Sei sulla pagina 1di 1

Nuovi generi letterari: lauda e lauda

drammatica
Tra i generi letterari di argomento propriamente religioso che nascono e si diffondono
nell'Italia del Duecento spicca soprattutto la lauda, nata probabilmente tra Toscana e
Umbria nell'ambito del movimento dei flagellanti (intorno al 1260) e fiorita poi fino al
Quattrocento, anche se un precedente illustre si pu considerare il Cantico delle
creature di S. Francesco, forse il primo testo letterario italiano in volgare. In origine la
lauda era una sorta di cantilena che cantava le lodi di Dio, della Vergine e dei santi,
destinata a un pubblico popolare di illetterati (gli abitanti dei Comuni e i membri del
ceto mercantile), cui il testo veniva recitato da attori girovaghi e improvvisati (i
giullari) o anche da frati predicatori. In seguito il genere si ampli e nacque la
cosiddetta lauda drammatica, che proponeva un dialogo a pi voci tra alcuni
personaggi in un particolare momento della liturgia cristiana (specialmente la Passione
di Cristo) era un accompagnamento musicale e col passare del tempo la messa in
scena divenne via via pi elaborata, sino a diventare un genere teatrale vero e proprio
che prese il nome di sacra rappresentazione.

San Francesco d'Assisi


Francesco d'Assisi (1182-1226), uno dei santi pi venerati della cristianit e fondatore
dell'Ordine mendicante destinato a lasciare un'impronta duratura nella storia
medievale della Chiesa. Nato nella citt umbra di Assisi e figlio di un ricco mercante,
dopo una giovent spensierata partecip a una battaglia contro Perugia, venendo fatto
prigioniero. Inizi poi a vivere in povert e a predicare l'ideale evangelico, cosa che
spinse il padre a portarlo davanti al Tribunale di Assisi, occasione in cui Francesco si
spogli dei suoi abiti rinunciando per sempre all'eredit paterna. Negli anni seguenti
raccolse un numero crescente di seguaci e inizi a creare la sua Regola monastica
basata sulla predicazione e la povert, ottenendo una prima approvazione da papa
Innocenzo III nel 1210. La sua biografia si arricch presto di elementi favolosi e
leggendari, venendogli attribuiti miracoli e imprese eccezionali. Il messaggio di
Francesco non si espresse solo attraverso la predicazione, ma anche con vari testi
letterari tra cui due Regole e vari scritti in latino, mentre in volgare umbro il
famosissimo Cantico delle creature che costituisce probabilmente il primo esempio
di opera letteraria in un volgare italiano: scritto nel 1224-26, un primo esempio di
"lauda" in cui il santo loda Dio attraverso tutti gli elementi del creato, un
atteggiamento di serena accettazione della volont divina che parte di tutto il
messaggio evangelico del suo autore. L'ultima parte contiene un riferimento alla
malattie e alla "morte corporale" che sembra stonare con il resto del componimento,
cosa che ha fatto supporre ad alcuni critici che gli ultimi versi siano stati aggiunti in
seguito allavvenimento della morte di Francesco, quando il suo fisico era minato dalla
malattia.

Potrebbero piacerti anche