Sei sulla pagina 1di 2

03 Dicembre 2018 - Riflesso stapediale e Test di

funzionalità tubarica
Impedenzometria
Esame

si inserisce sonda con tre tubi (microfono ; ricevitore ; manometro) coperta da una punta di plastica morbida →
chiusura completa del meato acustico
Generazione di tono sonda (226Hz) → misurazione della risposta della membrana e della catena ossiculare

Riflesso stapediale
Invio stimolo sonoro (ipsilaterale e poi controlaterale) → 500-1000-2000-4000Hz con intensità >70dB → contrazione
bilaterale tono dipendente del muscolo stapedio

intensità minima registrata sarà la soglia del riflesso acustico


Test di Metz
Test di riflesso stapediale per valutare ipoacusia retrococleare sensoriale con recruitment → soglia è <70
dB sopra soglia audiometrica
Si trova un gap fra la soglia di riflesso stapediale e soglia tonale

test a 500 - 1000 - 2000 - 4000 Hz


differenza < 50 dB = positivo per recruitment
In caso di ipoacusia retrococleare sensoriale senza recruitment, soglia è >70dB
In caso di ipoacusia trasmissiva (es. otosclerosi) può essere assente
Reflex decay test (test per recruitment)
Test per l'arco riflesso del muscolo stapediale per stabilire se sia presente una patologia retrococleare
Si invia un segnale a 10 dB sopra la soglia del riflesso per 10 secondi - ipsi e controlaterale

test su 500 e 1000 Hz (non si testano 2000 e 4000 Hz, perchè, come per soglia uditiva, il decadimento è
fisiologico su queste frequenze

Se mantiene la stessa contrazione per tutta la durata → riflesso fisiologico


(es. fibra nervosa danneggiata) Se decade la contrazione dello stapedio alla presenza di stimolo → nuclei motori del
faciale non hanno stimolo per contrazione → stapedio si rilascia prima di 5 secondi + risalita >50% →
patologico

Recap di timpanogramma
Classificazione

A
a tetto di pagoda
normoacusia o danno cocleare/retrococleare
Sottogruppi
Ad e As (o A1)
Otosclerosi unica patologia trasmissiva
è (staffa bloccata) in cui può esserci un timpanogramma A
se la staffa ancora può muoversi, vi è il riflesso on-off al riflesso stapediale
→ doppio picco a
spike, prima positivo, poi negativo
B
grafico appiattito
patologia trasmissiva + non presente il riflesso stapediale
es. processo otitico o membrana timpanica con tracce calcifiche
C
picco di compliance su valori negativi
tuba di Eustachio non compensa correttamente o membrana timpanica con chiazze calcifiche

Timpanogrammi con Tono sonda a 680 a 1000 Hz

D - A dente di sega
E - A gobba di cammello
disarticolazione della catena ossiculare
Chiazze calcifiche sulla mm. timpanica
Test di funzionalità tubarica
Per valutare la disfunzione tubarica

i processi otitici sono tutti collegati a cattiva respirazione rino-faringea o a disfunzionalità tubarica

TEST

A timpano chiuso
Svolgimento
Si effettua un timpanogramma di base → valutazione della normalità
Si effettuano manovre di deglutizione
naso chiuso → 30 deglutizioni
naso chiuso → 30 sorsetti di acqua
Si ripete il timpanogramma → (in condizioni normali) spostamento su valori positivi
Si ri-effettuano le manovre di deglutizione
Si ripete il timpanogramma → (in condizioni normali) spostamenti su valori negativi
Se il timpanogramma rimane sempre su valori positivi, la tuba non svolge correttamente la sua funzione
A timpano aperto
Svolgimento
si inserisce la sonda nell'orecchio → insuffla aria → aria dovrebbe attraversare orecchio fino ad
arrivare in rinofaringe
in caso di ostruzione, l'aria rimarrebbe bloccata nella cavità → si misura il quantitativo di aria che
rimane bloccata

Terzo orecchio
Sandro Burdo (audiovestibologo) suppone che le perdite monolaterali destre siano di gravità superiore rispetto a quelle
sinistre per via dell'integrazione corticale del segnale che viene processato a destra (emisfero dominante nella maggior
parte dei casi, in caso di mancinismo vero) e a sinistra

Perdite monolaterali destre non diagnosticate predispongono maggiormente a disfunzioni cognitive


Perdite monolaterali destre dovrebbero essere protesizzate (contro quanto detto precedentemente in
letteratura)
Protesi a conduzione ossea che prende segnale sinistro e lo invia a destra
Impianto cocleare
Perdite monolaterali sinistre potrebbero rimanere senza protesi