Sei sulla pagina 1di 72

La storia

Usa, le soldatesse dimenticate dopo il fronte


VITTORIO ZUCCONI

Repubblica raddoppia linformazione

Gli spettacoli

Alle 19 RSera su iPad e pc il racconto della poetessa in bici

Io, lergastolano attore di Reality rinato con il cinema


CONCHITA SANNINO

NZ
PD-1F

Fondatore Eugenio Scalfari

www.repubblica.it

Direttore Ezio Mauro


la Repubblica + la Nuova di Venezia e Mestre marted 29 maggio 2012

Anno 37 - Numero 126

1,20 in Italia

9 770390 107009

ALVOHXEBbahaajA CGDEDJDQDX
20529

SEDE: 00147 ROMA, VIA CRISTOFORO COLOMBO, 90 - TEL. 06/49821, FAX 06/49822923. SPED. ABB. POST., ART. 1, LEGGE 46/04 DEL 27 FEBBRAIO 2004 - ROMA. CONCESSIONARIA DI PUBBLICIT: A. MANZONI & C. MILANO - VIA NERVESA, 21 - TEL. 02/574941. PREZZI DI VENDITA ALLESTERO: AUSTRIA, BELGIO, FRANCIA, GERMANIA, GRECIA, IRLANDA, LUSSEMBURGO, MALTA, MONACO P., OLANDA, PORTOGALLO, SLOVENIA, SPAGNA 2,00; CANADA $1; CROAZIA KN 15; EGITTO EP 16,50; REGNO UNITO LST 1,80; REPUBBLICA CECA CZK 64; SLOVACCHIA SKK 80/ 2,66; SVIZZERA FR 3,00 (CON D O IL VENERD FR 3,30); TURCHIA YTL 5,25; UNGHERIA FT 495; U.S.A $ 1,50

Criscito filmato con gli zingari, non giocher gli europei. In cella il capitano della Lazio Mauri e Milanetto. Sotto inchiesta Bobo Vieri

R2

Scommesse, terremoto nel calcio


Quindiciarresti.LoscandalocolpiscelaNazionale,indagatoancheConte
Monti: fiducia nel sottosegretario

Indianapolis ecco il cuore veloce dellAmerica


ALESSANDRO BARICCO

Catrical sul Csm Ho sbagliato ma in buona fede


ROMA Riforma Csm, il premier Mario Monti difende il suo sottosegretario alla Presidenza, Antonio Catrical che in una lettera inviata a Repubblica ammette: Ho sbagliato a inviare quel testo ma un errore in buona fede. Pd e Idv hanno presentato interrogazioni. Plaude il Pdl . MILELLA A PAGINA 14

LO SPECCHIO AZZURRO
GABRIELE ROMAGNOLI
ON potrebbe essere pi rappresentativa di cos: questa lItalia. Ci sono tutti: il mariuolo (gi ricco di tuo, ne avevi bisogno?), il giustificazionista, quelli della teoria del complotto, il moralizzatore sconfitto prima ancora di entrare in campo. SEGUE A PAGINA 49

Il retroscena

SE QUESTO UNO SPORT


MAURIZIO CROSETTI
ALCIO marcio, anche in nazionale. devastante limmagine delle volanti che entrano a Coverciano, la casa del pallone, la tana degli azzurri. SEGUE A PAGINA 49

Laut aut del premier


CLAUDIO TITO
O TI confermo la fiducia, ma tu devi ammettere di aver commesso un errore. Lultima puntata del caso sollevato da Repubblica sulla riforma del Csm, si chiude dopo un colloquio riservato tra Mario Monti e Antonio Catrical. SEGUE A PAGINA 15

Domenico Criscito

SERVIZI DA PAGINA 2 A PAGINA 9

Il braccio di ferro sulla banca dietro le mosse dei corvi. Interrogati cinque cardinali, il maggiordomo del Papa collabora

La polemica

Formigoni incompatibile
CURZIO MALTESE
EL sistema di potere della seconda repubblica Roberto Formigoni ha recitato la parte del terzo uomo, per ricordare il personaggio del grande Orson Welles. Per ventanni stato pi potente di qualsiasi ministro. SEGUE A PAGINA 48

Vaticano, la grande guerra dello Ior


MARCO ANSALDO

I 5 accusati di pedofilia: finita la caccia alle streghe

CITT DEL VATICANO A PARTITA interna al Vaticano, adesso, si concentra tutta intorno allo Ior. Ed un confronto in cui il segretario di Stato, Tarcisio Bertone, si gioca il proprio futuro. SEGUE ALLE PAGINE 10 E 11 SERVIZI ALLE PAGINE 12 E 13

Niente abusi allasilo tutti assolti a Rignano protestano i genitori


ANGELI E BONINI ALLE PAGINE 24 E 25

INDIANAPOLIS ANTO lo sapete gi: ha vinto Dario Franchitti, nome italiano, ma in realt viene dalla Scozia. Qui alla 500 Miglia di Indianapolis aveva gi vinto due volte, con questa fa tre ed eccolo approdato nella leggenda. Per gli amanti del gossip, la sua fidanzata si chiama Ashley Judd, famosa attrice: levita leggiadra ai box, come una sorta di apparizione, ed evidentemente porta fortuna. E con questo, la notizia lho liquidata e posso passare a raccontare. Se Indianapolis Indianapolis anche perch qui si corre da quando le corse quasi non esistevano: le facevano negli ippodromi, mettendo ai piloti delle maglie colorate, come ai fantini, per riconoscerli: ci misero un po a capire che dipingere sulle auto un numero era pi pratico. Si correva sulla terra e quindi il tutto si consumava in un nuvolone di polvere in cui si intravedeva giusto qualcosa. Lidea di fare dei veri e propri circuiti, disegnati apposta per le corse, appariva ancora come unambizione da grulli, ma a Indianapolis un passo avanti lo fecero: tennero il modello di pista delle corse di cavalli. ALLE PAGINE 51, 52 E 53

Il caso

Vestiva alloccidentale Londra, vale 55 miliardi punita con la morte la Monarchia Spa
JENNER MELETTI FIORENZUOLA (Piacenza) A BICICLETTA Wega, con un seggiolino per bambini, ha la sella coperta di polvere. sotto il portico, accanto a una ruspa e a un trattore di plastica, i giochi di un bambino di cinque anni. Kaur Balwinder, una ragazza di 27 anni diciannove dei quali vissuti in Italia non poteva pi usare nemmeno la bicicletta. SEGUE A PAGINA 23 dal nostro corrispondente

R2

IN EDICOLA

Escluso il terrorismo

ENRICO FRANCESCHINI LONDRA ESSANTANNI al comando di una nazione sono un record mondiale (quasi solo il re di Thailandia al potere da pi tempo, ma chi conosce il suo nome o il volto?). Non sono pochi, tuttavia, neppure sessantanni alla testa di unimpresa. SEGUE A PAGINA 55 CON UN ARTICOLO DI JOHN LLYOD

Br condannati minacce a Ichino

A PAGINA 22

la Repubblica la Repubblica
MARTED 29 MAGGIO 2012

LO SCANDALO DEL CALCIO SPORT


19 PROVVEDIMENTI
Carcere per 14 (tra cui Mauri, Milanetto, Tisci, Gritti, Acerbis, Pellicori, Turati, Bertani e 5 cittadini ungheresi); 3 domiciliari (tra cui Joelson) e 2 obblighi di presenza: Conteh e Rupolo

LARRESTO NEGATO
La procura aveva chiesto larresto anche per lattaccante del Genoa, Giuseppe Sculli Il gip Salvini lo ha negato. Sculli rimane indagato per frode sportiva e associazione a delinquere per truffa

LE PERQUISIZIONI
Numerose in Italia e allestero. Oltre che Criscito nel ritiro della nazionale, perquisizioni per i calciatori Luciano e Pellissier (Chievo); per lallenatore Conte e il presidente del Siena, Mezzaroma

La scheda

Loperazione

Scommesse, bufera sul calcio arresti e perquisizioni la polizia nel ritiro azzurro
Nazionale sconvolta: via Criscito, accusato anche Bonucci
ENRICO CURR
FIRENZE Quando li uccide la polizia, i sogni muoiono davvero allalba. Quello di Mimmo Criscito, ventiseienne terzino sinistro della Nazionale di calcio che marted prossimo aveva un posto assegnato sul charter per Cracovia, destinazione Europeo, si spezzato alle 6,45 di ieri mattina, come da verbale. A bordo di due auto pi da film der Monnezza che da sequel americano, una Fiat Bravo e una Bmw, senza sgommare ma presentandosi al guardiano come visitatori qualunque, cinque poliziotti erano appena entrati nel tempio del calcio italiano, il centro tecnico di Coverciano. Si sono fatti indicare il numero della stanza di Criscito e di Andrea Ranocchia, compagno di reparto e di illusioni, hanno bussato e lhanno svegliato con la peggiore delle notizie: un avviso di garanzia per il presunto coinvolgimento nel calcioscommesse. Lui ha acceso labat-jour, sul comodino della camerata spartana, e li ha guardati senza capire, con gli occhi ancora stropicciati dal sonno. Associazione a delinquere, avrebbe letto poi. Credevo che fosse uno scherzo. Non lo era. La polizia nel ritiro della Nazionale non era mai entrata. La violazione del sacrario pallonaro per eccellenza, a due settimane dagli Europei, rimbalzata subito sui media di tutto il mondo: un colpo durissimo allimmagine gi sbriciolata del nostro calcio. CONSEGNATO IL TABLET La perquisizione durata un quarto dora. Criscito stesso ha consegnato il tablet. Per la stesura del verbale c voluta unaltra mezzora. Per realizzare che il sogno era diventato un incubo servita la telefonata ai due avvocati, Eriberto Rosso e Lapo Guadalupi, arrivati in fretta dal centro di Firenze: il colloquio cominciato alle 9,15. Ma per farsi venire il magone, mentre gli azzurri ormai svegli si dirigevano nella sala da pranzo per la colazione e alcuni ancora non sapevano nulla, bastato parlare con Prandelli: il commissario tecnico gli ha commissariato le speranze. Non intende farlo con Leonardo Bonucci, difensore della Juve, che nel pomeriggio, a bordo del pullman diretto a Parma dove stasera si gioca lamichevole Italia-Lussemburgo, ha appreso dalle notizie via internet di essere indagato a sua volta. A noi non risulta assolutamente nulla delle notizie che stanno uscendo. Bonucci sereno e tranquillo, non ha ricevuto avvisi di garanzia e verr allEuropeo. Siamo relativamente tranquilli. LINCONTRO COL CT Relativamente un avverbio freudiano, che dice molto, al di l del rischio che allarrivo in Polonia il gruppo dei 23 si riduca a 22. Non pu che essere relativa la serenit di un ambiente sconvolto dal dirompente effetto di una perquisi-

Prandelli

Sulle scommesse nessuna piet. Lho escluso perch non avrebbe retto alla pressione. Per Bonucci siamo relativamente sereni
De Rossi

LARRIVO
Alle 6,45 due auto della polizia arrivano nel ritiro della nazionale a Coverciano Gli agenti svegliano Criscito: perquisito

Peggio del 2006: tanti arrestati e indagati, difficile che escano tutti puliti. Linchiesta pi importante dellEuropeo
Criscito

FOTO:ANSA

Assurdo e pazzesco, non sono uno che si rovina per 30-40 mila euro. Ne uscir pulito, ma chi mi restituir lEuropeo perso?

LANSIA
Bonucci (sopra) scoprir di essere indagato solo pi tardi, a bordo del pullman che porta la squadra a Parma per la partita di oggi

TAGLIATO
Domenico Criscito: per lui niente europei

zione in casa propria. Forse caduto lultimo velo di un mondo che non era abituato alla nudit e che il blitz della magistratura ha esposto alla gogna con una certa volutt. Questa sensazione di impotenza lha descritta proprio il ct, uno che passa per sentimentale e in effetti spesso lo , raccontando

lincontro con Criscito. Per diversi minuti non siamo riusciti a spiccicare parola. Poi, quando lemozione un po scemata, gli ho chiesto se la moglie e il bambino erano in un posto tranquillo, perch alcuni notiziari avevano detto che era stato arrestato, un modo violento di entrare in una famiglia. Fino al

giorno prima parlavano di diagonali e tagli. Improvvisamente la parola taglio ha assunto tuttaltro significato. Mimmo ha capito che allEuropeo sarebbe stato sotto pressione tutti i giorni. Nessun essere umano lavrebbe potuta sopportare. Ha accettato con amarezza e con dolore lesclusione. Avr modo di difendersi dalle accuse, un ragazzo cos educato che a tutti sembrato impossibile che possa trovarsi in una situazione del genere. Non centro per nulla, aveva risposto il diretto interessato al primo sms che gli arrivato dalla Russia, dove gioca nello Zenit San Pietroburgo di Spalletti, fresco vincitore del campionato, ed stato appena eletto migliore terzino. Vive nel quartiere pi bello sullisola di Krestovskiy, con la moglie Pamela e il piccolo Alfredo, di cinque mesi. Da ieri pomeriggio non sa se e quando potr tornarci: prima si deve discolpare dallaccusa di avere partecipato alla combine di Lazio-Genoa. Assurdo e pazzesco. Non sono il tipo che si rovina per 30 o 40 mila euro, con tutti i sacrifici che ho fatto per arrivare fin qui. Ne uscir pulito, ma chi mi ripagher dellEuropeo che ho perso?. Ha provato a salvarlo, chiedendo di essere subito interrogato a Cremona: richiesta respinta dal pm, linterrogatorio non urgente. Criscito ha raccolto le sue cose, ha lasciato Coverciano alle 14,27 e si diretto a Forte dei Marmi, dove laspettava la famiglia, mentre la casa genovese di Albaro veniva perquisita, col sequestro pare di un iPad. LA MAGLIA A PISACANE Prima di lasciare Firenze, per, ha incrociato nei corridoi del centro tecnico un amico e coetaneo, napoletano come lui, cresciu-

la Repubblica la Repubblica
MARTED 29 MAGGIO 2012

PER SAPERNE DI PI www.figc.it www.coni.it

La retata tra i giocatori

In manette Mauri e Milanetto Un mondo inquinato alla radice


Ordine di cattura per 19, inquisito Bobo Vieri
DAI NOSTRI INVIATI GIULIANO FOSCHINI MARCO MENSURATI
CREMONA Un anno fa raccontavano questa storia come quella di una banda di cialtroni e millantatori: un portiere sfigato, un tabaccaio e qualche giocatore di terza fascia che si mettono insieme e provano a taroccare qualche partita. Quella stessa storia, dopo dodici mesi di indagini da parte degli uomini dello Sco di Roma e della Mobile de Cremona, si trasformata in uno dei punti pi bassi dell'epopea del calcio italiano: 19 persone arrestate, il capitano della Lazio Stefano Mauri in cella, accanto a quelle della bandiera del Genoa Omar Milanetto e dei mercanti di partite venuti dallEst. E 30 perquisizioni eseguite in tutta Italia: con i poliziotti che sono stati a Coverciano da Criscito, a Torino dallallenatore della Juventus Conte, a Verona da Pellissier, a Lecce da Corvia e a Milano da Bobo Vieri (che per era in Messico). Tutti indagati,

In carcere cinque ungheresi. Ipotesi riciclaggio per Signori: spuntano i conti in Svizzera

Larresto di Marco Turati (Modena) insieme con un centinaio di altri calciatori, compreso lazzurro Bonucci. Le accuse variano dall'associazione a delinquere alla semplice frode sportiva. Linquinamento etico del mondo dei calciatori e forse anche di alcuni dirigenti non stato episodico ma diffuso e 'culturalmente' accettato in spregio ai principi di lealt sportiva nei confronti dei tifosi innanzitutto scrive nellordinanza il giudice Guido Salvini. In carcere sono finiti 8 giocatori: oltre a Mauri e Milanetto ci sono l'attaccante della Sampdoria (ex Novara) Cristian Bertani, mentre per altri tre sono stati disposti gli arresti domiciliari (tra loro Joelson) e l'obbligo di presentarsi all'autorit giudiziaria (Conteh e Ruopolo). In manette anche tre soggetti vicini ai calciatori e cinque ungheresi: secondo gli inquirenti sono loro la vera novit dell'inchiesta, la 'cellula operativa' che ha sostituito gli 'zingari', decimati dagli arresti fatti dalla polizia croata. Resta invece a piede libero l'attaccante del Genoa Giuseppe Sculli, per cui stata respinta una richiesta di cattura. Lo spaccato inquietante: le nuove partite truccate sono in tutto una trentina, sette in A: so-

no Napoli-Sampdoria del 30 gennaio 2011, 4-0; Brescia-Bari del 6 febbraio (2-0); BresciaLecce del 27 febbraio (2-2); Bari-Samp (0-1) del 23 aprile; Palermo-Bari (2-1) del 7 maggio; Lazio-Genoa (4-2) del 14 maggio e Lecce-Lazio (2-4) del 24 maggio. Lindagine non finita, aspettiamo di vedere cosa arriver dagli accertamenti tecnici e dalle dichiarazioni degli arrestati ha spiegato il procuratore Di Martino. Mentre il capo del Servizio centrale operativo della Polizia, Gilberto Caldarozzi, ha sottolineato il ruolo svolto nel calcioscommesse italiano dellassociazione criminale estera. Che era in grado di riciclare milioni di euro attraverso una sola partita. Proprio per riciclaggio indagato ora Beppe Signori: a lui e ai suoi amici bolognesi erano intestati conti correnti in svizzera (tutti con nomi di vini) sui quali transitavano i soldi delle vincite direttamente dallAsia. Oggi cominceranno gli interrogatori di garanzia.
RIPRODUZIONE RISERVATA

CUSTODIA CAUTELARE
A destra lauto con a bordo il capitano della Lazio Mauri. Sopra, il calciatore del Vicenza Acerbis

to calcisticamente con lui nelle giovanili del Genoa: Carlo Pisacane. Gli ha regalato la maglia numero 4, che non potr pi indossare il 10 giugno a Danzica contro la Spagna. Mai gesto avrebbe potuto essere pi carico di simboli, in questo strano incrocio di destini. Pisacane - che non ha avuto il successo di Criscito, gioca in Lega Pro nella Ternana e ha una storia emozionante (da ragazzino gli fu data lestrema unzione per una grave malattia) col difensore del Gubbio Stefano Farina il simbo-

lo della lotta al calcioscommesse: entrambi hanno rifiutato di truccare una partita e la loro denuncia, oltre ad abbattere lomert, ha indotto Prandelli a invitarli a Coverciano. Mi sa che siamo capitati nella giornata sbagliata, ha scherzato Farina. COME NEL 2006 Non il primo scandalo, per il calcio italiano. E a chi lultima volta cera, come i campioni del mondo Cannavaro, Materazzi, Gattuso,

Inzaghi, Zambrotta, Nesta, Grosso, che nel centro tecnico stanno frequentando il corso speciale per diventare allenatori, deve essere parso di tornare indietro di sei anni, quando la Nazionale si rialz da Calciopoli per prendersi il Mondiale di Germania. De Rossi vestiva lazzurro e lo veste ancora. Secondo me, peggio che nel 2006: allora erano coinvolti dirigenti, ora qualche mio amico e compagno di Nazionale, come Mauri. Con tanti arrestati e indagati difficile che ne escano tutti puliti. Ma

questa indagine pi importante di un Europeo, su questo non ci sono dubbi. Giaccherini daccordo. Siamo ragazzi ricchi: se sbagliamo noi, ancora pi grave. Prandelli daccordissimo, anzi di pi. Non riesco a trovare un aggettivo per definire questa storia, se non le parole di un ragazzo incontrato allospedale Meyer: Mister, io sono qui da tre mesi e lotto per la vita, la cosa pi importante. Sul calcioscommesse non ho alcun tipo di piet.
RIPRODUZIONE RISERVATA

REPUBBLICA.IT Lo speciale multimediale con foto, video, audio commenti dal ritiro azzurro e dalla redazione

la Repubblica la Repubblica
MARTED 29 MAGGIO 2012

LO SCANDALO DEL CALCIO SPORT

PER SAPERNE DI PI www.juventus.com www.acsiena.it

Le accuse

Conte indagato: associazione a delinquere


Le carte contro il tecnico per i match del Siena: Ma il coinvolgimento da verificare
DAI NOSTRI INVIATI GIULIANO FOSCHINI MARCO MENSURATI
CREMONA C come al solito un numero accanto al nome di Antonio Conte. Ma per la prima volta nella sua storia non si tratta n di una maglia, n di un voto in pagella, n di uno schema avveniristico: 416, associazione a delinquere. scritto cos nellavviso di perquisizione che ieri mattina i poliziotti del Servizio centrale operativo di Roma hanno notificato allallenatore della squadra campione di Italia nella casa di Torino. Conte era fuori citt: stato contattato da suo fratello e ha consegnato in tarda mattinata agli agenti pc, palmari e telefonino che nelle prossime ore finiranno allattenzione dei tecnici della Polizia. Si cercano riscontri informatici alle dichiarazioni di Filippo Carobbio, lex calciatore del Siena che lo accusa di essere stato complice nella stagione 20102011 di almeno due illeciti sportivi. In quei computer potrebbero esserci le prove dellinnocenza o della colpevolezza dellallenatore. Le partite del Siena dei miracoli al centro dellinchiesta sono sette. Insieme con Conte sono stati indagati e perquisiti anche il presidente Mezzaroma e il direttore sportivo Giorgio Perinetti, appena passato al Palermo. A Conte vengono contestati illeciti per soltanto per due partite: quella con il Novara e quella contro lAlbinoleffe. In entrambi i casi, laccusa si basa sulle dichiarazioni di Carobbio. Nella prima gara si parla di un pareggio dettato con laccordo delle societ per motivi di classifica. Pareggio sul quale si sarebbero inseriti poi gli Zingari comprando linformazione, scommettendo e vincendo decine di migliaia di euro. In Novara-Siena 2-2 dice Carobbio ne abbiamo parlato durante la riunione tecnica e quindi eravamo tutti consapevoli del risultato concordato, soprattutto al fine di comportarsi di conseguenza durante la gara. Lo stesso allenatore, Antonio Conte, ci rappresent che potevamo stare tranquilli in quanto avevamo raggiunto laccordo con il Novara per il pareggio; non sono certo di chi per primo si accord, comunque Drascek venne nel nostro albergo in ritiro e parl con Vitiello. Credo che quello sia stato il primo contatto, ma poi laccordo stato comunicato a tutti, visto che, come precisato, se ne parl anche durante la riunione tecnica con lallenatore; ricordo che, oltre a parlarne con lintera squadra, ne parlai, singolarmente al campo, con Bertani e Gheller del Novara, prima della partita. Chi crede a Carobbio? Il teste ritenuto generalmente attendibile. E a ulteriore riscontro delle sue dichiarazioni c la circostanza che sulla partita si muovono gli Zingari che giocano solo quando sono sicuri di vincere (e su Siena-Novara vincono). Come annota il gip Guido Salvini nellordinanza di custodia cautelare opportuno svolgere ancora indagini. Dalle dichiarazioni scrive emergerebbe un altrettanto inquietante caso di pianificazione della combine sportiva tra due societ di primo livello del campionato di serie B dello scorso anno (entrambe militano attualmente in serie A), al quale evidentemente avrebbero aderito tutte le componenti del sodalizio senese, (calciatori e dirigenti), dintesa con laltra societ. Di pi, risulterebbe il coinvolgimento, ma tutto da verificare e non in questa sede, di Antonio Conte. Stesso discorso varrebbe per la gara con lAlbinoleffe dove ci sarebbe stato un accordo per il pareggio organizzato sin dalla partita dandata dal numero 2 di Conte (oggi primo assistente alla Juve) Christian Stellini (anche lui indagato e perquisito). Ne parlammo alla riunione tecnica dove partecipavano lallenatore, il vice, il preparatore dei portieri e il collaboratore. Anche la societ ne era al corrente: ricordo di averne parlato con Fagiano e Perinetti (anche lui perquisito, ndr). Tutti per hanno negato la circostanza davanti al procuratore federale Stefano Palazzi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Le reazioni
PROMOSSO
Antonio Conte, 43 anni, nel 2011 guid il Siena dalla serie B alla A

TRAPATTONI
Non impariamo mai dalle lezioni del passato e cadiamo ancora in questi che pi che errori definirei imbecillit, che per minano il calcio italiano

RIVERA
Gli arresti fanno sempre effetto: ma da quando le scommesse sono diventate legali la situazione peggiorata, siamo tornati indietro

PETRUCCI
Esprimo sdegno e indignazione per quanto emerge. Il calcio deve tornare a essere patrimonio di milioni di tifosi e non ostaggio di pochi malfattori

Agnelli

Quadro preoccupante per il calcio, ma il ruolo di Conte insignificante e rester il nostro tecnico anche in Champions League
Il presidente Andrea Agnelli e il tecnico Antonio Conte in conferenza stampa

La Juventus

Sette minuti davanti alla stampa, con la voce rotta, senza accettare domande

Conte

La rabbia dellallenatore Perch il magistrato non mi ha convocato?


TIMOTHY ORMEZZANO
TORINO Perch il pm di Cremona non mi ha ascoltato prima di scrivere il mio nome nel registro degli indagati e di ordinare la perquisizione della mia abitazione?. La voce di Antonio Conte rotta, come dopo una partita della sua Juve. Non piange, ma ha gli occhi pesti di chi probabilmente lha fatto: La mia storia calcistica, prima da giocatore e poi da allenatore, parla chiaro: ho sempre dimostrato correttezza e lealt. Non dimentichiamo che, per la mia integrit morale, ho subito unaggressione a bastonate (a Lecce, nel 2008 ndr), alla presenza di mia moglie e mia figlia. Conte parla di fronte al plotone schierato dei giornalisti. Al suo fianco c il presidente Andrea Agnelli: Non posso nascondere dice il presidente della Juventus che, alla luce dei recenti fatti di cronaca giudiziaria e sportiva, si sta delineando un quadro estremamente preoccupante per il mondo del calcio. Seguiamo con apprensione e amarezza quanto sta avvenendo ed esprimiamo il nostro rispetto per il complesso lavoro degli inquirenti. Ma c un ma: Allo stato attuale delle cose prosegue Agnelli , non mi risulta ogni illazione: Antonio e sar il tecnico che ci guider in Champions League. Fiducia rinnovata, come se non bastasse il recente prolungamento fino al 2015 del contratto. Quanto a Bonucci conclude Agnelli , io e la Juventus gli siamo vicini. Leonardo sa reggere bene le pressioni: gli auguro di giocare un grande Europeo con una Nazionale per un terzo fatta di giocatori juventini. La rabbia impastata con lorgoglio. Pi che una conferenza stampa, quello del tardo pomeriggio di ieri a Vinovo stato un doppio monologo di appena sette minuti, equamente suddivisi tra presidente e mister. Niente domande, nessun contraddittorio. Tutto sotto lo sguardo attento di una folta delegazione bianconera: tra gli altri, lad Beppe Marotta, il legale rappresentante del tecnico, lavvocato Antonio De Rensis, e i suoi colleghi della Juventus Michele

Io sempre corretto e leale. Quel Siena era un gruppo straordinario. Il pm poteva convocarmi, prima di indagarmi e perquisire casa mia

I legali sconcertati per il passaggio da persona informata dei fatti a indagato


che Conte faccia parte di questo scenario allarmante. Dai fatti che abbiamo letto, il suo ruolo sarebbe vicino allinsignificante. Sono amico di Antonio da ventanni, conosco i suoi valori, la sua onest. Voglio bloccare sul nascere

Briamonte e Luigi Chiappero che lo affiancheranno nella difesa. Dallentourage del giocatore emerge lo sconcerto di chi passato in un amen da essere persona informata sui fatti a quello di indagato per associazione a delinquere finalizzata alla truffa e alla frode sportiva. Conte alza la guardia e si difende: Sono una persona che vuole sempre vincere, con umilt e sacrificio, cercando di trasferire i miei valori ai giocatori. Poi, sul Siena: Grazie a un gruppo straordinario abbiamo conquistato il campionato di B con tre giornate di anticipo. Ribadisco lestraneit mia e dei miei giocatori. stata unannata straordinaria che niente e nessuno riuscir a rovinare. Il finale perentorio e ottimista: Non ho altro da aggiungere. Buone vacanze a tutti, le mie lo saranno sicuramente.
RIPRODUZIONE RISERVATA

FOTO:AGF/SYNCSTUDIO

versalis il nuovo volto della chimica


versalis al vostro fianco nelle sfide di un settore in costante evoluzione per sviluppare soluzioni innovative e tempestive da proporre al mercato. in versalis leccellenza va oltre la semplice fornitura e si estende fino allassistenza post-vendita.

versalis chemistry to evolve

la Repubblica la Repubblica
MARTED 29 MAGGIO 2012

LO SCANDALO DEL CALCIO CRONACA

I verbali

Mauri era al soldo degli zingari e sulla combine tra Lecce e Lazio daccordo anche i dirigenti dei club
Nel mirino la gara tra i salentini e lInter, con giocate da 700mila euro
DAI NOSTRI INVIATI GIULIANO FOSCHINI MARCO MENSURATI
CREMONA La storia non insegna. Anzi, spesso si ripete. E cos pare quasi di vederlo, stanotte, su questa pianura illuminata dai lampeggianti della polizia, quel filo biancoceleste che collega la biografia disordinata di Giorgio Chinaglia a quella di Bruno Giordano, Lionello Manfredonia, Giuseppe Signori, fino a quella di Stefano Mauri. Tutti calciatori della Lazio, tutti capitani nel fango. Ma le accuse della procura di Cremona, questa volta, rischiano di andare anche oltre, lasciando intuire che non solo i calciatori hanno avuto un ruolo nelle combine, ma anche le dirigenze dei club. Come del resto, il procuratore Di Martino dice chiaramente, a fine mattinata. No, non lo escludiamo affatto che i dirigenti siano coinvolti. Anzi. Anzi: lipotesi investigativa della prossima fase dellindagine. I CAPI DEI CLUB La partita chiave, Lecce-Lazio. Secondo la ricostruzione la gara che celebra la saldatura tra il gruppo degli zingari e quello degli ungheresi, che si erano recati in Italia scrive il gip Guido Salvini portando in auto 600mila euro destinati alla corruzione dei calciatori. In un primo tempo si era parlato di corruzione dei giocatori del Lecce, ma poi si comprende chiaramente che tutte e due le squadre erano coinvolte, e presumibilmente anche i capi dei club, e cio i dirigenti. Su quella partita, ha spiegato ieri il pm Di Martino, i gruppi criminali realizzano due milioni di euro. IL RUOLO DI MAURI Quella partita, dunque, fu organizzata attraverso la corruzione dei giocatori sia del Lecce, in particolare Vives (indagato a Bari per BariLecce e autore di un autogol sospetto) e Ferrario, sia della Lazio, in particolare Mauri che da tempo collaborava con gli zingari ai quali era stato presentato dal suo amico Zamperini. Mauri scrive il gip manifestava la sua costante disponibilit, a favore del gruppo degli zingari, ad alterare in cambio di denaro il naturale risultato di partite della Lazio nellambito del campionato 2010-2011, favorendone la vittoria anche per una migliore posizione in classifica. IL TELEFONO CRIPTATO In questi mesi di indagine gli investigatori hanno ricostruito i frequenti (quasi ossessivi) contatti intervenuti tra Mauri e Hristjan Ilievski e Almir Gegic, i due capi degli zingari, tracciando alla fine una ragnatela inquietante di incontri, in hotel o allo stadio, telefonate notturne, sms. Un vortice di contatti avvenuti perlopi attraverso unutenza criptata, che Mauri si era procurato tramite un complice, e che ski alle 11.39, mandava un sms a Gervasoni (indagato e reo confesso, ndr) e poi di nuovo a Mauri alle 11,40. A partire dalle 12.10, presumibilmente fino alle 15,20, Zamperini e Ilievski si trovano assieme a Roma. Tra le 12.42 e le 12.45 i due predetti si trovano presso il centro sportivo della Lazio, ove si incontrano con Mauri per definire gli accordi. Quindi Zamperini e Iliesvki si spostano presso lalbergo di Roma che ospitava i calciatori del Genoa, dove sicuramente Ilievski si trovava alle 13,04 e nelloccasione si incontrano con il Milanetto (). INTER-LECCE FU COMBINE I racconti arrivati per rogatoria dallUngheria e una rilettura delle vecchie intercettazioni cremonesi alla luce dei fatti nuovi accertati hanno poi gettato nuovi dubbi su una partita gi emersa durante la prima tornata di un anno fa, Inter-Lecce (1-0) del 2011. Riassume il giudice Salvini: Il 20.3.2011 alle 17.33 (tre ore prima del match, ndr) Ivan Tisci (esponente di spicco dellassociazione, ndr) manifestava il suo interessamento anche alla partita Inter-Lecce. Il giorno dopo, Tisci riferiva a Bellavista di essersi recato a Milano e di aver appreso dai giocatori, ai quali si era unito Bobo Vieri, che la squadra dellInter aveva fatto dei danni in quanto tutti avevano scommesso sullOver per la notizia che si era sparsa in giro. Nella successiva conversazione sempre del 21.3.2011, riprendendo il discorso, Tisci spiegava a Bellavista quanto aveva appreso circa la partita InterLecce, dalla quale si desumeva che lInter non era stata in grado di ottenere il risultato perch dallaltra parte, e cio dalla parte del Lecce, avevano voluto giocare e solo lultimo quarto dora si erano messi daccordo. In unaltra intercettazione sempre del 21 marzo, Tisci comunica a Bellavista di avere appreso, anche da Vieri Cristian () che la partita Inter-Lecce era stata giocata per oltre 700.000 euro anche sul circuito inglese Bet Fair. In particolare, le puntate sul risultato finale, over 3.5, erano assolutamente prevalenti, fino al punto che la notizia della possibile combine aveva travalicato i confini nazionali.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il laziale

Mauri manifestava la costante disponibilit, a favore degli zingari, ad alterare i risultati della Lazio

LINTERVISTA A ILIEVSKI
Agli atti dellinchiesta anche lintervista a Repubblica

Le societ

Su Lecce-Lazio entrambe le squadre erano coinvolte, e presumibilmente anche i capi dei club

gli investigatori hanno individuato e seguito, ricostruendo tutti i movimenti del calciatore in corrispondenza delle partite incriminate. Lordinanza di custodia cautelare contiene passaggi abbastanza chiari sul punto. Tipo questo: Dopo che Ilievski era atterrato a Roma il 14.5.2011 (giorno della partita Lazio-Genoa, ndr) intrattenendo subito una serie di rapporti telefonici con Tan Seet Eng (il boss di Singapore, ndr), lo stesso giorno alle 10.14 Mauri inviava sms a Zamperini che dopo aver parlato con Iliev-

ELLEKAPPA

Il caso

Il capitano tradito dalla scheda sim Era della fidanzata di un bookmaker


CREMONA La scheda dedicata attraverso cui Stefano Mauri secondo gli investigatori dialogava con lassociazione a delinquere era intestata a Samantha Romano, una parrucchiera romana fidanzata con Luca Aureli, gestore di unagenzia alla quale Mauri ed altri associati si appoggiavano per le scommesse illegali. seguendo questa scheda sim (prova inconfutabile che il giocatore volesse eludere le investigazioni) che la polizia ha ricostruito le combine di Lecce-Lazio e Lazio Genoa.

La polemica

Sotto la lente dei magistrati le parole del portiere della Nazionale: Per i calciatori scontato incidere sugli incontri finali del campionato

Meglio due feriti che un morto: su Buffon lira dei pm


DAI NOSTRI INVIATI
CREMONA Tra le mille opinioni e le mille voci che nei giorni scorsi hanno commentato gli ultimi sviluppi dellinchiesta sul calcio scommesse ce ne stata una che pi di tutti ha colpito gli investigatori che da un anno ogni giorno indagano sul mondo del pallone. Ed stata quella di Gianluigi Buffon. Chi conosce il calcio e lo vive giorno dopo giorno ha detto il portiere sa cosa succede. In alcuni casi si dice: meglio due feriti che un morto. Ogni tanto se qualcuno si fa qualche conto giustificato. Parole considerate pesantissime, dagli inquirenti. Un po perch credevano che Buffon la pensasse esattamente al contrario: I biscotti disse il 22 giugno 2004 dopo leliminazione dagli europei conseguente al pareggio sospetto per 2-2 tra Svezia e Danimarca sono una vergogna. Parlano tanto di lealt, di fair play e cazzate varie poi finisci per vedere cose cos () Il calcio sempre sotto gli occhi del mondo, dei bambini, ai quali dobbiamo dimostrare che la lealt e lonest esistono. E allora facciamo cos: diciamo ai bambini che si mettano a fare i biscotti a 12 anni, cos risolviamo tutto. Questo il peggior esempio che gli si possa dare, ai ragazzini, il peggiore. Siamo di fronte a uno scandalo di dimensioni mondiali. E un po perch, sono convinti quelle parole abbiano una cruciale rilevanza investigativa. Come spiega nella sua ordinanza il giudice per le indagini preliminari Guido Salvini, proprio su principi come quello dei due feriti e il morto che i gruppi criminali hanno trovato terreno fertile per attecchire. Per molti calciatori scrive il gip incidere sulle partite finali del campionato, quando la situazione della propria squadra ormai chiara, un fatto quasi scontato, un fatto veniale (). Unattitudine che ha attirato i criminali di tutto il mondo: Non sbagliato affermare prosegue dunque il gip

IL NUMERO UNO DEGLI AZZURRI


Gigi Buffon, portiere e capitano dellItalia. Nella foto, insieme alla campionessa della canoa Josefa Idem

la Repubblica la Repubblica
MARTED 29 MAGGIO 2012

PER SAPERNE DI PI www.figc.it www.coni.it

I calciatori

Sculli, come Milanetto, inserito pienamente nelle dinamiche criminali transnazionali e parla in codice
IL SUMMIT
Lincontro di Sculli e Criscito con luomo (Qoshi Kutjim) amico del pregiudicato bosniaco Safet e con due esponenti della curva genoana, Fabrizio Fileni e Massimo Leopizzi

Il boss

Sculli stato gi coinvolto in illeciti sportivi in una inchiesta sulla cosca di suo nonno Peppe Tiradritto

Linchiesta

Sculli, Milanetto e lombra dei clan Cos le mafie truccavano le partite


Criscito incastrato da un video: con i genoani, un narcos e due ultras
rassi ordinavano la cacciata della squadra indegna: Massimo Leopizzi e Fabrizio Fileni, entrambi pregiudicati. Tra di loro si chiamano fratelli. La questura di Alessandria che li fotografa cerca la droga. La procura di Cremona, che oggi usa quella foto, racconta che era un incontro di affari: dopo pochi giorni si sarebbe giocata Lazio-Genoa, partita truccata, partita su cui scommettere. SCULLI E GLI AMICI SUOI Come ha raccontato Hrystian Ilievsky in unintervista a Repubblicafinita agli atti dellinchiesta, la partita tra Lazio e Genoa verrebbe in qualche maniera accomodata anche da Sculli e dagli amici suoi di Genoa. Secondo lo Sco della Polizia Altic ha il compito di rastrellare il denaro che poi verr piazzato su alcune agenzie di scommesse romane. Lo raccoglie a Genova. E a Milano dove dovrebbe incontrare il calciatore georgiano Kakhaber Kaladze (in forza al Genoa). Lincontro doveva tenersi in un albergo di lusso ma non si verificher per un controllo di polizia esperito poco prima nei confronti dellAltic e di alcuni suoi accompagnatori. Kaladze dalle conversazioni intercettate sembra essere interessato allacquisto di porte che avrebbe dovuto comperare per un corrispettivo di 50mila euro. Gli investigatori sospettano siano soldi per le scommesse. Altic non un personaggio qualsiasi. Attualmente detenuto per traffico internazionale di stupefacenti, oltre a essere pluripregiudicato per reati di varia natura, stato un fiancheggiatore della cosca siciliana dei Fiandaca operante a Genova, per la quale curava anche le riscossioni di crediti e interessi usurari e criminali di vario tipo, comprensive di quelle riguardanti scommesse clandestine. Agli atti ci sono anche conversazioni di Altic con Guido Morso, ultras del Genoa, appartenente alla famiglia Morso, collegata alla cosca mafiosa Emanuelo di Gela. Anche Leopizzi e Fileni, i due capi della curva, hanno una storia criminale: il secondo, detto Tombolone, ha precedenti di droga e un Daspo per lomicidio Spagnolo. Leopizzi, estrema destra, tra le persone coinvolte nella combine di Genoa-Venezia e nel 2006 venne fermato con due pistole mentre, sostiene laccusa, sta andando ad ammazzare la moglie. Quando usc dai domiciliari, raccontano le cronache ci fu una grande festa alla quale parteciparono anche due giocatori rossoblu: due nomi a caso, Milanetto e Sculli. LA NDRANGHETA Secondo Salvini, come Milanetto anche Sculli inserito pienamente nelle dinamiche criminali transnazionali, parla con linguaggi criptici (si pensi a quando Altic gli chiede se ha lorologio frase senza senso, ma immediatamente interpretata da Sculli) ed tirato in ballo da Ilievsky nellintervista a Repubblica: Lo Zingaro ha reso scrive il giudice unimportante confessione extragiudiziale, arricchita anche da numerosi particolari di ambiente. Tutto questo non basta per per arrestarlo. Serve una testimonianza davanti al giudice ed probabile dice Salvini che prima o poi Ilievski non accetti di rimanere confinato per sempre in Macedonia, nella sua impervia zona di origine. Sculli rimane libero, quindi. Ma giova rappresentare che il giocatore non nuovo a fatti dal genere. Risulta implicato e squalificato per alterazione di eventi sportivi (CrotoneMessina, 2001-2002). Il coinvolgimento nellillecito sportivo emergeva nel contesto di una pi ampia inchiesta penale diretta in quegli anni dalla Dda di Reggio Calabria, su ambiti ndranghetistici locali contigui alla figura del boss Giuseppe Morabito detto Peppe Tiradritto, nonno proprio di Sculli. Una parentela che secondo il giudice avrebbe intimorito persino Ilievski. LA CAMORRA Negli atti c poi il nome di Angelo Senese, originario di Afragola, definito dallo Sco elemento di spicco del clan camorrista dei Moccia, che emerger anche nel corso degli accertamenti relativi alla partita Lecce-Lazio. vicino a Zamperini (uomo di Ilievski e fraterno amico di Mauri) che incontra pi volte a Roma ai Parioli in concomitanza delle partite della Lazio contro il Lecce e il Genoa. (g. f. e ma. me.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

DAI NOSTRI INVIATI


CREMONA C una foto che ha fatto il giro del mondo: una squadra, il Genoa, costretta a interrompere la partita e sfilare senza maglia fuori dal campo per ordine degli ultr. Tutti nudi, tranne uno: il numero 81, Giuseppe Sculli. Era Genoa-Siena, 22 aprile scorso. Oggi unaltra fotografia spiega il perch di quella grazia: Sculli dicono gli ultr era uno di noi. Dieci maggio del 2011. Sculli insieme con Domenico Criscito incontra in un ristorante di Genova, serrande abbassate, orario di chiusura, un trafficante di droga bosniaco, Safet Altic (attualmente in carcere) e due di quegli ultr che arrampicati sugli spalti di Ma-

Le partite sospette di serie A (2010/11)

Napoli - Sampdoria 4-0


30 GENNAIO 2011
Vittoria dei partenopei che segnano due reti per tempo. Tripletta di Cavani, che si procura e segna anche un rigore

Brescia - Bari 2-0


6 FEBBRAIO 2011
24esima giornata: si affrontano le ultime in classifica (entrambe poi retrocesse). Il Brescia vince con un gol su rigore e uno nel recupero

Brescia - Lecce 2-2


27 FEBBRAIO 2011
Il Brescia parte forte e va in vantaggio di due gol, ma il Lecce rimonta. Caos nel finale per un gol del Brescia annullato

che trafficanti come Ilievsky o gli ungheresi di Kenesei Zoltan, e i loro referenti asiatici, non abbiano introdotto il virus della corruzione in un ambiente pulito ma abbiano stimolato, fornito strumenti operativi e moltiplicato scelte di disonest sportiva gi mature: in sostanza abbiano seminato in un campo che era gi dissodato e pronto ad accoglierli. E cos, ancora ieri, mentre il procuratore Di Martino commentava brutalmente la recente uscita di Buffon (ognuno dice quello che vuole), altri investigatori continuavano a chiedersi: perch Buffon ha cambiato idea? (g. f. e ma. me.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

Bari - Sampdoria 0-1


23 APRILE 2011
Il Bari retrocede con questa sconfitta. La Samp vince grazie a un rigore fischiato per un lieve contatto in area

Palermo - Bari 2-1


7 MAGGIO 2011
Il Palermo vince in rimonta contro il gi retrocesso Bari. Ma larbitro non si accorge che Miccoli segna in fuorigioco l1-1 per i rosanero

Lazio - Genoa 4-2


14 MAGGIO 2011
Partita dai due volti: la Lazio, arrendevole nel 1 tempo, nel 2 segna 3 reti in 20 minuti a una difesa genoana assai arrendevole

Lecce - Lazio 2-4


22 MAGGIO 2011
Altro over in una partita della Lazio che batte il Lecce gi salvo. Per il risultato finale Determinanti un rigore e unautorete

la Repubblica la Repubblica
MARTED 29 MAGGIO 2012

LO SCANDALO DEL CALCIO SPORT


Conte e la Juve
Conte rischia fino a 3 anni di squalifica nel caso venga provato un coinvolgimento diretto. Una sua eventuale condanna per illecito (e non omessa denuncia, reato pi lieve) potrebbe ricadere in via del tutto teorica anche sul club, estraneo ai fatti di Siena

PER SAPERNE DI PI www.sslazio.it www.genoacfc.it

Mauri e la Lazio
Per il giocatore le accuse prevedono sanzioni molto dure: da tre anni fino alla radiazione, a meno di un patteggiamento. Il club rischia per responsabilit oggettiva lesclusione dallEuropa League e fino a 7 punti di penalizzazione

Milanetto e Genoa
Situazione identica a quella di Mauri per il giocatore, che potrebbe rimetterci la carriera Il club rischia il deferimento per responsabilit oggettiva e 3 punti di penalizzazione per la partita con la Lazio

Il Siena
Sette partite sospette per gli inquirenti, con lipotesi del coinvolgimento diretto del presidente Massimo Mezzaroma nei casi di combine: la squadra toscana rischia la retrocessione in serie B se le accuse saranno provate

Il Lecce
Corvia e il portiere Benassi sono coinvolti nellinchiesta di Cremona e potrebbero essere squalificati Ma il club, gi retrocesso in serie B, a rischiare grosso, fino alla retrocessione in Lega Pro se sar provata la responsabilit diretta dellex presidente Semeraro

Il Chievo
sotto inchiesta in tutte e tre le procure che si occupano del caso scommesse, ma al momento senza riscontri. Indagato Pellissier che rischia deferimento e squalifica. Per il club potrebbe arrivare una penalizzazione, difficile da quantificare

Cosa rischiano

La giustizia sportiva

Conte rischia lo stop, la Lazio lEuropa


Corsa contro il tempo per i processi: entro luglio devono arrivare le sentenze
ALBERTO ABBATE FULVIO BIANCHI
ROMA E la scossa pi forte, vacilla il calcio italiano. E si vergogna maledettamente: una giornata amara - sussurra il presidente della Figc Abete - perch non si pu rimanere insensibili di fronte a certe immagini. Il blitz nel ritiro della nazionale a Coverciano, Mauri e Milanetto in manette per LazioGenoa, Conte indagato per associazione a delinquere e perquisito insieme al presidente Mezzaroma. Il Siena rischia la retrocessione qualora dovesse essere accertato il coinvolgimento del suo presidente - per responsabilit diretta. Il 31 maggio, nel primo processo sportivo gi fissato, dovr solo difendersi da quella oggettiva, colpa del pure pensare a ipotesi estreme: Ci sono sospetti totalmente infondati, urla il comunicato del club. Palazzi ha gi fatto istanza per avere i nuovi atti e conta di tornare a Cremona proprio per spiegare la sua fretta. In Figc sono abbastanza ottimisti: Dovremo farcela. E anche il Coni vuole che si chiuda in fretta: Con sdegno, ci auguriamo ci sia la massima severit, dice Petrucci. Lo scandalo per stavolta ha proporzioni gigantesche e a tremare sono tantissimi tesserati e club. Chi ha scommesso andr incontro ad uno stop non inferiore ai due anni e a una multa minima di 25mila euro. In caso di omessa denuncia, la sanzione di otto mesi mentre per l'illecito si parte dai tre anni per arrivare alla radiazione. Previsti sconti di pena: gioved al

IN INGHILTERRA
Sulla home page delledizione online del Guardian: LItalia colpita dal raid della polizia

IN SPAGNA
Il titolo di Marca, versione online: Scandalo in Italia, Criscito out per gare truccate

Mano pesante per chi non patteggia: per i giocatori arrestati c anche lipotesi radiazione
suo ex calciatore, il superpentito Carobbio. Si accavallano le inchieste della Federcalcio con i blitz dei pm, e ormai una lotta contro il tempo: a fine luglio va data all'Uefa la lista dei club italiani ammessi alle Coppe, basterebbero i rinvii a giudizio a escluderli. Sulla base di quanto accaduto a Samp e Spezia, deferite per fatti risalenti alle ex societ di Bertani e Carobbio, rischierebbe persino la Juve per Conte. Per fine luglio comunque, al massimo si potr slittare di un paio di giorni, non di pi (anche perch il 2 agosto l'Inter dovr giocare i preliminari di Europa League) bisogner mettere la parola fine: faranno in tempo Stefano Palazzi e il suo pool a indagare e a completare i processi? Ci sono due mesi: pochissimi vista la mole di carte in arrivo anche da Bari. Soprattutto perch, almeno a Cremona, le indagini sono ancora in corso: Non escludiamo possa esserci il coinvolgimento delle dirigenze per Lecce-Lazio, ha tuonato addirittura il pm Di Martino. I salentini - gi retrocessi - andrebbero in C, la Lazio non vuole nep-

MATCH SOSPETTO
Unimmagine di LazioGenoa 4-2 della scorsa stagione. Per gli inquirenti era una partita truccata

Tra i club Siena e Lecce potrebbero essere retrocessi per responsabilit dei presidenti
primo processo ad esempio saranno tantissimi a patteggiare. Nei guai anche i club coinvolti per responsabilit oggettiva, presunta e diretta. La diretta comporter la retrocessione all'ultimo posto in classifica: quello che rischiano Siena e Lecce. Negli altri casi, responsabilit oggettiva o presunta, la condanna dovr essere afflittiva: vale a dire la penalizzazione che si appalesi inefficace nella stagione sportiva in corso pu essere fatta scontare, in tutto o in arte, nella stagione sportiva seguente. La Lazio, ad esempio, potrebbe scontare 7 punti nel prossimo campionato. Ma attenzione alle squadre promosse nelle Coppe europee: l'Uefa, il 27 aprile 2007, ha cambiato il regolamento. Chi viene coinvolto, direttamente e/o indirettamente, in attivit volte ad influenzare il risultato di incontri nazionali o internazionali viene escluso. Basta, come detto, il coinvolgimento. Per questo la Lazio potrebbe non partecipare all'Europa League, se le accuse a Mauri fossero confermate anche in sede sportiva.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Lintervista

Lex azzurro Tardelli: Troppi Ponzio Pilato sempre pronti a lavarsene le mani

Il nostro calcio senza credibilit perch nessuno vuole cambiarlo


MAURIZIO CROSETTI
La perdita di quel poco di credibilit che ancora aveva. Ora siamo a zero. La polizia a Coverciano, capitani in galera, giocatori che trattano con delinquenti comuni: i tifosi possono ancora fidarsi? Avere dubbi sulla pulizia del calcio il minimo, purtroppo. Latmosfera brutta, molto brutta. Si rischia di pensare che sia tutto un trucco: lo ? Non generalizziamo, ma neppure chiudiamo gli occhi. Dire cos fanno tutti unabitudine italiana che porta ad assolvere, a dimenticare. Invece, i colpevoli vanno colpiti e gli in-

arco Tardelli, cosa significa per il calcio italiano questa terribile giornata?

nocenti creduti, altrimenti la fine del calcio. Le sembra giusto che alcuni giocatori famosi facciano pubblicit alle scommesse, sia pure legali? In Inghilterra succede, e nessuno dubita sullonest di questi testimonial. Si scommette su tutto, ma nessuno trucca. Nessuno pensa che i calciatori possano vendersi le partite. Secondo lei, sar sufficiente lintervento di polizia e magistratura? No, se poi non esiste la volont di cambiare le regole. Non crede che per troppo tempo le istituzioni sportive e il pubblico abbiano fatto finta di niente? uno scandalo di quattro sfigati, si diceva. Il nostro un paese con troppi Ponzio Pilato e nessun Muzio Scevola. Tutti sono pronti a lavarsene le mani, nessuno a bruciarsele. Quale sar il contraccolpo per limmagine

dello sport italiano? Terribile. Per, visto come siamo ridotti, non lamentiamoci se non ci vengono dati gli Europei o se ci ritiriamo dalla corsa per le Olimpiadi. Lei e Trapattoni vivete in un altro mondo sportivo, quello anglosassone: come percepite la differenza? Gli inglesi sono riusciti ad eliminare gli hooligans, ma da quelle parti i tifosi non chiedono ai giocatori di togliersi le maglie. Forse hanno ancora fiducia nei loro atleti: perch? Perch tutto pi credibile, pi sano. Se si va allo stadio, gli steward sono figure ufficiali, non semplici maschere da cinema. Chi sgarra, viene portato via per le orecchie dagli steward, e finisce in gabbia dopo una manciata di minuti. Vi pare che da noi sia lo stesso?
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica la Repubblica
MARTED 29 MAGGIO 2012

10

I VELENI DEL VATICANO CRONACA


Addebiti Preghiera Serenit

Gotti Tedeschi ha mancato di far fronte ai suoi impegni basilari e ha creato divisioni nello Ior
CARL ANDERSON
membro del board dello Ior, dichiarazione di sabato

Ieri era Pentecoste ed ho pregato che lo Spirito Santo possa illuminare anche Carl Anderson
ETTORE GOTTI TEDESCHI
presidente licenziato dallo Ior, dichiarazione di ieri

Il Papa segue la delicata situazione che si sta vivendo in Curia ma conserva la sua serenit
PADRE FEDERICO LOMBARDI
direttore sala stampa Santa sede, dichiarazione di ieri

Le frasi

Lo scontro

In Vaticano la guerra dello Ior i big della Chiesa contro Bertone per la scalata alla banca di Dio
I corvi svelano: dopo Gotti Tedeschi due cordate in campo
(segue dalla prima pagina)

MARCO ANSALDO CITT DEL VATICANO NA battaglia sotterranea, decisiva tanto per i flussi di danaro che accorrono nella casse dello Stato, quanto per gli equilibri di potere allinterno della Chiesa. Mentre nella Santa Sede le indagini sui corvi, gli autori della fuoriuscita dei documenti segreti, proseguono, le spie continuano a parlare. E svelano i retroscena dello scontro in atto dopo la cacciata del presidente della banca del Vaticano, leconomista Ettore Gotti Tedeschi.

