Sei sulla pagina 1di 12

Perosi

Concerto per pianoforte e orchestra


Suite per orchestra Venezia
Umberto Battegazzore pianoforte
Orchestra del Teatro Regio di Torino
Donato Renzetti direttore

Amadeus
REGISTRAZIONE INEDITA
DAL VIVO

booklet CD0217_AM.indd 1 12/01/17 16:56


Lorenzo Perosi
(Tortona, 1872 - Roma, 1956)

Concerto per pianoforte e orchestra


1 Mosso (15:12)
2 Andante (11:43)
3 Vivo (11:06)
Composizione 1916
Organico 2 flauti, 2 oboi, 2 clarinetti, 2 fagotti, 4 corni,
3 trombe, 3 tromboni, trombone basso,
timpani, archi, pianoforte

Suite n. 2 Venezia (da Otto Suites per orchestra)


4 Molto Mosso (13:56)
5 Adagio (10:39)
6 Presto (12:42)
Composizione da Otto Suites per orchestra (1907-1911); n. 2 Venezia (1907)
Organico ottavino, 2 flauti, 2 oboi, corno inglese, 2 clarinetti, 2 fagotti,
4 corni, 3 trombe, 4 tromboni, timpani, archi

Umberto Battegazzore pianoforte


Orchestra del Teatro Regio di Torino
Donato Renzetti direttore

booklet CD0217_AM.indd 2 12/01/17 16:56


guida allascolto
Perosi
Concerto per pianoforte e orchestra
Suite per orchestra Venezia

di Carlo Gandolfi

L
e certo non frequenti incursioni
sinfoniche di don Lorenzo Perosi,
celebrato autore sacro e liturgico,
didatta e riformatore dei canoni musicali
ecclesiastici, furono pressoch ignorate dai
contemporanei, attratti dai fasti dei suoi pi di rivedere o distruggere i suoi manoscritti,
popolari oratori, neglette dallo stesso autore, cosa che incoraggi linterdizione e il rico-
sempre ossessionato dal giudizio del pubbli- vero, dopo i quali ritrov un certo equilibrio
co e dalla sensazione di inattualit del suo ma non le vette artistiche di inizio secolo.
stile, e quindi presto dimenticate dai posteri. Nel 1916 il male incombe gi prepotente
Estranea ai generi delezione del composi- sullattivit di Perosi, il quale tuttavia non
tore, questa musica per emblematica per perde la facilit e la velocit nel comporre,
il suo secondo periodo creativo, segnato da cifre della sua tecnica, consegnando accan-
rovinose manie di persecuzione fino a gravi to a pi chiari sintomi maniacali, come i
episodi di delirio nei quali millantava astru- Duecento pezzi per clarinetto e pianoforte,
se ascendenze, adottava dieta, calendario e un Concerto per pianoforte e orchestra che
grammatica di sua invenzione e minacciava sposa ecletticamente suggestioni prove-

booklet CD0217_AM.indd 3 12/01/17 16:56


nienti dai suoi modelli dichiarati (Verdi e successiva proposta pi incalzante degli ar-
i veristi, Chopin e Debussy) a peculiarit chi, anchessa non sviluppata dopo arpeggi
pi personali, come la rinuncia al solismo e trillo sospesi del pianoforte e timida do-
marcato e virtuoso a favore di una forte manda delloboe. Il solista prende allora
coesione tra le parti. La proliferazione te- liniziativa e trova finalmente il secondo
matica e la prodiga giustapposizione di idee tema su cui incardinare la dialettica del mo-
a scapito di un loro sviluppo preciso e ordi- vimento: un languido trillo che si abbando-
nato d interessanti indizi su questo modus na alla melanconia di una scala discendente.
operandi e il suo inasprimento al vacillare Emerge quindi il Perosi pi sentimentale ed
della salute del compositore. Ancorato no- emotivo, che non lesina facili progressioni,
nostante tutto a forme e formule del passa- sostenute da unorchestrazione funzionale
to, evidente la brama di modernit, offu- che gestisce la tavolozza sonora colorando
scata dalle sue paure, nella stratificazione di di volta in volta il tema di un timbro diffe-
materiali e tensioni diverse, ricercando una rente. Nuova sezione in minore di natura
difficile coerenza interna, ma velando cos percussiva con fioriture del pianoforte alter-
di anonimato le caratteristiche pi spicca- nate e sovrapposte a staccati, ostinati e ribat-
te (e lodate) del suo stile, che faceva della tuti, su cui viene innestato, dopo il ritorno
semplicit una bandiera. della prima idea tematica, il secondo tema,
Il primo movimento del Concerto Mos- in un climax appassionato che culmina con
so 1 incorpora subito queste linee guida lentrata di timpani e tromboni. La tensione
alternando la lapidariet dellesordio in la non fa in tempo a distendersi che ecco pro-
minore con scale di ottave del pianoforte rompere la falsa ripresa dellintroduzione,
sulla pi classica delle cadenze che sanci- che insiste ingannevole su un lontano do
sce inoppugnabile la tonalit dimpianto, a minore. Il carosello dei diversi motivi torna
una tranquilla prima idea tematica indeci- con piccoli sviluppi e variazioni e laggiunta
sa tra il maggiore e il minore. Un episodio di un sipario interrogativo ricorrente, fino a
misterioso e furtivo, che vede lentrata in un tetro tappeto di pizzicati e quartine degli
scena dei legni, episodio rimane, e cos la archi che sembrano mettere in campo le en-

