Sei sulla pagina 1di 57

Copyright (c) by W. H.

Freeman and Company


I secondi messaggeri
Copyright (c) by W. H. Freeman and Company
AMP
AMP
ciclico
ciclico
La stimolazione ormonale dei recettori accoppiati a proteine G
s
porta allattivazione delladenilato ciclasi ed alla sintesi del
secondo messaggero cAMP
Il cAMP non interviene nelle vie di trasmissione del segnale
avviate dagli RTK (altre molecole agiscono come secondi
messaggeri nelle vie di trasmissione del segnale stimolate sia dai
GPCR che dagli RTK).
Il cAMP e gli altri secondi messaggeri attivano specifiche proteine
chinasi
Gli effetti del cAMP, in particolare, vengono mediati
dallattivazione delle proteine chinasi cAMP-dipendenti (cAMP-
dependent proteine kinase, cAPKs, o proteina chinasi A)
Copyright (c) by W. H. Freeman and Company
Attivazione
Attivazione
della
della
proteina
proteina
chinasi
chinasi
cAMP
cAMP
-
-
dipendente
dipendente
(
(
cAPK
cAPK
, o
, o
chinasi
chinasi
A)
A)
da
da
parte
parte
dell
dell

AMP
AMP
ciclico
ciclico
Ogni subunit R ha due siti distinti per il legame del cAMP, chiamati A e B.
Il legame del cAMP al sito B induce una variazione conformazionale che espone il sito A.
Il legame delle 2 molecole di cAMP alla subunit R cooperativo
Il legame del cAMP al sito A porta al rilascio delle subunit C.
Copyright (c) by W. H. Freeman and Company
Proteine
Proteine
chinasi
chinasi
secondo
secondo
messaggero
messaggero
-
-
dipendenti
dipendenti
Le chinasi secondo messaggero-dipendente sono regolate con un
meccanismo simile: in assenza del secondo messaggero lattivit della
chinasi bassa; il legame del secondo messaggero aumenta lattivit della
chinasi.
La chinasi inibita dal legame al sito attivo di una sequenza peptidica,
chiamata pseudosubstrato.
La sequenza pseudosubstrato pu essere parte di una subunit regolatoria
distinta (es.: cAPK), o di un dominio regolatorio appartenente alla stessa
catena polipeptidica che contiene il sito attivo.
In seguito al legame del secondo messaggero si ha una variazione
conformazionale che allontana la sequenza pseudosubstrato dal sito attivo.
La fosforilazione del labbro di fosforilazione pu contribuire allattivazione
delle chinasi secondo mesaggero-dipendenti (es.: MAP chinasi)
Copyright (c) by W. H. Freeman and Company
Il cAMP e le cAPKs regolano
il
il metabolismo del glicogeno
Copyright (c) by W. H. Freeman and Company
Regolazione Regolazione della della sintesi sintesi e e della della degradazione degradazione del del glicogeno glicogeno da da parte parte
del del cAMP cAMP nelle nelle cellule del cellule del fegato fegato e e dei dei muscoli muscoli
Negli epatociti e nelle fibre muscolari, laumento del cAMP indotto
dalladrenalina, stimola la conversione del glicogeno in glucosio 6-fosfato
in due modi:
inibendo la sintesi del glicogeno;
stimolando la degradazione del glicogeno
cAMP
Attivati:
GPK = Glicogeno fosforilasi chinasi
GP = Glicogeno fosforilasi
Inibiti:
GS = Glicogeno sintasi
PP= fosfoproteina fosfatasi , in modo
indiretto.
=indiretto
Copyright (c) by W. H. Freeman and Company