Stato vaticano e il presidente dello Ior cominciarono ad allentarsi. Purtroppo c qualcuno che non vuole assegnarmi questo piano, disse il capo della banca vaticana, dovendo abbandonare il progetto. I FALLIMENTI Banca del Fucino, Ospedale San Raffaele, Istituto Toniolo, legge antiriciclaggio. Il braccio di ferro tra Bertone e Gotti si consuma su altri dossier ritenuti di importanza rilevantissima per la Santa Sede. E las-

se con il segretario di Stato, pur solido allinizio, si deteriora e si rompe. Fino a quando Gotti decide di parlare direttamente al Papa, a cui invia anche delle relazioni sulla situazione interna allo Ior. IL MEMORANDUM Da gioved scorso, da quando Ettore Gotti Tedeschi stato licenziato da parte del Consiglio di sovrintendenza dellIstituto, lex capo della banca vaticana ha cominciato a stendere un suo memorandum di

difesa. Ieri leconomista e banchiere era in ospedale per unoperazione. rimasto sotto sedativi per tutto il resto della giornata, si addormentato presto, ma ha fatto in tempo a leggere i giornali e si informato sulle ultime novit in Vaticano. Mi sento ha detto come Cristo nellorto degli Ulivi. Un commento lha dedicato a Carl Anderson, membro del board dello Ior, autore di una dura critica sulla gestione di Gotti. Ieri era Pentecoste ha detto lex presidente dello Ior e ho

pregato che lo Spirito Santo possa illuminare anche Carl Anderson, che una persona che ho sempre stimato. LA SEGRETERIA SOTTO ASSEDIO Bertone ieri ha avuto una serie di incontri interni, ha parlato molto al telefono, ha mandato dei messaggi. Sottoposto a critiche nonostante la sua fedelt provata a Benedetto XVI, di cui da tantissimi anni il primo collaboratore, il segretario di Stato sta provando ad arginare lon-

IL LITIGIO SULLIMU Quando lo scorso anno usc liniziativa di far pagare lImu, la nuova tassa ex Ici, anche agli edifici ecclesiastici, in Vaticano si cerc qualcuno che potesse affrontare in modo concreto la questione. Fu individuato il nome di Gotti, e il presidente dello Ior avvi uno studio approfondito. Cominci a settembre, e lanalisi e stesura del documento

Bagnasco, Scola, Piacenza, Tettamanzi: con la segreteria di Stato braccio di ferro


dur tre-quattro mesi. Dei dettagli e dei capitoli di questa materia delicata leconomista di Piacenza ne parl a lungo, e pi volte, non solo con il Papa, ma anche con il ministro dellEconomia, Giulio Tremonti. Bertone e la Cei, la Conferenza episcopale dei vescovi, rimasero per del tutto fuori dalla partita. Alla fine, a dicembre, a studio ultimato, Gotti Tedeschi rimase molto amareggiato dalla bocciatura della sua proposta. Era stato messo a studiare largomento, e si riteneva che lavesse risolto in modo appropriato. Eppure il suo dossier fu accantonato. I rapporti fra il segretario di

la Repubblica la Repubblica
MARTED 29 MAGGIO 2012

PER SAPERNE DI PI www.repubblica.it www.osservatoreromano.va

11

Linchiesta

Quinto giorno in cella per luomo accusato di essere uno dei delatori. Padre Lombardi: il Papa vuole la verit

Vatileaks, cinque cardinali interrogati il maggiordomo: pronto a collaborare


FABIO TONACCI
ROMA Da una parte quattro, forse cinque, cardinali interrogati dalla commissione istituita da Benedetto XVI per scoprire i corvi responsabili della fuga di documenti riservati della Santa Sede. Unindagine che va avanti tra annunci e smentite. Dallaltra lunico indagato certo di questa storia, lex maggiordomo del Papa Paolo Gabriele, che al quinto giorno di reclusione nella caserma della Gendarmeria vaticana consegna ai suoi legali lannuncio della collaborazione. Paolo Gabriele si legge in una nota diffusa dallavvocato rotale Paolo Fusco, che lo difende insieme con la collega Cristiana Arr risponder a tutte le domande degli inquirenti per appurare la verit. Non vero

Continua la caccia a complici e mandanti per la fuoriuscita di documenti segreti

Per Gabriele prima visita della moglie in cella. Ha assunto due legali: uno un amico di infanzia
vuto anche la visita della moglie Manuela che, sempre attraverso Fusco, ha precisato di non aver mai lasciato la casa coniugale. Sullaltro binario investigativo, quello seguito dalla commissione dei tre cardinali guidati da Julian Herranz, il direttore della sala stampa vaticana padre Federico Lombardi a fare il punto, ancorch avaro di dettagli. Molte persone dice vengono interrogate in Curia e nei vari dicasteri. Almeno cinque i porporati sentiti da Herranz. La linea del Papa quella della tra-

per che nella sua casa siano state sequestrate casse di documenti in quantit impressionante e apparecchiature per fotografare e riprodurre carte. Fusco, che dellex aiutante di Camera del Papa accusato di furto aggravato amico fin da quando eravamo ragazzi, ha potuto incontrare il suo assistito e lo ha trovato sereno e tranquillo, pronto alla pi ampia collaborazione non appena avremo studiato le vicende oggetto dellindagine. Gabriele ha rice-

sparenza spiega padre Lombardi lui costantemente informato, consapevole della situazione delicata che si sta vivendo nella Curia romana, ma conserva la sua serenit. Ci sono scambi di informazioni tra la Gendarmeria coordinata dal procuratore di giustizia del Vaticano Nicola Picardi e la Commissione. Dopo liniziativa intrapresa da Picardi, il caso Gabriele passato nelle mani del giudice istruttore Pietro Antonio Bonnet. I tempi del procedimento non saranno brevi perch il sistema penale vaticano recepisce in parte la legislazione italiana ma la applica a un codice di procedura vecchio di un centinaio danni. Risale al 1913, e in base a quello sar processato lex maggiordomo del Papa.
RIPRODUZIONE RISERVATA

INSIEME
Papa Benedetto XVI insieme al segretario di Stato, il cardinale Tarcisio Bertone

FOTO:ANSA

data di polemiche. Il palazzo del governo vaticano appare come un fortino sotto attacco. Il segretario di Stato ha rinserrato le fila dei suoi fedelissimi, tra cui i cardinali Versaldi e Calcagno, e che annoverano anche le eminenze Bertello e Coccopalmerio. Ma Bertone sa di avere contro avversari di grosso calibro, tra cui quattro big. A Roma il cardinale Piacenza accreditato da pi parti come il suo possibile successore. Sono poi note le diversit di approccio con il presidente della Cei,

Bagnasco. Ci sono infine i cardinali lombardi Scola e Tettamanzi. E dopodomani, per lappunto, il Papa andr per tre giorni in visita a Milano, dove nei conciliaboli a latere degli incontri ufficiali molte questioni saranno affrontate. Lo scenario pi probabile che Bertone, che a dicembre compir let limite di 78 anni, chieda per quella data al Papa il pensionamento, e toccher quindi a un nuovo segretario di Stato. I CANDIDATI ALLA SUCCESSIONE Tra i successore a Gotti spunta ora lex governatore della Bundesbank, Hans Tietmayer. Ha 81 anni, ma ha compiuto da giovane studi di teologia, ed inoltre tedesco. il nome che piace di pi al Papa e al suo segretario, monsignor Georg Gaenswein. Attenzione anche su Hermann Schmitz, che dalla scorsa settimana ha assunto la presidenza ad interim dellIstituto. C poi lame-

Il presidente licenziato: Mi sento come Cristo nellorto degli ulivi


ricano Carl Anderson, e tre nomi italiani di tutto rispetto: il notaio torinese Antonio Maria Marocco, il presidente dellAbi, Giuseppe Mussari, e il manager dellApsa, il patrimonio della sede apostolica, Paolo Mennini. Gotti ormai il passato per lo Ior. Ma c chi, per rammentare lestrema vicinanza fra lui e il Papa, ricorda oggi episodi come questo: Gotti Tedeschi staccava la sera dal suo ufficio, chiedeva appuntamento al segretario del Papa padre Georg, e raggiungeva lo studio del Pontefice. Si sedevano insieme a parlare, e il banchiere aiutava Benedetto a stendere la sua Enciclica Caritas in veritate. Ora alle lacrime di Ratzinger per il suo amico si aggiunge la preoccupazione per chi prender il suo posto.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica la Repubblica
MARTED 29 MAGGIO 2012

12

I VELENI DEL VATICANO CRONACA

Lo scandalo

Vicini al Papa, ma ora pulizia lo sgomento dei cattolici di base


Dalle Acli alla Caritas la richiesta di cambiamento
ORAZIO LA ROCCA
CITT DEL VATICANO Solidariet e vicinanza al Papa. Ma anche chiarezza nella verit e soprattutto rinnovamento della Curia vaticana. Il mondo cattolico fa quadrato intorno a Benedetto XVI. la vicenda del corvo ha scosso tutte le grandi e piccole sigle dellassociazionismo ecclesiale. Tutte dalle Acli allAzione cattolica italiana, dalla Comunit di SantEgidio al Rinnovamento della Spirito, alla Caritas ora chiedono con forza che in Vaticano si proceda quanto prima a quellopera di pulizia sollecitata dallo stesso cardinale Ratzinger alla Via Crucis del 2005. Lo ricorda Andrea Olivero, presidente delle Acli, nellesprimere tutta la nostra vicinanza al Santo Padre in questo difficile momento: non bello vederlo soffrire per cattiverie, tradimenti, veleni. Anche nelle strutture ecclesiali, come la Curia, la debolezza umana

I personaggi
OLIVERO
Il presidente delle Acli chiede di operare un forte rinnovamento, con pi collegialit e meno logiche di potere

MIANO
Il presidente dellAzione cattolica spera un rapido chiarimento della vicenda: C amarezza e smarrimento tra i fedeli

IMPAGLIAZZO
Il leader della Comunit di SantEgidio esprime solidariet al Pontefice e confida nella giustizia vaticana

ammette il leader aclista sempre in agguato. Ecco perch occorre operare subito un forte rinnovamento con pi collegialit, senza logiche di potere. Solidariet anche dalla Caritas romana per la profonda amarezza che una figura come il Santo Padre sta provando per le scorrettezze di qualcuno che gli stava pi vicino, confessa il direttore, monsignor Enrico Feroci: Di fronte a queste cose si prova tristezza, amarezza, disagio. Non

possibile tradire una figura alta e nobile come Benedetto XVI. Pertanto occorre subito porre mano a un profondo e radicale rinnovamento delle strutture ecclesiali coinvolte, con un deciso ritorno agli insegnamenti di Cristo. Analoghi sentimenti di affetto per il Papa arrivano da Francesco Belletti, presidente del Forum delle Associazioni familiari, che si dichiara sconcertato nel vedere cosa sta succedendo in-

torno al Santo Padre, pur dicendosi sicuro che i pericoli di scollamento tra strutture curiali e fedeli alla fine non prevarranno perch la vera Chiesa quella che sta vicino ai poveri, agli ultimi, agli ammalati. Non nega, comunque, la necessit di fare pulizia perch ricorda Belletti in tutte le grandi organizzazioni ci sono incrostazioni causate da persone che, invece di servire, cercano il potere. Come Comunit di SantEgidio confida

il presidente Marco Impagliazzo siamo vicini al Santo Padre e dispiaciuti nel vederlo cos sofferente, ma confidiamo nella giustizia vaticana che alla fine far certamente piena chiarezza. Pur col dispiacere nel vedere lamarezza del Papa, siamo convinti che alla fine scandali, divisioni e dolori non riusciranno a sconfiggere la Chiesa di Cristo, afferma sicuro Salvatore Martinez, presidente del Rinnovamento dello Spirito, che vede in

quanto sta succedendo in Vaticano una possibilit di inizio e di rinnovamento sulla spinta della verit e della Fede. Speriamo che presto sar tutto chiarito si augura Franco Miano, presidente dellAzione cattolica italiana. C amarezza e smarrimento tra i fedeli, per cui importante arrivare quanto prima a qual necessario rinnovamento delle strutture e dei cuori, in maniera tale da vincere il male con il bene.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica la Repubblica
MARTED 29 MAGGIO 2012

PER SAPERNE DI PI www.chiesacattolica.it www.vatican.va

13

Il retroscena

Hacker e controlli sulle mail cos gli 007 della Santa Sede vanno a caccia dei corvi
Nei sotterranei sale hi-tech e centri dascolto
CORRADO ZUNINO
ROMA Attorno al Colonnato ci sono gli elmi lucidi con il pennacchio di struzzo, come dal gennaio 1506. Sono le guardie svizzere, svizzere e di fede, che prendono 1100 euro al mese esentasse e al comando del colonnello svizzero Mader controllano i cinque varchi daccesso alla Citt del Vaticano. Poi, confusi tra la folla, ci sono i gendarmi, i nuovi gendarmi di Domenico Giani e qui usciamo dalla tradizione e dalliconografia per entrare nel mondo dellinvestigazione. Giani, 50 anni, un aretino laureato in pedagogia, ovviamente un cattolico dichiarato, corrente francescana, e nella precedente vita civile stato finanziere, collaboratore del Sisde, i servizi segreti interni, dirigente dellamministrazione penitenziaria, addetto alla sicurezza di una presidenza del Consiglio. Tredici anni fa Domenico Giani entrato nel corpo di vigilanza dello Stato straniero, ha contribuito a trasformarlo nellattuale Gendarmeria e dal 2006, quando ne diventato ispettore generale, ha avviato una riforma radicale seguendo due principi: la segretezza necessaria a uno rezza e dal 2008 la Gendarmeria vaticana aderisce ai protocolli Interpol. Il comandante Giani ha specializzato le sue squadre nel pedinamento e ha creato sottogruppi come il Gir, intervento rapido, e lUnit antisabotaggio. Senza tecnologia lintelligence moderna niente e cos, individuate due sale nei sotterranei del Palazzo apostolico, il comandante ha fatto costruire un ufficio per le intercettazioni telefoniche e ambientali e un secondo per il monitoraggio della posta elettronica e dei siti internet ostili. Questultimo, lo ha raccontato anche il Corvo a Repubblica, stato affidato a un giovane hacker. Oggi linsider ha 35 anni e ha convertito le sue mail bomb in un servizio a difesa di Sua santit. Domenico Giani al corrente dei segreti di fondo del Vaticano, collabora con monsignor Novacek che in via dei Cherubini 32 guida lIstituto gesuitico di studi vaghi, il contro-spionaggio ecclesiale. Ma anche uomo di azione: fu lui a bloccare il primo dei due attacchi natalizi al Papa dellitalosvizzera Susanna Maiolo. E sono stati i suoi uomini a scoperchiare, venerd scorso, la casa in via di Porta Angelica del corvo minore Paoletto Gabriele. La nuova gendarmeria vaticana si muove con le Ducati 1200 e le Smart elettriche e dentro una monarchia assoluta si muove con poteri assoluti, impensabili di l del Colonnato. Questa capacit inquirente potr diventare unarma temibile nelle mani dellavvocato Nicola Picardi, il pm dello Stato vaticano. Daltronde lazione penale viene esercitata in nome del Papa, regolata da un codice del 1913 e spesso affidata ai consigli dei cardinali pi influenti. Durante il processo

FOTO: REUTERS

Domenico Giani, ex collaboratore del Sisde, a capo dellintelligence di Oltretevere


stato cos ricco e influente merita una intelligence da nazione evoluta e, secondo, la filiera del controllo deve restare in due sole mani. Le sue. Come tutti in Vaticano, Giani si muove sotto protezione. La sua inattaccabile: Tarcisio Bertone. Lo tutela e gli suggerisce le strategie. Non un caso che Bertone il 22 giugno 2006, diciannove giorni dopo la promozione del poliziotto di Arezzo a ispettore generale, sia diventato Segretario di Stato. In sei stagioni Giani ha avocato a s tutti i servigi di sicurezza del governatorato: Protezione civile, vigili del fuoco, le operazioni di gendarmeria. Ha stretto rapporti con i gruppi speciali dei carabinieri, i Gis. Ha iniziato a studiare da vicino lFbi americana. Dal 2006 ha fatto sue le linee guida dellOsce sulla sicu-

La gendarmeria aderisce ai protocolli Interpol e frequenta stage presso lFbi Usa


della scorsa primavera, quello contro monsignor Carlo Maria Vigan, le intercettazioni sono diventate protagoniste inattese dellaccusa, retta da Giani anche nel ruolo di procuratore. In quelloccasione molti prelati scoprirono di essere stati ascoltati e registrati, che le loro mail erano state lette, alcune lettere sequestrate. Brogliacci Telecom, stampate di conversazioni. Sembrava unudienza italiana di routine sulla pubblica corruzione. Monsignor Vigan, che aveva citato episodi di malversazioni interni alla chiesa, non stato riconosciuto come il primo corvo ed stato promosso alla nunziatura apostolica di Washington. Troppi pettegolezzi senza riscontri nel mare di carte.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica la Repubblica
MARTED 29 MAGGIO 2012

14

E GIUSTIZIA POLITICA INTERNA

Catrical, sul Csm ho sbagliato io Monti lo difende, Pd e Idv allattacco


Dal Pdl elogi al tentativo di diminuire il potere dei magistrati
LIANA MILELLA
ROMA Per Monti non esiste un caso Catrical. Il premier lo spegne a met pomeriggio. In dieci righe. In cui esprime piena fiducia al sottosegretario alla Presidenza. Motiva il passo: Ritengo corretta la sua gestione del dossier. Il progetto di riformare la giustizia disciplinare, documentata da Repubblica, cambiando gli equilibri tra laici e togati, a vantaggio dei primi, per tutte le magistrature, viene retrocesso da Monti a una fase di studio e riflessione necessaria prima che il presidente del Consiglio assuma la propria determinazione politica. Solo questo avrebbe fatto Antonio Catrical: avrebbe sondato i giudici per verificarne il giudizio. Poi, quando Monti gli ha comunicato la sua contrariet e quella del Guardasigilli Paola Severino, egli lo ha immediatamente recepito. Catrical, per parte sua, in una cosa ammette di aver sbagliato: Non ho precisato agli uffici di espungere la norma sul Csm che, per mio errore, stata quindi allegata. Due comunicati in due giorni. Domenica per annunciare che la riforma era stata gi fermata, ieri per spegnere lincendio su Catrical. Che incassa i forti dubbi del Pd, con il responsabile Giustizia Andrea Orlando pronto a uninterrogazione. E poi la richiesta di dimissioni di Antonio Di Pietro pubblicata sul blog: O Monti racconta balle o Catrical deve dimettersi subito. In compenso piena la solidariet del Pdl, da Osvaldo Napoli a Enrico Costa, da Jole Santelli a Francesco Paolo Sisto a Filippo Berselli, tutti pronti a stringersi intorno al civil servant della migliore e ormai esangue tradizione e al suo progetto. Condivisione pure dalla leghista Carolina Lussana. Giornata pesante per il sottosegretario. Che per riceve anche il pieno sostegno, espresso in aula alla Camera, di Severino. Che minimizza: Cera una bozza di riforma su cui ho espresso il mio parere tecnico contrario. Lidea stata valutata semplicemente in via preliminare. Un inside in via Arenula permette di ricostruire i tempi. A met maggio Severino apprende da palazzo Chigi delliniziativa di Catrical, ne parla stravolge a danno delle toghe il meccanismo della responsabilit civile. Sono i dubbi che Orlando esplicita nel preannunciare linterrogazione: Voglio capire quali sono i presupposti e le ragioni che hanno mosso il sottosegretario a lavorare sullipotesi di modifica del Csm. Sinterroga il dipietrista Luigi Li Gotti: Chi ha dato a Catrical questo compito?. Che la questione, del resto, sia fuori agenda lo dimostrano le parole del vice presidente del Csm Michele Vietti. Il quale non vuole alimentare la tensione, ma ci tiene a ricordare che di recente Napolitano ha dato atto alla nostra sezione disciplinare della sua tempestivit, del suo rigore, dicendo che il suo funzionamento fa giustizia dei troppi giudizi sommari dati sulla sezione stessa. Un fatto certo, testimoniato dalle voci del Pdl. Napoli: Pattuglia di magistrati indisponibili a qualsiasi riforma. Costa: Lavoro puntuale, trasparente, corretto.

DISSENSO
Il premier Mario Monti e il sottosegretario Catrical hanno vissuto momenti di dissenso sulla riforma del Csm

Roma

Nuovo ricovero per la moglie del premier


ROMA Elsa Antonioli, moglie del presidente del Consiglio Mario Monti, stata nuovamente ricoverata al Policlinico Gemelli di Roma per accertamenti. La signora Monti torna cos nellospedale romano dove era stata gi ricoverata a causa di una pancreatite lo scorso 27 aprile. Quel giorno i medici dell'ambulatorio di Palazzo Chigi, per precauzione, avevano disposto una visita pi approfondita in ospedale. La visita aveva comunque tranquillizzato i sanitari sullo stato di salute della signora.

Dibattito sulla mailing list dei giudici: Perch il sottosegretario ha avviato liter?
Berselli: Condiviso merito e metodo. Santelli: Toccare certi temi significa subire lattacco di magistrati e giornalisti. chiaro quindi chi sta con chi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

La lettera

Nessuna aggressione alle toghe, norme subito archiviate


ANTONIO CATRICAL
ARO Direttore, giusto, come richiede il Suo giornale, che chi riveste responsabilit pubbliche debba rispondere agli interrogativi che la stampa gli rivolge in merito al suo operato. Di buon grado Le scrivo quindi questa lettera, restando a disposizione se qualche punto dovr essere ancora chiarito. L'estensore delle bozze di norme sulle procedure disciplinari nelle magistrature e nelle libere professioni sono io. Queste proposte erano contenute in un testo di vari articoli legati da un unico filo conduttore: merito, trasparenza e responsabilit in vari settori, dall'istruzione, alla giustizia, al mercato, al diritto d'autore. Il pacchetto di cui mi assumo la responsabilit stato elaborato dallo stesso gruppo di studio che ha scritto molte norme del Salva Italia (tra le quali il dimezzamento dei consigli delle Autorit, il divieto di cumulo di incarichi nelle banche e nelle assicurazioni, la trasformazione delle province in enti di secondo grado) e il 50% delle norme del decreto Liberalizzazioni (tra tutte vorrei ricordare quella sulla societ semplificata per i giovani). Non tutte le norme allepoca proposte furono approvate dal Presidente del Consiglio, anche se per indiscrezioni molte di esse erano comparse sui giornali. Nello stesso modo il gruppo ha predisposto il pacchetto Merito e ha iniziato le consultazioni dei ministeri interessati, Il Presidente Monti, da me avvertito, ritenne inopportuna la proposta sul CSM e il Ministro della Giustizia

Democratici e dipietristi vogliono un dibattito parlamentare sulla riforma bloccata


con il sottosegretario Salvatore Mazzamuto, autore quando era consigliere giuridico dellex Guardasigilli Alfano, di una riforma del Csm. Il suo giudizio tranchant, messo su carta in una relazione: Senza cambiare la Costituzione il Csm non si tocca. E poi: Riformare il Csm spetta al ministro della Giustizia. Ma una domanda resta senza risposta. Quella che si fanno i magistrati nelle mailing list, e che agita il Pd Orlando. La parola chiave perch. Scrive il gip di Bergamo Ezia Maccora, componente di Md del Comitato direttivo centrale dellAnm: Perch il sottosegretario Catrical ha promosso questa iniziativa e ha avviato il relativo iter con la richiesta di un parere giuridico rivolta peraltro alla Corte dei Conti e al Consiglio di Stato e non al Csm?. Maccora ricorda linquietante coincidenza con lemendamento Pini, che

sollev una questione di praticabilit costituzionale della riforma e il testo per quella parte fu archiviato. Inizi per il resto il confronto con la Corte dei Conti e con il Consiglio di Stato, per conoscere lavviso di questi organismi sulla bozza di regolamentazione, ciascuno per la parte di propria competenza. Il testo non fu invece mandato al CSM, a riprova dell'avvenuta archiviazione dell'idea. Inizialmente avevo inviato ai Presidenti dei due Organi la sola norma che li riguardava direttamente. Successivamente, su richiesta, ho inviato lintera sezione relativa all'azione disciplinare per la magistratura e per le libere professioni. In una cosa ho sbagliato: non ho precisato agli uffici di espungere la norma sul CSM che, per mio errore, stata quindi allegata. Ma ribadisco che il parere stato richiesto solo per le norme di propria competenza. Delloriginario disegno peraltro rimasto in piedi solo il titolo sul merito scolastico. Andiamo alla sostanza. Non cera alcun intento aggressivo nei confronti dei magistrati, n della loro autonomia, garanzia assoluta della convivenza civile, anzi la ratio era di rinforzarne limmagine. La ringrazio, caro Direttore, per avermi dato la possibilit di chiarire la mia gestione del dossier ma resto a disposizione, come ho gi anticipato, per ogni ulteriore chiarimento che si ritenesse necessario.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Hanno detto

Riforma incostituzionale, ci vuole un altro sforzo di sincerit


GIANLUIGI PELLEGRINO
ATRICAL avr valutato il peso e il rilievo della sua lettera che garbata nei toni ma anche rivelatrice nei contenuti. Fornisce innanzitutto la risposta ufficiale che questo giornale aveva chiesto. Lautore di quelle norme che avrebbero stravolto i rapporti tra i poteri dello Stato, proprio lui. Ebbene Catrical un giurista di primordine. In quanto tale stato chiamato in quel posto di estrema responsabilit. Ma la norma che aveva preparato sul Csm era pacificamente incostituzionale. La nostra Carta stabilisce il rapporto che ci deve essere tra togati e laici nel Consiglio superiore e quindi, come gi sancito dalla Consulta, pure nella sezione disciplinare. Ribaltare quei rapporti non era solo inopportuno ma nemmeno immaginabile. E vi di pi. Venivano ad essere stravolti i principi fondanti della separazione dei poteri che sono larchitrave del nostro ordinamento.

Una norma come quella, Catrical lo sa bene, avrebbe difficolt anche a entrare in Costituzione perch ne sfregia i caratteri fondamentali. Non gi a tutela dei giudici, alcuni dei quali potrebbero persino volerlo, ma per salvaguardia fondamentale di noi cittadini, che cosa ben pi importante e riguarda tutte le magistrature. Sul punto il sottosegretario smentisce Monti. Perch riferisce di una contrariet del premier solo sul Csm e non anche sul resto di un progetto che invece Monti ha dichiarato di aver bocciato per intero, e che metteva le mani della politica su tutti i giudici. Forse sarebbe stato meglio chiudere questa vicenda con un piccolo sforzo ancora di sincerit. Dal sottosegretario, riconoscendo di aver assecondato il Pdl. E dal premier riferendoci di averlo redarguito ma perdonato, per questultima volta. Sarebbe stato meglio per tutti e pi rassicurante per il futuro.
RIPRODUZIONE RISERVATA

ANTONIO DI PIETRO
O Monti racconta balle, oppure Catrical deve dimettersi. Per Monti infatti la riforma era stata bocciata ha detto il leader dellIdv

ANDREA ORLANDO
Presenter uninterrogazione parlamentare sulloperato di Catrical e sui presupposti delle sue proposte ha detto il presidente giustizia Pd

la Repubblica la Repubblica
MARTED 29 MAGGIO 2012

PER SAPERNE DI PI www.csm.it www.giustizia.it

15
LA FIDUCIA
Il premier, con unaltra nota ufficiale, prende le difese del sottosegretario. Confermo a Catrical la mia piena fiducia, ritenendo corretta la sua gestione del dossier sul Csm

LA RIVELAZIONE
Repubblica rivela che il governo vuole assegnare ai laici di nomina politica la maggioranza nella sezione disciplinare del Csm. A spingere il progetto sarebbe il sottosegretario Antonio Catrical

LA SMENTITA
Una nota di Palazzo Chigi nega che il governo stia preparando una riforma della composizione delle sezioni disciplinare del Csm. Ma infuriano le polemiche sul ruolo di Catrical

Le tappe

Il retroscena

Il feeling mai nato tra Mario e Antonio e il premier detta le sue condizioni Confermo la fiducia se ammetti lerrore
Allarme del Quirinale per liniziativa del sottosegretario
ripete per il successore di Letta se fosse cos me ne sarei gi andato. E non nemmeno vero che il presidente mi ha detto una cosa e io ho fatto il contrario. In un caso del genere non sarei qui. Eppure in questi sei mesi gli episodi di incomprensione non sono mancati. Gli ultimi due: la discarica di Corcolle e la corsa alla presidenza dellAgcom. Nellultimo faccia a faccia con il Professore, la difesa di Catrical si basata su un solo punto: Io ho mandato quelle due lettere, vero. Le ho spedite il 14 maggio. Ma con Monti ne ho parlato il 17 maggio, tre giorni dopo. Anche se, lo ammetto, avevo gi ricevuto il no della Severino. Quando poi, pure il capo del governo mi ha detto no, ne ho preso atto. Mica posso risolvere io tutti i problemi del mondo. Anzi, la sua vera delusione riguarda semmai il fallimento sul diritto dautore, sul quoziente familiare e sulla pirateria informatica. Liniziativa sul Csm, per, ha provocato pi di uno scossone nellesecutivo. Le similitudini con i vecchi progetti berlusconiani hanno messo sul chi va l un po tutti. Quei testi si difende il diretto interessato non sono il calco dei disegno di legge del Pdl. Sia a Palazzo Chigi, sia sul Colle non la pensavano cos. Monti ha subito fermato loperazione. Ma anche Napolitano che del Consiglio superiore

(segue dalla prima pagina)

CLAUDIO TITO
L PREMIER vuole archiviare rapidamente la vicenda. Non vuole trasformarlo in un incidente politico. Ma detta le sue condizioni. Le 36 ore appena trascorse erano state cariche di tensione a Palazzo Chigi. I telefoni sono rimasti muti tra le stanze del capo del governo e del suo braccio destro. La comunicazione di fatto sospesa. Un nervosismo amplificato da un certo fastidio che trapelava dal Quirinale. Sul Colle, infatti, nessuno era convinto dallidea di mettere in campo in questa fase cos difficile unaltra riforma in grado di dividere la strana maggioranza e assestare un colpo allesecutivo. Senza contare che quella mossa aveva centrato un solo obiettivo: focalizzare di nuovo lattenzione su una materia che era uscita dal campo visivo del dibattito politico e parlamentare dopo le dimissioni di Silvio Berlusconi. Le lettere alla Corte dei Conti e al Consiglio di Stato, per, erano state effettivamente spedite da Palazzo Chigi. Ma di quelle missive il premier non sapeva nulla. E per questo ha chiesto al suo sottosegretario di assumersene la piena responsabilit. Senza investirne il governo nel suo complesso. Io passo un milione di carte al giorno e chi fa questa immensa mole di

Il vicepresidente del Consiglio superiore della magistratura Michele Vietti te della maggioranza e in particolare con il Pdl. Allarmato dal rischio di aggiungere un fattore di stress ad un governo che si muove su un equilibrio precario dopo lultima tornata amministrativa. Molti ricordano, allora, che a novembre allatto di nascita del nuovo esecutivo la candidatura di Gianni Letta come vicepresidente del consiglio venne superata solo con lindicazione di Catrical. Un passaggio che il Professore ha ben presente. Il feeling tra il presidente del Consiglio e il sottosegretario, del resto, non ha mai spiccato il

BREVIARIO

Nel governo manca un pizzico di gioia, un po di amicizia, uno sprizzo di vivacit


Salvatore Mazzamuto, sottosegretario alla Giustizia
RIPRODUZIONE RISERVATA

volo. Monti non lo conosco, dovremo imparare a lavorare insieme, diceva lex presidente dellAntitrust al momento della formazione del nuovo

esecutivo. Quel gap fino ad ora non stato colmato. Le loro riunioni sono quasi sempre formali. Il binomio Monti-Catrical non paragonabile a quello Berlusconi-Letta e nemmeno a quello Prodi-Micheli. Basti pensare che il premier nei suoi incontri al Quirinale con Napolitano non si fa mai accompagnare. Cos come non ha mai pensato di fissare con lui una riunione di staff quotidiana. Sebbene non sia mai emersa una diffidenza esplicita, chiaro che non esiste tra i due una vera sintonia. Ma non vero che sono in freddo con Mario

Lipotesi delle dimissioni stoppata dal Professore per non aprire nuove tensioni col Pdl
lavoro ammette lex presidente dellAntitrust pu anche commettere un errore. Una confessione che, poco dopo il faccia a faccia, mette nero su bianco in una lettera proprio a Repubblica.Premessa indispensabile per Monti. Condizione imprescindibile per concedere la copertura a Catrical. Ed evitare uno show down definitivo con le dimissioni del sottosegretario. Il quale per lintera mattinata ripeteva a tutti: Mi sento davvero molto colpito. Lipotesi delladdio per un giorno ha attraversato i corridoi della presidenza del consiglio e per un momento scivolata sulle scrivanie pi autorevoli. Ma stata stoppata in primo luogo dal Professore, preoccupato di provocare una falla nel rapporto con una par-

La polemica

Anticorruzione, il governo accelera oggi gli emendamenti azzurri


ROMA Aula deserta. Per i ddl su anti-corruzione, falso in bilancio, ratifica della convenzione di Strasburgo. Accade sempre che i deputati non ci siano per le discussioni generali, ma per temi cos cruciali limpatto negativo molto forte. C invece, per tutta la seduta, il Guardasigilli Paola Severino (nella foto). Tra lei e il Pdl il confronto aperto in vista di un voto che andr alla prossima settimana. Il capogruppo in commissione Giustizia Enrico Costa avverte: Non si riformino le maggioranze tra Pd e Idv. Com avvenuto sullaumento di pena per la corruzione. Costa aggiunge che, in quel caso, ci potrebbe avere una ripercussione al Senato, dove pende tuttora lemendamento Pini sulla responsabilit civile dei giudici su cui, a quel punto, potrebbe materializzarsi di nuovo unintesa Pdl-Lega. Oggi i berlusconiani presenteranno di nuovo i loro emendamenti per abbassare le pene, mentre il Pd ne far altrettanti per alzarle. Sisto (Pdl) ripropone la norma salva-Silvio (concussione solo patrimoniale). Il mix esplosivo. Severino media e replica: Il governo tiene a queste misure. Poi aggiunge: Lintento mettere in fila valori di rilevanza costituzionale collegandoli a sanzioni proporzionate. Teme che la piramide delle pene minuziosamente costruita finisca per crollare. Sul falso in bilancio parla in modo che piace al Pdl: Riscriviamo tutti i reati societari. Reagisce male Antonio Di Pietro. Il Pd preoccupato e con Donatella Ferranti d voce al timore che il ddl possa essere indebolito. Riparte la trattativa, ma il tam tam della fiducia sempre pi insistente. (l.mi.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

Lex Garante: Non vero che sono in dissenso con Mario, se fosse cos me ne sarei gi andato
della magistratura il presidente non ha nascosto tutte le sue perplessit. I contatti tra il Quirinale e Palazzo Chigi negli ultimi due giorni si sono intensificati proprio a causa di quelle bozze. E del resto, una certa irritazione negli uffici della presidenza della Repubblica era maturata anche per le posizioni assunte da Catrical sulla vicenda della discarica di Corcolle. Tant che al ritorno a Roma dopo il suo viaggio in Friuli, potrebbe esserci un incontro proprio tra il capo dello Stato e il sottosegretario. Ora comunque ha tagliato corto Monti bisogna chiudere lincidente. In questa fase non abbiamo bisogno di far scoppiare un caso dentro la squadra di governo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

FILIPPO BERSELLI
Condivido nel metodo e nel merito Catrical, ha detto il presidente della commissione Giustizia (Senato). ora di porre fine ad una giustizia troppo domestica

JOLE SANTELLI
Vergognoso lattacco nei confronti di Catrical, persona seria ed equilibrata che merita rispetto ha detto la vicepresidente dei deputati del Pdl alla Camera

FOTO:AGF

la Repubblica la Repubblica
MARTED 29 MAGGIO 2012

16

IL CASO FORMIGONI POLITICA INTERNA


LA LETTERA APERTA
Formigoni sullo yacht Ad maiora. Domenica il governatore in una lettera aperta ha affermato di aver trascorso sulla barca di Dacc solo qualche weekend di luglio e agosto, pi alcuni giorni delle vacanze di agosto

Le tappe

Formigoni sullo yacht ogni settimana il comandante smentisce il governatore


Non pochi weekend, ma presenza abituale. A bordo un altarino
DAL NOSTRO INVIATO
PORTO CERVO Formigoni in barca era ospite fisso. E, aggiungerei, gradito. Veniva quasi ogni week end. Da giugno a settembre. Con Dacc, certo, ma non soltanto con lui. Per quanto mi riguarda del presidente ho un ottimo ricordo: averlo a bordo era un piacere, una persona seria che stimo. La voce dellex comandante di Ad Maiora arriva al telefono da un porto della Costa Azzurra. Ligure, oltre la quarantina, luomo che per tre anni da giugno 2007 a ottobre 2010 ha portato per mare Roberto Formigoni in Costa Smeralda accetta di parlare con Repubblica ma chiede che non si riveli il suo nome (questo giornale ne a conoscenza). Adesso lavoro per unaltra societ, su unaltra barca, mi capisca.... Due anni fa il faccendiere Pierangelo Dacc, o meglio, Eurosat, la societ titolare di Ad Maiora, gli ha dato il benservito sostituendolo con un comandante croato. Lui dice che forse il collega costava meno, e per non serba rancore. Ricorda comunque con piacere le tre estati sarde. A partire da colui che sul panfilo un Ferretti di 27 metri, due ponti, cabina armatoriale con tanto di gigantesco rosario e altarino, pi altre quattro cabine, valore 2 milioni era considerato lospite numero uno. Il presidente. Lex comandante per smentisce Formigoni. Altro che solo qualche week end, come ha affermato domenica il gover-

LADOMANDA CUIFORMIGONI NONRISPONDE

Signor presidente, perch non vuole o non in grado di esibire la distinta bancaria dalla quale risulta che lei ha effettivamente rimborsato a Dacc le spese relative ai capodanni 2008, 2009 e 2010?

natore. Tra tutti gli ospiti Formigoni era quello che veniva pi spesso racconta . Si iniziava a giugno e si andava avanti fino a settembre. E lui non mancava praticamente mai. Portisco un molo esclusivo a due passi da Porto Cervo. Destate qui sono attraccati gli yacht di chi a una casa galleggiante ne abbina anche una sulla costa: e i valori richiedono diversi zeri. L Ad Maiora ha sempre fatto base qui. Adesso non c, dicono sia in un cantiere ligure. Altri raccontano, ma non si trova conferma, che Eurosat, dopo larresto di Dacc, labbia venduta a chiss chi. Non lo so, posso solo dire che quando la portavo io veniva usata, e anche molto. Le giornate di Formigoni in barca? Arrivava ver-

so le undici o mezzogiorno. Si metteva sul ponte a lavorare al computer e al telefono. Era uno che in vacanza al divertimento sapeva abbinare anche il lavoro. Mi sempre sembrato una persona seria. Dopodich ditemi a chi

Limbarcazione una Ferretti di 27 metri, valore di mercato circa 2 milioni


non piace divertirsi in barca.... Gi, soprattutto se si ospiti di un munifico consulente (Dacc) che sa muoversi nei mari della sanit con la stessa disinvoltura

con cui offre le vacanze in Costa Smeralda e ai Caraibi. Credo che il presidente alloggiasse nella villa del signor Dacc, ma non posso esserne sicuro. A bordo pranzavano, facevano il bagno e la sera scendevano per andare a cena. Chi pagava? Non so. So che le spese della barca erano tutte a carico della societ. Per quanto riguarda gli ospiti deduco fossero ospiti. Al porto di Portisco ieri girava una voce che non trova conferma. LAd Maiora di Formigoni. Lex comandante della barca la spiega cos: In tutti i porti, quando si vede un personaggio che sta sempre su una barca, si tende a dire che di sua propriet. Invece solo ospite assiduo. (p.b.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica la Repubblica
MARTED 29 MAGGIO 2012

PER SAPERNE DI PI www.formigoni.it www.repubblica.it

17

LACQUISTO
La villa di 13 vani (a sinistra) acquistata in Sardegna, attraverso il faccendiere Pierangelo Dacc, da Alberto Perego (a destra), amico e convivente di Formigoni, per 3 milioni di euro. Per lacquisto Formigoni ha dato a Perego 1 milione e 100 mila euro.

Il caso

Tredici stanze, prezzo ufficiale 3 milioni Ma quella villa in Sardegna vale il triplo
Le carte dellaffare Dacc-Perego. Gli esperti: qui quotazioni pi alte
Il documento
ha raccontato lo stile di vita non proprio frugale dei ciellini milanesi, in particolare della sua crme, e cio quei Memores domini di cui fa parte Formigoni ovvero dice semore Carla Vites il cane da guinzaglio di Dacc. In effetti le ville le hanno comprate (Perego). E le abitudini balneari della comitiva non erano esattamente votate alla povert. Tra Pevero e Cala di Volpe, un eldorado per milionari, se lo ricordano bene il Celeste ospite a villa Li Grazii. Le serate nei ristoranti esclusivi come il Pedrinelli, la barca con approdo riservato a Portisco o al Sestante, il molo di ponente della Marina di Porto Cervo. Quello pi vicino alla Stella Maris, la chiesa smeraldina dove Formigoni si spingeva quasi ogni pomeriggio per asdella costa dei vip. E in cima allAbbiadori che spicca la villa del gruppo vacanze Cl. Percorso lultimo tornante spunta lingresso: un cancello di legno con accanto la tipica pietra con su il nome della villa. Li Grazii, le grazie. Il giardino curato, gli oleandri, i muretti a secco che sembrano sculture, le architetture scavate nella pietra. Se rivolgi lo sguardo verso il mare ti trovi di fronte un panorama mozzafiato: a sinistra si allunga il prestigioso campo da golf del Pevero. A destra si schiude la baia di Cala di Volpe dove villeggiano i Paperoni di tutto il mondo. Don Giussani indossava i pantaloni lisi, questi si comprano le ville, ha dichiarato Carla Vites, moglie dellex assessore lombardo alla Sanit Antonio Simone (anche lui in carcere). La signora

DAL NOSTRO INVIATO PAOLO BERIZZI


PORTO CERVO Eccolo nero su bianco, e fuor di gossip, il pedigree della villa dove Roberto Formigoni trascorreva le sue vacanze a Porto Cervo. Latto di compravendita datato 28 ottobre 2011 e porta la firma di un notaio di Tempio Pausania. Sui quattro fogli intestati allAgenzia del Territorio c il nome del venditore la societ Limes srl di Maria Erika Dacc (figlia di Pierangelo, luomo daffari finito in carcere per il crac del San Raffaele e che pagava le vacanze al presidente della Lombardia) e dellacquirente, il commercialista milanese Alberto Perego, confratello di Formigoni nei Memores Domini e suo convivente nella ovattate

VALORI IMMOBILIARI
I dettagli del documento dellAgenzia del Territorio di Sassari che evidenziano le caratteristiche dellimmobile in Costa Smeralda acquistato da Alberto Perego. Il venditore una societ presieduta dalla figlia del lobbista Piero Dacc

L'atto datato 28 ottobre 2011 e porta la firma di un notaio di Tempio Pausania


stanze della comunit ciellina. Anche lui un uomo col fiuto per gli affari, non c che dire. Il rogito di fine ottobre con cui i Dacc gli vendono la loro magione con vista sul golfo del Pevero viene depositato con un prezzo dacquisto che qualunque immobiliarista della Costa Smeralda definisce, per usare un eufemismo, poco congruo, o fuori mercato. Tre milioni di euro. E cio, spiega un operatore del settore che tratta solo megaville, meno di un terzo del suo valore. Insomma, per Perego un affarone che val bene laccensione di un mutuo. La Banca di Credito Sardo gli accorda una base di 1,5 milioni. Il memore la accresce con 1 milione e 100 mila euro che gli vengono versati in due tranche dal suo amico Formigoni: il primo bonifico porta la data del 13 maggio 2011. Mutuo concordato, scritto sulla causale. Il secondo parte, con identico beneficiario, il 17 giugno e porta nelle tasche di Perego altri 100

mila euro. In tutto, ed anche su questo punto che si stanno concentrando i magistrati, il governatore lombardo allunga al suo fedelissimo un gruzzolo equivalente a undici anni di stipendio. Perch tanta generosit? Ad ogni modo: il 28 ottobre Perego gi condannato in primo grado a quattro mesi (pena sospesa) per falsa testimonianza per avere negato di essere il beneficiario di un conto bancario svizzero nellinchiesta Oil for Food perfeziona lacquisto della villa di Dacc. Una splendida dimora di tredici stanze che negli ultimi anni ha ospitato abitualmente Roberto Formigoni. Per raggiungere la villa bisogna arrampicarsi sulla collina di Monti tundi, unaltura che domina sul golfo del Pevero a sinistra e la baia di Cala di Volpe a destra. Fino agli anni 90 qui cera una sola casa, quella dellarchitetto svizzero Jacques Couelle. Una celebrit da queste parti: fu lui a inventare per lAga Khan lo stile smeraldino, il marchio di fabbrica di tutte le case

Perego a perfezionare l'acquisto della villa di 13 stanze di Pierangelo Dacc


sistere alla messa celebrata da don Raimondo Satta. Passeggiava sui molti il governatore lombardo. A Cene, gite in barca e viaggi aerei ci pensava Dacc. Lui, Robertino, si raccoglieva in mistica contemplazione e preghiera. Anche dentro lo yacht dove era stato realizzato un piccolo altarino. Cos andavano le vacanze in Costa Smeralda. Dopo le giornate al mare Formigoni & co si ritiravano nella villa sulla collina. Adesso la notizia della vendita a solo 3 milioni di euro fa il giro nelle agenzie immobiliari della zona. Se con quella cifra si compra una casa di tredici vani qui, allora possiamo anche cambiare tutti mestiere. E vero che il mercato in crisi ma sfido chiunque a vendere una casa a una cifra del genere da Golfo Aranci fino a quass. Questa non solo una vicenda da procura, anche una storia da Guinness dei primati o da mercato dellusato conveniente.
RIPRODUZIONE RISERVATA

La polemica

La frecciata di un ex ministro Le mie vacanze me le pago io


MILANO Un Formigoni day. Un grande evento da organizzare a giugno per ridare smalto allimmagine del governatore lombardo, offuscata dalle inchieste giudiziarie sulla sanit lombarda, dal resoconto dei verbali degli interrogatori del faccendiere Dacc su vacanze, cene e viaggi pagati al Celeste. questa la richiesta fatta da Formigoni ieri al Tavolo regionale del Popolo della Libert che gli ha confermato la massima fiducia e sostegno nellazione del suo governo. Sulla manifestazione, per, il Pdl lombardo avrebbe preso tempo. Anche se alcuni dei presenti non avrebbero risparmiato alcune frecciate a Formigoni. Io vado in vacanza in Sardegna ogni anno avrebbe sbottato un ex ministro Ma le vacanze me le pago io.

la Repubblica la Repubblica
MARTED 29 MAGGIO 2012

18

LE SCELTE DEI PARTITI POLITICA INTERNA


Cittadini e istituzioni Piazza della Loggia

I partiti sono cinghie di trasmissione delle istanze dei cittadini verso le istituzioni. Senza, non si tocca la sfera delle decisioni

Condivido la profonda amarezza dei familiari delle vittime, lasciati ancora una volta senza una sanzione di colpevolezza

Napolitano: Guai alla fuga dalla politica il web non decide, partiti indispensabili
Strage di Brescia, apparati dello Stato ostacolarono la verit
UMBERTO ROSSO
ROMA Non sar magari una nuova puntata delloffensiva anti-Grillo, perch lallarme del capo dello Stato viaggia a pi largo spettro rispetto a M5S, ma ormai chiaro che per Giorgio Napolitano il pericolo numero uno oggi si chiama antipolitica. Lultima conferma ieri mattina, al Quirinale, in un botta e risposta con i giovani dellArel carichi di tanti dubbi e poche illusioni sul futuro che li aspetta. Il capo dello Stato frena sul web come ricetta per la democrazia e rilancia i partiti, il loro ruolo insostituibile. Poi, ma lo fa in un messaggio al sindaco di Brescia, punta il dito contro deviazioni e collusioni, accusa quella parte di apparati dello Stato che si sono frapposti alla verit sulla strage di piazza della Loggia. E il web la formula nuova della partecipazione, la ricetta vincente di fronte alla crisi dei partiti? No, non lo . E unillusione, avverte il capo dello Stato. Perch la rete non il luogo delle deso in luce quanto emerso, dalle carte processuali e dalle inchieste parlamentari, sulla matrice di estrema destra neofascista di quellazione criminale e sugli ostacoli che una parte degli apparati dello stato frappose alla ricerca della verit. Ai giovani, che al Colle hanno illustrato i risultati di una ricerca dellOsservatorio dellArel guidato da Enrico Letta, Napolitano dice che la loro condizione si complicata anche a seguito delle politiche di bilancio restrittive, alle scelte di risanamento e al consolidamento fiscale adottate per far fronte alla pressione dei mercati sui titoli del nostro debito pubblico. I tagli lineari su ricerca e formazione sono un errore. I ragazzi gli chiedono: qual stato il peggior errore della sua generazione? Sono stato 38 anni deputato e di questi per 34 sono stato allopposizione: potrei scrivere un trattato su come si sta allopposizione, che a volte condivideva le decisioni. Lerrore pi grave stato varare delle riforme affidandosi al canale della spesa pubblica, dilatandola, accumulando sulle spalle dei giovani pesantissime cambiali.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Libert e Giustizia

Il Cavaliere vuole una riforma gollista non voteremo chi non difende la Carta
ROMA Gli sherpa che stanno scrivendo una nuova Costituzione hanno una parola dordine: Lavorare in silenzio. E un motto: Ora o mai pi. Ma siamo seri!. Inizia cos lappello di Sandra Bonsanti, presidente di Libert e Giustizia, sulle riforme nel cui dibattito intervenuto anche Berlusconi con la scoperta del sistema francese e limpulso a imporre una riforma gollista, destinata a limitare il potere del Parlamento e a consegnarlo tutto a uno solo. Bonsanti ricorda che lo stesso De Gaulle sottopose le sue riforme costituzionali a referendum: Questo il sistema francese di cui straparla Berlusconi e che il Pd decide di andare a vedere? Ma cosa vuoi andare a vedere?. Per L&G il Pd in aula ci dovrebbe andare solo per bocciare la proposta. Non voter partito o lista che candider chi oggi non prende una posizione netta sulla Costituzione.

LE CRITICHE
Le critiche del capo dello Stato Giorgio Napolitano al web e al suo uso e abuso, sono rivolte anche al MoVimento 5 Stelle e al suo leader, Beppe Grillo (nella foto, a sinistra). Ma non solo: lantipolitica tout court obiettivo del ragionamento del presidente, pericolo sempre forte e presente

Appello ai giovani: Scendete in campo presto a rinnovare la politica portando trasparenza


cisioni, le scelte vere si compiono altrove, nelle istituzioni. E per entrarvi dentro servono, ancora, i partiti. Insostituibili. I partiti sono le cinghie di trasmissione delle istanze dai cittadini alle istituzioni: se manca questo anello nella partecipazione popolare e giovanile non si toccano le decisioni politiche. E siccome, guarda caso, larma-fine-di-mondo teorizzata e praticata da Beppe Grillo proprio la rete, il sospetto che il forte richiamo di Napolitano sia rivolto in particolare (anche se non solo) allavanzata del grillismo, si direbbe fondato. E a questa onda che sale e che mette tutti i partiti nello stesso mazzo e li rifiuta in blocco, si rivolge il presidente della Repubblica con parole pi che accorate, dure e allarmatissime, citando quelle di Giaime Pintor durante la Resistenza: Guai se invece della corsa alla politica scatta la fuga della politica, sarebbe una catastrofe per la nostra democrazia e la nostra societ. I pericoli, del resto, sia pure su altri e ben pi pericolosi fronti, in questi anni non sono mancati. Napolitano, prima di incontrare i giovani, manda un messaggio al sindaco di Brescia a 38 anni dalla strage. Eccidio rimasto senza colpevoli (lultima sentenza ha mandato tutti assolti gli imputati), e dunque la verit va cercata ancora, la giustizia deve fare il suo corso. Ma nel contempo va per fin da ora mes-

Il caso

Oggi anche il sindaco di Firenze alla direzione. Sul tavolo primarie, alleanze e presidenzialismo

Pd, in direzione rinnovatori alla carica Bersani a Renzi: dai giovani pi umilt
GIOVANNA CASADIO
ROMA Dallultima direzione Pd a cui ha partecipato passato quasi un anno, ma Renzi fa sapere che oggi ci sar, impegni istituzionali da sindaco di Firenze permettendo. Ad attendere il rottamatore nella riunione al Nazareno ci sono i trenta/quarantenni che hanno preparato un documento da mettere ai voti. I rinnovatori alla carica. Dopo le amministrative, dopo il boom di Grillo e gli ultimatum di Vendola e Di Pietro, chiedono al segretario tre cose: in autunno primarie per il candidato premier e per la scelta dei parlamentari (Tanto la riforma elettorale chiss dove finir) e rendere perentoria la regola dei tre mandati parlamentari. Chi li ha superati - Veltroni e DAlema, ad esempio - a casa. Il documento ha ladesione di Pippo Civati, di Sandro Gozi, di Paola Concia, di Ivan Scalfarotto (con alcuni distinguo), di Andrea Sarubbi, ma tenta molti altri pidd. Ricambio, apertura, rinnovamento e primarie sono le parole dordine che girano nel dibattito sul web, attorno al post di Civati dal titolo In direzione (ostinata e contraria) . Per Bersani non sar una giornata facile. Laut aut sullalleanza politica che gli hanno posto Vendola e Di Pietro (e la frenata speculare che gli chiede Casini) ha sortito un unico effetto: il segretario democratico prende tempo. Per cominciare, non gli piaciuta la sagoma di cartone che lo ritraeva, nel dibattito tv durante In Onda, tra Nichi e Tonino: Il buongusto facoltativo, non obbligatorio, la frecciata. Per la crisi italiana talmente seria, lo spettro della Grecia, la difficolt della crescita sono tali, da non consentire di perdersi in provocazioni. Ma c una battuta per Renzi da parte del leader Pd: sia pi umile. Lo diciamo a qualcuno dei nostri tra i pi giovani: non sprecare i tuoi talenti, mettici un po di umilt al servizio della collettivit. Oggi Bersani parler di alleanze, cio di come intende riorganizzare il campo del centrosinistra (Lofferta politica va aggiornata), con un Patto democratico che raduni progressisti, moderati, liste civiche e che abbia il Pd alla guida. Una lista civica dappoggio allorizzonte? di certo non piace al dalemiano Matteo Orfini e neppure a Stefano Fassina, che pensa al metodo MeetUp per svecchiare il partito, Grillo docet. Ci sar la direzione e dopo comunicheremo le decisioni, si limitato a replicare ieri Bersani a proposito di alleanze. Ma il leit motiv del segretario sar il seguente: nel tempo dellantipolitica, i politicismi non hanno alcun appeal. Sul tavolo della direzione anche lofferta di Berlusconi di scambiare il semi-presidenzialismo con la riforma elettorale a doppio turno, che sta a cuore al Pd . I veltroniani ritengono che, per non restare con il cerino in mano, bisognerebbe andare a vedere. Ma lo stesso Veltroni frena: Fermo restando che il merito risponde alle esigenze vere di governabilit del paese, il rischio bluff altissimo e pu servire a non cambiare nulla. Berlusconi un ostacolo a qualunque accordo serio. Se il Pdl avesse voluto fare sul serio, avrebbe preso contatti con le altre forze politiche non convocato una conferenza stampa con Berlusconi.Tuttavia stamani al centro della riunione democratica (forse a porte aperte, dopo che la precedente direzione a porte chiuse era stata un delirio di tweet), c il ricambio dei dirigenti, le primarie a cui lo stesso Bersani dovrebbe sottoporsi dopo averle vinte nel 2009. Da allora passata unera - afferma Renzi - Grillo vince perch sbagliamo noi. Di rinnovamento si gi parlato ieri sera nella riunione di Areadem, la corrente di Franceschini. Il ricambio deve avere spazio, non si pu ignorare, ammette Antonello Giacomelli.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Se non ora quando

Offensivo il taglio del 5 per cento alle forze che candidano poche donne
ROMA Protesta delle donne di Se non ora quando per lemendamento della Camera alla legge sul finanziamento ai partiti che prevede un taglio del 5% dei contributi in caso di liste che non presentino almeno un terzo di donne. una misura ipocrita e offensiva commentano. In assenza di regole di democrazia paritaria, lesiguit della penale la rende del tutto inadatta. Da qui la richiesta che il Senato corregga radicalmente la norma.

la Repubblica la Repubblica
MARTED 29 MAGGIO 2012

PER SAPERNE DI PI www.repubblica.it www.partitodemocratico.it

19

Il personaggio

Spunta un fondo finanziato dai leghisti per garantire le cure al Senatur

A Bossi i poteri sulle espulsioni ma sui figli non potr parlare


RODOLFO SALA
MILANO Lhanno messo nero su bianco, nella nuova bozza di Statuto da sottoporre al congresso federale: neppure pap Umberto potr garantire che Renzo il Trota venga espulso dal movimento. Il documento, approvato ieri in via Bellerio dai segretari regionali e dai triumviri (assente Maroni) conferma la sostanza dellaccordo raggiunto due settimane fa: Bobo segretario e Bossi presidente a vita della Lega, con un ruolo di garante che gli permette di dire lultima parola sulle espulsioni. E quindi di evitare ritorsioni ed epurazioni ai danni dei suoi fedelissimi (per esempio il senatore Giuseppe Leoni) e di famigli, a cominciare dalla moglie Manuela Marrone. C per un codicillo che restringe la platea dei potenziali graziati: il presidente federale pu intervenire solo e solo su loro ricorso quando a essere cacciati sono leghisti con una militanza almeno ventennale. Renzo Bossi fuori, con grande soddisfazione di quanti, alla vigilia dei congressi (nel week end in Lombardia e Veneto, a fine giugno quello federale) continuano a
FOTO: ANSA

PRESIDENTE
Umberto Bossi ha lasciato la carica di segretario della Lega. Resta per presidente

chiedere la cacciata del Trota, com successo anche domenica in un assemblea a Brescia. Una cosa simbolica, sorridono sornioni i maroniani a proposito del ruolo ritagliato nella nuova Lega per Umberto Bossi. Che, in ogni caso, nulla potr contro quello che decideranno ogni anno le sezioni, investite del potere di degradare da soci militanti a semplici simpatizzanti (e quindi privi del diritto di voto al congresso) gli iscritti che non lavorano. Se declassati, loro non potranno neppure presentare ricorso al presidente federale. Nella bozza di nuovo Statuto non c invece traccia delle garanzie economiche che verrebbero comunque date a Bossi, ancora bisognoso di costosissime cure. In caso di necessit, saranno gli stessi leghisti a provvedere di tasca propria, magari

dando vita a un fondo volontario ma escludendo lutilizzo di soldi di partito. Limportante, come dice un fedelissimo di Maroni, chiudere una volta per tutte la stagione dei soldi del movimento utilizzati in modo improprio. Adesso i riflettori sono tutti puntati sui due congressi regionali che si terranno nel fine settimana. A Bergamo, venerd e sabato, quello lombardo, dove per la segreteria si sfidano il maroniano Matteo Salvini e il sindaco di Lazzate Cesarino Monti. E a Padova, sabato e domenica, dove il sindaco di Cittadella Massimo Bitonci tenta disperatamente, in nome dellortodossia bossiana, di sbarrare la strada a un lanciatissimo Flavio Tosi. Sullo sfondo, resta la questione Formigoni. I leghisti si sono convinti che il governatore lombardo ha le settimane contate. E con Maroni lanciano un avvertimento: Se nel 2013 si ricandida in Parlamento, come ha gi fatto due volte, deve dimettersi prima da presidente, cos lanno prossimo voteremo per le politiche e per le regionali; e in questo caso noi rivendicheremmo la guida della Lombardia.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il retroscena

Pdl, rivolta contro il direttorio di Alfano Berlusconi: Lo sapevo, meglio azzerare tutto
Gelo tra leader e segretario. Ex An pronti a staccarsi in Parlamento
I personaggi
ALFANO
Il segretario insiste sullalleanza tra i moderati e lavora al direttorio da lanciare entro poche settimane

CARMELO LOPAPA
ROMA Lunica soluzione era azzerare tutto, ripartire da zero, cambiare nome e volto al Pdl, non mi hai voluto dare retta, Angelino. Questa tua ristrutturazione del vecchio non mi convince, non sono daccordo, ma fai come ritieni. Lultimo colloquio tra Silvio Berlusconi e Angelino Alfano prima che tra i due calasse il gelo del lungo weekend di silenzi raccontano abbia segnato una frattura tra i due. Per di pi sul terreno minato del che fare di un Pdl ormai in caduta libera di consensi, attraversato da lotte intestine e da un clima da si salvi chi pu. Il sondaggio Emg letto ieri sera al tg de La7 da Mentana lo dava in ulteriore calo, al 18,8. Nelle ultime 24 ore i fantasmi e i dubbi del Cavaliere si sono materializzati. Ad Angelino lo avevo detto che sarebbe finita cos, va ripetendo a chi lo ha sentito da Arcore. Da ieri il partito dei gerarchi e dei colonnelli, delle correnti e degli ex qualcosa, ufficialmente in rivolta contro il segretario, intestarditosi sulla necessit di tenere in piedi il Pdl e di limitare la svolta a un direttorio a cinque composto dai quarantenni a lui pi vicini e dal quale farsi affiancare: Lupi, Gelmini, Fitto, Frattini e Meloni (in rappresentanza dellarea An). Prenderebbero il posto degli attuali coordinatori, ma lasciando fuori dalla porta tante altre anime del partito. Altero Matteoli, ex ministro di estrazione An, non usa giri di parole per bocciare loperazione: Nei partiti quando non si sa cosa fare si fanno i direttori. Ma noi abbiamo un presidente, un segretario, tre coordinatori, a cosa ci servirebbe?

Angelino disposto a barattare elezioni alla francese con la legge sul conflitto di interessi
LA CRISI
Lex premier Silvio Berlusconi alla prese con la crisi del Pdl

MATTEOLI
Alfano non ci ha parlato di direttorio in alcuna riunione. Non serve: ci sono gi segretario e coordinatori

SCAJOLA
Sul piede di guerra anche la corrente che fa capo allex ministro: Sarebbe uniniziativa distruttiva

CICCHITTO
Guerra aperta coi giornali di area. Dopo Bondi con Libero, Cicchitto, criticato dal Giornale, contrattacca

Creerebbe solo pi confusione. Sono nettamente contrario. Mi consola solo il fatto di averne letto sui giornali, Angelino non ce ne ha parlato. Confidiamo vivamente nel fatto che il progetto, se reale, resti nel cassetto. Se non sar cos, sottinteso, tutto potr succedere. Del resto tutta la componente ex An in subbuglio e in grado di dar vita a una componente (anche parlamentare) autonoma. Ma sul piede di guerra anche laltra corrente strutturata del Pdl, quella che fa capo a Claudio Scajola. Nessuno dei suoi uomini nel team five in cantiere. Il responsabile elettorale Pdl e braccio destro di Scajola, Ignazio Abrignani, mette in guardia: Pi che unopera di costruzione sarebbe di distruzione. Tutto andrebbe definitivamente in frantumi, insomma. Anche perch, spiega, in un partito nel pieno delle sue funzioni lassemblea ad eleggere i componenti di uneventuale segreteria, di un direttorio: qui si parla di nomine dallalto. Non sono i soli. A farsi sentire in queste ore ad Arcore sarebbero stati anche altri ex ministri quali Renato Brunetta e Paolo Romani, tra gli altri. Il nocciolo della questione che alcuni si sono messi in testa di poter

fare a meno di Berlusconi, per poter abbracciare Casini o Montezemolo: il vero braccio di ferro tra chi ritiene il presidente ancora indispensabile e chi non lo vuole pi ragiona un fedelissimo del Cavaliere e

suo ex ministro. Tra i sospettati non c certo Alfano. Ma altri big in ascesa, s. Il segretario ieri da Prato tornato a invocare lalleanza tra tutti i moderati, compresi Udc e Montezemolo, non su alchimie o nomi ma

ALESSANDRA LONGO BELPAESE STORACE VA ALLA GUERRA

ingalluzzito dallincontro di un mese fa con Marine Le Pen, Francesco Storace lancia unaltra manifestazione il 9 giugno a Napoli, dopo la marcia su Roma del marzo scorso. Momento buono per la Destra: Nel 2008 avevo contro Berlusconi, Fini e Bossi. Adesso tutti e tre sono spariti dalla circolazione.... Il chiodo fisso? LEuropa dei banchieri che insidierebbe la sovranit dello Stato. A Napoli verr lanciato un referendum sul fiscal compact. Domanda facile facile: Vuoi decidere tu il tuo futuro o vuoi che lo decidano gli uomini della Bce?. Chi ci sta ci sta, senza vincoli di coalizione. Storace non vorr mica proporre luscita dalleuro? Direi che il minimo sindacale se continua cos. A sorpresa un rimpianto: Oggi ci vorrebbe un Craxi modello Sigonella.

