Sei sulla pagina 1di 32

FEDERICO II (1194-1250)

Titoli
- Re di Sicilia (1198 incoronato re di Sicilia da Innocenzo III)
- Re di Germania
(1196 eletto re dei Romani (dai principi elettori tedeschi)
(rieletto nel 1211 e nel 1212 (terza volta)
(1215 Aquisgrana, quarta volta)
- Re di Gerusalemme (1229)
- Imperatore romano (1220);
Papi
Clemente III (1191) Celestino III (1191-1197) Innocenzo III (1198-1216)Onorio III (1216-1227)-Gregorio IX (1227-1241)- Celestino IV(1241-41) - Innocenzo IV (1243
Mogli
- Costanza (sorella di Pietr II d'Aragona),
- 1222 Isabella di Brienne (erede regno di Gerusalemme)
- Isabella d'Inghilterra (sorella di Enrico III d'Inghilterra)
Scomuniche
1227 (crociata) (Gregorio IX) => rientrata (1230)
1239 => Gregorio IX => non Rientrata => aggiunta
1245 => deposizione (Innocenzo IV)
Riforme amministrative
- anni 20-30 (ritorno dalla Germania dopo otto anni di assenza);
- anni 39-40 (allargare al nord l'assetto amministrativo introdotto nel Mezzogiorno)
- anni 1246 (Dieta di Barletta) => revocata riforma amministrativa del 1239-40
Nato il 26 dicembre 1194 (Jesi)
(Malispini, cronista fiorentino scambia Jesi con Palermo)
Sconosciuti luogo e data del battesimo (1196 per gli Annali di Montecassino, dove riceve il nome di
Ruggero-Federico. Ma Federico resta l'unico nome attestato nei documenti).
- Il Padre Enrico VI (1190-1197), figlio di Federico I (1190)
- La Madre Costanza d'Altavilla (1198), figlia di Ruggero II (1095-1154).
Un accordo del 1184 (prima del matrimonio tra Enrico VI e Costanza).
Se Guglielmo II fosse morto privo di eredi, Costanza gli sarebbe successa al trono.
Alla morte Guglielmo II nel 1189.
Possibile unificazione Impero romano-germanico (1191)-Regno di Sicilia (1194):
- osteggiato dalla corte regia di Palermo (partito indipendentista) che elegge re Tancredi di Lecce
(cugino di Guglielmo II).
- Papa Clemente III (1187-1191) legittima tale successione e incorona nel 1190 Tancredi.
Il successore di Clemente III, Papa Celestino III (1191-1198) incorona Enrico VI e Costanza Roma
(15 Aprile 1191).
Enrico VI chiede il possesso del Regno per
diritti ereditari della moglie;
antico primato imperiale sull'intera penisola.
Azione militare bloccata a Napoli (epidemia).
1194 Morto Tancredi (successore minorenne).
Enrico VI incoronato re di Sicilia il 25 dicembre 1194.

1195
Costanza reggente in Puglia in nome di Enrico
Enrico VI desideroso di porsi come nuovo dominus nel Mediterraneo orientale:
- Principi dell'Armenia e di Cipro si riconoscono vassalli imperiali se elevati da Enrico al rango di
Re;
- impegnato a preparare una crociata (efficacie mezzo per risolvere il problema della successione,
designando un erede prima di partire per la crociata).
Il principio di ereditariet della corona romano-germanica non era accettato dai principi tedeschi.
Federico
- no re per diritto ereditario
- si re per elezione da parte dei principi tedeschi (1196 prima elezione)
(eletto re dei romani perch non esisteva come titolo n Re dei Tedeschi, n Re dei Germani).
1196
- Filippo duca di Svevia (fratello di Enrico VI) tenta di condurre Federico ad Aquisgrana, fallendo.
- Papa Celestino III, contrario allunificazione, nega battesimo e unzione a Federico.
1197 Muore Enrico VI
Regno di Sicilia
- Costanza e Federico presso la corte di Palermo
- Attivit di governo solo nel Regno ed autonoma (cacciati i tedeschi giunti al seguito di Enrico).
1198 Federico incoronato re di Sicilia (Duomo-Palermo) (17 maggio).
Merito di ampie concessioni fatte a Innocenzo III, contro il progetto del padre Enrico VI
(richiamo alla dignit imperiale contro la concessione in feudo del Regno).
Il Papa restava signore feudale del Mezzogiorno:
- culmine dell'influenza politica papale in Europa;
- Innocenzo tutore di Federico (Costanza).
Governo affidato al consiglio della corona (Collegio dei Familiares)
- Gualtiero di Pagliara, Cancelliere e vescovo di Troia pi Arcivescovi.
1200
Marcovaldo di Annweiler (tra i tedeschi espulsi):
- considerato da Filippo di Svevia rappresentante degli interessi Svevi nel sud;
- membro del Collegio dei Familiares.
Guglielmo Capparone (tedesco nel seguito di Enrico), custode del re e maestro capitaneo di Sicilia.
Gualtiero di Pagliara, appoggiato dal conte di Acerra (area di forte autonomia politica che
destabilizzava il Mezzogiorno continentale) elimina Capparone assumendo il controllo sul re.
Dal 1198 i custodi del bambino erano coloro che detenevano il potere.
Germania
minorit Federico (1196),
Necessit di un nuovo sovrano. Nessun accordo tra gli elettori.
Vengono perci eletti 1198 (Marzo-Aprile)
- Filippo duca di Svevia (fratello di Enrico) (reggente in nome del nipote);
- Ottone IV (figlio di Enrico il Leone duca di Baviera e Sassonia, deposto da Federico I nel 1180).
Scontro tra Filippo-Ottone IV.
1208 assassinato Filippo duca di Svevia (fratello di Enrico VI)
1209 (4 ottobre) Ottone IV a Roma viene Incoronato imperatore da Innocenzo III.
(a patto di Rinunciare all'Italia)
Nei Regni medievali la minorit del sovrano era:
- condizione dinstabilit (Collegio dei Familiares resiste alle insidie della minorit);
- non sempre = anarchia.
Esercitano il potere quelli che sono tutori del reggente in minorit.

1208
Federico entra nella pubertas (14-18 anni) = alla minorit ma con limitata capacit giuridica.
Italia
Cade la tutela di Innocenzo III.
Innocenzo III mirava a:
- mantenere il Regno nel Quadro Mediterraneo;
- evitare matrimonio di Federico con principessa tedesca;
- spinge per un accordo matrimoniale tra Federico e Costanza
(sorella di Pietro II d'Aragona, 1196-1213); (dal 1204 vedova di Re Emmerico d'Ungheria).
Federico
Restaurare il potere della monarchia siciliana:
- richiamo ai diritti dei sovrani normanni (es. elezione del vescovo di Palermo);
- recupero del patrimonio demaniale andato disperso negli anni della sua minorit;
- Gulatiero di Pagliara (dal 1208 vescovo di Catania) perde la sua influenza;
- Bernardo di Castagna (arcivescovo prima di Bari poi di Palermo) tra i + fidati consiglieri.
Germania (dal 1212 al 1220)
Ottone IV, imperatore dal 1209 (4 ottobre) (Innocenzo III):
- non mantiene i patti con Innocenzo III;
- rivendica, sulla base dell'antico diritto imperiale, il dominio su tutta l'Italia.
Azione militare nella penisola (1210-11) bloccata:
dalla resistenza di Federico (fortifica la citt di Messina, primo baluardo dopo lo stretto) (-);
dalla offensiva papale.
Innocenzo III
- scomunica di Ottone IV (1211). I sudditi sono sciolti dai vincoli del giuramento di fedelt,
(la scomunica verr resa pubblica da Bernardo di Castagna quando Federico giunger a Costanza);
- principi tedeschi esortati ad eleggere un nuovo imperatore, Innocenzo propone Federico.
Federico viene rieletto nel 1211. (Quella del 1196 era decaduta) (presenza prolungata in Germania).
Elezione 1211
- riconosciuta nel Regno sovranit feudale del papa (1212 giuramento feudale al papa);
- incoronato re dei romani anche Enrico (figlio e reggente con la moglie Costanza);
- Federico rieletto anche nel 1212 a Francoforte re dei romani e re di Sicilia.
(incoronato a Magonza, perch Aquisgrana nelle mani di Ottone IV).
Vengono cos delineandosi due schieramenti
- Ottone IV appoggiato dal re d'Inghilterra (re Giovanni senza terra zio di Ottone) e dal conte di
Olanda;
- 1212 alleanza tra Federico II e Filippo II di Francia (nemico del re inglese, signore di vaste
regioni in Francia) appoggiati da papa Innocenzo III.
1213 Bolla d'Oro di Eger,
Federico rinuncia ai diritti sulle elezioni vescovili e ai diritti imperiali sull'Italia;
riconosce lautonomia territoriale dello Stato della Chiesa e la separazione Regno-Impero;
promette una nuova crociata.
27 Luglio 1214 vittoria a Bouvines (est di Lille). Nel 1218 morir Ottone IV.
1215 (25 luglio) Federico viene incoronato per la quarta volta, ad Aquisgrana
- tradizione dell'impero fondato da Carlo Magno (canonizzato nel 1165 su richiesta di Federico I).
Il 27 luglio 1215 le spoglie di Carlo Magno sono traslate in uno scrigno d'oro posto nella chiesa di
Santa Maria, Aquisgrana.
- liberalit verso i principi tedeschi;
- portati a Spira (sepolcro casa di Franconia) i resti dello zio Filippo a simboleggiare la continuit
dinastica franconia-svevi.
1215 Novembre Concilio Lateranense, Innocenzo III confermata la scomunica (1211) di Ottone IV.

1216
Federico
una volta divenuto imperatore ceder il regno ad Enrico riconoscendo la sovranit feudale del
pontefice
Generoso verso i principi tedeschi per
convincerli ad eleggere il figlio Enrico (dal 1211 re di Sicilia) re dei romani;
evitare possibili conflitti.
Allargamento dei possessi svevi nella Germania meridionale tramite la collaborazione con conti,
nobili, ministeriali.
(Ministeriale, funzionario di origine servile; dal XII secolo inserito nella gerarchia feudale).
Elezione di Enrico ottenuta dopo quattro anni (1220).
Approvata anche da Papa Onorio III (1216-1227).
1220 Incoronazione di Enrico (figlio di Federico e Costanza).
Ritorno in Italia dopo otto anni.
A Roma (1220) Incoronazione di Federico Imperatore (Costanza Imperatrice):
- impegno alla crociata ribadito;
- rispetto dei diritti della chiesa;
- giuramento di fedelt di laici-ecclesiastici.
Ruolo importante nell'elezione (e mediatore tra Federico e il papato anche in seguito) fu
Ermanno di Salza (1209-39)
- origine Turingia;
- di famiglia ministeriale;
- Gran maestro dell'Ordine Teutonico.
Ordine Teutonico
nato alla fine del XII sul modello di templari e Ospitalieri (Giovanniti);
sono cavalieri tedeschi con voto monastico;
loro scopo, protezione della Terra Santa;
sin dallorigine legato alla dinastia sveva;
1225 espulsi dal regno d'Ungheria, l'ordine si dedic alla difesa delle Terra Santa e contro i pagani
nel Baltico;
1228-30 Duca polacco Corrado di Masovia dona all'ordine la terra del Kulm. Revocato nel 1235.
Federico Bolla d'oro di Rimini conferma all'ordine Teutonico il Kulm e in pi la regione abitata dai
Prussi pagani.
Territori dell'Ordine appartengono ad una generale monarchia dell'impero, non in senso stretto.
Gran Maestri equiparati a principi dell'impero, concorrono alla nascita dello stato dell'ordine
teutonico in Prussia
Italia ritorno in Sicilia (1220)
Regno rest la priorit nei disegni politici di Federico (gi dal 1219 aumentavano i diplomi per il
Regno).
Obiettivi
- recupero dei beni sottratti alla corona (1223 Sottomesso il conte Tommaso da Celano);
- revisione delle concessioni fatte in passato;
- introduzione di una nuova e unica moneta d'argento (Denarius)
(consegnati i vecchi coni, cambio a vantaggio della corona);
(Italia inserita nello spazio economico europeo a monetazione argentea).
1220 Dieta di Capua (prima grande citt del regno in cui mise piede di ritorno dalla Germania)
Assise = leggi programmatiche (sulla scia normanna)
- abbattimento dei castelli costruiti senza permesso regio (dal 1189, dalla morte di Guglielmo II);
- verifica di tutti i privilegi emanati dopo il 1189;
- rafforzamento del potere regio potenziando gli uffici centrali (cancelleria, camera, tribunale di
corte) e le strutture amministrative periferiche nelle provincie.