La regolazione dellattivit della fosfoproteina fosfatasi (PP) da parte
del cAMP mediata da una proteina inibitrice
Ad elevate concentrazioni di
cAMP, la cAPK fosforila una
proteina inibitrice (inhibitor
protein, IP) che si lega alla
proteina fosfatasi (PP)
formando un complesso
inattivo.
Quando il livello di cAMP
diminuisce, le fosfatasi
costitutive defosforilano IP,
rilascianno la PP nella sua
forma attiva.
Copyright (c) by W. H. Freeman and Company
Regolazione della sintesi e della degradazione del glicogeno da parte
del cAMP nelle cellule del fegato e dei muscoli
Negli epatociti e nelle fibre muscolari, la riduzione del cAMP conseguente alla
riduzione della concentrazione delladrenalina circolante, inibisce la conversione del
glicogeno in glucosio 6-fosfato in due modi:
stimolando la sintesi del glicogeno;
inibendo la degradazione del glicogeno
Questa inversione del metabolismo del glicogeno mediata dalla fosfoproteina
fosfatasi.
cAMP
Attivati:
PP= fosfoproteina fosfatasi
GS = Glicogeno sintasi
Inibiti:
GPK = Glicogeno fosforilasi chinasi
GP = Glicogeno fosforilasi
Copyright (c) by W. H. Freeman and Company
Regolazione della sintesi e della degradazione del glicogeno da parte
del cAMP nelle cellule del fegato e dei muscoli
La regolazione coordinata
della via stimolatoria e di
quella inibitoria un
fenomeno molto comune in
biologia.
Copyright (c) by W. H. Freeman and Company
La La trasduzione trasduzione intracellulare intracellulare di di un un segnale segnale extracellulare extracellulare attraverso attraverso
una una cascata cascata di di reazioni reazioni di di chinasi chinasi successive produce successive produce una una notevole notevole
amplificazione amplificazione del del segnale segnale. .
Una cascata enzimatica
permette ad un intero
gruppo di reazioni
catalizzate da enzimi di
essere regolato da
ununica molecola.
Una cascata enzimatica
permette unenorme
amplificazione di un
segnale inizialmente
piccolo.
Pi numerose sono le
tappe che costituiscono
una cascata, maggiore
lamplificazione del
segnale
Copyright (c) by W. H. Freeman and Company
Le riposte
Le riposte
cellulari
cellulari
al cAMP
al cAMP
variano
variano
secondo
secondo
il
il
tipo
tipo
di
di
cellula
cellula
Lazione del cAMP sempre mediata da una o pi cAPK.
La risposta dipende dalla specificit della cAPK e dai substrati disponibili nelle diverse cellule
Copyright (c) by W. H. Freeman and Company
Le
Le
proteine
proteine
di
di
ancoraggio
ancoraggio
circoscrivono
circoscrivono
gli
gli
effetti
effetti
del
del
cAMP
cAMP
in
in
specifiche
specifiche
regioni
regioni
subcellulari
subcellulari
E stata identificata una famiglia di proteine di ancoraggio che
posizionano le cAPK in specifiche regioni subcellulari, circoscrivendo in
tal modo le risposte cAMP-dipendenti a queste regioni
(es.: segnali cAMP-dipendenti che regolano il movimento del
citoscheletro di membrana, che sono alla base della motilit).
Le proteine di questa famiglia, dette proteine associate alle cAMP chinasi
(cAMP kinase-associated protein, AKAP) hanno una struttura bipartita,
