Sei sulla pagina 1di 64

R

NA LV

LA STAMPA
QUOTIDIANO FONDATO NEL 1867
SABATO 3 SETTEMBRE 2011 ANNO 145 N. 242 1,20
IN ITALIA (PREZZI PROMOZIONALI ED ESTERO IN ULTIMA) SPEDIZIONE ABB. POSTALE - D.L. 353/03 (CONV. IN L. 27/02/04) ART. 1 COMMA 1, DCB - TO

www.lastampa.it

Il Nobel Mundell: leconomia degli Stati Uniti si arenata LAmerica

-3 mila
Centimetri - LA STAMPA

Usa, lavoro a zero La disoccupazione affonda le Borse


Agosto il mese pi nero dal 1945

che frena
9 9,1%
T Tasso di d e disoccupazione a ad agosto

C Calo di posti di lavoro n nel manifatturiero

Ore lavorate al mese

LA CRISI IN EUROPA

-5 mila
C Calo di posti n nelle costruzioni

+ +20 mila
C Crescita dei posti n nel settore dei servizi

-0,2%
Salari orari

0
C Crescita d degli occupati

Il crac delleuro non pi un tab Salta entro tre anni


Al forum di Cernobbio sondaggio fra banchieri ed economisti: ne convinto il 49 per cento Un dramma, Non pensiamoci
Marco Alfieri
A PAGINA 31

-17 mila
C Calo degli occupati nel settore pubblico n
(di cui -15 mila da attribuire a stati ed enti locali )

1 17 mila
O Occupati n nel settore privato

-0,1%

Maggi e Molinari ALLE PAGINE 10 E 11

Il responsabile dellEconomia boccia qualsiasi ipotesi di scudo fiscale. Spariscono i tagli ai piccoli enti di ricerca

REPORTAGE

Tremonti: nessun condono


Finanziaria solida nei saldi di copertura, ma dubbi dellUe sulla stretta anti-evasori Salvi 1maggio, 25 aprile e 2 giugno. Niente blocco delle tredicesime per gli statali
I

Libia, lodio senza futuro degli sconfitti


DOMENICO QUIRICO
INVIATO A TRIPOLI

LA MANOVRA
DEL MALESSERE ITALIANO
MARIO DEAGLIO

10 ANNI DOPO: DOMANI UN INSERTO PER CAPIRE

11/9, La Stampa speciale


SETTEMBRE

a cura economica anticrisi proposta dagli americani consistente nellimmettere quantit molto ingenti di nuova liquidit nelleconomia degli Stati Uniti e, per conseguenza, in quella mondiale - non ha funzionato, anzi si sta rivelando un vero e proprio disastro: moltissimo debito e niente crescita, minaccia di inflazione e occupazione che non riparte. Le Borse dei Paesi ricchi hanno perso il 10-15 per cento dallinizio di agosto e nella giornata di ieri hanno subito una nuova, forte caduta. Lorgoglioso modello tedesco che doveva trainare la grande ripresa europea si ritrova con crescita prossima allo zero. Si sta duramente prendendo atto che, per uscire da questa crisi, non serve, o non sufficiente, stampare moneta, come ha fatto il governatore americano Bernanke; si deve anche prendere atto che non serve neppure ricercare a tutti i costi lazzeramento dei deficit dei bilanci pubblici, come invece continua a ripetere il governatore Trichet dalla sede della Banca Centrale Europea a Francoforte.
CONTINUA A PAGINA 35

11
IL GIORNO CHE HA CAMBIATO LA NOSTRA VITA
Bardazzi e Masera PAG. 21

Giulio Tremonti assicura: non ci sar nessuna misura di condono perch sarebbe un intervento una tantum. Ma lUnione europea avanza dubbi sulla stretta anti-evasori fiscali. Salve le tre feste laiche, Primo maggio, 25 aprile e 2 giugno, che non saranno accorpate alla domenica. una delle principali novit della manovra passata al vaglio della Commissione Bilancio del Senato dove il governo andato sotto.
DA PAGINA 2 A PAGINA 9

INTERVISTA

Visco: ero innominabile ora mi copiano


Lex ministro: passavo per un persecutore Avevo contro anche una parte del mio partito
Tonia Mastrobuoni
A PAGINA 7

Soldati fedeli a Gheddafi

Lindagine sui ricatti di Tarantini a Berlusconi

La segretaria del premier Il denaro fu consegnato


Lammissione davanti ai pm di Napoli
LE CARTE
I

Gli affari di Lavitola con Finmeccanica


Guido Ruotolo A PAGINA 13

LA STORIA

Dottore, mi fa fare quel giro in barca?


La copertina dellinserto in edicola domani Jacopo Iacoboni A PAGINA 15

La giornata di ieri ha segnato un punto a favore dei magistrati napoletani che conducono linchiesta sul presunto ricatto ai danni di Berlusconi che ha portato allarresto dellimprenditore Giampaolo Tarantini, della moglie Angela Devenuto e allemissione di unordinanza di custodia nei confronti di Valter Lavitola. Marinella Brambilla, la segretaria del premier, ha ammesso la consegna di denaro al direttore dellAvanti.
Salvati e Talarico DA PAG. 12 A PAG. 15

li altri: i cattivi, i vinti. S, i complici del dittatore, i gheddafisti fino allultima ora, scampaforche e mercenari dellaffannosa e crudele nullaggine del tiranno, i gerarchi, quelli che dovevano dare la caccia ai ratti e ora hanno preso il loro posto, gli irriducibili, i pazzi, gli stupidi, gli assassini, i coerenti, i torturatori, gli sgherri, i fanatici, quelli che non si sono districati in tempo dai legacci (oh! quanti e quanto solidi e intricati in quarantadue anni di dittatura), che li hanno avviluppati, le Brigate nere. Quelli che adesso devono pagare, che hanno gi pagato, che pagheranno.

CONTINUA A PAGINA 18

Lattacco alla Flotilla La Turchia caccia lambasciatore di Israele


Baquis e Ottaviani
A PAGINA 22

Buongiorno
MASSIMO GRAMELLINI
Mancano i fornai. C la disoccupazione fulminante, a un concorso per cinque posti da vigile urbano si presentano in ventimila, ma intanto a Roma - il lamento dellUnione Panificatori - non si trovano trecento ragazzi disposti a fare il pane per duemila euro al mese. Ho un amico pizzaiolo che cercava un assistente e lo voleva giovane e italiano. Quando ha trovato quello giusto si sentito chiedere: Dovrei lavorare anche di sera? La gente non viene a mangiare la pizza di pomeriggio. Allora non m'interessa. Il suo posto accanto al forno stato preso da un egiziano, che far gli straordinari per mantenere agli studi il figlio nella speranza che non diventi un pizzaiolo. Perch, al di l degli orari infelici, il problema di certi mestieri resta la loro scarsa considerazione sociale. una delle follie di questo capi-

Il pane quotidiano
talismo finanziario, per fortuna malato terminale: il disprezzo per i lavori che producono beni materiali e richiedono uno sforzo fisico diverso dal tirare calci a un pallone. Un impiegato di Borsa considerato pi giusto di un falegname. E non solo dai ragazzi. Anche dai genitori, che si vergognano di mandare i figli alle scuole professionali. Ora, mi spiegate perch uno che passa otto ore davanti al computer, a fare nemmeno lui sa cosa, dovrebbe sentirsi pi elevato socialmente di un altro dalle cui mani escono cose tangibili: un vestito, una scarpa, una pagnotta? Si pu fare il barbiere e leggere Umberto Eco, come lavorare in uno studio legale e rimanere un caprone. Si pu anche leggere Umberto Eco e rimanere un caprone, ma questo ancora un altro discorso.

2 Primo Piano

LA STAMPA
SABATO 3 SETTEMBRE 2011

MANOVRA
PERCORSO A OSTACOLI

Tutte le spine di Silvio

I mercati finanziari
I

Sono da settimane in caduta libera. Ieri la Borsa di Milano ha perso il 4%, mentre lo spread (il differenziale di rendimento) fra Btp e titoli tedeschi ha sfiorato quota 330.

Manovra in stand by
I

In Senato la revisione del testo va avanti a rilento. La maggioranza cerca di tenere aperto il dialogo con lopposizione ma in questo modo il lavoro non procede.

Ministri in rivolta
I

La Russa guida la protesta dei membri di governo penalizzati dai tagli a tutto vantaggio dei comuni. Rischiamo la paralisi - ha dichiarato il titolare della Difesa dovremo discuterne.

Tremonti assicura Nessun condono fiscale in arrivo


Recupereremo altri soldi dallevasione che enorme Europa scettica e la Borsa vive un altro venerd nero
CARLO BERTINI ROMA

I commenti
Noi siamo pronti a dare una mano purch ci sia una discontinuit, un governo credibile
Pierluigi Bersani
Segretario del Pd

Sullonda di Wall Street, crolla la borsa di Milano e ad accrescere i brutti segnali inviati dai mercati il livello dello spread fra i Btp italiani e i bund tedeschi, di nuovo salito oltre i limiti di guardia. Se non bastasse, lEuropa si mostra scettica sulle misure anti-evasione della terza versione della manovra e Giulio Tremonti reagisce con durezza. Intanto, escludendo che sia in arrivo un nuovo scudo fiscale, tantomeno un altro condono. Che sarebbe un intervento una tantum che genera introiti di cassa, ma che non modifica

MINACCE AL MINISTRO

Scritta delle Br nei bagni della Cattolica


I

Il ministro dellEconomia esclude anche che si profili un nuovo scudo


lassetto della finanza pubblica. E poi diffondendo il contenuto di una telefonata con il commissario Ue agli affari Economici, Olli Rehn. Il quale aveva fatto diramare al suo portavoce la preoccupazione per leccessivo peso dato alle misure sulla lotta contro levasione e per le incertezze legate alla valutazione del gettito che ne pu derivare. In Italia - la risposta di Tremonti - levasione fiscale e contributiva enorme. Ne-

Una scritta di minacce firmata Nuove Br contro il ministro dell' Economia Giulio Tremonti e il docente di Economia politica Carlo Dell' Aringa stata trovata nei bagni dell'Universit Cattolica di Milano: accanto ai due nomi stata vergata con un pennarello la frase Condannati a morte, oltre ad una stella a cinque punte. L'episodio stato segnalato agli agenti della Digos e il ritrovamento risale al 30 agosto. Dell'Aringa, ordinario della Cattolica, fece parte del gruppo che stese il Libro bianco sul mercato del lavoro in Italia coordinato da Marco Biagi, il giuslavorista assassinato dalle Nuove Brigate Rosse il 19 marzo 2002 a Bologna. Il professore non risulta al momento impegnato in nessuna collaborazione con il ministro dell'Economia Tremonti.

gli ultimi tre anni gi stata incassata una cifra pari a circa 25 miliardi di euro e la manovra prevede un intervento di recupero da evasione pari a circa 700 milioni di euro nel 2012 e 1,6 miliardi nel 2013. Incremento che sar effetto di un radicale cambiamento nella strategia di contrasto allevasione. Che non si svolger pi solo dal lato della repressione, ma anche della prevenzione: dal coinvolgimento dei comuni, alla trasparenza bancaria, fino alla riforma delle sanzioni penali. Il rapporto tra le cifre di entrata previste e lintensit dei cambiamenti assicura che lobiettivo di entrate non solo sar solo centrato ma ampiamente superato. Per il resto, la manovra resta invariata e totalmente solida nei saldi di copertura. Ma che da Bruxelles spirino correnti fredde verso lItalia lo dimostra il fatto che il presidente Barroso definisca il colloquio a Parigi con Berlusconi un breve e informale tte-tte, dal quale non stata tratta alcuna conclusione. Insomma, n apprezzamenti, n critiche, ma un giudizio sospeso in attesa dei testi finali che fa capire come la preoccupazione sia grande. Ai piani alti dellUnione si sente ripetere che Roma non deve cadere perch se cos fosse potrebbe portarsi dietro una buona parte del club della moneta unica. Per dirla con lex commissario

Abbiamo un giudizio pessimo su questa manovra, non la condividiamo ma abbiamo un dovere di seriet
Pier Ferdinando Casini
Leader dellUdc

Nella manovra c il massimo impegno finora mai realizzato contro levasione fiscale
Fabrizio Cicchitto
Presidente dei deputati Pdl

Giulio Tremonti, ministro dellEconomia

europeo Mario Monti, la grande confusione e mancanza di chiari messaggi di questi ultimi giorni possono far risorgere in Europa un senso di diffidenza nei confronti dell'Italia. Ma il governo tedesco, vedendo nubi gravide di pioggia allorizzonte, diffonde unaltra musica. Iniettando una dose di piena fiducia al governo italiano che approver le misure necessarie a rispettare il risparmio previsto sul bilancio pubblico. Nella capitale intanto le polemiche infuriano e al Senato i lavori marciano a rilento con quattro o cinque emendamenti approvati, e il governo che va sotto su un emendamento sui debiti delle pubbliche amministrazioni votato anche da Forza

Sud. E di fronte allo sconcerto della Confindustria per le norme anti-evasione che rischiano di danneggiare le imprese, la maggioranza prova a sedare gli animi. Lo scopo prin-

Entro il 2012 potrebbero essere recuperati 2,3 miliardi di tasse non pagate
cipale far venire allo scoperto ci che oggi invece sommerso, non c una logica punitiva, assicura il Pdl Quagliariello, che per solleva forti dubbi sui redditi on line. Le opposizioni fanno fronte comune e bocciano tutto limpianto del governo:

Siamo davanti a un rischio gravissimo - avverte Bersani - e non so cosa succeder la prossima settimana. Noi siamo pronti a prenderci le nostre responsabilit, sia per dare un minimo di credibilit alla manovra, sia per inaugurare una nuova fase politica indispensabile a tirarci fuori dai guai. Veltroni pi esplicito: Serve un nuovo governo senza Berlusconi. Siamo sullorlo di un baratro, cerchiamo di non finirci dentro, ammonisce Casini, garantendo niente ostruzionismo, ma un voto contro questo testo pasticciato. E Di Pietro non usa mezzi termini: Fidarsi di Berlusconi sulla lotta allevasione come fidarsi di Dracula per la gestione di un pronto soccorso.

IN LIBRERIA

FIRENZE 1970 - 2011 * ANNO 42

IN LIBRERIA

PREMIO LETTERARIO-EDITORIALE
PER OPERE INEDITE DI VARIA - NARRATIVA - POESIA - SAGGISTICA

L AUTORE
SCADENZA: 30 SETTEMBRE 2011

VITTORIO PUGGIONI

FOTOGRAFARE RACCONTARE
Tecnica, trucchi e segreti per avvicinarsi al mondo della fotografia Volume illustrato LAUTORE LIBRI FIRENZE

1. Il Premio Letterario-Editoriale "L'Autore", nato a Firenze nel 1970, consiste nella pubblicazione dell'opera vincitrice da parte della Casa editrice "Firenze Libri", con anticipo di Euro 3.000,00 (tremila) sui futuri diritti d'autore da parte della Casa editrice all'Autore vincitore, e nella Targa d'argento del Premio. 2. Sono ammesse Opere di Letteratura Varia di almeno cinquanta cartelle senza limite massimo: romanzi, racconti lunghi, raccolte di racconti; diari; epistolari; lavori di narrativa per l'infanzia e per la giovent (romanzi, racconti, fiabe, filastrocche); sceneggiature e soggetti cinematografici, lavori teatrali; tesi di laurea; saggi letterari, scientifici, storici, filosofici, religiosi, d'arte e di varia divulgazione; biografie; manuali; raccolte di aforismi; raccolte di almeno cinquanta poesie senza limite massimo. 3. Le opere, in una sola copia dattiloscritta, devono essere spedite per posta raccomandata entro il 30 Settembre 2011 a: Premio "L'Autore", Settore "S", Via dei Cadolingi 6, 50018 Scandicci Firenze. Fa fede la data del timbro postale di spedizione. 4. Non prevista alcuna tassa di lettura. La Segreteria non resta responsabile in caso di smarrimento dei dattiloscritti che vengono restituiti, se richiesti, a complete spese degli Autori. 5. La Commissione dei "Lettori", composta da Editori, Consulenti Editoriali, Autori, ha facolt sia di premiare pi opere che di evidenziarne altre, e di proporne la pubblicazione. 6. L'esito del Premio verr pubblicato su Internet, comunicato alla stampa e, per posta, a tutti gli Autori partecipanti.

ADRIANA OGGERO

BULL. DALLA TERRA AL PIANETA DI GHIACCIO


Le avventure spaziali di un cane Prefazione di Margherita Hack Volume illustrato a colori LAUTORE LIBRI FIRENZE

MEF DAL 1958 * FIRENZE LIBRI * Via dei Cadolingi 6 * 50018 Scandicci Firenze * www.firenzelibri.com * www.premiolautore.it

LA STAMPA
SABATO 3 SETTEMBRE 2011

Primo Piano 3
Taccuino
MARCELLO SORGI

Tarantini-Lavitola
I

Linchiesta sulla presunta estorsione ai danni del Presidente del consiglio prosegue. Ieri la segretaria del premier, Marinella Brambillla, stata interrogata dai magistrati di Napoli.

Il governo tecnico
I

Dopo le voci su Monti anche lex ad di Unicredit Alessandro Profumo pronto a scendere in campo. Anche Massimo DAlema (Pd) attacca: Lunica manovra da fare cambiare il governo.

Il Colle preoccupato
I

Giorgio Napolitano, che oggi parler in occasione del workshop Ambrosetti di Cernobbio, sarebbe preoccupato per essere stato tenuto alloscuro delle ultime novit.

Formigoni-Alemanno
I

Il governatore della principale regione italiana e il sindaco della capitale, cos come altri big del Pdl con incarichi amministrativi, hanno fatto fronte comune nel contestare la manovra.

Lincubo Wikileaks
I

Sono 2970 i documenti del Dipartimento di Stato Usa pubblicati ieri da Wikileaks. Provengono dallambasciata statunitense di Roma e dai consolati Usa di Napoli, Milano e Firenze.

Lorizzonte dellesecutivo si incupisce

Retroscena
UGO MAGRI ROMA

erlusconi sotto schiaffo nel momento peggiore, mentre la speculazione accerchia leuro e martella lItalia (anello debole). Lo sfogo telefonico sul Paese di m... sta girando il mondo, ne parla pure la Cnn, e non accresce il nostro prestigio n quello del governo. La mente del premier quasi totalmente assorbita dallinchiesta Tarantini-Lavitola; dallansia per linterrogatorio di Marinella, pi che una segretaria quasi una figlia. Lo solleva in parte la certezza che lei fortissima, regger lo stress; lo snerva la prospettiva di doversi accomodare a sua volta davanti ai pm per vuotare il sacco su Mignottopoli. E lennesimo tentativo di farmi fuori, si sfoga con chi lo chiama al telefono per parlar daltro, Silvio Berlusconi, presidente del Consiglio principalmente di manovra. Lamarezza lo porta a commettere errori tragici, come linsulto agli oppositori (criminali sbottato laltra sera da Parigi) che fa inviperire proprio quando dovrebbe chiedere loro una mano. Fa dogni erba un fascio, non distingue pi tra Woodcock e Bersani, tenta di giustificarlo un amico. E una ministra a lui fedelissima: Temiamo le conseguenze di questa sua condizione umorale. Nel pieno delle tempesta abbiamo un premier col cartello fuori servizio. Intorno a lui trionfa la solita doppia verit. In pubblico tutti dicono non c problema, i conti tornano. a che gioco sta giocando la Bce, non Nella vulgata governativa, le acque si era impegnata a sostenerci? La manicalmeranno non appena il Senato na o manona di Draghi perch non avr messo il timbro, una questione fa pi incetta dei nostri poveri Btp? di giorni, una settimana al massimo. Nei corridoi di Palazzo Chigi trionfa il In privato, viceversa, si riconosce che complottismo. Si colgono strane coini tempi parlamentari sono eccessivi, cidenze che a chiunque sfuggirebbeche nella maggioro, tipo la nuova caranza regna un bel I PROBLEMI scata di rivelazioni caos, oltre a sindaci A quelli giudiziari ormai sullItalia da Wikilee governatori sono aks. Si ipotizzano si aggiungono le continue complotti della finansul piede di guerra i liti sui conti pubblici za anglosassone per ministri del Pdl, forti di una nota della seminare caos e svaRagioneria in cui si definiscono (cos ligiare il Belpaese. Semina il panico nel vanno dicendo) insostenibili i tagli Palazzo leventualit che il caso Milagi decisi per i loro dicasteri. nese, oggi dormiente, possa ridestarMa lansia pi grave sono le Borse, si per effetto delle solite fughe di notii mercati. Dalle stanze governative si zie dalle procure, investendo Tremonti seguiva ieri con trepidazione limpen- proprio mentre sta negoziando coi nata dello spread coi titoli tedeschi. partner europei. Gi, perch tra una Ministri importanti si domandavano settimana si riuniscono i ministri delle

Il Cavaliere accerchiato sente aria di ribaltone


finanze Ue, e sar un passaggio da bri- vire, pronta la carta di riserva sotto vido. Metti caso che il differenziale con forma di aumento dellIva. Poi per, nei titoli tedeschi salga ancora di pi, ben gli stessi ambienti governativi, circola oltre la quota 326 toccata ieri: c il ri- la domanda: Come mai DAlema e schio che lEuropa ci ingiunga di fare le Bersani si dicono pronti a sostenere un persone serie, di prendere misure fero- governo tecnico? Perch improvvisaci perch non basta neppure la terza mente lex banchiere Profumo d la manovra, ne serve propria disponibilit una quarta... I SEGNALI a impegnarsi in poliAnche qui, ufficialLultimo la disponibilit tica?. Risposta: mente valgono le gaC puzza di bruciadel banchiere Profumo to, il Cavaliere sulranzie di Tremonti a scendere in campo la graticola, c chi sulla copertura della manovra, col portapunta a seminare il voce berlusconiano Bonaiuti polemico panico, alla crisi, per poi mettere in piecontro quanti alimentano dubbi da di un ministero tecnico che nel clan 500 milioni o al massimo un miliardo ri- berlusconiano ha gi un nome: sarebbe spetto a un decreto che di miliardi ne il governo Monti-Scilipoti. Perch a vale 45. Calderoli brandisce come una quel punto i Responsabili nessuno li clava contro i giornali le dichiarazioni fermerebbe pi. Pur di non andare a rasserenanti del portavoce di Angela casa, sosterrebbero qualunque goverMerkel. E casomai dovesse proprio ser- no. Come hanno gi dimostrato.

Sconvolto dallinchiesta di Bari, teme un governo tecnico

Lappello di Bertone: non trattate male le coop


Al seminario delle Acli Sacconi interrotto dai delegati
ANDREA TORNIELLI ROMA

La prima critica pubblica del Vaticano alla manovra bis del governo arrivata ieri mattina dalle parole del Segretario di Stato Tarcisio Bertone, intervenuto al seminario delle Acli sul lavoro scomposto in corso a Castel Gandolfo. Il cardinale ha lamentato la diminuzione degli sgravi fiscali per le cooperative, che in tempi di crisi hanno dato lavoro e solidariet e per questo meritano un trattamento migliore di quello che stato riservato loro nella recente manovra economica. Per storia familiare - ha spiegato, interrotto dagli ap-

Il cardinale Tarcisio Bertone

plausi dei convegnisti - sono molto vicino al mondo cooperativistico, mondo virtuoso, e mi sembra che questo mondo sia da apprezzare. Il Segretario di Stato ha anche detto che i diritti sociali sono parte integrante della democrazia sostanziale e quindi limpegno a rispettarli non pu dipendere meramente dallandamento

delle Borse e del mercato. Le parole di Bertone sono state apprezzate dal presidente di Confcooperative Luigi Marino: Spero che i responsabili della cosa pubblica in Italia ascoltino questa sollecitazione. Raffaele Bonanni, leader della Cisl, ha spiegato che la linea del suo sindacato la stessa del cardinale, definendo quello del governo un colpo inaspettato e ingiusto sulle cooperative. Le parole di Bertone trovano consensi anche a sinistra. Il cardinale ha ragione, commenta il deputato del Pd Enrico Farinone. Gratitudine esprime anche il presidente di Legacoop Giuliano Poletti: Il mondo cooperativistico ha dato sostegno con il lavoro anche ai pi deboli. La Chiesa ha piena consapevolezza di questo. Nella seconda parte della mattinata al seminario delle Acli intervenuto anche il ministro Sacconi, il quale, mentre parlava della disoccupazione e delle sue conseguenze sociali stato interrotto dai delegati. Il ministro ha chiesto alle

Acli di riconoscere i meriti del governo se non avete prosciutto negli occhi. Io vi sto chiedendo - ha detto rispondendo ai dissenzienti - di uscire da processi di secolarizzazione che hanno viziato anche corpi sociali di solida tradizione. Non potete ridurre tutto a un aumento della spesa pubblica. Applaudito quando ha ricordato con pena che due delegati cattolici della Settimana Sociale di Reggio Calabria votarono contro una risoluzione sugli attacchi alle sedi della Cisl, Sacconi ha poi attaccato duramente i bastardi Anni 70 la cui onda lunga arriva fino ad oggi e i cattivi maestri. Qui la platea ha nuovamente rumoreggiato e qualcuno dalla sala gli ha urlato contro: Fascista!. Sono un anticomunista, s, mi dispiace - ha replicato Sacconi ai contestatori -, a me e alla mia storia familiare e personale mi si pu dire tutto, ma non che sono fascista. Non so chi quel cretino che d del fascista a chi fa questo ragionamento, abbia almeno la bont di alzarsi in piedi.

orizzonte del governo s di nuovo annerito nel giro di due giorni, e non solo per il mix letale delle difficolt in cui si trascina la manovra economica e dellinchiesta di Napoli, che, pur formalmente nata in difesa di Berlusconi dal tentativo di estorsione di Tarantini e Lavitola, ha visto ieri linterrogatorio della segretaria addetta dal premier ai pagamenti, Marinella Brambilla. Da Bruxelles arrivata la temuta valutazione negativa dellEuropa sullultima versione delle misure anticrisi, quella alleggerita del contributo di solidariet e del ritocco delle pensioni, sostituiti dallinasprimento della lotta allevasione. Come gi aveva osservato la Confindustria, il nuovo impianto non d alcuna sicurezza sui futuri introiti e sul raggiungimento degli obiettivi di pareggio di bilancio per cui il governo sera impegnato a Ferragosto, sotto la sferza dei mercati. I quali mercati anche ieri hanno fatto spirare venti molto contrari, in attesa di vedere quale sar la versione definitiva della manovra dopo le tre riscritture a cui stata sottoposta. La sensazione che Tremonti abbia messo a punto lultima, illustrata gioved al Senato, senza molta convinzione, convinto comera che solo la prima versione fosse in grado di fronteggiare le esigenze poste dalla Bce nella sua famosa lettera di questestate, ma costretto in pratica a rimetterci le mani per le pressioni dei partiti della maggioranza e per le conseguenze del frettoloso intervento sulle pensioni uscito dal vertice di luned scorso ad Arcore. Allo stato dei fatti, del decreto varato due settimane fa e firmato dal Capo dello Stato rimane ben poco. Delle misure alternative che dovrebbero sostituire quelle cancellate si sa solo che non bastano. Lincertezza che accompagna liter parlamentare al Senato non fa ben sperare sui tempi di approvazione e mette di nuovo a rischio lItalia di un altro attacco dei mercati. A mezza voce, anche allinterno del governo, si comincia a temere che sia la credibilit dellesecutivo nel suo complesso ad essere messa in discussione da questo andazzo e a richiedere un nuovo, deciso, intervento di Berlusconi per uscire dallimpasse in cui si trova. A tre settimane dal suo duro intervento di Rimini, Napolitano torna oggi a parlare in videoconferenza a Cernobbio. impossibile che il Capo dello Stato si dichiari soddisfatto di quel che sta accadendo. In una situazione di autentica emergenza, infatti, si sono persi altri venti giorni per niente.

SABATO 3 SETTEMBRE 2011 LA STAMPA 4

Tutto qui?

S, tutto qui.

I migliori caff del mondo.

Preziose essenze naturali.

Tanto latte fresco.

Inimitabile arte pasticcera Ferrero.

Solo Gran Soleil...

...e via, via tutta laria!

tutto Gran Soleil. Mica aria montata...

LA STAMPA
SABATO 3 SETTEMBRE 2011

Primo Piano 5

MANOVRA
LE OPINIONI

Le misure salveranno lItalia?


I grandi imprenditori e il documento in discussione: resta impreciso e fa poco per lo sviluppo
INTERVISTE A CURA DI MARCO ALFIERI E FRANCESCO SPINI

a manovra salva conti cambia forma e contenuto di giorno in giorno. I grandi imprenditori italiani guardano con apprensione al documento, dal quale pu dipendere buona parte del destino delle loro attivit. Al worksohp Ambrosetti di Cernobbio, dove si riuniscono in questo fine settimana tutti i big del panorama italiano, ovviamente uno degli argomenti di cui si parla di pi. Abbiamo chiesto a sei di loro di dare un giudizio sulla manovra cos com, consapevoli che alcune misure potrebbero essere cancellate, che potrebbero entrarne di nuove e che molti dettagli saranno ancora cambiate. Su un punto gli imprenditori sono daccordo: bisogna fare presto e presentare al resto del mondo un menu credibile. Dai mercati arrivano segnali preoccupan-

L
Corrado Passera

ti, lo sprad tra i titoli di Stato italiani e quelli tedeschi (presi a paragone in Europa perch i pi affidabili) si allargato ancora, superando anche quello dei titoli spagnoli. Sar sempre pi costoso - e dunque pi difficile - indebitarsi, per il Paese. Secondo punto che mette quasi tutti daccordo: servirebbero misure pi intonate alla necessit di tornare a crescere, da soli la lotta allevasione fiscale e i tagli di spesa non bastano. Le imprese guardano al futuro e sanno che, quando sar passata la tempesta, bisogner essere pronti a ripartire in un mondo ancora pi competitivo e difficile. Pi liberalizzazioni, pi spazio ai giovani nel mondo del lavoro. Bisogna ricostruire un clima di fiducia: sia nei confronti dellestero, sia nei confronti di chi vive e lavora in Italia.

Sergio Domp

Riccardo Illy

Dobbiamo fare presto e confermare gli impegni presi con lEuropa

Sbagliato bocciarle in toto Mi sembra un lungo elenco Promuovo gli incentivi di occasioni perdute alla ricerca e i tagli di spesa Servono liberalizzazioni
a manovra finanziaria in corso di approvazione mi sembra meno peggio di come viene generalmente descritta, spiega Sergio Domp, presidente dellomonimo gruppo farmaceutico. Limportante - ragiona che alla fine dei giochi vengano mantenuti i saldi finali. Certo linsieme dei provvedimenti resta molto volatile nelle sue voci principali, e ancora non siamo in grado di darne una valutazione compiuta. Mi pare che manchino mancano gli elementi strutturali che lEuropa chiede da anni, e forse ci vorrebbe una maggior spinta con misure pro competitivit e pro crescita. Ma bocciarla in toto, secondo me, sbagliato. Anche il metro di valutazione deve tener conto, insomma, del momento stori-

obbiamo confermare in tempi brevissimi che il pareggio di bilancio garantito al 2013 e questa certezza lEuropa ancora non ce lha. Questa la prima urgenza, spiega il consigliere delegato di Intesa Sanpaolo Corrado Passera. quello che si aspettano da noi tutti i creditori, perch ci siamo presi con la Banca centrale europea limpegno di raggiungere questi obiettivi e a fronte di questi impegni lEurotowere sta sostenendo i nostri titoli. Secondo Passera tra laltro il pareggio un obiettivo alla nostra portata perch lItalia uno dei pochi paesi che ha un avanzo primario positivo. Non enorme lo sforzo da fare. Dopodich giudicare la manovra non facilis-

simo, il suo contenuto, almeno al momento, troppo variabile di giorno in giorno. Lobiettivo chiuderla velocemente, in maniera concreta e convincente. Anche questo contribuirebbe a creare un clima di fiducia intorno allItalia, indispensabile per una ripresa vera e per allentare le tensioni sui mercati internazionali che lItalia paga salate. Se vogliamo recuperare credibilit pienamente dobbiamo dimostrare che sappiamo creare crescita economica e occupazione. Per ora vediamo un grande disordine, una insufficiente capacit di superare la ridda di veti incrociati che ci sta paralizzando.

co: Stiamo attraversando un periodo di emergenza e di turbolenza internazionali, riflettiamo sul fatto che in queste condizioni difficile fare meglio. Non mancano gli aspetti che Domp apprezza: Ad esempio trovo positivi gli incentivi previsti sulla ricerca e sviluppo. Sono una misura sottaciuta in questi giorni ma che importantissima per tutto il sistema industriale del nostro paese. Ricerca vuol dire sviluppo, anche in termini di posti di lavoro. Al pari, ci sono misure che finalmente cominciano a tagliare i costi della politica e ad avviare un percorso di razionalizzazione degli enti locali.

aspetto fondamentale di questa manovra, al di l dellimprovvisazione, che non contiene nulla di innovativo, commenta Riccardo Illy, patron del gruppo triestino che produce caff. Secondo lui, la manovra in discussione una lunga collezione di occasioni perse. Sulle pensioni, per esempio: bisognava sfruttare la situazione di emergenza internazionale per allungare il periodo minimo di contribuzione e superare le pensioni di anzianit, che sono una anomalia tutta italiana. Altro fronte caldo, quello del fisco. Che per Illy rilegge guardando al passato: Sulla lotta allevasione, poi, delle due luna: o finora non si fatto nulla, nonostante i grandi annunci, oppure in questi anni i risulta-

ti sono stati cos positivi che diventa impensabile immaginare un recupero importante di risorse. Ameno che non si facciano riforme allamericana, rendendo deducibili certe operazioni e incoraggiando i cittadini a pagare le tasse fino in fondo, senza cercare scorciatoie in nero. Ma nella manovra non c traccia. Terzo capitolo, e altro grande assente tra i provvedimenti un vero piano di liberalizzazioni e privatizzazioni. Se lenergia in Italia costa il 30% in pi, infatti, perch abbiamo ancora in campo quasi monopoli. Anche questa, insomma, una occasione persa.

Paolo Merloni

Pietro Scott Jovane

Paolo Bertoluzzi

Ci di cui abbiamo bisogno sono provvedimenti che spingano la crescita

Non c nulla per i giovani La vera emergenza creare posti di lavoro


a manovra nasce da unemergenza: come aver portato un paziente in sala chirurgica, non appena avvenuto lincidente commenta Paolo Scott Jovane, amministratore delegato di Microsoft Italia. Visto che siamo gi in ospedale si apre ora lopportunit di accompagnare questa manovra con unagenda. Il governo potrebbe cio accompagnare i tagli con un piano per il Paese a 3-5 anni che si porta dietro una serie di sacrifici ma abbraccia due o tre aree in cui si vuole investire, non necessariamente con un significativo impatto sui saldi. Secondo Scott Jovane bisogna impostare un piano di lungo respiro concentrandosi sulle priorit, che secondo me sono due: i giovani e linnovazione. Il tasso di disoccupazione giovani-

Passata questa tempesta bisogner lavorare per evitare altri buchi


na manovra come questa non pu che mettere un tappo a una falla, commenta lamministratore delegato di Vodafone Italia Paolo Bertoluzzo. Per escludere che se ne aprano altre - continua il top manager - serve anzitutto credibilit su questo piano demergenza in relazione al rispetto dei tempi e della quantit totale dei saldi, che non deve varirare. Poi bisogna passare subito al lavoro in modo credibile e visibile per giungere a riforme di ampio respiro e a interventi per lo sviluppo. Alcuni temi di cui si discute, secondo Bortoluzzi, sono importanti: Il dibattito partito sulle pensioni sano, come tutti si attendono che sia mantenuta la promessa di rivedere larchitettura degli enti locali e di stu-

a definirei una manovra composta da tagli non chiari, tasse chiare e altre tasse ipotetiche dice Paolo Merloni, presidente e ceo di Ariston Thermo Group. Prendo ad esempio la lotta allevasione: una battaglia sacrosanta e va senzaltro nella direzione giusta. Ma resta indefinita la sua portata in termine di recupero fiscale, dunque non sappiamo se porter denaro nelel casse dello Stato, quanto ne porter e soprattutto quando. Manca poi un intervento sulle pensioni di anzianit, non pi in linea con gli andamenti demografici dei paesi europei. C poi la questione della fiducia nellItalia, che per gli imprenditori un valore importante: Per limpresa, in genera-

le, il problema pi pesante connesso con questo piano la perdita di credibilit del Paese, un fatto che si ripercuote sui mercati con l'impennata ad esempio degli spread tra Btp e Bund. Questo, a sua volta, coinvolge molti aspetti, non ultimo quello relativo al credito. Chi governa dovrebbe anche mostrare maggiore senso di responsabilit: In definitiva ci che manca la presa datto da parte della politica che c bisogno di una manovra vera e seria che intacchi da una parte la spesa, dallaltra la pervasivit del pubblico. E che, soprattutto, sia capace di sospingere la crescita.

le fa sgranare gli occhi, oltre ad aprire seri interrogativi sul futuro di un paese nel quale i giovani non riescono ad accedere al lavoro e a diventare indipendenti. Questa una priorit alla quale forse si pensa troppo poco. Ancora Scotto Jovane: Occorre studiare un modo per fare entrare pi velocemente i ragazzi in azienda, privata o pubblica che sia. Quindi servono strumenti per sbloccare, tra gli imprenditori, la tendenza a rimandare la spesa per linnovazione, che si porta nuovi posti. Ogni anno decidiamo di competere meno degli altri, la soluzione nella manovra non c. Occorre crearla.

diare un piano di privatizzazioni e liberalizzazioni. Leventuale innalzamento dellIva, invece tema delicato: richiederebbe una riflessione pi ampia sulla tassazione globale dei consumi. Bortoluzzo ha avuto, se non altro, anche una buona sorpresa, nelle varie evoluzioni compiute dal testo in questi giorni: caduta anche lipotesi Tobin-Tax per il nostro settore, che una tassa in pi la paga gi: quella associata allasta delle frequenze per il 4G da cui ci si aspetta un ritorno per lo Stato di pi di 3 miliardi di euro, pi del contributo di solidariet, poi cancellato.

6 Primo Piano

LA STAMPA
SABATO 3 SETTEMBRE 2011

MANOVRA
LA SVOLTA SUL FISCO

Europa e Confindustria Misure approssimative


LUe: difficile prevedere lefficacia delle norme anti evasione fiscale
RAFFAELLO MASCI ROMA

Emma Marcegaglia, leader di Confindustria

Non conviene fare troppo affidamento sulle entrate derivanti dal recupero dellevasione. E lEuropa a richiamare il governo italiano, sia pur con i toni felpati di Amadeu Altafaj, portavoce del commissario europeo per gli affari economici, Olli Renh: Siamo preoccupati nel vedere un eccessivo affidamento sui risultati attesi dalle iniziative destinate a combattere levasione fiscale e recuperare gettito, lefficacia delle misure prese in questo settore, ha aggiunto il portavoce, sempre molto difficile da valutare e prevedere in termini di impatto sul bilancio. Poi, beninteso, questo non pregiudica un giudizio favorevole sulla manovra, quando sar definita, eccetera eccetera. Ma intanto la preoccupazione per la lotta allevasione c, e si tratta di una sensazione avvertita anche a Roma, dove Confindustria ha

Botta e risposta
Siamo sconcertati per le misure di contrasto allevasione: sono incoerenti e approssimative
Confindustria

Contribuenti per classe di reddito


Dichiarazioni 2010, anno di imposta 2009 10.353.510 25,3%
790.908 1,9% 734.919 1,8% 5.009.955 12,2% 9.454.886 23,1% 14.604.344 35,7%

Totale*

40.948.522
*sono esclusi 574.532 contribuenti con reddito dichiarato uguale o inferiore a zero Centimetri - LA STAMPA

Classi di reddito Numeri espressi in Euro

Confindustria critica le misure anti evasione? La prima gallina che canta ha fatto luovo
Roberto Calderoli
ministro della Semplificazione

0-7.500 7.500-15.000 15.000-29.000 29.000-55.000 55.000-75.000 >75.000


Fonte: Elaborazioni su dati MEF

criticato cos aspramente le norme antievasione del governo da beccarsi una replica assai colorita dal ministro Roberto Calderoli. Siamo sconcertati per le misure di contrasto allevasione fiscale previste nellemendamento presentato dal Go-

verno - dice una nota secca e piccata di viale dellAstronomia - Confindustria ha da tempo condiviso lobiettivo di una seria ed efficace lotta allevasione fiscale e contributiva. Le misure presentate ieri risentono per della fretta e dellapprossimazione con cui stato

predisposto lemendamento, non sono coerenti anche sul piano tecnico e dovranno necessariamente essere riviste. Replica del ministro Calderoli: Confindustria critica le norme anti-evasione? La prima gallina che canta in genere quella che ha fatto luovo. Anche il ministro Renato Brunetta ribatte nel merito alla presunta inefficacia di queste norme: Il gettito prodotto dalla lotta allevasione fiscale potr essere controllato di mese in mese e quindi sar immediatamente verificabile. LUe ha ragione se la lotta allevasione incerta, ma questo governo ha moltiplicato per tre il gettito proveniente dalla lotta allevasione rispetto al precedente governo, quindi credibile. Quanto a Italia Futura se la prende con i dati fiscali on line: una aberrazione. Non sappiamo se anche questa proposta subir le sorti effimere delle altre, ma, allo stesso modo delle altre recenti proposte, ci lascia fortemente perplessi.

Su questa linea, peraltro anche i sindaci di importanti citt, ai quali spetterebbe allestire lelenco dei contribuenti e dei relativi redditi. Il sindaco di Milano Giuliano Pisapia stato cauto nel definire la proposta forse utile ma in parte demagogica, molto pi diretto il suo collega veneziano Giorgio Orsoni che ha parlato di pura propaganda inefficace ai fini del recupero dellevasione, mentre la sindaca di Genova Marta Vincenzi non teme di dire che l'Europa ci rider dietro. La manovra economica rende pi dettagliata e trasparente la dichiarazione dei redditi, ma rischia di inciampare sul nodo della privacy. A partire dal prossimo anno infatti le dichiarazioni dovranno contenere anche le informazioni sugli intermediari finanziari e potranno essere messe online. Su questi rischi ieri intervenuto lo stesso Garante Francesco Pizzetti, chiedendo grande attenzione e senso di responsabilit

Gli emendamenti
maxmara.com

Salve le tre feste laiche garantite le tredicesime dei dipendenti pubblici


ROMA

Salve le tre feste laiche che non saranno rinviate alla domenica. Il Senato mantiene Primo Maggio, 25 aprile e 2 giugno. Per le feste patronali invece niente da fare; resta salvaguardata solo quella di Roma, Santi Pietro e Paolo, che nel Concordato. una delle principali novit di una giornata al ralenti in Commissione Bilancio del Senato. Nel corso dei lavori, ieri sera, il governo stato anche battuto su un emendamento che impone alle pubbliche amministrazioni la certificazione dei debiti delle pubbliche amministrazioni nei confronti delle imprese. Il governo aveva dato parere contrario ma Forza del Sud ha votato con lopposizione e lemendamento passato. Oggi si dovrebbe chiudere in Commissione e la manovra approder in Aula marted. Ecco le ultime novit.
Feste laiche

proposto dal Pd ed accolto dal relatore della manovra Azzollini. Le tre feste civili, dunque, non saranno pi accorpate alla domenica.
Mini-enti

Salve le accademie della Crusca e dei Lincei. Con un emendamento bipartisan alla manovra, approvato allunanimit dalla commissione Bilancio del Senato, viene cancellata la soppressione (prevista dal decreto legge) degli enti di ricerca e culturali sotto i 70 dipendenti.
Tredicesime Pa

Le tredicesime dei dipendenti pubblici non verranno toccate e non verranno differite. Sul proposta del senatore Viespoli (Coesione nazionale) qualora i tagli ai ministeri non dovessero produrre gli effetti desiderati, si decurteranno del 30% i premi produttivit dei dirigenti della pubblica amministrazione.
Fondi Fas

Salve le feste del Primo Maggio, del 25 aprile e del 2 giugno ma non le feste patronali, con lunica eccezione della festa di san Pietro e Paolo inclusa nel Concordato Stato-Chiesa. quanto prevede un emendamento

La Commissione ha votato allunanimit un emendamento proposto da Forza Sud col quale si mettono i fondi Fas regionali al riparo dal rischio di essere utilizzati per compensare eventuali mancati risparmi dai ministeri (6 miliardi per il 2012).

LA STAMPA
SABATO 3 SETTEMBRE 2011

Primo Piano 7

Intervista

Proposte 2011

Proposte 2006

,,
TONIA MASTROBUONI ROMA

Pubblicazione dei redditi

I redditi - anche di determinate categorie di contribuenti saranno pubblicati sui siti web dei Comuni

Notitia criminis

Anche la magistratura penale ha lobbligo di comunicare eventuali illeciti tributari alla Gdf

Da una vita sono abituato ad avere ragione postumo, anche se non sono morto. Che vuol farci, la politica funziona cos, con le emozioni. Se uno imposta un discorso razionale, serio, organico ed equilibrato su come bisogna fare una vera lotta allevasione.... No, pi che altro sia nel 1996-2001 sia nel 2006-8 ho rischiato di passare per persecutore, per matto. Sono stato attaccato non solo dalla destra che adesso ripropone a tozzi e bocconi le cose nostre. Ma sono stato isolato anche dai miei, da quella parte che si definisce liberal. Non faccio nomi. Mi limito a dire che erano i liberal. che per alcuni
IL FRONTE INTERNO
Ci faccia indovinare. Si riferisce a Morando? Perde le elezioni.

norevole, il governo sta riesumando le misure alla Visco.

Manette agli evasori

Oltre i 3 milioni di euro di evasione scatter lo stop alla sospensione del carcere che il giudice finora poteva ordinare
Obbligo di dichiarare i rapporti con le banche

Carcere per chi omette il versamento dellIva

Rischia la reclusione da sei mesi a due anni chi omette il versamento Iva oltre i 50 mila euro
Banca dati dei conti correnti

Anche una parte del mio partito mi isolava Facevo cose giuste
LEFFETTO DRACULA

C lobbligo per il contribuente di dichiarare i rapporti con banche e operatori finanziari

Vincenzo Visco stato ministro e viceministro delle Finanze nei governi Prodi

Saranno raccolti in ununica banca dati nomi e codici fiscali dei titolari di conti e portafogli titoli

Funziona. A furia di descrivermi cos, la gente s spaventata


lidea che le tasse debbano essere unoblazione volontaria talmente radicata. Adesso lemergenza costringe addirittura la destra a fare la lotta allevasione. Pensare che anche nel 2006-8 avevamo recuperato evasione come pazzi. innegabile. A furia di descrivermi come terribile e cattivissimo, certo, la gente si spaventava. Ma erano loro a non rendersi conto del fatto che io non gestisco il fisco in materia tattica, che faccio le cose perch le ritengo giuste, senza mediazioni. questo il deterrente terribile. Diciamo che tutte e due le volte non sono riuscito a portare a termine il mio compito.
Ma non problematico calcolare il gettito da evasione ex ante per coprire i buchi della manovra come sta facendo Tremonti? Anche politico. Come Dracula lei ha avuto un discreto effetto deterrente.

Visco: ero un innominabile ma ora Tremonti mi copia


Lex ministro: ho rischiato di passare per persecutore, ero solo razionale
Ma certo. Io non lho mai fatto. E sono abbastanza sicuro che lEuropa gliele boccer. Con noi le misure antievasione erano contabilizzate zero. Ecco perch, una volta recuperate cifre pazzesche, abbiamo avuto il famoso tesoretto.... Esatto. La verit che il governo Berlusconi si dimenticher tutto non appena le acque si saranno calmate un po. Nessuno ricorda che a un certo punto ci prov anche Siniscalco a combattere levasione. Berlusconi disse subito no, no, per carit, una cosa alla ViQuello che a Bruxelles non veniva neanche tradotto in inglese...

sco!. E pensi un po, adesso stanno talmente con lacqua alla gola che devono persino fare cose alla Visco. Ma tanto domani, quando i mercati si tranquillizzeranno, vedr che torner a essere un innominabile. No, ma limportante per me che labbia capito anche il centrosinistra. La responsabilit del governo non aver messo in sicurezza i conti pubblici. Ma io e Tommaso PadoaSchioppa faticavamo anche con i nostri, su questo fronte.
Ma come si fa a fare la lotta allevasione seria? Non si butti gi.

Intanto, anche in queste misure manca una visione organica del problema. In Italia la fonte dellevasione una sola. In parole semplici: mentre il reddito mio e il suo sono tracciati perch siamo lavoratori dipendenti, altri non lo sono. Serve un sistema di monitoraggio e di controllo che renda pi simile chi ha la ritenuta dacconto e chi non ce lha. Dunque lelenco clienti-fornitori, la tracciabilit dei pagamenti, luso limitato dei contanti... perch laltro principio forte di una lotta seria allevasione : follow the money, segui i soldi.
A proposito dei suoi, cio del Pd. Ma

S ma non necessariamente unaliquota sola. Inoltre quelli sono ricchi, giusto che diano un po di soldi. Sa cos? Che quando si tratta di fare un po di giustizia, tutti si comportano come delle verginelle offese.
Ma oggi sarebbe facile incrociare i dati redditi-patrimoni e beccare molti pi evasori?

perch ritassare lo scudo? Il fisco non dovrebbe avere una parola sola?

molto pi facile individuarli oggi che dieci anni fa, indubbiamente. Il problema che se Sogei invece di occuparsi di queste cose affitta appartamenti al ministro....

il caso
ROMA

osa significhi rendere i propri redditi di pubblico dominio, Guido Crosetto, gigantesco sottosegretario alla Difesa e storico sindaco di Marene, provincia di Cuneo, lo sa sulla sua pelle. Io faccio limprenditore, tutti mi conoscono in Paese, tutti mi danno del tu, e tutti sanno che non sono ricco ma che sto bene. Eppure da quando i miei redditi sono finiti sui giornali cambiato qualcosa, come se ci fosse stata una rivelazione. Come ogni parlamentare anche Crosetto ha dovuto mettere on line sul sito della Camera la propria ricca dichiarazione dei redditi E allora sono cominciati i guai: quanti soldi ha Crosetto, e che cosa possiede? E dove si trova tutto questo, presunto, ben di Dio? La gente ha cominciato a chiacchierare, qualcuno a invidiare, qualche altro a fare di conto. A me non interessa

Crosetto e i redditi online Dopo aver visto il mio i ladri mi perseguitano


Tre furti in un anno: questa misura una cretinata
Imprenditore e sottosegretario
Guido Crosetto, imprenditore piemontese, parlamentare del Pdl, proveniente da Forza Italia, e sottosegretario alla Difesa, molto critico nei confronti di Tremonti

niente, sia chiaro: denuncio ogni lira, pago il dovuto. Ma in quelle dichiarazioni finite su ogni mezzo di comunicazione, cera una informazione fondamentale: ai malintenzionati si indicava chi andare a colpire. Altro che tirare a indovinare!.

E cos dal 2005 al 2007, in poco pi di un anno, ho ricevuto la visita dei ladri tre volte. Un trauma: una volta sono venuti che a casa non cera nessuno, abbiamo trovato lo sfacelo e ci siamo terribilmente spaventati. Ma tutto l. Poi la cosa si ripetuta a distanza di pochi mesi: sono entrati di notte, ci hanno addormentato tutti e, quando al mattino ci siamo svegliati, intontiti, la casa era a soqquadro. Ma lesperienza peggiore stata lultima: sono arrivati a casa alle 4 del mattino, me li sono visti ai piedi del letto, mi hanno immobilizzato, mi hanno messo una pistola in bocca, mi hanno sequestrato

per oltre mezzora e si sono fatti consegnare quello che cera: alcuni orologi, i gioielli di mia madre, largenteria, i soldi. Il sottosegretario riflette: S, certo, una famiglia imprenditoriale, benestante, conosciuta, ma c un qualcosa che ha fatto scattare lattenzione per la mia casa: forse la pubblicazione dei redditi - che pure giustissima per i parlamentari - mi sono chiesto? Non posso mettere i furti in relazione stretta con questo, per - creda a me - lelenco delle persone associato al proprio reddito serve a tre cose e basta: a far parlare la gente in piazza, a suscitare le invidie e, soprattut-

to, a dare indicazioni chiare ai ladri che i soldi a van a pieje andoa son. Leggiamo al sottosegretario quanto disse a proposito delliniziativa di Visco (2008) di pubblicare tutti i redditi degli italiani: E un atto vergognoso, un modo per vedere come guadagna il vicino e creare contrasto tra le persone normali. Ora il suo governo a pensare ad una misura analoga: Quella era una cretinata quando se la invent Visco, e lo anche adesso, non ho mica difficolt a dirlo. E se qualcuno si offende, ci pensi su prima di farsi venire idee del genere. Adesso la debbo lasciare che mi attendono in Senato. [R. MAS.]

NA LV

SABATO 3 SETTEMBRE 2011 LA STAMPA 8

LA STAMPA
SABATO 3 SETTEMBRE 2011

Primo Piano 9

g g Dossier/ Fisco, le ricette in campo


GOVERNO
Il menu del governo ricco: propone il carcere per i maxievasori (che non potranno pi godere della condizionale per le condanne sotto i due anni), le coordinate bancarie inserite nella dichiarazione dei redditi, la pubblicazione on line delle dichiarazioni di redditi, la lotta allelusione e contro le societ di comodo. Ai Comuni dovranno essere assegnati maggiori poteri di controllo sui loro amministrati.

g
CGIL
Il sindacato guidato da Susanna Camusso chiede un piano strutturale di lotta allevasione fiscale e al sommerso. Secondo la Cgil necessario coinvolgere le istituzioni locali, magari concedendo loro speciali poteri di accertamento sui movimenti finanziari dei loro amministrati.

Caccia allevasore La gara bipartisan a chi colpisce di pi


Manette pi facili chiede il Pd, e limite di tracciabilit a 1000 euro. Per Confindustria si pu scendere a 500 Proposta dellIdv: alzare laliquota dello scudo al 20%

CISL E UIL
Anche per Cisl e Uil bisogna partire potenziando la tracciabilit dei pagamenti al di sopra di 500 euro. Altre proposte: allargare il contrasto di interessi tra famiglie ed evasori, rendendo meno conveniente il sommerso ampliando la possibilit di deduzione fiscale delle spese pi significative sostenute dai cittadini.

PARTITO DEMOCRATICO
La ricetta del Pd parte invece dalla tracciabilit dei pagamenti, secondo il principio che levasione si scova seguendo i flussi di danaro e creazione di un conflitto di interesse tra contribuenti rispetto alle spese per casa e automobile, introducendo una detrazione fino a 5 mila euro e la riduzione dellIva dal 20 al 10% che invoglia a esigere le fatture. Ci sono poi il ripristino delle norme antievasione del governo Prodi, la comunicazione annuale dei rapporti finanziari allAgenzia delle entrate, lindicazione delle consistenze e delle variazioni finanziarie nella dichiarazione dei redditi.

CONFINDUSTRIA
Anche secondo Confindustria levasione si combatte seguendo i flussi di denaro. La principale proposta formulata dagli imprenditori consiste nellabbassare da 2.500 euro a 500 euro la soglia di tracciabilit per i trasferimenti di denaro. A quel punto nascondere i pagamenti al Fisco diventer decisamente meno facile per i contribuenti che vogliono fare i furbetti.
Aumentano le ispezioni e i controlli della Guardia di Finanza
TONIA MASTROBUONI ROMA

TERZO POLO
Il Terzo polo propone una lotta serrata allevasione, anche con lintroduzione del conflitto di interessi per indurre le famiglie a stanare gli evasori. Se verranno rese detraibili - in parte - le voci di spesa, le famiglie esigeranno regolare fattura.

ITALIA DEI VALORI


Detrazione delle spese sostenute per i lavori di manutenzione nella prima casa per creare il conflitto di interesse tra famiglie ed evasori. Ripristino delle norme antievasione e antielusione del governo Prodi, aumento significativo delle pene per gli evasori. La tracciabilit dei pagamenti dovrebbe partire dai 500 euro.

A Palazzo Madama anche ieri proseguita la gara bipartisan a fare gli sceriffi antievasione. Una tassa del 10 per cento sui beni di lusso definita proprio cos, antievasione, che colpir chi possiede barche e yacht con scafo di lunghezza superiore ai 10 metri, su fabbricati di lusso - esclusa la prima casa - e su auto sportive o di grossa cilindrata, ma anche su elicotteri, aerei privati, cavalli e, addirittura, su opere darte il cui valore assicurativo sia superiore a 200 mila euro stata riproposta ieri dalla Lega. A firma Garavaglia e Vaccari, il Carroccio ha riformulato un emendamento alla manovra che somiglia alla misura tanto cara a Roberto Calderoli. Tra laltro, a proposito di fisco, sia la Lega, sia il Pdl hanno presenta-

to richieste di modifica al decreto che rappresentano gi una scappatoia per sopire i malumori emersi ieri tra i cattolici per le tasse sulle cooperative. Propongono unimposta di bollo del 2 per cento su chi fa trasferimenti attraverso le agenzie money transfer allestero - in genere immigrati che mandano i

La Lega ripropone la tassa del 10% sui beni di lusso La Cgil: potenziare i controlli degli enti locali
soldi ai parenti. Unaltra misura riproposta ieri in materia di sommerso che sar al vaglio dei lavori in commissione Bilancio del Senato la norma del Pd che introduce unaliquota pi alta sui patrimoni gi rimpatriati, laliquota del 15 per cento sullo scu-

do fiscale. Sulla patrimoniale sulle ricchezze scudate scoppiata notoriamente una polemica nelle scorse settimane con lItalia dei valori, che ne rivendica la paternit. Elio Lannutti e Rosario Trefiletti la fisserebbero tuttavia al 20 per cento. Altri emendamenti anti-evasione, sempre a firma dei democratici e presentati ieri, fanno riferimento alla norma del governo sul carcere per i grandi evasori, abbassando la soglia oltre la quale scatterebbero le manette da 3 milioni di euro a un milione. In alternativa, unaltra norma targata Pd subordina la concessione della condizionale al pagamento della somma dovuta al fisco con tutti gli interessi accessori. Nellanti-manovra di Bersani era prevista anche la tracciabilit dei pagamenti superiori a 1.000 euro e una soglia massima di 300 euro

per pagare prestazioni e servizi in contanti. Il Terzo polo, sul fronte della lotta allevasione ha gi reso noto che crede al conflitto di interessi in famiglia, per far emergere il sommerso. Udc, Fli Api e Mpa propongono in sostanza una deduzione per le spese di casa e familiari con un tetto massimo di 3 mila euro l'anno, al lordo dellIva. Le parti sociali puntano in maniera piuttosto unanime sul principio follow the money, sulla tracciabilit dei flussi di denaro, per recuperare quote di sommerso. Confindustria propone di abbassare la soglia attuale per la tracciabilit da 2.500 a 500 euro; una proposta simile a quella della Cisl. E la Cgil punta su un piano complesso di lotta allevasione fiscale che attribuisca anche pi poteri alle amministrazioni locali per rintracciare soldi sottratti al fisco.

Intervista

,,
ROSARIA TALARICO ROMA

Uckmar: Condoni e scatole societarie sono una rovina


Decano dei tributaristi
Victor Uckmar, nato a Genova nel 1925, giurista, avvocato e tra i pi noti fiscalisti italiani

Mettere in piazza i dati mi sembra inutile ai fini della deterrenza. Si tratterebbe solo di una lista di chi ha fatto il proprio dovere. Piuttosto andrebbe pubblicato l'elenco di chi ha subito accertamenti in via definitiva per dichiarazioni mendaci. L forse le razioni sarebbero differenti. assolutamente controproducente affidarsi ai Comuni per gli accertamenti. Gi in passato gli esiti sono stati fallimentari. Quanti comuni hanno un ufficio tributi attrezzato per trovare gli evasori? Gli accertamenti poi finiscono annullati perch non adeguatamente supportati da un punto di vista tecnico. La fiscalit dei Comuni stata smontata in precedenza e sarebbe forse pi utile che gli enti locali trovassero nel federalismo una spinta a gestire con pi efficienza le risorse e a trovarne in maniera autonoma. Cos forse verrebbero smantellate centinaia di societ, quelle s di comodo per tutti i politici trombati.
C' poi il discorso del federalismo.

Per quanto riguarda la pubblicazione delle dichiarazioni dei contribuenti?

rofessor Victor Uckmar, decano dei tributaristi italiani, cosa ne pensa delle proposte in materia di contrasto all'evasione fiscale inserite nella manovra-bis?

Io sono una sorta di Giano bifronte: riconosco come sacrosanto il diritto dello Stato a percepire delle tasse, ma tengo in egual conto la tutela giuridica del cittadino vessato da un fisco che non opera in modo corretto.

Si parlato di diverse misure: innalzamento dell'Iva, tassazione delle societ di comodo, ecc. Cosa sarebbe pi efficace a suo giudizio?

ancora tutto molto vago. Si scatenano le lotte di classe, di categorie e di fazioni e ognuno cerca di prevalere sull'altro. Ad esempio, sull'aumento dell'Iva al 21% i sindacati sono contrari. Inoltre inutile accanirsi sui beni di lusso. Il vero problema non sono le societ di comodo intestatarie di yacht o immo-

bili che di fatto non producono reddito. Ma le societ di capitali utilizzate per mascherare consulenze e proventi di intermediazione. "Scatole" usate solo per eludere la tassazione personale. Per questo bisognerebbe intervenire sulla trasparenza. In modo che la tassazione avvenga per trasparenza in quota ai soci e non in capo alle societ. un provvedimento nefasto. Ha il solo effetto di indurre all'evasione e di attestare l'incapacit dello Stato a fare il suo dovere nell'incamerare i tributi. Mi auguro che la minaccia di
Come giudica l'ipotesi di un eventuale condono fiscale o edilizio?

carcere non sia il preludio per giustificare un ennesimo condono. Sarebbe una rovina ancora una volta.
La tracciabilit un altro sistema per evitare l'elusione delle tasse e il lavoro in nero.

Questa una proposta che mi trova assolutamente d'accordo. Dico anzi che la soglia dei 2500 euro eccessivamente alta e bisognerebbe scendere a mille. Cos potrebbero essere rilevati tutti i pagamenti in nero che sono un'abitudine per tutti noi. Tutti siamo evasori perch quasi nessuno pretende fattura dovendoci pagare l'Iva. Nessuno la riceve e nessuno la vuole, in fondo.

10 Primo Piano

LA STAMPA
SABATO 3 SETTEMBRE 2011

LA CRISI USA
LALLARME DISOCCUPAZIONE

11% 10% 9% 8%

Landamento andamen o della disoccupazione della disoccupazione Us da 1948 Usa dal 1948

America, zero lavoro e incubo recessione


Le Borse crollano: Milano perde il 4% e New York cede il 2,2%
MAURIZIO MOLINARI CORRISPONDENTEDANEWYORK

7% 6% 5% 4% 3% 2% 1%
194 8 195 0 195 2 195 4 195 6 195 8 196 0 196 2

In agosto leconomia americana non ha aggiunto posti di lavoro, la disoccupazione resta al 9,1 per cento e il timore della recessione cresce, trascinando in basso gli indici di Wall Street come delle piazze finanziarie europee. La doccia gelata arriva con i dati del dipartimento

In agosto non si sono creati nuovi posti la prima volta che succede dal 45
del Lavoro sullandamento delloccupazione in agosto: il settore privato ha creato 17 mila posti, rispetto ai 60 mila previsti, ma quello pubblico ne ha persi altrettanti e dunque la somma zero per la prima volta dal 1945. Si tratta del bilancio peggiore per loccupazione dal febbraio 2010 che conferma il progres-

sivo rallentamento dallinizio dellanno: nel primo trimestre sono stati creati 166 mila posti al mese, nel secondo 105 mila e nel terzo appena 28 mila. Come se non bastasse i dati di giugno e luglio vengono rivisti al ribasso, togliendo 58 mila posti dalle stime precedenti. Anche se sulle cifre di agosto pesa lo sciopero dei 45 mila dipendenti di Verizon, siamo ben lontani dalla creazione di 250 mila posti di lavoro al mese ritenuta necessaria per far diminuire la disoccupazione, che al momento rimane ferma al 9,1 per cento ma potrebbe tornare a crescere. Limpatto delle notizie sulloccupazione tale che il presidente Barack Obama rimanda la partenza per Camp David valutando per diverse ore la possibilit di parlare alla nazione. Anche perch i leader repubblicani del Congresso di Washington lo incalzano, coniando in tempo record la definizione di presidente zero. Ma alla fine Obama ta-

Milano -3,89%
Questa la chiusura dellindice Ftse Mib LAll Share fa -3,67%

Francoforte -3,36%
Lo spread fra il Bund tedesco e il Btp italiano supera i 327 punti

ce, anche perch gioved prossimo parler al Congresso, affidando la reazione della Casa Bianca a un comunicato di Katherine Abraham, membro del consiglio economico, nel quale pur parlando di livello inaccettabilmente alto della disoccupazione si mette laccento sul fatto che il settore privato da 18 mesi di seguito crea posti di lavoro per un totale di 2,4 milioni di occupati in pi. E un tentativo di ridimensionare i dati di agosto: Non bisogna dare troppa importanza al rapporto su un singolo mese. Ma gli umori sui mercati sono ben differenti. La progressione nella perdita di occupazione suggerisce che la recessione si avvicina osserva John Silva, capo economista di Wells Fargo, mentre Rang Wang, economista della banca Hsbc, aggiunge: Servono misure immediate per sostenere la crescita per evitare di tornare in crescita negativa. Preoccupa in particolare il fatto che

I DATI DI AGOSTO 2011

9,1% Il tasso di e disoccupazione

Nulla la crescita degli occupati non agricoli

Londra -2,34%
Al London Stock Exchange lindice Ftse 100 va gi con le banche

New York -2,20%


Cos il Dow Jones, per il Nasdaq il regresso di ieri stato del 2,58%

a perdere occupazione sono stati i due settori che nellultimo mese ne avevano creato di pi: manifatture e commercio. Lunico vero incremento stato nella Sanit con un progresso di 29.700 unit. Steve Blitz, analista di Itg Investment Research, lapidario: Non ci sono soluzioni miracolose a disposizione, di fronte a tali numeri difficile ignorare il fatto che leconomia si sta per arrestare. Le contrattazioni di Borsa riflettono tali interpretazioni e gli indici scivolano verso il basso. Alla fine il Dow Jones perde il 2,20 per cento, il Nasdaq il 2,58% e Standard&Poors il 2,53%. In Europa va ancora peggio: con Francoforte che arretra del 3,36 per cento, Milano del 3,5, Parigi del 4, Madrid del 3,9 e Londra del 2,34. Per i mercati una giornata da dimenticare e Paul Ashworth, analista di Capital Economics, lo spiega con il

fatto che la stagnazione delloccupazione in America un segno pessimo per tutti, se ancora non siamo in contrazione lespansione comunque modesta. Daltra parte la Casa Bianca avvalora tale scenario, abbassando le stime di crescita del prodotto interno lordo per lanno corrente all1,7 e prevedendo per il 2012 una disoccupazione al 9 per cento, rispetto alle speranze di affrontare le Presidenziali con un dato fra il 7,8% e l8%. Cresce di conseguenza lattesa per il piano economico che Obama presenter al Congresso cos come per le mosse che potr compiere la Federal Reserve in coincidenza con la riunione di met mese. Il ministro del Lavoro, Hilda Solis, lancia avverte lopposizione repubblicana: Se non sosterrete le proposte del presidente far ve ne assumerete le responsabilit con i cittadini.

