, Rigoni, Pace, DeVergilio, Ihnacak, Rizzo. Coach: Tom Pokel PARZIALI: 0-1 2-1 1-0 ARBITRI: Cassol-Gastaldelli; Biacoli-Zatta MARCATORI: 6.52 Iannone (0-1), 26.41 Iori (1-1), 33.10 Chrenko (2-1), 39.07 Nicoletti (2-2), 51.10 Chvatal (3-2)

Bolzano - Vipiteno Cortina - Asiago Renon - Valpellice Val di Fassa - Pontebba Val Pusteria - Alleghe
PROSSIMO TURNO 26.1.2012
PUNTI Val Pusteria Bolzano Pontebba Alleghe Asiago Cortina Val di Fassa Renon Vipiteno Valpellice 72 64 56 52 51 51 45 44 40 35 PG 34 34 34 34 34 34 34 34 34 34

Asiago - Val Pusteria Pontebba - Alleghe Val di Fassa - Renon Valpellice - Bolzano Vipiteno - Cortina
V 24 22 18 18 17 17 15 15 13 11 P 10 12 16 16 17 17 19 19 21 23 GF 128 106 109 105 98 102 81 91 81 95 GS 76 76 88 109 99 97 100 108 109 134

Una fase di gioco duro fra Sharp e Southern (foto Pattis) Bolzano sul velluto, Val Pusteria con il fiatone. A Brunico esordio stagionale dal primo minuto del back-up Hannes Hopfgartner e i lupi partono a mille. Alleghe in costante affanno, e il Val Pusteria prende il largo: quando Cullen segna il 3-0 mancano tre minuti e mezzo alla fine del primo tempo, e il match sembra gi chiuso. Le civette, per, sono dure a morire: Hoogeboom trova subito il gol che accorcia le distanze, Dennis tira gi la saracinesca, e gli agordini pungono due volte andando in parit. Grande equilibrio anche nel terzo tempo, botta e risposta Oberrauch-Forsstrom, decide tutto la zampata di Ling. Con un secondo tempo travolgente il Renon spazza via il Valpellice dellex Ron Ivany e guadagna punti preziosi a fondo classifica. Vittoria pesante anche per il Fassa che supera di misura il Pontebba.

BOLZANO VIPITENO

6 1

VAL PUSTERIA ALLEGHE

6 4

RENON VALPELLICE

6 2

CORTINA ASIAGO

3 o.t. 2X

BOLZANO: Zaba (Hell); Rogers, Meyers, Fabris, Egger, Ambrosi, Borgatello; Zisser, Walcher, Insam, Knackstedt, Giliati, Sharp, Bernard, Dorigatti, McCutcheon, Edwardson. Coach: Adolf Insam
VIPITENO: Tragust (Steinmann); Saviels, Baur, Pircher, Hackhofer, Power, Scardoni, Rainer; Gander, Prudden, Stofner, Ginand, Southern, Bustreo, Pichler, Gelech, Kofler, Wieser, Sottsass, Mair. Coach: Oly Hicks PARZIALI: 2-0 2-0 2-1 ARBITRI: Metelka-Rebeschin; Basso-Unterweger MARCATORI: 4.15 Edwardson (1-0), 14.14 Insam (2-0), 34.10 Giliati (3-0), 37.43 Giliati (4-0), 46.26 Sharp (5-0), 57.33 Bustreo (5-1), 59.34 Bernard (6-1)

VAL PUSTERIA: Hopfgartner (Kosta); Magnan, Persson, Hofer, Willeit, Helfer, Kelly, Mair; Oberrauch, Crepaz, Tauber, Jensen, Bona, Erlacher, Watson, Cullen, Di Casmirro, Scandella, Ling. Coach: Teppo Kivel ALLEGHE: Dennis (D. Fontanive); De Biasio, Card, Lorenzi, Schutte, Haverinen, Forsstrm; Veggiato, Testori, Da Tos, Hogeboom, Tormen, De Toni, Thtinen, A. Fontanive, Henrich, N. Fontanive, Rocco, Monferone. Coach: Steve McKenna PARZIALI: 3-1 0-2 3-1 ARBITRI: D. Gamper-Gasser; Ceschini-Mischiatti MARCATORI: 10.37 Watson (1-0), 14.59 Di Casmirro (2-0), 16.29 Cullen (3-0), 17.03 Hogeboom(3-1), 28.05 Tahtinen (3-2), 36.20 Card (3-3), 43.28 Oberrauch (4-3), 46.58 Forsstrom (4-4), 57.01 Ling (5-4), 59.51 Cullen (6-4)

RENON: Krizan (Saurer); Graham,


Ploner, Hafner, Bregenzer, Farynuk, Delmore, Gruber; Fauster, Faulkner, Blight, Stampfer, Eisath, Tudin, Pichler, May, Daccordo, Scelfo, Spinell. Coach: Marko Leinonen VALPELLICE: Valiquette (Plat); Runer, Urquhart, Kantee, Johnson, Martinelli, Durand Varese, Rivoira; Pozzi, Canale, Nikiforuk, Coco, Bembridge, Desmet, Dickenson, Silva, Sirianni, Frigo. Coach: Ron Ivany PARZIALI: 0-1 5-1 1-0

CORTINA: Levasseur (Baur); Bowman, Zandonella, Isherwood, L. Zanatta, Oberg; Fraser, De Bettin, Menei, Hennigar, Felicetti, Dingle, Johansson, Baldo, Adami, Soravia, Menardi, Moser. Coach: Stefan Mair
ASIAGO: Grieco (Tura); Basso, Bergstrom, Miglioranzi, Marchetti, MacDonald, Rossi, Gorza, Strazzabosco; Pitton, N. Tessari, Borrelli, M. Tessari, Intranuovo, Ulmer, Bentivoglio, Henrich, Benetti, Busa. Coach: John Tucker PARZIALI: 0-0 1-1 1-1 1-0

ARBITRI: G. Moschen-Ferrini; Marri-Mori MARCATORI: 13.45 Silva (0-1), 22.10 Fauster (1-1), 24.31 Faulkner (2-1), 26.29 Daccordo (3-1), 35.44 Faulkner (4-1), 37.32 Fauster (5-1), 39.10 Sirianni (5-2), 44.33 Faulkner (6-2)

ARBITRI: Benvegn-Colcuc; C. Gamper-Waldthaler MARCATORI: 26.50 Intranuovo (0-1), 39.59 De Bettin (1-1), 40.46 Oberg (2-1), 42.56 Borrelli (2-2), 63.12 Johansson (3-2)

Il San Giorgio allesame di unaltra nobile decaduta


Calcio serie D. La matricola terribile a Montebelluna. Pat Morini: Affrontiamo la squadra migliore
BRUNICO. Non vuole pi fermarsi questo San Giorgio. Dopo aver fatto cadere Union Quinto e Montecchio Maggiore, oggi, nella 20esima giornata, la matricola terribile di questa serie D prover a mietere unaltra vittima illustre, il Montebelluna. Non sar facile, tuttaltro, visto che i pusteresi troveranno sulla loro strada una squadra in formissima. Questo pomeriggio per espugnare il campo dei veneti servir comunque la partita perfetta. Affrontiamo la squadra pi in forma del momento spiega mister Patrizio Morini - reduce da cinque vittorie e quattro pareggi di fila. Il Montebelluna sta bene e sar una partita estremamente difficile. E poi loro sono galvanizzati dalla loro posizione in classifica, visto che sono in zona playoff. Anche il San Giorgio, comunque, non molto lontano dagli spareggi-promozione, dato che la quinta posizione dista solo due lunghezze. In Val Pusteria, per, si pensa solo alla salvezza, da raggiungere prima possibile: questo e resta lobiettivo. Fermare questo Montebelluna non sar facile, per il San Giorgio ha gi dimostrato di poterci riuscire. Allandata, infatti, si erano imposti gli altoatesini per 1-0 grazie al sigillo di Bachlechner, che oggi squalificato. Morini, per, ci va con i piedi di piombo. Rispetto a quella partita sono cambiate molte cose. Oggi troveremo un altro Montebelluna, che potr contare su giocatori nuovi, come lattaccante Furlan, che arrivato a campionato in corso e che si integra alla perfezione con il centravanti Corbanese. Poi allandata mancava anche il capitano Lanzara, che questa volta ci sar. Sono estremamente forti e, soprattutto in casa, sono pericolosissimi. E il San Giorgio come sta? Mancheranno Bachlechner, Marietti, Senoner e Oberegger, mentre Gattafoni, Brugger e Hansi Mair si sono allenati col contagocce a causa dellinfluenza, ma ci saranno. Capitan Harrasser, invece, in dubbio per un problema alla caviglia. Se non dovesse farcela, Kofler slitter in difesa e il suo posto sulla trequarti, vicino a Hansi Mair e Obrist, sar preso da Piffrader. Lunica punta sar il confermatissimo Peter Mair, mentre in mediana Gattafoni affiancher Mayr. In difesa, Althuber e

STADIO S. VIGILIO MONTEBELLUNA ORE 14.30


MONTEBELLUNA
4-2-3-1 Careri Gallonetto Geronazzo Perissinotto Lanzara Gardin Duravia Bressan Corbanese Garbuio Martini All. A. Pisani

SAN GIORGIO
4-2-3-1 Pietersteiner Holzner Brugger Althuber Harrasser Gattafoni Mayr Kofler H. Mair Obrist P. Mair All. P. Morini

Lattaccante Peter Mair Brugger non si toccano, mentre la fascia destra, come sempre, sar affidata ad Holzner.

Arbitro: Federico Sassoli di Arezzo

A sinistra, invece, c quellincognita legata ad Harrasser. (ma.ig.)

ZS15

ALTO ADIGE

SPORT

DOMENICA 22 GENNAIO 2012

45

Biathlon. Le gare di Coppa del Mondo davanti a 20 mila spettatori che hanno affollato lo stadio di Anterselva

Volata a tre, ma vince Birnbacher


Nella staffetta femminile vince la Francia, settimo posto per le italiane
ANTERSELVA. Emozionante epilogo della mass start maschile di biathlon ieri nella Coppa del mondo di Anterselva: la gara si chiusa con una volata a tre, che ha visto il tedesco Andreas Birnbacher davanti al russo Anton Shipulin e al francese Martin Fourcade. Lunico italiano al via, Lukas Hofer, ha chiuso al 30 e ultimo posto. In campo femminile la Francia ha vinto la staffetta. Due su due per Andreas Birnbacher. Dopo essersi aggiudicato la mass start di Oberhof, il tedesco ha trionfato anche sul tracciato di Anterselva. Tuttaltro che semplice, comunque, questultimo successo per il 30enne di Schleching, impostosi sulla concorrenza negli ultimi metri, dopo essere stato protagonista di una bella rimonta nel finale. Il tedesco, infatti, ha raggiunto i due battistrada Martin Fourcade e Fredrik Lindstrm, che hanno guidato fino allultimo poligono. Un errore per parte di questi nello sparo ha permesso a Birnbacher e Shipulin di rientrare e di giocarsi la vittoria finale. Per il tedesco si tratta del terzo successo stagionale, il primo ad Anterselva, dove aveva sfiorato il gradino pi alto del podio, sempre nella mass start, nel corso della stagione 2006/2007, terminando secondo. Questanno la seconda piazza va invece al russo Shipulin, che ha un ottimo feeling con il tracciato altoatesino, avendo raccolto lo scorso anno un primo ed un terzo posto, rispettivamente nella sprint e nella mass start, ed un quarto nella prova veloce della stagione precedente. Martin Fourcade, terzo, non invece riuscito a bissare il successo nella mass start di Anterselva ottenuto nel 2011: per lui comunque un piazzamento che gli permette di rimanere in testa alla classifiIl quartetto francese che ha vinto la staffetta ieri ad Anterselva. Sotto: lazzurra del biathlon Karin Oberhofer seconda frazionista

LE CLASSIFICHE

Ecco i risultati di mass start e gara a squadre


Mass start maschile. 1. Andreas Birnbacher (Ger) 38.45,7 2. Anton Shipulin (Rus) +0,1, 3. Martin Fourcade (Fra) +0,3, 4. Fredrik Lindstrm (Swe) +2,4, 5. Michal Slesingr (Cze) +12,7, 6. Dmitry Malyshko (Rus) +16,0, 7. Jaroslav Soukup (Cze) +20,9, 8. Alexis Boeuf (Fra) +31,6, 9. Jakov Fak (Slo) +32,7 (3), 10. Ole Einar Bjoerndalen (Nor) +33,0, 30. Lukas Hofer (Ita) +4.55,5. Staffetta femminile 4x6 km. 1. Francia (Marie Laure Brunet, Sophie Boilley, Anais Bescond, Marie Dorin Habert) 1.17.06,5 (0+9) 2. Bielorussia (Nadezhda Skardino, Liudmila Kalinchik, Nastassia Dubarezava, Darya Domracheva) +2,5 (0+10) 3. Russia (Ekaterina Glazyrina, Svetlana Sleptsova, Olga Zaitseva, Olga Vilukhina) +21,4 (1+11) 4. Norvegia (Elise Ringen, Bente Landheim, Synnoeve Solemdal, Tora Berger) +40,6 (2+11) 5. Ucraina (Natalya Burdyga, Vita Semerenko, Valj Semerenko, Olena Pidhrushna) +56,9 (0+7) 6. Germania (Franziska Hildebrand, Magdalena Neuner, Miriam Gssner, Tina Bachmann) +1.15,5 (2+12) 7. Italia (Dorothea Wierer, Karin Oberhofer, Katja Haller, Michela Ponza le atlete sono tutte altoatesine) +2.21,2 (0+7). rin Habert, prima sul traguardo con il tempo complessivo di 1.17.06,5. Dietro il trio di testa Norvegia, Ucraina e Germania, questultima ancora una volta fuori dal podio. Alle spalle delle tedesche le quattro ragazze altoatesine, Dorothea Wierer, Karin Oberhofer, Katja Haller e Michela Ponza.

LA SERATA A RASUN

AllAnsitz Goller Lukas un campione anche con la fisarmonica


ANTERSELVA. Lukas Hofer superstar, in pista e fuori. Il miglior biathleta azzurro stato infatti protagonista di uno show fuori programma alla cena organizzata venerd sera allAnsitz Goller di Rasun di Sotto dal suo sponsor, la birreria Erdinger. Al cospetto del proprietario dellazienda bavarese, Werner Brombach, il 22enne di Mantana si esibito alla fisarmonica assieme al suo manager, Luca Complojer, accompagnati alla chitarra dal cantante Armin Riederich. Stare un po in compagnia qui a due passi da casa mi aiuta a rilassarmi, altrimenti penserei troppo alle gare, ha detto il biathleta azzurro, che ha cenato assieme ai funzionari della Erdinger ma si ovviamente limitato a sorbire birra rigorosamente analcolica. (mdg)

Da sinistra Hofer e Complojer con le fisarmoniche e Riederich

ca generale di Coppa del Mondo. Per quanto riguarda la staffetta femminile, la gara stata vinta dalla Francia, che, dopo un secondo ed un terzo posto nelle prove precedenti di stagione, ha completato il podio, salendo sul gradino pi alto. Al secondo posto la Bielo-

russia, al terzo la Russia. Quasi 20.000 persone alla Sdtirol Arena per assistere a questa prova, nella quale lItalia tutta altoatesina ha chiuso settima. Primo successo dannata, dunque, per la staffetta rosa francese, che riesce ad imporsi sul tracciato altoatesino di Anterselva, dopo una

gara attenta e pragmatica. Nelle posizioni di vertice sin dallinizio, la Francia non ha mai perso contatto con la testa della corsa, che, sino a met gara era saldamente in mano alla Svezia. La terza frazionista scandinava, per, Jenny Jonsson, non riuscita a tenere il ritmo delle compagne di squa-

dra, facendosi superare da Francia, Germania, Russia, Ucraina e Bielorussia. Francia e Germania hanno preso il sopravvento, facendo gara di testa sino allultimo poligono, dove la tedesca Tina Bachmann incappata in un problema con il fucile, prima, e di mira, poi. Strada spianata allora per Marie Do-

Tuffi. Ai campionati italiani orfani dellinfluenzata Cagnotto


di Marco Marangoni
WINTERBERG. Armin Zggeler, la leggenda dello slittino su pista artificiale ha conosciuto ieri la pi brutta giornata della sua vita. Quella sportiva, ovviamente. Il Cannibale si classificato diciottesimo. S, diciottesimo. Un piazzamento insolito che il fuoriclasse di Foiana non aveva mai conosciuto nella sua ventennale carriera. Armin, ambasciatore dello sport italiano nel mondo, ci aveva abituato a ori olimpici, trionfi, vittorie e a continui record polverizzati. Adesso arrivata la sua peggior gara in assoluto. accaduto su una pista amica come quella tedesca di Winterberg dove non era mai sceso dal podio. Ieri non andata cos perch, agli errori dellaltoatesino, si aggiunta una superlativa prestazione della corazzata teutonica capace di piazlerrore nella fase di spinta che in questa stagione gli ha creato parecchie difficolt. Un impatto violento contro la parete sinistra al quale seguito uno sbilanciamento della slitta verso destra. Nella mente dellazzurro c anche la pressione psicologica di dover assistere, quasi impotente, allesplosione ormai consacrata del germanico Felix Loch ancora una volta leader e che, nelle prossime stagioni, potrebbe anche andare allattacco dei suoi primati. Il suo staff attualmente non in allarme. Nelle ultime due settimane la condizione di Armin molto cresciuta e tutto dipender dalle prossime gare e soprattutto da ci che raccoglier alla rassegna iridata ad Altenberg. Bene invece Christian Oberstolz e Patrick Gruber, ottimi secondi e al loro miglior risultato stagione alle spalle dei tedeschi Wendl Arlt.

Verzotto dargento nella piattaforma La Dallap batte la rivale Marconi


TORINO. Francesca Dallap ha ipotecato la convocazione per la prestigiosa Coppa del mondo, ultima occasione per ottenere la qualificazione olimpica che si terr tra un mese a Londra. La forte tuffatrice trentina si laureata campionessa italiana indoor dal trampolino da tre metri aggiudicandosi cos la sfida con la diretta rivale Maria Marconi. La Dallap, caporal maggiore dellEsercito, ha dominato la finale totalizzando uno dei suoi punteggio pi elevati, 308,10. La finanziera romana, che ambiMaicol sce anche lei alla chiamata in Verzotto azzurro ma che ora vede allontanarsi sempre pi, rimasta ferma a quota 266,65. Considerando che Francesca aveva gi vinto la prima sfida (Trofeo di Natale a dicembre) ora le lunghezze che separano le due atlete sono oltre 60. Un gap che la Marconi dovrebbe neutralizzare tra due settimane in occasione di Coppa Londra a Trieste. Come noto, lItalia pu contare su unatleta gi in possesso del biglietto per i Giochi. Si tratta di Tania Cagnotto, assente a Torino perch influenzata. Tripletta targata Fiamme Oro nella piattaforma maschile. Francesco DellUomo ha vinto con 415,65 punti battendo il bolzanino Maicol Verzotto (396,65) ed Andrea Chiarabini (369,50). Questultimo dopo chiuso al comando le eliminatorie in finale ha commesso diversi errori. (mar)

Il campione di slittino Armin Zggeler ieri solo 18 a Winterberg

Giornata no per il Cannibale solo 18


Slittino. Sulla pista amica di Winterberg ha commesso due errori fatali Sbagliando la partenza andato a toccare la parete del tunnel ghiacciato
zare sei atleti nei primi sei posti. Il primo degli umani stato il delfino di Zggeler, Dominik Fischnaller giunto settimo. Possiamo dire che Armin entrato ufficialmente in crisi ma nei suoi pensieri, almeno per il momento, non c alcuna intenzione di ritirarsi. Ne parleremo a fine stagione, prima ci sono ancora i Mondiali, ha tagliato corto il due volte campione a cinque cerchi che ieri sera tornato a casa. Gi nella prima manche, caratterizzata dalla pioggia, Zggeler sbagliava la partenza toccando la parete sinistra. Un errore che comprometteva la sua discesa facendolo concludere al decimo posto. Nella seconda discesa il 38enne carabiniere ripeteva

Francesca Dallap

46

DOMENICA 22 GENNAIO 2012

SPORT
IN BREVE
IL 2 E 3 MARZO

ALTO ADIGE

FONDO A TESERO

I piccoli sciatori ceki della Neumannova padroni al Topolino


di Maurizio Di Giangiacomo
TESERO. Li manda la Neumannova. Ma non sono raccomandati, bens piccoli sciatori ceki vincenti, quelli che ieri hanno fatto man Detto che la due giorni di Lago di Tesero si aperta con la pi classica delle feste dello sport e che il vero senso di questo genere di manifestazione il divertimento sportivo, sappiamo benissimo che nemmeno Baby e Cuccioli scendono in pista con il solo scopo di partecipare. Ed in questottica va segnalato appunto lexploit dei giovanissimi della Repubblica Ceka che hanno preso parte alle gare grazie ad uno scambio organizzato dallex regina dello sci di fondo - legata alla Val di Fiemme in virt dei suoi successi mondiali del 2003 e cittadina onoraria di Tesero -: dinverno i ragazzi ceki sciano sulle nevi della Val di Fiemme, destate tocca a quelli del Gs Castello di Fiemme e della Cornacci di Tesero recarsi in Repubblica Ceca per degli stage di allenamenti, seguiti da qualifibassa alla prima giornata della 39esima edizione del Trofeo Topolino sci di fondo. Lasciando le briciole ai colori azzurri e regionali. tre lunico successo azzurro stato quello di Davide Graz (As Camosci) nella categoria Cuccioli maschile. Per i colori italiani vanno segnalato anche il secondo posto di Nicole Favre (Sci Club Valsavarenche), che nella Baby femminile ha preceduto la fiemmese Martina Moser dellUs Stella Azzurra di Carano, ed il terzo posto di Emilie Jeantet (Sc Gran Paradiso) nella Cuccioli femminile. Ieri andato in scena anche il Revival, che vede in pista chi ha preso parte al Topolino qualche anno fa: successi per Mauro Brigadoi (Fiamme Gialle) e Giulia Sturz. Oggi (inizio ore 9) si replica con Ragazzi ed Allievi: con let aumenta lagonismo, ne guadagna lo spettacolo, ma la festa sar sempre quella del Trofeo Topolino sci di fondo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il Topolino di sci alpino questanno torna a Folgaria


Un Topolino tira laltro. E dopo quello di sci di fondo, che oggi chiude i battenti a Lago di Tesero, il 2 ed il 3 marzo sar la volta di quello di sci alpino, in programma a Folgaria. In gara Ragazzi e Allievi, che si misureranno in slalom sulla pista Agonistica di Fondo Grande e in gigante sulla Salizzona.

