Sei sulla pagina 1di 9

Armand-Jean du Plessis de Richelieu

1
Armand-Jean du Plessis de Richelieu
(FR)
Savoir dissimuler est le savoir des rois.
(IT)
Saper ingannare la conoscenza dei re.
(Richelieu, da Testamento politico)
Armand-Jean du Plessis de Richelieu
cardinale di Santa Romana Chiesa
Ritratto del cardinale Richelieu, dipinto di Philippe de Champaigne (1640), National Gallery, Londra
Candorem purpurae servat et dirigit et firmat
Nato 9 settembre 1585, Parigi
Consacrato vescovo 17 aprile 1607 dal cardinale Anne de Perusse d'Escars de Giury
Creato cardinale 5 settembre 1622 da papa Gregorio XV
Deceduto 4 dicembre 1642, Parigi
Armand-Jean du Plessis, noto soprattutto come Cardinale Richelieu, duca di Richelieu (Parigi, 9 settembre 1585
Parigi, 4 dicembre 1642), stato un cardinale, politico e vescovo cattolico francese. Fu nominato primo ministro
dal re Luigi XIII di Francia.
Era figlio di Franois du Plessis, signore di
Richelieu, militare e cortigiano che prest servizio
come Grand prvt de France,
[1]
e di Susanna de
La Porte, figlia di un noto giurista.
Quarto di cinque figli,
[2]
era destinato ad una
carriera militare ma si trov ad affrontare invece
una carriera ecclesiastica, nel 1605, al posto del
fratello Alfonso che l'aveva rifiutata.
[3]
Tra i propositi di Richelieu alla guida dello stato, c'erano il rafforzamento del potere del re in Francia e la volont di
fare della Francia la pi grande potenza d'Europa. Per raggiungere il primo obiettivo, Richelieu si scontr sia con i
nobili sia con i protestanti, e cio con i calvinisti francesi chiamati Ugonotti. I nobili infatti volevano aumentare il
loro potere. Contro di essi Richelieu us, quando necessario, la forza.
Per fare della Francia la pi grande potenza d'Europa Richelieu, seguendo la sua raison d'Etat, decise di far
Armand-Jean du Plessis de Richelieu
2
intervenire l'esercito francese nella guerra dei trent'anni contro la Spagna e l'Austria ottenendo numerosi successi.
Biografia
Re Luigi XIII e il cardinale Richelieu
Il padre mor il 10 giugno 1590 di una "febbre perniciosa" lasciandolo
orfano di padre a soli 5 anni
[4]
con gli altri fratelli e sorelle, anch'essi in
tenera et, essendo tutti nati fra il 1578 ed il 1585.
[5]
Cominci a vent'anni i suoi studi in teologia per essere nominato gi
l'anno successivo vescovo di Luon da parte del re Enrico IV ed
ottenere la stessa investitura anche dal Papa pochi mesi dopo, il 17
aprile 1607. Per conferirla gli venne elargita una dispensa speciale per
permettere una nomina a cos alta prelatura gi prima dei 21 anni.
Nel 1614 inizi anche la sua carriera politica, quando riusc a farsi
eleggere deputato, diventando anche in breve il portavoce
dell'assemblea.
[6]
Nel novembre dello stesso anno venne nominato da Maria de' Medici
Gran cerimoniere alla corte della regina Anna d'Austria, cosa che gli
permise di entrare nel consiglio del re di Francia e assumere il compito
di Segretario di Stato per l'interno e la guerra.
Triplo ritratto del cardinale de Richelieu, di Philippe de Champaigne (1637
o 1642), National Gallery, Londra
L'assassinio di Concino Concini (1617), il
favorito di Maria de Medici, istigato dal re Luigi
XIII e preparato dal suo favorito Charles de
Luynes, port ad un periodo di isolamento di
Richelieu dalla vita politica, avendo egli seguito
la regina madre confinata dal figlio a Blois ed
essendo poi ritirato ad Avignone per dedicarsi
agli studi di teologia. Richiamato a Parigi con
l'incarico di negoziare un accordo tra
regina-madre e figlio, riusc a riavvicinare Luigi
XIII e la madre Maria de' Medici (1620),
acquisendo fama di abilissimo negoziatore e
ricevendo, in cambio dei servizi forniti, la nomina
a cardinale.
