Sei sulla pagina 1di 7

Xaxa Alessia 3F

LE GRANDI POTENZE DEL 600


1.1 I CONTRASTI RELIGIOSI ALL'INTERNO DELL'IMPERO
Nel 600 le principali potenze europee furono in lotta tra loro per
anni,lo scontro pi importante fu la guerra dei trent'anni(16181648),questo scontro coinvolse quasi tutti gli stati del continente ma
ebbe il proprio epicentro in Germania,questo conflitto venne anche
chiamato guerra tedesca. Nel 1500 i pricipali fattori di tensione erano i
beni ecclesiastici,con la pace di Augusta si era stabilito che i beni
confiscati prima del 1552 non dovessero essere restituiti al clero.La
clausola denominata reservatum ecclesiasticum dichiarava che i
principi ecclesiastici cattolici ,in caso di conversione avrebbero dovuto
rinunciare alle proprie terre.Donauworth una citt in cui la pace di
Augusta aveva permesso la presenza di un monastero
cattolico,quando i monaci chiesero di poter organizzare una
processione il governo protestante lo neg e si rivolse all'imperatore
Rodolfo I I d'Asburgo,il quale chiese al duca di Baviera di punire i
protestanti.Per contrastare ci nel 1608 fu fondata guidata da
Massimiliano di Baviera.I problemi iniziarono a sorgere quando la
nuova politica fu estesa alla Boemia,per una lega degli stati protestanti
guidati da Palatinato,nel 1609 gli avversari fecero una lega cattolica
evitare una guerra civile era stato necessario concedere ampia
tolleranza alla religione riformata.
2.1 L'INIZIO DEL CONFLITTO
Mattia d'Aragona ,re di Aragona,regn fino al 1619 e fu sostituito da
Ferdinando I I,entrambi erano determinati a ridurre all'obbedienza i
nobili.In Boemia la fede pi diffusa era il calvinismo che non aveva
ricevuto alcun riconoscimento dalla pace di Augusta.Tra il 1617-1616
Ferdinando censur tutte le opere stampate a Praga e viet ai non
cattolici l'accesso alle maggiori cariche pubbliche,i nobili cechi si
ribellarono al sovrano.Nel 1618 ci fu la defenestazione di Praga,dove
due delegati imperiali vennero buttati dalla finestra del palazzo
reale.La corona fu affidata a vari pricipi europei e venne affidata a
Federico V del Palatinato.Per reprimere la rivolta Boema l'impero

venne aiutato finanziariamente dal papato e militarmente dalla


Spagna.Ferdinando 2 con un esercito di 25.000 si reco a Praga,a capo
dell'esercito imperiale era il conte Tilly.Ventisette nobili protestanti
cechi furono giustiziati e i loro campi furono venduti ai cattolici,uno di
questi speculatori fu Albrecht Von Wallestein che divenne governatore
di Praga. La crisi coinvolse tutti i maggiori Stati tedeschi,nel 1625
scese in campo il re di Danimarca ,l'imperatore autorizz Wallenstein
ad arruolare un nuovo tipo di milizia mercenaria.Le novit del sistema
introdotto da Wallenstein consisteva nel fatto che tutti gli oneri per il
sostenimento dellesercito,venivano addossati alle terre che esso
attraversava.Ogni villaggio che lesercito incontr nel suo percorso fu
costretto a piegarsi a questo sistema delle contribuzioni .I soldati
saccheggiavano le citt per rendere pi semplice il passaggio delle
truppe di Wallenstein.Nel 1629 la Danimarca usc dal conflitto,a
questo punto limperatore Ferdinando 2 si sent sufficientemente forte
per emanare leditto di restituzione dove diceva che la Pace di Augusta
valeva solo per i firmatari della confessione di Augusta,i calvinisti
erano considerati eretici.Nellintero paese 500 conventi e monasteri
furono restituiti alla chiesa ma non ai loro vecchi proprietari ma ai
gesuiti.

1.3 Gustavo Adolfo di Svezia


Molti principi cattolici guardarono leditto con preoccupazione perch
temevano che esso unito allesercito di Wallenstein fosse linizio di un
attacco.Nel 1630 Ferdinando fu costretto a sciogliere il suo esercito
perch accusato di aver vietato la libert tedesca cio di essere
andato contro ai diritti e alle prerogative dei principi.Nel 1629 lintera
Germania era sottomessa allimperatore,egli sognava che la Germania
diventasse una posizione egemonica nel cuore dellEuropa,il suo
progetto comprendeva il controllo del Baltico che era controllato dalle
potenze dei protestanti.Nel 1630 fu Gustavo 2 Adolfo a bloccare il
progetto di Wallenstein,la sua preoccupazione era che un impero cos
forte guidato da un sovrano dotato di un inedito potere decisionale
potesse intervenire con gli interessi svedesi del baltico.Il suo esercito
era completamente diverso da quello imperiale,ci troviamo davanti al
primo caso di coscrizione obbligatoria ,introdusse lo schieramento tattico in
questo modo potenzi in numero di soldati che nel quadrato erano
dotati di armi da fuoco e snell il quadrato.Preoccupati da questa
potenza militare i tedeschi vedevano Augusto Adolfo come un

pericolo,dopo il saccheggio a Megdeburgo da parte dei soldati


imperiali i protestanti tedeschi si schierarono con il re di Svezia.Nel
1631 ilre di svezia i cattolici a Breitenfeld.Nel 1632 i due eserciti si
scontrarono a Lutzen dove morirono 12.000 uomini,Wallenstein si
ritir e il re di Svezia mor in battaglia.Axel Oxenstierna ,Wallenstein
cerc di condurre la propria politica ma venne accusato di tradimento
e fu ucciso nel 1634.

