Sei sulla pagina 1di 2

FIBRILLAZIONE ATRIALE (FA) AD ALTA FREQUENZA DI RISPOSTA

VENTRICOLARE ISOLATA STABILE

Triage.
Attribuzione del codice colore

Anamnesi :

Datazione della FA (parossistica, persistente, cronica, non databile)


Trattamenti in atto

Esame Obiettivo:

ECG
Parametri vitali
Segni di scompenso
Patologie associate

Esami di laboratorio:
Esclusione di cause secondarie di FA (intossicazione da farmaci, diselittrolitemie, IMA,
ipossiemia, anemia, etc..).

OBI

Posizionamento in letto monitorizzato, con controllo dei parametri vitali;

Fibrillazione atriale parossistica:

Paziente con età <75 anni, senza storia di malattia cardiaca o con cardiopatia e Fe
ventricolare sx conservata:

(propafenone bolo + mantenimento)  ripristino ritmo sinusale osservazione 4-6 ore e


dimissione
 persistenza FA ricovero cardiologia

Paziente con età>75 anni, Fe ventricolare sx depressa, BBsx noto, con multipatologie e/o
politrattamento farmacologico:

Valutazione cardiologia e trattamento conseguente  ripristino ritmo sinusaledimissione

Persistenza FA  ricovero o dimissione in base alla valutazione specialistica.

Fibrillazione atriale cronica con aumento della frequenza di risposta ventricolare:

controllo della frequenza di risposta ventricolare (digitale se sottodosata o discontinuata,


Verapamil)  dimissione

Fibrillazione atriale non databile ad alta frequenza:

Controllo della frequenza di risposta ventricolare (digitale, Verapamil)  anticoagulazione


 dimissione concordando la presentazione per tentativo di Cardioversione elettrica
presso cardiologia.