Sei sulla pagina 1di 18

LUNEDÌ 15 FEBBRAIO 2010 € 1,00 Anno 121 - numero 38

LUNEDÌ 15 FEBBRAIO 2010 San Claudio de la Colombière 1


www.ilcittadino.it
il Cittadino POSTE ITALIANE S.P.A. - SPED. IN ABB. POST. - D.L. 353/2003 (CONV. IN L. 27/02/2004 N° 46) ART. 1, COMMA 1, DCB - MILANO

Prima Pagina

RESI NOTI DAL MINISTRO BRUNETTA I COSTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: ALL’INTERNO L’ELENCO COMPLETO L’intervento
Sgomberati
Sanità, ecco tutte le consulenze 50 ragazzini
della scuola
Ospedali, Asl e Santa Chiara: spesi quattro milioni DON ROBERTO DAVANZO*

Panorama
¢ AL PRESIDIO DI LODI
Urbanistica, l’altolà della Provincia:
Bruciato uno striscione
del Fatebenefratelli
«Stop alla giungla delle costruzioni»
n «Non è pos­
a pag. 9 sibile che ogni
comune abbia
la sua area
¢ VIZZOLO p r o d u t t iv a .
Così lo svilup­
Grave dopo l’appendicite po diventa
confuso. E sul
La 16enne apre gli occhi ter ritorio si
moltiplicano i
a pag. 10 capannoni».
L’altolà arriva
¢ CERRO AL LAMBRO dal presidente
della Provin­
Gls, denunce in arrivo cia di Lodi,
Pietro Foroni,
dopo gli ultimi scontri
N
La spesa maggiore è stata per le prestazioni ospedaliere che nel corso onostante, la temperatu­
d i u n c o nve ­ ra rigida e qualche pri­
n Il mondo della sanità lodigiana ha sborsato nel 2008
quasi 4 milioni di euro per consulenze. L’Azienda ospe­
daliera ha speso 2 milioni e 650mila euro per incarichi
a pag. 10 gno sulla tute­
la del paesag­
gio ha rilan­
La nuova sfida delle Acli: Un capannone
abbandonato:
il presidente
mo fiocco di neve, mar­
tedì 9 febbraio all’estre­
ma periferia della città, in via
di collaborazione esterna, l’Asl si è fermata a 950mila
euro, mentre la casa di riposo Santa Chiara di Lodi è ar­
rivata a 440mila euro. I dati hanno fatto la loro compar­
¢ CASALE
Catturata dai carabinieri
ciato la neces­
sità di una cre­
scita coordina­
«Coesione e collaborazione Foroni
nel corso
del convegno
Vaiano Valle a Chiaravalle, le
ruspe mandate dal Comune
hanno abbattuto le catapecchie
sa sul sito del ministero per la Pubblica amministrazio­
ne e l’innovazione. All’interno l’elenco completo. la banda dei Gratta e vinci
ta nel Lodigia­
no.
contro la crisi e le povertà» sulla tutela
del paesaggio
dove un gruppo di rom romeni
*direttore Caritas Ambrosiana
ha chiesto più
alle pagine 14­17 a pag. 13 a pagina 7 a pagina 9 coordinamento segue a pagina 11

H O C K E Y S U P I S T A I GIALLOROSSI AL SETTIMO RISULTATO UTILE CONSECUTIVO C A L C I O FANFULLA BATTUTO PER 1­0 DAI COLLINARI Il commento
Poker di Romero e il Seregno va ko: Il Bano mette la firma Riavviare
i motori
l’Amatori non ne sbaglia proprio una sul derby “lodigiano” dell’industria
IL CICLISTA AI MICROFONI DI RADIO LODI n Il Sancolombano
sfata la maledizione
del “Riccardi” e batte STEFANO FONTANA
in casa il Fanfulla nel

I
derby lodigiano di l triste fenomeno della disoc­
Eccellenza: con una cupazione – una vera e pro­
rete in avvio di Zana­ pria “calamità sociale” se­
boni i collinari man­ condo la Laborem exercens,
dano ko i bianconeri, l’enciclica di Giovanni Paolo II
incapaci di essere pe­ sul lavoro – sta prendendo pie­
ricolosi. Sconfitta del ghe nuove, cui forse non si era
Tribiano contro il posta sufficiente attenzione.
Villanterio. In Pro­ L’idea di fondo, ampiamente
mozione “frenata” condivisa e soprattutto diffusa
del Sant’Angelo. nella pubblica opinione, era che
la disoccupazione sarebbe stata
Per il Fanfulla è la seconda sconfitta consecutiva pagine 24, 25, 26 e 31 un fenomeno temporaneo, do­
vuto alla crisi, che si sarebbe,
PALLACANESTRO non dico risolto, ma ridimen­
sionato con la ripresa. E sicco­
me la ripresa era già attesa in
L’Assigeco getta questo anno 2010, perfino pre­

Dall’alto Romero e l’Amatori al completo Doping, la “verità” di Ratti: la maschera


ceduta da vari segni nell’ultimo
trimestre del 2009, si pensava
che progressivamente sarebbe

n Un Amatori guerriero, capace di


«Non perdo la mia dignità» contro Venezia anche ripresa l’occupazione
proprio durante questo anno. Si
incassare il settimo risultato utile trattava, quindi, di predisporre
consecutivo segnando anche in in­ n S’interrompe la striscia posi­ ammortizzatori sociali per ga­
feriorità numerica: i lodigiani, con n Il ciclista lodigiano Eddy coscienza pulita, non perdo la tiva dell’Assigeco che dopo rantire con la cassa integrazio­
un poker di Romero e l’acuto di Ratti (nella foto con la moglie mia dignità» dice l’atleta fom­ aver lottato fino all’ultimo ne lo stipendio per un certo
Monteforte, battono il Seregno per Geovana), risultato positivo al­ biese parlando alla trasmissio­ contro Venezia soccombe 98­91. periodo e di tenere sotto con­
5­4 e si tengono stretto il terzo posto. l’Epo dopo un controllo antido­ ne domenicale “Diretta Sport”. trollo i conti pubblici per non
ping, racconta la sua verità ai alle pagine 38 e 39 Delusione e abbracci a fine partita
alle pagine 42 e 43 microfoni di Radio Lodi: «Ho la a pagina 46 segue a pagina 13

Atletica, Fanfulla in festa


con due medaglie d’oro
n Successo per
l’Atletica Fanfulla
ad Ancona. I Tri­
colori giovanili
hanno regalato al
sodalizio giallo­
rosso un’eccezio­
nale doppietta con
Touria Samiri e
Valentina Zappa,
medaglie d’oro
nei 1500 e nei 400.
a pagina 41 Touria Samiri e Valentina Zappa “regine” ai Tricolori
2 LUNEDÌ 15 FEBBRAIO 2010

il Cittadino
Primo Piano
IL SOTTOSEGRETARIO FERMA IL PROGETTO DI RINNOVO CHE RIGUARDAVA LA PROTEZIONE CIVILE

Letta: addio all’emergenza Spa


L’Aquila protesta sulle macerie
ROMA Gianni Letta stoppa la “ad personam” che serve per si­
“Protezione civile Spa”. Dopo le stemare certi amici».
polemiche scatenate dalle in­ Sul tappeto resta il problema
chieste, il braccio destro del pre­ Bertolaso. Il capo della Protezio­
sidente del Consiglio conferma il ne civile è da giorni sotto assedio
sostegno al capo della Protezione e non si sa per quanto tempo po­
civile che, sottolinea, in ogni ca­ trà ancora reggere. Ieri anche il
so continuerà a guidare la strut­ «Corriere della Sera», con un
tura «con gli strumenti abituali e corsivo firmato dal direttore Fer­
con lo stesso spirito e con lo stes­ ruccio De Bortoli dal titolo espli­
so impegno». cativo «Atti pubblici e vizi priva­
Bertolaso, che
continua a pro­
fessare la pro­
pria innocenza,
è però pronto a
lasciare: le di­ Bertolaso pronto
missioni, spie­
ga in un’inter­
vista al «Sole
24Ore», sono
alle dimissioni:
«sul tavolo del
presidente Ber­
lusconi. Gli ho
«Faccio le valigie
detto, presiden­
te quando vuo­
le, lei mi chia­
in un minuto»
ma e faccio le
valigie in un minuto». ti», ha preso posizione a favore di
La novità è l’abbandono della un passo indietro di Bertolaso.
Spa che Letta lascia chiaramente Quasi l’eco delle parole di Pier­
intendere: con la norma inserita luigi Bersani: una «persona se­
in Senato nel dl emergenze, spie­ ria» come Bertolaso, dice il se­
ga, «si era solo pensato di dotare gretario del Pd, in questa situa­
la Protezione civile di uno stru­ zione dovrebbe «fare un passo in­
mento ulteriore, aggiuntivo, che dietro».
le consentisse di operare, in de­ La maggioranza, comunque, con­
terminate circostanze, con mag­ tinua a far quadrato attorno a
giore flessibilità ed efficacia». Bertolaso: «Occorre fare chiarez­
Letta ribadisce che «la protezio­ za immediata ­ dice Italo Bocchi­
ne civile è e rimane un Diparti­ no, vicepresidente dei deputati
mento della Presidenza del Con­ Pdl ­ per sottrarre il miglior capo
siglio con le sue strutture, le sue della Protezione civile del mon­
funzioni e le sue regole che resta­ do da quella che appare una vera
no pubbliche», si dice «personal­ e proprio aggressione giudizia­
mente convinto che come in tutti ria».
questi anni nelle emergenze Francesco Bongarrà Un abitante dell’Aquila protesta all’interno della “zona rossa” della città
drammatiche e nei “grandi even­
ti” ha operato con successo sen­
za questo ulteriore strumento, la
Protezione civile di Bertolaso po­
trà tranquillamente continuare
a farlo con gli strumenti abituali GLI ABITANTI DELLA CITTÀ MARTORIATA DAL SISMA IN CORTEO CONTRO GLI ARRESTATI
e con lo stesso spirito e lo stesso
impegno».
I livelli parlamentari non sono
però ancora investiti della even­
tuale modifica al dl emergenze. Il
decreto, approvato con la fiducia
La rabbia supera la “zona rossa”:
in Senato, inizierà martedì in
commissione il proprio iter a
Montecitorio. «Ad oggi non ho
ricevuto nessun segnale. Per
«La notte delle scosse non ridevo» Il commissario della Protezione civile Guido Bertolaso in una foto d’archivio

quanto mi riguarda il testo è L’AQUILA Oltre le transenne della zona ste al posto di guardia hanno invece SICILIA
quello approvato dal Senato», di­ rossa, tra i cumuli di macerie dei preferito lasciar passare la gente per
ce il relatore Angelo Alessandri
(Lega). E ancora ignaro sul da
crolli del 6 aprile, per gridare la pro­
pria rabbia per i ritardi della rico­
evitare disordini. Così i manifestan­
ti hanno raggiunto piazza Palazzo, la Panico per una frana nel Messinese:
farsi si dichiara il ministro per i struzione e le risate degli imprendi­ stessa in cui a dicembre era stato ce­
Rapporti con il Parlamento Elio
Vito: «Non ne so nulla», rispon­
tori la notte del terremoto, prendere
una pietra dal mucchio e portarla
lebrato un Consiglio comunale tra
cumuli di macerie, gli stessi dove la
5mila persone in fuga da San Fratello
de. via in silenzio: una domenica diver­ gente è salita per sfogare la propria n A poter raccontare cosa accadde l’8 gennaio di 88 anni fa, quan­
Se venisse modificato, il decreto sa per gli aquilani, a dieci mesi dalla rabbia. Tra i primi, il quarantenne do la collina venne giù travolgendo e spazzando via l’intero paese,
dovrà però tornare in Senato per scossa che ha cancellato il centro sto­ Stefano Cencioni: la sua personale sono rimasti in pochi. I più, a San Fratello, paese di 5.000 anime
il via libera definitivo; e a dispo­ rico, rendendolo impraticabile. La rabbia, nel dire «noi quella notte non nel Messinese nel parco dei Nebrodi, della catastrofe che rase al
sizione non ci sono tempi lun­ gente dell’Aquila si è ritrovata in ridevamo», è diventata lo sfogo di suolo il centro hanno sentito solo il racconto. Ma quando, dopo un
ghissimi, visto che il provvedi­ piazza Duomo a mezzogiorno in pun­ una comunità. Cencioni ha precisato nubifragio durato 48 ore, la terra, da contrada Riana, ieri ha co­
mento scade ai primi di marzo. to, dandosi appuntamento su Face­ che la sua «non è una posizione con­ minciato ancora una volta a franare, la gente ha abbandonato le
Non si può quindi escludere una book, attraverso il gruppo fondato tro la Protezione Civile che tanto ha case ed è fuggita via lasciando un paese fantasma. Il piano degli
doppia fiducia, prima a Monteci­ giovedì scorso per manifestare il dato a questa città. Ho conosciuto vo­ sgomberi è partito fin dalla mattina, quando i tecnici del Comune
torio e poi di nuovo a Palazzo proprio sdegno alla luce delle inter­ lontari che hanno lasciato le loro at­ hanno capito che la situazione era grave. Oltre 1500 persone han­
Madama. cettazioni relative all’inchiesta della tività anche in Sicilia e in Valle d’Ao­ no dovuto lasciare la propria abitazione anche per l’ordinanza del
L’opposizione, prima di sbilan­ procura di Firenze sugli appalti del sta per venire ad aiutarci». Molte le sindaco Salvatore Sidoti Pinto che dice: «La situazione è dramma­
ciarsi sull’abbandono della Spa, G8. In molti avevano addosso ma­ Cartelli di sdegno all’Aquila critiche rivolte al capo della Prote­ tica». «Stiamo vedendo il paese sparire ­ aggiunge il sindaco ­ la
aspetta che dalle parole si passi gliette e cartelli con scritto «Io non zione Civile da quei comitati vicini frana ha coinvolto tutto il versante nord­est di San Fratello, coin­
ai fatti. «Io non ci credo finché ridevo alle 3.32» e «Riprendiamoci la fermarsi all’altezza dei Quattro Can­ al Movimento “3e32” che fin dai pri­ volgendo la parte relativamente più nuova, comprese le scuole
non vedrò concretamente il ri­ nostra città». «Non possono portarci toni, e avanzare verso piazza Palaz­ mi momenti dell’emergenza hanno elementari e medie. Stiamo qui che guardiamo quello che accade
sultato. Lo vedremo mercoledì via 700 anni di storia ­ ha commenta­ zo, tuttora chiusa al pubblico. Inva­ animato le proteste contro il diparti­ senza potere intervenire per fare qualcosa». «I miei concittadini ­
quando il decreto arriverà in Au­ to Giusi Pitari, mettendosi alla testa no, le forze dell’ordine, dalla polizia mento per una gestione della rico­ prosegue ­ si stanno comportando con un alto senso civico e di
la alla Camera», afferma Anto­ dei manifestanti ­ è ora di riprender­ all’esercito, hanno provato a impedi­ struzione definita, come recita uno responsabilità. Si stanno trasferendo da amici o parenti che abita­
nio Di Pietro. Il leader dell’Idv, ci le nostre vie, le nostre case, siamo re ai manifestanti, circa 300, di var­ striscione lasciato in piazza Duomo, no che nella zona non interessata dalla frana o in altri paesi. Sia­
anzi, non smette le sue bordate: indignati». Di qui la scelta di supera­ care le transenne. Al primo tentativo «solo apparenza, poca sostanza». mo nelle mani di Dio...». (Ansa)
il dl, dice, è «l’ennesima legge re il tratto di corso accessibile, per di forzare i blocchi, le persone prepo­ Fabio Iuliano

Pennisi: «Non ho minacciato nessuno» “Far west” tra stranieri in provincia:


Ma si indaga per scoprire il “sistema” alta tensione anche a Pisa e Anagni
MILANO Ha ammesso che quei 5mila euro consegnatigli na minaccia, nessuna induzione per avere quella som­ ROMA Pisa e Anagni (una cittadi­ ta con diverse pattuglie, ha seda­ ricolo di vita. Da chiarire le cau­
vicino a Palazzo Marino erano parte di una tangente. ma», ha detto l’avvocato, e «nessun riferimento ad altre na in provincia di Frosinone) so­ to la rissa mentre molti dei pro­ se che hanno scatenato la zuffa
Ha respinto con forza, però, l’accusa di aver costretto persone» se non all’imprenditore Basso che già aveva no state teatro, la notte scorsa, di tagonisti si allontanavano dalla avvenuta davanti a un locale, non
l’imprenditore bresciano Mario Basso a consegnarglie­ filmato la consegna di una prima tranche delle tangen­ scene di violenza tra immigrati. zona. Sono due le persone arre­ lontano tra l’altro da una caser­
li con minacce o altro, quando è stato arrestato in ma­ te nel novembre scorso. Si è trattato di risse meno gravi state ma sviluppi potrebbero ar­ ma dei carabinieri. Per il sindaco
niera rocambolesca e con in mano le banconote che era­ L’avvocato Bana ha anche spiegato che è stata formaliz­ rispetto a quella scoppiata in via rivare dalla verifica dei filmati di Pisa, Marco Filippeschi, «ciò
no state fotocopiate. Milko Pennisi, il consigliere comu­ zata la sospensione di Pennisi dal gruppo consiliare mi­ Padova a Milano, ma pur sempre del sistema di video sorveglian­ che è accaduto è un fatto che pre­
nale del Pdl ed ex presidente della Commisssione urba­ lanese del Pdl, mentre è probabile che Pennisi si so­ inquietanti perché avvenute a Pi­ za. occupa, non il primo. Ma non va
nistica comunale, per due ore è rimasto ieri, nel carce­ spenda dalla carica di consigliere comunale. Gli inve­ sa in pieno centro, tra la movida A Pisa la rissa, che ha causato confuso con altre vicende, quale
re di San Vittore, davanti al gip Simone Luerti che deci­ stigatori continuano nell’analisi della documentazione del sabato sera, e ad Anagni dove due feriti di cui uno grave, è av­ quella di Milano, che purtroppo
derà, molto probabilmente oggi, sulla convalida del suo e rimangono in attesa che altri imprenditori, che maga­ è stato quasi distrutto un auto­ venuta tra tunisini che si sono af­ hanno ben altro segno». «Da noi ­
arresto in flagranza e sulla richiesta di custodia caute­ ri hanno subito lo stesso trattamento, si presentino a grill. Ad Anagni si sono affronta­ frontati a colpi di bottiglie e coc­ ha aggiunto il sindaco ­ si tratta
lare in carcere, appunto per l’accusa di concussione. denunciare. Un interrogatorio di Pennisi davanti ai pm ti una ventina tra romeni e alba­ ci di vetro, nella centrale piazza soprattutto di comportamenti
Nessun riferimento ­ e non poteva essere altrimenti in Grazia Pradella, Tiziana Siciliano e Laura Pedio po­ nesi, forse per una parola di trop­ Berlina meta il sabato sera di violenti fra persone che hanno la
quanto si discuteva solo della contestazione di quella trebbe tenersi nei prossimi giorni. Potrebbe essere po pronunciata nei confronti di centinaia di persone che affolla­ stessa provenienza, tunisini nel­
tangente per sbloccare una pratica edilizia ­ ad altri quello il momento in cui si capirà se quella dell’ex pre­ una donna che, in compagnia di no i pub e i locali della zona. Poco l’ultimo caso».
versamenti ritenuti sospetti sui suoi conti di cui vi sa­ sidente della Commissione urbanistica era una prassi un romeno, stava prendendo un dopo l’una la rissa ha coinvolto Ma nonostante le parole distensi­
rebbe comunque traccia nella documentazione, nei consolidata e coinvolgeva altre persone o si è invece caffè al bar. Da lì la maxi rissa, un gruppo di persone, due delle ve preoccupa anche qui, come
computer e nei palmari che gli sono stati sequestrati trattato di un episodio isolato. una vera battaglia a colpi di bot­ quali sono rimaste ferite, una in aaccaduto ad esempio a Rosarno
dai militari della Guardia di Finanza e dagli agenti del­ L’avvocato Bana, uscendo dal carcere, si è appellato alla tiglie di vino che ha provocato in­ modo serio. L’uomo, ricoverato poche settimane fa, il degenerare
la Polizia di Stato. «Si è parlato di quell’episodio ­ ha segretezza delle indagini in corso che «proseguiranno genti danni agli scaffali e alle ve­ in prognosi riservata all’ospeda­ di comportamenti che coinvolgo­
spiegato l’avvocato di Pennisi, Antonio Bana ­ e il mio con la collaborazione del dottor Pennisi». trine dell’autogrill. La polizia le pisano, per un colpo ricevuto no gli stranieri.
assistito ne ha dato una ricostruzione diversa». «Nessu­ Stefano Rottigni stradale di Frosinone, intervenu­ alla gola, non sarebbe però in pe­ (Ansa)
LUNEDÌ 15 FEBBRAIO 2010 3
il Cittadino
Primo Piano
UNA CALMA APPARENTE A 24 ORE DALLA RIVOLTA DEI NORDAFRICANI

Alta tensione a Milano


Dopo gli incidenti
arrivano le polemiche
MILANO A poco più di 24 ore dalla ri­
volta della comunità nordafricana
di via Padova, a Milano, nel quar­
tiere più multietnico della città,
dove sabato pomeriggio è stato as­
sassinato un giovane egiziano, la
calma è ancora lontana dall’essere
ristabilita. Finiti gli scontri, dopo
oltre quattro ore di danneggiamen­
ti, ieri la tensione è rimasta alta, e
ad essa si sono aggiunte le inevita­
bili polemiche politiche mentre de­
cine di pattuglie hanno blindato il
quartiere.
La polizia intanto cerca di indivi­
duare i responsabili del delitto, che
dovrebbero essere cinque o sei gio­
vani sudamericani, già noti come
facenti parte di una gang chiamata
Chicago, nata da una costola dei
più noti Latin King, che si riunisce
nel vicino Parco Trotter e in un pa­
lazzo nella stessa via dove abitava
la vittima, Abdel Aziz El Sayed, im­
bianchino di 19 anni, regolare ma nea che dei 2­300 magrebini che ie­ gliate». Ieri pomeriggio anche il vi­
LE REAZIONI DEL MONDO POLITICO AI FATTI DI MILANO in attesa da quasi un anno del rin­
novo del permesso di soggiorno.
ri hanno animato la protesta, i più
facinorosi erano solo una ventina.
ce sindaco, Riccardo De Corato, è
stato contestato da alcuni italiani
Il segretario Alla base della lite poi degenerata
nel delitto, secondo testimonianze,
Ma la reazione delle forze dell’ordi­
ne schierate, per molti abitanti, è
durante un sopralluogo. «Ci hanno
mandato i soldati ­ ha detto un an­

Lega e Pdl invocano Pd Bersani:


confermate anche da alcune di­
chiarazioni rilasciate in Prefettura
ma non dagli investigatori, ci sa­
rebbero degli apprezzamenti fatti
parsa tardiva. «Questi spaccavano
tutto e loro rimanevano fermi», ur­
la un negoziante straniero. E le po­
lemiche non sono tardate ad arri­
ziano ­ che non sanno nemmeno co­
sa fare». «In pochi anni sono arri­
vati decine di migliaia di stranieri
­ ha replicato il vice sindaco ­ con

la “tolleranza zero” «Ma sono


alla fidanzata dell’ucciso, una gio­
vane italiana. Mentre l’egiziano
scampato all’aggressione, il princi­
pale testimone, si troverebbe nel
vare, con il sindaco Letizia Moratti
che ha promesso più uomini e i
sindacati di polizia che fanno nota­
re che «queste promesse si succe­
44mila clandestini. Numeri diffici­
li da gestire, anche se Milano è ben
lontana dall’essere Parigi». Però
sabato il clima è sembrato un po’
MILANO Il Pd e l’Idv vanno giù du­ Cie di via Corelli per essere protet­ dono ogni volta che accade qualco­ quello delle banlieu.
ramente contro il governo: la ri­
volta di Milano con l’uccisione
loro to.
Intanto polizia e carabinieri hanno
sa ma che le risorse sono state ta­ Fabrizio Cassinelli

del giovane egiziano, sono il se­ comunicato di aver fermato i primi


gno evidente del fallimento della
politica di integrazione e sicurez­ al governo quattro presunti responsabili dei
molti atti di vandalismo fatti saba­
Nella kasbah di via Padova
za del governo. Dalla Lega e dal to. Nel corso dei tafferugli sono sta­
Pdl si riafferma invece la linea di te ribaltate 9 auto, 17 quelle dan­
“tolleranza zero” contro gli immi­
grati irregolari insieme alla riba­
da anni...» neggiate, e 5 negozi latino­america­
ni hanno subito atti di vandalismo. «Qui non si può più vivere»
dita volontà di espellere i respon­ Gli stranieri accompagnati in Que­
sabili degli scontri e revocare per­ A sinistra, in alto sopra il titolo e stura dopo che la situazione era MILANO Rabbia e rassegnazione. stituzione, gli scontri tra bande
messi di soggiorno ai violenti. a destra alcune immagini degli tornata alla normalità sono stati Gli italiani di via Padova sono per il controllo del territorio.
Sui fatti di via Padova è scontro scontri scatenatisi sabato sera in 37, tutti egiziani tranne un ivoria­ pochi e si sentono dimenticati. In «Qui non si vive più» ­ ripete una
tra le forze politiche di maggio­ via Padova a Milano dove si sono no (uno degli aggrediti). Ventitré tanti hanno deciso di andarsene, signora sulla cinquantina ­. Ci
ranza ed opposizione che si rim­ fronteggiati gruppi di immigrati di essi sono risultati regolari sul dopo l’arrivo massiccio di immi­ hanno abbandonato, non possia­
pallano la responsabilità su pas­ stranieri che sono venuti a contatto territorio italiano e dei rimanenti, grati negli ultimi anni. Sudame­ mo far altro che barricarci in ca­
sato e presente, sulla linea e le mi­ anche con le forze dell’ordine irregolari, quattro sono stati fer­ ricani, nordafricani, cinesi, ro­ sa». «Ho visto via Padova nasce­
sure adottate, culminate nel nuo­ mati con l’accu­ re, ora la sto vedendo morire,
vo episodio di intolleranza. le nostre città. Il capogruppo Pdl sa di «devasta­ giorno dopo giorno» le fa eco un
«Quello che è accaduto è una cosa al senato chiede «tolleranza zero zione e saccheg­ anziano.
gravissima ­ attacca Bersani in per i violenti» con la revoca dei gio». Si tratta di Sono sempre meno gli italiani
mattinata ­ un’impressione vera­ permessi in questi casi. Dello quattro egiziani, che accettano di vivere così. Nel
mente notevole, ma mi ha fatto stesso avviso il ministro leghista due di 27 anni, palazzo di via Arquà, una traver­
impressione sentire le alte grida Roberto Calderoli che replica al uno di 19 e uno sa di via Padova, dove pare che il
di esponenti della destra, della Le­ segretario del Pd Bersani di tace­ di 32. I fer mi, diciannovenne ucciso avesse tro­
ga: ma di cosa stiamo parlando, re e fare «il mea culpa» visto che, che adesso do­ vato ospitalità nei giorni scorsi,
governano loro il Paese, la regio­ come più volte riconosciuto an­ a suo avviso, «questa è la pesante vranno essere su una trentina di famiglie, solo
ne, la città, si prendano carico del che da alti esponenti della Chiesa eredità che paghiamo per la sba­ convalidati, so­ due sono italiane. «Vivo qui da
fatto che è fallita una politica sia cattolica». «La smetta il centrode­ gliata politica della sinistra, la po­ no stati eseguiti un anno con mia moglie e mio fi­
di integrazione sia di sicurezza e stra di prendersela con l’opposi­ litica delle porte aperte per tutti». da Digos e Nu­ glio» racconta un imbianchino
non scarichino le responsabilità». zione, agitando spauracchi che «A chi ha sbandierato le ronde co­ cleo informativo 24enne, di origine napoletana. «É
E dal Pd lombardo Filippo Penati, contribuiscono a instaurare un me garanzia per l’ordine pubbli­ dei Carabinieri, uno schifo, ma non posso permet­
candidato alla regione, annuncia clima di xenofobia e razzismo», co» Lorenzo Cesa, segretario del­ mentre le inda­ termi un affitto altrove» raccon­
la richiesta di dimissioni di Ric­ aggiunge. l’Udc chiede «di smetterla di af­ gini sull’omici­ ta. Al piano terra i viados suda­
cardo De Corato da vicesindaco di Di tutt’altro parere Maurizio Ga­ frontare problemi reali con ridi­ dio sono condot­ mericani ricevono i loro clienti.
Milano e di Matteo Salvini da pre­ sparri presidente dei senatori del cole boutade. Ieri la propaganda te dalla Squadra Nel cortile, un via vai continuo
sidente della commissione consi­ Pdl per il quale «gli ingenui che della destra contro la sinistra, og­ Mobile che ha legato allo spaccio di droga. «Lo
liare della sicurezza. da sinistra tessono in modo acriti­ gi quella di Bersani contro Berlu­ u n a n o t evo l e sanno tutti ma nessuno fa nien­
Leoluca Orlando, portavoce del­ co e demagogico le lodi dell’inte­ sconi: non sarebbe più serio smet­ esperienza in gang di latinos. meni,albanesi: in pochi anni via te».
l’Idv, osserva che «fino a che si grazione prendano atto, dopo terla di usare questi temi per Da più parti si è gridato al «quar­ Padova è diventata la strada più «Qui c’è solo una parola che de­
utilizzeranno gli immigrati come quanto è avvenuto a Milano, che prendere qualche voto in più e tiere polveriera multietnica» an­ straniera di Milano. scrive la situazione: casino ­ si
un argomento di propaganda, co­ bisogna proseguire nella politica trovare invece il modo di affronta­ che se gli investigatori non concor­ Le vecchie drogherie sono scom­ sfoga un impiegato statale ­. La
me fa la Lega, non riusciremo di fermezza voluta dal Pdl in ma­ re insieme una questione terribil­ dano su queste valutazioni allar­ parse, per far posto ai venditori politica non ha saputo gestire
mai a creare delle vere politiche teria di immigrazione». Non pos­ mente complessa? Noi siamo mistiche. Il Nucleo informativo, ad di kebab, alimentari etnici, cen­ questa situazione» . Nel primo
di accoglienza e integrazione ne­ siamo tollerare ­ dice Gasparri ­ pronti a seguire questa strada». esempio, valuta l’accaduto più co­ tri per l’invio di denaro all’este­ pomeriggio, quando il vicesinda­
cessarie nel mondo attuale, così vere e proprio guerre etniche nel­ Paola Spadari me una reazione emotiva e sottoli­ ro. Poi ci sono lo spaccio, la pro­ co De Corato arriva per un so­
pralluogo, un gruppo di cittadini
gli si rivolge con forza. «Dobbia­
LA SCHEDA mo aspettare che succeda come a
Rosarno per ricordarci che esiste