[7]
Il 29 aprile 1624 rientr a far parte ufficialmente
del consiglio del re e quindi primo ministro,
iniziando subito ad operare per il perseguimento dei suoi obiettivi politici. La sua abilit gli consent di mantenere un
certo equilibrio fra i filo-spagnoli, guidati da Maria de' Medici ed il cui nucleo era detto Parti devot (il partito dei
devoti), e gli anti-spagnoli come lo stesso re, guidati da Langlois de Fancan,
Armand-Jean du Plessis de Richelieu
3
Richelieu trascina i suoi prigionieri sul Rodano, di Hippolyte Delaroche (1829),
Wallace Collection, Londra
operando cos in modo da ridurre lo
strapotere delle famiglie dell'alta nobilt
francese, sempre gelose della loro
indipendenza dalla corona e del
corrispondente potere.
Affront il problema della Valtellina,
intimando al papa lo sgombero delle truppe
dai relativi castelli, ma per non urtarsi
troppo con i filo-spagnoli, fin con lasciare
che la valle diventasse autonoma e le truppe
spagnole alleate del papa continuassero a
presidiarle. Per eliminare il problema
dell'autonomia degli ugonotti che, resi forti
dalla disponibilit delle piazzeforti concesse loro ancora dall'Editto di Nantes, costituivano una specie di stato nello
stato, segu gli indirizzi del partito dei devoti e pose l'assedio alla piazzaforte pi munita, quella di La Rochelle,
associata ad un porto sull'atlantico, che venne conquistata nel 1628 dopo un assedio durato 14 mesi, a cui egli prese
parte.
[8]
Nel marzo del 1629, d'accordo con il re Luigi XIII, intervenne militarmente in Italia per sostenere i diritti di Carlo di
Nevers e Rethel sul Ducato di Mantova, andando cos contro il volere di Maria de' Medici. Nello stesso anno tuttavia
affront la ribellione ugonotta in Linguadoca, sottomettendo i ribelli ma facendo loro concedere dal re la grazia con
la pace di Alais, che sanciva la supremazia della corona e toglieva definitivamente le ultime piazzeforti, ed i relativi
privilegi politici, agli ugonotti.
Costrinse quindi il duca di Savoia a lasciare l'alleanza con la Spagna ed a schierarsi con i francesi.
Nel 1631 concluse un'alleanza con il re di Svezia Gustavo Adolfo II in funzione antimperiale, costringendo
l'imperatore a concedere Mantova ed il Monferrato a Carlo I di Gonzaga-Nevers ed alcuni territori al duca di
Savoia.
[9]
Quest'ultimo aspetto della politica del cardinale si rivel contrario alla politica di Maria de' Medici, poich
rovesciava l'alleanza spagnola fino ad allora consolidata e Maria cerc di opporsi in ogni modo, ricorrendo anche ad
un complotto, che non riusc, contro il Richelieu.
Il Cardinale Richelieu sul suo letto di morte, di
Philippe de Champaigne (1642)
Anche nel campo della politica interna Richelieu non fu affatto tenero:
per ottenere l'ubbidienza della nobilt, riottosa ad assoggettarsi agli
editti reali, non esit a far eseguire condanne capitali ai danni di molti
nobili. Fece anche distruggere pi di 2.000 castelli che non riteneva
fondamentali per la difesa del territorio francese, sostitu molti coronati
presenti nel consiglio del re con personaggi di pi umile estrazione, ed
infine viet i duelli, molto frequenti in quel periodo.
Armand-Jean du Plessis de Richelieu
4
Tomba di Richelieu scolpita da Franois Girardon
(1675-1694), Cappella della Sorbona, Parigi
In definitiva il carattere assolutista della monarchia venne molto
accentuato sotto la direzione del cardinale.