OLIMPIADI GIOVANILI

Unaltra medaglia di cartone per il trentino Da Villa


Quattordici miseri centesimi. Quelli che hanno separato il 16enne di Lavarone Davide Da Villa dalla medaglia di bronzo nello slalom speciale alle Olimpiadi Giovanili di Innsbruck, ultima gara dello sci alpino, nonch quella su cui Da Villa puntava maggiormente. Terzo a met gara, il portacolori dellAltipiani Ski Team ha offerto unottima prova anche nella seconda manche, costretto per a lasciare strada allaustriaco Mathias Graf, atleta che era quarto alla fine della prima discesa e che gli appassionati trentini ricorderanno vincitore del Trofeo Topolino a Folgaria (proprio in slalom) nel marzo scorso. La vittoria andata allo svizzero Sandro Simonet, che riuscito a rifilare 190 al belga Dries Van Den Broecke. A 199 Graf, mentre Da Villa quarto a 213. Uscito nella prima manche laltro azzurro in gara, laltoatesino Andreas Zingerle. Per quanto riguarda le altre gare in programma, decimo posto per i fiemmesi Daniele Varesco e Veronica Giamoena nella gara a squadre di salto speciale vinta dalla Germania (su Slovenia e Canada), mentre Gloria Malfatti ha chiuso settima nella gara mass start del pattinaggio velocit. (l.f.)

cati tecnici boemi. Per adesso ci hanno guadagnato... i ceki, che hanno appunto portato a casa due medaglie doro (con Mathias Vacek nella categoria Baby maschile e con Barbora Havli-

Il podio Cuccioli f. e sopra la Moser (Newspower)

ckova nella Cuccioli femminile) e due dargento (Karolina Poulikova nella Cuccioli femminile e Tomas Dufek nella Cuccioli maschile). Croazia, con Nika Jagegic, nella Baby femminile, men-

CLASSIFICHE
TROFEO TOPOLINO 2012 Baby maschile CZECH SKI ASSOCIATION 00:05:31.66 SKI ASSOCIATION PGZ 00:06:05.82 TSK MERKUR KRANJ 00:06:13.82 POLISPORTIVA LE PRESE 00:06:18.30 S.C. VALLE PESIO 00:06:23.88 TSK MERKUR KRANJ 00:06:26.16 CROATIA "OROSLAVIE" 00:06:27.34 S.C. FIAVE 00:06:28.47 S.C. PRALI V. 00:06:29.78 U.S. STELLA ALPINA 00:06:31.70 Baby femminile Nika Jagecic CROATIA "OROSLAVIE" 00:06:13.91 Nicole Favre SCI CLUB V. 00:06:23.99 Martina Moser U.S. STELLA ALPINA 00:06:27.17 Debora Ottaviani SCI CLUB CORTINA 00:06:29.60 Martina Ielitro POLISPORTIVA LE PRESE 00:06:35.52 Nadine Laurent S.C. GRESSONEY M. ROSA 00:06:41.82 Gioia Vagretti S.C. AMICI DELLA NEVE 00:06:45.48 Elena Rossi S.C. PR. GIOVANI XXIII 00:06:48.46 Hana Gasar ND RATECE PLANICA 00:06:49.34 Alessandra Cantonati APD NORDOVEST 00:06:50.26 Cuccioli maschile Davide Graz A.S. CAMOSCI 00:11:11.97 Tom Dufek CZECH SKI ASSOCIATION 00:11:31.84 an Pevec TSK MERKUR KRANJ 00:11:34.21 Samuele Puntel A.S. CAMOSCI 00:11:43.28 Luka Hladnik TSK VALKARTON LOGATEC 00:11:49.34 Luca Compagnoni S.C. ALTA VALTELLINA 00:11:50.92 Patrick Delvai U.S. STELLA ALPINA 00:11:57.74 Nicola Doveri S.C. GRAN PARADISO 00:11:59.39 Thomas Coradazzi S.S. FORNESE 00:12:09.31 Matteo Leso U.S. DOLOMITICA 00:12:09.50 Cuccioli femminile Barbora Havlckov CZECH SKI ASSOCIATION 00:08:01.46 Karolna Poulkov CZECH SKI ASSOCIATION 00:08:02.83 Emilie Jeantet S.C. GRAN PARADISO 00:08:08.79 Nicole Monsorno U.S. LAVAZE 00:08:10.44 Ana Lucija Jezerek SD SRC PRESKA M. 00:08:20.69 Amandine Guala G.S. GODIOZ 00:08:26.05 Elisa Sordello SKI AVIS B. - LIBERTAS 00:08:27.02 iva Klemencic TSK MERKUR KRANJ 00:08:34.38 Anna Rossi S.C. PR. GIOVANI XXIII 00:08:38.94 Giorgia Rigoni S.C. VAL MAGNABOSCHI C 00:08:39.95 TROFEO TOPOLINO REVIVAL Maschile FIAMME GIALLE 00:11:30.64 U.S. DOLOMITICA 00:11:55.58 A.S. CAMOSCI 00:11:57.48 S.C. VALLE PESIO 00:11:58.06 U.S. DOLOMITICA 00:12:20.79 A.S. CAURIOL 00:12:21.84 U.S. LAVAZE 00:12:22.30 U.S. DOLOMITICA 00:12:23.80 A.S. CAURIOL 00:12:24.65 S.S. FRASSINORO 00:12:32.38 Femminile U.S. CORNACCI 00:13:52.53 A.S. CAURIOL 00:13:54.58 U.S. MONTI PALLIDI 00:14:06.84 U.S. CERMIS M. CAVALESE 00:14:22.26 U.S. CERMIS M. CAVALESE 00:14:28.79 U.S. DOLOMITICA 00:14:31.06 S.C. VALLE GESSO 00:14:35.82 U.S. CERMIS M. CAVALESE 00:14:35.89 A.S. CAURIOL 00:14:53.14 SD SRC PRESKA M. 00:15:12.24 1 2 3 4 5 6 8 9 12 2 5 6 7 8 9 12 14 15 16 21 23 24 35 8 10 12 15 25 28 29 30 31 32 33 37 48 51 55 63 74 75 76 83 85 86 89 94 96 98 100 102 103 106 111 112 113 114 117 119 121 126 127 128 129 130 3 19 34 43 48 50 51 54 55 59 61 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Mathias Vacek Ivan Zaharija Mark Vozelj Alberto Nigotti Thomas Daziano Jaa Zidar Karlo Kuntek Devid Caresani Simone Negrin Pierpaolo Bonelli PROVINCIA TRENTO Trofeo Topolino Revival Femminile Giulia U.S. Cornacci Valeria A.S. Cauriol Caterina U.S. Monti Pallidi Elisa U.S. Cermis Masi C. Alessia U.S. Cermis Masi C. Angelica U.S. Dolomitica Martina U.S. Cermis Masi C. Alberta A.S. Cauriol Elisa A.S. Cauriol Trofeo Topolino Revival Maschile Pellegrin Sebastiano U.S. Dolomitica Tomasi Luca U.S. Dolomitica Bosin Mattia A.S. Cauriol Scarian Fabrizio U.S. Lavaze Piazzi Matteo U.S. Dolomitica Mich Francesco A.S. Cauriol Pasero Roberto U.S. Dolomitica Defrancesco Mathias U.S. Cermis Masi C. Pederiva Simone Gronlait O. Team Tomasi Andrea Gronlait O. Team Romagna Massimo A.S. Cauriol Cavada Daniele G.S. Castello Calliari Alessandro G.S. Castello Brigadoi Federico Gronlait O. Team Categoria Baby Maschile Caresani Devid S.C. Fiave Bonelli Pierpaolo U.S. Stella Alpina Vanzo Martino A.S. Cauriol Rizzoli Samuel Polisportiva Molina Vanzetta Simone A.S. Cauriol Varesco Giacomo G.S. Castello Mich Daniele U.S. Cornacci Doliana Denis U.S. Cermis Masi C. Zanon Enrico U.S. Cornacci Zangrano Mirko U.S. Cornacci Delvai Jacopo U.S. Stella Alpina Iellici Enrico A.S. Cauriol Zorzi Lorenzo U.S. Dolomitica Stoffie Omar U.S. Dolomitica Zorzi Harald U.S. Monti Pallidi Delladio Samuele U.S. Cornacci Tomas Riccardo U.S. Primiero San M. Vanzetta Enrico U.S. Cornacci Mastrobattista Simone U.S. Monti Pallidi Schmidt Nicola G.S. Castello Ouachi Nidal U.S. Dolomitica Zorzi Andrea A.S. Cauriol Moser Simone G.S. Castello Facchini Martino U.S. Dolomitica Pompanin Daniele U.S. Cermis Masi C. Lorenzoni Samuele U.S. Cornacci Dellafior Tobia U.S. Cermis Masi C. Iellici Ivan U.S. Cornacci Mazza Alessio U.S. Cermis Masi C. Delmarco Thomas U.S. Cornacci Morandini Augusto U.S. Dolomitica Zanon Samuele S.C. Rabbi Graifenberg Mathias S.C. Rabbi Carpella Luca U.S. Cornacci Pedergnana Damiano S.C. Rabbi Doliana Lorenzo U.S. Cornacci Ferrari Filippo U.S. Litegosa Riccadonna Giovanni S.C. Fiave Zorzi Martin Polisportiva Molina Anselmo Daniel G.S. Castello Brigadoi Mattia U.S. Dolomitica Felicetti Gianluca U.S. Dolomitica Categoria Baby Femminile Moser Martina U.S. Stella Alpina Andreolli Alessia S.C. Fiave Defrancesco Sara U.S. Litegosa Pedergnana Giulia S.C. Rabbi Menotti Teresa S.C. Fiave Delvai Beatrice U.S. Stella Alpina Trettel Aurora U.S. Litegosa Vaia Carola U.S. Stella Alpina Sartori Alice G.S. Costalta Riz Lisa U.S. Litegosa Aquila Giulia U.S. Litegosa Sturz Deflorian Ganz Luise Bosin Dellasega Dibiase Pellegrin Deflorian 00:13:52.53 00:13:54.58 00:14:06.84 00:14:22.26 00:14:28.79 00:14:31.06 00:14:35.89 00:14:53.14 00:15:20.64 00:11:55.58 00:12:20.79 00:12:21.84 00:12:22.30 00:12:23.80 00:12:24.65 00:12:41.50 00:12:47.51 00:12:50.78 00:13:10.37 00:14:00.37 00:14:21.40 00:14:21.63 00:16:17.75 00:06:28.47 00:06:31.70 00:06:32.78 00:06:43.19 00:07:07.70 00:07:14.82 00:07:17.14 00:07:18.62 00:07:20.33 00:07:20.71 00:07:21.19 00:07:28.17 00:07:42.54 00:07:46.51 00:07:52.64 00:08:02.53 00:08:14.05 00:08:14.86 00:08:15.84 00:08:19.88 00:08:21.66 00:08:24.58 00:08:28.54 00:08:30.12 00:08:32.83 00:08:41.44 00:08:44.02 00:08:45.89 00:08:46.93 00:08:51.24 00:09:01.86 00:09:03.61 00:09:03.65 00:09:04.08 00:09:11.16 00:09:14.38 00:09:18.68 00:09:42.61 00:09:48.23 00:09:55.13 00:10:00.86 00:10:13.74 00:06:27.17 00:07:06.47 00:07:25.81 00:07:41.57 00:07:46.86 00:07:52.83 00:07:54.88 00:08:00.20 00:08:03.11 00:08:09.10 00:08:11.82 Lucia U.S. Cornacci Maria Giulia U.S. Dolomitica Martina A.S. Cauriol Marta U.S. Cornacci Letizia S.C. Fiave Alice U.S. Dolomitica Michela S.C. Rabbi Alessia U.S. Litegosa Melati G.S. Castello Milena U.S. Litegosa Martina S.C. Rabbi Carolin S.C. Rabbi Carlotta G.S. Castello Giorgia Polisportiva Molina Maria Eurosia U.S. Stella Alpina Martina Polisportiva Molina Caterina G.S. Castello Maria Chiara S.C. Fiave Categoria Cuccioli Maschile 7 Delvai Patrick U.S. Stella Alpina 10 Leso Matteo U.S. Dolomitica 18 Lauton Francesco A.S. Cauriol 23 Turcan Ion S.C. Fiave 28 Schmidt Luca G.S. Castello 34 Haas Olaf A.S. Cauriol 40 Ventura Nicola U.S. Cornacci 41 Vaia Leonardo U.S. Stella Alpina 45 Zeni Elia U.S. Cornacci 52 Amort Riccardo U.S. Cornacci 56 Chiocchetti Alessandro U.S. Monti Pallidi 57 Ferrari Matteo U.S. Dolomitica 58 Bernardi Riccardo U.S. Dolomitica 71 Giacomel Tommaso U.S. Primiero San M. 75 Eccher Stefano U.S. Cornacci 77 Defrancesco Gioele U.S. Lavaze 90 Misconel Gabriele U.S. Cermis Masi C. 95 Delladio Elia U.S. Cornacci 98 Mariani Ivan U.S. Dolomitica 100 Sieff Daniele U.S. Cermis Masi C. 107 Chiocchetti Alessandro U.S. Monti Pallidi 108 Scalet Cornelio U.S. Primiero San M. 110 Vanzetta Mattia U.S. Cornacci 113 Longo Fabio U.S. Cornacci 116 Dapra' Damiano S.C. Rabbi 120 Longo Alessandro U.S. Cornacci 121 Delmarco Thomas Polisportiva Molina 122 Valorz Marco S.C. Rabbi 123 Ventura Nicola G.S. Castello 124 Ciresa Simone U.S. Cermis Masi C. 126 Pasini Zeno U.S. Stella Alpina 128 Dapra' Manuel S.C. Rabbi 131 Braito Luca G.S. Castello 138 Bonapace Christian S.C. Rabbi 139 Mattarei Simone S.C. Rabbi 142 Vanzo Davide U.S. Cermis Masi C. 147 Vanzo Filippo U.S. Cornacci 149 Gilmozzi Daniel U.S. Litegosa 150 Tomasi Diego U.S. Cornacci 159 Pontara Nicola S.C. Rabbi 160 Cavallar Fabrizio S.C. Rabbi 166 Felicetti Isacco U.S. Dolomitica 167 Dellantonio Mattia U.S. Dolomitica 170 Dioda' Stefano U.S. Cornacci 173 Tonini Filippo S.C. Fiave 176 Cavada Sebastian Polisportiva Molina 188 Petrone Davide U.S. Monti Pallidi 195 Dellagiacoma Valentino U.S. Dolomitica 196 Bronzini Tommaso S.C. Fiave 197 Speranza Matteo S.C. Fiave 199 Chiocchetti Gabriel U.S. Monti Pallidi 200 Delladio Filippo U.S. Cermis Masi C. 201 Mattioli Lorenzo U.S. Litegosa 207 Filippi Nicholas U.S. Dolomitica 211 Bardi Daniel U.S. Cermis Masi C. 212 Decrestina Yuri U.S. Dolomitica 214 Magnabosco Alex U.S. Primiero San M. 217 Necchi Alessandro G.S. Castello 218 Dovolavilla Gabriele G.S. Castello 220 Onorati Riccardo S.C. Fiave Categoria Cuccioli Femminile 4 Monsorno Nicole U.S. Lavaze 68 76 80 81 83 89 90 96 97 102 103 115 117 120 122 125 128 136 Zanon Piller Dellasega Zeni Sartori Lunardi Cicolini Gilmozzi Scevola Zorzi Bonetti Zappini Nardin Tonini Debertolis Girardi Broll Gabos 00:08:27.92 00:08:39.74 00:08:44.85 00:08:44.92 00:08:47.28 00:08:55.19 00:08:56.28 00:09:04.97 00:09:13.59 00:09:20.47 00:09:24.42 00:10:06.61 00:10:10.91 00:10:24.08 00:10:27.56 00:10:36.57 00:10:42.87 00:12:35.15 00:11:57.74 00:12:09.50 00:12:26.81 00:12:40.55 00:12:47.55 00:12:54.91 00:12:59.37 00:13:01.65 00:13:12.23 00:13:19.81 00:13:25.61 00:13:28.67 00:13:30.35 00:13:45.03 00:13:55.60 00:13:57.69 00:14:10.05 00:14:18.00 00:14:22.78 00:14:25.34 00:14:29.47 00:14:31.53 00:14:35.16 00:14:38.83 00:14:45.29 00:14:52.85 00:14:53.44 00:14:54.25 00:14:55.64 00:14:58.71 00:14:59.51 00:15:04.51 00:15:11.45 00:15:30.34 00:15:30.39 00:15:37.68 00:15:47.89 00:15:49.19 00:15:50.64 00:16:11.40 00:16:11.50 00:16:23.69 00:16:23.86 00:16:30.85 00:16:33.69 00:16:42.95 00:17:08.60 00:17:29.90 00:17:34.55 00:17:38.95 00:17:50.86 00:17:55.42 00:18:00.82 00:18:27.84 00:19:03.72 00:19:11.15 00:19:15.34 00:19:42.65 00:19:45.43 00:19:59.83 00:08:10.44 28 30 31 36 40 42 49 50 56 73 76 93 100 102 103 107 111 113 117 123 125 126 127 130 133 135 137 138 141 146 152 156 162 167 168 Delladio Nicole U.S. Cornacci Farina Anna S.C. Fiave Goss Matilde U.S. Lavaze Corradini Nadine U.S. Stella Alpina Dellasega Chiara A.S. Cauriol Delladio Cristiana U.S. Cornacci Denardi Serena U.S. Cornacci Betta Gaia U.S. Cermis Masi C. Venturini Annalisa U.S. Cermis Masi C.e Sieff Arianna U.S. Lavaze Vanzo Marianna A.S. Cauriol Festi Giulia S.C. Fiave Pangrazzi Maria S.C. Rabbi Sommavilla Elisa U.S. Monti Pallidi Dellafior Lisa U.S. Cermis Masi C. Cunaccia Valentina U.S. Carisolo Orler Veronica U.S. Primiero San M. Santini Anna G.S. Castello Zattoni Martina U.S. Cermis Masi C. Mott Sofia Carlotta U.S. Primiero San M. Giacomuzzi Tania U.S. Cornacci Sieff Sara U.S. Cermis Masi C. Demattio Stefanie U.S. Stella Alpina Dellasega Maria Beatrice G.S. Castello Moser Astrid G.S. Castello Zorzi Silvia U.S. Litegosa Riccadonna Alexandra S.C. Fiave Caviola Alessia U.S. Stella Alpina Vanzo Matilde U.S. Cermis Masi C. Weiss Alison Polisportiva Molina Delmarco Sara Polisportiva Molina Ciresa Camilla U.S. Stella Alpina Onorati Agata S.C. Fiave Debertolis Nadia U.S. Primiero San M. Iori Anna S.C. Fiave PROVINCIA BOLZANO Topolino Revival Maschile Michele A.S. Citta Di Bolzano Emanuele A.S. Citta Di Bolzano Baby Maschile 39 Schwalt Kevin S.C. Sesvenna V. 40 Hohenegger Luis S.C. Sesvenna V. 95 Tragust Simon S.C. Sesvenna V. 109 Demez Silas S.C. Gardena Raiffeisen 123 Kostner David S.C. Gardena Raiffeisen 132 Dalla Serra Andrea A.S. Citta Di Bolzano Baby Femminile 67 Brunello Gaia S.C. Gardena Raiffeisen 75 Hochrainer Michaela S.V. Gossensass 88 Schtz Chiara Maria S.C. Sesvenna V. 94 Rainalter Judith Asv.prad/raiffeisen/w. 113 Hohenegger Lena S.C. Sesvenna V. 132 Perathoner Lisa S.C. Gardena Raiffeisen 133 Piazza Verena S.C. Gardena Raiffeisen 137 Treccarichi Sofia A.S. Citta Di Bolzano Cuccioli Maschile 12 Giusti David Asv.prad/raiffeisen/w. 73 Runggaldier Matteo S.C. Gardena Raiffeisen 82 Stecher Jan Asv.prad/raiffeisen/w. 83 Peer Andreas S.C. Sesvenna V. 115 Senoner Kevin S.C. Gardena Raiffeisen 130 Angerer Bjrn S.C. Sesvenna V. 182 Dolliana Fabian S.V. Gossensass Cuccioli Femminile 32 Hutter Sara Asv.prad/raiffeisen/w. 48 Dejori Verena S.C. Gardena Raiffeisen 55 Brunello Fabiana S.C. Gardena Raiffeisen 58 Kahlert Alissa Asv.prad/raiffeisen/w. 70 Angeli Sara Asv.prad/raiffeisen/w. 72 Platzer Judith Asv.prad/raiffeisen/w. 74 Perathoner Verena S.C. Gardena Raiffeisen 77 Loszach Lena Asv.prad/raiffeisen/w. 87 Tscholl Hanna Asv.prad/raiffeisen/w. 97 Pali Maria S.C. Sesvenna V. 105 Berger Sarah Asv.prad/raiffeisen/w. 112 Hochrainer Magdalena S.V. Gossensass 139 Nocker Linda S.C. Gardena Raiffeisen 142 Mussner Carmen S.C. Gardena Raiffeisen 153 Moriggl Julia S.C. Sesvenna V. 36 Dalla Serra 37 Fusaro 00:18:41.45 00:19:00.46 00:07:31.16 00:07:32.07 00:08:32.48 00:08:57.72 00:09:28.74 00:11:33.19 00:08:27.29 00:08:38.78 00:08:53.87 00:09:04.45 00:10:03.32 00:11:04.53 00:11:27.43 00:12:54.36 00:12:16.77 00:13:48.10 00:14:03.20 00:14:04.00 00:14:39.45 00:15:10.73 00:16:52.14 00:09:48.36 00:10:09.33 00:10:30.30 00:10:38.76 00:10:56.97 00:10:59.49 00:11:01.35 00:11:05.44 00:11:17.00 00:11:36.92 00:11:48.53 00:11:57.50 00:13:13.28 00:13:34.69 00:14:11.78 00:09:40.11 00:09:46.67 00:09:47.71 00:09:51.84 00:09:55.29 00:09:57.59 00:10:12.90 00:10:14.84 00:10:33.56 00:11:01.31 00:11:03.16 00:11:25.36 00:11:43.35 00:11:45.97 00:11:46.81 00:11:51.25 00:11:55.22 00:12:02.28 00:12:07.03 00:12:27.09 00:12:28.20 00:12:35.75 00:12:37.07 00:12:42.05 00:12:48.63 00:13:00.87 00:13:08.21 00:13:11.99 00:13:26.10 00:13:48.30 00:14:01.45 00:14:42.35 00:15:37.70 00:17:06.68 00:18:29.70

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10

Mauro Brigadoi Sebastiano Pellegrin Mattia Quinz Andrea Gola Luca Tomasi Mattia Bosin Fabrizio Scarian Matteo Piazzi Francesco Mich Giovanni Ferrari Giulia Sturz Valeria Deflorian Caterina Ganz Elisa Luise Alessia Bosin Angelica Dellasega Wanda Giordanengo Martina Dibiase Alberta Pellegrin Anja avbi Kunaver

ALTO ADIGE

SPORT

DOMENICA 22 GENNAIO 2012

47

PALLAMANO

Forst Bressanone da quartieri alti


Elite. Liquida il Bologna, agguanta il Pressano e vede il secondo posto
PALLAMANO / elite
RISULTATI
Pressano - Loacker BZ Trieste - Intini Noci Teramo - Fasano Forst Bress. - Bologna Dorica AN - Conversano 31 - 32 24 - 25 30 - 31 35 - 29 22 - 29

BRESSANONE. Vittoria doveva essere e vittoria stata: la Forst Bressanone comincia con un successo la prima partita del girone di ritorno. Dopo i tre punti conquistati nel derby del 16 dicembre scorso, i ragazzi di Niederwieser e Nssing hanno incrementato il proprio bottino in classifica contro il Bologna United. In via Laghetto terminata 35-29.

