Sei sulla pagina 1di 76

Hi Tech

I piaceri

Benessere

Idee e pochi soldi cos nascono le app fai da te


JAIME DALESSANDRO

Nel borgo antico labitante fa da guida ai turisti


MARINA CAVALLIERI

Dieta Baby o Dukan ultime ricette per dimagrire


SILVIA LUPERINI

Fondatore Eugenio Scalfari


1 2 www.repubblica.it

Direttore Ezio Mauro


CON VINICIO CAPOSSELA 11,40

sab 31 mar 2012

Anno 37 - Numero 77

1,50 in Italia

sabato 31 marzo 2012

SEDE: 00147 ROMA, VIA CRISTOFORO COLOMBO, 90 - TEL. 06/49821, FAX 06/49822923. SPED. ABB. POST., ART. 1, LEGGE 46/04 DEL 27 FEBBRAIO 2004 - ROMA. CONCESSIONARIA DI PUBBLICIT: A. MANZONI & C. MILANO - VIA NERVESA, 21 - TEL. 02/574941. PREZZI DI VENDITA ALL'ESTERO: AUSTRIA, BELGIO, FRANCIA, GERMANIA, GRECIA, IRLANDA, LUSSEMBURGO, MALTA, MONACO P., OLANDA, PORTOGALLO, SLOVENIA, SPAGNA 2,00; CANADA $1; CROAZIA KN 15; EGITTO EP 16,50; REGNO UNITO LST 1,80; REPUBBLICA CECA CZK 64; SLOVACCHIA SKK 80/ 2,66; SVIZZERA FR 3,00 (CON D O IL VENERD FR 3,30); TURCHIA YTL 4; UNGHERIA FT 495; U.S.A $ 1,50

Gli aumenti tra aprile e maggio. Gas su dell1,8%. I dati sul fisco: mezza Italia sotto i 15 mila euro. La forbice salari-prezzi ai livelli di 17 anni fa

Il reportage

Stangata sulle bollette: luce +10%


Irpef,10milioninonlapagano.Gliimprenditoripipoverideidipendenti
Monti: lEuropa vuole la riforma

Caldo record e fiumi a secco il Nord prega per la pioggia


JENNER MELETTI

Fornero: il Paese non si spacchi sullarticolo 18

ROMA Le bollette costeranno di media a una famiglia italiana quasi 70 euro in pi allanno. il frutto degli aumenti di primavera che vedono le bollette del gas schizzare a pi 1,8% mentre la luce raggiunger il pi 9,8% in due mesi. E tra stipendi e inflazione si toccato il divario massimo da 17 anni. Intanto i dati del Fisco dimostrano che in Italia 10 milioni di persone non pagano lIrpef: met del Paese dichiara di vivere sotto i 15mila euro allanno. ARD, CILLIS CONTE E GRION DA PAGINA 2 A PAGINA 7

La polemica

Sbloccati 105 milioni per gli scavi

Foto di gruppo con evasore


MICHELE SERRA
GNI volta che vengono resi pubblici i redditi degli italiani, si sussulta. la fotografia, se non di un Paese povero, di un Paese con moltitudini di poveri, una piccola minoranza di benestanti e pochissimi ricchi. SEGUE A PAGINA 4

Casini rinuncia ai privilegi. Violante: fiera dellipocrisia


Elsa Fornero A PAGINA 9

LE REGOLE UNIVERSALI
TITO BOERI
I che il Paese stato il Governo sin qui a non essere pronto per la riforma del mercato del lavoro. A tre mesi dallapertura del tavolo con le parti sociali, a dieci giorni dalla sua tempestosa chiusura, a una settimana dal varo in Consiglio dei ministri della riforma, non c ancora un disegno di legge, un articolato che chiarisca i moltissimi punti lasciati in sospeso dalle linee guida diffuse dallesecutivo nei giorni scorsi. SEGUE A PAGINA 37

Polemica sui benefit la Camera ci ripensa


Ecco la lista dei privilegiati Il sindaco: ne taglieremo il 40%

Politici, banchieri sindacalisti: libert di corsia preferenziale per 4mila a Milano


ALESSIA GALLIONE A PAGINA 22

ROMA Le polemiche sui benefit ai presidenti della Camera hanno portato a una modifica che ha stabilito il limite di 10 anni dal momento in cui finisce la carica, e non dal 2013. Lex presidente di Montecitorio, e leader dellUdc, Casini ha anticipato i tempi rinunciando con effetto immediato a staff, auto di servizio e ufficio. Tra gli altri ex presidenti, Violante dice: Non intendo compiere esibizionismi, e Bertinotti fa sapere che si atterr alle regole. BUZZANCA E CUZZOCREA ALLE PAGINE 12 E 13

Pompei, contro la camorra arriva un prefetto ad hoc


FRANCESCO ERBANI A PAGINA 27

TREBASELEGHE (Padova) ORSE sar meglio procurarci dei rami di ontano. Con un coltellino si toglieva la corteccia e appariva il legno bianco. E con questi rami si preparavano le croci, da mettere allinizio di ogni campo. Servivano a tenere lontano la siccit, la grandine e ogni altro disastro. Quando era bambino, Lorenzo Zanon sindaco di Trebaseleghe e insegnante di religione andava con i suoi genitori alle rogazioni. Per tre giorni, alla mattina presto, si facevano le processioni. Si partiva da un pilastrino dedicato alla Madonna, si passava da un campo allaltro mettendo queste croci bianche, si arrivava a un altro capitello. Il prete in testa, con tutti i paramenti, le candele, i chierichetti Si recitavano le litanie speciali. A fulgure et tempestate libera nos Domine. Signore, liberaci dai fulmini e dalla tempesta. E se le campagne erano secche, il vescovo invitava i preti ed i fedeli a una processione o a un pellegrinaggio ad petendam pluviam, per invocare al pioggia. Ci sar davvero bisogno, dei rametti di ontano. SEGUE ALLE PAGINE 28 E 29 CON UN ARTICOLO DI VALENTINA ACORDON

Il personaggio

La mia vita con Bin Laden Cattelan: anche senzarte sempre in fuga con 4 figli vivo trenta ore al giorno
DECLAN WALSH ISLAMABAD E SI ascolta la pi giovane moglie di Osama Bin Laden, dopo gli attentati dell11 settembre, il terrorista vissuto per nove anni in clandestinit in Pakistan, si spostato tra cinque rifugi sicuri, e ha avuto quattro figli, almeno due dei quali nati in un ospedale pubblico. la testimonianza di Amal Ahmad Abdul Fateh. SEGUE A PAGINA 17

Denuncia di una tunisina

IRENE MARIA SCALISE


ON conosce pace Maurizio Cattelan. Splendido cinquantenne, qualche mese fa ha annunciato la fine della sua carriera di artista strapagato in tutto il mondo. Lidea, a quanto diceva, poteva essere quella di ritirarsi da qualche parte a non fare nulla. Un artista finalmente libero dallobbligo creativo. E invece no. Ancora una volta Cattelan non ce lha fatta. ALLE PAGINE 39, 40 E 41

Io picchiata per il mio velo

A PAGINA 23

SALOMONE/AFP

la Repubblica
SABATO 31 MARZO 2012

ECONOMIA E POLITICA
Tutte le cifre del 2010 Imprenditori con 18.170 euro, dipendenti con 19.810 Il reddito medio dei contribuenti risulta pari a 19.250 euro. Nella categoria superiore lo 0,07%

I2

IL DOSSIER. I dati del Dipartimento Finanze

I redditi
Fisco, dichiarazioni shock i datori di lavoro guadagnano molto meno dei dipendenti
Solo in trentamila denunciano oltre 300 mila euro
LUISA GRION

UN Paese con molti poveri o con troppi evasori: dalle dichiarazioni dei redditi del 2011 sulle entrate del 2010 risulta che litaliano medio vive con 19.250 euro lanno. Ma un reddito su tre inferiore ai 10 mila euro e quasi il 50 per cento dei contribuenti non supera i 15 mila euro. I datori di lavoro secondo i dati del Dipartimento Finanze del ministero dellEconomia - dichiarano 18.170 euro lanno, meno dei loro dipendenti (19.810). Pochissimi i contribuenti che si possono considerare ricchi: solo l1 per cento degli italiani che paga le Le categorie

tasse ammette di percepire entrate superiori ai 100 mila euro e solo lo 0,07 per cento confessa redditi dai 300 mila euro in su. Oltre dieci milioni ditaliani non versano nemmeno un euro di Irpef: il loro reddito risulta sotto la soglia esente. In un anno dominato dalla crisi sono rimaste pesanti le divergenze fra Nord e Sud, ma le difficolt economiche non hanno frenato la solidariet: nel 2010 quasi un milione di contribuenti ha effettuato donazioni alle Onlus. In calo invece del 3,5 per cento i versamenti a favore delle istituzioni religiose. Le regioni

Le classi di reddito

Met italiani sotto i 15 mila euro pi di 10 milioni non pagano lIrpef


LITALIANO medio vive con 19.250 euro lanno, ma quasi uno su due (il 49 per cento) non arriva ai 15 mila e uno su tre si ferma sotto la soglia dei 10 mila. I dati arrivano dal Dipartimento Finanze del ministero dellEconomia e dalle elaborazione fatte dai tecnici sulle dichiarazioni presentate lo scorso anno sui redditi del 2010 (Unico, modello 730 e 770). Numeri ufficiali dunque, talmente bassi da tracciare il ritratto di un Paese che vive, se non in povert, sicuramente con grande modestia e profonde differenze sociali. Evasione a parte, chiaramente. Se ben il 90 per cento degli italiani dichiara un reddito che sta sotto i 35 mila euro, solo l1 per cento pu contare su entrate superiori ai 100 mila. I ricchi - quelli che dichiarano pi di 300 mila euro - sono solo lo 0,07 per cento della popolazione, 30.590 contribuenti appena su un totale di oltre 41 milioni. Pi numerosi quelli che, rientrando nella soglia di esenzione (7.500 euro cui vanno aggiunte le detrazioni), non versano un euro di Irpef: sono 10,6 milioni.

Imprenditori sotto il reddito medio autonomi e professionisti a 42 mila euro


FARE limprenditore - secondo di dati del Dipartimento Finanze - non conviene: tanti pensieri e pochi soldi. Dalle dichiarazioni Irpef del 2011 risulta infatti che i lavoratori dipendenti guadagnano, in media, pi dei loro datori di lavoro. I primi superano addirittura la media nazionale e dichiarano 19.810 euro di reddito annuo. I loro datori di lavoro si fermano invece a 18.170 e non raggiungono il reddito medio. I padroni dunque sarebbero pi poveri degli operai: una lettura che la Cgia di Mestre contesta (fra i dipendenti, commentano, si considerano anche i magistrati, i dirigenti e i manager pubblici e privati). Peggio dei datori di lavoro - restando ai dati forniti delle Finanze - stanno solo i pensionati che dichiarano un reddito di 14.980 euro annui: rappresentano quasi il 37 per cento dei contribuenti e vivono - in media - con una pensione di 1.200 euro lordi. Lexploit arriva invece da lavoratori autonomi e professionisti, categoria che dichiara in media 41.320 euro lanno.

La Lombardia prima, i poveri in Calabria ma al Sud che si pagano pi tasse


NORD e Sud: il divario si vede anche dai redditi. Le dichiarazioni sulle entrate del 2010 ci dicono che in media i contribuenti pi ricchi abitano nel Nord-Ovest e i pi poveri nelle Isole. La regione con il reddito medio pi elevato la Lombardia (22.710 euro) seguita dal Lazio (21.720); la Calabria registra invece il reddito pi basso, fermandosi a 13.970 euro. Eppure, secondo lo Svimez sono proprio le regioni meridionali a pagare, in proporzione, pi tasse: E cos contrariamente alla vulgata corrente - sottolinea il loro rapporto - Nel 2010 ogni cittadino del Sud ha versato 298 euro pro capite, contro i 385 del Centro e i 410 del Nord. In termini di peso sulla ricchezza le cifre per cambiano: il peso delle entrate tributarie sul Pil al Sud dell'1,74 per cento, al Centro dell'1,34, al Nord dell'1,36 per cento. Va detto che sul conteggio pesano gli automatismi fiscali previsti in caso di deficit sanitario. Quanto alle addizionali regionali Irpef, in testa c il Lazio: 440 euro medi rispetto ai 280 nazionali.

la Repubblica
SABATO 31 MARZO 2012

PER SAPERNE DI PI www.finanze.gov.it www.tesoro.it

I3

Un italiano su quattro troppo povero per pagare lIrpef. Nel Lazio laddizionale pi alta

FOTO:IMAGOECONOMICA

Le curiosit

Quasi un milione finanzia le onlus in calo donazioni alla Chiesa e mutui


IN CRISI, ma solidali. Nonostante il 2010 non sia stato un buon anno per i redditi degli italiani, quasi un milione di contribuenti ha effettuato una donazione a favore delle Onlus. Hanno convinto di meno, invece, le istituzioni religiose: le erogazioni in loro favore sono risultate in calo rispetto allanno precedente (meno 3,5 per cento). Dallanalisi delle dichiarazioni dei redditi risulta in diminuzione anche la spesa sostenuta per interessi passivi sui mutui: gli oneri relativi a quelli di recupero edilizio sono scesi del 28 per cento (un po a causa della stretta bancaria, un po per la sospensione del pagamento delle rate concessa in caso di difficolt). E invece aumentata (o emersa dal nero) la spesa per addetti allassistenza personale (le badanti): pi 21,8 per cento. Dai dati delle Finanze risulta inoltre che - sempre restando in tema di oneri detraibili - sono lievitate le spese per la riqualificazione energetica degli immobili (pi 23 per cento) e per il recupero edilizio (pi 12).

Impresa Semplice un marchio di Telecom Italia

chiama il

191
Impresa Semplice
Il braccio destro che fa per me.

la Repubblica
SABATO 31 MARZO 2012

ECONOMIA E POLITICA
Il 10% pi benestante della popolazione possiede il 44% della ricchezza nazionale

I4

PER SAPERNE DI PI www.fiscooggi.it www.irpef.info

Le supercar sono quasi 600 mila, gli yacht 100 mila e 500 gli elicotteri di propriet di privati cittadini

IL DOSSIER. I dati del Dipartimento Finanze

I redditi
Seicentomila ricchi tra fondi, barche e Suv ma per il fisco sono venti volte di meno
VALENTINA CONTE

Pochi pagano le tasse, molti ostentano il lusso. La ricchezza in Italia un mostro a due teste: da una parte i 30 mila contribuenti onesti che dichiarano redditi sopra i 300 mila euro lordi annui, dallaltra i furbetti del Fisco. Ovvero molti dei 600 mila italiani che hanno portafogli finanziari straboccanti, sopra i 500 mila euro, per un totale di oltre 800 miliardi di investimenti, fanno vacanze tutto lanno su super yacht, sgommano a bordo di costosissimi bolidi, viaggiano in elicottero. E dichiarano 20 mila euro lordi lanno, il doppio della paga di un co.co.pro. I conti non tornano e levasione delle tasse si conferma il vero nodo scorsoio delleconomia italiana. Che punisce gli onesti e intoppa la crescita.

PI di 600 mila superpaperoni hanno patrimoni finanziari superiori al mezzo milione di euro. Eppure appena 30.590 italiani dichiarano di guadagnare sopra i 300 mila euro. Venti volte meno. Questa volta i conti proprio non tornano. Ancora meno se consideriamo che in Italia la maggior parte dei proprietari di yacht, bolidi, aerei privati ha un reddito medio ufficiale di 20 mila euro. A fronte di 100 mila barche di lusso, ovvero natanti lunghi almeno 10 metri, 595 mila supercar da 248 cavalli (185 kw), 518 elicotteri privati. Com possibile se, come calcola la Banca dItalia, il 10% pi ricco della popolazione possiede ben il 44% della ricchezza nazionale? I (POCHI) RICCHI SOPRA I 300 MILA Invisibili al Fisco, visibili nei consumi e negli investimenti. Puntuale, la contraddizione spunta come un fenomeno carsico. I nuovi dati sulle dichiarazioni 2011, comunicati ieri dal Dipartimento delle finanze, per la prima volta isolano il numero di italiani pi fortunati, ma anche onesti, che nel 2010 hanno guadagnato pi di 300 mila euro, lo 0,07% di chi presenta Unico, 730 o 770 (la precedente classificazione conteggiava quelli sopra i 200 mila euro). Si tratta di appena 30.590 contribuenti, un medio Comune italiano, e hanno versato al Fisco 7 miliardi di imposte su un totale di quasi 150 miliardi (il 4,7%). In pratica, 18 mila lavoratori dipendenti, 6.300 autonomi, 7.800 pensionati, per lo pi, che pagano, tra laltro, anche il discusso e tormentato contributo di solidariet, voluto dalla manovra di agosto di Tremonti (il 3% sulla parte eccedente i 300 mila euro). I PATRIMONI MOBILIARI Eppure qualcosa stona. Se-

condo una ricerca dellAssociazione italiana private banking (confermata anche in analoghi studi, Uil, Bankitalia), circa 611 mila italiani posseggono corposi patrimoni mobiliari (fondi, titoli, azioni), sopra i 500 mila euro, per un totale di quasi 880 miliardi. Una cifra enorme, non molto distante, per dire, dal trilione di euro, i 1.000 miliardi prestati dalla Bce di Mario Draghi alle banche europee negli ultimi tre mesi contro la crisi dei debiti sovrani. Oltre 400 mila italiani hanno investimenti fino a un milione di euro. E quasi 8 mila super-super-ricchi oltre i 10 milioni. IL LUSSO Altra cartina di tornasole, i consumi di lusso. Ben 42 mila dei 100 mila yacht dai 10 metri in su sono di propriet di quasi nullatenenti che dichiarano 20 mila euro lordi annui, secondo un recente rapporto dellAnagrafe tributaria, predisposto

proprio per studiare gli effetti della patrimoniale sul lusso voluta dal Salva-Italia di Monti, la famosa tassa sullo stazionamento delle barche, presto riconvertita (viste le proteste e le presunte fughe allestero dei natanti) in tassa sul possesso nel Cresci-Italia (liberalizzazioni). E che dire poi delle 180 mila Mercedes, Bmw e Audi di fascia superiore? C da augurarsi che almeno i proprietari delle 620 Ferrari e le 151 Lamborghini siano tra i pochi ma onesti 30.590 contribuenti non evasori. Poche speranze infine sul club pi clamoroso di finti poveri da 20 mila euro. Sono 518 italiani che dichiarano il doppio di quanto guadagna in un anno (lordi) un cocopro, ma hanno un vantaggio che il precario pu solo sognare: un elicottero pronto alluso, magari sul tetto o nella piazzola di casa. Poveri, ma veloci.
RIPRODUZIONE RISERVATA

FOTO DI GRUPPO CON EVASORE


MICHELE SERRA
(segue dalla prima pagina) OLO 30mila italiani (lo 0,07 per cento) dichiara di guadagnare pi di 300mila euro all'anno. Per quanto sfocata (nessuna statistica riesce davvero a mettere a fuoco la realt delle cose), l'immagine di un popolo economicamente depresso, dove il benessere di massa, a differenza che in altri paesi occidentali, non ha mai fatto davvero breccia: oltre met dei contribuenti dichiara un'imponibile inferiore ai 15mila euro all'anno. La recente catena di suicidi di nostri concittadini sopraffatti dalle ristrettezze economiche quasi tutti piccolissimi imprenditori suggerisce cautela nei giudizi: non c' dubbio che i morsi della crisi abbiano roso fino all'osso alcuni redditi e alcune vite. Ma il macro-dato, cos come viene offerto dall'autoscatto che i contribuenti hanno fatto dell'Italia lascia intendere, senza possibilit di dubbio, che una ricchezza smisurata (letteralmente: non misurata e forse non misurabile) non compare nella foto di gruppo chiamata redditi 2010. E' fuori inquadratura, da qualche parte. Sotto il materasso, all'estero, gi reinvestita in beni immobili e mobili, bruciata allegramente in bagordi, scomparsa nelle scatole cinesi della finanza creativa, intestata a prestanome, ditte fittizie e altri fantasmi.... Non si sa. Ma si sa che c', o per dirla meglio: si sa che non pu non esserci. Non esiste, infatti, corrispondenza alcuna tra l'evidenza del tenore di vita medio del paese e dichiarazioni dei redditi che, se vere, non consentirebbero al novanta per cento della popolazione non dico auto di lusso o barche o vacanze esotiche, ma le normali automobili, le normali vacanze, le normali seconde case e i normali guardaroba che siamo abituati a considerare gli ingredienti della vita media degli italiani medi e delle italiane medie. Men che meno, a giudicare da questa fotografia, l'Italia parrebbe soggetta a quella rivoluzione economica e sociale (il secondo boom degli anni Ottanta e Novanta) che, con la crisi dell'industria, ha convinto miriadi di ex dipendenti a farsi imprenditori, moltiplicando le partite Iva e con esse il dinamismo, lo spirito di iniziativa, il reddito medio e i consumi. Risulta infatti che nel 2010 i lavoratori autonomi, i professionisti e gli imprenditori, che sono il motore formidabile dell'economia post-industriale (il famoso popolo delle partite Iva al quale mi onoro di appartenere) hanno guadagnato, in media, meno dei lavoratori dipendenti. Perch mai, dunque, milioni di italiani avrebbero fatto quel salto, abbandonando il lavoro salariato e aprendo bottega in proprio, se oggi dichiarano di guadagnare meno dei loro operai e impiegati? Ecco un appassionante mistero per gli economisti. Comunque sia, passato lo sconcerto di fronte alle crude cifre, la domanda che riassume tutte le altre questa: quanto incide, nel miserabile computo della nostra indigenza nazionale, la penuria reale, l'incrocio tra povert antiche e nuove, l'avanzare della crisi? E quanto incide l'opera indefessa di occultamento della ricchezza che molti, moltissimi italiani perpetuano di anno in anno, nella convinzione (antica) di esercitare legittima difesa nei confronti di un esattore, lo Stato, al quale da secoli non riconoscono legittimit, e senza avere idea alcuna del furto che commettono non ai danni dello Stato, ma dei loro connazionali onesti che pagano i servizi (scuole, strade, ospedali) anche per conto loro? A quanto ammonta il furto perpetrato da una crisi economica creata dalla grande finanza ma pagata da chi lavora; e a quanto ammonta il furto che pi o meno mezza Italia compie ai danni dell'altra mezza? Chiss se nella sterminata e indeterminata folla di persone che forma l'affresco statistico, il Fisco sar mai in grado di distinguere il vero povero e il finto povero, due parti in commedia che la crisi rende sempre meno compatibili, sempre pi nemiche.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica
SABATO 31 MARZO 2012

ECONOMIA E POLITICA
LAutorit per lenergia spinge verso lalto le tariffe. Pesa il petrolio che, in un anno, va su del 37 per cento Il Garante far un nuovo intervento a maggio che servir a finanziare le fonti rinnovabili

I6

IL DOSSIER. I bilanci familiari

I prezzi
Bollette roventi in primavera stangata da 70 euro a famiglia
Luce +9,8% in due mesi, da domani gas +1,8%
LUCIO CILLIS
QUASI 70 euro in pi allanno. Tanto potrebbe costare alle famiglie italiane il pesante aumento di primavera delle bollette di luce e gas. Secondo quanto deciso dallAutorit per lenergia, a partire da domani, domenica primo aprile, accendere una lampadina o usare una lavatrice coster il 5,8% in pi. E da maggio dovrebbe scattare un ulteriore aumento del 4% della tariffa elettrica (ancora non confermato dal Garante). Questo perch nellaumento previsto per il trimestre aprilegiugno vengono considerati tutti i costi tranne la componente di incentivazione per le rinnovabili che verr quindi caricata a partire da maggio. E cos, la bolletta elettrica delle famiglie subir un ritocco iniziale pari a 27 euro annui dal primo aprile che rischiano di diventare circa 45 euro in pi dal mese successivo. Pesante, anche se percentualmente inferiore, il ritocco che cadr sulle bollette del gas: lincremento per il trimestre sar dell1,8% per un aggravio annuo che ammonter a 22 euro. In totale tra gas e luce, quindi, il rincaro immediato sar di 49 euro lanno a famiglia, che da maggio dovrebbero salire a 70. Lautorit, con il differimento degli incrementi per lelettricit, sente lesigenza di dare un segnale chiaro e concreto, ha spiegato il presidente Guido Bortoni. Questo per permettere ai decisori delle politiche energetiche di operare le migliori scelte con modalit sopportabili per i cittadini e alle imprese, alle quali si sta gi chiedendo uno sforzo titanico. Dietro questo nuovo picco di gas e luce, che arriva dopo la lunga scia di aumenti del 2011, ancora una volta ci sono i record del petrolio, oltre ai maggiori costi per il mantenimento in equilibrio del sistema e landamento Nel 5,8% di aumento dellelettricit, una buona parte da addebitare agli interventi urgenti messi a punto per la sicurezza del sistema elettrico, anche in presenza di una crescita esponenziale della generazione da fonti come il fotovoltaico, che rappresenta da solo il 40% circa del ritocco attivo da domani. Lauthority spiega poi di essere di lavorare ad ulteriori misure per far s che i maggiori oneri dei servizi vengano in parte sostenuti dai produttori e non integralmente dai consumatori. Anche per il gas pesa laumento della materia prima (i cui prezzi sono legati alle quotazioni del petrolio) e la crescita degli oneri di distribuzione. Questi, in particolare, hanno comportato un aumento dei prezzi del 2,2%. Secondo lautorit lincremento stato contenuto all1,8% per effetto del nuovo metodo di aggiornamento che tiene conto anche del decreto Cresci-Italia, che include fra i parametri i prezzi che si formano sui mercati europei. Magra consolazione per le associazioni dei consumatori decise a farsi sentire. Dice, ad esempio, Federconsumatori: Ora bisogna fare una sana pulizia delle bollette depurandole di tutti gli oneri, contributi e tasse che hanno un discutibile legame con i beni acquistati.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Guido Bortoni della Borsa elettrica, spinta dallemergenza freddo di febbraio. In questi ultimi tre mesi il costo del greggio salito dell8,5%. Ma se la comparazione avviene sullanno precedente, il rincaro del 37,5% grazie anche al deprezzamento delleuro sul dollaro.

Alimentari

Energia

Trasporti

Caff e zucchero sempre pi cari aumenti anche per pane e pasta


SPAGHETTI e michetta, caff e zucchero. Gli alimentari lavorati che troviamo ogni giorno a tavola o al bar, sono in forte aumento: se su base mensile i prezzi del pane e della pasta salgono dello 0,3%, su base annua crescono rispettivamente del 2,7% e del 2,4%. Nel contempo continuano ad aumentare i prezzi del caff (+12,8% rispetto a marzo 2011) e dello zucchero (+12,5% su base annua). Ma non da meno si segnalano i rialzi del prezzo del vino che in un anno hanno allungato il passo del 3,5%. In calo, invece, gli alimentari non lavorati: dai vegetali freschi (-2,4% mensile), alle patate in flessione annua del 4,4%. Gi pure il pesce fresco di pescata (meno 1,3% sul mese precedente ma pi 2,5% in termini tendenziali). In aumento congiunturale dello 0,8% la frutta fresca, che risulta in diminuzione rispetto allo scorso anno del 3,8%.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il pieno di benzina alle stelle in un anno il peso cresce del 22%


IL CARO-carburanti davanti agli occhi di tutti. E i dati Istat non fanno che confermare lallarmeprezzi, con la benzina a un passo dai 2 euro al litro e i diesel a livelli preoccupanti. La corsa del petrolio e dei prodotti raffinati si riversano quotidianamente sui listini dei distributori e le rilevazioni dellistituto di statistica non fanno che prenderne atto: la benzina aumentata del 3,4% su febbraio con un tasso di crescita annuo quasi al 19%. In pratica un pieno oggi costa circa 20 euro in pi rispetto ai primi mesi del 2011. In salita pure il gasolio che segna un rialzo mensile del 2%; una forbice che si allarga al 22,5% se il raffronto avviene sui dodici mesi precedenti. Un rincaro congiunturale particolarmente marcato si registra poi sulla voce altri carburanti, come gas metano e gpl, che in un mese guadagnano quasi il 9% mettendo a segno una variazione tendenziale in aumento del 7,9%.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Treni, aerei, Rc auto in rialzo viaggiare costa fino al 15% in pi


NEL clima di crisi generale a marzo non potevano mancare aumenti marcati e a catena nel settore dei trasporti. In particolare, lIstat ha rilevato un consistente aumento congiunturale per i prezzi degli aerei, un salasso per i passeggeri arrivato al 16,3% rispetto a febbraio, con un tasso tendenziale di crescita che sullanno sale al 15%, contro l11,3% registrato il mese precedente. Segnali contrastanti, invece, nei trasporti marittimi che mostrano il segno meno su base mensile (meno 2%) ma un significativo +16% nel confronto con i dodici mesi. Meno pesante, ma pur sempre evidente, lo stacco in alto dei costi medi dei biglietti ferroviari, molto vicini al +7% rispetto a marzo 2011. Molto pi alto della media dellinflazione risulta pure il caro-polizze Rc auto che sul febbraio costano quasi mezzo punto percentuale in pi, e che rispetto al marzo 2011 crescono del 4,3%.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica
SABATO 31 MARZO 2012

PER SAPERNE DI PI www.autorita.energia.it/ www.istat.it

I7

Consumatori arrabbiati: La bolletta va depurata di tasse e oneri impropri che non hanno ragione di esistere

Il caso

Le retribuzioni restano al palo mentre i prezzi non mostrano rallentamenti

ROMA Con i salari fermi e i prezzi in volata, il potere dacquisto degli italiani sempre pi basso. Tant che i consumi, e da tempo, sono in discesa. Se poi si aggiungono le nuove tasse il quadro ancora pi fosco. A certificare un Paese in recessione lIstat: a febbraio le retribuzioni orarie sono rimaste ferme su base mensile, mentre sono salite dell1,4 per cento su base annua (come nei due mesi precedenti), ma il trend di crescita talmente fiacco che ci fa ritornare indietro ai minimi del 1999 (quando stentava intorno a un pi 1,3 per cento). Con linflazione il confronto ancora pi arduo, tant che ci porta ancora pi indietro, alla-

Tra stipendi e inflazione divario ai massimi da 17 anni


gosto del 1995: a febbraio infatti la forbice tra laumento delle retribuzioni contrattuali orarie (+1,4%) e il livello dinflazione (+3,3%) vale ben 1,9 punti percentuali. Con lo stesso stipendio di un anno fa oggi si riempie meno il carrello della spesa e il serbatoio dellauto, mentre spendiamo una fortuna per scaldare casa e pagare le bollette. Senza contare le varie voci di tasse, da quella sulla casa alle addizionali locali che contribuiscono a tagliare un salario che non cresce.

+1,4%
AUMENTO

Le retribuzioni sono cresciute a febbraio dell1,4%

La frenata delle retribuzioni riflette anche il blocco dei contratti pubblici (che tali resteranno anche nel 2012), mentre un po meglio va per i dipendenti del privato, che hanno potuto contare su un aumento dell1,8%, comunque di gran lunga inferiore allinflazione. Pesa anche il mancato rinnovo del contratto in alcuni settori: in tutto mancano allappello 36 accordi, di cui 16 nella Pubblica amministrazione. Faticano sempre pi a vedere la luce, in media lattesa di rinnovo

di 26 mesi. Gli unici dipendenti pubblici che sono riusciti a strappare il contratto sono stati i Vigili del fuoco le cui retribuzioni sono cos cresciute del 3,1% (tra gli aumenti pi alti), ma che comunque non battono linflazione, che viaggia al 3,3 per cento. Sopra la media anche gli aumenti dei dipendenti nei settori di energia elettrica e gas i cui salari sono saliti del 3,0 per cento. Retribuzioni ferme invece nellagricoltura e nel credito e assicurazione. Una divario quello tra aumento dei salari e inflazione che con un eventuale aumento dellIva dal 21 al 23 per cento non farebbe che salire. (b. ar.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

REPUBBLICA.IT Sul sito, il punto sugli aumenti di luce e gas e sui prezzi al consumo comunicati ieri dallIstat

FOTO:CARLO CARINO/IMAGOECONOMICA

Casa

Salgono le spese condominiali in arrivo la stangata dellImu


ANCHE le spese per la casa seguono la tendenza al rialzo di alimentari, trasporti ed energia. In molte citt gli affitti sono in aumento sia sul mese precedente che sui dodici mesi. Con gli affitti crescono le spese per il condominio: dell1,2% su febbraio e del 4,2% in termini tendenziali. Va anche segnalato il rincaro del gasolio da riscaldamento, che segue il trend dellenergia e aumenta dell1,9% sul mese precedente e dell11,7% sul marzo 2011. E salgono i prodotti per la cura della persona e, a livelli pi contenuti, i biglietti dei parchi di divertimento (+8% su febbraio e meno 2,5% rispetto al marzo dellanno precedente). Anche lidea di fare un viaggio fuori dai nostri confini dovr prima fare i conti con un rincaro del 2,8%. Lunica consolazione che alberghi e motel si muovono verso lalto in maniera soft (+1,7%) sul febbraio scorso, e restano sotto i livelli di marzo 2011 (3,2%).
RIPRODUZIONE RISERVATA

The New Retro Collection


AR 0371 - AR 0378 info-line +39 0444 955955

la Repubblica
SABATO 31 MARZO 2012

ECONOMIA E POLITICA POLITICA INTERNA

PER SAPERNE DI PI www.lavoro.gov.it www.repubblica.it

I9

Il governo

Sullarticolo 18 non spaccheremo il Paese


Limpegno della Fornero. E Monti dalla Cina: partiti responsabili, ma guardino avanti
DAL NOSTRO INVIATO FRANCESCO BEI
PECHINO Mario Monti in Cina, ultima tappa del road show per presentare la sua nuova Italia. Parla della recessione, nega ci sia bisogno di unaltra manovra, ma il chiodo su cui batte in ogni occasione sempre la riforma del mercato del lavoro. Nei Paesi che ho visitato mette in chiaro lasciando Tokio per Pechino c molta attenzione sulla proposta fatta dal governo per la riforma del lavoro e attesa su quello che accadr in Parlamento. Atterrato in Cina, Monti nota subito qualcosa di strano nellaria. Lautostrada che dallaeroporto conduce allhotel stata tutta sigillata, poliziotti ogni cento metri: passa il corteo del primo ministro italiano. Da quando il presidente Hu Jintao, tre giorni fa, ha promesso a Monti di incoraggiare gli investimenti cinesi in Italia, la visita ha compiuto un immediato salto in avanti nel rating (e, di conseguenza, anche nel cerimoniale). Stavolta sono i cinesi a mettersi in fila per incontrarlo. Il primo , forse, anche il pi importante. Si chiama Lou Jiwei, presidente del China Investment Corporation, il quarto fondo al mondo per volume di fuoco (410 miliardi di dollari) e si fa trovare allhotel Kempinski per capire dal diretto interessato se il caso di iniziare a investire in Italia. Il colloquio fila liscio, ma anche i cinesi vogliono sapere se Monti ce la far sullarticolo 18: Hanno posto grande enfasi riferisce il premier pi tardi sulla riforma del lavoro. Un ostacolo che li aveva finora disincentivati dallintervenire nel nostro paese. DallItalia il dibattito politico ruota tutto intorno alla riforma Fornero. Il capo dello Stato inconsiglio permanente, per bocca di monsignor Mariano Crociata sembra sostenere il lavoro del governo. Secondo il portavoce della Cei occorre infatti fare lo sforzo di guardare a quelli che dovrebbero essere in entrata nel mondo del lavoro e non solo a quelli che, purtroppo, rischiano di essere in uscita. Monti in serata arringa a Pechino una platea di un centinaio di imprenditori italiani e cinesi, accorsi in ambasciata per ascoltarlo. Torna a parlare della situazione politica in Italia, con parole che sembrano accarezzare i partiti (con senso di responsabilit hanno messo da parte le loro divisioni) ma che in realt sottintendono sempre un giudizio di inadeguatezza. Tra il mondo politico e noi cittadini, spiega infatti il premier, ci sono ormai nuove regole dingaggio. Lopinione pubblica ora pi esigente: vuole la verit. Gli italiani hanno dimostrato che sono pronti a sacrificare in parte il presente, a patto che alla guida del paese ci siano forze politiche che sappiano guardare avanti e non si limitano al calcolo elettorale di breve durata. A Roma a qualcuno salter di nuovo la mosca al naso.
RIPRODUZIONE RISERVATA

IERI SU REPUBBLICA
Larticolo sul possibile ritocco allarticolo 18 allo studio dei ministri Fornero e Severino. Il perno della nuova sarebbe il ruolo chiave del giudice, al quale spetterebbe stabilire se un licenziamento per motivi economici maschera in realt una discriminazione
FOTO:ANSA / FEDERICO GARIMBERTI

ARRIVO A PECHINO
Mario Monti scende dallaereo che lo ha portato dal Giappone in Cina. Il ritorno in Italia in programma luned

Il retroscena

Il responsabile economia del Pd Fassina boccia lultima mediazione dellesecutivo: Si sollecita limpresa a licenziare

Basta con le ipotesi pasticciate il nostro modello quello tedesco


GIOVANNA CASADIO
ROMA Fassina, il governo sta studiando correttivi alla riforma dellarticolo 18 che affidano ai giudici il compito di smascherare le discriminazioni. Il Pd cosa ne pensa? Le anticipazioni sono piuttosto fumose. Ma il punto sempre lo stesso, cio la possibilit di reintegro nel caso di licenziamento illegittimo. Se inoltre si pensa di applicare la revisione dellarticolo 18 solo ai neo assunti, inaccettabile. Sarebbe profondamente contraddittorio proprio da parte di chi come Fornero e Monti, hanno indicato nella discriminazione dei giovani il problema fondamentale da risolvere. Gli interventi sul mercato devono essere ispirati a principi universalistici. Dov il punto di mediazione, quindi? I Democratici a cosa mirano? Alla previsione, ripeto, del reintegro in caso di licenziamento illegittimo per motivi economici. davvero contraddittorio da parte del governo sostenere da un lato che lintervento sullarticolo 18 eviter abusi, e proporre una misura che di fatto una sollecitazione per limpresa ad abusare di licenziamenti per motivi economici. Depotenziando la sanzione, si sta dicendo allimpresa che pu liberarsi di forza lavoro. Non lo avrei condiviso, ma sarebbe stata molto pi coerente

Il premier: Grande attesa allestero per la nostra riforma Marchionne: Non ci sono alternative
vita a tener conto delle situazioni socialmente critiche e difficili, ma non esitando a proseguire sul cammino delle riforme e delle politiche di necessaria severit fiscale. Per Sergio Marchionne, ad della Fiat la riforma va fatta, non ci sono alternative. Qualche venatura di ottimismo la si scorge nelle parole di Pier Luigi Bersani: Faremo una riforma innovativa e cambieremo le regole mettendole allaltezza delle migliori esperienze europee, quelle tedesche e danesi. Il ministro Elsa Fornero va a parlare al Congresso dellUgl e confessa di aver provato un dispiacere personale nel veder ridotto a un solo tema, larticolo 18, un lavoro fatto in due mesi mezzo. E ripete: Spaccare il Paese sullarticolo 18 lultima cosa che vogliamo fare. Purtroppo l80% della riforma stato sommerso da una discussione in parte ideologica e in parte simbolica su questa norma. Anche la Cei, al termine del

Il punto sempre lo stesso: il reintegro nel caso di licenziamento illegittimo


la soluzione scelta dal conservatore Rajoy in Spagna, e cio ampliare le fattispecie in base alle quali limpresa pu ricorrere al licenziamento individuale per motivi economici. Almeno la sanzione rimane la stessa, il reintegro. Sul no al reintegro farete le

Monti farebbe un servizio al Paese se fornisse dati tra licenziamenti e nuovi investimenti
barricate? una strada non percorribile, perch si apre al licenziamento arbitrario, lo legittima. La via da prendere quella che va verso Berlino e non verso Madrid. Il clima tra il Pd e il governo si sta svelenendo?

S BERLINO, NO MADRID
Nella foto, Stefano Fassina

Il caso

Minacce di morte a Violante sui muri del suo palazzo


ROMA - Minacce a Luciano Violante apparse in due occasioni negli ultimi giorni nel palazzo in cui vive il responsabile delle Riforme per il Pd. Mercoled in un muro vicino allascensore apparsa la scritta Violante morte con la firma del Fai, Federazione anarchica informale. Gioved il secondo episodio: la stessa scritta e la firma Nar. Allex presidente della Camera sono arrivati messaggi di solidariet bipartisan: da numerosi esponenti del Pd al ministro Andrea Riccardi, da Gianfranco Fini a Renato Schifani, da Pier Ferdinando Casini ad Angelino Alfano.

NON MI CANDIDO
Luca di Montezemolo ha detto che non si candider alle elezioni del 2013. Contribuir, questo s, a rinnovare la classe dirigente indicando persone e idee

Bersani stato chiaro quando ha indicato la necessit di abbassare i toni. Siamo rimasti sorpresi dalle parole del presidente Monti dal Giappone. Continuiamo a non capire questa insistenza sulle virt miracolistiche delleliminazione del reintegro. Il professor Monti farebbe un servizio utile al paese se fornisse una bibliografia dove trovare dati o correlazioni robuste tra leliminazione del reintegro nel posto di lavoro e lafflusso di investimenti. Sembra piuttosto fantasioso che gli imprenditori cinesi o giapponesi siano in attesa di capire se c o no la possibilit di reintegro per riversare fiumi di investimenti in Italia. Questo uno degli argomenti. diventato un mantra, infondato. Gli investimenti non si fanno in Italia per i problemi della pubblica amministrazione, per il peso del fisco, per lassenza di infrastrutture, per il malfunzionamento della giustizia, per la presenza della criminalit. Dobbiamo decidere se le sfide dellinnovazione si affrontano attraverso un patto tra impresa e lavoro oppure ci si illude di poter continuare a svalutare il lavoro come via per la crescita. Fornero si dice amareggiata. Anche noi lo siamo molto. Cera la disponibilit da parte di tutti i sindacati, anche della Cgil, attorno al modello tedesco, ma il governo non ha voluto coglierla.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica
SABATO 31 MARZO 2012

LA CRISI MONDO FINANZIARIA

I 10

Il vertice

Il salva-Stati si ferma a 500 miliardi


Vince la Germania. Grilli: Rischio Italia? I mercati ci guardano
ANDREA BONANNI ELENA POLIDORI
COPENAGHEN Sul fondo salva-Stati stravince la linea tedesca: solo 500 miliardi a disposizione per i futuri interventi in difesa dei Paesi attaccati della speculazione o per la ristrutturazione del sistema bancario. questo il risultato della riunione informale dellEurogruppo a Copenaghen, a cui partecipa anche il viceministro dellEconomia, Vittorio Grilli. Intervistato in una pausa dei lavori fa capire che, per il paese, gli esami non sono finiti. Rischio Italia? I mercati ci guardano e non solo loro. Dobbiamo proseguire nel consolidamento di bilancio e nelle riforme strutturali. Dobbiamo dimostrare che continuano a esserci impegno e capacit di raggiungere risultati concreti. E che gli stati debbano in definitiva difendersi da soli mettendo i conti in ordine il messaggio che la Germania ha fatto passare ieri, riducendo al minimo il preteso rafforzamento del Fondo salva-Stati. Un messaggio in primo luogo alla Spagna, che deve risanare i conti e la cui situazione, spiega il commissario Rehn, molto difficile. I capitali a di-

Lo sgarbo
Incidente diplomatico a Copenaghen. Il ministro delle Finanze austriaco Maria Fekter annuncia le novit a margine dellincontro bruciando tutti. Il presidente dellEurogruppo Jean-Claude Juncker seccato, ha annullato la conferenza stampa sposizione per nuovi interventi non saranno superiori a 500 miliardi di euro. A questa cifra vanno a aggiunti i 200 miliardi di euro gi impegnati dallEfsf. Per cercare di gonfiare il souffl, i ministri iscrivono nella contabilit del firewall anche il centinaio di miliardi prestato in forma bilaterale dai governi alla Grecia nel 2010. Questo consente al comunicato finale di affermare che il pacchetto globale arriva a 800 miliardi di euro, prossimo al miliardo di dollari che era stato chiesto dal Fondo monetario internazionale e dagli Stati Uniti. Rispetto alla bozza preparata alla vigilia, non ci sar pi la possibilit di mobilitare, in caso di necessit, i 240 miliardi inutilizzati dal vecchio fondo Efsf, il che avrebbe portato il firewall ad un potenziale di 940 miliardi. Baster questo intervento minimalista a rassicurare i mercati? Grilli si dimostrato relativamente ottimista: Siamo soddisfatti del risultato raggiunto. Questo non uno strumento di brevissimo periodo. Questo uno strumento a regime per costruire larchitettura delleuro nei prossimi 20-30 anni. Noi speriamo che lemergenza, da qui a quando entrer in vigore questo strumento nel 2013, sar passata. I ministri hanno anche confermato la decisione di versare 150 miliardi al Fmi nel quadro di un rafforzamento del Fondo monetario internazionale, che potr cos contribuire in modo pi sostanziale ad eventuali aiuti decisi dal fondo salva-Stati europeo. A Copenaghen, Grilli invita a non abbandonare la strada del rigore, a proseguire lungo la strada delle riforme, che poi significa pensare alla crescita. Il monito vale per lItalia come per gli altri pae-

Nel comunicato finale si parla di 800 miliardi, ma di questi 300 sono gi impegnati

si deboli di Eurolandia, a cominciare dalla Spagna: Tutti dobbiamo continuare a fare ci che stiamo facendo per consolidare le finanze pubbliche, insiste. Guai a fermarsi. Perch proprio quando avvertono esitazioni nelle scelte, o tensioni politiche che i mercati impazzano e lo spread rialza la testa. Maria Cannata, responsabile del debito pubblico italiano, ritiene per esempio che sullultimo, pericoloso strappo di questo differenziale, volato laltro ieri fino a quota 346, possa aver inciso un po di contagio dalla Spagna, alle prese con una dura manovra di austerit e paralizzata da una serie di scioperi. O anche la chiusura dei bilanci trimestrali italiani. Ora si augura che la decisione dei big europei sul fondo salvaStati possa aiutare. Cannata spera che a fine anno questo temuto differenziale, considerato ormai un termometro della fiducia, possa ridiscendere fino a 180 punti. Se noi guardiamo a comera la situazione a giugno, non vedo motivi per cui non si debba tornare a quel livello. Ieri lo spread ha chiuso a quota 332. Le Borse si sono riprese e Milano ha guadagnato lo 0,45%.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica
SABATO 31 MARZO 2012

PER SAPERNE DI PIU www.gksoft.com/govt/en/gr.html www.la-moncloa.es

I 11

Ieri il governo spagnolo ha approvato la maxi manovra da 27 miliardi

Le incognite del risanamento tra debito in crescita e i paletti di Bruxelles

IL DOSSIER. Gli interventi sui conti pubblici

I tagli
Tasse
Spagna Irpef +7%, lIva sale dal 16 al 18%. Pi tasse su societ e Capital gain Grecia Tassa di solidariet tra 1 e 5% per i ricchi. LIva raddoppia Italia LIva sale dal 20 al 21% (poi al 23%). Laddizionale Irpef passa da 0,9 a 1,23%

Casa
Spagna Aumento tasse dal 4 al 10% per abitazioni sopra il valore medio Grecia Patrimoniale da 4 a 10 euro a metro quadro per due anni Italia Imu al 4 per mille sulla prima casa, 7,6% sulla seconda. Rivalutate le rendite catastali (60%)

Pensioni
Spagna Congelate da Zapatero. A 67 anni nel 2027 Grecia A 67 anni entro il 2017. Prelievo del 20% sopra i 1.200 euro Italia No alle indicizzazioni sopra i 1.440 euro, et portata a 67 anni, addio alle pensioni danzianit

Stipendi
Spagna Tagliati del 5% da Zapatero gli stipendi pubblici. Rajoy li ha congelati Grecia Tagli del 25-30% a quelli pubblici e tetto a 1.900 euro Italia Tagliati del 5% gli stipendi pubblici oltre 90 mila euro

Settore pubblico
Spagna Taglio del 16,9% al budget dei ministeri Grecia Taglio di 150 mila statali entro il 2015. Eliminate migliaia di comuni e province Italia Blocco turnover. Un ingresso ogni cinque uscite nella pubblica amministrazione

Privatizzazioni
Spagna Bloccata la cessione di lotterie e aeroporti Grecia Piano da cinquanta miliardi entro il 2015. per ora ha ceduto solo una quota in Hellenic Telecom Italia Nessun impegno formalmente preso finora

ETTORE LIVINI
MADRID Il governo conservatore di Mariano Rajoy ha approvato ieri la manovra da 27 miliardi destinata a far scendere dall8,5% al 5,3% il rapporto deficit/Pil della Spagna. La finanziaria prevede 12 miliardi di nuove entrate (pi Irpef, imposte societarie e un condono) e tagli del 16,9% ai bilanci dei ministeri. La stangata iberica porta a 150 miliardi di euro in meno di un anno il totale degli interventi sui conti pubblici varati da Roma, Madrid e Atene per riportare i conti sotto controllo. Ognuno ha i suoi problemi: lItalia un debito altissimo (il 120% del Pil), la Spagna pi contenuto (66%) ma in rapidissima crescita. La Grecia leredit dei trucchi sul bilancio e un buco tappato solo con gli aiuti internazionali e il mezzo-default. A dettare le linee del risanamento stata la Ue. Ma poi ognuno nei limiti dei paletti di Bruxelles ha fatto di testa sua. Ecco come. LE TASSE Nessuno vuol farle salire. Ma tutti, alla fine, sono stati costretti a farlo. Il governo Zapatero ha alzato dal 16 al 18% lIva mentre il suo successore (che aveva promesso di non usare la leva del fisco) stato costretto a ritoccare fino al 7% lIrpef e le bollette della luce. La manovra di ieri colpisce pure i capital gain. La Grecia, il malato pi grave, andata gi pi pesante. LIva decollata dal