Oltre che della direzione politica del regno si occup anche della parte
economica ristabilendo l'ordine nelle finanze reali, aumentando la
pressione fiscale soprattutto della "taglia", imposta che gravava quasi
unicamente sulle campagne. Acceler inoltre l'espansione coloniale,
spingendo la Francia a proseguire l'occupazione del Canada
meridionale (Nouvelle France), varie isole nelle Antille (Martinica, la
Guadalupa, Saint-Domingue), la Guyana ed il Senegal. Durante la sua
direzione nacque anche una forte marina militare e, dal punto di vista
della cultura, bisogna ricordare la fondazione dell'Accademia francese
delle scienze nel 1635, la creazione di una preziosa biblioteca nel suo palazzo di Place Royale in Parigi (assorbita poi
dalla Biblioteca nazionale francese) e ricche collezioni d'arte, andate successivamente disperse fra diversi proprietari
ed in parte perdute.
Nel 1631, all'apice della sua carriera politica, riusc ad ottenere dal re anche l'autorizzazione a costruire un castello
ed un borgo con il suo nome, considerato ancor oggi come un capolavoro dell'urbanistica europea del XVII secolo.
Nel 1635 fu nominato Abate commendatario dell'Abbazia di Cluny e dell'Abbazia di Citeaux, cariche che tenne fino
alla morte. Prima di morire, non molto amato dal suo popolo, nel 1642 riusc anche a raccomandare al re il suo
successore il cardinale Mazarino.
Genealogia episcopale
Per approfondire, vedi Genealogia episcopale.
Cardinale Anne de Perusse d'Escars de Giury, O.S.B.
Cardinale Armand-Jean du Plessis de Richelieu
Le congiure
Armand-Jean du Plessis de Richelieu
5
Richelieu, particolare dell'Assedio di La Rochelle
di Henri-Paul Motte (1881)
Durante il lungo periodo di esercizio del potere il Richelieu fu oggetto
di numerosi tentativi di venir esautorato od addirittura fisicamente
eliminato.
Nell'agosto 1626 fu ordita una cospirazione ai suoi danni dal fratello
del re, Gastone d'Orlans, dal conte di Chalais, Henri de
Talleyrand-Perigord, e da altri detta Cospirazione di Chalais, che
termin con il perdono del re al fratello e la esecuzione capitale del
conte di Chalais.
A novembre del 1630 Maria de' Medici insieme al figlio Gastone
d'Orlans e ad altri membri della nobilt (il cosiddetto Parti dvot,
cio Partito devoto), contrariata dalla politica anti-spagnola del
cardinale, ord un complotto che consisteva nel far disapprovare al
re il piano di alleanze con i paesi protestanti contro gli Asburgo, per
far cadere l'autore in disgrazia di fronte al re stesso. La congiura
parve riuscire in un primo momento ma successivamente il
Richelieu, venutone a conoscenza, riusc in un colloquio con Luigi
XIII a convincere il re a ritornare sulle sue decisioni ed a punire i
congiurati. L'epilogo si ebbe l'11 novembre 1630, quando la posizione dei nemici del cardinale fu rovesciata,
Richelieu fu confermato nella sua carica di primo ministro e la regina madre mandata in esilio. Quel giorno pass
alla storia con il nome di giornata degl'ingannati (journe des dupes).
[10]
Subito dopo Gastone d'Orlans ord un'altra congiura contro di lui ed il fratello, cercando di sollevare contro il
potere centrale la provincia di Linguadoca ed utilizzando come suo esecutore il Governatore duca di
Montmorency, che il 22 luglio 1632 proclam la secessione della Linguadoca dal regno di Francia. Anche questa
congiura, chiusasi dopo un breve scontro militare fra le truppe realiste ed i ribelli,
[11]
fin a favore del cardinale:
Gastone d'Orlans dovette andare in esilio a Nancy ed il duca di Montmorency fu processato e giustiziato per lesa
maest.