booklet CD0217_AM.indd 4 12/01/17 16:56


nesime novit, ma invece clarinetti e fagotti dellintroduzione preparano il centro pul-
riportano il secondo tema e le progressioni sante del movimento (e del concerto): le-
con una diversa ripartizione delle voci, da mozionante ritorno del tema principale su
ultima quella romantica delle trombe. Sul un delicato controcanto di violoncello solo.
medesimo tappeto di pizzicati incalza con Latmosfera giocosa del successivo svilup-
unaltra finta il tema percussivo, interrotto po torna seria con il motto dellintrodu-
dalla (se)vera ripresa dellintroduzione, per zione, che il solista tenta di movimentare
distendersi dopo vaghe reminiscenze in un e portare in maggiore, ma lentusiasmo si
celeste mi maggiore. spegne subito con un debole accordo dei
Il solista fluttua sulle note della triade di re legni che rimanda allinizio del movimen-
minore tra sospiri di sapore verdiano nelle to. Unultima rapsodia del pianoforte su
prime pagine dellAndante 2. Il lirismo di cui si sovrappone il motto trasfigurato in
un suo tema raccolto e intimo, che passa sensuale richiamo del violoncello solo si
poi ai legni su rapide pennellate di archi e pone a sua eterea conclusione.
pianoforte, sconfina nei lunghi accordi dei Anche la prima area tematica del Vivo 3
fiati su un vibrante sfondo di terzine osti- si divide tra pi spunti creativi: una fan-
nate degli archi e trilli e arpeggi del piano- fara festante a pieno organico e un moti-
forte, per intonare poi un canto nostalgico vo pi ritmato, accentuato e rapido, chio-
indugiante su una nota tenuta che a partire sati classicamente da un solo dellintera
dagli archi attraversa lorchestra. Il piano- sezione ottoni. Come in un rond, torne-
forte torna in superficie riconducendoci al ranno entrambi pi volte, sottoposti in-
minore dellintroduzione, da cui derivano sieme agli altri temi al consueto processo
i rapidi sussurri che accompagnano i suoi di variazione e sovrapposizione delle
mesti arpeggi di mordenti, fino alla defini- parti che Perosi mutua dalla sua espe-
tiva riaffermazione del tragico motto ini- rienza improvvisativa organistica. Si av-
ziale scandito da oboi, corni e pianoforte. vicendano quindi zone fondate su diversi
Momenti impressionistici di sospensione motivi, alternando istanti riflessivi ad
estatica e ulteriori innesti di frammenti altri appassionati fino al ritorno del ma-

