Sei sulla pagina 1di 70

PETER LANZINER

Peter Lanziner, natoa Cavalese (TN) il 18 novembre 1982, da mamma Rosanna e pap Edmund. Cresciuto in una famiglia di sportivi (pap Edmund, olimpionico di Bob nei primi anni 80 e primatista regionale di lancio del peso), si affaccia al mondo dello sporto n da ragazzino, prima con il calcio e lo sci di fondo e poi con la corsa. Allenato no alla maggior et dal pap, nel 1999 ottiene il suo primo risultato importante, vincendo i campionati Italiani Allievi sui 2000mt siepi. Nei primi anni 2000 ottiene due medaglie di bronzo agli italiani Under 23 sui 3000siepi. Dopo un periodo da auto didatta, nel 2007, approda alla "corte" di Gianni Benedetti, uno dei migliori tecnici in circolazione, famoso per aver allenato grandi campioni regionali. Con lui, arrivano buoni miglioramenti cronometrici nella categoria Seniores, no al grande sato di qualit nella stagione 2012 dove a 29 anni, Peter, arriva 4 ai Campionati Italiani Assoluti sui 5000mt e registra sulla stessa distanza il nuovo primato personale di 14:07.96. Sempre nel 2012 arriva anche il nuovo personale sui 3000mt con 8:11.68. Nel 2010 e nel 2012, vince il Giro del lago di Resia, gara su strada di 15,5km con oltre 3000 iscritti.

LIMITLESS
Senza Limiti
1

I pesci nuotano, gli uccelli volano e gli uomini corrono!

Comincio lintroduzione a questo mio book, citando una frase di una leggenda dellatletica mondiale, il corridore cecoslovacco Emil Ztopek, vincitore di quattro medaglie doro e un argento alle olimpiadi. Queste parole, mi hanno sempre colpito, perch, in fondo, le capisco e le condivido benissimo. Per quanto mi riguarda, non posso certo paragonarmi al leggendario campione ceco ma, una passione, un amore, per una cosa labbiamo in comune: La Corsa! Correre per me, sempre stata una cosa naturale e normale. Il mio primo approccio con questa attivit sica me lo ricordo come se fosse ieri. Avr avuto allincirca 6-7 anni, andavo, alle scuole elementari e trascinato dalla passione sportiva di mio padre Edmund, olimpionico di Bob e grande interprete a livello regionale di lancio del peso, respiravo aria sportiva praticamente tutti i giorni. Un pomeriggio, mio padre, che andava ad allenarsi, mi chiese di accompagnarlo per qualche km di corsa. Lesperienza, non fu proprio delle migliori. Come qualsiasi bambino di quellet, non ero certo in grado di dosare le energie e, preso dallentusiasmo e dalleuforia, le prime centinaia di metri, sono state affrontate a pieno ritmo, quasi uno sprint e, come normale, ben presto la fatica e la spossatezza presero il sopravvento. Il divertimento, si era ben presto trasformato in fatica m a con gran de pazien za, m io padre, m i incoraggiava a continuare, aspettandomi, ed
2

insegnandomi le tecniche di respirazione corrette, per cercare di alleviare la fatica. Quellesperienza, mi ha regalato delle belle sensazioni. La possibilit di correre al anco di mio pap, imitandolo in un gesto di sport, che no a quel momento, consideravo una cosa da grandi, mi ha fatto innamorare di questa attivit sica. Negli anni successivi, alternavo la corsa e il calcio destate, con lo sci di fondo linverno (come da tradizione in Valle di Fiemme). Ben presto per, come una specie di selezione naturale, lattivit sica che ho preferito mantenere, escludendo tutte le altre, stata la corsa. Mi riusciva meglio e poi, graticato da qualche medaglia vinta alle gare di valle, la passione aumentata sempre di pi. Da quei primi anni non ho pi smesso di correre, allenandomi tutti i giorni sotto la guida di mio padre. Nel 1999 a 17 anni, vinsi il titolo di Campione dItalia Allievi sulla distanza dei 2000 siepi, detenendo anche il miglior tempo a livello nazionale di quellanno. Gli anni successivi, dopo la scuola superiore, non sono stati facili, nonostante altre due medaglie di bronzo ai Campionati Italiani Under 23 sulla distanza dei 3000 siepi, non avendo pi grossa voglia di studiare, ero arrivato al cosiddetto bivio della vita adulta, il lavoro. Escluso dal gruppo sportivo militare per insufcienze siche (troppo magro e con gli occhiali), la carriera di atleta professionista mi si era ben presto sbarrata davanti e quindi, il lavoro piano, piano diventato parte delle mie