con una regione che conferisce loro una specifica posizione allinterno
della cellula, ed una regione che lega la subunit regolatoria delle cAPK
Specifiche proteine di ancoraggio possono avere la funzione di
posizionare allinterno della cellula altre proteine segnale
Copyright (c) by W. H. Freeman and Company
La
La
modificazione
modificazione
di
di
un
un
comune
comune
precursore
precursore
dei
dei
fosfolipidi
fosfolipidi
genera
genera
molti
molti
secondi
secondi
messaggeri
messaggeri
:
:
sintesi
sintesi
del DAG e del IP
del DAG e del IP
3 3
Copyright (c) by W. H. Freeman and Company
I fosfoinositidi possono essere scissi dallenzima fosfolipasi C
(PLC) associato alla membrana.
Lattivazione della isoforma della fosfolipasi C indotta dal
legame degli ormoni ai GPCR contenenti la subunit di tipo
G
o
o G
q
.
Alcuni RTK attivati possono aumentare lattivit della isoforma
della PLC
Lattivazione di PLC pu quindi essere mediata sia da GPCR
che dagli RTK
Copyright (c) by W. H. Freeman and Company
La
La
generazione
generazione
di
di
siti
siti
di
di
attracco
attracco
di
di
inositolo
inositolo
fosfolipide
fosfolipide
da
da
parte
parte
della
della
PI 3
PI 3
-
-
chinasi
chinasi
La PI 3-chinasi pu essere attivata da RTK e daltri recettori compresi GPCR
Copyright (c) by W. H. Freeman and Company
Sintesi di altri fosfoinositidi ed inositolo fosfati
dal fosfatidilinositolo
I PI fungono da siti di attacco alla membrana per le molecole
segnale e talvolta stimolano lattivit catalitica. Le proteine si
legano ai PI attraverso il dominio PH (di omologia alla Pleckstrina).
Domini PH diversi legano fosfoinositidi differenti.
Copyright (c) by W. H. Freeman and Company
Il Ca
2+
intracellulare: un secondo messaggero
La maggior parte degli ioni Ca
2+
intracellulari vengono sequestrati nei mitocondri e
nel reticolo endoplasmatico (RE) o in altre vescicole.
Le cellule mantengono la concentrazione citosolica degli ioni Ca
2+
pi bassa di 0,2 M
La Ca
2+
ATPasi pompa gli ioni Ca
2+
citosolici attraverso la membrana plasmatica
verso lesterno della cellula, o nel lume del RE o di altre vescicole che immagazzinano
gli ioni Ca
2+
.
Copyright (c) by W. H. Freeman and Company
Il rilascio di Ca
2+
dal RE mediato dal IP
3
Canali per il Ca
2+
localizzati
nella membrana plasmatica, i
cos detti canali del calcio
attivati dal rilascio di calcio
intracellulare (store-operated
channel, SOC) si aprono in
risposta alla deplezione dei
depositi intracellulari di Ca
2+
,
garantendo le risposte
cellulari indotte da elevate
concentrazioni citosoliche di
Ca
2+
.
Copyright (c) by W. H. Freeman and Company
I recettori per la rianodina
Le cellule muscolari e nervose
possiedono canali per il Ca
2+
chiamati, per la sensibilit
allalcaloide vegetale rianodina,
recettori per la rianodina
(ryanodine receptor, RYR)
Lapertura dei recettori per la
rianodina in risposta a variazioni
del potenziale di membrana,
provoca il rilascio di Ca
2+
dai
depositi intracellulari.
Copyright (c) by W. H. Freeman and Company
Laumento del Ca