CLASSIFICA Pt.
Loacker BZ Conversano Trieste Pressano Forst Bress. Intini Noci 32 26 26 24 24 22 21 12 12 9 8 0

G 13 12 12 12 12 12 12 13 12 13 12 12

V 11 9 9 8 7 7 7 4 4 3 3 0

N 0 0 0 0 0 0 0 0 0

P 2 3 3 4 4 4 5 8 8

Gf 463 360 324 355 329 339 330 354 350 313 356 314

Gs 339 315 290 332 297 295 321 365 362 455 424 392

Ambra Prato - Mezzocorona 29 - 27

BRESSANONE BOLOGNA

35 29

FORST: Mairvograsspeinten, Giuliani 3, Dejakum, Kammerer 8, Salcher 1, Ploner, Kovacs 8, Nicolich 6, Michaeler, Sonnerer 7, Stefanic, Ranalter, Sader, Stuffer 2
BOLOGNA:Gentilozzi, Montalto 9, Cattabriga, Kazic 4, Pesaresi, Pedretti, Pisani, Bar, Provvedi 8, Bellotti 2, Garau, Corni 1, Zaniboni 4, Stabellini 1. NOTE: primo tempo 17-14

Roland Giuliani tre volte a segno ieri contro il Bologna

PROSSIMO TURNO
Mezzocorona - Teramo Conversano - Ambra Prato Loacker BZ - Trieste Fasano - Forst Bress. Intini Noci - Dorica AN Bologna - Pressano

Fasano Teramo Ambra Prato Dorica AN Bologna Mezzocorona

0 10 0 9

0 12

Per i biancoverdi, per, si trattato di un match tuttaltro che semplice. Sulla carta, infatti, gli altoatesini partivano nettamente favoriti. Tuttavia la gara si rivelata combattuta. Privi di Aljosa Stefanic (lo sloveno non ha ancora superato i postumi dellinfortunio alla mano), i brissinesi hanno incontrato un Bologna molto

reattivo. Ma la vittoria, per la Forst, non mai stata in discussione. Difesa un po leggera ma attacco incontenibile: le bocche di fuoco dei brissinesi hanno messo a dura prova il portierone Bar, autore di interventi pregevoli. Kammerer e Kovacs hanno dato spettacolo, avendo realizzando otto reti a

testa. Sette gol per Sonnerer, mentre Nikolic Kajic si dovuto accontentare di sei marcature. Bench vittima di un fastidio alla spalla, lo straniero ha dato ugualmente il suo contributo alla squadra. Per il Bressanone si tratta di tre punti doro. Michaeler e compagni hanno compiuto un altro passo importante in vista

dei playoff. Avvincente la ripresa, con il Bologna costretto ad inseguire. Al 34, sono tre le reti che separano le due formazioni (19-16). Un minuto pi tardi, per, la Forst allunga e si porta sul 20-16. Il match si infiamma nel finale. Il Bologna prova a raggiungere gli altoatesini che, al 51, conducono con

due lunghezze di vantaggio (28-26). Ma, quando il gioco si fa duro, la Forst non si risparmia. I brissinesi tengono sempre i felsinei a distanza di sicurezza. Il Bologna si arrende. Al 60, esplode la gioia biancoverde. Grazie al successo di ieri, i brissinesi raggiungono il Pressano a 24 punti. Il secondo posto ora a un passo.

Venerd prossimo si ricomincia: la 13 giornata propone due match di grande interesse. La Forst far visita alla Junior Fasano (lanticipo verr trasmesso in diretta tv da Rai Sport 1), mentre il Bolzano giocher sabato, al PalaGasteiner. I biancorossi affronteranno il Trieste, ferito dalla sconfitta col Noci. (fr.se.) Il forte pivot della formazione bolzanina Karolina Piotrkievicz attesa protagonista della partita odierna del Bcb a Udine

Basket A2 femminile. Oggi lIveco in casa della Telser, squadra che sta davanti di 4 punti

Un Bolzano ferito a Udine per curarsi


Coach Massai: Brucia ancora la sconfitta casalinga contro Bologna
BOLZANO. Brucia ancora la sconfitta di sabato scorso con ospite la capolista Bologna, ma per il Bcb Iveco Lenzi non c tempo per recriminare: gi ora di tuffarsi in unaltra sfida, un altro esame non proprio dei pi facili, oggi pomeriggio ad Udine in casa della Delser, che in classifica ha 4 punti in pi della squadra biancorossa e pu contare anche sulla vittoria di inizio ottobre a Bolzano (49-63). Certo brucia un po perdere una partita dopo essere stati avanti per oltre mezzora - afferma coach Michele Massai non nascondendo la delusione - ero proprio convinto che potevamo portarla a casa, invece abbiamo pagato ancora una volta i soliti errori nella gestione della palla. E per importante il segnale che la squadra c, che in grado di giocare alla pari con tutte. Lo dovremo dimostrare subito anche ad Udine, anche perch la classifica si ancora accorciata e dobbiamo aggiungere punti per non correre il rischio di essere raggiunti dalle inseguitrici, anche se attualmente siamo ancora a met classifica. Anche la Delser Udine arriva allappuntamento dopo una sconfitta di misura, subita a Cervia (56-52, parziali: 14-20, 35-31, 45-44) di fronte alla giovane Premier Hotels, con solo il play Madonna e lex biancorossa Patrizia De Gianni in doppia cifra (12 punti a testa). Proprio il pivot De Gianni, 191 centimetri, stata la migliore friulana con 23 nella valutazione Lega, proprio come Karolina Piotrkievicz, contro Bologna. Non sar certo facile, anche perch allandata Udine riuscita a spuntarla puntando sulla pressione difensiva - spiega il tecnico bolzanino - e noi abbiamo dimostrato di soffrire proprio la pressione avversaria, che ci mette in difficolt nellimpostazione e nella gestione del gioco, spingendoci a perdere qualche pallone di troppo in modo banale. Da parte nostra dovremo sicuramente riuscire ad esprimerci con la stessa intensit difensiva che abbiamo dimostrato con Bologna. Poi dovremo saper rallentare il gioco, se giochiamo come la Delser Udine a correre e segnare potremmo, infatti, correre qualche rischio di troppo. La Delser una formazione simile alla nostra: pu alternare in campo otto-nove giocatrici e pu contare su tre lunghe, guidate dalla De Gianni e dalla lettone Veinberga.

Cf Alto Adige, partita da 1 fisso


Calcio femminile. AllInternorm oggi arriva labbordabile Valpo
BOLZANO. CF Alto Adige tra le mura amiche contro labbordabile Valpo Pedemonte, Ssv Brixen in trasferta sul campo della corazzata Graphistudio Pordenone. Il 12 turno di serie A2 femminile, quello post-derby, regala alle due formazioni provinciali due destini opposti. Guardando la capolista biancorossa, la gara interna contro la compagine veneta (Internorm Arena, oggi ore 14.30) pare il confronto giusto per provare a mettere in cascina tre ulteriori punti utili ai fini della classifica: se il Valpo Pedemonte non va sottovalutato soprattutto in considerazione di alcuni risultati importanti, si legga il pareggio per 1-1 contro il San Zaccaria, la truppa di Alberti pare comunque avere qualcosa in pi rispetto ad un avversario che naviga nella zona medio-bassa della graduatoria con 10 punti allattivo in 11 partite disputate. In casa biancorossa, la slovena Podrecca stata reintegrata in rosa e sar regolarmente disponibile, mentre potrebbe dare forfait la forte ala destra Dalla Giacoma. Sulla via del recupero infine Faes e Menegoni. Se quella del CF pare dunque una partita da 1 fisso, ben pi difficolt potrebbe trovare lSsv Brixen di Fabio Pelanda nella trasferta di Pordenone. La compagine brissinese, reduce da una prestazione comunque buona nel derby provinciale, se la vedr infatti con il Graphistudio, formazione favorita per la promozione in serie A proprio insieme allAlto Adige ed attuale seconda forza in graduatoria con quattro punti in meno rispetto alle biancorosse. Logico dunque che la sfida appaia sulla carta a senso unico, anche in considerazione di alcune probabili assenze che caratterizzeranno lundici di Pelanda: se Fodor rester fuori ancora per diverse settimane, ancora in dubbio per oggi paiono Moling (presto fuori causa nel derby) e Mair. (dafo)

Veterani in pista nel Prestige Piccoli sfreccia con i pattini


BOLZANO. Veterani atesini dello sport nuovamente in azione nel primo atto del trofeo Prestige-Fondazione Cassa di Risparmio-Superprestige. In pista allIce Rink di Collalbo per la prova di pattinaggio 17 vecchie glorie dello sport di casa nostra, non solo del pattinaggio, ovviamente. Che, come sempre, non si sono risparmiate per centrare lobiettivo della vittoria. Nelle quattro categorie in cui stata suddivisa la manifestazione, al primo posto nella M1 c Ugo Piccoli, nella M2 Benedetto Biancalana, Silvia Ferrini nella F1 e Johanna Endrich nella categoria F2. Tutti protagonisti anche nelle precedenti edizioni del trofeo Prestige. La seconda prova del Prestige in programma sabato 11 febbraio a Maso della Pieve con una pi tranquilla e rilassante gara di birilli. Queste in dettaglio le classifiche della prova di pattinaggio svoltasi sullanello di Collalbo. Categoria M1: 1. Ugo Piccoli punti 20; 2. Piero Plebani 17; 3. Sergio Paolini 15; 4. Roberto Zuliani 14. Categoria M2: Benedetto Biancalana 20 punti; 2. Franco Sitton 17; 3. Fredi Dissertori 15; 4. Paolo Ferraris 14; 5. Aldo Zorzi 13; 6. Heini Amort 12; 7. Edy Zocchi 11; 8. Marco Zanol 10; 9. Lino Trettel 9. Categoria F1: 1. Silvia Ferrini 20; 2. Manuela Ferrini 17; 3. Renate Teutsch 15. Categoria F2: 1. Johanna Endrich punti 20.

Benedetto Biancalana

La centrocampista Michela Faes

Ugo Piccoli

Domenica 22 gennaio 2012

11
LINCHIESTA
La maxi-operazione partita lestate scorsa La droga acquistata direttamente in Marocco

Don Bosco sommersa da 63 chili di hashish


Maxi-sequestro della polizia. Arrestati 4 spacciatori: la base in una casa di Gries
di Susanna Petrone
BOLZANO. Sgominata una banda di spacciatori grazie ad una maxi-operazione della squadra mobile di Bolzano: in manette sono finiti quattro marocchini. Sequestrati ben 63 chili di hashish. La droga era destinata al quartiere Don Bosco. La base, invece, si trovava a Gries, dove vive la mente della banda, un marocchino di 33 anni. Indagato il braccio destro del capo, un nordafricano. La maxi-inchiesta partita la scorsa estate: gli agenti della squadra mobile, coordinati da Giuseppe Tricarico, si sono messi sulle tracce di una banda che vendeva hashish dalta qualit proveniente dal Marocco. Dagli spostamenti, gli inquirenti hanno scoperto che a gestire il tutto era un marocchino di 33 anni, residente in un bel appartamento di Gries. Il suo braccio destro, un nordafricano di 32 anni, aveva il compito di trovare gli acquirenti - quasi tutti giovani di Don Bosco - per poi stabilire il prezzo della nuova droga. Lhashish marocchino, infatti, di alta qualit e quindi viene venduto a prezzi pi elevati. Per mesi gli inquirenti hanno osservato i movimenti della banda, tramite appostamenti ed intercettazioni telefoniche, scoprendo che la mente della banda, aveva altri tre scagnozzi posizionati a Bergamo. La droga lasciava il Marocco per arrivare in Spagna. Infine veniva portata a Bergamo. Nella citt lombarda, ad attendere lhashish, cerano i tre nordafricani, che consegnavano la merce al trafficante residente a Bolzano. Ed in Lombardia che sono stati effettuati i quattro arresti e il maxi-sequestro. Il sostituto procuratore Axel Bisignano ha coordinato linchiesta. Le ordinanze di custodia cautelare sono state firmate dal gip Silvia Monaco. Gli agenti della squadra mobile hanno atteso il momento giusto e una volta caricata la droga nella macchina del capo della banda, sono intervenuti, arrestando i quattro marocchini. Linchiesta ancora in corso.
RIPRODUZIONE RISERVATA

IL DETTAGLIO

Le intercettazioni incastrano tutta la rete dei trafficanti


BOLZANO. Dallinizio della maxi-inchiesta, gli agenti della squadra mobile hanno effettuato perquisizioni domiciliari tra Gries, Don Bosco, Centro e Oltrisarco. Complessivamente sono stati sequestrati tre chili di hashish nel corso del 2011. Due giorni fa, per, gli inquirenti sono riusciti a risalire al luogo di incontro tra grossisti e la banda bolzanina, scoprendo che erano arrivati 63 chili di droga a Bergamo, destinati al mercato del capoluogo altoatesino. Sullindagine gli investigatori mantengono ancora il massimo riserbo, visto che ci sono ancora altri spacciatori da denunciare. Il braccio destro della mente della banda, un marocchino residente a Bolzano, non si era recato a Bergamo. Ma grazie alle intercettazioni stato scoperto il suo ruolo nella banda. Era lui a tenere i contatti con gli acquirenti di Don Bosco.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Giuseppe Tricarico, coordina da poche settimane la squadra mobile di Bolzano

Gli agenti della polizia, mentre effettuano una perquisizione domiciliare a Don Bosco

LINTERVENTO

Il Ferrhotel sgomberato dai clandestini


Ledificio di Via Macello occupato illegalmente: 6 denunciati
Il controllo stato effettuato, dopo aver visto la porta danneggiata. I tre clandestini, invece, sono stati accompagnati in Lombardia, da dove verranno espulsi e rimandati in Tunisia. Per gli uomini della Polfer i controlli presso gli edifici e le strutture abbandonate o vuote stanno aumentando. Soprattutto in inverno, ci sono extracomunitari irregolari che per paura di essere controllati, non possono presentarsi nei centri di accoglienza per i senzatetto. Il Ferrhotel aveva al suo interno ancora tutti i letti messi a disposizione per i dipendenti delle Ferrovie. Nelle prossime settimane sarebbero iniziati i lavori di ristrutturazione.
RIPRODUZIONE RISERVATA

BOLZANO. Il Ferrhotel, dormitorio dei ferrovieri che si trova in via Macello, stato chiuso per ristrutturazione solo un mese fa e gi finito nel mirino di senzatetto, extracomunitari irregolari sul territorio italiano e persone che non sanno dove andare. A scoprire lultimo gruppo sono stati gli agenti della polizia ferroviaria, coordinati da Vincenzo Tommaseo, che hanno sgomberato la struttura qualche notte fa. Allinterno del Ferrhotel sono stati trovati sei cittadini tunisini, tutti tra i 22 ed i 47 anni. Tre di loro - dopo una serie di accertamenti effettuati in questura - sono risultati clandestini. Secondo gli uomini della Polfer, i sei stranieri sono

Lingresso scardinato dal gruppo riusciti ad entrare nel dormitorio dopo avere scardinato la porta dingresso. Sono stati tutti denunciati per danneggiamento aggravato e invasione di edifici e terreni. Le stesse Ferrovie, infatti, hanno presentato querela contro i sei uomini, dopo avere saputo dellevacuazione.

Un agente della Polfer, davanti alledificio evacuato in via Macello

In manette due giovani tunisini. I carabinieri: luomo ha cercato di nascondersi in un locale del centro citt

Coppia vende eroina per strada: arrestati


BOLZANO. Avevano appena venduto una dose di eroina ad un tossicodipendente bolzanino di 48 anni, arrivato in via Garibaldi per acquistare la droga. Ma ad attenderli cerano anche i carabinieri di Bolzano, coordinati dal maggiore Alberto Campagnolo, che li hanno tratti in arresto. In manette finita una coppia di tunisini. Si tratta di Youssef Mtiri, 29 anni, in Italia senza fissa dimore e di Assia Akrimi, ragazza di 20 anni, residente a Bolzano. Entrambi hanno precedenti per spaccio. La coppia stata vista in via Garibaldi venerd pomeriggio, verso le 16, mentre si avvicinava ad un noto tossico bolzanino. Lextracomunitario ha consegnato una dose alluomo. Questultimo, invece, ha tirato fuori dal portafoglio delle banconote. Ed a quel punto che i carabinieri sono intervenuti. Ma appena il tunisino ha visto gli uomini dellArma, si dato alla fuga. Mtiri si nascosto allinterno del bar Biti, cercando di chiudersi nel bagno. Appena i carabinieri lo hanno trovato, lo straniero ha iniziato a colpirli con calci e pugni. Per questo, oltre che di spaccio, dovr rispondere anche di violenza e resistenza a pubblico ufficiale. Mtiri stato sottoposto a perquisizione personale. Le forze dellordine hanno trovato un altro grammo di eroina e 635 euro in contanti, probabilmente provento dellattivit di spaccio di sostanze stupefacenti. Soldi e droga sono stati sottoposti a sequestro. Una volta arrivati in caserma per lidentificazione, Mtiri ha continuato a colpire i carabinieri. E stato portato presso il carcere di Bolzano. La giovane, invece, stata identificata e portata presso listituto penitenziario femminile di Trento. Il bolzanino stato segnalato al commissariato del governo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il maggiore Alberto Campagnolo

12

DOMENICA 22 GENNAIO 2012

BOLZANO
I FUNERALI

ALTO ADIGE

CENSIMENTO ULTIMI GIORNI


BOLZANO. La funzionaria porge gentilmente il modulo e la penna bic. Con lindice indica le varie parti del formulario. Vede, signore, qui pu dichiarare la sua appartenenza linguistica, pi sotto se decide di aggregarsi come altro ad uno dei tre gruppi. Tutto chiaro. Finita la spiegazione, si alza e se ne va. Cos - dice allontanandosi -, pu riempire il modulo in assoluta riservatezza. Via Gasteiner: alla centrale bolzanina del censimento ora la privacy nella compilazione della dichiarazione linguistica viene rispettata scrupolosamente. Dopo le segnalazioni dellAlto Adige sulla violazione della privacy negli uffici comunali al momento della dichiarazione etnica (che avveniva sotto gli occhi dellimpiegato), e la successiva rampognata ai funzionari dellassessora competente Chiara Pasquali, ora il diritto alla riservatezza viene osservato scrupolosamente. la stessa Pasquali ad ammettere che sulla privacy abbiamo avuto qualche problema e abbiamo dovuto ricalibrare alcuni meccanismi. Intanto, quella in arrivo, lultima settimana di censimento nei Comuni oltre i ventimila abitanti (per gli altri la scadenza era il 31 dicembre). Anzi no, perch in realt abbiamo la possibilit di proseguire oltre il termine per qualche altro giorno, se le operazioni non saranno concluse - spiega lassessora

Mercoled laddio a Fabio Boccaletti


BOLZANO. I funerali di Fabio Boccaletti, notissimo amministratore condominiale morto a 48 anni, verranno celebrati mercoled pomeriggio alle 14, presso la chiesa parrocchiale San Pio X. Il segretario dellAnaci bolzanina (Associazione nazionale amministratori condominiali e immobiliari), si spento improvvisamente venerd mattina alle 11, mentre si trovava nel suo studio in via Milano. Inutili, purtroppo, i tentativi di rianimarlo. Il suo cuore si fermato allimprovviso, mentre stava lavorando. Sotto shock la moglie Carlotta, con la quale viveva in via Resia insieme alla figlia. Sconvolti anche i genitori di Fabio, che sono rientrati a Bolzano dallestero subito dopo avere saputo dellaccaduto. Commosso il ricordo di Marco Lombardozzi, presidente dellAnaci, che conosceva bene Fabio Boccaletti e di tutti i suoi colleghi, che ne apprezzavano i modi cortesi e corretti.