giornate quotidiane. Questo per, non ha impedito alla mia passione, che ardeva dentro di me come un fuoco vivo, di spegnersi e anche grazie al mio diploma di scuola superiore, sono riuscito n da subito a trovare un lavoro part-time com odo, in u f cio, riu scen do sem pre ad allenarmi. Nel 2003, rispondendo ad un colloquio della banca locale, ho ottenuto il lavoro, che a quasi 10 anni di distanza ho tuttora mantenuto. Nel 2007, per vari impegni politici di mio padre e per nuovi stimoli da parte mia, ho cambiato guida tecnica, passando sotto locchio esperto di Gianni Benedetti, allenatore di grande esperienza che nel passato ha allenato grandi campioni di livello nazionale e che in questa stagione a portato alle Olimpiadi di Londra, il mio compagno di allenamenti Yuri Floriani. Gli allenamenti sono diventati ben presto pi strutturati e organizzati ma, per poterli svolgere nel miglior modo possibile e cercare di raccoglierne i frutti, anche gli sforzi da parte mia sono diventati ancora pi intensi. Allenamenti in pausa pranzo,alla sera e allenarmi a Trento da Gianni, sono diventati ben presto il mio pane quotidiano. Molte persone, anche vicine a me, a volte, mi chiedono che cosa mi spinga a fare tutto questo, questi sacrici. Sinceramente non ho sempre una risposta pronta a queste domande ma, una delle cose che dico sempre : la corsa la mia passione, il mio amore e la mia valvola di sfogo.

Correre per me qualcosa di fondamentale, una parte importantissima della mia vita, che mi da la possibilit di scaricare le tensioni della giornata e che mi regala dei momenti tutti miei. Quando corro, mi sento libero, problemi che no a qualche ora prima mi sembravano insormontabili, dopo una bella sgambata, sembrano piccolissimi e facili da risolvere. La mia mente libera di vagare e di sognare. Il mio corpo, si muove in libert in mezzo alla natura. Certo, non per sempre continuer a correre con questi ritmi forsennati, scanditi da allenamenti specici al solo ne di migliorare le mie prestazioni sportive. Questo mi ben chiaro, ma correre, credo rester per sempre nelle mie corde. Tutti questi anni di allenamenti e di km che ho alle spalle, hanno trasformato il mio corpo in una macchina perfetta ed efciente. Sono sano e in salute, il mio cuore, i miei polmoni ed i miei muscoli sono forti e allenati. Cosa pretendere di pi? In questo book, creato con la collaborazione fondamentale di familiari, amici e con il prezioso aiuto professionale del mio amico e fotografo Federico Modica, si cerca di raccontare che cosa vuol dire coltivare una passione, perseguire un obiettivo e dedicare anima e corpo a uno sport duro e faticoso come la corsa. Questi per me, sia chiaro, non sono sacrici, io faccio tutto questo, come detto poco fa, perch amo quello che faccio. Per me non un peso allenarmi tutti i giorni, anche due volte al giorno. Nessuno me lo

