Sei sulla pagina 1di 27

Carboneria

La società dei Carbonari, organizzazione


segreta e rigorosamente cospirativa, si
era diffusa nel Sud del paese sin
dall'epoca della dominazione francese.
Aveva poi costituito delle sezioni nel Regno
Napoletano, nello Stato pontificio, in
Piemonte e in Toscana, a Parma, Modena
e nel Lombardo-Veneto.

Dott.ssa Leotta Angela Laura Eny


Carboneria

Gli appartenenti a questa organizzazione


provenivano per lo più dalla borghesia,
dalla nobiltà liberale e dagli intellettuali
progressisti.

Dott.ssa Leotta Angela Laura Eny


Carboneria – punti deboli

Il lato debole della Carbonaria era la


chiusura delle loro organizzazioni,
l'assenza di legami solidi con le grandi
masse popolari, l'ignoranza del problema
della terra, l'opposizione della Chiesa.

Dott.ssa Leotta Angela Laura Eny


Carboneria – punti deboli

Dal complesso documentario dei Repertori


del Ripartimento Polizia fondo documentale
del Ministero e Real Segreteria di Stato di
Palermo è possibile, anche se in modo
sommario, ricostruire i luoghi e le date
fondamentali della carboneria in Sicilia per
gli anni che vanno dal 1819 al 1829.

Dott.ssa Leotta Angela Laura Eny


Carboneria in Sicilia
1819

20 ottobre
tumulto popolare in Gangi
avvenuto a 19 settembre
1819 per l’affitto
del dazio sul macinato

Dott.ssa Leotta Angela Laura Eny


1820
1819
29 maggio
Tumulti in Bagheria nei quali
venne ferito quel Giudice del
Circondario Don Domenico
3 giugno Vinelli.
Carboneria
Resta inteso dei e Sicilia
provvedimenti presi per il libello
sedizioso affisso segretamente
al palazzo del Senato di Palermo,
eccitante a sommossa politica.

Dott.ssa Leotta Angela Laura Eny


1820
1819

5 giugno
Tumulto popolare in San Cataldo,
avvenuto a 4 giugno, onde
all’arrendatario del dazio sul
Carboneria e Sicilia
macinato furono derubati i danari San Cataldo

e bruciati sulla pubblica piazza


i registri del dazio suddetto,
della carne e della fondiaria.

Dott.ssa Leotta Angela Laura Eny


1820
1819

22 giugno
Il Commissario di Polizia di Messina
Don Antonio Caglia manda una
lettera di suo genero sulla

Carboneria setta della Carbonaria, che


e Sicilia
dice esplicarsi in Polistina,
San Cataldo

Casalnuovo, Radicina e Monteleone

Dott.ssa Leotta Angela Laura Eny


1820
1819

29 maggio Bagheria
3 giugno Palermo Carboneria e Sicilia
4 giugno San Cataldo San Cataldo

22 giugno Messina
1 luglio Frazzanò
27 luglio Capizzi
31 luglio Tortorici
6 agosto Taormina
2 settembre Savoca Dott.ssa Leotta Angela Laura Eny
1821
giugno
supposto preparativo di sommossa in Mineo ed in Caltagirone, onde si
per sospetti autori: Basso Francesco; Campisi Giuseppe; Di Natale Alfio;
mburino Domenico [o Canonico] Mario; e si alliga copia di un proclama
luzionario di carattere Carbonaro del cappuccino Padre Giuseppe Antonio .
'arresto del Canonico Giuseppe Tamburino da Mineo che trovandosi in Catan
radotto al castello Orsino Carboneria e Sicilia
Caltagirone Mineo

Dott.ssa Leotta Angela Laura Eny


1821
2 novembre
Sul rapporto del Secondo Eletto funzionante di Sindaco
di Giuliana, Don Gaspare Calandrino, intorno
alle minaccie inferte, nel piano della Chiesa del Crocifisso,
al serviente Salvatore Cavallino da Filippo Cavallino,
Giuliana carbonaro aiutato dai settari fra i quali il Sacerdote

Carboneria eAntonino
SiciliaSanfilippo

Caltagirone Mineo

Dott.ssa Leotta Angela Laura Eny


1821
denunce di Vendite carbonare

Carboneria e Sicilia
1821
denunce di Vendite carbonare

Carboneria
16 novembree Sicilia
Randazzo
Itala
Ucria
Taormina
Scordia
Sciacca
Dott.ssa Leotta Angela Laura Eny
1821
denunce di Vendite carbonare

Itala

Ucria
Randazzo Taormina

Sciacca
Carboneria
16 novembree Sicilia
Randazzo
Itala Scordia

Ucria
Taormina
Scordia
Sciacca
Dott.ssa Leotta Angela Laura Eny
1821
denunce di Vendite carbonare

Itala
19 novembre Naso

Naso
Ucria
Randazzo Taormina

Sciacca
Carboneria e Sicilia
Scordia

Dott.ssa Leotta Angela Laura Eny


1821
denunce di Vendite carbonare
23 novembre
Spatafora
Catania Patti Itala
Mascali Naso

Randazzo
Ucria
Patti Randazzo Taormina

Spatafora Prizzi Paternò


Mascali

Prizzi
Sciacca
Carboneria e Sicilia
Casteltermini
Catania

Casteltermini Lentini
Lentini Scordia

Paternò

Dott.ssa Leotta Angela Laura Eny


13 settembre 1821
Pio VII (1800-1823)
pubblicava la bolla
Ecclesiam a Jesu
Christo contro la
Damnatio societatis
secretae nuncuptae
Carbonariorum.