Intervista

,,
DAL CORRISPONDENTE DA NEW YORK

Ripresa o nuovo crollo? Dipende da Bernanke


Il Nobel Mundell: economia arenata, gli Usa in mezzo al guado
nel 2013 vi sar o meno un brusco aumento delle imposte. E un dubbio che fa scendere i mercati finanziari, non solo negli Stati Uniti, perch frena gli investimenti, riduce la tendenza al consumo e dunque porta a un rallentamento complessivo delleconomia. Non sono un fan di questa strategia ma visto che Ben Bernanke in passato ha parlato di QE1, QE2 e QE3 credo che arriver il terzo passo di un cammino gi iniziato. Non sono per certo che sar proprio questo ad avvenire a breve. La Federal ReserE il secondo motivo? E limposta sul reddito delle azien- ve potrebbe decidere di operare de. In America molto alta, davvero con altri strumenti, per poi lasciartroppo. Soprattutto rispetto a quan- si in QE3 in un secondo momento. to avviene in altri Di certo Bernanke Paesi, che in queLA QUESTIONE DELLE TASSE sar protagonista sta maniera attiraSi investe poco perch nelle prossime setno le nostre azientimane. non si sa se i tagli di Bush de a trasferirsi da Gioved Obama dureranno dopo il 2010 loro, togliendo al esporr al Conmercato americagresso il piano no posti di lavoro. per rilanciare LE COSE DA FARE
Sono dunque i temi fiscali quelli che pesano di pi? Vi sar una nuova iniezione di capitali sui mercati?

occupazione piatta dimostra che ci troviamo in mezzo al guado: il premio Nobel Robert Mundell, economista della Columbia University, legge lo zero di crescita nei posti di lavoro nel mese di agosto come un campanello dallarme per leconomia americana.
In mezzo a quale guado siamo?

Siamo in una fase di pausa della crescita delleconomia. I dati che si sono accumulati negli ultimi mesi lo avevano abbondantemente anticipato e ora arriva la conferma che conta di pi, sul fronte delloccupaIL TERZO STIMOLO DELLA FED

stato preannunciato e arriver di certo Resta solo da vedere quando


zione. E una pausa che pu essere seguita da sviluppi opposti: la crescita infatti pu riprendere il suo corso oppure possiamo tornare in recessione. Ecco perch ritengo che lAmerica si trovi in bilico. C un generale indebolimento delleconomia ma credo che in particolare siano due i fattori di maggior peso in questo frangente. Anzitutto lincertezza su cosa avverr ai tagli fiscali varati da George W. Bush nel 2001 e 2003. Barack Obama li ha prorogati fino al 2012 ma nessuno sa cosa avverr dopo ovvero gli americani ignorano se
Cosa c allorigine di questa pausa?

Il premio Nobel Robert Mundell

Richiesta di spiegazioni a Bank of America


I

La Federal Reserve, con una mossa poco consueta, ha chiesto a Bank of America di presentare un piano che spieghi le possibili strategie a disposizione dellistituto in caso di un peggioramento delle sue condizioni finanziarie. Come riporta il Wall Street Journal, la banca, che la maggiore negli stati uniti per numero di asset, avrebbe risposto fornendo una lista di opzioni, che includerebbero lemissione di titoli collegati alla performance di Merrill Lynch (che stata rilevata nel 2009 e ora una delle di-

visioni pi redditizie di Bank of America). Unopzione di questo genere, tuttavia, non sarebbe imminente e lamministratore delegato Brian Moynihan sarebbe orientato a tenerla come ultima carta. Di recente, linvestitore miliardario Warren Buffett ha acquistato titoli di Bank of America per 5 miliardi di dollari, sostenendo il corso delle azioni, e listituto ha raccolto fondi freschi ridotto la propria partecipazione in China construction bank; la vendita ha fruttato a BofA 3,3 miliardi di dollari.

Per far riprendere la crescita e allontanare la recessione le tasse devono diminuire. Bisogna restituire fiducia a chi spende e a chi investe.
Crede che lattuale fase di pausa possa accelerare nuovi interventi da parte della Federal Reserve?

Bisogna ridurre le aliquote alle aziende. No alla futura Banca delle infrastrutture

Se teniamo presente ci che Ben Bernanke ha detto al simposio economico di Jackson Hole appare evidente che la Federal Reserve sta per intervenire di nuovo a sostegno della crescita.

Non mi pare una buona idea. Costruire o ristrutturare strade, ponti e autostrade un compito che spetta al governo federale. Creare una banca ad hoc al fine di delegare tale responsabilit lascia intendere che il governo non riesce a fare ci che dovrebbe per sostenere lo sviluppo delle infrastrutture della nazione. Non ho idea se Obama dir o meno una cosa del genere ma spero davvero che non lo faccia. [M. MOL.]

loccupazione e la Casa Bianca anticipa lintenzione di creare una Banca delle infrastrutture. Cosa ne pensa?

196

LA STAMPA
SABATO 3 SETTEMBRE 2011

Primo Piano 11

10%

9%

GEN FEB MAR APR MAG GIU LUG AGO SET OTT NOV DIC GEN FEB

2010

2011

LUG AGO

-0,1% -0,2%
196 6 196 8 197 0 197 2 197 4 197 6

Negative le ore lavorate al mese

I salari orari

Fonte: Elaborazione

su dati US BLS

64

197 8

198 0

198 2

198 4

198 6

198 8

199 0

199 2

199 4

199 6

199 8

200 0

200 2

200 4

200 6

200 8

17 mila

Gli occupati nel settore privato

-3 mila

Il calo di posti di lavoro nel manifatturiero

-5 mila

Nelle costruzioni

+ +20 mila

Nel settore dei servizi

-17 mila

Il calo degli occupati nel settore pubblico

di cui -15 mila da attribuire a stati ed enti locali

Obama chiede i danni ai big della finanza


A Goldman, BofA, Jp Morgan e i grandi del rating: avete consapevolmente diffuso titoli spazzatura
GLAUCO MAGGI NEW YORK

Tre anni dopo il fallimento della Lehman Brothers il governo va allattacco delle grandi banche sopravvissute alla crisi e chiede miliardi di dollari di risarcimento per i guasti provocati. La Fhaf (Federal Housing Finance Agency, agenzia federale per i finanziamenti immobiliari) secondo il New York Times ha pronta laccusa da presentare a una corte federale entro marted, per non andare oltre il termine legale per i reclami, contro Jp Morgan Chase, Goldman Sachs, Bank of America, Deutsche Bank e

unaltra dozzina distituti. La contestazione di non aver fatto la due diligence quando hanno impacchettando i crediti dei mutui nei maxibond che hanno distribuito agli investitori nel mondo. La due diligence, il corretto controllo delle procedure, avrebbe permesso di verificare laffidabilit dei debitori di ripagare i finanziamenti. Invece di assicurarsi che i mutuatari avessero le credenziali di legge, laccusa, i promotori delle banche si preoccupavano solo di far firmare loro i contratti, chiudendo entrambi gli occhi. Ci sarebbero stati casi di sti-

pendi gonfiati o addirittura falsificati nelle pratiche di richiesta dei mutui della clientela, e gli uffici di ratifica delle banche non li hanno visti o voluti vedere. Lo scopo del business dal 2001 al 2007, periodo durante il quale i prezzi delle case crescevano senza sosta, era di raccogliere pi crediti possibile. Tanto, poi, sarebbero stati inseriti in obbligazioni cumulative che sarebbero finite nei fondi comuni e nelle gestioni patrimoniali, anche grazie alle 3A, rating di massima affidabilit, che le agenzie come S&P e Moodys fornivano con grande generosit. Pure sul comporta-

mento di queste ultime sia la Sec (la Consob Usa) sia il dipartimento della Giustizia hanno aperto da tempo indagini che potrebbero portare a incriminazioni per comportamento doloso, o anche in questo caso per mancata due diligence nella valutazione della bont degli emittenti. Quando la bolla immobiliare si gonfiata alleccesso, e i prezzi hanno iniziato la discesa, la gente, che aveva comprato casa per lo pi senza versare caparre, s trovata con i debiti dei mutui pi elevati del valore di mercato della casa. Avendo in massa smesso di pa-

gare, i bond legati ai mutui si sono trasformati in obbligazioni tossiche, dal valore in picchiata. Con i risparmiatori che li possedevano nei fondi, a patire sono stati anche i bilanci delle banche che li avevano in portafoglio, e le due compagnie Fannie e Freddy, parapubbliche, che hanno perso decine di miliardi, finiti sulle spalle dei contribuenti con la loro nazionalizzazione. La prima banca a essere stata portata in tribunale sotto simili accuse dalla Fhaf era stata la Ubs in luglio, quando lagenzia aveva depositato una richiesta di risarcimento per 900 mi-

lioni di dollari. Ora Obama moltiplica la posta in palio. Ma lassalto alle banche non viene solo da Washington. Molti detentori privati di bond tossici stanno cercando di convincere con transazioni pacifiche Goldman e compagnia di riprenderseli, mentre lassicurazione Aig ha fatto causa per 10 miliardi contro la BofA, e le sue controllate Merrill Lynch e Countrywide, per aver mal presentato i bond quando Aig vi invest forti somme. Anche i governatori dei 50 Stati, e i loro General Attorney stanno negoziando con BofA, Citibank e Jp Morgan un risarcimento da 20 miliardi.

201 0

Centimetri - LA STAMPA ntimetri metri STAMPA TA P

12 Primo Piano

LA STAMPA
SABATO 3 SETTEMBRE 2011

POLITICA & ESCORT


LINCHIESTA DI NAPOLI

Interrogata la segretaria del premier


Napoli, la Brambilla non ha negato di aver consegnato somme di denaro al direttore dellAvanti
ANTONIO SALVATI NAPOLI

La giornata dei magistrati napoletani Francesco Greco, Francesco Curcio, Vincenzo Piscitelli ed Henry John Woodcock terminata poco prima delle 20, quando Marinella Brambilla, la segretaria particolare del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, lascia la Procura di Napoli. La Brambilla stata interrogata per circa due ore e mezzo in qualit di persona informata dei fatti, nellambito dellinchiesta che ha svelato il ricatto - e la relativa dazione di denaro - di cui sarebbe stato vittima proprio Silvio Berlusconi. E sulla questione dei pagamenti i pm partenopei si sono soffermati con maggiore attenzione: agli atti dellinchiesta (lordinanza porta in calce la firma del gip Amalia Primavera) sono allegate le trascrizioni di alcuni accordi telefonici diretti tra il direttore dellAvanti Valter Lavitola e proprio la Brambilla, aventi ad oggetto - scrive il gip - la consegna al primo di somme di danaro da parte della seconda. Circostanza non ne-

Le conversazioni intercettate

Messaggi in codice

Ok,riusciamo a stampare dieci foto Chi mi mandi? Il solito Juannino l, il tuo?


In attesa del via libera

Non ho ancora lok per quelle foto. Glielho chiesto tre volte, ma senza il suo ok non stampo

Il giorno delle nozze


Marinella Brambilla si sposata nel 2010 a Lesmo con Luca Pandolfi, anche lui nello staff del premier

Prima della politica


La Brambilla a Milano con Berlusconi poco prima della discesa in campo

La consegna slitta

Al telefono parlavano di scambi di foto ma per i magistrati si trattava di soldi


gata dalla Brambilla ma ridimensionata nel corso del colloquio con i magistrati. Per la segretaria particolare di Berlusconi, le somme versate a Lavitola erano ben pi esigue rispetto a quelle emerse dallinchiesta (gli investigatori parlano di 500 mila euro nel solo ultimo periodo). Dal canto loro i magistrati si sono detti soddisfatti dellesito dellinterrogatorio, visto che sono emersi dei riscontri alle ricostruzioni investigative. Ad avviso degli inquirenti, nonostante nel corso delle conversazioni tra Lavitola e la Brambilla non si parli mai esplicitamente di denaro (nelle intercettazioni si fa sempre riferimento alla stampa di fotografie, nellordinanza il gip scrive che dopo una sollecitazione telefonica Marinella riferisce a Lavitola che stanno stampando per cui pronta per le 20 foto) loggetto reale di tali conversazioni da ritenersi senzaltro costituito da consistenti somme di danaro contante. A ritirare le foto, e quindi il denaro, sarebbe Rafael Chavez, un collaboratore peruviano di Lavitola, che la Brambilla nelle intercettazioni chiama Juannino. Il gip annota che dal tenore delle conversazioni emerge, peraltro, che le consegne richieste dal Lavitola alla Brambilla sono sempre precedute da disposizioni che la stessa attende e, solo dopo averle ricevute, pu stampare le foto. Da oltre trentanni segretaria particolare del premier, Marinella Brambilla pratica-

mente cresciuta con Berlusconi visto che figlia dellallora governante di via Rovani, la prima casa acquistata dal presidente del Consiglio nel pieno centro di Milano. Quarantanove anni, sposata due volte, lultima lanno scorso con Luca Pandolfi, anche lui nello staff del premier, Marinella Brambilla ha sempre spiegato che il Dottore stato il primo e unico capo e che mai si sentita una sua dipendente. Da Fininvest a Forza Italia e poi a Palazzo Chigi, il presidente del Consiglio si sempre fidato della Brambilla,

tanto che il nome di Marinella figura tra i fondatori del Popolo della Libert. Ma la giornata dei magistrati napoletani era iniziata, di buonora, in una stanza della questura di Roma. Erano l per ascoltare, in qualit di persone informate dei fatti, gli avvocati Giorgio Perroni e Nicola Quaranta, difensori di Giampaolo Tarantini nella famosa inchiesta barese sui festini a base di sesso a pagamento. Ascoltati perch, come si legge nellordinanza, sono stati chiamati in causa da Tarantini nelle intercettazioni come soggetti

a conoscenza dei cospicui, ingiustificati ed illeciti trasferimenti di danaro dal Berlusconi al Tarantini. Circostanza fermamente respinta dallav-

Sentiti anche i difensori di Tarantini, che oggi sar davanti al gip, per linchiesta sui festini
vocato Quaranta che ha sottolineato che neanche una virgola di quanto riportato dal Tarantini al Lavitola corrisponde al vero.

I magistrati hanno anche approfondito la questione del minacciato cambio di strategia processuale da parte di Tarantini, alla base dellestorsione al premier. Dalla scelta del rito - patteggiamento o processo ordinario - potrebbe infatti dipendere la pubblicazione di intercettazioni mediaticamente dannose per il premier, il cui contenuto scabroso stato in qualche modo anticipato al difensore del Tarantini - sottolinea il gip - e viene ritenuto catastrofico soprattutto per limmagine di Berlusconi.

Adesso il dottore impegnato con la manovra economica. Sta interrompendo tutte le chiamate
Timore intercettazioni

Le venti foto sono pronte... Adesso non pu parlare... dai fai il bravo su... Valter dai!

I pm pronti a sentire Berlusconi gi dalla prossima settimana


Linterrogatorio non ancora stato fissato: sar sentito come parte lesa
NAPOLI

Insieme da sempre Marinella e Silvio: storia di fedelt


I

Non subito perch adesso non c fretta, ma gi a partire dalla settimana prossima ogni momento potr essere quello buono per sentire il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, la parte lesa dellinchiesta che sta cercando di fare luce sulla natura delle somme di denaro versate proprio dal premier al duo Lavitola-Tarantini. Linterrogatorio, al momento, non stato ancora fissato dai pubblici ministeri Francesco Curcio, Henry

John Woodcock e Vincenzo Piscitelli, titolari dellinchiesta. I magistrati, dopo lesecuzione delle ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di Tarantini e consorte (Lavitola ancora allestero), hanno preferito ascoltare dei testimoni considerati di primo piano - gli avvocati di Tarantini Giorgio Perroni e Nicola Quaranta e la segretaria del premier Marinella Brambilla per poi dedicarsi agli interrogatori di garanzia (il gip Amelia Primavera interrogher i coniugi Giampaolo Tarantini e Angela Devenuto, marito e moglie sono rinchiusi rispettivamente nel carcere di Poggioreale e in quello femminile di Pozzuoli ed probabile che la donna venga trasferita nella saletta dei colloqui del carcere di

Poggioreale proprio in occasione dell'interrogatorio) previsti per questa mattina. Lo stesso procuratore della Repubblica di Napoli Giovandomenico Lepore ha subito chiarito che se dalle indagini risulter necessario, non escludiamo affatto di ascoltare il Presidente del Consiglio anche in merito alle sue dichiarazioni sul rapporto con Tarantini. Ci metteremo daccordo su come e dove. Berlusconi ha ribadito che lestorsione pura fantasia. Io ho dato una mano a una famiglia con figli che era abituata a vivere nellagio e poi si ritrovata in miseria. La ricostruzione fatta dai magistrati che conducono linchiesta giunge ad unaltra conclusione, e cio che le ragioni giustificative delle somministrazioni di denaro da parte di Berlusconi a

Tarantini, attraverso Lavitola risiedono tutte nella vicenda processuale radicata a Bari. E lintento ricattatorio sarebbe dimostrato da quelle intercettazioni nelle quali in particolare Lavitola si prefigge di mettere con le spalle al muro o in ginocchio Berlusconi, di andargli addosso, di tenerlo sulla corda, sotto pressione. Diverso, ma non meno importante per i magistrati partenopei, il discorso relativo alla fuga di notizie. Uninchiesta per favoreggiamento, oltre che per rivelazione di notizie coperte da segreto, stata aperta dalla Procura di Napoli. La fuga di notizie - spiega il capo della Procura Lepore - potenzialmente connessa al mancato arresto di Valter Lavitola: stiamo appurando questo. [A. SAL.]

Quarantanove anni, uneleganza fatta di tailleur ed efficienza. Marinella Brambilla, segretaria particolare del premier, per pi di un ventennio ha seguito Silvio Berlusconi nei suoi spostamenti, tra Milano e Roma. Ma la sua soprattutto una storia di fedelt al Dottore. Ha aggiornato la sua agenda minuto per minuto, diventando presto insostituibile, cos come lo fu Enza Tomaselli per Bettino Craxi. Dai successi imprenditoriali alla discesa in campo in politica, nel 94, lei c sempre stata. Accanto a quello che ha sempre definito il suo primo e unico capo. Una pretoriana delluomo di Arcore, impenetrabile e affidabile. Da Fininvest a Forza Italia e poi a palazzo Chigi, la collaborazione tra la donna e il Cavaliere sfida il tempo, visto che la madre di Marinella era la governante della famiglia Berlusconi.

LA STAMPA
SABATO 3 SETTEMBRE 2011

Primo Piano 13

il caso
GUIDO RUOTOLO INVIATO A NAPOLI

ieci giorni fa la procura di Napoli ha trasmesso a Lecce gli atti della sua inchiesta sul grande ricatto a Silvio Berlusconi, che chiamano in causa i magistrati di Bari per una gestione al rallentatore dellinchiesta sul giro di escort a Palazzo Grazioli. I reati che la procura salentina potrebbe contestare sono quelli di abuso dufficio e rivelazione di segreto dufficio. Ma per il momento il pm Antonio De Donno non ha iscritto nessuno collega barese nel registrato degli indagati. La Procura di Lecce vuole capire perch Bari ha tenuto per due anni nel freezer il fascicolo sulle escort a Palazzo Grazioli.

Quella lentezza sospetta di Bari a indagare sulle trame di Gianpi


Nel mirino della procura di Lecce loperato dei colleghi guidati da Laudati
che marted la Procura potrebbe depositare le carte, annunciando cos urbi et orbi che gli indagati sono una decina ai quali contestata lassociazione a delinquere finalizzata alla corruzione. In questo modo, smentendo la sostanza della inchiesta napoletana perch quelle intercettazioni cos devastanti saranno rese di dominio pubblico. Ma intanto, la procura di Lecce obbligata a fare accertamenti, a verificare la fondatezza di quelle chiamate in correit di Laudati. Tarantini pu aver millantato certe dichiarazioni che il procuratore avrebbe fatto agli avvocati Quaranta e Perroni. A met luglio, Libero pubblic una intervista-ritrattazione della escort Patrizia DAddario nella quale la donna disse di essere stata costretta a fare lintervista al Corriere della Sera, a fare certe dichiarazioni per mettere in difficolt Berlusconi. Gianpi Tarantini in una intercettazione con Lavitola sostiene La procura di Bari avrebbe tenuto in freezer per due anni tutte le carte relative al rapporto Tarantini-Berlusconi che quella ritrattazione sia stata zioni della inchiesta sulle escort Tarantini e il faccendiere editore escort, sulla notte damore di Pa- orchestrata: stata fatta per non non depositate, e quindi sarebbe Valter Lavitola. trizia DAddario a Palazzo Grazio- chiudere le indagini, per non manstato violato in questo modo il seC n una molto significativa. li. Tarantini sconvolto perch le dare lavviso di conclusione, cos greto investigativo. Lavvocato Dice Tarantini: Ho parlato ora sue telefonate con il premier stan- non escono intercettazioni. Cos Quaranta, al termine del suo inter- con Nicola, di Bari, lavvocato che no per diventare di dominio pubbli- riapre il caso, riapre lindagine. rogatorio, ha dettato un comunica- ha parlato laltro giorno... ti dissi co e Laudati, attraverso lavvocato Lavitola chiede: Il pm?. Tarantito alle agenzie prendendo le distan- che andava a parlare al Capo... l Quaranta, dice di avvisare Milano, ni: E certo!. Lavitola: Emb, ze dal suo ex assistito: Ha dichia- c un problema grosso... per tele- p r o b a b i l m e n t e che vantaggio ha rato tutte falsit e millanterie. fono come faccio a dirti ste c... di lavvocato Ghedi- LE NOTTI A PALAZZO GRAZIOLI il pm a riaprire le Sar interessante vedere come si cose... hanno fatto un putiferio... ni. Insiste Gianpi: Al centro della vicenda indagini, scusa. comporter oggi Tarantini, nel cor- hanno trascritto tutto, cosa che Lui ha detto a NiTarantini: No, il le feste nella residenza vantaggio ce labso dellinterrogatorio di garanzia. non dovevano fare... le mie e le sue cola che il suo ruoromana del primo ministro biamo noi. Lha Dieci giorni fa, quando ormai il e quello lui, il capo, stava cacato lo fallito perch settimanale Panorama aveva nelle mutande, ha detto ti prego lui era convinto di fatto apposta Laubruciato linchiesta anticipandola aiutatemi.... sono terrificanti... lui archiviarla. dati (Antonio, procuratore di Bari, e rivelandone i contenuti, la Procu- gli ha detto a Nicola di parlare Lavvocato Quaranta ha gi pre- ndr) questo, perch, si sono messi ra di Napoli aveva spedito le carte ch lui non poteva farlo, o meglio so le distanze da Gianpi. E proba- daccordo: nel momento in cui riaa Lecce, quelle che vedevano coin- non sapeva come farlo - di avvisare bilmente anche il procuratore di prono lindagine e non mandano volto il procuratore di Bari, Anto- lavvocato di Milano, di Roma.... Bari, Antonio Laudati, che rientre- lavviso di conclusione, non esconio Laudati, chiamato in causa nelSi parla dellinformativa finale r dalle ferie luned, si far senti- no... non diventano pubbliche le inle intercettazioni telefoniche tra della Guardia di finanza sul giro di re. A Bari, addirittura, si sussurra tercettazioni.

I SOSPETTI

Dalle intercettazioni si evince che particolari dellindagine sarebbero stati svelati alla difesa
LA FUGA DI NOTIZIE

I reati che potrebbero essere contestati sono abuso e rivelazione di segreto dufficio
Se dietro questo ritardo vi un movente specifico, se insomma si tratta di un ritardo doloso che ha portato solo adesso la Finanza a depositare linformativa finale con le trascrizioni delle intercettazioni e delle registrazioni che coinvolgono il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, Gianpi Tarantini e Patrizia DAddario. Diverse intercettazioni telefoniche dellinchiesta napoletana sul grande ricatto contro il premier Berlusconi chiamano in causa il procuratore Laudati e la sua gestione al rallentatore dellinchiesta sul giro di escort. Una in particolare, poi, lascerebbe intendere che lavvocato di Tarantini sia stato messo nelle condizioni di poter leggere delle intercetta-

LE CARTE Gli affari di Lavitola con Finmeccanica


DALLINVIATO A NAPOLI

Commissioni estero su estero


controlleria per Telespazio, che spero di sbloccare definitivamente. Ho la riunione con quelli daeronautica che daranno lok per i GJ27. Telespazio me la negozio io. Entro dopodomani devo dare lok su Agusta e devo sapere se il pagamento pu essere fatto sul conto dellagente in Bulgaria o no. Spiega il gip: Lavitola dice a Pozzessere che per quanto riguarda le commissioni vorrebbe che facesse una verifica, ma questi lo interrompe dicendo che secondo lui il conto in Bulgaria non va bene, in quanto dopo i casini che hanno avuto in Finmeccanica, hanno dato disposizioni che i conMi dice Pozzessere sulenti possono essere pache le manda una nota gati o sul luogo dove lavorano - in questo caso Pasulla questione di quel nama - o dove c la sede senatore. Stanno legale. Valutazione del facendo un casino gip: Appare gi di per s anomalo e inquietante Lavitola a Berlusconi che un giornalista come il riferisce di un rapporto Lavitola parli di del direttore di Finmeccanica commissioni da pagare estero su estero da Finmeccanica. Ma dalla intercettazione telefonica tra Lavitola e il presidente del Consiglio emerge anche un ruolo improprio del di-

Lintreccio con la politica


rettore commerciale di Finmeccanica, Paolo Pozzessere. Comunica Lavitola a Berlusconi: Mi dice Pozzessere... le manda una nota sulla questione di quel senatore l.. dellArgentina... stanno facendo un casino... io gli ho detto dinformarla.... Berlusconi: Quello l pericoloso... Esteban Caselli... pericolosissimo... (bisogna tenerlo, ndr) alla larga.... Pozzessere e il suo sponsor con Berlusconi, Lavitola. Valter: Sempre su Pozzessere, ci dovrebbe essere un presidente della Thailandia o della Lidar in Italia... io domani le mando una nota... se lei... la delegazione... potrebbe far partecipare anche Pozzessere per FinmecVado alla controlleria canica perch loro hanno per Telespazio e spero in quel Paese dei business importanti.... Berludi sbloccare definitivamente sconi: Fammi chiamare Entro dopodomani da Pozzessere... fammi devo dare lok su Agusta chiamare.... Consulenze e qualcoLavitola a Pozzessere sa di pi. Cera gi Luigi Informa il direttore commerciale Bisignani consulente di di Finmeccanica sui suoi affari Finmeccanica finito nei guai, nellinchiesta P4 di Napoli. Adesso anche Valter Lavitola, sembra di capire, aveva relazioni economiche con la Finmeccanica. Napoli vuole capirne di pi. [G. RU.]

Adesso il faccendiere editore, Valter Lavitola, dice che non latitante e che allestero per lavoro. Linchiesta napoletana su Tarantini e il ricatto a Berlusconi nasce sul business che proprio lo spregiudicato imprenditore di casa a Panama aveva con la Finmeccanica, con sue aziende e i rapporti che intesseva con i suoi dirigenti, con il direttore commerciale Paolo Pozzessere. Da molte delle conversazioni sopra richiamate - scrive il gip nellordinanza di custodia cautelare - emerso uno stretto collegamento tra il Lavitola e alcune societ del gruppo Finmeccanica operanti prevalentemente allestero, quali, ad esempio, Agusta, Selex e Telespazio Brasile. Nelloperare per conto delle predette societ, lindagato intrat-

Agusta, Selex e Telespazio


tiene un livello di relazioni molto alto, nellesercizio delle quali pone in essere non meglio precisati movimenti di danaro da impiegare verso terzi. C una telefonata tra Lavitola e Pozzessere che svela gli intrecci di interessi del faccendiere con le societ di Finmeccanica. Valter a Panama e dice che due giorni dopo partir: Oggi vado alla

NA LV

SABATO 3 SETTEMBRE 2011 LA STAMPA 14

LA STAMPA
SABATO 3 SETTEMBRE 2011

Primo Piano 15

POLITICA & ESCORT


LE REAZIONI

Italia Paese di m... Bufera su Berlusconi


Calderoli: condivido al 100%. Il Pdl tace. Lopposizione: se ne vada
ROSARIA TALARICO ROMA

Italia Paese di m...? Nel governo solo il ministro Calderoli si spende per difendere il premier. Nel Pdl tutti zitti. Silenzio assoluto, nemmeno il fedelissimo Angelino Alfano apre bocca. Per il resto, lo sfogo di Berlusconi al telefono con Valter Lavitola intercettato dai magistrati napoletani crea una vera e propria ondata di indignazione. La tentazione estrema, mollare tutto, andarsene allestero e abbandonare il liquame lascia infatti il Palazzo (e non solo) alquanto perplesso. Rabbrividisco commenta il segretario del Pd Pierluigi Bersani, per nulla stupito del fatto che il premier voglia per salvarsi da solo: Il sentimento - commenta - quello. Io - aggiunge Bersani penso invece di vivere in un Paese meraviglioso. Altro che m... siamo un grande Paese aggiunge Walter Veltroni -. Il problema che ci serve un premier adeguato. Pi cattivo Antonio di Pietro: Siccome lItalia non come la descrive Berlusconi, evidentemente si era guardato allo specchio e descriveva se stesso.... Dopo una gragnola di dichiarazioni sdegnate tocca a Calderoli vestire i panni del difensore dufficio del presidente del Consiglio. Condivido al 100% con la valutazione notturna e telefonica espressa dal

IL PREMIER SI SFOGA

Andiamo via canzone scritta con Apicella


I

Era laprile del 2006: le urne avevano appena decretato la sconfitta del centrodestra. Gi allora, anni prima dello sfogo telefonico con Valter Lavitola, Silvio Berlusconi - pur se con molta ironia - accarezz la tentazione di mollare tutto, la politica e lItalia. E decise di mettere in musica con il fedele Mariano Apicella una canzone intitolata: Andiamo via. Il testo, nella versione edulcorata da Gianni Letta (quella originaria - precis il Cavaliere - era ben pi colorita), non mancava di ironia: Andiamo via, da tutti, dai partiti, dalle tv, dai giornali e lasciamoli cos con la loro aria afflitta e andiamo in unisola lontana... in un altro emisfero... Mandiamo tutti a farsi benedire e non pensiamo ad altro se non ad amare, a vivere e ad abbracciarci in un unico sorriso.

premier sul Paese - esordisce ed proprio per questo che questo Paese lo vogliamo cambiare, perch se ne debba essere orgogliosi e non vergognarsene. E poi aggiunge: Condivido la sua valutazione rispetto allanti-italianit da parte degli organi di informazioni, al punto che oggi su alcuni di loro si antepone una valutazione dubitativa da parte di un oscuro portavoce di un commissario europeo nominato e non eletto da nessuno, rispetto alla valutazione positiva espressa dal portavoce de cancelliere tedesco Angela Merkel. Il ministro per la Semplificazione su una cosa sola prende le distanze dal premier, sul ruolo delle opposizioni. Che da Parigi gioved sera Berlusconi aveva bollato come criminali. Secondo il ministro leghista, infatti, Pd, Idv, Terzo polo ecc. ecc. non vanno criminalizzati perch in un sistema diverso, dove le opposizioni responsabilmente non guardassero solo al loro tornaconto elettorale, ci sarebbe molto da costruire. Per tutto il giorno, per, tiene banco il grido Paese di m.... un refrain continuo. Italia di m....? la conferma che ha lavorato per rendere lItalia un Paese senza speranza, ma se lui vuole andarsene ci lascia la speranza di un buon Paese, dichiara il segretario della Cgil, Susanna Camusso. Paese di m...? Dopo 17 anni di era berlusconiana era inevitabile la deriva di liquame,

Hanno detto

Pierluigi Bersani (Pd)

Rabbrividisco Io invece penso di vivere in un Paese meraviglioso


Antonio Di Pietro (Idv)

Siccome lItalia non cos evidentemente si era guardato allo specchio


sostiene invece Aldo Di Biagio del Fli. Sempre tra le file finiane il webmagazine il Futurista la butta in ridere e dedica la sua copertina allipotesi SantElena. E se lo strumento per farla finita con il berlusconismo fosse lesilio? - scrive Filippo Rossi -. Il Cav, si sa si sempre immagina-

Le telefonate e il nuovo caso


Sopra, Valter Lavitola, direttore dellAvanti!. In una conversazione intercettata con lui, il Cavaliere si lascia andare a un duro giudizio che ha scatenato la polemica

to come un Napoleone post-moderno. E ora che tra logge segrete e festini a tema, alleati difficili e ministri ribelli, il suo impero, tra una Waterloo e laltra, sembra andare in frantumi ogni giorno di pi, si fa strada la soluzione SantElena. Mollare tutto e andarsene. Ma in quel caso si do-

vr preparare a unipotesi meno gradevole: la batosta del popolo sovrano. Berlusconi come Napoleone dunque, con la memoria che corre subito ad una puntata di Matrix del 2006 nel corso della quale il premier di paragon al Grande corso, scandendo: Solo Napoleone ha fatto pi di me.

La storia
JACOPO IACOBONI ROMA

la cosa incredibile che Lavitola voleva pure mettersi sulla stessa barca del Cavaliere. Scroccargliela. Insistente, mieloso, irrefrenabile. Voleva farsi prestare lo yacht, e pure farglielo spostare da Miami, dov oggi, a Panama. Ah, da ultimo - fa Lavitola a Silvio Berlusconi, alla fine del gi celebre colloquio del 13 luglio - quella storia della barca... lei laltra volta me la diceva cos, per dire?... o veramente... la vogliamo portare a Panama?... cos... che se lei va... come si chiama l... ai Caraibi... se lei vuole.... Silvio gli dice che no, non si preoccupi, grazie mille, la barca gi a Miami, sar per unaltra volta, e qualunque persona di media educazione a quel punto prenderebbe la porta e ciao, arrivederci, o saluterebbe rapidamente per telefono e a presto, di nuovo; ma quello insiste, placca, pressa, con parole sudaticce: Ah peccato... ma dico... qualche giorno a Panama non la pu mandare?... invece... di Miami?. Berlusconi allora riprova a glissare, no no... ma io poi... non cho mai tempo per andarci, e il questuante allora che fa? Si getta a tappetino e pietisce, senn... mi faceva fare qualche giro a me... lei maveva detto.... Gli vuole scroccare il giretto, come nei film di Vanzina. il passaggio clou che abbia-

Il Cavaliere e le sanguisughe E Lavitola scrocca la barca


Dottore, aveva detto che mi faceva fare qualche giro...
La barca e le questue
In un passaggio intercettato, Valter Lavitola chiede, con insistenza e varie gag, di poter usare la barca del premier

ve aver pensato lappetito del Lavitola. Eh s... ma non a Panama... dai... puoi farlo a Miami..., lo frena un Cavaliere che colpisce per larrendevolezza. Ok, va bene a Miami. Sa che faccio, casomai se davvero ci volessi andare qualche giorno... ci posso andare?. E Berlusconi s... s... compatibilmente col programma dellestate, dovresti avvisarci perch credo che ci vada una volta una mia figlia. Lavitola concede, ah, ma ci mancherebbe altro. Siamo allapoteosi. Sembra Unestate al mare, invece la grande Tragedia della mo mai letto nelle intercettazioni del- nazione: Lavitola vuol pure far spostare lItalia terminale degli anni 2008-2011. la barca l dove sono i suoi traffici. Cede Vi si specchia la debolezza del potere al romanesco, sbraca del tutto: Ma perricattato ma anche e forse soprattutto la ch non gli fa batte Panama... che pi patetica, italica corsa ad assediarlo e bello, dottore? Miami un posto del c.... profittarne, senza ovviamente neanche E Silvio, bah, adesso... ci penso. Quindi, metterci la faccia, come il Capo, pure il questuante riscrive la geografia, Panatroppo, fa. Nel tragico romanzo popola- ma cha tutte le isole dei Caraibi davanre delle intercettazioni colpisce insom- ti... e ... dallaltra parte... con la possibilit ma, prima degli eventuali esiti proces- di attraversare il canale a gratis... cha suali, linusitata sfactutte le isole del Paciciataggine delle sanLITALIA VANZINIZZATA fico... davanti.... Il guisughe, la pletora - Il questuante vorrebbe anche Cavaliere argina che sesibisce in forblandamente la boiaspostare lo yacht a Panama ta pazzesca, eh, ma me sempre pi basse Miami un posto del c... sono giornate di navi- dei finti amici. Silvio Berlusconi posgazione, per nulla siede tra tante cose una barca di 48 me- pu a quel punto fermare lardire del lavitri a due alberi e potenti motori, che tolato: Dove? pattravers il canale?..., compr a Natale del 2000 direttamente no... andare alle isole del Pacifico. E anda Rupert Murdoch, per 28 miliardi e cora, il direttore dellAvanti, lerede di mezzo di lire (oggi vale sui diciotto milio- Leonida Bissolati: S, ma da San Francini di euro). Si chiama Morning Glory, il sco... andare da Panama... faccia conto... nome datole da Murdoch per vantarsi sono un giorno, un giorno e mezzo.... Sedella sua potenza sessuale mattutina (e condo Google Earth tra i due luoghi ci soinfatti Silvio voleva cambiarlo in Night no 5500 chilometri ma che importa; aland Day Glory), e ancorata di solito al- meno a questa, per fortuna, il Cavaliere le Bermuda. Perch precludersela? de- sulla stessa barca non crede.

16 Primo Piano

LA STAMPA
SABATO 3 SETTEMBRE 2011

POLITICA E AFFARI
RIPARTONO LE INDAGINI

Tangenti a Sesto Si dimette il dg Bertoli


Il sindaco Oldrini: sono contrario. I magistrati: ci sono nuovi filoni
GIOVANNA TRINCHELLA MILANO

La bussola della Procura di Monza non punta solo verso Sud. Da Sesto San Giovanni e Milano ora il pm Walter Mapelli guarda anche a Est. Sono in programma accertamenti sulla grande area di Segrate, in particolare sulla ex dogana, sia per quanto riguarda i progetti per il futuro sia in merito a quelli lasciati a met. Nel mirino anche il progetto dellIdroscalo Center, con un mega centro commerciale ma anche con un centro culturale che allo stato fermo al palo. La tranche di inchiesta quella che vede indagato limprenditore-ingegnere varesotto Michele Molina per i presunti legami con larchitetto Renato Sarno, un professionista che secondo i pm, e stando ai racconti dellimprenditore dei trasporti Piero di Caterina (titolare della Caronte), gestiva gli interessi di Filip-

po Penati, ex sindaco di Sesto San Giovanni, che la Procura di Monza vuole in galera. I rapporti tra Sarno e Molina, che si dichiara totalmente estraneo a ogni illecito, vengono definiti dal titolare della Caronte opachi ed anomali, in un periodo non troppo lontano nel tempo che va dal 2007 al 2008, quando Pe-

La procura di Monza indaga sullIdroscalo center e sullarea della ex dogana di Segrate


nati governava la Provincia. Intanto il direttore generale del comune di Sesto San Giovanni, Marco Bertoli, accusato di finanziamento illecito ai partiti, ha scelto di dimettersi. Normali telefonate di lavoro con Vimercati (lex braccio destro di Penati, ndr) - scrive Bertoli al sindaco di Sesto, Giorgio Oldrini - persona che conosco da quaranta

Larea ex Falck
la pi grande area post-industriale dEuropa, si estende per un milione e mezzo di metri quadri

anni, possono essere politicamente strumentalizzate per screditare il nostro lavoro sulle aree Falck, anche se esse servivano solo a far intendere bene alla propriet privata gli obiettivi e i vincoli dellinteresse pubblico, unico interesse che ho tutelato. Di pi prima che sapessimo da Bizzi (Davide, limmobiliarista che nei mesi scorsi ha acquistato larea Falck da Zunino, ndr) della presenza del Consorzio Cooperative Costruzioni nella sua compagine, e prima che Vimercati ci presentasse, non conoscevo alcuno di loro. Quindi sostiene Bertoli, per evitare che questo sospetto sia messo sul nostro Piano Falck... davanti alliniziativa giudiziaria di cui leggo sono a rassegnare nelle tue mani le mie dimissioni.... Il sindaco Oldrini, anche lui indagato nellinchiesta, non ci sta e ribatte: C un problema di civilt se una persona che ha svolto correttamente il proprio lavoro per anni costretta a lasciarlo a causa di dicerie comparse sui giornali. Non posso accettare le dimissioni del direttore generale... anche perch non ha ricevuto alcun avviso di garanzia, e non ha avuto quindi neanche la possibilit di difendersi. Di Bertoli e di Oldrini (i loro nomi compaiono in tanti atti ufficiali dellinchiesta come la richiesta di proroga indagini, ndr) parla Di Caterina in un interrogatorio del giugno scorso proprio in relazione alle aree Falck: Grossi (limprenditore finito nellinchie-

sta Santa Giulia) mi rappresent lesigenza del Gruppo Zunino di affrontare sul territorio il problema del raddoppio del LSP (la superficie lorda, ndr) sullarea ex Falck che volevano portare da 650.000 mq a 1.300.000 mq. Grossi mi disse che sulloperazione il sindaco Oldrini e Bertoli erano daccordo mentre Di Leva (lex assessore allEdilizia finito in carcere, ndr) si metteva di traverso.... Bertoli che in una telefonata intercettata il 15 maggio scorso dice di aver informato Oldrini delle diplomazie segrete sempre per quanto riguarda larea Falck mentre il giorno dopo

I pm: Dalle telefonate emerge un interesse attuale della politica sullex area Falck
Vimercati, ora consulente delle cooperative, si vanta di aver interferito nellattivit del nuovo proprietario delle aree Falck, Bizzi, dicendo io gli ho messo dentro un chiodo l, in quella vicenda degli avvocati, che ne basta la met con Bertoli che promette piena disponibilit alle cooperative tu semmai d ai bolognesi che se hanno bisogno del Comune, il Comune qui, per andare avanti nellistruttoria tecnica siamo sempre qui. A testimonianza di quello che i pm definiscono linteresse attuale della politica sullex area industriale pi grande dEuropa.

Messaggio pubblicitario con finalit promozionale. Salvo approvazione di Findomestic Banca S.p.A. Al fine di gestire le tue spese in modo responsabile, Findomestic ti ricorda, prima di sottoscrivere il contratto, di prendere visione di tutte le condizioni economiche e contrattuali, facendo riferimento alle Informazioni Europee di Base sul Credito ai Consumatori presso il punto vendita. Chateau dAx, fornitore di beni e servizi per la promozione e collocamento di contratti di finanziamento di Findomestic Banca S.p.A., per lacquisto dei propri beni e servizi legato da rapporti contrattuali con uno o pi finanziatori.

Saldi 50%
O SUT LE TES ERABI D % SFO 100

ULTIMI 2 GIORNI

SPECIALE tutta la casa Chateau dAx da meno di

PELLE 100% LE A NATUR

ARISTIDE a partire da

1.780

690
O SUT E TES ERABIL D SFO 100%

del prima rata gennaio 2012

10.000
MARIKA a partire da

590
O SUT E TES ERABIL D SFO 100%

NEST a partire da

SERENA a partire da

1.180

790
O SUT E TES ERABIL D SFO 100%

490
PELLE 100% LE A NATUR PELLE 100% LE A NATUR

KELLY a partire da

650
ALFA a partire da ALFA a partire da

2.380

1.190
ASTI Tel. 0141-274001 SAINT CHRISTOPHE Tel. 0165-548455 TORINO C.so G. Cesare - Tel. 011-201481 ALESSANDRIA Tel. 0131-445761 TORINO Via S. Secondo - Tel. 011-5097165 CASALE MONFERRATO Tel. 0142-435178 VERCELLI Tel. 0161-294992 MONCALIERI Tel. 011-6822365 TRECATE Tel. 0321-777327 BEINETTE Tel. 0171-385963 BIELLA Tel. 015-401627 ALBA Tel. 0173-212587 Vai su www.chateau-dax.it e guarda il filmato con tutte le offerte!

2.780

1.390
BORGOMANERO Tel. 0322-836712 SERRAVALLE SCRIVIA Tel. 0143-62784 GENOVA Tel. 010-6018687 SAVONA: Vado Ligure Tel. 019-2160050 SANREMO Tel. 0184-668604 OUTLET: SANDIGLIANO Tel. 015-2496849

Goditi la vita! Scegli i saldi Chateau dAx.


Aperti anche domenica pomeriggio numero verde 800-132 132

Periodo validit saldi secondo disposizioni regionali. I saldi estivi non sono applicati su tutti i prodotti esposti. Offerta limitata ai modelli oggetto della campagna pubblicitaria e valida solo nei negozi che aderiscono alliniziativa. Su tutti i modelli, cuscinetti e poggiatesta optional. Rivestimento a scelta tra i tessuti della categoria Special e le pelli della categoria 1.

LA STAMPA
SABATO 3 SETTEMBRE 2011

Primo Piano 17

Vendola: Primarie? Facciamole nel 2011 e io sono pronto


Mi metto in gioco per riscattare la politica dalla sua condizione di degrado morale

Non deve depistare questa controversia barocca. Il teorema vero del centrodestra resta lo stesso: blindatura della ricchezza criminalizzazione della povert. Mi scusi, ma un governo che si comportato come un Al Capone istituzionale, che credibilit pu avere nellinvocare giustizia divina contro gli evasori fiscali? La galera per i i tre milioni in su una nuova "tremontata". La modalit comunicativa di Tremonti oramai abbastanza leggibile. Anzitutto c un grande annuncio che serve a drogare i i titoli dei giornali e a depistare lopinione pubblica dallessenza della sua politica: macelleria sociale, senza intaccare i privilegi della casta finanziaria, ma uccidendo il Welfare e portando ad un violento impoverimento del ceto medio.
Un violento impoverimento per opera di Tremonti: non esagera? Come si fa a dirlo, a prescindere di qualsiasi verifica?

Intervista

,,
FABIO MARTINI

Sono tranquillo: le Primarie non sono mai state veramente in discussione. Anche perch mai come oggi la politica si mostra debole, senza pensieri.

a dire: il capo ce lo scegliamo in quattro stanze di partito...

erto, Nichi Vendola non si mai nascosto dietro le perifrasi, ma ora si dice pronto alla sfida. Lindimenticabile agosto, che ha fiaccato il governo senza rafforzare il Pd ed ha acceso un diffuso sentimento anti-casta, come se avesse reso inevitabile il bagno di popolo rappresentato dalle Primarie: S, penso che le Primarie siano il punto in cui tutti riusciamo a staccare la spina da un quadro torbido, un processo di ri-politicizzazione non passiva della societ.

Prima si fanno le Primarie e meglio . La cosa migliore sarebbe farle entro la fine di questanno.

Per renderlo competitivo, il candidato del centrosinistra entro quando dovrebbe essere incoronato?

Sono contento se Renzi si candida. Gli faccio notare che non la Fiom ad aver chiuso Termini Imerese.
Ma se lei continua a ripetere che la Fiom ha sempre ragione, che i padroni sono quasi tutti affamatori di operai e i magistrati sono infallibili, come far a parlare a tutto il Paese?

Dopo tanto tatticismo, inconsueto nel personaggio, Renzi ora ammette: far le Primarie. E la punzecchia sul suo sinistrismo...

Il Pd finora ha fatto orecchie da mercante, ma con questo clima come si far

Ad un certo punto ho avuto davvero la tentazione del monaco, perch la mia richiesta sembrava una civetteria, una sindrome leaderistica. Per voglio fare la mia parte per riscattare la politica dalla sua condizione di degrado morale, di chiacchiericcio inascoltabile, rimettendola in connessione con la vita, riscattandola dallo stallo nella quale lhanno portata i maestri della realpolitik.

I malevoli dicono: Vendola alla fine si contenter di fare il capo della sinistra radicale. Lo dica chiaramente: lei punta a rappresentare tutti i progressisti?

E infatti io non ho mai detto quel che lei mi attribuisce, non ho una visione manichea della realt. Io voglio parlare con limpresa e lo faccio da sette anni. Per esempio: nelledilizia bisogna continuare a gonfiare di anabolizzanti le periferie o fare molto pi edilizia del recupero? Io non mi voglio impiccare sullalbero delle ideologie, ma discutere di merito. Ognuno di noi non pu essere soltanto quello di ieri.
Da anticonformista se la sente di ammettere che le drastiche misure anti-evasione non sono cos male?

Scusi ma come dovrei esprimermi quando il governo, tagliando su scuola e ricerca, intacca il principale capitale sociale del ceto medio? La certezza di poter investire sui propri figli. Dove la crescita? La crescita eco-sostenibile entro un nuovo modello di sviluppo non retorica domenicale, ma non ne ne parla.
Il leader di Sel Nichi Vendola

Renzi mi punzecchia sul mio sinistrismo, ma gli faccio notare che non stata la Fiom a chiudere Termini Imerese Dico no al pareggio di bilancio nella Costituzione: se la politica lombra del mercato diventa solo un mercatino

La proposta irricevibile. Non si fa prima a cancellare gli articoli 1 e 3 della Costituzione? La verit che si va disfacendo questa Europa, ostaggio di tecnocrazie che parlano da luoghi invisibili, come oracoli. Le stesse tecnocrazie che hanno contribuito alla catastrofe. Ma se la politica lombra del mercato, vivr come un mercatino.

Il Pd ha anticipato e poi dato ragione al governo sulla costituzionalizzazione del pareggio di bilancio. Daccordo?

18 Primo Piano

LA STAMPA
SABATO 3 SETTEMBRE 2011

Ventiquattore di prigionia nel ventre della capitale

Marted dibattito a Torino Il racconto di Quirico


I

Ritorno dallinferno

Domenico Quirico, uno degli inviati de La Stampa in Libia, stato rapito il 24 agosto sulla strada per laeroporto di Tripoli insieme a tre colleghi e liberato dopo 24 ore nelle mani dei gheddafiani che, dopo aver ammazzato il loro autista, volevano uccidere anche loro. La salvezza arrivata grazie a due giovani lealisti che prima hanno difeso i giornalisti dalla folla inferocita e poi, dopo una notte di prigionia, sono riusciti a portarli nella zona della citt controllata dai rivoluzionari. Questo il primo dei due reportage che Quirico ha scritto dopo la liberazione

Domenico Quirico racconter la sua avventura e parler del futuro del Paese nordafricano marted prossimo, 6 settembre, in un dibattito pubblico a ingresso libero a Torino. A guidare il dibattito sar il direttore de La Stampa, Mario Calabresi. Lappuntamento alle 18 al Centro Congressi dellUnione Industriale di Torino (via Vincenzo Vela, 17).

Trionfo
Unimmagine dello scorso marzo, quando i gheddafiani si credevano invincibili e sfilavano per le strade di Tripoli sventolando le bandiere e sparando in aria colpi di fucile

Lodio senza futuro degli sconfitti


Agli sgherri di Gheddafi non resta altro che morire col mitra in mano Il processo spetta solo ai capi. Ma molti sono gi passati con i vincitori

G
DOMENICO QUIRICO
INVIATO A TRIPOLI
SEGUE DALLA PRIMA PAGINA

heddafi li incita a combattere, fino allultimo, perch non siamo donnicciole. Le lingue dei demagoghi sono affilate come i coltelli dei macellai. la parte dove si manifestano, come in un modello demoniaco, tutte le forze del nostro tempo, vi convergono insieme come in un cristallo sfaccettato: quelli che non hanno pi voce, le cui verit e bugie nessuno raccoglier, la stirpe impastata di perfidia. Perch sono gi nella gabbia, ogni giorno pi piccola, pi soffocante, pi zeppa di morte e di disperazione. E in quella gabbia non si pu entrare. Sono stato in quella gabbia per alcune ore, per un giorno: come prigioniero. Nellaltra Libia, quella di prima che non esiste pi, che per fortuna non esister pi: con i ritratti della Guida Suprema, le bandiere verdi ancora ai balconi. Di questo esercito dannato ho visto le facce la rabbia la paura lodio. Da questi altri ho corso il rischio di essere ucciso. Molti tra loro, ora, sono gi stati giustiziati, quel quartiere di Tripoli dove erano asserragliati, dove menavano unghiate disperate, da belve, caduto. Pochi sono riusciti a scivolar via, a galoppare verso lultimo ridotto, questo davvero ultimo, la Sirte immensa e nello stesso tempo troppo minuscola per contenere la loro salvezza. Per gli altri accadr nelle prossime ore, al massimo nei prossimi giorni. Qui Dostoevskij e Svetonio avrebbero tratto ricco bottino. Ci si chiede: ma perch non si arrendono, pazzi e dannati che sono, e lasciano solo losceno burattinaio farneticante? Perch non possono, sanno che inutile, in ogni caso moriranno. Nel 25 aprile di Gheddafi non si fanno prigionieri, non c posto per il presentatarm, per il gesto cavalleresco con lo sconfitto. Nel lo-

ro copione c solo la resa dei conti su una pista sabbiosa o allangolo di una strada. I processi, se ci saranno, spettano ai capi, ai notabili. Ho visto coloro che sono al di sotto di questa soglia che d diritto a essere uccisi con stile, grazia, regole, occhieggiamenti della televisione. Il processo un privilegio. Loro hanno diritto alla raffica di mitra, come quelle che hanno distribuito ghignando quando erano certi di vincere, con la disperazione della vendetta quando hanno capito che era finita. Su queste differenze, in fondo, i tiranni costruiscono il loro dominio. Alcuni fotografi, a Tripoli, mi hanno mostrato le sequenze di esecuzioni di gheddafisti, frettolose e implacabili, gente contro il muro, fumo, manichini che crollano a terra, il vuoto. Immaginiamo fuori campo una folla che guarda: neutra inorridita sollevata giubilante? Il male diventa meccanico e viene sminuito. Scene degne di Caino, persecutori e perseguitati si scambiano la parte, si assomigliano. Val la pena parlare allora di questa fanteria, di questa plebaglia della dittatura, passare al setaccio le acque della loro vita? Non si rischia di accordare piet a chi non la merita, di smerigliare le ragioni, grandi importanti, dei ribelli, dei partigiani che, per fortuna, con il consenso del mondo, hanno vinto? Al miliziano che ha ucciso con una raffica di mitra che ci cade nellanima come un veleno nel lago e non sbiadisce, il mio autista, innocente, con una ferocia che conduce a strati pi profondi e universali della colpa? Che importa in fondo di chi sta prolungando il massacro, per malizia testardaggine stupidit? Non meglio aspettare, anche qui, in Libia, 10, 20, 50 anni co-

me avvenuto per altre guerre civili taglia del Sahel affamato, dove gli per aprire le lettere le memorie degli eserciti servono ai golpe, manovali altri, intendere le loro voci e scopri- della guerra come quelli che nella Lire che la stoffa di uomini era in alcu- bia di prima erano spazzini, domestini casi (molti pochi, che importa, an- ci, muratori. Che aveva capito quel che uno basta) pure da questa par- ragazzo delle ragioni e del torto? te? Le guerre civili e tribali che spes- Perch non era con le decine di miso si camuffano da rivoluzioni per gliaia di africani che sono scappati sembrar pi pulite e comprensibili, nei primi giorni di guerra e che sono ci ricattano: non lasciandoci uscite ancora nel grande campo profughi di sicurezza, ovvero il separare, il di- appena oltre il confine tunisino, distinguere. Prendere o lasciare. E al- menticati dai loro governi, senza lora cercare anche al di l del fronte, mezzi per riportarli a casa? gettare lo sguardo verso coloro che Aveva sotto la camicia verde milinon avevano n ragione n ragioni tare la maglia del Milan. Per distennon solo buona norma di umanit, dere latmosfera, perch il suo ma anche il miglior chiavistello per sguardo cos vuoto mi sembrava capire. buono rispetto Come per le vitRESA DEI CONTI alla furia dei comtime: bisogna gli ho Non si faranno prigionieri militoni,aveva detestrarle dalle statito che una stiche e dar loro Solo una raffica, come quelle bella maglia. E lui che hanno distribuito ha cominciato a facce e parole, toccarle perch inneestrarre freneticaschino il circuito LAMPI DI UMANIT mente i caricatori della piet. LimIl carceriere era uno dei che teneva nelle tamensa somma dei sche della camicia dolori, e delle atro- pi furiosi, ma la sera venne per togliersela e rea chiacchierare con noi galarmi la maglia cit, acquista un senso solo se ci soche mi piaceva. no persone che escono dal numero e E dove sar laltro ragazzo, libico diventano significative. quello, ferito a una spalla, che inveiSar ancora vivo il giovane nero, va vedendo scorrere in televisione poco pi che un ragazzo, che osser- (Al Jazeera: lunica cosa che lega i vava, impassibile, lassedio ai giorna- due campi, in cui si specchiano vincilisti stranieri catturati, che fiutava tori e vinti) i capi della nuova Libia, lodore del linciaggio? Non era un li- gli ex ministri e faccendieri di Ghedbico, lui, ma uno dei tanti che Ghed- dafi; e di ognuno enumerava come dafi ha arruolato per rinforzare un capi di imputazione, le poltrone ocesercito che con prudenza di satra- cupate per anni, i miliardi sottratti, po aveva sempre voluto pletorico e le sconcezze ora cancellate? Chiss scalcinato. Mercenario, dunque. Pa- se rimpiangeva, nella rabbia, di non rola che inganna. Cerano quelli ve- averli imitati, di non aver, il giorno ri, addestrati, efficienti, serbi, rus- della rivolta di Bengasi, acciuffato si. Ma quelli sono filati via, sanno co- lattimo, fatto il passo verso laltra me sopravvivere per la prossima parte? Caso, coerenza, stupidit: i guerra, per il prossimo ingaggio. So- punti cardinali che ingabbiano le rotno rimasti i mercenari poveri, minu- te degli sconfitti

LA STAMPA
SABATO 3 SETTEMBRE 2011

Primo Piano 19

La fuga impossibile
Soldati lealisti a un check-point: pi rassegnati che motivati a una ormai inutile resistenza. E le strade per le frontiere sono tutte bloccate

Forse era il destino, che non aveva dato scampo, ad aver scelto per il padrone della casa dove siamo stati imprigionati: nello sgabuzzino teneva una bandiera verde e il mitra sul pianerottolo, davanti al salotto buono. Per eccesso di propaganda o per prudenza? Quando ci hanno preso era uno dei pi furiosi. E poi la sera venuto a chiacchierare, impassibile come uno spartano, arguto come un ateniese. Spero sia ancora vivo il suo dirimpettaio, di viso simpatico e di voce, di eloquio facile, sensato, con quella destra pieghevolezza che schiva la discussione ardente. Eppure il mattino in cui siamo partiti stato uno dei pochi che non ci ha salutato: spazzava con cura, curvo, intento, la pezza di strada davanti alla sua casa, accumulando da un lato i bossoli della battaglia come foglie sparse dal vento. E mi ha confortato quel gesto quotidiano, banale pi di un abbraccio o di una stretta di mano. Non era un soldato quello che venuto a guardare i quattro chiusi nello sgabuzzino a terra. Forse un uomo dei comitati, la milizia della Jamahiriyya con cui Gheddafi avvolgeva anche gli interstizi pi riposti della societ libica; il mitra portato come un attrezzo di lavoro, locchio livido. E faceva il segno con le dita di prendere la mira contro ognuno di noi: Sarkozy, Obama maledetti.... uno che non pu tornare indietro, ne conoscono i delitti e le perfidie. Pu solo morire con il mitra in pugno. Semplicemente. Ma non il macabro gusto della bella morte. la morte e basta. Al contrario che dallaltra parte non ho visto nessuno pregare. Per loro Dio non morto. andato via.
(1. continua)

A Tripoli ora comando io


Lislamista Belhaj nominato da Jalil: Garantir lordine, i ribelli tornino sui monti

Reportage
GIOVANNI CERRUTI INVIATO A TRIPOLI

omandante, chiamatemi il Comandante.... Quando entra nel suo ufficio, due divani, una scrivania con la cartina della citt, una sedia e la tv satellitare fissa sul segnale di Disney Channel, i tre della scorta armata rimangono sulla porta. Scuro di pelle, di occhi e di barba, 45 anni, Abdel Hakim Belhaj ha le unghie lunghe e ben curate, la stretta di mano forte. Il Comandante militare di Tripoli. Luomo forte. O si sta con lui, come il presidente del Cnt Abdel Jalil, o contro: come la Brigata Misurata o quelle berbere scese a liberare Tripoli dalle montagne. Un Comandante cresciuto tra Afghanistan, rapporti con Al Qaeda, sei anni di prigione a Singapore e gli interrogatori (le torture) della Cia. Nel venerd della preghiera e dei cortei di donne e bambini in piazza dei Martiri, il Comandante riceve tre giornalisti italiani allaeroporto di Mitiga, nella palazzina che era la foresteria per le delegazioni straniere in visita da Gheddafi. un islamista, non un laico come la maggior parte dei ribelli delle Brigate. Sa che la sua nomina non

stata gradita. E sa che le sue missioni allestero con il presidente Jalil sono accompagnate da sospetti e insinuazioni. Ma io prendo ordini solo dal Cnt - dice -. Ora mi devo occupare di Tripoli, garantire che sia in sicurezza, richiamare vecchi ufficiali di polizia, non far sentire il vuoto. C la politica, adesso. Con lannuncio che entro maggio 2012 la Libia avr una sua Assemblea Costituente ed entro maggio 2013 le sue prime elezioni politiche. Ma rimane linterrogativo sui rapporti, non facili, tra i ribelli che hanno costretto Gheddafi ad abbandonare il potere. Quelli di Misurata proprio non lo amano, e non solo loro. Dicono che ha avuto i gradi senza nemmeno combattere. La nostra Brigata qui dal 22 agosto, ci siamo battuti nella Piazza verde e a Bab al Aziziya, il quartiere di Gheddafi. Per sa bene che questa risposta non basta. Dal Comandante, dai suoi ordini e dalla sua credibilit, dipenderanno le prossime giornate di Tripoli. A quelli delle Brigate ha chiesto di andarsene. Altrimenti dovrebbero mettersi sotto i nostri ordini. Il loro compito era quello di liberare la citt, non di rimanere. Stiamo cercando di rimandarli a casa. Il tono della voce calmo e deciso, di chi sa come si combatte e si danno gli ordini. Un comandante esperto, e non solo per la piccola e vecchia cicatrice sotto locchio destro: Ho lasciato la Libia nell88, quando Gheddafi mi voleva arrestare. E

Allambasciata
A Tripoli sventola di nuovo il tricolore. Lambasciata italiana stata riaperta ufficialmente ieri con lalzabandiera dellinviato del ministero degli Esteri, Andrea Catalano Era chiusa dal 18 marzo

ho combattuto in Afghanistan contro i russi dall88 al 92. Poi, quando sono arrivati i taleban, me ne sono andato da quel Paese. Il Comandante concede solo sette o otto minuti. Lo sta aspettando la Cnn. lui il personaggio pi interessante, e non solo per gli americani. Ma io con gli americani non ho mai avuto problemi, dice. E vuol chiarire che se tornato in Afghanistan non era certo per aiutare Al Qaeda o Bin Laden, ma solo per incontrare miei amici. Lultima volta nel 2000, un anno prima dellattacco dell11 settembre. Bin Laden ci aveva chiesto di entrare nel suo Fronte, ma gli abbiamo risposto di no e ce ne siamo andati. Non giustificabile uccidere per la religione. Islamista s, ma a suo modo pronto a riconoscere la legge dello Stato, non la Sharia islamica. Lavevo detto anche a Bin Laden, quando lho incontrato: chi ti ha dato il compito di uccidere cristiani ed ebrei? I cristiani cerano prima dellIslam. E allora perch non prendersela anche con cinesi o buddhisti? Se hai un tuo problema politico lascia perdere lIslam e la religione. I sette o otto minuti stanno gi finendo. Speriamo che la nostra rivoluzione renda la Libia un Paese democratico, con il popolo che vota e decide. Il Comandante si alza e saluta: Ricordate, noi con Al Qaeda non abbiamo nulla a che fare. Anzi, siamo contro. Convincere tutti quelli delle Brigate non sar semplice.

NA LV

SABATO 3 SETTEMBRE 2011 LA STAMPA 20

Lussuose villette a schiera a partire da 108.000 euro con rendita da affitto garantita al 6% annuo

Siamo presenti anche a: MIAMI - SARDEGNA - MILANO - MADESIMO

LA STAMPA
SABATO 3 SETTEMBRE 2011

Primo Piano 21

MARCO BARDAZZI

Si intitola Il giorno che ha cambiato la nostra vita ed linserto speciale con il quale domani La Stampa apre una settimana di memoria, riflessione e analisi su una data entrata nei libri di Storia: 11 settembre 2001. A 10 anni dallattacco allAmerica, la proposta quella di ripercorrere con un ricco pacchetto multimediale le fasi principali e le storie pi sconvolgenti di quel giorno. Un viaggio che aiuti a capire come il maggiore attentato terroristico di sempre abbia inciso sulla politica internazionale, leconomia, le arti e anche sulla vita quotidiana di ciascuno di noi. Linserto, aperto da un intervento di un grande conoscitore dellAmerica come Gianni Riotta, rievoca gli eventi dell11 settembre attraverso reportage da New York, Washington e dallarea rurale della Pennsylvania dove cadde uno degli aerei. A ricordare quel giorno e gli anni che ne sono seguiti saranno Rudy Giuliani, ex sindaco di New York, larchitetto Daniel Libeskind, progettista della rinascita di Ground Zero, e lo scrittore Jay McInerney. Per la prima volta saranno presentate le mini-biografie delle 173 vittime italiane e italoamericane. Linserto sul quotidiano sar accompagnato da una speciale sezione multimediale su LaStampa.it e da un video-documentario con le testimonianze dei giornalisti de La Stampa - incluso il direttore Mario Calabresi - che dieci anni fa raccontarono New York ferita e la sua rinascita. Per tutta la settimana prender poi il via sul quotidiano un dibattito su come cambiato il mondo in questo decennio e quali prospettive si aprono: gli interventi sono affidati a grandi firme, di cui trovate qui a fianco lelenco. Da venerd 9 sar in edicola un ulteriore strumento di approfondimento: Testimoni della Storia, un dvd realizzato da Discovery Channel. Domenica 11 settembre, infine, allinterno del giornale i lettori troveranno un eccezionale disegno di Matteo Pericoli con la skyline odierna di Manhattan a confronto con quella di 10 anni fa, quando era ancora dominata dalle Torri Gemelle.