fa fare, non corro certo per una graticazione economica ma semplicemente perch mi piace farlo! Nelle segu en ti pagin e, ven gon o raccon tati attraverso fantastici scatti di Federico e amici, 11 mesi (dicembre 2011, novembre 2012) di preparazione e gare, che da anni svolgo in solitudine, per preparare al meglio il mio sico alle competizioni. Questa stagione per la pi particolare e graticante di sempre. La mia miglior stagione sotto il punto di vista delle prestazioni, dove sono riuscito, nalmente, a raggiungere un livello, no a questo momento sempre e solo so g n ato . I l co siddetto salto di qu alit. Incremento netto su diverse distanze in pista, secon da vittoria in carriera al Reschenseelauf (Giro del Lago di Resia), podio sorato per meno di un secondo ai Campionati Italiani Assoluti di atletica leggera a Bressanone, o ttim i p iaz z am en ti in g are n az io n ali ed internazionali (Sparkassengala di Regensburg in Germania) stage di allenamento in Portogallo, Sr.Moritz e in Kenya. Questo book un auto regalo che mi faccio, per avere un ricordo tangibile di questa mia passione che potr sfogliare negli anni e mostrare con orgoglio a parenti ed amici. Un book che testimoni con bellissime immagini la dedizione che da sempre ho, e ho avuto verso questo sport, che in tutti questi anni mi ha regalato gioie e dolori, vittorie e scontte, che mi hanno accompagnato

in questo mio lungo cammino sportivo. Gli anni di agonismo ad un certo livello che ho davanti, non sono pi moltissimi e quindi, riuscire a raccogliere i momenti pi intensi di una vita sportiva, di una stagione (forse la migliore in assoluto), sono un regalo prezioso che custodir gelosamente. Questo book, naturalmente anche dedicato a tutte le persone che in tutti questi anni mi hanno sostenuto e incoraggiato. In primis la mia famiglia, mia mamma e mio pap che mi hanno regalato le doti siche e mentali perfette per questo sport. Il mio allenatore Gianni Benedetti che mi ha portato a questo livello e che mi ha fatto capire che oltre al talento, ci vuole costanza e determinazione, senza porsi troppi limiti mentali. A Denise, la mia compagna che, a volte, mi riporta con i piedi per terra e che fatica a comprendere questa mia passione che grazie a questo book, spero, possa comprendere meglio. Grazie a tutti! Peter

DICEMBRE 2011

Comincia la preparazione per la stagione 2012!!


Si riparte! Dopo qualche settimana di riposo, giunto il momento di rimboccarsi le maniche e cominciare con la preparazione invernale per la stagione 2012. Tanti chilometri mi aspettano, un lungo inverno alle porte, le giornate si sono accorciate e il freddo arrivato! A volte la gente mi chiede che cosa mi spinga ad allenarmi in certe condizioni climatiche, sfidando il freddo e la neve. La mia risposta sempre la solita : La passione per il mio sport!.

La pista di casa a Cavalese (Campo dei Dossi) non ancora ricoperta di neve ma il ghiaccio fa da padrone. Per contrastarlo, scarpette chiodate e via, lallenamento mi aspetta!! Speriamo di non cadere..

Bolzano 31/12/2011, arrivato il giorno della Boclassic, gara internazionale su strada di 10km che assieme alla San Silveste Vallecana di Madrid in Spagna e alla Corrida di San Paolo in Brasile una delle tr competizioni di ne anno pi importanti al mondo. Campioni Europei, Mondiali ed Olimpici, si sono sdati negli anni per le vie del capoluogo alto atesino e come ormai da qualche anno anche io ho lonore di poter essere al via della corsa Elite maschile!

GENNAIO 2012

Dopo un mese di allenamenti al freddo, finalmente arrivato il momento di trasferirsi al caldo e come ormai da tre anni a questa parte, il luogo dove si riuniscono i pi forti corridori italiani assieme alla Federazione Italiana di Atletica Leggera la bella localit chiamata San Vincenzo, vicino a Riva degli Etruschi in Toscana. Gli spazi per correre sono davvero tanti e la compagnia per allenarsi certo non manca. Per quanto mi riguarda, il vero motivo per il quale sono venuto in Toscana oltre alle temperature pi miti, la possibilit di vivere per una settimana come un professionista, quindi allenamento, riposo e allenamento, senza avere altre distrazioni.

12

13

14

15

Borgo Valsugana (TN) ospita questanno i Campionati Italiani individuali di Corsa Campestre. Il percorso impegnativo con due belle salite e altrettante discese, molto tecnico che ha messo a dura prova la mia resistenza. Sono partito cauto cercando di fare una gara in rimonta ma nel nale ho avuto difcolt e mi sono dovuto accontentare di un 22 posto che mi lascia con un po di amaro in bocca.