1224 istituita Universit di Napoli con il compito di formare il personale amministrativo.


Realt fondata ex novo, comparabile con l'Universit di Salamanca, 1218 Alfonso IX Leon.
Attivit dello Studio bloccata durante il soggiorno del sovrano in Terra Santa (1228-29).
Termini come funzionari, uffici, amministrazione indicano solo personale e istituzioni dipendenti
dalla corona.
Competenze singoli uffici non sempre ben distinte (gestione flessibile).
Giustizieri sono i pi alti funzionari regionali (compiti di giustizia e amministrazione finanziaria).
Gi Ruggero II promosse lo sviluppo di una nuova figura di servitore dello stato il Funzionario:
- dotato di competenze tecniche;
- incarico a tempo determinato;
- figura al di fuori dell'organizzazione feudale;
- amministrazione centrale tesa alla razionalizzazione ed alla territorializzazione, Regno organizzato
in Province per superare tendenze centrifughe del sistema feudale.
1221
Le leggi emanate a Messina (1221) mostrano la potest imperiale come garante dell'ordine secolare
e religioso. (Rassicurare papa Onorio III che aveva giudicato le Assise di Capua ostili alla Chiesa).
Dal 1222-23 al 1225
Federico fu impegnato contro i Mussulmani presenti ad Agrigento. Deportati a Lucera, Foggia.
Protetti dall'Imperatore furono
- sudditi fedeli, difendendo l'accesso settentrionale alla Puglia.
Scontri Onorio III-Federico II:
riconoscere dominio pontificio nel centro;
conservare (uso normanno) controllo elezioni vescovili nel Regno.
Situazione smorzata dall'Impegno di Federico nel Regnum Italiae (1225)
Italia del Nord
1224 legge contro gli eretici lombardi (eresia = reato di lesa maest)(rogo, taglio della lingua).
Come difensore della Chiesa, Federico appoggia i vescovi lombardi contro i comuni.
1226 (Pasqua)
Dieta di Cremona (Assise di Cremona) (Leggi programmatiche)
Cremona Filoimperiale e nemica di Milano (centro pi potente della Lombardia).
Riuniti Principi Germani e del Regnum Italiae.
I Comuni, rifiutano di presentarsi a Cremona:
- formano la seconda Lega Lombarda (la prima nel 1167); il diritto di costituirsi in leghe era frutto
degli accordi di Costanza (1183);
- Verona aderisce alla lega bloccando alla valle dell'Adige l'accesso all'esercito tedesco guidato da
Enrico (il figlio di Federico rimasto bloccato per sei settimane a Trento, fa ritorno in Germania);
Federico chiede al legato pontificio (Corrado II) l'interdetto per i comuni
(interdetto = provvedimento che vieta di celebrare riti religiosi).
Comuni scomunicati = accusati di lesa maest identificati come nemici dell'impero.
Onorio III cerca di fare da mediatore tra sovrano e comuni, muore (1227).
Crociata (1228-29)
Per Onorio III la priorit era sempre stata una nuova crociata (la quinta).
Nel 1217 Innocenzo III aveva proclamato la Crociata.
Andrea II d'Ungheria e Leopoldo IV duca d'Austria sono alla guida del contingente diretto ad
Acri e da l a Gerusalemme.
1218 Dissidio tra Andrea II d'Ungheria e principi cristiani (tra cui Guglielmo di Brienne).
Le forze ungheresi abbandono il campo.
Le restanti truppe cristiane muovono contro l'Egitto presso il Cairo (Ayyubidi, successori di
Saladino (1138-93) (nel 1187aveva ripreso Gerusalemme).

1221
Le forze cristiane in attesa di Federico II, sono sconfitte e rispedite in Europa.
Intanto 1222
- Morta Costanza (sorella di Pietro II d'Aragona);
- Federico Sposa Isabella di Brienne, erede al regno di Gerusalemme (1225).
Onorio III
- acconsente al rimando della partenza di Federico dal 1221 al 1222;
- incontro 1223 rimanda di nuovo la partenza al 1225;
- a San Germano (Cassino) 1225 Onorio concede lultima proroga: 1227 partenza o scomunica.
La morte colse il pontefice proprio nel 1227.
Dopo Onorio III fu eletto Ugolino da Ostia (Gregorio IX):
- nipote di Innocenzo III;
- sostenitore degli ordini mendicanti;
- scelse il nome di Gregorio IX in continuit con Gregorio Magno e Gregorio VII;
- come i suoi illustri predecessori, puntava a limitare il potere di un imperatore che minacciava
l'indipendenza della chiesa. Loccasione a Gregorio IX fu la crociata promessa da Federico
(1213 Bolla d'oro/promessa di Eger).
1227
Federico parte per la crociata. Ammalatosi si ferma a Pozzuoli per curarsi.
Gregorio IX lo Scomunica
(Scomunica = esclusione dai sacramenti; scioglimento di tutti i giuramenti di fedelt.
Minava le fondamenta del potere imperiale basato su vincoli di natura personale-fedelt).
Federico si giustifica con una lettera circolare (sottolineando l'origine divina del suo potere).
1228
Gregorio IX scomunica confermata e minaccia linterdetto per le citt vicine al sovrano.
Federico rinuncia all'idea di conquistare terre settentrionali dello stato pontificio.
Partenza da Brindisi per la Crociata (1228):
- prima volta di un sovrano scomunicato;
- organizzata come una normale spedizione miliare (ricompensa a chi partecipava).
Obiettivo
- no sottrarre luoghi santi agli infedeli;
- si affermare sovranit feudale sui regni di Cipro e Armenia;
- si riprendere Gerusalemme. La Corona di Gerusalemme:
diritto assunto da Federico per il matrimonio con Isabella di Brienne (1225);
sarebbe spettata a Corrado (figlio di Federico e Isabella) con Federico solo reggenza.
Ermanno di Salza lo aveva informato sulla situazione in oriente.
Nel 1227 alla corte di Federico giunse un inviato del sultano d'Egitto Al-Kamil
- appoggio alla crociata in cambio di un aiuto contro i suoi fratelli (signori di Siria e Iraq);
- cessione di Gerusalemme e parte del regno (controllato dal fratello Al-Mu'azzam).
1228
Federico invi le truppe guidate da Riccardo Filangieri
(dal 1224 maresciallo del regno di Gerusalemme)
Imperatore parte da Brindisi attraverso Creta e Rodi, giunge prima a
Cipro:
- riconoscimento da Enrico I re di Cipro (incoronato senza permesso imperiale);
- problemi con Giovanni d'Ibelin, reggente dell'isola e signore di Beriut. Giovanni si rifiuta di
consegnare gli introiti e si arrocca in un castello nei pressi di Nicosia.
La necessit di un rapido successo per ritornare presto Italia (dove Gregorio IX aveva sciolto i
sudditi del regno e dal 1229 truppe papali scorrazzavano per il Mezzogiorno), fece propendere per
un compromesso;

poi ad Acri (dal 1187 capitale del regno di Gerusalemme)


Arrivo in terra santa anche della lettere pontifica che invita Geroldo di Gerusalemme (patriarca) di
- promulgare scomunica di Federico in Terra Santa;
- di non prestare al sovrano alcun sostegno militare;
- provocando una divisione nell'esercito cristiano:
da una parte lOrdine Teutonico e parte dell'esercito imperiale
dallaltra Geroldo, Templari, Giovanniti (Ospitalieri).
Al-Kamil (nipote di Saladino)
impossessatosi di importanti aree della Palestina (anche Gerusalemme).
Posizione rafforzata (rispetto al 1227):
Morto Al-Mu'azzam (fratello);
patto con il figlio/nipote An-Nasir.
La minaccia di uno scontro con An-Nasir, spingono Al-Kamil a riconsiderare l'accordo con
Federico.
Carta Diplomatica vantaggiosa per entrambi. Accordo Federico Al-Kamil siglato nel 1229:
- rinuncia a Gerusalemme escluso il duomo della Roccia (punto di partenza del viaggio
notturno = viaggio al cielo di Maometto);
- concessione del corridoio tra Acri e Gerusalemme;
- si a fortificazioni per la citt di Gerusalemme, Cesarea, Giffa e del castello dell'Ordine Teutonico a
Montfort (vicino Acri);
- scambio di Prigionieri.
Giudizi
- patto con il nemico provano che Federico un eretico;
- grande risultato perch Dio dalla sua parte.
1229
Federico entra a Gerusalemme (17 Marzo) (18 Marzo) e cinge la corona dell'impero latino
d'Oriente, il secondo, nato nel 1204.
No auto-incoronazione (paventata da Kantonowicz, similitudine Federico-Napoleone).
Auto-incoronazione incompatibile con l'idea medievale della Sacralit del rito di incoronazione.
Si sottolineare successo della crociata.
Su consiglio di Ermanno di Salza, Federico (ancora sotto scomunica) evita la cerimonia religiosa, la
quale sarebbe potuta passare come atto provocatorio.
Geroldo (patriarca) lancia linterdetto sulla citt Santa
Scontri militari ad Acri tra Federico - Geroldo+Templari).
1229 Federico ritorna in Italia dove
- le truppe papali sono giunte fino a Benevento.
- Gregorio IX promulgava la Falsa Notizia della morte di Federico e diverse concessioni.
Rapida riscossa del Sovrano
- rase al suolo San Severino e Sora, confisca beni a Montecassino;
- volont di ristabilire l'ordine nel Regnum Italiae e in Germania;
- intervento del sovrano contro il suocero Giovanni di Brienne
(affiancato da Teodoro Angelo (Principe dell'Epiro) e Giovanni III Vataze (imperatore bizantino).
Ermanno di Salza media con Gregori IX per togliere la scomunica.
Richieste:
- immunit giurisdizionale ed esonero dai tributi per le chiese del sud;
- perdono ai sostenitori della chiesa;
- Gaeta e Sant'Agata sotto la tutela pontificia;
- donazione di sette castelli al confine con lo stato della Chiesa (amministrati da Ermanno di Salza).