Da domani su La Stampa e sul web una serie di proposte per ricordare e capire
LE ANALISI

11/9, viaggio nel giorno che ha cambiato la Storia


Una settimana per esplorare un decennio
I

Da domani e fino all11 settembre, La Stampa presenter analisi sui cambiamenti avvenuti in questi 10 anni. Ecco gli autori: Bill Emmott Il ruolo dell11/9 nella Storia Joseph Nye Le lezioni per la politica estera Enzo Bettiza Le date che cambiano la Storia Lucia Annunziata Le piazze del mondo arabo Vittorio Emanuele Parsi La jihad dieci anni dopo Gian Enrico Rusconi La guerra giusta Jean-Marie Colombani Siamo tutti americani Antonio Scurati Come cambiata la nostra vita Mario Deaglio Leconomia Marta Dass Il nuovo ruolo della Cina Enzo Bianchi Lo scontro di civilt Walter Siti L11/9 e la letteratura Francesco Bonami L11/9 e larte Marco Belpoliti La strage e le immagini

Lastampa.it/11settembre

Il dvd e la web-story

Le immagini, i suoni, i volti Un itinerario multimediale per ripercorrere la tragedia


Multimediale
Per rivedere la dinamica dellattacco al World Trade Center e al Pentagono basta cliccare sul grafico interattivo di LaStampa.it, realizzato in esclusiva per La Stampa da Centimetri

La parola ai testimoni Tutti gli approfondimenti in due documentari


In edicola
Testimoni della Storia un dvd realizzato da Discovery Channel con immagini originali e interviste esclusive In vendita in edicola con La Stampa da venerd 9 a 7,80 euro

Il direttore Mario Calabresi nella web-story

ANNA MASERA

La rotta dei voli che hanno colpito le Torri Gemelle, di quello che si schiantato sul Pentagono e quello finito in Pennsylvania; la dinamica del crollo delle Torri e che cosa si sta ricostruendo a Ground Zero. Su LaStampa.it vi offriamo gratis non solo uno speciale video-documentario con le immagini e il racconto dei nostri giornalisti-testimoni (si veda box a fianco), ma anche uninfografica interattiva che abbiamo realizzato per aiutarvi a comprendere meglio la portata della tragedia - cronometrata minuto per minuto - con un clic. Ed solo un assaggio dello speciale multimediale che andr ad ar-

ricchirsi giorno dopo giorno e potrete consultare sul sito della Stampa tra oggi e il prossimo 11 settembre in occasione del decennale. Voi dove eravate quel giorno? Potete scambiarvi i vostri ricordi nel forum e dire la vostra nel blog Finestra sullAmerica. Vi sentite pi sicuri da allora? Votate linstant poll. Da domani sul sito troverete larchivio con i resoconti e le analisi di oggi e di allora, gallerie fotografiche, video, e audio che celebrano lanniversario. E nel corso della settimana vi proporremo di partecipare ad appuntamenti in videochat.
www.lastampa.it/11settembre

Un documentario di oltre 20 minuti, realizzato solo per Internet, a disposizione gratuita di tutti. la web story che gi da oggi trovate sul sito www.lastampa.it/11settembre, con le testimonianze dei giornalisti de La Stampa che dieci anni fa raccontarono da New York lattacco allAmerica e che nel corso degli anni successivi ne hanno analizzato le conseguenze. Girato nelle strade della metropoli, in particolare nellarea di Ground Zero, il documentario si intitola Never Forget e offre la possibilit di scoprire la portata dell11 settembre e le sue conseguenze anche a chi dieci anni fa era ancora troppo giovane per capire: uno strumento quindi rivolto

Maurizio Molinari a NY nelle strade della tragedia

anche alle scuole e condivisibile online attraverso i principali social network. Oltre ai giornalisti de La Stampa a New York, a ricordare lattacco e ad analizzarne le conseguenze anche il direttore Mario Calabresi, che nel 2001 fu inviato per questo giornale nella citt ferita.

22 Estero

LA STAMPA
SABATO 3 SETTEMBRE 2011

E mancato

IL DOSSIER DELLE NAZIONI UNITE SULLA MAVI MARMARA FA INFURIARE LA TURCHIA: BASTA ACCORDI MILITARI

Giovanni Massari
anni 87 Lo annunciano la moglie, i igli, parenti tutti. Funerali luned 5 settembre ore 8,30 parrocchia Stimmate, corso Umbria. S. Rosario in parrocchia domenica 4 ore 17,30. Torino, 2 settembre 2011 E mancato

Ankara: via lambasciatore israeliano


Blitz contro la Flottiglia, lOnu: azione irragionevole ma legittima
MARTA OTTAVIANI ISTANBUL

Angelo Origlia
Addolorati lannunciano la moglie Dina, i igli Roberto con Roberta e Camilla; Fabrizio con Manuela, Andrea e Giulia; Laura con Amedeo, Alberto e Anna; parenti tutti. Non iori ma offerte alla FARO Onlus. Funerali luned 5 settembre ore 10 cappella ospedale S. Vito. Torino, 2 settembre 2011 Gloria Mattone vicina a Dina, Roberto, Fabrizio e Laura. Marco e Donata, Paolo e Priscila sono vicini a Fabrizio e famiglia nel loro dolore. Ha raggiunto la mamma Maria e la moglie Laura

La Turchia fa il gioco duro. Dopo lanticipazione del rapporto Onu sullattacco della marina israeliana alla Mavi Marmara e le mancate scuse di Gerusalemme, Ankara ha ridotto il livello delle relazioni diplomatiche con lo Stato ebraico, che da oggi potr essere rappresentato solo da un secondo segretario di ambasciata. Espulso quindi lambasciatore Gabby Levy - che fra laltro si trova gi in patria e non rientrer quindi pi ad Ankara. Inoltre tutti i funzionari di grado superiore a quello di secondo segretario hanno tempo fino a mercoled per lasciare il Paese. La Mezzaluna ha anche bloccato tutti gli accordi militari, per un valore stimato attorno a 1,8 miliardi di dollari e che facevano di Turchia e Israele una delle alleanze pi solide e strategiche del Mediterraneo. Il peggio per i due ex alleati potrebbe ancora arrivare. Commentando il rapporto

Lira del presidente Gul Un documento nullo Palazzo di Vetro: legale il blocco a Gaza
Palmer (dal nome dellex premier neozelandese che ha guidato la commissione), il ministro degli Esteri turco, Ahmet Davutoglu, ha detto che Israele ha compiuto azioni illegali e che per il Paese era venuto il momento di pagare. La Turchia ha rifiutato i risultati del rapporto Onu, che avrebbe dovuto essere reso noto lo scorso maggio, ma la cui pubblicazione era stata posticipata per tre volte, per permettere ai due Paesi di trovare un accordo. Il rapporto era chiamato a dare una versione definitiva sui fatti del 31 maggio 2010, quando la marina israeliana attacc in acque internazionali la Mavi Marmara, la nave ammiraglia della Freedom Flottiglia - finanziata dalla Ong Ihh - che cercava di rompere il blocco attorno a Gaza. Nel blitz delle teste di cuoio morirono nove cittadini turchi. Il rapporto ha stabilito che la reazione della marina israeliana stata eccessiva e irragionevole e che la perdita di vite umane inaccettabile. Tuttavia lOnu sottolinea che i

soldati hanno dovuto fronteggiare la resistenza organizzata e violenta di un gruppo di passeggeri. I relatori hanno messo in forte dubbio le reali intenzioni della Flottiglia, facendo capire che i fini della missione, che doveva essere umanitaria, non erano del tutto chiari. Ulteriore motivo di rabbia ad Ankara anche il giudizio della commissione sulla legittimit, secondo il diritto internazionale, del blocco di Gaza. Il blocco di Gaza illegale, ha invece replicato Davutoglu, aggiungendo che la Turchia ricorrer al Tribunale internazionale dellAja per avere un parere sul blocco al largo della Striscia. I provvedimenti contro Israele potrebbero non essere finiti. Davutoglu ha accennato a misure che la Turchia potrebbe prendere per quanto riguarda la sicurezza nella navigazione del Mediterraneo Orientale, senza per fornire precisazioni. Il presidente della Repubblica, Adbullah Gul, ha definito il rapporto Onu nullo e aggiunto che il comportamento della Turchia ora dipender dai provvedimenti che Israele decider di prendere. La Turchia aveva gi severamente ridimensionato le relazioni con Gerusalemme nel giugno 2010, allindomani dellattacco, richiamando lambasciatore.

Stop alle relazioni

La minaccia

Il ministro turco Davutoglu

Israele ha compiuto azioni illegali e deve pagare. La Turchia sospender tutti gli accordi militari

Ankara non riconosce la legalit del blocco di Gaza e far ricorso al tribunale internazionale dellAja

Massimo Parolin
Lo annunciano, con dolore, il padre Roberto, il iglio Marco unitamente ai famigliari tutti. Si ringraziano infermieri e medici del reparto Oncologia dellospedale Gradenigo, il dott. Garetto e la signora Rita Tibaldi per le affettuose cure. SS. Rosario domenica 4 settembre ore 19; Funerali luned 5 settembre ore 11 Collegno, Leuman, parrocchia Beata Vergine Consolata, via Ulzio 19. Collegno, 2 settembre 2011 Roberta, Massimo e igli abbracciano Marco e famigliari in ricordo del caro amico MASSIMO. Il giorno 1 settembre mancata

Rina Francisetti Icardi


di anni 88 Lo annunciano igli, nuore, nipoti. Funerali avranno luogo sabato 3 settembre nella chiesa di Abbazia di Masio alle ore 16,30. La salma verr tumulata a Montegrosso dAsti. Alessandria, 3 settembre 2011 Ci ha lasciati

La Mavi Marmara cercava di rompere il blocco attorno a Gaza. Nel blitz delle teste di cuoio morirono 9 turchi

Liliana Tulliach ved. Bilucaglia


Lo annunciano i igli Dario e Daniela con rispettive famiglie. Funerali sabato 3 settembre ore 9 parrocchia S. Francesco, Grugliasco. Grugliasco, 3 settembre 2011 O.F. Miletto L. - tel. 011.781636 Anna, Pasquale, Paola con Gabriele, Riccardo con Delfy, Davide, Stefano e Alessia, sono affettuosamente vicini a Dario e Daniela nel ricordo indelebile della cara LILIANA. Con ininito affetto il fratello Tullio ed i nipoti Annamaria e Andrea. E mancata allaffetto dei suoi cari la DOTTORESSA

Il sollievo di Tel Aviv per il Rapporto Netanyahu: non chieder mai scusa
Il governo disposto a esprimere rammarico. Per Erdogan poco
ALDO BAQUIS TEL AVIV

Rammarico per le vittime civili s, ma scuse ad Ankara no. Questa la posizione elaborata dal premier israeliano Benyamin Netanyahu dopo aver saputo delle misure messe a punto dal collega turco Recep Tayyp Erdogan per punire Israele dellabbordaggio della Marmara, la nave turca che nel maggio 2010 cerc di forzare il blocco navale per Gaza, a

bordo della quale nove passeggeri furono uccisi dal fuoco israeliano. Israele ieri ha accolto con sollievo (e con qualche riserva marginale) il rapporto dellOnu sullincidente, redatto da Geoffrey Palmer. Il blocco navale di Gaza giustificabile, dice il rapporto, e cos pure larresto di navi in acque internazionali. Sulla Marmara non cerano aiuti umanitari significativi per i palestinesi di Gaza, ma decine di militanti islamici turchi, determinati a un confronto con la Marina israeliana. La quale, prosegue il Rapporto, ha tuttavia errato nella tecnica di intercettazione della Marmara e ha fatto ricorso a un uso eccessivo della forza. Da qui la necessit che Israele

esprima rammarico e provveda a indennizzare le vittime. Erdogan si visto sbugiardato da Palmer - ha affermato una fonte politica israeliana -. Per mesi ha detto al suo popolo che Israele aveva commesso un terribile crimine, mentre il Rapporto Palmer sostiene il contrario. In assenza di spiegazioni accettabili, Erdogan ha preferito alzare ancora una volta i toni verso Israele. Ma se il ministero degli Esteri israeliano ritiene di aver guadagnato qualche punto sul piano internazionale, il ministero della Difesa vede invece il futuro con apprensione. Nei mesi scorsi proprio il ministro della Difesa Ehud Barak aveva provato a escogitare con Ankara una formula

che salvasse lorgoglio nazionale di tutti. Dizionari alla mano, si era cercata (invano) una parola vaga che in turco suonasse come scusa formale e in ebraico come rammarico. La Turchia, dicono analisti israeliani, da tempo cerca di imporsi come una potenza regionale e islamica. Israele pu al massimo ritardare questa tendenza. Ieri invece gli eventi hanno assunto una accelerazione brusca, che provoca palpitazioni nel ministero della Difesa. Il timore immediato che i militari israeliani ripresi a bordo della Marmara siano trascinati in Corti internazionali. Ci si interroga anche sul futuro della cooperazione tra intelligence (specie sui progetti iraniani) nonch sulla possibile intenzione, da parte della Marina militare turca, di sfidare, presto o tardi, il blocco navale a Gaza. Di fronte a questi scenari, Hamas (che spera ora in una visita di Erdogan a Gaza) ha gi espresso il massimo giubilo.

Cristina Vercellotti in Giorgetti


farmacista di anni 88 Lannunciano: il marito Dario, il nipote Marco. I Funerali avranno luogo in Ciri luned 5 settembre alle ore 15,30 nella chiesa parrocchiale di San Giovanni. Il presente partecipazione e ringraziamento. Mathi, 2 settembre 2011 La farmacia S. Agostino e tutto il personale partecipano al dolore della famiglia Giorgetti. Piero, Rosi, Titti e Lella sono affettuosamente vicini a Dario. Corrado e Mirella, Marco e Mara, Giorgio e Marina partecipano al dolore di Dario per la scomparsa della cara CRISTINA.

SOLO NEL 2011 SONO STATI UCCISI OTTO REPORTER, 83 NEGLI ULTIMI 10 ANNI

Amiche
Ana Marcela Yarce (a sinistra) e Roco Trapaga Gonzlez Erano uscite insieme per un caff

rag. Jean Palombieri


Sempre nel ricordo di Amici Piemonte. Torino, 3 settembre 2011 Il Direttore e i colleghi del dipartimento di Elettronica sono vicini al prof. Marco Gilli, Prorettore del Politecnico di Torino, per la scomparsa della cara mamma

Messico, strangolate e denudate Giallo sulla morte di due giornaliste


I corpi ritrovati in un parco della capitale Sindaga sui narcos
PAOLO MANZO SAN PAOLO

Nude, mani e piedi legati con la stessa corda che servita probabilmente a ucciderle, i corpi abbandonati di notte nella capitale: il Messico si svegliato ieri mattina con un

altro delitto, a una settimana dalla strage di Monterrey costata la vita a 53 persone. I corpi di Marcela Yarce e Roco Gonzlez, giornaliste di 48 anni, sono stati ritrovati nel parco Mirador di Iztapalapa. Amiche e colleghe, erano uscite insieme per un caff. Sale cos a 8 il numero dei giornalisti uccisi solo nel 2011, lultimo Humberto Salazar nello Stato di Sinaloa. Dal 2000 sono 83 i reporter uccisi dalla malavita e dai cartelli dei narcos che tengono in scacco il Paese. Gli investigatori si stanno interrogando sul

movente della morte di Marcela e Rcio. La Yarce aveva fondato un settimanale dinchiesta, Contralinea ma da tempo si occupava solo di pubbliche relazioni. Mentre la Gonzlez, un passato da reporter televisiva a Televisa, era freelance e gestiva un ufficio cambi allaeroporto di Citt del Messico. Proprio questo aspetto della sua vita al vaglio delle indagini. Pare, infatti che, poche ore prima di essere ammazzata, la donna avesse ritirato una somma di denaro. Potrebbe essersi quindi trat-

Anna Maria Vitton in Gilli


Torino, 2 settembre 2011 Il dipartimento di Meccanica tutto partecipa allimmenso dolore del Pro Rettore del Politecnico di Torino, prof. Marco Gilli.

tato di un furto finito male anche se gli inquirenti non hanno ancora del tutto scartato lipotesi che il duplice omicidio possa essere una ritorsione per le attivit investigative delle croniste. Resta inoltre un mistero il motivo per cui i corpi siano stati denudati e abbandonati in un parco. Il direttore di Contralinea Miguel Badillo ha

smentito che Marcela stesse lavorando a uninchiesta scottante. diventato impossibile fare la giornalista in questo Paese, ha detto una collega di Marcela. Il Messico - anche secondo una valutazione dellOnu - il Paese pi pericoloso al mondo per i reporter. E la scia di vittime in questi ultimi 10 anni ne la testimonianza.

I colleghi del dipartimento Sistemi di Produzione ed Economia dellAzienda del Politecnico di Torino si unicono al dolore del prof. Marco Gilli. Il Presidente, il Direttore e tutto lo staff dellIstituto Superiore Mario Boella prendono parte al dolore del prof. Marco Gilli per la perdita della cara MAMMA. (continua a pag 26)

LA STAMPA
SABATO 3 SETTEMBRE 2011

Estero 23

La storia
MARK FRANCHETTI* MOSCA

iangenti e vestite di nero, migliaia di persone in lutto si riuniranno oggi alla scuola di Beslan per commemorare il settimo anniversario del pi grave attacco terroristico mai avvenuto in Russia. Porteranno fiori e bottiglie dacqua, un modo simbolico per ricordare la sete sopportata dai loro cari nelle ultime ore prima della morte. Un rintocco di campana segner il momento, poco dopo mezzogiorno, quando il 3 settembre 2004 si udirono due potenti esplosioni allinterno della palestra della scuola dove pi di 1200 ostaggi gli allievi, i loro genitori e gli insegnanti - erano da 52 ore in mano ai terroristi islamici. Nel massacro che segu morirono 333 persone - tra cui 186 bambini. Diciassette bambini persero entrambi i genitori e 72 sono rimasti gravemente disabili. In un solo blocco di appartamenti vicino alla scuola si sono contati 34 bambini tra le vittime. In un

Beslan abita ancora sulle tombe dei suoi figli


Dopo sette anni linchiesta sulla strage nella scuola non ha prodotto risultati

LA MEMORIA

Ledificio scolastico resta in macerie, tra le quali sono appese le foto delle vittime
IL DOLORE

I genitori portano al cimitero bottiglie dacqua: i terroristi la negarono ai piccoli ostaggi


paese cos piccolo, quasi tutti hanno perso una persona cara o conoscono qualcuno che lha persa. Sette anni dopo Beslan, con i La Citt degli angeli, la sezione del cimitero di Beslan dove sono sepolte le vittime della strage. Quasi tutte le tombe sono coperte di fiori e giocattoli. suoi 35.000 abitanti, tranquilla, provinciale e rurale. Ma a differenza delle grandi citt che hanno sof- le vittime? Perch i russi non riusciferto terribili atti terroristici su lar- rono nemmeno a negoziare con i terga scala come New York e Mumbai, roristi e quali concessioni era pronto Beslan ancora un luogo dove qua- a fare il Cremlino? E, soprattutto, chi si tutta la popolazione segnata da o che cosa caus le due fatali esplosioprofonde cicatrici emotive colletti- ni che hanno portato al massacro? ve. Per molte delle famiglie di coloPer tutto il tempo dellassedio le ro che morirono nella scuola la feri- autorit russe hanno mentito sul nuI Loligarca Mikhail Prokhorov ha ta resta aperta: ora come sette anni mero degli ostaggi, affermando che annunciato ieri che potrebbe correre fa sono arrabbiate per levidente erano solo 300. I terroristi fecero i noper il Cremlino nelle elezioni del prosmancanza di volont delle autorit mi di quattro alti funzionari dello Stasimo marzo se il suo partito, Causa dindagare adeguatamente sullat- to con i quali volevano parlare ma alGiusta, ottenesse buoni risultati alle tacco terroristico e rivelarne tutte la terza mattina del dramma nessuno legislative del 4 dicembre. Se il partile verit nascoste. Incredibilmente, di loro si era presentato alla scuola. to arrivasse secondo, noi avanzeremsette anni dopo, sono ancora in atte- Frustrati, i membri del commando mo una candidatura per la presidensa della conclusione ufficiale dellin- che avevano gi ucciso numerosi uoza. Non escludo la mia stessa candichiesta aperta sullaccaduto. La mini prigionieri e li avevano gettati datura, ha dichiarato sul suo sito. chiusura dellindagine stata rin- fuori da una finestra - smisero di daAttualmente il partito di cui leader viata pi di trenta volte. Un lungo re da bere agli ostaggi. I prigionieri, non ha alcun seggio in Parlamento rapporto del Parlamento pubblica- nel caldo soffocante, finirono per bema ha circa il 3% dei consensi. Proto cinque anni fa stato respinto re la propria urina. khorov - che ne ha preso la guida dai cittadini di Beslan come un tenDi chi la colpa per la morte di due mesi fa, dopo una carriera che tativo di insabbiare la vicenda per- tanti bambini?, ha chiesto Susanna lha portato a diventare terzo uomo ch non riuscito in alcun modo ad Dudiyeva, che ha perso suo figlio di 13 pi ricco della Russia - ha gi annunattribuire una qualche responsabili- anni, Zaur, e ora a capo del comitaciato che vuole strappare il secondo t al governo russo. to Madri di Beslan, che sta facendo posto alle elezioni parlamentari di fiNel 2005 Nurpashi Kulayev, un pressioni sulle autorit per avere rine anno, dietro al partito putiniano falegname ceceno disoccupato, sposte. Per me diventa pi difficile Russia Unita e davanti ai comunisti. lunico terrorista catturato vivo, ogni anno perch pi passa il tempo, 3 settembre 2004: un uomo porta in salvo un bimbo durante la strage nella scuola stato condannato alpi penso a come largastolo. Si pensa mio figlio morto sa- no stata costruita una struttura te di fratelli e amici, cos come con Ma ci sono altri, come Kaspolat che, contrariamenrebbe stato adesso, commemorativa. Molti pensano che lonnipotente culto della personalit Ramonov che ha perso sua figlia quinte alle assicurazioni racconta. E aggiun- avrebbe dovuto essere abbattuto, al- che hanno lasciato in eredit. In alcu- dicenne, Marianna, e ha dedicato la delle autorit, alcuge: Questa una cit- tri si piazzerebbero letteralmente di ni casi i genitori, senza volerlo, dimo- sua vita a custodirne il corpo. Alla letni terroristi siano t profondamente fronte al bulldozer per salvarlo. strano pi amore per il loro bambino tera. Dopo la sua morte, Ramonov veriusciti a fuggire. traumatizzata, dove Grandi chiazze carbonizzate sul morto che per quelli vivi. gli la tomba della figlia giorno e notUn processo nei conmolti uomini si sono pavimento in legno della palestra seNonostante le tensioni e le divisio- te, in una sezione speciale del cimitefronti di tre funziodati al bere dopo la gnano ancora chiaramente il punto ni, la gente di Beslan ha mostrato no- ro della citt dove sono stati sepolti nari di polizia locali tragedia perch non dove alcuni degli ostaggi sono morti tevole capacit di recupero, dignit e tutti i bambini uccisi nellattacco teraccusati di negligenIl primo settembre 2004 potevano far fronte bruciati nel rogo seguito allesplosio- autocontrollo. I timori che il dolore roristico, un luogo che ora viene chiaza si concluso con un commando di islamisti al senso di colpa e al- ne. Tutto intorno, ordinatamente di- della citt potesse risolversi in una mato la citt degli angeli e dove lamnistia senza che prese in ostaggio 1.200 la sensazione di aver sposti in file sulle pareti annerite e sanguinosa vendetta non si sono av- praticamente ogni lapide coperta di gli imputati testimogiocattoli. Inizi persone in una scuola. Due tradito i propri figli crivellate di proiettili della palestra, verati. In sette anniassero in pubbligiorni dopo avvenne morti. Questo non sa- sono appesi i ritratti delle vittime. ni, pi di 50 nuovi LA RABBIA pian piano ad occuco. Non un solo fundel cimitero fila strage: 186 delle vittime r mai pi un posto Fiori e ghirlande, candele e peluche bambini sono nati Molte domande parsiquando cinque zionario dello Stato no a erano bambini normale. Io per pri- circondano la palestra, insieme alle nelle famiglie colpirimangono senza risposta anni fa stato nomisi dimesso o stama non riesco a veni- bottiglie di acqua minerale e a lattine te dalla tragedia. e nessuno stato punito nato ufficialmente to licenziato come conseguenza del re a patti con la morte di mio figlio. di bibite lasciate in memoria dei bam- Elena e Yuri Zamepeggior attacco terroristico della per questo che mi batter fino alla fi- bini morti assetati perch i terroristi sov hanno avuto suo custode. Conostoria russa. Al contrario, alcuni al- ne per la verit. Dudiyeva ha incon- negarono loro lacqua. Le pareti sono tre maschietti dopo la morte dei loro sce intimamente la storia di ciascuna ti ufficiali locali della sicurezza sono trato sia Vladimir Putin sia Dmitry coperte di messaggi scritti a mano, figli, Natalia, di 12 anni, e Igor che ne vittima sepolta l. Se una madre ha bistati promossi. E questo nonostan- Medvedev, suo successore alla presi- versi e poesie che piangono i morti. aveva dieci. Avere altri bambini ci sogno di lasciare la citt per un paio te il fatto che gli avvertimenti della denza, ma sente che entrambi i lea- Una grande croce ortodossa di legno ha regalato gioia e ci ha un po di- di giorni, Ramonov parla alla tomba polizia su un imminente attacco ter- der lhanno illusa. si erge al centro della palestra. E un stratti, ma non ha in alcun modo di- del suo bambino. Non ti preoccuparoristico, fatti due settimane prima Sospesa nel tempo, la scuola an- luogo straziante e commovente. minuito il mio dolore, dice Elena. re, dico, tua madre torner presto e ti del sequestro della scuola, non aves- cora come dopo il massacro, al tempo Il senso di colpa dei sopravvissuti Dicono che il tempo guarisce. La ve- sta pensando, spiega. Questo non sero portato ad alcun rafforzamen- stesso memoriale e simbolo struggen- ha avuto un effetto velenoso sulla psi- rit che peggiora le cose. Mi pare di un lavoro, aggiunge. Io vivo qui per to delle misure di sicurezza. te delle divisioni della citt. Gli ex che della citt. I genitori sono perse- impazzire quando mi immagino quel- badare ai bambini. Perch le segnalazioni sono sta- ostaggi e i familiari delle vittime sono guitati dalla sensazione di aver tradi- lo che i miei figli hanno passato in *Corrispondente a Mosca te ignorate, si chiedono ancora sen- ancora divisi su cosa si debba fare to i loro figli morti, i giovani soprav- quei tre giorni. Solo chi ha perso un del Sunday Times di Londra za avere risposta molte famiglie del- delledificio attorno al quale questan- vissuti devono fare i conti con la mor- bambino pu davvero capirci. Traduzione di Carla Reschia

Elezioni in Russia Loligarca Prokhorov Mi candido al Cremlino

vittime della tragedia

333

SABATO 3 SETTEMBRE 2011 LA STAMPA 24

Il settore elettrico un fondamentale volano di sviluppo per il Paese.


Dalla liberalizzazione, abbiamo

investito oltre 80 miliardi di euro in Italia,

promuovendo una modernizzazione di centrali e reti che non trova paragoni negli altri paesi europei. Le centrali italiane

Molte aziende saranno anche costrette a rivedere la politica dei dividendi per rispettare i parametri nanziari imposti dalle agenzie di rating. La Robin Hood tax colpisce, per la terza volta in meno di tre anni un solo settore, cruciale per lo sviluppo e la competitivit del Paese, coinvolgendo anche le attivit regolate, quali la trasmissione e distribuzione dellenergia elettrica, le cui tarife sono ssate da un organismo terzo, lAutorit per lenergia elettrica e il gas. Questa penalizzazione rispetto agli altri settori industriali, attraverso un trattamento scale discriminatorio con unaddizionale che ha superato il 10%, non trova giusticazione alcuna nelle dinamiche del prezzo del petrolio, che non hanno impatti sugli utili delle nostre aziende, e tanto meno nella redditivit dei nostri investimenti. La stessa Autorit e la Corte dei Conti hanno evidenziato i possibili efetti depressivi sugli investimenti e sulleconomia italiana. Efetti del tutto in contrasto con quanto richiesto dallUnione Europea che ha sollecitato al Governo interventi in grado di promuovere lo sviluppo e la crescita industriale del Paese.

sono fra le pi eicienti ed eco-compatibili dEuropa


e operano in un mercato liberalizzato e fortemente competitivo. Gli investimenti nella produzione hanno consentito di ottenere un mix energetico pi competitivo, anche grazie al rilevante sviluppo delle fonti rinnovabili. I grandi investimenti nelle reti di trasmissione e distribuzione hanno prodotto maggiore eicienza ed innovazione tecnologica e migliorato la qualit del servizio. Queste risorse hanno consentito di ridurre i costi del servizio ed il costo dellenergia elettrica per i clienti rimasto sostanzialmente invariato dal 2001 ad oggi a fronte di un aumento del prezzo del petrolio del 70%. Investimenti che rappresentano sviluppo ed occupazione, non solo per le aziende del settore ma, pi in generale, per lintero sistema industriale italiano, interessando un indotto di oltre 10.000 aziende e oltre

400.000 addetti. Siamo chiamati ad un ulteriore impegno economico per migliorare la sicurezza del
Paese e rendere ancora pi competitivo il mix energetico, per migliorare le interconnessioni anche con lEuropa, e per sviluppare la rete di distribuzione anche per favorire lo sviluppo delle energie rinnovabili. Tutti questi programmi, che hanno come obiettivo nale creare beneci per il sistema e ai consumatori, rischiano di essere inevitabilmente ridimensionati a causa della cosiddetta Robin Hood tax, che porter una riduzione degli investimenti stimabile di

Le imprese elettriche, sia ben chiaro, nonostante una congiuntura particolarmente critica per il settore, non intendono tirarsi indietro, ma si attendono che sia riconosciuto il valore di chi investe nel proprio Paese e pertanto chiedono al Governo di ritirare la norma sullimposizione aggiuntiva.

oltre 15 miliardi nei prossimi anni.

Avviso a pagamento

Lettera aperta a Parlamento e Governo

LA STAMPA
SABATO 3 SETTEMBRE 2011

Cronache 25

VICINA A CL, ESPERTA DI DIRITTO INTERNAZIONALE. PER COMPLETARE IL NUMERO DEI GIUDICI MANCA QUELLO INDICATO DAL PARLAMENTO

Una donna alla Corte Costituzionale


Marta Cartabia, 48 anni, nominata da Napolitano. la terza nella storia della Consulta
PAOLO FESTUCCIA ROMA

Prima la visita al Colle, a met della scorsa settimana, poi ieri la nomina a giudice della Corte Costituzionale. Ad indicarla, naturalmente, stato il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. Quarantotto anni, sposata con tre figlie, Marta Cartabia il terzo giudice costituzionale donna di Palazzo della Consulta, dopo Fernanda Contri e Maria Rita Saulle. Una nomina lampo, quasi improvvisa, caratterizzata per dallaltissimo profilo tecnico scientifico che la neo giudice costituzionale pu vantare: ricercatrice, corsi in Europa e negli Stati Uniti, pubblica-

Il suo commento: Grazie per la fiducia, stato un atto generoso e coraggioso


zioni e titoli internazionali, nonch professore di diritto costituzionale allUniversit Bicocca di Milano. E lei, insieme ad altri, tra laltro, la curatrice per il Meeting di Rimini della mostra sui 150 anni dellUnit visitata proprio dal Presidente Giorgio Napolitano nella giornata inaugurale. E in quella giornata, tra le altre cose, non pass certo inosservato il richiamo-ap-

Prima di Marta Cartabia (foto), giudici della Consulta sono state Fernanda Contri e Maria Rita Saulle

pello di Napolitano a quella platea di cattolici, affinch tutte quelle risorse umane e culturali presenti, accettassero la sfida di rimettersi dentro le istituzione. E gi, le istituzioni. Per questo, allora, ancora pi chiaro oggi quel messaggio del Capo dello Stato proprio dal meeting di Comunione e liberazione. Un messaggio, che nella nomina di Marta Cartabia assume un valore concreto,

fondante, verso il diritto globale (la Cartabia esperta di diritti internazionali) ma anche verso tutto il mondo cattolico. Insomma, una scelta meditata, ponderata che si muove nel solco gi avviato da Napolitano con la nomina di Paolo Grossi, quindi privilegiando figure di altissimo profilo, ma anche nellalveo e nel rispetto del pluralismo ideale e culturale del Paese. E gi, per-

ch con la Cartabia, Napolitano sceglie s un giudice costituzionale ma anche un giudice costituzionale cattolico. E soprattutto, una donna. Lunica al palazzo della Consulta. Una donna giovanissima, in un momento nel quale proprio alla Corte non sono venute meno critiche e accuse da parte della maggioranza parlamentare. Lei, la neo giudice, si limitata a un semplice gra-

zie, a un ringrazio per la fiducia. E stato un atto generoso e coraggioso. Un atto che la porter di nuovo al Quirinale il prossimo 13 settembre quando prester giuramento. Esperta di diritto internazionale, Marta Cartabia, si laurea nel 1987 con una tesi dal titolo Esiste un diritto internazionale europeo?. A farle da relatore Valerio Onida, che di l a qualche anno prima sarebbe divenuto prima giudice costituzionale poi presidente della Consulta. Dal 1993 Marta Cartabia fa la ricercatrice a Milano prima di diventare professore associato di diritto pubblico alla facolt di Economia dellUniversit di Verona. Ora, dopo la nomina del giudice da parte del Colle, per completare il plenum manca lelezione del giudice costituzionale di nomina parlamentare che dovr sostituire Ugo De Siervo, cessato dal mandato. Il Parlamento in seduta comune convocato nuovamente gioved prossimo 8 settembre. Si tratta del quarto appuntamento, visto che le precedenti sedute di aprile, maggio e giugno sono andate addirittura deserte. Per la fumata bianca indispensabile un accordo tra maggioranza e opposizione, visto che per essere eletti alla Consulta nelle prime tre votazioni occorrono i due terzi dei componenti dellassemblea.

Considerate professionalit e pluralismo

domande a
Andrea Simoncini costituzionalista

Il Presidente Napolitano ha indicato un giudice di altissimo profilo tecnico e scientifico. La pensa cos Andrea Simoncini, professore di Diritto Costituzionale allUniversit di Firenze.
Una scelta che premia una donna, cattolica, giovanissima...

E lunica donna presente alla Consulta. La decisione del Quirinale ritengo sia maturata secondo due criteri: il primo per laltissimo profilo della Cartabia; il secondo per il rispetto del pluralismo culturale e ideale di questo nostro Paese. E, infatti, Napolitano, infatti, ha scelto una costituzionalista cattolica del XXI secolo. Nel senso che la Cartabia si forma quando la Costituzione esisteva gi da un bel pezzo. Dopo la Seconda guerra mondiale si sono fatti gli Stati. Oggi la nuova sfida globale non riguarda solo lItalia. E la Cartabia tra le massime esperte di diritti internazionali. [P. FES.]
In che senso del XXI secolo, professor Simoncini?

Jazz 33 giri: una selezione di capolavori su puro vinile 180g. E il jazz torna a suonare nel posto dov nato: su un 33 giri.

Jazz is back
Da Miles Davis a Keith Jarrett, da Billie Holiday a John Coltrane i migliori artisti di sempre su copie anastatiche fedelissime ai 33 giri originali, per rivivere tutti i riti dellascolto e riscoprire il piacere originale del jazz: la qualit dei suoi suoni, lintensit delle sue emozioni, il calore delle sue interpretazioni. In pi, con ogni album, un fascicolo ricco di foto, aneddoti e curiosit sullartista. Jazz 33 giri. Il jazz tornato al suo stato pi puro.

Primo LP + fascicolo a soli *

7,99

Per saperne di pi visita il sito:

deagostinipassion.it

* N. 39 USCITE SUCCESSIVE A 14,99

26 Cronache

LA STAMPA
SABATO 3 SETTEMBRE 2011

SI E DIFFUSA LABITUDINE DI FESTEGGIARE CON LE PICCOLE MONGOLFIERE

In breve
Roma

Napoli, allarme lanterne cinesi


Sequestrate 800 in 15 giorni: sono pericolose
ANTONIO SALVATI NAPOLI

Pirata della strada ammazza un pedone


I

In Svizzera sono proibite, in Germania per poterle usare occorre un permesso specifico che, puntualmente, non viene mai concesso. In Italia invece no, tanto che il lancio benaugurante - e romantico delle lanterne cinesi sta diventando una consuetudine, un modo per chiudere in bellezza feste e matrimoni. Unabitudine per, che pu diventare pericolosa se figlia dellapprossimazione, visto

LITE PER IL TRAFFICO

Camionista accoltella padre e figlio


I

Sono incontrollabili, di materiale che inquina e possono innescare incendi


che queste piccole mongolfiere di carta una volta in cielo diventano incontrollabili. Ne sanno qualcosa i gestori del Molo Luise a Napoli, dove alla fine di agosto alcune di queste lanterne hanno rischiato di provocare un incendio a catena: si erano adagiate infatti su alcune barche l ormeggiate, e il peggio stato evitato solo grazie allallarme lanciato da chi aveva seguito lammaraggio di quello strano oggetto luminoso. Ma non deve essersi trat-

Il camion fermo in mezzo alla strada. Una fila di auto in attesa di passare, poi spunta un coltello: cos ad Acerra un uomo viene ridotto in fin di vita, il figlio ferito lievemente ma sotto choc. Gennaro Vanzanella, 37 anni, camionista esasperato per il suono del clacson ha aggredito e colpito le due persone nellauto che lo seguiva. Padre e figlio, Giovanni Santoro, di 56 anni, e Giacomo, di 33, hanno avuto la peggio. Il camionista ha preso un lungo coltello da cucina che portava nei suoi viaggi e ha colpito con un fendente i due. Il padre in fin di vita al Cardarelli di Napoli, il figlio stato medicato e dimesso. Lautotrasportatore scappato ma stato rintracciato e arrestato.

tato di un caso isolato, visto che chi amministra la struttura ha deciso di allertare le forze dellordine per cercare di prevenire il pericolo. Una vera e propria guerra quella dichiarata dagli agenti della polizia municipale di Napoli a queste lanterne: dalla seconda met di agosto ne sono state sequestrate 810. Poca sicurezza per barche e passanti, ma anche per lambiente circostante, visto che le tante lanterne fatte partire dal Lungomare di Napoli sono spesso vendute da ambulanti abusivi per pochi euro e fabbricate con materiali nocivi. Non la carta e il bamb che impone la tradizione, ma un misto di sostanze plastiche non biodegradabili una volta cadute in mare. Il gruppo operativo Chiaia dei vigili urbani ha anche predisposto una serie di controlli sul lungomare di via Caracciolo. Per alcuni giorni gli agenti in borghese hanno pattugliato la zona sequestrando oltre 200 lanterne di cartapesta vendute da ambulanti abusivi. Ma non solo controlli e prevenzione: nella Municipalit Barra-San Giovanni-Ponticelli, stato votato un ordine del giorno che impegna il presidente a vietare luso ed il lancio delle lanterne cinesi sul territorio di sua competenza.

Un pirata della strada ha travolto e ucciso un pedone dandosi poi alla fuga. E avvenuto ieri allalba di fronte al carcere di Regina Coeli. La vittima dellincidente sarebbe un senzatetto. A constatare il decesso stata una dottoressa che si trovava casualmente sul posto mentre andava al lavoro. I vigili urbani stanno vagliando le eventuali segnalazioni sullauto pirata e stanno ascoltando alcuni testimoni.

Omicidio Melania

La procura ascolter lamante di Parolisi


I

La procura della Repubblica di Teramo ascolter come teste anche Ludovica Perrone, la soldatessa che aveva una relazione con Salvatore Parolisi, in carcere dal 20 luglio scorso come unico sospettato dellomicidio della moglie, Melania Rea.

La Svizzera vieta luso delle lanterne, in Italia non ci sono restrizioni

Vale 80 mila euro

Chiediamo al comune di Napoli e tutti i comuni della Provincia - dichiarano il commissario regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli ed il consigliere Marco Usai che ha promosso lordine del giorno - di estendere il divieto su tutto il territorio. Queste lanterne concludono - dovrebbero essere realizzate con canne di bamb e carta di riso, materiali non infiammabili e non inquinanti, e invece vengono prodotte a Napoli nella gran parte dei casi in fabbrichette improvvisate, spesso abusive e gestite dalla criminalit con materiali scadenti e pericolosi. Creano

ogni giorno danni allambiente, spazzatura dovunque e sono spesso anche causa di gravi incendi, quindi vanno vietate. Tra un sequestro e laltro, gli agenti della polizia municipale sono riuscito a risalire anche al fornitore delle lanterne: si tratta di un commerciante, manco a dirlo di nazionalit cinese, titolare di un deposito alla periferia della citt. In questa struttura sono state trovate e sequestrate oltre cinquecento piccole mongolfiere, pi una serie di altri articoli di produzione cinese, messi sotto chiave perch privi di marchi di sicurezza e di importazione.

Non restituisce lauto denunciato Corona


I

Un noleggiatore altoatesino ha denunciato il fotografo Fabrizio Corona perch, nonostante le ripetute sollecitazioni, non avrebbe restituito una Audi A8 del valore di 80 mila euro. I primi giorni di agosto Corona andato a Bolzano, dove ha preso lauto di grossa cilindrata presso la Caravan, azienda specializzata in macchine di lusso. Laccordo prevedeva che lAudi A8 venisse restituita entro il 13 agosto. Corona stato denunciato per appropriazione indebita.

ARRESTATO INDIANO

(segue da pag. 22) Rettore, Vice Rettori, Senato Accademico, Consiglio di Amministrazione, Direttore Amministrativo, Presidi, Direttori di dipartimento, Corpo Accademico, Dirigenti e personale tutto del Politecnico di Torino partecipano con profondo cordoglio al dolore del Prorettore, prof. Marco Gilli per la scomparsa della mamma signora

Nascer una bimba: calci e pugni alla moglie


SIENA

Anna Maria Vitton in Gilli


Torino, 3 settembre 2011 Colleghi e amici del Politecnico di Torino partecipano al dolore del professor Marco Gilli per la scomparsa della mamma signora

Ha preso a calci e pugni la moglie, allottavo mese di gravidanza, perch ha in grembo una femmina e non un maschio. Per questo un operaio agricolo di 36 anni, indiano, che vive con la consorte connazionale e lavora a Radda in Chianti (Siena), stato arrestato dai carabinieri per maltrattamenti in famiglia e lesioni. A chiamare i soccorsi, 118 e assistenti sociali, sono state le due figlie della coppia, di 12 e 11 anni: la donna stata ricoverata per tre giorni allospedale senese delle Scotte e ora si trova in una casa famiglia, mentre pare non aver subito traumi la bambina, che dovrebbe nascere nei prossimi giorni. Luomo, che ha due figlie femmine e nessun maschio, avrebbe perso il controllo alla notizia che la moglie aspettava unaltra bambina. Una triste storia che si ripete, un fenomeno che abbiamo gi denunciato. In molti casi la donna che deve partorire, che generalmente non parla italiano, viene accompagnata dalla suocera e se nasce una bimba obbligata ad abbandonarla, ha commentato Gabriella Carnieri Moscatelli, presidente dellAssociazione nazionale volontarie del Telefono Rosa.

Anna Maria Vitton in Gilli


Ilaria Adamo Michelangelo Agnello Marco Ajmone Marsan Nicola Amati Alberto Audenino Andrea Bacciotti Mara Baccolla Claudio Badini Antonio Maria Barbero Giovanni Barla Carla Bartolozzi Guido Belforte Francesco Bellino Sergio Benedetto Gianpiero Biscant Pietro Bocca Basilio Bona Fabrizio Bonani Marco Bonino Silvio Cabras Carlo Caldera Pasquale Mario Calderale Mario Calderini Flavio Canavero Marco Cantamessa Claudio Canuto Anna Carbone Antonino Caridi Alberto Carpinteri Erasmo Carrera Gianfranco Cavagli Qiuping Chen Chiara Chiaberge Bernardino Chiaia Carla Chiasserini Luigi Ciminiera Pierpaolo Civalleri Marco Codegone Roberto Colombara Fernando Corinto Paolo Crovetti Vittorio Curri Rocco Curto Vito Daniele

Elena De Angelis Mario De Salve Dante Del Corso Federico Della Croce Danilo Demarchi Claudio Demartini Laura Deorsola Antonio Di Molfetta Marco Di Sciuva Giovanni Durbiano Michele Elia Gabriella Eula Vilma Fasoli Carlo Ferraresi Monica Ferraris Franco Ferraris Paolo Ferraris Carlo Vincenzo Ferraro Andrea Ferrero Giuseppe Ferro Paolo Fino Debora Fino Nicoletta Fiorio Pl Elena Foglia Franke Sebastiano Foti Fiorenzo Franceschini Elena Fregonara Lorenzo Galleani Luigi Garibaldi Letterio Gatto Claudio Germak Giovanni Ghione Fabrizio Giorgis Michele Goano Muzio Gola Renato Gonnelli Roberto Graglia Silvio e Nadia Greco Stefano Grivet Talocia Antonio Gugliotta Span Hassmik Felice Iazzi Marco Impavido Giuseppe Lacidogna Pietro Laface Andrea Lavagno Emilio Leonardi Giovanni Liccardi Patrizia Lombardi Carla Lumini Enrico Macii Alberto Macii Marcello Maggiora Paolo Maggiore Enrico Magli Mario Malandrone Mario Manassero Ambrogio Manzino Filippo Masino Marco Masoero Stefano Mauro Michela Meo Raffaele Meo Marco Mezzalama Federico Millo Bruno Monastero Giulio Mondini Laura Montanaro Ivo Montrosset

Luigi Morra Silvana Mosso Roberto Napoli Riccardo Nelva Carlo Olmo Mario Oreice Pierpaolo Oreste Anna Osello Francesco Ossola Giulia Paciello Luciano Pandoli Bruno Panella Eros Pasero Dario Pastrone Mario Patrucco Laura Pedron Daniele Peila Nerino Penazzi Mario Pent Gabriella Peretti Enrico Periti Marica Pertile Pierluigi Poggiolini Massimo Poncino Francesco Profumo Nicola Pugno Carlo Rafele Piercarlo Ravazzi Mario Ravera Maurizio Repetto Mario Ricciardi Laura Rolando Riccardo Roscelli Maurizio Rosso Angela Santulli Guido Saracco Marcella Sarale Maria Schiavone Enrico Serra Rajandrea Sethi Luca Settineri Giorgio Sobr Matteo Sonza Reorda Massimo Sorli Nannina Span Paolo Spinelli Anita Tabacco Angelo Tartaglia Alberto Tenconi Elisa Tinozzi Marco Tomasi Marco Torchiano Daniela Tordella Daniele Trinchero Marco Trisciuglio Jean-Marc Tulliani Giuseppe Vecchi Vittorio Verda Francesca Verga Enrica Vern Alessandro Vigliani Paola Vigliani Agostino Villa Tiziana Vitrano Pinuccia Vittone Roberto Zanino Riccardo Zecchina Ferruccio Zorzi Torino, 3 settembre 2011

Il Direttore, il Segretario Amministrativo, il personale docente, il personale Tecnico Amministrativo, i borsisti, gli assegnisti e i dottorandi del DITAG, sono vicini al Prorettore del Politecnico di Torino, prof. Marco Gilli, per la perdita della mamma signora

Il iglio Giorgio ringrazia con affetto quanti hanno partecipato al suo grande dolore per la perdita della cara indimenticabile mamma

Anna Maria Vitton


Torino, 2 settembre 2011 I colleghi partecipano al dolore del prof. Gilli: Paolo Allia Giancarlo Cicero Matteo Cocuzza Emiliano Descrovi Sergio Ferrero Fabrizio Giorgis Salvatore Guastella Pietro Mandracci Giuseppe Mina Fabrizio Candido Pirri Carlo Ricciardi Paola Rivolo Luciano Scaltrito Alberto Tagliaferro Elena Tresso

Margherita Matilde Ravera ved. Gagna


La Messa di Trigesima verr celebrata presso la parrocchia Madonna di Pompei venerd 9 settembre alle ore 18,30. Torino, 2 settembre 2011

ANNIVERSARI
2009 2011

Giuseppe Bergese
Con immutato dolore e ininito amore lo ricordano moglie e iglie.

Gabriele Brondino
La mia gioia di vivere e il tuo sorriso ci sostengono ogni giorno. La famiglia ringrazia tutti coloro che si uniranno nella S. Messa in Suffragio che sar celebrata domenica 4 settembre ore 18.15 parrocchia Maria Regina Mundi. Nichelino, 3 settembre 2011 2007 2011

RINGRAZIAMENTI
I familiari del

prof. Enrico Madon


ringraziano gli amici, i colleghi, i medici ed i pazienti che si sono uniti a loro nel dolore e nella preghiera ricordando con sincera commozione la sua professionalit ed umanit. Trigesima a Vicoforte 24 settembre ore 18 parrocchia S. Donato e a Torino 27 settembre ore 18 parrocchia S. Natale. Torino, 2 settembre 2011

Renzo Marrocchesi
Sempre con te, io. 2001 2011

Rita Pizzorno Amistadi


Sei sempre nel nostro cuore. Piero ed Enrico. Messa Anniversaria domenica 11 corr. ore 10 parrocchia S. Martino, Rivoli.

ORARIO ACCETTAZIONE NECROLOGIE ED ADESIONI

SPORTELLI

VIA MARENCO 32

Dal Luned al Venerd 8,30 - 21 (apertura continua) Sabato ore 8,30/12,30 - 15/21 Domenica e festivi ore 18 - 21 Tel. 011.6665258

SPORTELLI

VIA MONTE DI PIET 2

Dal Luned al Venerd 9 - 18 (apertura continua) Sabato ore 9 - 12,30 Tel. 011.6665259 ACQUISIZIONE TELEFONICA ADESIONI (solo privati) Dal Luned al Venerd 9,30/13 - 14/17 Tel. 011.6548711 Dal Luned al Sabato ore 17 - 20 Tel. 011.6665280 Domenica e Festivi 18 - 20 Tel. 011.6665280

NARRATIVA

ANNIVERSARIO

GIALLO

DIARIO DI LETTURA

La ballata di Frascella
Un adolescente senza certezze
BARILLI P. III

Montale segreto
Trentanni dopo le carte mai viste
MARCENARO P. VI - VII

I poeti di Larsson
Un metaletterario enigma poliziesco
IADICICCO P. IV

Staino, let degli audiolibri


Da Marx a Linus ad Accabadora
ZUCCONI P. XI

NUMERO ANNO XXXV SABATO 3 SETTEMBRE 2011

1781

LA STAMPA

A cura di: BRUNO VENTAVOLI con BRUNO QUARANTA tuttolibri@lastampa.it www.lastampa.it/tuttolibri/

tuttoLIBRI
Il Festivaletteratura di Mantova apre una biblioteca di fantascienza
Abbiamo chiesto al massimo scrittore italiano del genere di fare il punto sulla narrativa che ha previsto il nostro mondo e ha ancora molto da inventare
Le pietre miliari La svastica sul sole
PHILIP K. DICK

L'uomo che compr la Terra


CORDWAINER SMITH

Straniero in terra straniera


ROBERT A. HEINLEIN

Illustrazione di Gianpaolo Pagni per Tuttolibri

Tutti a Zanzibar
JOHN BRUNNER

Lundicesimo comandamento
LESTER DEL REY

TULLIO AVOLEDO

Quando gli organizzatori di Festivaletteratura 2011 mi hanno proposto di curare una biblioteca di fantascienza, mi hanno in realt regalato due biglietti per altrettante fantastiche avventure: un viaggio nel tempo e un cambio di residenza - anche se temporaneo - in un universo parallelo. Un universo in cui i libri che ho amato da ragazzo si ritrovano insieme, come se facessero parte di una normale biblioteca, e un viaggio a ritroso nella memoria, per capire quanto di quel futuro che abbiamo sognato sia rimasto, ai nostri giorni. Chi verr a visitare la nostra biblioteca, durante il festival, nei sotterranei di Palazzo San Carlo, potr ritrovare, o incontrare per la prima volta, pi di mille volumi che rappresentano il meglio della fantascienza uscita nel nostro paese: libri spesso introvabili, e comunque preziosi perch raccontano altrettante visioni del futuro. Perch c' stato un tempo in cui il futuro esisteva ancora, ed era un luogo di meraviglie e di infinite possibilit. A chi (e ce ne sono sempre) obietta che la fanta-

FANTASCIENZA
Leggete il futuro diventerete pi ottimisti
scienza un genere lontano dai nostri tempi, roba del passato, rispondo chiedendogli se si rende conto di quanto sia fantascientifico il mondo in cui viviamo. Basta sfogliare un quotidiano e leggerlo con gli occhi di un lettore anche solo di vent'anni fa. Nel 1991 chi avrebbe immaginato di poter avere, vent'anni dopo, un telefono cellulare in grado di connettersi ad Internet, o un televisore in 3D? Ma soprattutto, chi avrebbe potuto immaginare la Caduta delle Torri, il crack finanziario dell'Islanda, o un presidente degli Stati Uniti abbronzato e che di nome fa Barack Obama? Un altro esempio di quanto fantastico sia il nostro oggi? Alla presentazione di un mio romanzo, l'estate scorsa, un giovane lettore mi ha sorpreso dicendomi che all'universit di Firenze stava seguendo un corso di crittografia quantistica: in pratica, un corso su un metodo di cifratura dei messaggi basato sul principio di indeterminazione di Heisenberg. Un corso cos, qualche anno fa avreste potuto trovarlo solo in un libro di fantascienza Se sfogliate l'ultimo numero di Le Scienze troverete un articolo su come coltivare carne partendo da cellule staminali di un animale, fatte crescere in un brodo di coltura: in pratica, per poter mangiare un animale senza torcergli un pelo. Bene, un'idea del genere c'era gi nel romanzo I mercanti dello spazio pubblicato da Pohl e Kornbluth nel 1953. Il cinema e i videogiochi hanno ormai abituato le generazioni pi giovani ad accettare come normali cose come gli universi paralleli, i contatti con culture aliene, o concezioni neognostiche alla Matrix: tematiche tutte trattate gi dalla fantascienza degli anni '60. Un videogioco come Fallout 3 contiene tante e tali citazioni dell'opera di Philip K. Dick e di altri classici della Science Fiction americana del passato da essere una continua fonte di piacere per gli appassionati del genere. E' un peccato, quindi, che i giovani non abbiano pi accesso a quelle fonti primarie. La biblioteca di Mantova pu essere un'utile occasione di scoperta, oltre che un messaggio non troppo sublimi-

Soldato non chiedere


GORDON DICKSON

Davy l'eretico

EDGAR PANGBORN

L'invasione degli uguali


FREDERIK POHL

Tullio Avoledo (1957), lavora in banca e scrive romanzi che attraversano tutti i generi, fantascienza compresa. Ha debuttato nel 2003 con L'elenco telefonico di Atlantide, che prendeva spunto da una lettera di Clarke. Il suo ultimo libro un thriller Un buon posto per morire (Einaudi) scritto con Boosta tastierista dei Subsonica.

Torre di cristallo
ROBERT SILVERBERG

Pavana
KEITH ROBERTS

Segue a pag. V

II

Le novit
Hakan Nesser LUOMO CHE ODIAVA I MARTEDI Guanda, pp. 471, 19

Tuttolibri
SABATO 3 SETTEMBRE 2011 LA STAMPA

p p p p

Un famoso chirurgo plastico, un rapinatore braccato, la vittima di un sequestro: tre personaggi, tre vicende che sintersecano nel convulso scioglimento di Tarantola. Uscito in Francia nell84, capostipite del rinnovato polar doltralpe, il libro di Jonquet ha ispirato Almodvar per il suo nuovo film, La pelle che abito. Riflessione sullidentit svolta come un b-movie parossistico e survoltato (vicino al cinema di Jess Franco), il romanzo non elegante come Invisible monsters di Palahniuk, ma ha un cuore caliginoso che inquieta e turba. Francesco Troiano

L O S C A F FA L E
p p p p
VIAGGIO IN ITALIA. UN RITRATTO DEL PAESE NEI RACCONTI DEL GATTO SELVATICO (1955-1964) Prefazione di Paolo Di Stefano Bur, pp. 220, 9,90

p Helen Humphreys p LA VERIT,

SOLTANTO LA VERIT p pp.248, 16, Playground

La canadese Helen Humphreys, grazie ad una scrittura sempre pi sintetica, entra nel vivo di un mnage complesso che vede protagonisti Victor Hugo distrutto dalla cattiva riuscita dellErnani, Charles Sainte-Beuve, allora i vertici della sua carriera letteraria, e la moglie di Hugo, Adle, reduce dalla quarta gravidanza. L'incontro adulterino tra Adle e Charles nel 1830 si consuma in una manciata di giorni per sempre rimpianti. Nel romanzo, il lettore trova le premesse di uno dei pi bei film di Truffaut Adle H e pure la spiegazione di un mistero. Camilla Valletti

Gadda saggira tra audacie tecnologiche per fabbricare ammoniaca e strane locandiere. Anna Banti racconta dei lazzi e delle crudelt che sabbattevano sulle italiane al volante. Sul Gatto selvatico, lhouse organ mensile dellEni voluto da Mattei e affidato alla direzione di Attilio Bertolucci c tutta la migliore giovent letteraria dellepoca, da Bassani a Caproni, da Comisso a Parise, da La Capria a Soldati. Ognuno aveva il compito di sbalzare istantanee, sogni, crudelt, illusioni. Lantologia, con prefazione di Paolo Di Stefano, una magnifica enciclopedia dellItalia del boom (1955-1964). Bei tempi felici quando le grandi aziende, oltre a produrre utili e trainare il made in Italy, sprecavano soldi in riviste pregne di cultura, invece di avvelenarsi con la finanza e risparmiare stock option. Bruno Ventavoli

p p p p

Hakan Nesser LUOMO CHE ODIAVA I MARTEDI Guanda, pp. 471, 19

E lieve, riposante, riflessivo, ti coinvolge nelle sue elucubrazioni, non ha nel cuore il cielo grigio - cupo di tormenti e di artiche depressioni - degli altri svedesi: Hakan Nesser, linventore dellispettore Barbarotti. Un uomo normale che svolge indagini con garbo, senza ossessioni, sempre attento a ci che coinvolge la sua famiglia e i suoi affetti. Anche Luomo che odiava i marted non fa eccezione: due suicidi, a distanza di trenanni, si rivelano delitti allinterno di una banda di amici. Piero Soria

p p p p

Yan Lianke IL SOGNO DEL VILLAGGIO DEI DING trad. di Lucia Regola nottetempo, pp. 450, 20

p p p p

Marina Cvetaeva LE NOTTI FIORENTINE a cura di Serena Vitale Voland, pp. 85, 10

p p p p

Dan Franck MEZZANOTTE A PARIGI trad. di Doriana Comerlati Garzanti, pp. 507, 25

Una casa di mattoni, un nuovo pollaio contro la vendita di qualche goccia di sangue (e della vita). La strage di Aids che infrange Il sogno del Villaggio dei Ding si ispira a una delle tante tragedie, la pi misconosciuta, nellHenan cinese Anni 90, quando Pechino, sfruttandone la povert, cinicamente convince i contadini a questo commercio. Dopo il contagio, tra le capanne lungo il Fiume Giallo, il cuore dellultimo romanzo di Yan Lianke nellattesa: la quotidianit di una disperazione sommessa, fortemente accusatoria verso gli untori del potere, ma ancora tutta intrisa di passioni in una piccola Spoon River di vivi. Mirella Appiotti

Galeotto fu il libro Le notti fiorentine di Heine entrano nella vita di Marina Cvetaeva per mano dell'editore Abram Vinjak quando la poetessa arriva a Berlino nel 1922. Abram fu attratto da lei; Marina fu catturata dalla sua sensualit e dalla sua tenerezza. Negli anni precedenti, in Russia, aveva vissuto in modo cos duro, cos glaciale che si abbandona al calore di una passione inattesa: Amico mio, sono lacerata da due tentazioni, voi e il sole. La loro storia si consuma in unestate berlinese lasciando nove lettere con una decima non restituita che hanno la libert incontrollabile di un sogno. Nadia Caprioglio

Di arte in letteratura, Dan Franck una guida sicura e piacevole (il piacere del testo) nella Parigi che fu, eppure indelebile. Dopo le promenade nella Ville Lumire favolosa dinzio secolo e illusa e tragica, tragicamente illusa, fra le due guerre, restaura let delloccupazione nazista: Mezzanotte a Parigi. Chi resiste, chi abita la zona grigia, chi indossa la divisa di collabo. Il fascino della rive juste e la mala del male. Da Camus a Sartre, da Drieu La Rochelle a Gallimard, da Picasso ad Aragon, a Lautaud. Aspettando che il viaggio al termine della notte finisca, una sua tranche, almeno. Bruno Quaranta

n uomo corre. Trascina un paracadute colorato che si gonfia. Avanza a fatica. Siamo in una zona vulcanica. Opera di un artista, Bruno Muzzolini, s'intitolata Paesaggio (2008). Il paracadute utilizzato dagli atleti per allenarsi, e l'artista gioca sul suo nome: resistance parachute. Vincenzo Latronico, scrittore ventisettenne, ha scelto questa immagine per la copertina del suo secondo romanzo, La cospirazione delle colombe. Vi si narra la storia di due studenti ventenni, laureati alla Bocconi, Alfredo Cannella e Donka Berati. Il primo figlio di un immobiliarista veneziano, il secondo un orfano albanese. Alfredo, sale e scende nell'arco di quasi un decennio la scala del successo, sino a un clamoroso fallimento finale; Donka, ben pi

L A

C O P E R T I N A
DI MARCO BELPOLITI

Un paracadute per le colombe


Il Paesaggio di Muzzolini come palestra per i bocconiani di Latronico
dotato dal punto di vista intellettuale, sembra invece destinato a una carriera universitaria che sarresta di colpo. Cos anche lui, discende la scala della vita, ma alla fine si risollever con una truffa. Pure Alfredo un fraudolento, ma pi sistematico e pervicace dellamico. Il romanzo si svolge nella Milano d'epoca morattina, tra corruzione, speculazioni sulle aree urbane e allegra finanza volatile. Una storia dei nostri giorni. Tuttavia il libro non esattamente un romanzo sociale, quanto piuttosto una riflessione sulla natura umana e insieme su quella particolare et che la giovinezza. Lo rivela il titolo, metafora etologica: i falchi sono i dominatori, aggressivi e violenti, che depredano le colombe, propense invece alla

p p p p

Vincenzo Latronico LA COSPIRAZIONE DELLE COLOMBE Bompiani, pp. 387, 15

cooperazione attiva, per questo perdenti sul breve periodo ma vincenti, se sopravvivono, sul lungo. Il modello di Latronico Michel Houellebecq: un esperimento narrativo a sfondo semifilosofico. La giovinezza quale et dello slancio, dell' eros, e anche del rischio, destinata inesorabilmente a rivelarsi ai nostri giorni et del fallimento nel transito interrotto

verso let adulta. Latronico ha imposto ai suoi personaggi il resistance parachute; gioca con loro al gatto col topo, entra in scena come un personaggio ulteriore (Vincenzo) e fa persino dellautofiction. Nel romanzo ci sono alcuni triangoli, quello tra i due protagonisti e una donna, Drina, e quello tra Alfredo, Donka e la stessa voce narrante. Dallincrocio di questi triangoli risulta la trama, articolata per quanto costruita su un paradigma claustrofobico. Mentre corre nello spazio vulcanico dell'Islanda, il personaggio dell'immagine di Muzzolini sembra determinato, e nello stesso tempo smarrito. Un viaggio breve e insieme lunghissimo, come quello che percorrono i personaggi del romanzo di Latronico.

Scrittori a Mantova
Da Torino Esce la Sfuriata di Bet, fresca prova narrativa
con unadolescente che non vuole certezze e vive di proteste
RENATO BARILLI

Tuttolibri
SABATO 3 SETTEMBRE 2011 LA STAMPA

III

Il dibattito pi consistente dei nostri giorni vede opporsi un New Italian Realism a una New Italian epic, che poi altro non sarebbe se non il tentativo di rilanciare il romanzo storico. Non c dubbio che Christian Frascella, torinese, alla sua terza prova narrativa, con lappena uscita Sfuriata di Bet, si pone nella prima casella. Mi gi venuto altre volte di ricordare in proposito la lontana stagione dei Gettoni, al centro del nostro neorealismo, che cos vedrebbe unimpensata resurrezione, portandosi dietro pure lannesso carattere di rifiutare ogni addentellato ideologico. Quelle smilze prove patrocinate da Vittorini e Calvino ebbero il merito di non procedere oltre verso un realismo

Frascella, la ballata della giovane indignada


Christian Frascella nato nel 1973 a Torino, dove vive e lavora Ex militare nel Centro Ferrovieri, ex operaio di fabbrica, ex impiegato in un call center, lanno scorso ha pubblicato Sette piccoli sospetti (Fazi)

Uscito da Fazi nel 2009, Mia sorella una foca monaca, stato il romanzo che ha rivelato Christian Frascella. Col tam tam dei lettori, blogger e dibattiti in rete, diventato un caso letterario che si affacciato anche in classifica. Ambientato nella periferia torinese, racconta leducazione alla vita di un adolescente, con una madre assente fuggita con il benzinaio, un padre fannullone e beone, una sorella intrappolata negli stereotipi della sfigata. Dai conflitti con il mondo famigliare, si passa alla ricerca di un lavoro, dellamore, e della cognizione del dolore.

