Sei sulla pagina 1di 3

IL 600-PICCOLA INTRODUZIONE

IL 600 è passato alla storia come “IL SECOLO D’ORO” per lo straordinario splendore artistico e
culturale e per la ricchezza di cui goderono molti STATI EUROPEI. Alcuni potenze decaddero
(Spagna,Germania e Italia) mentre altre emersero. Si affermarono la monarchia assoluta
FRANCESE e la monarchia costituzionale Inglese. Iniziarono le esplorazioni nelle terre oltre il Mar
Atlantico che portarono molte ricchezze all’EUROPA ma anche molta violenza nei confronti degli
INDIGENI che vivevano in quelle terre.

L’ARCHITETTURA

L’architettura divenne manifestazione della potenza degli stati e dei monarchi Europei.

Dal 1600 circa si rinnovo’ la volontà di riprogettare le città che divennero cosi’ MONUMENTALI.
Questo lo si poteva notare anche dalle città e dalle piazze progettate come se fossero delle scene
teatrali. Per permettere tutto cio’ ovviamente ci volle un piano di AMPLIAMENTO.

LA REGGIA DI VERSAILLES, ORDINATA DA LUIGI 14esimo FECE DA “ESEMPIO” PER TUTTE LE


SEGUENTI REGGE EUROPEE.

L’ALTRA FACCIA DEL 600 EUROPEO : fame, peste e guerre

IL 600 non fu soltanto il secolo delle regge monumentali e delle città capolavoro. Ci furono
ANNATE DISASTROSE per l’agricoltura e di conseguenza epidemie come la peste soprattutto dal
1661 al 1668.

A tutto cio’ si aggiunse anche la GUERRA DEI 30 ANNI che colpi’ l ’europa MOLTO VIOLENTEMENTE
dal 1618 al 1648, nella quale erano contrapposti i PROTESTANTI AI CATTOLICI (il tutto inasprito da
interessi economici).

LA GUERRA DEI TRENT’ANNI IN GERMANIA

LA PACE AUGUSTA DEL 1555 aveva dato la possibilità ai principi Tedeschi di professare sia la
religione cattolica che quella protestante, mentre i loro sudditi si sarebbero adeguati alla decisione
del sovrano.

Tuttavia si crearono comunque due gruppi contrapposti:L’UNIONE PROTESTANTE E LA LEGA


CATTOLICA.

La situazione si complico’ ulteriormente nel tempo fino a sfociare nella DEFENESTRAZIONE DI


PRAGA: Quando i rappresentanti imperiali di Ferdinando II D’Asburgo mandati in Boemia
(Precisamente a PRAGA) per imporre la RELIGIONE CATTOLICA furono letteralmente lanciati dalle
finestre del castello di Praga. Ovviamente questo accaduto porto’ la guerra in TUTT’EUROPA.

LA GUERRA DEI TRENT’ANNI IN EUROPA

Gli schieramenti furono: AUSTRIA, SPAGNA E PRINCIPI CATTOLICI TEDESCHI.

E : Boemia, Principi protestanti Tedeschi, Danimarca, Svezia e Francia (che entro’ in guerra solo per
distruggere l’impero Asburgico e la Spagna)
La guerra fu molto violenta ed ECONOMICAMENTE MASSACRANTE. La Germania soprattutto fu
saccheggiata da molti eserciti. Si arrivo’ anche nella nostra Italia: infatti nel DUCATO DI MANTOVA
si affrontarono la FRANCIA E GLI ASBURGO.

DOPO LA GUERRA:IL NUOVO EQUILIBRIO EUROPEO

Dopo 30 anni di guerra gli stati ormai stremati si misero d’accordo per una pace. La cosiddetta
PACE DI WESTFALIA.

Si stabili’ cosi’ un nuovo equilibrio EUROPEO dove nessuno stato poteva “egemonizzare” gli altri.

La guerra pero’ porto’ comunque al decadimento degli ASBURGO in Germania e Spagna e


all’ascesa della Francia. Mentre Inghilterra e Olanda-nazioni che non parteciparono alla guerra-
continuavano a contendersi il primato economico e commerciale.

LA FRANCIA E LA MONARCHIA ASSOLUTA

Cattolici contro Ugonotti

Ci furono 3 protagonisti nel 17esimo secolo: RICHELIEU, MAZARINO E RE LUIGI 14.

I due principi cardinali e il Re volevano consolidare il potere della monarchia in Francia e la


superiorità della Francia nei confronti degli altri stati Europei.

Dopo la morte di Enrico ‘quarto ucciso da un monaco cattolico per aver dato la libertà agli
UGONOTTI, nemici dei cattolici, sali’ al potere Maria de Medici (visto che Luigi 13esimo aveva solo
9 anni). Dopo l’accordo con la molto cattolica Spagna gli ugonotti temevano nuove persecuzioni,
quindi si misero in allarme. La Francia visse nel caso fino alla presa del potere del legittimo erede
ormai maggiorenne. Che provo’ a calmare la situazione nominando primo ministro RICHELIEU.

L’età di Richelieu

Richelieu era deciso ad eliminare tutte le situazioni che potevano indebolire la monarchia.

Vinse gli Ugonotti, ma concesse comunque la libertà di religione.

Controllo’ i nobili senza privarli di nulla. Semplicemente li escluse dalle varie questioni politiche.

Riorganizzo’ l’amministrazione: tutti dovevano fare capo al potere centrale.

Nella guerra dei 30 anni si schiero’ furbamente con i protestanti ,in modo da indebolire le altre
nazioni cattoliche.

Fece molte campagne di colonizzazione in Africa e America (Senegal ,Canada).

Creò L’ACCADEMIA FRANCESE, luogo di riferimento per tutti gli studiosi e uomini facoltosi
Francesi.

Mazarino
Dopo la morte di Luigi 13 e Richelieu un altro elemento di spicco fu Mazarino. Cardinale e
“consigliere” di Anna D’Austria, madre del legittimo erede -all’epoca governante perché Luigi 14
era ancora minorenne.

MAZARINO :

Affrontò l’Aristocrazia Francese contraria alle politiche monarchiche.

Trattò la PACE DI WESTFALIA (facendo così ridimensionare Spagna e Asburgici).

Combinò il matrimonio tra Luigi 14esimo e Maria Teresa di Spagna, avvicinando il Re Francese al
trono di Spagna.

Grazie a Mazarino la Francia spadroneggiava in Europa.

Potrebbero piacerti anche