1230 (28 Agosto) Giuramento di San Germano e primo settembre pranzo ad Anagni
Gregorio IX Federico - Ermanno di Salza.
1231 Federico mise a disposizione del papa le truppe per difendere Viterbo.
1234 Soccorso al pontefice durante una sollevazione antipapale (Gregorio a rifugiarsi a Rieti).
1236 Federico prese parte alla traslazione delle spoglie di Elisabetta d'Ungheria
(nei panni del monarca cristiano modello). Rinnovava il suo legame con il papa e con l'ordine
Teutonico (nel quale era entrato Corrado di Turingia, cognato della Santa e futuro gran maestro)
Gli accordi di San Germano (Cassino) del 1230
- resistettero fino alla morte di Ermanno (1239);
- papa e imperatore non rinunciavano alla propria linea politica.
Ripresa attivit innovatrice delle strutture del regno
1220 Assise di Capua sostituite dalle Costituzioni di Melfi (1231)
- 220 leggi raccolte (prima ampia codificazione ufficiale dell'Europa Medievale);
- riallaccio alla legislazione bizantina (Giustiniano) e Normanna;
- in vigore per il SOLO Regno di Sicilia; (definite imperiali perch emanate dall'imperatore);
- pi volte aggiornate;
- mantengono il carattere esemplare;
- influenzano poco le legislazioni fuori dal regno;
- in vigore fino all'inizio del XIX secolo.
La prefazione mostra la concezione del potere di Federico:
- la monarchia l'unica forma di governo in grado di arginare il caos dominante tra gli uomini;
- l'autorit del sovrano discende da Dio, ci fa da garante di pace e giustizia.
Economia 1231 (disposizioni contemporanee alle Costituzioni)
Riforma economica del Regno:
- aumento produzione agraria;
- incoraggiata esportazione;
- terre demaniali concesse in Locazione (controllo di come venivano amministrate dagli affittuari).
In Puglia tentava di passare
- da masserie statali a lavoro stagionale;
- a grandi imprese amministrate centralmente.
Commercio
interno attraverso mercanti locali;
largo con l'ausilio di mercanti Stranieri (settentrionali);
sistema di imposte a imprenditori privati (introdotto da Federico);
istituzione fiere (sette grandi fiere tra aprile e ottobre a intervalli regolari, tra nord e sud).
Corona
- maggior produttrice di Grano;
- riceve un dodicesimo del prodotto dei privati;
- produzione esclusiva di alcuni prodotti (sale, ferro, rame, acciaio), come gi in et normanna;
- monopolio macellerie;
- sovvenzionata la chiesa con lo stesso importo del passato ma non la rende partecipe delle entrate
superiori;
- commissioni d'inchiesta contro gli abusi dei funzionari.
Merci (importate ed esportate) conservate in fondaci statali (facilita riscossione dazi).
Trani (Ebrei) produzione seta (grezza e tintorie).
Migliorare le infrastrutture-nuovi insediamenti.
Crescente necessit di danaro.
Nel 1235 introdotta tassa diretta e fissa = colletta generale (pagata a inizio anno)

Riforma Militare
Parte consistente delle entrate statali impiegato nella difesa del Mezzogiorno:
- controllo imperiale sulle principali fortezze;
- potenziare castelli regi (rappresentavano anche visivamente la maest del potere sovrano)
Iconografia:
1234 Castello Ponte di Capua, prima citt importante del Regno, porta d'Ingresso al Regno:
statua del re al centro affiancato da due figure femminili (rappresentano la virt);
sotto tre nicchie (giustizia al centro, destra e sinistra giudici).
re troneggia al di sopra delle giustizia e ne fonte e garante.
1231 Augustali:
monete d'oro, raffigurano Federico come un Cesare;
Augustali prime monete d'oro pesanti coniate in Europa pari di quelle orientali.
1234-40 Castel Maniace a Siracusa edificio residenziale di circa 2000 metri quadrati.
Primi anni trenta del DUECENTO maggior tempo passato nelle aree tra Puglia e Sicilia
Il conflitto papa-comuni (anni trenta-cinquanta) impone un cambio residenza.
Conflitti politico-militari sono gli unici motivi che spostano la residenza imperiale dalle mete
preferite.
In Germania
problematica era stata la condotta di Enrico (VII) (finito deposto nel 1235).
Il figlio di Federico e Costanza non assunse mai la titolatura di VII.
Il titolo Enrico VII fu assunto dal re e imperatore della casa di Lussemburgo (1308-1313).
1222
- reggente in Germania fu l'Arcivescovo Engelberto I di Colonia (incorona Enrico)
1226
- reggente il duca Ludovico I di Baviera. La scelta di Federico deluse (?) le aspettative di Enrico.
Diversi i motivi di scontro con Federico.
- Enrico = re romano-germanico, dotato perci di propria cancelleria con emanazione diplomi
autonomamente.
Le decisioni politiche vengono prese per da fiduciari del padre.
1229 Insofferente verso i suoi consiglieri, Enrico schiera le truppe contro il duca Ludovico I di
Baviera.
- Il padre si oppone al matrimonio con Agnese di Boemia (per il rischio di un conflitto col duca
d'Austria, padre della moglie di Enrico).
- 1231
Federico paventa l'idea di una Dieta a Ravenna.
Comuni bloccarono i valichi delle Alpi;
Molti principi tedeschi giunsero in Italia;
Non Enrico.
- Riconfermati i privilegi ai grandi dell'impero.
Enrico fu costretto a riconoscere ai principi la posizione di signori territoriali
(come il Padre 1220 con il Trattato con i principi della chiesa, Confoederatio cum principibus
ecclesiasticis).
- 1232
Enrico conferma la libert per i Cittadini di Worms (contro volont del Padre)

1232
Federico propone nuova dieta ad Aquileia
- leggi contro gli eretici;
- decreto specifico sulla persecuzione in Germania.
Lo scopo rassicurare Gregorio IX.
Mentre il papa, con l'aiuto di Ermanno di Salza, cercava di mediare la posizione dei comuni.
Minima intesa:
comuni giurano fedelt al sovrano;
sovrano riconosce la lega.
Alla dieta di Aquileia
fu anche imposto l'atto di sottomissione ad Enrico (figlio suo e di Costanza);
promulgato lo Statuto in favore dei Principi (1232) che
riconosceva la posizione di quasi sovranit dei principi territoriali che invocavano l'imperatore
contro le disposizioni di Enrico (annullate dal padre) (sulla scia del Trattato con i principi della
chiesa, Confoederatio cum principibus ecclesiasticis,26 aprile 1220).
Enrico insorge in aperta ribellione affiancato da pochi vescovi e nobili tedeschi e dalle citt
lombarde (Atto di alto tradimento).
Scomunicato da Gregorio IX (possibilit che Enrico aveva accettato ad Aquileia 1232).
1235
- Consenso maggioranza a Federico;
- Enrico chiede un incontro per il perdono (Worms)
- grazia e perdita della dignit regia;
- rifiuto di consegnare le insegne regge (nel Castello di Trifels).
Arrestato:
1236 rinchiuso nel castello a San Fele (Sud di Melfi);
1240 trasferito al castello di Nicastro (curare nelle terme vicine la lebbra??)
1242 Enrico pare Suicidatosi (?) durante un ennesimo trasporto.
In sintesi
In Germania vi erano due sovrani tra loro in concorrenza ed inconciliabili e strumentalizzata dai
notabili:
- la concezione imperiale del potere richiede assoluta obbedienza;
- la concezione del potere del figlio vedeva tale obbedienza lesiva alla dignit regia;
Nel 1235 Federico indisse anche una Dieta di Magonza.
Tra gli scopi
- Definitiva riappacificazione tra Welfen e Staufer.
Nel 1228 era Morta Isabella di Brienne.
1235 Federico sposa Isabella sorella del re d'Inghilterra Enrico III.
Isabella della casa Plantageneti legata alla dinastia Welfen.
(Ghibellini = Waibligen, cittadina sveva)
(Guelfi = Welfen stirpe antagonista degli Staufer).
- Riforma dell'ordinamento giudiziario della Germania sul modello Siciliano
(nuova corte di giustizia, ripresa da re Rodolfo d'Asburgo; tribunale della curia imperiale).
- Annuncia spedizione in Italia (1236) per riaffermare i diritti imperiali.
I comuni ricostituiscono la Lega;
contro le volont del pontefice nel 1236 Federico a Verona per garantire la sicurezza della
pianura soggiogando i ribelli che rifiutavano di riconoscere i diritti imperiali.

1236 Dieta a Piancenza (25 luglio)


- lotta all'eresia;
- preparazione di una nuova crociata; (entrambe per tenere buono Gregorio IX)
- ripristino di un equo regime di pace in Italia riaffermando i diritti imperiali.
Citt lombarde respingono in blocco le richieste di Federico.
(giuramento di Fedelt, restituzione delle iura regalia, soddisfazione per i danni arrecati)
(mantenuti i termini di Costanza, 1183).
1237 A Verona si ritrovano truppe
- tedesche capeggiate da Federico;
- del Regno di Sicilia e del Centro capeggiate da Gebardo di Arnstein;
- settentrionali (citt filoimperiali) capeggiate da Cremona.
Milano fa atto di sottomissione e si pone disponibile ad ampie concessioni.
Gregorio ed Ermannno di Salza mediano tra comuni e imperatore.
La diffidenza tra le parti far saltare gli accordi.
27 Novembre 1237 scontro a Cortenuova (Bergamo). Successo di Federico.
Pace offerta da Milano e dalle citt lombarde presumeva una capitolazione quasi totale:
- rinuncio alle condizioni di Costanza;
- sottomissione e scioglimento della lega,
- fornire finanze e cavalieri per due anni;
- accettazione di un funzionario imperiale (Capitaneus);
- conservare le mura cittadine e i diritti sul contado comprovati dai privilegi imperiali.
Discordia c'era solo sull'esercizio della giustizia. Ci port al fallimento dei negoziati.
L'imperatore si considera unico garante legittimo della pace e della giustizia, incaricato da Dio.
Federico non vuole compromessi come era successo al Nonno Federico I a Costanza.
1237 (Parentesi all'estero)
- azione in Austria contro il duca Filippo II il Litigioso;
- dieta di Vienna (1237)
principi tedeschi eleggono re Corrado (figlio di Federico e Isabella di Brienne)
(elezione ratificata in Germania nella dieta di Spira)
(eletto ma non ancora incoronato);
(reggenza all'arcivescovo Sigfrido III di Magonza).
1238
Falliti gli accordi con i Comuni, Federico
- Richiama le truppe dalla Germania
- chiede aiuto militare al re d'Ungheria e d'Inghilterra;
- nuova dieta a Verona.
Selvaggia (figlia di Federico) sposa Ezzelino da Romano (principale alleato nel nord est italiano).
Marcia contro Brescia e il suo scarso risultato mostra la difficolt che Federico incontrava
nellespugnare le fortificate citt lombarde. Sottomissione militare dell'Italia settentrionale molto
complicata.
Compromessi i rapporti con Gregorio IX
- Roma, partito filoimperiale si rivolta contro il papa;
- Federico appoggia le nozze di Enzo (figlio di Federico) e Adelasia (erede di due dei 4 giudicati
della Sardegna (dopo che aveva riconosciuto il dominio della chiesa sull'isola).
La Sardegna rientrava inoltre nella sfera di Genova.
30 novembre 1238 alleanza Gregorio IX Genova - Venezia

Nomine Vescovi meridionali, conflitto con i comuni, nozze di Enzo;


Funzione di supremo giudice
Papa
Successore di Pietro e Vicario di Cristo. Anche se il potere imperiale discende da Dio il sovrano
un uomo = peccatore, la chiesa deve sorvegliare il suo operato. Innocenzo III metafora del sole e la
luna, concezione ribadita nel diritto canonico.
Federico
Due poteri = dignit. Potere ricevuto da Dio e dall'unzione con il Crisma che lo rendeva titolare di
una sacralit al pari degli ecclesiastici = unto dal signore.
Le posizioni di papa e imperatore siano inconciliabili.
1239 (Dieci giorni dopo la Morte di Ermanno di Salza)
Gregorio IX scomunica Federico (scomunica che non avrebbe avuto soluzione fino alla morte)
Scomunica
- inadempienze della pace di San Germano (Cassino) 1230;
- messa in dubbio l'ortodossia dell'imperatore, accusa di eresia e dunque possibile deposizione.
Scontro propagandistico.
Federico all'opinione pubblica:
- scomunica misfatto senza precedenti opera di un papa malvagio (lettera circolare diretta ai
principi della cristianit 20 Aprile);
- chiede ai cardinali e ai vescovi un concilio generale dove egli avrebbe dimostrato di essere nel
giusto.
Gregorio IX (enciclica del Cardinale Raniero di Viterbo) (1 luglio)
- sovrano = eretico e precursore dell'anticristo
(avrebbe detto mondo ingannato da Cristo Mos Maometto, due morti in modo onorevole,
Cristo in Croce).
Parallelismi di Federico con la figura di Cristo (insoliti ma non blasfemi).
Imperatore vicario di Cristo, anche se il papa ne contesta il ruolo.
- Jesi = Betlemme (lettere a Jesi 1239 e Viterbo 1240 di Federico)
- ingresso preceduto da una croce, no blasfemo ma consueta parte del cerimoniale di accoglienza
del sovrano.
Gregorio IX sollecita l'elezione di un antire
- Re Venceslao di Boemia (1230-53) duca Ottone di Baviera (1231-53) sono gli
unici grandi ad accogliere la sollecitazione papale;
- Monarchi europei e principi tedeschi restano neutrali in attesa di una mediazione.
Italia Settentrionale
- Ezzelino da Romano (genero di Federico, marito di Selvaggia) resta fedele al sovrano;
- altri appoggiano Gregorio IX:
Ravenna, Verona, Marchese Azzo VII di Este-Raimondo Berengario V di Provenza
Milano e Piacenza (dissuase dal chiudere una pace personale con il sovrano)
Genova-Venezia.
Italia Meridionale
- occupato l'abbazia di Montecassino;
- cacciati i membri degli ordini mendicanti originari del nord;
- tasse straordinarie alle chiese e divieto agli ecclesiastici di andare a Roma;
- sottratti a Gregorio Ducato di Spoleto e Marca di Ancona (corridoio tra nord-sud)
Diversi sono gli effetti dello scontro tra papato e Federico II, ad esempio
- prolungarsi del conflitto conseguente crescita degli oneri;
- affermazioni iconografiche:
castello a Catania; ultimato il castello ponte di Capua; promossa realizzazione di Castel del Monte

