Sei sulla pagina 1di 37

ANNO XIV - N. 66 MARTEDI’ 8 MARZO 2011 1.

00*
talia
° Unità d’I
150

* IL QUOTIDIANO DEL MOLISE + IL MESSAGGERO euro 1,00


FONDATO DA GIULIO ROCCO REGIONE MOLISE - NON ACQUISTABILI SEPARATAMENTE
ZONA VASTO - SAN SALVO SOLO IL QUOTIDIANO euro 0,50

DIREZIONE, REDAZIONE E AMMINISTRAZIONE: 86100 CAMPOBASSO VIA SAN GIOVANNI IN GOLFO - TEL. 0874/484623 - FAX 0874/484625

Campobasso Regione
Edilizia popolare Pietracupa
IL QUOTIDIANO DEL MOLISE: IL PRIMO GIORNALE TUTTO MOLISANO

In arrivo quaranta è vicepresidente


nuovi alloggi dell’Esecutivo
CAMPOBASSO. Un milione e trecentomi- CAMPOBASSO. Ad annunciarlo sarà oggi
la euro ottenuti da Di Bartolomeo nell’incon- il presidente della Regione Iorio che ufficia-
tro con il ministro alle Infrastrutture Matteoli. lizzerà l’incarico.
SERVIZIO A PAGINA 7 SERVIZIO A PAGINA 3

“Priorità all’unità della coalizione, poi le Primarie”. Gelo di Nagni (Idv), scettici Astore e Natalini

Leva tenta una missione impossibile


Il segretario del Partito democratico prova a ricucire con il centrosinistra
CAMPOBASSO. Gioca
Termoli l’ultima carta il Pd per salva- 8 Marzo - La ricorrenza
re il salvabile in vista delle ele-
zioni Provinciali. Il segretario
Fitto: regionale Danilo Leva ha ten-
tato di ricucire con l’Idv spie- Il cammino
Piano Sud gando a chiare lettere la via da

per far
seguire. “Ci sono due principi
fondamentali – ha detto Leva
– primo: la nostra priorità per
delle donne
l’unità della coalizione; secon-
crescere do: convocheremo tutte le ani-
me del centrosinistra per tro- dall’Unità d’Italia
l’Ateneo vare una candidatura unitaria

SERVIZIO A PAGINA 24
che rappresenti l’intera coali-
zione, poi le Primarie”.
SERVIZIO A PAGINA 3
ai giorni nostri
Campomarino. E i dominicani ‘termolesi’ arrestati per droga restano in cella
Catturati i ladri di ‘oro rosso’ CAMPOMARINO. I cara-
binieri sono riusciti a risali- Termoli
re all’identità degli autori dei
clamorosi furti di rame com-
piuti ai danni delle Ferrovie. Ricevitoria di via Tremiti
Due rumeni residenti a Le-
sina (Fg) sono stati arresta-
ti, mentre il loro complice
baciata dalla fortuna
minorenne è stato allontana- Un vigore e una unitarietà nuova, ritrovata da parte delle
to con un foglio di via. In- Vinti 20mila euro donne, restituisce valore riflessivo e soprattutto propositi-
vo alla giornata dell’8 marzo; appuntamento che il consu-
vece a i dominicani residen-
ti a Termoli arrestati per dro- TERMOLI. Una combinazione vincente al 10 e Lotto mismo ha del tutto fagocitato nel corso dell’ultimo decen-
ga restano in carcere a Pe- hanno portato ventimila euro nelle tasche del fortunato nio. Le donne sono tornate in piazza a gridare la loro rab-
scara. giocatore che ha ‘sbancato’ la ricevitoria di via Tremiti. bia e in questo giorno non chiedono mimose, ma rispetto.
SERVIZIO A PAGINA 24 SERVIZIO A PAGINA 25 SERVIZI ALL’INTERNO

Lo Sport
Da Trapani i complimenti
al Campobasso di Cosco
per “la lealtà dimostrata”
SERVIZI A PAGINA 30

Da domani in Provincia farà


bella mostra di sè
la Champions vinta dall’Inter
SERVIZIO A PAGINA 34

1
2 Martedì
8 marzo 2011

Il leader nazionale Francesco Storace ha dato ampio mandato a Giovancarmine Mancini: pronte due liste

Elezioni Provinciali 2011 Giovancarmine


Mancini

La Destra correrà da sola


CAMPOBASSO. Colpo di scena sulla scena politica due liste: La Destra e una lista civica, ‘Alleanza per il Futu-
molisana: La Destra correrà da sola alle Provinciali di Cam- ro’” – ha dichiarato dopo il vertice romano. E, di conse-
pobasso. E’ la notizia trapelata ieri pomeriggio dopo la riu- guenza, sarà presentato anche un candidato che correrà da
nione romana tra Giovancarmine Mancini e la segreteria solo per la poltrona più alta di Palazzo Magno.
nazionale del partito guidato da Francesco Storace. Decisivo lo scarso ‘feeling’ con il Popolo della Libertà a Situazione del tutto opposta a livello nazionale: qualche
La notizia era già nell’aria e ieri è stata confermata: il livello regionale. “Non sono state recepite le mie linee pro- tempo fa proprio il presidente del Consiglio dei Ministri
leader nazionale ha dato pieno mandato e autonomia deci- grammatiche e così non ci sarà alcuna intesa con il Pdl”, ha Silvio Berlusconi aveva dichiarato di voler aprire il gover-
sionale al consigliere provinciale di Isernia. “Presenteremo ribadito Giovancarmine Mancini. no a La Destra. red.pol.

CAMPOBASSO. Inter-
viene a muso duro l’asses-
sore regionale all’Agricoltu-
ra Nicola Cavaliere dopo le
polemiche che si sono svi-
Tartufo, Cavaliere difende la misura
luppate sul tartufo molisano. L’assessore all’Agricoltura:i cavatori molisani saranno sentinelle del territorio
“Continuo a leggere – spie-
ga Cavaliere - dichiarazioni tanti di associazioni di tar- difiche apportate alla legge personale, fantasiosa, balza- tori molisani il solo ruolo di sede, hanno concorso a raf-
non veritiere, demagogiche tufai abruzzesi, i quali sen- sui tartufi, si lasciano anda- na e distorta interpretazione sentinelle del territorio, da forzare l’aspetto strumenta-
e sottolineo strumentali. Sia- za aver mai chiesto chiari- re a dichiarazioni populisti- delle modifiche di cui in ar- intendersi come attività di le, demagogico e sicuramen-
mo in presenza di rappresen- menti ufficiali, circa le mo- che e inesatte dovute ad una gomento. In particolare, mi sola segnalazione agli orga- te non costruttivo di alcun
riferisco all’infondatezza ni preposti di situazioni o at- percorso. Ma soprattutto, re-
delle affermazioni, circa tività potenzialmente perico- cava delle proposte, condi-
Vigilantes oggi dal prefetto l’obbligo che graverebbe sui
cavatori molisani di realiz-
zare lavori socialmente uti-
lose per l’ambiente. Altro
capitolo che ritengo dovero-
so rilevare è la strumentaliz-
visibili o meno rispetto alle
quali preferisco non entrare
nel merito, tra le quali una,
“Reintegriamo i nove lavoratori” li, in sostituzione del paga- zazione politica che se ne sta particolarmente originale:
mento del contributo di so- facendo di questa vicenda. l’istituzione di un assessora-
CAMPO- lidarietà. Infatti, dallo spiri- Non era e non è nelle mie in- to regionale al tartufo indi-
BASSO. Oggi
Petraroia: la delegazione
to delle modifiche apportate
alla legge in questione non
tenzioni colorare politica-
mente il contesto e non avrei
viduando il rappresentante
istituzionale nella persona di
di vigilantes un cavatore o di un raccogli-
la Regione della ditta
si evince in alcun modo la
necessità da parte dei cava-
voluto rispondere ad alcune
affermazioni certamente tore.
Aquila in ser- tori molisani, di svolgere at- provocatorie. A questo punto mi doman-
intervenga vizio al Consi- tività riconducibili alla rimo- Ritengo sia il caso che la do dove vanno a finire tutte
glio regionale zione di rifiuti, allo spegni- smetta di continuare a soste- quelle belle parole, perché
subito sarà ricevuta mento di incendi o comun- nere che la riunione tenutasi restano tali, di cui il rappre-
dal Prefetto que di attività lavorative in a Vinchiaturo non ha avuto sentantedell’opposizione si è
CAMPOBASSO. Il diritto Trotta di Cam- senso stretto. La norma, e un chiaro ed inequivocabile fatto e si fa portatore come
alla conservazione del posto pobasso per La protesta davanti
al consiglio regionale mi vedo costretto a ripeterlo carattere politico. Intendo la riduzione del numero dei
di lavoro. Il consigliere del avere deluci- e sottolinearlo per l’ennesi- sottolineare che il sottoscrit- consiglieri regionali, dei co-
Partito democratico Michele dazioni sul caso che vede 9 lavoratori della compagnia a ri- ma volta, attribuisce ai cava- to non è stato invitato a par- sti della politica e la non no-
Petraroia interviene sul cam- schio. La notizia è stata data ieri in conferenza stampa diretta- tecipare, là dove di- mina degli assessori esterni,
bio d’appalto nel servizio di mente da Palazzo Moffa dove i vigilantes hanno comunicato Nicola Cavaliere versi cavatori inter- allorché propone l’istituzio-
vigilanza in Regione in dife- che effettueranno consistenti forme di protesta se i 9 lavoratori venuti pensavano, ne di un assessorato al tartu-
sa dei nove lavoratori della non verranno riassorbiti nella Tarricone, la società che si è ag- invece, di poter ot- fo? A Campochiaro, del pri-
società Aquila costretti alle giudicata l’appalto di gestione in Consiglio regionale. “Ci sono tenere chiarimenti o mo centro regionale di ricer-
ferie forzate per il mancato nove persone che ancora una volta rischiano il posto di lavoro comunque un con- ca e sperimentazione per la
riassorbimento nella ditta – ha dichiarato il sindacalista Pasquale Guarracino – E’ molto fronto con l’Asses- produzione di piantine tartu-
Tarricone che si è aggiudica- strano che in un ente come il Consiglio regionale succeda que- sore al ramo. Di figine, nonché attraverso al-
ta l’appalto. Petraroia invita sto. Siamo stati convocati per domani (oggi ndr) e speriamo contro, la sola pre- tre iniziative che vanno in
il Presidente e l’ufficio di pre- che si chiarisca definitivamente la questione fermo restando senza di un consi- questa direzione, e non tra-
sidenza ad intervenire, “fer- che per la Uiltucs, Cgil e Ugl riteniamo non ci sia stato il ri- gliere regionale di mite slogan elettorali, propa-
mo restando le prerogative spetto del capitolato d’appalto e del contratto collettivo nazio- opposizione ha dato gandistici ed effimeri che di
dei due Istituti di vigilanza nale ”. alla stessa una con- sicuro non giovano al nostro
che sono entrati in contenzio- “Chiediamo alle istituzioni il rispetto della legalità per quel- notazione chiara e territorio”.
so con ricorsi al Tar ed al lo che riguarda il settore dei vigilantes – ha incalzato Luigi inequivocabile. Le
Consiglio di Stato per assicu- Colucci della Filcams Cgil – Siano rispettati i patti e riassorbi- dichiarazioni di
rarsi la gestione del servizio ti i nostri lavoratori” . oz quest’ultimo, in tale
presso la sede del Consiglio
regionale”. FONDATO NEL 1998
Petraroia ricorda che “le Sarà presentata domani pomeriggio dal consigliere Pardo D’Alete
norme del Contratto Collet-
tivo Nazionale di Lavoro, op-
portunamente recepite nella
Delibera dell’Ufficio di Pre-
Autobus gratuiti per i portatori DIRETTORE RESPONSABILE:
GIULIO ROCCO

sidenza del Consiglio n. 201


del 16.12.2010, sanciscono in
modo chiaro che in caso di
di handicap, ecco la proposta di legge EDITORE:
ITALMEDIA s.r.l.
SEDE LEGALE:
VIA MONTEGRAPPA 51/D
CAMPOBASSO. Sarà presentata domani pomeriggio la volte detto nel corso degli incontri con i rappresentanti del- 86100 CAMPOBASSO
cambio d’appalto l’impresa
proposta di legge regionale promossa dal consigliere Pardo le associazioni. Il capogruppo PD chiese alla Giunta appe- SEDE OPERATIVA
subentrante riassuma i dipen- VIA S.GIOVANNI IN GOLFO
Antonio D’Alete, ‘Istituzione della tessera personale di li- na dopo l’approvazione delle legge per la razionalizzazio-
denti già in servizio”. Per il 86100 CAMPOBASSO
bera circolazione’, a favore del trasporto pubblico gratuito ne della spesa pubblica che sancisce e regolamenta il dirit-
consigliere dunque “la strut-
per i diversamente abili, invalidi e mutilati. All’incontro, in to alla libera circolazione sui mezzi pubblici dei cittadini SITO INTERNET:
tura consiliare non può che www.quotidianomolise.it
consiglio regionale alle 16,30, parteciperanno anche i rap- diversamente abili, di “correggere la rotta”. Attualmente
attenersi al deliberato della EMAIL:redazionecb@quotidianomolise.it
presentanti della federazione delle associazioni impegnate sono 4000 le tessere gratuite in circolazione ma solo un
Presidenza che ha integrato il Pubblicità
nella difesa dei diritti dei cittadini diversamente abili migliaio quelle in possesso delle categorie svantaggiate. Da
capitolato d’appalto” ed è ITALMEDIA s.r.l.
(FAND). La norma infatti è stata elaborata con il loro con- gennaio queste categorie sono costrette a pagare il 50% del
fondamentale “agire con la Tel. 0874.484623
tributo ed è finalizzata alla “piena e concreta integrazione costo del biglietto se possessori si una situazione ISEE tra i Via S.Giovanni in Golfo
massima tempestività per ga-
sociale, professionale e culturale di tutti i cittadini portatori 7000 ed i 10000 euro annui. Campobasso
rantire i giusti diritti ai lavo-
di handicap, attraverso il riconoscimento del diritto alla li- “Pensare che in tempi di criti si possa far cassa a discapi- EMAIL: commerciale@quotidianomolise.it
ratori, al di là delle opposte
bera e gratuita circolazione sui mezzi di trasporto pubblici to dei più fragili è inaccettabile”, scrive D’Alete annun- CENTRO STAMPA
rimostranze dei due Istituti di
di interesse comunale e regionale”. ciando che la proposta di legge “affronta e risolve il pro- ROTOSTAMPA - LIONI (AVELLINO)
Vigilanza che mirano a sal-
Una legge che facesse chiarezza, che definisca i benefi- blema, riordinando le competenze e individuando i benefi-
vaguardare correttamente i Registrazione Tribunale
ciari e le modalità di erogazione delle tessere, è stato più ciari”. di Campobasso N. 157/87
propri interessi di parte”.
Martedì
8 marzo 2011 3
Il governatore
Iorio
Il governatore Michele Iorio sancisce definitivamente Mario
Pietracupa
con l’Adc il ‘patto di fine legislatura’
Pietracupa in Giunta:
è vicepresidente
gato comunicato sarà rivestita del crisma del- l’aspetto ‘tempo’, ovvero che indiscrezioni, Pie-
emesso direttamente l’ufficialità: del resto, pare siamo a fine legislatura e a tracupa non darà le
dalla sede di via Ge- che lo stesso governatore ab- novembre si voterà per le ele- dimissioni da consi-
nova con cui si an- bia già firmato la delega che zioni Regionali. E quindi il gliere regionale.
di Stefania Potente nuncia che stamattina, alle attribuisce all’ex vertice del vice segretario nazionale del- Una strada che consentirà al Dunque, è tornato final-
CAMPOBASSO. Il gover- 10, “il presidente Michele Consiglio regionale l’impor- l’Adc potrà dare il suo con- presidente di non essere og- mente il sereno tra il presi-
natore sancisce definitiva- Iorio terrà una conferenza tante incarico di vicepresi- tributo in un momento deli- getto di nuovi attacchi stru- dente Michele Iorio e il par-
mente il ‘patto di fine legi- stampa per annunciare alcu- dente e due deleghe: ‘Rifor- cato della vita politica moli- mentali e speculazioni dema- tito di Pionati, i cui rapporti
slatura’ con l’Alleanza di ne novità circa il rafforza- me istituzionali’ e ‘Promo- sana lavorando in sinergia gogiche da parte del centro- si erano deteriorati al punto
Centro: oggi sarà ufficiale mento della compagine go- zione del marketing territo- con il governatore nel ruolo sinistra, come avvenuto nel che i centristi chiesero la ve-
l’ingresso in Giunta regiona- vernativa”. riale’. Il mandato, poi, acqui- di vice.Inoltre, (probabil- caso della richiesta del refe- rifica politica. Una pagina
le di Mario Pietracupa. Non La notizia era nell’aria già sta un significato ancora più mente) sarà un’operazione a rendum abrogativo dello Sta- che appartiene ormai al pas-
lascia spazio a dubbi lo strin- da qualche giorno, ma oggi importante se si considera ‘costo zero’: infatti, secondo tuto da poco approvato. sato.

Ultimo tentativo di ricucitura di Ruta, poi le primarie. Abboccherà l’Idv? Lo studio di Confartigianato
Sos Pd, Leva prova Imprenditoria
giovanile: il Molise
la ‘missione impossibile’ arranca
CAMPOBASSO. Soffiava candidatura - Il Pd è al ser- mo impegnarci con tutte le deciderà il futuro della coa- CAMPOBASSO. Spesso intraprendere un’attività im-
forte il vento ieri a via Pe- vizio del centrosinistra e il forze per camminare insie- lizione del centrosinistra e si prenditoriale significa imboccare una strada in salita. So-
trella nella sede regionale del nostro è un atto di responsa- me e proporre un candidato svolgeranno incontri serrati prattutto se si è giovani e si vive al Sud. Per questo moti-
Pd dove il partito ha cercato bilità per percorrere tutte le unitario in grado di fare sin- che sembrano più che altro vo, nella speciale classifica stilata dall’Ufficio studi di Con-
di spazzare via le polemiche strade possibili affinché la tesi. Chiunque spacca la co- una prova a cronometro vi- fartigianato occupano le ultime posizioni proprio le regio-
provocate dalla confusione coalizione concorra unitaria- alizione oggi è un irrespon- sti i tempi ristretti. Si voterà ni del Mezzogiorno. La maglia nera spetta alla Sicilia, se-
sulle Primarie. mente alle Provinciali. Fino sabile che crea difficoltà”. alla Provincia di Campobas- guita da Campania, Calabria, Sardegna e Molise. Sono
Il segretario regionale del all’ultimo minuto serve il La sveglia è suonata, dun- so il 15 e il 16 maggio. La queste le aree in cui fatica ad affermarsi l’imprenditoriali-
Pd, Danilo Leva, ha tentato nostro impegno per rimane- que. Nelle prossime ore si sveglia sta suonando. ms tà giovanile, specchio dello storico gap economico e in-
di ricucire con l’Idv spiegan- re uniti considerato che que- frastrutturale tra Nord e Mezzogiorno. Ovvero di un’Italia
do a chiare lettere la strate- sto è il modo più giusto per a due velocità. Non a caso, nella mappa della Confartigia-
gia per salvare il salvabile in renderci credibili agli occhi nato, si trovano proprio al settentrione del Paese i territori
vista delle elezioni Provin- degli elettori. Invito, in par- in cui proprio i giovani trovano condizioni più favorevoli
ciali. “Nel documento che ticolare, l’Idv ad un gesto di per lavorare e per aprire un’azienda. Dalla rilevazione
abbiamo votato all’unanimi- attenzione e responsabilità. emerge infatti che Provincia Autonoma di Trento, Lom-
tà all’assemblea regionale di Non facciamo una questio- bardia, Emilia Romagna, Veneto e Umbria offrono l’am-
domenica – ha spiegato Leva ne di nomi e di candidati ma biente migliore per realizzare i sogni dei giovani. Inoltre,
in conferenza stampa - ci di rapporti di forza da met- complessivamente è il Nord Ovest l’area del Paese più
sono due principi fondamen- tere insieme sul territorio, favorevole al lavoro e alle attività produttive dei giovani.
tali: il primo è relativo alla quindi anche quelli prove- Seguono il Nord Est, il Centro, il Sud le Isole.
nostra priorità per l’unità nienti dal basso e che sono Trentuno gli indicatori raggruppati in cinque ambiti di
della coalizione. Unità che stati espressi dall’assemblea cui si è tenuto conto: imprenditorialità, mercato del lavoro
sta alla base di una nostra degli autoconvocati, riferi- giovanile, contesto socio-demografico, istruzione e capi-
possibile vittoria alle elezio- mento a Massimo Romano tale umano, politiche per giovani e imprese.
La conferenza stampa di ieri del Pd
ni. Mi è stato affidato un e al senatore Astore. Dobbia- Ecco perché, nell’ambito dell’imprenditorialità, le regioni
mandato, insieme ad una ‘virtuose’ sono Li-
delegazione che rappresen- guria, Valle d’Ao- Archivio
ta il Pd, per convocare tutte
le anime del centrosinistra e
trovare una candidatura uni-
Ma gli alleati della coalizione sta e Toscana,
mentre gli ultimi
tre posti sono oc-
taria che rappresenti l’intera
coalizione. Dopodichè, se-
condo principio, svolgere-
rimangono scettici cupati da Molise,
Provincia Autono-
ma di Bolzano e
mo le Primarie con un no- CAMPOBASSO. Danilo le primarie: “restiamo rigidi unità condivisa è bene, ma Sicilia.
stro candidato unitario”. Leva ‘arbitro’ del centrosi- sulla nostra posizione”. E noi continuiamo a sostenere La nostra regio-
Chiaro il messaggio rivolto nistra? La proposta rilancia- poi il tempo, alquanto ristret- le primarie. Sperando che ne viene bocciata
all’Italia dei Valori che ha ta ieri mattina nel corso di to a questo punto della ‘apr- l’Idv accetti…” anche dal punto di
imposto già da un mese la una conferenza stampa la- tita’, non gioca a favore del- Non fanno i ‘salti di gioia’ vista del contesto
candidatura alla presidenza scia perplessi i leader dei le consultazioni: “è necessa- neppure gli autoconvocati. socio-economico:
della Provincia di Campo- principali partiti della coali- rio organizzarle e poi non bi- Uno dei principali fautori del quello molisano è
basso con Pierpaolo Nagni zione, Italia dei Valori e Si- sogna farlo in maniera rab- Comitato promotore, il sena- il peggiore assieme
escludendo ogni possibilità nistra, ecologia e libertà, ma becciata”. tore Giuseppe Astore, sotto- a quello ligure e sardo,
di effettuare le Primarie. E anche i cosidetti ‘autoconvo- Piuttosto ‘freddino’ anche linea: “E’ encomiabile lo mentre è il migliore Premiate
proprio le Primarie contribu- cati’. Il segretario del Parti- il coordinatore regionale di sforzo di Leva, ma prima si nelle Province Autono-
irono alla rottura delle alle- to democratico tenterà il tut- Sinistra, ecologia e libertà sbriga e meglio è perché bi- me di Bolzano e Tren- solo le politiche
anze in occasione del rinno-
vo del Consiglio comunale
to per tutto nel suo ruolo di
mediatore al tavolo del cen-
Mauro Natalini: “Se la me-
diazione può portare ad una
sogna recuperare il tempo
perso”. Inoltre, “spero che
to e in Lombardia.
Un quadro solo a tin- messe in atto
di Campobasso nel 2009
dove il sindaco Di Bartolo-
trosinistra che a breve sarà
convocato. Una strategia che
tra Leva e Nagni si pos-
sa anche raggiungere
te fosche? Assoluta-
mente no, perché il
per favorire
meo conquistò il 60% di
voti. Per il Pd l’obiettivo è
non convince più di tanto gli
alleati. Anzi, la sensazione è
Pierpaolo Nagni: l’intesa, ma noi voglia-
mo le primarie. E non
Molise si salva dal
punto di vista delle po-
le attività
quello di giocare l’ultima che prevalga un certo scetti- le primarie? è escluso che presente- litiche messe in atto a economiche
carta provando a ricucire con cismo. remo un nostro candi- favore dei giovani im-
l’Idv e gli Autoconvocati. “Aspettiamo che si apra Restiamo rigidi dato, anche se Petraroia prenditori dalle istitu-
“Continueremo a perseguire questo quadro di mediazio- si può considerare un zioni regionali.
l’idea di tenere la coalizione ne”, commenta il segretario sulle nostre candidato di tutto ri- Da questo punto di vista, sono state ‘premiate’ anche Ca-
unita – ha dichiarato Miche-
le Petraroia in forte odore di
dell’Idv Pierpaolo Nagni.
Che, però, ‘avvisa’ il Pd sul- posizioni spetto”.
S.P.
labria e Sicilia, mentre meno risorse vengono impiegate
in Emilia-Romagna, Veneto e Lombardia.
4 Martedì
8 marzo 2011

Consulenze gratuite a tutte le ‘signore’ su questioni previdenziali e fiscali fino all’11 marzo
Una campagna informativa per far conoscere alle lavoratrici i diritti di cui sono titolari

L’Enas indice la settimana ‘in rosa’


Una settimana di consulenze gratuite offerte alle donne per re le donne ad informarsi ulteriormente dei propri diritti pre-
la verifica della loro situazione previdenziale. E’ l’iniziativa
‘in rosa’ promossa dall’Enas, l’ente di patronato della Ugl in
videnziali e sociali, proprio per far crescere in loro la giusta
sensibilità sia rispetto alla materia previdenziale che alle esi-
In azienda il 47% ricopre ruoli chiave
occasione della giornata dell’8 marzo in tutto il territorio
nazionale. Gli operatori del patronato e del sindacato saran-
genze quali, ad esempio, l’estratto e calcolo di pensione, ac-
credito maternità o il diritto all’assegno sociale”.
Poste italiane, oltre la metà
no a disposizione fino al giorno 11 marzo per tutte le opera-
zioni di verifica della posizione previdenziale e fiscale delle
La presenza di personale di genere femminile impiegato
nell’Enas è, peraltro, molto elevata: pari al 68,18% del totale
dei direttori è donna
donne e degli eventuali diritti maturati di cui non si conosce degli impiegati. Un dato molto positivo che va oltre il mini- In Molise oltre la metà dei direttori postali è donna. Nella
ancora la titolarità. “Presso le nostre sedi di Campobasso e mo richiesto dall’Unione Europea nel Trattato di Lisbona del nostra regione, dove sono attivi 97 uffici in provincia di
Termoli- si legge in una nota del responsabile territoriale del- 2000, in cui si richiedevano obiettivi occupazionali femmi- Campobasso e 64 in quella di Isernia, le direttrici sono il
l’Enas, Patrizia Rainone- l’erogazione di questi servizi resta nili pari al 60%, che dimostra l’attenzione dell’ente verso il 55% del totale. Poste Italiane è una delle aziende con la più
attiva tutto l’anno ed in questa settimana intendiamo spinge- mondo delle donne. D.I. alta percententuale di personale femminile nel suo organi-
co, circa 75.000 mila donne, pari al 53% degli impegati. In
tutta Italia, sono donne 7.018 direttori di uffici postali su

“La Regione ha favorito un totale di 14.000. Significativa la presenza femminile


anche ai vertici aziendali nelle sedi molisane. Il 38% delle
filiali è guidato da donne, tra queste la direttrice di filiale di
Campobasso. Circa la metà del personale (il 47%) che svolge

l’occupazione femminile” una funzione di quadro risulta, inoltre, essere donna.


Questi i numeri che fanno di Poste italiane una delle real-
tà con la più alta percentuale femminile in Italia; di queste
il 64% ha meno di cinquant’anni contro una media maschi-
Il messaggio del governatore Iorio alle molisane le del 50%. Anche tra le addette al recapito la percentuale
di impiegate è molto elevata: su un totale di oltre 40 mila,
Un sentito augurio alle don- sia pubbliche che private, ne di realizzare le proprie sono circa la metà le portalettere donne.
ne molisane per la ricorrenza possano e debbano festeggia- aspettative lavorative e di
dell’8 marzo è rivolto dal pre- re l’8 marzo con un rinnova- vita mediante legislazioni,
sidente della Regione Miche-
le Iorio.
“Credo che le Istituzioni,
to impegno ad attivare nuo-
ve iniziative e programma-
zioni per consentire alle don-
progettualità culturali mi-
rate e concrete. La Regio-
ne Molise in questi anni si
Picciano: “Conseguiti
Perugini: “La vera parità
è impegnata su tale fronte
varando bandi per favori- grandi traguardi”
re l’occupazione femmini- Il presidente del Consiglio Regionale del Molise, Michele
tra i sessi è ancora lontana” le, per l’autoimpresa e per
la stabilizzazione occupa-
Picciano, in occasione della ricorrenza dell’8 marzo, ha rivol-
to un saluto augurale a tutte le donne.
A tutte le donne va anche l’augurio del presidente del Con- zionale delle donne. Ab- Michele ”E’ con vivo piacere che avverto il desiderio, mio personale
siglio provinciale di Campobasso, Carmine Perugini. “Le ul- biamo in atto progettuali- Iorio e dell’intero Consiglio Regionale del Molise, di inviare un sen-
time vicende di cronaca dimostrano che la vera parità dei sessi tà per il miglioramento tito e sincero messaggio augurale a tutte le donne molisane, in
è ancora lontana –spiega Perugini – e che molto bisogna an- delle condizioni di lavoro occasione della giornata internazionale della donna, meglio co-
cora fare per la difesa dei diritti del gentil sesso. L’8 marzo che consentiranno alle don- fare, la strada è lunga ma nosciuta come “festa della donna”, che si celebra l’8 marzo. E’
2011 vuole dire poi cento anni della Giornata della donna, ne di gestire adeguatamente l’impegno che noi mettiamo un giorno ricco di significati in quanto, da un lato, vuole testi-
ricordando come dopo la conferenza internazionale delle don- la loro famiglia e non rinun- su queste tematiche è deciso moniare il raggiungimento, da parte delle donne, di tanti tra-
ne socialiste di Copenhagen fu istituita questa ricorrenza a ciare alla possibilità di esse- e concreto. guardi conseguiti nel corso de-
partire dal 1911. Da allora, molti passi in avanti sono stati re buone e affermate profes- Dunque auguri alle donne gli anni, in tutti i settori della
fatti per consentire alle donne di migliorare la loro condizio- sioniste. molisane affinchè abbiano la vita civile, sociale, politica ed
ne nel lavoro, nell’istruzione, nei diritti politici, nei servizi Questo sforzo ha già deter- possibilità di esprimere le economica e, dall’altro, vuole
sociali e in mille altri campi. Ma ancora non basta. Le donne minato, secondo vari studi loro giuste aspettative lavo- rappresentare un bersaglio per
che scenderanno in piazza per questa giornata chiedono ri- statistici, un’ottima perfor- rative e professionali, oltre formulare l’auspicio per l’otte-
spetto, quel rispetto che ancora oggi la società non sempre mance riguardo al numero che familiari e sociali, ma au- nimento di ulteriori, suggestive
concede loro. La mia speranza – conclude il presidente Peru- delle occupate della Regione guri anche a tutte quelle don- conquiste soprattutto nel cam-
gini- è che questa giornata non sia solo l’occasione per fare che è prima, con il 40,6% del- ne che combattono nel mon- po della esistenza quotidiana,
retorica e commercializzare mimose ma suggerisca riflessio- le occupate, rispetto a tutto il do una difficile e brutale ancora fortemente minacciata
ni e idee anche nel mondo della politica italiana, dove non Mezzogiorno, e in ottima po- guerra contro la discrimina- da situazioni di violenza e di di-
solo siamo ancora indietro rispetto al resto d’Europa, ma stia- sizione rispetto al centro Ita- zione e le violenze familiari scriminazioni in ogni angolo del Michele
Picciano
mo dando da qualche tempo esempi tutt’altro che edificanti”. lia. Certo c’è ancora molto da e sociali.” pianeta”.

Rita Colaci: “C’è ancora


molto da fare nel campo
D’Ascanio: “La crisi del lavoro
delle pari opportunità” minaccia le conquiste raggiunte”
“Libertà delle donne del porre tra i suoi obiettivi In occasione della Festa Internazionale gresso che al giorno d’oggi sconta forti con-
Molise”, Rita Colaci. “Se “l’uguaglianza tra le donne delle Donne, il presidente della Provincia traddizioni, acuite dalla crisi economica ge-
è vero che nel corso degli e assicurare così pari oppor- Nicola D’Ascanio, anche a nome dell’inte- nerale che rischia di riportare indietro l’oro-
anni sono state moltissi- tunità e uguaglianza di trat- ra Amministrazione, rivolge alle donne mo- logio della storia non solo per la parte fem-
me le conquiste fatte dal- tamento tra donne e uomini, lisane un saluto ed un augurio per la piena minile della società. Proprio negli ultimi
le donne in termini di di- nonché di lottare contro ogni realizzazione delle condizioni di parità e mesi le donne italiane sono tornate a far sen-
ritti, diritto all’istruzione, discriminazione basata sul opportunità in ogni campo della vita sociale tire la loro voce con una amplissima e stra-
al lavoro, alla vita ammi- sesso”. La festa delle donne, tra i due sessi. “Ricorre quest’anno il cen- ordinaria mobilitazione contro il diffonder-
nistrativa e politica, è infatti, non è solo una mimo- tesimo anniversario della decisione presa nel si di una rappresentazione del mondo fem-
vero anche che ancora sa e neanche un’uscita tra 1911 a Copenhagen dall’Internazionale so- minile che fa della sua mercificazione un
Rita troppe sono e restano le vecchie amiche per un po’ di cialista di istituire una Giornata della donna intollerabile fattore di arretramento dei li-
Colaci disparità. È per questo baldoria. Se oggi festeggia- per onorare l’allora nascente movimento per velli di civiltà. Un messaggio teso a svilire
che oggi dobbiamo cele- mo l’8 marzo è per ricorda- i diritti delle donne- ricorda il presidente il ruolo della donna che con forza e sacrifi-
“È opportuno cogliere brare il vero significato re il sacrificio delle 129 ope- D’Ascanio-finalizzato anche ad ottenere il cio sa creare ricchezza, solidarietà e coesio-
l’occasione che la giornata dell’8 marzo.” Secondo la raie prigioniere dell’indu- suffragio universale.Il movimento femmi- ne sociale. Una mobilitazione che deve far
dell’8 marzo ci offre per ri- presidente del club sono an- stria Cotton, che persero la nista ha, da allora, vinto numerose riflettere tutti coloro che riconoscono al
cordare il percorso che le cora molti, infatti, gli ambiti vita in favore dei loro diritti. battaglie.“Una storia lunga e ricca di lotte e mondo femminile la sua insostituibile fun-
donne hanno fatto fino ad in cui le donne faticano, an- Questa data deve quindi far- di conquiste che nel nostro Paese, a partire zione di vita e di impareggiabile dignità. Ed
oggi per vedere riconosciuti che nel 2011, per ottenere gli ci riflettere, ancora una vol- dal 1946 con la concessione del suffragio è per questo che rivolgo a tutte le donne
i loro diritti come persone, stessi risultati degli uomini. ta, sull’importanza del ruo- universale, ha saputo affermare, nonostante molisane un saluto calorosissimo con l’au-
ma questo resta ancora da Ciò diventa ulteriormente lo della donna nella società, resistenze e ritardi legati a molteplici fattori gurio di poter affermare con piena dignità
fare”. Questo ha dichiarato tema di riflessione quando è come madre e come lavora- socio-culturali, il pieno diritto alla parità in le loro grandi capacità vitali e di lavoro”.
la presidente del club della la stessa Unione Europea a trice. V.d.T. tutti i campi tra l’uomo e la donna. Un pro-
MARTEDI’ 8 MARZO 2011 ANNO XIV - N. 66

DIREZIONE, REDAZIONE E AMMINISTRAZIONE: 86100 CAMPOBASSO VIA SAN GIOVANNI IN GOLFO - TEL. 0874/484623 - FAX 0874/484625

In Molise, a fronte di 300 bersagli, la spesa è stata di 200mila euro


La Giustizia ci ascolta:
i costi delle intercettazioni
Il Distretto di Campobasso è il più virtuoso d’Italia
Costi e tempi della Giusti- modo controverso i concetti oltre ad avere tempi ecces- costo delle intercettazioni
zia da sempre infiammano il di rispetto e applicazione sivamente lunghi, pesa trop- telefoniche. Nel primo se-
dibattito nelle sedi istituzio- delle Leggi. Quando si par- po sulle casse dello Stato nel mestre del 2010 sono stati
nali (Parlamento) e soprat- la di costi, poi, le parole di- cui bilancio c’è una voce in spesi 129 milioni e 900mila
tutto nell’opinione pubblica ventano di fuoco in chi ritie- particolare che attira mag- euro per ascoltare le conver-
che spesso percepisce in ne che la Giustizia italiana, giormente l’attenzione: il sazioni dei cosiddetti ‘bersa-
gli’ (persone sottoposte a in-
dagini) che sono stati 75mila
e 500. Un dato singolare
emerge se si tiene conto che
in Italia ci sono 26 distretti
di Corte d’Appello: rispetto
al primo semestre del 2009 re il distretto di Corte d’Ap- 21milioni e 800mila euro.
il numero dei bersagli è au- pello di Campobasso dove, Quest’ultimo è un dato che
mentato dell’11 per cento a nei primi sei mesi del 2010, stride fortemente se parago-
fronte di una spesa comples- i bersagli sono stati 300 nato a quello di Roma dove
siva che invece ha fatto re- (stesso numero per il seme- da gennaio a giugno 2010 il
gistrare un dato in controten- stre precedente) a fronte di numero degli intercettati è
denza. Ovvero una diminu- una spesa complessiva di stato ben superiore (6.500)
zione del 18 per cento rispet- 200mila euro (circa 700 euro rispetto a Palermo, ma i co-
to allo stesso periodo preso a persona). Spiccoli se si sti sostenuti, stranamente si
in considerazione. Fanalino considera che a Palermo per abbassano a due milioni e
di coda (ma nell’accezione intercettare 4.100 bersagli 600mila euro.
positiva del termine) compa- sono stati spesi la bellezza di L.S.