Anche Madrid vara lausterit pi tasse come Roma e Atene


Nei tre Paesi misure sui deficit pubblici per 150 miliardi
13 al 23%, la soglia di esenzione Irpef stata abbassata da 12mila a 5mila euro mentre ai ricchi stato chiesto un obolo tra l% e il 5% del patrimonio. A tappare i buchi in Italia provveder invece laumento dellIva fino al 23% (se scatter lultimo gradino) e le addizionali regionali Irpef pi le accise sulla benzina che valgono da sole 5,9 miliardi di gettito. LA CASA LItalia (con una patrimoniale mascherata) il paese che ha varato gli interventi pi decisi sul mattone. LImu vale 11 miliardi lanno cui vanno aggiunti gli interventi sui fabbricati allestero e la revisione delle rendite catastali. Segue a ruota la Grecia. Atene ha varato a fine 2011 una tassa biennale che va da 4 a 10 euro per metro quadro. La Spagna ha colpito invece in maniera pi chirurgica, con unimposta tra il 4 e il 10% per le abitazioni con un valore catastale superiore alla media. LE PENSIONI Uno dei pallini della Ue. Teatro, non a caso, degli interventi pi duri. Gli interventi pi radicali in Grecia: prelievo del 20% alle pensioni sopra i 1.200 euro, dal 2017 et pensionabile a 67 anni, via la pensione anticipata per 560 categorie tra cui trombettisti e presentatori tv. Anche Roma ha usato la mano pesante, congelando lindicizzazione sopra i 1.440 euro, alzando let pensionabile a 67 anni per gli uomini ed eliminando le pensioni di anzianit. Rajoy invece le ha salvate anche ieri, grazie al lavoro preventivo del governo Zapatero che ha previsto la soglia ai 67 anni al 2027 e ha congelato gli assegni previdenziali. TAGLI ALLA PA Su richiesta di Ue e Fmi, Atene taglier 150mila dipendenti pubblici entro il 2015. Rajoy ha confermato ieri il congelamento del turnover nella pubblica amministrazione, una misura simile a

quelle prese dallItalia dove si assume solo un nuovo dipendente statale ogni cinque uscite e si fa fronte agli eventuali esuberi con mobilit all80% dello stipendio. GLI STIPENDI Papandreou prima e Papademos poi hanno ridotto del 25-30% le buste paga nel settore pubblico dove stato fissato un tetto a 1.900 euro al mese e del 20% quelle private. Il salario minimo stato ridotto a 586 euro al mese ( 22%). Zapatero, autore di due manovre da 50 miliardi in due anni, ha tagliato del 5% gli stipendi statali. E ora Rajoy ha deciso di congelarli, non adeguandoli allinflazione. Al Belpaese, almeno su questo fronte, andata meglio: la contrattazione del pubblico impiego stata bloccata per tre anni e sono stati ridotti del 5% solo le buste paga sopra i 90mila euro. LE PRIVATIZZAZIONI Tante buone intenzioni ma pochi risultati. Atene annuncia da tre anni un piano da 50 miliardi. Ma per il momento ha ceduto solo una quota in Hellenic Telecom per 400 milioni. Madrid ha bloccato causa crisi dei mercati la cessione di lotterie e aeroporti che avrebbero portato 13 miliardi. Roma resta alla finestra. La tentazione valorizzare i 400 miliardi di patrimonio immobiliare dello stato. Ma come e quando ancora un mistero.
RIPRODUZIONE RISERVATA

LA PROTESTA
Un uomo mascherato da angelo della morte davanti ad un centro commerciale di Madrid che invita a non comprare

la Repubblica
SABATO 31 MARZO 2012

I COSTI DELLA POLITICA POLITICA INTERNA

I 12

Quirinale Le norme per gli ex


Gli ex presidenti della Repubblica diventano senatori a vita. Grande ufficio, 150 metri quadri, a Palazzo Giustiniani, e segreteria di cinque persone. Diritto anche ad auto blu e autista. Restano la scorta e la possibilit di usufruire di voli di Stato

Corte costituzionale
Auto blu per un anno riservata a ex presidenti e ex vicepresidenti. Niente uffici. A disposizione una segreteria comune. Dodici biglietti aerei allanno per viaggi attinenti allattivit della Consulta. Treno rimborsato per viaggi a Roma destinazione Consulta

Camera, Casini rinuncia ai benefit Violante si ribella: Unipocrisia


Il leader Udc scrive a Fini. Polemica sugli ex presidenti
SILVIO BUZZANCA
ROMA Pier Ferdinando Casini rinuncia a tutti i benefit connessi allo status di ex presidente della Camera e lo comunica con una lettera al presidente in carica Gianfranco Fini. Fausto Bertinotti, si limita a dire che si atterr rispettosamente, come sempre, alle decisioni dellUfficio di presidenza. Luciano Violante invece non la prende molto bene. Non ho mai partecipato alle fiere delle ipocrisie - dice - e non intendo farlo neanche questa volta. N intendo compiere esibizionismo. Se non interverranno diverse decisioni della Camera, decider alla fine della legislatura in corso, dopo avere informato i miei collaboratori. Il giorno dopo la decisione dellUfficio di presidenza, presa a maggioranza, di mantenere in vita fino al 2023 i privilegi

Il deputato ex Pd e ex Api

Calearo: non andr pi in Parlamento prendo i 12 mila euro e mi pago il mutuo


ROMA Dall'inizio dell'anno alla Camera sono andato solo tre volte. Non serve a niente. Anzi, credo che da questo momento fino alla fine della legislatura non ci andr pi. A dirlo ieri alla Zanzara su Radio 24 Massimo Calearo, deputato ex Pd ex Api e ora in Popolo e Territorio. Con lo stipendio da parlamentare pago la casa che ho comprato, 12mila euro al mese di mutuo. una casa molto grande.

accordati a Violante Casini, Bertinotti e, in futuro, a Fini, le reazioni sono diverse e distinte. Casini prende in contropiede tutti. Poche righe, indirizzate a Fini per tagliare la testa al toro. Ringrazio lei ed i colleghi, ma Le comunico che non intendo avvalermi della delibera e rinuncio, con effetto immediato, ad ogni attribuzione e benefit connessi a questo status, scrive il leader dellUdc. La notizia viene anticipata da

Repubblica.it Dunque Casini lascia lufficio, lauto blu e quantaltro. Bella fatica, commenta il leghista Giacomo Stucchi. Sai che rinuncia ai benefit - commenta, via Twitter, il leghista sono gli stessi di cui gode come capigruppo dellUdc. Commento malevolo, subito rintuzzato, sempre via Twitter, da Roberto Rao. Non scherziamo, dice il deputato dellUdc. Un conto i capigruppo come

la Repubblica
SABATO 31 MARZO 2012

PER SAPERNE DI PI www.repubblica.it www.camera.it

I 13

Csm
Il Consiglio superiore della magistratura non prevede particolari benefit per il vicepresidente (presidente il capo dello Stato). Prima di Michele Vietti, attualmente in carica, il ruolo stato ricoperto da Nicola Mancino, Virginio Rognoni, Federico Grosso e Giovanni Verde

Palazzo Chigi
Gli ex presidenti del Consiglio hanno diritto a una liquidazione una tantum, maturata in base agli anni di mandato: in alternativa c la possibilit di ottenere il ricongiungimento dei contributi A Monti, che non percepisce emolumenti, non spetter nulla

Senato
Gli ex presidenti del Senato usufruiscono dei benefit - ufficio, auto blu e segreteria personale - per dieci anni dalla scadenza del mandato. Marcello Pera li avr fino al 2016, Franco Marini fino al 2018. Carlo Scognamiglio e Nicola Mancino li perderanno invece nel 2013

Il caso

EX PRESIDENTE
Pierferdinando Casini presidente della Camera dal 2001 al 2006

E Montecitorio prepara la marcia indietro Come al Senato, stop dopo dieci anni
I questori ammettono: Pier Ferdinando ci ha spiazzati
ANNALISA CUZZOCREA
ROMA Adesso, alla Camera, nessuno vuole intestarsi la decisione di aver salvato - dai tagli dei benefit - tre persone su cinque: Casini e Violante, che sono ancora deputati. E Bertinotti. Cos, i deputati questori ingranano la retromarcia. Quella delibera non la Costituzione - dice il pd Gabriele Albonetti - c tutto il tempo di rivederla se la presidenza lo riterr. Lo stesso fa il questore del Pdl Antonio Mazzocchi: La decisione di Casini apre un problema politico, dice. La ritiene una mossa elettorale. Fa notare che come capogruppo il leader Udc ha gli stessi privilegi, e che va in giro con la scorta, quindi non ha bisogno dellauto della Camera. E per: Il 4 aprile si riunir il collegio dei questori e io sollever il problema. Non dir che la delibera non valida, ma bisogner valutare il fatto politico. Con la sua decisione, Casini ha smentito quello che noi avevamo approvato. A questo punto, potremmo decidere di fare come al Senato. Fini decider se riconvocare lufficio di presidenza, e voteremo di nuovo. I pasticcio nato l. In quel voto a maggioranza, in quei cinque contrari che hanno sollevato il caso. Eppure - fanno notare dalla presidenza - il provvedimento non stato improvvisato. Era stato pensato e condiviso. Fini non vuole essere tirato in ballo. La decisione riguarda anche lui, certo. Ma cos come non vota in

FOTO:FOTOGRAMMA

Dozzo, un conto gli ex presidenti e un altro lUfficio di presidenza della Camera di cui fai parte.... Stucchi per non ci sta. E allora fa partire un altro cinguettio. Infatti - scrive - tutte queste figure dispongono di una propria segreteria. Casini da ex presidente e capogruppo ha rinunciato alla prima. Alla fine, per il momento, a fare le spese del giro di vite sono Pietro Ingrao, che proprio ieri compiva 97 anni, e Irene Pivetti. Lanziano dirigente comunista era stato festeggiato dalla Camera gioved, poco prima di vedersi tagliati i benefit e poco prima della grande fuga per il week-end. Comunque ieri ci ha pensato il Senato a rendere omaggio a Ingrao nella sala Capitolare di Piazza della Minerva con un evento dal titolo: Lalta febbre del fare. Democrazia e lavoro nel nuovo seco-

I personaggi
BERTINOTTI
Lex presidente della Camera sui benefit si atterr a quello che ha deciso listituzione fa sapere il suo entourage

VIOLANTE
Non ho mai partecipato a fiere della ipocrisia. Senza diverse decisioni della Camera decider a fine legislatura

PIVETTI
Non sono benefit per me, ma posti di lavoro di persone che percepiscono stipendi modesti. La voglia di forca non giusta

Quirinale. Tre stanze e quattro addetti. Qualcuno ricorda che quellufficio gli era concesso perch allo scadere del mandato nel 2008 - era ancora presidente dellUnione interparlamentare. Insomma, cera stato un occhio di riguardo. E se ne sarebbe andato prima, lo avrebbe lasciato a Bertinotti, che per poi non entr neanche in Parlamento e decise di accontentarsi, si fa per dire, delle cinque stanze a palazzo Theodoli-Bianchelli, sede

ELLEKAPPA

Dopo Pasqua si riunir lufficio di presidenza Mazzocchi: Porr io il problema


della fondazione della Camera, che presiede. Se ne va adesso, Casini. Decisione maturata dopo la lettura dei giornali del mattino. Non ci sta, a passare per colui che gode di privilegi ad personam. Del resto, lunico che rischia di pagarne il prezzo alle urne. Palla avvelenata, appunto. Infastidisce, che Casini si sia detto sorpreso. Non credo che gli ex presidenti potessero non sapere nulla, dice chi se ne occupato. Infastidisce il confronto con il Senato: Di stime non ne abbiamo fatte, ma si tratta solo di qualche ufficio e qualche addetto, lauto non viene mai usata perch quasi tutti gli ex presidenti hanno la scorta che gli attribuita dal ministero dellInterno, dice sempre Mazzocchi. Se le cose non cambiano, gli esclusi dai benefit a partire dal prossimo anno saranno solo Pietro Ingrao e Irene Pivetti. Il primo presidente della Camera comunista compiva 97 anni proprio ieri. Non gli ha fatto un bel regalo, Montecitorio. Ha tentato di rimediare il Senato: Vannino Chiti ha organizzato una celebrazione ufficiale in cui sono stati letti alcuni suoi scritti su democrazia e lavoro. Comunque, Ingrao, langusta stanzetta di Palazzo Marini che gli era stata assegnata non la usa pi da tempo. invece molto arrabbiata Irene Pivetti: Si mettono per strada cinque persone, e questo servirebbe al risanamento? Io usavo quellufficio per la mia onlus, non prendevo una lira, non ho lauto. Se Casini vuole fare un beau geste chieda alla presidenza di stabilizzare quei lavoratori. A me Fini non risponde al telefono. Eppure, fino a ieri, ci parlavo tranquillamente.
RIPRODUZIONE RISERVATA

La decisione di gioved salva uffici e segreterie per gli ex presidenti fino al 2023
lo. A presiedere Vannino Chiti. Molto arrabbiata invece Irene Pivetti, che accusa: Hanno colpito me e Ingrao perch non siamo pi membri della casta. Intanto, in attesa di nuove decisioni dellUfficio di presidenza, alla Camera c chi applaude e chi contesta. LItalia dei valori, per esempio, ora attende al varco proprio Fini. un bene che Casini rinunci da subito ai suoi privilegi di ex presidente della Camera, dice il vicecapogruppo Antonio Borghesi. Ci attendiamo ora che uomini di sinistra come Violante e Bertinotti facciano altrettanto e che Fini dichiari fin dora che rinuncer a fine mandato. Il senatore pidiellino Raffaele Lauro, intanto, giudica apprezzabile, anche se tardiva, la rinunzia di Casini. Era ora. Sono almeno due anni che chiedo agli ex presidenti questo gesto di responsabilit. Un po disillusa, invece la senatrice Adriana Poli Bortone. Il gesto di Casini apprezzabile - dice lex sindaco di Lecce in quota An, ora dirigente di Grande Sud - ma semplicemente simbolico perch non saranno i quattro o cinque ex presidenti della Camera a risollevare le sorti dellItalia.
RIPRODUZIONE RISERVATA

REPUBBLICA.IT Il caso dei benefit degli ex presidenti della Camera: il videocommento di Claudio Tito
aula, non vota in ufficio di presidenza. Quella delibera stata approntata dai questori - fa sapere - non sono io che devo chiamare a una nuova decisione. Se verr richiesto un nuovo esame, sar ben lieto di accordarlo. E cos, le cose potrebbero cambiare gi dopo Pasqua. Benefit per dieci anni dopo la fine del mandato, per tutti, proprio come a Palazzo Madama. Nel frattempo, per contrastare gli scettici, Casini ha gi dato mandato di preparare gli scatoloni. Lascia la splendida altana sospesa tra due vetrate mozzafiato: da un lato il cupolone, dallaltro il

Lintervista
Marcello Pera

Pera: lantipolitica, ma non mi cambier la vita


ROMA Marcello Pera non si sente un privilegiato. Se lo fosse, farebbe come Pier Ferdinando Casini. Il senatore pdl stato presidente del Senato fino al 2006. Secondo le regole decise da Palazzo Madama, potr godere dei suoi benefit fino al 2016, dieci anni dopo la fine del suo mandato. Cosa pensa della scelta del leader Udc? una scelta altamente condivisibile. Se fossi nelle sue condizioni, lo farei anchio. Non lo ? Io non godo di nessun benefit come ex presidente. Ha un ufficio? Dei dipendenti? Lufficio quello che ho come senatore. E i miei collaboratori li avevo gi prima di diventare pregnare al Senato quando ne ho bisogno. Stasera ad esempio devo uscire e prendo un comodo taxi. E poi abito vicino, posso anche venire a piedi. fortunato. Dipende dai punti di vista. Cosa vuole che le dica?. Insomma lei, da ex presidente, non ha mai avuto nulla di pi che un semplice senatore? cos. Non mi cambia la vita. Neanche un po. Ma so che in Italia c questa deriva antipolitica e mi rassegno. Il Paese ha preso questa piega. Il giornalismo ha preso questa piega. Diamogli sfogo liberamente. (a.cuz.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

I collaboratori sono quelli che avevo prima di diventare presidente. Ma tira questa aria...
sidente. Niente di diverso, le assicuro. Lauto? Ah s, quella s. La uso poco per, giusto per farmi accompa-

la Repubblica
SABATO 31 MARZO 2012

E GIUSTIZIA POLITICA INTERNA

I 14

PER SAPERNE DI PI www.repubblica.it www.giustizia.it

Giustizia, gelo al vertice e i tempi si allungano


Bersani: niente scambi sulle intercettazioni. Cicchitto: i pm demonizzano Berlusconi
LIANA MILELLA
ROMA Lincubo dellinciucio, dello scambio come dice Bersani, congela il dialogo Pd-Pdl sulla giustizia. Ci sguazza Antonio Di Pietro pronto ad accusare il Guardasigilli Severino di espropriare il Parlamento per riproporre incontri al caminetto. Lei gli risponde per le rime, niente caminetto, non la stagione, ma il suo vertice a palazzo Madama per unintesa su corruzione, responsabilit civile e intercettazioni dura mezzora e si risolve in un flop. Gli incontri bilaterali che il ministro voleva evitare diventano prioritari. Si riparte da zero la prossima settimana. La distanza tra Pd e Pdl talmente profonda e storica che si riduce al lumicino la possibilit di unintesa prima delle amministrative. Gi esposto sullarticolo 18, palazzo Chigi vuole frenare sulla giustizia, con limbarazzo di due ddl in Parlamento, corruzione alla Camera, responsabilit civile al Senato in attesa. un caso, ma coincidono due appuntamenti lincontro di Severino con i partiti, la conferenza del Pd sulla giustizia che mettono in risalto le enormi distanze. Evidenti nelle parole del segretario Pd Pier Luigi Bersani: Dopo lagenda scomposta della destra sulla giustizia che ha solo aggravato i problemi bisogna riprendere il percorso. Scambio

Dalla Farnesina

Massolo in pole come dg di Confindustria


ROMA Lambasciatore Giampiero Massolo, segretario generale del Ministero degli Esteri, potrebbe essere il nuovo direttore generale di Confindustria. Del possibile spostamento del numero uno della diplomazia italiana si discusso nel vertice che il ministro degli Esteri Giulio Terzi ha tenuto con i rappresentanti dei tre gruppi che sostengono il governo: Franco Frattini (Pdl), Lapo Pistelli (Pd) e Pierferdinando Casini (Terzo Polo). Terzi ha affrontato i temi principali della politica estera italiana per chiudere con una discussione sul diplomatico che dovrebbe sostituire Massolo in caso di suo trasferimento. I nomi che girano sono quelli di Antonio Zanardi Lanti, ambasciatore a Mosca, e di Michele Valensise (Berlino).

na, approvare subito la legge sulla corruzione. Idem Ferranti, che parla accanto a Bersani: Ogni italiano paga una tassa occulta tra i mille e i 1.500 euro lanno frutto della corruzione, torniamo al vecchio falso in bilancio. Poi la faccenda della concussione: Anche il Greco ne descrive lambiguit. Noi proponiamo di cambiarla, ma con reati pi gravi, raddoppiando la prescrizione, con linterdizione perpetua dai pubblici uffici, confiscando il patrimonio e utilizzandolo per la collettivit danneggiata.

GUARDASIGILLI
Il ministro della Giustizia Paola Severino: difficile trattativa sulla giustizia
FOTO: CARLO CARINO/IMAGOECONOMICA

con loro? Non ce n alcuno, come il burro con la ferrovia, non centra niente. Sappiamo essere flessibili, ma su certi punti non ci spezziamo. Il capogruppo Pdl Fabrizio Cicchitto si arrabbia subito, rimbrotta Bersani, lui che cambia le carte in tavola dopo aver demonizzato Berlusconi con luso politico della giustizia. Sono lontani anni luce, come lo sono stati davanti a Severino. Dalle 9 e 15 alle 9 e 47. Lei esordisce: Non trovo corretto agire a colpi di emendamenti e sub-emendamenti, confrontiamoci, sono qui per pro-

porvi di proseguire, troviamo il metodo. La reazione di tutti Pdl, Pd, Terzo polo, Responsabili la fuga nei bilaterali. Dicono Cicchitto e Maurizio Gasparri che le differenze su responsabilit e intercettazioni sono grandi, forse meno sulla corruzione. Irrompe lossessione della riservatezza sulle misure. Anna Finocchiaro e Dario Franceschini paventano linciucio. Dir la capogruppo: Cancellate dal vostro vocabolario questa parola. Il Pd esce ma bofonchia subito, si chiede perch lo stesso metodo del confronto non si segua per il lavo-

ro. insoddisfatto, avverte il rischio di sporcarsi nella trattativa. Trionfa Cicchitto che ha lavorato, dalla telefonata a Monti a Seul, per far saltare lincontro. Pochi metri, ed eccoci alla conferenza del Pd sulla giustizia. Ci sono tutti. Ma si capisce subito da Andrea Orlando, il responsabile Giustizia che apre i lavori, a Donatella Ferranti, la capogruppo in commissione a Montecitorio che li chiude, che lossessione linciucio con Berlusconi. Orlando pone tre condizioni indigeribili per il Pdl: Abolire la ex Cirielli e il reato di immigrazione clandesti-

Di Pietro: basta incontri da caminetto Il Greco: monitorate la concussione


Lintervento del Greco, il gruppo di stati Ue contro la corruzione, consiglia di studiare in profondit lapplicazione concreta della concussione per verificare un eventuale uso distorto nelle indagini e nei processi per corruzione. Invita lItalia a prendere misure concrete per revisionare e rendere chiara la finalit stessa del reato. Il nodo l, ma n il Pd n il governo vogliono in questo modo favorire Berlusconi, per cui la soluzione migliore il rinvio.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica
SABATO 31 MARZO 2012

LE SCELTE DEI PARTITI POLITICA INTERNA

PER SAPERNE DI PI www.repubblica.it www.pdl.it

I 15

Forzisti contro ex An Da Como a Gorizia il Pdl pronto ad esplodere


Sulle liste civiche i fulmini dei big
RODOLFO SALA
MILANO Forzisti della prima ora contro fascisti. Laici contro ciellini. Ras locali pronti a presentare liste camuffate (civiche, senza il nome del Pdl) per compiacere Bossi e correre di nuovo con i vecchi alleati della Lega. In vista delle amministrative del 6 maggio, il partitone berlusconiano sullorlo di una crisi di nervi, dilaniato da lotte intestine che sembrano certificare il fallimento dellunificazione tra azzurri ed postfascisti. Il rompete le righe ha il suo epicentro (ma non si esaurisce) al Nord. E ha gi messo in allarme i

I personaggi

MOMENTO DI CRISI
Unimmagine del congresso Pdl a Milano
FOTO: FOTOGRAMMA

DELLUTRI
A Como si schierato contro la vincitrice delle primarie Laura Bordoli

Tosi: dobbiamo svuotare il Pdl scontro anche tra laici e ciellini


capigruppo di Camera e Senato, Cicchitto e Gasparri: Indispensabile andare alle elezioni con il nostro simbolo. Vallo a spiegare ai pidiellini di Gorizia, che quella regola lhanno gi infranta: sulla scheda elettorale loro si chiameranno Popolo di Gorizia, in cambio la Lega appoggia il candidato sindaco del Pdl, luscente Ettore Romoli. E fa niente se a sostenere Romoli ci sono anche gli ultragovernativi di Udc e Fli: limportante, come in-

FORMIGONI
A Monza ha subito un candidato non gradito Andrea Mandelli

BIANCOFIORE
Micaela Biancofiore ha registrato da un notaio Forza Trentino

fierisce il sindaco leghista di Verona Flavio Tosi, svuotare il Pdl. Succede lo stesso a Mondov, nel Cuneese, dove il Pdl, sempre per evitare la corsa solitaria del Carroccio, si presenta con un altro nome: Popolo della Granda. Ci avevano provato anche a Cuneo con lo stesso marchio. Poi gli ex di An si sono messi di traverso e non se n fatto nulla, Pdl e Lega correranno divisi. Poi c il caso di Como, dove per il momentaneo divorzio con il Carroccio non centra nulla. Primarie per il sindaco, vince Laura Bordoli, espressione del patto di ferro siglato tra ex An e ciellini, in continuit con la disastrata giunta (botte da orbi tra Pdl e Lega, ma soprattutto tra pidiellini) retta finora dal formigoniano Stefano Bruni. I laici e c la manina di Marcello DellUtri contestano le modalit della consultazione e non ne accettano il risultato. Pesanti le accuse che volano: A Como spiega uno dei pidiellini sconfitti se non ti uniformi a questa banda prendi i manganelli in testa, i fascisti rimangono fascisti. Di qui a pensare a unaltra lista (peccato che il nome Forza Como sia gi registrato) il passo breve. Ai piani altissimi del partito scatta lallarme rosso, e mercoled sera Verdini e La Russa convocano a Roma i

rappresentanti delle due fazioni: basta litigare, lo sconfitto alle primarie Sergio Gaddi rinunci a candidarsi contro la Bordoli e ci sar unadeguata compensazione nei posti in lista. Ma la partita ancora aperta, gli anti An (e anti Cl) potrebbero schierare un loro candidato, forse unassessora uscente, Anna Veronelli. Da Como a Monza, altro capoluogo lombardo interessato al voto di maggio. Bossi non ha concesso la deroga al suo niet (mai pi col Pdl), e Berlusconi ha trovato in extremis un candidato sindaco che correr contro il centrosinistra e anche contro il sindaco uscente del Carroccio, Mar-

co Mariani. La scelta caduta su Andrea Mandelli, presidente dei farmacisti, sponsorizzato da Paolo Romani, ma non , piaciuta affatto agli amici del governatore Formigoni, che avrebbero preferito di gran lunga Pierfranco Maff, assessore uscente di provata fede ciellina. Ormai il dado tratto, e adesso, quando mancano tre giorni alla presentazione delle liste, tutti fanno buon viso a cattivo gioco. A cominciare dal consigliere regionale Stefano Carugo, notabile ciellino a Monza, che per qualche giorno fa, alla buvette del Pirellone, era sbottato: Ma come si fa a raccogliere le firme per Mandelli? Sar un ca-

Televisione

Con Fede via anche le meteorine


MILANO Emilio Fede ha ricevuto un invito a comparire con urgenza dai pm di Milano Eugenio Fusco e Massimiliano Carducci sulla vicenda dei 2,5 milioni di euro che avrebbe provato senza successo a portare in Svizzera. Linterrogatorio dovrebbe svolgersi luned. E da ieri Fede non pi lunico dimissionato dal Tg4: con lui lasciano anche le Meteorine e Raffaella Zardo. Tra le prime decisioni del neodirettore Giovanni Toti, infatti, c la chiusura di Sipario, lo spazio mondano del Tg4.

Emilio Fede

so, ma al leghista Mariani che era contrario alla corsa solitaria, ma si adeguato rispuntato il sorriso: Sto preparando la mia lista civica e non escludo che qualche pidiellino scontento di Mandelli possa finirci dentro. Come a Verona, dove parecchi amministratori del Pdl si candidano contro il loro partito con la lista del sindaco Tosi. Che adesso, dopo aver svuotato di tre quarti confida anche nel voto della moglie pidiellina. Lega a parte, soprattutto tra gli ex forzisti che cresce la voglia di un ritorno allantico. Il solco lha tracciato Michela Vittoria Brambilla, fondatrice, nella sua citt, di Forza Lecco, corrente organizzata in forte polemica con gli ex di An. Pi di recente lhanno seguita due leonesse forziste come Micaela Biancofiore e Isabella Bertolini, levatrici di Forza Trentino e Forza Emilia Romagna, dopo il Forza Verona creato dai pidiellini pro-Tosi. E che dire del caso scoppiato allAquila? L Berlusconi candida Pierluigi Properzi, peccato che nessuno dei consiglieri comunali pidiellini lo sostegna: gli prefersiscono Giorgio De Matteis, che viene dal Mpa, ha lappoggio dellUdc ed vicino al governatore dellAbruzzo Gianni Chiodi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il caso

In un convento ha riunito alcuni dei big della ex Balena bianca come Prandini, Fontana, Lega, Gargani, Fiori e Fumagalli Carulli. Pronto a riunire il congresso

E Darida riesuma la vecchia Dc, partito-nostalgia


ANTONELLO CAPORALE
A PASSIONE per la politica ancora divora Clelio Darida, democristiano in attivit nella seconda met del secolo scorso. Non lo lascia in pace bench non sia pi un fanciullino. Lo abbiamo incontrato ieri a pranzo nellalberghetto delle Figlie di Maria, appena dietro il Gianicolo, dove s tenuto un consiglio nazionale democristiano. Ha 85 anni per resta integra sia la passione sia la visione. Lei dice? A 65 anni ero davvero un fringuello. Avevo energie, saltavo di qua e di l. Sindaco di Roma, cinque volte ministro, una tenuta impressio-

nante. Adesso let non mi consente grandi cose, ma sento nellaria una nostalgia che riempie i nostri cuori. Sono tutti cuori infranti. C Silvio Lega di l. Eccolo. Fu lultimo vicesegretario della Dc. E anche Gianni Prandini passato a far visita. E Ombretta Fumagalli Carulli, Giuseppe Gargani, Publio Fiori. Alt, Fiori non sta con noi. E Gianni Fontana se lo ricorda?. Ho un vuoto improvviso. Non lo confonda con Sandro, quellaltro Fontana. Gianni il segretario del partito. Il partito la Dc.

CATTOLICI
Da sinistra, Clelio Darida, Gianni Prandini e Ombretta Fumagalli Carulli

Dal momento che la Corte dAppello di Roma ha statuito che la Democrazia cristiana non si mai sciolta, tutto continua. E noi proseguiamo. Effettivamente di una logica stringente. Ma quel simbolo non era di Rotondi, il ministro di Berlusconi?

Il suo stato puro collateralismo. Finito. Cera poi la Dc di Pizza. Un fuoco di paglia, non vede che non esiste?. Quella che lei presiede lunica vera e nobile erede. Diciamo la verit: nel Paese c tanta nostalgia di noi.

Nostalgia canaglia. Come fai a scordartene della Democrazia cristiana? E poi vedendo questi signori gestire il potere, pensi che puoi accantonare lanagrafe e importi di dire la tua. Darida parla allItalia. Lavoriamo nel solco della tradizione sociale, della pi viva ed esemplare esperienza democratico cristiana. Vecchietti ma non dispersi. E una bellissima foto di gruppo, siete quasi cento. Io sono del 27, e let pesa. Torni a Montecitorio. Non mi va di pigiare pulsanti. Sembrate compatti. Questo governo come quello di Badoglio e il re di oggi lEuropa.

Bisogna reagire. Se non ci impegnamo noi, chi?. La trovo in grande forma dopo lo stop forzato di Tangentopoli. Acqua ne passata. Venne anche arrestato, giusto? Tre mesi di carcere (interviene lassistente, Grandufficiale Alessandro Marinangeli: un sacco di ergastolani gli scrivono ancora). Poi per sono stato prosciolto da ogni accusa e risarcito con cento milioni di lire per ingiusta detenzione. Questo bisogna ricordarlo. Adesso apriamo un libro nuovo. Il partito nostalgia, appunto. Mi hanno fatto fare sta menata, vediamo che succede.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica
SABATO 31 MARZO 2012

I MISTERI MONDO DI BIN LADEN


IL COVO
Il compound di Abbottabad dove Osama sub lattacco dei Navy Seal. Sotto, la camera da letto dove fu ucciso

PER SAPERNE DI PI http://www.nytimes.com/ http://www.thedailybeast.com/

I 17

(segue dalla prima pagina)

DECLAN WALSH ISLAMABAD RENTANNI, Amal offre un resoconto dettagliato della vita della famiglia del terrorista durante la latitanza, prima del raid americano che nel maggio 2011 ha ucciso Bin Laden a 54 anni. Il racconto della donna contenuto in un rapporto di polizia del 19 gennaio che, ricostruendo quel periodo frenetico, lascia oscuri alcuni punti: le parole della signora Fateh sono riportate da un agente di polizia e non offrono molti particolari sui cittadini pachistani che hanno aiutato il marito a sfuggire agli americani. Per, esso solleva nuovi interrogativi sul modo in cui luomo pi ricercato al mondo riuscito a spostare la famiglia da un capo allaltro del Pakistan, apparentemente inosservato e indisturbato da quegli stessi servizi di sicurezza altrimenti infallibili. Le tre vedove di Bin Laden sono importanti per gli investigatori: conoscono la risposta ad alcuni interrogativi rimasti irrisolti per i servizi segreti occidentali dopo il 2001. Ora le donne sono agli arresti domiciliari a Islamabad. Non tutte hanno collaborato con le autorit. Le due pi anziane, Kharia Hussain Sabir e Siham Sharif, entrambe saudite, hanno rifiutato di collaborare con gli investigatori, mentre Fateh, ferita nel raid in cui stato ucciso il marito, ha scelto un atteggiamento diverso. Fateh racconta di aver acconsentito a sposare Bin Laden nel 2000 perch desiderava sposare un mujahid, un combattente. Nel luglio di quellanno la

Cinque case e quattro figli la mia vita in fuga con Bin Laden
Lultima moglie racconta la clandestinit in Pakistan
LO SCEICCO
Osama Bin Laden: sopra la sua foto segnaletica

va attaccato in Kenya un hotel di propriet israeliana nonch alcuni locali notturni in Indonesia; la ricerca si concentrava sulla zona di confine tra Pakistan e

Afghanistan. Bin Laden aveva trasferito la famiglia in una zona montana del Pakistan nord-occidentale, ma non nella regione tribale su

cui era focalizzata lattenzione occidentale. Dapprima la famiglia si era stabilita a Swat, una pittoresca regione a circa 100 chilometri a Nord-Ovest della capitale, e l aveva risieduto in due diverse case per otto e nove mesi. Nel 2003, Bin Laden e i suoi si erano trasferiti ad Haripur, ancora pi vicina ad Islamabad, dove avevano abitato per due anni in una casa in affitto. Qui, nel 2003, Fateh ebbe una bimba, Aasia, e nel 2004 un maschio, Ibrahim, entrambi nati nellospedale pubblico della citt. Il rapporto di polizia riferisce che in entrambe le occasioni Fateh rimasta in ospedale per periodi molti brevi, di due o tre ore. Allamministrazione dellospedale erano stati forniti documenti didentit falsi. La donna racconta che, a met del 2005, Bin Laden e la sua famiglia si erano trasferiti ad Abbottabad, 30 chilometri ad Est, dove nacquero altri due figli, Zainab nel 2006 e Hussain nel 2008. Le residenze a Swat, Haripur e Abbottabad erano state approntate da ospiti Pashtun: due fratelli, Ibrahim e Abrar, le cui famiglie hanno risieduto con loro per tutto il tempo. Si ritiene che Ibrahim sia in realt Abu Ahmed al-Kuwaiti,

Nella testimonianza resa agli agenti, Amal fa luce sui 9 anni di latitanza prima del raid Usa
donna si trasferita a Karachi e qualche mese pi tardi ha raggiunto Bin Laden e due delle sue mogli in Afghanistan, nel quartier generale in una fattoria nei dintorni di Kandahar. Il rapporto spiega come gli attentati dell11 settembre abbiano costretto la famiglia Bin Laden a dividersi. La donna tornata a Karachi per nove mesi assieme alla figlia neonata, Safia, cambiando casa sette volte grazie allaiuto di alcune famiglie pachistane e del figlio maggiore di Bin Laden, Saad. Anche altri importanti membri di Al Qaeda si erano trasferiti a Karachi, una citt di oltre 18 milioni di abitanti. Khalid Shaikh Mohammed, la mente degli attentati dell11 settembre, sostiene che durante quel periodo ha ucciso il corrispondente del Wall Street Journal, Daniel Pearl; luomo stato catturato in una casa di Rawalpindi nel marzo 2003. Fateh racconta di aver lasciato Karachi nella seconda met del 2002 per raggiungere Peshawar, dove si trovava il marito. La caccia a Bin Laden da parte degli americani, in quel periodo, era intensa: Al Qaeda ave-

La donna partor 2 volte nellospedale pubblico di Haripur, grazie a documenti falsi


un uomo di etnia pashtum cresciuto in Kuwait e noto come il corriere perch incaricato di portare messaggi al leader di Al Qaeda. Quando, nel maggio scorso, i commando dei Navy Seal americani hanno preso dassalto la residenza di Abbottabad, uccidendo Bin Laden, Fateh, che si trovava nella stessa stanza, stata ferita a una gamba. Nel raid sono morte altre quattro persone: il corriere, sua moglie Bushra, suo fratello Abrar e Khalil, figlio ventenne di Bin Laden. Il racconto di Fateh, se dimostrato, fa ritenere che gi nel 2005 le forze americane si fossero pericolosamente avvicinate a Bin Laden quando un fortissimo terremoto colp il Pakistan nord-occidentale, uccidendo almeno 73 mila persone. Gli Chinook americani carichi di generi di soccorso avevano sorvolato larea del disastro. Ma il presidente Pervez Musharraf, allepoca alleato dellamministrazione Bush, affermava che Bin Laden era nascosto in Afghanistan. (The New York Times / la Repubblica Traduzione di Antonella Cesarini)
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica
SABATO 31 MARZO 2012

LE ELEZIONI IN BIRMANIA MONDO

PER SAPERNE DI PI www.irrawaddy.org www.hrw.org/asia/burma

I 19

RAIMONDO BULTRINI
RANGOON Il viso stanco e leterno fiore bianco tra i capelli, Aung San Suu Kyi accoglie serena e ironica pi di 300 cronisti da tutto il mondo: mai serano viste tante presenze assiepate nel giardino della sua vecchia casa sul lago Inya. Fino a un anno fa, laccesso a questo prato era rigorosamente proibito. Sto molto meglio dice anche se mi sento ancora un po fragile. Quel che pi la preoccupa, per, aggiunge subito con tono serio il voto di domenica in Birmania: Le elezioni non si potranno definire n libere n giuste, avvisa e snocciola brogli e gravi intimidazioni. Nella vigilia elettorale, si avverte comunque una certa fiducia che domani accadr qualcosa di storico. Il partito pi forte dellopposizione al regime militare non andava al voto da 22 anni. La giunta conceder poche briciole 44 seggi parlamentari lasciati dagli ex generali diventati ministri e tuttavia la leader Aung San Suu Kyi in persona ha condotto lintera campagna elettorale, perch la posta in gioco va ben oltre il numero dei deputati. La Signora, The Lady, 67 anni che sembrano molti di meno, un giorno svenuta al termine di uno delle centinaia di comizi per raccogliere voti nei villaggi remoti lungo le

A casa della Lady di Rangoon Votatemi, per la democrazia


Aung San Suu Kyi: brogli e intimidazioni non ci fermeranno
questa opera di riforma, specialmente tra lesercito, ma la riuscita e lavanzata del cambiamento dipendono dalle forze armate birmane nel loro insieme. evidente, per, dalle sue parole, che gli autori dei brogli e delle intimidazioni sono uomini che prendono ordini da alti ufficiali. A dispetto dei venti contrari che soffiano sulla riconciliazio-

IN PIAZZA
Sostenitori di Aung San Suu Kyi a un comizio della Lega Nazionale per la Democrazia ieri a Rangoon

ne, la Nobel birmana difende anche la sua scelta di far cancellare dal cuore del popolo, come ha fatto lei, il sentimento di vendetta verso le atrocit commesse dai leader del passato regime, molti ancora enormemente influenti. Non mi interessa una giustizia punitiva (non sono io a dover punire, aggiunge poi) ma una giustizia, che restituisca larmonia. Ci non toglie precisa che il suo partito collaborerebbe volentieri a uneventuale inchiesta internazionale per indagare sui crimini commessi dai militari. A chi le chiede se per mantenere la sua buona relazione col presidente lei sia scesa a compromessi coi suoi principi, Suu Kyi risponde Non abbandoniamo mai i principi per i quali ci battiamo da anni, ma in tutte le cose c sempre un prendere e un dare. E quando le chiediamo se lei non si senta sfruttata dal regime, pronto ad usare la sua elezione per ottenere dallOccidente un alleggerimento delle sanzioni economiche, le ribatte con una risata: Se i militari mi sfruttano per portare pi democrazia, mi sta bene. Poi spiega che proprio dalla regolarit delle elezioni di domani dipender la scelta dellUnione europea di alleggerire i provvedimenti. Per ora, lei non consiglierebbe a nessuno di fare affari in Birmania: Non esistono certezze dove non ci sono re-

Ha condotto la campagna in prima persona, in uno dei comizi perfino svenuta


coste meridionali e sulle montagne del Nord ancora piagate da una guerra dimenticata, dove tre collegi elettorali dello Stato Kachin sono stati annullati per motivi di sicurezza. Questo non certo un buon segnale riguardo al cambiamento promesso dal regime, fa capire Suu Kyi. Eppure lei non ha davvero laria di chi intenda gettare la spugna: queste votazioni sono solo un passo verso il primo stadio della democrazia assicura andremo avanti con pazienza, perch cos ci chiede la gente. Non ho pentimenti e andava messa nel conto una certa reazione, dice citando casi di truffe, violenze fisiche e psicologiche, attacchi ai seggi, ai candidati e agli elettori messi in atto dal partito del passato regime, lUsdp. Se le si chiede chi siano i responsabili, lei lascia intuire che essi non vanno cercati tra gli uomini del suo nuovo alleato, la colomba del regime Thein Sein, attuale presidente col quale Suu Kyi ha stretto un patto da 8 mesi. Ho fiducia in lui ribadisce , siamo daccordo: il processo democratico deve andare avanti. Quanto al resto (linfluenza dei falchi, ndr) non so dire quanti sostengano il presidente in

Riceve nella sua malridotta villa sul lago. Il viso stanco ravvivato da un fiore bianco
gole di legge, sentenzia. Solo i turisti ora sono benvenuti, specialmente se trovano posto in un albergo, sardonica, alludendo allaumento di visitatori nellassenza di adeguate infrastrutture. Suu Kyi sembra fidarsi del potere che le viene dalla sua influenza internazionale e dalla popolarit dimostrata ovunque sia andata a parlare, perfino tra i diffidenti gruppi etnici in guerra armata contro il dominio birmano, come i Kachin. Non teme nemmeno di finire isolata e impotente sugli scranni del Parlamento, poich quasi certo che dopo il voto di domenica lei si ritrover con una sparuta minoranza, contro un partito di regime che controlla quasi per intero laula di Nay pyi daw, la nuova capitale dove Suu Kyi si recher spesso appena eletta. Anche una sola persona pu fare una grande differenza dice la Lady se quella persona viene ascoltata in tutto il mondo su ci che succede in Parlamento. In ogni caso aggiunge noi speriamo di vincere tutti i 44 seggi. Le sembra un pronostico ragionevole? No, completamente irragionevole, per vogliamo vincerli tutti.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Le tappe
IL VOTO DEL 2010
Due anni fa il Paese torna alle urne dopo venti anni, ma il partito di Suu Kyi boicotta il voto e gli Stati Uniti denunciano brogli

LA LIBERAZIONE
A novembre 2010, dopo 15 anni agli arresti domiciliari, il Nobel per la Pace torna di nuovo libera e inizia a fare comizi nel Paese

LA SVOLTA
Dal 2011 diventa presidente Thein Sein, un riformatore che libera dei prigionieri politici e lancia timidi segnali democratici

Medio Oriente

Giornata della Terra, ucciso un palestinese negli scontri ferito anche Mustafa Barghouti
GERUSALEMME Almeno un morto e 277 feriti sono il bilancio delle proteste palestinesi nel Giorno della Terra, la ricorrenza delluccisione di sei palestinesi che manifestavano nel 1976 contro lespropriazione delle terre da parte di Israele. I cortei in Cisgiordania e nella Striscia di Gaza sono stati respinti con lanci di lacrimogeni, proiettili di gomma e trasmissione di suoni ad alta frequenza. Un giovane stato ucciso a Gaza mentre si avvicinava alla barriera di confine con Israele. Nei Territori stato colpito anche Mustafa Barghouti, leader del partito progressista Mubadara. Migliaia di persone hanno manifestato al confine della Giordania.