2+
indotto dagli IP3 attiva diverse
risposte in cellule differenti
Copyright (c) by W. H. Freeman and Company
Il
Il
complesso
complesso
Ca
Ca
2+ 2+
-
-
calmodulina media
calmodulina media
molti
molti
degli
degli
effetti
effetti
cellulari
cellulari
del Ca
del Ca
2+ 2+
Uno dei 4 siti di legame del Ca Uno dei 4 siti di legame del Ca
2+ 2+
della della calmodulina calmodulina
Copyright (c) by W. H. Freeman and Company
Il complesso Ca
2+
-calmodulina
Lattivazione allosterica della
calmodulina analoga allattivazione
allosterica della chinasi A da parte del
cAMP
La Ca
2+
/calmodulina non ha attivit
enzimatica di per s ma il legame del
Ca
2+
provoca una variazione
conformazionale della molecola di
calmodulina che permette al
complesso Ca
2+
-calmodulina di
legarsi a molti enzimi attivandoli.
Il complesso Ca
2+
-calmodulina si lega
ed attiva la cAMP fosfodiesterasi, che
degrada il cAMP ponendo termine ai
suoi effetti, ed anche diverse proteine
chinasi (proteine chinasi dipendenti
da Ca
2+
/calmodulina, chinasi CaM).
Quando la Ca
2+
/calmodulina si lega alla proteina
bersaglio pu subire un ulteriore e pi drastico
cambiamento di conformazione
Copyright (c) by W. H. Freeman and Company
Il DAG
Il DAG
attiva
attiva
la
la
proteina
proteina
chinasi
chinasi
C
C
Dopo essere stato generato dallidrolisi del PIP
2
o di altri fosfoinositidi
ad opera della fosfolipasi C, il DAG rimane associato alla membrana.
La principale funzione del DAG quella di attivare una famiglia di
proteine di membrana chiamate proteine chinasi C.
In assenza di una stimolazione ormonale, la proteina chinasi C una
proteina citosolica solubile, cataliticamente inattiva.
In seguito ad un aumento della concentrazione citosolica di Ca
2+
, la
proteina chinasi C si lega al lato citosolico della membrana cellulare,
dove pu essere attivata dal DAG associato alla membrana.
Lattivazione della proteina chinasi C dipende sia dagli ioni Ca
2+
che dal
DAG.
Copyright (c) by W. H. Freeman and Company
Il DAG
Il DAG
rimane
rimane
associato
associato
alla
alla
membrana
membrana
Copyright (c) by W. H. Freeman and Company
Il DAG
Il DAG
lega
lega
ed
ed
attiva
attiva
PKC
PKC
PKC
Copyright (c) by W. H. Freeman and Company
Il DAG
Il DAG
attiva
attiva
la
la
proteina
proteina
chinasi
chinasi
C
C
Copyright (c) by W. H. Freeman and Company
Il
Il
cGMP
cGMP
: un
: un
secondo
secondo
messaggero
messaggero
Il cGMP controlla lattivit di specifiche chinasi e si lega direttamente ai
canali ionici dei bastoncelli della retina regolandoli.
La sintesi del cGMP catalizzata da due tipi di guanilato ciclasi:
una forma citosolica solubile
una forma transmembrana
La forma transmembrana costituisce una parte del dominio citosolico di
alcuni recettori dotati di attivit enzimatica intrinseca. Il legame del
ligando al dominio extracellulare stimola lattivit del dominio catalitico
guanilato ciclasico intracellulare.
Le guanilato ciclasi solubili sono attivate dal monossido di azoto (NO)
Copyright (c) by W. H. Freeman and Company
Recettori
Recettori
con
con
attivit
attivit