Uno dei due deve rispondere di resistenza a pubblico ufficiale per aver inveito contro i carabinieri
Vicini litigiosi finiscono in Tribunale
Una discussione con il vi- ficiale o ad un incaricato di
cino di casa a volte può cre- un pubblico servizio men-
are problemi ben più gravi tre compie un atto di uffi-
di quelli che si possono im- cio o di servizio o a coloro
maginare. Ed è questo il che richiesti gli prestano as-
caso. L’imputato in questio- sistenza”). Un’udienza
ne si trova ora in un’aula di lampo quella che si è svol-
Tribunale per difendersi dal ta ieri mattina presso il Pa-
reato di resistenza a pubbli- lazzo di giustizia di Cam-
co ufficiale. Tutta la vicen- pobasso. Dovevano essere
Gelo e neve, inverno polare da è sorta proprio a causa
di un disguido tra l’impu-
ascoltati alcuni testi indicati
dalla pubblica accusa, ma
Un’ondata di freddo e gelo ha invaso di nuovo la città. tato e un vicino di casa. La non è stato possibile prose-
Ieri sera fiocchi di neve scesi su Campobasso hanno al- discussione avrebbe intra- guire oltre con l’istruttoria
lontanato dalle nostre menti l’idea di primavera alla quale preso una strada tutt’altro ma sembra che l’imputato, Atteggiamenti che fecero perché questi non si sono
tutti eravamo attaccati con forza. Resta ancora un mirag- che pacifica tanto da richie- difeso dall’avvocato Di- scattare le manette e l’ini- presentati a fornire la loro
gio la bella stagione. La giornata di ieri è stata caratteriz- dere l’intervento delle for- scenza di Campobasso, zio del processo per il rea- testimonianza in aula. Il
zata da temperature gelide, vento freddo siberiano e nevi- ze dell’ordine a causa del- avrebbe messo in atto dei to di cui all’articolo 337 del processo, quindi, è stato
cate sparse che nel tardo pomeriggio hanno impensierito l’animosità con la quale i comportamenti aggressivi e codice penale (“Chiunque rinviato al 27 giugno, gior-
gli automobilisti. Per mettere definitivamente nell’arma- due battibeccavano. All’ar- violenti nei confronti dei tu- usa violenza o minaccia per no in cui verrà messa agli
dio cappotti e giubbini pesanti c’è ancora da attendere. rivo degli uomini dell’Ar- tori dell’ordine pubblico. opporsi ad un pubblico uf- atti la loro deposizione.

Giù dal balcone, muore 70enne


La tragedia ieri mattina. Indagano Volante e Squadra Mobile
Fine tragica ieri mattina per un anziano, residente in
una palazzina di un quartiere residenziale. Giù dal balco-
ne, un volo di diversi metri, che non gli ha lasciato scam-
po: troppo violento l’impatto con l’asfalto, fatale per la
vita del 70enne, persona molto nota in città.
Neppure il tempestivo intervento dei soccorso ha potu-
to evitare il peggio, il cuore dell’uomo si era già fermato.
Sul posto i sanitari del 118 che hanno accertato la morte
e due pattuglie della Squadra Volante di via Tiberio. Gli
agenti, insieme agli investigatori della Mobile, stanno in-
dagando per capire se si sia trattato di un gesto estremo
La Volante intervenuta ieri mattina
oppure di una caduta accidentale.

6
Martedì
8 marzo 2011 7
Il ministro Matteoli concederà i fondi. Presto ripartiranno i lavori alle strutture di via Marche e via Lazio

Iacp, entro l’anno pronti 40 alloggi


Il Contratto di Quartiere è fermo dal 2005. Di Bartolomeo: ho preso un impegno
Entro quest’anno il Con- È stato il sindaco Di Bar- Iacp (si parla di circa 1 mi-
tratto di Quartiere nel rio- tolomeo a confermarlo, in lione e 300mila euro).
ne di San Giovanni dei ritorno dall’ennesima tra- Dopo 12 anni quindi, da
Gelsi sarà portato a termi- sferta romana. Il ministro quando cioè il contratto è
ne e saranno così dispo- alle Infrastrutture Matteoli stato firmato, le costruzio-
nibili 40 nuovi alloggi po- ha alla fine compreso la ni di via Marche e di via
polari in favore dei ceti bontà del progetto e ha dato Lazio (rispettivamente 20
meno abbienti. il visto per finanziare lo appartamenti e 20 villette)
potranno essere ter-
Il complesso minate per ospitare
di via Marche coppie anziane in
primis, ma anche
giovani coppie o fa-
miglie che ne abbia-
no necessità. Nel situazione, – ha detto Di non potrà sforare il patto di La conferenza
2005 i lavori sono Bartolomeo – così come stabilità”. Nei prossimi di ieri mattina in Comune
Al centro il sindaco
stati interrotti per ringrazio il commissario mesi quindi ci sarà il ban- Luigi Di Bartolomeo
mancanza di fondi Lepore e il direttore gene- do di gara per individuare
comunali e le strut- rale Lembo dello Iacp che la ditta che si farà carico dei i cittadini. Ricordo che ab-
ture sono rimaste ab- hanno ripreso in mano il lavori. Intanto l’annuncio biamo già messo in sicu-
bandonate, subendo progetto e infine l’ingegne- sempre del sindaco della rezza 33 plessi scolastici”.
un progressivo de- re Ritucci che negli ultimi prossima costruzione di ul- Infine l’appello, indirizza-
grado. Ora i lavori 5 mesi ha rifatto tutti i do- teriori 40 alloggi in via Fac- to alla Regione, di trattare
potranno riprendere. vuti collaudi. I fondi da chinetti. “Continuiamo ad Campobasso come un ca-
“Ringrazio il mini- Roma saranno indispensa- operare nel sociale, – ha ri- poluogo e non alla pari di
stro che ha capito la bili, visto che il Comune ferito – ho un impegno con altri centri minori. AB

Si tratta della terza edizione Oggi gli interrogatori per le 4 persone arrestate dalla Mobile
Il sacro monte, passione
morte e resurrezione
Sesso a pagamento
Città Viva al lavoro Faccia a faccia col gip
L’associazione “Città Viva” di Campobasso propone per Operazione Diamante, al l’interno del night non veni- so, il titolare dell’attività che
il terzo anno consecutivo l’edizione de “Il sacro monte – via gli interrogatorià. Que- va consumato alcun rappor- fungeva, però da prestano- Il carcere di Campobasso
passione, morte e resurrezione di Gesù”. sta mattina verranno ascol- to sessuale tra le entraineu- me, A.A. 54enne buttafuori
La rappresentazione, in programma per il giorno di Pa- tate le quattro persone arre- se e i clienti. Al termine del ed autista all’interno del lo- telare degli arresti domicilia-
squa dalle 18.00 alle 23.00, sarà inscenata nel centro stori- state nell’ambito dell’inchie- suo interrogatorio i magi- cale notturno e O.M.L. ri. Il reato di cui devono ri-
co del capoluogo, che grazie alle sue singolari caratteristi- sta. Nelle prime ore di oggi strati si trasferiranno in Tri- 23enne rumena compagna spondere è associazione a
che, riesce a coniugare con facilità valenze archittettoniche il Giudice per le indagini bunale per ascoltare le altre del Franco. Questi si trova- delinquere finalizzata all’in-
e paesaggistiche. L’itinerario dell’evento è stato studiato preliminari Teresina Pepe, tre persone coinvolte nel- no attualmente ristretti nelle duzione, al favoreggiamen-
per far conoscere e rivivere i luoghi di grande patrimonio che ha firmato l’ordinanza di l’ambito dell’operazione. proprie abitazioni in quanto to e allo sfruttamento della
culturale, sociale e religioso, e si articolerà lungo un per- custodia cautelare, il pubbli- E.M., 42enne di Campobas- sottoposti all’esigenza cau- prostituzione ai danni di nu-
corso che parte da largo San Leonardo e prosegue lungo co ministero Di Petti e l’av- merose donne,
via Ziccardi, salita San Paolo, salita S. Maria Maggiore, vocato Claudio Santoro si re- principalmente
per culminare ai piedi di S. Giorgio e discendere verso lar- cheranno nel carcere di straniere ingaggia-
go Iapoce. Il tutto per una suggestiva rappresentazione del- Campobasso per svolgere te come ballerine
la Passione. l’interrogatorio ad Antonio ed intrattenitrici nel
L’associazione così invità quanti volessero partecipare Franco, 45enne di Vinchia- locale notturno.
come figuranti in costumi d’epoca o per supporto all’orga- turo. Ricordiamo che, come L’operazione è sta-
nizzazione a contattare il numero 3342964466 oppure a previsto dalla normativa pe- ta portata a termine
scrivere all’indirizzo email info@cittaviva.cb.it. È inoltre nale, l’imputato può avvaler- venerdì dall’ispet-
possibile recarsi direttamente nella sede di “Città Viva” in si della facoltà di non rispon- tore Savinetti e da-
via Monforte (di finaco alla farmacia Paolo), aperta ogni dere ad alcuna domanda sal- gli uomini della
mercoledì dalle 19 alle 21. V.d.T. vo poi il procedere regolare Squadra Mobile di
del procedimento in corso. Il Campobasso coor-
Gli interessati possono legale Santoro del Foro di
Campobasso ha, fin dall’ini-
dinata dal vice que-
store Mauro Baro-
contattare l’associazione zio, sostenuto l’innocenza
del suo assistito in quanto al-
L’irruzione della Squadra Mobile
al Diamante nel novembre del 2008
ni.
CT
8 Martedì
8 marzo 2011

Caro direttore, La lettera ralezza dall’italiano puli-


ci sono cascato anch’io, di Gennaro Ventresca to al campobassano più
in alcuni passaggi del mio sanguigno? I più giovani
ultimo libro, “Gente di
Campobasso”, sui panni
stesi nel centro storico. Fa-
cendomi cogliere dalla vo-
glia di pubblicare una bel-
Quelli che cantano e suonano neppure sapevano, prima
di sfogliare le pagine del
mio libro, dell’esistenza di
Salvatore Salotto e Maria
Pia Sandomenico, due au-
la foto di un vicolo che co- vista ampia. Ora tocca agli parcheggio hanno scorag- tari a Napoli e una breve pa- New Harlem nel loro enci- tentici monumenti dello
mincia e finisce con le irte stranieri che danno il senso giato i campobassani di ri- rentesi tra le nevi di Pescas- clopedico repertorio hanno spettacolo. Se i nostri am-
scale, in cui, come bandie- della loro presenza con i torno. Così le case sono fi- seroli ho sempre abitato a anche gli spartiti di musica ministratori non fossero
re c’erano i panni stesi. E’ profumi che arrivano dalle nite agli stranieri e le più Campobasso. locale. Ma, purtroppo, an- distratti da tante inutili
una storia vecchia quella loro cucine, aglio e cipolla piccole fittate agli studenti. Per spiegare la “Gente di che loro non sono più gio- cose potrebbero cogliere
dei panni stesi a Campo- sfritta che intasa l’aria e poi Invece delle canzoni di Campobasso” ho chiesto al vanissimi. Quindi fanno almeno una occasione per
basso, un po’ come acca- quei sughi carichi di condi- Benito Faraone per i vicoli migliore cantastorie che parte già della storia. Dico promuovere una grande
de a Napoli in cui ogni menti e di concentrato di del centro storico si sento- oggi esiste sulla piazza gli emergenti: dove sono gli serata con il ragù degli ar-
volta che una tv importan- pomodoro. Una decina di no canti inusuali, mentre le campobassana, Adriano Pa- emergenti? E ancora: c’è in tisti campobassani. Met-
te fa un servizio di costu- anni fa c’è stato il boom del donne, nella loro lingua, af- rente che negli anni che fu- giro un altro regista e can- tendo in calendario, nel
me ce li mette. Facendo ritorno al centro storico. facciandosi alla finestra, rono venne appellato tante “serio” quale Nello corso dell’anno, anche al-
dire alla gente del Nord: Professionisti, imprendito- chiamano a gran voce i loro l’Alain Delon del Molise, di Toti? E chi si sta formando cuni appuntamenti per ri-
ma questi panni a Napoli ri e modesti impiegati di bambini. Sarà colpa dell’età interpretare, accompagnan- per seguire le orme recita- cordare Paolo Oriunno,
non si asciugano mai? I concetto si sono lanciati in che mi ha fatto lievitare il dosi con la sua chitarra, tre tive di un Giovanni Trivi- Benito Faraone e lo stes-
panni stesi sui fili di pla- acquisti anche un po’ auda- senso d’appartenenza, ma brani nostrani. Quei tre pez- sonno o di una Patrizia Ci- so Tonino Armagno, sen-
stica che uniscono le case ci, pagando cifre pepate per ogni volta che ascolto “Vu- zi oltre a dare a me e a tutti verra o Pina Di Nardo? Tra za dimenticare i bravissi-
del vicolo sono dei nuovi case da rifare integralmen- lesse areturnà” del maestro i convenuti una carezza al i matusa non mi risulta che mi maestri Fornaro e Au-
campobassani, quelli con te. Pochi però, dopo aver Vendemmiati provo un for- cuore mi hanno indotto a si aggiri l’irraggiungibile risano. La circostanza mi
la parlata strana, romeni, speso più del preventivato, te fremito. Mi emoziono qualche riflessione. Ma ci Tonino Armagno, autore, è gradita per lanciare
ucraini, senegalesi e india- hanno deciso di abitarle. Le come un bambino, anche sono tra i giovani i cantanti poeta e regista di vaglia. E l’idea. Spero che qualcu-
ni. Gli altri se ne sono an- infinite scale, la mancanza immotivatamente, dal mo- della canzone campobassa- dove la vogliamo mettere no –leggendomi- sappia
dati, scegliendo le case di strade rotabili, l’inesi- mento che eccetto gli anni na? Per quel che ne so sem- l’appassionata Carmela Di prendere al volo la sugge-
con l’intonaco fresco e la stenza di un garage e del giovanili di studi universi- bra proprio di no. Certo, i Soccio che passa con natu- stiva proposta.

All’Alexander Club arriva Il Red Passion si ‘tinge di rosa’


l’affascinante commissario Scialoja Festa della donna e Carnevale caraibico
ri uno! In consolle nell’area Il Red Passion Sound rettamente dal Brasile que- libero per l’intera notte. La
commerciale dj Raf, dj An- Club presenta il Carnevale sta sera arriverà al Red Pas- serata, inoltre, sarà animata
gelo Frezza, dj Pippo Ven- Caraibico insieme all’atte- sion Mr Eduard, ma la novi- dalla premazione delle ma-
ditti e dj Valentino con la sa Festa della Donna. Dop- tà è tutta per le donne. Nes- schere più belle. In program-
voce di Vito Lolaico; nel- pio appuntamento questa sun costo per il biglietto di ma tantissimi premi. Non
l’area house i dj Gianni De sera in uno dei locali più questa sera, l’ingresso sarà mancate!
Vivo, Lucky Ortoni, Gian- cool del Molise, pronto a
marco Pascale e Andrea ripetersi dopo il successo di
Armano con la voce di Miss
Natalia.
sabato. Udite udite: anima-
zione cubana più streep
Diciotto candeline
Ingresso omaggio donna
entro 00.30. Ingresso libe-
show per tutte le donne. Di- per Valerio Cordisco
ro con obbligo di consuma- “Quello che vogliamo augu- sanna. Auguri anche da tut-
zione, 10 euro. Ingresso con rarti oggi che è il tuo 18° com- ta la redazione de ‘Il Quoti-
pass riduzione ed obbligo di pleanno, è che il futuro ti ri- diano del Molise’.
Countdown iniziato. L’ul- timi anni, Romanzo Crimi- consumazione, 8 euro. Am- servi tutto ciò
tima notte di Carnevale è ar- nale, il tenebroso e affasci- pia sala fumatori, parcheg- che c’è di più
rivata. nante commissario Scialoja gio riservato. bello al mon-
Come festeggiarle al me- (Marco Bocci). Non solo. Per info e prenotazioni do”. Buon
glio? Una sola parola: Per tutti coloro che varri- tavoli 337.667648 – compleanno
Alexander Disco Club! veranno vestiti in masche- 0874.61123, previsto anche da mamma
Questa sera il club più ama- ra, l’ingresso sarà gratuito! un servizio navetta. Ivana, papà
to della regione ospiterà una Tutto questo solo al- L’Alexander Club accendi i Maurizio, dai
guest star del mondo cine- l’Alexander Disco Club. colori, l’allegria, l’energia fratelli Gio-
matografico e della tv: di- Vivi le tue notti da sogno, del tuo divertimento. Il sa- vanni e Jaco-
rettamente dalla serie tele- di magia. bato notte dei numeri uno è po, dagli zii
visiva più seguita degli ul- Vivi le tue notti da nume- solo Alexander Club. Antonio e Ro-
MARTEDI’ 8 MARZO 2011 ANNO XIV - N. 66

DIREZIONE, REDAZIONE E AMMINISTRAZIONE: 86100 CAMPOBASSO VIA SAN GIOVANNI IN GOLFO - TEL. 0874/484623 - FAX 0874/484625

Dopo un periodo di stasi per problemi economici si ricomincia dalle strade lasciate disastrate

Rete fognaria, ripartono i lavori


Tante le lamentele della cittadinanza. Intanto, il comune rassicura i residenti
Ripartiranno la prossima cella- ovviamente continue-
settimana i lavori alla rete ranno ed interesseranno di-
fognaria. La comunicazione verse zone del territorio boja-
giunge da Palazzo San Fran- nese, siamo ad un terzo dei
cesco , in particolare dall’as- lavori generali. Pertanto la
sessore ai Lavori Pubblici cittadinanza dovrà avere la
Gaetano Policella che comu- pazienza di vedersi lavorare
nica alla cittadinanza il riav- in più parti della città , poi-
vio dei lavori rimasti fermi ché trattandosi di impianto
per qualche mese, con non fognario saranno interessate
poche problematiche per i le strade, molte delle quali
cittadini che vivono nelle non sono state neanche asfal-
zone interessate e per colo- Nelle foto due vie tate proprio perché saranno
ro che vi transitano. “C’è sta- del centro storico interessate da lavori di rottu-
to un blocco lavori causato bojanese ra e quant’altro. I lavori con-
dalla questione dei pagamen- tinueranno regolarmente ed
ti dovuti dalla Regione alla rare i cittadini. Oltre al com- E’ prevista l’immediata si- abitanti delle suddette vie che si melmoso. in più ci saranno delle varian-
ditta che stava lavorando; i pletamento dei lavori in ge- stemazione in battuta di ce- soprattutto nelle giornate Così i residenti e tutti co- ti , in merito alle valutazioni
fondi della Regione sono fi- nerale, si baderà in primis mento necessaria per dare piovose sono davvero impra- loro che transitano lungo via per la costruzione di fogne
nalmente arrivati e sono sta- allo stato di precarietà in cui una stabilità per il transito ai ticabili, altrettante sono sta- Biferno si sono trovati a fare dove attualmente non sono
ti tempestivamente girati alla i lavori sono stati lasciati pedoni, alle autovetture al- te le lamentele sorte e porta- lo slalom tra buche e tombi- previste”. Le zone interessa-
ditta che ne ha titolo, per cui poiché erano in corso, e quin- meno fino alla fine dei lavo- te proprio all’attenzione del- ni, pezzi di asfalto strappato te nei prossimi giorni, dopo
dopo i relativi incontri e ve- di alle difficoltà che esistono ri e per ripristinare quella che l’amministrazione poiché la e i vari canali che si sono cre- l’ultimazione dei lavori già in
rifiche la ditta operante ha in particolare per la zona del è la normalità per quanto at- strada è ricoperta attualmen- ati nella pavimentazione sab- corso, saranno : il corso Pen-
stabilito che i lavori riparti- centro storico, in Via Turno, tiene le attività commercia- te solo da materiale sabbio- biosa; insomma un vero e tro, Sant’ Antonio Abate , Ca-
ranno il 14 marzo . in via Biferno, salita Piaggia, li”. In effetti non poche dif- so che con la pioggia dei proprio disastro per chi viag- stellone, e parte del centro
Vogliamo pertanto rassicu- ed altre vie adiacenti . ficoltà hanno incontrato gli giorni scorsi è divenuto qua- gia in auto ed ancora di più storico che dovrà collegarsi
per chi cammina a piedi. “I con le zone dove i lavori sono
lavori alla rete fognaria – ha già aperti.
L’evento voluto ha coinvolto bambini, teenagers e adulti continuato l’assessore Poli- DD

Carnevale a Terre Longhe con i writers Tra impegno ambientalista e amicizia


Chiacchiere, colori e divertimento L’associazione Falco
proposto dome- che hanno reso il Carnevale pria creatività, mentre i più
festeggia la IV edizione
Sophia
nica scorse dal
Comitato di
bojanese ancor più suggesti-
vo ed aggregante. “Sei stan-
piccoli si sono divertiti a lan-
ciare coriandoli e stelle filan-
della Serata Sociale
e Pamela Quartiere Terre co della solita Piazza?” que- ti, tra scherzi e travestimen- Sempre più impegnata nell’ambito socio ambientale l’as-
Longhe e dal sto lo slogan dell’evento par- ti. sociazione bojanese Falco ha festeggiato nei giorni scorsi
gruppo Contro tito alle 15.00 del pomerig- Al Carnevale di Terre Lon- la quarta edizione della serata sociale, che si conferma come
le barriere ar- gio, che grazie anche all’as- ghe hanno partecipato anche momento propizio per incontrare soci amici e simpatiz-
chitettoniche a senza di pioggia, si è rivela- i bambini della ludoteca co- zanti in un clima di allegria e buonumore. “ Il motivo che
Bojano e nel to un successo per bambini, munale. Un’ iniziativa dav- spinse all’ideazione della serata nel lontano 23 febbraio
Molise, che ol- teenagers e anche per gli vero lodevole è stata così 2008- racconta il presidente dell’associazione Alessio Papa-
tre a maschere, adulti. Nella piazza Giovan- messa a punto dagli organiz- era quello di rafforzare il contatto con la base sociale ag-
coriandoli e ni Paolo II sono stati infatti zatori che si sono detti dav- giungendo ulteriori momenti aggregativi a quello dell’as-
tante gustose allestiti numerosi stand eno- vero soddisfatti della gran- semblea di fine anno e della gita sociale. La perfetta riusci-
squisitezze tipi- gastronomici e vari pannel- de partecipazione; soddisfat- ta della prima edizione ha confermato la bontà dell’intui-
camente carne- li dove i giovani hanno po- ti anche i partecipanti che zione del direttivo e da allora la manifestazione è stata pun-
valesche hanno tuto disegnare e raccontare hanno ritrovato la gioia del tualmente riproposta a cavallo tra i mesi di febbraio e mar-
portato in piaz- con le bombolette spray una Carnevale che da qualche zo divenendo un appuntamento sempre più atteso”. La se-
Un Carnevale all’insegna za la creatività dei writers o storia,un personaggio o sem- anno è andata scemando nel rata si è svolta come di consueto nel capiente ed accoglien-
dell’arte e dei colori è stato graffitari, che dir si voglia, plicemente esprimere la pro- capoluogo matesino. DD te salone del centro famiglie incontro di Colle d’Anchise
fondato da monsignor Angelo Spina. Nell’occasione della
serata sociale si privilegia l’aspetto sociale e relazionale e
si passa una serata spensierata in piacevole compagnia, non
a caso gli ingredienti principali della manifestazione sono
buona cucina e buona musica. Il menù è stato curato per il
secondo anno consecutivo dall’Oasi del buongustaio di Sas-
sinoro che ha preparato cibi davvero succulenti. Il tutto pre-
annunciando le iniziative e gli impegni dell’associazione.
Il Direttivo della Falco ringrazia quanti hanno partecipato
all’evento.
L’associazione Falco, di Monteverde di Bojano, continua
così a distinguersi proprio per il grande impegno ambien-
talista e per il grande impatto sociale che riesce ad avere
non solo tra i soci, ma ad esempio anche con tutti i giovani
che incontra nel corso dei vari progetti scolastici.Un plau-
so pertanto ai I soci Rapaci che riescono sempre a dar vita
ad un piacevole scambio tra impegno socio- ambientalista,
cultura , momenti di approfondimento e di svago sempre
all’insegna del rispetto della natura e del divertimento.
DD

9
MARTEDI’ 8 MARZO 2011 ANNO XIV - N. 66

DIREZIONE, REDAZIONE E AMMINISTRAZIONE: 86100 CAMPOBASSO VIA SAN GIOVANNI IN GOLFO - TEL. 0874/484623 - FAX 0874/484625

Il municipio
di Toro
L’amministrazione ha raccolto il parere della cittadinanza
Toro, servizio scuolabus
Operazione riuscita
ha voluto raccogliere le valu- trati, sono pervenute 49 rispo- puntualità ed il rispetto degli tra le domande con maggior ri-
tazioni, ovvero il grado di sod- ste (pari al 90%). Il giudizio orari indicati nel prospetto spondenza positiva. L’ammi-
disfazione degli alunni/geni- complessivo espresso è senza consegnato, la durata com- nistrazione è soddisfatta del ri-
tori, sul servizio scuolabus dubbio più che positivo con- plessiva del viaggio e il ser- sultato raggiunto e si auspica
attivato per l’anno scolastico siderando l’esito delle rispo- vizio offerto in riferimento di migliorare sempre più il
TORO. Il Comune vicino ai sul servizio scuolabus. in corso, in modo tale da adot- ste (sufficiente - buono – otti- alle attività scolastiche com- rapporto servizio/cittadino e
cittadini attraverso monitorag- L’amministrazione comu- tare le giuste misure per mi- mo). Il grado di disponibilità, plementari (ad es. piscina, soprattutto quello tra la PA e i
gi. Ottima qualità e soddisfa- nale, attraverso la sommini- gliorarne ulteriormente il ser- di cortesia e di cordialità de- viaggi extra,etc..), rientrano cittadini.
zione, è il giudizio del paese strazione di un questionario, vizio. Su 54 questionari inol- gli autisti dello scuolabus, la

Tra le mansioni anche la manutenzione di edifici pubblici e strade ‘Mano tesa’


Monacilioni, affidato l’incarico ai più sfortunati
TORO. Il sindaco Angelo Simonelli, invita i suoi cittadini,

per la cura del verde pubblico a compiere un gesto di solidarietà nei confronti della persone
più sfortunate. Decreto Legge “Milleproroghe” prevede, an-
che per il 2011, la possibilità di destinare il 5 per mille del-
MONACILIONI. L’am- tà, nel pieno rispetto degli quali si rivelano essenziali 6.000,00 per i seguenti ser- l’IRPEF 2010, al finanziamento di iniziative destinate al so-
ministrazione affida per il accordi presi e con la mas- ed imprescindibili per la col- vizi : manutenzione e cura stegno delle attività sociali del comune di residenza. È possi-
secondo anno consecutivo i sima disponibilità. Si tratta lettività. È destinata per del verde pubblico tra cui bile donare il cinque per mille delle imposte al Comune di
servizi di manutenzione e di una Società di fiducia, l’erogazione di questi servi- parco giochi e campo spor- Toro. All’atto della presentazione delle dichiarazioni dei red-
pulizia alla Società Coope- avente comprovata espe- zi la somma di • 6.000,00 tivo; pulizia delle strade e diti o del modello CUD, si può scegliere di destinare il pro-
rativa Consulenza e Lavoro, rienza, e in possesso dei ne- del bilancio del corrente manutenzione ordinaria de- prio contributo al c.f.C80007030705. I fondi che entreranno
con sede in Campobasso alla cessari requisiti di capacità esercizio 2011 in corso di gli immobili di proprietà nelle Casse Comunali andranno a finanziare i servizi rivolti
Via Duca d’Aosta 5, una dit- organizzativa, tecnica, ed formazione. Alla società af- comunale. Il contratto con la agli anziani, alle famiglie in difficoltà, ai giovani e alle fasce
ta esterna specializzata che economica Il Comune ha fidataria spetta quindi un ditta aggiudicataria avrà la più deboli della popolazione. La scelta della destinazione
ha espletato fino al l’esigenza di assicurare e compenso di • 5.000,00 ol- durata di sei mesi decorren- dell’8 per mille (Chiesa Cattolica o altre Chiese) e del 5 per
31.12.2010 i predetti servi- garantire continuità nel- tre IVA al 20% pari a • ti dal 15.02.2011 fino al mille dell’IRPEF non sono alternative tra loro e pertanto pos-
zi, con diligenza e puntuali- l’espletamento dei servizi, i 1.000,00 per un totale di • 15.08.2011 . sono essere espresse entrambe.

Campodipietra La vittoria è arrivata alle gare del Campionato regionale di danza a squadre
naviga con l’Adsl La Dasa Dance sul primo gradino
CAMPODIPIETRA. Finalmente anche Campodipie-
tra sarà coperta dal servizio di ADSL. La Telecom Italia
s.p.a. infatti, con una lettera ufficiale assicura che il ser-
del podio nella categoria under 16
vizio dovrebbe essere disponibile nella prima quindici- JELSI. Successo per la pobasso. Ha conquistato il
na di marzo, periodo entro il quale dovrebbe essere in- scuola di danza “Dasa Dan- primo premio nella catego-
stallato un nuovo impianto di potenziamento. A confer- ce” di Daniele Acquasana. ria under 16 nella disciplina
ma di ciò, molti utenti stanno ricevendo proposte com- Nata da poco, con due sedi “Coreografico” e “ Sincro-
merciali con la Telecom. Grande merito e riconoscenza Jelsi e Riccia, è una realtà latino”. Le ballerine di Ac-
va all’ Associazione La Pietra Rmìge e al suo presidente che pian piano si sta affer- quasana hanno già conqui-
Marco Carione che si è fatta carico di raccogliere le mando grazie all’impegno e stato importanti riconosci-
firme dei cittadini che hanno voluto sottoscrivere una al sacrificio di tutto lo staff menti: si sono classificate
petizione da presentare ai responsabili Telecom per far artistico e al sostegno di tut- prime sia al trofeo Dirty
si che Campodipietra possa finalmente essere raggiunta ti i loro fans tra cui i genitori Dancing, gara di danza spor-
dai servizi necessari per internet. La petizione richiede- delle ragazze. Il corpo di tiva tenutasi a Vasto e sia
Le
va con forza che Campodipietra possa usufruire dei col- ballo formato da Melania atlete nelle gara a Ortona dove si
legamenti a Internet. L’Associazione ha voluto sensibi- Cristofaro, Arina Lupacescu, sono aggiudicate due primi
lizzare tutti a questa grave mancanza e nel contempo ha Samantha Mignogna, Fede- deschi e Donatella Vena ha danza a squadra che si sono posti rispettivamente nella
voluto ad offrire il suo contributo per eliminare i pesanti rica Padulo, Lina Padulo, partecipato alle gare del svolte domenica presso il pa- disciplina “Sincronizzato” e
disagi, anche economici. Rosella Tatta, Marianna Te- campionato regionale di lazzetto dello sport di Cam- in quella “ Coreografico”.

Archivio

Un augurio speciale al sindaco


di Riccia, Micaela Fanelli
Voglio fare un augurio speciale al sindaco di Riccia.
“In occasione della festa della donna desidero porgere i miei
sentiti auguri a Micaela Fanelli per l’impegno, la passione, l’en-
tusiasmo e la costante determinazione nella piccole e grandi
cose che sta realizzando per il bene della collettività”
Lettera Firmata

10
MARTEDI’ 8 MARZO 2011 ANNO XIV - N. 66

DIREZIONE, REDAZIONE E AMMINISTRAZIONE: 86100 CAMPOBASSO VIA SAN GIOVANNI IN GOLFO - TEL. 0874/484623 - FAX 0874/484625

L’auto si è ribaltata più volte su se stessa per oltre 100 metri

Incidente sulla Statale


Bmw finisce fuori strada
Spettacolare incidente nel- uscito fuori strada, ribaltan- probabilità la causa del sini- alla schiena. La carrozzeria
la mattinata di ieri sulla pro- dosi su se stesso per almeno stro è stato il ghiaccio e il dell’auto ha riportato seri
vinciale 15. Un giovane re- un centinaio di metri. L’au- fondo bagnato. Il conducen- danni. La viabilità è stata
sidente, alla guida di una tovettura nella sua folle cor- te, immediatamente soccor- regolata dagli uomini della
fiammante Bmw 530, ha sa ha invaso la corsia di una so dal 118 locale, fortunata- locale caserma forestale in-
perso improvvisamente il strada parallela. Sono esplosi mente non ha riportato grossi tervenuti sul luogo dell’inci-
controllo del mezzo ed è anche gli air bag. Con ogni traumi, solo dolori intensi dente.