FOTO:REUTERS

la Repubblica
SABATO 31 MARZO 2012

SCANDALO A MANHATTAN MONDO

I 20

PER SAPERNE DI PI www.villagevoice.com kristof.blogs.nytimes.com

I 20

LA PROTESTA
A partecipare alla protesta contro il Village Voice anche il giornalista 34enne John Buffalo Mailer (sulla destra), figlio di Norman Mailer, fondatore della rivista al centro dello scandalo sullo sfruttamento della prostituzione
FOTO:AP

LA VERGOGNA DI UNA STORIA TRADITA


NICHOLAS D. KRISTOF
ALTRO giorno sono andato a farmi un giro per Manhattan in compagnia di una ragazza che su quelle strade una volta ci lavorava, sfruttata e venduta da otto papponi diversi quando aveva appena 16-17 anni. Alissa questo il nome con cui era conosciuta dai clienti sfuggita a quella vita e ora ha 24 anni, frequenta lultimo anno del college e vuole diventare avvocato: ma le rimarr sempre una cicatrice sulla guancia nel punto in cui uno dei papponi laveva tagliata con un pelapatate per farle capire che faceva meglio a non fuggire. Alissa ha testimoniato contro i suoi sfruttatori e sei di loro sono finiti in prigione con pene fino a 25 anni. Oggi, per, la sua rabbia rivolta non tanto contro di loro quanto contro le aziende che li mettono nelle condizioni di fare il loro mestiere. Ce lha in particolare con Backpage.com, un sito di annunci via web usato per vendere autoricambi, mobili, barche e ragazze. Alissa dice che i suoi papponi la vendevano regolarmente su Backpage. Non puoi andare da Wal-Mart e comprarti un bambino, no?, mi chiede. Per puoi andare su Backpage e comprare me. Backpage di propriet della Village Voice Media, che possiede anche una testata stimata come il Village Voice. Il paradosso che il Village Voice nacque come una pubblicazione alternativa, di quelle senza peli sulla lingua, e pubblica inchieste giornalistiche di grandissimo spessore. triste, quindi, che i suoi proprietari accettino denaro da gente che pratica il tipo di sfruttamento pi avido e depravato. Alissa, che cresciuta in un quartiere difficile di Boston, ha una storia simile a quella di tante altre. Dice che una sera, a 16 anni un giovane laveva avvicinata per dirle che era molto attraente. Lei pensava che fosse un rapper e si sent lusingata. Nel giro di qualche settimana lui cominci a farla prostituire, anche se continuava a frequentare il secondo anno del liceo. Non ci sono soluzioni semplici per mettere fine al commercio sessuale, ma sarebbe utile se lopinione pubblica esercitasse pressioni sulla Village Voice Media per convincerla a togliere dal sito di Backpage gli annunci in cui si offrono prostitute. Lultima parola la lasciamo ad Alissa, che ora alterna i suoi studi a un lavoretto part-time in un ristorante e allattivit di volontariato per la Fair Girls, unorganizzazione contro la prostituzione: Se un sito come Backpage guadagna 22 milioni di dollari sulla nostra pelle, come essere tornati ai tempi della schiavit. (Copyright New York Times. Traduzione di Fabio Galimberti)

Village Voice, baby prostitute in offerta bufera sul settimanale cult di New York
DAL NOSTRO INVIATO ANGELO AQUARO
NEW YORK La voce del villaggio diventata la voce dei magnaccia ma adesso New York ha deciso di dire basta alla vergogna che sta infangando mezzo secolo di giornalismo liberal. Questo una volta era un giornale progressista, il giornale della gente, e vedere perdere la sua credibilit cos straziante: pap non lavrebbe tollerato dice perfino il figlio del fondatore. E quel pap era nientedimeno che Norman Mailer, il grande romanziere e maestro del New Journalism. Il Village Voice affonda nello scandalo delle prostitute minorenni, il Village Voiceaffonda nella vergogna di quegli annunci sexy che campeggiano per la verit sulla stampa di mezzo mondo ma sulle pagine della storica rivista nata nel Greenwich Village hanno dato vita a un business che vale 22 milioni di dollari: grazie soprattutto alla pubblicit online gestita dal sito Backpage.com che al giornale appartiene. I procuratori di 48 stati hanno

La scheda

Truman Capote. Lanno scorso hanno mollato anche Tom Robbins e Wayne Barrett, che non erano famosi come i fondatori ma erano pur sempre i due cronisti pi scomodi di New York, quelli che avevano scoperto per esempio lombra della malavita nella famiglia dellex sindacosceriffo Rudy Giuliani. La propriet ha perfino lasciato la Grande Mela: il Village Voice Media oggi una societ con se-

de a Phoenix, Arizona, che raccoglie poco meno di una ventina di giornali liberal e indipendenti di mezza America. Tutto questo affonda ora nella vergogna di quel sito dove la libert di inchiesta stata sostituita dalla schiavit della pubblicit: anche di quella criminale. Oltre 250 mila newyorchesi hanno firmato una petizione per chiedere che la voce del villaggio non dia pi voce al tragico sfrut-

tamento. E proprio ieri davanti alla storica sede di Cooper Square il reverendo Galen Guengerich ha disteso centinaia di scarpette da ginnastica: Sono per quelle ragazzine che non potranno indossarle pi, quelle ragazzine usate e buttate via di cui sentiamo il grido di dolore.... Chiss che avrebbe scritto Norman Mailer, chiss che avrebbe scritto il Village Voice.
RIPRODUZIONE RISERVATA

IL SETTIMANALE
Nato nel 1995 il freepress di New York ha ospitato penne come Truman Capote, Tom Wolfe, Henry Miller

Petizioni e sit-in contro la rivista liberal per gli annunci di sesso a pagamento
spedito una lettera alleditore denunciando il mercato del sesso. Sostiene una ricerca che da l passa il 70 per cento della pubblicit per la prostituzione di tutti gli Usa. Arresti legati ai traffici del sito sono stati fatti in 22 stati. E uninchiesta a New York ha portato alla scoperta di una ragazzina di 15 anni segregata, stuprata e venduta a ore proprio su Backpage. Lamministratore delegato naturalmente smentisce. Il traffico di esseri umani e lo sfruttamento sessuale sono realt cos complesse che additare un singolo sito non solo senza prove tuona Liz McDougall ma anche irresponsabile. Di tante e responsabilissime campagne il giornale stato protagonista nel suo mezzo secolo di vita. Certo, come dice oggi John Buffalo Mailer, 33 anni, attore e scrittore non proprio celeberrimo, la rivista gratuita che appunto con la piccola pubblicit si sostiene non pi quel faro di inchieste e letteratura liberal dei tempi di pap Norman, Tom Wolfe e

GLI ANNUNCI
Sulla rivista e sul sito Backpage.com, di propriet dello stesso editore, sono apparsi annunci di prostitute

IL FONDATORE
Norman Mailer, classe 1923, scrittore e vincitore del premio Pulitzer, uno dei fondatori del settimanale

RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica
SABATO 31 MARZO 2012

CRONACA

I 22

PER SAPERNE DI PI www.comune.milano.it http://milano.repubblica.it

Milano, i pass della casta pi di 4000 politici e vip sulle corsie preferenziali
Esplode la polemica. Pisapia: via il 40%
Corsie gialle nel centro di Milano: la giunta Albertini aveva garantito 4000 eccezioni

ALESSIA GALLIONE
MILANO Un club esclusivo perch, con quel pass sul cruscotto, si pu sfrecciare lungo le corsie preferenziali di Milano, dribblando il traffico. Un trattamento normalmente riservato ai mezzi pubblici, a quelli di soccorso o alle forze dellordine. Che diventato un caso che agita la citt. E non solo perch i permessi distribuiti dalla precedente amministrazione di centrodestra si sono

moltiplicati arrivando a superare quota 4mila. Ma anche perch, adesso, sono spuntati i nomi dei fortunati possessori, finora conservati nel cervellone del Comune. Cos si scoperto che c chi, come Paolo Berlusconi e sua nipote Marina, la cognata dellex sindaco, lattrice Bedy Moratti, il banchiere Massimo Ponzellini, Roberto Colaninno o Gabriele Galateri risultano avere un lasciapassare in quanto la dici-

Pubblica la lista dei privilegiati. Permessi anche a banchieri, aziende e giornalisti


tura esatta sono Alte cariche dello Stato e Alte personalit. Cos saltato fuori lesercito della politica: 283 tra parlamentari anche non milanesi come Clau-

Le categorie di aventi diritto stabilite da due ordinanze della giunta Albertini


dio Scajola consiglieri comunali, provinciali e regionali, che avrebbero per oltre 350 targhe collegate ai tagliandi. E cos venuto fuori che centinaia di pass

sono distribuiti anche a banche (376), aziende e colossi privati (489), partiti politici, e 237 giornalisti. Troppi. Tanto che il Comune ha annunciato una stretta e nuove regole per ridurre il numero di almeno un 40 per cento. Credo che sulle corsie debbano andare i mezzi pubblici e chi ne ha bisogno per comprovate ragioni di servizio, non altri, annuncia lassessore alla Mobilit del Pd Pierfrancesco Maran. Sono tutti aventi diritto, quelli

MEMORIA MIGRAZIONI

I nomi

Politici

Tra i 283 politici locali e nazionali beneficiari dei pass ci sono Renzo Bossi, figlio del leader della Lega e consigliere regionale, il leader Idv Antonio Di Pietro, lex sottosegretario regionale e geometra di Silvio Berlusconi Francesco Magnano, il deputato ligure Claudio Scajola

degli elenchi del Comune. Che comprendono tutti i numeri di targhe associate, magari anche alcune non pi in circolazione: per questo che, nonostante i pass validi siano 4.113, ne risultano 4.950, e che molti risultano averne pi di uno a testa. Le categorie sono stabilite da due vecchie ordinanze firmate nel 2000 dallallora sindaco Gabriele Albertini, che adesso verranno riviste. Nel nuovo provvedimento si annuncia, ad esempio, la scomparsa dei benefit per partiti, sindacati, e associazioni di categoria; le grandi societ ne potranno avere uno a testa, le banche saranno sfoltite, e i pass annuali per medici e giornalisti saranno sostituiti da una sorta di bonus da spendere solo per esigenze di servizio e urgenze. Anche perch, a Milano, ha fatto rumore quella lista. Il consigliere dei Radicali Marco Cappato partito allattacco: Basta con i privilegi. I pass devono essere dati solo a chi ha urgenze e motivi di servizio. Nel tempo il numero si ingigantito. Tra i parlamentari, i volti noti sono moltissimi: da Silvio Berlusconi a Italo Bocchino, da Antonio Di Pietro a Ignazio La Russa, Pietro Lunardi e Giulio Tremonti. C anche Roberto Cota che, come presidente del Piemonte, ne avrebbe gi uno. Molti avrebbero pi targhe associate, come qualche consigliere regionale: Renzo Bossi, il figlio del leader della Lega, risulterebbe sempre secondo lelenco averne addirittura 4. Tre, invece, un assessore regionale del Pdl, Stefano Maullu, che nega: Ne ho solo uno. Si sta facendo un attac-

Imprenditori

REPUBBLICA.IT Sul sito di Repubblica lelenco completo dei permessi


co allarma bianca contro la politica. Sempre al Pirellone siede il capogruppo dellIdv Stefano Zamponi, che la spiega cos: Diciamo che ho un pass che posso usare per tutte le mie quattro auto. Ma non le guido mai tutte insieme. Tra i senatori, Marilena Adamo del Pd dice: I permessi che ho sono due, di cui uno per un furgone camperizzato. Ma sono daccordo con una revoca. E Bedy Moratti? Raggiunta al telefono cade dalle nuvole: Due pass? Mi sembra strano, ma devo chiedere al mio autista: lui che si occupa di queste cose. Nellelenco c di tutto: 260 medici tra cui direttori di ospedali e pezzi grossi della sanit lombarda; lInter (12) e il Milan (8), Pirelli (21), Telecom (20), i colossi della moda. Tra le banche, il record spetta a Intesa Sanpaolo: 75. Anche per i partiti, come per i politici, la lista bipartisam: compresi Fiamma Tricolore e Pensionati del Sole. La Cgil ne avrebbe 17: Ce ne risultano 14, ma li restituiremo, dice il segretario di Milano Onorio Rosati. Infine i giornalisti, tra agenzie, operatori tv, direttori e molte firme e volti noti: da Emilio Fede a Valerio Staffelli.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Tra gli imprenditori Paolo e Marina Berlusconi, fratello e figlia dellex premier, Bedy Moratti, sorella del presidente dellInter, Roberto Colaninno (quattro pass), il banchiere Massimo Ponzellini, Roberto Schmid, direttore dello Iuss di Pavia ed ex fedelissimo di Letizia Moratti. Altri 376 pass a banche e imprese

Giornalisti

Nella lista figurano i nomi dei direttori Maurizio Belpietro (Libero) e Alessandro Sallusti (Il Giornale). Tra i giornalisti Emilio Fede (ex direttore del Tg4), Cesare Cadeo, Valerio Staffelli di Striscia. Per le troupe della Rai sono stati concessi 35 pass, altri beneficiati sono agenzie, case editrici, quotidiani

la Repubblica
SABATO 31 MARZO 2012

CRONACA
I 23

Io, picchiata e umiliata per il velo


Roma, le tolgono lhijab con la forza: Qui non si porta. La tunisina: Nessuno mi ha difeso
DAL NOSTRO INVIATO FEDERICA ANGELI
MONTEROTONDO (ROMA) Ho sempre pensato che lItalia fosse un paese libero. Sbagliavo. Ho cercato lavoro e mi hanno sbattuto la porta in faccia perch porto il velo. E per il mio velo tre giorni fa sono stata picchiata, insultata, umiliata da un gruppo di ragazzi. Stavo solo bevendo un caff. Neila Azzabi una donna tunisina di 37 anni. Tre giorni fa in un bar che, per una beffa della sorte si chiama Freedom, nella piazza principale di Monterotondo, un paese alle porte di Roma, mentre beveva un caff stata aggredita da un gruppo di ragazzi perch indossava lhijab. Ero seduta con mia sorella, quando un ragazzo, insieme ad altri otto amici, ha iniziato a gridare: dovete tornare al vostro paese, tu sei una puttana musulmana e devi farti esplodere, che aspetti a farti saltare in aria? Kamikaze, devi ucciderti. Poi mi ha dato uno schiaffo in faccia, mi ha tirato gi lhijab e mi ha detto: questo in Italia non lo puoi portare. Le lacrime le scendono a fiumi. Ripensare a quel momento la fa star male. Per lei indossare il velo, oltre a essere unoccasione identitaria, una scelta religiosa. Sono molto credente ripete pi volte scossa, quasi a voler trovare nel mantra la forza di cancellare quellaggressione razziale e a quel ragazzo voglio dire che quando vado a fare la spesa, pago come paga lui, che quando sorrido lo faccio come lui. Non un velo che crea la diversit. Se mi chiedesse scusa lo perdonerei, ma la denuncia non la ritiro. Mi ha picchiata e insultata. Neanche mio padre n mio marito si sono mai permessi di darmi uno schiaffo. giusto che paghi. Tutto cominciato alle 18. Neila era stata con la sorella Nadia in un parco giochi, dove avevano portato il nipotino di un anno. Poi sono entrate in un bar a prendere un caff e si sono sedute a un tavolino in via Buozzi, il corso principale di Monterotondo. Accanto a loro un gruppo di otto ragazzi e una ragazza. Io badavo a mio figlio a parlare ora Nadia sentivo insulti, frasi offensive ma ho pensato fosse un gioco tra di loro. Mia sorella che da poco in Italia per a un certo punto mi ha detto che quei ragazzi guardavano proprio lei. E che quegli insulti pesanti erano rivolti a noi. Musulmane schifose, fuori da qui e altre cose pesantissime. Una coppia di italiani intervenuta in difesa delle due donne tunisine, ma la reazione stata pesantissima. Il leader del gruppo un ventisettenne gi identificato e denunciato dai carabinieri per lesioni, percosse e delitti contro i culti ammessi dallo Stato si alzato, gli altri hanno circondato le sorelle, e hanno iniziato a picchiarle, a tentare di strapparle il velo dalla testa, a prenderle a calci. stato umiliante, non si sono fermati neanche di fronte a mio nipote che piangeva disperato per la paura, ha proseguito Neila. Io sono caduta per terra, loro mi hanno presa a calci. Poi sono fuggiti, prima dellarrivo dei carabinieri. La gente intorno ha guardato la scena interviene Nadia nessuno ha mosso un dito per fermarli, fatta eccezione per la coppia che ha preso le nostre difese dallinizio. Sono ventanni che abito a Monterotondo, pi di quelli che ho vissuto in Tunisia. Le persone che stavano l a gustarsi la scena le ho salutate centinaia di volte per strada, al supermercato, in piazza. Ma nessuno ci ha aiutato. Mentre i carabinieri della compagnia Monterotondo lavorano per identificare e denunciare anche gli altri componenti del gruppo lunico denunciato ha ammesso ogni responsabilit dal mondo politico arrivano parole di condanna bipartisan per lepisodio. Ciascun uomo o donna che, proveniente da un altro Paese, nel rispetto delle nostre leggi, deve poter godere di tutti i diritti, essere accolto e messo al riparo da ogni forma di discriminazione ha detto Mara Carfagna, deputato Pdl Solidariet, dunque, a Neila e a sua sorella. Quello che accaduto a Monterotondo gravissimo ha dichiarato Livia Turco, responsabile immigrazione del Pd Tuttavia questo episodio anche segno della debolezza della politica italiana. Questi vergognosi episodi di intolleranza razziale e religiosa non possono essere accettati nel nostro Paese.
RIPRODUZIONE RISERVATA

I precedenti

TREVISO
Nel marzo 2010 il proprietario di unosteria a Tezze espone un cartello con il quale si vieta lingresso a burqa e niqab

RIMINI
Nel marzo del 2011 un hotel 4 stelle di Rimini nega lo stage a una studentessa musulmana perch indossa il velo

PADOVA
Nel maggio scorso una studentessa marocchina viene aggredita da una 50enne padovana al grido di via quel velo musulmana

IL PIANTO DI NEILA
La donna tunisina che stata picchiata ed umiliata da otto ragazzi in un bar nella piazza centrale di Monterotondo

REPUBBLICA.IT Sul nostro sito Repubblica.it il video dellaggressione alle due sorelle

Lintervista

Il ministro Andrea Riccardi condanna fermamente lattacco. Ma la spia di un malessere pi grande

MARCO ANSALDO
ROMA Le donne, tutte le donne, straniere e non, vanno rispettate anche perch rappresentano un elemento di integrazione decisivo. Mi fa impressione sapere che, come nel caso di Monterotondo, ci sono persone che le picchiano. Purtroppo in Italia c un clima di tensione: bisogna lavorare tutti per evitare che si ripetano episodi come questo. Il ministro per la Cooperazione internazionale e per lIntegrazione, Andrea Riccardi, usa parole ferme per condannare lattacco e gli insulti in un bar a due sorelle tunisine, una delle quali indossava il copricapo islamico. Ma la sua non una difesa dufficio. Da studioso attento

Le donne non si devono toccare sono il motore dellintegrazione


va oltre, con un ragionamento che tocca questo momento storico. Ministro Riccardi, quanto accaduto alle porte di Roma un semplice episodio o la spia di un malessere pi grande? un episodio di cui non abbiamo ancora tutti i contorni. Ma un caso che ci fa capire che dobbiamo stare attenti. A che cosa? Al fatto che ci troviamo in un periodo di crisi economica e di difficolt per le famiglie. Cos aumenta il rischio della ricerca di un capro espiatorio. Lei pensa ad altri casi? S, lEuropa ha ancora negli occhi quanto accaduto con le uccisioni dei bambini ebrei a Tolosa. Quello di Monterotondo per un caso diverso. Certo. Ma ho riflettuto molto su quel che avvenuto in Francia, dopo essere andato nella sinagoga di Roma. Non bastata la Shoah a estirpare lantisemitismo, il razzismo duro a morire. Ma non lha colpita anche la violenza verbale usata? Ci sono stereotipi figli di una mentalit. Purtroppo sono alimentati dalla stoltezza dellislamismo radicale. Ma la maggior parte dei musulmani qui lavora e si fa volere bene. E il suo ministero che cosa fa su questo fronte? Ora ho istituito una Conferenza

permanente su Religioni, cultura e integrazione. Ho riunito tutti i leader religiosi in Italia, che considero dei mediatori importanti con le comunit straniere. E a loro ho ricordato il ruolo decisivo che ha la donna. Da che punto di vista? La donna rischia talvolta di essere prigioniera della famiglia e di una cultura che non rispetta i diritti umani. Mentre, quando pu relazionarsi, con il mondo esterno un elemento fondamentale di integrazione. Ma le regole di casa nostra vengono sempre rispettate? Io credo che sia giusto conservare le tradizioni religiose, ma che non si devono nemmeno negare le rego-

Il caso

Lea Garofalo collaborava con la giustizia. Condannato lex compagno

Ieri notte si spenta tra laffetto dei compagni

Sciolta nellacido, sei ergastoli la figlia testimone contro il pap


SANDRO DE RICCARDIS
MILANO Ha ascoltato la sentenza che condanna suo padre allergastolo per lomicidio di sua madre, nascosta nellaula accanto a quella della Corte dAssise. Denise Cosco, oggi ventenne, figlia di Lea Garofalo, lex testimone di giustizia sequestrata, uccisa e sciolta in cinquanta litri dacido, era a pochi passi dal padre, Carlo Cosco, mentre il giudice Anna Introini leggeva la condanna al massimo della pena con altri cinque imputati. Vigliacchi perch si sono messi in sei contro una donna aveva detto, pochi giorni fa, il pm Marcello Tatangelo . Lhanno legata e torturata, e le hanno sparato in testa. Ieri, la Corte dassise ha accolto le sue richieste e condannato allergastolo con lisolamento diurno per due anni lex compagno della donna, Carlo Cosco, che perde in pi la patria podest, e il fratello Vito. Ergastolo ma con un stero di Giustizia. Con il nuovo collegio il rischio-scarcerazione degli imputati stato scongiurato con un calendario serrato di udienze. In una di questa, Denise sempre insieme ai suoi legali Enza Rando e Ilaria Ramoni ha ricordato il precedente tentativo di sequestro della madre da parte del clan, a Campobasso, quando fu proprio lei a mettere in fuga gli aggressori. Abbiamo restituito dignit e giustizia a sua madre ha detto in aula don Luigi Ciotti, fondatore di Libera . Dobbiamo inchinarci davanti ad una ragazza che ha trovato il coraggio di rompere lomert. stata Denise a mettere sulla buona strada i carabinieri, raccontando le contraddizioni del padre dopo il rapimento, il 24 novembre 2009, in corso Sempione. Madre e figlia sono una accanto allaltra nei fotogrammi di una telecamera. Pochi attimi dopo Lea Garofalo scomparir per sempre.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Alba Meloni
ad annunciarlo Emiliano Pittueo e Alessandra Carnevali. Sabato 31 marzo, alle ore 10, presso la Sala Fredda della Cgil di via Buonarroti 12, si svolger il rito funebre. Roma, 31 marzo 2012 La Fondazione Giacomo Brodolini partecipa al dolore dei familiari per la scomparsa di

Dara e Valerio e Walter con Valeria, Vittorio e Tana e con Flavia, Martina e Vittoria ricordano, venti anni dopo

Ivanka Kotnik Veltroni


donna coraggiosa, curiosa, sorridente, intensa. Roma, 31 marzo 2012

Il ministro Andrea Riccardi

Elio Capodaglio
di cui ricorda passione politica e statura morale. Roma, 31 marzo 2012 Caro

pap
per il mio viaggio mi donasti le Anabasi, io per il tuo non ho una guida da darti. Ma ti star accanto. Emilio Roma, 31 marzo 2012 La moglie, i figli e i nipoti di

Lea Garofalo anno di isolamento per Giuseppe Cosco, Rosario Curcio, Massimo Sabatino e Carmine Venturino, lex fidanzato di Denise, messole accanto dal padre per tenere docchio Lea. Il terrore di Carlo Cosco era infatti che la sua ex potesse fare rivelazioni sulle faide calabresi al nord. Arriva cos a conclusione il processo sul primo caso di lupara bianca al Nord. Un dibattimento che ha superato anche lo stop forzato di novembre, quando il presidente Filippo Grisolia ha lasciato il collegio perch nominato capo di gabinetto al mini-

,,

Ci sono stereotipi figli di una mentalit. Ma la maggior parte dei musulmani qui lavora e si fa voler bene

Federico Radice
ringraziano quanti hanno voluto partecipare al loro lutto. Roma, 31 marzo 2012 La scomparsa dell Avvocato

Titta Mazzuca
la perdita di un Maestro di avvocatura, cultura e spirito di libert. Resta il suo insegnamento per tutti noi. Pino Zupo Roma, 31 marzo 2012 Lucio Battistotti e i colleghi della Rappresentanza in Italia della Commissione europea si stringono con affetto a Emilio nel ricordo della sua cara mamma

Maria Dalmonte
Roma, 31 marzo 2012

le del Paese in cui si vive. Perch dobbiamo avere valori comuni e sicurezza per tutti. A Monterotondo nessuno intervenuto in difesa delle straniere Mi fa impressione. Un uomo che picchia una donna un fatto inqualificabile. Per qui c un clima di tensione da prevenire. Come? Trasmettendo un messaggio di speranza alla gente: che, dopo i sacrifici, ce la faremo a vivere meglio, tutti insieme.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica
SABATO 31 MARZO 2012

CRONACA

PER SAPERNE DI PI www.lescienze.it www.infn.it

I 25

Neutrini, si dimette Ereditato il fisico dellesperimento-flop


In rivolta i collaboratori: Ha avuto troppa fretta
ELENA DUSI
ROMA Dopo una nuova conferma che i neutrini non viaggiano pi veloci della luce, si dimesso il responsabile del team che a settembre aveva fatto l'eclatante annuncio. Antonio Ereditato, 56 anni, il fisico alla guida dell'esperimento Opera che studia i neutrini nei laboratori del Gran Sasso, ieri ha lasciato il suo incarico con due collaboratori, Pasquale Migliozzi e Dario Autiero. Due giorni fa all'interno del team era stata votata una mozione di sfiducia che non ha raggiunto il quorum necessario del 66%, ma ha spinto ieri Ereditato a farsi comunque da parte. Il malumore fra i 150 fisici di Opera debordato dopo che un altro esperimento all'interno della montagna abruzzese, Lvd, guidato da Antonino Zichichi, ha osservato un difetto negli strumenti di misurazione del tempo all'interno di Opera. Sia Lvd che Opera osservano alcuni muoni provenienti dai raggi cosmici spiega Sergio Bertolucci, direttore della ricerca del Cern. Tra maggio e agosto del 2008 i tempi di passaggio dei muoni tra un rivelatore e l'altro hanno iniziato a divergere, cosa che non dovrebbe accadere. Probabilmente a quel periodo risale il problema all'interno del rivelatore. Il 16 marzo era stato un altro apparato del Gran Sasso, Icarus, guidato dal Nobel Carlo Rubbia, a smentire l'eccezionale dato di Opera. Il gruppo di Ereditato il 23 settembre del 2011 aveva osservato che i neutrini sparati dal Cern di Ginevra percorrevano il tragitto di 730 chilometri fino al Gran Sasso a una velocit superiore a quella della luce, con un vantaggio di 60 nanosecondi. Da subito si era parlato di un possibile difetto dell'esperimento, ma nel frattempo circa 300 articoli scientifici sono stati pubblicati per cercare di spiegare l'eventuale violazione della teoria della relativit di Einstein (nulla pu viaggiare a una velocit superiore a quella della luce nel vuoto). Dopo lo stupore iniziale, il dato

di Opera ha iniziato a perdere pezzi. A fine febbraio i fisici del team hanno notato due problemi nel loro rivelatore. La connessione fra una fibra ottica dell'orologio atomico installato al Gran Sasso e la scheda di un computer non era fissata bene. E lo stesso orologio non spaccava il nanosecondo con la precisione richiesta. Meno di un mese pi tardi sono arrivati i dati

sul "tempo di volo" dei neutrini pubblicati da Icarus (perfettamente in linea con la velocit della luce) e pochi giorni fa, osservando i muoni (un'altra particella elementare che proviene dai raggi cosmici e non viene schermata perfettamente dalla montagna), stata scoperta la discrepanza fra l'orologio di Opera e quello di Lvd. L ipotesi dei neutrini pi veloci

della luce veniva cos ripetutamente smontata. La tensione accumulata dai fisici di Opera emersa un paio di settimane fa, quando alcuni capigruppo del team hanno scritto un documento lamentandosi per la fretta eccessiva con cui i dati sono stati pubblicati e chiedendo il rinnovo del management. Sarebbero stati necessari alcuni mesi di ve-

rifiche in pi. I responsabili di Opera hanno spinto invece perch i dati fossero comunicati al pi presto spiega Piero Monacelli, professore di fisica dell'universit dell'Aquila, uno degli scienziati che a settembre rifiut di firmare l'articolo scientifico. La connessione difettosa era stata controllata anni fa. In teoria non avrebbe dovuto spostarsi. Invece con il

tempo probabilmente si mossa e l'ampiezza del segnale che viaggia lungo la fibra ottica diminuito, causando un ritardo nella misurazione. I fisici di Opera si sono spaccati a met fra favorevoli e contrari. Il risultato della mozione di sfiducia, formalmente nullo, ha comunque spinto Ereditato a farsi da parte.
RIPRODUZIONE RISERVATA

IL PROTAGONISTA
Il fisico Antonio Ereditato, 56 anni

,,

Le posizioni individuali devono passare in secondo piano. Mi confortano i tanti messaggi di solidariet

Lintervista

Cos lo scienziato spiega il perch del suo passo indietro

Sul team il peso del clamore mediatico cos possiamo recuperare la serenit
MARCO CATTANEO
ROMA Ho fatto il possibile per smorzare le tensioni interne al gruppo di lavoro, nella mia qualit di coordinatore del progetto. Ma quando ho verificato che le critiche avevano superato il livello di guardia ho ritenuto opportuno fare un passo indietro perch si potesse ritornare a un clima pi sereno. Cos commenta la sua decisione di dimettersi Antonio Ereditato, portavoce dellesperimento OPERA. Ma perch proprio ora? Il clamore mediatico che aveva destato il nostro annuncio, e poi la scoperta di una risposta anomala nellapparato sperimentale e ancora i risultati presentati dallaltro esperimento del Gran Sasso, ICARUS, ha messo il gruppo di lavoro un sistema sociale di oltre 150 persone di fronte a una pressione quasi irrituale per gli ambienti della scienza. E le tensioni esterne si trasmettono immediatamente allinterno. Cos lordinaria dialettica di una comunit di scienziati ne ha sofferto. In questi casi il rischio perdere di vista lobiettivo comune. Per evitarlo, le posizioni individuali devono passare in secondo piano. E me lo confermano i moltissimi attestati di solidariet che sto ricevendo in queste ore. E adesso che accadr? Confido che torneremo a concentrarci sul lavoro quotidiano, e sui risultati di un esperimento che, bene sottolinearlo, ha come primo obiettivo la verifica delloscillazione dei neutrini prevista mezzo secolo fa da Bruno Pontecorvo. In giugno, a Kyoto, alla conferenza Neutrino 2012 porteremo nuovi e importanti risultati, e potremo riparlare delleccellenza della nostra ricerca fondamentale con animo critico, severo, competente ma soprattutto sereno.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica
SABATO 31 MARZO 2012

CRONACA

PER SAPERNE DI PI www.pompeiisites.org ec.europa.eu/regional_policy/index_en.cfm

I 27

GLI SCAVI
Il sito di Pompei e, sotto, il crollo nella domus di Loreio Tiburtino

Un super-prefetto per salvare Pompei vigiler contro le infiltrazioni della camorra


FRANCESCO ERBANI
ROMA Non solo archeologi. E neanche solo architetti. Per salvare Pompei arriver anche un prefetto. Avr il compito di vigilare che vengano ben spesi i tanti soldi che lEuropa ha destinato per il restauro e la salvaguardia del sito. E di assicurare che sui 105 milioni appena approvati dalla Commissione di Bruxelles non possa mettere le mani la camorra. Si conosce anche il suo nome: Fernando Guida, attualmente viceprefetto, responsabile dellufficio che al ministero dellInterno si occupa dello scioglimento dei consigli comunali condizionati dalla criminalit. Lannuncio verr dato gioved prossimo a Napoli in un incontro al quale parteciperanno tre ministri, Lorenzo Ornaghi, Fabrizio Barca e Anna Maria Cancellieri, oltre al prefetto del capoluogo campano, Andrea De Martino, e alla Soprintendente Teresa Cinquantaquattro. La quale, per, assicura di non sapere nulla della decisione. E cade letteralmente dalle nuvole. Gioved firmer con il prefetto di Napoli un protocollo dintesa sulla legalit, dice Cinquantaquattro, ma di prefetti ad hoc per Pompei nessuno mi ha mai detto niente. La voce di un prefetto che controllasse gare dappalto, procedure di assegnazione dei fondi e sicurezza dei cantieri circolava da tempo. Si era parlato anche di un coordinamento fra alti funzionari. Ma la conferma che lorientamento sia invece quello di designare un prefetto con competenze specifiche su Pompei arriva da fonti molto autorevoli del governo. Troppi appetiti potrebbero scatenarsi intorno a quei soldi e lEuropa non tollererebbe che su una questione del genere la camorra possa prevalere. Quando alcuni mesi fa ha visitato Pompei, il Commissario europeo Johannes Hahn stato esplicito: eserciteremo un monitoraggio costante sul modo in cui verranno spesi i soldi. La Soprintendenza di Napoli e Pompei stata tenuta fuori dalla decisione. E non questione di poco conto, visto che sar comunque quellufficio a dirigere i restauri e a gestire gli appalti. Lesclusione della Soprintendenza pesa anche per lesperienza del passato. Nel sito archeologico si sono infatti succeduti prima una serie di direttori amministrativi, definiti anche city manager, e poi alcuni commissari. Il primo commissario fu proprio un prefetto, Renato Profili, al quale succeduto Marcello Fiori, che proveniva dalla Protezione civile e le cui iniziative hanno lasciato una scia di polemiche e di inchieste giudiziarie. Fra questi funzionari e la Soprintendenza i rapporti non sono mai stati semplici. Lallora soprintendente Piero Guzzo arriv al punto di presentare le dimissioni per i contrasti insanabili con il direttore amministrativo Luigi Crimaco. Ora la partita delicatissima. E lo sblocco dei fondi, gi annunciato nei mesi scorsi, non scioglie i nodi, che invece si aggrovigliano. Pompei vive in una condizione di perenne emergenza. Gran parte di via dellAbbondanza, sulla quale si affacciano le domus colpite da crolli, chiusa. E in questa zona persiste il pericolo che cedano i muri sui quali preme un terrapieno. Nel frattempo prosegue lo stillicidio di danni alle strutture e di distacchi di intonaco. Nelle scorse settimane sono stati messi a punto cinque bandi di gara per altrettanti progetti di restauro. Ma il ministro Ornaghi, in visita agli scavi, ha detto che i primi cantieri si apriranno soltanto in autunno. A Pompei sono arrivati anche nuovi funzionari, sia archeologi che architetti. Ma il loro inserimento non stato semplice, a causa del fatto che pochi di essi

Bruxelles ha sbloccato 105 milioni per i restauri: una figura ad hoc controller come saranno spesi

avevano approfondite conoscenze del sito. Mentre Pompei rischia di perdere pezzi ogni giorno che passa, fioccano i progetti nelle aree fuori dello scavo. Lultimo patrocinato dal sindaco Claudio DAngelo. una specie di archeo-park, la ricostruzione fedele di alcuni edifici pompeiani, il foro, le terme, le domus. Una Pompei finta, una pa-

tacca estesa su oltre un chilometro quadrato nella zona a nord del sito, verso il Vesuvio, una zona che nel rapporto stilato tempo fa dallUnesco veniva indicata come assolutamente inedificabile. DAlessio andato anche in America a raccogliere fondi (sembra ci vogliano 15 milioni). Cos se Pompei crolla pronto il suo clone.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Le tappe
I CROLLI
Sono oltre 20 i maggiori crolli avvenuti dal 2003 a oggi allinterno dei 66 ettari dellarea archeologica di Pompei

IL PIANO
LItalia chiede un piano di azione concordato con lesecutivo europeo dopo aver accertato lentit dei lavori necessari per recuperare il sito

I FONDI
Due giorni fa la Commissione europea approva un finanziamento di 105 milioni di euro per il restauro di Pompei

I BANDI
A breve partir il bando per il restauro di 5 domus, poi quello per la messa in sicurezza del terrapieno delle Regiones III e VIII

IL PREFETTO
Gioved prossimo sar ufficializzata la nomina di un prefetto, Fernando Guida, per vigilare contro il rischio di infiltrazioni della camorra

la Repubblica
SABATO 31 MARZO 2012

ATTUALIT

I 28

Il Po ai minimi
Il pi grande corso dacqua dItalia ha quasi raggiunto il livello della grande secca del giugno 2006: oggi a sei metri e 70 centimetri sotto il livello zero

Preghiere, processioni e croci nei campi il Nord riscopre gli antichi riti anti-siccit
(segue dalla prima pagina)

JENNER MELETTI TREBASELEGHE (Padova) ECONDO il climatologo Giampiero Maracchi nellinverno e in questo inizio di primavera arrivato solo il 30% della pioggia che cade di solito. La Coldiretti stima in particolare un calo superiore al 50% al Nord e compreso fra il 25 e il 50% al Centro e in Sardegna. Lappello dei cardinale di Firenze, Giuseppe Betori, a pregare per il dono della pioggia, non giunge a caso. Linvaso del Bilancino che disseta mezza Toscana appena a

Caldo record e piogge in calo del 50%. Non resta che affidarsi a Dio
re: siete in prima linea, dovete proteggerci. Alla sacca di Goro SantAntonio da Padova, a giugno, viene messo su un palo in mezzo alla valle. Anche da noi contro grandine o siccit si mettevano le croci nei campi: ma erano fatte di canne e intrecciate con lulivo. A Farra dAlpago il parroco don Lorenzo Sperti sta gi organizzando una processione perch il cielo mandi la pioggia. Forse non ci sarebbe bisogno dice padre Renato Gaglianone, consigliere ecclesiastico della

A Firenze il cardinale Betori scrive una lettera ai parroci: organizzate veglie

Coldiretti di una preghiera specifica. Gi nel Padre Nostro c linvocazione giusta: Dacci oggi il nostro pane quotidiano. Senza la pioggia il grano non nasce e non cresce, senza il grano non si fa il pane. Ma nel Messale c una Colletta

una preghiera che il sacerdote recita a nome di tutta la comunit di fedeli che cos invoca la grazia dal Cielo. O Dio dal quale tutte le creature / ricevono energia, esistenza e vita / dona alla terra assetata / il refrigerio della pioggia / poich lumanit

Dalla Toscana al Veneto, fiumi a secco e raccolti a rischio: Ormai emergenza


un terzo della capienza, il fiume Arno porta solo un decimo dellacqua mediamente presente in questa stagione. La siccit ricorda il sindaco insegnante fra le dieci piaghe dEgitto. Le preghiere per la pioggia sono sempre esistite. Lidea che Dio mandi lacqua in risposta ai comportamenti umani gi nella Bibbia. Se seguirai i miei comandamenti, ti mander la pioggia. Nellantica Roma durante la cerimonia chiamata aquilicium matrone scalze e con i capelli sciolti salivano sul Campidoglio e facevano ruzzolare pietre, invocando Giove Pluvio e simulando il rumore del tuono. Gli Atzechi invocavano lacqua sacrificando a Xipe Totec, nostro Signore lo Scuoiato, nemici e schiavi. Nella religione cristiana dice Lorenzo Zanon il sacrificio stato sostituito dalla preghiera. Gi nel IV secolo il papa Liberio trasforma la cerimonia pagana in invocazione delle precipitazioni. Ad petendam pluviam inizia in quei tempi. Linvocazione del sacro di fronte alle calamit dice Roberto Roda, che guida il centro etnografico del Comune di Ferrara ancora presente. Si fanno processioni sugli argini e le statue dei Santi vengono messe con i piedi nellacqua. Come di-

Le temperature
Nei grafici qui sopra, le temperature record registrate nel mese di marzo nelle maggiori citt italiane

la Repubblica
SABATO 31 MARZO 2012

PER SAPERNE DI PI http://meteo.repubblica.it www.nimbus.it

I 29

sicura del suo pane / possa ricercare con fiducia il bene dello Spirito. A Bolzano i meli sono gi fioriti, con un mese di anticipo. Questo marzo il pi caldo degli ultimi 15 anni. In Veneto sono in pericolo mais, grano e radicchi. In Toscana il frumento non riesce a crescere e forse sar perduta met della produzione, due milioni di quintali che valgono 60 milioni di euro. Con il caldo arrivato cos presto racconta Amedeo Gerolimetti, coltivatore diretto di Castelfranco Veneto quasi tutti hanno anticipato di un mese la semina del mais. Il terreno era perfetto, sullasciutto si lavora bene. Ma il troppo calore adesso ha ridotto le zolle in polvere, e allora c bisogno di acqua per fare crescere le piantine di gra-

Il sindaco di Trebaseleghe: Dio fa piovere in risposta ai nostri atti, lo dice anche la Bibbia
noturco e per attivare gli anticrittogamici messi contro gli infestanti. Chi ha limpianto a pioggia, se la pu cavare, anche se io non avevo mai visto annaffiare a marzo. Ma chi usa lirrigazione a scorrimento, non sa come fare. Lacqua viene infatti mandata nei campi attraverso i solchi ma questi si scavano, una fila s e una no, quando il mais gi alto trenta o quaranta centimetri. E invece sta appena spuntando. Chi non ha seminato, ancora pi disperato. Il sole ha cotto le zolle come fossero mattoni, e se vedi nelle campagne un gran polverone, vuol dire che un contadino sta cercando di spaccare la crosta con lerpice, per poter seminare. La siccit pu diventare un incubo, e anche i Santi a volte non sanno fare il loro dovere. In Sicilia, nel 1893 come ha raccontato lantropologo Marino Niola non piovve per sei mesi. Per protesta San Giuseppe fu gettato in un giardino bruciato dal caldo. A Caltanissetta furono strappate le ali doro a San Michele Arcangelo e sostituite con ali di cartone. Lo stesso angelo, a Licata, fu denudato e minacciato dimpiccagione. O la pioggia o la corda, gridavano i fedeli. Almeno per ora, meglio preparare soltanto le croci bianche di ontano.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il meteorologo

Si annuncia unestate torrida ma a Pasqua ci sar maltempo


VALENTINA ACORDON
U GRAN parte dItalia incombe lo spettro di una grave siccit, una situazione difficile gi ora dopo mesi quasi ovunque avari di precipitazioni, ma che potrebbe diventare drammatica se dovessero venire a mancare anche le piogge primaverili. Sono servite a poco persino le grandi nevicate di febbraio al Centro e le piogge alluvionali di inizio novembre al Nord-Ovest, fenomeni certo intensi ma localizzati e concentrati su poche settimane allinterno di un periodo molto caldo e asciutto che dura dalla fine dellestate scorsa. Anche marzo, tradizionalmente instabile e piovoso, ci ha regalato giornate quasi sempre soleggiate e con temperature tardo-primaverili, tanto che in molte localit del Nord risulter

uno dei pi caldi di sempre. Ne consegue che linnevamento sulle Alpi, scarso per tutto linverno, ormai ridotto allosso; un problema in pi, perch ghiacciai e nevai costituiscono una riserva dacqua nei mesi caldi. In mancanza di piogge e nevicate in montagna in primavera si potrebbero accentuare calura e siccit estive, un po' come successo nel 2003 quando proprio un maggio molto secco fu una delle concause del caldo terribile in estate. Ma c ancora tempo per evitare il peggio e gi le previsioni per linizio di aprile promettono giornate pi fresche e instabili, con il probabile ritorno della pioggia al Centro-Nord soprattutto verso la met della prossima settimana; maggior variabilit, ma ancora rischio di rovesci a Pasqua, mentre a Pasquetta potrebbe tornare a prevalere il sole.
RIPRODUZIONE RISERVATA

ECONOMIA
FINANZA&MERCATI
Ieri
FTSE MIB ....................15980,07 FTSE IT ALL.................16999,18 FTSE IT STAR ..............11036,60 FTSE IT MID ................18584,97 COMIT .............................859,35 FUTURE.......................15745 (+0,45%) (+0,47%) (+0,59%) (+0,46%) (-0,95%) (+0,35%)

la Repubblica

SABATO 31 MARZO 2012

I 30

I migliori
FTSE MIB Var.% Bca Pop.Milano.......................................4,61 Parmalat.................................................2,80 Azimut....................................................2,71 Mediaset ................................................2,17 Saipem...................................................2,16

Principali titoli del Mercato azionario


Titolo
A2A.............................................0,602 Ansaldo Sts .................................7,440 Atlantia .....................................12,450 Autogrill ......................................7,915 Azimut ........................................8,145 Banca Generali..........................10,060 Banco Popolare ...........................1,422 Bca Pop.Milano ...........................0,417 Buzzi Unicem ..............................8,795 Campari ......................................5,105 Diasorin ....................................21,850 Enel ............................................2,712 Enel Green Pw .............................1,425

Pr. Rif
0,67 0,95 0,65 1,02 2,71 0,75 0,71 4,61 -1,01 0,10 1,16 0,15 -0,35

I peggiori
Impregilo...............................................-1,83 Monte Paschi Si.....................................-1,65 Buzzi Unicem ........................................-1,01 Mediobanca ..........................................-0,99 Telecom IT ............................................-0,94

Eni ............................................17,590 Exor ..........................................18,930 Ferragamo ................................15,540 Fiat .............................................4,408 Fiat Industr..................................8,000 Finmeccanica..............................4,060 Generali ....................................11,640 Impregilo.....................................3,000 Intesa Sanpaolo...........................1,344 Lottomatica...............................14,240 Luxottica...................................27,150 Mediaset.....................................2,068 Mediobanca ................................4,404 Mediolanum................................3,564 Monte Paschi Si...........................0,316

0,86 0,91 -0,32 0,14 1,27 -0,78 -0,09 -1,83 -0,37 0,42 1,46 2,17 -0,99 0,56 -1,65

Parmalat .....................................1,873 Pirelli & C.....................................8,920 Pop.Emilia Romagna ...................5,405 Prysmian ..................................13,180 RCS Mediagroup .........................0,645 Saipem .....................................38,730 Snam ..........................................3,606 STMicroelectr..............................6,140 Telecom IT ..................................0,892 Tenaris .....................................14,300 Terna ..........................................3,014 Tods ........................................84,350 UBI Banca ...................................3,178 Unicredit .....................................3,756

2,80 1,36 1,60 0,30 0,55 2,16 0,39 0,74 -0,94 1,62 1,44 2,12 -0,11

IL MERCATO
ALESSANDRO PENATI

AMARO DAY AFTER PER MEDIASET


GOVERNI Berlusconi hanno favorito Mediaset in tutti i modi. Inutile argomentarlo tanto ovvio. Landamento del titolo rispetto a Piazza Affari (vedi grafico) ha cos seguito le fortune politiche del suo padrone: in salita allinizio di ogni mandato; in discesa alla fine. Il grafico per mostra anche una crescente disaffezione del mercato, da un decennio in qua, nei confronti di Mediaset, che ha perso il 60% rispetto allindice. Un trend al ribasso dovuto alle difficolt dei media tradizionali nellera di internet, ma soprattutto a una serie di errori gestionali. Con un +6,2% annuo di fat-

Scontro sul boom delle rinnovabili il governo taglier gli incentivi


Bortoni frena la Carbon Tax: Occorrono regole europee
LUCA PAGNI
MILANO Un boom senza precedenti. Una crescita enormemente pi alta rispetto al resto dEuropa, per dirla con le parole del ministro dello Sviluppo economico Corrado Passera. Ma il successo delle energie rinnovabili in Italia ha un costo: quello degli incentivi, che alla fine dellanno arriveranno alla cifra di 10,5 miliardi (di cui 6,5 al solo fotovoltaico), tutti pagati dalle bollette degli italiani, voce per cui pesa sul 16% del totale. E un peso ricade anche sulle imprese tradizionali dellenergia, che si vedono erodere i margini per lingresso sul mercato dellelettricit verde. Ecco perch a breve, il governo presenter una revisione del meccanismo finanziario, adeguandola anche al crollo del prezzo dei pannelli fotovoltaici, Ed ecco perch le societ delle rinnovabili - titolari di un giro daffari che supera i 20 miliardi - sono in allarme e hanno chiesto la convocazione di un tavolo tecnico in cui chiedere nuove regole per il settore, in modo da compensare il taglio degli incentivi. Ma andiamo con ordine. Come mai proprio ora scoppia lo scontro sulle rinnovabili? Perch il provvedimento allo studio del governo in dirittura darrivo. E sui siti internet che si occupano di ambiente ed energia sono gi circolate varie bozze del provvedi-

ditivit superiore al passato; oggi il premio di valutazione si azzerato. Aspettative razionali, quelle degli investitori. Mediaset rimane aggrappata alla pubblicit televisiva, in un paese dai consumi stagnanti e con lo spettatore medio ultra cinquantenne della tv generalista che invecchia inesorabilmente. E fa dumping delle tariffe pur di accaparrarsi anche la pubblicit dei media locali. Di fronte alla concorrenza di Sky, invece di trasformarsi in produttore, vendendole programmi e format dedicati, o farle concorrenza con un satellite proprio (magari con Rai), ha usato il digitale terrestre per fare la pay tv

turato in media negli ultimi dieci, Mediaset ha mantenuto una crescita elevata in un paese stagnante, e in un settore in declino. Ha giovato il trattamento preferenziale dei Governi Berlusconi; ma la crescita anche il risultato di notevoli investimenti, che nel decennio hanno assorbito complessivamente 12,5 miliardi dei 16 di cash flow operativo generati dal gruppo. Il resto andato in dividendi: quasi 4,5 miliardi. Un po troppi, vista la cassa disponibile, per cui lindebitamento aumentato di 1,5 miliardi. Mediaset ha investito tanto, ma male: nel decennio, la redditivit sul capitale investito dimezzata, fino allattuale 6%, insufficiente a remunerare il rischio. Anche i margini operativi si sono dimezzati, dal 23% medio di 10 anni fa, al 12% del 2011: un livello peraltro ancora ragguardevole. Mediaset dunque, come una ricca signora di una nobile casata in declino, rimpiange i fasti del passato e guarda con preoccupazione alle prospettive dei figli. Ma agli investitori interessano le prospettive: dieci anni fa il capitale di Mediaset valeva in Borsa pi di 4 volte il valore contabile, segno che ci si aspettava in futuro una red-

dei poveri, abbattendo i ricavi per utente. Cos, non riesce a remunerare gli ingenti investimenti. E si ripresa la rete dei ripetitori, invece di scorporarla completamente per impiegare meglio il capitale. Non ha compreso limportanza di internet, e non sa ancora come utilizzarlo per generare ricavi. Allestero ha investito solo in Spagna, un paese dalle prospettive peggiori dellItalia. Ha cercato di entrare con Endemol nella produzione dei contenuti, finendo con un pugno di mosche, dopo un bagno di sangue. Leditoria, in Mondadori, va per i fatti propri. E nonostante sia appesantita dal declino dei periodici in Italia, ha investito nei periodici anche in Francia; e mancato pure lei il treno di internet. Pi che le sinergie, forse conta la necessit di dare a ogni figlio unazienda da gestire. Perso lombrello della politica, per Berlusconi forse arrivato il momento di pensare a fondere Mediaset, Mondadori, e Fininvest, e affidarle a manager capaci. La noia di un futuro da rentier sarebbe forse resa meno pesante dallaccoglienza entusiastica che gli investitori riserverebbero alla decisione.
RIPRODUZIONE RISERVATA

elettrica, causato dal maggior peso dellenergia verde messa in rete. Da parte sua, il presidente Guido Bortoni ha frenato sullipotesi di recuperare fondi dagli incenti-

vi tramite lapplicazione di una Carbon Tax, a carico delle emissioni di Co2: Prima occorrono regole comuni in Europa. Del resto, stato proprio Passe-

Corrado Passera

Il ministro Passera: Interverremo sulle storture del sistema. LEnel: Centrali a rischio
mento, dopo i primi incontri del ministro Passera - e del suo collega allAmbiente, Corrado Clini con i rappresentanti delle associazioni di categoria, alimentando pi di una incertezza. La realt che gli incentivi saranno sicuramente ridotti. Per limitare il peso sulla bolletta. Non a caso, nel suo provvedimento per ladeguamento delle tariffe, ieri lAuthority per lenergia ha rinviato di un mese lapplicazione di un ulteriore aumento del 4% nella bolletta

ra ieri ad annunciare che verranno fatti degli aggiustamenti alle storture del sistema e che ora si punter a favorire le biomasse rispetto al fotovoltaico. In questo modo raccogliendo il grido di dolore delle utility. Cos sintetizzato, sempre ieri, dal presidente di Enel, Paolo Colombo: Lo sviluppo delle rinnovabili e il conseguente aumento della pressione competitiva, unito alla perdurante stagnazione della domanda di energia elettrica, sta rendendo difficile la copertura dei costi di produzione degli impianti convenzionali, mettendo a rischio la possibilit di tali impianti di rimanere in esercizio. Un punto di mediazione lo ha cercato il ministro Clini: Arriva solo una riduzione gi prevista per adeguarsi ai prezzi dei pannelli fotovoltaici e allesigenza di non superare il limite degli incentivi per 7 miliardi. Rassicurazioni che potrebbero non bastare alle imprese verdi, come spiega Vincenzo Quintani, consigliere di Anie/Gifi (lassociazione che si riconosce in Confindustria): Possiamo capire la riduzione degli incentivi, ma almeno si riconosca che le rinnovabili hanno abbassato il prezzo nelle ore di punta e si proceda a una sburocratizzazione dei permessi. Se metto i pannelli sul tetto di un capannone perch non posso vendere lenergia direttamente allazienda che ci lavora?
RIPRODUZIONE RISERVATA

BORSE EUROPEE
Paese/Indice 30-03 Amsterdam (Aex) ..................323,51 Bruxelles-Bel 20 .................2324,05 Francoforte (Xet Dax)...........6946,83 FTSE Eurotrack 100 ............2208,91 Londra (FTSE 100)...............5768,45 Madrid Ibex35.....................8008,00 Oslo Top 25...........................394,39 Parigi (Cac 40) ....................3423,81 Vienna (Atx) ........................2159,06 Zurigo (SMI) ........................6235,51 Var.% +0,75 +1,20 +1,04 +0,80 +0,46 +1,23 +1,52 +1,26 +0,64 +0,96

BORSE INTERNAZIONALI
Paese/Indice 30-03 DJ Stoxx Euro........................247,21 Hong Kong HS...................20555,58 Johannesburg ..................33299,44 New York (S&P 500) ............1408,47 New York (DJ Ind.).............13211,66 Nasdaq Comp. ....................3091,57 Singapore ST ......................3010,46 Sydney (All Ords).................4419,97 Tokio (Nikkei)....................10083,56 Var.% +1,12 -0,26 +0,54 +0,37 +0,50 -0,12 +0,55 -0,05 -0,31

EURIBOR
SCADENZA 1 mese TASSO 360 0,4190 TASSO 365 0,4248
+0,036 -0,367 +0,006 +0,047 +0,301 +0,633 -0,050 -0,227 +0,320

ORO E MONETE AUREE


30 MARZO Oro Milano (Euro/gr.) Oro Londra (usd/oncia) Argento Milano (Euro/kg.) Platino Milano (Euro/gr.) Palladio Milano (Euro/gr.) 30 MARZO Sterlina (v.c) Sterlina (n.c) Sterlina (post.74) Krugerrand Marengo Italiano
MATTINO SERA

la Repubblica
SABATO 31 MARZO 2012

VALUTE
CORONA DK...............................7,4399 CORONA N.................................7,6040 CORONA S.................................8,8455 DOLLARO AUS ...........................1,2836 DOLLARO CDN...........................1,3311 DOLLARO USA ...........................1,3356 FRANCO CH ...............................1,2045 STERLINA UK.............................0,8339 YEN J ....................................109,5600

40,36 1.660,75 DENARO

40,48 1.662,50 820,07 41,47 16,46


LETTERA

292,94 296,91 296,91 1.193,02 229,82

329,48 333,12 333,12 1.293,72 248,39

I 31

Marchionne: Marzo orribile vendite auto gi del 40 per cento


PAOLO GRISERI
TORINO Marzo sar un mese orribile per il mercato dellauto in Italia. E non solo colpa delle bisarche. Sergio Marchionne non si nasconde dietro lo sciopero dei camionisti che per diversi giorni ha bloccato la produzione negli stabilimenti italiani della Fiat. Lad del Lingotto prevede un calo del 40 per cento. Se anche met della flessione fosse imputabile al blocco dei camion, marzo avrebbe un calo del 20 per cento rispetto allo stesso mese del 2011. Dati drammatici. Con questo ritmo il mercato italiano