Nel 1636 ebbe luogo un'altra congiura, organizzata dal duca di Montrsor, da Luigi di Borbone-Soissons e dal
duca di Guisa, ancora con Gastone d'Orlans come comprimario. La congiura fall: il Borbone-Soissons ed il duca
di Guisa si rifugiarono a Sedan, principato di cui era signore Federico Maurizio de La Tour d'Auvergne, duca di
Bouillon. Questi aveva ottenuto dall'imperatore un esercito di mercenari contro i quali si mosse un'armata
francese inviata da Luigi XIII. I francesi furono sconfitti alla piana di Marfe (6 luglio 1641) presso Sedan, ma il
duca di Bouillon dovette scendere a patti con il re e gli si sottomise. Il Soissons perse la vita in battaglia ed il duca
di Guisa riusc a rifugiarsi nelle Fiandre.
Nel 1642 vi fu ancora una congiura, che vedeva dietro le quinte sempre il fratello del re, Gastone. Lo scopo era
quello di ripristinare i rapporti con la Spagna sbarazzandosi del Richelieu. Il principale attore fu il marchese di
Cinq-Mars e la Spagna ne era informata, tanto da ammassare un esercito per intervenire a sostegno dei congiurati.
Intercettata una lettera del Cinq-Mars dalla polizia del Richelieu, il complotto fu sventato ed il Cinq-Mars fu
processato e decapitato a Lione il 12 settembre di quell'anno.
Armand-Jean du Plessis de Richelieu
6
Onorificenze
Commendatore dell'Ordine dello Spirito Santo
Opere
Ordonnances synodales (1610)
Brve et facile instruction pour les confesseurs (1610)
La dfense des principaux points de la foi catholique contre la lettre des quatre ministres de Charenton (1617)
uvres thologiques (1647)
Succincte narration des grandes actions du Roy Louis XIII
Mmoires
Testament politique
Richelieu al cinema
Il personaggio del Cardinale Richelieu stato interpretato dai seguenti attori nei relativi film:
Nigel De Brulier, in: I tre moschettieri (The Three Musketeers) (1921)
Nigel De Brulier, in: La maschera di ferro (The Iron Mask) (1929)
George Arliss, in: Cardinal Richelieu (1935)
Nigel De Brulier e Howard Brooks, in: L'uomo dalla maschera di ferro (The Man in the Iron Mask) (1939)
Miles Mander, in: D'Artagnan e i tre moschettieri (The Three Musketeers) (1939)
Vincent Price, in: I tre moschettieri (The Three Musketeers) (1948)
Maurice Tillier, in: Versailles (Si Versailles m'tait cont) (1954)
Daniel Sorano, in: I tre moschettieri (Les Trois mousquetaires: Les Ferrets de la reine) (1961)
Daniel Sorano, in: La vendetta dei moschettieri (Trois mousquetaires: La Vengeance de Milady) 1961)
Massimo Serato, in: Il colpo segreto di d'Artagnan (1962)
Nerio Bernardi, in: Zorro e i tre moschettieri (1963)
Peppino de Filippo, in: I quattro moschettieri (1963)
Christopher Logue, in: I diavoli (The Devils) (1971)
Charlton Heston, in: I tre moschettieri (The Three Musketeers) (1973)
Charlton Heston, in: Milady - I quattro moschettieri (The Four Musketeers) (1974)
Graziano Giusti, in: Il pap'occhio (1980)
Tim Curry, in: I tre moschettieri (The Three Musketeers) (1993)
Stephen Rea, in: D'Artagnan (The Musketeer) (2001)
Christoph Waltz, in: I tre moschettieri (The Three Musketeers) (2011)
Armand-Jean du Plessis de Richelieu
7
Note
[1] Il Grand prvt de France (Gran preposto di Francia) era a capo della polizia e delle truppe di corte, e faceva parte degli alti ufficiali della
Casa Reale
[2] I figli di Franois du Plessis e di Susanna de La Porte furono: Francesca, nata nel 1578, Enrico, nato nel 1580, Alfonso, nato nel 1582,
Armando medesimo, nato nel 1585, e Nicoletta, nata nel 1587.