Le immagini del terribile incidnte

Riflessioni di don Mimì Fazioli


Festa della donna
Il giorno delle mimose
Festa della Donna, il commento di don Mimì Fazioli.
Quest’anno la festa della donna coincide con l’ultimo gior-
no di Carnevale: è un caso o una profezia? L’8 marzo in
tutto il mondo si ricopre di mimose per la festa delle don-
ne. La festa della donna dovunque: in discoteca, in un ri-
storante o in un disco-restaurant? Una pubblicità presa a
caso recita: “Tra mimose, cene tra amiche, mamme, sorel-
le, quest’anno se c’è lo strip è meglio ma anche senza, và
bene lo stesso.. Per ora abbiamo diverse situazioni inte-
ressanti con ricche animazioni, bellissimi stripmen, e cene
stuzzicanti che non possiamo per ora svelare! Collegatevi
Torella del Sannio. Alle 15 porte aperte al castello dove ha vissuto
sempre al nostro sito per vedere le ultime news ricordan-
dovi che grazie all’ agenzia … Dalle 23.00 ingresso aper-
to ai maschietti e tutti insieme si mischieranno facendo
Otto marzo, oggi l’omaggio
baldoria fino al mattino... Una festa della donna originale
che avrà sicuramente un successo enorme…”. La festa di
un giorno dà sì l’impressione di volare, ma con ali che
ad Elena Ciamarra donna ed artista
sono di vetro, queste splendono come diamanti, invece si TORELLA DEL SAN- to esprimere il loro innato l’Università degli Studi del 9.30.
spezzano facilmente e restano addosso ben visibili i segni NIO. Donna e Arte. Un bi- talento artistico. La Soprin- Molise rende oggi omaggio Nel pomeriggio invece,
dei chiodi…E’ questo l’anno inizio della seconda decade nomio da celebrare nel tendenza per i Beni Storici ad Elena Ciamarra, Donna alle ore 15, apertura straor-
del terzo millennio: non vedi altro che uomini e donne che giorno dell’otto marzo, ri- e Artistici del Molise, in ed Artista di Torella del dinaria del castello Ciamar-
vagano con le maschere vuote di se stessi. Nemmeno si correnza dedicata all’altra collabroazione con la Dire- Sannio, musicista e pittrice, ra a Torella, dove Elena vis-
guardano più negli occhi e si attaccano solo al sapore dei metà del cielo. Anche que- zione per i Beni Culturali e con una Giornata di Studio se. Nel maniero di terrà
vaghi ricordi. E’ svanita la brillantezza dei timori illibati, st’anno il Ministero per i Paesaggistici del Molise, la ricca di testimonianze. l’incontro dal tema “Le car-
spavaldamente ci si abbandona agli impulsi degli ormoni Beni e le Attività Culturali, Soprintendenza Archivisti- L’appuntamento è in pro- te parlano di ... Elena Cia-
indisciplinati e li si lasciano fluire nelle vene, ingovernati aderendo alla giornata in- ca del Molise, l’Archivio di gramma all’archivio di Sta- marra artista del Novecen-
e ruggenti. Cosa è mai questa abitudine che una volta, o ternazionale della Donna, Stato di Campobasso e to di Campobasso alle ore to”.
solo poche volte, all’anno si inventano gesti che potrebbe- intende celebrare coloro
ro manifestare e comunicare dolci tenerezze, ma in fin dei che nei secoli hanno indi-
conti si riduce, forse, solo utile per dare quella fuggevole
e falsa immagine migliore di sé che poi nei quotidiani rap-
viduato nella figura femmi-
nile una musa ispiratrice
È solo uno scherzo di Carnevale
porti si opacizza e si riveste di noia, trascuratezza e indif-
ferenza. Come dopo Carnevale si tolgono le maschere,
sarebbe bene distruggere quelle fastidiose barriere innal-
per la loro opera. E sono
state tante, in ogni epoca,
le donne che superando
Trivento ha un nuovo vescovo
zate dentro all’animo superbo e impedire al cuore di colti-
vare semi di superiorità e di disprezzo. Non vorrei più fran-
camente incontrare maschere viventi che palesano tanta
pregiudizi ed ostacoli so-
ciali, hanno potuto e sapu- e... un nuovo sindaco
tenerezza e, dietro, nascondono cinismo, che spingono al- Trivento ha un nuovo ve- diamo colpa alle condizioni Vivi complimenti vanno al
l’ottimismo e, poi, fanno esplodere esaltazione e passio- scovo e un nuovo sindaco. meteo, che hanno bloccato le gruppo di giovani masche-
nalità. Oggi onestà ci chiede di non nasconderci mai die- A Montefalcone Nessun golpe, è solo uno iniziative carnascialesche ). rati.
tro ad una maschera, perché qualunque maschera è sem-
pre più fragile del vetro e presto o tardi cade e si rompe.
e Roccavivara scherzo di car-
nevale. Un
Alcune feste invece hanno, purtroppo, in sé la magia di far
apparire, per un attimo, e far scomparire, per mesi, una
Oggi la visita gruppo di allegri
giovani si è ma-
realtà di bontà, il tutto in una successione di copioni me- del prefetto scherato, inter-
schini e stucchevoli che come uniche tracce che lasciano
sono quegli indelebili rapporti fatti di insoddisfazione e di
Trotta pretando i ruoli
del sindaco, del
perbenismo. La vita ci chiede e pretende di andare non Oggi, a partire dalle ore 10 vescovo, del
solo dove ci porterà il cuore, ma di non fare mai cose che il Prefetto di Campobasso maresciallo e di
generino rimorsi di coscienza e di supportare sempre ogni Stefano Trotta sarà in visita altri personaggi.
nostro atteggiamento con la crescita della fiducia e con il nei Comuni di Roccavivara Una idea bril-
meritarsi vero rispetto, se vogliamo che gli altri non si e Montefalcone nel Sannio lante e che ha
allontanino da noi e, quel che è peggio, ci lascino soli. Ci dove incontrerà gli Ammini- trovato in tanti
sarebbe bisogno non di abbonamenti annuali, ma di gesti stratori locali. Continua la impreparati, vi-
giornalieri, con i quali ci si lasci portare e trasportare gio- serie di incontri del prefetto sto la totale
iosamente da correnti portentose, ben cariche di manife- sul territorio per toccare con “quiete” che re-
stazioni, ordinariamente, straordinarie e ricche di lealtà, mano le molteplici proble- gna in città
di rispetto, di fedeltà e di reciproca stima. matiche. (questa volta

11
MARTEDI’ 8 MARZO 2011 ANNO XIV - N. 66

REDAZIONE VIA G. BERTA n. 76 - 86170 ISERNIA TEL. 0865/415513 - FAX 0865/403973 e-mail: redazioneisernia@quotidianomolise.it

A “Pomeriggio sul 2” la ragazza svela i retroscena della morte del fratello


Overdose, racconto choc
di un’agnonese sulle reti Rai
Ha raccontato la morte facile (caratterizzata dalla se- 2006 è purtroppo morto per morte per overdose, insieme
per overdose dell’amato parazione dei genitori), ma overdose. Quanto accaduto al fratello c’era anche il suo
fratello per lanciare un mes- soprattutto ha posto l’atten- poco prima e dopo il deces- fidanzato. Da lui Chiara ha La giovane agnonese protagonista della trasmissione Rai
saggio a tutti i giovani: no zione sul forte legame che si so del giovane – che aveva sempre voluto sapere – inva-
alla droga. È quanto ha fat- era creato con il fratello Giu- 22 anni - Chiara lo ha raccon- no – cosa accadde quella anche tenuta sotto controllo finché non accada ad altri
to Chiara, una ragazza di seppe. Quando il padre era tato insieme alla ragazza del sera. Ma lui quella riposta quando andava a scuola. La ciò che è successo al fratel-
Agnone, ieri pomeriggio in andato via, era diventato lui fratello, Antonia, in lacrime non l’ha mai data. I due si storia ha colpito molto la lo. La giovane agnonese ha
tv. La giovane altomolisa- l’uomo di casa. Poi l’allon- davanti alle telecamere di Rai sono poi lasciati. Ma non è conduttrice e gli spettatori. detto che va nelle scuole a
na è stata la protagonista tanamento: il fratello andò a Due. Ma per la ragazza i tor- finita qui. Che di Chiara hanno apprez- raccontare la sua esperien-
della puntata di “Pomerig- frequentare una scuola nelle menti non sono finiti la mat- La giovane ha raccontato di zato soprattutto la grande for- za. Su questa storia ha scrit-
gio sul 2”, condotta da Ca- Marche. Qui fece le sue pri- tina in cui il fratello fu tro- aver ricevuto delle minacce za di volontà. E il grande de- to anche un libro. Per lan-
terina Balivo. Chiara ha rac- me esperienze di droga. Poi vato senza vita nel suo letto. di morte dal suo ex. Per un siderio che sta coltivando: ciare lo stesso messaggio:
contato la sua infanzia non tornò ad Agnone. Dove nel La sera prima della tragica periodo i carabinieri l’hanno dare il proprio contributo af- no alla droga.

Il tg satirico annuncia altri clamorosi sviluppi. Piazzate telecamere nascoste anche nel capoluogo

Mazzette per passare l’esame da barista


Tabaccaio nel mirino di Striscia: offriva licenze facili a Isernia per tremila euro
“Vuoi diventare agente im- vare allo scopo.
mobiliare? Oppure vuoi la li-
cenza per fare il ristoratore
Ossia farle ottenere con
certezza l’attestato di quali-
Attività sospesa e maxi multe
o il barista? Paga la mazzet-
ta e ti faccio passare l’esa-
me a Isernia”.
fica professionale di “Addet-
to alla somministrazione e
commercio di alimenti e be-
L’ispettorato chiude
È questo il succo di una
truffa scoperta da Striscia la
notizia. A chiedere il “pizzo”
vande”. Il tutto senza dover
frequentare corsi di forma-
zione.
due imprese edili
era un tabaccaio. Eloquente L’unica formalità da assol- Nel fine settimana i carabinieri del Nucleo ispettorato del
il titolo del servizio di Max vere, quella di andare a fare lavoro della Provincia di Isernia hanno multato due impren-
laudario: “Il tabaccaio vuo- l’esame A Isernia, Campo- ditori responsabili di due aziende edili – una pentra e l’altra
le la stecca”. basso o Pescara, dove il ta- campana – con sede in provincia di Isernia. Nelle ditte sono
Nelle immagini carpite da baccaio avrebbe fatto parte stati trovati operai sprovvisti di assicurazione e senza con-
una telecamera nascosta si della commissione esamina- tratto. I carabinieri hanno emesso sanzioni per 14mila euro,
vede il tabaccaio che forni- trice. Il tutto sborsando e hanno anche sospeso temporaneamente l’attività delle due
sce a una persona un tesse- 2.300 euro. aziende. Senza tregua, dunque, la lotta del Nucleo ispetto-
rino da agente immobiliare, Striscia la notizia ha an- rato del lavoro per garantire il rispetto delle regole nei luo-
intascando la bellezza di nunciato che ci saranno al- ghi di lavoro.
3mila euro. tre puntate dedicate a questo Inoltre i militari della compagnia di Isernia e Venafro han-
Ma a questo punto scatta Licenze facili: Striscia la notizia indaga su uno strano giro argomento. A questo punto no denunciato tre automobilisti per guida in stato d’ebbrez-
la trappola tesa dall’inviato che coinvolge anche Isernia (foto archivio) non è escluso le che qualche za e sotto l’effetto di droga.I tre sono stati sorpresi nel cor-
di Striscia. Laudadio contat- telecamera nascosta sia sta- so dei controlli specifici predisposti dal Comando provin-
ta un’attrice e le affida que- ge aspirante barista. pone. ta piazzata anche nelle città ciale dell’Arma per contrastare il fenomeno delle stragi al-
sto compito: fingersi aspi- Per l’uomo che ha una li- Comincia così a spiegarle nominate dal “dispensatore l’uscita delle discoteche e dei locali notturni. Oltre alla de-
rante barista. a complice cenza pronta per ogni occa- i vari raggiri e imbrogli che di licenze e tesserini”. Se ne nuncia, per le persone incappate nei controlli sono scattati
contattata da Laudario si fin- sione, il problema non si può mettere in atto per arri- vedranno delle belle. il ritiro della patente e il sequestro dell’auto.

Lavori nella galleria Serre, da oggi


Trignina chiusa al traffico per due mesi
Quella galleria bisogna ri- nuovo bisogno di urgenti in- Carpinone e Sessano, se- pesanti, i tir e gli autoartico-
farla quasi del tutto. terventi, soprattutto per siste- guendo il vecchio tracciato lati che minacciano di man-
L’inadeguatezza del lungo, mare l’impianto di aereazio- delle strade provinciali pro- dare in tilt il sistema della
lunghissimo tunnel al di sot- ne e poi per migliorare l’il- prio fino allo svincolo viabilità secondaria.
to della montagna di Pesche luminazione interna. di Sessano. Viceversa, chi Per questo l’indicazione
è sempre stato uno dei prin- Ci vorrà un mese e mezzo proviene da Vasto San Salvo, che darà l’Anas ai mezzi pe-
cipali handicap della Trigni- di tempo e per l’intero perio- sarà costretto a lasciare la Tri- santi diretti e provenienti dal-
na, la strada a scorrimento do – da oggi – tutto il tratto gina a Sessano per fare all’in- l’adriatico sarà quella di se-
veloce – si fa per dire – che iniziale della Trignina reste- verso lo stesso precorso fino guire il percorso alternativo
collega Isernia all’Adriatico. rà chiuso al traffico fino a a Castelpetroso e di lì scen- della Bifernina.
Chiusa diverse volte, nel cor- Sessano. Per chi arriva da dere verso Isernia. Insomma: per gli automo-
so degli anni, per le infiltra- Isernia, bisognerà continua- In termini di tempo si trat- bilisti si preannuncia un mese
zioni d’acqua e per la man- re sulla statale 17, fino a Ca- ta di impiegare circa un quar- abbndante di passione. Per
canza di una adeguato im- stelpetroso. Dopo aver la- to d’ora in più. Ma il proble- spostarsi da Isernia ai paesi
pianto di smaltimento dei sciato la statale 17 bisogna ma non sarà quello del tem- del Molise Altissimo sarà un
La galleria Serre tra Pesche e Sessano
gas, la galleria Serre ha di proseguire per Castelpetroso, po, bensì quello dei mezzi vero e proprio calvario.

12
Martedì
8 marzo 2011 13
Il primo cittadino intenzionato a non scendere in campo
Candidatura alla Regione
Melogli getta la spugna
fare un passo indietro e ad- Nelle ultime ore si sono, poi, perché i vertici del centrode-
dirittura rinunciare a scende- susseguite una serie di indi- stra sarebbero ancora inten-
re in campo. screzioni secondo cui il pri- zionati a puntare con decisio-
Il sindaco di Isernia, Ga- mo cittadino avrebbe addirit- ne su di lui che riscuote, son-
briele Melogli, sarebbe, in- tura confidato a qualche ami- daggi alla mano, un grande
fatti, fortemente combattuto co di essere intenzionato a ri- gradimento tra i suoi concit-
tra il continuare a fare politi- nunciare alla “scalata” a pa- tadini e che potrebbe essere
Il consiglio regionale del Molise ca ad alto livello oppure tor- lazzo Moffa. il valore aggiunto della coa- Gabriele Melogli
Doveva essere il candida- ci alle elezioni regionali in nare a dedicarsi a tempo pie- Il sindaco avrà comunque lizione in provincia di Iser- futuro politico arriverà sol-
to di punta della lista degli programma il prossimo no- no alla sua vecchia ma sopi- ancora qualche mese a dispo- nia. È probabile, quindi, che tanto a ridosso delle elezioni
amministratori e dei sinda- vembre. Ma ora potrebbe ta passione: l’avvocatura. sizione per ripensarci. Anche la decisione definiva sul suo regionali.

I cittadini, anche a causa del maltempo, hanno snobbato corso Garibaldi e hanno affollato il centro commerciale

Isola pedonale, sindaco boicottato


I commercianti non hanno aperto e hanno fatto naufragare l’iniziativa del Comune
Il primo giorno dell’entra- goria perché avrebbe pena-
ta in funzione dell’isola pe-
donale su corso Garibaldi si
lizzato i piccoli negozianti.
Ma domenica scorsa, proprio
Interviene la Camera di Commercio
è trasformato in un mezzo
flop. E non solo per colpa del
in questo senso, si è verifi-
cato un vero e proprio para-
Luigi Brasiello: lo shopping
maltempo.
Ma anche perché la mag-
dosso. Infatti, mentre i nego-
zianti di corso Garibaldi era-
non basta per far rivivere
gior parte dei negozi, malgra-
do l’ordinanza del sindaco
no chiusi e l’isola pedonale
anche per questo tristemente
il centro della città
che derogava alle chiusure deserta, i cittadini di Isernia
domenicali, sono rimasti proprio nelle stesse ore, com- Isola pedonale e apertu-
chiusi. Domenica scorsa gli plice anche il maltempo, si ra domenicale dei negozi,
esercizi commerciali che sono riversati in massa al il presidente della Camera
hanno aperto le saracinesche centro commerciale. In so- di Commercio, Luigi Bra-
sono stati davvero pochi. E stanza, alla fine la grande di- siello, propone al sindaco
questo ha contribuito non stribuzione ne ha tratto i Gabriele Melogli una vera
poco all’insuccesso della ma- maggiori benefici. È stata, e propria “ricetta” su come
nifestazione. Tanto che in dunque, l’ennesima dimo- rilanciare il tessuto econo-
molti anche a palazzo San strazione che fino a quando, mico e sociale della città.
Francesco parlano di un vero tra l’amministrazione comu- “Condivido – ha affermato
e proprio silenzioso “boicot- Ecco come si presentava il corso di Isernia domenica scorsa nale e i commercianti non si il presidente della Camera
taggio” della manifestazione re alla Regione, per quasi Provvedimento, quest’ulti- troverà un’intesa, sarà molto di Commercio - le disposi-
messa in atto contro l’inten- tutte le domeniche dell’anno, mo, contestato fortemente da difficile organizzare manife- zioni del Sindaco tese a ri-
zione del sindaco di chiede- l’apertura dei piccoli negozi. alcune associazioni di cate- stazione di questo genere. vitalizzare il tessuto socia-
le cittadino, ma ritengo che
Luigi Brasiello sia indispensabile mettere
Il consigliere: le telecamere non servono per controllare il traffico dei rifiuti in atto una serie di iniziati-
ve, concordate tra i vari Enti, affinché l’isola pedonale pos-

Sorbo alla Giunta provinciale: sa divenire davvero uno spazio pubblico godibile per tutti i
cittadini. Infatti non è sufficiente la sola apertura degli eser-
cizi commerciali affinché il centro cittadino divenga un

revocate la delibera sugli autovelox punto di riferimento e di aggregazione per gli isernini; le
attività devono essere programmate e pianificate dalle As-
sociazioni di categoria, di concerto con l’Assessore al com-
Antonio Sorbo, capogrup- soldi possibili avendo come la qualità dell’aria, si parta mercio e al turismo, con il Presidente della Pro Loco e il
po di Sinistra Ecologia a Li- fine il profitto; in secondo proprio dagli autovelox. Presidente dell’Ente Provinciale per il Turismo”. Secondo
bertà alla Provincia di Isernia luogo di fissare in quindici Come mai? Chiederemo alla Brasiello, dunque, per rilanciare l’economia della città non
chiede alla Giunta di via Ber- euro l’importo che quantifi- giunta con una mozione – ha bisogna lasciare spazio all’improvvisazione “ma è indispen-
ta di revocare il provvedi- ca la spese di procedimento sottolineato il consigliere - di sabile – sottolinea il presidente - un lavoro comune, ben
mento con il quale è stata de- comprensive delle spese po- rinunciare a questa idea di pianificato ed è necessaria l’unità di intenti; è importante
cisa l’installazione degli au- stali di notifica con un possi- installare gli autovelox, con lasciare spazio alle iniziative creative che i rappresentanti
tovelox. “La delibera della bile aggravio dei costi per i l’unico obiettivo di fare cas- dei vari Enti debbono mettere in atto per sentirsi degni del
giunta provinciale numero 18 malcapitati che saranno con- sa e di far guadagnare soldi Antonio ruolo che rivestono all’interno della comunità”. Brasiello
del 22 febbraio scorso – spie- travvenzionati; infine l’utiliz- ad una ditta privata, invitan- Sorbo elenca quindi un vero e proprio vademecum da seguire af-
ga Sorbo - è andata oltre ogni zo del personale di Polizia do invece l’Amministrazione finché l’isola pedonale di corso Garibaldi possa diventare
previsione. Infatti, per far Provinciale per la gestione di- provinciale a utilizzare i fon- tano rifiuti illegali è sicuro effettivamente un punto di aggregazione per la popolazio-
passare l’installazione di al- retta di taluni autovelox, im- di per l’attivazione di centra- che non superano i limiti di ne. “Occorono – ha aggiunto Brasiello - altre iniziative ed
cuni autovelox (si parla di pegnando quindi i pochi line di rilevamento della qua- velocità, spesso non portano interventi che qui di seguito passo ad enunciare: istituire
non meno di tre) e per far pas- agenti in servizio non nella lità dell’aria. Inoltre, se pro- insegne sui cassoni che li ren- un’area per il mercatino settimanale; emettere un’ordinan-
sare l’affidamento del servi- vigilanza contro i fenomeni prio vi è la volontà, come ho dano riconoscibili (e quindi za del Sindaco per l’occupazione gratuita del suolo pubbli-
zio di rilevazione ad una dit- di inquinamento e nell’attivi- letto in qualche dichiarazio- anche eventuali telecamere co da parte dei bar situati nella zona; praticare offerte com-
ta esterna, si è surrettiziamen- tà di difesa del territorio ma ne del presidente Mazzuto, di possono fare ben poco) Su merciali, da parte degli esercenti, (es.: 10%-15% di sconto)
te utilizzata come giustifica- per compiti di polizia strada- “combattere” il possibile ar- questi la Provincia di Iser- nei giorni dell’isola pedonale; istituire un’area dedicata ai
zione la difesa dell’ambien- le. E’ assurdo che – continua rivo nel nostro territorio di ri- nia – ha concluso Sorbo - giochi per i bambini; istituire un area per le imprese agro-
te. Tre sono gli elementi che Sorbo - in attuazione di un se- fiuti illegali, basta organizza- sembra balbettare, come di- alimentari, di concerto con l’associazione provinciale Col-
balzano agli occhi: innanzi- dicente “Progetto di monito- re un servizio più capillare sui mostra l’intervista balbettan- tivatori diretti; riservare uno spazio pubblico godibile e ani-
tutto la volontà di fare ricor- raggio e sicurezza stradale e punti “caldi” del territorio già te e “vuota” di contenuto, ri- mato; prevedere, da parte del Comune, il potenziamento
so a soggetti esterni per l’at- ambientale”, nel quale è in- noti senza distogliere la Po- lasciata di recente su questi della pubblica illuminazione che sul corsoso Garibaldi è
tuazione del servizio di con- serito l’utilizzo di queste ap- lizia provinciale in compiti argomenti ad un giornale lo- quasi assente; prevedere un minimo di arredo urbano nella
trollo elettronico della velo- parecchiature, ma che preve- che già svolgono egregia- cale dall’assessore provincia- zona (es. panchine, fioriere, ecc). Sono certo che in questo
cità, quindi ad una ditta che de anche altre misure, come mente Polizia stradale, cara- le all’ambiente, Gino Tacco- modo – ha concluso il presidente - si potrà veramente assi-
avrà come obiettivo soprat- ad esempio l’installazione di binieri e vigili urbani. I ca- ne. Che da oggi è soprattutto stere ad un processo di rivitalizzazione della zona nell’in-
tutto quello di incassare più centraline di rilevamento del- mion e i furgoni che traspor- l’assessore agli autovelox”. teresse sia dei commercianti che della popolazione”.
14 Martedì
8 marzo 2011

Stavolta nel mirino della Guardia di Finanza sono finiti immobili e aziende per oltre 50 milioni di euro

Camorra, ancora sequestri per Sciacca


All’imprenditore erano già state confiscate altre proprietà sul territorio di Isernia
Camorra, sequestrati beni gli interessi imprenditoriali e
per 52 milioni di euro all’im-
prenditore Giovanni Sciacca.
commerciali dell’uomo (e
del suo clan) andavano dalle
Appuntamento all’auditorium
L’uomo considerato vicino a
clan camorristici, è stato pro-
tagonista delle cronache mo-
aziende edili ai negozi di te-
lefonia e abbigliamento, pas-
sando per bar e ristoranti. La
Festa della donna
lisane qualche mese fa per un
altro sequestro di beni sta-
volta disseminati anche nel
tecnica usata anche in pro-
vincia di Isernia risultò esse-
re la stessa delle altre locali-
ConvegnoinProvincia
territorio della provincia di tà: in pratica, il denaro frutto Doppio appuntamento oggi a Isernia per le celebrazioni
Isernia. Dalle indagini del- di attività illecite svolte in dell’8 marzo: nell’auditorium della Provincia sono in pro-
l’epoca risultò che il patrimo- altre parti di Italia veniva gramma due manifestazione.
nio immobiliare di Sciacca, reinvestito acquistando im- La prima è stata organizzata dall’Università degli studi
oltre che a Isernia, era esteso mobili nei “tranquIlli” Co- del Molise e si svolgerà a partire dalle ore 10: si tratta di un
anche ad Afragola, Casoria, muni della provincia pentra convegno che verterà sul tema “Donne, educazione e pro-
Chioggia, Latina, Cosenza, per “ripulirli”. Le indagini fessioni, uno sguardo storico”. All’incontro parteciperà an-
Caserta e Salerno. I beni tut- successive all’arresto, hanno che la Consigliera alle Pari Opportunità della Provincia di
t’ora posti sotto sequestro. La consentito di individuare un Isernia, Tina Fiorenzo.
cosa preoccupò non poco Una macchina della Guardia di Finanza (foto archivio) complesso patrimonio socie- Nel pomeriggio, invece, a partire dalle ore 16 è in pro-
soprattutto per via di quello tario e immobiliare intestato gramma un’altra iniziativa organizzata dall’assessore pro-
che il sequestro implicava: mo è attualmente detenuto hanno eseguito il Decreto di a diversi prestanome e utiliz- vinciale alle Pari opportunità uomo-donna Filomena Ca-
parlammo appunto, di infil- per traffico internazionale di sequestro preventivo emesso zato per il controllo e la ge- lenda.
trazioni comorristiche nella sostanze stupefacenti, i mi- dal G.ip Pilla. L’operazione stione di alcune società e di Durante la manifestazione verrà ripercorso il ruolo delle
tranquilla provincia pentra, litari della compagnia della è stata coordinata della Dire- numerosi terreni e immobili. donne nella storia attraverso un filmato dal titolo “Per non
cosa che mise in allarme l’in- guardia di finanza di Mon- zione Distrettuale Antimafia Sembra che Isernia stavolta dimenticare chi ha reso grande l’essere donna”. Successi-
tera popolazione che da allo- dragone, comandati dal capi- del Tribunale di Napoli. Già no nsia stata toccata, ma la vamente, a tutte le donne presenti in sala verrà consegnata
ra è in allerta. Mentre l’uo- tano Francesco Viggiani, un anno fa si era scoperto che preoccupazione rimane. una pergamena con una dedica speciale.

In collaborazione con l’Inail parte il concorso “Foto-Biografia”


L’Anmil celebra l’8 marzo
Ricordato il centenario della morte delle 146 camiciaie di New York
Festa della Donna, l’Anmil po quell’incidente fu sposta- l’Inail ha voluto puntare l’at- 2012, con l’obiettivo di rac-
ricorda il centenario dell’in- to all’8 marzo, che presto di- tenzione sulle implicazioni contare, attraverso i ritratti e
cidente di New York, nel qua- venne la Giornata Internazio- legate alla condizione fem- i racconti delle protagoniste,
le morirono 146 operaie. L’8 nale della Donna. minile e alla prevenzione de- la drammatica realtà della
marzo per l’Anmil, Associa- Per questo anniversario gli infortuni lanciando per la mancata applicazione delle
zione Nazionale fra lavora- l’Anmil - che non dimentica festa dell’8 marzo, il concor- norme per la sicurezza nei
tori Mutilati e Invalidi del il filo che collega i temi del- so “Foto-Biografia”, dedica- luoghi di lavoro e, mettendo
Lavoro, non è solo un modo la sicurezza sul lavoro e del- to a tutte le donne rimaste vit- in luce la loro forza e fem-
Mimosa
per festeggiare la donna ma l’emancipazione femminile - time di un incidente sul la- minilità, dimostrare che le
anche una giornata per ricor- dopo l’enorme successo ot- voro. donne rimaste invalide non blematici da una Giuria com- partimento per le Pari Oppor-
dare uno dei più tragici inci- tenuto lo scorso anno con il Il concorso, che ha ottenuto devono perdere né il rispetto posta dal sociologo Domeni- tunità e da rappresentanti di
denti sul lavoro, ovvero l’in- Concorso per la realizzazio- i patrocini del Ministero del né la stima di se stesse. co De Masi, dalla giornalista Anmil e Inail. Per ulteriori in-
cendio di una fabbrica di ca- ne di un testo musicale dedi- Lavoro e delle Politiche So- Tra le richieste di partecipa- Rai Maria Luisa Busi, dal formazioni contatta la Sezio-
micie nel quale persero la cato alle donne lavoratrici ciali e del Ministro per le Pari zione che dovranno perveni- Vice capo Gabinetto del Mi- ne ANMIL in via G. Venezia-
vita anche 39 donne italiane. (da cui è stato realizzato il Cd Opportunità, mira a trovare re entro il 10 maggio 2011, nistero del Lavoro e delle Po- le a Isernia ai numeri 0865-
Era esattamente il 25 marzo “Note scordate”), anche que- 12 storie per realizzare un verranno selezionate le 12 litiche Sociali Susanna Zel- 412601 o visita il portale
1911, ma nel corso del tem- st’anno in collaborazione con Calendario foto-biografico donne con i racconti più em- ler, da Rosalba Veltri del Di- www.anmil.it
MARTEDI’ 8 MARZO 2011 ANNO XIV - N. 66

REDAZIONE 86170 ISERNIA VIA G. BERTA n. 76 - TEL. 0865/415513 - FAX 0865/403973

Drammatico appello del comandante dei vigili urbani, Iacapraro, che chiede l’aiuto della Protezione Civile

Frane, Agnone in ginocchio


Ben otto smottamenti registrati nelle ultime 48 ore nelle frazioni intorno alla cittadina
AGNONE. Agnone colpi- re che possa chiudere il Val-
to dalle frane, la Municipale lone Gamberane. Gli altri
lancia l’allarme alla Protezio- movimenti franosi si sono
ne civile. Otto gli smotta- verificati in località Masse-
menti verificatisi negli ulti- rie Pannunzio, lungo la stra-
mi giorni in seguito alle forti da interpoderale San Bernar-
piogge e alle nevicate che da dino, nei pressi della casa di
mesi interessano l’Alto Mo- riposo, in località Vecchierel-
lise. Una situazione che de- li e in contrada San Quirico.
sta preoccupazione, e che ha Inoltre gli agenti stanno mo-
richiesto l’immediato inter- nitorando anche un altro
vento del responsabile della smottamento di grandi di-
Polizia Municipale, il co- mensioni in località San Qu-
mandante Giorgio Iacapraro, ririco-Collelapponi.
che ha allertato il centro fun- A fronte di ciò, il corpo di
zionale della Protezione ci- Polizia municipale ha chie-
vile di Campobasso e l’asses- sto all’ente di Protezione ci-
sorato alla Protezione civile vile di “mettere a disposizio-
per chiedere interventi ur- ne strutture di contenimento,
genti. di allerta e la segnaletica stra-
Solo nel pomeriggio di ieri dale”. In alternativa la richie-
sono state individuate altre sta è quella di “finanziare
due frane. l’acquisto del materiale ne-
Frana di San Bernardino (foto Molise.net)
La più estesa in località San cessario per il pronto inter-
Una pattuglia della Polizia muncipale
Martino, lungo la strada in- rilevato altre sei frane, “di calità Difesa Di Lama. Desta vento, per un importo di
terpoderale che collega via notevole entità”. Ben due preoccupazione la frana in 100mila euro”. La Polizia il finanziamento di un mez- dei terreni che scendono a
Giovanni Ionata alla strada smottamenti interessano lo- località Gambale, per il timo- municipale sollecitare infine zo speciale per la rimozione valle.
provinciale per Castelverri-
no.
Tale smottamento, si legge
in una comunicazione della
Carovilli. La provocazione di Luciano Scarpitti, presidente dell’associazione Il Glicine
Municipale di Agnone, è “pe-
ricolosa per la sicurezza di
persone e cose. Il fronte fra-
Scarpitti: chiudiamo il Ferdinando Veneziale
na, in curva, è costituito da
tracimazione del terreno a
valle”. Ciò crea, “un vuoto
e potenziamo il San Francesco Caracciolo
sotto la sede stradale asfalta- CAROVILLI. Salviamo l’organizzazione interna, va pazienti provenienti da al-
ta”. Gli agenti hanno subito l’ospedale di Agnone chiu- alla sicurezza che si trasmet- tre regioni, principalmente
provveduto a chiudere al traf- diamo quello di Isernia. Una te ai pazienti, requisiti que- dai paesi limitrofi del-
fico la strada. L’altra, allo sta- proposta provocatoria questa sti che erano presenti nel- l’Abruzzo. Eppure si è vo-
dio iniziale, si è verificata in avanzata da Luciano Scarpit- l’ospedale di Agnone”. Inol- luto ridurre la funzionalità di
località La Rocca di contra- ti, che si schiera a sostegno tre, Scarpitti continua sotto- questo ospedale e si sta to-
da Sant’Onorio. “Il fronte della lotta in difesa del Ca- lineando come sia comune in gliendo un’importantissima
della frana”, è scritto nella racciolo. Il presidente del- Molise il fenomeno del- Luciano struttura sanitaria ad un ba-
comunicazione indirizzata l’Associazione culturale il l’emigrazione sanitaria, a ciò Scarpitti cino di utenza di oltre 30
alla Protezione civile, “è pro- Glicine afferma “certo è una invece faceva eccezione il mila persone senza che a
spiciente ad un pendio”. An- richiesta assurda, ma dando Francesco Caracciolo. Infat- queste vengano indicate pos-
che qui l’area è stata transen- uno sguardo alla sanità mo- ti, il nosocomio altomolisa- sibilità alternative. Presso
nata, e il personale del corpo lisana, verrebbe da chieder- no registrava una buona per- l’ospedale di Agnone, quan-
di Polizia municipale ha ef- si perchè non chiudere centuale di ricoveri di pa- do era pienamente funzio-
fettuato ricognizioni nel po- l’ospedale di Isernia, vista la zienti provenienti da altre nante, molti reparti riscuote-
meriggio di ieri per monito- disorganizzazione in cui ver- regioni. “Faceva eccezione a vano un forte consenso da
rare la situazione. Negli ulti- sa? È indispensabile, infatti, questo tipo di giudizio il la nota inviata agli organi di relative alle presenze: risul- parte dei cittadini per il sem-
mi due giorni gli uomini del guardare alla qualità delle Francesco Caracciolo di stampa - e a dimostrazione ta, infatti, che ben il 25 per plice fatto che erano assolu-
comandante Iacapraro hanno prestazioni che si offrono, al- Agnone – si legge infatti nel- di ciò ci sono le statistiche cento dei ricoveri riguarda- tamente efficienti e le perso-
ne venivano accolte e assi-
stite in modo familiare e cor-

Grande successo per il Carnevale di Bagnoli tese”. Per questi motivi, per
l’efficienza con cui le perso-
ne venivano accolte ed assi-
Numerosi turisti giunti per assistere a ‘I mesi dell’anno’ stite, Scarpitti dichiara il suo
sostegno al Comitato artico-
BAGNOLI DEL TRIGNO. i numerosi turisti che sono ar- distico Città di Barrea, del to a pieno all’evento sino a te da spaccati di vita conta- lo 32, sorto allo scopo di sal-
Anche quest’anno è stata un rivati a Bagnoli dalle Regio- gruppo bufù di Casacalenda portarlo a termine in modo dina, l’uscita del cinghiale e vaguardare il diritto alla sa-
successo la manifestazione ni e dai Comuni limitrofi per e del gruppo folk “ L macca- egregio e con grande soddi- dei cacciatori, le animazioni lute sancito dalla nostra Co-
dedicata al Carnevale. I Mesi tuffarsi in un’atmosfera di ture” di Carpinone. A dare ri- sfazione. La presenza di Car- con Francische e Pacchianel- stituzione. “Il comitato, al
dell’anno, giunta alla 18esi- altri tempi, quella della civil- storo ai presenti tre grossi mine Faraco, noto comico di la, sino al parto della Quare- fine di sostenere la lotta a
ma edizione, ha visto una tà contadina, alla ricerca di fuochi accesi per l’occasio- Colorado, ha rappresentato la sima, hanno fatto tutto il re- tutela del nosocomio, ha
grande partecipazione di tradizioni, valori, radici”. ne. “Nel pomeriggio – preci- ciliegina su di una torta per sto”. La manifestazione è sta- messo in campo iniziative
pubblico, sia dal Molise che Anche sotto gli ombrelli, i vi- sano dall’associazione – il altro già ricca e variegata. La ta vinta dall’autunno, carro utili al mantenimento del-
dalle vicine regioni.“La piog- sitatori non hanno rinuncia- deciso miglioramento delle sfilata dei carrettelli de i allestito dai giovani del po- l’efficienza dell’ospedale.
gia del mattino – si legge nel to a gustare le ricette tipiche condizioni atmosferiche ha mesi-persona, la canzone dei sto, secondo è arrivato l’in- Iniziative fortemente soste-
resoconto dell’associazione in vendita negli stand gastro- consentito agli organizzatori mesi, i carri delle stagioni verno, allestito dal gruppo nute dai sindaci dell’Alto
organizzatrice La Perla del nomici. A fare da sottofondo della Compagnia di Cultura animati da esilaranti scenet- cacciatori, a pari merito poi Molise, che la nostra asso-
Molise – non ha scoraggiato la musica del complesso ban- Popolare, di dare svolgimen- te comiche prese direttamen- la primavera e l’estate. ciazione sosterrà”, concude
Scarpitti.