di
di
guanilato
guanilato
ciclasi
ciclasi
Copyright (c) by W. H. Freeman and Company
Il cGMP media la trasmissione locale del segnale
avviata dal monossido di azoto (NO)
Guanilato ciclasi solubile.
Il monossido di azoto si lega al gruppo eme
e provoca una variazione conformazionale
che stimola lattivit catalitica
delleterodimero
Regolazione della contrazione dei
muscoli lisci delle arterie da parte
dellNO e del cGMP.
Laumento del cGMP provoca la
distensione del muscolo e la vasodilatazione
cGMP degradato da fosfodiesterasi
Muscarinic receptor
Copyright (c) by W. H. Freeman and Company
I GPCR, direttamente accoppiati a G
s
, portano
allattivazione delladenilato ciclasi ed alla conseguente
produzione di cAMP
I recettori tirosina chinasi (RTK), associati
indirettamente alla proteina Ras, inducono lattivazione
della MAP chinasi
Copyright (c) by W. H. Freeman and Company
Interazione
Interazione
e
e
regolazione
regolazione
delle
delle
vie
vie
di
di
trasmissione
trasmissione
del
del
segnale
segnale
Gli effetti dellattivazione dei GPCRs e degli RTKs pi complessa
di una semplice cascata di eventi indipendenti
La stimolazione di ogni classe di recettori porta in genere alla
produzione di molteplici secondi messaggeri, ed entrambe le classi
di recettori possono promuovere od inibire la produzione degli
stessi secondi messaggeri
La medesima risposta cellulare pu essere indotta da varie vie di
trasmissione del segnale
Linterazione di differenti vie di trasmissione del segnale permette
la perfetta sintonizzazione delle attivit cellulari
Copyright (c) by W. H. Freeman and Company
Lo
Lo
stesso
stesso
RTK
RTK
pu
pu
essere
essere
associato
associato
a diverse
a diverse
vie
vie
di
di
trasmissione
trasmissione
del
del
segnale
segnale
Gli RTK possono avviare la trasmissione del segnale mediante la proteina
Ras e la via della fosforilazione della MAP chinasi.
Gli RTK possono stimolare anche la via dei fosfatidil inositoli attraverso il
legame con la IP-3 chinasi e la PLC, enzimi necessari per formare IP
3
e
DAG.
I domini SH2 della PLC si legano a specifici residui di fosfotirosina di
alcuni RTK , in modo da posizionare lenzima vicino al suo substrato legato
alla membrana.
Gli RTK fosforilano anche residui di tirosina della PLC ad essi legata,
aumentandone lattivit lipasica.
Gli RTK attivano la PLC in due modi: posizionando lenzima a livello della
membrana e fosforilandolo.
Copyright (c) by W. H. Freeman and Company
Molteplici
Molteplici
proteine
proteine
G
G
trasducono
trasducono
segnali
segnali
a
a
proteine
proteine
effettrici
effettrici
diverse
diverse
Sono state identificate diverse proteine G accoppiate a proteine effettrici
differenti.
Nei mammiferi sono state identificate 16 subunit G, 5 subunit G e 12
subunit G distinte.
Gli eucarioti sintetizzano molteplici proteine G trimeriche che associano i
GPCR ad una variet di proteine effettrici, compresi i canali ionici,
ladenilato ciclasi, la fosfolipasi C e, nei fotorecettori, le fosfodiesterasi
specifiche per il cGMP.
La presenza di svariate subunit G in una singola cellula aumenta la
possibilit che un unico ligando possa dare inizio alla trasmissione del
segnale attraverso pi di una proteina effettrice.
Lattivit di alcune proteine effettrici, comprese alcune isoforme
delladenilato ciclasi, regolata dalla G