Le cifre

-18,94%
FEBBRAIO

-40%
MARZO

Le vendite di auto in Italia sono scese nello scorso febbraio di quasi il 19% con 130 mila immatricolazioni

La vendita di auto a marzo caler, secondo quando annunciato da Marchionne, del 40%

Lad della Fiat Sergio Marchionne

arriverebbe a fine anno intorno a 1,5 milioni di auto vendute, 900 mila in meno del 2007, lultimo anno prima della crisi. Di quelle 900 mila auto sparite, poco me-

no di un terzo sono della Fiat ed equivalgono alla produzione annua di uno stabilimento. Il 2 aprile prossimo, quando verranno resi noti i dati del mer-

Il piano

Debutta il 28 aprile lItalo di Ntv Napoli-Milano il primo viaggio


ROMA Sar un NapoliMilano allalba di sabato 28 aprile, ad inaugurare il primo viaggio di Italo, il treno privato di Ntv, ad alta velocit. Con la prima della compagnia fondata da Luca di Montezemolo e partecipata dal colosso francese del ferro Sncf, si apre lera della concorrenza a 300 allora sui binari. Con un investimento privato di un miliardo di euro, la Nuovo trasporto viaggiatori, prover, progressivamente, ad intaccare il solido monopolio dei Frecciarossa e delle

cato italiano di marzo, si capir chi avr perso di pi. Il Lingotto per, contrariamente a Federauto, lassociazione dei concessionari, non ritiene utile ricorrere agli incentivi per attutire il calo del mercato: Gli incentivi continua a ripetere Marchionne sono una droga che si paga nel tempo. Secondo il manager di Torino invece sarebbe necessario un intervento a livello europeo per ridurre la capacit produttiva. Il sistema non regge e il problema va oltre i confini nazionali. Ma ad opporsi a questa strada, secondo lad del Lingotto, c un solo costruttore in Europa. Nei prossimi mesi Torino cercher di risalire la china puntando sulle vendite della Nuova Panda prodotta a Pomigliano. Lobiettivo annunciato nei mesi scorsi era quallo di arrivare a 250280 mila auto prodotte nello stabilimento campano. Si tratta ora di verificare quale sar il peso dellulteriore peggioramento del mercato su quella previsione. Un calcolo con conseguenze concrete per gli oltre 2.000 dipendenti della vecchia Pomigliano che ancora attendono, in cassa integrazione, di essere tra-

La sede del Lingotto

Per lad della Fiat il crollo dei volumi non legato solo allo sciopero delle bisarche
sferiti nella nuova fabbrica. Marchionne ha voluto rassicurare anche ieri sui futuri insediamenti di Fiat in Italia: Non lasceremo il Paese ha detto agli studenti della Bocconi ma il Paese deve uscire da un atteggiamento passivo nei confronti del presente. Non ci sono torni duri invece nel commento alla sentenza di Bologna che, confermando quanto gi avevano stabilito altri tribunali italiani, giudica illegittima lespulsione dei delegati della Fiom dalle fabbriche del gruppo di Torino: Ci appelleremo contro la sentenza di Bologna dice Marchionne Non voglio entrare nel merito ma dal punto di vista legale non si capisce. E dire che ho studiato giurisprudenza. Sullargomento i vertici nazionali della Fiom hanno scritto ieri due lettere ai colleghi di Fim e Uilm e ai vertici di Cgil, Cisl e Uil. Agli sindacati metalmeccanici la Fiom chiede di sospendere le elezioni dei delegati in fabbrica e tornare allelezione unitaria dei rappresentanti dei lavoratori. La Uilm ha subito rifiutato la proposta: Se la Fiom vuole rientrare in fabbrica ha solo da firmare i contratti ha detto il segretario, Rocco Palombella alrimenti si dedichi allimpegno politico.
RIPRODUZIONE RISERVATA

LItalo di Ntv

Fs di Mauro Moretti che, con un tocco di fair play, ieri hanno dato il benvenuto al competitor con un comunicato. Un saluto che arriva dopo diversi scontri al calor bianco e colpi bassi tra i due marchi ferroviari. Dal 28 aprile sar attiva la prima tratta che unir il Meridione al Nord (Napoli-Roma-Firenze-Bologna-Milano). Nel corso del 2012 e dei primi mesi del prossimo anno i collegamenti saranno gradualmente allargati anche alle altre due linee, la Salerno-Torino e la Roma-Venezia. Da quel momento lintera flotta dei 25 treni di nuova concezione costruiti dalla Alstom sar a disposizione di Ntv. Per ora non sono stati comunicati i prezzi mentre i biglietti saranno acquistabili dal 15 aprile. (lu.ci.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica

IMPRESE
GIOVANNI PONS
MILANO Altra giornata campale per il salvataggio del gruppo Ligresti. Il cda di Premafin riunitosi nel pomeriggio ha scelto di tirare dritto per la sua strada e accelerare il cammino che dovrebbe portare tutto il gruppo Fondiaria Sai nella pancia di Unipol. stato approvato il piano di risanamento del debito con le banche che verr asseverato da un consulente nel quadro dellarticolo 67 della Legge Fallimentare; stato approvato il bilancio desercizio che presenta una perdita di 440,3 milioni dopo aver proceduto alla svalutazione della partecipazione in Fonsai per 436,5 milioni; stata convocata per il prossimo 17 maggio lassemblea per laumento di capitale riservato a Unipol da 400 miLaltro punto delicato era la valutazione del 35% di Fonsai, in carico nel bilancio Premafin a pi di 7 euro. Pricewaterhouse Coopers e lo studio Dallocchio hanno adottato il metodo valutativo somma delle parti arrivando alla conclusione che il valore recuperabile di unazione Fondiaria al 31 dicembre 2011 possa attestarsi nel range di valori 3,51-4,37 euro, fissandolo alla fine a 3,95 euro. Un valore comunque alto se confrontato con ci che esprime la Borsa oggi (poco pi di un euro) e che tiene anche in considerazione le offerte arrivate anche se queste sono subordinate a una serie di eventi che potrebbero renderle nulle. Il pm Luigi Orsi, intanto, ha proseguito la sua attivit investigativa interrogando come persona informata dei fatti Flavia Mazzarella, vicedirettrice generale dellIsvap, lorgano di vigilanza delle assicurazioni. Non sembrano lievi i dubbi da parte degli inquirenti sullattivit di controllo dell'Isvap, focalizzati sulle fuoriuscite di denaro dalle casse di Fonsai per transazioni immobiliari e consulenze a favore dei Ligresti, consumate in quasi un decennio senza alcun intervento dell'authority. Infine, dal fronte delle finanziarie Sator e Palladio tutto tace, ma forse non per molto. Dopo aver indicato Salvatore Bragantini per un posto nel cda Fonsai, Arpe e Meneguzzo potrebbero aver in serbo altre iniziative importanti per far pendere lago della bilancia a favore della loro offerta presentata ormai un mese fa e non ancora esaminata.
RIPRODUZIONE RISERVATA

SABATO 31 MARZO 2012

&MERCATI
I 32

I Ligresti accelerano verso la Grande Unipol


Premafin svaluta Fonsai e chiude in rosso di 440 milioni. Orsi convoca lIsvap in procura
IN BILICO
Il gruppo PremafinFonsai sta attraversando una difficile crisi con un piano di salvataggio proposto da Unipol

Il gruppo esposto con le banche per 2,5 miliardi. Il 17 maggio assemblea per laumento
lioni; infine sono state fornite risposte alla Consob su alcuni punti che necessitavano di approfondimenti. Non si invece parlato, a quanto sembra, del faro acceso dalla Procura di Milano sul gruppo. Il fatto di optare per larticolo 67 e non per un altro tipo di procedura che prevede un intervento diretto del tribunale (articolo 182), come volevano anche alcuni creditori del gruppo, un segnale del non voler tenere in considerazione le indicazioni provenienti da Palazzo di Giustizia. Semmai, dicono alcune fonti vicine alloperazione, la procedura pi stringente pu riguardare le societ dei Ligresti a monte di Premafin, cio le immobiliari Sinergia e Imco anchesse oberate di debiti. E a proposito di debiti la pubblicazione integrale del contratto tra Premafin e Unipol ha rivelato che il totale dei finanziamenti a tutto il gruppo Ligresti da parte del sistema bancario nel suo complesso ammonta a 2,5 miliardi, una enormit.

Editoria

Mediobanca e Fiat vogliono cambi al vertice Rcs


MILANO Vigilia di lavori per il patto tra soci Rcs, in agenda luned. Mediobanca e Fiat, tra i maggiori soci, spingono per scelte di discontinuit sul futuro governo delleditoriale. Se riuscissero a convincere Intesa Sanpaolo e i soci privati come Della Valle e Pesenti, potrebbero esserci cambi di poltrone (oggi ad Antonello Perricone e presidente Piergaetano Marchetti). Allo studio ci sono anche misure di riforma del cda, che secondo la Reuterspotrebbe dimezzarsi e ospitare pi membri indipendenti a scapito dei soci. Le discussioni nel patto, che controlla il 63,5% di Rcs, proseguir fino al 7 aprile, data di deposito delle liste.

I numeri

Il caso

Tregua con il sindacato sui licenziamenti, sospesi gli scioperi della prossima settimana

0,365
IL PREZZO

Le azioni sono state vendute a un prezzo medio di 0,365 euro

Siena scende al 36% di Monte Paschi venduto ai blocchi un altro 3,25%


MILANO Fondazione Mps annuncia la cessione di un altro 3,25% di titoli della banca, e di avere raggiunto una quota complessiva di circa l11,45% del capitale sociale Mps a un prezzo medio di circa 0,365 euro. Lente sta poi proseguendo, sempre privilegiando il mercato dei blocchi, altre cessioni frammentate, da attuarsi con pi tempo a disposizione, ma ha sostanzialmente raggiunto lobiettivo fissato di cedere tutte le azioni libere da pegno (pari a circa il 12,99% del capitale sociale di Mps. Lente in prospettiva si trova dunque al 36% della conferitaria: manca un altro 2,5% che in teoria sera detto disponibile a cedere, per rimborsare almeno met dei 900 milioni di debiti. Ma sono titoli in pegno al pool di 11 creditori, che mentre discutono la spartizione degli incassi non li hanno ancora voluti svincolare. Nel frattempo il titolo in Borsa scende ancora, ieri a 0,316 euro (-1,65%). Ignota lidentit degli ultimi compratori, tanto pi che le voci sostengono come parte dei titoli ceduti ai blocchi dalla fondazione siano scaricati in Borsa in frazioni da mani amiche, che poi chiudono la posizione comprando dallente ai blocchi. Tra chi ha acquistato quote rotonde ci sono gli Aleotti della farmaceutica Menarini, soci al 4% che entro luned decideranno se depositare una loro lista di minoranza o far convergere il pacchetto in una lista con altri soci forti (i maggiori sono Axa con il 2% e Unicoop Firenze con il 2,4%). In gioco ci sono altri sei posti nel cda, da aggiungere ai sei espressi da Palazzo Sansedoni. Ieri la banca pi antica del mondo ha poi segnato un punto nella trattativa con i sindacati, tornati al confronto dopo il recente sciopero (primo da 15 anni). I lavoratori hanno annunciato la sospensione dei nuovi scioperi indetti settimana prossima dopo un incontro con il dg Fabrizio Viola, che a loro dire avrebbe ufficializzato la volont di togliere dal tavolo del confronto il tema dei licenziamenti collettivi. A Rocca Salimbeni si limitano a ricordare di non avere mai parlato di licenziamenti, ma dellintenzione di ridurre del 3% il costo del lavoro, anche perch la riforma delle pensioni ha ridotto di 800 unit i ritiri al 2015, e fatto mancare 80 milioni di euro di risparmi. Per i sindacati, il nuovo dg ha condiviso l'impostazione sindacale sulla non immediata apertura della procedura ex art. 18, rendendo cos possibile linizio di un approfondimento sul tema dei costi - compresi quelli dei top manager - anche in relazione al piano industriale in elaborazione. Ieri Mps ha poi reso noti i conti della controllata Antonveneta, che nel 2011 ha perso 1,29 miliardi, a causa di rettifiche su avviamenti e svalutazioni, senza le quali sarebbe in utile per 73 milioni. (a.gr.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

11,45%
LA QUOTA

La Fondazione finora ha messo sul mercato oltre l11% del capitale Mps

SARA BENNEWITZ AFFARI IN PIAZZA SOLDI CONTRO PIANI INDUSTRIALI

l titolo migliore degli ultimi sei mesi quello di Impregilo, azienda di costruzioni contesa tra la Igli di Beniamino Gavio (29,9% attraverso Auto To-Mi) e il gruppo romano Salini (che ha rastrellato il 25,3%). Nonostante che il titolo abbia raddoppiato il suo valore, c chi si gi posizionato per vendere cari i titoli in attesa di futuribili offerte da parte delle due rivali. Solo che mentre i tre maggiori istituti italiani, Mediobanca, Unicredit e Intesa, hanno gi affiancato il gruppo di Tortona, Salini solo allangolo con la romana Bnl, provincia dellimpero della francese Bnp. Gavio ha pagato un prezzo maggiore per le sue Impregilo e ha pi credito, Salini ritiene invece di avere un piano capace di creare valore e di avere i manager giusti per rilanciare lazienda. Di solito per in Borsa i soldi sono pi convincenti dei piani.

RIPRODUZIONE RISERVATA

Banca Profilo

Benetton

la Repubblica
SABATO 31 MARZO 2012

Cede la Sgr ad Anthilia Capital


BANCA PROFILO vende la Sgr ad Anthilia Capital, gestore autonomo di 600 milioni di masse. Passano di mano due fondi comuni Profilo elite flessibile e Profilo best funds, pari a circa 60 milioni di gestito e attivi sullobbligazionario estero.

Successo per lOpa Edizione, adesioni al 92,37%


BENETTON sta per salutare Piazza Affari: lOpa a 4,6 euro per azione di Edizione Holding ha raccolto il 92,37% di adesioni, necessarie a superare il 90% del capitale ma non abbastanza per il ritiro forzoso che scatta al 95%. Lofferente lancer lOpa residuale.

I 33

Il BlackBerry medita la resa Ora basta inseguire la Apple


Terremoto al vertice della societ: si valuta la vendita
DAL NOSTRO INVIATO ANGELO AQUARO
NEW YORK I resti di quello che fu uno dei pi potenti eserciti telefonici del mondo risalgono in disordine le valli di Wall Street che avevano disceso con orgogliosa sicurezza. BlackBerry, il cellulare che stato il simbolo dello smartphone, il telefono intelligente come un computer, si richiude in quella piccola Silicon Valley canadese dellOntario dov nato: dal presago nome di Waterloo. Colpa della concorrenza delliPhone dellonnipresente Apple. Ma anche dei pi economici telefonini nutriti da quel sistema Android concepito dallaltro grande rivale: Google. Luomo chiamato a risollevare il gruppo, quel Thorsten Heins che appena due mesi fa aveva escluso cambiamenti sismici, ha fatto tremare il mercato annunciando laddio dei padri fondatori. Lascia Jim Balsillie, che fino allo scorso anno era il co-amministratore delegato con quel Mike

I modelli
LIPHONE
A marzo, la Apple annuncia una trimestrale a 13,6 miliardi: il merito di iPad e iPhone

Lazienda canadese mette in saldi il suo tablet che non ha mai conquistato i consumatori

LO USA ANCHE OBAMA


Il presidente degli Stati Uniti utilizza il BlackBerry: nel 2009, uno speciale software lo ha reso inviolabile

IL GALAXY
I telefonini della Samsung usano anche il sistema Android (propriet della Google)

NOKIA X7
Cellulari come il Nokia X7 o il Nokia E6 usano il sistema operativo della Symbian

Lazaridis che ha gi abbandonato la barca che affondava. Lascia il chief operating officer Jim Rowan e soprattutto il chief technology officer David Yach. Non solo un terremoto: anche uno tsunami dopo il quale Blackberry spera di navigare davvero in nuove acque. Anche perch se non si salva perduto. Heins dice che lazienda della Mora il dolce frutto qui chiamato appunto blackberry potrebbe finire addirittura in vendi-

ta. E tornano i candidati di sempre: con Microsoft e Nokia in prima fila. Quant bastato a elettrizzare gli investitori pronti a banchettare sul possibile affare: facendo balzare oltre il 7% quel titolo che nellultimo anno ha bruciato il 75% del suo valore, il 25% solo nellultimo trimestre, le vendite crollate sempre del 25% mentre quelle di Apple crescevano del 73, lo smacco dellultimissimo BlackBerry 7 rimasto invenduto per 237 milioni di dollari di

perdite. Vuol dire che il mercato crede alla resurrezione? Vuol dire che festeggia luscita del gruppo dirigente che negli ultimi ventanni aveva fatto la fortuna e poi il disastro della compagnia. Scegliendo di andare alla guerra a tutto campo con i rivali. Lanciando per esempio quel tablet che doveva sfidare liPad e adesso svenduto a meno della met: da 500 a 200 dollari. Non possiamo fare tutto, ha detto Heins, ma possia-

mo continuare fare quello che sappiamo fare bene. Cos bene che perfino Barack Obama, quando entr alla Casa Bianca, non volle privarsi del suo Blackberry. Il telefonino del resto stato il primo a fornire i servizi di posta elettronica col pushing (la mail che suona come un messaggino) e di messaggi gratuiti tra gli abbonati: grazie a quel suo software che funziona come una rete nella rete. Cos il Blackberry diventato il telefono della gente daffari: fino a che anche qui stato sconfitto dalliPhone: nellultimo trimestre la Mela ha venduto 37 milioni di apparecchi contro gli 11 milioni spediti (non venduti) dalla Mora. Crediamo che BlackBerry non possa avere successo se cerchiamo di piacere a tutti e fare tutto, ha giurato Heins. Ma forse troppo tardi. E per gli analisti di Nomura la colpa anche di quellecosistema chiuso che ne aveva fatto la fortuna. Piange il telefonino: risponda chi pu.
RIPRODUZIONE RISERVATA

UNIVERSIT DEGLI STUDI DI SIENA


AVVISO DI AGGIUDICAZIONE APPALTO LUniversit degli Studi di Siena con sede in Siena, via Banchi di Sotto, nr. 55, ha esperito una gara con procedura aperta per laffidamento della manutenzione delle cabine elettriche di trasformazione, delle lampade di emergenza, degli impianti di terra, degli impianti di protezione contro scariche atmosferiche e dei quadri elettrici di distribuzione a servizio degli edifici dellUniversit degli Studi di Siena CIG 32527573FD Data di aggiudicazione: 13 dicembre 2011 Criterio di aggiudicazione: offerta del prezzo pi basso ex art. 82 del D.Lgs 163/06 e s.m.i. Durata: 1 gennaio 2012 31/12/2013. LUniversit si riserva la facolt di prorogare la durata del contratto per il periodo dal 01/01/2014 al 31/12/2015 alle medesime condizioni contrattuali Numero offerte: 35 Aggiudicatario: LOPEROSA IMPIANTI S.R.L., con sede in Preganziol (TV) Offerta aggiudicataria: percentuale di sconto pari a 52,7% Il Responsabile Unico del Procedimento Ing. Massimiliano Pagni

UNIVERSIT DEGLI STUDI DI SIENA


AVVISO DI AGGIUDICAZIONE APPALTO LUniversit degli Studi di Siena con sede in Siena, via Banchi di Sotto, nr. 55, ha esperito una gara con procedura aperta per laffidamento della manutenzione degli impianti meccanici e incarico di terzo responsabile per le centrali termiche a servizio degli edifici dellUniversit degli Studi di Siena - CIG 2987012048. Data di aggiudicazione: 1 dicembre 2011. Criterio di aggiudicazione: offerta del prezzo pi basso ex art. 82 del D.Lgs 163/06 e s.m.i. Durata: 1 gennaio 2012 - 15 maggio 2014. LUniversit si riserva la facolt di prorogare la durata del contratto per il periodo dal 16 maggio 2014 al 15 maggio 2016. Numero offerte: 12.Aggiudicatario: CPL Concordia Soc. Coop. a R.L., con sede in Concordia s/S. (Mo). Offerta aggiudicataria: a) percentuale di sconto relativo al canone e allincarico di terzo Responsabile sullimporto presunto a base di gara di 250.000,00, esclusi oneri fiscali: 27,00%; b) percentuale di sconto relativa al servizio di manutenzione del sistema di telecontrollo delle centrali termiche sullimporto presunto a base di gara di 60.000,00, esclusi oneri fiscali: 33,00%; c) percentuale di sconto relativo alla manodopera: 97,00% (incidente solo sui costi generali e sullutile di impresa); d) percentuale di sconto relativa ai listini dei materiali rispetto al Prezzario Ufficiale Regionale delle opere Pubbliche della Regione Toscana: 50,00%. Il Responsabile Unico del Procedimento Ing. Massimiliano Pagni

la Repubblica
SABATO 31 MARZO 2012

IMPRESE&MERCATI
I 35

www.finanza.repubblica.it in tempo reale quotazioni di Borsa, commenti e notizie


TITOLO
A A.S. Roma A2A Acea Acegas-Aps Acotel Group Acque Potabili Acsm-Agam AdF-Aerop.Firenze Aedes Aeffe Aicon Alerion Amplifon Ansaldo Sts Antichi Pell Apulia Pront Arena Arkimedica Ascopiave Astaldi Atlantia Autogrill Autostrada To-Mi Autostrade Mer. Azimut B B&C Speakers Banca Generali Banca Ifis Basicnet Bastogi BB Biotech Bca Carige Bca Carige r Bca Finnat Bca Intermobiliare Bca P.Etruria e Lazio Bca P.Milano Bca P.Spoleto Bca Profilo Bco Desio-Brianza Bco Desio-Brianza rnc Bco Popolare Bco Santander Bco Sardegna rnc Bee Team Beghelli Benetton Group Beni Stabili Best Union Co. Bialetti Industrie Biancamano Biesse Bioera Boero Bart. Bolzoni Bon.Ferraresi Borgosesia Borgosesia rnc Brembo Brioschi Buone Societ Buongiorno Buzzi Unicem Buzzi Unicem rnc C Cad It Cairo Comm. Caleffi Caltagirone Caltagirone Ed. Cam-Fin Campari Cape Live Carraro Cattolica As CDC Cell Therap Cembre Cementir Hold Cent. Latte Torino Ceram. Ricchetti CHL CIA Ciccolella Cir Class Editori Cobra Cofide Cogeme Set Conafi Prestito Cred. Artigiano Cred. Bergamasco Cred. Emiliano Cred. Valtellinese Crespi Csp D DAmico Dada Damiani

Rif ieri
0,491 0,602 4,768 3,268 31,270 0,800 0,641 9,030 0,129 0,672 0,122 4,040 3,870 7,440 0,176 0,302 0,005 0,088 1,136 5,975 12,450 7,915 5,155 16,380 8,145 3,146 10,060 4,600 2,170 1,044 61,600 0,984 1,800 0,270 2,844 1,244 0,417 2,052 0,300 2,942 2,948 1,422 5,805 7,200 0,330 0,501 4,530 0,466 1,098 0,261 1,311 3,592 0,397 22,300 1,744 19,700 0,889 1,320 8,590 0,094 0,270 1,392 8,795 4,450 3,972 3,522 1,490 1,539 1,029 0,351 5,105 0,063 2,140 15,170 1,029 0,976 6,085 1,720 1,851 0,195 0,089 0,260 0,400 1,061 0,250 0,530 0,517 0,048 0,616 1,195 18,730 3,550 1,763 0,038 0,877 0,501 2,324 0,985

ieri
1,03 0,67 1,71 -0,06 2,19 -1,23 -2,66 -1,95 -0,54 0,90 -0,25 0,16 0,95 -2,33 -0,33 1,16 0,18 1,79 0,65 1,02 -1,53 0,55 2,71 0,77 0,75 -0,86 -1,18 4,19 -0,32 -1,60 -4,15 -1,25 4,61 0,03 1,87 -0,41 0,71 2,74 0,42 -2,91 0,93 0,35 1,99 -2,13 1,39 0,28 -2,55 1,99 -1,50 -1,21 0,11 4,98 4,04 -1,01 -1,77 1,07 3,59 -1,00 -1,16 -2,09 -0,28 0,10 -4,55 2,10 1,27 3,89 0,72 0,75 -0,06 -0,81 1,72 5,65 0,19 1,34 -0,19 -2,46 0,24 -0,83 0,16 -1,39 -2,43 -2,29 0,46 2,24 0,52 2,07

Var % inizio anno


-8,22 -21,32 -4,06 -0,79 61,19 11,89 -0,16 -9,61 107,06 14,10 -5,83 18,35 -0,33 -14,31 2,17 -16,95 6,06 -17,08 18,20 -1,58 2,79 -33,44 -0,97 28,47 8,26 38,85 15,06 1,59 8,75 20,08 -34,83 -7,22 -8,90 2,89 10,09 32,57 11,52 22,45 -1,87 22,83 40,65 -2,76 -3,42 6,45 9,76 45,29 32,74 -6,95 -0,98 -0,98 21,43 -3,29 6,19 -7,23 2,13 0,15 25,68 8,79 4,17 29,73 25,82 31,73 20,07 26,06 -4,67 10,72 10,65 46,04 -3,68 -9,61 39,78 5,06 7,19 11,61 12,27 9,28 5,17 16,71 10,45 0,81 33,07 -17,56 -3,88 66,67 -15,05 -4,37 1,90 43,98 -2,35 26,60 0,11 39,64 17,10 10,38 6,61 4,84

2011- 2012 min max


0,444 0,599 4,319 3,145 17,132 0,644 0,605 8,514 0,051 0,485 0,119 3,263 3,072 5,463 0,149 0,170 0,004 0,075 1,121 3,619 9,362 7,206 5,021 15,286 4,369 2,510 6,311 3,718 1,862 0,865 39,719 0,994 1,800 0,258 2,631 0,965 0,258 1,668 0,237 2,740 2,200 0,810 5,209 3,223 0,251 0,415 2,806 0,293 0,870 0,237 1,271 2,313 0,366 20,000 1,536 18,861 0,802 1,250 6,131 0,069 0,204 0,731 5,643 2,974 2,764 2,408 1,115 1,256 0,809 0,217 4,427 0,036 1,376 13,841 0,888 0,749 5,126 1,310 1,639 0,144 0,067 0,232 0,246 1,059 0,216 0,299 0,524 0,034 0,570 0,677 18,038 2,352 1,643 0,028 0,688 0,419 1,918 0,788 1,256 1,182 8,591 4,572 44,325 1,466 1,183 12,370 0,228 1,463 0,269 5,886 4,532 9,606 0,600 0,377 0,029 0,463 1,719 6,255 16,090 10,956 11,380 24,442 8,468 3,997 11,529 5,588 3,068 1,693 62,723 1,805 2,774 0,524 4,371 3,206 1,032 3,451 0,441 4,096 3,724 2,721 9,281 9,891 0,555 0,729 5,708 0,764 1,441 0,420 2,026 7,879 1,012 22,300 2,344 31,311 1,325 1,415 10,258 0,171 0,735 1,455 10,820 6,072 4,444 3,651 1,663 2,094 1,948 0,425 5,909 0,428 4,450 20,331 1,880 1,948 8,731 2,327 4,080 0,311 0,152 0,350 0,760 1,766 0,500 0,996 0,780 0,377 1,069 1,499 24,744 5,398 3,691 0,221 1,295 1,004 4,894 1,246

Cap. in mil. di
66 1876 1003 177 129 29 50 83 92 72 13 177 861 1040 8 71 8 8 264 584 7879 2009 442 71 1160 34 1106 246 133 18 2161 5 99 444 92 1316 61 202 346 38 2501 48 23 99 830 880 10 20 45 98 14 97 45 111 39 1 577 73 3 147 1479 185 35 274 19 195 127 274 2949 3 97 816 12 101 274 19 16 14 23 71 840 26 52 377 3 28 469 1150 1196 481 6 29 76 38 81

IL PUNTO

TITOLO

Rif ieri
4,300 0,378 1,000 5,405 5,500 0,710 0,152 0,282 0,324 10,430 13,180 0,149 0,120 2,040 0,662 0,645 0,445 0,287 5,700 17,550 0,369 0,119 0,900 12,680 0,370 8,280 5,550 4,738 38,730 30,000 1,003 8,590 6,400 0,292 0,048 1,025 3,460 0,299 5,740 2,300 1,550 3,606 2,150 4,204 0,034 1,405 0,305 167,500 6,140 1,570 0,519 0,892 0,165 0,200 0,737 14,300 3,014 2,572 0,448 0,042 84,350 4,442 10,680 3,178 0,504 3,756 12,600 0,234 0,136 3,850 1,205 3,540 4,860 11,910 5,095 0,106 0,220

ieri
-2,32 0,48 1,60 1,66 -0,91 -3,12 -1,23 6,16 3,57 0,30 -5,71 -6,98 1,49 0,55 -5,30 2,24 0,71 -0,34 4,95 3,48 1,44 3,10 1,56 -0,71 2,16 0,55 -1,15 2,78 0,49 0,29 1,15 4,55 0,65 0,39 -1,65 -1,27 -0,59 1,37 1,67 0,74 0,64 -1,05 -0,94 0,61 -0,20 1,62 0,31 1,13 1,45 1,44 -1,07 0,38 2,12 -0,11 -1,49 -3,26 -2,58 0,10 -0,41 1,26 -0,16 1,28 0,99 1,14 -0,36

Var % inizio anno


7,50 18,86 13,70 -2,44 -12,00 -12,51 77,48 41,00 -43,16 51,49 32,46 1,71 -49,30 23,64 2,32 -6,52 -9,42 -32,11 0,53 9,07 7,18 35,84 11,11 12,41 17,68 22,67 39,10 -6,73 15,47 0,45 -6,02 0,95 -36,93 85,00 0,99 -10,82 -5,20 125,49 -20,92 3,56 7,29 4,58 50,90 13,22 -1,61 30,64 5,02 -0,29 5,01 0,49 15,61 4,61 -4,09 9,12 5,67 15,26 22,81 33,04 -15,95 24,48 -1,37 -12,13 83,76 -8,98 -24,05 -4,70 -4,37 6,63 58,72 42,29 12,72 -5,60 -18,22

2011- 2012 min max


3,944 0,270 0,772 4,549 5,028 0,694 0,071 0,112 0,303 5,848 9,291 0,129 0,101 1,600 0,556 0,636 0,444 0,269 5,340 14,713 0,279 0,078 0,740 11,035 0,230 5,281 3,640 4,433 23,771 30,000 0,858 8,153 6,081 0,271 0,024 0,725 3,098 0,297 5,002 0,941 1,460 3,173 1,798 3,627 0,019 1,185 0,275 166,700 4,065 1,392 0,362 0,728 0,144 0,165 0,634 9,020 2,402 2,087 0,324 0,032 61,124 4,453 3,816 2,236 0,493 2,362 4,672 0,172 0,114 3,331 1,141 3,143 2,590 7,341 4,302 0,094 0,077 9,851 0,490 1,451 9,846 6,761 1,277 0,586 0,798 0,769 10,550 16,037 0,248 0,604 2,395 0,875 1,347 0,880 2,062 7,733 21,402 0,612 0,290 1,410 25,241 0,406 8,731 6,106 13,672 39,511 39,250 2,006 10,832 8,129 0,635 0,091 1,700 7,328 0,299 8,760 5,601 2,739 4,285 2,931 6,039 0,099 2,102 0,663 167,500 9,596 1,580 1,490 1,144 0,238 0,400 1,014 18,734 3,463 3,781 0,708 0,092 96,373 11,358 10,700 7,352 0,525 13,105 17,276 0,550 0,417 4,789 1,501 4,627 4,951 13,274 5,678 0,391 0,288

Cap. in mil. di
5 50 141 1795 1698 22 129 119 58 89 2845 57 6 57 21 468 13 13 1190 161 58 96 11 144 33 122 41 270 16976 4 948 84 354 40 92 1 56 8 1303 2 180 12783 252 384 14 668 25 212 22 11882 235 1 4415 6011 72 48 79 2570 313 29 2832 80 21910 31 498 179 40 36 154 326 652 405 19 1

In recupero Bpm bene Saipem e Terna in calo i cementieri brilla Parmalat

MILANO Borse europee tutte in lieve rialzo in scia a Wall Street. A Piazza Affari il Ftse Mib salito dello 0,45% a 15.980 punti e lAllShare dello 0,47% a quota 16.999. Andamento contrastato tra le banche: recuperano Bpm (+4,6%), Ubi (+2,1%) e Bper (+1,6%), mentre non si ferma il calo di Mps (-1,6%) Mediobanca (-0,99%), Intesa Sanpaolo (-0,37%) e Unicredit (-0,11%). Tra gli energetici guadagni frazionali per Enel (+0,15%) ed Eni (+0,86%), meglio Saipem (+2,1%) e Terna (+1,6%). Giornata negativa invece per Impregilo (-1,8%) e Buzzi (-1%) che ha annunciato i conti. Mediaset (+2,1%) e Parmalat (+2,8%) recuperano invece oltre due punti percentuali. Fuori dal listino principale le azioni dei Ligresti prendono strade opposte: vola Fonsai (+4,4%) mentre scivolano sia la holding Premafin (-1,2%) che la controllata Milano (-1,4%).
Cap. in mil. di
836 449 409 1384 413 89 1221 18 14 4438 86 28 539 55 55 90 25395 7128 35 263 70173 1008 26 203 46 3027 1190 133 36 290 2610 4835 576 464 8705 406 330 16 163 2350 91 394 68 22 25 246 53 940 3 18067 637 33 429 1183 29 279 33 514 205 1212 19 528 2 39

TITOLO
Danieli Danieli rnc Datalogic DeLonghi Dea Capital Delclima Diasorin Digital Bros Dmail Group E Edison Edison r EEMS EI Towers El.En. Elica Emak Enel Enel Green Pw Enervit Engineering Eni Erg Ergy Capital Esprinet Eurotech Exor Exor priv Exor risp Exprivia F Falck Renewables Ferragamo Fiat Fiat Ind. priv Fiat Ind. risp Fiat Industr. Fiat prv Fiat rnc Fidia Fiera Milano Finarte C.Aste Finmeccanica FNM Fondiaria-Sai Fondiaria-Sai rnc Fullsix G Gabetti Pro.Sol. Gas Plus Gefran Gemina Gemina rnc Generali Geox Greenvision Gruppo Ed.LEspresso H Hera I I Grandi Viaggi IGD Il Sole 24 Ore Ima Immsi Impregilo Impregilo rnc Indesit Indesit rnc Industria e Inn

Rif ieri
20,540 11,140 7,025 9,270 1,367 0,590 21,850 1,280 1,765 0,858 0,780 0,636 19,080 11,350 0,849 0,545 2,712 1,425 1,920 21,100 17,590 6,645 0,282 3,894 1,284 18,930 15,490 14,750 0,680 1,021 15,540 4,408 5,565 5,820 8,000 3,916 4,112 3,110 3,860 4,060 0,370 1,068 0,535 1,930 0,096 5,500 3,730 0,643 0,800 11,640 2,450 5,670 1,060 1,070 0,655 0,913 0,762 14,000 0,597 3,000 11,990 4,674 3,950 1,732

ieri
2,24 2,01 0,14 1,48 1,33 -0,51 1,16 0,79 -1,84 0,06 1,30 -0,70 0,79 -1,48 -0,70 -0,91 0,15 -0,35 -1,54 1,15 0,86 -2,42 0,36 1,41 -3,09 0,91 2,45 -0,67 -1,16 8,33 -0,32 0,14 1,64 1,39 1,27 0,41 0,54 -2,32 -0,16 -0,78 2,86 4,40 2,88 -0,41 -3,70 3,04 0,31 -0,09 -0,49 0,71 1,44 1,61 -2,17 1,67 -1,30 1,45 -1,24 -1,83 4,56 5,22 -1,03

Var % inizio anno


21,25 31,45 20,70 40,56 0,07 -39,54 9,36 -0,62 30,64 4,32 -3,35 -0,70 1,76 6,37 7,95 7,92 -15,93 -12,58 1,05 -6,10 8,58 -24,53 2,66 42,12 -5,59 18,53 5,73 11,32 -1,45 17,83 47,86 18,81 19,11 19,51 17,65 21,24 21,30 11,95 8,37 37,25 23,40 62,06 43,66 -13,38 86,63 10,22 29,97 5,50 -1,84 -3,48 6,61 0,44 -4,50 -6,39 -1,65 23,73 4,89 6,06 4,74 25,10 68,75 16,97 -2,47 -3,78

2011- 2012 min max


14,350 7,674 5,381 5,237 1,123 0,453 18,742 0,909 0,987 0,744 0,711 0,558 14,610 8,502 0,700 0,451 2,701 1,393 1,240 19,242 12,278 6,703 0,188 2,272 1,187 13,638 12,429 10,906 0,555 0,688 8,588 3,356 2,663 2,726 4,950 2,532 2,590 2,455 3,420 2,643 0,271 0,566 0,336 1,062 0,042 2,250 2,652 0,530 0,741 10,665 2,054 4,253 0,968 1,002 0,605 0,667 0,655 12,759 0,541 1,522 7,050 3,276 3,355 1,414 24,634 13,658 7,200 9,494 1,594 0,975 35,892 1,601 3,215 0,955 1,281 1,543 23,286 15,099 1,798 1,481 4,828 2,050 2,301 24,392 18,635 10,454 0,501 6,285 2,501 25,701 21,275 20,231 1,123 1,747 16,251 8,084 7,304 7,250 10,443 6,418 6,399 3,996 4,907 9,808 0,524 4,294 2,866 3,240 0,246 6,862 5,277 0,758 1,155 16,911 4,911 5,958 2,104 1,756 1,085 1,735 1,494 15,186 0,911 3,147 12,068 8,979 7,378 2,800

TITOLO
Intek Intek r Interpump Intesa Sanpaolo Intesa Sanpaolo rnc Invest e Sviluppo Irce Iren Isagro IT WAY Italcementi Italcementi rnc Italmobiliare Italmobiliare rnc Italy 1 Invest. J Juventus FC K K.R.Energy Kerself Kinexia KME Group KME Group rnc L La Doria Landi Renzo Lazio Lottomatica Luxottica M M&C Maire Tecnimont Marcolin MARR Mediacontech Mediaset Mediobanca Mediolanum Meridiana Fly Meridie Mid Industry Cap Milano Ass. Milano Ass. rnc Mirato Mittel MolMed Mondadori Mondo Tv Monrif Monte Paschi Si. Montefibre Montefibre rnc Moviemax Mutuionline N Nice Noemalife Novare O Olidata P Panariagroup Parmalat Piaggio Pierrel Pininfarina Piquadro Pirelli & C. Pirelli & C. rnc

Rif ieri
0,385 0,665 6,395 1,344 1,157 0,067 1,934 0,643 2,492 1,089 5,210 2,440 17,360 10,540 9,900 0,205 0,029 1,824 1,130 0,318 0,488 1,690 2,048 0,490 14,240 27,150 0,202 0,635 3,920 8,460 1,392 2,068 4,404 3,564 1,950 0,093 8,360 0,238 0,230 1,469 0,464 1,301 1,522 0,303 0,316 0,101 0,208 0,379 3,410 2,900 5,430 1,080 0,303 1,000 1,873 2,204 1,320 3,778 1,614 8,920 5,810

ieri
-0,70 2,31 0,39 -0,37 -0,09 3,54 0,26 -2,36 -0,56 -2,77 -1,42 0,41 -0,91 -1,77 -0,50 2,70 -2,36 -2,62 2,91 -0,34 -0,20 -1,74 -0,58 0,10 0,42 1,46 2,28 0,95 0,67 1,20 -3,67 2,17 -0,99 0,56 -1,52 -2,21 -1,49 -1,62 1,94 0,85 0,08 -10,47 0,56 -1,65 10,88 0,59 0,69 0,56 4,45 -1,77 2,80 1,75 -1,86 -1,10 0,62 1,36 -

Var % inizio anno


2,67 -6,34 18,87 1,05 14,55 -9,87 -0,82 -16,40 -1,50 -9,85 10,38 19,61 16,82 7,39 1,02 -33,19 40,78 9,16 5,12 -1,55 -2,42 0,24 61,90 6,13 20,58 24,60 -1,95 -37,00 20,25 29,16 -3,93 -7,76 -3,00 17,01 37,24 -3,53 -5,54 0,68 20,31 -12,87 -6,81 -6,60 82,33 4,45 21,20 -5,16 11,53 -35,51 -1,16 20,33 2,45 -0,92 1,41 2,46 37,52 17,86 44,10 14,55 2,80 33,43 29,51

2011- 2012 min max


0,267 0,639 3,812 0,898 0,781 0,060 1,560 0,647 2,227 1,027 4,081 1,718 13,108 9,159 8,768 0,149 0,017 1,255 0,856 0,246 0,475 1,445 1,018 0,410 9,002 18,627 0,193 0,562 3,096 6,410 1,335 1,883 3,922 2,244 0,861 0,071 8,415 0,212 0,171 1,458 0,384 1,237 0,630 0,280 0,196 0,095 0,155 0,157 3,239 2,335 4,919 1,080 0,273 0,915 1,328 1,750 0,695 2,269 1,232 4,956 3,924 0,533 0,825 6,502 2,424 2,084 0,411 2,663 1,407 4,005 2,695 7,647 3,890 29,961 19,590 10,107 0,410 0,064 3,664 2,115 0,381 0,720 2,089 3,016 0,904 15,381 27,400 0,230 3,591 5,488 9,437 2,426 4,930 8,009 4,035 5,979 0,353 10,442 0,887 0,890 3,181 0,763 2,857 2,211 0,462 0,859 0,179 0,328 0,720 5,543 3,394 6,309 1,175 0,638 1,614 2,638 3,020 3,841 7,378 2,926 9,172 6,274

Cap. in mil. di
50 4 622 20840 1083 1 53 764 44 9 941 260 383 171 148 205 92 32 24 144 21 53 230 33 2440 12663 94 207 243 560 26 2435 3804 2595 12 5 32 470 24 128 98 321 7 45 3529 13 5 8 134 335 23 15 10 45 3278 821 21 117 81 4250 72

Poligr. S.Faustino Poligrafici Editoriale Poltrona Frau Pop.Emilia Romagna Pop.Sondrio Pramac Prelios Premafin Finanziaria Premuda Prima Industrie Prysmian R R. De Medici R. Ginori 1735 Ratti RCF RCS Mediagroup RCS Mediagroup risp RDB Recordati Reply Retelit Risanamento Rosss S Sabaf S.p.a. Sadi Saes Saes rnc Safilo Group Saipem Saipem risp Saras Sat Save Screen Service BT Seat PG Seat PG r Servizi Italia Seteco International SIAS Sintesi Snai Snam Sogefi Sol Sopaf Sorin Stefanel Stefanel risp STMicroelectr. T Tamburi TAS Telecom IT Telecom IT Media Telecom IT Media rnc Telecom IT rnc Tenaris Terna TerniEnergia Tesmec Tiscali Tods Trevi Fin.Ind. TXT e-solution U UBI Banca Uni Land Unicredit Unicredit risp Unipol Unipol pr V Valsoia Vianini Industria Vianini Lavori Vittoria Ass. Y Yoox Z Zignago Vetro Zucchi Zucchi rnc

FONDI COMUNI APERTI - SICAV ITALIANI E LUSSEMBURGHESI DEL 29 MARZO 2012


TITOLI Val. oggi Val. ieri Diff.% 12 mesi TITOLI Val. oggi Val. ieri Diff.% 12 mesi TITOLI Val. oggi Val. ieri Diff.% 12 mesi TITOLI Val. oggi Val. ieri Diff.% 12 mesi TITOLI Val. oggi Val. ieri Diff.% 12 mesi
-3,01 5,78 5,80 1,50 1,79 -8,09 3,12 4,59 3,04 3,22

TITOLI

Val. oggi

Val. ieri
5,080 5,093 5,069 5,076 5,053

Diff.% 12 mesi
-

tel.02-72206431(EX L)/800-893989 AcomeA America A1 ..................12,936 AcomeA America A2 ..................13,076 AcomeA Asia Pac. A2 ...................3,444 AcomeA Asia Pacifico A1 .............3,419 AcomeA Breve Term. A1............12,392 AcomeA Breve Term. A2............12,421 AcomeA Etf Attivo A1....................3,747 AcomeA Etf Attivo A2....................3,765 AcomeA Eurobb. A1...................13,964 AcomeA Eurobb. A2...................14,011 AcomeA Europa A1 ......................8,721 AcomeA Europa A2 ......................8,796 AcomeA Globale A1......................8,404 AcomeA Globale A2......................8,544 AcomeA Italia A1 ........................13,104 AcomeA Italia A2 ........................13,214 AcomeA Liquidita A1 ...................8,226 AcomeA Liquidita A2 ...................8,227 AcomeA Obblig.Corp. A1 .............6,593 AcomeA Obblig.Corp. A2 .............6,610 AcomeA Paesi Em. A1 ..................6,112 AcomeA Paesi Em. A2 ..................6,160 AcomeA Patr. Aggr. A2.................3,269 AcomeA Patr. Aggr.A1..................3,236 AcomeA Patr. Dinam.A1...............4,409 AcomeA Patr. Dinam.A2...............4,429 AcomeA Patr. Prud. A1.................5,273 AcomeA Patr. Prud. A2.................5,320 AcomeA Perform. A1..................18,197 AcomeA Perform. A2..................18,260

12,957 6,61 13,096 3,462 3,437 1,88 12,497 6,63 12,528 3,798 3,816 14,128 9,79 14,175 8,898 -18,00 8,975 8,487 -2,36 8,629 13,614 -25,79 13,728 8,273 8,274 6,634 -0,98 6,650 6,197 -4,68 6,245 3,303 3,270 -11,85 4,452 -3,14 4,471 5,332 4,79 5,379 18,383 3,80 18,446 -

tel.800-388876 ANM Americhe ...........................10,722 ANM Anima Asia ...........................6,397 ANM Anima Convertibile ..............6,215 ANM Anima Emerging Mkts.......10,303 ANM Anima Europa ......................3,899 ANM Anima Fondattivo ..............14,316 ANM Anima Fondimpiego..........18,488 ANM Anima Fondo Trading........12,897 ANM Anima Liq. Plus ....................7,007 ANM Anima Liquidit ....................6,841 ANM Anima New York ..................4,517

10,739 14,50 6,450 3,39 6,225 -1,54 10,420 -2,29 3,963 -11,91 14,392 -1,24 18,559 -4,92 12,993 -5,85 7,015 1,07 6,842 2,44 4,526 1,07

ANM Anima Obbl.Euro .................6,935 ANM Anima Obiettivo Rend..........5,365 ANM Anima Salvadanaio ...........11,812 Anm Anima Trag 2016 Ced3.........5,525 ANM Anima Trag 2017 Ced4 ........5,000 ANM Anima Trag II 2016 ...............5,254 ANM Anima Traguardo 2016 ........5,077 ANM Anima Traguardo 2018 ........5,101 ANM Anima Tricolore....................5,311 ANM CapitalePi Comp.Az. .........4,814 ANM CapitalePi Comp.Bil.15 .....5,284 ANM CapitalePi Comp.Bil.30 .....4,991 ANM CapitalePi Comp.Obb. ......5,521 ANM Corporate Bond...................7,339 ANM Emerging Mkts Bond...........6,930 ANM Emerging Mkts Equity..........6,991 ANM Europa...............................12,835 ANM Iniziativa Europa ..................6,675 ANM Italia ...................................12,567 ANM Pacifico ................................5,107 ANM Pianeta ..............................10,437 ANM Risparmio ............................7,288 ANM Sforzesco ..........................10,328 ANM Valore Globale...................21,461 ANM Visconteo ..........................35,103 Prima Fix Emergenti A ................14,652 Prima Fix Emergenti Y ................15,222 Prima Fix High Yeld Y....................8,835 Prima Fix High Yield A...................8,521 Prima Fix Imprese A......................6,715 Prima Fix Imprese Y......................6,877 Prima Fix Monetario A...................8,611 Prima Fix Monetario I ....................8,743 Prima Fix Monetario Y...................8,750 Prima Fix Obbl. BT......................10,307 Prima Fix Obbl. BT Y ..................10,404 Prima Fix Obbl. Glob.....................9,651 Prima Fix Obbl. Glob. Y.................9,810 Prima Fix Obbl. MLT .....................5,887 Prima Fix Obbl. MLT Y ..................5,966 Prima Forza 1 A.............................5,283 Prima Forza 1 Bond Y ...................5,353 Prima Forza 2 A.............................4,863 Prima Forza 2 Y.............................4,951 Prima Forza 3 Cl.A ........................5,223 Prima Forza 3 Cl.Y ........................5,358 Prima Forza 4 Cl.A ........................4,661 Prima Forza 4 Cl.Y ........................4,803 Prima Forza 5 Cl.A ........................4,195 Prima Forza 5 Cl.Y ........................4,336 Prima Geo America A....................4,990 Prima Geo America Y....................5,278 Prima Geo Asia A ..........................6,417 Prima Geo Asia Y ..........................6,812 Prima Geo Euro A .........................6,025 Prima Geo Euro Pmi A................21,743 Prima Geo Euro Pmi Y................22,994 Prima Geo Euro Y .........................6,374 Prima Geo Europa A...................11,404 Prima Geo Europa Y...................12,069

6,940 -3,14 5,375 -9,44 11,815 -3,02 5,525 5,000 5,254 5,077 2,78 5,101 3,67 5,326 4,861 -1,92 5,299 -1,22 5,016 -3,54 5,524 0,86 7,351 -1,98 6,946 7,84 7,062 -6,40 13,010 -5,31 6,757 -10,92 12,920 -20,87 5,136 3,76 10,410 7,71 7,301 -0,58 10,349 1,44 21,645 3,29 35,287 -1,24 14,664 7,68 15,234 8,73 8,853 1,60 8,538 0,61 6,727 3,23 6,890 3,88 8,616 0,54 8,749 0,76 8,756 0,89 10,319 1,27 10,416 1,71 9,620 10,13 9,779 10,99 5,899 3,08 5,977 3,74 5,286 3,73 5,356 4,10 4,878 5,10 4,965 5,52 5,229 4,36 5,364 4,89 4,670 4,53 4,812 5,21 4,208 3,55 4,350 4,41 4,998 9,26 5,286 10,88 6,455 -0,88 6,853 0,56 6,127 -8,43 21,960 -3,11 23,223 -1,70 6,481 -7,08 11,572 -0,90 12,247 0,52