15
MARTEDI’ 8 MARZO 2011 ANNO XIV - N. 66

REDAZIONE VIA G. BERTA n. 76 - 86170 ISERNIA TEL. 0865/415513 - FAX 0865/403973 e-mail: redazioneisernia@quotidianomolise.it

L’interrogazione al presidente della Regione Campania contro la costruzione dell’impianto nel venafrano

CentraleTurbogas, appello a Caldoro


La responsabile Psi di Vairano Patenora: ci saranno forti ricadute ambientali
di Marco Fusco Una centrale turbogas tero equilibrio.” Di tutti que- D’Errico lo ha sempre det- Venafro. A rafforzare la de-
“ Il PSI dà sempre è schie- sti impianti dunque le con- to che il problema è politi- cisione del Governatore
rato in prima linea contro la seguenze dannose a livello co. E’ la politica a tutto ton- Caldoro il decreto numero
realizzazione della Centra- ambientale arrivano fino do che ora deve scendere in 843 del 18 novembre 2010
le termoelettrica da 850kw alla piana di Venafro.” Per- campo. Dal comune alla re- del Ministro dell’Ambiente
alimentata a gas naturale ché- si chiede ancora il Psi gione. Sapendo che la vici- e della Tutela del territorio
che dovrebbe sorgere a con- la scelta da parte della nuo- na Campania, con un atto di concerto con il Ministro
fine tra i territori di Vairano va giunta regionale di mor- della giunta regionale, ha per i Beni e le Attività Cul-
e il venafrano nel comune di tificare ulteriormente un ter- praticamente detto sì alla re- turali. Una durissima batta-
Presenzano.” Inizia così il ritorio già così tanto marto- alizzazione della centrale glia insomma si annuncia al-
comunicato emesso ieri al riato? La vicina centrale di turbogas tra i territori di Pre- l’orizzonte, dagli esiti im-
responsabile del PSI di Vai- sparanise che funziona solo senzano, Sesto Campano e prevedibili.
rano Patenora Carmen Ci- tre giorni a settimana avreb-
pollone. Si annuncia l’inter- be solo provocato seri dan-
rogazione del capogruppo ni all’ambiente e alle sotto- Ritirata la patente a due automobilisti
alla regione Campania Oli- stanti falde acquifere. Non
viero al presidente della
giunta regionale sulle “ini- duzione elettrica”. Una cen- za di una centrale idroelet-
abbiamo bisogno dell’ener-
gia di una nuova centrale-di-
Guidano ubriachi
trale-continua la dirigente trica e di altre infrastrutture
ziative volte alla tutela e alla
salvaguardia del territorio
ricadente sul comune di Pre-
politica vairanese- che non
serve al fabbisogno energe-
quali gli elettrodotti il cui
impatto e le ricadute am-
chiara Cipollone- e poi qua-
le piacere per il ritorno eco-
nomico? Mi sbalordiscono
Beccati dai Carabinieri
senzano in ordine alla rea- tico del territorio poiché sui bientali hanno nel tempo certe affermazioni peraltro Durante i fine settimana, aumentano i controlli lungo le
lizzazione di centrali di pro- cittadini grava già la presen- sensibilmente alterato l’in- quanto mai fuori luogo vi- arterie interregionali che attraversano la città da parte del-
sta l’attuale situazione inter- le forze dell’ordine per garantire, tra l’altro, la sicurezza
nazionale in Libia.” Una dei trasporti. Un’altra importante operazione messa a se-
L’Arma ha raccolto numerose denunce di furto centrale turbogas che di fat-
to andrebbe ad alterare
gno dagli uomini della compagnia dell’Arma di Venafro
la scorsa notte. Proprio nell’ambito dei servizi di preven-

Ruba l’oro nelle abitazioni l’equilibrio geo-termico del


territorio su cui insiste.” Il
Psi- conclude Cipollone- ha
zione incidenti stradali, lo scorso weekend decine e deci-
ne sono stati i controlli effettuati sugli automobilisti in tran-
sito durante i posti di blocco lungo la statale 85 Venafra-

poi lo rivende, fermata a cuore le sorti di un territo-


rio ,il nostro, martoriato,
mortificato dalla scellerata
na. In uno di questi controlli sono stati fermati due auto-
mobilisti, un quarantenne e un cinquantenne che presen-
tavano un quadro evidente di alterazione. Superati in en-
Dopo una lunga fase inve- quei negozi che anche in cit- giovane donna come detto. politica che a tutti i livelli trambi i limiti previsti dalla legge per assunzione di so-
stigativa i Carabinieri della tà hanno aperto da poco per Tutto questo grazie agli in- usa indiscriminatamente stanze alcoliche e per questo sono stati segnalati alla
compagnia di Venafro sono ritirare metalli preziosi e pa- quirenti che hanno portato l’alto casertano sprezza- competente Autorità Giudiziaria in quanto responsabili di
riusciti ad assicurare alla gare in contanti i clienti. avanti le indagini a seguito i mente secondo una logica guida sotto l’influenza di sostanze alcooliche. Le loro auto
giustizia una donna incensu- “Vendo Oro” per intenderci alcune denunce di furto in irrazionale dettata dai soliti sono state sottoposte a sequestro e affidati a terzi, in più ai
rata del posto che rubava oro ma questa volta non è anda- abitazione. La donna ferma- interessi di parte!! Noi del due automobilisti è stata ritirata anche la patente di guida.
per poi venderlo a uno di ta bene l’operazione a una ta e denunciata all’autorità Psi diciamo no e ci schieria- In un altro controllo lungo la Variante Anas tra i territori i
giudiziaria del capoluogo mo a difesa del territorio e Venafro e Sesto Campano, i carabinieri hanno fermato un
Archivio pentro, è risultata responsa- di tutta la sua cittadinanza!” giovane ventiduenne che guidava sotto effetto di sostanze
bile di essersi impossessata Una dura presa di posizio- stupefacenti. Anche per il ventiduenne è stata sequestrata
in più occasione di vari mo- ne dunque da parte dei so- l’auto e affidata a terzi e il ritiro della patente e segnalato
nili di oro che poi aveva ce- cialisti che sicuramente sarà all’autorità giudiziaria per uso personale di stupefacenti.
duto in vendita ad un nego- accolta con soddisfazione M.F.
zio che ritira il prezioso me- anche dagli ambienti politi-
tallo. Parte della refurtiva è ci e dall’associazionismo Archivio
stata recuperata proprio ambientalista della vicina
presso tale esercizio e sotto- Venafro.
posta a sequestro giudiziario. La storia della centrale
In città in tanti avevano de- turbogas, è lunga dieci anni.
nunciato furti in casa di me- Non poche le responsabili-
tallo prezioso, oggetti di tà delle passate amministra-
ogni genere tutti di valore. zioni comunali di Venafro.
M.F. Il sindaco di Presenzano

Vandali muniti di bombolette spray


deturpano il ‘Giordano’. Rabbia fra i cittadini
I venafrani, praticamente all’unisono, hanno chiesto di t’altro tracciati con bombolette spray per restituire deco-
far sentire la loro vibrante voce di protesta. Non centra- ro e dignità alla scuola e a quanti quotidianamente la fre- servato dignitosamente, soprattutto da chi ogni giorno en-
no, questa volta, politici regionali, Comune, ospedale, Ge- quentano. Ebbene, è trascorso un po’ di tempo ed ecco tra in classe per sapere, crescere e formarsi ? I valori so-
omeccanica, economia che non va, disoccupazione dila- che lo sprovveduto di turno, armato di spray, deturpasse ciali e civili di costoro dove stanno ?”. Tanta contrarietà,
gante, cultura che è assente ect., ossia i temi più ricorrenti nuovamente la facciata principale ed imbrattasse anche il quindi, nei venafrani per l’ennesimo “schiaffo” alla stori-
della protesta locale, bensì i puntuali assalti notturni e se- portone di legno all’ingresso, abbandonandosi a tracciare ca struttura didattica di via del Carmine, che adesso la
rali al Liceo Classico “Antonio Giordano”, ospitato nel- scritte, cuoricini, sigle, messaggi ed altro addirittura sul- dirigenza tornerà a far ritinteggiare e ripulire, sperando in
l’ex convento carmelitano di clausura del Carmelo, ac- l’asfalto, dinanzi alla scuola ! Firmandosi anche il nostro, comportamenti diversi da parte dei suoi quotidiani fruito-
canto alla Chiesa omonima,in zona tranquilla e relativa- con un indecifrabile “bye sn” (forse sta per “sarchiapo- ri, o di loro amici. Soprattutto per continuare a ritenere
mente trafficata, e per questo esposto alle “voglie” di chic- ne”, cioè stupido ?). che al Classico “Giordano” si stiano formando nel mi-
chessia. Amministrazione e dirigenza del “Giordano” ave- “Che squallore ! Così pensano di crescere i nostri gio- gliore e più intelligente dei modi le future generazioni
vano appena fatto ritinteggiare la facciata esterna princi- vani ? Si realizzano deturpando e rovinando quanto ap- venafrane.
pale, cancellando scritte, messaggi, disegni, sigle e quan- partiene a tutti, e che come tale andrebbe tutelato e con- T.A.

16
MARTEDI’ 8 MARZO 2011 ANNO XIV - N. 66

REDAZIONE VIA G. BERTA n. 76 - 86170 ISERNIA TEL. 0865/415513 - FAX 0865/403973 e-mail: redazioneisernia@quotidianomolise.it

Avevano proibito l’ingresso del cane di una delle giovani nel locale in cui stavano trascorrendo la serata

Ragazzi picchiati dalle donne


È scoppiata una lite fuori dal bar che è finita in rissa a colpi d’ombrello e borsettate
Due giovani residenti in al- Non appena siamo usciti
trettanti paesi della Valle del
Volturno lo scorso fine setti-
però le ragazze ci hanno se-
guito e hanno iniziato a col-
Disagi nella Valle del Volturno
mana sono stati protagonisti
di una furiosa litigata in un
locale di una nota località sci-
pirci con borse ed ombrelli,
noi però non abbiamo voluto
colpirle perché erano ubria-
Il vento sradica
istica abruzzese. I due, sono
rimasti coinvolti in un diver-
bio che era nato tra alcune
che o chissà cosa. In breve la
situazione ha sfiorato il pa-
radosso perché eravamo
alberi e tetti
ragazze presenti nel locale. completamente in balia di
Le giovani avevano iniziato queste ragazze che sembra-
a discutere dapprima con il vano indemoniate. Per fortu-
gestore del locale poiché lo na sono intervenuti alcuni
stesso aveva chiesto alle ra- militari che erano andati a
gazze di non portare all’inter- sciare e che si apprestavano
no del luogo il cane di pro- ad entrare nel locale. Solo
prietà di una delle giovani. essere perfettamente in accor- ragazzi. In un momento le con il loro intervento e die-
Questa si è infastidita ed ha do con il proprietario del lo- giovani hanno letteralmente tro la minaccia di chiamare i
iniziato a commentare la de- cale poiché lui era allergico aggredito i due poveretti che carabinieri le signorine si
cisione del gestore ad alta al pelo dell’animale. Le con- hanno anche cercato di farle sono calmate. Abbiamo ri-
voce. siderazioni del giovane, han- ragionare ma le ragazze han- portato solo qualche graffio
A questo punto la ragazza no gettato benzina sul fuoco no proseguito scaricando ad- – conclude il giovane- ma
ha chiesto al giovane molisa- e il gruppo di ragazze ha ini- dosso ai due insulti e parolac- abbiamo pensato che la pros-
no di intervenire in sua dife- ziato ad insultare i due gio- ce. “Abbiamo deciso di la- sima volta ci facciamo gli af- Numerosi gli interventi dei Vigili del Fuoco
sa e di convincere l’uomo a vani. Ben presto le ragazze sciare il locale – racconta uno fari nostri e fingiamo di non
farle portare con se il cane. Il evidentemente su di giri, han- dei ragazzi- per evitare che si aver capito la domanda per Fortissime raffiche di vento hanno sferzato l’intera
ragazzo invece ha detto di no cominciato a spintonare i scatenasse una rissa. evitare complicazioni”. Valle del Volturno creando non pochi disagi alla popo-
lazione. Dalla notte di domenica infatti violente folate
di vento hanno provocato la caduta di alcune tegole dai
Intanto invita i cittadini a non abbandonare i rifiuti per strada tetti su alcune case abbandonate, per fortuna senza cau-
sare danni alle persone, ma soltanto spavento per queste

Discarica, ci pensa Iannarelli cadute improvvise.


In altri casi si è reso necessario anche l’intervento dei
vigili del Fuoco che hanno dovuto provvedere alla mes-
sa in sicurezza di alcuni rami degli alberi che minaccia-
Il sindaco aprirà un’oasi ecologica per risolvere il problema vano di cadere sulla strada. Nel comune di Colli a Vol-
turno, nel primo pomeriggio di ieri, alcuni cassonetti per
la raccolta dei rifiuti hanno occupato la trafficata “Via
CERRO A VOLTURNO. danneggia tutta la popolazio- Isernia” spinti da violente raffiche di vento.
Dopo le segnalazione del- ne. Proprio per questo –affer- Per fortuna però la loro presenza, benché fosse dietro
l’Arma dei Carabinieri, ri- ma il sindaco – verrà emessa una curva, non ha provocato incidenti, soltanto rallenta-
guardo alla discarica abusi- dal comune una ordinanza menti al traffico. Nel Pomeriggio di ieri, poi alcuni rami
va di elettrodomestici loca- che andrà a regolamentare erano caduti sulla SS.158, anche in questo caso solo la
lizzata nei giorni scorsi in pa- proprio lo smaltimento dei fortuna ha voluto che nessuna vettura fosse colpita dal
ese, il sindaco Iannarelli an- rifiuti. Insieme con l’intera volo dei rami. Intanto le forti piopgge dei giorni scorsi
nuncia seri provvedimenti amministrazione poi verrà hanno alzato il livello dei fiumi, in particolar modo del
per la tutela dell’ambiente e individuata un’area per la re- Volturno. Il livello delle acque tiene con il fiato sospeso
per evitare il ripetersi di epi- alizzazione di una oasi eco- i cittadini che temono che lo stesso possa straripare nel-
sodi analoghi. “Innanzi tutto logica. le zone a confine tra il Molise e la Campania.
- esordisce il sindaco – con- Nel frattempo l’ammini- I Vigili del Fiuoco e la protezione civile tengono co-
danno fermamente questi atti strazione sta valutando l’ipo- stantemente monitorato il fiume. Per ora tranquillizza-
di inciviltà che potrei defini- tesi di stipulare convenzioni Una veduta di Cerro al Volturno no i cittadini sui rischi connessi allo straripamento indi-
re vandalici nei confronti di anche con ditte specializzate no chiedere di depositare i ve partirà anche una opera- cando per ora come remota questa possibilità. Numero-
tutta la collettività. Chi ab- per la raccolta di questi ma- rifiuti nei comuni limitrofi zione di bonifica dell’intera si sono i campi sotrattutto nella zona della Piana di Roc-
bandona questi beni per la teriali. In realtà – continua dove già esistono delle aree area che è stata occupata dai chetta a Volturno e nella zona della Cariera di Castel
strada compie un atto che Iannarelli – i cittadini posso- attrezzate per ospitarli. A bre- rifiuti.” Flori.Ca San Vincenzo che si sono trasformati in acquitrini.

ACQUAVIVA D’ISERNIA Scapoli, la Raviolata tra gli eventi


Carnevale, si festeggia
con i New Party Style
per i 150 anni dell’Unità d’Italia
SCAPOLI. Grande suc- nostro paese tanti estimatori nel mondo. Scapoli, visto il
ACQUAVIVA D’ISERNIA. Si terrà questo pomerig- cesso per “La Raviolata” che della buona cucina. “La Ra- grande successo della mani-
gio presso il centro di socializzazione giovani – anzia- anche quest’anno ha regi- violata” è stata inserita nel- festazione, ha dimostrato di
ni, ospitato presso la biblioteca comunale di Acquavi- strato il tutto esaurito. Inte- le manifestazioni per i fe- essere la capitale della buo-
va, la festa di Carnevale organizzata dai ragazzi del New ressantissimo il convegno steggiamenti dei 150 anni na cucina oltre che delle
Party Style. che va visto tra gli altri la dell’Unità d’Italia. In questo Zampogne. Importanti novi-
I festeggiamenti si apriranno alle ore 15.00 e termi- presenza del Governatore Io- contesto – afferma il sinda- tà però ci sono all’orizzonte
neranno alle ore 19.00. rio. Estremamente soddisfat- co – possiamo sicuramente per la nostra collettività. Ver- dino – è stata proposta già
Crescono le iniziative di aggregazione mirate al coin- to della riuscita dell’evento affermare che la buona cu- rà ufficializzata con un atto lo scorso anno dalla delega-
volgimento di grandi e piccini nel piccolo centro della il sindaco Renato Saracino cina unisce il nostro paese notarile la nascita della “Ve- zione di cui facevo parte an-
provincia di Isernia che dimostrano nei giovani locali “Anche questa edizione del- dal Nord al Sud, poiché tan- nerabile Confraternita del che io, presso il parlamento
tanta voglia di fare e di impegnarsi. la Raviolata è stata un suc- te sono le specialità che ten- Ravoilo Scapolese”. Questa europeo di Bruxelles”.
cesso ed ha richiamato nel gono alto il nome dell’Italia idea – spiega il primo citta- Flori.Ca

17
18 Martedì
8 marzo 2011

Il voto alle donne: battaglia deputato Mario Magliano UN 15


IT 0
À AN
Quel giorno che le donne D’ N
IT I
AL
IA

si presero la Storia
impatto emotivo, che sintetizza, te alle riforme ed inamovibilità
di Antonella tra blog e rievocazioni, il mo- che si intrecciano in regione.
Presutti mento in cui fu concesso il voto Del resto Giambattista Masciot-
“Il giorno che le donne si pre- politico alle donne. ta scriveva :”Le donne di oggi
sero la storia” è la frase non del Il percorso delle donne nella –nella loro totalità- non merita-
tutto grammaticata, ma di sicuro storia è in realtà tortuoso e do- no l’eccesso di onore del diritto
loroso, fatto di spinte involuti- elettorale; ma le donne d’ieri, le
ve dopo momenti di accelera- donne di un secolo fa meritava-
Non vogliamo mimose zione, ma, se dovesse essere ri-
portato ad una dimensione pun-
no anche meno l’eccesso di in-
degnità con cui le trattava il ses-
Chiediamo rispetto tiforme, sarebbe il 2 giugno
1946, perché, per quanto la di-
so forte. È questione di misura.
Esse erano tenute estranee ad
di Vittoria Todisco gnità passi attraverso la parola, ogni socievolezza e vivevano
Cosa ci sarà mai da festeggiare! la parola diventa segno nel voto, appartate nel seno stesso della
Da un po’ di anni è la frase che ripetia- nella partecipazione e nella con- famiglia. Non veniva loro im-
mo con l’approssimarsi dell’8 marzo: scon- sapevolezza. partita alcuna istruzione, che
fitte rassegnate dallo scippo perpetrato dal Nel momento dell’opportuna farne? Se per l’uomo sembrava-
consumismo che si è appropriato dell’uni- celebrazione dei 150 anni del- no bastevoli i primi rudimenti
ca giornata che eravamo riuscite a rega- l’Unità Nazionale, di fonte a un delle coltura, alla donna poteva-
larci, tutta dedicata a noi, tramutata in oc- giudizio troppo spesso lacerato no riuscire perfino dannosi!
casione per vendere mimose e serate in piz- rispetto a quelle pagine di sto- Quale utilità –si pensava- avreb-
zeria. ria che sarebbe bene attraversa- bero ritratto dal saper leggere e
La rabbia che avvertiamo ha ben altre re con spirito critico, il suffra- scrivere?” E’ questione di mi-
motivazioni da quelle causate dalla pub- gio femminile diventa indicato- sura, dunque, una misura fissa-
blicità che ha reso l’8 marzo un fenomeno re di processi sociali ed econo- ta dagli uomini ed individuata,
consumistico; nasce al nostro interno, dal- mici che si svelano nella loro con atteggiamento di accondi-
la colpa che avvertiamo tutta nostra, per ricchezza. E, se questo è vero a scendente superiorità, tra l’eli-
aver consentito che la formazione della livello generale, lo è ancora di minazione delle condizioni più
classe politica avvenga secondo criteri so- più nella nostra regione, aporia umilianti alle quali le donne era-
litamente praticati nel commercio boario costante nel quadro del paese, periferia ed allora invalicabile, dell’esclusione delle don- no sottoposte e l’impossibilità di accedere al
o per essere più esplicite: secondo un si- esempio di processi più generali dell’Italia a ne dalla vita politica. È vero che già nel 1871 diritto di voto per mancanza di meriti, parola
stema in uso in qualche casa privata tra- cavallo tra ‘800 e ‘900. il Presidente del Consiglio e Ministro dell’in- tanto vaga quanto definitiva. Mentre con il-
sformata in bordello. C’è una pagina interessante e quasi del tut- terno Lanza aveva avanzato la proposta che luminata acutezza Masciotta giudica il per-
Che cosa ci è successo? che ne è stato di to dimenticata in questa storia che ha un sog- le donne inviassero per iscritto il voto in ma- corso (dis) educativo delle donne come un
noi? quali insegnamenti abbiamo dato alle getto, Mario Magliano, ed un oggetto, il voto niera da non turbare un principio tanto re- retaggio di un passato mai esaurito, egli esclu-
nostre figlie noi che nel corso di un tren- alle donne. Di Mario Magliano si hanno noti- strittivo quanto repressivo di decoro e “co- de l’accesso delle stesse al suffragio, diffici-
tennio ci siamo scrollate di dosso il torpo- zie scarse, molte di più della sua famiglia, li- stumanza” ma è altrettanto vero che la pro- le dire se per minorità genetica o se per con-
re protettivo del focolare domestico e sia- berale e massonica, che si muove tra Larino e posta non ebbe esito, come, dieci anni dopo, dizionamenti culturali di cui parla diffusa-
mo scese in piazza per chiedere il divorzio Napoli, esempio di una intellighentia illumi- la possibilità caldeggiata da De Pretis di far mente. Dal Molise, qualche anno dopo, partì
che restituiva uno status a tante vedove nata, capace di analisi acute e penetranti. “Noi votare le donne per le amministrative attra- una delegazione femminile ricevuta da Mus-
bianche, e libertà a donne prigioniere di riteniamo che sia giunto il gran momento che verso la delega al marito. Il discorso artico- solini che chiedeva ancora il diritto di voto,
un matrimonio trasformatosi in trappola. anche le donne abbiano l’opportunità di vota- lato di Mario Magliano testimonia la dialet- formalmente e demagogicamente riconosciu-
Noi che vinto ogni falso riserbo abbiamo re e che questo sia per il meglio comune”. Sia- tica tra persistenza e conservazione, tra spin- to dal Duce per le elezioni
chiesto di non morire più sotto i ferri di un mo nel 1911. Il 30 giugno, con legge n. 666,
‘cucchiaio d’oro’ ma la ‘tutela della ma- veniva introdotto il suffragio universale ma-
ternità e l’interruzione volontaria della
gravidanza’ assistite dallo Stato. Abbiamo
schile che prevedeva l’estensione del diritto
di voto a tutti i maschi che avessero superato
“Se non ora quando?”La rinascita
chiesto leggi che tutelassero le lavoratrici
madri; che la violenza sessuale venisse
considerato reato contro la persona e non
i 30 anni di età, indipendentemente dal grado
di istruzione e dal fattore economico, mentre
la barriera censitoria rimaneva per i maggio-
del movimento femminile
semplicemente un’offesa alla pubblica renni al di sotto dei trenta anni. In termini Già a partire dai primi del Novecento mo- tunità comunicative offerte dalla Rete e dai
morale come prevedeva il Codice Rocco. numerici significava che il 23,2% della popo- vimenti di donne in tutto il mondo si unirono social network, che ha già mostrato la sua
Abbiamo costituito collettivi, ci siamo co- lazione era chiamata alle urne, in Molise il per rivendicare la loro liberazione dallo sfrut- forza riunendo un milione di persone in tut-
stituite parte civile per un turpe caso di vio- 25%. A sottolineare in modo rigoroso ed ap- tamento e dalle vessazioni attraverso il lavo- t’Italia nella manifestazione indetta il 13 feb-
lenza sessuale ai danni di una minorenne passionato l’opportunità che fossero anche le ro. Fu proprio il lavoro dunque al centro del- braio “Se non ora quando?”per rivendicare
stuprata in presenza della madre resa inof- donne ad esprimersi nelle elezioni fu dai ban- le rivendicazioni femminili dell’epoca, così la dignità e il rispetto della donna nella so-
fensiva a suon di sprangate. chi del Parlamento proprio il molisano Mario come la questione del diritto di voto, e pro- cietà e nelle istituzioni. E ancora una volta,
Poi che cosa è accaduto? Ci siamo sepa- Magliano con un discorso di notevole acutez- prio in quel periodo fu istituita per la prima in occasione della Festa della donna, il mo-
rate ognuna è andata per la propria stra- za prospettica. Che Mario Magliano fosse in volta la Giornata internazionale della donna. vimento scende in piazza per onorare le la-
da. Che cosa abbiamo raccontato alle no- anticipo sui tempi lo testimonia l’esito della Oggi dopo un secolo di battaglie per i diritti voratrici italiane, perno della nostra società,
stre figlie? Abbiamo forse detto che per far- votazione per appello nominale: 48 i deputati fondamentali, la questione femminile sem- ma costrette a portare sulle proprie spalle il
si strada nella vita dovevano curare l’aspet- favorevoli, 209 i contrari e 6 gli astenuti. La bra essere ancora lontana dalla sua risoluzio- peso di un doppio ruolo, costrette a sceglie-
to, tollerando, semmai, qualche pacca sul Camera respinse. Numeri inchiodanti che, tut- ne. E’ vero, oggi le donne votano e sono elet- re tra famiglia e professione facendo ogni
sedere più che pretendere rispetto? Per fa- tavia, aprono uno spiraglio nel muro, fino ad te, hanno diritto ad autodeterminarsi, ad ave- giorno i conti con condizioni di lavoro pre-
vore oggi non accontentiamoci delle mimo- re le stesse opportunità degli uomini in ogni carie. Nell’anno in cui si celebra il 150esi-
se se poi domani tutto ritorna come è ades- campo. Sono riuscite a perseguire i propri so- mo dell’Unità nazionale si vuole restituire
so. Il rispetto dobbiamo guadagnarcelo pri- gni raggiungendo, con fatica e sacrificio, po- valore alla festa dell’8 marzo affinché di-
ma di tutto in famiglia pretendendo che le sizioni di prestigio e di potere nel campo la- venti occasione di rinascita per il Paese,
nostre figlie rifuggano da quel tipo di at- vorativo. Risultati importanti ormai dati qua- unendo donne di ogni età ed estrazione so-
tenzioni di cui godono le ragazze dell’Ol- si per scontati. Pietre miliari del movimento ciale dietro lo slogan “Rimettiamo al mon-
getta e che gli uomini, i nostri figli, non femminile che rischiano, tuttavia, di essere do l’Italia”. La rete delle donne si si riunirà
aspirino ad entrare nel clan di quel genere rimesse in discussione dall’attuale condizio- anche a Campobasso, nei locali del Dopola-
di uomini che fanno commercio di carne ne del mercato del lavoro, in cui la precarietà voro ferroviario alle 18:30, per discutere di
umana. Lo scorso 13 febbraio è nata una non è l’eccezione ma la regola, e da un’im- lavoro e diritti al femminile: congedo di
nuova primavera; una rivoluzione che ha magine diffusa della donna intesa come or- maternità, obbligatorio e indennità di ma-
visto le donne: giovani, vecchie, belle, brut- namento, come mero oggetto di piacere del ternità, congedo obbligatorio di paternità,
te, professioniste e casalinghe tornare a potente di turno, che venti anni di pubblicità norme che impediscano il licenziamento
riempire le piazze e pretendere che la poli- e televisione commerciali hanno contribuito “preventivo”e dunque le dimissioni in bian-
tica persegua la realizzazione del bene co- a diffondere nell’opinione comune. Cent’an- co. Queste sono le rivendicazioni del movi-
mune e che il sesso non diventi bene di con- ni dopo, lavoro e politica sono ancora una mento per ridare dignità e futuro alle donne
sumo appannaggio di chi ha più soldi e mer- volta al centro delle rivendicazioni di un nuo- e ad un Paese in cui essere lavoratrici e ma-
ce di scambio di donne che non hanno più vo movimento femminile, apartitico, nato dri è diventato più un lusso che un diritto
nulla da perdere. spontaneamente dal basso grazie alle oppor- inalienabile. D.I.
Martedì
8 marzo 2011 19
Coraggiose trasgressive precorrono l’emancipazione femminile UN 15
IT 0
À AN
Le chiamavano brigantesse D’ N
IT I
AL
IA

Storie di donne diverse


luogo dove trovare “sicuro nascon- ta contadina. Le cronache giornalistiche e
di Ylenia diglio e alture selvagge per fugar le gli scrittori coevi le descrivono solo come
Fiorenza tracce del passo bandito”. In seguito, manutengole, amanti, concubine, “ganze”,
“Donna mia, tu sei la soglia quindi, alla forzata unità d’Italia nel “drude”, donne di piacere dei briganti. Ciò
tra i due mondi. Tu parola mai Mezzogiorno, una vera e propria an- ha impedito di prendere in considerazione
compiuta: in te il sogno e la realtà, nessione, esplode ovunque la ribel- il fenomeno e non ha consentito uno studio
penombra senza contagio, rifugio di lione contadina. Il nuovo governo non più approfondito sui risvolti sociali e politi-
ansie e di tagli. Tu l’abisso della nutrita ha mantenuto la promessa di dare la ci della rivolta delle donne meridionali. In
mutanza del gesto inatteso dell’Italia esau- terra ai contadini che la lavoravano. realtà, le brigantesse ebbero un ruolo di ri-
dita”. Possedere la mutanza è una enorme Questi ultimi non hanno soldi per ac- lievo. Molte furono semplicemente madri,
incombenza. Lo sanno bene quelle donne quistarla o riscattarla. Il parlamento mogli e amanti dei briganti, ma tante furo-
che vissero durante la metà dell’800. Don- dei “galantuomini” fa le leggi a van- no vere e proprie brigantesse. Donne che
ne popolane, portate dalla vita ad impugna- taggio dei “galantuomini”. Ai con- uccidono senza pietà e che spingono
re le armi, a diventare adepte intrepide e tadini non resta che rassegnarsi o la loro ferocia fino ad inzuppare
idrofobe delle bande dei briganti. Potesse ribellarsi. Ed è così che, proprio del sangue delle loro vittime il
ancora descriverle il grande scrittore di “Si- questa ribellione, pane che poi addentavano avida-
gnora Ava”, Francesco Jovine di Guardial- questa loro rivolta, mente, vi sono donne che conti-
fiera, genio della letteratura verista, della viene bollata sem- nuano a mandare messaggi
tradizione e della cultura molisana. La sto- plicisticamente d’amore ricamati su fazzo-
ria della “gnora Ava” ci riporta dritto a quel come “brigantag- letti o a ricamare per mesi
periodo che va dalla fine della dominazio- gio”. Il parla- l’immagine dell’amante
ne borbonica nel Meridione all’avvento del- mento, inve- (con tanto di fucile a trom-
l’unità d’Italia e ci fa guardare alle storie ce di tentare bone) su una tovaglietta.
epiche di figure femminili sempre avvincen- di rimuo- Appartenevano al ceto so-
ti, reali, che di leggendario hanno solo la verne le ciale delle plebi rurali.
misura della perenne memoria, del perico- cause, sce- Donne innamoratissime
lo taciuto, come la protagonista del roman- glie la via dei propri uomini, pronte a
zo di Jovine, che non è un personaggio, ma ni assistiamo ai rituali festeggiamenti, la della repressione, rinunciare ad una vita più
un mito e un simbolo proverbiale. E così, donna e l’Unità d’Italia. Tali ricorrenze, così adottando una le- tranquilla. Di fronte ad
tutto sembra immobilismo e azione, folklo- vicine, devono indurre ad una lettura criti- gislazione specia- azioni pericolose non si
re e storia, tradizione e futuro. In questi gior- ca, tutta al femminile, degli eventi succe- le, la legge Pica, tiravano mai indietro. In-
dutisi dal che instaura il ter- dossavano spesso abiti
1860 in poi, rore nei territori oc- maschili. Nascondevano i
concentrando cupati, la fucilazio- lunghi capelli sotto il cappel-
l’attenzione ne sul campo, lo lo a falda larga ed indossava-
al Molise, re- stupro delle donne no anche orecchini d’oro. La
gione non im- dei ribelli. La ri- maggior parte delle volte ca-
mune dal tri- bellione doveva pitava che, solo dopo averle
ste fenomeno essere stroncata catturate, ci si accorgeva del
del brigantag- “col ferro e col loro sesso e allora si adottava
gio e nella fuoco!”. In que- il criterio di commutare l’er-
quale, però, sto contesto ma- gastolo in quindici anni di la-
non si forma- tura il dramma vori forzati. Occhi scintillanti e
rono mai co- delle “brigantes- chiome nere, affascinanti e in-
mitive di bri- se”. Dramma della domite in tutte le operazioni mi-
ganti nume- rottura dell’equili- litari, mogli e compagne, vivan-
rose e agguer- brio familiare, dramma di madri diere ed infermiere, depositarie
rite come in senza più figli, di ragazze orfane dei geni- dei saperi empirici della medi-
altre zone del tori, di vedove. E’ dramma di donne dispe- cina popolare e delle cure natu-
Meridione. Il rate che, ribaltando un ruolo stereotipato di rali. Le brigantesse rappresentano un feno-
Molise si pre- rassegnazione e sudditanza, si dimostrano meno storico importante, spesso occultato
stava come capaci di affiancare con coraggio i propri da interpretazioni parziali…. (continua a
Disegno di Rodolfo Papa “rifugio”, uomini e partecipare attivamente alla rivol- pagina 23)

