Sei sulla pagina 1di 4

Storia dell'Europa Orientale L'IMPERO OTTOMANO Manuale di Suraiya Faroqhi Capitolo primo, Ascesa ed espansione Periodo 1299-1481 Lo stato

ottomano appare dopo la frammentazione dello stato selgiuchide in Anatolia e dopo la ritirata dei capi mongoli stabilitisi in Iran (seconda met secolo XIII-prima met secolo XIV) Bursa fu la prima citt importante di cui si impadronirono gli ottomani ancora sotto la guida del fondatore della dinastia, Osman I (1258-1326) 1337, conquista di Nicea 1354, un terremoto fa crollare le mura della citt di Gallipoli, il sultano Orhan ne approfitta per impossessarsi del primo porto importante 1355, morte di Stefano Duan e seguente inizio del crollo dell'impero serbo 1361 circa, conquista di Adrianopoli, fino ad allora la capitale era Bursa 1363-1365, conquista di Filippopoli, finisce la serie di azioni militari ottomane in Bulgaria e Tracia 1389-1402, assedio di Costantinopoli da parte di Bayezid I Nonostante le conquiste dei mongoli di Temur Lenk avessero arrestato temporaneamente la dominazione ottomana in Asia minore, nessuno dei principi balcanici riusc a liberarsi della presenza ottomana sui propri vecchi territori 1451, sale al trono Maometto II il conquistatore che fa costruire un forte sul Bosforo per impedire il passaggio di navi nemiche 1453, presa di Costantinopoli/Istanbul, uso di artiglieria che non poteva essere contrastata dalle mura della citt da parte degli ottomani 1475, il principato dei tatari in Crimea diventa un principato indipendente 1480, conquista della citt-fortezza italiana di Otranto 1481, morte di Maometto II, sale al potere il figlio Bayezid II e finisce la presenza ottomana in Italia Tra il XIV e il XV secolo molti combattenti di fede musulmana desideravano di diffondere la vera religione nella speranza di guadagnare terre e bottino, e inoltre l'Anatolia era popolata da numerose trib nomadi disposte a trasferirsi nella penisola balcanica per trovare nuovi pascoli La cavalleria equipaggiata di arma bianca aveva un ruolo centrale nell'esercito Il cavaliere era finanziato dal timar, simile al feudo europeo, il quale era posto sotto l'amministrazione del sultano il cavaliere doveva presentarsi a cavallo se proprietario di un timar, e se era abbastanza grande doveva avere un certo numero di uomini armati I giannizzeri componevano il reparto di fanteria ed erano reclutati tra i prigionieri di guerra o attraverso il devirme, ovvero il reclutamento dai figli dei contadini cristiani assoggettati al sultano L'esercito era gestito unicamente dal sultano, non come quelli confederati europei I dervisci erano mistici nomadi guidati da sceicchi che ebbero un ruolo fondamentale nella colonizzazione della Rumelia e nel processo di islamizzazione della popolazione locale, e spesso accadeva che le guide spirituali baba si stabilissero in un luogo poco abitato per richiamare attorno a s i fedeli I sultani promossero anche l'Islam urbano attraverso la costruzione di moschee e scuole, dove si formavano i futuri dotti in diritto e scienza religiosa, gli ulema, che avrebbero guidato i fedeli nella pratica religiosa Maometto II il conquistatore trasform Istanbul in citt ottomana con forte presenza musulmana, favorendone la ripopolazione promettendo agli immigrati che avrebbero acquisito gratuitamente la propriet delle case e facendo inviare immigrati alle province verso la nuova capitale