La geografia delle bande tra Chicago e Latin Kings via Padova?» gli urla il titolare di
una pasticceria.
De Corato, finita un’intervista, si
n Nuclei composti da una ventina di persone o violenza delle gang e di voler convincere molti avvicina al capannello dei conte­
poco più, alleanze variabili e violenza cieca, ragazzini a fare lo stesso. Si tratta di una statori e inizia un improvvisato
che sfocia in agguati e duelli: è questo il volto costola dei più famosi Latin King la prima e dibattito che finisce davanti a un
delle gang di sudamericani a Milano. La più più importante gang sudamericana poi in babà. «Avevamo anche il bar ­
famosa è la Ms­13 (Mara Salvatrucha) ma ci parte convertita alla non violenza i cui gruppi racconta sconsolato il pasticcere
sono anche i Latin Kings, i Trinitarios, i più rappresentativi, in Italia, sono presenti a ­ ma lo abbiamo chiuso, perché
Forever e i Chicago, alla quale pare Genova e Milano. In particolare i Latin King avevamo paura che diventasse il
appartenessero i ragazzi che sabato hanno in Italia si sono divisi in due: i Chicago da una ritrovo per gente poco raccoman­
ucciso il nordafricano a via Padova, parte e i New York dall’altra e si contendono dabile. Se continua così, dopo 26
provocando una vera rivolta. Ragazzi di quello che loro ritengono il territorio con anni sarò costretto ad andarme­
strada, tra i venti e trent’anni, a volte anche risse, accoltellamenti e talvolta anche con ne».
più giovani, che emulano le gesta dei loro violenze sessuali alle donne affiliate alle L’unica speranza arriva da un
“fratelli” lungo le strade di Los Angeles e nei bande rivali. Anche i simboli sono importanti, gruppo di mamme, riunitesi in
barrios sudamericani, da cui prendono soprattutto quelli tatuati sulla pelle. Numeri, presidio davanti al luogo dove il
simbologie, nomi e abitudini. Quella dei lettere o disegni possono identificare giovane egiziano è stato accoltel­
Chicago è una gang considerata al momento immediatamente l’appartenenza di un lato per dire no alla violenza. So­
“la più calda” e violenta della città, formata componente a una determinata gang mentre no italiane e straniere e i loro fi­
da giovanissimi che si contrappone spesso alle non avere tatuaggi è «la riprova di non far gli frequentano la scuola che si
gang dei più anziani. Furono membri dei parte del gruppo». La banda è come un club: trova proprio di fronte al luogo
Chicago, almeno nove identificati dalla paghi una tassa d’iscrizione settimanale e, per dell’omicidio. «È un bellissimo
polizia, a uccidere il 7 giugno scorso essere accettato, devi superare una prova. esempio di convivenza tra etnie
l’ecuadoriano di 26 anni, David Stenio Diversi i riti a cui i giovani devono sottoporsi diverse ­ assicura una di loro ­ La
Betancourt Noboa, durante un raid punitivo per farne parte: ad esempio un pestaggio per sfida è riuscire a portare fuori
contro i New York al Thiny Café di via misurare coraggio, forza e resistenza. Alcuni quello che siamo riusciti a co­
Brembo, nella periferia sud­est della città. di loro lavorano: lavori manuali, ma sempre struire nella scuola». Una sfida
Betancourt aveva detto poco tempo prima in “in nero”, in tanti non hanno documenti e da cui dipende il futuro di via Pa­
interviste tv di volersi dissociare dalla abitano da parenti o amici. (Ansa) dova.
Nella foto d’archivio i violenti disordini scoppiati nel 2007 nella comunità cinese di Milano Elvira Pollina
4 LUNEDÌ 15 FEBBRAIO 2010

il Cittadino
Interni
ROMA L’aumento dell’occupazione
femminile nel corso degli anni,
SCIOPERI
BERSANI A TREMONTI
nella maggior parte dei casi, non
riguarda le donne meridionali. In
16 anni, dal 1993 al 2009, a fronte
Una settimana di passione per treni e aerei Il calendario degli scioperi
«Italia unica
di 1.792.000 donne occupate in più n Piloti e assistenti di volo di Alitalia nella stessa fascia oraria o in giornata». DOMANI
tenteranno domani, per la quarta volta, Iniziativa già lanciata dallo scorso
senza tassa
appena 218mila (ossia il 12,1%)
appartenevano alle regioni meri­ di mettere in atto uno sciopero già in tre novembre e al centro di un braccio di
dionali: ossia poco più di una su occasioni bloccato da un’ordinanza del ferro con il ministro dei Trasporti Altero DALLE 10 ALLE 14
dieci. Che vuol dire, mediamente, ministro di Trasporti. Per lo stesso Matteoli. Per i sindacati con le ordinanze Incrociano le braccia piloti
ogni anno, circa 13.600 lavoratrici
al Sud e nelle Isole contro circa
100mila del resto d’Italia.
giorno sono previste anche quattro ore
di sciopero dei dipendenti del gruppo
Meridiana­Eurofly. Mentre venerdì 19 è
con cui lo sciopero è stata differito è
stato violato un diritto. E Matteoli nei
giorni scorsi ha replicato: «Nessun
e assistenti di volo Alitalia.
Lo sciopero è proclamato
sui grandi
dalla Filt-Cgil e dalle
A segnalare questo particolare
dato dell’occupazione femminile
è stata Linda Laura Sabbadini, di­
in programma uno stop di quattro ore
nel trasporto ferroviario e in quello
pubblico locale. Per una settimana che si
abuso, una scelta in difesa del diritto dei
cittadini alla libera circolazione».
MERIDIANA­EUROFLY. Ancora domani,
associazioni del personale
navigante Ipa, Avia e Anpac
patrimoni»
rettore centrale dell’Istat, in una annuncia così difficile sul fronte dei dalle 12 alle 16, stop di tutti i lavoratori PISA Un piano nazionale anticrisi. È
recente audizione in Commissio­ trasporti. indetto da Filt­Cgil, Sdl, Anpac, Avia e DALLE 12 ALLE 16 la proposta che il segretario del Pd,
ne lavoro al Senato, con all’ordine ALITALIA ­ È al momento confermato lo Unione Piloti «contro le numerose Pierluigi Bersani, ha rivolto al Go­
Stop di tutti i lavoratori
del giorno il mercato del lavoro sciopero di piloti e assistenti di volo, iniziative unilaterali aziendali e il piano verno e alla maggioranza, mettendo
delle donne. Il tasso di occupazio­ domani dalle 10 alle 14, proclamato dalla d’impresa che prevede esuberi». Meridiana-Eurofly indetto in campo la disponibilità del suo
ne femminile nel nostro paese si Filt­Cgil e dalle associazioni del FERROVIE E TRASPORTO LOCALE. da Filt-Cgil, Sdl, Anpac, Avia partito a discuterne. Bersani ne ha
conferma fra i più bassi in Euro­ personale navigante Ipa, Avia e Anpac Venerdì 19 sciopero nazionale, dalle 10 ed Unione Piloti parlato alla platea di Manifutura, il
pa: appena il 46,1% di occupazio­ per «il mancato rispetto degli accordi su alle 14, degli addetti al trasporto festival organizzato da Nens ­ Nuova
ne, inferiore di circa 12 punti per­ organici, retribuzioni, trasferimenti, ferroviario e servizi e del trasporto Economia Nuova Società ­ l’associa­
centuali rispetto a quello medio assunzioni del personale in cassa pubblico locale: un’iniziativa di Filt Cgil, VENERDÌ zione fondata nel 2001 da lui e da Vin­
della Ue a 27. integrazione ed a tempo determinato ed, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugltrasporti, Orsa cenzo Visco, in un intervento tutto
Del 1.8 milione di occupate in più inoltre, in merito a tutte le Trasporti, Faisa e Fast, a sostegno del DALLE 10 ALLE 14 dedicato all’economia. E al ministro
nei 16 anni considerati, quindi, la problematiche pertinenti l’integrazione negoziato sul nuovo contratto della Giulio Tremonti ha posto anche un
parte più significativa (1.574.000) Alitalia­Airone e l’armonizzazione dei mobilità che secondo i sindacati è in una Sciopero nazionale degli addetti quesito in tema di fiscalità: «Io non
è andata alle regioni del Centro­ due contratti». Alcuni voli ­ ammette la fase di stallo. Lo stesso giorno, «a al trasporto ferroviario chiedo una tassa patrimoniale, non
Nord. Al momento, il tasso di oc­ stessa Alitalia ­ potrebbero venire seguito della decisione della Regione e servizi e del trasporto sono d’accordo, ma mi aspetto che
cupazione femminile è al 30,8% cancellati ma la compagnia «garantirà Piemonte di procedere con gare pubblico locale: una iniziativa qualcuno mi spieghi perché siamo
nel meridione, al 55,6% nel Nord­ comunque riprotezione a tutti i all’assegnazione del servizio ferroviario di Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, l’unico Paese dell’Ocse che non ha
Ovest, al 56,9% nel Nord­Est. passeggeri dei voli cancellati. Il senza garantire le clausole sociali si Ugltrasporti, Orsa Trasporti, una tassa sui grandi patrimoni. Tre­
Ma c’è anche il rovescio della me­ personale Alitalia contatterà terrà a Torino un’assemblea nazionale monti ci spieghi perché». «In questi
daglia. La crisi economica pena­ direttamente i passeggeri interessati al quadri e delegati di autoferrotranvieri, Faisa e Fast 20 mesi ­ ha sottolineato parlando
lizza in generale sia uomini sia fine di ricollocarli su voli alternativi, ferrovieri ed addetti ai servizi». ANSA-CENTIMETRI della crisi italiana da affrontare con
donne. Ma nell’industria il calo un piano nazionale ­, perché sono 20
dell’occupazio­ mesi che abbiamo segno meno in
ne femminile ha
registrato nel
terzo trimestre
IN 16 ANNI 1 MILIONE 800MILA LE NUOVE ASSUNTE NEL PAESE: SOLO UNA SU DIECI NEL MERIDIONE economia, in coincidenza con l’ini­
zio di questa legislatura, il paese non
è stato messo di fronte ai suoi proble­

Donne al lavoro, il Sud arranca


del 2009 una ca­ mi e quindi si è trovato disarmato».
duta più che Ma la ripresa, ha sottolineato Bersa­
doppia rispetto ni, è possibile «purché si riparta dal­
a quella rilevata la chiarezza».
fra gli uomini: Due i punti sui quali sviluppare la
le tute­rosa so­ discussione, secondo il segretario
no calate del del Pd: «L’intervento immediato per
10,5% contro il sollecitare la ripresa e le riforme
4,2% delle tute­ strutturali». Bersani ha spiegato co­
blu.
Nel corso del
2009, la discesa
dell’occupazio­
L’occupazione femminile cresce per Nord e Centro me la strada liberista avviata negli
anni ‘80 «anziché distribuire welfare
e ricchezza abbia distribuito debiti e
carte di credito». «Oltre alla questio­
ne femminile ha interessato tutte so contributo femminile all’eco­ ne delle regole della finanza ­ ha sot­
le figure del mercato del lavoro: le
dipendenti a termine, le collabo­
ratrici, le autonome, fino a coin­
volgere le occupate a tempo inde­
nomia familiare ­ sostiene Sabba­
dini ­ sono da ricercarsi anche, e
probabilmente soprattutto, nella
maggior presenza di donne in set­
Il colpo “bipartisan” in banca a Roma: tolineato ­ dobbiamo affrontare il
problema delle politiche sociali.
Comprimere le spese sociali per au­
mentare la competitività ha portato
terminato. Fra l’altro, il tasso di
inattività femminile ha registrato
significativi posizionamenti nel
terzo trimestre
tori del mercato del lavoro meno
retribuiti». Fanno eccezione le fa­
miglie indigenti (il quinto più po­ rapina con maschere di Fini e D’Alema a un vertiginoso aumento delle dise­
guaglianze sociali. È necessario inol­
tre sostenere l’innovazione e non
pensare di uscire dalla crisi abbas­
2009 al 64,2% (ri­ ROMA Come i protagonisti del film Berlusconi e ancora una volta quel­ sando tutti gli standard».
spetto al 63% “Point Break” hanno indossato la di Massimo D’Alema per rapina­ Per quanto riguarda il futuro del
dello stesso pe­ maschere di gomma con i volti di re la filiale del Credito emiliano. partito, Bersani si dichiara ottimista
riodo del 2008). politici per compiere un rapina. Non sono gli unici casi di rapinato­ e smorza le polemiche interne sulla
In relazione al Ma invece delle maschere degli ex ri che nascondo il volto dietro ma­ fuoriuscita di Paola Binetti, ma con­
contributo delle presidenti degli Stati Uniti, come schere di politici. Nel giugno del fermando di non condividerne le
donne al reddito raccontato nella celebre pellicola 2006 a Tortoreto (Teramo) un uomo analisi. Perché per creare un partito
familiare, in Ita­ del 1991, diretta da Kathryn Bige­ fece una rapina nella Banca di Te­ nuovo, «il partito del secolo», Bersa­
lia ­ rileva low e interpretata da Keanu Reeves ramo di credito cooperativo con la ni indica la necessità di una «sinte­
l’Istat ­ esiste e Patrick Swayze, hanno scelto maschera dell’allora ministro An­ si» che richiede «uno sforzo più ge­
ancora la tradi­ quelle di Gianfranco Fini e Massi­ tonio Di Pietro. Un anno prima a neroso e profondo». Ma il segretario
zionale divisio­ mo D’Alema. Protagonisti della ra­ Berlino un rapinatore indossò la del Pd non si lascia cogliere da spiri­
ne dei ruoli di pina “bipartisan”, compiuta saba­ maschera dell’ex cancelliere Hel­ to polemico neppure quando parla
genere che vede to in un supermercato di Roma, so­ mut Kohl per rapinare un della dialettica interna e di Walter
l’uomo respon­ no quattro giovani, tra i 19 e i 22 an­ sexyshop a Worms (sudovest della Veltroni che in un’intervista al «Cor­
s ab i l e d e l s o ­ ni, arrestati poco dopo. Intorno alle Germania). Preferì un personaggio riere» aveva annunciato la volontà
stentamento 18.30 i rapinatori, uno dei quali ar­ dei fumetti, invece, un rapinatore di fondare una “scuola anti­corren­
economico della mato di pistola, hanno fatto irru­ che, con il volto coperto da una ma­ ti”. Definendo il predecessore «una
famiglia mentre zione in un supermercato in via Due delle maschere usate per la rapina schera dell’Uomo Ragno e vestito risorsa non un problema», Bersani
la donna è anco­ della Rustica, alla periferia della con una tuta di colore bianco e ros­ guarda agli aspetti positivi del dibat­
ra dedita principalmente alle atti­ vero) dove invece è maggiore l’ap­ Capitale, costringendo i dipendenti arrestato i rapinatori. Le maschere so, rapinò il 2 settembre del 2008 tito. «Nel nostro partito ­ dice ­ abbia­
vità domestiche e di cura. Una porto delle donne all’economia fa­ a consegnare l’incasso del sabato e l’arma, una pistola giocattolo, l’ufficio postale di Mariano Co­ mo modi di confrontarci che sono al­
condizione molto più diffusa che miliare. «Ma in questo caso ­ ag­ pomeriggio. Subito dopo il colpo è perfetta imitazione di una revolver mense (Como). Personaggi di fan­ l’aria aperta. Qualche volta esageria­
in altri paesi europei, soprattutto giunge la ricercatrice ­ il fenome­ stato dato l’allarme al 112 e grazie calibro 38, sono state sequestrate. tasia anche per tre giovani, di cui mo un po’ ma d’altro canto il futuro
per effetto dell’ampio ricorso al no sembra più conseguenza delle al numero di targa dell’auto a bor­ Rapina in stile “bipartisan” anche due all’epoca dei fatti minorenni, sarà così, gli italiani si abitueranno
part­time. Uno strumento, que­ precarie condizioni del partner, do della quale i quattro erano fug­ il 5 febbraio scorso a San Polo d’En­ che nel 2005, mascherati da Zorro e si appassioneranno anche ai parti­
st’ultimo, che nel nostro paese è che del rendimento di elevati in­ giti, fornito dai dipendenti del su­ za, nel Reggiano, dove due rapina­ erano diventati il terrore dei su­ ti che non fanno le loro cose né in via
ancora «meno diffuso e accessibi­ vestimenti femminili in capitale permarket, una pattuglia dei cara­ tori, invece del solito passamonta­ permercati di Ostia, sul litorale ro­ Bellerio, né ad Arcore ma le fanno
le». umano». binieri del nucleo Radiomobile di gna, avevano indossato la masche­ mano. davanti agli italiani».
«Le ragioni che spiegano lo scar­ Agnese Malatesta Roma ha individuato, inseguito e ra con il volto del premier Silvio Marialuisa Di Tullio Daniela Grondona
LUNEDÌ 15 FEBBRAIO 2010 5
il Cittadino
Esteri
NEW DELHI C’è anche Nadia Mace­ ROMA
rini, un’italiana di 31 anni aman­
te dei viaggi e della vita “alterna­
tiva”, fra i nove morti causati dal­
l’attentato terroristico che sabato
Il Papa: «No alla logica del profitto e dell’interesse»
ha letteralmente distrutto il bar­ n No alla logica del profitto e dell’interesse, sì realizzazione di una società più giusta e frater­
ristorante “German Bakery” di alla conferma dell’impegno contro la povertà e na». Il Papa ricorda che «la Chiesa, con il suo
Pune, capitale culturale dello Sta­ per la solidarietà umana e sociale. È questo il servizio a favore dei poveri, è impegnata ad
to indiano di Maharashtra. messaggio lanciato da Papa Benedetto XVI ieri annunciare a tutti la verità sull’uomo che è
La conferma della sua identità è nella sua visita all’ostello della Caritas diocesa­ amato da Dio. Tante persone possono così risco­
stata fornita ieri dal commissa­ na di Roma, presso la stazione Termini, proprio prire la propria dignità, smarrita a volte per
riato di polizia locale, dopo che nell’Anno europeo della lotta alla povertà e tragici eventi, ritrovando luce in se stessi e spe­
per ore il cadavere era rimasto all’esclusione sociale. «Per promuovere una ranza nell’avvenire: una speranza forte, solida,
senza nome nell’obitorio del­ pacifica convivenza, che aiuti gli uomini a rico­ luminosa, che dona il coraggio di proseguire
l’Ospedale generale Sassoon, in noscersi membri dell’unica famiglia umana ­ nel cammino della vita, nonostante i fallimenti,
attesa di un riconoscimento uffi­ sottolinea Papa Ratzinger ­ è importante che le le difficoltà e le prove che la accompagnano».
ciale. dimensioni del dono e della gratuità siano ri­ Ad accogliere il Papa, affiancato dal cardinale
Da molti anni all’estero, la Mace­ scoperte come elementi costitutivi del vivere vicario di Roma Agostino Vallini c’erano il sot­
rini aveva scelto da qualche tem­ quotidiano e delle relazioni interpersonali. Tut­ tosegretario alla Presidenza del Consiglio Gian­
po l’India come patria d’adozione, to questo ­ osserva il Pontefice ­ diventa giorno ni Letta, il ministro dei Trasporti Altero Matte­
al termine di un periodo trascor­ dopo giorno sempre più urgente, in un mondo oli, il sindaco di Roma Gianni Alemanno e l’am­
so negli Stati Uniti. A Pune aveva nel quale sembra invece prevalere la logica del ministratore delegato delle Ferrovie Mauro
approfondito discipline come yo­ profitto e della ricerca del proprio interesse». Moretti. «L’ostello della Caritas ­ afferma Bene­
ga e meditazione, frequentando Benedetto XVI sprona «non solo i cattolici ma detto XVI ­ costituisce per la Chiesa di Roma
l’Osho Ashram, un centro fondato ogni uomo di buona volontà, in particolare una preziosa occasione per educare ai valori del
dal guru Bhagwan Shree Rajnee­ quanti hanno responsabilità nella pubblica Vangelo. L’esperienza di volontariato che qui
sh, che si trova a poche decine di amministrazione e nelle diverse istituzioni, a molti vivono è, specie per i giovani, un’autenti­
metri dal locale dove è avvenuta impegnarsi nella costruzione di un futuro de­ ca scuola in cui si impara ad essere costruttori
l’esplosione. gno dell’uomo, riscoprendo nella carità la forza della civiltà dell’amore, capaci di accogliere
Su Facebook, il social network Benedetto XVI in visita all’ostello della Caritas alla stazione Termini a Roma propulsiva per un autentico sviluppo per la l’altro nella sua unicità e differenza».
che frequentava assiduamente,
Nadia ripeteva
spesso il suo
amore per l’In­
dia e per Pune,
C’È UNA 30ENNE DI AREZZO TRA I NOVE MORTI DI UN ATTENTATO TERRORISTICO A PUNE Il luogo dell'attentato
città che a un Kabul

India, sangue sulla via della pace


Islamabad
certo momento CINA
AFGHANISTAN NEPAL
aveva sintetiz­
zato con la si­ Kathmandu BHUTAN
PAKISTAN
gnificativa fra­ Thimphu
Nuova
se: «Casa, dolce Delhi BANGLADESH
casa». Muscat

Tra le vittime una ragazza italiana


È s t at a l a re ­ Dhaka
sponsabile del­ INDIA MYANMAR
l’Ashram, Sad­ Mumbai Golfo del
na Amrit, a da­ Bengala
re per prima al­ Pune Rangoon
l’Ansa la noti­ Bangalore
zia della presenza fra le vittime della ragazza ita­ no del terrorismo. Le autorità indiane hanno adot­ Mare Arabico
liana. «Nadia veniva qui per le sue meditazioni ­ ha tato una linea prudente nelle indagini, sostenendo
raccontato la donna ­ ma non viveva con noi». che la “German Bakery” non era considerato un
Affranti e rinchiusi in un comprensibile riserbo i «obiettivo sensibile», mentre lo era l’Osho Colombo SRI LANKA
parenti della guiovane che vivono a Levane di Bu­ Ashram, frequentato in passato dal cittadino pa­
cine, in provincia di Arezzo, dove la sorella Cinzia chistano­americano David Hendley, arrestato in ot­ Oceano Indiano
è anche consigliere comunale. tobre a Chicago per complicità nell’attentato di
Non appena è emerso il sospetto della possibile na­ Mumbai. Il bilancio
zionalità italiana di una delle vittime, la Farnesina E nel mirino dei terroristi poteva essere, a qualche MORTI FERITI
si è subito attivata attraverso le rappresentanze di­ centinaio di metri nel Koregaon Park, anche la
plomatiche a New Delhi e Mumbai, e un responsa­ Chabad House, luogo di culto ebraico. «Ma gli at­ 9 persone tra 60 persone tra
bile del consolato di questa seconda città si è reca­ tentatori ­ ha sostenuto ieri il ministro dell’Inter­ cui un'italiana cui 12 stranieri
to a Pune per il riconoscimento della salma. no, P. Chidambaram ­ hanno scelto il famoso caffè
Fra le persone decedute, oltre alla Macerini, vi so­ perché sempre pieno di turisti stranieri». La vittima italiana
no uno studente iraniano e sette indiani, mentre 12 Il timore delle autorità indiane, che ieri hanno di­
stranieri ­ tra cui nessun altro italiano ­ fanno par­ chiarato lo stato di massima allerta per tre città, Nadia Macerini, 31 anni.
te dell’elenco dei 60 feriti. fra cui New Delhi, è che i movimenti clandestini La donna era originaria di Levane,
Con questo attentato, realizzato da sconosciuti che islamici vogliano far fallire prima del nascere i frazione di Bucine, comune in provincia
hanno lasciato uno zaino imbottito di esplosivo colloqui di pace fra Pakistan e India che dovrebbe­ di Arezzo. Viveva a Pune dove
sotto un tavolo, a 14 mesi di distanza dal sanguino­ ro tenersi il 25 febbraio, con al centro la spinosa
so attacco di un commando a Mumbai del novem­ questione del Kashmir. frequentava un centro di meditazione
bre 2008 l’India è tornata apparentemente nel miri­ Un intenso primo piano di Nadia Macerini morta a Pune Maurizio Salvi ANSA-CENTIMETRI

12 I MORTI DURANTE UN’OPERAZIONE DI ESERCITO LOCALE E COALIZIONE INTERNAZIONALE

“Danni collaterali” in Afghanistan:


strage di civili nell’offensiva Nato
KABUL Strage di civili «per errore»
nel secondo giorno della gigante­
sca offensiva congiunta di eserci­
to afghano e coalizione interna­
zionale contro i talebani nell’Af­
ghanistan meridionale. Il bilancio
degli Occidentali è ottimistico ma
non trionfalistico. Mentre i tale­
bani fanno controinformazione,
affermando di non aver perso ter­
ritorio e di aver ammazzato deci­
ne di nemici.
Le cifre relative alle perdite subite
dalle parti in campo nei combatti­
menti sono contraddittorie e non
possono essere controllate da fon­
ti indipendenti. Sono un dato cer­
to invece i primi «danni collatera­
li»: 12 civili morti ­ ha ammesso la
Nato ­ a causa di due missili che
hanno mancato di qualche centi­
naio di metri il loro obiettivo.
«Due missili lanciati da un siste­
ma d’artiglieria mobile installato Soldati britannici della coalizione internazionale impegnati in Afghanistan
su un camion ­ ha spiegato l’Isaf
(Forza internazionale Nato) in un ne di feriti civili in gravi condizio­
comunicato ­ avrebbero dovuto ni non possono essere portati ne­
colpire un edificio da dove i mili­ gli ospedali. I posti di blocco mili­
ziani sparavano con precisione tari della Coalizione impediscono
contro militari afghani e della co­ alle auto di passare... Questi sono QUOTIDIANO DI ISPIRAZIONE
alizione. Sono invece esplosi a cir­ crimini di guerra». CATTOLICA
ca 300 metri di distanza dall’obiet­ Sul fronte delle operazioni milita­ Direttore responsabile
tivo, uccidendo 12 civili nel di­ ri, a Londra si dice che la prima Ferruccio Pallavera
Vice direttore
stretto di Nad Ali». fase dell’offensiva ­ la più massic­ Aldo Papagni
Il comandante dell’Isaf in perso­ cia dall’invasione dell’Afghani­ Società editrice
na, generale Stanley McChrystal, stan talebano nel 2001, con 15.000 Editoriale Laudense srl
ha espresso costernazione e con­ militari impegnati ­ si è svolta «se­ Amministrazione
doglianze al presidente afghano condo i piani». E il comandante Via Paolo Gorini, 34 ­ 26900 Lodi ­ Tel. 0371­
544300; fax 544301
Karzai che due giorni fa, proprio dei marines, generale Larry Ni­ Redazione
alla vigilia dell’operazione Mu­ cholson, definisce «buone» le pri­ Via Paolo Gorini, 34 ­ 26900 Lodi ­ Tel. 544200;
shtarak (Insieme) aveva racco­ me 24 ore dell’offensiva che avreb­ fax 544201; e­mail:redazione@ilcittadino.it
mandato di fare la massima atten­ be portato a conquistare Marjah Sito Internet www.ilcittadino.it
zione per garantire l’incolumità ma aggiunge che «probabilmente Registrazione Tribunale di Lodi 4­7­1948 n. 2
Registro Stampa ­ Iscrizione al Registro
dei civili. E Karzai si è detto «rat­ ci vorranno 30 giorni per ripulire Nazionale della Stampa N. 704 del 5­2­1983
tristato». Ma i «danni collaterali» la zona». Da Israele, dove si trova Concessionaria esclusiva per la pubblicità
rischiano di moltiplicarsi. Miglia­ in visita, il capo dello stato mag­ Pubblimedia srl ­ via Cavour, 31 ­ 26900 Lodi ­
ia di persone stanno cercando di giore interarmi americano, am­ Tel. 0371­544300, fax 0371­544348;
allontanarsi dalle località al cen­ miraglio Mike Mullen, fa una di­ www.pubblimediasrl.it e­mail: info@pubblimediasrl.it
Stampa Sigraf spa ­ Treviglio (BG)
tro dei combattimenti, Marjah e chiarazione fotocopia: «Siamo
Tel. 0363­300330
Nad Ali, per raggiungere il capo­ partiti bene» ma «onestamente Quote abbonamento quotidiano Euro 210,00
luogo dell’Helmand, Lashkar Gah. non so quanto durerà ... abbiamo un giorno a scelta Euro 47,00
Fornire loro assistenza è priorita­ parlato di alcune settimane». A due giorni a scelta Euro 88,00
rio secondo la stessa Missione del­ Marjah stamane è stato sufficien­ C/C int. a: Editoriale Laudense srl n. 17338203 ­ Via
l’Onu in Afghanistan ma senza un te innalzare una bandiera afgha­ Paolo Gorini 34 ­ Lodi
Copie arretrate Il doppio del prezzo di copertina
corridoio umanitario, denuncia­ na su un edificio «conquistato» La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui al­
no i medici dell’organizzazione per riaccendere la battaglia. la legge 7 agosto 1990, n. 250
Emergency a Lashkar Gah, «deci­ (Ansa­Reuters­Afp)
6 LUNEDÌ 15 FEBBRAIO 2010