Violenza di genere, per rompere La dottoressa


Antonella Petrella

il silenzio serve l’aiuto delle istituzioni


Ogni anno nel mondo una donna su cinque del centro antiviolenza “La Fenice” di Cam- ce Rossa in Via Garibal-
è vittima di violenza, fisica, sessuale, psico- pobasso- c’è un legame affettivo molto forte di. “Non ci sono in Moli-
logica o economica. E’ un dramma endemi- che impedisce di reagire. Sono persone che se residenze protette per le
co che colpisce persone di ogni ceto sociale spesso non hanno alternativa e non trovano donne che hanno subito
e di ogni paese, da quelli industrializzati a la spinta alla ribellione perché svilite ed umi- una violenza- ha ribadito
quelli in via di sviluppo. E’ la manifestazio- liate da continue vessazioni che minano nel la dottoressa Petrella- Esi-
ne estrema dell’esercizio di un potere che ten- profondo la stima verso sé stesse”. stono delle strutture di ac-
de a negare la personalità della donna attra- E chi crede di valere poco o nulla tende coglienza ma ciò che ser-
verso la brutalizzazione del suo corpo. Un anche a giustificare e a perdonare il proprio virebbe è un luogo sicuro
fenomeno sommerso di cui è difficile parlare aggressore. e vigilato in cui le ospiti
per paura o per vergogna e che si consuma Come ci si può liberare dalla prigionia? e, come spesso accade, i
nella maggior parte dei casi tra le mura do- L’unica soluzione è denunciare il proprio loro figli, abbiano la pos-
mestiche, per mano di quelle persone che do- aguzzino ed allontanarsi da casa per ricomin- sibilità di superare il trauma seguendo una istituzioni nel mettere a disposizione tutti gli
vrebbero invece proteggere le donne: mariti, ciare una vita nuova. Ma nella nostra realtà terapia di recupero che consenta di ritrovare strumenti necessari per offrire sostegno e pro-
fidanzati, familiari, vicini di casa, datori di regionale mancano strutture adeguate per sé stesse e la propria stabilità interiore.” tezione.
lavoro. accogliere le vittime di violenza. Sono soprat- La tempestività dell’intervento può rappre- E in ogni società che si definisce ‘civile’
Reagire agli abusi è difficile. I casi di vio- tutto i volontari come Antonella Petrella ad sentare l’unica salvezza. Ma la difficoltà di non ci si può permettere di far finta di niente
lenza denunciati sono, infatti, rarissimi. aiutare queste donne in difficoltà, attraverso trovare un luogo sicuro in cui rifugiarsi in negando e trascurando un dramma che afflig-
“Le donne sono spesso co-dipendenti de- la consulenza di tipo psicologico, sociale e tempi rapidi è uno degli ostacoli più grandi ge un numero impressionante di mogli, ma-
gli uomini che abusano di loro- ci ha spiega- legale offerta dagli operatori del centro “La che queste donne si trovano ad affrontare. dri, figlie, private della libertà e della propria
to la dottoressa Antonella Petrella, psicologa Fenice”, che opera presso la sede della Cro- Occorre maggiore sensibilità da parte delle dignità personale. D.I.
Elena Ciamarra
Artista del ‘900
posizione e Direzione tenne già componeva quartetti
d’orchestra. d’archi considerati interessanti.
Nata a Napoli il 23 Continuò a studiare musica,
di Vittoria dicembre del 1894 da complementare alla pittura e gi-
Todisco Adele Contieri e Gia- rare l’Europa. Berlino, Monaco,
Nelle stanze del Ca- cinto Ciamarra, origi- Parigi, Ascona, Salisburgo, come
stello di Torella del San- nari di Torella del San- Napoli, Roma, Venezia. Vistan-
nio prende forte la suggestione nio, appartiene ad una do i maggiori musei europei co-
della presenza di Elena Ciamar- famiglia di alto lignag- minciò a realizzare copie dalle
ra; ancora oggi che non c’è più. gio. Giacinto Ciamar- opere di Tiziano, Tintoretto,
E’ olfattivamente percettibile ra, erede di una famiglia Brueghel, se ne conservano co-
l’odore del colore che riempie le di amministratori dei pie al Castello ma anche al mu-
tele allineate lungo le pareti; gli Conti Caracciolo, fu fa- seo delle copie di New York.
oggetti che ha amato, un ramo di moso avvocato civili- Ebbe come maestri gli artisti più
rosa selvatica che bussa ai vetri sta del foro di Napoli famosi dell’epoca e fece molti
della finestra della sua stanza da prescelto dal Primo viaggi sulle orme dei pittori più
letto; il cappello posato sulla se- Ministro, Giovan- famosi: al Castello è conservata
dia la fa immaginare di ritorno ni Giolitti, come una bustina con le foglie raccol-
da una delle sue passeggiate. In suo avvocato di fi- te sulla tomba di Van Gogh.
paese, qualcuno giura di aver ducia. Fu anche Per conoscerla bene si deve
sentito il suono del pianoforte, fecondo scrittore e partire proprio dal Castello di
nonostante le finestre nell’archivio del Torella del Sannio dichiarato mo-
chiuse e la casa de- Castello suo nipo- numento nazionale con decreto
serta. In nessun altro te, Leonardo ministeriale del 1988: testimone
luogo, come in que- Cammarano il fi- del legame struggente che Elena
sto, la presenza di glio di Elena, ha Ciamarra ebbe con la casa pater-
una donna, apparen- raccolto con cura na e con il paese. Qui sono con-
temente consueta, ma i racconti pubbli- servate la maggior parte delle
di così spiccata per- cati su ‘Scena Il- opere, altre, in numero minore,
sonalità artistica, è lustrata’ mensile se ne trovano anche a Ferrara,
riuscita a condiziona- che accoglieva gli nell’abitazione dell’altra figlia
re l’ambiente, tanto scritti di Bovio, Maria Luisa Cammarano. Qui è
da alimentare le leg- Scarfoglio, Fo- conservato anche un importante
gende. gazzaro e che carteggio utile per un appassio-
Chi è Elena Cia- oggi, diventato on nante viaggio nel mondo artisti-
marra? Un’artista line, esprime ap- co del Novecento grazie anche
fino a poco tempo fa prezzati scritti e alla conservazione di un prezio-
sconosciuta agli stes- approfondimenti. so epistolario che testimonia il
si molisani e dimenticata dalla Una donna modernissima, La piccola Elena dimostrò fin profondo legame affettivo e arti-
critica nazionale, giacché non dunque, e non solo per l’epoca da piccola passione e attitudine stico intercorso tra la Ciamarra e
espose per almeno 30 anni i suoi in cui è vissuta, sarebbe alla page per la musica tanto che iniziò a il suo maestro, lo scrittore e cri-
quadri non considerandosi com- anche oggi. Un’artista completa studiare giovanissima con i più tico Angelo Conti, soprintenden-
pletamente ‘artista’. E’ pregevo- che ha reso la musica e le arti fi- prestigiosi maestri: Longo, Ren- te dei Musei di Capodimonte. Il
le, dunque, l’iniziativa della So- gurative palpiti di una persona- dano, Cesi e Kreutzer e poco C a - stello di Torella del
printendenza che in occasione di lissima quanto intensa pas- più che ven- Sannio non è solo
questo 8 marzo che cade nei 150 sione, espressa con dedizio- uno splendido
anni dell’Unità d’Italia ne richia- ne, affascinan- maniero ancora
ma l’attenzione con un incontro te soavità ed ben conservato
che si tiene questa mattina pres- eleganza. che racchiude
so l’Archivio di Statodi via Ore- Nel 1916 è il respiro del
fici; giacché come si legge in tra le poche passato, quan-
uno scritto: “passare in rassegna donne italiane to un interes-
le opere della pittrice è come av- ad aver conse- santissimo
viarsi alla lettura di una bella nar- guito il diplo- museo capace
razione impregnata del palpito di ma di pianofor- ancora di su-
un linguaggio universale e po- te e violino e scitare emo-
polare”. quello di Com- zioni.
Lina Pietravalle UN 15
IT 0
À AN
D’ N
IT I
ritratti di donne vere AL
IA

di Valentina Di Toro compiono scel- va più per sempre”. Ed è pro-


Una “terra di selvatica timi- te di vita, fino prio in questo racconto che la
dezza” è lo scenario sul quale all’ultimo nostra autrice esprime l’influs-
si intrecciano i racconti di Lina sacrificio, so di uno scrittore italiano
Pietravalle - giornalista e scrit- quello del- come Giovanni Verga, da cui
trice di origini molisane - che la morte, riprende anche la capacità di
narrano le esistenze annullate pur di cam- descrizione dei personaggi col-
di donne senza alcun ruolo so- biare, af- ti nelle loro caratteristiche più
ciale, che solo attraverso la fermare, il verosimili.
“voce” dell’autrice, riescono a proprio E a donare quel tocco reali-
diventare protagoniste. Siamo pensiero. stico, che immerge il lettore in
all’inizio del Secolo scorso, un Una scrit- una pura esperienza soggetti-
periodo infame per le donne, trice qua- va, la Pietravalle inserisce
quando lo studio e la libertà si sempre scorci di paesaggi, dove dolci
d’espressione venivano taccia- autobio- colline, aspre vette e campi
ti di ribellione. La vita della no- grafica, che coltivati sotto la canicola esti-
stra autrice è stata travagliata, negli anni Venti va, sono gli ulteriori protago-
fatta di continui spostamenti, “osò” far esprime- nisti. Pure immagini, fatte di
tra Caserta, Roma e Napoli, e re alle proprie creatu- scorci paesaggistici, che rendo-
amori finiti in modo dramma- re narrate un “appetito” no il racconto una piacevole fo-
tico. Ecco, l’amore, la passio- per il corpo maschile, mai tografia molisana.
ne e l’erotismo sono il fulcro taciuto, anzi atteso e sof- È questo, quindi, il ritratto di
da cui si snodano le vicende dei ferto, esplicito ed ine- una scrittice all’avanguardia
suoi racconti, le cui protago- quivocabile. E an- che, se nel passato riscì a con-
niste tratteggiate come se più cora l’amor soffer- quistare la narrativa popolare,
la penna parlasse il pennello, to, quello malinconico e man- cui madre e genero, dopo aver con il tempo e senza alcuna
sono un ritratto d’autrice. Nata cato, perfettamente simile alle urlato le “litanie” e aver pian- spiegazione, fu rilegata nel
nel 1887 a Fasano, provincia esperienze della Pietravalle to di fronte al feretro della po- “cassetto” del dimenticatoio.
di Brindisi, ha portato con sé il che, ancora una volta, “sovver- vera Palmarella, mettono in Così in occasione di questa
ricordo di questa regione che siva” più che mai, decise di as- scena il più macabro ritratto giornata dedicata alle donne,
ogni estate la ospitava nella sumere il ruolo di “separata” dell’amplesso: “s’amavano, che si fonde di indendità stori-
vecchia casa di famiglia, “na- lasciando il marito e andando cer- cando l’abisso e amando ca con i festeggiamenti per i
scosta” nella valle del Trigno, via di casa. Tragici anche i fi- anche lei che era par- 150 anni d’unità d’Italia, ab-
dove “il fiume precipita in una nali di questi racconti, in cui il tita senza guarda- biamo deciso di “rispolverare”
ferita della montagna che re- dolore si fonde con la passio- re e non guarda- questo personaggio che portò
spira come il petto d’un titano ne e giunge alla trasgressio- sempre nel cuore questa
squarciato un fiato umido di ne più ancestrale, come terra: il Moli-
grotta”. Le varie Perfetta, Cu- ad esempio accade ne se.
stoda e Rosanna che prendono “Le nozze di Car-
vita ne “I racconti della terra” liuccio” in
altro non sono che il simbolo
della ribellione, della capar-
bietà e della vera trasgres-
sione. Non donne di “città”,
ma contadine che tra dram-
mi, sofferenza e miseria

A sinistra, ‘La Cipressina’


In alto una veduta panoramica di Salcito
22 Martedì
8 marzo 2011

Da Macchiagodena hanno aperto sartoria nella Capitale UN 15


IT 0
À AN
Ricci, famiglia di sarti D’ N
IT I
AL
IA

attivi dall’800 al 2000


to bucolico, si formano intere famiglie di di via Panispema. A
di Vittoria artigiani del taglio e del cucito come Roma la sartoria Ricci
Todisco la famiglia Ricci che da Mac- conquista la clientela, ad
Nell’800 (epoca poi chiagodena solca prima Amalia il padre Nicola
non troppo lontana) era l’Oceano e poi apre una ri- aveva messo l’ago e il
essenziale essere alla nomata sartoria a Roma. filo in mano che non
moda. L’abito era d’altron- L’ultima esponente del- aveva neppure sei anni.
de una vera e propria opera d’ar- la famiglia la signora Tutta la famiglia ruota-
te, “un’impresa” non solo da in- Amalia –donna severa va attorno al taglio e il
dossare, ma soprattutto da slac- quanto creativa – appro- cucito e trascorrono da
ciare. Stecche di balena, per un da a Roma negli anni pre- bravi artigiani il perio-
vitino da vespa che non superas- cedenti la guerra e corag- do del fascismo, la guer-
se i quaranta centimetri, imbot- giosamente apre in- ra e il dopoguerra. Ne-
tititure, cerchi e sottogon- sieme al marito gli anni ’50, infine, vie-
ne sovrapposte, erano Giuseppe Di Pa- ne presa la grande deci-
solo lo scheletro di olo sarto da sione di far ritorno in
queste complicate uomo, una sar- Molise e il ’57 si riapre
vesti fatte di lacci e toria in via Pani- la casa di Macchiagode-
lacciuoli, ganci, sperna, proprio na dove le donne si spo-
stinghe e bottoni. nei pressi del savano ancora con il co-
Intricati e macchi- Regio istituto di stume tradizionale. L’ar-
nosi solo per uno Fisica dell’Uni- rivo della signora Ama-
scopo: far assomi- versità di Roma lia impone un
Amalia
gliare il più possi- Ricci che in quegli cambia-
bile la donna ad stessi anni acco- mento, le
una divinità. A par- glieva Enrico ragazze da
tire poi dagli anni sessanta dell’800 l’influs- Fermi; Franco Rossetti, Oscar D’Agostino, marito so-
so romantico dei melodrami e dei romanzi Emilio Segrè, Edoardo Amaldi, il gruppo gnano per il grande gior- affolla nel piccolo appartamento di via Ge-
storici ebbe il suo ascendente anche sulla più noto di scienziati italiani no, l’abito bianco, come nova appartiene ad un ceto elevato, che del
moda, decretando un look più aulico, fatto meglio co- le attrici, le principes- gusto ha fatto uno stile, e l’abito su misura
di infinite balze e del trionfo dell’ornamen- nosciuti se che riempiono le pa- un privilegio . Ancora ’50 anni di intensa
to: pizzi, ricami, passamanerie, nastri, nap- come: i gine dei rotocalchi; attività, fino a quando la signora Amalia non
pe e panneggi. Ovviamente ogni donna ave- ragazzi fanno la fila per farse- ha chiuso gli occhi per sempre un paio di
va già allora un nutrito guardaroba. Infatti lo cucire e lo voglio- anni fa.
ogni occasione richiedeva l’abito adatto: no di taffettas e ornato di
c’era quello da casa, da viaggio, da carroz- pizzo francese. Nel 1961 la
za, da amazzone, da passeggio, da visita, signora Amalia si trasferi-
da tè, da ballo, da lutto e mezzo lutto. In sce a Campobasso, in una
pratica ogni signora, o signorina, era sem- casa di via Genova, la sar-
pre sotto i riflettori. In tutto ciò non manca- toria questa volta è tutta al
vano gli accessori, dalle sottovesti colora- femminile, ad affiancarla
tissime e ricchissime di balze, alle pettina- le due figlie Ida e Maria.
ture alla Garibaldi (con piume laterali e na- Abiti da sposa e non solo,
stri sul retro), ai guanti in nappa ricamata un capo fatto dalla Ricci
(quelli più prestigiosi erano proprio made è un successo per via del
in Italy), fino ai gioielli. Nulla insomma era taglio, la linea sempre in-
lasciato al caso, e il tutto rientrava in que- novativa e le rifinitu-
sto complesso di tecnica e meraviglia crea- re. La clientela che si
to, il più delle volte dalle piccole ed esperte
Le tre generazioni
mani delle sarte. della famiglia Ricci
E nell’ottica di una formazione del gusto Artigiani
e fermento creativo, in quello che comune- della sartoria
mente viene considerato un Molise arretra- da Macchiagodena

Nasce la banca del latte, donatrici volontarie forniscono ‘l’oro bianco’


Allattare al seno piace e convince
La maternità spalanca le porte di un mondo fino ad allora totalmen- 21 banche del latte umano: la prima fu istituita 20 anni orsono dal-
te ignoto. Si genera -sin dal concepimento- un legame con il frutto del l’Ospedale Pediatrico Bambin Gesù di Roma. Da circa un anno, per
proprio grembo che, per quanto i padri vogliano impegnarsi mutando la prima volta in Italia, è stato sottoscritto un protocollo unico nel suo
atteggiamenti ed attenzioni verso la prole, resterà sempre un privile- genere, per la raccolta del latte umano, tra la Provincia di Roma, la
gio delle donne e che vedrà i maschi sempre perdenti… in eterno! polizia provinciale e la protezione civile. Lo scopo è di triplicare le
Tra le sconvolgenti novità vi è però anche l’autentico “stato di schia- scorte di “oro bianco” passando dai 130 ai 390 litri di latte donato
vitù” in cui la madre viene trascinata dalle esigenze alimentari del ogni mese. Le donatrici sono sottoposte a visita domiciliare, in qua-
nuovo arrivato. Gli impegni lavorativi, nonché la gestione della pro- lunque parte del territorio nazionale, dalla polizia provinciale che con-
pria vita, inducono spesso ad accettare le proposte alternative all’al- segna un tiralatte e dei contenitori sterili. Il latte viene ritirato dopo
lattamento al seno, offerte dalla scienza e dalla tecnica, trascurando opportuna anamnesi fatta al momento della donazione per conoscere
così l’importanza psico-affettiva di qell’intimo rapporto madre-figlio. le abitudini alimentari e di vita delle donatrici. E’ garantita, quindi, la
Addirittura ci sono genitori che si fanno vanto di essere riusciti a “far “qualità al momento” ed un medico responsabile della selezione atte-
saltare” da subito la poppata notturna. Contro ogni tendenza, però, sta l’idoneità delle mamme. Il prezioso alimento portato al “lacta-
alcune mamme, mosse da amore incondizionato, o meravigliosa fol- rium” viene pastorizzato, congelato e/o liofilizzato. La Banca del Latte
lia, affrontano con caparbietà la dura battaglia dell’allattamento. Il Umano Donato (BLUD) dovrebbe diventare, così, un centro di stoc-
latte materno non è solo un semplice alimento, ma una vera e propria caggio e distribuzione in grado di soddisfare anche le esigenze di strut-
miscela di ingredienti sapientemente combinati da madre Natura. La ture esterne al Bambin Gesù.
concreta prospettiva di sopravvivenza per i 50 mila bambini prematu- A questa iniziativa, con cui si dà un particolare risalto alla cultura
ri, che ogni anno vengono alla luce in Italia, non viene dai laboratori, della donazione, la Provincia ha unito anche una campagna di sensi-
dove si sviluppano tecnologie d’avanguardia, ma dalla fonte alimen- bilizzazione sulla sicurezza, facendo omaggio a tutte le donatrici di
tare più antica del modo: il seno materno. un seggiolino da viaggio per bimbi. Un modo per scongiurare trage-
Tale alimentazione, inoltre, è una vera e propria terapia salvavita die e denunciare che ogni anno muoiono circa 130-150 bambini per la
per i bambini affetti da malattie rare. Nella penisola sono presenti ben mancata applicazione delle basilari regole sulla sicurezza.
Martedì
8 marzo 2011 23
Dove l’aspettativa di vita non supera i cinquant’anni UN 15
IT 0
À AN
Le meravigliose donne D’ N
IT I
AL
IA

del Burkina Faso


Cittadinanza
attiva, ruolo e sen-
so di cooperazione
da parte della società
civile, umana solidarietà, al-
cuni dei temi affrontati nel-
l’incontro dibattito “Le me-
ravigliose donne del Burki-
na Faso”, che ha avuto luogo
presso l’Aula Magna di Ate-
neo.
A moderare l’incontro, la
giornalista televisiva Carmen
Lasorella. Presenti Autorità
Civili e Militari locali, oltre
che Jean Baptiste Kambire,
incaricato d’Affari dell’Am-
basciata del Brukina Faso in
Italia. e sottosviluppati al Mondo, trovandosi in pie- anni. Elevato il tasso di
L’evento, patrocinato, tra gli altri, dall’Or- na Africa sudsahariana, senza sbocchi sul mortalità infantile, di Artigianato del Burkina Faso
dine dei Giornalisti e dall’Università degli mare, con un clima tropicale che rende dif- analfabetismo e di disoc-
Studi del Molise, è stato organizzato ficoltosa l’agricoltura e l’approvvigio- cupazione.
dalla Arcobaleno onlus, in collabora-
zione con il Segretariato Italiano Stu-
namento di acqua potabile
e dove l’aspettativa di
L’idea dell’evento è stata, dunque, quella
di concentrare l’attenzione sulla condizione
Elevato tasso
denti in Medicina (S.I.S.M.), la FIDA- vita è di poco inferio-
re ai 50
delle donne burkinabè, donne che, anche
dai filmati mandati in video, appaiono
di mortalità
PA e l’Osservatorio permanente per
l’immigrazione afro-asiatica in Italia, in dolcissime, lavoratrici indomabili e e disoccupazione
occasione della giornata internazio- piene di dignità, ma che non godono
nale dell’8 marzo, nella quale anzi- dei basilari diritti sanciti dalla Di- penalizzano
ché “parlare” di mimose, più con-
forme ai dettami della società co-
chiarazione dei Diritti Uma-
ni.
la popolazione
siddetta civile è apparso più co- Partendo da tali consi-
struttivo parlare di Burkina derazioni, l’opera di sen-
Faso, dove, “per dare la vita, sibilizzazione del Presi- Dermatologia della Facoltà di Medicina), ol-
la donna rischia la morte” , dente dell’Associazione tre che degli altri organizzatori, ha ricevuto
considerato lo stato di indi- Arcobaleno onlus, il consenso delle Istituzioni con iniziative
genza materiale in cui vive. Prof. Giuseppe Fa- concrete, come ad esempio quella della Re-
Il Burkina Faso è, infatti, Carmen Lasorella brizi (Responsabi- gione Molise, che ha finanziato la realizza-
uno degli Stati più arretrati con il rettore Cannata le della cattedra di zione di un pozzo nello stato africano. T.C.

Le chiamavano brigantesse: storie di donne diverse


...Da una circolare della fine di gennaio del continuamente braccata dalle Guardie Nazio- bia” anch’esse reazionarie. L’abilità femmi- all’estrema povertà,vedevano forse l’atto di
1861, che il governatore del Molise, Nicola nali. In uno di questi inseguimenti, i briganti nile, la sagacia del sesso gentile divenne qua- resistenza e di sommossa contro i potenti e i
de Luca, trasmise agli Intendenti, ai Sindaci, la uccisero per evitare che la fanciulla cades- si indispensabile per gli uomini. Come figlie soldati, come la conseguenza della solitudi-
ai Capitani dei carabinieri e ai comandanti se nelle mani degli inseguitori che a volte di- della gelosia, spesso, essendo più donne al- ne, degli appelli disperati senza risposta.
delle Guardie Nazionali della provincia di ventavano più crudeli degli stessi briganti. l’interno della banda, non si risparmiavano a “Sorrisi, lacrime e andiamo ancora avanti /
Campobasso, trapelano alcune storie di ban- Cicchino cominciò a fare il brigante nel tem- liti furenti. Si rimane attoniti, sì, specie se si uomini e donne la lotta è solo una”. Così re-
de di briganti che infestarono il Matese nel po in cui Francesco II di Borbone, re delle guarda alle eroine ottocentesche come Mi- cita una famosa cantata dedicata alle gesta
periodo pre e post unitario. I briganti più fa- due Sicilie si trovava a Gaeta, dopo che a chelina De Cesare, a Filomena Pennacchio, a delle brigantesse. “Non pensiate che non
mosi furono Cicchino e Cimino di Rocca- Napoli era entrato Giuseppe Garibaldi. Cic- Maria Maddalena De Lellis, la brigantessa abbiamo cuore / scorre nelle vene il sangue
mandolfi e Nunzio di Paola di Macchiago- chino, divenne ben presto il terrore di tutta la Padovella, Rosa Giuliani, a Giuseppina Vita- e sentiamo la paura / difendiamo questa ter-
dena. Cicchino e Cimino con i loro accoliti zona, lasciando tracce delle sue gesta brigan- le, a Marianna Olivierio, detta “Ciccilla”, a ra contro chi ci comanda / abbiamo figli e
terrorizzarono la zona matesina che va da tesche un po’ ovunque. La fine di Cicchino, Maria Suriani, a Maria Giovanna Tito, a Rosa mariti e lottiamo per vivere. / Chiamateci
Roccamandolfi a Guardiaregia seminando avvenne a causa di una lite scoppiata tra lui e Reginella, a Luisa Cannalonga, a Serafina Ci- brigantesse e avete ragione / non dite assas-
terrore e morte fra quelle popolazioni che tal- il suo braccio destro Cimino durante una par- minelli. Vicende macabre, morti violente, fu- sine perchè anche noi abbiamo sentimenti, /
volta erano costrette, con la forza, a diventa- tita a carte, vennero alle mani, ma ben presto cilazioni di massa. Soprattutto nel Meridione ma abbiamo scelto questa vita montagna e
re loro complici. Bojano, dove erano acquar- tirarono fuori i coltelli e Cimino cadde sotto i è, dunque, questo che comportò la “celebre” dolore /per difendere questa terra dall’inva-
tierate le truppe per la repressione del bri- colpi del capo banda. Cicchino, invece, ferito Unità d’Italia, sotto il cui sole una rivisitazio- sore”. Canto di ribellione e di libertà. “Pri-
gantaggio, non fu mai attaccata dalla banda e febbricitante, si rifugiò in una masseria nel- ne più equa getterebbe maggiore discredito sul ma ribellione femminista allo stato di sog-
dei capibriganti di Roccamandolfi. A sentir la speranza di essere curato, ma il contadino divario fra nord e sud e su tutte quelle pagine gezione atavico e tradizionale della donna
nominare Cicchino, ancora oggi c’è chi tre- avendolo riconosciuto, corse ad avvisare la di menzogne e di omissioni volontarie di cui delle province meridionali d’Italia. Con una
ma per lo spavento. Fu il terrore di quasi tut- Guardia Nazionale, la quale lo catturò e lo è opportuno ora ricostruire lo svolgimento de- aperta sfida alla morale comune e alla civil-
to il Molise e dei comuni circostanti. Cim- giustiziò. Con la morte di Cicchino e del suo gli avvenimenti e delle “esecuzioni” ai danni tà queste donne, insofferenti alla soggezio-
mino era il suo luogotenente, brigante non luogotenente Cimino, tutta la popolazione di quei ribelli che erano semplici contadini e ne imposta loro oltre che dalla natura, dalle
meno crudele e terribile, che era anche della zona, diede un sospiro di sollievo, era contadine. Massacri di donne, di bambini e di ferree consuetudini regionali, diventando bri-
l’amante della sorella del capo banda. Ma- come se la minaccia di una tempesta si fosse uomini: queste le ferite sanguinanti che porta gantesse si posero consapevolmente allo sba-
ria, questo era il nome della bellissima fan- improvvisamente allontanata. L’incubo in cui l’Italia. E da qui bisognerebbe chiedersi per- raglio. Donne coraggiose, garanti dell’ono-
ciulla che seguiva sempre il fratello in tutte si era vissuto per molto tempo cessava per in- ché ancora le condizioni economiche e socia- rabilità di una terra, strappate al loro regno,
le sue azioni brigantesche. La brigantessa canto e si tornava a respirare e a vivere in se- li dell’Italia meridionale non migliorano. La alla “casa”. Donne di popolo che, per quan-
molisana, vestiva da uomo e come tale anda- renità. Ma la storia delle brigantesse non si trasgressione e il limite sono per costituzione to guardate come delinquenti, e costrette a
va sempre armata e aveva lo stesso istinto ferma a quella di Maria, la sorella del capo- correlati, per cui la prima feconda e non di- sopportare vessazioni, non si sono fatte usare
feroce del fratello e lo stesso disprezzo per il brigante Cicchino. Essa ci narra di molte altre strugge la seconda, ma furono i rapporti di come in merce di scambio, come “escort”.
pericolo stando sempre in primo piano quan- figure femminili, ovvero di donne ferite e spie- potere che, mediante strategie occulte e cal- Donne che mantengono ad oltranza, nella
do si ingaggiava battaglia con le Guardie tate, che dopo lutti familiari, strappate atroce- coli di guerra contro i deboli, mirarono alla memoria, la propria identità trafitta. Donne
Nazionali. A causa della gravidanza però, finì mente agli affetti e alla dignità di lavoratrici vittoria su un avversario ridotto all’impoten- che hanno anticipato l’emancipazione fem-
con il divenire di peso per la banda che ave- oneste, come braccianti e operaie dissanguate za. E i briganti, costretti a diventare tali a causa minile imbattendosi in una società affatto
va bisogno di muoversi agilmente, essendo dalla miseria, divennero “per amore e per rab- della gravosa questione agraria che li portò egualitaria.
MARTEDI’ 8 MARZO 2011 ANNO XIV - N. 66

REDAZIONE 86039 TERMOLI VIA ANDREA DA CAPUA, 6 - TEL. 0875/707896 - FAX 0875/84242

Iorio tra i Iorio e Fitto


relatori

La platea

Il rettore dell’Università del Molise Giovanni Cannata: “Un’occasione che deve essere presa al volo”

‘L’Ateneo crescerà con il Piano Sud’


L’annuncio è stato dato durante l’incontro con il ministro Fitto e il governatore Iorio
Federalismo fiscale e Pia- caso è stato costituito un co- luzione del dualismo italiano, no sarà”. Il rettore ha fatto al- to, la Gelmini e altri rettori per federalismo per realizzare un
no per il sud. Sono stati que- mitato per la ricorrenza del nel secondo ha sostenuto la ra- cune considerazioni sulla ne- un coinvolgimento nel Mez- nuovo modo di governare i
sti i temi su cui l’intera am- 150esimo anno dell’Unità zionalizzazione di una mac- cessità di trovare momenti di zogiorno”. La parola è passa- territori, favorire una politica
ministrazione comunale, il d’Italia” ha affermato il pre- china che ha mostrato di non coesione, di rispettarli nel re- ta a Michele Iorio, presidente di maggiore collaborazione e
Presidente della regione Mi- sidente del consiglio comuna- saper operare; e nel terzo ha sto del Paese, e si è posto una della regione Molise che dopo di lavorare per inserire all’in-
chele Iorio, il ministro per i le di Termoli, Alberto Monta- auspicato che l’efficienza ope- domanda: “Perchè alcuni sono aver salutato tutti i presenti in terno del Piano per il Sud ela-
Rapporti con le regioni e la no. Il presidente della Svimez, rativa è la nuova frontiera del così ricchi ed altri cosi pove- sala ha espresso le sue consi- borando politiche e facendo
coesione territoriale, Raffae- l’associazione sviluppo indu- sistema Italia. “Abbiamo le ri- ri?. La risposta a questa do- derazioni. controproposte”. In conclusio-
le Fitto, il rettore dell’Univer- striale del Mezzogiorno, sorse per mettere in campo una manda è stata: “Occorre spie- Per Iorio, la parola Federa- ne la parola è passata al mini-
sità degli Studi del Molise, Adriano Giannola, ha tenuto strategia per uscire dalla cri- gare e dare valutazioni atten- lismo significa dare il decen- stro Fitto che ha appreso con
Cannata Giovanni e il relato- una relazione nella quale ha si”, ha concluso Giannola. La te sui costi. Il federalismo non tramento dei poteri che trova positività il fatto che si parli
re Giannola sono intervenuti trattato tre aspetti correlati: nel parola è passata al rettore Can- è un’idea religiosa, ma un pas- ragione nella carta costituzio- di questi eventi alla luce del
nell’incontro di ieri pomerig- primo ha affermato che si ar- nata, che ha intrapreso il suo saggio politico istituzionale e nale. “La logica del federali- 150esimo anno dell’Unità
gio al palazzo Sant’Antonio. riva al federalismo fiscale per discorso con una citazione di scoprire i punti di vantaggio e smo è uno strumento che po- d’Italia. Per Fitto l’approccio
“Siamo un’amministrazione un’esigenza politica che vie- Giustino Fortunato: “L’Italia di svantaggio per elaborare trebbe e potrà offrirci un ele- corretto è “riflettere sulla sto-
che crede nell’Italia, non a ne interpretata come una so- sarà quello che il Mezzogior- strategie e affrontare le situa- mento in piu’ per cercare di ria del Paese ma anche degli
zioni in scala piu’ ampia”. Per riequilibrare l’economia, in aspetti critici che l’hanno ca-
quanto riguarda il Piano per il una Nazione che si divide ratterizzato per proiettarci nel
Due rumeni arrestati. Un terzo denunciato Sud, il rettore ha sostenuto “Il sempre di piu’ tra territori ric- futuro, cogliendo aspetti nega-
Piano è un’occasione che deve chi e poveri.” ha sostenuto Io- tivi e positivi per capire come

Il rame fa gola, altri furti essere colta subito, tra due


giorni ci incontreremo con Fit-
rio puntualizzando che “Oc-
corre approfondire il tema sul

I tre sudamericani acciuffati a Montesilvano


correggerli attraverso un’azio-
ne mirata”. EF

Foglio di via per 5 stranieri residenti a Torremaggiore


Continua il controllo serrato del territorio
attuato dai Carabinieri al comando del capi-
tano Maceroni. Nella primissima mattinata
sina (FG), M.V.B., 41enne e S.T.N., 26enne
con l’accusa di furto aggravato in concorso.
Il terzo, B.T. minorenne, è stato denunciato
I pusher dominicani
di ieri sulla strada statale 16/E2 i militari del
Nucleo Operativo e Radiomobile hanno in-
tercettato una Volkswagen Golf con a bordo
in stato di libertà per il medesimo reato. Inol-
tre tutti e tre sono stati proposti per il foglio
di via obbligatorio. In un altro episodio, av-
restano dietro le sbarre
Convalidati arresti dei do- mericani erano stati arresta- vati addosso 80 grammi di
tre persone che si allontanava a forte veloci- venuto sempre a Termoli nel corso di un ser- minicani. I tre ‘signori del- ti domenica sera nel centro cocaina, nascosti dentro la
tà alla vista degli agenti. Dopo un piccolo vizio di controllo del territorio, venivano no- la droga’ dominicani riman- città di Montesilvano, pre- biancheria intima. Droga
inseguimento, l’autovettura è stata bloccata tati cinque individui, tutti di nazionalità ru- gono dietro le sbarre. Sono cisamente all’altezza di cor- che ha fatto procedere agli
e perquisita. Perquisizioni che portavano al mena e residenti a Torremaggiore (FG), i qua- stati convalidati ieri infatti so Umberto I. I tre a bordo arresti dei tre. Pare dalle
ritrovamento all’interno del mezzo di 3,5 li si aggiravano con fare sospetto per il cen- gli ordini di custodia caute- di una Audi A6 erano stati prime indagini che i domi-
quintali di cavi elettrici in rame ed arnesi atti tro abitato. lare emessi contro Gregori fermati ad un posto di bloc- nicani avessero scelto pro-
allo scasso. Gli accertamenti successivi han- I cinque, T.B.C., 26enne, P.L., 32enne, C.J., 23enne, Adriano F.P., co dai Carabinieri, insospet- prio Termoli come base per
no permesso di appurare che il rame era sta- M.S.I., 25enne, C.O., 31enne e C.C.D., 30enne e Stalian C.B., titi dai loro movimenti. le proprie operazioni e che
to trafugato all’interno dello scalo ferrovia- 26enne, non sapendo fornire valide giustifi- 24enne. Gli ultimi due, L’autista dell’auto, fiutando non fosse la prima volta che
rio della città di Campomarino. Si è così pro- cazioni circa la loro permanenza sul posto, dopo i primi controlli, era- il problema, aveva provato i tre andassero in trasferta
ceduto all’arresto di due dei tre uomini, en- venivano tutti proposti per il foglio di via ob- no risultati residenti nella ad inscenare un malore e per poter poi ‘rifornire’ la
trambi di nazionalità rumena e residenti a Le- bligatorio. città di Termoli. I tre suda- tentato di chiamare il 118 piazza termolese. Una piaz-
per distrarre l’attenzione dei za diventata purtroppo un
militari che però, non han- punto di riferimento per
Carabinieri e 118 allertati no creduto al dominicano.
Nelle perquisizioni succes-
molti spacciatori data
l’ascesa di richieste degli

Ma è solo uno scherzo di pessimo gusto sive infatti gli sono stati tro-

L’incontro si terrà l’11 marzo


ultimi anni.

Uscita ‘a vuoto’ per la Misericordia e i Carabinieri di Ter- vento di quei mezzi e persone che si sono poi dovute recare
moli. Ieri, dopo aver ricevuto la chiamata di soccorso, sia sulla Statale 87. La chiamata alla Misericordia e ai Carabi- “Incidenza dalle patologie
gli operatori sanitari del 118 che i militari di Termoli si nieri è stato solo un brutto scherzo. E di scherzi così, a det-
sono recati tempestivamente sul luogo del presunto sini- ta dei soccorritori, ne fanno spesso.Sono scherzi messi in oncologiche nel Basso Molise”
stro, ovvero sulla statale 87, all’altezza della salita che con- atto da persone completamente incoscienti che non si ren- Incontro sulla portata delle malattie oncologiche in Molise.
duce a San Martino. Da Termoli sono quindi arrivati fin là dono affatto conto dell’importantissimo ruolo che hanno i Giovedì 11 marzo, presso il cinema S. Antonio, si terrà alle
per poi costatare che non era accaduto proprio nulla. Sul militari, il 118, ma anche i Vigili del Fuoco e la Polizia che 17.30 un seminario sull’ ‘Incidenza delle patologie oncologi-
posto, infatti, non c’era alcun segno di incidenti o spiace- sono anch’essi vittime di futili giochetti.Come non si ren- che nel Basso Molise’ a cura de ‘Il Grido’, associazione che
voli episodi. Né feriti, né auto danneggiate, né cocci o vetri dono affatto conto di creare un pericolo e un rischio per riunisce le vittime dei tumori nel Basso Molise. Interverran-
spaccati. Da un lato, sicuramente è stato meglio così. Dal- l’incolumità delle persone che potrebbero non ricevere aiuto, no il dottor Nicola Gabriele, sul tema “Biodiversità e salute”,
l’altro, però, c’è stato un dispiegamento inutile di mezzi e poiché i mezzi sono impegnati in interventi inesistenti. L’ap- il dr. Luigi Marinucci, per illustrare il “nesso di causa e aspet-
persone. La fortuna ha voluto che nello stesso momento pello è quindi di non fare assolutamente scherzi del genere, ti risarcitori” e il dr. Pasquale Spagnuolo per discutere del
non sia accaduto qualcosa di grave in un altro luogo. Qual- potrebbe essere messa in gioco la vita stessa delle persone. “piano oncologico nazionale”.
cosa che magari avrebbe potuto richiedere proprio l’inter- E se dovesse accadere a loro? T.T.