[3] La carriera spettava alla famiglia Du Plessis da una cinquantina di anni. Il fratello vi rinunzi per chiudersi in un convento di certosini, anche
se poi venne nominato prima arcivescovo di Aix-en-Provence, poi di Lione e quindi nominato cardinale da papa Urbano VIII nel 1629.
[4] Philippe Erlanger, Richelieu, p. 19
[5] Philippe Erlanger, Richelieu, p. 18
[6] In presenza della reggente Maria de' Medici fece il suo primo discorso importante, elogiando il governo, il 23 febbraio 1615.
[7] La nomina fu ratificata ufficialmente a Lione il 12 dicembre 1622, ma Armand non si rec mai a Roma per ritirare la berretta ed il titolo.
[8] Per interrompere il flusso di aiuti che giungevano agli assediati via mare dall'Inghilterra, Richelieu fece costruire una grossa diga che sbarrava
la baia naturale antistante, bloccando cos l'accesso delle navi al porto e quindi distruggendo anche l'intensa attivit commerciale che aveva
fatto la fortuna degli abitanti di La Rochelle.
[9] Con il trattato di Cherasco (7 aprile 1631) al Duca di Savoia Vittorio Amedeo I furono assegnati i territori di Trino e di Alba.
[10] L'espressione stata coniata da Guglielmo Bautru, conte di Serrant (1588 1665) con l'esclamazione: "Ma questa la giornata
degl'ingannati!"
[11] Battaglia di Castelnaudary, 1 settembre 1632
Bibliografia
Carl Jacob Burckhardt, Richelieu, a cura di Bruno Revel, Mondadori, Milano 1983.
(FR) Philippe Erlanger, Richelieu, Paris, Ed. Perrin, 2004, ISBN 2-262-02483-9
Amedeo Benedetti, Sul Testamento politico del cardinale di Richelieu, in "Rivista di Studi Politici
Internazionali", a. 78, fasc. 311, luglio-settembre 2011, pp.417430.
Voci correlate
Busto del Cardinale Richelieu del Bernini
Giulio Mazarino (successore)
Raison d'Etat di Richelieu
Altri progetti
Wikiquote contiene citazioni di o su Armand-Jean du Plessis de Richelieu
Commons (http:/ / commons. wikimedia. org/ wiki/ Pagina_principale?uselang=it) contiene immagini o altri
file su Armand-Jean du Plessis de Richelieu (http:/ / commons. wikimedia. org/ wiki/
Armand_Jean_du_Plessis,_Cardinal_Richelieu?uselang=it)
Collegamenti esterni
(FR) Sito informativo (http:/ / cardrichelieu. free. fr/ ).URL consultato in data 14 giugno 2010.
(FR) Riproduzione della cardinale Richelieu durante l'assedio di La Rochelle (http:/ / www. pirates-corsaires.
com/ peinture-le-siege-de-la-rochelle-richelieu. htm).URL consultato in data 14 giugno 2010.
(EN) The Cardinals of The Holy Roman Church-du Plessis (http:/ / www2. fiu. edu/ ~mirandas/ bios1622.
htm#Plessis).URL consultato in data 14 giugno 2010.
(EN) Catholic Hierarchy- du Plessis de Richelieu (http:/ / www. catholic-hierarchy. org/ bishop/ bplri. html).URL
consultato in data 14 giugno 2010.