Prima Geo Globale A ..................26,636 Prima Geo Globale Y ..................28,195 Prima Geo Italia A .......................11,809 Prima Geo Italia Y .......................12,458 Prima Geo PaesiEm. A..................5,730 Prima Geo PaesiEm. Y..................6,076 Prima Rend.Ass. Moderato A .......5,242 Prima Rend.Ass. Moderato Y .......5,317 Prima Rend.Ass. Prudente A......16,794 Prima Rend.Ass. Prudente Y......16,942 Prima Strat.Eu PMI Alto Pot A ....13,660 Prima Strat.Eu PMI Alto Pot Y ....13,822 Prima Strat.Eur. Alto Pot A............2,335 Prima Strat.Eur. Alto Pot Y............2,393 Prima Strat.Ita Alto Pot A ..............5,068 Prima Strat.Ita Alto Pot Y ..............5,155 PRIMAforza 1 B ............................5,285 PRIMAforza 2 B ............................4,866 PRIMAforza 3 B ............................5,223 PRIMAforza 4 B ............................4,661 PRIMAforza 5 B ............................4,196

26,846 4,65 28,416 6,18 12,132 -16,38 12,798 -15,14 5,790 -4,94 6,139 -3,54 5,250 5,325 16,812 16,960 13,745 -5,39 13,908 -4,46 2,356 -0,04 2,414 0,93 5,100 3,28 5,187 3,58 5,288 3,73 4,880 5,12 5,229 4,33 4,669 4,51 4,209 3,50

tel.02-88981 Azimut Bil. ..................................23,642 Azimut Garanzia .........................12,547 Azimut Reddito Euro ..................15,773 Azimut Reddito Usa......................6,133 Azimut Scudo ...............................7,726 Azimut Solidity ..............................7,874 Azimut Str. Trend ..........................5,336 Azimut Trend ..............................22,142 Azimut Trend America................10,239 Azimut Trend Europa..................10,581 Azimut Trend Italia......................12,617 Azimut Trend Pacifico...................6,471 Azimut Trend Tassi .......................9,098 Formula 1 Absolute.......................6,087 Formula 1 Conservative................6,294 Formula 1 Target 2013..................6,622 Formula 1 Target 2014..................6,234

23,793 -1,63 12,579 1,68 15,868 1,71 6,124 8,91 7,782 1,82 7,928 0,03 5,374 1,44 22,242 9,72 10,283 4,27 10,705 -15,20 13,017 -18,90 6,486 1,79 9,175 2,93 6,121 -8,47 6,300 -1,44 6,638 -0,03 6,265 -1,36

tel.02-88101 EC Focus Cap Pro 12/14 ..............5,054 5,100 Eurizon Az.Asia Nuove Economie10,740 10,850 Eurizon Az.EnMatPrime................9,194 9,244

2,10 -2,93 -8,93

Eurizon Az.Finanza.....................16,954 Eurizon Az.Int. Etico......................5,976 Eurizon Az.PMI Amer. ................24,054 Eurizon Az.PMI Europa.................8,433 Eurizon Az.PMI Italia .....................3,649 Eurizon Az.Salute e Amb. ...........15,759 Eurizon Az.Tecn.Avanz.................4,753 Eurizon Azioni America...............10,025 Eurizon Azioni Area Euro ............22,776 Eurizon Azioni Europa...................7,873 Eurizon Azioni Internazionali.........7,729 Eurizon Azioni Italia.......................9,881 Eurizon Azioni Pacifico .................3,920 Eurizon Azioni Paesi Emergenti ....8,802 Eurizon Bilan.Euro Multim. .........35,982 Eurizon DiversEtico.......................8,350 Eurizon F.Garantito 03/13.............5,199 Eurizon F.Garantito 06/12.............5,150 Eurizon F.Garantito 09/12.............5,145 Eurizon F.Garantito 12/12.............5,167 Eurizon F.Garantito 2tri07.............5,118 Eurizon F.Garantito 3tri07.............4,978 Eurizon F.Garantito 4tri07.............5,188 Eurizon F.Garantito Itri07..............5,119 Eurizon Liquidit A ........................7,404 Eurizon Liquidit B........................7,621 Eurizon Obb.Cedola A ..................6,247 Eurizon Obb.Cedola D..................6,186 Eurizon Obb.Emergenti..............12,636 Eurizon Obb.Etico.........................5,594 Eurizon Obb.Euro.......................14,661 Eurizon Obb.Euro B/T A .............15,386 Eurizon Obb.Euro Breve T. D .....15,269 Eurizon Obb.Euro Corp. BreveT. ..7,843 Eurizon Obb.Euro Corporate........5,853 Eurizon Obb.Euro High Yield ........7,718 Eurizon Obb.Internaz....................9,345 Eurizon Obiettivo Rend.to.............8,254 Eurizon Profilo Conservativo ........5,563 Eurizon Profilo Dinamico ..............5,450 Eurizon Profilo Moderato..............5,479 Eurizon Rend.Assoluto 2 Anni ......5,306 Eurizon Rend.Assoluto 3 Anni ......5,508 Eurizon Rendita A .........................6,069 Eurizon Rendita D .........................6,048 Eurizon Soluzione 10 ....................6,921 Eurizon Soluzione 40 ....................6,357 Eurizon Soluzione 60..................24,859 Eurizon Strat.Protetta I Trim.2012 5,228 Eurizon Strat.Protetta III trim 20115,495 Eurizon Team 1 .............................6,095 Eurizon Team 1 Cl G .....................6,095 Eurizon Team 2 .............................5,773 Eurizon Team 2 Cl G .....................5,792 Eurizon Team 3 .............................4,808 Eurizon Team 3 Cl G .....................4,868 Eurizon Team 4 .............................4,052 Eurizon Team 4 Cl G .....................4,112 Eurizon Team 5 .............................3,874

17,216 -4,74 6,006 -0,48 24,046 3,15 8,533 -9,40 3,754 -23,72 15,748 5,89 4,772 16,07 10,034 7,46 23,181 -13,46 7,970 -8,89 7,764 1,07 10,168 -20,44 3,945 -1,75 8,889 -7,59 36,221 -0,58 8,376 4,69 5,210 1,60 5,153 0,68 5,146 1,18 5,173 1,47 5,119 -0,04 4,979 0,71 5,191 0,10 5,120 -0,70 7,408 1,47 7,625 1,76 6,262 6,201 1,79 12,660 7,84 5,606 5,49 14,727 4,61 15,418 15,301 1,27 7,846 3,18 5,858 3,50 7,732 0,82 9,325 10,91 8,254 1,38 5,573 1,22 5,481 0,20 5,496 0,98 5,313 0,64 5,523 -0,24 6,087 6,066 0,97 6,939 0,76 6,377 2,62 24,968 1,73 5,228 -0,19 5,510 4,39 6,101 1,80 6,101 1,80 5,784 1,14 5,803 1,44 4,823 -0,25 4,883 0,25 4,071 -1,53 4,132 -0,96 3,902 -3,61

Eurizon Team 5 Cl G .....................3,933 3,961 Eurizon Tesoreria Dollaro ...........12,508 12,497 Eurizon Tesoreria Dollaro($) .......16,607 16,607 Eurizon Tesoreria Euro A ..............7,807 7,810 Eurizon Tesoreria Euro B ..............7,889 7,893 Malatesta Azionario Europa..........5,874 5,956 Malatesta Breve Termine..............5,917 5,926 Malatesta Obbligazionario Euro ...6,016 6,031 Passadore Breve Termine ............7,345 7,357 Teodorico Breve Termine .............7,716 7,728

UniCredit Soluzione 40B ..............5,065 UniCredit Soluzione 70A...............5,073 UniCredit Soluzione 70B ..............5,049 UniCredit Soluzione BTA ..............5,072 UniCredit Soluzione BTB..............5,050

tel.800-546961 Fideuram Bilanciato ...................12,287 Fideuram Italia............................18,983 Fideuram Liquidit .....................17,025 Fideuram Moneta.......................14,874 Fideuram Rendimento..................9,282 FMS - Absolute Return .................8,826 FMS - Eq.Glob.Resources .........10,933 FMS - Equity Asia..........................8,885 FMS - Equity Europe.....................9,339 FMS - Equity Gl Em Mkt .............12,616 FMS - Equity New World ............15,266 FMS - Equity Usa ..........................9,628

12,425 -2,30 19,581 -17,29 17,037 1,01 14,884 1,54 9,364 1,27 8,845 -4,80 10,992 -9,77 8,931 0,94 9,446 -0,53 12,727 -3,78 15,454 -8,27 9,675 11,33

tel.800-551-552 Pion. Eur Gov BT (ex Mon.).........13,653 Pioneer Az. Crescita ..................10,659 Pioneer Az Area Pacifico...............3,404 Pioneer Az Valore Eur Dis..............6,835 Pioneer Az. Am. ............................8,183 Pioneer Az. Europa.....................14,382 Pioneer Az. Paesi Em. ................10,560 Pioneer Liquidita Euro..................5,178 Pioneer O.Euro C.Et. Dis...............4,835 Pioneer Ob. Sist. Italia...................5,115 Pioneer Obb. Euro Dis ..................6,712 Pioneer Obb. Paesi E. Dis...........10,119 Pioneer Obb. Pi Dis.....................8,626 Pioneer Target Controllo...............5,402 UniCredit Sol. Pa. Em. A ...............4,942 UniCredit Sol. Pa. Em. B ...............4,941 UniCredit Soluzione 20A...............5,088 UniCredit Soluzione 20B ..............5,067 UniCredit Soluzione 40A...............5,088

13,681 3,20 10,960 -20,73 3,417 -6,20 6,913 -1,89 8,197 8,80 14,510 -4,80 10,650 -4,38 5,178 1,83 4,839 6,55 5,141 6,725 8,00 10,127 10,12 8,645 7,59 5,408 2,21 4,957 4,956 5,097 5,076 5,103 -

tel.800-614614 Symp. Multimanager Adagio........5,980 5,995 Symp. Multimanager America ......4,318 4,331 Symp. Multimanager Europa........5,320 5,367 Symp. Multimanager Largo ..........5,718 5,739 Symp. Multimanager Oriente........5,319 5,335 Symp. Obblig. Corporate..............5,807 5,808 Symp. Obblig. Rendita .................7,784 7,813 Symphonia Asia Flessibile............6,195 6,197 Symphonia Az.Small Cap Italia.....6,066 6,202 Symphonia Azionario Euro ...........4,709 4,796 Symphonia Azionario Europa .......8,405 8,515 Symphonia Azionario Globale ......3,684 3,721 Symphonia Azionario Italia ...........5,858 6,027 Symphonia Azionario Usa ............6,547 6,569 Symphonia Bilanciato ................22,055 22,204 Symphonia Europa Flessibile .......4,631 4,686 Symphonia Flessibile....................3,898 3,912 Symphonia Fortissimo..................2,322 2,347 Symphonia Multiman.Emer.Fless.12,98913,057 Symphonia Multiman.Vivace........5,310 5,350 Symphonia Obb.Breve Term........6,710 6,718 Symphonia Obb.Dinamico ...........6,216 6,195 Symphonia Obb.Euro...................7,238 7,241 Symphonia Patrim.Glob.Redd. ....7,352 7,367 Synergia Az. Europa .....................5,181 5,245 Synergia Az. Globale ....................5,632 5,686 Synergia Az. Italia..........................4,861 5,000 Synergia Az. Sm.Cap It. ................4,697 4,807 Synergia Azionario Usa.................6,704 6,726 Synergia Bilanciato 15 ..................5,352 5,368 Synergia Bilanciato 30 ..................5,415 5,442 Synergia Bilanciato 50 ..................5,466 5,505 Synergia Bond Flessib..................5,085 5,094 Synergia Obbl Corporate..............5,706 5,708 Synergia Obbl. Euro BT ................5,153 5,159 Synergia Obbl. Euro MT................5,419 5,423 Synergia Obbligaz.Rendita...........5,227 5,243 Synergia Tesoreria........................5,121 5,123 Synergia Total Return ...................5,276 5,279

1,00 4,73 -7,20 -1,29 -0,62 4,50 -0,47 -16,89 -20,99 -17,56 -11,31 -18,14 2,60 -2,88 -9,97 0,13 -18,35 -4,30 -2,07 2,43 5,39 2,80 -18,79 -13,05 -18,56 -18,68 0,74 1,17 -1,44 -4,56 5,06 1,70 4,96 1,11 -

la Repubblica
SABATO 31 MARZO 2012

LETTERE,COMMENTI&IDEE

I 36

IL SABATO DEL VILLAGGIO


GIOVANNI VALENTINI

COME FA UN MODELLO SOCIALE A ESSERE VINCENTE


aro Augias, Benedetto XVI ha affermato a bordo dellaereo che lo portava in Messico che Marx ha fallito e che la storia gli ha fatto perdere la partita contro i capitalisti. Probabilmente luscita aveva anche risvolti interni, soprattutto verso quella parte della Chiesa attratta dalla teologia della liberazione. Problemi della Chiesa a parte, a me sembra che Ratzinger si sia lasciato andare a una frase mediatica di forte effetto perch non possibile identificare il pensiero di Marx con il comunismo stalinista che ha provocato le ben note tragedie. Luscita papale mi ha sorpreso considerata anche la statura intellettuale delluomo. Se Marx ha perso mi domando chi abbia vinto visto che povert, malattie, analfabetismo e ingiustizie sono in forte aumento nel mondo.

QUELLE NOMINE E LANTIPOLITICA


I PARTITI parassitizzati dalle ideologie neoliberistiche, sono gusci svuotati che ospitano la vita altrui (da Elogio della radicalit di Piero Bevilacqua - Laterza, 2012 - pag.63) on si pu liquidare come un rigurgito di antipolitica la pressante richiesta di trasparenza che arriva da pi parti, in vista delle prossime nomine al vertice della Rai. E analogamente, anche delle due Autorit di garanzia che sovrintendono sulla sfera dellinformazione, quella sulle Comunicazioni e quella sulla Privacy, come reclamano a gran voce molti cittadini tra cui i promotori di un nuovo sito denominato appunto Vogliamo Trasparenza.it. Non si tratta tanto di sfiducia o prevenzione nei confronti dei partiti. Quanto piuttosto di una legittima pretesa dellopinione pubblica che vuole conoscere preventivamente le competenze, le esperienze e magari i curricula dei candidati, per verificarne lattitudine e lindipendenza in funzione del rispettivo ruolo. Qualche partito, del resto, ha gi manifestato il proprio orientamento in proposito. Il Pd ha annunciato, almeno a parole, che non parteciper alle nomine per il nuovo Consiglio di amministrazione di viale Mazzini, se prima non verr modificata lattuale legge Gasparri. Ma al momento assai improbabile che una modifica sostanziale di quella infausta legge venga accettata ora dallo stesso schieramento parlamentare che a suo tempo lapprov. Con una mozione presentata alla Camera e al Senato, i capigruppo dellItalia dei Valori, Massimo Donadi e Felice Belisario, hanno rilanciato intanto la necessit di imprimere urgentemente al servizio pubblico radiotelevisivo una decisa inversione di rotta, per liberarlo (finalmente) dal peso e dalle interferenze dei partiti e del governo, attribuendo ai cittadini che lo finanziano con il canone e la fiscalit generale un reale potere di intervento nella definizione degli organi di governo. Donadi e Belisario auspicano che si proceda al rinnovo del Consiglio di amministrazione secondo modalit analoghe a quelle previste dal Parlamento europeo per lesame dei candidati designati a membri della Commissione europea: a loro parere, la Commissione parlamentare di Vigilanza dovrebbe esaminare i curricula di esponenti della societ civile. E lo stesso governo dovrebbe adottare procedure di terziet e trasparenza per le nomine di sua competenza: cio un consigliere di amministrazione in rappresentanza del Tesoro, il presidente di garanzia che devessere poi votato dalla Vigilanza con una maggioranza qualificata dei due terzi e infine il direttore generale designato che devessere approvato dal Consiglio di amministrazione. In un convegno aperto nei giorni scorsi da una relazione del senatore Antonello Falomi, il partito di Antonio Di Pietro ha continuato a insistere sulla necessit di modificare profondamente lassetto proprietario della Rai e di cambiare i meccanismi di nomina del Cda. Sulla base di una proposta di legge elaborata da un gruppo di esperti e presentata nel 2006 dallex senatrice del Pd Tana de Zulueta, lIdv ripropone lidea di trasferire le azioni dellazienda dal ministero dellEconomia a una Fondazione, espressa da varie componenti della societ civile. Da questo organismo, dovrebbe poi scaturire un Consiglio di amministrazione ristretto a cinque membri, magari attraverso candidature pubbliche. Ma in realt, se il governo Monti volesse applicare al carrozzone della Rai la medesima determinazione che ha mostrato sulla riforma delle pensioni e del lavoro, potrebbe esercitare tutto il suo impegno nazionale contestando o impugnando il bilancio 2011 che stato appena pubblicato. vero, infatti, che risulta formalmente in attivo di 4,1 milioni di euro, contro i passivi degli ultimi esercizi. Ma vero anche che lindebitamento finanziario molto cresciuto e soprattutto appare incerta la sua copertura gi dal prossimo anno. Non occorre essere laureati alla Bocconi per capire che la situazione pre-fallimentare. Da qui a commissariare lazienda, il passo perci pu essere anche breve. (sabato@repubblica.it)
CORRADO AUGIAS c.augias@repubblica.it

C L

Claudio Cesare Picasso Recco, Genova (picchio.picasso@gmail.com)


e parole testuali del papa sullargomento che ha sorpreso il signor Picasso sono state: Oggi un tempo in cui lideologia marxista, come concepita, non risponde pi alla realt e se non si pu costruire un tipo di societ occorre trovare nuove modelli, con pazienza, in modo costruttivo. In questo processo, che esige pazienza ma anche decisione, vogliamo aiutare in uno spirito di dialogo, per evitare traumi e per contribuire ad andare verso una societ giusta come la desideriamo per tutto il mondo. Pi che ai problemi interni o legati alla teologia della liberazione a me pare che il papa, in quel momento in volo verso la sua prima tappa in Messico, pensasse in realt gi a Cuba. Contribuire al tramonto del comunismo cubano completerebbe lopera iniziata dal suo predecessore in Polonia e, a cascata, in tutto lEst europeo. Sarebbe un risultato storico. Quelle parole non avevano dunque significato culturale ma eminentemente politico. Dal punto di vista culturale si pu dire che Marx abbia fallito ma solo nellapplicazione sovietica della sua dottrina. Il Marx che ha analizzato regole e funzionamento del capitalismo non mai stato pi attuale. Estraggo per esempio questa folgorante intuizione dal Manifesto del 48: Il bisogno di sbocchi sempre pi estesi per i suoi prodotti spinge la borghesia per tutto il globo terrestre [] Sfruttando il mercato mondiale la borghesia ha reso cosmopolita la produzione e il consumo di tutti i Paesi. Con gran dispiacere dei reazionari ha tolto allindustria la base nazionale. Altro che superato, aveva visto lontano il vecchio Karl. In quella conferenza stampa del papa unaltra frase ha invece colpito me: La chiesa sta sempre dalla parte della libert, libert di coscienza, libert di religione. Parole che andavano quanto meno attenuate dirigendosi verso un continente devastato da una colonizzazione selvaggia imposta con la forza della spada ma purtroppo anche della croce.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Un segnale importante in quel gesto simbolico


Giacomo Perrelli Roma
AVEVO apprezzato, al momento di insediarsi al governo, la scelta del viceministro Vittorio Grilli di rinunciare a circa 200 mila euro lanno del suo cospicuo reddito di direttore generale del Tesoro, pur di servire il Paese. E apprezzo ora il gesto di Casini di rinunciare ad ogni benefit in quanto ex Presidente della Camera, senza aspettare il 2023 (ma a chi verr in mente di procrastinare scelte di risparmio nel tempo quando lurgenza di risparmiare attualissima). In entrambi i casi niente che possa somigliare ad un sacrificio, non si tratta certo per loro di arrivare alla fine del mese. Tuttavia sono segnali importantissimi e spero che se ne rendano conto tutti gli altri loro simili, politici o manager di Stato che siano. Quando la casa brucia e bruciano anche le persone questi segnali sono indispensabili per chi vuole rappresentare il Paese. Posso solo augurarmi che questi segnali siano diffusi in tutta lalta struttura della burocrazia ministeriale.

dalla Puglia nel modo meno disagevole e pi economico. In macchina fuori discussione, per i costi del carburante e autostrada bisognerebbe accendere un mutuo. In aero risulta o molto costoso o con orari proibitivi, allalba o a mezzanotte, viaggiando con una bimba di 5 anni. Il treno che ho comodamente usato lo scorso anno per la stessa vacanza risulta improponibile. Dalla Puglia a Bolzano bisogna effettuare 2 cambi a Bologna e Verona, di cui uno a distanza di soli 6 minuti dallaltro, con levidente rischio di perdere la coincidenza. Ora mi chiedo se nel 2012 possibile viaggiare in un paese civile e industrializzato come lItalia, a queste condizioni. Lalternativa a queste odissee sarebbe rimanere a casa. Oppure mettere ancora auto per strada.

Volantini Br, il ministero aveva fatto le verifiche


Rossana Rummo Direzione gen. archivi Ministero Beni e attivit culturali
RISPONDO alle accuse che mi vengono rivolte nellarticolo da Francesco Merlo sulla vendita, presso la Casa daste Bolaffi di Milano, di comunicati e volantini delle Brigate Rosse, acquistati per 17mila euro dal senatore Marcello DellUtri. La Direzione generale per gli archivi era preventivamente intervenuta per verificare il materiale oggetto della vendita. Purtroppo un esame approfondito e diretto ha rilevato che si trattava esclusivamente di documentazione seriale, fotoco-

pie e/o ciclostilati, tali da non poter essere dichiarati di interesse culturale, requisito essenziale per imporre il vincolo ed esercitare eventualmente il diritto di prelazione. Altri esemplari di tutti i volantini messi in vendita presso la Bolaffi sono stati acquisiti a suo tempo dallautorit giudiziaria nel corso delle investigazioni relative alle attivit delle Brigate Rosse. In particolare, si accertato che essi si trovano tutti presso larchivio della Corte di Assise di Roma. Capisco e condivido lamarezza e la rabbia dei familiari delle vittime davanti alla mercificazione e alla strumentalizzazione di questi materiali. Daltra parte lo Stato, attraverso i nostri Archivi e le nostre Soprintendenze, in stretta e costante collaborazione con le Associazioni, sempre stato un custode attivo, sensibile e attento della dolorosa memoria degli anni di piombo. NON mi sorprende che Marcello DellUtri abbia comprato per ben 17 mila euro unaltra patacca delle sue. Sono ovviamente contento che altri esemplari di quei volantini siano gi noti e custoditi presso gli archivi dello Stato. Certo, la dottoressa Rummo e il ministro da cui dipende avrebbero potuto e forse dovuto, quando scoppiata la polemica, informare gli italiani che quellasta non aveva alcun interesse n storico n scientifico. Invece qualcuno ha venduto un materiale pulcioso da robivecchi. E DellUtri stava per fare la figura del raffinato collezionista se noi non avessimo tirato per i capelli larchivio dello Stato e il ministero denunziandone lignavia. Ed un bel caso di ignavia esaminare il materiale, bocciarlo come carta straccia, ma far finta di niente. (Francesco Merlo)

LAMACA

MICHELE SERRA

Il viaggio impossibile da Bari a Trento


Onofrio Della Rosa Castellana Grotte (Bari)
SONO in procinto di organizzare una breve vacanza con la famiglia in Trentino per il prossimo mese di luglio e sto cercando di capire come poter raggiungere quella regione

eri il vescovo di Firenze, Giuseppe Betori, ha invitato i suoi parroci a pregare e far pregare per chiedere il dono della pioggia. Qual la notizia? In apparenza, la notizia che nel 2012 ancora diffusa lantica pratica (comune a molte religioni) di invocare il creatore per avere un clima pi propizio. Ma la notizia vera che lItalia quasi intera, e la Toscana in modo speciale, soffre di una siccit sensazionale. Della quale niente sapremmo (a meno di essere contadini o meteorologi o direttori di acquedotto) se la richiesta di un vescovo non fosse riuscita ad attirare lattenzione dei media non sulla siccit, ma su un suo effetto collaterale (la preghiera). I media, del resto, si occuperebbero di siccit solo se la terra si spaccasse e uomini e bestie morissero di sete: la natura interessa alla societ dello spettacolo solo quando fa spettacolo. Di lei interessano le manifestazioni estreme, non il suo intrinseco e condizionante svolgersi e mutare. In questo senso mi sento molto pi vicino a Betori e ai suoi parroci, che della siccit quanto meno hanno contezza, che ai telegiornali. E, pure se da miscredente, sono partecipe in spirito di ogni novena o litania snocciolata in favore delle nubi, che aspetto anche io con ansia e speranza come chiunque sappia guardare il cielo.

RIPRODUZIONE RISERVATA

Via Cristoforo Colombo, 90 00147 Roma Fax: 06/49822923 Internet: rubrica.lettere@repubblica.it

FONDATORE EUGENIO SCALFARI DIREZIONE Ezio Mauro direttore responsabile vicedirettori Gregorio Botta, Dario Cresto-Dina, Massimo Giannini, Angelo Rinaldi (art director) caporedattore centrale Fabio Bogo, caporedattore vicario Massimo Vincenzi, caporedattore internet Giuseppe Smorto GRUPPO EDITORIALE LESPRESSO Spa Consiglio di amministrazione Presidente: Carlo De Benedetti Amministratore delegato: Monica Mondardini Consiglieri Agar Brugiavini, Rodolfo De Benedetti, Giorgio Di Giorgio, Francesco Dini, Sergio Erede, Mario Greco, Maurizio Martinetti, Tiziano Onesti, Luca Paravicini Crespi Direttori centrali Alessandro Alacevich (Amministrazione e Finanza), Pierangelo Calegari (Produzione e Sistemi informativi), Stefano Mignanego (Relazioni esterne), Roberto Moro (Risorse umane), Divisione Stampa Nazionale - Via Cristoforo Colombo, 98 - 00147 Roma Direttore generale: Corrado Corradi- Vicedirettore: Giorgio Martelli
Certificato ADS n. 7196 del 14-12-2011
REDAZIONI Redazione centrale Roma 00147 - Via Cristoforo Colombo, 90 - tel. 06/49821 G Redazione Milano 20139 - Via Nervesa, 21 - tel. 02/480981 G Redazione Torino 10123 - Via Bruno Buozzi, 10 - tel. 011/5169611 G Redazione Bologna 40125 - Via Santo Stefano, 57 - tel. 051/6580111 G Redazione Firenze 50121 - Via Alfonso Lamarmora, 45 - tel. 055/506871 G Redazione Napoli 80121 - Riviera di Chiaia, 215 - tel. 081/498111 G Redazione Genova 16121 - Via XX Settembre, 41 - tel. 010/57421 G Redazione Palermo 90139 - Via Principe di Belmonte, 103/c - tel. 091/7434911 G Redazione Bari 70122 - Corso Vittorio Emanuele II, 52 - tel. 080/5279111. PUBBLICIT A. Manzoni & C. - Via Nervesa, 21 - 20139 Milano TIPOGRAFIA Rotocolor SpA - 00147 Roma, Via Cristoforo Colombo, 90 STAMPA - Edizioni teletrasmesse: G Bari Dedalo Litostampa srl - Via Saverio Milella, 2 G Catania ETIS 2000 Spa - Zona Industriale VIII strada G Livorno Finegil Editoriale - Via dellArtigianato G Mantova Finegil Editoriale presso Citem Soc. Coop. arl - Via G. F. Lucchini G Paderno Dugnano (MI) Rotocolor SpA - Via Nazario Sauro, 15 G Padova Finegil Editoriale - Viale della Navigazione Interna, 40 G Roma Rotocolor SpA - Via del Casal Cavallari, 186/192 G Salerno Arti Grafiche Boccia SpA Via Tiberio Claudio Felice, 7 G Sassari La Nuova Sardegna SpA - Zona Industriale Predda Niedda Nord Strada n. 30 s.n.c. G Gosselies (Belgio) Europrinter S.A. - Avenue Jean Mermoz G Toronto (Canada) Newsweb Printing Corporation, 105 Wingold Av. G Norwood (New Jersey) 07648-1318 Usa - Gruppo Editoriale Oggi Inc., 475 Walnut Street G Malta Miller Newsprint Limited - Miller House, Airport Way - Tarxien Road - Luqa LQA 1814 ABBONAMENTI Italia (c.c.p. n. 11200003 - Roma): anno (cons. decen. posta) Euro 403,00 (sette numeri), Euro 357,00 (sei numeri), Euro 279,00 (cinque numeri). Tel. 199 787 278 (0864.256266 da telefoni pubblici o cellulari). E-mail: abbonamenti@repubblica.it Arretrati e servizio clienti: www.servizioclienti.repubblica.it, e-mail: servizioclienti@repubblica.it, tel. 199 787 278 (0864.256266 da telefoni pubblici o cellulari) gli orari sono 9-18 dal luned al venerd, il costo massimo della telefonata da rete fissa di 14,26 cent. al minuto + 6,19 cent. di Euro alla risposta, IVA inclusa.

RIPRODUZIONE RISERVATA

RESPONSABILE DEL TRATTAMENTO DATI (D. LGS. 30-6-2003 N. 196): EZIO MAURO REGISTRAZIONE TRIBUNALE DI ROMA N. 16064 DEL 13-10-1975

La tiratura de la Repubblica di venerd 30 marzo 2012 stata di 654.431 copie

la Repubblica
SABATO 31 MARZO 2012

PER SAPERNE DI PI www.repubblica.it www.welfare.it

I 37

LE REGOLE UNIVERSALI
TITO BOERI
(segue dalla prima pagina) ene, a questo punto, fare di necessit virt e approfittare di questo ritardo per apportare correttivi ai piani sin qui fatti trapelare dallesecutivo. Il vantaggio di non avere un testo che si potr cambiare ben pi di una virgola, tenendo conto anche delle lezioni che ci vengono dalla Spagna, dove una riforma che non affronta il dualismo del mercato del lavoro e riduce la protezione dellimpiego anche per chi ha lunghe anzianit aziendali sta incontrando una fortissima opposizione, nonostante venga proposta da chi ha appena vinto le elezioni. Conta il disegno della riforma, piuttosto che la natura, tecnica o politica, del governo che la propone. La riforma in Italia deve puntare a prosciugare il bacino del lavoro parasubordinato, unanomalia del nostro paese, trasformandolo in lavoro alle dipendenze. Guai se i giovani che per tutti i lavoratori. La riforma non deve, ad esempio, escludere i lavoratori del pubblico impiego come affermato dal Ministro della Funzione Pubblica in una lettera al Messaggero nei giorni scorsi. Lesenzione del pubblico impiego, oltre ad alimentare la ribellione dei dipendenti privati che hanno sommerso di fax di protesta i Ministeri del Lavoro e della Funzione Pubblica nei giorni scorsi, pone anche un problema di credibilit. Il governo dovrebbe dare il buon esempio come datore di lavoro. Se le norme che introduce non vengono applicate ai contratti che sono direttamente gestiti dallesecutivo e dagli enti locali, come potranno mai essere messe in pratica per i dipendenti privati? Il problema dellestensione della riforma al pubblico impiego nasce anche dal fatto che le proposte del governo creano un doppio canale per licenziamenti economici (non ben definiti nel pubblico impiego, in cui non esiste uno stato di crisi come nel privato) e quelli disciplinari. Bene allora superare questa asimmetria che non presente in altri ordinamenti e che rischia di alimentare contenziosi interminabili. Il modo di farlo non quello per di dare pi poteri ai giudici, come nel cosiddetto modello tedesco. I giudici, anche in Germania, sono tuttaltro che neutrali nei loro giudizi. E in attesa di una riforma della giustizia, questo arbitraggio sociale pu essere molto lungo e costoso sia per il datore di lavoro che per il lavoratore. Anche perch il nostro sistema giudiziario non sembra in grado di reggere questo aggravio di compiti. Chie-

Va limitato luso delle partite Iva e la riforma dellart. 18 si deve concentrare sui nuovi assunti
si attendono da questa riforma la fine del loro regime di segregazione nel mercato del lavoro, scoprissero che nulla stato fatto per scoraggiare davvero labuso di partite Iva, associazioni in partecipazione e altre figure contrattuali che trasferiscono su di loro il rischio dimpresa. Per farlo bisogna fissare livelli retributivi minimi per questi contratti di lavoro autonomo con un unico committente. Guai se vedessero che continua a non esserci un salario minimo orario per chi sfugge alle maglie della contrattazione collettiva. La riforma deve anche permettere ai datori di lavoro di scegliere con cura i propri dipendenti e investire nella loro formazione. Questo significa che devono poterli assumere con contratti fin da subito a tempo indeterminato sapendo che, in caso di errore, questi lavoratori potranno essere licenziati con costi certi e relativamente contenuti nei primi anni della loro carriera in azienda, quando ancora non li conoscono a fondo. Si deve concentrare la riforma sulle nuove assunzioni anzich su chi ha gi un contratto a tempo indeterminato. La protezione contro il rischio di licenziamento potr cos crescere gradualmente con lanzianit aziendale. Servir soprattutto nei settori ad alta intensit di lavoro qualificato, in cui inevitabilmente si concentrer la creazione di lavoro nei prossimi anni, Dato che oggi i nuovi assunti non hanno quasi mai un contratto a tempo indeterminato (solo uno su dieci riesce in questo intento secondo i dati disponibili sulle comunicazioni obbligatorie), si pu in questo modo offrire pi tutele ai lavoratori proprio mentre si introduce maggiore flessibilit nel mercato del lavoro. un sentiero verso la stabilit offerto a chi oggi non vedrebbe mai larticolo 18. La riforma, per essere accettata nel Paese, deve essere percepita come equa. Questo significa che, oltre a unificare il mercato del lavoro, contribuendo a superare il dualismo contrattuale, deve concepire regole universali, che valgano

Chiedere ai giudici di certificare la natura di ciascun licenziamento irrealistico


dere, ad esempio, ai giudici del lavoro di certificare la natura di ogni singolo licenziamento individuale stabilendo se discriminatorio, disciplinare o economico significa imporre a ogni giudice del lavoro pi di mille casi allanno da vagliare in aggiunta a quanto facciano gi. Qualcuno ha teorizzato nei giorni scorsi che un governo tecnico deve forzatamente essere impopolare. Crediamo, al contrario, che ci che differenzia i tecnici dalla classe politica che ha governato prima di loro non sia la ricerca del consenso. La demarcazione unaltra: i nostri politici hanno cercato il consenso come qualcosa di fine a stesso, perch ambivano solo a farsi rieleggere, mentre i tecnici dovrebbero cercare il consenso come mezzo per attuare le riforme in cui credono. Raccogliere consenso attorno alle riforme anche lunico modo per evitare che vengano snaturate nel passaggio parlamentare evitando nuovi interventi in prima persona del Capo dello Stato, inappropriati per il suo ruolo istituzionale. Anche per questa ragione bene non cambiare le regole per i contratti a tempo indeterminato gi in essere e concentrarsi sulle nuove assunzioni, definendo tutele contro licenziamenti illeggittimi, tanto di natura economica che disciplinare, crescenti nella durata dellimpiego. Dovrebbe essere chiaro a tutti che oggi non pi possibile difendere lo status quo. Sarebbe devastante per la credibilit del paese se questo confronto si risolvesse in un nulla di fatto. Ogni tattica dilatoria rischia di trasformarsi in un boomerang con pesanti ricadute occupazionali. Ci hanno pensato i mercati nei giorni scorsi a ricordarci che siamo ancora in piena emergenza. Non abbiamo mai creduto che per loro contasse larticolo 18 in quanto tale. Ma certo conta il fatto di sapere che c un governo capace di decidere e di portare avanti riforme anche difficili. questo il segnale che oggi in tutto il mondo si chiede allItalia. Ed lunico modo per uscire dalla stagnazione.
RIPRODUZIONE RISERVATA

HI TECH

TENDENZE

I PIACERI

COME IMPARARE A FARE UNAPP


la Repubblica
SABATO 31 MARZO 2012

EFFETTO NEWTON SCATTI DI STILE

NEL BORGO ARRIVA IL TUTOR DEL TURISTA

CLUB

DIREPUBBLICA

LARTISTA NON FA PI OPERE MA SI DEDICA A MILLE ALTRI PROGETTI


IRENE MARIA SCALISE

Non conosce pace Maurizio Cattelan. Splendido cinquantenne, qualche mese fa ha annunciato la fine della sua carriera di artista strapagato in tutto il mondo. Lidea, a quanto diceva, poteva essere quella di ritirarsi da qualche parte a non fare nulla. Forse in un piccolo albergo in Costa Rica. Come compagni di second life lozio assoluto e lamato kitesurf. Un artista, ma soprattutto un uomo, finalmente libero dallobbligo creativo. E invece no. Ancora una volta Maurizio Cattelan non ce lha fatta. Dai giorni di quella dichiarazione ha prodotto un film, lanciato una rivista e inaugurato una galleria. E oggi si arrende a se stesso e alle sue ossessioni: Lo ammetto, ho difficolt a stare fermo, quando finisco una cosa penso: finalmente ora posso dormire e poi, invece, ricomincio. Vivo come se le mie giornate fossero di 30 ore. Cattelan il provocatore, il burlone e lirriverente. Ma soprattutto Cattelan lipercinetico. Per uno come lui che nella vita ha fatto di tutto, il contabile, il cuoco, il tecnico del computer, linfermiere e la donna delle pulizie, smettere di agire smettere di esistere.
SEGUE A PAGINA 40

>

MAURIZIO CATTELAN VIVERE TRENTA ORE AL GIORNO

la Repubblica
SABATO 31 MARZO 2012

R CLUB

I 40

BREVE GUIDA PER CHI FA TANTE COSE INSIEME

Una vita iperattiva


SEGUE DA PAGINA 39

IRENE MARIA SCALISE


a guerra con lozio comincia allalba, con le immancabili nuotate. Parigi o New York non conta. Lui nuota. Unora e mezzo fissando quella linea blu. Il cervello pi veloce delle bracciate. Quindi sale in bicicletta. Nel cestino un taccuino per scrivere, perch osservare non gli basta. Conta fare, produrre: cose, idee e progetti. Vengo da Padova, da una famiglia di operai con tre figli e sono cresciuto con la regola che se non lavori non mangi. Non facile quando vedi i tuoi amici che si divertono mentre tu fatichi. Forse per questo non riesco a concepire l'ozio. Lultima fatica di Cattelan si chiama Family Business: una galleria che ha inaugurato nel cuore di Chelsea, assieme a Massimo Gioni. La prima mostra, dedicata ad artisti che non hanno mai esposto prima, stata The Virgins Show. La galleria un modo per essere attivi e ci sar quel che ci stimoler in quel momento. Ci divertiremo e faremo tanti errori ma simpara anche da quelli. Investire nei giovani giusto e io spero di ridare in parte quello che ho avuto. Nella nuova avventura c il timore di sbagliare. Ma non basta a trattenerlo: La verit che mi piace troppo

LARTE DI CATTELAN QUANTO BELLO NON FERMARSI MAI


essere occupato. La mia molla sempre stata la curiosit, per questo non posso fermarmi. E ora sono curioso persino di sapere quanti pesci in faccia mi arriveranno perch, se con la notoriet hai il beneficio dellattenzione, subisci anche una critica pi rigorosa. Da tempo guardavo incuriosito questo spazio e, quando non ci pensavo pi, mi hanno proposto di gestirlo. Non ho saputo dire di no. Anche lincontro con i ragazzi lo ha emozionato: Forse ero pi agitato io di loro, perch inizialmente sono timido. Dopo il primo appuntamento ci hanno mandato delle mail per dirci quanto erano contenti e dentro di me pregavo perch facessero un buon lavoro. Oggi so che non sbagli mai quando fai queste cose: mi sempre piaciuto alternare esperimenti e programmazioni imprevedibili. Sulle sue opere, quelle da alcuni pagate milioni di dollari e da altri considerate delle operazioni furbette, sembra sia riuscito a mettere la parola fine. Per sempre. Basta pupazzi e animali, non sono pi io il protagonista ma vivo una dimensione di ospite da cui c sempre da imparare ed comunque faticosa. A questora avrei dovuto dormire e invece da ore sono in una galleria di Parigi attaccato al computer, la verit che ancora una volta non riesco a interrompermi. Tutto il passato come provocatore, da Hitler in ginocchio al Papa massacrato dal meteorite, Cattelan lo ha rielaborato in occasione di All, la mostra che gli ha recente-

VENGO DA UNA FAMIGLIA DI OPERAI E SONO CRESCIUTO CON LIDEA CHE SE NON LAVORI NON MANGI ANCHE PER QUESTO DEVO STARE IN MOVIMENTO

mente dedicato il Guggenheim. Sono il primo ad essere rimasto sorpreso e come paralizzato, in genere quando finisco un lavoro lo guardo di traverso e non ci penso pi. A New York ci ho messo tre giorni per rendermi conto di quello che avevo davanti. come se avessi speso venti anni per decostruirmi e poi, magicamente, ho potuto ricostruire il mio io. Quella mostra stata un momento dunit tra le cose che avevo fatto, una risposta ad una necessit interiore che ho potuto realizzare con un gesto pubblico. In questo percorso il pensionamento finale ci sta perfettamente perch, come accade al termine dellanalisi, ho sentito che non cera pi bisogno di alcun tipo di aiuto. Un pensionamento che non comprende la produzione del film Piattaforma Luna e il magazine Toilet Paper, arrivato al quinto numero tra esercizi pop e immagini surrealiste: Non solo una rivista ma una filosofia, quasi una mostra in formato cartaceo. Adesso abbiamo stretto un accordo per distribuirla in Cina con Art Bazaar. Pur essendo stanco di creare mi rendo conto che, senza la mia precedente produzione artistica, queste cose non avrebbero lo stesso peso. Non so dove sto andando ma sar interessante vedere se quel che faccio mi porter a qualcosa. E, comunque, stare fermo impossibile. come quando cucino: parto pensando di farmi un piatto di spaghetti, una cosa semplice. E finisco mettendoci dentro di tutto.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica
SABATO 31 MARZO 2012

I 41

di Infojobs ha IL Un sondaggiogli italiani non mostrato che mai la spina, SON staccanoin vacanza. Il 47 per neanche DAG cento dei soggetti intervistati controllare GIO ha dichiarato di mail anche di tanto in tanto le nei giorni festivi o durante le ferie. Il 35 per cento incrementa addirittura la quantit di lavoro nei giorni liberi, grazie a computer o alliPad

I Il 41 per cento degli italiani soffre di stress legato alla NU quantit di lavoro e impegni. Lessere sovraccaricati di e ME compitipiresponsabilit tra i motivi diffusi di RI affaticamento. LItalia si
piazza ben al di sopra della media europea, che si attesta al 22 per cento. Per lIstat i pi stressati sono i professionisti, seguiti da tecnici e manager

I Oliver Stone, in Wall Street (1987), sostiene che lavorare FILM troppo pu far perdere la in propria umanit. Una donna
carriera (1988), con Sigourney Weaver, narra invece delle mille difficolt di una segretaria che intende far carriera. Tra le nuvole (2010), con George Clooney, racconta lodissea di un tagliatore di teste che non fa altro che viaggiare per lavoro

Sogno di dormire, ma poi sono troppo curioso per farlo


LE SUE OPERE

LA STORIA

TENDENZA STACHANOV O STILE OBLOMOV COS SI DIVIDE IL MONDO


LA NONA ORA, 1999

PARE RE DAUTO RE LE VIRT DELLOZIO ROMANO


MAURIZIO BETTINI
otium dei Romani costituisce una dimensione del vivere tuttaltro che banale. Esso non va confuso, infatti, con la inertia, ossia (propriamente) lassenza di ogni ars, la mancanza di abilit o ingegno; e neppure con la desidia, ossia lo star sempre seduti, il non far nulla. Al contrario con otium i Romani indicavano tutte quelle circostanze in cui si liberi da impegni, siano essi politici, militari o religiosi. In questo senso lotium romano una categoria molto bella perch non morale, o moralistica, ma civile. Non inchioda a un giudizio, ma circoscrive un tempo. Ci non significa, per, che lotium non implicasse alcuna responsabilit. Al contrario, proprio in quanto spazio ricavato allinterno di doveri pubblici cio i neg-otia, i non-otia - lotium poteva ugualmente presentare degli obblighi, bench pi sottili. In un certo senso, tutto dipendeva dallotium di chi, se cos possiamo dire: gli otia non erano tutti uguali, esisteva un decus, una decenza dellotium che andava di pari passo con il grado, la personalit o la posizione sociale di colui che se lo concedeva. Dagli uomini grandi scriveva Catone ci si aspetta che sia grande non solo il loro modo di esercitare negotia, ma anche quello di comportarsi negli otia. A parere di Catone, insomma, esiste uneccellenza non solo nel saper fare, ma anche uneccellenza nel saper non fare. Il che significa che dato un otium - e per quanto esso sia rispettabile - ne esister sempre uno migliore. Come dichiarava Cicerone, in sottile polemica con Cassio Longino: tu dici che, quando sei otiosus, leggi delle orazioni: allora sappi che io, quando sono in otium, le orazioni le scrivo.

STEFANO BARTEZZAGHI
ersino Ulisse, che Ulisse, si d una mossa proprio solo quando costretto. Per lui allassedio di Troia ci potrebbe andare qualcun altro e nei suoi viaggi, appena trova un posto ospitale o una che lo incanta, si accomoda, anche per qualche annetto. Non sar proprio un caso che lelemento grazie a cui Penelope lo identifica sia il letto. Virtute e canoscenza, certo: ma limpressione che a interessarlo particolarmente siano le due cose che si fanno l sopra. Generalizzare non si pu. Eppure, e per quanto viva di azioni, la narrativa piuttosto che dal lato di Stachanov pare pendere da quello di Oblomov. Certo, ogni volta che si mette in scena unattivit produttiva c sempre lo zelante, come il dottor Cavedagna della casa editrice di Se una notte dinverno un viaggiatore di Italo Calvino: lincessante ragioniere, la segretaria, il commesso che la memoria storica della ditta e morto lui o morta lei come faremo. Ma questi personaggi fattivi e ipercinetici sono sempre caratteristi, non vincono mai neppure lOscar per il non protagonista: nanetti di Biancaneve, gnomi di Brema, elfi domestici di Harry Potter; e poi uomini di fatica, sartine laboriose e zitte, bottegai diuturni, piccoli scrivani fiorentini... C la letteratura degli invasamenti, come nel La ricerca dellassoluto di Balzac, e quella delle alienazioni e degli sfruttamenti, come in Volponi. Per il resto, la grande letteratura piena di gente che o non ha bisogno di lavorare (di cosa vivono Vladimir ed Estragon, Swann, Cosimo Piovasco di Rond, Pinocchio, Humbert Humbert?) oppure si guadagna il pane nei margini delle pagine e tra un capitolo e laltro. I grandi uomini invece si dedicano a unopera, e quella . Aureliano Buenda avr anche preso parte e perso trentadue rivoluzioni armate ma poi se ne sta l a cincischiare coi suoi pesciolini doro. Uno dei personaggi pi commoventi de La vita, istruzioni per luso di Georges Perec lautore di puzzle, Gaspard Winckler: artigiano provetto, inesauribile inventore di giochi, gioiellini perfettamente incastrati, strane cornici per specchi convessi. un personaggio assolutamente laconico ma si capisce che alla sua laboriosit che Perec affida la rappresentanza della propria. Si perch, proprio la parola ci che lavora incessantemente, in letteratura. Raccontandoci la vita di personaggi LA VITA, spesso sfaccendati la ISTRUZIONI narrativa mette in scena PER LUSO il proprio travaglio: il cotRomanzo del 1978 timismo di Dumas, la lodi Georges Perec, gorrea di Balzac, il tortumolto amato fra gli rante perfezionismo di altri da Italo Calvino, Flaubert, la dedizione di racconta le cento Dickens, la coazione di storie di un palazzo Simenon, i contratti caparigino. Compresa pestro di Salgari, il soquella di Gaspard spetto opificio dei bestWinckler, artigiano selleristi odierni. Gli stache sembra non chanovisti, in letteratupotersi mai fermare. ra, sono gli scrittori stesSimile in questo allo si. O, almeno, a loro piace stesso Perec farcelo credere.