24
Martedì
8 marzo 2011 25
Cortei, degustazioni di dolci tipici e spettacoli. Appuntamento a sabato Archivio

Maltempo, il Carnevale termolese


slitta di una settimana
Il Carnevale termolese, a cortei dei carri più svariati e procederà in viale Trieste, via dalle 10:30 alle 13:30 e dalle
causa del maltempo, è stato divertenti animeranno le stra- Abruzzi, via Cesare Battisti, 15:00 alle 17:00, in piazza
spostato ai giorni sabato 12 e de cittadine. Spettacoli e de- Corso Fratelli Brigida, via Vittorio Veneto, ci saranno
domenica 13 marzo. Tanta gustazioni in piazza allieteran- Roma e Corso Nazionale. Alle spettacoli di animazione per
l’attesa dell’evento da parte di no ancor di più la due giorni. ore 17:00, in piazza Vittorio bambini. In particolare, ci lata allegorica. Il corteo parti- alle 17:30, si potrà assistere
grandi e piccini, giovani e an- Per quanto riguarda la giorna- Veneto, si potrà assistere alle sarà lo spettacolo di burattini rà alle ore 15:00 e proseguirà alle esibizioni coreografiche
ziani che sono curiosi di assi- ta di sabato, alle 14:00, in esibizioni coreografiche delle ispirato alla spedizione dei in via Maratona, via Masci- delle associazioni che hanno
stere alla festa delle maschere piazza Donatori di Sangue, ci associazioni che hanno aderi- mille, intitolato ‘mille, Gari- longo, via Molise, viale Trie- aderito all’iniziativa e degu-
di quest’anno e che quest’an- sarà il raduno dei partecipanti to all’iniziativa. Inoltre, in baldi e…Arlecchino’. Alle ore ste, via Abruzzi, via Cesare stare i dolci tipici del Carne-
no avrà qualcosa di diverso e alla sfilata allegorica Il cor- piazza, saranno presenti degli 14:00, nel piazzale antistante Battisti, Corso Fratelli Brigi- vale. Un appuntamento da non
speciale. Lunghi e colorati teo partirà alle ore 15:00 e stand dedicati alla degustazio- il centro commerciale Maxi da, via Roma, Corso Naziona- perdere, una possibilità di di-
ne dei dolciumi tipici del Car- Tigre (ex- Sidis), ci sarà il ra- le. Anche in questa giornata, vertimento e socialità tra i cit-
nevale. Domenica 13 marzo: duno dei partecipanti alla sfi- in piazza Vittorio Veneto, ma tadini.
Termoli baciata
Alcune opere dell’artista
dalla dea bendata
Vinti 20mila euro
Vincita di 20mila euro in una ricevitoria termolese.
La fortuna continua a baciare la città costiera in questi
ultimi mesi. Sabato sera infatti in una ricevitoria in via
Tremiti un fortunato vincitore giocando una semplice
schedina da cinque euro si è portato a casa ben 20mila
euro. La schedina in questione era della serie 10eLotto.
Il ‘trionfatore’ infatti ha saputo istantaneamente della
propria vincita, in quanto dopo aver giocato sette nu-
meri, la macchinetta ha segnalato subito la vincita. For-
E’ stata organizzata dall’asscociazione Andrea Pazienza
Mostra in onore di
tunata anche la ricevitoria poiché dall’inizio dell’anno
ha elargito ben 231.022, 86 euro.

La riunione si è svolta nella sede Cgil


Jacovitti
Si terrà fino al 13 marzo nella Galleria civica dalle 17 alle 20.30
Trasporto pubblico: E’ stata inaugurata saba-
to la mostra dal titolo

Incontro della Gtm “Omaggio a Jac”, allestita


nella Galleria Civica di Ter-
moli. Presenti all’ inaugu-
razione: il vice sindaco Vin-
cenzo Ferrazzano e l’asses-
sore alla cultura Michele
Cocomazzi.
Hanno presenziato anche
il preside del liceo artistico
Antonio Franzesa, il vice
preside della suola Nino
Tavolo sindacalisti Barone e il presidente del- fumettista termolese, fino al vagno che è stato presen- Dal punto di vista stilisti-
l’associazione culturale 13 marzo dalle 17 alle tato come l’erede artistico co Jacovitti subì l’influen-
“Andrea Pazienza”, Luigi 20,30. Nella mostra sono di Jacovitti. Il famosissimo za di Elze Crisler Segar, pa-
Si sono riuniti ieri mattina, nella sede Cigl di Termoli di Via Petrosino che ha anche co- state esposte le opere degli disegnatore, è entrato a pie- dre di Braccio di Ferro e
Asia, i dipendenti della Gtm, la ditta che si occupa del servi- ordinato i lavori della 4B alunni della 4B, dei soci no titolo nella storia del fu- quella dell’autore svizzero
zio di trasporto pubblico. La riunione è stata convocata per del liceo artistico. La mo- dell’associazione artistica metto, soprattutto grazie Walter Faccini. I testi dei
parlare degli esiti dell’incontro del primo marzo tra azienda, stra sarà dedicata al perso- culturale Nunzio Miale e alle caricature dei suoi per- suoi fumetti sono spesso
amministrazione comunale e segreterie regionali Filt e Uilt. naggio Jacovitti, famoso Vito Pagano, e di Luca Sal- sonaggi. accostati ai nuovi termini
Nell’incontro il sindacato ha affermato “Siamo responsabili entrati nel linguaggio co-
dell’erogazione del servizio di ogni lavoratore, chi svolgerà mune. Nel 1993 su iniziati-
la propria funzione in maniera va di un suo fan, Edgardo
corretta sarà portato all’atten- Colabelli, è nato lo Jacovitti
zione dell’azienda”. Inoltre ‘Eliminazione Club del quale Benito Jaco-
l’organizzazione ha informato vitti divenne subito presi-
i dipendenti della Gtm presen- multe 2007’ dente. In oltre dieci anni di
ti all’incontro, che i punti og-
getto della riunione di martedì E’ stato attività il Club annovera ol-
tre 600 associati in tutto il
scorso sono stati l’eliminazio-
ne delle multe del 2007, delle
uno dei punti mondo e molte autorità si
iscrivono al Club e ne leg-
sanzioni per le persone che non
si erano fermate alla linea 13,
all’odg gono le divertenti pubblica-
zioni.
di mettersi in regola con la tre-
dicesima e quattordicesima, per i biglietti a terra, sono stati
concessi sue totem, che stanno procedendo a delle trattative
con l’azienda per salvaguardare i propri interessi. Sarà nel coordinamento provinciale del Pdl
Plauso dell’associazione “Guglionesi
nel cuore” a Lucarelli
GUGLIONESI. Gli amici del movi- prezzamento del partito per le qualità
mento ‘Guglionesi nel cuore’ esprimo- politiche ed amministrative di Antonio
no al Vice Sindaco Antonio Lucarelli Lucarelli e sono anche un riconosci-
compiacimento per la nomina a com- mento per la chiara appartenenza del-
ponente del Coordinamento Provincia- l’attuale maggioranza amministrativa
Dipendenti Gtm le di Campobasso de ‘Il Popolo Della al Pdl ed all’area di centrodestra”, ha
Libertà’. “La nomina, conferma l’ap- dichiarato il movimento. Vicesindaco Lucarelli
26 Martedì
8 marzo 2011

L’evento è stato organizzato dal Comitato Donne della parrocchia di San Francesco d’Assisi di Termoli

Rievocare la solennità della donna


La Commissione per le Pari Opportunità ha deciso di sostenere l’iniziativa
Il ‘Comitato Donne’ della ziativa ha suscitato l’interes- come ogni anno in occasione nella società . Ma in questo salto la totale dedizione della Presidente della Commissio-
Parrocchia di San Francesco se e l’appoggio della Com- della Festa della donna, ha or- anno che l’Europa ha voluto donna verso il prossimo, così ne per le Pari Opportunità Rita
d’Assisi della Diocesi di Ter- missione Regionale per la Pa- ganizzato un evento in onore come ‘Anno Europeo del Vo- come ha evidenziato anche Colaci - che la nostra commis-
moli - Larino ha organizzato rità e le Pari Opportunità. Il della figura della donna. I pre- lontariato’, la Commissione Papa Giovanni Paolo II nella sione ha deciso di sostenere
un evento di ‘rievocazione alla Comitato è composto da 60 cedenti eventi, che negli anni Regionale per la Parità e le sua lettera alle donne del 1995 tale iniziativa, essendo l’orga-
solennità della donna’ . L’ini- donne e anche quest’anno, passati si sono svolti a livello Pari Opportunità ha ritenuto di e che si manifesta nelle sem- nismo istituzionale che lavo-
locale nell’ambito della dioce- dover affiancare il Comitato plici e molteplici attività quo- ra sul territorio regionale per
si, hanno accolto le importan- Donne, per commemorare il tidiane: dall’ascolto, all’acco- garantire l’uguaglianza a tutti
Pari opportunità ti testimonianze di figure
come Claudia Koll, le suore di
valore delle donne che si ado-
perano per la società anche at-
glienza, alla preghiera.
L’evento avrà come testimo-
i cittadini. Inoltre ritengo che
sia doveroso celebrare questa
giornata per non dimenticare
Una proposta attuativa Madre Teresa di Calcutta e
don Giovanni D’Ercole, che
nel riportare le loro esperien-
traverso la totale dedizione al
prossimo. E’ da questo che è
nata la manifestazione di que-
nianza nelle vesti di relatrice
un medico di Emergency In-
ternational, una volontaria che
il grande sacrificio di quelle
donne che hanno pagato con

per colmare un vuoto ze, hanno messo in evidenza


l’importante ruolo della don-
na nella sua vocazione privi-
st’anno, che si estende all’in-
tera Regione coinvolgendo le
quattro Diocesi regionali e le
ha scelto di porre la sua esi-
stenza al servizio della vita
credendo nell’uguaglianza di
la loro vita, la rivendicazione
dei loro diritti”. L’appunta-
mento è per oggi, alle 15,30,
MONTENERO DI BISACCIA. Una proposta attuativa della legiata, ma tuttaltro che faci- Istituzioni locali. Tale manife- tutti gli esseri umani. “Ed è in nella Parrocchia di San Fran-
legge 53/2000 per colmare un vuoto normativo della Regione le, all’interno della famiglia e stazione vuole mettere in ri- virtu’ di tutto ciò - sostiene la cesco d’Assisi, a Termoli.
Molise e fare un passo avanti in tema di pari opportunità. Se
n’è parlato nella conferenza stampa tenuta dall’Italia dei va-
lori ieri mattina, alla quale hanno partecipato la deputata Ani-
ta Di Giuseppe, la responsabile regionale donne Idv Maria
Teresa D’Achille, la coordinatrice provinciale donne di Cam-
Visita alla laguna dei fenicotteri
pobasso Emanuela Lattanzi e la rappresentante Idv in Com-
missione pari opportunità Camilla Caterina. A introdurre e
illustrare l’argomento la segretaria di Circolo Simona Con-
per i piccoli alunni di Petacciato
tucci. “In Molise risentiamo di un vuoto normativo inspiega- Gli alunni della seconda
bile – le sue parole -, tanto più se si pensa che esiste un Fondo elementare di Petacciato, alle
per l’armonizzazione dei tempi delle città, le cui risorse ven- saline di Margherita di Savo-
gono ripartite dal Cipe. Lo stesso Por Molise 2007/2011, ri- ia. Un mondo a parte, un oriz-
duce il tema delle pari opportunità in relazione alla gestione zonte di bacini, piccoli e gran-
del tempo, all’ambito di interventi mirati al rafforzamento dei di, splendenti come specchi al
servizi che sappiano conciliare impegno lavorativo ed esi- sole. Così appare la salina di
genze familiari grazie all’instaurazione di forme di lavoro Margherita di Savoia luogo di
come il part-time”. Tre le leggi di riferimento in Molise, che millenarie fatiche dell’uomo
però a giudizio della Contucci “sono assai generiche”. Ne con- e ambiente costiero straordi-
segue che “la materia delle pari opportunità è poco regola- nario dove trovano rifugio mi-
mentata” ed è proprio tale vuoto normativo che le donne di- gliaia di uccelli acquatici, dai
pietriste vorrebbero “andare a colmare”. La segretaria ha pro- fenicotteri rosa ai cavalieri I giovani allievi stupiti e alizzato in collaborazione con ralistiche per entusiasmare
seguito il suo intervento affermando che “in questa regione d’Italia, dagli aironi alle ele- meravigliati da tanta natura il Cds Il Melograno di Lari- ancora di piu’ i giovani allie-
abbiamo bisogno di concretezza e noi vogliamo impegnarci a ganti avocette con il becco al- sono rimasti ipnotizzati dai fe- no, prevede altre visite natu- vi.
essere parte attiva di un miglioramento di vita necessario per l’insù. nicotteri rosa, trampolieri in-
le donne. Abbiamo scelto di presentare la nostra iniziativa in Un viaggio per scoprire un confondibili che si riconosco-
concomitanza con la giornata dell’8 marzo non per caso, ma microcosmo affascinante e no per il loro piumaggio rosa- Il prefetto Trotta
perché pensiamo che alla festa della donna debba essere re-
stituito il giusto valore”. In concreto la proposta di attuazione
per vedere e toccare “la lagu-
na dei fenicotteri” i cui colori
to, le lunghe zampe ed il collo
allungato in modo sproporzio-
a Montefalcone e Roccavivara
di legge regionale mira “a combinare gli orari della vita fami- abbagliano e conquistano allo nato. Oltre le saline e la zona Continua la visita del Prefetto nelle cit-
liare con quelli della vita lavorativa e, più in generale, con stesso tempo. La riserva na- umida è stato visitato il mu- tadine molisane. Dopo aver toccato i co-
quelli delle città”. Così da venire incontro a “un’esigenza in- turale e con essa la zona umi- seo ed il laboratorio didattico muni di Guglionesi, Campomarino Castel-
sopprimibile per la maggior parte delle persone che, nell’ar- da (riserva internazionale) è dove la guida, ha saputo inte- mauro e Acquaviva Collecroce, nella gior-
co della giornata, si trovano a interpretare diversi ruoli sociali una delle più grandi d’Italia, ressare i giovani allievi con nata di oggi il Prefetto, dott. Stefano Trot-
e a svolgere varie attività in differenti contesti. Attiveremo i sicuramente una delle più bel- esperimenti scientifici e la vi- ta si recherà in visita nei comuni di Roc-
nostri referenti politici e istituzionali – la chiosa della Con- le d’Europa, ed è un luogo sione di micro organismi cat- cavivara e Montefalcone nel Sannio per
tucci - affinché possano definire nelle sedi appropriate la no- strategicamente importante turati durante l’escursione. rincontrare rispettivamente il sindaco Do-
stra proposta per il Coordinamento dei tempi delle città e la per la conservazione degli uc- Il progetto H2o, proposto da menico Di Lisa e Gigino D’Angelo con le
promozione dell’uso del tempo”. R.d’A. celli. Ambiente Basso Molise e re- rispettive amministrazioni comunali.
MARTEDI’ 8 MARZO 2011 ANNO XIV - N. 66

REDAZIONE 86039 TERMOLI VIA ANDREA DA CAPUA, 6 - TEL. 0875/707896 - FAX 0874/484625

Il ‘porta a porta’ prenderà ufficialmente inizio il prossimo 21 marzo


Raccolta differenziata, slitta
di nuovo la partenza
difficoltà riguardano la con- che nel pomeriggio. Cluenzio. In questa occasio- La consegna dei mastelli
segna dei mastelli nelle abi- Una serie di difficoltà pra- ne i cittadini saranno infor- presso le abitazioni prose-
tazioni, in corso già da un tiche ed organizzative si mati sulla modalità di svol- guirà per le prossime due
Archivio paio di settimane, prima al sono dunque verificate e, per gimento del servizio e po- settimane e terminerà entro
centro storico e poi al Pian scongiurare il rischio che tranno porre domande per la data di inizio del servizio.
Slitta di una settimana Lapenna, che ha organizza- San Leonardo. qualcuno si ritrovi sfornito ottenere qualsiasi chiarimen- Sono terminati, inoltre,
l’avvio della raccolta diffe- to una conferenza stampa, in Chi non è stato trovato in dei mastelli il giorno dell’av- to. così come programmato dal-
renziata dei rifiuti “porta a programma domani mattina, casa dagli operatori ha rice- vio del servizio, si è deciso Sabato mattina, se il clima l’assessore Lapenna, i lavo-
porta” a Larino. Il servizio per spiegare con dovizia di vuto istruzioni per il ritiro di rimandarne la partenza. lo permetterà, sarà allestito ri di sistemazione della lo-
sarebbe dovuto partire lune- particolari i motivi del rin- dei mastelli, da effettuare il Nel frattempo è stata, co- anche il gazebo informativo calità Sant’Antonio, nel-
dì prossimo, 14 marzo, ma vio e per chiarire qualsiasi sabato mattina, presso l’in- munque, fissata la data della al Pian San Leonardo, in l’agro di Larino, adibito a
per motivi di ordine organiz- punto oscuro relativo al nuo- fopoint allestito accanto al prima assemblea pubblica, piazza del Popolo. centro di raccolta.
zativo è stato rinviato di al- vo servizio. Alla conferen- Palazzo Ducale oppure re- che si terrà venerdì 11 mar-
tri sette giorni. La raccolta za, oltre naturalmente all’as- candosi a Campomarino, zo alle ore 17 presso la sala
prenderà il via, dunque, il 21 sessore, sarà presente anche dove il ritiro è possibile an- consiliare del Comune in via La primavera è ancora un miraggio
il titolare della Tekneko, la
marzo, primo giorno di pri-
mavera.
Così ha deciso l’assessore
società che si è aggiudicata
l’appalto del servizio, il dot-
Fissata per venerdì Il freddo siberiano
la prima assemblea pubblica
all’Ambiente, ing. Giovanni tor Di Carlo. In sostanza, le
paralizza la città
L’incontro si svolgerà oggi pomeriggio nella Sala della Comunità Alberi di pesco fioriti, mimose sbocciate: la primavera è
alle porte ma solo sul calendario. La giornata di ieri, con-

“Terrorismo, mafie, giustizia offesa” fermando le previsioni dei giorni scorsi, ha fatto registrare
anche nella città frentana temperature tra le più basse del-
l’intera stagione invernale.

Il magistrato Spataro al Melograno Il freddo siberiano, accentuato da un vento sferzante, ha


colpito soprattutto il Basso Molise. Dopo una settimana di
pioggia incessante, molto probabilmente arriverà di nuovo
Si terrà oggi alle ore 17,30 nale di stupefacenti ed è roristica e di tecniche inve- vicenda dell’extraordinary la neve. Il freddo eccezionale, proveniente da est, non darà
nella Sala della Comunità di chiamato a partecipare alla stigative) pubblicati su testi rendition che ha avuto come tregua almeno fino a domani.
Larino, in piazza Pretorio, la Direzione Distrettuale Anti- vari e su riviste specializza- vittima Abu Omar (2003) e Anche oggi infatti si prevedono temperature molto basse.
conferenza dal titolo: “Ter- mafia dal 1991 (anno della te. Ha pubblicato anche che ha visto agenti della Cia La città sembra paralizzata: cielo plumbeo e strade quasi
rorismo, mafie, giustizia of- costituzione) al 1998 dove si un’autobiografia professio- agire con la collaborazione deserte dipingono un paesaggio inquietante e surreale.
fesa...” a margine del volu- è occupato suprattutto di in- nale, Ne valeva la pena. Sto- del Sismi.
me “Ne valeva la pena”. dagini su ‘ndrangheta e ma- rie di terrorismi e mafie, di L’opposizione del segreto
Ospiti d’eccezione del
Centro di Servizio per il Vo-
lontariato “il Melograno”
fia siciliana.
Dopo le dimissioni di An-
tonio Di Pietro, avvenute nel
segreti di Stato e di giustizia
offesa (Laterza, Roma-Bari
2010): nucleo centrale è la
di Stato da parte dei governi
Prodi e Berlusconi è per Spa-
taro l’occasione per riflette-
Potatura, due allievi
saranno il magistrato Ar-
mando Spataro (Procuratore
1994, era stato chiamato dal
Procuratore Generale di Mi-
re sui rappor-
ti tra politica
dell’Agrario
aggiunto del Tribunale di
Milano) e la giornalista del
TG1 Elisa Anzaldo, che avrà
lano Francesco Saverio Bor-
rellia fare parte del pool di
“Mani Pulite”.
e magistratu-
ra e sulla vio-
lazione dei
al Campionato nazionale
il compito di intervistarlo. Nel luglio del 1998 è stato diritti umani GUARDIALFIERA. Tra i primi dieci classificati del Cam-
Armando Spataro (Taran- eletto componente del Con- con il prete- pionato regionale di Potatura dell’olivo allevato a vaso po-
to, 16 dicembre 1948) è un siglio Superiore della Magi- sto della sicu- liconico che si è disputato sabato scorso presso l’azienda
magistrato italiano, procura- stratura. rezza. Il libro Pilla di Guardialfiera, oltre al sesto classificato Giuseppe
tore della Repubblica ag- Per questo si trasferisce a è valso a Spa- Mentore, anche il quarto classificato Pasquale Di Lena è
giunto presso il tribunale di Roma fino alla scadenza del taro il Premio uno studente dell’Istituto Tecnico Agrario di Larino. Sono
Milano, Coordinatore del mandato (luglio 2002) quan- Capalbio quindi due i concorrenti della scuola frentana che prende-
Gruppo specializzato nel set- do ritorna alla procura di Mi- 2010 per la ranno parte al Campionato nazionale di potatura che si ter-
tore dell’antiterrorismo, ex lano con funzioni di Procu- Armando
sezione Poli- rà il 25 e il 26 marzo ad Alghero.
segretario nazionale del ratore della Repubblica Ag- Spataro tica e istitu- Concorreranno insieme agli altri quattro molisani per la
Movimento per la Giustizia giunto coordinando dal giu- zioni. conquista del Premio “Forbici d’Oro”.
(una delle correnti di sinistra gno 2003 il Dipartimento
dell’Associazione Naziona- Terrorismo ed Eversione re-
le Magistrati) ne è attual- sponsabile di indagini su ter-
mente segretario distrettua- rorismo interno ed interna-
le a Milano ed è inoltre diri- zionale (in particolare di
gente nazionale dell’ ANM. quello dimatrice islamica, tra
Entra in magistratura il 27 cui quelli sull’imam egizia-
marzo 1975 e l’anno succes- no Abu Omar e su Moham-
sivo è destinato, come Sosti- med Daki, noto per la sen-
tuto Procuratore della Re- tenza di assoluzione pronun-
pubblica, alla Procura della ciata dal giudice Clementi-
Repubblica di Milano dove na Forleo, confermata in ap-
ha svolto tutta la sua carrie- pello e rigettata dalla Cassa-
ra occupandosi prima di se- zione).
questri di persona e poi di È autore di numerosi sag-
terrorismo di sinistra coordi- gi (anche di diritto proces-
nando tutte le inchieste mi- suale comparato), commen-
lanesi fino al 1989. ti a testi di legge e pubblica-
Successivamente si è oc- zioni varie di carattere scien-
cupato di criminalità orga- tifico (riguardante materia di
nizzata, traffico internazio- criminalità organizzata e ter-

27
MARTEDI’ 8 MARZO 2011 ANNO XIV - N. 66

REDAZIONE 86039 TERMOLI VIA ANDREA DA CAPUA, 6 - TEL. 0875/707896 - FAX 0874/730606

In via di completamento i lavori dell’opera commemorativa appaltata dopo un concorso internazionale


Il parco della memoria
tra le case di San Giuliano
SAN GIULIANO DI PU- co si distingue tra le case
GLIA. “Esprimere con del paese ricostruito.
semplicità e sobrietà Un’opera innovativa che ha
un’idea di spiritualità inat- previsto quindici percorsi
tesa che aiuti a comprende- di preghiera e meditazione
re la sofferenza ma che allo lungo delle file di giunchi
stesso tempo sia in grado di luminosi nell’estremità su-
trasmettere un messaggio periore verso il cielo. Que- Un’area di 5mila mq
univerale di speranza”.
Quasi trecento professioni-
ste piante speciali sono cin-
quecento, flessibili e si pie-
ricoperta da giunchi
sti, provenienti da tutto il
mondo, hanno provato a
gano lasciandosi attraver-
sare dal vento. Loro non
in fibra di carbonio
dare forma al parco della
memoria di San Giuliano di
combattono il vento – spie- e percorsi di meditazione
gano i progettisti – quando
Puglia. Ben 265 iscrizioni il vento cala riprendono la
provenienti da ogni parte loro forma iniziale. Questo
d’Italia e da numerosi Pae- non è quello che fanno gli
si esteri, europei ed extra- uomini. Loro combattono
europei, come Albania, Ar- guay. Un’iniziativa condi- to del gruppo italo spagno- sempre. Edifici, ponti e tor-
gentina, Belgio, Brasile, visa dal Comune di San lo guidato dall’architetto ri che stanno contro il ven-
Canada, Cile, Corea, Dani- Giuliano di Puglia e dal Santo Marra che in questi to, con forza, con difficol-
marca, Francia, Germania, Comitato Vittime della mesi ha ricoperto una su- tà”. E queste evidenze la-
Grecia, Inghilterra, Irlanda, scuola insieme all’ordine perficie di quasi cinquemi- sciando intenderre che cosa
Libano, Malta, Messico, regionale e al Consiglio la metri quadri intorno al non deve più accadere per
Portogallo, Spagna, Stati nazionale degli Architetti. pilastro e ai resti della scuo- un edificio scolastico, quel-
Uniti, Svezia, Svizzera, A vincere il concorso inter- la crollata. I lavori sono a la sicurezza che deve re-
Taiwan, Ungheria, Uru- nazionale è stato il proget- buon punto e l’area del par- gnare tra i banchi. Fa.Oc.

“La risposta al quesito parla chiaro. Proprietari, presidenti di Peu e tecnici devono collaborare”

Post-sisma, l’appello del sindaco Montagano


Il primo cittadino di Bonefro sollecita gli addetti ai lavori sulle modalità di consegna dei progetti
BONEFRO. Ricostruzione teriori dieci mesi di ritardo tempi brevissi- lista.Questa è la condizione ni di poter mandare avanti
Pino Montagano, sindaco di Bonefro
a Bonefro. Il sindaco, Pino ingiustificato sulla tabella di mi siano conse- necessaria per non perdere a nell’iter approvativo tutti quei
Montagano, rivolge in una marcia già di per sé critica, gnati in comune mio avviso la possibilità di PEU di classe A che non sono
nota, senza polemiche, un ap- ma anche perché noto che ci tutte le progetta- accedere anche per i PEU in stati ancora progettati o sono
pello agli addetti ai lavori per sono ancora anacronistiche zioni e le inte- questione ai fondi per la ri- fortemente carenti nella docu-
sbloccare gli interventi nel resistenze nel recepire la leg- grazioni idonee, costruzione in tempi ragione- mentazione.
suo paese. ge che impone di usare da richieste ormai voli. Se questa collaborazio- Affermo questo perché non
“Con la presente faccio se- giugno 2009 la nuova norma- da anni dagli uf- ne sinergica tra proprietari, è possibile che a otto anni dal
guito al mio articolo apparso tiva. Non riesco a concepire ficio comunali, presidenti di PEU e relativi sisma si stia ancora discuten-
a dicembre su questo stesso il fatto che consapevoli di soprattutto quel- progettisti non si dovesse at- do a Bonefro su come proget-
quotidiano perché nel frat- perdere ulteriore tempo pre- le riferite ai tivare nemmeno di fronte a tare quaranta PEU di classe A,
tempo ci sono state delle no- zioso, ancora oggi si mi si PEU dove rica- queste evidenze, temo in fu- mentre - conclude il sindaco
vità che confermano tutto chieda di inviare progetti non dono proprietari turo per il conseguimento Pino Montagano - le avvisa-
quello che ho sempre soste- conformi redatti con la vec- disabili che me- stesso del contributo alla ri- glie sulla disponibilità gover-
nuto con determinazione, or- chia norma alla sismica pur ritavano dappri- costruzione per quei PEU ri- nativa a finanziare nel prossi-
mai dalla data del mio inse- sapendo che dovranno esse- ma priorità as- masti ancora oggi incompiu- mo futuro la ricostruzione
diamento ad oggi, attraverso re necessariamente riproget- detti ai lavori ad attivarsi im- soluta, e che invece si sono ti. Per cui da subito voglio molisana non sono affatto ras-
articoli, diffide, incontri pub- tati. Per cui invito tutti gli ad- mediatamente affinché in trovati di fatto in coda alla essere messo nelle condizio- sicuranti.
blici e riunioni continue in
merito al proseguo della rico-
struzione di Bonefro. Il dieci
febbraio 2011 è arrivata la ri-
sposta al quesito posto dal
Santa Croce, il carnevale alternativo Bonefro
Festa della
comitato tecnico scientifico
al ministero dei lavori pub-
blici (prontamente inoltrato
di Abraxas con “Saturnalia 2011” donna col Cif
SANTA CROCE DI MA- ne, cercando di reinterpre- xas). “Saturnalia 2011 nasce mavera. Saturnalia di que-
dal comune ai presidenti di GLIANO. Il carnevale tra tare lo spirito profondo di per far vivere il carnevale st’anno sarà incentrata sul- Il centro italiano femminile
PEU) che chiarisce definiti- festa e cultura. La proposta questa grande festa pagana, come gesto di auto-libera- la endemica allegria della ri- di Bonefro organizza in occa-
vamente il motivo per cui non del Centro di Ricerca Cul- osservandone i riti e co- zione – afferma Azzurra de nascita”. Un evento Abra- sione della giornata interna-
si può rilasciare l’autorizza- turale Abraxas per martedì gliendone l’approccio al Gregorio attrice e organiz- xas, come sempre di grande zionale della donna un incon-
zione sismica a quei progetti grasso è all’insegna dell’es- tempo stesso potente e go- zatrice dell’evento. Masche- interesse, venato da un for- tro formativo sui segreti di
redatti con la vecchia norma senza propria del carneva- liardico”. L’appuntamento è rarsi, ballare, portare spiri- te spirito di divertimento, e bellezza delle piante. Dalle 16,
antisismica depositati presso le per questa sera alle 21 in to dionisiaco nel proprio dall’organizzazione precisa alla biblioteca multimediale in
la struttura commissariale “Come sempre - afferma piazza Marconi, dove parti- vissuto, è un atto che fin e suggestiva. Un appunta- piazza municipio, i saluti del
dopo il trenta giugno 2009. il presidente dell’associa- rà la parata che porterà al- dall’antichità serviva per li- mento che si inserisce nelle sindaco e del parroco. Rela-
Scrivo ad un mese dalla rispo- zione Nicola Macolino - ab- l’edificio dell’ex liceo berarsi dai mesi bui, freddi tradizionali feste di carneva- tore, il professore Gildo Gian-
sta al quesito innanzitutto per biamo un approccio antro- scientifico (Stroszec Spazio e angosciose dell’inverno e le con forte originalità, da notti. Seguirà un momento di
far presente che ” grazie” allo pologico alla manifestazio- attuale sede del CRC Abra- accogliere rinnovati la pri- non perdere. festa e un augurio molto par-
stesso si sono accumulati ul- ticolare e significativo.

28
MARTEDI’ 8 MARZO 2011 ANNO XIV - N. 66

REDAZIONE: 86100 CAMPOBASSO VIA SAN GIOVANNI IN GOLFO - TEL 0874/484623 - FAX 0874/484625

Inflitto un altro punto di penalizzazione a Melfi (26) e Brindisi (24)

Ci sono donne e donne


di Gennaro Ventresca

Erano in tanti davanti al Municipio a festeggiare il ritor-


no, per decreto, in Lega Pro dei lupi. La “festa” fissata per
le 19 è slittata alle 21, per il ritardo del capo, bloccato nel
traffico, in autostrada. La tifoseria rossoblu, approfittando
della calda serata, si era portata copiosa in piazza. Improv-
visamente sono ricomparse facce che s’erano dissolte nel
silenzio dei mediocri risultati del lupo. Bene,bravo, bis: han-
no gridato i più intrepidi sostenitori del lupo, all’arrivo di
Ferruccio, finalmente sorridente.
***
Sembrò l’inizio di un nuovo percorso. Nessuno pensò nep-
pure per un istante alle sofferenze che avevano accompa-
gnato la nostra squadra nella seconda parte dello scorso
campionato. Non c’era né tempo né voglia per farsi sfiorare
da un pensiero cattivo. Tanto era grande la gioia per il ri-
torno tra i “vivi”. Eppure non sarebbero stati rinviati di
molto i nuovi giorni magri.
***
“Volevamo la salvezza e salvezza è stata”, così mi ha
messaggiato Gaudiano sul mio Samsung prima di volare per
Trapani. Certo, il Catanzaro non fa paura neppure ora che
ha vinto la sua prima partita. Tanto più che è stato conside-
rato fallito. Gioca solo per onor di firma. Quindi è impen-
sabile mettere in discussione la permanenza del Campobas-

“Continuiamo a lottare” so tra i Pro. Ma mi chiedo: ha un senso un campionato così?