RIPRODUZIONE RISERVATA

su contenuti concreti. E ha schivato la domanda sulla sua candidatura a premier per il Pdl: Non il tema. Mentre in serata, ospite di Porta a Porta, afferma che se ci sar lok delle altre forze politiche alla riforma presidenziale alla francese, il Pdl disposto a fare una legge sul conflitto di interesse. Tutto questo mentre, dopo le scintille tra Sandro Bondi e Libero, ieri si aperto lo scontro tra il capogruppo Cicchitto e il Giornale. un tutti contro tutti. In questo clima, Berlusconi sempre pi intenzionato a procedere per la sua strada, lavora fin dora al lancio entro fine anno delle liste civiche nazionali. Giovani, imprenditori, donne, soprattutto volti nuovi e sconosciuti da catapultare nellorbita della campagna elettorale 2013. Da affiancare ma con netta demarcazione al vecchio Pdl. Il pressing dei giovani formattatori ha finito con lalimentare altra tensione interna. Dalla sua, Alfano pu contare ancora sul sostegno del movimento giovanile ufficiale: C un crescente domanda di partecipazione democratica, ma il grande processo di rinnovamento al fianco del presidente Berlusconi e del segretario Alfano spiega la coordinatrice di Giovane Italia, Annagrazia Calabria si realizzer sul piano dei contenuti politici perch siamo cresciuti e continueremo a lavorare in un partito di proposta e non di protesta. I formattatori per restano in attesa di segnali e rinnovamento. Sullo sfondo si staglia il caso Formigoni. In privato tutti i dirigenti lo definiscono un bubbone, ma nessuno si azzarda a scaricarlo, nel timore di assistere alla scalata di un ex An, se non di Maroni, al Pirellone.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica la Repubblica
MARTED 29 MAGGIO 2012

20

MONDO

PER SAPERNE DI PI www.levesoninquiry.org.uk www.un.org

Chiamai Prodi, Murdoch voleva Mediaset


Tabloidgate, Blair racconta ai giudici la mediazione. Ma non ci furono illeciti
DAL NOSTRO CORRISPONDENTE ENRICO FRANCESCHINI
LONDRA Nel 1998 lallora premier britannico Tony Blair sond Romano Prodi, allepoca presidente del Consiglio, sulla possibilit che Rupert Murdoch acquistasse Mediaset da Silvio Berlusconi. lo stesso Blair a rivelarlo, negando tuttavia che ci fosse niente di male nel suo comportamento e assicurando che n in tale occasione, n in altre, fece alcun patto con Murdoch per promettergli favori politici in cambio del sostegno dei suoi giornali. Si tratta comunque di unammissione sorprendente, perch in passato lex leader laburista aveva negato di avere aiutato Murdoch a valutare laffare Mediaset. E non lunica sorpresa dellinterrogatorio di Blair davanti alla commissione governativa dinchiesta sul Tabloidgate, perch a un certo punto un uomo apparso alle spalle del giudice Leveson che conduce le udienze e si messo a gridare: Tony Blair un criminale di guerra, ci ha portati in Iraq per prendere i soldi della banca JP Morgan. Lattimo di trambusto ha fatto balzare in avanti a sua protezione le due guardie del corpo, mentre tre poliziotti portavano via il dimostrante e il giudice si scusava con Blair, chiedendo unindagine immediata. Poco prima, rispondendo alle domande del procuratore Robert Jay, lex leader del Labour ha fatto la sua rivelazione, raccontando di essere intervenuto per conto di Murdoch durante una telefonata con Prodi nel 1998 (quando Blair era al potere da appena un anno) in merito allacquisto di Mediaset. Dopo avere chiesto un parere al segretario di gabinetto sullopportunit dellargomento, dice lex premier, cos sottolineando che la sua iniziativa non era nascosta ma anzi il pi alto funzionario di Stato di Downing street la considerava eticamente ammissibile, sollevai la questione nel corso di una telefonata con Romano Prodi, per verificare se vi fossero obiezioni politiche. Blair non riferisce cosa gli rispose Prodi, ma in quei giorni la stampa inglese, nonostante le smentite dei portavoce governativi, scrisse che le informazioni emerse nel dialogo con il premier italiano furono il fattore determinante nellindurre Murdoch a non alzare ulteriormente lofferta per convincere Berlusconi a vendere. Il mio fu un intervento perfettamente giustificato, afferma Blair. Mi limitai a chiedere se un proprietario straniero sarebbe stato benvenuto o no. Non ci vidi nulla di sbagliato, avrei fatto lo stesso se un altro gruppo editoriale britannico fosse stato interessato a unacquisizione di Mediaset. Purtroppo, quella telefonata scaten una valanga di polemiche, sicch una conversazione telefonica di appena due minuti fin per tenerci occupati per due setti-

Un uomo lo attacca sullIraq durante linterrogatorio: Sei un criminale di guerra


mane. Ed proprio questo che Blair rimprovera alla macchina dei media: avere un rapporto malsano con il potere. Se uno si alza a protestare e novantanove restano seduti, i giornali parlano solo del singolo che ha protestato, conclude lex-premier, ammettendo che mettersi contro di loro equivale al suicidio per un politico, ma rimproverando ai media di avere gettato del fango anche su sua moglie e i suoi figli.
FOTO: LAPRESSE
RIPRODUZIONE RISERVATA

CONTESTATO
Lex premier Tony Blair stato contestato ieri in commissione (in alto) A lato, con Prodi nel 1999

La diplomazia

Il ministro degli Esteri russo Lavrov: Alla strage di Hula hanno partecipato anche gli insorti

Siria, Mosca difende il piano Annan No a un cambiamento di regime


ALBERTO STABILE
BEIRUT Noi non sosteniamo il governo siriano. Noi sosteniamo Kofi Annan, puntualizza il ministro degli Esteri russo, Sergej Lavrov, con unespressione che, se fosse inedita, farebbe pensare a una certa presa di distanze nei confronti del regime di Damasco. In realt, non la prima volta che il capo della diplomazia russa si dissocia dai comportamenti del vertice siriano e dello stesso presidente Assad. Ma, nella sostanza, Lavrov si lina che ne seguita, una condanna, va ricordato, unanime ma non vincolante, ha cambiato qualcosa nellatteggiamento di Mosca e Pechino verso la crisi siriana, si tratta di sfumature. La diplomazia cinese non ha risparmiato aggettivi. La Cina ha detto il portavoce del ministero degli Esteri Liu Weimin si sente profondamente scioccata da un cos gran numero di vittime civili e condanna fermamente la crudele uccisione di comuni cittadini, specialmente donne e bambini. Pi complesso, ma anche pi tendenzioso, il ragionamento di Lavrov. La Russia crede che entrambe le parti possano aver avuto un ruolo nel massacro. E da qui la richiesta di unindagine approfondita. Ma le frecciate pi velenose, il ministro degli Esteri russo le scaglia contro certi partner internazionali, i cosiddetti attori esterni che accusa di doppiezza. Anche se non fa nomi Lavrov si riferisce a quei Paesi che non cercano una soluzione pacifica della crisi siriana ma un cambiamento di regime. Oppure a quei Paesi che parlano allopposizione con un linguaggio diverso dal nostro. In pratica, incoraggiando la militarizzazione della rivolta, contro cui la Russia si oppone. Tuttavia, tanto per la Russia quanto per la Cina non c altra strada percorribile che quella tracciata nella proposta di pace presentata dallex segretario delle Nazioni Unite, Kofi Annan. Il piano in sei punti cui si deve la tregua proclamata il 12 di aprile e listituzione degli Osservatori. Ma che l si fermato, travolto dagli scontri proseguiti sul terreno, criticato dalla stessa opposizione siriana, messo in discussione da alcuni dei protagonisti che pure lo avevano approvato, come gli Stati Uniti. Un piano che adesso la Russia vorrebbe soccorrere con misure tutte da inventare. Altro non c, al momento, sulla scena diplomatica. cos che lo stesso Kofi Annan volato ieri a Damasco per tentare di rilanciare il progetto che porta la sua firma convincendo il vertice siriano a fare quello che non ha fatto finora: dimostrare che serio nellintenzione di risolvere la crisi pacificamente. Prudentemente, Annan, che non ha nascosto la sua emozione di fronte alla carneficina di Hula, definita come un crimine spaventoso, ha esteso il suo messaggio di pace a tutti quelli che portano le armi, dunque anche allopposizione. La situazione sul campo, tuttavia, non permette illusioni. Dopo i 108 morti di Hula, ieri fonti della rivolta siriana hanno denunciato altre 41 vittime di bombardamenti dellartiglieria dellesercito regolare contro alcuni quartieri di Hama, citt martire di unaltra rivolta, quella del 1982, contro il regime allora guidato da Hafes el Assad, padre dellattuale presidente.
RIPRODUZIONE RISERVATA

A DAMASCO
Linviato di Onu e Lega araba Kofi Annan arrivato ieri a Damasco A sinistra, alcune vittime della strage di Hula

Pure la Cina promuove la proposta di pace Lex segretario Onu vola a Damasco per rilanciare il progetto

mita a sollecitare lapertura di uninchiesta che faccia luce sul massacro di Hula a cui dice, bilanciando le parole hanno manifestamente partecipato le due parti, in conflitto. Allindomani della dichiarazione di condanna approvata allunanimit dal Consiglio di Sicurezza nei confronti del governo siriano, ci si chiede se le agghiaccianti immagini della strage di civili nel paesino a 25 chilometri da Homs abbiano avuto leffetto di scuotere la diplomazia internazionale dal suo immobilismo. E naturalmente gli obbiettivi sono puntati soprattutto sulla Russia e sulla Cina che, adoperando il loro potere di veto, hanno sostanzialmente offerto al regime di Damasco protezione e spazi di manovra nei confronti della comunit internazionale. Ora, se i fatti di Hula e la condan-

Egitto

Brogli alle elezioni, scontri a piazza Tahrir


IL CAIRO Migliaia di manifestanti hanno invaso piazza Tahrir al Cairo per protestare contro Ahmed Shafiq, lex premier di Mubarak che sfider al ballottaggio per le presidenziali Mohamed Morsi, il candidato dei Fratelli musulmani. Gruppi di dimostranti hanno incendiato il quartiere generale di Shafiq nella capitale, dando lassalto ai locali e strappando i poster elettorali dellex primo ministro del regime. Altre proteste sono scoppiate a Port Said, dove gli uffici di Shafiq sono stati distrutti, e ad Alessandria dEgitto. Secondo i dati ufficiali della Commissione elettorale, resi noti ieri, al primo turno Morsi ha ottenuto 5.764.952 voti, mentre Shafiq ne ha avuto 5.505.327 e i due dovrebbero affrontarsi il 16 e 17 giugno. Terzo stato il nasseriano Hamdin Sabbahi con 4,8 milioni di voti, seguito dal filo islamico moderato Abdel Moneim Abul Fotouh: poco pi di 4 milioni di consensi. Quinto lex capo della Lega araba, Amr Moussa, con oltre 2 milioni di preferenze. Laffluenza stata del 46 per cento, su 51 milioni di aventi diritto. Ma i candidati esclusi denunciano brogli e scorrettezze: secondo Abul Fotouh, milioni di lire egiziane sono state rubate e utilizzate per comprare i voti della gente. In alcuni casi stato vietato ai rappresentanti dei candidati di assistere al conteggio delle schede.

LASSALTO
Manifestanti imbrattano un poster elettorale di Shafiq

la Repubblica la Repubblica
MARTED 29 MAGGIO 2012

MONDO

PER SAPERNE DI PI www.voanews.com www.hrichina.org

21

DAL NOSTRO CORRISPONDENTE GIAMPAOLO VISETTI


PECHINO La rivolta del popolo tibetano contro la colonizzazione cinese torna a scuotere Lhasa e spaventa Pechino. Per la prima volta due monaci buddisti si sono dati alle fiamme nel cuore della citt santa del Dalai Lama. Lautoimmolazione ha colto di sorpresa le forze di sicurezza cinesi e si consumata davanti a migliaia di pellegrini raccolti in preghiera. Teatro del sacrificio la piazza del Barkhor, il circuito sacro dei buddisti, davanti al monastero Jokhang, il pi venerato del Tibet. La notizia, inizialmente smentita dal potere di Pechino, stata diffusa dalla redazione statunitense di Radio Free Asia e rischia di far riesplodere le proteste represse nel sangue nella primavera del 2008. Fino allaltro ieri i suicidi con il fuoco, iniziati nel febbraio dellanno scorso, non erano mai riusciti ad arrivare nella regione himalayana militarizzata dal 1959.

FOTO: ASSOCIATED PRESS

Il dramma al monastero Jokhang il pi venerato dai fedeli: 35 vittime in poco pi di un anno

Due monaci si danno fuoco a Lhasa la protesta tibetana nella citt santa
Rivolta nella terra del Dalai Lama, nuovo smacco per Pechino
Le tappe
RIVOLTE DEL 2008
La repressione delle manifestazioni di Lhasa per lanniversario della rivolta tibetana del 59 provoca cento morti

Lesercito cinese presidia villaggi e monasteri, la repressione violenta e gli altri 35 religiosi che in poco pi di un anno si sono autoimmolati, sono riusciti a farlo nelle regioni di Sichuan, Gansu, Yunnan e Qinghai, le altre parti del Tibet storico. Il rogo umano davanti allo Jokhang, il Vaticano buddista, ha scatenato panico e rabbia nella leadership del partito comunista. Decine di testimoni presenti sulla piazza sono stati arrestati. I conventi di Lhasa sono stati chiusi al pubblico e, secondo drammatici messaggi diffusi su Internet, sono assediati dai soldati. Pechino ha subito isolato il Tibet: vietato lingresso a giornalisti, turisti e stranieri. Centinaia i tour saltati e pesanti le conseguenze economiche: la regione rester off-limits fino alla fine dellanno. La repressione cinese tornata a stringere lassedio anche nelle vie attorno al Potala, lantica sede del Dalai Lama su cui sventola oggi la bandiera rossa con le cinque stelle. Le poche informazioni TIBE che riescono a filtraDelhi re dal muro eretto dalla censura parlaNEPAL no di cecchini sui tetti, negozi chiusi e straINDIA de occupate dai milita800 km ri. Lincubo di Pechino che le autoimmolazioni dei monaci dilaghino anche in Tibet, sollevando unondata di proteste internazionali contro il martirio di Lhasa. Lultima rivolta, quattro anni fa, scoppi alla vigilia delle Olimpiadi di Pechino. Questa, altamente simbolica, si consuma invece nellanno della decennale transizione del potere. In autunno i vertici del partito cambieranno: i nuovi leader, Xi Jinping e Li Keqiang, succederanno a Hu Jintao e Wen Jiabao. Il potere rivela per fragilit senza precedenti ed scosso da pericolosi scandali. Il leader neomaiosta Bo Xilai stato epurato dopo la fuga del suo braccio destro nel consolato Usa e sua moglie accusata dellomicidio di un businessman britannico.

Gli ultimi gesti estremi proprio quando in Cina stanno cambiando i vertici del partito

IL ROGO
Accanto lattivista tibetano che si era dato fuoco a marzo scorso a New Delhi, prima della visita indiana del presidente cinese Hu Jintao; da marzo del 2011 sono state 34 le persone che si sono immolate per la causa tibetana

LA STRETTA
Dopo il marzo 2008 Pechino aumenta fortemente il controllo militare nella regione indipendentista

QINGHAI

CINA
Lhasa
Bhutan

Riformisti e conservatori combattono per il controllo del politburo, il partito indebolito dalla corruzione, lesercito in fermento e indiscrezioni accreditano la voce di un tentativo di colpo di stato sventato allultimo momento. Nei giorni scorsi la fu-

ga-beffa del dissidente Chen Guangcheng, ora riparato a New York, ha ridicolizzato gli apparati di sicurezza e posto sotto accusa la fedelt del loro ministro. Anche i roghi a Lhasa, per i tibetani una sorta di carcere a cielo aperto, rivelano un inquietante scric-

chiolio del potere. Nessuna immagine della doppia autoimmolazione stata diffusa. Secondo la diaspora buddista in esilio un monaco, Tobgye Tseten, diciannovenne del famoso monastero di Labrang, nel Gansu, morto avvolto dalle fiamme. Il secondo,

Il caso

Voglio la verit sulla morte di mio figlio Si uccide il padre di una vittima di Tienanmen
CINA

LA SUCCESSIONE
Per indebolire il Dalai Lama Pechino sta cercando il supporto dei monaci attorno al Panchem Lama filo-cinese

LE TORCE UMANE
Con laumento della repressione cinese sono cresciute le autoimmolazioni dei monaci: 34 da marzo 2011

PECHINO Uno dei padri delle vittime del massacro di Tienanmen, avvenuto il 4 giugno del 1989, si suicidato in segno di protesta dopo oltre 20 anni di ingiustizie. Ya Weili, 73 anni, vide morire il suo secondogenito, Ya Aiguo, la notte del 3 giugno. Da due anni luomo chiedeva spiegazioni al governo cinese su quanto avvenuto. Lanziano faceva parte dellassociazione Madri di Tienanmen, un gruppo formato dai membri delle famiglie delle vittime che invocano il riconoscimento della strage da parte del governo cinese. Allora, in seguito allintervento dellesercito per porre fine alla protesta che durava da settimane, furono uccise migliaia di attivisti, studenti e semplici cittadini. Ya si allontanato da casa il 24 maggio, alla vigilia del 23esimo anniversario della strage. Due giorni dopo i familiari lo hanno trovato morto in un parcheggio con un cappio attorno al collo. La moglie aveva rinvenuto una lettera qualche giorno prima della morte, in cui Ya annunciava il suicidio dopo anni di vessazioni. Ma la famiglia non aveva dato peso alla nota. Ding Zilin, fondatrice di Madri di Tienanmen, ha dichiarato che si tratta del primo gesto disperato commesso da un membro del gruppo, dettato dal senso di avvilimento per i reclami rimasti inascoltati dalle autorit.

Ya Weili con la moglie nel 2007

di nome Dargye, preveniente dal monastero di Kirti nel Sichuan, culla della rivolta e isolato dalle forze armate da quattordici mesi, gravemente ustionato ed stato portato via dagli agenti. Entrambi, avvolti dal fuoco, avrebbero gridato slogan contro la dominazione cinese del Tibet e a favore del ritorno del Dalai Lama a Lhasa. Il ministero degli Esteri di Pechino, che considera le autoimmolazioni atti terroristici, si limitato a dire che tali gesti non sono popolari, hanno ragioni politiche e sono destinati al fallimento. La Rete parla invece di un Tibet in ebollizione e pronto ad esplodere, mentre da Dharamsala il governo tibetano in esilio ripete che quanto sta succedendo molto triste, ma anche molto impressionante e molto importante per tutto il mondo. Pechino non pu permettersi una destabilizzazione della Cina, impegnata a contrastare la crisi economica importata dallOccidente, e negli ultimi mesi ha avviato riservatamente la successione al Dalai Lama, prossimo ai 77 anni. I servizi segreti, nella prefettura di Shannan, sono riusciti a far sottoscrivere da mille monaci il primo documento contro Tenzin Gyatso e a sostegno del Panchem Lama nominato dal partito. Le spie cinesi starebbero raccogliendo campioni di sangue, urina e capelli del Dalai Lama, nel tentativo di avvelenarlo durante i suoi incontri pubblici allestero. Nel fine settimana, nel corso della visita in Austria, agli estranei stato vietato di avvicinarsi. Nonostante la censura, Internet sta diffondendo in tutte le regioni tibetane la notizia delle immolazioni davanti allo Jokhang di Lhasa. Pechino teme ora un gesto clamoroso nella capitale, magari in piazza Tiananmen, in concomitanza con lanniversario del 4 giugno 1989. A tarda ora stato sospeso Internet nei locali pubblici, in centro sono comparsi anomali posti di blocco e si teme un rafforzamento della repressione.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Bi

rm

an

ia

la Repubblica la Repubblica
MARTED 29 MAGGIO 2012

22

CRONACA

PER SAPERNE DI PI www.pietroichino.it www.repubblica.it

Condannate le Nuove Br, minacce a Ichino


Proclama in aula: in corso una guerra di classe. Cade la finalit di terrorismo
SANDRO DE RICCARDIS
MILANO Ancora condanne per le nuove Br, per i membri del Partito comunista politico-militare smantellato nel 2007 dalloperazione Tramonto del procuratore aggiunto Ilda Boccassini. Anche nel nuovo processo dAppello voluto dai giudici della Cassazione, viene confermata lesistenza di unassociazione sovversiva, anche se non viene riconosciuta la finalit terroristica. Alla lettura della sentenza con pene pi lievi rispetto al precedente appello partono le urla e i cori dei militanti antagonisti che chiedono giustizia proletaria e attaccano ancora il giuslavorista Pietro Ichino. Il Partito comunista politicomilitare, stabiliscono i giudici, unassociazione che ha agito per sovvertire lo Stato, ha avuto la disponibilit di armi per raggiungere lo scopo, ma non pu essere considerata un gruppo terroristico. Restano alte le pene per Claudio Latino e Davide Bortolato, ritenuti i capi della cellula milanese e di quella padovana, condannati rispettivamente a undici anni e sei mesi e undici anni, meno dei quattordici anni e sette mesi avuti nel primo processo

Le tappe

GLI ARRESTI
Nel 2007 scattano gli arresti tra Milano, Padova, Torino da parte della Digos di Milano. Lindagine parte nel 2004 dal ritrovamento di materiale eversivo in una cantina

LE PENE
Due anni dopo, la Corte d'Assise emette quattordici condanne, le pi alte a 15 anni di carcere ai due leader delle Nuove Br, Latino e Bortolato. Tre le assoluzioni

NUOVO PROCESSO
Dopo le condanne in appello, la Cassazione dispone un nuovo processo, a causa della genericit della finalit di terrorismo contestata ai diversi imputati

a cui la Corte ha confermato il risarcimento di centomila euro aveva preso la parola. Intendo solo ricordare che sin dal primo grado di giudizio ho offerto a tutti e a ciascuno degli imputati la mia rinuncia alla costituzione di parte civile e quindi al risarci-

mento dietro il riconoscimento in qualsiasi forma del diritto a non essere aggrediti ha detto il professore . Nessun imputato per ha risposto a questa proposta di dialogo. Ichino, sotto scorta da ormai dieci anni, dai giorni successivi allomicidio del

collega Marco Biagi, ha anche ricordato di aver chiesto gi nel 2006 di rinunciare alla scorta, sentendosi rispondere dalla prefettura che non era opportuno rinunciare alla protezione. Questa situazione di pericolo ha concluso il senatore a tuttoggi non cessata, anche per il rifiuto degli imputati alla mia proposta di dialogo e cos io oggi non posso che circolare in una macchina blindata. Le parole di Ichino, a cui giunta ieri la solidariet di tutto il mondo politico, hanno scatenato la reazione rabbiosa di Davanzo da dietro le sbarre. Questo signore rappresenta il capitalismo, lui lesecutore di questo sistema e noi eseguiremo il dovere di sbarazzarci di questo sistema ha urlato Davanzo Questa gente non ha diritto di fare sceneggiate, c una guerra di classe in corso e quelli blindati siamo noi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Lintervista

Olga DAntona: sfruttano il disagio per cercare consenso

In tribunale scene inquietanti ma almeno Pietro protetto


ANNALISA CUZZOCREA
ROMA Almeno lui protetto, mio marito e Marco Biagi non lo erano. Olga DAntona lo dice in un sospiro, con la voce preoccupata e solidale di chi sa cosa minaccia Pietro Ichino, il giuslavorista obiettivo delle Nuove Br condannate ieri in appello. Lo dice a tredici anni dal giorno in cui fu ucciso suo marito, a pochi passi da casa, mentre camminava solo, senza scorta, per andare a lavoro. Cosha pensato quando ha sentito le parole di Davanzo contro Ichino? Ichino un uomo che vive blindato da anni. Ha reagito scrivendo una lettera in cui chiedeva di essere riconosciuto come essere umano, non come simbolo, e questa stata la risposta. Anche i parenti e gli amici dei condannati hanno lanciato urla contro di lui. Quello che avvenuto mi riporta a tempi passati, ed allarmante per il clima che si sta creando nel Paese. Sono scene che quelli della mia generazione hanno gi visto, anche se, come ho gi detto altre volte, non c quellarea vasta di consenso che ha caratterizzato lepoca delle Br. In una situazione di disagio come quella che il Paese sta vivendo, i terroristi fanno pro- Olga DAntona prio questo: cercano il consenso, terreno ferti- Suo marito venne le per le loro azioni. ucciso nel 1999 La sentenza di ieri ha escluso la finalit terroristica. Lo considera un errore? Non entro nel merito delle sentenze perch per farlo bisogna conoscere gli atti. Ma un conto il giudizio dato in base a degli elementi del processo, altra cosa quello che noi vediamo: le dichiarazioni fatte in aula da Davanzo non possono che definirsi terrorismo. Si sente vicina a Pietro Ichino? Naturalmente gli invio tutta la mia solidariet. Era collega di mio marito, vive blindato da anni. Almeno lui - a causa di queste minacce - un obiettivo protetto. Mio marito e Marco Biagi non lo erano, erano persone che andavano in giro con due borse in mano.
RIPRODUZIONE RISERVATA

La sentenza accolta con urla Il giurista del Pd: sono ancora in pericolo
dappello. Vincenzo Sisi, considerato il capo della cellula torinese, viene condannato a dieci anni; Alfredo Davanzo, ritenuto lideologo del gruppo, a nove. Otto anni a Bruno Ghirardi, sette a Massimiliano Toschi, cinque anni e tre mesi a Massimiliano Gaeta, che torna immediatamente libero perch ha gi scontato per intero la pena durante la custodia cautelare. Si riducono leggermente le pene degli imputati minori: due anni e quattro mesi ad Andrea Scantamburlo, due anni e due mesi ad Alfredo Mazzamauro, Davide Rotondi e allunica donna del gruppo, Amarilli Caprio, studentessa di Scienze Politiche alla Statale di Milano. Uno degli imputati, Salvatore Scivoli, anche lui accusato di concorso esterno in associazione sovversiva con finalit di terrorismo e per il quale erano stati chiesti sei anni e sei mesi di carcere, esce dal processo perch il fatto non costituisce reato. Ora saranno le motivazioni a spiegare su cosa si fonda la decisione della Corte di applicare larticolo 270 del codice penale (associazione sovversiva) al posto del pi grave 270bis (associazione con finalit terroristica). Le condanne sono state accolte in aula da urla e cori dei militanti dei centri sociali, arrivati da varie realt antagoniste di Milano e Padova, che hanno invocato la giustizia proletaria. Prima della sentenza, il giuslavorista e senatore del Pd Pietro Ichino costituitosi parte civile perch ritenuto obiettivo di un attentato e

Alfredo Davanzo nellaula bunker del carcere di San Vittore

Il caso

La motivazione del proscioglimento dellex capo della polizia dallaccusa di falsa testimonianza sui fatti del G8

Cassazione: alla Diaz violenza inusitata contro De Gennaro non ci sono prove
MARCO PREVE
GENOVA Violenza inusitata e inqualificabili violenze sugli occupanti, ma anche nessuna prova contro Gianni De Gennaro nonch sommariet valutativa e palesi lacune nella sentenza di secondo grado che condannava lex capo della polizia, oggi sottosegretario, per il reato di istigazione alla falsa testimonianza. Sono alcuni dei passaggi contenuti nelle motivazioni con cui la Cassazione ha assolto il prefetto De Gennaro cancellando la condanna a un anno e due mesi (assieme allex capo della Digos Spartaco Mortola, anche lui prosciolto) della Corte dAppello di Genova. Ma a leggere bene le 36 pagine si nota come la Suprema Corte si sia spinta oltre il caso che riguarda De Gennaro soffermandosi diffusamente sia sullirruzione alla scuola Diaz, vicenda sulla quale di nuovo la dovr esprimersi a met giugno, e poi sindacando sulle dichiarazioni di un teste eccellente. De Gennaro e Mortola erano accusati di aver convinto lex questore di Gevicecapo della polizia, il prefetto Ansoino Andreassi. Largomento affrontato riguarda loggetto della presunta falsa testimonianza, ovvero chi la notte della Diaz invi sul posto Roberto Sgalla capo ufficio stampa della polizia? In un primo tempo Colucci disse che fu De Gennaro e per la corte

ASSOLTO
Lex capo della polizia Gianni De Gennaro A destra, unimmagine delle violenze alla Diaz

Critiche dei giudici alla deposizione del vicecapo della polizia, il prefetto Andreassi
sersi manifestato in un contatto concernente l'esame testimoniale di un teste... ma che privo di autonomo rilievo penale. Colucci ancora sotto processo a Genova in attesa di sentenza di primo grado. La Cassazione poi dedica molte pagine alla ricostruzione dellantefatto, ovvero lo sciagurato blitz nella scuola dormitorio del G8. E seppur stigmatizzando le violenze e i falsi come lintroduzione da parte della polizia delle bottiglie molotov, si insinua in una vicenda sulla quale proprio la Cassazione deve ancora pronunciare la parola fine. Per altro, in questa ricostruzione viene dato spazio alle brutalit poliziesche ma assai meno alle responsabilit gerarchiche e a i comportamenti omertosi successivi. Altro passaggio rilevante quando la Corte critica le dichiarazioni di un testimone che era il dAppello era la dimostrazione che la polizia voleva gestire mediaticamente la disastrosa operazione per manipolare linformazione. Colucci successivamente disse che fu lui a chiamare Sgalla. Andreassi, a verbale, sostenne che ci fosse improbabile. Ma la Corte quasi lo rimbrotta definendo la sua deposizione: ... generica indicazione del Prefetto Andreassi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

nova del G8, Francesco Colucci, a dire il falso durante la deposizione al processo per la notte cilena del 2001. I giudici ritengono che il cambio di versione di Colucci non sia stato suggerito da De Gennaro con il quale il questore ebbe un colloquio telefonico prima delludienza. Un contegno quello di Colucci che entrambe le sentenze di merito giudicano senz'altro inopportuno per es-

la Repubblica la Repubblica
MARTED 29 MAGGIO 2012

CRONACA
HINA
Sarezzo (Brescia), 11 agosto 2006: la 20enne pakistana Hina Saleem viene uccisa dal padre perch voleva vivere alloccidentale

23
SANAA
Pordenone, 15 settembre 2009: Sanaa Dafani, marocchina di diciotto anni, viene uccisa dal padre perch fidanzata con un italiano

NOSHEEN
Novi di Modena, 3 ottobre 2010: la pakistana Nosheen But rifiuta le nozze combinate. Viene picchiata quasi a morte dal padre

I precedenti

Uccisa perch vestiva alloccidentale la tragedia di Kaur, punita dal marito


Piacenza, la donna era incinta. Lui: mi tradiva, lho strangolata e gettata nel Po
(segue dalla prima pagina)

JENNER MELETTI FIORENZUOLA (Piacenza) U VAI a cercare i tuoi amanti, tu devi restare qui a casa dove mia madre ti pu sorvegliare ogni minuto. E anche a casa non vestirti come le altre, tu sei una moglie indiana, non unitaliana. Kaur Balwinder stata trovata nel pomeriggio di domenica, nellacqua del Po sotto Piacenza. Era stata uccisa da suo marito, Kalbir Singh, 36 anni, la mattina di luned 14 maggio. Luomo era andato subito dai carabinieri di Fiorenzuola. Mia moglie ha un amante, ve lavevo detto. E adesso scappata con lui. Non si somigliavano, le vite di Kaur e Kalbir. Lei era arrivata a Firenze quando aveva 8 anni. Era andata alle elementari e dopo la terza media aveva frequentato la scuola alberghiera. Aveva laccento toscano, usciva con le

Da quando gli aveva detto della gravidanza aveva paura di essere mandata via
Kalbir Singh dopo larresto dei carabinieri

KAUR BALWINDER
Uccisa dal marito, Kalbir Singh, luned 14 maggio

FOTO:ANSA

trica. Abbiamo regalato noi i letti e la cucina. Ma Kalbir si messo a spendere tutti i soldi per fare viaggiare sua madre dallIndia a qui, per pagare i biglietti anche al padre. E ha dato la colpa della mancanza di soldi alla moglie. Mi picchia ci ha raccontato la ragazza perch dice che spendo troppo e invece non spendo nulla. La spesa la fa lui, porta a casa tutte le cose che piacciono a sua madre, tutto il giorno seduta ad aspettare gli omaggi del figlio. E adesso dice che vuole il divorzio. Mi manda via perch ha saputo che sono incinta di tre mesi e lui dice che

questo bambino non suo. Dice che sa chi il mio amante, un uomo che ha unazienda dove lanno scorso sono andata a raccogliere i pomodori. Ma non vero nulla, ve lo giuro. Voi mi vedete: sono sempre qui e a casa non arriva nessuno. Potete darmi un pezzo di pane per mio figlio? Mio marito non tornato e in casa non ho nulla. Fanno impressione, questi racconti, nellEmilia dove le donne hanno conquistato le otto ore e la forza di decidere la propria vita. Ho detto a Kalbir raccontava la ragazza poco prima di sparire che con sua

madre io non posso pi vivere. Lui mi detto che se non rispetto sua mamma non rispetto n lui n la tradizione. Lo sapete che, visto che non arriva a fine mese, lui vi ruba ogni notte una tanica di gasolio e una di latte, che poi va a vendere a un suo parente? Gli ho fatto le foto con il mio cellulare. Ecco chi luomo che mi caccia da casa. Di nascosto, sono stata anche da un avvocato. Io non accetto di essere ripudiata, e soprattutto non voglio perdere il mio bambino. Il telefonino e la ragazza sono scomparsi alle 9 del mattino del 14 maggio. Mio nipote ha visto

Kalbir che faceva retromarcia con la sua Ford, con il portello posteriore aperto, fino alluscio di casa. Ha capito che doveva caricare qualcosa di pesante. Era appena rientrato dopo avere portato il figlio allasilo. Nessuno ha pi visto la ragazza che ormai usciva solo per andare al tempio Sikh, con qualche velo indiano, assieme a marito e suocera. Su un cespuglio di rose bianche, davanti alla casa, ci sono ancora i segni delle ruote dellauto in retromarcia. Il magistrato, Antonio Colonna, dice che gli abiti occidentali non centrano. Luomo ha confes-

sato il delitto: Quando le ho detto che non ero il padre del nuovo bimbo, lei mi ha risposto: Che timporta, tanto avr il tuo nome. E si stretta un foulard al collo. Mi ammazzo cos daranno la colpa a te, ha continuato. E allora lho strangolata io. Lho portata al fiume Po, avvolta in un lenzuolo bianco. Ho pregato lungamente per lei. Forse si inventato molte cose, per apparire un difensore della sua religione. E non solo lassassino di una ragazza che dice nonna Maria Testi voleva essere come le nostre donne: libera.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Prima di sparire ha raccontato ai vicini che veniva picchiata ogni giorno


amiche, quando andava in pizzeria al sabato sera si sentiva una ragazza come le altre. Kalbir arrivato in Italia solo sei anni fa, per fare il mungitore nelle campagne di Cremona. Lincontro non avvenuto a caso. Matrimonio combinato e celebrato quando luomo era ancora a Cremona e lei viveva in famiglia a Firenze. Sono arrivati qui sei anni fa racconta Maria Gruppi Testa, 87 anni, dellazienda agricola vicino a Fiorenzuola e nei primi tempi tutto sembrava andare bene. Lui faceva il bovaro, lei ha avuto subito il bimbo. bella, la campagna piena di mais e pomodori. Kaur sognava unaltra vita ma ha cercato di adattarsi. Per me racconta la signora era come una nipote. Anche il bambino era nato qui. Veniva in casa mia quando voleva sfogarsi, quando non ne poteva pi. Kaur arrivata nel salotto dei suoi padroni anche tre giorni prima di sparire. Piangeva. Mi ha detto che suo marito la picchiava ogni giorno. Noi sentivamo ogni tanto delle grida ma sembravano liti normali. Ma negli ultimi giorni cera un inferno. La sua vita mi ha detto cambiata due anni fa, quando dallIndia arrivata la madre di Kalbir. Fino ad allora la ragazza usciva per piccoli lavori domestici. Aveva la patente e unauto. Un anno fa il marito glielha venduta e negli ultimi mesi lei non poteva usare nemmeno la bicicletta. Lo stipendio, 1.700 euro al mese, nei primi anni quasi una fortuna. La casa gratis, anche lacqua. Pagano solo la luce elet-

27 maggio 2012 Tra i suoi fiori, ci ha lasciato il grande cuore di

Cara Francesca, profondamente addolorata per la perdita della tua mamma

Giovanna Genoese
ti abbraccio con particolare affetto, forte e tenero e ti sar sempre vicina. Maria Roma, 29 maggio 2012 Cara

Daniela, Tinny, Francesco e Luca abbracciano Sergio Silva per la scomparsa della moglie

Marta ti siamo vicine nel dolore per la scomparsa di

29 maggio 2002

29 maggio 2012

Chiara
Caterina, Gaia, Paola, Valeria e Viviana Roma, 29 maggio 2012 Il Presidente Avvocato Enrico Fioravanti, lAmministratore Delegato Dottor Matteo Colafrancesco e il Consiglio di Amministrazione tutto di Sanpaolo Invest partecipano commossi al dolore del Dottor Tommaso Di Russo per la scomparsa della madre

Bruno de Julio
Hai staccato lombra da terra, dal nostro cuore mai. Roma, 29 maggio 2012 Il Procuratore, gli aggiunti, i sostituti tutti della Procura della Repubblica di Firenze partecipano con affetto al dolore di Ubaldo per la perdita della moglie

Giovanna Genoese Silva


Lo annunciano Sergio, Francesca e Caterina. Enrico e Rosaria con Barbara e Valerio. Gli amici la saluteranno mercoled 30 maggio, alle ore 9.30, nella sala del Tempietto Egizio, cimitero Verano. Roma, 29 maggio 2012
LOlimpica - A. Scifoni Tel. 06/636363

Giovanna Genoese
Roma, 29 maggio 2012 3 giugno 2011 3 giugno 2012 Perch i miei pensieri non sono i vostri pensieri, le vostre vie non sono le mie vie. Oracolo del Signore (Isaia 55.8) Marialuisa, Francesca e Isabella con Emilia ed Antonio ed i piccoli Luca e Carlo Francesco ricordano

Giovanna
sono orgoglioso della tua amicizia durata quarantanni. Abbracciamo Sergio, Francesca e Caterina come loro privati del tuo amore e della tua immensa generosit. Roberto e Piero Roma, 29 maggio 2012 Max, Giovanna e Silvia Gusberti, profondamente commossi, partecipano al dolore della famiglia Silva per la scomparsa di

Bruna Livi Nannucci


Firenze, 29 maggio 2012 RINGRAZIAMENTO La famiglia tutta ringrazia sentitamente quanti con la loro presenza o altro hanno preso parte al cordoglio per la triste scomparsa di

Claudio ed Elena Cerasi vicino con molto affetto a Sergio e ai suoi figli ricorderanno sempre con grande rimpianto

Maria
Roma, 29 maggio 2012 Con grande affetto la famiglia Colafrancesco vicina al dolore di Tommaso per la scomparsa della sua cara mamma

Giovanna Silva Genoese


moglie, madre e amica meravigliosa e indimenticabile. Roma, 29 maggio 2012 Ciao

Carlo Piro
eccellente medico e marito e padre affettuoso ed amorevole. Una messa in suffragio sar celebrata mercoled 30 maggio alle ore 18 nella chiesa parrocchiale di Santa Maria della Mercede, in viale Regina Margherita, 66 Roma. Roma, 29 maggio 2012
Ag. Fun. Chiericoni G. Tel. 06/70453333

Maria
Roma, 29 maggio 2012 Il Gruppo Regionale SIRM Lazio partecipa con affetto al dolore del Prof. Vincenzo David per la scomparsa della mamma, signora

Vinicio Gioli
Firenze, 29 maggio 2012
Ofisa, viale Milton 89 (Fi) Tel. 055/489802

Giovanna
Ti vogliamo bene. Claudia, Sandro, Nicola, Gaia, Sara Roma, 29 maggio 2012 Corrado e Daniela abbracciano forte Sergio con Enrico, Francesca e Caterina nel ricordo dellamata

Giovanna Genoese in Silva


amica carissima di una vita e sono vicini a Sergio, Francesca, Caterina ed Enrico nel ricordo e nellaffetto. Roma, 29 maggio 2012 Nora, Carlo e tutta la Palomar abbracciano Sergio, Caterina, Francesca ed Enrico e salutano

Aurelia
Roma, 29 maggio 2012 Il Sindacato Nazionale Area Radiologica partecipa con affetto al cordoglio del Prof. Vincenzo David per la scomparsa della mamma, signora

Massimiliano Lambertini
deceduto il 28-05 a Napoli, ne danno il triste annuncio i fratelli Lamberto, Dilio e Sirena. Napoli, 29 maggio 2012

Il 27 maggio 2012 si spento

Giovanna
amica di una vita. Roma, 29 maggio 2012 Roberto ed Elena Levi partecipano con profondo affetto al dolore di Sergio per la perdita di

Giuseppe Boumis
Anna e Agnese lo porteranno sempre nel cuore. Roma, 29 maggio 2012 Federico Malusardi e le figlie Daniela e Alessandra annunciano, con profondo dolore, la morte di

Aurelia
Roma, 29 maggio 2012 Gli specializzandi e i medici frequentatori del reparto di Radiodiagnostica della Facolt di Medicina e Psicologia dellUniversit Sapienza si uniscono al dolore del professor Vincenzo David per la perdita della mamma

Giovanna
gran donna Roma, 29 maggio 2012 LAssociazione Produttori Televisivi (APT) si stringe commossa al suo socio fondatore e primo Presidente Sergio Silva per la scomparsa della carissima

Giovanna
cui erano legati da antica amicizia. Roma, 29 maggio 2012 Cattleya tutta si unisce con affetto a Sergio e Caterina per la scomparsa di

Ann Freda Moon Malusardi


Il funerale si terr nella chiesa Gran Madre di Dio, piazza Ponte Milvio, oggi ore 15. Roma, 29 maggio 2012

Giovanna
ed vicina con affetto alla famiglia. Roma, 29 maggio 2012 Sergio Elia con profonda tristezza abbraccia forte la figlia Francesca e si unisce al suo dolore per la perdita della amata mamma

Giovanna
Roma, 29 maggio 2012 Abbiamo perso unamica carissima e bella. Cristina e Riccardo si stringono con tutto laffetto a Sergio, Caterina e Francesca nel ricordo di

Aurelia Romagnoli in David


Roma, 29 maggio 2012 Gli amici di Roma, Radiologi e non, abbracciano con affetto Maria Luisa e Vincenzo e partecipano al dolore della famiglia per la scomparsa della signora

Francesco Caporioni
Ciao Generale. Da tutti noi con grande affetto. I funerali avranno luogo nella chiesa di S. Maria Immacolata, angolo via Taranto via Monza, mercoled 30-05-2012 ore 10. Roma, 29 maggio 2012 Lucia con le figlie Silvia e Marta e i nipoti Marco, Irene, Tito salutano

Giovanna
Roma, 29 maggio 2012 Con infinito dolore piango

Giovanna Genoese
Roma, 29 maggio 2012 Conchita ed Enzo ricordano con affetto

Aurelia Romagnoli ved. David


Roma, 29 maggio 2012 A diciotto anni dalladdio

Giovanna
e abbraccio Sergio, Francesca e Caterina con laffetto e la gratitudine che solo loro possono capire. Giannandrea Roma, 29 maggio 2012 Profondamente addolorati per la scomparsa dellamata

Giovanna Genoese
e si stringono a Sergio, Francesca e Caterina. Roma, 29 maggio 2012 Daniela, Silvana, Neliana, Giusi, Lucilla, Paola, Lilli e Patrizia si stringono affettuosamente a Sergio, Francesca e Caterina per la perdita di

Chiara Principe
al cimitero del Verano, Tempio Egizio, il 30 maggio alle ore 11.00. Roma, 29 maggio 2012 Ciao

Francesca Loiacono Ruperto


sempre pi viva nel ricordo e nellamore di Cesare, Valeria, Saverio e Carla. Messa San Lorenzo in Lucina domani ore 18. Roma, 29 maggio 2012 A tre anni dalla scomparsa Maria Pia, Giulia e Leo ricordano con tantissimo affetto e nostalgia ladoratissimo

Chiara
amore mio bellissimo ti amer sempre e sarai sempre con me nel mio cuore. Tuo Andrea Roma, 29 maggio 2012

Giovanna
Fabiano e Lilli abbracciano Sergio, Francesca e Caterina. Roma, 29 maggio 2012

Giovanna
amica carissima e presenza luminosa in tutte le stagioni delle nostre vite. Roma, 29 maggio 2012

Guido Herzenstein
Roma, 29 maggio 2012

la Repubblica la Repubblica
MARTED 29 MAGGIO 2012

24

ATTUALIT
INDAGINI E ARRESTI
Luglio 2006: i genitori dei bimbi dellasilo di Rignano sporgono denuncia per gli abusi subiti dai figli. A ottobre iniziano gli interrogatori. Fine aprile 2007: arrestati un autore tv, tre maestre, una bidella e un benzinaio cingalese. Negano

Nessun abuso nellasilo di Rignano e in aula esplode la rabbia dei genitori


Assolti tutti gli imputati. Dignit restituita dopo sei anni dinferno
DAL NOSTRO INVIATO FEDERICA ANGELI
TIVOLI Assolti perch il fatto non sussiste. La sentenza arrivata alle sei del pomeriggio, dopo quasi nove ore di Camera di Consiglio e dopo sei anni di attesa. Si concluso cos il processo di primo grado che vedeva imputate cinque persone tre maestre, il marito di una di loro e una bidella per abusi sessuali sui 21 bambini che frequentavano la materna Olga Rovere di Rignano Flaminio. Alla lettura del dispositivo sono esplose immediate la rabbia e la disperazione delle mamme dei bimbi che nel luglio del 2006 denunciarono i presunti abusi subiti dai propri figli. Urla e grida. Non giusto, magistrati di merda. Vergogna. Insulti, nei confronti dei giudici. Calci e pugni contro porte e sedie del tribunale. Una di loro ha avuto un malore ed stata portata via in ambulanza. una cosa vergognosa, urlava Arianna Di Biagio, che presiede lassociazione dei bimbi dellasilo Olga Rovere. Quei bambini hanno raccontato, nel corso dellincidente probatorio, tutto quello che avevano subto. Ma non sono stati creduti. Questa sentenza legalizza la pedofilia. Nessun abuso su minori, nessuna violenza sessuale di gruppo, n maltrattamenti, e neanche la sottrazione di persona incapace: i capi dimputazione

Le tappe

Una delle madri: Vergognatevi, non giusto. Con questa sentenza si legalizza la pedofilia

Gianfranco Scancarello: Non ho paura dei ricorsi, ho sempre avuto fiducia nella magistratura

LA REAZIONE
I familiari delle maestre di Rignano, dopo la sentenza di assoluzione, fuori dal tribunale di Tivoli (Roma)

si sono sbriciolati uno dopo laltro. La corruzione di minore, il sequestro di persona, gli atti osceni, il turpiloquio e gli atti contrari alla pubblica decenza: niente di quanto ricostruito nellimpianto accusatorio del pubblico ministero Marco Mansi mai esistito, secondo i giudici del tribunale di Tivoli. una

sentenza che restituisce fiducia nella giustizia ha detto lavvocato Roberto Borgogno, difensore di alcuni degli imputati ma questo un processo che per noi non doveva proprio iniziare. A pochi metri dalla rabbiosa contestazione dei genitori, fuori dal tribunale, andava in scena la reazione opposta:

lacrime e grida, questa volta di gioia, da parte di quanti hanno sempre sostenuto linnocenza delle maestre Patrizia Del Meglio, Marisa Pucci e Silvana Magalotti, della bidella Cristina Lunerti e dellautore televisivo Gianfranco Scancarello. Erano l, in attesa del verdetto, dalle nove del mattino. Come mi sen-

to? Come uno a cui, dopo sei anni dinferno e galera virtuale, stata finalmente restituita la libert e la dignit che gli spetta ha dichiarato lo stesso Gianfranco Scancarello Ho sempre avuto fiducia nella magistratura e non ho paura dei ricorsi. Mi dispiace che ci siano voluti sei anni per accertare la verit ha detto invece lavvocato Franco Coppi, difensore di due degli imputati ma mi dispiace anche per la reazione in aula dei genitori che, invece di essere contenti sembra quasi preferissero che gli imputati fossero condannati per abusi che non hanno commesso. Anche lavvocato Giosu Bruno Naso, legale di una delle maestre imputate e assolte, ha voluto commentare il comportamento dei genitori dei bambini. Dovrebbero aver ricevuto la certezza: i loro piccoli non hanno subto violenze. Tre anni di dibattimento non hanno lasciato nulla di intentato; non stato provato assolutamente nulla e per questo si arrivati alla sentenza di assoluzione. Il legale di alcune famiglie di Rignano Flaminio Antonio Cardamone ha sottolineato che a prescindere dallesito del processo, lunico dato certo ad oggi che ancora tanti di questi bambini sono in cura e patiscono le sofferenze del trauma subito. Non aspetteremo le motivazioni e contiamo che la procura proponga lappello.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica la Repubblica
MARTED 29 MAGGIO 2012

PER SAPERNE DI PI www.repubblica.it video.repubblica.it/cronaca

25

TRIBUNALE RIESAME
Maggio 2007: dopo gli interrogatori di garanzia, il gip conferma la misura cautelare in carcere. Il 10 maggio il tribunale del riesame di Roma rimette in libert i 5 indagati. La bidella era gi stata scarcerata pochi giorni prima dal gip

CASSAZIONE
Giugno 2007: il pm Mansi impugna il provvedimento di scarcerazione. Settembre: la Cassazione conferma la libert. A luglio partito lincidente probatorio nel quale i 21 bambini vengono interrogati dalle parti

RINVIO A GIUDIZIO
Gennaio 2009: chiusa linchiesta. Luglio: il pm chiede il rinvio a giudizio per le 3 maestre, lautore tv e la bidella. La posizione del benzinaio viene archiviata. Il 12 febbraio 2010 il gup Balestrieri manda i 5 a processo

PROCESSO
Maggio 2010: inizia il dibattimento che si svolge a porte chiuse e dura circa due anni. Il 2 aprile 2012 il pm chiede 12 anni di reclusione per tutti i cinque imputati. Ieri, le assoluzioni perch il fatto non sussiste

I DISEGNI E LA SCUOLA MATERNA


2007: le scene dei presunti abusi nei disegni dei bambini dellasilo di Rignano Flaminio (foto a destra)

26 aprile 2007 su Repubblica: a Rignano nessuna certezza

Il caso

Dalla perizia sui bimbi affidata a una laureata in scienze politiche al cingalese arrestato per una linguaccia: ecco gli errori e le omissioni dellinchiesta

Troppe suggestioni e niente prove cos crollato il teorema dei pm


CARLO BONINI
ROMA Non esistevano dunque n orchi, n streghe nella scuola per linfanzia Olga Rovere. I sei sventurati, inquisiti e come tali processati, sono un abbaglio da psicosi e contagio collettivi. I ventuno bimbi che si volevano abusati o comunque esposti a un trauma sessuale di nessuna violenza sono mai stati vittime. E la storia di una catastrofe processuale, umana, civica, arriva cos al suo inevitabile compimento. Con unassoluzione che prende atto con coraggio e limpidezza di un vuoto probatorio macroscopico. Che mette a nudo lostinazione di una Procura della Repubblica e di un ufficio gip che pur di non riconoscere i propri errori, di non arrendersi allevidenza contraria del fatto che si intendeva provare, hanno trasformato questa storia in uninterminabile ordalia che ha schiantato per sempre le vite di chi ne stato inghiottito. Ventuno bambini che hanno consumato e continuano a consumare la loro infanzia (avevano 4 anni quando questa storia cominciata, ne hanno oggi 10) tra psico-terapeuti e visite ginecologiche, necessarie ad esplorare gli anfratti della loro psiche e dei loro corpi. Le loro famiglie, che hanno finito per convincersi di essere state vittime di un orrore al punto tale da non riuscire oggi a provare sollievo nellapprendere che cos non stato. Quattro donne e due uomini che hanno perso tutto. Il lavoro, gli affetti, la dignit e che continueranno ad essere inseguiti fino allultimo dei loro giorni dal sospetto infame di essere in fondo quei pedofili che un tribunale di merda (come gridava ieri pomeriggio qualcuno alla lettura del dispositivo della sentenza) non avrebbe avuto il coraggio di condannare. Eppure, a questa catastrofe si sarebbe potuti non arrivare. Perch i suoi inconfondibili indizi erano sotto gli occhi di tutti gi in quel lontano aprile del 2007. Solo

I personaggi

LAUTORE TELEVISIVO
Gianfranco Scancarello 56 anni, il marito di una delle maestre, Patrizia Del Meglio. Secondo laccusa gli abusi sarebbero avvenuti anche nella sua abitazione

LE MAESTRE
Marisa Pucci (foto), 54 anni, Silvana Magalotti, 57, e Patrizia Del Meglio, 57, sono le tre maestre accusate di aver abusato di 21 bimbi del loro asilo nido

LA BIDELLA
Cristina Lunerti, 46 anni, bidella alla Olga Rovere, la quinta imputata. Secondo laccusa, i bimbi avrebbero descritto alcuni disegni che ha tatuati nelle parti intime

I sei sventurati, inquisiti e processati, sono un abbaglio da psicosi e contagio collettivi


a volerli vedere. Perch quando ai sei indagati vengono strette le manette ai polsi appare gi chiaro quello che il tempo render ancora pi nitido. E che una sentenza del Tribunale del Riesame prima (10 maggio 2007) e una pronuncia della Cassazione poi (18 settembre 2007) provvederanno a documentare con parole inequivoche. Laccusa nei confronti degli indagati scrivono quei due primi giudici terzi nel motivare il perch gli indagati non debbano restare in carcere un minuto di pi non trova riscontri esterni alle dichiarazioni dei bambini. Non una testimonianza, non una prova documentale (che sia loscenit di una foto, di

un diario, di un file custodito in qualche computer) o unintercettazione telefonica. Non unevidenza medica sui corpi dei piccoli, non una traccia biologica sugli oggetti maneggiati dagli orchi o nei luoghi indicati come teatro dei loro indicibili riti (peluche, automobili, abitazioni degli indagati). Per giunta, non il ricordo di un genitore che pure avrebbe dovuto accorgersi delle tracce di violenza (e che violenza) sul proprio figlio. Listruttoria fa una indebita confusione tra indizi e prove e la forte pressione dei genitori sui minori non consente di escludere un contagio dichiarativo, scrive allora la consigliera di Cassazione Claudia

Squassoni. Non un giudice qualunque, ma unautorit in materia di diritti dei minori e tra e le autrici della Carta di Noto sui diritti dellinfanzia violata. Ma c di pi. La discovery degli atti istruttori compiuti dal pm Marco Mansi documenta con quale approssimazione si lavorato sui racconti dei bambini. Marcella Fraschetti, la consulente scelta dallaccusa per raccogliere e valutare significato e rilevanza delle parole di bimbi tra i 4 e i 5 anni, , almeno in origine, laureata in scienze politiche ed alla sua prima esperienza in un caso di questa portata. Al punto che di quel suo primo, cruciale lavoro di raccolta delle testimonianze, non

provvede a conservare alcuna traccia n filmata, n fonica. Quando mi chiamarono i carabinieri per incaricarmi racconter durante la sua deposizione al dibattimento pensai a uno scherzo. Gi, i carabinieri. Sono i militari della stazione del lago di Bracciano quelli che lavorano al caso. Non esattamente una polizia specializzata. Al punto che non hanno la forza n di opporsi, n di far desistere quei genitori che hanno filmato e continuano a filmare interrogatori domestici ai propri figli in cui chiedono di raccontare e mimare gli abusi. Al punto da convincersi che nel mazzo dei sospetti vada certamente infilato un benzinaio cin-

galese, Kelum De Silva (arresteranno anche lui). Che con la Olga Rovere non ha nulla a che vedere. Ma di sfortune le ha tutte. Il colore della pelle. Il mestiere che fa. La cattiva idea di esibirsi in una linguaccia, pensando di strapparle un sorriso, con la bambina che a bordo della macchina cui in un giorno destate sta facendo il pieno di benzina. Diventa luomo nero e si fa 15 giorni a Rebibbia (prima di essere archiviato nel febbraio 2010). Dove conosce linferno riservato a chi entra in una galera con laccusa di aver stuprato innocenti. E dove lumiliazione pu anche essere quella che conosce Patrizia Del Meglio, maestra di mezza et, che, in due settimane, verr sottoposta, senza alcuna comprensibile ragione, a tre visite ginecologiche nella medicheria del carcere. In realt, linchiesta sulla Olga Rovere chiusa gi il 28 luglio del 2008, quando i 21 bambini, per un anno, saranno sottoposti al calvario di un incidente probatorio che deve fissare a futura memoria i demoni che li tormentano. Nessuno, a quel punto, ha il coraggio di fermare un treno che evidente andr a deragliare. La magistratura si convince che il processo dovuto. Anche se due anni di processo a porte chiuse non portano una sola prova o un riscontro che sia uno. Diventano solo un crudele redde rationem tra adulti. Che, purtroppo, non finir neppure con questa sentenza.
RIPRODUZIONE RISERVATA

ECONOMIA
FINANZA&MERCATI
Ieri
FTSE MIB ....................13057,26 (-0,74%) FTSE IT ALL.................14020,38 (-0,69%) FTSE IT STAR ..............10043,57 (-0,86%) FTSE IT MID ................15442,04 (-0,92%) COMIT .............................726,57 (+0,09%) FUTURE.......................13061 (-0,69%)

la Repubblica la Repubblica

MARTED 29 MAGGIO 2012

26

I migliori
FTSE MIB Var.% Azimut....................................................1,94 Autogrill..................................................1,89 Pirelli & C. ...............................................1,49 Tenaris ...................................................1,43 Tods ......................................................1,16

Principali titoli del Mercato azionario


Titolo
A2A.............................................0,568 Ansaldo Sts .................................5,680 Atlantia .....................................10,210 Autogrill ......................................7,005 Azimut ........................................7,370 Banca Generali ............................7,680 Banco Popolare ...........................0,913 Bca Pop.Milano ...........................0,333 Buzzi Unicem ..............................6,985 Campari ......................................5,175 Diasorin ....................................20,720 Enel ............................................2,374 Enel Green Pw .............................1,165

Pr. Rif
0,44 -2,07 0,10 1,89 1,94 0,26 -3,74 -2,54 -1,41 -0,38 -1,33 -1,49 -2,02

I peggiori
RCS Mediagroup....................................-7,66 Pop.Emilia Romagna..............................-4,75 Banco Popolare .....................................-3,74 Mediolanum ..........................................-3,62 Bca Pop.Milano .....................................-2,54

Eni ............................................15,730 Exor ..........................................16,850 Ferragamo ................................16,920 Fiat .............................................3,980 Fiat Industr..................................7,685 Finmeccanica..............................2,716 Generali ......................................8,555 Impregilo.....................................3,102 Intesa Sanpaolo...........................1,016 Lottomatica...............................14,240 Luxottica...................................25,950 Mediaset.....................................1,313 Mediobanca ................................2,892 Mediolanum................................2,452 Monte Paschi Si...........................0,207

-0,13 0,72 1,01 -2,21 0,79 0,44 -2,06 -1,21 -1,65 -0,70 0,62 0,54 -1,70 -3,62 -1,76

Parmalat .....................................1,605 Pirelli & C.....................................8,150 Pop.Emilia Romagna ...................3,486 Prysmian ..................................11,300 RCS Mediagroup .........................0,525 Saipem .....................................31,940 Snam ..........................................3,166 STMicroelectr..............................4,066 Telecom IT ..................................0,682 Tenaris .....................................13,460 Terna ..........................................2,724 Tods ........................................78,350 UBI Banca ...................................2,240 Unicredit .....................................2,498

-1,53 1,49 -4,75 0,18 -7,66 0,98 -0,81 0,35 -1,80 1,43 -1,09 1,16 -2,01 -1,42

Ecco il piano per salvare le banche spagnole


Possibile maxi-emissione di debito per Madrid, poi interverr il Fondo salva-Stati
VITTORIA PULEDDA
MILANO I timori per la crisi bancaria spagnola irrompono sulla scena dei mercati finanziari europei e non solo. Al punto che sta prendendo piede in ambito comunitario la necessit di un piano concordato per traghettare le banche spagnole fuori dallemergenza. Lipotesi di cui stanno ragionando le istituzioni europee prevederebbe una deroga temporanea al governo spagnolo rispetto al percorso concordato di rientro dal debito pubblico, con unemissione extra di titoli di Stato per finanziare Bankia (che nel fine settimana ha dichiarato di aver bisogno di 19 miliardi di euro, dopo i 4,5 avuti di recente) e le altre banche in difficolt. In un secondo momento, e con un voto esplicito dei tedeschi (che avrebbero gi dato il loro assenso di massima) il Fondo salva-Stati interverrebbe a sua volta nel capitale delle banche, consentendo al governo madrileno di rientrare in un arco di tempo contenuto dallesposizione con listituto di credito. Unipotesi adombrata anche dal giornale El mundo secondo cui la Spagna potrebbe far ricorso al Fondo europeo di staLa preoccupazione intanto ha allargato lo spettro dei timori per il quadro finanziario complessivo della Spagna e che ieri ha trovato pronta conferma nellandamento della Bolsa (che ha chiuso in calo del 2,17% ai l minimi da nove anni) e nellandamento dello stesso titolo Bankia (-13,4%). Nel frattempo lo spread tra i Bonos e i Bund tedeschi tornato a riallargarsi, fino a superare quota 500 punti base. Tensione anche sul versante dei titoli di Stato italiani. Lo spread con le obbligazioni tedesche ieri tornato a sfiorare quota 440 mentre lasta dei Ctz con scadenza 2014 ha fatto registrare rendimenti in rialzo di 68 punti. Di positivo c stato il segnale sulla domanda, molto buona (5,794 miliardi di euro, su unofferta di 3,5 miliardi, tutta assegnata). Contrastata anche la giornata di Borsa in Europa, con l'indice Ftse 100 di Londra in rialzo finale dello 0,09% mentre calano il Dax di Francoforte (-0,26%) e il Cac 40 di Parigi (-0,16%); pi marcato il calo di Piazza Affari, che ha lasciato sul tappeto lo 0,74%, mentre Wall Street era chiusa per festivit.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Lo spread Bonos- Bund


500.00

398
400.00

468
22 nov. 2011

490
17 mag. 2012

4 ago. 2011

482
300.00

511
ieri

23 mag. 2012

200.00

230
25 mag. 2011
Giu. 2011 Lug. Ago. Set.

290
10 ott. 2011
Ott. Nov. Dic. Gen. 2012

300
1 mar. 2012
Feb. Mar. Apr. Mag.

100.00

Lintervista

Parla il premier polacco Donald Tusk che oggi a Roma incontrer il presidente del Consiglio, Mario Monti

PREMIER
Per il premier spagnolo Mariano Rajoy la Spagna deve procedere con le riforme e con i tagli

Rigore eccessivo e nazionalismi sono i veri nemici dellEuropa unita


DAL NOSTRO INVIATO ANDREA TARQUINI
VARSAVIA Europa, attenta a due pericoli. Primo, il rigore irrinunciabile ma senza crescita pu strozzare leconomia. Secondo, nazionalismi ed estremismi: guai se ne diverremo ostaggi trattandoli come alleati. Ecco i moniti lanciati nellintervista esclusiva a Repubblicadal premier liberalconservatore polacco, Donald Tusk, che oggi incontrer a Roma il premier italiano, Mario Monti. Presidente, Berlino insiste sul rigore, Parigi e Roma chiedono pi crescita. Con chi si schiera lei? Austerit o crescita, un falso dilemma. Una crescita durevole senza austerit non possibile, ma troppa austerit senza crescita pu uccidere leconomia. Ecco la nostra esperienza: 4 anni di rigore e politica pro-crescita insieme. Dal 2008, prima grande crisi, a oggi, il nostro Pil cresciuto del 18%, questanno il disavanzo sar al 3%. Per la crescita occorrono spese, ma soprattutto investimenti. Abbiamo congelato retribuzioni pubbliche e aumentato let pensionabile a 67 anni, siamo stati prudenti sul welfare. Non abbiamo tagliato spese per infrastrutture. Italia e Polonia sono fautori accesi dellagenda europea per la crescita, Monti ha costruito unautorit personale sul tema. Usiamo i fondi di coesione europea, per appoggiare riforme strutturali. Lausterit deve correre insieme alla crescita, lesperienza greca insegna che gli squilibri di bilancio prima o poi portano alla catastrofe. Lei pensa a una Grecia che resta nelleuro? Nessuno raccomanda lespulsione della Grecia, credo che un piano B sia pensato in molte capitali europee: prepararvisi non vuol dire favorirlo. Oggi i greci pensano di potersi permettere scelte politiche rischiose senza essere espulsi. Se invece lEuropa prepara un vero firewall per proteggersi in caso di uscita greca, capirebbero che la situazione seria. La stabilit delleurozona determinante per il futuro dellEuropa. Metterla in dubbio oggi vuol dire mettere in dubbio domani lUnione stessa, quindi difendere leuro deve essere una priorit. Anche con un piano B per salvare leuro in casi estremi. Lei per gli eurobond o no, e teme legemonia tedesca? Noi non siamo nelleurozona, non dovrei dare consigli ora, ma gli eurobond significano pi responsabilit tedesca per la situazione di altri Paesi delleurozona. Siamo sinceri: parliamo di quanto la Germania potr pagare. Se chiediamo ai tedeschi pi responsabilit e onere finanziario, le implicazioni sono ovvie. E da noi la gente lavora sodo per una frazione del salario medio greco. Ma nella crisi stanno vincendo i nazionalismi, da

bilit finanziaria anche se tutte le ipotesi sono aperte. La situazione molto tesa: ai 19 miliardi di Bankia potrebbero aggiungersene altri 30 per altri istituti. Ieri il primo ministro Mariano Rajoy ha cercato di tranquillizzare i mercati: la Spagna, ha detto, non in contatto con la Bce per i finanziamenti di Bankia, n ci sar alcun salvataggio del settore bancario spagnolo da parte del sistema internazionale. Tuttavia, il premier ha aggiunto che non stata ancora presa alcuna decisione su come finanziare Bankia. E Mariano Rajoy ha ammesso che la Spagna deve continuare con le riforme e procedere con i tagli al deficit altrimenti rischia di non avere pi accesso ai mercati per finanziarsi. Di norma il Frob, il Fondo pubblico di aiuto alle banche, che interviene in questi casi, ma attualmente ha meno di 5 miliardi di euro in cassa. E lo stesso premieri si detto d'accordo con chi propone di introdurre dei cambiamenti nel meccanismo di funzionamento dei Fondi di salvataggio europei per consentire la ricapitalizzazione delle banche: Molti sono d'accordo e lo sono anch'io.