Bet stanca delle solite ramanzine sincatena a un termosifone a scuola, e diventa uneroina da talk-show
gravido di plumbee certezze, vedi il corollario tentato da Pratolini col Metello. Cos, la protagonista di questo fresco quasi-reportage di Frascella, Elisabetta Corvino, unadolescente che non vuole certezza, ma vive di proteste e rifiuti, istintivi, umorosi, quasi si ponesse come erede dei fermenti giovanili del 77 e del 90, collegandosi magari con gli indignados spagnoli. C prima di tutto il rifiuto della triste realt in cui le tocca vivere, in una Torino proletaria, certo non affetta da pauperismo, ma dai relitti di un benessere e di un consumismo sempre pi appannati, a cominciare da quanto si respira nella sua e in altre famiglie, ovviamente divise, il padre se n andato a Roma, lasciando la coniuge alle prese con la difficolt di tirar su una giovane scalpitante, che fiuta ovunque lipocrisia degli adulti, sem-

p Christian Frascella p LA SFURIATA DI BET p Einaudi, pp. 209, 17

pre pronti a predicar bene ma a razzolar male, e non fanno certo eccezione le insegnanti, su cui la nostra Elisabetta Corvino traccia degli identikit implacabili: luna puzza, laltra perfida e maliziosa nei comportamenti, il preside un sepolcro imbiancato. Non le resta allora che cercare solidariet in casi analoghi, come quello di Viola, pi avanzata negli anni, tanto che porta in grembo un nascituro, nei cui confronti non tenta nemmeno di accertare la paternit, orgogliosa di prendere in mano il proprio destino, ovvero di vivre sa vie, che pu essere il grido di battaglia di

sapore neo-esistenzialista in cui tutto questo mondo giovanile si riconosce. Ma evidentemente non basta protestare con le parole, seppur imboccando tutte le soluzioni del turpiloquio, ovvero della parlata pi dimessa e virulenta, occorre che la sfuriata batta vie pi impegnative, ecco allora che la nostra Bet, stanca delle ennesime ramanzine e minacce provenienti da ogni potere costituito, si fionda nella presidenza della sua scuola e si incatena a un termosifone, avendo avuto la prudenza di spegnerlo per non finire arrosto, e l, novello Prometeo in sedicesi-

mo avvinghiato a una rupe tecnologica, resiste ai tentativi di snidarla messi in atto dal mondo degli adulti, e perfino dal loro braccio armato, la polizia. A questo modo Bet ricalca il gesto ben pi temerario presente nel Sopravvissuto di Antonio Scurati, di quel suo fratello in armi che entra nellaula degli esami di maturit e fredda uno a uno i suoi docenti. Ideando quella protesta estrema, Scurati si era messo alla testa di un New Realism forte, aggressivo, che in fondo conteneva pure una buona dose di epica, ma poi, ahinoi, egli passato a coltivare con esiti meno felici il ver-

sante del romanzo storico. Ovviamente il gesto parossistico di Bet legata al termo rimbalza su tutti i media elettronici dei nostri giorni, leroina si vede invitata da Vespa e da ogni altro talk show, mentre fioccano su di lei le email di consenso. Da ci si deve cogliere una morale. La narrativa di oggi consapevole che non pu rifiutare la sfida, che deve farsi equipollente del potente fiume narrativo ormai esulante dalla carta scampata per dilagare nei mille rivoli o fiumi della comunicazione elettronica. un mare tempestoso, o una limacciosa bonaccia, che bisogna navigare, tentando di mettersi alla pari, e magari di segnare qualche punto a proprio favore, come succede proprio alla nostra Bet, che sul limitare inscena un evento in diretta, la compagna del cuore Viola costretta a partorire addirittura in un ascensore, secondo leroismo in cui la condizione della donna batte quella lecita ai maschi.
Christian Frascella, Vincenzo Latronico e Giuseppe Antonelli Come prendersi il mondo Venerd 9, h. 17,30 Fondazione Universit di Mantova

FABIO GEDA

I Balcani sono terra di storie, antiche e contemporanee. E Ta Obreht, la scrittrice serbo-americana che con il suo romanzo desordio Lamante della tigre ha da poco vinto lOrange Price, assegnato ogni anno al miglior libro di lingua inglese scritto da una donna, lo sa molto bene. Ta Obreht ha una biografia che gi di per s meriterebbe essere approfondita - nata a Belgrado nel 1985, ha vissuto a Cipro e in Egitto, e si infine stabilita negli Stati Uniti nel 1997 - precoce nel talento - ha solo venticinque anni e il New Yorker lha inserita tra i venti migliori autori americani sotto i quaranta, oltre a essere la pi giovane vincitrice nella storia dellOrange Price - ma soprattutto una narratrice prodigiosa, in grado di trascinare il lettore attraverso epoche diverse, luoghi disparati e situazioni impreviste, di farlo persino entrare nella testa di una tigre, lasciando su di lui, ogni volta, una traccia indelebile di terra e di sangue. Pi di tutto, abile nel dare vita a un universo di personaggi le cui vicende indaga con perizia e ironia. Quali sono queste vicende? In un paese balcanico - non meglio definito - che si sta risollevando dopo anni di guerra, Natalia, un giovane dottore, rag-

Dalla Serbia Un magnifico affresco


di Obreht che ha incantato il New Yorker

Amore, morte e leggende nei Balcani feriti


si accorger che i molti misteri di quelle terre sono pi vigorosi e imprevedibili di una routinaria iniezione nel braccio di un bambino, alleviata da cerotti con sopra leffigie taroccata di Spiderman, e Natalia si trover coinvolta in una girandola di eventi surreali, tra antiche superstizioni e veri pericoli, in una terra dove, tanto per dirne una, le mine inesplose, abbandonate nei campi e nelle vigne, continuano a fare strage. A questo, si aggiunge la morte misteriosa del nonno, avvenuta in un luogo nel quale lui non avrebbe dovuto trovarsi. Il nonno che lha allevata, che la portava allo zoo a vedere gli animali (per lo meno fino a quando non sono cominciati i bombardamenti) e che, medico famoso e apprezzato, le ha insegnato il senso profondo delle parole impegno,

p p p p

Ta Obreht LAMANTE DELLA TIGRE traduzione di Isabella Vaj Rizzoli, pp. 350, 19,50

giunge con la sua amica Zora un orfanotrofio vicino al mare, con lintenzione di vaccinare i bambini ospiti della struttura. convinta che la sua missione umanitaria - cos, come la chiama lei - sia tutta l: vaccinazioni. Ma presto

devozione e sacrificio. E anche sogno, direi. E narrazione. Perch dalle storie che il nonno le raccontava, tra autobiografia e leggenda, che partono, nel farsi del libro, tutti gli intrecci narrativi che, insieme, compongono quel grande affresco balcanico che Lamante della tigre. Due in particolare: la storia di Gavran Gail, luomo senza morte, che legge nei fondi di caff il destino della gente, e quella di una ragazza musulmana, sordomuta, che sposa Luka, macellaio omosessuale che sogna di fare il suonatore di gusla, ma che, non riuscendo a realizzare il suo desiderio, invecchia e muta in una spirale di violenza e crudelt. Queste storie dice Natalia, la giovane dottoressa protagonista del libro, scorrono come fiumi segreti attraverso tutte le altre della sua vita. La prima ossia la storia dellamante della tigre la storia di come divent uomo; la seconda ossia la storia di Gavran Gail di come torn bambino. Lamante della tigre un libro caleidoscopico, specchio di una terra frantumata e gonfia di speranza, in bilico tra passato e presente, e ha il grande merito di ricordarci quanto sia semplice scivolare nella barbarie, ma anche quanto imprevisto e inaspettatamente profondo sia lamore umano.
Tea Obreht con Serena Dandini Tra storia e favola Venerd 9, h. 18,45, P. di San Sebastiano

pordenonelegge
festa del libro con gli autori dal 14 al 18 settembre 2011

www.pordenonelegge.it

Per la pubblicit su:

Via G.G. Winckelmann, 1 - 20146 MILANO - Tel. 02.244.24.611 - Fax 02.244.244.90 Via Marenco, 32 - 10126 TORINO - Tel. 011.666.52.11 - Fax 011.666.53.00

IV

Scrittori a Mantova
Da Londra
MASOLINO DAMICO

Un quarto di secolo dopo lamara memoria autobiografica Ingannata con dolcezza, e ormai pi che nonagenaria, la figlia di Vanessa Bell e nipote di Virginia Woolf vuole ancora togliersi qualche sassolino dalla scarpa, anche se resta ben poco da rivelare: tutto quanto riguarda il mitico ambiente della sua infanzia e adolescenza stato esplorato con un accanimento e una capillarit tali da lasciare curiosit in proposito, temo, solo ai cultori pi fanatici. Tuttavia proprio a questi fanatici bloomsburiani che in fondo lautrice qui si rivolge (La verit nascosta - Quartetto di storie di Bloomsbury, trad. Giovanni Calarco, La Tartaruga, pp.224, )19): il lettore non informato sembra infatti quasi escluso dalla comprensione di pezzi che rievocano episodi del passato molto importanti per lei, ma assai meno per chiunque altro. Inoltre solo il primo,

Garnett, non finisce mai il mito di Bloomsbury


Angelica Garnett, nata nel 1918, figlia di Vanessa Bell e nipote di Virginia Woolf

Comera verde la mia valle, giustifica pienamente il richiamo a Bloomsbury nel sottotitolo delledizione italiana, in quanto vi si riassume ancora una volta la singolare infanzia di Angelica, bambina speciale che non va a scuola, alla quale nessuno spiega mai

niente e che solo a diciassette anni apprende di non essere figlia del marito della sua affascinante madre ma del di lei simpatico amico, sodale e collega pittore. Come gli aficionados ben sanno, in seguito Angelica avrebbe sposato, con costernazione dei

genitori biologici, lex amante del proprio padre, cui avrebbe dato quattro figlie prima che il legame fallisse. A questo qui si allude, ma vagamente, nel secondo pezzo, Aurore, di gran lunga il pi lungo e impegnativo del volumetto (il terzo un veloce ritratto, sicuramente a chiave, di geronte; e il quarto ripete un po il tema del secondo, col tentativo di scoprire cosa non ha funzionato nellamicizia poi inacidita tra la anziana narratrice e una coppia di suoi coetanei. A un certo punto in Aurore colei che rievoca accenna al suo matrimonio fallito con un uomo molto pi maturo, e fa fare una apparizione a tre figlie pi che quarantenni. Il racconto peraltro non si occupa di questo, bens del rapporto, dura-

to tutta la vita, della nostra con una coppia di francesi, lei pittrice lui impiegato ma con passioni politiche, amici di amici di sua madre, dai quali fu inviata sedicenne per imparare la lingua e magari diventare attrice. Presso questa coppia, di cui sar spesso ospite anche in seguito, la giovinetta trascorre qualche anno formativo. Poi arriva la guerra, e lui, Gilles, attivo a Londra con i rifugiati francesi, mentre lei, Juliana, sfollata da qualche parte nel Midi con la figlioletta Aurore, nata quando la simil-Angelica stava tornando in patria. Finito il conflitto, Gilles e Juliana si ricongiungono nella Francia bastonata. Aurore diventa una ragazza promettente, dotata per il teatro, e la narratrice coltiva la sua amicizia. Ma quando Aurore le confida di essere innamorata di un giovane attore, sposato con bambino, ella scrive una lettera a mamma Juliana per metterla in guardia. Ecco: bench non se ne vedano conseguenze immediate, questa lettera diventa, almeno per lalter

ego della Garnett, un imperdonabile tradimento della fiducia che Aurore riponeva in lei; e quando qualche tempo dopo la ragazza inopinatamente muore (pessima anestesia durante una rinoplastica), la ferita diventa insanabile. Quasi per espiare, nel resto del racconto, lungo e fitto di particolari precisi quanto irrilevanti, la narratrice mantiene i contatti con Juliana fino alla morte di lei, e, dopo, col superstite Gilles, di cui segue con simpatia i tentativi per rivalutare i quadri della moglie. Ma nel suo profondo e, diremmo, connaturato pessimismo, e malgrado il tentativo di esorcismo costituito da questo scritto (ripreso e rielaborato pi volte negli anni, ci dice lautrice), non cessa mai pi di arrovellarsi. Proprio lei come nessun altro al mondo avrebbe dovuto captare il bisogno di affetto di una giovane creatura incompresa.
Angelica Garnett interverr il 9 (18,45, Chiesa di Santa Maria della Vittoria e il 10 (16,30, Chiesa di San Maurizio)

Un mondo di storie al Festivaletteratura di Mantova dai ricordi della nipote di Virginia Woolf a un immaginario Decameron sudamericano

Dalla Svezia
ALESSANDRA IADICICCO

Dal Congo-Brazzaville
ALESSANDRO MARI

Uno dei migliori poeti del paese. Uno che scrive buoni libri che nessuno, a parte pochi intenditori, vuole leggere. E che quasi nessuno vuole pubblicare. Un editore per, Jan Y. Nilsson - lencomiabile lirico scandinavo deciso a puntare tutto su vocazione e integrit estetica, domiciliato su un peschereccio ancorato nellresund - laveva trovato. Era un tipo integro, incorruttibile e idealista quanto lui: refrattario a compromessi sulla qualit delle sue pubblicazioni, alle regole della divulgazione di massa, alle leggi spietate del mercato. Dobbiamo imitare i produttori di vini e investire sulla qualit, una scelta che paga, dichiarava Karl Petersen, direttore di una delle case editrici pi prestigiose di Svezia, in riunione coi suoi redattori pi fidati. Stava appunto affrontando il caso del poeta marinaro: troppo talentuoso per non meritare il successo, troppo giovane per rassegnarsi a unincerta fama postuma. In vita avrebbe dovu-

Il poeta di Larsson vuole la fama col giallo ma ci lascia le penne


to raccogliere i frutti del suo lavoro. E ci sarebbe riuscito, purch accettasse di mettere la propria penna al servizio della scrittura di genere e la propria scrittura alla prova con linvenzione di un giallo. Per I poeti morti non scrivono gialli (Iperborea, pp. 360, 17), sa fin troppo bene Bjrn Larsson lo rileva nel titolo del suo ultimo romanzo. Il guaio che il romanziere svedese vedr morire il suo protagonista entro le prime cinquanta pagine: quando stava per scrivere il finale del noir che avrebbe rovesciato le sue sorti. cos che in una specie di giallo (avverte il sottotitolo) si trasforma la storia avviata come unavventura metaletteraria. Lenigma poliziesco - chi ha ucciso il poeta che ha tradito la sua arte? - tanto intrigante da catturare tra i fili della trama ardue questioni di poetica e di etica editoriale. Tenendo il lettore sulla corda, Larsson si permette di disquisire del disdicevole snobismo sui generi, del disimpegno del poeta che non deve propagandare messaggi, dei trucchi ricorrenti tra i giallisti di Svezia e delle nefandezze del demone della velocit che, come ogni altro settore, ha investito lindustria culturale. Il suo giallo invece (una specie di) procede con ritmi da poesia. Scansando accortamente lostacolo che avrebbe rischiato di fare inciampare il suo eroe: la tendenza a esporre idee pi che a rappresentarle.
Bjrn Larsson con Luca Crovi mercoled 7, h.16,15, Museo Diocesano gioved 9, h. 11, Chiesa. S.M. della Vittoria

Nel nostro paese un capo deve essere pelato e avere una grossa pancia. Siccome mio zio non pelato e non ha nemmeno una grossa pancia, a prima vista non diresti mai che un vero capo... Domani avr ventanni (66th and 2nd, pp. 336, 20) inizia cos, mettendo da subito a nudo lanima: il misurato candore, lingenuit ben calibrata che, in una trama affatto incalzata dallazione, filtrano ci che attornia il protagonista Michel. E il dattorno affascina perch un altrove. Siamo nel Congo-Brazzaville sul finire dei 70 e ci che i nostri occhi incontrano, limmaginario nel quale ci tuffiamo, sono reperti di un mondo lontano recuperati da una memoria affettiva e critica. La quotidianit dei volti di fortunati e miserabili, la scuola e il culto dei potenti, il girotondo di dittatori e riformatori africani, linfluenza straniera su menti e forme dello Stato, la cultura europea e le tradizioni locali. Perfino il leggendario incontro di boxe a Kin-

Mabanckou, tra boxe e dittatori uneducazione africana


shasa Foreman-Ali. Ma il baricentro di tutto Michel, un ragazzino del quale si potrebbero perfino omettere origini e latitudini poich la sua la storia universale dellavvicinamentoallet adulta. Nel romanzo c linclinazione - volutamente mimetica, viene da credere - di accompagnare valenze politiche a qualunque granello desperienza o moto danimo: Michel di continuo esposto a notizie sugli affari interni, allo scontro tra ideologie e allattualit estera, ma il protagonista tutto media con un umorismo in cui si riconosce la mano di Mabanckou, deciso a farne strumento danalisi. E soprattutto, Michel vive: il primo amore, la memorabile vicenda della chiave del ventre della madre e lamicizia interessata con un mentecatto, la scoperta della morte attraverso il lutto di una persona vicina, le proiezioni sul domani e i rimorsi, grandi e fugaci come sanno essere nella giovane et. Michel una pila in cui va accumulandosi unenergia che verr liberata a maturazione puberale compiuta; il narratore non mette in scena questesplosione, si arresta poco prima, ma lascia intendere la potenza che sprigioner: Quando imboccher la strada della felicit, allora sapr che finalmente sono cresciuto, che ormai ho ventanni. Una lettura che conferma come il quarantenne dorigine congolese Mabanckou sia ormai una voce riconosciuta e internazionale, e sia forse approdato ai suoi ventanni.
Alain Mabanckou, il 10 settembre (ore 14,45), Palazzo Aldegatti, su Africa mon amour, con Rosetta Loy e Pietro Del Sold

Tuttolibri
SABATO 3 SETTEMBRE 2011 LA STAMPA

Dal Cile
GLAUCO FELICI

Ogni essere umano nato per scrivere un libro, e nientaltro, sosteneva Agota Kristof. E se si pensa ai romanzi - una decina ormai - pubblicati dalla cilena Marcela Serrano, si pu credere che tutti siano parte preordinata di quel libro unico ed essenziale. Dove il tema narrare la storia di una o pi donne, la durezza della condizione femminile, la grandiosa bellezza della solidariet. Una donna la storia delle sue azioni e dei suoi pensieri, di cellule e neuroni, di ferite e di entusiasmi, di amori e disamori. Una donna inevitabilmente la storia del suo ventre, dei semi che vi si fecondarono, o che non furono fecondati, o che smisero di esserlo, e del momento, irripetibile, in cui si trasforma in una dea.

Serrano, dieci donne matte (ma non proprio da legare)


Una donna la storia di piccolezze, banalit, incombenze quotidiane, la somma del non detto. Una donna sempre la storia di molti uomini. Una donna la storia del suo paese, della sua gente. Ed la storia delle sue radici e della sua origine, di tutte le donne che furono nutrite da altre che le precedettero affinch lei potesse nascere: una donna la storia del suo sangue. Ma anche la storia di una coscienza e delle sue lotte interiori. Una donna la storia di unutopia: spiega cos la stessa Serrano (in Antigua, vita mia, Feltrinelli 2000). Questa volta (Dieci donne, traduzione di Michela Finassi Parolo e Tiziana Gibilisco, Feltrinelli, p. 288, 18), la struttura del racconto quella di un immaginario Decameron in cui le protagoniste sono nove matte (come le chiamano lautista del pulmino che le accompagna e i giardinieri dellistituto che le accoglie: ma un po nevrotiche e non matte da legare, precisa allegra una di loro) che partecipano a una riunione con Natasha, la loro psicoterapeuta, in cui dovranno spiegare la ragione che le ha portate a iniziare lanalisi. Dieci delimitati capitoli in cui ciascuna delle donne racconta la propria storia, ognuna in prima persona, tranne Natasha che interviene per ultima ma attraverso la propria assistente, la quale lascia intendere che tutto quello sembra essere una sorta di addio perch da quel momento le pazienti dovranno imparare a fare da sole la loro strada (e Natasha partir per il Vietnam, dove andr ad accomiatarsi dalla sorella morente, finalmente ritrovata). E chiss che non vi possa essere qui anche unintenzione di clemenza nei confronti degli uomini, visto che il libro dedicato a una figura maschile, il padre dellautrice. Al di l dellaffresco umano che si pu leggere nelle confessioni di quelle donne - Layla, giornalista dorigine palestinese violentata a Gaza da tre soldati israeliani; Man, ex attrice un tempo bellissima e ora in miseria; Guadalupe o Lupa o Lu, diciannovenne lesbica; Luisa che attende ancora il ritorno del marito Carlos, un desaparecido dell11 settembre; eccetera - intensamente percepibile nella narrazione la forza del presente storico cileno, con le sue diversit profonde e le cicatrici ancora aperte dopo la tragedia del pinochetismo che ha insanguinato il Paese. Se a tuttoggi non si sa quante siano state realmente le

vittime di quella carneficina - forse quarantamila, secondo il recente rapporto della commissione Valech, o forse pi del doppio - certo che rimane il bisogno di memoria, di verit e di giustizia. Come pure, le donne della Serrano, inventate e reali allo stesso tempo, sembrano trovare ogni giorno nuove compagne di strada: di questi giorni la popolarit di Camila Vallejo, leader degli studenti in lotta per laccesso agli studi universitari, pasionaria dagli occhi da gatta e carattere di ferro, che vive in clandestinit perch contro di lei stata riesumata unespressione cara a Pinochet, Muerta la perra se acaba la leva (uccisa la cagna risolta la faccenda). Se dunque la realt contro le donne, e soltanto lunione e la sorellanza tra donne possono essere antidoto, sar pur sempre vero quel che dice lassistente di Natasha, o suo alter ego: Ho pensato ad Anna Karenina: tutte le donne felici si somigliano, ogni donna infelice infelice a modo suo.
Marcela Serrano l8 settembre (ore 15), Chiesa di Santa Maria della Vittoria e il 9 (9,30), Palazzo Ducale, con Bianca Pitzorno

LEGGETE IL FUTURO SARETE OTTIMISTI


TULLIO AVOLEDO

Dalla Svizzera

Suter, un dandy ladro e truffatore verso la redenzione


LUIGI FORTE

Un thriller per antiquari, un tesoro davorio maschere nere e un lirico marinaro dal Nord
Da Londra
MIRELLA SERRI

Libellule cos care non se nerano viste mai. Con i loro occhi dorati ornano cinque coppe jugendstil di Gall, simili a grandi corolle, pezzi rarissimi della collezione dellanziano e ricco Klaus Hirt. Che siano finite nellultimo thriller dellelvetico Martin Suter, Allmen e le libellule, tradotto per Sellerio da Emanuela Cervini (pp.207, 13), non stupisce. Lo scrittore ha un debole per larte: quadri, case daste ed expertise di pittura facevano da sfondo al suo romanzo Lultimo dei Weynfeldt. Il mondo dorato di unalta borghesia in crisi

di identit in cui saggirano ladri e truffatori. Mestieri che anche il signor Allmen, che ama la bella vita, non disdegna dopo aver dilapidato uneredit plurimilionaria in franchi svizzeri e venduto, per i troppi debiti, la sua splendida villa. Certo noblesse oblige, e il nostro dandy ruba solo oggetti pregiati che poi vende allantiquario Tanner. Come dargli torto? I creditori lo inseguono e i conti di ristoranti e alberghi di lusso non aspettano. Cos di fronte alle coppe che scopre dopo un impetuoso amplesso con la figlia di Hirt, non ha esitazioni. Le libellule grazie a lui prendono il volo, ma il giallo non riesce a

decollare e finisce per sgretolarsi anche sul piano del linguaggio. Eppure gli ingredienti ci sono tutti: Tanner viene assassinato, Allmen rischia di lasciarci la pelle, Hirt muore dinfarto. Solo il factotum e domestico del protagonista, Carlos, un solido guatemalteco, sembra inossidabile. Resta lucido e incita Allmen alla riscossa: servo e padrone sulla via della redenzione. Alla fine le coppe saltano di nuovo fuori e Allmen ci guadagna pure. Ha scoperto che si pu far soldi stando dalla parte della giustizia. E ha trovato in Carlos un compagno di strada. Il tandem funziona, ma lo scrittore perde colpi e il giallo ironia e leggerezza. Non resta che aspettare la prossima puntata, perch Suter si affezionato ai suoi due eroi e programma una miniserie. Che il thriller gliela mandi buona.
Martin Suter il 7 settembre (ore 18) a Palazzo Aldegati con Piero Dorfles

E appena passata luna di notte quando, il 12 marzo 1938, pesanti stivali salgono le scale di uno dei pi giganteschi e sontuosi palazzi che affacciano sulla Ringstrasse di Vienna. Un drappello di giovani uomini con la svastica sul braccio irrompe e rovescia cassetti, fa a pezzi preziosi incunaboli, strimpella sul pianoforte spaccandone i tasti, fa sparire massicci argenti e, quando tutto il resto distrutto, fa volare nel cortile uno scrittoio in un rovino di fregi. Viktor ed Emmy von Ephrussi, con il figlio Rudolf, schiaffeggiati e coperti di sputi, assistono al saccheggio. Ma solo un primo assaggio. Il peggio deve ancora venire per i ricchissimi ebrei che, originari di Odessa, commerciano in grano, finanziano ponti sul Danubio e reti ferroviarie in Russia e Francia. La sorte di molti degli appartenenti al clan Ephrussi, distribuiti tra Parigi e Vienna, segnata dalle camere a gas, Emmy si suicida, Viktor trascorre in estrema pover-

De Waal, alla furia nazista sfuggono i gioielli giapponesi


Edmund de Waal (1964), critico, storico dellarte e professore di ceramica alla University of Westmister, uno dei pi famosi artisti della ceramica inglesi

t gli ultimi anni in Inghilterra e, del loro patrimonio arianizzato, nulla sfuggir alla devastazione. Si salva solo Uneredit di avorio e dambra, come recita il titolo del bellissimo libro del discendente degli Ephrussi Edmund de Waal (in uscita da Bollati Boringhieri, 18). Leredit consiste in 269 minuscoli capolavori giapponesi

scolpiti nellavorio: a ficcarli nella fodera di un materasso la fidatissima domestica, peraltro una gentile, che alla fine della guerra li restituir alla figlia di Viktor. Partendo da pochissimi documenti, de Waal si cimentato in una ricostruzione di unatmosfera e di unepoca altamente suggestive: il libro ha conquistato il mercato con sette edizioni

negli Stati Uniti e 200 mila copie vendute in pochi mesi in Gran Bretagna. Molto integrati, scarsamente religiosi, gli Ephrussi allo scoppio della prima guerra mondiale possedevano un patrimonio di circa 400 milioni di dollari attuali - incarnarono lanima mondana, culturale e artistica del Vecchio Continente. Charles von Ephrussi nella capitale francese dirigeva la prestigiosa Gazette: vi faceva collaborare lamico Proust (non sempre benevolo nei confronti degli ebrei) e da gran collezionista acquistava e sosteneva economicamente Manet, Monet, Degas, Pissarro, Moreau, Renoir (pronto a denigrare gli israeliti insieme ai livorosi de Goncourt che definivano Charles maleducato, insopportabile in quei salotti infestati da ebrei e da ebree). Di questa famiglia dalla pre-

senza tanto articolata, della sua vita quotidiana, delle lettere, dei diari, quasi nulla rimane. Tutto viene rubato, demolito, bruciato. A questa cancellazione contribuisce il dopoguerra, quando, non solo non si restituiscono beni, palazzi, libri, opere darte, ma si continua a considerare la vita degli Ephrussi come scritta sullacqua. Nel 1953 viene chiesto al presidente dellassociazione banchieri austriaci di ricostruire la storia di quella banca in cui era socio di Viktor e che da lui stesso fu consegnata nelle mani dei nazisti. La risposta netta: Non ne so niente (nel 1948 al novanta per cento degli ex iscritti al partito nazista viene concessa lamnistia che dopo dieci anni estesa pure ai membri di Ss e Gestapo). Cos solo il 42enne ultimo erede dei commercianti di Odessa, molti decenni dopo, con il suo scritto ha restituito concretezza a quelle ombre che contribuirono al rigoglo e alla prosperit artistica dellEuropa finita in cenere.
Edmund De Waal l8 settembre (ore 15,30), Fondazione Universit, 264 sculture raccontano

nale agli editori italiani: Per favore, ripubblicate autori come Pangborn, o Wolfe. Fateci leggere di nuovo Il paradosso del passato di Silverberg, o Io, Nomikos, l'immortale di Zelazny. E' vero, la fantascienza come genere letterario in crisi, e da molto tempo. Ma una crisi temporanea. Il genere si sta risvegliando, quantomeno nel mondo anglosassone. Leggere le antologie che raccolgono (o vorrebbero raccogliere) The Best SF of 2010 come cogliere su un monitor i primi segni di risveglio di un paziente in coma. Talenti nuovi e mostri sacri come il grandissimo Gene Wolfe hanno pubblicato lo scorso anno alcuni racconti assolutamente originali, del tutto inaspettati alla luce di anni di torpore e di stucchevole manierismo. Anche grandi autori mainstream ( cos che gli scrittori di fantascienza definiscono gli autori non di genere) si sono recentemente cimentati con tematiche fantascientifiche. Mi limito a citare Philip Roth e il suo Il complotto contro l'America, l'intrigante Non lasciarmi di Kazuo Ishiguro, La strada di Cormac McCarthy. Anche in Italia la fantascienza potrebbe rinascere, come genere. Il momento sin troppo buono. La grande Science Fiction americana nacque dalle ceneri della Grande Depressione. A ispirare la crescita della pi grande generazione di scrittori del genere (Asimov, Pohl, Heinlein, Leiber, Anderson, Sturgeon, Bester, per citarne solo alcuni) fu la Fiera Mondiale di New York del 1939, il cui nucleo The World of Tomorrow, coi suoi sogni ottimistici di un futuro di auto volanti, robot intelligenti e viaggi nello spazio, avrebbe dovuto costituire il momento di trionfo dell' Era delle Macchine, e invece ne rappresent il canto del cigno. Quella visione del futuro mise radici e germin nel cuore e nel cervello di ragazzi usciti dalla Grande Depressione, che presto avrebbero dovuto affrontare la Seconda Guerra Mondiale e l'incubo dell'Era Nucleare. Quella visione forn la cosa di cui quella generazione aveva pi bisogno: la fiducia nel futuro. Il futuro, di questi tempi, rimasto solo nelle bugie dei politici e nelle proiezioni economiche sempre pi pessimistiche. Sembra che siamo incolonnati in una lunga fila a senso unico. Non cos. E' quello che qualcuno vorrebbe farci credere, ma non cos. E' tempo che una nuova generazione di lettori e di scrittori si riappropri del futuro e ne liberi il potenziale immaginativo, creativo e (perch no?) eversivo. Pensare al futuro fa guardare con occhi pi aperti e critici al presente. Che non , non mai stato, l'unico mondo possibile. Se passate per Mantova, fate un salto a trovarmi, e venite a scoprire quanto futuro c'era nel nostro passato, e cosa abbiamo perduto. Potrebbe essere un buon posto per ricominciare a sognare.

Segue da pag. I

VI

Narrativa
Lunico Arsenio
16 novembre 1933 Lettera ragionieresca firmata Arsenio (forse l'unica firmata cos ). Arsenio = brucio (lultima poesia degli Ossi di seppia). E' il tempo in cui sembra si accendesse l'intesa sentimentale con Lucia Rodocanachi, la negresse inconnue che vigiler sule traduzioni di Montale, Vittorini, Sbarbaro, Gadda

Kenzaburo Oe Un nuovo pannello


della grande opera che il Nobel sta componendo sulla terra natale

Nella foresta giapponese ecco Lolita e Poe


ANGELO Z. GATTI

GIUSEPPE MARCENARO

Corposo e pregnante il romanzo del Premio Nobel giapponese Kenzaburo Oe La vergine eterna, in prima traduzione mondiale per merito di Gianluca Coci. Autobiografia, riferimenti letterari a opere di autori classici e moderni, finzione, diario di lavoro, indagine con appigli psicanalitici, devianza sessuale, richiami alla storia e ai miti legati alla foresta primigenia dello Shikoku, dove nato, formano un nuovo pannello della grande opera che, di libro in libro, Oe sta componendo sulla terra natale con maniacale coerenza stilistica. C' un Progetto M: la realizzazione di un film tratto da Michael Kohlhaas di Heinrich von Kleist, cronaca cinquecentesca di soprusi e di ingiustizie, ma trasposta al tempo delle rivolte contadine contro l'aumento delle imposte nello Shikoku durante la Restaurazione Meiji (seconda met dell'Ottocento). Quest'ultimo tema era gi stato affrontato da Oe nel romanzo Il grido silenzioso. Ci sono tre personaggi principali: Oe stesso che ha l'incarico di stendere la sce-

neggiatura, Komori Tamotsu, il produttore di pochi scrupoli e l'attrice Sakura Ogi, affermata star internazionale, donna indipendente, appassionata ma interiormente fragile, nel cui passato c' un terribile segreto da lei rimosso, che ha condizionato la sua distorta sessualit e che la tormenta con sogni e incubi angosciosi. E' Sakura a imporsi come protagonista del film che avr come titolo La Madre di Meisuke scende in campo di battaglia, opera al femminile con un'eroina che combatte ogni oppressione. Oe affascinato dalla figura di una fanciulla presente in una poesia di E.

Autobiografia, finzione, diario di lavoro, indagine con appigli psicanalitici, devianza sessuale
A. Poe: Annabel Lee (nome che sta nel titolo in originale e nome anche di uno dei primi amori di Humbert Humbert adolescente nel romanzo Lolita di Nabokov). Sono tre anche i tempi del romanzo. L'oggi del prologo: Oe mette in scena un se stesso ultrasettantenne, l'ormai maturo figlio Hikari, nato con una grave malformazione mentale ma dotato di un'acuta sensibilit e di un non comune talento musicale, e la sorella Asa incaricata di occuparsi della documentazione storica ambientale. Gli Anni Settanta della contestazione e delle lotte civili: il nucleo centrale con la stesura della sceneggiatura che migliora in progressione e che culmina nella drammatica rivelazione del segreto. Uno shock gravissimo per Sakura e un pubblico scandalo con risvolti nella pedopornografia portano all' interruzione del film. Ritorno all' oggi nel lungo epilogo: ripresa della lavorazione voluta con caparbiet da Sakura che si immedesima in modo totale nel ruolo della Madre di Meisuke a capo della rivolta contadina. Il finale prelude alla positiva e felice realizzazione del film. Da storia di un fallimento a storia di un riscatto. Tre i personaggi; tre i tempi; Michael Kohlhaas, Annabel Lee, La Madre di Meisuke, triangolazioni per un magistrale romanzo cinematografico. Potente e notevole. Come sempre.

Muore a getto continuo, diceva di lui Bobi Bazlen. Non avrebbe comunque immaginato come sarebbe stato il proprio funerale: nel duomo di Milano, presente il presidente della Repubblica, autorit dello Stato e dellintellettualit. Apoteosi analoga a quella riservata ad Alessandro Manzoni. Da scontroso appartato, aveva amato lombra delle formiche, gli sgomenti e gli interstizi del cuore. La sorte gli riserv grandinate di onori: Cavaliere di Gran Croce, senatore a vita, lauree honoris causa, il premio Nobel. Altro che Troppo spesso invece piove sul bagnato. Con un Montale ancora caldo, nel 1996, il primo centenario della sua nascita fu celebrato con fervore. Anche il francobollo commemorativo, col suo perplesso profilo davanti a unupupa. Cosa mai aveva combinato per meritare tanto? Scritto versi e nascosto il proprio privato. Per decenza di vivere. Infratt per se stesso nellopera sua, metaforizzando poesia e prosa in una inesausta autobiografia che sguinzagli famelici critici da me depistati per svelare il dritto e il rovescio dei segreti del signor Eugenio Montale, nato a Genova il giorno della scoperta dellAmerica del 1896. possibile pensasse che col tempo i pettegolezzi diventino miti. E lui, con sublime strategia, li aliment. Ne diffuse di eterei e sulfurei, sparsi nelle lettere, negli elzeviri e nei suoi versi, con avventizia e circospetta de-

fafsDSAVGsv
trdesqwrderqwedqrwedrqwedrqwdesfwrdesfgwDESAfFDEdefgDETW2ED2E4D1E

Il funerale
Montale prefigura il proprio funerale. Dopo il carro Lucia e Paolo Rodocanachi, detto Cian, Grande sotto il peso della rivista Circoli, i cani fiorentini di Montale. Dopo il funerale, ad Arenzano. Sulla Frau si lamenta Cian Rodocanachi ; busto di Edgardo Morpurgo; Lucia che cura le piante grasse. I commenti: Aldo Capasso (detestato da Montale): Era un fesso; articolo - Morte di un versificatore - su Il Lavoro, firmato Stella Nera (Giovanni Ansaldo), altro antipatizzante di Montale

Infratt se stesso nell'opera sua, metaforizzando poesia e prosa in una inesausta autobiografia
strezza. Gioc a nascondino con lesistenza propria e degli altri. Puro amusement di satiro? Veniali chiacchiere? Ideal salotto alla Ivy Compton Burnett, dove con laroma del te vagheggia profumo di mandorle amare? Larsenico. Arsenio? La rincorsa a svelare i segreti delluomo-poeta era cominciata presto, lui ancora in vita. Sommessa, ma in qualche modo da Montale stesso alimentata. Nei trentanni che ci separano da quandegli attravers lestremo varco, la caccia ai segreti del maggior poeta italiano del Novecento si slargata. Montale ha disseminato tracce per divertire i suoi esegeti, accademici di lungo corso, cultori di quella pagina che, nella Settimana Enigmistica, si chiama Palestra della Sfinge. Da dove nasca la furiosa curiosit di rovesciare come un guanto la vita e lopera di un poeta dipende ovviamente dallaffinit esistenziale che, a vari livelli, ognuno pu trovare nei suoi versi; e dalle trappole biografiche diffuse da Montale medesimo. Si infil nelle misteriose fessure dellesistente per carpire un recondito segreto, che lui stesso sapeva non esservi: lo

Inediti Trentanni fa moriva il Nobel che depist


critici e biografi: pubblichiamo le carte mai viste, con arsenici giochi salottieri, perfidie, amori mai erotici

Kenzaburo Oe nato nel 1935. Ha ricevuto il premio Nobel della letteratura nel 1994

Montale segreto: fate pure tanti pettegolezzi


sbaglio di natura, origine dello sgomento che ci fa figli di un refuso. Pi che svelare una scheggia del mistero in cui tutti siamo calati, altri enigmi aggiunse. I versi suoi lasciano atterriti. Corteggi linvisibile. Montale quello che arrivato pi vicino allineffabile disse Carlo Bo. Per questo, del suo labirinto di riflessi e controfigure si vuol sapere tutto. Si pretende conoscere le immagini poetiche in primo piano e sullo sfondo. Cosa rappresentino nelluniversale garbuglio. Quale vero volto si celi dietro alle centomila maschere con cui Montale si nasconde. Quale lidentit di nomi celebrati: Arletta, Clizia, Dora Markus... Chi fossero Esterina e Gerti... Cos vere nella memoria e cos trasfigurate tra i versi da essere confuse con fantasmi. E lui, sarcastico e distaccato, perduto in siderali silenzi. Forse il vero segreto di Montale era che non voleva, trattandolo lui con strana dimestichezza, far mostra del suo tragico dolore esistenziale. Spesso il male di vivere ho incontrato. E a tutto il suo cartellone poetico di primedonne, caratteri e comparse, coniugato a complici freaks, affidava una estenuata lamentazione: le accasciate lettere inviate a Bazlen, la saga dellincertezza nelle missive a Irma Brandeis, lamaro gioco salot-

p p p p

Kenzaburo Oe LA VERGINE ETERNA traduzione di Gianluca Coci Garzanti, pp. 244, 18,60

Tuttolibri
SABATO 3 SETTEMBRE 2011 LA STAMPA

VII

Cartolina
Cartolina del 19 dicembre 1932, inviata a Lucia Rodocanachi, con disegno di Montale . Il poeta annuncia che arriver ad Arenzano per la consueta colazione di Santo Stefano. Amici e letterati si incontravano a casa di Lucia Rodocanachi (Lucia Morpurgo, nata a Trieste nel 1901, scomparsa nel 1978) , due volte l'anno. A Santo Stefano appunto e il Luned dell'Angelo.

LONTANO E VICINO
ENZO BIANCHI

Limmigrazione via al progresso


Filosofi, sociologi e teologi, laici, cristiani e musulmani in dialogo
a pi parti l'im- fato la situazione, questa semigrazione nel conda raccolta si addentra nostro paese vie- nei dettagli e offre piste di fene presentata co- condo arricchimento. Filosome un proble- fi, sociologi e teologi, laici, crima: se ne ignorano voluta- stiani e musulmani dialogano mente le cause economiche su alcuni snodi fondamentali e sociologiche, se ne enfatiz- del fenomeno migratorio: il zano gli aspetti negativi, si rapporto tra identit e ospicercano soluzioni sbrigative talit, il paradigma biblico che ignorano il rispetto dei dello straniero e dell'esodo, diritti umani e lo straniero perdella dignit di cepito come alogni persona. tro e stimolo Anche quando alla relazione se ne colgono nella scia di penle ricadute posatori come Risitive nel mercoeur, Buber e cato del lavoro Jabs. Il rapporo nel mantenito con lo stramento del siniero, inoltre, stema pensiosolleva anche nistico, sovenquestioni etite lo si fa a preche e politiscindere dalle che, cos come singole persole migrazioni ne e dalle loro possono suggevicende umarire nuovi perne, quasi che il corsi alle Chiepoco di positise stesse che alvo che si coPaul Ricoeur cuni contributi stretti ad attridelineano con buire al fenomeno migrato- sapienza. rio si riduca a braccia a Sono pagine molto denbuon mercato e a contributi se, eppure di impatto immeversati. diato perch nate da espeEppure, come tutti i feno- rienze sul campo rispetto almeni problematici, l'immi- le quali nessun lettore pu grazione anche - e forse so- sentirsi estraneo: non teoprattutto - un' rie astratte n enorme opporsogni utopici, tunit: infatti, ma la concretissuscita s un sima volont di duplice spaeleggere la realsamento, in t e di coglierchi arriva cone l'enorme me straniero potenzialit come in chi lo per l'edificaaccoglie e zione di una non riconosociet apersce pi i confita, radicata ni familiari nella memoria del proprio del proprio paambiente, trimonio ed atma al contemtenta al nuovo po smuove sicos da valoriztuazioni crizarlo nella sua stallizzate, obdiversit per bliga a verifiEdmond Jabs farne non una care la solidiminaccia ma t di convincimenti etici e un arricchimento dell' civili, arricchisce il comu- identit di ciascuno. ne tessuto culturale, desta Come diceva il vescovo interrogativi fecondi in Claverie in Algeria, si tratambito religioso. E questo ta di creare luoghi umani senza clamori o iniziative dove si impara a guardareclatanti, ma semplice- si, ad accogliersi, a collabomente attraverso il vissu- rare, a mettere in comune to quotidiano, l'intrecciar- le eredit culturali che fansi di storie e di individui, lo no la grandezza di ciascuscambio naturale tra i ban- no. E che, insieme, possochi di una scuola, le impal- no fare la bellezza dello cature di un cantiere o le spazio che condividiamo corsie di un ospedale. su questa terra. E non manca chi dedica tempo ed energie a riflettere e operare per cogliere l'opportunit di progresso civile che l'immigrazione offre. Ne prova il volume curato da Alessandro Cortesi e Sebastiano Nerozzi per le Edizioni Nerbini (Migrazioni, incontro con l'altro. Identit, alterit, accoglienza) che raccoglie una serie di contributi p Alessandro Cortesi frutto delle iniziative del p e Sebastiano Nerozzi (a cura) Centro Espaces Giorgio p MIGRAZIONI, INCONTRO CON La Pira di Pistoia. L'ALTRO Se un primo volume - Mip Identit, alterit, accoglienza p Nerbini, pp. 328, 20 grazioni, segni dei tempi aveva per cos dire fotogra-

Il ritratto di Carlo Levi


Il dipinto di Carlo Levi risale agli Anni Trenta. Levi, tra i Sei di Torino, sar vicino a Gobetti, leditore degli Ossi di seppia nel 1925

Da Londra Laddio a Lucia


Dono d'addio di Eugenio Montale a Lucia Rodocanachi. Souvenir di una storia mai cominciata. Alla copia di Emma della Austen, offerta a Lucia in partenza, dopo un breve soggiorno a Firenze, Eusebio alleg, sigillato in una bustina, un biglietto vergato a matita: ...Mi scriva anche se mi perdona di essere stato tanto cretino sei anni fa e se non ci sar nessun rimedio: Cinema, Brasile, fughe, divorzi, ecc. Cian [Paolo, il marito di Lucia] un buon amico ma dovevo impedirgli i suoi precedenti matrimoni... Si ricordi che sono fedelissimo anche nelle amicizie, se di tanto poco mi devo contentare Eastbourne una poesia delle Occasioni probabilmente scritta nellhotel da cui la carta intestata. La lettera la traccia di un viaggio topico per Montale. Gli fu imposto dalla Mosca per allontanarlo dalla tresca che aveva con Irma Brandeis

tiero con Lucia Rodocanachi, la dolente confidente, socia in maldicenze e vittima di un altalenare di amorosi sentimenti, continuamente delusi. Lamore passione, sempre sensuale e mai erotico, cifra immutabile dei rapporti di Eusebio con le donne. Il pervicace Vorrei e non vorrei, coniugato da lui per tutta la vita al genovesissimo e arabizzante maniman che significa Non si sa mai. Ma pi forte: esortazione furba, vigilanza tattica, malizia, non impegnarsi mai...

Le accasciate lettere a Bazlen, la saga dellincertezza con Irma Brandeis, i surreali sarcasmi
Scrivendo lettere vagolava nel mondo suo, mordeva con surreali sarcasmi letterati delusi, artisti ansiosi, femmine ammirabili. Dopo malevole e turpi insinuazioni scritte per far divertire i suoi complici, raccomandava il silenzio, acqua in bocca. A Lucia Rodocanachi, la correa preferita: Dovrebbe stracciare i private sheets, come faccio io, per evitare la curiosit degli eredi. Avrebbe potuto scrivere: La curiosit dei posteri. Vergando perfidie, mischiandole ai sentimenti suoi, e affidandole

Il pittore
Eugenio Montale affresca una parete della casa di Raffaele De Grada a Vittoria Apuana (luglio 1950), da Eugenio Montale. Immagini di un tempo, a cura di Franco Contorbia (Mondadori)

al segreto di una lettera, tentava, assolvendosi, di esorcizzare lorrore che doveva provare per l'esistente. Stato passabilmente riscontrabile in uno degli ultimi dolorosissimi e ambigui messaggi inviati a Lucia Rodocanachi. Nel 1963, ricevendo le condoglianze per la morte della moglie, le scrisse: ...Se dieci (o pi?) anni fa cessai di scriverti fu per ragioni che per lettera non potr mai spiegarti... Per me la Mosca non era una moglie, n unamante; era una carta che io avevo giocato lottando con tutte le mie forze... ti prego di perdonare limperdonabile ritegno. Ricordando ai suoi corrispondenti la distruzione delle proprie lettere, si augurava fossero conservate. Svelandosi il segreto della corrispondenza si sarebbe continuato a parlare di lui e della sua poesia; e della propria catastrofica autocommiserazione - il morente Eusebio, il povero Eugenio, linesistente, il desolato, lOld Eusebius, lOld Grey... reiterato contrappunto con cui emulsionava infelicit, pervicace limitatezza, perpetuo bisogno di consolazione. Inciampava continuamente nel quotidiano. Per non sbagli mai un colpo nellattivissima e sorprendente capacit di organizzare il proprio successo letterario.

VIII

Saggistica
Gustav Mahler (1860-1911). A destra, Richard Strauss (1864-1949) in un ritratto di Max Liebermann (1918)

Ritratto Incontri, amicizie, ambienti,


opere: uno sguardo pieno di affetto nellanima del compositore
SANDRO CAPPELLETTO

Un cuore di tenebra per Brahms

Unimmagine del giovane Brahms


GIORGIO PESTELLI

Gli studi musicali italiani si arricchiscono di un'opera fondamentale con questo Johannes Brahms di Maurizio Giani: non solo per l'ampiezza del volume (pi di 600 pagine, biografia, esame completo dell'Opera, cataloghi e apparati esaurienti e aggiornati), ma per la qualit del livello intellettuale, il coinvolgimento interno e, pregio non secondario, la specchiata chiarezza della lingua e dell'esposizione. La vita trattata in modo succinto, ma abbastanza a fondo da passare l'uomo Brahms sotto una lente, con mano leggera ma indagativa; incontri, amicizie, ambienti spiccano precisi; sul famoso rapporto con Clara Schumann, forse la punta sentimentale di una vita apparentemente monotona, s'intuiscono

Il fondamentale studio di Giani: il disagio del creatore di prima mano con alle spalle il peso della tradizione
le fiamme della passione, ma con la delicatezza di chi mette a riscontro ipotesi, illazioni, fonti anche contraddittorie a integrarsi come tessere di una figura pi problematica di quanto non si creda. Il catalogo delle composizioni di Brahms non smisurato, ma, come si sa, controllatissimo e in pratica senza punti deboli, per cui l'impegno di dominarlo tutto enorme; con metodica pazienza di ogni opera ci viene dato: genesi, cronologia, fonti letterarie, varianti, struttura formale, visione d'assieme sul significato storico; anzi, dove Giani si trova nel suo centro, proprio quando salda una singola opera nell'edificio storia della musica, come anello di una catena. Pochi musicisti sono cos connessi alla storia come Brahms, per cui la sua opera il paradiso dello studioso: come il nostro autore lascia trapelare quando confessa che si ama Brahms non solo per i valori puramente musicali, ma per i tesori di dottrina e di conforto che essa riuscita sinora a dispensare a quanti si sobbarchino alla dolce fatica di penetrarvi i segreti.

Decisive alla vitalit del volume sono le digressioni inserite nel racconto: Brahms lettore, Brahms musicologo, Wagner contra Brahms e cos via, come le pagine sul canto popolare, e sulla storia della fortuna brahmsiana; che poi, pi che digressioni, sono parti perfettamente integrate a delineare un percorso, dal primo scapigliato romanticismo tedesco, agli anni bismarkiani della fondazione della Germania, ai riflessi del fine secolo. Sul piano critico sono del tutto originali le pagine (Ansia da dipendenza?) che mettono Brahms nel fuoco di problemi moderni elaborati da W.H.Auden sul disagio del creatore di prima mano con alle spalle il peso della tradizione; trattate sempre con concretezza, senza cedere a paralleli centrifughi e discutendo e superando le rigidezze teoriche usate in materia da Harold Bloom. Impossibile qui dar conto di tutte le prospettive aperte dai risultati di questa dolce fatica; ma accenniamo almeno alla felicit delle sezioni dedicate ai Lieder: perch qui fra tanti dati minuziosi Giani getta uno sguardo pieno d'affetto dentro l'anima di Brahms scoprendo inediti risvolti; come sull'op. 32, definita il Viaggio d'inverno di Brahms: Il viaggio nella notte di un cuore di tenebra, un devastante psicodramma di rara sincerit e con accenti del tutto inconsueti nel liederista sospettoso della parola troppo eloquente, e tanto sensibile al decoro esterno. Cos il vecchio clich del campione di una sana alternativa agli eccessi romantici e decadenti, si compone in questo libro in un nuovo ritratto ricco di luci e ombre.

Comincia il pi vecchio: Le chiedo di volermi suggerire quale strada mi convenga seguire per ottenere lesecuzione di una mia sinfonia nella prossima stagione di concerti.... Ventitr anni dopo, tocca in sorte al pi giovane scrivere lultima lettera: Caro amico! Leggo con grande gioia che sta meglio ed sul punto di sconfiggere la Sua dolorosa malattia. Forse sar lieto di sapere, nelle ore tetre della convalescenza, che il prossimo inverno eseguir a Berlino la Sua Terza sinfonia con lOrchestra di Corte. E l11 maggio 1911; una settimana dopo, a soli 51 anni, Gustav Mahler muore e Richard Strauss rimane privo del colloquio con il musicista che pi di ogni altro stimava. Quanto simili e quanto diversi i due titani di cui ora Archinto pubblica lepistolario: Mahler (1860-1911) e Strauss (1864-1949), ambedue compositori e direttori, con incarichi pubblici di grande responsabilit; il primo pi stimato, dai suoi contemporanei, con la bacchetta in mano, mentre il secondo non ha rivali per quanto riguarda il riscontro del pubblico. Tutti e due, il boemo e il germanico, si esprimono in tedesco: diretta, talvolta rude la prosa mahleriana, pi di mondo e forbita quella di Strauss. Musicalmente, sono assai distanti:

Epistolario Nel titano tedesco deflagra la vita,


il boemo felice solo quando pensa alla morte

Cos rude Mahler cos forbito Strauss


Strauss inanella con le sue opere - Salome, Elektra, Cavaliere della Rosa, Arianna a Nasso, molte altre - un successo dopo laltro, Mahler di opere non riesce a scriverne una che sia una. In Strauss deflagra la vita, con le sue lussurie e le sue angosce, Mahler felice solo quando pensa alla morte e alla pace che pu donare. Ma quanto rispetto reciproco, quale perfetta consapevolezza dei valori in campo. Quando Strauss deve respingere le accuse di chi gli rimprovera di voler favorire, pi di qualsiasi altra, la musica di Mahler, questi a sua volta protesta: Lei sa benissimo che io non sgomito certo per impormi, e non sono minimamente vanitoso. Lanno pi caldo il 1905: Strauss ha completato Salome, prendendo spunto dalla tragedia di Oscar Wilde. Mahler vuole assolutamente dirigere la prima, allOpera di Vienna di cui direttore. Ma la censura della capitale dellimpero non concede il via libera, per motivi

LODIO PARALIZZA LA VITA, LAMORE LA LIBERA.


Chicago, anni Sessanta: Martin Luther King tiene un discorso in occasione di un raduno presso le Robert Taylor Houses. Di l a poco, gli sar conferito il Premio Nobel per la pace in riconoscimento del suo impegno civile. Instancabile paladino degli emarginati, si sempre esposto in prima persona per combattere i pregiudizi etnici nella societ americana e per promuovere la forza creativa dellamore come alternativa alla violenza nellevoluzione sociale. Le sue parole - come il celebre discorso I have a dream- ancora oggi emozionano tutto il mondo. Scoprile nel secondo libro della collana Uomini Liberi.

2 volume Martin Luther King La forza di amare QUESTA SETTIMANA A SOLI 6,90 IN PI IN ESCLUSIVA CON FAMIGLIA CRISTIANA
p Maurizio Giani p JOHANNES BRAHMS p L'Epos, pp. 641, 58,30

RICHIEDI LA TUA COPIA IN EDICOLA E IN PARROCCHIA SCOPRI E PRENOTA LINTERA COLLANA SU www.famigliacristiana.it/uominiliberi

Tuttolibri
SABATO 3 SETTEMBRE 2011 LA STAMPA

IX

ANNIVERSARIO
GIANANDREA PICCIOLI

Bloc notes
LA VIA DEL SALE

Jemolo, il cattolico che non confondeva peccato e reato


Trentanni fa scompariva lo storico e il giurista che sempre sostenne la netta separazione fra Chiesa e Stato

Per Nico Orengo


= E dedicata Nico Orengo, il
poeta e scrittore scomparso nel 2009, la terza edizione di Via del Sale, percorso di arte contemporanea dal Roero alla Langa, al mare. La manifestazione, curata per sette edizioni dallo stesso Orengo e da Silvana Peira, si inaugura oggi al Castello degli Scarampi di Prunetto. Tra gli artisti 2011: Gabriella Benedina, Jean Gaudaire, Giorgio Griffa, Luigi Mainolfi, Giulio Paolini, Salvo, Ugo Giletta, Gilberto Zorio.
A VENEZIA

morali e religiosi. Lopera non pu essere rappresentata, Mahler si batte invano perch il divieto venga revocato, protesta, si inimica le autorit, con conseguenze che saranno per lui penose. Mentre Strauss, da Dresda, gli scrive: Mi mancato molto. Ha perso unesecuzione eccellente... le avrebbe dato una grande gioia. Libro da leggere ascoltan-

do le tante musiche via via citate, riflettendo sulle osservazioni verso altri compositori (Wagner, anzitutto), sui critici pi o meno attendibili e prevedibili, sulle caratteristiche dei cantanti. Mentre attorno ai due autori sta per compiersi una delle pi fertili metamorfosi del linguaggio musicale occidentale. Traduzione curata, scorrevole, elegante. Pi sconta-

Il cammino parallelo: dal 1888 al 1911, mentre si compie una delle pi fertili metamorfosi del linguaggio musicale
ta la prefazione dove il curatore Nicola Montenz preferisce sunteggiare le diversit stilistiche dei due protagonisti, piuttosto che informarci sulla vicenda del ritrovamento di queste lettere. Strauss ne ha scritte tante quante Mahler, che per era distratto e disordinato in modo supremo, e le andava dimenticando ovunque. La caccia, dunque, ancora aperta.

p p p p p p

Gustav Mahler Richard Strauss IL CAMMINO PARALLELO LETTERE 1888-1911 cura e trad. di Nicola Montenz Archinto,pp. 144, 15

on pensiamo pi con rancore a chi era dallaltra parte, a quelli che sono stati i vinti della Resistenza. (...) Pensiamo semplicemente alla prova che il popolo italiano diede di saper scegliere la giusta via (...). Chi rammenta quei giorni, ben sa che lanima dellItalia la si coglieva tutta nellambito dellantifascismo. (...) In questo giorno penso anche ai vinti della Resistenza: con piet per quelli che furono i loro caduti. (...) Non possiamo andare pi in l; non cadere in un agnosticismo. Che tutte le cause possano avere dei martiri, non permette di conchiudere che tutte siano eguali. Dispiace frammentare per motivi di spazio un articolo del 1958 che fa piazza pulita di tutte le ambiguit scritte e dette in questi ultimi ventanni, sia a sinistra (vero, onorevole Violante?), sia, pi comprensibilmente, a destra, sia nellarea terzista, che si fa scudo degli studi di De Felice e che nellambiguit trova il suo brodo di cultura. Sono parole rigorose, attente alle distinzioni, e nello stesso tempo piene di rispetto e di pietas. Si riconosce lo stile del loro autore, Arturo Carlo Jemolo, il liberale cattolico per anni collaboratore prestigioso della Stampa, di cui ora esce presso Aragno una raccolta di 41 editoriali scelti (e non deve essere stato lavoro facile) e curati con fredda passione da Bruno Quaranta. Jemolo, nato nel 1891, fu uomo impregnato ancora di spirito risorgimentale; liberale autentico, di quelli che non attecchiscono in Italia; cugino di Attilio e Arnaldo Momigliano; ammiratore del sacerdote modernista Ernesto Buonaiuti, che nel 1921, in un intervallo fra una scomunica e laltra, celebr il suo matrimonio; allievo di Francesco Ruffini, il grande sostenitore della libert religiosa, maestro anche di Piero Gobetti e di Alessandro

Galante Garrone. Professore di diritto ecclesiastico, cattolico austero (amava i giansenisti di Port-Royal), intransigente sui princpi ma pronto alla misericordia, quella vera, di impronta manzoniana, non quella compromissoria della vulgata clericale, Jemolo sostenne per tutta la vita, con dottrina giuridica e sensibilit storica, la necessit di una netta separazione tra Stato e

Arturo Carlo Jemolo

p p p p

Arturo Carlo Jemolo IL MALPENSANTE a cura di Bruno Quaranta ARAGNO, pp. 242, 12

Chiesa: Ed il punto proprio quello: se lo Stato possa imporre anche ai non credenti la soluzione che abbia una base puramente religiosa. E si batt in tutte le occasioni perch non si facessero indebite commistioni fra peccato e reato. Fu contrario al Concordato del 29 e alla formulazione dellarticolo 7 della Costituzione.

Gi nel 1945 fu federalista ante litteram e fautore dellabolizione delle Province: se lonorevole Calderoli leggesse anche solo alcune di queste pagine anzich giocare al piccolo costituzionalista, il dibattito pubblico, e il Paese, ne trarrebbero senzaltro giovamento. Ma tanti altri temi fervono in questo libro cos sideralmente remoto per riserbo personale, eleganza formale, pacatezza e rigore di ragionamento e insieme cos ricco di spunti attualissimi, dal problema cementizio (continue, ininterrotte sconfitte di quanti oppongono valori estetici o storici allinteresse privato) al tema della fede (La fede in un mondo impercettibile ai nostri sensi, che la nostra ragione non ci fa escludere, ma non ci consente di dimostrare). Accenno soltanto a due, controcorrente, connessi fra loro. Lelogio, scritto nel 1980!, della piccola borghesia, che non quella rappresentata dalle ossessioni securitarie o dalle frustrazioni di Olindo e Rosa bens quella, un po idealizzata, che aveva come valori la sobriet economica, la seriet, il culto del dovere, il senso della disciplina, laspirazione alla cultura, il gusto per il decoro, la coscienza che le sorti del singolo non sono separabili da quelle del Paese. (...) Laver lasciato questa piccola borghesia pervertirsi la vera ragione del crollo di un Paese, di una civilt. E lelogio della povert, materiale e non solo, scritto nel 1979, sulla soglia della Milano da bere craxiana: Vorrei che quella che attendo fosse una povert pulita, che desse il bando non solo allalcol e alla droga, ma anche alle espressioni oscene, alla volgarit del linguaggio. Diamoci tutti del tu (...) ma serbiamo una certa delicatezza (...): mai toccare i tasti dolorosi per linterlocutore, mai umiliarlo. E mai auspicio fu pi disatteso.

Magris e Nesi
= Il discorso amoroso tra
cinema e letteratura. A Venezia, Hotel Excelsior, luned 5, ore 12,30, incontro con Claudio Magris, Edorado Nesi, Giorgio Pressburger, Elisabetta Sgarbi. In occasione della presentazione di un lungometraggio (di Pressburger) e di un corto (di Elisabetta Sgarbi) ispirati, rispettivamente, a Lei dunque capir dello scrittore triestino e e un testo del neo premio Strega.
A MONFORTE

Scrittori a tavola
= Da De Amicis a Arpino, da
Sanguineti a Calvino, da Nino Costa a Pinin Pacot. A tavola con le parole. Il cibo e il vino negli scrittori liguri e piemontesi il tema del convegno in programma sabato 10 settembre, a Monforte, Auditorium Fondazione Bottari Lattes.
RODDI

Per la poesia
= Roddi stato proclamato
dal consiglio comunale il paese della poesia. Dodici bacheche un cammino in versi che si dispiega nel centro piemontese accolgono dai giorni scorsi altrettanti testi poetici (dal Nobel Szymborska alla Lamarque, alla Gualtieri). La stessa Lamarque e Maurizio Cucchi hanno inaugurato il Cammino, gemmato dal premio di poesia che in Roddi fruttifica da sedici anni (presidente Giovanni Tesio).
BANVILLE

Senza firma
= Sul numero scorso, la
recensione del libro di Banville Teoria degli infiniti apparsa senza firma. Ne autore Claudio Gorlier.