Installazione iperrealista di papa Giovanni Paolo II abbattuto da un meteorite. Acquistata allasta per 886 mila dollari

UNTITLED (BIMBI IMPICCATI) 2004

I tre bambini-manichini impiccati a un albero di Milano, causarono lo sdegno dei passanti

UNTITLED ( CAVALLO AL MURO) 2007

Polemiche per lutilizzo di animali imbalsamati, come il cavallo con un cartello con la scritta I.N.R.I nelladdome

L.O.V.E. (DITO) 2010

Scultura esposta a Milano, in Piazza Affari. Raffigura unenorme mano con tutte le dita mozzate tranne il dito medio

RIPRODUZIONE RISERVATA

RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica
SABATO 31 MARZO 2012

R CLUB
PAPER BY FIFTYTHREE
(per iPad, gratuita) Una delle app pi semplici e belle per disegnare e dipingere ad acquerello. Ma gratuita solo apparentemente. Un solo tipo di tratto a disposizione e per gli altri bisogna pagare

I 44

IL MONDO DELLE APP


A CURA DI JAIME DALESSANDRO

RAPERONZOLO
(per iPhone e iPad, 2,99 euro) Favola gradevole e ovviamente interattiva. Fra streghe cattive ma sfortunate e principi azzurri, si compone musica e si gioca con i capelli della bella Raperonzolo

ANGRY BIRDS SPACE


(per iPhone, iPad, Android. 0,79 euro) Lo hanno scaricato in dieci milioni in appena tre giorni. Stavolta si gioca con la gravit di asteroidi e satelliti. E colpire i maialini verdi diventa pi divertente

FITOCRACY
(per iPhone, gratuita) Met gioco di ruolo, met programma per il fitness. E in parte anche un po social network. Pi ci si allena, pi si ottengono punti, si cresce di livello e si scala la classifica dei pi in forma

Aiuta a fare sport, rimanendo sempre connessi. Perfino con i social network
IM WATCH SWAP REBEL

HI TECH

Facebook, sms, Twitter e ovviamente schermo tattile. A 249 euro

Met cellulare, met orologio. 230 euro circa


TABLET AL POLSO

MOTOACTV

Per chi fa sport allaperto. Motorola lo lancer a breve a 200 euro

Interfaccia da polso del cellulare. Della Sony, a 80 euro circa lestate, che abbiamo provato in anteprima. Basta collegarlo al computer usando il cavo usb, creare un proprio account (con tanto di et, peso e altezza) e caricare musica, dati, foto nei 6,70 Gb di memoria. Compatibile con iTunes serve per intrattenere e controllare le proprie prestazioni quando si corre (anche su tapis roulant), si va in bici o si cammina. Per passare dalla gestione della musica allallenamento si scorre il dito in orizzontale sul touchscreen e il gioco fatto. Se si seleziona la corsa allaperto, immediatamente si attiva il gps e viene calcolata la distanza percorsa, landatura media e quella massima. Non solo, fa vedere sullo schermo la mappa del percorso, memorizza i dati e li confronta con gli altri allenamenti. Ma la funzione pi bella unaltra: il MotoActv associa landatura della corsa con i brani musicali. E se si va troppo piano cambia canzone mettendone una con un ritmo pi sostenuto. A onor del vero ci sono applicazioni per iPhone e cellulari con sistema operativo Android che fanno grosso modo la stessa cosa. Ma certo, non si possono indossare al polso.
RIPRODUZIONE RISERVATA

AGNESE ANANASSO
i mettono al polso, hanno lo schermo tattile e sono intelligenti. O meglio: sono smart. Tanto da guadagnarsi lappellativo di smart watch. Un po segnatempo, un po lettori musicali, un po finestra sul mondo digitale, in commercio ne stanno uscendo tanti e per tutte le tasche. Da quelli nati per controllare il battito del cuore, che imitano i vari Suunto, a quelli che funzionano come strumento per ge-

UNO SMARTWATCH PER BATTERE TUTTI I RECORD


stire le funzioni del cellulare. Come lo SmartWatch della Sony ad esempio, evoluzione del LiveView dello scorso anno, grazie al quale possibile ricevere sms, mail, scorrere mp3 e perfino aprire applicazioni. O come litalianissimo (vicentino per lesattezza) Im Watch, che permette anche lui laccesso a Twitter e Facebook. Uno dei primi stato lo sWaP, inglese, ora evoluto in diverse versioni fra le quali una delle ultime il Rebel. Autentica via di mezzo fra uno smartphone e un orologio, lo si usa da solo e a differenza degli altri pu telefonare avendo una porta per schede sim. Poi ci sono quelli orientati allo sport come il Motorola MotoActv, in arrivo in Italia per

la Repubblica
SABATO 31 MARZO 2012

R CLUB
I 49

IL COLLEZIONISTA

LINELEGANTE GUERRA DEL LUSSO


QUIRINO CONTI

ome non immaginarselo Bernard Arnault Occhidighiaccio, forse luomo pi ricco di Francia, collezionista di stilisti e maison come fossero farfalle, appollaiato su una montagna di euro nel suo impenetrabile quartier generale, a disporre sulla mappa del Lusso Universale un esercito di manager per quellinterminabile guerra di acquisizioni che lo vorrebbe ora determinato, cote que cote, alla resa di Herms. Ma stando alle recenti

dichiarazioni di Patrick Thomas, ceo della casa, senza alcuna speranza. Essendo blindatissima la quota in mano alla famiglia. Dunque, partita chiusa. E come colpo di grazia, la notizia di un giro daffari aumentato del 50 per cento. A questo punto in casa LVMH devessere volato di tutto: se Pierre God, braccio destro del monarca, come dinanzi a Gerico, profetizzava: Passasse un secolo, Herms sar nostra. E sembrava di sentirlo il suono dello shofar. Mentre laltro infieriva:

evidenziando lincompatibilit culturale di un progetto esclusivamente finanziario. Quindi, come rapito da una visione: Un gioiello per il futuro? Armani. Lunico, con Herms e Chanel, riconoscibile a occhi chiusi. Ma Armani non sembra neppure pensarci. Anche se forse tra trenta o quarantanni. Su prevedibili reazioni scaramantiche del regal design cala il sipario. Fino al prossimo atto. In una, non proprio elegantissima, Guerra del Lusso.
RIPRODUZIONE RISERVATA

La sua estetica dark si ritrova nella moda di oggi. Lanno prossimo sar boom
TEN DENZE MOSTRA A PARIGI DEDICATA AL GRANDE FOTOGRAFO
LA RETROSPETTIVA

Al Grand Palais, fino al 17 giugno, Helmut Newton, la mostra parigina dedicata al fotografo morto otto anni fa. A sinistra, uno scatto (1975) dellesposizione con abito Yves Saint Laurent per Vogue Francia

EFFETTO NEWTON CHE STILE INQUEGLI SCATTI


SIMONE MARCHETTI
e c qualcosa c h e odio, sicuramente il buongusto. Per me, una parolaccia. Questa battuta di Helmut Newton la migliore risposta al trionfo di pizzi, fiori e colori confetto esplosi sulle passerelle primaverili. La controtendenza esiste: abiti e accessori che sembrano usciti da uno scatto del grande fotografo. Leffetto ancora pi lampante per via di una mostra da poco inaugurata al Grand Palais di Parigi, Helmut Newton, una retrospettiva che evidenzia come il lavoro dellartista sia maturato nel corso degli anni fino a influenzare anche dopo la sua scomparsa. Gli scatti di nudo, di erotismo e di sesso che scombussolarono gli anni Sessanta, oggi acquistano una malia diversa, completamente nuova. Archiviato il loro potere liberatorio, sono la somma perfetta di disinvoltura ed eleganza, un inno alla libert dellabito e del corpo che esattamente lopposto del perbenismo dilagante. Le donne nude, avviluppate da corde o vestite da maschio, non vanno pi lette con la lente della provocazione o dellossessione sessuale, ma con quella

PROVOCAZIONI

Casadei svuota il tacco (sopra) mentre Armani, (sotto), lo rende trasparente col plexiglass

RAGNATELA

Tacchi vertiginosi per donne forti: un classico dello stile Newton. Sopra, sandalo dark di Gianvito Rossi

BONDAGE

NOIR/1

NOIR/2

Qui sopra, Busto legato (1980) di Newton che amava dettagli come guanti e bracciali in pelle (a sinistra colletto di Armani)

Non solo bon ton. La moda della primavera riscopre linee e tagli alla Newton. A sinistra, abito di Yves Saint Laurent

A sinistra, le trasparenze di Calvin Klein A destra, Gianfranco Ferr ripropone geometrie e sexappeal di Newton

dellemancipazione e dellautodeterminazione. Le passerelle pi audaci degli stilisti ne sono una testimonianza: le trasparenze, gli abiti lunghi, i tagli di netto e gli scolli vertiginosi possono sembrare espressione del fetish o del porno-chic, come molti erroneamente sostengono. Ma sono, piuttosto, uno spiraglio di luce nella torta zuccherosa ed edulcorata degli abiti da brave ragazze che moda e cinema continuano a riproporre, ripescandoli senza troppo sforzo dagli anni Cinquanta e Sessanta. Questopposto stile, duro e spigoloso, viene esaltato dai dettagli, proprio come nelle foto di Newton. Lartista tedesco ripeteva spesso che la bellezza di uno scatto non deriva dal soggetto ma dal contorno: dalle pieghe della pelle, dallimperfezione degli intrusi, dalla violenza della luce. Allo stesso modo, i colletti di pelle o i sandali vertiginosi fanno piazza pulita di vernici colorate o camosci sfumati perch cos risultano pi contemporanei e vicini alla liberazione femminile dallabito immacolato imposto nei decenni del dopoguerra da stilisti maschi. Non solo: questestetica dura e cruda, nera nellanima e nellaspetto, una scintilla pronta a innescare, nel prossimo autunno, una rivoluzione dark in grado di tingere di scuro abiti, pellicce e cappotti. Lo sguardo nostalgico e poco propositivo della moda imperante, sempre pi bisognosa di nuove visioni. Perch, come amava ripetere Helmut Newton citando Goethe, genio e buon gusto non possono andare daccordo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

FOTO HELMUT NEWTON ESTATE

FOTO HELMUT NEWTON ESTATE

la Repubblica
SABATO 31 MARZO 2012

R CLUB
USI&COSTUMI
onna non vidi mai simile a questa, pensa cantando Des Grieux la prima volta che incontra Manon! Che cosa hanno fatto, e fanno, le donne perch un uomo pensi questo? Larte di sedurre si dice antica come il mondo. Le donne greche e poi romane indossano tuniche leggere, drappeggi seducenti anche nel marmo delle sculture. Tante le attenzioni per valorizzare un punto del corpo, che cambiano secondo la moda nel tempo. La vita sottile, ad esempio:

I 50

LA SEDUZIONE DALLE TUNICHE AL PIERCING


GABRIELLA PESCUCCI

stretta dal busto steccato, che spinge il seno donando deliziose rotondit alla scollatura (nel Settecento le maliziose veneziane vi appoggiavano un piccolo fiore). I fianchi aumentati dal panier diventano tanto larghi da non passare dalle porte. Nell800 i volumi si spostano. Dalla gonna spuntava un piedino con scarpe ricamate. Passano ancora molti anni, e solo dopo la prima guerra mondiale, le gambe si scoprono. Importantissimo il trucco, unguenti di ammonio, latte, creme, biacca di

Rodi, per la pelle, rigorosamente bianca, e gli occhi, sottolineati di nero. Capelli lunghi, raccolti di giorno, aiutati da postiche, trecce e parrucche, spesso, per seguire la moda, colorati. Famoso nel Cinquecento il biondo veneziano, ottenuto con corteccia di noce, sambuco, agrimonio. Negli ultimi anni, maglietta corta, pantalone a vita bassa, lasciano vedere lombelico, rotondo, ovale, a mandorla, con piercing, per renderlo seducente.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Per lestate in arrivo abiti con tinte vivaci


CHOPARD

OCCHIALI A 5 STELLE
n occhiale da sole a cinque stelle. Per quelli che non hanno problemi nonostante la crisi, ecco locchiale gioiello di Chopard. Come segno particolare utilizza 60 grammi doro, titolo 775, per le aste, le cerniere e le viti. Non solo. Per completare linsieme, 51 diamanti taglio brillante. La tecnica usata, per incastonare i diamanti, quella a paletta. In questo modo, le pietre sono pi vicine tra loro rispetto alla tecnica del pav. (i.m.s)

TEN DENZE

LARMADIO A COLORI LA MODA ALLEGRA


trecciando gambi e corolle, il flower design Marco Segantin realizzer cappelli scultura con i colori cari alla regina Elisabetta, alla quale il Chelsea flower show di Londra (22-26 maggio) dedica una rosa senza spine, la Royal jubilee, di un fucsia intenso che profuma di caramelle alla frutta. La moda pesca a piene mani da queste suggestioni frutto di talee e innesti innovativi, per offrire un bouquet arcobaleno che risveglia il desiderio di rinnovarsi con pennellate di allegria. Che la cromoterapia faccia bene allumore provato scientificamente. Il blu favorisce la serenit, larancio

LAURA ASNAGHI
udaci, arditi e innovativi. Sono cos i colori del guardaroba di stagione. Come quelli che trionfano al Festival des jardins di Chaumont, tra i castelli della Loira, una rassegna internazionale che questanno dedica una sezione al verde da delirio e che lascia spazio alla pi sfrenata sperimentazione creativa, quella capace di scatenare emozioni, coinvolgendo vista e olfatto, con scenari spettacolari. Stesso fil rouge a Messer tulipano, al castello di Pralormo (Torino), dove da oggi al primo maggio sbocceranno 75 mila bulbi. In-

RIPRODUZIONE RISERVATA

POTENZA DEL GIALLO

A destra abito Blugirl, sopra borsa rtro Miu Miu e sotto sandalo di Alberto Guardiani

IL TESTIMONIAL

HEROES AND DREAMS E CASSIUS CLAY DIVENTA IL SIMBOLO DI UNO STILE DI VITA
EX PUGILE

A destra, lex pugile Cassius Clay, Sotto la qualit del made in Italy nella collezione Tods T Project

ome lui nessuno mai. Sul ring ha vinto ventidue titoli mondiali e fatto sognare il mondo. Ha reso il pugilato uno sport popolare anche tra donne e bambini. Cassius Clay, per tutti Muhammad Al, un mito senza tempo. Ed per questo che Tods ha deciso di sceglierlo come primo testimonial della collezione Tods Project primavera estate 2012. Lultima collezione sportiva della casa, Heroes and Dreams, nasce proprio da una filosofia di vita che celebra gli eroi di ieri e di oggi. Una sorta di viaggio immaginario tra quelli che hanno realizzato un sogno. E ce lhanno fatta. Qui le tecniche pi innovative modellano pellami morbidi ed elastici per interpretare in modo nuovo lo stile urban casual. Il talento nella lavorazione della pelle dunque, ma anche la ricerca di un ideale di eccellenza. Il risultato? Una collezione per il quotidiano, il weekend o il meeting informale. C il modello allacciato, dallaria grintosa, per affrontare il tempo libero in modo leggero e flessibile. Come? Grazie ad una struttura in suedee dettagli in pelle. Il fondo si trasforma in una suola di gomma leggerissima dalla forma atletica. Tutto in omaggio al made in Italy. La collezione, per i pi curiosi, ha anche un sito dedica(i.m.s.) to: www.tproject.com.

RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica
SABATO 31 MARZO 2012

I 51

LULTIMA TRAMA

LA PRIMA MAGLIA DA CALCIO


EDOARDO NESI

uandero ragazzino nessuno comprava la maglia della sua squadra di calcio, e cos la mia prima divisa fu quella di una squadra di ragazzini che avevo fondato con i miei fratelli e qualche amico. Convincemmo i genitori a comprarci una muta da sette, e la scelta cadde su una maglia simile alla tenuta da trasferta del grande Cagliari, che sbaragliava ogni rivale allo stadio Amsicora. Era bianca con due righe trasversali blu e rosse che iniziavano dalla spalla destra e finivano allaltezza della

milza, e fatta dun filato terribile, di certo proveniente da una di quelle migliaia di miste di lana rigenerata (poca) e acrilico (molto) che negli anni Settanta avevano regalato a Prato la supremazia nel mercato tessile americano. Sicuramente infiammabile, grattava a morte il collo e le braccia, e cio le sole parti del mio giovane addome non coperte dalla obbligatoria, istituzionale canottiera di lana, e mentre giocavo il sudore mi si freddava addosso perch quella lanaccia sembrava

rifiutarsi dassorbirlo. Era molto bello sporcarla, per, la mia prima maglia da calcio. Era molto bello gettarsi nel fango anche quando non era necessario, e rialzarsi sporco e noncurante e adulto come i calciatori, sputando. A volte me la mettevo anche quando giocavo da solo in giardino, la mia prima maglia da calcio, con Bohemian Rhapsody che tuonava dallo stereo, e tiravo contro il muro punizioni perfette e assolutamente imparabili per ogni portiere.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Dal blazer alla borsa per migliorare lumore


scalda lo spirito, trasmette gioia e buonumore, il giallo sottolinea la personalit e il rosa aiuta a vedere la vita con maggior ottimismo. Dal blazer yellow che ricorda le miseda ballo anni Cinquanta agli abiti morbidi mandarino, la moda di questa primavera estate sembra un invito a mettersi in sintonia con la vitalit della natura grazie a sfumature calde e vitaminiche che galvanizzano lumore. Chi normalmente non osa, e preferisce toni meno appariscenti, potr concedersi un solo accessorio ma infuocato, come il secchiello limone. Se il Pantone color institute aveva eletto per il 2011 il caprifoglio come tinta dellanno, per il 2012 stato eletto il Tangerine tango, un arancio profondo, sofisticato e sensuale che, in questa o altre nuance, non mancher nel guardaroba. Molti stilisti hanno scelto il monotinta anche in versione fluo. Ecco trionfare il fucsia, il lime, il verde acido che ricordano quei quadri pop di Andy Warhol, capaci di trasformare persino unicona della moda bon ton come Jackie Kennedy, in una star pop. Il trend fluorescente di stagione si sbizzarrisce negli accessori: cappelli, collier, dcollett a stiletto o sandali fioriti da abbinare tono su tono o in contrasto. Per non farsi mancare niente, e percorrere tutta la tavolozza, le ultime tendenze danno via libera anche alle tonalit pastello, per dare sfogo alle diverse sfaccettature del carattere. Ma luso dei colori nella moda fatto anche di buon senso. Come diceva Coco Chanel una camicia bianca toglie 20 anni di rughe, illuminando il viso. Per lei quello era il massimo del colore, il passepartout di una eleganza senza tempo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

BELLA FIGURA

PEUTEREY

SE QUEI TACCHI RASHID E KOH SI ROMPONO PER STRADA PER I 10 ANNI


PIERO OTTONE
ra coloro che vanno a passeggio nelle vie della citt, vi sono quelli che guardano e quelli che pensano. Gli uni osservano quel che gli passa davanti agli occhi, non perdono un particolare. Gli altri si immergono nei loro pensieri e non vedono un bel niente. (Si pu fare la stessa distinzione fra i giornalisti: ci sono quelli che descrivono ci che sta accadendo, e quelli che riflettono sulle implicazioni dellavvenimento: ma su questo tema potremo tornare unaltra volta). Io appartengo, per lo meno come passeggiatore, alla seconda categoria: sono fra quelli che pensano, anche quando vanno a passeggio. Mia moglie, se a passeggio con me, pone rimedio: segnala quel che vale la pena di osservare. Le vetrine in Italia sono belle: non per niente si suole dire che noi italiani siamo piuttosto apparenza che sostanza. E gli oggetti esposti, su una persona della mia et, fanno talvolta uno strano effetto. Laltro giorno ci siamo fermati a guardare un negozio di scarpe. Da donna, naturalmente. Chi ha inventato quei tacchi ? E non si rompono mai, cos alti, cos sottili? E se si rompessero mentre la signora attraversa la strada? Ma non ricominciamo a pensare: chi sa dove andremmo a finire.
RIPRODUZIONE RISERVATA

ARCOBALENO

Il doping dei colori: da sinistra, tunica morbida di Valentino e effetto flashy Ferragamo. Max Mara si ispira alle sfumature dellacqua mentre Moncler Gamme Rouge punta su quelle del tramonto. A destra, sandalo Fendi con plateau

ivere in edizione limitata. Cresce la voglia di distinguersi nel design come nella moda. Peuterey festeggia il decimo anniversario dellazienda con la linea innovativa Limited Edition, realizzata da due artisti che amano stupire divertendosi: legitto-canadese Karim Rashid e il cino-canadese Terence Koh. Il risultato una collezione che reinterpreta due modelli storici di Peuterey: il Guardian per uomo e lo Sceptre per donna, rivisitati con decorazioni, colori e tessuti nuovi. (i.m.s.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica
SABATO 31 MARZO 2012

R CLUB
I 53

TERRAZZI FIORITI

QUEI RIFIUTI COS UTILI PER LE PIANTE


PAOLO PEJRONE

n giardino e in terrazza impensabile ormai non servirsi di una compostiera (anche nel pi piccolo terrazzo): troppo comoda e troppo utile. Un luogo dove far finire tutto lumido prodotto dal giardino e dal terrazzo e farlo diventare terriccio il presupposto per una entit intelligente, sana e sostenibile. Se non altro per sollevare e togliere dalla quotidiana impellenza parte dei rifiuti che ogni giorno produciamo. Qui nel giardino

non c una vera compostiera data la quantit di foglie, rametti, erbacce e fondi di cucina che si riesce a produrre soprattutto in campagna. Qui si ricicla un po di tutto: dalle zolle alle puliture del canile, dal pollaio alle svasature dei tanti vasi e tutto diventa buono. Anzi, ottimo per pacciamare, per rinvasare, per concimare lorto (e le piante bisognose). Una compostiera moderna ed efficace riduce il lavoro, gli odori e produce ottimo compost: un vero miracolo!

Il grande dibattito tra gli amanti delle piante sulla carta stampata: forse per eccesso di cautela io li metto nel compost per le piante da fiore non in quello dellorto. E molte delle foglie prodotte dal giardino vengono, di stagione in stagione, imboscate sotto i rami degli arbusti e degli alberi cos da aumentarne il materasso organico: tutta salute ed soprattutto un chilometro zero istantaneo e facile.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Loriginale accoglienza in 200 comuni. Un abitante far da guida agli ospiti


SAPORI LOCALI

MARCHETTI A TORINO IL GELATO DI QUALIT


MARCO BOLASCO
na primavera cos era tempo che non si vedeva. E, come da prassi, le code alle gelaterie compaiono in un istante. Il gelato italiano ha visto negli ultimi anni una piccola grande rivoluzione qualitativa, migliorando di molto la qualit produttiva grazie ad artigiani competenti e appassionati. Come nel caso di Alberto Marchetti a Torino (Corso Vittorio Emanuele II, 24, tel.0118390879), probabilmente uno dei migliori in circolazione. Da lui attenzione quasi maniacale al prodotto e alla mantecatura (brevissimo il tempo che intercorre fra lavorazione e servizio) e una scelta di gusti attenta alle origini. Ottime le creme, e tra queste la nocciola, vera gloria locale, rigorosamente Tonda Gentile del Piemonte. A breve una novit: il lancio del gelato a tutte le ore del giorno, da inserire anche nei pasti veloci come la colazione e la merenda. E dunque accostamenti inusuali come il caff con il gelato di mandorla o il pane burro e marmellata del pomeriggio che prender forma in un vassoietto in cui il burro si trasformer in gelato.
ILLUSTRAZIONE DI JULIA BINFIELD

I PIA CE RI
MARINA CAVALLIERI
opo labbuffata del turismo di massa, esaurita la vacanza compulsiva mordi e fuggi, si fa strada un modo di viaggiare pi attento allambiente e al portafoglio. un turismo sempre meno di nicchia, che seduce anche il turista pi cinico, che attrae il pi distratto, ha diversi nomi ma un unico cuore. Si pu chiamare turismo consapevole, responsabile, ecologico, sostenibile, slow, di sicuro non pi il passatempo di anime belle ma piuttosto il nuovo motore economico delle vacanze e del tempo libero. Una sezione della manifestazione Fa la cosa giusta, che si chiude domani a Milano, dedicata ai nuovi turismi e raccoglie molte proposte innovative. Piccoli borghi, parchi naturali, alberghi diffusi o a impatto zero, itinerari

I LUOGHI
VIAGGIARE SLOW

Tra i nuovi turismi quello che privilegia un modo di viaggiare con mezzi di trasporto che non inquinano: bici, ferrovie, funivie

TURISTI, SI CAMBIA NEL BORGO ARRIVA IL TUTOR


poco battuti, luoghi da rispettare prima che da consumare. Un mondo ricco di iniziative, in continua crescita, dove fanno rete operatori turistici, strutture alberghiere, enti locali, per offrire unesperienza alla portata di tutti. Un messaggio che si espande come un virus: secondo lultima indagine del 2011 sullecoturismo realizzata da Ispo, la maggioranza degli italiani disposta a spendere il 10 per cento in pi purch la vacanza sia green. Tra i molti esempi presenti a Milano ecco i Borghi autentici dItalia, una rete di duecento piccoli comuni fuori dai classici percorsi. Sono paesi dove i visitatori non sono considerati turisti ma cittadini temporanei e quindi accolti come cittadini di quel posto anche se solo per pochi giorni. I gruppi in visita vengono seguiti da un tutor dellospite, un abitante del luogo che li accompagna. Gli ospiti potranno seguire corsi di cucina tipica o partecipare ad alcune attivit locali come la vendemmia. Gli associati sono sul sito borghiautentici.it. Tra le proposte anche quella degli Ecoworld Hotel, una rete di 123 hotel, b&b, agriturismi, villaggi, resort, rigorosamente ecologici, che utilizzano energie rinnovabili e tecnologie a basso impatto ambientale. Affinch i viaggi non siano per pochi ecco poi liniziativa di ScambioCasa.com: pagando solo una piccola quota annuale si pu soggiornare ovunque a costo zero. Per gli amanti del viaggi on the road c il rally solidale con destinazione Dushanbe, nel cuore dellAsia centrale, dove i partecipanti doneranno al Cesvi i mezzi utilizzati. C un fenomeno di contaminazione, spiega Maurizio Davolio, presidente dellAitr, Associazione italiana turismo responsabile, oggi anche lindustria turistica convenzionale inizia a organizzare viaggi e vacanze attente allambiente e al sistema di valori a cui noi facciamo riferimento e lEuropa sta elaborando una Carta per il turismo sostenibile e responsabile a cui i Paesi si dovranno adeguare.
RIPRODUZIONE RISERVATA

GLI ECO-HOTEL

123 tra hotel, b&b, agriturismi, resort, rigorosamente green con energie rinnovabili e ecostrutture

RIPRODUZIONE RISERVATA

I BORGHI AUTENTICI

Una rete di 200 piccoli comuni che accolgono i visitatori come cittadini temporanei mettendo a disposizione un tutor dellospite

IL POSTO

La Gelateria di Alberto Marchetti a Torino in Corso Vittorio Emanuele II, numero 24

AUTO&DETTAGLI

LAIRBAG VA FUORI E AIUTA ANCHE I MOTOCICLISTI


VALERIO BERRUTI

airbag non star pi soltanto dentro lauto ma anche fuori. E non solo. Sar sempre di pi parte integrante dei nostri indumenti, a cominciare dalle giacche da portare quando si va in moto. Ad aggiungere un airbag interno, sul cofano pi precisamente, ci ha pensato la Volvo. Unidea semplice ma efficace per proteggere i pedoni dallimpatto con la vettura. Debutter sulla V40 (in vendita dopo lestate) e apre un nuovo capitolo della sicurezza stradale. La berlina svedese infatti dotata di sensori nel paraurti anteriore che registrano il contatto fra l'auto e il pedone. Quando la centralina rileva che l'impatto ha superato una certa forza, la parte superiore del cofano si solleva e contemporaneamente fuoriesce (fino all'estremit del parabrezza) l'airbag, in pratica una grande ciambella d'aria che attutisce la violenza dellurto per il pedone. Ma la nuova V40 possiede anche un radar con sensori termici che riconoscono pedoni o animali (purch siano alti almeno 80 centimetri) dagli altri oggetti presenti sulla strada: se il conducente non fa nulla per evitarlo, dopo aver inviato segnali acustici e visivi le centraline azionano al massimo la potenza dei freni per ridurre le conseguenze del sinistro.

LA TUTELA DEL PEDONE

Qui sopra, due immagini della Volvo con lairbag sul cofano per proteggere i pedoni. A sinistra, unaltra innovazione della casa: un radar con sensori termici riconosce i pedoni e se il caso fa bloccare lauto

Ma la nuova frontiera degli airbag va anche oltre e arriva anche sui vestiti con una tecnologia sempre pi sofisticata. La giacca intelligente si chiama D-air Street firmata Dainese e protegge il motociclista in caso di caduta o incidente. Unidea rivoluzionaria che arriva sul mercato dopo 10 anni di studi e ricerche. Lavanzato algoritmo di attivazione in grado di riconoscere le condizioni di imminente caduta o incidente ed attivare in tempi brevissimi il sistema (nellordine di un massimo di 80 millesimi di secondo), senza alcun collegamento fisico con il mezzo. Il sistema opera in sinergia con un paraschiena e garantisce la protezione di clavicola, schiena e torace. Per essere cos efficace, il sistema abbastanza complesso ma allo stesso tempo poco ingombrante e pratico, poich funziona senza alcun collegamento fisico con il mezzo e comprende essenzialmente due congegni: lM-kit, un sistema installato sulla moto chiamato e il J-kit, inserito nella giacca del motociclista. Per evitare attivazioni indesiderate, sono stati effettuati 975 test, passando su 18 tipi diversi di ostacoli con 13 differenti tipologie di motocicli. Quanto basta per essere certi che funzioner.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica
SABATO 31 MARZO 2012

R CLUB
I 55

AMICI MIEI

LO YOGURT I CANI E LA DOLCEZZA


ELENA STANCANELLI

i cani piace moltissimo lo yogurt. Con una predilezione per quelli pi zuccherosi, che gli fanno malissimo ma sono oggettivamente i pi buoni. Tra quelli zuccherosi, ce n uno di una marca famosa, che ha messo in commercio barattolini con limmagine di un piccolo cane, e lo slogan Il bianco pi dolce che c. Il cucciolo, seduto sulle zampe, ci guarda con quellaria tra il supplichevole e lo struggente che hanno

sempre i cuccioli di cane. Cosa vuole da noi? Yogurt? Avrebbe senso se il prodotto in questione fosse destinato ai cani, ma chiaro che non cos. Quel cucciolo l non serve a farci capire il tipo di cane a cui destinato il prodotto (come accade con le marche di pappe e pappette) ma a sedurci. Un testimonial, in pubblicit, ha il compito di mostrare che anche tu puoi diventare come lui, o comunque entrare a far parte di un mondo dove la

gente tutta super splendida come lui, e ti sta aspettando. Questo mondo, dice il cucciolo bianco, quello della dolcezza. Categoria ontologica di cui fanno parte lo yogurt, i cuccioli di cane, certi bambini col visetto sporco di marmellata, gran parte delle immagini che trovate sulla bacheca di Pinterest... nessun adulto, n maschio n femmina. Vuoi essere il primo a passare attraverso lo specchio?
RIPRODUZIONE RISERVATA

Pi che uno sport sta diventando movimento globale. Da Melbourne a Milano


I PIA CE RI TORNEI NELLE AREE DISMESSE
DEBORAH AMERI
chi gioca sul green. Ma c anche chi lo fa in mezzo alla citt: sui tetti, nei parcheggi, per strada, sulle chiatte che navigano lungo i fiumi. Usando per una pallina morbida che non provoca danni a cose e persone. Lurban golf, o street golf, la versione meno snob e parecchio pi underground delloriginale. Un segno della popolarit crescente di questo sport. A Palo Alto ad esempio, in California, lAlternative Golf Association si inventata il Flogton (not golf al contrario), che sovverte le regole per rendere green e dintorni pi accessibili e praticabili ovunque. Soprattutto nelle aree urbane dismesse, come vecchie fabbriche e zone portuali. Stessa musica a Melbourne, Buenos Aires, Seattle, Miami, San Francisco e perfino a Milano e Torino, dove sono stati organizzati diversi tornei. Ma la capitale del golf altro Amburgo, dove nato nel 1992. Tutto grazie a unidea di Nikola Krasemann e Torsten Schilling, fondatori del gruppo punk Natural Born Golfers. Gente che alle scarpe chiodate, ai pantaloncini a scacchi e alle polo, preferisce tatuaggi e giubbotti di pelle. Insomma, il golf ormai movimento globale. Eterogeneo, a

DOVE E COME
URBAN

STREET GOLF IL GREEN SBARCA IN CITT


FOTO URBAN GOLF /FIREGOLFER.DE

A Palo Alto, in California, si gioca abitualmente in aree dismesse. Cos come a Berlino e a Seattle. Ma il golf da citt viene praticato un po ovunque, da Melbourne a Buenos Aires. Perfino a Milano ci sono stati dei tornei. A Uummannaq invece, in Groelandia, si gioca sul ghiaccio

FOTO URBAN GOLF /FIREGOLFER.DE

CLASSICO

I campi pi in voga sono il Paradis Hotel & Golf Club alle Mauritius, seguito dal Donnafugata Golf Resort & Spa in Sicilia, vicino a Ragusa. In Spagna, Costa del Sol, va molto lNh Almenara Golf Hotel Spa. Mentre a Cipro c lIntercontinental Aphrodite Hills Resort Hotel Sol, e Cipro, spiega Laura Piras di Acentro Turismo, da 30 anni tour operator di riferimento per il settore. Ormai per non pi possibile stabilire ununica tipologia di cliente. Ci sono coppie, gruppi di amici, famiglie, single. Intanto il mese scorso a Verona si tenuta la prima Borsa Internazionale del turismo del golf. Le mete maggiormente frequentate abbinano la bellezza del paesaggio con un green da sogno. Lo Yas Links di Abu Dhabi, tanto per citarne uno, incastonato nel deserto. Oppure il Mission Hills, in Cina, il pi grande golf club del pianeta, con dodici campi disegnati da dodici leggende di questo sport. In Europa la pi gettonata la Spagna, seguita dal Portogallo. Per gli aspiranti Tiger Woods pi duri e puri ci sono poi le crociere che in una settimana toccano diverse localit con i migliori campi della zona. Cominciando da quelli dei Caraibi. Sul sito Streetgolf.it e sulla sua pagina Facebook, potete invece trovare alcuni degli appuntamenti italiani dedicati alle forme alternative fra le quali vi segnaliamo anche il water golf, da praticare sulle barche. Ma se volete vivere davvero una esperienza estrema, il posto dove andare la cittadina di Uummannaq in Groenlandia. L il campo da golf lo incidono direttamente nel ghiaccio.
RIPRODUZIONE RISERVATA

GLI OROLOGI

LANNIVERSARIO REGALA UNEDIZIONE LIMITATA

mbiente molto tradizionale e con una forte considerazione per la conservazione e la trasmissione dei valori di marca, lorologeria non si lascia scappare certe ricorrenze per fare autocelebrazione. Le occasioni pi indicate per questo genere di operazioni sono gli anniversari di fondazione del marchio oppure la celebrazione di qualche evento interno o riferito a qualche specifico modello, come il caso - in questo 2012 - dei 40 anni di nascita del PAOLO DE VECCHI Royal Oak di Audemars Piguet, dei 100 del Tonneau di Vacheron Constantin o dei 50 anni dello Speedmaster di Omega. Ma lanniversario di fondazione, specialmente quando cade con cifre particolarmente significative, che attira le maggiori attenzioni da parte dei marchi. Cos ha MONOPULSANTE fatto Eberhard che festeggia i 125 anni dalla posa della prima A destra, Longines Anniversary, pietra degli atelier di La Chauxcronografo monopulsante de-Fonds, ad opera di Georgesper il 180 di fondazione

INFOGRAFICA ANNALISA VARLOTTA

tratti bizzarro, praticato in massa, che si pu vivere in maniera alternativa o in forma classica. Passione che accomuna 40 milioni di persone nel mondo di cui il 30 per cento almeno una volta allanno viaggia per giocare (nel nostro Paese sono oltre 100 mila le persone che preparano la valigia senza dimenticare le mazze). Parliamo, globalmente, di un giro daffari di quasi 19 miliardi di euro. E se chi ama lo street golf frequenta i tornei organizzati nelle varie citt, il golfista vecchia maniera preferisce mete pi esclusive e ovviamente molto pi costose. Le pi richieste sono lisola di Mauritius, la Sicilia, nellarea di Ragusa, la Spagna, in Costa del

AUTOMATISMI

Qui sotto, Eberhard Extra-fort, cronografo automatico in acciaio per il 125 di fondazione. A destra, il cronografo TAG Heuer Carrera

Emile Eberhard, con un cronografo automatico in serie limitata a 500 esemplari per la versione in acciaio e a 125 per quella in oro. automatico, con smistamento delle funzioni cronografiche tramite dispositivo di ruota a colonne, provvisto di grande data e del logo celebrativo. Longines di anni di fondazione ne festeggia invece 180, sempre con un cronografo da collezione, ma realizzato sulla tipologia dei modelli da polso dei primi del Novecento, che ancora molto assomigliavano agli orologi da tasca: realizzato in serie limitata a 180 esemplari in oro e in una versione senza limitazioni in acciaio, ha il tipico monopulsante per lavvio e larresto del cronografo e le anse mobili. Operazione di tuttaltro genere invece quella tenuta a battesimo da TAG Heuer, che festeggia lottantesimo compleanno di Jack Heuer, presidente onorario del marchio e attuale discendente del fondatore, con un cronografo automatico in 3.000 esemplari derivato dal Carrera. Lo stesso modello che, nel 1964, Jack Heuer aveva personalmente progettato e sviluppato.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica
SABATO 31 MARZO 2012

R CLUB
I 57

SESTO SENSO

LA RISCOSSA DELLE SOPRACCIGLIA


LUCA BIANCHINI

aledette pinzette. Per anni hanno imperversato nei beauty, conferendo alle donne il potere di indossare un nuovo sguardo. Quellarcata naturale, se disegnata con attenzione, era in grado di valorizzare anche locchio pi spento. Ma come sempre, quando ci si concentra sulla cornice, si perde di vista linsieme. Ed ecco le sopracciglia diventare sempre pi sottili, a volte invisibili, a tal punto che molte ragazze hanno pensato di tatuarle.

Come effetto, anzich gli occhi si guardavano le sopracciglia. La nuova estetica unisex ha avvicinato anche molti uomini alloperazione, consigliati da fidanzate, fidanzati o estetiste: partiti dallo sfoltire il monociglio, si finiti con le ali di gabbiano. Gli sguardi per strada si sono fatti sentire, e per le pinzette cominciata la crisi. Sar che siamo gi costretti a tagliare tutto, pertanto un po di naturalezza bene recuperarla. Sopracciglia alla riscossa,

quindi, a partire dalle passerelle: Chanel, a Parigi, le ha addirittura proposte ricamate! Adesivi multicolor da abbinare a trucco e abbigliamento. Per chi cerca larcata perduta, per, lunica soluzione il trapianto. Secondo il tricologo Bessam Farjo di Manchester, oggi si possono impiantare nuovamente i follicoli e controllarne la ricrescita. Per avere un buon risultato, ci vogliono 6 mesi di tempo e 3500 sterline. Maledette pinzette.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Dalla Baby alla Dukan, ecco tutte le novit


BENES SERE

Anche per i pigri

SILVIA LUPERINI
wyneth Paltrow passata alla pappe della Baby Food Life, Jennifer Aniston ingolla dei gran beveroni e Kate Middleton ha incoronato nuovo re della forma il francese Pierre Dukan che, da noi, si contende con la Tisanoreica il grande mercato dei sovrappeso. E non solo: dilagano i kit con le prelibatezze del cuoco, a calorie contingentate, portate direttamente a casa e in ufficio. Insomma, anche questanno il rituale della dieta con il suo corredo di barrette, pillole e santoni miracolosi gi ripartito. Lossessione corale si condivide sul web per sentirsi meno soli nella lotta impari contro il grasso. Le novit pi estreme, si sa, arrivano da Hollywood. Come la Clean philosophy. Parola dordine: purificazione. E tossine da espellere sorseggiando frullati di frutta e verdura. Il solo pasto previsto al giorno ipocalorico e esclude quasi tutto: oltre a dolci e alcolici, anche frutti di mare, carne rossa, latticini, condimenti e caff. altrettanto sadica, ma almeno rievoca linfanzia, la Baby Food Diet congegnata da Tracy Anderson, non a caso personal trainer di Madonna. Il principio semplice: omogeneizzati per beb di frutta, verdura, carne o pesce, poveri di sali e grassi, poco e spesso. Piace alle star attratte dallidea di perdere fino a nove chili in sei settimane. La Tisanoreica, (gianlucamechspa.com), il programma iperproteico di Gianluca Mech promette di cancellare otto chili in

E IL CUOCO TI PORTA LA DIETA A CASA


un mese grazie a decotti e bevande depurative, barrette da comprare in farmacia (una settimana costa circa 100-130 euro) e piatti ad alto tasso proteico. Stesso principio per la Dieta Dukan, (dietadukan.it), che ha diffuso il suo verbo grazie alla vendita planetaria di un bestseller edito da Sperling & Kupfer. Il metodo prevede quattro fasi. In quella dattacco si mangia a volont scegliendo fra 78 alimenti proteici (niente carboidrati n olio doliva), poi si aggiungono le verdure, nella terza fase compaiono frutta, pane, formaggio e cereali da pesare. La quarta a vita con alcuni capisaldi: un giorno a settimana iperproteico, tre cucchiai di crusca al giorno e almeno 20 minuti di marcia al giorno.
CONTENITIVO

Tisanoreica e Dieta Dukan si basano su un meccanismo che induce la chetosi, spiega la nutrizionista Elisabetta Bernardi, Lorganismo ha bisogno di energia e, in mancanza di zuccheri, attinge al tessuto adiposo. Fa dimagrire rapidamente ma,

come qualunque scorciatoia, ha effetti collaterali: costipazione, alito cattivo, mal di testa e perdita di energia. Per questo non vanno superati i 20 giorni. Anche i regimi liquidi o a pappe hanno i loro

INFOGRAFICA DI ANNALISA VARLOTTA

Comprime nei punti giusti e rimodella vita e addome, Wolford Shape & Control, una linea di guaine che non intristisce e riduce di una taglia. Quando si toglie, torna tutto come prima

limiti: Ci sono meno calorie e il peso si perde, ma sono tristissime per il palato e, prosegue Bernardi, c il rischio, come per le iperproteiche, di riprendere peso perch non si impara a mangiare bene. Diet to gova a stanare i pigri direttamente in casa o in ufficio. Basta scegliere fra mediterranea, zona, vegetariana o Messegu e i cinque pasti arrivano la mattina in una borsa termica che viene sostituita lindomani con quella nuova (una settimana costa dai 180 a 300 euro). Il rischio ricadute si concentra nel weekend quando ci si deve preparare da mangiare da soli. Ma il nutrizionista fornisce consigli per non compromettere lo sforzo della settimana.
RIPRODUZIONE RISERVATA

TEN DENZE

IL MIT E SHISEIDO

LARTE CHIEDE AIUTO AI MAESTRI DELLA BELLEZZA


come una competizione sportiva ma non ci sono gli atleti bens capacissime beauty consultants. Ad organizzare queste singolari Olimpiadi della bellezza Shiseido che, in coincidenza con il centoquarantesimo compleanno della maison cosmetica, predispone un torneo tra le ambasciatrici dellazienda in tutto il mondo. Il Giappone, che da solo conta diecimila beauty consultants, organizza addirittura una competizione a parte. Per le migliori professioniste del bello previsto un gran finale con confronto delle abilit, a suon di massaggi al viso e sedute di make up, davanti alle clienti. E non la sola novit. Il Mit, Massachussetts In-

IRENE SCALISE

stitute of Technology, ha scelto proprio Shiseido per rappresentare larte visiva giapponese nel XX secolo. Trasformando cos la bellezza in arte. Lidea arriva da due professori dellateneo, John Dower e Shigeru Myagawa, che nel 2002 hanno dato vita a Visualizing Cultures, progetto innovativo che punta ad illuminare la storia del XX secolo sfruttando il web. Lidea, passando da internet, di accedere ad archivi storici di enti ed aziende altrimenti inaccessibili. Tra questi c proprio Shisei-

do. Per il suo forte legame con larte stata scelta dal Mit per rappresentare le evoluzioni sociali e culturali di tutto il 900. Unintera sezione del sito Visualizing Cultures dedicata allarchivio storico dellazienda giapponese fatto di litografie, disegni, campagne pubblicitarie ma anche filmati girati nel quartiere di Ginza negli anni 30 con giovani donne con guanti ed ombrellini. Proprio queste signorine erano dunque le beauty consultant dellepoca e i filmati rappresentavano le prime operazioni di street marketing. Sono passati centoquaranta anni ma, in fondo, non molto cambiato: la ricerca della bellezza sempre al primo posto.
RIPRODUZIONE RISERVATA

SHOW WINDOW

Larte in vetrina, tradizione della casa cosmetica Shiseido, nasce a Tokyo nel cuore di Ginza (a sinistra). Negli anni Settanta si vena di gusto kitsch e predilige soggetti animalier (al centro). Qui sopra unimmagine stilizzata degli anni Ottanta

la Repubblica
SABATO 31 MARZO 2012

R CLUB
I 59
prima IL La materiabase alviene tagliata in nei suoi vari TAG modello,seguito, le pelli pezzi. In LIO vengono raffinate per garantire la comodit della calzata, quindi assottigliate nelle parti da sovrapporre, poi si eseguono foderatura e cucitura

LA Alla macchina rafforzano contrafforte si seguire FOR ii talloni, aquindi anche puntali, MA si passa al montaggio sulla forma con
il sottopiede. Quando la scarpa chiusa si stendono le pieghe, una ad una, con chiodi e martello

LA Nella fase successiva previsto il passaggio CUCI in un fornetto, in una calzera e in seguito forno. Poi TURA in un altromani. La si torna alle
cucitura avviene due volte, con fili di cotone intrecciati a mano, poi si uniscono le suole, quindi si effettuano spazzolatura e lucidatura

A Paola (Cosenza) calzature per sceicchi e star. Ma anche per il Papa


IL TA LEN TO

COSIMO DE TOMMASO COMODE E PRECISE LE NOSTRE SCARPE DA OSCAR


FOTO:CONTROLUCE

CHIARA SPAGNOLO
ono passati pi di tre secoli da quando il calzolaio fiorentino Emilio De Tommaso fu chiamato da Napoleone Bonaparte a Parigi per confezionare le calzature imperiali, ma ancora oggi larte di produrre scarpe artigianalmente resiste grazie al lavoro dei suoi discendenti in Calabria. A Paola, sulla costa tirrenica cosentina, Cosimo De Tommaso e i suoi artigiani hanno dato vita a un piccolo miracolo, che contribuisce a rafforzare la fama del made in Italy nel mondo, vestendo i piedi di sceicchi mediorientali e star di Hollywood, parlamentari e capi di Stato, magnati russi e industriali cinesi, persino di papa Benedetto XVI. Proprio da Paola arri-

ne il grasso autolucidante. Insieme a lui una decina di giovani, che hanno lentamente acquisito lesperienza e la manualit che li rendono artigiani

completi. Il loro lavoro lungo e difficile e la parola dordine una sola: precisione. Perch ogni pi piccolo errore pu costare una scarpa. La concentrazione

la regola quotidiana e la perfezione lobiettivo da perseguire. A partire dalla prima fase racconta Cosimo De Tommaso in cui la materia prima si taglia in

base al modello, nei suoi vari pezzi. Le pelli vengono poi scarnite, cio raffinate per garantire la comodit della calzata, quindi assottigliate nelle

vano, infatti, alcune delle calzature in vitellino rosso cardinale che il Pontefice indossa per le visite ufficiali. Le vedo spesso ai piedi del Santo padre nei servizi televisivi spiega Cosimo De Tommaso le riconoscerei tra mille, come se una madre non riconoscesse suo figlio. La storia di De Tommaso frutto della passione per un settore che in Calabria ha antica tradizione. Artigiano nella testa pi che nelle mani, quando nel 2000 ha deciso di riprendere la tradizione dei suoi avi ha girato la regione per trovare i maestri pi bravi e portarli nel suo laboratorio. Lino Arena uno di questi e realizza, ad esempio, pezzi unici come la scarpa da barca in coccodrillo con il filo doro o quella di anguilla rossa naturalmente anfibia, loriginale in cocco e camoscio o quella di culata di cavallo che secer-

MODELLI

Qui sopra, i modelli realizzati per George Clooney, Brad Pitt e i classici mocassini rossi regalati al Papa. Al centro, i marchi e, in alto, intaglio e cucitura

parti da sovrapporre, foderate, cucite. Alla macchina contrafforte si rafforzano i talloni, a seguire anche i puntali, quindi si passa al montaggio sulla forma con il sottopiede. Quando la scarpa chiusa si stendono le pieghe, una per una, con chiodi e martello, per garantire unestetica perfetta e una comodit ineguagliabile. Nella seconda parte della lavorazione si usano macchine a sostegno delle mani, ormai fuori produzione e soggette a continue manutenzioni. Ogni pezzo passa dal fornetto perch la pelle va lavorata sempre calda, dalla calzera che lo fissa sparando chiodini, da un altro forno, per tornare poi alle mani. La cucitura avviene due volte, con fili di cotone intrecciati a mano, poi si uniscono le suole, che vengono pressate e fresate, e sulle quali si imprime a fuoco il marchio con laquila, quindi si passa alla spazzolatura e lucidatura, compiuta in gran segreto perch ogni artigiano ha dei trucchi che rendono il prodotto finale pi bello. La bellezza, per, non lobiettivo prioritario: La scarpa bella fino al momento dellacquisto dice De Tommaso poi deve essere comoda. E, proprio inseguendo tanta comodit, nel laboratorio arrivano ministri e parlamentari a farsi prendere le misure. Sulla loro identit il patron del calzaturificio ha la bocca cucita, perch dietro ogni piede ci sono persone e storie che non devono essere rivelate. I nomi dei personaggi del mondo dello spettacolo che hanno indossato una sua creatura, invece, sono tanti: da Fabrizio Frizzi ai fratelli Fiorello, passando per Brad Pitt, George Clooney, Daniel Day Levis, Morgan Freeman. Per tre anni, infatti, la De Tommaso stata fornitrice ufficiale della Notte degli Oscar, poi ha puntato verso altri orizzonti. In lavorazione ora c una partita di 70 scarpe di cavallo destinate a imprenditori cinesi. E un paio in coccodrillo con diamante creato apposta per uno sceicco di Dubai, disposto a pagare 20.000 euro per avere al piede questa meraviglia italiana.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica
SABATO 31 MARZO 2012

CULTURA

*
I 61

LO PSICO COMUNISTA
ZIZEK: CREDO NELLEMANCIPAZIONE MA NON RINUNCIO ALLA DEMOCRAZIA
WOLFRAM EILENBERGER SVENJA FLASSPLHER
erch lei, Slavoj Zizek, si interessa tanto alla psicoanalisi? Per un solo, unico motivo! Arrivare a una nuova comprensione di Hegel. Questo il vero nucleo del mio lavoro: il mio maniacale entusiasmo per Hegel. Ho appena scritto un libro su Hegel, lo stanno stampando ora, uscir in inglese tra circa tre mesi. una roba da matti, pi di mille pagine su Hegel. In un suo libro, afferma che il comunismo rappresenta lunica via duscita dallattuale crisi sociale Davvero ho detto questo?. In che senso il comunismo la soluzione? Okay, ecco la mia posizione ufficiale a riguardo. Innanzitutto, so di avere un piccolo problema di pubbliche relazioni. Molti miei amici, ma anche persone con cui non ho rapporti di amicizia, mi chiedono: perch non lasci finalmente perdere questo stupido concetto di comunismo, che porta con s cos tante implicazioni infelici?. E perch non lo fa? Posso darvi tre motivazioni. Da buon freudiano, so che quando si danno troppe motivazioni ci si rende subito sospetti (ride). Primo: vorrei sottolineare che, nonostante tutto, esiste una ben definita tradizione del comunismo che non ha proprio nulla a che fare con lo stalinismo. Ad esempio la linea radicale ed emancipativa rappresentata dal millenarismo, con la sua credenza nella fine dei tempi. Il regno eterno qui! possibile trovarla nel cri-