Armand-Jean du Plessis de Richelieu
8
Successioni
Predecessore Vescovo di Luon Successore
Franois Ier Yver 1607-1624 Nicolas de Colbert
Predecessore Priore di
Saint-Martin-des-Champs
Successore
Louis II de Nogaret de La Valette
d'Epernon
22 febbraio 7 novembre 1633
1633 1642 Amador-Jean-Baptiste de Vignerot du Plessis de
Richelieu
1642 1652
Predecessore Abate di Cluny Successore
Jacques du Vny d'Arbouze
1622-1635
(Abate commendatario)
1635-1642
Giulio Mazarino
1654-1661
Predecessore Abate di Citeaux Successore
Pierre III Nivelle
1625-1635
( Abate commendatario)
1635-1642
Claude Vaussin
1643-1670
Controllo di autorit VIAF: 12314392 (http:/ / viaf. org/ viaf/ 12314392) LCCN: n50074523 (http:/ / id. loc. gov/
authorities/ names/ n50074523)
Portale Biografie Portale Cattolicesimo Portale Francia
Portale Guerra
Portale Politica
Portale Storia
Fonti e autori delle voci
9
Fonti e autori delle voci
Armand-Jean du Plessis de Richelieu Fonte: http://it.wikipedia.org/w/index.php?oldid=59892303 Autori:: Adelbrecht, Alexander VIII, Ary29, AttoRenato, Avemundi, Azazello&margherita,
Bathor, Battlelight, BohemianRhapsody, C. Magris, Cedro1972, ChrisRussell05, Cruccone, Dcosta, Dg, Dread83, Ediedi, Edowikip, El Nick, FeltriaUrbsPicta, Ffeeddee, Fire90, Giacomo
Augusto, Gregorovius, Ignisdelavega, Iiiioo, K.Weise, Kaho Mitsuki, Lalupa, Leonardo25, Leonardof94, Leonardofa94, Leopold, Lingtft, Loroli, Marcok, Marius, Marko86, Matafione, Medan,
Mircko, Moloch981, Mr buick, NapoleoneAldo, NewLibertine, Nick1915, Nicola Romani, Odejea, Panairjdde, Pil56, Pracchia-78, Psicom, Riccardov, Rifrodo, Sandrobt, Sirabder87,
Superchilum, Superzen, Taueres, Ticket 2010081310004741, Vermondo, Ylebru, Yoruno, Zagarella, Zweig92, 38 Modifiche anonime
Fonti, licenze e autori delle immagini
File:Cardinal Richelieu (Champaigne).jpg Fonte: http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=File:Cardinal_Richelieu_(Champaigne).jpg Licenza: Public Domain Autori:: Arnomane, Ascnder,
Bohme, Boo-Boo Baroo, Bukk, Gugganij, Gytha, Ham, Jimmy44, Kenyon, Mattes, Olivier2, Para, Pierpao, Sammyday, Shakko, Warburg, Zolo
File:Coat of Arms of Cardinal Richelieu.svg Fonte: http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=File:Coat_of_Arms_of_Cardinal_Richelieu.svg Licenza: Creative Commons
Attribution-Sharealike 3.0 Autori:: Adelbrecht, 1 Modifiche anonime
File:Cardinal Richelieu Signature.svg Fonte: http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=File:Cardinal_Richelieu_Signature.svg Licenza: Public Domain Autori:: Cardinal Richelieu
File:Louis XIII Richelieu devant La Rochelle.jpg Fonte: http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=File:Louis_XIII_Richelieu_devant_La_Rochelle.jpg Licenza: Public Domain Autori:: Bibi
Saint-Pol, Clarkcj12, Ecummenic, G.dallorto, Manchot, Olivier2, Pitke, Romary, Ryebaz, Shakko, Stuartes, Tsaag Valren, XIII, 1 Modifiche anonime
File:Kardinaal de Richelieu.jpg Fonte: http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=File:Kardinaal_de_Richelieu.jpg Licenza: Public Domain Autori:: AdamBMorgan, Berrucomons, Bohme,
Bukk, Carolus, Ecummenic, EugeneZelenko, Halinard, Ham, Kilom691, Mattes, Nia Shell, Pierpao, Sammyday, Shakko, Warburg, 1 Modifiche anonime
File:DelarocheRichelieu.jpg Fonte: http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=File:DelarocheRichelieu.jpg Licenza: Public Domain Autori:: Fanghong, Longbow4u, Mattes, Miniwark, Olivier2,
Sammyday, Shakko, Sparkit, TheoClarke
File:Cardinal-Richelieu-On-His-Deathbed.jpg Fonte: http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=File:Cardinal-Richelieu-On-His-Deathbed.jpg Licenza: Public Domain Autori:: Adam sk,
Bukk, Jaybear, Shakko