il Cittadino
Agenda
INFO CINEMA
Un vandalo EMERGENZE
“innamorato” POLIZIA
(soccorso pubblico).............113
ha colpito CARABINIERI
(pronto intervento)..............112
GUARDIA DI FINANZA...... 117
al cimitero VIGILI DEL FUOCO
(pronto intervento)..............115 Ô LODI
CINEMA DEL VIALE Viale Rimembranze 10, Tel.: 0371
n Un gesto decisamente da condanna­ EMERG. SANITARIA.......... 118 426028 Scusa ma ti voglio sposare, Ore 20.10, 22.30
re anche se in concomitanza con la fe­ SOCC. STRADALE ACI 803116 CINEMA FANFULLA Viale Pavia 4, Tel.: 0371 30740
sta degli innamorati di San Valentino. TELEFONO AZZURRO Amabili resti, Ore 21.15 CINEMA MODERNO Corso Ad­
Un ignoto innamorato ha voluto infat­ linea gratuita da 97, Tel.: 0371 420017 RIPOSO
ti rendere pubblica la sua passione nei per minori di 14 anni......19696
confronti della sua bella “Ale” con una magg. di 14 anni..199/151515 Ô CASALPUSTERLENGO
serie di scritte sui muri perimetrali CINEMA TEATRO COMUNALE piazza del Popolo 15,
sia del cimitero di Zorlesco che della LODI (pref. 0371) Tel.: 0377 460436 RIPOSO
scuola materna privata Maria Santis­ PREFETTURA....................4471
sima Bambina di via Vistarini. Al di là QUESTURA.......................4441
Ô CREMA
quindi del cattivo gusto di dichiarare il
CARABINIERI Centralino MULTISALA PORTA NOVA Via Indipendenza 44, Tel.:
proprio amore sui muri di un cimite­
.......430497, 430811, 430926 0373 218411 ­ SALA 1 ­ Avatar in 3D, Ore 21.10 ­ SALA
ro, il gesto vandalico gratuito (tra l’al­
POLIZIA STRADALE.........45001 2 ­ Scusa ma ti voglio sposare, Ore 20.30, 22.40 ­ SALA
tro punibile per legge) costerà alle cas­ 3 ­ Paranormal activity, Ore 20.20, 22.20 ­ SALA 4 ­
se municipali un intervento di ritin­ POLIZIA MUNICIPALE....420449
Amabili resti, Ore 20.00, 22.40 ­ SALA 5 ­ Il quarto tipo
teggiatura e di ripristino. Non è pur­ (rassegna), Ore 21.00
troppo la prima volta che scritte di va­ CASALPUSTERLENGO
rio genere ed episodi vandalici dan­ (pref. 0377) Ô PESCHIERA BORROMEO
neggiano proprietà pubbliche e priva­ POLIZIA MUNICIPALE....830298 CINEMA DE SICA Via don Sturzo 2, Tel.: 02 55604225
te a Zorlesco. Baciami ancora, Ore 21.15
CODOGNO (pref. 0377)
POLIZIA MUNICIPALE....431448 Ô PIACENZA
CINEMA APOLLO Via Giuseppe Garibaldi 79, Tel.: 0523
IL SANTO GUARDAMIGLIO (pref. 0377) 338076 RIPOSO CINEMA CORSO Corso Vittorio Ema­
BREMBIO teriori informazioni e per prenotare il trasporto nuele II 81, Tel.: 0523 321985 ­ SALA MILLENNIUM ­
ECOAGRICOLTURA è necessario rivolgersi direttamente alla sede POLIZIA STRADALE.........41561
Avatar, Ore 21.00 ­ SALA SPAZIO ­ La prima cosa bella,
Questa sera alle 20 presso la sede del comu­ S. CLAUDIO DE LA COLOMBIÈRE 15 FEBBRAIO dell'Alao a Lodi in via Cavour 60 al numero di
SANT'ANGELO LODIGIANO Ore 21.00 CINEMA IRIS 2000 Corso Vittorio Emanuele
ne Paolo Geroldi, dirigente della Provincia, ter­ telefono 0371­420871 il venerdì dalle 9.30 al­ II 49, Tel.: 0523 334175 ­ SALA 1 ­ Maga Martina e il li­
rà una conferenza su "La realtà agricola lodi­ Nacque nel 1641 in una cittadina del Delfinato (regione le 11.30. (pref. 0371)
storica della Francia sudorientale), e a diciassette anni POLIZIA MUNICIPALE......25011 bro magico del draghetto, Ore 20.30 Paranormal activi­
giana: potenzialità produttive e criticità am­ ty, Ore 22.30 ­ SALA 2 ­ Amabili resti, Ore 21.00 ­ SALA
bientali". L'incontro di educazione ambientale, entrò nel collegio dei gesuiti ad Avignone dove, compiu- PESCHIERA BORROMEO
ti gli studi di filosofia, pronunciò i primi voti religiosi. Fu 3 ­ Avatar in 3D, Ore 21.30 CINEMA JOLLY Via Emilia
primo di un ciclo di quattro conferenze, rientra GITA IN EMILIA SAN COLOMBANO (pref. 0371) Est 7/A, Tel.: 0523 760541 Il concerto, Ore 21.30 CI­
nel progetto Eco­agricoltori organizzato sacerdote a ventotto anni e per le sue qualità di ligio os- Il prossimo 18 aprile è in programma una gita POLIZIA MUNICIPALE....293208
servante delle regole di S. Ignazio, fu nominato rettore NEMA POLITEAMA Via San Siro 7, Tel.: 0523 328672 ­
dall'Azienda sperimentale "Vittorio Tadini" di in Valtrebbia con minicrociera sul Po. Ultimissi­ SALA 1 ­ Scusa ma ti voglio sposare, Ore 18.30, 20.30,
Piacenza con il patrocinio del settore Agricoltu­ del collegio di Paray-le-Monial. In quella stessa cittadina mi posti disponibili. Per iscrizioni e informazio­ PAULLO (pref. 02)
sorgeva il Monastero della Visitazione dove una suora di 22.30 ­ SALA 2 ­ Baciami ancora, Ore 18.00, 21.00 ­
ra e Ambiente Rurale della Provincia di Lodi e ni è possibile rivolgersi il sabato (ore 10­12) e il POLIZIA MUNICIP.......90626945 SALA 3 ­ Tra le nuvole, Ore 18.00, 20.20, 22.30 CINE­
dell'Università degli Studi di Milano ed il contri­ nome Margherita Maria Alacoque (la santa che si festeg- giovedì (ore 16.30­18) presso il Centro Polifun­ POLIZIA STRADALE.....5270222
gia il 17 ottobre) si era consacrata al culto del Sacro Cuo- MA TEATRO PLAZA Largo Giacomo Matteotti 15, Tel.:
buto della Fondazione Cariplo. Alla conferenza, zionale "Sandro Pertini" in piazza Paolo VI a Pe­ 0523 326728 RIPOSO CINESTAR C.so Europa Tag.
a partecipazione libera e gratuita, sono tutti in­ re di Gesù e attendeva un suo "servo fedele e amico per- schiera Borromeo oppure scrivere a auser.pe­
fetto" che la aiutasse a manifestare al mondo intero il MELEGNANO (pref. 02) Sud uscita stadio, Tel.: 0523 572011 ­ SALA 1 ­ Scusa
vitati in particolare gli operatori ed imprenditori schiera@hotmail.it. POLIZIA MUNICIP.......98208238 ma ti voglio sposare, Ore 17.30, 20.00, 22.20 ­ SALA 2
agricoli dei seguenti comuni: Brembio, Bertoni­ suo amore. Lo trovò in La Colombière che era divenuto
suo direttore spirituale. Nel 1676 il santo gesuita venne inviato in Inghilterra come pre- POLIZIA STRADALE.......326781 ­ Scusa ma ti voglio sposare, Ore 18.30, 21.30 ­ SALA 3
co, Mairago, Ossago Lodigiano, Secugnago, CORSO DI LETTERATURA ­ Amabili resti, Ore 17.00, 19.45, 22.20 ­ SALA 4 ­ Ma­
Turano Lodigiano. dicatore della duchessa di York; qui, due anni dopo, fu arrestato con l'accusa di ordire Presso l'Università dell'adulto da oggi lunedì
un complotto papista. Dopo tre settimane di duro carcere venne espulso dall'Inghil- SAN GIULIANO MILANESE ga Martina e il libro magico del draghetto, Ore 17.40,
15 febbraio inizia il corso "Letteratura avventu­ (pref. 02) 20.10 ­ SALA 5 ­ Paranormal activity, Ore 17.40, 20.10,
CASTELNUOVO B. D'ADDA terra e fece ritorno a Paray-le-Monial dove, provato nel fisico, morì il 15 febbraio 1682. rosa: Odissea". Appuntamento nella Sala Mat­
Claudio de la Colombière fu canonizzato da Giovanni Paolo II il 31 maggio 1992. POLIZIA MUNICIP.......98207211 22.30 ­ SALA 6 ­ Baciami ancora, Ore 19.20, 22.20 ­
GITA A CORREGGIO teotti presso il Municipio di Peschiera Borro­ POLIZIA STRADALE.......326781 SALA 7 ­ Alvin superstar 2, Ore 17.30, 20.00 Il quarto
Fra arte e natura il comune di Castelnuovo (Nino Ravenna) meo, in via XXV Aprile 1 dalle 20.30 alle tipo, Ore 22.25 ­ SALA 8 ­ Tra le nuvole, Ore 17.30,
Bocca d'Adda e l'associazione locale "Vivam­ 22.30. Quota di partecipazione per le 5 lezioni SAN DONATO MILANESE 20.00, 22.20 ­ SALA 9 ­ Avatar, Ore 17.10, 20.30,
biente" partono subito alla scoperta delle me­ 20 euro. (pref. 02) 22.10 ­ SALA 10 ­ Avatar in 3D, Ore 18.10, 21.30
raviglie della città di Correggio (Reggio Emilia) infatti, prevista visita alla mostra "Inca ­ Origine tresì l'occasione per ricordare a tutti i cacciato­ POLIZIA MUNICIP.........5274336
organizzando domenica 21 marzo un'affasci­ e misteri delle civiltà dell'oro" presso il Museo ri che, essendo ormai conclusa la stagione ve­ SAN DONATO MILANESE POLIZIA STRADALE.....5270222 Ô PIEVE FISSIRAGA
nante visita. Una gita molto speciale però che di Santa Giulia a Brescia. Il costo di partecipa­ natoria 2009/2010, ai sensi della normativa LOTTA ALLA POLIOMELITE MULTIPLEX CINELANDIA Centro Commerciale Pieve,
vedrà l'amministrazione di Correggio accoglie­ zione è di 30 euro comprendente: il pullman, vigente il tesserino venatorio dovrà essere ri­ Alle 20.15 in sala consiliare nell'ambito del MERCATI DI OGGI Tel.: 0371 237012 ­ SALA 1 ­ Scusa ma ti voglio sposa­
re i forestieri per mostrare a tutti il piano di ri­ l'ingresso e la visita guidata della mostra. La consegnato alla Provincia entro e non oltre il progetto "End polio now" si tiene la proiezione re, Ore 20.15, 22.40 ­ SALA 2 ­ Hackico (cinema di qua­
sparmio energetico perseguito dalla comunità raccolta delle adesioni è aperta sino al 18 feb­ 31 marzo 2010: per tale adempimento, dovrà del cortometraggio dal titolo "The last inch" e lità), Ore 21.15 ­ SALA 3 ­ Avatar in 3D, Ore 19.50,
emiliana in linea con una sensibilità ambienta­ braio presso la signora Merli Marika, contat­ essere utilizzata la nuova sede dell'ufficio, una raccolta di fondi per contrastare la polio­ 22.45 ­ SALA 4 ­ Paranormal activity, Ore 20.30, 22.45
le che troverà conferma anche nella visita alla tando il numero di telefono 0377­51089. La presso via Haussmann. Per ulteriori informa­ melite a cura del Rotary Club. ­ SALA 5 ­ Amabili resti, Ore 20.00, 22.45 ­ SALA 6 ­ Ba­
centrale Eva che produce energia dalle bio­ partenza è prevista per le ore 14,30 dal piazza­ zioni: tel. 0371/442243 e fax 0371/442369. ciami ancora, Ore 19.50, 22.45
masse, per poi recarsi in passeggiata all' Oasi le delle scuole. Sono aperte le iscrizioni. SAN GIULIANO MILANESE
di Budrio: un piccolo lago che in seguito UNA DOMENICA SUGLI SCI CARTA DEI SERVIZI Ô SAN DONATO
all'esaurimento di una cava è stato progressi­ LODI Sono aperte sino al 17 febbraio le iscrizioni al­ I sangiulianesi che hanno in mano la Carta re­ TROISI MULTISALA P.zza Dalla Chiesa 6, Tel.: 02
vamente naturalizzato, rigenerando nel territo­ CENTRO DIURNO INTEGRATO la "Gara di sci e snowboard" a Montecampio­ gionale dei servizi, da metà gennaio potranno 55604225 ­ SALA 1 ­ Avatar, Ore 21.15 ­ SALA 2 ­ Ama­
rio la vegetazione tipica delle zone umide con Sono sempre aperte le iscrizioni per il centro ne in programma per domenica 28 febbraio, recarsi in comune per richiedere il pin necessa­ bili resti, Ore 21.30
BAGNOLO CREMASCO P.zza Al­
tanto di uccelli acquatici. Seguirà infine la visi­ diurno integrato presso l'A.s.p. Santa Chiara. Il organizzata dal Leo Club Barbarossa di Lodi in rio ad utilizzare la tessera che consentirà di ac­ Ô SAN GIULIANO
c.d.i. è un servizio di accoglienza diurna in gra­ collaborazione con lo Sci Club di Zanica e Isoki­ do Moro
ta al pittoresco quartiere delle Coriandoline, cedere alle pubbliche amministrazioni attraver­ CINEMA ARISTON Via Matteotti 42, Tel.: 02 9846496
progettato dai bambini e realizzato proprio a do di fornire ai cittadini anziani un sostegno e netic di Milano. I giovani Lions di Lodi devolve­ so la rete web. Per ottenere il codice necessa­ CASALPUSTERLENGO Centrale
CAVACURTA P.zza della Pace Scusa ma ti voglio sposare, Ore 21.15
misura di bambino. In giornata poi previsti una assistenza alla vita quotidiana: rappresenta, ranno il ricavato alla Missione Matiri in Kenya. rio ad utilizzare l'innovativo sistema elettronico
breve visita alla latteria "Mandrio" con la possi­ inoltre, un importante supporto per il nucleo fa­ La partenza in pullman è fissata per le 5 da Co­ i sangiulianesi interessati dovranno recarsi DOVERA Via Farinoli Ô SPINO D'ADDA
bilità di assaggiare autentico parmigiano reg­ miliare. E' possibile frequentare il c.d.i. dal lu­ dogno, a Pieve sul piazzale della Bennet alle presso l'ufficio Information Tecnology del pa­ SAN DONATO MILANESE Via CINEMA VITTORIA Viale Vittoria 6, Tel.: 0373 980106
giano mentre altre specialità emiliane saranno nedì al sabato, dalle ore 8.00 alle ore 19.00, 5,30; alle 8,30 comunque il ritrovo dei concor­ lazzo municipale nei giorni di martedì e giovedì Martiri di Cefalonia Baciami ancora, Ore 21.00
assaporate a pranzo presso il ristorante di cu­ con l'opportunità di scegliere anche singole renti a Montecampione. I costi sono così sca­ dalle 16.30 alle 18. In particolare la scheda ri­
cina tradizionale "Bel sit". Palazzo dei Principi, giornate di frequenza. Per informazioni contat­ glionati: 15 euro (pullman) 35 euro (gara + lasciata del Pirellone di cui sono ormai in pos­ FARMACIE DI OGGI
Museo Civico, Teatro, chiese storiche meravi­ tare l'ufficio relazioni con il pubblico dell'A.s.p. skypass) 50 euro (pullman + gara + skypass). sesso tutti i cittadini vale come Tessera sanita­ TRENI
gliose: durante il viaggio comunque anche i santa chiara dal lunedì al venerdì dalle ore Info Giovanni 380 3186089 ­ Silvia 349 ria, Tessera Europea, Assicurazione malattia,
gioielli artistici della borgata saranno tutti ri­ 9.00 alle ore 12.30 e dalle ore 14.00 alle ore 8585852 ­ Alessandro 349 3940251 ­ Ales­ codice fiscale e carta nazionale dei servizi.
scoperti. La partenza da piazza Vittorio Ema­ 16.30 al numero di telefono 0371/403.217. sandra 339 7434279. Inoltre, autorizzando il trattamento dei dati, po­
nuele a Castelnuovo è prevista domenica 21 trà essere utilizzata per l'accesso al Sistema
marzo ore 7.15 con rientro fissato in serata. CACCIA E PESCA TRASPORTO PER I MALATI informativo socio sanitario lombardo. Insom­
Iscrizioni entro il 6 marzo presso gli uffici comu­ L'ufficio Caccia e Pesca si è trasferito dalla pre­ Dal primo ottobre 2009 l'Alao ha iniziato il tra­ ma, basta una semplice procedura per rag­
nali. Quota di adesione euro 20 per trasporto e cedente sede (ex Convento San Domenico, via sporto da Lodi all'Humanitas di Rozzano per le giungere agevolmente numerosi servizi, muo­ LODI Ô MILANO CENTRALE
guida dell'ente del turismo. Costo del pranzo Fanfulla) al Dipartimento Agricoltura ed Am­ persone che devono sottoporsi alla radiotera­ vendosi in uno schema che consentirà ad 6.43; 7.07; 7.20; 7.27; 8.28; 9.58; 10.13; 11.10; 12.13; 13.11; 14.13;
euro 14. biente Rurale della Provincia di Lodi, sito in Via pia oncologica. Il pulmino può trasportare fino esempio di richiedere la dota scuola, piuttosto BERTONICO 16.08; 16.14; 18..12; 19.10; 20.14; 21.12; 21.29; 22.14; 22.39; 22.46
Haussmann 7 a Lodi (all'interno del Palazzo a un massimo di sette persone oppure cinque che certificati e altri documenti. Alle attività esi­ FARMACIA VITA ­ via Giuseppe LODI Ô MILANO GARIBALDI
GUARDAMIGLIO della Regione Lombardia, primo piano). L'ora­ più due in carrozzella con partenza da Lodi. Il stenti, in un sistema che si appoggia sempre Garibaldi 72 ­ Tel. 0377/85260 ­ 5.51; 6.13; 6.52; 7.38; 7.48; 9.53; 10.23; 17.15; 22.29
ALLA SCOPERTA DEGLI INCA rio di apertura dello sportello dedicato al rila­ servizio è in forma gratuita, ma per coprire le più sulla tecnologia, in base alle prospettive Notturno LODI Ô MILANO LAMBRATE
Nuova iniziativa della Biblioteca Comunale di scio delle Licenze di Pesca sarà il seguente: il spese vive del pulmino l'associazione chiede dovrebbero man mano aggiungersi anche altre 5.51; 6.23; 6.43; 6.52; 7.07; 7.13; 7.20; 7.27; 7.37; 7.38; 7.48; 8.12;
Guardamiglio "Carlo Vallacchi" per domenica lunedì dalle ore 09.30 alle ore 12.30, il giove­ alle persone che ne usufruiranno un'offerta procedure che i cittadini potranno compiere on CODOGNO 8.28; 9.16; 10.13; 11.10; 12.13; 13.11; 13.41; 14.13; 14.40; 16.08;
21 marzo. Per gli appassionati dell'arte antica dì dalle ore 09.30 alle ore 12.30. Si coglie al­ nella misura che riterranno opportuna. Per ul­ line, direttamente da casa. FARMACIA MOCCHI ­ corso Ro­ 16.14; 16.40; 17.15; 17.22; 17.52; 18.12; 18.53; 19.10; 20.14; 21.12;
ma 62 ­ Tel. 0377/32251 ­ Not­ 21.29; 22.14; 22.29
turno LODI Ô MILANO ROGOREDO
IL TEMPO 5.51; 6.13; 6.43; 6.52; 7.07; 7.13; 7.20; 7.27; 7.37; 7.38; 7.48; 8.12;
OGGI DOMANI OGGI METEO LODI LODI 8.28;9.16;9.53;9.58;10.13;10.23;10.53;11.10;11.23;11.53;12.13;
ZERO ZERO FARMACIA COMUNALE 1 ­ via
TERMICO: TERMICO: 12.23; 12.53; 13.11; 13.23; 13.41; 13.53; 14.13; 14.23; 14.40; 14.53;
800 metri 700 metri San Bassiano 39 ­ Tel. 0371/ 15.23; 15.53; 16.08; 16.14; 16.23; 16.40; 16.53; 17.15; 17.22; 17.23;
Temperatura 410161 ­ Notturno 17.52; 18.12; 18.53; 19.10; 20.14; 21.12; 21.29; 22.14; 22.29
MILANO CENTRALE Ô LODI
Massima 5 PESCHIERA BORROMEO 5.15;5.45;6.20;6.45;7.20;8.20;9.20;11.20;12.20;13.20;14.20;15.20;
FARMACIA COMUNALE 1 ­ Libe­ 15.45;16.20;17.20;17.25;18.20;19.15;20.20;21.15
(alle 13.00) razione 25 ­ Tel. 02/ 5471353 ­ MILANO ROGOREDO Ô LODI
Notturno 5.41; 5.28; 5.59; 6.33; 6.58; 7.33; 7.37; 7.59; 8.34;
LODI LODI Minima -2 9.05; 9.33; 9.35; 10.05; 10.29; 10.35; 11.07; 11.34;
SALERANO SUL LAMBRO 11.35; 12.05; 12.33; 12.35; 12.59; 13.05; 13.34; 13.35;
(alle 6,00) FARMACIA SCARAMUZZA ­ via 13.59; 14.05; 14.33; 14.35; 14.59; 15.05; 15.34; 15.35;
Diaz 2 ­ Tel. 0371/71259 ­ Not­ 15.59; 16.05; 16.33; 16.35; 16.40; 17.32; 17.37; 17.39;
turno 17.52; 18.05; 18.13; 18.34; 18.37; 19.02; 19.03; 19.29;
Umidità alle 13.00 19.37; 20.09; 20.33; 20.37; 21.29; 21.37; 22.37; 23.37
N SAN DONATO MILANESE
FARMACIA COMUNALE 1 ­ piazza MILANO GARIBALDI Ô LODI
Evoluzione: Dopo una mattinata Evoluzione: Una nuova 5.15; 7.00; 7.30; 9.15; 9.45; 10.15; 10.45; 11.15; 11.45; 12.15; 12.45;
67% Tevere 22 ­ Tel. 02/5271113 ­
ancora tranquilla, con ampie perturbazione atlantica, favorisce Notturno 13.15; 13.45; 14.15; 14.45; 15.15; 15.45; 16.08; 16.15; 17.05; 17.40;
schiarite e qualche nebbia in il richiamo di aria umida anche 19.40; 22.09; 23.10
pianura, le correnti tenderanno a verso la Lombardia. Nubi SOLE SAN GIULIANO MILANESE MILANO LAMBRATE Ô LODI
Oggi Domani 5.20; 5.28; 5.52; 6.27; 7.24; 7.27; 7.43; 8.27; 8.45; 9.27;
piegare da sud, favorendo un prevalenti, salvo qualche schiarita FARMACIA LOMOLINO ­ via Gorki
07.28 17.50 8/a ­ Tel. 02/98241034 ­ Fino 10.22; 11.27; 12.26; 12.45; 13.27; 13.45; 14.26; 14.45;
ispessimento delle nubi, fino a su Alpi Retiche, con deboli 15.27; 15.53; 16.27; 17.26; 17.27; 17.33; 17.40; 17.53;
ore 21
cieli coperti dalla sera. In nottata nevicate inizialmente ancora 18.02; 18.23; 18.27; 18.50; 19.22; 19.23; 19.59; 20.24;
tendenza a debolissimi fenomeni, possibili fino in pianura, ma in Oggi il sole sorge alle E tramonta alle 20.27; 21.22; 21.23; 22.25; 23.23
SANT'ANGELO LODIGIANO
anche nevosi, in risalita dal rialzo da est fino a 400/700 metri. FARMACIA SPEDALETTI ­ piazza LODI Ô CODOGNO
coperto nevischio Libertà 46 ­ Tel. 0371/90454 ­ 6.33; 6.48; 7.27; 7.49; 8.10; 8.32; 8.53; 9.49; 10.46; 11.54; 12.49; 13.20;
Pavese verso nord. Temperature: in lieve calo LUNA Notturno 14.20; 14.49; 15.20; 16.20; 16.49; 17.10; 18.09; 17.55; 18.23; 18.29;
Temperature: stabili Venti: In pianura: moderati da 18.41;19.07;19.45;20.09;20.49;21.10;21.45;22.10;23.09;00.10
2010 Mancano 319
Venti: In pianura: deboli da ENE; ENE; A 2000 m: moderati da S; giorni al VIZZOLO PREDABISSI CODOGNO Ô LODI
Giorni Trascorsi
A 2000 m: deboli da S; A 3000 m: A 3000 m: moderati da SSO. 46 2011 FARMACIA COMUNALE ­ via Verdi 5.31;5.54;6.23;6.34;6.59;7.16;7.21;7.54;9.00;10.53;12.53;13.22;
Crescente
moderati da SSO. Fonte: 3BMeteo.com
9 ­ Tel. 02/9830779 ­ Notturno 14.21; 15.53; 15.59; 16.22; 16.55; 17.02; 17.32; 18.32; 18.53; 19.59;
20.53; 21.09; 21.59; 22.09
LUNEDÌ 15 FEBBRAIO 2010 7
il Cittadino
Sezione

Lodigiano & dintorni


«NON È POSSIBILE CHE OGNI PAESE ABBIA LA SUA AREA PRODUTTIVA». AL CONVEGNO SULLA TUTELA DEL PAESAGGIO ANCHE BONI, GIBELLI E GIORGETTI

Foroni: «Stop alla logistica selvaggia»


«La Provincia deve guidare la crescita urbanistica dei comuni»
n «Non è possi­ CI SARÀ ANCHE BUZZI
bile che ogni co­
mune abbia la
sua area produt­ Sei pretendenti
tiva. Così lo svi­
luppo diventa per la poltrona
confuso. E sul
territorio si mol­
di Lorenzo Guerini
tiplicano i ca­
pannoni». L’alto­
là arriva dal pre­
sidente della
Provincia di Lo­
di, Pietro Foro­
ni, che nel corso
di un convegno
sulla tutela del
paesaggio ha ri­
lanciato la ne­
cessità di una
crescita coordi­
nata nel Lodigia­
no. «In questi an­
ni c’è stata una Qui sopra, l’intervento del presidente della provincia Pietro Foroni; in basso il
corsa a una edi­ folto pubblico presente, fra cui il candidato sindaco per il centrodestra Sergio
ficazione selvag­ Tadi; a sinistra uno dei tanti capannoni di logistica in costruzione nel Lodigiano Stefano Buzzi, medico legale
gia, con costru­
zioni residenzia­ n Arriva a sei il numero dei
li e uno sviluppo candidati in lizza per la pol­
di attività pro­ trona di sindaco di Lodi. Ieri
duttive fondate
sulla logistica.
Strutture che so­
L’assessore regionale: è uscita allo scoperto anche
la lista “Lodi che verrà”, che
ha deciso di scommettere
sull’ex esponente di Forza
no dislocate in
maniera assolu­
tamente caotica ­
«Per anni si è assistito Italia in consiglio provincia­
le, Stefano Buzzi. Sarà lui a
ha sottolineato ­. correre per la carica di primo
La pianificazio­
ne provinciale
a una depauperazione cittadino, nelle elezioni co­
munali di fine marzo. La
non può essere formazione civica correrà da
quindi il racco­
glitore delle pre­
del nostro territorio» sola, senza accordi con gli
schieramenti di centro destra
visioni degli enti o centro sinistra. Sul tappeto,
locali. Al contrario deve essere gui­ armonico, attraverso una valoriz­ ancora da definire, un possi­
da per le amministrazioni». La li­ zazione ambientale ed economica». bile apparentamento con i
nea di marcia è stata tracciata dal Moderata dal docente Mario Spero­ “Giovani lodigiani”, con il
responsabile di palazzo San Cristo­ ni dell’università di Genova, la ta­ portavoce Donato De Ieso.
foro nel corso di un seminario che vola rotonda ha permesso di illu­ L’ufficializzazione dell’intera
si è tenuto sabato mattina nella se­ strare i contenuti del piano paesi­ lista, promossa dallo stesso
de della Provincia, a cui hanno pre­ stico regionale. A enucleare i punti Buzzi, avverrà nel corso della
so parte illustri ospiti. cardine del documento c’era il diri­ settimana. In quell’occasione
Ad aprire i lavori, in una sala dav­ gente del settore paesaggio del Pi­ verranno svelati i nomi di
vero gremita di pubblico, dopo il rellone Diego Terruzzi: «Un prov­ tutti i sostenitori del proget­
saluto del prefetto Peg Strano Ma­ vedimento costruito ­ ha riferito ­ to, che era stato presentato
teria è intervenuto il presidente in stretto rapporto con gli enti lo­ ne di un vincolo paesistico su Sen­ uno stop al meccanismo di far cas­ occupazione». Infine, dopo il di­ alcuni mesi fa come una for­
della commissione Attività produt­ cali e le associazioni, che mira a fa­ na e Somaglia, per evitare la disca­ sa con gli oneri di urbanizzazione scorso del presidente Wwf Lombar­ za liberale e riformista per
tive della Camera, l’esponente del­ vorire una maggiore attenzione al rica. di molti comuni. Aspetto che è sta­ dia, Paola Brambilla, le conclusio­ andare oltre il bipolarismo.
la Lega Nord Andrea Gibelli, che territorio e un approccio integrato Dopo la relazione del biologo Co­ to anche evidenziato dal presiden­ ni sono state affidate al presidente L’indicazione di Buzzi è arri­
ha richiamato sull’esigenza di tute­ per la pianificazione a tutti i livel­ stanzo Rubino, ha quindi preso la te Foroni, per dare indicazioni sul­ della commissione bilancio della vata nel corso di una riunio­
lare la terra come bene non ripro­ li». Diverse sono inoltre le misure parola l’assessore all’urbanistica lo sviluppo della provincia: «Non Camera, l’esponente del Carroccio ne che si è tenuta venerdì
ducibile: «È una risorsa che abbia­ previste per la conservazione del­ della Regione, Davide Boni. «Per dico che la crescita dovrà essere a Giancarlo Giorgetti: «Potremmo sera, che ha di fatto definito
mo il dovere di consegnare ai no­ l’ambiente, tra cui l’istituzione di anni ­ ha specificato ­ abbiamo assi­ impatto zero, perché dobbiamo an­ dire che il territorio è un concetto la scelta di puntare sull’ex
stri figli e per questo va salvaguar­ una fascia di “rispetto” nei pressi stito a una depauperazione del ter­ che guardare avanti ­ ha dichiarato pre economico, che ha a che vedere consigliere “azzurro”. Do­
data ­ ha sostenuto ­. Ciò non signi­ dell’argine maestro del Po, per ritorio, per questo vengono intro­ ­, ma dovrà essere ragionata e fon­ con l’identità di una cultura e di vrebbe sciogliersi invece a
fica che non si possa minimamente bloccare eventuali insediamenti di dotte delle regole precise, così da data sulla perequazione. La Pro­ una terra. E va per questo difeso e breve il nodo dell’accordo con
trasformarla, tuttavia lo sviluppo cave o logistiche. In più è stato ri­ evitare iniziative spot delle singole vincia di Lodi è disposta ad occu­ tutelato». i giovani. «Il confronto è an­
deve essere inserito in un quadro cordato l’impegno per l’indicazio­ amministrazioni». E ha invocato pare nuovo terreno in un’ottica di Matteo Brunello cora aperto ­ spiega De Ieso ­
noi abbiamo avanzato alcune
proposte e stiamo attendendo
riscontri. Il quadro sarà più
definito tra qualche giorno».
Qui a lato
l’abbraccio fra il IL SENATORE PDL HA VISITATO SABATO LA SCUOLA D’ARTE PER DISABILI BERGOGNONE Il simbolo di “Lodi che verrà”
si aggiunge ad altri che han­
senatore del Pdl no già annunciato la volontà
Maurizio di presentarsi per le elezioni
Gasparri e una
disabile durante
la visita alla
scuola d'arte
Gasparri lancia la corsa di Tadi: di fine marzo. In tutto ci sono
già sei aspiranti alla poltrona
di sindaco e oltre una decina
di formazioni in corsa. Si
Bergognone di
viale Pavia;
sotto è con il
candidato
«Possiamo vincere anche a Lodi» sfideranno il primo cittadino
uscente, Lorenzo Guerini,
sostenuto da una composita
coalizione di centrosinistra,
sindaco per il n «Con questi candidati e una clas­ di fronte a un delle consultazioni regionali di formata da partiti come Pd e
centrodestra se dirigente giovane, anche la città nutrito pubbli­ n Il candidato marzo. «Quando si votò nel 2005, la Italia dei valori, Rifondazio­
Sergio Tadi e, a di Lodi darà una risposta positiva co. Al suo fian­ di Pdl e Lega: Lombardia insieme al Veneto furo­ ne e comunisti, oltre a due
destra, Monica al centrodestra». Ne è convinto il co, il presidente «Con noi no le uniche regioni dove vinse il gruppi d’inspirazione civica
Guarischi, presidente dei senatori del Popolo della Provincia, si completerà la centrodestra, mentre nelle altre (“Lodi con Guerini” e “Pro­
candidata del della libertà, Maurizio Gasparri, Pietro Foroni, vinse il centrosinistra. Quest’anno getto Guerini sindaco”). Men­
Pdl al Pirellone che sabato sera è intervenuto per l’assessore pro­ linea diretta fra il risultato elettorale sarà ben di­ tre, sul fronte del centrode­
dare un supporto a Sergio Tadi, vinciale Nancy Lodi, Provincia, verso», ha annunciato fiducioso. E stra, si presenta per l’appun­
l’esponente Pdl in corsa per le co­ Capezzera e la Regione il deputato Corsaro, vice coordina­ tamento del 28 e 29 marzo
munali di Lodi sostenuto anche dal­ collega di giun­ e governo» tore regionale del Pdl, ha conferma­ Sergio Tadi, che è stato indi­
la Lega e dalla lista civica “Insieme ta di palazzo to l’indicazione di Monica Guari­ cato da Pdl, Lega Nord e lista
per il Lodigiano”. E a lanciare la San Cristoforo schi per la corsa al Pirellone. Sarà civica “Insieme per il Lodi­
sua candidatura è arrivato alla Elena Maiocchi, oltre al vice coor­ lei la candidata lodigiana del Pdl al­ giano”. Completano il qua­
Scuola Bergognone di viale Pavia dinatore provinciale del Pdl Gian­ le elezioni regionali, come già auto­ dro, l’Udc che ha come candi­
uno dei massimi rappresentanti del carlo Regali. E naturalmente il can­ revolmente espresso dall’esponente dato sindaco Gabriella Gazzo­
centrodestra, con il deputato Pdl didato sindaco Tadi: «Lodi è uno dei del governo Stefania Craxi. Gaspar­ la, il leader di Forza nuova
Massimo Corsaro. «Con ogni previ­ pochissimi capoluoghi in mano alla ri ha rimarcato anche i risultati Gianmario Invernizzi. E
sione verrà confermata alle elezio­ sinistra che dobbiamo vincere ­ ha raggiunti dal governo Berlusconi, Francesco Milanesi che guida
ni di marzo la gestione del centro­ scandito quest’ultimo ­ per comple­ dalla lotta all’immigrazione clande­ il gruppo dei giovani di “Pri­
destra in Regione Lombardia. È tare quella linea diretta tra capo­ stina al tema della sicurezza. E infi­ mavera lodigiana”. Manca
considerata una delle realtà più ef­ luogo, Provincia, Regione e gover­ ne sulla legge della par condicio, ancora all’appello la forma­
ficienti nel Paese e l’augurio è che il no». E a margine ha anche anticipa­ dopo le polemiche degli ultimi gior­ zione dei Pensionati, vicina a
buon governo della Lombardia si to che, in caso di conquista di palaz­ ni, ha specificato: «La legge c’è e va un accordo con il centro sini­
trasferisca anche nella città Lodi», zo Broletto, e accanto ai molti pro­ rispettata. Certo le disposizioni si stra, mentre “Sinistra ecolo­
ha dichiarato Gasparri. getti in mente per il capoluogo (il possono cambiare, per dare regole gia e libertà” non si presente­
Dopo aver fatto una visita all’inter­ programma verrà presentato in set­ più flessibili. Ad esempio dando un rà per le comunali. Le liste
no dell’istituto d’arte, dove si svol­ timana), realizzerà una “sala stam­ diritto di tribuna a tutti i partiti, dovranno essere presentate
gono diverse attività creative per di­ pa” all’interno del municipio, dota­ con una parte dello spazio in pro­ venerdì 26, dalle 8 alle 20, e
versamente abili, l’ex ministro del­ ta di servizi e attrezzature per gior­ porzione al peso e ai voti che quei sabato 27, dalle 8 alle 12, in
le comunicazioni, che si è interessa­ nalisti. Al centro dell’intervento partiti hanno preso». municipio a Lodi.
to alla struttura, ha preso la parola dell’onorevole Gasparri poi il tema M. B.
8 LUNEDÌ 15 FEBBRAIO 2010

il Cittadino
Lodi
GENITORI PREOCCUPATI DALL’OBBLIGO DI INDICARE ANCHE UNA SCUOLA “DI RISERVA” NELLE ISCRIZIONI CHE SCATTANO IL 26 FEBBRAIO

Un computer deciderà sulle superiori


Convegno sulla riforma: i corsi partiranno in base alle iscrizioni
n «Troppe ore a scuola, troppe ma­
terie diverse. Il risultato? Quello
che io chiamo la sindrome dell’infa­
rinatura. Il sistema così non funzio­
na». E allora si cambia, dal prossi­
mo settembre. Parte, tra timori e
curiosità, la scuola post riforma. I
primi a vivere cambiamenti intro­
dotti dai tre regolamenti firmati dal
ministro alla pubblica istruzione
Maria Stella Gelmini saranno gli
studenti delle classi prime (e secon­
de solo per i licei) dell’anno scola­
stico 2010/2011. A presentare il nuo­
vo corso della scuola secondaria su­
periore, venerdì sera a Lodi nell’au­
la magna dell’Itis Volta, Max Bru­
schi, consigliere del ministro Gel­
mini e presidente della cabina uni­
ca di regia per la stesura della
riforma, in una serata organizzata
dal Forum provinciale Associazio­ UN MESE PER DECIDERE
ni genitori scuola, in collaborazio­
ne con l’Ufficio scolastico provin­
ciale.
A dispetto del titolo della serata,
“Macro percorsi” e indirizzi: così vuole la Gelmini
“Parte la riforma, niente paura”, n Dal 26 febbraio al 26 marzo negli uffici di segre­ demie di danza) e delle scienze umane (che va a
qualche timore si è affacciato nella teria della scuola media di frequenza. Questi tem­ sostituire il vecchio socio­psicopedagogico, con
platea di insegnanti, genitori e fu­ pi e modi per le iscrizioni alla scuola secondaria opzione economico­sociale). Per gli istituti tecnici,
turi studenti delle superiori. Innan­ superiore post riforma, al via con l’anno scolasti­ da 10 settori e 39 indirizzi si passa a due settori
zitutto per i tempi, stretti (dal 26 co 2010/2011 a partire dalle prime e per i licei (economico e tecnologico) e 11 indirizzi (nel setto­
febbraio al 26 marzo), per le doman­ anche per le seconde. Gli studenti delle medie re economico: amministrativo, finanza e marke­
de di iscrizione, a fronte delle cer­ devono decidere, e in fretta, prima di tutto quale ting da un lato e turismo dall’altro, mentre in
tezze su corsi e indirizzi arrivate dei “macro percorsi” scegliere, tra i licei, gli isti­ quello tecnologico si potrà tra meccanica, mecca­ In alto a sinistra i relatori del convegno presso l’Itis, qui sopra il pubblico
solo in questi giorni, e in seconda tuti tecnici e la formazione professionale. Per i tronica ed energia; trasporti e logistica; elettroni­
battuta per l’enigma legato alla licei, di fronte ai 396 indirizzi attivati in passato, i ca ed elettrotecnica; informatica e telecomunica­
doppia indicazione di scelta, neces­ ragazzi si troveranno sei alternative: liceo classi­ zioni; grafica e comunicazione; chimica, materiali
saria «nel caso in cui, per numero co (con l’introduzione di una lingua straniera per e biotecnologie; sistema moda; agraria e agroin­
di studenti insufficiente, non fosse
possibile attivare la classe prescel­
ta» ha chiarito il provveditore Giu­
il quinquennio), artistico (in tre indirizzi: arti
figurative; architettura, design e ambiente; audio­
visivo, multimedia e scenografia), scientifico (do­
dustria; costruzioni, ambiente e territorio). Gli
istituti professionali saranno invece divisi in due
macrosettori: servizi e industria e artigianato, e
Bonelli: «In aprile saremo in
seppe Bonelli. ve le singole scuole potranno attivare opzioni con sei indirizzi. Nel primo i servizi per l’agricoltura
Tutte le domande d’iscrizione con­
fluiranno in un centro di elabora­
pratiche di laboratorio), linguistico (con tre lin­
gue straniere e l’innovazione degli insegnamenti
e lo sviluppo rurale, per la manutenzione e l’assi­
stenza tecnica, per i servizi socio­sanitari, per
grado di sapere se l’offerta del
zione dati regionali che provvederà non linguistici impartiti in lingua straniera dalla l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera, per i
allo smistamento di personale e in­
segnanti, in base alle necessità dei
terza liceo), musicale e coreutico (40 in tutta Ita­
lia, in collaborazioni con i conservatori e le acca­
servizi commerciali; nel secondo il solo indirizzo
per produzioni artigianali e industriali. territorio soddisfa la domanda»
singoli istituti. A fronte dei corsi
presentati da Bruschi e con i pro­
grammi di studio ancora da pubbli­
care (usciranno l’1 marzo sul sito
del ministero e seguiranno lo stesso
iter di commento e partecipazione
della riforma, «per cui abbiamo E MARTEDÌ NUOVA KERMESSE CON IL CORTEO DI QUINDICI CARROZZE CHE DALL’ISOLA CAROLINA SFILERÀ PER IL CENTRO STORICO
sentito più di 10mila persone tra gli
addetti ai lavori» ha spiegato anco­
ra Bruschi), è stato Bonelli a trac­
ciare la mappa della riforma nel Lo­
digiano e a chiarire che «entro apri­
le saremo in grado di sapere se l’of­
ferta formativa del territorio soddi­
Un piccolo imperatore per il Carnevale di Lodi
sfa la domanda, grazie alla gestione
per la prima volta telematica».
Altra novità pratica l’introduzione
Folla sotto il Broletto per il concorso della Pro loco che premia le mascherine
del monte ore annuale per ciascuna n Piglio da imperatore, corona ratissimo che stupito la giuria.
materia, con l’obiettivo di aumenta­ d’alloro e tra le mani la celebre li­ La commissione, che ha giudica­
re l’autonomia di insegnanti e scuo­ ra. Il concorso delle mascherine to i settantatrè bambini che si so­
le nell’utilizzo del tempo, e le lezio­ della Pro loco di Lodi porta in no iscritti alla tradizionale sele­
ni calibrate su 60 minuti anziché 50, trionfo Nerone, costume vestito zione, era composta dall’assesso­
«una scelta che ci permetterà di ri­ da Mattia Pirola (due anni, di re comunale Giuliana Cominetti,
sparmiare 125 milioni di euro l’an­ Boffalora d’Adda). È lui a ritirare Paola Polledri, Maria Concetta
no» ha aggiunto Bruschi. Nono­ il premio per il miglior travesti­ Sirianni, Wanda Bruttomesso e
stante gli interventi di alcuni geni­ mento per il Carnevale 2010, che Pier Antonio Manca.
tori e dei rappresentanti dei Genito­ è andato in scena ieri pomeriggio Il tutto è stato poi accompagnato
ri democratici di Lodi, è stata ri­ sotto i portici del Broletto. Sul da gustose frittelle, zucchero fila­
mandata la discussione sui posti di podio anche la simpatica “gatti­ to e pop corn per tutti i parteci­
lavoro a rischio e sui tagli al setto­ na” Sofia Minoia, che si è camuf­ panti. Altro appuntamento da
re, «che ci sono, è vero, e si aggirano fata da dolce micio. Cinque anni, non perdere: martedì 16 febbraio,
attorno ai 9 miliardi ­ ha risposto di Lodi, ha ottenuto il riconosci­ con la sfilata di carrozze con i ca­
Bruschi ­: nella politica di rigore mento per il miglior costume fat­ valli della “Fazenda Rocco”. Una
che ci ha salvato dagli effetti nefasti to in casa. E la “presenza” più quindicina di mezzi trainati da
di questa crisi tutti i ministeri han­ originale è stata giudicata quella stupendi purosangue faranno
no pagato lacrime e sangue, ma io di Marianito Stefani (due anni, di bella mostra di sé lungo le mura
sono convinto di una cosa: in Italia Lodi), tutto in bianco e con indu­ della città, per poi giungere in
ci sono troppi insegnanti, spesso menti da grande chef. piazza Duomo.
male selezionati e con uno stipen­ Inoltre tre sono state le medaglie La manifestazione inizierà alle
dio da fame. Per arrivare a regime, speciali assegnate dalla giuria: 14 al parco dell’Isola Carolina.
non si può prescindere da un rifor­ Margherita Gargiulo (ventidue L’iniziativa è organizzata dalla
ma seria sul reclutamento delle ri­ mesi di Lodi), nei panni del per­ Pro loco, guidata dal suo presi­
sorse umane perché in questa scuo­ sonaggio Minnie; Enrico Speran­ dente Luigi Schiavini, in collabo­
la ci abbiamo messo buoni macchi­ zoso (due anni e mezzo, di Lodi) razione con il comune e il soste­
nari, ma se ci mancano i bravi fer­ che ha sfilato con l’eleganza di gno del supermercato Sma di via
rovieri non avremo ottimi risultati un principe, accompagnato dalla Lodivecchio e dell’Unione del
a lungo». sua dama; e Marco Vitale (due commercio di Lodi.
Rossella Mungiello anni, di Lodi) in un costume colo­ M. B.
In alto a sinistra
il piccolo Nerone
che ha
conquistato il
premio per il
miglior
travestimento
per il Carnevale
2010 a Lodi, qui
sopra un piccolo
Pinocchio (uno
dei premi
della giuria)
e a destra la
“gattina” che ha
conquistato il
premio per il
miglior costume
realizzato in
casa;
a sinistra alcune
delle altre
mascherine
schierate in
piazza Broletto
con un contorno
di agguerriti
genitori pronti a
tifare per i loro
bimbi in
concorso
LUNEDÌ 15 FEBBRAIO 2010 9
il Cittadino
Lodi
A LODI LA DUE GIORNI DELLA CONFERENZA ORGANIZZATIVA REGIONALE