17

FEBBRAIO 2012

Gli ultimi due mesi, sono stati contraddistinti da tanto allenamento e da due gare importanti ma la vittoria ancora non arrivata. Eccomi nuovamente in gara in occasione della seconda tappa del circuito Winterlauf Corrinverno, speriamo che questa volta la fortuna giochi a mio favore. Questa gara lho vinta nel 2010, anno di grandi soddisfazioni!

20

MARZO 2012

Proseguono le vittorie, si comincia con i test, le prime corse in altura e uno stage in Portogallo!!
La stagione invernale ormai agli sgoccioli, ma prima di cominciare con la preparazione per la lunga stagione estiva venuto il momento di effettuare qualche test per verificare lefficienza del mio motore. E per questo che mi sono recato al CERISM di Rovereto per svolgere un test sul VO2MAX.

Controllare lo stato di forma, prima di cominciare la preparazione per la stagione estiva 2012 d'obbligo e quindi, un test per valutare il VO2Max d'obbligo, anche se correre con tutta quella attrezzatura addosso non certo facile!!!
24

25

26

Proseguono le competizioni su strada. Eccomi al via delle 10 miglia Lupatotine vicino a Verona. Al via della gara sui 16,090km ottimi avversari, fra i quali il pi volte Campione Italiano di Maratona Migidio Bourifa. La mia condizione di forma pero ottima e rompendo gli indugi a 5km dal traguardo, mi sono imposto con il tempo di 5056 alla media di 308 al km!!

27

APRILE 2012

Nel mese di aprile, sono partito per uno stage di 10 giorni in Portogallo per cominciare a preparare al meglio la stagione estiva sfruttando il clima caldo che in questo periodo ancora impossibile da trovare in Val di Fiemme, visto che a casa, tornata la neve Gli allenamenti sono molto intensi e anche le temperature non scherzano. Lumidit e il caldo erano due avversari veramente tosti. Mi sono spesso allenato allalba per evitare il caldo delle ore centrali della giornata.

30

31

Primo test al rientro dallo stage in Portogallo e subito coronato con una bella vittoria alla corsa su strada di Terlano

32

33

MAGGIO 2012

La stagione in pista ucialmente aperta. Le gare sono state tutte programmate e la rincorsa per i minimi dei Campionati Italiani ucialmente cominciata. Una visita alla sede dello sponsor Saucony Italia dobbligo. Find Your Strong!!

GIUGNO 2012

Dopo il positivo esordio stagionale di maggio, gli allenamenti sono stati intensi e finalmente, la forma sembra essere veramente buona. Ora si parte per la Germania per affrontare una importante gara internazionale sui 5000mt, al Meeting Sparkassen Gala di Regensburg!!

40

Serata del 2 giugno 2012, venuto il momento di cominciare a fare sul serio, sono alla ricerca della massima concentrazione e nel riscaldamento non posso lasciare nulla al caso. La gara troppo importante e la voglia di fare bene e altissima come la mia determinazione nel raggiungere un ottimo risultato!! Ponti, VIA!! Alla partenza atleti provenienti da Polonia, Germania, Belgio, Italia e Austria si daranno battaglia per i prossimi 14 giri e 200 metri allinterno dell Uni Stadion di Regensburg per affrontare al meglio delle loro forze la gara dei 5000mt. Dopo un lungo periodo al comando della gara, per cercare di tenere alto il ritmo, alternandomi con i miei diretti avversari, ho consumato troppe energie per resistere alla volata del tedesco Flgel, che si aggiudicato la prova in 14:17,76. Io ho colto comunque un ottimo 2 posto con il nuovo PB di 14:19,50 e minimo per gli Italiani di Bressanone. Obiettivo raggiunto!!!
41

42

43

LUGLIO 2012

Campionati Italiani Assoluti, Meeting internazionale di Pergine Valsugana e Giro del Lago di Resia. Forse la miglior stagione di sempre appena cominciata!! Run Fast or Go Home
Gran parte del mese di giugno, stato dedicato alla preparazione per lappuntamento pi importante della stagione! I campionati Italiani Assoluti a Bressanone sono finalmente arrivati. Ladrenalina in circolo tantissima e la voglia di correre forte davanti al pubblico di casa altrettanta. Amici, familiari e colleghi di lavoro sono arrivati a Bressanone per vedermi. Non posso deluderli!! Un grazie di cuore va a mia sorella Karin per lo striscione porta fortuna!!!

