Sei sulla pagina 1di 48

www.gazzetta.

it Domenica 4 aprile 2010 1 e


Redazione di Milano Via Solferino 28 - Tel. 026339 Redazione di Roma Piazza Venezia 5 - Tel. 06688281 Poste Italiane Sped. in A.P. - D.L. 353/2003 conv. L. 46/2004 art. 1, c1, DCB Milano Anno LXVI - Numero 14

VOLATA CHAMPIONS I ROSANERO K.O. A CATANIA AUGURI AI LETTORI


La «Gazzetta», come
tutti gli altri
Disastro Juve, che crollo a Udine quotidiani, tornerà in
edicola martedì, ma
potrete seguire gli

La Samp vola: preso il Palermo avvenimenti sportivi


delle festività
pasquali su
Pagine 14-15-16-17-19 Antonio Di Natale, 32 anni e 22 gol FORTE Gazzetta.it

VOLATA SCUDETTO LA PASQUA VINCENTE DI INTER, ROMA E MILAN

E’ FESTA PER TUTTI


Balotelli col botto, sempre più Vucinic, Borriello grinta e gol
La squadra di Mou va all’assal-
to e travolge il Bologna. La ban- INTER SERIE A 32a giornata
da Totti non sbaglia a Bari. An- BOLOGNA
Atalanta su
3-0
zi per 10’ le riesce anche il sor-
passo. Rossoneri: a Cagliari tre
gol, brividi e un grande Dida.
E ora spera
Da pagina 2 a pagina 13
PARTITE
Atalanta-Siena 2-0

il commento
Bari-Roma 0-1
Cagliari-Milan 2-3
Catania-Palermo 2-0

PER MOU VALE Chievo-Sampdoria


Genoa-Livorno
1-2
1-1

UN PO’ DI PIÙ Inter-Bologna


Lazio-Napoli
3-0
1-1
Parma-Fiorentina 1-1
di ALBERTO CERRUTI Udinese-Juventus 3-0

Tutte insieme CLASSIFICA


appassionatamente. Protette da BARI Inter 66 Bari 43
tre Santi, l’Inter rialza la testa ROMA Roma 65 Cagliari 40
con il Bologna, a San Siro, la Milan 63 Chievo 38
Roma tiene la scia con il Bari al
San Nicola, il Milan torna al
successo con il Cagliari al
0-1 CAGLIARI
Palermo
Sampdoria
Napoli
51
51
49
Catania
Bologna
Udinese
38
35
35
Sant’Elia. Mai successo nel MILAN Juventus 48 Lazio 34
ritorno e non è un caso. E’ la Fiorentina 45 Atalanta 31
promessa di un gran finale.

SEGUE A PAGINA 10
2-3 Genoa
Parma
45
43
Siena
Livorno
26
26

IL ROMPI PREMIER MANCHESTER K.O. MANCITY AL 4o POSTO F.1 IN MALESIA DALLE 10 SU RAI 2 E GAZZETTA.IT LUTTO AVEVA 69 ANNI
PALLONE w Sorpasso di Ancelotti C’è Webber in pole Addio a Mosca
di Gene Gnocchi
grande istrione
Impressionanti misure di
sicurezza per il ritorno di Tiger
Woods. Tutte le hostess
con firma di Drogba Ferrari parte in coda del giornalismo
dovranno prendere la pillola. Pagina 25 GALAVOTTI Pagine 30-31-32 CREMONESI, FERRONATO e IANIERI Pagina 29
00 4 0 4>

9 771120 506000

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


DOMENICA 4 APRILE 2010
R
2 LA GAZZETTA SPORTIVA

Avanti Inter
SERIE A
32ª GIORNATA
IL FILM DELLA PARTITA
Che Motta: Bologna k.o.
Fa festa anche Balotelli
E’ sempre +1 sulla Roma
29’ PRIMO TEMPO
L’Inter preme ma non riesce a passare.
La Roma è in vantaggio a Bari e quindi a +1 quando
Motta di sinistro trova l’angolino lontano: 1-0 ANSA

7’ SECONDO TEMPO
Milito scappa a sinistra e con uno splendido
assist di esterno pesca l’inserimento di Balotelli sul lato
opposto. Piatto violento di Mario ed è il 2-0 GETTY
Nerazzurri in salute LUIGI GARLANDO
5 RIPRODUZIONE RISERVATA
te la passeggiata col Livorno,
l’Inter non segnava più di un
necessità di portare palleggio e
tocco corto alla fonte del gioco,
gol in campionato dal 28 feb- dove l’Inter ammassava media-
ma troppo spreconi: MILANO dMario Balotelli non è
tornato quando ha messo pie-
braio a Udine (3-2): c’era Balo-
telli e fu il migliore.
ni e lanciava lungo. Motta si è
acceso a tratti. Se prende conti-
nel primo tempo de in campo e neppure quan-
do, al 7’ della ripresa, ha spinto Domanda Se Balotelli avesse
nuità sui livelli di ieri e salda la
sua qualità a quella avanzata

13 tiri in porta
in rete il 2-0. E’ tornato nel- giocato Roma-Inter e soccorso di Sneijder, la macchina da gio-
l’azione successiva, quando ha una squadra in calo in altre par- co dell’Inter lievita e si adegua
recuperato una palla in difesa tite, la concorrenza sarebbe ar- ai valori di Champions. Con la
e soltanto un gol e nel finale quando ne ha strap-
pata un’altra e innescato l’occa-
rivata così vicina? Di sicuro, da
ieri Mourinho ha un’arma in
serenità tecnica di Motta e la
personalità di Balotelli, affac-
sione gol di Milito. E’ tornato più nello sprint scudetto. Que- ciarsi al Camp Nou sarebbe me-
quando ha disteso le gambe sul sto è il messaggio che spedisce no problematico.
prato tirandosi le scarpe: già, il a Milan e Roma, vittoriose in
ragazzo che si fermava a cerca- trasferta: Balotelli, 3 gol e una Bologna bunker L’Inter di Motta
re le lenti, ha i crampi, come prova di bella salute atletica. e Balotelli ha risolto le difficol-
quelli che sgobbano. Il ritorno Oltre a un grande Thiago Mot- tà creative delle ultime partite,
di Balotelli, dopo la purga mou- ta, tornato incursore micidiale nonostante assenze importanti
rinhana, è stato bello tondo, an- (doppietta) e architetto sapien- (Lucio, Maicon, Zanetti,
41’ SECONDO TEMPO che eticamente. Da come i com- te. Nella rivoluzione estiva del- Eto’o). Ha creato moltissimo
Thiago Motta batte ancora Viviano, pagni lo cercavano nella prime la qualità, il brasiliano era la pe- pur avendo davanti un bunker.
sempre di sinistro, al termine di un bel triangolo con azioni, si capiva che ne aveva- dina più preziosa. Le ultime sta- Tra i quattro difensori e i quat-
Stankovic il brasiliano realizza la rete del 3-0 OMEGA no un dannato bisogno. A par- gioni avevano evidenziato la tro centrocampisti del Bologna

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


DOMENICA 4 APRILE 2010
LA GAZZETTA SPORTIVA R
3

LA VOLATA PER IL TITOLO In MAIUSCOLO le partite in trasferta R DIFFICILE R MEDIO R FACILE

33ª g. 34ª g. 35ª g. 36ª g. 37ª g. 38ª g.

INTER 66 R FIORENTINA R Juventus R Atalanta R LAZIO R Chievo R SIENA


ROMA 65 R Atalanta R LAZIO R Sampdoria R PARMA R Cagliari R CHIEVO
MILAN 63 R Catania R SAMPDORIA R PALERMO R Fiorentina R GENOA R Juventus

y IL RITORNO LA DEDICA ANCHE PER LA NUOVA FIDANZATA

3 0
INTER BOLOGNA

GIUDIZIO 777
IN TESTA
QUANTE
EMOZIONI
Mario a cuore aperto
«Il gol è per Betty
MARCATORI T. Motta al 29' p.t.; Balotelli al 7', T. Motta al 41' s.t.

(4-3-3) (4-4-1-1)
Julio Cesar; Santon, Cordoba, Viviano; Raggi, Portanova, Britos, Così è cambiata

e per la mia famiglia»


Samuel, Chivu; Stankovic, Lanna; Buscé, Mingazzini (dal 32' p.t. la classifica in
Casarini), Guana, Modesto (dal 1' s.t.
Cambiasso (dal 42' s.t. Khrin), T.
Zalayeta) ; Adailton; Di Vaio (dal 35'
vetta durante
Motta; Balotelli, Milito (dal 42'
s.t. Gimenez). l’ultima giornata
s.t. Muntari), Pandev (dal 24' s.t.
Sneijder). PANCHINA Colombo, Santos, C.
PANCHINA Toldo, Materazzi, Mariga,
Zenoni, Succi. 7’ p.t.
ALLENATORE Colomba. gol di Borriello Balotelli gioca, glia e il peso di portarla. Allora
Quaresma. ALLENATORE Mourinho.
ESPULSI nessuno. AMMONITI
Stankovic per comportamento non
ESPULSI nessuno.
AMMONITI Lanna per gioco
Cagliari-Milan
0-1 segna e non esulta:
gli sono andati incontro i com-
pagni, come se fosse tornato
un fratel prodigo, e lui è anda-
x
Inter 64 LA FRASE
regolamentare. scorretto.
Roma 63 come se nulla to camminando verso Toldo e
ARBITRO Banti di Livorno. Muntari che lo aspettavano in
NOTE Spettatori 57.169 (compresi gli abbonati) per un incasso complessivo di
Milan 63 fosse successo piedi davanti alla panchina. Cambiasso
1.407.753,70 euro. In fuorigioco 1-2. Angoli 2-3. Recuperi: 3’ p.t.: 0’ s.t. Quel salto sul mucchio nato so- Ci siamo
POSSESSO PALLA PASSAGGI 17’ p.t. ANDREA ELEFANTE pra l’abbraccio Thiago Mot-
ta-Stankovic, dopo il 3-0: per-
meravigliati
gol di Ragatzu 5 RIPRODUZIONE RISERVATA più della
Cagliari-Milan ché Balotelli resta un gioche- doppietta di
INTER 65% BOLOGNA 35% INTER 605 BOLOGNA 327 1-1 MILANO dSiamo solo noi, ave- rellone anche se fa finta di te- Thiago Motta
Inter 64 va cantato José Mourinho ve- nere il muso. E non è vero che che del gol
TIRI IN PORTA TIRI FUORI non sente forte il concetto di
Roma 63 nerdì pomeriggio, e dovevano di Mario
IIIIIIIII II IIIIIIIIII III Milan 61 avergli detto che Vasco Rossi squadra, è solo che ogni tanto
INTER 9 BOLOGNA 2 INTER 10 BOLOGNA 3 fra le altre cose è pure tifoso se ne dimentica.
interista. Siamo solo noi, però
MOMENTI CHIAVE
PRIMO TEMPO 1-0 SECONDO TEMPO
19’ p.t. stavolta c’era anche lui, Mario Lo striscione in curva E poi
gol di Vucinic Balotelli: prima volta dopo quella dedica alla fine, prima
4' Punizione a girio di Adailton; palo esterno. c GOL! 7' Balotelli incrocia in rete un assist Bari-Roma 0-1 una vita con la casella «indi- di scappare da San Siro prati-
6' Portanova scivola, Milito solo spreca. di Milito. camente per primo, tanto per
9' Angolo testa di Motta, gran riflesso di 33' Milito in contropiede, Viviano si salva di
gol Huntelaar sponibili» vuota, a parte gli
Viviano. piede. Cagliari-Milan squalificati, e prima volta do- (non) cambiare: «Il gol che ho
c GOL! 29' Diagonale di Motta da fuori 39' Gimenez spara centrale, Julio Cesar para. 1-2 po 26 giorni con il Grande segnato è per la mia famiglia e
nell'angolino. c GOL! 41' Motta triangola con Stankovic e Roma 65 Squalificato. Balotelli, quello per la mia fidanzata, Betty».
44' Viviano di piede su rasoterra di Balotelli. segna rasoterra.
Inter 64 che Vasco Rossi lo canta così: Non un gol per i tifosi, che pu-
Milan 63 Siamo solo noi/ che tra demo- re avevano fatto come se nien-
nio e santità è lo stesso/basta te fosse successo, urlando il
L’AMMUCCHIATA DEL TRIONFO suo nome forte quasi come
29’ p.t. che ci sia posto.
quelli di Mourinho e Milito, ap-
Dopo il passo falso di Roma, l’Inter riprende a volare. E alla festa segna T. Motta plaudendolo anche dopo un
nerazzurra partecipa anche Balotelli, che segna il secondo gol RICHIARDI Quasi troppo facile Mourinho
Inter-Bologna errore e poi stendendo uno
gli ha ridato un posto ieri mat- striscione in curva Nord,
1-0 tina: verso le dieci e mezza,
Inter 66 con parentesi molto dedi-
non c’è differenza di stoffa. Tut- do che Portanova e Britos, le (per Modesto), con Adailton a quando all’inizio della riunio- cata: «Cuore, testa, mu-
ti e otto attendono e danno la due torri bolognesi, sono at- sostegno e relativo 4-3-1-2. Ne- Roma 65 ne tecnica ha letto il nome di
Milan 63 scoli: da anni sognava-
caccia alla palla. Con i ripiega- trezzate per difendersi dai anche il tempo di crederci e Ba- Balotelli fra i primi undici. E mo un gruppo così.
menti di Adailton arriviamo a cross, mentre la grezza media- lotelli chiude il conto, incro- Mario se l’è ripreso come se Forza ragazzi (nessu-
nove mattoni nel muro. Verso na rossoblu fatica a fermare i ciando di piatto un assist di Mi- 32’ p.t. niente fosse successo: «Ci sia- no escluso)». Non
il 20’ quanto la pressione del- Motta e gli Stankovic che si in- lito da laurea in ingegneria. Il segna Matri mo meravigliati più della dop- un gol per i compa-
l’Inter cresce, il Bologna arre- seriscono triangolando di fino resto è gestione serena e un fi- Cagliari-Milan pietta di Thiago Motta che del gni, che pure aveva-
tra così tanto che viene la pau- e sfruttando le sponde delle nale allegro, in crescendo, spia 2-2 suo gol», ha detto Cambiasso. no scaldato il gelo
ra di vederlo in linea con i foto- punte, che s’incrociano. E’ così di una buona condizione atleti- Inter 66 Tutto come se nulla fosse. dei giorni prece-
grafi, dietro la porta. La partita che Stankovic e Motta arrivano ca. Segna ancora Motta, su bel- Roma 65 Quel piatto destro, dopo che denti incitandolo co-
dell’Inter è trapanare un muro al tiro comodo; è così che il bra- la sponda con Stankovic, un al- Milan 61 Milito gli aveva srotolato un me si fa con un cavallo di
compatto di maglie bianche. siliano imbuca l’angolino tro in vistosa lievitazione. tappeto davanti a Viviano: Ba- razza. Non un gol per l’alle-
Balotelli sta a sinistra, Pandev (29’). Vantaggio sacrosanto, Scampolo nel finale per lotelli ha tirato come se stesse natore (beh, non esageria-
a destra, significa che sono por- ma colpevolmente magro per- Sneijder, reduce da acciacchi. 38’ p.t. facendo la cosa più naturale mo...) o per il presidente (beh,
tati a convergere per armare il ché dal 6’ (Milito) al 44’ (Balo- Stankovic, Motta, Sneijder: è il autogol Astori del mondo, quasi troppo facile e se poi Moratti avesse detto
tiro con il piede buono. telli) l’Inter ha tirato 13 volte triangolo di qualità che decide- Cagliari-Milan per i suoi gusti. non me ne frega niente un’al-
(6 in porta) raccogliendo un so- rà il destino della stagione. 2-3 tra volta?). No, quel gol era
Inter vizio antico L’Inter infatti, lo gol e sprecando troppo. Vi- Averli tutti in forma al momen- Inter 66 Non esulto, ma salto Quell’esul- per la famiglia: come tante al-
piuttosto che allargare il cam- zio antico (vedi col Cska). to buono sarebbe manna per Roma 65 tanza, dopo il gol numero 10 tre volte, ma stavolta di più. E
po con gli esterni del tridente, Mou. Qualità di gioco, l’energe- Milan 63 di questa stagione, l’8˚ in cam- per Betty, perché non è vero
preferisce la percussione cen- Triangolo Il Bologna, scampato tico talento del fresco Balotelli pionato: una non esultanza, che è proprio tutto come se
trale, con un avvicinamento ra- alla goleada, vivo nel solo e il micidiale Milito: è il tesoro perché ha sempre fatto così e niente fosse successo: qualco-
gionato di scambi corti e rica- Adailton, prova a darsi un po’ che l’Inter spenderà da Mosca mica poteva cambiare solo per- sa invece è cambiato, e Mario
mati. Scelta buona, consideran- di coraggio: dentro Zalayeta in poi. In gioco c’è tutto. ché aveva ritrovato una ma- aveva voglia di dirlo.

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


DOMENICA 4 APRILE 2010
R
4 LA GAZZETTA SPORTIVA

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


DOMENICA 4 APRILE 2010
LA GAZZETTA SPORTIVA R
5

SERIE A 32ª GIORNATA


«E’ il 3 aprile — spiega l’argen-

Motta
Thiago tino — e siamo in piena corsa
Motta, 27 ovunque: primi in campionato
anni, primo e con buone possibilità di anda-
anno all’Inter re in semifinale di Champions
LAPRESSE e in finale di Coppa Italia. Ci
metterei la firma a passare così
ogni 3 aprile da qui alla fine

«Ora a Mosca
della mia carriera. L’unica par-
tita che abbiamo giocato dav-
vero sottotono è quella contro
il Genoa (0-0 in casa). Poi, ri-
cordo un pareggio in nove con-

per vincere»
tro la Samp, una bella partita a
Palermo e anche a Roma si è
giocato bene, con tre pali colpi-
ti e il gol-partita subito nel no-
stro momento migliore. A livel-
lo di gioco le prestazioni non
Risorge il brasiliano: «Voglio la sono mancate, qualche punto
meritato invece sì». Ancora sei
giornate «e se vinciamo sem-
semifinale, poi penso a Roma e Milan» pre, lo scudetto è nostro. Mou-
rinho ha detto che siamo stan-
chi e soli? Stanchi non mi risul-
ta, soli lo siamo nel senso che i
risultati li dobbiamo fare noi,
l’esterno non possiamo coman-
darlo. E oggi si è vinto con
grande merito, nonostante le
molte squalifiche».

Oggi a Mosca La squadra parte


MIRKO GRAZIANO con il Bologna. rete personale, «perché è stato per Mosca dopo pranzo, que-
ha detto
5 RIPRODUZIONE RISERVATA

MILANO dRisorge un reparto. Il


cuore del centrocampo dell’In-
x ESTEBAN CAMBIASSO
La dedica di Thiago «Sono feli-
ce, non solo per la mia doppiet-
ta», dice il 28enne italo-brasi-
un gol di squadra, un’azione
bellissima», mentre la prima
doppietta in nerazzurro è «tut-
ta per mia figlia Sofia, che oggi
TIFOSO SPECIALE
Eto’o in curva
sta mattina leggero allenamen-
to. Pasqua in aereo insomma.
Saranno tutti convocati, da ve-
rificare però le condizioni di
ter torna a battere giusto in
Crisi finita?
liano, gol numero due e tre del- era allo stadio a sostenermi. E’ per un tempo Julio Cesar, toccato duro alla
tempo, nel momento più deli- la stagione. «Tutta la squadra la gioia della mia vita». E ora caviglia destra da Di Vaio. Con-
cato della stagione. Stankovic Ma quale crisi? E’ il 3 ha fatto una bella gara — conti- testa e gambe a Mosca, «dove Durante Inter-Bologna, dalla tro il Cska l’incognita principa-
finalmente vola, Cambiasso è aprile e siamo in piena nua —, oggi i tre punti erano voglio conquistare la semifina- Curva sale alto il coro le sembra riguardare il campo
un orologio e Thiago Motta la corsa ovunque. Ci metterei fondamentali. Roma e Milan le di Champions». «Samuel Eto’o, Samuel sintetico. Cambiasso minimiz-
butta dentro: là in mezzo non dietro spingono molto, sono Eto’o...». Lì, in mezzo agli ultrà, za: «Dobbiamo pensare al cam-
producevano gol dal 9 genna- la firma a passare così forti e noi non possiamo per- Filosofia Cambiasso L’Inter è canta e salta anche il bomber po come ad una difficoltà nor-
io, doppietta di Sneijder nel ogni 3 aprile da qui alla metterci cali di tensione». E dunque immediatamente ri- camerunese, che ha voluto male, come potrebbero essere
4-3 contro il Siena. Un centro- fine della mia carriera per questo, «da qui a fine cam- partita dopo il k.o. di Roma. vedere tutto il primo tempo in il caldo o il freddo. Concentria-
campista puro, poi, non segna- pionato ogni partita sarà una Crisi superata? Per Cambiasso mezzo al popolo nerazzurro. moci sull’avversario e su quel-
va proprio dalla gara d’andata finale». Preferisce la seconda è fuori luogo parlare di crisi. lo che possiamo fare noi».

COLOMBA COSI’ LE COPPE


«Un’Inter
Settimana di coppe: martedì e
mercoledì si giocano le partite di
ritorno dei quarti di Champions,

fortissima
mentre giovedì è in programma
l’Europa League.

Da titolo»
MARTEDÌ 6
Champions League, ritorno quarti
Ore 18.30 CSKA Mosca-Inter
(and. 0-1) Diretta tv su Sky Calcio 1,
Sky Sport 1, Mediaset Premium Calcio
«Paghiamo il k.o. di Ore 20.45 Barcellona-Arsenal (2-2)

Mingazzini, ma loro MERCOLEDÌ 7


Champions League, ritorno quarti
sono straordinari» Ore 20.45 Bordeaux-Lione (1-3)
Ore 20.45 Manchester United-Bayern
Monaco (1-2)
MILANO d(lu.tai.) Quarta scon-
fitta di seguito per il Bologna, GIOVEDÌ 8
ma Franco Colomba non fa Europa League, ritorno quarti
drammi. «Contro la squadra Ore 21.05 Wolfsburg-Fulham (1-2)
migliore, finisce un ciclo molto Ore 21.05 Standard Liegi-Amburgo
(1-2)
difficile per noi. Volevamo Ore 21.05 Atletico Madrid-Valencia
aspettarli e poi ripartire, ma ab- (2-2)
biamo concesso troppo - spie- Ore 21.05 Liverpool-Benfica (1-2)
ga il tecnico dei rossoblu -. Pe-
rò aver perso Mingazzini, che
è il nostro incontrista più im-
portante con Guana, non ci ha
aiutato. L’Inter ha meritato di
taccuino
fare tre gol, come forse noi me- DONNE
ritavamo di farne uno. Nel pri-
mo tempo ci abbiamo provato, Colpo Tavagnacco
anche con una certa linearità.
dNel recupero del campionato di
Se riuscivamo a trovare il gol A femminile, il Tavagnacco ha vinto
forse poteva essere una partita 2-0 sul campo dell'Atalanta. Classi-
recuperabile, ma l’Inter mi ha
fica: Torres 44; Bardolino, Graphi-
fatto un’impressione straordi-
studio Tavagnacco 38; Reggiana
naria, è una squadra muscola-
26; Roma 24; Lazio 23; Torino 17;
re e tecnica che mette a nudo i
piccoli difetti che ogni squadra Venezia 16; Brescia 13; Atalanta 12;
ha. Chi vince il campionato? Chiasiellis 10; Fiammamonza 6.
Dopo averla vista, dico l’Inter
di oggi». CALCIO A 5
Poker Napoli Vesevo
Mingazzini k.o. In effetti ha pe-
sato l’infortunio a Mingazzini, dSi sono disputate due partite del-
In un contrasto con Cordoba, il la decima di ritorno del campiona-
centrocampista nel primo tem- to di calcio a 5: il Napoli Vesevo ha
po ha riportato un trauma con- sconfitto 4-1 il Cagliari, il Pescara
tusivo-distorsivo alla caviglia ha sommerso il già retrocesso Na-
destra, con sospetta infrazione poli Barrese 32-3. Classifica: Mar-
dell’astragalo. Il Bologna co- ca 55; Daf Montesilvano, Luparen-
munica che, considerando il ti- se 53; Bisceglie 39; Augusta 37; Na-
po di infortunio, gli esami di ac- poli V. 33; Kaos 30; Lazio 29; Napo-
certamento potranno essere ef- li B., Pescara 26; Atiesse 24; Caglia-
fettuati soltanto mercoledì. ri 23; Arzignano 11; Napoli 8.

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


DOMENICA 4 APRILE 2010
R
6 LA GAZZETTA SPORTIVA

SERIE A 32ª GIORNATA


LE PAGELLE di LUIGI GARLANDO

INTER CAMBIASSO GOVERNA, STANKOVIC CRESCE BOLOGNA ADAILTON GIOCA QUASI DA SOLO

7
Costruisce
R7
L’ALLENATORE
Mourinho
Nessuno nota le assenze di
h8
IL MIGLIORE
THIAGO MOTTA
Doppietta da incursore di razza e
5
Entra e si
S5
L’ALLENATORE
COLOMBA
Disporsi all’attesa contro
h 6,5
IL MIGLIORE
Viviano
Coperto, reagisce con ritardo sul
molto, diverte mette al muro
e finisce in Lucio, Maicon, Zanetti ed Eto’o. tanti palloni giocati con la semplicità
in attesa degli un’Inter a tre punte non pare primo gol. Beffato dal piattone di
crescendo. Molto gioco e una dei forti. La qualità che mancava
spari. Ci prova una buona idea. Troppo bassa Balotelli. Ma il merito è tutto suo se
Sembra pronta dimostrazione di salute atletica. all’inizio dell’azione. Può essere
troppo tardi e la linea di resistenza, troppo non finisce col pallottoliere.
per lo sprint. Balotelli recuperato. Tardi? l’uomo che cambia destino all’Inter.
senza qualità. scarsa la fede nelle ripartenze. Prodezze su Milito, Balotelli, Motta...

6 5,5 6 6,5 6 7 5,5 5 5,5 5,5 6 5,5


Julio Cesar Santon Cordoba Samuel Chivu Stankovic Raggi Portanova Britos Lanna Buscé Mingazzini
Più che il palo Qualche Dieci incroci col Anticipa Prosegue il Conferma la Soffre l’inizio di Scivola come L’Inter punta al Si arrangia Tra i meno La sua partita
esterno di svarione di Bologna, dieci sempre Di Vaio. pieno recupero crescita di Balotelli che nelle comiche e centro e ci come può peggio della dura solo
Adailton troppo e vittorie. Non deve dopo il grave condizione pende dalle sue spalanca arriva di corsa, davanti ad mediana, fatta mezz’ora, ma fa
all’inizio, lo timidezza. Sorbole! Ma dannarsi infortunio. Più segnalata col parti e sgomma subito la porta con la gamba avversari che prigioniera in in tempo a
spaventa una Giocare poco qualche l’anima. disinvolto Cska. Sempre via. Meglio nella a Milito che lo svelta dei suoi sfrecciano da blocco. Prova a vivere la
botta alla non lo aiuta, ma sbavatura gli L’impressione anche nei colpi nel vivo, lievita ripresa, grazia. Non è il incursori. tutte le parti. spendere la sofferenza di
caviglia. Para dov’è finita la scappa. però è nitida: la di testa. col tempo. quando prova solo affanno Soffrirebbe Deve ricorrere sua velocità e un reparto
anche quella. E spavalderia del L’attacco del colonna Concede Sfiora il gol e lo anche ad della giornata meno a alle maniere per lo meno subito preso
alla fine esce Bambino Bologna non portante del qualcosa nella fa fare a Motta allungarsi in passata sulle sgomitare con forti e l’arbitro resiste alla d’assalto dal
col sorriso. predestinato? gliela fa pagare. reparto è lui. ripresa. nel finale. attacco. barricate. una torre. lo nota. cattura. nemico.

7 7 7 s.v. 6 6 5,5 5 5 5,5 6,5 5


Cambiasso Balotelli Milito Muntari Pandev Sneijder Casarini Guana Modesto Zalayeta Adailton Di Vaio
Consueto Il gol della San Siro si Spiccioli sui Parte bene, poi L’olandese Il ragazzino non Troppo vicino Spreca una Dovrebbe Dà a lungo Poco riceve e
governo saggio tranquillità e commuove per titoli di coda. s’incarta in una entra nel finale si vergogna di al luogo del buona idea di essere la l’impressione di poco munge da
e prezioso. Fa i tanto lavoro, il suo partitone Aveva fatto serie di errori anche per mollare delitto, quando Adailton nel mossa della giocare quasi quel poco che
mestieri di anche in difesa. e dimentica i cronaca in in appoggio e si testare la qualche Motta fa il finale del primo reazione. da solo. riceve.
casa, mentre Un ritorno che due gol panchina, deprime fino caviglia. Aziona randellata. E’ primo gol. tempo e non Invece entra e Scheggia un Pomeriggio
Stankovic e sembra sbagliati. raccogliendo alla le ultime anche un modo Neppure lui risorge l’Inter fa 2-0. palo su triste con
Motta salgono disegnato da Sgobba per l’abbraccio di sostituzione. La ripartenze dei per farsi riesce ad dall’intervallo. Poi il panterone punizione, Samuel che gli
in attacco a Mourinho. tutti. Imperiale Balotelli dopo il volontà di nerazzurri che coraggio su un arginare la Protegge poco sparisce tra le assist a toglie anche
divertirsi L’Inter aveva l’assist a gol del buon provarci non gli finiscono in palcoscenico qualità dei e spinge pieghe della Modesto. L’arte l’aria
(Khrin s.v.) bisogno di lui. Balotelli. ritorno. manca mai. crescendo. come San Siro. dirimpettai. ancora meno. sconfitta. del mestiere. (Gimenez s.v.)

TERNA ARBITRALE: BANTI 6.5 Non complica una partita che scivola facile. Vede bene la simulazione di Stankovic e l’infrazione che fa annullare un gol a Balotelli Giordano 6,5 - Ghiandai 6.5

IL CAPITANO ABBIAMO SEGUITO LA PARTITA CON L’ARGENTINO, ASSENTE DOPO 137 PARTITE CONSECUTIVE
gna a Milito («Diego, abbraccia

Duracell Zanetti si riscopre papà e spettatore


tu Toldo dopo ogni gol») viene
disattesa.

Il «non» abbraccio Nell’interval-


lo si beve un the e i gol in tv.
LUCA TAIDELLI era più successo fino a ieri. L’ul- lik. «Invece io mi sono allenato Assenteista Jeans, felpa e giac- di me è disorientata!». Poi tele- Arriva anche Eto’o. Poi «torna»
5 RIPRODUZIONE RISERVATA tima gara di campionato non rincorrendoli per il giardino e ca a vento, il capitano sbuca pre- comanda i compagni, antici- in campo. Segna Balotelli, lui
giocata da «capitan duracell» in poi ho cenato in famiglia. Se sto nel parterre dello stadio, pando spesso le giocate. Al gol strinta di nuovo verso la panchi-
MILANO dIl 7 maggio 2006 scop- verità risale al 25 ottobre 2006, non mi cucinano qualcosa l’uni- proprio dietro la «sua» panchi- di Borriello gli scappa un’impre- na e con l’indice puntato fa capi-
piava lo scandalo del calcio, ma ma in quel 4-1 sul Livorno lui ca sera che sono a casa...» scher- na. E’ un misto di amici e facce cazione da ventriloquo. Segna re a Toldo che quello è il suo
nel dubbio la Juve batteva il Pa- era in panchina. 137 gare fa. za Zanetti, che però è nervoso il famose. Enrico Bertolino gli Vucinic, ma non si scompone. abbraccio a premiare il gruppo.
lermo 2-1 e ipotecava quel 29˚ giusto in sala Pirelli prima del- Tutto previsto. Ogni rete però Ora sì che il capitano è rilassa-
passa il cellulare: «E’ Brunetta,
scudetto che proprio oggi torna Allenamento in giardino Ecco per- l’inizio di Inter-Bologna. Di ha un senso, anche quella di to. Canta e salta ai cori della cur-
a far discutere, mentre Roberto ché pare che Sol e Ignacio, in- buon ora è andato alla Pineti- ti vuole denunciare per assen- Cassano, che tiene la Samp va. Sul 3-0 di Motta sembra di-
Mancini urlava: «C’è da piange- creduli nel vedere il papà a casa na, ha lavorato sodo, poi via in teismo...». Si inizia. Segno del- (che sfiderà Milan e Roma) in re «troppa grazia». Appena Ban-
re, dovrebbero vergognarsi». alla vigilia di una partita, vener- pullman con la squadra, come la croce e via alla «non» partita. zona Champions. In compenso ti fischia la fine lui corre in spo-
Corsi e ricorsi. Il 7 maggio 2006 dì gli abbiano controllato la fac- se niente fosse. Però è squalifi- Rompe il ghiaccio quando Sa- sfugge alla marcatura quando gliatoio. Sol e Ignacio, rasse-
Javier Zanetti assisteva dalla tri- cia come faceva l’ispettore cato e a San Siro non può anda- muel spazza vicino a noi: «La Motta sblocca il match. Si fion- gnatevi. La vera casa di papà è
buna a Inter-Siena, 1-1. Non Ginko con le maschere di Diabo- re in spogliatoio. Lo farà dopo. palla mi cerca anche qui, senza da sulla balaustra, ma la conse- ancora questa.

“PER FAR CORRERE LA MIA BICI,


DEVO PRIMA FAR CORRERE LE MIE GAMBE”

Per allenarmi uso le Magnitude con sistema


esclusivo Axeler WI-5. La massima
La scelta di Cadel Evans ammortizzazione unita alla massima reattività.

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


DOMENICA 4 APRILE 2010
LA GAZZETTA SPORTIVA R
7

fIl proprietario dell’Inter si scaglia sul nuovo


SERIE A caso aperto dagli avvocati di Moggi

Moratti è una furia


ste nuove intercettazioni, le TRASCRIZIONE DEL PERITO DI MOGGI
sentenze sarebbero state diver-
se». Dopo l’Inter, ieri si è aper-
to un fronte Milan. Anche con
una telefonata di Bergamo a
Bergamo a Galliani:
«Mi faccia sentire
«Ridicolo, vergognoso»
Galliani (la leggete a parte)
che il vicepresidente del Milan
non commenta: «Nel 2006 feci
il giuramento di non parlare il suo calore»
più di una pagina particolarissi-
ma del calcio italiano. Taccio e d«Mi faccia sentire un po’ il suo calore il suo
Il presidente parla delle intercettazioni. E su Vieri che ha non si sbaglia mai. Se ho
un’idea? Sì, ma se ce l’ho non la
calore in questo momento perché...». A parlare
al telefono è l'ex designatore arbitrale Paolo
dico». Il colloquio fra l’addetto
chiesto la revoca dello scudetto 2006: «Mi fa tristezza» agli arbitri Leonardo Meani e
Bergamo sulla «griglia» arbitra-
Bergamo, con Adriano Galliani, a.d. del Milan,
nell'aprile del 2005, prima della sfida scudetto
le per un Fiorentina-Milan face- Milan-Juventus. Ecco il testo della trascrizione,
VALERIO PICCIONI dei saggi che diede il via libera
va invece già parte delle carte. fatta dal perito di parte della difesa Moggi.
5 RIPRODUZIONE RISERVATA giuridico alla riassegnazione
dello scudetto 2006. «Ma fu Su ju29ro.com c’è pure una te- Bergamo: «Dottore buonasera».
ROMA d«Ridicolo e vergogno- Guido Rossi a dare lo scudetto lefonata (20 settembre 2004) Galliani: «Eccomi buonasera».
so». Massimo Moratti giudica all’Inter, a me arrivò solo un pa- dello stesso Meani a Pairetto
che annuncia il lancio di Don- B: «Volevo farla partecipe di una guerra di cui il
così il tentativo di aprire una rere positivo in base agli statu- solo responsabile sono io, Paolo Bergamo, per-
calciopoli 2 con l’Inter sotto ac- ti. Le nuove intercettazioni? E’ darini e riceve l’approvazione
dell’interlocutore milanista, «è ché Griselli (un assistente) è di Livorno, se aves-
cusa. Dopo la pubblicazione evidente che Moratti e altri si se visto salvava capra e cavoli, ma siccome non
ora che provi anche il San Si-
della sua conversazione con Pa- difendevano dallo strapotere è andata così...è uno sfogo tra me e lei...».
ro». Come new entry c’è anche
olo Bergamo, il presidente at- di Juve e Milan». un colloquio Cellino-Bergamo
tacca: «Non c’è neanche da sot- G: «Questi signori han perso la testa mi creda,
con il presidente del Cagliari perché ci sono comportamenti nei confronti
tolineare - dice a Sky - questo che parla di Collina («È solo for- dell'universo, in Lega in Federazione...».
ribaltamento ridicolo, che of-
fende e che non ci lascia per
niente indifferenti perché è
una cosa brutta e vergognosa.
x ADRIANO GALLIANI
A.D. DEL MILAN
«HO UN’IDEA, NON LA DICO»
tunato, lascialo andare in In-
ghilterra») e di Totti dopo lo
sputo dell’Europeo 2004 («Se
fossi presidente federale non
B: «Io glielo voglio dire perché si sappia, tra me
e lei naturalmente...».
G: «Non si preoccupi tale rimane...».
Io capisco che chi si deve difen- Nel 2006 feci il giuramento lo farei più convocare»). B: «Io posso sbagliare magari una griglia penso
dere faccia di tutto, ma mi di- di non parlare più di una che un arbitro sia in forma e magari non è in
spiace di più per chi lo segue pagina particolarissima del Il processo sportivo La difesa di forma, oppure l'arbitro è in forma e sbaglia, pe-
anche sulla stampa e alla televi- calcio italiano. Se ho un’idea? Moggi percorre due strade. Da rò a priori voler sbagliare è tutta un'altra cosa,
sione sperando che ci sia qual- Sì, ma se ce l’ho non la dico una parte, l’esistenza dei con-
cosa, questo lo trovo veramen- mi taglierei le mani mi creda... Ecco questo filo
tatti dei designatori con Inter e
te molto offensivo». Moratti che ho con lei vorrei tenerlo fino a giugno Dot-
Milan, cerca di smontare l’accu-
parla anche della richiesta di La «griglia» del Milan Intanto la sa di associazione a delinquere tore...».
Vieri di revocare lo scudetto ricerca di eventuali conversa- per Moggi; dall’altra, dice l’av- G: «No no no ma poi si vedrà...adesso vediamo
2006: «In questo caso mi fa tri- zioni tralasciate dall’inchiesta vocato Paolo Rodella, emerge la fine del campionato... con i giusti equili-
stezza il tutto». del colonnello Auricchio e quin- che «altri dirigenti hanno viola- bri...».
di non trasmesse neanche alla to, e forse più di Moggi perché B: «Mi faccia sentire un po’ il suo calore il suo
«Si difendeva» L’Inter trova co- giustizia del calcio, continua. fino ad ora hanno taciuto, i calore in questo momento perché...».
munque una spalla nelle dichia- «E’ evidente - dice uno dei lega- principi di lealtà e onorabilità
razioni dell’allora segretario li di Moggi, l’avvocato Priore- sportiva sanciti dall’articolo G: «Assolutamente...».
generale Uefa, Gerhard Ai- schi - che se l’Ufficio Indagini 1». Cioè, la richiesta di riaprire B: «Sono solo, non solo, meno che solo...».
gner, capo della commissione avesse potuto disporre di que- Il presidente Massimo Moratti, 64 anni LAPRESSE il processo sportivo. G: «Ma no no ci sono io...».

L’Appennino in bicicletta. Felicità su 2 ruote.

* Più il prezzo del quotidiano

In collaborazione con

Andare in bicicletta, da soli o in compagnia, è il modo migliore per viaggiare scoprendo i colori della natura e i tesori nascosti di arte,
storia e cultura. In questa guida con DVD, dedicata ad uno degli itinerari più suggestivi, da Bologna a Firenze, troverete le mappe
e la descrizione dei percorsi alternativi alle strade trafficate, i filmati e le immagini più belle dei dintorni. Buona pedalata a tutti.