I formulari del censimento distribuiti alle famiglie bolzanine

Privacy etnica, il Comune si corregge


Dopo le proteste, in via Gasteiner garantita la riservatezza della dichiarazione
Chiara Pasquali -. Ma le percentuali sono alte, ben oltre il 90 per cento quindi se sforiamo per pochi giorni. Ci avviamo al bilancio, insomma. Qualche problema emerso nelle ultime settimane? Non proprio filato tutto liscio con i rilevatori. Gran parte erano allaltezza, altri ci hano mollato strada facendo, procurandoci qualche disagio, ma siamo riusciti ad organizzarci. E la dichiarazione linguistica, che tanto ha fatto discutere? Ecco, su questo punto de-

Lassessora Pasquali: C stata un po di confusione ma ora tutto ok Chiusura il 31 ma non tassativa


vo dire che si dovr fare qualche ritocco organizzativo, la prossima volta: con la possibilit di fare la dichiarazione sia a casa, presente il rilevatore, sia nei centri di raccolta, si creata un po di confusione soprattutto a livello di privacy della dichiarazione stessa. Tutto qui. Nella confusione, c stata polemica proprio sullanonimato della dichiarazione etnica, e il Comune ha dovuto correre ai ripari dopo che qualcuno si lamentato della scarsa discrezione dei rilevatori che non avrebbero dovu-

to presenziare al momento della compilazione anonima. Noi Verdi ci spiega il consigliere provinciale Riccardo Dello Sbarba abbiamo presentato uninterrogazione su questo tema. Durnwalder ha risposto che per lui tutto ha funzionato a dovere. Ci sono arrivate molte segnalazioni sullapprossimazione della rilevazione linguistica. E comunque venuta a mancare la solennit di tale dichiarazione, con una contraddizione sensibile fra la leggerezza della sua compilazione e

la ricaduta concreta che essa ha sulla reale composizione dei gruppi etnici e sullassegnazione di vari contributi pubblici. Riflessioni buone per la prossima rilevazione, perch per quella del 2011 i giochi sono fatti. La curiosit pi grande quella che riguarda appunto la nuova composizione dei gruppi linguistici, capire quanto possa ritoccare le proporzioni il fatto che ci si sia potuti dichiarare in modo anonimo e dunque non opportunistico. Lo sapremo fra pochi mesi. (f.za.)

IL CASO

La colletta? Soldi ben spesi


Januth difende liniziativa in onore di Durnwalder
LE SCUOLE Merano tra i Comuni ai quali ha scritto la Corte dei Conti BOLZANO. I questionari nelle scuole puntano al benesSolo una buona azione sere dei ragazzi, non a dare voti a insegnanti e istituti: questa la replica di Gaetano Perbellini, presidente della Conaltro che politica sulta dei genitori, sulla contestata iniziativa di distribuire

BOLZANO. La Corte dei Conti ha scritto ai Comuni chiedendo informazioni sui soldi spesi per la colletta pro Africa in onore del settantesimo compleanno di Durnwalder. La lettera arrivata anche alle giunte che non hanno aderito alliniziativa, e a quelle i cui assessori hanno pagato di tasca propria. Ma sono state molte le amministrazioni che quei soldi (10 centesimi ad abitante) li hanno versati. Ed da loro che la Corte dei Conti aspetta la documentazione, in attesa di stabilire se la procedura sia stata regolare o no. Tra questi Comuni c ad esempio Merano. Il sindaco Januth conferma che la giunta ha approvato di partecipare alla colletta ma non ricorda se effettivamente limporto sia

I genitori difendono il test

Il sindaco di Merano Gnther Januth stato versato (si tratterebbe di circa 3800 euro). Januth difende la scelta: La verit che di questa cosa ora si vuole fare un caso politico - dice - ma noi abbiamo partecipato a questa colletta come a molte altre negli anni scorsi. E se gli si fa notare che il problema usare soldi pubblici per unoccasione privata, il sindaco replica: Non era unoccasione privata ma un progetto sociale di primaria importanza. per quello che noi abbiamo deciso di versare i soldi. Per il compleanno di Durnwalder come giunta abbiamo comprato un regalo privatamente, coi soldi nostri. E quindi, conclude, alla Corte dei Conti manderemo la documentazione di quanto speso, ma ha ragione Arno Kompatscher (il presidente del Consorzio dei Comuni, ndr) a dire che la Corte spesso ci scrive chiedendoci informazioni sulle nostre spese.

questionari in 26 scuole, con formulari mirati a docenti, studenti e genitori. La Consulta dei genitori tra i promotori delliniziativa e Perbellini la difende: Come Consulta abbiamo fortemente voluto fare questa attivit con il fine della valutazione s, ma del clima della scuola. Nessuna volont di dare un voto ai professori. Abbiamo trovato una ottima collaborazione con lassessorato e con la Sovrintendenza. Abbiamo fatto numerose riunioni al fine di tarare i questionari in relazione a ci che si voleva ottenere e una valutazione del clima scolastico. Lo scopo principale sempre il benessere dei nostri ragazzi.

L ALTALENA
GIU

Lincontro alla chiesa evangelica nel segno della parola di Ges. Il vangelo vuole scuotere le coscienze

Dialogo ecumenico, Muser prega con gli altri pastori


BOLZANO. Si conclusa la settimana di preghiera per lunit dei cristiani: il vescovo Muser stato ospite della comunit evangelica di Bolzano. Il vangelo - ha detto durante lincontro ecumenico - non va soltanto discusso, vuole scuotere le coscienze; non una teoria ma un incontro con una persona. Il vangelo non vuole essere interpretato ma vissuto. Ges non ha bisogno di tifosi, ha bisogno di persone che si mettono alla sua sequela. Il tema della settimana di preghiera per lunit dei cristiani stato Tutti saremo trasformati dalla vittoria di Ges Cristo, nostro Signore. Il vescovo Ivo Muser ha sottolineato come questo titolo indirizzi lo sguardo su Ges che vuole trasformare la vita delluomo in modo che nessun uomo imponga ad altri il proprio peso, anzi vi sia aiuto reciproco, in modo che nessuno venga posto ai margini, quanto piuttosto venga perdonato. Monsignor Muser ha ricordato il suo motto Tu es Christus: Questo tema unisce tutte le chiese cristiane; su questa professione di fede poggia la fede di tutti i cristiani. E proprio su questa certezza possiamo scoprire, che ci che ci unisce pi grande di ci che ci divide.
RIPRODUZIONE RISERVATA

SU
MARCO FERRETTI. Con un colpo di genio, lavvocato bolzanino sforna una tesi difensiva per il gestore della bisca clandestina, degna di Un giorno in Pretura: Ma quale gioco dazzardo, era un innocente corso per croupier... BOBO WIDMANN. La maxi-teca in vetro e acciaio inserita sulla locanda medioevale non piace a molti bolzanini, gi irritati per leliminazione, decisa dal ristoratore, del nome italiano del locale, lo storico Ca de Bezzi

Il vescovo Ivo Muser con Stefan Wedra, Marcus Friedrich, Lucian Milasan

ALTO ADIGE

BOLZANO

DOMENICA 22 GENNAIO 2012

13

LE STRATEGIE PER LE PROVINCIALI

Bizzo si smarca dal Pd: via dalla sinistra


Lassessore accusa: con il vecchio Ulivo si perde, dobbiamo allearci solo con i moderati
di Francesca Gonzato
BOLZANO. Roberto Bizzo si smarca ancora una volta dalla linea prevalente nel Pd. No alla alleanza con la sinistra, i nostri interlocutori devono essere i moderati, manda a dire al suo partito. E questo mentre il segretario Antonio Frena inizia le trattative con il centrosinistra per le provinciali, da Rifondazione allUdc. Lassessore provinciale chiede unaltra linea: Nel Pd Frena e Tommasini parlano di nuovo Ulivo, ma in realt lalleanza con la sinistra si chiamava Unione ed fallita brutalmente. Figuriamoci che sorte potrebbe avere oggi, che il mondo cambiato e siamo in maggioranza con Terzo polo e Pdl per sostenere il governo Monti. Non possiamo guardare al futuro con gli schemi del passato. E finita lepoca Berlusconi, cambiato il mondo. Allinizio di dicembre Bizzo e unaltra ventina di iscritti e dirigenti del Pd hanno creato scalpore con una lettera di critica alla gestione del partito, di cui si sollecita il congresso straordinario. Finora lettera morta. Adesso la messa in discussione della strategia per le provinciali. Sono luomo delle battaglie impossibli, racconta, ma c chi lo immagina intento a giocare su pi tavoli. Elio Cirimbelli cita Bizzo nella ricostruzione del suo siluramento come aspirante coordinatore provinciale dellApi di Rutelli, incarico andato ad Alessandro Azzarita, ex segretario di Di Puppo, nominato nel Cda di Confcooperative e firmatario della lettera di Bizzo. Cirimbelli racconta di una telefonata ricevuta da Roma: Caro Cirimbelli non ti agitare, non sarai tu il coordinatore dellApi per Bolzano, ha preso in mano tutto Dellai e verranno nominati due giovani coordinatori uno per Trento e uno per Bolzano. E prosegue: Chi mai potr aver segnalato a Roma il nome del dottor Azzarita, che fino a pochi giorni fa era iscritto al Pd? Mi viene in mente che nei giorni scorsi cera una foto che ritraeva il governatore Dellai con lassessore del Pd Bizzo, ed allora ho pensato: vuoi vedere che forvera urgenza in Alto Adige allargare larea di consenso allautonomia. Tutto ci viene prima di andare alla conquista dei voti di lingua tedesca: con Tommasini siamo in giunta come rappresentanti del gruppo italiano, prima che come Pd. Gli attacchi allautonomia danno giustamente fastidio nella loro strumentalizzazione, ma pongono un tema vero: lautonomia si difende dimostrando che siamo in grado di spendere meno e meglio. Se non passer questa linea uscir dal Pd? Non ci penso. In un partito si discute e porter la mia proposta. Sono convinto che una alleanza con Prc, Sel e lIdv non ci farebbe vincere. Alla prima riunione con i segretari Frena aveva invitato anche lUdc. Non unarea negletta. Ma c troppa debolezza nellapproccio verso di loro. Si capisce bene che il focus sulla sinistra. Non crede che in una crisi cos grave sia giusto camminare anche con la sinistra? Da cattolico non credo di avere nula da imparare sulla difesa dei valori sociali e dei lavoratori.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Valzer di poltrone in consiglio provinciale

Ufficio stampa di Minniti via Barone, arriva Maturi


BOLZANO. Cambio della guardia nello staff dellufficio di presidenza del consiglio provinciale di Mauro Minniti dove laddetto stampa Enrico Barone stato sostituito da Livia Maturi (nella foto). La decisione, stando alle notizie che trapelano a Palazzo, non stata n indolore, n volontaria: il giornalista Barone sarebbe stato costretto alle dimissioni dopo aver dato notizia dellomaggio reso da Minniti lo scorso 4 novembre ai caduti della Prima guerra mondiale allOssario di Burgusio che, come si ricorder, aveva fatto infuriare la Svp. Oggi al posto del giornalista Enrico Barone siede Livia Maturi dipendente dei servizi sociali e membro del consiglio di quartiere Europa Novacella per il Pdl.

La sua proposta: Partire dai contatti con il Terzo polo


se tra una sciata e laltra.... Veleni moderati. Cos Bizzo. Perch critica lavvio delle trattative con i partiti di centrosinistra? E giusto pensare ad una alleanza larga in vista del probabile indebolimento del-

Ma Cirimbelli accusa C lui dietro gli accordi con Rutelli


la Svp, ma il Pd deve avere come primo interlocutore il terzo polo e le forze moderate, laiche, riformiste. E quello che chiedono al Pd anche il segretario dellUdc Gennaccaro e del Psi Bertinazzo. E non dimentichiamo i delusi del centrodestra, perch la Lassessore provinciale del Pd Roberto Bizzo

GLI SCENARI AL CENTRO


BOLZANO. Le parole dordine sono: i valori, la famiglia, lunit, la forza territoriale. Ma al fondo di tutte le novit che si registrano nellarea cattolico-moderata di centro si ritrova una inconfessabile voglia di ritorno alla forza aggregante della vecchia Dc. E sullo scacchiere sono in molti a muoversi sia nel centrosinistra che nel centrodestra. Tutti orfani tuttavia di un vero leader carismatico che possa cancellare i troppi personalismi che invece da anni ormai stanno sempre pi animando la diaspora del vecchio scudo crociato. un fiorire di progetti politici, di contatti romani, di manovre, di pi o meno alto profilo, per conquistare posizioni e controllare potenziali aree di consenso. Anche se in politica le somme matematiche non sono mai scontate,

Spunta il piano Magnago-sindaco


Inconfessabile nostalgia Dc in attesa del terzo polo cattolico
Il dirigente provinciale Eros Magnago dato in corsa per il dopo Spagnolli sa. Poi c il gruppo Bizzo nel Pd e il gruppo Bellomo e Tagnin nel Pdl sempre pi impegnati a conquistarsi spazi vitali con un occhio alle possibili elezioni politiche anticipate, ma soprattutto alle provinciali del 2013 e alle comunali del 2014 se Spagnolli, come sembra, sia pi che mai intenzionato a candidarsi. E mai come in questo momento gli scenari sono mobili, o, per usare un altro termine in voga, sono liquidi. Venendo agli ultimi movimenti nel Pd Bizzo vuole contare di pi, ma scrive una lettera e chiede adesioni

in molti pensano che non si pu mai escludere che alla fine un risultato possa anche arrivare. Cambia pelle lUdc, nasce lApi - si dice benedetta dal governatore trenti-

no Dellai che tuttavia pare sempre pi in stretta alleanza con il Pd - ed entrambe le operazioni lasciano sul terreno dissapori e dissidenti animati da forte spirito di rival-

alla sua richiesta di congresso straordinario che poi per rinuncia a discutere perch non ne vale la pena con chi va a colpi di maggioranza. E ora, a nemmeno un mese dallassemblea programmatica del partito, chiede un cambio di rotta alla linea politica che porti allesclusione di unalleanza con la sinistra. E intanto emerge una candidatura per il dopo-Spagnolli vicina a Bizzo, ma che potrebbe mettere tutti daccordo per il suo profilo di assoluta qualit: quella del dirigente provinciale Eros Magnago che dopo la disfida allultimo voto alle provinciali fra i due sfidanti nella medesima area, quali Bizzo e Spagnolli, potrebbe essere quel terzo contendente che raccoglie i frutti delle attuali fibrillazioni centriste. (o.d.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

Una cinquantina di altoatesini oggi al corteo della Lega a Milano


BOLZANO. Al grido Governo ladro, gi le mani da casa e pensioni, anche una cinquantina di leghisti altoaltesini parteciper oggi al corteo ed alla manifestazione contro il governo Monti prevista a Milano. La trasferta stata organizzata dalla consigliere provinciale Elena Artioli che stamattina alle ore 5,45 sar a bordo di un pullman che aspetter gli attivisti del Carroccio al casello autostradale di Bolzano Sud con destinazione piazza castello a Milano da dove alle ore 10 prender il via il corteo verde che lungo i viali del capoluogo lombardo arriver prima di mezzogiorno in piazza Duomo dove previsto il comizio dei big della Lega Nord con Umberto Bossi, Roberto Calderoli e Roberto Maroni. E di nuovo sar un comizio unitario dopo gli strappi delle ultime settimane al termine del braccio di ferro fra il senatur e lex ministro degli Interni. E cos dopo lappuntamento di Varese oggi attesa la nuova linea politica del Carroccio sempre pi di lotta e meno di governo, ma che non vuol restare allangolo.

Ieri al Nicoletti affollata assemblea degli iscritti con lonorevole Antonio Borghesi

Dipietristi contro il governo Monti


BOLZANO. Assemblea provinciale degli iscritti dei dipietristi di Italia dei valori ieri in una gremita sala Nicoletti alla presenza dellonorevole Antonio Borghesi. Il segretario provinciale Pasquale Di Domenico ha tracciato il quadro dellattivit del partito che sta crescendo significativamente in tutta la provincia tanto che abbiamo aperto sezioni in tutte le valli. Quanto al futuro politico dellautonomia - ha poi sottolineato Di Domenico - non c dubbio che siamo disponibili ad una forte alleanza con le forze del centrosinistra, mantenendo in ogni caso sempre il nostro simbolo. Da parte dellonorevole Borghesi invece inevitabile una valutazione globale sulla situazione del governo Monti alla nascita del quale abbiamo contribuito anche noi di Idv, ma dal quale abbiamo preso le distanze dopo aver visto i provvedimenti economici adottati dalla sua prima manovra che andavano a colpire sempre i soliti cittadini che le tasse gi le pagano; un po come faceva anche il vecchio governo Berlusconi. Detto questo evidente - ha poi ricordato Borghesi - che se dal governo dei tecnici dovessero arrivare delle scelte diverse a tutela delle fasce pi deboli del Paese e per una crescita che non premi sempre i poteri forti, come Idv saremmo pronti a dare anche il nostro voto favorevole. Quanto alla vostra realt locale chiaro - ha concluso Borghesi - che la vostra autonomia pienamente tutelata anche se evidentemente nessuno potr sottrarsi dal partecipare al risanamento dei conti del Paese.

Lonorevole Antonio Borghesi dellIdv

14

DOMENICA 22 GENNAIO 2012

BOLZANO In tempi di liberalizzazioni dei servizi i quesiti sollevati destinati a far scuola

ALTO ADIGE

IL CASO

La Provincia paga meno: la Sad fa causa


Ricorso al Tar su costi standard e premio di risultato: in ballo i tagli per un milione di euro
di Orfeo Donatini
BOLZANO. Sistema dei trasporti inquieto: alle vicissitudini aeree in questi giorni si aggiunge anche un altro caso, questa volta giudiziario, fra la Sad e la Provincia: in ballo oltre un milione di euro. La vertenza che vede contrapposta la maggiore societ concessionaria del trasporto locale allamministrazione provinciale di quelle destinate a costituire un precedente. La societ presieduta da Christoph Perathoner - della quale seppur solo con un marginale 11% del capitale attraverso la Sta azionista anche la Provincia - ha presentato infatti un ricorso alla magistratura amministrativa per contestare in prima battuta il decreto dellassessore Widmann per il conguaglio dei contributi sulla gestione del 2009. Ma contestando gli importi erogati solleva infatti almeno due quesiti interpretativi della legge provinciale che regola il settore: un primo relativo al calcolo dei costi standard del servizio dai quali evidentemente pu derivare il riconoscimento o meno anche del premio di risultato sulla gestione annuale; un secondo Sulla gestione di pullman e treni da parte della Sad vertenza davanti al Tar contro la Provincia termini da rispettare: ovvero sessanta giorni dalla notifica del provvedimento della pubblica amministrazione. Questo per dire che non volont della societ andare ad una contrapposizione sic et simpliciter con lente concessionario con il quale anzi vogliamo da subito avviare tutti quei momenti di confronto che possano portare ad un chiarimento definitivo su questi aspetti, talvolta interpretativi della legge, che ci vedono oggi su posizioni divergenti. Pensiamo in tutti i modi che possa essere interesse di tutte le parti che sugli aspetti sollevati con il nostro ricorso si possa arrivare ad un pronunciamento della magistratura amministrativa - conclude il presidente Perathoner - anche per mettere un definitivo elemento di chiarezza nei rapporti fra ente concedente e societ concessionaria. Infatti - aggiunge il direttore Maccioni - sono aspetti tecnici anche molto complessi che meglio chiarire subito. Se non altro anche perch stiamo andando incontro ad una stagione nuova nella quale la chiarezza sar determinante.
RIPRODUZIONE RISERVATA

VETERINARI

Via al mese del cucciolo tutto sullalimentazione


BOLZANO. partito da qualche giorno il mese del cucciolo, un progetto mirato promosso dallazienda Purina in collaborazione con Fnovi e Anmvi, nato con il preciso obiettivo di porre il medico veterinario al centro del benessere del cane e valorizzare limportanza di una corretta nutrizione, specifica e bilanciata per stile e stadio di vita, per garantire al cane una vita pi sana e soprattutto pi longeva. Lattivit preventiva partita a novembre con una campagna di comunicazione nazionale rivolta ai medici veterinari italiani e ha raccolto circa 2800 adesioni. Liniziativa proseguir fino al 15 febbraio ed rivolta ai padroni di cuccioli fino a 12 mesi, (24 se di taglia importante). In Alto Adige hanno aderito i seguenti medici veterinari: Patrick Andergassen, Francesca Benin, Maurizio Cornali, Alessandro Folchini, Paolo Gallmetzer, Helene Holzknecht, Giorgio Minardo, Ingrid Misfatto, Hansjrg Pranter, Mauro Russo, Christian Sanin, Giuseppe Schilir e Raimondo Tornago.
RIPRODUZIONE RISERVATA

invece sullammontare dellIrap, non tanto sul peso della sua aliquota, quanto sul suo riconoscimento quale onere aziendale o meno. Sono naturalmente aspetti molto tecnici e legati alla gestione di bilancio che tuttavia potrebbero tradursi, molto concretamente, in una partita finanziaria che va oltre il milione di euro: spetter ora ai giudici del Tar dire se alla fine quella somma dovr restare nelle casse provinciali o invece essere trasferito in quelle della societ di tra-

sporto i cui azionisti di maggioranza sono limprenditore Pietro Tosolini e lo stesso direttore dellazienda Piero Maccioni. Sono questioni - sottolinea cos il presidente Perathoner che alla luce del decreto provinciale non potevamo non sollevare anche in via formale davanti al Tar, se non altro perch vi sono in ogni caso dei precisi

La societ privata ma la provinciale Sta ha sempre un 11%

Luned il caso della compagnia aerea tirolese partecipata dalla Provincia torna allattenzione della giunta
BOLZANO. I riflettori sulla compagnia aerea tirolese Air Alps si sono accesi ad Innsbruck e a Bolzano dopo la interruzione improvvisa dei voli per Roma senza alcuna giustificazione formale, ma in citt si sono accesi anche da parte della lista, che sembra allungarsi di giorno in giorno, dei creditori che non sanno pi se potranno incassare le loro fatture. Cos, accanto alla gestione dellABD, ovvero laeroporto presieduto da Engelbert Ritsch, che vanterebbe tasse scoperte per diverse decine di migliaia di euro, troviamo, a sorpresa, la cooperativa dei tassisti - pare per circa 8 mila euro - ma anche qualche albergatore e soprattutto i fornitori del carburante avio per i velivoli; in questultimo caso forse con le-

Air Alps, molti creditori a Bolzano


Aeroporto, tassisti, albergatori e fornitori del carburante tutti in lista
Un aereo Air Alps sulla pista di S.Giacomo concordato ci rimettemmo una somma analoga. Ed proprio unabitudine di questa compagnia aerea lasciarsi alle spalle le ceneri dei propri debitori: come si ricorder non sono passati nemmeno sei anni quando la Provincia per salvare la gestione del suo aeroporto di San Giacomo scelse di pagare un milione di euro in servizi e tasse dello scalo non versate da Air Alps, societ per altro partecipata sia dalla Provincia che dalla Regione. Intanto sia lassessore ai trasporti Thomas Widmann che i fratelli Gostner stanno tentando di bruciare le tappe per ripristinare prima possibile il collegamento Bolzano-Roma Fiumicino. Domani gli imprenditori della Free El Green Power costituiranno formalmente la loro societ davanti ad un notaio, mentre con Enac si perfezioneranno tutte le procedure semplificate per la minigara della durata di sette mesi che dovrebbe far decollare nuovamente gli aerei dallABD. La compagnia Air Alps per altro nelle ultime ore sembra diventata un vero e proprio fantasma: nessun referente rintracciabile. (o.d.)