Classifiche
AI PUNTI
LUCIANO GENTA
anno brillato tutto agosto i gioielli di Tiffany. Ci si era lasciati con al vertice il vincitore dello Strega, ma ha resistito due sole settimane. Senza nulla togliere al suo ethos civile, Nesi non aveva lepos di Pennacchi, Strega 2010. Daltra parte nemmeno a Scarpa nel 2009 era bastato lo Strega (e poi, avendo di fronte quella sfacciata di Zia Mame, non cera partita). Si conferma che il premio benzina solo se gi romba il motore, come per Giordano 2008, Ammaniti 2007, Veronesi 2006... Cos la bottega di Melissa Hill, sfornando una bigiotteria placcato oro scacciapensieri, ha conquistato e mantenuto il primato, con un valore dei 100 punti poco sopra le 10 mila copie, ora

Tuttolibri
SABATO 3 SETTEMBRE 2011 LA STAMPA

Qui son solo le donne che fan manovre


I PRIMI DIECI

sceso intorno alle 8000 copie. Un livello comunque di rilievo, considerando che, a parte la Diffenbaugh, tutti gli altri se ne stanno sotto le 5000 e tra i primi 10 la prima e unica novit della rentre, la cilena Marcela Serrano, sottile affabulatrice di cuori tristi e solitari, non arriva alle 3000: vedremo se sar lei a prendere la staffetta dalla Hill, fermo restando che qui sono soprattutto le donne, autrici e lettrici, a decidere le manovre dei nostri punti. Magari avessero voce in capitolo anche nel consesso di quegli smanovratori alla sbaraglio che hanno afflitto la nostra estate, rievocandoci La nave dei pazzi (Sebastian Brant, 1494; Alexander Barclay, 1509), dove tra delirio e farsa si procedeva al-

la promozione di persone incapaci a posti di responsabilit. Per non naufragare, converrebbe regalare a maestri e maestre il libro, questo s aureo, di Franco Fichera Le belle tasse, uscito da Einaudi la primavera scorsa, per mostrare ai bambini come e perch un sacrificio per il singolo pu e deve produrre un interesse collettivo. Uneducazione alla cittadinanza, per non rassegnarsi al dominio del Nipote di Rameau, il dialogo di Diderot che Silvio Orlando recita stasera al Festival della mente di Sarzana. La sua buffonesca morale cinicamente attuale: Adempiere i propri i doveri, a che porterebbe?... Vedo uninfinit di persone che sono felici senza essere oneste.
INDAGINE NIELSEN BOOKSCAN

100

73

3
NESI BOMPIANI

52

4
SNCHEZ GARZANTI

45

5
CAMILLERI SELLERIO

39

Un regalo da Tiffany
HILL NEWTON COMPTON

Il linguaggio segreto dei fiori


DIFFENBAUGH GARZANTI

Storia della mia gente

Il profumo delle foglie di limone

Il gioco degli specchi

6
SERRANO FELTRINELLI

32

31

8
VARGAS EINAUDI

31

27

10

27

Dieci Donne

Il libro segreto di Dante


FIORETTI NEWTON COMPTON

La cavalcata dei morti

La dieta Dukan
DUKAN SPERLING & KUPFER

Nessuno si salva da solo


MAZZANTINI MONDADORI

Narrativa italiana
1. Storia della mia gente NESI
14,00 BOMPIANI

Narrativa straniera
52 1. Un regalo da Tiffany HILL
9,90 NEWTON COMPTON

Saggistica
100 1. Cosa tiene accese le stelle CALABRESI
17,00 MONDADORI

Varia
20 1. La dieta Dukan DUKAN
16,00 SPERLING & KUPFER

Tascabili
27 1. Ombra del vento RUIZ ZAFN
13,00 MONDADORI

Ragazzi
24 1. Diario di una schiappa. La... 11 KINNEY
12,00 IL CASTORO

2. Il gioco degli specchi CAMILLERI


14,00 SELLERIO

39

2. Il linguaggio segreto dei fiori 73 DIFFENBAUGH


18,60 GARZANTI

2. Ave Mary MURGIA


16,00 EINAUDI

20

2. Dai diamanti non nasce niente 18 DANDINI


19,00 RIZZOLI

2. Bianca come il latte DAVENIA


13,00 MONDADORI

24

2. Diariodiunaschiappa.Vita... KINNEY
12,00 IL CASTORO

11

3. Il libro segreto di Dante FIORETTI


9,90 NEWTON COMPTON

31

3. Il profumo delle foglie di limone 45 SNCHEZ


18,60 GARZANTI

3. Sanguisughe. Le pensioni... 11 GIORDANO


18,50 MONDADORI

3. The secret BYRNE


18,60 MACRO

11

3. Il piccolo principe SAINT-EXUPRY


7,90 BOMPIANI

23

3. Diario di una schiappa KINNEY


12,00 CASTORO

10

4. Nessuno si salva da solo MAZZANTINI


19,00 MONDADORI

27

4. Dieci donne SERRANO


18,00 FELTRINELLI

32

4. Open. La mia storia AGASSI


20,00 EINAUDI

11

4. Agenzia delle entrate...


32,00 EDIZIONI GIURIDICHE

4. La solitudine dei primi numeri 22 GIORDANO


13,00 MONDADORI

4. La maledizione del titano RIORDAN


17,00 MONDADORI

5. Per sempre TAMARO


18,00 GIUNTI

20

5. La cavalcata dei morti VARGAS


19,00 EINAUDI

31

5. Rafa. La mia storia NADAL


18,00 SPERLING

11

5. Steve Jobs ELLIOT; SIMONS


19,00 HOEPLI

5. Il giorno in pi VOLO
13,00 MONDADORI

21

5. Diario di una schiappa. Ora... 9 KINNEY


12,00 IL CASTORO

6. La fine del mondo storto CORONA


18,00 MONDADORI

16

6. Il profumo del t e dellamore 23 NEILL


9,90 NEWTON COMPTON

6. Ve lo avevo detto MONTANELLI


12,00 RIZZOLI

10

6. Le ricette della dieta DUKAN


16,00 SPERLING & KUPFER

6. una vita che ti aspetto VOLO


12,00 MONDADORI

20

6. Viaggionel tempo 4 STILTON


23,50 PIEMME

7. La vita accanto VELADIANO


16,00 EINAUDI

14

7. Le luci di settembre RUIZ ZAFN


19,00 MONDADORI

22

7. Ges. Linvenzione del Dio cristiano10 FLORES DARCAIS


5,00 ADD EDITORE

7. Agenzia delle entrate


48,00 GIURIDICHE SIMONE

7. Mangia prega ama GILBERT


13,00 RIZZOLI

20

7. Viaggiare... che passione STILTON


8,50 PIEMME

8. Io e te AMMANITI
10,00 EINAUDI

14

8. Il centenario che salt dalla... 20 JONASSON


17,90 BOMPIANI

8. Di sana e robusta costituzione GALLO


14,00 ALIBERTI

10

8. Instant english SLOAN


16,90 GRIBAUDO

8. Acciaio AVALLONE
13,00 RIZZOLI

20

8. Harry Potter e i doni... ROWLING


23,00 SALANI

9. Ternitti DESIATI
18,50 MONDADORI

11

9. Le luci del sud STEEL


19,90 SPERLING & KUPFER

20

9. Uneredit di avorio e ambra 10 DE WALL


18,00 BOLLATI

9. Esercitest BERTOCCHI
18,90 ALPHA TEST

9. La biblioteca dei morti COOPER


13,00 TEA

18

9. Kung fu Panda 2
3,50 MONDADORI

10.Un filo dolio AGNELLO HORNBY


14,00 SELLERIO

11

10.Il leopardo NESB


21,00 EINAUDI

19

10.Odio gli indifferenti GRAMSCI


7,00 CHIARELETTERE

10.Manuale del guerriero della luce 7 COELHO


10,00 BOMPIANI

10.Un posto nel mondo VOLO


13,00 MONDADORI

18

10.Il mare dei mostri RIORDAN


17,00 MONDADORI

LA CLASSIFICA DI TUTTOLIBRI REALIZZATA DALLA SOCIET NIELSEN BOOKSCAN, ANALIZZANDO I DATI DELLE COPIE VENDUTE OGNI SETTIMANA, RACCOLTI IN UN CAMPIONE DI 900 LIBRERIE. SI ASSEGNANO I 100 PUNTI AL TITOLO PI VENDUTO TRA LE NOVIT. TUTTI GLI ALTRI SONO CALCOLATI IN PROPORZIONE. LA RILEVAZIONE SI RIFERISCE AI GIORNI DAL 21 AL 27 AGOSTO.

sullonda della levit che approdiamo, in questo scorcio destate in cui si gustato il trionfale ritorno del business delle storie damore, a quella categoria chiamata varia in gergo libresco. Fumoso contenitore di tutto, dove per lesercizio dellintelligenza particolarmente dobbligo e soprattutto senza rete. Un gruppetto di titoli, a breve disponibili, sembra promettere buono spettacolo: esilaranti i Funeralracconti della napoletana Benedetta Palmieri e il filosofico I cani lo sanno di Andrea Scanzi (entrambi Feltrinelli); ameno gossip letterario al putag il Sillabario goloso di Grandi-Tettamanzi( Mondadori). Un po fuori linea ma non troppo il mix carta-tv, Rai-SonyBompiani per la serie di nuove avventure del Piccolo Principe e il mix Real Cinema-carta, ovvero Franca Valeri protagonista del documentario di Sabina

PROSSIMA MENTE
MIRELLA APPIOTTI

A zonzo per Parigi con Perec


Guzzanti che Feltrinelli presenter in anteprima al Festival di Roma. In perfetta assonanza il Come dire-Galateo della comunicazione dellenigmista della sintassi Stefano Bartezzaghi (Mondadori). Perechiano doc. Ed ecco proprio Perec: dimenticare le approssimative versioni web del Tentativo di esaurimen-

to di un luogo parigino (eccetto quella pregevole di Zaffarano); aspettare, ad autunno inoltrato, la nuova, attenta, di Alberto Lecaldano per Voland. Le 55 paginette dellautore di La vita. Istruzioni per luso, una delle non molte eredit rigeneratrici del secolo breve, non tollerano infatti neppure una pausa tipografica di troppo, mentre il nostro occhio vagabonda, insieme a quello del genio funambolico, tra Saint-Sulpice, il bar tabacchi, la panchina davanti al negozio di tappezzeria, le persone che inciampano... La riedizione di questo celebre elenco (prima parte di unopera progettata in 12 zone della capitale francese, interrotta dalla morte) arriva con lintervento del pittore Pierre Getzler che aveva scattato allamico la foto scelta per la copertina: un allegro fool matematico, un peter pan sapientissimo con la voglia di scrivere libri che si divorano stando comodamente a letto.... Enormemente simpatico, oltre a tutto il resto.

milionari tedeschi chiedono di pagare pi tasse, titola Die Zeit. Basterebbe questo per misurare quanto la Germania sia un altro mondo, cos vicino ma cos remoto: sembra fantascienza quello che per noi normalit, e viceversa. Nella terra dove i limoni non fioriscono, accade anche che escano eccellenti romanzi sul cuore oscuro della storia patria recente, e che non si scateni la solita (qui) ridda giornalistica di favorevoli e contrari, di accuse e controaccuse, l'accapigliamento in stile talk-show che impedisce ragionamenti, comprensione, pacificazione. Se qui uscisse, poniamo, un romanzo su Tangentopoli, facile immaginare le tifoserie contrapposte. L invece, anche a proposito di un tema dolente come quello dei tedeschi venuti dal comunismo, si discute di qualit letteraria, mica di colpe (sempre altrui) e revisionismi. Il giudi-

CHE LIBRO FA ...IN GERMANIA


GIOVANNA ZUCCONI

Berlino 2011, c ancora la Ddr


zio storico lasciato ad altri: la letteratura racconta. Tutt'al pi pone domande. E diverte anche parecchio, come nel caso di Plan D (D come Deutschland) di Simon Urban: un poliziesco ambientato nella Berlino del 2011, con il piccolo dettaglio che la Ddr esiste ancora. Ed un bel gioco, immaginare i film,

le automobili che hanno sostituito la vecchia Trabant, la Stasi, i bar, le canzoni, la tecnologia, il cibo, l'eros del comunismo del ventunesimo secolo. C' anche un detective chandlerianamente cinico e idealista, e c' una sconfitta predestinata: quella delle indagini, non soltanto quella del socialismo in putrescenza, sopravvissuto (nella fiction) a se stesso e alla storia. Invece In Zeiten des Abnehmenden Lichts (letteralmente: nell'epoca della luce calante) di Eugen Ruge, eccellente debutto in corsa per il Deutscher Buchpreis, ha pi l'andamento e anche lo humour accorato delle Correzioni di Jonathan Franzen. la storia di una famiglia: quattro generazioni di comunisti tedeschi (c' anche una nonna siberiana), e ciascuna, e ciascuno, guarda all'ideologia in maniera diversa. Per alcuni, l'Occidente a essere un posto orribile, deprimente, ingiusto.

Diario di lettura

Tuttolibri
SABATO 3 SETTEMBRE 2011 LA STAMPA

XI

Staino
GIOVANNA ZUCCONI

Il vignettista

Per Sergio Staino l'educazione sentimentale cominciata in un'assemblea. Avr avuto dodici anni. Una domenica mattina ci riunimmo in una trentina di ragazzi nel sotterraneo della casa di un amico, a Firenze, per decidere come si facevano i bambini. L'assemblea si spacc in due: chi diceva dal davanti, e chi diceva dal di dietro. E lei a che fazione apparteneva? Quella sbagliata. Ma demmo grande esempio di trasformismo, siamo stati noi a inventare il compromesso storico: decidemmo che i bambini venivano concepiti

I PREFERITI

lontariamente, invent il fumetto. Di Brecht mi affascinavano non L'opera da tre soldi ma i drammi didascalici, nel Cerchio di gesso del Caucaso o nella Condanna di Lucullo cercavo conferma poetica al mio dogmatismo. Compravo la collana di teatro di Strehler e Paolo Grassi, il rateale Einaudi, gli Editori Riuniti: compravo io con i soldi di mio padre. I miei li spendevano volentieri, quei quattrini che per se stessi non avrebbero mai tirato fuori: era la speranza che il figlio non ripetesse la loro vita. Amavo Majakovskij: il canto di una rivoluzione che aveva rinnegato la poesia. Ci faceva amare l'Urss al di l degli orridi palazzi stalinisti. E Pablo Neruda, che con grande sentimento univa comunismo e amore. Nel dopoguerAltri tempi: il riscatto sociale attraverso i libri. E fra le letture?

f
BERTOLT BRECHT

I capolavori
Einaudi, pp. LXVIII-866, 24

Di Brecht mi affascinavano non Lopera da tre soldi ma i drammi didascalici, vi cercavo conferma poetica al mio dogmatismo

La mia Staino terapia: umorismo e sentimento per sopravvivere in questo tempo


dietro ma nascevano davanti. Tutti contenti. Tranne Gianfranco Mugnaini, che era nipote di un'ostetrica e ci spieg che non funzionava cos. Venne espulso. In quell'assemblea c'era tutta l'Italia politica. Qualche decina di anni dopo questi inizi sfolgoranti, l'eros raccontato da Sergio Staino impasta ancora umorismo e sentimento. La politica, idem. Esce da Salani Stainoterapia dell'amore. La miglior cura per la coppia inizia con una risata, una bella selezione delle strisce di Bobo dedicate a sesso, amore, matrimonio, famiglia: , forse, il preambolo di un progetto pi impegnativo, quello di raccontare a fumetti la sua ultratrentennale storia d'amore con Bruna, la moglie peruviana. Che anche la storia di un'epoca, di una generazione. L'ho conosciuta a una festa marxista-leninista. Ho visto da lontano una ragazza, pensavo di conoscerla, le ho tirato i capelli, ma quella si girata di scatto e La vita. Sergio Staino nato a Piancastagnaio, in provincia di Siena, nel 1940. E laureato in Architettura.Le prime tavole scrittee disegnate da Staino, con una presentazionedel carismatico Oreste del Buono, appaiono su Linus, nel 1979. Nel 1986, il pap di Bobo fonda e dirige il settimanale satirico Tango, sulle cui pagine sfileranno le migliori firme della satira, molte provenienti da Il Male. Le opere. Esce da Salani Staintoerapia dellamore (pp. 149, 11). Altri titoli: A chi troppo e a chi niente. Bobo colpisce ancora. All togheter, Bobo! (entrambi Bur) e Fino allultima mela (Einaudi).
Le quattro vignette in alto sono tratte da Stainoterapia dell'amore, Copyright Adriano Salani Editore PABLO NERUDA

Poesie damore e di vita


Guanda, pp. X-233, 11

I primi libri: il Pinocchio di Chiostri e I promessi sposi di mio padre, carabiniere con la terza elementare
ra il sindaco Mario Fabiani dava ai suoi ospiti, nei palazzi antichi di Firenze, la mano callosa di operaio. Per me non retorica, poesia. Cos Neruda. Avevo una bellissima edizione con illustrazioni di Guttuso, con testo a fronte. L mi sono innamorato dell' America Latina, di un Per sognato, anche se leggevo Maku Pikku invece di Machu Picchu. Lo spagnolo l'ho imparato dopo, da solo, seguivo al mattino presto i corsi di lingua alla radio. stato sempre uno sfogo, una valvola di benessere, il nirvana. Laureato in Architettura, avevo un disegno veloce, preciso, conformista. Lo odiavo. Per liberarmi dallo standard, usavo la mano sinistra. Poi nel '77 la prima rottura della retina: stato un dramma. "Degenerazione retinica in alta miopia". In ospedale per la rieducazione, era a Trieste in un edificio asburgico, ho ricominciato a guardare. Per allenarmi, ricopiavo la stanza. Il segno era cambiato: sofferto, strano, bello. I primi Bobo sono scavati dentro, c' sofferenza, emozione. A Linus ho tenuto naDi nuovo: altri tempi. E altra Rai. Gi disegnava?

Con grande sentimento univa comunismo e amore. Amavo anche Majakovskij: il canto di una rivoluzione che rinneg la poesia

f
SILVIA DAI PRA

Quelli che per lo stesso


Salani, pp. 161, 10

E l'ultimo libro che ho letto, la scrittrice racconta della sua esperienza di insegnante in una scuola di borgata

Quando meditavo Marx, Engels, Mao: lestremismo unet, segnala intelligenza, se continua ne diffido
ha detto: Carajo! Sono arrossito, mi scusi signorina. Ho chiesto chi era, era la moglie di un compagno, che tristezza, non potevo, per anni l'ho pensata e sognata, era un'ossessione per me. Mi sentivo un grande eroe, reprimevo la tentazione come Sant'Antonio con il demonio. Noi marxisti-leninisti eravamo la peggiore setta di sessuofobi, l'eros era un frutto proibito per il partito come per madre Chiesa. Toscana, primi Anni Settanta. Come sia andato a finire quell'innamoramento lo sappiamo: Bobo e Bibi sono (anche) Sergio e Bruna, sempre insieme. Non sappiamo invece pi che cosa significasse militare in uno dei pi settari, dogmatici e inutili gruppi marxisti-leninisti: il PCD'INuova Unit, come con lieve disincanto Staino scrisse nel 1979 a Oreste del Buono, mitico direttore del mitico Linus, presentando se stesso e Bobo che nasceva.
un racconto che ha molto a che fare con la cultura, con le letture, con lo sforzo di emancipazione: un grande romanzo popolare italiano.

La lunga marcia del pap di Bobo dai dogmatici primi Anni Settanta alle praterie del fumetto, mitico lincontro con Odb, direttore di Linus

I biberon mi salvarono da Trockij


marxista-leninista se. filoalbaneInvecchiando s. Ma allora pensai che Bruna, come tutte le donne, avesse il mito della crocerossina. Marx, molto Engels e soprattutto L'origine della famiglia, della propriet privata e dello Stato, varie cose di Mao Tze Tung, non Enver Hoxha anche se noi del partito eravamo gli unici ammessi a visitare l'Albania, catechismo ideologico incluso. La cosa terribile che mi convincevano. Il meccaniChe cosa leggeva in quegli anni? Ma lei bellissimo, Staino.

Vengo da una famiglia povera, anche dal punto di vista delle letture. In casa avevamo solo cinque libri. Romanzetti per signorine regalati a mia mamma, e I promessi sposi di mio padre, carabiniere con la terza elementare. Pinocchio aveva le illustrazioni di Carlo Chiostri, passavo ore a guardarle, il mio amore per il disegno cominciato cos. Per ogni compleanno mi regalavano Incompreso, Il piccolo lord, antologie, libri di storia. Leggevo moltissimo di tutto. Ero una rarit. Attraverso i libri conoscevo pi cose di tutti i miei amici. Nella campagna fiorentina, terra politicamente agitata. C'erano le Case del popolo e i preti progressisti: due possibilit apparentemente contrapposte di giustizia sociale. Molti disegnatori, il colore mi interessa meno. un'operazione intellettuale che impari da bambino: trasformare il mondo da tridimensionale in bidimensionale. Non facile, diventa un modo di leggere la realt, vedi una persona e diventa astratta, linee e pieghe. Ho amato e amo Grosz, Schiele. Giuseppe Novello, anche per l'aspetto satirico. Daumier. Hogarth, che come me soffr di degenerazione retinica. Lo svizzero Toepfer, che sempre per problemi di vista faceva minuscoli disegnini a penna con piccoli ballon, e cos, invoI grandi amori dell'adolescenza? Dove cresciuto?

E quando era bambino lei?

Ora ascolto gli audiolibri: Accabadora della Murgia e Canale Mussolini di Pennacchi
scosta la malattia: ero un famoso disegnatore, bella rivalsa verso la sfiga. Lavoro con una tavoletta touch screen e penne digitali molto sensibili, ascolto gli audiolibri (Accabadora letto da Michela Murgia, e Canale Mussolini di Pennacchi letto da un volontario proprio della Bassa veneta), uso la sintesi vocale. Non mi lamento, anzi la prendo con allegria. Vent'anni prima, sarei finito su una panchina: adesso con la tecnologia vivo in un mondo diverso, ma abbastanza aggiornato. Quando manca un senso sviluppi gli altri, memoria inclusa. Capti, memorizzi, ricostruisci. Io ascolto le rassegne stampa, mi faccio leggere le recensioni, e scelgo. Leggere diventa lunghissimo e faticoso, lo fai o per un grande interesse o per un amore grande. Ma lo fai. L'ultimo Quelli che per lo stesso di Silvia Dai Pr, sulla sua esperienza di insegnante in una scuola di borgata.
E adesso?

cismo mi affascinava, o bianco o nero, incaselli e tutto va a posto. Me ne scuso tantissimo. L'estremismo un'et, una fase che segnala intelligenza. Ma se continua ne diffido molto.
L'estremismo come malattia infantile del comunismo, per citare i classici. Ma lei mi pare ne sia uscito per altre malattie, meno ideologiche e pi concrete: quelle dei suoi figli quando erano piccoli, e poi la sua agli occhi.

prima figlia Ilaria ha avuto il ruolo di smontare gli automatismi. Prima ancora di nascere! Come marxista-leninista appendevo i manifesti contro il nuovo diritto di famiglia (eravamo cos: arretrati) ma come futuro padre lo appoggiavo perch mi avrebbe permesso di riconoscere mia figlia anche se non eravamo sposati. Sul piano della fedelt alla famiglia, i bambini sono estremisti. Se mia moglie sorrideva al benzinaio, Ilaria diceva: devi sorridere solo al babbo. Engels mi risolveva tante cose.
Come Bobo, dopo le certezze vennero i dubbi.

Chiedevo a Bruna se era sicura di lasciare un continente, un marito, i suoi affetti, per mettersi con un professore di educazione tecnica, per di pi

Alzarsi di notte, i biberon, il pediatra: Bucharin e Trockij lasciavano il passo alla vita quotidiana. Nella vita come nei fumetti, la mia

SABATO 3 SETTEMBRE 2011 LA STAMPA XII

NA LV

LA STAMPA
SABATO 3 SETTEMBRE 2011

Societ 27

Le ricette fai da te

Aceto multiuso Detersivo piatti


VINO BIANCO, UN CONTENITORE DI VETRO E UNA MADRE DELLACETO. DOPO UN MESE SI FILTRA E SI UTILIZZA IL PRODOTTO COME DETERGENTE SI FA COI LIMONI A PEZZETTINI (SENZA SEMI), FRULLANDOLI CON SALE GROSSO PI ACQUA E ACETO. BOLLIRE IL TUTTO E FRULLARE ANCORA

Anticalcare
BASTANO ACIDO CITRICO IN POLVERE E ACQUA. PER IL PULITUTTO, INVECE, ALCOL BIANCO PER LIQUORI A 95 GRADI E GOCCE DI OLIO ESSENZIALE

Scrub corpo
A BASE DI SALE MARINO, OLIO PURO DI MANDORLE SPREMUTE A FREDDO, OLIO ESSENZIALE: ALLA MENTA HA EFFETTO RINFRESCANTE

Tendenze
FEDERICO TADDIA

a saponetta di Marsiglia, rigorosamente fatta in casa, per lavare i piatti. I fondi di caff, invece, per togliere lunto dal lavello. Mentre per avere delle piastrelle senza macchia basta un cucchiaio di soda da bucato in tre litri dacqua molto calda. E per sconfiggere il calcare nei sanitari? Sbriciolare sulla superficie del bicarbonato e versarci dellaceto: quando sono terminate le bollicine causate dalla reazione dei due ingredienti si risciacqua il tutto con abbondante acqua. Non bisogna essere dei piccoli chimici per pulire la casa quasi a costo zero: sono necessari pochi accorgimenti, un po di tempo e il non aver la pretesa che il proprio asciugamano sia morbido come un peluche e profumi di primavera come favoleggiano gli spot televisivi. Ha le idee chiare e la casa pulita, come ci tiene a puntualizzare, Elisa Nicoli, 31 anni di Bolzano, documentarista ed esperta di economia domestica alternativa: da cinque anni non acquista pi un detersivo, e tutto il necessario ai lavori di casa, e in parte alla cura del proprio corpo, se lo autoproduce in cucina. Organizzando poi laboratori e workshop in giro per lItalia per insegnare tecniche e ricette, che ora ha raccolto anche in un manuale intitolato Pulizie creative edito da Altreconomia. Da sempre sono sensibile ai temi ecologici - spiega Elisa Nicoli - e anche il con-

Addio chimica in casa c voglia di pulito creativo


Sapone di Marsiglia, soda, bicarbonato, olio doliva: stop ai flaconi, il detersivo ora si fa nel frullatore
cetto di autosufficienza mi ha sempre affascinato. In pi, oltre a limitare limpatto ambientale, volevo capire se cera la possibilit di vivere pulita dentro e fuori senza dover spendere un sacco di soldi. Grazie a Internet ho iniziato a raccogliere materiale e mi sono resa conto che molte persone avevano la mia stessa sensibilit. Sono quindi partita dalla base, ossia da come si fabbrica un sapone, e via via ho cercato le soluzioni per ogni necessit casalinga. Laceto, che si pu ottenere con un facile procedimento partendo dai fondi di bottiglia di vino bianco, lacido citrico, da usare con i guanti e indicato come ammorbidente in lavatrice o brillantante in lavastoviglie, il bicarbonato, diventano alcuni dei prodotti irrinunciabili per le pulizie fai da te. Fondamentale poi il sapone di Marsiglia: sono necessari soda caustica, acquistabile nei negozi specializzati in detersivi; e olio doliva, pi termometro, bilancia, frullatore, contenitori vari e tanta pazienza. Ma seguendo le istruzioni passo dopo passo unoperazione alla portata di tutti. Be, forse la prima volta meglio farsi aiutare da chi lha gi fatto, suggerisce Elisa. Ma le dritte creative vanno anche al di l della chimica: la spugnetta abrasiva per pulire i tegami, per esempio, si pu ottenere inserendo tra loro e comprimendole le retine di plastica che contengono le patate, mentre vecchi calzini e tovaglioli possono essere riciclati come stracci per la polvere e gli spazzolini da denti consumati tornano utili per le pulizie delle fessure, le fughe delle piastrelle e le incrostazioni attorno ai rubinetti. La casa non deve essere un ambiente sterile - conclude -. Anche i batteri hanno una loro funzione: limportante impedirne la proliferazione. Un eccesso di pulizia pu anche essere dannoso, la stessa cosa vale per il nostro corpo: bombardarlo di detergenti artificiali non sano, e infatti stanno aumentando i casi di allergie. Pulizia creativa anche per la pelle, quindi. Due esempi su tutti: lolio doliva come alternativa alla schiuma da barba per radersi, e una ricetta per una soluzione eco-depilatoria: due manciate di zucchero, alcune gocce di limone e un cucchiaio di miele per una dolcissima ceretta al caramello.

La conduttrice tv Sveva Sagramola

Mi bastano quattro prodotti ecocompatibili dai vestiti ai capi delicati, fino ai piatti
Sveva Sagramola conduttrice del programma Geo & geo e autrice del libro Secondo natura (Mondadori).
E possibile coniugare la cura della casa con lattenzione allecologia?

sto impiego aceto, bicarbonato e acqua calda. Mi sembrava ridicolo avere il ripostiglio pieno di flaconi, e poi sentivo il bisogno di trovare una dimensione meno tossica e pi naturale della casa. No, una scelta responsabile. E che richiede minimi sacrifici: devi rinunciare ad un po di velocit e a qualche comodit. Sai che devi strofinare il pavimento con pi forza e che forse devi risciacquare gli abiti una volta in pi. Fondamentale dedicare un po di tempo allo "studio" e alla ricerca di informazioni: necessario sapere
E una scelta faticosa?

per esempio che laceto si presta a mille usi, un ottimo ammorbidente ed esalta il profumo del lavaggio. Per non deve mai essere miscelato con il detersivo. Piccole accortezze ma fondamentali. C un bisogno e un desiderio di tornare alla natura e di essere pi attenti a rendere la nostra presenza sulla terra pi sostenibile. Anche se spesso diventa quasi una moda etichettare tutto con "green" con il rischio di pulirsi la coscienza a parole senza compiere azioni reali di cambiamento. [F. TAD.]
C un attenzione nuova alla difesa dellambiente?

La mia esperienza quotidiana tenta di andare proprio in quel-

la direzione. Io non mi considero unestremista, e non sono arrivata allautoproduzione dei saponi. Ho scelto per di ridurre drasticamente i detersivi e faccio tutto con solo 4 prodotti eco compatibili: uno per i vestiti, uno per i capi delicati, uno per qualsiasi superficie lavabile e lultimo per i piatti. Ne uso dosi piccolissime: per il re-

Amore per la Terra


Sveva Sagramola nei suoi programmi si sempre occupata di ecologia e ambiente

GLI UNICI OROLOGI ANTIALLERGICI DICHIARATI

Collezione BIG LINE Black Light 5624 Design: Ivo Vaz in collaborazione con lUniversit del Design HEEA di La Chaux-de-Fonds.

www.alfex.it

Alfex Italia: B.E.D. Time S.r.l. Via Gallarate 37 20151 Milano tel. +39 0736 497974 info@bedtime.it

NA LV

SABATO 3 SETTEMBRE 2011 LA STAMPA 28

LA STAMPA
SABATO 3 SETTEMBRE 2011

Societ 29

il caso
ALBERTO MATTIOLI CORRISPONDENTE DA PARIGI

7.364 euro Negli ultimi 12 mesi il costo per un metro quadrato di negozio cresciuto del 5,3%

Lo studio La societ immobiliare Cushman & Wakefield monitora gli affitti nelle strade pi chic del globo
Le vie dello shopping globale

Fifth Avenue
IL PRIMATO A LIVELLO INTERNAZIONALE SPETTA PER IL DECIMO ANNO CONSECUTIVO ALLA QUINTA STRADA DI NEW YORK: 16.704 EURO AL METRO

Causeway Bay
QUI UN METRO QUADRO COSTA14.426 EURO AL TOP CI SONO ALTRE DUE VIE DI HONG KONG: CENTRAL E TSIM SHA TSUI, RISPETTIVAMENTE TERZA E QUARTA

Ginza
LA VIA PI ELEGANTE DI TOKYO SI TROVA IN SESTA POSIZIONE MENTRE LOMOTESANDO, ALTRA FAMOSA ARTERIA DELLA CAPITALE GIAPPONESE, IN NONA

Pitt Street Mall


LA SORPRESA PI GRANDE IL SETTIMO POSTO DEL PITT STREET MALL DI SYDNEY: MA NELLULTIMO ANNO L GLI AFFITTI SONO AUMENTATI DI OLTRE UN TERZO

Bond Street
LA LONDINESE NEW BOND STREET, CHE DETENEVA IL RECORD DEL 2010 E CHE STATA NUOVAMENTE SUPERATA DAI CAMPI ELISI, INVECE FERMA A 6.901

Il ritorno degli Champs-lyses


La strada pi famosa di Parigi si riprende il primato: qui saffacciano le vetrine pi care dEuropa
acch la vittoria in Libia. Il nuovo, vero ricostituente per la grandeur francese un altro: gli ChampsElyses tornano a essere larteria commerciale pi costosa dEuropa, scavalcando New Bond street di Londra, che li aveva soppiantati lanno scorso. Da qui il giubilo generale (a parte di chi deve pagare laffitto, immaginiamo) e i titoloni sui giornali parigini, tutti soddisfatti che la pi bella avenue del mondo sia anche la pi cara. La notizia esce da un ponderoso studio di una grande societ immobiliare, Cushman & Wakefield, che ogni anno monitora alti e bassi degli affitti nelle strade pi chic del globo. Negli ultimi dodici mesi, il costo del metro quadrato affacciato sul chilometro e 910 metri degli Champs-Elyses cresciuto del 5,3%, attestandosi su una media di 7.364 euro al metro. New Bond street, che deteneva il record del 2010, invece ferma a 6.901. Azincourt e Waterloo sono vendicate e si conferma che c almeno una guerra con gli inglesi che i francesi non perdono: quella del lusso. Anche se, a voler essere proprio pignoli, non che sugli Champs-Elyses le new entry siano particolarmente sciccose. Chi sta colonizzando lavenue sono piuttosto le grandi marche americane, tuttalto che litarie. Levento degli ultimi tempi stato larrivo di Abercrombie & Fitch con i suoi commessitoy boy che si pavoneggiano sul marciapiede a torso nudo per la felicit di ragazzine e gay. Sono sbarcati anche Tommy Hilfiger e H&M, mentre arriveranno presto le filiali dei grandi magazzini (inglesi!) Marks & Spencer e di Banana Republic. Il Comune di Parigi, fra laltro, storce un po il naso perch vorrebbe che sullavenue restassero i cinema e i ristoranti che le garantiscono labituale animazione tanto amata dai turisti, specie italiani (a frotte, come al solito. E la crisi? E chi se ne frega). Le previsioni, comunque, sono fauste, specie per i proprietari degli immobili. La ripresa economica, anche se fragile, lo sviluppo del turismo nella capitale e la riduzione del numero di spazi disponibili stimolano lappetito dei grandi marchi internazionali gi presenti a Parigi o che hanno voglia di impiantarcisi, spiega Christian Dubois, direttore generale di Cushman & Wakefiled. Parigi, o cara. Ma su scala globale lEuropa non fa una grande figura. La via commerciale pi costosa del mondo continua a essere, per il decimo anno consecutivo, la vecchia cara (soprattutto cara) Quinta strada di New York: 16.704 euro al metro. La Grande Mela piazza anche al quinto posto della classifica la 57esima Est, gli Champs-Elyses sono appe-

I grandi marchi
A colonizzare lavenue sono le grandi marche americane Tra gli ultimi arrivi Abercrombie & Fitch, Tommy Hilfiger e H&M, mentre arriveranno presto le filiali dei grandi magazzini Marks & Spencer e di Banana Republic

na ottavi, New Bond street decima. Il resto della top ten tutto orientale, quindi si tratta dellennesimo sintomo che il baricentro del mondo si sposta sempre pi a est: in seconda, terza e quarta posizione ci sono tre strade di Hong Kong (da 14 a 10 mila euro al metro), la Ginza di Tokyo sesta e lOmotesando, sempre a Tokyo, nona. La sorpresa il settimo po-

sto del Pitt street mall di Sydney: tutto si pu pensare dellAustralia tranne che sia il regno dello chic. Ma nellultimo anno l gli affitti sono aumentati del 33%. Canguri griffati? Resta da vedere come stanno le cose in Europa. E qui, crisi o non crisi, noi italiani siamo ancora cari, anzi carissimi. Ridetto che la medaglia doro va agli

Champs-Elyses e quella dargento a Bond street, il bronzo tocca a via Montenapoleone a Milano: 6.800 euro al metro quadrato (di bronzo anche le facce di chi decide i prezzi di certi straccetti, ma questo un altro discorso). Per delle dieci strade doro dEuropa ben quattro sono nostre: via Condotti a Roma (quarta a quota 6.700) e, rispettivamente set-

timo e decima, corso Vittorio Emanuele e via della Spiga a Milano. La Francia, anzi Parigi, ben rappresentata dallavenue Montaigne e dalla rue du Faubourg Saint-Honor, ottava e nona. Londra piazza al sesto posto Oxford street. Al quinto, c lelegantissima Bahnhofstrasse di Zurigo. E l, macch boutiques: banche, banche e ancora banche.

E via Montenapoleone lascia il passo a Sydney


EGLE SANTOLINI

a le strade italiane? Qual il verdetto di Cushman&Wakefield, in un periodo in cui certe valutazioni internazionali con le e commerciali in mezzo finiscono per renderci un po nervosi? Rimandate alla prossima sessione, anche se con voti incoraggianti. Secondo i guru di C&W, nonostante un aumento del sentiment (traduzione dalleconomichese: latteggiamento psicologico pi benevolo, ndr), lattivit dei locatori appare sottotono per effetto di una crescita moderata e di dati di fatturato deludenti. Tuttavia alcune importanti loca-

tion, dopo essere state colpite dalla crisi, registrano un rimbalzo della domanda, soprattutto dallestero. Via Montenapoleone, lammiraglia milanese dello shopping, con i suoi 6800 euro al metro quadro terza in Europa, appena dopo la New Bond Street londinese (6901 euro), e settima nel mondo; buon piazzamento in senso assoluto, ma la cattiva notizia che Montenapo ha perso un posto per colpa di Sydney. Via Condotti a Roma la sola in grado di tenerle testa a livello nazionale (via Roma a Torino, per dire, a quota 1700; via Calzaiuoli a Firenze a 3000): 6700 euro al metro quadro, quarta in Europa, e pu darsi che a difendere la piazza, sulle valutazioni dellanno

Via Montenapoleone a Milano

prossimo, servir anche il battage per il film di Woody Allen. Per quanto riguarda le altre due vie milanesi in lista, via della Spiga, 4700 euro, decima e stabile rispetto al 2010, mentre la sorpresa arriva da corso Vittorio Emanuele, settima: 4800 euro, ma soprattutto con un incremento del 4,3% sullanno scorso. Era nellaria, dopo lo sbarco sul corso pedonalizzato che unisce piazza San Babila a piazza

del Duomo di catene internazionali come Gap e Banana Republic. Vittorio Emanuele si gradualmente trasformata nel tempio dellacquisto modaiolo ma a buon mercato, quello che in gergo si chiama high street shopping; chi cerca la grande firma e non si fa problemi di budget preferiva finora le vie del Quadrilatero, delimitato da Montenapo, Spiga, Manzoni e corso Venezia. Ma la mappa sta cambiando: dopo il riposizionamento della Rinascente, che diventata uno store esclusivo tipo Barneys di New York, apre a giorni proprio in corso Vittorio Emanuele Excelsior, il concept store di Coin per lalta gamma, 7mila metri quadrati su sei livelli firmati da Jean Nouvel, con il nuovo ristorante Eats e una sala da t per il Ventunesimo secolo. Dove sorgeva lo storico cinema Excelsior si venderanno le scarpe preziose di Christian Louboutin e gli abiti di Maison Martin Margiela, Dries Van Noten, Marni e Givenchy. Tanto per migliorare il sentiment.

NA LV

SABATO 3 SETTEMBRE 2011 LA STAMPA 30

LA STAMPA
SABATO 3 SETTEMBRE 2011

31

In Italia
FTSE/MIB FTSEItalia All Share

-3,89% -3,67% 1,4255


86,45

AllEstero
DOW JONES (New York) NASDAQ (New York) DAX (Francoforte) FTSE (Londra)

Euro-Dollaro
CAMBIO

-2,20% -2,58% -3,36% -2,34%


41,23

Petrolio
dollari/barile

S Oro euro/grammo

ECONOMIA FINANZA

&

Il crac delleuro non pi tab


A Cernobbio sondaggio tra economisti e banchieri: il 49% pensa che salter entro tre anni

il caso
MARCO ALFIERI INVIATO A CERNOBBIO (Co)

Euro-dollaro
rilevazione media BCE

1,4255 $

-0,21%
1,46 1,45

I titoli di Stato italiani Lo spread a 327, sopra la Spagna


I

l falco di Harvard Martin Feldstein 15 anni fa fece scalpore dicendo che leuro avrebbe riportato i paesi europei sullorlo di una guerra mondiale. La sua profezia fu liquidata come una mattana. Ieri mattina, al workshop Ambrosetti di Cernobbio, leconomista americano ha corretto il tiro in modo altrettanto salace. Leuro? un esperimento fallito. Proiettando di qua dal03/08 05/08 09/08 11/08 loceano il tormentone mediatico preferito negli Usa: il tiro al piccione contro la moneta unica. Con i banchieri di Goldman che lui ieri a Cernobbio, ha fatto Sachs che invitano apertamen- capire che la miscela impazzita te i grandi hedge fund ad attac- di debiti fuori controllo e vuoto care leuro: il momento ades- di leadership europea potrebbe so per farla saltare. causare la fine della moneta uniAnche leconomista tede- ca. Certo i tedeschi starebbero sco Hans-Werpeggio, ma noi ner Sinn, dalle CONFINDUSTRIA molto di pi. sale di villa Galli: Sarebbe sa Fine ingloriodEste, prevede delleuro? A un dramma, meglio Cernobbio il pasper la Grecia non pensarci saparola scabroun futuro prossimo fuori dalso pi gettonato leurozona. E, soprattutto, il per il 49% dei partecipanti si break-up della moneta comu- spaccher entro 3 anni -, insieme ne, su cui ingaggia un botta e ri- al rischio recessione, dato per sposta con il presidente della certo dal 42% del panel interviBocconi, Mario Monti. E anco- stato ad inizio lavori. Per qualcura. Gioved pomeriggio a La- no sarebbe gi pronta la data del bro, Alessandro Profumo, an- funerale: l8 settembre, quando a

1,44

1,43

1,42

1,41

1,40

15/08

17/08

19/08

23/08

25/08

29/08

31/08

02/09

Lo spread tra i titoli italiani e quelli tedeschi ieri ha toccato i 327 punti base, superando ampiamente quelli spagnoli. In mattinata era scesoNelle sale operative circolano rumors su un primo intervento della bce a favore dei titoli italiani. Il mercato molto sottile - dice un trader a radiocor - e finora sul benchmark decennale italiano ci sono stati scambi solo per 28 milioni. Alla base dellaffanno dei Btp c una condizione di avversione al rischio abbastanza generalizzata, che sta contagiando

anche gli altri bond dei paesi periferici europei (anche i titoli portoghesi perdono terreno e lo spread tra spagna e germania sulla scadenza decennale ritornato sopra i 300 punti base per la prima volta dallo scorso 8 agosto). Le borse cadono, il bund future guadagna terreno, dice un operatore, secondo cui ieri in Europa si sono riproposte tutte le condizioni delle classiche giornate di grande sofferenza che si sono viste ad agosto. E la sfiducia sembra coinvolgere tutta larea euro.

Centimetri - LA STAMPA

Francoforte si riunir il board della Bce e i tedeschi si faranno sentire con il banchiere centrale Jean-Claude Trichet, a loro dire troppo lassista con i Paesi ad alto debito. Sul punto sono inflessibili. Per Berlino lacquisto di titoli pubblici da parte della Bce una cosa illegale, da non ripetere. Il break up delleuro sarebbe un dramma, non voglio nemmeno pensarci, ragiona Giampaolo Galli, direttore generale di Confindustria seduto al tavolino vista lago. Sono certo che siamo ancora in tempo per evitarlo. Ma il solo fatto che lipotesi faccia venire il mal di testa ai piani alti della principale associazione dimpresa del Paese,

la dice lunga dello spettro che delleuro sta diventando una posaleggia su Cernobbio. sibilit. Forse per questo un euAl chiuso delle sessioni la pre- ropeista a tutto tondo come Maoccupazione del default monta rio Monti invita a non scherzare eccome. Per dire: lanno scorso col fuoco e a blindare la manotutti a elogiare il modello tede- vra, mentre lo spread Bund-Btp sco, questanno intorna a salire: vece la Germania NOURIEL ROUBINI Mi sembra moldivide. C chi la I mercati temono to importante e trova egoista e urgente che venlinstabilit politica gano comunicate chi, difendendola, dellItalia le decisioni in masi chiede perch mai i suoi contriniera chiara, a difbuenti dovrebbero pagare per i ferenza di quanto avvenuto dagli vizi dei Paesi mediterranei. Cer- ultimi giorni, spiega trafelato di to sei mesi fa il break up sembra- prima mattina. La cosa peggiova fantapolitica, adesso rischia- re sarebbe rinfocolare queste difmo di avvitarci in una profezia fidenze dellUe e mettere in imbache si auto avvera, nota Ric- razzo la Bce, che ha fatto nei concardo Illy. Purtroppo la rottura fronti di Italia e Spagna il massi-

mo di quello che poteva fare. I mercati finanziari sono preoccupati per la credibilit della politica in Italia, rincara senza giri di parole Nouriel Roubini. Nemmeno aiuta la totale abulia europea. Lultimo vertice Merkel-Sarkozy non ha prodotto nulla, allarga le braccia Galli. La verit che la speculazione cesser solo quando avremo un chiaro progetto di Europa politica. Il che spiega, probabilmente, la differenza con gli Usa. Hanno fondamentali economici peggiori di Eurolandia ma, avendo dietro le spalle un sistema politico e di bilancio comuni, vengono percepiti dai mercati come pi solidi.

La troika lascia la Grecia Salvataggio pi difficile


Il Fondo monetario sblocca 1,5 miliardi come prestito per lIrlanda
MARCO ZATTERIN CORRISPONDENTEDABRUXELLES

La fumata nera c stata poco dopo la mezzanotte di gioved, quando gli sherpa della missione di salvataggio composta da Ue, Fmi e Bce hanno deciso una pausa di riflessione al ministro delle Finanze Evanglos Vnizlos. La troika pensava di completare la diagnosi entro il 5 settembre, invece torner il 14 perch le cose, in Grecia, hanno preso una piega peggiore del previsto. Una nota ufficiale spiega che occorre tempo per altro lavoro tecnico. I realt i conti non tornano, gli obiettivo slittano, la recessione si allarga. E la minaccia della bancarotta si fa ogni giorno pi prossima. A Bruxelles i porta-

voce sono impegnati a recitare la difficile parte dei pompieri. La Grecia brucia, il governo stesso conferma che il prodotto interno lordo questanno fletter di quasi 5 punti contro i 3,5 indicati dalla tabella di marcia del risanamento. Il ritorno alla crescita nel 2012, obiettivo su cui per mesi si fatto affidamento, appare una pallida speranza. Gli analisti stimano che il rapporto fra il deficit e pil si fermer in dicembre all8,8% invece che calare al 7,5, dal 10,5 del 2010. I dati definitivi, spiegano ad Atene, ci saranno a met mese. Sono questi che attende la troika, augurandosi che siano credibili. Senza numeri chiari e freschi non si pu fare calcoli. Non si pu nemmeno dare il via alla tranche da 8 miliardi di finanziamenti (vincolati, come al solito, al rispetto del piano di risanamento) che il programma di sostegno alla Grecia prevede venga erogata alla fine del mese. la situazione rischiosa. Oltretutto, come sottolineano fonti della Commissione, sulle forche caudine del rie-

quilibrio dei conti, gli uomini della Troika non hanno alcuna possibilit di negoziato. Con questo in mente prendono tempo. La missione ha fatto buoni progressi si legge in una nota, ma ha temporaneamente lasciato Atene per permettere alle autorit di completare il lavoro tecnico che, tra le altre cose, riguarda il bilancio 2012 e le riforme strutturali per lo sviluppo della crescita. Qui comincia il calvario. Che si pu fare? Atene non vuole altre tagli, sa che la cura in atto gi stronca il paziente. Il Fmi contrario ai piani europei per forzare la Grecia a sopportare garanzie ulteriori per il secondo soccorso, sul quale manca ancora il consenso di finlandesi e tedeschi. Il calendario fa s che il vertice informale convocato il 16-17 settembre a Breslavia, in Polonia, sar duro e decisivo. Con una consolazione: i piani per Portogallo e Irlanda avanzano senza problemi; ieri la terza tranche di finanziamenti. LFmi ha poi sbloccato altri 1,48 miliardi di prestito a favore dellIrlanda.

FONDI SICAV
Global Select Sicav
FUND GLOBAL SELECT GLOBAL SELECT GLOBAL SELECT GLOBAL SELECT GLOBAL SELECT GLOBAL SELECT GLOBAL SELECT COMPARTMENT Sub-Fund VIII Sub-Fund XXX Sub-Fund XXXI Sub-Fund XXVIII Sub-Fund L Sub-Fund XLI Sub-Fund XLII CCY USD USD EUR EUR USD USD EUR NAV 1146.8662 581.1550 556.6799 1412.3369 917.5513 1058.2745 1079.2106

NOTIZIE dalle AZIENDE


Orphea naturale protezione persona Nuovi alleati nella lotta contro le punture di insetti
Un 2011 allinsegna delle novit per il marchio Orphea, da sempre sinonimo di naturalit ed efficacia. La linea Orphea naturale protezione persona, a base di Botanic Guard, principio attivo naturale 100% naturale derivato dallEucalipto, protegge, in modo delicato ed efficace, la pelle di grandi e piccini dalle fastidiose punture di insetti, tra cui la zanzara tigre e i tafani. Per questanno lancia due inediti prodotti: Spray insettorepellente extra forte, un Antipuntura Naturale che pu essere anche nebulizzato direttamente sugli abiti perch non bagna, non macchia e rilascia un gradevole profumo per una protezione totale e unefficacia testata fino a 8 ore. Dotato di un cappuccio twist& lock risulta pratico e veloce e consente anche un utilizzo sottosopra. Prezzo al pubblico 7,50 Euro. Dopopuntura Roll-on, lozione per pelli sensibili, privo di ammoniaca, a base di estratti naturali di Camomilla, Malva e Mentolo e Provitamina B5 che lenisce e dona un immediato sollievo dalle punture di insetto, alleviando la sensazione di prurito. Dotato di un nuovo applicatore roll-on in acciaio che offre un delicato massaggio. Prezzo al pubblico 5,30 Euro. Completano la Linea altri tre prodotti specifici: Orphea naturale protezione persona Lozione: (100 ml) Prezzo al pubblico 7,00 Euro - Orphea naturale protezione persona Latte bambini: lunico approvato dal Comitato Pediatri Italiani per il benessere del bambino. (100 ml) Prezzo al pubblico 7,50 Euro - Orphea naturale protezione persona Dopopuntura Gel Forte: (10 ml) Prezzo al pubblico 5,30 Euro. Orphea naturale protezione persona risponde da sempre allesigenza di una protezione sicura garantendo delicatezza ed efficacia.

Funds data as per 31/08/2011

Questi e molti altri avvisi li puoi trovare anche su internet


Consulta i siti

www.legaleentieaste.it www.lastampa.it

32 Economia

LA STAMPA
SABATO 3 SETTEMBRE 2011

RISCHIA IL RINVIO LINCONTRO TRA IL MINISTRO ROMANI E IL FRANCESE PROGLIO

Con il contributo del

La Borsa di Londra corteggia il gruppo Lch ma lo shopping potrebbe essere molto caro

Edison, tra Edf e A2A scontro sulle centrali


Acea valuta Edipower, ma Iren pronta a sfilarsi
LUCA FORNOVO TORINO

a Borsa di Londra (Lse) vede ovviamente grandi opportunit nella compensazione, la comune attivit di intermediario centrale tra compratori e venditori di titoli. La Borsa ha ora ammesso di desiderare Lch.Clearnet, la stanza di compensazione europea, corteggiata anche dal Nasdaq. Ma un accordo potrebbe essere costoso. Il responsabile di London stock exchange (Lse), Xavier Rolet, pu forse contare su unesplosione della domanda di attivit di compensazione per prodotti che in precedenza passavano di mano privatamente. Lse dichiara che le trattative sono a uno stadio iniziale. Ma secondo il Financial Times, Rolet sta cercando un pacchetto di maggioranza in un accordo che valuterebbe Lch 1 miliardo di euro, ovvero 21 euro per azione. Se esatta, questa cifra sembra eccessiva rispetto ai 10 euro per azione che era stata offerta da un concorrente, Markit. Di solito, le fusioni verticali come questa non rendono disponibili sinergie dei costi quando due diretti concorrenti si uniscono. Rappresenta anche elevati multipli dei ricavi netti del 2010 di 356 milioni di euro e profitti netti di 19 milioni. Un accordo dovrebbe essere approvato dagli oltre 100 proprietari di Lch, banche, operatori di Borsa e due altre Borse, Nyse Euronext e London Metal Exchange. Questo un altro ostacolo. Eppure, quando Lse ha acquistato Turquoise ha permesso ai precedenti proprietari di mantenere quote di minoranza. Forse un simile approccio potrebbe funzionare qui. Per Lse, un eventuale accordo non determiner certo una trasformazione - diversamente dalla sua fallita fusione canadese di inizio anno. Ma aiuterebbe a spostare la base di profitti di Lse dallattivit di trading di azioni fisiche, molto competitiva, allattivit di post negoziazione. In questo processo aumenterebbe lesposizione verso altri settori come le materie prime. Darebbe anche a Lse una maggiore voce in capitolo, poich il settore si trova di fronte a rapidi cambiamenti. [QUENTIN WEBB]

Idea per la Spagna: pi Iva e un cuneo fiscale ridotto


no dei pi gravi problemi della Spagna il suo tasso di disoccupazione del 21 per cento. Il costo delle assunzioni di dipendenti uno dei motivi principali per il misero stato del mercato del lavoro. Ridurlo dovrebbe essere la priorit di ogni governo. Ci potrebbe essere pi difficile di quello che sembra. Il cuneo fiscale in Spagna - la differenza tra quello che una societ paga ai lavoratori e quello che loro ricevono - quasi del 40 per cento. Sono cinque punti percentuali sopra la media Ocse. I contributi previdenziali rappresentano la gran parte di questo divario. Il governo ha gi adottato alcune misure per ridurre parzialmente lonere dei datori di lavoro. Ha proposto un nuovo contratto di apprendistato per i giovani (fino a 30 anni) che elimina i contributi sociali per le societ pi piccole che aderiscono a questo programma. Ma il solito problema con questo tipo di piani dipende dalla difficolt di impedire un arbitraggio dei datori di lavoro che tenteranno di trovare scappatoie. Creare un gruppo di lavoratori a pi basso costo potrebbe determinare distorsioni sul mercato del lavoro - e nel caso di programmi temporanei, gli effetti potrebbero non durare. Il governo potrebbe anche prendere in considerazione una generale e permanente riduzione del cuneo fiscale. I tagli sarebbero finanziati da un aumento dellimposta sul valore aggiunto (Iva) a breve termine, come stato fatto in altri Paesi, come la Germania. Sulla carta, i benefici sarebbero notevoli: secondo stime di Bbva nel 2009, diminuire i contributi previdenziali di 3,5 punti percentuali, misura compensata da un aumento di due punti dellIva, potrebbe creare fino a 280.000 posti di lavoro. Lanno scorso, il governo ha gi aumentato lIva al 18 per cento. Alzandola di pi si rischia di influire negativamente sui consumi in un momento di debolezza delleconomia. Ma laliquota Iva della Spagna minore rispetto alla media Ue. Il prossimo governo dovr prendere decisioni pi difficili per rimettere in sesto la Spagna. Questa dovrebbe essere una di quelle. [FIONA MAHARG-BRAVO]

La tensione tra i soci italiani di Edison e il colosso francese Edf alle stelle. Al punto che secondo qualche fonte finanziaria anche lincontro previsto, e fino a ieri confermato per luned a Milano, tra il ministro dello Sviluppo economico, Paolo Romani, che sta seguendo il dossier ed Henri Proglio, numero uno di Edf potrebbe essere rinviato. Il motivo? Le posizioni dei soci sono molte diverse e sembra ancora lontano un compromesso per il riassetto del colosso energetico Edison. Da un lato, in nome dellitalianit, il governo e A2A, uno dei soci italiani di Edison, sta portando avanti una cordata, a cui potrebbe aggiungersi la municipalizzata Acea, per rilevare le centrali di Edipower da Edison e lasciare il resto ai francesi. Una soluzione fortemente osteggiata da Edf che perdendo Edipower si ritroverebbe con una Edison fortemente indebolita da un punto di vista industriale. I francesi vogliono lo spezzatino o quantomeno accaparrarsi almeno alcune centrali di Edipower, altrimenti potrebbero minacciare la rottura dei patti coi soci italiani. E ricorrere cos, dopo il 14 settembre, allasta competitiva sugli asset di Edison, ma non hanno neanche interesse a mettersi contro il governo dal quale potrebbe spuntare qualche agevolazione come per esempio sullacquistare delle attivit italiane della tedesca E.On, qualora venissero messe in vendita. Quel che appare certo

GUERRA DEL GAS

Kiev-Mosca sale la tensione sul metano


I

Henri Proglio, numero uno del colosso francese Edf

che laccordo non si trover entro il 14 settembre e si andr verso una proroga. Le divisioni sono comunque forti anche tra i soci italiani. Iren sembra contraria a rilevare una societ come Edipower che, valutata intorno ai 2 miliardi di euro, costringereb-

Viero: Non siamo disposti a indebitarci Meglio liquidare le nostre quote


be la municipalizzata del NordOvest a indebitarsi. Ieri, a margine del Forum Ambrosetti a Cernobbio, il direttore generale di Iren, Andrea Viero ha spiegato che Iren sta trattando con A2A nella vicenda del riassetto di Edison e non disposta ad indebitarsi per lacquisto di Edipower. Viero pun-

ta piuttosto a liquidare la posizione di Iren in Edipower e in Delmi, il veicolo che ha azioni di Edison. Liquidare la nostra partecipazione - ha aggiunto ci piacerebbe moltissimo ma deve avvenire senza alcuna minusvalenza. Se Iren dovesse uscire, il suo posto potrebbe essere presto dalla romana Acea che sta valutando la possibilit di partecipare a una cordata per Edipower. Di recente, il presidente di Acea, Giancarlo Cremonesi, ha incontrato il ministro Romani, che ha in mano il dossier Edison. Loperazione potrebbe avere un senso industriale per Acea, corta nella produzione di energia dopo il divorzio da Gaz de France. Inoltre lattuale dg di Acea, Paolo Gallo, proviene proprio da Edipower dove entrato nel 2003 come dg per ricoprire poi il ruolo di ad dal 2008 fino allinizio del 2011.

Con lautunno alle porte, tra Kiev e Mosca si teme gi una nuova guerra del gas che rischierebbe di interrompere il transito del metano verso lEuropa. Il presidente ucraino, Viktor Ianukovich, ha dato mandato al governo di avviare una ristrutturazione della compagnia statale Naftogaz, che spianerebbe la strada a una revisione degli svantaggiosi accordi per limport di gas dalla Russia siglati nel 2009 dallallora premier Iulia Timoshenko, ora sotto processo proprio per questo. Il premier ucraino Mikola Azarov ha spiegato che Naftogaz sar divisa in due aziende, una per la produzione e laltra per il transito del metano, e che ci comporter una revisione dei contratti decennali con Gazprom. Sul mercato ha spiegato Azarov - opereranno societ nuove, perci gli accordi saranno rivisti. Ironica la replica dellad del gigante russo Gazprom Alexiei Miller, secondo il quale Naftogaz cesser s di esistere, ma dopo la fusione con Gazprom.

PONZELLINI: COME BANCHIERE NON CI SERVE

TRONCHETTI PROVERA: PATTO E MANAGER STABILI

Arpe ha lok di Bpm ma solo per i soldi


MILANO

I vertici Mediobanca saranno confermati


MILANO

Per approfondimenti: http://www.breakingviews.com/


(Traduzioni a cura del Gruppo Logos)

Massimo Ponzellini, presidente di Bpm, apre a un eventuale ingresso di Matteo Arpe nel capitale della Popolare di Milano ma chiude la porta della tolda di comando dellistituto allex manager di Capitalia. Ponzellini cerca di fare fare chiarezza sul dossier Arpe dopo che da alcune settimane si rincorrono voci di un suo interesse alla banca al punto che si ipotizza un investimento di 200 milioni di euro, che peraltro troverebbe anche il

gradimento delle Autorit competenti. Arpe benvenuto nel capitale della Bpm - ha detto il presidente dellistituto al Workshop Ambrosetti -, cos come tutti gli altri investitori interessati a sostenere la banca in vista della ricapitalizzazione fino a 1,2 miliardi. Basta che uno ci metta i soldi e sono tutti benvenuti, ha aggiunto Ponzellini che su Arpe ha precisato: Non abbiamo bisogno di manager in questo momento, anche se lui un bravissimo banchiere e poi non credo che sia interessato a guidare la Popolare. [R. E.]

Sembra finire prima di iniziare il conto alla rovescia sul rinnovo dei vertici Mediobanca: Non c alcun dubbio sulla loro conferma, dice Marco Tronchetti Provera, vice presidente di Piazzetta Cuccia ed esponente dei soci industriali nel patto. Con lassemblea di bilancio, il 28 ottobre, scadr anche il Cda della banca guidato dal presidente Renato Pagliaro e dallad Alberto Nagel. Gi da tempo, nellaria una con-

ferma e in occasione del patto di fine luglio il capofila dei soci francesi Vincent Bollor aveva espresso stima per gli uomini alla guida dellistituto. Non penso ci saranno grandi cambiamenti nel Patto, dice il presidente di Pirelli Tronchetti Provera sintetizzando cos che per Mediobanca si delinea un patto stabile e un management stabile. Quanto poi a un ingresso di Diego Della Valle in consiglio, dopo la recente salita all1,9% della banca, non ne ho la minima idea, ha detto il presidente della Bicocca. [R. E.]

Non solo oro quel che luccica


Per acquisti con vendita a breve termine contattate la nostra Sezione Oro Monetario

Francobolli e monete, beni rifugio per eccellenza


Acquisire monete e francobolli importanti significa non soltanto possedere preziose testimonianze della storia e della cultura delluomo, ma anche scegliere, in modo intelligente e lungimirante valori che vengono dal tempo e durano nel tempo. I nostri consulenti sono a vostra disposizione, per consigliarvi le migliori opportunit. Per informazioni 011.55.76.340, email info@bolaffi.it.

BOLAFFI
Collezionismo dal 1890

Torino, via Cavour 17 www.bolaffi.it

LA STAMPA
SABATO 3 SETTEMBRE 2011

Borsa 33

LEGENDA. AZIONI: il prezzo ufficiale rappresenta il prezzo medio dellintera quantit di titoli trattata nella seduta. Il prezzo di riferimento costituito dal prezzo medio dellultimo 10% di titoli trattati. La capitalizzazione espressa in milioni di Euro. EURO 50: selezione dei 50 titoli pi significativi quotati in Europa. Prezzo con variazione percentuale sul

precedente. OPZIONI: call il prezzo di chi acquista; put quello di chi vende. Sono indicati: il mese di scadenza dellopzione; la base del prezzo del titolo; il prezzo, cio il premio da pagare; il volume dei pezzi negoziati; linteresse aperto, riferimento per i future. EURIBOR: il tasso interbancario comune delle piazze finanziarie dellarea euro: lettera il prezzo di chi vende; denaro quello di chi acquista.

Fondi su LaStampa.it
I fondi di investimento sono on line su LaStampa.it. Per consultarli lindirizzo www.lastampa.it/fondi

Mercati
CAMBI VALUTE
MIN. MAS. MERCATI QUOT. X EURO %

il punto
LUIGI GRASSIA
IL MIGLIORE IL PEGGIORE

OBBLIGAZIONI 02-09-2011
TITOLI PREZZO TITOLI PREZZO TITOLI PREZZO

FUTURES SU FTSE MIB


100,47 102,40 98,29 100,45 87,73 104,77 96,53 79,23 96,16 99,15 97,39 95,30 98,11 96,94 92,47 99,96 100,64 96,92 102,26 104,13 99,16 99,12 101,11 131,72 93,19 98,44 99,60 99,53 97,25 77,73 94,86 83,52 99,00 RBS GN20 Mc Eur RBS ott13 Real Brasile 8 Rep Aus/22 FBL Rep Aus/CMS SFN UBI ago12 TF Welcome Edi UBI giu15 Tasso Misto UBI gn18 Eur 5.4 UBI nov15 LowT2 Amor UBI nov17 Eur 4.3 UBI St12 Eur 2.15 UBS apr13 BRL 8.5% UniCr mag 13 BP R3 UniCr mar 13 BP Reload3 UniCr/16 LT 86,43 101,60 94,60 91,26 99,32 96,59 100,57 94,73 98,21 99,36 102,68 97,64 98,11 96,12 99,97 99,95 99,80 99,84 99,82 99,74 99,72 99,58 99,44 99,30 99,17 99,06 98,93 98,64 98,37 98,10 97,73 97,45
SCADENZA APERT. CHIUS.

Exprivia

+9,54%
0,792

Cogeme Set

-11,11%
0,104

Lun

Mar

Mer

Gio

Ven

Lun

Mar

Mer

Gio

Ven

BANCHE IN ROSSO CON UBI E BPM GI BUZZI, PIRELLI E FIAT

recipitano gli indici di Piazza Affari dopo i dati negativi sulleconomia americana: in chiusura il Ftse Mib fa -3,71% e lAll Share -3,67%. Nonostante tutto la settimana si chiude con un buon recupero (in cinque sedute Ftse Mib +1,76% e All Share +1,96%). Crollano i titoli del credito, in particolare Ubi Banca (-6,48%) e Bpm (-6,03%). Perdono il 4,82% e il 5,33% i big Intesa Sanpaolo e Unicredit, e Generali cala del 4,85%. Debole lenergia: le vendite hanno colpito soprattutto Saipem (-4,47%) ed Enel (-3,96%). Eni fa -2,69%. Fra i titoli del cemento, scivolone di Buzzi Unicem (-6,47%), Nel comparto industriale Fiat Auto perde il 4,98% e Fiat Industrial il 4,16%. Pirelli arretra del 5,47% e crolla anche Prysmian (-5,68%). Telecom Italia va gi del 3,66%. Invece limita i danni Davide Campari (-0,35%) e riesce a chiudere in progresso Parmalat, salita del 1,14%.

B IMI nov14 Top10 BP II B Intesa 04/14 B Intesa/14 STEuro Barclays ott19 MC eur Barclays dic15 eur 4.4% Barclays ST13 It Inf Bei /19 Eu. St. B. Bei 96/16 Zc Bei 98/18 Fix Sticky Fix Bei 99/29 Eu Step Dw Bei/15 EIBF Bei/15 eu var Bei/20 EIBFB Bers/20 St Bonds Bim Imi Mg12 Inf_Link Bnl 06/12 R2 BP Centrob /13 Elc Comit 97/27 Zc Council Europe Sdf 99/24 Cr.Suisse ago15 MC eur Credem Giu15 MC Eur Crediop 98/18 Tf Capped Dexia Cr giu 12 F. to C Dexia Cr mar 12 Fix to C Dexia Cred. Ap 12 Sc.R Dexia Cred. Mz 12 Sc.R EBRD/17 Efibanca 98/13 Fix Rev 1 EM Bei gen21 eur 3.625 Enel 07/15 Eu 5.25% Enel 07/15 Ind Enel 10/16 TV Eur Enel Feb16 Eur 3.5

105,91 94,01 95,10 88,51 101,99 99,54 100,42 89,10 122,14 99,82 105,08 99,75 94,52 100,24 99,85 98,73 95,05 39,60 125,74 102,57 90,10 90,89 97,34 98,45 96,17 96,78 99,82 100,39 103,73 104,76 95,66 93,67 98,71

Enel TF 05/12 Eni giu 15 4% Eur Eni giu 15 Eurib 6m+0.89 Fiat Step up/11 IBRD/25 IMI fb15 Bposta MC Eur Intesa 12 Rel 3 BP IV Med Lom /19 1 Sd Medio giu21 TV 4to Atto Medio lg14 Eur 3.51 Medio mag20 Eur 4.5 Medio nov 14 Eur 2.65 Medio Nv 20 Eur 5 Medio Nv14 Eur 3 Medio Nv14 TV Eur Medio/12 Inf. Linked Medio/12 Inf.Link Medio/13 Rend Pr Medio/15 MC Eur Medio/15 Plus BP II Mediob 96/11 Zc Mediocr L/13 Tf Tv 32.Ma Merrill 13 CMS 10/2Y Morgan LG13 En Alt Morgan ST13 Rel BP MPaschi/13 Pop Bg CV/12 tv Rbs 01-20 tv Eurib. Rbs 04-19 5.5% Rbs 06-16 zc Rbs 09-16 4.3% Rbs 10-19 6% RBS 23MZ18 Mc Eur

Set11 Giu11 Mar12

15450 15275 -

15075 14920 14888

15025 14905 -

15480 15290 -

MONETE AUREE
VALUTA EURO

TITOLI DI STATO
BoT 10-15/09/11 A 11-30/09/11 S 10-14/10/11 A 11-31/10/11 S 10-15/11/11 A 11-30/11/11 S 10-15/12/11 A 11-30/12/11 S 11-16/01/12 A 11-31/01/12 S 11-15/02/12 A 11-29/02/12 S 11-15/03/12 A 11-16/04/12 A 11-15/05/12 A 11-15/06/12 A 11-16/07/12 A 11-15/08/12 A

Sterlina (v.c) Sterlina (n.c) Sterlina (post.74) Marengo Italiano Marengo Svizzero Marengo Francese Marengo Belga Marengo Austriaco 20 Marchi 10 Dollari liberty 10 Dollari Indiano

263,393 - 302,127 265,459 - 303,160 265,459 - 303,160 220,269 - 248,932 218,978 - 241,702 218,978 - 240,152 218,978 - 240,152 218,978 - 240,152 265,975 - 297,996 552,609 - 666,229 567,586 - 682,136

Dollaro Usa 1,4255 1 0,7015 0,21 Yen giapponese 109,5600 100 0,9127 0,47 Sterlina inglese 0,8789 1 1,1378 0,26 Franco Svizzero 1,1132 1 0,8983 2,56 Corona ceca 24,304 100 4,115 -0.62 Corona danese 7,450 10 1,342 0,01 Corona islandese 100 Corona norvegese 7,676 10 1,303 0,11 Corona svedese 9,124 10 1,096 -0.30 Dollaro australiano 1,333 1 0,750 0,16 Dollaro canadese 1,394 1 0,717 0,07 Dollaro Hong Kong 11,101 1 0,090 0,18 Dollaro neozelandese 1,674 1 0,597 0,33 Dollaro Singapore 1,716 1 0,583 0,30 Fiorino ungherese 275,430 100 0,363 -0.84 Lat lettone 0,709 1 1,410 0,00 Leu rumeno 4 10000 2358,212 -0.18 Lev bulgaro 1,956 1 0,511 0,00

RENDIMENTI ESTERI
TITOLI PUBBLICI REND. TITOLI PUBBLICI REND.