Dott.ssa Leotta Angela Laura Eny


1821
denunce di Vendite carbonare

Spatafora

Patti Itala
Naso

Ucria
Randazzo Taormina

Prizzi Mascali
Paternò

Sciacca
Carboneria e Sicilia
Casteltermini
Catania

Lentini

Scordia

Dott.ssa Leotta Angela Laura Eny


PERCHÈ LA CHIESA SCOMUNICA LA
CARBONERIA?

Dott.ssa Leotta Angela Laura Eny


Carboneria e Massoneria

I Carbonari erano gli eredi diretti dei giacobini e


questo filo conduttore valse a far sì che la
massoneria avesse una parte dominante nelle
fine della setta.
Perciò tra il 1820 e il 1830 non è facile distinguere
tra Massoneria e Carboneira.
I Massoni, soprattutto al Nord ”cercano ri
trasformare la carboneria in una specie di lunga
mano della Massoneria” -
Salvemini, Scritti sul Risorgimento, Milano 1950, p. 102

Dott.ssa Leotta Angela Laura Eny


Carboneria e Massoneria

Secondo Pontevia, la Carboneria ”non era che


una branchia della Massoneria con il compito
specifico di preparare i moti insurrezionali che
avrebbero portato alla nostra unificazione” -
Pontevia, Cattolicesimo e Massoneria, Roma, 1948, p. 126-
133.

Dott.ssa Leotta Angela Laura Eny


Carboneria e Massoneria

Altri storici anche quando negano una derivazione


esplicita della Carboneria dalla Massoneria,
tuttavia non possono negare che i massoni furono
prodighi di aiuti e di appoggi per i Carbonari.

Dott.ssa Leotta Angela Laura Eny


Carboneria e Massoneria

Secondo Campini, per esempio, i primi carbonari


non avevano avuto veri contatti con la
Massoneria, e a rigore non furono massoni, anzi
in un primo momento, erano fedeli alla dinastia
borbonica (tumulto del 1808 contro i soldati di
Murat). Con la Restaurazione i carbonari
divennero, invece, avversi ai Borboni e si
avvicinarono alla Massoneria. -
Campini, Fra massoni e carbonari, in ”Il Conciliatore”, 3/1970.

Dott.ssa Leotta Angela Laura Eny


Carboneria e Massoneria

La Massoneria non era mai stata vista di buon


occhio dalla Chiesa.
Nel 1819 con la diramazione della seguente
“istruzione segreta”, che diceva testualmente:
“il nostro scopo finale è quello di Voltaire e della
Rivoluzione francese: l'annientamento per sempre
del cattolicesimo ed ancora dell'idea cristiana, che
se resta in piedi sulle rovine di Roma ne avrebbe
perpetuaizone”
la situazione non migliorò certamente.

Dott.ssa Leotta Angela Laura Eny


Carboneria

I rapporti della polizia austriaca collegano, invece,


la nascita della Carboneria all'opera di alcuni
ufficiali dell'esercito murattiano ostili a Gioacchino.
La setta tendeva ”al duplice scopo di disfarsi di
Murat, e coltivare uno spirito di indipendenza
nazionale.” -
Carte segrete e Atti ufficiali della polizia austriaca in Italia dal
4 giugno 1814 al 22 marzo 1848, Capolago, 1851, pp.160-
161, consultabile on-line su google libri.

Dott.ssa Leotta Angela Laura Eny


Carboneria

Al di là dei coinvolgimenti con la massoneria,


resta comunque il fatto, fondamentale, che la
carboneria fu repubblicana almeno nella sua
sostanza programmatica originaria, e ciò non poté
sfuggire all’occhio indagatore della Chiesa.

Dott.ssa Leotta Angela Laura Eny


Carboneria

Alla Chiesa non sfuggiva la pericolosità di questa


setta che da una parte si insinuava nel clero,
portando così separazione, frantumandola e
avviando una contrapposizione interna foriera di
nuove e pericolosissime scissioni, e dall'altra
cercava di stabilire uno nuvo Stato che di fatto
metteva in crisi l'equilibrio tra il Trono e l’Altare.

Dott.ssa Leotta Angela Laura Eny