1240 Viterbo apre le porte al sovrano:


- speranza di sottomettere Roma puntando sull'appoggio del partito filoimperiale;
- appoggio rovesciato da Gregorio (cerimonia e sfilata delle reliquie).
Federico ritorna in Sicilia. La decisione di non invadere lo stato della chiesa segnala forse la volont
di non precludere la possibilit di un compromesso.
Accordo tra le due parti non impossibile (non mancano mediazioni).
Il nodo
- pontefice chiede perdono delle citt Lombarde;
- Federico le accusa di lesa maest.
1240 Gregorio concilio (per la Pasqua del 1241)
aperto a Vescovi-arcivescovi-delegati dei sovrani europei.
Federico
- diffidente;
- considera impossibile per l'imperatore sottomettersi al concilio;
- vieta ai prelati di partecipare.
Ottobre 1240
- Gregorio fornisce le navi di Genova per trasportare presuli francesi e spagnoli da Nizza a Genova;
- 1241 isola di Montecristo (Elba), la flotta svevo-pisana intercetta le navi papali. Solo due navi
papali (su 27) salve. Superstiti catturati e portati in carcere al sud (mediatore Luigi IX di Francia)
1241 dopo assedi di 8 mesi circa sono prese da Federico
Faenza (Bologna); e Benevento (Roma);
1241 Re Bela IV d'Ungheria chiede al papa e allimperatore aiuto contro i mongoli in Polonia e
Ungheria riuscendo a riconciliare le parti.
1241
22 Agosto muore Gregorio IX.
Alla battaglia Federico preferisce aspettare nuovo pontefice sperando in un accordo.
Problemi nell'elezione nuovo pontefice:
- nessun cardinale raggiungeva il quorum (due terzi richiesto dal 1179);
- il senatore romano Matteo Rosso Orsini rinchiude i cardinali in conclave;
- eletto Celestino IV (25 ottobre e morto il 10 Novembre).
1241-1243 Chiesa Acefala.
1242-43 Federico interviene contro Matteo Rosso Orsini che cerca di insignorirsi della citt.
1243 Eletto ad Anagni Sinibaldo Fieschi, Innocenzo IV
- propensione egemoniche = guida su tutta l'umanit.
Anche con Innocenzo IV motivo cardine di attrito era il rapporto con i Lombardi
- accolti nell'accordo con il sovrano (Innocenzo IV);
- respinti-incompatibili con il diritto imperiali perch accusati di lesa maest (Federico II).
1243 Il Cardinale Raniero di Viterbo guida la sollevazione di Viterbo contro Federico.
Viterbo assediata ma sconfitta delle truppe imperiali.
1244
Possibile accordo siglato dai mediatori (31 marzo 1244).
Fuga di Innocenzo IV, prima a Genova e poi a Lione (2 ottobre 1244).
Papa e Imperatore sono entrambi convinti dell'inutilit di altri colloqui.
Nuova occasione di pace.
1244 Gerusalemme ripresa dell'infedele (questa volta Ottomano)
1245 Patriarca di Antiochia in Europa
- per chiedere aiuto a papa ed imperatore
- pacificare i due fronti.

Federico propone
- Innocenzo IV arbitro della questione lombarda;
- indulto per i sostenitori di Federico;
- invia Enrico di Hohenlohe (nuovo gran maestro dell'Ordine Teutonico) da Innocenzo IV a Lione.
Innocenzo Rifiuta.
1245
24 giugno Concilio di Lione (1245), tra i temi
- conflitto con l'impero:
Innocenzo deciso a condannare Federico e promulgarne la deposizione.
Taddeo di Sessa, inviato di Federico II presentava una ampia offerta di pace dove i re di Francia e
Inghilterra erano garanti dell'adempimento degli impegni.
Innocenzo IV accusa di non sincerit Federico
17 Luglio 1245 (seduta conclusiva del concilio generale di Lione)
in assenza di correttezza procedurale, presenza dell'assemblea no consenso,
Innocenzo facendosi interprete esclusivo della volont divina promulga la deposizione
dell'Imperatore Federico II:
- spergiuro, non rispettato i termini di San Germano (1230);
- violata la pace con la chiesa imprigionando i prelati di Nizza (1241);
- sacrilegio, modo in cui aveva trattato i prelati prigionieri;
- eresia, beffa della scomunica ed amico dei mussulmani.
Innocenzo IV deponeva un imperatore coronato per la prima volta.
(Gregorio VII-Enrico IV 1077 , Enrico era re);
Inoltre il Pontefice
- Sollecit principi tedeschi ad eleggere un erede;
- avoca a se il regno di Sicilia;
- divieto appoggio a Federico da parte dei principi cristiani.
- convincere ora i vescovi italiani e tedeschi ad abbandonare la causa dell'imperatore;
- capitoli cattedrali delle nomine vescovili solo con assenso e consenso dei legati pontifici;
Secondo l' Opinione pubblica
- Il papa non pu disporre a piacimento della corona imperiale conferita da Dio;
- deposto l'imperatore anche i troni dei re cristiani avrebbero vacillato;
- secolarizzazione del clero lo avrebbe distratto dai compiti religiosi.
Raniero di Viterbo (manifesto fine 1245)
- papa capo di tutti i fedeli e rappresentante di Dio;
- giudice di tutti i principi del mondo.
Innocenzo IV contro Federico: 1245 Deposizione, 1246 anti-re-1246 crociata-1245-46 congiura di
Parma);
1246 Federico convocava un concilio di Vescovi per confermare la sua ortodossia.
1246
Germania il crescente influsso del papa, porta
1246
- passaggio dell'arcivescovo Sigfrido di Magonza al fronte papale (concessa dispensa matrimoniale)
- Crociata contro Federico, bandita nel 1248 con gli stessi privilegi di una crociata in terra santa.
(aderiscono prima Germania poi Italia, Polonia, Danimarca)
- elezione anti-re, Enrico Raspe di Turingia (1246-47)
Enrico Raspe sconfigge Corrado IV(figlio di Federico e di Isabella di Brienne) (1246)
1247 Enrico di Raspe
- Fallisce l'assedio decisivo ad Ulm. Enrico Raspe morto per malattia nel castello di Wartburg.
- principi ecclesiastici tedeschi assieme al duca Enrico II di Brabante (unico principe laico).

eleggono Guglielmo d'Olanda (nipote di Enrico II, conte d'Olanda) Re di Germania dal 1254-1256.
Guglielmo d'Olanda, affermazione nella parte nord;
Corrado IV, controlla il sud.
Inizio dell'Interregnum (Schiller) (1247-73),
epoca terribile priva di imperatori, cessata con l'elezione di Rodolfo d'Asburgo (1273).
Dal 1254 al 1256 Guglielmo d'Olanda re di Germania
1256
- morto Guglielmo d'Olanda
- nessun accordo sul successore
- 1257 corona offerta a stranieri
Riccardo di Cornovaglia (figlio di Giovanni Senza Terra, re di Germania dal 1257-1272)
Alfonso X di Castiglia
- 1271 in aiuto dei Piemontesi Ghibellini e del genero il marchese del Monferrato Guglilemo VII
(successore, 1259, come vicario ad Ezzelino da Romano),
contro i Guelfi Lombari (appoggiati da Carlo d'Angi)
- in Provenza fermato da papa Gregorio X,
accetta di rinunciare a porsi a capo delle forze Ghibelline e al titolo di re dei Romani.
Italia
Complotto (1245-46) scoperto contro Federico ed Enzo.
Sovrano informato dai messaggeri del conte Riccardo di Caserta a Grosseto (1246);
- capo complotto podest imperiale di Parma, Tebaldo Francesco
- Pandolfo di Fasinella Giacomo Morra, amministrativi;
- altri funzionari e nobili anche del sud.
Scoperti i congiuranti si rifugiano nel salernitano.
1246 (17 luglio) cade ultima roccaforte dei cospiratori (Castello di Capaccio).
(sedata la ribellione Mussulmana in Sicilia, sud nuovamente sotto controllo).
Dieta di Barletta (1246)
revoca la riforma amministrativa del regno avviata nel 1239-40 (Foggia 1240?)
Riforma del 1239-40 per il Regnum Italiae
Amministrazione centralizzata nel nord simile a quella promossa nel Regno, impedendo il
divampare del caos = sfrenato esercizio dell'umana libert.
Enzo nominato legato generale nel regno d'Italia.
Vicari generali o capitani (per lo pi dall'alta nobilt meridionale)
- capo delle province,
- alla nomina e retribuzione provvede Federico personalmente;
- potere giurisdizionale illimitato;
Province
- divise in distretti amministrativi rette da Vicari e capitani;
Citt
- a capo i Podest o rettori, direttamente soggetti all'Imperatore.
Vicari generali e Podest sono sotto le dirette dipendenze del sovrano.
I vicari e capitani provinciali sono alle dipendenze di quelli generali.
Assetto inaccettabile per i Comuni. Autonomie comunali e Libert civiche sono Irrinunciabili.
Riforma federiciana trov applicazione al nord solo in Toscana.

Regno di Sicilia
1235, prima di andare in Germania,
sciolto il consiglio di reggenza (gran giustiziere Enrico di morra-Conte di Acerra Tommaso
d'Aquino-arcivescovi Palermo, Capua, Otranto).
Nominati due capitani e gran giustizieri che reggono il regno in sua assenza, diviso in due parti
- Sicilia-Calabria;
- resto del Mezzogiorno.
Corte di giustizia:
- competente per l'intera Italia
- seguiva l'imperatore nei suoi spostamenti
- a capo Gran giustiziere di Corte + 4 giudici di corte
Corte dei conti (1240 organo nuovo)
- vigilare sulla condotta dei funzionari;
- prima in due sezioni (Sicilia-Calabria; resto del Mezzogiorno)
- dal 1247-48 Decentralizzata.
Dieta di Foggia (1240)
- disposizioni per accertare la lealt dei sudditi (1242 inchiesta generale);
- maggiore controllo sulle frontiere (gi dal 1239).
Misure (Corte dei Conti, Dieta di Foggia, Inchiesta del 1242) non coincidono con la definizione
dispotismo - stato di Polizia
(pervasivo controllo dei sudditi era impossibile data la portata dei mezzi dell'epoca).
La dieta di Barletta (1246) prevedeva
- abolizione istanza intermedia dei due capitani e giustizieri a capo delle due aree;
- giustizieri a capo delle province affiancati da un cameraio;
- come in epoca normanna funzionari tornano a rispondere direttamente al sovrano;
- riunire le province in cinque regioni (riforma abrogata nel 1249).
Pacificato il Mezzogiorno.
1246 dieta a Cremona
(con appoggio ritrovato da Viterbo che migliora situazione in Italia).
(prima di una Dieta in Germania con l'intento di sistemare anche li le cose),
- Federico designa come erede nel Regno di Sicilia il figlio Enrico (Carlotto) avuto dal matrimonio
con Isabella d'Inghilterra (sorella di Enrico III);
- nomina come difensore del regno il conte Gualtiero di Manoppello;
- area settentrionale affidata ai parenti (dopo la congiura di Parma 1245-46).
(Riccardo, figlio naturale e conte di Chieti => Ancona e Spoleto)
1247
nozze tra Manfredi (figlio di Federico) e Beatrice (figlia di Amedo IV di Savoia);
Federico diretto a Lione
- intento di purificarsi;
- Innocenzo aiuto militare chiesto e ottenuto dal re di Francia (Luigi IX)
Viaggio a Lione bloccato dalla sollevazione di Parma.
- Federico allestisce per l'inverno la citt-accampamento Victoria
1248 mentre
- Federico a Caccia;
- parte delle truppe impegnate nella costruzione di un ponte presso il P;
- Manfredi II (margravio) rimasto presso Victoria insegue una compagnia pontificia;
- le truppe anti-imperiali guidate da Gregorio di Montelongo distruggono l'accampamento
Victoria e saccheggiato il tesoro imperiale.
Le citt della Romagna passano quasi tutte al fronte papale (Anche Modena, nemica di Bologna)
Raniero di Verona riporta diversi successi nel ducato di Spoleto e nella marca di Ancona.