Il welfare e la crisi:
la sfida delle Acli
è la collaborazione
n Riarticolare la democrazia, ri­ GLI OBIETTIVI
pensare il welfare. Per il presidente
regionale delle Acli Giambattista
Armelloni sono queste le nuove sfi­ Serve un’alleanza contro le nuove povertà
de acliste illustrate nella Conferen­
za organizzativa programmatica
tenutasi sabato e ieri nel Teatro del
Il vescovo Merisi: «Protezione da garantire»
Viale di Lodi, di fianco alla nuova n «Coesione sociale per una nuova cittadinanza». Alla Conferenza
sede provinciale delle Acli. Un ap­ organizzativa programmatica delle Acli lombarde il presidente Qui sopra
puntamento importantissimo al Acli regionale Giambattista Armelloni, il vescovo di Lodi monsi­ alcuni dei
quale non sono mancati nemmeno gnor Giuseppe Merisi, il presidente della Fondazione Cariplo Giu­ relatori del
il presidente della Provincia di Lo­ seppe Guzzetti e la vice presidente nazionale Acli Vittoria Boni si convegno
di Pietro Foroni e il sindaco di Lodi sono confrontati su questa prospettiva alla luce di una società in regionale
Lorenzo Guerini intervenuti al­ cui secondo Armelloni «il ripensamento partecipato del welfare delle Acli
l’apertura dei lavori guidati dal deve diventare opportunità per una riscoperta democrazia; una tenutosi
presiedente provinciale delle Acli società dov’è nata una nuova categoria sociale, i vulnerabili, quel sabato e
Angelo Peviani accanto agli espo­ ceto medio impoverito che a partire da una condizione economica domenica
nenti lombardi Katia Marazzina, decorosa si è ritrovato rapidamente ai confini della soglia di po­ presso
Carlo Frigerio, Luigia Gariboldi e vertà». Una realtà per cui le Acli ora sono chiamate a scegliere il cinema
Paolo Colombo. l’attivazione di esperienze diffuse di partecipazione grazie a una teatro
«Con la mia presenza la Provincia collaborazione fra pubblico e terzo settore, in cui lo Stato si assu­ del Viale
vuole esprimere il proprio ricono­ ma la responsabilità dei vulnerabili accanto agli sforzi del terzo a Lodi, con
scimento alle Acli come realtà fon­ settore forte di un enorme capitale di relazioni. Prospettive accol­ l’intervento
damentale nel terzo settore lodigia­ te dalla dottoressa Boni che ha ricordato alle Acli di insistere a del vescovo
no», ha esordito Foroni. Apporto livello istituzionale «affinché venga riaffermata la centralità della monsignor
positivo sottolineato poi dal sinda­ persona all’interno del lavoro e dei livelli essenziali di assistenza». Giuseppe
co Guerini che, ringraziando le Il tutto, in linea con il pensiero del dottor Guzzetti che ricordando Merisi,
Acli per lo stile sobrio del loro ope­ i progetti della sua Fondazione ha sottolineato l’importanza di a sinistra il
rato, ha dichiarato: «Dobbiamo co­ proporre iniziative valide per tutta la comunità affiancando le pubblico di
struire insieme una socialità in cui associazioni. Un agire congiunto finalizzato a quella coesione so­ delegati e
a ciascuno sia garantita piena cit­ ciale che secondo monsignor Merisi deve guardare al bene comune rappresen­
tadinanza per superare la stagione con occhio buono anche alla luce dell’anno europeo contro la po­ tanti di tutte
dei diritti e dei doveri e inaugurare vertà che si combatte «eliminando la povertà infantile, garantendo le Acli
per tutti la stagione della parteci­ un livello minimo di protezione sociale, pari accesso ai servizi lombarde che
pazione». sociali e a una diminuzione del tasso di disoccupazione». ha riempito
Parole di speranza che si sono uni­ la sala
te ai saluti portati dalla Banca Po­ fornendo un
polare di Milano e dalla responsa­ prezioso
bile regionale alle politiche sociali contributo di
Caterina Perazzo che ha subito sot­ riflessioni
tolineato come Regione Lombardia per il futuro
e Acli lombarde collaborino da an­
ni al “Tavolo del terzo settore” dove
le Acli siedono da protagoniste in
qualità di associazione che vive la
Regione sul campo, proprio a Quar­ GLI INCIDENTI, NON GRAVI, SONO AVVENUTI IN VIA DEFENDENTE E IN VIA MILITE IGNOTO
to Oggiaro dove le Acli oggi sono
capofila del progetto sulla coesione
sociale.
Nei due giorni, sono state molte le
autorità che hanno fatto visita al
convegno aclista dove vertici e de­
Due schianti in città nel week end
legati hanno riflettuto sul futuro a
partire da un’indagine Ipsos attra­
verso la quale le Acli hanno inda­
gato sull’immagine dell’associazio­
Auto distrutte contro alberi e pali
ne presso la popolazione italiana e n Due incidenti stradali si so­ tazioni più vicine. Sul posto è
lombarda, rispetto ai risultati noti no verificati sabato in città, en­ arrivata quindi una pattuglia
nel 2006. Statistica da cui è emerso trambi finiti con auto finite sui della polizia locale per i rilievi
un dato complessivo molto interes­ marciapiedi. Niente di grave e la viabilità, mentre i tecnici
sante. «Alla luce dei dati raccolti ­ per fortuna, anche se i condu­ dell’Enel hanno effettuato l’in­
ha affermato Luca Comodo ­ le Acli centi sono stati accompagnati tervento di emergenza per ri­
emergono come realtà politicamen­ al pronto soccorso per accerta­ pristinare l’illuminazione.
te e “valorialmente” trasversale». menti. Il primo si è verificato a L’auto invece, ormai distrutta,
A livello nazionale infatti le Acli metà mattina in via Defenden­ è stata rimossa da un carro at­
vengono concepite come realtà “di te. Per cause ancora da chiari­ trezzi di Baggi.
centro” o addirittura apolitica. La consegna della spilla d’oro al volontario lodigiano Franco Uggeri (a destra) re, infatti, una Opel Corsa di­ Sabato sera, invece, a metà di
Un’associazione molto attenta alle retta verso il ponte dell’Adda è via Milite Ignoto, un’auto con­
indicazioni della Chiesa ma ugual­ gli altri e per stare con gli altri. za di don Gianfranco Pizzamiglio, finita contro un lampione a la­ dotta da un filippino di 24 anni
mente capace di elaborare le pro­ Un quadro che nel weekend ha fat­ assistente spirituale delle Acli dio­ to della strada, in prossimità residente in città è finita con­
prie scelte in autonomia. Un grup­ to da sfondo ai lavori programmati­ cesane di Lodi. della curva davanti alla sede tro un albero a lato della stra­
po considerato molto utile soprat­ ci delle Acli Lombarde che hanno Un riconoscimento prezioso è an­ dell’ufficio immigrazione della da. In questo caso sono interve­
tutto dai cittadini e dai lavoratori tracciato le prospettive del loro dato ai volontari delle 11 province questura dove sono in corso dei nuti gli agenti della polizia
italiani e dove sono ancora gli idea­ cammino illuminato come sempre lombarde militanti dell’Associazio­ lavori stradali per il rifacimen­ stradale, che nel corso dei rilie­
li a motivare quell’adesione consi­ dalla Parola di Dio, ascoltata anche ne volontari Acli Lombardia tra to del marciapiede. L’auto in vi hanno sottoposto lo stranie­
stente anche tra i non praticanti in nella Santa Messa presieduta dal cui l’aclista Lodigiano Franco Ug­ ogni caso ha abbattuto un lam­ ro a gli esami per capire se
un’Italia dove nel complesso si par­ vescovo di Lodi e nella lectio divina geri. pione, che è caduto sopra un al­ avesse bevuto o assunto stupe­
tecipa al volontariato per aiutare di don Roberto Vignolo alla presen­ Sara Gambarini bero e ha “minacciato” le abi­ facenti. Soccorsi in ambulanza per i conducenti

BRUCIATO NELLA NOTTE UNO STRISCIONE DI PROTESTA AFFISSO DAI LAVORATORI FRA VIA BASSI E PIAZZA OSPITALE ANNIVERSARIO LUTTO
15.2.2009 15.2.2010 E’ mancata all’affetto dei suoi cari

Un rogo al presidio del Fatebenefratelli


n È stato bruciato nella notte tra sa­ che tensione nella lunga trattativa
DANIELA VIGORELLI
in QUINTINI
di anni 61
Ne danno il triste annuncio il ma­
bato e domenica uno striscione di c’è stata, anche per i trasferimenti rito Giancarlo, i figli Patrizia, Si­
protesta dei lavoratori del Fatebene­ delle pazienti dalla Rsa psichiatrica
fratelli esposto in piazza San Fran­ di Codogno, ma ci sembra difficile mone e Alberto, la mamma Vitto­
cesco a Lodi, davanti alla sede del­ pensare che le cose siano collegate. rina, la sorella Maria Teresa con il
l’Asl, dove si tiene il presidio per­ Forse si tratta di qualcuno che ci ha marito Marco, gli zii, le zie, i co­
manente organizzato da lavoratori e presi di mira per altri motivi». gnati, le cognate, i nipoti e pa­
Confsal. Non ci sono stati altri dan­ Nonostante l’accordo firmato da renti tutti.
ni a strutture o persone. Cgil, Cisl e Uil con l’azienda, alcuni
Come tutte le notti, nel camper si lavoratori del Fatebenefratelli e la I funerali avranno luogo oggi, lu­
trovavano due persone che però Confsal continuano a protestare
dormivano e non si sono accorte di contro l’intesa perché in diversi
nedì 15 alle ore 14.45, partendo
nulla. Soltanto al mattino i due lavo­ punti non avrebbe soddisfatto pie­ MARIA ROSARIA VINCITORIO dall’abitazione in Lodi Vecchio,
ratori hanno notato l’assenza dello namente le richieste dei dipendenti, in LEONE via Codazzi n. 24/B, per la chiesa
striscione: inizialmente hanno pen­ in particolare sulla possibilità di ri­ parrocchiale indi al cimitero loca­
sato che fosse stato strappato, ma qualificare i lavoratori in cassa in­ Il ricordo è sempre più vivo. le.
poi si sono avvicinati e hanno capi­ tegrazione mantenendoli sul posto
to che era stato bruciato durante la di lavoro. E sul fronte del lavoro, Aldo e Elisa. Si ringraziano anticipatamente
notte, c’era ancora la presenza di ce­ martedì comincerà il servizio della tutti coloro che parteciperanno
nere e resti carbonizzati a testimo­ società esterna Eiace alle pulizie: Una S.Messa sarà celebrata mar­
niare l’accaduto. Chiamato il “112” Il punto in cui si trovava lo striscione, in passato c'erano stati altri atti di vandalismo da quel giorno i lavoratori del Fate­ alle esequie funebri.
tedì 16 febbraio alle ore 18 nella
per un primo sopralluogo, nel pri­ benefratelli del settore che hanno
mo pomeriggio i lavoratori hanno mese fa, i lavoratori erano stati ber­ cati i passaggi di controllo notturno deciso di andare in cassa integra­
chiesa parrocchiale di San Giulia­ Lodi Vecchio, 15 febbraio 2010
sporto ufficialmente denuncia con­ sagliati da insulti da alcune auto di delle forze dell’ordine. «Ma non sap­ zione per riqualificarsi e rientrare no Martire.
tro ignoti. passaggio, e in un’occasione, sem­ piamo se si tratti di un semplice epi­ in azienda con altre mansioni sa­ Impresa Funebre F.lli Vismara
Non è la prima volta che il camper pre di notte, contro il camper erano sodio di vandalismo oppure se vo­ ranno a casa in permesso retribui­ San Giuliano Milanese, 15 febbra­ Lodi ­ Tel. 0371.421806/07
presidio dei lavoratori del Fatebene­ state lanciate diverse custodie di cd­ lessero colpire noi in quanto lavora­ to, in attesa dell’avvio dell’ammor­ io 2010 Lodi Vecchio ­ Tel. 0371.752892
fratelli viene preso di mira da igno­ rom. Quella volta fu informata la tori del Fatebenefratelli ­ dicono i la­ tizzatore sociale.
ti. Subito al suo allestimento, un polizia e da allora si sono intensifi­ voratori del presidio ­. Certo, qual­ A. B.
10 LUNEDÌ 15 FEBBRAIO 2010

il Cittadino
Sudmilano
I COBAS ANNUNCIANO NUOVE PROTESTE DAVANTI ALLA GLS MENTRE IERI ALLA ORTOFIN DI LISCATE E CALEPPIO HANNO RAGGIUNTO UN ACCORDO

Cerro, denunce in arrivo dopo gli scontri


Tre i manifestanti feriti, «la manifestazione non era autorizzata»
CERRO Scontri alla Gls di Cerro, i
manifestanti rischiano la denuncia.
Ma lo Slai Cobas non si arrende:
«Siamo pronti a mobilitarci di nuo­
vo». In queste ore, infatti, le forze
In coma dopo l’appendicite,
dell’ordine stanno procedendo al­
l’identificazione di coloro che vener­
dì sera hanno partecipato alla mani­
nessuna certezza per Sara
festazione davanti ai cancelli della VIZZOLO Sara apre gli occhi e guarda Vizzolo, anche se finora nessuno gli
ditta di logistica nella zona indu­ intorno a sé. Sembra che sia sveglia, ha dato false illusioni.
striale di Cerro. Nei prossimi gior­ che possa sentire e vedere le tante Intanto nella stanza di Sara si alter­
ni, quindi, per loro potrebbe scatta­ persone che le stanno accanto, anche nano gli amici e i compagni di classe.
re la denuncia per manifestazione se i medici parlano di “riflessi incon­ La ragazza frequentava infatti una
non autorizzata che, disciplinata dizionati” slegati dalla sua volontà. scuola professionale di Pavia, era in
dall’articolo 18 del testo unico di Ma la verità è che al momento nessu­ prima e aveva scelto l’indirizzo “sala
pubblica sicurezza, prevede “l’arre­ no può dire se la 16enne finita in co­ bar” («il suo sogno era fare la bari­
sto sino a 6 mesi oltre a un’ammen­ ma dopo un’operazione di appendici­ sta» dice il padre), mentre nel tempo
da pecuniaria”. Nel frattempo, però, te sia “presente” o se nella sua testa libero andava all’oratorio di Valera
lo Slai­Cobas va avanti per la sua ci sia solo il buio, per saperlo biso­ Fratta. «Ci sono tanti amici che ven­
strada: «Rispetto a venerdì la situa­ gnerà aspettare gono a trovarla
zione non è assolutamente mutata ­ molti mesi. «Noi ogni giorno, non
ha chiarito Aldo Milani, coordinato­ le parliamo insie­ resta mai sola. La
re provinciale del sindacato autono­ me tutto il giorno sorella le ha por­
mo ­. Davanti alle nostre richieste, e le facciamo sen­ tato gli mp3 con
infatti, l’azienda continua a fare tire la sua musica la sua musica
orecchie da mercante». I lavoratori preferita» dicono preferita, la Pau­
chiedono il pagamento di tutte le i g enitori, a g ­ sini, Renga e altri
ore lavorate, ma anche una distribu­ grappati a un filo cantanti che non
zione più equa dei carichi di lavoro, di speranza. Al­ conosco. Alter­
delle turnazioni, dell’orario e degli cuni giorni fa la niamo la musica
straordinari. «E se pensano che per Una carica della polizia alla Gls di Cerro per costringere i manifestanti a lasciar passare i camion diretti ai capannoni ragazza è stata alle parole e cer­
scoraggiarci basti una carica della trasferita dalla chiamo di stare
polizia si sbagliano di grosso ­ ha in­ carabinieri e poliziotti in tenuta an­ MELEGNANO rianimazione del­ sempre con lei,
calzato Milani ­. Anche perchè sino tisommossa. Di qui una serie di taf­ l’ospedale San anche se abbia­
a prova contraria il diritto allo scio­
pero è costituzionalmente garantito.
ferugli tra i manifestanti e le forze
dell’ordine, che attorno alle 22 han­ Buca traditrice nei pressi del cimitero: Gerardo di Mon­
za alla riabilita­
mo un’altra figlia
e ora, dopo un
Ecco perchè nei prossimi giorni sia­ no caricato i lavoratori, liberando zione. I suoi orga­ mese, abbiamo
mo pronti a mobilitarci di nuovo».
La tensione alla Gls, insomma, con­
così la strada per il passaggio dei ca­
mion, che sono quindi riusciti a su­
automobilista spezza ruota e semiasse ni ora funziona­
no bene e lei po­ L’ospedale di Vizzolo Predabissi
dovuto riprende­
re il lavoro. Il re­
tinua a rimanere alta. Venerdì sera perare il presidio e a varcare i can­ n Gravi danni per una macchina finita in una buca “killer” a trebbe anche re­ parto è diventato
un centinaio di dipendenti della coo­ celli della logistica. Alla fine il bi­ Melegnano. Ieri mattina una trentatreenne residente a Vizzolo spirare da sola, ma viene aiutata da una piccola famiglia, medici e infer­
perativa Papavero (che lavorano alla lancio della notte di tensione, che si Predabissi stava viaggiando alla guida della sua Mercedes clas­ una macchina che le tiene umidifica­ mieri sono bravissimi, ogni mez­
Gls) si sono radunati davanti alla è conclusa attorno alle 2, parla di se A lungo la via Cerca Vecchia, strada in prossimità del cimi­ to il corpo. Per mangiare, invece, ha z’ora vengono a sistemarla e a cam­
ditta di logistica dove, per la secon­ due manifestanti contusi e traspor­ tero cittadino che conduce alla provinciale Cerca. Improvvisa­ un sondino collegato allo stomaco. «I biarle posizione». Ogni tanto, come
da volta nel giro di una decina di tati in ospedale, con prognosi di 10 e mente, però, l’auto della giovane è transitata sopra una buca medici ci hanno detto che ci vorran­ detto, Sara apre gli occhi, ma per i
giorni, volevano impedire l’ingresso 2 giorni, e di un altro che è stato in­ piuttosto profonda, che si trovava proprio in mezzo alla carreg­ no almeno sei o sette mesi per valu­ medici quelli sono “riflessi incondi­
dei camion. Alla Papavero lavorano vece medicato sul posto. Ieri pome­ giata stradale. L’incidente ha richiesto l’intervento in via Cer­ tare i danni cerebrali che ha subito» zionati”: loro, finché non vedranno
soprattutto giovani extracomunita­ riggio, intanto, si è svolto un sit­in ca Vecchia di una pattuglia della polizia locale di Melegnano, i spiegano i genitori, già pronti ad af­ una reazione a uno stimolo, non po­
ri residenti nel Sudmilano, ma l’al­ di protesta davanti agli stabilimenti cui agenti hanno rilevato la rottura del cerchione e di un se­ frontare questo lungo calvario. tranno affermare che lei sia “presen­
tra sera a manifestare con loro Ortofin di Liscate e Caleppio di Set­ miasse anteriore della macchina. Gli agenti della polizia locale Loro comunque non si arrendono e te” e sia in grado di vedere e sentire
c’erano anche lavoratori di Turate, tala, al termine del quale la proprie­ hanno infine completato i rilievi di rito, mentre in questi gior­ restano aggrappati alla speranza di le persone che fanno il tifo per lei e
Origgio, Settala, Brembio e attivisti tà e i lavoratori hanno raggiunto ni i tecnici del settore dovrebbero intervenire per coprire la poterla riabbracciare così come era pregano e sperano di poterla riab­
dei centri sociali milanesi. Ad atten­ l’accordo. “voragine”. Prima che qualche motociclista abbia la peggio. prima di quel maledetto giorno in bracciare presto.
derli però c’erano un centinaio tra Stefano Cornalba cui è stata operata di appendicite a Davide Cagnola

MELEGNANO n DOPO LE POLEMICHE DEL 2009 L'ASSOCIAZIONE DETTA LE SUE CONDIZIONI

L’Anpi ora apre al centrodestra:


«Pronti fare insieme il 25 Aprile»
VIZZOLO

«I socialisti non sono


alleati con Vendola,
abbiamo idee chiare»
n «Nessun socialista a Vizzo­
lo, ma penso nemmeno in
tutta la Lombardia, ha mai
aderito a Sinistra, ecologia e
libertà, il movimento di sini­
stra che si identifica nel lea­
der Nichi Vendola». La preci­
sazione, che cade nelle ulti­
me complesse manovre pree­
lettorali a Vizzolo Predabis­
si, l’unico comune del Sudmi­
lano che vota il sindaco il 28
e 29 marzo, arriva da Luigi
Fusto, tesserato Psi, consi­
gliere comunale di opposizio­
ne, componente del direttivo
L’assemblea dell'Anpi tenutasi sabato a Melegnano: la presidente Gandini lascia provinciale socialista. Fusto
interviene per mettere chia­
MELEGNANO L’Anpi di Melegnano stra e dall’altra quella invece predi­ rezza nelle voci che vorrebbe­
rinnova i vertici e detta le condizio­ sposta dall’Anpi. Un evento decisa­ ro i socialisti, anche nel con­
ni per un 25 Aprile unitario. Nella mente insolito, insomma, che non a testo vizzolese, “migrati”
mattinata di sabato, infatti, la sezio­ caso ha ricevuto addirittura un’eco verso Sinistra, ecologia e
ne cittadina dell’Anpi ha provvedu­ nazionale. Il deputato melegnanese libertà, il progetto che si
to al rinnovo del consiglio direttivo, Erminio Quartiani ha infatti pre­ muove tra Partito democrati­
che nei prossimi anni sarà compo­ sentato un’interrogazione in Parla­ co e Rifondazione, avendo nel
sto da Sergio Goglio, Maurizio Mar­ mento, ma della questione ha avuto governatore ricandidato
gutti, Giovanni D’Angelo, Nicola modo di parlare anche il ministro della regione Puglia il volto
Borzi, Angela Bedoni, Sergio Foga­ della Difesa Ignazio La Russa. «Per più noto. Fusto scandisce
gnolo, Rita Gandini, Giuseppe Ar­ quest’anno siamo pronti a un 25 l’inesistenza di una transizio­
mundi, Ave Albertini, Luciano Dos­ Aprile unitario ­ ha chiarito sabato ne: «Ma quando mai i sociali­
sena e Camilla Sciannamblo. Nei mattina Gandini ­, purché però Pa­ sti sono entrati in Sinistra,
prossimi giorni, poi, il direttivo no­ lazzo Broletto non stravolga la sto­ ecologia e libertà: noi siamo
minerà il nuovo presidente, dopo ria». Concetti ribaditi da Borzi: autonomi. Chi sta con il se­
che Gandini ha annunciato la vo­ «Perchè non è possibile mettere sul­ gretario nazionale Riccardo
lontà di rinunciare alla carica. lo stesso piano i repubblichini e i Nencini ha un partito suo, il
«Ci sono in lizza due o tre nomi per partigiani, come invece ha fatto Partito socialista italiano,
la successione ­ ha fatto sapere Go­ l’anno scorso l’amministrazione di senza bisogno di andarne a
glio ­, su cui saremo chiamati a de­ centrodestra». cercarne altri, quindi nem­
cidere». Ma sono anche altre le sca­ Ecco perchè nelle prossime setti­ meno quello di Vendola. La
denze che attendono l’Anpi: in par­ mane l’Anpi chiederà un incontro a medesima regola vale per
ticolare, dopo le roventi polemiche Palazzo Broletto per decidere il da tutta la Lombardia, quindi
del 2009, la storica associazione lo­ farsi. Nel frattempo, Margutti, Fo­ anche a Vizzolo. I socialisti
cale dovrà decidere come festeggia­ gagnolo e Bedoni hanno esortato il stanno con il centrosinistra e
re il 25 Aprile 2010. Per la prima vol­ movimento «ad aprirsi alla città perciò a Vizzolo sostengono
ta nella storia della città, infatti, con una serie di iniziative su fatti la candidatura di Mario Maz­
l’anno scorso a Melegnano sono an­ storici in parte dimenticati, che po­ za. Ma da soli, senza Sinistra
date in scena due manifestazioni di­ trebbero raccogliere l’interesse del­ democratica e gruppi vari di
stinte, da un lato quella organizzata la popolazione locale». area “vendoliana”».
dall’amministrazione di centrode­ S. C.
LUNEDÌ 15 FEBBRAIO 2010 11
il Cittadino
Sudmilano
SAN GIULIANO n RFI LA RITIENE TROPPO VICINA ALLO SCALO STORICO E C’È IL RISCHIO DI PERDERE 3 MILIONI DI EURO DAI CARABINIERI

Stazione, corsa contro il tempo Furti d’auto,


arrestati
due moldavi
Il sindaco oggi a Roma per la nuova fermata “Tolstoj” giovanissimi
SAN GIULIANO Nel ten­ MEDIGLIA n Rubavano au­
tativo di evitare che to nel Sudmila­ n Erano
no: i carabinie­ a Segrate,
vada in fumo il pro­
getto di metropolita­ Schianti a raffica sabato pomeriggio: r i d i S e g r at e ora si indaga
na leggera con ferma­ hanno arresta­ su una serie
ta in via Tolstoj il sin­
daco Gina Greco e
un tir proietta un furgone in un piazzale to in flagranza
d i r e a t o d u e di colpi simili
l’assessore Iginio n Strade in tilt dalle 13 alle 15 per gli incidenti a raffica moldavi mentre avvenuti
G r a n at a s t a m a n e rilevati sabato scorso da una pattuglia della polizia locale cercavano di ru­ in tutto il
vanno a Roma a in­ di Mediglia, tra l’ex statale Paullese, la Cerca e la strada bare un’auto­ Sudmilano
contrare i rappresen­ comunale 723 per Triginto. In una circostanza un furgone è mobile: si tratta
tanti di Rfi (Rete fer­ stato travolto da un tir, e, dopo aver pattinato sull’asfalto, di un 18enne e
roviaria italiana). E ha abbattuto la siepe dall’altra parte della strada sull’arte­ di un minorenne. Probabilmente
nella serata di doma­ ria 723. Uno schianto violentissimo e spettacolare, che mi­ avevano già colpito altre volte, a
ni a partire dalle 21 racolosamente ha visto incolumi entrambi i conducenti. Peschiera e a Mombretto di Medi­
nel corso di un incon­ Più serio invece un frontale tra due auto sulla Cerca e un glia, dove nell’ultimo periodo c’è
tro pubblico in aula tamponamento sulla Paullese. La collisione tra i due veico­ stato un incremento di furti all’in­
consiliare sono stati li pesanti, intorno alle 15, è stato l’ultimo incidente avve­ terno delle automobili. Sono in
invitati a prendere la nuto. Si è reso necessario l’intervento del soccorso stradale corso ulteriori accertamenti da
parola i principali at­ e quello della polizia provinciale per la viabilità. Un auto­ parte dell’Arma. I due sono stati
tori legati a questa carro Citroen Berlingo che viaggiava in direzione Crema ha bloccati intorno alle 9 a Segrate in
scommessa giocata accostato verso un accesso privato e su uno spiazzo ha ef­ via Roma, nel corso di un control­
sulla mobilità del Su­ fettuato un inversione di marcia, mentre dalla direzione lo. Molti dei cittadini della zona in
dmilano. Nel delicato opposta diretto a Milano sopraggiungeva un camion per il quella fascia oraria sono assenti, e
conto alla rovescia le­ trasporto merci, un bestione da 12.000 di cilindrata che i malintezionati ne approfittano.
gato al termine previ­ non ha potuto evitare la collisione. L’autocarro è stato cen­ Infatti i militari della stazione dei
sto nell’accordo di trato sulla fiancata e catapultato oltre la siepe a due passi carabinieri sono riusciti ad indivi­
programma ­ che fis­ da un noto esercizio commerciale. Prima, alle 13.30, si è duare la coppia di ladri, N.G., 18
sava il 28 febbraio co­ verificato un altro episodio che ha coinvolto due veicoli, anni, ed il minorenne I.A., entram­
me data entro cui se una Citroen C5 condotta da S. D, 35 anni di Abano Terme, e bi in Italia senza fissa dimora e la­
non fosse stata chiu­ una Seat Ibiza con a bordo B. R., 45 anni di Peschiera. La voro. Stavano cercano di imposses­
sa la partita i 3 milio­ prima macchina, che usciva da via Pinturicchio a Mombret­ sarsi di una Renault Twingo di
ni di euro derivanti to per immettersi sulla Cerca, è andata a sbattere contro proprietà di un 55enne residente a
dall’operazione im­ l’altra automobile che era in marcia sulla provinciale in Segrate. Avevano appena forzato la
mobiliare ex Blue Re­ direzione Melegnano. Un frontale: il conducente dell’Ibiza portiera e il dispositivo di accen­
sidence avrebbero do­ se l’è cavata con 7 giorni di prognosi. Infine un tampona­ sione. Il minore associato è stato
vuto essere destinati mento alle 14, al chilometro 700 della Paullese. L’Opel Cor­ fermato e affidato al centro di pri­
ad altra causa ­, il pri­ sa guidata da L. I. V., 46 anni di Crema, ha tamponato la ma accoglienza “Beccaria” di Mila­
mo cittadino sangiu­ Fiat Seicento condotta da M. A., 33 anni di Merlino. Fortu­ no, mentre il complice è stato arre­
lianese si è mostrato natamente solo qualche contusione per le due donne al vo­ stato e trattenuto presso le camere
quindi pronto a fare lante. di sicurezza in attesa del rito diret­
pressing su Rfi, che La vecchia stazione di San Giuliano: è a rischio il progetto della fermata “bis” a Zivido tissimo che verrà celebrato oggi.
in sostanza ha detto
«no» a due stazioni vicine. Dal
momento che viene esclusa a
priori l’ipotesi di chiudere la sta­ L C
A MINORANZA: « RITICHIAMO IL PASSATO MA NON VOGLIAMO CHE SIA UN COMMISSARIO PREFETTIZIO A PRENDERE DECISIONI IMPORTANTI»
zione storica per vedere decollare
un nuovo punto di riferimento
per i pendolari, l’esecutivo di cen­
tro sinistra tenterà un nuovo pas­
so. «In merito alla situazione rela­
tiva alla nuova fermata di via
Tolstoj ­ ha sottolineato il sindaco
Mediglia, Andena andrà avanti con due “tecnici”
Greco ­, ribadisco la volontà del­
l’amministrazione comunale,
congiuntamente all’impegno por­
Il sindaco gestirà il comune con due assessori esterni e voti dell’opposizione
tato avanti dall’Associazione Pro­ MEDIGLIA Giunta a
moZivido, di coinvolgere tutte le tre, formata dal
forze politiche e associative del primo cittadino e
territorio, in una decisa opera di d u e a s s e s s o r i
pressione nei confronti di Rfi e esterni, e prose­
Regione Lombardia per invitare cuzione del man­
questi enti ad assumersi le re­ dato di governo
sponsabilità a loro deputate e a af fidato a una
garantire ai nostri cittadini, dopo maggioranza «va­
le promesse degli scorsi anni, la riabile». Il sinda­
realizzazione del nuovo collega­ co Carla Andena
mento diretto con la città di Mila­ ha invocato il
no». senso di respon­
Sull’ambiziosa partita che ha alle sabilità di tutto il
spalle un iter di dieci anni, dopo consiglio comu­
l’incontro promosso dalla delega­ nale, ex maggio­
zione civica di Zivido, nei prossi­ ranza e opposi­
mi giorni sono così previste nuo­ zione di centrosi­ Sopra al centro il sindaco Andena, a destra il pubblico
ve battute, con il coinvolgimento nistra, dopo che
anche dei sangiulianesi, i quali la coalizione che le ha permesso di verno, ma si dicono pronti al soste­
sono invitati a unirsi al pubblico vincere le elezioni si è sfaldata. Il fu­ gno perché «non vogliamo un com­
nella serata di martedì, in cui è turo di Mediglia è stato rappresenta­ missario prefettizio che prenda deci­
prevista la partecipazione di rap­ to durante il dibattito andato in sce­ sioni importanti per il nostro terri­
presentanti di Provincia e Regio­ na venerdì sera, in un’aula consiglia­ torio». La Fenice offre al sindaco la
ne. È scattata così la corsa contro re troppo piccola per ospitare tutti i possibilità di «riscattarsi dai tanti nea alle regionali. Per loro Liviana goccia. Tra gli assessori “dimissio­ ma. Quello che farà il sindaco lo ha
il tempo, sebbene in realtà l’asses­ cittadini spettatori. Sul tavolo tre sbagli commessi», il Pd mette sul ta­ Bunucci annuncia la formazione di nati” forzosamente c’è chi medita ad­ spiegato direttamente Andena: a
sore Granata su questo fronte ab­ punti fondamentali da chiarire: i volo interventi non più procrastina­ un nuovo gruppo consigliare e ri­ dirittura di lasciare il consiglio (Li­ breve nominerà due assessori ester­
bia recentemente tranquillizzato motivi del licenziamento in massa di bili da portare avanti e suggerisce ai spetto agli ex colleghi di Mediglia Li­ no Porcelli), chi invece è pronto a ri­ ni, per la cosiddetta giunta tecnica,
i cittadini, spiegando che il ter­ tutti gli assessori; la loro posizione “frondisti” di dimettersi, infine Sini­ bera dice che hanno messo in atto un volgersi al tribunale (Nunzio Co­ poi si vedrà. «Se il tentativo messo in
mine è prorogabile. Rimane però relativamente al tentativo di sfidu­ stra per Mediglia paragona Carla «fantozziano espediente escogitato scia), chi ancora contesta al sindaco atto dalla giunta (quella licenziata,
sostanziale il raggiungimento di ciare il sindaco; la posizione delle Andena al capro espiatorio del falli­ da qualcuno per assurgere al ruolo di aver trattato gli ex rappresentanti ndr) fosse riuscito e si fosse pervenu­
un’intesa tra tutti gli enti che do­ minoranze di fronte al possibile ri­ mento di una legislatura. di sindaco». Da Mediglia libera esce dell’esecutivo al pari della ”banda ti allo scioglimento del consiglio ­
vranno compiere un passo corale, baltone politico, con loro a soccorso Ai sette possibili voti dei consiglieri anche il gruppo del Pdl, accusati di Bassotti” cambiando le serrature sottolinea il sindaco ­ nessun organi­
per dotare quest’area di Sudmila­ del primo cittadino. Partiamo pro­ dei gruppi di minoranza si aggiun­ essere i “golpisti” e a questo punto agli uffici (Paolo Bianchi). Chiede smo rappresentativo avrebbe potuto
no di un nuovo strategico servizio prio da quest’ultimo punto, perché gono quelli dei “fedelissimi” al pri­ ex maggioranza (sebbene con 10 con­ chiarezza Lorenzo Brocca, anch’egli essere presente alla seconda confe­
che conta su un piano di fermate tutti e sette i consiglieri di minoran­ mo cittadino, che si sono schierati siglieri sia ancora il gruppo più nu­ ex capogruppo di maggioranza, che renza di servizi, la più importante,
frequenti e veloci. za hanno espresso un giudizio nega­ per il no al tentato “golpe” ordito per meroso). Loro spiegano che il licen­ spiega che il Pdl valuterà il voto di sul gassificatore».
Giulia Cerboni tivo rispetto agli ultimi anni di go­ le elezioni anticipate in contempora­ ziamento della giunta è solo l’ultima volta in volta sulla base del program­ Emiliano Cuti

