Sei sulla pagina 1di 4

ANALISI HISTOIRE DU SOLDAT

Alessandra Pipitone

Premessa Histoire du soldat rappresenta uno dei momenti più emblematici della scrittura
stravinskyana in cui i rapporti legati alla tonalità vengono a mancare, e dove si fa
spazio l’uso di nuove tecniche compositive, che vedono la preminenza di disegni
ritmici ben riconoscibili e sovrapposizioni di piani tonali differenti, a favore di
nuovi effetti sonori. Il ritmo è la struttura portante del brano. Più che parlare di
“temi musicali” preferirò definirli “motivi”, perché si assiste a un continua
deformazione di idee e materiali musicali.

Battute 1-4 Materiale tematico e aspetti melodici

Le prime quattro battute si caratterizzano come introduzione al motivo principale


(esposizione a batt. 6-18). Un inizio in forma dialogata tra le parti della tromba e
del trombone, che sfocia in una chiusura ben definita, supportata dall’ingresso del
clarinetto e del tamburo militare sul levare della quarta battuta e dal successivo
ingresso incisivo del violino e del contrabbasso.

Gruppo metrico e aspetti ritmici

L’incipit è strutturato con una frase binaria formata da una semifrase di proposta
A (prime due battute) e una semifrase di risposta B (seconde due battute) di natura
negativa in quanto non corrispondenti negli elementi ritmici.

Dinamica e agogica

La dinamica iniziale prevede un f deciso della tromba e del trombone e che


diventa sempre più corposo grazie agli ingressi successivi del clarinetto, delle
percussioni e infine del violino e del contrabbasso, i quali con uno sf ben
declamato, chiudono e aprono la prima sezione tematica del brano.

Orchestrazione e aspetti armonici

Queste prime battute si presentano con una struttura armonica che diventa più
densa man mano del succedersi musicale. Gli ingressi della tromba e del trombone
fungono da promotori della presentazione del tessuto armonico, quasi come
formula didascalica in cui preparare l’ingresso della voce (successivo): una sorta
di apertura del sipario e presentazione della scena.

[La natura armonica non risulta ben definita. Le sole battute 3 e 4 ci danno l’idea
di una risoluzione in un’armonia di Sol, caratterizzata dal pedale del contrabbasso
che reitera una formula cromatica pronunciando una cadenza dal sapore
consonante (Sol-Re), ovviamente non confermato e ricco di elementi lontani dalla
sua armonia effettiva (cluster di note all’ottava Re-Mi)].
ANALISI HISTOIRE DU SOLDAT
Alessandra Pipitone

Battute 4-18 Materiale tematico e aspetti melodici

Sul pedale cadenzato del contrabbasso viene esposto il primo motivo A,


omoritmico, in parte per moto contrario, che vede solisti tromba e trombone. La
voce (lettura ritmica) si accoderà sul diminuendo del primo inciso.

Gruppo metrico e aspetti ritmici

Il periodo è composto da due frasi irregolari di 7+7 battute. La frase di risposta è


di natura affermativa perché contiene gli stessi elementi ritmici della prima. La
chiusura del periodo presenta un primo nucleo irregolare che tende a scostarsi
dall’andamento per quarti (le due battute 16-17 in 3/8) e che si insinuerà sempre
più spesso nella struttura melodico-armonica del brano

Dinamica e agogica

La testa dell’esposizione è caratterizzata da un impulso descritto da un accento


intensivo posto sul tempo debole della sesta battuta, e che nel suo espletarsi della
prima frase tende a diminuirne l’intensità in relazione all’ingresso della voce.
Nella seconda frase riprende con la stessa energia ma stavolta entra in relazione al
continuum della voce creando una struttura cameristica di natura diatopica (stessa
idea e procedere ritmico con piccole differenziazioni). Si tratta di piccoli incisi “a
scomparsa” che ritroveremo anche più avanti.

Orchestrazione e aspetti armonici

Questo primo ingresso tematico, per quanto armonicamente supportato da soli tre
strumenti, risulta ben declamato e deciso, specie per la scelta timbrica degli
strumenti (tromba e trombone) che per l’indicazione dinamica datane in partitura
(f) fin dalla sua introduzione.

Battute 18-21 Materiale tematico e aspetti melodici


Due battute di fagotto con una ritmica marziale fanno da cerniera all’esposizione
del motivo B, in contrasto con l’idea A, proposto dall’ingresso della tromba con
una figurazione melodica di quartine di semicroma (ascendenti e discendenti)*.
*Questo disegno lo troviamo proposto, a breve, in diversi momenti e da strumenti diversi, spesso
leggermente variato rispetto a questa prima esposizione.

Gruppo metrico e aspetti ritmici

Interessante la scelta del cambio di metro dal 2/4 al 3/8, che infonderà maggiore
carattere all’espressione motivica B, sull’inesorabile continuum del tactus del
contrabbasso.
ANALISI HISTOIRE DU SOLDAT
Alessandra Pipitone

Dinamica e agogica

Sul pedale in p del fagotto e del contrabbasso, inesorabile in sf entra la tromba.


Violino e contrabbasso sottolineeranno quest’ingresso accentato con un pizzicato
anch’esso in sf.

Orchestrazione e aspetti armonici

L’orchestrazione assomiglia a una presentazione di solismi a sé stanti: il fagotto


nel suo definirsi ritmico, la tromba nella sua esposizione melodica di piani tonali
differenti. A breve tutti questi elementi sfoceranno in una commistione dialogica.

Battute 22-43 Materiale tematico e aspetti melodici

Gruppo metrico e aspetti ritmici

Dinamica e agogica

Orchestrazione e aspetti armonici


ANALISI HISTOIRE DU SOLDAT
Alessandra Pipitone