.
Copyright (c) by W. H. Freeman and Company
Molteplici
Molteplici
proteine
proteine
G
G
trasducono
trasducono
segnali
segnali
a
a
proteine
proteine
effettrici
effettrici
diverse
diverse
G
s
G
i
G
q
G
o
G
t
G

Copyright (c) by W. H. Freeman and Company


La
La
regolazione
regolazione
di
di
alcuni
alcuni
enzimi
enzimi
effettori
effettori
da
da
parte
parte
di
di
G
G

e
e
di
di
diversi
diversi
complessi
complessi
G
G

GTP
GTP
contribuisce
contribuisce
all
all

integrazione
integrazione
del
del
metabolismo
metabolismo
cellulare
cellulare
Isoforme diverse di una proteina effettrice (E) (es. adenilato ciclasi), hanno
differenti affinit per il complesso G-GTP e per G.
Copyright (c) by W. H. Freeman and Company
Le vie del
Le vie del
cAMP
cAMP
e del Ca
e del Ca
2+ 2+
interagiscono
interagiscono
Le vie di segnalazione intracellulari del cAMP e del Ca
2+
interagiscono a
parecchi livelli.
I livelli citosolici di Ca
2+
e di cAMP possono influenzarsi a vivenda.
Es.: la cAMP fosfodiesterasi e ladenilato ciclasi sono regolate da
complessi Ca
2+
-calmodulina;
La chinasi A pu fosforilare alcuni canali e pompe del Ca
2+
e alterarne
lattivit
Gli enzimi regolati direttamente da Ca
2+
e da cAMP possono influenzarsi a
vicenda
Es.: Alcune chinasi CaM sono fosforilate dalla chinasi A
La chinasi A e le chinasi CaM fosforilano spesso siti diversi delle stesse
proteine, che sono quindi regolate sia dal cAMP che dal Ca
2+
Copyright (c) by W. H. Freeman and Company
La
La
glicogenolisi
glicogenolisi
viene
viene
stimolata
stimolata
da
da
svariati
svariati
secondi
secondi
messaggeri
messaggeri
.
.
Doppia regolazione
Copyright (c) by W. H. Freeman and Company
Glicogeno
Glicogeno
fosforilasi
fosforilasi
chinasi
chinasi
La glicogeno fosforilasi
chinasi un enzima con 4
subunit.
La subunit ha attivit
catalitica;
La subunit la calmodulina
ed responsabile della
dipendenza dal Ca
2+
dellenzima;
Le subunit e sono
bersagli della regolazione da
cAMP, essendo fosforilate
dalla chinasi A
Lo stesso Ca
2+
che d inizio
alla contrazione muscolare
assicura che ci sia
abbastanza glucosio per
sostenere la contrazione.
Copyright (c) by W. H. Freeman and Company
L
L

azione
azione
dell
dell

insulina
insulina
Linsulina un esempio tipico di un ormone che pu stimolare vie di
trasmissione del segnale multiple, producendo risposte cellulari sia
immediate sia a lungo termine.
Effetti isantanei: aumento dellassunzione del glucosio dal sangue nelle
fibre muscolari e negli adipociti.
Lesposizione prolungata provoca effetti di lunga durata: aumento
dellespressione di enzimi coinvolti nella sintesi del glicogeno (fegato) e
nella sintesi dei trigliceridi (adipociti).
Linsulina agisce anche come fattore di crescita per molti tipi di cellule
(es.: fibroblasti).
Copyright (c) by W. H. Freeman and Company
La
La
stimolazione
stimolazione
da
da
parte
parte
dell
dell

insulina
insulina
attiva
attiva
la
la
MAP
MAP
chinasi
chinasi
e la
e la
proteina
proteina
chinasi
chinasi
B
B
Il legame dellinsulina al suo recettore pu attivare due distinte vie di
trasmissione del segnale:
una via Ras-dipendente
una via Ras-indipendente
Gli effetti prodotti dallinsulina sia attraverso la via Ras-dipendente che
attraverso la via Ras-indipendente dipendono da un polipeptide di 130
kDa, il substrato 1 del recettore per linsulina (IRS1).
Iniezione di anticorpi per lIRS1 in cellule in coltura blocca la normale
risposta proliferativa indotta dallinsulina
Copyright (c) by W. H. Freeman and Company
Via
Via
di
di
trasduzione
trasduzione
del
del
segnale
segnale
dell
dell

insulina
insulina
Ras
Ras
-
-
dipendente
dipendente
LIRS1 si lega al recettore per linsulina attivato mediante il suo dominio
PTB e viene fosforilato dallattivit chinasica del recettore;
LIRS1 fosforilato, e non il recettore per linsulina attivato, si lega al
dominio SH2 di GRB2;
GRB2 lega la proteina SOS;
La proteina SOS stimola la formazione del complesso Ras-GTP;
Viene attivata la cascata di chinasi che porta allattivazione della MAP
chinasi
Copyright (c) by W. H. Freeman and Company
Via
Via
di
di
trasduzione
trasduzione
del
del
segnale
segnale
dell
dell