Maometto II inoltre introduce la prassi per i sultani di uccidere i propri fratelli al fine di evitare lunghe guerre civili prassi osservata fino all'inizio del XVII secolo Capitolo secondo, Tra oriente ed occidente Sotto Bayezid II l'impero ottomano gode di una fase di consolidamento, il controllo sul Mar Nero viene sancito dopo la conquista delle citt portuali di Akkerman e Kilia e l'accesso viene precluso alle navi straniere 1492, gli ebrei vengono cacciati dalla Spagna sotto Ferdinando II di Aragona e Isabella di Castiglia arrivano fino a Istanbul e Salonicco 1500, in Persia si stabilisce un nuovo sovrano, lo sci Ismail I, il cui stato condivideva un confine con lo stato ottomano 1511, i seguaci di Ismail I si ribellano contro il dominio ottomano nelle regioni remote dell'Anatolia sudoccidentale e la crisi interna fu acuita dalla lotta tra i figli di Bayezid II nel 1512 fu costretto ad abdicare in favore di suo figlio Selim, il quale dopo avere ucciso i fratelli si proclam Selim I 1512-1520, regno di Selim I 1514, Selim I sconfigge Ismail I a aldiran e penetra fino all'Iran occidentale 1515-1517, conquista dello stato mamelucco e del Cairo 1520, sale al trono il successore di Selim I, Sleyman I il legislatore, il quale rivolge la propria attenzione a occidente 1521, conquista di Belgrado 1525, Sleyman I rilascia su riscatto Francesco I re di Francia dopo la battaglia di Pavia 1526, battaglia di Mohcs, sconfitta ungherese e morte di re Luigi II 1529, breve assedio a Vienna 1541-1547, guerra ottomano-asburgica al termine della quale l'Ungheria provincia sotto il dominio ottomano fino alla citt di Buda 1543, una flotta franco-ottomana espugna la citt di Nizza 1571, conquista di Cipro 1580, Sleyman I e la corona inglese iniziano una serie di relazioni motivate dall'interesse ottomano per lo stagno, utile per gli armamenti, ma anche da un interesse comune a contrastare gli Asburgo Ai rappresentanti stranieri residenti nell'impero ottomano e ai mercanti erano concessi gli ahidname (capitolazioni), ovvero dei privilegi concessi dal sultano unilateralmente ai sudditi di un sovrano alleato per favorire in particolare le relazioni con i nemici effettivi o potenziali dell'impero asburgico Il tentativo dei portoghesi di monopolizzare il commercio di spezie dal Mar Rosso cre grossi fastidi ai sultani egiziani, i quali avevano dichiarato il monopolio di stato sulle esportazioni di merci per compensare alla crisi delle finanze che fece seguito alle epidemie di peste dell'epoca sprovvisti di una flotta d'altura, i sultani egiziani strinsero un'alleanza con gli ottomani La tradizione secondo cui un sultano appena nominato doveva far costruire una moschea a Istanbul fu rispettata fino agli inizi del secolo XVII da quasi tutti i sovrani Dal XV secolo si hanno le prime storiografie in lingua ottomana, redatte con lo scopo di immortalare la vita di un sovrano Sotto Sleyman I gli sciiti erano visti come nemici e non-musulmani c'era un grande interesse per i pellegrini e per l'Hijaz, in quanto essi dovevano attraversare i deserti siriano, egizio e arabico per giungere alla Mecca, e quindi vennero istituiti dei corpi militari che li scortassero lungo il percorso L'organizzazione dei sudditi non musulmani era gestita nei millet, ovvero organizzazioni gestite da vescovi, preti o rabbini i sudditi non musulmani erano soggetti al pagamento della cizye, ed erano in condizione di svantaggio rispetto ai sudditi musulmani, e per questo ci furono molte conversioni volontarie e rarissime conversioni forzate