DALLA PRIMA PAGINA tavano in parte le scuole del integrazione. ra? da loro occupate abusivamente, di Rho quando afferma che
quartiere. Qualche genitore, Vorrei però fare anche un’altra La premessa alle proposte che siano offerte delle alternative, «fino al momento in cui non c’è

Sgomberati nonostante l’arrivo delle ruspe


e degli agenti, ha inteso accom­
pagnarli lo stesso in classe,
considerazione. Secondo una
ricerca condotta dalla Caritas e
dall’Ismu a gennaio del 2007 a
vorremmo offrire riguarda la
rinnovata disponibilità delle
realtà che da anni si occupano
che non prevedano la necessità
per le donne e i bambini di
separarsi da mariti e papà.
il “meglio” definitivo, è utile
mantenere il “meno peggio”
provvisorio». Ma ci sembra

50 ragazzini forse con la speranza di garan­


tire almeno a loro qualche ora
di caldo in più ed una giornata
Milano i rom presenti erano
4130 circa. Il censimento realiz­
zato dalla Prefettura all’inizio
dei rom ­ molte delle quali ap­
partenenti al mondo ecclesiale
­ a collaborare con la pubblica
Non abbiamo ricette risolutive
da proporre. Ma il senso di
umanità ci dice che si devono
importante anche appellarci a
tutti, alle Istituzioni, agli Enti,
come a ogni singolo e privato

della scuola meno traumatica.


La stragrande maggioranza,
come è accaduto a seguito di
del 2008 ne contava 3562, ma
non teneva conto dei giostrai e
delle persone che vivevano in
amministrazione. Certo, a con­
dizione che siano informate
prima degli sgomberi e siano
ricercare per le famiglie rom
delle soluzioni che facilitino la
loro integrazione e cioè: ai
cittadino che abbia la possibili­
tà di mettere a disposizione
un’abitazione con regolare
aveva trovato rifugio. Altri tutti i precedenti sgomberi, a appartamenti. Questi dati non coinvolte nella ricerca di solu­ bambini di frequentare la scuo­ contratto di affitto, avvalendoci
gruppi sono stati sgomberati scuola invece stamattina non ci consentono di verificare se la zioni che possano prevedere la e ai genitori di lavorare. A di una struttura organizzativa
da altre parti della città di Mi­ c’è andata e non ci andrà nem­ politica degli sgomberi sia ser­ anche degli allontanamenti, ma queste soluzioni si giunge of­ finalizzata ad accompagnare gli
lano. Con il risultato che diver­ meno domani. vita ad allontanare dalla città i secondo modalità concertate, frendo “posti sicuri in cui fer­ inserimenti e ad offrire garan­
se persone (uomini, donne e Che cosa abbiamo ottenuto? Mi rom, a “ripulirla” dalla loro graduali, che tengano conto marsi”: una sorta di pensionato zie perché non ci siano difficol­
bambini) si sono ritrovati al chiedo quale fiducia nelle isti­ presenza, come si dice con delle situazioni particolari. per famiglie, come già ce ne tà e disagi per nessuno.
freddo, privi di un seppur pre­ tuzioni potrà avere quel ragaz­ un’espressione piuttosto infeli­ Anzitutto vorremo auspicare sono, come prima emergenza e A chiedere questo sono le fami­
cario riparo. zino che martedì, mentre pre­ ce. Sappiamo però che la metà che gli sgomberi si fermassero poi un progetto che preveda glie rom, ma anche tanti cittadi­
Questo fatto, al di là di ogni parava la cartella con i libri dei 120 di Chiaravalle si erano almeno durante l’inverno. La una rete di appartamenti, ca­ ni di buona volontà che ci stan­
altra considerazione, ci addolo­ l’astuccio e i quaderni, ha visto accampati in quella zona dopo sensibilità del Comune che sette in autocostruzione, casci­ no telefonando per segnalarci
ra e preoccupa. Teniamo conto, uomini in divisa ordinare ai essere stati sgomberati da altre propone un piano per l’emer­ ne che possono essere risiste­ queste persone nel bisogno: fa­
ad esempio, che tra le 120 per­ suoi genitori di sbaraccare e zone della città. Il che, almeno genza freddo sta a dire che in mate, alcuni operatori che ac­ miglie rimaste senza niente,
sone di Chiaravalle risulta ci poi vedere le ruspe buttare giù in questo caso, la dice lunga questa stagione esiste una que­ compagnino l’inserimento. donne conosciute da tempo ma­
fossero anche una cinquantina la sola casa che ha. Intuiamo sull’efficacia delle misure di stione umanitaria, che ovvia­ Dove queste esperienze sono gari perché chiedono l’elemosi­
di ragazzini, che ­ secondo tutti come queste scelte e que­ forza, anche qualora non voles­ mente vale anche per i rom. state tentate stanno dando buo­ na e bambini compagni di scuo­
quanto ci riferiscono i volonta­ sti interventi finiscano per simo mettere in discussione la Vorremmo inoltre chiedere che ni frutti. la.
ri della comunità di Sant’Egi­ annullare gli sforzi di chi tenta loro legittimità morale. ai cittadini rom, quando vengo­ Condividiamo pertanto, il do­ don Roberto Davanzo
dio che li seguivano ­ frequen­ un seppur timido processo di Che cosa si dovrebbe fare allo­ no fatti allontanare dalle aree cumento redatto dalla Chiesa direttore Caritas Ambrosiana
12 LUNEDÌ 15 FEBBRAIO 2010

il Cittadino
Centro Lodigiano
CASELLE n INCONTRO FRA TUTTI I CIRCOLI DEL NORD OVEST: «SERVONO LEGGI SU VOTO, DIRITTO DI ASILO, CLANDESTINITÀ E CITTADINANZA»

Stranieri e sicurezza, la ricetta del Pd


«Basta demagogia, l’integrazione deve iniziare dalla scuola»
CASELLE LURANI «Basta con le sparate
e la demagogia della Lega, anche noi
dobbiamo avere l’orgoglio di parlare
di immigrazione, ma con ben altre
Furti a Pandino,
motivazioni». Questa la sintesi del­
l’incontro voluto dai circoli Pd del
Nord Ovest e tenuto venerdì scorso
denunciati
alle scuole medie di Caselle Lurani.
Ha cominciato il segretario del Pd lo­ un pregiudicato
digiano, Mauro Soldati, che anche
per la sua esperienza di assessore
provinciale ha sottolineato il falli­
e una badante
mento delle politiche riguardanti PANDINO Dopo i numerosi furti di
l’immigrazione nei comuni più im­ assegni in appartamento, si sono
portanti del territorio guidati dal aperti due filoni d’indagini cura­
centrodestra, come Sant’Angelo e te dai carabinieri di Pandino e
Casale, dove nonostante i tanti pro­ del nucleo radiomobile di Crema.
clami nessun intervento concreto è Due anziani sono stati truffati e
stato fatto per favorire l’integrazione alla procura della Repubblica di
e dove addirittura sono aumentati i Crema sono stati denunciati una
problemi. Suffragato dai numeri, badante romena e un noto pre­
che testimoniano il costante incre­ giudicato calabrese per riciclag­
mento degli immigrati in provincia gio. I fatti risalgono allo scorso
e l’ormai quasi parità tra uomini e settembre 2009: a una pensionata
donne, Soldati ha ribadito come non Fra i relatori anche l’ex assessore provinciale Mauro 84enne, che abita in via Roma a
si possano dimenticare i problemi le­ Soldati (sopra), a lato uno scorcio del pubblico presente Pandino, in occasione di un fur­
gati alla scuola, dove non basta por­ to, probabilmente portato a ter­
re dei limiti (il 30 per cento in ogni mine da una banda di romeni,
classe) su cui poi bisogna derogare, e erano spariti diversi oggetti di
la sanità, con l’ospedale intercultu­ valore tra cui un assegno per cen­
rale che è stato un ottimo esempio at­
tuato a Lodi e a cui bisogna guardare BORGHETTO n GLI ISCRITTI NEL 2009 SONO 25 IN PIÙ tinaia di euro utilizzato poi dal
calabrese per pagare il conto di
per il futuro. Non bastano insomma una cena piuttosto salata in un
provvedimenti presi solo sulla spin­ ristorante di Osio Sotto. L’uomo
ta emotiva, ma servono soluzioni
ponderate proprio per favorire l’inte­
grazione, perché l’immigrato è una
risorsa (le tasse pagate dai regolari
Avis, un anno record: si era presentato sulla sua Merce­
des, ostentando la propria posi­
zione economica, ma è stato piz­
zicato dopo le accurate indagini
superano quanto si spende in questo
settore) e il centrosinistra non deve
mollare la presa, proprio perché ha
gli argomenti per contrastare quan­
donazioni a quota 404 svolte dai carabinieri.
Un episodio che secondo gli uo­
mini dell’Arma potrebbe essere
collegato a un altro furto. Una ba­
to fatto soprattutto dalla Lega, anche BORGHETTO L’Avis di Borghetto to dei suoi cari e dell’associazione dante 20enne romena, che lavora­
sulla sicurezza. può contare su 182 donatori, 18 in quest’estate, e a lui è stato dedica­ va per un pensionato 82enne di
Tutto ciò viene ribadito da Giuseppe più rispetto a un anno fa, con 25 to un minuto di silenzio prima Trescore Cremasco, era stata in­
Civati, consigliere regionale del Pd e nuovi iscritti nel corso del 2009 e dell’inizio della riunione. Per il fatti denunciata la scorsa estate
autore del libro «Regione straniera», la quota record di 404 donazioni, 2010 il consiglio ha delineato un per la sottrazione di un assegno.
che mette in evidenza le storture dei con un incremento dell’8,3 per programma di iniziative che rical­ La ragazza, allontanatasi dall’ap­
tanti amministratori che localmente cento. Numeri da record, insom­ ca l’anno appena passato, con con­ partamento del vecchietto, aveva
hanno trovato le soluzioni più strane ma, emersi nel corso dell’assem­ vegni, presenza alla Fiera di mag­ negoziato un assegno provenien­
per contrastare il fenomeno, poi ri­ blea annuale che si è tenuta saba­ gio, l’ormai tradizionale torneo di te dal blocchetto del pensionato
prese a livello centrale. «Ma dobbia­ to pomeriggio nella sede della Pro bocce estivo (con donazione di be­ in una banca di Forlì,
mo attrezzarci culturalmente per su­ loco, alla presenza dei rappresen­ neficenza), il Babbo natale in piaz­ «Sono due casi emblematici ­
perare questi preconcetti, anche per­ tanti dell’Avis provinciale e delle za e il giornale dell’associazione. spiega il capitano Antonio Savi­
ché poi saremo ricambiati con la istituzioni borghettine. «In più, rispetto al 2009, presente­ no ­, ricchi di spunti e circostan­
stessa moneta» è la sua conclusione, In particolare, le donazioni hanno remo una gita in giornata, il 17 ze che connotano il tessuto socia­
annunciando lo sciopero degli stra­ raggiunto l’obiettivo che il consi­ aprile, all’Acquario di Genova e a le di quella porzione del territo­
nieri per il primo marzo. La respon­ glio aveva indicato come ottimale Nervi ­ conclude il presidente ­. rio al confine fra Lodigiano e
sabile della formazione politica e dei già quattro anni fa. E se le dona­ Vuole essere un momento di ag­ Cremasco. Purtroppo bisogna
diritti civili dei Giovani democratici zioni di sangue sono passate da gregazione che si alternerà, negli stare molto attenti. Noi stiamo
della Lombardia, Caterina Santa­ 342 a 354 con un aumento del 3,5 anni, alla più tradizionale giorna­ facendo una serie di accertamen­
chiara, ha illustrato le sue proposte: per cento, quelle di plasma sono ta del socio, con il pranzo sociale». ti ma occorre la collaborazione di
una riforma del diritto di cittadinan­ passate da 28 a 50, con un più 78,6 Andrea Bagatta Alcuni soci dell’Avis all’assemblea tenutasi sabato nella sede della Pro loco tutti».
za, la cancellazione del reato di clan­ per cento che lascia intravedere
destinità, una legge quadro sul dirit­ ulteriori margini di crescita. «E CONTROLLI DELL’ARMA
to d’asilo, il diritto di voto per gli im­ dobbiamo ringraziare proprio
migrati, la creazione di un fondo spe­
ciale per le scuole elementari e una
l’amministrazione comunale che
non ci fa mancare il suo apporto, Spino, arrestata una lucciola nigeriana
nuova legge sulla libertà religiosa. la banca locale che ci sostiene an­
Infine l’esperienza di Vittorio Maisa­
no, dell’Osservatorio diocesano per
che finanziariamente, e le altre as­
sociazioni borghettine, a partire
Tre giovani sorpresi a fumare marijuana
la carità, che ha parlato dell’«acco­ dalla Pro loco, con le quali la colla­ n Vicino al canale Vacchelli tre giovani studenti, un mino­
glienza al contrario» vissuta tra gli borazione è forte ­ ha detto Pier­ renne e gli altri due di 18 e di 20 anni, sono stati pizzicati
immigrati di Castelvolturno, una si­ luigi Ferrari, presidente dell’Avis a fumare marijuana. I carabinieri di Pandino li hanno
tuazione sbalorditiva che «ci ha fatto locale ­. Quando si ha attorno una sorpresi nei pressi della cascina Mandria, sabato sera, in
venire l’idea di entrare in contatto rete di relazioni forti e di soste­ una zona isolata che alla mattina viene utilizzata dai podi­
con i ghetti che ci sono anche da noi gno, fare iniziative riuscite risulta sti per gli allenamenti. Gli spinelli sono stati sequestrati e
(quartieri, condomini, cascine) per più semplice». i giovani segnalati alla prefettura quali assuntori di so­
superare il silenzio e l’omertà che so­ Il 2009 è stato l’anno di nuovi re­ stanze stupefacenti per l’instaurazione del procedimento
no evidenti». E a tal proposito sono cord nei numeri, ma è stato anche amministrativo di recupero. La vigilanza sul territorio ha
auspicabili rapporti con ammini­ l’anno dell’addio di Giuseppe Ri­ anche consentito di procedere all’arresto di una lucciola.
strazioni, associazioni, comunità bolini, storico fondatore nel 1978 Una 27enne nigeriana è stata fermata a Pandino sulla
per rompere le barriere e iniziare a della sezione borghettina e poi stradina sterrata che dalla Paullese porta a Nosadello.
incontrare le persone, come è già sta­ presidente ininterrottamente per Era senza documenti, così è stata avviata all’ufficio stra­
to fatto nel difficile campo della pro­ 30 anni. Dopo aver lasciato la pre­ nieri della questura per avviare la pratica di espulsione
stituzione. sidenza a favore di Ferrari un an­ ai sensi della legge Bossi ­ Fini.
Paolo Zanoni no fa, Ribolini è mancato all’affet­ Presenti i rappresentanti provinciali dell’associazione e delle istituzioni locali
LUNEDÌ 15 FEBBRAIO 2010 13
il Cittadino
Basso Lodigiano
MALEO n UNA PATTUGLIA LI HA NOTATI MENTRE SI AGGIRAVANO CON FARE SOSPETTO E LI HA CONTROLLATI: SONO STATI RICONOSCIUTI

Razzia di “Gratta e vinci”, presi tre romeni


Denunciati dai carabinieri per il furto al bar Tiffany di Casale
MALEO Si aggirano per Maleo con tre romeni trovati a Maleo aveva­ PAURA PER UN CAMION CHE HA INVASO LA CORSIA OPPOSTA
aria sospetta e i carabinieri li ri­ no messo in pratica varie volte in
collegano a un furto commesso a
Casalpusterlengo: scattano tre de­
nunce.
Nei giorni scorsi tre romeni pre­
passato in altri bar per portare
via, tra l’altro, anche schede tele­
foniche. Fortunatamente nel caso
di Casalputerlengo la titolare si
Schianto a Casale,
giudicati residenti a Milano sono
stati fermati dai carabinieri della
stazione di Maleo mentre si aggi­
ravano con fare sospetto nel terri­
era accorta subito dell’evento e
l’impianto di videosorveglianza
aveva immortalato gli intrusi al­
l’opera.
ferite madre e bimba
torio malerino a bordo di un’utili­ Sul posto erano intervenuti i ca­ CASALE Viaggia contro mano e travolge un’auto con a bor­
taria intestata al conducente. rabinieri di Casalpusterlengo, ma do mamma e figlia. Tragedia sfiorata sabato pomeriggio
Questo nell’area degli esercizi nel frattempo i ladri si erano già alle 17.50 in centro a Casalpusterlengo. Secondo la prima
commerciali del paese. Si trattava dileguati. Così, essendo tutti e tre ricostruzione, al vaglio della polizia locale che stabilirà
del 31enne S.D., del 25enne S.E. e “forestieri”, prima dell’inizio di eventuali responsabilità, un autocarro condotto dal
del 31enne S.D. I militari hanno questo mese e della felice intui­ 31enne B.E. di Guardamiglio si sarebbe immesso in via
quindi avviato il procedimento zione dei carabinieri del radiomo­ Marsala, verso via Battisti. Per cause da accertare, anche
del foglio di via per tenerli lonta­ bile era stato impossibile identifi­ se all’origine potrebbe esserci una semplice distrazione,
ni tre anni dalla località della carli. Nel frattempo si era pensato davanti al negozio Cambielli Casa il veicolo si è improv­
Bassa. di diffondere l’immagine dei loro visamente spostato sulla corsia opposta proseguendo in
Ma analizzando i precedenti pe­ visi nelle caserme di tutta la Lom­ contromano. La pericolosa manovra ha provocato un vio­
nali di questi ragazzi, tra i quali bardia sperando che qualcuno li lento schianto contro una Chevrolet Matiz rimasta pe­
c’erano alcuni furti di “Gratta e potesse riconoscere. Tutto questo santemente danneggiata davanti a numerosi testimoni.
vinci”, i militari del nucleo radio­ fino al controllo del primo febbra­ A bordo una 38enne di Casale con la figlia di soli 4 anni.
mobile di Codogno hanno intuito io scorso, grazie al quale è stato Fortunatamente, nonostante l’apparenza, la bambina nel
il possibile collegamento con un possibile il collegamento tra i due seggiolino si è soltanto spaventata senza ferirsi, mentre
colpo avvenuto il 29 gennaio di episodi, il confronto dei volti con la mamma, che accusava dolori cervicali, è stata soccor­
quest’anno al bar Tiffany di Ca­ le immagini riprese dalle teleca­ sa dagli operatori della Croce casalese e trasferita con la
salpusterlengo. All’epoca tre mere nel bar casalese e il ricono­ sua piccola al pronto soccorso di Codogno: non erano gra­
clienti romeni avevano razziato scimento da parte della titolare. vi. Invece il 31enne aveva escoriazioni a un gomito. I vigi­
Gratta e vinci per un valore com­ Ora i tre romeni sono stati denun­ li lo hanno sottoposto all’alcoltest e al narcotest, risultati
preso tra i due e i tremila euro di­ ciati alla procura della Repubbli­ negativi. Ora gli agenti dovranno stabilire cosa sia vera­
straendo la titolare per poi darsi ca di Lodi per furto aggravato. mente successo, le indagini saranno aiutate da un filma­
alla fuga. La stessa tecnica che i Paola Arensi Un autocarro ha imboccato contromano via Marsala e si è scontrato con una piccola Chevrolet Matiz to acquisito da una telecamera di via Marsala.

In breve
¢ AL FAMILA DI CASALE
MUSICA, FRITTELLE E TRUCCATORI ANIMANO IL POMERIGGIO
Ruba bottiglie di alcolici,
arrestata romena 19enne
Nasconde bottiglie di alcolici nella giac­
Il sole sul Carnevale:
ca a vento, ma viene scoperta e finisce
in manette. Sabato pomeriggio alle
16.30 alcuni clienti del Famila di Casal­
pusterlengo hanno notato che una ra­
Casale va in maschera
gazza prendeva una ventina di bottiglie CASALE Un omaggio a Cupido nel grande damigiana. Chiudevano il
di alcolici dagli scaffali e le nascondeva giorno dedicato agli innamorati, ma corteo i musicisti di San Colombano
sotto il giubbotto. A quel punto è scat­ anche il lungo “treno” della politica e il gran treno dei Politici con tutti i
tato l’allarme e il direttore ha chiamato guidato dal presidente Napolitano, le personaggi nazionali, in fotografia,
il “112”. I carabinieri sono arrivati sexy formiche rock e i mondi fiabe­ ai finestrini. A disposizione di chi
quando la donna era ancora tra gli schi delle giostre dei cavalli, della non aveva una maschera il tradizio­
scaffali, così è stata controllata. Si trat­ carte animate che ricordano “Alice nale stand dei truccatori.
ta di una romena di 19 anni, C.O. le ini­ nel paese delle Meraviglie” e dei gno­ «Soddisfatto al termine della manife­
ziali e già nota alle forze dell’ordine, ar­ mi il tutto accompagnato dalle bande stazione il presidente della Pro Loco
restata e chiusa nella camera di sicu­ musicali in maschera di Casalpu­ Luigi Gobbi che ha sottolineato «Per
rezza della stazione carabinieri di Codo­ sterlengo e San Colombano e dal quasi due mesi quotidianamente, nel
gno in attesa del processo per direttis­ gruppo folkloristico “Terra del So­ capannone prestatoci dai fratelli
sima. Ai militari avrebbe detto di essere le»”di Lodi. Questa la bella manife­ Sbarufatti abbiamo preparando i
nomade e di vivere senza fissa dimora stazione carnevalesca di Casalpu­ carr. La grande accoglienza avuta
nella zona di San Colombano. Gli alcoli­ sterlengo organizzata dalla Pro loco dai cittadini ci ripaga del lavoro fat­
ci invece, per un valore di circa 200 eu­ in collaborazione con Gruppo ani­ to».
ro, sono stati restituiti matori rione Sant’Antonio, bibliote­ Francesco Dionigi
ca comunale e con il patrocinio della
¢ FRA SENNA E SOMAGLIA provincia di Lodi e del comune casa­ SENNA, NESSUN FERITO
lese.
Sbanda con l’auto Il 27esimo Gran Carnevale Casalese
ha preso il via nel primo pomeriggio Crollo in un vecchio cascinale,
e si ribalta in un fosso dal Villaggio Pilota, per puntare ver­
so il centro con la gran conclusione i vigili del fuoco e i carabinieri
Carambola con l’auto e si ritrova a te­
sta in giù in un fossato. Sabato pome­
in piazza del Popolo e distribuzione
gratuita di frittelle. Il corteo di carri
impegnati in mezzo alle macerie
riggio intorno alle 13.30 una milanese e mascherine era aperto dalla mac­ n Crolla il muro di una vecchia abitazione, i
di 30 anni stava viaggiando con la sua chietta “Tortini”, bonaria presa in vicini chiamano il “115”. Ieri sera intorno alle
utilitaria sulla strada provinciale 126 giro del mondo militare, seguito dai 20.30 i vigili del fuoco di Casalpusterlengo sono
tra Senna e Somaglia. Improvvisamente musicisti dell'Orsomando in ma­ stati chiamati a Senna Lodigiana in via Dante
la sua auto ha sbandato più volte e si è schera e dal carro Jolly con le carte per un crollo. Alcuni residenti hanno dato l’al­
capottata, andando finire con le quat­ da gioco giganti. Il gruppo “Terra del larme dopo aver sentito un forte boato. A cede­
tro ruote all’aria in una roggia. Fortuna­ sole” in costumi siciliani ha accom­ re è stato il muro di un rudere da tempo disabi­
tamente in quel momento il fossato era pagnato il percorso con musiche e tato e già in parte crollato. Nonostante questo
asciutto così la ragazza, contusa ma in balli regionali,mentre musica rock le squadre di soccorso hanno voluto verificare
buone condizioni, ha potuto mettersi in era proposta dalle Formike Rocket­ che dentro la vecchia casa non ci fosse nessuno.
salvo da sola uscendo dall’abitacolo in tare. Originale la Torre Pusterla, Il crollo ha interessato una parete interna al­
attesa dei soccorsi. Poco dopo sono ar­ simbolo della città, realizzata con l’immobile che era particolarmente logorata.
rivati i vigili del fuoco del distaccamen­ materiali di recupero dal Centro Ba­ Nel precipitare i rottami non hanno interessato
to volontario di Casalpusterlengo, i ca­ lena comunale. A seguire i carri fia­ la strada. Presenti per un sopralluogo anche i
rabinieri della compagnia di Codogno e beschi degli gnomi e dei grandi ca­ carabinieri del nucleo radiomobile e operativo
un’ambulanza della Croce rossa di valli in giostra e il carro degli “Inna­ di Codogno. L’area è stata messa in sicurezza in
Ospedaletto. La giovane è stata visitata morati” con Cupido pronto a scaglie attesa dell’intervento di una ditta specializzata.
al pronto soccorso di Codogno. Le sue frecce ed un “Elisir d’Amore” in una Qui sopra e in alto a destra due dei carri allegorici che sono sfilati per la città, fra tanti applauci
condizioni sono sempre rimaste buone.

¢ CASALE
Vetri rotti e luce accesa, DALLA PRIMA PAGINA mente valutato il fatto che la
ripresa è stata resa possibile
pendenti che assumerne di
nuovi o adoperare contratti di
a fronte di una cospicua buo­
nuscita. Cospicua buonuscita
Tutto questo ci dice che nei
confronti della disoccupazio­
falso allarme al Sert
Vetri rotti e luce accesa al Sert di Casa­
Riavviare proprio dalla disoccupazione.
Le industrie hanno potuto
riprendersi – quelle che ce
lavoro flessibili. Inoltre utiliz­
zeranno la riduzione dei costi
del lavoro per mantenere
sì, però di licenziamento si
tratta, con tutte le conseguen­
ze del caso sui singoli e sulle
ne non si può agire solo con
gli ammortizzatori sociali, ma
anche con una politica indu­
le, si pensa a un furto ma è soltanto un
falso allarme. Intorno alle 19 di venerdì
una pattuglia della polizia locale di Ca­
i motori l’hanno fatta, naturalmente –
perché hanno risparmiato sul
lavoro o hanno scaricato i
competitività sui mercati o
per acquisirne altre quote.
Per tutti questi motivi è illu­
famiglie. Non è ancora chiaro
se la multinazionale farma­
ceutica trasferirà settori della
striale. Se la ripresa dell’oc­
cupazione non verrà dalle
industrie che supereranno la
salpusterlengo ha ricevuto una segna­
lazione di probabile furto nella sede dei
servizi per le tossicodipendenze di piaz­
dell’industria costi del lavoro sull’Inps. È
quindi una contraddizione
avere sia la ripresa sia la ri­
sorio pensare che superata la
crisi, le imprese che l’hanno
vissuta, riprenderanno ad
ricerca in Bangladesh, come
qualche giornale ha rivelato,
o creerà un sistema diffuso di
crisi, ma da nuovi settori pro­
duttivi che nel frattempo na­
sceranno, bisogna incentivare
za Cappuccini. Si tratta di servizi pub­ aumentare il debito dello Sta­ duzione della disoccupazione, assumere. ricerca nelle strutture ospe­ questi nuovi settori produtti­
blici del Sistema sanitario nazionale de­ to. I segni positivi di una ri­ perché se la crisi ha prodotto L’altro fatto nuovo che si è daliere. Di certo c’è che la vi. Se la disoccupazione viene
dicati alla cura, alla prevenzione e alla presa della produzione, i dati la disoccupazione, la disoccu­ aggiunto al difficile quadro società è in utile, anche gra­ da società multinazionali che
riabilitazione delle persone con proble­ Ocse secondo i quali l’Italia pazione ha prodotto la ripre­ occupazionale è che molte zie agli antivirus contro l’in­ chiudono o dislocano altrove i
mi legati all’abuso di droghe o alcool in stava uscendo meglio dalla sa. Qualcuno potrebbe dire società multinazionali, non fluenza A, e che l’operazione loro reparti bisognerà vedere
grado di generare dipendenza. Secondo crisi che non altri Paesi svi­ che la ripresa, a sua volta, per la crisi in sé, ma per ra­ risponde ad una logica im­ con loro che tipo di riconver­
quanto riferito, al piano rialzato ci sa­ luppati, le attuali difficoltà dovrà permettere un riassor­ zionalizzazioni interne o per prenditoriale senza alcun sione è possibile attuare, non
rebbe stata una finestra con vetri rotti finanziarie di Portogallo, Ir­ bimento dei posti di lavoro strategie di politica industria­ riferimento alla crisi in atto. sostituendosi alla libertà del­
mentre al secondo piano luci accese. landa, Grecia e Spagna causa­ persi, ma così non è. Prima di le, chiudono reparti produtti­ In questi casi è inutile che il l’impresa ma offrendo contro­
Così gli agenti sono andati a controllare te o da un deficit pubblico tutto perché per un certo pe­ vi o li delocalizzano. È quanto governo proponga gli ammor­ partite non perché quei repar­
entrando nei locali con ogni cautela per fuori controllo o da un alto riodo le industrie che soprav­ succede per Fiat e per Alcoa, tizzatori sociali, perché i mo­ ti rimangano aperti alle con­
riuscire a catturare un eventuale intru­ indebitamento delle famiglie vivono non assumono e, an­ ma anche per un colosso far­ tivi delle chiusure e dei licen­ dizioni di prima, che spesso
so. Invece non è stato trovato nessuno. – casi estranei al nostro Paese che di fronte ad un aumento maceutico come la Glaxo­Smi­ ziamenti sono altri. Ed infatti sono insostenibili in chiave
Inoltre il personale ha riferito che il ve­ –, sembravano confermare la degli ordinativi, cercano di thklein. Quest’ultima ha deci­ Marchionne ha detto al mini­ imprenditoriale, ma perché
tro al piano rialzato era rotto da tempo, tesi secondo cui la disoccupa­ fare con quello che hanno. so di chiudere il settore svi­ stro Sacconi che la Fiat non è vengano avviate altre attività
mentre la luce potrebbe semplicemente zione in Italia fosse di passag­ Sono state scottate e non vo­ luppo e ricerca che aveva sede interessata alla cassa integra­ a beneficio del territorio e
essere stata dimenticata accesa da un gio. gliono rischiare. Preferiscono a Verona contrattando il li­ zione per Termini Imerese e della società circostante.
operatore. Così l’allarme è rientrato. Non si era forse sufficiente­ far lavorare di più i loro di­ cenziamento di 550 “cervelli” non la chiederà. Stefano Fontana
18 LUNEDÌ 15 FEBBRAIO 2010

il Cittadino
Lettere & Opinioni
Le lettere al direttore (che posso­ LODI ISLAM IN ITALIA
no essere inviate anche all’indiriz­
zo mail posta@ilcittadino.it) devo­
Stop al burqa,
no portare in calce il nome, l’indi­ simbolo di
rizzo e il numero di telefono del
mittente altrimenti non verranno
sottomissione
n A mio avviso, l’Italia dovrebbe se­
pubblicate. La direzione si riserva guire presto l’esempio della Francia e
proporre una legge che vieti il velo isla­
il giudizio sulla pubblicazione e mico che copre interamente il volto del­
le donne in tutte le scuole, gli ospedali, i
ogni possibilità di intervento sui te­ trasporti pubblici e negli uffici statali.
Recentemente, infatti, Nicolas
sti che vengono inviati. Sarkozy, difendendo la dignità della
donna e in nome della sua libertà, ha
LODI ­ 1 dato il suo appoggio ad una petizione
contro il burqa, presentata da circa 60

Non è il Bronx, deputati di tutte le fazioni, afferman­


do: “Non possiamo accettare nel no­
stro paese delle donne prigioniere

ma una città dietro una griglia, tagliate dalla vita


sociale, private di ogni identità. Non
è l’idea che la repubblica francese si

pulita e ordinata fa della dignità della donna”.