***
Ho timore che sino alla fine della stagione andremo in-
contro ad altri colpi di scena. Da una parte c’è una squadra
che con i suoi riconosciuti limiti proverà a vincere qualche
partita per non far fare brutta figura al suo allenatore che
La squadra di Cosco rende la vita difficile a tutti sta raccogliendo meno di quello che ci si aspettava. Dal-
l’altra ci sarà la “premiata ditta” che dovrà fare autentiche
In attesa della vittoria: domenica arriva la Vibonese magie per far quadrare i conti e arrivare a fine stagione
mettendo a posto le carte, saldando i debiti con i tesserati e
CAMPOBASSO. “Conti- di sempre: i Lupi cercheran- fuori che tra Aversa, Neapolis to, anche se la ‘festa’ stava per pagando gli oneri fiscali e previdenziali.
nuiamo a lottare”. Un motto no di rendere la vita difficile a e appunto Trapani qualche fargliela Minadeo al 93’, ***
rispettato alla lettera dalla tutte le avversarie, anche di al- punto in più in classifica i quando la sua punizione è an- Avete presente la Roma? A mio sommesso avviso se aves-
squadra sotto le precise diret- tissima quota. molisani potrebbero averlo. data a sbattere sul paletto se avuto alle spalle una società consolidata avrebbe vinto di
tive di Vincenzo Cosco. E’ Ma i risultati non stanno L’analisi. Il mister, sorpren- esterno della rete. slancio il campionato. Invece accusa un ritardo abissale dal
così che il Campobasso è riu- premiando gli sforzi di un dendo le previsioni della vigi- I tifosi. Guardare l’esultan- Milan e ha già un piede fuori dalla Champions. Questo per
scito a tenere in apprensione gruppo che, vuoi o non vuoi, lia, ha voluto dare una chance za genuina dei circa quaranta far capire che se non c’è tranquillità societaria è difficile
il Trapani fino al 93’, minuto sta lavorando in un clima tut- ad Armando Visconti, il quale al seguito del Campobasso per chiunque ottenere buoni risultati. Perciò mi auguro che
ultimo di un match entusia- t’altro che sereno dal punto di però si è perso tra le maglie spiega meglio di ogni altra le chiacchiere da bar con tema sulle cordate lasci il posto
smante per un tempo e molto vista societario. In effetti, vol- avversarie non entrando qua- cosa l’amore e la passione per alle cose concrete.
più tattico per l’altro. La grin- tandosi indietro senza andare si mai nel vivo dell’azione. Il i colori della città. La piazza ***
ta e la concentrazione quelle troppo in là nel tempo, viene cambio di inizio ripresa con appoggia Cosco, il quale sta Oggi cade la festa della donna. Auguri a tutte le nostre
Ibekwe non ha sortito, tutta- cercando in tutti i modi di te- lettrici. E a tutte le tifose. Che sono diminuite, purtroppo.
via, gli effetti sperati: il nige- nere alto l’entusiasmo, nono- Vorrei che tornassero al più presto allo stadio le donne in
riano non è entrato in partita. stante tutto ciò che ruota at- pelliccia, a cui dovrebbero far da bordura le ragazzine stor-
Così come lo stesso Sebarto- torno. Intanto, la mente è ri- dite dai fisici dei nostri ragazzi con la blusa rossoblu. Augu-
li, troppo ‘timido’ sulla fascia volta a domenica prossima, ri alla zarina, a cui invio un ideale mazzetto di mimose. Un
10 RETI: Grieco (4 r.) (Aversa), Perrone (1 r.) (Trapani), Guaz-
destra di competenza, ma con quando arriverà la Vibonese e altro giunga anche alla mia amica Sandra, direttrice del-
zo (3 r.) (Melfi, ora al Taranto)
9 RETI: Tortolano (1 r.) (Latina), Giannone (Matera), Man- margini di crescita. i tre punti non dovranno sfug- l’Hotel Don Guglielmo. Un
giapane (4 r.) (Vigor Lamezia) Riavvolgendo il nastro, è di gire. Intorno a mezzogiorno si augurio speciale arrivi a Sil-
8 RETI: Vicentin (2 r.) (Avellino), Agostinelli (1 r.) (Fondi), una bellezza rara l’assist di torna ad allenarsi. In vista del- vana Damiano, moglie di
Mi piacerebbe sapere
Longobardi (1 r.) (Neapolis), Madonia (Trapani) esterno sinistro fornito da la sfida ai calabresi rientreran- Marcello Damiano del-
quanti euro servono per
7 RETI: Pellecchia (Melfi), Lasagna (2 r.) (Milazzo), Mac- Monti a Todino per il vantag- no i tre squalificati Camma- l’Eden che una volta non
comprare il 25% delle
ciocca (1 r.) (Pomezia), Lattanzio (Vigor Lamezia) gio fulmineo, così come me- rota, Scudieri e Agresta. Do- perdeva una sola battuta del
6 RETI: Ancora (1 r.), Improta (1 r.) (Neapolis) azioni messe in vendita da
rita il replay la rovesciata qua- vrebbe lavorare a parte, inve- nostro Campobasso.
5 RETI: Varriale (Aversa), Ceccarelli (Brindisi), Murati (Cam- Gaudiano Capone. (ge.ve.)
pobasso), Martinez (1 r.) (Latina), Bonanno (Neapolis), Grillo
si vincente di Balistreri. Epi- ce, il classe ‘91 De Falco.
sodi che dimostrano la viva- Disciplinare. Inflitto un al- gennaroventresca@gmail.com
(3 r.), Pasca (Vibonese), De Luca (Vigor Lamezia)
4 RETI: Comini (Avellino), Ercolano (Aversa), Balistreri (2 r.) cità dei rossoblu in area avver- tro punto di penalizzazione sia
(Campobasso), Raffaello (3 r.) (Isola Liri), Polani (1 r.) (La- saria per i primi venti minuti al Melfi che al Brindisi, ora a disini Pupino rimette il titolo tori per il passaggio delle quo-
tina), Russo (Melfi), Proietti (Milazzo) di gioco. L’esperienza dei tra- quota 26 e 24 in classifica. nelle mani del sindaco in atte- te sociali.
3 RETI: De Angelis (1 r.), Millesi, Panatteri, Scandurra (Avel- panesi ha capovolto il risulta- Intanto, il presidente dei brin- sa di conoscere gli interlocu- F.d.S.
lino), Tovalieri (Aversa), Matarazzo, Moscelli (Brindisi), Vi-
sconti (Campobasso), Alleruzzo (Fondi), Bianchini, Caira Riceviamo e pubblichia- re Armando Visconti che ve- pubblicamente i complimen-
(Isola Liri), Mancosu (Latina), Capolei (Matera), Scalzone,
Vianello (Melfi), Iannelli, Ricciardo (Milazzo), Costantini, Ma-
Da uno sportivo mo da uno sportivo di Tra-
pani. “Spesso i giornali ven-
dendo un tifoso del Trapani
accasciarsi a terra a causa di
ti a lui e a tutti i giocatori del
Campobasso che sono ac-
rano (2 r.) (Pomezia), Ficarrotta, Mastrolilli (Trapani), Caridi,
De Luca, Rondinelli (Vigor Lamezia)
di Trapani gono riempiti da notizie vio- un malore, ha abbandonato corsi per prestare le cure del
lente, invece il gesto che ha il campo di calcio a partita caso, compreso il medico
2 RETI: Ricci (Avellino), Maiorino (Brindisi), Corapi (1 r.),
Gigliotti (Catanzaro), Alleruzzo, Capogna, Vaccaro (Fondi),
“Campobasso fatto un calciatore del Cam- in corso per soccorrere la per- sportivo. Lo sport è questo.
Conte, Paolacci (Isola Liri), Giannusa (Latina), Del Sorbo, complimenti pobasso in occasione della
partita di Trapani è passato
sona che stava male pratican-
do un massaggio cardiaco.
Complimenti Campobasso!
Onore a voi e alla vostra le-
Lo Grieco (1 r.) (Matera), Chiaria (Melfi), D’Amico, Maccaro-
ne, Quintoni (Milazzo), Moxedano (Neapolis), Polito (Pome- per la lealtà” quasi inosservato. Volevo Complimenti, è un gesto che altà”.
zia), Barraco, Calabrese, Coco (Trapani), Napoli (Vibonese) rendere omaggio al calciato- merita rilievo, vorrei fare Vito Castiglione-Trapani

30
Martedì
8 marzo 2011 31

Agnonese e Venafro a braccetto verso la volata finale per la salvezza

di Alfonso Sticca
Trivento, ago
“E’ tutto già deciso, il Te-
ramo deve rimanere in serie
D”. E’ lo sfogo amaro di
Luciano Campitelli, presi-
dente del Teramo, al termi-
ne della gara con il Triven-
della bilancia
to. L’ex Cifaldi se la ride.
Scelta inopportuna, quella di
Ammazzalorso di lasciare
fuori dagli undici iniziali il
capocannoniere del campio-
per lo scudetto
nato Gambino, la tifoseria
teramana non ha apprezzato La squadra di Favo dopo aver battuto
la scelta e la consequenziale
contestazione post partita
non ha risparmiato nessuno,
Mister Favo
il Teramo si prepara alla verifica Rimini
neanche l’assistente di colo- nuovo tecnico teramano non per l’economia del campio- rata moralmente. La dirigen- inutile nasconderlo, i tre tanti, a Venafro sembra ap-
re, reo di avere compromes- si aspettava un esordio così nato, con il Rimini sotto di za del Bojano non intende punti sono l’obiettivo prima- prodata la serenità giusta per
so la gara con le sue deci- burrascoso, la sconfitta con una gara (recupero fissato ammainare la bandiera e cer- rio. Una situazione indelica- uscire dal tunnel playout. La
sioni, comportando le espul- l’Atletico Trivento potrebbe per il 17 marzo con il Boja- cherà di onorare il torneo, ta quella dell’Agnonese, squadra di Urbano ha messo
sioni di Lenart e Ianni. Il avere ripercussioni pesanti no). La prestazione del Tri- oltre a verificare l’utilità di nessuno all’inizio della sta- alle corde il Santarcangelo,
vento nella tana della capo- alcuni baby per la prossima gione poteva pensare di ge- squadra quest’ultima che
Armando Iaboni lista non è passata inosser- stagione, un modo come un stire una circostanza così de- dall’inizio di novembre è in
vata, come la pennellata di altro di rendere utile questo licata quanto mancano poche serie positiva. Una prova di
Iaboni in piena zona Cesari- ultimo scorcio di campiona- partite al termine del cam- forza per i venafrani che ora
ni, due perle che spruzzano to. pionato. Per la dirigenza, per possono verificare la propria
di luce nuova e rilanciano le L’Agnonese ai raggi x. La il team tecnico e gli stessi compattezza nella trasferta
speranze di accedere nella squadra è scivolata nella calciatori sarà un finale di di domani contro la Sante-
zona playoff. Zona che do- zona playout e sta mettendo campionato che metterà a gidiese che sta difendendo a
vrà essere difesa già da do- a repentaglio una stagione dura prova le coronarie, ma denti stretti la quarta posizio-
mani, dall’assalto del Rimi- nata bene e che potrebbe la tifoseria si aspetta una pro- ne. Insomma, abbiamo di
ni, altra pretendente allo scu- chiudersi nelle peggiori dei va di orgoglio di Orlando e fronte un Venafro rinfranca-
detto. Gli uomini di Favo in modi. In sostanza i cinque compagni. Se ad Agnone to dopo gli alti e bassi nella
questo periodo si stanno gio- punti che dividono gli uomi- non si vivono momenti esal- prima parte del torneo. No-
cando una fetta importante ni di Agovino nostante qualche defaillance
della stagione, oltre ad ave- dall’Atessa in vetta alla classifica, ri-
re nelle mani le sorti deci- dovranno es- mangano invariate le possi-
sionali del campionato. Per sere assorbiti bilità di vittoria finale per il
i gialloblù, poi, c’è la Cop- necessaria- Teramo, il Rimini e il San-
pa da onorare, e l’impegno mente nei re- tarcangelo. Tre squadre per
non può essere trascurato, cuperi. La di- un posto al sole, anche se
anche se il match con la Tur- rigenza ama- con l’avvicinarsi dello sprint
ris non si presenta facile, ranto non na- finale le polemiche non
come impensabile ribaltare il sconde la pos- mancheranno, i contradditto-
risultato dell’andata, anche sibilità di usa- ri sono il sale per il calcio
se nel calcio ci sta tutto pure re la mano pe- che lo fa diventare interes-
l’imprevedibile. sante dopo la sante. Ultima considerazio-
La sconfitta del Bojano debacle di Ri- ne. Per la prima volta il Ve-
oramai non fa più notizia. La mini, prima di nafro e l’Agnonese viaggia-
squadra di Gioffrè torna a prendere la no a braccetto e il popolo
15 RETI: Gambino Giuseppe 15 (2) (Teramo
mani vuote dalla trasferta decisione si sportivo molisano, al di la
13 RETI: Milozzi Matias Horacio 13 (4) (Olimpia
impegnativa di Civitanova aspetta la pre- del campanilismo, spera che
Agnonese) : Ambrosini Alex 13 (1) (Santarcange-
Marche, ma lo spirito batta- stazione di do- si porteranno per mano fino
lo)
gliero è da evidenziare con mani con Mister Urbano al termine del campionato e
12 RETI: Bucchi Andrea 12 (Santegidiese),
la retrocessione già dichia- l’Angolana, centrare la salvezza.
11 RETI: Rossi Enrico 11 (Cesenatico), Arcamo-
ne Luis Federico 11 (1) (Teramo), Ragatzu Mauro
11 (Rimini 1912 ), Covelli Francesco 11 (2) (Sam-
benedettese)
LA TOP 11
10 RETI: Laboragine Damiano Cosimo 10 (1) (San-
tegidiese), Keita Abdoulaye 10 (1) (Venafro), Ne-
gro Giuseppe 10 (2) (Jesina), Iaboni Armando 10
(3) (A. Trivento)
9 RETI: Orta Mario 9 (Teramo), Alterio Fabio 9
(Atessa), Olcese Emiliano 9 (Rimini 1912),
8 RETI: Cammarata Fabrizio 8 (1) (Angolana), Ga-
brielloni Tommaso 8 (1) (Jesina), Parmigiani Josè
Augusto 8 (Angolana),
7 RETI: Pazzi Christian 7 (1) (Sambenedettese),
Rizzi Salvatore 7 (1) (Santegidiese), Buonaventu-
ra Alex 7 (1) (Civitanovese), Guglielmi Carmine 7
(Trivento)
6 RETI: Procopio Gianluca 6 (1) (Real Rimini), Bal-
dazzi Pierluigi 6 (Rimini 1912), Zavalloni 6 ( San-
tarcangelo), Petrascu 6 ( Forlì), Avolio ( Venafro)
5 RETI: Lezcano Gaspar 5 (Atessa), Casolla Fran-
cesco 5 (Real Rimini), Noschese Michael 5 (Civi-
tanovese), Borrelli Davide 5 (Teramo), Chicco Ni-
cola (Luco Canistro),
4 RETI: Sozzi Marco (Forlì), Donzelli Elia (1) (Fos-
sombrone), Pica Ugo (Real Rimini), Berardi Pa-
squale (1) (Luco Canistro), Patriciello Roberto (Ve-
nafro), Lazzarini ( Civitanovese), Bucchi ( Sante-
gidiese), Aquaro ( Trivento), Pettrone ( Venafro),
Avolio ( Venafro)
32 Martedì
8 marzo 2011

“Con il Monti Dauni


di Leandro Lombardi
per vincere”
Incassato un nuovo rinvio
del match con il Real Iser-
nia, questa volta causa mal-
Il Vastogirardi è pronto al rush
tempo, in casa Vastogirar-
di ci si prepara alla ripresa
finale, mister Palazzo carica
effettiva delle ostilità, pro-
grammata per domenica
l’ambiente: “Una partita di vitale
pomeriggio contro il Mon-
ti Dauni di Salatto. L’umo-
re, in casa gialloblu, va di
importanza per la nostra classifica”
pari passo con defezioni e Con i pugliesi mancheranno
recuperi importanti: al co-
spetto dei rossoblu situati a Martella e Di Camillo
quota ventotto in classifica, di noi”.
mancheranno all’appello Quanto po-
Martella (ancora out per un trebbero inci-
problema alla schiena che dere le diffe-
si protrae da alcune settima- renti motiva-
ne) e Di Camillo, fermato zioni?
per un turno dal Giudice “Noi non na-
Sportivo. scondiamo le
Di contro, le notizie po- nostre, che
sitive per un carico mister sono importan-
Palazzo arrivano da Picco- ti. Crediamo
li e Potena, che hanno qua- nella vittoria
si smaltito l’influenza e do- perché è il mo-
vrebbero tornare a pieno re- mento giusto
gime nell’organico titolare. to della stagione, gare faci- sottovalutare l’avversaria per dare una sterzata al no-
Mister, inizia lo sprint li non ce ne sono. Sono si- che ha messo tutti questi stro cammino; loro mi au-
finale per il suo Vastogi- curo del fatto che i nostri punti insieme non per caso, guro possano essere legger-
rardi che deve ancora re- avversari, spinti da una soprattutto se guardi l’orga- mente distratti da un obiet-
cuperare una partita. La tranquillità di classifica in- nico ricco di giovani inte- tivo ormai alla portata, ma Andrea Di Lucente
salvezza passa per le gare vidiabile, verranno a gio- ressanti rinforzati anche molto dipenderà dall’impo-
interne? carsi la sfida a viso aperto dalla sessione invernale. stazione che saremo in gra-
“Abbiamo incassato nor- senza fare barricate”. Per certi versi ci somiglia- do di dare alla partita. A tato”. portanza del match”
malmente il nuovo rinvio e Resta un’occasione no, ma sicuramente se sia- volte devi essere bravo a La classifica dice che un Il Miletto, attualmente
ci siamo subito proiettati su ghiotta per far partire il mo indietro nella generale prenderti con cattiveria bel numero di squadre si al penultimo posto, è da
questa sfida di campionato rilancio. vuol dire che si è reso meno agonistica il risultato che giocheranno la salvezza considerarsi parte attiva
contro il Monti Dauni. “Un’occasione da non rispetto al Monti Dauni. cerchi, nessuno viene a farti verosimilmente fino al- della lotta per evitare i
Quando arrivi a questo pun- perdere direi. Guai però a Hanno fatto qualcosa in più visita per regalarti un risul- l’ultima giornata. E’ il play-out? Può essere
torneo che si aspettava un’insidia ulteriore?
Palazzo? “Il Monti Dauni rappre-
“Se devo essere sincero senta forse la prima squa-
mi sarei aspettato una spac- dra tranquilla, direi che
catura più marcata, invece sono al sicuro da possibili
ci ritroviamo lì al pari di sorprese. In coda invece
altre squadre, raccolti in po- non c’è nulla di scontato: il
chissime lunghezze. Que- Miletto è una squadra orga-
sto presuppone difficoltà nizzata che può, essendo a
anche domenica contro un tre punti dal treno, inserirsi
avversario sulla carta appa- nella sfida. Sono assoluta-
gato o quasi dall’attuale mente in crescita e li consi-
scenario, che vorrà invece dero al pari delle altre nel
chiudere la pratica proprio computo salvezza. Più
su un campo scomodo complicato il discorso del
come il nostro. Siamo tutte Roccasicura, ma staremo a
lì e vogliamo farci valere, vedere. Il campionato è ri-
trovo difficile quantificare masto equilibrato in ogni
in termini percentuali l’im- zona della classifica, fino
alla coppia Oratoriana Li-
mosano-Fornelli si prean-
nuncia battaglia”.
Il Vastogirardi, al com-
pleto, ha già dimostrato
di potersela giocare.
“Il nostro compito è quel-
lo di restare su performan-
ce importanti, a prescinde-
re dall’avversario che hai
davanti. E’ un torneo che
regala la salvezza al più
continuo, alla squadra che
maggiormente dimostrerà
di aver trovato la quadratu-
ra. Noi ci crediamo perché
crediamo di avere le quali-
tà necessarie, ma è chiaro
che giocare al completo ci
consentirebbe di esprimer-
ci nel migliore dei modi. In
tal senso, mi auguro di ave-
re nuovamente a disposi-
zione un giocatore di valo-
re come Martella, out da
oltre quaranta giorni”.
Martedì
8 marzo 2011 33
“Grande gara a Roseto contro un avversario
che ritengo tra i più forti del torneo”

Iacovantuono:
di Alberto Giuliano
Il Macchiagodena esce in-
battuto dalla difficile trasfer-
ta di Roseto Valfortore ed
incrementa il suo vantaggio
“Ce la giochiamo
fino alla fine”
sul fanalino di coda Campo-
basso Calcio di una lunghez-
za: i punti in classifica dei
matesini sono 20 ed il pareg-
gio ottenuto fuori casa con-
tro il Roseto fa ben sperare il
Macchiagodena per questo
combattutissimo finale di
Il direttore sportivo del Macchiagodena lotta per non retrocedere.” ne campana l’abbiamo af-
stagione.
Abbiamo ascoltato il ds dei si dice ottimista in vista del rush finale Si riferisce al maltempo
spesso presente su Mac-
frontata due settimane fa e
francamente il successo po-
matesini Paolo Iacovantuo- niera quasi perfetta, creando tando una punizione di un naro, seconda forza del tor- chiagodena? teva essere anche più ampio
no, che fa il punto della si- diverse azioni insidiose con giocatore locale destinata neo mentre tra due setti- “Sì, purtroppo non ci sia- da parte nostra; lo stesso Ca-
tuazione in casa biancoblu. Notte, che poi è riuscito a tro- sotto l’incrocio dei pali. Tor- mane ci sarà il Termoli al mo allenati bene a causa del- sale Riccia, sinceramente
Iacovantuono, un risulta- vare il gol dell’1 a 0. Pecca- niamo a casa con un punto “Cannarsa”. Quali sono gli la neve; speriamo che la si- non lo ritengo più forte del
to che vi fa ben sperare per to, perché potevamo chiude- che vale oro per noi; ritengo ingredienti per far bene in tuazione metereologica mi- Macchiagodena. Penso che
il rush finale del campiona- re la prima frazione di gioco il Roseto una squadra fortis- queste due sfide proibiti- gliori nei prossimi giorni e ci la salvezza se la giocheran-
to. La squadra è reduce da sul doppio vantaggio. Nella sima, la seconda compagine ve? consenta di svolgere al me- no queste cinque squadre che
due risultati positivi e sem- ripresa invece, noi siamo un più forte a mio avviso dopo “Sicuramente servirà mas- glio il nostro lavoro.” sono più o meno tutte dello
bra aver trovato la sua qua- pò calati anche perché erava- il Termoli. Questo buon risul- sima concentrazione e deter- Secondo lei la lotta sal- stesso livello; noi non met-
dratura in quest’ultime mo piuttosto rimaneggiati a tato deve darci fiducia nei minazione; ci aspettano par- vezza è una corsa a tre tra tiamo paletti e siamo pronti
uscite… Roseto per via di qualche in- nostri mezzi e permettere di tite durissime in cui dovre- voi, il Campobasso Calcio a dare il massimo in queste
“Contro il Roseto i ragazzi fortunio e loro sono saliti in lavorare in maniera serena in mo essere bravi a dare il mas- e il Ripalimosani o sono in- restanti partite di campiona-
si sono espressi molto bene cattedra, alzando i ritmi del- vista del rush finale di stagio- simo. Penso che al di là di vischiate altre compagini to. Ce la giocheremo con tutti
sul campo. Ci aspettava una la gara. Dopo il pareggio, ci ne; ci aspettano partite duris- questi due difficili incontri, nel calderone? senza paura; sono fiducioso
prova importante e la squa- siamo difesi a denti stretti ed sime, ad iniziare da domeni- se riusciamo ad allenarci con “Non credo perché a mio nella squadra e ritengo che
dra ha risposto davvero bene. il nostro portiere è stato arte- ca.” continuità potremo giocarce- avviso il Casale Riccia e la possiamo centrare il nostro
Nel primo tempo soprattut- fice di un grande intervento Il prossimo turno vi vede la fino alla fine con le altre stessa Sampietrese non sono obiettivo, che è quello di evi-
to, abbiamo giocato in ma- nei minuti di recupero, sven- in casa contro i Lupi Moli- compagini invischiate nella superiori a noi. La compagi- tare l’ultimo posto.”

La Rinascita Bussese si arrende in extra-time ai Lupi Molinaro che sono di nuovo secondi

De Masi: “Campo ai limiti della praticabilità”


Nel pantano di Roseto i padroni di casa non vanno oltre il pari. I matesini sorridono e tornano a casa con un punto
Nel week end appena tra- Nel secondo tempo, i pa- reggio con Petronella, che
scorso sono andati in scena droni di casa spingono sul- realizza l’1 a 1 al 50’. Nel
due recuperi validi per la l’acceleratore alla ricerca del finale, forcing dei locali, ma
ventitreesima giornata del gol del vantaggio, che arri- Di Filippo è in formato su-
campionato di Promozione. va in pieno recupero, grazie per e sbarra la strada ai ro-
Le gare che si sono disputa- alla rete siglata da Paranza setani.
te sono state quelle tra Lupi al 91’. AMAREZZA
Molinaro - Rinascita Busse- Il raddoppio porta la firma Il tecnico De Masi torna
se e Roseto - Macchiagode- del solito Celato, bravo a sulla sfida di domenica:
na. raccogliere un assist del suo “Contro il Macchiagodena
SECONDO POSTO compagno di squadra Padua- non abbiamo giocato bene.
La compagine campobas- no e ad infilare il portiere Sapevo che la sosta non ci
sana guidata da Barometro è gialloverde da due passi. avrebbe giovato ed infatti
riuscita a superare sabato all’ Con questo successo i Lupi non siamo andati oltre il pa-
“Antistadio Acli Selva Pia- Molinaro ‘strappano’ di nuo- reggio. Nel primo tempo ab-
na” la Rinascita Bussese, vo il secondo posto nel ta- biamo costruito davvero
quarta forza del campiona- bellone all’Atletico Sessano, poco; nella ripresa invece
to. Partita equilibrata nei pri- che sette giorni fa ha perso siamo scesi in campo deter-
mi quarantacinque minuti di al “Cannarsa” contro il Ter- minati e dopo aver trovato
gioco, dove le due squadre moli di mister Di Lena, già La Rinascita il pareggio abbiamo creato
Bussese
giocano soprattutto nella promosso in Eccellenza. I tante azioni pericolose sen-
zona centrale del campo, non biancoverdi salgono a 40 za però trovare la via del gol.
riuscendo a prevalere una punti in classifica e conqui- campionato. C’è entusiasmo in casa sentono di piazzarci di nuo- Peccato, perché volevamo
sull’altra. stano il decimo successo in SODDISFAZIONE campobassana. La vittoria vo al secondo posto; voglia- vincere per avvicinarci nel-
ottenuta contro la Rinascita mo centrare il nostro obiet- le prime posizioni e rosic-
Bussese ha riportato il sere- tivo e ce lo faremo sfuggire.” chiare qualche punto in clas-
no dopo la sconfitta di Ses- LA ‘FORTUNA’ DEL sifica. Tuttavia, il terreno di
sano contro il team di De NUMERO 17 gioco era ai limiti della pra-
Bellis. Trapela entusiasmo Il Roseto di mister De ticabilità; a mio avviso la
anche nella parole del diret- Masi non va oltre il pareg- partita non si doveva gioca-
tore sportivo dei biancover- gio in casa contro il Mac- re perché fino a qulache
di Di Paolo: “La squadra di chiagodena di Ruscitto, giorno fa a Roseto c’era la
Liberatore ci ha dato filo da chiudendo i novanta minuti neve ed il campo era fango-
torcere in campo e si è com- con il punteggio di 1 a 1.Pri- so e molto pesante e questo
portata molto bene. Hanno mo tempo a forti tinte bian- penalizza compagini tecni-
badato soprattutto a difen- coblu, con i matesini che si che e veloci come la nostra.
dersi, cercando di coglierci portano in vantaggio con il Penso che se avessimo gio-
impreparati in contropiede; numero diciassette Notte, cato su un terreno di gioco
noi siamo stati bravi a cre- che al diciassettessimo firma ‘normale’ avremmo senz’al-
derci fino all’ultimo giro di l’1 a 0, trovando un bel gol tro vinto la gara contro gli
lancette, trovando i due gol in girata. Nella ripresa, i pa- avversari, che hanno co-
I Lupi Molinaro in pieno recupero. Sono tre droni di casa alzano i ritmi munque disputato un’ottima
punti importanti, che ci con- di gioco e pervengono al pa- partita.” A.G.
34 Martedì
8 marzo 2011

Presentata a Palazzo Magno l’iniziativa degli Inter Club molisani e dell’Unicef

La Champions
League
a Campobasso
di gruppo, in guiti dalla squadra, è sensi- struzione di ospedali e
quel caso il bilmente aumentato il nu- strutture varie nel terzo
contributo to- mero di club in tutt’Italia; mondo, con particolare at-
tale sarà di 10 in Molise, in un solo anno, tenzione al mondo infanti-
euro per i soci li abbiamo quasi raddoppia- le”.
degli Inter ti passando
Il trofeo della Champions vi e i non tifosi dell’Inter a nuto a sua volta alla presen- club e di 20 per gli altri. Le da sei a undi-
league vinto nove mesi fa contribuire alla raccolta tazione al pari del presiden- somme raccolte verranno ci. Ma, più
dall’Inter sarà in esposizio- Unicef. “Abbiamo aderito te della commissione sport interamente versate al- che di questo,
ne mercoledì 9 marzo, dal- senza esitazioni alla richie- dell’Ente, Vincenzo Di l’Unicef. Ringrazio la Pro- mi piace par-
le 12 alle 22, nell’atrio del- sta, ricevuta direttamente Narzo. vincia di Campobasso per lare delle nu-
la Provincia di Campobas- dal coordinamento nazio- Il coordinatore degli Inter aver acconsentito ad ospi- merose ini-
so. nale degli Inter club”, ha Club del Molise, Franco La tare questa nobile iniziati- ziative di in-
L’iniziativa, alla quale è detto l’assessore, che ha ri- Notte, è entrato nel detta- va in una cornice suggesti- tervento so-
abbinata una raccolta di cordato come quella di glio. “Il trofeo sarà visibile va come quella di Palazzo ciale che ve-
fondi per l’Unicef, è stata Campobasso sia una delle a tutti, ma chi vorrà posare Magno e ringrazio gli un- dono prota-
presentata questa mattina poche tappe del tour che sta per una foto accanto alla dici Inter club della regio- gonista la so-
nella sala della Giunta di girando l’Italia. coppa dovrà versare un ne, che hanno tutti dato una cietà neraz-
Palazzo Magno. “L’Inter è una società da contributo, consistente in 5 mano per questo evento che zurra e che da
L’assessore allo sport del- sempre concreta testimone euro per i soci degli Inter tra l’altro si terrà nel gior- tempo aiuta-
la Provincia, Pietro Monta- nelle iniziative di solidarie- club e per i bambini con età no del 103’ compleanno no popolazio-
naro, ha sottolineato lo sco- tà” ha aggiunto il presiden- inferiore ai dieci anni e di dell’Fc Internazionale. Ne- ni in difficol-
po sociale dell’iniziativa in- te del consiglio provinciale 10 euro per i non soci. Si gli ultimi anni, complici i tà con contri-
vitando anche i non sporti- Carmine Perugini, interve- potrà posare anche per foto numerosi successi conse- buti alla co-

Scarabeo Venafro:
Francesco
Corbo
c’è la 14^ vittoria
Ad una giornata dalla fine I ragazzi di Terenzi vincono a Santa Croce
della fase a gironi del cam-
pionato nazionale Under 21
ma l’Adriatica Pescara resta al comando
si mantiene immutata la te- a 5, che sicuramente ce la
sta della classifica, con la Mister Terenzi metterà tutta per vincere il
Scarabeo Calcio a 5 Vena- derby. Per questo chiedo ai
fro che insegue la capolista ragazzi di rimanere con-
Adriatica Pescara ad un centrati, anche perché il
solo punto. I molisani han- Pescara ospiterà il Loreto,
no vinto in trasferta per 3 a che se giocasse, come ha
2 contro i cugini del Torre- fatto a Venafro, con i suoi
magliano, mentre gli abruz- Under della prima squa-
zesi hanno vinto in trasfer- dra, sarebbe in grado di im-
ta il derby con il Pino Di pegnare seriamente la pri-
Matteo per 7 a 3. ma della classe, e darci,
I due team hanno già gua- così, la possibilità di poter
dagnato di diritto l’accesso finire in testa al girone.
diretto ai trentaduesimi di Certo non cambia nulla ai
finale del campionato na- fini del prosieguo del cam-
zionale, e la vittoria finale pionato, ma la prima posi-
del girone è più una que- zione è un risultato che ci
stione di prestigio ed orgo- farebbe onore poter rag-
glio societario che di so- giungere; anche perché, a
stanza. parte la sconfitta di Pesca-
La novità della giornata ra, credo che per quello che
riguarda i campobassani ha registrato un match so- è un valido punto di forza nel campionato nazionale campo, era nettamente più abbiamo fatto in campo in
della Chaminade che, aven- stanzialmente equilibrato, della prima squadra. per il team venafrano. forte di quella vista all’an- questi mesi meritiamo il
do perso per 3 a 2 il derby che è stato deciso dall’estro Nel primo tempo, termi- Espulsi Guido Cimino e data, in cui vincemmo per gradino più alto: i due pa-
con l’Isernia Calcio a 5, si di Francesco Corbo, autore nato 2 a 1 a favore degli Tomas Egea. 7 a 0. Per fortuna che i ra- reggi di Ortona, con un ar-
posizionano al sesto posto del goal della vittoria, e che ospiti, è la squadra di casa A fine partita il Mister gazzi hanno ben interpre- bitraggio a dir poco discu-
del girone: con quattro pun- ha trascinato i suoi compa- a passare in vantaggio, per della Scarabeo Venafro, tato l’incontro, guidati dal- tibile, e quello sfortunato
ti di vantaggio sulla squa- gni di squadra, in campo poi essere raggiunti prima Luca Terenzi, è soddisfatto l’esperienza e dall’estro di con la Chaminade ci han-
dra che insegue, dovranno con un organico ridimen- da Carmine Zullo e poi su- per la prestazione dei suoi Francesco Corbo, che ha no tolto quei punti che
affrontare nei play-off la sionato, vista l’assenza di perati dal goal di Marco Ci- ragazzi e dichiara: “Una trascinato i suoi compagni avrebbero reso ininfluente
terza classificata dello stes- Carlo Natale, influenzato, e mino. bella partita, sostanzial- a cogliere la quattordicesi- la partita di Pescara. In
so, per poter conquistare di Luca Prete, infortunato- Nella ripresa il Torrema- mente equilibrata. Con le ma vittoria in questo cam- ogni caso, comunque vada,
l’accesso ai trentaduesimi. si la scorsa settimana. Nel gliano pareggia a metà del assenze di Natale e Prete pionato. Domenica prossi- sono soddisfatto per quel-
La cronaca della gara di Torremagliano presente in tempo, ma ci pensa Corbo non è stato facile vincere ma giocheremo l’ultima lo che abbiamo fatto, in una
Santa Croce di Magliano, campo il brasiliano Tomas a suggellare il quattordice- contro una squadra che, partita della fase a gironi e stagione che definirei emo-
giocata domenica 6 Marzo, Egea, estroso calcettista che simo successo stagionale con il brasiliano Egea in ospiteremo l’Isernia Calcio zionante!”.
Martedì
8 marzo 2011 35

“Continuiamo
di Camillo Pizzi
ISERNIA. Quattordici
a pensare solo
punti in cinque incontri.
Con questo bottino ottenu-
to nel giro di un mese la
Geotec si è tirata fuori, sep-
pur ancora non definitiva-
alla salvezza”
mente, dalla zona-salvezza,
portando a cinque lunghez- Malgrado la vittoria di Perugia,
ze il vantaggio sul quint’ul-
timo posto (l’ultimo in cui
si entra nei play-out) occu-
la quinta di fila, in casa-Geotec si pensa sempre all’obiettivo primario
pato dal Gela, e
insidiando ora
più da vicino le
squadre che pre-
cedono per una
posizione mi-
gliore in chiave-
spareggi per la
promozione in
serie A/1. Anche
dopo la netta vit-
toria sul campo
della Sir Safety
Perugia, comun-
que, il pensiero
della dirigenza
del club pentro
resta fisso sull’obiettivo stracci ci hanno consentito
primario, almeno per ora. di portare a casa tre punti
“Mancano ancora diversi importanti e di eliminare
punti alla matematica sal- una concorrente alla salvez-
vezza e solo su quella dob- za diretta”.
biamo restare concentrati. “Effettivamente è stata
Piuttosto, mi piace sottoli- una gara brutta a causa dei
neare come nella partita in tanti errori commessi dalle
terra umbra la squadra ab- due squadre. Alla fine la
bia dimostrato un grosso differenza l’abbiamo fatta
cuore e tanta voglia di vin- noi con il servizio e con la re ulteriormente. Grande possiamo avvalerci di un questo incontro sono state partita è nata una sorta di
cere, sostenuta anche dalla correlazione muro-difesa merito va naturalmente a Giulio Sabbi che ora ha ag- le individualità di Isernia gemellaggio. “Il dopo-par-
meravigliosa Fossa del che in questo momento Jorge Cannestracci, bravo giunto alle sue grandi doti uscite fuori nei momenti tita del PalaEvangelisti po-
Drago giunta fino a Peru- davvero poche squadre in nel gestire i momenti diffi- anche maggior maturità. In- difficili della partita e la trebbe diventare uno spot
gia per non far mancare il A/2 riescono ad esprimere cili e nel motivare sempre fine – conclude La Posta – maggior determinazione per la pallavolo e per lo
suo calore. con queste percentuali. il gruppo. Nelle ultime par- vorrei sottolineare il gran- della squadra molisana nel sport in generale con scam-
Non è stata un incontro Stiamo ottenendo risultati tite siamo cresciuti nel gio- de apporto che sta dando venir fuori dalle acque agi- bi reciproci di cori di soste-
tecnicamente esaltante, for- importanti – dice Luca La co al centro e nella fase di alla squadra Alessio Fiore: tate della zona retrocessio- gno e di applausi. Durante
se perché la posta in palio Posta, lo scout man della muro-difesa che sono tor- malgrado sia ancora giova- ne puntare ai play-off. Fio- la gara abbiamo fatto il no-
era notevole. Ma – afferma squadra molisana – perché nati alle percentuali che ne, gioca con esperienza. E’ re e Turano hanno avuto stro solito tifo caloroso ma
il direttore generale della secondo me abbiamo mi- avevamo ad inizio stagio- un atleta che difficilmente meriti particolari e forse la corretto e alla fine abbiamo
Geotec, Nico Fraraccio – la gliorato l’approccio alla ne. In più, abbiamo Erne- fa due errori consecutivi; Sir ha pensato a marcare familiarizzato con i suppor-
determinazione nei mo- partita nell’aspetto psicolo- sto Turano che è una delle insieme a Valera è uno dei troppo Sabbi – sostiene ter umbri che ci hanno ac-
menti decisivi e l’ottima gico e chiaramente i buoni più belle rivelazioni di que- leader di questa squadra”. Tony Scappaticcio, ex-tec- colto davvero molto bene.
gestione del tecnico Canne- risultati aiutano nel cresce- sta fase di campionato e “A far la differenza in nico delle giovanili del- E questo ci fa piacere e ci
l’Isernia ed ora allenatore ripaga anche dei sacrifici
dei ragazzi della Sir Safety che facciamo per seguire la
Così sugli altri campi della serie A/2 con ottimi risultati, presen-
te sugli spalti durante la
squadra. Per quanto riguar-
da l’incontro – sottolinea