Enzo
- figlio di Federico e Isabella;
- legato generale nel regno d'Italia;
- dal 1249 marito di una nipote di Ezzelino da Romano;
cade prigioniero dei bolognesi, passando il resto della sua vita in carcere.
Dall'ottobre del 1249 Federico (malato) si ritira presso Foggia
1250
Condottiero imperiale Uberto Pallavicini assieme alla citt di Cremona riporta successi nel nord.
Luigi IX di Francia, durante la sua crociata, cade prigioniero dei mussulmani d'Egitto.
Ma
13 dicembre 1250, presso Castello Fiorentino (sede vescovile a nord di Lucera) muore Federico.
(?? Confessato e assolto dall'arcivescovo Bernanrdo di Castagna, vestendo la tunica cistercense).
(morte a tinte fosche)
(25 febbraio 1251 sepolto a Palermo in porfiro gi scelto nel 1215)
(nemici euforici) (seguaci costernati)
(molti pensarono per anni ad una bugia , Sibilla eritrea vive e non vive)Testamento
Designa come successore Corrado IV
- se Corrado morto senza eredi,
Enrico (Figlio di Federico e Isabella d'Inghilterra)
poi Manfredi (figlio di Federico e Bianca Lancia).
Manfredi
- governato il Regno di Sicilia in vece di Corrado IV durante la sua assenza;
- possesso del feudo di Taranto e intorno al monte Gargano.
Enrico
- in feudo da Corrado il regno di Gerusalemme o la Borgogna.
Dispone il ripristino delle immunit ecclesiastiche. Atteggiamento di devozione nei confronti della
chiesa. Questa avrebbe solo dovuto non ledere il prestigio imperiale.
La chiesa considerava la Stirpe sveva minaccia mortale.
Rilascio dei prigionieri, tranne i traditori;
Ordina di saldare i suoi debiti;
Abolire le tasse annuali (collette generali).
Morte di Federico (13 dicembre del 1250) non mise fine alle ostilit.
Innocenzo IV
- testamento privo di Validit;
- corona siciliana offerta ad un fratello di Enrico III d'Inghilterra.
Corrado IV
- difficile situazione in Germania dati i successi militari di Guglielmo d'Olanda;
- 1251 nel Mezzogiorno successi. La morte lo coglie nel 1254 (26 anni);
In Germania nomina Bertoldo di Hohenburg reggente per minorit del figlio Corrado/Corradino;
Regno la reggenza di Manfredi riconosciuta da Innocenzo IV, rapporto presto incrinato.
Alessandro IV (successore di Innocenzo IV, 1254-61)
- scomunica Manfredi (1254)
- 1255 corona consegnata ad Edmondo figlio di Enrico III d'Inghilterra (rifiuto opposizione baroni
inglesi).
1258 Manfredi
- diffuse notizia morte di Corradino facendosi incoronare
- non trov accordo nemmeno con i successori di Alessandro IV:
Urbano IV (1261-1264) ne con Clemente IV (1265-69)

- Urbano IV propose il regno a Carlo d'Angi (fratello di Luigi IX);


- Clemente IV , infeud il regno a Carlo (che aveva gi sconfitto Manfredi a Benevento 1266);
Corradino
- chiamato in Italia dai Ghibellini;
- scomunicato da Clemente IV;
- 1268 sconfitto a Tagliacozzo (23 agosto)
- 1268 (29 ottobre) giustiziato a Napoli
- 1291 Regno di Gerusalemme (pochi territori attorno ad Acri) sbaragliato dai Mamelucchi.
In sintesi
Simultaneo governo ereditato da Federico fu compito assai arduo.
- limitato da diverse forze pi o meno antagoniste (situazione forse pi agevole nel Regno di Sicilia)
- nel Regno meglio funzion e si applic la macchina amministrativa e il sistema tributario;
- guerre comporta aumento della pressione, contributo alla rivolta del 1282 dove non furono
attaccati non solo i provenzali ma anche il sistema di imposte a imprenditori privati introdotto da
Federico (1231).
- episcopato modesto e piccole diocesi dipendenti economicamente dal sovrano agevolano il
controllo sulla chiesa del Regno.
Situazione mutata pi che alla morte di Guglielmo II (1189) con la minorit di Federico e la tutela
di Innocenzo III (ebbe effetto anche in altre circostanze.
Controllo sulla penisola
- espansionismo stato della chiesa (centro-nord) - dominio feudale (sud)
- sull'antico diritto imperiale (Federico).
Concorrenza papa-imperatore
- ruolo giocato dal pontefice all'interno della cerimonia di incoronazione imperiale;
posizione universale);
- conflitto tra i due poteri universali fu + guerra di Propaganda che non si chiuse con la deposizione
di Lione (1245);
- unica via possibile ma non perseguibile (mezzi) era l'imposizione militare contro comuni (+)
papato (-).
Federico non accett
- autonomia dei comuni;
- concessioni fatte dalla madre Costanza alla Chiesa sulle sede ecclesiastiche del Regno.
Il bilancio resta negativo con una visione moderna di realpolitik.
Agli iniziali successi rimasero irrisolti i problemi di fondo
- politico, opporsi alle autonomie comunali e all'influsso politico del papato;
- ideologico
affermare pari potest di papato e impero;
concezione del potere federiciano irrealistica e irrealizzabile entrando in conflitto con papato e
comuni.
Nel Medioevo valori come
- onore-dignit dell'impero e dell'imperatore erano cos importanti da non essere sacrificati al
pragmatismo politico.
- la sacralit dell'imperatore rendeva una sottomissione al pontefice inconcepibile.
Il tutto si sarebbe risolto con un atto di sottomissione formale al pontefice,
- come il Barbarossa a Venezia (1177)
- come Enrico IV a Canossa (1077)
Federico ebbe straordinaria consapevolezza del proprio valore.
(scomunica compensata dalla esaltazione sacrale della persona dell'imperatore)

(Abuso della scomunica da parte dei papi ne ridurr efficacia, Bonifacio VIII-Filippo IV)
In Germania la confermata la sovranit territoriale dei principi tedeschi fu mossa per consolidare il
proprio dominio.
Capitolo Due
Infanzia a Palermo
Istruzione da estranei
- prima formazione ricevuta forse ecclesiastici presenti a corte
- scuola per i figli del sovrano (attivata da Guglielmo I 1154-1166)
- come figlio di un re istruito all'uso delle armi e dell'equitazione;
- Scritti narrano che le vicende tra (1198-1208) suscitarono rabbia e sdegno verso il suo ambiente e
tutti gli uomini.
Unica fonte con dettagliata ricostruzione del re adolescente una lettera del 1207 da autore ignoto
dove evidente la tensione idealizzante sull'Istruzione cavalleresca tradizionale e l'ideale cortese:
- luce su tratti non convenzionali del giovane re
- somiglianza formazione Federico con la formazione dell'eroe cavalleresco-cortese nel
Tristano e Isotta di Goffredo di Strasburgo (esercizio in Armi, equitazione, legge, lingue).
Quale fu la lingua madre (visto lo spettro multiculturale delle corte palermitana);
- volgare siciliano;
- ad Otto anni suo tutore Guglielmo di Capparone (tedesco);
- latino (precettori ecclesiastici);
- francese diffuso presso la corte normanna di Palermo (met XII)
- arabo;
- greco;
Costanza D'Aragona (sorella di Pietro II) (1209-1222)
1199 gi moglie di Emmerico d'Ungheria (morto nel 1200).
Trono d'Ungheria conteso tra Ladislao (figlio di Emmerico) e Andrea II (fratello del re).
Andrea occupa il trono.
Ladislao e Costanza fuggono in Austria presso il Duca d'Austria Leopoldo VI.
1205 ritorno in Spagna.
- 1209 moglie del quindicenne Federico;
Matrimonio con Federico (mediato da Innocenzo III) per convenienza (data anche la differente et).
I compito delle moglie di un re dare un erede maschio.
Fonti mute sulle relazioni personali tra i coniugi:
- coinvolta nell'esercizio del potere (attivit pratiche solo se necessario, es. reggenza 1212-1216);
- 1220 incoronata imperatrice al fianco di Federico a Roma;
- 1221 in Sicilia al fianco del Marito, muore a Catania (1222, 23 giugno) mentre Federico seda una
rivolta mussulmana a Monte Jato.
Nessuna delle altre mogli ebbe ruolo altrettanto centrale.
Federico pone una corona sulla tomba in segno di stima
Relazioni extraconiugali e figli
Propaganda papale (richiamo alle Etimologie di Isidoro da Siviglia), accuse
- di Luxuria;
- di possedere un Harem (Lione 1245);
dove le mogli sono sorvegliate da eunuchi evidenziando il cedimento ad usanze mussulmane.
Accuse volte a fine propagandistico(Vescovo di Assisi Nicola di Calvi, biografo di Innocenzo IV)
che fraintendono usanze della corte bizantina (presenti numerosi eunuchi ma nessun harem).
Mentre sposato con Costanza d'Aragona (1209-1222)
- nobile siciliana gli da come figlio l'omonimo Federico. Concesso castello a Pettorano (Abruzzo);
- mentre in Germania => Adelaide (nobile tedesca) nascono Caterina ed

Enzo/Ezio/Heinz, sposo di Adelasia di Sardegna e in II nozze nipote di Ezzelino.


Altri figli (oscure fonti sulle madri)
Federico di Antiochia, vicario generale in Toscana
Selvaggia, sposa di Ezzelino da Romano;
Margherita, moglie di Tommaso D'Aquino conte di Acerra;
Riccardo, conte di Chieti
Gerardo
Blanchefleur
- dal 1210 relazione con Bianca Lancia
(di una famiglia marchionale piemontese) (nipote di Manfredi (II) Lancia)
Figlia Costanza (sposa all'imperatore bizantino Giovanni Vataze)
Figlio Manfredi (1232).
Matrimonio Federico-Isabella di Brienne (Onorio III-Ermanno di Salza) (1225-1228)
(Isabella erede al regno di Gerusalemme).
Conflitto Federico Giovanni di Brienne:
- indifferenza sovrano verso Isabella (-) (fonti no immagini di tensioni)
- Giovanni mantenere reggenza nel regno di Gerusalemme (+);
Figlio Corrado (1228, 25 Aprile Andria), regina morta dieci giorni dopo (post partum)
Matrimonio Federico-Isabella (sorella di Enrico III d'Inghilterra) (1235-1241)
(Gregorio IX) (ricomporre conflitto Guelfi-Ghibellini)
figlia Margherita;
Figlio Carlotto (Enrico).
Isabella non esibisce la corona, usi del sud diversi da quelli del nord Europa.
Regine nel cerimoniale orientaleggiante delle corte romano sicula hanno ruolo secondario nelle
rappresentazioni del potere.
Isabella muore a Foggia 1241;
1245 ipotizzato matrimonio con Geltrude
- erede del duca Federico d'Austria (appoggio illustre principe alla vigilia del concilio di Lione)
- Saltato (?) Geltrude rifiuta le nozze con imperatore scomunicato.
Legame con i figli
- il rapporto con i figli era calibrato sulla sua consapevolezza del rango imperiale;
- ebbe cura di tutti i figli (legittimi e illegittimi) (una prova venne dopo la congiura del 1245-46).
Fonti laconiche. Conosciamo
- legame problematico con il primo figlio Enrico (VII)
1216 incoronato e costretto a sposare Margherita D'Austria;
1220 lasciato in Germania crebbe senza genitori;
divieto di Federico al matrimonio con Agnese;
sottostare agli ordini del padre (lesivo per il suo rango reale);
differente concezione dell'esercizio del potere tra Germania e Sicilia.
(?) Per Enrico pi che padre Federico fu un imperatore estraneo, senza affetto, ne limitava il potere
Federico per fece seppellire Enrico con tutti gli onori nel duomo di Costanza (1242).
(in una lettera redatta da Pier della Vigna, uno scritto teatrale volto alla stilizzazione del sovrano, la
misericordia del padre va oltre il giudizio severo di un giudice e clero siculo esortato a pregare per
Enrico)
Maggiore attenzione con Corrado
Manfredi si dichiara di essersi formato in materia di Teologia e Filosofia presso la corte imperiale.
Sulle figlie vi menzione nelle cronache solo nelle politiche matrimoniali.