LA DESTRA

Conferenza di Storace allHotel Alpi


BOLZANO. Il Segretario nazionale del La Destra, Francesco Storace, sar A Bolzano domenica prossima, 29 gennaio, terr una conferenza allHotel Alpi alle ore 11. Seguir - informa una nota - la deposizione di una corona al sacello di Ettore Tolomei a Montagna.

sposizione pi pesante. Formalmente in Austria il crack della compagnia per altro non stato ancora formalizzato e quindi lincertezza regna sovrana. Anche ad Insbruck del resto fra i molti creditori della compagnia vi sarebbero le medesime cate-

gorie bolzanine. Siamo davvero preoccupati - commenta Mauro Ortombina, presidente dei tassisti - perch la nostra esposizione attuale di 8 mila euro e non vorremmo perderla come nel caso del crack della medesima compagnai nel 2009 quando con il

Il Monumento non divider pi


Il documento degli esperti discusso in Comune
BOLZANO. Museo del Monumento alla Vittoria, iniziato il lavoro di elaborazione dei contenuti. Firmato laccordo Stato-Provincia-Comune, i cinque esperti della commissione hanno ripreso gli incontri per passare dalla proposta di indice tematico al contenuto vero e proprio del percorso espositivo previsto nella cripta e nelle 13 sale sotterranee. Di questo si discuter mercoled nella seduta della commissione Cultura del Comune (convocata su richiesta di Mariateresa Tomada, Pdl), cui sono stati invitati Silvia Spada, Hannes Obermair, Andrea Di Michele e Christine Roilo. Si tratta dei quattro tecnici nominati da Comune e Provincia nella commissione presieduta da Ugo Soragni, direttore regionale per i beni culturali e paesaggistici. I tempi sono strettissimi, si punta ad aprire entro fine 2012, ricorda lassessore Patrizia Trincanato. La seduta della commissione offir la prima occasien di discussione ai consiglieri sul progetto che porta come titolo provvisorio Bolzano 1918-1945: citt, monumenti, memorie. Nel documento chiuso lo scorso maggio, la commissione elenca i temi del museo e ne chiarisce lo spirito: Lobiettivo di risolvere finalmente, in uno spirito europeo, un problema capace periodicamente di suscitare tensioni e divisioni allinterno del tessuto sociale e politico della citt e della provincia di Bolzano, vale a dire la presenza nel cuore del capoluogo di un monumento di forte impatto retorico caratterizzato in primo luogo da elementi simbolici costituenti espressione della cultura e dellideologia fascista. La commissione sottolinea la necessit di ini-

Ugo Soragni ziative condivise, capaci di sanare tale lacerazione. Ci non muovendo da ipotesi iconoclaste, ma scommettendo sulle potenzialit insiste in un intervento di spiegazione e contestualizzazione storica. (fr.g.)

ALTO ADIGE

BOLZANO

DOMENICA 22 GENNAIO 2012

15

IL CENTRO SI RINNOVA
di Davide Pasquali
BOLZANO. Trecentoventi posti a sedere allaperto a met gennaio. Ottanta tavolini. Sar la stagione mite, la voglia di sole, il fatto che fuori si pu fumare, o laumento del canone di occupazione suolo pubblico che quindi pi si sfrutta meglio ? Fatto sta che piazza Walther gi rinata. Sfruttare le nicchie di mercato per superare la crisi. Succede in piazza Walther. Da anni ci si accorti che al primo raggio di sole i bolzanini e i turisti - tanti i russi e gli est-europei in citt in questi giorni - appena esce un raggio di sole si fiondano sulla prima seggiolina a disposizione. Mai per come questanno, soprattutto mai cos presto. Sar la stagione inusualmente mite? Chiss, fatto sta che nel corso dellultima settimana, abbattuto labete di natale e sgombrata la piazza, sono comparsi 18 tavolini dellAida, 23 del Domino, 17 del Walthers, 22 de La Piazza. Mancano solo la Loacker e il Citt, che non mancheranno di correre ai ripari. In tutto 80 tavolini da quattro, ossia 320 posti. Un altro modo di sfruttare nuove nicchie di mercato in piazza? Per chi si stesse cominciando a chiedere perch diavolo non abbiano ancora smontato i banchetti attorno al Walther, la risposta semplice: costava troppo smontarli e rimontarli, perch serviranno di nuovo a febbraio. Per la prima volta, dal 16 al 19, in occasione del carnevale verr organizzato un festival internazionale delle marionette, teatro destinato a bimbi e famiglie. Parteciperanno compagnie britanniche, austriache, germaniche e italiane. Il tutto con appositi pacchetti vacanze organizzati dallAzienda soggiorno, che vuole catturare clienti in un periodo di norma fiacco per il turismo del capoluogo. Altra novit in arrivo: a breve inizieranno i lavori per la ristrutturazione dei bagni pubblici sotto la piazza. Saranno 21, aperti sette giorni su sette, tutto il giorno. In caso di manifestazioni saranno agibili anche la sera. Verranno risanati e gestiti direttamente dallAzienda di sogPiazza Walther ieri mattina Appena esce il sole tutti allaperitivo

DIPENDENTI AI CORSI

Uffici comunali parzialmente chiusi da luned a mercoled


BOLZANO. Il personale comunale sar impegnato in attivit di formazione professionale. Come comunica il municipio, nei prossimi giorni alcuni corsi di formazione professionale per i dipendenti di vari uffici comunali renderanno necessaria la temporanea chiusura di alcuni servizi-sportello. In particolare si tratta dellUfficio Tributi (piazza Walther 1), chiuso domani, luned 23 gennaio, al mattino e dopodomani, marted 24 gennaio, al pomeriggio. LUfficio Edilizia Abitativa (via Lancia 4/a) sar chiuso al pubblico luned 23 gennaio e mercoled 25 gennaio. LUfficio Patrimonio, lUfficio Appalti e Contratti, il Servizio Sport e il Servizio Estimo, (via Lancia 4/A) e lUfficio Attivit Economiche (piazza Walther 1) rimarranno chiusi al pubblico mercoled 25 gennaio. (da.pa)

Ad aprile pronti i bagni pubblici. A febbraio parte il primo festival internazionale di marionette per bimbi

Piazza Walther occupata da 320 sedie


Gi fuori 80 tavolini. La stagione allaperto ormai dura tutto lanno
GIARDINERIA COMUNALE

Nuovi alberi in Centro e abbattimenti a Palazzo ducale


Una magnolia piantanta lanno scorso in piazza Walther BOLZANO. Giardineria comunale al lavoro per la sostituzione di piante vecchie e malate. Nei prossimi giorni, la Giardineria Comunale proseguir nella sostituzione dellalberatura di piazza Walther. Il progetto ha avuto inizio lanno scorso a marzo quando sono state abbattute le prime quattro piante, nome scientifico catalpa bignonioides, che sono state sostituite con quattro giovani magnolia soulangeana alba. La motivazione della sostituzione delle piante, affermano i tecnici della Giardineria, sta nel fatto che le esistenti piante di catalpa sono entrate, negli ultimi anni, in una fase di precoce senescenza, tale da richiedere, sempre pi frequentemente, interventi di controllo con prodotti fitosanitari contro ripetuti attacchi parassitari, cos come interventi di potatura per la rimonda di rami deperienti o pericolosi. Alcune piante erano gi state eliminate negli anni scorsi in quanto avevano superato i margini di sicurezza. Per questi motivi ora si decisa la graduale sostituzione di tutti i vecchi alberi con le magnolie, piante con migliori caratteristiche biotecniche ed estetiche in termini di portamento, fogliame e fioritura, pi idonee al sito, rispetto a quelle esistenti, e che garantiscono maggiore resistenza alle malattie richiedendo minore manutenzione. Entro il mese di gennaio verranno abbattute altre quattro piante e verranno predisposte le nuove buche nelle quali, soltanto a primavera, saranno poste a dimora le nuove piante. La Giardineria comunica inoltre che a partire da marted inizieranno dei lavori di arboricoltura su 5 alberi situati allinterno del parco Ducale (1 ailanto, 1 pino, 1 pioppo, 2 cedri). I lavori verranno effettuati da una ditta specializzata. Due piante sono situate sul lato Commissariato, le altre nella parte aperta al pubblico. Per tre piante si tratta di manutenzione della chioma, mentre le altre saranno abbattute in quanto si tratta di neofita infestante in un caso e nellaltro di consentire ad una specie vicina (un leccio) pi pregiata di svilupparsi adeguatamente. (da.pa)

Walthers: turisti fuori e cameriera in maniche corte giorno. Per ora la data di apertura non nota, perch dipender dallandamento del cantiere. Lobiettivo comunque di inaugurarare il servizio allinizio di aprile. I bagni pubblici, tanto attesi dagli esercenti del centro, dovranno comunque essere necessariamente pronti per lappuntamento clou dellanno, ladunata degli alpini di maggio. Il servizio sar a pagamento: settanta centesimi. Che (forse) potranno essere scalati dal costo di un caff o altro. Si stanno studiando le modalit.

Via San Quirino: un panificio al posto della libreria Giorgi


Langolo tra via San Quirino e via Peter Mayr, dove una volta si trovava la libreria Giorgi presto aprir nuovamente i battenti con il panificio Franziskaner che sta effettuando sopralluoghi in questi giorni BOLZANO. Per oltre due mesi il negozio allangolo tra via San Quirino e via Peter Mayr rimasto vuoto, dopo la chiusura della storica libreria Giorgi. Ma presto la situazione cambier. Nei prossimi giorni, infatti, gli addetti del panificio Franziskaner effettueranno dei sopralluoghi nel negozio, per decidere dove posizionare gli arredi. Non ancora chiaro quando il panificio potr aprire i battenti. Di sicuro la struttura non rimarr chiusa a lungo, visto che sono gi iniziati i lavori allinterno dello stabile. Il panificio aiuter a rianimare la zona, dove ha di recente avevano chiuso anche una edicola e un negozio di bomboniere.
RIPRODUZIONE RISERVATA

16

DOMENICA 22 GENNAIO 2012

BOLZANO Il regista Claudio Zagarini replica a Tania Bergo mentre in internet il dibattito resta acceso

ALTO ADIGE

LA POLEMICA
BOLZANO. La lettera al giornale con cui la leghista Tania Bergo aveva sparato a zero su Giovanni Valentin, il clochard ribattezzato Hans Cassonetto e morto a Natale tra le fiamme, ha provocato pesanti reazioni su facebook. Anche se ieri lesponente della Lega locale ha corretto il tiro, la valanga di commenti non si fermata. E quasi tutti di segno negativo: Certo che i politici che riescono a dare dei parassiti agli altri... (Marco); Lasciatelo riposare in pace! (Denis Rizza); Dobbiamo tutti essere parte del sistema, che pure marcio? (Dario Bonamassa); Meglio 100 Hans coerenti che un leghista pronto a fare propaganda (Marco Mak DAmbrogio); stato coerente con se stesso perch non ha mai accettato aiuti dalle istituzioni (Klaus Zambiasi). Chiede replica anche il regista bolzanino Claudio Zagarini che con Gianluca Catania vuole realizzare un film-documentario su Hans Cassonetto. Giriamo semplicemente un film sulla vita di Hans - dice Zagarini - e sul messaggio sociale che lascia, devolvendo i futuri proventi in beneficenza. La signora Bergo ha diffamato la memoria di un morto che da vivo non ha mai dato fastidio a nessuno e chiesto niente a nessuno, definendolo parassita. Secondo noi un uomo che ha scelto la libert, morendo alla vigilia di Natale a causa di un piccolo fuoco acceso per scaldarsi. Al momento Zagarini e Catania stanno cercando contributi per girare il loro film, vogliono fare quello e preferirebbero non avere niente da fare con la politica. Ci non toglie - continua Zagarini - che le parole che sono state usate nei confronti di un defunto, siano state inappropriate e senza scrupoli, offendendo la categoria dei pi deboli. La Bergo scrive che per la morte di Hans si mossa una macchina organizzativa per salvarlo, come se si potesse lasciare un uomo l a morire tra le pi atroci sofferenze, senza nessun tipo di aiuto, solo perch un clochard. Consiglio alla signora di leggersi la Dichiarazione universale dei Diritti umani. (d.mi.) LEGGI E COMMENTA: WWW.ALTOADIGE.IT

Hans Cassonetto? Eroe no ma neanche un parassita Facebook striglia la Lega


Palese come al solito la lega si fa riconoscere per le sue dichiarazioni assolutamente fuori luogo. Che bel partito, veramente allavanguardia. Daniel Idrogantibus Ma la lega non ha davvero altro a cui pensare se non prendersela con un senzatetto? Per cosa poi? Per non aver pagato le tasse? Marco Mongelli

Il clochard bolzanino Hans Cassonetto

IL POPOLO DI FACEBOOK
La sua scelta di vivere una vita da emarginato, seguito da un rifuito di una bella eredit si pu rispettare come discutere, difficile da capire di sti tempi poi, ma certo sempre stato coerente con se stesso Klaus Zambiasi Hans un parassita? E il figlio di Bossi a cui donano 14.000 euro al mese, cos, uno stacanovista? Marcello Misurelli Io credo che questa lettera sia talmente infima e irrispettosa della dignit umana che non vale nemmeno la pena di commentarla. Roberta Temporin

Vedevo spesso quelluomo mentre rovistava nei cassonetti, non disturbava nessuno. Ma per fortuna anche quass ci sono persone con un cuore oltre che con il codice civile e penale in tasca! Bartolo Pic Hansele un parassita perch non pagava le tasse?!!!! Ma bravi leghisti, bravi!!! Soprattutto coerenti con le vostre affermazioni!!! Che gente Anita Stizzoli Ma io mi domando.... ma la Lega serve? Hans era un signore in confronto, e molto pi acuto di loro... il gettone di presenza che hanno i leghisti in Parlamento sono soldi rubati allo Stato non leredit di un senzatetto che ha fatto questo per scelta La Lory Povero Hans.... Perdoniamola non sa cosa dice Egidio Tonolli

Uno schifo Maurizia Mazzotta Certo che dei politici che riescono a dare dei parassiti agli altri... hanno davvero una gran faccia tosta... Marco Non un parassita, tanto meno un eroe, diciamo solo una persona. Silvia de Marzani Lasciatelo riposare in pace! Denis Rizza

Questo d lidea dellintelligenza e del razzismo che c nella lega, Hans non era certamente un eroe ma definirlo parassita denota la stupidit di certe persone Orazio Lustrini

Ormai i politici non sanno pi da dove pigliare i soldi! ora pretendono soldi dai difunti? ma uno con la sua vita pu fare quel che li piace o no? Dario Bonamassa

E il concetto di parassita che incredibile! Ma come? Proprio loro, i politici? Ci stanno succhiando il sangue e giudicano come parassita Hans? Cosa ci ha fregato quel povero uomo? Bartolo Pic

Silvia Venanzi

Sono loro i veri parassiti che con la scusa del federalismo voglion crearsi le poltrone ad hoc, non chi ha vissuto ai margini senza chiedere niente a nessuno Damy Martorelli:

ALTO ADIGE

BOLZANO

DOMENICA 22 GENNAIO 2012

17

La volante arresta un 22enne, prima aveva cercato di rubare alla Western Union

Campeggi linguistici, aperte le iscrizioni


BOLZANO. Gli studenti della prima classe delle scuole medie inferiori di lingua italiana e tedesca possono chiedere di partecipare ai campeggi linguistici loro riservati organizzati dalle Intendenze scolastiche italiana e tedesca. Le adesioni devono pervenire alle rispettive direzioni scolastiche entro il 16 aprile. Il primo campeggio linguistico si svolger dal 24 al 29 giugno 2012 a Dobbiaco, il secondo dal 15 al 21 luglio 2012 in Vallelunga in Alta Val Venosta presso la Erlebnisschule Langtaufers. In entambi i campeggi saranno formati due gruppi di venti ragazzi composti ciascuno da dieci maschi (cinque di lingua italiana e cinque di lingua tedesca) e dieci femmine (cinque di lingua italiana e cinque di lingua tedesca). Le famiglie dei partecipanti dovranno contribuire alle spese con un contributo di 140 euro. Iscrizioni nei rispettivi istituti.
ZNZ1

Via Garibaldi: pestato e rapinato


Aggredito brutalmente perch voleva chiamare la polizia
SANIT
BOLZANO. Per lennesima volta le forze dellordine devono intervenire in via Garibaldi, per arrestare un giovane a seguito di unaggressione. Nella notte su sabato, poco dopo luna, un 46 enne bolzanino sta tornando a casa, passando da via Garibaldi. A un certo punto nota due giovani stranieri, che sembra abbiano qualcosa da nascondere. Si scoprir pi tardi che hanno tentato una spaccata allinternet point Western Union, sventato casualmente dallintervento del passante. Il bolzanino, visto che qualcosa non quadra, chiama la polizia, per chiedere di effettuare un controllo. Appena uno dei due extracomunitari vede il cellulare in mano allaltoatesino, gli si scaglia contro e lo aggredisce. Non solo: si fa consegnare due banconote da dieci euro e scappa con il telefonino del bolzanino. Pochi istanti dopo la vittima vede passare una volante e la ferma. Racconta laccaduto. Gli agenti chiamano unambulanza per soccorre-

Si lavora assieme a Tirolo e Milano


BOLZANO. Una piattaforma di sviluppo tecnologico in campo sanitario in grado di assistere sessanta milioni di persone, con una capacit per la spesa sanitaria di ottantacinque miliardi di euro pi trenta miliardi per la sola ricerca. il puzzle che la regione Lombardia sta costruendo insieme ad altre regioni dEuropa, e che si arricchito nella giornata di venerd di un nuovo tassello con la firma di un protocollo dintesa con il Tirolo. La sottoscrizione avvenuta tra lassessore alla sanit lombardo, Luciano Bresciani, e il suo omologo Bernhard Tilg, solo a poche settimane di distanza dagli accordi siglati con le Province autonome di Trento e Bolzano.

Chi vive nel cuore di chi resta non muore mai.

Il giorno 21 gennaio mancata allaffetto dei suoi cari

ANGELINA DELLAI in CUMERLOTTI


di anni 77

La spaccata alla Western Union di via Garibaldi (Foto ErreVi) re luomo picchiato. Nel frattempo le pattuglie in zona vengono avvisate che si sta cercando un ragazzo con giacca scura, jeans e che calza un cappuccio in testa. Il giovane stato visto nascondersi nella stazione ferroviaria. Senza esitare i poliziotti, coordinati da Sarah Gambardella, iniziano le ricerche e lo intercettano sui binari. Il ragazzo inizia subito a correre in direzione via Macello. Senza farsi notare dallo straniero gli agenti, attraversando i binari, arrivano allaltezza delle officine delle ferrovie e riescono a bloccare il fuggitivo. Questultimo stava telefonando in Tunisia con il cellulare appena rubato. Lo straniero viene portato in questura per lidentificazione: si tratta di un tunisino di 22 anni. Viene arrestato per rapina e portato in carcere. Soldi e cellulare sono stati restituiti alla vittima.