Gela sconfitta in casa dal Segrate gara – dando spazio agli


altri giocatori. Molto buo-
na anche la prova in rice-
Tonino Gasbarro, uno dei
capi storici della tifoseria
biancoazzurra – effettiva-

Sora in caduta libera zione di Spampinato che ha


permesso a Valera di non
correre ed essere lucido in
mente non è stato dei mi-
gliori dal punto di vista
spettacolare. Ha vinto che
ISERNIA. A quattro giornate dalla fine della “regular Genova. maniera da poter effettuare ha commesso meno errori,
season”, la classifica del campionato di serie A/2 ma- Unica a togliersi soddisfazioni è stata la compagine del quei colpi straordinari ma l’importante era far
schile non ha ancora preso una conformazione ben pre- Club Italia che ha conquistato il primo successo stagio- come il pallonetto sul 23- punti ed andare avanti. Noi
cisa, con i giochi sia in testa che in coda tutt’altro che nale da tre punti travolgendo con una grande prestazione 23 che in pratica ha risolto chiaramente vogliamo an-
fatti. in battuta e a muro la Globo Sora. I ciociari, che presen- il terzo set, seguito poco cora di più, soprattutto nel-
Unica certezza, per ora, è la matematica retrocessione tavano dall’inizio in campo Anderson Giacomini, hanno dopo dal muro a uno sul la speranza che accedendo
del Club Italia in serie B/1. Per il resto saranno decisive disputato forse la più brutta partita del torneo e sono pre- match-point”. ai play-off chi di dovere ca-
le gli ultimi turni. In coda la Geotec Isernia ha ora ben cipitati in classifica dove ora occupano la decima posi- Soddisfazione, natural- pisca l’importanza di que-
cinque punti di vantaggio sul quint’ultimo posto (con il zione con soli due punti di vantaggio sulla Geotec, af- mente, anche tra i tifosi sta realtà molisana che, se
quale si partecipa ai play-out) occupato dall’Eurogroup fiancando un’altra delusione di questo scorcio di cam- biancoazzurri, accorsi in tutto andrà bene, potrà par-
Gela che, confermando il periodo nero, ha perso in casa pionato, la CheBanca! Milano, uscita sconfitta dal suo buon numero a Perugia a tecipare per l’ottavo anno
per 3-1 con il Volley Segrate 1978. palasport nell’anticipo di sabato sera ad opera dell’Edi- dar man forte ai loro benia- consecutivo ad un campio-
A pesare sulla prestazione dei siciliani, per i quali il lesse Reggio Emilia. mini. nato importante come la se-
calendario prevede ora tre trasferte ed una solo gara ca- In testa alla graduatoria, inattesa battuta d’arresto casa- Le coreografie e i cori, rie A/2 di pallavolo. E in
salinga, l’assenza del capitano e schiacciatore Claudio linga della Phyto Performance Padova che ha ceduto i sempre molto corretti, da questo modo sostenere il
Martinengo, infortunatosi seriamente un a settimana fa a tre punti all’Energy Resources Loreto in netta ripresa e parte della “Fossa del Dra- presidente Mimmo Cic-
Loreto (rottura dei legamenti del ginocchio) e per il qua- ora vede la Marcegaglia Ravenna avvicinarsi a due pun- go” non solo hanno contri- chetti che continua a fare
le ormai la stagione è finita. ti. I ravennati hanno battuto per 3-0 dopo una gara equi- buito alla vittoria di Valera grossi sacrifici per regalare
Dietro i siciliani, nessuna squadra è riuscita a far punti: librata la NGM Mobile Santa Croce che ha perso la terza e compagni, ma sono stati alla città di Isernia e a tutto
Perugia ha ceduto alla Geotec, la Canadiens Mantova ha posizione a vantaggio del Città di Castello, passato con molto apprezzati dai tifosi il Molise uno spettacolo di
nettamente perso in casa con la Gherardi Città di Castel- facilità a Mantova. umbri con i quali, a fine altissimo livello”.
lo e la Pallavolo Pineto non è riuscita a fermare la Carige Cam.Piz.
36 Martedì
8 marzo 2011

Polidori Le formazioni di serie C e prima divisione femminili hanno


e Colurso
la meglio rispettivamente su Sant’Agapito ed Eurovolley
Nuova Pallavolo: doppia
Fine settimana di vittorie
per la Nuova Pallavolo ai
danni del Sant’Agapito e
vittoria targata ‘rosa’
ni a causa di conclusioni firmate da Cu- tina invece è stata la volta punti) e della vittoria del set
dell’Euro Volley. proteste sul- tone ed Appugliese hanno della prima divisione che ha e successivamente della
La serie C ha affrontato le decisioni dato quel minimo vantag- inaspettatamente battuto Partita. Le ragazze stanno
sabato sera...o forse do- arbitrali gio che alla fine ha fatto la l’Euro Volley sul campo di lavorando sodo e si stanno
vremmo dire notte (orario hanno fatto differenza (27-25). Nelt Guardialfiera per 3-1. La misurando settimana dopo
di fine della partita: 23.20), protrarre il erzo e quarto set però le Nuova pallavolo sta affron- settimana con ragazze più
l’affiatata formazione iser- gioco più campobassane hanno ripre- tando questo campionato grandi di loro e quindi più
nina; la partita è stata dav- del dovuto; so le redini in mano e han- con una formazione com- esperte e i miglioramenti
vero spettacolare, le due il secondo no chiuso seppur combat- posta da sole U14 (che già non solo da punto di vista
formazioni si sono date bat- parziale in- tendo la partita a proprio in settimana avevano battu- tecnico ma soprattutto emo-
taglia dal primo all’ultimo vece, quello favorre. Davvero degna di to il Sant’Agapito vincen- tivo e carattieriale si stan-
punto con azioni lunghissi- vinto dal nota la prestazione della do la prima giornata di no evidenziando man
me e difese da urlo. La Sant’Agapi- centrtale Francesca Santo- campionato) con l’handi- mano. Molto precise nelle
Nuova Pallavolo in condi- to è stato ro, l’unica che in attacco ha cap di ben 2 titolari assenti fasi di difesa con Abiuso,
zioni seriamente rimaneg- ricco di ri- davvero messo in difficol- Polidori e Antenucci. Ma le Colurso e Fratangelo, un pò
giate, assenti Ianiro, Aceto, monte e sor- tà le avversarie concluden- giovanissime pallavoliste meno sicure nei fondamen-
Primi e Polidori è riuscita a la condizione non è affatto passi: la Nuova Pallavolo do molti punti, meno effi- non si sono fatte prendere tali di attacco ma si è co-
portare a casa il risultato (1- favorevole. Il primo set è non riusciva a chiudere cace il gioco delle ali che dal panico e ben guidate munque visto un buon gio-
3) e soprattutto non ha per- stato condotto fin dall’ini- punti in attacco, merito del- non sono riuscite a scovare dalla “più esperta” Colurso co con De Rubertis (alza-
so punti il che le permette zio dalle campobassane an- l’impenetrabile difesa av- il punto debole della difesa sono state artefici di una in- trice), Lima (’98), Fratan-
ancora di sperare anche se che se numerose interruzio- versaria e un paio di ottime avversaria. Domenica mat- credibile rimonta (ben 10 gelo e Passarella.

Serie C maschile. Tutto secondo pronostico Serie C femminile. Successo per 3-0 sulle pentre
Il Volley Campobasso vince L’Eurovolley del capoluogo
nettamente nel derby manda ko l’Effesport
VOLLEY CAMPOBASSO 3 subito la giusta piega a loro favore. La gara ha EUROVOLLEY CB
NUOVA PALLAVOLO CB 0 visto un ottimo avvio del Volley Campobasso, – EFFE SPORT IS
V.Campobasso: 4-De Luca, 1-Di Chiro, 11- subito dilagante con un inizio prorompente poi, 3 – 0 ( 25 – 14 ) (25 –
Iannetta, 99-Niro, 18-Oto (cap), 67-Palladino, nei set a seguire e nella consapevolezza della 09) (25 – 07)
6-Pucacco, 17-Santangelo, libero 3-De Mar- propria forza, la squadra di casa ha comincia- EFFE SPORT IS :
co, allenatore Iannone to a giocare con più tranquillità lasciando mag- Gasbarro 2; De Chiara 3;
N. P. Cb: 8-Altieri, 2-Di Mascio, 7-Fania, gior spazio ad una Nuova Pallavolo che non Ciao 5; Latino 6; D’Alo-
9-Patricelli, 13-Russo, 1-Sassano (cap), 3- ha disdegnato di portarsi in avanti nel punteg- iso 7; Di Gneo 9 (cap);
Vena, libero 18-Salotto, allenatore Di Cesare gio ma, quando il gioco si è fatto duro, il Vol- Di Blasio 10; Zarlenga
1° arbitro: Potente, 2° arbitro: Fuscone ley Campobasso ha iniziato a giocare sul serio 12; La Storia 14; Rizzi
Il derby di ritorno disputato questa settima- ed ha chiuso i parziali con freddezza a proprio 15; Vozzolo 22; Di Nez-
na tra le due formazioni del capoluogo ha avuto favore. Contestato l’arbitraggio del duo Poten- za 4 (L );
un andamento piuttosto scontato, essendo riu- te – Fuscone, sicuramente non all’altezza del- ALL.: Despaigne;
scito il Volley Campobasso ad imporre il pro- l’incontro, per la verità nemmeno molto im- Smileva
prio gioco con una certa autorevolezza anche pegnativo, colpevole di numerose “sviste” che, EUROVOLLEY: Co-
se a tratti si è fatto impensierire dai giovani nonostante tutto, non sono riuscite a modifi- lagiovanni 8; Costantini
avversari concittadini. E’ apparso abbastanza care l’esito della gara. A pagarne le spese l’al- 14; Felaco T. 20 ( cap.)
netto il divario tra le due formazioni e solo nei lenatore di casa, Iannone, espulso nel corso del Mastrantonio 2; Mosyi-
momenti in cui i rossoblu di casa si sono con- terzo e ultimo set. Come spesso succede da chuk 22; Muccini 15; Salva- ARBITRI: signor gara all’apice della spettaco-
cessi un po’ di rilassamento, il gioco è apparso parte degli arbitri si ricorre al cartellino inve- torelli 10; Santoro 12; Varo- Di Placido Nicola IS; signor larità, si esibiscono in attac-
più aperto ed equilibrato ma, quando hanno ce di migliorare nello svolgimento del proprio ne 16; Zita 21; Felaco F. ( L.) Fuscone Martina CB; chi efficaci mettendo in chia-
deciso di fare sul serio, il punteggio ha preso compito. ALL.: Arcaro; Iannone Il risultato finale, con par- ro da subito, qualora ce ne
ziali molto netti, la dice tutta fosse stato bisogno, quale
sulla partita che sabato si è sarà tutto lo svolgimento del
Prima divisione femminile. A un soffio dal primo punto stagionale svolta alla palestra “ P. Mu- match. Buona la ricezione e
sacchio” nel parco San Gio- le difese anche se, soprattut-
Il Guardialfiera sfiora il colpo grosso vanni di Campobasso. Il di-
vario in campo, in special
to per ovvi cali di concentra-
zione, qualche svarione si è
modo nella esperienza e nel- verificato, ma senza soffrir-
EUROVOLLEY GUARDIALFIERA 1 avversarie, il secondo set vede una Nuova Pallavolo più sicura la capacità tecnica è stato ne più di tanto e rientrando
NUOVA PALLAVOLO CB 3 che inverte a proprio favore l’inerzia della partita e conquista troppo notevole affinché il subito in gara.
Eurovolley Guardialfiera: 12-Boccardo A., 14-Colella F., sia il secondo che il terzo set approfittando di qualche errore di risultato potesse essere in di- Tutte le atlete di coach Ar-
6-Cristofori E., 5-Di Giovannella B., 3-Fratamico A., 11-Fra- troppo delle avversarie che non ripetono la prestazione del pri- scussione. caro hanno trovato spazio
tamico M., 1-Giambattista M.G., 18-Greco M.B., 4-Lallitta mo set. La scarsa esperienza delle padrone di casa e qualcosa Chiaro il lavoro che coach durante la competizione e si
E., 15-Madonna R., 21-Pallazzo F., 10-Ricci E. ancora da perfezionare nel loro gioco fanno sì che i parziali Despaigne sta improntando sono fatte trovare pronte ed
Nuova Pallavolo: 55-Abiuso N., 25-Colurso C., 53-De Ru- siano nettamente a favore della squadra ospite. L’Eurovolley con le giovanissime atlete a attente confortando il tecni-
bertis I., 9 Di-Iurio F., 46-Fanelli I., 68-Fratangelo C., 62- non ci sta e rimane aggrappata alla partita dando vita ad un sua disposizione e i risultati co per eventuali prossimi
Lima L., 49-Passarella C., 12-Petrino M. quarto set intenso e giocato punto a punto. Quando meno c’era si vedono tutti. Le sue ragaz- impieghi. Esordio in serie “
Questa volta l’impegno e la grinta non sono mancate alle da aspettarselo, però, con un set point sul 24-23 la concentra- ze sono tutte tecnicamente C “ per Mosiychuk, giovane
giovani ragazze dell’Eurovolley di Guardialfiera che sono an- zione viene meno e segue una serie di errori che consegnano brave nei fondamentali e già speranza dell’Eurovolley che
date molto vicine a vincere il quarto set che gli avrebbe fatto set e partita alla Nuova Pallavolo. La squadra campobassana si abbastanza propositive nelle dimostra, insieme alla già
guadagnare il primo punto del campionato, oltre che rimettere è presentata in questo campionato con una squadra molto gio- trame di gioco. Sarà solo una collaudata Colagiovanni,
in discussione la partita stessa. Ciò non è avvenuto, ma le ra- vane e che tecnicamente ha ancora da imparare, ma che non ci questione di tempo ed anche grossi progressi sia tecnici
gazze di Spallone ci hanno provato seriamente, certo a volte è metterà molto a fare sentire la sua voce. L’Eurovolley questa la sbarazzina compagine che caratteriali, per entram-
mancata la lucidità e alcuni errori erano evitabili, ma comun- volta finalmente ha “giocato” la partita ed è stata, sia pure con isernina dirà la sua nei cam- be se sono rose fioriranno…..
que per la prima volta quest’anno hanno tenuto il ritmo della alterne vicende, presente in campo mancando di pochissimo il pionati a seguire. In conclusione non sono que-
gara e non si sono fatte prendere dalla paura di vincere che tie-break che le avrebbe dato un’ulteriore speranza di vincere La formazione locale di sti i banchi di prova che le
finora le aveva attanagliate. Il primo set, sorprendentemente, è la partita. Così non è stato ed è stato un peccato perché le ragaz- mister Arcaro non ha dovuto “tigri“ dovranno affrontare,
il loro. Con un discreto servizio grazie al quale mettono segno ze di Spallone lo avrebbero meritato dal momento che oltre che spingere più di tanto sull’ac- ma già da subito, impegnarsi
due break pesanti le padrone di casa riescono a limitare molto con i loro errori ed inesperienza, hanno dovuto fare i conti con celeratore per avere la meglio e concentrarsi per gli ultimi
la squadra avversaria che appare un po’ disorientata e con il una ripetuta serie di interpretazioni arbitrali a favore della squa- sulle avversarie. Con la regia due incontri della stagione
passare dei punti aumenta anche la loro sicurezza fino a vince- dra ospite da parte della coppia arbitrale Fuscone-Potente, a di Mastrantonio, le “ tigrotte che diranno il loro vero va-
re il set 25-10. Un po’ l’appagamento, un po’ il ritorno delle conti fatti risultate decisive soprattutto nell’ultimo set. “, anche non disputando una lore.
Martedì
8 marzo 2011 37
Serie B. A Benevento la squadra di Montemurro coglie la vittoria

Accademia di forza
Due punti che disegnano la prospettiva playoff
Due punti che disegnano quinto avanti di quindici pun- vantaggio in doppia cifra sia giano i conti al 30’, aprendo scendente del parzia-
con forza la prospettiva play ti (20-5), sfruttando il lavoro al primo minintervallo che in di fatto la contesa ad un ulti- le, alla fuga finale
off per l’Accademia Britan- di un Torresi Lelli in formato occasione del break tra primo mo quarto all’insegna delle dei biancoblu ispi-
nica Campobasso. A Bene- monstre (per il civitanovese e secondo tempo. Nel terzo grandi emozioni. rata ancora da Tor-
vento, il team del capoluogo un finale di serata con un 9/ periodo, però, Ciampi e Lom- Quelle che si dipanano nel- resi Lelli, cui coa-
di regione dà vita ad una par- 15 dal campo e, soprattutto, bardo (elementi entrati in cor- la fase ascendente della fra- ch Montemurro
tita in cui, sin dall’avvio, cer- un sostanzioso 8/8 dalla linea so d’opera nel team ora affi- zione con le due squadre che concede nel finale
ca di mettere subito la partita dei tiri liberi). dato a Casadio) riportano sot- si rincorrono costantemente e gli applausi della
nei propri binari e va già al Così i biancoblu hanno un to i beneventani che pareg- che portano, nell’ambito di- platea.

La manifestazione riservata alla categoria ‘aquilotti’


Airino e Globo Isernia al triangolare
di minibasket organizzato dalla Cestistica
A Campobasso il triango- ore 15.30 alla palestra di Vaz- zazione di casa ha preparato ri del minibasket e che ci af- aree. Il Certo Minibasket
lare organizzato dalla Cesti- zieri. La prima partita vedrà con molta cura. fidano ogni giorno i bambini Cestistica crede forte-
stica Minibasket ed al quale protagonista il team di casa Queste sono le parole del- in palestra, alle società Glo- mente in questi valori. Mi
prenderanno parte l’Airino contro la squadra dell’Airi- l’infaticabile istruttore della bo Isernia e Airino Termoli, auguro che semplici ini-
Basket ed il Globo Isernia no. Un’ora più tardi tocche- Nuova Cestistica Mario Gre- che hanno accettato di buon ziative di questo tipo
Minibasket. rà al Globo Isernia affronta- co sull’evento che si è venu- grado e senza esitazioni l’in- vengano prese in consi-
Questa manifestazione è ri- re il complesso campobassa- to ad avere grazie alla dispo- vito al torneo e al gruppo derazione sempre più
servata alla categoria “Aqui- no. Chiuderà l’evento alle nibilità delle due squadre Sassano, che crede nel nostro spesso nel nostro territo-
lotti” con la partnership del ore 17 il match tra i termole- molisane quali il Globo e progetto. Il minibasket è un rio perché a volte basta
gruppo Sassano che offrirà ai si ed il team d’Isernia. Il tut- l’Airino: “Mi sento di fare un fantastico gioco educativo e veramente poco per
partecipanti gadget di ogni to avverrà tra musiche e di- grande ringraziamento ai ge- di sviluppo della personalità poter far nascere
tipo. L’inizio è previsto alle vertimenti vari che l’organiz- nitori, che credono nei valo- del bambino in tutte le sue grandi sogni.”

C dilettanti. Prova incolore per i ‘satiri’ sempre sotto nel risultato Al Coni in scena
Per la Visure on Line Ripalimosani L’Amico Atletico
un derby con l’Olimpia molto amaro Non tutti possono diventare Campioni dello Sport, ma tutti
possono diventare Campioni di Comportamento in ambito
La Visure online Ripalimo- zi dell’Olimpia spinti da uno condo quarto il Macca- sportivo. E’ questi ultimi che l’iniziativa intende scoprire e
sani conferma ancora una vol- straripante Petrone (31 punti bi prova a dettare i rit- premiare (con un sistema di votazione regionale sul sito
ta il mal di trasferta. I ragazzi per lui e palma di MVP) han- mi e per qualche minu- www.codiceatletico.it), con l’intento di promuovere lealtà,
di Coppola stavolta perdono no meritato ampiamente la to ci riesce (16-20 al amicizia, impegno e solidarietà; tutti valori etici che il Pre-
l’importantissimo derby con- vittoria dimostrando ancora 14'), ma poi i troppi er- mio si propone di valorizzare.
tro l’Olimpia Campobasso al una volta il loro potenziale di rori in attacco blocca- L’iniziativa (ore 11 alla Sala Coni) realizzata in collabora-
fotofinish col punteggio di 64- energia e tecnica.D’altro can- no mentalmente la zione con l’USSI (Unione Stampa Sportiva Italiana), anche
63.Prova incolore per i satiri to il Maccabi ha palesato evi- squadra che da quel quest’anno viene proposta in ambito Nazionale dalla Fonda-
che sempre sotto nel punteg- denti lacune sia offensive che momento in poi diven- zione “Gabriele Cardinaletti” Onlus, con il patrocinio della
gio (tranne qualche minuto difensive, ma stavolta (ed è ta vittima della propria Struttura per lo Sport della Presidenza del Consiglio dei Mi-
nel secondo quarto), non han- quello che preoccupa di più) inconcludenza.Il ner- nistri, del CONI e della Commissione Atleti del CONI, del
no trovato praticamente mai, è emerso un nervosismo esa- vosismo intanto fa ca- CIP (Comitato Italiano Paralimpico), dell’ICS (Istituto per il
alchimie degne di nota con- sperato che alla fine è stato il polino nelle fila del Credito Sportivo), oltre che della Regione Marche, della Pro-
tro la difesa a zona 2-3 messa vero e proprio ago della bilan- Maccabi, inizia così la vincia di Ancona e del Comune di Jesi.
su da coach Sabatelli.I ragaz- cia appannaggio dei più gio- saga del tecnico (saran- Main sponsor del Premio, fin dalla prima edizione, é la UBI
vani campobassani. E’ no ben quattro alla fine Banca Popolare di Ancona. Al progetto, negli anni, hanno
pur vero che la direzio- che svilupperanno otto dato la loro adesione personaggi come: Luca Agoletto, De-
ne di gara non è stata al- tiri liberi e quattro pos- metrio Albertini, Andrea Bari, Jean Claud Blanc, Anna Bon-
l’altezza, con “fia- sessi aggiuntivi!!!), il ciani, Stefano Cerioni, Andrea Cionna, Clarissa Claretti, Gio-
schi” da ambo i lati, primo Barbiero lo san- vanni Cobolli Gigli, Bruno Conti, Vincenzo Cosco, Lucia
ma l’esperienza dei cisce a Di Cristofaro, Crisanti, Sandro Cuomo, Elisa Di Francisca, Giorgio Farro-
nostri doveva l’Olimpia ne approfit- ni, Marta Gambella, Josefa Idem, Roberto La Barbera, An-
emergere soprattut- ta segnando a tabello- drea Lucchetta, Antonio Maestranzi, Michele Maggioli, Ro-
to sotto quel punto di ne tiri liberi per chiu- berto Mancini, Anna Maria Marasi, Luca Marchegiani, Gioia
vista...La partita inizia dere il secondo quarto sopra va in lunetta per i potenziale Marzocca, Dino Meneghin, Adriano Panatta, Gianluca Pes-
subito in salita per i ri- di due 31-29. +3, sbaglia entrambe i liberi sotto, Francesca Porcellato, Paola Protopapa, Daniela Reina,
pesi che perdono banal- Nel terzo periodo è ancora e dopo che la palla esce fuori Gianni Rivera, Mason Rocca, Gianfranco Rosi, Jessica Ros-
mente qualche pallone la zona a destabilizzare i sa- dal campo Coppola chiama si, Alberto Rossini, Arrigo Sacchi, Debora Sbei, Alessandra
di troppo ed a farne tiri, che non avendo ancora time out. Rimessa dall’altra Sensini, Massimo Silva, Loris Stecca, Giovanna Trillini, Va-
buon uso è Romito che trovato “il medicinale” adat- parte del campo, palla ad An- lentina Vezzali, Beatrice Vio, Andrea Zorzi e tanti altri.
con facili contropiedi e to tende a soccombere sotto i tonelli che penetra, si arresta
più di qualche appog- colpi di Romito & Co., difat- e tira. Il pallone viene sputa- Interventi e saluti:
gio sottomisura firma ti il team di Sabatelli allunga to dal ferro, e subito dopo, la
un minibreak di 7-0 nel finale di quarto chiuden- sirena decreta la fine di un Michele Picciano Presidente del Consiglio Regionale
(11-4), Coppola fa en- do 48-42. Nell’ultimo perio- match che il Maccabi poteva Luigi Di Bartolomeo Sindaco di Campobasso
trare Filipponio ed il ca- do è ancora il nervosismo a e doveva vincere, ma che an- Pietro Montanaro Assessore Provinciale allo sport
pitano da una scossa ai regnare sovrano, altri tecnici che stavolta lontano da casa Guido Cavaliere Presidente Regionale Coni
suoi recuperando pallo- altre incomprensioni e caos è risulto essere un boccone Antonio Rosari Presidente provinciale Coni
ni importanti ed imbec- palpabile nelle fila giallo-blu amaro per la compagine ripe- Donatella Perrella Presidente regionale CIP
cando Di Cristofaro che in che non affondano solo gra- se. Ora bisogna raccogliere i Tony Saccardo Giocatore basket Mens Sana CB
evidente serata di grazia (18 zie ad un paio di “tiri igno- cocci, e con tanta voglia di ri- Anna Pagnotta Primatista italiana Atletica leggera
per lui ed ennesima prova di ranti” allo scadere dei 24". scatto puntare dritto alla pros-
carattere) è l’artefice del Si arriva così, sempre sotto sima partita che vedrà i satiri Coordina:
contro-break alla fine ma a contatto, alla stretta fi- giocarsela ancora in esterna
dei primi dieci minuti nale. Ad 8" dalla sirena contro il Nereto sabato 12 Mauro Carafa (Presidente USSI Regione Molise)
di gioco 12-14.Nel se- Gio.De Vincenzo sul 64-63 marzo ore 21:00.
38 Martedì
8 marzo 2011

Gli atleti del tecnico Venditti hanno infilato un secondo e un ottavo posto

Zaid e Mortillaro si fanno onore


In due manifestazioni internazionali di corsa su strada al sud e al nord
In due manifestazioni inter- cangelo Pazienza del Biton- keniano Peter Bii in d’onore Marina Zanardi del zione organizzata dal Comi-
Zaid
Issam nazionali di corsa su strada to Runners, Michele Insala- 1h02’49”. Nella prova fem- Cus Ferrara in 2h54’34” e tato Piacenza Marathon han-
al Sud ed al Nord dell’Italia ta dell’Asd Montedoro Noci minile si è imposta l’azzurra Marija Vrajic della Croazia no partecipato oltre 2600 at-
continuano a farsi onore Is- e da Michele Cassano della Federica Dal Rì in 1h14’57” in 2h56’17”. Alla manifesta- leti.
sam Zaid e Corrado Mortil- Podistica Canusium 2004. Ta prestazione che rappresenta
laro due atleti del Team del le donne il successo è andato il suo nuovo primato perso-
tecnico termolese Pa-
squale Venditti. A
San Pancrazio Sa-
a Soumiya Labani del Ma-
rocco che ha preceduto Ales-
sandra Resta dell’Alteratleti-
nale nella mezza maratona, al
secondo posto Ivana Iozzia
della Corradini Rubiera in
Festa del cross 2011
lentino, in provin-
cia di Brindisi,
ca Locorotondo e Paola Ber-
nardo dell’Atletica Amatori
1h15’45”, al terzo posto
Siham Laaraichi del Maroc-
Presentazione rinviata
all’11^ edizione Corigliano. Mente a Piacen- co in 1h17’09” ed al quarto
della “San za alla “StraPiacenza Half posto Sylvie Tramoy del- La neve ha impedito la conferenza stampa di presentazio-
Pancrazio in Marathon for Unicef” sulla l’Austria in 1h21’08”. Si è ne, ma naturalmente non ha bloccato la preparazione della
corsa” su un classica distanza della mez- corsa anche la 16^ edizione Festa del cross 2011. Le pessime condizioni atmosferiche di
percorso di za maratona di 21,097 km della “Placentia Marathon sabato scorso - con la nevicata che ha imbiancato buona par-
10.400 metri, con ol- ottavo posto in assoluto e pri- for Unicef” sulla distanza dei te della regione - hanno sconsigliato i dirigenti dell’Atletica
tre 1000 partecipanti ai mo degli italiani per Corra- 42,195 km con il tris del Ma- Agnone di tenere l’incontro con la stampa per la presenta-
nastri di partenza, Is- do Mortillaro dell’Atletica rocco tra i maschi con la vit- zione dell’evento.
sam Zaid della Poli- Palzola con il tempo di toria di Cherkaoui Laalami in Seppure a malincuore, il presidente Labbate ha dovuto
sportiva Scotellaro 1h06’54” seguito da France- 2h19’57” su Abdelhadi Tyar cedere alle bizze del tempo, ma si è immediatamente rimes-
Matera, che ha ripreso sco Minerva dell’Athletic in 2h22’50” e Bouazza Lah- so al lavoro per l’organizzazione dell’evento, non facile at-
da poco gli allenamen- Terni nono in 1h06’56” e da babi in 2h25’01”, quarto e tesa la grande partecipazione attesa. La gara si svolgerà do-
ti, ha conquistato un Abdelhadi Laaouina del Ma- primo degli italiani Diego menica 13 marzo a Pescopennataro, al cui sindaco Labbate
buon secondo posto die- rocco decimo in 1h07’29”, la Abbatescianni dell’Atletica non ha mancato di formulare i propri ringraziamenti per l’im-
tro a Mehdi Khelifi della gara è stata vinta da Taoufi- Palzola in 2h26’52”. Tra le pegno profuso e la collaborazione prestata nell’organizza-
Tunisia, al terzo posto si è que El Barhoumi del Maroc- donne facile vittoria per Ste- zione della manifestazione. La competizione varrà anche
piazzato Francesco Calian- co in 1h02’35” davanti al fania Benedetti del Gruppo come prova del Grand Prix 2011, consentendo di recuperare
do dell’Atletica Podistica connazionale Hicham Abou Alpinistico Vertovese con il la gara di Isernia che si sarebbe dovuta tenere la scorsa do-
Palagiano seguito da Ar- El Abbas in 1h02’42” ed al crono di 2h41’48”, ai posti menica e che invece è stata annullata”.

La Nuova Atletica Isernia risulta la prima delle società molisane

Ancona Indoor Masters: bronzo a Izzi e Genova


Terzo gradino del podio conquistato rispettivamente nel salto triplo e nei tremila metri
Buone notizie dai cam- Atletica Isernia), quarto nel la (NAI) nei 1500 m e nei settima nei 3000 m MF40
pionati italiani masters in- lungo MM55 con 4,97 m, 3000 m MM60, rispettiva- con 11’51"75. In campo so-
Scacchi: 2° incontro door 2011. Ad Ancona,
dove la kermesse si è tenu-
Piacentino Rossi (NAI)
quinto nei 400 m MM65
mente con 5’30"08 e
11’23"0, Giovanni Mar-
cietario, ottima prestazione
per la Nuova Atletica Iser-

nel torneo di serie B ta dal 4 al 6 marzo, i porta-


colori delle società molisa-
ne hanno ottenuto alcuni
con il tempo di 1’24"05 e
sesto negli 800 m chiusi in
3’06"72, Silvio Alberti
chetta (Polisportiva Moli-
se) settimo con 1’11"27 nei
400 MM60, Gianmarco
nia, la quale ha conquista-
to il 14° posto assoluto,
rientrando tra le società che
buoni piazzamenti. Anto- (G.S. Virtus Campobasso) Spirito (AVIS Campobas- hanno ottenuto i 9 punteg-
nio Izzi (AtleticaIsernia) ha quinto negli 800 m con so) settimo nei 1500 gi previsti dal regolamen-
conquistato il bronzo indi- 2’06"36 e sesto nei 1500 MM35 in 4’39"90, Luca to.
viduale nel salto triplo MM40, chiusi in 4’25"28i, Maresca (NAI) anche lui Non ha sfigurato la la Po-
MM45 con la misura di m. Paolo Melchiorre (NAI) settimo nel triplo MM40 lisportiva Molise con 8
12,34. quinto nell’alto MM55 con con 11,03,Carlo Gentile punteggi, seguita a sua vol-
Stessa posizione e bron- 1,42 m, Domenico Zipppo (Polisportiva Molise) setti- ta dalla Termoli Athletics e
zo portato a casa da Gilda (Polisportiva Molise) sesto mo con 9,54 nel triplo dalla Virtus con 2 punteg-
Genova (Termoli Athletics) nei 3000 MM55 con il tem- MM50. Bellissima prova gi, nonché dall’Avis Cam-
nei 3000 m MF60. Ottimi po di 10’40"27, il due vol- anche per Rosalba Mona- pobasso e dall’Atletica
Umberto Di Ciò (Nuova te settimo Agostino Cipol- chese (Termoli Athletics) Isernia con uno”.

Si è disputato domenica scorsa il secondo incontro


del campionato di serie B di scacchi. Monforte Cam-
Ivan
Di Mario Ivan Di Mario porta a casa
pobasso ha giocato in trasferta contro Oplonti Torre An-
nunziata. Il posto di Andrea Palladino , indisponibile, è
stato preso da Donato Di Memmo, per cui i componen-
un 14° posto al Cross del Sud
ti della squadra sono stati: Pino Damiano in prima scac- A Lanciano, sabato mezzo nel tempo di 28’21"30.
chiera, Antonio Bottega in seconda, Francesco Terzano scorso, sul circuito A Ponticelli (NA), invece, domenica 6 marzo, buon ri-
in terza e Donato Di Memmo in quarta. La squadra del- dell’ippodromo di scontro della Rappresentativa Molisana di Atletica Leg-
l’Oplonti si presentava con un componente in meno per Lanciano ancora gera alla rassegna interregionale indoor dove si sono messi
cui Di Memmo vinceva la sua partita a tavolino. Poi una buona pre- in mostra i migliori talenti del centro sud della categoria
arrivava la bella vittoria di Damiano, che si trova in stazione Cadetti.
splendida forma, e poi quella di Terzano. Sul 3 a 0, inanel- La Polisportiva Molise, presente con tre atleti, ha come
pensando al lungo ritorno per Campobasso, anche se lata da sempre dato il suo valido contributo al risultato finale
Bottega si trovava in vantaggio, veniva offerta la patta parte della Rappresentativa. Nei sessanta metri Mario Silvaro-
al suo avversario, che accettava di buon grado. Il risul- d i li, nonostante una brutta partenza, chiude al 4° posto del-
tato finale è stato di 3,5 a 0,5 per Monforte Campobas- Ivan la sua batteria in 8”07.
so. L’altra partita ha visto confrontarsi Avellino e Parte- D i Nel Lungo femminile 6° posto per Mihaiela Grandillo
nope Napoli, con la vittoria di Avellino per 3 a 1. La Mario nel Cross del con la misura di Mt. 4,18. Nei mt. 1.000, 5° in batteria
quinta squadra del girone, Benevento, ha riposato. La Sud, che confer- Pasquale Andreola, con il record personale di 3’05”66,
classifica, dopo il secondo turno vede Monforte Cam- ma la crescita di che conferma in pista quanto di buono ha già fatto vede-
pobasso a punteggio pieno in compagnia di Avellino condizione del re nel Cross.
con punti 4. Partenope Napoli e Benevento punti 2, forte fondista Inoltre da registrare il 3° ed il 4° posto per le staffette
infine Oplonti Torre Annunziata punti 0. Domenica pros- campobassano, composti rispettivamente da Mihaiela Grandillo, Gabriela
sima, 13 marzo, ci sarà lo scontro diretto casalingo Mon- giuntop al 14° posto al Onutu e Nicla Pagliuso per la 4x1 giro Femminile e Ja-
forte Campobasso - Avellino. traguardo, chiudendo copo Oliva, Pasquale Scardino e Mario Silvaroli per la
gli otto chilometri e 4x1 giro Maschile.
Isernia

Regionali
Il sindaco
Melogli
ci ripensa
ISERNIA. Il primo citta-
dino getta la spugna sul-
l’eventuale candidatura alle
prossime regionali.

SERVIZIO A PAGINA 13

Isernia

Nuovi guai
per il boss
che investì
in Molise
SERVIZIO A PAGINA 14

Campobasso

Provinciali
Il caso Campobasso
Mancini
Mazzette Sesso e soldi
correrà
per ottenere In mattinata
da solo
CAMPOBASSO. Storace gratis la licenza gli interrogatori
ha dato mandato a Mancini
per le prossime elezioni.
Dopo l’ok sono già pronte di barman di garanzia
due liste.
SERVIZIO A PAGINA 2 SERVIZIO A PAGINA 12 SERVIZIO A PAGINA 7