Libro e DVD in edicola a solo € 9,90 *

DISTRIBUITO NELLE EDICOLE DELLE CITTÀ E PROVINCE DI BOLOGNA, FIRENZE, PRATO E PISTOIA
Per informazioni e arretrati: www. quotidiano.net oppure 199.155.955 (dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 - 13.00 e 15.00 - 18.00). Il costo della chiamata da telefono Telecom Italia
è di € 0,1188 al minuto Iva inclusa. Ulteriori informazioni sugli elenchi telefonici. Per le chiamate da altri operatori i prezzi sono forniti dall'operatore utilizzato - e-mail: libri@quotidiano.net

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


DOMENICA 4 APRILE 2010
R
8
#
LA GAZZETTA SPORTIVA

SERIE A 32a GIORNATA


Roma, prova
di sorpasso
Passa a Bari
con il tridente
E’ sola in testa
per 10 minuti Mirko Vucinic, 26 anni,
è festeggiato dai
compagni dopo aver
segnato il gol della
vittoria col Bari AP
Totti di nuovo trequartista lancia Toni e Vucinic
Lasciata soltanto un’occasione ai biancorossi
DAL NOSTRO INVIATO contemporaneamente il tri- Non solo. Totti dà il via al- lo-Bonucci. Nel primo tempo,
LUCA CALAMAI
5 RIPRODUZIONE RISERVATA
dente Totti-Toni e Vucinic; 3)
la squadra conferma di avere
l’azione che decide la partita
(19’). È lui che, nonostante un
BARI 0 ROMA 1 gol a parte, le uniche conclu-
sioni della Roma sono un col-
la freschezza atletica necessa- fallo, trova Toni al limite del- (4-4-2) Gillet; Belmonte, A. Masiello, (4-4-1-1) Julio Sergio; Cassetti, Burdisso, po di testa a lato di Toni (16’)
Bonucci, S. Masiello; Alvarez, De Vezze Juan, Riise; Taddei, De Rossi, Pizarro, Vuci-
BARI dUna decina di minuti in ria per superare di slancio an- l’area. Luca consegna un assist nic (dal 19’ s.t. Julio Baptista); Totti (dal 27’
e un destro che non inquadra
che l’arrivo dei primi caldi. Tre al bacio a Vucinic che entra in (dal 43’ s.t. Allegretti), Gazzi, Kamata la porta di De Rossi (18’). Po-
testa alla classifica. Tanto per s.t. Brighi); Toni.
(dal 1’ s.t. Rivas); Castillo (dal 35’ s.t. Se-
ricordare a Mourinho che la indizi che fanno una prova: la area e batte Gillet. Decimo ber- stu), Barreto. ALLENATORE Ranieri. chino. Ma sarebbe stato un er-
Roma ha sempre il piede sul- Roma ha tutte le carte in rego- saglio per l’attaccante giallo- ALLENATORE Ventura. PANCHINA Lam- PANCHINA Doni, Motta, Mexes, Tonetto, rore concedere il contropiede
l’acceleratore. Poi, alla fine, la la per vincere lo scudetto. rosso. Reti pesanti. berti, Parisi, Koman, Stellini. Cerci. a un avversario che ha la sua
squadra di Ranieri si «accon- arma migliore nella velocità di
tenta» di restare nella scia dei La chiave Totti torna al passa- Gigante Pizarro La Roma, in MARCATORE Vucinic (R) al 19' p.t. MOMENTI CHIAVE Alvarez e Barreto.
nerazzurri andando a festeg- to. Non più prima punta ma questo momento, ha entusia- GIUDIZIO 77 9’ p.t. Conclusione di Barreto respinta
giare insieme a dodicimila tifo- trequartista. Il capitano giallo- smo e fiducia. E lo dimostra. ARBITRO Rizzoli di Bologna. da Burdisso. Ripresa grigia Roma cinica, Ba-
si la vittoria in casa del Bari. rosso ha, naturalmente, un’au- La squadra di Ranieri gioca AMMONITI De Vezze e Castillo per gioco 18’ p.t. Da Vucinic a De Rossi che con- ri fragile. Ventura ha dovuto
tonomia limitata ma non si na- senza fretta, non butta via falloso; Rivas per proteste, Pizzaro per clude alto. inventarsi il centrocampo alla
Serie positiva Ventiduesimo ri- sconde mai. Deliziosa una ver- niente, guadagna campo affi- gioco falloso. c GOL! 19’ p.t. Lancio di Totti per Toni: luce delle contemporanee as-
sultato utile consecutivo. In ticalizzazione per Toni, impor- dandosi a un piacevole posses- NOTE Spettatori 45.000 dei quali 30.619 pagan- palla a Vucinic che entra in area e batte senze di Almiron e Donati. E
un’ipotetica tabella di marcia tanti alcune aperture per le so-palla. Forse potrebbe, o do- ti per un incasso di 775.182,50 e 13.154 abbona- Gillet. qualcosa è sicuramente man-
questo non era il turno giusto avanzate di Riise e Cassetti. vrebbe, essere più cattiva ne- ti per una quota di 161.707,00. Tiri in porta: 3-3; 16’ s.t. Conclusione da fuori area di Tot- cato in fase di costruzione. I pa-
tiri fuori: 3-7; angoli: 4-5; fuorigioco: 3-1. Recu- ti che Gillet neutralizza facilmente.
per effettuare il sorpasso. Il ca- gli ultimi venti metri. Probabil- peri: primo tempo 1’; secondo tempo 4’.
droni di casa hanno provato,
lendario offrirà, presto, dirittu- mente lo diventerà quando 35’ s.t. Numero di Barreto in area e con- comunque, a sfondare sulle
re più invitanti. Intanto la Ro- Totti avrà nelle gambe più ben- clusione che Julio Sergio respinge. corsie esterne sfruttando la vi-
ma incassa alcune buone noti-
Pizarro e De Rossi zina. Il capitano, per il momen- vacità di Alvarez. Nel primo
zie: 1) capitan Totti sta in cam- sono i padroni del to, è appena al 50%. I gialloros- tempo il Bari ha costruito una
centrocampo, i
15
po per più di un’ora regalando si si accontentano di difendere In questa stagione il montenegrino è sola occasione importante con
alcune giocate importanti; 2) giallorossi l’1-0 anche perché Vucinic era a quota 10 reti in serie A, che si Barreto (al 9’) il cui tiro è stato
Pizarro e De Rossi hanno po- reduce da alcuni giorni di feb- aggiungono alle 3 in Europa League rimpallato da Burdisso. Un’oc-
tenza e senso tattico per con- controllano la gara bre e Toni ha faticato a trovare GOL DI VUCINIC e alle due in Coppa Italia. Con la casione anche nella ripresa
sentire a Ranieri di schierare senza problemi spazio nella morsa Masiel- Roma Vucinic è a quota 49 gol totali (35’), ancora con Barreto. Un

QUI ROMA IL TECNICO GIALLOROSSO IN VENA DI BATTUTE IN CHIAVE SCUDETTO

Ranieri: «Che peccato la pace Mou-Balotelli»


profumo di scudetto? Vuol di-
re che ha riaperto l’armadio
del 2001». Sulla partita va con-
trocorrente. «Il Bari è una buo-
na squadra e abbiamo soffer-
da Mirko Vucinic che, da ex lec- to. Potremo avere partite stor-
w
DAL NOSTRO INVIATO
MASSIMO CECCHINI cese, dedica il gol e il successo te, ma in questo finale di stagio-
5 RIPRODUZIONE RISERVATA
Totti: «Sto bene, alla gente del Salento: «Per me ne non subiremo pressioni né
quando sono uscito era un derby e l’ho vinto». E in- avremo cali atletici». E a chi gli
I NUMERI
BARIdLa geografia, nel calcio, non ero stanco: conta fatti davanti a una telecamera chiede se questa è una rivinci-
è una variabile, visto che a Bari la vittoria, che è per esultare ha intonato una ta per chi lo aveva accantona-

22
finisce tutto con la Curva Sud canzoncina dei tifosi del Lec- to, replica con un sorriso fur-
in festa. Sorpresa? Neppure stata meritata. Ora ce. E intanto ha rotto gli indugi bo: «Io messo da parte. Se sape-
tanto. Anche se non siamo al- sotto con l’Atalanta» anche Claudio Ranieri. «Egoi- ste la verità, non sono mai sta-
l’Olimpico, i dieci-dodicimila sticamente sono dispiaciuto Le partite to messo da parte...». La sua se-
tifosi giallorossi che affollano que ciò che importa era la vitto- per la pace tra Balotelli e Mou- consecutive renità è contagiosa. «Ci si è
la zona ospiti (la Sud, appun- ria, ed è stata meritata. Sono rinho — dice il tecnico ai mi- senza aperto il portone dello scudet-
to) accompagnano alla loro contento che sia arrivata da- crofoni di Raisport — ma per il sconfitte per to e stavolta siamo stati in te-
maniera la Roma che scavalca vanti al nostro pubblico, erano bene del calcio sono contento la Roma: dal 28 sta per dieci minuti. Con l’adre-
(come previsto) il non irresisti- proprio in tanti. A fine partita perché Balotelli meritava di ottobre 2009 nalina che abbiamo ci voglia-
bile Bari primaverile. In vetta siamo andati sotto la curva ed partecipare a questo finale di (Udinese-Roma mo riprovare».
resta tutto uguale, ma la prima è stato uno spettacolo impres- stagione. Auguro all’Inter di 2-1) i giallorossi
volta del tridente Totti-To- sionante, siamo stati trascinati andare più avanti possibile in hanno Scontri L’adrenalina si è impen-
ni-Vucinic è stata santificata per tutta la partita. Ora aspet- Europa, ma spero che perda conquistato 16 nata anche in qualche tifoso di
da tre punti e buoni presagi. tiamo l’Atalanta, che negli ulti- punti in campionato. Comun- vittorie e sei Bari e Roma, visto che dopo la
mi tempi è molto cresciuta e que stiamo bene, i tre davanti pareggi per un partita ci sono stati tafferugli
La rincorsa continua Non a caso sta ottenendo buoni risultati. si sono sacrificati e quindi ci totale di 54 fra gruppuscoli delle due tifo-
il capitano alla fine si racconta La rincorsa continua. proveremo, vogliamo fare più punti serie, con lancio di pietre e bot-
così. «Io sto bene, quando sono delle nostre possibilità, ma l’In- conquistati tiglie. Per fortuna senza feriti
uscito non ero stanco. Comun- La dedica Una rincorsa firmata ter resta favorita. Totti sente Claudio Ranieri, 58, con Mirko Vucinic REUTERS gravi.

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


DOMENICA 4 APRILE 2010
LA GAZZETTA SPORTIVA R
9
#

IL FILM DEL COLPO AL SAN NICOLA


Pomeriggio da ricordare
w LE PAGELLE di L. CAL.
I NUMERI
per i tre eroi giallorossi BARI DELUDONO CASTILLO E KAMATA, BENE GAZZI

V 19 5,5
I gol fatti in più
a6
L’ALLENATORE
h 6,5
IL MIGLIORE
dalla Roma Ventura Alvarez
rispetto allo Non ha più la
freschezza di Nonostante le assenze riesce a Centometrista prestato al calcio. Le
scorso proporre un Bari credibile. La sue accelerazioni fanno sbiancare
inizio stagione
campionato: i e ha assenze sua squadra resta una delle Riise. Nel secondo tempo. corre
punti conquistati pesanti piacevoli novità del campionato. meno e crossa di più. Combattivo.
sono 13 in più di
un anno fa alla 32a

11
Gare consecutive
6
Gillet
5,5
Belmonte
6,5
A. Masiello
6
Bonucci
5,5
S. Masiello
5,5
De Vezze
giocate in Si arrende alla Vucinic è un Fa a sportellate Ha talento e Attento in fase Fatica a trovare
aprile senza magia di brutto cliente: con Toni. E il personalità. E difensiva ma la posizione. La
vincere dalle Vucinic. Poi si isola sulla centravanti lo ribadisce inesistente sua è una regia
Il lampo che decide squadre di deve sporcarsi
i guanti solo
fascia sinistra
ma quando
giallorosso a
volte rimbalza
con avversari
di statura
quando deve
accompagnare
senza lampi. Fa
rimpiangere
Vucinic, su bellissimo assist di Toni, si incunea nella Ventura: dal 6 per parare un entra in partita sullo scatenato internazionale la manovra. l’assenza dei
difesa barese e segna il gol-vittoria. È appena il 19’ del aprile 2007 6 tiro di Totti. sono dolori. Le Alessandro. Il come Toni e L’asse con titolari Almiron
primo tempo e la Roma mette già l’ipoteca sul risultato, pari e 5 k.o. Senza più voce paure Bari di Ventura Vucinic. È Kamata non e Donati.
che le permette di restare a un punto dall’Inter AP per incitare i spariscono con ha difensori pronto per funziona. Va un ALLEGRETTI
compagni ad l’ingresso di vecchi e giovani diventare uno po’ meglio con s.v. - In campo

85
andare uno spento di grande degli uomini l’ingresso di solo pochi
all’attacco. Baptista. interesse. mercato. Rivas. minuti.

Le sostituzioni
fatte (sulle 96 a
disposizione) fatte
in questo
campionato dalla
Roma: nessuno 6,5 5 5 6 6 s.v.
ne ha fatte così Gazzi Kamata Castillo Barreto Rivas Sestu
poche Non sfigura Ha meno sprint Si fa spesso Un rimpallo Parte con un Vivace ma
davanti a rispetto al risucchiare a favorevole gli paio di poco incisivo.
rasoterra respinto con fatica «colossi» quali gemello di centrocampo regala una dribbling.
Pizarro e De fascia Alvarez. alla ricerca di occasione da Riesce anche a
da un incerto Julio Sergio.
Rossi. Il E ha gli stessi palloni giocabili. gol. Burdisso proporre un
Piccoli graffi Il Bari, però, resta Riecco il capitano giovanotto
azzarda anche
limiti in fase
conclusiva.
Ma dovrebbe
essere molto
va a respingere
con il corpo.
cross per
Castillo. Poi, si
vivo fino al fischio finale con- Totti in azione contrastato dal barese Gazzi. Il capitano qualche Quando affonda più presente Nella ripresa ha innervosisce
fermando di essere una delle della Roma ha ritrovato il suo posto e il tecnico Ranieri lo avanzata alla non riesce mai nell’area di di nuovo il beccandosi
realtà più interessanti di que- ha schierato nuovamente da trequartista. Adesso si ricerca della a creare rigore della pallone per l’1-1 anche un
sto campionato. Ventura e Pe- aspetta solo che ritrovi la migliore forma fisica ANSA conclusione situazione di Roma. Esce tra ma conclude cartellino giallo
rinetti hanno costruito risulta- dalla distanza. pericolo. i fischi dei tifosi. molle. per proteste.
ti e giocatori. Insomma, mis-
sione compiuta. La squadra di
Ranieri, in questo momento, è
un avversario di un’altra cate- ROMA PIZARRO, UN DOMINATORE A CENTROCAMPO

7
goria. La Roma non rischia più
niente. E con grande abilità rie-
sce ad addormentare la gara. R7 h7
Permettendosi, addirittura, di L’ALLENATORE IL MIGLIORE
richiamare in panchina prima Ranieri Vucinic
Vucinic poi Totti. Il primo in Va subito in
gol e dopo Porta la Roma in condizioni È sempre nel cuore della difesa del
diffida e il secondo ormai boc- ottimali alla volata scudetto. Si Bari. Segna con un tocco da killer.
controlla la
cheggiante. Vucinic e Totti sa- gara con gran permette anche di dosare i suoi Poi, si spegne. Normale, ha avuto
ranno utilissimi per la prossi- personalità gioielli tanto è sicuro del gruppo. febbre per tre giorni.
ma giornata di campionato
quando i giallorossi proveran-
no nuovamente a mettere la Potenza e tecnica
freccia. In un rettilineo che si Toni al tiro su punizione. Il centravanti della Roma
preannuncia molto invitante. appare sempre più in forma, non solamente per potenza
E il tridente è l’arma in più per fisica, ma anche per tocco di palla, come dimostra
sfidare l’Inter di Mourinho. l’assist per Vucinic in occasione del gol. AP 6 6,5 6,5 6 5,5 6
Julio Sergio Cassetti Burdisso Juan Riise Taddei
Va in affanno Azzera Kamata. Si sostituisce a Passo felpato e Ha un sinistro Si abbassa di
su un rasoterra Missione facile Julio Sergio e gran saggezza che accarezza qualche metro
QUI BARI VENTURA APPLAUDE I SUOI IN EMERGENZA telefonato di per la giornata respinge un tiro tattica. il pallone e doti rispetto al
Barreto. E non no del barese. insidioso di Fisicamente è atletiche da solito e

«Bravi: concesso un solo tiro» sempre appare


sicuro nelle
uscite. Resta,
Nella ripresa
impiega una
decina di minuti
Barreto. Nella
ripresa va a
fare la guerra
uno dei meno
brillanti della
Roma ma non è
guerriero
nordico. Va in
crisi, però,
rinuncia a
cercare la
porta. Dà però
però, uno dei a prendere le con chiunque gli mai in difficoltà. quando sfida in equilibrio a un
DAL NOSTRO INVIATO che, in estate, tanti ci davano protagonisti di misure al più passi vicino. E Sale in cielo per velocità lo centrocampo
GIUSEPPE CALVI per retrocessi a gennaio...». questa rincorsa vivace Rivas. ne esce sempre respingere un scatenato sbilanciato
5 RIPRODUZIONE RISERVATA giallorossa. Una sicurezza. vincitore. paio di cross. Alvarez. causa tridente.
Roma da scudetto Ventura ac-
BARI d Anche nella sconfitta, cetta di fare le carte sulla vola-
Giampiero Ventura è orgoglio- ta-scudetto. «Per qualità e ric-
so del suo Bari. «Pur nell’emer- chezza dell’organico, l’Inter re-
genza, siamo riusciti a giocare sta la migliore. Ma, nei 14 gioca-
alla pari contro una Roma in tori-base, la Roma non teme
grande salute — dice l’allenato- concorrenza; senza dimentica- 6 7 6,5 6 5 6
re —. Se mancano elementi co- re il Milan, che, mi dicono, ha De Rossi Pizarro Totti Toni Baptista Brighi
me Donati, Almiron, Ranoc- giocato su buoni livelli a Caglia- Padella una Gregario di Ritrova il posto. Esplosione di Sgomma in Entra quando la
chia, Meggiorini e Kutuzov e ri. Certo, l’impegno dell’Inter in comoda lusso. Non Non ha ancora potenza. Per la cerca di gloria, partita ha già
riusciamo comunque a tenere Champions, con dispendio di palla-gol. Visto sbaglia un le gambe giuste gioia di Ranieri ma non salta imboccato la
che la mira non passaggio, ma i piedi e, magari, di mai l’avversario. strada giusta.
testa a una squadra in piena cor- energie fisiche e mentali, può
è quella giusta detta sempre i restano magici. Lippi. Delizioso Imbarazzante Si nasconde in
sa scudetto, allora posso anda- incidere. E la Roma magari svol- si piazza a tempi giusti. Può essere assist a anche un tiro da mezzo al
re davvero fiero del mio grup- terà grazie anche al recupero centrocampo a Mezzo voto in l’uomo-scudet- Vucinic. Forse fuori area. E campo
po. Il Bari ha concesso solo un completo di Totti: al rientro, smistare gioco meno per to. E, magari, vorrebbe più dire che Dunga cercando di
tiro in porta, Gillet neppure ha pur garantendo la solita quali- e a proteggere un’ammonizio- l’ultima lanci ma... continua a recuperare
compiuto una parata. La Roma tà, avrà sofferto il caldo. Quan- la linea ne che poteva scommessa di Roma che vince preferirlo a qualche
nulla ha rubato, ma non credo to al Bari, non ha smarrito la vo- difensiva. evitare. Lippi. non si tocca. Ronaldinho. pallone.
che sarebbe stato uno scandalo glia di proporre gioco. E fino a
se avessimo strappato il pari. In fine stagione avremo modo di
7 mesi abbiamo costruito l’im- valutare i buchi da colmare per
TERNA ARBITRALE: RIZZOLI 6,5 Non sbaglia niente. La partita scivola via in un clima di grande
magine di squadra propositiva rendere la squadra ancora più sportività. Il Bari protesta solo per un fuorigioco sbagliato. Nicoletti 6; Romagnoli 5,5
e professionale. Se poi penso Giampiero Ventura, 62 anni REUTERS competitiva».

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


DOMENICA 4 APRILE 2010
R
10
#
LA GAZZETTA SPORTIVA

SERIE A 32a GIORNATA


dalla prima T w IL FILM DELLA GARA
Il Cagliari punge
I NUMERI
di Huntelaar firma
ALBERTO CERRUTI
una prodezza
5 RIPRODUZIONE RISERVATA

PER MOU VALE 500


le presenze
ufficiali di Pirlo
UN PO’ DI PIÙ con squadre
di club. Quattro
le maglie
A sei partite dal traguardo, teoricamente indossate:
rimane tutto come prima, anche se Inter, Brescia, Inter,
Roma e Milan, che avevano vinto l’ultima Reggina, Milan
17’ 32’
volta contemporaneamente alla fine del
girone d’andata, hanno buoni motivi per
tirare acqua al proprio mulino da scudetto. A
parità di successi, però, quello dei nerazzurri
vale mezzo punto in più. Il peso fisico e
mentale del doppio confronto di Champions le vittorie
8 V PRIMO TEMPO
Il Cagliari è sotto di un gol per la rete di Borriello, ma
dopo pochi minuti arriva il pareggio. Conti tocca verso
Ragatzu che piazza la palla all’incrocio dei pali LAPRESSE
PRIMO TEMPO
Il Milan va sul 2-1 grazie alla prodezza di Huntelaar, ma il
Cagliari ci mette poco a recuperare: Cossu per Matri che
batte Dida con un preciso rasoterra LAPRESSE

con i russi del Cska; l’assenza di quattro esterne in questo

E’ un Milan
titolari squalificati (Maicon, Lucio, Zanetti ed campionato per
Eto’o) più quella iniziale dell’acciaccato il Milan. Inter
Sneijder; e infine il fiato della Roma sul collo e Juventus
dopo l’ultimo kappaò nel confronto diretto, ne hanno
potevano frenare la squadra di Mourinho. E conquistato
invece il ritorno ad alto livello (stile-Genoa) una in meno

8 da rincorsa
di Motta, il ritorno in campo e al gol di
Balotelli, ma soprattutto una prova di
straordinaria intensità confermano che l’Inter
rimane la favorita per lo scudetto. Perché è
la più forte dal punto di vista tecnico, grazie
al miglior attacco e alla migliore difesa, ma
lo è anche a livello fisico e di organico. le partite
consecutive del

Tre gol e brividi


Sabato prossimo, al ritorno da Mosca, i Cagliari senza
campioni d’Italia rischiano di pagare più di vincere. Due soli
ieri il logorio del calcio moderno, visto che i punti raccolti.
giocheranno sul campo della Fiorentina. Ma L’ultimo successo
intanto sono sempre davanti e poi, il giorno è il 2-0 sul Parma

A Cagliari continua
dopo, Totti e compagni riceveranno del 21 febbraio
un’Atalanta molto più lanciata del previsto
verso la salvezza. Motivazione a parte degli
avversari, affrontati e da affrontare, la
risposta della Roma a Bari è importante
12
l’inseguimento
soprattutto a livello psicologico. Undici
minuti da sola al comando, come non le le reti
succedeva dall’ultima giornata di due realizzate nelle
campionati fa a Catania sempre con un gol di due sfide
superVucinic, possono essere interpretati stagionali tra
come una prova di sorpasso a dimostrazione Milan e Cagliari.
del fatto che Ranieri ha lavorato bene non
soltanto in campo dove l’imbattibilità arriva
L’andata a San
Siro finì 4-3 I rossoneri sono brillanti in avanti, ma si fanno
raggiungere due volte. Decide l’autogol di Astori
a quota 22 (16 vittorie e 6 pareggi), ma anche per i rossoneri
fuori perché in altri tempi l’euforia avrebbe
giocato brutti scherzi. Morale della favola
giallorossa, comunque da raccontare: se
l’Inter, che ha già sperperato 13 punti di
vantaggio dopo l’1-1 dell’andata a San Siro, è DAL NOSTRO INVIATO specchio, tre i gol ricavati; 2) le tava giornata senza vittoria) re-
disposta a lasciarne per strada ancora 1, la
Roma sarà pronta a raccoglierlo per
NICOLA CECERE occasioni fallite erano più nu-
merose e facili di quelle realizza-
agisce prontamente e con effi-
cacia le prime due volte. Con il CAGLIARI 2
festeggiare il primo scudetto vinto alla pari 5 RIPRODUZIONE RISERVATA
grazie ai confronti diretti.
te. Perché un attivissimo Bor-
riello, due volte, e lo sgusciante
brevilineo diciottenne Daniele
Ragatzu (primo gol stagionale MILAN 3
CAGLIARI dSette reti all’andata, Antonini, altre due volte, sono su tre presenze) e con l’ormai GIUDIZIO 777
Tra le due litiganti, il Milan spera ancora di cinque al ritorno: quando si tro- tanto abili a presentarsi davanti affermato bomber Matri (tredi-
godere anche se il suo ritorno al successo a MARCATORI Borriello (M) al 7’, Raga-
vano di fronte Milan e Cagliari a Marchetti quanto approssima- cesimo sigillo), lesto a trasfor- tzu (C) al 17’, Huntelaar (M) al 19’, Matri
Cagliari, dopo due pareggi e una sconfitta, mare un rapido contropiede
vale più per il morale che per il gioco. Ma se scatta la «chimica» delle scintil- tivi nella stoccata in porta. Così (C) al 32’, Astori (C) autogol al 38’ p.t.
le come per gli incontri tra foco- il Milan non riesce ad approfitta- condotto abilmente da un Cos- CAGLIARI (4-3-1-2) Marchetti; Pisa-
arriva una vittoria su autorete, con Dida su che aspira con sempre mi-
migliore in campo, fa bene Leonardo a non si amanti. Con il fattore rossone- re in pieno del tanto che gli vie- no, Canini, Astori, Agostini; Biondini
ro predominante visto che la ne concesso dalla svagata linea gliori credenziali al listone (dal 37’ s.t. Larrivey), Conti, Lazzari
mollare nulla, perché questo è un mondiale di Marcello Lippi. Pro- (dal 18’ s.t. Dessena); Cossu; Matri,
campionato pazzo in cui può ancora squadra di Leo in totale ne fa difensiva del Cagliari, forse di-
prio perché in avanti i rossoblù Ragatzu (dal 28’ s.t. Jeda). PANCHINA
succedere di tutto. A patto che si sfruttino le sei. Di punti. Questi tre colti al sorientata da questa invenzio- Lupatelli, Lopez, Marzoratti, Barone.
Sant’Elia servono a riaccendere ne leonardiana del quartetto di Allegri sono pungenti e reatti-
forature di chi sta davanti, come non aveva vi, la partita diventa piacevol- ALLENATORE Allegri.
fatto il Milan la settimana scorsa. E come nel concreto la chance scudetto fantasia, con Seedorf davanti a MILAN (4-2-1-3) Dida; Abate (dal 42’
dopo il deprimente rallenta- due mediani (ma Pirlo che rin- mente incasinata. Mixando er-
continua a non fare la Juventus, umiliata rori e prodezze il primo tempo s.t. Oddo), Thiago Silva, Favalli, Anto-
anche a Udine dove perde per la dodicesima mento delle ultime giornate do- corre Cossu è un affronto di lesa nini; Ambrosini, Pirlo (dal 28’ s.t. Gat-
ve il raccolto è stato misero maestà...) e alle spalle di tre at- potrebbe finire 7-5. Che diverti- tuso); Seedorf; Huntelaar (dal 15’ s.t.
volta, nel giorno in cui poteva scavalcare il mento.
Napoli e raggiungere il Palermo, sconfitto nel quando c’era invece da accelera- taccanti tre, visto che le ali Hun- Zambrotta), Borriello, Ronaldinho.
re per sfruttare la frenatona del- telaar e Ronaldinho giocano al PANCHINA Roma, Kaladze, Verdi, Zigo-
derby e ora quarto con la Sampdoria della La sofferenza Nella ripresa si ni. ALLENATORE Leonardo.
ritrovata coppia Cassano-Pazzini. Altro che l’Inter. Il regalo di Pasqua atte- livello di Borriello e non rientra-
so dal grande popolo rossone- no. Seedorf per 45’ ha gambe gioca un match diverso, c’è il
Champions League. Questa Juve non ARBITRO Brighi di Cesena.
per orchestrare, Dinho qualco- Cagliari che lo conduce con de-
meriterebbe nemmeno l’Intertoto. ro era appunto un segnale che ESPULSI nessuno.
cisione e un Milan che si rinta-
la squadra ci crede davvero, sa la tira fuori, ma soprattutto
na progressivamente. Anche AMMONITI Ambrosini (M), Astori (C),
che è realmente sintonizzata Borriello&Huntelaar, coppia ri- perché i centrocampisti hanno Pisano (C) per gioco scorretto, Bor-
sull’ottimismo del suo allena- tenuta un tempo incompatibile,
la vignetta
riello per proteste.
esaurito il fiato (Seedorf, Am-
tore, capace di alimentare cer- riescono a fare sfracelli. Bellissi- brosini), Huntelaar prende NOTE spettatori paganti e abbonati con rela-
di STEFANO FROSINI tezze sulla rimonta tricolore mi i loro acuti in rete. Mentre il una botta al ginocchio e cede il tivi incassi non comunicati dal Cagliari. Tiri
anche dinanzi alle evidenti dif- terzo centro, quello che fissa il in porta 6-2. Tiri fuori 2-5. Angoli 6-0. In fuo-
posto a Zambrotta mentre Pir- rigioco 6-1. Recuperi p.t. 1’; s.t. 4’.
ficoltà di tenuta fisica e ai co- risultato, è un gentile omaggio lo, alle prese con problemi in-
stanti agguati della malasorte di Astori, centrale di scuola e testinali già alla vigilia, deve MOMENTI CHIAVE
che hanno privato la rosa di pe- prospettive rossonere. Al cuor mollare a favore di Gattuso. PRIMO TEMPO
dine chiave. Ma se persino il ge- non si comanda. Non crediate che con l’ingres- c GOL! 7’ Borriello triangola con Seedorf e
lido Dida gioca col cuore e ridi- so di un altro difensore (Abate spedisce nell’angolino.
venta decisivo (paratona su Lar- La reazione Il Cagliari, precipi- si sposta venti metri avanti) e c GOL! 17’ Solissimo Ragatzu realizza.
rivey al minuto 82’), chissà che tato in una spirale negativa, (ot- del combattivo Ringhio i rosso- c GOL! 19’ Sinistro-gol di Huntelaar.
la sorte non decida di restituire neri riescano a spegnere la sfi-
alla fine ciò che ha tolto duran- c GOL! 32’ Matri supera agevolmente Dida.
da. Macché, Cagliari dominan-
te. te, pericolosissimo e sfortuna- c GOL! 38’ Il cross di Abate scavalca Mar-
Dopo un primo tempo chetti: autogol di Astori.
to sino all’extra time. Servono
La chiave Il successo è matura- positivo, i rossoneri un doppio prodigio di Dida e i SECONDO TEMPO
to in quel primo tempo che ha soffrono nella ripresa salvataggi di Antonini e Zam- 13’ Antonini salva a corpo morto su Cossu.
visto da parte del Milan una su- e si salvano nel brotta per portare a casa l’uo- 38’ Dida salva in tuffo su Larrivey.
per produzione di occasioni da vo intatto. Da aprire a maggio,
rete, abbuffata che ha generato finale. Il Cagliari non sperando in quella tale sorpre-
48’ Zambrotta precede di un soffio di testa
Larrivey.
due paradossi: 1) due i tiri nello vince da otto turni sona.

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


DOMENICA 4 APRILE 2010
LA GAZZETTA SPORTIVA R
11

LE PAGELLE di NI.CE.

CAGLIARI MATRI PUNTUALE, MALE LA DIFESA

6,5
Tradito da
h6
L’ALLENATORE
Allegri
Le scelte iniziali (Lopez e le altre
h 7,5
IL MIGLIORE
Cossu
Si conferma a livelli da Nazionale
gravi amnesie
difensive, punte in panchina) possono proprio davanti a due sicuri azzurri
meriterebbe il essere discutibili, la gestione del centrocampo. Assist per il 2-2,
pari alla fine della gara è invece ineccepibile poi Antonini gli nega il 3-3 TERRUSO

Ecco, nel disegno di Roberto Rinaldi, la prodezza di Klaas Jan Huntelaar, 26 anni, che vale il 2-1 rossonero
4,5 4 4 4,5 5,5 6
Marchetti Pisano Canini Astori Agostini Biondini
Passi per il tiro Un primo Altro difensore Firma un Il meno peggio Sbaglia una
da lontanissimo tempo da che... non autogol di una rifinitura negli
di Huntelaar, spettatore non difende. O tragicomico. retroguardia assalti
mettiamoci pagante, dalla meglio, Certo, non può che rimpiange il conclusivi, ma
pure sua parte c’è comincia a aspettarsi il miglior Lopez. nel complesso
l’attenuante del affisso il giocare nella buco di In fondo gli il suo apporto
vento, ma su classico ripresa, dopo Marchetti, ma sfugge solo al centrocampo
quel cross di cartello degli aver concesso la testa è Abate in rossoblù è
Abate il inviti: prego, si tre palle gol a altrove. Ruvido occasione del apprezzabile.
pasticcio è accomodi. Borriello. fino 3-2.
grosso. all’ammonizio-
ne.

6,5 5,5 7 6,5 6,5 6,5


Conti Lazzari Matri Ragatzu Dessena Larrivey
C’è la sua testa Nonostante L’esecuzione Scelta Porta vivacità Quella girata di
sul gol abbia del gol non coraggiosa e idee al testa obbliga
di Ragatzu. degli spazi presenta quella di tenere centrocampo Dida al
Poi nei quali far difficoltà, Larrivey del Cagliari prodigio.
impreziosisce valere la sua lui comunque nella fase Zambrotta
e Jeda in
la «solita» classe è puntuale. di maggiore gli nega il 3-3.
Nella ripresa panchina,
prestazione non incide
il giovanotto spinta Jeda 6,5
con un in quel primo lotta con Mette in
ripaga tanta offensiva.
passaggio tempo ricco di efficacia e imbarazzo
sul quale Matri capovolgimenti. pericolosità. fiducia con i rossoneri
sfiora il 3-3. un bel gol. con il suo
movimento.

La gioia di
Marco Borriello, MILAN ANTONINI SALVA UN GOL, FAVALLI STECCA
27 anni AP

7 h 6,5
L’ALLENATORE
h 7,5
IL MIGLIORE

Borriello duro
contratto, decisivo in due
Champions League, ma spesso Leonardo Dida
criticato, che era partito da ri- Super
produzione Vede premiato ancora una volta Torna provvidenziale nel giorno
serva e finora in questa stagio- il modulo fantasia e l’ottimismo della sua 200a gara in A. Alla ribalta
offensiva nella

«Incassiamo
ne ha giocato più di tutti: 1.530 prima parte con il quale sta guidando la con una respinta su Matri e col
minuti, 17 presenze, Abbiati è del match. squadra oltre i suoi limiti colpo di reni su Larrivey TERRUSO
stato in campo meno della me-
tà e Storari pure. Ora Storari, in

troppi gol»
prestito alla Sampdoria, dice di
voler restare a Genova, ma il Mi-
lan è pronto a farlo tornare, per-
ché Dida è alle ultime partite
con la maglia rossonera e al fu- 6,5 6 5 7 6 6
turo bisogna pensare. «Non pos- Abate Thiago Silva Favalli Antonini Ambrosini Pirlo
Leonardo lo zittisce: «Critica superficiale. siamo sempre fare tanti gol per- E’ l’involontario Meno Dopo un filotto Al pari di Dida Deve farsi Perde
ispiratore convincente di buone prove, salva un gol in quattro il contrasto
Però bisogna saper chiudere le partite» ché ne incassiamo troppi», ha
commentato Borriello. E Leo- del gol-vittoria del solito, qui stecca. «sdraiandosi» affinché con Cossu
con quel cross va a vuoto Al 41’ dà il via sul tiro di la squadra che origina
DAL NOSTRO INVIATO nardo ha subito replicato: «A teso da fondo in un paio a una fuga regga il poker il secondo
Cossu. Nel
ALESSANDRA BOCCI volte Marco va oltre, la sua è campo. di circostanze solitaria di fantasia di pareggio, però
primo tempo si
5 RIPRODUZIONE RISERVATA
una critica superficiale, forse in- Corsa e determinando Cossu verso presenta per Leonardo. salva il possibile
tendeva che bisogna chiudere tenacia: situazioni la porta due volte Si arrangia 3-3. Lavora
le partite come ci siamo detti ne- affidabile di panico. rimediata in davanti a anche più di quantità,
CAGLIARI dNon sarà ricordata gli spogliatoi». E sulla difesa, (Oddo s.v.) collaborazione Marchetti, ma con le cattive. come un
come la parata-scudetto per- nulla da dire. A cominciare dal con Pirlo. sbaglia. mediano.
ché probabilmente il Milan portiere, appunto.
non vincerà il campionato, pe-
rò Dida contro Larrivey resterà Conferme «Vedo tre corridori
negli occhi dei tifosi per molto in fuga ed è bello poter avere
tempo come il colpo da mae- una speranziella nel cuore», di-
stro che ha permesso al Milan ce Adriano Galliani, salutato
di conservare punti che man- da cori non proprio amichevoli 6 7 6,5 6 6,5 6
tengono inalterate, per ora, di- prima della partita. Ma lui non Seedorf Huntelaar Borriello Ronaldinho Zambrotta Gattuso
stanze e speranze. Il Milan ave- si scompone. «Stiamo facendo Nella prima Un omaggio alla Protagonista Si accende a All’ultimo Pirlo ha mal
va conquistato due pareggi in un ottimo campionato, in sinto- parte si sposta bellezza della della prima intermittenza. assalto di pancia
tre partite, non era crisi, ma ral- nia totale con la società. E nes- con intelligenza sua rete frazione. Suo l’unico tiro ha la meglio (sul serio),
LEONARDO SU DIDA
lentamento forte. Dida ha evi-
tato a tutti di fermarsi di botto.

Estremi Perché è così da sem-


x DIMOSTRA DI ESSERE
UN GRANDE PORTIERE
suno ha mai pensato a un altro
allenatore». A casa di Allegri,
uno dei candidati più gettona-
ti, il vicepresidente ha riconfer-
a supporto
dei compagni
come
nell’azione
ottenuta
con un sinistro
improvviso
da lontano
Trova con
caparbietà
e tecnica l’1-0,
ma fallisce
(su punizione)
della squadra
di Leonardo
nel secondo
in elevazione
su Larrivey
sventando
la palla gol
lui no. E dà
una mano
per portare
a casa la
I giudizi nei confronti dell’1-0. che entra quasi clamorosamen- tempo. del possibile preziosa
pre, il portiere brasiliano: gran- mato Leonardo. Tutto a posto e La ripresa è nel sette. te altre 3-3. vittoria.
di parate e grandi errori e poi di Nelson sono sempre tutti contenti, è Pasqua e, men- assai sofferta. Esce per due occasioni
discussioni a non finire. «I giudi- o bianco o nero, tre la squadra torna a Milano, infortunio. più facili.
zi nei suoi confronti sono o bian- o dieci o zero. Ronaldinho va in vacanza in
co o nero, o dieci o zero», dice Grecia con la famiglia con un
Leonardo. «Anche questa volta
Anche questa volta Dida jet privato. Fra due giorni si ri-
ha dimostrato di essere TERNA ARBITRALE: BRIGHI 6,5 La sfida non presenta situazioni scabrose. Il Cagliari lamenta
ha dimostrato di essere un gran- comincia, tutti più abbronzati. un paio di contatti in area che sembrano però veniali. Maggiani 6,5; Pirondini 6,5
de portiere». Un portiere a fine un grande portiere E felici.

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


DOMENICA 4 APRILE 2010
R
12 LA GAZZETTA SPORTIVA

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


DOMENICA 4 APRILE 2010
LA GAZZETTA SPORTIVA R
13

SERIE A 32a GIORNATA


Huntelaar, magia con il broncio
tita, si è sacrificato per la squa-
dra. Ha trovato un suo equili-
brio nel ruolo che gli abbiamo
dato, ma avevamo speso tante
energie, c’era anche Pirlo che
aveva una gastroenterite e non
Nero per la sostituzione, Leonardo ammette: «Bel gol e gara ok: è uscito presto» stava bene.Bisognava riequili-
brare un po’».

DAL NOSTRO INVIATO guardare la classifica che è tale d.s. Braida. «Cederlo? Per- Obiettivi Klaas-Jan ha preso
ALESSANDRA BOCCI e quale. «Siamo ancora a tre ché?». «Ha fatto un gol stupen- una botta sul ginocchio mentre
5 RIPRODUZIONE RISERVATA
punti. Ci credo». Tutti ci credo- do», dice Leonardo. Ma Hunte- stava per essere richiamato e
no, anche Borriello. «E’ nostro laar voleva fare di più ed è usci- ciò giustifica il ghiaccio e le cor-
CAGLIARI dL’aveva pensata co- dovere pensarci, così com’è to dal campo dopo un’ora piut- se a bordocampo: per scioglie-
sì. «Sì, mi ero immaginato che mio dovere sperare ancora tosto perplesso, poi si è fatto ap- re i muscoli e la scocciatura.
d’andare al Mondiale». plicare sul ginocchio una borsa Huntelaar sa quando va tenuta
ci sarebbero stati buon calcio e
del ghiaccio che forse è servita la bocca chiusa. «Problemi non
gioia di giocare. Ma non dite Cambi Klaas-Jan Huntelaar in- anche a far sbollire l’ira. «Tutto ce ne sono», ripete Leonardo.
che è un genere di gare che ci vece è già sicuro del suo posto, a posto, nessun problema», di- «Mi piace la squadra del primo
riesce soltanto contro squadre il c.t. olandese Van Marwijk lo ceva in aereo con la faccia anco- tempo, che gioca e si diverte a
aperte come il Cagliari. Perché ha rassicurato un mese fa, ma ra buia. Leonardo chiude l’epi- giocare, ma bisogna che tutti
ci sono riuscite tante volte e sa- Klaas-Jan vuole fare un po’ di sodio. «Ho parlato con Klaas e stiano bene. E’ un modulo fati-
pevo che poteva capitare anco- gol per arrivare al Mondiale in non è arrabbiato. Forse potevo coso, però quando giochiamo
ra. E’ tornato il nostro gioco e una posizione di forza. «Nessu- aspettare 5-10 minuti per sosti- in questo modo siamo belli da
sono molto felice». Leonardo si no calcia come lui: è perfetto. E tuirlo, ma la sostanza non cam- vedere». A meno tre, ma con fie-
accontenta di questo, senza segna sempre», lo incoraggia il bia. Ha fatto una bellissima par- Duello «aereo» tra Klaas Jan Huntelaar e Federico Marchetti IMAGE SPORT rezza.

IL GIOIELLINO SARDO

Daniele Ragatzu, 18 anni ANSA

Ragatzu
e l’idolo Dinho
«Non mi ha
dato la maglia»
MARIO FRONGIA
5 RIPRODUZIONE RISERVATA

CAGLIARI dIl colpo di tacco di


fronte alla panchina? Mi ha
ispirato Ronaldinho: monu-
mentale. Peccato non m’abbia
dato la maglia. Gliel’ho chie-
sta....» Daniele Ragatzu, faccia
da scugnizzo e fare scanzona-
to, va a ruota libera. «Il mio
gol? E’ stato bravo Matri, ho
calciato senza pensarci trop-
po. E’ andata bene». Gratitudi-
ne ad ampio respiro: «Dedico
la rete – spiega il bomber del
Cagliari, 19 anni il 21 settem-
bre — alla mia famiglia e ai
compagni. Peccato per il risul-
tato, meritavamo il pareggio».
Inevitabile un flash sull’occa-
sione che valeva il 3-3: «Mi so-
no trovato davanti a Dida ma
ho calciato male, e anche An-
drea Cossu sulla carambola è
stato sfortunato. Ci abbiamo
provato e con il Milan non era
facile». Ragatzu, secondo cen-
tro in A — il primo, nel 2009
alla Fiorentina: più giovane go-
leador della storia del Cagliari
— si gode un meritato momen-
to: «Allegri mi ha detto fai quel
che sai fare. In pratica, quel
che mi dicono gli amici e a ca-
sa. Tra l’altro erano tutti allo
stadio. Dai miei genitori, Raffa-
ele e Antonella, ai miei fratelli
Mauro e Carlo: divido questa
gioia con loro». Ora il rammari-
co di Matri, nonostante il 13˚
gol: «Meritavamo almeno il pa-
ri». Mogio anche Marchetti:
«Una giornata così così. Il gol
di Huntelaar? Il vento ha cam-
biato la traiettoria del pallo-
ne». Tagliente Astori: «Smenti-
sco di aver detto “Milan prendi-
mi”». Piedi per terra per Alle-
gri. Il tecnico avverte: «Ora i
40 punti non bastano. Ma non
rimprovero niente ai miei».

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


DOMENICA 4 APRILE 2010
R
14
#
LA GAZZETTA SPORTIVA

SERIE A 32a GIORNATA

Juve incubo
Tutta l’impotenza della Juve
negli sguardi di Cannavaro,
Felipe Melo, Sissoko e
Legrottaglie LAPRESSE

senza fine
Udinese scatenata
E’ la 12a sconfitta
per Del Piero & C.
Tris dei friulani con Sanchez, Pepe e Di Natale
Zaccheroni spreca l’aggancio al quarto posto

VOLATA CHAMPIONS In maiuscolo le gare in trasferta. In giallo il quarto posto in classifica


33a giornata 34a giornata 35a giornata 36a giornata 37a giornata 38a giornata

PALERMO 51 Chievo CAGLIARI Milan SIENA Sampdoria ATALANTA


SAMPDORIA 51 Genoa Milan ROMA Livorno PALERMO Napoli
NAPOLI 49 Parma BARI Cagliari CHIEVO Atalanta SAMPDORIA
JUVENTUS 48 Cagliari INTER Bari CATANIA Parma MILAN

DAL NOSTRO INVIATO la azione seriamente pericolo- di Zebina, e dài e dài all’ennesi- vigilia temeva. Nel primo tem- co, Marchisio del tutto diso-
LUCA CURINO sa. Basti dire che il migliore al- ma irruzione in area raccoglie po, nonostante gli errori a cen- rientato a sinistra e Sissoko in
5 RIPRODUZIONE RISERVATA

UDINE dUdinese-Juventus fini-


sce con una scena mai vista al
la fine è Manninger, nonostan-
te i tre gol incassati. Se lo stato
di salute della grande malata
del campionato era grave,
una respinta di Manninger sul
contropiede di Sanchez sfon-
dando letteralmente la rete
(per ricucirla si perderanno 4
LA MOVIOLA
di CONT.
2 trocampo, l’Udinese ha tenuto
a bada la Juventus. Ma nel se-
condo è dilagata, approfittan-
do degli spazi in contropiede e
condizioni impresentabili di
fianco a Melo. Davanti, un
Amauri quasi indisponente
nella sua nullità e Del Piero
Friuli: un interminabile torel- adesso è coma profondo. minuti). Il 3-0 conclusivo di Di Mani di Ferronetti ravvivando una partita poco che invece andava a proporsi
lo dei bianconeri di casa scan- Natale è solo il giusto premio episodio dubbio piacevole fino all’intervallo. A sulla fascia mancina per crea-
La chiave Marino, contraria- per il capocannoniere del cam- un certo punto, addirittura, è re la superiorità numerica vi-
dito dallo stadio intero. La
squadra di Zaccheroni ne esce mente al previsto, conferma il pionato per una partita al ser- Pepe da rosso sembrato tutto molto facile. sto che Sanchez non sempre
umiliata non solo nel risulta- 4-3-3 con Di Natale in mezzo, vizio della squadra, in partico- seguiva le avanzate di De Ce-
to, ma anche nel gioco, sul pia- Sanchez e Pepe larghi. E fa be- lare dei due esterni. Al 5’, sull’acrobazia di Del Piero, Juventus orribile Ma in questo glie. In questo modo per due
no morale (una grande non ne, perché il cileno ha il passo Ferronetti di mano: episodio c’è tanto demerito della Juven- volte Camoranesi veniva servi-
può sbracare così) e della clas- giusto per mettere in difficoltà Udinese in crescita Grazie a dubbio, l’arbitro sceglie tus, che quest’anno sta offren- to in area, ma le sue erano con-
De Ceglie, appena recuperato questo netto successo l’Udine- l’involontarietà ma il movimento do punti a tutti: è alla 12ª scon- clusioni alla camomilla, e Zebi-
sifica, perché aveva il vantag-
e preferito a Grosso. Difatti al se, che come la Juve aveva rac- è sospetto. Sull’1-0 Sanchez fitta. E dire che Zaccheroni, do- na sprecava un bell’assist del-
gio di giocare dopo tutte le
9’ l’Udinese è già in vantaggio colto solo 4 punti nelle ultime rischia il contatto di mano per po un’agognata settimana inte- l’italoargentino. Poi, dopo
concorrenti per il quarto po- proprio con Sanchez, che sul 4 gare, approfitta invece del controllare il pallone: dal replay ra di lavoro, si aspettava un mi- aver già inserito Iaquinta al po-
sto, solo una delle quali al po- palo colpito da Di Natale se- vantaggio di giocare dopo le lo stop sembra di petto. Al 40’ glioramento sul piano della sto del capitano, sul 2-0 Zac-
meriggio aveva vinto: invece gna di petto sorprendendo il sue concorrenti. Ma nel suo ca- gomitata di Pepe a Zebina: prestazione e del risultato. cheroni toglieva il codino per
si fa staccare di nuovo da Na- terzino della Juventus. Per i to- so non si trattava del quarto poteva starci il cartellino Niente. La Juve anzi fa svariati Giovinco e passava anche lui
poli e Samp. Si consuma così il rinesi, alla 18ª partita consecu- posto, bensì del quart’ultimo rosso. Curioso episodio al 21’ passi indietro rispetto al suc- al 4-3-3. Ma meno di 10’ dopo
sabato di passione della Brut- tiva in cui prendono gol, la ga- ora occupato dalla Lazio, supe- della ripresa: gara sospesa per cesso della giornata preceden- la Juve incassava il terzo gol,
ta Signora, grigia come la ma- ra si mette subito in salita. Ma rata insieme al Bologna. Una 3’ perché si scuce la rete dalla te. Il tecnico si era cautelato con i centrali di difesa — due
glia che indossa, in balia di diventa una montagna quan- meritata boccata d’ossigeno traversa della Juve. Melo schierandola con un prudente nazionali come Legrottaglie e
qualunque avversario, incapa- do nel secondo tempo si scate- per la squadra di Marino che graziato dal secondo giallo. 4-4-2, con Camoranesi a de- Cannavaro — inghiottiti dai
ce di reagire e di creare una so- na Pepe a sinistra, dalla parte Zaccheroni giustamente alla stra incaricato di produrre gio- contropiede dell’Udinese.