PRIMO MINISTRO
Il premier polacco Donald Tusk oggi incontrer Monti

Il rischio

Una crescita durevole senza austerit non possibile, ma troppa austerit senza crescita pu uccidere leconomia

BORSE EUROPEE
Paese/Indice 28-05 Amsterdam (Aex) ..................292,76 Bruxelles-Bel 20 .................2117,66 Francoforte (Xet Dax)...........6323,19 FTSE Eurotrack 100 ............2030,14 Londra (FTSE 100)...............5356,34 Madrid Ibex35.....................6401,20 Oslo Top 25...........................361,73 Parigi (Cac 40) ....................3042,97 Vienna (Atx) ........................1921,07 Zurigo (SMI) ........................5865,19 Var.% -0,08 -0,26 -0,23 +0,09 -2,17 -0,16 -

BORSE INTERNAZIONALI
Paese/Indice 28-05 DJ Stoxx Euro........................216,66 Hong Kong HS...................18800,99 Johannesburg ..................32298,08 New York (S&P 500) ............1317,82 New York (DJ Ind.).............12454,83 Nasdaq Comp. ....................2837,53 Singapore ST ......................2787,22 Sydney (All Ords).................4120,16 Tokio (Nikkei)......................8593,15 Var.% -0,34 +0,47 +0,41 +0,52 +0,95 +0,15

EURIBOR
SCADENZA 1 mese TASSO 360 0,3870 TASSO 365 0,3924
-0,009 -0,200 +0,058 -0,585 -0,147 +0,159 +0,042 -0,025 -0,050

ORO E MONETE AUREE


28 MAGGIO Oro Milano (Euro/gr.) Oro Londra (usd/oncia) Argento Milano (Euro/kg.) Platino Milano (Euro/gr.) Palladio Milano (Euro/gr.) 28 MAGGIO Sterlina (v.c) Sterlina (n.c) Sterlina (post.74) Krugerrand Marengo Italiano
MATTINO SERA

la Repubblica la Repubblica
MARTED 29 MAGGIO 2012

VALUTE
CORONA DK...............................7,4303 CORONA N.................................7,5359 CORONA S.................................8,9982 DOLLARO AUS ...........................1,2740 DOLLARO CDN...........................1,2871 DOLLARO USA ...........................1,2566 FRANCO CH ...............................1,2019 STERLINA UK.............................0,8001 YEN J ......................................99,7500

40,66 1.579,00 DENARO

40,75 1.574,60 765,58 38,60 16,13


LETTERA

285,55 290,22 290,22 1.202,83 226,72

326,38 332,34 332,34 1.301,11 253,06

27

La Ue richiama lItalia sullevasione, ma poi fa dietrofront


Le critiche scompaiono dal Rapporto finale, che approva il programma delle riforme
ALBERTO DARGENIO
ROMA Gaffe internazionale della Commissione europea. La combina la bozza del rapporto sulla politica economica italiana che, insieme a quello sugli altri paesi, sar pubblicato domani a Bruxelles. Ebbene, in uno dei mille draft che circolano tra le stanze della Commissione a ridosso della pubblicazione c una frase cancellata, ma ancora leggibile, che imputa al governo Monti di non avere fatto abbastanza contro levasione fiscale. La bozza finisce nelle mani del Financial Times che la diffonde sottolineando come la frase cancellata in realt rispecchi il vero pensiero di Bruxelles. Come da copione nel testo finale anticipato ieri pomeriggio ai capi di gabinetto della Commissione e ai governi il passaggio sul quale Financial Times ha costruito un articolo in prima pagina non c. E oltretutto, come ammette lo stesso quotidiano della City, il tenore del documento positivo. Si riconosce che non servir una manovra bis per centrare entro il 2013 il pareggio di bilancio, ovvero labbattimento del deficit. E si sottolinea come il governo Monti abbia fatto significativi progressi nella ristrutturazione dell'economia e lo si invita ad andare avanti su questa strada. Ma Ft evidenzia quello che dalla bozza sparito: Sono stati fatti passi avanti insufficienti per recuperare le tasse evase. Scelta inusuale visto che - lo sanno tutti i corrispondenti a Bruxelles - i testi cambiano mano a mano che i funzionari europei assemblano le informazioni che ricevono dai diversi settori della Commissione e leggono i documenti spediti dai governi con gli aggiornamenti sulle politiche economiche in atto. Dunque nessuna manina politica che tende ad edulcorare il giudizio sullItalia. E poi sulla lotta allevasione sembra difficile dire che Roma non stia facendo abbastanza, basta pensare alle aspre critiche che negli ultimi mesi si sono abbattute su Equitalia e Guardia di finanza per leccessiva durezza dei controlli. Tant che nella bozza finale che domani sar approvata dal collegio dei commissari guidato da Barroso la frase al momento questa: Continuare la lotta contro levasione e al lavoro non dichiarato anche con controlli rinforzati. Per il resto il documento sostanzialmente approva il Piano nazionale di riforme mandato un mese fa dal governo allinterno del Semestre europeo, il meccanismo di controlli che Bruxelles mette in campo per giudicare non solo la gestione dei conti pubblici, ma tutta la politica eco-

La sede della Commissione Ue a Bruxelles

I punti
TASSE E LAVORO NERO
Sia pure in una bozza, la Commissione Ue scrive che lItalia non ha fatto abbastanza contro gli evasori e il lavoro nero

Nel documento scovato dal Financial Times rilievi anche sul lavoro nero
nomica dei governi. Le sei raccomandazioni in fondo al documento, che rappresentano i punti deboli su cui darsi da fare, chiederanno a Monti di impegnarsi per ridurre la disoccupazione giovanile e contrastare gli abbandoni scolastici. Sempre sul lavoro, si esorter lItalia non solo ad approvare in Parlamento la riforma adottata dal governo, ma anche a promuovere la mobilit favorendo lo spostamento dei lavoratori tra le regioni del Paese. E ancora, portare a termine la riforma fiscale lanciata con la legge delega passata in Consiglio dei ministri e attuare le liberalizzazioni gi adottate. Migliorare le condizioni dellambiente in cui operano le imprese proseguendo nella semplificazione amministrativa, aumentare lefficienza della giustizia civile anche con una riorganizzazione dei tribunali e meccanismi extragiudiziali per la soluzione delle controversie, aumentare i finanziamenti alle imprese, anche in venture capital.
RIPRODUZIONE RISERVATA

SCUOLA E GIOVANI
REPUBBLICA.IT In tempo reale, 24 ore su 24, gli aggiornamenti sulla crisi
E certo che la Commissione Ue chieder di creare pi posti per i giovani e di limitare labbandono scolastico in Italia

GIUSTIZIA CIVILE
LEuropa ci invita anche a limitare i tempi della giustizia civile e a promuovere forme di accordo extra-giudiziale

Orbn a Marine Le Pen... Ogni estremismo pericoloso, non va sottovalutato. LEuropa ha bisogno di buon senso, ragionevolezza, moderazione. Deve resistere agli estremismi, non arrendersi, difendere il suo pensiero ragionevole. Non chiediamoci quanto si rafforzeranno gli estremismi, noi centrodestra moderato dobbiamo impedire loro di arrivare al potere. La Ue nata come risposta a follie, ai totalitarismi e allorrore della seconda guerra mondiale. Perch non si ripresenti quellinferno, la Ue va protetta ogni giorno contrastando insoddisfazioni dai possibili effetti disastrosi. Se fallisce lunione, leuro, fallisce lEuropa. Ma a Budapest o altrove si parla solo di orgoglio nazionalequal il rischio di contagio? Idee simili erano contagiose nel passato. Luomo non cambia, Caino non mai morto. Non elimineremo mai al 100% estremismo, nazionalismo, xenofobia. Il mio appello urgente a tutti i centristi europei non fare patti con gli estremisti. E sostanziale: che i moderati non si lascino prendere in ostaggio. Guardi allOlanda, modello di civilt e democrazia liberale e tollerante: il partito di Wulders trattato da alleato sta distruggendo la reputazione del regno.
RIPRODUZIONE RISERVATA

CACCIA AI CAPITALI
Bruxelles preme perch le imprese soprattutto quando innovative possano disporre di iniezioni di capitale

La riforma

Lavoro, quasi 600 emendamenti pi vicino il ricorso alla fiducia


ROMA La riforma del lavoro marcia spedita verso il voto di fiducia. Il tentativo di procedere attraverso un dibattito parlamentare ordinario (con laccordo di Pd-Pdl-Terzo Polo) saltato ieri quando la Lega prima, lIdv poi hanno rotto gli argini e presentato al Senato una valanga di emendamenti (oltre 150). Alla fine, il calcolo sfiora 600 proposte di modifica totali. Il doppio di quelle annunciate dai diversi gruppi. La questione di fiducia, dunque, sembra una strada obbligata per lesecutivo che potrebbe porla gi mercoled, con voto quadruplo a Palazzo Madama previsto per gioved. Il testo verrebbe cio diviso in quattro parti (flessibilit in uscita, in entrata, ammortizzatori, formazione) per poi procedere a una fiducia in sequenza. Una soluzione non sgradita al Quirinale che invece contrasterebbe il voto su un maximendamento unico, visto che si tratta di disegno di legge e non decreto, privo cio del carattere di urgenza. A quel punto, anche la Camera sarebbe chiamata in seconda lettura a ratificare il testo del Senato senza ritocchi, prima dellestate. (v.co.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

IL MINISTRO
Elsa Fornero, ministro del Lavoro

la Repubblica la Repubblica
MARTED 29 MAGGIO 2012

28

ECONOMIA

Subito tagli per 4 miliardi, 1,5 nella Sanit


Bondi presenta il programma di spending review: Risparmiare su prezzi e quantit
ROBERTO PETRINI
ROMA Lo sbattere dei tacchi degli uomini delle Fiamme Gialle che lo salutano risuona nei corridoi di Via Venti Settembre fin dalle primissime ore del mattino. Enrico Bondi, Mr. Forbici, come cera da aspettarsi, lavora a ritmi ossessivi. Brevi pause, frugali colazioni, e una fila interminabile di incontri: con i funzionari della Ragioneria generale dello Stato, con i tecnici dellagenzia per gli acquisti Consip, con i capi di gabinetto dei vari ministeri. In meno di un mese ( stato nominato ufficialmente il 9 maggio) il Commissario straordinario per la spending review ha passato al setaccio una montagna di cifre: un lavoro che svolge nel suo ufficio operativo al primo piano del palazzone del ministero del Tesoro, a fianco del gabinetto del ministro per la Coesione Fabrizio Barca, non distante dalle stanze di Vittorio Grilli. Coadiuvato da un paio di segretarie scelte allinterno della struttura del ministero, Bondi un laureato in Chimica circondato da economisti - regolarmente discute le idee-chiave dellazione anti-sprechi con il suo ministro Piero Giarda, lideatore e il referente della spending review. Con il quale intrattiene serrati colloqui nellaltra sua postazione, una stanza, in Galleria Colon-

Enrico Bondi, Commissario straordinario per la spending review da 5 mm costerebbe 0,05 euro in Sicilia e circa la met nelle Asl della Toscana (0,03 euro). Ora gli occhi sono puntati sul traguardo di gioved quando i ministeri dovranno presentare i propri piani di razionalizzazione della spesa, successivamente il 12 giugno prevista una riunione del Comitato interministeriale per la spending review. E entro fine giugno come ha riferito ieri una nota di Palazzo Chigi - il provvedimento che attuer i tagli. Nel frattempo dovr essere convertito in legge il decreto che ha dato avvio alla spending review: allesame del Senato e gi sono stati presentati pi di 100 emendamenti.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Le tappe
LA CONSULTAZIONE ON LINE
Si chiude oggi la consultazione popolare sulla spending review. Attraverso Internet, sono arrivare a Palazzo Chigi 130 mila proposte dei cittadini

Gioved i ministeri renderanno noti i propri piani di razionalizzazione della spesa


na, nella sede del ministero per il Programma e i Rapporti con il Parlamento. Concreto e determinato, come nelle sue passate esperienze di risanatore nelle crisi Ferruzzi e Parmalat, Bondi ieri ha presentato il cronoprogramma degli interventi al Comitato interministeriale per la spending review che si riunito a Palazzo Chigi presieduto da Monti (ne fanno parte oltre a Giarda, Patroni Griffi, Grilli e Catrical). Un documento che prevede un taglio di 4,2 miliardi, gi per la seconda met dellanno, agendo su due aspetti: lottimizzazione dei prezzi e lottimizzazione delle quantit. Ovvero risparmiare sul prezzo di acquisto di beni e servizi e acquistare solo quello che veramente necessario. Nel mirino, a quanto sembra dalle prime indiscrezioni, c il sistema della sanit che dovrebbe consentire di risparmiare 1,5 miliardi sui 4,2 totali che dovrebbero servire per tentare di ridurre o sterilizzare il previsto aumento dellIva di ottobre. Esempi clamorosi di differenze di prezzo gi girano per i corridoi del Tesoro: una Tac a 64 slice costerebbe 1 milione e 27 mila euro in una Asl dellEmilia Romagna e 1 milione e 397 mila euro nel Lazio, il 36 per cento in pi. Mentre una siringa

I MINISTRI
Entro gioved prossimo i ministri dovranno presentare i piani di razionalizzazione degli acquisti di beni e servizi e di tagli alla spesa

IL COMITATO
La prossima riunione del Comitato interministeriale per la spending review si terr marted 12 giugno. La riunione sar presieduta da Mario Monti
Comunit Montana Vallo di Diano
Viale Certosa, 1 84034 Padula (SA) Ufficio Foreste ESTRATTO BANDO DI GARA 1. Amministrazione aggiudicatrice: Comunit Montana Vallo di Diano Ufficio Foreste V.le Certosa, 1 84034 Padula (SA) Italia Telefono 0975/577308-306 Fax 0975/577240. 2. Tipo di procedura e criteri di aggiudicazione: procedura aperta ai sensi dellart. 55 comma 5 del D.Lgs n. 163/2006 e ss.mm.ii. con il criterio dellofferta economicamente pi vantaggiosa ai sensi del successivo art. 83 del codice e dellart. 44 della L.R. Campania n. 3/2007. 3. Oggetto dellappalto: Servizi e forniture per la realizzazione del progetto Installazione impianti e strumentazione tecnica e informatica per il monitoraggio degli incendi boschivi e degli ecosistemi forestali PSR Campania 2007/2013 misura 226, az. C). 4. Durata dellappalto: Max 120 giorni. 5. Importo dellappalto: limporto pari ad Euro 235.825,00 IVA esclusa. 6. Termine per il ricevimento delle offerte: entro le ore 12:00 del giorno 11/07/2012 presso lindirizzo indicato al punto 1). 7. Bando inviato alla GUUE il 21/05/2012 e pubblicato sulla GURI il 21/05/2012 8. Il bando e tutti gli atti di gara sono visionabili sul sito www.montvaldiano.it e rivestono carattere di ufficialit. 9. Responsabile del procedimento: il responsabile dellufficio Foreste della Comunit Montana Dott. Agronomo Beniamino Curcio, contattabile ai numeri di cui al punto 1). Il Responsabile del Servizio Dott. Agr. Beniamino Curcio

CONCESSIONI AUTOSTRADALI VENETE CAV SPA Sede Legale: Via Bottenigo 64/A 30175 Marghera (Ve) Tel. 041/5497111 Telefax 041/935181 Estratto bando di gara CIG 409141132A - Bando rif.: CAV/01/2012servizio di noleggio autoveicoli senza conducente allestimento polizia stradale. Ai sensi dellart. 55 del D. Lgs. 163/2006 e s.m.i. indetta gara con procedura aperta per lappalto del servizio di noleggio autoveicoli senza conducente allestimento polizia stradale. Lotto unico. Importo complessivo a base di gara 768.000,00 EUR. Durata dellappalto mesi 48 (quarantotto). Aggiudicazione con il criterio del prezzo pi basso ai sensi dellart. 82, co. 2, lett. a, del D. Lgs. 163/2006 e s.m.i. Le offerte conformi a quanto previsto nel bando originale dovranno pervenire entro e non oltre le ore 12:00 del giorno 16/07/2012. Il bando stato inviato alla Gazzetta Ufficiale dellUnione Europea (GUUE) in data 23/05/2012 ed pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale Italiana (GURI) n. 60 del 25/05/2012. Il Bando reperibile sul profilo della regione veneto: www.regione.veneto.it nonch sul profilo del committente www.cavspa.it completo della documentazione di gara. Prot. n. 5750 del 23 maggio 2012. LAmministratore Delegato ing. Eutimio Mucilli

Squinzi

Non bastano i 30 miliardi di pagamenti Pa


INSUFFICIENTI. netta la bocciatura di Giorgio Squinzi sui 30 miliardi promessi dal governo alle aziende in credito con la pubblica amministrazione. Sento di debiti per 90 miliardi ha detto il presidente di Confindustria ma credo siano di pi, mentre tempi di pagamento sopra i due anni sono inaccettabili. Squinzi ha parlato anche di euro: Se la Grecia uscisse, poi toccherebbe alla Spagna e, probabilmente, allItalia.

Fisco

IL DECRETO
Entro la fine del mese di giugno, il Consiglio dei ministri si riunir per varare il decreto legge volto a rendere operativa la spending review

Il 30 giugno nuovo termine per il 730


PI tempo per esibire i documenti del 730. Lo ha deciso ieri lAgenzia delle Entrate: considerate le difficolt emerse per soddisfare le richieste, i contribuenti non dovranno rispondere nei canonici 30 giorni, ma avranno tempo fino al 30 giugno 2012. Le domande sono state inviate lo scorso 19 aprile a circa un milione di contribuenti. Riguardano la dichiarazione dei redditi 2010, relativa allanno fiscale precedente.

I TAGLI
Per il secondo semestre dellanno, si pronostica di risparmiare 4,2 miliardi Di questi, 1,5 verranno dalla sanit. La spesa aggredibile valutata in 100 miliardi

LO SPORT Con il personal trainer sempre accanto: tablet, iPhone e web compagni di allenamento LE LETTERE Reflusso acido, favismo, epiteliopatia oculare, prostata e Psa: gli esperti rispondono

DARIA IN ULTIMA

Oggi, il mondo di domani

MARTED 29 MAGGIO 2012/NUMERO 750

29

Allinterno

Le terapie

Maculopatia e anziani, liniezione salva vista


MARGRETH

Fumo effetti
collaterali

Pelle che invecchia, problemi alla retina, infezioni ai denti, infertilit, impotenza Non solo tumori, sapevate che sono almeno venticinque le malattie provocate dalla nicotina?
MARIA PAOLA SALMI

La chirurgia

Ibrida, la terza via per chi deve rifarsi il naso


SIMONIELLO

La psicologia

Come aiutare le vittime di violenza sessuale


CRO, GIOMMI, PASOLINI

La cosmetica

Sole destate nemico del bisturi Meglio rinviare


BORTOLATO

ILLUSTRAZIONE DI COPERTINA DA POSTER MODIANO DEL 1932 DI ROBERT BERENY

GUGLIELMO PEPE NOI & VOI NON AUTOSUFFICIENTI, ANNO ZERO


ei primi convegni di RSalute dedicati alla Terza Et, tenuti prima del Duemila, uno dei temi ricorrenti era il Fondo per la non autosufficienza. Negli anni, fu argomento di discussione con i ministri di centrosinistra e di centrodestra, Bindi, Turco, Sirchia, Fazio: tutti si dicevano convinti che si trattava di una necessit inderogabile. Ebbene, dopo tanto tempo, molte parole e una overdose di promesse, il Fondo sembra ancora all'anno zero, perch le risorse economiche a disposizione invece di crescere, diminuiscono. Viceversa sono sempre di pi le persone non autosufficienti, e l'impoverimento colpisce come una mannaia un numero crescente di famiglie. Che vivono in casa situazioni difficili, drammatiche quando non sono in grado di assistere le persone care che hanno bisogno di assistenza e di aiuto 24 ore su 24. La fragile esistenza di chi non pu fare da solo e deve contare sugli altri, si somma oggi alle insicurezze provocate dalla crisi: in troppe famiglie si vive in solitudine o in compagnia della disperazione. Con un adeguato Fondo per i non autosufficienti, almeno si darebbe qualche briciola di speranza ai pi deboli. Non vero, ministro Balduzzi? g.pepe@repubblica.it

RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica la Repubblica
MARTED 29 MAGGIO 2012

30

SALUTE IN PRIMO PIANO


Il 31 maggio la Giornata senza tabacco. E mentre in Italia si abbassa let della prima sigaretta, lOms accusa

lindustria e pensa a nuove campagne. Perch i cittadini siano


informati anche sugli effetti collaterali della nicotina

Tabagismo
Flash

La giornata
SCLEROSI MULTIPLA, IMPEGNO IN RICERCA
Fino al 3 giugno la settimana della sclerosi multipla e il 30 maggio la Giornata mondiale con il messaggio Tutti uniti per la lotta alla sclerosi multipla In Italia lAism promuove la Campagna Fastforworld, fai andare pi veloce il mondo della ricerca. Iniziative, incontri, e il congresso scientifico Fism, il 30 e 31, a Roma. www.aism.it

Pelle, cataratta, infertilit il fumo non solo tumori


MARIA PAOLA SALMI

La terapia
FARMACO ANTILEUCEMIA PER FORME AGGRESSIVE
Nuove armi terapeutiche contro la sclerosi multipla Entro qualche mese verr chiesto il via libera agli enti preposti allautorizzazione (Ema per lEuropa e Fda per gli Stati Uniti) per il trattamento della sclerosi multipla con alemtuzumab Si tratta di un anticorpo monoclonale, gi in uso per altre patologie, come la leucemia Il farmaco frutto della ricerca di Genzyme, azienda controllata da Sanofi. Spiega Giancarlo Comi, direttore del Dipartimento neurologico Ircss San Raffaele di Milano e presidente della Societ Italiana di Neurologia: Alemtuzumab, presenta effetti collaterali potenzialmente pesanti, ma ben controllabili se la terapia gestita da mani esperte Almeno inizialmente potrebbe essere riservato ai malati con forme di sclerosi multipla molto aggressive, che sfuggono al controllo di altri farmaci Genzyme propone anche teriflunomide, un immunosoppressore Spiega Comi: Questo secondo farmaco potrebbe essere indicato come terapia di mantenimento, adatta a pazienti con malattia stabilizzata, o anche in fase iniziale ma non molto aggressiva. Teriflunomide gi stato presentato sia a Ema che a Fda. Secondo lAism, Associazione italiana sclerosi multipla, in Italia i malati sarebbero circa 63mila, circa 1.800 casi ogni anno Le donne sono colpite il doppio rispetto agli uomini (al. mar.)

classificato tra i cancerogeni di classe A, al pari dellamianto. Il fumo attivo unabitudine mortale eppure 11,6 milioni di fumatori si ostinano ad ignorarne i rischi. Il report 2011 sul tabagismo che il ministero della Salute, ISSOssfad, Mario Negri di Milano e Doxa presenteranno dopodomani, 31 maggio, Giornata mondiale senza tabacco 2012, ritiene la sigaretta responsabile di circa 70.000- 83.000 decessi, il 25% tra i 34 e i 65 anni di et. Il Dipartimento di salute pubblica americano ha lanciato una Campagna mondiale con ex fumatori che raccontano la loro storia di tabagisti e di malati, molti in ossigenoterapia. Il fumo attivo causa nota di almeno 25 malattie e ben 18 tipologie di tumore, tra le donne il cancro del polmone divenuto la terza causa di morte dopo quello di mammella e colon-retto, afferma Clarita Bollettini della Lega italiana lotta ai tumori (Lilt). I polmoni sono i preferiti del fumo di sigaretta che riduce nel tempo la capacit di far entrare e far uscire aria, la resistenza allattivit fisica, espone alle malattie respiratorie croniche ostruttive da tabacco (asma, BPCO, allergie) e a un rischio 23 volte mag-

A fronte di una diminuzione del vizio tra i maschi adulti si continua a registrare laumento della diffusione tra le donne e i giovanissimi
giore di sviluppare un tumore polmonare a piccole cellule rispetto ai non fumatori. Un pacchetto di sigarette al giorno equivale a 6 radiografie lanno sottolinea Roberta Pacifici, direttore dellOsservatorio alcol droga e fumo dellIstituto superiore di sanit com accertato leffetto cancerogeno sul polmone lo altrettanto la stretta correlazione con larteriosclerosi. Aumento della frequenza cardiaca, indurimento dei vasi sanguigni, formazione di placche, sono solo alcuni dei danni cui esposto nel tempo il sistema cardiovascolare con conseguenze gravi quali ipertensione e infarto. La nicotina dopo pochi secondi dallinalazione arriva dritta al cervello dove induce modificazioni chimiche dei processi metabolici e riduzione di ossigeno. I fumatori hanno un rischio triplo

Liniziativa
LATTESA NEI CENTRI CON IL TABLET AD HOC
Educazione e intrattenimento lobiettivo dellapplicazione YouAnd per tablet, con informazioni sulla sclerosi multipla: conil sostegno di Novartis i tablet saranno distribuiti nei Centri specialistici: apripista il Centro del San Raffaele di Milano
RIPRODUZIONE RISERVATA

LEVENTO
31 MAGGIO

No Smoking Jazz, musica a Roma il 31 maggio (ore 21,30, via degli Ausoni, 84)

di sviluppare cataratta e problemi alla retina. Lazione irritante delle sostanze contenute nel tabacco, insieme al calore che esso sviluppa mentre brucia, predispongono a tumori delle labbra e del cavo orale, oltre che a infezioni dei denti e delle vie aeree superiori. La pelle invecchia, cambia colore e trasuda un odore caratteristico. Lazione irritante e vasocostrittiva del fumo aggrava il reflusso e le ulcere gastro-esofagee,

peggiora la perdita della funzionalit renale specie se si associa diabete e pressione alta, contribuisce alla perdita di tessuto osseo favorendo losteoporosi, inoltre nicotina e cotinina compromettono la capacit riproduttiva riducendo la motilit e la vitalit degli spermatozoi. Accertato il legame tra sigaretta e cancro di vescica, mammella e prostata; infine i nati da fumatrici sono sottopeso e predisposti ad asma. Smettere di fumare comporta

benefici tangibili. I vantaggi sono di tre tipi spiega la dottoressa Roberta Pacifici a brevissimo termine si abbassa la pressione sanguigna, si attenua lodore di nicotina e ammoniaca, lossido di carbonio pari a quello di chi non fuma, la pelle riprende il suo colorito naturale; a breve-medio termine (da 2 mesi a 2 anni) si recupera fiato, migliorano asma e allergie respiratorie, il primo inverno si espelle pi catarro perch le ciglia aumentano il loro

la Repubblica la Repubblica
MARTED 29 MAGGIO 2012

PER SAPERNE DI PI www.iss.it/ofad www.legatumori.it

31

La prevenzione/1

La prevenzione/2

Negli Usa guerra a colpi di divieti

Tra farmaci, psicologi, sostituti della nicotina

A New York fuori di casa


una strategia di guerra quella che negli Stati Uniti si combatte contro il fumo e le multinazionali del tabacco a colpi di divieti. Il sindaco Bloomberg ripropone una legge che obblighi gli amministratori dei condomini di New York a stabilire rigide regole anti-fumo e a presentarle a proprietari e acquirenti. No al fumo in ascensore, nei corridoi, dentro le mura di casa, su terrazzi e balconi. Chi compra deve essere informato se rischia di essere esposto a fumo passivo. Improbabile lattuazione. Funzionano invece i divieti fondamentalisti nelle aziende. Si stipulano contratti in cui il dipendente si impegna a non fumare, nemmeno a casa o in vacanza. ImplacaIn azienda bili i test a sorpresa contratti in cui con tanto di licenziail lavoratore si mento immediato impegna a non per i positivi a nicotina. In Italia lapfumare mai proccio alle aziende smokefree tiepido. Il ministero della Salute porta avanti da anni il programma Ministero Senza Fumo in collaborazione con la Lega italiana lotta ai tumori (Lilt). In pochi anni siamo entrati in molte aziende di citt come Roma, Milano racconta Clarita Bollettini della Lilt Acea, Sace, Inail, Ispesl, Ford, Fujizu, Procter & Gamble hanno aderito con grande soddisfazione, il percorso complesso perch complessa la figura del fumatore, si lavora in gruppi sulla motivazione e la consapevolezza. La responsabilit individuale e collettiva fa il resto. (mp. s.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

E con laiutino smette uno su tre


re fumatori su dieci provano almeno una volta a buttare la sigaretta. Le ricadute sono infinite. Il successo, quando arriva, una conquista. Non mancano le opportunit di lasciarsi aiutare: sul territorio nazionale, stando ai dati 2011 del ministero della Salute, i Centri anti-fumo sono 396, gran parte distribuiti nelle aziende sanitarie, 96 gestiti dalla Lilt. Il tabagismo un fenomeno complesso, il fumatore ha una personalit capricciosa, imperiosa, ansiosa o depressa e labitudine al fumo un mix perfetto di gestualit, di riti, di intimit e dipendenza dice Clarita Bollettini della Lilt di Roma per dire stop alla sigaretta servono prima di tutMa prima to una forte motivadi tutto serve zione e la volont, poi una forte laiuto psicologico motivazione individuale o di gruppo con terapie cognie la volont tivo-comportamentali o counseling, incluso quello a distanza via telefono. Nei Centri anti-fumo medici e psicologi liberano dallassuefazione circa il 30% dei fumatori. Aiutano i sostituti della nicotina (Nrt) per alleviare i sintomi dellastinenza che si attenuano in duetre settimane. Utilizzati con buoni risultati due farmaci, da prendere sempre dietro prescrizione medica, bupropione, antidepressivo che mima leffetto rilassante della sigaretta, e vareniclina che riduce il piacere del fumo. Pareri discordi sulluso della sigaretta elettronica. (mp. s.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

movimento e staccano il muco che ostruisce gli alveoli, si fa meno uso di antibiotici e per brevi periodi, c una maggiore ossigenazione cerebrale e cardiaca, le papille gustative si rigenerano insieme alla pelle, migliora la funzionalit renale; a lungo termine (da 5 a 10 anni) si riduce il rischio di tumore al polmone. Da sette anni la percentuale dei fumatori stabile con piccole oscillazioni (23-22%), crescita costante delle fumatrici. Il 22,3%

dei giovani adulti continua a fumare, con uno zoccolo duro nella fascia det tra i 25 e i 34 anni di et dei maschi (38,9%) e tra i 45 e i 54 per le femmine (23,3%) mentre stabile la prevalenza tra i pi giovani (15-24 anni: 21,4% di questi 26,5% maschi, 15,9% femmine). E tutto questo coincide con labbassamento dellattenzione di istituzioni e media su un problema sociale, sanitario ed economico (il 76% delle accise va allo Stato) di tale rilevanza qual

il fumo, sostiene la Lilt. LOms questanno sostiene la Convenzione quadro internazionale contro le pressioni delle multinazionali del tabacco. ladolescenza la fascia critica, quella su cui puntano i produttori commenta Francesco Schittulli, presidente di Lilt lattenzione si troppo affievolita, dobbiamo riprendere con linformazione e leducazione a partire dalla scuola elementare.
RIPRODUZIONE RISERVATA

INFOGRAFICA PAULA SIMONETTI

la Repubblica la Repubblica
MARTED 29 MAGGIO 2012

32

SALUTE LA MEDICINA

PER SAPERNE DI PI www.ieo.it www.aimac.it

Nel corso dello Ieo day annunciato il cambio di strategia sullesame Pap: basta una volta ogni 36 mesi facendo per la ricerca del virus ogni anno. Confermata lazione protettiva dellanticoncezionale orale. Veronesi: Ora serve maggiore informazione alle donne
I PI FREQUENTI
Tumori pi frequenti diagnosticati nelle donne: 29% seno, 13% colon-retto, 6% polmone, 5% utero, 4% stomaco

Tumori

In libreria

Il manuale
LAUTO-AIUTO DI MAMMA E PAP
La traduzione italiana del programma di auto-aiuto, un classico australiano frutto del lavoro del Parent-Infant Research Institute. Una guida prima e dopo il parto e utile per il primo anno del piccolo
DIVENTIAMO MAMMA E PAP

Le terapie
CURE NATURALI PER LENIRE IL MALE
Le possibilit di trattamento del dolore muscolo-scheletrico e viscerale attraverso quelle che vengono chiamate cure naturali ma non alternative. Solo in casi accertati, lievi o moderati Consigli preventivi e terapeutici
LIBERI DAL DOLORE SENZA FARMACI

J. Milgrom e altri 216 pagine 16 euro Erickson Bruno Brigo 258 pagine 19,90 euro Tecniche nuove

LA MORTALIT
La causa di mortalit per tumore nelle donne: 16% seno, 12% colon-retto, 11% polmone, 7% pancreas, 7%stomaco

IL VACCINO HPV
La copertura media nazionale per 3 dosi di vaccino nelle ragazze nate nel 1997 65% (fonte: Cnesps, ISS 2011)

IL PAP TEST
Lo diffusione dello screening con pap test in Italia segnala forti differenze: 85% al Nord, 82% al Centro, 62% al Sud (fonte: indagine Passi 2010)

LA SCHEDA

igliore prevenzione, diagnosi precoce, approcci chirurgici efficaci, farmaci sperimentali e sempre nuove frontiere di ricerca. La lotta ai tumori ginecologici prosegue. Loccasione di ricordarlo il recente IEO Day 2012, intitolato Le nuove cure a misura di donna. AllIstituto Europeo di Oncologia di Milano, Umberto Veronesi dichiara: Nei tumori ginecologici sono avvenuti i cambiamenti pi significativi nella lotta al cancro degli ultimi 50 anni. Ora fondamentale che tutte le donne siano correttamente informate. Nella prevenzione del tumore al collo dellutero crollato il dogma del Pap-test annuale: allincontro con Veronesi stato ricordato che i pi recenti studi confermano che lefficacia del-

Utero, test triennale Ovaio, ok la pillola


lesame non legata alla sua esecuzione ogni 12 mesi, e dunque lintervallo pu essere esteso. Il dibattito aperto, ma lIEO indica la nuova linea: Pap-test ogni 3 anni, associato al test per lHpv e vaccinazione delle dodicenni e, dove possibile, delle adolescenti. Al contrario, per il tumore allovaio il problema stato finora proprio la prevenzione. Spiega Nicoletta Colombo, direttore dellUnit di Ginecologia Oncologica allIEO: In realt abbiamo scoperto un potente strumento anche per il tumore allovaio: la pillola anticoncezionale pu ridurne fino al 50% lincidenza, se assunta per un lungo periodo di tempo, e la sua efficacia dimostrata anche nei casi delle donne pi a rischio per familiarit. Ma ancora non c coscienza nel mondo femminile. La grande barriera allaumento della guaribilit la diagnosi precoce: in stadio iniziale questo tumore guaribile nell80% dei casi, ma meno del 30% viene individuato in questa fase. Continua la Colombo: La posizione anatomica di molti di questi tumori alla loro origine li rende in-

visibili allimaging. Dunque abbiamo bisogno di trovare marcatori tumorali nel sangue. Abbiamo appena avviato un nuovo progetto che prevede, tramite lesame del sangue, la ricerca di micro-Rna (frammenti di Rna circolanti) e di alcune proteine associate al tumore ovarico. Sempre attiva anche la ricerca clinica di nuovi farmaci. AllIEO sono in corso, in associazione alla chemioterapia tradizionale, terapie sperimentali con antiangiogenetici noti e utilizzati per altri tumori, come il Bevacizumab, o di nuove molecole, come lOmbrabulin. Sapere comunque fondamentale: Gli studi internazionali dimostrano che i tumori trattati nellambito di centri specializzati hanno una prognosi migliore, ricorda la Colombo. (alessandra margreth)
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica la Repubblica
MARTED 29 MAGGIO 2012

SALUTE LA CHIRURGIA

PER SAPERNE DI PI www.sicpre.it www.eafps.org

33

Rinoplastica
Lultima metodica, dopo la chiusa e laperta, librida: buoni risultati e guarigioni pi rapide. Tra 20 e 30mila interventi allanno

Flash

La giornata
LAM, MALATTIA RARA CHE COLPISCE LE DONNE
Il 1 giugno la Giornata mondiale della Lam, la linfangioleiomiomatosi, patologie correlata con la Sclerosi tuberosa (stessi geni mutati coinvolti, sembra) Si tratta di una patologia poco conosciuta che colpisce quasi esclusivamente le donne caratterizzata da progressiva distruzione dei tessuti sani del polmone a causa della formazione di cisti Lassociazione italiana Lam promuove iniziative e vendita di gadget. www.lam-italia.org

La terza via, nuova tecnica per rifarsi il naso


TINA SIMONIELLO
irca 20-30 mila italiani ogni anno si sottopongono a interventi di chirurgia plastica del naso (ma non ci sono numeri ufficiali certi). La maggior parte associando lesigenza di ingentilire i tratti del naso a quella di ripristinarne la funzionalit compromessa da patologie infiammatorie ricorrenti, malformazioni, traumi, interventi chirurgici precedenti mal riusciti, e anche dalluso di cocaina. Il resto, un 3 per cento pi o meno, si opera per ragioni esclusivamente estetiche: non sono soddisfatti dellaspetto del loro naso. Questi pazienti oltre alle due opzioni tradizionali: la rinoplastica aperta (si incide la base della columella, il pilastrino che separa le due narici, si scopre punta e dorso e si lavora a cielo aperto) e la rinoplastica chiusa (si opera attraverso incisioni interne alle narici) hanno a disposizione una terza metodica. Messa a punto di recente, si chiama rinoplastica ibrida (su Archive of facial plastic surgery). In pratica unevoluzione della rinoplastica chiusa o endonasale che per riassume

La ricerca
SINDROME DI RETT UN SMS SOLIDALE
Fino al 2 giugno raccolta fondi con Sms (45509) per la ricerca sulla Sindrome di Rett, malattia neurologica che colpisce le bambine (www.airett.it)

Il premio
CINQUE STUDI ROSA CON LAIUTO LORAL
LOral Italia per le Donne e la Scienza: compie 10 anni liniziativa, in collaborazione con lUnesco, delle borse di studio del valore di 15 mila euro luna a donne ricercatrici La giuria presieduta da Umberto Veronesi ha selezionato tra 300 domande le 5 premiate: Federica Franciosi, medico veterinario (universit di Milano: sicurezza e efficacia della procreazione assistita nei mammiferi); Maria Giovanna Dainotti, astrofisica relativista (Normale di Pisa: raggi gamma e origine delluniverso ), Elena Fortunati, ingegnere dei materiali (universit di Perugia: biomateriali nanotech), Monica Scognamiglio, biologa (Seconda universit di Napoli: piante e antiossidanti) e Valeria Manera, psicologa (universit di Torino: autismo e terapie)

venire e alluso estensivo di innesti cartilaginei. La rinoplastica chiusa, che in linea teorica permette una minore precisione nei rimodellamento complessi e sutura delle cartilagini, offre maggiore rapidit di guarigione, tendenzialmente pi conservativa, tende ad alterare meno lanatomia del naso e a preservare meglio lequilibrio complessivo del volto. Lintervento dura 60-90 minuti contro le 2-

3 ore della procedura aperta. In cosa consiste la procedura ibrida? La rinoplastica ibrida una rinoplastica endonasale pi versatile della tradizionale, pi a misura del singolo paziente. Mentre la endonasale classica prevede incisioni rigidamente posizionate nelle narici, una in alto e una in basso, quella ibrida ne prevede diverse, da individuare in base alla singola esigenza e anatomia. Sono tagli

modulati, che vanno praticati a seconda di dove esattamente si vuole agire, pi mirati al bersaglio. Diciamo che la chirurgia ibrida ha la precisione pi tipica della rinoplastica aperta ma pure guarigioni pi rapide, assenza di cicatrici esterne e minore invasivit caratteristiche della endonasale. Ma chi il candidato ideale di questa terza via della rinoplastica? Tranne i casi di

ricostruzioni importanti di dorso e punta, di complessi interventi con innesto di cartilagine dorsale e di complicate rinoplastiche secondarie per i quali pi indicata la chirurgia aperta, la tecnica endonasale ibrida sostanzialmente unopzione valida sempre e permette conclude Palma - di ridurre del 30 per cento i rimodellamenti successivi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Unoperazione che va scelta in base al paziente e alla formazione dello specialista


in s i vantaggi delle due procedure chirurgiche classiche, spiega Pietro Palma, dirigente medico al dipartimento Otorinolaringoiatria e chirurgia testa-collo universit Insubria-Varese, presidente della European academy of facial plastic surgery e chairman di Nose and face 2012, il meeting mondiale delle societ di chirurgia plastica facciale da poco concluso a Roma. Ma a chi indicato cosa? La scelta della chirurgia aperta o di quella chiusa dipende spesso dalla formazione e dallattitudine dello specialista - spiega Palma anche se in linea di massima la rinoplastica open, offrendo a chi opera una visione a cielo aperto dellanatomia del paziente pi adatta a interventi complessi che richiedono alta precisione. Ha per lo svantaggio di tempi di guarigione pi lunghi, di una cicatrice esterna alla base della columella, di essere associata alla tendenza a re-inter-

LESTETICA VISO PI FRESCO COL MIX FILLER PI BOTULINO


on chirurgia: la nuova tecnica usa le punturine e ha un nome evocativo: subliminal difference. Subliminal, perch, secondo lideatore Steven Dayan chirurgo plastico facciale, professore alluniversit dellIllinois di Chicago, a Roma in occasione del Nose & face world congress, con piccoli interventi al volto induce in chi lo guarda una sensazione di ringiovanimento, una faccia di quelle che stai molto meglio ma non saprei dire perch. La metodica consiste in un uso combinato di botulino e filler diversi da iniettare in zone strategiche del viso. Leffetto dura per circa 18 mesi. (t. s.)

La donazione
I MINI-ECOGRAFI ALLE ONLUS MEDICHE
Un occhio di riguardo un progetto per migliorare lassistenza nei Paesi in via di sviluppo. A giugno le organizzazioni Apurimac, Emergency, Medici con lAfrica Cuamm e Medici Senza Frontiere, riceveranno un ecografo tascabile Vscan Ciascuna onlus lo utilizzer nellambito di un progetto Risultati dopo sei mesi Liniziativa Unamsi (Unione nazionale medico scientifica di informazione) ha il supporto di GE Healthcare (al. mar.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

LAtrofia Muscolare Spinale, SMA nellacronimo inglese, colpisce i bambini ed una delle pi gravi e diffuse malattie neuromuscolari. la principale causa genetica di morte per bambini sotto ai 2 anni. Non esiste al momento una cura, ma una cura possibile. 1 persona su 40 portatore sano. 1 bambino su 6000 nati affetto da SMA. sono circxa 1500 - 2000 i bambini e gli adulti affetti da SMA in Italia.

Sostieni FamiglieSMA. Dona il tuo 5 per Mille nella dichiarazione dei redditi inserendo questo codice fiscale alla voce beneficiario.

RIPRODUZIONE RISERVATA

INFOGRAFICA PAULA SIMONETTI

la Repubblica la Repubblica
MARTED 29 MAGGIO 2012

36

SALUTE LASSISTENZA
La gran parte dei maltrattamenti e degli stupri avviene in famiglia o per opera di conoscenti. Solo nel 4 per cento dei casi scatta la denuncia

Dai Centri antiabusi alle sedute con gli esperti fino al supporto legale e psicologico: ecco come aiutare le vittime ad affrontare il trauma

LEI & LUI

ROBERTA GIOMMI

TUTTI GLI STEREOTIPI DEL POTERE


siste una mitologia del dominio sulle donne e una mitologia del dominio delle donne sugli uomini, attraverso la seduzione e la manipolazione. Quando lavoriamo sulleducazione alla sessualit e parliamo della parit e della differenza, lavoriamo molto sugli stereotipi del potere. Pensare ai comportamenti importante, ma capire quali sono le mitologie dellincontro e della costruzione della relazione necessario per operare non solo, ed importantissimo, alla punizione, ma per costruire il cambiamento nello strato profondo. Nel nostro presente lincoerenza animata dalla confusione; prendiamo per esempio laumento della sessualit e la riduzione della scelta contraccettiva o del sesso sicuro in ambedue i sessi, con rischi maggiori al femminile, prendiamo labbandono della protezione quando si frequentano luoghi dove si beve e si fanno uso di sostanze, ai profili in Facebook, allo scambio in internet di immagini e sesso virtuale. Nel lavoro delleducazione sessuale a scuola, nelle fasce di et 11-14 e 15-18, lavoriamo, in piccoli gruppi, sul rispetto e la protezione, rimarcando che guardare e toccare appartengono a due mondi diversi, che le parole e gesti volgari, le aggressioni di gruppo sono inammissibili. Laltro aspetto riguarda il gruppo in discoteca, nelle feste in piazza, dove gli amici, maschi e femmine, costruiscono il regolamento interno: una o due persone non devono bere e ricevono il mandato di intervenire sul bere degli altri, su allontanamenti e passaggi con estranei. I genitori sono guidati ad una assunzione di responsabilit e di intervento. Per il lavoro su miti e simboli ci vuole pi tempo per condividere cosa suscita ira e prepotenza, cosa annulla la personalit, cosa conduce alle scelte sbagliate, come si costruisce la differenza tra impulso, passione, amore, rispetto. www.irf-sessuologia.it

Cosa fare dopo, unexit strategy per le vittime


CATERINA PASOLINI

Violenza sessuale
A
iutare a trovare le parole, per dire lindicibile. Per raccontare la brutalit e la vergogna, e superare quellassurdo senso di colpa che spesso la prende, neanche fosse stata lei a volere quelle attenzioni pesanti, come se non si fosse difesa abbastanza dalla violenza e dalle botte. Parole pensieri da mettere in ordine per ricominciare, per ricostruirsi sfuggendo a depressione e ansia, per rimettere assieme i frammenti di una vita, di unanima segnata dalla violenza, dallo stupro di chi, troppo spesso, conosce e ama. Ogni anno in tutta Italia pi di 250 donne denunciano violenze sessuali, ma solo al Centro antiviolenza della clinica ginecologica Mangiagalli di Milano, il primo pubblico nato nel 96, ne visitano 600. Perch la verit una: solo il 4 per cento, dicono le stime, arriva a denunciare chi lha violata, picchiata, abusata. LIstat descrive una realt agghiacciante: in Italia le donne tra i 17 e i 70 anni vittime di violenza sono 6 milioni 743 mila. Di queste 5 milioni sono vittime di violenza sessuale. Un milione di donne ha subito uno stupro. Un esercito silenzioso in lotta per ricostruirsi una vita. Ma non ci sono ricette standard, non ci sono schemi, certezze, soluzioni facili e immediate, dicono gli esperti. Ogni donna ha la sua storia, i suoi tempi di elaborazione e il suo passato, ogni stupro ha sue origini, le sue devastanti modalit. E la visita medica (importante non lavarsi perche il prelievo del dna pu incastrare laggressore) solo il primo passo, le cure fisiche la cosa pi semplice. Poi, tornate fuori, nel mondo, un punto fondamentale di appoggio sono i Centri antiviolenza (telefono 1522) che ogni anno accolgono 14mila donne, dove si pu trovare ascolto, gruppi di autoaiuto con donne che hanno vissuto lo stesso inferno, consulenza psicologica e legale ma anche un tetto quando c bisogno Milano: Molte non considerano infatti stupro se il marito il fidanzato a farlo. Ed proprio in questo ospedale, dove lavorano 6 psicologhe e 4 assistenti sociali che vengono accolte le donne violentate, maltrattate. Dopo la visita medica le psicologhe cercano di fare una terapia immediata per aiutare a superare lo shock, la paura. Per tutte ci sono poi garantite 6-10 sedute per cercare di elaborare il trauma, e terapie pi lunghe, anche di tre anni, sono garantire dalla Onlus Cerchi dacqua. Un modello elaborato negli anni per stare giorno dopo giorno accanto alle donne. A quelle che decidono di denunciare viene poi offerto il patrocinio legale gratuito mentre chi ha bisogno di fuggire dal compagno che abusa trova un tetto alla Casa delle donne maltrattate o alla Caritas. Le donne che subiscono violenza hanno

Il numero1522 e la rete dei Centri forniscono assistenza in caso di emergenza ma anche consulenza psicologica e legale E se necessario anche un alloggio
di un rifugio e per sopravvivere bisogna andarsene di casa. Perch chi stupra e picchia, nella maggior parte dei casi, ben il 70%, il marito, il fidanzato, un ex, un amico, un parente. Per questo aiutare chi ha subito violenza difficile, complesso, dice Alessandra Kustermann, responsabile del Pronto soccorso violenza sessuale e domestica della clinica ginecologica Mangiagalli a

IL CASO IL CODICE ROSA AL PRONTO SOCCORSO SI ALLARGA LESPERIMENTO DI GROSSETO


n codice rosa, che si aggiunge ai codici colore gi in uso al pronto soccorso e che serve a identificare le vittime di violenza e ad avviare immediatamente un percorso di tutela, gestito da personale socio-sanitario, magistrati, forze dellordine. stato sperimentato per ora in 5 pronto soccorso della Toscana: Grosseto dal 2010, Arezzo, Lucca, Prato e Viareggio dallinizio del 2012. Si estender in tutta la Toscana e c interesse da altre regioni. Alle cure si affianca lazione di Procura e forze dellordine, anche per monitorare le situazioni a rischio nei casi di mancata denuncia.

RIPRODUZIONE RISERVATA

RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica la Repubblica
MARTED 29 MAGGIO 2012

PER SAPERNE DI PI www.antiviolenzadonna.it www.telefonorosa.it

37

Lesperto

I disturbi e la sofferenza, come affrontare il trauma con la psicoterapia

Le ferite che passano e quelle con cui convivere


FRANCESCO CRO *
a violenza subita lascia tracce profonde nel corpo e nella mente. Disturbi psichici di vario tipo, insonnia, incubi e flashback ricorrenti, depressione, insicurezza e incapacit di affrontare la situazione sono alcuni dei sintomi pi frequenti nelle donne vittime di violenze, che rappresentano purtroppo una larga parte della popolazione femminile. Secondo lOrganizzazione Mondiale della Sanit, infatti, una donna su tre , o stata, vittima di violenza da parte di un partner o di un ex partner. Gli stereotipi culturali impediscono alle vittime di chiedere aiuto: la paura delle rappresaglie, la vergogna di mostrare il lato oscuro o il fallimento della propria unione coniugale, il senso di colpa interiorizzato sono solo alcuni dei vissuti emoLapproccio tivi paralizzanti. A sensomotorio, questo si aggiungola mindfulness no spesso la dipene lEmdr sembrano denza economica dal partner e la peri pi efficaci dita di ogni riconoscimento sociale in caso di separazione. Un efficace programma di prevenzione dovrebbe agire sui determinanti culturali della violenza di genere, facilitando il monitoraggio del fenomeno, coinvolgendo i servizi sociosanitari e le famiglie e mantenendo lattenzione alle politiche sociali. Listruzione delle donne e lindipendenza economica appaiono cruciali per non cadere vittima delluomo con cui ci si trova a condividere la vita. Vanno inoltre combattute le forme contemporanee di sessismo, come la discriminazio-

ne negli ambienti accademici, segnalata da Bonita London, docente di Psicologia Sociale alla Stony Brook University di New York, o la crescente diffusione della violenza sulle donne nei videogiochi, sottolineata da Victoria Simpson Beck, del Programma di Giustizia Criminale dellUniversit del Wisconsin. Le persone che vengono in contatto con donne vittimizzate devono avvicinarsi a esse con cautela e senza spaventarle; quando le violenze subite hanno un impatto significativo sulla salute psicofisica necessario rivolgersi a specialisti psicologi o psichiatri. Le psicoterapie focalizzate sul trauma e, in alcuni casi, un trattamento con antidepressivi, possono aiutare le pazienti ad affrontare unesperienza altrimenti molto difficile da elaborare. Gli approcci psicoterapeutici pi efficaci, come la psicoterapia sensomotoria, elaborata dalla psicologa statunitense Pat Ogden, le terapie basate sulla mindfulness (consapevolezza non giudicante) e la desensibilizzazione oculare (Emdr), che si propone di rielaborare le esperienze traumatiche attraverso i movimenti oculari, sono centrati, sia sullanalisi degli aspetti psicologici ed emotivi del trauma, che sul corpo, oggetto della violenza. Rivivere le sensazioni fisiche provate in quel momento, nel contesto sicuro di una relazione terapeutica, aiuta a sviluppare la consapevolezza di come le reazioni corporee alle esperienze passate continuino a influenzare il presente e a mantenere la sofferenza emotiva. Si pu superare il trauma anche in pochi mesi, anche se a un livello pi profondo alcune ferite non si dimenticano. * Psichiatra, Servizio Psichiatrico Diagnosi e Cura, Viterbo
RIPRODUZIONE RISERVATA

reazioni diverse tra loro, in alcuni casi reagiscono nellimmediato, in altri invece possono rimuovere il fatto per molto tempo. Sono in preda alla confusione, shock, vittime di ansia o smarrimento, paura o depressione. Cos un modo per salvaguardarsi da tanto orrore, quello di negare a se stesse laccaduto o minimizzare lesperienza vissuta, questo succede frequentemente quando laggressore un conoscente. Ana Maria Galarreta Echegaray, lavora alla fondazione Pangea che da anni si impegna a sostenere alcuni dei numerosi centri anti violenza sparsi per lItalia (la rete si chiama A. D. I. R. E), non ha dubbi: se la donna non se la sente ancora di raccontare, ci vuole, tempo, pazienza, ascolto. Senza mai forzare, Rispettando scelte e volont di chi ha subito. Il suo bene lo pu decidere solo lei. Una cosa per certa. Dopo, uscita dallospe-

dale, quando le ferite del corpo saranno rimarginate e apparentemente tutto sar come prima, comincer il momento pi difficile e complicato. Il lungo cammino per ritrovare fiducia in se stessi e negli altri. Perch lo stupro uno di quei reati che coinvolge tutta la persona, il suo rapporto col corpo, la fiducia nel mondo. E per aiutarle e aiutare chi sta vicino a loro in questo cammino, il Centro antiviolenza di Bologna ha pubblicato un vademecum, una sorta di decalogo sottolineando come bisogna avere tempo e disponibilit allascolto, dire alla vittima chiaramente che si crede al suo racconto. Mai dare giudizi, e soprattutto ripeterle che non c nessuna giustificazione alla violenza e qualsiasi cosa abbia fatto non colpa sua. Facendole capire che lei lattrice della sua vita, della sua felicit. E che potr farcela.
RIPRODUZIONE RISERVATA

INFOGRAFICA PAULA SIMONETTI

la Repubblica la Repubblica
MARTED 29 MAGGIO 2012

38

SALUTE LE TERAPIE

PER SAPERNE DI PI www.iapb.it www.soiweb.com

Maculopatia
Un problema che cresce con let. La forma degenerativa fa perdere

lentamente la visione centrale per una proliferazione abnorme dei capillari sotto la retina. Iniezioni per bloccare il processo

Svolta dei farmaci, la vista si pu salvare


ALESSANDRA MARGRETH

Per saperne di pi

La chirurgia
LASER PER CATARATTA UNA NUOVA OPZIONE
La femtocataratta arriva in una struttura pubblica: nella Clinica oftalmologica delluniversit di Chieti-Pescara fondamentale lutilizzo di queste nuove tecnologie in Centri universitari che possano con studi clinici e di ricerca di base valutarne efficacia e possibili sviluppi, sottolinea il direttore Leonardo Mastropasqua. Questo laser pu anche correggere un astigmatismo gi esistente, non pu per essere utilizzato nelle cataratte avanzate o se la cornea opaca, precisa Mastropasqua. Se ne parlato anche al Congresso Soi, Societ Oftalmologica Italiana, appena concluso a Milano e dove il presidente, Matteo Piovella, ha rilanciato la proposta di dare la possibilit ai cittadini di pagare la differenza di costo in caso dintervento di cataratta per impiantarsi un cristallino avanzato al posto di uno tradizionale (7-800 euro di differenza). Quelli di nuova tecnologia (solo in pazienti selezionati) correggono anche lastigmatismo o, i multifocali, la presbiopia (a. mes.)