In Francia sarà quindi vietato l’uso
del niqab, ossia una cappa nera lunga
n Caro direttore, questa mattina fino a terra o quasi, che lascia scoper­
mi è capitato per caso tra le mani ti solo mani e occhi, e il burqa, an­
un pieghevole a firma di Lodi Pro­ ch’esso una lunga cappa, ma di solito
tagonista, declinazione locale di di color pastello, che copre persino gli
quelle associazioni nazionali come occhi con una sorta di rete, talvolta
Italia protagonista e Fare Occiden­ completato da lunghi guanti.
te che si preoccupano di tener ben Perché vietare burqua, niqab, e simili?
viva la corrente An all’interno del È innanzitutto un’ovvia questione di
Pdl. Non sia mai che Berlusconi di­ pubblica sicurezza, perché è impossi­
mentichi che nel suo partito c’è an­ bile identificare chi li indossa. Non si
che una forte componente che non
disprezza il Fascismo.
Comunque sia, il pieghevole in
questione era dedicato alle elezio­
Tre motivi sufficienti per dire basta a questa classe politica può dire se sotto quei metri di stoffa
si nasconda una donna oppure un uo­
mo. In effetti manca anche una legge
specifica, sostanzialmente, però, bur­
ni comunali di marzo. Ho trovato n Oggi vorrei, sempre che questo mi sfogo ne devo pagare 6 ? Una ragione seria, pur ce di approvare benefici alla classe politica qa e niqab sono vietati dalle leggi sul­
decisamente interessante la de­ vengo considerato degno di nota ed utile co­ giocando con la fantasia, non riesco proprio si è sempre tutti d’accordo. Non c’è destra o la sicurezza 152 del 1975 e dal decreto
scrizione della città che ne viene me stimolo di riflessione, fare un commen­ a trovarla. Aiutatemi voi! sinistra che tenga (e questo è un commento Pisanu del 2005, che impediscono di
fatta: una sorta di Bronx in preda to populista. 2) Cittadino del 10 febbraio 2010. “Sfiorata molto populista, ma di una verità imbaraz­ girare a volto coperto.
all’incuria e al degrado, con strade In fondo non c’è nulla di male nell’esserlo: la rissa in consiglio comunale”, il sindaco zante). E poi se c’è spaccatura, una parte de­ Il velo integrale viola, insieme ad al­
e marciapiedi dissestati, rifiuti significa mica esaltare i valori del popolo? “dobbiamo vergognarci di quanto avvenuto volva l’altra no!! Che problema c’è?  tre istituzioni praticate nel mondo
ovunque, mancanza totale di servi­ E chi meglio di una persona qualunque del questa sera in aula”. Leggendo i motivi, mi Gli ingredienti indigesti sono purtroppo islamico (basti pensare al valore di­
zi e di sicurezza, giovani costretti a popolo è degna e legittimata a criticare chi accorgo che si ricade ancora in quelle mani­ evidenti: l’egoismo e l’ingordigia il primo, mezzato attribuito dai tribunali isla­
fuggire altrove, addirittura asses­ ci governa? festazioni di solidarietà di un consigliere il nulla assoluto il secondo, l’inconcretezza mici alla testimonianza di una donna
sori malvagi che «sradicano, tra­ Vorrei riportare notizie diverse, apparente­ nei confronti di un altro per quanto gli ha il terzo, ma in fonfo in fondo in ciascun epi­ rispetto a quella di un uomo), il prin­
piantano e uccidono» gli alberi. mente sconnesse, ma che a mio modestissi­ detto un altro ancora. Ma mi chiedo. In che sodio sono presenti tutti in varie combina­ cipio fondamentale della parità tra
Io abito in una cittadina tranquil­ mo parere hanno un comune denominato­ lingua occorre raccontare a questi nostri zioni.  uomo e donna, mettendo in discussio­
la, pulita e ordinata; mi sposto quo­ re. dipendenti che non ce ne importa nulla del­ Concludo il mio intervento con un auspicio: ne uno dei fondamenti irrinunciabili
tidianamente in bici e onestamen­ Gli ingredienti di questa specie di “mine­ la loro reciproca solidarietà? Non possono “Voglio trovare dei politici onesti, che mi del sistema democratico. Il velo è
te non mi è mai capitato di dover strone”, decisamente indigesto sono i se­ risparmiarsi un po’ di questo sano e cattoli­ dicano che lo fanno per i soldi! In fondo quindi illegittimo perché contrastan­
fare il rally tra strade in rovina; guenti: co sentimento e limitarsi a parlare, discute­ ogni lavoratore fa il lavoro che fa in preva­ te con l’art. 29 della Costituzione, che
nella bella stagione studio all’aper­ 1) Fonte Il Sole 24 Ore del 10 febbraio: “Buo­ re e decidere di cose realmente importanti lenza per il denaro, e magari qualcuno rie­ sancisce l’uguaglianza morale e giu­
to e aree verdi non mi sono mai nuscita d’oro ai consiglieri del Pirellone. per i cittadini lodigiani?. Notate che non sce anche a trovarci una grande soddisfa­ ridica dei coniugi.
mancate. anzi, se vado in via 4 no­ L’indennità di fine mandato più alta arriva faccio i nomi, perché considero la faccenda zione, ma non credo che sia così per tutti. È giusto impedire che certe pratiche
vembre sono anche a due passi dal a 445mila euro. Per chi lascia la politica interessante come la parrucca di Platinet­ Nessuno si azzarderebbe mai a dire che un come burqa e niqab si possano diffon­
centro! previsto un vitalizio fino a 4.700 euro dopo i te! Ma in fondo anche ieri sera nel parla­ lavoratore non fa bene il suo mestiere per­ dere in un Paese come il nostro, dove
Abito in una città culturalmente sessant’anni”. E qui vengono i brividi a mento italiano si è sfiorata la rissa. Come a ché lo fa per lo stipendio. Vorrei solo perso­ le donne hanno lottato per decenni
vivace, tanto in inverno con le ras­ pensare che un politico, che sa esattamente dire: tutto il mondo è paese! ne che a fronte di un lauto compenso, fac­ per l’emancipazione e la libertà.
segne culturali quanto in estate che tra 5 anni dovrà tornare al voto, per 3) Sempre sul Cittadino del 10 febbraio 2010 ciano bene e con competenza il loro mestie­ A ciò si deve aggiungere che niqab e
con gli spettacoli, i concerti e il ci­ compensarsi del fatto che potrebbe non es­ “Il nostro compenso vada ai terremotati”, re, e che il lauto stipendio rappresenti dav­ burqa rendono più faticose e compli­
nema di Lodi al Sole; conosco tanti sere rieletto, si ricompensa del “dramma” “la proposta del …. Scatena il …”. “Il consi­ vero il perimetro e la totalità dei loro inte­ cate le più semplici attività quotidia­
ragazzi che grazie alla loro intra­ di perdere la poltrona con una buonuscita glio comunale di Lodi si è diviso sulla deci­ ressi economici”.  ne, dalla spesa al mercato all’uso dei
prendenza e all’aiuto del Comune pari ad un anno di stipendio. Una specie di sione di devolvere il gettone di presenza per Sono stufo di sentire che i politici sono tali mezzi pubblici, con l’aggravante, so­
hanno messo in piedi il Clam, cen­ cassa integrazione. gli abitanti di Haiti duramente segnati dal per vocazione, per altruismo. Non ci credo prattutto nel caso del burqa, di una ri­
tro di aggregazione giovanile che Ovviamente se dovesse essere rieletto, al sisma”. Premesso che ognuno deve essere per una semplice ragione, se così fosse vi­ duzione anche pericolosa del campo
con i suoi ricchi eventi fa il pieno­ termine dei suoi 10 anni di sudato lavoro ne libero di decidere liberamente ed in co­ vremmo in un paradiso, e non nella situa­ visivo. La parlamentare del Popolo
ne tutti i weekend. riceverà due di annualità in regalo, e così scienza delle proprie azioni caritatevoli, zione in cui siamo.  della Libertà, nativa del Marocco,
Quanto alla sicurezza. nel pieghe­ via se viene confermato per un’altra legi­ premesso che posso comprendere come Di due una è la cosa giusta: o i politici lavo­ Souad Sbai, a seguito dell’iniziativa
vole si accusa l’amministrazione slatura. Le leggi, quando riguardano i bene­ qualcuno magari faccia anche legittimo af­ rano per vocazione, ma forse è quella sba­ di Sarkozy, ha depositato alla Camera
di aver rifiutato le «pattuglie mi­ fit dei politici sono sempre ben fatte, non fidamento sul “gettone di presenza” per il gliata, oppure lavorano per i propri interes­ una proposta di legge “ad hoc” per
ste» del ministro La Russa. Ma è c’è spazio per nessun tipo di errore o dimen­ proprio bilancio familiare, premesso che a si. vietare il burqa, sostenendo che sia
dalle sole ronde che si misura la si­ ticanza. Ma perché non mettono lo stesso qualcun altro magari non interessa nulla di Non so se è meglio l’onestà senza capacità o inaccettabile che in una democrazia,
curezza di una città? O dalla sua impegno in altre materie? Ma più che altro Haiti, fatte tutte queste premesse, non rie­ la disonestà unita alla capacità. come l’Italia, una donna possa anda­
capacità di garantire la presenza la domanda è: perché se lavori per 5 anni te sco a capire come mai quando si tratta inve­ Maurizio Palumbo re in giro con il burqa, strumento che
delle Forze dell’Ordine senza che offende dignità della donna.
debbano essere gli stessi cittadini Il nostro auspicio è che questo dise­
a farsi giustizia? LODI ­ 3 energetica. Si tratta di quattro tipo­ pio”. LODI ­ 5 gno di legge possa essere approvato
Ammetto comunque che la descri­ logie di contributi che permettono Per approfondire, suggerire o sem­ dal Parlamento con il più ampio con­
zione offerta dal pieghevole è mol­
to pittoresca: potremmo proporla
come scenario del video di qualche
Proposte un’ottimizzazione nel processo di
combustione e di conseguenza una
netta diminuzione delle polveri sot­
plicemente conoscere il gruppo gio­
vane di Primavera Lodigiana vi in­
vitiamo ai gazebo di sabato 13 al
L’opposizione senso possibile, nella consapevolezza
che il burqa non è un simbolo religio­
so, ma di sottomissione che le donne
rapper da periferia americana. ma
con Lodi mi sembra che abbia ben
poco a che fare.
concrete tili emesse.
“Sono proposte concrete – continua
Lucio Toma – di come un comune
mattino in via Dante nei pressi del­
l’acquedotto e al pomeriggio nel
parcheggio della Coop. Domenica
parte col piede devono compiere a favore del clan
maschile della famiglia.
Andrea Dardi
Laura Tagliaferri
Segretario Provinciale Giovani Democratici per lo smog può influire in modo incisivo sulla
qualità dell’aria che ci circonda. Ta­
li incentivi sono stati oggetto di re­
saremo in zona San Bernardo nelle
vicinanze della chiesa fino alle ore
13.00.
sbagliato BANCA POPOLARE
LODI ­ 2 n Sempre più all’ordine del giorno
il problema delle polveri sottili che
cente introduzione in parecchie re­
altà locali più o meno limitrofe a
Ricordiamo anche il nostro sito in­
ternet www.primaveralodigiana.it e
n A Lodi la campagna elettorale è
avviata ed ancora una volta l’opposi­ I consiglieri
Ai gazebo soffocano la nostra città e l’intera
pianura padana. Primavera Lodi­
giana svela alcuni dettagli del pro­
Lodi e hanno dimostrato di poter
raggiungere due obiettivi che Pri­
mavera Lodigiana ritiene priorita­
potete trovarci anche su face book.
Primavera lodigiana
zione è partita con il piede sbagliato;
se fra contrapposti schieramenti
qualche battuta sopra le righe è fi­ saranno
per conoscere gramma elettorale per dare un con­
tributo concreto alla lotta contro
ri: la sensibilizzazione dei cittadini
a temi di sostenibilità ambientale
LODI ­ 4 siologica, è invece patologica l’in­
sistenza di alcuni grafomani che
riconfermati?
Sergio Tadi
l’inquinamento.
“Nessuno ha la bacchetta magica ­
chiosa il candidato sindaco Milane­
ed efficienza energetica, ed uno più
concreto, l’abbassamento sostanzia­
le del livello delle polveri sottili pre­
Morsello confezionando «n numero esagera­
to di lettere a “il Cittadino», pur
non coprendo alcun ruolo, politico n Caro Pallavera, ho appreso dall’arti­

n Egregio Direttore, le scrivo per


chiedere un piccolo spazio nella
si ­ tuttavia è dovere delle istituzio­
ni e dei cittadini stessi adottare ac­
corgimenti per fare fronte al proble­
senti nell’aria”.
“Sebbene alcuni degli interventi
proposti, ­ continua Milanesi ­ come
candidato sociale ed economico, sistematica­
mente attaccano l’amministrazio­
ne comunale ed in primis il sinda­
colo di Lorenzo Rinaldi che alla presi­
denza della Banca Popolare di Lodi
hanno fatto fuori (ma ti pareva...) Enri­
rubrica delle lettere del Suo gior­
nale.
Ho appena letto, sconcertato, la let­
ma delle polveri sottili. Non è più
accettabile assistere al gioco dello
scarica barile tra comune e regione.
quello per l’installazione di caldaie
a condensazione, gode già a livello
nazionale di incentivi per il rispar­
per l’Idv co Guerini con evidente faziosità
andando oltre la legittima denun­
cia per le manchevolezze di cui
co Perotti e che in corsa per la sua pol­
trona ci sono un imprenditore (Franco
Curioni), un politico (Duccio Castellot­
tera pubblicata oggi (11 febbraio) a Un’azione congiunta è auspicabile, mio energetico con una detrazione n Italia dei Valori Lodi informa che non è esente anche la nostra città. ti) e un cattedratico (Mario Minoia).
firma Italia dei Valori con cui si ma occorre che ogni amministra­ del 55% della spesa sostenuta, sia­ il dr. Luigi Morsello, già direttore del Considerata tanta sentenziosa com­ Non siete stati altrettanto chiari su
tenta di attaccare Tadi. zione comunale faccia il possibile mo consapevoli che gran parte dei carcere di Lodi, sarà un nostro can­ petenza in tutti i settori urbani, sa­ chi c’è in corsa per il consiglio d’am­
Vorrei invitare i lettori ad andare a per migliorare la qualità dell’aria. cittadini non sono al corrente della didato alle prossime elezioni comu­ rebbe ora di abbandonare il ruolo ministrazione. Potete dedicare ad es­
visitare su You Tube il canale Ser­ La minaccia economica rappresen­ possibilità di fruire di tali sgravi fi­ nali di Lodi. di fiancheggiatori occulti ed espor­ so un articolo?
giotadisindaco. Qui troveranno tata dalle sanzioni Ue è soltanto scali. Per questo motivo riteniamo Già direttore del carcere di Lodi sino si in prima persona, mettendosi in E poi, una domanda spudorata: tu cosa
una serie di video relativi alla se­ l’ennesimo campanello d’allarme: il fondamentale, al fianco di una cam­ al 2005, si è distinto sia come ispira­ leale competizione coi cosiddetti ne pensi? Non sarebbe doveroso, come
rata pubblica durante la quale ha comune ha il dovere di difendere e pagna di comunicazione capillare tore del mensile interno «Uomini li­ professionisti della politica. hai scritto in un recente articolo, che
presentato il suo programma con tutelare la salute dei suoi cittadini sui contributi erogabili, l’introdu­ beri», allegato de «il Cittadino», sia Il meccanismo è semplicissimo: anche per le altre poltrone ci sia un bel
l’appoggio dei rappresentanti di attraverso delle politiche ambienta­ zione di uno sportello fiscale per per l’impulso dato per la costruzione I) Metterci la faccia (indispensabi­ rimescolamento di carte? Questi perso­
Lega Nord e Lista Civica Insieme li al passo con i tempi. È ora di sta­ l’assistenza ai cittadini che voglio­ nel carcere di un nuovo edificio su le curriculum e relative competen­ naggi sono ben pagati, ma mi chiedo se
per il Lodigiano. bilire delle priorità. Non basta no accedere a tali incentivi o sem­ tre piani per le attività trattamentali ze) hanno espletato appieno il mandato ri­
Non aggiungo commenti alla lette­ quindi qualche periodico e sporadi­ plicemente reperire informazioni. e una infermeria detenuti, prima II) Scegliere la formazione a cui cevuto...
ra di Italia dei Valori. Lascio giudi­ co accorgimento, ma un’azione ca­ Oggi non è più prioritario, ma ne­ inesistente. aggregarsi (possibilmente vincen­ Angelo Ferrari
care ai lettori che visioneranno i pillare che vada a toccare diversi cessario un intervento dell’ammini­ Egli ha dato corpo alla sua forza te)
video di quella serata se Tadi è un aspetti del quotidiano”. strazione comunale per dare un espressiva, più volte comprovata con III) Predisporre un programma Caro Ferrari, chi siede nei Cda delle
candidato privo di contenuti, se Ta­ Primavera Lodigiana propone l’in­ nuovo corso alle politiche ambien­ interventi sui quotidiani locali, pub­ elettorale credibile e possibilmen­ banche, grazie al lauto emolumento
di è contro le forze dell’Ordine, se troduzione di campagne di incenti­ tali.” blicando un libro di memorie che sta te inedito percepito, non vuol mai farsi da parte.
Tadi addirittura litiga con i suoi vi su quattro fronti: a) contributi “Primavera Lodigiana ­ argomenta presentando in tutta Italia proprio IV) Trovare le risorse per la cam­ I lodigiani presenti nei consigli della
alleati (!!!).Approfitto inoltre del­ per l’acquisto di mezzi di trasporto Riccardo Ferrari ­ punta molto sul in questi giorni Ci ha colpito lo spiri­ pagna elettorale Banca Popolare o del Banco veronese
l’occasione per invitare tutti i con­ a basso impatto ambientale in sosti­ tema della mobilità sostenibile da to di servizio con cui Luigi Morsello V) Raccogliere tanti ma tanti con­ dovrebbero mettersi davanti allo spec­
cittadini ad avvicinarsi ai gazebo tuzione di veicoli inquinanti, b) attuare mediante l’utilizzo di mezzi si è messo a disposizione di Italia dei sensi (almeno un voto in più degli chio e chiedersi: io cosa ho fatto per
della Lega Nord per poter conosce­ contributi per la trasformazione a pubblici (da potenziare) e attraverso Valori e in appoggio alla candidatu­ avversari) condizione indispensa­ far crescere la banca? Quali vantag­
re meglio il programma stesso e gas di veicoli alimentati a benzina, l’incentivo all’uso di auto ecologi­ ra di Lorenzo Guerini. bile per vincere. gio ho portato alla gente e al territo­
parlare con noi dei progetti della c) incentivi per chi sostituisce la che, prevedendo la gratuità per la so­ La Sua vasta esperienza, il suo entu­ Chiunque riesca a conseguire que­ rio lodigiano? Mi sono solo limitato a
coalizione a supporto di Tadi. vecchia caldaia con modelli nuovi a sta alle auto a basso impatto am­ siasmo e il suo dinamismo di giova­ sti risultati, a buon diritto può con­ intascare il compenso che mi era desti­
Grazie per l’ospitalità. condensazione, d) incentivi per i bientale. Le navette gratuite che da ne settanduenne ci saranno di gran­ siderarsi un professionista della nato? Dopo aver risposto a queste do­
Mario De Filippo cittadini che sostituiscono i camini parcheggi di interscambio esterni de aiuto. politica. mande ­ e alla propria coscienza ­
Militante Lega Nord a camera aperta con termocamini a portano in centro e in altre zone uti­ Giambattista Pera Il resto è roba da dilettanti. ogni considerazione verrà da sè.
mario.defilippo@gmail.com camera chiusa ad alta efficienza li della città sono un ulteriore esem­ Coordinatore Provinciale Italia dei valori Cristina Marchini Felisi Ferruccio Pallavera
LUNEDÌ 15 FEBBRAIO 2010 19
il Cittadino
Lettere & Opinioni
LODI LAVORO lì” come se si trattasse di un sacco
della spazzatura. Ovviamente ho pre­

Una menzogna teso che un operatore si prendesse


cura della persona che avevo accom­
pagnato.

il rifiuto Forse non sono riuscita a far capire


che cercavo aiuto per una persona in
difficoltà! Tuttavia mi domando se è

delle pattuglie così che il Sert “garantisce acco­


glienza, diagnosi e presa in carico del
paziente” come si evince dall’ ”offer­
n Caro Direttore, su un pieghevole di ta di prestazioni” pubblicata sul Sito
propaganda elettorale distribuito in que­ internet nella pagina del Diparti­
sti giorni in città dall’associazione Lodi mento Prevenzione dell’Asl di Lodi.
Protagonista, tra le molte falsità che ven­ Lettera firmata
gono attribuite all’amministrazione co­
munale che presiedo ne viene citata una, CRONACA
in particolare, che è una pura menzo­
gna. Si sostiene, infatti, che l’ammini­
strazione avrebbe “rifiutato le pattuglie
miste offerte alla città dal ministro La
Le condanne
Russa”. Come dimostra inequivocabil­
mente la lettera che trasmetto in allega­
to, l’indomani del vago annuncio, fatto
si scontino
nel corso di un comizio elettorale, di vo­
ler estendere l’impiego dell’esercito in
funzioni di ordine pubblico a tutti i capo­
in Romania
luoghi di Provincia “a partire da Lodi”, n I recenti fatti di Torino mi spingo­
ho personalmente scritto al ministro, no, come consigliere del Presidente
manifestando “la mia disponibilità ed il del Senato della Romania, a farmi
mio interesse affinché si valuti la possi­ carico , per il bene della numerosa
bilità di praticare questa esperienza an­ comunità rumena in Italia, non solo
che a Lodi”. ad esprimere la totale condanna ver­
L’ho fatto, come sottolineavo ancora nel­ so questi atti e le sincere scusa alle
la lettera, “con sincero spirito di collabo­ vittime e ai loro famigliari ma a
razione istituzionale”, perché sono abi­ chiedere al Governo Rumeno una li­
tuato a prendere sul serio le istituzioni e nea di maggiore fermezza verso colo­
a dar credito a ciò che dicono, pur ricor­ ro che si macchiano di simili reati.
dando al ministro che il suo collega degli Infatti, i crimini di costoro si riper­
Interni, Roberto Maroni, in una riunio­ cuotono in modo diretto sopra tutta
ne in Prefettura del Comitato Provincia­ la comunità rumena in Italia, cau­
le per l’Ordine e la Sicurezza, aveva defi­
nito l’impiego dell’esercito una misura
non necessaria per una realtà come
quella della città di Lodi, in considera­
Perché nessuno ha voluto informare anche i sindacati? sando incomprensioni, diffidenden­
za e ostilitilità, come il caso della ra­
gazza di Solesino ha tristemente por­
tato alla luce.
zione di una situazione oggettivamente n Con riferimento all’articolo comparso dei lavoratori è stato ridotto anche del 50% no proprio uno strumento pensato per que­ La comunità rumena nel suo com­
lontana da qualsiasi profilo di emergen­ sull’edizione di venerdì 5 febbraio che ri­ seguendo certo la corretta procedura pres­ sti momenti di difficoltà: le aziende riduco­ plesso è, per usare le parole del Mini­
za. guardava la crisi e le strategie messe in atto so la Direzione provinciale del lavoro, ma no immediatamente i costi del personale e il stro Maroni, «una comunità ben in­
Da allora, era il 25 maggio 2009, ho dovu­ dalle società del Gruppo Arcobaleno di Ca­ senza nessun tipo di accordo sindacale che lavoratore recupera quasi l’80% della parte tegrata, è la più numerosa, porta
to prendere atto del carattere di pura salmaiocco, ci terremmo a fare alcune con­ avrebbe permesso ai lavoratori di ricevere di stipendio decurtato con un’indennità da grandi vantaggi all’economia e alla
boutade elettorale dell’annuncio del mi­ siderazioni e a porre alcuni quesiti. un’indennità da parte dello stato. Quindi parte dell’Inps. La vostra azienda vi ha in­ società italiana». Proprio per queste
nistro La Russa, dato che non si è visto Premettiamo che per chi fa il nostro mestie­ chiedo all’azienda: perché non ci avete chia­ formato prima di chiedervi di ridurre l’ora­ ragioni per rendere onore ai tanti
nessun progetto di impiego dell’esercito re in questo momento storico leggere che mato anche per quei lavoratori? In “gergo” rio e lo stipendio che esistono le casse inte­ rumeni che ogni giorno vivono one­
in tutti i capoluoghi di Provincia d’Italia un’azienda riesce a tenere duro e a mante­ noi la chiamiamo decisione unilaterale e grazioni e i contratti di solidarietà anche in stamente con le loro famiglie in Ita­
e che il ministro non è neppure riuscito nere l’occupazione è motivo di grande sol­ siamo sempre dispiaciuti quando capita. deroga per permettere a tutti i lavoratori e lia, che il Governo Rumeno deve mo­
a trovare il tempo per rispondere alla lievo e gioia, e non c’è nessuna volontà di­ La stessa domanda sorge anche per i lavora­ a tutte le aziende di usufruirne? bilitarsi affinché chi sbaglia e com­
proposta di collaborazione del sindaco di struttiva nelle righe che seguiranno. Cre­ tori: perché non ci avete chiamato? Concludo rivolgendo la stessa domanda an­ mette reati nella penisola sia dura­
Lodi, città che lui stesso aveva designato diamo però che le informazioni debbano es­ Lette le premesse di questo scritto, il nostro che ai giornalisti che non hanno più ritenu­ mente condannato.
come “apripista” di questa iniziativa. sere date in maniera corretta solo dopo aver apporto sarebbe stato soltanto costruttivo, to opportuno dare queste informazioni con Chi commette un reato oltre a recare
Grazie dell’attenzione, cordiali salu­ ascoltato tutte le parti in gioco. informativo e d’appoggio ma vi avrebbe tu­ un articolo. Perchè non ci avete chiamato? danno al popolo italiano reca un dan­
ti. L’azienda ha convocato i sindacati per ap­ telato di più e vi avrebbe permesso di rice­ Sonia Curti no enorme alla comunità rumena e
Lorenzo Guerini plicare gli ammortizzatori in deroga per al­ vere un’integrazione allo stipendio pur ri­ Segretario Generale Fisascat Cisl Lodi alla Romania. Per questo motivo sa­
Sindaco di Lodi cune delle società collegate al gruppo, ma ducendo l’orario di lavoro e i costi a carico Mario Santini rebbe auspicabile che quanto prima,
non per tutte e dove non l’ha fatto l’orario dell’azienda. Gli ammortizzatori sociali so­ Segretario Generale Filcams Cgil seguendo l’esempio del Governo Ita­
REGIONALI liano, si dia immediata attuazione
alla ricezione nell’ordimento giuri­

Stavolta dopo l’armistizio, nell’Istria abbandona­


ta dai soldati italiani e non ancora con­
trollata dai tedeschi, quando i partigiani
no è doveroso ricordare e commemo­
rare uno degli episodi più dolorosi
della nostra storia, il massacro delle
campi di sterminio, crudele fu quel­
lo dei comunisti Jugoslavi nelle Foi­
be, massacro che coinvolse moltissi­
mo Lodi è una città da cui molti più
cittadini escono per recarsi in altre
città sia per lavorare che per studia­
dico rumeno della decisione quadro
GAI 2008/909 in materia di reciproco
riconoscimento delle sentenze pena­

non faremo slavi gettarono nelle foibe (fosse rocciose


profonde fino a 200 metri) centinaia di
cittadini italiani considerati «nemici del
foibe; un massacro taciuto troppo a
lungo, un massacro nascosto e spes­
so minimizzato, ma non per questo
mi italiani, ma anche sloveni e gli
stessi appartenenti al Comitato di
Liberazione Nazionale oppostisi alle
re, non sarebbe male considerare le
esigenze di questi “ipotetici” fre­
quentatori che spesso, rientrando in
li.
In particolare, la decisione quadro
consente a ciascuno Stato membro

i “bucalon” popolo». Ma fu nel 1945, durante i qua­


ranta giorni dell’occupazione jugoslava,
dall’ingresso di Tito il 1 maggio fino al­
meno grave, anzi.
Questa mia lettera arriverà sicura­
mente in ritardo per il “Giorno del
stragi.
Una lunga serie di errori è quello
che la storia ci consegna: errori delle
città in macchina o scendendo da un
treno alle ore 19,00 (minimo) riesca­
no a concedersi ciò che una città (ca­
della Unione Europea di far scontare
nello Stato di cittadinanza del con­
dannato la pena inflitta dalla propria
n Caro Signor direttore,ho letto oggi l’arrivo delle truppe anglo ­ americane a Ricordo”, il 10 Febbraio, in cui è sta­ amministrazioni italiane nel fomen­ poluogo di Provincia) dovrebbe offri­ autorità giudiziaria, prescindendo,
che il signor Santantonio è il candida­ metà giugno, che la carneficina delle foi­ to giustamente deliberato di ricorda­ tare l’odio interculturale; tragici er­ re. Speriamo che questi calcoli ven­ nei casi più gravi, dal consenso del
to dei comunisti perché parla agli agri­ be raggiunse l’apice dell’orrore. Lo ster­ re questa indegna strage. Non credo rori (ed orrori) degli Jugoslavi nel gano fatti, in modo da poter ottimiz­ condannato.
coltori del Lodigiano. Può darsi che minio fu condotto senza distinzioni poli­ però che questo renda le mie parole compiere lo sterminio; errori degli zare questa struttura certamente Si provveda, inoltre, a rafforzare gli
parli agli agricoltori ma con me non tiche, razziali ed economiche, seguendo inutili: il nostro dovere, come giova­ Alleati nel permettere che questo moderna ed efficiente, riuscendo a organici del contingente di polizia
ha mai parlato, se no gli avrei detto le direttive di Tito che ordinava di elimi­ ni e come cittadini impegnati, non è sterminio avvenisse; errori di chi servire molti più cittadini. rumena in Italia, in modo da fornire
“caro Assessore, se ami così tanto la nare i fautori del nazionalismo. quello di sfruttare una giornata par­ negli anni avrebbe dovuto protesta­ Paolo Angelo Bergomi agli inquirenti italiani un valido
campagna di Massalengo perché ci hai Furono arrestati fascisti, anti­fascisti e ticolare per fare propaganda o erger­ re, ricordare, anche fare giustizia… strumento di prevenzione generale.
fatto costruire dei capannoni che sono partigiani, cattolici ed ebrei, uomini, ci a paladini ma quello di ricordare e e invece cercò di insabbiare e dimen­ SANITÀ Sarebbe altresì auspicabile che i Mi­
più grandi dei campi che aro?”. donne, vecchi e bambini, industriali, favorire la ricerca della verità 365 ticare. nisteri degli Interni dei due Paesi
È ora di smetterla di raccontare balle,
direttore, questa gente pensa che noi
siamo scemi ma stavolta non faremo i
agricoltori, pescatori, poliziotti e carabi­
nieri, militari e civili, secondo un dise­
gno che prevedeva l’epurazione attraver­
giorni l’anno, in modo che una trage­
dia simile non si ripeta.
Come spesso ci siamo trovati ad af­
Il dovere che ora abbiamo è quello di
non aggiungere un nuovo errore a
questa lunga serie: non scadere nella
Sarebbe questa studino la fattibilità di scambi tra
Questure italiane e rumene di perso­
nale in modo da permettere agli ope­
bucalon. Santantonio, le tue balle e
quelle del tuo partito valle a racconta­
re ai tuoi amici e alle tue amiche. Io
so torture, fucilazioni e infoibamenti.
Complessivamente gli italiani scompar­
si per mano jugoslava furono oltre 15 mi­
fermare nelle nostre lettere, la storia
è una materia complessa e articola­
ta, che per la sua importanza va ma­
retorica unilaterale ma ricordare
per intero questa tragedia, in tutte le
sue sfaccettature, condannare l’ecci­
l’accoglienza ratori della pubblica sicurezza di co­
noscere direttamente le diverse real­
tà sociali e culturali.
stavolta voto Lega.
Luigi Bertolini
Massalengo
la. La maggior parte degli arrestati veni­
va uccisa senza processo e gettata nelle
foibe, le profondissime voragini carsiche
neggiata con cura e senza preconcet­
ti di sorta, siano questi ideologici o
di altro tipo.
dio in ogni sua forma e l’odio reci­
proco che lo ha procurato.
Mattia Mozzicato
del Sert? Alla comunità rumena chiedo di col­
laborare , qualora si verifichino si­
tuazioni di illegalità, con le autorità
perché non bisognava lasciare traccia. Bisogna saper vedere e condannare n Sono una cittadina di Mairago e italiane e rumene senza alcun timo­
FOIBE ­ 1 La persecuzione, soprattutto in quella un errore, non bisogna mai fermarsi LODI scrivo questa lettera per denunciare re . Ogni atto criminale che si riusci­
«terra di nessuno» vicina al confine sot­ alla superficie delle cose. quanto mi è accaduto domenica 7 rà ad evitare o a far punire sarà un