LE PAGELLE di FRANCESCO BRAMARDO

punta Del Piero. Ci mette il fisico e ASAMOAH 6 Non riesce a LEGROTTAGLIE 4,5 Si perde Di SISSOKO 5 Prova a metterci
la zucca, fa buona guardia nella ripartire come vorrebbe ma se la Natale sul palo che innesca il gol, fisico, tacchetti, rabbia per
ripresa, di testa le prende tutte. deve vedere in una gara di non c’è nelle chiusure, sbadato. tappare le falle che si apre spesso
centimetri con Sissoko. da solo.
LUKOVIC 6,5 Sbroglia un paio di CANNAVARO 5 Il meno peggio. Ha
nodi in area, mette la museruola SANCHEZ 7 All’inizio perde palloni tutti contro, i tifosi, gli anni che MARCHISIO 5 Solito refrain,
ad Amauri, soltanto Manninger gli preziosi, appena si scalda diventa passano, gli avversari che saltano
determinante. Secondo gol, quarto di centrocampo patisce
nega la gioia del gol. il centrocampo come birilli. troppo. Un tiro nel finale fuori
ciliegina sulla torta, spina nel
PASQUALE 6,5 Innesca l'azione fianco di De Ceglie. DE CEGLIE 4,5 Sanchez nel primo misura.
del gol, ci prova con un tiro da 30 tempo lo mette alle corde. Nella
DEL PIERO 5,5 Si sbatte ma non
metri. Non si perdesse ripresa vengono meno anche le
Camoranesi sarebbe perfetto. h 7,5 DIIL MIGLIORE
NATALE gambe.
punge, se non inventa serve a
poco.
ISLA 6 Buone idee, non sempre Un palo, un assist, e un gol, CAMORANESI 5 Prova ad
IAQUINTA 5 Non è serata, un paio
UDINESE 8 preciso, pericoloso quando prova difficile chiedergli di più (foto JUVENTUS 4 arrivare al tiro, ci mette rabbia ma
di zuccate ma in area friulana non
l'affondo con Di Natale. Cresce nel IMAGE) (Floro Flores s.v.) poco costrutto.
HANDANOVIC 6 Parata da secondo tempo, gran filtro in IL MIGLIORE si passa.
fotografia su punizione di Del mezzo al campo. PEPE 7 Lascia Zebina per le terre,
sfonda la rete con un destro
h 6
MANNINGER
GIOVINCO 5 Si piazza a sinistra
nel tridente, tanto fumo e nulla di AMAURI 4,5 Per la serie «chi l’ha
Piero. Un paio di uscite da brivido. visto». Non tiene una palla, lontano
INLER 5,5 Prende una botta dopo pieno di rabbia. Nella ripresa Ci mette le pezze, evita il più, uno zanzarino innocuo.
FERRONETTI 6 Ammonito pronti meno di mezz'ora, stringe i denti, affonda la lama nella difesa dalla forma migliore.
naufragio. Salva su missili di FELIPE MELO 5 Prova a
via, regala una punizione a Del esce al via della ripresa. bianconera. Pasquale e Lukovic (foto MAGNI). All. ZACCHERONI 4 Non si era
barcamenarsi in mezzo al campo
Piero in zona pericolosa. (Badu mai visto un avversario irridere la
SAMMARCO 6 Sartina a All. MARINO 7 Tramortisce la spesso da solo. Bisticcia con
s.v.) ZEBINA 5 Pepe negli occhi.
centrocampo, buona guardia su Juventus aggredendola fino al l’udinese Isla, un tiro respinto. Juventus con il «torello». Né gioco
ZAPATA 6 Trema solo quando lo Marchisio. ritorno nel tunnel degli spogliatoi. Sbarella nella ripresa. (Candreva s.v.). né attributi.

TERNA ARBITRALE: ROCCHI 5,5 Grazia il secondo giallo a Felipe Melo, gomitata di Pepe a Zebina, ma il collaboratore non lo aiuta. Cariolato 6 -De Luca 5.

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


DOMENICA 4 APRILE 2010
LA GAZZETTA SPORTIVA R
15
#

ALLENATORE E GIOCATORI SI SONO ISOLATI NEGLI SPOGLIATOI


UNO-DUE FRIULANO

«Chiediamo
me 5 partite. E un deprimente
Sanchez sblocca la gara

V
settimo posto che, per quanto
con un tocco facile facile potenzialmente migliorabile
(il Palermo è a quota 51, anco-
Pepe, botta del 2-0
scusa a tutti»
ra a 3 punti di distanza), au-
menta l’incertezza su come la
Juve concluderà la stagione, e
9’ rende sempre più problemati-

In silenzio
PRIMO TEMPO co pianificare il futuro. Senza
Pasquale garanzie, difficile trovare sulla
lancia piazza allenatori o giocatori vo-
Di Natale, gliosi di immedesimarsi nella

e contestati
controllo in causa bianconera per la prossi-
corsa di destro ma stagione. Lo stesso Zacche-
del roni non ha la certezza di chiu-
capocannoniere dere la stagione al suo posto.
che calcia
benissimo di vittoria con l’Atalanta della set- Scuse «Dobbiamo cambiare
sinistro. La Nella Juve nessuno timana scorsa poteva essere un marcia». Suona beffardo, ades-
so, l’invito fatto l’altro ieri da
palla sbatte sul
palo e sulla
parla. E i tifosi: segnale incoraggiante, la pro-
va terribile di ieri sera ha can- Zac, che si era detto soddisfat-
respinta sbuca «Fate giocare cellato tutto. Compresa la stri- to di aver potuto svolgere una
settimana di allenamenti filati
Sanchez: 1-0 gliata di John Elkann, che evi-
facile facile la Primavera» dentemente non ha sortito al-
senza interruzioni. E invece. In-
vece la sfida del Friuli finisce
dell’Udinese cun effetto.
con la Juve che si chiude in si-
RICHIARDI DAL NOSTRO INVIATO
lenzio stampa. Allenatore com-
MARCO PASOTTO Incertezza Il bilancio di Zacche- preso. Fino ad ora Zac ci aveva
roni in campionato adesso par-
18’
5 RIPRODUZIONE RISERVATA
sempre messo la faccia. Questa
la di 4 vittorie, 3 pareggi e 4 volta probabilmente è troppo
SECONDO TEMPO UDINE d«Fate giocare la Prima- sconfitte, con 4 punti nelle ulti- anche per lui. Adesso, prima di
Di Natale vera». Il coro dei pochi tifosi ju- dire qualsiasi cosa, è meglio ri-
lancia in ventini giunge dopo 38 minuti, flettere, confrontarsi esclusiva-
verticale
Sanchez
e il cileno è
mentre la partita è ancora sul-
l’1-0. E dunque rimediabile.
Quando nella ripresa cessa di
L CLIC mente all’interno del gruppo.
Cosa che è già stata fatta ieri
sera dopo la partita: i giocatori
molto più veloce esserlo, sugli spalti del settore JUVE ALLA 12a CADUTA sono rimasti chiusi a lungo nel
di Cannavaro. ospiti già da tempo non c’è più PEGGIO SOLO NEL 1962 ventre del Friuli, dove è matu-
A tu per tu nessuno. Potesse, anche Alber- rata la decisione di evitare qual-
con Manninger to Zaccheroni probabilmente La Juve è alla 12a sconfitta siasi dichiarazione. Il tutto nel-
calcia addosso si infilerebbe nel tunnel degli dopo 32 turni, come nel la giornata in cui il presidente
al portiere in spogliatoi prima della fine. 1956-57. I 12 k.o. in totale, Blanc è stato segnalato a Lon-
uscita Tunnel è la parola giusta: il tec- oltre che nel 1956-57, ci dra, presumibilmente per por-
disperata. Pepe nico chiede, a tratti scorge un furono anche nel 1948-49. tare avanti il discorso-allenato-
riprende e al briciolo di luce, e appena succe- Il record negativo è del re. «La Juve chiede scusa ai tifo-
limite dell’area de calano di nuovo le tenebre. 1961-62: 13 k.o. dopo 32 si», fa sapere la società a propo-
segna il 2-0 di In questo caso non si vede a un turni, 15 in totale. sito del silenzio stampa. Ma or-
destro AP centimetro. Se la difficoltosa mai le scuse non bastano più.

NUOVO CONTRATTO UDINESE 3 JUVENTUS 0


UDINESE (4-3-3) Handanovic; Ferro- JUVENTUS (4-4-2) Manninger; Zebina,
Betclick sponsor netti (dal 34’ st Badu), Zapata, Lukovic, Legrottaglie, Cannavaro, De Ceglie; Ca-

per due stagioni Pasquale; Isla, Inler (dal 3’ s.t. Sammar-


co), Asamoah; Sanchez, Di Natale (dal
moranesi (dal 21’ s.t. Giovinco), Sissoko,
Melo (dal 43’ s.t. Candreva), Marchisio;
37’ s.t. Floro Flores), Pepe. PANCHINA Amauri, Del Piero (dal 16’ s.t. Iaquinta).
La Juventus ha firmato un Belardi, Cuadrado, Siqueira, Corradi. PANCHINA Pinsoglio, Grygera, Grosso,
contratto con «Betclick UK ALLENATORE Marino. Trezeguet. ALLENATORE Zaccheroni.
Ltd»: sarà «Official Sponsor»
dall’1 luglio 2010 e fino al 30 GIUDIZIO 7777 MOMENTI CHIAVE
giugno 2012. «E’ il primo MARCATORI Sanchez al 9’ p.t.; Pepe al 6’ p.t. Cross di De Ceglie per Camorane-
dei due accordi di official 18’, Di Natale al 31’ s.t. si che tira centrale.
sponsorship per le prossime ARBITRO Rocchi di Firenze. c GOL! 9’ p.t. Bel lancio di Pasquale per Di
Natale, che colpisce il palo: sul rimbalzo Sanchez
due stagioni» ha detto il AMMONITI Pasquale (U), Ferronetti (U), mette dentro.
presidente Blanc. La società Melo (J), Del Piero (J) per gioco scorret-
30’ p.t. Melo apre a destra per Camoranesi, da
bianconera ha, infatti, deciso di to. Lukovic (U), Sanchez (U) per com-
lui in area per Zebina che chiude troppo il tiro.
adottare un nuovo format: due portamento non regolamentare.
43’ p.t. Tiro di Pasquale da fuori, Manninger
diversi partner apporranno il NOTE Paganti 8.430, incasso di 240.709 euro;
c’è.
proprio marchio sulle maglie di abbonati 13.960, quota di 109.116 euro. Tiri in
porta 10-6. Tiri fuori 2-6. In fuorigioco 5-4. An- c GOL! 18’ s.t. Asamoah lancia Sanchez in con-
gara. Il contratto con «Betclic» goli 5-5. Recuperi: p.t. 3’, s.t. 6’. tropiede, Manninger a tu per tu respinge ma arri-
prevede un corrispettivo base va Pepe che sfonda letteralmente la rete.
di 16 milioni di euro e un 25’ s.t. Sinistro da fuori di Melo, Handanovic
corrispettivo variabile che non trattiene ma Iaquinta non ne approfitta.
cambia in funzione dei risultati c GOL! 31’ s.t. Isla indovina l’assist giusto per
sportivi. Di Natale che piazza nell’angolino.

IL CAPOCANNONIERE L’AZZURRO E’ ARRIVATO A 22 GOL

Di Natale: «Successo
lino non manca nessuno, col ca-
pitano bianconero che vola a
quota 22 in classifica marcato-

fondamentale»
ri e distanzia di un altro gradi-
no Milito. «Era una partita diffi-
cile, ma noi avevamo troppo bi-
sogno di punti — racconta Di
tecnico che, dopo il suo ritor- Natale —. Abbiamo giocato
Marino: «Ho diversi no, è riuscito a riacciuffare con davvero una grande partita, è
rimpianti, gli le unghie un gruppo in apnea e
a restituirgli un minimo di iden-
una vittoria fondamentale. É
un peccato ritrovarsi in queste
infortuni ci hanno tità. Alla vigilia Marino conta- condizioni di classifica, pur-
va molto sul vantaggio psicolo- troppo ci sono stagioni che ini-
condizionati» gico di giocare con tutti gli altri ziano male. La Juve male? No,
risultati acquisiti. Quello di Ber- una grandissima prova del-
DAL NOSTRO INVIATO gamo è servito da stimolante: l’Udinese». Marino festeggia
5 RIPRODUZIONE RISERVATA l’Atalanta nell’arco di sei ore è come meglio non potrebbe la
tornata a debita distanza, la La- panchina numero 100 in A con
UDINE dDa ieri sera Alberto Zac- zio è finita sotto e il Bologna è i friulani: «Ho diversi rimpian-
cheroni occupa un posto anco- stato raggiunto. Meno sei alla ti, questo campionato avrebbe
ra più speciale nel cuore dei ti- fine, tutto ancora in ballo, ma potuto andare ben diversamen-
fosi udinesi. La sua Juve che un segnale forte per se stessi e te. Invece gli infortuni ci hanno
sprofonda al Friuli per la secon- per le dirette concorrenti. condizionato pesantemente.
da stagione consecutiva equiva- Peccato, perché abbiamo perso
le a un successo vitale per i ra- Gioia e rimpianti Sanchez, Pepe, una stagione».
gazzi di Pasquale Marino. Un Di Natale: all’appello nel tabel- m.pas.

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


DOMENICA 4 APRILE 2010
R
16 LA GAZZETTA SPORTIVA

SERIE A 32a GIORNATA

Maxi
Lopez vale doppio
Un super Catania
stende il Palermo
L’argentino segna due gol e lancia la squadra
di Mihajlovic. I rosanero sono irriconoscibili
DAL NOSTRO INVIATO no del primo derby e, guarda Negli ultimi 4 derby, ha raccol- per squalifica) ottima nell’im- va a trovare alcuna soluzione
FABIO BIANCHI un po’, del suo compleanno nu- to la miseria di un punticino, postazione sia in difesa che in per contrapporsi con efficacia.
mero 26. L’argentino ora è il nonostante finisca sempre
La punta festeggia offesa. Tutto il gioco ruotava su un Li-
5 RIPRODUZIONE RISERVATA
nuovo idolo di Catania, miglior avanti in classifica al Catania. con la prima verani in giornata no, ma nem-
CATANIA dAl Cibali non c’erano
regalo non poteva farsi. Fuochi Questa sconfitta, paradossal- doppietta italiana il La chiave In poche parole, nel meno aiutato dai movimenti
d’artificio fuori dallo stadio, un mente, è ancora più eclatante 26o compleanno. Catania ha funzionato tutto, delle punte e da un Pastore,
i tifosi del Palermo, per i noti
telefono rovente dentro, a fine del 4-0 subito in casa l’anno nel Palermo nulla. Catania che marcato a uomo da Biagianti, a
motivi di ordine pubblico. Solo partita: quello del d.s. Sabati- scorso. Quella volta, aveva lot- Miccoli e compagni ha cominciato a lavorare sul cui sembrava avessero tolto il
che non c’era nemmeno il Paler- ni, a rapporto con Zamparini. tato e tirato di più. Qui, nel pri- hanno raccolto un fianco destro con Izco e Marti- gregge. L’unica alternativa era
mo, e non si capisce il motivo.
Il Catania invece eccome, se
Ci deve essere qualche strana mo tempo è stato inesistente e solo punto negli nez, perfetti nelle sovrapposi- il lancio lungo per Balzaretti
alchimia che paralizza Miccoli solo verso il tramonto ha mo- zioni, per poi completare l’ope- che andava sul fondo e crossa-
c’era. Soprattutto Lopez: più (lui in primis) e compagnia strato sprazzi di reazione. Di ultimi 4 derby ra al centro con le incursioni di va. Senza mai trovare nessuno
che Maxi, super. La prima dop- quando c’è da affrontare l’altra certo, il merito è anche della Ricchiuti. Il Palermo, inebeti- all’appuntamento. Il Catania
pietta in terra siciliana nel gior- faccia della Sicilia calcistica. banda Mihajlovic (in tribuna to, stava a guardare. Non riusci- ha ottenuto il doppio vantag-

DAGLI SPOGLIATOI IL TECNICO DELIO ROSSI: «MI PRENDO TUTTE LE RESPONSABILITÀ» L’INFORTUNIO

Zamparini: «Ho visto errori tecnici» Martinez rischia


il Mondiale?
CATANIA dK.o. nel momento
sanero in corsa per la Cham- tevamo anche segnare ancora. migliore della stagione: Jorge
Il presidente: pions non è proprio piaciuta: Più gratificante il successo sull' Martinez ha riportato un
«Avrei inserito specie l’approccio al match. Il
tecnico Delio Rossi conferma:
Inter o nel derby? È diverso,
contro i nerazzurri non c'erava-
sospetto stiramento al
quadricipite nell’azione del
Hernandez invece «Errori grossolani, eccesso di si- mo mai riusciti, col Palermo sì vantaggio del Catania.
curezza. I nostri primi 20’ sono in passato. Cercheremo di bat-
che Bertolo» stati peggiori di quelli di Bari. tere anche il Milan».
Sfortunato davvero
l’attaccante uruguaiano, in
Sono io comunque il colpevole. corsa per una convocazione al
DAL NOSTRO INVIATO Se l’assenza di Bovo è pesata? Fedeltà Il tecnico rossazzurro Mondiale in Sudafrica, è stato
ALESSIO D'URSO Troppo facile. Gli assenti han- Dario Marcolin, alla terza pan- trasportato fuori dal campo in
5 RIPRODUZIONE RISERVATA
no sempre torto. Di sicuro la china quest'anno (2 vittorie, La- barella. I medici del Catania
mia squadra ha forza e caratte- zio e Palermo, un pari a Genova nelle prossime ore
CATANIA dTenero, il Palermo.
re per riprendere il cammino. con la Samp) in sostituzione
sottoporranno il giocatore ad
Dispiaciuto, il presidente Mau- Solo chi ha sbagliato può impa- dello squalificato Mihajlovic,
accertamenti per stabilire
rare la lezione. La nostra corsa spiega: «Abbiamo il piede sull'
rizio Zamparini: «La solita squa- l'esatta entità dell'infortunio e
continua, una partita negativa Maxi Lopez festeggia il gol e i 26 anni con Mascara e Ricchiuti LAPRESSE acceleratore e vogliamo chiude-
dra già vista in trasferta. Siamo non può inficiare quanto di buo- re il discorso salvezza prima prevedere i tempi di recupero.
stati pavidi. Non posso non evi- no fatto finora. I conti si fanno di classifica molto interessante possibile. Maxi Lopez sta diven- Anche il centrocampista
denziare però la forma strepito- alla fine». a 6 giornate dalla fine. Siamo a tando sempre più importante rossazzurro Fabio Sciacca,
sa di Hernandez. Ho visto erro- Felicità Pulvirenti: 38 punti, la salvezza è a quota per questa squadra». Il centra- rientrato dopo un lungo
ri a livello tecnico, sotto di due Felicità Orgoglioso il presiden- «Tenevamo al derby, 40. Ci tenevamo, tutti vivono il vanti argentino aggiunge: «Feli- periodo di stop, ha lasciato il
gol io avrei inserito Hernandez, te del Catania Antonino Pulvi- ora battiamo anche il derby in maniera sentita. Il ri- ce per i gol, soprattutto se servo- terreno di gioco dolorante per
non Bertolo». renti, ad un passo dalla quarta sultato è giusto. Abbiamo sbloc- no alla salvezza. Il mio futuro? una distorsione alla caviglia.
salvezza di fila in serie A: «Ab-
Milan». Lopez: «Il mio cato il risultato con il gol di Ma- Non guardo altrove, ho tre anni a.d’u.
Severo Al patron la prova dei ro- biamo raggiunto una posizione futuro è a Catania» xi Lopex e nel primo tempo po- di contratto col Catania».

LE PAGELLE di FRANCESCO CARUSO

CATANIA 7 IZCO 6,5 Buon controllo delle


operazioni di centrocampo, non è
LEDESMA 7 Impressiona la
personalità con la quale entra in
PALERMO 5 evitare il naufragio, pochi cross
però.
PASTORE 5 Un altro dei grandi
assenti. Non entra mai in partita e
ANDUJAR 7 Due buoni interventi fortunato nelle conclusioni. partita, a freddo e dopo lunga SIRIGU 5,5 Non riesce ad opporsi MIGLIACCIO 6 Lotta molto ma non commette errori al di sotto delle
su Cavani ma anche nell’ordinaria assenza. sul diagonale velenoso e potente di riesce a incidere. sue qualità (Budan s.v.).
BIAGIANTI 7 Metronomo della
amministrazione dà sicurezza. Maxi Lopez, nulla può sul CAVANI 5,5 Il solo a provare ad
squadra, garanzia in copertura e LIVERANI 5 Prova impalpabile
ALVAREZ 6,5 Vince il duello a puntuale nelle ripartenze. IL MIGLIORE raddoppio dell’argentino. impensierire Andujar ma sbaglia
distanza con Balzaretti.
RICCHIUTI 6,5 Bravo a
h 8
MAXI LOPEZ CASSANI 5,5 Al di sotto delle sue
aggravata dalla gaffe che apre la
strada a Martinez per il raddoppio una facile opportunità.
SILVESTRE 7 Registra la difesa. riconquistare palla, pecca però di Una doppietta, la prima italiana, possibilità, scende molto poco. di Maxi e non è stata l’unica. MICCOLI 5 Chi l’ha visto? Anche
Peccato per il giallo, salta il Milan. egoismo in un paio di occasioni. per festeggiare il suo 26˚ BERTOLO 5,5 Tenta di smuovere questa volta il fuoriclasse salentino
KJAER 5,5 Non ha colpe specifiche si lascia irretire dal peso del derby.
TERLIZZI 7 Rimedia una botta al SCIACCA 6,5 Rientrava dopo una compleanno. Meglio di così. sui gol ma non aiuta abbastanza. le acque ma ci riesce solo in parte.
naso ma rimane in campo quasi lunga assenza, ha dimostrato di HERNANDEZ 6 Grinta e
MASCARA 7 Sempre generoso GOIAN 4,5 Il peggiore in campo. IL MIGLIORE
fino al termine giocando la solita
gara di sostanza (Spolli s.v.).
essere pienamente recuperato.
MARTINEZ 7 Il merito del
sempre imprevedibile e pericoloso. Pesa soprattutto l’erroraccio che h 6 NOCERINO determinazione non possono
bastare.
propizia il primo gol di Lopez. Ma E’ uno degli ultimi ad arrendersi,
CAPUANO 7 Si propone spesso raddoppio è quasi completamente ALL. MARCOLIN 7 Terza partita in ALL, ROSSI 5 Non riesce a
non è l’unico. purtroppo per il Palermo non può
sul corridoio di sinistra, riuscendo suo. Si fa male proprio in questa panchina e 7 punti in tasca: un smuovere le acque e a cambiare
ad alleggerire la pressione. occasione ed è costretto ad uscire. pezzo di salvezza è anche sua. BALZARETTI 6 Uno dei pochi a bastare ad evitare il tracollo. corso alla gara.

TERNA ARBITRALE: TAGLIAVENTO 6,5 Compito agevole per il miglior fischietto italiano del momento. Copelli 6,5 - Di Liberatore 6,5.

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


DOMENICA 4 APRILE 2010
LA GAZZETTA SPORTIVA R
17

gio su altrettanti grossolani er-


w
2 0
Il gol del 2-0 di Maxi Lopez che rori. Il primo di Goian, che per- CATANIA PALERMO
beffa Liverani e Kjaer LIVERANI deva palla con Maxi Lopez: fu-
ga e gran diagonale vincente. I NUMERI
Poi per un passaggio orizzonta-
le nel vuoto di Liverani che GIUDIZIO 777

6
nemmeno all’oratorio: irruzio- MARCATORE Maxi Lopez al 14’ e al 32’ p.t.
ne di Martinez sul fondo, cross
teso e Maxi puntuale al tap-in. 4-3-3 4-3-1-2
Nell’occasione, Martinez è usci- i gol di Maxi Andujar; Alvarez, Silvestre, Terlizzi Sirigu; Cassani, Kjaer, Goian,
to per infortunio e il Catania ha Lopez (dal 44’ s.t. Spolli), Capuano; Izco, Balzaretti; Migliaccio, Liverani (dal
perso un punto di riferimento. Biagianti, Ricchiuti (dal 27’ s.t. 17’s.t. Bertolo), Nocerino; Pastore (dal
con la maglia Sciacca); Martinez (dal 35’ p.t. 44’ s.t. Budan); Miccoli (dal 24’ s.t.
Poco male: il Palermo non usci- del Catania in Ledesma), Maxi Lopez, Mascara. Hernandez), Cavani.
va dall’ipnosi se non nel tardo 10 presenze.
secondo round, quando Rossi PANCHINA Campagnolo, Potenza, PANCHINA Benussi, Calderoni, Blasi,
Ieri sera la Bellucci, Morimoto. Celustka.
ha deciso di fare a meno di Live- prima doppietta
rani per inserire Bertolo. Se la ALLENATORE Marcolin (Mihajlovic ALLENATORE Delio Rossi.
per l’argentino squalificato)
tecnica non funziona, provia- ESPULSI nessuno.
mo col dinamismo. Le cose so- ESPULSI nessuno. AMMONITI AMMONITI Balzaretti e Liverani per
no appena migliorate e non a Silvestre per gioco scorretto. gioco scorretto.
caso Nocerino si è messo in lu-
ce. Suoi due inviti per Cavani
che, davanti ad Andujar, si è
sempre fatto deviare il tiro. Al-
29
i punti di
ARBITRO Tagliavento di Terni.
NOTE Paganti 7.632, incasso di 191.380 euro; abbonati 10.668, quota non
comunicata. Angoli 5-10. In fuorigioco 4-0. Recuperi: 2’ p.t., 4’ s.t.
Mihajlovic nei
meno ci ha provato. Miccoli ha POSSESSO PALLA PALLE RECUPERATE
17 incontri della
solo tirato 3 punizioni addosso
alla barriera. sua gestione,
la media punti CATANIA 44% PALERMO 56% CATANIA 33 PALERMO 43
Incompiuto Anche col bravo De- partita è 1,706
TIRI IN PORTA TIRI FUORI
lio Rossi, il Palermo non riesce contro lo 0.6 di
a fare il decisivo salto di quali- Atzori in 15 gare IIIIIII IIIIII IIIIIII IIIIII
CATANIA 7 PALERMO 6 CATANIA 7 PALERMO 6
tà. Ha sempre qualche passag-
gio a vuoto, come questo der- Delio MOMENTI CHIAVE
by indigesto, che gli costa la Rossi PRIMO TEMPO 2-0 SECONDO TEMPO
coabitazione in Cham- 8’ La punizione di Mascara finisce alta ma 2’ Sul lancio di Nocerino, Cavani è
pions. Il Catania inve- Sirigu era sulla traiettoria. solo ma tira addosso ad Andujar in
ce con Mihajlovic uscita.

L CLIC dall’inizio pro-


babilmente
avrebbe lottato
12’ Ci prova Pastore, girata alta sulla
traversa.
c GOL! 14’ Martinez ruba palla e Maxi Lopez
entra in area e sfodera un diagonale vincente.
9’ Nocerino per Miccoli che dal limite
sfiora il palo lontano.
36’ Azione del Catania che libera Izco
UNA MARATONA per l’Europa. Ma al tiro: il Palermo si salva in angolo.
AMATORIALE va bene così: 18˚ ri- c GOL! 32’ Brutto passaggio in mezzo a
nessuno di Liverani, irrompe Martinez che in
IN RICORDO DI RACITI sultato utile di fila area dribbla Kjaer e mette in mezzo per Lopez,
40’ Bello spunto di Hernandez che dal
fondo mette in mezzo, ma Cavani non
Una maratona amatoriale in casa, derby e sal- puntuale. trova il colpo vincente.
dal Barbera al Massimino. vezza in pugno. La 39’ Strepitosa azione solitaria di Lopez che 48’ Gran tiro di Nocerino da fuori
Nella foto Fabiana (centro), stagione sorride, dribbla tre uomini e tira, devia Sirigu. respinto, poi Hernandez: fuori.
figlia di Filippo Raciti, con come il sole che
46’ Tiro da posizione angolata di Cavani,
due piccoli tifosi del anche durante la facile respinta di Andujar.
Catania e del Palermo ANSA sfida illuminava
l’Etna.

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


DOMENICA 4 APRILE 2010
R
18 LA GAZZETTA SPORTIVA

SERIE A 32ª GIORNATA


Lazio e Napoli zupping
di VINCENZO CITO
f

nel segno
vcitoo@gazzetta.it
5 RIPRODUZIONE RISERVATA

Galeazzi
e il derby

dell’amico Reja
delle cassate
«Ma è più buona la cassata
di Palermo o quella di
Catania?» Giampiero
Galeazzi a «Novantesimo
minuto» (Rai Due), prima del
Floccari sblocca subito, poi gemma di Hamsik derby siciliano, parla
finalmente delle cose che sa.

Nel secondo tempo il pareggio fa contenti tutti Fabio Caressa in diretta su


Sky sport show «Salutiamo
RUGGIERO PALOMBO creati sulla fascia sinistra dal il presidente dell’Inter,
LAZIO 1 5 RIPRODUZIONE RISERVATA movimento orizzontale di Roc-
chi e dal mancato avanzare di
Angelo Moratti».

NAPOLI 1 ROMAdVola la colomba pasqua-


le e si posa alla fine sull’Olimpi-
Kolarov, che mandano in tilt
Maggio, Pazienza e Grava. Il
«Malatesta ha segnato 19 gol
col Carpenedolo, squadra
GIUDIZIO 77 co, dove Lazio e Napoli fanno cross dalla linea laterale è bello che di fatto è nell’orbita del
PRIMO TEMPO 1-1 sul serio per un tempo e nel se- e il colpo di testa di Floccari presidente del Parma
MARCATORI Floccari (L) al 4’, Hamsik
condo decidono che va bene co- straordinario, sesta rete in bian- Berardi» (Cesare Barbieri,
(N) al 38’. sì. Un 1-1 che porta le firme di coceleste, decima contando an- Brescia-Mantova, Sky).
LAZIO (5-3-2) Muslera; Lichtsteiner,
Floccari e Hamsik, i capocanno- che quelle segnate col Genoa.
Biava, Dias, Radu, Kolarov; Brocchi, nieri delle due squadre, e che Se la chiave della Lazio è tatti-
Ledesma, Mauri; Floccari (Cruz dal muove le relative classifiche ca, quella del Napoli è legata al- Per Stefano Nava (Sky) come
34’ s.t.), Rocchi (Zarate dal 1’ s.t.). ma non troppo. Per il quarto po- l’estro dei suoi solisti. Quaglia- definire Mascara, migliore in
PANCHINA Berni, Stendardo, Del- sto Champions del Napoli servi- rella e Hamsik, alle spalle di La- campo di Catania-Palermo?
nero, Baronio, Hitzlsperger. rà ora un filotto di vittorie e si vezzi, dormicchiano a lungo, «Eccellente». Di più
ALLENATORE Reja. può fare (con Parma, Bari, Ca- ma il lancio di Quagliarella che «Straordinario». Di più
NAPOLI (3-4-2-1) De Sanctis; Grava, taglia a fette l’altrui difesa sul «Effervescente». Di più
Cannavaro, Campagnaro; Maggio (Ri- finire del primo tempo e il toc- «Fantastico». Di più
naudo dall’8’ s.t.), Pazienza, Gargano, co morbido di Hamsik (centro «Balsamico».
Zuniga; Hamsik, Quagliarella; Lavezzi. Zarate parte dalla numero undici) che sbuca alle
PANCHINA Gianello, Rullo, Cigarini, Bo- panchina, entra nella spalle di Radu e Dias è roba d’al- Giorgio Porrà (Sky) dopo la
gliacino, Maiello, Denis.
ripresa senza ta scuola. Da quel momento, partita col Cska Mosca al
ALLENATORE Mazzarri. due parate di Muslera su Lavez-
incidere. Mazzarri zi e Campagnaro, sostituzioni
capitano dell’Inter «Zanetti,
sabato c’è già la sfida col
ARBITRO Orsato di Schio.
perde Maggio per col contagocce, e sipario calato Bologna, non la spaventano
ESPULSI Nessuno
AMMONITI Biava (L), Rinaudo (N), Li-
infortunio con largo anticipo. L’abbraccio fra Reja e Marek Hamsik alla fine della partita CUOMO tutti questi impegni
chtsteiner (L) e Radu (L) tutti per gio-
ravvicinati?». Mica tanto,
co scorretto. gliari, Chievo, Atalanta e infine Reja sperimentale Alla nona deve essere dettata dall’agilità La bellissima coproduzione era squalificato.
NOTE Spettatori paganti 4.268, abbonati Sampdoria), per la salvezza del- panchina Lazio e al quarto risul- del trio meraviglia di Mazzarri, Quagliarella-Hamsik arriva in
27.552, incasso e quote non comunicati. Ti- la Lazio che ha un calendario as- tato utile consecutivo (è record ma le modalità del gol danno un suo momento di relativo re- A «Stadio sprint» (Rai Due)
ri in porta 5-6. Tiri fuori 6-4. Fuorigioco 2-1.
sai delicato (Bologna, Roma, stagionale), Reja decide che torto a Reja. L’altra sorpresa è lax, segno che al genio non si un ispiratissimo Claudio
Angoli 3-3. Recuperi 0 p.t.; 3’ s.t.
Genoa e Inter, poi Livorno e Stendardo al centro della dife- Rocchi in campo e Zarate in comanda. L’unico cambio è Ranieri. Sul sondaggio che
Udinese) meglio la politica dei sa merita una sosta. Le chiavi panchina: i ruoli si ribalteran- quello tra Rinaudo e l’infortuna- vede favorita la Roma.
piccoli passi. vengono date in mano a Dias, il no nella ripresa senza effetto al- to Maggio, con rivoluzionamen- «Devono aver votato solo i

11
non banale brasiliano arrivato cuno. to del 3-4-2-1: Rinaudo va in di- nostri tifosi». Sulla frase di
La chiave Per la quinta volta nel- a gennaio, ai cui fianchi viene fesa, Campagnaro sale laterale Totti che sente profumo di
le ultime sette partite la Lazio schierato un esercito, perché Mazzarri vigile Sempre in piedi sinistro, Zuniga passa da sini- scudetto «Evidentemente
il record di gol di Hamsik segna nei primi minuti di gioco, con Lichtsteiner e Kolarov sem- si agita e gesticola come un os- stra a destra. Conseguenze al Francesco ha riaperto
Lo slovacco ne aveva segnati 10 in in virtù di una partenza-lampo pre bassi sarà per lo più difesa a sesso, anche quando la partita minimo sindacale. Come si con- l’armadio del 2001».
serie B col Brescia nel 2006-07 e di un Mauri che sfrutta i vuoti cinque. L’idea Biava-Dias-Radu ha da tempo perso ogni appeal. viene per un pari in amicizia.
Doveroso l’omaggio delle
reti Mediaset a Maurizio
LE PAGELLE di STEFANO CIERI DE LAURENTIIS Mosca, delicato anche il
ricordo dei giornalisti Rai.
LAZIO 6 LEDESMA 6,5 Regista puntuale, NAPOLI 6 GARGANO 6,5 Regista di azione «C’è andata Aldo Biscardi «Ho perso un
amico» Enrico Varriale
preziosissimo nel contenimento. più che di pensiero. Ma sempre
MUSLERA 6 Resta un po’ a metà MAURI 6,5 Primo tempo DE SANCTIS 6 Può poco sul gol di efficace. di lusso» «Amava la vita» Franco
Reja: «Pari ok»
strada sul gol di Hamsik, si Floccari. Attento in tutte le altre ZUNIGA 6,5 Macina chilometri sia
Lauro «Ha creato uno stile».
sontuoso, con tanto di assist a
riscatta su Lavezzi e Campagnaro. Floccari. Cala un po’ nella ripresa. occasioni. a destra sia a sinistra. E sfiora
LICHTSTEINER 6 Un po’ frenato pure il gol. A «Quelli che il calcio e...»
GRAVA 6 Copre bene la zona di
rispetto alle ultime uscite. IL MIGLIORE (Rai Due) Simona Ventura in
Ammonito, sarà squalificato. h 7
FLOCCARI
competenza, limitando i danni.
CANNAVARO 5,5 Va in difficoltà h IL MIGLIORE
7 HAMSIK passato ha intervistato
BIAVA 6 Se la cava col mestiere e Un gol da bomber vero. Tiene
Beckham e signora,
quando la Lazio spinge. La rete è un’opera d’arte in stile Ronaldo, Ronaldinho e Messi
con qualche intervento duro. costantemente in apprensione la
difesa avversaria. (Cruz s.v.). CAMPAGNARO 5 Si perde Maradona. Ogni volta che si ma le domande vere, quelle
DIAS 5,5 I numeri ci sono, certi innesca sono dolori. che mettono in crisi gli
Floccari nell’azione del gol. Spesso
sincronismi ancora no, come sul
ROCCHI 5 Gira al largo dell’area. E fuori posizione. QUAGLIARELLA 6,5 Assiste interlocutori, le fa a
gol di Hamsik.
stavolta non si fa apprezzare Hamsik sul gol e prova a Massimo Caputi. Così ieri,
RADU 5,5 Prova convincente, neppure nel lavoro di raccordo. MAGGIO 5,5 Non stantuffa come
inquadrare la porta. alla fine dei primi tempi.
macchiata però dalla dormita sulla dovrebbe, si fa male ed esce.
ZARATE 5,5 Continua ad essere la LAVEZZI 6 Sempre reattivo, ma Lui (soddisfatto di dare una
rete del Napoli. RINAUDO 6 Si piazza in difesa e
brutta copia del giocatore che un poco lucido sottoporta. ROMA Ad Aurelio De Laurentiis notizia) «Volevo dirti che il
KOLAROV 5 Opaco, svogliato e a anno fa vinceva da solo. registra meglio il reparto. (nella foto Ansa in tribuna Chelsea di Carletto Ancelotti
All. MAZZARRI 6 Realista nel
tratti indisponente. Dov’è finito? PAZIENZA 6 Non perde mai la con Gigi D’Alessio) il pari non ha vinto all’Old Trafford
ALL. REJA 6 Qualche dubbio sulla correggere la squadra con
BROCCHI 6,5 Cuore, polmoni e rivoluzione in difesa, ma è una bussola nel confronto con i Rinaudo dopo essere pervenuto al è piaciuto: «C’è andata di contro il Manchester United
muscoli al servizio della causa. Lazio che conferma i progressi. dirimpettai. pareggio. lusso. Per 20’ ho avuto per 2-1». Lei «Quindi adesso
l’impressione che la Lazio è primo?» Lui (annaspando)
TERNA ARBITRALE: ORSATO 6,5 Non sbaglia nulla usando sempre lo stesso metro di giudizio nelle valutazioni. PADOVAN 6,5 - TONOLINI 6,5
venisse da un altro pianeta, «Penso che l’abbia
mentre il Napoli sembrava scavalcato, adesso non ho la
reduce dalla Pasquetta. Il pari classifica qua davanti... Però
è buono perché qui l’uovo si, è davanti.... perché..» Lei
LA VOLATA SALVEZZA IN MAIUSCOLO LE PARTITE IN TRASFERTA. RETROCEDONO LE ULTIME 3 SQUADRE sarebbe potuto uscire anche
marcio». Meno duro Mazzarri:
(implacabile) «Non studi la
classifica della Premier
33ª giornata 34ª giornata 35ª giornata 36ª giornata 37ª giornata 38ª giornata
«Siamo stati meno brillanti League?» Lui «Sì, però
delle altre volte. Ma di fronte adesso non ce l’ho davanti a
BOLOGNA 35 Lazio UDINESE Parma ATALANTA Catania CAGLIARI avevamo una Lazio motivata e me (ride nervosamente). E’
UDINESE 35 LIVORNO Bologna Siena CAGLIARI Bari LAZIO forte». Soddisfatto Edy Reja: avanti, avanti, questo lo so
Udinese «Un punto guadagnato, che è avanti ma non so di
LAZIO 34 BOLOGNA Roma GENOA Inter LIVORNO
ottenuto tra l’altro contro una quanti punti.... (guadagna
ATALANTA 31 ROMA Fiorentina INTER Bologna NAPOLI Palermo grande squadra. Altre due tempo) Penso di due».
SIENA 26 Bari CATANIA UDINESE Palermo FIORENTINA Inter vittorie e siamo salvi». Torchiato dall’interrogatorio,
Mimmo Malfitano alla fine ha dovuto dire la
LIVORNO 26 Udinese CHIEVO Catania SAMPDORIA Lazio PARMA
verità.