Il filosofo sloveno racconta, in una lunga intervista di cui pubblichiamo un estratto, le sue posizioni politiche

LINTRODUZIONE AL NUOVO SAGGIO

GLI INTELLETUALI E LA PASSIONE PER LA CATASTROFE


SLAVOJ ZIZEK
icono che in Cina, se si odia veramente qualcuno, lo si maledice cos: Che tu possa vivere in tempi interessanti!. Storicamente i tempi interessanti sono stati periodi di irrequietezza, guerra e lotte per il potere che hanno portato sofferenze a milioni di innocenti. Oggi ci stiamo chiaramente avvicinando a una nuova epoca di tempi interessanti. Dopo decenni di Stato sociale, in cui i tagli finanziari erano limitati a brevi periodi ed erano sostenuti dalla promessa che le cose sarebbero ben presto tornate alla normalit, stiamo entrando in un nuovo periodo in cui la crisi economica diventata permanente, ormai un semplice modo di vita. Questi cambiamenti non possono che frantumare la comoda posizione soggettiva degli intellettuali radicali, ben rappresentata da uno dei loro esercizi mentali preferiti lungo tutto il Novecento: limpulso a catastrofizzare la situazione. Qualsiasi fosse la situazione presente, doveva essere dichiarata catastrofica, e pi le cose sembravano positive, pi ci si compiaceva in questo esercizio; quindi, a prescindere dalle nostre differenze puramente ontiche, prendiamo tutti parte alla stessa catastrofe ontologica. Heidegger accus la nostra epoca di essere quella del pericolo estremo, del nichilismo compiuto; Adorno e Horkheimer videro in essa lapice della dialettica dellilluminismo nel mondo amministrato; Giorgio Agamben arrivato perfino a definire i campi di concentramento del Novecento come la verit dellintero progetto politico occidentale. Era come se la battuta ironica di Churchill la democrazia il peggior sistema politico possibile, se si escludono tutti gli altri venisse ripetuta in forma seria: la societ amministrata dellOccidente pura barbarie celata sotto le spoglie di civilt, lestremo limite dellalienazione, la disinte-

La rivista MicroMega
Lintervista a Zizek che qui in parte anticipiamo sar pubblicata sul nuovo numero di MicroMega disponibile in edicola, libreria e su iPad da luned La prossima uscita della rivista, diretta da Paolo Flores dArcais, soprattutto dedicata allattuale fase politica e alle prospettive del centro-sinistra

to dipende da cosa intendiamo per dignit. Vedete, la parola comunismo almeno destabilizzante: fa capire che non stiamo qui a prenderci in giro, a parlare di concetti onorati e vuoti, come quello di maggiore giustizia. E la terza ragione? Forse addirittura un bene che questo concetto sia gravato da una storia cos spaventosa. Essa ci ricorda che progetti di una tale portata pratica sono sempre intrisi di pericolo. (...) Ma la mia vera risposta, quella definitiva, : la parola comunismo, come sottolineo pi volte nel mio libro, non il nome della soluzione, bens quello del problema. Di quale problema? Se si esaminano le questioni di fronte a cui ci troviamo oggi linquinamento dellambiente, il capitalismo finanziario,

la biogenetica, la difesa della propriet intellettuale tutti questi sono problemi del vivere insieme, in comune: riguardano un ambito che sfugge sia al controllo dello Stato che alle soluzioni pensabili nellambito privatistico delleconomia di mercato. Il concetto di comunismo (dal latino communis) per me, quindi, identifica il problema. (...). Parliamo del movimento Occupy Wall Street. Secondo lei contribuisce, sia pure per piccoli passi, a cambiare le cose, o invece parte del problema? Chi vivr vedr, sono molto cauto. La mia opinione su Occupy Wall Street per la seguente: lesistenza di esso significativa, dato che si tratta del primo movimento, negli Stati Uniti, che riuscito a ottenere una vasta eco sociale e non si occupa di un unico tema, ad esempio solo di

razzismo o solo dellindebitamento creato da speculazioni finanziarie. La gente si accorta che c qualcosa che non va nel sistema. Ma non mi piace la formula colpa del capitale finanziario. Perch no? Il problema in realt: qual la logica alla base dellodierno sistema capitalistico che permette al capitale finanziario di agire cos? Si tratta di una coazione sistemica. I banchieri sono cattivi da sempre che strano, eh? Non bisogna dare la colpa solo ai banchieri di oggi! unidiozia! E penso che lerrore pi grave che si possa commettere sia moralizzare questa crisi (...). Lei affermerebbe che la nostra attuale forma di democrazia non in grado di combattere il capitalismo? No, no, no, direi quasi il contrario!Certo, la libert di cui disponiamo solo formale ma questo comunque lunico ambito in cui la libert pu esistere. Nel momento in cui si abolisce la democrazia formale, non si ottiene la vera democrazia. Piuttosto, si perde la democrazia in quanto tale. Il solo spazio di libert che abbiamo si trova nel campo intermedio tra la democrazia formale e le forme effettive della nostra illibert... Si deve cominciare a pensare la politica al di l delle ristrette definizioni proprie dello Stato multipartitico. Voglio dirlo in questi termini: io odio il Sessantotto. Troppa libert, troppo divertimento. Ma almeno una cosa lhanno capita: il personale politico e tutta quella roba l. Non sono cose che vadano sopravvalutate, sia ben chiaro, ma natural-

IL LIBRO
Benvenuti in tempi interessanti di Zizek (Ponte alle Grazie, trad. di Carlo Salzani pagg. 144, euro 13)

Tutti i nostri problemi, dalla crisi allambiente, sono problemi del vivere insieme: io questo senso parlo di comunismo
stianesimo, nella rivolta spartachista, nella guerra dei contadini e cos via. Ritengo questa tradizione molto importante, mi piacerebbe portarla avanti. E la seconda motivazione? Il problema di tutti gli altri concetti, ad eccezione del comunismo, che sono compromessi nel senso esattamente opposto: sono troppo leggeri da digerire. Prendiamo il concetto di solidariet. Perfino Hitler avrebbe potuto parlare di solidariet. O dignit ma chiaro, tut-

Su Occupy Wall Street sono cauto, anche se ha avuto il merito di essere il primo movimento che non cavalca un solo tema
mente sono giuste: loppressione delle donne, le strutture famigliari, quello che succede nelle fabbriche anche in questi ambiti si pongono questioni di libert, di politica. E qui, a mio parere, si innesta il problema pi serio: non si dovrebbe far fuori la democrazia formale. Per, allo stesso tempo, come fare a includere questi ambiti nel processo politico?. Traduzione di Eleonora Piromalli Philosophie Magazin
RIPRODUZIONE RISERVATA

grazione dellindividuo autonomo e cos via; e tuttavia, dal momento che tutte le altre strutture socio-politiche sono peggiori, tutto sommato non ci resta alternativa che sostenerla... Siamo dunque tentati di proporre uninterpretazione radicale di questa sindrome: forse ci che questi infelici intellettuali non riescono a sopportare il fatto di condurre una vita fondamentalmente felice, sicura e comoda, e cos, per giustificare la loro pi elevata vocazione, sono costretti a costruire uno scenario di catastrofe radicale. Sotto trattamento psicoanalitico si impara a fare chiarezza sui propri desideri: voglio veramente ci che penso di volere? Prendiamo il caso proverbiale di un marito coinvolto in una passionale relazione extraconiugale, che sogna il giorno in cui la moglie scomparir e cos lui sar libero di vivere con lamante; quando questo finalmente accade, il suo intero mondo collassa e lui scopre che dopo tutto non vuole veramente lamante. Come dice il vecchio proverbio: c solo una cosa peggiore del non avere ci che si vuole, e cio arrivare ad averlo. Gli accademici di sinistra si stanno oggi avvicinando a un tale momento di verit: volevate un cambiamento vero, ora lavrete!
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica
SABATO 31 MARZO 2012

CULTURA R2CULTURA
Il romanziere ricorda gli anni passati insieme a Venezia parla di soldi, di pesca e del gatto che ha dovuto uccidere

I 62

Domenica saranno presentate le missive inedite dello scrittore a Gianfranco Ivancich, fratello della sua musa Adriana

HEMINGW AY
Le lettere allamico italiano Quellignobile premio Nobel
ENRICO FRANCESCHINI LONDRA ianfranco, dura scrivere una lettera sulla tua partenza senza diventare sentimentali ed molto dura scrivere una lettera a Venezia senza nominare Adriana, ma lo sto facendo lo stesso. Lo stile inconfondibile. il maggio 1956: dalla sua fattoria nellIdaho, Ernest Hemingway cos scrive a Gianfranco Ivancich, lamico italiano di ventanni pi giovane, conosciuto al bar dellhotel Gritti di Venezia e poi diventato come un fratello; mentre la sunnominata Adriana, sorella minore di Gianfranco, fu la sua musa negli anni di Di l dal fiume e tra gli alberi, e forse di lei lo scrittore si innamor. Questa e altre undici lettere mandate a Ivancich dallautore di Per chi suona la campana, mai pubblicate prima dora, sono state acquistate dalla Kennedy Library, che le presenter ufficialmente domenica a Washington alla presenza di Patrick Hemingway, figlio del grande romanziere. Offrono nuovi spunti sugli ultimi anni di due continuarono a sentirsi sino vita di Hemingway, dice Tom alla fine: Gianfranco fu una delle Putnam, direttore della bibliote- poche persone presenti al funeca-museo intitolata al presiden- rale strettamente privato voluto te americano, che non incontr dalla vedova di Hem nel 1961. mai Hemingway ma ne fu un stato lui, ora 92enne, a vendere le grande estimatore, sono un te- lettere alla Kennedy Library, nel novembre scorso. Per me hanno soro per gli studiosi. In realt sono un tesoro per grande valore affettivo, confessa chiunque abbia letto e amato He- al telefono a Repubblica con voce mingway. Sono scritte a mano, rotta dallemozione, sono lettecon la sua caratteristica calligra- re private, frammenti della nostra fia ondulata, e a macchina, firmate talvolta Mr. Papa e anche da entrambi di noi in riferimento Sono scritte con alla sua quarta moglie, Mary, so- la caratteristica no spedite da Cuba e da Ketchum, la sua casa nellIdaho, dal Kili- calligrafia mangiaro, da Parigi e da Madrid. ondulata, a volte la Risalgono al periodo tra il 1953 e il firma Mr. Papa 1960, fino a un anno prima del suicidio dello scrittore, che aveva incontrato Ivancich a Venezia nel corrispondenza, ricordi di una1949: nonostante la differenza micizia importante. Nel 2008 det erano accomunati da ferite raccont quella amicizia in un lidi guerra alle gambe e da altro, il bro, Da una felice Cuba a Ketbere, la pesca, lavventura. Ivan- chum. I miei giorni con Hecich segu Hemingway a Cuba mingway (Edizioni della Laguper tentare degli affari nellisola, na). Dice: Certo che andai al suo fu a lungo ospite a casa sua, ac- funerale, era un segno di rispetto quist a sua volta una propriet. I per Ernest, per tutto quello che

ERNEST

FOTO DI FAMIGLIA CON GATTI


Sopra, al Floridita di Cuba. Il terzo da sinistra Gianfranco, a destra Adriana Ivancich. Sotto, Gianfranco Ivancich con uno dei gatti dello scrittore. In basso, Hemingway con la moglie e amici

avevamo condiviso insieme. Nelle lettere emerge una tenerezza che altrove in Hemingway non sempre traspare. Come questa, datata 1953, da Finca Vigia, la sua fattoria cubana, dove lo scrittore parla del dolore che ha provato nelluccidere uno dei suoi gatti, Zio Willie, investito da unauto: Ho dovuto sparare a persone ma mai a qualcuno che conoscevo e che ho amato per 11

CUBA
Hemingway nella sua casa di Cuba, la Finca Vigia. A sinistra, la moglie Mary, a destra Gianfranco Ivancich

La mostra

SE LE EMOZIONI SI DICONO CON IL GIOCO DELLA SABBIA


MILANO - Unecografia dellanima. Il gioco della sabbia in analisi, la mostra che si apre oggi ai Frigoriferi milanesi (in via Piranesi, 10). anche un omaggio allo junghiano Paolo Aite, allievo di Ernst Bernhard, che questanno compie 80 anni. Autore di Paesaggi della psiche (Bollati Boringhieri), Aite il nome pi noto tra gli analisti che incoraggiano i pazienti a esprimere le emozioni anche attraverso immagini composte in una vaschetta di sabbia.

anni e nemmeno a chi faceva le fusa con due zampe rotte. Un gruppo di turisti vanno a fargli visita quello stesso giorno e lui annota nella missiva: Avevo ancora il fucile e ho spiegato loro che erano arrivati in un brutto momento e che per favore capissero e se ne andassero. Ma il ricco cretino in Cadillac dice: siamo arrivati in un momento quanto mai interessante, appena in tempo per vedere il grande Hemingway piangere perch ha dovuto uccidere un gatto. In una lettera Hemingway scrive di pesca: Abbiamo pescato molto e mi sono allenato per bene e rimesso in ottima forma: niente pancia e un colore da indio tostato. In unaltra ironizza con un gioco di parole sul Nobel da poco vinto: Il libro (Il vecchio e il mare, ndr.) tornato nella classifica dei best-seller grazie allignobile (ig-noble in inglese) Premio. Talvolta accenna a questioni finanziarie: Lascia il resto dei soldi per me nella cassaforte del Gritti, grazie tante, comunica a Gianfranco, e nel 1958, in un altro

la Repubblica
SABATO 31 MARZO 2012

PER SAPERNE DI PI www.jfklibrary.org www.hemingwayhome.com

I 63

Intervista allo scrittore che ha appena fatto con Englander una nuova versione di uno dei testi pi importanti dellebraismo

MI SONO ALLENATO DURAMENTE


Mary e io siamo stati per 13 giorni a Paraiso... mi sono allenato bene e sono tornato in forma

LE ULTIME SFIDE DI SAFRAN FOER DAL FILM SULL11 SETTEMBRE ALLA RISCRITTURA DELLHAGGADAH
ANTONIO MONDA NEW YORK un anno di grandi novit, ma in qualche modo anomalo, per Jonathan Safran Foer. Due opere estremamente diverse lo vedono comunque protagonista: ladattamento cinematografico di Molto forte, incredibilmente vicino (ripubblicato da Guanda) e la pubblicazione di una nuova versione della Haggadah, il racconto dellesodo del popolo ebraico dallEgitto, che viene letto tradizionalmente durante la celebrazione della Pesach, la Pasqua ebraica. Safran Foer ha curato lelaborazione di questo testo cos importante per la sua tradizione, affidandone lelaborazione ad un altro romanziere di cui grande amico: Nathan Englander. Ne venuta fuori unopera accolta come un evento, al punto che lo stesso presidente Obama, ricevendola in regalo, ha dichiarato che sostituir le versioni classiche, usate abitualmente durante il Seder (gli incontri che si celebrano in una delle due sere della Pasqua ebraica, n.d.r.). Diversa la sorte del film: grande cast hollywoodiano (Tom Hanks e Sandra Bullock) con contorno di grandi attori emergenti (Viola Davis) o icone del cinema europeo (Max Von Sydow). Un regista inglese (Stephen Daldry), il produttore pi potente di Hollywood, Harvey Weinstein, due candidature allOscar ma critiche non favorevoli. Apprezzo il film racconta Safran Foer e posso dirlo perch non ho avuto alcun ruolo nella realizzazione: unopera assolutamente autonoma, come giusto che sia. Ha avuto un ruolo almeno nella scelta degli attori? No, nessuno, e sono stato sul set soltanto un giorno. Lunico mio apporto creativo in una scena nella quale presente una voce off: mi stato chiesto di controllarla e scrivere qualche riga. Un adattamento deve essere fedele al romanzo o pu essere autonomo sino al tradimento? Ritengo che gli adattamenti debbano essere fedeli al senso ultimo del romanzo, non certo al singolo episodio o dettaglio. Altrimenti il risultato lillustrazione. Nel caso di questo film, la sceneggiatura stata scritta da Eric Roth, autore di copioni estremamente diversi come Forrest Gump, Ali e

IL LIBRO TORNATO TRA I BESTSELLER


Dopo il Nobel: Il libro (Il vecchio e il mare) tornato in classifica grazie allignobile premio

I libri
Molto forte incredibilmente vicino (Guanda) di Foer torna in libreria in vista del film. New American Haggadah, scritto con Nathan Englander ora uscito in America per leditore Little Brown Munich. E aggiungo che si tratta anche di film diversissimi dal mio mondo. Se dovesse riscrivere oggi il romanzo cambierebbe qualcosa? Io sono cambiato e maturato, ma i temi credo che non lo siano. In ogni cosa c la superficie e lessenza, che non sempre visibile. Ritiene che scrivere dellundici settembre abbia avuto anche una valenza terapeutica? Non posso escluderlo, ma certamente non stato il mio unico intento, n quello iniziale. Ogni scrittore sente una necessit di raccontare, e non credo sia salutare razionalizzare troppo sui motivi e gli intenti: si finisce per rischiare il messaggio. Affrontando queste tragedie non c anche il rischio di una speculazione emotiva? Il rischio ovviamente c, e dipende dalla sincerit, prima ancora che dal talento del singolo scrittore. Ma mi sento di escludere che autori come Don DeLillo o Colum McCann, per citare due scrittori che come me hanno affrontato questo tema, siano stati sfiorati da questo tipo di rischio. In occasione della Pasqua ebraica esce anche la nuova versione della Haggadah: come mai due scrittori giovani che si dichiarano atei sentono il bisogno di riscrivere un testo cos radicato nella tradizione religiosa? Non siamo stati i primi a riscrivere quel testo e non saremo gli ultimi. Lo abbiamo vissuto come una sfida: affrontare un racconto antico imponendo a noi stessi di tenerlo vitale e attuale. E lelemento religioso rappresenta qualcosa di eterno, che ha accentuato il senso di sfida. Nella Haggadah c anche un elemento estremamente stimolante per uno scrittore: un testo che non deve essere letto, ma vissuto. quello che in realt vogliamo noi romanzieri dai nostri lettori. Lidea le venuta durante un Seder con i suoi genitori? Si, nove anni fa. Ebbi limpressione che la lettura della classica versione della Maxwell non stimolasse abbastanza su molti temi quali lidentit, la fede e la giustizia sociale. E sentii che tutti i partecipanti a quella celebrazione, me compreso, avessero voglia di affrettare invece che approfondire. Cosa ha imparato rileggendo e riscrivendo la Haggadah? Che un testo complicato e problematico, e proprio per questo eccitante. Esistono versioni della Haggadah per le femministe e anche per i gay. Non ho alcun problema a riguardo: la storia che racconta va ben oltre ogni singola interpretazione o adattamento. Lo spirito profondo del racconto parla di giustizia sociale. Uno dei cambiamenti operati in questa versione lespressione il nostro Dio che diventa il Dio di tutti noi: come mai? stata una scelta di Nathan: lui lesperto di lingua ebraica. In alcuni casi ha semplificato, in altri ha cercato la formula pi evocativa e poetica. Joyce Carol Oates ha dichiarato che lei ha il talento fondamentale per uno scrittore: lenergia. davvero lelemento fondamentale? Certamente, e lo dico ovviamente a prescindere da me. Lenergia un termine flessibile: si pu applicare allenergia che si sprigiona tra un paragrafo ed un altro, tra un libro e quello successivo. E, soprattutto, nel momento della creazione, quando si alterna il momento dellispirazione a quello dellinsicurezza. Le risposte che si danno a queste situazioni sono la linfa del talento.
RIPRODUZIONE RISERVATA

METTI I SOLDI AL SICURO AL GRITTI


Lascia il resto dei soldi per me nella cassaforte del Gritti (lalbergo di Venezia)

I PAGAMENTI DELLEINAUDI
Qui Hemingway si riferisce ai pagamenti dellEinaudi ricevuti dal Dr Camerino messaggio, parla dei pagamenti dellEinaudi che un certo Dr. Camerino forse doveva avergli recapitato dopo un suo viaggio da Mombasa allItalia. Qui e l sembra di ritrovare lHemingway dei migliori romanzi, con i periodi lunghi e il ritmo cadenzato: Questo il primo giorno di sole dopo tanto tempo ed bello come linverno dovrebbe essere e ma di uccidersi, gli scrive da Finca Vigia: Ho lavorato terribilmente sodo, scritto pi di 100 mila parole dalla fine di gennaio e ogni giorno quando finisco troppo stanco per scrivere lettere. Terminata la prima bozza di questa storia di tori che viene dopo Morte nel Pomeriggio. Per Gianfranco si avverte grande affetto: Adesso non ho pi un fratello, gli scrive una volta che litaliano partito, e non ho pi il mio compagno di bevute. E sempre, di lettera in lettera, ricorre il suo interesse per Adriana, la sorella di Ivancich. Adriana non ha dato il suo indirizzo di Capri perci per favore raccontale tutto tu tralasciando le brutte parole, scrive nel 53. E nel 59, dallIdaho: Gianfranco, sono preoccupato per Adriana e vorrei che tu mi dessi sue notizie, buone o cattive. Insieme alle lettere, la Kennedy Library ha acquistato mezza dozzina di foto: in una, seduto al bar con Gianfranco, sua moglie Mary e altri, Hemingway accanto ad Adriana e la fissa rapito.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Mi sono rimesso in ottima forma. Non ho pi la pancia e ho preso il colore di un indio tostato
come tu lo ricordi. Lo scrittore viene fuori anche nella corrispondenza privata, ma lui si schernisce: Vorrei poterti scrivere lettere belle come le tue, confida a Gianfranco, ma non gli pare di riuscirci, forse perch metto tutto nel mio altro scrivere, cio nei libri. E pochi mesi pi tardi, maggio 1960, un anno pri-

Il premio

IL RIGONI STERN AD ALOJZ REBULA AUTORE DI LINGUA SLOVENA


ROMA E Alojz Rebula, scrittore in lingua slovena, il vincitore del Premio Mario Rigoni Stern per la letteratura multilingue delle Alpi, prima edizione della sezione narrativa. Il suo Notturno sull'Isonzo (San Paolo Edizioni) stato scelto tra le 43 opere in tedesco, italiano, francese e appunto sloveno. Racconta la tragica parabola di un sacerdote, prima confinato dal fascismo a Campobasso, poi rinchiuso dal nazionalsocialismo nel Lager di Dachau, infine brutalmente assassinato dal comunismo. La cerimonia di premiazione si tiene oggi alle 18 al Palacongressi di Riva del Garda.

la Repubblica
SABATO 31 MARZO 2012

I 64

SPETTACOLI
IL RITARDO

&TELEVISIONE

V asco inballo
Sally e Albachiara danzano alla Scala
GINO CASTALDO MILANO piando dal loggione le prove del balletto, fa un certo effetto ascoltare la voce di Vasco che risuona nel grande spazio vuoto della Scala. Fa effetto anche a me ci dice subito dopo, ma tuttaltro che intimidito, e qualcosa da ridire ce lha: Secondo me il volume troppo basso. Io non conosco bene il linguaggio di questo mondo, per la musica deve essere forte. Lho detto a Martha Clarke, la coreografa, che mi sembrata perplessa, per penso che abbia capito. Sette mesi dopo la sua ultima apparizione pubblica, Vasco tornato e ha scelto il pi insolito degli scenari possibili, il massimo tempio della musica classica (debutto il 3 aprile), per il quale ha immaginato un percorso formato dalle sue canzoni dedicate alle donne, intitolato Laltra meta del cielo: allinizio avevo solo scelto le canzoni, le avevamo messe l, in fila, poi ho pensato che bisognava dargli un senso, e cos venuta lidea di immaginare quattro diversi momenti di vita, e tutto cambiato, nellarte avviene che tutto vada al suo posto, perfettamente, nella realt no. Nellarte succede, ma sempre per caso. Accanto a lui ci sono le ballerine che interpretano i ruoli principali, Albachiara, Susanna, Silvia, sono le canzoni di Vasco che prendono una nuova vita, pretesto per unintensa narrazione di danza (anzi teatro coreografato come lo definisce la Clarke). La Scala accoglie con un certo disagio la pressione dei media che ruota intorno a Vasco, i tempi si dilatano, operatori e fotografi vanno e vengono, ma il protagonista allegro, spumeggiante, si presenta con due ciuffi ai lati del volto tenuti su col gel (Per coprire il vuoto in mezzo spiega e per avere finalmente un diavolo per capello), ha voglia di parlare e si confida: non ne posso pi di leggere che sono malato. La prossima volta che lo leggo vado a casa di chi lha scritto e lo bastono cos la degenza se la fa lui. Ora sono convalescente. Ma i segni si vedono, se non altro nel modo in cui parla della malattia: Sono stato sei mesi dentro una clinica. Non avevo mai avuto niente nella vita. Non conoscevo la malattia, non credevo che una polmonite potesse durare un mese, quattro mesi di antibiotici, pensavo di recuperare pi in fretta, ma non avevo energie e prendevo tutte le malattie che passavano, non avevo difese, quindi sono mancato. Nonostante questo mi

Scompiglio nel teatro per larrivo del rocker che presenta il singolare progetto Laltra met del cielo Il balletto e il disco hanno per protagoniste le eroine delle sue canzoni: Silvia, Susanna, Jenny & C.

Nellestate del 2011, a Milano accusa mal di schiena e inizia in ritardo Il tour sospeso

LANNUNCIO
Il 26 giugno lintervista al Tg1: felicemente conclusa la mia straordinaria attivit di rockstar

IL RICOVERO
Il 18 luglio il ricovero in una clinica di Bologna il mal di schiena provocato da un virus

Volume

Secondo me il volume troppo basso. Non conosco il linguaggio di questo mondo, per la musica deve essere forte
Arte

Nellarte avviene che tutto vada al suo posto, perfettamente, nella realt no, per nellarte succede, ma per caso

IL RITORNO
Vasco Rossi alla Scala. Lo spettacolo dedicato alle donne delle sue canzoni

Polmonite

Sono stato chiuso in clinica per sei mesi Non credevo che una polmonite potesse durare un mese
Pensieri

La coreografa

Martha Clarke: le emozioni dei ballerini


MILANO Non conoscevo Vasco Rossi, ma, ascoltando le sue canzoni per creare la coreografia de LAltra Met del Cielo, a poco a poco le parole dei suoi testi e i suoi pensieri mi hanno conquistata. Cos Martha Clarke, ex ragazzaccia della danza contemporanea americana e fondatrice dei Pilobolus con Moses Pendleton, si esprime sul rocker di Zocca che firma le musiche del suo primo lavoro scaligero, quasi tutto senza le classiche punte, usate solo nei passaggi pi romantici. Cuore della coreografia attesissima i personaggi scelto io i protagonisti ha detto la Clarke e, quando ho chiesto consigli al direttore Makhar Vaziev, lui ha fatto finta di niente. Il Corpo di ballo? Preparato, ma un po in difficolt quando doveva improvvisare sulle emozioni suscitate dalle canzoni. Intanto il Corpo di ballo scaligero si detto in disaccordo con lo sciopero che ha fatto saltare la prima di stasera: Pur rispettando e condividendo le motivazioni, pensiamo che si stia facendo un danno al balletto e al pubblico. (laura magnetti)
RIPRODUZIONE RISERVATA

Ho avuto molto tempo per pensare e scoprire un mondo nuovo, ho visto tanta gente, di solito vivo da solo

Laltra met del cielo femminili cantati dal Blasco: da Albachiara a Susanna, fino alla pi indipendente del gruppo, Silvia (Sabrina Brazzo, Beatrice Carbone e Stefania Ballone). Ho

sono chiuso per tre mesi dentro uno stupido hotel per lavorare a questo progetto che vedrete. Poi sono andato in studio per ricantare le canzoni dello spettacolo e ne ho registrate sei in solo giorno, al primo colpo. Celso Valli, che le ha riarrangiate, non ci credeva. Certo, dopo sono salito in camera e ho avuto un attacco di panico, per non le avevo mai cantate cos bene. Anche il disco, legato allo spettacolo, pubblicato in questi giorni, spiazzer i fan che scopriranno Albachiara, Sallye tante altre canzoni del suo celebre repertorio cantate su arrangiamenti sinfonici. Ho avuto molto tempo per pensare e scoprire un mondo nuovo, ma stato anche un bel periodo perch in clinica vedevo sempre gente, di solito vivo pi da solo. Il nuovo Vasco Rossi spudoratamente sincero, sembra che voglia dire tutto, ma proprio tutto: Di segnali ne ho avuti molti, ora comincia un periodo completamente nuovo. Del resto lavevo detto che volevo dimettermi da rockstar. Voglio fare solo lartista. Tempo fa venuta da me la commercialista e mi ha detto: siamo in crisi di liquidit. Ma come, ho detto io, com possibile? Il fatto che la nostra unazienda complessa, noi controlliamo tutto, e allora venuto il momento di tirare i remi in barca. Riduco lazienda. Insomma mi voglio togliere il vestito e presentarmi cos come sono. Lesperienza stata straordinaria, ma la chiudo io, non mi diverto neanche pi tanto, e anche questa esperienza della Scala stato un segnale. successo assolutamente per caso, ma per me sempre cos, io non capisco mai perch le cose accadono, ho scoperto Facebook e dialogo con due milioni di persone, rispondo a tono, e mi piace anche dopo tanti anni in cui non potevo rispondere.... Tutto passato insomma, anche se la convalescenza continua. Sai la verit, conclude, il fatto che io ho un fisico bestiale, se no con quello che ho fatto nella vita sarei gi morto. Il segreto : recuperare. Si pu fare di tutto, ma poi bisogna recuperare al momento giusto. Ho scritto cose nuove, talmente venute bene che mi sono stupito io stesso. Quando usciranno? Non lo so e non lo voglio sapere perch fa parte della nuova vita, magari le metto cos su Fb, senza preaviso. E prima di allontanarsi dalla pazza folla che lo assedia dice, quasi sottovoce: A gennaio e febbraio ho passato il peggior periodo della mia vita. Ma una cosa certa, non succeder pi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Anteprima nazionale

Lo show

la Repubblica
SABATO 31 MARZO 2012

Arriva Diaz e a Genova si riapre la ferita


Affollata anteprima a Genova per Diaz il film sul G8 del 2001 di Daniele Vicari. Tra gli spettatori, insieme ai giovani dei centri sociali, i genitori di Carlo Giuliani e il sindaco Vincenzi.

Anche la Littizzetto per il debutto di Amici


C Luciana Litizzetto tra gli ospiti di Maria De Filippi ad Amici con Belen ballerina, su Canale 5 alle 21.10. In studio Aznavour, Christian De Sica, la Pellegrini, Scamarcio.

I 65

MARIA PIA FUSCO ROMA l Vangelo dalla parte delle donne. In Maria di Narazeth, la coproduzione internazionale per lItalia Rai Fiction e Lux Vide firmata da Giacomo Campiotti, autore della sceneggiatura con Francesco Arlanch, in onda su RaiUno in due puntate domani e luned sera, accanto alla storia di Ges, dalla nascita alla Passione, scorre quella di tre personaggi femminili simbolo. In un cast europeo, Alissa Jung Maria, la Madre, dedita e devota, Antonia Liskova Erodiade, creatura demoniaca, il Male assoluto, e Paz Vega Maddalena, la fragilit, la peccatrice capace di redenzione. Spagnola di Siviglia, figlia di un torero, Paz Vega entusiasta del personaggio, una donna di 2000 anni fa, eppure moderna, una che, dopo la morte della madre lapidata per adulterio, lascia Nazareth decisa a vivere la sua vita e, attratta dalla ricchezza e dal piacere, si prostituisce, entra nella corte di Erode. Ma il film anche la storia dellamicizia tra Maria e Maddalena, una licenza poetica, i Vangeli non ne parlano, ma possibile che siano cresciute insieme a Nazareth, poi hanno avuto destini diversi, le loro strade si sono divise. Si ritrovano quando, salvata da Ges dalla lapidazione, Maddalena sceglie di seguirlo fino alla fine dei suoi giorni. Che rapporto ha con la fede? Sono cresciuta in una famiglia cattolica, i miei genitori saranno contenti del film, nei miei primi

Paz Vega: Io, Maddalena divento amica di Maria


LATTRICE
Paz Vega; a destra, un momento di Maria di Nazareth di Campiotti

sazione fisica, uno stato mentale di benessere. Ora voglio il quarto figlio, poi magari il quinto, chiss. Orson, mio marito, mi guarda perplesso quando ne parlo, ma so che poi sar felice anche lui. vero che per loro ha scelto di vivere a Los Angeles? Mi piace che vivano in un melting pop culturale, mio marito del Venezuela, i bambini crescono con due lingue e abitiamo a West Hollywood, in una comunit di cinema piena di europei. Ma non ho mai abbandonato la Spagna, vado a Madrid spesso e ogni mattina per prima cosa guar-

REPUBBLICA.IT Su Trovacinema la guida ai film del weekend

Sexy

Spagna

Il cinema europeo essenziale per la mia crescita, in America mi offrono il ruolo di donna latina, sexy e passionale
due film li avevo sconvolti, apparivo nuda. Io per non sono praticante, ho un rapporto personale con la fede, credo nella gente, cerco Dio nelle persone. Non mi sono sposata in chiesa e non ho battez-

Seguo la realt del mio paese e in questo momento difficile vivo lansia di tutti gli spagnoli
ravo i figli un intralcio alla carriera, la perdita della libert. Poi sono rimasta incinta ed stata unesperienza cos bella ed emozionante che ho voluto ripeterla al pi presto. Posso dire che mi sono innamorata della gravidanza, la fase pi felice della vita, non una sen-

zato i miei figli, penso che il battesimo sia una scelta da adulti, decideranno loro quando saranno grandi. A 36 anni lei ha tre figli di 6, 4, e 2 anni... E pensare che finch non ho conosciuto mio marito conside-

do El Pais su Internet. Seguo la realt del mio paese e in questo momento difficile vivo lansia di tutti gli spagnoli. Lei nel cast del film su Machiavelli che si girer tra poco a Firenze. Le piace lavorare in Italia? Moltissimo, ho lavorato con registi meravigliosi, come i Taviani in La masseria delle allodole o Placido per Vallanzasca. Il cinema europeo essenziale per la mia crescita, in America in genere mi offrono lo stesso ruolo, la donna latina, sexy in commedia o passionale in tragedia. E io voglio essere unattrice completa.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica
SABATO 31 MARZO 2012

SPETTACOLI R2SPETTACOLI & TV

PER SAPERNE DI PI it.Wikipediait.wikipedia.org/wiki/Teresa_Mannino www.rosariofiorello.it

I 67

Ridere liberatorio quanto mi piacerebbe fare il giullare a Report


Teresa Mannino tra cinema e tv
Teresa Mannino in Buona giornata di Vanzina

SILVIA FUMAROLA ROMA ncora tre minuti poi basta, siamo daccordo?. Con Giuditta, tre anni, la figlia di Teresa Mannino, non si discute. Come parlantina e vivacit promette bene sorride lattrice palermitana, laurea in Filosofia, famiglia di medici, comica per vocazione. Fin da piccola mi chiedevano di raccontare le cose, facevo ridere. Mai sottovalutare una risata, liberatoria. Interprete di Buona giornata di Carlo Vanzina nei panni di una manager supertecnologica che senza Blackberry e pc perde il controllo della sua vita, la Mannino la protagonista di questa primavera tv. Ha chiuso il tour di Terrybilmente divagante a Catania (sar trasmesso su RaiDue il 10 aprile in prima serata). Dal 12 su Canale 5 andr in onda Benvenuti a tavola Nord vs Sud, la serie di Francesco Miccich ambientata in un ristorante di cui protagonista con Giorgio Tirabassi, Fabrizio Bentivoglio e Antonio Catania, e prepara uno show per La7. Sottile, gran chioma, autoironica curioso mix tra pragmatismo nordico e filosofia meridionale la Mannino una star di Zelig. Ma quando sono arrivata al Milano col mio ex marito racconta non pensavo di diventare attrice. Avevo 27 anni ma ero molto bambina. Un giorno davanti al Carcano ho visto un gruppo di ragazzi che usciva dalla scuola del teatro. Mi sono incuriosita. Ero la pi vecchia del corso. Mi sono buttata, ho fatto un provino a Zelig e mi hanno insegnato il mestiere. vero, rispetto ad altri la gavetta stata rapida. In Buona giornatala manager che interpre-

BENVENUTI A TAVOLA
Nella serie su Canale 5 fa la lavapiatti in un ristorante

TERRYBILMENTE DIVAGANTE
Su RaiDue il 10 aprile va in onda lo spettacolo teatrale hanno sempre ricambiato. Insieme a Sabina Guzzanti, Geppi Cucciari e Luciana Littizzetto, guida la riscossa delle ragazze: Non siamo tante, ma abbiamo ruoli importanti. In effetti su La7 sono tutte donne. La televi-

ZELIG
Adottata dal gruppo di Zelig agli inizi ha presentato Zelig off

ta si aggrappa alla tecnologia per milanesizzarsi. Perde lidentit per omologarsi, sbagliato. Dico sempre: Teniamoci il buono e il cattivo, io sono rimasta siciliana, pi moderata su certe cose. E non si montata la testa dopo che,

in uno spot, Raoul Bova la preferiva alla top model Madalina Ghenea. Il gioco era quello: un bello sceglie la pi simpatica piuttosto che la bellona gattamorta... Non so quanto sia vero nella realt, ma gli uomini che mi sono piaciuti

sione pura non lho mai fatta, minteressa la proposta della 7 per questo. Amo Indietro tuttae Quelli della notte: non ho lintelligenza di Arbore, ma il mio modello. La Littizzetto imbattibile e ha uno spazio perfetto: il ruolo del giulla-

re di corte osare. Io vorrei fare il giullare a Report, il riassunto della puntata per mia madre. Sono felicissima che Terrybilmente divagante vada su RaiDue, quando ho visto i camion Rai per le riprese, mi sono fatta la foto. Il teatro bello, puoi ricambiare labbraccio del pubblico. E la fiction Benvenuti a tavola? Con quel cast, da Bentivoglio a Catania, potevo solo imparare. E ho scoperto che Lorenza Indovina, siciliana, bravissima, amica di famiglia. A noi del sud capitano queste cose.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Lo spot

Nello spot Raoul Bova sceglieva me invece della bellona gattamorta Posso assicurare che con gli uomini non ho avuto problemi, ricambiavano
Lo show

Ho un progetto con La7 sogno un programma come Quelli della notte o Indietro tutta oggi fare buona televisione non facile

La curiosit

Lo showman, fan dei cinguettii, ha eliminato la pagina

Fiorello si cancella da Twitter la delusione dei follower


ROMA Sorpresa, Fiorello lascia Twitter. Cliccando sullaccount @sarofiorello, ora appare la scritta Questo utente non esiste. Sar un addio definitivo? Chiss. Intanto Fiorello a Verissimo (oggi su Canale 5 alle 15.30), confessa la nuova passione per i programmi di cucina: Li guardo tutti e poi cerco di copiare le ricette e confida: Non torno in tv ma prossimamente sar in radio. Il titolo del variet #ilpigrandespettacolodopoilweekendsispirava a Twitter con il cancelletto prima del nome, che indica gli argomenti di discussione. Fiorello aveva cinguettato circa cinquemila volte, la videorubrica delledicola era popolarissima, sono quasi 600mila i follower rimasti orfani. Ora che sparito dal social network, i post sono cos tanti che lhashtag #freefiorello in cima ai trending topics. Vari i commenti. Ciao Rosario, ora insegna agli altri vip come si cancella un account, Tutti quei followers... Che spreco... Poteva lasciarmene qualcuno!, mentre altri sono pi maliziosi: Chissenefrega. Non vedo dove sia il problema, E un bel giorno scopriremo che Fiorello luomo pi sopravvalutato del pianeta e al suo posto poteva esserci Giorgio Mastrota, Twitter per Fiorello stato solo un strumento di marketing ben utilizzato. Lultimo impegno su Twitter dello showman era stato per la liberazione di Rossella Urru.

ARTISTA
Rosario Fiorello ex fan di Twitter

la Repubblica
SABATO 31 MARZO 2012

R2PROGRAMMI
CANAL GRANDE DI ANTONIO DIPOLLINA SU MTV IL TALENT-SHOW RAP
HI lo immaginava un talentshow rappato, tutti nella gabbia e rime a perdifiato... Meglio fermarsi qui. E in fondo perch no, visto che Spit (su Mtv il venerd in prima serata) mediamente pi divertente dei talent normali, nellidentica proporzione con cui un qualunque brano rap consapevole pi divertente dellintera produzione sanremese degli ultimi dieci anni. Lambientazione in una vera gabbia, con pubblico urlante dietro alle reti metalliche. In conduzione c Mar-

PER SAPERNE DI PI ondemand.mtv.it/serie-tv/mtv-spit www.rai5.rai.it

I 69

MAIGRET Tornano le inchieste del commissario di Simenon. Lo sceneggiato con Gino Cervi e Andreina Pagnani and in onda tra il 1964 e il 1972. Primo titolo: Linnamorato della signora Maigret. Rai 5 22.45 RAI 1
6.00 Euronews 6.10 Da Da Da 6.30 UnoMattina in famiglia. Allinterno: Che tempo fa; 7.00-8.00-9.00 Tg1- Tg1 Focus; Tg1 Dialogo; 9.30 Tg1 L.I.S. 10.05 Rai Parlamento Settegiorni 10.55 ApriRai 11.05 Che tempo fa 11.10 UnoMattina Storie Vere 12.00 La prova del cuoco 13.30 Telegiornale 14.00 MixItalia 14.40 Le amiche del sabato 17.00 Tg1 Che tempo fa 17.15 A sua immagine 17.45 Passaggio a Nord-Ovest 18.50 LEredit 20.00 Telegiornale 20.30 Rai Tg Sport 20.35 Affari tuoi 21.10 Ballando con te - conduce Milly Carlucci 22.50 Tg1 60 Secondi 0.30 Di che talento sei? 1.15 Tg1 Notte Tg1 Focus 1.25 Che tempo fa 1.30 Cinematografo 2.30 Film: Il mio amico giardiniere - di J. Becker, con D. Auteuil, Jean P. Daroussin 4.05 Il commissario Rex - Tf 5.00 Da Da Da

racash, rapper di primo piano che come tutti ha anche un nome normale ma non conta. Ci sono i regolari giudici (tra cui J-Ax) e le votazioni. E quanto al talento dei giovani che scendono nellarena e si dimenano nei Contest o Freestyle o quello che , vale la regola solita, ci sono quelli bravi, i volenterosi e gli impresentabili. Il rap consapevole fatto dai pi svegli e informati, bravi a leggere anche i contenuti del web e non solo a trastullarsi coi socialcosi e compagnia.
RIPRODUZIONE RISERVATA

RAPPER
Marracash conduce Spit su Mtv

RAI 2
6.00 6.30 7.00 9.00 9.25 9.50 10.15 10.45 10.50 10.55 11.35 13.00 13.25 14.00 15.40 Cuori rubati Il Divertinglese Cartoon Magic Grani di pepe Summer Transylvania Lola e Virginia Sulla via di Damasco Meteo2 ApriRai Quello che Mezzogiorno in famiglia Tg2 Giorno Dribbling London Live 2.0 Tvm: La libreria del mistero - Segreti e nostalgie- di S. Bridgewater, con K. Martin Sereno variabile Tg2 Lis / Meteo2 Sea Patrol - Tf Lisola dei famosi - La settimana Lisola dei famosi - conduce Vladimir Luxuria Estrazione del Lotto Tg2 20.30 Castle - Tf Body of Proof - Tf Sabato Sprint Tg2 Tg2 Dossier Tg2 Storie. I racconti della settimana Tg2 Mizar / Tg2 Cinematine / Tg2 Achab Tg2 S, Viaggiare Tg2 Eat Parade Meteo2 Appuntamento al cinema

RAI 3
7.00 Fuori Geo 7.35 Film: Tutte le ragazze lo sanno - di C. Walters, con D. Niven, S. MacLaine 9.15 PaeseReale 10.15 Kingdom - Tf 11.00 Tgr BellItalia 11.30 Tgr Prodotto Italia 12.00 Tg3 - Rai Sport Notizie Meteo3 12.25 Tgr Il Settimanale 12.55 Tgr Ambiente Italia 14.00 Tg Regione Tg Regione Meteo 14.20 Tg3 14.45 Tg3 Pixel 14.50 Meteo3 14.55 Tv Talk 16.50 Tg3 L.I.S. 16.55 Istituzioni - Il Senato della Repubblica 17.45 Magazine Champions League 18.10 90 Minuto Serie B 18.55 Meteo3 19.00 Tg3 19.30 Tg Regione Tg Regione Meteo 20.00 Blob 20.10 Che tempo che fa - con F. Fazio 21.30 Ulisse: il piacere della scoperta. La conquista dei colori 23.30 Tg3 23.45 Tg Regione 23.50 Amore criminale Meteo3 0.50 Tg3 1.00 Tg3 Agenda del mondo 1.15 Tg3 Sabato notte 1.30 Appuntamento al cinema

CANALE 5
6.00 Prima pagina 7.55 Traffico / Meteo5 / Borse e monete 8.00 Tg5 Mattina 8.50 Loggione 9.45 Finalmente arriva Kalle - Tf 11.00 Film: Al momento giusto - di e con Giorgio Panariello, Gaia Gorrini 13.00 Tg5 Meteo5 13.40 Riassunto Grande Fratello 14.10 Amici 15.30 Verissimo - Tutti i colori della cronaca - con S. Toffanin 18.50 The Money Drop - conduce Gerry Scotty 20.00 Tg5 Meteo5 20.30 Striscia la notizia - La voce della contingenza 21.10 Amici. Conduce Maria De Filippo 0.30 Mai dire Grande Fratello 1.15 Tg5 Notte Meteo5 Notte 1.45 Striscia la notizia (r) 2.20 Tvm: La clinica tra i monti: ritorno del Dott. Daniel - di Udo Witte, con Anica Dobra, Erol Sander 41.5 War at Home - Sitcom 5.15 Tg5 Notte (r) Meteo5 Notte 5.45 Media Shopping

ITALIA 1
7.35 9.45 10.05 10.55 Cartoni Power Rangers - Tf Cartoni Film (animazione): Scooby-Doo e la leggenda del vampiro - di Scott Jeralds Cartoni Studio Aperto Meteo Studio Sport I Simpson - Tf Film: Ritorno al futuro parte III - di R. Zemeckis con M. J. Fox, C. Lloyd, Lea Thompson Tvm: Zoo Rangers in Sud America - di J. Nijenhuis, con T. Berge, P. Jane De Schepper, E. Genemans Bau Boys Studio Aperto Meteo Cartoni Film: La tela di Carlotta di G. Winick, con D. Fanning, K. Anderson, E. Davis Film: Striscia, una zebra alla riscossa - di F. Du Chau, con B. Greenwood, H. Panettiere, G. Bullock Film: Rudy maialino dispettoso - di P. Timm, con S. Koch, S. Von Kessel Studio Sport XXL Poker1mania Ciak speciale Media Shopping Baywatch - Tf Media Shopping

RETE 4
6.05 6.25 7.15 8.20 9.35 9.50 10.50 11.30 12.00 13.00 13.50 14.05 14.55 15.15 Tg4 Night News Media Shopping Magnum P.I. - Tf Vivere meglio LItalia che funziona Carabinieri - Tf Ricette di famiglia - con D. Mengacci Tg4. Allinterno: 11.55 Meteo Detective in corsia- Tf La signora in giallo - Tf Il Tribunale di Forum - Anteprima Sessione Pomeridiana del sabato Ieri e Oggi in Tv Tvm: Perry Mason - Il bacio che uccide - con Raymond Burr Monk - Tf Tg4. Allinterno: Meteo Tempesta damore The Mentalist - Tf Tvm: La vera eredit - di Y. Lanskaya, con J. Gedrick, L. Arens, T. Bosley, G. Davis Tg4 Night News Ieri e oggi in Tv - Special Raffaella Carr Show Film: La donna della luna - di V. Zagarrio, con G. Scacchi, L. Orlandini, Tim Finn Media Shopping Film. Adulterio allitaliana - di P. Festa Campanile

LA SETTE
06.00 Tg La7 meteo oroscopo traffico - Informazione 06.55 Movie Flash 07.00 Omnibus 07.30 Tg La7 10.00 Bookstore, conduce Alain Elkann 11.10 Prossima Fermata, conduce Federico Guiglia 11.25 I men di Benedetta, conduce Benedetta Parodi (r) 12.25 Imola, Italia - Superbike: Qualifiche - Superpole differita 13.30 Tg La7 - Informazione 14.05 Cuochi e fiamme, con Simone Rugiati 15.00 Imola, Italia - Superbike: Round 1 - Superpole - diretta 16.10 Jag - Avvocati in divisa - Tf 17.55 Movie Flash 18.00 L'ispettore Barnaby - Tf 20.00 Tg La7 20.30 In Onda, conducono Luca Telese e Nicola Porro 21.30 The show must go off, conduce Serena Dandini. In contemporanea su La7.it e Youtube 24.00 Tg La7 00.05 Tg La7 Sport 00.10 m.o.d.a., di Cinzia Malvini 00.50 Movie Flash 00.55 Film: Bhutto - di D. Baughman, J. O'Hara 03.05 Omnibus (R) 05.00 In Onda (R)

DEEJAY TV
14.30 14.35 15.00 15.55 16.00 17.00 17.45 18.00 18.55 19.00 20.00 20.30 21.00 23.45 1.30 Deejay Tg Lorem Ipsum Best of Via Massena 2 Best of Deejay Tg Rock Deejay Best of Deejay Hits Nissan Crosschallenge Deejay Hits Deejay Tg Dj Stories - Labels Believers Winter Deejay Music Club Romy & Michelle Dvj Deejay Night

12.20 12.25 13.00 13.40 14.10

16.15

MTV
10.10 11.50 12.40 13.30 14.20 15.10 16.00 16.50 17.40 18.30 19.20 20.20 21.10 22.00 22.50 0.40 2.10 Pop Up Video Jersey Shore Premiere: Jersey Shore Speciale Mtv News Diario di una Nerd Superstar My SuperSweet World Class Made Chelsea Settles: una vita XXL Teen Mom Disaster Date Mtv Spit Crash Canyon Pranked Ridiculousness: Veri American Idiots Cercasi Susan disperatamente Thirteen - 13 anni Only Hits