46

47

Dopo il quarto posto dei Campionati Italiani Assoluti, a suon di primato personale (140796), al Meeting Citt di Pergine arriva anche il primato personale sui 3000 (81168). Il 29 Luglio arriva anche la seconda vittoria in carriera al Giro del lago di Resia

48

49

AGOSTO 2012

Finita la prima parte della stagione, venuto il momento di preparare gli ultimi appuntamenti agonistici del mese di settembre. Laltura di casa e un bello stage a St.Moritz in Svizzera, sono stati lideale per ricaricare le energie!!
Le giornate caldissime che hanno caratterizzato le ultime settimane, non mi hanno permesso di svolgere gli allenarmi a Trento sotto locchio attento del mio allenatore. Non mi sono per perso danimo, anzi, sono state un ottima occasione per dei bei allenamenti in altura, fra i quali uno stage a St.Moritz al fianco di grandi miti dellatletica mondiale. E stata anche unottima occasione rilassarmi un poco con la mia Denise.

A quota 3000m del Piz Bernina

In allenamento in pista a St.Moritz

Con i fenomeni targati USA: Matthew Centrowitz (4 posto olimpiadi di Londra nei 1500m) e Galen Rupp (argento olimpico di Londra sui 5000m)

52

SETTEMBRE 2012

La stagione si ormai conclusa e quindi, posso concedermi qualche bello shooting in studio con Federico per onorare alla grande la stagione appena conclusa!!

56

57

OTTOBRE NOVEMBRE 2012

Dopo qualche settimana di meritato riposo, piano, piano, si riparte con la preparazione per la stagione 2013. Motivato e carico come non mai, grazie alla fantastica stagione appena conclusa, assieme ai miei amici e avversari, Paolo Zanatta e Simone Gobbo, abbiamo deciso di affrontare un periodo di preparazione in Kenya. Eldoret, sulla mitica e leggendaria Rift Valley, a 2400mt di altitudine, sar la nostra palestra naturale per cercare di preparare al meglio i prossimi appuntamenti agonistici. Oltre alle ottime possibilit di allenamento, questo stage, sar anche un ottima esperienza per vedere da vicino i fenomeni degli altopiani, che da oltre un ventennio spopolano nel mondo dellatletica, dagli 800mt alla maratona!!

60

Lo stage in Kenya stato caratterizzato oltre che da tanto allenamento anche da episodi di vita locale assieme ai miei compagni di avventura Paolo Zanatta e Simone Gobbo.

62

FEDERICO MODICA
Federico Modica, classe 1990, si avvicina a 16 anni al mondo della fotograa. Le sue numerose esperienze nel fotogiornalismo sportivo lo hanno portato a sviluppare uno stile unico nel suo genere, prediligendo forti contrasti e la potenza del colore. La sua losoa lo fa lavorare a stretto contatto con gli atleti che incontra, creando con loro storie fotograche che vanno oltre il semplice shooting giornaliero. Oltre le numerose partecipazioni ed ottimi risultati a concorsi fotograci nazionali e internazionali, stato selezionato a 20anni come unico concorrente italiano ai Sony World Photography Awards 2010 nella categoria Sport ora lavora per svariati team nazionali, e per nomi come Speedo, Red Bull, Fiemme2013

2012 Peter Lanziner - Federico Modica

Limitless, ovvero senza limiti, il titolo di questo mio book, che racconta attraverso fantastici scatti di amici e del bravissimo fotografo Federico Modica, la mia miglior stagione agonistica di sempre. Attraverso questo "racconto" fotograco cerco di spiegare che cosa voglia dire coltivare una passione, perseguire un obiettivo e non arrendersi mai! 11 mesi intensi, scanditi da allenamenti, gare e stage di preparazione all'estero e in Italia, per ottenere il massimo. La corsa fa parte di me, ogni giorno mi alleno per cercare di raggiungere i miei obiettivi e ogni giorno lavoro per cercare di raggiungerli.