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


DOMENICA 4 APRILE 2010
LA GAZZETTA SPORTIVA R
19

SERIE A 32ª GIORNATA


CAMPEDELLI
«L’arbitro Gava
non all’altezza»
VERONA «Noi non parliamo mai
ed è facile sbagliare contro il
Chievo, ma qualche volta
bisogna farsi sentire». Il
presidente Luca Campedelli,
come all’andata, compare in
sala stampa e non le manda a
dire: «Gava non si è mostrato
all’altezza del campionato. Ha
iniziato concedendo un rigore
inesistente, come ha visto tutto
lo stadio, che per grazia di Dio
il guardalinee ha corretto. Poi
sul 2-1 ha fischiato a senso
unico». Pure Di Carlo ci mette
pepe: «Ogni fallo un giallo, con
gli avversari gli arbitri non
adottano lo stesso metro».
g.t.
Giampaolo Pazzini, 25 anni, segna il secondo gol che lancia la Sampdoria verso la Champions League ANSA

Speedy Samp
padroni di casa: gambe, corsa
e stimoli. Palombo detta i tem-
pi, ma a far saltare il banco ci
pensano gli inserimenti degli
esterni, che creano una supe-
riorità numerica costante, pri-

da Champions
vando Pinzi dei rifornimenti
per le punte, con Rigoni a disa-
gio e Tissone bravo a salire sul-
la linea delle punte. Il Chievo,
però, ha le sue colpe: combina
poco e non inquadra bene la
porta.
Cassano col Chievo in gol dopo 28", raddoppio di Chievo al minimo I ragazzi di

Pazzini: quinto successo esterno. E ora il derby


Mimmo Di Carlo sono usciti fra
gli applausi, frutto del forsen-
nato (ma vano) assalto finale.
DAL NOSTRO INVIATO condo il quale Sorrentino toc- La chiave Meno di mezzo mi- Tuttavia, visto che le energie
FILIPPO GRIMALDI ca prima il pallone e poi la nuto e bum, gli ex ragazzi di non abbondano, viene da pen-
5 RIPRODUZIONE RISERVATA gamba di Semioli), controlla Delneri già al tappeto. Tissone sare che i pareggi contro Cata-
la gara, trova il bis con Pazzi- prova la conclusione, il portie- nia, Udinese e Parma siano sta-
VERONA dDelle due, l’una: for- ni e solo nel finale rischia qual- re rimedia, ma Guberti serve ti tanta manna per una classifi-
se Gigi Delneri non si è spiega- cosa, quando il Chievo (in in- un assist per Antonio Cassano, ca sempre tranquilla, ma che
to bene, oppure noi non abbia- feriorità numerica) insiste un che dentro l’area non sbaglia. forse ha fatto perdere un po’ di
mo capito. Altro che ragion di po’ di più e accorcia le distan- Ma gli ospiti, episodi a parte, rabbia alla squadra. Per arriva-
stato, Sampdoria da gestire ze. hanno più di tutto rispetto ai re al più presto alla salvezza ur-
perché il derby incombe, vi- ge ritrovare gli stimoli giusti,
sto che, si sa, sotto la Lanter- anche se ora bisognerà fare i
na la stracittadina vale (appa-
rentemente) più di una rincor-
CHIEVO 1 SAMPDORIA 2 conti con le squalifiche.

sa ai preliminari di Cham- (4-3-1-2) Sorrentino; Frey, Morero, Ye- (4-4-2) Storari; Zauri, Lucchini, Accar- Samp tutta sostanza Qualcosa,
pions League di agosto. I fatti pes, Mantovani; Luciano, Rigoni (dal 17’ di, Ziegler; Semioli (dal 26’ s.t. Padali- alla fine, Delneri ha ammesso:
dicono tutt’altro e raccontano s.t. Abbruscato), Bentivoglio; Pinzi (dal no), Palombo, Tissone, Guberti (dal 41’
«Annata fantastica». Ripetia-
41’ s.t. Bogdani); Pellissier, De Paula s.t. Testardi); A. Cassano (dal 33’ s.t.
di una squadra che, pur priva (dal 25’ s.t. Ariatti). Franceschini), Pazzini. mo: se questo è il prodotto del
di Gastaldello e Poli per scelta PANCHINA Squizzi, Mandelli, Iori, Sar- PANCHINA M. Cassano, Scepovic, Regi- turnover (il gruppo ci crede),
tecnica (il primo diffidato, il do. ALLENATORE Di Carlo. ni, Cacciatore. ALLENATORE Delneri. ora diventa d’obbligo puntare
secondo da preservare pro- al quarto posto. Anche perché
prio in vista della supersfida GIUDIZIO 777 ESPULSI Morero (C) al 22’ s.t. per dop- si è rivisto il miglior Cassano
pia amm. (entrambe per gioco. scor.).
col Genoa), al quinto succes- PRIMO TEMPO 0-1 dal suo rientro. E poi, derby a
so esterno stagionale, mette MARCATORI A. Cassano (S) al 1’ p.t.; AMMONITI Accardi (S), Bentivoglio (C), parte, c’è un conto in sospeso
al tappeto un Chievo a due fac- Pazzini (S) al 10’ e Mantovani (C) al 31’ Tissone (S) e Rigoni (C) per gioco scor- con il destino. Di qui al 16 mag-
retto, Pellissier (C) e Yepes (C) per pro-
ce, già sotto di un gol dopo s.t. gio si può fare meglio del
teste, Lucchini (S) per c.n.r..
ventotto secondi dal via. Non ARBITRO Gava di Conegliano Veneto.
2005, quando la Samp – mi-
solo: manca il clamoroso bis NOTE paganti 3.125, incasso di 51.604,30 eu- glior risultato dal ritorno in A -
ro; abbonati 6.962, quota di 53.966,36 euro.
per un rigore concesso e poi Tiri in porta 6-6. Tiri fuori 6-4. In fuorigioco
finì a quota 61, mancando l’Eu-
negato da Gava (su indicazio- 1-2. Angoli 7-4. Recuperi: p.t. 6’, s.t. 5’. ropa più nobile per un solo
ne del guardalinee Passeri, se- punto.

LE PAGELLE di FI.GRI.

CHIEVO 5,5 RIGONI 5 Patisce il pressing


sampdoriano. Giornata da
SAMPDORIA 7 Eccellente sia in fase di
costruzione che di contenimento.
IL MIGLIORE dimenticare. STORARI 7 Che riflessi: è
h 6,5 SORRENTINO 6,5 ABBRUSCATO 5,5 Si batte, però prodigioso su Bentivoglio, Luciano
TISSONE 6,5 Da un suo tiro nasce
il primo vantaggio. Ha ritrovato la
non riesce a pungere. e Pellissier. condizione dei giorni migliori.
Attento e sicuro. Senza colpe sui
gol. Brillante su Tissone e sul primo BENTIVOGLIO 5,5 L’impegno c’è. ZAURI 6 L’assist per il raddoppio, GUBERTI 6,5 Motore inesauribile,
tiro di Pazzini nell’azione del 2-0. Storari e Lucchini gli negano il gol. tanti palloni recuperati e un solo il Chievo non riesce a fermarlo
Quanti falli. errore nell’azione del due a uno. (Testardi s.v.).
FREY 5,5 Molti errori: uno, grave, PINZI 5,5 Assist delizioso per LUCCHINI 6,5 Un retropassaggio A. CASSANO 6,5 L’uomo giusto al
su Guberti nel primo tempo. Pellissier, un errore pesante a da brividi, ma guida bene la difesa. posto giusto. Finezze assortite.
inizio ripresa (Bogdani s.v.). Prende tanti calci, ma in silenzio.
MORERO 4 Due falli gravi su ACCARDI 6,5 Parte un po’
Pazzini e Cassano gli costano il PELLISSIER 5 Giù di tono. Due frenato, ma diventa insuperabile. FRANCESCHINI 6 Non deve
rosso. Inconcludente. palle-gol clamorose: le spreca. strafare, e si adegua.
ZIEGLER 6,5 Temperamento e
YEPES 5,5 Ben al di sotto dei suoi DE PAULA 5 Ci mette volontà, ma corsa: brillante e concreto. IL MIGLIORE
livelli, Pazzini gli mette paura. quando cala di ritmo scompare.
ARIATTI 6 Entra nel momento
SEMIOLI 6,5 Qualità e quantità. h 7 PAZZINI 7
MANTOVANI 6 Segna il gol che Lavora, tampona e riparte. Il gol numero 14 e tante occasioni.
chiave e dà una mano sulla corsia
riaccende le speranze del Chievo. PADALINO 6,5 Un finale da Caro Lippi, è in ascolto?
esterna.
LUCIANO 5,5 Tenta qualche applausi. La giocata davanti alla
All. DI CARLO 5,5 La salvezza All. DELNERI 7 Il delitto perfetto.
affondo a destra, non è giornata. panchina di Delneri è pazzesca.
matematica rimane a un passo, ma Non se l’aspettava, ma la Samp è
Pazzini lo beffa sul raddoppio. il suo Chievo pare un po’ in riserva. PALOMBO 7 Uomo d’ordine. lassù, e non per caso.

TERNA ARBITRALE: GAVA 5 Il pasticcio del rigore, corretto da Passeri. Tardiva l’espulsione di Morero. Estrae nove cartellini gialli e uno rosso
(giusto), ma si dimentica almeno quattro ammonizioni. Dobosz 6; Passeri 6,5.

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


DOMENICA 4 APRILE 2010
R
20 LA GAZZETTA SPORTIVA

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


DOMENICA 4 APRILE 2010
LA GAZZETTA SPORTIVA R
21

SERIE A 32ª GIORNATA


Bojinov: un urlo
DAL NOSTRO INVIATO
SEBASTIANO VERNAZZA
5 RIPRODUZIONE RISERVATA
LE PAGELLE di MATTEO DALLA VITE

PARMA d«Se segno non esul- PARMA 6,5 FIORENTINA 6

contro la Fiorentina
to», il luogo comune più ama-
to dagli ex di qualunque colo- MIRANTE 6 L’evento che conta? FREY 7 Quella parata di piede su
Quando impedisce il De Biabiany è da dvd del ruolo. Poi,
re. Buone intenzioni e ruffiane- Silvestri-bis. su Bojinov e Crespo.
ria. Ogni regola contiene però
PACI 5 Esce con una costola rotta. COMOTTO 5,5 Primo tiro del
la sua eccezione, e l'ennesima match, in affanno e graziato da De
Ma viene frullato da Jovetic.
dimostrazione l'ha fornita Va-
L’attaccante del Parma firma il pari e se la prende
Marco.
leri Bojinov, ex della Fiorenti- D. ZENONI 6 Si mette quarto dietro
e annacqua i razzi di Vargas. VARGAS 5 Non sta bene: gioca a
na. Il bulgaro ha festeggiato il metà, non entra nel match.
gol del pareggio del Parma
con una volata verso la curva
coi suoi ex tifosi: «Da loro insulti per tutta la gara» DELLAFIORE 6 Dei tre dietro è
quello che devitalizza Gila e regge. NATALI 5,5 Tre situazioni da
brivido: serve intesa con Frey.
dei tifosi ospiti. I compagni lo A. LUCARELLI 5,5 Un rinvio da
urlo, altre sbavature da mini-brividi. KROLDRUP 5,5 Il pallone dell’1-1
hanno placcato a centrocam-
po, per evitare il peggio. Rete PARMA 1 ZACCARDO 5,5 Santana scappa, le
passa da lui ma lo frega Donadel.
FELIPE 6 Tutto bene fino al rinvio
pesante, che rallenta la rincor- chiusure latitano, partita a metà.
sa della Viola al treno della FIORENTINA 1 VALIANI 6,5 Tanto dinamismo e
moscio che porta al pari-Parma.
DE SILVESTRI 7 Primo gol in A,
Champions League. «Quando qualità: contro Zanetti vince.
GIUDIZIO 777 quasi il bis, furia cresciutissima.
ti insultano, tu come reagisci? JIMENEZ 6 Da regista va e non va,
PRIMO TEMPO 0-1 MONTOLIVO 5,5 Fa l’elegante in
A me certe cose danno fastidio però è sempre nel vivo del match.
MARCATORI De Silvestri (F) al 22’ p.t; situazioni di grande pericolo.
e rispondo con i fatti»: così Va- Bojinov (P) al 23’ s.t. ANTONELLI 5 Fa le due fasi, ma le
leri ha replicato a precisa do- fa bene per 15’. Esce disorientato. C. ZANETTI 5,5 Non al meglio, si
PARMA (3-5-2) Mirante; Paci (dal vede: problemi ai flessori.
manda in sala stampa. I duemi- 25’ s.t. D. Zenoni), Dellafiore, A. Luca- LANZAFAME 6,5 Entra e mette a
relli; Zaccardo, Valiani, Jimenez, Anto- soqquadro la fascia. DONADEL 5,5 In piena area,
nelli (dal 9’ s.t. Lanzafame), P. Castelli- svirgola il pallone che Jimenez
ni (dal 20’ s.t. Crespo); Biabiany, Boji- P. CASTELLINI 5 De Silvestri è mette per l’1-1 di Bojo.
La ruggine fra nov PANCHINA Pavarini, Tamas’i, Lu- suo: meno male che poi c’è Mirante.
SANTANA 6 Anche lui acciaccato,
nardini, Pasi. ALLENATORE Guidolin.
giocatore e tifosi CRESPO 6 Quasi il gol partita: Frey. sparisce per un po’ ma quando c’è va.
FIORENTINA (4-4-1-1) Frey; Comot- Lotta per spazi e opportunità.
risale al 2006. Viola to (dal 13’ s.t. Vargas), Natali, Krol- IL MIGLIORE
in riserva, non basta drup, Felipe; De Silvestri, Montolivo,
C. Zanetti (dal 1’ s.t. Donadel), Santa-
BIABIANY 7 Sembra lanciato da un
arco: non si ferma né molla mai. h 7 JOVETIC
la rete realizzata da na; Jovetic; Gilardino. PANCHINA Se- Zucchero filato, palloni filtranti che
IL MIGLIORE portano al gol e a un quasi gol.
De Silvestri culin, Bolatti, Ljajic, Babacar, Keirri-
son. ALLENATORE Prandelli h 7 BOJINOV 7
Quando è acceso è il migliore.
ARBITRO De Marco di Chiavari Esulta con rabbia, segna il gol che
GILARDINO 5,5 Gol in fuorigioco,
serve, è sempre lì a infastidire.
la fiorentini di Parma questo ESPULSI nessuno soffre per i pochi palloni che ha.
gol dell'ex se lo sono cercato, AMMONITI A. Lucarelli (P) per prote- All. GUIDOLIN 7 Quattro punte e ALL. PRANDELLI 6 Un solo
visto che hanno ricoperto di ste; C. Zanetti (F) per comportamen- cambia tutto. Inizia con coraggio, tentativo di cambiare: Vargas. Non
contumelie l'attaccante. Figlio to non regolamentare; Valiani (P), Del- chiude con corposo arrembaggio. basta.
lafiore (P), Comotto (F), Natali (F) e
di qua, figlio di là e qualche co- Kroldrup (F) per gioco scorretto.
ro a sfondo razzista. NOTE Spettatori paganti 5.011, incasso di TERNA ARBITRALE: DE MARCO 6 Se il gol di Bojo è in leggero fuorigioco,
75.757,80 euro; abbonati 13.691, quota di è difficile da vedere. Mancano due gialli viola. De Fiore 6 Iannello 6
Perché si detestano Le ragioni 119.648,28 euro. Tiri in porta: 4-4. Tiri fuori:
di tanta acredine tra l'uno (il 4-2. In fuorigioco: 2-3. Angoli: 6-3. p.t. 1’, s.t.
5’.
giocatore) e gli altri (i tifosi vi- Valeri Bojinov, 24 anni, un’esultanza molto polemica coi tifosi viola LIVERANI
ola) vanno ricercate nell'anno
e mezzo di Bojinov a Firenze, so il 3-5-2 d'ordinanza, ha tol- Stevan Jovetic. Passaggi ta- che questa volta la decisione IL TECNICO VIOLA
dall'inverno del 2005 all'esta- to due centrocampisti (Castel- glienti, in verticale. Su uno di dell’assistente è stata giusta.
te del 2006. Tutto bene all'ini- lini e Antonelli) e ha inserito questi assist, De Silvestri si è Prandelli: «Il rinnovo del contratto?
zio, ma mesi dopo Valeri finì due attaccanti (Lanzafame e inserito con tempismo e ha af- Sofferenza viola La Fiorentina Se vorranno parlarne, ci sarò»
prima in panchina, perché Crespo). Ha così preso forma fettato la difesa del Parma. Vie- ha sofferto in mediana. Monto-
quella era l'età dell'oro di Luca uno spericolato 4-4-2, con Bia- ne da chiedersi perché Gilardi- livo, Zanetti e a seguire Dona- PARMA (mdv) Prandelli racconta particolari dell’ultima settimana: «Se
Toni, e poi fuori rosa per un'in- biany e Lanzafame sugli ester- no non abbia beneficiato degli del si sono ammazzati di rin- io e Diego Della Valle abbiamo litigato? No, penso che vi basti ciò che
tervista sopra le righe che non ni: di fatto un 4-2-4 a trazione assegni circolari che Jo-Jo fir- corse. La regia del «Monto» ne abbiamo già detto. Sono convinto che ci siamo ricompattati davvero,
piacque affatto alla società. Ac- integrale. Il Parma ha pareg- mava sulla trequarti. Forse ha risentito. Non bene la dife- dico ai tifosi di stare tranquilli. Se rinnoverò il contratto? Se ci sarà
qua passata macina ancora. giato tre minuti dopo il varo c'entra il fatto che il «Gila» si sa, dove si sono aperte crepe e voglia e volontà di parlarne sarò a disposizione per discuterne e
della nuova formula. Pasticcio muove sul filo del fuorigioco e dove Frey ha applicato più di farlo. La partita? Nessun rimpianto, peccato per l’ingenuità sul gol».
La chiave Rivoltare la squadra difensivo della Fiorentina e non a caso, l'unica volta in cui una toppa. In casa viola stri- Ecco Guidolin: «Risultato accettabile sul piano del gioco, ma qualcosa
e azzeccare l'alchimia della ri- bravo Bojinov ad approfittar- Jovetic lo ha pescato, il guarda- scia il rammarico per l’occasio- di più abbiamo fatto. L’Europa? Un pensiero ce lo facciamo sempre».
monta. Nei primi venti minuti ne. linee ha alzato la bandierina ne perduta: il Palermo ha per- Intanto, a Dahlia tv, il sindaco di Firenze Renzi dice: «Firenze avrà il
della ripresa, in svantaggio di (a ragione). Poi a Gilardino, so a Catania e se la Fiorentina suo centro sportivo. La Cittadella? È interessante: non vedo problemi
un gol, Francesco Guidolin ha Jovetic I palloni più importan- sull’1-1, hanno annullato un avesse vinto avrebbe ridotto il sulle volumetrie, ma soltanto sulle procedure».
ristrutturato il Parma. Dismes- ti della Fiorentina li ha giocati gol su cross di Santana e an- distacco a meno quattro.

SERIE B I protagonisti
Un Torino cattivo e vincente
pa un solo obiettivo: «Vincia-
mo il girone di ritorno, poi tire-
remo le somme» fu il patto si-
glato nello spogliatoio. Concen-
w LA SITUAZIONE
I NUMERI
Nel ritorno è un’altra squadra Il Lecce in fuga
trandosi su una partita per vol-
ta («senza badare alla classifi-
ca», come ripete Colantuono) i Modena: sabato

Nelle ultime 12 gare, giro di boa si è riscoperto come


la squadra più aggressiva an-
granata volano nel ritorno, da-
vanti alle sorprese Piacenza
(24 punti) e Cittadella (23),
26I punti
c’è il derby
La situazione in serie B dopo 33
mentre Lecce, Sassuolo e Bre-
granata primi e con che a costo di fare i conti con
qualche cartellino di troppo. scia sono a quota 20.
conquistati
dal Torino nelle
giornate e le partite in
programma nel prossimo turno:
il numero più alto di L'espulsione di Pestrin contro
La volontà L'ultima vittoria,
12 giornate di CLASSIFICA Lecce p. 59;
Sassuolo 54; Torino 53; Cesena e
la Triestina, infatti, è l'ottava in ritorno. Al
espulsi e ammoniti dodici partite del ritorno, quasi contro la Triestina, è la summa secondo posto
Brescia 52; Grosseto 50; Ancona
(-2) 49; Cittadella 48; Empoli 45;
un primato mondiale. Prima di della forza di volontà granata: Brescia, Lecce Piacenza, Ascoli, Crotone (-2),
FABRIZIO TURCO Pestrin era toccato a Loria con- in dieci per 66 minuti, il Toro e Piacenza (21) Modena e AlbinoLeffe 44;
non ha mai smesso di spingere Triestina 42; Vicenza e Frosinone
5 RIPRODUZIONE RISERVATA tro il Grosseto, Gorobsov a Em-
e ha segnato solo a 10 secondi 40; Reggina 39; Padova 38;
poli, Rivalta contro il Brescia, dallo scadere del recupero con Mantova e Gallipoli 37;

8
TORINO dAttenzione, il cuore Zoboli contro la Salernitana, la Salernitana (-6) 16.
Loria. Poi è esplosa la grande
granata è tornato. La vittoria coppia Loria-Leon ad Ancona, festa dell'Olimpico, anche se al- PROSSIMO TURNO Così sabato 9
contro la Triestina è la quarta e Barusso a Modena. Insomma, la fine mancano ancora nove (ore 15.30): AlbinoLeffe-Cesena
consecutiva, roba rara che al il Toro ha cambiato pelle: la ri- partite, e la classifica vede i gra- Le espulsioni (0-0); Ancona-Crotone (1-2);
Toro mancava da quattro anni, voluzione di gennaio operata del Torino nel Cittadella-Ascoli (1-1); Frosinone-
nata terzi a -1 dalla A diretta. Gallipoli (1-2; venerdì, ore 19);
dalla cavalcata targata Cai- da Petrachi ha convertito i gra- «Ai miei l'avevo detto nell'inter- ritorno. I Grosseto-Vicenza (0-0); Lecce-
ro-De Biasi e datata maggio nata da squadra piena di figuri- vallo: sembrano loro in dieci, granata sono al Torino (2-2); Mantova-Piacenza
2006. Ma la Maratona non è ne (primo fra tutti l'ex capitano non noi, quindi non pensiamo- primo posto (2-0); Modena-Sassuolo (0-0);
tornata a ruggire soltanto per Di Michele) a gruppo compat- ci e andiamo a vincere. E ades- anche come Reggina-Empoli (0-2);
le vittorie: a trascinare i tifosi è to che non molla mai. numero di Salernitana-Padova (1-3; venerdì,
so? Adesso avanti con il Lec- ore 21); Triestina-Brescia (2-2).
lo spirito di combattimento, il ce», risponde Colantuono che ammonizioni (40) MARCATORI 24 reti Pinilla (8,
cuore gettato oltre l'ostacolo, Lo spirito «Sì, è vero, lo spirito dall'altra sera zoppica. «Sì, per- Grosseto); 21 reti Bianchi (3,
anche quando la squadra si ri- della squadra mi piace molto», ché a fine partita ho fatto uno Torino); 19 reti Mastronunzio (5,
trova in dieci. Perché il Toro conferma Stefano Colantuono scatto verso la Maratona per Ancona), Antenucci (2, Ascoli),
che sta dominando il ritorno che al ritorno sulla panchina Stefano Colantuono, 47 anni, tecnico del Torino, far festa e mi sono stirato». An- Caracciolo (7, Brescia).
(26 punti in 12 partite), dopo il granata aveva posto alla trup- discute animatamente con l’arbitro Pinzani LAPRESSE che questo è Toro.

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


DOMENICA 4 APRILE 2010
R
22
#
LA GAZZETTA SPORTIVA

SERIE A 32a GIORNATA


L’Atalanta LE PAGELLE
di P.F.A. Tra Genoa LE PAGELLE
di A.D.R.

si tira su ATALANTA 6,5


CONSIGLI 6,5 Uscite da brivido,
ottimo riflesso su Larrondo. e Livorno GENOA 5
AMELIA 5,5 Sul gol non riesce a
guidare bene i compagni.

Siena, la B ride solo


CAPELLI 6,5 Piega Maccarone a PAPASTATHOPOULOS 6
destra e riparte. Roccioso e spigoloso, fino al 88’.
BIANCO 6,5 Più sicurezze che
MORETTI 6,5 Preciso in chiusura.
tremolii.
CRISCITO 6 Bravo e continuo,
IL MIGLIORE però si fa sorprendere da Tavano.
h
a un passo Boakye
7 T. MANFREDINI
MESTO 6,5 Sveglio e incisivo.
E’ il più continuo. Assist del 2-0.
MILANETTO 5 Non guida la
PELUSO 6,5 Duro su Reginaldo squadra come sa.
soprattutto nel s.t. Sarà ROSSI 5,5 Toh, sbaglia anche lui.
squalificato. Una novità in questa stagione.

A segno Valdes e Ferreira Il 17enne ghanese fa centro


FERREIRA PINTO 7 Il secondo gol FATIC 5 Non riesce a mostrare
stagionale cancella due errori. la qualità che ha.
GUARENTE 6,5 Una traversa, un
Pinto: per i bergamaschi nove giallo inutile (sarà squalificato),
discreto lavoro (De Ascentis s.v.)
all’esordio: è il terzo marcatore PALACIO 6 Quanto sia utile lo si
nota appena esce.
ZAPATER 6 Guardingo.
punti nelle ultime quattro gare PADOIN 6,5 Come tradizione,
corre per tre anche alla fine. più giovane di sempre in A SUAZO s.v. Si fa male subito.
VALDES 7 Destro sul palo interno: IL MIGLIORE
il 7˚centro pesa perché apre il
match. Nella ripresa si stanca
h 7 BOAKYE
presto (Radovanovic s.v.). Freddo sul gol, ma ha avuto anche
TIRIBOCCHI 6,5 Buoni inviti, più altre belle idee (Lazarevic s.v.)
che tiri. Uno fuori di poco.
PALLADINO 6 Vede i compagni
DONI 6 Rientra sull’1-0 dopo 3 in difficoltà e li aiuta tutti.
turni di squalifica, ritrova l’assist.
All. GASPERINI 5 Un detto
AMORUSO 6,5 Va vicino al genovese dice: soffiare e
raddoppio. Sempre presente. succhiare non si può.
All. MUTTI 7 Squadra brillante, ha
la forza di lasciar Doni in panca. LIVORNO 5,5
SIENA 5,5 RUBINHO 6 Dai genoani riceve più
abbracci che tiri.
CURCI 6 Gol imprendibili, discreto
tuffo su Amoruso. DINIZ 6 Parecchi errori ma anche
il cross del pareggio.
ROSI 6 Non contrasta Valdes
sull’1-0, poi lo frena e spinge. RIVAS 5 Sbaglia sul gol di Boakye.
CALAIÒ 5,5 Nel finale: una sola KNEZEVIC 5,5 Mai sicuro.
conclusione, alta. RAIMONDI 6 Solido.
CRIBARI 5,5 Spesso i rivali lo
MORO 5,5 Dovrebbe pressare e
fanno sembrare lentissimo.
ripartire, non gli riesce quasi mai.
PRATALI 5 Troppo spazio a
Tiribocchi. BELLUCCI 6 Ci mette fantasia.
Adriano Ferreira Pinto, 30 anni, segna di testa la rete del 2-0 AP DEL GROSSO 5,5 Un assist a La gioia del genoano Richmond Baokye Yiadom, 17 anni, al primo gol in A AP IL MIGLIORE

DAL NOSTRO INVIATO (Vergassola-Tziolis), le pedine


Larrondo, ma perde con Pinto.
TZIOLIS 5,5 Sa far girare l’azione, ALESSIO DA RONCH centrare i fantasisti: Palacio e
h 7 MOZART

subisce troppo nel non possesso. Chi riesce a portargli via il pallone
PIERFRANCESCO ARCHETTI d’attacco in numero uguale a 5 RIPRODUZIONE RISERVATA
Palladino, aumentando le so- vince un pupazzetto.
5 RIPRODUZIONE RISERVATA
quelle difensive: Reginaldo, VERGASSOLA 6 Spesso al posto vrapposizioni dei centrocampi-
Ghezzal, Maccarone dietro a giusto, manca però l’1-1. sti, ma il meccanismo si incep- PRUTSCH 5,5 Poco propositivo.
GENOVA dUn po’ come quegli in-
Larrondo. Il Siena va sotto do- REGINALDO 6 Nel primo tempo è pa. Poi mischia bene le carte: BERGVOLD 6 Ci prova con le
BERGAMO dInsediato all’alba cidenti d’auto in una strada di
po un quarto d’ora, su un’azio- veloce a destra, poi rallenta. Rossi indietro, Criscito avanti, cattive.
del girone di ritorno, Lino Mut- ne offensiva che si capovolge campagna senza linea di mezze- Fatic in mezzo, trovando il gol.
GHEZZAL 5,5 Trequartista o
ti ha cerchiato gli incontri inter- fino all’esultanza atalantina, difensore destro, non graffia. ria, quelli dove finisce sempre Il peggio, però, viene sull’1 a 0 PIERI 6 Chilometri per la causa.
ni dell’Atalanta verificando co- causa una serie di duelli persi: MACCARONE 5 Conclusioni con il concorso di colpa, dove a quando l’allenatore risparmia LUCARELLI 5 Fa quello che può
me fosse possibile la risalita: si Maccarone con Capelli, Vergas- sballate, non copre mai. tutti restano solo rabbia e dan- pure Palacio, regalando campo e stavolta è davvero poco.
trattava perlopiù di scontri di- sola e Pratali con Tiribocchi, ni da pagare. Genoa e Livorno e chance al Livorno, che si agita, DANILEVICIUS 6 Fa poche cose,
retti, rovinosi in caso di sconfit- IL MIGLIORE si sono scontrati così, ne sono
ta ma rivitalizzanti se chiusi
Rosi con Valdes. Mezza squa-
dra in ritardo. L’inizio di ripre-
h 6 LARRONDO
usciti senza sorrisi, gli uni per-
ci prova e fa centro. una decisiva.
TAVANO 6,5 Non vuole davvero
con il successo. Questo con il sa è l’unico momento in cui gli Si fa spazio, due volte vicino al gol. dendo buona parte delle resi- Due protagonosti speciali Il van- arrendersi.
Siena è il quinto (terzo conse- ospiti sembrano avere in mano All. MALESANI 6 Siena offensivo:
due speranze di riconquistare taggio del Genoa è un lampo All. COSMI 6 Non cerca mosse
cutivo), dopo quelli con Lazio, il match: un prodigio di Consi- non paga, però ci prova. l’Europa, gli altri con in mano nel buio a inizio secondo tem- disperate.
Bari, Livorno e Cagliari. Se gli su Larrondo e una botta al- un buon punto che, però, per co- po. Guizzo di Palladino, assist
l’Atalanta non è più in alto, è ta di Vergassola non lo modifi- me appare la classifica, più che di Mesto e chiusura perfetta di
cano. Calaiò è l’ennesima pun- TERNA ARBITRALE: D’AMATO speranze alimenta incubi. Boakye, con stop e destro senza TERNA ARBITRALE: TREFOLONI
perché ha fallito con Chievo e
ta tentata dal tecnico (con 6,5 Vede bene sul mani di Rosi sbavature. Il giovane attaccan- 6,5 Quasi quasi non ti accorgi
Udinese (un punto). Quando
Ghezzal terzino destro), ma so- e il contatto Cribari-Amoruso. te ghanese, pescato due anni fa neppure che c’è. Buon segno.
mancano sei turni al termine, D’Agostini 6; Lanciani 6
Pensiero blucerchiato Gasperini Angrisani 6; Carrer 6
guadagna tre lunghezze sul Bo- no più le lentezze difensive a ha un sogno? Vincere il suo ad Accra dal duo Sbravati-Do-
condannare alla sconfitta nu- natelli su indicazione del procu-
mero 18, primato. ratore Giusti, esordisce così, di-
venendo il 17˚ marcatore della
Toscani coraggiosi Cooperativa Atalanta Nove pun- ATALANTA 2 Rossoblù in stagione rossoblù. Il tutto a soli GENOA 1
ma fragili in difesa: ti nelle ultime quattro uscite, vantaggio, Tavano 17 anni, 2 mesi e 6 giorni, me-
18a sconfitta, un
con nove gol infilati. L’Atalan- SIENA 0 li riacciuffa, ma la glio di lui, all’esordio, avevano LIVORNO 1
ta tonica di questo periodo è fatto solo Moschino (con il No-
primato. Mutti: «Ora supportata stavolta da diversi GIUDIZIO 777 PRIMO TEMPO 1-0 salvezza è un vara nel ’55-56, a 17 anni, un GIUDIZIO 7 PRIMO TEMPO 0-0

sappiamo di poter protagonisti. Quando si sgon- MARCATORI Valdes al 16’ p.t.; Ferrei-
ra Pinto al 25’ s.t.
miraggio. Per il Genoa mese e 29 giorni), e De Giorgis, MARCATORI Boakye (G) al 6’, Tava-
no (L) al 43’ s.t.
fia Valdes, ottimo nel primo il più giovane di tutti (17 anni e
lottare fino in fondo» tempo, cresce Ferreira Pinto ATALANTA (4-4-2) Consigli; Capelli, l’Europa è più lontana 21 giorni), con la Samp nel GENOA (3-4-3) Amelia; Papastatho-
(suo il raddoppio); se è in af- Bianco, T. Manfredini, Peluso; Ferrei- ’74-75. Inutile, al pensiero del poulos, Moretti, Criscito; Mesto, Mila-
ra Pinto, Guarente (dal 47’ s.t. De netto, Rossi, Fatic; Palacio (dal 9’ s.t.
fanno per una sola volta Man- Ascentis), Padoin, Valdes (dal 31’ s.t.
derby non si può sfuggire. Il Ge- Zapater), Suazo (dal 12’ p.t. Boakye;
logna, nuova preda da insegui- fredini (sulla zuccata di Larron- quarto derby consecutivo. Ro- noa è quasi solo lui, l’unico al-
re visto che passerà da Berga- Radovanovic); Tiribocchi (dal 23’ s.t. ba da fare epoca. Non ce la fa dal 36’ s.t. Lazarevic), Palladino. PAN-
do), lo soccorre Consigli; quan- Doni), Amoruso. PANCHINA F. Coppo- tro pericolo è un tiro dal limite CHINA Scarpi, Terigi, Bocchetti, El
mo tra un mese, e due sulla La- do esce Tiribocchi, elemento la, Volpi, Ceravolo, Caserta. ALLENA-
proprio a concentrare tutte le di Zapater. Il Livorno si butta Shaarawy. ALLENATORE Gasperini.
zio. Adesso però avrà una serie di connessione in tre palle gol, TORE Mutti. sue armi sulla sfida al Livorno. avanti ma fatica a far paura, LIVORNO (3-5-2) Rubinho; Diniz, Ri-
da brividi (Roma-Fiorenti- entra Doni e manda subito in SIENA (4-2-3-1) Curci; Rosi (dal 27’ Il suo Genoa così sembra una ra- una volta lo fa, debolmente, vas, Knezevic; Raimondi, Moro (dal
na-Inter). porta Amoruso. Contro un Sie- s.t. Calaiò), Cribari, Pratali, Del Gros- gazza un po’ attempata che ha con Mozart, in due occasioni, 25’ s.t. Bellucci), Mozart, Prutsch (dal
na che varia continuamente si- so; Tziolis, Vergassola; Reginaldo, risparmiato il trucco per un ap- da lontano, con Tavano, uomo 5’ s.t. Bergvold), Pieri; Lucarelli (dal
Siena in fondo Non è aritmetica- stemazione (4-2-3-1, ma difen- Ghezzal, Maccarone; Larrondo. PAN- puntamento più importante: del destino. Il giocatore più con- 12’ s.t. Danilevicius), Tavano. PANCHI-
mente corretto parlare di scom- CHINA Pegolo, Odibe, Fini, Jarolim, Ma- qualche ruga inevitabilmente NA De Lucia, Galante, Pulzetti, Marchi-
de a 4-4-2 o 4-2-2-2, oppure at- lagò, Ekdal. ALLENATORE Malesani.
testato dai tifosi in settimana. ni. ALLENATORE Cosmi.
parsa già a Pasqua, però è sen- tacca anche con l’1+3), l’Ata- si vede. Nonostante i tanti as- La rete del pari arriva nel fina-
sato lasciare minime possibili- lanta, senza Talamonti, Belli- ARBITRO Damato di Barletta. senti Bocchetti e Zapater resta- le, con un cross di Diniz (che po- ARBITRO Trefoloni di Siena.
tà di sopravvivenza al Siena. ni, Chevanton, Garics e Zanet- ESPULSI nessuno. no in panchina e ne nasce una co dopo si infortuna: squadra ESPULSI nessuno.
Alberto Malesani ovviamente ti, resta solida alle due linee da AMMONITI Amoruso (A), Rosi (S), Gua- formazione un po’ così, che la- in 10), una sponda aerea di Da- AMMONITI Boakye (G), Criscito (G),
ordina che «non è finita». Non quattro, prima con due punte, rente (A) per c.n.r, Cribari (S), Pratali scia scorrere via il primo tempo nilevicius e il tocco di Tavano Mozart (L), Bellucci (L) per gioco scor-
potrebbe dire altro. Questa so- poi con Doni più Amoruso, se- (S), Peluso (A) per gioco scorretto. creando poco: solo qualche per il punto della speranza li- retto, Amelia (L) per c.n.r.
migliava a una finale e lui l’ha condo consuetudine. Mutti si NOTE paganti 3928, incasso di 38.893 euro; idea e un tiro di Boakye, dicias- vornese, ottenuto con in campo NOTE paganti 971, incasso di 27.103 euro;
giocata con tutto il coraggio accontenta: «Adesso siamo abbonati 7980, quota di 101.692,63 euro. Tiri settenne all’esordio per tampo- il tridente e la forza della dispe- abbonati 24.289, quota di 324.353 euro. Ti-
possibile: due centrocampisti in porta 5 (1 traversa)-1. Tiri fuori 9-8. Angoli nare l’infortunio immediato di ri in porta 3-3. Tiri fuori 3-7. In fuorigioco
consapevoli di poter lottare fi- razione. A Cosmi ormai non
4-5. In fuorigioco 1-1. Recuperi: 2’ p.t., 3’ s.t. 4-0. Angoli 4-6. Recuperi: 2’ p.t., 5’ s.t.
nemmeno troppo di rottura no in fondo». Suazo. Gasperini prova ad ac- sembra essere rimasto altro.

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


DOMENICA 4 APRILE 2010
LA GAZZETTA SPORTIVA R
23

SERIE A 32ª GIORNATA


RISULTATI CLASSIFICA I MARCATORI
ATALANTA-SIENA 2-0 PARTITE RETI RIGORI
PUNTI POSIZIONE ULTIME 22 RETI: Di Natale (5) (Udinese)
Valdes (A), Ferreira Pinto (A) SQUADRE PUNTI IN CASA FUORI TOTALE IN CASA FUORI TOTALE DIFF. FAVORE CONTRO 2008-2009 E STAGIONE QUATTRO 18 RETI: Milito (4) (Inter)
RETI DIFFERENZA 2008-2009 GARE
G. V. N. P. G. V. N. P. G. V. N. P. F. S. F. S. F. S. T. R. T. R. 15 RETI: Gilardino (1) (Fiorentina)
BARI-ROMA 0-1
66 16 12 4 0 16 7 5 4 32 19 9 4 33 11 28 17 61 28 +33 6 6 7 6 74 (-8) 1 NVPV 14 RETI: Pazzini (2) (Sampdoria)
Vucinic (R) INTER
13 RETI: Matri (3) (Cagliari); Miccoli (4)
CAGLIARI-MILAN 2-3 ROMA 65 16 13 1 2 16 6 7 3 32 19 8 5 31 13 26 22 57 35 +22 9 7 5 5 52 (+13) 6 VVVV (Palermo)
Borriello (M), Ragatzu (C), Huntelaar (M), MILAN 63 16 10 4 2 16 8 5 3 32 18 9 5 31 18 21 13 52 31 +21 9 6 2 1 64 (-1) 2 NPNV 12 RETI: Barreto (4) (Bari); Pato (Milan)
Matri (C), Astori (C) autorete 11 RETI: Borriello (1) (Milan); Hamsik (2)
PALERMO 51 16 11 5 0 16 3 4 9 32 14 9 9 27 11 19 29 46 40 +6 6 5 5 5 49 (+2) 7 NNVP (Napoli); Maccarone (1) (Siena)
CATANIA-PALERMO 2-0 10 RETI: Adailton (1) (Bologna); Eto'o (2)
Maxi Lopez (C), Maxi Lopez (C) SAMPDORIA 51 15 9 6 0 17 5 3 9 32 14 9 9 25 9 15 29 40 38 +2 3 2 4 3 40 (+11) 12 VPNV
(Inter); Floccari (2) (4 con il Genoa)
CHIEVO-SAMPDORIA 1-2 NAPOLI 49 16 8 7 1 16 4 6 6 32 12 13 7 22 13 20 24 42 37 +5 5 2 8 5 39 (+10) 14 NVVN (Lazio); Cavani (1) (Palermo); Totti (4) e
Cassano (S), Pazzini (S), Mantovani (C) JUVENTUS 48 16 7 4 5 16 7 2 7 32 14 6 12 26 23 22 24 48 47 +1 3 2 5 4 64 (-16) 2 PPVP Vucinic (1) (Roma)
9 RETI: Di Vaio (2) (Bologna); Martinez
GENOA-LIVORNO 1-1 FIORENTINA 45 16 9 1 6 16 4 5 7 32 13 6 13 25 15 19 22 44 37 +7 2 2 4 3 55 (-10) 5 VPVN (1) (Catania); Ronaldinho (4) (Milan); Floro
Boakye (G), Tavano (L) Flores (Udinese)
GENOA 45 17 10 5 2 15 2 4 9 32 12 9 11 40 26 12 26 52 52 0 10 9 10 9 57 (-12) 4 PNNN
INTER-BOLOGNA 3-0 8 RETI: Tiribocchi (Atalanta); Nené (1)
Thiago Motta (I), Balotelli (I), Thiago Motta (I) PARMA 43 16 9 4 3 16 2 6 8 32 11 10 11 17 11 15 28 32 39 -7 4 2 4 3 in B in B NVNN (Cagliari); Mascara (5) (Catania);
BARI 43 16 9 4 3 16 2 6 8 32 11 10 11 24 13 14 25 38 38 0 9 4 5 3 in B in B NVNP Pellissier (Chievo); Balotelli (Inter); C.
LAZIO-NAPOLI 1-1 Lucarelli (2) (Livorno); Quagliarella
Floccari (L), Hamsik (N) CAGLIARI 40 16 7 4 5 16 4 3 9 32 11 7 14 32 24 18 26 50 50 0 7 6 5 5 48 (-8) 8 PPNP (Napoli); Bojinov (Parma)
PARMA-FIORENTINA 1-1 CHIEVO 38 16 5 5 6 16 5 3 8 32 10 8 14 17 17 11 14 28 31 -3 2 1 8 5 34 (+4) 16 NNNP 7 RETI: Valdes (2) (Atalanta); Del Piero
De Silvestri (F), Bojinov (P) (2) e Trezeguet (Juventus); Huntelaar (1)
CATANIA 38 16 7 5 4 16 2 6 8 32 9 11 12 21 12 15 24 36 36 0 8 7 4 2 40 (-2) 12 NVPV (Milan)
UDINESE-JUVENTUS 3-0 BOLOGNA 35 16 6 4 6 16 3 4 9 32 9 8 15 20 22 14 25 34 47 -13 3 3 3 2 26 (+9) 18 PPPP 6 RETI: Amoruso (2) (5 reti con il Parma)
Sanchez (U), Pepe (U), Di Natale (U) (Atalanta); Jeda (2) (Cagliari); Maxi Lopez
UDINESE 35 16 9 3 4 16 0 5 11 32 9 8 15 30 20 11 29 41 49 -8 6 5 7 5 42 (-7) 10 PNPV (1) (Catania); Jovetic (1) (Fiorentina); De
LAZIO 34 16 4 6 6 16 3 7 6 32 7 13 12 15 16 13 18 28 34 -6 4 3 4 4 47 (-13) 9 VVNN Rossi (Roma); Cassano (Sampdoria);