Capitolo terzo, Faticose conquiste e primi contraccolpi A cavallo tra i secoli XVI e XVII il potere del sultano in Anatolia venne messo in serio pericolo dalle scorribande e dai saccheggi da nutrite bande di uomini armati il motivo di queste ribellioni fu attribuito all'uso in guerra delle armi da fuoco portatili in quanto rendevano difficile l'uso della cavalleria equipaggiata di armi bianche e quindi un calo dello stipendio dei cavalieri 1656, Mehmed Kprl viene fatto gran visir da Mehmed IV, che gli confer poteri speciali per porre fine alla crisi Kprl si mostr esperto nell'arte militare, cancell dai registri i soldati ribelli e declass i sudditi che avevano ottenuto un incarico statale, cos che alla sua morte nel 1661 le rivolte di soldati erano almeno per il momento stroncate XVII secolo, i sultani di rilievo sono Murad IV e Mustafa II XVIII secolo, i sultani di rilievo sono Ahmed III e Selim III In merito all'aumento dell'importanza della politica estera acquista prestigio la funzione dello scrivano supremo, un dipendente del gran visir incaricato della corrispondenza estera XVII-XVIII secolo, si ha un indebolimento della figura del sovrano a favore della figura dei funzionari di corte 1590, trattato di pace con l'Iran, annessione dell'Azerbaigian e supremazia sul Caucaso 1603, l'Iran si riorganizza e conquista Baghdad 1635, il sultano Murad IV riconquista molti territori tra cui Revan e Baghdad 1639, pace di Zuhab suggella la riconquista ottomana di Baghdad 1683, secondo assedio a Vienna fallito, la fortezza di Buda cade in mano asburgica 1718, conflitto con Venezia, quest'ultima, sconfitta, viene ridotta a un porto regionale in Italia I tatari erano l'ultimo rimasuglio dell'Orda d'oro di Gengis Khan, ed erano un corpo indipendente all'interno dello stato ottomano che pi volte aveva messo a ferro e fuoco i dintorni di Mosca con il trattato di Radzin i sultani si presero il compito di far ci che non avvenisse pi 1770, la flotta ottomana viene annientata da quella russa che, aggirato il mare del Nord, navigato nell'Atlantico ed entrata nel Mediterraneo, le piomba addosso davanti a eme 1774, pace di Kk Kaynara 1783, annessione definitiva della Crimea alla Russia, l'impero ottomano perde il primato sul Mar Nero Fine secolo XVI-inizio secolo XVII, sultanato delle donne, le madri dei sultani svolgono un importante ruolo politico, ad esempio quando questi erano ancora minorenni o supervisionavano l'harem Nel corso del secolo XVII la regola secondo cui il sultano al momento dell'ascesa al trono faceva uccidere i propri fratelli venne seguita sempre meno 1720-1760, si ha un periodo di espansione del commercio e dell'artigianato in molti centri dell'impero Le guerre della fine del XVIII secolo ebbero come conseguenza la crisi dei produttori di armi e di alimenti, non pi in grado di rifornire l'esercito ottomano, forse per metodi di finanziamento dell'amministrazione centrale ottomana ci fu una penuria di capitali e una prolungata debolezza economica Capitolo quarto, Il secolo pi lungo dell'impero Il sultano Selim III, che regna dal 1789 al 1807, punt maggiormente verso l'acquisizione delle tecniche militari europee, ma anche con questi sforzi gli ottomani uscirono vittoriosi da poche guerre Attorno al 1800, la situazione degli oppositori dell'impero di fece diversa l'Inghilterra progred molto nell'industrializzazione e ampli i suoi possedimenti in India, la Francia conquist nel 1830 l'Algeria mentre nel 1881 la Tunisia ne diventava una colonia, gli Asburgo si erano spinti nei Balcani, ma il nemico pi pericoloso rimaneva sempre l'impero zarista

Mahmud II riorganizz la struttura militare, modernizzandola ed eliminando il corpo dei giannizzeri in seguito ad una rivolta, e gli ulema persero cos il loro principale sostegno sociale Mahmud II fond su tali basi un regime neoassolutistico Selim III riconquist l'Egitto dopo la campagna napoleonica con l'aiuto degli inglesi e ne nomin governatore Mehmed Ali, il quale vantava per i suoi successi militari il ricorso ad un esercito permanente composto tramite il reclutamento di contadini egiziani, il cui mantenimento era garantito grazie ad un sistema di fabbriche statali che producevano armi, tessuti e munizioni, autofinanziando l'esercito 1821, insurrezione greca appoggiata da Inghilterra e Russia 1830, stato greco 1800, inizio della rivoluzione serba quando i giannizzeri provocarono la rabbia della popolazione locale a causa di alcuni soprusi 1830, riconoscimento principato di Serbia 1839, passa la legge chiamata Tanzimat (riorganizzazione) che garantisce a tutti i sudditi la sicurezza della vita, della propriet e dell'onore e si regola il rapporto tra sovrano e classi dirigenti 1856, Islam come religione di stato, i sudditi maschi sono uguali davanti alla legge Durante la crisi che segu alle sconfitte del 1876, venne approvata una costituzione 1876, Murad V viene deposto dopo tre mesi di regno e al suo posto sale al potere Abdlhamid, che abol la costituzione e govern in modo assolutistico 1908, reintroduzione della costituzione Gi prima del conflitto mondiale, l'impero era stato spinto nei confini dell'attuale Turchia 1923, pace di Losanna, nasce la repubblica di Turchia Dopo la perdita dei Balcani viene istituita una riforma agricola nella penisola dell'Anatolia L'indebitamento dello stato ottomano deriv dalle spese per la guerra di Crimea per modernizzare l'esercito ci nonostante lo stato era in ripresa nel processo di industrializzazione, si cercava di risanare i bilanci attraverso la vendita delle proprie merci Borghesia greco-armena (all'interno dello stato turco) antinazionalista, borghesia turca nazionalista