La diagnosi
UN TEST GENETICO PER IL RISCHIO MACULA
Test genetico (costo circa 400 euro) per chi ha un familiare con maculopatia: fornisce solo la percentuale di rischio di sviluppare la malattia Pu motivare nelle abitudini alimentari, spiega Matteo Piovella: lunica prevenzione: cibi verdi e gialli con luteina e antiossidanti (a. mes.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

INFOGRAFICA PAULA SIMONETTI

n caso di problemi alla vista, occorrono cure efficaci e sicure. E quando la visione gi danneggiata, una riabilitazione specifica. Parliamo di Degenerazione Maculare Senile, o Amd, malattia che colpisce la macula, ossia la parte centrale della retina. Nella forma neovascolare o essudativa, lAmd invalidante: in nove casi su dieci si verifica una rapida e grave perdita della visione al centro dellocchio. Vasi sanguigni anomali si formano sotto la retina, e possono sanguinare con facilit, provocando irreversibili danni retinici. Il problema legato allet avanzata. Si calcola che in Italia circa 260mila persone ne siano affette, e che ogni anno si verifichino 20mila nuovi casi di Amd neovascolare. Oggi la nuova frontiera nella terapia di queste forme sono gli antiangiogenici ad uso oftalmico, farmaci intelligenti che riescono colpire con precisione la crescita dei piccoli vasi sanguigni che oscurano la macula. E arrestare la progressione della malattia. Spiega Francesco Bandello, direttore della Clinica Oculistica dellUniversit VitaSalute dellIstituto Scientifico San Raffaele: Ranibizumab ha rappresentato una svolta nellAmd neovascolare. Esiste unampia letteratura scientifica che dimostra come i pazienti trattati con questo farmaco presentano un miglioramento duraturo della visione. Anche bevacizumab, farmaco antiangiogenico non autorizzato per via intravitreale (con iniezione nel vitreo dellocchio), viene usato per trattare casi di Amd neovascolare. Recentemente sono stati presentati i risultati di due anni dello studio clinico Catt, che metteva a confronto efficacia e sicurezza di ranibizumab e bevacizumab. Commenta Bandello: I dati hanno dimostrato un rischio superiore del 30% del totale di eventi avversi con bevacizumab rispetto a ranibizumab. Si evidenziano seri dubbi sulla sicurezza di impiego di bevacizumab non autoriz-

zato per via intravitreale rispetto a ranibizumab. Ranibizumab stato approvato dallEma, lagenzia europea, per il trattamento della Amd neovascolare, oltre che dei danni visivi provocati da edema maculare diabetico (Dme). In Italia il farmaco rimborsato dal Servizio Sanitario Nazionale in casi specificamente definiti. Queste malattie degenerative della retina sono tra le principali cause di cecit e ipovisione nei Paesi industrializzati. Spiega Filippo Cruciani, professore aggregato di Oftalmologia allUniversit La Sapienza di Roma: Li-

povisione un deficit visivo che non permette a una persona il pieno svolgimento delle sue attivit. Si stima che gli ipovedenti in Italia siano circa un milione. Un ruolo importante svolto dalla riabilitazione visiva, svolta in appositi centri. Dal 2007 il Polo nazionale per la riabilitazione visiva Iapb segue le attivit dei centri sul territorio nazionale e ha messo a punto un moderno sistema di riabilitazione visiva. Lipovedente seguito da una quipe multidisciplinare. Informazioni www.iapb.it e numero verde 800.068506.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica la Repubblica
MARTED 29 MAGGIO 2012

42

SALUTE LA COSMETICA

PER SAPERNE DI PI www.societamedicinaestetica.it. www.sicpre.it

Lifting
Per saperne di pi

La via chirurgica non praticabile in questa stagione

e fino alla fine dellestate. Consigliati solo gli interventi


mini-correttivi per rughe e borse degli occhi
Il congresso
ESTETICA NATURALE CON GEL SKINBOOSTER
Risultati leggeri e personalizzati: sono queste le nuove richieste di chi ricorre alla medicina estetica Cos il sondaggio su 500 pazienti e presentato allultimo congresso della Societ italiana medicina estetica ( a Roma). Oggi si cerca leffetto antiage naturale Come promettono di fare i nuovi skinboosters presentati al congresso Non sono filler, n biostimolanti cutanei, spiega Magda Belmontesi, dermatologa e docente della Scuola internazionale di medicina estetica. un particolare gel di acido ialuronico NASHA (Non-Animal Stabilized Hyaluronic Acid) che apporta unidratazione profonda di lunga durata stimolando la pelle a ritrovare idratazione, turgore, elasticit e luminosit. Lacido ialuronico presente nel corpo diminuisce fisiologicamente dai 45 anni in poi Gli Skinboosters, tre mesi di trattamento, conclude lesperta, compensano questa perdita e la pelle riacquista elasticit. (irma daria)
RIPRODUZIONE RISERVATA

Lultimo ritocco, tempo di refreshing


CLAUDIA BORTOLATO
l corpo e il viso desiderati, il corpo e il viso ideali da esporre al sole per sentirsi pi dentro la propria pelle. La via per centrare lobiettivo passa, principalmente, per la chirurgia plastica, che proprio a ridosso dellestate rappresenta la soluzione, letteralmente, pi incisiva per raggiungere obiettivi estetici immediati. Ma la corsa al ritocco implica attente valutazioni, non solo in merito alla scelta del chirurgo, della struttura e dellintervento pi sicuri (variabili di principio, indipendentemente dalla stagione), ma anche del fattore tempo. Il lifting chirurgico tra le operazioni plastiche sconsigliate nella tarda primavera-estate, per i tempi di recupero medio-lunghi richiesti e lincompatibilit con lesposizione al sole per almeno 3 mesi, pena gonfiori prolungati e iperpigmentazioni, premette

LA PLASTICA
Il lifting chirurgico ha tempi di recupero medio-lunghi: incompatibile lesposizioneal sole per almeno tre mesi

LE PALPEBRE
Correzione borse e rughe degli occhi, ripresa in sole due settimane ma permessi i raggi solari dopo due mesi

LE PROTESI
Per il seno interventi in day hospital; ma dopo occorre indossare speciali reggiseno per mesi

LA PANCIA
Snellire la pancetta nelluomo o le cosce nelle donne richiede uno stop al sole di almeno tre mesi gia plastica pi richiesti, anche dalluomo, per rimodellare e snellire la pancetta (per le donne, soprattutto per fianchi-cosce). Lintervento richiede un periodo di convalescenza breve di 4-5 giorni ma per un mese necessario indossare una guaina contenitiva, che aiuta i tessuti e la pelle ad adattarsi al nuovo contorno. Inoltre, niente sole per 3 mesi, conclude Rosati.
RIPRODUZIONE RISERVATA

LA SCHEDA

Piero Rosati, docente di chirurgia plastica della testa e del collo alluniversit di Ferrara. Meno problematici sono gli interventi di refreshing del viso pi circoscritti, come la blefaroplastica, che corregge borse e rughe delle palpebre inferiori e superiori. In day hospital e anestesia locale associata a sedazione, il chirurgo asporta la cute eccedente, una piccola porzione di muscolo e le ernie di grasso le cosiddette borse , con

unincisione sottilissima sulle ciglia, che rimane nascosta. Nel post operatorio: solo un leggero fastidio per 4-5 giorni, mentre ledema scompare nellarco di due settimane. Lesposizione al sole permessa dopo almeno due mesi, sempre utilizzando creme ad alta protezione e occhiali da sole, spiega Rosati. La mastoplastica additiva tra gli interventi pi richiesti. Non vi sono controindicazioni particolari allimpianto di

protesi mammarie, osserva Giuseppe Sito, chirurgo estetico, docente della Scuola superiore di medicina estetica dellAgor di Milano. La mastoplastica additiva si effettua in day hospital, o richiede al massimo una notte di ricovero. Gi il giorno successivo alloperazione si pienamente autosufficienti: evitare sforzi e usare reggiseno speciali. Sempre sul fronte-corpo, pure la liposuzione tra gli interventi di chirur-

la Repubblica la Repubblica
MARTED 29 MAGGIO 2012

SALUTE LO SPORT

PER SAPERNE DI PI www.passion4profession.net www.saluteinmovimento.com

43

Homefitness
Dagli esercizi contro il mal di schiena a quelli per gli addominali. La tendenza quella di scaricarli a casa o in ufficio
A TAVOLA

EUGENIO DEL TOMA

LINUTILE DIVIETO DELLA DOPPIA RAZIONE


vietata la somministrazione di una seconda porzione. In base a unapposita circolare non sar pi possibile dare agli alunni delle scuole del 1Municipio di Roma una replica, non importa se alti e magri o bassi e grassottelli. Con lobesit dilagante, specie tra i 6-9 anni, liniziativa pu sembrare giusta e inevitabile, tuttavia non ne sono del tutto convinto. Il perch semplice. Pur nella stessa classe esistono differenze auxologiche (cio fasi di sviluppo diverse) spesso evidenti. Inoltre, in molti casi i ragazzi non sono dei divoratori ma piuttosto dei forzati della sedia, tra scuola, auto o motorini, playstation e computer. La cosiddetta civilt cittadina ha tolto loro le due o tre ore quotidiane di movimento fisico (andare a scuola a piedi, giocare a palla o semplicemente rincorrersi!) che spettavano alle precedenti generazioni, orfane di telefonini e gadget elettronici. Tutti i cuccioli dei primati si giovano del movimento fisico che ne condizioner il futuro assetto muscolare. Perci, il problema non si risolve solo limitando le porzioni di pasta o di carne, ai ragazzi pi attivi o precocemente sviluppati, ma ancor prima necessario fargli spendere le calorie risparmiate nella antifisiologica sedentariet coatta. Imporre per legge delle quantit uguali di alimenti giusto per leconomato o per le stime teoriche dei dietisti ma non per un medico che sa bene quanto la variet dei bisogni nutrizionali condizioni laccrescimento corporeo. Le diete moderatamente ipocaloriche sono talvolta una scelta necessaria nei ragazzi gi obesi ma non servono alla prevenzione senza una revisione dello stile di vita. La repressione comunque perdente rispetto allinformazione e alla cultura del mangiare che restano tuttora un optional nelle nostre scuole. edeltoma@gmail.com

Online o su smartphone, la ginnastica portatile


IRMA DARIA
alle videocassette con le lezioni di aerobica di Jane Fonda, ai video online che portano la palestra nel salotto di casa. La Gymnhouse, termine derivato da Gymnasium (palestra) e house (casa), una scelta fatta da due ita-

liani su cinque grazie non solo alla diffusione di attrezzi sempre pi tecnologici e connessi al web ma soprattutto alla proliferazione di siti dedicati proprio agli allenamenti da fare a casa. La possibilit di allenarsi in casa senzaltro un vantaggio perch garantisce un minimo di movimento fisico anche a chi ha poco tempo a disposi-

zione con risvolti positivi sulla salute, commenta Matteo Bonini, specialista in medicina dello Sport presso luniversit di Roma Tor Vergata. Che il trend sia in crescita lo dimostrano anche i numeri: negli ultimi due anni, in Italia le ricerche su YouTube per temi legati alla categoria fitness&beauty sono cresciute del 30%. A sorpresa, tra

gli utenti in crescita non ci sono solo i giovani, ma anche gli anziani. La maggior parte di chi cerca fitness sul web transita appunto per You Tube dove inserendo le parole-chiave degli esercizi si trovano migliaia di video (come www.saluteinmovimento.com): Gli esercizi pi cliccati del nostro sito sono quelli per il mal di schiena e la cervicale che vengono svolti dagli impiegati in pausa pranzo per trovare un po di sollievo, spiega Fabio Grossi, personal trainer che con Michela Verardo ha dato vita al sito. Molto seguiti anche gli esercizi da fare in gravidanza: Chiarendo sempre che bisogna chiedere al proprio ginecologo se si pu fare attivit fisica, proponiamo esercizi di preparazione al parto, di respirazione e rilassamento e poi anche un piano per tornare in forma dopo la nascita del bambino, prosegue il trainer. Molto popolare, specie tra i ragazzi che come obiettivo si pongono il dimagrimento e la costruzione di massa muscolare, www.pas-

RIPRODUZIONE RISERVATA

sion4profession.net: il video pi cliccato quello sugli addominali in otto minuti. Ma ci sono anche software interattivi come Your Shape: Fitness Evolved della Ubisoft che, tramite una scansione del corpo con una webcam 3D, permette di proiettare sullo schermo del televisore la propria immagine, in modo da essere guidati e corretti in tempo reale dai migliori personal trainer al mondo. In rapida diffusione anche unaltra tendenza: il fitness in mobilit. Per chi ha liPhone o lIpad lallenamento non ha pi nemmeno i confini di casa. Le app si scaricano online gratis o a pochi centesimi. Il rischio del fitness sul web, per, quello della monotonia. E poi viene a mancare il controllo del personal trainer. E allora? Scegliere sempre siti affidabili; ricordarsi di fare sempre un po di riscaldamento allinizio e un po di stretching alla fine, consiglia lesperto.
RIPRODUZIONE RISERVATA

INFOGRAFICA ANNALISA VARLOTTA

Gli addominali in otto minuti sembra il video pi visto dai ragazzi

la Repubblica la Repubblica
MARTED 29 MAGGIO 2012

SALUTE LETTERE & RUBRICHE

MANDATE LE VOSTRE DOMANDE A: salute@repubblica.it la Repubblica Salute, via C. Colombo 90, 00147 Roma

44

Gastroenterologia Per i rigurgiti notturni c una soluzione efficace?


Francesco Galano Riva del Garda (TN)

Pediatra dip. Oncoematologia osp. pediatrico Bambino Ges, Roma Il favismo unanemia emolitica ereditaria, che interessa quasi sempre i maschi per la trasmissione legata al cromosoma X, dovuta al deficit di un enzima, la Glucosio-6Fosfato-Deidrogenasi (G6PD) che normalmente protegge i nostri globuli rossi dallazione di sostanze ossidanti. I globuli rossi carenti dellenzima vanno pi facilmente incontro a rottura (emolisi) in risposta ad un agente ossidante. Le fave, contenendo diverse sostanze ossidanti (vicina, convicina, ascorbato, L-Dopa), sono potenzialmente pericolose nei pazienti fabici e ne viene sconsigliato il consumo in qualsiasi preparazione (fresche, surgelate, essiccate, crude e cotte). Non esistono, invece, evidenze scientifiche di rischio emolitico in seguito allassunzione di piselli. Per rispondere alla sua ultima domanda, lAgenzia Francese per la Sicurezza Sanitaria degli Alimenti (Afssa) raccomanda di evitare integratori alimentari con vitamina C ed sconsigliato dalla maggior parte degli esperti il consumo di bevande contenenti chinina, come lacqua tonica. Una delle cause principali di crisi emolitica lassunzione di farmaci con propriet ossidanti. Online consultabile un elenco di farmaci con propriet emolitica da evitare, a cura dellIstituto Superiore di Sanit. Lelenco si articola in due tabelle: nella prima ci sono i principi attivi con inconfutabile attivit emolitica, altamente rischiosi; nella seconda sono elencate, invece, sostanze la cui attivit emolitica considerata possibile o dubbia.

Ho 53 anni, qualche anno fa mi stata diagnosticata unernia iatale con esofago di Barrett, da allora assumo tutti i giorni esoprazolo 40 mg ma, nonostante tutto, alcune notti mi sveglio di soprassalto con i succhi gastrici che mi risalgono in gola, quasi soffocando. Mi succede se a cena mangio qualcosa di pi impegnativo e negli ultimi tempi si unita anche una fastidiosa faringite cronica. Che cosa posso fare?

Il medico risponde
A CURA DI ELVIRA NASELLI
opportuno effettuare alcun intervento operatorio. Non ho migliorato la qualit della visione delle immagini che risultano in alcune parti oscurate. Cosa posso fare a questo punto? follow up prevede un controllo ogni tre mesi (per i primi tre anni, poi ogni sei mesi a vita) del Psa ed una ecografia transrettale annuale. Sino a sette mesi fa il Psa era 0, poi ci sono state lievi variazioni (fino a 0,009, free a 0,002). Come devo interpretarle? un primo segnale di possibile recidiva? E che si pu fare?

CAMICI & PIGIAMI


PAOLO CORNAGLIA FERRARIS

LINFORMAZIONE MEDICA TRA FAVOLE E REALT


rail 1998 e il 2007 la spesa sostenuta dalle industrie farmaceutiche Usa per finanziare la formazione medica passata da 301 milioni di dollari alla considerevole cifra di 1,2 miliardi. Il finanziamento copre il 48% dei corsi cui vanno aggiunte spese di propaganda per ulteriore 11%. Ma dal 2008 al 2010 la musica cambiata con una riduzione del 31% rispetto al picco di spesa. I dati italiani non sono aggiornati, ma possibile che somiglino molto a quelli Usa. Poco probabile che il supporto economico scompaia nel tempo restituendo ai medici la piena libert di essere aggiornati e informati indipendentemente dagli interessi commerciali. Pi probabile che i congressi spazzatura, fittiziamente scientifici, conoscano una crisi definitiva. Lindustria ha interesse a formare e informare raccontando il vero di quanto si va scoprendo e sperimentando e tale interesse coincide con quello dei medici. Quando invece si raccontano favole pubblicitarie si finisce per premiare una classe di medici mercanti. camici.pigiami@gmail.com

PROF. CESARE BISANTIS

Oculista, pres. Fond. Iris per lOftalmologia, Padova

DOTT. ALESSANDRO REPICI

Resp. Endoscopia digestiva, Istituto Clinico Humanitas, Milano

Dalla descrizione dei suoi sintomi evidente che la terapia al dosaggio di 40 mg non riesce a controllare i sintomi specie durante la notte. In questi casi si suggerisce di aumentare il dosaggio dei farmaci, dopo essersi rivolti al proprio medico di fiducia, e di avere una serie di accorgimenti che possano ridurre il reflusso notturno. Tra questi le suggerisco di sollevare la testiera del letto, cenare molto presto ed aspettare almeno 3 ore prima di andare a dormire, non assumere liquidi di alcun genere dopo cena e cercare di evitare per cena cibi brodosi. Lassociazione della terapia a dose doppia e delle norme di cui sopra dovrebbero nettamente migliorare la situazione. Le suggerisco inoltre di sottoporsi con regolarit (ogni due anni) ad un controllo endoscopico con biopsie multiple per lesofago di Barrett che rappresenta un fattore di rischio per il tumore dellesofago.

Ematologia Quali accorgimenti per chi ha il favismo?


Annamaria Cancedda e-mail

Oculistica Per la mia epiteliopatia non c nulla da fare?


Gisella Mulas e-mail

Da quanto si pu dedurre dalla lettera la patologia di base, in ambo gli occhi, lepiteliopatia diffusa o multifocale. Lorigine e le cause di questa patologia non sono note, abitualmente si riscontra in soggetti pi giovani e si manifesta con il quadro noto come maculopatia sierosa centrale, pu essere presente per anni e non dare alcuna sintomatologia sino a quando non coinvolge larea retinica centrale (macula). La malattia colpisce le cellule dellepitelio pigmentato, a stretto contatto con le cellule sensoriali (coni e bastoncelli) e trasmettono loro lenergia e quanto necessario perch funzionino correttamente e possano ricostituire prontamente le porzioni che vengono consumate dal processo visivo (dischi). Purtroppo non conoscendo la causa che determina la patologia non si possiede unarma terapeutica efficace. Nel caso specifico, considerando let, il tutto si pu inquadrare in quei processi degenerativi della senilit come pure il pucker maculare (retrazione della superficie esterna della retina, a contatto con il corpo vitreo) e la cataratta. La condotta consigliata corretta, se il pucker dovesse progredire pu essere trattato chirurgicamente (oggi questi interventi danno ottimi risultati), tuttavia i deficit dovuti allepiteliopatia resteranno invariati in quanto le due patologie non hanno alcuna correlazione. Consiglio un buon controllo dello stato generale ed eventualmente luso di un integratore a base di luteina, sostanza molto utile alla macula.

PROF. ALDO F. DE ROSE

Urologo e andrologo, osp. univ. San Martino, Genova

RIPRODUZIONE RISERVATA

Sono fabica, e lo anche mio figlio, posso mangiare le fave previa cottura? E i piselli? Ci sono altri alimenti sconsigliati per i fabici?

DOTT. SSA FRANCESCA ROSSI

Ho 69 anni, a seguito di fluoroangiografia mi stato diagnosticato un pucker maculare con diffusa epiteliopatia ad entrambi gli occhi. Sono stata operata di cataratta allocchio destro. Mi stato detto che il pucker va tenuto sotto controllo, ma che non

Urologia Dopo la prostatectomia il Psa dovrebbe azzerarsi?


Paolo Roma

Ad ottobre 2009 mi i sono sottoposto a prostatovescicolectomia radicale (gleason 6, 3+3). Il

Dopo 3-4 settimane dallintervento di asportazione di tumore localizzato della prostata, il Psa nel sangue dovrebbe azzerarsi, raggiungendo valori di 0,1 ng/ml. Dosaggi di 0,009, come riportato dal lettore, non indicano una ripresa di malattia ma valori millesimali di un nanogrammo di Psa, molto vicini quindi allo zero assoluto. Si parla invece di recidiva biochimica e quindi di un innalzamento del Psa senza per che a questo corrisponda necessariamente un tumore visibile anche con esami strumentali, quando il Psa risulti superiore 0,2 ng/ml. Questo valore deve essere considerato come un campanello di allarme e indurre a richiedere la visita specialistica: attraverso lesplorazione rettale si potr definire la consistenza dei tessuti della giunzione uretrocervicale, anche se una risposta pi completa potr arrivare dallecografia transrettale e scintigrafia ossea, in quanto proprio le ossa rappresentano la sede prediletta delle metastasi. Qualora si riscontri una recidiva locale singola questa potr essere sottoposta a trattamento radioterapico, in alcuni casi, a re-intervento chirurgico, mentre per le recidive multiple locali o a distanza si dovr ricorre alla terapia ormonale con antiandrogeni o analoghi. Lultimo ritrovato di questa classe di farmaci il degarelix (Firmagon). In altri casi, a qualche mese dallintervento, il Psa non si azzera ma questo non significa che siamo di fronte ad una recidiva clinicamente significativa: infatti il marcatore pu essere prodotto in quota minima dalle ghiandole periuretrali, da ghiandole prostatiche benigne o maligne a livello dei margini di resezione. Si tratta comunque di casi che vanno sempre identificati e valutati dallo specialista.

LALTRA MEDICINA
ELIO ROSSI

DILUIZIONE IN OMEOPATIA I PERCH DI QUEI NUMERI


no dei principi basilari della medicina omeopatica lutilizzo delle sostanze medicinali in diluizione. In questo modo si riducono gli effetti tossici, e anche curativi, della sostanza che viene quindi sottoposta a un processo di succussione definito dinamizzazione. I medicinali cos diluiti e dinamizzati diventano potenze omeopatiche che pertanto non agiscono producendo sempre gli stessi effetti sulla salute delle persone. La denominazione del medicinale omeopatico data dal nome, generalmente in latino, della sostanza che costituisce il rimedio. Il numero che appare accanto al nome del rimedio e affiancato alla lettera indica, invece, il numero delle volte in cui la sostanza stata sottoposta al processo di diluizione e dinamizzazione, per esempio 5, 6 ecc. (considerate basse potenze) oppure 200 e anche oltre, definite al contrario alte potenze. La lettera rappresenta a sua volta la scala di diluizione, il rapporto tra solvente e soluto: decimale (D), centesimale (C), cinquantamillesimale (LM o Q). omeopatia@usl2.toscana.it

RIPRODUZIONE RISERVATA

LERBA VOGLIO
ROBERTO SUOZZI

IL CICCOLATO FONDENTE PER CUORE E COLESTEROLO


l cioccolato nero, quello fondente, aveva gi dimostrato che, se mangiato due volte alla settimana, rispetto a chi non lo assumeva affatto, poteva diminuire il rischio di patologie cardiache. I ricercatori danno una grande importanza a dei componenti del cioccolato chiamati flavanoli (flavonoidi), che diminuiscono la pressione arteriosa e proteggono lapparato cardiaco. Il cioccolato nero pu anche diminuire i livelli di glicemia, del colesterolo cattivo e aumentare quello buono, cos dice un nuovo studio (ma va mangiato con moderazione!). Ricercatori della San Diego State university (Usa), hanno presentato al convegno dellExperimental Biology il loro studio. A 31 persone sono stati somministrati 50 gr. al giorno di cioccolato nero (70% di cacao), o di cioccolato al latte per 15 giorni. Chi prendeva cioccolato nero, comparate a chi aveva assunto quello al latte, aveva bassi livelli di glucosio e di lipoproteine LDL (colesterolo cattivo), e pi alti livelli di lipoproteine HDL (colesterolo buono). rmsuozzi@mclink.it

RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica la Repubblica

IMPRESE
WALTER GALBIATI EMILIO RANDACIO
MILANO Il fulcro era e resta lex governatore della Banca dItalia, Antonio Fazio. La sentenza dappello del processo alla tentata scalata ad Antonveneta da parte della Popolare di Lodi di Gianpiero Fiorani ridisegna in parte lo scenario dellestate dei furbetti del quartierino. Ma non lo stravolge. La lettura delle pene, tutte ridotte, e delle assoluzioni sembra confermare un quadro in cui il principale artefice del tentativo di far rimanere italiana la banca veneta sia sempre stato Fazio con al suo fianco Fiorani, aiutati da Giovanni Consorte e Ivano Sacchetti allora al vertice della compagnia assicurativa Unipol, e dallimmobiliarista Luigi Zunino. Altri protagonisti se ne sono andati dal processo attraverso vari patteggiamenti o nemmeno ci sono entrati. La novit sta nel fatto che i giudici della quinta corte dappello, presieduta da Luigi Cerqua, hanno emesso una raffica di assoluzioni per molti imputati minori, il cosiddetto gruppo dei bresciani e lodigiani, affaristi, amici e altro, utilizzati da Fiorani e Fazio per rastrellare occultamente i ticoinvolta per la legge 231 sulla responsabilit amministrativa degli enti giuridici. Il Tribunale ha revocato la confisca di 39,6 milioni di euro in quanto la somma non costituisce provento di reato. Nei confronti della societ stata invece ridotta la sanzione pecuniaria a 230mila euro. Anche alla Nuova Parva di Zunino, laltra societ imputata, stata ridotta la sanzione a 100mila euro. Per noi una sentenza deludente, ricorreremo in Cassazione ha dichiarato il legale di Fazio, Franco Coppi. Ricorreremo perch limpianto accusatorio stato completamente smontato, ha aggiunto lavvocato di Consorte, Giovanni Dedola. Siamo soddisfatti per la riduzione della pena. Siamo curiosi di leggere le motivazioni, ha concluso lavvocato Michele Apicella, legale di Fiorani.
RIPRODUZIONE RISERVATA

MARTED 29 MAGGIO 2012

&MERCATI
45

Antonveneta, pene ridotte a Fazio e Consorte


La Corte dappello ridimensiona anche la condanna di Fiorani. Unipol, confisca revocata
LA SENTENZA
Il presidente della Corte dAssise dAppello Luigi Cerqua (a destra) legge la sentenza. In basso, Antonio Fazio e Giampiero Fiorani

Le tappe

APRILE 2005
Il 29 aprile 2005 Popolare Lodi lancia unofferta pubblica di scambio sulla Antonveneta, pochi giorni dopo lOpa di Abn sulla banca di Padova

MAGGIO 2007
I pm di Milano aprono contro ignoti sul raid Antonveneta, per aggiotaggio. Entro pochi giorni Fiorani, Gnutti e altri 21 sono indagati

LUGLIO 2007
I pm sequestrano tutte le azioni Antonveneta in capo a Bpl e ai suoi alleati concertisti Gnutti, Ricucci, Lonati e Coppola, che Bpi finanziava

MAGGIO 2011
I giudici condannano 16 imputati tra i quali Fazio (4 anni), Fiorani (1 anno e 8 mesi), Consorte e Sacchetti (tre anni), Grillo e Zunino

Mano pi lieve nei confronti degli altri imputati Assolto il senatore del Pdl Luigi Grillo
toli di Banca Antonveneta. Nel dettaglio, Fazio ha visto ridursi da quattro anni a due anni e sei mesi la pena contro una richiesta della procura generale di una riduzione a tre anni. A Fazio, imputato per aggiotaggio, sono state riconosciute le attenuanti generiche. Per Consorte e Sacchetti, accusati di ostacolo allautorit di vigilanza e aggiotaggio, la pena scesa da tre anni a un anno e otto mesi. La condanna di Fiorani stata abbassata da un anno e otto mesi a un anno (in continuazione con altra sentenza), mentre quella dellimmobiliarista Zunino, anche lui imputato per aggiotaggio e ostacolo, stata portata da due anni e otto mesi a un anno e sei mesi (con sospensione della pena) e quella del fiduciario svizzero di Fiorani, Francesco Ghioldi, da sei anni a quattro anni e tre mesi (con 3mila euro di multa). La corte dappello ha invece assolto per non aver commesso il fatto il senatore del Pdl Luigi Grillo, considerato uno degli ufficiali di collegamento con la politica (in primo grado era stato condannato a due anni e otto mesi per le accuse di aggiotaggio e appropriazione indebita). Gli altri assolti sono Marcello Dordoni, Giuseppe Ferrari Aggradi, Luigi Gallotta, lex calciatore Giampiero Marini, Luigi Pacchiarini, Paolo Raimondi, Sergio Tamagni e Carlo Baietta (tutti condannati a un anno e otto mesi in primo grado), mentre stato dichiarato il non doversi procedere contro il trader Bruno Bertagnoli (che era stato condannato a un anno e sei mesi in primo grado). Ne esce bene anche la compagnia di assicurazione Unipol,

Il caso

A sorpresa spunta un 1,9% di Mediobanca che vota con limprenditore di Tortona per nominare tre consiglieri

Gavio batte Salini alla conta di Impregilo ma non passa la riforma della governance
SARA BENNEWITZ
MILANO Assemblea di Impregilo con sorpresa. Apparentemente Salini, socio al 29,2% del gruppo di costruzioni ha vinto una battaglia, votando contro la riforma della governance promossa dalla societ romana per far spazio alle minoranze. Ma se invece che una prova generale, ieri si fosse svolto lincontro decisivo tra Gavio e Salini (rimandato al 12 luglio) il gruppo di Tortona sarebbe uscito vincitore. Insieme al 29,9% che Beniamino Gavio ha di Impregilo, ieri si schierato anche un altro 7-8% del capitale, tra cui spiccava un pacchetto dell1,9% detenuto da Mediobanca che ha votato a favore della nomina dei tre consiglieri indipendenti (Barbara Poggiali, Alfredo Scotti e Nigel Cooper) e di unapertura della governace. Pertanto se anche Salini riuscisse a portare dalla sua parte i fondi anglosassoni Amber (5%) e McKinley (1,9%), ieri non avrebbe avuto i numeri per revocare lattuale consiglio e nominarne uno nuovo allassemblea di Impregilo che il gruppo ha chiesto di convocare e che stata fissata per il 12 luglio. Rifiutando il ramoscello di olivo offerto da Gavio, ieri il gruppo romano ha di fatto rinunciato a nominare tre esponenti in cda, perch scommette entro un mese di avere i numeri sufficienti a revocare lattuale board (compresi i tre consiglieri eletti ieri) e nominarne uno nuovo. A giorni sar infatti presentata una lista di 15 membri, tra cui Claudio Costamagna come presidente e Pietro Salini come amministratore delegato, qualche esponente del gruppo romano e altri sette otto consiglieri con i requisiti di indipendenza richiesti dalle best practice internazionali (quote rosa comprese). Pur continuando a supportare lattuale management, anche Gavio sta preparando una sua lista di riserva (alternativa a quella di Salini), che prevede qualche innesto di spicco. A met giugno inoltre, il gruppo di Tortona conta di presentarsi alla comunit internazionale per illustrare come intende creare valore su Impregilo. Se quindi le prossime settimane saranno calde, anche ieri in assemblea il confronto tra i socie stato duro. Il professor Giovanni Domenichini in rappresentanza di Salini, ha criticato il sistema di governance proposto da Impregilo definendolo pletorico e bizantino facendo notare come la soluzione messa ai voti fosse frutto di una reazione difensiva, peraltro scomposta, allattivismo e alle critiche mosse da Salini allinadeguata corporate governance della societ. In effetti, offrire cinque posti a tre liste di minoranza, era una proposta complessa che sembrava ritagliata ad hoc sullattuale compagine azionaria del gruppo di costruzioni. Il presidente di Impregilo Massimo Ponzellini, pur ammettendo che la riforma fosse perfettibile ha sottolineato come si trattasse di unapertura nei confronti delle minoranze compreso Salini, che invece ieri stato lunico socio a votare contro.
RIPRODUZIONE RISERVATA

AFFARI IN PIAZZA FONDAZIONE BYE BYE

ANDREA GRECO

Gli scalatori: Il nuovo statuto bizantino e non tutela i soci di minoranza

emble, non pare un caso Ior-Gotti Tedeschi in scala e secolare. Dopo sei anni, uno prima della scadenza, Angelo Miglietta lascia la carica di segretario della fondazione Caritorino. Su sua richiesta, e per tornare a occuparsi dellattivit accademica e professionale, dice una nota. Ma le note raramente spiegano in questi casi. A Torino comunque non c aria polemica, tanto che Miglietta rester consigliere di Atlantia e di Generali per Crt, e ad di Immobiliare Ogr, tra i suoi grandi investimenti. Sempre dietro le quinte, qualcuno nota i debiti, contratti per seguire laumento della conferitaria Unicredit. Ma dei 316 milioni presi a gennaio, oltre 200 sono gi stati rimborsati, sfruttando anche certe plusvalenze fatte a primavera. A luglio il sostituto, in vista del rinnovo 2013 del cda Crt. Rinnovo che si prevede ampio.

RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica la Repubblica
MARTED 29 MAGGIO 2012

46

IMPRESE&MERCATI
LA GRECIA riparte dalla ricapitalizzazione delle sue banche. I meccanismi della crisi, qualunque sia il Paese, sono sempre gli stessi. I soldi, prima che alla gente che fatica a far quadrare i conti, vanno (per forza di cose, dicono i cultori del mercato) agli istituti di credito. Le banche fanno girare leconomia, prestano - o dovrebbero prestare soldi alle famiglie e alla imprese. Un Paese senza banche come una macchina senza benzina e nel nome di questo sillogismo aristotelico del terzo millennio Atene ha riaperto ieri i cordoni della borsa per finanziare i suoi banchieri. Il governo ad interim ha girato infatti 18 miliardi di euro alle maggiori banche nazionali messe ko a livello contabile dalle contabilizzazioni in perdita legate alla ristrutturazione del debito greco. I soldi (che corrispondono all8% circa del pil nazionale) arrivano direttamente dal piano di aiuti garantito dalla Trojka e servono tra laltro agli sportelli ellenici per tamponare almeno in parte la fuga di capitali delle ultime settimane. Dalle elezioni del 6 maggio

PER SAPERNE DI PI www.intesasanpaolo.com www.fondostrategico.it

Global market

FLASH

Se la Grecia gira alle banche l8% del suo Pil

Rilevando Yamli investiamo sulla lingua araba. Meno del 2% dei contenuti sul web tradotto in arabo, mentre dal 2009 sono raddoppiati i nostri utenti mediorientali
Ahmed Nassef, dg Yahoo!

sono stati ritirati dai conti correnti, secondo le stime, 2,5 miliardi di euro e il saldo passivo dallinizio della crisi di 77 miliardi, pi di un quinto dei depositi dei greci. I 18 miliardi ricevuti ieri sono anche un paracadute a fronte di nuove potenziali crisi: le casse dello Stato sono quasi vuote. Le entrate fiscali per una serie di motivi sono calate del 30% dalle elezioni di maggio. A maggior ragione per questo, le elezioni del prossimo 17 giugno sono decisive. Senza nuovi aiuti della Ue, dopo pochi giorni Atene non avrebbe pi soldi per pagare gli stipendi pubblici. Chiunque vinca, Bruxelles a quel punto avrebbe il coltello dalla parte del manico. Ettore Livini
RIPRODUZIONE RISERVATA

Avio, Metroweb e Kedrion Il Fondo della Cdp investe 1 miliardo


Ma con Telecom scontro sulla nuova banda larga
LUCA PAGNI
MILANO I primi due investimenti sono gi cosa fatta, nella societ di gestione delle reti tlc Metroweb e in Kedrion, gruppo leader nei farmaci plasmoderivati. Il terzo, anche se non ancora deliberato, pi che probabile e riguarda Avio, societ che produce motori per lindustria aerospaziale. A quattro mesi dalla sua costituzione, arrivano le prime operazioni del Fondo Strategico Italiano, lo strumento che si muove come un private equity, ma con governance e patrimonio pubblico. Per tacitare le critiche di chi cominciava a domandarsi come mai in un periodo in cui le aziende hanno bisogno come il pane di sostegno economico per crescere e investire, il Fondo non avesse ancora utilizzato un euro dei quattro miliardi messi a disposizione dalla Cassa Depositi Prestiti, ieri arrivata lufficializzazione dellimpegno per il primo. Lo hanno fatto i vertici della struttura, lamministratore delegato di Cdp Giovanni Gorno Tempini e Maurizio Tamagnini, i manager-banchieri che ricoprono rispettivamente il ruolo di

I VERTICI
Giovanni Gorno Tempini (da sinistra) e Maurizio Tamagnini a capo del Fondo Strategico Italiano

struisce componenti per motori di jet e satelliti, controllato all83% dal fondo Cinven: sar il fondo a dire se accetta lofferta per una quota di minoranza di Avio o se andr avanti nel progetto gi avviato di quotazione in

Borsa. Il Fondo ha poi scelto Kedrion, tra i primi cinque al mondo in plasmoderivati, di cui salita al 18,7% con un aumento riservato da 150 milioni, affiancando la famiglia Marcucci (48,8%) e al fondo Investitori As-

sociati (al 32,5%). Sempre con aumento riservato da 200 milioni (con altri 300 a disposizione), entra in Metroweb, la societ che per prima ha cablato le grandi citt in Italia quando era controllata da Fastweb e Aem; affianca Reti Tlc, formato da F2i, il fondo guidato da Vito Gamberale (87,5%) e Imi (12,5%). Post operazione, Fsi avr il 46,2% di Reti Tlc, ma c da capire cosa decider Imi, visto che la controllante Intesa tra gli azionisti della rivale Telecom e per decidere lingresso del Fondo Strategico serve anche il suo avallo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Lavori di cablaggio di Metroweb a Milano

Le banche

Chiamparino (Intesa) in pressing Bazoli taglia lo stipendio del 30%


TORINO Le fondazioni chiedono lausterit e i vertici di Intesa-SanPaolo, autonomamente, accettano. Giovanni Bazoli, presidente del Consiglio di sorveglianza, e Andrea Beltratti, numero uno del Consiglio di gestione, annunciano in assemblea la riduzione del 30% dei nostri emolumenti a partire dal primo maggio e fino al termine dei nostri mandati. Se i vertici del sistema duale si adeguano allausterit dei tempi, lamministratore delegato Enrico Cucchiani preferisce annunciare che devolver in beneficenza il superfluo: Sono sicuramente un privilegiato, non ho figli e conduco una vita sobria. I soldi che risparmier in vita li lascer in beneficenza cos da restituire parte del beneficio ricevuto. Il tema della sobriet il primo effetto dellascesa alla guida della Compagnia di San Paolo dellex sindaco di Torino Sergio Chiamparino. Lintervento della Fondazione, anche a nome delle altre che compongono lazionariato, stato letto dal segretario generale Piero Gastaldo e ha lasciato il segno in unassemblea caratterizzata da grande prudenza: Riteniamo che il contesto economico e sociale, considerevolmente deteriorato rispetto al mo- Lamministratore delegato mento in cui sono stati de- di Intesa Sanpaolo, Enrico finiti alcuni elementi di poli- Tomaso Cucchiani tica della remunerazione, imponga a tutti comportamenti ispirati al tempo stesso a criteri di sobriet e di contenimento dei costi. Lad Enrico Cucchiani ha presentato una trimestrale in attivo di 800 milioni, ma ha subito spento gli entusiasmi: Vi invito a non moltiplicare per quattro i risultati del trimestre per ipotizzare la chiusura dellanno. Dunque, secondo le previsioni degli stessi vertici della banca, il 2012 presenta ancora molte insidie. Lassemblea ha approvato la sostituzione di uno dei membri del Consiglio di sorveglianza, Gianluca Ferrero, con il presidente degli Industriali torinesi Gianfranco Carbonato. E ha accettato lindicazione della Compagnia di San Paolo di nominare il professor Pietro Garibaldi vicepresidente del Consiglio di sorveglianza in sostituzione di Elsa Fornero che ha dovuto lasciare la banca quando entrata nel governo Monti. Garibaldi stato presentato dalla Compagnia di San Paolo e dalla Fondazione Cariplo. (p.g.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

Prime operazioni dello strumento che deve aiutare le Pmi a crescere e internazionalizzarsi
presidente e ad di Fsi. I quali pur con la prudenza tipica del ruolo, non si sono limitati a spiegare il come e il quanto delle tre operazioni, ma hanno riaperto un contenzioso con Telecom Italia, accusando lex monopolista di non voler partecipare a un progetto comune per dotare il paese di una rete di telecomunicazione di nuova generazione. Gorno Tempini e Tamagnini hanno spiegato come si sono mossi sulla scia del compito loro assegnato: trovare societ di primo piano, leader in nicchie di mercato, che hanno bisogno di un sostegno per crescere e internazionalizzarsi. Una questione che ormai ha quasi un decennio: con la globalizzazione le Pmi italiane sono diventate poco medie e sempre pi piccole. Tamagnini lo ha spiegato con numeri e grafici: soltanto nella classe tra 200 milioni e un miliardo di fatturato, lItalia ha 1.200 aziende in meno della Francia e 2.600 rispetto alla Germania. Numeri non da poco, ma da qualche parte bisogna cominciare. Per esempio, stanziando 300 milioni per rilevare una quota di Avio, il gruppo ex Fiat che co-

la Repubblica la Repubblica
MARTED 29 MAGGIO 2012

IMPRESE&MERCATI
Var % inizio anno
-31,08 -25,70 -18,51 -19,79 45,77 -6,99 -14,02 -15,02 42,86 9,18 -30,21 -17,25 18,59 -23,91 -41,61 0,30 -55,93 -40,24 -28,87 -8,13 -19,29 -9,03 -49,62 -10,94 18,84 -1,24 6,00 18,81 2,90 -9,37 29,04 -57,19 -39,18 -11,02 -22,21 -12,12 5,94 -10,33 0,41 -33,22 16,50 -9,69 -25,46 1,01 -35,48 -8,12 47,21 -7,09 -13,56 -29,92 -33,46 -4,12 -3,58 5,71 -20,21 78,93 -4,71 0,15 26,55 1,50 -8,71 -22,01 84,34 -0,07 -0,06 17,90 -10,81 -11,71 -19,50 -15,11 22,25 -2,36 -21,09 -9,41 -28,67 -16,77 -16,52 13,38 -12,96 -14,43 3,47 -12,01 0,85 -2,79 -35,78 -26,58 32,08 -34,37 -4,37 12,91 3,67 -30,03 -7,99

www.finanza.repubblica.it
47
Rif ieri
0,144 0,241 0,291 8,165 11,300 0,121 0,070 1,881 0,398 0,525 0,388 0,071 5,415 17,450 0,365 0,100 0,561 10,360 0,318 7,095 4,702 4,664 31,940 31,770 0,760 7,665 6,650 0,217 0,030 0,860 3,026 0,299 5,025 1,540 0,957 3,166 1,810 3,798 0,020 1,416 0,199 167,500 4,066 1,490 0,379 0,682 0,152 0,220 0,567 13,460 2,724 2,200 0,295 0,031 78,350 3,398 5,630 2,240 0,504 2,498 7,230 19,060 9,600 3,698 1,099 3,000 4,346 11,170 4,620 0,090 0,229

TITOLO
A A.S. Roma A2A Acea Acegas-Aps Acotel Group Acque Potabili Acsm-Agam AdF-Aerop.Firenze Aedes Aeffe Aicon Ain Renewables Alerion Amplifon Ansaldo Sts Antichi Pell Apulia Pront Arena Arkimedica Ascopiave Astaldi Atlantia Autogrill Autostrada To-Mi Autostrade Mer. Azimut B B&C Speakers Banca Generali Banca Ifis Basicnet Bastogi BB Biotech Bca Carige Bca Carige r Bca Finnat Bca Intermobiliare Bca P.Etruria e Lazio Bca P.Milano Bca P.Spoleto Bca Profilo Bco Desio-Brianza Bco Desio-Brianza rnc Bco Popolare Bco Santander Bco Sardegna rnc Bee Team Beghelli Benetton Group Beni Stabili Best Union Co. Bialetti Industrie Biancamano Biesse Bioera Boero Bart. Bolzoni Bon.Ferraresi Borgosesia Borgosesia rnc Brembo Brioschi Brunello Cucinelli Buone Societ Buongiorno Buzzi Unicem Buzzi Unicem rnc C Cad It Cairo Comm. Caleffi Caltagirone Caltagirone Ed. Cam-Fin Campari Cape Live Carraro Cattolica As CDC Cell Therap Cembre Cementir Hold Cent. Latte Torino Ceram. Ricchetti CHL CIA Ciccolella Cir Class Editori Cobra Cofide Cogeme Set Conafi Prestito Cred. Artigiano Cred. Bergamasco Cred. Emiliano

Rif ieri
0,369 0,568 4,050 2,642 28,280 0,665 0,552 8,490 0,089 0,643 0,122 0,945 3,550 3,878 5,680 0,120 0,297 0,003 0,049 0,975 4,644 10,210 7,005 3,902 14,730 7,370 2,870 7,680 4,750 2,198 0,870 66,200 0,647 1,180 0,264 2,150 0,993 0,333 1,650 0,246 2,002 2,796 0,913 4,450 7,530 0,200 0,420 4,590 0,326 1,020 0,185 0,881 2,836 0,396 22,200 1,500 35,250 0,829 1,320 8,650 0,088 10,590 0,202 1,978 6,985 3,376 3,900 2,492 1,380 1,119 0,790 0,293 5,175 0,055 1,387 10,300 0,799 0,730 6,145 1,370 1,506 0,173 0,066 0,260 0,292 0,827 0,191 0,420 0,399 0,048 0,682 0,861 13,420 2,580

ieri
6,38 0,44 -3,66 0,53 2,65 0,18 1,80 0,45 3,88 -3,22 -0,46 -2,07 2,56 1,54 2,07 0,05 2,25 0,10 1,89 -0,81 0,14 1,94 -0,97 0,26 -1,21 -0,54 -0,17 0,30 -5,41 -2,07 -0,68 -3,69 -2,54 -0,78 0,53 -1,96 -3,74 0,14 2,59 1,32 -0,76 -2,69 -1,84 -0,49 1,49 1,35 0,57 -1,19 1,59 -0,23 -0,84 0,15 -1,41 -1,46 -0,56 1,22 2,59 -0,38 0,36 -0,14 -1,15 -0,13 -1,82 2,42 0,81 -1,57 0,47 -8,00 3,67 -7,18 -1,55 0,85 -1,18 -1,72 0,74 -1,54 -3,95

2011- 2012 min max


0,328 0,437 3,897 2,626 17,132 0,644 0,521 7,665 0,051 0,485 0,928 3,263 3,072 5,463 0,112 0,170 0,003 0,046 0,946 3,619 9,362 6,797 3,707 14,049 4,273 2,510 6,311 3,718 1,862 0,830 39,719 0,659 1,192 0,234 2,150 0,965 0,258 1,650 0,235 1,980 2,200 0,810 4,449 3,223 0,199 0,405 2,806 0,293 0,870 0,168 0,863 2,313 0,366 20,000 1,417 18,861 0,782 1,250 6,131 0,069 10,502 0,172 0,731 5,643 2,974 2,764 2,408 1,115 1,091 0,761 0,217 4,427 0,036 1,376 10,384 0,779 0,728 5,126 1,310 1,518 0,144 0,063 0,232 0,246 0,830 0,186 0,299 0,399 0,570 0,677 13,544 2,352 1,256 1,182 8,591 4,572 44,325 1,466 1,183 12,370 0,228 1,463 0,269 3,664 5,886 4,532 9,606 0,600 0,377 0,029 0,463 1,719 6,255 16,090 10,956 11,380 24,442 8,283 3,997 11,529 5,588 3,068 1,693 66,139 1,805 2,774 0,524 4,371 3,206 1,032 3,451 0,441 4,096 3,724 2,721 9,281 9,891 0,555 0,729 5,708 0,764 1,441 0,420 2,026 7,879 1,012 22,300 2,344 35,401 1,325 1,415 10,258 0,171 11,901 0,735 1,976 10,820 6,072 4,444 3,651 1,663 2,094 1,948 0,425 5,909 0,428 4,450 20,331 1,880 1,948 8,731 2,327 4,080 0,311 0,141 0,350 0,760 1,766 0,500 0,996 0,780 0,377 1,069 1,499 24,744 5,398

Cap. in mil. di
49 1763 875 144 117 24 42 74 64 68 13 17 158 865 802 6 69 5 4 225 458 6468 1787 349 64 1053 31 861 257 132 15 1433 3 96 336 78 1092 49 165 236 36 1631 49 14 85 838 630 10 14 30 79 14 96 39 199 37 1 575 69 714 2 211 1169 138 35 194 17 131 96 229 3013 3 64 562 10 104 213 15 14 11 23 53 667 20 42 294 3 31 336 836 861

IL PUNTO

TITOLO

ieri
-2,04 2,46 2,13 0,18 -0,25 -1,98 -5,24 -7,66 -0,03 -0,56 -0,09 -0,57 2,65 0,60 -3,99 2,84 2,68 -0,04 3,92 0,98 -1,36 -3,16 0,76 8,30 -0,33 -4,44 -2,32 0,78 -0,21 -0,81 -1,90 -0,84 -5,14 4,12 1,22 0,35 -2,04 5,68 -1,80 0,13 -8,33 -2,41 1,43 -1,09 3,09 -9,30 -0,95 1,16 2,97 -0,88 -2,01 -1,42 2,55 -0,05 -0,52 2,71 0,74 3,97 -2,95 1,27 0,11 -2,47

Var % inizio anno


68,03 20,65 -48,95 18,59 13,57 -17,33 -70,51 14,00 -38,49 -23,99 -20,96 -83,23 -4,50 8,45 5,93 14,16 -30,74 -8,16 1,34 5,11 17,84 -8,19 -4,77 5,90 -23,89 -16,14 4,89 -53,24 14,62 -15,27 -22,01 -17,01 50,98 -51,17 -9,08 -9,68 -5,52 -8,56 14,10 -35,84 -13,49 -0,33 -27,04 -19,67 -7,20 27,17 -19,59 -9,73 -1,38 -9,61 -24,00 -8,48 23,58 -35,70 31,24 -30,48 -41,56 5,44 -17,13 -21,31 -8,47 -12,78 -9,64 41,93 33,45 12,43 -19,91 -14,87

2011- 2012 min max


0,071 0,112 0,266 5,848 9,291 0,115 0,068 1,600 0,403 0,548 0,353 0,071 4,997 14,713 0,279 0,078 0,561 10,521 0,230 5,281 3,640 4,425 23,771 30,000 0,736 7,565 6,081 0,199 0,024 0,725 2,879 4,364 0,941 0,952 3,144 1,745 3,627 0,018 1,185 0,196 166,700 3,695 1,392 0,362 0,696 0,135 0,165 0,578 9,020 2,402 2,087 0,305 0,031 61,124 3,215 1,908 2,205 2,362 4,672 17,220 9,442 3,331 1,069 2,927 2,590 7,341 3,911 0,085 0,077 0,586 0,798 0,769 10,550 16,037 0,248 0,604 2,395 0,875 1,347 0,880 2,062 7,733 21,402 0,612 0,290 1,410 25,241 0,406 8,731 6,106 13,672 39,511 39,250 2,006 10,832 8,129 0,635 0,091 1,700 7,328 0,299 8,760 5,601 2,739 4,285 2,931 6,039 0,099 2,102 0,663 167,500 9,596 1,580 1,490 1,144 0,238 0,400 1,014 18,734 3,463 3,781 0,708 0,092 96,373 11,358 5,674 7,352 0,525 13,105 17,276 54,970 41,710 4,789 1,501 4,627 4,951 13,274 5,162 0,391 0,288

Cap. in mil. di
123 101 58 69 2428 46 3 51 13 401 11 3 1133 161 58 81 6 121 28 103 35 283 14100 4 739 76 367 29 58 1 49 8 1142 2 111 11438 212 342 9 677 17 203 15 9335 219 1 3486 5496 61 33 58 2395 234 31 2041 80 14634 17 403 125 39 32 131 283 644 408 16 1

In calo Mediolanum su Azimut e Autogrill

MILANO Chiusura in calo per Piazza Affari, piombata nel finale dalla crisi bancaria spagnola e tra le peggiori. Lindice Ftse Mib cede lo 0,74% a 13.057 punti. Fra i maggiori ribassi ancora le banche: Bper che cede il 4,75%, Banco popolare -3,74%, Mediolanum -3,62%, Bpm -2,54%, Intesa Sanpaolo, Unicredit e Mps circa l1,5%. Anche Telecom perde l1,8%. Tra i pochi rialzi ci sono invece Azimut (+1,94%), seguita da Autogrill, Pirelli, Tenaris, Saipem e Tods.

TITOLO
Cred. Valtellinese Crespi Csp D DAmico Dada Damiani Danieli Danieli rnc Datalogic DeLonghi Dea Capital Delclima Diasorin Digital Bros Dmail Group E Edison Edison r EEMS EI Towers El.En. Elica Emak Enel Enel Green Pw Enervit Engineering Eni Erg Ergy Capital Esprinet Eurotech Exor Exor priv Exor risp Exprivia F Falck Renewables Ferragamo Fiat Fiat Industr. Fidia Fiera Milano Finmeccanica FNM Fondiaria-Sai Fondiaria-Sai rnc Fullsix G Gabetti Pro.Sol. Gas Plus Gefran Gemina Gemina rnc Generali Geox Greenvision Gruppo Ed.LEspresso H Hera I I Grandi Viaggi IGD Il Sole 24 Ore Ima Immsi Impregilo Impregilo rnc Indesit Indesit rnc Industria e Inn Intek

Rif ieri
0,989 0,027 0,835 0,380 2,108 0,941 17,680 9,710 6,440 8,710 1,270 0,400 20,720 1,079 1,037 0,885 0,785 0,323 16,800 12,230 0,662 0,500 2,374 1,165 1,881 23,440 15,730 4,894 0,210 2,326 1,100 16,850 14,120 13,540 0,529 0,854 16,920 3,980 7,685 2,390 3,266 2,716 0,435 0,985 0,463 1,757 0,067 4,020 2,820 0,600 0,640 8,555 1,580 6,100 0,671 1,126 0,539 0,637 0,558 13,390 0,495 3,102 13,600 3,204 3,542 1,300 0,362

ieri
-3,42 -1,81 0,06 -0,89 -1,95 -1,98 1,55 1,15 -0,16 0,99 -1,40 2,02 -1,33 -3,57 -2,17 -0,06 -1,26 -4,01 -2,21 0,08 -2,07 -1,38 -1,49 -2,02 1,13 2,14 -0,13 0,66 9,84 3,47 1,20 0,72 1,15 1,12 -1,49 -2,57 1,01 -2,21 0,79 -1,24 -1,03 0,44 5,41 -0,81 -1,78 0,40 2,14 1,77 -3,75 -0,08 -9,86 -2,06 3,07 -10,53 -0,79 2,38 -3,05 0,72 -6,43 2,40 -1,21 3,82 -2,55 -0,67 3,08

Var % inizio anno


-43,84 -1,09 11,49 -16,28 -3,30 0,11 4,37 14,57 10,65 32,07 -7,03 -58,98 3,70 -16,23 -23,24 7,54 -2,73 -49,52 -10,40 14,62 -15,83 -0,99 -26,41 -28,53 -1,00 4,32 -2,90 -44,42 -23,59 -15,11 -19,12 5,51 -3,62 2,19 -23,41 -1,50 60,99 7,28 13,01 -13,97 -8,31 -8,18 44,93 49,47 24,44 -21,14 29,65 -19,44 -1,74 -1,56 -21,47 -29,06 -31,24 8,06 -39,55 -1,49 -19,14 -13,10 -23,14 1,44 -13,23 29,36 91,41 -19,82 -12,54 -27,78 -3,52

2011- 2012 min max


0,906 0,027 0,688 0,371 1,918 0,788 14,350 7,674 5,381 5,237 1,123 0,391 18,742 0,909 0,982 0,744 0,711 0,312 14,610 8,502 0,649 0,451 2,312 1,170 1,240 19,242 12,278 4,383 0,176 1,883 1,067 13,638 12,429 10,906 0,511 0,688 8,588 3,329 4,950 2,374 3,273 2,643 0,271 0,566 0,336 1,062 0,042 2,250 2,638 0,530 0,640 8,540 1,475 4,253 0,699 1,002 0,491 0,644 0,546 12,759 0,480 1,522 7,050 3,162 3,307 1,300 0,267 3,691 0,221 1,295 1,004 4,894 1,246 24,634 13,658 7,487 10,864 1,594 0,975 35,892 1,601 3,215 0,955 1,281 1,543 23,286 15,099 1,798 1,481 4,828 2,050 2,301 24,392 18,635 10,454 0,501 6,285 2,501 25,701 21,275 20,231 1,123 1,747 18,559 8,084 10,443 3,996 4,907 9,808 0,524 4,294 2,866 3,240 0,246 6,862 5,277 0,758 1,155 16,911 4,911 6,117 2,104 1,756 1,085 1,723 1,494 15,186 0,911 3,147 13,485 8,979 7,378 2,800 0,533

Cap. in mil. di
379 4 28 58 35 78 720 393 375 1308 391 59 1164 15 2 4581 87 14 478 59 43 83 22481 5850 33 290 63473 734 20 122 39 2708 1087 124 27 248 2827 5026 9423 12 138 1574 108 365 60 19 17 178 42 885 2 13459 408 36 287 1265 24 199 24 496 168 1259 22 369 2 30 47

TITOLO
Intek r Interpump Intesa Sanpaolo Intesa Sanpaolo rnc Invest e Sviluppo Irce Iren Isagro IT WAY Italcementi Italcementi rnc Italmobiliare Italmobiliare rnc IVS Group J Juventus FC K K.R.Energy Kinexia KME Group KME Group rnc L La Doria Landi Renzo Lazio Lottomatica Luxottica M M&C Maire Tecnimont Marcolin MARR Mediacontech Mediaset Mediobanca Mediolanum Meridiana Fly Meridie Mid Industry Cap Milano Ass. Milano Ass. rnc Mirato Mittel MolMed Mondadori Mondo Tv Monrif Monte Paschi Si. Montefibre Montefibre rnc Moviemax Mutuionline N Nice Noemalife Novare O Olidata P Panariagroup Parmalat Piaggio Pierrel Pininfarina Piquadro Pirelli & C. Pirelli & C. rnc Poligr. S.Faustino Poligrafici Editoriale Poltrona Frau Pop.Emilia Romagna Pop.Sondrio Pramac

Rif ieri
0,720 6,330 1,016 0,868 0,039 1,660 0,376 2,200 1,035 3,880 1,718 12,190 8,170 10,000 0,181 0,026 0,817 0,294 0,346 1,785 1,620 0,340 14,240 25,950 0,191 0,611 3,872 7,745 1,083 1,313 2,892 2,452 0,783 0,073 8,880 0,265 0,256 1,122 0,470 0,960 0,504 0,290 0,207 0,064 0,162 0,069 2,960 2,450 4,650 1,080 0,238 0,800 1,605 2,208 1,020 3,530 1,472 8,150 4,702 4,014 0,355 0,920 3,486 4,218 0,187

ieri
0,88 -1,65 -1,81 -3,75 0,91 -1,91 -0,90 0,29 0,10 -4,02 0,83 -0,12 4,73 -4,10 -2,16 0,27 -2,51 -1,87 -2,82 -4,28 -0,70 0,62 -1,85 0,33 5,10 -5,14 -4,58 0,54 -1,70 -3,62 0,97 -2,03 -1,88 -2,43 -1,20 1,64 -2,79 2,84 -1,76 -2,15 -1,10 -1,57 0,27 -4,45 -2,73 -1,53 0,18 -4,67 -0,79 -1,67 1,49 -0,47 2,75 1,10 -4,75 -1,77 -

Var % inizio anno


1,41 17,66 -23,61 -14,06 -48,44 -14,87 -51,11 -13,04 -14,32 -17,80 -16,76 -17,97 -16,76 2,04 -40,97 24,76 -24,00 -30,80 5,87 28,06 -26,36 20,58 19,09 -6,91 -39,38 7,38 18,24 -25,26 -41,44 -36,30 -19,50 -44,93 -24,51 0,34 11,91 33,68 -33,45 -5,52 -31,08 -39,56 -0,03 -20,78 -40,28 -13,14 -73,01 -14,20 1,66 -2,49 -0,92 -20,21 -18,03 17,84 18,07 11,35 7,03 -6,24 21,91 4,81 0,35 11,62 4,60 -37,08 -32,51 -76,98

2011- 2012 min max


0,618 3,812 0,898 0,781 0,032 1,560 0,336 2,099 0,979 3,896 1,718 12,132 7,275 8,768 0,149 0,017 0,786 0,246 0,343 1,445 1,018 0,343 9,002 18,627 0,188 0,557 3,096 6,410 1,070 1,316 2,918 2,244 0,517 0,071 7,637 0,212 0,171 1,097 0,384 0,953 0,451 0,264 0,196 0,050 0,147 0,068 2,951 2,335 4,407 1,080 0,200 0,760 1,328 1,750 0,695 2,269 1,232 4,956 3,924 3,944 0,270 0,772 3,540 4,235 0,169 0,825 6,758 2,424 2,084 0,411 2,663 1,407 4,005 2,695 7,647 3,890 29,961 19,590 10,107 0,410 0,064 2,115 0,381 0,720 2,089 3,016 0,904 15,381 28,318 0,230 3,591 5,488 9,437 2,426 4,930 8,009 4,035 5,979 0,353 10,442 0,887 0,890 3,181 0,763 2,857 2,211 0,462 0,859 0,179 0,328 0,312 5,543 3,394 5,676 1,175 0,638 1,614 2,638 3,020 3,841 7,378 2,926 9,592 6,274 9,851 0,490 1,451 9,846 6,761 1,277

Cap. in mil. di
4 615 15892 819 5 45 442 38 8 693 186 269 133 146 182 82 18 130 15 55 186 23 2477 12181 89 199 241 515 20 1565 2513 1820 4 4 34 516 26 99 99 235 13 43 2439 8 4 1 117 288 20 15 8 36 2820 818 17 107 74 3872 58 5 47 127 1178 1305 5

Prelios Premafin Finanziaria Premuda Prima Industrie Prysmian R R. De Medici R. Ginori 1735 Ratti RCF RCS Mediagroup RCS Mediagroup risp RDB Recordati Reply Retelit Risanamento Rosss S Sabaf S.p.a. Sadi Saes Saes rnc Safilo Group Saipem Saipem risp Saras Sat Save Screen Service BT Seat PG Seat PG r Servizi Italia Seteco International SIAS Sintesi Snai Snam Sogefi Sol Sopaf Sorin Stefanel Stefanel risp STMicroelectr. T Tamburi TAS Telecom IT Telecom IT Media Telecom IT Media rnc Telecom IT rnc Tenaris Terna TerniEnergia Tesmec Tiscali Tods Trevi Fin.Ind. TXT e-solution U UBI Banca Uni Land Unicredit Unicredit risp Unipol Unipol pr V Valsoia Vianini Industria Vianini Lavori Vittoria Ass. Y Yoox Z Zignago Vetro Zucchi Zucchi rnc

FONDI COMUNI APERTI - SICAV ITALIANI E LUSSEMBURGHESI DEL 25 MAGGIO 2012


TITOLI Val. oggi Val. ieri Diff.% 12 mesi TITOLI Val. oggi Val. ieri
5,577 5,194 5,273 16,682 16,815 13,120 13,297 2,245 2,304 4,931 5,023 5,271 4,838 5,181 4,570 4,068

Diff.% 12 mesi
-9,96 -9,07 -8,16 -5,08 -4,12 0,92 1,33 2,55 3,41 2,96 1,98 0,27

TITOLI

Val. oggi

Val. ieri

Diff.% 12 mesi

tel.02-72206431(EX L)/800-893989 AcomeA America A1.....................12,494 AcomeA America A2.....................12,641 AcomeA Asia Pac. A2......................3,052 AcomeA Asia Pacifico A1 ................3,024 AcomeA Breve Term. A1...............11,990 AcomeA Breve Term. A2...............12,025 AcomeA Etf Attivo A1 ......................3,679 AcomeA Etf Attivo A2 ......................3,703 AcomeA Eurobb. A1 .....................13,384 AcomeA Eurobb. A2 .....................13,437 AcomeA Europa A1 .........................7,754 AcomeA Europa A2 .........................7,834 AcomeA Globale A1 ........................7,690 AcomeA Globale A2 ........................7,834 AcomeA Italia A1...........................10,934 AcomeA Italia A2...........................11,045 AcomeA Liquidita A1......................8,030 AcomeA Liquidita A2......................8,030 AcomeA Obblig.Corp. A1................6,309 AcomeA Obblig.Corp. A2................6,331 AcomeA Paesi Em. A1.....................5,323 AcomeA Paesi Em. A2.....................5,374 AcomeA Patr. Aggr. A2....................2,958 AcomeA Patr. Aggr.A1 ....................2,923 AcomeA Patr. Dinam.A1..................4,085 AcomeA Patr. Dinam.A2..................4,109 AcomeA Patr. Prud. A1....................4,999 AcomeA Patr. Prud. A2....................5,049 AcomeA Perform. A1 ....................17,288 AcomeA Perform. A2 ....................17,364

12,441 12,588 3,057 3,029 12,002 12,036 3,678 3,701 13,339 13,392 7,728 7,808 7,668 7,811 10,891 11,001 8,035 8,035 6,306 6,328 5,309 5,360 2,953 2,919 4,080 4,105 4,997 5,047 17,272 17,348