1.4 La guerra tra Spagna e Olanda


La Spagna era intervenuta a sostegno delle forze imperiali,la rivolta
dei Paesi Bassi nel 1566 aveva portato alla nascita della Reppublica
delle Province Unite,contro questultima la Spagna aveva condotto
una guerra per circa 30 anni,nel 1609 si era giunti a un armistizio ,allo
scadere della tregua la Spagna decise di aprire ostilit nei confronti
dellolanda.Nel 1621 lobiettivo della Spagna era quello di ottenere
una pace pi onorevole capace di salvare la reputazione della
monarchia.In Olanda aveva preso il sopravvento la corrente favorevole
allo scontro con la Spagna e i sostenitori pi moderati furono costretti
a dimettersi o furono arrestati.

1.5 Le difficolt della Spagna


A gestire la guerra contro lOlanda fu il duca di Olivares, fu lAtlantico
il teatro di questo scontro,per colpire il nemico nelle sue colonie
americane fu fondata la compagnia olandese delle indie
occidentali,modellata sulla sua gemella Compagnia delle indie
orientali.Il nuovo sistema coordino le operazioni di pirateria e di
preoccup di conquistare le terre in America da cui fu possibile
importare canna da zucchero in Olanda,nel 1628 il corsaro Piet Heyn
cattur lintera flotta spagnola,per lOlanda questa vittoria signific un
bottino di 8 milioni,iniziarono a praticare la guerra di corsa nel Baltico
e nel Dunkerque,i successi furono tali che il prezzo del legname
aument de 50 per cento.Nel 1642 fu catturato il convoglio che
trasportava pelliccie di zibellino ad Amsterdam.I costi della guerra
risultarono eccessivi rispetto agli interessi in gioco,il governo spagnolo
arriv alla bancarotta.Per racimolare il denaro fu necessario
aumentare le imposte,questa decisione fu presa senza consultare gli

organismi rappresentativi,si cre un profondo malcontento.In Spagna


in Catalogna e a Napoli si arriv alla rivolta aperta nei confronti del
governo spagnolo,i ribelli nel 1647 riuscirono a ottenere
lannullamento delle tasse pi gravose,ma il loro leader,Masaniello
venne ucciso 10 giorni dopo.

1.6 La fase francese e la pace di Westfalia


Dal 1624 al 1642 la Francia fu governata da cardinale Richelieu il
quale amava la monarchia francese.Il cardinale riteneva che la
partecipazione francese alla guerra tedesca era indispensabile,egli
incontr numerosi ostacoli nel suo percorso come la regina,che
riteneva che fosse immortale schierarsi al fianco di potenze
protestanti.Nel 1625 scoppi la rivolta degli ugonotti.Venne assediata
la roccaforte calvinista essa fu espugnata nel 1628..Richelieu viet
che la citt fosse saccheggiata e promise agli ugonotti piena libert di
culto.Lesercito francese ebbe il suo pi brillante successo nel 1643 a
Rocroi, i contendenti erano sempre pi stanchi e arrivarono alla pace
di Westfalia,segn la fine del disegno di chi avrebbe voluto unificare
politicamente la germania.Il potere dellimperatore fu limitato ai soli
possedimenti della casa dAustria.Per la Spagna la guerra fin nel 1659
quando la Francia firm la pace dei Pirenei.

1.7 La Francia di Mazzarino


Il cardinale italiano Giulio Mazzarino si trov davanti a problemi che
assillavano la monarchia di Madrid,tra il 1620 e il 1650 la tassazzione
aument di 6 volte,questo provoc lo scoppio di ribellioni e sommosse
disorganizzate,in certi casi furono guidate da potenti come nella
Fronda quando i rivoltosi cacciarono da Parigi Luigi X I V ,il significato
storico della sconfitta consiste nella definitiva disfattadelle aspirazioni
dellaristocrazia francese.

2 LEGEMONIA ECONOMICA
DELLOLANDA
2.1 Le basi della supremazia olandese
Dai 1620 Amsterdam e Olanda divennero il centro delleconomia
europea,fino ad allora erano Genova e Venezia,Bruges e Anversa il
centro delleconomia.Fino al 1620 larea legata al mediterraneo aveva
diretto il gioco mentre il sud aveva dovuto rincorrerlo ,da X VI I Isecolo
la situazione si ribalt .Dal 1750 Londra divenne il centro
delleconomia mentre lolanda si avviava al dominio del
mondo,lattivit che permise allOlanda fu la pesca alle aringhe.Nel
400 i marinai olandesi costruirono il cosiddetto haringbuis ,questa
nave-fabbrica permetteva di allontanarsi sempre pi alle spiaggie
olandesi,questa pesca venne chiamata grande pesca.A fianco di
questa pesca vi era la pesca del merluzzo a partire dal 1585 gli
olandesi divennero abili cacciatori di balene.