PROSSIMO TURNO ATALANTA 31 16 6 4 6 16 2 3 11 32 8 7 17 20 16 11 26 31 42 -11 3 3 6 2 41 (-10) 11 VVPV


Calaiò (Siena)
5 RETI: Conti (Cagliari); Morimoto
sabato 10 aprile: SIENA 26 16 3 7 6 16 3 1 12 32 6 8 18 13 20 19 35 32 55 -23 4 2 6 5 37 (-11) 15 VPNP (Catania); Marchionni e Vargas
NAPOLI-PARMA (ore 18) (1-1); FIORENTINA-INTER (ore 20.45) (0-1) (Fiorentina); Crespo, Mesto, M. Rossi e
domenica 11 aprile, ore 15: LIVORNO 26 16 4 5 7 16 2 3 11 32 6 8 18 15 20 7 28 22 48 -26 3 2 4 2 in B in B PPN Sculli (Genoa); Maicon (Inter); Amauri e
BOLOGNA-LAZIO (0-0); JUVENTUS-CAGLIARI (0-2); LIVORNO-UDINESE Diego (Juventus); Lavezzi e Maggio
U DIRETTAMENTE IN CHAMPIONS U PRELIMINARI DI CHAMPIONS U DIRETTAMENTE IN EUROPA LEAGUE U RETROCESSIONE IN SERIE B.
(0-2); MILAN-CATANIA (2-0); PALERMO-CHIEVO (0-1); ROMA-ATALANTA (Napoli); Budan e Hernandez (Palermo);
A parità di partite giocate la nostra classifica tiene conto di quest’ordine preferenziale: 1o punti negli scontri diretti. 2o differenza reti negli scontri diretti. 3o differenza
(2-1); SIENA-BARI (1-2); SAMPDORIA-GENOA (ore 20.45) (0-3) Perrotta, Riise e Toni (Roma); Mannini
reti globale. 4o gol segnati. 5o ordine alfabetico.
(Sampdoria)
4 RETI: Meggiorini (Bari); Zalayeta
(Bologna); Lazzari (Cagliari); Marcolini (1)
CONCORSI (Chievo); Mutu Fiorentina); Palacio e

2
Palladino (1), (Genoa); Sneijder (Inter);
Concorsi n. 36 del 3 aprile 2010 CHIEVO-SAMP: BRAVO L’ASSISTENTE Cruz (1) (Lazio); Danilevicius e Tavano
TOTOCALCIO
(Livorno); Seedorf (Milan); Denis (Napoli);

Sorrentino-Semioli
Atalanta - Siena 1
Bari - Roma 2 Biabiany, Paloschi e Zaccardo (Parma);
Cagliari - Milan 2 Brighi (Roma); Ghezzal (1) (Siena); Pepe
Chievo - Sampdoria 2 (Udinese)

Rigore revocato ok
La Moviola

Genoa - Livorno X 3 RETI: Allegretti, Almiron e Alvarez


Inter - Bologna 1 (Bari); Gimenez e Osvaldo (Bologna);
Lazio - Napoli X
Dessena e Larrivey (Cagliari); Mantovani
Parma - Fiorentina X
Catania - Palermo 1 e Pinzi (Chievo); Santana (Fiorentina);
Udinese - Juventus 1 FRANCESCO CENITI Difficile dirlo, ma alla fi- Acquafresca (2) (1 con l'Atalanta), Kharja
Arezzo - Perugia X 5 RIPRODUZIONE RISERVATA ne va bene così. Scontro (3), Milanetto (1), Suazo e Zapater (1)
Foligno - Alessandria 1 veniale tra Cossu e Pir- (Genoa); Pandev, Stankovic e Thiago
Cavese - Taranto 1 Motta (Inter); Camoranesi, Chiellini,
Pescara D. - Cosenza 1 ATALANTA-SIENA 2-0 lo: ok non dare rigore.
Felipe Melo e Iaquinta (Juventus);
MONTEPREMI Qualche dubbio solo sul- Sorrentino prende la palla in uscita su Semioli SKY Kolarov (1), Rocchi e Zarate (1) (Lazio);
565.271,29 € la trattenuta di Pratali CATANIA-PALERMO 2-0 Nesta (Milan); Simplicio (Palermo);
LE QUOTE su Larrondo. Tagliavento dirige sen- il gol di Boakye: c’è in LAZIO-NAPOLI 1-1 Mana- Baptista (1) (Roma); Gastaldello
Ai 14 (2) € 110.354
Ai 13 (80) € 2.069 za problemi il derby. fuorigioco Milanetto, ta di Lichtsteiner a Qua- (Sampdoria); Vergassola (Siena)
Ai 12 (1215) € 136 BARI-ROMA 0-1 Regola- ma si sposta non parteci- gliarella: fischiata la pu- 2 RETI: 45 giocatori
Ai 9 (86) € 2.130 re il gol partita di Vuci- CHIEVO-SAMP 1-2 Con la pando all’azione. 1 RETE: 74 giocatori
nizione, ci stava anche
TOTOGOL AUTORETI: Thiago Silva (Milan);
nic (lo tiene in gioco Bel- Samp avanti, Gava con- un cartellino.
COMBINAZIONE VINCENTE Andreolli (Roma); Castellini (Parma);
3-14-4-6-10-5-7 monte), mentre nella ri- cede e poi revoca un ri- INTER-BOLOGNA 3-0 Ba- Gazzi (Bari); Zaccardo (Parma);
MONTEPREMI presa Barreto è fermato gore ai doriani su giusto lotelli spinge Portanova PARMA-FIORENTINA 1-1 Belmonte (Bari); Astori (Cagliari)
334.800,48 € davanti a Julio Sergio consiglio dell’assistente dopo 19 minuti: ok an- Regolare il gol di De Sil- RETI: in questo turno 24 (1 autorete); in
LE QUOTE per un fuorigioco che Passeri: Sorrentino con nullare il gol. Cordoba totale 813 (79 rigori, 7 autoreti)
Ai 7 nessun vincitore vestri (Castellini lo tie-
Ai 6 nessun vincitore non c’è (è in linea con Ri- la mano destra tocca leg- in area è contrastato da
ise): poi il brasiliano cal- germente Semioli (che Mingazzini che prende ne in gioco). Dubbio di
Ai 5 (12) € 773
Ai 4 (204) € 54 cia fuori. si lascia cadere), mentre il pallone, ma la veemen- fuorigioco sul gol di Boji-
nov, ma persino alla mo- ANCHE OGGI SI TROVI
con la sinistra prende il za dell’impatto costrin- TO
CAGLIARI-MILAN 2-3 pallone. Inevitabili i due ge il rossoblù a uscire. viola non ci sono certez- SUL NO ST RO
RIOSITA’
Contatto da possibile ri- gialli in 9’ a Morero: Nella ripresa Stankovic ze quindi corretto la- GOL, NUMERI AE CU
gore tra Favalli e Conti, brutte entrate su Pazzi- (non toccato da Raggi) sciar giocare. Netto, in- DELLA SE RI E
Brighi non fischia e subi- ni e Cassano. si butta in area: bravo vece, l’offside di Gilardi-
to dopo Ragatzu segna. Banti a mostragli il gial- no che segna un inutile
Concesso il vantaggio? GENOA-LIVORNO 1-1 Ok lo per simulazione. gol (annullato).
Gazzetta.it

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


DOMENICA 4 APRILE 2010
R
24
#
LA GAZZETTA SPORTIVA

fLIGA / 30a giornata


MONDO La squadra di Guardiola ritorna in testa

Barça: tutto facile y GERMANIA 29a GIORNATA

LIGA
Risultati e

Ma si ferma Ibra
classifica

30a
giornata
Saragozza-
Travolto l’Athletic Bilbao: doppietta di Bojan, 26o centro di Messi Malaga 2-0,
Barcellona-

Lo svedese si infortuna nel riscaldamento: niente Champions? Ath.Bilbao 4-1,


Siviglia- Franck Ribery, 27 anni, firma l’1-0 per il Bayern AFP
Tenerife 3-0.

Bayern che colpo


Oggi:
BARCELLONA 4 Valladolid-
Villarreal,
ATH.BILBAO 1 Sporting-Xerez,
Getafe-
Espanyol,
Batte lo Schalke
e vola al comando
GIUDIZIO 777
PRIMO TEMPO 2-0 Almeria-
MARCATORI Jeffren (B) 27’, Bojan (B) Maiorca,
40’ pt; Bojan (B) 14’, Messi (B) 22’, Su- Valencia-
Osasuna,
saeta (A) 32’ st
BARCELLONA (4-2-3-1) Valdes 7,5; Racing- In dieci, e senza Robben, ma
Puyol 7, Piqué 6, Chygrynskyi 5,5, Abi-
dal 7; Touré 6,5 (31’ st Dos Santos 6),
Real Madrid,
A. Madrid-
decidono i gol di Ribery e
Busquets 6 (9’ st Xavi 6); Jeffren 6,5
(15’ st Pedro 6,5), Messi 7, Maxwell 7;
Deportivo Muller. Cade il Leverkusen
Bojan 7,5. ALL: Guardiola 7 PANCHINA:
Pinto, Milito, Marquez, Henry
Classifica MARCO DEGL’INNOCENTI
Barcellona* 77; 5 RIPRODUZIONE RISERVATA
ATH.BILBAO (4-4-1-1) Iraizoz 5,5; Ira- Real Madrid 74;
ola 5, San José 5,5, Amorebieta 5,5,
Koikili 5; David López 5 (1’ st Toquero
Valencia 53; MONACO DI BAVIERA (Ger)dIn dieci per quasi cin-
6,5), Gurpegui 5,5, Javi Martínez 5, Ga- Siviglia* 48; quanta minuti, dopo l’espulsione di Hamit Altin-
bilondo 5 (1’ st Yeste 6); Susaeta 6,5; Maiorca 47; top per somma di ammonizioni, il Bayern ha of-
Llorente 5 (25’ st Iturraspe 6). ALL: Ca- Ath. Bilbao* 45; ferto una gran prova di volontà e grinta superan-
parros 6 PANCHINA: Armando, Castil- Deportivo 42; do 2-1 lo Schalke su quel campo di Gelsenkir-
lo, Muñoz, Ustariz Villarreal, chen dove 10 giorni prima aveva conquistato la
ARBITRO: Mateu Lahoz 6,5 Getafe 40; finale di coppa di Germania. Mancava, risparmia-
NOTE: ammoniti Touré (B) e Javi Martinez (A), Atletico Madrid to perché ancora non in condizioni di giocare,
spettatori 90.000 circa. Tiri in porta 6-5, an- 37; Almeria, proprio l’olandese Robben che allora aveva se-
goli 7-10, fuorigioco 2-1 Recuperi 0‘-0‘
Leo Messi, 22 anni, firma il temporaneo 4-0 del Barça all’Athletic Bilbao, 26o centro dell’argentino nella Liga AFP Sporting 36; gnato il fantastico gol vittoria in extremis. Ma
Osasuna 34; prima Ribery (25’ pt), poi il centravanti Müller
FILIPPO MARIA RICCI di rinunciare a Xavi e a Milito pio cambio: l’Athletic rimedia Espanyol 33; (26’ pt), nel giro di 70 secondi hanno segnato
rispolverando il suo costoso pal- in 9 minuti i primi 5 angoli del- Saragozza* 32; per i bavaresi, che così tornano in testa alla classi-
5 RIPRODUZIONE RISERVATA
Comincia una lino, l’ucraino Chygrynskyi, la serata, Toquero e Susaeta Malaga*, Racing fica. Magra consolazione per lo Schalke il colpo
BARCELLONA d Guardiola mi- settimana tremenda: schierato accanto a Piqué e tito- sfiorano il gol, il Barça è sulla 31; Tenerife* di testa vincente di Kuranyi al 31’ pt.
schia le carte come un croupier martedì c’è l’Arsenal lare per la prima volta in Liga difensiva. 25; Valladolid
abile, coraggioso e sicuro di sé dal 2 dicembre. Altra sorpresa: 24; Xerez 22 Kiessling goleador Ancora più cocente la delusio-
e il mazzo blaugrana risponde
in Europa e sabato col rientro di Abidal l’ex terzino Serie Bojan Ma appena esce dal- *Una partita in più. ne dell’altro capocannoniere della Bundesliga,
con la consueta affidabilità: il lo scontro diretto dell’Inter Maxwell scala più la sua grotta la squadra di Guar- Stefan Kiessling, del Bayer Leverkusen, al rien-
Barça batte 4-1 l'Athletic Bil- con il Real Madrid avanti, in linea con Messi e Jef- diola fa malissimo: il 3-0 arriva tro dopo un infortunio: non gli è bastata una dop-
bao, sesto ma staccato di 32 fren per comporre il trio scelto al 14’ ancora sull’asse Mes- pietta per far sì che la sua squadra – a sua volta
con un uomo in meno dopo l’espulsione di
punti, e guarda con rinnovata per spalleggiare Bojan. si-Abidal con Bojan brillantissi-
Schwaab al 4’ del st – evitasse, allo scadere, un
fiducia alla sua settimana cal- mo nel realizzare la sua dop- doloroso rovescio sul campo dell’Eintracht di
da. Martedì c’è l’Arsenal, saba- OGGI A SANTANDER Uno-due Il Barça impiega 21’ mi- pietta, quarto gol nelle ultime 3 Francoforte: 3-2. Kiessling raggiunge Kuranyi a
to al Bernabeu il Madrid che og- nuti per creare la prima occasio- apparizioni. Le risorse del
gi è costretto a vincere a Santan- Il Real Madrid ne, stranamente sprecata da Barça sembrano non esaurirsi
quota di 18 reti in vetta alla classifica del golea-
dor, ma per il Leverkusen è la terza sconfitta con-
der per tenere il ritmo. senza Kakà Messi, ma nella seconda metà mai. Il quarto gol è di Messi, as- secutiva. Della crisi dei farmacisti approfitta un
del tempo affloscia la combatti- sist di Pedro, e permette all’ar- determinato Borussia Dortmund. In casa supera
Ibra out La partita inizia con MADRID (f.m.r.) Il Madrid va a vità dei baschi con un uno-due gentino di raggiungere Rooney 2-1 il Werder Brema, nei cui confronti riduce lo
una certa confusione: Ibrahi- Santander con Benzema ma micidiale. Al 27’ Messi innesca in testa alla Scarpa d’Oro con svantaggio a un solo punto e rilancia la sfida per
movic fa tutto il riscaldamento ancora senza Kakà. Il francese splendidamente Abidal che tro- 26 gol e 52 punti. La gara resta lo sprint verso la Champions.
ma in campo va Bojan con Hen- rientra dopo oltre un mese e va Jeffren sul secondo palo. viva perché il Barça si rilassa:
ry che dalla tribuna passa in mezzo di assenza (pubalgia), il L’Athletic paga caro due errori. Susaeta accorcia le distanze, 29a GIORNATA Schalke-Bayern 1-2; Eintracht-Leverkusen
panchina. Il chiarimento arriva brasiliano (problemi muscolari) Il primo in attacco di Llorente, Valdes fa un miracolo su Iturra- 3-2; Borussia Do.-Werder 2-1; Friburgo-Bochum 1-1; Stoccar-
rapidamente: lo svedese ha sen- prolunga la sua degenza il secondo in costruzione di Ja- spe ed è costretto ad altri per da-Borussia Moenc.2-1; Norimberga-Mainz 2-0; Colonia-Her-
tito un dolorino al soleo della iniziata il 10 marzo sperando di vi Martinez: il suo passaggio a l’indolenza dei compagni di re- tha 0-3. Oggi Wolfsburg-Hoffenheim; Amburgo-Hannover.
polpaccio destro ed è stato fer- farcela per il «Clasico» di Gabilondo è intercettato da parto. Distrazioni comprensibi- CLASSIFICA Bayern 59; Schalke 58; Leverkusen 53; Borus-
mato in attesa di verificare l’en- sabato. Sergio Ramos e Xabi Puyol che serve Bojan con un fil- li visti il risultato e gli esperi- sia Do. 52; Werder 48; Amburgo *, Stoccarda, Eintracht 44;
tità del problema. Champions a Alonso squalificati, Pepe e trante preciso. Controllo e 2-0 menti. Pep il croupier sa che Wolfsburg* 40; Mainz, 38; Hoffenheim*, Borussia Moenc. 34;
rischio. Guardiola, già senza lo Drenthe infortunati. con freddezza. Caparros dà vi- martedì e sabato i suoi non sa- Colonia 31; Norimberga, Bochum 28; Friburgo 25; Hannover
squalificato Alves, aveva deciso ta offensiva ai suoi con un dop- ranno altrettanto disponibili. 23; Hertha 22. *una partita in meno.

FRANCIA 31a GIORNATA


taccuino
Crolla il Bordeaux, vola il Lione ARGENTINA
Caceres lascia clinica I Rangers in fuga
Ha perso un occhio
SCOZIA

d 32 GIORNATA: Mothe- a

ALESSANDRO GRANDESSO ne infilzato al 18’ pt quando sul Bordeaux, doppiato anche BUENOS AIRESd «Mi godo il fat- rwell-Falkirk 0-1, Rangers-Hamil-
Dia brucia Henrique e serve dal Montpellier (0-0 con il Mo- to che sto bene, è stato complica- ton 1-0, St.Mirren-Hearts 1-1. Og-
5 RIPRODUZIONE RISERVATA
La squadra di Blanc Hadji. Cavenaghi non ci sta e naco) che conta due partite in to ma è ormai il passato». A parlare gi: Hibernian-Celtic, Kilmar-
PARIGI dDopo la batosta rime- perde in casa, quella pareggia al 28’, su corner di meno, come il Marsiglia che è Fernando Caceres, che ha lascia- nock-Aberdeen. Domani: St.John-
diata martedì a Lione nell’an- di Puel vince a Gourcuff. Poi Diarra trova il oggi può puntare all’aggancio to la clinica Fleni di Buenos Aires stone-Dundee Utd. CLASS (prime
data dei quarti in Champions Rennes. Ma Marsiglia palo al 35’. Ma nella ripresa vero. (la stessa in cui si trova ricoverato pos): Rangers 73 Celtic 60; Dun-
(3-1), arriva pure quella in (27') Dia manda al tappeto il Salvador Cabañas) a cinque mesi dee Utd 55; Hibernian 50; Mothe-
campionato. Primo dalla deci- e Montpellier sono Bordeaux con una cavalcata 31a GIORNATA: Bordeaux-Nancy dalla terribile aggressione di cui è rwell 48; Hearts 41; St.Johnstone
ma giornata, il Bordeaux si fa ancora in corsa da 70 metri, bruciando Chal- 1-2; Valenciennes-Lilla 1-0; Rennes-Li- stato vittima. Il 40enne ex difenso- 38; Aberdeen 34
umiliare in casa dal Nancy mé e Henrique. one 1-2; Grenoble-Lorient 1-2; Niz- re della nazionale argentina e di Bo-
(1-2) e scavalcare proprio dal Rennes si presenta con una di- za-Sochaux 0-0; St Etienne-Le Mans ca Juniors, Saragozza, Valencia e SVIZZERA
Lione che prepara al meglio il fesa inedita: Cris in panca, spa- Lione ok Il Lione va sotto al 14’ 2-0; Montpellier-Monaco 0-0. Oggi: Celta, lo scorso 1o novembre è sta-
Sempre Young Boys
ritorno del derby europeo di zio ai centrali Boumsong-Bod- pt, dopo un’incursione di Marsiglia-Lens; Boulogne-Tolosa; Au- to colpito all’occhio da un proiettile
mercoledì sbancando Rennes mer, Gassama al posto di Re- Briand proprio sul corridoio di xerre-Psg. mentre tentavano di rubargli l'auto d28a GIORN: Basilea-Sion 4-3,
(1-2) e salendo al 1o posto. veillere a destra e Lovren, inve- Lovren che provoca la rete Asa- CLASSIFICA: Lione, Montpellier 57; a Ciudadela, località a 10 chilometri Zurigo-S.Gallo 1-1, Bellinzona-Gras-
ce di Cissokho, a sinistra. Il moah. Ma ribalta nel secondo Bordeaux, Auxerre 56; Lilla 54; Marsi- da Buenos Aires. I medici non sono shopper 1-2, Aarau-Y.Boys 1-5, Lu-
Esperimenti In vista della sfida Bordeaux, contro il Nancy, tempo, ristabilendo l’equili- glia 53; Rennes, Lorient 49; Monaco riusciti a estrarre la pallottola e Ca- cerna-Neuchâtel 2-1. CLASS:
che vale la semifinale, Puel e schiera Henrique per Sané. In bro con Bastos (7’) e raddop- 46; Valenciennes 44; Nancy 42; Psg ceres ha perso l'occhio destro Y.Boys 65; Basilea 59; Grasshop-
Blanc puntano sulle seconde li- attacco, Cavenaghi per Cha- piando al 16’ con un colpo di 40; Tolosa 38; Sochaux 37; Nizza 36; «ma ora sono nella fase finale della per 47; Lucerna 44; S.Gallo 40;
nee inventandosi difese e at- makh e Bellion per Wendel. testa di Lopez. Tre punti che Lens 35; St Etienne 32; Boulogne 23; mia convalescenza», dice ancora Sion 38; Zurigo 35; Neuchâtel 34;
tacchi sperimentali. Il Lione a Bordeaux k.o. Il Bordeaux vie- valgono leadership e sorpasso Le Mans 21; Grenoble 15. l'ex difensore. Bellinzona 18; Aarau 11

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


DOMENICA 4 APRILE 2010
LA GAZZETTA SPORTIVA R
25

fINGHILTERRA / I Red Devils pagano l’assenza


MONDO di Rooney e scivolano al secondo posto

IL FILM DELLA GARA


J. Cole e Drogba
sbancano
l’Old Trafford

20’ 34’ 36’


V PRIMO TEMPO
Capolavoro di Joe Cole: il trequartista inglese sblocca
la supersfida con un tacco spettacolare. Sopra, l’abbraccio dei
compagni durante i festeggiamenti (Cole è il 2˚ da sinistra) AP
SECONDO TEMPO
Didier Drogba manda in fuga il Chelsea:
l’attaccante ivoriano, entrato da appena dieci minuti, firma la
rete del 2-0 partendo però da posizione irregolare IPP
SECONDO TEMPO
Macheda torna a segnare un anno dopo il 1˚ gol
L’attaccante romano è bravo e fortunato a trovarsi sulla
traiettoria dopo la respinta di Cech su Nani AP

Colpo Ancelotti
ma Berbatov fa sentire la colos-
w
DAL NOSTRO INVIATO
GIANCARLO GALAVOTTI sale assenza di Rooney.
5 RIPRODUZIONE RISERVATA

I NUMERI La gara Il Chelsea passa in van-


MANCHESTER (Inghilterra) dUovo di taggio al 20’, Malouda sorge co-
Pasqua con sorpresa. Carlo An- me un angelo vendicatore da si-

Sorpasso Chelsea 25
celotti si presenta all’Old Traf- nistra, imprendibile per Valen-
ford con uno stratagemma tipo cia e Fletcher. Cole è pronto sot-
Ulisse e il cavallo di Troia. E il toporta, con un colpo di tacco
Manchester United ci lascia le le reti che inganna Evra e Van der Sar
penne, e (forse) il titolo della di Drogba per l’1-0. I tifosi del Chelsea, ap-
Premier. Il Chelsea batte i Red in Premier. pena 3.000 su 75.000, temono
Devils, e torna a scavalcarli in Ora l’attaccante che l’arbitro si pieghi alla legge
I Blues si impongono a Manchester in casa dello United vetta alla classifica, con 2 punti
di più a 5 giornate dal traguar-
ivoriano è a un gol
dal Rooney nella
dell’Old Trafford. Mister Dean
li sorprende, quando Park va
giù all’ingresso dell’area sul-
Nel finale entra l’italiano Macheda e va in gol, ma è tardi
do, e 4 gol in più per la differen- classifica
za reti che fa da spareggio. Ma marcatori l’impatto con Zhirkov (26’),
prima ancora dei gol di Joe Co- poi fa pari e patta con l’entrata
le e Drogba, il 2-1 a Sir Alex Fer- di Neville su Anelka (30’). Stri-
gliati all’intervallo da Fergu-
1
9
guson è di Ancelotti.
MANCHESTER UTD son come solo lui sa fare, i cam-
pioni cercano di riprendersi il
CHELSEA 2 Distrazione Champions Mentre
lo United lottava e perdeva a le vittorie match. Il Chelsea bada a gesti-
Monaco in Champions con il di Mancini re il vantaggio, con un occhio
GIUDIZIO 7777
Bayern, Carletto preparava i nelle 15 gare al contropiede. Ma Berbatov
PRIMO TEMPO 0-1
Blues alla conquista dell’Old da allenatore del continua a sciupare le offerte
MARCATORI J. Cole (C) al 20’ p.t., Drog- di Valencia. Ancelotti cambia
Trafford. Al «Teatro dei sogni» City in Premier
ba (C) al 34’, Macheda (M) al 36’ s.t. Drogba con Anelka per far ab-
non s’è mai sentito in soggezio- League. Tre pari
bassare la pressione a metà del-
MANCHESTER UNITED (4-2-3-1) ne, fin dall’1-1 con la Juve nel e 3 sconfitte la ripresa. Mossa vincente, non
Van der Sar; Neville, Ferdinand, Vi- ’99, e dopo averci vinto la nelle altre 6
dic, Evra; Fletcher dal 41’ s.t. Gibson), senza l’aiuto della terna arbitra-
Scholes (dal 26’ s.t. Nani); Valencia,
Champions col Milan nel 2003, le. In campo da 10’, Drogba
Park (dal 26’ s.t. Macheda), Giggs; ogni volta che torna gli sembra scatta due metri in fuorigioco

133
Berbatov. di giocare in casa. Gioca in ca- sull’invito di Kalou, e infila Van
PANCHINA Kuszczak, Carrick, Rafael,
sa, e gioca a colpo sicuro, con- der Sar col destro: 25 reti in
De Laet. tro i reduci da Monaco. Il Chel- Premier, 1 meno di Rooney.
sea scatta al via e comincia a i giorni passati Ferguson schiuma, e si affida a
ALLENATORE Ferguson.
pressare e a gestire la partita, dall’ultimo gol Chicco Macheda, che un anno
CHELSEA (4-3-3) Cech; Ferreira, deciso a vincere. Come tutti, in campionato di fa, il 5 aprile, l’aveva salvato
Alex, Terry, Zhirkov; Deco (dal 37’ s.t. Sir Alex Ferguson si aspettava Joe Cole: era il
Ballack), Mikel, Lampard; J. Cole (dal con il 3-2 in extremis all’Aston
28’ s.t. Kalou), Anelka (dal 24’ s.t. Dro-
di dover tenere a bada Drogba, 21 novembre Villa. Dentro per Park, si fa tro-
gba), Malouda. invece l’ivoriano resta in pan- e il Chelsea vare davanti a Cech sull’assist
china. Ancelotti ha detto una travolse 4-0 il sottoporta di Nani. Cech gli but-
PANCHINA Turnbull, Belletti, Bruma,
Sturridge.
bugia nella conferenza stampa Wolverhampton ta il pallone addosso, lui colpi-
della vigilia, facendo credere sce col petto e s’aiuta un po’ col
ALLENATORE Ancelotti.
che non poteva permettersi il braccio. Potrebbe ancora scap-
ARBITRO Dean (Wirral). lusso di affrontare i campioni parci il pari, ma l’ultimo pallo-
senza il suo capocannoniere. ne per la testa di Berbatov non
AMMONITI Scholes (M), Neville (M),
Deco (C), Fletcher (M) per gioco fallo-
Invece osa, come aveva fatto inganna Cech. «Vittoria impor-
so, J. Cole (C) per gioco scorretto. per polverizzare 7-1 l’Aston Vil- tante — festeggia Ancelotti —
la. E lo United non riesce a ve- ma non ancora decisiva. Malou-
NOTE spettatori 75.217. Tiri in porta 3-3. Tiri
fuori 8-7. In7. In fuorigioco 2-1. Recuperi: pri-
nir fuori, incapace di connette- da? E’ fantastico, esplosivo,
mo tempo 1’, secondo tempo 4’. re con le creazioni sfavillanti di strepitoso». Perfetto per l’uovo
La festa dei giocatori del Chelsea dopo la vittoria all’Old Trafford che vale il primo posto EPA Malouda. Anelka non sfonda, di Pasqua a Ferguson.

LE PAGELLE di G. G. LE ALTRE DI PREMIER

MANCHESTER UTD 6 compagni in mezzo al campo,


sbaglia spesso e troppo.
CHELSEA 7 delle classifiche mondiali, oscura
Scholes, Giggs e Fletcher.
Mancini travolge il Burnley
VAN DER SAR 6 Deve solo
IL MIGLIORE
CECH 6 Sorpreso da Nani, butta la J. COLE 6,5 Un gol da far invidia ai Il City vola in zona Champions
raccogliere due volte il pallone
dalla rete. h 6,5 NANI palla del gol addosso a Macheda,
ma si riscatta alla fine sull’unico
brasiliani, con il tacco sottoporta.
Sempre più efficace nel finale di L’Arsenal c’è. Nonostante le Stoke batte l’Hull City grazie a
NEVILLE 5,5 Regala un rigore al Fa saltare il Chelsea con l’invito colpo a segno di Berbatov. stagione. assenze degli infortunati Fuller e Lawrence.
Chelsea quando abbatte Anelka, sottoporta a Macheda.
FERREIRA 6,5 S’impone sulla sua KALOU 6,5 Taglio vincente per il Arshavin, Gallas e Fabregas, i
ma l’arbitro non se ne accorge. VALENCIA 6 Assist pregiati, ma 2-1 di Drogba. Gunners battono il 33a GIORNATA
fascia, peccato per il 2-0 che
FERDINAND 6 Regge Anelka, questa volta non c’è Rooney a s’inventa e spreca. Wolverhampton con un gol in Ieri Manchester Utd-Chelsea 1-2,
ANELKA 6 Non tira mai in porta
traballa quando entra Drogba. riceverli. extremis di Bendtner, a segno al Arsenal-Wolverhampton 1-0,
ALEX 6,5 Autorevole costante, ma mette soggezione.
PARK 5,5 Prova a rompere le 94’. La formazione di Wenger si Bolton-Aston Villa 0-1,
VIDIC 6,5 Combattente all’erta, anche sulle ultime cariche dei Red DROGBA 6,5 Non si immusonisce
scatole a Mikel, che non è Pirlo. porta così a una lunghezza dallo Portsmouth-Blackburn 0-0,
generoso anche nella ricerca del Devils. se Ancelotti comincia con Anelka
colpo a sorpresa. MACHEDA 6,5 Come un anno fa, United secondo e resta a -3 dal Stoke City-Hull City 2-0,
titolare e risponde secondo il suo Chelsea capolista. Il Manchester Sunderland-Tottenham 3-1,
all’esordio in gol con l’Aston Villa, è TERRY 6 S’è ripreso dalla stile migliore: dalla panchina al gol,
EVRA 5,5 Evidentemente stanco, City di Mancini raggiunge il Burnley-Manchester City 1-6.
pronto a colpire appena entrato in Vanessa story, regge agli insulti come sempre è decisivo.
non è al suo livello d’efficacia, quarto posto travolgendo 6-1 in Oggi Birmingham-Liverpool,
campo da riserva. Non per niente dell’Old Trafford.
soprattutto nelle ripartenze.
Ferguson lo adora. IL MIGLIORE trasferta il Burnley (doppio Fulham-Wigan, Everton-West
FLETCHER 6 Tanta quantità, meno
lucidità, ma tiene acceso il motore
GIGGS 6 Tra gli ultimi a uscire dal
ZHIRKOV 6,5 Evita che Valencia
faccia danni seri, brillante pistone.
h 8
MALOUDA Abebayor, poi Bellamy, Tevez,
Vieira e Kompany). L’Aston Villa,
Ham. CLASSIFICA Chelsea 74
punti; Manchester United 72;
letargo del primo tempo, ma gli
dello United in salita. anni passano. Pone più enigmi di una sfinge, lo invece, vince a Bolton (gol di Arsenal 71; Manchester City* 59;
DECO 6,5 Propone da posizione
GIBSON S.V. Entra nel finale ma arretrata, trova gli spazi e le United manca le risposte, gran Young) mentre il Tottenham Tottenham* 58; Liverpool, Aston
BERBATOV 5,5 Com’è triste assist all’1-0 di Cole.
ha poco tempo per mettersi in all’Old Trafford, anima in pena, giocate. crolla in casa del Sunderland (l’ex Villa* 54; Everton 49; Birmingham
mostra. fuori di testa e fuori fase. Rooney, Bent sigla una doppietta e fallisce 45; Blackburn, Stoke City* 42;
MIKEL 6,5 Tranquillo e sicuro sul ALL. ANCELOTTI 8 Tattica
SCHOLES 5,5 C’era una volta il where are you? perfetta. Scommette su Drogba due rigori mentre Zenden chiude i Fulham*, Sunderland 38; Bolton,
centrocampo dove s’inceppa il
rosso dei Red Devils, che non è ALL. FERGUSON 5,5 Ancelotti è il come arma letale: lo manda in conti dopo la rete di Crouch). Wolverhampton 32; Wigan 31;
Manchester United.
quello in campo stavolta. suo spauracchio, anche stavolta si campo nella ripresa per il colpo Pari tra Portsmouth e Blackburn: West Ham, Hull City* 27; Burnley
Sovrastato da Lampard e fa dare scacco matto. LAMPARD 7 E’ il mediano totale decisivo. se oggi il West Ham di Zola 24; Portsmouth** 14.
supera l’Everton, per i Pompey la * una partita in meno. ** 9 punti
TERNA ARBITRALE: DEAN 5 Ignora un rigore per parte e il fuorigioco di Drogba nell’azione del 2-0 del Chelsea. Beck 4,5; Child 6.
retrocessione sarà aritmetica. Lo di penalità.

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


DOMENICA 4 APRILE 2010
R
26 LA GAZZETTA SPORTIVA

PRIMA DIVISIONE GIRONE A 29a GIORNATA


Novara, il solito Rubino Pergo, grazie Coda
Poca Cremonese:
Ma il Lecco sa rimediare Venturato rischia
LECCO-NOVARA 1-1 bene entrambe, soprattut- risponde alla grande ai col- entrato, non riesce a fer- CREMONESE-PERGOCREMA 1-1 crema. La gara finisce 1-1
GIUDIZIO+++ to alla capolista, sempre pi di testa di Lisuzzo (22' e mare Rubino che segna di GIUDIZIO +++ con molto rammarico da
MARCATORI Rubino (N) al 6', Ciano imbattuta e con lo stesso 23’). Nella ripresa, al 6’, la testa tra le proteste bluce- MARCATORI Musetti (C) al 40' p.t.; parte della tifoseria di ca-
(L) all'8' s.t. autorete di Coda (C) al 46' s.t.
vantaggio sul secondo po- squadra di Tesser va in lesti per una presunta spin- CREMONESE (4-4-2) Paoloni 7; Sales
sa. La squadra di Ventura-
LECCO (4-4-2) Orlandi 7; Cortese 6,
Mateo 6, Villagatti 6,5 (dal 3' s.t.
sto. Due le occasioni im- gol: esce Villagatti per in- ta dell’attaccante. Passa- 6,5, Viali 6, A. Bianchi 6,5, G. Rossi to era passata in vantaggio
Mandorlini 6), Bartolucci 5,5; portanti nel primo tempo: fortunio (prima avevano no 2’ e arriva il pareggio: 5,5 (dal 32' s.t. Galuppo s.v.); al 40' tempo con un destro
Antonioni 6 (dal 36' s.t. Ciasca Orlandi (tenuto in tribuna lasciato il campo per lo Ciano fa a sportellate con Tacchinardi 6, Carotti 6, Zanchetta al volo di Musetti su ango-
6,5, Nizzetto 5,5; Guidetti 5,5 (dal
s.v.), Arrigoni 6,5, Galli 6, Guglieri per quasi un anno e mez- stesso motivo Shala e Mot- Ludi, si accentra e coglie 30' s.t. Coda 5,5), Musetti 6,5 (dal
lo di Zanchetta. La Cremo-
6; Ciano 6,5, Marconi 6 (44' s.t. zo) in giornata di grazia e ta) e Mandorlini, appena in controtempo Fontana nese non ha approfittato
Soderlund s.v.). (Pansera, Sau, 44' s.t. Fietta s.v.). (G. Bianchi,
Veronese, Giannone). All. Magoni 6. con un azzeccato rasoter- Pradolin, Gilioli, Villar). All. della superiorità numeri-
NOVARA (4-3-1-2) Fontana 6; ra di sinistro che passa tra Venturato 5,5. ca, quando al 10' della ri-
GIRONE A RISULTATI
PERGOCREMA (4-3-3) Rossi
Gheller 6, Lisuzzo 6,5, Ludi 6,5, SQUADRE PT G V N P RF RS AREZZO-PERUGIA 1-1 le gambe del portiere. Chauvenet 6; Lolaico 6 (20' s.t.
presa Uliano si è fatto
Gemiti 6; Shala 6 (dal 35' p.t. NOVARA 63 29 17 12 0 46 17 BENEVENTO-COMO 1-1
espellere. Venturato, che
Drascek 6), Porcari 6, Rigoni 6 CREMONESE-PERGOCREMA 1-1 Florean 5,5), Pianu 6, Blanchard 6,
AREZZO 53 29 15 8 6 48 30
(dal 30' s.t. Gonzalez s.v.); Motta 6 CREMONESE 53 29 14 11 4 50 36
FOLIGNO-ALESSANDRIA 2-0 Il calo Il Novara a quel pun- Federici 6; Ghidotti 5,5, Cazzola adesso è in discussione, ha
LECCO-NOVARA 1-1 5,5 (dal 39' s.t. Romano s.v.),
(dal 45' p.t. Juliano 6); Rubino 6,5, VARESE 51 29 14 9 6 39 28 LUMEZZANE-FIGLINE 1-1
to ha un calo e rischia di Raffaele Rubino, 32 anni, preferito difendersi così è
Uliano 4; Gherardi 6,5 (dal 15' s.t.
Bertani 6,5. (Strukelj, Cossentino, LUMEZZANE 48 29 13 9 7 41 33 PAGANESE-MONZA 1-1 crollare, ma la punizione esulta dopo il gol al Lecco, il Galli 5,5), Ferrari 6,5, Le Noci 5,5.
arrivata la sfortunata auto-
Tombesi, Ledesma). All. Tesser 6. BENEVENTO 45 29 13 6 10 40 31 SORRENTO-VARESE 1-1 di Arrigoni (22') viene fer- sesto in campionato BOZZANI rete. Il Pergo ha giocato di-
ARBITRO Pasqua di Tivoli 5. VIAREGGIO-PRO PATRIA 2-1 (Colombi, F. Rossi, Brambilla,
PERUGIA (-2) 40 29 12 6 11 30 30
NOTE paganti 953, abbonati 1.196, ALESSANDRIA 39 29 11 6 12 29 36
mata in angolo da Fonta- Tavares). All. Rastelli 6. scretamente nel primo
inc. di 16.859 euro. Amm. Guglieri, na. A sostituzioni esaurite ARBITRO Cervellera di Taranto 5. tempo, la Cremonese è vis-
FIGLINE (-1) 38 29 10 9 10 38 34 PROSSIMO TURNO

1-1
NOTE paganti 2.227, abbonati
Bertani e Orlandi. Angoli 5-4. SORRENTO 33 29 8 9 12 36 40 domenica 11 aprile, ore 15 Ludi si fa male (spalla sini- 2.381, inc. di 31.941 euro. Espulso
suta di sussulti. L'arbitro
MONZA 33 29 7 12 10 30 39 ALESSANDRIA-CREMONESE (1-1) stra) e lascia per 5 minuti Uliano al 10' s.t.; amm. Carotti, A. ha scontentato tutti, ne-
FOLIGNO 32 29 8 8 13 45 48 COMO-PAGANESE (3-1)
MARCELLO VILLANI FIGLINE-BENEVENTO (0-1)
(dal 33' al 38') il Novara in Bianchi e Musetti. Angoli 9-2. gando un rigore al Pergo
VIAREGGIO 32 29 7 11 11 18 28
COMO 30 29 6 12 11 20 31 MONZA-LUMEZZANE (0-3) dieci, poi rientra e si piaz- (fallo di mano di Rossi) e
LECCOdIl Lecco gioca con NOVARA-FOLIGNO (1-1) za a centrocampo. Alla fi- GIORGIO BARBIERI annullando un gol regola-
LECCO 28 29 7 7 15 31 41
PERGOCREMA-LECCO (1-2)
cuore e agonismo, il Nova- PRO PATRIA 28 29 5 13 11 30 40 PERUGIA-SORRENTO (1-1) ne, un pareggio che avvici- Mai tanti pareggi così re a Musetti. Nel finale
PERGOCREMA 28
ra punta sulla maggiore
PAGANESE 24
29
29
7
5
7
9
15
15
28
26
40
43
PRO PATRIA-AREZZO (1-1) na sempre più il Novara al- Il top era 6 nel 2004-05 CREMONA dUn’autorete di qualche scaramuccia sugli
VARESE-VIAREGGIO (1-0)
qualità tentando sin dal- MARCATORI: 17 RETI Le Noci (7, Pergocrema). 14 RETI
la promozione in serie B, Sette 1-1: mai successo in C1 Coda (in compartecipazio- spalti e nelle vie adiacenti
l’inizio della partita di Chianese (2, Arezzo); Motta (4, Novara). 12 RETI Frediani con Tesser che ringrazia i o Prima divisione, al massimo ne con Carotti) fa sfumare allo stadio. Un petardo lan-
sfruttare la capacità di ma- (Figline); Giacomelli (Foligno). 11 RETI Artico (2, Alessan- tifosi, mentre il Lecco ce ne sono stati sei (C1-B, 19ª al 91' alla Cremonese la ciato dalla curva del Pergo
dria); Evacuo (1, Benevento); Bertani (Novara); Ripa (3,
novra e i centimetri in più. Pro Patria); Paulinho (1, Sorrento). 10 RETI Coda e Guidetti mantiene intatte le speran- 2004-05). Più volte invece ci quarta vittoria allo Zini ha stordito un raccattapal-
Alla fine è un pari che va (Cremonese); Turchi (3, Foligno); Bondi (1, Perugia). ze di tirarsi fuori dai guai. sono stati 8 pareggi in 9 gare. nel derby contro il Pergo- le per qualche attimo.