File:Cardinal richelieu tomb statue sorbonne.jpg Fonte: http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=File:Cardinal_richelieu_tomb_statue_sorbonne.jpg Licenza: Creative Commons
Attribution-Sharealike 3.0,2.5,2.0,1.0 Autori:: NonOmnisMoriar
Immagine:Exquisite-kfind.png Fonte: http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=File:Exquisite-kfind.png Licenza: GNU General Public License Autori:: Guppetto
File:Richelieu La Rochelle 1881 Henri Motte 1847 1922.jpg Fonte: http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=File:Richelieu_La_Rochelle_1881_Henri_Motte_1847_1922.jpg Licenza: Public
Domain Autori:: PHGCOM, Henri Motte (1847-1922)
File:Ordre du Saint-Esprit Chevalier ribbon.svg Fonte: http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=File:Ordre_du_Saint-Esprit_Chevalier_ribbon.svg Licenza: Creative Commons Attribution
3.0 Autori:: Boroduntalk
File:Wikiquote-logo.svg Fonte: http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=File:Wikiquote-logo.svg Licenza: Public Domain Autori:: -xfi-, Dbc334, Doodledoo, Elian, Guillom, Jeffq, Krinkle,
Maderibeyza, Majorly, Nishkid64, RedCoat, Rei-artur, Rocket000, 11 Modifiche anonime
File:Commons-logo.svg Fonte: http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=File:Commons-logo.svg Licenza: logo Autori:: SVG version was created by User:Grunt and cleaned up by 3247, based
on the earlier PNG version, created by Reidab.
Immagine:BishopCoA PioM.svg Fonte: http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=File:BishopCoA_PioM.svg Licenza: GNU Free Documentation License Autori:: ANGELUS, Adelbrecht,
AnonMoos, Eugenio Hansen, OFS, Ibn Battuta, Jayarathina, Krzychu025, Niagara, Piom, 2 Modifiche anonime
Immagine:Prepozyt.png Fonte: http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=File:Prepozyt.png Licenza: Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 Unported Autori:: Alno, Ekpah,
Krzychu025, Piom, SajoR, 1 Modifiche anonime
Immagine:TerritorialAbbotCoA PioM.svg Fonte: http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=File:TerritorialAbbotCoA_PioM.svg Licenza: GNU Free Documentation License Autori::
user:piom
File:stub biografie.png Fonte: http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=File:Stub_biografie.png Licenza: GNU Lesser General Public License Autori:: ANGELUS, Ignisdelavega, Pietrodn,
Simo82, Trixt, 2 Modifiche anonime
File:Emblem of the Papacy SE.svg Fonte: http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=File:Emblem_of_the_Papacy_SE.svg Licenza: Public Domain Autori:: Cronholm144 created this image
using a file by User:Hautala - File:Emblem of Vatican City State.svg, who had created his file using PD art from Open Clip Art Library and uploaded on 13 July 2006. User talk:F l a n k e r
uploaded this version on 19 January 2007.
File:France Flag Map.svg Fonte: http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=File:France_Flag_Map.svg Licenza: Public Domain Autori:: Lokal_Profil
File:Crossed sabres.svg Fonte: http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=File:Crossed_sabres.svg Licenza: GNU Free Documentation License Autori:: ,
File:Crystal personal.svg Fonte: http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=File:Crystal_personal.svg Licenza: GNU Lesser General Public License Autori:: Everaldo Coelho; see upload log
File:Capitello modanatura mo 01.svg Fonte: http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=File:Capitello_modanatura_mo_01.svg Licenza: Public Domain Autori:: Dorieo, Helix84, Nick1915
Licenza
Creative Commons Attribution-Share Alike 3.0 Unported
//creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0/

Interessi correlati