booklet CD0217_AM.indd 5 12/01/17 16:56


teriale del ritornello. La sezione succes- della sua produzione sacra (non per niente
siva funziona allo stesso modo, con un vant qualche esecuzione documentata e,
nobile dialogo tra solista e orchestra, due pare, di successo).
brevi trii in minore e quindi di nuovo il Lo si nota subito nel Molto mosso 4, che
ritornello, sempre pi arricchito da fram- gode di unorchestrazione pi oculata e
menti del nuovo materiale appena pre- coloristica che sfrutta lampio spettro dei
sentato e da improvvise cadenze e cambi timbri, soprattutto dei fiati, non dovendo-
di tono. Una terza sezione si apre solenne si preoccupare di un ingombrante solista.
e tragica con le sue note puntate, per poi Un ondeggiante clarinetto introduce la
rasserenarsi e preludere a un ritornello prima delle numerose progressioni, vero
che recupera tutto quanto esplorato, con marchio perosiano, sul motto interlocuto-
rinnovati tocchi di impressionismo rave- rio puntato; loboe quindi intona il tema
liano in una progressione climatica che si vero e proprio che elabora il motto spo-
risolve con la fanfara iniziale e una breve stando laccento in levare, su un limpido
coda dal finale vagamente modale. sfondo di ribattuti, che insieme alle sinco-
La Suite per orchestra n. 2 Venezia, par- pi caratterizzeranno lintero movimento.
te di un ciclo di otto pezzi dedicati a citt Un calmo secondo tema risale lorchestra,
italiane dal Perosi esperto turista sempre curiosamente titolato Litanie di Tortona
bramoso di nuove mete, pur sacrificando in partitura, unico rimando extra-testuale
intenti programmatici non risparmia fre- presente, con i due motivi di cui com-
schezza e pathos; il 1907 del resto vede il posto che si alternano in una struggente
compositore accusare i primi segnali di rot- progressione fino al Tutti, al breve ritor-
ta ma resistere, forte dellenorme consenso no del primo tema e ancora del secondo,
tributatogli. Significativo laccostamento variato. Dopo un misterioso incupimento
con il Concerto per pianoforte, pagina pi che si protrae fino a un accordo di corni
oscura e contorta, che lascia intravedere un che anticipa il finale, si riparte dal clari-
Perosi giovanile e ispirato, lineare e sereno netto dellinizio, esplorando nuove con-
in quella che invece una vera propaggine figurazioni e incastri e amministrando

booklet CD0217_AM.indd 6 12/01/17 16:56


sapientemente il materiale a disposizione A partire da un motto di quattro note,
senza nuove sorprese. La coda rafforza che puntegger lintero movimento, le
questidea di galleggiamento statico con altrettante voci degli archi sviscerano
lappassionata onda che aveva dato il via soggetto e controsoggetto, opposti a un
al movimento e che si infrange su uno sta- interlocutorio tema legato proposto dai
bile scoglio di ottoni e timpani. fiati. Dialogando tra loro, spesso in pro-
LAdagio 5 una grande aria col da capo, gressione e interrotti solo da un momento
pane quotidiano di Perosi, che infonde nei quasi bandistico, lasciano quindi la scena
temi espressivi dei fiati solisti tutta la can- al corposo divertimento, che cambia il
tabilit di cui maestro. Loboe e quindi il passo in terzine su un pizzicato di archi e
fagotto espongono trasognati due motivi, su cui viene costruito lirrinunciabile cli-
ripresi dai violini e impreziositi da contro- max perosiano con un primo exploit degli
canti degli altri fiati. La seconda parte in- ottoni, gi generosi e a volte abusati nei
vece dominata dagli ottoni: unorchestra- momenti maggiormente drammatici degli
zione sempre sobria e quasi cameristica oratori. Un rallentando placa i fervori e
mantiene il carattere lirico mentre prepara introduce una sezione di sviluppo dove i
limmancabile crescendo al fragoroso Tut- temi dellesposizione e del divertimento,
ti, accompagnato da uno sfondo ostinato con altri squilli di tromba, si intrecciano
di terzine. Cos anche il da capo, ulterior- e modulano, fino a una tranquilla ripre-
mente abbellito, come da manuale, qui sa del secondo tema che sembra avviarci
con pizzicato dei bassi e ritorni motivici alla conclusione. Ma il ritorno del diver-
nelle altre voci che infine trionfano chiu- timento con stretti sempre pi incalzanti
dendo il movimento sulla cellula iniziale riserva una sorpresa: in un rasserenato
della seconda parte. maggiore, violoncelli, viole e ottoni can-
Cavalcando spavaldo la sua inattualit, tano il tema dellAdagio in un crescendo
Perosi d sfoggio delle sue doti di con- che alla fine recupera pure londa iniziale
trappuntista recuperando nel Presto 6 la del Molto mosso, concludendo ciclica-
tradizione ottocentesca della fuga finale. mente in gloria il pezzo.