AREZZO-PERUGIA 1-1 SORRENTO-VARESE 1-1 LUMEZZANE-FIGLINE 1-1 BENEVENTO-COMO 1-1 FOLIGNO-ALESSANDRIA 2-0 +VIAREGGIO-PRO PATRIA 2-1 PAGANESE-MONZA 1-1
L’Arezzo parte alla grande Paulinho illude il Sorrento Lume, si rivede Pesenti Clemente sbaglia un rigore Foligno, tre punti pesanti Mandorlini-gol, poi Eusepi Il Monza si fa raggiungere
L’ex Bondi salva il Perugia Il Varese esulta con Ebagua Continua la serie del Figline Como, ci pensa Zerzouri Alessandria troppo chiuso Sfida salvezza al Viareggio e sfiora il colpo nel finale
MARCATORI Croce (A) all’11’, Bon- MARCATORI Paulinho (S) al 2' MARCATORI autorete di Mei (L) al MARCATORI Palermo (B) al 14’, MARCATORI Cavagna al 10’, Tur- MARCATORI Mandorlini (V) al 1’, MARCATORI Prato (M) al 20’, In-
di (P) al 27’ p.t. p.t.; Ebagua (V) al 40’ s.t. 29’ p.t.; Pesenti (L) al 30’ s.t. Zerzouri (C) al 46’ p.t. chi al 22’ s.t. Eusepi (V) all’11’, Ripa (PP) su rigore grosso (P) al 26’ p.t.
AREZZO (4-4-2) Mazzoni 6; Can- SORRENTO (4-4-2) Marconato LUMEZZANE (4-4-2) Gazzoli 6,5; BENEVENTO (4-3-3) Gori 6; Pe- FOLIGNO (4-4-3) Rossini 6; Pen- al 39’ s.t. PAGANESE (4-3-3) Pantanelli
narsa 5,5 (dal 1’ s.t. Music 6), Figlio- 7; Di Nunzio 6, Lo Monaco 6, De Gio- Formiconi 5,5 (dal 26' s.t. Zanardi- drelli 6, Ferraro 6, Ignoffo 6,5, Paler- celli 6, Ambrogioni 6, Guastalvino VIAREGGIO (4-3-2-1) Ravaglia 7; 6,5; Ingrosso 6, Castaldo 6, Panini
meni 5, Terra 6, Sereni 5,5; Erpen sa 6, Angeli 6; Vanin 6, Nicodemo ni 6), Mei 6, Emerson 6,5, Pini 6 (dal mo 6,5; D’Anna 5,5 (dal 12’ s.t. La 6 (dal 16’ s.t. Gregori 6), Rossi 6; Carnesalini 6,5, Fiale 7, Panariello 6, Gambi 5,5 (dal 26’ s.t. Scianna-
5,5, Miglietta 6 (dal 34’ s.t. Rizza 6, Raggio Garibaldi 6 (dal 42’ s.t. 45' s.t. Nicola s.v.); Bradaschia Camera 5), Cejas 5,5 (dal 30’ s.t. Gallozzi 6,5 (dal 33’ s.t. Fedeli 6), 6,5, Briotti 6; Pizza 6, Reccolani 6, mè 6); Vicedomini 6, Maisto 6, Me-
s.v.), Togni 6, Croce 6; Maniero 6 Pignalosa s.v.), Coresi 5 (dal 1’ s.t. 6,5, Calliari 6, Grippo 6,5, Lauria 6 Vacca s.v.), De Liguori 6; Castaldo Furiani 6,5, Sciaudone 6; Giaco- Mandorlini 7; Cristiani 7 (dal 34’ s.t. mushaj 5,5; Izzo 5,5, Zarineh 5 (dal
(dal 13’ s.t. Fofana 5,5), Chianese Esposito 5,5); Carlini 5,5 (dal 33’ (dal 10' s.t. Pesenti 7); Galabinov 6 (dal 30’ s.t. Evacuo s.v.), Clemen- melli 6, Turchi 6,5, Cavagna 6 (dal Caturano s.v.), Guadalupi 6,5 (dal 29’ s.t. Ibekwe 5), Tortori 5,5 (dal
5,5. (Giusti, De Oliveira, Venitucci, s.t. Fialdini 5,5), Paulinho 6,5. (Cri- 5,5, Daud 6. (Trini, Checcucci, Ro- te 5,5, Bueno 6. (Baican, Cattaneo, 25’ s.t. Fondi 6). (Tomassini, Da 42’ s.t. Falivena s.v.); Eusepi 6,5 24’ s.t. Lasagna 5). (Saraò, Tufa-
Essabr). All. Galderisi 5,5. scuolo, Masiero, Greco, Arcidiaco- meo, Faroni). All. Menichini 6,5. Landaida, Ciarcià). All. Camplone 6. Dalt, Nori, Virdis). All. Fusi 6,5. (dal 26’ s.t. Marolda 6). (Babbini, no, Macrì, Cucciniello). All. Palum-
PERUGIA (3-5-1-1) Benassi 6,5; no). All. Simonelli 6. FIGLINE (4-2-3-1) Pardini 6,5; Du- COMO (5-3-2) Zappino 6,5; Mag- ALESSANDRIA (5-3-2) Servili Castaldo, Barsotti, Fommei). All. bo 5,5.
Taccucci 6, Raimondi 6, Pagani 6; VARESE (4-3-2-1) Moreau 5,5; ravia 6, Bettini 6, Ghinassi 6, Pa- gioni 6, Conti 6, Gonnella 6, Goretti 5,5; Ciancio 6, Signorini 6, Camma- Rossi 6,5. MONZA (3-4-1-2) Westerveld 6;
Cazzola 6,5 (dal 24’ s.t. La Vista 6), Pisano 6,5, Preite 5,5 (dal 10’ s.t. squini 6; Consumi 6,5, Guerri 6; Fa- 6, Bruno 6; Zerzouri 6,5 (dal 12’ s.t. roto 5,5, Ghosheh 5,5 (dal 15’ s.t. PRO PATRIA (4-2-3-1) Caglioni Esposito 6 (dal 28’ s.t. Tuia 6), Cudi-
Perrulli 5,5 (dal 1’ s.t. Perra), Della Osuji 5,5), Camisa 6, Armenise nucchi 7, Campolattano 6,5, Villafa- Kalambay 5), Riva 6 (dal 43’ s.t. E. Da Monte 6), Schettino 5,5; Mate- 5,5; Bruccini 6, Pivotto 6,5, Rinaldi ni 6, Fiuzzi 6; Oualembo 6, Prato
Rocca 6, Bonomi 6, Stamilla 6,5; 6,5; Tripoli 5,5 (dal 18’ s.t. Momen- ne 6 (dal 20' s.t. Redomi 5,5); Fre- Brevi s.v.), Salvi 6; Cozzolino 6,5 os 6, Briano 6,5 (dal 44’ s.t. Motta 6 (dal 40’ s.t. Palermo s.v.), Barba- 6,5, Eramo 6,5, Campinoti 5 (dal
Bondi 6,5; Paponi 5,5 (dal 21’ s.t. té 5), Corti (dal 1’ s.t. Del Sante diani 7 (dal 26' s.t. Fioretti 5,5). (No- (dal 34’ s.t. Fragiello s.v.), Filippini s.v.), A. Buglio 6,5; Artico 5,5 (dal- gli 6; Passiglia 6 (dal 6’ s.t. Pacilli 24’ s.t. Anghileri 5,5); Iacopino 6
Martini 6). (De Marco, Accursi, La- 5,5), Dos Santos 6,5; Buzzegoli 6, vembre, Peruzzi, Cosentini, Spun- 6,5. (Malatesta, Rudi, Ardito, Ko- l’11’ s.t. Fantini 5,5), Rosso 6. (Cicut- 6,5), Lombardi 6; Melara 6 (dal 20’ (dal 29’ s.t. S. Seedorf 6); Viola 6,5,
crimini, Federici). All. Zaffaroni-Buz- Carrozza 6,5; Ebagua 6. (Grandcle- tarelli, D’Antoni). All. Torricelli 6,5. lawole). All. Strano–O. Brevi 6. ti, Longhi, Moracci, Volpara). All. F. s.t. Baù 5,5), Serafini 6,5, Sarno 6; Samb 6,5. (Marcandalli, Zebi, Ra-
zi 6,5. ment, Grillo, Gambadori, Aloe). All. ARBITRO Trentalange di Nichelino ARBITRO Tidona di Torino 6. Buglio 6. Ripa 6. (Giambruno, Chiecchi, Del vasi, Russo). All. Cevoli 6,5.
ARBITRO Merchiori di Ferrara 6,5. Sannino 6. 6,5. NOTE paganti 466, abbonati 3.329, ARBITRO Saia di Palermo 6,5. Grosso, Urbano). All. Cosco 6. ARBITRO Irrati di Pistoia 6.
NOTE paganti 2.426, abbonati ARBITRO De Benedictis di Bari NOTE paganti 232, abbonati 334, ARBITRO Del Giovane di Albano 7. NOTE paganti 449, abbonati 486,
incasso di 23.454 euro. Espulso l’al- NOTE paganti 735, abbonati 591,
1.197, incasso di 39.254 euro. Espul- 5,5. incasso di 1.870,45 euro. Ammoniti NOTE paganti 258, abbonati 562, incasso di 2.903 euro. Ammoniti
lenatore Strano al 7’ s.t.; ammoniti incasso di 9.867 euro. Ammoniti
so Figliomeni al 31’ s.t.; ammoniti NOTE paganti 274, abbonati 308, Redomi e Campolattano. Angoli incasso di 5.797 euro. Ammoniti Castaldo, Izzo, Prato e Cudini. An-
Bruno, Zappino, Cejas, Clemente e Rossi, Sciaudone, Cavagna e Si-
Della Rocca, Cazzola e Chianese. incasso di 5.075,17 euro. Ammoni- 11-3. Carnesalini, Briotti, Panariello, goli 3-2.
Goretti. Angoli 11-4. gnorini. Angoli 5-2.
Angoli 1-3. ti Marconato, Preite, Di Nunzio, Mo- GIUDIZIO+++ Mandorlini, Bruccini, Passiglia, Ri- GIUDIZIO+++
menté, Buzzegoli, Paulinho e Lo GIUDIZIO++ GIUDIZIO+++ naldi e Baù. Angoli 5-6.
GIUDIZIO++ LUMEZZANE (Bs)dIl Figline si con- PAGANI (Sa)dGiusto pareggio tra
Monaco. Angoli 4-6. BENEVENTOdIl Benevento rinvia, FOLIGNO (Pg)dNon è stata una bel- GIUDIZIO+++
AREZZOdUn pareggio nel derby ferma osso duro anche per il Lu- due squadre che hanno dato il me-
GIUDIZIO+++ ancora una volta, l’appuntamento la gara ma il Foligno è riuscito nel-
col Perugia che serve poco all’Arez- mezzane e porta a 9 la serie dei ri- VIAREGGIO (Lu)dIl Viareggio vince glio un tempo per uno. Nel primo,
zo, che parte bene ma è incapace di SORRENTO (Na) dImpreca il Sor- sultati utili. Al 28’ Gazzoli deve supe- con la vittoria, così il Como porta a l’impresa di portare a casa tre pun- la sfida salvezza dopo un primo la Paganese fa gioco e mantiene
cambiare marcia nel secondo tem- rento perché fallisce nel finale rarsi su un tiro a giro di Frediani: casa un pareggio che fa tanta clas- ti pesanti per la salvezza. La squa- tempo pasticciato e una ripresa l’iniziativa, ma è il Monza al minuto
po. Si comincia a ritmi vertiginosi: l’obiettivo della vittoria, cullato dal sull’angolo di Campolattano, sfortu- sifica. Giallorossi in vantaggio al 14’ dra di Fusi ha fatto la sua parte di brillante. Due occasioni per la Pro 20 a passare in vantaggio con Pra-
Cazzola e Bondi costringono Mazzo- 2’ con il gol di Paulinho. Al 40’ della nata deviazione in rete di Mei dopo con Palermo: determinante la devia- fronte a un Alessandria sceso in Patria, con Ravaglia provvidenzia- to, bravo a deviare una punizione
ni alla doppia respinta di piede, poi ripresa Esposito calcia addosso a uno scontro tra Galabinov e Grip- zione di Gonnella. Al 35’ proprio Gon- campo con il solo scopo di portar- le (21’ e 26’) su Melara e Ripa. Poi ribattuta della barriera. Il pareggio
Maniero impegna Benassi che all’11’ Moreau la palla-gol del potenziale po. Nella ripresa il Lumezzane va nella di testa supera tutti ma non si a casa un punto. Tutto accade tocca al Viareggio, pericoloso con della Paganese arriva sei minuti
capitola sul diagonale potente e pre- raddoppio. Subito dopo, su cross avanti, colleziona palle gol con Bueno, che salva sulla linea. Al 41’ della ripresa: al 2’ l’arbitro conce- Cristiani al 36’: Passiglia devia in an- più tardi con Ingrosso che si smar-
ciso di Croce, servito da Cannarsa. di Buzzegoli, Egabua pareggia di te- Daud e Calliari e alla mezz’ora rac- Clemente batte una punizione, Fer- de un rigore al Foligno per un fallo golo. In avvio di ripresa Mandorlini ca in area su punizione di Maisto e
Il Perugia cambia: Stamilla va a de- sta e il Varese raccoglie i frutti del- coglie il frutto della pressione con raro viene spinto a terra: è rigore di mano di Signorini, ma Turchi tira su punizione trova l’angolo con Ca- realizza di potenza. Nella ripresa, il
stra con Cazzola dietro a Bondi e la supremazia a centrocampo, te- Pesenti, che realizza di testa su an- che, dopo alcuni minuti d’interruzio- addosso a Servili. Al 10’ il Foligno glioni tradito dalla barriera. All’11’ il Monza conquista il centrocampo
Paponi. L’Arezzo comincia a soffri- stimoniata dai brillanti interventi di golo di Daud: una liberazione per ne per una contestazione, viene cal- passa con Cavagna che sfrutta un raddoppio: Guadalupi apre per Cri- avversario e sfiora in due occasio-
re sulle fasce e proprio da un incur- Marconato. Il Sorrento, in gol per l’attaccante, al rientro dopo uno ciato fuori da Clemente. Nel recupe- passaggio di Giacomelli. Al 22’ il stiani, palla in mezzo, Eusepi se- ni la vittoria: al 6’ con lo scatenato
sione di Stamilla a destra arriva al un pasticcio di Moreau, recrimina stop di più di quattro mesi. Nel fina- ro del primo tempo, su cross di Filip- raddoppio di Turchi che entra in gna. Nel finale rigore (ineccepibile) Samb che davanti a Pantanelli tira
27’ il pareggio di testa dell’ex Bondi, anche per aver fallito il bis nel pri- le il Lumezzane cerca la vittoria ma pini, Zerzouri di testa trafigge Gori e area e fa passare la palla tra una per atterramento di Pacilli da parte alto ed al 36’ con Viola che, solo in
che poi al 41’ colpisce la traversa. mo tempo con Vanin e Paulinho. il Figline regge bene all’urto. firma il pari. selva di gambe ingannando Servili. di Carnesalini: segna Ripa. area, si fa anticipare dal portiere.
Marco Piga Antonino Siniscalchi Sergio Cassamali Antonio Buratto Roberto Di Meo Giovanni Lorenzini Salvatore Campitiello

SECONDA DIVISIONE f La Juve Stabia (girone C) ha messo il turbo: 5 gol all’Igea e 5 punti di vantaggio 29 a GIORNATA
dDeciso scatto della Juve GIRONE A RISULTATI GIRONE B RISULTATI GIRONE C RISULTATI
CARPENEDOLO-CROCIATI NOCETO 2-1 BELLARIA-BASSANO 0-1 BARLETTA-VICO EQUENSE 2-1
Stabia (C), che una SQUADRE PT G V N P RF RS
LEGNANO-PRO VERCELLI 2-0
SQUADRE PT G V N P RF RS
COLLIGIANA-CELANO 0-1
SQUADRE PT G V N P RF RS
CASSINO-BRINDISI 2-4
SPEZIA 52 29 14 10 5 42 24 LUCCHESE 59 29 17 8 4 49 29 JUVE STABIA 63 29 19 6 4 58 23
settimana fa s’era messa ALGHERO (-1) 51 29 14 10 5 36 18
MEZZOCORONA-FERALPI SALÒ 1-2
SAN MARINO 52 29 14 10 5 51 31
GIACOMENSE-PRO VASTO 0-1
CATANZARO (-3) 58 29 19 4 6 52 24
CATANZARO-NORMANNA 0-0
per la prima volta alle FERALPI SALÒ 50 29 12 14 3 35 23
OLBIA-VALENZANA 1-0
FANO 51 29 14 9 6 33 19
GUBBIO-CARRARESE 2-1
CISCO ROMA 55 29 15 10 4 42 17
CISCO ROMA-GELA 0-0
PAVIA-CANAVESE 2-1 ITALA SAN MARCO-SAN MARINO 1-1 JUVE STABIA-IGEA 5-1
spalle il Catanzaro e ALTO ADIGE 50 29 14 8 7 29 23 PRO BELVEDERE-SPEZIA 0-0 PRATO 46 29 12 10 7 44 32 LUCCHESE-SACILESE 1-0 SIRACUSA 51 29 15 6 8 33 19 MANFREDONIA-MONOPOLI 1-1
adesso, dopo la roboante RODENGO (-1) 47 29 12 12 5 37 22 RODENGO-ALTO ADIGE 4-0 GUBBIO 44 29 12 8 9 36 27 NOCERINA-SANGIUSTESE 0-1 BARLETTA (-1) 48 29 13 10 6 32 29 NOICATTARO-ISOLA LIRI 0-0
vittoria sull’Igea, va a +5. PAVIA 47 29 12 11 6 40 28 SAMBONIFACESE-ALGHERO 1-1 SANGIOVANNESE 44 29 10 14 5 32 27 PRATO-POGGIBONSI 4-0 BRINDISI 47 29 13 8 8 44 30 SIRACUSA-SCAFATESE 2-1
LEGNANO (-2) 44 29 12 10 7 37 28 VILLACIDRESE-PRO SESTO rinviata BASSANO 41 29 9 14 6 40 32 SANGIOVANNESE-FANO 0-0 GELA 44 29 12 8 9 32 22 VIBONESE-MELFI 1-2
Allunga la Lucchese (B),
CROCIATI NOCETO 37 29 8 13 8 31 32 ITALA SAN MARCO 40 29 10 10 9 35 30 CASSINO 44 29 13 5 11 37 37
che si rimette al sicuro a SAMBONIFACESE (-1) 36 29 9 10 10 36 39 PROSSIMO TURNO SANGIUSTESE 39 29 11 6 12 30 35 PROSSIMO TURNO MELFI 42 29 12 6 11 43 36 PROSSIMO TURNO
+7 sul San Marino. Il CARPENEDOLO 35 29 9 8 12 32 37 domenica 11 aprile, ore 15 CELANO 36 29 9 9 11 30 35 domenica 11 aprile, ore 15 MONOPOLI 37 29 9 10 10 30 33 domenica 11 aprile, ore 15
girone A è quello più PRO VERCELLI 35 29 10 5 14 25 32 ALGHERO-PAVIA (2-0) NOCERINA 34 29 7 13 9 32 29 CARRARESE-COLLIGIANA (2-1) MANFREDONIA 33 29 8 9 12 25 35 BRINDISI-VIBONESE (3-1)
ALTO ADIGE-VILLACIDRESE (1-0) CELANO-GUBBIO (0-3) CASSINO-SIRACUSA (0-4)
incerto: il secondo 0-0 di CANAVESE 34 29 8 10 11 24 33
CANAVESE-PRO BELVEDERE (1-0)
GIACOMENSE 33 29 8 9 12 27 37
FANO-LUCCHESE (1-3)
SCAFATESE 31 29 6 13 10 29 36
GELA-BARLETTA (0-1)
fila tiene in vetta lo MEZZOCORONA 33 29 9 6 14 38 36 PRO VASTO 32 29 7 11 11 29 41 NORMANNA 31 29 7 10 12 26 34
CROCIATI NOCETO-LEGNANO (1-1) GIACOMENSE-PRATO (0-1) IGEA-MANFREDONIA (0-0)
VALENZANA 32 29 6 14 9 18 24 SACILESE 31 29 7 10 12 28 35 ISOLA LIRI 31 29 8 7 14 20 39
Spezia perché anche OLBIA 31 29 5 16 8 22 24
FERALPI SALÒ-CARPENEDOLO (2-2)
BELLARIA 28 29 6 10 13 22 35
POGGIBONSI-SANGIOVANNESE (1-3)
NOICATTARO 28 29 6 10 13 27 46
MELFI-CISCO ROMA (1-1)
l’Alghero pareggia e l’Alto PRO SESTO-MEZZOCORONA (0-1) PRO VASTO-ITALA SAN MARCO (0-2) MONOPOLI-CATANZARO (0-2)
VILLACIDRESE 30 28 8 6 14 28 39 PRO VERCELLI-RODENGO (1-1) CARRARESE 28 29 6 10 13 29 46 SACILESE-BELLARIA (2-1) VICO EQUENSE 23 29 4 11 14 17 32 NORMANNA-NOICATTARO (2-4)
Adige crolla a Rodengo, PRO BELVEDERE 24 29 4 12 13 13 33 SAMBONIFACESE-OLBIA (2-1) COLLIGIANA (-1) 27 29 6 10 13 25 34 SAN MARINO-NOCERINA (0-0) VIBONESE (-1) 23 29 5 9 15 23 42 SCAFATESE-ISOLA LIRI (1-2)
ma dietro risale forte la PRO SESTO (-2) 15 28 4 5 19 20 48 SPEZIA-VALENZANA (1-1) POGGIBONSI 26 29 5 11 13 26 44 SANGIUSTESE-BASSANO (0-0) IGEA (-2) 11 29 1 10 18 22 58 VICO EQUENSE-JUVE STABIA (0-0)
matricola Feralpi Salò. MARCATORI: 15 RETI Lazzaro (5, Spezia). 13 RETI
Pietribiasi (Sambonifacese). 12 RETI Cocco (4, Alghero);
MARCATORI: 19 RETI Marotta (2, Gubbio).
18 RETI Cesca (San Marino). 13 RETI Zubin (6, Itala San
MARCATORI: 19 RETI Ciofani (6, Cisco Roma).
14 RETI De Angelis (3, Juve Stabia); Chiaria (Melfi). 13 RETI
Carbone (3, Pavia). 10 RETI Scavone (4, Alto Adige); G. Marco); Basilico (Prato). 11 RETI Nicolini (3, Giacomen- Mosciaro (4, Catanzaro). 12 RETI Longoni (Catanzaro).
TUTTI I TABELLINI Lorenzini (3, Carpenedolo); Pietranera (2, Crociati); Bisso se); Biggi (2) e Scandurra (Lucchese). 10 RETI Vieri (4, 11 RETI William (Brindisi); Agostinelli (Gela; 6 nell'Igea); Vicen-

LI TROVATE
A PAGINA 28 & (Legnano); Chiaretti (3, Pro Vercelli). 9 RETI Bachlechner (1,
Canavese); Rossetti (Feralpi Salò); Panizza (2, Mezzocorona).
Prato). 9 RETI Bartolini (2, Fano); Staffolani (2, Poggi-
bonsi).
tin (Juve Stabia). 10 RETI Infantino (Barletta); Peluso (Juve
Stabia); Perna (1, Normanna).

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


DOMENICA 4 APRILE 2010
LA GAZZETTA SPORTIVA R
27

PRIMA DIVISIONE GIRONE B 29a GIORNATA


Verona, stop pericoloso Il Pescara rinasce
e sfida l’Hellas
E’ fatale il Marcianise Cosenza a Glerean
MARCIANISE-VERONA 1-0 na, alla prima sconfitta in ta dalla squadra di casa Due minuti dopo il gol, PESCARA-COSENZA 3-1 rottato e all’orizzonte tor-
GIUDIZIO +++ trasferta e ora con soli 2 che ritrova i suoi tifosi, la Pensalfini sfiora il palo e GIUDIZIO ++++ na a vedere la serie B diret-
MARCATORE Poziello al 9’ p.t. punti di vantaggio, masti- decide al 9’ un diagonale questo resta l’unico brivi- MARCATORI Ganci (P) al 24’ su ta. Il Verona, al quale Di
MARCIANISE (4-2-3-1) Fumagalli ca amaro, come ammette di Poziello che raccoglie do gialloblù del primo rigore, Sansovini (P) al 34’, Francesco farà visita do-
6,5; Ciano 6, Porpora 6, Filosa 6, Bonanni (P) al 35’, Biancolino (C) al
alla fine l’allenatore Re- un lungo lancio di Manco: tempo. Il Verona rischia 42’ s.t. menica, ora è distante so-
Tomi 7; D’Ambrosio 6,5, Alfano
6,5; Manco 6, Romano 6, Galizia
mondina: «Non ci aspetta- il fantasista del Marciani- ancora invece, al 25’, PESCARA (4-4-2) Pinna 6; Medda 7, lo a due punti.
6,5; Poziello 6,5 (41’ s.t. Tedesco vamo un Marcianise così, se salta due difensori ed quando Poziello in area Sembroni 6,5, Mengoni 6, Petterini
s.v.). (Mezzacapo, D’Apice, Di eravamo venuti con idee insacca. Chi si aspettava salta il portiere: salva An- 6,5; Bonanni 7 (dal 37’ s.t. Gessa Sei mesi dopo Ottima la
Napoli, Della Ventura, Alvino, s.v.), Coletti 6,5, Tognozzi 6 (dal
ed atteggiamenti diver- una reazione veemente selmi sulla linea di porta. 15’ s.t. Soddimo 6,5), Dettori 6;
prova dei biancazzurri,
Montanari). All. Boccolini 6,5.
si». La partita, molto senti- del Verona, resta deluso. Sansovini 8 (dal 36’ s.t. Zizzari che ritrovano il gol di San-
VERONA (4-3-2-1) Rafael 6; Cangi
6, Esposito 6, Anselmi 6, Pugliese
Si cambia Nella ripresa Re- s.v.), Ganci 6,5. (Bartoletti, sovini dopo quasi sei me-
mondina cambia gli attac- Capuano, Vitale, Zappacosta). All. si: l’ex del Grosseto firma
6; Russo 5,5 (dal 31’ s.t. Ciotola GIRONE B RISULTATI
Di Francesco 7.
6), Esposito 6, Pensalfini 6,5; SQUADRE PT G V N P RF RS CAVESE-TARANTO 1-0 canti e Selva sfiora il gol COSENZA (3-4-3) Gabrieli 6; Musca
il 2-0 al 34’ della ripresa,
GIULIANOVA-ANDRIA 1-1
Farias 5,5 (7’ s.t. Berrettoni 6), VERONA 50 29 12 14 3 34 15
MARCIANISE-VERONA 1-0
al 13’, su appoggio di te- 5,5, Di Bari 5,5, Scognamiglio 6; ma 10’ prima si era conqui-
Colombo 6; Di Gennaro 5,5 (dal 5’ PESCARA 48 29 12 12 5 31 21
PESCARA-COSENZA 3-1 sta di Colombo, con un ti- Gianmarco Remondina, 52 Bernardi 5,5, De Rose 6, Roselli stato il rigore (trasforma-
s.t. Selva 6). (Ingrassia, Comazzi, PORTOGRUARO 48 29 13 9 7 31 23 PESCINA-RAVENNA 2-1
Campagna, Garzon). All. REGGIANA 42 28 11 9 8 42 32 PORTOGRUARO-SPAL 1-0
ro che finisce alto di poco. anni, seconda stagione alla 5,5 (dal 40’ s.t. De Pascalis s.v.), to da Ganci, che va a 6 re-
Chianello 5; Virga 5,5 (dal 32’ s.t.
Remondina 6. TERNANA 42 29 12 6 11 31 29 POTENZA-REGGIANA rinviata Ma al 23’ è il Marcianise a guida del Verona PIERANUNZI Fiore s.v.), Biancolino 6, Danti 6,5
ti) ed è in un momento ma-
ARBITRO Bagalini di Fermo 6. COSENZA 40 29 10 10 9 40 38 RIMINI-FOGGIA 0-1 sprecare ancora con Man- (dal 42’ s.t. Scotto s.v.). gico. Chiude i conti Bonan-
RIMINI 39 29 11 6 12 29 33 TERNANA-LANCIANO 1-1
NOTE spettatori 1.500 circa, non ci
TARANTO 38 29 8 14 7 22 20
co, ben imbeccato da Po- (Ameltonis, Ungaro, Marsili, ni con un tiro da 30 metri

1
sono abbonati, paganti e incasso
RAVENNA 37 29 9 10 10 35 31 PROSSIMO TURNO ziello; 2’ dopo lo imita Olivieri). All. Toscano 6. che fa esplodere la porta
non comunicati. Amm. Porpora, CAVESE 37 29 8 13 8 22 23 D’Ambrosio che, solo in ARBITRO Zanichelli di Genova 7. di Gabrieli e lo stadio. Poi
domenica 11 aprile, ore 15
Poziello, Ceccarelli, Esposito, NOTE paganti 4.984, abbonati
LANCIANO 36 29 7 15 7 27 32 ANDRIA-MARCIANISE (0-3) area di testa, manda alto 5.366, incasso di 50.193 euro.
un altro pezzo di miracolo
Anselmi e D’Ambrosio. Angoli 2-8. SPAL 35 29 7 14 8 27 24 COSENZA-RIMINI (0-2)
ANDRIA 35 29 8 11 10 27 32 FOGGIA-PESCINA (0-2) un pallone servito da Man- Espulso Chianello al 23’ s.t.; lo fa Boccolini, a Marciani-
MARCIANISE (-1) 33 29 8 10 11 33 34 LANCIANO-SPAL (1-0) co. Al 33’ è l’attivo Berret- ammoniti Chianello, Tognozzi, se, battendo il Verona. Inu-
LUCIO BERNARDO FOGGIA (-1) 31 28 7 11 10 22 32
POTENZA-CAVESE (1-0)
toni ad impegnare Fuma- Le sconfitte del Verona Virga e Bernardi. Angoli 7-2. tile il gol di Biancolino nel
RAVENNA-TERNANA (lunedì 12, ore 20.45) (0-1)
PESCINA 31 29 7 10 12 29 40 REGGIANA-GIULIANOVA (0-1) galli, che para in due tem- lontano dal Bentegodi finale: il Cosenza in serata
MARCIANISE (Ce) dIl sabato GIULIANOVA 29 29 5 14 10 26 35
POTENZA 26 27 6 8 13 26 40
TARANTO-PORTOGRUARO (0-1) pi un pericoloso rasoter- Prima della sconfitta di ORLANDO D’ANGELO ha deciso per la separazio-
VERONA-PESCARA (0-0)
di Pasqua, il Marcianise ri- MARCATORI: 13 RETI Altinier (Portogruaro). 12 RETI Piovac- ra. Il portiere si ripete al Marcianise, nelle 14 partite ne consensuale con il tec-
sorge, batte la capolista e cari (1, Ravenna). 11 RETI Biancolino (2, Cosenza). 10 RETI Sy 37' anticipando Cangi. E esterne di questa stagione il PESCARA dIl Pescara vince nico Toscano, da martedì
(2, Andria); Rossi (1, Reggiana). 8 RETI Tedesco (2, Marcianise);
trova tre punti preziosi in Stefani (6, Reggiana); Corona (1, Taranto). 7 RETI Danti (Cosenza);
il Verona non evita il pri- Verona aveva ottenuto 5 la terza partita consecuti- sarà al lavoro il nuovo alle-
chiave salvezza. Il Vero- Campagnacci (3, Giulianova); Tulli (1, Rimini); Tozzi Borsoi (3, Ternana). mo k.o. in trasferta. vittorie e 9 pareggi va contro un Cosenza ince- natore Ezio Glerean.

PORTOGRUARO-SPAL 1-0 TERNANA-LANCIANO 1-1 CAVESE-TARANTO 1-0 RIMINI-FOGGIA 0-1 PESCINA-RAVENNA 2-1 GIULIANOVA-ANDRIA 1-1
Ci pensa il solito Altinier, sempre più capocannoniere Turchi gol e poi Lacheheb Rigore sbagliato, palo e gol Al Foggia basta Ceccarelli Il Pescina vince con merito Giulianova, c’è Carbonaro
Il Portogruaro liquida la Spal e adesso punta la vetta Alla fine è parità in tutto La Cavese vola in extremis Il Rimini è impalpabile Ravenna: Soda parte male L’Andria riesce a salvarsi
MARCATORE Altinier al 24’ s.t. MARCATORI Turchi (L) al 12’, La- MARCATORE Bernardo al 49’ s.t. MARCATORE Ceccarelli al 19’ p.t. MARCATORI Cesar (P) su rigore al MARCATORI Carbonaro (G) al 21’,
PORTOGRUARO (4-3-1-2) Ros- cheheb (T) al 44’ s.t. CAVESE (3-4-3) Russo 6; Cipria- RIMINI (4-3-3) Pugliesi 6; Catac- 29’, Dall’Acqua (P) al 37’, Piovaccari Sibilano (A) al 44’ s.t.
si 7; Cardin 6,5, Gardella 7, Mada- TERNANA (4-4-2) Visi 6,5; Tede- ni 6, Nocerino 6, D’Orsi 6; Lagnena chini 5,5, Vitiello 5,5, Lebran 6, Re- (R) su rigore al 48’ s.t. GIULIANOVA (4-3-3) Dazzi 6,5;
schi 6, Gotti 6,5; Mattielig 6,5, Vi- schi 6, Borghetti 5,5, Bertoli 6 (dal 5,5 (dal 26’ s.t. Bernardo 6,5), Spi- gonesi 5,5; Baccin 5 (dal 16’ s.t. PESCINA (4-4-2) Bifulco 6,5; Lo- Lieti 6,5, Garaffoni 6,5, Vinetot 6,
cente 6 (dal 15’ s.t. Scapuzzi 6,5), 25’ s.t. Balistreri s.v.), Imburgia 5,5; nelli 5,5 (dal 33’ s.t. Scartozzi 6), Fa- Cardinale 5), D’Antoni 5 (dall’11’ s.t. catelli 6,5, Molinari 7, Petitto 7, Pom- Migliore 7; Censori 6, Croce 5,5,
Espinal 7; Cunico 6,5 (dal 32’ s.t. Concas 5,5, Costantini 6, Danucci vasuli 6, Radi 5,5; Schetter 6,5, Tu- Marchi 5,5), Frara 5; Matteini 5 poni 6,5; Capparella 6,5, C. Giorda- Del Grande 6; Carbonaro 7 (dal 40’
Pondaco 6); Marchi 7 (dal 27’ s.t. 6,5, Piccioni 6,5; Ferrari 5 (dal 1’ s.t. rienzo 6,5, Insigne 6 (dal 43’ s.t. (dall’11’ s.t. Morante 5), Longobardi no 6,5, Ferraresi 6,5, Bettega 5,5 s.t. Pucello s.v.), Maritato 5,5 (dal
Alessandro 6), Negrini 5 (dal 15’ s.t. Cruz 6). (Pane, Santarelli, Maiora- 6, Tulli 5. (Tornaghi, Ischia, Rinaldi, (dal 14’ s.t. Cesar 7,5); Negro 7 (dal 17’ s.t. Campagnacci 7), Schneider
Gargiulo 6,5), Altinier 7,5. (Marca-
Lacheheb 6). (Cunzi, Quondamat- no, Berretti). All. Stringara 6,5. Giacomini). All. Melotti 5,5. 38’ s.t. Cipolla s.v.), Dall’Acqua 7 6 (dal 28’ s.t. Sosi 6). (Gasparri, Fa-
to, Puccio, Romano, Bocalon). All.
teo, Perney, Confalone). All. Giorgi- TARANTO (4-4-2) Bremec 6,5; FOGGIA (4-2-3-1) Milan 6,5; Car- (dal 42’ s.t. Di Bella s.v.). (Merletti, ragalli, Ndiaye, Carratta). All. Bitet-
Calori 7.
ni 6. Imparato 6, Magnusson 5, Migliac- bone 6, Burzigotti 6,5, Artipoli 6,5, Suriano, De Angelis, Bettini). All. to 6.
SPAL (4-4-2) Capecchi 6,5; Ghet- LANCIANO (4-4-2) Aridità 6,5; Co- cio 6, Bolzan 5,5; Cuneaz 6 (dal 47’ Cappellacci 7. ANDRIA (4-4-2) Spadavecchia
Micco 6; Agnelli 6, Desideri 7 (dal
ti 5,5 (dal 35’ s.t. Rossi s.v.), Zam- lombaretti 6, Antonioli 6, Moi 6, s.t. Di Roberto s.v.), Giorgino 6, RAVENNA (4-2-3-1) Anania 6; Riz- 6,5; Pierotti 6, Pomante 6,5, Sibila-
43’ s.t. Di Dio s.v.); Mancino 6, Co-
boni 6, Lorenzi 6, Cabeccia 6,5; Mammarella 6,5; Turchi 6,5 (dal 31’ Rajcic 5,5 (dal 35’ s.t. Quadri s.v.), zo 6 (dal 27’ s.t. Sabato 5,5), Ciuffe- no 7, Di Simone 6,5; Chiaretti 6, Ien-
lomba 6 (dal 22’ s.t. Sgambato
Smit 6, Migliorini 6,5 (dal 33’ s.t. s.t. Aquilanti s.v.), Sacilotto 5, Triarico 5,5; Russo 5,5 (dal 14’ s.t. telli 5, Anzalone 5,5, Biserni 6; F. naco 5,5 (dal 30’ s.t. Dionigi s.v.),
s.v.), Morini 6,5 (dal 27’ s.t. Millesi
Marangiu 6), Schiavon 5,5, Quinta- Amenta 5,5, Zeytulaev 6 (dal 18’ s.t. Falconieri 5,5), Corona 6. (Baras- s.v.); Ceccarelli 6,5. (Bindi, D’Ago- Giordano 5,5, Sciaccaluga 6 (dal 21’ Mezavilla 6, Doumbia 5,5 (dal 38’
valla 5,5; Cipriani 7, Valtulina 6,5 Di Cecco 6); Sansone 6,5 (dal 48’ so, Colombini, Taulo, Ferraro). All. stino, Caraccio, Torta). All. Ugolot- s.t. Rossetti 5,5); Packer 5, Correa s.t. Rizzi s.v.); Anaclerio 6 (dal 48’
(dal 23’ s.t. Meloni 5,5). (Ioime, Li- Cristian Altinier, 27 PIERANUNZI s.t. Oshadogan s.v.), Colussi 5. (Bel- Passiatore 5,5. ti 6. 5,5 (dal 31’ s.t. Gerbino Polo s.v.), s.t. Ceppitelli s.v.), Sy 6. (Locatelli,
cata, Bortel, Pedruzzi). All. Notari- lucci, Sinigaglia, Masini, Improta). ARBITRO Vivenzi di Brescia 6. ARBITRO Mariani di Aprilia 6,5. Toledo 6,5; Piovaccari 5,5. (Rossi, Nicolao, Polverini, Losito). All. Pa-
stefano 5,5. porifero. Al 42’ colpo di testa di All. Pagliari 6,5. NOTE paganti 1.887, non ci sono NOTE paganti 1.072, abbonati Fonjock, Felci, Scappini). All. Soda pagni 6.
ARBITRO Affinito di Frattamaggio- ARBITRO D’Alesio di Forlì 5,5. abbonati, incasso di 18.608 euro. 5,5. ARBITRO Donati di Ravenna 6.
Marchi su corner di Cunico respin- 1.153, incasso di 22.309 euro. Am-
re 5,5. NOTE spettatori 2.500 circa, pa- Espulso il tecnico Stringara al 12’ ARBITRO Barbiero di Vicenza 5,5. NOTE paganti 471, abbonati 1.210,
to da Capecchi. La gara si accen- moniti Vitiello, Desideri e Regone-
ganti, abbonati e incasso non comu- s.t.; ammoniti Rajcic, Magnusson, NOTE paganti 517, abbonati 428, in- incasso di 9.121 euro. Ammoniti Ma-
NOTE paganti 900 circa, abbonati de nella ripresa. La Spal cinge d’as- si. Angoli 9-3
nicati. Espulsi Sacilotto al 17’ s.t., Nocerino, Bolzan, Bernardo e Tu- casso di 4.331 euro. Ammoniti Petit- ritato, Carbonaro, Del Grande e
162, incasso non comunicato. sedio il Porto nella propria metà GIUDIZIO++
Borghetti e il tecnico Pagliari al 43’ rienzo. Angoli 12-3. to, Ciuffetelli e Locatelli. Angoli 6-3. Campagnacci. Angoli 10-8.
Espulso Madaschi al 30’ s.t.; am- campo. All’11’ insidiosa conclusio-
s.t.; ammoniti Costantini, Zeytula- GIUDIZIO++++ RIMINI dVince il Foggia, meritata- GIUDIZIO+++ GIUDIZIO+++
moniti Gotti, Schiavon, Lorenzi, ne di Valtulina, ma Rossi si salva in
ev, Colussi, Turchi e Imburgia. An- mente. Il Rimini non riesce ad esse-
Quintavalla e Pondaco. Angoli 3-7. corner. Al 17’ il tiro di Smit colpisce goli 6-3. CAVA DE’ TIRRENI (Sa) dLa Cavese AVEZZANO (Aq) dTre punti vitali GIULIANOVA (Te)dUn pareggio che
la schiena di Madaschi, palla in an- raccoglie la meritata vittoria sul Ta- re mai pericoloso. Il Foggia trova il per il Pescina, che grazie a un se- sicuramente soddisfa più l’Andria.
GIUDIZIO+++ golo e Portogruaro in difficoltà. Ma GIUDIZIO++ vantaggio con Ceccarelli dopo ap-
ranto all’ultimo respiro dopo tanti condo tempo super manda di tra- Primo tempo decisamente equili-
al 24’ cambia tutto. Azione veloce TERNI dFinisce con un pari e mille tentativi. Soprattutto al 12’, quando pena 19’, grazie anche all’incertez- verso l’esordio di Soda alla guida brato: ad una fase iniziale del Giulia-
PORTOGRUARO (Ve) dSegna sem-
sulle vie centrali, Espinal spizza la recriminazioni. Il Lanciano domina il Magnusson tira giù in area Turien- za della difesa romagnola: la con- del Ravenna. Primo tempo noioso, nova, segue un ultimo quarto d’ora
pre lui. Altinier, capocannoniere
palla per Altinier che sembra per- primo tempo pur senza gol, nella ri- zo: Radi calcia alto il rigore. A inizio clusione, da appena dentro l’area, con un’occasione per parte (Ferra- favorevole all’Andria che al 37’ col-
del girone B con 13 reti, regala al si infila sul palo più lontano. Poi i
dere il controllo della sfera, invece presa la Ternana ci mette l’orgoglio, ripresa (2’) ancora Radi, su punizio- resi e Piovaccari). Meglio la ripre- pisce il palo con Sy. I gol nella ripre-
Portogruaro tre punti fondamenta- pugliesi, che giovedì recuperano
disorienta il diretto marcatore con colpisce la traversa con Piccioni al- ne: stavolta è bravo Bremec. Il Ta- sa, quando Cappellacci manda in sa. Al 21’, su classica azione di con-
li per la rincorsa alla promozione. I la partita con il Potenza, si difendo-
una finta e batte con un tiro preci- l’8’, e incassa al 13’ l’affondo di Co- ranto si fa vivo al 28’ con Bolzan su campo Cesar. Dall’Acqua coglie un tropiede, passa in vantaggio il Giu-
granata di Calori hanno sofferto no senza però essere mai rinuncia-
so Capecchi. Il Mecchia esplode: lombaretti e il destro in rete di Tur- punizione, che dà solo l’impressio- palo, Anania fa il miracolo su Petit- lianova: Campagnacci lancia in pro-
più del dovuto per piegare la resi- 1-0. Al 35’ Gargiulo con un colpo di tari; il Foggia ha una netta supre-
chi. Espulso Sacilotto al 17’, la Ter- ne del gol. Poi ancora Cavese al to, poi arriva il rigore (mani di Ciuffe- fondità, con un perfetto rasoterra,
stenza di una Spal tenace. Proprio tacco per poco non commette au- mazia grazie a un centrocampo
nana si fa pericolosa con Costanti- 30’: pallonetto e palo di Turienzo. E telli) del meritato vantaggio: il brasi- Carbonaro, bravo ad evitare il por-
quando il risultato di parità sem- togol: Rossi para. Granata in dieci propositivo e compatto. Il Rimini,
ni e Alessandro. Poi si fa cacciare in 3’ doppio Bernardo: prima lo fer- liano ex Inter e Lazio non sbaglia. tiere ed insaccare a porta vuota. Il
brava quello più probabile, con per l’espulsione di Madaschi, ma la pure Borghetti al 43’ e un minuto più ma Bremec, poi sbaglia lui. Il neoen- al contrario, è a dir poco impalpabi- Poi Dall’Acqua raddoppia su cross pareggio della squadra pugliese in
una zampata delle sue, Altinier ha squadra di casa resiste al vano as- tardi Lacheheb fa centro di testa. trato si riscatta al 49’: sulla conclu- le: non riesce a suggerire un solo dello stesso Cesar e chiude i conti. zona Cesarini: cross di Rizzi dalla
infilato Capecchi, decidendo il ma- salto della Spal. Finisce in gloria. Il Prima della fine gran punizione di sione di Cruz ribattuta, è il più velo- pallone utile agli attaccanti e non Inutile la rete di Piovaccari (rigore bandierina, di testa Sibilano supe-
tch e scatenando la festa. Portogruaro ora punta l’Hellas. Costantini sull'incrocio dei pali. ce a buttarla dentro. protegge a dovere la difesa. inesistente) nel recupero. ra il portiere Dazzi.
La partita Primo tempo un po’ so- Rosario Padovano Massimo Laureti Mauro Senatore Gian Maria Fuiano Alessandro Cavasinni Giancarlo Antonelli

IL CASO LA PARTITA RINVIATA IERI CONTRO LA REGGIANA SARA’ RECUPERATA MERCOLEDI 14 SERIE D

Foggia-Potenza è slittata a giovedì 8 Torneo a riposo


Mercoledì 8 gare
La serie D ha trascorso
per le ultime cinque giornate e tato e si giocherà giovedì 8. Ie- nato Arceri per la parte societa- un’altra settimana di riposo a
Il club appena per recuperare le due partite ri invece si sarebbe dovuto gio- ria (le quote sono sotto seque- causa del Torneo Nazionale
riammesso: «Noi saltate, anche se la sentenza
prevede che a fine stagione la
care Potenza-Reggiana, ma vi-
sto che non c’erano i tempi tec-
sto giudiziario, l’ex presidente
Postiglione è agli arresti domi-
Giovanile e tornerà in campo
domenica 11 con le partite
cerchiamo la squadra di Eziolino Capuano nici per organizzare la gara (il ciliari) e dal manager Vittorio della 29ª giornata (la 33ª nei
sarà ultima in classifica a pre- Potenza è stato riammesso so- Galigani per quella sportiva. gironi C, D e H). Prima però,
salvezza virtuale» scindere dai punti che farà. lo giovedì), è stato deciso di re- Quest’ultimo spiega: «La squa- mercoledì 7, si giocano altri
cuperarla mercoledì 14. dra ha voglia di dimostrare sul otto recuperi.
5 RIPRODUZIONE RISERVATA I recuperi La prima partita da campo che avrebbe meritato Alla ripresa del campionato,
recuperare sarà quella di Fog- Le motivazioni La notizia di po- la salvezza. Il nostro obiettivo potrebbe arrivare la prima
dContinua a tenere banco il gia. Dopo le accuse di venerdì ter tornare in campo, anche se è proprio questo: la salvezza promozione: la Tritium (girone
caso-Potenza. La squadra luca- del tecnico pugliese Ugolotti la retrocessione è scritta, ha ca- virtuale. E poi, per i tifosi, è an- B), in testa con 18 punti di
na, appena riammessa dal («sentenza scandalosa»), la so- ricato i giocatori, che si sono che bello sapere che l’anno vantaggio, potrebbe essere la
Tnas dopo l’esclusione della cietà rossonera ha chiesto di sempre allenati regolarmente prossimo il Potenza farà la Se- prima squadra a festeggiare
Corte di Giustizia per l’illecito spostare di un giorno al parti- e saranno in campo anche do- conda divisione e non dovrà ri- salendo per la prima volta in
con la Salernitana di due anni ta, prevista per mercoledì 7: la mani. Oggi il Potenza è gestito partire dai dilettanti». un torneo professionistico.
fa, è pronta a tornare in campo Lega e il Potenza hanno accet- dall’amministratore unico Do- Ezio Capuano, 45 anni TANOPRESS ni.bin.