3,68 -8,67 3,56 6,65 -27,43 -10,43 -37,08 -3,71 -16,05 -19,45 -9,14 -0,10 -0,70 -

Prima Geo PaesiEm. Y ....................5,596 Prima Rend.Ass. Moderato A..........5,203 Prima Rend.Ass. Moderato Y..........5,282 Prima Rend.Ass. Prudente A ........16,702 Prima Rend.Ass. Prudente Y ........16,836 Prima Strat.Eu PMI Alto Pot A .......13,120 Prima Strat.Eu PMI Alto Pot Y .......13,296 Prima Strat.Eur. Alto Pot A...............2,243 Prima Strat.Eur. Alto Pot Y...............2,302 Prima Strat.Ita Alto Pot A .................4,931 Prima Strat.Ita Alto Pot Y .................5,023 PRIMAforza 1 B ...............................5,273 PRIMAforza 2 B ...............................4,846 PRIMAforza 3 B ...............................5,191 PRIMAforza 4 B ...............................4,581 PRIMAforza 5 B ...............................4,077

tel.800-546961 Fideuram Bilanciato ......................11,829 Fideuram Italia...............................16,397 Fideuram Liquidit ........................17,012 Fideuram Moneta..........................14,867 Fideuram Rendimento.....................9,174 FMS - Absolute Return ....................8,667 FMS - Eq.Glob.Resources............10,270 FMS - Equity Asia ............................8,180 FMS - Equity Europe .......................8,754 FMS - Equity Gl Em Mkt ................11,729 FMS - Equity New World...............14,214 FMS - Equity Usa.............................9,464

11,822 16,331 17,011 14,867 9,199 8,674 10,247 8,167 8,732 11,675 14,174 9,413

-6,36 -27,97 0,93 1,45 -0,53 -6,39 -12,35 -5,39 -8,44 -9,18 -13,94 8,66

tel.02-88981 Azimut Bil. .....................................22,499 Azimut Garanzia............................12,542 Azimut Reddito Euro .....................15,619 Azimut Reddito Usa.........................6,554 Azimut Scudo ..................................7,593 Azimut Solidity.................................7,787 Azimut Str. Trend.............................5,142 Azimut Trend.................................21,426 Azimut Trend America .....................9,946 Azimut Trend Europa ....................10,016 Azimut Trend Italia ........................10,271 Azimut Trend Pacifico .....................6,336 Azimut Trend Tassi ..........................8,995 Formula 1 Absolute .........................5,718 Formula 1 Conservative ..................6,176 Formula 1 Target 2013 ....................6,517 Formula 1 Target 2014 ....................6,100

22,531 12,541 15,642 6,510 7,588 7,798 5,144 21,392 9,909 9,991 10,221 6,315 9,003 5,705 6,170 6,509 6,094

-6,32 1,64 0,44 14,80 -0,85 -1,09 -3,89 2,26 1,82 -18,05 -33,40 1,13 1,65 -13,61 -3,45 -1,57 -4,15

tel.800-388876 ANM Americhe..............................10,794 ANM Anima Asia..............................5,684 ANM Anima Convertibile .................5,979 ANM Anima Emerging Mkts ............9,418 ANM Anima Europa.........................3,587 ANM Anima Fondattivo.................13,684 ANM Anima Fondimpiego.............18,119 ANM Anima Fondo Trading ..........12,189 ANM Anima Liq. Plus.......................6,993 ANM Anima Liquidit.......................6,836 ANM Anima New York.....................4,272 ANM Anima Obbl.Euro ....................6,900 ANM Anima Obiettivo Rend. ...........5,336 ANM Anima Salvadanaio ..............11,762 Anm Anima Trag 2016 Ced3 ...........5,366 ANM Anima Trag 2017 Ced4...........4,896 ANM Anima Trag II 2016..................5,133 ANM Anima Traguardo 2016...........4,954 ANM Anima Traguardo 2018...........4,982 ANM Anima Tricolore ......................5,221 ANM CapitalePi Comp.Az.............4,565 ANM CapitalePi Comp.Bil.15........5,180 ANM CapitalePi Comp.Bil.30........4,819 ANM CapitalePi Comp.Obb..........5,492 ANM Corporate Bond......................7,173 ANM Emerging Mkts Bond..............6,885 ANM Emerging Mkts Equity ............6,460 ANM Europa..................................12,017 ANM Iniziativa Europa .....................6,164 ANM Italia......................................10,929 ANM Pacifico...................................4,831 ANM Pianeta .................................11,008 ANM Risparmio ...............................7,264 ANM Sforzesco.............................10,305 ANM Valore Globale......................20,595 ANM Visconteo .............................34,448 Prima Fix Emergenti A...................14,444 Prima Fix Emergenti Y...................15,030 Prima Fix High Yeld Y ......................8,585 Prima Fix High Yield A......................8,267 Prima Fix Imprese A.........................6,536 Prima Fix Imprese Y.........................6,701 Prima Fix Monetario A .....................8,595 Prima Fix Monetario I.......................8,730 Prima Fix Monetario Y .....................8,737 Prima Fix Obbl. BT ........................10,279 Prima Fix Obbl. BT Y .....................10,381 Prima Fix Obbl. Glob. ....................10,290 Prima Fix Obbl. Glob. Y.................10,473 Prima Fix Obbl. MLT........................5,927 Prima Fix Obbl. MLT Y.....................6,012 Prima Forza 1 A................................5,271 Prima Forza 1 Bond Y......................5,344 Prima Forza 2 A................................4,844 Prima Forza 2 Y................................4,935 Prima Forza 3 Cl.A ...........................5,190 Prima Forza 3 Cl.Y ...........................5,330 Prima Forza 4 Cl.A ...........................4,581 Prima Forza 4 Cl.Y ...........................4,725 Prima Forza 5 Cl.A ...........................4,076 Prima Forza 5 Cl.Y ...........................4,220 Prima Geo America A ......................5,018 Prima Geo America Y ......................5,320 Prima Geo Asia A.............................6,028 Prima Geo Asia Y.............................6,414 Prima Geo Euro A ............................5,495 Prima Geo Euro Pmi A...................20,209 Prima Geo Euro Pmi Y...................21,421 Prima Geo Euro Y ............................5,827 Prima Geo Europa A......................10,677 Prima Geo Europa Y......................11,326 Prima Geo Globale A.....................25,512 Prima Geo Globale Y.....................27,068 Prima Geo Italia A..........................10,168 Prima Geo Italia Y..........................10,752 Prima Geo PaesiEm. A ....................5,265

10,761 5,689 5,982 9,383 3,587 13,683 18,084 12,199 6,991 6,836 4,283 6,892 5,327 11,756 5,390 4,908 5,142 4,973 4,971 5,208 4,555 5,175 4,809 5,484 7,174 6,894 6,438 11,999 6,158 10,880 4,814 10,989 7,257 10,289 20,520 34,379 14,464 15,049 8,581 8,264 6,534 6,698 8,596 8,731 8,738 10,282 10,384 10,272 10,455 5,926 6,011 5,270 5,343 4,836 4,927 5,180 5,319 4,570 4,714 4,067 4,210 5,005 5,306 6,014 6,399 5,485 20,172 21,381 5,816 10,661 11,309 25,410 26,958 10,117 10,698 5,248

15,98 -6,94 -6,05 -10,34 -18,63 -5,33 -7,30 -10,62 0,60 2,01 -3,33 -4,02 -10,48 -3,62 -0,79 -0,29 -6,72 -3,70 -7,18 -0,20 -5,11 5,15 -11,77 -12,28 -18,66 -29,87 -0,45 12,07 -1,48 0,49 -0,44 -3,52 3,81 4,85 -3,01 -3,96 -0,94 -0,30 0,23 0,46 0,56 0,77 1,21 15,19 16,10 2,54 3,19 2,55 2,93 3,42 3,85 2,96 3,54 2,03 2,70 0,30 1,17 10,75 12,40 -6,16 -4,77 -15,59 -12,05 -10,74 -14,32 -8,74 -7,40 -0,31 1,18 -27,54 -26,45 -11,29

tel.02-88101 EC Focus Cap Pro 12/14 .................4,937 Eurizon Az.Asia Nuove Economie.10,265 Eurizon Az.EnMatPrime ..................8,848 Eurizon Az.Finanza .......................15,515 Eurizon Az.Int. Etico.........................5,786 Eurizon Az.PMI Amer. ...................23,326 Eurizon Az.PMI Europa....................7,968 Eurizon Az.PMI Italia........................3,177 Eurizon Az.Salute e Amb...............16,071 Eurizon Az.Tecn.Avanz....................4,442 Eurizon Azioni America....................9,962 Eurizon Azioni Area Euro...............20,450 Eurizon Azioni Europa .....................7,337 Eurizon Azioni Internazionali............7,431 Eurizon Azioni Italia..........................8,690 Eurizon Azioni Pacifico ....................3,695 Eurizon Azioni Paesi Emergenti.......8,229 Eurizon Bilan.Euro Multim.............35,089 Eurizon DiversEtico .........................8,250 Eurizon F.Garantito 03/13 ...............5,172 Eurizon F.Garantito 06/12 ...............5,150 Eurizon F.Garantito 09/12 ...............5,136 Eurizon F.Garantito 12/12 ...............5,150 Eurizon F.Garantito 2tri07................5,111 Eurizon F.Garantito 3tri07................4,971 Eurizon F.Garantito 4tri07................5,172 Eurizon F.Garantito Itri07.................5,119 Eurizon Liquidit A...........................7,395 Eurizon Liquidit B...........................7,615 Eurizon Obb.Cedola A.....................6,195 Eurizon Obb.Cedola D.....................6,135 Eurizon Obb.Emergenti ................12,536 Eurizon Obb.Etico ...........................5,630 Eurizon Obb.Euro..........................14,729 Eurizon Obb.Euro B/T A................15,312 Eurizon Obb.Euro Breve T. D ........15,196 Eurizon Obb.Euro Corp. BreveT......7,790 Eurizon Obb.Euro Corporate...........5,818 Eurizon Obb.Euro High Yield...........7,542 Eurizon Obb.Internaz.......................9,844 Eurizon Obiettivo Rend.to ...............8,162 Eurizon Profilo Conservativo ...........5,526 Eurizon Profilo Dinamico .................5,280 Eurizon Profilo Moderato.................5,399 Eurizon Rend.Assoluto 2 Anni .........5,288 Eurizon Rend.Assoluto 3 Anni .........5,472 Eurizon Rendita A ............................5,962 Eurizon Rendita D............................5,942 Eurizon Soluzione 10 .......................6,873 Eurizon Soluzione 40 .......................6,272 Eurizon Soluzione 60.....................24,332 Eurizon Strat.Protetta I Trim.2012 ...5,275 Eurizon Strat.Protetta III trim 2011...5,443 Eurizon Team 1................................6,094 Eurizon Team 1 Cl G ........................6,095 Eurizon Team 2................................5,748 Eurizon Team 2 Cl G ........................5,769 Eurizon Team 3................................4,744 Eurizon Team 3 Cl G ........................4,807 Eurizon Team 4................................3,958 Eurizon Team 4 Cl G ........................4,021 Eurizon Team 5................................3,740 Eurizon Team 5 Cl G ........................3,801 Eurizon Tesoreria Dollaro..............13,262 Eurizon Tesoreria Dollaro($)..........16,593 Eurizon Tesoreria Euro A .................7,802 Eurizon Tesoreria Euro B .................7,888 Malatesta Azionario Europa ............5,452 Malatesta Breve Termine ................5,896 Malatesta Obbligazionario Euro......6,016 Passadore Breve Termine ...............7,319 Teodorico Breve Termine................7,688

4,948 10,231 8,832 15,509 5,764 23,230 7,969 3,163 15,967 4,426 9,929 20,384 7,321 7,407 8,651 3,685 8,183 34,884 8,249 5,174 5,150 5,136 5,150 5,111 4,971 5,173 5,119 7,394 7,614 6,193 6,133 12,552 5,628 14,721 15,311 15,195 7,788 5,815 7,544 9,813 8,160 5,524 5,271 5,395 5,287 5,470 5,961 5,940 6,870 6,256 24,265 5,263 5,424 6,092 6,093 5,746 5,767 4,742 4,804 3,955 4,018 3,736 3,796 13,188 16,594 7,801 7,887 5,439 5,897 6,016 7,319 7,688

-0,38 -7,52 -9,71 -10,18 -2,00 1,24 -15,16 -33,67 0,94 10,31 7,53 -21,39 -15,87 -1,89 -29,12 -6,34 -11,50 -3,63 3,63 1,25 0,80 1,12 1,30 -0,14 0,55 -0,25 -0,68 1,32 1,61 0,67 4,92 4,71 4,56 1,08 1,92 1,71 -2,67 15,22 0,16 0,44 -2,55 -0,66 0,32 -0,53 -1,02 -0,25 1,41 0,18 0,74 3,87 1,57 1,58 0,58 0,87 -1,50 -1,01 -3,51 -2,92 -6,01 -5,40 12,20 11,88 1,38 1,68 -15,06 2,75 4,19 2,67 2,82

tel.800-551-552 Pion. Eur Gov BT (ex Mon.) Cl.A....13,618 13,606 Pion. Eur Gov BT B ..........................4,985 4,981 Pioneer Az. Crescita Cl.A................9,384 9,349 Pioneer Az Area Pacifico Cl.A..........3,261 3,257 Pioneer Az Valore Eur Dis Cl.A.........6,495 6,474 Pioneer Az. Am. B............................4,962 4,963 Pioneer Az. Am. Cl.A........................7,924 7,914 Pioneer Az. Area Pacif B ..................4,850 4,843 Pioneer Az. Crescita B.....................4,915 4,897 Pioneer Az. Europa B.......................4,857 4,846 Pioneer Az. Europa Cl.A................13,556 13,525 Pioneer Az. Paesi Em. B ..................4,834 4,803 Pioneer Az. Paesi Em. Cl.A ..............9,908 9,836 Pioneer Az. Val. Europa Dis B ..........4,852 4,836 Pioneer Eu Gov MT Dis A.................4,963 4,960 Pioneer Eu Gov MT Dis B.................4,962 4,959 Pioneer Liquidita Euro ....................5,177 5,177 Pioneer O.Euro C.Et. Dis B ..............4,962 4,959 Pioneer O.Euro C.Et. Dis Cl.A..........4,790 4,787 Pioneer Ob Co Am Dis A..................5,110 5,082 Pioneer Ob Co Am Dis B..................5,093 5,065 Pioneer Ob. Piu a Distrib. B ............5,028 5,022 Pioneer Ob. Sist. Italia Cl.A..............5,020 5,005 Pioneer Ob.Sist.Ita.Dis B.................4,975 4,960 Pioneer Obb Glo HY Dis A ...............5,132 5,110 Pioneer Obb Glo HY Dis B ...............5,110 5,088 Pioneer Obb. Euro Dis Cl.A..............6,714 6,715 Pioneer Obb. Paesi E. Dis B.............4,990 4,980 Pioneer Obb. Paesi E. Dis Cl.A......10,288 10,266 Pioneer Obb. Pi Dis Cl.A................8,705 8,691 Pioneer Obb.Euro Distr B ................4,999 5,000 Pioneer Target Controllo B ..............4,935 4,933 Pioneer Target Controllo Cl.A..........5,292 5,290 UniCredit Sol. Pa. Em. A ..................4,854 4,851 UniCredit Sol. Pa. Em. B..................4,849 4,846 UniCredit Soluzione 20A .................5,065 5,067 UniCredit Soluzione 20B .................5,040 5,043 UniCredit Soluzione 40A .................5,022 5,022 UniCredit Soluzione 40B .................4,995 4,995 UniCredit Soluzione 70A .................4,957 4,955 UniCredit Soluzione 70B .................4,928 4,927 UniCredit Soluzione BTA.................5,067 5,066 UniCredit Soluzione BTB.................5,040 5,040

2,77 -29,40 -10,24 -7,75 5,68 -10,40 -9,13 1,71 3,97 6,65 9,59 7,61 -0,06 0,84 0,36 -0,16 -0,66 -1,80 -2,36 1,40 0,88

tel.800-614614 Symp. Multimanager Adagio...........5,892 5,891 Symp. Multimanager America.........4,196 4,187 Symp. Multimanager Europa ..........5,005 4,991 Symp. Multimanager Largo.............5,528 5,526 Symp. Multimanager Oriente ..........4,920 4,932 Symp. Obblig. Corporate ................5,790 5,786 Symp. Obblig. Rendita ....................7,639 7,627 Symphonia Asia Flessibile...............5,880 5,910 Symphonia Az.Small Cap Italia .......5,517 5,503 Symphonia Azionario Euro..............4,169 4,163 Symphonia Azionario Europa..........7,837 7,869 Symphonia Azionario Globale.........3,379 3,385 Symphonia Azionario Italia ..............5,015 4,999 Symphonia Azionario Usa ...............6,091 6,088 Symphonia Bilanciato...................20,911 20,906 Symphonia Europa Flessibile..........4,491 4,495 Symphonia Flessibile ......................3,688 3,685 Symphonia Fortissimo ....................2,143 2,144 Symphonia Multiman.Emer.Fless.12,529 12,515 Symphonia Multiman.Vivace ..........5,016 5,009 Symphonia Obb.Breve Term...........6,676 6,672 Symphonia Obb.Dinamico..............6,389 6,393 Symphonia Obb.Euro......................7,288 7,278 Symphonia Patrim.Glob.Redd........7,243 7,233 Synergia Az. Europa ........................4,855 4,866 Synergia Az. Globale .......................5,153 5,160 Synergia Az. Italia ............................4,144 4,132 Synergia Az. Sm.Cap It....................4,289 4,278 Synergia Azionario Usa ...................6,219 6,215 Synergia Bilanciato 15.....................5,303 5,295 Synergia Bilanciato 30.....................5,308 5,301 Synergia Bilanciato 50.....................5,294 5,288 Synergia Bond Flessib.....................5,052 5,044 Synergia Obbl Corporate ................5,694 5,690 Synergia Obbl. Euro BT ...................5,126 5,123 Synergia Obbl. Euro MT ..................5,462 5,455 Synergia Obbligaz.Rendita .............5,145 5,138 Synergia Tesoreria...........................5,118 5,117 Synergia Total Return......................5,220 5,216

-0,49 2,22 -13,06 -4,31 -7,48 3,04 -4,87 -24,42 -29,06 -23,26 -17,85 -28,72 -5,21 -7,79 -12,15 -2,85 -24,36 -7,45 -7,28 1,71 5,42 0,89 -23,84 -19,38 -29,30 -25,59 -6,68 -0,30 -3,88 -7,95 3,66 1,00 5,18 0,91 -0,99

la Repubblica la Repubblica
MARTED 29 MAGGIO 2012

48

LETTERE,COMMENTI&IDEE

LINCOMPATIBILIT DI FORMIGONI
CURZIO MALTESE
(segue dalla prima pagina) STATO il custode della cassaforte dei voti che ha consentito al centrodestra di governare lItalia a partire dalla Lombardia e infine, ma non ultimo, il terminale di molti misteri. Ora che i misteri cominciano a rivelarsi e il sistema di potere crolla, Formigoni rimasto lunico della triade a non volerne prendere atto. Il primo uomo, Berlusconi, si dimesso da palazzo Chigi, il secondo, Umberto Bossi, ha alla fine rinunciato a ricandidarsi alla guida della Lega. Entrambi senza aspettare lesito dei processi in corso. Formigoni no. Resiste, vuole rimanere fino alla sentenza definitiva, insomma una decina danni, saggrappa alle teorie del complotto, svicola, sfugge, non ricorda e poi ricorda male, dice e contraddice, attacca Repubblica e Corriere della Sera e soprattutto racconta il falso. Sarebbe anche peccato mortale, per un credente come lui, prima ancora che un reato. In ogni caso una frode politica. Il governatore dovrebbe dimettersi per tante, troppe buone ragioni e tutte gravi. In realt infatti ne basterebbe una sola per motivare il passo indietro. Ma al nostro Celeste, come sempre, piace abbondare. La prima lo scandalo che lo tocca di persona: le vacanze nei resort di lusso, le crociere sullo yacht e gli aerei privati, i privilegi e i conti da sceicco pagati a Formigoni dallimprenditore Pierluigi Dacc. Un elenco che Dacc, negli interrogatori resi ai magistrati, continua ad aggiornare con particolari sempre pi sbalorditivi: anche un contratto fasullo di noleggio del megayacht che stato per 4 mesi a disposizione di Formigoni e del suo amico e convivente nel collegio ciellino Alberto Perego. Ora spunta anche una villa di 13 vani nel cuore della Costa Smeralda, fra Cala di Volpe e il Pevero, che Dacc avrebbe venduto al prezzo, forse troppo amichevole, di 3 milioni di euro a Perego. Lo stesso Formigoni avrebbe partecipato allaffare versando nel maggio 2011 a Perego la somma di 1 milione 100 mila euro, ovvero lequivalente del reddito dichiarato dal governatore negli ultimi undici anni. Formigoni finora sempre caduto dal pero. Turista per caso prima, ora proprietario per caso di una villa da miliardari. Le sue versioni sullo scandalo si sono fatte via via sempre pi fumose: e ognuna cancellava la precedente. Sono le parole contraddittorie di un uomo disperato la sua ultima autodifesa. Ma non si capisce pi bene se Formigoni si riferisca a Dacc o a s stesso. La seconda ragione per cui il governatore dovrebbe dimettersi che alla guida della giunta e del consiglio regionale con pi indagati e arrestati dItalia. Quindi, del mondo. A meno di non considerare anche questa uneccellenza della Lombardia, per usare la pi abusata formula del formigonese, il buon senso impone di chiudere la pratica e tornare alle urne. In tempi in cui i partiti meditano di introdurre uno sbarramento nei confronti dei candidati inquisiti, fosse soltanto per paura di Grillo, che senso ha mantenere in piedi nella terza assemblea parlamentare del Paese una succursale delle aule di giustizia o di San Vittore? Il terzo motivo che Formigoni ormai guida una maggioranza zombie, inesistente sul famoso territorio. Alle ultime amministrative, lalleanza Pdl-Lega in Lombardia ha perso oltre la met dei voti e quasi tutti i comuni. Per spostamenti elettorali assai meno rilevanti, sia a livello locale che nazionale, quando governava il centrosinistra lopposizione berlusconiana ha sempre invocato il voto anticipato, urlando al golpe di fatto. Pazienza per Formigoni, che ormai non ricorda neppure dove ha trascorso lultimo Natale. Ma gli altri, il Pdl, la Lega del moralista Maroni? La giunta dello yachtman Formigoni una nave fantasma, senza equipaggio n rotta, in vista di alti scogli. Nel mezzo di una crisi feroce, lItalia intera non pu permettersi di vedere la regione di gran lunga pi importante bloccata intorno a un governo che non ha consenso e non pu guardare n tantomeno programmare il futuro. Il governatore passa le giornate a studiare nuove strategie difensive. La giunta e il consiglio sono paralizzati dalle inchieste giudiziarie. Gli elettori hanno diritto di essere chiamati al pi presto a scegliere un nuovo governo cui affidare i grandi progetti in corso dopera, dallExpo del 2015 alle grandi infrastrutture. Nella speranza di poter nominare una classe dirigente pi capace e pulita di quella oggi rappresentata nel consiglio lombardo, da Formigoni a Penati, passando per Minetti e Bossi junior. Onestamente, non ci vuole molto.

COS PARMA DIVENTA UN PARADIGMA


aro Augias, ho meno di 40 anni, frequentavo il Pd. Ho votato Grillo gi nelle regionali piemontesi. Perch? Rabbia. Il mio stato di precario e disoccupato, costretto a buttare via i propri sogni chiede una politica che abbia la mia stessa fame di rivincita, la stessa tensione, non i tecnocrati satolli che regnano nei partiti. Meritocrazia. Perch politici che hanno fallito rimangono sempre sulla loro poltrona? Perch non rendono conto? Nuova politica. Vendola, Di Pietro, Casini? Alleanze, strategie. Non ci credo pi. A me interessa gente come me, con la mia sensibilit, del mio mondo, che parlano la mia lingua. Post-ideologia. Non ho bisogno di una ideologia. Cerco un progetto intelligente e persone credibili capaci di realizzarlo. Dimmi che vuoi fare, chi sei, se mi convinci ti voto. No rendite a partiti ormai vuoti. Grillo non la risposta. lunica alternativa al vecchio che c. Lunico elemento di rottura e protesta emerso per adesso. Presto i partiti saranno costretti a rifondarsi o periranno, nuovi ne nasceranno, altri leader arriveranno, e allora il nuovo, e la politica, torneranno a vedere la luce. Anche grazie a Grillo. Tommaso Merlo - merlo.tommaso@gmail.com

CORRADO AUGIAS c.augias@repubblica.it

e potessimo guardare ci che sta avvenendo con la tranquillit scientifica di un laboratorio politico invece che con angoscia, lesperimento Grillo sarebbe molto interessante. Non un partito, non nemmeno un movimento in senso tradizionale, ha un non-statuto. Piace per questo. Anche se nellapparente magma liquido (direbbe Bauman) il capo fa valere le sue ragioni, o come si diceva un tempo la sua linea, con fermezza padronale. Nonostante langoscia che le vicende suscitano, linteresse comunque resta notevole. Per esempio su che cosa succeder a Parma, cio se il giovane sindaco Pizzarotti ce la far a tenersi il manager Valentino Tavolazzi che aveva scelto ma che risulta sgradito a Grillo. Anzi, pi che a Grillo al suo guru, al suo web-master, questo Gianroberto Casaleggio, grande

esperto di tecniche di Rete, che gestisce il blog di Grillo. Ha scritto in un articolo: Online il 90 per cento dei contenuti creato dal 10 per cento degli utenti, queste persone sono gli influencer. Parola che sa di nuovo influencer, sono coloro che convincono, diciamo pure i seduttori. Grillo il seduttore, Casaleggio luomo alle sue spalle che gli organizza i tour, suggerisce i temi da agitare. Non intendo dire che sia un burattinaio, sicuramente per luomo che gestisce da esperto la situazione. Se il non-statuto assicura massima libert introduce anche massima mancanza di norme certe per cui il blog di Grillo resta lunico punto di riferimento. Ecco perch il modo in cui il neo-sindaco Pizzarotti reagir acquista la pi grande importanza, non solo per Parma.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Biglietto economico Italo non rimborsa


Laura De Luca laura-deluca@hotmail.it
CONVOCATI per un colloquio di lavoro a Milano, compriamo due biglietti economici (e convenienti) sul nuovo treno Italo per marted 29 maggio. Per motivi organizzativi, ci spostano il colloquio al 4 giugno. Chiediamo di spostare la data del biglietto a quella data, cambiando tariffa. Nulla da fare. I biglietti non sono spostabili, n rimborsabili. Praticamente si perde limporto. Per chi in cerca di lavoro non male. Per chi vuole accumulare denaro in fretta invece . altro che concorrenza a Trenitalia. Almeno per loro il biglietto mini spostabile una volta ad altra data, seppur pagando la tariffa piena.

mente promosso lutilizzo per i pagamenti con bancomat e carte di credito al posto del contante? Come mai lAci mette questo ulteriore balzello?

Mia madre 90enne e la buona sanit


Anna Maffei Scandicci (Firenze)
MIA madre ha novantanni. Sabato nel pomeriggio ha avuto un malore e ho chiamato il 118. Lambulanza arrivata dopo circa 5 minuti. Le hanno fatto immediati controlli compreso un elettrocardiogramma che

hanno inviato telematicamente al cardiologo in ospedale, il quale ha valutato opportuno che la paziente fosse portata al Pronto soccorso. Trasportata immediatamente al Nuovo Ospedale San Giovanni di Dio (via di Torregalli) stata sottoposta ad ogni sorta di indagini cliniche, perfino una Tac per escludere patologie gravi, stata dimessa circa alle 3 del mattino da un medico somalo che con gentilezza e competenza ha spiegato a lei e a noi la sua situazione clinica e ci ha consegnato tutta la documentazione relativa agli esami eseguiti. Il tutto completamente gratis. Mia madre si resa conto che

anche a novantanni la vita pu essere valorizzata e protetta.

Vivere in un Paese con un suicidio al giorno


Giovanni Pinna giovannipinna7@libero.it
HO 21 anni e studio ingegneria civile, sono sconvolto ogni volta che leggo di un suicidio. E in questi mesi c quasi un caso di suicidio al giorno, di persone senza lavoro strangolate dai debiti. Io ogni volta rimango turbato perch nessuno fa niente, tutti dichiarano di essere vicini alla sua famiglia, di essere angosciati, eppure sembrano non esserci soluzioni. Io mi chiedo sempre fino a che punto si deve arrivare perch la classe politica si renda conto della tragedia. questo il Paese dove voglio vivere?.

LAMACA

MICHELE SERRA

Uso il bancomat e spuntano nuovi balzelli


Marisa Marinelli Conte marisa.conte@hotmail. it
SONO andata allAci per pagare il bollo auto con bancomat, come ogni anno. Questa volta mi sono trovata una sorpresa: ulteriore balzello per commissioni pari allo 0,40%, pari a 0,73 euro calcolata sullimporto del bollo, con ricevuta emessa da Acm Services Spa, oltre naturalmente al diritto fisso di 1,87 euro. Il nostro presidente del Consiglio nonch ministro dellEconomia non ha recente-

a vera domanda, attorno ai cosiddetti misteri vaticani, quanto ancora possono incidere, i maneggi e le lotte intestine di quegli anziani prelati, sulla vita della societ italiana. Nel resto del mondo il loro peso politico ormai vicino allo zero: la stampa estera ne parla, in genere, con divertito esotismo, come se noi parlassimo degli intrighi alla corte del marajah. Del resto, se la Chiesa romana avesse inteso anche solo per marketing coronare lavvento di due papi stranieri concedendo pi potere e visibilit ai porporati dAsia, dAfrica e delle Americhe, forse il mondo la considererebbe quellistituzione internazionale che pretende di essere. Invece, cos come stanno le cose, con quel Bertone che si occupa soprattutto dellUdc, si capisce che romana vuol dire proprio romana, soltanto romana. Tornando dunque alla domanda iniziale: quello che accade dietro quelle alte mura, che ricadute avr fuori di esse? Avr ripercussioni anche oltre lUdc, arrivando a lambire la famosa componente cattolica del Pd? O una cortese indifferenza prevarr anche da noi, perfino da noi, visto che di alcune dinamiche interne al Vaticano molti commentatori scrivono come se in ballo ci fosse non il destino del Paese, ma quello di una prestigiosa ma polverosa istituzione, tipo i Lincei o la Crusca?

Attenti alle truffe sugli infissi Iva al 21%


Bea Gilberti bea.gilberti@gmail.com
VI racconto una cosa che successa a me per mettere in guardia chi alle prese con lavori edili a casa. Dovendo affrontarli, ho chiesto vari preventivi e ho scoperto che alcuni venditori di infissi (porte e finestre) applicano una aliquota Iva del 21%. Attenzione, perch essi fingono di ignorare che questo tipo di fornitura gode di una Iva agevolata del 10%. una bella differenza, ve lo assicuro.

RIPRODUZIONE RISERVATA

RIPRODUZIONE RISERVATA

Via Cristoforo Colombo, 90 00147 Roma Fax: 06/49822923 Internet: rubrica.lettere@repubblica.it

FONDATORE EUGENIO SCALFARI DIREZIONE Ezio Mauro direttore responsabile vicedirettori Gregorio Botta, Dario Cresto-Dina, Massimo Giannini, Angelo Rinaldi (art director) caporedattore centrale Fabio Bogo, caporedattore vicario Massimo Vincenzi, caporedattore internet Giuseppe Smorto GRUPPO EDITORIALE LESPRESSO Spa Consiglio di amministrazione Presidente: Carlo De Benedetti Amministratore delegato: Monica Mondardini Consiglieri Agar Brugiavini, Rodolfo De Benedetti, Giorgio Di Giorgio, Francesco Dini, Sergio Erede, Mario Greco, Maurizio Martinetti, Elisabetta Oliveri, Michael Zaoui, Tiziano Onesti, Luca Paravicini Crespi Direttori centrali Pierangelo Calegari (Produzione e Sistemi informativi), Stefano Mignanego (Relazioni esterne), Roberto Moro (Risorse umane), Divisione Stampa Nazionale - Via Cristoforo Colombo, 98 - 00147 Roma Direttore generale: Corrado Corradi - Vicedirettore: Giorgio Martelli
REDAZIONI Redazione centrale Roma 00147 - Via Cristoforo Colombo, 90 - tel. 06/49821 Redazione Milano 20139 - Via Nervesa, 21 - tel. 02/480981 Redazione Torino 10123 - Via Bruno Buozzi, 10 - tel. 011/5169611 Redazione Bologna 40125 - Via Santo Stefano, 57 - tel. 051/6580111 Redazione Firenze 50121 - Via Alfonso Lamarmora, 45 - tel. 055/506871 Redazione Napoli 80121 - Riviera di Chiaia, 215 - tel. 081/498111 Redazione Genova 16121 - Via XX Settembre, 41 - tel. 010/57421 Redazione Palermo 90139 - Via Principe di Belmonte, 103/c - tel. 091/7434911 Redazione Bari 70122 - Corso Vittorio Emanuele II, 52 - tel. 080/5279111. PUBBLICIT A. Manzoni & C. - Via Nervesa, 21 - 20139 Milano TIPOGRAFIA Rotocolor SpA - 00147 Roma, Via Cristoforo Colombo, 90 STAMPA - Edizioni teletrasmesse: Bari Dedalo Litostampa srl - Via Saverio Milella, 2 Catania ETIS 2000 Spa - Zona Industriale VIII strada Livorno Finegil Editoriale - Via dellArtigianato Mantova Finegil Editoriale presso Citem Soc. Coop. arl - Via G. F. Lucchini Paderno Dugnano (MI) Rotocolor SpA - Via Nazario Sauro, 15 Padova Finegil Editoriale - Viale della Navigazione Interna, 40 Roma Rotocolor SpA - Via del Casal Cavallari, 186/192 Salerno Arti Grafiche Boccia SpA Via Tiberio Claudio Felice, 7 Sassari La Nuova Sardegna SpA - Zona Industriale Predda Niedda Nord Strada n. 30 s.n.c. Gosselies (Belgio) Europrinter S.A. - Avenue Jean Mermoz Toronto (Canada) Newsweb Printing Corporation, 105 Wingold Av. Norwood (New Jersey) 07648-1318 Usa - Gruppo Editoriale Oggi Inc., 475 Walnut Street Malta Miller Newsprint Limited - Miller House, Airport Way - Tarxien Road - Luqa LQA 1814 ABBONAMENTI Italia (c.c.p. n. 11200003 - Roma): anno (cons. decen. posta) Euro 403,00 (sette numeri), Euro 357,00 (sei numeri), Euro 279,00 (cinque numeri). Tel. 199 787 278 (0864.256266 da telefoni pubblici o cellulari). E-mail: abbonamenti@repubblica.it Arretrati e servizio clienti: www.servizioclienti.repubblica.it, e-mail: servizioclienti@repubblica.it, tel. 199 787 278 (0864.256266 da telefoni pubblici o cellulari) gli orari sono 9-18 dal luned al venerd, il costo massimo della telefonata da rete fissa di 14,26 cent. al minuto + 6,19 cent. di Euro alla risposta, IVA inclusa.

Il quotidiano nazionale conforme allart. 110, D.P.R. 207/2010, ideale per la pubblicit legale

A.MANZONI & C. S.p.A.


Milano - Via Nervesa 21 - 20139 tel. 02.574941 - fax 02.57494860
Certificato ADS n. 7196 del 14-12-2011 RESPONSABILE DEL TRATTAMENTO DATI (D. LGS. 30-6-2003 N. 196): EZIO MAURO REGISTRAZIONE TRIBUNALE DI ROMA N. 16064 DEL 13-10-1975 La tiratura de la Repubblica di luned 28 maggio 2012 stata di 444.399 copie

la Repubblica la Repubblica
MARTED 29 MAGGIO 2012

PER SAPERNE DI PI www.figc.it www.repubblica.it/sport

49

PERCH SERVE UN ALTRO NEW DEAL


NADIA URBINATI
l dramma della Grecia poich la vita quotidiana dei greci drammatica rappresenta una prova evidente della crisi di questa Europa. Crisi di ispirazione e di guida, di leadership e di competenza. Ma fino a quando non si manifesta con esplicita chiarezza unaltra visione di come lEuropa dovrebbe essere, questa crisi non potr che avere solo e soltanto esiti drammatici. Eppure lEuropa nata come progetto di pace nella libert e si consolidata come un progetto di democrazia sociale. Ed a questa Europa che i leader politici nazionali dovrebbero rilanciare se vogliono sollevare le loro popolazioni da una politica di sacrifici senza scopo se non labbassamento dello spread. Il bisogno di immaginare una nuova strada dove sicurezza sociale e libert riprendano a marciare insieme essenziale. Senza giri di parole, dopo la vittoria di Hollande e le sconfitte elettorali del partito della Cancelliera tedesca, un nuovo New Deal sembra meno utopistico oggi di quanto non lo fosse qualche mese e perfino poche settimane fa. Dalla crisi pu nascere qualcosa di buono e forse sono proprio i Paesi pi in difficolt che possono pi contribuire a imporre unaltra direzione politica del continente. Ma lopinione pubblica e i governi non sembrano purtroppo parlare la stessa lingua. Lopinione pubblica degli Stati membri sempre pi convinta che i governi debbano riprendere in mano la progettualit economica e soprattutto togliere alla agenzie private di rating il potere arbitrario della reputazione (e della sfiducia). Invece i governi sembrano meno entusiasti dellopinione dei loro Paesi, ma non c chi non veda che nel loro interesse riaffermare lorgoglio della politica come fece il governo federale americano quando negli anni 30 e 40 del ventesimo secolo lanci una campagna poco tenera contro i grandi papaveri della

finanza. Il bisogno di un nuovo New Deal (molto bene argomento da Luciano Gallino su questo giornale) pare far breccia nellopinione pubblica del vecchio continente, costringendo governi poco immaginativi a rivedere la loro tradizionale percezione della politica europea come non-politica o, al massimo, politica-cerotto. Di fronte al bivio di perire (poich la sconfitta europea in Grecia pu essere la premessa di un fallimento ben pi radicale) o riprendere il filo interrotto della costituzione politica dellUnione, probabile che la necessit riesca a fare ci che la volont stata fin qui incapace di fare: dare corpo al progetto di unEuropa politica democratica. Riprendere in mano il progetto federativo, a partire dal Trattato di Lisbona e rivedere radicalmente quello che eufemisticamente stato battezzato come patto di stabilit. Dove ispirarsi se non agli anni Trenta in America, dove la distruzione fu come oggi in Europa causata non dalla guerra ma dalla mancanza di regole e di governo delleconomia. Allora, negli Usa la depressione caus migliaia di suicidi, con una disoccupazione che in due anni pass dal 6% al 25% per cento, e

con uno stato federale ostaggio del dogma del liberalismo agnostico e anti-governativo. Lemergenza fu domata con la politica non della contingenza e delleccezione ma della progettualit sociale. Nacque cos la democrazia che a noi familiare. New Deal vuol dire nuovo patto fra il governo e i cittadini. Quando venne messo in cantiere, in due fasi tra il 1933 e il 1938, non cera ancora la guerra ma la distruzione del sogno americano era gi iniziata da qualche anno. Il grande presidente Franklin Delano Roosevelt comprese e fece comprendere ai suoi concittadini che cera un solo modo per rispondere allemergenza: diventando pi, non meno democratici. In Europa, che era gi sotto il tallone dei totalitarismi, a com-

prendere prima degli altri questa sfida furono i liberalsocialisti italiani. In articoli illuminanti Carlo Rosselli e alcuni collaboratori dei Quaderni di Giustizia e Libert, che si stampavano clandestini a Parigi, mettevano negli anni 30 nero su bianco i criteri che dopo la guerra avrebbero consentito ai Paesi europei di ricostruirsi su basi democratiche: primo fra tutti la responsabilit del governo di garantire la sicurezza e la libert. Dove per sicurezza si intendeva non semplicemente quella fisica e per libert non solo quella privata. Tre libert furono messe in campo da quei visionari: quella politica, quella civile, e quella economica o sociale. Per far s che queste tre libert operassero insieme essi compresero che occorreva garantire tre sicurezze: lazione del governo, la responsabilit dei cittadini, le garanzie di sicurezza economica o del lavoro. Il problema che si era posto il presidente Roosevelt era di fare interagire queste tre libert e queste tre sicurezze, usando le istituzioni politiche non come guardiani agnostici. La strategia fu una sinergia federativa, della politica e della societ. Lesito del New Deal, un programma non tanto di incentivi alloccupazione ma di creazione

di lavoro (per infrastrutture soprattutto, ma non solo) da parte del governo, fu lopposto di quel che i suoi nemici liberisti temevano: non uno Stato tirannico ma uno Stato democratico. E in effetti, Roosevelt dovette convincere i suoi concittadini che egli non aveva alcuna intenzione di diventare un dittatore, che guidare uno stato non-interventista non era la stessa cosa che dar vita al fascismo. E cos pure Rosselli, che proprio in quegli anni chiar la differenza tra Stato democratico che interviene nelleconomia e dittatura o totalitarismo. Di qua e di l dellOceano (bench in diversissime condizioni) venne messo in quegli anni in piedi larchitrave di una concezione bipolare del liberalismo: uno non-interventista e indifferente alla democrazia, e uno sociale e naturale alleato della democrazia. La differenza stava proprio nel modo di interpretare la libert. E la domanda che pose Roosevelt era molto ben posta ai liberali del primo tipo: siamo sicuri perch siamo liberi o siamo liberi perch siamo sicuri? Che cosa deve fare un governo democratico perch la sicurezza della libert dei suoi cittadini sia vissuta, non solo sancita? Nella repubblica federale americana, lesito della grande depressione fu lirrobustimento della democrazia e il rafforzamento della solidariet: la realizzazione di quella pi perfetta unione enunciata nella Dichiarazione di Indipendenza. Lesito fu la reinterpretazione del liberalismo come libert dalla paura non dello Stato, ma dellirresponsabilit degli interessi dei pochi a scapito dellinteresse generale. Salvare la democrazia dal collasso del capitalismo senza regole fu la scommessa vinta dal primo New Deal, larchitrave della nostra democrazia. ragionevole pensare che la rinascita della legittimit democratica in Europa richieda un nuovo New Deal.
RIPRODUZIONE RISERVATA

SE QUESTO UNO SPORT


MAURIZIO CROSETTI
(segue dalla prima pagina) la fine di un mondo, e di un inganno. Come una lapide sulla credibilit del nostro calcio, uccisa da un anno tremendo: giocatori in galera, il luccicho delle manette allalba, lallenatore della Juventus indagato per associazione a delinquere (ma per fatti che si sarebbero svolti quando lui era al Siena), gli zingari, gli ungheresi, campioni fotografati con criminali comuni fuori da un ristorante. Perquisizioni notturne, computer e telefoni cellulari sequestrati, cassetti rovesciati, armadi svuotati. Come per le vicende di mafia, camorra o riciclaggio. Come nei film. Invece, questo sarebbe sport. Almeno sette partite truccate in serie A, diciassette in B, con diciannove arresti: anche il capitano della Lazio e lex capitano del Genoa dietro le sbarre. Il calcio non riesce a togliersi lo sporco di uno scandalo, che subito sinzacchera con il successivo: siamo ancora qui a discutere sulla terza stella bianconera, ed ecco che da Calciopoli si passa allillecito strutturale delle scommesse, una vicenda dai confini mondiali, dallAsia fino a casa (o cosa) nostra passando per lEst europeo, lUngheria, la Svizzera. Allinizio, sembrava una vicenda di quattro balordi, giocatori a fine carriera, pesci piccoli, squadre minori. Pareva poco pi di un furto di galline, una commedia grottesca con il portiere che mette il sonnifero nellacqua dei compagni per stordirli, e perdere meglio la partita tutti insieme. Poi gli arresti di Beppe Signori, uno dei pi forti attaccanti della storia, oggi accusato pure di riciclaggio, poi i carabinieri da Cristiano Doni che prova a scappare in garage. Poi le testimonianze dei pentiti, la ragnatela sempre pi estesa fino allaltra parte del mondo, i nomi dei club coinvolti: roba grossa, enorme. Finch, ieri mattina, il fango non tracimato addirittura in nazionale, la squadra che il povero commissario tecnico Prandelli linventore del sacrosanto codice etico, persona pi pulita di uno specchio ora dovr condurre agli europei navigando nella tempesta: Criscito va a casa, Bonucci invece resta, pure lui indagato, gi cos sembra una vicenda quasi impossibile da gestire. Anche se la nazionale, in passato, ha trovato forza proprio dentro la bufera, vincendo il mundial 82 dopo le scommesse preistoriche dei fruttivendoli, e la coppa del 2006 in piena Calciopoli. Ma la vergogna non pu alimentare la statistica. Il marcio mondiale, per la fragilit del sistema tutta nostra. Lha messa alla prova, e smascherata, proprio la stagione pi nera della storia. Non solo le scommesse, anche la violenza, anche gli ultr padroni: come quando, a Genova, hanno obbligato i loro amati giocatori a levarsi le maglie. E nessuno lo ha impedito. Cos come nessuna regola riesce a vietare che campioni affermati facciano pubblicit alle scommesse, sia pure legali: forse non pi il caso, anche per una questione di eleganza. E di credibilit: come pu il tifoso, ingenuo nelle sue passioni ma sempre pi stanco e disincantato, continuare a fidarsi di quello che vede in campo? Come convincerlo che non tutto trucco, tutto inganno? La squadra che rappresenta un intero Paese, la nazionale, e la societ pi amata, la Juventus che pure non centra niente, come simboli di una ferita profondissima: beffardo per i bianconeri, appena tornati campioni dItalia, rischiare di perdere lallenatore che li ha riportati fin lass. Ma laccusa nei confronti di Antonio Conte grave, non solo omessa denuncia. E nel diritto sportivo lonere della prova spetta agli accusati, non agli accusatori. Il presidente Agnelli si immediatamente schierato con il suo allenatore, e ha fatto bene. Ha messo in moto un formidabile apparato legale: questa volta, c da risolvere un problema pi grande dello scudetto di cartone di Moratti e dellInter. Tutto caos, paura, incertezza. Squadre di grande nome come Lazio, Genoa, Siena ma anche, in misura minore, Udinese e Chievo, non sanno che campionato andranno a disputare, con quanti punti di eventuale penalit. E c chi potrebbe addirittura retrocedere. La giustizia penale, con i suoi tempi non rapidissimi, e quella sportiva, che ha invece esigenze di maggior celerit (campionati da disegnare, calendari da preparare, tesserati da punire o assolvere), ora incrociano i territori. Impossibile prevederne l'esito. Le procure di Cremona, Bari e Lecce hanno agende che non possono essere quelle della procura federale, ma neppure si pu restare troppo in attesa di giudizio: anche se la fretta della giustizia sportiva, da Calciopoli in avanti, ha quasi sempre fatto danni. Forse, servirebbe il coraggio di fermare il calcio per qualche mese, ma interessi economici colossali non lo permettono. meglio andare avanti cos, in maschera? In attesa di altre manette? Niente processi sommari, niente colpi di spugna. I giudici, sportivi e ordinari, si prendano il tempo che occorre alla chiarezza. Nellattesa, le istituzioni del nostro sport affrontino finalmente il dovere del cambiamento. Servono idee e volti diversi per riportare il calcio su un asse di moralit, per fermare la spaventosa asimmetria etica che lo ha devastato. Il terrore del nuovo alimenta solo il vecchio male.
RIPRODUZIONE RISERVATA

LO SPECCHIO AZZURRO
GABRIELE ROMAGNOLI
(segue dalla prima pagina) tutto: il tempo che passa e non insegna niente (2006-2012, da una vigilia infame allaltra), il blitz della polizia allalba, lo strapotere della magistratura e guarda caso, alla fine, tra milioni di commissari tecnici, lunico a scavalcare Prandelli un pm che gli cambia la difesa. Paese corrotto, nazionale infetta? Adesso non sparate sul calcio, sulla mentalit che crea, i soldi che fa girare, i patti con il diavolo che offre. Sarebbe lennesimo errore di prospettiva. Il punto un altro: prendi ventitr italiani a caso e ti ritrovi gli stessi difetti di queste maschere, la stessa incapacit di accontentarsi, lirrisione per il comportamento non dico lecito, ma decente. Fa dispiacere che a tenere insieme il gruppo sia un uomo onesto, che ha provato a varare un codice etico, usato parole straniere come meritocrazia e cercato fino allultimo di imporre una scala di valori non taroccata. Daltronde si ha la stessa impressione quando si vede lattuale presidente del Consiglio aggirarsi con i suoi pullover malinconici e le sue raccomandazioni da robot programmato per il buonsenso, gi sovrastate dal rombo dei fuoribordo, dallimpazienza dei padroncini, dal Paese reale che reclama mani libere, evasione fisiologica e qualche aggiustamento dei conti qua e l per farli tornare. Ovvero: facciamo un bel 3 a 2 che ci guadagniamo tutti. Quel che dovrebbe disperare non la scoperta di aver guardato uno spettacolo farlocco, aver dilapidato passione e ansia per una trama combinata. Fosse l, il male: quasi tutto rappresentazione, il vero della vita nei sussulti e traumi, spaventevoli circostanze. Ci che deprime sono gli attori, limpossibilit delleducazione al ruolo. Prendi un giovane italiano, gli dai un talento (fortuna numero uno), glielo fai riconoscere (numero due), gli concedi ogni ricompensa desiderata (tre), ma non basta. Lo sospinge una necessit ancestrale a volere di pi, a mischiarsi con farabutti in infradito e scarafaggi con la cravatta macchiata dunto. Uno si fa illusioni letterarie: che si tratti di spregio della commedia e di s, di volont di annientamento. Purtroppo resta sul piatto solo lipotesi pi semplice e trista: avidit. La stessa di chi potrebbe pagarsi le vacanze e se le fa regalare, acquistarsi la casa con i propri soldi e se la fa comprare a sua insaputa. Vaglielo a spiegare: avete trentanni, avete tutto, perch barate? Perch hanno visto quelli che hanno settantanni, hanno tutto al quadrato e non hanno smesso per un attimo di barare, ingozzarsi, giustificare, gridare al complotto quando venivano intercettati a manipolare il reality della vita pubblica e privata in combutta con qualche zingaro rivestito per loccasione. Lautobiografia della nazione (e quindi, della nazionale) una lunga tragicommedia in cui ogni capitolo ripete intrecci del precedente, personaggi diversi si comportano in maniera simile. Non c un Grande Vecchio e neppure un Grande Corruttore, sono stati soltanto alibi per decine di piccoli italiani, incapaci di salvare se stessi. Da che cosa? Da se stessi. A scadenze ormai regolari arriva una tempesta giudiziaria e scoperchia i tetti della politica, delleconomia, del calcio, facendoci vedere cose che sapevamo gi. Ci sono nomi e situazioni rivelate ieri di cui si sapeva da tempo. Ci sono calciatori la cui presenza ai casin pi assidua di quella dei croupier. Ci sono squadre di serie A e B di cui si pu predire la classifica finale a settembre. Ci sono delle certezze. Una che chiamare linchiesta Last Bet, ultima scommessa, di tutti gli azzardi quello pi improbabile. Unaltra che sar altrettanto italico buttarla in scaramanzia: squadra indagata, squadra fortunata. Gli uomini, le nazioni e perch no, le nazionali, sono capaci di sognare soltanto una notte per dimenticare chi sono veramente.
RIPRODUZIONE RISERVATA

MARTED 29 MAGGIO 2012

La cultura

Gli spettacoli

Julia Kristeva Da Shakespeare lezione damore per il web


FABIO GAMBARO

Con Cleopatra Cecilia Bartoli trionfa a Salisburgo


LEONETTA BENTIVOGLIO

51

Da un secolo la 500 Miglia sintetizza sentimento nazionale e passione sportiva. Siamo andati a vedere questo circuito perfetto. Specchio del Paese

America
ALESSANDRO BARICCO INDIANAPOLIS anto lo sapete gi: ha vinto Dario Franchitti, nomeitaliano,mainrealtvienedallaScozia. Qui alla 500 Miglia di Indianapolis aveva gi vinto due volte, con questa fa tre ed eccolo approdato nella leggenda. Per gli amanti del gossip, la sua fidanzata si chiama Ashley Judd, famosa attrice: levita leggiadra ai box, come una sorta di apparizione, ed evidentemente porta fortuna. E con questo, la notizia lho liquidata e posso passare a raccontare. Se Indianapolis Indianapolis anche perch qui si corre da quando le corse quasi non esistevano: le facevano negli ippodromi, mettendo ai piloti delle maglie colorate, come ai fantini, per riconoscerli: ci misero un po a capire che dipingere sulle auto un numero era pi pratico. Si correva sulla terra e quindi il tutto si consumava in un nuvolone di polvere in cui si intravedeva giusto qualcosa. Lidea di fare dei veri e propri circuiti, disegnati apposta per le corse, appariva ancora come unambizione da grulli, ma a Indianapolis un passo avanti lo fecero: tennero il modello di pista delle corse di cavalli ma lastricarono il fondo di mattoni, che adesso sembra una folla e allora invece dovette sembrare solo una tollerabile rottura di palle (ne misero gi 3 milioni e duecentomila, di mattoni). Di quel selciato, mitico, gli americani, che avendo poca storia non ne buttano via neanche un centimetro, hanno salvato una striscia, proprio sulla linea del traguardo: le gente ci va, si inginocchia e bacia i mitici brick: gente fatta cos. Fatta la pista si inventarono la gara: duecento giri gli sembrarono una bella misura ed cos che nacque la 500 Miglia. A vincerla per primo, nel 1911, fu un certo Ray Harroun. Per dire che automobilismo era, la vinse perch evidentemente ci sapeva fare, ma soprattutto, per opinione unanime, grazie al fatto che la sua vettura presentava uninnovazione tecnologica decisiva: aveva lo specchietto retrovisore. Detta cos sembra una belinata, ma occorre ricordare che ai tempi correvano in due, pilota e meccanico, e il meccanico serviva per voltarsi indietro e dire al pilota cosa stava succedendo in pista. SEGUE NELLE PAGINE SUCCESSIVE

Nelcuore veloce

OGGI SU REPUBBLICA.IT
Il caso Lintervista

FEDERICO RAMPINI MERCOLED IL MERCATO DEGLI AFFETTI


utto cominci con la balia. Lo psicanalista per alcuni sostitu il confessore. Poi, ricordate la prima volta che a un compleanno dei figli apparve il clown a pagamento? Ora ogni mansione che un tempo faceva parte del mestiere di genitore, pu essere affidata a pagamento ad un professionista. Lo stesso vale nei confronti dei genitori anziani. LIo in Outsourcing di Arlie Hochshield esplora le frontiere di questo nuovo mondo. Linvasione del mercato nella nostra sfera affettiva. Troviamo sempre pi normale risolvere i nostri bisogni esistenziali affidandoli alla mediazione di professionisti a pagamento. Quasi tutte le nostre necessit psicologiche e affettive hanno dato luogo ad altrettanti mestieri. Ci sono gli allenatori allamore che insegnano la seduzione; i pianificatori delle feste di nozze; ovviamente tutte quelle figure che si occupano di assistenza per la terza et. Molti clienti appartengono alla mezza et o alla terza: possono ricordarsi unepoca in cui quei mestieri non esistevano. Il boom delleconomia dei servizi iper-personali coincide con unerosione della famiglia e del capitale sociale (fiducia nei vicini, interscambio di favori tra amici), nonch aumenti di produttivit e riduzione del tempo libero. Siamo anche diventati esigenti. Crediamo di avere il meglio professionalizzando i servizi alla persona. O semplicemente non abbiamo pi unaltra scelta.

Se la scuola ti mette il microchip


La ricerca

Carlo Verdone contro Alien e contro Roma

Il razzismo anche in discoteca


Re-Inchieste Immagini iPad

San Marino le strane connection


Interattivit

Capelli dartista il taglio afro un festival

#SCRIVOILFUTURO, LE TUE IDEE PER IL CAMBIAMENTO

RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica la Repubblica
MARTED 29 MAGGIO 2012

52

IL REPORTAGE R2MONDO
Nel 1911 duecento giri sembrarono una bella misura cos che nacque la 500 Miglia, levento statunitense che cade nellultimo weekend di maggio, alla vigilia del Memorial Day. E che, a modo suo, magnetizza unalta marea di sentimenti e la convoglia intorno allintensit di un fatto sportivo. Un frastuono indimenticabile e partenza. Tutti schiacciati uno addosso allaltro. O la va o la spacca

va a 360allora
La tripletta
ALESSANDRO BARICCO
(segue dalla copertina)

Quando una nazione


R
che forse io non vorrei vivere in un Paese che nel giorno dei caduti si stringe intorno alla bandiera, cantando di eroi e gonfiando il petto di fierezza guerriera: forse non vorrei neanche vivere in un Paese che non ha mai smesso di essere in guerra, ed padrone del mondo anche per le armi che produce e possiede. Voglio dire, ricordare i caduti dovrebbe portare a un semplice, elementare riflesso: detestare la guerra e pretendere la pace, ogni pace. Ma mi guardavo intorno e non vedevo niente del genere. Era unaltra roba. Finito linno, dagli spalti salito un coro spontaneo, scandito, USA USA USA. Non so, da noi linno, prima della partita, ci divertiamo a fischiarlo, per cui non il caso di dare lezioni a nessuno. Ma se si fossero messi a gridare PACE PACE PACE, io personalmente mi sarei sentito un po pi a casa. casa loro, comunque, e quindi facciano quel che gli pare, ho

Il vincitore
Lo scozzese Dario Franchitti ha trionfato per la terza volta alla 500 miglia di Indianapolis al volante di una Dallara DW12 motorizzata Honda del team Target Chip Ganassi

INDIANAPOLIS ay Horroun mise lo specchietto e elimin il meccanico: macchina pi leggera e vittoria assicurata. Erano altri tempi. Dunque si va a Indianapolis per coltivare una storia che viene da lontano, e questo spiega molte cose, ma non tutto. Ad esempio non si pu capire nulla di questo mito se non si fa attenzione al giorno in cui accade: ultimo weekend di maggio, cio alla vigilia del Memorial Day. Il Memorial Day il luned in cui gli americani ricordano tutti i loro caduti in guerra, e quando dico tutti dico tutti, valgono anche quelli dellOttocento (valgono anche i diciotto reduci che ogni giorno si suicidano negli Usa, statistica ufficiale). Per un giorno gran parte della nazione smette di lavorare e rende omaggio a chi ha dato la vita per la bandiera. Indianapolis, a modo suo, magnetizza questa alta marea di sentimenti e la convoglia intorno allintensit di un fatto sportivo, cio al simulacro di un fatto guerriero. Perfetto. Infatti arrivano in 500mila, al circuito, anche per sentirsi americani, e quando passano i veterani, in pie-

pensato. E me ne sono andato a guardare una cosa che adoro: gli occhi dei piloti, dalla feritoia del casco, mentre sono gi nellabitacolo, e mancano pochi minuti alla partenza. Hanno un sacco di gente attorno e un sole canicolare che picchia sullasfalto e sulla testa. Ma loro, immobili. Con gli occhi non guardano niente se non un punto invisibile, dentro loro stessi, dove magari ripassano semplicemente la prima traiettoria, ma forse invece fissano se stessi, in uno specchio che esiste solo l e in quel momento: capace che fanno quel mestiere per guardarci dentro, in quei pochi istanti. Gli passer davanti come unombra, come un microscopico pensiero di morte? Chiss. (Una volta lho chiesto a un torero, se pensava mai alla morte, anche solo per un istante, prima di entrare nellarena. Risposta: sarebbe il caso, ma me ne dimentico sempre).

Poi un frastuono indimenticabile e partenza. Tutti schiacciati uno addosso allaltro e subito oltre i 350 chilometri allora. Come ho gi spiegato, niente vie di fuga, niente frenate, un muro tuttattorno. Regole crudeli, c poco da fare. La drammaturgia studiata per bene e rispetta unidea prettamente americana di come deb-

ba srotolarsi lo spettacolo dello sport: c una prima fase in cui quel che succede non importante, per cui hai tempo di arrivare in ritardo, di cercarti con calma quello che vuoi mangiare, di salutare gli amici, di telefonare a casa o al commercialista. Intanto quelli vanno a canestro o infilano curve a 360 allora ma senza che la cosa abbia grandi conseguenze. Da met in poi si mangia e si inizia a valutare come stanno andando le cose. A tre quarti della faccenda si incomincia a non rispondere pi al telefono e si smette di ingozzarsi. Gli ultimi dieci minuti, infine, sono adrenalina pura, lo devono essere, e l puoi essere anche il prof. Monti, ma non capisci pi niente, urli e basta. (Lassoluta inadeguatezza

Non mancano gli incidenti. La corsa ricomincia varie volte: scosse di adrenalina per tutti
di sui pick up, due ore prima della gara, la coerenza assoluta. Lapice si tocca quando, a macchine gi schierate sulla griglia di partenza, tutto sprofonda in un silenzio irreale, centinaia di migliaia di persone si alzano in piedi, la mano sul cuore, i meccanici mollano quello che stavano facendo, si mettono tutti in fila, muti, nelle loro tute colorate, e nellaria partono le note dellinno americano. L, se hai un cuore, locchio umido te lo ritrovi, non c santo. Tuttavia accade anche di avere un cervello, e cos, mentre di fianco a un meccanico da centrotrenta chili cercavo di commuovermi, mi venuto in mente

Lurlo agonizzante di unauto sparata su un rettilineo ti entra dentro come un mantra


del calcio a rispettare un simile schema contribuisce a spiegare perch da queste parti se ne freghino altamente dello sport pi bello del mondo). Di suo, la 500 Miglia di Indianapolis, e tutto lautomobilismo di cui lei rappresenta la vetta, aggiunge una variante niente male: la corsa ricomincia un bel po di volte. Date le premesse, non mancano gli incidenti, e ogni volta scatta la bandiera gialla: tutti in fila dietro alla safety car e distacchi annullati. Eri lontano di cento metri e adesso sei di nuovo attaccato a quello davanti (dovrebbe esistere qualcosa del genere nelle storie damore. Anzi, adesso che

la Repubblica la Repubblica
MARTED 29 MAGGIO 2012

PER SAPERNE DI PI www.indianapolismotorspeedway.com www.indy500.com

53

2.