2.2 Il commercio Olandese in Europa


Il ricavato dalla grande pesca e dalle attivit di minore entit venivano
rivendute in tutta lEuropa insieme ai prodotti tessili,erano prodotti
poco elaborati e venivano venduti alle popolazioni povere della
Germania.La possibilit di poter importare senza difficolt grandi
quantit di cereali liber lagricoltura olandese dallesigenza di
coltivarli.Gli olandesi si specializzarono nella coltivazione di
lino,canapa,luppolo e piante utili per la produzione di coloranti,furono
ottimi coltivatori di tulipani.Amsterdam divenne il maggiore centro di
distribuzione di grano in tutta lEuropa.LOlanda riusc a compiere un
ottima metodica di drenaggio di argento spagnolo.

2.3 Il commercio con lOriente e la potenza navale


I principali avversari degli olandesi furono i portoghesi,Filippo I I aveva
imposto ai portoghesi la dominazione spagnola,gli olandesi
attaccarono i possedimenti portoghesi in Asia,si fecero sempre pi

decisi a prendere il posto dei portoghesi,dalla met del 600 gli


olandesi restarono gli unici importatori di spezie in Occidente.Poich i
manufatti europei non furono apprezzati dagli orientali lacquisto delle
spezie e degli altri prodotti venivano pagati in argento.Le navi
olandesi erano prodotte in maniera industriale.

2.4 Lo scontro con portoghesi e inglesi


Gli olandesi cercarono di espellere i portoghesi dal Brasile dove
coltivarono la canna da zucchero,gli olandesi volevano sottomettere le
regioni saccarifere.Il dominio olandese in brasile non fu mai stabile e
solido.Nel 1651 vennero impiegati 20.000 schiavi neri nella
produzione saccarifera.A met del 600 lOlanda era un egemonia
mondiale.Tra i pi efficaci dobbiamo ricordare gli atti di navigazione
emanati dal parlamento inglese.Il parlamento ordin che le merci
importate in Inghilterra fossero trasportate da navi inglesi,gli olandesi
risposero con la guerra che esplose a due riprese,nella prima fase ci fu
la sconfitta olandese, mentre nel secondo conflitto le Province Unite
vennero saccheggiate.Nel 1667 ci fu il trattato di Breda dove gli
inglesi accettarono che le merci prodotte in Germania venissero
importate in Inghilterra su navi olandesi.

3 CALVINISMO E CAPITALISMO
3.1 Il concetto di economia-mondo
Leconomia-mondo un termine coniato che non significa economia di
mondo,si tratta dellindividuazione di unarea geografica,di un
universo economico caratterizzato da 3 aree collegate tra loro,Braudel
chiama centro delleconomia mondo una citt che attrae le merci pi
richieste e le distribuisce nei mercati.Intorno al centro troviamo la
fascia intermedia molto importante per la ricchezza del contro e la
fascia pi periferica sottosviluppata.Nel caso olandese intorno al 1650
Amsterdam era il centro lEuropa occidentale era la fascia intermedia
e certe isole produttrici lestrema periferia.Leconomia mondo di
Amsterdam non fu la prima a comparire ma fu la pi grande.

3.2 i mercanti olandesi e il calvinismo


Il sistema che ruotava intorno a Amsterdam pu essere definito
capitalismo con questo termine indichiamo un contesto politico in cui
abbondano risorse economiche.Il legame tra riforma protestante e
capitalismo stato sostenuto da Max Weber.Weber puntava la sua
attenzione al centro della fede calvinista,si poneva il problema sulla
conoscenza del proprio destino.Per placare la propria angoscia al
fedele calvinista non rest che scrutare ogni aspetto della sua vita.Il
calvinista diventa secondo Weber lindividuo produttivo per
eccellenza,al giorno doggi la tesi di Weber non piu accettata da
nessuno.

3.3 La tolleranza religiosa


Hugh R Trevor Roper not che molti imprenditori olandesi erano di
origine flaminga e possono essere considerati calvinisti,la loro
adesione alla fede fu la conseguenza della loro fuga dalle Fiandre,in
molti casi si trattava di uomini religiosi che avevano una sensibilit
erasmiana da Erasmo da Rotterdam.Gli erasmiani rifiutavano di
considerare il loro stato laici inferiore a quello dei monaci.La Gheldria
era lo stato dove il calvinismo veniva professato nel modo pi rigido.In
tuttto il territorio della Repubblica i calvinisti non superarono il 55 per
cento.Grazie a questa situazione Amsterdan divenne,nel 600 uno dei
pi importanti centri di produzione libraria dellintera Europa,oltre che
il rifugio di tutti i filosofi e i dissidenti perseguitati nei loro paesi.