17.05 18.00 18.05 18.50 19.35 20.25 20.30 21.05 21.50 22.40 23.25 23.35 0.20 0.55 1.20 1.40 1.55 2.00

18.00 18.30 18.55 19.00 19.25 21.10

17.00 18.55 19.35 21.15 23.50

23.10 10.5 2.05 2.55 3.05 3.20 4.40

1.35 2.00 3.30

4.55 5.10

SKY

DIGITALE TERRESTRE

SATELLITE

[servizio a pagamento]

RAI

cinema mattina

cinema pomeriggio

cinema sera

cinema notte

I
6.10 6.30 6.35 7.20 7.45 8.05 8.50 9.35 10.20 11.00 11.50 13.15 13.55 15.30 15.50 16.35 17.20 18.05 18.55 19.40 21.10 22.50 0.30 2.05 2.10 3.45

RAI 4
Maddechea - Variet La situazione comica - Variet The Eleventh Hour - Serie Tv Entourage - Serie Tv 30 Rock - Serie Tv Mad Men - Serie Tv The Cleaner - Serie Tv Haven - Serie Tv Lost - Serie Tv Farscape - Serie Tv Film: A testa alta - di K. Bray, con The Rock, Neal McDonough Streghe - Serie Tv Film: Game of Death- di G. Serafini, con W. Snipes, G. Daniels Wonderland - Magazine Dead Zone - Serie Tv Survivors - Serie Tv Haven - Serie Tv Farscape - Serie Tv Battlestae Galactica - Serie Tv Sanctuary - Serie Tv Desperate Housewives - Siere Tv Film: Unthinkable - di G. Jordan, con S. L. Jackson Film: Senza apparente motivo - di S. Maguire, con M. Williams Appuntamento al cinema Braquo - Serie Tv Battlestae Galactica - Serie Tv

I
6.30 7.25 8.15 8.45 9.40 11.20 12.30 14.05 15.40 15.45 17.25 19.15 22.50 23.50 0.40 2.10 3.55

PREMIUM
Orgoglio - Tf Incantesimo - Soap 7 vite - Sitcom Don Matteo - Tf Fidati di me - Tf Ho sposato uno sbirro - Tf Il maresciallo Rocca - Tf Commesse - Miniserie Appuntamento al cinema La Omicidi - Tf Il commissario Manara - Tf Lo smemorato di Collegno - Miniserie Ho sposato uno sbirro - Tf Il Mestiere di vivere - Doc Delitti privati - Serie TV Lo smemorato di Collegno - Miniserie Aeroporto internazionale - Tf

09.35 La tenera canaglia - di J. Hughes Sky Cinema Family HD 10.10 Brevi amori a Palma di...-di G. Bianchi Sky Cinema Classics 11.40 Mona Lisa Smile - di M. Newell Sky Cinema Hits HD 12.10 Lost in Love - di U. Prasad Sky Cinema Passion 12.45 Lui peggio di me - di E. Oldoini Sky Cinema Comedy 13.00 Blow - di T. Demme Sky Cinema Max HD 13.40 Giochi di potere - di P. Noyce Sky Cinema Hits HD 13.45 Come lo sai - di J. Brooks Sky Cinema Passion 14.20 Mr. Beaver - di J. Foster

Sky Cinema 1 HD 15.40 The Truman Show - di P. Weir Sky Cinema Hits HD 15.50 Qualcosa di speciale - di B. Camp Sky Cinema Passion 16.05 Ti amo in tutte le lingue del mondo di L. Pieraccioni Sky Cinema Comedy 17.25 Tutta colpa dell'amore-di A. Tennant Sky Cinema Hits HD 17.50 Gandhi - di R. Attenborough Sky Cinema Classics 18.50 Il giocatore - Rounders - di J. Dahl Sky Cinema Max HD 19.10 Ratatouille - di B. Bird Sky Cinema Family HD 19.10 Carissima me - di Y. Samuell

Sky Cinema Passion 21.00 Il federale - di L. Salce Sky Cinema Classics 21.00 Il mio cane Skip - di J. Russell Sky Cinema Family HD 21.00 Detenzione illegale - di G. Hood Sky Cinema Max HD 21.00 Un incantevole aprile - di M. Newell Sky Cinema Passion 21.00 Amici di... letti - di J. Brady Sky Cinema Comedy 21.10 The Next Three Days - di P. Haggis Sky Cinema 1 HD 21.10 Forrest Gump - di R. Zemeckis Sky Cinema Hits HD 22.40 Quel pazzo venerd - di M. Waters Sky Cinema Family HD

22.40 Piccolo dizionario amoroso di G. Jenkin Sky Cinema Passion 22.45 Amore a prima vista - di V. Salemme Sky Cinema Comedy 22.50 Custer, eroe del West - di R. Siodmak Sky Cinema Classics 23.10 Saw VI - di K. Greutert Sky Cinema Max HD 23.30 Tutti al mare - di M. Cerami Sky Cinema 1 HD 23.35 L'uomo nell'ombra - di R. Polanski Sky Cinema Hits HD 00.20 Garfield - Il film - di P. Hewitt Sky Cinema Family HD 00.20 Notte folle a Manhattan - di S. Levy Sky Cinema Comedy

Neri Parenti, con P. Villaggio 19.20 Film: Il tulipano doro - di G. Krawczyk con V. Perez, P. Cruz, D. Bourdon 21.00 Film: Cose da pazzi - di e con V. Salemme, M. Casagrande, B. Izzo 22.40 Film: La mia pistola per Billy - di Ted Kotcheff con S. Barbara Allen, G. Peck 0.20 Film: Scandalo internazionale - di B. Wilder, con M. Dietrich, J. Arthur, J. Lund 2.20 Film: The Grudge 3 - di T. Wilkins con M. Knight, S. Smith, M. Straub, A. Horiuchi 3.50 Film: Hellraiser - di C. Barker con C. Higgins, A. Robinson, A. Laurence 5.25 Film: Sulle tracce del terrore - di T. Miike, con Y. Kudoh, B. Drago, M. Ito

I
12.15 13.15 14.15 15.05 15.40 16.35 17.30 18.00 18.30 19.00 19.50 20.45 21.15

RAI 5

sport
Knicks NBA Replica Sky Sport 2 HD 20.00 Sky Calcio prepartita Diretta Sky Sport 1 HD 20.00 Calcio: Osasuna - Real Madrid Liga Diretta, Dolby Digital Sky Supercalcio HD 20.15 Pattinaggio figurato: Donne Programma Libero CdM Diretta EuroSport HD 20.15 Calcio: Osasuna - Real Madrid Liga Differita Sky Sport 3 HD 20.45 Calcio: Parma - Lazio Serie A Diretta, Dolby Digital Sky Sport 1 HD 21.00 Tennis: ATP World Tour Masters 1000 Miami Replica Sky Sport Extra 21.15 Studio NBA Diretta Sky Sport 2 HD 21.30 Basket: Los Angeles Lakers - New Orleans Hornets NBA Diretta Sky Sport 2 HD 22.00 Tennis: Torneo WTA di Miami Replica Eurosport 2 22.00 Calcio: Barcellona - Athletic Bilbao Liga Diretta, Dolby Digital Sky Sport 3 HD 22.00 Calcio: Barcellona - Athletic Bilbao Liga Diretta, Dolby Digital Sky Supercalcio HD 22.30 Biliardo: China Open Replica EuroSport HD 22.45 Sky Calcio postpartita Diretta Sky Sport 1 HD 23.00 Golf: Sicilian Open PGA European Tour Replica Sky Sport Extra 23.30 I Signori del Calcio Replica Sky Sport 1 HD 00.00 Tennis tavolo: CdM a squadre Differita EuroSport HD 00.00 Night News Differita Eurosport 2 00.00 Basket: Una partita NCAA Finals Diretta Sky Sport 2 HD 00.00 Euro Calcio Show Diretta Sky Sport 3 HD

18.30 Tennis: Torneo WTA di Miami Diretta EuroSport HD 18.30 Bollettino Sportivo Differita Eurosport 2 18.30 Goal Deejay Replica Sky Sport 1 HD 18.30 Calcio: Aston Villa - Chelsea Premier League Diff. Sky Sport 3 HD 18.45 NBA Action Replica Sky Sport 2 HD 19.00 Curling: Svizzera - Svezia CdM Maschili Diretta Eurosport 2 19.00 I Signori del Calcio Sky Sport 1 HD 19.00 Rugby: Stormers - Bulls Super 15 Diretta Sky Sport Extra 19.15 Basket: Atlanta Hawks - New York

MOVIE

8.20 Film: Il meraviglioso paese - di R. Parrish con R. Mitchum, P. Armendiz 10.25 Appuntamento al cinema 10.30 Film: If Only - di Gil Junger, con J. Love Hewitt, P. Nicholls, L. Davenport 12.10 Film: Innamorarsi a Manhattan - di M. Levin con J. Hutcherson, C. Ray 13.45 Film: Arrivederci ragazzi - di L. Malle con G. Manesse, F. Racette, R. Fejito 15.30 Film: Il fantasma dellOpera - di J. Schumacher, con G. Butler, E. Rossum 17.50 Film: Fantozzi subisce ancora - di

Vite di moda Tropic of Cancer David Letterman Show Passepartout Case mai viste Wanted Ted Talks Readership Pop! Viaggio dentro una canzone Cool Tour Weekend Love/Lust Passepartout My Life with Men & Other Animals Teatro 22.55 Giallo in bianco e nero. Le inchieste del commissario Maigret 23.50 David Letterman Show

FOX
10.15 La signora in giallo Fox Crime HD 11.20 Sex and the City Fox Life 12.00 Law & Order - I due volti della giustizia Fox Crime HD 12.15 'Til Death - Per tutta la vita Fox Life 12.20 Genitori in blue jeans Fox Retro 13.00 I Simpson Fox HD 13.10 Il bello e la bestia National Geographic Channel 13.45 Law & Order: Criminal Intent Fox Crime HD 14.00 Touch Fox HD 14.15 La Tata Fox Retro 14.40 C.S.I. Miami Fox Crime HD 15.05 Private Practice Fox Life 15.10 Il ritorno di Colombo Fox Retro 15.55 Dog Whisperer National Geographic Channel 16.00 Tesoro, salviamo i ragazzi! Fox Life 16.30 C.S.I. Miami Fox Crime HD 17.00 S.O.S. Tata Fox Life 17.25 In Justice Fox Crime HD 17.50 How I Met Your Mother Fox HD 18.05 Moonlighting Fox Retro 18.15 Law & Order UK Fox Crime HD 18.45 Bones Fox Life 18.55 Indagini ad alta quota National Geographic Channel 19.00 Top Secret Fox Retro 19.10 C.S.I. Miami Fox Crime HD 19.35 I Griffin Fox HD 19.55 Megafabbriche National Geographic Channel 20.00 I Simpson Fox HD 20.00 Top Secret Fox Retro 20.30 Sex and the City Fox Life 20.55 La guerra dei Generali National Geographic Channel 21.00 White Collar Fox HD 21.00 Law & Order: Unit Speciale Fox Crime HD 21.00 Ghost Whisperer-Presenze Fox Life 21.00 Il Tenente Colombo (1968-1978) Fox Retro 21.50 Homeland - Caccia alla spia Fox HD 21.55 Law & Order: Unit Speciale Fox Crime HD 21.55 Ghost Whisperer-Presenze Fox Life 21.55 La culla degli dei National Geographic Channel 22.45 New Girl Fox HD 22.45 Sex Education Show Fox Life 22.50 Law & Order: Unit Speciale Fox Crime HD 22.55 Tab National Geographic Channel 23.00 Ellery Queen Fox Retro 23.05 The Cleveland Show Fox HD 23.40 Bones Fox Life 23.45 Whitechapel - Jack lo Squartatore Fox Crime HD

MEDIASET PREMIUM

cinema
17.45 The Clique - di M. Lembeck Premium Cinema Emotion 18.05 Superman - di R. Donner Studio Universal 19.15 Voci dallombra - di M. Pellington Premiun Cinema Energy 19.15 The Hours - di S. Daldry Premium Cinema Emotion 19.35 Faccio un salto allAvana - di D. Baldi Premium Cinema 21.15 Dogma - di K. Smith Studio Universal 21.15 Training Day - di A. Fuqua Premiun Cinema Energy 21.15 Cosa voglio di pi - di S. Soldini Premium Cinema Emotion 21.15 Alla ricerca dellisola di Nim J. Flackett Premium Cinema 23.20 Out of Time - di C. Franklin Premiun Cinema Energy 1.20 Sapori e dissapori - di S. Hicks Premium Cinema Emotion

I
09.10 10.50 10.50 11.15 12.30 12.40 13.00 14.30 14.35 15.10 16.50 17.00 18.40 19.30 20.25 21.15 21.15 21.15 22.00 22.55 23.15 23.15 00.30

intrattenimento
V - Tf Joi Dr. House - Tf Joi Covert Affairs - Tf Mya I nuovi eroi - Film Steel Friends - Sitcom Mya The Mentalist - Tf Joi Supernatural - Tf Steel Domani mi sposo - Tvm Mya Le furie umane del Kung Fu- Film Steel E.R. Medici in prima linea - Tf Joi V - Tf Joi Smash - Tf Mya Trust Me - Tf Joi Perturbazioni damore - Tvm Mya 4400 - Tf Steel Pretty Little Liars - Tf Mya Nikita - Tf Steel Suits - Tf Joi Rookie Blue - Tf Steel Smash - Tf Mya Michael Clayton - Film Joi It Crowd III - Tf Steel Covert Affairs - Tf Mya

8.30 Formula per un delitto-di B. Schroeder Premium Cinema 9.50 Intrigo a Berlino - di S. Soderbergh Premium Cinema Emotion 9.50 Moglie a sorpresa - di F. Oz Studio Universal 11.30 Profondo rosso - di D. Argento Premiun Cinema Energy 12.10 La banda di Jessie James di P. Kaufman Studio Universal 13.40 7 Dicembre - di J. Ford Studio Universal 14.10 Ti presento un amico - C. Vanzina Premium Cinema 14.15 Armato per uccidere - di R. King Studio Universal 15.30 Autumn in New York - di J. Chen Premiun Cinema Emotion 15.50 Parto col folle - di T. Philips Premium Cinema 17.00 La tempesta perfetta - di W. Petersen Premiun Cinema Energy

IRIS
9.50 Film: Prof. Dot. Guido Tersilli, primario della clinica Villa Celeste - di l. Salce, con A. Sordi 11.40 Film: Le comiche - di N. Parenti, con R. Pozzetto, P. Villaggio 13.30 Film: Il cavaliere di Lagardere - di P. De Broca con D. Auteuil 15.45 Film: Ritratto di signora - di J. Campion con S. Winters, J. Malkovich 18.30 Film: Lagguato - di R. Reiner con W. Goldberg, J. Woods, A. Baldwin 20.55 Film: Presunto colpevole - di P. Yates con J. Mantegna, D. Quaid 23.10 Film: Seven - di D. Fincher, con B. Pitt, M. Freeman

CIELO
10.00 11.00 12.00 13.00 14.00 14.30 15.15 16.00 18.00 19.00 20.00 21.00 22.00 23.00 00.00 Hell's Kitchen Masterchef USA Aiuto! Animali imbarazzanti Lo sapevate? Meraviglie moderne Sky Tg24 Giorno Affari di famiglia Il principiante The X Factor USA - Home Visit Aiuto! Animali imbarazzanti Hell's Kitchen Masterchef USA Dog Whisperer Affari di famiglia Most Dangerous Sky Tg24 Notte

REAL TIME
12.15 12.40 13.35 14.30 15.25 16.20 17.15 18.15 19.10 20.10 21.10 22.10 23.05 0.00 1.00 Cucina con Buddy Mamme che amano troppo Party Mamas Vendo Casa... Disperatamente Million Dollar Decorator Tabatha Mani di Forbice Abito da sposa Il boss delle torte Cerco casa disperatamente Cucina con Ale Fuori men Cucine da incubo USA Life Shock Malattie Imbarazzanti Chirurgia XXL

SPORT

la Repubblica
SABATO 31 MARZO 2012

I 70

Nou
DAL NOSTRO INVIATO ENRICO CURR CATANIA nche se la Barcellona fisicamente pi vicina al Milan, in questo momento, la cittadina in provincia di Messina, ieri sera, affacciati alla terrazza dellhotel con vista sul mare, Allegri e i giocatori scrutavano lorizzonte in direzione Camp Nou. Proprio per questo la tappa catanese nel periplo del Mediterraneo, che marted li porter a giocarsi in casa del Bara la qualificazione alla semifinale di Champions, contiene parecchie insidie: anzi, una vera trappola, contro la squadra pi sorprendente della serie A, finora prodigiosa nel girone di ritorno. Prosciugati appena tre sere fa di tante energie fisiche e nervose dalla gara di resistenza ai virtuosismi di Messi e dei suoi fratelli, i campioni dItalia sono inconsciamente gi concentrati sulla partita di marted, che lo 0-0 di San Siro ha reso equilibratissima. Il rischio concreto, dunque, quello di non avere recuperato abbastanza forze e di sottovalutare questa parentesi di campionato: oggi, se non si sapr autoimporre unadeguata attenzione, il Milan potrebbe smarrire lo scudetto in Sicilia. Non si tratta di una semplice questione di volont, ma di un fatto atletico: in 10 giorni, dal ritorno della semifinale di Coppa Italia con la Juve, durata pi di due

Dopo la grande fatica di mercoled per fermare Messi, arrivano quattro giorni decisivi per i rossoneri: stasera (20.45) i rischi in casa di Montella, marted il ritorno di Champions in Spagna

Cibali
IN FORMA
Nel girone di ritorno il Catania di Montella (foto) 2 con 19 punti Il Milan a 23

CAPOCANNONIERE
Zlatan Ibrahimovic, 30 anni, guida la classifica marcatori con 22 gol (nella foto una fase dellandata)

Il Milan e lo stress da scudetto a Catania con la testa al Bara


analoghi. Nesta e Seedorf sono rimasti a casa con Van Bommel, tuttora in forse per la trasferta catalana, e a Pato, che dopo la visita neurologica negli Usa ha scatenato due scuole di pensiero: gli ottimisti lo danno per abile e arruolato in Catalogna, gli scettici lo vedono ancora in malinconica quarantena. Oggi anche Boateng e Robinho andranno maneggiati con la massima cautela e tra i giocatori appena guariti soltanto Abate e Aquilani potranno essere utilizzati senza troppe remore. Gattuso ricomparir in panchina, con autonomia ancora ridotta. Se ne evince che gli undici di partenza, tra acciacchi, fatica e stress, non saranno al meglio. In Italia di solito basta, come dimostra il solido primo posto ottenuto giocando sempre con non meno di 8 importanti assenze. Per il Catania un avversario selvatico. Nella classifica del girone di ritorno secondo, a pari punti col Napoli e a 4 dal Milan. Montella il giovane allenatore pi celebrato della A. Lo Monaco, dirigente demiurgo di una squadra felicemente argentina, corteggiato dallInter, lui che era passato attraverso la celebre battuta di Mourinho (Lo Monaco chi? Io conosco il Monaco del Tibet, il Principato di Monaco, il Bayern Monaco e il Gran Premio di Monaco). Montella, che in gennaio

Allegri
STEFANO SCACCHI MILANO NA vittoria col piccolo Barcellona, come viene chiamata a Catania la squadra di Montella, per non abbattersi prima della seconda sfida in pochi giorni con loriginale blaugrana. quello che Massimiliano Allegri chiede ai suoi giocatori in campo oggi al Massimino. Adesso non ha senso parlare del Barcellona. Conta solo il Catania. Fare risultato in Sicilia incider molto su quello che succeder al Camp Nou. Non ho convocato Nesta e Seedorf perch erano stati fermi a lungo prima di giocare con i ca-

Turnover: Nesta e Seedorf a casa, Boateng e Robinho da utilizzare con cautela


ore, Allegri ha dovuto spremere quasi sempre gli stessi, perch lemergenza infortuni non ha concesso tregua. Cos il turnover rimasto una pia intenzione, ben al di l della dichiarazione dintenti di Galliani (noi schieriamo sempre la formazione migliore), volta a giustificare lazzardato impiego di Thiago Silva con la Roma e il relativo infortunio muscolare. Stavolta vietato correre rischi

Berlusconi non me le ha cantate gli ho dato le mie spiegazioni


talani. E Clarence era stato in campo 120 contro la Juventus. Non perch penso gi al Bara. Lo 0-0 nellandata dei quarti con i Campioni dEuropa lascia ancora qualche coda. Allegri non si scompone di fronte alle critiche di Berlusconi, ripreso dalle tv mentre si sfogava con Galliani in tribuna mercoled sera. A me non le ha cantate. Ieri ci siamo parlati come ogni settimana, anzi adesso ci sentiamo anche pi frequentemente. Lui mi chiede spiegazioni e io gli dico come la

Il tecnico: La Juve sa che se non vince questo scudetto, lanno prossimo sar pi dura
penso. rimasto contento della prestazione. Lo sono anchio anche se dobbiamo migliorare qualcosa. Ma quello che conta che prima di mercoled tutti ci davano per spacciati. Invece,

dopo landata, non lo siamo e possiamo andare a Barcellona a giocarcela fino allultimo. Con i catalani la sfida si surriscaldata anche per la polemica sulle condizioni del prato di San Siro, in particolare sul mancato innaffiamento prima del via. Milan e Inter cercheranno di risolvere questo problema. Sarebbe importante individuare un misto tra erba normale e artificiale per avere una superficie simile a quella di un terreno naturale. E, a proposito delle proteste del

Tennis

Serie B

Miami: ginocchio, ko Nadal si ritira. Murray in finale


MIAMI Rafael Nadal (foto) ha rinunciato alla semifinale del Masters 1000 di Miami, spiegando su Twitter che il ginocchio sinistro mi fa male e non mi permette di giocare. Mi dispiace per i miei fans, sia quelli presenti qui a Miami che quelli in giro per il mondo. In finale andato Andy Murray, che incontrer il vincitore di Djokovic-Monaco.

Il Verona vince ed secondo. Oggi Torino a Empoli


ROMA Il Verona batte 3-2 il Cittadella nellanticipo di B ed secondo: due gol di Gomez (foto) e uno di Tachtisidis, Marchesan e Di Nardo. Oggi, ore 15: Albinoleffe-Vicenza, Empoli-Torino, Grosseto-Sassuolo, Gubbio-Livorno, Juve Stabia-Varese, Modena-Ascoli, Padova-Crotone, Pescara-Bari, Sampdoria-Nocerina. Luned: Reggina-Brescia.

CATANIA MILAN
Carrizo Motta Legrottaglie Spolli Marchese Izco Lodi Almiron Barrientos Bergessio Gomez 20 11 6 3 12 13 10 4 28 18 17 32 20 25 5 77 18 23 22 28 11 92 Abbiati Abate Bonera Mexes Antonini Aquilani Ambrosini Nocerino Emanuelson Ibrahimovic El Shaarawy

Il personaggio

Arbitro: Bergonzi
ore 18: Sky Calcio 1, Dt Mediaset

Pi tattica, fatica e dialogo cos ci prova Stramaccioni


LInter riparte ancora dal debuttante, senza rivoluzioni
ANDREA SORRENTINO MILANO he inizi una micidiale stagione di giochi di parole, fuor di dubbio: nella speranza di non stramazzare per lo sfinimento, tirano gi parecchio Stramalo (lui), Stramala (lInter) e Stramali (i giocatori), ma una gragnuola di analoghe e pi complicate arguzie in arrivo. Laltra certezza che Andrea Stramaccioni, il coetaneo, ha trascorso i primi giorni da allenatore

PARMA LAZIO
Mirante Zaccardo Paletta Lucarelli Biabiany Morrone Valdes Galloppa Modesto Floccari Giovinco 83 5 29 6 7 4 17 8 23 11 10 22 29 20 3 26 24 11 87 8 6 18 Marchetti Konko Biava Dias Radu Ledesma Matuzalem Candreva Hernanes Mauri Kozak

Arbitro: Giannoccaro
ore 20.45: Sky Sport 1, Sky Calcio 1;Dt Mediaset

30a giornata
CATANIA-MILAN PARMA-LAZIO ROMA-NOVARA BOLOGNA-PALERMO CAGLIARI-ATALANTA FIORENTINA-CHIEVO INTER-GENOA LECCE-CESENA SIENA-UDINESE JUVENTUS-NAPOLI
oggi ore 18 ore 20.45 domani ore 12.30 ore 15

Giocatori strizzati in allenamento Zarate forse lunica novit domani a San Siro col Genoa
dellInter col febbrile entusiasmo del neofita che ha la grande occasione e non vuole fallirla, perch intimamente convinto di valere assai e di poterlo dimostrare: daltronde non capitato qui per caso, lui che ha voluto e cercato il caso. Domani in Inter-Genoa esordisce su una panchina di A, a 36 anni, anche se appena una settimana fa era alle prese coi diciottenni della Primavera. Guida lInter, da tutti ritenuta a fine corsa perch piegata dalla gloria e dallet media altissima, al punto che di 12 giocatori della rosa Stramaccioni praticamente coetaneo o gi di l. Inizia unavventura complicata, ma lui ne felicissimo. Arriva al campo intorno alle 8.30, e se ne va a pomeriggio inoltrato. Studia e cura personalmente lallenamento da proporre ai giocatori, poi si informa: ha visionato molti dvd delle partite dellInter e del Genoa, si confrontato coi dirigenti Branca e Ausilio, col consulente Bedin, col vice Baresi e col preparatore Rapetti. CerUna fase dellallenamento alla Pinetina

ore 20.45

La classifica
MILAN JUVENTUS LAZIO NAPOLI UDINESE ROMA CATANIA INTER ATALANTA BOLOGNA 63 59 51 48 48 44 42 41 (-6) 37 36 PALERMO CHIEVO CAGLIARI GENOA SIENA FIORENTINA PARMA LECCE NOVARA CESENA 36 36 34 34 33 33 32 27 24 18

DOPO QUATTRO MESI


A sin. Mauro Zarate. Largentino potrebbe essere rilanciato: in campionato non titolare dal 27 novembre a Siena. Sopra Andrea Stramaccioni in allenamento: a 36 anni debutta in panchina in A

ha prestato senza tentennamenti ad Allegri Maxi Lopez, promette che stavolta sar dura: A Milano peccammo di presunzione e perdemmo 4-0, non ricadremo nellerrore: abbiamo preparato bene la partita per tutta la settimana e il pubblico ci aiuter. Gli storici ricordano maliziosamente che lultima vittoria del Catania risale al 1963 e rievocano il 4-3 del 1961, quando nel Milan di Viani cerano Altafini, Trapattoni e Liedholm. Oggi c il capocannoniere Ibra, pronto al duello con Gomez e Bergessio. Non verranno marcati a uomo, ma Berlusconi difficilmente eccepir, in caso di vittoria, e chiss se qualcuno si lamenter delle zolle del Cibali.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il programma

Nellaltro anticipo insidia Parma per Reja


Senza vittorie da otto partite consecutive e con almeno un gol subito nelle ultime sette, il Parma ritrova in difesa Zaccardo, ma non avr Palladino e conserva dubbi sulla disponibilit di Mariga. Per Roberto Donadoni la serata della sua centesima panchina in serie A: Dovremo giocare ogni minuto senza superficialit, le sue parole. Opposto rendimento nei secondi tempi: la Lazio vi ha guadagnato 14 punti rispetto al 45, il Parma ne ha persi 10.

ca di curare ogni dettaglio e di informarsi su tutto, perch la serie A una bestia da maneggiare con cura e perch lui abituato cos: nella Primavera aveva anche un osservatore delle squadre avversarie (Catini, che lha seguito in prima squadra). Perfezionismo e ambizione devono avergli procurato qualche nemico alla Roma, che moll nel giugno scorso per lInter, infatti non tutti a Trigoria ne parlano con trasporto, ma la vi-

ta: comunque pare che domenica Montella, in teoria suo nemico a Roma, labbia chiamato per complimentarsi dopo la vittoria di Londra con i ragazzi interisti. In questi giorni il coetaneo ha sostenuto colloqui personalizzati coi giocatori, poi li ha strizzati in allenamento: sedute pi lunghe del solito, maggiore intensit (tempi di recupero pi rapidi tra un esercizio e laltro), due gruppi che si esercitano e un terzo che si dedica ad altro poi i gruppi ruotano, alternando le fasi di lavoro. Enorme attenzione alla parte tattica, e pettorine di tre colori diversi a seconda dei ruoli: distanze brevi tra i reparti e rapidit nei pas-

saggi sono le linee guida, oltre alla costruzione laterale dellazione, poi occorre far gol, sempre. I giocatori lo seguono con un certo entusiasmo, perch qui era di novit che cera bisogno, di qualcosa che interrompesse la noia: Ho le gambe pesanti ma sono contento, e ho voglia di venire allallenamento di domani, scappato di dire a uno degli anziani. Domani non ci saranno rivoluzioni in organico: i ragazzini della Primavera aspetteranno a lungo, Guarin e Sneijder non sono pronti, magari cambier il sistema di gioco (4-3-3 o 4-2-3-1) ma non gli interpreti, lunica vera novit potrebbe essere Zarate. Il gruppo sa che ormai il tempo degli alibi finito, che in questi due mesi molti si giocano prolungamenti di contratto o conferme e che Stramaccioni stato fortemente voluto da Moratti, quindi tutti in riga. Domani lesordio. Se stia nascendo una stella oppure no, lo capiremo nelle prossime nove partite. Ma ben vengano le novit, che ci tengono in vita.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Scommesse
Barcellona, non credo che innaffiando sarebbe cambiato molto. Non abbiamo bagnato perch si scivolava molto. Magari, se lavessimo fatto, avremmo trasformato in gol le occasioni avute, scherza Allegri mentre Guardiola torna sulla questione: Il campo era pessimo, ma non colpa n del Milan, n dellInter, n della Uefa. colpa di San Siro. Comunque abbiamo fatto 17 tiri in porta alla capolista italiana. Allegri fa una battuta anche sul duello con la Juventus: Non credo che a Torino sarebbero contenti di conquistare la Coppa Italia e arrivare secondi. Anche loro sanno che, se non se non vincono questo scudetto, l'anno prossimo faranno pi fatica.
RIPRODUZIONE RISERVATA

ALBERTO ABBATE ROMA a responsabilit oggettiva il fardello delle societ, una norma obsoleta e antica che contrasta con qualsiasi principio giuridico, tuona Claudio Lotito. Perch lo fa allindomani della convocazione della Procura Federale per Brocchi e Mauri? C lalone del calcioscommesse pure sulla sua Lazio: Ho lanciato lallarme un anno e mezzo fa, ho parlato di task force ricorda il presidente biancoceleste e di tintinnio di manette. S presentato due volte alla procura di Napoli. A Cremona per il Superpentito Gervasoni ha inguaiato Mauri,

Lazio nel mirino, Lotito si prepara No alla responsabilit oggettiva


un suo tesserato. La movida a Ponte Milvio con lamico Alessandro Zamperini, considerato il tramite degli zingari per le presunte combine di Lazio-Genoa e Lecce-Lazio, ha trascinato persino Brocchi nel vortice. Lotito non ci sta: Non si possono far pagare le persone solo per delle conoscenze. Stimo Brocchi e Mauri, le loro qualit morali. Lanno scorso sono stati in pellegrinaggio a Medjugorje. Venerd 13 dovranno invece confessarsi dal procuratore Palazzi: Ho parlato con entrambi svela Reja e sono di una serenit estrema. gi successo altre volte che certe situazioni si siano risolte in una bolla di sapone. La societ insomma si coccola i suoi centrocampisti: non un caso che nellultimo mese abbia prolungato i loro contratti insieme a quello di Biava per un altro anno. Un segnale forte (anche se in realt esiste la rescissione per giusta causa), nessuna paura? Il sistema va liberalizzato da questa palude della responsabilit oggettiva continua per a ripetere Lotito e non a caso sar allordine del giorno della prossima assemblea di Le-

ga. I club non possono tra laltro essere ostaggio delle tifoserie. Per gli ultimi buu razzisti, la Lazio rischia persino la squalifica del campo, una roccaforte nel 2012: 18 punti allOlimpico. Solo tre invece a Verona col Chievo lontano da casa: Avremo 5 trasferte, dobbiamo invertire la tendenza gi a Parma, ammette Reja. Al Tardini stasera ritrover la difesa titolare: Konko, Biava, Dias e Radu. A centrocampo Ledesma-Matuzalem; Candreva, Hernanes e Mauri dietro Kozak, favorito su Rocchi. Reja ha la pozione per la Champions: Non ce la faremo sfuggire come lanno scorso. Nessuna delle concorrenti ha la nostra voglia di centrare lobiettivo. Ora rabbia.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Claudio Lotito

la Repubblica
SABATO 31 MARZO 2012

R2SPORT

PER SAPERNE DI PI www.athletic-club.net www.fifa.com

I 73

Bielsa, orgoglio di Bilbao lAthletic vola in Europa


Largentino che piace a Moratti conquista la Spagna
ALESSANDRA RETICO
uomo appare educatamente ermetico, maniaco e votato al romanticismo. Nonostante il credo calcistico sia impregnato di positivismo: Il mio calcio in difesa semplice: corriamo tutti. Difendere pi facile che creare. Correre una decisione della volont. Creare necessita un indispensabile requisito: il talento. la grammatica pi articolata di Marcelo Bielsa, largentino nato 56 anni fa a Ro-

Lutto

Franco Mancini

1898 1941 1977


LA NASCITA FRANCHISMO
Nel 1941 Franco con un editto impose alla squadra di cambiare nome in Atltico Bilbao. Caduto il dittatore, il club ha continuato a ingaggiare solo calciatori baschi

FINALE UEFA
Nel 1956 gioca la sua prima partita in Europa, il miglior risultato nel 77 in finale Coppa Uefa persa con la Juve. Ora ha vinto landata dei quarti di Europa League

Le date storiche

LAthletic viene fondato a Bilbao nel 1898, prima squadra basca, da influenze inglesi. Milita nella Liga dallinizio, senza essere mai retrocesso, con 8 scudetti

Mancini choc morto a 43 anni il n.1 di Zeman


PESCARA stato il portiere del Foggia dei miracoli di Zeman. morto nella sua casa di via Gobetti a Pescara, per un malore improvviso, forse un infarto, Francesco Mancini, 43 anni, preparatore dei portieri del Pescara. Ieri mattina aveva diretto regolarmente lallenamento della squadra biancazzurra insieme al tecnico boemo, prima di rientrare nella sua abitazione, dove poi si sentito male intorno alle 17. stata sua moglie che, rincasando, lo ha trovato in gravi condizioni. Soccorso, deceduto prima di arrivare in ospedale. Originario di Matera, dove comincia a met anni 80 in C2, incrocia la strada di Zeman a Foggia, dove partecipa alla scalata fino alla serie A. Tra i pali rossoneri dal 1987 al 1997, con una breve parentesi alla Lazio. Poi al Bari, tre stagioni, quindi al Napoli dal 2000 al 2003. Gli ultimi anni in C, tra Pisa, Sambenedettese, Teramo, Salernitana e Martina, fino alla firma col Fortis Trani, Promozione pugliese, dove appende i guantoni al chiodo nel 2008. Da preparatore dei portieri debutta al Manfredonia in Seconda Divisione. Nellestate 2010 Zeman torna a Foggia e lo vuole nel suo staff, portandolo con s anche a Pescara. Abruzzesi oggi col Bari con il lutto al braccio e prima della gara ci sar un minuto di silenzio: Ma siamo confusi e senza parole.

Stasera El Loco sfida il Barcellona Guardiola: Unico Mou-Real, tensione su Casillas e futuro
sario, ohib come Messi, noto per gli infiniti monosillabi, per uninguaribile allergia comunicativa. Le cose pi che le parole, e le cose per lui sono una sola: il pallone. Lavora da quando ha 25 anni, in Sudamerica una specie di mito, Zanetti e Cambiasso precisano: un guru. Le giovanili in Argentina, brevissimo passaggio allEspanyiol, ct dei biancocelesti

LAthletic festeggia Fernando Llorente dal 98 al 2004 con oro olimpico, poi del Cile. Guida lAthletic Bilbao da luglio, il pi basco tra i baschi, almeno per temperamento autarchico, orgoglio, passione ideologica e la sua : il calcio. Con lui successo quello che non accadeva dal 77 a Los Leones, finale di Coppa Uefa contro la Juve (persa): brillare in Europa. Hanno eliminato il Manchester United agli ottavi in Europa League, poi lo Shalke 04 ieri laltro nellandata dei quarti con un 4-2 (doppietta di Llorente, lunico in nazionale) che mette di buon umore per il ritorno, il 25 maggio finale di Coppa di Spagna e con chi: il Barcellona. In mano sua ogni squadra migliora dice Pep Guardiola che fa lallenatore per colpa sua (e di Cruyff). Oggi lonore di incontrarsi al Camp Nou. Mentre Mourinho se la vedr con lOsasuna, anzi con le solite polemiche, stavolta col portiere Casillas, di cui smentisce rapporti tesi: Tutto ok tra noi. E ok anche col Real, niente City: Ho contratto di due anni. Guardiola va per la sua strada, quella di Bielsa: unico, il migliore al mondo. Il suo sistema poco comune nel calcio. Anzi un sistema pazzo (3-3-1-3), e pi che il modulo lui. Puntiglioso come Arrigo Sacchi, imbronciato come Dino Zoff, luomo rivelazione della Liga in questa stagione. A Moratti piace moltissimo, lo avrebbe voluto per rimpiazzare Leonardo, Bielsa fu molto lusingato e dunque disse no: aveva fatto una promessa. Ai baschi: Sono attratto dal vostro sentimento speciale, e romantico. Paese, radici, nessuno straniero. Solo i nati o i cresciuti nella cantera. Et media 23 anni. Lo sponsor sulla camiseta solo nel 2008. Questanno il meticcio: Jonas Ramalho, 19 anni, difensore, padre angolano madre rigorosamente basca. Gli piace questa appartenenza, a El Loco. Svariate bizzarrie nella sua biografia (letteraria?): lui con una Fiat 147 sfasciata in giro a caccia di talenti per i suoi Newells Old Boys (ne uscir Batistuta), lui che sveglia i genitori di un ragazzino da ingaggiare per sapere quanto alto (Mauricio Pochettino, 1.82 cm), lui con un campo di calcio a casa per le improvvise intuizioni, per lo pi notturne, cui i familiari, una moglie, due figlie e domestici, si sottomettono disponendosi sul prato, lui che guarda video e ai giocatori fa memorizzare 26 modi di rimessa laterale. Perch non c solo uno Special, ce ne sono dos.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Fifa

Un fondo di 75 milioni per assicurare i giocatori

Infortuni in nazionale risarcimento ai club


ROMA club hanno vinto e possono in un certo senso sorridere. Il comitato esecutivo della Fifa ha deciso che se un giocatore si infortuna con la propria nazionale durante un periodo protetto, la societ di appartenenza ricever un indennizzo economico, tramite unassicurazione. La sua entit dipender chiaramente dalla prognosi del giocatore e dal suo ingaggio: Si tratta di una grande novit che verr applicata in tutto il mondo, sia per le gare dellEtiopia che per quelle dellI-

Inghilterra

Dramma al Villa il capitano Petrov malato di leucemia


LONDRA Il capitano dellAston Villa e della nazionale bulgara, Stiliyan Petrov, 32 anni, malato di leucemia acuta. Il giocatore ha iniziato subito le terapie. Ha avuto la febbre dopo la partita contro lArsenal e le analisi a cui stato sottoposto hanno evidenziato la malattia scrive la societ in un comunicato, chiedendo privacy per il calciatore. Ci siamo mossi per aiutare lui e la famiglia. Petrov uno degli idoli di Villa Park: preso nel 2006 per 7,5 milioni dal Celtic, ha collezionato 185 presenze in Premier League. Prima dei 7 anni a Glasgow, era al Cska Sofia. Nominato miglior calciatore bulgaro nel 2003, detiene il record di partite (105) con la sua nazionale, di cui capitano dal 2010. Stiliyan mi ha chiamato unora fa per informarmi della malattia. Avremo altri esami domani a Londra e ne sapremo di pi. Spero che la malattia sia in una fase molto precoce, ha detto a radio Darik il medico della Bulgaria, Mihail Iliev. Tanti i messaggi di solidariet e auguri dopo lannuncio. Superer anche questo, ha un cuore di leone e, come membro della famiglia del Celtic, merita tutti i nostri migliori auguri e sostegno, ha detto Neil Lennon, suo ex compagno di squadra e ora allenatore della squadra scozzese.

Sepp Blatter, presidente Fifa

La novit in vigore da settembre Previsto un timeout se si gioca sopra i 31 gradi


talia ha esclamato il presidente Joseph Blatter. Un modo per evitare alle societ di subire danno e beffa. Cos invece ci sar solo il danno (in Inghilterra in realt i club hanno gi proprie assicurazioni). Per portare avanti questo progetto la Fifa ha deciso di stanziare circa 75 milioni di euro. Ma manca ancora lultimo ok. Prima che la nuova normativa entri in vigore, settembre prossimo, dovr essere approvata dal Congresso del Fifa che si riunir il 24 e 25 maggio a Budapest. Ma il responso positivo dovrebbe essere scontato. Sempre sulla salute dei calciatori, sono stati approvati i coo-

ling breaks, delle pause refrigeranti quando le gare si giocano a temperature superiori ai 31 gradi o in casi di estrema umidit. Si tratta di una breve pausa per tempo, tipo time-out nel basket. Mentre lesecutivo andato incontro alle richieste dei club per la stesura del calendario internazionale per il periodo 2015-2018, ha invece reso obbligatorio il rilascio dei giocatori Under 23 per la fase finale dei tornei olimpici. A cominciare gi dalle Olimpiadi di Londra. Lobbligo non riguarda i fuoriquota. Infine stato approvato il Comitato Etico bicamerale" con reparti separati, uno investigativo e laltro decisionale, per indagare e perseguire i casi di corruzione. E dopo gli scandali degli ultimi mesi non poco. (a.d.m.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica
SABATO 31 MARZO 2012

R2SPORT

I 74

PER SAPERNE DI PI www.carolina-kostner.it www.euroleague.net

Siena, addio allEurolega lItalia del basket sparita


STEFANO VALENTI
l Milan ha gi pescato il Barcellona, a Siena questo non accadr: sarebbe stato laccoppiamento di semifinale nella Champions dei canestri, ma il biglietto per Istanbul se l preso lOlympiacos, chiudendo la serie sul 3-1 e vendicando quanto accadde un anno fa. Perso pure uno degli americani, Thornton (frattura allanulare sinistro), il quarto atto della Montepaschi (sconfitta 69-76) stato zeppo dorgoglio. A differenza del terzo, dove s insinuato il peccato mortale della serie, assieme a gara1 persa in casa. La partita lo racconta bene quel che s letto sul tabellone ad ogni sirena: 21-21 alla prima, 3938 Siena a met, 55-54 ancora per Siena alla penultima. Le speranze erano tornate a gonfiarsi sul +5

Pattinaggio

11 ANNI DI DIGIUNO
Nessuna italiana alle finali di Eurolega, un trofeo che manca ormai da 11 anni. Nella foto, unentrata di McCalebb ieri contro lOlympiacos

firmato da Rakocevic (55-50 al 29) ma invece la penultima sirena trovava le contendenti sul 5455 ed equivaleva a raccontare unaltra occasiona sprecata. Pagata carissima ad inizio dellultimo quarto, quando lenergia dellOlympiacos emergeva, come del resto puntualmente in coda agli atti precedenti. Il parziale a

cavallo dei quarti diventava di 110 (da 50-55 a 61-55, al 33) ed i greci si ritrovavano in mano linerzia, con Hines, mentre McCalebb e Andersen sbagliavano limpossibile da sotto. Finalmente Lavrinovic si metteva a prender rimbalzi, e da quelli i quattro liberi che riaprivano la contesa, entrando negli ultimi cinque minuti (61-

59). Saggiungeva Andersen, ecco i punti della parit (a 61). Ma in tre minuti Spanoulis firmava un pesante 0-8 (69-61). Lultimo sussulto era di Zisis (69-64 a -140). Trovava pure il fallo da tre punti, dalla lunetta li metteva, Siena era ancora viva a 60 dalla fine (6972). Printezis sbagliava la tripla, ma andava a prendersi il rimbalzo sul quale Siena restava a guardare, purtroppo. Nei due episodi giocati ad Atene, lOlympiacos ha tirato 48 liberi e Siena appena 21, il dato dei rimbalzi non lascia spazio ai dubbi su chi abbia meritato (87 a 63), mettendoci dentro tutto. Siena con orgoglio puro, stavolta, ma fuori dallEuropa. E con lei tutta lItalia. Ad Istanbul, a giocarsi la Coppa dei Campioni, vanno Barcellona, CSKA Mosca, Olympiacos e la vincente di gara5 tra Panathinaikos e Maccabi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Carolina Kostner durante il programma corto di gioved

Mondiale, stasera le medaglie. La Kostner, terza, deve recuperare

Loccasione di Carolina Non fare la trapezista


DAL NOSTRO INVIATO EMANUELA AUDISIO NIZZA utto in una notte: sogni, carriera, futuro. Tutto in una manciata di minuti da frantumare con bellezza. Un bel respiro e via, con il sottofondo di Mozart, concerto n. 23. Una favola ghiacciata da far sciogliere con cuore caldo, per rendere la Costa Azzurra ancora pi azzurra. O stanotte o mai pi. Carolina Kostner si gioca loro del mondiale di pattinaggio artistico. terza, ma il libero la pu far sorpassare. Potrebbe essere il primo titolo per lItalia. Carolina ha 25 anni, alla sua decima partecipazione, non ne vuole pi tanto sapere di sacrifici on ice. A meno di una grande ricompensa che la spinga ad allungare il volo. Soffre

Lallenatore dei big Carroll: Perch attaccarla sempre? Ha qualcosa in pi, non cambi stile
troppo la gara e la tensione, stacca il cellulare e i contatti, come se volesse tornare bambina e pattinare solo per suo gusto e non per responsabilit. Da tempo per lei non pi per un gioco. Ricordatevi: sul ghiaccio si scivola, dice Frank Carroll, 73 anni, il guru americano che ha portato al successo Michelle Kwan, 5 titoli mondiali, e Evan Lysacek, oro olimpico. Carolina and da lui a Los Angeles per preparare Vancouver 2010 e fu un fallimento. Era abituata ad avere un allenatore tutto per s mentre io seguivo molti altri atleti, non stato facile per lei adattarsi, ci ha provato, e lItalia lha massacrata per le sue cadute olimpiche. Provateci voi a fare quelle cose sul ghiaccio, andava capita, non punita e disprezzata come unincapace. Non conta finire a terra, capita a tutti, conta rialzarsi e riprovarci. Lei lha fatto, si asciugata le lacrime ed ri-

partita. nata per pattinare, in una sola parola, ha classe, ma non sar mai una trapezista, non potete condannarla perch non una giocoliera del ghiaccio. Ho visto il suo programma corto e lho lapplaudita, lavessi votata io, sarebbe al primo posto, non c russa che tenga, Carolina ha qualcosa in pi. Tutti la criticano, me nessuno ne pu fare a meno. cambiata da Vancouver, ora ha pi consistenza. E pu arrivare alloro, la rimonta possibile. Ma ci deve credere e deve avere fiducia. Il mio consiglio: stai serena, non stravolgerti, fai quello che sai fare, non cercare per ansia e voglia di piacere di diventare quello che non sei. Gi, fosse facile: cercare di trovare un equilibrio invece di starci. Carolina pattiner per terzultima, dopo le due avversarie che la precedono in classifica e prima di unaltra giapponese, Akiko Suzuki, quinta, ma molto in forma e con una marcia in pi. Kostner avr il vantaggio di gareggiare sulla scia della russa Alena Leonova, 21 anni, prima, e della giapponese Kanako Murakami, 17enne, seconda. Nessuna di queste due ha mai vinto nulla di importante. Per loro deve recuperare 3,61 punti, ma dovr guardare anche dietro e stare attenta al ritorno dellex regina Mao Asada. Carolina indosser un abito-tuta grigio-argentato, disegnato da lei, e coperto da brillantini, di cui ha voluto ridurre la dimensione, perch il terrore di chi pattina di essere troppo pesante. E avr accanto il tifo della sua famiglia e del suo fidanzato, il marciatore, campione olimpico, Alex Schwazer (anche se i due danno il meglio quando laltro non c). Comunque lItalia non ha mai avuto nessuna come lei nel pattinaggio, n c unerede o un movimento. Troppo piccola ai Giochi di Torino nel 2006 per capire e ora qui troppo grande per tremare. Vero: lei una principessa che viene dal freddo, sente tutto troppo, e non di ghiaccio. Ma stasera servir lunghiata di una belva per portare a casa il prezzo di una vita.
RIPRODUZIONE RISERVATA

In breve Maradona
Smrz (Ducati), quarto Biaggi (Aprilia). RALLY Dopo il ritiro di Loeb, fuori anche le Ford Fiesta di Latvala e Solberg al rally del Portogallo: in testa Hirvonen. GOLF Delusione Manassero al Sicilian Open, valido per lo European Tour: eliminato al taglio dopo un doppio 72. BOXE Milano Thunder nella finale di Londra delle World Series di pugilato: a Baku bastato perdere 3-2. SCI Oggi le elezioni del presidente della Fisi (sport invernali): candidati Conci, Ghilardi, Noris e Roda. RUGBY Oggi (19.30 RaiSport2) Ospreys-Treviso.

Lite coi tifosi rivali per la compagna


DUBAI Maradona contro i tifosi dellAl Shabab, che insultavano la sua compagna Veronica Ojeda: Se te la prendi con la mia donna ti vengo a cercare anche in una moschea. Nello stadio di Riad, dove ha perso l'Al Wasl allenato da Diego, stato necessario l'intervento della polizia per consentire di lasciare gli spalti alla compagna del tecnico. SUPERBIKE A Imola, secondo Gp del Mondiale Superbike, pole provvisoria per

la Repubblica
SABATO 31 MARZO 2012

METEO

PER SAPERNE DI PI meteo.repubblica.it

I 75