ORO CHIUSURE
(Prezzi vendita in $ per oncia). Unoncia Troy=gr. 31,1035. MERCATI 02-09-2011 01-09-2011 EURO

USA 10 anni CAN 10 anni UK 10 anni GER 10 anni FRA 10 anni

2,050% 2,300% 2,450% 2,020% 2,780%

ESP 10 anni HOL 10 anni SVE 10 anni GIA 10 anni

5,140% 2,490% 2,020% 1,040%

Londra Milano (Euro/gr.) Argento (Euro/Kg.)

1875,25 0,0000 0,0000

1821,00 1315,5033 0,0000 0,0000 -

QUOTAZIONI BOT
SCADENZA GIORNI PREZZO TASSO %

BORSE ESTERE
MERCATI QUOTAZ. VAR.%

INDICE BORSA
VALORI DI MILANO FTSE MIB FTSE Italia All Share FTSE Italia Mid Cap FTSE Italia MIB Storico FTSE Italia Stars FTSE Italia Small Cap D.J.Eurostoxx 50 02-09-2011 15060,79 15955,20 19962,04 12510,36 9927,78 17342,14 2220,72 VAR % -3.89 -3.67 -2.56 -1.98 -1.89 -1.63 -3.69

EURIBOR
PER. TA.360 TA.365 PER. TA.360 TA.365

1 sett 1 mese 2 mesi 3 mesi 4 mesi 5 mesi 6 mesi

1,0920 1,3500 1,4200 1,5410 1,6010 1,6650 1,7440

1,1071 1,3687 1,4397 1,5624 1,6232 1,6881 1,7682

7 mesi 8 mesi 9 mesi 10 mesi 11 mesi 12 mesi

1,8020 1,8480 1,9050 1,9560 2,0240 2,0830

1,8270 1,8736 1,9314 1,9831 2,0521 2,1119

15/09/11 14/10/11 15/11/11 15/12/11 16/01/12 15/02/12 15/03/12 16/04/12 15/05/12 15/06/12 16/07/12 15/08/12

9 38 70 100 132 162 191 223 252 283 314 344

99,973 99,796 99,817 99,715 99,440 99,171 98,926 98,644 98,367 98,101 97,732 97,447

0,000 1,780 0,730 0,790 1,300 1,650 1,810 2,000 2,130 2,220 2,230 2,390

Amsterdam (Aex) Bruxelles (Bel 20) Francoforte (Dax Xetra) Hong Kong (Hang Seng) Londra (Ftse 100) Madrid (Ibex 35) Parigi (Cac 40) Sydney (AllOrd) Tokio (Nikkei) Zurigo (Smi) New York (Dow Jones) Nasdaq

286.43 2219.71 5538.33 20212.91 5292.03 8463.50 3148.53 4321.55 8950.74 5359.67 11240.49 2480.33

-2.56 -2.08 -3.36 -1.81 -2.34 -3.40 -3.59 -1.40 -1.21 -3.11 -2.20 -2.58

Il Mercato Azionario corrente02-09-2011 del o a quello precedente. I dividendi indicati si riferiscono allanno solare
AZIONI Prezzo Differ. % Riferim. Riferim. Ufficiale Euro Divid. Minimi Anno Massimi Anno Quantit trattate Capitalizz. AZIONI Prezzo Differ. % Riferim. Riferim. Ufficiale Euro Divid. Minimi Anno Massimi Anno Quantit trattate Capitalizz. AZIONI Prezzo Differ. % Riferim. Riferim. Ufficiale Euro Divid. Minimi Anno Massimi Anno Quantit trattate Capitalizz. AZIONI Prezzo Differ. % Riferim. Riferim.

Dati forniti da IL SOLE 24 ORE - RADIOCOR.


Ufficiale Euro Divid. Minimi Anno Massimi Anno Quantit trattate Capitalizz.

A A.S. Roma
A2A Acea Acegas-Aps Acque Potabili Acsm-Agam AdF-Aeroporti Firenze Alerion Amplifon Antichi Pell Apulia Pront Arena Arkimedica Atlantia Autogrill Autostrada To-Mi Autostrade Mer. Azimut

0,676 +0.15 0,674 nr 0,637 0,929 -3.03 0,934 0,060 0,866 5,870 -1.59 5,903 0,450 5,198 3,680 -0.54 3,676 0,180 3,346 0,910 +0.55 0,917 nr 0,781 0,860 -0.35 0,851 0,060 0,827 9,770 0.00 9,765 0,080 9,765 4,678 -1.85 4,668 0,011 4,349 3,960 -2.17 3,982 0,033 3,594 0,340 -5.27 0,353 nr 0,349 0,228 -2.56 0,228 nr 0,215 0,010 -4.67 0,010 nr 0,010 0,091 +0.11 0,092 nr 0,090 10,800 -4.59 10,920 0,391 10,404 8,365 -2.62 8,395 0,240 7,920 7,305 -2.54 7,337 0,240 6,771 19,290 -1.08 19,357 0,800 18,561 4,770 -3.21 4,819 0,250 4,670 2,750 6,735 1,133 2,306 1,180 1,399 2,050 3,382 1,386 2,600 0,313 3,484 2,998 6,075 6,915 0,408 0,466 4,850 0,506 1,380 0,506 21,000 24,170 1,076 1,310 0,420 0,124 12,230 0,330 6,505 3,634 1,200 1,615 1,300 0,272 0,030 5,745 0,138 2,320 17,080 1,448 0,828 0,208 0,080 0,264 0,622 1,458 0,287 0,667 0,104 0,665 1,166 20,900 3,132 2,400 0,045 0,982 17,130 9,095 8,035 0,808 0,866 3,294 1,609 2,070 13,770 -0.36 2,801 0,160 2,510 -1.61 6,713 0,450 6,311 -5.50 1,153 0,080 1,089 +0.70 2,279 0,165 2,000 -0.51 1,180 nr 1,158 -6.61 1,433 0,070 1,270 -3.67 2,050 0,090 1,907 +0.96 3,306 nr 3,230 -6.03 1,414 0,100 1,328 0.00 2,600 0,030 2,177 -2.28 0,310 0,005 0,300 +1.04 3,478 0,105 3,037 +0.07 2,921 0,126 2,826 0.00 nr -2.02 6,154 0,135 5,784 -4.02 6,988 0,150 6,928 -2.51 0,412 nr 0,380 -2.31 0,472 0,020 0,460 -3.77 4,932 0,250 4,373 -2.60 0,518 0,022 0,450 0.00 1,380 nr 1,220 +0.30 0,504 nr 0,468 0.00 21,000 0,400 20,000 -1.35 24,159 0,120 20,726 0.00 1,031 nr 0,983 0.00 1,310 nr 1,250 0.00 0,424 nr 0,369 -1.90 0,124 nr 0,117 +0.08 12,221 0,120 7,336 -2.22 0,328 nr 0,302 -6.47 6,648 0,180 6,322 -6.44 3,680 0,030 3,477 0.00 1,187 0,010 1,147 +0.06 1,615 0,080 1,561 -0.76 1,290 0,050 1,282 -3.65 0,276 nr 0,276 +3.82 0,029 nr 0,029 -0.35 5,714 0,060 4,427 +1.47 0,138 nr 0,135 -3.33 2,325 nr 2,322 -2.12 17,130 0,900 15,183 +3.43 1,448 0,120 1,288 -4.61 0,845 nr 0,751 +0.53 0,203 nr 0,196 -0.87 0,079 nr 0,079 +2.13 0,266 nr 0,238 +1.89 0,617 nr 0,475 -4.83 1,473 0,025 1,334 -2.21 0,283 0,010 0,266 -2.70 0,665 0,010 0,627 -11.11 0,109 nr 0,100 -2.99 0,674 0,080 0,674 +1.83 1,147 0,080 1,094 -3.60 21,079 0,900 20,394 -2.49 3,139 0,100 2,786 -3.15 2,434 0,120 2,287 +4.18 0,045 nr 0,040 -1.16 0,980 0,050 0,908 -4.67 17,204 nr 14,350 -2.73 9,065 nr 7,674 -4.06 8,054 0,146 5,810 -2.53 0,813 0.00 0,866 -3.97 3,326 -0.43 1,600 0.00 2,046 -2.69 13,831 0,043 0,744 0,073 0,850 0,180 3,267 0,027 1,489 0,035 1,240 0,500 12,278

1,256 1,234 8,591 4,573 1,466 1,183 12,370 5,886 4,532 0,600 0,377 0,029 0,461 16,090 10,956 11,380 24,442 8,468 3,997 11,529 2,722 3,068 1,693 1,805 2,774 4,371 3,185 3,451 0,441 4,096 3,724 9,281 9,891 0,555 0,729 5,709 0,764 1,441 1,012 21,000 31,311 1,325 1,415 1,255 0,171 12,322 0,735 10,820 6,072 1,414 2,094 1,948 0,425 0,083 5,909 0,428 4,450 20,331 1,880 1,948 0,311 0,152 0,350 0,760 1,766 0,500 0,780 0,377 1,069 1,499 24,744 5,398 3,691 0,221 1,295 24,635 13,658 9,239 0,909 1,281 4,828 2,050 2,301 18,428

292303 6854123 125772 1261 36906 18643 0 4700 279267 8500 64376 17507569 391302 1971272 907254 77592 886 490278 5650 62312 8412625 28821 2028 1346334 100 1377 3170173 3913 146562 10396 9757 35022 1058 23075 175528 830266 3554040 0 32249 0 2054 0 0 0 27720 591116 22928 1372131 34392 1083 89 4866 259718 205250 1638442 101500 35988 10367 1 2008304 3250 181242 2690 276698 1336968 57901 276730 2098815 73903 31021 4546 51164 236485 940771 10805 289194 130321 462026

91 2927 1257 202 33 65 88 205 878 16 54 15 8 6883 2136 646 85 690 31 750 2034 139 21 2316 357 516 587 77 210 407 39 0 51944 46 28 94 901 993 13 15 91 136 46 1 0 98 4118 3 1099 150 15 194 161 185 0 3319 7 107 927 18 163 17 13 25 111 1168 30 478 7 31 327 1301 1043 658 7 33 703 366 1204

Erg Ergy Capital ErgyCapital w 16 Eutelia Exor Exor priv Exor risp

8,360 -0.42 8,375 0,400 7,886 0,335 +2.58 0,332 nr 0,311 0,088 0.00 0,088 nr 0,078 0,215 0.00 0,215 nr 0,215 15,840 -6.38 16,203 0,310 14,735 14,350 -5.78 14,708 0,362 13,247 12,580 -5.13 12,948 0,388 10,906 12,230 4,084 3,280 3,482 6,455 2,910 2,974 5,020 0,395 1,450 0,814 1,710 -0.57 12,121 nr -4.98 4,143 0,090 -3.13 3,301 nr -3.76 3,486 nr -4.16 6,525 nr -3.90 2,935 0,310 -4.98 2,993 0,310 0.00 nr -3.46 5,058 0,410 -0.25 0,392 nr -3.40 1,459 0,400 -5.41 0,828 0,452 +0.59 1,698 nr 9,715 4,092 2,977 3,043 5,744 2,815 2,890 4,619 0,377 1,338 0,801 1,062

10,454 0,501 0,143 0,215 25,701 21,275 20,231 13,586 8,084 7,304 7,250 10,443 6,418 6,399 9,808 0,524 4,294 2,866 3,240 0,098 0,246 4,123 0,758 1,155 16,911 4,911 5,168 7,866 2,104 4,490 1,756

264309 18568 0 0 752654 222666 25869 343458 49204916 253195 199519 5620441 283346 563078 2431192 33837 2296401 460154 4419

1259 31 0 14 2597 1130 119 2041 4527 341 279 7128 303 239 0 2924 98 536 106 19

Montefibre rnc Monti Ascensori

0,265 0,246 5,355 1,090

-0.26 -3.95 -0.28 0.00

0,265 0,251 5,355 1,090 0,387

nr nr nr nr nr nr nr 0,070 nr nr nr 0,100 0,165 0,229 0,017 nr nr 0,180 0,210 nr nr nr 0,030 0,166

0,244 0,214 5,194 1,090 0,335 1,522 0,517 2,108 1,603 0,040 2,847 1,850 5,101 3,983 0,382 0,899 6,173 5,028 0,694 0,234 0,279 0,591 9,652 0,291 1,634 0,697 0,756 0,635 0,334 0,031 0,006 0,128 0,953

0,328 0,844 6,291 1,175 0,638 2,638 1,554 3,020 3,841 0,245 7,378 2,927 7,654 6,274 0,490 1,451 9,846 6,645 1,277 0,586 0,798 0,769 16,037 0,604 2,395 0,873 1,347 0,880 0,612 0,183 0,027 0,290 1,410 0,402 13,672 38,607 39,250 2,006 10,832 8,129 0,635 0,091 1,700 8,760 2,739 4,285 6,039 0,099 2,102 9,596 1,580 1,490 1,144 0,238 0,400 1,014 18,734 3,463 0,092 0,003 96,373 1,720 11,358

12021 16598 120 0 41146 2182503 154335 815069 300 0 28193 56768 5185010 0 14715 91609 140934 127442 138092 5031922 21422 7541 1929846 24994 4276 0 245694 26038 54457 280 0 132859 6501

7 3 23 15 13 2937 0 956 27 0 118 109 2585 53 54 142 1798 1740 31 235 127 112 2322 15 52 22 601 19 56 0 0 106 11

Warr Kre 09/12

0,011 2,098 0,887 0,720

0.00 -0.85 -4.63 -2.70

0,011 2,107 0,896 0,741

nr nr nr nr

0,010 1,896 0,449 0,470

0,024 5,350 1,509 1,125

0 935 67447 6899

0 2 22 3

Y Yorkville Bhn Z Zucchi


Zucchi rnc

N Noemalife
Novare

O Olidata P Parmalat
Parmalat w15 Piaggio Pierrel Pierrel 08/12 w Pininfarina Piquadro Pirelli & C. Pirelli & C. rnc Poligrafici Editoriale Poltrona Frau Pop Emilia 01/07 Pop.Emilia Romagna Pop.Sondrio Pramac Prelios Premafin Finanziaria Premuda Prysmian

0,396 +0.99

STAR
Acotel Group Aedes Aeffe Aicon Ansaldo Sts Ascopiave Astaldi Banca Ifis BB Biotech Bca Finnat Bca Pop.Etruria Lazio Bialetti Industrie Biancamano Biesse Bolzoni Brembo Buongiorno Cad It Cairo Communication Cembre Cementir Hold Centrale Latte Torino Cobra D'Amico Dada Damiani Datalogic Dea Capital Diasorin Digital Bros DMail Group Dmt EEMS El.En. Elica Emak Engineering Esprinet Eurotech Exprivia Falck Renewables Fidia Fiera Milano Gefran IGD Ima Interpump Interpump 09/12 w Irce Isagro IT WAY Juventus FC La Doria Landi Renzo MARR Mirato Mondo Tv Mutuionline Nice Panariagroup Poligrafica S.Faustino Prima Ind 09/13 w Prima Industrie Reno de Medici RDB Recordati Reply Sabaf S.p.a. Saes Saes rnc Servizi Italia Seteco International Sogefi Stefanel Stefanel risp TerniEnergia Tesmec TXT e-solution Vittoria Assicurazioni Warr Aedes 14 Yoox Zignago Vetro 24,810 0,107 0,820 0,122 6,130 1,419 4,224 4,260 43,700 0,380 1,686 0,270 1,476 3,160 1,949 6,900 1,032 3,800 2,628 7,800 1,862 2,020 0,933 0,679 2,288 1,064 5,950 1,420 28,940 1,207 2,440 17,650 0,750 9,400 1,100 3,300 21,460 3,276 1,890 0,792 0,895 3,080 3,864 3,950 1,384 13,330 4,330 0,669 2,100 2,674 1,470 0,835 1,527 1,670 8,345 5,305 4,260 2,686 1,120 7,020 1,500 6,955 0,201 0,480 6,705 18,480 14,250 6,095 4,270 5,180 0,299 2,146 0,390 166,700 2,666 0,380 8,485 3,100 0,018 10,280 4,950 -6.27 -1.21 -5.64 0.00 -2.15 -2.81 -3.96 +0.24 -1.38 -0.78 -1.75 -0.37 -2.38 -4.76 -1.57 -5.15 -3.28 0.00 -2.38 -1.89 -1.95 -0.49 -1.79 -0.22 -1.38 -2.83 +0.17 -2.07 -3.28 -0.90 +1.67 -1.94 -4.58 -0.32 -2.83 +0.30 -1.15 -4.04 -2.48 +9.54 -5.69 +1.72 -1.08 -2.47 +2.52 -1.33 -3.78 -0.89 -1.22 -3.54 +1.38 +1.83 -4.44 +0.66 -0.12 0.00 -0.38 -0.93 -2.26 -0.88 -1.82 -14.77 +1.68 +0.50 -2.04 -1.40 +0.98 -1.32 -4.84 -2.95 +1.97 0.00 -4.20 -3.66 0.00 +0.38 -2.09 -0.99 -0.96 -0.55 -2.56 -1.00 25,106 0,106 0,829 0,120 6,148 1,427 4,278 4,200 43,756 0,382 1,704 0,276 1,472 3,215 1,914 7,000 1,037 3,800 2,649 7,817 1,858 2,020 0,922 0,677 2,257 1,086 5,953 1,402 29,233 1,183 2,355 17,564 0,754 9,449 1,111 3,246 21,296 3,313 1,901 0,792 0,913 3,081 3,867 4,011 1,357 13,241 4,349 0,653 2,098 2,688 1,453 0,826 1,560 1,681 8,340 5,227 4,276 2,696 1,119 7,027 1,525 6,999 0,201 0,470 6,727 18,206 14,204 6,221 4,314 5,002 0,299 2,196 0,391 166,700 2,674 0,382 8,644 3,113 0,018 10,273 4,955 nr nr nr nr 0,280 0,100 0,150 0,060 nr 0,010 nr nr 0,040 nr nr 0,300 nr 0,250 0,250 0,260 0,060 nr nr nr nr nr 0,150 nr 0,400 nr nr nr nr 0,200 0,025 0,150 nr 0,175 nr 0,040 0,012 nr nr 0,150 0,075 0,900 0,110 nr 0,060 0,300 nr nr 0,090 0,055 0,500 nr nr 0,370 0,074 nr nr nr nr nr nr 0,275 0,450 0,800 0,200 0,200 0,250 nr 0,130 nr nr 0,190 0,028 nr 0,170 nr nr 0,300 25,106 0,085 0,485 0,119 5,680 1,427 3,751 4,194 40,674 0,379 1,620 0,237 1,295 2,935 1,914 6,131 1,004 3,465 2,513 6,004 1,674 1,960 0,821 0,676 2,008 0,837 5,497 1,123 26,781 0,909 2,268 15,070 0,754 9,390 0,991 3,216 20,538 3,046 1,547 0,706 0,738 2,765 3,832 3,660 1,007 12,849 3,812 0,573 1,560 2,510 1,222 0,776 1,527 1,621 7,775 43,943 0,228 1,463 0,269 9,606 1,719 5,957 5,588 55,079 0,524 3,206 0,420 2,026 7,879 2,344 10,258 1,455 4,325 3,275 8,731 2,327 4,080 1,436 1,004 4,894 1,246 6,544 1,594 35,893 1,579 3,215 23,286 1,543 15,099 1,798 4,562 24,392 6,285 2,501 1,123 1,747 3,996 4,907 5,277 1,735 15,186 6,158 0,874 2,663 4,005 2,695 0,975 2,089 2,992 9,437 1024 572565 1039696 0 411542 88626 212404 9081 1294 11055 25367 47006 11525 48091 19235 1003434 192783 2920 7256 15464 19982 250 11470 4868 6095 41150 6221 283231 370861 3661 3034 11350 166709 7025 28139 8940 7824 21111 90122 3284272 2164119 11419 2190 10471 178945 19387 200211 2468 12427 49534 31965 79984 13233 306455 34410 775 2750 14235 21510 261 4027 7325 59698 12000 160694 2339 2045 27144 3148 2996 0 74872 157306 0 25703 40630 2513 12917 206000 227931 14726 105 77 89 13 861 334 421 226 718 139 128 21 50 88 50 467 110 34 208 133 296 20 37 102 37 90 348 430 1628 17 18 199 33 46 70 90 266 174 68 41 266 16 163 58 420 488 425 0 59 47 11 167 48 189 555 0 23 169 313 51 8 0 60 76 22 1407 168 164 91 32 81 8 256 33 0 74 41 23 210 0 544 396

F Ferragamo
Fiat Fiat Ind. priv Fiat Ind. risp Fiat Industr. Fiat prv Fiat rnc Finarte C.Aste Finmeccanica FNM Fondiaria-Sai Fondiaria-Sai rnc Fullsix

B B&C Speakers
Banca Generali Banco Popolare Basicnet Bastogi Bca Carige Bca Carige r Bca Intermobiliare Bca Pop.Milano Bca Pop.Spoleto Bca Profilo Bco Desio-Brianza Bco Desio-Brianza rnc Bco Popolare w10 Bco Santander Bco Sardegna rnc Bee Team Beghelli Benetton Group Beni Stabili Best Union Co. Bioera Boero Bartolomeo Bonifiche Ferraresi Borgosesia Borgosesia rnc BPM 09-13 w Brioschi Bulgari Buone Societ Buzzi Unicem Buzzi Unicem rnc

G Gabetti 09/13 w
Gabetti Pro.Sol. Gas Plus Gemina Gemina rnc Generali Geox Greenvision Gruppo Coin Gruppo Ed. L'Espresso Gruppo Minerali M.

0,025 0.00 0,025 nr 0,021 0,064 -5.33 0,065 nr 0,063 2,450 -1.13 2,406 0,150 2,250 0,636 -2.83 0,633 nr 0,539 0,880 0.00 0,880 nr 0,825 11,980 -4.85 12,094 0,450 10,824 2,836 -3.54 2,861 0,180 2,713 5,100 +2.00 5,035 nr 4,253 6,495 0.00 6,495 nr 6,417 1,384 -2.47 1,384 0,074 1,301 2,998 +0.07 2,999 nr 2,892 1,216 -4.85 1,226 0,080 1,111

0 0 977965 17 1700 108 1443874 930 0 3 7714685 18829 697619 742 6709 29 197240 929 394380 568 101 18 1776289 1367

1,690 +1.14 1,674 0,673 +4.75 0,666 2,546 -4.07 2,572 1,789 -1.70 1,789 0,100 0.00 0,100 3,840 -3.76 3,910 2,144 -3.86 2,181 5,360 -5.47 5,434 4,402 0.00 4,365 0,419 -1.39 0,408 1,007 -4.10 1,015 0.00 7,030 -2.90 7,086 5,690 +0.71 5,645 0,975 -4.32 1,004 0,281 -3.24 0,280 0,317 +2.26 0,311 0,591 -3.20 0,594 10,630 -5.68 10,833 0,339 -1.42 1,927 -0.16 0,699 0.00 0,810 -4.54 0,640 -1.99 0,346 -3.00 0,074 +2.65 0,026 0.00 0,129 -0.77 0,989 +0.87 0,250 8,910 29,940 37,800 1,285 9,750 7,125 0,490 0,047 1,240 5,745 2,098 3,316 5,065 0,046 1,705 4,424

R R. Ginori 1735
Ratti RCF RCS MediaGroup RCS MediaGroup risp Retelit Retelit w 08-11 Rich Ginori 11 w Risanamento Rosss

H Hera I I Grandi Viaggi


Il Sole 24 Ore Immsi Impregilo Impregilo rnc Indesit Indesit rnc Industria e Inn Intek Intek r Intek w 11 Intesa Sanpaolo Intesa Sanpaolo rnc Invest e Svil w09 Invest e Sviluppo Iren Italcementi Italcementi rnc Italmobiliare Italmobiliare rnc Italy 1 Invest w Italy 1 Invest.

C Caleffi
Caltagirone Caltagirone Editore Cam-Fin Camfin 09-11 w Campari Cape Live Carraro Cattolica As CDC Cell Therap Ceramiche Ricchetti CHL CIA Ciccolella Cir Class Editori Cofide Cogeme Set Conafi Prestito' Cred. Artigiano Cred. Bergamasco Cred. Emiliano Cred. Valtellinese Crespi Csp

0,875 -0.57 0,866 nr 0,776 0,855 -0.98 0,871 nr 0,854 0,660 -4.76 0,660 0,030 0,583 1,765 -3.02 1,777 nr 1,597 7,555 +0.73 7,555 0,260 7,280 5,290 -4.51 5,320 0,030 4,679 4,652 0.00 4,861 0,168 4,861 1,853 -6.22 1,860 nr 1,860 0,322 -1.44 0,318 0,060 0,318 0,730 0.00 0,703 0,060 0,664 0,008 0.00 0,008 nr 0,008 1,106 -4.82 1,124 0,080 1,093 0,928 -3.34 0,936 0,091 0,936 0,004 +2.86 0,004 nr 0,002 0,594 -1.90 0,598 nr 0,507 0,901 -4.00 0,909 0,085 0,870 4,764 -6.95 4,849 0,120 4,627 2,344 -3.22 2,353 0,120 2,191 21,940 0.00 21,873 0,856 21,766 14,130 -5.10 14,565 0,934 13,939 0,470 0.00 0,470 nr 0,379 9,785 -0.15 9,785 nr 8,768 0,034 -0.29 1,350 -5.79 1,510 -4.43 0,279 -3.13 0,005 +8.89 0,006 -1.59 0,576 -1.03 0,568 10,790 19,990 0,035 nr 1,381 0,010 1,524 nr 0,282 0,011 0,005 nr 0,005 nr 0,578 0,072 0,029 1,281 1,358 0,266 0,003 0,004 0,570

1,085 2464 39 1,494 27740 38 0,911 906690 226 2,442 3190203 715 8,220 100 12 8,979 452779 605 7,378 0 2 2,800 4848 44 0,533 8822 41 0,825 0 4 0,029 0 0 2,424 132797467 17417 2,084 5338422 873 0,007 200000 0 2,110 15954 8 1,407 1290720 1075 7,647 686149 859 3,890 78322 248 29,961 8020 485 19,590 9512 238 0,788 25000 0 9,950 38010 147 0,072 3,664 2,115 0,381 0,021 0,017 0,720 0,783 15,381 23,486 0,230 3,591 5,488 2,426 4,930 8,009 4,035 0,088 0,353 10,442 0,887 0,890 3,181 0,763 2,857 0,720 0,462 0,859 0,179 809200 89583 11871 65906 52500 14135 26600 88961 424779 545175 112541 1663917 53257 10 4139526 2329402 1259799 8283326 47000 301 3557571 180813 350 771363 149456 91069 12951 37667498 76417 34 24 32 126 0 0 25 38 1874 9403 103 260 245 33 3065 5381 1856 71 6 39 559 28 146 115 502 10 52 4470 17

0,332 nr 1,912 nr 0,702 0,030 0,820 nr 0,641 nr 0,351 nr 0,074 nr 0,026 nr 0,130 nr 0,958 nr

S Sadi
Safilo Group Saipem Saipem risp Saras Sat Save Screen Service BT Seat PG Seat PG r SIAS Snai Snam Gas Sol Sopaf Sorin STMicroelectronics

+3.69 0,248 nr 0,230 -3.83 8,964 nr 8,211 -4.47 30,233 0,630 27,205 0.00 37,800 0,660 35,010 +2.07 1,286 nr 1,023 +2.15 9,554 0,130 9,259 0.00 7,136 0,325 6,527 +2.94 0,487 0,022 0,423 -3.09 0,047 nr 0,045 0.00 1,240 nr 0,725 -2.05 5,716 0,160 5,538 -0.10 2,042 nr 2,042 -1.84 3,331 0,140 3,259 -2.31 5,070 0,095 4,950 -4.34 0,047 nr 0,039 -0.87 1,711 nr 1,609 -3.95 4,484 0,100 4,229

11299 23 217553 509 1562982 13341 0 5 4024989 1223 1277 94 3443 395 76000 67 3631785 91 0 1 206171 1300 62980 238 5240065 11896 8650 460 120421 20 257119 819 6787495 4082 500 201 51269 31 85356124 11215 905036 254 0 1 18342844 4586 2532340 13135 8724909 5108 7837637 92 614146 0 211935 2423 1530 48 151254 520

T Tamburi
Tas Telecom IT Telecom IT Media Telecom IT Media rnc Telecom IT rnc Tenaris Terna Tiscali Tiscali 09/14 w Tod's Toscana Fin Trevi Finanziaria Ind.

K K.R.Energy
Kerself Kinexia KME Group KME Group 06-11 w KME Group 09-11 w KME Group rnc

L Lazio
Lottomatica Luxottica

-0.79 0,568 nr 0,410 -3.32 10,895 0,740 9,002 -3.48 20,134 0,440 18,691 0,207 0,777 3,942 1,675 2,472 5,429 2,273 0,044 0,116 9,250 0,235 0,235 2,029 0,384 1,817 0,157 0,340 0,412 0,119

1,495 +0.34 1,495 0,035 1,392 0,733 -7.10 0,750 nr 0,492 0,828 -3.66 0,836 0,058 0,802 0,175 -2.24 0,176 nr 0,168 0,224 0.00 0,224 nr 0,224 0,753 -3.95 0,761 0,069 0,714 11,120 -3.72 11,126 0,210 10,785 2,540 -1.32 2,541 0,130 2,402 0,049 -1.40 0,050 nr 0,047 0,001 0.00 0,001 nr 0,001 78,250 -3.69 79,150 2,000 71,349 1,638 -1.62 1,583 nr 1,446 8,125 -4.19 8,131 0,130 6,993 2,424 0,504 0,898 1,646 0,326 0,011 0,252 0,013 4,148 0,138 1,264 4,090 -6.48 0.00 -5.33 -1.44 -2.77 -0.91 -2.78 -2.33 -0.05 0.00 -1.25 -0.73 2,476 0,502 0,915 1,657 0,328 0,011 0,253 0,012 0,150 nr 0,030 0,045 0,040 nr 0,045 nr 2,476 0,493 0,888 1,612 0,287 0,009 0,228 0,011 4,061 0,138 1,153 3,636

MM & C
Maire Tecnimont Marcolin Mediacontech Mediaset Mediobanca Mediolanum Meridiana Fly Meridie Mid Industry Cap Milano Ass. Milano Ass. rnc Mittel MolMed Mondadori Mondo HE Monrif Monte Paschi Siena Montefibre

D Danieli
Danieli rnc De'Longhi

E Edison
Edison r Enel Enel Green Pw Enervit Eni

1991731 4211 8992 96 46420917 31276 5634334 8000 4510 36 22682214 55399

0,217 -2.25 0,217 nr 0,806 -2.48 0,806 0,058 3,870 -4.16 3,942 0,100 1,773 +0.06 1,773 nr 2,562 -4.04 2,595 0,350 6,210 -3.20 6,249 0,170 2,484 -4.75 2,530 0,070 0,049 -1.21 0,051 nr 0,116 -2.93 0,118 nr 10,230 -1.16 10,229 nr 0,285 -3.69 0,287 0,100 0,270 -4.49 0,274 0,116 2,090 0.00 2,072 0,100 0,541 -1.81 0,546 nr 2,028 -2.31 2,035 0,170 0,482 -1.31 0,491 nr 0,350 +1.33 0,344 nr 0,407 -4.47 0,412 0,025 0,127 -2.53 0,129 nr

U UBI Banca
Uni Land Unicredit Unicredit risp Unipol Unipol 2013 w Unipol pr Unipol prv 2013 w

7,352 5757990 2233 0,525 0 80 1,990 233457419 17634 2,142 17876 40 0,550 1217870 693 0,024 22454 0 0,417 3363980 329 0,025 95510 0 4,789 0,139 1,501 4,627 6520 0 1045 150 44 20 37 178 0 0 0 0 0

V Valsoia
Viaggi Ventaglio Vianini Industria Vianini Lavori

4,227 0,180 0,138 nr 1,220 0,020 4,067 0,100 nr nr nr nr nr

Ww Cr Val 2010
w Cr Val 2014 w Meridie 11 War ErgyCapital 11 War Tamburi 2013

0.00 0,130 +13.76 0,005 0.00 0,010 -7.21 0,150 0.00

0,131 0,005 0,010 0,150

0,105 0,004 0,009 0,071

0,281 0,018 0,029 0,473

35171 0 53103 0

4,676 7,415 4,100 5,543 2,696 3,394 1,073 1,614 6,285 9,851 1,200 2,973 6,157 9,738 0,194 0,248 0,420 2,062 6,371 7,733 17,118 21,402 14,204 25,242 6,156 8,731 4,169 6,106 4,887 7,328 0,297 0,299 1,921 2,931 0,391 0,663 166,700 166,700 2,492 3,781 0,359 0,708 5,392 9,533 3,091 4,113 0,012 0,049 8,098 13,274 4,724 5,678

34 Lettere e Commenti
MARIO

LA STAMPA
SABATO 3 SETTEMBRE 2011

LA STAMPA
CALABRESI

LETTERE AL DIRETTORE
ciamo 50 o 100 mila euro, ma che sommate fanno un bel totale?
LORIS NUCERA

Misteri e risorse di una manovra senza fine

DIRETTORE RESPONSABILE MARIO CALABRESI VICEDIRETTORI MASSIMO GRAMELLINI, CESARE MARTINETTI LUCA UBALDESCHI REDATTORI CAPO CENTRALI FLAVIO CORAZZA, MARCO BARDAZZI LAURA CARASSAI DARIO CORRADINO CAPO DELLA REDAZIONE ROMANA PAOLO BARONI CAPO DELLA REDAZIONE MILANESE MICHELE BRAMBILLA RESPONSABILE EDIZIONI LIGURIA ALESSANDRO CHIARAMONTI ART DIRECTOR CYNTHIA SGARALLINO REDAZIONI GIAMPIERO PAVIOLO ITALIA, FRANCESCA SFORZA ESTERI, BRUNO VENTAVOLI SOCIET, MARCO SODANO, GIANLUCA PAOLUCCI ECONOMIA E FINANZA, RAFFAELLA SILIPO SPETTACOLI, GUIDO BOFFO SPORT, GUIDO TIBERGA CRONACA DI TORINO m
(RESPONSABILE EDIZIONI PIEMONTE E VALLE DAOSTA)

Quotidiano fondato nel 1867 m

C C

aro direttore, ultimamente ho sentito due enormit. mai possibile che una manovra economica di rilievo europeo venga discussa, tra laltro senza la presenza di eminenti economisti, nella abitazione privata del premier? Seconda: se mancheranno fondi si accentuer la lotta allevasione. Questa unincredibile candida confessione che finora la lotta allevasione non si fatta al massimo delle possibilit! Disarmante.
GIUSEPPE AL

aro direttore, non geniale la misura che prevede il carcere per chi evade le tasse ma per almeno 3 milioni di euro? Gi me li vedo i grandi evasori intenti a controllare di non superare la fatidica cifra che potrebbe, nel caso (abbastanza improbabile) venissero scoperti, costar loro la prigionia. Qualcuno potrebbe spiegarmi perch levasore da 3 milioni di euro deve finire in carcere mentre quello da 2 milioni di euro (ma anche solo da 500 mila euro) no? Quanti evasori da pi di 3 milioni di euro la Guardia di Finanza scopre ogni anno? Quanti sono invece quelli che non vengono neppure scoperti ma che evadono (o eludono) cifre pi basse, di-

Il numero di provvedimenti annunciati e poi ritirati ormai tale lultima notizia di ieri sera sarebbe la reintroduzione delle festivit del 25 aprile, del primo maggio e del 2 giugno - da non aver scatenato solo le ansie degli italiani ma da averci trasformati tutti in esperti. Siamo diventati tutti ministri dellEconomia, basta entrare in un bar per rendersene conto e scoprire che al posto delle decine di allenatori della Nazionale che dettano la formazione, ormai siamo un popolo di tecnici che si sbraccia a spiegare cosa si dovrebbe fare e dove si dovrebbe tagliare (naturalmente si tratta sempre delle tasche del vicino e mai delle proprie). Ma al di l della rabbia, per fortuna c anche chi prova a riderci sopra, a fare dellironia e questo accade soprattutto su internet. Esiste per esempio un blog - si chiama Metilparaben - che si inventato un Generatore automatico di manovre finanziarie. Basta cliccare per ottenere proposte che stanno spopolando in rete e che hanno come obiettivo goliardico quello di riportare il nostro debito pubblico a livelli accettabili. A me sono uscite queste proposte: una tassa sui cani a pelo lungo, cancellazione degli acquedotti, carcere per i pessimisti, un imposta sulle bibite senza zucchero, unaccisa sulle scarpe scamosciate, cancellazione dei mezzi pubblici, un contributo di solidariet per chi possiede animali in peluches, una tassa sulle rotelle di liquirizia, eliminazione delle pensioni... Speriamo solo che nessuno prenda davvero spunto!

REDAZIONE AMMINISTRAZIONE

EDITRICE LA STAMPA SPA PRESIDENTE JOHN ELKANN AMMINISTRATORI LUCA CORDERO DI MONTEZEMOLO, JAS GAWRONSKI, ANTONIO MARIA MAROCCO, LODOVICO PASSERIN DENTRVES, GIOVANNA RECCHI, LUIGI VANETTI DIRETTORE GENERALE LUIGI VANETTI VICEDIRETTORE GENERALE ANGELO CAPPETTI RESPONSABILE DEL TRATTAMENTO DEI DATI (D. LGS.196/2003): MARIO CALABRESI m
E

TIPOGRAFIA: VIA MARENCO 32 -

10126

TORINO, TEL.

011.6568111

LA STAMPA, VIA GIORDANO BRUNO 84, TORINO LITOSUD SRL, VIA CARLO PESENTI 130, ROMA ETIS 2000, 8a STRADA, CATANIA, ZONA INDUSTRIALE MPA PRINTING, VIALE RISORGIMENTO 12, SENAGO (MILANO) UNIONE EDITORIALE SPA, VIA OMODEO, ELMAS (CAGLIARI) L 2011 EDITRICE LA STAMPA S.P.A. REG. TRIB. DI TORINO N. 26 14/5/1948 CERTIFICATO ADS 7040 DEL 21/12/2010. LA TIRATURA DI VENERD 2 SETTEMBRE 2011 STATA DI 473.841 COPIE

STAMPA IN FACSIMILE:

www.lastampa.it/lettere

Il veleno e la marmellata
I

Caro Mario Baudino, il libro che avvelena chi lo sfoglia mettendosi le dita in bocca fu un popolare classico nella Realt romanzesca sulla Domenica del Corriere nei tardi anni Trenta, quando si era bimbi. Era un monito educativo.
ALBERTO ARBASINO

dellesportazione illegale di capitali, non abbia ancora stipulato un accordo con la Svizzera, per la tassazione dei conti cifrati o anonimi, assicurando come contropartita lanonimato. Gran Bretagna e Germania hanno gi provveduto e contano di realizzare diversi miliardi di euro. E noi?
BARBARA BOERIS TORINO

Nessuna rivelazione
I

Su La Stampa di ieri, 2/9/2011, mi vengono attribuite rivelazioni del tutto prive di fondamento che si ritiene io abbia pronunciato nel corso di unintervista rilasciata lo scorso anno a Radio Radicale. Bettino Craxi mai affid lincarico di far

Grazie Maestro, per la marmellata tanto buona. [M.B.]

Accadeva il 3 settembre 1861

LA SICCIT ALLONTANA LA GUERRA


MAURIZIO LUPO

La rotta giusta per il Paese


I

rivivere lAvanti a Walter Lavitola. Vero si , invece, che assieme a suoi amici e attraverso uno stratagemma questultimo riusc a far rivivere la testata offrendo ospitalit a mio padre , che si trovava notoriamente fuori dal Paese e sistematicamente censurato dalla stampa nazionale. Successivamente, fu costituita una cooperativa di gestione, della quale io stesso feci parte insieme ad altri dirigenti del Psi dalla quale, tuttavia, prontamente il Lavitola, con la complicit politica di socialisti di Forza Italia e dello stesso Berlusconi, ci estromise alla morte di mio padre. Questo va ricordato per amore di verit.
BOBO CRAXI RESPONSABILE POLITICA ESTERA DEL PSI

Leditoriale dei lettori

LA TRISTE LAVANDERINA
Altro che imprenditoria giovanile e femminile. Tramontato il sogno di un lavoro full time ho provato ad aprire una lavanderia. E ora?
VALENTINA ISOARDI opo vari tentativi per avere un lavoro full-time del tutto inutili, apro unattivit in proprio perch gli anni passano anche per noi giovani. Mi sono informata prima di fare questo passo e le informazioni fornite dai diversi enti erano quelle dellimprenditoria femminile e giovanile. Quante belle parole non sono riuscita ad avere aiuti n tassi agevolati per finanziamenti e tantomeno altri aiuti, il tutto perch ho un lavoro part-time. Mi chiedo: come possono continuare a dire che noi giovani italiani stiamo in casa con i genitori fino a tarda et se non ci danno lopportunit di cavarcela da soli? Vorrei far fare la vita che faccio io a un politico per un anno intero, in cui si deve mantenere e pagare da vivere con 700 al mese. Insomma ora posso dire che il nostro sistema non funziona. In Italia si parla tanto ma aiuti effettivi non se ne danno e la prova sono io che ho aperto un negozio di lavanderia sudandomi prestiti della banca e garanti operativi per me e nonostante tutto devo farmi rate con ogni tecnico che mi ha aiutata a rendere operativo il negozio perch la cifra datami non mi sufficiente e non avrei potuto chiederla pi alta perch un prestito da nuovo senza unattivit in essere si chiama prestito personale. Credo che nel 2011 il prestito personale e quello per una nuova attivit debbano essere due cose ben distinte. Cari politici, non continuate a prenderci in giro ma piuttosto iniziate a guardare in faccia la realt e spingetevi maggiormente verso gli italiani perch molti aiuti mi sembra siano per gli stranieri ma allora la domanda che io vi faccio : noi italiani continuiamo a vivere in Italia oppure dobbiamo lasciare spazio?
25 anni, impiegata part-time, San Mauro Torinese

E sempre pi evidente linadeguatezza sotto tutti i punti di vista del Governo in carica e della Maggioranza in Parlamento, soprattutto. Editorialisti e lettori attraverso le lettere nelle rubriche lo denunciano ogni giorno con toni sempre pi accesi e preoccupati. E se si fa un rapido giro sulle diverse testate giornalistiche (e tele-giornalistiche) le opinioni sono pi o meno dello stesso tenore, fatto salvo qualche irriducibile fedelissimo del Premier. Bene ma ora, che si fa? In che modo si pu porre fine a questa lenta agonia? Come cittadini, qual il nostro potere di intervenire nei momenti diversi dal voto, visto che chiaro che stanno facendo in modo di allungare il brodo fino al 2013?
ANNA PELLEGRINO

a siccit prolungata della calda estate del 1861 ha bruciato raccolti, sconvolto le economie contadine della penisola italiana, ma almeno allontana la guerra. Il clima non favorevole al conflitto che lAustria mediterebbe di scatenare contro il Regno dItalia. Costerebbe troppo. Anche sul fronte insurrezionale borbonico nel Mezzogiorno la cappa di caldo pesa. Le campagne sono arse. Re Francesco II di Napoli, che sognava unoffensiva decisiva per settembre, fa i conti con la realt. Le operazioni richiedono uomini in forze e la carestia ha reso infruttuoso anche leventuale saccheggio bellico. Pure il neonato esercito italiano stringe la cinghia e riscontra disequilibri negli arruolamenti. Affronta diserzioni alla leva l dove le famiglie reclamano i figli come forza lavoro. Ma nelle localit dove la stagione stata ancora pi avara ci sarebbe esuberanza di coscritti, perch i genitori sperano cos di risparmiare sul vitto della recluta. Affidano il suo appetito allo stato, che stenta a soddisfarlo. quanto riferiscono marted 3 settembre le autorit militari italiane al governo di Torino. LItalia ha fame e sete e chiede lavoro. I cantieri per limminente fiera di Firenze sono un sostegno per leconomia della citt. Anche le opere per i tracciati ferroviari della Riviera ligure e per la tratta da Napoli ad Ancona richiamano braccia che altrimenti non troverebbero ingaggio sui campi. La vita rincara. La nuova minaccia sono rischi di scontro sociale.

Mi sono limitato a citare testualmente ricostruzione e virgolettato di unagenzia Ansa, mai smentita, del 5 ott 2010, a sigla PH, delle ore 15.25. [J.I.]

Commercialisti, lesame c
I

PREMIO IGOR MAN


Il premio dedicato al vecchio cronista Igor Man, che viene assegnato al giornalista de La Stampa che si distinto di pi nellultima settimana, questa volta non considera soltanto gli ultimi sette giorni di lavoro ma unestate difficile e complicata. Il riconoscimento va a Domenico Quirico per i reportage dal fronte libico, come quello che trovate anche sul giornale di oggi, per il coraggio e la passione mostrati anche nelle situazioni pi difficili.

Evasione/1 Accordi con la Svizzera


I

Domenico Quirico

Mi domando per quale misteriosa ragione lItalia, regno riconosciuto dellevasione fiscale e

A pagina 5 della Stampa di ieri, in una scheda dedicata ai numeri della manovra, nel capitolo sulle liberalizzazioni riguardanti i professionisti, scritto che viene abolito lesame di Stato per commercialisti. Mi preme sottolineare come questa informazione del tutto priva di fondamento. Nella manovra questa misura non c. Anzi, vi si ribadisce in maniera inequivocabile proprio limprescindibilit dellesame di Stato, previsto dallarticolo 33 della nostra Costituzione per labilitazione allesercizio professionale. Ci, naturalmente, per i commercialisti come per tutte le professioni ordinistiche, per le quali lesame di Stato non una barriera allaccesso, ma una garanzia di qualit.
CLAUDIO SICILIOTTI PRESIDENTE CONSIGLIO NAZIONALE DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI

Editrice La Stampa
REDAZIONE AMMINISTRAZIONE TIPOGRAFIA 10126 Torino, via Marenco 32, tel. 011.6568111, fax 011.655306; Roma, via Barberini 50, tel. 06.47661, fax 06.486039/06.484885; Milano, via Washington 70, tel 02.762181, fax 02.780049. Internet: www.lastampa.it. ABBONAMENTI 10121 Torino, via Monte di Piet 2, tel 011.56381, fax 011.5627958. Italia 6 numeri (c.c.p. 950105) consegna dec. posta anno 290; Estero: 746. Arretrati: un numero costa il doppio dellattuale prezzo di testata. Usa La Stampa (Usps 684-930) published daily in Turin Italy, $ Usa 745

yearly. Periodicals postage paid at L.I.C. New York and address mailing offices. Send address changes to La Stampa c/o speedimpex Usa inc.- 3502 48th avenue - L.I.C. NY 11101-2421. SERVIZIO ABBONATI Abbonamento postale annuale 6 giorni: 290. Per sottoscrivere labbonamento inoltrare la richiesta tramite Fax al numero 011 5627958; tramite Posta indirizzando a: La Stampa, via Monte di Piet 2, 10121 Torino; per telefono: 011.56381; indicando: Cognome, Nome, Indirizzo, Cap, Telefono. Forme di pagamento: c. c. postale 950105; bonifico bancario sul conto n. 12601 Istituto Bancario S. Paolo; Carta di Credito telefonando al numero 011-56.381 oppure collegandosi al sito www.lastampashop.it; presso gli sportelli del Salone La Stampa, via Monte di Piet 2, Torino. INFORMAZIONI Servizio Abbonati tel. 011 56381; fax 011 5627958. E-mail abbonamenti@lastampa.it

CONCESSIONARIA PER LA PUBBLICITA PUBLIKOMPASS SPA. Direzione: Milano 20146 via Winckelmann 1, tel. 02 24424.611, fax 02 24424.490. Torino 10126 via Marenco 32, tel. 011 6665.211, fax 011 6665.300. Bari via Amendola 166/5, tel. 080 5485111. Bologna via Parmeggiani 8, tel. 051 6494626. Padova via Mentana 6, tel. 049 8734717. Catania corso Sicilia 37/43, tel. 095 7306311. Firenze via Turchia 9, tel. 055 6821553. Palermo via Lincoln 19, tel. 091 6235100. Roma piazza Colonna 366, tel. 06 6954111, fax 06 69548125. Napoli via dellIncoronata 20/27, tel. 081 4201411. Messina via Uberto Bonino 15/c, tel. 090 6508411. DISTRIBUZIONE ITALIA TO-DIS S.r.l. via Marenco 32, 10126 Torino. Telefono 011 670161, fax 011 6701680.

In edicola con La Stampa


I FUNGHI IN TASCA GUIDA PRATICA PER CONOSCERLI E RACCOGLIERLI 9,90 IN PI IN OMAGGIO IL COLTELLINO

Dal 1 settembre LA SECONDA GUERRA MONDIALE 1 DVD LE CAUSE DELLA GUERRA 9,99 IN PI

Dal 3 settembre PENNE DA LEGGENDA 23 uscita: STILOGRAFICA TAJ MAHAL + FASCICOLO 14,99 IN PI

Dal 3 settembre STORIA FOTOGRAFICA DELLA JUVENTUS 2 uscita: LE VITTORIE NAZIONALI 9,90 IN PI

LA STAMPA
SABATO 3 SETTEMBRE 2011

Lettere e Commenti 35

LIBRERIE E BIBLIOTECHE GLI STRUMENTI CHIAVE PER AIUTARE LA LETTURA


ROCCO PINTO* aro direttore, entrata in vigore la legge Levi approvata in via definitiva al Senato sabato 20 luglio. La legge disciplina il prezzo dei libri e pone un tetto massimo di sconto del 15% sul prezzo del libro sia al dettaglio che per il commercio elettronico. Stabilisce alcune regole sulle promozioni. Si possono effettuare campagne promozionali stabilite solo dalleditore non superiori ad un mese, non ripetibili sulle stesse collane e ad esclusione del mese di dicembre. Lo sconto massimo sulle campagne del 25%. Per le biblioteche e le scuole possibile uno sconto massimo del 20%. Questa legge che ha creato scontri e lacerazioni allinterno del mondo editoriale finalmente stata approvata ed un punto di partenza su cui librai, editori e altri operatori del mondo del libro, bibliotecari, insegnanti e quanti a vario titolo si occupano di libri e di lettura possono ripartire per arrivare a una legge pi organica sul libro e la lettura di cui il nostro Paese ha bisogno. Lapprovazione di questa legge ha scatenato polemiche che si sono levate da pi parti e a cui bisogna provare a rispondere chiarendo alcuni passaggi non chiari a chi non addentro. Stefano Mauri (amministratore del Gruppo Gems) proprio a questo proposito sul Il Fatto del 26 agosto dice: Confesso che se non mi occupassi da trentanni di studiare il mercato del libro mi unirei con leggerezza al coro di voci che gridano allo scandalo di fronte a una legge, la legge Levi, che dal primo settembre restringe la libert di sconto per i librai al 15%, proprio in tempi di crisi. Leggendo i giornali e i blog mi sarei fatto unidea molto superficiale del problema. Quasi tutti i giornali hanno dato spazio alla polemica e non allapprofondimento. La prima cosa da evidenziare che in tutti i Paesi europei, ad eccezione del Regno Unito, il prezzo dei libri regolamentato; in Francia e in Spagna lo sconto regolamentato del 5%, in Germania non esiste sconto. Nonostante la flessibilit di sconti il nostro Paese molto indietro rispetto a Francia e Germania come percentuali di lettori. Non sono gli sconti che fanno crescere i lettori ma le politiche di promozione della lettura che nei Paesi citati esistono e in Italia sono inesistenti. In Italia la met della popolazione

Illustrazione di Irene Bedino

MARIO DEAGLIO
SEGUE DALLA PRIMA PAGINA

essuno per sa bene che cosa fare, meno che mai i governi europei impegnati nella messa a punto di manovre e leggi finanziarie allinsegna della confusione, in un orizzonte dominato da inquietudini politiche di breve periodo, ossia da preoccupazioni elettorali prima che economiche, e dalla palpabile carenza di grandi visioni. In questo panorama non allegro a quelle generali si sommano le specifiche difficolt della manovra italiana di bilancio. Una manovra cucita di giorno, allinizio in unatmosfera quasi festiva e campestre, nella casa del presidente del Consiglio e scucita di notte, come la tela di Penelope, via via che i calcoli degli esperti mettevano in luce le incongruenze, le difficolt pratiche, limpossibilit della realizzazione delle decisioni affrettatamente prese poche ore prima. Una manovra abbozzata sulla base di valutazioni molto approssimative, talora grossolanamente errate, circa il numero degli italiani toccati dai vari provvedimenti, gli effetti generali derivanti dal possibile taglio di voci fondamentali della spesa pubblica locale e, pi in generale, le conseguenze macroeconomiche della riduzione concordata con lUnione Europea. Una manovra della quale il presidente del Consiglio, lasciando da parte nozioni elementari di economia, ha dichiarato - e i suoi ministri hanno implicitamente concordato con lui - che conta solo il totale, perch imposto dallEuropa, non come a questo totale si arriva. Ne derivato un provvedimento cupo, disordinato, che non d alcuna speranza, fatto in buona parte di tagli e ancora di altri tagli, di cavilli e di altri cavilli ancora. E quando i ta-

LA MANOVRA DEL MALESSERE ITALIANO


gli sono troppo grossolani, e i cavilli troppo evidentemente vessatori, li si elimina dal testo e si attribuisce la somma mancante a una generica lotta allevasione, come una volta si diceva Dio provveder, senza spiegare come e perch questa lotta allevasione dovrebbe avere risultati migliori di quelli del passato. Lidea di spostare risorse da un tipo di impiego a un altro per cercare cos di far funzionare qualche meccanismo di stimolo, non stata presa in considerazione. Ugualmente non si sono tenute in alcun conto le ultime notizie congiunturali che indicano un preoccupante rallentamento dei consumi delle famiglie gi prima della manovra. Continuare su una linea esclusivamente restrittive non solo equivale a versare sale sulle ferite ma pu cancellare le speranze per il futuro e aumenta le probabilit di una nuova recessione. E naturale che, in questa situazione, la Commissione Europea abbia ieri diplomaticamente espresso dubbi - che celano un giudizio pesantemente negativo - su questa miracolosa lotta allevasione, dalla quale dovrebbe derivare un gettito che, nelle stime del governo, prodigiosamente aumentato nel giro di pochi giorni senza che si spieghi da che cosa derivi questo prodigio. La reazione dei mercati stata assai meno diplomatica: la differenza nella quotazione dei titoli decennali del debito pubblico italiano rispetto a quelli tedeschi (ritenuti i pi sicuri dEuropa) ha raggiunto il 3,3 per cento, il che significa che, al fine di cautelarsi contro il rischio Italia, per prestare denaro a lungo termine allo Stato italiano i mercati esigono un tasso di interesse pi che doppio di quello che richiedono per prestar denaro allo Stato tedesco. Si tratta del differenziale pi alto da quando la Banca Centrale Europea ha attivato gli acquisti concordati per difendere le quotazioni. In unatmosfera mondiale di malessere diffuso e di diffusa sfiducia che ha portato ieri la quotazione delloro a un ennesimo record, lItalia appare in pi colpita da uno specifico e grave malessere italiano, fatto di miopia e disorientamento, preoccupazione e sfiducia, al quale contribuisce anche la scarsit di proposte coordinate e complete provenienti dallopposizione. Per superarlo occorre prima di tutto prenderne atto e non rifugiarsi, come gran parte del mondo politico, in una rassegnata ignoranza o in unarrogante indifferenza.
mario.deaglio@unito.it

non legge neanche un libro allanno ed su questo che dobbiamo concentrarci. Quanto spostano i 1200 festival e i 18.00 premi letterari? Evidentemente poco, molto poco se la situazione quella descritta. Molti hanno sostenuto che questa legge salvaguarda piccoli e medi librai ed editori. Sono daccordo solo in parte. Questa legge pone solo qualche regola che prima non cera e riporta la competizione non sullo sconto ma sul servizio. Come pu una libreria competere con Amazon o con un supermercato che arrivano a fare sconti del 35% laddove la libreria stessa acquista i libri con il 30%? Come pu un piccolo editore con poche risorse rincorrere questa politica suicida degli sconti? La libreria deve potersi misurare sul servizio e non sullo sconto. Leditore sulla qualit del suo prodotto e non su quanto sconto fa. Finch in Italia non si riconosce il ruolo fondamentale delle librerie sul territorio al pari delle biblioteche continueremo a fare inutili dibattiti. In Francia si arrivati ad assegnare un marchio di qualit alle librerie che rispondono a certe caratteristiche e sono un riferimento sia per lassortimento che per la loro attivit culturale. E per allargare la base dei lettori c necessit di biblioteche, scuole e librerie che funzionino. Al Sud mancano biblioteche e librerie. Lo sviluppo di queste zone e la crescita economica sono legati alla modernizzazione sociale e culturale. Nelle statistiche recenti alti indici di lettura sono connessi ad alti indici di reddito. Quindi la promozione della lettura un obiettivo strettamente connesso con lo sviluppo economico del nostro Paese. Il lettore deve comprendere che le politiche degli sconti di questi anni spesso sono state aleatorie ed ingannevoli. Che senso ha lievitare i prezzi continuamente per poi continuamente ribassarli del 30% come capitato in questi anni? E possibile per gli operatori essere in promozione continua? Perch lItalia non capace di fare politiche nazionali di promozione della lettura e non riesce a fare una festa del libro sullesempio di altri Paesi europei che potrebbe rappresentare un secondo Natale per gli operatori? Non siamo neanche capaci di copiare da chi fa meglio di noi. La Spagna ci ha superati da questo punto di vista. Se qualcuno ha fatto bene, perch non copiare? Questo lo diceva Bruno Munari.
*libraio indipendente

l mio cuore va molto bene, spiega Francesca Canepa. Ma, quel che pi conta in queste gare, la testa. So come funziona il cervello e cerco di sfruttarlo a mio favore. Quanto allet non un handicap. Anzi, se non sei pi giovanissima sai affrontare meglio fatiche e sofferenze. Se vinco ovviamente sono pi felice ma la verit che adoro correre. Lo faccio soprattutto per me stessa; quando corro mi sento libera. A vederla Francesca Canepa uno scricciolo (1 metro e 58 di altezza per 45 chili di peso), compir 40 anni tra 15 giorni, ha 2 figli ancora piccoli, Matteo di 7 e Tobia di 4 anni e una laurea allUniversit di Bologna in psicologia sperimentale. Valdostana di Courmayeur, Francesca, solo dal 2010 partecipa a faticose e assai ecologiche ultramaratone correndo con lagilit di uno stambecco su e gi per le montagne; in tasca non ha mega contratti con sponsor&pubblicit

Di profilo
CHIARA BERIA DI ARGENTINE

Francesca, la valdostana con le gambe alate


come i nostri superviziati calciatori e, mentre loro scioperavano, la tosta mamma con un incredibile rush finale, allalba di venerd 26 agosto, si piazzata seconda dopo lolandese Jolanda Linschooten al traguardo di Chamonix della massacrante gara Sur le traces des Ducs de Savoie del circuito dellUltra-Trail del Monte Bianco. Da Courmayeur oltre il Colle del Piccolo San Bernardo tra micidiali salite, sentieri sassosi, ripidi canali in Francia. In tutto, 120 chilometri, 7.100 metri di dislivello che Francesca ha percorso correndo anche sotto le stelle in 20 ore e 57 minuti, solo 15 secondi in pi della sua esperta avversaria. Lezione su come superare le difficolt. Faccio fatica a carburare, racconta Francesca. A 44 chilometri dalla partenza ho avuto una crisi nera. Per il gran caldo, come tanti, avevo i crampi; il cervello non ne voleva pi sapere. Per andare avanti avevo bisogno di una motivazione; nel mio caso non volevo deludere il mio team - mamma e pap, Fabio, Luana, Alessandro, Renato; Giovanni e i nostri figli - e gli amici di Courmayeur che, alla partenza, avevano fatto un tifo pazzesco. Passo dopo passo ho ricominciato; mi sentivo sempre meglio anche se sapevo che recuperare 50 minuti di ritardo sullolandese era impossibile. Allimprovviso, a 500 metri dal traguardo, me la sono vista davanti; avevo ancora benzina ma lei scattata. Pu succedere

nel trail di tagliare il traguardo tenendosi per mano ma, in fondo, stato giusto cos: lei era stata in testa tutta la gara!. Leader assoluta di Top Italian Endurance Trail, speciale classifica di Distanceplus, il sito che segue le gare di una specialit nata in Usa che ha sempre pi seguaci anche nel nostro Paese, Canepa stata accolta con gran festeggiamenti nella sua Courmayeur. Giusto 100 anni fa, nel 1911, i suoi bisnonni Fulvio Guichardaz e Luisa Truchet aprirono il Caff della Posta, classico luogo di ritrovo per generazioni di villeggianti, ma Francesca non tipo da stare dietro un bancone. Ex campionessa italiana di snowboard, superigienista (Per carit! Niente alcolici. In gara bevo un intruglio di glucosio diluito nel t) Canepa ha cominciato a correre per ritrovarsi. Con la nascita dei miei bambini avevo perso la mia identit di atleta. Stavo tutto il giorno con

loro; pappe e parco giochi. Dopo aver partecipato a una gara di fondo decise di prendere una lezione dal maestro Fabio Mareliati: sar lui ad accorgersi che, quello scricciolo, ha le ali nelle gambe e a convincerla nel maggio 2010 a iscriversi alla sua prima corsa. Da allora, gara dopo gara, macinando centinaia di chilometri nelle valli, Francesca Canepa ha bruciato le tappe: questanno solo 2 volte non salita sul podio e, gi in aprile, alla The Abbots Way 2011 (125 chilometri in 2 giorni) era arrivata prima delle donne e terza assoluta battendo decine di concorrenti maschi. Essendo piccola, se cammino, in tanti mi superano e ho ancora problemi in discesa. Per, quando corro sui sentieri faccio il vuoto!, ride Francesca. Le salite? Certo, sono dure, risponde, ma lo sono per tutti. Il segreto non inseguire nessuno. Devi cercare il tuo passo: se lo trovi qualunque difficolt si supera.