NOVANTASEI EDIZIONI
Dario Franchitti in testa durante la 96a edizione della 500 miglia che si tenuta domenica La precedente puntata del reportage di Alessandro Baricco da Indianapolis stata pubblicata il 28 maggio

Niente vie di fuga, niente frenate, un muro tuttattorno Regole crudeli, c poco da fare

ci penso, esiste.). Quindi nuova partenza lanciata, nuova ammucchiata, e scosse di adrenalina per tutti. Funziona. Pi ti avvicini al finale, pi il parti e riparti diventa serrato. Il risultato che dopo essersi fatti lequivalente della Roma-Torino alla velocit di un Frecciarossa e girando sempre e solo a sinistra, come vittime di un incantesimo cretino, i migliori finiscono per giocarsi tutto nei tre giri finali, o la va o la spacca. Una gara in cui a cinque minuti dalla fine potresti gi sapere chi vince, da queste parti una cosa da rimborso del biglietto. Nella fase delle telefonate al commercialista, non avendo particolari problemi fiscali, me ne sono andato a vagabondare un po ai box, dove sotto un sole

giaguaro energumeni di ogni et, con la testa nel microonde del casco, e i corpi stipati in tute da alta montagna, fanno quel che devono fare, cio armeggiare tra computer, pneumatici e benzine con apparente disincanto. Ogni tanto, a sorpresa, appoggiata su un compressore, vedi una borsa di Vuitton e allora sposti lo sguardo di un attimo ed ecco una figura singolare, cio la fidanzata del pilota. O moglie, sorella, qualche volta madre. Non hanno laria di divertirsi. Sguardo spento, gesti minimi. Stanno in una loro cabina che immagino fatta di sensazioni e sentimenti che a scuola non insegnano. Chiss il cuore, che ginnastica. Intanto gli energumeni in casco e tuta declinano il loro dovere in un caos organiz-

zato che la fotocopia, ne sono sicuro, del garage di casa loro. Ne escono gesti rotondi, imparati a memoria: in quel frastuono, non una parola, nel caso basta uno sguardo. Me ne sono rimasto un bel po l, pi che altro per stare vicino al suono, a quel suono, lurlo agonizzante di una macchina sparata su un rettilineo. Negli occhi un lampo colorato, nelle orecchie un urlo davvero, roco e primitivo, secco ma profondo, quando ti sfiora gli si incrina dentro qualcosa, e allora fila via improvvisamente svuotato, portandosi via come il sound di un qualche scampato pericolo. una musica fatta di due note, sempre le stesse, ripetute per centinaia di volte. Una specie di ottava discendente, lo dico per gli esperti e

per fare sfoggio di cultura. Ti entra dentro, come un mantra, e mi sa che poi continui a ballarla per un bel po, a cose finite. A proposito di cose finite, a un certo punto ho realizzato che eravamo al buono e sono andato a godermi il finale seduto di fianco a una coppietta che mi studiavo gi da un po. Tutte due sui settantanni, ma senza saperlo. Lui, evidentemente, un biker: baffoni e barba, bianchi, cranio rasato, nuca trasformata in un cuoio da vecchia poltrona Frau, eredit di chiss quante miglia, sotto il sole, sulla sua Harley. Lei minuta e carina, vestitino leggero a fiori, occhiali da sole con lenti rosa, un sorriso da ragazzina: me la sono immaginata negli anni Sessanta e le ho invidiato tutti i suoi ricordi,

magari incautamente. Si tenevano per mano, e nella manona di lui quella di lei era un fazzoletto, o una lettera stropicciata, ma bene. Intanto bandiera gialla e ripartenza. Tutti in piedi, i 400mila nel circuito, e tutti gli altri, fuori, o davanti al televisore. Dallammucchiata escono in testa due auto rosse, Franchitti e Dixon, per la cronaca. Dietro e dietro significa a un tiro di sputo il giapponese Sato, vecchia conoscenza della Formula Uno. Quarto, ma con laria di aver perso listante, Tony Kanaan, un tipo che da ste parti adorano perch arrivato secondo, terzo, quarto ma mai primo, e il tutto senza mai perdere il buon umore. Al penultimo giro si affacciano sul rettilineo darrivo schiacciati in un fazzoletto, e

lurlo agonizzante che spalmano nellaria sembra anche pi bello di prima. Tutti a gridare, intorno, anche il prof. Monti. A tre quarti del rettilineo Sato sfrutta la scia, si infilatraleduerosseemetteilmuso davanti a quello di Dixon, intravedendo la gloria. La vede distintamente nella forma di uno spiraglio tra la macchina di Franchitti, appena davanti a lui, e il bordo della pista. Se lo tiene negli occhi mentre si precipitano entrambi, come in un buco nero, nella curva. Immagino che sia per vivere momenti del genere che uno fa il pilota. Magari centreranno anche i soldi, o qualche voglia che viene da lontano, ma, alla fine, devessere per bruciare istanti del genere che ti ficchi in un abitacolo grande come una culla e ti spari sullasfalto a una velocit che non credo fosse nei piani del Creatore. Si infila, Sato, perch la gloria non aspetta. Franchitti stringe di un nulla, per istinto, per mestiere e per perfidia. Forse una spanna, magari qualcosa di meno, ma prima cera un varco e adesso non c pi. Cos, nelleleganza malinconica di un testacoda impolverato, sfumano i sogni di un giapponese venuto fin qui per vincere una corsa che ora uno scozzese con un nome da contabile di Varese si sta portando via per sempre.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica la Repubblica
MARTED 29 MAGGIO 2012

54

LA STORIA R2MONDO

PER SAPERNE DI PI www.finalsaluteinc.org www.va.gov

Sono 15 mila le veterane senza casa e lavoro che lAmerica abbandona dopo le missioni in Iraq o in Afghanistan La maggior parte sono donne di colore, giovani e con bambini: cos ora alcune associazioni private cercano di aiutarle

Povere e dimenticate la sconfitta delle soldatesse stanche di guerra


VITTORIO ZUCCONI WASHINGTON ontana dal tuono glorioso dei reduci sulle loro Harley Davidson che hanno invaso come tutti gli anni la capitale americana nel giorno delle Rimembranze, sta in Virgina la piccola casa silenziosa delle donne dimenticate. Circondata da aiuole di fiori bianchi, rossi e blu, i colori della bandiera, ben accudite da mani femminili, la casa della speranza, come si fatta chiamare, ospita strette strette dodici donne soldato reduci dallIraq e dallAfghanistan, con i loro bambini. Sono veterane di guerra senza tetto, che la nazione, dopo tanta retorica, e nastri gialli, e adesivi, e discorsi, ha abbandonato al loro destino appena hanno smesso luniforme e indossato gli abiti civili. Sono quasi quindici mila le donne soldato sopravvissute alle guerre per esportare la democrazia soltanto per diventare vittime della pace, e di una democrazia indifferente, al ritorno in patria. E se la tragedia del soldato che torna a casa dalla frontiera terribile ma ben regolata della vita militare in conflitto conosciuta da quando decine di migliaia di reduci maschi dal Vietnam si smarrirono nella vita civile, questo esercito di donne disperse a casa propria il prodotto della grande crescita del reclutamento femminile alle armi. Il 16% delle uniformi di tutte le forze armate americana, Esercito, Aviazione, Marina, Marines, Guardia Costiera oggi indossato da femmi-

Il ritorno nel mondo devastante: alcune hanno anche subito violenze sessuali
centri commerciali pi modesti, per trovare unoccupazione, una paga, come tanti dei loro commilitoni maschi. Mi ero arruolata per sfuggire alla noia e alla mancanza di futuro nel mio paese in Alabama dice una delle donne dimenticate e accolte nella casetta in Virginia, finanziata da donazioni private e volontarie. Il ritorno nel mondo, spesso dopo due o tre dispiegamenti fra la polvere di Bagdad o le ombre dei monti ostili nel Kandahar difficile per tutti, e un quarto dei senza tetto negli Usa un reduce, ma pu essere devastante per le

donne. Alcune erano gi sposate, o madri single di bambini accuditi da parenti durante i semestri di guerra. Quelle fortunate, che rientrano tutte intere senza avere lasciato brandelli di s allaltro capo del mondo, vivono naufragi di matrimoni, di unioni, o di solitudine che la sindrome, lo stress della battaglia accelerano spesso in forme di disturbi psichiatrici. Alcune, come annota in sordina il rapporto della Veteran Administration, hanno subito violenze sessuali. Non dal nemico. Vittime del fuoco amico. Non ci sono reti di sicurezza, per fermarne la caduta. LAmministrazione non unagenzia di collocamento per quei 500 mila reduci soltanto di questo decennio di velleitarie e confuse invasioni e di interventi armati a pioggia. Gli ospedali della Veteran Administration curano le ferite, i malanni fisici, ma non sanno,

non possono per mancanza di soldi, curare il mal di vivere che risucchia queste donne e che presenta problemi diversi dal reducismo dei maschi.

Nascono organizzazioni private, volontariato come la rete del Saluto Finale, brutta espressione ma che vuole ricordare lultimo saluto militare prima del con-

La scheda

I SENZA TETTO
Secondo un rapporto del dipartimento per i Veterani, il numero totale dei veterani senza tetto diminuito del 12 per cento dal 2010 al 2011

gedo, che finanzia case come la villetta in Virginia, alle porte di Washington. Accoglie tremila e quattrocento veterane, su 15 mila, con i loro bambini, quasi tutte divorziate o scaricate da mariti e compagni senza nessun sostegno finanziario. Gratis per due anni, considerato un tempo ragionevole per rimettersi sulle proprie gambe e trovare un lavoro. Se hanno qualche soldo, o quale occupazioni temporanea, le ospiti pagano il 20 per cento delle spese. Ed toccante vedere come queste soldatesse disarmate organizzino la loro vita comune con criteri ancora militari, usando il vocabolario che i sergenti istruttori gli avevano trapanato in testa. Ci sono il servizio latrine, naturalmente a turno, ma anche punitivo se una di loro viola le regole delle case, il servizio rancio, la pattuglia bambini, quando ci si deve oc-

il prodotto della grande crescita del reclutamento femminile nelle Forze armate
ne e spesso in ruoli di prima linea. Le ausiliarie che parteciparono alla Seconda Guerra Mondiale furono appena il 3 per cento e furono facilmente riassorbite in uneconomia in gigantesca espansione, che seppe utilizzare e riciclare in pace quei compiti di segreteria, amministrazione, intelligence, analisi, comunicazioni che avevano svolto in guerra. Ma le guerriere usa e getta che le nuove forze armate utilizzano tornano in un mondo, come si dice nel gergo degli accampamenti, che non sa bene che fare di loro. Sono spesso donne ancora giovani, tutte sotto i trentanni, ma non abbastanza per ricominciare da capo una vita, traumatizzate da un fronte nel quale, a differenza delle guerre tradizionali, non ci sono linee di demarcazione e chiunque pu essere dilaniato da una mina sotto la jeep o da un razzo piovuto dal cielo. Tre quarti di loro sono afroamericane, ragazze che avevano varcato la soglia degli uffici di reclutamento nei paesi e nei

Non ci sono reti di sicurezza: e non bastano i 60 milioni di dollari stanziati per loro
cupare dei figli di chi esce per cercare lavoro, per fare la spesa (rifornimento) o per concedersi una libera uscita. Stiamo attraversando una rivoluzione demografica alla quale la burocrazia, costruita per maschi, non era pronta riconosce il direttore dei servizi per reduci disabili del governo, Daniel Bertoni e ancora non sappiamo come affrontare la disabilit di una donna che non ha bisogno di stampelle o di protesi, ma di una casa per s e per i suoi figli. I 60 milioni di dollari stanziati per loro sono poca cosa. Eppure, come dice Jas Booth, una donna che era capitano nellEsercito ed tra le attiviste e organizzatrici di Ultimo Saluto, non si trovano rancori, risentimenti, amarezza fra queste soldatesse dimenticate. Sapevamo a che cosa andavamo incontro dice Vanessa della casetta in Virginia sia al fronte che al ritorno e abbiamo accettato di servire il nostro Paese. Un Paese che si dimenticato di servire loro.
RIPRODUZIONE RISERVATA

LE DONNE
Il numero delle veterane senza tetto invece raddoppiato dal 2006 al 2010. Sono 14.847 le donne che sono state senza tetto o sono a rischio di diventarlo

IL PROGRAMMA
Il programma Final Salute finanziato da donatori privati offre alloggi e assistenza a donne che sono finite a vivere in strada dopo il servizio militare

la Repubblica la Repubblica
MARTED 29 MAGGIO 2012

IL CASO R2MONDO

PER SAPERNE DI PI www.brandfinance.com www.royal.gov.uk

55

Nella settimana del Giubileo di Diamante della regina una societ di analisi della City fa i conti in tasca ai Windsor Non solo case di lusso a Londra ma anche una licenza a 800 aziende per vendere i prodotti col timbro della Corona

Elisabetta II
Castelli, gioielli e marchio reale la Monarchia spa vale 55 miliardi
(segue dalla prima pagina)

DAL NOSTRO CORRISPONDENTE ENRICO FRANCESCHINI LONDRA la regina Elisabetta, che domenica celebra il suo Giubileo di Diamante sul trono (ci sal nel lontano 1952) con una regata senza precedenti di mille imbarcazioni sul Tamigi, anche questo, oltre che un capo di Stato: il capo di unazienda. Non a caso the Firm, la Ditta, il soprannome affibbiato familiarmente dagli inglesi alla fa-

permercati del regno, e della Marks & Spencer, principale catena di grandi magazzini, messe insieme. Per cominciare ci sono i beni concreti dei Windsor. I loro castelli, innanzi tutto: Buckingham Palace, Windsor, Balmoral, Sandringham, St. James, Kensington Palace, propriet immobiliari fantastiche, che forse neppure i petrolieri russi e i nuovi ricchi cinesi potrebbero permettersi. Quindi le tenute di campagna, come il ducato di Cornovaglia, amministrato dal principe Carlo, con fattoria, coltivazioni agricole, allevamenti, produzione di alimentari, e il

ducato di Lancaster. Poi gli altri immobili di famiglia: le belle case di Regents street, la via dello shopping che scende fino a Piccadilly Circus, nel cuore di Londra, roba loro, cos come buona parte di Londra (dove chi compra una casa, non ne diventa proprietario per sempre, bens solo per 99 anni, talvolta un po di pi, talvolta meno la terra sottostante appartiene per leternit alle grandi aristocrazie, come al tempo dei latifondi, e ovviamente non c nessuno pi aristocratico di Sua Maest). Il rapporto della Brand Finance non dimentica ovviamente i gioielli della Corona, una delle

LA GIGANTOGRAFIA
La regina Elisabetta. In alto, la foto della famiglia reale esposta sul Tamigi

collezioni di pietre preziose pi ricche e famose, e la collezione di opere darte appese al muro dei castelli, spesso autentici musei. Letichetta di Royal Warranty, una specie di licenza reale, fornita dai Windsor ad almeno 800 aziende di ogni genere, che possono dunque vendere i loro prodotti con il timbro di garanzia della regina, frutta 4 miliardi di sterline. E infine ci sono i beni intangibili, come la pubblicit gratuita che i Windsor fanno al proprio paese, le orde di turisti che attirano in Gran Bretagna, il commercio che ne consegue. Un immaginario acquirente,

Solo la sovrana ha un patrimonio personale di quasi quattrocento milioni di euro


miglia reale. Cos, alla vigilia dellanniversario, ha senso chiedersi quanto vale la Monarchia Spa britannica, e una societ di analisi della City, la Brand Finance, prova a farle i conti in tasca. Risultato dellindagine: se Elisabetta II, come singolo contribuente che paga le tasse, ha un patrimonio personale di appena 300 milioni di sterline (circa met di quello di J. K. Rowling, lautrice dei libri su Harry Potter, per avere un termine di paragone), la Ditta nel suo complesso avrebbe un valore di 45 miliardi di sterline, quasi 55 miliardi di euro, se fosse davvero una societ per azioni e qualcuno volesse acquistarla. Pi della Tesco, maggiore catena di su-

MA PI SONO RICCHI E PI NOI LI AMIAMO


JOHN LLOYD
n Gran Bretagna quando la popolazione dice di amare la regina e c una marea crescente di gente cos, ora che manca appena una settimana al Giubileo spesso mette la sovrana e la famiglia reale a confronto con i politici che ha eletto. I lettori del sito web del Sun ieri hanno reagito in maniera essenzialmente positiva alla notizia secondo cui la Firm come chiamata la famiglia reale - vale nel complesso 56,2 miliardi di euro, con post di questo tenore: La regina da 60 anni un esempio per tutti. Vorrei poter dire la stessa cosa del fitto numero di primi ministri bugiardi e disonesti che si sono succeduti e che abbiamo dovuto sopportare; Credo che la famiglia reale offra a questo paese molto pi della nostra classe politica sprecona; e ancora: La famiglia reale fornisce una compagine a un sistema di governo antiquato. Da un recente sondaggio risulta che la regina gode di un consenso popolare intorno all80 per cento. In Gran Bretagna non esiste un sostanziale sentimento repubblicano. I politici che al momento ci offrono poco pi che cattive notizie e rimproveri devono ritenere (anche se non

devono mai esternarlo!) che la strada per la popolarit consista nel non dire altro che banalit e sorridere a tutti. La regina semplicemente immune da critiche serie. La sua ingente ricchezza stata resa nota lo scorso fine-settimana, proprio mentre altri articoli riferivano che la Gran Bretagna una delle democrazie dalla maggiore sperequazione al mondo, nella quale presenta una folta e sempre pi ampia underclass, che muore intorno alla sessantina mentre i ricchi in media vivono fino allottantina. Nonostante tutto ci la regina, multimiliardaria adorata. Anche suo figlio Carlo ha acquistato popolarit. Un sondaggio ha dimostrato che per la prima volta da molti anni a questa parte una maggioranza di sudditi pensa che quando sua madre morir o si ritirer dovrebbe essere incoronato re e che la sua seconda moglie Camilla, Duchessa di Cornovaglia, debba diventare regina. Lunga vita ai ricchi! Possano regnare a lungo su noi tutti! Certo che, in verit, noi britannici siamo un popolo strano (Traduzione di Anna Bissanti)

Tra cerimoniale e viaggi ogni britannico paga un euro lanno per la vita di corte
verificato il valore complessivo della Ditta, vorrebbe conoscere anche le spese. Queste, secondo gli analisti di Brand Finance, equivalgono a 7 miliardi e mezzo di sterline, tra sicurezza, manutenzione, viaggi, cerimoniale. Ogni cittadino britannico paga, con le imposte, un finanziamento pari a 1 euro allanno per sovvenzionare la famiglia reale. Il resto lo stanzia lo Stato (senza dare aumenti, nemmeno per linflazione, in tempi di crisi). Morale: visti costi e benefici, avere i Windsor un vantaggio. La regata di questa domenica sul Tamigi, insomma, non sar solo una festa nazionale o una celebrazione della regina: sar anche un investimento. Ecco una ditta che non soffre la crisi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica la Repubblica
MARTED 29 MAGGIO 2012

LAMBIENTE R2MONDO

PER SAPERNE DI PI www.nytimes.com www.stlzoo.org

57

Nato come luogo di divertimento, oggi ha una seconda missione: preservare gli animali in via destinzione La scarsit di spazi impone per selezioni sempre pi feroci, per concentrare gli sforzi in modo efficace

Zoo
I PRIMATI
Gli zoo tenteranno di ripopolare la specie del tamarino calvo, la cui popolazione in natura dimezzata negli ultimi venti anni

La salvezza della specie nella nuova Arca di No


I COCCODRILLI
Gli esemplari di alligatore americano saranno trasferiti in Florida cos gli zoo si dedicheranno a salvare la specie coccodrillo cinese

I casi
DAL NOSTRO CORRISPONDENTE FEDERICO RAMPINI NEW YORK a gazzella rossa del Sahara non la salveremo, il macaco dalla coda di leone neppure. Invece i lemuri dalla criniera bianconera ce la faranno. E lorso bianco polare? Lui un caso a parte. Gli zoo americani stanno decidendo oggi quali specie in via di estinzione possono ancora essere protette, quali bisogna invece abbandonare al loro triste destino. I milioni di visitatori che li frequentano ogni anno non se ne rendono conto, ma i giardini zoologici oggi sono diventati la nuova Arca di No. nei loro recinti che si gioca una sfida decisiva per il futuro delle specie animali del nostro pianeta. Qualche biologo animalista, ancora pi tragicamente, evoca un paragone con Schindlers list, cio una situazione in cui si ha il terribile potere di salvare solo un numero limitato di esseri dalla condanna a morte. Di certo gli zoo hanno

ganizzazione degli spazi. Se il giardino zoologico fatto per il solo divertimento dei visitatori, la visibilit di gabbie e recinti ha la priorit. Ma se invece bisogna creare le condizioni pi favorevoli allaccoppiamento e alla riproduzione, gli animali hanno bisogno di spazi pi larghi,conrelativaprivacyepossibilit di nascondersi dagli sguardi indi-

I criteri si fondano talora su complesse valutazioni di utilit per lecosistema

screti del pubblico pagante. Da tempo gli zoo pi ricchi dAmerica hanno fatto scelte drastiche, imboccando con decisione la nuova vocazione. La nostra societ deve scegliere ha dichiarato al New York Times il direttore dello Smithsonian Steven Monfort se sia eticamente opportuno limitarsi a esporre gli animali per divertire il

I RINOCERONTI
Gli sforzi di conservazione e ripopolazione si concentreranno sul rinoceronte nero orientale, il pi a rischio

pubblico. Per me quel modello finito. Il ruolo degli zoo la preservazione delle specie. Gli esperimenti-pilota furono fatti gi anni addietro con i panda e alcuni rinoceronti, la cui sopravvivenza dipende esclusivamente da programmi di allevamento e riproduzione negli zoo. Ora per questa missione Arca di No crea un dilemma nuovo. Bisogna scegliere chi si salver. Questobbligocrudeleimposto dalla scarsit di risorse: non solo economiche, ma anche di spazio. Per gestire efficacemente i programmi di salvataggio delle specie in via di estinzione, bisogna ricreare un habitat quanto pi simile a quello originario, e quindi molto pi vasto delle gabbie o acquari di una volta. Non c posto per tutti. E cosidirettorideglizoodituttaAmericastannosvolgendoanostrainsaputa il ruolo di No: sono loro che decidono chi si salver sul pianeta. Jeffrey Bonner, il potente chief executive dello zoo di San Diego in California, un punto di riferimento per i suoi colleghi. lui ad aver stabilito che va salvata lantilope Addra, ma non la gazzella rossa del Sahara. Con quale criterio? Questultima preziosa, e varrebbe lo sforzo. Ma ne rimangono solo 50 in tuttiglizoodelNordamerica,unnu-

Si stabilito che lantilope Addra va protetta, ma non la gazzella rossa del Sahara
cambiato profondamente la loro vocazione e il loro ruolo. Ce ne sono 214 negli Stati Uniti, alcuni hanno piccole dimensioni, altri sono attrazioni mondiali e imprese dal fatturato consistente: come il San Diego Zoo che ha un bilancio annuo di 200 milioni; o il National Zoo di Washington che affiancato da una grande istituzione di ricerca scientifica come lo Smithsonian Conservation Biology Institute. Tutti in qualche modo hanno subito unevoluzione analoga. Nacquero come luoghi di entertainment, per il divertimento del pubblico, e quindi la logica del business era dare spazio alle specie pi spettacolari o pi popolari. Progressivamente, gli zoo si sono dati anche delle finalit educative: riempire il tempo libero delle famiglie unendo lutile al dilettevole, affiancando ai recinti degli animali esposizioni sui temi dellambiente. Di recente una terza missione ha conquistato uno spazio tale da diventare quasi prevalente. la funzione dellArca di No. Spesso solo gli zoo possono permetterselo, hanno le risorse economiche per organizzare complessi programmi di salvataggio di specie in via destinzione. Questo significa una vera rivoluzione. Pu cambiare profondamente, per esempio, lor-

Uneccezione per lorso polare Vogliamo salvaguardarlo a scopo educativo Lintervista


mero insufficiente per offrire un pool genetico di dimensioni adeguate. Se il gruppo dei superstiti troppo ridotto, i programmi di riproduzione sono destinati al fallimento (come per lincesto tra gli esseri umani, anche tra animali gli accoppiamenti tra parenti stretti producono un deterioramento della specie). In altri casi come la scelta a favore dei lemuri dalla criniera bianconera contro il macaco indiano si fonda invece su una complessa valutazione di utilit della specie per lecosistema. Mammiferi, anfibi e rettili, uccelli, perfino insetti: la lista di specie che stanno scomparendo dalla terra continua ad allungarsi, imponendo selezioni sempre pi feroci agli zoo, per concentrare gli sforzi in modo efficace. In un caso si fatta leccezione. Lorso polare dice Bonner in teoria andrebbe lasciato al suo destino. Con i ghiacci che si sciolgono, presto il suo habitat non esister pi, quindi il suo salvataggio unimpresa disperata in quanto non potremo farlo tornare a casa. Per stiamo investendo in un programma per lorso bianco, a scopo educativo. Voglio che i nostri visitatori lo vedano e si chiedano: come abbiamo potuto permettere che questo accada?.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Parla Gloria Svampa, ex direttrice dellUnione zoo ed acquari italiani

Il rispetto la regola numero uno bisogna ricreare il loro habitat naturale


ROMA loria Svampa, ex direttore Uiza, associazione degli zoo italiani. In America si discute, i giardini zoologici devono scegliere: non pi luoghi di intrattenimento ma parchi dove conservare solo animali a rischio di estinzione, lasciando andare gli altri. Che gli zoo non debbano essere luoghi dove usare gli animali per intrattenere il pubblico un fatto che dovrebbe essere acquisito, lo dice anche la legge, le norme internazionali: i giardini zoologici devono servire a sensibilizzare alla conservazione delle specie che dovrebbe cominciare proprio dal rispetto degli animali. Si parla della necessit di elevare gli standard e selezionare sempre di pi le specie. Invece di tenere tante scimmie, per esempio, basterebbe avere solo quelle veramente a rischio. giusto scegliere, e per farlo gli zoo dovrebbero lavorare in network, seguendo il coordinamento del direttivo internazionale

LE ANTILOPI
Dal 2008 gli esperti hanno suggerito di dedicare pi attenzione alla gazzella Addra rispetto a quella dama, bench siano entrambe a rischio

che indica le specie da proteggere, anche se il ritmo di distruzione ambientale cos veloce che la scelta non facile. Ma perch non si lavora in situ, cio tutelando gli animali nel loro habitat invece di costringerli in situazioni innaturali. In alcuni casi si fa, ma non sempre possibile, e dove non possibile bisognerebbe comunque che nei giardini zoologici fossero ricreate condizioni simili a quelli in natura. Questo spesso non accade, gli zoo sono pi luoghi di detenzione che di conservazione. Molte cose sono migliorate e il pubblico sta imparando a riconoscere un buon giardino zoologico da uno che non lo . Quali specie oggi sono pi a rischio? Per esempio tutti gli anfibi destinati ad unestinzione paragonabile a quella dei dinosauri. Negli zoo pi rane e meno scimmie? Se necessario. (m. c.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

I TUCANI
Gli zoo concentreranno gli sforzi di conservazione sul tucano toco perch offre pi variet genetica rispetto ad altri tucani minacciati

la Repubblica la Repubblica
MARTED 29 MAGGIO 2012

59

CULTURA
La psicoanalista, partendo dal suo saggio uscito per Donzelli, spiega come sono cambiate le relazioni e il modo di raccontarle

*
Possono esserci dei fantasmi, semplici evanescenze sfuggenti in cui il virtuale rischia di sostituirsi al reale. Purtroppo gli individui possono diventare schiavi di queste relazioni. La comunicazione, per quanto rapida, non crea automaticamente la libert concreta della relazione amorosa, che per esistere ha bisogno di una presenza corpo a corpo, faccia a faccia, memoria a memoria. Il pericolo dinternet proprio la liquidazione del corpo e della memoria. Per esistere, lamore ha bisogno di essere raccontato? Laccelerazione della comunicazione impoverisce il linguaggio, riducendolo a una sequenza di stereotipi prefabbricati. Il racconto un antidoto a questa deriva. La relazione amorosa indissociabile dal racconto, ne ha bisogno per strutturarsi e per prendere forma. Nel momento in cui linnamorato racconta e si racconta la propria storia damore, sfugge agli schemi che gli sono stati inculcati dalla societ. Inizia a parlare diversamente, sinveste nel linguaggio che diventa vivo. La relazione amorosa, quando non solo sessuale, uno scambio di parole e di narrazioni, in cui lindividuo ritrova la propria infanzia. La relazione amorosa sempre uninfanzia ritrovata. Si ridiventa bambini e si ridiventa adulti ad ogni relazione. In rete molti raccontano i loro amori quasi in presa diretta, senza mediazioni. Non mi sembrano racconti particolarmente ricchi e complessi. Spesso sono solamente manifestazioni di un narcisismo figlio dellebbrezza della trasparenza assoluta. Una trasparenza illusoria che rischia di eliminare la profondit e il segreto necessari alla relazione amorosa. Sono racconti esteriori e superficiali, incapaci di trasmettere la ricchezza e la complessit dei sentimenti amorosi. Oggi i grandi miti letterari della passione amorosa analizzati nel suo libro hanno ancora qualcosa da dirci? Penso di s, perch dopo aver rinunciato al mito dellamore assoluto, questa sorta di monoteismo dellamore davanti a noi si presenta ora una vasta pluralit di legami e oggetti amorosi, per la quale non sempre abbiamo le parole adatte. I miti della tradizione vengono in nostro

Signore mie4.

KRISTEV A Il web a lezione da Shakespeare


Lamore ha bisogno di segreti Facebook solo performance
FABIO GAMBARO
amore al tempo della tecnologia. Che per alcuni una promessa liberatrice che moltiplica le relazioni possibili, mentre per altri una minaccia che rischia di annientare i sentimenti. Una questione controversa di cui parliamo con Julia Kristeva in occasione delluscita di Storie damore (che Donzelli ha recuperato con nuovi contributi), un denso saggio in cui la celebre semiologa e psicanalista, a 71 anni, si confronta con le innumerevoli manifestazioni dellamore. Non sono sicura che il mondo a venire sar ancora un mondo innamorato, spiega. La nostra idea dellamore nasce da una tradizione di esperienze e idee che si sono sviluppate nel tempo in Occidente, dalla cultura greca, ebraica e cristiana fino alla tradizione dellilluminismo. Pur essendosi allontanato da questa tradizione, il mondo contemporaneo conserva pur sempre lambizione e la promessa delluniverso amoroso cantato dalla mitologia greca o dal Cantico dei Cantici. Insomma, siamo gli eredi di questa tradizione, che per corre il rischio di scomparire, di non essere capita o di essere ridotta a semplice visione mercantile. Da qui la necessit di trasmettere questa tradizione rinnovandola e adattandola alla nuove condizioni tecniche e economiche.

Julia

DISEGNO DI ANNA GODEASSI

LAUTRICE E IL LIBRO
Julia Kristeva nata in Bulgaria nel 1941. Donzelli ha pubblicato Storie damore (trad. di Mario Spinella, pagg. 356, euro 32) in una nuova edizione

ce dovrebbe essere un territorio di libert? Naturalmente non voglio demonizzare la tecnica. Di fronte ad essa, per, scegliamo spesso le soluzioni pi semplici e immediate. Per quando riguarda lamore, quelle che riducono lesperienza amorosa alla performance. Ad esempio cercando di avere dei figli quando ci non sarebbe possibile, utilizzando i progressi della medicina. Non si tratta evidentemente di mettere al bando la tecnica, ma

solo di fare attenzione a non trasformarla in un fine in s. La tecnica deve rimanere un mezzo per facilitare lesperienza amorosa, la quale per nasce sempre dallo scambio, dal dialogo, dallincontro con laltro. Internet favorisce le relazioni a distanza e le false identit... Favorisce soprattutto le non-relazioni che appartengono alla sfera mercantile della comunicazione. Internet produce oggetti di desiderio che annullano la rela-

zione profonda esistente tra un soggetto e un altro. Facilita la rapidit dei contatti e la velocit delle comunicazioni, ma annulla la dimensione del corpo, lesperienza sensoriale e la profondit psichica che consentono ai desideri di approfondirsi e modularsi. Luso sfrenato e dissennato delle nuove tecnologie minaccia i sogni, i fantasmi, la relazione con laltro e tutte le diverse dimensioni della soggettivit. Senza la presenza del corpo non c esperienza amorosa?

Liperconnessione ci trasforma in terminali di una comunicazione senza la profondit della vita psichica
In questa prospettiva, internet e le nuove tecnologie sono una minaccia o unopportunit? La tecnica e la comunicazione a prima vista sono esperienze interessanti, ricche di promesse e potenzialit. Ma liperconnessione e la velocit dei contatti ci trasforma in semplici terminali di una comunicazione che esclude la profondit della vita psichica, quella che chiamiamo la vita interiore. Il dominio della tecnica rischia di annientare lesperienza interiore necessaria allamore. Si spiega anche cos il dilagare delle nuove malattie dellanima, dei disturbi psicosomatici, delle depressioni, eccetera. Vuol dire che luniverso globalizzato della tecnica formatta gli individui e dunque lesperienza amorosa, che inve-

Il premio

ECO UOMO DELLANNO PER GLI AMICI DI TEL AVIV


MILANO Umberto Eco ha vinto il premio Uomo dellanno 2012 assegnato dagli Amici del Museo dArte di Tel Aviv, attivi dal 2001 come sostenitori della diffusione della pace attraverso la cultura. La premiazione in programma domani a Milano, durante la conferenza e la cena di gala allHotel Principe di Savoia (dalle 19.30). A premiare lo scrittore saranno il sindaco di Tel Aviv Ron Huldai e lambasciatrice del Museo dArte di Tel Aviv Marty Pazner. Prima, Eco dialogher con Ugo Volli. Lassociazione Amici del Museo dArte di Tel Aviv, presieduta da Anna Sikos, ha assegnato in passato il riconoscimento tra gli altri a Nouriel Roubini, Bernard-Henry Lvy, Arnaldo Pomodoro, Amos Oz, Elie Wiesel, Daniel Libeskind, Emilio Tadini e James Hillman.

I miti della tradizione possono ancora aiutarci a trovare parole con cui descrivere la variet del reale, anche in Rete
soccorso, consentendoci di trovare le parole, le immagini, le figure retoriche per descrivere tale variet del reale. Dove naturalmente non si tratta di semplice ripetizione ma di una vera propria reinvenzione, perch il Don Giovanni dinternet non certo il Don Giovanni di Mozart. Rinasce diverso. Lo stesso accade per Romeo e Giulietta e per tutti gli altri eroi della letteratura amorosa. Sono miti insostituibili che possono reintrodurre la dimensione dellimmaginario nelluniverso asettico e formattato delle nuove tecnologie. Sono miti che ci consentono di rendere pi complesso e quindi pi umano il mondo delliperconnessione. Insomma, delle storie damore avremo bisogno ancora a lungo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica la Repubblica
MARTED 29 MAGGIO 2012

60

CULTURA R2CULTURA
Esce in Italia Il senso di una fine vincitore del Man Booker Prize Un libro sul fallimento che riprende alcuni classici da James a Larkin

Esce unautobiografia dellestremista di destra fondatore di Avanguardia Nazionale

DELLE CHIAIE: CI PROPOSERO DI RAPIRE MORO NEL 1964


SILVANA MAZZOCCHI
na sera di luglio del 1964 Stefano Delle Chiaie, esponente di punta dell'estremismo neofascista, incontra Peppe Coltellacci nel suo appartamento all'Eur. L'ex repubblichino lo aspetta in compagnia di uno sconosciuto. Bisogna sequestrare Aldo Moro per impedirgli di andare in Parlamento a presentare il nuovo governo, propone Coltellacci al capo indiscusso di Avanguardia nazionale. Il rifiuto fu il silenzio. Io e i miei accompagnatori ci alzammo all'istante, salutammo freddamente e ce ne andammo, cos almeno sostiene Stefano Delle Chiaie. Pochi giorni dopo, Aldo Moro insedi il suo secondo governo e colpisce la coincidenza con quanto, a seguito dello scandalo Sifar del '67, emerse sul Piano Solo e sul golpe progettato tre anni prima dal generale Giovanni De Lorenzo. Non and in porto soltanto per un soffio, invece, un altro colpo di Stato, quello ordito dal principe Valerio Borghese nel dicembre 1970, fallito in extreIL LIBRO Laquila mis per l'atteggiamento ambiguo dele il condor le alte cariche militari coinvolte, che si di Stefano tirarono indietro all'ultimo momenDelle Chiaie to, stando al racconto di Delle Chiaie, (Sperling amico e sostenitore di Borghese. Anni & Kupfer, dopo il Caccola (cos veniva chiapagg. 340, mato Delle Chiaie, n.d.r.), lanciato a lieuro 18,50) vello internazionale, collabor con Augusto Pinochet e per lui elabor una dio del giudice Vittorio Occorsio, alla strage di Piazza Fontana e all'eccidio di Bologna. Nello scrivere la sua autobioUn compendio di memorie, con qualche episodio non noto. Ma poco grafia, da uomo libero avrebbe dunque potuto fare almeno un po' di chiarezza o nulla risulta utile per svelare il filo sulla madre di tutte le accuse a lui rioscuro dei misteri italiani le cui volte e poi dissolte, la bomba del 12 dicembre '69. E invece niente. Riferisce vittime sono senza giustizia nella postfazione Luca Telese che, durante il primo incontro con Delle "dottrina" della dittatura militare, per Chiaie, "il Caccola" gli confid che i trasformare il colpo di Stato cileno in tempi gli sembravano maturi per amuna tappa del processo politico "rivo- mettere che nella strage del'69, aveva luzionario" globale. visto la mano degli ordinovisti veneti Tutto questo Delle Chiaie lo raccon- (ormai assolti). Affermazione che, pur ta nella sua autobiografia pubblicata senza chiamate di correo, avrebbe fatda Sperling & Kupfer, L'Aquila e il con- to sperare in una verit sostanziale che dor. Memorie di un militante politico, nel libro risulta invece diluita, annelibro dalla faticosa gestazione, ottima- gata e scomparsa in un diluvio di documente curato da Massimiliano Griner menti , citazioni, fatti. e Umberto Berlenghini, ma che, menMancata l'opportunit, Delle Chiaie tre si dilunga su una versione dei fatti e ripiega sui dettagli e soddisfa qualche misfatti dell'epoca, ben poco aggiun- curiosit. Racconta perch venne ge alla verit storica su mezzo secolo di chiamato Caccola, un soprannome misteri d'Italia, su un rocambolesco guadagnato senza dispiacersi nel 1950, curriculum di ricercato speciale e sul quando inizi, mingherlino e appena coinvolgimento dei "cuori neri" chia- quattordicenne, la militanza nella semati in causa dalle vicende giudiziarie zione del Msi del suo quartiere. E ancoper stragi e complotti. Un compendio ra, il via vai dentro e fuori dal carcere (la di memorie, in gran parte gi esterna- prima volta venne arrestato nel '55 per te nelle sedi processuali e dinanzi alle aver sottratto una bandiera a un corteo Commissioni parlamentari, che resta di partigiani), il tentativo, fallito, di alcomunque un documento assai in- leanza con frange dell'estremismo tenso per quanti siano interessati a co- rosso nel '68, i dissensi con il Msi, la nanoscere quel magma da guerra fredda scita e le opere di Avanguardia nazioche nel nostro paese rese tutto possi- nale e degli altri gruppi del neofascibile pur di fermare il fantasma dell'a- smo estremista dell'epoca. Infine lui, vanzata comunista, nonch gli am- sempre in odore di rapporti con i servibienti e le convinzioni in cui si dipan zi segreti, fornisce la sua ricostruzione quel tempo esplosivo, popolato da degli incontri con molti dei protagoniservizi segreti deviati, infiltrati, provo- sti di quella stagione: Guido Giannettini, (l'agente G), Yves Gurin Srac dicatori e intrecci mai chiariti. Delle Chiaie, decenni trascorsi da rettore della misteriosa agenzia portolatitante nella Spagna franchista, in ghese Aginter Press, il capitano del Sid Portogallo, in America latina o chiss Antonio Labruna. Ma poco o nulla ridove, non ha pi pendenze giudizia- sulta utile per svelare quel filo oscuro rie, essendo stato assolto o prosciolto che lega i tanti misteri italiani le cui vitda tempo da tutte le imputazioni, ri- time, nella maggior parte dei casi, sono corda il suo avvocato Giuseppe Pisau- rimaste senza giustizia. ro, comprese quelle relative all'omici RIPRODUZIONE RISERVATA

CHECOS UNA SCONFITTA


IL ROMANZO DI BARNES SUGLI UOMINI MANCATI DEL NOSTRO TEMPO
NADIA FUSINI
l senso di una fine di Julian Barnes (Einaudi) un romanzo breve, ma profondo. Un capolavoro minimo, niente affatto minimalista. Che per densit, per gravit del tema impone al suo lettore un confronto con gli assi portanti dellesistenza: il problema del tempo e del senso il senso, appunto, della fine. Barnes uno scrittore colto e consapevolmente, a mo di omaggio, riprende il titolo che il grande critico inglese Frank Kermode, pi di quaranta anni fa, dava a un proprio libro dedicato alla teoria del romanzo e alle strategie narrative che portano a conclusione le peripezie della trama. Dove osservava come lo scioglimento finale assuma spesso la forma di una rivelazione, mentre il tempo narrativo, dominato dallattesa tragica, ossessionante, della fine, procede di crisi in crisi in unatmosfera densa di terrore, dove prendono corpo fantasie persecutorie, strane. Allo stesso modo Barnes gioca nel suo romanzo con i molteplici sensi di quella formulazione, che riguarda sia la fine ultima, sia il finale di un racconto, di una storia. E trasporta noi lettori nella vertigine di unapocalisse, che non soltanto una questione squisitamente letteraria, ma esistenziale; e riguarda le vicende umane di un personaggio-uomo, che poi lio narrante del romanzo, ormai entrato in quella zona grigia dellet, dove il tempo volge al termine. Per personaggio-uomo si intende qui luomo maschio bianco occidentale, che si presenta nella maschera di Tony Webster un uomo senzaltra qualit che quella di essere uno come tanti, medio, mediocre. Ma attenzioIl romanzo ne, la caratterizzazione very englishnon riduce affatto la portata Il senso di una fine universale del giudizio impieto- pubblicato so, implacabile, che il romanzo in Italia da Einaudi emette sulluomo maschio e sul- (trad. di Susanna Basso, lamore eterosessuale, in gene- pagg. 160, euro 17,50)

LAUTORE

Julian Barnes nato a Leicester, Inghilterra, n 1946. Ha vinto il Booker Prize lo scorso anno alla quarta candidatura

rale. Non a caso allinizio evocato Enrico VIII, eterosessuale archetipico, che le mogli come Barbabl le usa e getta. E a seguire, T. S. Eliot che sintetizza in nascita, copula e morte lesistenza umana nella terra desolata dei suoi tempi. E ancora, Ted Hughes, con il suo triste primato di mogli suicide. Tutti casi in cui Eros e Thanatos si congiungono senza nessuna ebbrezza in un funesto abbraccio di eros represso e morte in vita. Che poi latmosfera del romanzo. Nellesistenza delluomo qualunque Tony Webster, nel suo (nostro) universo unepica della banalit ha preso il posto di azio-

Il narratore un uomo medio, mediocre. La sua unepica banale, di tranquille rinunce


ni un tempo pi significative, addirittura eroiche. Tony in tutto una creatura spaventata, che invece di vivere si protegge dalla vita Ma stato giovane, e noi lo incontriamo da ragazzo, a scuola, in quel recinto dove tutti sia-

La XVI edizione doveva aprire a ottobre al Palazzo delle Esposizioni. Il presidente Gawronski: Non abbiamo i due milioni di euro necessari e Ornaghi non ci ha risposto

ANNULLATA LA QUADRIENNALE DARTE DI ROMA, NON CI SONO I FONDI


FRANCESCA GIULIANI
ento artisti, per la met non ancora quarantenni, scelti, fra gli altri, dai due maestri Mimmo Paladino e Michelangelo Pistoletto, per dare uno sguardo dinsieme sulla creativit, sui generi e fare il punto sullarte di oggi. Questo avrebbe dovuto essere la XVI edizione della Quadriennale darte, in calendario per ottobre nella sede del Palazzo delle Esposizioni di Roma. Ma la scure dei tagli, la mancanza di fondi si abbattuta anche su questa storica istituzione culturale, rendendone impossibile lorganizzazione. Ne d notizia il presidente Jas Gawronski, nominato nel 2011 dal ministro Bondi, che spiega: Non abbiamo i due milioni di euro necessari ad organizzare la mostra

e che sarebbero dovuti arrivare dallArcus. Al riguardo pi di una volta ho chiesto inutilmente di incontrare il ministro Ornaghi. Fondata nel 1927, la Quadriennale esprime agli inizi la versione pi istituzionale dellarte, sotto la guida di Cipriano Efisio Oppo. Ma col tempo riesce ad essere catalizzatore delle esperienze dei principali artisti italiani e, tranne brevi parentesi negli anni Settanta e nei primi Ottanta, non stata cancellata mai, nemmeno in tempo di guerra, totalizzando quindici edizioni. Tutto ora una questione di sussistenza: nelle casse della Fondazione restano 700 mila euro per la gestione ordinaria e il mantenimento dei sette dipendenti che lavorano, fra

LESPOSIZIONE
Limmagine di unedizione passata della Quadriennale di Roma

laltro, allArchivio nelle stanze di Villa Carpegna. Il depauperamento di questa istituzione stato progressivo: da un milione di euro nel 1995 a 360 mila euro nel 2011. A riaccendere qualche speranza, lingresso nella Fondazione della Regione Lazio con 200 mila euro annui (pi 350 mila di tassa dingresso) mentre il Comune di Roma garantisce la sede pi un contributo di circa 100 mila euro. Cancellata la mostra di ottobre a meno di salvataggi dellultimo minuto da parte del ministero dei Beni culturali che ne consentirebbero il ripescaggio tempo diciotto mesi, garantisce Gawronski la Quadriennale tiene vive diverse attivit, oltre al proprio importante archivio storico scelto per la cataloga-

zione e la conservazione da molti eredi di artisti e collezionisti, ultima della lista, Bianca Attolico. Intanto, in corso una inchiesta sugli artisti under 40 emergenti a livello nazionale, come sarebbe stato fatto per lesposizione ora cancellata, affidata a quattro giovani curatori, Laura Barreca, Andrea Lissoni, Luca Lo Pinto, Costanza Paissan. Proprio domani a Villa Carpegna prende il via un ciclo di dieci appuntamenti sullarte in Italia negli anni Settanta, a cura di Daniela Lancioni con proiezioni di video, conversazioni con gli artisti (da Chia a Kounellis, da Ontani a Mochetti) e mostre di materiali documentari, in agenda fino a novembre.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica la Repubblica
MARTED 29 MAGGIO 2012

PER SAPERNE DI PI www.einaudi.it www.quadriennalediroma.org

61

Illusioni e autoinganni, oltre il finale de Lattimo fuggente

PERCH LE DONNE SI SALVANO DALLA SINDROME DELLIDEALISTA


FRANCESCO PACIFICO
osa diventano i giovani idealisti, da grandi? Alcuni, come insegna Lattimo fuggente, si suicidano; e quelli che rimangono, che fine fanno? La vita di Anthony, il protagonista de Il senso di una fine, passa in fretta: Ora sono in pensione. Ho casa mia, ho le mie cose: pub, amicizie platoniche, lassociazione archeologica locale, il volontariato alla biblioteca dellospedale. Anthony la mediocrit fatta narratore. Devessere servito ci a Barnes per poter lasciare i veri ruoli da protagonisti a due istituzioni dellesistenza che sfuggono spesso agli uomini: le donne, e la vita stessa. Per vita qui si intende ci che accade mentre sei impegnato a ricordare tuttaltro. In questo senso, Anthony commette due errori di valutazione: il primo errore idealizzare un suo amico fino a non ritenerlo capace di unazione mediocre. Adrian, lamico suicida, rimane, fino alla tardiva prova contraria, lautore di un nobile gesto giovanile di matrice filosofica, dovuto, secondo Anthony, al raggiungimento della conclusione che la vita valga solo in quanto si possa rifiutare. Per quasi tutta la vita, Anthony non si lascia sfiorare dal pensiero che a Adrian sia solo accaduta una brutta cosa da cui non riesce a riprendersi. Il secondo errore di Anthony riguardo alla vita non ricorda-

nel

re le proprie azioni ma solo quelle degli altri: magnificare leffetto su di s delle azioni altrui e trascorrere una vita tranquilla senza sapere di aver amareggiato laltrui. Lincapacit di riconoscere la continuit tra colpe altrui e proprie crea una bolla: lisolamento caratteristico delluomo che si considera giusto e per non capisce perch la propria vita abbia un aspetto cos spoglio. Per donna qui si intende due personaggi notevoli, cui Anthony assegna, a naso, due ruoli precisi: Veronica, la sua ragazza per qualche tempo durante la giovinezza, un essere inquietante, bisognoso di adorazione ma incapace di dare. La madre di Veronica, invece, rimane nei suoi ricordi come la complice che gli ha alleviato un week-end faticoso. Anthony incapace di provare alcuna empatia per Veronica, leggerne il dolore; dalle idiosincrasie di Veronica si sente oltraggiato pi che ferito. Nel frattempo, coltiva unidea molto semplice della madre di Veronica: lei s che lha capito quando era un ragazzino a disagio in una casa poco accogliente. I suoi giudizi verranno poi non rovesciati ma parecchio complicati. C una terza donna, nel libro, la ex moglie: quella viene usata soprattutto come babysitter per Anthony, il bambino mai cresciuto.
RIPRODUZIONE RISERVATA

mo stati prigionieri, con la stessa fame di libri e di sesso. Solo che dentro quella stia per polli, o sala dattesa, Tony ha gi deciso che sceglier una vita quieta, calma. E qui emerge la parola su cui poggia il terrore: stagnancy, che rima con pregnancy. Un amico si suicidato, perch la sua ragazza rimasta incinta. Ecco perch Tony preferisce la stagnazionealla gravidanza. Con Veronica Tony pratica un sesso a met, mai completo. Un esempio di perdita, di spreco. Unimmaginazione dincubo, che diffonde intorno alla relazione con laltro sesso una luce al neon, da camera operatoria. Altro che Eros e Thanatos! Intorno al rapporto eterosessuale alitano zaffate di falsit, di ipocrisia. Nessuna solidariet, nessuna amicizia tra luomo e la donna. Anche perch Veronica infinitamente pi intelligente, pi viva in tutti i sensi. Mentre Tony ottuso, non capisce, non ci arriva, teso com a mantenere la stagnazione. Epper, non ci riesce. Anche in questo impotente. Linquietudine vince. Serpeggia the unrest altra parola chiave che la brava Susanna Basso traduce con tempo inquieto. In inglese limmagine ci porta s linquietudine dei tempi, ma anche e so-

prattutto suggerisce lidea di uno squilibrio: non c niente che poggi su niente. negato ogni appoggio. Neppure sulle reazioni istintive del corpo si pu contare. Il sesso una vergogna, una prova imbarazzata, una performance avvilita, deludente. A cui Tony, che pure si sposer e avr una figlia, preferisce lautoinganno. A volerlo nobilitare, dietro questo personaggio-uomo potremmo evocare il fantasma del protagonista della bestia nella giungla, di Henry James: quel magnifico racconto in cui un uomo passa la vita ad aspettare che la vita accada. O pi sommessa-

I precedenti

JAMES
La bestia nella giungla di Henry James la storia di John, che attende per anni un evento che cambi la sua vita

FORD
Il buon soldato di Ford Madox Ford descrive secondo lincipit la storia pi triste mai sentita

ISHIGURO
Non lasciarmi di Katsuo Ishiguro la storia di un triangolo amoroso e di un segreto

Da qualche parte qualcuno batte, percuote, violenta, fa male a qualcun altro. una sensazione imprecisa. Lha provata a casa di Veronica, dove arriva a sospettare lesistenza di una complicit morbosa tra padre e figlia e fratello Senza mettere a fuoco quel sentimento, Tony si adatta a una vita di paura. un quieto terrore che prova, e amministra a suo modo: pulisce, ripulisce, ricicla. Niente effetti gotici. Niente deflagrazioni. Eppure, Barnes sa bene che nella tradizione del romanzo inglese c stato anche quel tono l, quello s, davvero apocalittico. Ma non prende quella strada.

Il suo grande peccato non avere immaginazione Per capire se stesso e gli altri
mente viene alla mente lattacco del buon soldato di Ford Madox Ford: Questa la storia pi triste che abbia mai sentito. O ancora, sullo sfondo sentiamo risuonare atmosfere alla Philip Larkin, il poeta che pi di altri ha descritto la desolazione del sesso.

Barnes apocalittico, allo stesso modo di Larkin: senza tuoni n fulmini n mondi che crollano. Ha la stessa percezione netta e chiara che un certo senso della vita giunto al suo finale. Non c pi vita. C solo rimorso. C solo la tristezza di una vita mancata. E, orrore!, in quellavanzo di vita fatta di gesti coatti, di sesso coatto, di affetto coatto, dove tutto rivolto al riparo, dove si crede di poter vivere nel rispetto delle norme, come potessero le norme, le convenzioni, assicurarci il bene; perfino l, in quel resto

beckettiano di vita, dun tratto si scatena la malevolenza, la malignit, e si manifesta una cattiveria tacita e tenace, per quanto inconsapevole. Ecco la rivelazione che sconvolge la pace di Tony: ci si pu proteggere dal costo della vita, ma non si sfugge alla forza nuda e cruda del male. Anche lui fa il male: quando viene a sapere che Veronica, dopo di lui, amoreggia con Adrian, ferito, si vendica. Scrive ai due una lettera feroce, li maledice. Poi dimentica. Laltra parola portante del romanzo damage, danno, abuso.

La capacit dellautore quella di produrre lapocalisse senza tragedia


Preferisce un andamento da thriller, per in sordina, soffocato dalla stupidit del personaggio. Stupid, stupidity, stupidly si ripetono pi volte nel romanzo, per definire le azioni di Tony. Mentre Adrian, che intelligente, si uccide a 22 anni. Si taglia le

vene dei polsi. Un dubbio viene ora a Tony: e se chi si tolto la vita, se ne fosse davvero fatto carico? un dubbio devastante. Sul perch di quel gesto il sessantenne Tony si arrovella, costretto a ci da un insolito lascito da parte della madre di Veronica. La quale morendo destina a lui il diario di Adrian. Solo che Veronica lha bruciato, quel diario. Lasciando Tony nella sua ignoranza ottusa. Nella sua disperazione sorda. Lho detto. Tony sbaglia fino allultimo, non lazzecca fino alla fine, non capisce, non capir mai, gli ripete Veronica. Potrebbe arrivare a capire qualcosa immaginando, ma non lo fa: non immagina. Perch luomo maschio stupido, stordito, maldestro? O non sar piuttosto che lo scrittore pretende troppo dal suo personaggio, architettando un finale troppo rocambolesco? Che non rivelo, naturalmente. Dico soltanto che il senso alla fine si fa misterioso, sfugge. S che ho addirittura pensato: non sar che Julian Barnes voglia imporci proprio questa frustrazione? Che voglia convincerci che non c senso alla fine? Che il senso nel mentre, nel durante, nel frattempo?
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica la Repubblica
MARTED 29 MAGGIO 2012

62

SPETTACOLI
Lopera di Monteverdi riscritta da Michael Torke, a Parigi con lex Soft Cell e la regia di Barberio Corsetti

&TELEVISIONE

Poppea pop
Marc Almond: il mio Seneca e una fine da rockstar
LAURA PUTTI PARIGI on c pace per Poppea. Dopo una versione jazz con musiche di Michael Nyman e libretto tradotto e rivisitato dal drammaturgo inglese Mark Ravenhill lanno scorso, lopera di Monteverdi ha adesso diritto a una edizione pop rock. Da oggi al 7 giugno al Thtre du Chtelet va in scena Poppea, prima mondiale prodotta dal teatro parigino su idea del suo immaginifico direttore Jean-Luc Choplin. Lesperimento audace e pieno di nomi illustri: il libretto del poeta inglese Ian Burton, le musiche del compositore americano Michael Torke, la direzione musicale del batterista dei Clash ultimo atto (1983-85) Peter Howard, la regia di Giorgio Barberio Corsetti e dellartista francese Pierrick Sorin (di nuovo insieme dopo la deliziosa Pietra del paragone di Rossini, 2006), i costumi di Nicola Formichetti, stilista principe di Lady Gaga. Tra i cantanti tre nomi di eccezione: Nerone il belloccio e dissoluto Carl Barat (in duo con Pete Doherty nei Libertines poi Dirty Pretty Things, oggi solista), Ottone la star francese Benjamin Biolay (da noi conosciuto soprattutto come ex marito di Chiara Mastroianni) e, star tra le star, Marc Almond nella parte di Seneca. Cantante di un duo pop maschile alla fine degli anni 70, i Soft Cell, che trionfarono con hit come Tainted love; gay dichiarato e, ai tempi, assai sfrontato; 30 milioni di dischi venduti, alcuni dei quali memorabili (Torment and toreros, ma anche Vermine on Ermine, The stars we are e Jacques, il disco di cover di Jacques Brel), Marc Almond fu costretto a fermare la sua corsa in una domenica pomeriggio del 2004 quando

CANTANTE
Marc Almond, 55 anni, popstar inglese degli anni Ottanta, qui nei panni di Seneca per lopera Poppea

Lopera originale
Lincoronazione di Poppea lultima opera scritta da Claudio Monteverdi (1567-1643), debutt al carnevale di Venezia nel 1643 la moto sulla quale sfrecciava come passeggero si infranse contro unautomobile nel centro di Londra. Seguirono chirurgie, due settimane di coma e tre anni di riabilitazione; un polmone fuori uso e cos luso della parola, recuperata dopo anni di esercizio, problemi di memoria, ma soprattutto una forma di depressione. Mi avevano detto che non avrei pi potuto cantare dice Almond. Se non fosse vicino ai 56 potrebbe sembrare Puck, o un folletto dei boschi. Dopo lincidente diventato piuttosto homely. Dice essere settled, dopo anni di unsettled. Perch un casalingo ha accettato limpegno di unopera che, se avr successo, girer il mondo? Avevo visto la versione di Ravenhill e il ruolo di Seneca mi era molto piaciuto. La sua morte uno dei momenti pi importanti della storia di Roma, e morire alla fine del primo atto, e in quel modo bellissimo, mi attirava. Anche cantare con Carl Barat mi attirava, come mi piaceva, per una volta, lidea di non portare tutto uno spettacolo sulle mie spalle. Monteverdi pop: non ha avuto paura del cattivo gusto? Ma il pop cattivo gusto! E non Nerone limperatore del cattivo gusto? La modernit di Lincoronazione di Poppea che racconta storie di oggi: amore, passione, tradimento, perdita, scandalo, celebrit. Non difficile mettere tutto questo in un contesto rock. Che cosa aggiunto al personaggio di Seneca? Non volevo che fosse pomposo. Lui la voce morale di Nerone e limperatore la sua creazione artistica. Ma fallisce perch si accorge di aver creato un mostro. Lei ha inciso due dischi di canzoni francesi e due di canzoni russe. Mai pensato alla musica italiana? Tutto avvenuto per caso. Il mio viaggio musicale non mi ha mai condotto dalle vostre parti. Ho scoperto Jacques Brel grazie a David Bowie: il lato B di un suo 45 giri del 73, Sorrow, era Dans le port dAmsterdam. Brel mi ha portato verso altra musica e altra poesia francese e nel 93 ho inciso Absinthe. Nel 92, quando con il British Council ho fatto una tourne in Siberia, la gente arrivava con dischi e nastri. Cos ho co-

Una storia di oggi

In questa tragedia si raccontano storie di oggi: amore, passione, tradimento, perdita, scandalo. E Nerone ha un cattivo gusto perfetto

nosciuto Vadim Kozin, il pi importante cantante dei tempi di Stalin finito in un gulag per non aver voluto dedicargli una canzone. In realt tutti sapevano che era omosessuale e il castigo fu per quel motivo. In Orpheus in exile canto le sue canzoni pi famose. Come vede i giovani musicisti di oggi? Come merce per la download generation. Quando il gesto per comprare un disco quello di spingere un tasto, senza la fatica e limpegno di uscire di casa, allora la musica diventa soltanto merce di consumo. Comprare musica via computer non neanche comprare. E solo curiosit, non vero interesse. Chi si ricorder di questi poveretti, vincitori di talent show televisivi, che balzano in testa alla classifica e poi spariscono senza lasciare traccia? Sono felice di avere cominciato a fare musica negli anni 70. Avevamo una attenzione assoluta, una capacit di concentrazione oggi impossibile. In Gran Bretagna cerano solo tre canali televisivi e se facevi una trasmissione ti vedeva tutto il paese e la tua notoriet era reale. Ma una popostar resta una popstar: o no? No. Per esempio, paragonano Lady Gaga a Madonna. Assurdo. Gaga la regina della download generation mentre Madonna decide la moda da trentanni e ha avuto un impatto culturale su molte generazioni. Senza voler sembrare un vecchio signore, io non credo che ai giovani di oggi interessi davvero la musica. Quando amavo un artista iniziava per me un viaggio meraviglioso verso altri artisti, musicisti poeti, luoghi. Oggi i ragazzi vedono il mondo da casa, seduti davanti da una serie di schermi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

To Rome with love

Ridley Scott

la Repubblica la Repubblica
MARTED 29 MAGGIO 2012

Verdone su Allen: Non ha capito niente di Roma


To Rome with love il brutto film di uno che non ha capito niente di Roma: da cartolina dei tabaccai, ridevo per non piangere. Cos Carlo Verdone su Woody Allen a Tv Sorrisi e Canzoni

Harrison Ford nel sequel di Blade Runner


Harrison Ford sar nel sequel di Blade Runner. Non credo sar la star, ma devo trovargli un ruolo, conferma Ridley Scott allIndependent. La protagonista stavolta sar una donna.