Dopo la congiura del 1245-46


- si serv dei figli per ricoprire le alte cariche di governo (soprattutto a nord)
- tornava alla tradizione dinastico-familiare del nonno Ruggero II
(dopo averla accantonata con le riforme degli anni venti del DUECENTO).
Enzo catturato dalle truppe Bolognesi il 26 maggio 1249)
(suicidio poco dopo del fedele Pier della Vigna)
La corte (un frammento del registro (1239/40) mostra la vita di corte quotidiana)
- vita di corte modellata sugli interessi e le esigenze del sovrano;
- piattaforma di transfert culturale
- era l dove si trovava il sovrano accompagnandolo negli spostamenti;
- strumento indispensabile per l'affermazione;
- composta da
funzionari, consiglieri, amici, postulanti, individui che non vengono menzionati in cronache e
documenti;
- documenti e cronache mostrano (anche attraverso esagerazioni connotative)
carattere itinerante;
problemi logistici;
indicazioni sui luoghi solo di quelli dove operava la cancelleria producendo un documento,
(imperatore poteva essere anche altrove). Ad esempio:
- nessun documento emanato a Castel del monte dimostra che l'imperatore non mai stato li?
- della presenza di Federico a Fiorentino sappiamo solo perch vi mor.
- non consentono di stabilire la durata del soggiorno.
Tra i preferiti: Hagenau, Norimberga, Spira, Augusta, Capitanata (Foggia), Melfi.
Palermo rimane capitale Ufficiale del Regno di Sicilia.
Foggia dimora preferita e dotata di parco-giardino zoologico di cui si era fregiato anche Carlo
Magno ad Aquisgrana. Richiamo a modelli romano-ellenistici, grande impressione oltre le Alpi.
Spostamento in altre regioni avveniva solo per necessit di governo (militari):
- 1233-34 in Sicilia contro rivolte di Messina e Siracusa e contro il duro regime del giustiziere
Riccardo di Montenegro;
-1235/36 Germania, rivolta di Enrico;
- conflitti con le citt lombarde.
Apulia = Puglia meno, pi allItalia Meridionale. Compare nella lettera ai Brindisini:
- prepararli a nuove imposte;
- abbondanza delle terre meridionali.
Dai nomi menzionati nei documenti di una dieta in Germania possibile farci un idea dell'entourage
imperiale. Pochi intimi:
- Bernardo di Castagna
(arcivescovo di Bari e poi di Palermo) - (1216 con Costanza ed Enrico in Germania)
(II scomunica Federico gli causa perdita carica vescovile 1239) (assolve Federico nel 1250).
- Ermanno di Salza
- Pier della Vigna (pi giovane e coetaneo di Federico)
intimo amico e consigliere segnalato da Bernardo di Castagna;
notaio cancelleria imperiale. I suoi sono presi a modello per le altre cancellerie;
redazione lettere personali del sovrano;
Taddeo si Sessa maggiore collaboratore di Pier della Vigna;
Pier: Federico il Cesare e santo.
1249 accusato di tradimento viene imprigionato. Suicidio.
- Gualtiero di Manoppello (fedele agli svevi anche sotto Corrado IV e Manfredi)

- Rainaldi di Urslingen (figlio e successore del duca Corrado di Spoleto)


uno dei pochi tedeschi su cui fece affidamento;
gestione del regno durante la crociata (1228-29);
ruolo minato dall'azione dei predicatori francescani e da alcune irregolarit nell'amministrazione del
fisco. Incarcerato (1230) fu liberato 1233 ma costretto ad abbandonare l'Italia.
Valletti
- figli di alcune famiglie nobili (ma anche borghesi, es Giovanni Moro), meridionali (ma non solo);
- istruzione cavalleresca curata direttamente da Federico;
- compiti assegnati dall'et di quattordici anni;
- valletti erano anche i figli del re;
- Buoni Valletti, Riccardo conte di Caserta; Tommaso D'Aquino;
- Cattivi Valletti, Federico (figlio di Ferdinando III di Castiglia e Beatrice, cugina di Federico)
abbandon il regno fuggendo a Milano dopo Lione (1245)
Caccia
Nel Medioevo
- sport preferito dai grandi;
- si passa dalla caccia grossa a quella con i Rapaci
(conforme ai nuovi ideali cavallereschi. La caccia con gli uccelli status symbol Cortese).
Opere tradotte formano una miscellanea che fa da introduzione al libro di Federico sulla
falconeria (Sull'arte di cacciare con gli uccelli).
Opera Scritta da Federico =
- committente,
- partecipatore attivo alla sua redazione esponendo i propri punti di vista
(es fori nel cappuccio usato dagli arabi per coprire la testa ai volatili);
- ricercatore e cultore della sapienza (co si autodefinisce nel libro).
Anche il nonno Ruggero II desiderava un opera di geografia.
1154 al-Idris compone La geografia araba = il libro di Ruggero.
Interesse per le scienze naturali. Le formulazioni attribuite al sovrano sono opere degli scienziati di
corte (discusso di Matematica con Fibonacci, introduttore dei numeri arabi in Occidente).
Ebraico
- passi del Talmud libro sacro degli ebrei assieme al vecchio testamento
- Scoto
traduttore delle opere scientifiche arabe in Latino;
commentari all'opera di Aristotele;
scrive di astronomia (su richiesta del sovrano) astrologo dell'imperatore
(domande sull'ubicazione dellinferno-purgatorio-paradiso)
Allevamento prodotta prima opera veterinaria del Medioevo (Hippiatria Giordano Ruffo).
Medicina
- fama dell'ateneo medico di Salerno;
- normative professionali per i medici e farmacisti:
studenti in medicina di Salerno devono fare tre anni di logica, 5 di medicina, uno di tirocinio sotto
medico esperto.
Scuola poetica siciliana (una ventina di poeti-funzionari in maggioranza siciliani)
- Caposcuola Giacomo da Lentini, inventore del Sonetto;
- scrittura in volgare meridionale;
- spunto dai provenzali e influssi del Minne = amore cortese tedesco-medievale;
- Canzoni e poesie d'amore, Enzo introdusse l'arte poetica siciliana a Bologna

- ripresi in Toscana, forma toscanizzata ad opera dei copisti del DUECENTO-TRECENTO;


- occasione per socializzare.
Per i Nemici di Federico
- da sovrano a cacciatore;
- apertura culturale = ateismo.
Federico si considerava sovrano cristiano con autorit derivata da Dio.
Schaller
(rispetto a quanto affermato due anni a dietro, Federico imperatore illuminato ignora la
scomunica)
Federico imperatore religioso
- discendenza Sveva - Altavilla (filo-ecclesiastica)
- formazione ad opera di ecclesiastici presso la corte di Palermo;
- cristianit si evince dalle dichiarazioni tramandate dai documenti (preamboli, arrenghe dei
diplomi) creati ex novo per il sovrano;
- ruolo centrale all'idea di povert (particolarmente vicino al sovrano l'ordine cistercense)
(entrato nelle loro preghiere nel 1215);
(monastero riformato di San Giovanni in Fiore fondato da Gioacchino da Fiore, fortemente
sostenuto da Federico);
- manifestazioni personali della sua religiosit intorno a tre temi: Crociata-povert-fine del mondo;
- azioni attingono alla devozione religiosa (traslazione reliquie, guida della crociata);
- concedo dalla vita terrena (indossando la tunica cistercense).
Quelli di Shaller sono argomenti che non reggono ad un esame critico
- improntati ad un concetto moderno di religiosit interiore, non applicabile al medioevo;
- scontato affermare che un sovrano cristiano agisce in favore del cristianesimo;
- non risulta dalla fonti che il piccolo Federico a Palermo abbia ricevuto istruzione religiosa;
- preamboli dei diplomi formulati sulla base di un ristretto numero di concetti combinati dai notai;
- non sempre argomento preambolo = convinzione personale di Federico
(prodotti cancelleria non sempre = convinzioni personali del sovrano)
(prodotti cancellerie sempre = idee ed esigenze di rappresentazione della corte);
- circolari, pi simili a propaganda politica;
- nella lettera del 1215 all'ordine cistercense (accolto nelle loro preghiere) lobiettivo primario
politico.
Appoggio dell'ordine nel concilio lateranense che si sarebbe pronunciato in merito alla sollevazione
di Ottone IV contro l'elezione di Federico a re dei Romani.
Cosi anche le donazioni a San Giovanni in Fiore. Il nuovo abate Giovanni (1235) era forse ostile al
sovrano;
- azione pubbliche che mostrano la religiosit = gesti di comunicazione;
Notizie pi certe sono ricavabili paragonando la condotta di Federico a quella di un suo
contemporaneo. Ad esempio Luigi IX (il Santo, canonizzato nel 1297).
Pur essendo palese la volont di esaltarne la santit, Luigi IX seriamente preoccupato per la
salvezza della sua anima. (es confessato una volta alla settimana quando il concilio lateranense del
1215 prescrive una l'anno; ossessione per le reliquie).
Di Federico si ha notizia di una confessione, sul punto di Morte.
- Amore verso l'islam
critiche da parte islamica ad alcune azioni del sovrano (anche all'accordo con Al-Kamil)
incerto se l' Imperatore fosse realmente informato sulla religione islamica.
Nell'Occidente cristiano, l'Islam
considerato variante eretica del cristianesimo no vera religione;
e Maometto profeta falso ed eretico.
(traduzione in latino del Corano (XII secolo ) dalla Spagna no Sicilia)

- Rispetto verso le minoranze (?)


Coesistenza diversa dallodierna tolleranza.
- Tolleranza muove dalla scissione Cattolici-protestanti e si sviluppa in et illuministica).
- Costituzioni di Melfi 1239, protezione ebrei-mussulmani; no parificazione con i diritti dei
cristiani.
Immagine
Statura Medio-Bassa (neppure gli antenati normanni erano alti).
(Enrico, primo figlio di Federico 1,66; Carlo Magno 1,82)
Rossiccio di pelle e capelli (Acerbo Morena di Lodi, cronista con rappresentazioni dettagliate e
realistiche).
Scontro Ottone IV-Federico
prima (Ottone appoggio di Innocenzo), teutonico Ottone - brevissimus Federico;
dopo, Ottone alto di statura ma nano per onore;
Poco utili le immagini, stilizzate e idealizzate (privi di tratti specifici). Scene cortesi, motivi
iconografici, pubblica rappresentazione (distorta).
Si passava per dal classicismo impersonale alla persona viva.
(Statua del castello-ponte di Capua distrutta nel 1791 dai soldati francesi.
calco nel museo di Capua calco di una riproduzione non dell'originale)
Cattedrale di Bitonto, 1229, omaggio al ritorno dalla crociata.
Motivo iconografico medievale diffuso:
incontro dei tre vivi con i tre morti (ammonimento alla transitoriet della vita terrena).
Davide porge lo scettro a Corrado IV (figlio ed erede di Federico a Gerusalemme)
Federico seguito da Enrico (VII).
Oppure Federico I ed Enrico VI con Federico II e Corrado IV.
In sintesi, il Medioevo d
- poca importanza alla fisionomia del sovrano;
- contavano le modalit della sua pubblica rappresentazione.
Nelle apparizione pubbliche spesso Federico restava sul trono senza professare parola.
A parlare era il portavoce Pier della Vigna.
Federico uomo
- raramente tematizzato autonomamente;
- nulle le testimonianze autobiografiche utili a svelare il carattere e la psiche dell'imperatore
(a differenza di Carlo Magno, Federico I, Lugi IX il Santo, non commissiono una biografia
ufficiale);
- poche sono le fonti che parlano della persona di Federico;
- meglio documentata il modo in cui l'imperatore dava rappresentazione di se.
Capitolo Tre
Si leva dal mare una bestia piena di nomi blasfemi Federico il suo nome
(Enciclica di Greogorio IX, 1239 dopo la seconda scomunica, paragona il sovrano al mostro
dell'apocalisse di Giovanni). (Drago, anticristo nelle lettere dell'evangelista Giovanni)
La bestia che si leva dal mare simbolo
- del Caos dei tempi antichi
- della ribellione delle nazioni contro Dio.
Medioevo
Secondo la fede biblica i Cristiani attendono la fine del mondo, il giudizio e il ritorno di Cristo.
Il tutto verr preceduto dalla comparsa dell'imperatore della fine dei tempi, che:
- convertir ebrei e pagani;
- piegher popoli selvaggi (Gog e Magog) (identificati con i mongoli comparsi nel 1241 nelle terre

dell'impero, Polonia e Ungheria);