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


DOMENICA 4 APRILE 2010
R
28 LA GAZZETTA SPORTIVA

SECONDA DIVISIONE 29a GIORNATA


GIRONE A f Spezia e Alghero adagio, l’Alto Adige crolla: adesso è la Feralpi Salò ad attaccare il primo posto
PRO BELVEDERE 0 SAMBONIFACESE 1 MEZZOCORONA 1 RODENGO 4 PAVIA 2 LEGNANO 2 CARPENEDOLO 2 OLBIA 1
SPEZIA 0 ALGHERO 1 FERALPI SALO’ 2 ALTO ADIGE 0 CANAVESE 1 PRO VERCELLI 1 CROCIATI NOCETO 1 VALENZANA 0
Villacidrese
GIUDIZIO++ GIUDIZIO++++ GIUDIZIO+++ GIUDIZIO+++ GIUDIZIO+++ GIUDIZIO++ GIUDIZIO+++ GIUDIZIO+++ e Pro Sesto
PRO BELVEDERE
(4-4-2) Coser 7; A. Coletto
MARCATORI Pietribiasi
(S) all'8', Sentinelli (A) al 12'
MARCATORI Ferretti (M)
al 10', Quarenghi (FS) su ri-
MARCATORI Araboni al
12’, Martinelli al 42’, Arabo-
MARCATORI Ferretti (P)
al 38’ p.t.; Carbone (P) al
MARCATORI Bisso (L) al
17', Leto Colombo (L) al 26'
MARCATORI G. Lorenzini
(C) su rigore al 14' p.t.; Ros-
MARCATORE Giglio al 38'
p.t.
Gara rinviata
6,5, Borin 6, M. Coletto 6, s.t. gore al 41', Rossetti (FS) al ni 45’ p.t.; Sinato al 28’ s.t. 23’, Curcio (C) al 38’ s.t. p.t.; Agostinone (PV) al 40' so (C) al 12', Miftah (CN) al OLBIA (4-3-3) Righi 6,5;
Candi 6,5; Matteassi 6, Lo- SAMBONIFACESE 44' p.t. RODENGO (4-2-3-1) Pe- PAVIA (4-3-3) Mandrelli s.t. 15' s.t. Scalise 6,5, Demartis 7, Fe- Al programma
renzini 6, Cagliano 6,5, (4-4-2) Milan 6,5; Beghin MEZZOCORONA (4-3-3) dersoli 7; Coly 6,5, Belotti 7; Daffara 6, Ricci 6, Fogac- LEGNANO (4-4-2) Furlan CARPENEDOLO (4-4-2) deli 6,5, Ghidini 6,5; Gentile della giornata
Mauri 6; Ascenzi 6, Bertoli- 6, Barbetti 6, Orfei 6,5, Fio- Gadignani 6,5; Traversi 6,5 (dal 27' s.t. Zentil 6), ci 6,5, Visconti s.v. (dal 17’ s.v. (dal 15' p.t. Radaelli 6); Lamacchia 6; Grieco 6,5, 6,5 (dal 27' s.t. Granaiola
manca la partita
ni 6. (Dan, Gritti, Lemma, rotto 7; Staiti 6,5, Tecchio 6,5, Giacomoni 6,5, Berar- Bertoni 6,5, Wilson 6; Preti p.t. D’Amico 5,5); Bonacina Bianchi 6, Zaccanti 6, Ma- Rossini 6, Zeoli 6,5, Ferra- 6), Soro 6, Bussi 6,5; Bor-
Murante, Scazzola, Bigatti, 7, Pettarin 7, Creati 6,5; Pie- do 6, Nazari 5 (dal 1' s.t. De 7, Altobelli 6 (dal 36' s.t. Sa- 6 (dal 32’ s.t. Thomas 6), rietti 6, Fernandez 6; Ponta- to 6; Germani 7,5, Rosso 7, dacconi 6 (dal 39' s.t. Lisai tra la Villacidrese
De Lorentiis). All. Motta tribiasi 7, Dimas 6,5 (dal 27' Cesare 6); Furlan 6, Oretti lomoni s.v.); Lisi 7,5, Bono- Mazzocco 6, Ferrini 6,5; rollo 7 (dal 28' s.t. Capellu- Bono 6,5, Rebecca 6,5 (dal s.v.), Giglio 7, Masciantonio e la Pro Sesto,
6,5. s.t. Brighenti 6). (Fantin, Ca- 6 (dal 18' s.t. Donati 6), Pia- mi 7, Martinelli 7; Araboni Carbone 6,5, Ferretti 7 (dal po s.v.), Leto Colombo 7, 18' s.t. Orlandi 6,5); G. Lo- 6 (dal 45' s.t. Volpe s.v.). che è stata
SPEZIA (4-3-3) Aprea 6; stellan, Porcino, Tisci, Tar- netti 6,5; Ferretti 7, Galli 7,5 (dal 16' s.t. Sinato 6,5). 22’ s.t. Pavoletti 6), Boldri- Monticciolo 6, Cilona 6 (dal renzini 6,5 (dal 28' s.t. Ca- (Scarzanella, Bricchetti, rinviata a data da
Vargas 6,5, Enow 6,5, Pa- tabini, Graziani). All. Viviani 5,5, Panizza 6 (dal 32' s.t. (Portesi, Brognoli, Sandri- ni 6. (Facchin, D’Errico, Ste- 39' s.t. D'Onofrio s.v.); Bis- pogna s.v.), P. Lorenzini 6 Cuoghi, Moretti). All. Di Pa-
destinarsi.
doin 6, Scantamburlo 6; 6,5. Donzelli s.v.). (Nodari, Ta- ni, Florian). All. Trainini-Ber- fanini, De Vincenziis). All. so 6,5, Gaeta 6. (Simone, (dal 41' s.t. Vignali s.v.). (Al- squale 6,5 (Gautieri squalifi-
Cintoi 6,5, Capuano 6, Fer- ALGHERO (4-4-2) Aresti rantino, La Forgia, Corra- toni 7. Mangone 6,5. Fioroni, Minincleri, Lamen- tebrando, Bovi, Flena, Ruf- cato). Mercoledì infatti
rarese 6; Chianese 6,5, Be- 6; Peana 6,5, Colman Ca- di). All. Gabetta 6. ALTO ADIGE (4-4-2) Zo- CANAVESE (4-3-2-1) za). All. Scienza 6,5. fini). All. Rocca-Rizzardi VALENZANA (4-3-3) Lo- la Pro Sesto è
retta 6 (dal 36’ s.t. Lollo stro 6,5, Sentinelli 7, Varria- FERALPI SALÓ (4-3-3) mer 6; Brugger 5, Cascone Merlano 6; Conrotto 6,5, PRO VERCELLI (4-3-3) 6,5. rello 6; Scarpitta 5,5, Ranel- stata dichiarata
s.v.), Cesarini 6,5. (Conti, le 6; Demartis 6,5, Sogus 6, Ambrosio 6,5; Sberna 5,5, 4,5, Kiem 4,5, Martin 5; Carretto 6, Vettori 6, Rig- Casadei 6,5; Grancitelli CROCIATI NOCETO lucci 6, Della Maggiora 5,5, fallita dal
Ferdani, Buscaroli, Grico, Rais 6, Cau 6,5 (dal 30' s.t. Colicchio 6, Leonarduzzi Campo 6, Bacher 5, Scavo- gio 6; Casisa 6 (dal 43’ s.t. 6,5, Prizio 6, Labriola 6, De (4-4-1-1) Mondini 5,5; Ta- De Stefano 6; Affatigato
Tribunale di
Del Padrone, Santoni). All. Ghezzi s.v.); Dal Bosco 6, 6,5, Longhi 6; Baggio 5,5, ne 5,5 (dal 23' s.t. Bigeschi Scutti 6), Russo 6,5, Gira- Toma 6; Cristini 5,5, Lamar- gliavini 6, Paoletti 5,5, Cop- 5,5, Aliboni 5,5 (dal 23' s.t.
D’Adderio 6. Barraco 6,5 (dal 36' s.t. Sella 6,5, Bellomi 6,5; Gra- 5,5), Fink 6 (dal 18' s.t. Sor- sole 5,5 (dal 7’ s.t. Niada 6); ca 5,5 (dal 3' s.t. Ruffini 6), pola 5, Addona 5,5; Magna- Palazzo 5,5), A. Caponi 5,5; Monza e i curatori
ARBITRO Magno di Cata- Cossu s.v.). (Rosano, Calà, ziani 6,5 (dal 42' s.t. Scioli rentino 5,5); Marchi 5, Santoni 6,5, Ottonello 5,5 Didu 5,5 (dal 12' s.t. Di Be- ni 5 (dal 16' s.t. Pin 6,5), Ca- Cini 5,5 (dal 1' s.t. M. Capo- fallimentari non
nia 6. Manzini, Molino, Gentile). s.v.), Rossetti 6 (dal 13' s.t. Albanese 5 (dal 37' s.t. Fi- (dal 16’ s.t. Curcio 7); nedetto 6); Chiaretti 5, Ago- stagnetti 5,5 (dal 32' p.t. ni 6,5), Barbieri 5, Ravasi hanno ancora
NOTE spettatori 800 cir- All. Pompili 6,5 (Corda Bagnara 6), Quarenghi 6 schnaller s.v.). (Mair, Orto- Bachlechner 6. (Pinelli, Pa- stinone 6,5, Polani 5 (dal Miftah 7,5), Mora 5,5, Gua- 5,5 (dal 10' s.t. Stanco 5,5). ottenuto
ca, incasso di 2.475 euro. squalificato). (dal 32' s.t. Zanola s.v.). lan, Artuso, Polito). All. Se- gliarulo, Koffi, Provenza- 24' s.t. Lo Bosco 6). (Casta- reschi 5,5; La Cagnina 5; (Grosso, Benvenga, Loren-
bastiani 5.
l’esercizio
Espulso Scazzola (dalla ARBITRO Gambini di Ro- (Gargallo, Picardi, Bonac- no). All. Prina 6. gnone, Ciolli, Mariani, Pao- Pietranera 5,5. (Indolfi Ra- zini, Nitride). All. Mangia
panchina) al 15’ s.t.; ammo- ma 6,5. corsi, Coppiardi). All. Otto- ARBITRO Mangialardi di ARBITRO Squizzato di Ve- nessa). All. Sesia 6. ia, Delledonne, Ferretti, Mi- 5,5, provvisorio,
niti Coser, Cagliano, Berto- NOTE spettatori 500 cir- ni 6,5. Pistoia 6. rona 6,5. ARBITRO De Meo di Fog- gliaccio, Verdi). All. Torre- ARBITRO Zivelli di Torre quindi non si sa
lini, Cintoi e Beretta. Angoli ca, incasso non comunica- ARBITRO Aversano di Tre- NOTE spettatori 300 cir- NOTE spettatori 700 circa, gia 6. sani 5,5. Annunziata 5,5. se la società
2-3. (p.m.f.) to. Ammoniti Tecchio, Sen- viso 5. ca, incasso di quasi 1.200 incasso di 3.612 euro. Am- NOTE spettatori 600 cir- ARBITRO Terzo di Paler- NOTE spettatori 300 cir- milanese potrà
tinelli, Demartis, Pietribia- NOTE spettatori 400 cir- euro. Ammonito Cascone. moniti Mazzocco, Curcio, ca, incasso di 3.101 euro. mo 6,5. ca, incasso non comunica-
proseguire nella
si, Peana e Milan. Angoli ca, incasso non comunica- Angoli 6-4. (f.t.) Vettori e Pavoletti. Angoli Ammoniti Didu, Lamarca, NOTE spettatori 200 cir- to. Ammoniti Soro, Giglio,
3-3. (m.o.) to. Espulso Bellomi al 34' 4-6. (m.l.) Marietti e Ruffini. Angoli ca, incasso non comunica- Fedeli e Scalise. Angoli 1-1. sua attività e
s.t.; ammoniti Ambrosio e 2-3. (c.s.) to. Ammoniti Rossini, Ros- (a.dit.) finire il torneo.
Scioli. Angoli 7-3. (cr.c.) so e Mora. Angoli 4-5. (l.b.)

GIRONE B f Nuovo allungo della Lucchese, alle sue spalle rallentano tutti: un grande Max Vieri fa rialzare il Prato
LUCCHESE 1 ITALA SAN MARCO 1 SANGIOVANNESE 0 PRATO 4 GUBBIO 2 BELLARIA 0 NOCERINA 0 COLLIGIANA 0 GIACOMENSE 0
SACILESE 0 SAN MARINO 1 FANO 0 POGGIBONSI 0 CARRARESE 1 BASSANO 1 SANGIUSTESE 1 CELANO 1 PRO VASTO 1
GIUDIZIO+++ GIUDIZIO+++ GIUDIZIO+ GIUDIZIO+++ GIUDIZIO+++ GIUDIZIO++ GIUDIZIO+++ GIUDIZIO++ GIUDIZIO++
MARCATORE Pera al 1' MARCATORI Moras (ISM) SANGIOVANNESE MARCATORI Ferrario al MARCATORI autorete di MARCATORE Fabiano al MARCATORE autorete di MARCATORE Bucolo al MARCATORE Croce al 10’
s.t. su rigore al 29’ p.t.; Grassi (4-3-3) Vaccarecci 6; Sa- 17', Vieri al 42’ p.t.; Ferrario Farina (G) all'11’ p.t.; Gomez 27' s.t. Gaeta al 38' p.t. 13' s.t. p.t.
LUCCHESE (3-3-4) Nica- (SM) su rigore al 40’ s.t. centi 6, Chiarini 6, Salvato- al 3', Vieri su rigore al 29’ (G) al 17', Marotta (G) al 43' BELLARIA (4-4-2) Santa- NOCERINA (4-4-2) Ter- COLLIGIANA (4-4-1-1) Vi- GIACOMENSE (4-3-3)
stro 7; Mariotti 6, Lollini 6,5 ITALA SAN MARCO ri 6, Tabacco 6,5 (dal 35’ s.t. s.t. relli 6; Ferrani 5, Pezzi 5,5, racciano 5,5; Vicari 6 (dal van 7,5; Furno 6, Felipe 5, Spironelli 6; Di Paola 6 (dal
(dal 24' s.t. Petri 6), Bova (4-4-2) Tusini 7; Lestani 6, s.t. D’Ambrosio s.v.); De PRATO (4-3-1-2) Pazzagli GUBBIO (4-3-3) Laman- Paganotto 5,5, Nobili 5; 26' p.t. Gaeta 4,5), Cuomo Ferracuti 5, Cibocchi 5,5; 27’ s.t. Madiotto s.v.), Caidi
6; Mocarelli 6, Chadi 6, Car- Aliberti 7, Visintin 7, Cola- Cristofaro 5,5 (dal 1’ s.t. Ro- 7,5; Salvi 6,5 (dal 35’ s.t. na 6; Anania 7,5, Briganti Tacchinardi 5,5, Briglia 5 6, Giuliano 6, Musacco 6; Calà Campana 5,5, Collini 6,5, Minardi 6,5, Rossi 7;
loto 6 (dal 1' s.t. Michelotti vetta 5,5; Petris 6,5 (dal 31’ manelli 6), Bricca 5,5, Zane Collacchioni s.v.), Panizzo- 6,5, Marconi 6, Farina 6 (dall'11' s.t. Carestia 5,5), Camorani 5, Iannini 6, Ser- 6,5, Visone 5 (dal 15' s.t. Conti 5,5, Valentini 5 (dal
6); Potenza 6, Scandurra s.t. Benvenuto 6), Carli 6,5, 6; Garufo 6,5, Cori 6 (dal lo 6,5, Lamma 7, De Agosti- (dal 29' s.t. Allegrini 6,5); Ri- Nazzani 5, Crisci 5 (dal 32' rapica 6, Cavallaro 4,5 (dal Piemontese 5,5), Tortola- 10’ s.t. Marini 5,5), Bravo 5
6,5 (dal 29' s.t. Galli 6), Big- Moras 7, Buonocunto 6,5 24’ s.t. Raimondi 5,5), Pippi ni 7; Fogaroli 6,5 (dal 30’ valdo 6 (dall'11' s.t. Perez s.t. Pedalino s.v.); Uccello 17' s.t. Palumbo 5); Pignat- no 6 (dal 30' s.t. Gaveglia (dal 10’ s.t. Perelli 6); Nicoli-
gi 7, Pera 6,5. (Pennesi, (dal 41’ s.t. Piscopo s.v.); 6. (Dessena, Pelagatti, Ber- s.t. Cecchi s.v.), Corvesi 7, 6), Boisfer 7, Sandreani 6 5,5 (dal 15' s.t. Trotta 5), Ci- ta 5 (dal 3' s.t. Rana 5,5), 6); Billio 5,5 (dal 15' s.t. Pel- ni 5,5, Espinal 5,5, Errico
Bartoccini, Kras, Taddeuc- Peron 6 (dal 18’ s.t. Vriz 6), nicchi, Di Crescenzo). All. Silva Reis 7; Pagliuca 6,5 (dal 39' s.t. Taddei s.v.); Ca- sterni 5,5. (Simoncini, Ca- Babatunde 5. (Franzese, legrini 5,5); Iannelli 5,5. 5,5. (Pazzini, Franceschini,
ci). All. Favarin 6,5. Zubin 5,5. (Brunner, Adani, Fraschetti 6. (dal 25’ s.t. Zagaglioni 6,5); soli 6,5, Marotta 6,5, Go- molese, Camillini, Fanfoni). Olorunleke, Guarro, Giral- (Gatti, Tarascio, Pietrobat- Cherubini, Branzani). All.
SACILESE (4-1-4-1) Calli- Politti, Puddu). All. Zoratti FANO (3-5-2) Lombardi Vieri 8,5, Ferrario 8. mez 6,5. (Marinelli, Gaggiot- All. Zauli 5 (Pregnolato di). All. Pastore 5,5. tista, Canalini). All. Vanoli Gadda 5,5.
garo 6,5; Grazzolo 6, Vec- 6,5. 6; Cacioli 6,5, Fenucci 6, (D’Oria, Pelliccia, Basilico, ti, Bruscagin, Bertinelli). squalificato). SANGIUSTESE (4-4-2) 6. PRO VASTO (4-4-2) Gau-
chiato 6, Conte 6, Fantin 6; SAN MARINO (4-2-3-1) Terrenzio 6,5; Bruno 6 (dal Pagnotta). All. Bellini 7,5. All. Torrente 7. BASSANO (4-4-2) Zattin Fanti 7 (dal 6' s.t. Pandolfi CELANO (4-3-3) Amabile dino 6; Arvia 5,5, Servi 7,
Faloppa 7; Furlan 6 (dal 19' Scotti 6; Sorbera 7, Berga- 37’ s.t. Savini s.v.), Marinuc- POGGIBONSI (4-5-1) Lan- CARRARESE (4-2-3-1) 6,5; Basso 6,5, Pellizzer 6, 6); Carboni 6, De March 6, 6,5; Zaccardi 6, Tamburro Okoroji 6, Ambrosecchia 5;
s.t. Corbanese 6), Gardin mini 5,5, Aquino 6, Gilardi ci Palermo 5,5, Marchetti 6 zano 4,5; Narducci 5, Ma- Dei 6; Del Vivo 6, Russo Pavesi 6, Beccia 6; Iocola- Arcolai 6, Polinesi 6; Iazzet- 6, Iozzia 6, Bacchi 6,5; Bombara 5,5, Bevo 6 (dal
6, Bertagno 6 (dal 40' s.t. 6,5; Baldini 6, Cazzamalli (dal 23’ s.t. Baldazzi 6), Ba- chetti 5, Patarini 5,5, Fori- 5,5, Del Nero 5, Taormina no 5,5 (dal 38' s.t. Martina ta 6,5, Pigini 6,5, Vitali 6, Franzese 6 (dal 35' s.t. Rug- 14’ s.t. Di Berardino 5,5), Di-
Pignataro s.v.), Favero 6 6,5; Amantini 5,5 (dal 1’ s.t. ratteri 6, Amaranti 6,5; In- no 4,5; Mattiuzzo 5,5 (dal 7’ 6,5; Doga 6, Vaira 6 (dal 43' s.v.), Favret 6 (dal 34' s.t. Monti 6 (dal 38' s.t. Beha giero s.v.), P. Barbetti 6,5, gno 6, Berra 6 (dal 31’ s.t.
(dal 34' s.t. Da Ros s.v.); Li- Cesca 6,5), Grassi 7, Polet- vernizzi 5,5, Bartolini 5 (dal s.t. Guaita 5), Rovrena 5,5, s.t. Granito s.v.); Bigazzi Vecchio s.v.), Caciagli 5,5, s.v.); Saraniti 5,5 (dal 24' Marfia 6,5; Marasco 7, Falo- Della Penna s.v.); Croce 7,
gori 6. (Santorello, Rovere- ti 6 (dal 27’ s.t. Matarazzo 17’ s.t. Trudo 5,5). (Allegri- Dall’Ara 6 (dal 40’ s.t. Turet- 6,5 (dal 24' s.t. Bariti 6,5), Fabiano 6,5; Crocetti 6, Bai- s.t. Ventura 6), Scarsella 6. mi 5,5 (dal 23' s.t. Cesaro Suriano 5 (dal 14’ s.t. Soria
do, Romito, Dal Cin). All. De 6); Gasparello 5,5 (dal 15’ ni, Del Pinto, Ambrosini, ta s.v.), Prevete 5 (dal 7’ s.t. Vincenzi 6, Del Sole 6 (dal do 6. (Peirano, Anaclerio, (Bordoni, Carelli, Pupino, 6), Bucolo 7 (dal 39' s.t. Pal- 5,5). (Sassanelli, Caccia-
Agostini 6. s.t. Massaro 6,5). (Bicchia- Pazzi). All. Cornacchini 6. Staffolani 5), Nolè 6; Alteri 7' s.t. Trabace 6); Guidone Drudi, Buelli, Guariniello). Giudi). All. Giudici 6,5. miteri s.v.). (Goletti, Posilli- glia, Agnorelli). All. Di Meo
ARBITRO Intagliata di Sira- relli, Di Benedetto, Loiodi- ARBITRO Corletto di Ca- 5. (Bini, Salvadori, Dierna, 7. (Giarnera, Vannini, Doret- All. Beghetto 6. ARBITRO Di Ciommo di Ve- po, Rambaudi, L. Barbetti). 6.
cusa 6. ce, Testa). All. Evani 6. stelfranco Veneto 6. Coppari). All. Firicano 5. ti, Bonfanti). All. Tazzioli 6. ARBITRO Aloisi di Avezza- nosa 6,5. All. Costantino 6,5 (Modica ARBITRO Olivieri di Paler-
NOTE spettatori 1.400 cir- ARBITRO Pizzi di Saronno NOTE spettatori 1.000 cir- ARBITRO Santonocito di ARBITRO Di Bello di Brindi- no 6. NOTE spettatori 1.000 cir- squalificato). mo 5.
ca, incasso di 9.593 euro. 6. ca, incasso non comunica- Abbiategrasso 5,5. si 7. NOTE spettatori 250 cir- ca, incasso non comunica- ARBITRO Lobina di Caglia- NOTE spettatori 300 cir-
Ammoniti Ligori, Favero, NOTE spettatori 400 cir- to. Ammonito Marchetti. NOTE spetattori 250 cir- NOTE spettatori 1.100 cir- ca, incasso di quasi 400 eu- to. Ammoniti Pigini e Gaeta. ri 5,5. ca, incasso di 1.160 euro.
Potenza e Conte. Angoli ca, incasso di quasi 1.100 Angoli 4-1. (a.f.) ca, incasso di 1.695 euro. ca, incasso di 6.748 euro. ro. Ammonito Caciagli. An- Angoli 8-3. (b.f.) NOTE spettatori 300 cir- Ammoniti Valentini, Croce
6-5. (d.c.) euro. Espulso Colavetta al Ammoniti Silva Reis, Vieri, Espulso Del Nero al 36' goli 4-1. (a.p.) ca, incasso non comunica- e Soria. Angoli 7-2. (e.m.)
40’ s.t.; ammoniti Visintin, Mattiuzzo, Machetti e Pata- p.t.; ammoniti Del Nero, Boi- to. Ammoniti Cibocchi, Col-
Gilardi e Moras. Angoli 5-9. rini. Angoli 3-3. (p.c.) sfer, Doga e Farina. Angoli lini, Bacchi e Bucolo. Angoli
(pi.ai.) 3-3. (eu.gri.) 5-8. (f.t.)

GIRONE C f Il Catanzaro si blocca con la Normanna, la Cisco con il Gela: Siracusa e Barletta ok, colpaccio del Brindisi
JUVE STABIA 5 CATANZARO 0 CISCO ROMA 0 SIRACUSA 2 BARLETTA 2 CASSINO 2 VIBONESE 1 MANFREDONIA 1 NOICATTARO 0
IGEA 1 NORMANNA 0 GELA 0 SCAFATESE 1 VICO EQUENSE 1 BRINDISI 4 MELFI 2 MONOPOLI 1 ISOLA LIRI 0
GIUDIZIO++ GIUDIZIO++ GIUDIZIO++ GIUDIZIO+++ GIUDIZIO+++ GIUDIZIO+++ GIUDIZIO+++ GIUDIZIO++ GIUDIZIO+++
MARCATORI De Angelis CATANZARO (3-4-3) Vo- CISCO ROMA (4-2-3-1) MARCATORI Dalì (S) al MARCATORI Infantino (B) MARCATORI Moscelli (B) MARCATORI Guazzo (M) MARCATORI Cortesi (Mo) NOICATTARO (4-2-3-1)
(JS) al 2', Pisciotta (I) al 41' no 6,5; Ciano 6,5, Gimmelli Ambrosi 6; Balzano 6, Pa- 19’, Cardinale (S) al 22’ p.t.; al 2', Simoncelli (B) al 43', al 41' p.t.; Jefferson (C) al al 9' p.t.; Sperandeo (V) al al 41', Ferrari (Ma) al 49' Musacco 6; Fumai 6, Di Ba-
p.t.; De Angelis (JS) al 2', Pe- 6, Di Maio 6; Di Cuonzo 6 della 6,5, Di Fiordo 6, Ange- Poziello (S) all’8’ s.t. Incoronato (VE) su rigore 1', Piccinni (B) al 2', autore- 4', Naglieri (M) al 9' s.t. s.t. ri 6,5, Coppola 7, Sassarini
luso (JS) al 9' e al 19', Taran- (dal 27’ s.t. Orosz 5), Lodi 6 letti 5,5; Larosa 5,5 (dal 21’ SIRACUSA (4-4-2) Ca- al 44' s.t. te di Maulella (B) al 6', Car- VIBONESE (4-3-3) Men- MANFREDONIA (4-3-3) 6 (dal 37' s.t. Piano s.v.); De
tino (JS) al 43' s.t. (dal 40’ s.t. Donati s.v.), s.t. Di Vicino 6), Romondini stelli 6,5; Nigro 6,5, Perrico- BARLETTA (4-3-1-2) Di cione (B) su rigore al 22', goni 5,5; Orefice 5, Conti 5, Marruocco 6; Di Pasquale Santis 6, Ba. Lorusso 5,5
JUVE STABIA (4-4-2) Pa- Bruno 6, Benincasa 6 (dal 6; Babù 5 (dal 1’ s.t. ne 6,5, De Pascale 6,5, Stri- Masi 6; Cutrupi 6,5, Mar- Montella (B) al 45' s.t. Pascuccio 5 (dal 38' s.t. Ru- 6, Nossa 6, Carrieri 6, Sa- (dal 36' s.t. Perrone s.v.);
nico 6,5; Ametrano 6, Mau- 35’ s.t. Capicotto s.v.); Lon- Toukam 6), Bellè 5,5, Fran- gari 6; Lewandowski 6, chetti 6, Gambuzza 6, Re- CASSINO (4-3-3) Indiveri giero s.v.), Milanese 4,5; Pi- batino 6,5; Di Toro 5 (dal Strambelli 6,5, Zotti 6,5, La-
ry 6, Iorio 5,5 (dal 19' s.t. goni 6,5, Mosciaro 6, Cora- chini 6 (dal 46’ s.t. Lanteri Cardinale 7, Berti 6, Migno- scio 6 (dal 38' s.t. Romeo 5,5; Lolli 6, Goisis 5,5 (dal roli 5 (dal 39' p.t. Biava 31' s.t. Napolitano 6), Pirro- dogana 6; Manca 6 (dal 22'
Gritti 5,5), Moretti 7; Taran- pi 6. (Mancinelli, De Fran- s.v.); Ciofani 5,5. (Previti, gna 6 (dal 10’ s.t. Bufalino s.v.); Menicozzo 6, Muwa- 40' s.t. Giannone s.v.), Mer- 5,5), Pirrone 5, Di Mauro 5 ne 5,5, Arcuri 5,5; Arigò 5 p.t. Doria 5,5). (Petruzzelli,
tino 7, Ruscio 6,5, Ottobre co, Di Meglio, Berger). All. Mazzarani, Lo Piccolo, Di 6); Dalì 6,5 (dal 34’ s.t. Giur- na 6,5, D'Allocco 6,5; Ca- li Sala 5,5, Bianciardi 5,5; (dal 26' s.t. Panagia 6); Ike (dal 24' s.t. Maiorino 6), Loseto, Colluto, Be. Lorus-
6 (dal 23' s.t. Bocchetti 6), Auteri 6. Iorio). All. Incocciati 6. danella 6), Di Piazza 6 (dal rozza 6 (dal 30' s.t. Manga- Martinelli 6, Kone 6 (dal 30' 5, Sperandeo 6, Riccobo- Carminati 5, Luppi 5 (dal so) All. Trillini 6.
Gomes 5 (dal 1' s.t. Peluso NORMANNA (5-3-2) Pet- GELA (4-3-3) Nordi 6; Ric- 19’ s.t. De Angelis 5,5). (For- naro s.v.); Infantino 7, Shi- s.t. Morello s.v.), Berardi 5; no 5. (Senatore, Perna, 10' s.t. Ferrari 7). (Fortuna- ISOLA LIRI (4-4-2) Man-
7,5); Vicentin 6, De Angelis tinari 6,5; Balestrieri 6, Ma- ca 6, Lucioni 6, Di Muro 6, noni, Di Silvestro, Donado- ba 6 (dal 20’ s.t. Simoncelli Mezgour 5,5, Jefferson 6 Barbera, Paternò). All. Gal- to, Moro, Parisi, Stella). All. giapelo 6,5; Mallardi 6,5,
7,5. (D'Oriano, Gritti, Pez- riniello 6,5, Parisi 6,5, Di Gi- Memè 5,5; Cruciani 6,5, Za- ni, Dal Rio). All. Sonzogni 6,5). (Vurchio, Bendjema, (dal 10' s.t. Vigna 6), Braca- fano 5. Bucaro 6,5. Paolacci 6,5, Matrisciano
rolamo 6,5, Bertoncini 6,5; minga 5,5, Carraro 6; Rosa- letti 6. (Amadio, Bica Ba- 6,5, La Rocca 6; Gennari
zella, Varriale). All. Rastelli 6,5. Lanotte, Cavaliere). All. MELFI (4-4-2) Careri 6 MONOPOLI (4-4-2) Pelle-
dan, Romeo, Bardeggia).
7. Arini 6, Massimo 6, Zolfo 6; milia 6, Agostinelli 5,5, La SCAFATESE (3-4-3) De Sciannimanico 7. (dal 13' s.t. Manes 6); Mari- grino 6; Colella 6,5, Terrac- 6,5 (dal 36' s.t. Mucciarelli
All. Pellegrino 6.
IGEA (4-3-3) Deliperi 6,5; Grieco 6 (dal 35’ s.t. Chietti Porta 6,5 (dal 40’ s.t. Piva Felice 6; Mastronicola 5,5, VICO EQUENSE (4-4-2) no 6,5, Agius 6,5, Vignati ciano 6, Lanzolla 6, Loseto s.v.), Costanzo 6, Raffaello
BRINDISI (4-3-3) Pinzan
Mottola 6, Palma 5, Morabi- s.v.), Perna 6 (dal 41’ s.t. To- s.v.). (Ferla, Geraldi, Schia- Del Sorbo 6 (dal 6’ s.t. Aval- Munao 6,5; Loreto 6 (dal 6,5, Tursi 6; Loiacono 6,5, 4; Corsi 5,5, Bonfardino 6,5 (dal 42' s.t. Bussi s.v.),
6; Maulella 5,5, Idda 6, Pa-
to 5,5, Vicentini 4,5 (dal 27' valieri s.v.). (Cavaliere, von, Cammarota, Cunzi, lone 6), De Girolamo 6 (dal 28' s.t. Esposito 5,5), Sco- El Kamch 7, Mitra 7, Naglie- 5,5 (dall'8' s.t. Pollidori 6), D'Alesandro 6,5; Federici
squalini 6, Taurino 6; Car-
s.t. Toscano s.v.); Proco- Campanella, Rinaldi, Palum- Franciel). All. Provenza 32’ s.t. M. Pepe II 6); Colella gnamiglio 5,5, Russo 5,5, ri 7 (dal 44' s.t. D'Andria Cortesi 7, Di Miceli 6 (dal 6, Carboni 6 (dal 36' s.t. La
cione 7 (dal 31' s.t. Trinche-
pio 5, Pisciotta 6,5, Cocuz- bo, Longo). All. Juary-Fo- 6,5. 6,5, M. Pepe I 6, Poziello Gargiulo 6; Marciano 5,5 s.v.); Arcamone 7,5, Guaz- 40' s.t. Volpe s.v.); Mastro- Cava s.v.). (Fiorini, Zappa-
ra s.v.), Piccinni 6,5, Batti-
za 5,5 (dal 21' s.t. Gemmiti glia Manzillo 6. ARBITRO Ceccarelli di Ter- 6,5, Pagano 6; Nunziata (dal 9' s.t. Morfù 5,5), Bur- zo 7 (dal 32' s.t. Viola 6). lilli 6,5, Caracciolese 6 (dal costa, Bianchini, Simonet-
sti 6,5; Fiore 6,5, Moscelli
6); Grillo 5 (dal 33' s.t. Ales- ARBITRO Zonno di Bari 6. ni 6,5. 6,5 (dal 23’ s.t. Cerasuolo gos 6, Donnarumma 6, Mi- 6,5 (dal 26' s.t. Montella (Ricciardi, Bulla, Mangiaca- 1' s.t. Caccavale 6,5). (Cor- ta). All. Grossi 6,5.
sandro s.v.), Quintieri 5, An- NOTE spettatori 2.500 cir- NOTE spettatori 300 cir- 6), Ramaglia 6, Sifonetti neo 6; Napoli 5,5 (dal 20' s.v.), Albadoro 6 (dal 36' sale, Pellecchia). All. Rodol- no, Bizzarri, Vincenti, Lisi) . ARBITRO Ripa di Nocera
gotti 5. (Cilli, D'Ambrosio, ca, incasso non comunica- ca, incasso non comunica- 6,5. (Schettino, Ruotolo, s.t. Lupico 5,5), Incoronato s.t. Galetti s.v.). (Ferrante, fi 7. All. Chiricallo 6,5. Inferiore 5.
Tonanzi, Marangon). All. to. Ammoniti Mariniello, to. Espulsi Angeletti al 29’ Ammirati, Napoli). All. Ros- 6. (Izzo, Trapani, Ferrara, Minopoli, Mortelliti, Wil- ARBITRO Fogliano di Peru- ARBITRO Pairetto di Ni- NOTE spettatori 400 cir-
Pappalardo 6. Bertoncini, Chietti e Zolfo. s.t. e Zaminga al 32’ s.t.; am- si 6. Cinque). All. Ferraro 6. liam). All. Silva 6,5. gia 6. chelino 6,5. ca, incasso non comunica-
ARBITRO Abbattista di Angoli 6-3. (i.m.) moniti Bellè, Memè, Agosti- ARBITRO De Faveri di San ARBITRO Vallorani di San ARBITRO Di Paolo di Avez- NOTE spettatori 300 cir- NOTE spettatori 1.100 cir- to. Ammoniti Coppola, Do-
Molfetta 6. nelli, Angeletti e Zaminga. Donà di Piave 6. Benedetto del Tronto 5. zano 5. ca, incasso di 971 euro. Am- ca, incasso di 9.064 euro. ria, Gennari, Matrisciano,
NOTE spettatori 1.500 cir- Angoli 2-2. (gu.l.g.) NOTE spettatori 2.300 cir- NOTE spettatori 2.000 cir- NOTE spettatori 1.500 cir- moniti Pascuccio, Orefice, Espulso Loseto al 45' p.t.; La Rocca e Mallardi. Angoli
ca, incasso di quasi 10.000 ca, incasso di oltre 17.000 ca, incasso non comunica- ca, incasso n.c. Ammoniti El Kamch, Sperandeo e Mi- ammoniti Di Toro, Carrieri, 5-3. (a.latt.)
euro. Ammoniti Morabito e euro. Ammoniti Mastroni- to. Ammoniti Burgos e Gar- Bianciardi, Martinelli, Tauri- tra. Angoli 3-5. (mi.fa.) Arigò e Terracciano. Angoli
Peluso. Angoli 12-3. cola, Strigari e De Pascale. giulo. Angoli 8-5. (m.t.) no, Moscelli e Battisti. An- 6-3. (sav.ser.).
(m.d.c.) Angoli 6-2. (m.l.) goli 7-4. (d.tor.)

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


DOMENICA 4 APRILE 2010
LA GAZZETTA SPORTIVA R
29

Maurizio Mosca
1940 - 2010 è deceduto nella notte di

Ciao
venerdì al Policlinico San
Matteo di Pavia dopo una lunga
malattia. Aveva 69 anni. La
camera ardente sarà allestita
domani e lunedì nella camera

Maurizio
mortuaria dello stesso
Policlinico San Matteo. I
funerali si svolgeranno
mercoledì a Milano alle ore 11
nella chiesa di San Gioachino in
Il sorriso di Maurizio Mosca e la sua immancabile sciarpa. via Generale Fara 2
Nato a Roma il 24 giungo 1940, dopo 20 anni in Gazzetta ave-
va fondato SuperGol, mensile di grande successo, e poi inizia-
to una carriera televisiva che lo ha fatto amare dalla gente

Un fuoriclasse dall’anima rosa


Vent’anni in Gazzetta sono serviti a Mosca per elaborare uno stile inimitabile per la televisione
ALBERTO CERRUTI milanese e in tipografia racco- nemmeno Nicolò Carosio che sa sui quali scrive e getta titoli

il ricordo
manda a Ghiardelli che escano passava pomeriggi in redazio- che non gli piacciono. Senza
Lavoratore
1
5 RIPRODUZIONE RISERVATA
i nomi giusti nei tabellini. ne a provocarlo. «Caro Moschi- tradire il pugilato, prima gran-
d «Ma davvero conosce Mo- instancabile, un no, la smetta con queste sigaret- de passione, passa al calcio. E
sca?». Quando il discorso scivo- Il vulcano E' un vulcano di idee, compagno da «Amici te», lo stuzzicava il leggendario siccome il telefono è un vizio co- di
lava sulle sue «bombe», ci guar- battute e soprattutto generosi- miei», un vulcano di telecronista. «Avesse detto Mar- me le sigarette, crea una rubri- DANIELE REDAELLI
davano tutti con invidia perché tà. Incapace di dire di no, pron- tellini!», replicava lui. ca «la telefonata» intervistando
idee. Ma per tutti era
5 RIPRODUZIONE RISERVATA
Mosca era uno straordinario to a prestare soldi a chiunque, a i personaggi più importanti. I
personaggio televisivo. Per chi
lo ha conosciuto in «Gazzetta»,
partire improvvisamente senza
valigia sempre in taxi, perché
soltanto Maurizio Cabaret Scene e racconti da ca-
baret, spesso legati alle sue av-
suoi servizi suscitano spesso po-
lemiche, perché Maurizio scri-
Bussava
invece, dove ha lavorato
vent’anni, Mosca era Maurizio
non ha mai avuto la patente. Ca-
pace di scherzare con gli auste-
ta, senza cappotto come al soli-
to. Il portiere dell’albergo gli
venture in taxi, come quella vol-
ta a Sanremo quando chiede di
ve tutto. Bigon si arrabbia con
lui e con l’allenatore del Milan,
ovunque,
e basta: il capitano di una ro-
mantica squadra rosa, che ab-
ri vicedirettori Raschi e Rozzo-
ni, con le grandi firme Mentana
chiede stupito: «Oggi niente
sci?». E lui impassibile: «No gra-
essere portato a Milano. «Qui
non esiste via Milano», gli dice
Giacomini, che in una cena lo
aveva definito «palafreniere di
a tutte le ore
biamo incontrato la prima vol- e Rovelli, con i colleghi più gio- zie, oggi niente sci». il taxista e Maurizio, impassibi- Rivera». Con Zico finisce anco- «Chiedo scusa, sono Mosca».
ta nella sede di piazza Cavour. vani che convoca quando il gior- le come sempre: «Ho detto Mila- ra peggio, perché il campione Non era ancora un
nale esce dalle rotative, al gri- Il look D’estate o d’inverno era no, capoluogo della Lombar- brasiliano smentisce in diretta personaggio televisivo, ma
do: «scateniamoci». E a quel sempre vestito allo stesso mo- dia». Sempre divertito e diver- televisiva un’intervista di Mo- così si annunciava, magari
I bamboli Nella primavera del punto poteva davvero succede- do. Al massimo, se diluviava, si tente, Maurizio vive al giorna- sca, in realtà avallata dal diret- bussando di notte alle
1974, quando ci fa entrare per re di tutto, che si finisse all’alba presentava con impermeabili le. Si fa portare la cena da un tore sportivo dell’Udinese. La finestre del forno sul retro di
la prima volta in «Gazzetta», a a giocare a pallone a Como, op- dimenticati regolarmente al ristoratore di via Senato su al 4o sensibilità di Maurizio, che con- un panificio, perché, dopo
33 anni è già caporedattore, pure che si cercasse di stanare a giornale dove la mamma, la pre- piano di piazza Cavour, dove sidera la «Gazzetta» la sua casa una partita di calcio da
grande inviato di boxe, amico Turbigo il riservatissimo capo- murosa signora Teresa, una vol- gli apparecchiano la scrivania. e la sua famiglia, non sopporta strada, si aveva fame e sete
di Nino Benvenuti che segue in servizio Garavaglia. ta al mese passava e ritirarli. Mai un giorno di ferie, fa diven- le malignità dell’ambiente se- (Como). O magari suonando
America contro Griffith, ma an- Notti da «amici miei», con Mau- «Sono proprio un randagio», si tar matti i centralinisti ai quali guite a quella smentita. E sicco- il citofono di un amico per
che appassionato di calcio. Ma- rizio al centro di tutto e di tutti, giustificava, fumando in conti- chiede in continuazione di chia- me è sempre stato uno spirito una partita di Subbuteo con
grissimo, palleggia nei corridoi come quando viene trascinato nuazione sigarette spente sul li- margli gente in tutto il mondo, libero, se ne va in cerca di nuo- le pedine della dama, dopo
di redazione con Franchetti e a Courmayeur da tre colleghi. noleum verde della redazione, di giorno e di notte, poi batte ve avventure. Senza lasciarci il essersi persi nella nebbia
Maradei, divertendosi ad alle- Gli altri sono attrezzati con scar- cerchi di bruciature che delimi- nervosamente i tasti sulle gran- tempo di trattenerlo, come sta- invernale della campagna
nare una squadra di «bamboli» poni e giacche a vento, lui esce tavano la «zona Mosca». Mauri- di macchine da scrivere facen- volta. Adorabile e dolcissimo milanese (Vignate). O per
del Leone XIII. Cura l’edizione sotto la neve in giacca e cravat- zio non ascoltava nessuno, do a pallottole i fogli di carta ro- randagio fino all’ultima notte. chiedere a una guardia
notturna dove fosse la casa di
un collega in un paesino del
LA STORIA Comasco (Guanzate). O
perfino per provare a forzare
Dai giornali il blocco e andare a
intervistare Carlos Monzon,
alla televisione dopo la seconda vittoria
sempre mondiale con Rodrigo
Valdez, e prendere un mare
all’attacco di botte dalla security almeno
fino a quando un collega non
schiaccia al suolo il capo
delle guardie (Montecarlo).