Ne danno il triste annuncio il marito Vittorio, i figli Giuliana con Carlo, Carla, Marco con Linda, i nipoti Andrea, Matteo, Greta e Alex, i fratelli, le sorelle e parenti tutti.
San Giacomo di Laives, Bolzano, Civezzano (TN) 21 gennaio 2012.

La S. Messa in suffragio verr celebrata marted 24 gennaio alle ore 14.00 nella chiesa parrocchiale di San Giacomo di Laives, con successivo funerale nel cimitero locale. Luned 23 gennaio alle ore 19.00 reciteremo il S. Rosario nella chiesa parrocchiale di San Giacomo di Laives.
Un sentito ringraziamento a tutto il personale dei reparti di Oncologia e Medicina dellOspedale di Bolzano, in particolare alla Dott.ssa Judith Stocker per lumanit e professionalit dimostrata.
SERVE QUALE PARTECIPAZIONE DIRETTA E RINGRAZIAMENTO
Coop. Soc. Lilium serv. funebri - via Palermo, 107 Bolzano - tel. 0471-050096
ZNZ2

Chiusa passerella sul Talvera: pericolosa


Verifiche in corso sul ponte pedociclabile: forse verr demolito e rifatto
BOLZANO. Niente da fare, la passerella in legno sui prati del Talvera va chiusa. Problemi di sicurezza hanno convinto lufficio Infrastrutture del Comune a bloccare il passaggio pedociclabile che si trova allaltezza di vicolo Sabbia, nellarea dei prati destinata ai concerti. Marted la giunta decider come procedere. Il primo intervento del Comune risale al 15 gennaio. La passerella in legno pedociclabile presenta due assi sconnesse e la polizia municipale la scorsa settimana aveva deciso di chiudere il ponte in via cautelativa. Venerd stato organizzato il sopralluogo dei tecnici comunali con lingegner Mario Begher, direttore dellufficio Infrastrutture. In via precauzionale stato deciso di confermare la chiusura per motivi di sicurezza, spiega lassessore ai lavori pubblici Luivani ciclisti. E il ponte pi alto delle passeggiate del Talvera e importante perch collega il centro storico con i campi sportivi, tra cui il campo Righi con annesso bar. Procedendo oltre gli impianti, si arriva alla zona scolastica di via Cadorna, con gli istituti superiori di lingua italiana e tedesca. Nella direzione opposta, si accede al centro storico, nella zona di vicolo Sabbia e S. Osvaldo. Chiudere un peccato, ma non avremmo potuto affrontare il rischio di eventuali incidenti, sottolinea Gallo, marted ci spiegheranno lentit del problema e quindi la previsione dei tempi chiusura. Intanto per scongiurare qualsiasi rischio, la passerella stata chiusa non solo con un cordolo, ma con una rete che impedisce qualsiasi passaggio anche da parte dei pedoni.

Hai lasciato un vuoto incolmabile. Ciao

FABIONE
Iuri, Valentina, Rithy, David, Armando, Sabina, Daniel e Alex.

Bolzano, 22 gennaio 2012.


ZNZ4

Il Condominio San Marco 3 partecipa con profondo cordoglio al dolore dei famigliari per limmatura scomparsa dellamministratore

FABIO geom. FABIO BOCCALETTI

La passerella pedo ciclabile sul torrente Talvera gi Gallo. Il tema verr affrontato marted dalla giunta comunale. E stato chiesto allingegner Begher di presentare una relazione sullo stato di salute della passerella. Due le opzioni sul tavolo, lavori di risanamento del ponte pedociclabile o suo rifacimento, come alternativa pi grave. La chiusura colpisce una passerella assai usata dai gio-

Coop. Sociale ONLUS P.F. San Francesco - Bolzano - P.zza Don Bosco 9/a - Tel 0471 935171
ZNZ3

12 ANNIVERSARIO 22/01/2000 - 22/01/2012

MARIA CIARCIA in RUBINO


Resti nel cuore di quanti ti vollero bene. Con immutato affetto e nostalgia la ricordano il marito Nicola, le figlie Felicella, Antonella e tutti i suoi cari.
La S.Messa in ricordo sar celebrata domani, luned 23 gennaio alle ore 17.00 nella chiesa di S.Maria Assunta.
Agenzia O.F. C.Castellazzi - Merano - Largo A.Rosmini 4 - Tel 0473 448000

Scuola, con il 25% di rimandati gli italiani pi severi dei tedeschi


BOLZANO. LIstituto provinciale di statistica (ASTAT) comunica che al termine dellanno scolastico 2010/11 sono stati scrutinati 16.524 studenti delle 1e, 2e, 3e e 4e classi delle scuole superiori. 3.221 sono stati rimandati a settembre. 2.836 studenti hanno superato lesame di riparazione, mentre 385 sono stati bocciati. Nelle scuole secondarie di II grado con lingua dinsegnamento tedesca il 17,4%, vale a dire 1.995 degli 11.494 studenti scrutinati, ha terminato lanno scolastico con giudizio sospeso in una o pi materie. Nelle scuole superiori in lingua italiana la percentuale di studenti con giudizio sospeso sale al 24,6%, ovvero 1.156 rimandati su 4.690 scrutinati. Dei 3.221 studenti rimandati, 1.764 (54,8%) hanno affrontato lesame a settembre per ununica materia.

Premiati i vincitori del concorso Coop


Atto conclusivo, ieri alla sede del Sait, del concorso Risparmia e vinci fantastici viaggi promosso dalla cooperazione di consumo con la rete di negozi Famiglia Cooperativa, Coop Trentino, Coop Alto Adige Sdtirol, Coop Konsum. La fortuna ha premiato 14 consumatori, fra i quali laltoatesina Bettina Katholnig di Nova Ponente che ha vinto un abbonamento annuale allAlto Adige.

18

DOMENICA 22 GENNAIO 2012

BOLZANO
Francesca Witzmann ricorda gli anni ruggenti della Bolzano bene

ALTO ADIGE

Cartoline da Bolzano
di Fabio Zamboni
BOLZANO. Cera una volta Villa Boscoverde. E c ancora, ma lincipit favolistico lideale per raccontare gli anni ruggenti di quella che fu, dal 1958 al 1968, la prima sede del Circolo Cittadino ma soprattutto il tempio cultural-mondano della Bolzano Bene. Oggi la villa che domina Gries guardandolo dallalto in basso appena sopra la clinica Bonvicini, al numero 18 di Via Defregger, la residenza della famiglia Telchini, ma in quei dieci favolosi anni fu il frequentatissimo ritrovo di chi rigorosamente iscritto al neonato Circolo Cittadino si ritrovava il pomeriggio per una partita a canasta o a bridge, per una partitella di bocce o di biliardo, per un incontro letterario ma soprattutto per una delle frequenti feste danzanti. Tutti i fine settimana oppure nelle feste comandate: Carnevale, il Ballo delle debuttanti e altri eventi mondani. Vip ma anche tanti giovani degli ultimi anni delle scuole superiori e soprattutto universitari, dato che nelle magnifiche sale della villa nacque, assieme al Circolo Cittadino, quello degli universitari: il mitico CUC. Affidiamo il cera una volta a Francesca Witzmann, fotografa bolzanina che a Villa Boscoverde cresciuta avendoci abitato assieme alla famiglia: il padre Ferdinando, che oggi ha 92 anni, era il custode della residenza in quanto maestro giardiniere di Casa Savoia. Siamo arrivati a Villa Boscoverde nel 1952, quando la ricchissima Maria Teresa Magno, nobildonna veneziana di enorme patrimonio ma di incerto sangue blu, morendo lasci la villa in eredit al principe Umberto di Savoia del quale si era invaghita dopo averlo conosciuto a un gran ballo a Palazzo Ducale. Lavvocato della Real Casa chiam al telefono mio padre e gli chiese di gestire la villa: quattro piani con saloni e parco, bosco, eccetera. La villa nel 54 fu assegnata a Maria Beatrice di Savoia che allepoca aveva solo 9 anni. Passa il tempo e un gruppo di bolzanini chiede di poter utilizzare alcuni locali della grande residenza per creare un circolo per gli italiani. Come ricorda bene Waldimaro Fiorentino, storico dei Savoia, re Umberto concesse due piani, con lidea che potessero ospitare qualche iniziativa per i bambini poveri. Invece alcuni notabili, in te-

Da sinistra, Ferdinando Witzmann con Beatrice di Savoia a Villa Boscoverde, Francesca Witzmann e un messaggio di re Umberto al custode della villa bolzanina

Che feste nella villa sabauda


I favolosi dieci anni di Boscoverde e del Circolo Cittadino
UN BELLISSIMO SALONE E TANTA MONDANIT

Villa Boscoverde e, a lato, una delle feste di Carnevale del Circolo Cittadino

Signore bolzanine con Beatrice di Savoia e una festa del Circolo sta Luciano Miori, crearono un circolo frequentato soprattutto dalla Bolzano Bene, ovvero il Circolo Cittadino di cui Miori fu fondatore e primo presidente. Come cambi la vita della villa? Furono create strutture per il gioco delle bocce e del biliardo, sacrificando alcune serre. Ma soprattutto divenne la sede di tante feste da ballo e di una vita da club basata sul gioco delle carte e del biliardo. Cerano anche inontri con scrittori: ricordo quello con il conte Giovanni Nuvoletti che presentava il suo romanzo Matrimonio mantovano. Il re, convinto fosse un circolo popolare, non chiedeva nemmeno laffitto. Quali erano i Vip bolzanini? Avvocati e professionisti vari. Ricordo Bolgiani, Manfioletti, Vendruscolo, Scarafo-

LA MUSICA

Caramani: Gli anni di Elvis e Buscaglione


BOLZANO. Anni indimenticabili, quelli di Villa Boscoverde, anche per i musicisti che vi suonavano regolarmente. Come Claudio Caramani, infaticabile animatore della vita musicale bolzanina, protagonista di tanti gruppi da quando si chiamavano complessi fino alla sua ultima creatura, lOrchestra Italia a 78 Giri, e fino alla docenza di tastiere allIstituto musicale Vivaldi. Caramani, che ora vive sul Garda, ricorda: A Villa Boscoverde suonavo assieme agli Astro Boys con Cesare Gagliardi e Giuseppe Mancini, poi diventammo I Barracuda. E poi cera il Trio CUC di Nuccio Piazza. Nella villa cera un pianoforte Stainway a coda, un lusso per quei tempi. Erano gli anni di Carosone e Buscaglione, quelli di Elvis. Si ballava il boogie e il twist... (f.za.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

ni, Allegri, i soci fondatori, insomma. E la famiglia Pasquali: Adriana era la vera stella delle feste da ballo, la pi ammirata. Personaggi famosi? Beh, c un aneddoto legato nientemeno che ad Arturo Benedetti Michelangeli: il grande pianista, schivo come pochi, aveva finalmente accettato un invito a partecipare a un pomeriggio mondano. Ma, non volendo parlare con nessuno, chiese a mio padre di chiuderlo in bagno. E ci rimase a lungo. Le feste da ballo? Smoking obbligatorio per gli uomini, abito da sera per le signore. Era imbarazzante, perch arrivavano signori vestiti di elegantissimo blu e venivano respinti. Cera un controllo ferreo. Le feste importanti erano quelle di Carnevale e quella delle debuttanti. Cera sempre lorchestra, e nel salone almeno due-trecento persone. Gli anni pi belli furono quelli animati dai giovani del CUC: suonavano sempre complessi locali formati da studenti e cera una voglia di divertirsi che oggi non c pi. Ma poteva entrare chiunque? Le regole del Circolo erano ferree. Bisognava essere presentati da qualcuno che fosse gi socio: la domanda veniva esaminata, con tutte le referenze. Un socio poteva portare un amico al massimo per due volte, poi doveva fargli eventualmente presentare la domanda discrizione. Cera anche il bar? Altroch, cera anche il ristorante, con il famoso Angelo che cucinava e poi serviva in tavola. Per gli eventi, si ingaggiava altro personale. Amori nati a Villa Boscoverde? Tanti, con conseguente matrimonio festeggiato proprio l. Ma meglio non fare nomi: parecchi sono finiti male... Trasgressioni? Lunica, che comunque oggi non sarebbe una trasgressione, era quella di chi rubava un fiore nel bellissimo giardino curato da mio padre. Il quale diventava furibondo: Chiedetemeli, i fiori, ve li taglio io anzich strapparli brutalmente!. Ma la storia come finisce? Quando Beatrice decise di vendere la villa alla famiglia Telchini, nel 1968, il Circolo Cittadino emigr a Palazzo Campofranco e poi nellattuale sede di Via Grappoli. Tutta unaltra storia, insomma.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Dal 1958 al 68 si giocava a bocce e al biliardo, a canasta e a bridge, e si ballava, si ballava...

I Barracuda di Caramani (primo a destra) con la cantante Anna Marchetti a Villa Boscoverde

Il principe Umberto chiese a mio padre di custodire la villa e coltivarne il bellissimo parco

Domenica 22 gennaio 2012

20
NUOVO RIMPASTO IN GIUNTA

Covanti lascia, entra Zanvettor


Lassessore dei Verdi si dimette per motivi personali
di Bruno Canali
LAIVES. Alberto Covanti (Verdi) ha rassegnato le dimissioni dallincarico di assessore allo sport nella giunta di Laives. La scelta stata ufficializzata ieri con un comunicato nel quale Covanti giustifica la scelta con esigenze personali e ringrazia anche tutti coloro con i quali ha avuto modo di collaborare. Si tratta del secondo cambio nella giunta del sindaco Di Fede nel giro di un mese. Qualche settimana fa stato annunciato lingresso ufficiale nellesecutivo comunale di Claudia Guarda dellUdc, che prender il posto di Sara Endrizzi (Pd) assessore fin qui per le attivit economiche, marketing urbano e informatica. La decisione era maturata quando ancora era in atto la crisi politica di maggioranza e una volta stabilito che sarebbe stato il Pd a dover fare un passo indietro lascindo un posto in giunta allUdc. La scelta di chi sacrificare era caduta su Sara Endrizzi, entrata come esterna per volont di Liliana Di Fede. Ieri lannuncio di Alberto Covanti, anche lui entrato come assessore esterno, che verr sostituito in giunta dallattuale capogruppo dei Verdi in consiglio comunale, Giorgio Zanvettor, gi assessore allambiente durante la passata amministrazione. Lascio per ragioni di carattere personale ha detto Covanti e relative a situazioni impreviste che si sono determinate ultimamente e che mi costringono alla difficile scelta di lasciare lincarico di assessore comunale a Laives che ricopro da giugno 2010. Sono molto dispiaciuto di non poter continuare il lavoro intrapreso e dichiaro la mia massima disponibilit nei confronti di chi mi sostituir. Covanti, che lavora per la cooperativa Aquarius ringra-

LE TENSIONI

Nella riunione di bilancio Tezzele esce sbattendo la porta


LAIVES. Anche per il bilancio, torna la tensione in seno alla maggioranza. Laltra sera c stata lennesima riunione per affrontare vari aspetti e, ad un certo punto, Robert Tezzele, consigliere Svp in quota Bauernbund, se n andato sbattendo la porta. Franco Magagna (La civica) che era presente alla riunione, adesso stigmatizza questo gesto, dettato dalla mancata accoglienza di alcune richieste aggiuntive fatte da Tezzele. Le richieste sono condivisibili afferma Magagna e rispecchiano precise esigenze, gi inserite nellaccordo programmatico sottoscritto due mesi fa da tutti rappresentanti di maggioranza. Ma laccordo non prevede queste richieste come priorit assoluta e lo stesso accordo una sintesi che va rispettata, anche se, tutto non si pu realizzare subito. Normalmente dice Magagna queste controversie si aggiustano in tempi ragionevolmente brevi, ma questa volta non sembra cos. Il nostro timore anche che allinterno della Svp sia in atto una sorta di resa dei conti e che la volont di rimettere tutto in discussione serva solo come alibi per giustificare una crisi politica e tornare al voto. Secondo noi sarebbe un prezzo eccessivo per tutta la cittadinanza. Tornare alle urne significherebbe anni di ritardo per progetti importanti che sono in procinto di decollare. (b.c.)

Alberto Covanti zia coloro con i quali ha collaborato, sia sul versante politico che amministrativo, associazioni comunali comprese e annuncia che le sue dimissioni verranno formalizzate durante il consiglio comunale in programma per inizio febbraio. Anche lui, come Sara Enrizzi, uscir definitivamente dal

Giorgio Zanvettor consiglio comunale, come prevede il regolamento. Al suo posto arriver Giorgio Zanvettor che a sua volta lascer il posto in aula, sul banco del gruppo dei Vedi, al primo dei non eletti, quindi Gianfranco Idini che con 56 preferenze, era arrivato terzo nella lista dei Verdi alle comunali 2010.
RIPRODUZIONE RISERVATA

IN BREVE
LAIVES

Serve il bar al teatro Gino Coseri


E stato chiuso durante i lavori alla mensa scolastica
LAIVES. Un teatro che si rispetti, deve avere, in un angolo del foyer, un piccolo bar. Serve ad esempio durante lattesa tra un tempo e laltro degli spettacoli, cos come allinizio, quando il pubblico aspetta di entrare in sala. Un tempo, al teatro Filodrammatici Gino Coseri, effettivamente un baretto cera e lo gestiva, di volta in volta, la Filodrammatica di Laives con i propri volontri quando, come in questo periodo, organizzava la rassegna di teatro dialettale. Da quando sono stati fatti per i lavori di ampliamento della mensa scolastica sovrastante il foyer e con loccasione anche una sala prove per la banda musicale cittadina, langolo del bar scomparso e nessuno pi ha pensato di rifarlo. Il posto ci sarebbe, solo che attualmente si trova dietro una porta chiusa, accanto allingresso principale della sala teatrale. Non ci vorrebbe molto quindi per ripristinare langolo-bar, possibilmente arredandolo, sia pure in maniera spartana, quel tanto che basta per poter fare i caff e distribuire un po di bevande e qualche pacchetto di caramelle. Il bar ovviamente non era aperto sempre, ma solamente quando in teatro si proponevano determinate manife-

La Lega allopposizione
La Lega a Laives ha vocazione territoriale e rimane nello schieramento di opposizione. Lo ribadiscono i consiglieri del Carroccio, Giuliano Vettorato e Marco Franceschini per fugare le ipotesi circolate sulla posizione del gruppo in consiglio comunale. (b.c.)

BRONZOLO

Libro su don Bertagnolli


Marted alle 20, nella sala civica del municipio di Bonzolo, Paolo Valente illustrer il libro Camminar la vita, che racconta la storia di don Giancarlo Bertagnolli,che stato cappellano anche Bronzolo, dal 1959 l 1963. Ha quindi fondato la comunit di recupero La strada-Der eg. Lincontro promosso dal circolo culturale Antonio Vivaldi. (b.c.)

stazioni di un certo richiamo per il pubblico. Lo stesso discorso vale anche per il nuovo teatro di San Giacomo, dove comunque un angolo stato ricavato nel foyer per adibirlo a bar temporaneo. Anche l per servirebbe un minimo di arredamento, perch finora lopzione stata quella di chiedere la collaborazione ad un bar poco distante quando in sala si programmano spettacoli da tutto esaurito. Evidentemente non la soluzione migliore che si possa avere. Anche a San Giacomo comunque, qualora si decidesse di allestire un vero bar allingresso della sala teatrale, non servirebbero grandi spese, proprio perch dovrebbe garantire un servizio di qualche ora alla settimana e nemmeno per tutto larco dellanno. (b.c.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il foyer del teatro Gino Coseri di Laives

A Bronzolo si parla delle sale giochi


BRONZOLO. Lamministrazione comunale di Bronzolo intenzionata a contrastare con tutti i mezzi legali a disposizione, la possibilit che venga aperta una sala giochi in paese. Abbiamo gi approvato, come consiglio comunale spiega il sindaco Benedetto Zito un decalogo per tutelare coloro che gioBenedetto cano denaro alle macchinetZito te e venerd 27 gennaio alle 20, nella sala comunale, avr luogo una conferenza pubblica per parlare di questo fenomeno ed eventualmente raccogliere firme contro la sala giochi a Bronzolo. Stiamo anche valutando la possibilit di unazione comune con Laives per prevenire lo sbarco di queste sale anche qui in zona. (b.c.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

Bravi i giovani nuotatori dellSsv Leifers


I ragazzi allenati da Dalsass hanno vinto 40 medaglie nella Wintersprint
LAIVES. Squadra di giovani campioni, quella dellSsv Leifers nuoto, che in occasione della Wintersprint nella piscina di Maso della Pieve hanno conquistato 19 medaglie doro, 11 dargento e 10 di bronzo. Bravissimi i ragazzi che sono riusciti a guadagnare buoni piazzamenti grazie allimpegno e alla forza di volont. Si sono messi in evidenza, tra i ragazzi allenati da Paul Dalsass, Sofia Pisceddu, che ha conquistato un bis doro nei 100 misti e 50 stile libero. Due ori anche per Katharina Springhetti e, a seguire tutti gli altri, che hanno fornito ottimi responsi in vista dei prossimi appuntamenti agonistici, a Lugano e a Lecco. Una brillante carriera attende questi giovani sportivi che continueranno ad allenarsi con impegno e dedizione per superare i loro personali obiettivi. (b.c.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato porte aperte alla scuola agraria locale


LAIVES. Da poco pi di un anno, la scuola professionale per la fruttiviticoltura e il giardinaggio si trova a Laives, in un edificio allingresso sud della citt, in via Rio Vallarsa 16. Per anni invece stata ospite in alcuni locali messi a disposizione dal Comune di Vadena. E nella nuova sede, docenti e studenti, attendono la giornata delle porte aperte alla scuola agraria locale in programma sabato. Unoccasione per conoscere le attivit didattiche e per i ragazzi, di conoscere uninteressante possibilit di formazione per il proprio futuro professionale in un campo che, come quello della fruttiviticoltura e il giardinaggio, offre certamente sbocchi per quanto riguarda il lavoro o lulteriore specializzazione. (b.c.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

ALTO ADIGE

A cura della A. Manzoni & C.