- raggiunger Gerusalemme e il monte Golgota per deporre scettro e corona.
Due possibilit a questo punto:
- inizio impero della pace;
- avvento anticristo(creato dal diavolo a immagine di Ges).
Anticristo
- elemento dell'Impianto apocalittico-escatologico;
- mezzo sia del papa che dell'imperatore.
Federico come figlio di un Demone e non di Enrico VI secondo i teologi seguaci dell'abate
Cistercense Gioacchino da Fiore recepita dai mendicanti francescani (Spirituali) e da questi
diffusa attraverso la predicazione. L'idea che Federico fosse l'anticristo trov larga diffusione presso
i francescani. Predicazione francescana assicur ampia diffusione alla propaganda papale.
Manifesti imperiali furono destinatari di un pubblico pi ristretto.
Lettere di Pier della Vigna impressionavano per il modello stilistico. Esempio di retorica della
cancelleria regia.
Libro delle figure (Gioacchino) - Praemissiones (redatta dai seguaci di Gioacchino)
La storia suddivisa in 3 et che corrispondono
- alle persone della trinit (padre-figlio-spirito santo);
- all'ordine della societ (laici-chierici-monaci).
La seconda l'et del caos. Vi regna l'anticristo (Sovrano secolare che avrebbe castigato la chiesa)
Ultima et (che sarebbe dovuta iniziare due generazione dopo il 1200, intorno al 1260 circa)
vertice luminoso guidato da nuovo monachesimo spirituale.
(l'ordine florense, fondato da Gioacchino per riformare la vita monastica benedettino-cistercense).
Questa terza et comincia con la caduta dell'anticristo (precursore o l'imperatore stesso.
Immagine del Drago a sette teste:
- teste corrispondenti alle sette stagioni di persecuzione della Chiesa ad opera di un sovrano
- iniziando da Erode fino a Saladino (anticristi nel nuovo testamento)
- settima testa non associata ad un preciso anticristo,
- abbinamento persona-testa cambia nei due testi;
- Settima testa
uguale alle altre (nel Libro delle figure - Praemissiones)
nel Libro sulle responsabilit dei profeti (XIV) sovradimensionata e coronata dalle dieci corna,
con i francescani avviluppati nelle spire della coda che puntano il dito contro la bestia (nuovo
elemento).
Etna
- tradizionale sede dell'inferno;
- luogo in cui erano nascosti Federico e Re Art.
L'avanzata mongoli e la caduta dominio islamico in Oriente sono tra i segnali della fine del mondo
e dell'avvento dell'imperatore dei tempi ultimi.
1223
lettera ad Onorio III dal patriarca di Alessandria mostra che
i cristiani d'Egitto attendono Federico come ai loro tempi i santi attesero Cristo
(gioca il fatto che Federico fu l'unico imperatore cristiano a cingere la corona del regno di
Gerusalemme nella basilica del Santo Sepolcro (18 marzo 1229).
Federico non si considerava l'imperatore dei tempi ultimi, ma pi una nuova guida.
Paragone con Davide e Cristo viene manifesto in occasione dell'incoronazione del 1229
- presente nella copia inviata in Inghilterra;
- assente nella copia inviata al papa e ai principi tedeschi (Federico era scomunicato).

Dopo la seconda scomunica (1239), Federico non ha indugi nel accogliere il paragone con Cristo.
(gi avanzato dai suoi seguaci e dalla propaganda imperiale)
- presentato come il successore di Davide e la sua stirpe come nuova casa davidica;
- parallelo Federico-Cristo (Jesi-Betlemme)
Pier della Vigna (elementi antichizzanti)
- Santo Federico , recupero dell'antico retaggio dei Cesari romani (santi o divi);
- conio degli Augustali e nell'immagine del castello-ponte (Giustizia)
Terrisio di Atina (Montecassino)
- Federico = Costantino, Sole (come anche Cristo)
- metteva indirettamente in discussione la metafora sole-luna di Innocenzo III.
Dopo la scomunica del 1239 (Gregorio IX)
- radicalizzazione del conflitto con il papato;
- mitizzazione della figura di Federico, tra Anticristo e Messia;
- Demonizzazione del sovrano al culmine (Imperatore = Satana)
Stile pi sobrio sotto Innocenzo IV
giudizi di Raniero di Viterbo forniscono gli argomenti per
- la deposizione del 1245 (attacchi di Federico contro Viterbo descritti in tono apocalittico)
- la crociata contro l'imperatore (bandita nel 1248) (Circolare diffusa in Germania ed Inghilterra)
Lettera 28 gennaio 1240
Federico ordina di procurare materiale edilizio per la costruzione di un Castello presso Santa Maria
del Monte (santuario benedettino attestato fin dal 1120)
Castello di Santa Maria del Monte menzionato nell'elenco di castelli e palazzi regi all'interno dello
Statuto sulla riparazione dei castelli (1246).
Funzione (?)
- troppo sontuoso per semplice edificio di caccia;
- osservatorio astronomico (mancano indirizzi concreti)
Forma ottogonale
- richiamo alla carolingia Santa Maria di Aquisgrana (1215 Federico cinge la corona ottagona del
regno romano-germanico);
- ottagono simboleggia Gerusalemme celeste (raffigurata in molti manoscritti medievali)
Matteo Paris (benedettino, abbazia St. Albans, nordovest di Londra)
(avverso alla curia romana)
Stupor mundi et immutator mirabilis (stupore del mondo e suo mirabile riformatore)
Immutator mirabilis
- formula utilizzata anche per Innocenzo III).
- Racchiude un'implicita valenza negativa dovuta alla mentalit conservatrice del Medioevo rispetto
al cambiamento.
- Il mondo opera della creazione divina.
- L'innovazione pu consistere solo in un ritorno al buon ordine antico.
(Stupor Mundi impiegata gi ad inizio DUECENTO per Riccardo Cuor di Leone).
Salimbene de Adam (francescano di Parma) (Cronaca iniziata 1282)
Pestifero e maledetto, scismatico ed eretico portatore di discordia nelle citt (sorti dei Ghibellini)
Insinua fosse stato un macellaio di Jesi a ingravidare Costanza (non Enrico VI).
Ma accusa non manca di annotare le positive qualit di Federico (rammaricato).
Non poteva sottrarsi alla propaganda anti imperiale (francescano).

Dante (Manfredi e Federico furono eroi illustri).


Commedia
- terzo vento di Svevia (Dopo il Barbarossa ed Enrico VI) a condizionare i destini d'Italia;
Convivio
- ultimo imperatore dei Romani;
De vulgari eloquentia
- ruolo nella diffusione del volgare nella poesia.
Giovanni Villani (cronista fiorentino di parte Guelfa)
- Vittoria angioina sugli svevi. Prevale immagine negativa
- Federico personificazione del Tiranno persecutore della Chiesa;
- non del tutto assente qualche ammirazione
Storiografia Siciliana
i re aragonesi sottolineavano la discendenza da Manfredi e continuit con la casa di Svevia;
- La profezia della Sibilla eritrea Federico vivit, non vivit si presta a molteplici interpretazioni.
Salimbene
In Italia molti non vollero credere alla morte (1250) perch
- propaganda papale pi volte aveva diffuso falsa notizia della morte del sovrano;
- per i seguaci di Gioacchino da Fiore il sovrano morto con dieci anni d'anticipo;
(quattro scommesse registrate da un notaio (1257 orefice di San Gimignano).
Falsi Federico
Giovanni de Cocleria (cronaca di Saba Malaspina)
- 1261 in Sicilia di ritorno da un pellegrinaggio penitenziale di Nove anni;
- scambiato per il sovrano anche da Urbano IV (solo per incitarlo contro Manfredi)
- Manfredi lo fece catturare e impiccare.
Germania (1235 ultimo soggiorno di Federico)
I falsi comparsi in Germania sul finire del DUECENTO mostrano
- ricordo mitico del sovrano;
- ritorno atteso dagli strati sociali pi bassi.
1284 Dietrich Holzschuh (di origini contadine)
- sede a Neuss (bassa Renania)
- riusc a riunire una corte;
- dubbi per l'aspetto troppo giovanile;
- mira alla ratifica dei principi tedeschi della sua elezione, Rodolfo d'Asburgo ne diventi Vassallo.
Presso Wetzlar (citt che si opponeva al sovrano Rodolfo d'Asburgo per il pagamento dei tributi)
l'impostore fu consegnato dai cittadini a Rodolfo d'Asburgo e messo al rogo.
Sono Federico Risorto il terzo giorno come Cristo condanna alla Forca a Utrecht.
Eremita Enrico, Federico tra Basilea e Worms.
Terzo Federico
Libro sulla responsabilit dei profeti e da uninterpretazione della profezia della Sibilla eritrea:
- sarebbe giunto un terzo Federico che avrebbe castigato e poi purificato la chiesa.
- Solo successivamente sarebbe scomparso l'impero dei tedeschi.
Ghibellini
- Morto Corradino (1268)
- il terzo Federico = Federico l'Intrepido
(nipote dell'imperatore, figlio di Margherita, nata dal matrimonio con Isabella d'Inghilterra).
Federico lIntrepido avrebbe:
- annientato Carlo D'Angi catturato il papa conquistato con l'appoggio spagnolo il regno di
Francia.

Nelle lettere tra 1269-70 Federico l'intrepido si intitolava gi Federico III re di Sicilia e di
Gerusalemme.
Federico (Figlio di Pietro III d'Aragona e Costanza figlia di Manfredi)
- 1282 Sicilia sottratta al Dominio angioino;
- 1296 corona del regno autonomo affidata all'infante Federico;
(Chiamato dall'ammiraglio Ruggero de Lauria il terzo Federico della profezia perch
III figlio di Pietro III, III Federico che dominava in Sicilia, in realt il II).
- Riprese il titolo re di Sicilia, del ducato di Puglia e del Principato di Capua
(titolatura dei re normanno-svevi, in segno di continuit);
- Velleit imperiali abbandonate nel 1312 (Eletto imperatore Enrico VII di Lussemburgo).
Attendevano un Terzo Federico Salvatore
- fra Dolcino (setta antipapale dei fratelli apostolici) bruciato come eretico a Novara (1307).
(annientato clero secolare- collabora con il papa angelico al rinnovamento della chiesa prima
dell'arrivo dell'anticristo);
- Catari (perseguitati della Francia meridionale (inizio TRECENTO)
Perturbatore dell'ordine celeste
- Telesforo di Cosenza (scritto tra 1356-65)
propugnatore di Satana;
incoronato da un falso papa tedesco;
un re francese di nome Carlo (come Magno) e un papa angelico lo avrebbero annientato.
Federico III D'Asburgo
- 1440, sale al trono romano-germanico un autentico Federico.
- 1452 incoronato imperatore
1451-53 Stampato il Libro tedesco della Sibilla - Canzone della Sibilla (verso le fine del
governo di Ludovico il Bavaro, 1314-1347)
- raccontano le gesta di un Federico imperatore della fine dei tempi;
- la canzone presenta per la prima volta l'imperatore come riformatore della Chiesa e della Societ
(spazzando via le differenze sociali).
Sulla stessa linea il Reformatio Sigismundi, libello riformistico dell'imperatore Sigismondo (?)
- ordini monastici superflui per Chiesa e Societ;
- migliorare la situazione dell'Uomo comune.
In sintesi
QUATTROCENTO-CINQUECENTO Federici riformatori.
Riferimento alla figura del sovrano svevo sono vaghi o assenti.
Volantino del 1537
compare la figura di Federico che vive all'interno di una montagna
(Kyffhauser grotta vicino Kaiserslauten monte Untersberg).
Dal 1519 l'immagine imperatore che vive nel ventre della montagna associata
- Federico II,
Fino al CINQUECENTO domina la scena dell'identit tedesca, nostalgia per i buoni vecchi tempi
(contro la crisi del 300, lo scisma papale (1378-1417), la caduta di Costantinopoli (1453) e
lavanzata turca fino alle porte di Vienna (1529) mostrando la debolezze europea, tensioni sociali);
- Federico Barbarossa,
NellOTTOCENTO soppianta il nipote come simbolo mitico dell'identit nazionale tedesca.
Goethe
Viaggio in Italia
A Caltanissetta scambia Federico II di Svevia per Federico II il Grande re di Prussia (deceduto
1786).