36

LA STAMPA
SABATO 3 SETTEMBRE 2011

La Cucinotta diventa regista


Maria Grazia Cucinotta continua ad impegnarsi come produttrice e ora, con il cortometraggio Il maestro esordisce anche nella regia. Il mini film in onda su Diva Universal (Sky) il 23 settembre

CULTURA SPETTACOLI

&

Hanno detto

Viggo Mortensen

Un film a cavallo tra dramma e divertimento A dividere i due stato spesso il loro orgoglio
Michael Fassbender

Il bello di recitare alzare il tappeto e vedere anche quello che si vuole ignorare
Keira Knightley

Come sono riuscita a interpretare una pazza? Sono attrice, quindi evidentemente pazza

Cronenberg, psicanalisi da Lido


Il regista di A dangerous method racconta Freud e Jung: la ragione arriva solo fino ad un certo punto
FULVIA CAPRARA INVIATA A VENEZIA

enza conoscere Freud e le sue teorie non si pu essere artisti nel senso pi pieno del termine. Anzi, aggiunge David Cronenberg, per la prima volta in gara alla Mostra con A dangerous method, i due mestieri presentano diversi punti in comune: Artisti e psicanalisti fanno in fondo la stessa cosa, scavano sotto la superficie per scoprire le cose pi nascoste e farle venire a galla. Spettatori come pazienti e autori come analisti, il cinema di Cronenberg, da Videodrome alla Mosca, da Inseparabili a A history of violence, sempre una provocazione a cui impossibile non reagire: La psichiatria ha naturalmente influenzato tutti i miei film, anche se, fino a questo momento, a differenza di altri registi, non lavevo mai affrontata direttamente. E nemmeno, fa sapere lautore, personalmente sperimentata: Non sono mai andato in analisi, quando si racconta una storia non necessario averla vissuta in prima persona. Le scoperte di Freud, del suo allievo Jung e della paziente poi divenuta analista Sabina Spielrein, interpretati rispettivamente da Viggo Mortensen, Michael Fassbender e Keira Knightley, hanno impresso svolte irreversibili nella cultura del mondo moderno: Per chi cresciuto in questepoca impossibile prescindere dal carisma e dal potere di una figura come quella di Freud. E soprattutto dalle sue intuizioni: Molte delle cose che noi oggi diamo per scontate, il ruolo della sfera irrazionale, le caratteristiche della sessualit, limportanza della fase infantile nellevoluzione degli esseri umani, si devono a lui. Per parlarne Cronenberg ha scelto, partendo dal testo teatrale dello sceneggiatore Christopher Hampton The talking cure, la prospettiva di un triangolo, un mnage intellettuale a tre, due uomini, e al centro una donna

con un carattere misterioso capace di far esplodere contraddizioni tra studiosi molto legati: Sabina era appassionata, creativa, colta, dotata di una grande forza distruttiva, completamente fuori dagli stereotipi. Caratteristiche che, allepoca, giocavano solo a suo sfavore. Quando Sabina entra per la prima volta in scena una ragazza sofferente, affetta da tremende crisi isteriche, fortemente aggressiva: Abbiamo parlato a lungo con la Knightley del modo con cui andava rappresentata, bisognava fermarsi al punto giusto, cos da scongiurare il pericolo delleffetto involontariamente comico. In ospedale Sabina sperimenta la terapia delle parole e riesce, negli incontri con Jung, a superare il trauma del padre violento: Un po pazza, forse,

lo sono davvero - dice Knightley -comunque prima di girare mi sono molto documentata sui rapporti tra Jung e la Spielrein. Mortensen ha messo tutta la sua irresistibile flemma nella rappresentazione di un dottor Freud gi adulto e allapice della carriera: Nelle sue lettere e nel suo modo di presentarsi c un certo formalismo, nella conversazione diretta con Jung i suoi modi erano invece pi affabili e spiritosi. Fassbender, che divide con Knightley le scene erotiche pi forti, soprattutto gli amplessi accompagnati da lunghe frustate, si divertito a interpretare pulsioni di personaggi brillanti, animati da un grosso ego, eppure guidati dagli stessi appetiti e dalle stesse gelosie di tutti gli altri esseri umani. Fondamentale, nel quadro di-

pinto da Cronenberg, anche la figura di Otto Gross, sullo schermo Vincent Cassel, psichiatra con approccio molto pi estremo rispetto a quello dei suoi pi celebri colleghi: Otto veramente disturbato, la frase che ne riassume le scelte di vita "non reprimere mai nulla". Lui segue sempre i suoi istinti, e questo lo rende una sorta di nichilista. Rispetto ad altri film di Cronenberg, segnati spesso da un clima ansiogeno carico di ambiguit, A dangerous method, in sala il 30 settembre con il marchio Bim, , a dispetto degli argomenti trattati, pi prevedibile, pi convenzionale: Lo stile cambia a seconda delle cose che si raccontano - dice il regista -. Se dovessi avvicinarlo ad alti miei lavori direi che somiglia a Crash perch anche l, al cen-

tro della vicenda, c un gruppo di persone considerate distruttive rispetto al resto della societ in cui vivono. Sulle convinzioni freudiane e sul modo in cui hanno trovato seguito in Europa e in America, Cronenberg ritiene che abbia molto pesato il fatto che Freud fosse ebreo: A un certo punto Jung lo dice chiaramente "la psicanalisi una cosa da ebrei", associarla alla radice ebraica era una maniera per screditarla, Freud ne era consapevole. La sua diffusione, aggiunge lautore, stata ostacolata dallantisemitismo, dalla II Guerra Mondiale, dal fatto che in Europa la cultura cattolica con il suo tipo di approccio alla sessualit sia molto pi forte che negli Stati Uniti. Non un caso che New York sia la citta pi psico-analizzata del mondo.

Opera prima dello sceneggiatore di Virz

Ma quanto piace la vita Scialla con un Bentivoglio lento e sornione


DALLINVIATA A VENEZIA

I padri, dice Francesco Bruni, storico sceneggiatore di Paolo Virz, passato dietro la macchina da presa con Scialla, ieri applauditissimo al Festival (Controcampo italiano), dovrebbero rappresentare il limite, il principio di autorit, lesempio, linsegnamento. Da un po di tempo succede invece che non rappresentino pi nulla e talvolta finiscano addirittura per essere vissuti come un corpo estraneo se non addirittura dannoso dentro il nucleo familiare. Riflettendo su tutto questo, ma anche sul cinema di Ken Loach e sul film di Jim Jarmusch Broken flowers, Bruni ha costruito la storia dellincontro tumultuoso tra un genitore intellettuale (Fabrizio Bentivoglio),

che ha pigramente rinunciato alle sue ambizioni, e un ragazzo ignorante ma vitale (Filippo Scicchitano) che non sa di essere suo figlio: Sono padre di un adolescente e in questi anni ho verificato di persona quanto pu essere difficile trasmettere il valore della cultura in una societ che privilegia tuttaltro. Studiare serve, ma quant difficile farlo capire ai ragazzi di oggi: Forse il loro rifiuto dovuto anche alla mancanza di prospettive, alla consapevolezza che tanto laurearsi non serve a niente. Quandero ragazzo io, si poteva almeno sognare, questa, al contrario, la prima generazione che si ritrover a stare peggio della precedente. Lo sa bene Scicchitano, romano, 18 anni non ancora compiuti, promosso

star immediatamente dopo la prima proiezione del film: Si presentato ai provini per accompagnare un amico, la responsabile del casting gli ha fatto dire delle battute e quando lho visto ho pensato subito che era giusto per il ruolo. Gli studi li ha abbandonati da un po, ma adesso, forse, torner sui suoi passi: Ha detto che sta pensando di riprendere a frequentare la scuola. Magari anche merito di Scialla che racconta come, con laiuto di un padre appena ritrovato, si pu fare uno sforzo e risalire la china: Ho scritto il film su Bentivoglio, se lui non fosse stato disponibile, non avrei potuto girarlo, volevo che fosse un po come un Bill Murray italiano, lento, trasognato, anche compassato, una tipologia rara nella nostra commedia. Nel pubblico, ad

Una scena di Scialla

applaudire lesordiente Bruni, c anche Paolo Virz: La regia mi piaciuta moltissimo, come mettersi a fare il presepe, per rimango prima di tutto lo sceneggiatore di Paolo, ci conosciamo da quasi 20 anni, abbiamo appena scritto il copione del suo prossimo lavoro e poi ne faremo anche un altro. Al regista livornese Scialla molto piaciuto: Lo ha amato fin dal primo montaggio e adesso lo sta seguendo con grande affetto. [F.C.]

LA STAMPA
SABATO 3 SETTEMBRE 2011

37

Loccupazione del Valle in trasferta


I lavoratori del Teatro Valle di Roma hanno occupato il Teatro Marinoni a qualche km dal Palazzo del Cinema per sensibilizzare l'opinione pubblica sui tagli allo spettacolo.

Morta la mamma di Vittoria Puccini


E morta a Firenze Laura, 60 anni, la mamma di Vittoria Puccini. La madrina della Mostra era gi partita dal Lido e sarebbe dovuta tornare il 5 per poi restare fino alla cerimonia di chiusura

Mostra del Cinema di Venezia

Intervista

,,
MICHELA TAMBURRINO INVIATA A VENEZIA

I RIVOLUZIONARI DELLINCONSCIO VIVISEZIONATI


ALESSANDRA LEVANTESI KEZICH el reparto psicologia di molte librerie, all'opera omnia dell'austriaco dottor Freud e dello svizzero dottor Jung giustamente riservato uno scaffale a parte, speciale. E chiss che direbbero i due padri fondatori della psicoanalisi nel vedersi cos emblematicamente riuniti, considerato che per profonde divergenze teoriche spezzarono nel giro di pochi anni un rapporto maestro (Freud)- allievo (Jung), avviato in maniera promettente. A Dangerous Method di David Cronenberg ripercorre fra il 1904 e il 1913 le tappe principali di quell'incontro/scontro, nel quale gioc importanza fondamentale la presenza di un terzo personaggio (anch'esso reale): Sabina Spielrein, fanciulla ebreo-russa malata di isteria su cui per prima Jung speriment la talkative cure inventata da Freud. Nel 1906 Sabina guarita e perdutamente innamorata del suo mentore. Lui cede alla passione (proibita, in quanto medico e uomo sposato), scoprendo di s un io segreto, fino a quel momento represso; poi rompe il legame perch troppo codardo filisteo borghese per lasciare la moglie ricca e comprensiva. Intelligente e dotata, Sabina passa allora a studiare con Freud, maturando personali intuizioni sul rapporto intrinseco sesso/ morte: mentre il mistico, sciamanico Jung si fa sempre pi sicuro che l'idea freudiana di mettere la libido alla base di tutto sia riduttiva. Il film incornicia l'intrigante triangolo nel paesaggio rasserenato, tranquillo dei laghi svizzeri e della Vienna austro-ungarica, prima che l'Europa venga inondata del sangue della Grande Guerra. Interni agiati e confortevoli, belle ville, un avanguardistico ospedale psichiatrico: nella fotografia di Peter Suschitzky tutto appare luminoso, mentre il copione di Christopher Hampton, autore del dramma ispiratore della pellicola, mette a contrasto dialoghi di cristallina finezza non disgiunta da ironia con aggrovigliate situazioni provocate dal sotterraneo caos delle emozioni. E' probabilmente lo scarto fra le idee e il fattore umano che ha fatto scattare l'interesse di Cronenberg, autore postmoderno nella sua vocazione a sviscerare l'animo dei personaggi con la freddezza del vivisezionatore. Qui si direbbe che il regista canadese abbia deciso di ripartire da zero. O meglio dall'inizio, quando in un mondo ancora formale, illuso di un'idea continua di progresso, si affacciarono due rivoluzionari l'ebreo e il protestante, il razionale e lo spiritualista - che, svelando le dinamiche misteriose dell'inconscio, diedero una micidiale scossa a un apparato sociale che pareva indistruttibile: Lo sanno che gli stiamo portando la peste? dice Freud sbarcando in America. Michael Fassbender (Jung) e Viggo Mortensen (Freud sono perfetti, buona la partecipazione di Vincent Cassel, Keira Knightley attrice che non riesce a convincerci.

ischi sparsi e qualche risata di troppo, per un film che comico non vuole essere non una gran cosa. Fortunatamente c il nudo integrale, (che poi proprio integrale non appare) di Monica Bellucci e tutto il resto, riuscita del film compresa, passa in seconda piano. E lei che catalizza lattenzione in Un t Brulant, il film di Philippe Garrel che ha voluto nel cast anche suo figlio Louis, storia di due coppie che come la racconta la stessa Bellucci: unindagine di rapporti a strati sociali sfalsati, due ricchi e famosi ma infelici e due che hanno nellamore la loro massima soddisfazione. Il mio personaggio vuole essere adorato, sempre al centro dellattenzione, infantile, logico che sia unattrice.

Monica Bellucci, 46 anni, protagonista in Un t Brulant di Philippe Garrel

S, mi capitato subito dopo la gravidanza e non stato facile. Ma quando si accetta di lavorare con un regista ci si affida a lui completamente. Ci deve essere una forma dabbandono dellattore, una generosit dedicata al film che dovuta. E io mi sono sentita rispettata, protetta, proprio perch ero in un momento di estrema fragilit come sono le donne che hanno appena partorito. Poi devo dire che sono contenta che il mio nudo faccia ancora parlare, alla mia tenera et.

Ma se di nudo si deve parlare, oltre che vedere, lei non si tira indietro, Signora Bellucci, pesante spogliarsi quando ancora non ci si sente perfette?

Se il mio nudo fa ancora clamore ne sono felice


Bellucci: mi sono sentita protetta da Garrel
lavorato con tanti registi anche italiani come Muccino e Virz ma la prima volta che parlo del personaggio gi un anno prima, che faccio prove quasi teatrali. Allora si crea intimit che porta ad essere pronti da subito.
Al centro di questa giostra di sentimenti c lei di 46 anni e lui di 28. Ha domandato al regista il perch della differenza det?

Ho scoperto che Maometto a 24 anni ha fatto educazione sentimentale con una donna di 45. Io lo faccio nel film e nella vita privata ( il compagno di Valeria Bruni Tedeschi, classe 1964). Io faccio cinema ed la mia politica. Opero delle scelte, lavoro con certi registi di nicchia e con altri famosi. E una forma di lotta, sai gi che vai verso situazioni difficili. E un modo per resistere da persona e da attrice.
Bellucci, per lei questo un film politico? E se s, da che parte sta?

Io credo molto nello scambio di energie, sono agnostica per ho fede nella potenza della preghiera. Lateo oggi coraggioso e Philippe lo vedo pi come un mistico dellarte.

Il regista dice anche che ha estrema fiducia nel suo cast e che da ateo, ha sostituito la religione con larte e con la fede nei legami forti.

Keira Knightley a sinistra nel film con Fassbender e qui sopra al Lido

I tempi dilatati per conoscersi e per stare insieme che poi porta a fare un solo ciak ed sempre quello buono. Ho

E che cosaltro le piaciuto di Garrel regista?

Ero intrigata dalla storia e quando gli ho chiesto spiegazioni lui mi ha risposto: Non c nessuna ragione. Allora ho pensato, sono proprio fortunata ad essere unattrice europea. In America questa differenza sarebbe stata il soggetto del film.
E per lei, Louis Garrel, nessun problema?

Fa parte della nostra routine, ci siamo incrociati per sbaglio. Non ci fa alcuna impressione.

Si trovata sul tappeto rosso assieme a suo marito Vincent Cassel l per un altro film.

Lomaggio della Mostra alla Tornabuoni

Senza Lietta Venezia un po pi vuota Mller: Sento il peso della sua assenza
DALLINVIATA A VENEZIA

Commemorazione non il termine adatto. E a lei, attentissima alle parole, non sarebbe piaciuta. Ancor meno a Lietta Tornabuoni sarebbe piaciuto essere ricordata come critico cinematografico, tanto era vasta la sua esperienza. Ma a Venezia, questo s, che si parli di lei proprio nel bel mezzo della sua Mostra, le sarebbe piaciuto, come esserci ancora una volta, tra le tante persone che ieri cerano per lei, con il sorriso, lironia e un filo di commozione che in fondo avrebbe gradito. Iniziativa affettuosa organizzata dai colleghi e accolta con enorme favore dalla Mostra e dalla Biennale. Apre infatti il direttore Marco Mller che sente il peso della sua assenza, di non trovarla anche di notte pronta a vedere un film di ci-

nematografie dimenticate ma che lei non considerava degne di minore attenzione. Affettuoso il biglietto scritto a mano dal presidente della Biennale Paolo Baratta, trattenuto da impegni istituzionali: ... Una persona colta, gentile e inflessibile che ci ha onorato di giudizi favorevole e fustigato quando la sua intelligenza lo riteneva necessario... La raccolta delle sue recensioni costituisce uno dei punti fermi della nostra nuova biblioteca. Ecco i filmati che la ritraggono in varie stagioni della vita, dalla sfolgorante giovinezza alla maturit, sapientemente raccolti da Enzo Sallustro, responsabile di Raimovie. Filmati che mettono in rilievo la capacit di porgere con garbo domande taglienti, di entrare nelle pieghe degli argomenti senza giri di parole. Parole che la giornalista non ha mai

inflazionato. Lo sottolinea il direttore de La Stampa Mario Calabresi. Pulizia di linguaggio e di mente, desiderio di capire. E Calabresi riporta il ricordo dellallora giovane cronista, Luigi La Spina, accanto alla Tornabuoni in via Caetani a Roma per lomicidio Moro. Tutti guardavano a quella macchina, solo lei sinteressava di quanto cera attorno, perch, ebbe modo di spiegare, il giornalismo si fa con i particolari. Gli stessi che lhanno aiutata nelle inchieste pi complesse, come quando scrisse della banda dei quattro in Cina. Poi il cinema, quando il mestiere, come dice ancora il direttore Calabresi laveva gi cresciuta. Per questo si trov a dire con cognizione di causa che preferiva occuparsi di autori e registi, gente pi interessante dei politici e dei bancarottieri. Rigore e seriet, dice anche Alberto

Lietta Tornabuoni alla Mostra

Barbera che della Mostra fu presidente, una lezione per tutte le generazioni di giornaliste a venire. E attualissime ci appaiono le sue valutazioni sulla professione raccolte nel libro di Laura Delli Colli Fare cinema del 1984. Chiude lomaggio commosso dellamica di una vita, Natalia Aspesi, che ha ripercorso le tappe di unintesa esclusiva fatta di tanto cinema e altrettanta ironia. Poi tutti al lavoro, come sarebbe piaciuto a Lietta. [M. TAMB.]

NA VB LV

38 Cultura

LA STAMPA
SABATO 3 SETTEMBRE 2011

Il giallo dellestate / 41

Terry in carcere: truffa e omicidio


Penultima puntata di Allmen e le libellule. Le coppe di Gall - fatte sparire dal primo proprietario, Terry Werenbusch, per incassare i soldi dellassicurazione e rivenderle, poi rubate da Allmen in casa del nuovo acquirente - sono di nuovo al punto di partenza: Allmen le ha restituite a Terry in cambio di 500 mila franchi. Subito dopo ha avvisato la polizia. MARTIN SUTER uno scaffale e scelse un altro autore che di solito era una garanzia di distrazione: William Somerset Maugham. Prese un volume di racconti in inglese e lesse The Black of Beyond. Ma neanche George Moon, governatore uscente di Timbang Belud, riusc a catturare la sua attenzione. Si accost alla parete di vetro che dava sul retro del giardino e fiss la boscaglia verde scuro da cui un paio di giorni prima Terry Werenbusch gli aveva sparato. nold e si fece portare al Goldenbar, dove, sorseggiando un margarita, si sforz di ignorare Kellermann, Kunz e Biondi che parlavano della morte di Tanner. Pareva non ci fossero novit. La polizia continuava a battere tutte le piste. Come sempre. Allmen rinunci al secondo drink, firm il conto - pi per abitudine che per necessit, visto che aveva le tasche piene di soldi - e raggiunse il Promenade per cenare di buonora. Accanton subito il menu con le specialit di selvaggina. Al momento non sopportava n la caccia n i cacciatori. Opt per il pesce. Una cosa leggera per non rimanere sveglio tutta la notte. Dopo cena torn al Goldenbar per la birra della buonanotte. Erano quasi le dieci e nel locale regnava una piacevole tranquillit. Alle undici era gi a letto. Lesse un paio di pagine, poi spense la lampada e ascoltando il soffio del fhn scivol nel sonno. * * * Quando si dest, la pallida striscia di luce sul soffitto sopra le tende non cera ancora. Guard la sveglia e vide che erano passate da poco le cinque e trenta. Troppo presto per un early morning tea. Si alz comunque. Voleva sapere se i media parlavano delle coppe con le libellule. Indoss la vestaglia e usc dalla camera. Stranamente, nellaria cera gi profumo di caff e pane tostato. Carlos lo accolse con un Muy buenos das, don John e lo invit a prendere posto in quello che chiamava salotto. Il tavolo era apparecchiato per la colazione. Vicino al piatto erano posate

improvviso aumento della temperatura aveva sciolto tutta la neve, nel parco di Villa Schwarzacker erano rimaste solo un paio di macchie grigiastre. Con il freddo degli ultimi giorni le foglie avevano cominciato a cadere. Il fhn le staccava dai rami e le faceva volare ovunque. Per tutto il giorno Carlos ebbe un gran daffare a tenere puliti i vialetti. Lamministratore della fiduciaria si era lamentato gi abbastanza perch aveva chiesto un permesso proprio in concomitanza con larrivo della neve. Allmen era inquieto. Ma non poteva certo richiamare la polizia e chiedere informazioni. Doveva aspettare che si facessero vivi loro. Per eventuali domande. Cos aveva detto lagente con cui aveva parlato al telefono. Si sarebbe distratto volentieri suonando qualcosa al piano. Il Bechstein faceva gi sentire la sua mancanza. Appena possibile ne avrebbe comprato un altro. Sarebbe stata la prima spesa. Tent di concentrarsi sulle indagini del commissario Maigret. In genere funzionava benissimo, ma ora il lato investigativo della storia gli ricordava troppo la realt. Mise da parte il giallo, si avvicin a

alcune pagine. Carlos aveva fatto un giro tra i siti dinformazione e aveva stampato i pezzi pi interessanti. Ed ecco la notizia che Allmen stava aspettando con ansia! Si parlava di un furto darte che quasi dieci anni prima aveva destato scalpore: da una mostra nel sangallese erano state rubate alcune opere di Emile Gall per un valore complessivo di diversi milioni di franchi e altre erano state distrutte o danneggiate nellazione. Ora, dopo tanto tempo, cerano nuovi e inattesi sviluppi. La polizia aveva arrestato una persona e recuperato i cinque oggetti rubati. Le famose coppe con le libellule. Tutte e cinque! Terry non era riuscito a mettere le sue quattro al sicuro. Allmen si alz di scatto, si precipit verso uno sbalordito Carlos, che lo stava osservando dalla porta, e stringendolo tra le braccia lo baci su entrambe le guance. Il guatemalteco si pul il viso con evidente imbarazzo. Hay ms disse indicando le pagine sul tavolo. Cera unaltra notizia: una morte ec-

Allmen firm il conto: pi per abitudine che per necessit, visto che aveva le tasche piene di soldi
Carlos aveva tappato il foro del proiettile con del nastro adesivo. Ora che ci stava davanti, la riparazione era proprio allaltezza del cuore, che gli batteva forte nel petto al pensiero di quanto fosse andato vicino alla morte e di quanto sangue freddo avesse dimostrato affrontando il suo quasi assassino. Inser nel lettore un cd di Neil Young, Harvest. Ma lalbum gli riport alla memoria il periodo trascorso alla Charterhouse e, di conseguenza, Terry. Spense subito. Poco prima delle cinque decise di uscire; in casa non resisteva pi. Si cambi dabito, chiam il signor Ar-

Una morte eccellente nel mondo degli affari: Klaus Hirt stroncato da un collasso cardiaco
cellente nel mondo degli affari. Il giorno prima un portavoce della Hirt Holding aveva annunciato che Klaus Hirt, amministratore delegato e unico azionista della societ, era stato stroncato da un collasso cardiaco. Seguiva il necrologio. * * * Era arrivata la primavera. I vecchi alberi di Villa Schwarzacker si stavano riempiendo di gemme verde tenero. Le forsizie tendevano i rami colorati di giallo verso il cielo azzurro e i fiori di lill si nascondevano silenziosi tra le foglie. Era domenica, giorno di lucidatura

scarpe. Allmen era seduto sullo sgabello del pianoforte bloccato alla massima altezza, vicino al nuovo Bechstein che aveva acquistato. Teneva un piede sulla solita cassetta nera e guardava affascinato le mani di Carlos che si muovevano agili ed eleganti. Il caso delle libellule aveva fatto di nuovo scalpore. Poco a poco erano emersi molti particolari. Dieci anni prima la famiglia Werenbusch, appartenente allalta societ del paese, si era trovata in difficolt finanziarie ed era riuscita a superare la crisi solo grazie a una truffa assicurativa. Avendo a disposizione una delle collezioni di Gall pi importanti del mondo, comprendente tra laltro le famose coppe con le libellule del valore di diversi milioni di franchi, Terry Werenbusch, figlio del capofamiglia, aveva avuto la bella idea di rubare proprio le coppe mentre erano esposte come prestiti nel museo di Langturm. Con il cospicuo risarcimento dellassicurazione i Werenbusch avevano superato le loro difficolt e si erano rimessi in piedi. La truffa era stata scoperta dopo tanti anni grazie a un visitatore che aveva riconosciuto una delle coppe in una vetrina a casa dellanziano capofamiglia e aveva subito informato la polizia. Era bastata una perquisizione domiciliare per trovare anche le altre quattro libellule. Le tracce di Dna rilevate sul luogo del reato avevano permesso di incriminare Terry Werenbusch, che ormai si trovava da tempo in custodia cautelare. Custodia che era stata prorogata dopo che una pistola di sua propriet, rinvenuta durante la perquisizione, era stata identificata senza ombra di dubbio come larma con cui era stato ucciso lantiquario Jack Tanner. Gli inquirenti erano convinti che il negoziante fosse morto perch sapeva troppo. (Continua)
2010 Diogenes Verlag 2011 Sellerio Editore Palermo Traduzione di Emanuela Cervini

LA STAMPA
SABATO 3 SETTEMBRE 2011

Spettacoli 39

anto di chapeau. Grard Depardieu evidentemente provvisto di unautoironia proporzionale al suo peso. E quindi ha postato su Dailymotion un video in cui fa il verso a se stesso, in particolare al celebre incidente della pip del 16 agosto scorso, da allora croce (per lui) e delizia (per gli altri) di tutti i siti di pettegolezzi sulle celebrit. E gi: quel giorno lattore pi famoso e incontinente di Francia fin sui giornali del mondo intero per una ragione poco artistica. Imbarcato sul volo AF5010 della compagnia CityJet da Parigi a Dublino, fu travolto da un improvviso, irrefrenabile bisogno di urinare. Ma laereo era in fase di decollo, le toilette chiuse

The show must go on


ALBERTO MATTIOLI

Depardieu un corto sulla pip

(o troppo lontane, non si capito bene) e cos, strillando Je veux pisser, je veux pisser! la star fece seguire latto alle parole davanti a tutti, in mezzo al corridoio. Causando oltretutto un ritardo nel decollo, perch il jet dovette rientrare al parking per le pulizie del caso. Sullepisodio, ovvio, colarono fiumi dinchiostro (e non solo di quello). Si detto di tutto e di pi: Dpardieu era sbronzo; no, vittima delle medicine; aveva insolentito la hostess; no, si era scusato e anzi aveva insistito per pulire personalmente il frutto, diciamo cos, del suo basso ventre. Chiss. La CityJet, comunque, laveva presa con spirito, ironizzando con

due messaggi su Twitter. Primo: Come avete potuto vedere sulle news, questa mattina abbiamo passato lo straccio in uno dei nostri aerei. Secondo: Vorremmo anche ricordare a tutti i passeggeri che i nostri aerei sono provvisti di toilette. Ieri la replica di Dpardieu con un minuto e 16 secondi di filmato assolutamente esilarante: se andate su Internet a vederlo, state attenti a non fare la fine del protagonista, vittime degli effetti collaterali delle troppe risate. Dunque, c Dpardieu nei larghi panni di Obelix e la sua spalla Edaouard Baer nel suo abituale costume da Asterix. Sono seduti su due poltrone di un jet che sta per decollare

quando Dpardieu-Obelix, sempre pi stravolto e smanioso, sbotta con la hostess fuoricampo: Ho bisogno di un cinghiale! Signorina, posso avere un cinghiale? Non resisto: datemi un cinghiale!. E cos via, in crescendo, finch a un certo punto Obelix schizza fuori dallinquadratura in fretta e furia, mentre Asterix battibecca con un altro passeggero (Vgtarien!, linsulto massimo per i galli) che si affretta a telefonare a Radio Lutce per gossippare lincidente. E bravo Dpardieu. Per farla finita con i commenti, lidea geniale. Si spera che adesso lo scandalo del Parigi-Dublino sia, come dire?, acqua passata.

Personaggio
MARINELLA VENEGONI LONDRA

Sopravvissuta al Nirvana
Frances Bean, la figlia di Kurt Cobain e Courtney Love, compie 19 anni
Ieri
Frances Bean a un anno insieme con il padre Kurt Cobain e la madre Courtney Love: lex leader dei Nirvana si sarebbe suicidato di l a poco

uando suo padre mor, il 5 aprile del 1994, per propria volont, e da Seattle fino a Lisbona rese sgomento e orfano il mondo giovanile pi ribelle, Frances Bean Cobain non aveva ancora 2 anni e molti pensarono a cosa sarebbe stata la sua vita di orfana di tanto padre Kurt, carica s di diritti dautore, ma con lombra di quella madre fuori di testa, Courtney Love: che si diceva avesse assunto eroina durante la gravidanza, e in realt poi ha smesso di farsi (pare, e per ora) solo una manciata di mesi fa, ritornando nellombra dopo innumerevoli mattane, denudamenti a raffica (anche al Dave Letterman Show), concerti improbabili, dischi cominciati e mai finiti oppure spesso finiti male, eccetera eccetera. Ora Frances Bean ha appena compiuto 19 anni. Dicono fumi come una turca e sia coperta di tatuaggi, ma chi ha visto le sue foto sul web rimasto di stucco. Che bel viso, con lombra di Kurt sulle guance, e ben poco che faccia pensare ai labbroni e ai liftoni di maman, alla quale pure la lega lidea immediata di maledettismo che emana. Per mano a Courtney labbiamo contemplata in innumerevoli altre foto, in passato: sguardo timido e imbarazzato, facciotta piena, brufoloni di una bimba che cresceva con addosso tanti occhi e tanta pena. Frances Bean, Fagiolo come la chiamava il pap a cui la sua esistenza non riusc a dar forza, poI VENTANNI DI NEVERMIND

Oggi
ha appena compiuto 19 anni. Dicono fumi come una turca e sia coperta di tatuaggi, ma chi ha visto le sue foto sul web rimasto di stucco. E bellissima e si avvia a una carriera nella moda

sto che le luci del variet. Qualche tempo fa ha inciso una canzone con gli Evelyn Evelyn, un gruppo musicale freak, ma solo nel coro di cui facevano parte anche Margaret Cho e Weird Al Yankovic. Lestate scorsa,

con lo pseudonimo di Fiddle Tim, come artista visuale ha messo in mostra alcune sue opere molto dark, in una galleria di Los Angeles, e il titolo dellesposizione pare fosse cos imbarazzante che il New York Time non

ha nemmeno voluto scriverlo: era un riferimento al musicista punk G.G.Allin, uno che amava ferirsi sul palco. Il direttore della galleria ha raccontato che le opere sono andate tutte vendute, ancor prima che si scoprisse la vera identit dellautrice (cosa, che peraltro, la disturb non poco). Non sar facile per la bellissima ex bambina liberarsi mai dai suoi fantasmi. Tanto meno ora, che la grancassa di Nevermind sta per iniziare il suo concerto. Disco seminale, disco in ri-uscita fra una ventina di giorni, pieno di colpi di sorpresa: per esempio, otto canzoni incise in demo nel 1990 da Kurt Cobain, Chris Novoselic e il batterista Chad Channing (non cera ancora Grohl) nello studio del produttore Vig in Wisconsin, assemblate dagli stessi ex Nirvana pi un delegato della famiglia Cobain. Naturalmente ci

sar una edizione rimasterizzata di Nevermind, e lanniversario si travestir da cd singolo o da box-set con degli extra che comprendono B Sides, altri epici momenti demo di Smells Like a Teen Spirit e Come As You Are gi nella formazione con Grohl, e un intero concerto live. Di quei giorni ruggenti di registrazioni, Novoselic ricorda ora: Kurt aveva improvvisi cambiamenti dumore. Per un po era gentile e totalmente coinvolto, poi in un attimo si sedeva per terra come se si fosse spenta una luce dentro di lui, e sparivao. Noi non sapevamo proprio cosa fare. Frances Bean, la Fagiolina, sa tutto del suo pap, ed cresciuta anche un po con la mamma, perfino. Con ricordi e presenze obbligata a convivere. Non potr dunque mai essere una modella o figlia darte qualunque: saremo obbligati a seguirla a lungo.

Disco epocale che apriva lera del grunge e oggi esce ri-masterizzato
trebbe fare la modella, ha gi posato per un servizio, ha un suo stile hobo-chic. Sono in molti ad augurarselo, nel mondo della moda: la perfetta fashion-maudite che potrebbe succedere a Kate Moss. Che dire, anche la nipote di Fabrizio De Andr andata allIsola dei Famosi, e non bisogna intestardirsi a far ironia su queste ragazze discendenti da tanta storia che seguono vie cos ordinarie. Sono in centinaia a twittare della sua bellezza: ma la figlia del grunge ha fatto sapere che questa volta si tratta di foto private. Si sa che intende dare assai poche interviste adesso che la stanno cercando in cinquantamila perch il 24 settembre lanniversario di un disco epico che anche uno degli ultimi ad aver fatto la storia, Nevermind dei Nirvana, che apr lepoca grunge ventanni fa giusti, sconvolgendo letteralmente un mondo giovanile gi allora travagliato da minime prospettive di futuro lavorativo ed economico, e in cerca di un vate che la musica ancora poteva offrire (oggi, pare proprio di no). Che fa, Frances? Per ora, resiste alle insidie delle sirene della moda, e pare attenta a coltivare lombra dellinquietudine artistica paterna (anche un po materna, va) piutto-

Intervista

,,
PIERO NEGRI

Kasabian: Seguiteci la nostra missione salvare il rocknroll

iamo lultima rock band al mondo, e anche per questo ci siamo impegnati moltissimo nel nuovo disco. Di dischi rock potrebbero anche non essercene mai pi, sentivamo la responsabilit dice Serge Pizzorno. Sar il sorriso mite, saranno i toni gentili, ma sembra difficile credere alle profezie apocalittiche del ragazzo che suona la chitarra e scrive le canzoni dei Kasabian. In attesa di vedere come vanno a finire la musica rock e lindustria del disco, intanto, possibile ascoltare i Kasabian dal vivo (stasera a Bologna al festival Independent Days con Arctic Monkeys e White Lies; domani ci saranno gli Offspring) e su disco, a partire dal 20 settembre, quando uscir lalbum Velociraptor. Vestito come un rockettaro Anni Settanta, capelli lunghissimi e scar-

I Kasabian, Pizzorno primo a destra

di Velociraptor. Un disco che avesse le radici nel 1968 e che per suonasse contemporaneo. Solo il tempo ci dir se i Kasabian sono riusciti nellintento di salvare il rock and roll. E di coronare il sogno segreto di Serge Pizzorno: Mi considerer arrivato quando i Kasabian saranno in grado di riempire lo stadio di San Siro a Milano. Ci abbiamo gi suonato quando aprivamo il concerto dei Muse, stata unesperienza pazzesca: con quelle gradinate ripide cope a punta, Pizzorno chiarisce subito, me un gigantesco teatro. prima ancora di parlare, il suo immaIo poi sono un fanatico del calcio, ginario di riferimento. Dice di ispirar- tifo Leeds United, la squadra della si alle grandi band del rock inglese, i mia citt, e Genoa, la squadra della Beatles, gli Stones, ma anche a a DJ citt di mio padre. Da bambini facevaShadow, Chemical Brothers, i tede- mo le vacanze ad Albisola, ho bellissischi Can e Amon Dl, i Suicide, e poi mi ricordi. Il grande rimpianto della Ennio Morricone, per me un genio al- mia vita non aver studiato bene litalaltezza di Leonarliano, ma da ragazzi, do Da Vinci e Mi- STASERA DAL VIVO A BOLOGNA a volte, certe cose chelangelo. Agli Independent Days non si capiscono. In Pizzorno, che casa, soprattutto Il nostro vero sogno quando in tv cerano ha chiamato Ennio poter riempire San Siro i mondiali di calcio, suo figlio, cerca riferimenti nel pasci sentivamo tutti itasato per pensare il futuro della sua liani: vivevamo per giorni con addosband: In un momento in cui la musi- so la maglia della nazionale, da manca sembra non avere valore, abbiamo giare cera solo pasta. Se facciamo cercato, come si faceva una volta, di successo in Italia, mio padre la percostruire un album che non avesse ca- sona pi felice del pianeta. dute: undici canzoni incredibili, meE chi non vorrebbe rendere felimorabili, che facessero venir voglia ce il pap dellultima aspirante alla gente di avere in casa una copia rockstar?

NA LV

SABATO 3 SETTEMBRE 2011 LA STAMPA 40

LA STAMPA
SABATO 3 SETTEMBRE 2011

Spettacoli 41

I programmi settimanali completi delle principali tv satellitari, del digitale terrestre e delle radio su: www.lastampa.it/programmi

Programmi tv
Italia 1
10.05 Cattivik Cartoni animati 10.20 Tv Moda Magazine 11.00 True Jackson Telefilm 11.55 Sonny tra le stelle TF 12.25 Studio Aperto. Meteo 13.00 Studio Sport 13.30 Gran Prix Moto 13.55 Motociclismo: G.P. di San Marino - Prove MotoGp 15.00 Motociclismo: G.P. di San Marino - Prove 125cc 15.10 Motociclismo: G.P. di San Marino - Prove Moto2 16.05 Da giungla a giungla Film (comm., 1996) 18.05 Bugs Bunny Cartoni animati 18.30 Studio aperto - La giornata 19.00 Bugs Bunny Cartoni 19.15 Fantozzi in Paradiso Film (comm., 1993)

Rai 1
6.30 Unomattina Estate Weekend Attualit 10.40 Appuntamento al cinema 10.50 Un ciclone in convento Serie 11.35 Provaci ancora Prof 3 Serie 13.30 Telegiornale 14.00 Lineablu Documentari 15.30 Quark atlante - Immagini dal pianeta 16.05 Overland 9 Attualit 17.00 Tg 1. Che tempo fa 17.10 A Sua immagine speciale Congresso Eucaristico 17.55 Mar Rosso - Il paese senzombra 18.50 Reazione a catena Gioco 20.00 Telegiornale 20.30 Tg Sport 20.35 Colpo docchio - Lapparenza inganna Gioco

Rai 2
10.50 La complicata vita di Christine Telefilm 11.10 Il nostro amico Charly TF 11.55 Atletica leggera: Campionati mondiali 13.00 Tg 2 13.20 Atletica leggera: Campionati mondiali Sport 13.45 Automobilismo: GP del Belgio F1 15.00 Squadra speciale Lipsia TF 15.45 Squadra Speciale Stoccarda Telefilm 16.30 Sea Patrol Telefilm 17.20 Due uomini e mezzo TF 18.00 Tg 2 Flash L.I.S. 18.05 Crazy Parade Variet 18.45 Primeval Telefilm 19.30 Squadra Speciale Cobra 11 Telefilm 20.25 Estrazioni del lotto 20.30 Tg2 20.30

Rai 3
10.00 Lisa dagli occhi blu Film (mus., 1969) 11.30 Magazine Champions League Sport 12.00 Tg 3 Rai Sport Notizie 12.25 Tgr Il Settimanale 12.55 SuperStoria 13.55 Appuntamento al cinema 14.00 Tg Regione. Meteo 14.20 Tg 3 14.50 Ferdinando I Re di Napoli Film (grott., 1959) 16.35 Una star in periferia Film (comm., 2004) 16.45 Tg3 L.i.s 17.55 Un caso per due Telefilm 18.50 Figu. Album di persone notevoli 18.55 Meteo 3 19.00 Tg 3. Tg Regione. Meteo 20.00 Blob Videoframmenti 20.15 I misteri di Murdoch TF

Canale 5
6.00 Tg 5 Prima pagina Attualit Rullo di notizie della durata di cinque minuti circa 7.55 Traffico 7.57 Meteo 5 8.00 Tg 5 Mattina 9.05 Zoo Doctor Telefilm 11.00 Forum Attualit 13.00 Tg 5. Meteo 5 13.40 Il mammo Telefilm 14.10 Caro zio Joe Film (comm., 1994) 16.50 Lambizione di Eva Filmtv 18.50 La Stangata Quiz Conduce Gerry Scotti. Il gioco si divide in tre manche, con cinque concorrenti al via 20.00 Tg 5. Meteo 5 20.40 Paperissima sprint

Rete 4
6.10 Genitori in diretta Telefilm 7.20 Zorro Telefilm 7.55 Mystere Miniserie 9.50 Riassunto - The Mentalist 9.55 R.I.S. - Delitti imperfetti Serie 10.50 Ricette di famiglia Magazine 11.30 Tg4 - Telegiornale 12.00 Detective in corsia Telefilm 13.00 La signora in giallo Telefilm 13.50 Poirot Telefilm 15.45 Psych Telefilm 17.40 Parco Nazionale del Circeo - Winter 18.00 Conoscere Documentari 18.55 Tg4 - Telegiornale 19.35 Ieri e Oggi in Tv Variet 20.10 Siska Telefilm

La 7
6.00 Tg La7. Meteo. Oroscopo. Traffico 6.55 Movie Flash 7.00 Omnibus Magazine 7.30 Tg La7 7.50 Omnibus Magazine 9.55 Bookstore Attualit 10.45 Germania: Qualifiche Superpole Sport 11.45 Ultime dal cielo Telefilm 13.30 Tg La7 13.55 I magnifici sette Telefilm 14.55 Germania: Superpole Sport 16.05 Mac Gyver Telefilm 18.00 Movie Flash 18.05 Il vedovo Film (comm., 1959) con Alberto Sordi 20.00 Tg La7 20.30 Chef per un giorno Reality show

21.20 Talentfest
VARIET. Dal Teatro Romano di

21.05 Verdetto finale


FILM. (thriller, 2009) con E. Duran-

21.00 Rendition

FILM. (thriller, 2007) con Reese

21.20 Ciao Darwin 6 La regressione


VARIET. Con Paolo Bonolis, Luca

21.10 Stormbreaker

FILM. (azione, 2006) con Alex Pet-

21.30 Law & Order - Unit speciale


TELEFILM. Con Christopher Meloni. Un uomo appartenente a una gang viene ucciso. Gli indizi convergono su Olivia Benson. Stabler far di tutto per scagionarla

21.30 Piedipiatti

FILM. (comm., 1991) con R. Poz-

Benevento, Eleonora Daniele conduce il Festival dei giovani talenti. I ragazzi si esibiranno accompagnati da un big dello spettacolo 23.35 Premio Campiello 2011 Attualit 0.45 Tg 1 - Notte. Che tempo fa 1.00 68 Mostra di Cinema di Venezia 2011 2.00 Appuntamento al cinema

ce, S. Byers. Regia di R. Roy. Megan, procuratore alle prime armi, vince il suo primo caso facendo condannareun uomo per l'omicidio della moglie 22.40 Numb3rs Telefilm 23.25 Tg 2 23.40 Tg2 Dossier Attualit 0.30 Tg 2 Mizar Attualit 0.55 Tg 2 S, Viaggiare 1.05 Tg 2 Eat Parade Attualit 1.20 Appuntamento al cinema

Witherspoon, Jake Gyllenhaal. Regia di Gavin Hood. Storie intrecciate nella guerra contro il terrorismo dopo l'11 settembre 2001 23.05 Tg 3. Tg Regione. Tgr Meteo 23.25 Un giorno in pretura i 0.30 Tg 3. Meteo 0.40 Appuntamento al cinema 0.45 Fuori Orario

Laurenti. In replica una puntata della sesta edizione del variet che mette a confronto due categorie di persone 24.00 The Tudors Telefilm 1.00 Tg 5 Notte. Meteo 5 1.30 Paperissima sprint Variet 2.10 Grosso guaio a Cartagena Film (avv., 1987) con Franco Nero

tyfer, Damian Lewis. Regia di GeoffreySax.Unadolescentevive con lo zio, dirigente di banca. Ma luomo muore e il ragazzo scopre che era un agente segreto 22.55 Fighting Film 1.00 Tv Moda Magazine 1.55 Il cartaio Film (thriller, 2003) con Stefania Rocca, Liam Cunningham, Silvio Muccino, Claudio Santamaria

zetto, E. Montesano. Regia di C. Vanzina. Due poliziotti, uno romano e laltro milanese, diventano amici loro malgrado e risolvono un caso difficile 24.00 News Tricks Telefilm 1.00 Tg La7 1.15 La taverna della Giamaica Film 3.15 La7 Colors Attualit Ogni notte La7 apre i suoi archivi

23.15 The unit Telefilm 0.05 Riassunto - The Mentalist 0.15 Il tunnel Film (thriller, 2000) con Kim Coates, Daniel Baldwin, Janine Theriault, Audrey Benoit

TV & TV

Rai Movie
6.30 Lost Film 7.10 Fantasmi a Roma Film 8.55 I magliari Film 10.55 Ho visto le stelle! Film 12.30 Se mi lasci ti cancello Film 14.20 Ciak Point - Venezia 15.05 Ecce Bombo Film 16.50 Sognando Beckham Film 18.45 Pietro Marcello legge Bellocchio Cortometraggio 19.00 Il regista di matrimoni Film 21.00 Buongiorno, notte Film 23.00 Ciak Point - Venezia 24.00 Lora di religione Film 2.05 Il diavolo in corpo Film 4.00 Ciak Point - Venezia 4.45 Le amiche Film

Raisport 1
15.50 Notiziario Rai TG Sport Milano Sport 16.00 Calcio: Serie D 2 Tempo: Ancona - Renato Curi 16.50 Basket: Campionato Europeo Maschile Francia - Germania Sport 18.25 Beach Soccer: Camp. Mondiali 2011 ItaliaSenegal Sport 19.40 Beach Soccer: Camp.Mondiali 2011 Portogallo-Argentina Sport 21.00 Baseball: Italian Basebell Series gara 5 (eventuale): Nettuno - San Marino 24.00 Ippica: Campionato Europeo di Trotto Sport 0.30 Atletica Leggera: Camp. Mondiali 2011 Sport

Rai Storia
17.00 Res Tore - Trentanni dopo io ricordo-Duello di aquile 18.00 Res - Speciale avanzi di ventanni fa 19.00 Res Gestae fatti 19.05 Res Tore - Il Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa 19.15 Res Tore - Mezze LuciSketch con Ferruccio Amendola 19.25 Res Tore - Libro biancoLindustria dei calciatori p.1 20.00 ResTore - Videosera p.5 21.00 Rai 150 anni Dixit Guerra la fabbrica degli schiavi 23.00 Res Tauro-Lancio Restauro-sedicesima puntata

Dal satellite
16.00 Toy Story 3 - La grande fuga Andy, in procinto di partire per il college, regala i suoi giocattoli
SKY FAMILY

I film
19.00 Giochi di potere Lagente della Cia Harrison Ford sventa un attentato alla famiglia reale inglese SKY MAX 19.05 Limbroglio nel lenzuolo 1905. Federico studia contro voglia medicina e sogna di scrivere per il cinema SKY PASSION 19.10 I nostri mariti Tre episodi sui mariti italiani firmati Dino Risi, Luigi Zampa, Luigi F. DAmico SKY CLASSICS 19.25 Il mistero del bosco 1965: una ragazza con propensioni piromani viene spedita in un collegio isolato MGM Perfect Score Alcuni studenti cercano di sapere in anticipo i test dammissione allUniversit SKY FAMILY 21.00 High spirits - Fantasmi da legare Il discendente di una dinastia allestisce nel suo castello false apparizioni MGM Up Luomo dei palloncini, la sua casa volante e un ragazzino. Animazione SKY FAMILY La vita meravigliosa Un angelo di seconda classe deve salvare dal suicidio James Stewart. Di F. Capra SKY CLASSICS (500) Giorni Insieme Una donna non crede nel vero amore e in un uomo che si innamora proprio di lei SKY
PASSION

ALESSANDRA COMAZZI

l ritorno in tv di Piero Marrazzo, il giornalista ex conduttore di Mi manda Raitre, lex governatore del Lazio costretto alle dimissioni dallo scandalo e, rifugiatosi, pare, in convento a riprendere il senso della vita e della misura, passato attraverso un documentario. Pieno di impegno e toccante. Tema, la Somalia: Un leone senza denti, laltra sera su Raitre. Un lavoro di impianto tradizionale, solido, realizzato bene e con mezzi adeguati, belle immagini e interviste pertinenti. Il filo conduttore rappresentato da Mohamed Sheick Hassan, un signore ultraottantenne che parla un ottimo italiano, a suo tempo fondatore del partito della Lega Somala, ex ambasciatore a Roma. Con lucidit analizza la bellezza e la tragedia della sua patria, anche in rapporto con lIslam. Jamila Hassan Garruun, giornalista di Universal Tv, racconta la difficolt di svolgere il lavoro nel suo paese, tanto pi se sei una donna. Unora divulgativa: il passato, lagognata democrazia, le kabile, le trib e le lotte mai sopite, la guerra civile, le carestie, limpossibilit di credere nel futuro: Lunica cultura quella del fucile. Un ritorno, questo di Marrazzo, piuttosto inattaccabile. In una nicchia protetta. Perch i documentari sono fini e non impegnano, ma, almeno sulle reti generaliste, non fanno mai veramente gola (n ombra) a nessuno.

21.10 Texas Rangers 1875: un ex predicatore addestra ragazzi inesperti per combattere i banditi
SKY HITS

16.30 Duplex - Un appartamento per tre Alex e Nancy trovano la casa dei loro sogni. Ma una vecchietta ne occupa la met SKY HITS 16.40 Il nemico alle porte La ricostruzione della battaglia di Stalingrado
SKY CINEMA 1

16.55 Blow La vera e avventurosa vita di George Jung (Johnny Depp) SKY
MAX

17.20 28 giorni Sandra Bullock si ubriaca alle feste. Ma finisce in un centro di riabilitazione
SKY PASSION

Predators Una squadra di guerrieri dlite viene rapita da una razza aliena SKY CINEMA 1 22.40 Luomo che amava le donne Un uomo ha due passioni: la lettura e le gambe femminili. Di F.Truffaut MGM La dea dellamore Il giornalista Woody Allen indaga sulla madre del bambino che ha adottato SKY PASSION 22.45 The Last Song Ronnie e il fratello devono trascorrere unestate nella casa del padre SKY
FAMILY

Rai 4
11.10 Toradora! Film 11.35 30 Rock Serie 12.25 Desperate Housewives Serie 13.10 Medium Serie 13.55 Il Vendicatore - The Punisher Film 15.25 Wonderland Magazine 15.40 Roswell Serie 16.25 Invisible Man Serie 17.10 Streghe Serie 17.55 Star Trek Classica Serie 18.45 Haven Serie 19.30 30 Rock Iv Serie 20.20 Desperate Housewives Serie 21.10 Medium Serie 22.50 Specchio della Memoria Film

Sportitalia
7.00 Solocalcio R Sport 8.00 Arsenal Tv: Manchester United Arsenal Sport 12.45 Pillola Nissan Sport 13.00 Si News Sport 17.00 Amichevole: Spagna Vs Cile Sport 20.00 Si News Sport 20.30 Studio Pre Partita Sport 21.00 Supercoppa Primavera: Roma Fiorentina Sport 23.00 Studio Post Partita Sport 23.30 Amichevole: Spagna Vs Cile Sport

Iris
7.15 Jake In Progress Telefilm 7.36 Genitori In Diretta TF 8.04 Le Biografie Ferrari Miniserie 10.05 Bolidi Sullasfalto-A Tutta Birra! Film 11.49 Note di Cinema Venezia 11.55 Peggio Per Me... Meglio Per Te Film 13.43 Cosi Ridevano Film 15.52 Mimic Film 17.46 Barbagialla Il Terrore Dei Sette Mari E Mezzo Film 19.31 Infedeli per sempre Film 21.03 Viuuulentemente... mia Film 22.38 Iris A Venezia 22.58 Mezzo Destro E Mezzo Sinistro-2 Calciatori Senza Pallone Film

17.25 Harold e Maude Un ricco adolescente con tendenze necrofile incontra una scultrice ottantenne SKY CLASSICS 17.35 Scuola donore I ragazzi di un college si preoccupano perch la squadra di rugby un disastro MGM 17.45 Arthur e la vendetta di Maltazard Arthur risponde alla chiamata della pricipessa Selenia, minacciata da Maltazard SKY FAMILY 18.05 Professione inventore Robert Axle, un tempo eccentrico inventore, un egocentrico imprenditore SKY HITS 18.55 The Twilight Saga Eclipse Bella ha deciso di voler essere trasformata, per stare con Edward SKY CINEMA 1

22.50 Amore 14 Carolina, 14 anni, alle prese con il primo bacio, la prima volta, la scuola SKY HITS The Descent - Discesa nelle tenebre Superato trauma di una perdita, Sarah partecipa ad una spedizione speleologica
SKY MAX

Limplacabile Ex agente deve partecipare al gioco tv The Running Man, una caccia alluomo SKY MAX

23.05 Master & Commander Sfida ai confini del mare Il capitano Russell Crowe guida il vascello Surprise contro una nave pirata SKY CINEMA 1 23.15 Un uomo da vendere Il ritratto di un uomo con un figlio incapace di mettersi al passo con le regole SKY CLASSICS 0.20 Love Story Il giovane ricchissimo Oliver si innamora della povera studentessa Jenny SKY
PASSION

Joy+1, Mya+1,Steel+1 ripetono la programmazione Joi, Mya, e Steel posticipati di unora

Intrattenimento
21.00 N.C.I.S. Anthology FOX
CRIME

Sport
20.00 Rubrica: Tom Di Benedetto SKY SPORT 1 Speciale: La storia dei Mondiali Azzurri SKY
SPORT 2

JOI
13.42 Sex & Law Telefilm 14.29 Er-Medici In Prima Linea Telefilm 17.00 The Pacific Miniserie 18.00 Justice-Nel Nome della Legge Telefilm 18.48 Friday Night Lights Telefilm 19.39 Dr. House Medical division Telefilm 20.26 Undercovers Telefilm 21.15 Sex & Law_ Telefilm 22.04 Oceans Thirteen Film

MYA
14.38 One Tree Hill Telefilm 16.19 Better With You Telefilm 17.32 Non Sopporto Piu... I Miei Figli Film 19.09 Celle Que Jaime Film 21.15 Hellcats TF 22.59 Acque Agitate Cortometraggio 23.22 Abandoned Amore e Inganno Film 0.52 One Tree Hill Telefilm 2.26 Hellcats Telefilm 3.56 Rizzoli & Isles Telefilm

STEEL
9.25 Squadra Antimafia 3 Palermo Oggi Miniserie 11.45 Tuono blu Film 14.00 Supernatural Telefilm 15.40 I 7 Guerrieri del Kung Fu Film 17.30 Squadra Antimafia 3 Palermo Oggi Miniserie 19.35 Enterprise Telefilm 21.15 Chuck Telefilm 22.50 Due Uomini e 1/2 Telefilm 23.45 Mike & Molly Telefilm

P. CALCIO
14.00 All Sport News 14.30 Magazine Champions League Sport 15.04 Trofeo Berlusconi: Milan Juventus Sport 16.54 Hi - Lites Champions League Sport 17.28 Qualificazioni Euro 2012: Irlanda Del Nord - Serbia 19.20 Hi - Lites Champions League Sport 20.30 All Sport News 0.30 Qualificazioni Euro 2012

P. CINEMA
6.39 Per Qualche Dollaro In Piu Film 8.54 Lo spazio bianco Film 10.35 Red Carpet 11.01 Sabrina Film 13.08 La Difunta Correa 13.38 Premonition Film 15.20 Qualcosa di Speciale Film 17.15 Femme fatale Film 19.13 La doppia ora Film 20.55 Red Carpet 21.15 Gamer Film 22.54 La Citta Verra Distrutta Allalba Film

S. UNIVERSAL
14.40 I pirati di Penzance Film 16.35 Under The Influence 17.10 Be Kind Rewind - Gli acchiappafilm Film 18.55 Driver limprendibile Film 20.40 Inside The Actors Studio Robert Downey - I Parte 21.15 Secretary Film 23.15 Amityville Horror Film 1.20 Pat Garret E Billy The Kid Film

Bones FOX LIFE Falling Skies FOX Primeval JIMMY 21.50 Falling Skies FOX 21.55 N.C.I.S. Anthology FOX
CRIME

20.30 Rubrica: Serie B prepartita SKY SPORT 1 Rugby: ITM Cup SKY
SPORT 2

Bones FOX LIFE 22.45 The Glades FOX 22.50 N.C.I.S. Anthology FOX
CRIME

23.35 White Collar FOX 23.40 I Tudors FOX LIFE 0.20 Earth: Final Conflict
JIMMY

20.40 Calcio: La Perla del Tirreno SKY SPORT 1 21.00 Baseball: Italian Basebell Series gara 5 (eventuale): Nettuno San Marino RAISPORT
SAT

0.30 White Collar FOX 0.35 Incinta per caso FOX


LIFE

22.15 Rugby: Rugby SKY


SPORT 2

0.40 N.C.I.S. Anthology FOX


CRIME

1.05 Incinta per caso FOX


LIFE

22.30 Rubrica: Road To New Zeland SKY SPORT 2 23.00 Calcio: Qualificazioni Europei 2012 SKY
SPORT 1

NA LV

SABATO 3 SETTEMBRE 2011 LA STAMPA 42

LA STAMPA
SABATO 3 SETTEMBRE 2011

43

Oggi in tv
10,30 Canottaggio. Mondiali Rai sport 2 11,55 Atletica. Mondiali Raidue 13,00 Golf. Omega european masters Sky sport 2 13,30 Mountain bike. Mondiali Rai sport 2 14,00 MotoGp. Gp San Marino: prove Italia 1 15,00 Superbike. Gp Germania: Superpole La 7 15,00 Ciclismo. Vuelta di Spagna Eurosport

15,30 Beach soccer. Mondiali Rai sport 2 18,00 Calcio. Primavera: Napoli-Lazio Sky sport 1 18,30 Beach soccer. Mondiali: Ita-Seneg. Raisport1 19,15 Tennis. Us open Eurosport 19,50 Rally Alpi orientali Rai sport 2 20,45 Calcio. Bwin: Reggina-Grosseto Sky sport 1 21,00 Baseball. Campionato italia Rai sport 1 1,50 Atletica. Mondiali Rai sport 1 2,00 Football americano. Tigers-Ducks Sky sport 2

SPORT
Le pagelle degli azzurri
DALLINVIATO A TORSHAVN

Goleador
Antonio Cassano segna la rete che decide la partita. Con 4 gol il giocatore del Milan il miglior realizzatore della gestione Prandelli

19
Punti
Ottenuti da Prandelli nelle 7 partite di qualificazione a Euro 2012. Supera il primato di Trapattoni (16 punti in 6 incontri verso Giappone-Corea 2002)

il migliore
Andrea Pirlo
CENTROCAMPISTA

Buffon 6

RISPARMIATO. Dal gol del carpentiere Jakobsen nel 2007 al palo dellinsegnante Olsen e alla traversa di Holst. In cinque anni la fortuna gli girata a favore.

Maggio 6
FICCANTE. Nella prima mezzora lItalia appoggia molto il gioco su di lui. Bene, con grossi limiti nellandare al cross in profondit.

Ranocchia 6
EURO 2012, SE MARTED LA NAZIONALE BATTE LA SLOVENIA QUALIFICATA

Italia di legno
Successo firmato Cassano ma gli azzurri soffrono: palo e traversa delle Far Oer
MARCO ANSALDO INVIATO A TORSHAVN

ATTENTO. Con Edmundsson attaccante del Newcastle finisce spesso a manate. Ma non ne intimidito.

Chiellini 5,5
ALTERNO. Nella ripresa si perde

Holst che colpisce la traversa, non impeccabile bench manco stavolta la difesa prenda gol.

Criscito 5,5
IGNORATO. Le scarpe fosforescen-

Presi i tre punti non c altro di cui rallegrarsi. Gli azzurri sono a un passo dalla qualificazione agli Europei, che possono conquistare con due giornate di anticipo battendo la Slovenia marted, ma la vittoria per 1-0 alle Far Oer, arcipelago ai confini del calcio, non convince. La squadra della qualit, come la cerca il ct, se l cavata con la fortuna. Il palo di Olsen nel primo tempo

Far Oer Italia


Far Oer
(4-4-2)

0 1
Italia
(4-3-1-2)

GIRONE
IERI Far Oer-Italia
Slovenia-Estonia Nord Irlanda-Serbia

0-1 1-2 0-1

Il ct Missione compiuta a Firenze? Un sogno


I

Irregolare la rete decisiva: subito dopo la squadra di Prandelli si spegne


e la traversa di Holst nella ripresa hanno salvato gli azzurri da un pareggio mortificante nello stadiolo di Torshavn dove per la prima volta nella storia si giocato sotto i riflettori. Aver lasciato a lungo liniziativa a dei lillipuziani del pallone gi una colpa. Non aver costruito palle gol credibili se non nei primi 20 laltro aspetto su cui meditare nonostante la condizione approssimativa di giocatori che, per sciopero e calendario, si sono presentati senza avere sulle spalle il rodaggio delle partite vere. I progressi in attacco si fermano allamichevole con la Spagna, c da rivedere certe convinzioni a cominciare dallopportunit di insistere su

Torgard 6; Naes 5,5, Gregersen 5,5, Baldvinsson 6, Davidsen6; Elttor6, Benjaminsen 6,5, Olsen 6,5 (31 st Danielsen 6), Justinussen 5,5 (42 st Samuelsen sv); Holst 6,5 (42st Mouritsen sv), Edmundsson 6,5.

Buffon 6; Maggio 6, Ranocchia 6, Chiellini 5,5, Criscito 5,5; Thiago Motta 6 (28 st Aquilani 6), Pirlo 6,5, De Rossi 5,5; Montolivo 5; Rossi 5 (14 st Pazzini 5,5), Cassano 5 (40 st Balotelli sv).

CLASSIFICA
PT G V N P GF GS

Italia
Serbia

19 11 Slovenia 11 Estonia 10 Nord Irlanda 9 Far Oer 4

7 7 8 8 7 9

6 3 3 3 2 1

1 2 2 1 3 1

0 2 3 4 2 7

15 9 10 9 7 5

1 9 6 12 4 23

ALL. Kerr

6,5

ALL. Prandelli

5,5

RETI: pt 11 Cassano

PROSSIMO TURNO Marted 6 settembre


Serbia-Far Oer

ARBITRO: Bognar (Ungheria) 4,5 AMMONITI: Olsen SPETTATORI:5 mila circa

Estonia-Nord Irlanda Italia-Slovenia


Centimetri - LA STAMPA

Sarebbe fantastico riuscire a qualificarci gi a Firenze ha detto Prandelli che vede avvicinarsi lobiettivo nella citt che lha lanciato per la Nazionale. Sullesibizione di ieri il ct ammette qualche errore: Potevamo segnare subito tre gol, non labbiamo fatto e ci siamo esposti al loro ritorno: dovevamo essere pi concreti, semplici e meno fantasiosi su un terreno sempre pi pesante. Cos sono riaffiorate vecchie paure. I giocatori sapevano di non avere nelle gambe il ritmo partita. Non lo si trova quando ci si allena soltanto.

Ne nasceva una giostra finto catalana nello spirito: il pallone era sempre tra i piedi italiani, le Far Oer erano passive davanti alla sarabanda che sarebbe stata pi efficace se Rossi e soprattutto Cassano vi avessero dato incisivit. I due sanno dialogare e inserirsi in una manovra complessa. Rossi almeno era fluido negli scambi, Cassano invece ne azzeccava poche pur schiodando il risultato all11: il lancio di Pirlo metteva il barese (pi in fuorigioco che no) davanti al

ti non laiutano a farsi vedere: i centrocampisti lo ignorano otto volte su dieci. Vero che pure lui gioca con timidezza soprattutto in fase difensiva.

Thiago Motta 6
DURO. Certe rudezze se le potrebbe risparmiare contro i dilettanti nordici, che infatti provano a vendicarsi. Nellinsieme si adatta meglio di altri al gioco prandelliano (dal 28 st Aquilani 6: comparsa).

Pirlo 6,5
CATALIZZATORE. Il gioco passa

Il modello Barcellona non convince: tranne Pirlo, mancano gli interpreti giusti
portiere che scavalcava aiutato da un rimpallo. I faroesi protestavano con linesperto Bognar, capo di una terna in linea con la mediocrit dellappuntamento. LItalia sfioriva. Succede quando le cose non si fanno con naturalezza. Lentusiasmo dei nordici cresceva con la constatazione che gli avversari stavano incartandosi: il palleggio prandelliano era fumoso e per quanto il ct sbraitasse di andare alla conclusione non scalfiva la difesa delle Far Oer che si rinsaldava. Dal palo colpito da Olsen da 25 metri, il match cambiava indirizzo. Il tic e toc azzurro si scontrava con la genuina voglia dei faroesi di centrare la grande impresa. Lavrebbero meritata.

per i suoi piedi, come nella Juventus, e finch si gioca a palla bassa e tocchetti intensi emerge la sua superiorit. Buone aperture, lancio preciso per il gol di Cassano. Poi si adatta al tic e toc.

De Rossi 5,5
SPENTO. Contribuisce al calo collettivo quando lItalia si appanna. Sfasato nei lanci.

Montolivo 5
EVANESCENTE. Si presenta con un gran tiro. Stop. Siamo invecchiati aspettandonelesplosione.

Rossi e Cassano come coppia di riferimento. Prandelli prover altre miscele. Gi si fantastica di meraviglie che ci attendono quando andr in campo Balotelli, ieri impiegato per 5. Non vorremmo che si tornasse ai tempi di Lippi quando lassenza dellex interista (e di Cassano) era indicata come la ragione della pochezza della Nazionale: non cerano e non ci sono in Italia giocatori toccasana e in ogni caso non era questa la strada su cui s messo Prandelli accettando lincarico.

Il modello Barcellona cui si ispira in qualche modo questa squadra ha un difetto sostanziale: bisogna avere i giocatori da Barcellona. La Nazionale ne ha qualcuno, Pirlo su tutti. Per il resto la differenza nel tocco, la predisposizione al movimento e la rapidit di esecuzione rendono stiracchiato il palleggio e lo riducono spesso a un esercizio infruttuoso. LItalia che per 20 ci stupiva per lucidit entrata nel buco nero che la confusione di idee e la partita ne ha sofferto. Vecchie paure sono

riaffiorate in una squadra che non sa essere strafottente. Lavvio era stato promettente. In un minuto Montolivo e Cassano si avvicinavano al gol sperimentando lapprossimativit di Torgard, il portiere che respingeva tutto non sapendo trattenere nulla. Prandelli ha costruito un centrocampo con 4 uomini intercambiabili, seppure non identici per caratteristiche. Pirlo, Thiago Motta, De Rossi e Montolivo si scambiavano le posizioni e gli avversari ci capivano poco.

Rossi 5
FRILLINO. E lazzurro che ha gio-

cato pi partite vere perci ci aspetteremmo pi scioltezza, anche perch conosce bene il tipo di gioco. A parte gli appoggi, pochissima roba (dal 14 st Pazzini 5,5: inespresso).

Cassano 5
IMBARAZZANTE. Gesticola molto

meglio di quanto gioca: a parte il gol rocambolesco non incide (dal 40 st Balotelli sv). [M. ANS.]