DOMENICA 22 GENNAIO 2012

VII

Speciale SCUOLA
Il plurilinguismo la caratteristica principale dellistituto; rilevanti ampi e innovativi sono i progetti di potenziamento delle lingue e dell L2 in particolare, con scambi di insegnanti e alunni con le scuole partner in lingua tedesca (liceo Fallmerayer e Fachoberschule f. Wirtschaft di Bressanone) Insegnamento veicolare in tedesco nel primo biennio: lesperienza, gi consolidata al liceo, in storia e geografia, si estende anche al biennio ITE, nella disciplina di diritto ed economia; il progetto si attua attraverso lo scambio di insegnanti con le scuole in lingua tedesca. Con esse si realizzano in comune anche corsi pomeridiani in varie discipline, la promozione delle eccellenze e le attivit del gruppo sportivo. Insegnamento veicolare in inglese, e nel linguistico anche in francese, a partire dal terzo anno per giungere allinsegnamento in lingua della disciplina lultimo anno di corso. Lo spagnolo la quarta lingua insegnata nel liceo linguistico e corsi pomeridiani di russo sono offerti agli studenti, in collaborazione con il liceo Fallmerayer. Gemellaggi e scambi con le scuole tedesche: partecipazione a progetti europei, settimana di scambio Schulfreunde con il liceo Vinzentinum, gemellaggio con il liceo Heinitz di Berlino che prevede soggiorno ed esperienze scolastiche nei due paesi. Progetto un anno in L2:

Bressanone, scelta plurilingue con linsegnamento veicolare


Scambi di docenti e allievi con istituti di lingua tedesca

Liceo Linguistico - Liceo Scientifico Dante Alighieri Istituto Tecnico Economico IPSCT Falcone e Borsellino INDIRIZZI Liceo Linguistico Liceo Scientifico ITE- Amministrazione Finanza e Marketing IPSCT Corsi diurni (ad esaurimento): tecnico della gestione aziendale tecnico dellimpresa turistica. Corsi serali: tecnico della gestione aziendale - tecnico dei servizi sociali. Durata: 5 anni Titoli conseguiti Diploma di liceo scientifico. Diploma di liceo linguistico. Diploma di Istituto Tecnico economico - Amministrazione Finanza e Marketing. Diploma tecnico della gestione aziendale. Diploma tecnico dellimpresa turistica. Diploma tecnico dei servizi sociali. PROSECUZIONE STUDI E SBOCCHI PROFESSIONALI Prosecuzione degli studi in tutte le Universit o in corsi post diploma. Impieghi in aziende pubbliche e private in tutti i settori. TERMINE DISCRIZIONE: 29 febbraio 2012 Per ulteriori informazioni: Persona di riferimento: Dirigente Scolastica Maria Concetta Capilupi BRESSANONE - BRIXEN Via Pr delle Suore,1- Schwesternau,1 C.A.P. - P.L.Z. 39042) Tel.0472/833826 FAX 801441 ipsc.bress@ scuola.alto-adige.it www.ipscteliceodibressanone.it

quarto anno nella scuola dellaltro gruppo linguistico. Certificazioni linguistiche: inglese, francese, tedesco. Soggiorni linguistici: Irlanda, Francia, Germania. Soggiorni scientifici presso centri di ricerca. Progetto ecocompatibilit: la scuola vuole caratterizzare i suoi percorsi con un impegno specifico per la tutela dellambiente, attraverso la collaborazione con istituti e agenzie del territorio, seminari di approfondimento, laboratori

di ricerca, aree di progetto e listituzione del concorso Ecolab rivolto agli studenti della nostra scuola e delle scuole partner in lingua tedesca. Esperienze professionalizzanti: alternanza scuola-lavoro con stages lavorativi in azienda e periodi di formazione professionale, attivit di impresa simulata, certificazione informatica ECDL. Percorsi di educazione interculturale: collaborazione

con la Fondazione Langer di Bolzano su progetti vari. Progetti di integrazione/inclusione per gli alunni con bisogni educativi speciali: teatro, arte, musica e, per gli alunni di altri paesi, corsi intensivi di lingua e sostegno allo studio. Star bene a scuola: prevenzione delle dipendenze, sana alimentazione, sportello psicologico. Educazione ad una cittadinanza attiva: partecipazione al progetto Il

treno della memoria, al festival Le resistenze e a iniziative di lavoro estivo nei campi sequestrati alla mafia. Impiego delle nuove tecnologie: ampi laboratori informatici, scientifici e linguistici, lavagna interattiva multimediale, computer e maxischermo TV LCD in ciascuna aula, utilizzo di

piattaforma e-learning per un insegnamento e apprendimento pi efficaci. Esiste anche una ricca biblioteca multimediale interscolastica Attivit sportive: pallavolo, basket, arrampicata sportiva nella palestra appena ristrutturata e inoltre atletica, nuoto, sci.

Il cinema di Zelig
Corso per assistente alla produzione
Al via a marzo 2012 il primo corso professionale breve per assistente alla produzione cinematografica. Liniziativa, denominata Mov(i)e it, intende trasmettere know-how specializzato nei settori della ripresa e della produzione. La formazione organizzata e gestita dalla scuola di documentario, televisione e nuovi media ZeLIG in collaborazione con la Business Location Sdtirol - Alto Adige (BLS) e, su richiesta dellassessore provinciale Thomas Widmann, finanziato dal Fondo Sociale Europeo. La location cinematografica altoatesina diventer sempre pi rinomata e richiesta spiega lassessore provinciale alleconomia Thomas Widmann -. Incrementer il numero delle produzioni che sceglieranno di girare sul nostro territorio e tutte necessiteranno di personale altoatesino specializzato - dallassistente alla produzione, al Location Scout, al direttore di produzione. Attualmente queste figure professionali sono per carenti e abbiamo quindi promosso un corso di formazione con la scuola ZeLIG. la struttura stessa del Fondo altoatesino alle produzioni ad implicare la necessit di personale qualificato in Alto Adige: Ogni casa di produzione da noi finanziata, deve infatti reinvestire in

BLS/Harald Kienzl provincia almeno il 150% della somma ricevuta. Questo vincolo pu essere rispettato proprio attraverso lingaggio di forza lavoro locale - prosegue Widmann -. E proprio in questo modo che il Fondo alle produzioni rafforza direttamente anche lintero settore creativo dellAlto Adige. Mov(i)e it si rivolge soprattutto a persone con formazione o esperienza lavorativa correlata al settore, con diploma in ambito artistico o economico, studi in economia o design, fotografi, tecnici del suono o del palcoscenico. I posti disponibili sono 22. Nellarco di sette weekend, tra marzo e giugno 2012, ai partecipanti verranno trasmesse conoscenze e competenze per poter accedere al lavoro di assistente a produzioni televisive e cinematografiche. Si potr scegliere tra i profili Assistente alla produzione e

BLS/RemulusFilm Assistente operatore. I contenuti dei singoli moduli spaziano dalla teoria della luce, alla fotografia, al posizionamento della telecamera, fino a toccare aspetti giuridici e le basi del linguaggio cinematografico. Abbiamo stabilito insieme alla ZeLIG e alla Film Association South Tyrol (FAS) che esiste in Alto Adige forte richiesta di un corso specializzato in tale ambito. E in questo modo si rafforza inoltre il posizionamento dellAlto Adige come location cinematografica - spiega il direttore della BLS Ulrich Stofner -. Siamo lieti di poterci avvalere di un partner estremamente competente, come la Zelig, in prima linea da 23 anni nellorganizzazione di corsi di formazione specializzati nellambito tv e cinema. A seconda della madrelingua dei docenti, le lezioni si terranno in italiano o in tedesco. La formazione include anche un breve praticantato in una produzione cinematografica in Alto Adige. La partecipazione ha un costo di 150 euro. Le lezioni inizieranno il 31 marzo 2012 e gli interessati possono iscriversi entro il 22 febbraio allindirizzo staff@ movie-it.com. La selezione avviene tramite colloquio. Maggiori informazioni sulle iscrizioni e dettagli sul corso al sito www.movie-it.com.

ALTO ADIGE

MERANO

DOMENICA 22 GENNAIO 2012

25

Il Comune, oberato da troppe spese, intende cederla ma vuole incassare almeno un milione di euro

In vendita lex colonia di San Vigilio


Mauro Minniti propone la realizzazione di un laboratorio ambientale
di Simone Facchini
MERANO. Il destino dellex colonia di San Vigilio resta incerto. O meglio, di certezze una ce n: il Comune di Merano, proprietario dellimmobile, vuole venderla. Lo dice chiaro e tondo anche il bilancio comunale che oltre alla colonia lascia sul mercato villa Hlzl di via Schaffer (gi sede di radio Maia) e lex municipio di Quarazze. Il nodo, sostanzialmente, finanziario. Perch sulle potenzialit dellensemble non ci sono dubbi: 5 mila metri cubi, unica cubatura disponibile su monte San Vigilio, zona tutelata da stretti vincoli paesaggistici. Per il risanamento della struttura abbandonata da diversi anni servono per non meno di 2,5 milioni. Per questo il Comune ritiene opportuno non accollarsi la spesa e ha deciso di cedere la propriet almeno per un milione di euro. Su come utilizzare lex colonia di idee ne sono state lanciate in abbondanza. Tra i pi accorati sostenitori della sua resurrezione figura Mauro Minniti, presidente del consiglio provinciale. Che ora rispolvera una sua proposta: realizzare un laboratorio ambientale. E scrive al sindaco Januth e alla Provincia. Tuttavia detto del disimpegno del Comune, lappello pare pi rivolto a palazzo Widmann: Ho pi volte

Sul mercato anche Villa Hlzl e lex municipio di Quarazze


ribadito la mia convinzione afferma Minniti - che lex colonia potrebbe ancora svolgere quella funzione che ha ricoperto per il mondo giovanile lassociazionismo in generale fino agli anni Ottanta. La struttura potrebbe essere destinata non solo alle attivit giovanili ma anche alla realizzazione di un laboratorio ambientale per scolaresche (non solo locali) in viaggi di istruzione. Dalla colonia si possono organizzare escursioni nei boschi cos come nelle vette, imparare a conoscere e rispettare il verde non solo urbano ma anche alpino. Una proposta Minniti ce lha anche per la gestione, ipotizzando laffidamento allassociazionismo meranese o a un consorzio appositamente creato che potrebbe finanziare la propria attivit. Magari non saranno idee rivoluzionarie, lo stesso Minniti aveva espresso analoghi suggerimenti un paio di anni fa. Ora torna alla carica, con lauspicio che Durnwalder (che gi aveva rifiutato lacquisto) possa averci ripensato. Il tempo, intanto, continua a logorare la struttura.
RIPRODUZIONE RISERVATA

IN BREVE
VENOSTA

Incidente a Tel con due feriti lievi


Incidente con due feriti lievi sulla Statale 38 della val Venosta tra Tel e Rabl, allaltezza del distributore Agip. La strada stata interrotta e i feriti sono stati trasportati allospedale di Merano dalla Croce Bianca di Naturno.

A SINIGO

Due immagini della colonia San Vigilio;: ledificio sta cadendo a pezzi ed il Comune vuole venderlo (Foto Acero)

Oggi primo spettacolo di Teatrofiaba


Prende il largo oggi (ore 16.30) la rassegna Teatrofiaba promossa a Sinigo da Teatro Pratiko. Primo appuntamento del ciclo nella sala Ipes di via Damiano Chiesa, dove Alessio Kogoj e Giacolo Anderle inscenano Fagioli. Ingresso libero.

IL PROGETTO

Bosco: premio ArgeAlp alla scuola Waldorf


MERANO. Bel riconoscimento per la scuola Waldorf di Merano alla quale stato assegnato il premio ArgeAlp per la protezione del bosco alpino 2011 per la categoria Progetti scolastici. Alla cerimonia di consegna cera anche Durnwalder. Nel corso degli ultimi due anni scolastici la scuola Waldorf di via Scena ha realizzato con i suoi alunni e in collaborazione con le guardie forestali provinciali un progetto di salvaguardia del bosco che ha portato alla costruzione di un paio di muri a secco ed alla messa a dimora di numerosi alberi. Il progetto puntava a sensibilizzare i giovani nei confronti dellimportanza del bosco e della sua tutela. Gli studenti hanno realizzato anche una mostra. Durante la cerimonia Durnwalder ha posto laccento sullimportanza di queste iniziative per valorizzare tra i giovani il ruolo e limportanza del bosco come ambiente naturale da preservare.
RIPRODUZIONE RISERVATA

DA DOMANI

Divieto di circolazione in via Castel Gatto


Da domani divieto di circolazione in via Castel Gatto per lavori.

Domenica 22 gennaio 2012

26
NIDO RINNOVATO
di Fabio De Villa
VARNA. Tempo di festa per la cooperativa sociale Coccinella che ieri ha inaugurato la sua nuova sede nel piccolo paese di Varna. La struttura, sostenuta finanziariamente dal Comune di Varna, ospiter bambini di entrambi i gruppi linguistici. Con Varna si amplia cos il pacchetto della cooperativa Coccinella che soddisfa le numerose richieste delle famiglie del paese che si dimostra in forte crescita demografica. Il passaggio dalla vecchia sede di via Vittur alla nuova di via Paese 24/a, risulta essere lesito di un proficuo lavoro sinergico fra la cooperativa e il Comune di Varna il quale - da sempre sensibile alle necessit delle famiglie presenti sul territorio - ha contribuito finanziariamente al processo di adeguamento strutturale di cui la cooperativa necessitava. I bambini frequentanti la microstruttura di Varna sono, infatti, un numero consistente e la nuova sede, dotata di ampi spazi rispetto a quella precedente, risponde fattivamente alle esigenze dei suoi piccoli frequentatori e delle famiglie che ad essa fanno riferimento. Va inoltre considerato come la microstruttura di Varna risponda alle esigenze dei bambini compresi nella fascia di et fino ai tre anni di entrambi i gruppi linguistici presenti nella zona, spiega il coordinatore pedagogico della cooperativa, Giancarlo Bussadori. Le nostre operatrici - prosegue Bussadori - sono persone estremamente professionali. In particolare possiamo contare su del personale sia di madrelingua italiana, sia di madrelingua tedesca e gli approcci con i nostri piccoli ospiti a livello didattico avvengono nella loro lingua madre. Per quanto concerne linaugurazione vera e propria, questa si svolta ieri mattina presso la nuova sede di via del Paese 24/A. Allappuntamento per festeggiare linaugurazione della nuova sede hanno preso parte la direzione al completo, le operatrici dellistituto Coccinella di Varna e Bressanone e tante famiglie con i bambini che frequentano la microstruttura. Non hanno voluto mancare nemmeno i vertici dellamministrazione comunale capitanati dal primo cittadino, Richard Amort. Immancabili Bambini e genitori mentre fanno conoscenza dei nuovi locali dellasilo di Varna gestito dalla coop Coccinella al civico 24/a di via Paese

women

accessories

men

Ultimato il trasloco da via Vittur a via Paese Ieri grande festa, entusiasti anche i genitori

Varna, inaugurato il nuovo asilo


Gestito dalla cooperativa Coccinella, ospita bimbi italiani e tedeschi
LA POLEMICA

Ma a Bressanone incerto il futuro della microstruttura


BRESSANONE. Il clima di festa che ieri ha pervaso la nuova struttura Coccinella di Varna molto lontana dalla realt dei cugini brissinesi. Ancora ad oggi infatti, attorno al futuro della microstruttura della citt vescovile si sta animatamente discutendo. Dopo mille peripezie infatti, lo scorso dicembre la giunta comunale di Bressanone aveva deciso di consentire agli iscritti del Coccinella di proseguire lanno scolastico e di continuare quindi la collaborazione con la cooperativa sociale. Per il futuro, i piccoli ospiti saranno presi in carico dal servizio asilo nido. I bambini saranno successivamente collocati allasilo nido Pinocchio o nella microstruttura Coccinella, in base a dei criteri da elaborare, che terranno conto di necessit pedagogiche moderne e rispecchieranno i bisogni dei bambini e dei genitori. Saranno prima coperti i posti allasilo nido Pinocchio, poi a seguire quelli della microstruttura Coccinella. La decisione era La nuova struttura arrivata a conclusione del braccio di ferro tra le mamme dei bambini iscritti al Coccinella e il Comune, che dal1 gennaio avrebbero voluto trasferire i 16 iscritti nella struttura pubblica Pinocchio. Le stesse mamme poi si erano rese protagoniste di un colorato sit-in di protesta davanti al municipio per salvaguardare i diritti dei propri figli. La situazione ancora ingarbugliata e al centro di unaccesa polemica che ha portato aduna divisione anche interna alla maggioranza con uno scontro tra la Volkspartei e il Pd. (fdv)
RIPRODUZIONE RISERVATA

Alcuni momenti dellinaugurazione del nuovo asilo a Varna (Fotoservizio De Villa) alcuni momenti di simpatico intrattenimento organizzato dalle operatrici dellasilo che assieme ai piccoli, hanno inscenato diversi canti e storielle ludiche. A conclusione della manifestazione non poteva mancare un ricco buffet accompagnato da un brindisi beneaugurante e la benedizione della nuova struttura da parte del parroco del paese di Varna. Molto soddisfatti i genitori che hanno potuto apprezzare da vicino la nuova struttura che accoglier i loro bimbi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

La giunta in difesa del tribunale Soggiorni comunali per anziani Mantenere la sede brissinese Presentato tutto il programma
BRESSANONE. La sede brissinese del Tribunale di Bolzano e lufficio del giudice di pace di Bressanone non vanno chiusi. Lo ha affermato il sindaco Albert Prgstaller, dicendosi soddisfatto per la presa di posizione del Consiglio regionale che ha chiesto ufficialmente al Governo di evitare chiusure di uffici importantissimi per realt come Bressanone, Merano e Brunico. Ci auguriamo che la commissione del Ministero di Grazia e Giustizia accolga lappello del Consiglio Regionale e riveda la decisione di sopprimere sedi giudiziarie importantissime per i cittadini - spiega il sindaco - anche perch ritengo che mantenere attivi le sedi di Bressanone, Merano e Brunico sarebbe una decisione sensata. Il Comune dunque appoggia liniziativa presa dal consiglio regionale in difesa delle sedi periferiche degli uffici giudiziari e si attiver presso le sedi competenti per far sentire anche la propria voce, pur sapendo che si tratta di una questione molto difficile da affrontare. (t.c.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

BRESSANONE. Saranno trecento gli anziani residenti nel comune di Bressanone che parteciperanno nel 2012 ai tradizionali soggiorni climatici estivi. Lo hanno ha reso noto lassessore competente Paula Bacher e il sindaco Albert Prgstaller sottolineando che i criteri di partecipazione restano gli stessi e che i posti previsti per Bressanone sono 300 mentre a Varna ne saranno riservati 20 e a Fortezza 7. I soggiorni si svolgeranno in giugno - spiega lassessore Paula Bacher - e le mete saranno Gatteo Mare, costo a persona 505 euro, Cattolica, costo a persone 530 euro, e Sesto Pusteria, costo a persona 652 euro. Tutti gli anziani a basso reddito potranno usufruire come sempre di agevolazioni, con sconti che portano la tariffa quasi alla met. Per ulteriori e pi dettagliate informazioni ci si potr rivolgere al Comune, ma a tempo debito ogni anziano avente diritto ricever una lettera a casa in modo da avere chiari i dettagli dei soggiorni per il 2012. (t.c.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

ALTO ADIGE

BRESSANONE
A VILLANDRO

DOMENICA 22 GENNAIO 2012

27

IN BREVE
DOMANI

Jeep gi nel dirupo Volo di 100 metri, coppia miracolata


Bressanone Arrestato dopo una rapina
BRESSANONE. Arrestato dai carabinieri di Bressanone un rapinatore che il 26 dicembre a Cremona aveva assalito un 67enne minacciandolo con un cacciavite e rubandogli un orologio doro del valore di circa 7.000 euro. Il malvivente, un marocchino di 24 anni, El Omairi El Mostafa, stato rintracciato dai carabinieri dopo una serie di accertamenti che hanno portato alla sua individuazione come autore della rapina. Lo stesso marocchina, una volta vistosi scoperto dai militari, ha confessato di aver rubato lorologio a Cremona. Il bottino della rapina per non ancora stato recuperato. (fdv)
RIPRODUZIONE RISERVATA

Dibattito sul gioco dazzardo


Domani a Bressanone, presso lo studio teologico di piazza Seminario 4, per la serie Cittadini in Dialogo si terr una conferenza sul tema Gioco dazzardo: che fare?. Intervengono il procuratore capo Guido Rispoli e il direttore del Centro Bad Bachgart Helmut Zingerle. Modera il dibattito il preside dello studio teologico don Paolo Renner.

SULLA SANIT

Annullata la conferenza
Il Comune di Bressanone informa che la conferenza in materia di famiglia programmata per il 26 gennaio prossimo con relatrice la professoressa Gabriela Zink stata annullata per malattia della relatrice.