Propaganda papale offre all'Italia tardo medievale un immagine negativa di Federico II.
- Toscana Guelfa, fama negativa totale
- Storia del regno di Napoli di Pandolfo di Collenuccio, attivo presso il duca di Ferrara
Federico tiranno persecutore della chiesa e precursore di principi del Rinascimento:
capacit di contrastare i Baroni;
favorire arti e scienze.
Italia contro-riformata (CINQUECENTO-SEICENTO)
Federico nemico della Chiesa
Summonte loda la crociata pacifica (1228-1229) e l'opera legislativa dell'imperatore.
SETTECENTO
Giannone Istoria civile del Regno di Napoli
- Federico e Manfredi creatori di un moderno Stato modello, libero da ogni ingerenza ecclesiastica.
- Spietatezza dell'imperatore giustificata dalla ragion di Stato.
Muratori (Italiano del Nord) Annali della Storia d'Italia
- critica all'azione volta ad abbattere le libert dei Lombardi
- meriti in cultura e giustizia.
Seconda met SETTECENTO
Apprezzati sforzi imperiali di un corretto funzionamento dell'ordinamento giudiziario
(in clima di auspicate riforme istituzionali nel regno di Napoli)
Rosario Gregorio
- esemplari le riforme legislative dell'imperatore;
- legislatore illuminato-politico capace-difensore dell'autonomia dello Stato.
Tradizione popolare narra le gesta di Federico in Puglia e Campania di ritorno dalla crociata (1229).
Eclissarsi del ricordo, Pacichelli (erudito, 1614-95) attribuisce il Castello del Monte al Barbarossa.
Bologna (tra 1249-1796) festeggiato anniversario della cattura di Enzo, figlio di Federico (1249).
Italia XIX secolo
questione centrale dell'identit nazionale.
- Lingua-letteratura unite
- costruzione di uno Stato unitario muove dalla necessit di un Conflitto con la Chiesa e la sovranit
temporale su Roma e lo Stato della Chiesa.
Neoghibellini
- unit Stato solo attraverso la contrapposizione alla Santa Sede;
- Federico II torna di attualit, padre della patria italiana (Luigi Settembrini 1813-78)
(anticipando in Sicilia l'idea di uno stato nazionale anticlericale).
Foscolo
- imperatore campione ideale dell'unificazione nazionale;
- apprezzava tendenza anticlericale della scuola siciliana.
Balbo (neoguelfo)
- disapprova lotta del sovrano contro i papi;
- ne elogia le qualit personali (I interesse per la letteratura in volgare. Fu pi italiano che tedesco);
Immagine neoghibellina influenza storiografica fino alla met del 1900.
Lo stato ghibellino di Federico II (Gabriele Pepe):
- tra le righe, Federico = Mussolini; analogo di ci che accade in Germania, Federico = Hitler.
Germania
- Cristianesimo riformato, Svevo primo tentativo di riformare la chiesa. Federico martire dei papi
- Cattolici, legittima offensiva del papa contro un imperatore eretico.

Illuminismo
- immagine svevo libera dal condizionamento religioso (Voltaire)
Herder
Federico II illuminista ante litteram (ancora oggi condiziona l'immagine del sovrano)
- l'uomo di cui lo spirito tedesco necessitava per restaurare la cultura;
- martire del suo tempo;
- Folgore dell'offuscato Medioevo;
Germania post napoleonica
Patriottici del romanticismo
- Riscoperto Medioevo italiano di Federico II ;
gli viene preferito il pi tedesco Barbarossa (rimpiazzava il nipote anche nella leggenda della
montagna).
Schlegel
- Federico II despota ateo antesignano di Napoleone;
Hoflee (1811-97)
Federico II peggior rivoluzionario della storia. Colpevole
- dissolvimento dell'ordine medievale (papato-impero? - feudalesimo)
- rovina di Italia e Germania.
Bohmer
Federico II ridusse
- la monarchia in una Federazione di Stati;
- Germania in un Paese Marginale servitore di un impero avente come centro l'Italia.
Di contro
Burckhardt (Rinascimento in Italia, 1860)
- Federico primo uomo moderno sul trono
- tentando di assommare nelle sue mani tutti i poteri lo svevo avrebbe minacciato l'ordine sociale
medievale basato sul feudalesimo.
Winkelmann
- la centralit attribuita all'Italia, deplorevole dal punto di vista tedesco, non pu essere giudicata
irragionevole.
- scettico verso la modernit dell'imperatore.
Gregorovius
- il pi grande imperatore tedesco, precursore della riforma ed in lotta contro
la barbarie clerico-feudale. Avrebbe illuminato il mondo.
Nietzsche (Burckhardt Gregorovius)
Federico inserito tra i rari superuomini della storia (Alcibiade-Cesare-Federico-Leonardo)
grande spirito libero - genio tra gli imperatori tedeschi
Questa immagine che prende piede durante la Repubblica di Weimar
(post prima guerra mondiale-Versailles)
- attesa tedesca di una figura di guida = Fuhrer (modelli trovati nel glorioso passato contrapposto ad
un misero presente).
Guglielmo II imperatore di Germania e re di Prussia (1888-1918)
- si considerava idealmente suo successore
- 1900 fece aprire le tombe degli imperatori medievali nel duomo di Spira.
George (capostipite di un circolo costituito ad Heidelberg)
- istitu un vero culto di Federico;
- esalto lo svevo portatore della piena sacralit medievale-imperiale;
- 1924 tomba Federico a Palermo corona di fiori ai suoi imperatori ed eroi, La Germania segreta
Kantorowicz (1859-1963)
Federico incarna la guida (e il desiderio dell'autore) di una grande Germania che brama una guida di
un re di pari caratura (1933 avvento Hitler port un Fuhrer diverso dalle aspettative).

La biografia di Federico di Kantorowicz (1927) divenne


- modello del circolo di George,
- modello del Fuhrer della Germania segreta.
Il Barbarossa messo nel monte al posto di Federico II rappresenta il popolo dormiente-vecchio, che
non ha pi nulla da dire, identificato con il secondo Reich, realizzato nel 1871 da Guglielmo I,
(1861-1888), re di Prussia e massimo vassallo dell'impero.
Federico II l'eternamente giovane, non dorme ma riflette su come rinnovare l'impero.
Indica l'attesa del terzo impero (Reich)
Con l'avvento di Hitler e la formazione dell'asse Roma-Berlino si ri-attualizzava l'impero svevo che
aveva unito Italia e Germania.
Heidelberg (storico)
freddo razionalismo poco medievale,anticipa le idee dei secoli XVII-XVIII
1988 Federico II Abulafia
- Mutamento della prospettiva di Kantorowicz;
- Federico = imperatore duecentesco comune - solido conservatore.
- Sovrano medievale del tutto normale
Federico in Italia e Germania occupa un ruolo diverso nell'identit politica e culturale.
Il conflitto influenza i giudizi.
Ci comporta valutazioni storiografiche antitetiche:
- Haller (1865-1947), Federico primo re straniero sul trono tedesco;
- Hampe (1869-1936), Federico ultimo degli imperatori tedeschi a meritare pienamente il titolo.
Mito della Puglia Imperiale
- identit pugliese in et federiciana. Prima e unica volta per la regione di una tale centralit politica
Paris, stupor mundi.
Salimbene Dante, ambivalenza del giudizio (Dante-volgare).
Conflitto con la chiesa:
- condannato dai cattolici;
- protestanti, Federico Vittima; (tendenza anche negli autori meridionali del SETTECENTO)
Guelfi ed area settentrionale Federico persecutore e tiranno.
Idea superata nell'OTTOCENTO
- Neoghibellini, la Chiesa ostacolo all'unificazione italiana.
Kamp
Confronto
- Stato modello (Regno Meridionale) del Medioevo (Antonio Marongiu, storico del diritto)
- regni coevi di Francia e Inghilterra
Simili tendenze centralizzanti sono caratteristiche del passaggio dal principio personale a quello
territoriale.
Legislazione federiciana unica e anticipatrice per il suo tempo (paragonabile solo al diritto
canonico).
Ridimensionamento dell'imperatore in una comune prospettiva europeo-occidentale.
Se Luigi IX il santo esatto contrario di Federico (Sovrani Europa centro-nord)
Federico sembra meno straordinario se paragonato ad altri due sovrani duecenteschi del Sud Europa
Alfonso X di Castiglia-Leon (il saggio)
1218 (sei anni prima dell'ateneo napoletano)
- Alfonso IX nonno di Alfonso X aveva fondato quello di Salamanca, non ex novo, ma sulla vecchia
scuola cattedrale;
- 1256-63 Siete partidas , ampio corpus legislativo impregnato di diritto romano;
(influenza sul diritto di altri paesi, perfino su quello moderno americano).

Per Burns (storico americano) Alfonso X Stupor mundi


Giacomo I d'Aragona (il conquistatore) (nipote di Costanza d'Aragona)
Similitudini
- gi a dieci anni partecipe del governo;
- nove anni per imporsi sulla nobilt (1227);
- 1228 inizi espansione del suo dominio (Baleari, Valencia, in prevalenza da mussulmana);
- 1247 Fueros de Aragona (Leggi per Aragona), tenendo conto delle diverse realt legislative.
Valencia al pari di Aragona e Catalogna costitu un regno autonomo;
- favori i tentativi di conversione attraverso domenicani e francescani;
- non evit il conflitto con i papa, finendo due volte scomunicato (1237-1246)
- avrebbe creato uno Stato amministrativo di tipo premoderno (Vones)
Germania trascurata a favore dell'Italia (?)
- Al tempo di Federico il processo di formazione delle signorie regionali era gi avanzato.
- Difficile affermazione di un potere centrale attraverso un contrasto alle spinte centrifughe.
- All'impero spettavano compiti e aspirazioni universalistiche che il sovrano non poteva
trascurare.
L'importanza di Federico per il Mezzogiorno
Il sovrano consolid le strutture statali della monarchia meridionale inserendola definitivamente
nello spazio culturale dell'occidente.
(annessione impero-regno nel tentativo di recupero del vecchio splendore)
Federico Storico
- Ultimo rappresentate dei gloriosi imperatori tedeschi;
- Impegno nel sud e negligenza in Germania;
- Conflitto con i comuni ed il papato tra le cause della decadenza dell'impero.
- Tratti orientaleggianti della sua rappresentazione del potere;
Federico mito
- tra fatti storici e leggende;
- anticristo (egli stesso o suo predecessore)
- ateo ed eretico-tiranno e persecutore della Chiesa;
- imperatore/messia, principe della pace-sovrano modello per gli altri.
Le modifiche subite dal mito e dalle fonti a causa dell'inaffidabilit della memoria umana che
seleziona-elabora-rielabora-deforma;
documenti-attivit diplomatica in quantit molto superiore rispetto alle fonti storiografiche ma quasi
sempre per sono prodotto della cancelleria; (1943 distruzione dell'Archivio di Stato di Napoli).
Modelli (positivi o negativi) vanno decostruiti (criticamente, ossia verificati e dimostrati) per
ricavare dagli autori coevi ci che noi oggi vorremmo conoscere.
Annullare completamente la soggettiva di un'interpretazione resta per utopia.
Sturner offre unequilibrata ricostruzione, punto di partenza per ogni ulteriore sviluppo.