insulina
insulina
Ras
Ras
-
-
indipendente
indipendente
LIRS1 fosforilato si lega anche alla PI-3 chinasi stimolandone lattivit chinasica;
La proteina chinasi B (protein kinase B, PkB) viene richiamata verso la membrana
grazie alla regione N-terminale che contiene un dominio PH (di omologia alla
Pleckstrina) che si lega ai fosfoinositidi della membrana plasmatica;
La PKB, posizionata a livello della membrana, viene fosforilata e quindi attivata, da 2
chinasi associate alla membrana;
La PKB attivata viene rilasciata nel citosol e media molti degli effetti dellinsulina,
compresa la stimolazione dellassunzione del glucosio e della sintesi del glicogeno.
La PKB, detta anche Akt, una componente della via per la trasmissione del segnale
che previene la morte cellulare.
Copyright (c) by W. H. Freeman and Company
La via
La via
Ras
Ras
indipendente
indipendente
attiva
attiva
la
la
Proteina
Proteina
chinasi
chinasi
B
B
GSK3 = glicogeno sintetasi chinasi 3
Copyright (c) by W. H. Freeman and Company
L
L

insulina
insulina
ed
ed
il
il
glucagone
glucagone
collaborano
collaborano
per
per
mantenere
mantenere
un
un
livello
livello
ematico
ematico
stabile
stabile
di
di
glucosio
glucosio
In condizioni normali, il livello ematico di glucosio sotto il controllo
dellinsulina e del glucagone, prodotti rispettivamente dalle cellule e
dalle cellule delle isole di Langherans nel pancreas.
Linsulina riduce il livello di glucosio nel sangue
Il glucagone aumenta il livello di glucosio nel sangue.
Ladrenalina ha un ruolo fondamentale nellindurre un aumento di
glucosio nel sangue durante i periodi di stress.
Copyright (c) by W. H. Freeman and Company
L
L

insulina
insulina
ed
ed
il
il
glucagone
glucagone
collaborano
collaborano
per
per
mantenere
mantenere
un
un
livello
livello
ematico
ematico
stabile
stabile
di
di
glucosio
glucosio
Il legame dellinsulina ai suoi recettori provoca un rapido aumento
dellassunzione del glucosio e stimola la sintesi di glicogeno attraverso la via
Ras-indipendente.
Copyright (c) by W. H. Freeman and Company
L
L

insulina
insulina
ed
ed
il
il
glucagone
glucagone
collaborano
collaborano
per
per
mantenere
mantenere
un
un
livello
livello
ematico
ematico
stabile
stabile
di
di
glucosio
glucosio
Il recettore per il glucagone accoppiato alla proteina G
s
, come il recettore
per ladrenalina.
La stimolazione delle cellule del fegato con il glucagone attiva ladenilato
ciclasi. cAMP stimola glicogenolisi ed inibisce la sintesi del glicogeno.
Copyright (c) by W. H. Freeman and Company
Regolazione
Regolazione
del
del
livello
livello
ematico
ematico
di
di
glucosio
glucosio
attraverso
attraverso
gli
gli
effetti
effetti
opposti
opposti
dell
dell

insulina
insulina
e del
e del
glucagone
glucagone
>80-90 mg/100 <80 mg/100
Copyright (c) by W. H. Freeman and Company
La
La
fosforilazione
fosforilazione
dei
dei
recettori
recettori
di
di
superficie
superficie
modula
modula
la
la
loro
loro
attivit
attivit

Spesso il legame di un agonista induce la fosforilazione del dominio citosolico di


un recettore di superficie, modulando il tal modo la sua attivit
Copyright (c) by W. H. Freeman and Company
La
La
fosforilazione
fosforilazione
dei
dei
recettori
recettori
di
di
superficie
superficie
modula
modula
la
la
loro
loro
attivit
attivit