booklet CD0217_AM.indd 7 12/01/17 16:56


gli interpreti
Umberto Battegazzore

I
nizia lo studio del pianoforte a 4 Craiova, e Petra Neams, in Kazakistan
anni, ereditando larte musicale dal- nella capitale Astana, a Petropaulovsk e
la nonna, allieva di Ettore Pozzoli. a Almaty, in Thailandia a Bangkok, in
Ancora giovane ottenne lusinghieri ri- Indonesia a Bali e Jakarta, in Giappone
conoscimenti dal grande soprano Rena- al Bunkaikan di Tochigi.
ta Tebaldi e dalla celebre didatta Maria Alcune emittenti europee hanno tra-
Golia. Suoi maestri Giuseppe Binasco e smesso sue registrazioni e la Radio
Marcella Crudeli; si perfeziona a Parigi Vaticana ha mandato in onda la prima
allcole Normale de Musique con il esecuzione pubblica della Fantasia Ro-
massimo dei voti. mantica per pianoforte e orchestra di
Vincitore di diversi concorsi, intrapren- Alberico Vitalini con lOrchestra Sin-
de ancora giovane unintensa carriera fonica Filarmonica di Tirana.
pianistica suonando in tutta Italia e Vincitore del Premio Guido Gozza-
allestero; in Russia si esibito al Con- no, la Regione Piemonte gli ha confe-
servatorio di Mosca, a Parigi alla Salle rito lOrfeo dOro alla carriera accan-
Cortot, a Brianon, a Montecarlo, in to a nomi quali Roberto Bolle, Fiorenza
Germania a Berlino, Sprenberg, Hei- Cossotto, Franca Mattiucci e Magda
delberg e Lipsia, in Svizzera a Zurigo, Olivero con la seguente motivazione:
Lugano e Berna, in Austria a Vienna e Porta in alto lonore del Piemonte nel
Salisburgo, in Spagna al Festival Cho- mondo. LAccademia Europea di Lo-
pin di Maiorca e a Minorca, , in Grecia sanna lo ha nominato Professore Eme-
ad Atene, a Rodi e a Heraklion, in Tur- rito e Accademico Onorario.
chia a Istanbul, in Bulgaria alla Filar- Il 2 giugno 2014 stato insignito della
monica di Vidin e a Sofia, in Romania Croce di Cavaliere al Merito della Re-
al Conservatorio di Bucarest, alla Fi- pubblica Italiana del Presidente Giorgio
larmonica di Bacau, Timisoara, Valcea, Napolitano.

booklet CD0217_AM.indd 8 12/01/17 16:56


Orchestra del Teatro Regio di Torino


lerede del complesso fondato Noseda, ha tenuto trionfali tourne in
alla fine dellOttocento da Arturo Giappone, Cina, Europa (Spagna, Fran-
Toscanini, sotto la cui direzione cia, Germania, Austria, Gran Bretagna,
vennero eseguiti numerosissimi concerti Russia, Finlandia, Svizzera), Stati Uniti
e molte storiche produzioni operistiche, e Canada.
quali la prima italiana del Crepuscolo Intensa lattivit discografica: tra le
degli dei di Wagner e le prime assolute di produzioni video, sono di particolare
Manon Lescaut e La bohme di Puccini. interesse Medea, Edgar, Thas, Adriana
Nel corso della sua lunga storia ha di- Lecouvreur, Boris Godunov, Un ballo in
mostrato una spiccata duttilit nellaf- maschera, I Vespri siciliani, Don Carlo,
frontare il grande repertorio cos come Faust e Aida. Tra le incisioni pi recen-
molti titoli del Novecento, anche in pri- ti, tutte dirette da Noseda, figurano il cd
ma assoluta, come Gargantua di Cor- Fiamma del Belcanto con Diana Damrau
ghi e Leggenda di Solbiati. Si esibita (Warner Classics / Erato), recensito dal
con i solisti pi celebri e alla guida del New York Times come uno dei 25 mi-
complesso si sono alternati direttori di gliori dischi di musica classica del 2015,
fama internazionale come Roberto Ab- due cd verdiani con Rolando Villazn e
bado, Ahronovi, Bartoletti, Bychkov, Anna Netrebko e uno mozartiano con Il-
Campanella, Gelmetti, Gergiev, Luisot- debrando DArcangelo (Deutsche Gram-
ti, Oren, Pid, Sado, Steinberg, Tate e mophon); Chandos ha pubblicato Quat-
infine Gianandrea Noseda, che dal 2007 tro pezzi sacri di Verdi e due cd dedicati
ricopre il ruolo di Direttore musicale a composizioni di Petrassi. Per Fon ha
del Teatro Regio. registrato la Sinfonia n. 2 di Mahler.
Numerosi gli inviti a festival e teatri stra- Il Regio lunico teatro italiano presente
nieri; negli ultimi anni il Regio, sempre su The Opera Platform, la piattaforma di-
con la direzione del maestro Gianandrea gitale europea dedicata allopera.