Importante toposta all’amministrazione jugoslava,


la violenza e l’efferatezza delle esecuzio­
ni, precedute spesso da processi somma­
L’articolo 1 della legge 30 marzo 2004
n. 92 recita: “La Repubblica ricono­
sce il 10 febbraio quale «Giorno del
Nuova piscina, Febbraio 2010. In quella giornata in­
torno alle 14.00 mi sono recata al bar
per un caffè. Seduto ad un tavolo, in­
vantaggio per tutti , in quanto la si­
curezza , la legalità e la certezza del­
la pena sono valori che non devono

strumento ri, torture e linciaggi, determinarono


l’esodo che nel dopoguerra allontanò
quasi tutta la popolazione italiana dal­
ricordo» al fine di conservare e rin­
novare la memoria della tragedia de­
gli italiani e di tutte le vittime delle
si pensi anche sieme ad altri clienti, c’era una per­
sona in palese stato di difficoltà: ri­
cordava di essere ospite del Sert di
conoscere cittadinanza.
Marian Mocanu
Consigliere del Presidente del Senato

informativo l’Istria( 350.000 persone circa). Ancora


oggi, dopo circa sessant’anni, non ci so­
no cifre ufficiali relative ai deportati, agli
foibe, dell’esodo dalle loro terre degli
istriani, fiumani e dalmati nel secon­
do dopoguerra e della più complessa
a orari diversi Lodi (Servizio Territoriale per le di­
pendenze) e di essere arrivato a Mai­
rago a piedi nella mattinata percor­ HOCKEY
della Romania

n Come per la giornata della memoria, italiani uccisi durante la prigionia e, so­ vicenda del confine orientale”; un n La nuova piscina comunale, pro­ rendo la Via Emilia.
la nostra associazione ha realizzato una
brochure informativa distribuita alle
scuole e alle amministrazioni locali per
prattutto, agli infoibati scomparsi nel­
l’autunno del ‘43 e nella primavera del
‘45. Non sono, però, gli zeri in più o in
articolo più che mai prezioso perché
si sforza di non banalizzare quella
che è una vicenda lunga e tormenta­
getto avveniristico che andrà a com­
pletare un complesso sportivo in uso
da molti anni, e a cui tutti noi “nuo­
Insieme ad altre persone presenti si
decide di chiamare il 118 spiegando­
ne la ragione. Il Pronto Intervento ha
Alberto Losi,
sensibilizzare l’opinione pubblica e i gio­
vani sul tema della foibe.
In queste brevi righe, riassumiamo le
meno a ridurre la portata di questa tra­
gedia, di cui è importante conoscere le
cause e le dinamiche per evitare che in
ta.
L’Istria, la Dalmazia, Fiume, non so­
no certo territori comparsi con la fi­
tatori” siamo affezionati.
Pannelli fotovoltaici, riscaldamento
eco­sostenibile, materiali di pregio e
ovviamente altri compiti e quindi
suggeriscono di chiamare il centrali­
no dell’ospedale di Lodi per poter av­
un guerriero
parti salienti delle vicenda, per troppo
tempo volutamente ignorata, affinché
tutti possano ricordare che quando si
futuro qualunque essere umano si possa
ritrovare protagonista, vittima o carnefi­
ce, di una storia di persecuzione. Il 10 feb­
ne della seconda guerra mondiale;
sono al contrario territori che da
sempre ospitano incontri (e spesso
chissà quali altre meraviglie ci riser­
verà l’impianto che il Comune ha de­
ciso, dopo parecchi anni, di realizza­
vertire il Sert della presenza di que­
sta persona. “A quest’ora non c’è nes­
suno” mi viene detto dall’operatore
laudense
parla di morti non esiste colore politico, braio è un giorno per ricordare, per rac­ scontri) tra culture diverse. re. Una cosa mi sembra però dovero­ “chiami un taxi e lo faccia riaccom­ n L’Inespugnabile
ma è necessario operare una vera presa contare, per capire e condividere la me­ Dipingere queste terre come pura­ so sottolineare, e spero, anzi speria­ pagnare a Lodi”. ... Eccolo entrar nella piatta arena
di coscienza, ricordando che le guerre moria dopo anni di silenzi. mente italiane sarebbe un errore, mo che questi impianti possano esse­ Peccato che la persona in oggetto ha espression non propriamente se­
non portano mai nulla di buono e semi­ Attraverso queste poche righe tratte dal­ poiché la storia ci insegna diversa­ re utilizzati al meglio, che possano non disponga di un centesimo nep­ rena,
nano solo morti e sofferenze. la nostra brochure, il nostro intento re­ mente. Furono molti i passaggi di servire molti più utenti di quanti si­ pure per bere un caffè che gli viene timori e incertezze si fanno avanti
Il Giorno del ricordo in Italia si celebra il sta quello di creare quegli strumenti in­ mano, da Venezia all’Impero Austro­ no ad ora sostenuti dalla Faustina, offerto da un cliente del bar. Mentre ma la sua forza è ancora domata.
10 febbraio, in memoria delle vittime del­ formativi che permettano a tutti noi di Ungarico fino ad arrivare all’Italia, che costringeva (loro malgrado) ad sono al telefono con l’operatore in Con l’armatura ondeggiando avanza
le foibe e del genocidio anti­italiano com­ conoscere la storia e riflettere sui suoi ac­ ultimo passaggio avvenuto nel 1918 e un utilizzo dell’impianto in maniera sottofondo mi arriva il commento di approntandosi ad ogni evenienza,
messo dagli jugoslavi e dell’esodo giulia­ cadimenti che nel bene e nel male hanno non certo in modo indolore; vi furo­ poco consona ad un’attività sportiva. una voce femminile “El pudeva sta ricever colpi tiri e mazzate
no­dalmata. scritto pagine importanti della nostra no discriminazioni e violenze verso Gli orari ridotti (18,30 alle 20,30) co­ due l’era…adess ch’el se rangia!”. Re­ fa parte del gioco, non son mai ritira­
Lo stesso, è stato istituito con la legge n. esistenza. gli slavi da parte delle amministra­ stringono i frequentatori a gettarsi sto allibita. te...
92 del 30 marzo 2004 e concede anche un Francesco Piazza zioni italiane, troppo rigide di fronte nelle corsie sperando di poter così Mi rivolgo allora al 112: non è di loro Ma lui con calma e dosato controllo
riconoscimento ai congiunti degli infoi­ Presidente Associazione La Contea Mele­ ad una realtà che era invece flessibi­ ammortizzare la spesa d’ingresso competenza, mi dicono “chiami il non lascia mai la sua squadra a mol­
bati. gnano le e multiculturale. (oltre le 4 Euro) , soprattutto per il li­ 118”. A questo punto non riuscendo lo...
Questa legge, ottenuta dopo anni e anni La cultura slava fu a lungo disprez­ mitato tempo a disposizione. Nessun più a controllare la rabbia mi sfugge È un Laudense guerriero
di battaglie, segna un mutamento di at­ FOIBE ­ 2 zata e martoriata senza pensare alle impianto in Lombardia (o pochissi­ un “porca miseria ditemi cosa devo dal comportamento fiero,
teggiamento da parte della comunità na­ conseguenze, all’odio e al risenti­ mi) restano aperti al pubblico per co­ fare!”. Il carabiniere offeso mi ricor­ ricorda il Fanfulla dal medieval de­
zionale nei confronti degli esuli giuliani.
Ma cosa furono le foibe? La terribile pa­
gina di storia a cui fa riferimento il Gior­
Una tragedia mento che questo avrebbe potuto
portare.
L’odio genera odio, come ben sappia­
sì poco tempo (vi consiglio, di infor­
marvi perché resterete sbalorditi
dall’orario prolungato di alcune pi­
da che non è mio fratello.
Ormai sfiduciata decido di riaccom­
pagnare a Lodi la persona, che nel
stino
di vincer sempre senza un inchino.
È un grande portiere di uno sport ve­
no del Ricordo è quella che interessò i
territori dell’Istria a partire dall’autun­
no del ‘43, subito dopo l’armistizio, fino
da ricordare mo, e alla fine si riversa sempre sui
più deboli.
La violenza in Istria e Dalmazia fu
scine che restano aperte fino alle
22,30), che poveri si trovano spesso a
dover nuotare in 10/15 persone per
frattempo dimostrava uno stato di
profonda ansietà. Giunti al Sert con
la mia auto, dopo aver suonato il
loce
che tiene alto il Lodigiano orgoglio.
È un campione da inserir fra i vir­
al 1947, dove furono rastrellate, deportate
e uccise migliaia di persone, per lo più
italiani, dalle truppe jugoslave.
senza retorica terribile e senza pietà, andando ben
oltre i confini della politica: crudele
fu il massacro delle Ss naziste nella
corsia, trasformando un momento
rilassante in un’agonia stressante e
scomoda. Considerando poi (senza
campanello si affaccia alla finestra
del primo piano una persona alla
quale spiego la ragione della mia pre­
tuosi è proprio lui il nostro Alberto
Losi.
... con fervida ammirazione...
L’inizio dell’eccidio risale al ‘43, subito n Gentile direttore, anche quest’an­ Risiera di San Sabba e negli altri essere dei geni) che come ben sappia­ senza e ne ottengo un “si va ben lasel Giamba Cremascoli
20 LUNEDÌ 15 FEBBRAIO 2010

il Cittadino
Lettere & Opinioni
POLITICA LODI VECCHIO tato di cittadini, evitando l’ennesi­
ma speculazione edilizia e l’ennesi­

Orgoglioso ma colata di cemento sul Parco


Agricolo Sud Milano. Ho chiesto ai
Presidenti delle commissioni riuni­

di lavorare te congiuntamente di far avere i ma­


teriali del comitato e il verbale della
commissione odierna al Presidente

a questo sogno Podestà, titolare delle deleghe al­


l’ambiente e al Parco Agricolo Sud
Milano, così da coinvolgerlo diretta­
n Egregio direttore, sono da poco mente in questa importante batta­
tornato dal 1° Congresso Nazionale glia in difesa del Parco.
dell’Italia dei Valori e sono ancora Penso sia opportuno riconvocare la
emozionato, pieno di quella carica commissione iniziata oggi proprio
genuina che queste occasioni danno presso la Campagnetta così che Pre­
a chi vi partecipa. sidente e consiglieri si possano ren­
È stata un’esperienza entusiasmante, dere conto di persona di che cosa si
la prima per me. sta parlando e dell’importanza che
Da quel microfono, posizionato al quel territorio di terra riveste per i
centro del palco abbiamo avuto l’ono­ cittadini e per il territorio, collegan­
re di ascoltare persone che tutti i do due lembi del Parco Sud.
giorni lavorano e lottano per ridare a Alle giuste rivendicazioni dei citta­
questo Paese la speranza di un futu­ dini va data una risposta costrutti­
ro. va. Bisogna innanzitutto salvaguar­
Uomini e donne, giovani e meno gio­ dare l’interesse pubblico e, in que­
vani, iscritti e non iscritti ad IdV, più sto senso, è opportuno ascoltare an­
o meno “famosi”, ma con il sogno co­ che il Comune di San Donato, la cui
mune di un’Italia libera da corruzio­ maggioranza di centrodestra, pur­
ne, mafia, familismi, imbrogli, favori­ troppo, seppure spaccata, ha votato
tismi, lobby di potere. contro gli ordini del giorno in difesa
Persone competenti e informate che della Campagnetta.
hanno davvero a cuore il destino di Ho chiesto che, vista la comunanza
questo Paese e che tutti i giorni lotta­ di vedute espressa da tutti i consi­
no per le fasce più deboli della popo­ glieri e gli assessori presenti alla
lazione, per la meritocrazia del “siste­ commissione di oggi, si valuti l’op­
ma Italia”, per la creazione di una portunità che il consiglio provincia­
struttura forte che consenta a tutti i le deliberi subito con un documento
cittadini (onesti) di avere un solido votato all’unanimità nel quale si
punto di riferimento. esprima la volontà di mantenere a
Essi, noi non abbiamo dimenticato verde e a parco la destinazione
che i veri eroi nazionali sono le perso­
ne che questo Paese l’hanno servito
fino al punto di pagare con la loro vi­
ta, come i giudici Falcone e Borselli­
Mai in discussione correttezza e trasparenza del concorso d’uso della Campagnetta per la sua
importanza sovracomunale. Mi au­
guro che dalla maggioranza e dal
Presidente Podestà venga un’assun­
no, Peppino Impastato, Beppe Alfa­ n Gentile Direttore, con riferimento alla determinato; ­ tutte le procedure sono state svolte nel zione di responsabilità in questo
no. Loro sono i nostri punti di riferi­ lettera a firma gruppo consiliare «Uniti ­ per tutti i concorsi, come previsto dal Re­ rispetto delle regole e del principio di im­ senso, rispettoso della grande mobi­
mento, non lo stalliere Mangano! per Lodi Vecchio», pubblicata sul numero golamento Comunale, la Commissione è parzialità a tutela dei diritti dei concor­ litazione, delle competenze e degli
Persone che mettono in campo cono­ del 10 febbraio corrente anno, avendo ri­ stata nominata con propria Determina, renti, tenendo conto ovviamente del­ sforzi fatti dalla cittadinanza e dal
scenze e competenze per lo sviluppo scontrato che dalla stessa non risultano dal Responsabile del Settore al quale era l’obiettivo di assicurare all’ente persona­ Comitato.
di progetti seri, non slogan che pun­ alcune informazioni che potrebbero esse­ destinato il dipendente da assumere; le preparato e capace; Massimo Gatti
tano solo a colpire la “pancia” degli re importanti per consentire ai lettori di ­ la Commissione sempre in base a quanto ­ in nessun caso sono stati mai messi in di­ Capogruppo in Consiglio provinciale
elettori. formarsi una opinione in base ad una co­ previsto dal Regolamento Comunale , è scussione: la regolarità, correttezza e tra­ per Lista civica un’Altra Provincia­Prc­
Persone che mettono al centro del lo­ noscenza più completa dei fatti piuttosto formata dal Segretario Comunale con sparenza delle procedure concorsuali, Pdci ­ Provincia di Milano
ro lavoro l’essere umano e il mondo che solo in base alla valutazione dei fatti funzioni di Presidente, da componenti l’esito delle stesse od il comportamento dei
in cui viviamo. medesimi da parte di altri, si ritiene di do­ esperti, che possono essere interni od componenti delle commissioni né sono sta­ LODI
Certamente possiamo, anzi, dobbia­ ver fornire le informazioni che seguono: esterni all’Ente, oltre che da un Segreta­ te fatte contestazioni o rilievi in merito.
mo migliorare. Ma le potenzialità e lo
spirito giusto ci sono.
Il Congresso ha scelto di affidare le
­ l’assunzione alla quale ci si riferisce nel­
la lettera del 10 febbraio, è stata effettua­
ta mediante concorso pubblico, quindi in
rio, che è un dipendente dell’Ufficio Per­
sonale;
­ per tutti i concorsi che sono stati fatti, ha
Stante la finalità meramente chiarificatri­
ce della presente non ritengo di dover ag­
giungere altro se non il mio nome e ruolo
Sono diversi
redini dell’Italia dei Valori al presi­
dente Antonio Di Pietro.
Ne sono felice. Tonino è una persona
seguito al superamento di prove, assegna­
te e valutate da una Commissione;
­ allo stesso modo sono state fatte, presso
sempre fatto parte della Commissione co­
me esperto il Responsabile del Settore ol­
tre ad un esperto esterno, (due esperti
nel Comune di Lodi Vecchio, lasciando a
chi legge, ed in particolare a chi legge
avendo avuto modo di conoscere nel tempo
gli accenti
genuina, con un sorriso sincero e
non “pubblicitario”, umano e non
stampato in faccia da operazioni chi­
il Comune di Lodi Vecchio, nel periodo dal
1/10/2004 ad oggi n. 9 (nove) nuove assun­
zioni a tempo indeterminato ( n. 2 Cat. C,
esterni se il concorso si riferiva al reperi­
mento di personale con competenze tecni­
che specialistiche particolari);
il modo di lavorare ed i principi cui la sot­
toscritta si attiene, di formarsi una pro­
pria opinione e trarre le conseguenti valu­
e le priorità
rurgiche. Una persona seria che sa Vigilanza; n. 2 Cat. C e n. 1 Cat. A,Ufficio ­ per il concorso cui è fatto riferimento tazioni. n Egregio direttore,desidero
essere un ottimo e leale capitano. Tecnico; n. 2 Cat. C, Amministrativo; n.1 nella lettera, essendo previste prove a Angela Barletta esprimere qualche considerazione
Ha lavorato con tutti noi in questi Cat. C Nido; n. 1 Cat. B3 Sociale.) oltre a contenuto tecnico, sono stati nominati Segretario Comunale e Direttore Generale del Co­ sulla lettera del Consigliere Comu­
giorni, dando lui primo l’esempio numerose (almeno 6) assunzioni a tempo due componenti esperti esterni; mune di Lodi Vecchio dall’Ottobre 2004  nale Bastici, pubblicata sul suo
che non c’è tempo da perdere in una giornale il 5 febbraio scorso.
grande squadra come la nostra. Biso­ Nel suo intervento il sig. Bastici
gna rimboccarsi le maniche e darsi stra, dimenticandosi che essa è una lari, alla moda del film comico “di “elevati” e nel contempo “declassa­ ventando poco a poco una compo­ critica il candidato Sindaco del
da fare. componente essenziale per una De­ Natale”, la manomorta è un concet­ ti” democraticamente ad un estesis­ nente mobile di un festone artificia­ centro destra, Sergio Tadi, accu­
Sempre più cittadini hanno fiducia mocrazia che loro, nei fatti e nelle to di antica dignità giuridica e so­ simo parastato istituzionale non re­ le che finisce per ingombrare la par­ sandolo di trarre i propri spunti
in noi e non possiamo permetterci di azioni vorrebbero spenta. cioeconomica, molto in voga nei se­ golamentato come tale ma come tale te più vicina alla distesa d’acqua, programmatici dal Piano Urbano
deluderli. Ribadiscono il concetto di “delin­ coli scorsi nelle dispute fra liberi­ gestito, composto da tutte le nomi­ contigua alla spiaggia. della Mobilità. Devo dire che,
Sono orgoglioso di poter lavorare a quenti” per coloro che osano conte­ smo e conservazione, fra società ne, cariche ed incarichi pubblici e A lungo andare, se troppi di questi avendo partecipato al primo in­
questo sogno che non è più solo stare l’operato del loro duce dimenti­ aperta e mercato e società legata a parapubblici più o meno distingui­ detriti si accumulano e non vengo­ contro pubblico tenuto da Tadi,
un’utopia e invito chiunque voglia candosi che anche Prodi fu oggetto, canoni più medioevali. bili dai primi). Ogni “privatizzazio­ no raccolti o sostituiti si forma non ho affatto avuto la stessa im­
partecipare al nostro lavoro con idee in più occasioni, di contestazioni vio­ Come istituto giuridico, abolito dal­ ne” non ha fatto, poi, che allargarlo un’onda nerastra di rifiuti che on­ pressione. È vero, sul problema
ed entusiasmo a contattarmi al lente da parte dei loro seguaci. la rivoluzione francese, esso indica­ ulteriormante. deggia solo su e giù come una disca­ dei parcheggi a Lodi non si può es­
339/8428401. Chiamano “personaggi sinistrorsi” i va la situazione per cui, “nel medio­ Essa è, tutta, “manomorta partito­ rica liquida. Ecco l’immagine che si sere originali: il Piano della Mobi­
Cordialmente. Redattori di Lodivecchio Mese, col­ evo, ai vassalli veniva lasciato il go­ cratico/istituzionale”, nel senso che forma emblematicamente man ma­ lità conferma quello che tutti i lo­
Luigi Sibilio pevoli di avere una linea di Sinistra e dimento di proprietà (soprattutto non può essere riassegnata attra­ no sotto i nostri occhi, pur senza ri­ digiani, anche non cittadini del ca­
Candidato dell’Italia dei Valori per la magari anche per aver pubblicato, agrarie ed immobiliari, ndr) di cui verso il democratico rito dell’elezio­ levarlo con la consapevolezza mini­ poluogo, non hanno avuto difficol­
provincia di Lodi alle Elezioni Regionali nell’ultimo numero, un’intera pagi­ non potevano disporre per testa­ ne in veste di sostituto dell’atto te­ ma che innesca un processo di cam­ tà a capire e cioè che le aree per la
2010 na di quanto pensava la Lega e i suoi mento e che tornavano, alla loro stamentario di cessione. La mobili­ biamento, il necessario ravvedi­ sosta in città non sono sufficienti,
militanti, anni fa, del loro duce. Evi­ morte, al sovrano. Analogamente tà istituzionale ne risulta assoluta­ mento operoso. Ma solo a proporsi non ci sono posti auto per chi lavo­
LODI VECCHIO dentemente hanno perso la memoria anche i beni delle corporazioni reli­ mente e patologicamente rallentata, come nuova normalità , o semplice ra in centro o prende il treno, inol­
ed è un bene che qualcuno, ogni tan­ giose e dei sacerdoti”, da Universale la circolazione sociale diviene trom­ abitudine da subire... tre chi abita nelle vicinanze al cen­

Ecco come to, la rinfreschi. D’altra parte la coe­


renza non è degli umani, anzi.
Parlano di “sopportazioni di nefan­
Garzantina) Questo blocco proprie­
tario esercitato dal sovrano su
un’estensione di beni assolutamen­
botica; composta di realtà sempre
più “varicose” prodotte da un rista­
gno circolatorio prodromico di can­
Se la nuova manomorta partitocra­
tica con i suoi complici che ha sot­
tratto parti sempre più significative
tro, alla stazione o all’ospedale
Maggiore deve sopportare di vive­
re in quartieri soffocati dalle auto

diffondono dezze” sempre degli stessi redattori


che identificherebbero nell’elettora­
to di centrodestra come i soli evasori
te dominante, rendeva la mobilità
della ricchezza, e dei ceti da essa ca­
ratterizzati, praticamente nulla. Gli
crena ( si sprecano gli appelli alla
mobilità sociale ed al ricambio ge­
nerazionale , mentre si stringono
del mare delle opzioni democrati­
che a disposizione dei cittadini non
viene prima riconosciuta per poter
in sosta.
Le Amministrazioni Comunali
che si sono succedute negli ultimi

il loro amore fiscali!!!!!!! Ma, beati loro che la pen­


sano così. A me risulta che questo
Governo abbia fatto lo “Scudo fisca­
scambi economici erano limitati ai
prodotti, ma non ai mezzi di produ­
zione fondamentali quali le terre ed
dei veri e propri lacci emostattici. In
effetti il sistema di selezione e nomi­
na è un apparente ordinato sistema
essere poi denunciata e combattuta,
ne periremo, “inavvertitamente”.
Guido Biancardi
quindici anni non hanno mai ne­
gato che il problema ci fosse e stes­
se diventando sempre più pressan­
n Non volevo interferire sulla que­ le”, ovvero un regalo agli evasori, altre parti produttive essenziali del di sostituzione regolato, alle scaden­ Lodi te. L’attuale Amministrazione ha
stione tra i Redattori del Grillo Az­ non solo di destra o sinistra, in gran territorio, sia naturali che frutto di ze, dalla volontà degli elettori, men­ anche commissionato il famoso
zurro e un mio concittadino di Lodi sfregio agli onesti ovvero ai lavorato­ trasformazione umana. tre in realtà è costituito in un altro SAN DONATO Piano della Mobilità, studio di pre­
Vecchio a seguito di sue considera­ ri a stipendio, ai pensionati e a quei L’effetto cui tale istituto doveva con­ circuito, sottratto da quello demo­ gevole fattura, supportato da dati
zioni sul loro periodico di informa­
zione politica.
Ho avuto modo di leggerlo anch’io e
professionisti/industriali che non
hanno esportato denaro all’estero,
comunque la pensassero.
tribuire a determinare e difendere è
stata l’irriformabilità delle gerar­
chie dei ceti e delle principali istitu­
cratico, che provvede ad alimentar­
si al suo interno e dal suo interno
con semplici spostamenti , spesso
Si eviti interessanti, ma che, nelle conclu­
sioni programmatiche, ha propo­
sto soluzioni un po’ troppo «metro­
vorrei far conoscere le mie impres­
sioni.
Analizziamo comunque quanto
Confermano la loro scarsa propen­
sione alla Democrazia cercando di
equiparare chi, in tempi passati, di
zioni sociali, consentendo lente, e
spesso solo temporanee modifica­
zioni degli assetti sociali. Stabilità e
reciproci, fra i detentori delle cari­
che pubbliche (e dei vari consigli
d’amministrazione o d’istituto,
l’ennesima politane», più adatte ad una città
come Milano che a Lodi. Da noi i
parcheggi troppo lontani dal Cen­
scritto nell’Editoriale, in questo se­
condo numero per capire quant
“amore” propagano dai loro articoli
Democrazia non ne voleva sapere a
chi invece è morto per quel valore
che anche a loro, oggi, è garantito.
conservazione sotto l’egida di
un’autorità assoluta, divinamente
garantita come legittima.
etc.). Tutto quel che è “dato per no­
mina” viene “restituito” prima o
poi, ma ai Partiti, che si sono intro­
speculazione tro Storico non funzionano ed i
collegamenti con le navette (alme­
no come ce li possiamo permettere
in opposizione all’odio instillato dai Pensate se avessero vinto i Repubbli­ Perché, oggi, riscoprire un istituto dotti, spesso sostituituendolo, fra lo n Il comitato “Giù le mani dalla attualmente) non hanno successo.
soliti beceri comunisti mangiabam­ chini di Salò come saremmo messi. ormai quasi totalmente desueto? Stato ed i cittadini. Campagnetta” di San Donato Mila­ È, inoltre, inutile pensare che i
bini o spergiuri cattocomunisti. Chi ha scritto queste cose sul mensi­ Solo come riferimento storico? Il soffocamento determinato da que­ nese è intervenuto nel pomeriggio progetti, così come sono stati pro­
L’On. Di Pietro sarebbe il responsa­ le ludevegino è un “ sinistro perso­ La realtà in cui l’Italia si è trovata sta carenza d’alimentazione demo­ di mercoledì 3 febbraio nella riunio­ posti dall’attuale Amministrazio­
bile morale di quanto accaduto a Mi­ naggio autore di idiozie”. dal tempo almeno del post­fascismo cratica sta, letteralmente portando ne congiunta delle commissioni ne Comunale, trovino imprendito­
ster B. Per loro chiamarlo onorevole Questo è quanto scrive il periodico sino ad oggi, nell’ultimo sessanten­ l’Italia alla paralisi ed al disastro po­ provinciali “Agricoltura e parchi” e ri interessati a costruire parcheg­
è uno sfregio. Non importa se nel lo­ del Pdl di Lodi Vecchio che non ag­ nio, circa, è denunciato dai Radicali litico sociale ed economico. “Ambiente” presentando un proget­ gi multipiano a pagamento a Lodi
ro, e non solo, schieramento ci siano giunge nulla di quanto già si cono­ come il Regime della partitocrazia L’immagine che preferisco per dare to che prevede l’Istituzione di un (infatti per il parcheggio di Via
persone di non specchiata moralità, sceva del loro pensiero unico. (ovvero lo Stato dei Partiti che sosti­ maggior riconoscibilità al concetto Parco locale di interesse sovra co­ Villani, inserito in un project fi­
pluricondannati per reati vari, razzi­ Miei cari concittadini, lo dite voi tuisce all’apparenza il Regime del di Regime in azione, è quello del­ munale nell’area della Campagnet­ nancing per anni nei piani plu­
sti di ogni specie. E chi più ne ha più stessi che non siete buonisti dimenti­ Partito/Stato fascista, o comunista, l’immagine della battigia di una ta, nel Comune di San Donato, soste­ riennali dei lavori pubblici, non è
ne metta. candovi che “l’amore vince sul­ ma nella realtà la continuazione del parte di costa: su di essa, per l’effet­ nuto da 2000 firme di cittadine e cit­ mai stato considerato fattibile).
Della Presidente Rosy Bindi ne ri­ l’odio”(ipse dixit). Monopartitismo in un “nuovo mo­ to continuo del movimento delle on­ tadini di via Di Vittorio. Il problema parcheggi, quindi, ne­
sparmiano il commento astioso di­ Ai posteri l’ardua sentenza. nopartitismo” non dichiarato come de del mare si accumulano in un I cittadini del comitato, proponendo cessità di soluzioni concrete e so­
menticandosi però che il loro duce Un sentito grazie alla Redazione. tale ma dissimulato, mascherato da processo di selezione fra elementi l’istituzione di un Plis (Parco Locale prattutto realizzabili, che vengano
l’aveva definita, qualche settimana Carlo Alberto Mascherpa bipolarismo; e ciò a mezzo della si­ più o meno in grado di galleggiare, di Interesse Sovracomunale) nel incontro alle necessità della gente,
prima, “più intelligente che bella”. Lodi Vecchio stematica distruzione dello Stato di anche una serie di detriti, di piccoli quale la Campagnetta possa svolge­ che si adattino alla situazione ur­
Definiscono “feccia estremista” colo­ Diritto e del principio di legalità in relitti naturali come le conchiglie re il suo ruolo locale e quello sovra banistica ed alle possibilità delle
ro che vedono le cose diversamente POLITICA tutte le sue applicazioni). Il princi­ vuote pietruzze o pezzi di madrepo­ comunale, chiedono che la Provin­ casse comunali, senza voli pinda­
da loro, in puro stile fascista dando pale effetto che discende da questo ra, o, sempre più, artificiali (dai cia consideri la loro proposta come rici e senza eccessivi carichi fi­
contro a quotidiani, trasmissioni te­
levisive che li infastidiscono e che
vorrebbero venissero chiuse perché
Italia bloccata stravolgimento di un sistema che
ormai si pretende solo democratico
è la parastatalizzazione di tutte le
contenitori di plastica dopo quelli di
vetro, ai rifiuti degli arnesi di pe­
sca....) dei materiali gettati in mare
un contributo al nuovo Piano Terri­
toriale della Provincia e operi insie­
me al comitato affinché ciò possa re­
nanziari che gravino poi sulla co­
munità. Invece il Piano Urbano
della Mobilità è tutto un turbinio
troppo faziose (sempre nei confronti
del loro duce). D’altra parte gli ex fa­
scisti, mai pentiti, sono saldamente
dalla manomorta istituzioni statuali, di quelle ad esse
equiparate dal Concordato (il Clero
organizzato in Curia ed in altre Cor­
e da esso rigettati, prima o poi, a ri­
va. Dove capita sovente di vedere sa­
lire qualcosa sul declivio della
alizzarsi e affinché il Plis entri a far
parte in futuro del grande Parco del­
la Vettabbia.
di tariffazioni differenziate (sem­
pre pagare!) e regolamentazioni
complesse (attenzione alle multe!).
al Governo.
Minimizzano, anzi giustificano,il
commento del loro duce che dava dei
partitocratica porazioni Religiose e parareligiose
con la Santa Sede e della cosiddetta
“società civile” (i sindacati dei lavo­
spiaggia scivolando sull’onda, arre­
starsi un attimo all’esaurimento
della spinta, e poi rotolare di nuovo
Bisogna assolutamente fare in mo­
do che la destinazione d’uso della
Campagnetta rimanga a verde e a
Forse alcune proposte possono es­
sere simili, ma sono invece molto
diversi gli accenti e le priorità.
“coglioni” a coloro che votano a sini­ n Usato in termini non trivial­popo­ ratori e degli imprenditori, tutti in basso seguendo il riflusso e di­ parco, così come richiesto dal Comi­ Paola Rosa
LUNEDÌ 15 FEBBRAIO 2010 21
il Cittadino
Lettere & Opinioni
OLOCAUSTO MACCASTORNA in Legnano, Carpano­Coppi e Torpado
scomparso a soli 69 anni anche lui, co­

Non era me Bartali, nel 2000. È stato il ciclista


beniamino del nostro territorio e invi­
diato per aver corso in quel periodo

possibile d’oro degli anni ’50 in quel gruppo di


simili campioni.
Pantani. Ti rivediamo là, in Piazza S.

