Sei sulla pagina 1di 1

OVAIE

LISTA GUIDA:
_ grandezza: le ovaie normali hanno la forma all'incirca di una mandorla e misurano cm 3×2×1.
_ posizione: la loro sede può essere variabile, infatti esse non sempre sono adiacenti al fondo uterino ma, soprattutto quando l'utero è molto
lateralizzato, si possono trovare al di sopra del fondo o posteriormmente al corpo, prolassate nel Douglas. Quando le ovaie sono in sede atipica,
il loro riconoscimento è comunque possibile in quanto si può distinguere la tipica struttura dell'ovaio, quasi sempre caratterizzata dalla presenza
di qualche follicolo; questo ne agevola molto + che in passato il riconoscimento, evitando quindi di confondere le ovaie con fibromi sottosierosi
o con le strutture muscolari delle paretipelviche.
_ aspetto: l'aspetto delle ovaie si modifica nelle diverse fasi del ciclo mestruale:
_ Nella 1^ fase del ciclo, sotto l'influenza dell'FSH più follicoli (di circa 5mm di Ø) iniziano la loro maturazione, ma 1 solo di essi la completa
(follicolo dominante), ingrandendosi anche molto velocemente nelle ultime ore prima dello scoppio fino a raggiungere diametri, poco prima
dell'ovulazione, di 2-2.5cm, in stretta correlazione con l'elevazione dei livelli ematici di estradiolo e del picco di LH.
_ subito dopo l'ovulazione il follicolo perde l'aspetto di struttura rotonda perfettamente anecogena e si riduce di volume. Alla fase dell'ovulazione
può associarsi il reperto di una piccola falda liquida nel Douglas.
_ in fase luteinica il corpo luteo è meno riconoscibile in quanto presenta un aspetto ipoecogeno dovuto al processo di organizzazione dello
stravaso ematico e della cavità e non ha, contrariamente al follicolo, margini netti. In quest'ultima fase diventa evidente nell'utero
l'accentuazione degli echi endometriali che spesso assumono una caratteristica configurazione ad "occhio di bue" nelle scansioni trasversali
(area esterna ecogena: miometrio; area più interna ipoecogena: congestione vasale; zono centrale iperecogena: muco e secrezione nel canale
endometriale) e che producono a volte un rinforzo posteriore.
_ massa (eventuale tumore, cisti)
CISTI SEMPLICE: le cisti ovariche, se voluminose, tendono ad accrescersi verso il cavo del Douglas lateralizzando l'utero in senso opposto,
oppure al di sopra dell'utero stesso.