2R

44 Sport

LA STAMPA
SABATO 3 SETTEMBRE 2011

Cassano in fuorigioco Ma stavolta gol e sorrisi


Settima rete in azzurro, una in pi di Giuseppe Rossi

Personaggio
GUGLIELMO BUCCHERI

ul filo del fuorigioco. E l che Antonio Cassano ha disegnato la sua notte: uno, due tocchi al pallone e via verso la porta. Il Peter Pan di Puglia ci riuscito dopo appena dieci minuti dal sipario, un gol e tanta gioia. Millimetrico linvito di Pirlo, millimetrico il fuorigioco, deliziosa larte usata per addomesticare la palla, mandare fuori giri i due colossi di difesa e finire a braccia alzate. Sul filo del fuorigioco era vissuta lintera settimana di un ragazzo, Cassano appunto, capace di perdere le staffe per una rete annullata in allenamento a Coverciano alla sua squadra dal signor Venturati, uno degli uomini di

Prandelli. Apriti cielo! Urla, dialetto barese spinto e, il giorno dopo, scuse con tanto di show: Cassano in ginocchio davanti a Prandelli. Ieri stata unaltra storia. Il racconto di una Nazionale fortunata (due i legni avversari) e di un genio barese dentro al progetto azzurro, ma incapace di impossessarsene se non nellattimo fuggente del gol da tre punti. Da Bari alle Far Oer. Il dieci agosto nel suo stadio contro i campioni del mondo della SpaDOUBLE FACE

A Coverciano la scenata con il preparatore, ieri il regalo contro le Far Oer


gna, Cassano incant per un tempo prima di sgommare dentro gli spogliatoio da dove, a gara in archivio, mand messaggi di sfida. Ho giocato cos e sono due, tre chili sopra al peso forma. Mi danno per morto, ma io ne conosco una pi del diavolo..., disse dalla pancia del San Nicola. Ieri, migliaia di chilometri

pi a nord ha provato a ripetersi: mai fermo, arrabbiato il giusto, Cassano ha dettato i tempi dattacco ai quattro centrocampisti (Montolivo, De Rossi, Thiago Motta e Pirlo) chiamati ad innescarlo, ma, sul pi bello, stato proprio lui, il barese, a tradirli. Pi veloce, pi veloce..., la voce del genio, spesso a met, di Bari Vecchia accompagnata, per, a scatti a vuoto. Cassano pi Giuseppe Rossi, prima. Cassano pi Pazzini, dopo. Nel gioco delle coppie, stavolta, toccato al barese restare in campo pi a lungo. Con Rossi, Cassano si intende a meraviglia: ma ieri, fra i due, hanno vinto pi le idee che i risultati perch difficile era penetrare nel muro bianco avversario palla a terra e in verticale. I gemelli ci hanno provato e, dal viaggio alle Far Oer, torna a Coverciano pi ricco il barese: prima di ieri notte identico era il curriculum azzurro dei due, da ieri notte Cassano salito a sette gol in 25 presenze lasciando il piccolo collega del Villarreal a sei reti sempre in 25 candeline azzurre.

Contratto collettivo LAic daccordo La A pu partire


I

Due, tre punti ancora da chiarire. Poi lAssociazione calciatori, oggi, scioglier la riserva sulla delibera daccordo uscita dallAssemblea di Lega di gioved scorso: il campionato di serie A partir dalla seconda giornata in agenda per il 10 e 11 settembre grazie ad unintesa fra club e giocatori su un contratto collettivo di categoria ponte, ovvero valido fino al prossimo giugno. LAic avrebbe voluto una durata triennale e sul tavolo c ancora qualche limatura sul tema dei fuori rosa da completare: anche ieri duro stato il lavoro dei legali delle due parti, attese luned a Palazzo Chigi per il primo appuntamento del gi denominato sportello istituzionale del calcio. Antonio Cassano, 29 anni, ha esordito in azzurro nel 2003

NUOVO FIAT FREEMONT.


TUTTE LE AUTO CHE VUOI.
NUOVO FREEMONT A 24.900 EURO CON INTERNI IN PELLE IN OFFERTA LANCIO
Equipaggiamento di serie:
Motori Fiat Multijet 2 con tecnologia IRS (Injection Rate Shaping) Radio CD Touch Screen con MP3, USB e Bluetooth Sensori parcheggio e pressione pneumatici 32 configurazioni di sedili, 5 o 7 posti veri 6 airbag + ESP + Hill Holder + ERM Climatizzatore automatico trizona Sistema Keyless entry Cerchi in lega da 17 Privacy Glass
www.freemont.fiat.it
Freemont Urban 2.0 Multijet 16V 140 CV prezzo promo 24.900 (IPT escl.). Offerta valida con il contributo dei Concessionari no al 30 settembre 2011. Consumi ciclo combinato 6,4 (l/100km). Emissioni CO2 169 (g/km).

Olanda, undici gol contro San Marino


Centimetri LA STAMPA

SI QUALIFICANO ALLA FASE FINALE A 16 LE VINCENTI PI LA MIGLIORE SECONDA DEI 9 GIRONI E LE 4 VINCENTI DEI PLAYOFF FRA LE ALTRE 8 SECONDE. AMMESSE DI DIRITTO POLONIA E UCRAINA, PAESI ORGANIZZATORI

In rosso le squadre qualificate

GIRONE
Ieri

GIRONE
Ieri

GIRONE
Ieri

GIRONE
Ieri

A Azerbaigian-Belgio 1-1 T Turchia-Kazakistan 2-1 Germania-Austria 6-2

Andorra-Armenia 0-3 Russia-Macedonia 1-0 Eire-Slovacchia 0-0

Bielorussia-Bosnia 0-2 Albania-Francia A 1-2 Lussemburgo-Romania 0-2

Ungheria-Svezia 2-1 Finlandia-Moldova 4-1 Olanda-San Marino 11-0

Euro 2012, Germania la prima a qualificarsi


La Germania la prima nazionale qualificata agli Europei 2012: ha superato 6-2 lAustria ottenendo lottava vittoria in altrettante partite. N la Turchia (ieri vittoriosa a fatica al 7 di recupero sul Kazakistan) n il Belgio possono pi raggiungerla. La Germania si unisce quindi a Ucraina e Polonia qualificate di diritto come Paesi organizzatori. Nella partita con lAustria spicca la doppietta di Ozil, emblema di questa nazionale giovane e multietnica che gi aveva impressionato ai Mondiali del Sudafrica. Le altre reti del neo laziale Klose, di Podolsky e nel finale di Schuerrle e Goetze. Vittoria travolgente e prevedibile anche per lOlanda che ha rifilato undici gol (a zero) alla cenerentola San Marino: poker di Van Persie, doppietta di Huntelaar e Sneijder, reti di Heitinga, Kuyt e Wynaldum. Anche grazie alla sconfitta della Svezia in Ungheria Sneijder e compagni sono vicinissimi alla qualificazione: diventa decisiva la trasferta in Finlandia di marted prossimo. Balzo in avanti per lInghilterra di Fabio Capello che grazie ad una rete di Cahill e a una doppietta di Rooney ha vinto a Sofia contro la Bulgaria. E la Spagna campione del mondo che ieri ha giocato in amichevole contro il Cile (successo per 3-2, doppietta di Fabregas) aspetta il risultato di oggi fra Scozia e Repubblica Ceca per capire se marted battendo il Liechtenstein avr la qualificazione in tasca.

CLASSIFICA Germania (8) 24; Turchia (7) 13; Belgio (8) 12; Austria (7) 7; Azerbaigian (7) 4; Kazakistan (7) 3

CLASSIFICA Russia (7) 16; Eire (7) 14; Slovacchia (7) 14; Armenia (7) 11; Macedonia (7) 4; Andorra (7) 0

CLASSIFICA Francia (7) 16; Bosnia (7) 13; Bielorussia (8) 12; Romania (7) 11; Albania (7) 8; Lussemburgo (8) 1

CLASSIFICA Olanda (7) 21; Svezia (7) 15; Ungheria (8) 15; Finlandia (7) 9; Moldova (7) 6; San Marino (8) 0

6/9 Azerbaigian-Kazakistan Austria-Turchia


Riposano Belgio e Germania

6/9 Russia-Eire Macedonia-Andorra Slovacchia-Armenia

6/9 Bosnia-Bielorussia Lussemburgo-Albania Romania-Francia

6/9 Finlandia-Olanda Moldova-Ungheria San Marino-Svezia

GIRONE
Ieri

GIRONE
0-1 1-3 0-1
Ieri

GIRONE
Ieri

GIRONE
1-0 0-4
Ieri Lituania-Liechtenstein 0-0 Oggi Scozia-Repubblica Ceca
Riposa Spagna

Israele-Grecia Malta-Croazia Georgia-Lettonia

Bulgaria-Inghilterra 0-3 Galles-Montenegro 2-1


Riposa Svizzera

Norvegia-Islanda Cipro-Portogallo
Riposa Danimarca

CLASSIFICA Grecia (7) 17; Croazia (7) 16; Israele (8) 13; Georgia (8) 9; Lettonia (7) 7; Malta (7) 0

CLASSIFICA Inghilterra (6) 14; Montenegro (6) 11; Svizzera (5) 5; Bulgaria (6) 5; Galles (5) 3

CLASSIFICA Portogallo (6) 13; Norvegia (6) 13; Danimarca (5) 10; Cipro (5) 2; Islanda (6) 1

CLASSIFICA Spagna (5) 15; Repubblica Ceca (5) 9; Lituania (6) 5; Scozia (4) 4; Liechtenstein (6) 4

6/9 Croazia-Israele Lettonia-Grecia Malta-Georgia

6/9 Svizzera-Bulgaria Inghilterra-Galles


Riposa Montenegro

6/9 Danimarca-Norvegia Islanda-Cipro


Riposa Portogallo

6/9 Scozia-Lituania Spagna-Liechtenstein


Riposa Repubblica Ceca

2R

LA STAMPA
SABATO 3 SETTEMBRE 2011

Sport 45

Indesiderati di serie A
MASSIMILIANO NEROZZI TORINO

Esuberi Il terzino andr in prestito al Fenerbahe. Che ha chiesto anche litalobrasiliano: ma lagente frena

A sorpresa Conte pronto a rinunciare al centravanti arrivato lo scorso gennaio: su di lui c il Galatasaray

er spedire altrove gli indesiderati, ormai alla Juve non resta che lOrient Express: c gi quasi salito Reto Ziegler, in affitto al Fenerbahce, e, a sorpresa, potrebbero seguirlo Amauri e Luca Toni, entrambi in scadenza di contratto. Ultima destinazione Turchia, insomma, dove si pu fare shopping fino a luned, mentre in Europa i negozi sono gi chiusi da un pezzo. In caso di successo, i bianconeri farebbero un bel favore al bilancio, per conseguente risparmio di stipendi. E ad Antonio Conte, che si troverebbe la rosa adeguatamente potata. Il biglietto per Ziegler quasi staccato, se Beppe Marotta e Fabio Paratici sono al botteghino turco gi da un paio di giorni. Dal prestito, la Juve ci guadagnerebbe circa 600.000 euro, il giocatore un aumento in busta paga di quasi un milione: da 1,5 a 2,5. Oltre a trovare un posto da titolare che il tecnico bianconero gli ha preventivamente escluso. De gustibus, visto che il valore assoluto dellex sampdoriano non pare minore della concorrenza, cio De Ceglie e Fabio Grosso, da gioved richiamato alle armi. Anzi, per la societ pareva un affare, avendolo prelevato a costo zero: lo sar ancora, ma solo dal punto di vista finanziario. C invece ancora moltissimo da parlare per Amauri, che sarebbe tornato nei pensieri del Trabzonspor: condizionale, perch lo spiffero arriva via satellite dalla Turchia ma nessuno in casa Juve lha ancora sentito. Tronca invece tutto subito con lindicativo Giampiero Pocetta, lagente dellattaccante: Per Amauri il mercato chiuso. Salvo poi lasciare una piccola speranza: A noi non arrivata alcuna offerta e alle ipotesi non rispondo. Sembra infatti che Amauri si sia gi pentito di non aver detto s al Marsiglia, anche se il procuratore fa finta di nulla. Il club turco sera fatto avanti sei giorni fa con una proposta piena di quattrini: sei milioni alla Juve, tre a stagione per lex brasiliano. Che aveva spianato uno dei tanti no. Difficile ne arrivi unaltra dalla stessa societ, pure perch le liste per

Amauri, Toni e Ziegler LOrient Express della Juve


Offerte per i bianconeri dalla Turchia, lunico mercato rimasto aperto
la Champions sono ormai chiuse. Ha infatti avanzato richiesta il Fenerbahce, con il quale la Juve parler. La Turchia offre casa anche a Luca Toni, cui Marotta non aveva dato lo sfratto, ma che ora ci rifletter. Per lui c unofferta del Galatasaray: i bianconeri ascolteranno, cos come lattaccante. Sulla carta, resterebbero quattro punte, cinque con Iaquinta, adesso infortunato: insomma, si potrebbe tagliare ancor di pi il monte stipendi juventino, anche se Conte mai aveva iscritto il campione del mondo nella lista di proscrizione. Ci resta invece in cima il nome di Amauri che si potr consolare con laffetto di Stefano Borgonovo. Ieri lex centravanti colpito dalla Sla lha difeso su internet: Forse nessuno, in questi giorni, ha preso in considerazione luomo, il marito e il padre Amauri. Per tutti, la famiglia determinante. Lo juventino potrebbe per leggersi anche il nobel turco Orhan Pamuk: Nella vita possono succedere tante cose, eppure si perde tempo ad aspettare. E a non giocare.

Gol segnati in 100 partite


Amauri Carvalho de Oliveira, 31 anni, arrivato alla Juve nellestate 2008: costato 22,8 milioni

24

Gol segnati in 15 partite


Luca Toni, 34 anni, arrivato in bianconero nella finestra di mercato dello scorso gennaio, gratis dal Genoa

Amauri e Toni si erano praticamente dati il cambio nel gennaio scorso: insieme, in bianconero, hanno giocato 52 minuti, contro il Napoli

La Roma ha scaricato Totti La sua vanit ci distrugge


Il ds Sabatini: Faccia un passo indietro De Rossi: Basta attaccare Francesco
SIMONE DI SEGNI ROMA

In nome dell'idea barcellonesca di un calcio associativo, in nome della rivoluzione americana, il generale Totti chiamato a fare il soldato semplice. L'elo-

gio del campione e la metafora della luce sopra i tetti di Roma stavolta non possono bastare ad addolcire la pillola. Al capitano sar andata di traverso, perch sono altre le parole che lasciano il segno: La situazione sta distruggendo la squadra, ammette il ds Walter Sabatini, facendo riferimento al corto circuito (e al seguito di polemiche) tra il simbolo giallorosso, il futuro dg Franco Baldini e l'allenatore Luis Enrique. Una triangolazione in fase di stallo, pericolosa, come quella di un aereo che

Francesco Totti, 34 anni

cos rischia di precipitare. La Roma richiama Totti e lo fa a telecamere accese: un fatto senza precedenti. Non possono esserci giocatori intoccabili - incalza in conferenza stampa Sabatini -, Totti deve sopportare in un'altra maniera le esclusioni. Deve mettere da parte qualsiasi forma di vanit, in modo da aiutare il gruppo. Il percorso disegnato un tantino diverso da quello al quale il totem era abituato. Niente privilegi, trattamento standard: Francesco deve sopportare e aiutare l'allenatore - ringhia Sabatini -. Magari pu trarre vantaggio giocando solamente 20 partite. Non pu far passare il messaggio del calciatore che brucia gli allenatori, con il timore che chi tocca il filo muore. Se non rivoluzione.

Tremano le mura di Trigoria, sebbene le stoccate siano intervallate dai complimenti: Francesco un giocatore e una persona straordinaria, un sottotitolo difficile da visualizzare, perch in primo piano c' la rappresentazione di un gladiatore al quale ora si chiede di rientrare nei ranghi del progetto. L'eco giunge a Daniele De Rossi. Che si schiera: Basta attacchi a Totti - urla il centrocampista impegnato con l'Italia -. Lui una fortuna per la Roma, il pi grande giocatore dietro Baggio. Ci si gi divisi in fazioni, ognuno per il suo tornaconto. Altra patata bollente. Altra benzina: Firmare in bianco? Niente affatto - dice De Rossi a proposito del suo rinnovo di contratto-. Loro vogliono risparmiare su tutto, io guadagnare di pi.

UN POSTO GARANTITO PER LINAUGURAZIONE DEL NOSTRO STADIO Acquista ora uno degli ultimi eccezionali posti dello Juventus Premium Club
Contattaci ora: www.juventuspremiumclub.com

NA LV

SABATO 3 SETTEMBRE 2011 LA STAMPA 46

NA LV

LA STAMPA
SABATO 3 SETTEMBRE 2011

Sport 47

Toro, quei fischi a casa: LOlimpico un boomerang


Lallarme di Ebagua. Cairo: Il pubblico deve assimilare il gioco di Ventura
in attacco e nuovamente sibili di disaccordo dopo l'1-1 finale. La terza stagione consecutiva in serie B evidentemente non d il tempo di aspettare i frutti di un gioco che deve essere affiGIANLUCA ODDENINO nato. L'Olimpico dovrebbe essere un' TORINO arma a nostro favore - riflette amaramente Giulio Ebagua - e invece gi alla prima partita, in Coppa Italia con il ambiano gli allenatori, pas- Lumezzane, ci hanno fischiati. Giocasano i giocatori e si alterna- re cos non facile, ma sappiamo che no gli obiettivi, ma c' un dobbiamo conquistare noi i tifosi. aspetto che non varia mai La prova d'appello per il Torino nel Toro di Cairo: il com- dietro l'angolo, visto che per uno plesso dell'Olimpico. Un mix di pres- strano scherzo del computer domenisioni, risultati negativi e tensioni che ca sera nell'ex Comunale verr ospiincide sul rendimentato il Varese. Via to della squadra grail dente, via il dolonata, al punto di re sussurrano dalaver trasformato il lo spogliatoio granafattore campo come ta dopo il duro imun vantaggio per chi patto con il Cittadelviene a giocate sotto la. E proprio contro la Mole. Un paradosi biancorossi di Benso, considerando ny Carbone pu iniche il Torino vanta il ziare l'operazione pubblico pi numeMercoled allOlimpico, nel Olimpico. L'anno roso tra i cadetti, e posticipo del 2 turno: 9.120 scorso mister Sanl'ennesima dimopaganti e 7.627 abbonati nino - svela l'ex atstrazione della sintaccante varesino drome casalinga si avuta mercoled ci disse di portare il pubblico di Torisera contro il Cittadella: quasi 17 mila no dalla nostra: sapeva che con un spettatori (un dato da serie A) che Toro in difficolt, la gente avrebbe fihanno mandato in tilt la squadra di schiato i granata. Adesso dobbiamo Ventura tra fischi sonori a ogni retro- evitare l'effetto boomerang perch i passaggio, contestazioni per gli errori tifosi possono darci una grossa mano

In breve
Moto: prove a Misano

Lorenzo domina
I

Jorge Lorenzo domina le libere di Motogp del Gp di San Marino a Misano Adriatico. Dietro allo spagnolo (Yamaha) le Honda di Stoner, Pedrosa e Simoncelli, 6 Dovizioso, 11 Rossi e 16 Capirossi. Oggi le qualifiche (ore 14, Italia 1).

Rugby: i Mondiali
I

Mallett attacca
La nazionale di rugby in Nuova Zelanda, dove l11 settembre esordir nei Mondiali con lAustralia. Duro il ct Mallett: Ho avuto fortuna a non rovinarmi la reputazione allenando lItalia, un lavoro che comporta sfide incredibili. Neanche Fiji, Samoa e Giappone hanno n. 10 scarsi come i nostri.

Retroscena

Osarimen Ebagua, 25 anni: domani ritrova il Varese con cui ha segnato 24 gol in 55 partite

Un mese di stop Si ferma Oduamadi C lo sponsor: a tempo


I

16.747
Spettatori con il Cittadella

Nuova tegola sugli esterni del Toro. Con Pagano ai box dall'inizio del ritiro, Surraco a letto con la varicella e Stevanovic non ancora al 100%, si deve fermare per un mese Oduamadi. Il nigeriano del Milan ha riportato una lesione dell'inserzione tendinea dell'adduttore lungo con miofascite elongativa dell'adduttore medio: salter almeno quattro partite. Quelle in cui il Toro sfogger un main sponsor a gettone: a partire da domani sera contro il Varese, infatti, sulla maglia granata ci sar il logo della Royal Caribbean (navi da crociera). Intanto Vicenza-Torino cambia data: per motivi di ordine pubblico (manifestazioni in Veneto), si giocher luned 12 settembre alle 20,45 e non pi nel pomeriggio di sabato 10. Stasera lanticipo della terza giornata Grosseto-Reggina (Sky sport 1 ore 20,45). [G. ODD.]

se avranno la pazienza di non fischiarci subito. Una richiesta rilanciata anche da Urbano Cairo. Credo che il pubblico non abbia ancora assimilato pienamente il gioco di Ventura - commenta il presidente -, ma bisogna dare tempo ed essere fiduciosi. Io lo sono. L'obiettivo invertire la tendenza in uno stadio che ora tutto del Toro (oltre allo spostamento della sede sociale, Cairo al lavoro per granatizzarlo), vanta una crescita degli abbonati (7.627 finora, +40% rispetto a un anno fa ma la campagna ancora in corso) e deve essere il fortino di Ventura per conquistare la promozione. Non a caso nella scorsa stagione il Toro collezion in casa 6 sconfitte, mentre Siena e Atalanta hanno perso solo due volte davanti al pubblico amico e il retrocesso Frosinone ha toccato quota 7. Vero che negli ultimi anni l'Olimpico sempre stato terra di conquista, sia in B (5 ko nel 2009-10) che in A (record nel 2006-07: salvi con 9 sconfitte interne), ma cambiare si pu. Se vogliamo, possiamo, dice sempre Ventura. Basta ascoltarlo.

Canottaggio: azzurri ok
I

Un oro e due argenti


Mondiali di canottaggio a Bled: oro per il due con azzurro (Capelli, Frattini, timoniere Fanchi); nei pesi leggeri argento per il 4 senza (Danesin, Caianiello, Miani e Goretti) e per Ruta nel singolo.

Ciclismo: Vuelta
I

Albasini allo sprint


Lo svizzero Albasini (HTC) ha vinto allo sprint la 13 tappa. Il britannico Wiggins (Sky) resta sempre il leader della classifica.

Rally del Friuli


I

Rossetti (Abarth) 1
Dopo la 1 tappa del rally del Friuli l'Abarth Grande Punto S2000 di Rossetti precede le Peugeot di Andreucci e Perico. Oggi la conclusione.

www.lamborghini.it

Ph Mattia Candiotti

48 Sport

LA STAMPA
SABATO 3 SETTEMBRE 2011

EUROPEI DI BASKET: CON LA LETTONIA PRIMO SUCCESSO DEGLI AZZURRI. IL FUORICLASSE SEGNA 36 PUNTI

Bargnani record, ma per lItalia dura


FRANCESCO CAROTTI SIAULIAI (LITUANIA)

Serviva rialzare la testa. Come, era secondario. E gli azzurri hanno portato a casa il primo successo di questo Europeo contro la Lettonia, squadra modesta ma ben organizzata, al termine di una partita passata per gran parte a soffrire. Illuminata per tutto l'arco della sfida dalla presenza in area di Andrea Bargnani, autore di una prestazione clamorosa. Il Mago stato cercato e trovato, ha saputo sfruttare la sua stazza fisica mettendo in difficolt i lettoni. Alla fine ha chiuso con 36 punti, record assoluto in un Europeo, superando i 33 segnati a Zagabria '89 da Riva. Sono pi contento per la vittoria, frustrante aver perso le prime due, dir il Andrea.

Domani la Francia, che umilia la Germania


I

Italia
(18-21,13-12, 24-20,16-9)

71 62
Lettonia Meiers 5 (1/4), Bertans Dai. 8 (3/5, 0/2), Freimanis 4 (2/3, 0/1), Blums 4 (0/4, 1/6), Jeromanovs (0/1 da tre), Kuksiks 19 (3/7, 4/8), Mejeris (0/2 da tre), Bertans Dav. 5 (0/1, 1/2), Strelnieks 2 (1/5, 0/3), Berzins 5 (1/1, 0/1), Selakovs 10 (5/9).N. e. Jurevicus.
ALL. Bagatskis

Girone A. Spagna-Gran Bretagna 86-69; Portogallo-Polonia 73-81; Turchia-Lituania 68-75. Classifica: Spagna e Lituania 6, Turchia 4, Polonia 2, Portogallo e Gran Bretagna 0. Domani: Gran Bretagna-Portogallo; Polonia-Turchia; Lituania-Spagna. Girone B. Serbia-Israele 89-80; Lettonia-Italia 62-71; FranciaGermania 76-65. Classifica: Serbia e Francia 6; Germania 4; Italia 2; Lettonia e Israele 0. Doma-

ni: Israele-Lettonia; Italia-Francia (Ore 17,45 Rai sport 1); Germania-Serbia. Girone C. Classifica: Grecia 4; Croazia, Bosnia e Montenegro 2; Finlandia 0. Oggi: FinlandiaBosnia; Grecia-Macedonia; Croazia-Montenegro. Girone D. Classifica: Russia e Slovenia 4; Georgia e Bulgaria 2; Ucraina e Belgio 0. Oggi: Ucraina-Bulgaria; Slovenia-Georgia; Russia-Belgio.

Lettonia
Italia Maestranzi (0/1 da tre), Carraretto 2 (1/2), Mancinelli 8 (3/8, 0/1), Bargnani 36 (9/21, 2/4), Gallinari7(1/6,0/3),Mordente 3 (1/1 da tre), Cinciarini, Belinelli 11 (1/4, 1/8), Cusin, Datome 2 (1/1, 0/1), Hackett 2 (1/3). N. e. Renzi.
ALL. Pianigiani

Andrea Bargnani, 25 anni, a canestro contro la Lettonia

Un successo che ridona agli azzurri un po' di ossigeno per continuare questa avventura europea, che resta appesa ad un filo. Bene ha fatto l'Italia soprattutto in difesa, ha giocato una gara di sacrificio pur commettendo errori e lasciando per qua-

si tre quarti alla Lettonia il pallino del gioco. Poi in avvio di quarto periodo due triple, una di Mordente e laltra del Mago, danno all'Italia il massimo vantaggio (53-61 al 31'). Gli azzurri stavolta non si fanno prendere dall'ansia e chiudono 71-62. I

problemi, certo, restano. L'attacco continua ad essere spuntato: Bargnani a parte, Gallinari e Bellinelli sono ancora imprecisi e le percentuali sono di nuovo sotto il par (21/64 dal campo, il 33%). Coach Pianigiani comunque si dice soddisfatto, perch

ha visto una gara consistente, pur ammettendo che dobbiamo fare di pi al tiro. L'augurio allora che qualche canestro in pi basti domani a battere la Francia, che nel frattempo ha rullato la Germania. Ora pi difficile, ma tentar non nuoce.

ARBITRI: Cristodoulou(Grecia), Ciulin(Roma-

nia),Makhlin (Russia).
USCITI 5 FALLI: Bargnani (Ita)

NOTE - ITALIA: T2 17/45; T3 4/19, TL 25/28; Rimbalzi 33 (Bargnani 7); Assist 8. LETTONIA: T216/39;T36/26, TL12/21;Rimbalzi 34;Assist13

Personaggio
GIULIA ZONCA INVIATA A DAEGU

Quarto mondiale
Antonietta Di Martino, 33 anni, ha vinto un argento nelledizione del 2007

Oggi (ore 12) il salto in alto sceglie la sua regina La Di Martino insegue la prima medaglia azzurra
I

na falsa partenza non basta a cambiare Bolt e ormai dovrebbe essere chiaro. La semifinale dei 200 metri non stata una qualificazione, ma una risposta a chi credeva che luomo pi veloce del mondo avrebbe messo la testa a posto. No 1 baby, la dichiarazione met scandita e met mimata la sua ultima parola. Lerrore ai blocchi dei 100 metri lascia unimpercettibile traccia nel tempo di reazione del giamaicano, il pi alto dei finalisti, ma stiamo parlando della sua gara preferita, quella in cui ha cominciato, 200 metri che sa gestire alla perfezione tanto che in realt non ha bisogno di correrli nei turni. In batteria guarda solo leffetto che fa, in semifinale parte lento, inserisce le migliori falcate solo in curva. Poi gioca. Controlla in modo plateale se da

Antonietta lindistruttibile contro le stangone. La finale dellalto (ore 12) la pi grossa speranza azzurra di salire sul podio ma riduttivo per Antonietta Di Martino essere considerata una scialuppa di salvataggio. al quarto Mondiale, ha vinto un argento nel 2007, ha la seconda misura dellanno (2

metri) e questa soprattutto la sua gara. Se la vede con Chicherova, russa che ha raggiunto i 2,07 questanno, e Blanka Vlasic, campionessa in carica. Di Martino alta dai 10 ai 15 cm meno delle altre, ha resistito a ogni infortunio e sa cosa vuol dire insistere. Si giocher il podio fino allultimo salto.

Bolt, lo show gi ricominciato


Mondiali di atletica: in finale nei 200 con il secondo tempo e il solito teatrino I miei tifosi vogliono che li faccia divertire. Tranquilli, sono imbattibile
4x400, Sudafrica 2 Pistorius sul podio anche se da riserva
I

DOPO LO CHOC NEI 100

Il suo tempo di reazione ai blocchi il pi lento La delusione passata


dietro arriva qualcuno, rallenta, frena e supera il traguardo per inerzia: Aspettatevi sempre il meglio da me. Si prende la colpa della squalifica: Non posso accusare nessun altro, forse il mio compagno Blake si mosso, ma anche se fosse tocca a me stare concentrato sullo start. Mi sento ancora il migliore, purtroppo non mi sono dato la possibilit di dimostrarlo. Ora ci sono i 200 e per perderli dovrei essere davvero fuori forma. In effetti non sembra che qualcuno possa infastidirlo. Anche stavolta c un giovane giamaicano ansioso di trovare spazio, Nickel Ashmeade e un paio di sprinter notevoli come Christophe Lemaitre, a caccia di una medaglia, e Walter Dix chiassoso argento dei 100 che giura: Bolt battibile. Forse il solo a pensarlo. Per Usain gli avversari sono una variabile, un po come il vento, la temperatura, sec-

Peso M: 1. Storl (Ger) 21,78; 2. Armstrong (Can) 21,64; 3. Mikhenevich (Blr) 21,64. Giavellotto F: 1. Abakumova (Rus) 71,99; 2. Spotakova (Cze) 71,58; 3. Viljoen (Rsa) 68,68. Lungo M: 1. Phillips (Usa) 8,45; 2. Watt (Aus) 8,33; 3. Makusha (Zim) 8,29. 5000 F: 1. Cheruiyot (Ken) 1455"36; 2. Kibet (Ken) 1456"21; 3. Defar (Eth) 1456"94. 200 F: 1. Campbell (Jam) 22"22; 2. Jeter (Usa) 22"37; 3. Felix (Usa) 22"42. 4x400 M: 1. Usa 259"31; 2. Sudafrica 259"87; 3. Giamaica 300"10. Oggi. Ore 12: alto F (Di Martino); 12,10: giavellotto M; 13,15: 1500 M; 13,40: 4x400 F; 14: 100 hs; 14,20: 200 M. Domani. Ore 2: maratona M (Pertile). Pistorius, escluso dalla finale 4x400, sul podio (argento) col Sudafrica in virt della batteria. Usain Bolt squalificato nei 100 metri per falsa partenza

cature di questa portata: esiste lui, la velocit e la complicit con il pubblico. Rispetta le regole, sapevo come funzionava, sbaglio mio non della norma. Per qualche minuto ogni genere di pensiero passato per la mia testa, ma dopo un paio dore stavo di nuovo ridendo. C altro che lo innervosisce, le conseguenze, la morale, quel monte di consigli e giudizi che avevano pi o meno la stessa tesi: ha sbagliato perch non era concentrato. Si sente superiore e si distrae con la scenografia. La prima reazione arrivata via twitter: Quelli che odiano possono continua-

LA TENNISTA ITALIANA ELIMINA LA SHARAPOVA AGLI US OPEN

Pennetta: Una delle mie pi belle vittorie


I

una delle pi belle vittoria della mia carriera. Flavia Pennetta lha urlato ai microfoni dellintervistatore dellArthur Ashe Stadium subito dopo aver battuto 6-3, 3-6, 6-4 Maria Sharapova al terzo turno degli US Open. stato un grandissimo incontro - ha detto la tennista italiana - entrambe abbiamo giocato bene, anche se Maria ha commesso molti errori (60 contro 35 dellazzurra, ndr), ma lei lo fa sempre, il suo tennis perch spinge su ogni colpo. Questa vittoria mi d morale. Prossima avversaria la cinese Shuai Peng. Alcuni risultati del tabellone maschile: Djokovic-Berloq 6-0, 6-0, 6-2; Davydenko-Starace 6-2, 6-4, 7-5; Dolgopolov-Cipolla 6-0, 7-5, 2-6, 5-7, 6-4.

re a odiare, non avranno altra soddisfazione, e il seguito si visto sulla pista di Daegu. Solito show, fulmini e baci e c dellaltro. Bolt non spettacolo fine a se stesso, perfettamente consapevole che la gente si muove per lui, sa di essere il centro, di rendere importanti le persone che gli stanno intorno e non trascura nulla. Lapplauso pi grosso se lo preso quando ha trotterellato allindietro per salutare il volontario incaricato di portargli i vestiti. Lo ha visto sfilare via, lo ha raggiunto e congedato con un gesto pugno contro pugno. E una volta archiviata la pratica qualificazione (con un comodo 20"31, secondo miglior cronometro dietro il 20"17 di Lemaitre) corso a lanciare le scarpe argentate fino al secondo anello. Il delirio. Chiedete a Jeoung-Mi-Lee, uno delle due fortunate ragazze che si sono ritrovate in mano il souvenir firmato Bolt, che cosa latletica. Il tema si risolve con un solo nome, Usain, pi qualche urlo e strillo e non difficile capire che questo mondo di groupie, pronte a sgomitare per avere un autografo sulla carta di Hello Kitty, infastidisce parecchio i puristi del settore. Se ne faranno una ragione: La gente non viene allo stadio solo per vedermi correre veloce. C bisogno di risultati e di personaggi. So bene che c un limite allo show per i miei tifosi vogliono che li faccia divertire. Tranquilli, nei 200 nessuno mi pu battere. Era cos anche nei 100 metri e si messo fuori gioco da solo. Lo ha ammesso. Non uno sbruffone un campione, sa che al prossimo spettacolo serve anche il tempo.

NA LV

LA STAMPA
SABATO 3 SETTEMBRE 2011

Torino Nord-Ovest 49

La storia
ANTONELLA MARIOTTI TORINO

na commissione trasporti particolare quella di ieri mattina a palazzo Cisterna. La Provincia di Torino, nello specifico il presidente della Commissione trasporti Roberto Cermignani (Idv), ha invitato Giuseppe Arena, fondatore di Arenaways fallita nellestate. Tra le file di consiglieri provinciali anche giornali, radio e tv. Allordine del giorno le possibili iniziative per far proseguire il servizio dei treni arancioni. Lassessore regionale ai trasporti, Barbara Bonino (Pdl), molto parte in causa nella vicenda e seppur invitata non si presentata mandando una lettera dove - in sostanza si legge che lesistenza di norme specifiche che limitano

I compratori ci sono Arena pensa a treni arancioni per il Sud


Saitta: tutti parlano di concorrenza e nessuno fa nulla
La vicenda Dalle speranze alla chiusura

Nord-Ovest in breve
Novara

Appello a fermare il palio degli asini Borgomanero non merita questa crudelt
I

Fermate il palio e combattete labitudine di mangiare il tapulone: lappello stato lanciato da Bolzano Novarese, paese sulle rive del Lago dOrta, a due giorni dalla manifestazione che ogni anno richiama a Borgomanero migliaia di persone per assistere alla sfida dei ronzini da corsa. Mattia Aureliano Mora, ingegnere, e la compagna Carolina, hanno scritto una lettera aperta: Gli asini - si legge nel documento - sono parte integrante della cultura e della storia italiana.

Vercelli

Asti

Minaccia i vicini armato di coltello


I

Ragazza ferita in un duello rusticano


I

Il fallimento
28 luglio
I

IL FONDATORE

Esiste una cordata pronta ad acquistare la mia azienda


lesercizio di concorrenti a Trenitalia impedisce gli interventi pur essendo la Regione favorevole al servizio. I consiglieri Pdl hanno difeso il loro assessore dellaltra amministrazione, pur riconoscendo che lassenza forse era inopportuna ma come Pdl - ha detto Claudio Bonansea - dai primi di agosto ci siamo occupati di Arenaways. Mentre questa amministrazione non ha ancora preso una posizione in merito. Il riferimento era allassessore ai Trasporti provinciale, Piergiorgio Bertone, presente ieri ma che non mai intervenuto. Arena ha

I soci finanziatori votano e decidono di portare i libri in Tribunale: viene ufficialmente dichiarato il fallimento della linea di treni privati Arenaways.

Camminava confuso, di notte, nelle vie di Salasco, piccolo paese del Vercellese, con in mano un coltellaccio da cucina. Visibilmente ubriaco, minacciava i compaesani, non solo verbalmente, sfogandosi in particolare con un vicino marocchino. Allarrivo dei carabinieri, lancia il coltello contro i militari, senza colpirli. Il 44enne, con precedenti, nato a Torino ma residente nel Vercellese stato arrestato.

La lite tra due albanesi sarebbe cominciata in un alloggio di corso Cavallotti. I due sono poi usciti, ma la discussione proseguita in strada. Alcuni abitanti hanno sentito grida e una voce di donna che chiedeva aiuto. In ospedale arrivata una ragazza di 20 anni: aveva un taglio profondo tra coscia e gluteo, causato da una coltellata di striscio. I carabinieri hanno sentito la giovane, poi sono risaliti ai due albanesi. Sembra che la ragazza abbia cercato di fare da paciere. to ad attraversare in fretta i binari, senza servirsi del sottopassaggio. Non si sarebbe accorta che, in quellistante, sullaltro binario stava arrivando un treno diretto a Torino, che non doveva fare la fermata allo scalo di Racconigi. Impossibile per il convoglio evitare limpatto. Per la romena non c stato nulla da fare, malgrado i soccorsi del 118. Sulla linea Torino-Fossano traffico bloccato fino a notte.

Cuneo

I turisti
10 agosto
I

Muore travolta dal treno in Stazione


I

La linea del mare


Lultima tratta inaugurata da Arenaways stata la Torino-Livorno con numerose fermate nelle Cinque Terre

Il curatore fallimentare riesce a far partire lesercizio provvisorio il 10 agosto per poter consentire larrivo dei turisti con auto al seguito che avevano gi pagato il biglietto da Germania e Olanda.

Una donna romena di 53 anni stata travolta da un treno, ieri sera, alla stazione ferroviaria di Racconigi, la citt in cui abitava con il compagno. Secondo la prima ricostruzione, sembra che la donna (collaboratrice domestica) sia scesa da un convoglio e abbia prova-

Le scadenze
31 dicembre
I

Alessandria

poi finalmente annunciato che esiste la cordata di imprenditori che potrebbe ricomprare lazienda, e a giudicare dallumore dellex ad sembra che la situazione sia veramente in via di soluzio-

ne. Tutto si potrebbe risolvere entro qualche settimana. Poi i progetti di Arena: se tutto funzioner, saranno oltre che nuovi treni sulla Torino-Milano, nuove linee per il Sud.
m

Entro fine anno la cordata potr ricomprare lazienda. Arena, ieri in Provincia, si detto ottimista sul futuro della sua azienda.

Tortona d laddio al suo presidente


I

Specchio dei tempi


m

Carlo Boggio Sola, presidente della Fondazione Cassa di risparmio di Tortona, morto ieri mattina nella sua abitazione, stroncato da un attacco di cuore. Aveva 80 anni. Un tortonese doc, che tanto ha fatto per la sua citt collaborando con le amministrazioni comunali di ogni colore con il solo obiettivo del bene comune.

Verbania

Timbro sbagliato, malato rimandato a casa - Multa pi cara se la ritira un convivente - L abbonamento al parcheggio si fa sospirare L Enel tarda: non ha operai - Pi controlli a Caselle - Senza ombra
m

Progetto da 40 milioni di euro per rilanciare lo sci a Varzo


I

Un lettore scrive:
I

Da giovane credevo che la burocrazia imperversasse solo in caserma, ma poi crescendo e lavorando come medico di famiglia mi sono reso conto che esisteva molto pi buon senso nelle furerie delle nostre vecchie caserme della naia di leva che nella vita civile ed in particolare nella sanit dove troppo spesso la burocrazia ha la precedenza rispetto alle esigenze dellammalato. Osservare e sopportare assieme ai nostri assistiti queste situazioni fa parte della quotidianit del nostro lavoro considerando ormai la burocrazia un aspetto deteriore ma purtroppo imprescindibile del nostro tempo, ma quando pochi giorni fa una mia paziente molto anziana che aveva fatto pi di unora di viaggio per eseguire un esame importante, presso un noto centro medico, stata rimandata indietro perch sulla ricetta, per un errore formale, un codice di esenzione per reddito era stato messo sulla destra anzich sulla sinistra, cosa che non cambiava nulla nella sostanza, ma per limpiegato che le ha negato lesame, tutto nella forma, non ho potuto fare a meno di denunciare lepiso-

dio. Sperando che qualcuno nella sua quotidianit non riscopra un po di quel vecchio buon senso che la burocrazia dei giorni nostri ci ha fatto dimenticare.
LUCA SERRA

Un lettore scrive:
I

Mi appena stata notificata una multa per una violazione stradale; ho cos scoperto che oltre allimporto della multa occorre aggiungere euro 3,30 se allatto della consegna lintestatario non in casa e la notifica ricevuta da un convivente oppure euro 3,90 se la notifica, in caso di assenza magari perch uno lavora, viene ritirata in Posta (i vigili di Sorrento mi dicono che deriva da una sentenza della Cassazione). Mi domando il senso di questo balzello; inoltre, per capire se si paga il giusto, i vigili che ricevono la ricevuta di ritorno devono controllare la firma (e dati gli sgorbi che di solito si stendono sui documenti dei postini ci vuole un grafologo per stabilire se la firma vera o contraffatta). Auguri Italia!.
ALESSANDRO FALCHERO

eccessivamente burocratizzato. Non si capisce il motivo per cui non si possa fare online e come mai la consegna del tagliando non avvenga contestualmente al pagamento. Bisogna attendere 5 giorni lavorativi prima di poterlo ritirare. E vero che lo spediscono a casa per posta, ma un paio di anni fa non mi era arrivato, preferisco non rischiare nuovamente.
SEGUE LA FIRMA

sto allinterno del parcheggio p10, la nostra societ dispiaciuta dellaccaduto e comunica che, per quanto di propria competenza, provveder ad intensificare i controlli al fine di scongiurare il ripetersi di tali fenomeni.
SEGUE LA FIRMA

Via libera a un progetto da 40 milioni di euro per rilanciare la stazione sciistica di Ciamporino, in valle Divedro, dopo il rinnovo per altri 99 anni della concessione dei terreni dove sorgono le piste da parte del Comune di Varzo. La societ San Domenico Ski intende garantire impianti nuovi e pi veloci. Il progetto prevede un diverso tracciato per la pista che scende a San Domenico, una nuova seggiovia quadriposto dal Rifugio 2000 al Dosso e il riposizionamento dellimpianto Sella.

Savona

Imperia

Vigili accusati di far poche multe


I

Ventimiglia, il sindaco vuole la Zona franca


I

Il presidente della Circoscrizione 4 scrive:


I

Un lettore scrive:
I

Ecco come Enel Energia tratta i clienti. Il 15 giugno ho fatto richiesta per avere una potenza di 40 kW, tensione 380 Volt 3FN, per aprire un negozio, dove comunque cera gi lenergia elettrica. Subito ho dovuto pagare diverse migliaia di euro, senza per ricevere la richiesta dei documenti da allegare, cosa che poi ho fatto per interposta persona. Oggi sto ancora aspettando lallacciamento perch lEnel non ha squadre disponibili! Cos il tempo passa, io non lavoro, sono sulle spese e in pi corro il rischio di pagare penali al fornitore delle macchine.
SEGUE LA FIRMA

In risposta alla segnalazione del lettore G. Valente su piazza Paravia pubblicata su Specchio dei tempi il 25 agosto ci dichiariamo disponibili a valutare una soluzione con i cittadini che frequentano larea, che possa soddisfare meglio le loro esigenze, soprattutto in questi giorni di caldo afoso. Va, infatti, considerato che la presenza di un parcheggio sotterraneo al di sotto della piazza non consente la piantumazione di altri alberi e che lo spostamento delle panchine in prossimit degli alberelli gi presenti, viste le ancor piccole dimensioni degli stessi, non potrebbe al momento garantire molta ombra.
SEGUE LA FIRMA

I sindacati del Comune di Savona prendono le difese dei vigili urbani accusati dalla giunta del sindaco Federico Berruti, di fare poche multe. Secondo la Rsu, lamministrazione comunale dovrebbe rendersi conto di aver attribuito alla polizia municipale troppi compiti senza il necessario incremento di personale. Il caso era stato sollevato durante lultima riunione della giunta.

Nelle more del Governo, che aveva firmato con grandi cerimonie listituzione delle Zone franche urbane, salvo poi fermarsi senza erogare i fondi necessari per farle decollare e senza emanare i decreti fondamentali, Ventimiglia non si vuole fermare. Il sindaco Gaetano Scullino annuncia che ha in mente una Zfu comunale per incrementare loccupazione: unarea in cui il commercio e lartigianato potranno rinascere.

Biella

Aosta

Motonautica show sulle acque del lago


I

Chiusura definitiva per le miniere di Cogne


I

Un lettore scrive:
I

Il meccanismo di rinnovo del permesso di sosta Gtt per i residenti nelle zone blu

La direzione Sagat scrive:


I

In riferimento allepisodio verificatosi luned 22 ago-

specchiotempi@lastampa.it via Marenco 32, 10126 Torino Forum sulle lettere su www.lastampa.it/specchiotempi

I bolidi della motonautica tornano a sfrecciare sulle acque del lago di Viverone, con il lasciapassare dei tecnici e degli esperti ambientali. Oggi e domani si sfideranno 47 equipaggi di 14 nazioni a sfidarsi in due campionati europei, in un campionato italiano e in un importante campionato mondiale. Una tappa, quella di Viverone, decisiva per lassegnazione dei titoli della stagione 2011.

Si chiude in maniera definitiva la storia delle miniere di Cogne. Lattivit estrattiva di magnetite sospesa dal 1979, ma i siti di Colonna, Costa del Pino e Liconi hanno continuato a essere considerati cave, con le relative manutenzioni mai interrotte. Ora si volta pagina: Fintecna Spa ha rinunciato alla concessione e la Regione ieri ha avviato le procedure di bonifica. Lobiettivo trasformare il sito in museo.

NA LV

50 Torino Nord-Ovest Servizi Nuove strutture per ospitare i giovani

LA STAMPA
SABATO 3 SETTEMBRE 2011

POLITICA

Trasporti Di sera il metr chiuder pi tardi

Il Politecnico ci porter nuove imprese


Fassino: la citt cresce a misura di studenti

Intervista

,,
ANDREA ROSSI

ra si tratta di fare il salto. Il salto, per dirla con le parole di Piero Fassino, trasformare una citt che si scoperta meta gradita agli studenti universitari dItalia e non solo in un campus. Questione di vocazione. Ricerca, sapere, innovazione devono diventare un tratto dellidentit di Torino. La base da cui partire, sostiene il sindaco, c: il boom di iscrizioni negli atenei.

a Torino, intende intensificare le proprie attivit di ricerca. E altre imprese hanno manifestato analoghe intenzioni. Stiamo lavorando per trovare loro gli spazi adatti. Insomma, c un capitale di ricerca, innovazione, tecnologia, che non si ferma al Politecnico. Anche lUniversit degli Studi un ateneo di eccellenza. E poi c la scuola di applicazione darma, il polo dellOnu, lIstituto europeo di formazione, lIsi, il Csi. Per restituiscono la dimensione di una citt del sapere e ci mettono nelle condizioni di investire per fare di Torino una metropoli universitaria, che non significa solo avere tanti studenti, ma organizzare la citt intorno ai poli del sapere, ai loro ritmi ed esigenze. Siamo nelle condizioni di compiere il salto. Innanzitutto completando la riorganizzazione dei poli universitari gi in corso: Italgas, Manifattura Tabacchi, Aldo Moro, Citt della Salute, Grugliasco, Cittadella politecnica. A quel punto la citt sar un grande campus. Lavorare per attrarre universit straniere, cos da incrementare qualit e respiro internazionale. Sono in corso contatti con alcuni atenei americani. Li costruiremo: nuovi complessi e social housing per studenti, contando che in questa citt ci sono 140 mila persone che vivono sole e magari hanno lo spazio -e forse anche la necessit - di avere uno studente in casa. Per questo, con i due atenei, metteremo in piedi
Serviranno residenze e posti letto che oggi mancano. Poi? Con quali azioni? Spesso procedono ciascuno per la propria strada.

La vocazione universitaria deve diventare un tratto distintivo dellidentit di Torino


Piero Fassino
sindaco di Torino

Preiscrizioni boom
In attesa dei test dammissione, sono quasi 6 mila pre immatricolati ad Ingegneria, pi 38% rispetto allo scorso anno accademico, 1700 ad Architettura, aumentati del 14%

Sulla Stampa

ted a domenica. E riorganizzeremo le linee di superficie.


Uno dei limiti del sistema Torino negli anni scorsi stato il rapporto competitivo tra Universit e Politecnico.

minato alla guida del Cnr.


Come tradurli in valore ag-

Racconta una citt che, nei giunto per la citt? fatti, ha una vocazione conso- Lo sono gi. Il Politecnico, prolidata nellalta formazione. I prio perch considerato ai verdati sulle iscrizioni ai test tici, funge da calamita per atdingresso allUniversit so- trarre imprese, che sempre pi no confortanti. Quelli delle guardano a Torino come sede immatricolaper insediare le zioni al PolitecGLI ULTIMI CASI proprie attivit nico sono di Telecom e Nuance di ricerca e innostraordinario vazione, e spesso svilupperanno qui cercano di farlo valore: pi 20 la loro ricerca nei dintorni e alper cento di stranieri; oltre linterno dellateun giovane su tre provenien- neo. Lultimo caso di ieri. te da unaltra regione italiaVale a dire? na. la conferma di quanto il Dopo lincontro in Comune, Politecnico sia uneccellen- lamministratore delegato di za, fatto confermato da due Nuance (la multinazionale che eventi recenti: nella riparti- ha appena acquistato Loquenzione dei fondi ministeriali do, ndr) stato al Politecnico lateneo che ha ricevuto il per capire quali rapporti di cocontributo premiale pi alto; operazione stabilire. La stessa il rettore Profumo stato no- Telecom, i cui vertici erano ieri

Che immagine restituisce?

Ieri sulla Stampa i dati delle immatricolazioni al Politecnico: quasi 6 mila a Ingegneria, pi 38% rispetto allo scorso anno accademico, 1700 ad Architettura, aumentati del 14%. Una crescita complessiva di aspiranti matricole del 26%, la pi alta di sempre.
ria. Pu fare un esempio?

Lo si dovr superare. Per fare una metropoli universitaria occorre dotarsi di strumenti: presto firmeremo Accordi di programma con gli atenei per definire tutto ci di cui c bisogno. E attiveremo un tavolo del sapere e della conoscenza che si riunir periodicamente e a cui parteciperanno tutti i responsabili degli enti. Sar decisivo per attrarre investimenti nel campo della ricerca e della cooperazione, e compiere le scelte di fondo. Citt della Salute: se sar concepita come la riorganizzazione del sistema ospedaliero torinese non avr valore aggiunto; ma se diventer un punto deccellenza sapr essere attrattiva per i grandi centri di ricerca farmaceutica e nelle biotecnologie.
Un esempio?

unagenzia di mediazione che aiuti chi ha un appartamento o una stanza da affittare a entrare in contatto con i giovani.
Prima parlava di ritmi ed esigenze di una citt universita-

I trasporti. Con Gtt abbiamo deciso dalle prossime settimane di estendere oltre la mezzanotte lorario di funzionamento della metropolitana da mar-

NA

LA STAMPA
SABATO 3 SETTEMBRE 2011

51

Il tempo
LE PREVISIONI DI OGGI
SITUAZIONE
Prima ondata di maltempo di stampo autunnale al centronord, con forti piogge e temporali domani, accompagnati da un sensibile calo delle temperature. La perturbazione sar preannunciata oggi da estesi passaggi nuvolosi e dai primi temporali nel pomeriggio al nord-ovest. Rimane pi soleggiato e caldo al sud.

Da domani maltempo autunnale al Centro-Nord


Il Sole
CENTRO
Solo in parte soleggiato per frequenti passaggi nuvolosi, con annuvolamenti cumuliformi pi estesi nel pomeriggio sullAppennino associati a qualche rovescio. In Sardegna temporanei piovaschi tra la notte e il mattino, ma rovesci e temporali pi frequenti in serata sul versante occidentale dellisola

IN EUROPA

NORD
Nubi in aumento in mattinata al nord-ovest con rovesci e temporali in trasferimento nel pomeriggio dalle Alpi verso le pianure piemontesi e della Lombardia occidentale; qualche temporale anche in Liguria, specie sul Ponente. Pi soleggiato altrove, ma con passaggi nuvolosi nel pomeriggio e rovesci sulle Alpi.

SUD
Mattinata ovunque soleggiata; nel pomeriggio passaggi nuvolosi su Sicilia occidentale e regioni tirreniche, con annuvolamenti cumuliformi pi estesi sui rilievi associati a qualche isolato rovescio o temporale. Mare mosso su Canale dOtranto e Canale di Sicilia, calmi o poco mossi i restanti mari.

SOLE

NUVOLOSO

POCO NUVOLOSO

COPERTO

VARIABILE

PIOGGIA DEBOLE-MODERATA

PIOGGIA INTENSA

TEMPORALE

NEBBIA

NEVE

VENTO

MARE CALMO

Cede lalta pressione e le perturbazioni Sorge Tramonta Culmina atlantiche portano alle ore alle ore alle ore piogge e temporali 6 e 35 19 e 43 13 e 10 oggi pi intensi su minuti minuti minuti Francia e Alpi PRIMO QUARTO occidentali, in serata La Luna su Benelux e Germania. Forti Si leva Cala rovesci sul sud della alle ore alle ore Norvegia e Irlanda 13 e 4 22 e 40 verso Scozia e 04-set minuti minuti Galles. Instabile tra il Baltico e la Russia; pi soleggiato altrove.
POCO MOSSO MARE MOSSO MARE AGITATO

DOMANI

LA TENDENZA DELLE TEMPERATURE Temperature in calo, pi sensibile al nord-ovest e in Sardegna; ancora massime oltre i 34-35 C allestremo sud e in Sicilia. Aosta 18 25 Torino 20 27 Milano 21 29 Genova 20 29

Le precipitazioni attese oggi

Trento 19 30 Bologna 21 33 Firenze 21 33 Perugia 20 32 Venezia 20 32

Trieste 18 31

Ancona 23 31 LAquila 18 30 Campobasso 20 31 Napoli 22 34 Foggia 22 35 Bari 23 33 Potenza 19 30


DEBOLI MODERATE FORTI MOLTO FORTI

Forti piogge e temporali al nord-ovest, Sardegna e Toscana, dal pomeriggio al nord-est e isolati sul Lazio.

DOPODOMANI

Roma 23 34

Dal pomeriggio rovesci e temporali al nordovest; isolati in Sardegna e lungo la dorsale appenninica.

Vigilanza meteo di oggi e domani

Alghero 24 29

Cagliari 26 31 Palermo 26 34

Catanzaro 22 32 Reggio Calabria


25 34

Catania 25 33

Forti piogge al mattino al nord-est e lungo le regioni centrali tirreniche; parziale miglioramento nel pomeriggio.

NESSUNA

MODERATA

ELEVATA

ESTREMA

Centimetri-LA STAMPA

A cura di www.nimbus.it

Tra oggi pomeriggio e luned mattina forti piogge e temporali al nord e sulle regioni centrali tirreniche.

Ogni tempo buono per generare energia.


www.citizen.it
Tempo e temperature previsti nel mondo e in Europa
CITT MIN C MAX C OGGI

CITT

MIN C MAX C OGGI

Sabato Al mercato

ALGERI ANKARA BAGHDAD BANGKOK BEIRUT BOMBAY BRASILIA BUENOS AIRES CALGARY CARACAS CASABLANCA CHICAGO CITT DEL CAPO CITT DEL MESSICO DAKAR DUBAI FILADELFIA GERUSALEMME HONG KONG IL CAIRO JOHANNESBURG KINSHASA LA MECCA L'AVANA LOS ANGELES MANILA MELBOURNE MIAMI MONTREAL NAIROBI NEW YORK NUOVA DELHI PECHINO SHANGHAI SINGAPORE TOKYO WASHINGTON

18 13 26 26 21 26 13 14 4 26 16 21 10 15 26 32 19 17 25 19 7 21 27 25 17 27 15 24 18 14 17 26 19 21 28 26 21

23 28 39 32 35 28 29 19 17 33 25 22 14 21 30 41 29 31 30 36 22 29 36 31 29 28 20 31 28 23 28 35 27 29 30 30 31

AMSTERDAM ATENE BARCELLONA BELGRADO BERLIN BERNA BRATISLAVA BRUSSELS BUCAREST BUDAPEST COPENHAGEN DUBLIN EDIMBURGO HELSINKI ISTANBUL LISBONA LONDRA LUBIANA MADRID MOSCA OSLO PARIGI PODGORICA PRAGA REYKJAVIK ROMA SARAJEVO S. PIETROBURGO SOFIA STOCCOLMA TALLINN TIRANA VARSAVIA VIENNA VILNIUS ZAGABRIA

15 22 22 17 13 15 17 16 19 17 15 11 13 10 18 17 17 16 14 12 12 18 22 17 10 23 12 11 15 8 9 18 11 17 11 17

26 34 28 29 25 27 29 28 29 28 17 16 17 16 25 22 23 33 28 17 15 28 35 27 12 34 30 15 26 19 18 32 18 28 18 34

Uva, prodotto di stagione in unannata che non delude


CARLO BOGLIOTTI
l prodotto pi in stagione in questo momento luva da tavola. Si produce ovunque e, a differenza di altri tipi di frutta che scontano unannata disastrosa in termini di prezzi, il suo raccolto e il suo mercato si possono dire nella norma, come lanno scorso. I prezzi non saranno eccessivi ma nemmeno troppo bassi. Passiamo a indicarli per ognuna delle variet pi diffuse a livello nazionale, principalmente coltivate in Puglia e in Sicilia. Tra le pi economiche ci sono le bianche Vittoria (con acini grandi, allungati e molto sodi) e Italia, insieme alle scure Cardinale e Black Magic: tutte queste si assestano sui 2-2,5 euro al chilo. Un po pi care, a 3 euro, sono tra le bianche la Regina, dagli acini pi tondi, morbidi e aromatici; tra le scure Mo-

scato dAmburgo (la pi aromatica) e luva Fragola (lunica che si coltivi con successo anche al Nord). Ci si spinge fino a 4 euro al chilo per la Pizzuttella dagli acini piccoli e molto gialli - uneccellenza pugliese - e la Panse, anche lei con acini tendenti al giallo carico e morbidissimi. Ma questa settimana vi sveliamo un retroscena che vi consentir di risparmiare. facile trovare nei mercati uva da tavola in offerta a un euro o poco pi. Non si tratta di prodotti di scarsa qualit rispetto agli altri, ma sono il risultato di una distorsione del mercato indotta dalla grande distribuzione, che una volta tanto ci favorisce, anche se penalizza puntualmente i produttori. Significative quantit di uva bianca Vittoria questanno hanno raspi poco verdi e piuttosto secchi. un difetto dovuto a stress che pu aver

subito la pianta (come poca acqua o caldo eccessivo, oppure una pi lunga attesa nei magazzini), ma puramente estetico e non influisce sulla qualit degli acini. La grande distribuzione per, secondo le sue regole a volte poco comprensibili per un consumatore normale, non ritira mai uva da tavola che non abbia i raspi ben verdi. Dunque questa resta in grandi quantit nei mercati generali, finendo con lessere comperata per uninezia da chi poi la rivende nei nostri mercati rionali, fuori dai supermercati. Ecco allora spiegato il motivo di queste offerte vantaggiose che non sbagliato cogliere al volo, controllando per la qualit degli acini, che devono essere stati colti ben maturi, il pi gialli possibile per luva bianca e molto scuri per le altre variet. Ne guadagneranno in dolcezza.

NA

52+12

LA STAMPA
SABATO 3 SETTEMBRE 2011

VITA DI CAVOUR

A CACCIA
DI SOLDI
GIORGIO DELLARTI

S. Gran segreto. I vari ministri e ambasciatori, pur informati dellincontro di Plombires, non sapevano niente.
E a un certo punto, per, bisogn informarli?

utta la trattativa con Napoleone III sera svolta in gran segreto, no?

Nessuno pi dubitava che sarebbe scoppiata la guerra. Folle di volontari accorrevano dalla Lombardia, dalla Toscana e dagli altri stati italiani. Nel trattato era esclusa la formazione di corpi franchi, e tuttavia come rimandare indietro la gente? Il conte convoc Garibaldi. Discussero la formazione di un corpo di Cacciatori delle Alpi. Il generale accett di comandarlo. Lavevano visto entrare e uscire da casa Cavour e leccitazione aument ancora. Al contrario di quanto era accaduto nel 48, tutti sembravano smaniosi di obbedire. Quelli di Parma raccontarono che, alla partenza, il capo della polizia aveva detto: Avessi dieci anni in meno, partirei anchio. Oh, badate bene di non passar per Piacenza.... Piacenza era piena di austriaci, stavano fortificando in vista della guerra. Il Sala, milanese, and alla visita medica per arruolarsi. Mai avuto il batticuore?. Due volte, una a Milano alla leva austriaca, per paura che mi prendessero. Unaltra adesso, per paura che mi respingiate. Riempivano i caff, si sentivano per tutta la notte le loro voci. Mor del suo male il povero Dandolo, i milanesi trasformarono il funerale in una dimostrazione. La Elisa Alemagna, bella donna, venne a Torino e disse, semplice semplice: Quelle esequie, parevano linizio della rivoluzione. Girandola di frasi, emozioni e commozioni. Si fece una cerimonia per Dandolo anche a Torino, Cavour in prima fila. Ce nerano di due tipi. I soldati italiani che avevano disertato lesercito austriaco e gli entusiasti che venivano ad arruolarsi spontaneamente da tuttItalia. Provenivano spesso dalle migliori famiglie e saccontentavano del grado di soldati, i Lioni si tagliano lirsuto crine per rivestire la semplice assisa del soldato, come scrisse il conte, questo faceva un grande effetto sulle due sponde del Ticino. In base ai trattati i disertori si sarebbero dovuti riconsegnare allAustria, regola che Cavour si guard bene dal rispettare. Poteva anzi innescarsi proprio su questo punto un contenzioso: lAustria vuole che glieli restituiamo, noi rispondiamo di no, arriva un ultimatum... Cera anche la diffidenza di Napoleone per queste
Quanti erano i volontari? Come mai?

Come fu accolta la notizia del trattato nel resto dItalia?

formazioni irregolari... In ogni caso, i disertori furono spediti a Cuneo, dove Garibaldi stava organizzando i Cacciatori delle Alpi. Gli altri vennero inquadrati nellesercito regolare. Ne arrivavano 100 al giorno, e da un certo momento in poi anche 200. Il 25 marzo il totale risultava pari a 19.656 effettivi, 5mila dei quali arruolati nellesercito regolare. Gli austriaci, a met febbraio, avevano rafforzato la II armata e spedito in Italia il II corpo. Cavour aveva allora richiamato le cinque classi dal 1828 al 1832, cio circa 30mila uomini. Il conte era su di giri. Il 4 febbraio aveva facilmente convin-

to la Camera a votare un altro prestito da 50 milioni (lAustria ne aveva a sua volta lanciato uno da 150 milioni, le casse di Vienna erano disastrate quanto quelle di Torino) e adesso i soldi erano stati raccolti. No, a Parigi gli avevano messo condizioni assurde. Quattro banche (Rothschild, Saint-Paul, Crdit Mobilier, Fould), e tutte gli avevano detto di no. Certo, i banchieri erano come sempre pacifisti e sapevano che con quei milioni Cavour voleva fare la guerra. E magari poi la guerra lavrebbe persa. Per anche Walewksi si faceva sentire.
Rothschild?

Mentre il gruppo Cavour-Nigra-Bonaparte marciava verso il conflitto, il gruppo Malmesbury-Walewski-Cowley (lambasciatore inglese a Parigi) lavorava per la pace. Il prestito? Ai banchieri il ministro francese aveva fatto capire: meglio lasciar perdere. Il conte trov poi i 50 milioni grazie alla copertura offerta da banche sarde, toscane e milanesi, fatto questo che confermava la volont della classe dirigente italiana di star dietro a Cavour e allobiettivo dello scontro armato. Il partito della guerra segn un altro punto quando fu messo in circolazione un opuscolo intitolato Napolon III

et lItalie. Era il solito schema dellItalia federata, colorito da slanci utopistici ed esclamazioni romantiche. Politicamente valeva perch tutti sapevano che al testo, scritto da Eugne Rendu e La Guronnire, aveva messo mano lo stesso imperatore. Pass all'offensiva. Malmesbury mand una nota a Cavour e sped Cowley a Vienna in missione speciale. Poi Walewski impose la pubblicazione sul Moniteur di un comunicato tutto conciliante.
gda@vespina.com
[175. CONTINUA DOMANI]

E il partito della pace?

PREZZI TANDEM, NELLE AREE DI DIFFUSIONE INDICATE SUL GIORNALE LOCALE; 1 CON LA VOCE DI MANTOVA, PRIMO PIANO MOLISE, CRONACA DI CREMONA, CRONACA DI PIACENZA, LATINA OGGI; 1,20 CON LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO, IL CORRIERE DI ROMAGNA, LINFORMAZIONE DI REGGIO, LINFORMAZIONE DI PARMA, LINFORMAZIONE DI MODENA, IL CORRIERE MERCANTILE,

Per Villamarina, lambasciatore di Cavour a Parigi, bast una lettera consolatoria del conte. Walewski, il ministro degli Esteri di Napoleone, ebbe invece una crisi terribile. Pianse e diede le dimissioni. Il trattato franco-sardo contraddiceva tutta la sua politica anti-italiana. Le dimissioni furono respinte, con notevole preoccupazione di Cavour, dato che evidentemente adesso il ministro filo-austriaco avrebbe messo ancora di pi i bastoni fra le ruote.

LA GAZZETTA DEL LUNEDI, LINFORMAZIONE IL DOMANI, IL CORRIERE DELLUMBRIA, IL CORRIERE DI AREZZO, IL CORRIERE DI MAREMMA, IL CORRIERE DI SIENA,IL CORRIERE DI VITERBO. PREZZI ESTERO: AUSTRIA, FRANCIA, MONACO P., GERMANIA, GRECIA, PORTOGALLO, SPAGNA 1,85; IRLANDA 2; SLOVENIA 1,34; C. TICINO FRS. 2,70; SVIZZERA FRANCESE FRS. 2,80; SVIZZERA TEDESCA FRS. 2,80; UK GBP 1,40.