VILLANDRO. Salvi dopo un volo di 100 metri: miracolata una coppia di Villandro che ieri poco prima dellalba uscita di strada lungo i tortuosi tornanti che portano in paese a causa della neve che aveva reso scivoloso lasfalto. A destra, un vigile del fuoco accanto alla jeep incidentata Parlare di miracolo questa volta non pare affatto esagerato. La coppia di Villandro 38 anni lei e 40 lui - stava viaggiando a bordo di una jeep. La strada era coperta di neve e a un certo punto lauto, condotta dalla donna, in curva ha perso aderenza ed finita dritta. Lauto uscita di strada ed poi precipitata per oltre un centinaio di metri lungo una ripida scarpata, finendo nel letto di un torrente fortunatamente in magra. La neve che da una parte ha causato lincidente, dallaltra ha salvato i due occupanti dellauto attutendo limpatto. Erano le 4 di ieri mattina quando una chiamata disperata proveniente dallabitaco-

SERATA A VIPITENO

Nuove barriere antirumore


Mercoled 25 gennaio, con inizio alle ore 20 presso lHotel Maibad di Vipiteno, i Comuni di Vipiteno e Val di Vizze organizzano una serata informativa per presentare le barriere antirumore che verranno installate nella zona Bagni di Maggio. lo rovesciato della jeep ha allertato i soccorsi. Sul posto si sono precipitati i i vigili del fuoco della caserma di Villandro capitanati dal comandante Walter Klammer e dai colleghi chiusani, raggiunti poco pi tardi dal medico durgenza di Bressanone e dai sanitari della Croce Bianca della sezione di Chiusa. Impossibile dalla strada capire cose fosse successo, perch si intravedevano solamente delle tracce di pneumatico che sparivano nel vuoto. Cento metri pi sotto la carcassa della jeep condotta dalla donna 40enne di Villandro che nella carambola stata proiettata fuori dallabitacolo, riportando solo ferite di lieve entit proprio grazie allabbondante neve che ne ha attutito il colpo. Ferite di media entit invece per il conducente di 38 anni, rimasto incastrato nellabitacolo ma liberatosi autonomamente poco dopo. Entrambi i feriti sono stati trasportati dai sanitari allospedale di Bressanone dove sono stati dimessi gi in serata. Le operazioni di recupero del mezzo si sono protratte fino a tarda mattinata. (fdv)
RIPRODUZIONE RISERVATA

LA DECISIONE

Lincidente avvenuto prima dellalba lungo un tornante

Strada di Albes pi stretta


La strada che attraversa Albes sar ristretta, attraverso la realizzazione di un marciapiede, per evitare che gli automobilisti percorrano quel tratto di 300 metri, oggi diritto, a velocit sostenuta, mettendo a rischio lincolumit dei pedoni. Lo ha annunciato il sindaco Albert Prgstaller, spiegando che lintervento prevede la realizzazione di un marciapiede su un tratto che prevedr anche una curva, e che il costo dellintervento di 118 mila euro, di cui 51 mila per lesproprio del terreno che sar utilizzato per creare una curva. La decisione stata presa dalla giunta comunale di Bressanone. (t.c.)

Super-nevicata anche in citt


Bressanone imbiancata: problemi alla viabilit e gran lavoro dei mezzi comunali per liberare le strade
BRESSANONE. La citt di Bressanone ieri mattina si risvegliata sotto a uno spesso manto di neve. Nella notte, infatti, caduta unabbondantissima nevicata che ha causato parecchi problemi alla viabilit, ma in compenso ha fatto la gioia dei pi piccini che si sono sbizzarriti a lanciarsi palle di neve e costruire simpatici pupazzi. Meno contenti gli automobilisti, che in diversi casi hanno preferito lasciare ferma la propria auto evitando cos di spalare la neve. Chi invece si messo subito allopera sono stati i mezzi spazzaneve e spargisale del Comune che hanno girato a lungo per le vie delle citt (e

Discussione pubblica sulla crisi economica


BRESSANONE. La Libera Universit di Bolzano ed il Comune di Bressanone invitano al prossimo appuntamento della serie Bressanone in dialogo, che sar dedicato allattuale cristi economica e finanziaria ed alle sue conseguenze sullAlto Adige. Lincontro si svolger mercoled alle ore 20 nella sala grande della Banca Popolare dellAlto Adige, in via Bastioni Maggiori a Bressanone. Mercoled discuteranno delle conseguenze del crisi economico-finanziaria sulleconomia altoatesina Alex Weissensteiner, professore della Facolt di Economia della Libera Universit di Bolzano, Rolf Weigel, responsabile investimenti di Alpenbank, Federico Giudiceandrea, vicepresidente di Assoimprenditori ed Eros Magnago, direttore della ripartizione finanze della Provincia autonoma di Bolzano. (t.c.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbondante nevicata anche in citt nella notte tra venerd e sabato (Foto Principe)

non solo) per liberare le strade. La situazione si poi normalizzata nel corso del primo pomeriggio, grazie anche ad un deciso miglioramento delle condizioni atmosferiche. (prinz)
RIPRODUZIONE RISERVATA

Nuovo appuntamento con il Club Anziani

La struttura stata inaugurata un anno fa

Al Balneum di Vipiteno gi 100mila ingressi


VIPITENO. Grande festa al Balneum, la piscina coperta di Vipiteno, che in questi giorni ha tagliato il traguardo dellospite numero 100mila. Molto soddisfatto il sindaco Fritz Karl Messner che ha consegnato a Gnther Steger di Vipiteno gli omaggi destinati allospite che avrebbe acquistato il biglietto di ingresso numero 100.000. Visto che la struttura stata inaugurata il 16 dicembre del 2010 spiega Messner - possiamo dire di aver raggiunto un numero eccezionale di visitatori in un solo anno di attivit. Ogni giorno di apertura sono circa 600 gli ospiti che visitano il Balneum, non solo gente del posto ma anche tante persone che vengono da fuori. Segno che la struttura piace e sta avendo un ottimo successo di pubblico: speriamo di poter continuare lungo questa strada.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Incontro tra studenti di biologia molecolare


BRESSANONE. Si svolto a Bressanone il primo incontro fra gruppi di studenti delle universit di Padova e Ulm con il titolo Topics in Molecular Medicine. Lo scopo del meeting stato quello di riunire circa 25 studenti dei corsi di studio in medicina molecolare di entrambe le universit per discutere varie tematiche della moderna ricerca in biomedicina. Gli studenti, che vi hanno preso parte appartengono ai paragonabili corsi di studio di Biotecnologie delluniversit di Padova e di Biologia Molecolare delluniversit di Ulm. Le due facolt hanno espresso lintenzione di creare un corso di studio master specialistico internazionale congiunto in Medicina Molecolare nellambito della graduate school. Questi sforzi hanno lo scopo di ottimizzare entrambi i corsi di laurea, di incentivare lo scambio europeo fra studenti e idee e di equiparare i diversi contenuti e obiettivi. (g.v.s.) Il sindaco, Gnther Steger e Manuel Ernandes
RIPRODUZIONE RISERVATA

BRESSANONE. Dopo il successo dello scorso 8 gennaio con la tradizionale pasta con le alici di inizio anno, il Club Anziani di Bressanone per domenica prossima invita i propri soci ad un nuovo appuntamento, stavolta con men a base di polenta e baccal.

28

DOMENICA 22 GENNAIO 2012

PUSTERIA GARDENA E BADIA

ALTO ADIGE
parte dei rappresentanti della consulta comunale degli anziani. Quattro sono infine le interrogazioni presentate in chiusura di seduta dai gruppi di opposizione. Tre sono dei Freiheitlichen e riguardano ladunata degli Alpini, la costruenda biblioteca civica ed universitaria e la convenzione fra comune e frazione di Stegona per il piazzale del mercato. I Verdi chiedono invece lumi in merito ad un ulteriore investimento presso al piscina coperta Cron 4 a Riscone per realizzare una nuova sauna allaperto ed unarea relax.
RIPRODUZIONE RISERVATA

BRUNICO. Propone una serie di deliberazioni rilevanti dal punto di vista urbanistico la prima seduta di consiglio comunale del 2012 convocata a Brunico per domani alle 16 in municipio. Primo per importanza il punto riguardante linserimento nel piano urbanistico della modifica del tracciato delluscita dalla circonvallazione sud a Riscone voluta dalla giunta provinciale che ha modificato il progetto, tra laltro assai oneroso e parziale, approvato a suo tempo dal comune di Brunico. Non meno importanti sono per i punti riguardanti la destina-

Brunico, lurbanistica in consiglio


In discussione la destinazione dellarea della caserma De Cobelli e la modifica del tracciato dalla circonvallazione sud a Riscone
zione urbanistica dellarea della caserma De Cobelli, in cui sorger un nuovo quartiere residenziale, il piano di recupero della zona residenziale lungo Via Andreas Hofer, la modifica al piano di recupero della zona di Via Fienili e le deliberazioni di massima riguardanti la stipula di convenzioni urbanistiche per lacquisizione di unarea nella zona scolastica e sportiva di Via San lorenzo e di unaltra presso la discarica di Lunes, questultima destinata ad impianti per la produzione di energia da parte dellazienda Pubbliservizi. Sempre in tema di piano urbanistico, allordine del giorno figurano anche una presa di posizione in merito alla zona per impianti produttivi di interesse provinciale Brunico Ovest e lapprovazione di un aumento della densit edilizia per lhotel Schnblick a Riscone. Altri punti interessanti allordine del giorno riguardano lapprovazione del regolamento del servizio per la gestione dei rifiuti solidi urbani e la presentazione dei risultati di un questionario da

Lo stabilimento era stato evacuato venerd. Scongiurato il rischio di contaminazione ambientale e il danno alle persone

IN BREVE
CADIPIETRA

Alla Senni rientrata lemergenza chimica


I pompieri hanno isolato la perdita di sostanze pericolose. Lintervento durato 17 ore
di Silvia Siano
BRUNICO. Rientra lemergenza alla latteria Senni di Brunico, che venerd mattina stata evacuata per rischio chimico. Le squadre dei vigili del fuoco hanno concluso lintervento alle 2.30 di notte, dopo un lungo e faticoso lavoro, durato pi di 17 ore. Gli agenti chimici sono stati pompati e messi in sicurezza, larea coinvolta dalla fuga di sostanze stata decontaminata. I prodotti presenti nella zona coinvolta sono stati eliminati - ha spiegato il vertice della Senni, Joachim Reinalter - per questo non si sar alcun problema per i consumatori. Provvidenziale lintervento dei vigili del fuoco di Brunico, che sono riusciti a circoscrivere larea nella quale si era sviluppata la nube tossica. Le operazioni di messa in sicurezza hanno scongiurato una fuoriuscita di sostanze pericolose nella rete di fognatura o nelle acque pubbliche. Allorigine dellincidente di venerd, una perdita di acidi che ha causato una reazione chimica. Due persone, un dipendente dellazienda e un vigile del fuoco, hanno avuto bisogno dellaiuto di un medico. Per la popolazione invece nessun pericolo.

Cinematografi di carta al Granaio in Valle Aurina


Il Granaio Cadipietra in Valle Aurina propone una serie di cinematografi di carta in miniatura, che permettono di animare, girando una manovella, le professioni della miniera. Vi sono poi i modellini che mostrano come si produceva il carbone di legno, realizzati dagli scolari delle medie di San Giovanni in Valle Aurina. Il Granaio aperto fino al 31 marzo, marted e mercoled (912; 15-18), gioved (1522), sabato (1518) e domenica (1418).

BRUNICO

Una conferenza sul Sudan promossa dalla sezione Upad


Lintervento dei vigili del fuoco alla Senni di Brunico (Foto ADP) Per consentire agli addetti ai lavori di intervenire in piena sicurezza, la zona contaminata stata isolata. Le strade attorno allo stabilimento sono state chiuse. Ovviamente, la scelta ha comportato problemi di traffico. Terminata lemergenza, le strade intorno allo stabilimento sono state riaperte.
RIPRODUZIONE RISERVATA

La sezione Upad di Brunico propone per mercoled una conferenza dal titolo Sudan, nel regno dei Faraoni neri. Lincontro si terr nella sala Gilm di casa Pacher a partire dalle 15.30.

Corvara, locchio elettronico controlla la discesa sul Col Alt


CORVARA. Novit per gli sciatori in Alta Badia: da alcuni giorni hanno a disposizione una pista, la Col Alt, con le telecamere fisse in grado di registrare i movimenti, dalla partenza allarrivo, di ogni sciatore. Compresa la velocit. Liniziativa aperta a tutti. Basta presentarsi alle stazioni con lo skipass e passare i cancellet- La pista sul Col Alt ti di controllo. In cima al Col Alt inizia la discesa. La pista dotata di telecamere posizionate nei punti strategici che riprendono la discesa degli sciatori che, a valle, pu mettersi davanti al computer e visionare la sua performance. Per invogliare la prova, stato indetto un concorso che vede la possibilit di vincere unauto. Ma liniziativa ha sollevato qualche perplessit. C chi sostiene che le telecamere lungo una pista possano creare una voglia di aumentare la velocit. Il giudizio degli sciatori e dei maestri di sci positivo: Le riprese aiutano lo sciatore a migliorare le sue conoscenze. (e.d.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

CAMPO TURES

Brunico. Si tratta delle somme raccolte durante il primo giorno del mercatino di Natale

Il Comune fa scuola di risparmio energetico


Campo Tures fa scuola di risparmio energetico. Lamministrazione comunale infatti lavora da ottobre 2009 con la Lega Regionale dellOberpinzgau (Land di Salisburgo) per la realizzazione di un progetto sul turismo energetico, con lobiettivo di condividere le conoscenze in materia di risparmio energetico. Il Comune di Campo Tures accolto, nel corso dellultimo anno, allinterno dei cosiddetti Enertour, circa 342 visitatori provenienti da tutta Europa, interessati a scoprire diversi modelli energetici applicati nellarea comunale.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Devoluti 500 euro al consiglio pastorale


BRUNICO. Il Marketing Citt di Brunico ha devoluto questanno al consiglio pastorale Parrocchiale di lingua italiana di Brunico 500 euro, frutto delle offerte raccolte il primo giorno del mercatino di Natale per la degustazione di un piatto tipico locale preparato questanno dalle contadine della Valle Aurina. Ogni anno le offerte vengono destinate in beneficenza a diversi enti e associazioni. A consegnare simbolicamente lassegno con limporto raccolto al presidente del consiglio pastorale parrocchiale Vincenzo Costetti, sono stati il presidente del Marketing Citt di Brunico e assessore comunale Andreas Mariner e la direttrice dello stesso Mirjam Lanz. Mariner si

Mirjam Lanz, Vincenzo Costetti e Andreas Mariner detto orgoglioso del successo delliniziativa. Il denaro verr impiegato dal Cpp per aiutare famiglie brunicensi che, a causa di circostanze avverse, si sono venute a trovare in condizioni di indigenza. Il presidente Costetti ha sottolineato in proposito che ai bisognosi non si offre denaro, ma cibo, vestiti ed eventualmente il pagamento di qualche utenza. (m.p.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

Critica presa di posizione sulla proposta dellassessore Mussner

I Ladins: Il pedaggio sui passi serve soltanto a fare cassa La Villa. Parte oggi la 7 edizione con cuochi di fama internazionale
CORVARA. I Ladins intervengono sulla questione del pedaggio sui Passi Dolomitici. Mussner - dicono - dimostra di non raccontarla tutta. Da un lato dice che non una misura per fare cassa ma per tutelare i passi, ma allo stesso tempo ha autorizzato la chiusura del passo Valparola per fare test automobilistici. Secondo i Ladins, con il pedaggio non si risolve il problema del traffico. La verit proseguono - che si vuole fare cassa e vessare nuovamente residenti e turisti. Vogliamo veramente tutelare i passi? Allora bisogna

Chefs Cup Sdtirol, mix di alta gastronomia


di Ezio Danieli
bio Cucchelli del ristorante La Siriola una stella Michelin e Arturo Spicocchi del ristorante La St de Michil una stella Michelin, che ospiteranno amici e colleghi provenienti da tutta Italia e dal mondo. La Chefs Cup 2012 Sdtirol proporr leccellenza degli chef dellAlta Badia e di una regione come lAlto Adige. Il parterre di gara della pista Gran Risa vedr sfidarsi i campioni dei fornelli allAcqua Panna/S.Pellegrino Chefs Ski Cup: una gara di sci inaugurata dagli ex campioni della Nazionale. Seguir un test drive sulla neve alla guida delle ultime nate in casa Audi (che si potranno provare su strada durante tutta la settimana), per poi cimentarsi con Colmar nel golf Pitch & Putt sulla neve. Gli chef potranno vivere con Nespresso un originale momento di degustazione, assaporando gli aromi della selezione di Grand Cru. Non mancher la tradizionale cena di gala a scopo benefico, il cui ricavato verr devoluto allassociazione Dynamo Camp, il primo camp in Italia di terapia ricreativa, appositamente strutturato per bambini affetti da patologie gravi o croniche. Ospite e madrina deccezione per la cena di gala sar la scrittrice Emmanuelle de Villepin, vice presidente e fondatrice di Dynamo Camp, moglie di Rodolfo De Benedetti. Durante la tavola rotonda, si parler di: Alimentazione come medicina naturale del benessere. Confermate anche la cena al club Moritzino, al Rifugio Col Alt e il Gourmet Safari. La novit di questanno sar la cena di chiusura che vede la partecipazione di cinque chef che nel 2011 sono stati premiati allevento The S.Pellegrino Worlds 50Best Restaurants 2011.
RIPRODUZIONE RISERVATA

La strada per Passo Gardena fare altre scelte, pi coraggiose, che impegnino il turista a contribuire al godimento delle nostre valli.
RIPRODUZIONE RISERVATA

LA VILLA. Un mix di alta cucina, di giochi sulla neve, di auto di prestigio, di scambi di informazioni gastronomiche ed una serata in beneficienza. Tutto questo - da oggi al 27 gennaio - in Alta Badia per la settima edizione di Chefs Cup Sdtirol. Un appuntamento gourmand e lifestyle, che raduna i protagonisti della migliore cucina nazionale e internazionale. Protagonisti sono i DoloMitici, i tre chef stellati dellAlta Badia: Norbert Niederkofler del ristorante St. Hubertus due stelle Michelin, Fa-

BOLZANO
La PICCOLA PUBBLICIT si riceve presso la A. MANZONI - 39100 BOLZANO, Via Volta 10, tel. 0471 / 307900, fax 0471 / 976563

AFFITTASI centro solo referenziati appartamento 3 stanze, cucina. Scrivere casella postale nr. 1/A Pubbliman 664 - Bolzano

AFFITTASI centro Gries, luminoso appartamento ca. 70 mq, telefonare ore pasti 335-6350799 A Aspettare perch?!? Affaristica mansarda solo 19.000 euro acconto + 590 euro mutuo dove? A Sirmione, praticamente sullacqua! CE B PE 65 in costruzione. 035 510780. BOLZANO appartamento di 107 mq, luminoso, spazioso, pochi minuti dal centro, grande giardino condominiale, garage. 339-5204161. VENDESI muri negozio Merano via Mainardo, ottimo contratto locazione, telefonare orario ufficio 0473236683

AGENZIA recupero crediti cerca esattori ed acquisitori anche part time per Trento e Bolzano. Preferibilmente con esperienza. Tel. DEA sas 0422 433323 ore ufficio. AMBOSESSI, comunicativi, estroversi, dinamici, max 30enni per villaggi in Egitto, Spagna, Grecia, Tunisia e in tutta Italia. Partenze scaglionate da maggio a luglio 2012, per tutta lestate. Disponibilit da minimo 2 mesi fino a 6 mesi continuativi. Tutti i ruoli dellanimazione inesperti ed esperti. Iter di selezione e formazione a carico aziendale. Per colloquio in Bolzano (BZ) contattaci: Progetto Staff Mestre (VE) - Tel. 041 5352157 fax 041 5350935. www.progettostaff.com, e-mail: risorseumane@progettostaff.it (Fil. 2048) AZIENDA italiana leader mercato settore lista nozze, articoli regalo, illuminazione, cerca agente plurimandatario ambosessi gi introdotto nel settore per regione Trentino Alto Adige. Inviare curriculum vitae a: newcandidati@virgilio.it COLLABORATORE/TRICE vendite Italia ricerca Zirkonzahn di Gais (BZ). Mansioni supporto al cliente. Requisiti: esperienza anche breve nelle vendite nazionali ed internazionali, orientamento ai risultati e alla vendita. Completano il profilo: visione degli obiettivi, capacit di relazionarsi, professionalit, ambizione, flessibilit. Italiano fluente, gradita la conoscenza di altre lingue. Curriculum preferibilmente con foto a personal@zirkonzahn.com

327-7338069 Bolzano Lili bellissima thailandese, dolce come il miele, fantasiosa, coccolona, indimenticabile, momenti piacevoli. 333-2699892 Bolzano deliziosa russa, fascino bellezza 27enne giocherellona travolgente, peperoncino, corpo mozzafiato, indimenticabile, emozionante. AAAA Bolzano 342-5868137 sensuale 19enne cubana, fotomodella, prosperosa, mozzafiato, antistress, coinvolgente, fantasiosa. AAA Bolzano centro da Madrid bellissima, sensuale, intrigante, divertimento garantito, dolce mistress. 366-7012670 AA Bolzano eccellente thailandese 19enne, bella da morire, dolce affascinante per momenti da sogno. 348 - 29 16 135. A BOLZANO centro seducente bionda bambola solare, fantasiosa, dolce per momenti di grande relax. 331 - 43 57 418.

BOLZANO Alexia bellissima bionda, simpatica, dolce, alta, raffinata, magra, molto coccolona, per momenti indimenticabili. 3271097181 BRESSANONE 348 - 37 25 557 bella sensuale dolce intrigante tutti i giorni, ambiente riservato. BRUNICO accompagnatrice elegante, snella, attraente, delicata, affettuosa, solo distinti. 348 8300431. BRUNICO bellissima trans mora 22enne bravissima, femminile, bel fisico per momenti indimenticabili. 329 9832676.

VENDESI pellicceria in Bolzano. Attivit trentennale, prezzo modico. Per info tel. 0444 910821.

COMMERCIALISTA pensionato, ancora in attivit, offre collaborazione a studio professionale o associazione di categoria. Inviare e-mail al seguente indirizzo: mrz@rolmail.net

1.70 BOLZANO SUD, dolcissima Linda, snella. sensualissima, birichina da favola per momenti rilassanti. 389 - 6859911