booklet CD0217_AM.indd 9 12/01/17 16:56


Donato Renzetti

D
opo aver studiato a Conservatorio quali la London Philharmonic, London
G. Verdi di Milano, si distinto Sinfonietta, English Chamber Orche-
in importanti Concorsi Internazio- stra e Philharmonia di Londra, BRT di
nali quali il Diapason dargento al Concor- Bruxelles, RIAS di Berlino, Capitole de
so Gino Marinuzzi di Sanremo nel 1975 Toulouse, Orchestra National de Lyon,
e 1976; sempre nel 1976 si aggiudicato il Filarmonica di Tokyo, Filarmonica di
Premio Ottorino Respighi allAccademia Buenos Aires, le Orchestre RAI di Mila-
Musicale Chigiana di Siena, nel 1978 la no, Roma, Torino e Napoli, lAccademia
medaglia di Bronzo allErnest Ansermet Nazionale di Santa Cecilia e lOrchestra
di Ginevra e nel 1980 risulta il Vincitore del Teatro alla Scala.
assoluto del X Concorso Guido Cantelli La sua discografia comprende opere di
del Teatro alla Scala. Mozart, ajkovskij, Schubert, Cherubini
Da allora la sua carriera non ha avuto so- e Mayr, i dvd della Figlia del reggimento
sta, alternando lattivit sinfonica a quella al Teatro alla Scala, della Cenerentola al
operistica, esibendosi nei maggiori teatri Festival di Glyndebourne e di un concer-
lirici in Italia e nel mondo: Opra di Parigi, to alla guida dellOrchestra della Tosca-
Covent Garden di Londra, Grand Thtre na con Egmont di Beethoven, la Sinfonia
di Ginevra, Capitole de Toulouse, Opra Scozzese di Mendelsshon e il Doppio
de Lyon, Opra di Montpellier, Opera di Concerto di Brahms (con Giuliano Car-
Bonn, Opera di Monaco di Baviera, Teatro mignola e Mario Brunello). Ha registrato
So Carlos di Lisbona, Megaron di Atene, per diverse case discografiche e con la sua
Coln di Buenos Aires, Lyric Opera di orchestra la Filarmonica G. Rossini linte-
Chicago, Opera di San Francisco, Opera di grale delle Sinfonie di Rossini.
Detroit, Dallas Opera, Metropolitan e Car- Insignito di numerosi premi, da trentanni
negie Hall di New York. anche docente in Direzione dorchestra
Ha collaborato con orchestre prestigiose, allAccademia Musicale Pescarese.

10

booklet CD0217_AM.indd 10 12/01/17 16:56


Amadeus
n. 327 (02/2017)

Periodico registrato al Tribunale di Milano 186/19-03-1990


2017 Circolo Anspi Radio Pieve
2017 Bel Vivere s.r.l.

Direttore responsabile Gaetano Santangelo


Responsabile artistico Andrea Milanesi
Grafica e impaginazione Dario Codognato

Registrazione dal vivo 23 settembre 2016,


Cattedrale della Vergine Maria Assunta e San Lorenzo, Tortona (a cura di BartokStudio)
Ingegnere del suono Raffaele Cacciola
Tecnico del suono Claudio Gattuso
Mastering BartokStudio, Bernareggio (MB)

Si ringraziano la Diocesi di Tortona, la Citt di Tortona, la Fondazione Cassa di Risparmio di Tortona,


il Teatro Regio di Torino, la Famiglia Orionina, la societ storica Pro Iulia Derthona
e L Associazione Amici della Musica Tortona

Sulla custodia Donato Renzetti,


in copertina: Donato Renzetti e lOrchestra del Teatro Regio di Torino
(foto di Andrea Cavalli)

N.B.: possibile scaricare questo booklet in formato digitale


all'indirizzo www.amadeusonline.net/books/201702.pdf

booklet CD0217_AM.indd 11 12/01/17 16:56


Amadeus

Lorenzo Perosi
(Tortona, 1872 - Roma, 1956)

Concerto per pianoforte e orchestra


1 Mosso 15:12
2 Andante 11:43
3 Vivo 11:06

Suite n. 2 Venezia (da 8 Suite per orchestra)


4 Molto Mosso 13:56
5 Adagio 10:39
6 Presto 12:42

Umberto Battegazzore pianoforte


Orchestra del Teatro Regio di Torino
Donato Renzetti direttore

AM 327-2
NON IN VENDITA SEPARATAMENTE DA AMADEUS T.T.: 76:13

booklet CD0217_AM.indd 12 12/01/17 16:56