63

LEONETTA BENTIVOGLIO SALISBURGO enomeno senza paragoni nel mondo della lirica, il mezzosoprano Cecilia Bartoli si distingue tra le star operistiche per il taglio intellettuale (nel senso di profondamente pensato) che imprime alle sue scelte. Scelte di repertorio, di approccio filologico, di modellamento dei ruoli, di progetti discografici che ci svelano patrimoni ignoti. Ma non simmagini qualcosa di elitario: ha venduto dieci milioni di dischi. Cultura e qualit con lei diventano paganti. Per questo ora il Festival di Salisburgo le ha affidato la direzione artistica della sezione di Pentecoste. In tale posizione, Cecilia vanta due primati assoluti: la prima donna e la prima cantante di uni-

Tutte le Cleopatra in musica Cecilia Bartoli trionfa a Salisburgo

La cantante italiana ha diretto la sua prima edizione del Festival di Pentecoste


stituzione che finora stata esclusivamente firmata da grandi direttori dorchestra (Karajan, Solti, Muti). Ed a unimperiosa figura femminile, Cleopatra, che Bartoli ha deciso di dedicare ledizione inaugurale del suo mandato, svoltasi intensamente dal 25 al 28 maggio, con uno straordinario tutto esaurito, che per una volta arriva allegramente a smentire ogni idea di crisi. Inaugurazione con Giulio Cesare in Egitto di Hndel, con Bartoli applauditissima nella parte di Cleopatra e Giovanni Antonini sul podio del Giardino Armonico (trionfo degli italiani a Salisburgo). Nei programmi successivi figurano tra laltro la Clpatre di Massenet con Sophie Koch, lOuverture di Giulio Cesare di Schumann, La mort de Clpatre di Berlioz e interpreti come John

Eliot Gardiner e Vesselina Kasarova, e ancora Valery Gergiev con lOrchestra di San Pietroburgo per una serata sulla Cleopatra orientale con la diva Anna Netrebko. Lastrusa vicenda del Giulio Cesare in Egitto di Hndel (1724),

affidata a un super-cast che prevede, oltre alla Bartoli, il mezzosoprano Anne Sofie von Otter (Cornelia), il famoso controtenore Andreas Scholl (che interpreta Giulio Cesare), Philippe Jaroussky, altro controtenore lanciatissimo dai media (Sesto), e ancora

Christophe Dumaux, un controtenore anchegli, nel ruolo di Tolomeo, fratello di Cleopatra. La trama guerresca e passionale contrappone Romani ed Egizi, tra violenze sanguinarie, conquiste politiche ed erotiche, legami tra fratello e sorella vagamente ince-

stuosi, teste mozzate e insaziabile sete di vendetta. In questopera sospinta da una scrittura vocale superba e da una maestosa orchestrazione, la copiosit di materiali provocanti sterminata. Ci vanno a nozze gli impudenti registi Moshe Leiser e Patrice Caurier, che scenicamente non risparmiano nulla. Tra coccodrilloni con fauci spalancate e soldati in tute mimetiche odierne, sintrecciano immagini paradossali e iper-sessuate. Smaccate figure da fumetto, situazioni grandguignolesche, masturbazioni esplicite (il fratellone accende le sue brame fantasticando la sorellanemica con cui si contende il regno dEgitto), uomini-bomba che si foderano di esplosivo in vista di un tremendo attentato. Spudorata e autoironica, Cecilia non teme di esporsi in mises ghepardate, o attillatissime di pelle nera sadomaso, o in lustre sottovesti nere e scollacciate.
RIPRODUZIONE RISERVATA

LARTISTA
Cecilia Bartoli, 45 anni, romana, una delle pi richieste cantanti liriche del mondo

IL FESTIVAL
La sezione di Pentecoste nata nel 1973, diretta da Herbert Von Karajan

La protesta

In piazza orchestrali di tutta Italia contro il divieto di lavoro indipendente

ROMA Tra fischietti, striscioni, bandiere e qualche accenno di coro, si svolta la manifestazione unitaria dei lavoratori delle Fondazioni liriche sinfoniche ieri a Roma. La protesta fa seguito a un appello al ministro della Cultura Lorenzo Ornaghi lanciato nei giorni scorsi e sottoscritto da stelle di prima grandezza della classica, da Abbado a Pappano, da Pollini a Barenboim, da Mehta a Gatti. Oggetto dellappello la abolizione della cosiddetta legge 100 che vieta ai musicisti dipendenti degli enti lirici di praticare lavoro autonomo. Un divieto che non esiste in nessun paese democratico, n in Europa n nel resto del mondo si legge nella nota. In realt, investito del problema, il ministero della Cultura aveva spiegato che la questione sarebbe stata risolta con la firma del nuovo contratto nazionale di lavoro, ancora di l da venire per. Altra questione sul tappeto i finanziamenti pubblici al settore e la privatizzazione della Scala. In arrivo da tutte le 14 fondazioni lirico-sinfoniche italiane, i manifestanti in un primo momento erano stati convocati a piazza SS. Apostoli, si sono poi spostati allAuditorium Parco della Musica, sede dellAccademia di Santa Cecilia.

la Repubblica la Repubblica
MARTED 29 MAGGIO 2012

64

R2SPETTACOLI & TV

PER SAPERNE DI PI trovacinema.repubblica.it youtube.com/watch?v=l2pcYREEExk&feature=relmfu

Io, da ergastolano a attore col cinema sono nato due volte


Aniello Arena, rivelazione di Reality
CONCHITA SANNINO NAPOLI ono nato due volte. Il teatro, e ora il cinema, mi hanno partorito di nuovo. Per questo, mi sento di dire ai ragazzi che rischiano di rovinarsi la vita, o di svuotarla: andate a scuola, avvicinatevi allarte. In qualunque forma. Aniello Arena, 44 anni, napoletano, una persona schiva, che sa portare i segni del-

IL FILM
Aniello Arena e Giuseppina Cervizzi in Reality di Garrone (a sinistra, a Cannes)

Riscatto

Ai ragazzi che rischiano di rovinarsi la vita dico: andate a scuola, avvicinatevi allarte In qualunque forma
PROTAGONISTA
Aniello Arena

REPUBBLICA.IT Dalla Romania a Cannes: la storia delle due attrici che hanno vinto la Palma
la vita. Ed ormai lattore rivelazione di Reality, il film di Matteo Garrone, Grand Prix a Cannes. Anche il ministro Ornaghi ha telefonato al regista per complimentarsi. Arena sta scontando lergastolo nel carcere di Volterra. In base allarticolo 21 dellordinamento penitenziario, Aniello un detenuto che pu recitare o lavorare allassociazione culturale Carte Blanche, rientrando di sera in carcere. Fu condannato con laccusa di strage (agguato di

piazza Crocelle, gennaio 91, tre morti). Ora sta preparandosi sul testo Mercuzio non vuole morire. Arena, fosse stato a Cannes, chi avrebbe ringraziato distinto? I miei maestri. Punzo per il teatro, Garrone per il cinema. Con la Compagnia della Fortezza di Volterra io sono diventato, piano piano, una persona diversa, e questo prima di diventare attore. Cosa le hanno trasmesso queste esperienze? Adesso, sono un uomo che ascolta, prima di parlare. Lo devo alla lettura, agli autori, da Shakespeare a Genet. Avevo la quinta elementare. In carcere ho preso

la licenza media. Avevo i paraocchi come i cavalli. Adesso, di fronte al gesto pi scorretto, mi chiedo che cosa ha mosso laltro. Cerco una ragione dietro le cose. Nel film di Garrone lei Luciano che perde la testa per lossessione del Grande Fratello. Storia vera, tra laltro. Il fatto di avere incontrato il vero Luciano come ha influito? Mah, per sensibilit ho sempre evitato di fargli domande. Poi, il metodo di Garrone di lavorare in sequenza: tu giri sul set seguendo levoluzione cronologica, quindi ho fatto crescere il personaggio con me. A un certo punto, ho provato una grande malinconia: non mi piaceva lidea che

Luciano buttasse tutto a gambe allaria. Per la televisione, poi. La scena pi difficile. Labbiamo rifatta tante volte. quella in cui mio cugino mi porta in chiesa, dal prete. Allinizio non la sentivo, non frequento le liturgie. Sono credente, ma penso di poter pregare Dio in ogni luogo. Il sindaco di Napoli annuncia una grande festa per Reality. Chieder un permesso per tornare nella sua citt? Non lo so. Io resto, con orgoglio, napoletano. Anche se adesso Volterra la mia casa. Napoli la amo, ma come se non la conoscessi pi. Il film girato anche a Barra, la

sua periferia, dove vivono sua sorella, suo figlio. E dove tanti continuano a essere preda del degrado o del crimine. Se la sua testimonianza potesse cambiare qualcosa, cosa direbbe? Direi: andate a scuola. Avvicinatevi allarte. Aprire la mente vi salva la vita. Io lho scoperto, ma dopo tardi. Non solo i ragazzi di Napoli ma quelli del sud sono a rischio. Qual il suo sogno, dopo la libert? Oltre alla libert materiale? Un teatro Stabile nel carcere di Volterra. Punzo lo coltiva da 25 anni. Io da meno. Sarebbe il frutto di tanto, onesto impegno.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica la Repubblica
MARTED 29 MAGGIO 2012

R2PROGRAMMI
CANAL GRANDE DI ANTONIO DIPOLLINA PORRO & TELESE FRA PREGIUDIZI E MASSIMI SISTEMI
GLI irriducibili censori del Quello che (non) hodi Fazio&Saviano, La 7 ha replicato replicando domenica alcune parti del programma in un best of: e a seguire, Luca Telese e Nicola Porro hanno condotto uno speciale di In onda per parlarci, ancora, sopra. Ospite Carlo Freccero, diviso tra la benevolenza riservata al gruppo di lavoro e le fughe in avanti verso il defilippismo come chiave per capire il paese (tesi tuttaltro che peregrina, purtroppo per il paese). emerso che la divisione netta tra

PER SAPERNE DI PI www.la7.it/inonda/ www.ballaro.rai.it

65

BALLAR Un sistema in pezzi: dalla crisi ai politici indagati, al calcio in manette. Tra gli ospiti di Giovanni Floris: Renato Balduzzi, Francesco Micheli, Antonio Di Pietro, Sergio Rizzo, Lucia Annunziata. RaiTre 21.05 RAI 1
6.10 Unomattina caff 6.30 Tg1 Previsioni sulla viabilit / CCISS Viaggiare informati 6.45 Unomattina. Allinterno: 7.00 / 8.00 / 9.00 Tg1; allinterno Che tempo fa; 7.30 Tg1 L.I.S. / 7.35 Rai Parlamento Telegiornale / Tg1 Focus / 9.30 Tg1 - Flash 10.55 Che tempo fa 11.00 Tg1 11.05 Occhio alla spesa 12.00 La prova del cuoco 13.30 Telegiornale 14.00 Tg1 Economia / Tg1 Focus 14.10 Verdetto finale 15.15 La vita in diretta - con M. Liorni, M. Venier. Allinterno: 16.50 Rai Parlamento / 17.00 Tg1 / 17.10 Che tempo fa 18.50 LEredit - con C. Conti 20.00 Telegiornale 20.30 Calcio: Italia-Lussemburgo Tg1 60 secondi 23.20 Porta a Porta 0.55 Tg1 Notte Tg1 Focus 1.25 Che tempo fa 1.30 Sottovoce 2.00 Scrittori per un anno - Gabriele Pedull 2.30 Mille e una notte. Memoria Speciale per me ovvero meno siamo meglio stiamo - Variet 5.05 Da Da Da

sostenitori e no di Fazio&Saviano precedeva di gran lunga il programma: quando cera da censurare qualcosa era Porro che dava del noioso a Ettore Scola (Scola se ne ricordi e la prossima volta si porti appresso un paio di ballerine). In onda si conferma talk a se stante: solo 24 ore prima erano ospiti Vendola e Di Pietro chiamati a risolvere il futuro della sinistra, Siccome Bersani non qui a raccogliere cartoni ha rifiutato linvito e lhanno sostituito con una sagoma di cartone.
RIPRODUZIONE RISERVATA

PRO E CONTRO
Luca Telese e Nicola Porro

RAI 2
6.00 6.30 8.00 9.30 9.55 10.00 11.00 13.00 13.30 13.50 14.00 16.15 17.00 17.45 17.50 18.15 18.45 19.35 20.25 20.30 21.05 22.30 23.15 23.30 0.15 1.10 1.20 1.55 2.00 2.05 3.40 4.10 Cuori rubati Cartoon Flakes Lalbero azzurro Zorro - Tf Le nuove avventure di Braccio di Ferro Meteo Tg2 Insieme I fatti vostri Tg2 Giorno Tg2 Costume e Societ Medicina 33 Italia sul Due - conducono L. Bianchetti e M. Infante La signora del West - Tf Private Practice - Tf Tg2 Flash L.I.S. Meteo2 Rai Tg Sport Tg2 Cold Case - Tf Ghost Whisperer - Tf Estrazioni del lotto Tg2 20.30 Criminal Minds - Tf Supernatural - Tf Tg2 / Tg2 Punto di vista Num3r1 Rai 150 anni. La storia siamo noi Rai Parlamento Telegiornale Six Degrees - Tf Meteo2 Appuntamento al cinema Cinecitt - con B. De Rossi, G. Lojodice Videocomic Universit Telematica Internazionale UniNettuno

RAI 3
6.30 7.00 7.30 8.00 10.00 10.10 11.00 11.15 12.00 12.25 12.45 13.10 14.00 14.20 14.50 14.55 15.00 15.50 17.35 18.55 19.00 19.30 20.00 20.10 20.35 21.05 23.15 0.00 0.10 1.05 1.35 2.05 2.10 Il caff di Corradino Mineo Tgr Buongiorno Italia Tgr Buongiorno Regione Agor - con A. Vianello Rai Parlamento 10 minuti di... Rai 150 anni. La storia siamo noi Apprescindere. Allinterno: Tg3 Minuti Agente Pepper - Tf Tg3 - Rai Sport Notizie Meteo3 Fuori Tg Sabrina vita da strega - Sitcom La strada per la felicit - Tf Tg Regione / Tg Reg.Meteo Tg3 / Meteo3 Tgr Piazza Affari Tg3 L.I.S. La casa nella prateria - Tf Film: Rapa Nui - di K. Reynolds, con J. Scott Lee Geomagazine 2012 Meteo3 Tg3 Tg Regione /Tg Reg. Meteo Blob Le storie Diario italiano - Si replica. con C. Augias Un posto al sole Ballar - con G. Floris Volo in diretta - con F. Volo Tg3 Linea Notte Tg Regione / Meteo3 Questa la mia vita - Conversazioni di teatro: Umberto Orsini Prima della prima Fuori orario Rainews

CANALE 5
6.00 Prima pagina 7.55 Traffico / Meteo5 /Borse e Monete 8.00 Tg5 Mattina 8.40 La telefonata di Belpietro 8.50 Mattino Cinque - con F. Panicucci, P. Del Debbio 10.10 Tg5 - Ore 10 10.15 Mattino Cinque 11.00 Forum 13.00 Tg5 Meteo5 13.40 Beautiful 14.10 Centovetrine 14.45 Tvm: Inga Lindstrom Mia e le sue sorelle - di Hans-Jurgen Togel, con Gaby Dohm, Peter Sattmann 16.30 Pomeriggio Cinque. Allinterno: 17.55 Tg5 Minuti 18.40 Il braccio e la mente - con F. Insinna 20.00 Tg5 Meteo5 20.30 Striscia la notizia - conducono Ficarra e Picone 21.10 Dr. House - Medical Division - Tf 23.30 Film: Juno - di J. Reitiman, con E. Page, M. Cera, J. Garner 1.30 Tg5 Notte Meteo5 2.00 Striscia la notizia 2.30 Media Shopping 2.45 Missing - Tf 5.15 Tg5 - Notte (r) Meteo5 (r)

ITALIA 1
6.50 8.40 10.35 12.25 13.00 13.40 14.35 15.00 15.10 16.00 16.50 17.45 18.30 19.00 19.25 21.10 23.00 Cartoni animati Settimo cielo - Tf Ugly Betty - Tf Studio aperto Meteo Studio Sport I Simpson- Tf Cartoni animati Camera Caf ristretto Camera Caf Chuck - Tf La vita secondo Jim - Sitcom Trasformat - con E. Papi Studio Aperto Meteo Studio Sport C.S.I. Miami - Tf Film: La casa dei fantasmi - di R. Minkoff, con E. Murphy, T. Stamp Film: Scary Movie 3 Una risata vi seppellir di D. Zucker, con A. Faris, C. Sheen, D. Richards Californication - Tf LItalia che funziona Saving Grace - Tf Studio Aperto - La giornata Highlander - Tf Media Shopping Film: Extreme Dating Lamore a tutti i costi - di L. David, con D. Sawa, A. Detmer Media Shopping H2O - Tf Media Shopping H2O - Tf

RETE 4
6.05 6.15 6.45 7.20 7.25 8.20 9.40 10.50 11.30 12.00 12.50 13.50 14.05 15.10 16.05 16.40 Peste e corna Media Shopping TgCom24 / Meteo Come eravamo Nash Bridges- Tf Hunter - Tf Carabinieri - Tf Ricette di famiglia Tg4. Allinterno: Meteo 4 Detective in corsia- Tf La signora in giallo - Tf Il Tribunale di Forum - Anteprima Sessione pomeridiana: Il Tribunale di Forum Wolff un poliziotto a Berlino - Tf My Life - Telenovela Film: La stella di latta - di A. McLaglen, con J. Wayne, G. Grimes Tg4. Allinterno: Meteo Tempesta damore Walker Texas Ranger - Tf Film: Coco Avant Chanel - Lamore prima del mito - di A. Fontaine, con A. Tautou, A. Nivola I Bellissimi di R4 Film: Eyes Wide Shut - di S. Kubrick, con T. Cruise, N. Kidman Vivere meglio Film: Io non ci casco - di P. Falcone, con M. Casagrande, R. De Cicco Media Shopping

LA SETTE
6.00 Tg La7 Meteo Oroscopo Traffico 6.55 Movie Flash 7.00 Omnibus 7.30 Tg La7 9.45 Coffee Break - conduce Tiziana Panella 11.10 L'aria che tira - conduce Myrta Merlino 12.30 I men di Benedetta (r) 13.30 Tg La7 14.05 Movie Flash 14.10 Film: Camicie rosse - di G. Alessandrini, con A. Magnani, R. Vallone 16.00 L'ispettore Barnaby - Tf 17.55 I men di Benedetta - conduce Benedetta Parodi 18.50 G' Day alle 7 su La7 - di Geppi Cucciari - diretta 19.25 G' Day" - di Geppi Cucciari- diretta 20.00 Tg La7 20.30 Otto e mezzo - conduce Lilli Gruber 21.10 S.O.S. Tata (r) 0.10 Tg La7 0.15 Tg La7 Sport 0.20 (ah)iPiroso - conduce Antonello Piroso 1.15 Movie Flash 1.20 G' Day alle 7 su La7" - di Geppi Cucciari (r) 1.50 G' Day - di Geppi Cucciari (r) 2.25 Otto e mezzo (r) 3.05 Omnibus (r) 5.00 Coffee Break (r)

DEEJAY TV
14.00 14.20 15.00 15.55 16.00 18.30 18.35 20.00 20.20 21.00 21.30 22.30 23.45 0.00 0.30 Lorem Ipsum Fuori Frigo Occupy Deejay Deejay Tg Occupy Deejay Deejay Tg Platinissima presenta Good Evening Lorem Ipsum Via Massena 2 Fuori frigo Iconoclasts Deejay Chiama Italia Lorem Ipsum Via Massena 2 Fuori frigo

MTV
13.00 13.10 14.00 14.50 15.40 16.30 16.50 17.40 18.30 19.20 20.20 21.10 23.20 0.20 0.40 0.50 Mtv News Jersey Shore I Soliti Idioti Degrassi: The Next Generation Teen Cribs Case pazzesche Friendzone: amici o fidanzati? Made Ginnaste: Vite parallele Randy Jackson presents: Americas Best Dance Crew Il Testimone Drumline: tieni il tempo della sfida True Blood Speciale Mtv News I Soliti Idioti Death Valley

0.40 1.15 1.30 2.20 2.35 3.25 3.40

18.55 19.35 20.30 21.10

23.40 23.45

5.05 5.20 5.45 6.00

2.35 3.50

5.20

SATELLITE

SKY

DIGITALE TERRESTRE

[servizio a pagamento]

RAI

cinema mattina

cinema pomeriggio

cinema sera

cinema notte

6.20 6.30 7.00 7.30 8.20 9.05 9.50 10.35 11.20 12.05 12.50 13.35 14.20 15.05 15.50 16.35 17.20 17.25 18.10 18.55 19.40 20.25 21.10 22.55 0.35 0.40 1.05 2.35 2.40 3.25

RAI 4
Maddechea La situazione comica 30 Rock - Serie Tv Star Trek - Serie Tv Caprica - Serie Tv Doctor Who- Serie Tv Lost World - Serie Tv Being Erica - Serie Tv Streghe - Serie Tv Supernatural - Serie Tv Dead Zone - Serie Tv Numbers - Serie Tv Flashpoint - Serie Tv Wire - Serie Tv Being Erica - Serie Tv Streghe - Serie Tv Rai News Star Trek - Serie Tv Lost World - Serie Tv Doctor Who - Serie Tv Supernatural - Serie Tv Numbers - Serie Tv Film: Connected - di Benny Chan, con Louis Koo, Barbie Hsu Film: Secret Defense - di Philippe Haim, con Gerard Lanvin, Vahina Giocante Appuntamento al cinema Wonderland - magazine Film: Trappola esplosiva - di G. Graef Marino, con P. Weller, T. Berenger Rai News Wire - Serie Tv Caprica - Serie Tv

8.20 9.05 9.50 10.40 11.00 12.45 13.30 14.15 14.25 15.20 15.25 17.10 18.05 18.10 19.10 21.00 22.50 23.45 1.30

PREMIUM
Cupid - Serie Tv American Dreams - Tf La Grande Vallata - Tf Piloti - Sitcom Uno di noi - Tf E.R. Medici in prima linea - Serie Tv American Dreams - Serie Tv Cotti e mangiati Un medico in famiglia - Tf Appuntamento al cinema Amiche - Miniserie Terra nostra - Tf Rai News Incantesimo - Soap Un medico in famiglia - Tf Provaci ancora Prof. - Miniserie Autoritratti Nuda propriet vendesi - Tf Rai News

09.10 False verit - di A. Egoyan Sky Cinema Max HD 10.25 Step Up 3 - di J. Chu Sky Cinema Family HD 11.00 La confraternita - di S.J. Furie Sky Cinema Max HD 11.35 Le pistolere - di C. Jaque Sky Cinema Classics 12.15 I fratelli Grimm e l'incantevole strega di T. Gilliam Sky Cinema Family HD 12.40 Due cuori e una provetta -di J. Gordon Sky Cinema Passion 13.20 Iron Man 2 - di J. Favreau Sky Cinema Hits HD 13.50 Immaturi - di P. Genovese Sky Cinema Comedy

14.25 Adam - di M. Mayer Sky Cinema Passion 15.30 Bright Star - di J. Campion Sky Cinema Hits HD 15.45 Beastly - di D. Barnz Sky Cinema 1 HD 16.05 La lista dei clienti - di E. Laneuville Sky Cinema Passion 17.20 Il coraggio della verit - di E. Zwick Sky Cinema Max HD 17.20 Abbronzatissimi - di B. Gaburro Sky Cinema Comedy 17.30 The Twilight Saga. Eclipse di D. Slade Sky Cinema Hits HD 17.35 Cyrus - di M. Duplass Sky Cinema 1 HD

19.05 Alba rossa - di J. Milius Sky Cinema Classics 21.00 Signori si nasce - di M. Mattli Sky Cinema Classics 21.00 Una pazza giornata a New York di D. Gordon Sky Cinema Family HD 21.00 La guerra di Madso - di C. Bertolini Sky Cinema Max HD 21.00 Il talento di Mr. Ripley di A. Minghella Sky Cinema Passion 21.00 Io speriamo che me la cavo di L. Wertmller Sky Cinema Comedy 21.10 Limitless - di N. Burger Sky Cinema 1 HD

21.10 Un weekend da bamboccioni di D. Dugan Sky Cinema Hits HD 22.35 Genitori in trappola - di N. Meyers Sky Cinema Family HD 22.40 Komodo - di M. Lantieri Sky Cinema Max HD 22.45 Come eravamo - di S. Pollack Sky Cinema Classics 23.00 Habemus Papam - di N. Moretti Sky Cinema 1 HD 23.00 Stone - di J. Curran Sky Cinema Hits HD 23.25 Cupido a Natale - di G. Junger Sky Cinema Passion 00.40 Eliminate Smoochy - di D. DeVito Sky Cinema Comedy

Leconte, con D. Auteuil, D. Boon 17.45 Rai News- Giorno 17.50 Film: Fantozzi subisce ancora - di Neri Parenti, con Paolo Villaggio e Milena Vukotic 19.20 Film: Il cielo cade - di Andrea e Antonio Frazzi, con I. Rossellini, J. Krabb 21.00 Film: Baciati dalla sfortuna - di D. Petrie, con L. Lohan, C. Pine 22.45 Film: Discesa nelle tenebre - di N. Marshall, con S. MacDonald, N. Jackson 0.30 Rai News- Notte 0.35 Appuntamento al cinema 0.40 Film: Coraggio - di J. Depp, con J. Depp, M. Brando 2.45 Drugstore - Magazine

13.50 14.40 15.15 15.20 16.15 17.10 17.40 17.50 17.55 18.20 18.45 19.45 20.40 21.15

RAI 5

sport
20.30 Game, Set and Mats EuroSport HD 20.30 Tennis. Roland Garros Eurosport 2 20.30 Ep. 8 FIFA World Cup Sky Sport 1 HD 20.30 Preview Champions League Sky Supercalcio HD 20.45 Speciale Mille Miglia Sky Sport 2 HD 20.45 Rugby. Harlequins - Leicester Tigers AVIVA Premiership Sky Sport 3 HD 21.00 Boxe. Wilczewski - Abraham Campionato Europeo Pesi SuperMedi EuroSport HD 21.00 Calcio. Albinoleffe - Torino Serie B Sky Sport 1 HD 21.00 Basket. NBA Sky Sport 2 HD 21.00 Calcio. Bayern Monaco - Chelsea UEFA Champions League 2011/12 Sky Supercalcio HD 22.30 Syncro. Ep. 1 H2O Experience Sky Sport 3 HD 22.45 Automobilismo. World Series by Renault EuroSport HD 22.45 EURO Countdown Eurosport 2 22.45 Speciale Del Piero, l'ultimo Scudetto Sky Sport 1 HD 22.45 Calcio. Varese - Sampdoria Serie B Sky Sport 3 HD 23.00 Australian Football League Magazine Eurosport 2 23.00 Calcio. Universidad De Chile Libertad Copa Libertadores Sky Supercalcio HD 23.15 Motori. Le Mans Dreams GTA Academy EuroSport HD 23.15 Calcio. Juventus - Milan Serie A 2011/2012 Sky Sport 1 HD

19.00 Wrestling. Ep. 49 WWE Domestic Raw Sky Sport 2 HD 19.00 Serie B Remix Sky Supercalcio HD 19.30 Ep. 8 FIFA World Cup Sky Supercalcio HD 20.00 Bollettino Sportivo Eurosport 2 20.00 Calcio. Speciale Serie A The Movie Sky Sport 1 HD 20.00 Ep. 21 Futbol Mundial Sky Supercalcio HD 20.15 Ep. 14 MotorSport Sky Sport 3 HD

MOVIE

8.25 Film: Voglio essere amata in un letto di ottone - di C. Walters, con H. Baddeley, E. Begley 10.30 Drugstore - di P. Pantini 10.35 Film: Nord - di Rune Denstad Langlo, con Anders Baasmo, Christiansen Kyrre 11.55 Drugstore - di P. Pantini 12.00 Film: Cigno - di C. Vidor, con L. Jordan, G. Kelly 13.50 Film: K 19 - di K. Bigelow, con H. Ford, L. Neeson 16.10 Film: Il mio migliore amico - di P.

David Letterman Show Passepartout Appuntamento al cinema A lunga durata Carnets de voyage Cool Tour Road Italy Rai News Le case pi verdi del mondo Ad Persuasion A lunga durata Carnets de Voyage Passepartout Film: Limbalsamatore - di M. Garrone, con E. Mahieux, V. Foglia 23.05 David Letterman Show 23.55 Cool Tour

FOX
09.00 09.35 09.50 10.20 10.45 10.55 11.15 11.40 11.55 12.20 12.35 13.00 13.05 13.20 13.30 Charlie's Angels Fox Retro S.O.S. Tata Fox Life Scrubs Fox HD Futurama Fox HD Happy Endings Fox HD Top Secret Fox Retro I Griffin Fox HD American Dad Fox HD Genitori in blue jeans Fox Retro Supertata USA Fox Life Tutto in famiglia Fox HD La Tata Fox Retro I Simpson Fox HD Sex and the City Fox Life I Simpson Fox HD 13.30 13.50 14.00 14.00 14.30 14.50 14.50 15.00 15.25 15.30 16.10 16.30 16.40 17.20 La Tata Fox Retro Medium Fox Life Lie to Me Fox HD Cuori senza et Fox Retro Tre cuori in affitto Fox Retro Scrubs Fox HD S.O.S. Tata Fox Life Tre cuori in affitto Fox Retro Quei secondi fatali National Geographic Channel Cuore e batticuore Fox Retro Futurama Fox HD Top Secret Fox Retro Buffy Fox HD Fast Forward Fox Crime HD 17.30 17.35 17.45 18.25 18.30 18.55 19.20 19.30 19.35 20.00 20.05 20.30 20.35 21.00 21.00 Supercar Fox Retro I Simpson Fox HD Giudice Amy Fox Life Mary Tyler Moore Fox Retro Happy Endings Fox HD Tutto in famiglia Fox HD American Dad Fox HD La Tata Fox Retro Medium Fox Life La Tata Fox Retro C.S.I. Miami Fox Crime HD Sex and the City Fox Life I Simpson Fox HD C'era una volta Fox HD Castle Fox Life 21.00 21.55 22.00 22.45 22.50 23.00 23.15 23.30 23.40 23.45 Top Secret Fox Retro Criminal Minds Fox Crime HD Top Secret Fox Retro Aiutami Hope! Fox HD The Killing Fox Crime HD I Jefferson Fox Retro Modern Family Fox HD Happy Days Fox Retro Sex and the City Fox Life N.C.I.S. - Unit anticrimine Fox Crime HD 23.55 Tab National Geographic Channel 00.00 American Dad Fox HD 00.10 Extreme Makeover - Belli per sempre Fox Life

MEDIASET PREMIUM

GIALLO
17.50 Il prescelto - di N. Labute Premium Cinema Energy 18.35 The Majestic - di F. Darabont Premium Cinema Emotion 21.15 Che bella giornata - di G. Nunziante Premium Cinema 21.15 La vita a modo mio - di R. Benton Studio Universal 21.15 State of play - di K. MacDonald Premium Cinema Energy 21.15 Elizabeth - di S. Kapur Premium Cinema Emotion 23.20 Stanno tutti bene - di K. Jones Premium Cinema Emotion 23.25 Gli spietati - di C. Eastwood Premium Cinema Energy 0.00 Basic Instinct 2 di M. Caton-Jones Studio Universal 0.45 Biutiful - di A. Gonzalez Inarritu Premium Cinema 1.05 Giorni e nuvole - di S. Soldini Premium Cinema Emotion 08.00 08.50 09.45 10.35 11.30 12.20 13.10 14.05 14.55 15.50 16.40 17.30 18.25 19.15 20.10 21.00 21.50 22.45 23.35 00.30 01.20 02.10 03.00 Ellery Queen Matlock Alfred Hitchcock Presenta Squadra Emergenza The Practice - Professione Avvocati Giudice Amy Ellery Queen Squadra Emergenza The Practice - Professione Avvocati Alfred Hitchcock Presenta Matlock Giudice Amy Ellery Queen Squadra Emergenza The Practice - Professione Avvocati Killer Instinct Killer Instinct Invasion Invasion The Practice - Professione Avvocati Ellery Queen Alfred Hitchcock Presenta Matlock

cinema

9.35 My soul to take - di W. Craven Premium Cinema 10.05 Mogambo - di J. Ford Studio Universal 10.30 Playing god - di A. Wilson Premium Cinema Emotion 11.45 Devil - di J. E. Dowdle Premium Cinema 12.00 La tempesta perfetta - di W. Petersen Premium Cinema Energy 14.15 Death Race - di P. William Premium Cinema Energy 14.45 Il sogno di una estate - di M. Tollin Studio Universal 16.05 I mercenari - di S. Stallone Premium Cinema Energy 16.40 Gattaca - La porta delluniverso di A. Niccol Studio Universal 16.40 Un altro mondo - di S. Muccino Premium Cinema Emotion 17.00 Push - di P. McGuigan Premium Cinema

IRIS
13.25 Film: Sella dargento - di L. Fulci, con G. Gemma, E. Manni 15.15 Iris la settimana - Le novit in scena 15.30 Film: 7 chili in 7 giorni - di e con Carlo Verdone, Renato Pozzetto 17.35 Film: La voce degli angeli - di N. Hamm, con P. Walker, F. MdDormand 19.25 Supercar - Tf 20.15 A-Team - Tf 21.05 Film: 2001 Odissea nello spazio di S. Kubrick, con W. Sylvester, K. Dullea 23.35 Film: Millions - di D. Boyle, con A. Etel, L. Owen McGibbon 1.30 Film: Qualcuno con cui correre - di O. Davidoff, con B. Belfer, Y. Bar Or

CIELO
10.00 11.00 12.00 13.00 14.00 14.30 15.30 16.30 16.45 18.30 19.30 20.30 21.00 21.10 22.00 23.15 Reparto maternit Aiuto! Se l' mangiato il cane Gli svuotacantine - A caccia di tesori Non lo sapevo! Sky Tg24 Giorno Dog Whisperer Voglio vivere cos Italia Famiglia Extralarge Non lo sapevo! Gli svuotacantine - A caccia di tesori Dog Whisperer Sky Tg24 Sera Gli Sgommati Dog Whisperer Luther Gli Sgommati Compilation

REAL TIME
13.00 13.30 14.30 15.00 15.25 16.20 17.15 17.45 18.40 19.10 19.40 20.40 21.10 22.10 23.05 0.00 Il boss delle torte Cortesie per gli ospiti Clio Make Up Abito da damigella cercasi Fuori Men Adolescenti XXL Abito da Sposa: Beverly Hills Monster House Cucina con Ale Clio Make Up Ramsays Best Restaurant Abito da Sposa: Beverly Hills Il boss delle torte Fuori Men Cucine da incubo Usa Malattie imbarazzanti

SPORT
Tutti lo aspettano come il protagonista assoluto dei Giochi, ma la sua forma ancora unincognita. Dopo il flop di Ostrava, gioved sera al Golden Gala di Roma pu rispondere in pista

la Repubblica la Repubblica
MARTED 29 MAGGIO 2012

66

Mistero
I dubbi del numero uno a due mesi dalle Olimpiadi
ENRICO SISTI ROMA ui latletica ma soprattutto latletica dipende da lui: luomo chiave dei Giochi, ha ammesso Lord Coe, vagamente preoccupato. Come dire: se sta male sono cavoli. E Bolt benissimo non sta. La notte prima della gara di Ostrava non ha dormito. Anche i mostri patiscono il fuso. E si visto. partito chiuso come un riccio. Le gambe mulinavano nellaria senza penetrarla. I piedi erano sordi. Per svariati secondi Collins e Clarke son sembrati suoi simili. Stava andando in scena la parodia di Bolt. Mai visto correre cos male. Una controfigura. Solo mancanza di sonno? Questanno Usain ha lavorato molto in palestra e sulla partenza. Rispetto a Berlino 2009 esce dai blocchi pi corto nel passo: pi una messa in moto che una ricerca immediata di potenza e ampiezza (sono i nuovi dogmi tecnici). A Kingston aveva corso in 41 passi e in 982. Venerd a Ostrava in quasi 42 per un misero 1004. Qualcosa non torna. Come ci fosse meno naturalezza nel gesto. Nel tentativo di migliorare il pur folle 958, ammesso che non abbia qualche oscuro problema fisico, il mostro sta perdendo confidenza, vive con meno agio le diverse fasi del 100 (nel 2012 ancora non ha corso i 200). Fasi che dovrebbero essere il suo pane. Ostrava solo un caso? Gioved sera il Golden Gala a Roma ce lo dir. Fortuna di Bolt che nemmeno gli altri (a parte Tyson Gay che torner solo per i Trials) stanno facendo le capriole. Gatlin, dopo aver vinto i 60 mondiali a Istanbul, si riposizionato sui vecchi standard battendo Asafa Powell a Doha e dimostrando di poter sempre scendere sotto i 990. Due giorni fa a Rabat per andato peggio di Bolt (1012). Lemaitre, che non lotta per vincere i Giochi, ma pur sempre uno capace di andare sotto i 990, ha corso sopra i 1040: un altro sport. Asafa in eterno conflitto con i

Bolt
propri limiti caratteriali. Yohann Blake non un centista puro. Mancano 68 giorni alla potenziale finale di Londra. Bolt ha in pi il fardello di quella falsa che gli sporc la fedina a Daegu. Il vero mistero saranno i nervi pi che il talento. Di solito fungono da catene. Non una bella prospettiva.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Lintervista

Lindolenza

Il movimento

DAL NOSTRO INVIATO EMANUELA AUDISIO LOS ANGELES rima di Bolt, cera lui a dominare lo sprint. Maurice Greene, americano, uno che di velocit se ne intende: 5 volte campione mondiale, 2 ori olimpici, 54 volte sotto i 10 secondi nei 100 metri. Ora Greene, 38 anni, ingrassato, gestisce una palestra (Factory) dove si allenano i campioni di football, di basket, di nuoto, a Westlake Village, fuori Los Angeles. Fa anche il commentatore tv dellatletica. Una sua idea su Bolt? partito veloce a Kingston, 982, si arenato a Ostrava, 1004, vedremo a Roma. Quello che ci deve dire se ha ancora voglia di sacrificarsi o se sazio. Lo sappiamo: un talento, ma non ha molta passione per lallenamento... Se ha lavorato bene non ce n per nessuno, se stato indolente la pagher. Come lanno scorso. Un Bolt normale battibile, un Bolt straordinario non lacchiappi. Lui su Marte, gli altri sulla terra. Se non ha fatto troppo finta. Non gli d fiducia? Per essere il numero uno devi allenarti da numero due. Devi avere fame, altrimenti sarai

Per essere il numero uno devi allenarti da numero due. Corra meglio. un talento, ma non ama la fatica. Se stato indolente la pagher

Latletica ha sbagliato nel consegnarsi tutta a lui. Appena rallenta, ci si sente delusi. Pare che il resto non conti e che sia solo cornice

Greene e il dilemma Usain Se non ha fame, lo mangiano


ORO A SYDNEY
Maurice Greene, 38 anni, statunitense di Kansas City, vinse i 100 metri ai Giochi di Sydney nel 2000. Con 979 fu primatista mondiale dal 99 al 2005 Per lui anche 5 ori mondiali mangiato. Ai mondiali di Daegu s visto: ha cercato di uscire prima dai blocchi, di anticipare la partenza, perch aveva paura che Blake gli scappasse. Non ha avuto fiducia in se stesso e si fregato. Non che lo voglio criticare, ma al campo potrebbe lavorare di pi e meglio. Non si sbatte troppo, gli piace rilassarsi, ma intanto Blake gli ha preso le misure. E nei cento paghi ogni fremito di paura e di fragilit. Non c tempo per il rammendo. Lei era un mostro di sicurezza. Ringhiavo, per togliermi i cento dalle mani e scrollarmi dal traguardo avrebbero dovuto uccidermi. Io cedo, ma solo da morto. E sono convinto che avrei battuto Bolt. Sia chiaro: grande. E pure alto. Ma stringere i denti e andare controvento unaltra cosa. I 100 pugnalano, sei cos teso da sentire ogni attrito del tuo corpo, il segreto svuotare la corsia, non guardare chi c a destra o a sinistra, fare la propria corsa. Altrimenti sei fritto, gi prima dello sparo. E se poi senti un pizzicotto da qualche parte fai il sordo, pure se il dolore ti trafigge. Non ero lord Brummell, io combattevo, come AliForeman. In quale parte? Di Ali, chiaro. Ci saranno sempre ostacoli nella tua corsa, non puoi arrenderti, devi resistere. Io in allenamento vomitavo, ma andavo avanti, nei primi nove mesi non sono migliorato di un centesimo. Ma sempre meglio che cuocere polli fritti in un fast food o dormire in letti sfatti e a prestito. Lei lo sa dove ci portava coach Smith prima del lavoro in pista?. Allobitorio. E nel reparto ospedaliero dei malati terminali. Ci faceva promettere che dalla nostra bocca non sarebbe mai uscita la parola sono stanco. Solo chi non c pi o sta lottando per esserci ancora ha il diritto di pronunciarla. Si vede che a forza di non lamentarmi in molti avranno pensato che correre i cento una breve passeggiata. Non lo : devi bruciare per trovare conforto. Ma da fuori si vedono sono le belle macchine, non tutte le volte che lolio ti ha sporcato.

Basket

Diritti tv

Semifinali, Siena batte Sassari. Oggi Milano-Pesaro


SIENA La Montepaschi Siena si aggiudicata la prima semifinale dei playoff di serie A, battendo 91-68 il Banco Sardegna Sassari. Partita senza storia, troppo grande il divario tra le due squadre. La gara2 si giocher a Siena domani. Stasera la seconda semifinale, EA7 Emporio Milano-Scavolini Siviglia Pesaro (20.35, Raisport1).

La Rai salva 90 e la Ds, a rischio Quelli che...


MILANO La Rai salva Novantesimo minuto e La domenica sportiva. Lassemblea di Lega di serie A ha accettato le offerte per gli highlights in chiaro nella fascia oraria dalle 18.15 in poi: 14,5 milioni per tre stagioni. Per la fascia 13.3018.15 si prosegue a trattativa privata. A rischio Quelli che....

67

Lultimo record di Federer il pi vincente negli Slam


Folle Brianti: occasione gettata con la regina Azarenka
GIANNI CLERICI PARIGI l mio inesausto desiderio di notoriet mediatica, ovviamente tramite ben altre star, svanisce mentre mi vengo a trovare nel Tenniseum, il Museo del tennis che ho aiutato a fondare: in quella Alberta Brianti, amabilissima socia del mio antico Club, lo storico Alberto Bonacossa di Milano, venuta inaspettatamente a trovarsi avanti di un set, e palla di 5 a 0 al secondo: contro chi? Nientedimeno che la n.1 del mondo, la russa bianca Victoria Azarenka. Un donnone, Azarenka, che domina la nostra bambina nella statura di 19 cm, nel peso di 10 kg, nella classifica di 104 posizioni, insomma in tutto se non nellet: 9 anni in meno. Quando alfine riesco a raggiungere il Centrale, mi trovo di fronte ad un match che sta cambiando pelle. Sin l la bestiolona bielorussa riuscita nellinsolito compito di perpetrare 49 errori contro 19 dellitalianina. Che, a sentire i miei pi zelanti patrioti, non stata estranea a simile dissesto, grazie a una tattica concertata con la maestra Laura Golarsa, altra italiana che manc la semifinale di Wimbledon per un solo punto, sembra ieri, nel 1989. Tattica, dicevo, che si riassume in crossettini di rovescio tagliati che avevano dissestato il rovescione, spesso accio, della bielorussa, e in raddoppi piatti lungo linea, infarciti anche di qualche discesa a rete, con finali vole di tocco (ma s).

I risultati
DJOKOVIC AVANTI
1 turno uomini: Djokovic (Ser) b. Starace 7-6 6-3 6-1; Federer (Svi) b. Kamke (Ger) 6-2 7-5 6-3; Seppi b. Davydenko (Rus) 6-3 7-6 7-5 1 turno donne: Azarenka (Blr) b. Brianti 6-7 6-4 6-2; Arvidsson (Sve) b. Vinci 6-2 4-6 6-3; Pennetta b. Hsieh (Tpe) 6-7 6-4 6-2

LIMPRESA SFIORATA
A sin. Alberta Brianti, in vantaggio sulla n 1 al mondo, la bielorussa Azarenka, per 7-6 4-0; poi ko 6-2 al terzo set. Sopra Federer: 233 vittoria in uno Slam, raggiunto Connors

RECORD DEL MONDO 958


Per lo sprint oggi parla giamaicano. Bolt e i suoi fratelli hanno trovato lambiente giusto, in Giamaica la velocit uno stile di vita e sono bravi a pubblicizzarla. Si corre anche in America, ma senza molta visibilit. E se posso permettermi latletica ha sbagliato a consegnarsi tutta a Bolt, va bene se lui fa miracoli, attira gente e interesse, ma appena Usain rallenta, tutti si sentono delusi e ingannati. Ai tempi miei cera pi equilibrio, se un campione falliva nel cartellone ce nera subito un altro, ora tutto dipende dal risultato di Bolt, il resto non conta, cornice. C ancora Gay. S c, americano come me. Ha 30 anni, si ripreso da unoperazione allanca, gli ho anche telefonato per dirgli che avevo qualche consiglio da dargli, visto che la sua corsa ha problemi tecnici, non riesce a essere fluido nelle transizioni. Fa tutto troppo veloce invece di addolcire il movimento. Se diventi rigido come un baccal e non curi i dettagli, ad alto livello non vinci. Bolt si lamenta delle sue critiche. Corra meglio. Anche lui nello stile ha cose da rivedere, esce fuori ai 50 metri, prima insaccato, non manda le ginocchia in alto, non pi esplosivo. Gli auguro bene, ma a Ostrava stato una tartaruga e non da lui. Deve capire: la bava alla bocca non peccato.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Usain Bolt, 26 anni, campione olimpico, mondiale e recordman in carica sui 100 e 200 metri

M a non faccio a tempo ad affacciarmi che rinvengo sui visi dei miei colleghi unombra negativa, e addirittura mi folgora laffermazione del veterano fotografo Tonelli: Una si resa conto di essere lAzarenka, laltra la Brianti. La partita, in un istante, ha cambiato padrona anche se, vinto il resto del match con successivi dodici games a due, lAzarenka, a una mia domanda indiscreta, trover la schiettezza di rispondere: I have been lucky, sono stata fortu-

nata. In proposito, mi giunge in aiuto lamico Di Palermo, il rappresentante dei giocatori, che mi fa notare quel che pu apparire ovvio soltanto a un astrologo: nel 2011 la Clijsters vince in Australia e perde in primo turno a Roland, dove vince Li Na battuta in primo turno a Wimbledon che vede vittoriosa Kvitova che perde la prima partita dello Us Open, dove vince Stosur, che si smarrisce allavvio dello Australian Open vinto da Azarenka, che purtroppo interrompe la maledizione, e non riesce a perdere da Brianti. Conferma dellattuale squilibrio verso la mediocrit

del tennis femminile. Ma non terminata, questa onorevole esibizione degli italiani perdenti. Sul Centrale parigino, un nostro tipico rappresentante di provincia, il cervinarese Potito Starace, si ritrova a suo agio, quasi trovasse la trasferta una gita premio. Gi nel 2004 aveva disputato un memorabile match mancando due match point contro Safin, ed era stato al contempo derubato di una vittoria per squalifica del russo da un arbitro vittima di un complesso di inferiorit sociale. Contro il Djokovic di oggi, forse lievemente inferiore a quello irresistibile dellanno passato, ma tuttavia in corsa quale Favorito n. 2 (lUno Nadal) Potito fa partita eguale per tutto lo sfortunato primo set, si fa distanziare di un solo break nel secondo, e si rassegna alla propria inferiorit solo alla fine. Questa picciola storia di italiani brillanti perdenti (mi si perdoni lantifrasi) stata interrotta dallabituale e solida prestazione dello Andreas Seppi di questi ultimi tempi, uno che un mio vicino inglese termina addirittura di definire e speriamo abbia ragione un late bloomer uno tardo a fiorire, se vi ricordate la poesia di Saffo. Batte facile Davydenko, che fu addirittura il terzo del mondo. Ma, alla fine di una simile giornata densa di vicende, mi par giusto citare uno storico evento, la duecentotrentatreesima vittoria di Federer in uno Slam, una cifra che lo appaia a Connors. Con due differenze. Connors gioc sino a 39 anni, contro gli attuali 31 di Roger. Ma lAntipatico si consent solo due viaggi in Australia, rispetto ai 12 del mio Svizzero. Qual il falso, quale il vero record? Ai posteri.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il personaggio

La Pellegrini dopo il flop: Mi diceva di star tranquilla via skype...

Ho pianto al pc con pap come faccio a star serena?


ALESSANDRA RETICO
n pianto lunghissimo col padre. Poi una bella dormita. Faceva freddo, io completamente esausta. Sono andata a dormire presto. Il giorno dopo di Federica Pellegrini. Dopo il fallimento nelle batterie dei 400, dopo che il fidanzato Filippo Magnini ha vinto un secondo oro con la staffetta mista. Si tengono per mano, si sostengono. La nostra storia non dipende dai risultati. Lui che ha vinto anche la velocit nella gara che non dominava da cinque anni, lei che esce fuori da quella di cui padrona da record del mondo. Fede: Mi hanno mandato pochi messaggi, le persone che so che contano nella vita. Appena tornata in albergo ho acceso il computer, in genere parlo con mia madre in queste situazioni e invece ho visto la faccia di mio padre via skype: sono scoppiata in lacrime. Poi a tutti e due ho spiegato come mi sentivo, alla fine pap mi ha detto soltanto:

Federica Pellegrini

Subito in acqua

Quello che mi successo non centra con lansia. Non vedo lora di rituffarmi, manca poco a Londra

stai tranquilla. E come faccio, a due mesi da Londra? Ma so che ha ragione. Oggi a Roma faccio le visite mediche, per vedere se c qualcosa che non va. Abbastanza bene di spirito. Beh mi dispiace, ma quello che mi successo non centra niente con lansia, era la cosa pi semplice da pensare viste le crisi del passato, invece non era quello ma una tremenda fatica fisica. Da oggi pomeriggio riprender gli allenamenti, Ostia, Roma, Tenerife, Verona: S, finalmente a casa. A Roma sto bene ma io nelle grandi citt non ci vivrei, come a Parigi. Ma non vedo lora anche di rituffarmi in acqua, al Settecolli forse non far gli 800, vedremo con Claudio. Cio Rossetto, il tecnico di Fede e di Filippo: Con lui siamo tranquilli. Lui spiega: Ci siamo parlati ieri, ma adesso si deve andare avanti. Abbiamo poco tempo da qui alle Olimpiadi, quello che accaduto va superato e in fretta, non possiamo perdere tempo in chiacchiere. No, non si pu.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica la Repubblica
MARTED 29 MAGGIO 2012

R2SPORT
Verso Euro 2012

PER SAPERNE DI PI www.figc.it www.asroma.it

69

Oggi la lista dei 23 venerd con la Russia


slittata di ventiquattro ore la scelta dei 23 convocati per Euro 2012 da parte del ct Prandelli. In corsa sono rimasti in 25 (a sinistra), la lista sar comunicata in mattinata. La nazionale giocher un ultimo test amichevole venerd 1 giugno contro la Russia, a Zurigo. A destra Balotelli: avr la maglia numero 9

ITALIA LUSSEMBURGO
Buffon Maggio Barzagli Bonucci Balzaretti Nocerino Pirlo De Rossi Montolivo Cassano Balotelli 1 1 2 2 6 5 19 4 3 3 20 6 21 11 5 8 18 10 10 7 9 9 Arbitro: KEVER
Tv ore 20.45: Rai1

Joubert Schnell Blaise Phillips Janisch Peters Laterza Payal Bettmer Mutsch Joachim

Italia, prova di gruppo vero Gli Europei sono iniziati gi


Stasera a Parma test contro il Lussemburgo
ENRICO CURR FIRENZE er me lEuropeo comincia da questa partita. Cominceremo a stare in campo per unora e mezza e a schierarci anche in funzione dellavversario e della ricerca del nostro gioco. In una piccola parentesi a una giornata eufemisticamente definita molto particolare, Prandelli ha spiegato il significato tecnico dellamichevole di stasera col Lussemburgo, verifica fondamentale della squadra che il 10 giugno a Danzica affronter al debutto di Euro 2012 la Spagna campione del mondo. In realt ci sono molti aspetti che si sovrappongono a quello tecnico, il pi importante certamente la capacit degli azzurri di reggere il contraccolpo psicologico dello scandalo del calcioscommesse e del taglio forzato di Criscito. Conservando Bonucci tra i 23, a dispetto delle notizie sulliscrizione nel registro degli indagati della procura di Cremona, e schierandolo probabilmente da titolare stasera, il ct lancia un segnale molto preciso al gruppo: dovr essere monolitico, senza crepe. La prova col Lussemburgo sar seguita da quella di venerd a Zurigo con la Russia, ma verosimile che, nella rotazione di tutti gli uomini a sua disposizione tra le due partite, Prandelli privilegi proprio in questo primo appuntamento i presunti titolari e il modulo base, il 4-3-1-2, con la rotazione dei centrocampisti e del finto trequartista dietro le due punte. Si tratterebbe del battesimo della formazione da opporre alla Spagna e in que-

La campagna

Il ct contro il massacro dei cani in Ucraina


Cesare Prandelli posa con Nero, il suo cucciolo bianco di Jack Russell, sulla copertina del mensile GQ diretto da Gabriele Romagnoli, in edicola il 31 maggio: una campagna contro il massacro dei cani in Ucraina, uno dei Paesi che ospiter dall8 giugno lEuropeo di calcio sui 23 da portare nel ritiro di Cracovia. La lista dei 23 va comunicata allUefa entro le 12 e tra i 25 superstiti oltre a Criscito sono ufficialmente fuori Viviano, Astori, Bocchetti, Cigarini, Schelotto Verratti gli indiziati di bocciatura sono Ranocchia e Destro, anche perch il ct ha confermato che lidea della scorsa settimana di inserire tutti e 6 gli attaccanti nel frattempo un po cambiata. Possono essere considerate altre ipotesi, una riflessione in questo senso la sto facendo. Per ora la riflessione pi dolorosa lo ha spinto a lasciare a casa Viviano, a lungo portiere titolare allinizio della sua gestione, in assenza di Buffon. Gli ho preferito Sirigu, perch ha giocato unottima stagione nel Psg, acquisendo esperienza internazionale. Invece il recupero di Viviano, dopo linfortunio al ginocchio, stato un po affrettato e le ultime prestazioni non ci hanno convinto. Tra i cambi in corso dopera possibile stasera il tridente, con Diamanti e/o Giovinco. Nel frattempo i numeri di maglia saranno assai indicativi: per Cassano pronto il 10, per Balotelli il 9. Non si tratta solo di simboli: Cassano lassistman, Balotelli deve segnare. Assisteranno alla partita allo stadio Tardini, scelto dalla Figc per la campagna contro la violenza sulle donne, almeno cinquemila spettatrici. Speriamo che ci circondino di entusiasmo, ne abbiamo bisogno, ha detto Prandelli, a margine della presentazione delliniziativa da parte del dg Valentini. In mattinata, a Coverciano, il vicepresidente Albertini aveva espresso perplessit sugli eccessi della legalizzazione delle scommesse. Tornare indietro non possibile, ma credo che si debba porre almeno qualche limite: le scommesse ci hanno portato pi danni che vantaggi economici.
RIPRODUZIONE RISERVATA

In breve

Il caso Serbia

Mihajlovic caccia Ljajic: Non canta linno


BELGRADO Niente inno, niente nazionale. Il neo ct della Serbia, Sinisa Mihajlovic, ha allontanato Adem Ljajic dal ritiro della squadra in Svizzera perch lattaccante della Fiorentina non ha cantato linno nellamichevole di sabato contro la Spagna. Era uno degli obblighi previsti dal codice di comportamento. Motivi personali, ha spiegato Ljajic, di nuovo nella bufera dopo laggressione subita da Delio Rossi. Ljajic originario del Sangiaccato, regione che si sente discriminata da Belgrado: Amo la Serbia, ma se non rispetto me stesso nessuno mi rispetter.

Scherma

Montano, strappo i Giochi a rischio


ROMA Lesione muscolare al grande adduttore della coscia sinistra: questa la diagnosi dellecografia a cui si sottoposto Aldo Montano. Lo sciabolatore salter gli Europei di Legnano, a rischio i Giochi di Londra: Far di tutto per salire su quella pedana e appendermi una medaglia al collo. NBA Playoff, finale Ovest gara-1: San Antonio-Oklahoma 101-98. Stanotte gara-2 (ore 3.00 SkySport2). VOLLEY Ultima amichevole pre-olimpica delle azzurre: Cina-Italia 3-0. SUPERBIKE A Checa (Ducati) gara-1 del Gp Usa. 2 Melandri (Bmw), 3 Biaggi (Aprilia). BOXE Johnny Tapia, 5 volte campione del mondo di boxe in 3 diverse categorie (supermosca, gallo e piuma) stato trovato morto nella sua casa di Albuquerque, nel New Messico. Aveva 45 anni. Si era ritirato nel 2011. Incerte le cause della morte. SUPERCOPPA ITALIANA Incerta la sede della finale fra Napoli e Juventus. Napoli favorevole a Pechino, la Juve, gi impegnata in estate in Usa, vorrebbe giocare a Torino: 1119-25 agosto le possibili date. CHELSEA La stella belga del Lille Eden Hazard annuncia su twitter: Sono del Chelsea. I Blues non hanno confermato. INGHILTERRA Gareth Barry del City non andr agli Europei: stiramento agli addominali. Al suo posto il ct Hodgson ha convocato Jagielka (Everton).

Roma

Baldini incontra Zeman solo dettagli per la firma


STRANIERI
A sin. Zeman: fu alla Roma gi tra 97 e 99. Anche la Lazio cambia Lotito ha gi scelto il serbo Vladimir Petkovic, che in Svizzera ha salvato il Sion ai playout

Prandelli prova la squadra che intende opporre alla Spagna il 10 giugno al debutto
sto senso lesame principale per la coppia dattacco CassanoBalotelli: non esiste pi molto tempo per cercare alternative. Se uno dei due dimostrasse affanno, pronto laffidabile veterano Di Natale. A centrocampo il trio De Rossi-Pirlo-Marchisio avvantaggiato, con Montolivo e Thiago Motta in ballottaggio per la maglia da rifinitore. A proposito di maglie, dopo il taglio forzato di Criscito, Balzaretti passato dal ruolo di escluso a quello di potenziale terzino sinistro contro la Spagna, se Chiellini non dovesse recuperare: su di lui che si appunta lattenzione di Prandelli, che dovr sciogliere stamattina gli ultimi due dubbi

MATTEO PINCI ROMA eman e la Roma tredici anni dopo. Forse gi oggi potrebbe arrivare la fumata bianca definitiva, ma ormai la scelta fatta. Leredit del progetto americano dopo il fallimento di Luis Enrique (domenica cena dei saluti al Pastificio San Lorenzo con Baldini e Sabatini) sar affidata al Boemo, che la capitale e la maglia giallorossa le aveva lasciate nel 99. Una certezza o quasi dopo lincontro di ieri in mattinata tra Zdenek e il dg Baldini. Un appuntamento positivo, che ha sostanzialmente convinto entrambi. Ho incontrato la Roma ammetteva Zeman in serata ma adesso dobbiamo rivederci. Gi, perch per il s definitivo mancherebbero ancora dettagli che riguardano in parte le cifre del contratto (si parla di una cifra

tra gli 800 mila euro e il milione allanno) e in parte la durata, con il tecnico che spinge per una soluzione annuale. Ma anche a Pescara nessuno nutre pi dubbi su come andr a finire. Zeman andr alla Roma, lo sconforto dei dirigenti abruzzesi, gi da qualche giorno in contatto con Delio Rossi, successore designato del Boemo. Che, ieri sera, ha comunicato al ds Delli Carri e al presi-

dente Sebastiani la propria decisione di lasciare il club dopo la storica cavalcata che ha riportato il Pescara in serie A. In serata i dirigenti romanisti si sono ritrovati nel centro sportivo. Entro un paio di giorni la Roma vuole annunciare anche ufficialmente il nome del nuovo tecnico, e gi domani il Boemo potrebbe tornare nella capitale, nella sua casa al Fleming. Cos, appaiono

quasi superate le dichiarazioni di Sabatini, che nel pomeriggio di ieri, dopo un pranzo allEur con il legale e consigliere Baldissoni si limitava a parlare di possibilit rilevanti che Zeman diventi il nostro allenatore. Proprio nelle ore in cui a Roma si rincorreva il giallo Villas Boas, avvistato un po ovunque, persino nello stesso hotel del pranzo tra dirigenti. Una presenza che per non solo non ha trovato conferme, ma anche decise smentite. Anche perch la Roma, mentre le solite voci rimbalzavano via etere sollevando dubbi e perplessit, aveva gi bloccato Zeman. Un boemo a Trigoria, un serbo a Formello: anche la Lazio ha scelto, sar Vladimir Petkovic a guidare il club di Lotito. Ieri per il tecnico di Sarajevo la salvezza con il Sion ai playout, a breve la firma con la Lazio su un contratto biennale. Roma ha due nuovi padroni.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica la Repubblica
MARTED 29 MAGGIO 2012

METEO

PER SAPERNE DI PI meteo.repubblica.it

71