Tutti i recettori accoppiati aproteine G


s
vengono fosforilati dalla proteina chinasi
cAMP-dipendente (cAPK).
Altri residui vengono fosforilati da chinasi specifiche.
BARK fosforila i recettori -adrenergici
Copyright (c) by W. H. Freeman and Company
Dalla
Dalla
membrana
membrana
plasmatica
plasmatica
al
al
nucleo
nucleo
Gli ormoni steroidei, che si legano a recettori
intracellulari, regolano direttamente lespressione
genica
Quello degli ormoni steroidei, rappresenta lesempio
pi semplice di regolazione dellespressione genica da
parte di ormoni extracelllari.
Copyright (c) by W. H. Freeman and Company
Modello
Modello
dell
dell

attivazione
attivazione
genica
genica
dipendente
dipendente
dagli
dagli
ormoni
ormoni
mediata
mediata
dal
dal
recettore
recettore
per i
per i
glucocorticoidi
glucocorticoidi
(GR)
(GR)
Copyright (c) by W. H. Freeman and Company
Dalla
Dalla
membrana
membrana
plasmatica
plasmatica
al
al
nucleo
nucleo
Molte risposte cellulari indotte da ormoni idrosolubili, fattori di
crescita e neurotrasmettitori sono la conseguenza dei loro effetti
sullespressione genica
Nella maggior parte dei casi, il legame di un agonista al suo
recettore stimola proteine chinasi che, direttamente o
indirettamente, fosforilano residui di serina, treonina o tirosina di
specifici fattori di trascrizione.
Copyright (c) by W. H. Freeman and Company
Gli
Gli
ormoni
ormoni
polipepdidici
polipepdidici
segnalano
segnalano
la
la
fosforilazione
fosforilazione
di
di
alcuni
alcuni
fattori
fattori
trascrizionali
trascrizionali
Tyr
Modello di attivazione
genica mediata da IFN
tramite la fosforilazione e
la dimerizzazione di
proteine Stat.
Copyright (c) by W. H. Freeman and Company
Gli
Gli
ormoni
ormoni
polipepdidici
polipepdidici
segnalano
segnalano
la
la
fosforilazione
fosforilazione
di
di
alcuni
alcuni
fattori
fattori
trascrizionali
trascrizionali
(b)
(b)
Modello di attivazione genica
mediata da IFN tramite la
fosforilazione e la dimerizzazione
di Stat1.
Tyr
Mutagenizzando la tirosina
fosforilabile di Stat1 con
fenilalanina, la proteina non pi
in grado di attivare i geni bersaglio
e di trasferirsi nel nucleo.
Copyright (c) by W. H. Freeman and Company
CREB
CREB
collega
collega
i
i
segnali
segnali
cAMP
cAMP
alla
alla
trascrizione
trascrizione
CRE = elemento di risposta al cAMP
CREB = CRE-bining protein
Ser 133 Co-attivatore
Copyright (c) by W. H. Freeman and Company
Sequenza
Sequenza
SRE,
SRE,
Serum
Serum
-
-
response element
response element
Laggiunta di un fattore di crescita (es.: EGF, PDGF) ad una coltura di cellule di
mammifero nella fase G
o
provoca un rapido aumento dellespressione di circa 100
geni diversi, i cos detti geni a risposta precoce.
Un importante gene a risposta precoce codifica per il fattore trascrizionale c-Fos.
Linduzione di c-fos e di altri geni a risposta precoce da parte dei fattori di crescita
mediata da diverse vie di trasmissione del segnale: quelle attivate dal cAMP
(chinasi A), da Ca
2+
/DAG (chinasi C), e dalla proteina Ras (MAP chinasi).
La sequenza regolatoria del gene c-fos contiene un elemento di risposta al siero
(SRE) che viene attivato da molti fattori di crescita.
Le diverse vie di trasmissione del segnale agiscono attraverso sequenze diverse
del SRE
Copyright (c) by W. H. Freeman and Company
La MAP
La MAP
chinasi
chinasi
regola
regola
l
l

attivit
attivit

di
di
molti
molti
fattori
fattori
di
di
trascrizione
trascrizione
TCF = Fattore del complesso ternario
SRF = Fattore di risposta al siero