non sapere Pietro, a salutare il Papa insieme a tut­


ti i concorrenti del Giro d’Italia 2000
che parte da Roma, mentre il telecro­
n Sono da poco tornata da una visita nista si augura, come tutti gli sportivi
ai campi di sterminio di Auschwitz. e per il bene del ciclismo che col ritor­
L’orrore, la sofferenza, il dolore, 100, no alle corse ritorni quello scalatore
1000 volte ampliati rispetto a quanto leggendario, quell’emozione in bici­
mi immaginassi di trovare. cletta, quell’inimitabile personaggio,
Cadaveri, ma prima mano d’opera a quel troppo bello offerto prima del 5
basso costo, esseri umani a cui era giugno 1999, quando a Madonna di
stato tolto tutto non solo i beni mate­ Campiglio, a Giro già vinto, sei stato
riali ma soprattutto la dignità di po­ fermato per l’ematocrito alto, un indi­
tersi definire essere umano... ce questo di doping che dall’aprile
Lì su quell’immenso territorio che si 2000 non è più valido, preso da solo,
perde a vista d’occhio dove non cre­ senza verificare anche l’emoglobina.
sceva l’erba perché era calpestata da Un rimpianto in più per averti perso e
troppe persone e quei pochi fili che si non vedere all’orizzonte un tuo erede.
salvavano dal calpestio venivano rac­ Per la benedizione che è stata per il ci­
colti e mangiati, lì dove i più deboli clismo la tua entrata in scena nel ‘92,
erano subito eliminati e quelli che per la provvidenza della tua popolari­
reggevano fisicamente erano usati e tà come promozione, per la maledizio­
sfruttati per lavorare spostando in là ne che ha accompagnato tutto il cicli­
solo di qualche mese la loro fine, lì do­ smo dalla tua uscita, ci chiediamo an­
ve centinaia di migliaia di esseri cora perché sia finita così e pensiamo
umani diventavano solo numeri e sinceramente che si siano pentiti chi
poi.... solo fumo. l’ha voluto.
Lì ti accorgi che non era possibile Pantani. Ti rivediamo raggiungere, in
“non sapere”, ti accorgi di quanta piedi sui pedali e con le mani basse sul
connivenza di quante menzogne co­ manubrio, la testa della corsa appena
privano tali orrori, lì ti accorgi che iniziata la salita, pronto a scattare sul
non era “follia” ma era lucida razio­ tratto più duro, dove più numeroso è il
nalità, ogni decisione veniva presa ra­ tuo nome sull’asfalto e dove s’ingrossa
zionalmente, pianificando, cercando la gente ai bordi della strada perché
il modo più economico non solo per
sfruttare i prigionieri ma anche nella
scelta del modo di uccidere; i bambini
venivano messi in fila indiana e poi
Perché demolire la vecchia canonica? Può servire ancora... attende il tuo attacco e i tuoi segnali
d’attacco che sono una tua invenzione
e che puntualmente metti in scena:
via il cappellino (più tardi venne la
sparavano al primo della fila per ri­ n Illustre direttore, non è la prima volta che possono servire per dare concretamente alla l’Istituto per il sostentamento del clero ad un bandana) al primo scatto, via gli oc­
sparmiare le munizioni , il gas veniva mi occupo pastoralmente di piccole parroc­ Chiesa la possibilità di aprire la sua porta a privato, che dopo averla lasciata in stato dei chiali quando allunghi di nuovo, via la
scelto come metodo migliore per le chie. Sono stato amministratore parrocchiale persone che sono immigrate in Italia ­ anche pericoloso abbandono, ora sta per essere de­ borraccia dopo esserti dissetato e ver­
uccisioni di massa in quanto mezzo anche di Cornovecchio e di Meleti. stagionalmente ­ in cerca di un lavoro che por­ molita. sato in testa (pelata) quello che resta,
più economico... Ora faccio il pendolare a Maccastorna e mi ca­ ti sicurezza al futuro delle loro famiglie. Non posso nascondere una profonda tristezza. via tutto quello che hai in tasca per al­
Lì la mente va… agli eccidi, agli ster­ pita di pensare spesso al ruolo che la piccola In questi pochi mesi a Maccastorna più di una L’unica cosa che mi rasserena è la certezza che leggerirti del tutto, come se non ti ba­
mini, ai genocidi, alle sterilizzazioni parrocchia potrebbe avere nel disegno pasto­ volta ho accolto gruppi per incontri di forma­ mi dà in Tecnico municipale: nella demolizio­ stasse essere 56 kg di peso per 1.72 di
di massa delle donne, alle sempre più rale di una Chiesa locale. zione. Molto felice è stata l’esperienza del­ ne, non sarà recato alcun danno agli immobili altezza (così leggo da una tua scheda
numerose vittime civili delle guerre; Sono convinto che questo non può ridursi ad l’estate scorsa quando, gratuitamente, trovò della parrocchia di san Giorgio. dell’accoppiata Giro e Tour 1998 che in
Hiroshima, Vietnam, Palestina, ex assicurare ad una minuscola comunità la San­ ospitalità un gruppo di donne polacche, occu­ Certamente con essa si sarebbbe potuto fare Italia condividi solo con Coppi) quan­
Jugoslavia, Darfur, Ruanda, Afghani­ ta Messa domenicale, insieme ad una saggia pate per tre mesi presso la Ditta Solana spa. qualcosa di più per chi ha bisogno di trovare do finalmente solo rilanci l’andatura a
stan, Gaza... amministrazione. La piccola parrocchia è Dinnanzi alla scandalosa situazione in cui vi­ porte aperte accoglienti. Oggi, sulla scia del una velocità che ti costringe ad allar­
Lì la mente va… ai luoghi dove la di­ spesso situata in un contesto logistico acco­ vono gli immigrati stagionali nel Sud, non si Magistero di Giovanni Paolo II prima e di Be­ gare in uscita di ogni tornante per
gnità umana è annullata, va alle real­ gliente e può diventare un punto di riferimen­ può non pensare che le strutture parrocchiali, nedetto XVI, risulta urgente realizzare una non andare fuori strada. Che pedalata!
tà più vicine a noi, i centri di raccolta to per le iniziative culturali e religiose di altre inutilizzate per la pastorale, potrebbero con­ Nuova Evangelizzazione. Sono convinto che, Che ciclismo!
per gli stranieri, Rosarno, i campi parrocchie: corsi biblici di base, piccoli ritiri, tribuire ad una decorosa accoglienza dei “nuo­ tra i tanti linguaggi, occorre ricordare che È un festa per chi ti segue davanti alla
rom eliminati con le ruspe... tanto necessari per equipaggiare i collabora­ vi poveri”. l’unico comprensibile in questo mondo secola­ tv e per chi ti aspetta sui tornanti e
In un mondo dove la fama di potere, tori laici di una genuina formazione spiritua­ In questi giorni pensavo alla vecchia canonica rizzato è il linguaggio della carità. che ti sente arrivare dal frastuono che
l’arricchimento sono considerate alla le. Le strutture di una piccola parrocchia poi con i suoi grandi spazi esterni, venduta dal­ don Virginio Fogliazza arriva da valle fatto di voci e canti, da
base della vita, dove le ricchezze sono gente che ti accompagna correndoti a
concentrate sempre più su pochi e fianco e gridando (a volte ti devi perfi­
non ridistribuite, dove l’individuali­ to hanno retto le sorti dell’Italia sotto versibili in generazioni presenti e fu­ ve riparte un solo volo Alitalia il lune­ farle fare la tessera ad honorem del no difendere), dai colori delle bandie­
smo regna sovrano l’oppressione del­ lo scudo crociato, oggi non si mobiliti ture. Ritengo che sia possibile non di­ dì mattina destinazione Roma con 4/5 defunto Pci) dato che molti cittadini re che sventolano, dai cartelli che ti in­
l’uomo sull’uomo è invevitabile. È sta­ e non trovi la dignità di approvare un pendere dai paesi produttori di petro­ passeggeri tra cui (casualmente , ma stanno scontando i problemi legati al­ citano, dal traffico che aumenta, dalla
to scritto Mai più! Mai più! Mai più! sogno che aprirebbe nuova speranza lio per quanto riguarda l’approvvigio­ solo casualmente, Lei e parte della la crisi economica. Infine ci si aspet­ strada che si restringe su di te più sali
Ma questo non sarà possibile sino a alla bassezza della politica attuale. namento elettrico ricorrendo a solu­ scorta), ha presente vero? terebbe un maggiore impegno sulla fino a diventare un budello che tu devi
quando gli esseri umani non saranno Non fa piacere , questo forse il senso zioni alternative e rispettose dell’am­ Beh, pur essendo contrario al nuclea­ questione culturale, in particolare infilare.
considerati come tali uguali tra loro, del richiamo da parte della Cei, vedere biente e quindi della persona, non ul­ re una bella centrale «rispettosa del­ una maggiore attenzione all’annoso Crollerebbero i tornanti se fossero ar­
con le stesse possibilità di vita, sino a che coloro che hanno sfruttato il carro tima l’energia eolica (a prescindere l’ambiente e delle persone» nel suo or­ problema della Biblioteca, che vede tificiali come le curve di uno stadio.
quando non avrà il sopravvento una della Dc sino all’inizio degli anni ’90 dalle schizofreniche crisi di Sgarbi o ticello io la metterei, in tal modo Lei solo ora qualche spiraglio (ma non ne Senza voltarti voli, tra due ali di folla
cultura dove la diversità dell’altro abbiano cercato solamente il loro po­ il fotovoltaico. darebbe il buon esempio a quei siamo ancora sicuri) di miglioramen­ sempre più spessa ed impazzita, verso
non farà più paura dove le diversità sto altrove e là dove il potere e la possi­ Ritengo che sia possibile anche non 300/350 italiani su 60 milioni al mo­ to dopo dieci anni di totale, colpevole la vittoria di tappa nella maniera più
di religione, di colore di pelle, di raz­ bilità di non essere scalzati mescola il dipendere dai paesi produttori di pe­ mento contrari alle politiche del go­ assenteismo della maggioranza che bella, per distacco. Alla Coppi e Barta­
za, non saranno più utilizzate per cre­ senso dell’essere stati democratici cri­ trolio per quanto riguarda la mobilità verno che così non avrebbero più ali­ lei attualmente rappresenta. li. È fantastico, indimenticabile.
are odio gli uni contro gli altri. stiani al senso di essere politico­qua­ su gomma, ed al riguardo sono fiero bi per non riconoscere a questo esecu­ Questi sono alcuni dei problemi che i Se poi il percorso offre, quando sei in
Mai più... non sarà possibile sino a lunquista (aspetto questo ben ricono­ di essere lombardo, unica regione in tivo il diritto alla beatificazione. Vidardesi auspicano di veder risolti fuga da solo, anche la discesa, ti adatti
quando tutti non considereranno tut­ scibile a livello nazionale ma anche a Italia ad aver inaugurato cinque anni Luciano Bellocchio al più presto. Dei battibecchi sui gior­ arricchendo lo spettacolo con un altro
ti semplicemente esseri umani come livello locale ). fa, in prossimità delle ultime regiona­ Lodi nali tra sezioni locali di PDL e PD tuo pezzo forte, lo stile moderno a bri­
loro. Non fa piacere vedere coloro che han­ li, una stazione di servizio all’idroge­ penso che ai cittadini del nostro paese vido, allungato sulla bicicletta come
Cecilia Tanara no avuto sempre come cavallo di bat­ no alla presenza del governatore For­ VIDARDO non importi molto. Saluti. se la ruota posteriore fosse il tuo nuo­
taglia il sociale, la dignità dell’uomo, migoni, un’inaugurazione storica, Paolo Bianchi vo sellino. Emoziona a pensarci.
CHIESA E POLITICA l’applicazione integrale del cristiane­
simo ossia del cattolicesimo a tutta la
unica, irripetibile (speriamo).
Ma, pur essendo convinto sostenitore Non continui Circolo PD Castiraga Vidardo È stato troppo bello quello che hai fat­
to in bicicletta. Non so come ringra­

Ignorato vita privata e pubblica moderna ed a


tutte le sue forme di progresso, disco­
di soluzioni alternative al petrolio mi
ritengo anche una persona democra­
la caccia
PANTANI ziarti. Nessuno tra i campioni che ti
hanno seguito ti somiglia. Le sole cose

l’intervento
noscere queste basi fondamentali di
un impegno politico lasciando cadere
tica e quindi rispettoso del volere del­
la maggioranza degli italiani e, consi­ Lo rivediamo che ricordo oggi di quel ciclismo sono
quelle che hai fatto tu.
nel vuoto una così grande opportunità
come quella richiamata dal Cardinale
derando che al momento gli ultimi
sondaggi danno il nostro premier con alle streghe volare
Pantani. Ti rivedo a Codogno allo Sta­
dio comunale a fine novembre 1997,

di Bagnasco Bagnasco.
Non fa piacere oggi non trovare nessu­
un gradimento intorno al 135% degli
italiani e gli ultimi sondaggi premino n Gentile direttore, chiedo spazio su
per una partita di calcio “pro terremo­
tati dell’Umbria e Marche”, promoto­

n Caro direttore, sono ormai passate


tre settimane da quando il card. Ba­
na reazione… ma forse perché questi
ex della politica sociale sono diventati
adulti ed ora devono pensare al pro­
il lavoro fin qui svolto dal governo,
compreso Lodo Alfano , legittimo im­
pedimento, privatizzazione dell’acqua
questa sua pagina per rispondere a
nome di tutto il circolo Vidardese del
PD alla lettera (datata 2 Febbraio
sui tornanti re il lodigiano Mario Traversoni, con
te nella Mercatone Uno dov’è il mi­
glior velocista e dall’ultimo Tour è
gnasco, introducendo i lavori del co­ prio ego di cattolici adulti in cui l’in­ etc. (ma eccetera cosa?) intorno al 2010) del sindaco di Castiraga Vidar­ n Dopo 5 anni di agonia moriva 7 an­ uscito rocambolesco vincitore di una
mitato permanente della Cei, lanciò la terpretazione su cosa significhi digni­ 110/120% (dimenticavo Brunetta , do, Oscar Fondi. ni fa, il 14 febbraio 2004, Marco Panta­ tappa. Di fronte la squadra “Verde” di
sua grande aspirazione di veder rea­ tà della persona è ormai un voler met­ quello viaggia sul 170% di gradimen­ Ebbene non è nostro compito prima­ ni. Per le emozioni che ha donato al ci­ G. Luca Bortolami, Massimo Podenza­
lizzato un sogno: il sogno di veder sor­ tere le mani sulla identità umana sen­ to), mi adeguo e chino la testa di fron­ rio entrare nel merito della questione clismo col suo modo di correre capace, na (anche allenatore), Mariano Piccoli
gere una nuova generazione di italia­ za sapere più cosa sia l’uomo. Da vero te al volere di questo governo di farse­ scuola ma essendo stati tirati in cau­ unico del gruppo, di far la differenza tra i corridori più noti e la squadra
ni cattolici che riportassero in auge la ex democristiano spero che l’appello ne un baffo dell’esito del referendum sa per motivazioni che sfuggono sia a alla maniera antica sulle strade mo­ “Blu” dove ci sei tu come capitano e
virtù cattolica in politica nella sua ve­ del cardinale Bagnasco mi dia la pos­ sul nucleare (quello si con un 85 e pas­ noi che probabilmente a molti altri derne che si arrampicano sui Passi nel ruolo libero di andare a spasso per
ra essenzialità… la rinascita del politi­ sibilità di ritrovarmi e riconoscermi sa % di voti contrari) e di avviare la Vidardesi, siamo costretti a dire la no­ della leggenda di Giro e Tour, ci siamo il campo e giocare tutti i palloni, ma
co democratico e cristiano ! Ricreare in una realtà politica che ha dato agli costruzione di nuove centrali nel no­ stra. di nuovo ritrovati ragazzini negli anni non s’è capito bene contro chi. Con te
una nuova vocazione, per altro auspi­ italiani (attenzione non ho detto politi­ stro paese, costruzione che però av­ Riteniamo anzitutto che sia una mos­ ’90, risvegliandoci da un entusiasmo Davide Cassani, Roberto Conti (anche
cata anche dal Santo Padre nel lonta­ ci) ed al mondo intero ( ricordo che i verrà solo a partire dal 2013 sperando sa politica di cattivo gusto gettare gra­ in letargo da mezzo secolo e che anche allenatore), Giovanni Lombardi e i lo­
no 2008 in cui rilevò che “serve una primi popolari hanno scritto la storia che nel frattempo qualcuno riperda le tuitamente del fango contro il Partito i più ottimisti tra gli addetti ai lavori digiani Mario Traversoni, (il fratello
nuova generazione di politici cattoli­ alla fine dell’‘800 ) valori di cui oggi si elezioni e trovi il tempo di presentarsi Democratico che dodici anni fa non davano per scontato che “nel ciclismo Danilo in porta, l’unico vero portiere),
ci”, con una grande differenza che per è persa la dimensione storica. di fronte ai giudici e che magari il esisteva neanche; sulle motivazioni del dopo Coppi e Bartali” non sarebbe Ivan Cerioli, Ivan Raimondi, tra i più
Bagnasco è un “sogno “, qualcosa di Il tutto andrebbe a garantire la dimen­ nuovo governo blocchi la costruzione che hanno spinto Fondi a questa mos­ più ritornato in ugual misura. noti. Arbitro: Grazzani di Codogno.
irreale e destinato a restare tale, oppu­ sione politica dei cattolici cristiani di queste centrali. sa, potremmo discutere a lungo per Tre icone, Coppi, Bartali e Pantani, Ma né portiere, né arbitro, né fattore
re destinato a diventare realtà ? che il progressismo profetico di ieri ed Nel frattempo , proprio perchè rispet­ pagine e pagine ma siamo abbastanza che non facciamo nessuna fatica ad campo bastano per evitare ai tuoi
Parto ora da questo preambolo per fa­ il moderatismo trasformista di oggi toso dei voleri della maggioranza de­ convinti che si tratti di una azione accostare tra loro per avere segnato “Blu” una sconfitta alla fine per un
re una breve analisi e focalizzare qual­ risultano essere le insidie che rendo­ gli italiani mi schiero con il ministro con fini puramente polemici (forse persino costume con la loro testa oltre sacco di gol ben 8 ­1. Nel 1° tempo hai
che punto atto a valutare il sogno del no subalterna la responsabilità politi­ Scajola che al momento vive il dilem­ perché la tessera del sindaco appar­ che con le loro gambe. Peccato che il la maglia n°00. «È forse il voto che si
Card. Bagnasco. L’aspetto più crudo ca dei cattolici italiani riducendola a ma di non saper dove posizionare que­ tiene ad un altro partito chiamato Po­ volo di Pantani, scomparso dal cicli­ da come calciatore!» mi dice divertito
da valutare immediatamente è l’asso­ funzione lobbistica o a lievito eletto­ ste nuove strutture e, schierandomi polo Delle Libertà?). Chiederei quindi smo a soli 29 anni e dalla vita a 34, sia Soncini, il noto fotografo del ciclismo
luta mancanza di pareri e/o discussio­ rale. con lui non posso non apprezzare le cortesemente al sindaco Fondi di non stato ancora più breve e sfortunato del che riprende la partita a bordo campo.
ne che ne è nata da questa presa di po­ Antonio Meazza parole rilasciate al termine del CdM continuare una caccia alle streghe volo di Coppi, l’airone più straordina­ L’occasione mi ricorda che anche Cop­
sizione, francamente mi sarei aspetta­ antonio.meazza@tiscali.it del 10 febbraio. Parole sante e degne di vecchia di dodici anni e con accuse rio del ciclismo mondiale di tutti i pi e Bartali si scontravano anche a cal­
to qualche uscita e presa di posizione uno statista come pochi nella storia : ingiuste; il sindaco dovrebbe invece tempi, che ha chiuso le ali il 2 gennaio cio per beneficenza ai loro tempi.
da parte del mondo politico vicino alle NUCLEARE «Centrali pulite e rispettose dell’am­ lavorare con maggiore impegno a ri­ 1960 a soli a 40 anni (l’età che avrebbe Nel 2° tempo entri in campo col n° 13
idee dell’oratore, qualche ex democri­ biente e delle persone». Grazie sig. Mi­ solvere i problemi dei Vidardesi! Pantani oggi), quando entrambi forse per avere forse più fortuna. Infat­
stiano ora disperso nei meandri delle
varie coalizioni ed ormai sopraffatto
dal peso politico di schieramenti di de­
Fate la centrale, nistro, le sue parole mi indicano la lu­
ce e la verità e proprio per non farla
sentire a disagio posizionando qual­
Vogliamo giusto fare qualche esem­
pio... La questione scuola, la si giri co­
me si vuole ma esiste: gli spazi sono
avrebbero meritato di vivere almeno
quanto Bartali, “l’intramontabile”
scomparso a 86 anni il 5 maggio 2000.
ti entri su tutti i palloni e in tutte le mi­
schie che portano agli 8 gol “verdi” ci
sei tu per la disperazione di Roberto
stra , centro e sinistra… senza più
ideologia politica… ma con scranni e
poteri da difendere per i loro progetti
ma costruitela che centrale in qualche luogo dove
magari trogloditi rispettosi dell’am­
biente e delle persone (loro sé caro Mi­
sempre più ridotti ed è indubbio che
la struttura diventa sempre più ina­
deguata per un paese in crescita da
Tre campioni, ne siamo certi, saranno
ricordati per sempre sia dalla genera­
zione come la nostra, che li ha visti pe­
Conti che ti grida di non favorirli. Tu a
volte gli sorridi autocompiacendoti
per una mossa riuscita. Ci sei tu an­
e per i loro giorni. Nessuno quindi è
interessato ad una rinascita di un par­
tito che veda impegnati cristiani de­
ad Albenga nistro) potrebbero contestarla perchè
non posizionare una bella centrale
nucleare nuova di pacca e «rispettosa
più di dieci anni. Vogliamo fare qual­
cosa? O aspettiamo ancora la fine del
mandato per parlare di nuovo del pro­
dalare in diretta, sia dalle generazioni
future a cui viene trasmessa la loro
leggenda con una documentazione
che nell’unico gol “Blu” realizzato in
zona Cesarini al termine di un’ azione
così furiosa di gambe, braccia e teste
mocratici che riportino al centro della n Sono antinuclearista da sempre, dell’ambiente e delle persone» ad Al­ blema in campagna elettorale? Ci si che per numero di volumi pubblicati sotto la porta “Verde” da sembrare
vita politica valori che ogni giorno dopo le nefaste vicende di Chernobyl benga ,ridente città sul mar ligure do­ potrebbe impegnare di più sul fronte li colloca, nell’ordine, ai primi 3 posti un’azione di rugby e dalla quale i pri­
vengono solamente richiamati in del 1986 (e chissà quante non ne abbia­ ve Lei risiede. Ha presente sig. Mini­ dei servizi sociali (come mai solo ora nella classifica individuale assoluta mi a uscire a braccia alzate sei tu, sor­
pomposi discorsi, senza una reale ap­ mo conosciute perchè coperte dai go­ stro quella tranquilla cittadina con un l’adesione al Consorzio dei Servizi? tra gli indimenticabili del ciclismo. ridente, e Conti urlante.
plicazione della socialità degli stessi. verni) tale convinzione si è sempre piccolo aeroporto dove atterra un solo Non era un «carrozzone di stampo so­ Come il ciclismo lodigiano ricorderà L’arbitro non sapendo che pesci pi­
Non fa piacere che il 30% dei politici e più radicalizzata considerando che la volo Alitalia il venerdì sera prove­ vietico» fino a qualche mese fa? Se per sempre Tranquillo Scudellaro di gliare, assegna il gol ad entrambi.
degli elettori attuali, ma che in passa­ tragedia russa ha causato danni irre­ nienza Roma con 4/5 passeggeri e do­ vuole mettiamo una buona parola per Lodivecchio, gregario di primo piano Giuseppe Pratissoli
22 LUNEDÌ 15 FEBBRAIO 2010

il Cittadino
Sezione

Cultura&Spettacoli
C
he differenza c’è tra una sto­ IL CONCERTO
riella antisemita e una storiel­
la ebraica? Semplice, «la sto­
riella ebraica è una storiella
antisemita raccontata da un ebreo»,
Il Duo Merveille apre la stagione dell’organo
e di storielle così Moni Ovadia è una n Uniti nella vita e nella musica. cura di Merlini, direttore artistico
vera miniera, tanto da poter andare Sodalizio perfetto quello tra Fabio della kermesse e solista del concerto.
avanti per due ore filate senza mai Merlini e Abigeila Voshtina, Abigeila Voshtina, musicista di origine
smettere di raccontare. È quanto è protagonisti sabato sera dell’apertura albanese già nota e molto apprezzata
successo venerdì sera sul palco del­ della quarta edizione della Stagione dal pubblico lodigiano, ha sfoggiato
l’auditorium Bpl dove, di fronte a d’organo, dedicata quest’anno al una tecnica invidiabile di note e colori
una platea di circa 400 persone, è an­ quarantesimo anniversario di nella Follia di Corelli, nella
dato in scena Cabaret Yiddish, lo fondazione dei Solisti Laudensi. Il Passacaglia dell’Angelo Custode di
spettacolo di teatro e musica scritto pubblico presente ha salutato Biber per violino solo (suonata
da questo vulcanico artista nato in l’esibizione con un lunghissimo scendendo in mezzo alla navata della
Bulgaria nel 1946. «Quello che stia­ applauso, giusto riconoscimento nei chiesa) e nell’ardita sonata di Tartini,
mo per intraprendere questa sera è confronti della bravura dei due chiusa da una Cadenza spettacolare
un viaggio nel mondo dell’esilio» ha musicisti e della bellezza del scritta dal grande violinista Fritz
esordito Ovadia prima di addentar­ programma proposto. Nella splendida Kreisler e dedicata ad artisti con una
si in quella che può essere definita cornice della chiesa di Sant’Agese, il tecnica senza confini. Nel programma
una sorta di «fenomenologia dell’es­ Duo Merveille, con Merlini all’organo e non è mancato un omaggio a Ernesto
sere giudaico», una carrellata di Abigeila Voshtina al violino, ha Merlini, padre di Fabio e fondatore dei
personaggi, vizi e virtù per capire magistralmente eseguito pagine di alto Solisti Laudensi, con l’esecuzione della
meglio cosa significa ­ e cosa ha si­ livello virtuosistico firmate da soave Preghiera. Proprio Ernesto
gnificato in passato ­ appartenere al­ compositori quali Batiste, Corelli, Merlini sarà il grande ospite del
la cultura ebraica. Una cultura che Moretti, Bossi, Merlini e Tartini. Gli prossimo appuntamento della Stagione
non può prescindere dal rapporto spettatori hanno potuto apprezzare le d’organo, in programma il 25 febbraio
con il denaro e con il commercio, di­ detonanti sonorità della fonica dell’ nel Tempio dell’Incoronata. Merlini
verso però dalla taccagneria di cui Organo Bossi del 1833, tipico sarà protagonista del recital d’organo
spesso vengono accusati i suoi ap­ strumento dell’Ottocento italiano, “Fiori musicali” con un programma di
partenenti, più simile piuttosto alla grazie alla scelta adeguata dei brani a musiche barocche. Fabio Merlini e Abigeila Voshtina posano davanti all’organo di Sant’Agnese prima del concerto
finanza creativa del vecchio Moishe
Moscowitz, rappresentante di spago
nella Virginia del
Ku Klux Klan,
che riuscì ad
estorcere una
ALL’AUDITORIUM DELLA BPL MUSICHE, PENSIERI E PAROLE DEL “CABARET YIDDISH” PORTATO IN SCENA DAL GRANDE AUTORE
commessa da
50mila dollari al
più razzista dei
drugstore della
zona: «Il povero
Moishe non era
riuscito a vende­
re un centimetro
di spago quando
Il linguaggio universale di Moni Ovadia
varcò la soglia
dell’ultimo nego­
zio della città;
dietro il bancone
«La memoria guarda al futuro, non deve essere la necrosi del pensiero»
stava il classico americano razzista, CINEMA
un quintale di peso e due occhi che
se fossero stati di vetro avrebbero
comunicato più umanità. “D’accor­ Berlino, Soldini porta l’Italia al festival
do, dammi il tuo spago” gli disse
l’uomo, “dammene tanto quanto ne
serve per arrivare dalla punta del
con una storia d’amore e di passione
tuo nasone a quella del tuo piselli­ n «Per la prima volta c’é una storia vera in cui è forte il lato
no”. E quando davanti al suo nego­ più carnale. Ho voluto affrontare in questo film la parte
zio arrivò una colonna di camion fisica, la passione ma non c’e nessun voyeurismo, ma solo
con 25mila rotoli di spago non poté voglia di raccontare momenti di intimità come se fosse tutto
far altro che prendere atto del suo naturale». Queste alcune battute di Silvio Soldini ieri al fe­
errore leggendo la lettera allegata stival di Berlino dove passava il suo ultimo film Cosavoglio­
alla fattura, firmata da Moishe Mo­ dipiu nella sezione del berlinale special. Il lungometraggio
scowitz in persona, residente in Vir­ ha come protagonisti Alba Rohrwacher nel ruolo di Anna,
ginia e circonciso a Varsavia». una donna con un impiego modesto e con famiglia e amici
Il pubblico ride e anche Moni Ova­ che a un certo punto viene presa da una grande passione per
dia si diverte, improvvisando ballet­ Domenico, un uomo sposato anche lui (Pierfrancesco Favi­
ti sulle musiche eseguite dall’orche­ no). Il film si annuncia così molto passionale perché l’amore
stra klezmer presente sul palco, tra queste due persone non agiate né borghesi dovrà essere
contrabbasso, fisarmonica, flauto e consumato in alberghi a ore o in posti improvvisati. Spiega
clarinetto: canzoni allegre, melodie Favino del film, una coproduzione Italia­Svizzera già vendu­
ondeggianti e sincopate come i gesti ta in molti paesi e che uscirà in sala il 30 aprile in circa 400
con cui gli ebrei accompagnano le copie distribuito dalla Warner Bros: «Abbiamo provato mol­
loro preghiere, nenie struggenti co­ to le scene di sesso per superare lentamente il nostro natu­
me il Canto dell’ultimo ebreo sulla rale imbarazzo. E attraverso vari incontri abbiamo fatto sì
terra d’Europa. Il dolore per la tra­ che crescesse con Alba l’intimità e che non ci fosse più diffe­
gedia del popolo ebraico si affaccia renza se ci ritrovavamo con gli abiti addosso o senza». E ag­
a più riprese tra i racconti di Moni giunge l’attore «se loro due non si fossero incontrati avreb­
Ovadia, «ma la memoria non deve Moni Ovadia sul palco dell’auditorium della Bpl con l‘orchestra klezmer che lo accompagna da sempre in scena bero vissuto bene lo stesso con i rispettivi moglie e marito.
coincidere con una necrosi del pen­ Il fatto è che incontrano la passione, anche se credo che
siero, non bisogna mai rimanere af­ con un linguaggio di irresistibile vi­ l’idea centrale del film sia quella che loro vivono un conte­
facciati sull’orlo dell’abisso, biso­ vacità espressiva, mutuato da quel sto economico in cui pensano di non meritare la passione e
gna risalire alla vita». Ed ecco allo­ crogiolo lessicale che è la lingua che questa sia una cosa che si possono permettere solo i vip,
ra che il dolore cede volentieri il
passo all’ironia dei personaggi più
yiddish, nata dalla sovrapposizione
di lingue slave, russo, inglese e lati­ La premessa al pubblico: chi ha le copertine sui giornali». Per Alba Rohrwacher, fino
ad ora vista in ruoli in cui risultava la sua naturale timidez­
caratteristici del mondo ebraico, il no. Alla fine, come lo stesso Moni za, nessuna difficoltà a ritrovarsi nuda: «Tutto è partito da
rabbino, lo psicanalista, la temutis­
sima yiddish mame ­ che nega al
moribondo l’ultima fetta di torta
Ovadia aveva annunciato all’inizio
della serata, anche il pubblico lodi­
giano scopre, indipendentemente
«Quello che faremo una cosa molto semplice, la fiducia che ho verso Silvio Soldi­
ni e a questo punto non ho avuto più reale difficoltà. Caso­
mai mi sono trovata più in imbarazzo quando nel film torna­
per offrirla intatta agli ospiti del fu­ dalla sua appartenenza o meno alla vo a casa e dovevo giustificarmi con mio marito interpretato
nerale ­ il gioiellere e il commer­
ciante specializzato in scadente sal­
comunità ebraica, di poter com­
prendere questa strana lingua mol­
questa sera è un viaggio da Giuseppe Battiston». Un personaggio, sottolinea il regi­
sta, che quando capisce che c’è qualcosa che non va rifiuta
mone, inscatolato non per essere to meglio di quanto avrebbe imma­ l’idea stessa che questo sia possibile, non accetta la verità.
mangiato ma continuamente com­
prato e venduto. Il tutto raccontato
ginato.
Silvia Canevara
nel mondo dell’esilio» (Ansa)

AL TEATRO NEBIOLO DI TAVAZZANO UNA FAVOLA DISSACRANTE E RICCA DI DIGRESSIONI E FANTASIA

Il Risorgimento pop e un’antistoria italiana


n Cos’hanno in comune Giuseppe Garibaldi e anche insultato. Quella tra Giuseppe Garibaldi e di Britney Spears e due attori vestiti da sacerdoti,
Britney Spears? Molto secondo la coppia Daniele Anita, tra «l’uomo di mondo, anzi di due mondi» e reduci da una missione: trafugare la salma imbal­
Timpano­Gaetano Ventraglia e il loro Risorgimen­ «un’extracomunitaria brasiliana analfabeta», samata di Mazzini (opera del lodigiano Paolo Gori­
to Pop ­ memorie e amnesie conferite ad una gamba, continuamente fermati nell’attimo che precede la ni, a cui i due dedicato un’ampia parentesi) dal ci­
sabato sera sul palco del teatro Nebiolo di Tavazza­ morte di lei, malata nel freddo delle Alpi, di Co­ mitero di Staglieri con l’intento di farla riconcilia­
no per gli appuntamenti della stagione di prosa. In macchio o semplicemente sacrificata dal Garibal­ re con la gamba di Garibaldi, dopo 150 anni. O for­
un paese che non c’è, perché non è mai risorto, la di che le stringe le mani al collo perché rallenta se no. Forse l’intento è semplicemente quello di co­
hit Baby One More Time della reginetta del pop di l’avanzata dei Mille, «anche se tutto questo ovvia­ struire uno spettacolo didattico («tutto il risorgi­
fine millennio è il tappeto musicale ideale su cui mente non è mai avvenuto» ripete nel suo refrain mento in quattro minuti e trentatré secondi», co­
appoggiare la storia di un’Italia che se è stata è Timpano. me la lezione imparata a memoria dai bambini in
morta e poi risorta, per poi morire di nuovo. Il lavoro di amnesiAvivacE/Circo bordeaux/Con­ cui, in un crescendo di assurdità, trovano spazio
Un’Italia che se anche non c’è ha già quattro papà sorzio Ubusettete, per la regia dello stesso Daniele la scoperta della ricetta del Parmigiano reggiano e
(Garibaldi, Cavour, Mazzini e Vittorio Emanuele Timpano e di Marco Andreoli, è una scheggia im­ l’invenzione della birra Peroni) o ancora quello di
Secondo II, «che poi che senso ha che il primo re pazzita in bilico tra storia e immaginazione, dove «guadagnarci qualche soldo in occasione dei fe­
d’Italia si chiami II?») e un’antipapà (il Papa Pio tra una pausa a Teano e le ripetute morti di Anita steggiamenti per i 150 anni dalla fondazione» (il
IX, che ordinò l’opposizione formale alla presa di in scena, si gioca (e si ride) con le icone di un mito prossimo anno), cercando di mettere ordine nella
Roma). Simboli pop, falsi miti, come Pippo Baudo, «falsamente concorde» qual è il Risorgimento. E la toponomastica italiana («un cimitero lungo uno
l’amaro Ramazzotti e il destino di una Repubblica coppia Timpano­Ventraglia, con ritmi diversi di stivale»), ricca di vie e piazze dedicate agli eroi del
fondata sull’amicizia, quella di Maria De Filippi e corpo e voce (effervescente e instancabile il primo, Risorgimento. Al pubblico, reo di non lasciare la
della loggia P2. Una favola dissacrante e ricca di disincantato e cinico il secondo), sceglie di inizia­ sala all’intimità di Garibaldi e “Pippo Mazzini”,
digressioni di fantasia, ma «soprattutto una storia re dalla fine e apre la piéce con due fasci di luce, non resta che essere “mandato a quel paese” dai
d’amore» chiarisce Timpano al pubblico, conti­ uno verde e uno rosso. Manca il bianco e manca due che lasciano senza raccogliere gli applausi.
Una foto di scena dello spettacolo della coppia Daniele Timpano­Gaetano Ventraglia nuamente chiamato in causa, deriso e, perché no, anche l’Inno di Mameli, al suo posto ci sono il pop Rossella Mungiello