P
IN GAZZETTA IN TELEVISIONE Maurizio era professionale e
divertente. Capace di fare le 5
Una riunione di redazione de La Gazzetta dello Sport nel luglio 1980. Da sinistra si riconoscono Dopo 20 anni in Gazzetta Maurizio Mosca diresse
a casa di Umberto Branchini
il vicedirettore Gianni De Felice, il direttore Gino Palumbo, Enzo Biagi, Maurizio Mosca, Supergol prima di passare definitivamente al piccolo a studiare programmi
allora caporedattore centrale, il vicedirettore Bruno Raschi e Sandro Mazzola schermo dove è diventato popolarissimo LA PRESSE pugilistici, mangiando
meringhe, e poi uscire a
cercare una casella postale

Tutto taxi e pendolini, l’avventura di uno di noi


per imbucare le decine di
lettere che il grande manager
spediva in tutto il mondo
(Milano). Ma anche di
caricare a mezzanotte sul
GERMANO BOVOLENTA deve essere tutto finito. Il tg bre 1983 dopo la «famosa» in- sta è sempre uno, diventa suo ricevute perché è distratto. O tetto di un taxi un tavolo da
5 RIPRODUZIONE RISERVATA delle ore 13 non l’hanno anco- tervista a Zico. E’ già televisivo, amico. Si chiama Marco Regaz- forse perché non gliene frega ping pong per organizzare
ra inventato. Le ultime notizie mette il faccione (parola sua) zoni. «Ha il nome perfetto da niente. Maurizio è fatto così. un torneo gazzettiano,
dMaurizio è il terzo di quattro arrivano dalla Notte e dal Cor- al Processo del Lunedì condot- pilota, no?». Gli piacciono le battaglie, le rigorosamente notturno, nel
fratelli. Il primo è Benedetto, riere d’Informazione. to da Biscardi. Ha naso, fiuto, crociate, i voti, i pagelloni, i giardino di un collega (Fara
giornalista e direttore. Poi An- s’inventa un mensile di calcio: Istrione Maurizio è ironico e ir- confronti, le metafore. E i pro- Gera d’Adda). Oppure spedirti
tonello, architetto e giornali- La Gazzetta Il 17 gennaio 1963 SuperGol. E’ giornalista vero, requieto. Timido ed esplosivo. nostici. Vive per il suo lavoro. a sottrarre le radiografie del
sta. Poi lui. Poi Paolo, giornali- entra alla Gazzetta, diretta da completo, strepitoso. Gli piace Quando attacca con il discorso, Ha un tono di voce appassiona- braccio fratturato di Rocky
sta e direttore. I quattro figli Gualtiero Zanetti. Due anni a la carta stampata, ma buca an- va che è un piacere. E allora to, a volte esagerato. «Ma non Mattioli, in modo che solo la
del grande Giovanni Mosca, ventimila lire al mese, due anni che il video. Ospite a Tele Alto sbraita, gesticola, si contorce, sono volgare, parlo di calcio e Gazzetta potesse pubblicarle
scrittore, umorista e vignetti- di fila al turno serale. Legge le Milanese di Rizzoli e a Tele- urla, fa polemiche. Diventa pro- ci metto dentro tutti gli ingre- il giorno dopo (Sanremo).
sta. Maurizio, il terzo, classe agenzie, passa gli articoli, i tito- montercarlo, e poi lavagnoni e feta, usa il fischietto, lancia le dienti della vita». Maurizio Mo-
1940, vuole diventare avvoca- li, le notizie di boxe. Casa e Gaz- macchine della verità. bombe-mercato, entra dentro sca parla e corre. Non conosce Ha valorizzato tutti quelli che
to e s’iscrive a Legge, ma gli pia- zetta, Gazzetta e casa. Sempre pentoloni fumanti e fa dondola- la lentezza, tutta la sua vita è hanno lavorato al suo fianco.
ce lo sport, tutto lo sport. Il pu- chiuso, vent’anni. Lavora e fu- La Tv Fa il giro di molte parroc- re pendolini. I compagni di una corsa. Gli piace raccontare Basterebbe questo per
gilato di più, il calcio anche. ma e arriva a ottanta Marlboro chie. Dentro e fuori la Finin- viaggio lo adorano: «E’ buono, i sogni. Forse li inventa: «Nel raccontare la sua generosità.
Per questo nel 1961 va a bussa- al giorno. Smette agli inizi de- vest, la Rai, le tv lombarde. Lo è bravo, capisce di giornali e di sogno mi vedo in riva al mare,
re alla Notte di Nino Nutrizio, gli anni Ottanta. «Non riuscivo chiamano, parte con il taxi. televisione. Ed è generoso». disteso. Di giorno mi sento un NECROLOGIE
quotidiano del pomeriggio.
Sveglia alle 5, a mezzogiorno
a fare una rampa di scale».
Esce dalla Gazzetta il 10 otto-
Sempre in taxi, perché non ha
la patente e se ne vanta. Il taxi-
Spende, regala, smarrisce le no-
te spese, non si fa rimborsare le
milione di grilli in testa, la not-
te e il sogno me li portano via».
A PAGINA
41 &
Stampato e distribuito da NewspaperDirect
http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


DOMENICA 4 APRILE 2010
R
30 LA GAZZETTA SPORTIVA

Testacoda
F.1
GP MALESIA

Autogol
w
I NUMERI

1
E’ la prima volta
dal 2006, da

Ferrari
quando le
qualifiche sono
in varie fasi,
che le Ferrari
sono eliminate
entrambe al Q1

3
Alonso: «Al 70% siamo sbagliati» ammette Ro-
bert Smedley, ingegnere di pi-
sta di Felipe Massa. «Nelle cuf-
Le pole della
Red
Bull-Renault (in

è colpa mia»
fie sentivi ingegneri e piloti tre gare) nel
parlare per nulla preoccupati. 2010. Due con
E noi a guardarci in faccia chie- Sebastian Vettel
dendoci cosa aspettavano a e una con Mark
scendere in pista» racconta un Webber
meccanico.

Kamikaze Alonso, 19˚ in gri-


«Sono io che ho deciso di andare in pista tardi glia, ha fatto un ultimo, dispe-
rato, tentativo di strappare a
Adesso acqua o asciutto proverò a recuperare» Heikki Kovalainen il 17˚ tem-
po utile per centrare la secon-
da qualifica. «Il mio miglior gi-
DAL NOSTRO INVIATO partendo così indietro, ma ro è stato il primo, ma ho trova-
ha detto
PAOLO IANIERI
5 RIPRODUZIONE RISERVATA

SEPANG (Malesia) dDiluvia. E la


x Alonso
dobbiamo essere ottimisti»
prova a farsi coraggio Felipe.
La cui rincorsa inizierà dalla
21ª casella sulla griglia. «Spe-
to le bandiere gialle, nel secon-
do tentativo alla curva 7 ho fat-
to quattro testacoda e quando
ho iniziato l’ultimo avevo 1”8
Ferrari va a picco. «Non hai vi- La responsabilità è mia, ro in condizioni del tempo in- da recuperare: ho fatto un gi-
sto che pioveva? Vai tu a lavo- dicevo a tutti di stare certe, anche se partire così in- ro da kamikaze ma sono arriva-
rare là al muretto» è la rispo- tranquilli. Pensavamo che la dietro ti toglie un po’ di tran- to a due decimi dall’impresa. È
sta stizzita di Felipe Massa su- pioggia sarebbe cessata» quillità per la maggiore possi- frustrante, ma il problema è
bito dopo essere stato elimina- bilità di incappare in qualche non aver fatto subito il tempo:
to, alla domanda del perché la Massa incidente». siamo rimasti al box 5 minuti
Ferrari avesse aspettato tanto più degli altri, non è stato un
per scendere in pista. Fernan- Abbiamo sbagliato assieme: Presunzione Le facce scure dei problema del meteo, ma un er-
do Alonso, invece, quasi sorri- piloti, tecnici e muretto. Ora meccanici subito dopo la fine rore nostro. Quello che è volu-
de prima di dichiararsi «per dobbiamo essere ottimisti e delle prove raccontano molto to uscire più tardi sono io,
nulla preoccupato per la ga- sperare nel tempo incerto della giornata incredibile del- quindi è colpa mia».
ra». Corsi e ricorsi storici. «Ci la Ferrari. «Abbiamo commes-
fosse Alonso in Ferrari, certe Domenicali so un errore di presunzione fi- Impresa Così oggi l’unica stra-
cose non succederebbero» era dandoci delle previsioni mete- tegia da seguire sarà una: an-
una delle frasi più ricorrenti Da parte nostra c’è stato un orologiche» dice Stefano Do- dare all’attacco. Confidando
un anno fa di fronte ai disastri errore di presunzione. Ci menicali, responsabile della che il cielo continui a fare le
di strategia del muretto e al- siamo fidati troppo delle Gestione Sportiva. «Abbiamo bizze. «Con le previsioni di
l’apparente mancanza di per- previsioni meteo aspettato troppo. La pioggia pioggia anche per la gara, se
sonalità del duo Raikko- era finita, la pista era libera. Ci fossi in pole sarei più preoccu-
nen-Massa. Sono bastate tre pato — prova a vedere il bic-
gare per innescare una imme- chiere mezzo pieno Alonso —:
diata retromarcia. sognerei una gara asciutta, le

Mea culpa «La colpa è al settan-


ta per cento mia — si assume
la responsabilità Fernando
la foto p gomme che funzionano bene,
nessun problema. Adesso ven-
ga invece quel che venga, se
piove proverò a recuperare, se
Alonso —. Io ero uno di quelli sarà asciutto farò lo stesso.
che premeva di più per restare Secco e pioggia, più cambia e
tranquilli. C’era tempo per fa- meglio è, ci sarà più libertà di
re bene, eravamo convinti che fare tattiche diverse. Quando
la pioggia sarebbe cessata». piove, più che uno show è una
Gli fa eco Massa: «Abbiamo lotteria. Questa è una giornata
sbagliato tutti assieme, piloti, in cui nella nostra conferenza
tecnici, muretto». Come un an- stampa c’è tristezza, poi arriva
no fa il brasiliano mastica ama- la domenica e la tristezza può
ro: anche nel 2009, infatti, Fe- cambiare box. Quello che con-
lipe venne eliminato dopo la A Sepang la rossa Nel 2009, per risparmiare le ta sono i punti e quelli per la R
prima qualifica. Allora rimase gomme, Massa fu fermato ai pole sono zero. E in ogni caso Fernando
troppo tempo ai box convinto assomiglia tanto box (16˚). A Sepang la rossa questa griglia non mi preoccu- Alonso, 28 anni,
che il tempo segnato subito a quel Niccolai che... si trasforma in Comunardo pa per la classifica: il secondo, è alla prima
con le gomme dure sarebbe Niccolai. Calciatore del il terzo e il quarto del Mondia- stagione con la
stato sufficiente. Un errore di Cagliari anni ’60-’70 famoso le qui partono come me, gli al- Ferrari
presunzione che lo fece parti- per i suoi autogol spettacolari tri sono davanti ma sono lonta- REUTERS
re 16˚. «Sarà una gara difficile (nella foto, quello con la Juve) ni nel punteggio».

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


DOMENICA 4 APRILE 2010
LA GAZZETTA SPORTIVA R
31

ALONSO MASSA BUTTON HAMILTON

1o
nel Mondiale
2o
nel Mondiale nel Mondiale
3o nel Mondiale
4o
19o 21o 17o 20o
al via al via al via al via

Due corazzate RIMONTE


4 I TEMPI QUALIFICHE 1
1. KUBICA (Renault) 1’46"283

affondano
2. DE LA ROSA (Sauber) 1’47"153

Alonso e Massa 3. VETTEL (Red Bull) 1’47"632

sono chiamati a 4. PETROV (Renault) 1’47"952

rimonte da 5. KOBAYASHI (Sauber) 1’48"467


leggenda. Ecco i 6. ALGUERSUARI (Toro Rosso) 1’48"655

nel temporale
più grandi 7. BUEMI (Toro Rosso) 1’48"945
recuperi nella 8. SUTIL (Force India) 1’49"479
storia della 9. HÜLKENBERG (Williams) 1’49"664
Formula 1 10. LIUZZI (Force India) 1’49"922
11. BARRICHELLO (Williams) 1’50"301

Cavallino e McLaren si fidano del servizio meteo 12. WEBBER (Red Bull)
13. BUTTON (McLaren)
1’51"886
1’52"211

e sbagliano tutto. La Red Bull lancia Webber in pole


14. SCHUMACHER (Mercedes) 1’52"239
15. GLOCK (Virgin) 1’52"398
16. ROSBERG (Mercedes) 1’52"560
17. KOVALAINEN (Lotus) 1’52"875
R ELIMINATI
John 18. TRULLI (Lotus) 1’52"884
Watson 19. ALONSO (Ferrari) 1’53"044
(McLaren-Ford) 20. HAMILTON (McLaren) 1’53"050
GP Usa Ovest 21. MASSA (Ferrari) 1’53"283
1983 22. CHANDHOK (Hispania) 1’56"299
a Long Beach 23. SENNA (Hispania) 1’57"269
da 22˚ a 1˚ 24. DI GRASSI (Virgin) 1’59"977
QUALIFICHE 2
1. VETTEL (Red Bull) 1’46"828
2. KUBICA (Renault) 1’46"951
3. SUTIL (Force India) 1’47"085
4. HÜLKENBERG (Williams) 1’47"346
5. ROSBERG (Mercedes) 1’47"417
6. KOBAYASHI (Sauber) 1’47"792
7. WEBBER (Red Bull) 1’48"210
8. LIUZZI (Force India) 1’48"238
R 9. BARRICHELLO (Williams) 1’48"371
Rubens 10. SCHUMACHER (Mercedes) 1’48"400
Barrichello ELIMINATI
(Ferrari) 11. PETROV (Renault) 1’48"760
GP Germania 12. DE LA ROSA (Sauber) 1’48"771
2000 13. BUEMI (Toro Rosso) 1’49"207
DAL NOSTRO INVIATO glioramento del tempo, dopo «Col senno di poi, sì», ha am- La Ferrari F10 sta. Forse si sono voluti evitare a Hockenheim 14. ALGUERSUARI (Toro Rosso) 1’49"464
ANDREA CREMONESI l’acquazzone che aveva accom- messo Alonso che poi si è as- di Fernando favoritismi in un momento in da 18˚ a 1˚
15. KOVALAINEN (Lotus) 1’52"270
pagnato alle 16 l’inizio delle sunto «il 70 per cento delle re- Alonso alza un cui i due sono separati da soli
5 RIPRODUZIONE RISERVATA 16. GLOCK (Virgin) 1’52"520
prove. Così Fernando Alonso e sponsabilità per quanto acca- polverone... 4 punti in classifica.
17. BUTTON (McLaren) senza tempo
SEPANG (Malesia) dC’è chi fa
Felipe Massa la battaglia per duto, perché sono stato io a d’acqua sulla
QUALIFICHE 3
la pole sono stati costretti a ve- spingere per restare ai box». pista di Fotocopia Consola poco il fatto
volare la fantasia e chi inve- 1. WEBBER (Red Bull) 1’49"327
derla davanti alla tv, probabil- Dal canto suo la Ferrari ha con- Sepang AFP che al via in mezzo ai ferraristi
ce si affida soltanto alle soli- — a cavallo tra 10ª e 11ª fila 2. ROSBERG (Mercedes) 1’50"673
de certezze del monitor che mente imprecando per l’occa- fermato di non aver voluto ri-
sione sprecata. schiare che uno dei due piloti — ci sia Lewis Hamilton, cadu- 3. VETTEL (Red Bull) 1’50"789
gli sta di fronte. Chi alla fine to nella identica trappola delle 4. SUTIL (Force India) 1’50"914
Convinti che la situazione sa- potesse finire nella ghiaia, co-
decide di rischiare e chi ha in- previsioni meteo, e che But- 5. HÜLKENBERG (Williams) 1’51"001
rebbe migliorata, con un rapi- me è capitato a Button. Ma so-
vece paura di farlo per non ton, pur qualificato per la se-
esporsi a figuracce: la differen-
do asciugarsi della pista, i due prattutto nessuno al muretto R 6. KUBICA (Renault) 1’51"051

ferraristi se ne sono rimasti ai si è assunto la responsabilità conda fase, deve partire solo Kimi 7. BARRICHELLO (Williams) 1’51"511
za tra Mark Webber, che ha box sino a quando non è appar- di spingere Felipe o Fernando 17˚ per l’auto bloccata nella Raikkonen 8. SCHUMACHER (Mercedes) 1’51"717
stracciato tutti nelle qualifi- so chiaro che anziché diminui- a differenziare la strategia col via di fuga. (McLaren- 9. KOBAYASHI (Sauber) 1’51"767
che malesi, e l’amaro pomerig- re la pioggia stava aumentan- compagno, precedendolo in pi- Ferraristi e piloti McLaren so- Mercedes) 10. LIUZZI (Force India) 1’52"254
gio della Ferrari e della McLa- do. no chiamati ad una gara di ri- GP Giappone
ren, le corazzate della F.1, è monta: «Se penso che una set- 2005
tutta in questa duplice conside- Cauti Ma neppure questo ba- timana fa, partendo quasi da a Suzuka
razione. sta a spiegare perché poi en- ACCORDO TRA I TEAM ultimo, ho avuto la possibilità da 17˚ a 1˚ DA SEPANG
trambi siano rimasti coinvolti di vincere, resto ottimista. In
Rischi Infischiandosene delle
previsioni del tempo, che pro-
nel taglio dei peggiori sette.
Perché proprio Webber e Ro-
Metà gomme nel 2011 fondo i punti si danno la dome-
nica e non il sabato», spiega Diretta Rai 2
nosticavano l’ennesimo tem- sberg, che hanno monopoliz- e una mescola unica Alonso, che si augura una gara
caratterizzata da mutevoli e gazzetta.it
porale sull’asfalto già viscido zato la prima fila, sono entrati
di Sepang, l’australiano della condizioni meteo, con un con-
in pista addirittura dopo i fer- SEPANG — (a.cr.) Non si sa ancora chi fornirà i Il GP Malesia, 3ª prova (su 19)
Red Bull, nella battaglia per la tinuo alternarsi di asciutto e
raristi: il fatto è che Fernando pneumatici dal 2011, ma intanto le scuderie del Mondiale si corre a Sepang
pole (interrotta per 18’ a cau- bagnato.
e Felipe nell’unico giro a loro avanzano le loro proposte. Per risparmiare (5.543 m): 56 i giri (310,408
sa della pioggia battente) ha disposizione si sono ritrovati bisogna tagliare del 50 per cento il numero delle R km). La gara, che scatta alle 10
montato i pneumatici interme- Sorprese Le stesse condizioni
tre vetture in testacoda con gomme. Come? Usando una sola mescola da che ieri hanno mischiato per John (orario italiano) viene tramessa
di e ha vinto la scommessa, rifi- conseguenti bandiere gialle e asciutto (tipo la soft 2010 della Bridgestone) e Watson in diretta su Rai 2. Sintesi alle
bene i rapporti di forza, tanto
lando ben 1"3 a Nico Rosberg, quindi sono stati costretti a ral- una da bagnato, a metà strada tra le attuali (McLaren-Ford) 19.30 sempre su Rai 2.
da dar vita a uno schieramen-
che per la prima volta in vita lentare. intermedie e le estreme. to inedito. Perché dietro Web- GP Usa Est 1982 Risultati, foto e interviste sul
sua ha centrato la prima fila Per tutta la stagione, test compresi, i team ber, Rosberg e Vettel si sono a Detroit nostro sito www.gazzetta.it.
(alla Mercedes ovviamente Accusa Questo rafforza un avrebbero a disposizione in totale 100 treni di qualificati Sutil, Hulkenberg da 17˚ a 1˚ CLASSIFICHE
non succedeva dal ’55) e 1"4 al dubbio che ha fatto subito ca- pneumatici: ad ogni gran premio ciascun pilota (per la prima volta nei primi (a cura di Piloti: 1. Alonso (Spa) 37 punti,
compagno di scuderia Seba- polino nella mente di molti: al ne avrebbe 7 da asciutto e 3 da bagnato. 10), Kubica (1˚ e 2˚ nelle due Mauro Mori) 2. Massa (Bra) 33; 3. Button
stian Vettel. di là delle previsioni, non sa- Ci sarebbe anche l’accordo per abolire le fasi precedenti ). Poi Barrichel- (GB) 31; 4. Hamilton (GB) 23;
Gli uomini di Maranello, inve- rebbe stato meglio andare co- termocoperte, mentre — al contrario di quanto lo, che si è tolto la soddisfazio- 5. Rosberg (Ger) 20; 6. Kubica
ce, hanno creduto ciecamente munque in pista, registrare un chiede la Michelin, interessata a un rientro — si ne di precedere Schumi. (Pol) 18; 7. Vettel (Ger) 12;
nei dati forniti dal servizio me- tempo decente che non mettes- vorrebbe mantenere le dimensioni delle ruote Ma un plauso merita anche 8. Schumacher (Ger) 9.
teo (ora uguale per tutti), che se in pericolo il proseguo delle posteriore a 13 pollici. Liuzzi, che chiude i primi dieci Costruttori: 1. Ferrari p. 70; 2.
pronosticavano un rapido mi- qualifiche? dietro Kobayashi. McLaren 54; 3. Mercedes 29.

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


DOMENICA 4 APRILE 2010
R
32 LA GAZZETTA SPORTIVA

FORMULA 1 GP MALESIA
«Che sorpresa
le. Mi ha detto di farlo ed è an-
data bene, anche se ho dovuto
tenere duro perché le condizio-
ni della pista erano davvero
2 RALLY DI GIORDANIA
complicate».
MONDIALE: Loeb vince grazie a Ogier
LATVALA

i guai della rossa»


Debutto In gara si ritroverà Ro- SECONDO Raikkonen, primo sorriso
sberg attaccato. Per il tedesco è
una giornata da ricordare: «Sì (g.r.) Sébastien Loeb, in testa al via dell’ultima
la prima fila è un gran risultato Così nel Rally di tappa del Rally di Giordania, avrebbe dovuto
per me e per la squadra. Sono Giordania, 3ª affrontare per primo le ultime 8 speciali, pulendo
Webber: «Ma in gara tutto può ancora accadere riuscito a fare il giro veloce al
primo tentativo poi le gomme
prova (su 13)
del Mondiale.
la strada agli avversari. Ma Olivier Quesnel, gran
capo Citroën, ha protetto il suo asso,
hanno iniziato a degradarsi. So-
La pole? Merito dei consigli del mio ingegnere»
1. Loeb sacrificando Ogier. «Il mio compito è far vincere
no molto ottimista per la gara (Fra-Citroën) la Casa. Quando ho intuito che alla Ford avevano
anche perché la macchina fun- in 3h51’35"9; deciso di far partire in anticipo Hirvonen per far
ziona bene in tutte le condizio- 2. Latvala trovare la strada senza ghiaia a Latvala, ho
DAL NOSTRO INVIATO ni». (Fin-Ford) ordinato ad Ogier di stare davanti a Loeb».
GIUSTO FERRONATO Altrettanto ottimista è Seba- a 35"8; Missione compiuta. Latvala ha provato a
stian Vettel, terzo. Il tedesco, 3. Solberg riprendere Loeb, ma senza convinzione.
5 RIPRODUZIONE RISERVATA che rispetto al compagno ha gi- (Nor-Citroën) «Con queste regole — commenta il vincitore — le
rato con le gomme da bagnato a 1’11"8; strategie fanno parte del gioco».
SEPANG (Malesia) d«Alla fine è sta- estremo, fa i complimenti a
ta la decisione giusta, uscire e 4. Sordo Primi punti iridati (4) per Raikkonen. Kimi, al
Webber: «Bravo Mark, gran la- (Spa-Citroën) terzo rally, è arrivato finalmente al traguardo: 8˚.
mettere giù un tempo. Poi, nel voro. Tutto sommato sono con-
caso, avevamo ancora margine a 1’49"3;
tento anch’io del mio terzo po-
per rimediare». «Il fattore scel- sto. Credo che usare le gomme 5. Wilson
ta del momento è stato decisi- da bagnato forte fosse la giusta (GB-Ford)
vo». Parole di Sebastian Vettel a 8’24"3; CROSS IN BULGARIA
decisione. È stata comunque
6. Ogier
e Mark Webber, lo stesso pen-
siero di vagonate di ferraristi
una sessione difficile. Quello
che contava era passare il ta- (Fra-Citroën) Cairoli terzo in qualifica
delusi. glio del Q1 e Q2, ci siamo riusci-
ti e ci siamo ritrovati in ottima
a 10’26"4;
7. Villagra Alex Puzar migliora
posizione per il GP, dove tutto (Arg-Ford)
Tris La storia delle qualifiche di a 11’28"0; SEVLIEVO (Bulgaria) (m.z.) Tedeschi all'attacco
Sepang ha dato ragione ai due è possibile».
8. Raikkonen nella prima giornata del GP Bulgaria, gara
della Red Bull e alla Mercedes Webber (sin.), 33 anni, 2ª pole in carriera, scherza con Vettel (22) EPA (Fin-Citroën) d’apertura del Mondiale cross. L'ufficiale Ktm,
di Nico Rosberg, all’esordio in Patemi Per Vettel solo un picco-
lo rammarico: «Credo che non a 12’31". Max Nagl, ha vinto la manche di qualificazione
prima fila nella sua carriera. sicuro siamo rimasti sorpresi di MONDIALE Mx1 davanti al francese Sebastien Pourcel
E adesso per la Red Bull, alla ci sia quel margine da Rosberg.
vedere le Ferrari indietro. È sta- 1. Loeb p. 68; (Kawasaki) e al compagno di squadra Antonio
terza pole di fila della stagione, ta la tempistica a fare la diffe-
«Ciaron mi ha detto La prima fila era alla mia porta-
2. Latvala 43; Cairoli che non ha forzato il passo. Quinto David
ta. Però tutto sommato il terzo
stavolta con Webber dopo le renza, erano situazioni compli- di usare le gomme posto è ottimo in vista della ga- 3. Hirvonen 37; Philippaerts (Yamaha), 10˚ Davide Guarneri
due di Vettel, c’è davvero una cate per tutti», ha detto in con- intermedie». Vettel ra». 4. Solberg 35; (Honda) e 13˚ Manuel Monni (Yamaha). Nella
concreta occasione di azzerare ferenza stampa. 5. Ogier 33. Mx2, Ken Roczen (Suzuki) ha preceduto Marvin
il distacco dalla Ferrari, costret- Per Mark c’è l’opportunità di ri-
ottimista: «Abbiamo Nessun timore per i guai di affi-
PROSSIMA Musquin (Ktm), mentre nella femminile 2˚ posto
dabilità della Red Bull? «No,
ta a una rimonta terribilmente mediare alla brutta uscita di pi- risolto i problemi abbiamo analizzato quanto suc- GARA per Chiara Fontanesi (Yamaha) dietro la
difficile. sta a Melbourne: «Ringrazio della Red Bull» cesso, sia in Bahrain, sia in Au- Turchia, campionessa tedesca Stephanie Laier (Ktm).
L’australiano in pole preferisce Ciaron, il mio ingegnere, è lui stralia e abbiamo capito cosa è 14-18 aprile Intanto migliorano le condizioni di Alex Puzar: è
saggiamente volare basso. ad avermi consigliato le gom- accaduto. Qui non dovremmo uscito dalla terapia intensiva e sono esclusi
«In gara tutto può accadere, di me intermedie nella fase fina- avere problemi». danni alla milza.

TENNIS Finale donne a Miami


Mamma Clijsters perfetta ero in giornata, sono stata la
peggior avversaria di me stes-
sa». y la ribalta A
A Venus non basta Serena Finale uomini Sono passati 5 an-
ni dall’unico successo in un Ma-
sters 1000 ma oggi Tomas Ber-
Pennetta
in finale
nel doppio
di
RINO TOMMASI
5 RIPRODUZIONE RISERVATA
dych ha l’occasione per rilan-
La Williams, con la sorella in tribuna, ha male al ginocchio sinistro ciare una carriera nata tra
e vince solo 3 game. Per la belga il trionfo vale il ritorno nella top ten grandi speranze e poi rallenta-
ta da infortuni e occasioni spre-
Donne,
semifinale
Fuori i primi quattro
MARISA POLI
5 RIPRODUZIONE RISERVATA
cate. In semifinale ha piegato
Soderling (31 errori) senza
doppio:
Petrova-Stosur Il tennis maschile
dPiù un monologo che una fi-
problemi, appoggiato alla pri-
ma di servizio. In questo tor-
(Rus-Aus) d.
Chan-Zheng è senza un padrone
nale: Kim Clijsters lascia solo neo Roddick ha concesso un so- (Taiwan-Cina)
Che cosa succede nel grande tennis? Come
tre game a Venus Williams e si lo set, a Nadal, e ha perso 2 ser- 6-1 7-5;
già a Indian Wells, anche a Miami non
prende il titolo di Miami che va- vizi (salvate 13 palle break su Pennetta-Dulko
avremo in finale nessuno dei primi quattro
le l’ingresso nella top ten per la 15). Lo spagnolo è l’unico top (Arg) b.
del mondo, quasi sempre dominatori nei due
prima volta dopo il ritorno al ten eliminato, mentre Ber- Raymond-Stub-
tornei americani di primavera dove negli
tennis, nell’agosto scorso. Cin- bs (Usa-Aus)
ultimi anni avevano vinto 5 volte Federer, 2
quantotto minuti di gioco per 6-4 6-4.
Nadal e Djokovic, una Murray.
un 6-2 6-1 che non ha mai avu- Finale
to storia, come dimostra il filot-
Continua la corsa di singolare:
Dopo la vittoria di Ljubicic in California,
to di 17 punti della belga che Berdych: il ceco non Clijsters (Bel) b.
saranno Roddick e l’ex speranza Berdych a
giocare la finale di Key Biscayne.
hanno segnato l’inizio del se- lascia scampo a V. Williams
Federer non costituisce un caso, semmai
condo set e anche la partita. Soderling (6-2 6-2) (Usa) 6-2 6-1.
conferma l’intenzione di riservare le
Mamma Sotto gli occhi della fi- e oggi sfida Roddick Uomini,
maggiori energie alle prove del Grande
Slam. Djokovic e Murray sembra abbiano
glia Jada, due anni, la Clijsters in finale semifinali:
perduto estro e convinzione. Il caso più
ha approfittato dei tanti regali Berdych (R.Cec)
difficile da spiegare è quello di Nadal: dopo
della Williams, inefficace al b. Soderling
aver vinto 13 tornei tra l'aprile del 2008 e il
servizio (un paio di botte sui dych, il primo ceco a conquista- (Sve) 6-2 6-2.
maggio dell’anno scorso non ne ha vinto
200 all’ora, ma anche 4 doppi re la finale qui dopo Ivan Lendl Oggi, finale
nemmeno uno negli 11 mesi successivi.
falli e una seconda di servizio nel 1989, per guadagnarsi la fi- uomini:
Dalla vittoria di Roma 2009, Nadal ha
fiacca) e fallosa (30 errori con- nale ha dovuto sbarazzarsi del Roddick (Usa) c.
giocato 13 tornei con un bilancio di tre finali,
tro i 12 dell’avversaria). Dopo Kim Clijsters, 26 anni, tornata ad agosto dopo oltre 2 anni di stop REUTERS numero 1 Federer (salvando Berdych (R.Cec)
sei semifinali e tre quarti di finale.
il break subito nel terzo game un match point), Verdasco (n. In tv: diretta
Nel terzo set della semifinale di Miami
Venus ha chiesto l’intervento (qui aveva già vinto nel 2005): 11) e Soderling (n. 7). Sky Sport 3
perduta contro un ottimo Roddick, Nadal è

37
del fisioterapista per un ben- «Venus è una grande atleta, I precedenti sono favorevoli al- dalle 18.30
sembrato l'ombra del guerriero che è stato.
daggio al ginocchio sinistro (la una delle più grandi giocatrici lo statunitense (5-2), che que-
Valgono tutte le ipotesi, comprese quelle che
statunitense era scesa in cam- della storia del tennis, sapevo st’anno ha già vinto a Brisba-
chiamano in causa gli sforzi che Nadal ha
po con la coscia destra fascia- di dover essere perfetta per bat- Titoli Wta ne, mentre Berdych è ancora a
chiesto al proprio fisico per sostenere il suo
ta). A cambiare il destino della terla. Sono contenta di essere Kim Clijsters ha vinto 37 tornei in secco di titoli in questa stagio-
entusiasmo agonistico e non escludono
partita non sono serviti nem- rimasta carica dopo la semifi- carriera (due Slam, Us Open 2005 e ne, ma è uno dei pochi a esser-
percorsi meno tradizionali. E' certo che il
meno gli incoraggiamenti di nale e di non aver perso il rit- 2009). La Clijsters si era ritirata nel si imposto su tutte le superfici:
giocatore appare molto trasformato
Serena, ancora ferma per i pro- mo. Ho capito sin dai primi 2007, dopo il matrimonio e la nascita terra (2), cemento, erba e indo-
nell’aspetto e nelle reazioni. Ora si tratta di
blemi al ginocchio sinistro e ie- scambi di essere in giornata». della figlia Jada, 2 anni fa: ha deciso or. Roddick spera nel 29˚ tito-
vedere se il ritorno sulla terra di Montecarlo,
ri in tribuna a tifare per la sorel- Venus, che nel secondo set ha di tornare in campo nell’agosto lo in carriera: «Tira forte, vuo-
dove ha vinto le ultime 4 edizioni, saprà
la. raccolto solo 9 punti, applau- scorso. Dal rientro ha vinto tre le chiudere subito lo scambio,
restituire al campione vittoria e morale e al
Kim festeggia il 37˚ torneo in de: «Brava Kim, ha giocato be- tornei: Us Open, Brisbane e ieri ti toglie il fiato, ma so come af-
tennis un grande protagonista.
carriera, il secondo a Miami nissimo: solida. Io invece non Miami (aveva già vinto qui nel 2005) frontarlo».

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


DOMENICA 4 APRILE 2010
LA GAZZETTA SPORTIVA R
33
#

fUna giornata tra campo pratica, famiglia e


GOLF gita sul Tamigi. Puntando al primo Major

A Londra
con Chicco
«Ora lo so: serve
cerà subito». Anche se Augusta è
s
DAL NOSTRO INVIATO
VINCENZO MARTUCCI casa Woods: «L’esperienza è im-
5 RIPRODUZIONE RISERVATA
portante, ma non indispensabi-
Domani le. Quei green difficili mi si addi-
cono: sono preciso coi ferri e mo-
LONDRA (Gb) dAnche le formiche
Tiger su Sky tivato perché è l’ultimo Major

un po’ di follia»
s’incazzano. Così, all’improvvi- che mi manca. All’Amen Corner
so, Francesco Molinari si ribella sarà come a St Andrews, mi dirò:
a quel nomignolo, «Chicco», e ti- "Ecco, ci sono". Ripenserò a Co-
ra fuori la personalità che na- stantino (Rocca), mio primo ido-
sconde dietro tanta routine, ma- lo, a Norman (all’ultimo giro ave-
scelle contratte, viso cupo, silen- va 5 colpi su Faldo, fece 74 con-
zi e concretezza: i «tanti piccoli tro 67 e riuscì a perdere), a un
passettini» che l’hanno portato
fra i primi 50 del mondo, sicuro Molinari pronto per il Masters di Augusta: «Il carattere Il Masters
altro mio idolo, Fred Couples,
sempre tranquillo. E a Tiger».

mi porta a scegliere il colpo più ragionevole. Ci vuole altro»


iscritto e poi anche protagonista d’Augusta in
nei tornei di prima categoria. E diretta su Sky Ironia Per tanti il golf è Masters e
così, dopo averci rimuginato Sport 3 HD da British Open. «Mi è piaciuto tan-
per un po’, alla vigilia del Ma-
1
mio fratello Edoardo, Sergio giovedì 8 a to l’Us Open, con gente e atmo-
sters di Augusta, getta il sasso Bertaina». Da qui a Londra ci domenica 11 sfera diverse», contesta Chicco.
nello stagno: «Il mio punto forte vuole un’oretta d’auto. «In gene- aprile, dalle ore «Tiger ha insegnato che il fisico
è che sbaglio poco, anche sotto re vengo alle 10, pratico e rien- 20, con è importante, anche per sostene-
pressione, non faccio mai grossi tro verso le 3», racconta il mino- telecronaca di re viaggi e tornei (30-35 l’anno),
disastri. Ci ho lavorato tanto, re dei Molinari, che, in estate, Mario Camicia io ho Dale Richardson e i suoi uo-
perché da ragazzino ero emoti- s’è stabilito nella capitale ingle- e Silvio mini che mi seguono 20 gare l’an-
vo e irascibile. Adesso so che, se, in una casetta dietro Glouce- Grappasonni. In no e controllano tutto: tendini e
per vincere, ho bisogno del col- ster Road, dominata da Riccar- diretta anche il polsi, collo e alta schiena». Chic-
po decisivo, devo imbucare do, il gatto. «Dopo il golf, uso so- «Practice co è intelligente: «Golfista si di-
quell’approccio, devo provarci lo mezzi pubblici. Faccio mille Round Par 3 venta, il talento non basta. Dei
di più. Mi manca un po’ d’auda- cose: mostre, gallerie, cinema, Contest» di tre italiani al Masters è più stra-
cia, anche di follia. Devo for- adoro commedie e film dramma- mercoledì (dalle ordinario Dodo, che l’anno scor-
zarmi perché non è nel mio ca- tici, l’ultimo è Invictus. E risto- 21). Domani, so faceva i Challenge, e Matteo
rattere: se ho l’alternativa, ranti: mangio italiano, ma an- lunedì, invece, (Manassero), più talentuoso e
scelgo sempre la cosa più ra- che giapponese e indiano. E il cli- su Sky Sport naturale. Mio fratello e io abbia-
gionevole. Dodo, mio fratello, ma da Torino a Londra non è 24, in diretta la mo dimostrato agli altri italiani
è più estroso, ha più alti e bas- che cambi molto». conferenza che ci si può anche laureare e poi
si. Io sono più tranquillo, ma stampa di Tiger diventare pro». Chicco è profon-
alla World Cup che abbiamo Tiger Chicco non è solo, ha Valen- Woods. do: «Il golf mi ha insegnato ri-
vinto insieme, se lui è esploso tina, la moglie, che — aspettan- Storica la spetto delle regole, disciplina e
di più è stato perché ha imbu- do il recupero sull’European presenza controllo. Mi fa ridere l’ambien-
cato per ultimo. Dentro an- Tour di Peppo Canonica (e con- azzurra: Chicco te chiuso, aristocratico, di certi
ch’io avevo l’adrenalina a mil- sorte) — non lo segue sempre e Dodo Molinari circoli rimasti nel passato, in Ita-
le: è stato il successo più esal- nei tornei, ma ha spinto il trasfe- e Matteo lia e all’estero. Si può scadere
tante, insieme all’Italian rimento per «fare un Master» e Manassero nel ridicolo come al Royal Troon
Open: un italiano che vince do- Francesco 2 3
per la passione per la fotografia. (foto), il in Scozia dove hanno due club
po 26 anni». Molinari, 27 Chicco è felice: «Mi sono sposato sedicenne a cui house e due campi diversi, per
anni, in alto in a 24 anni, un appoggio solido co- tutti guardano uomini e donne, o come a St An-
Atmosfera Chicco parla, pacato giro per Londra me Valentina era l’ideale fuori con drews». Chicco ormai ha l’hu-
come un inglese, nella club hou- e in casa con la dal campo. Anche se Tiger ha di- ammirazione mor inglese.
se di «The Wisley», paradiso ver- moglie Valentina. mostrato di poter vincere anche
de del Surrey, con 27 buche e no- Qui sopra invece senza». E regala quell’ironia che
mi noti dappertutto, a comincia- esce di casa con non t’aspetti da uno così serioso: IGLI
re dall’8 volte re dell’European la sacca (1), «Noi pro ci dicevamo: "Sarà una NEL FORUM I COORNS
E
Tour, Colin Montgomerie: «Qui scherza al The balla, figurati se Tiger fa una co- DEL PREP ARAT
si respira golf, ambiente compe- Wisley (2), il sa del genere". Adesso chissà co- ATLETICO DELLA
titivo, tradizione, tranquillità, a campo in cui si me reagirà, sembrava perfetto NAZIONALE
5 minuti trovi il numero 5 del allena, e la ed è diventato umano, ha perso
mondo, e ho il maestro, Dennis lavora col quell’aria di invincibilità, e gli al-
Pugh, che ho conosciuto 7 anni tecnico Denis tri sono meno intimoriti. Potrà
fa, con la prima guida, mia e di Pugh (3) giocare ancora bene, ma non vin- Gazzetta.it

IL FRATELLO L’ALTRO MOLINARI TORNA SUL CAMPO DOVE HA GIA’ GIOCATO NEL 2006, CON TIGER WOODS

Dodo avverte: «Mai fidarsi di questi green»


ci sarà tanta pressione. Dicia-
mo che aver girato al Palmer In-
vitational con Phil Mickelson è
stato un bel test: c’era tanta
gente, un ambiente molto simi-
MASSIMO LOPES PEGNA primi 125 della money list, ciò una volta: è un vantaggio? le ad Augusta».
che farò dipenderà dal World «Sicuramente. Una volta è po-
dMolinari, ha fatto allenamen- Ranking finale. Spiego. Se ti fai co, ma è meglio che niente. An- Il giovane Matteo Manassero
to anche ieri? socio qui e non sei fra i top cin- che se mio fratello Chicco mi fe- saprà affrontare la tremenda
«Sì, ad Atlanta. Nel club dove quanta del mondo devi giocare ce da caddie e dunque ha osser- tensione?
sono socio onorario dai tempi almeno 15 tornei negli Usa e vato da vicino i colpi e le situa- «Giochiamo spesso assieme e
in cui ero campione degli U.S. farne altrettanti in Europa. zioni. Gli allenamenti non so- martedì farò allenamento con
Amateur. E’ ottimo perché in- Troppi. Ma se sono nei primi no sufficienti per capire le con- lui. Ha tanto talento e con i pro
contri diversi professionisti e 50, potrò iscrivermi ai 4 Major dizioni di gara, perché il cam- se l’è cavata. Secondo me può
anche studenti della Georgia e a 4 World Championship che po cambia tantissimo da una fare un buon torneo».
Tech University che sono bravi- contano anche per l’Europa. In settimana all’altra. E neppure i
ni. Ieri, però, mi sono limitato quel caso dovrei aggiungerne giri di pratica della vigilia ti E del ritorno di Tiger Woods ne
al campo pratica e a nove bu- solo altri 7 e allora mi vedrete danno un’idea di cosa ti trove- parlate fra voi colleghi?
che con la mia fidanzata». qui in America». rai di fronte il giovedì». Edoardo Molinari, 29 anni: al Masters 2006 girò da amateur con Tiger AP «Sì, molto e ci sono teorie diver-
se. C’è addirittura chi dice che
Con il secondo posto dello scor- Ci rassicuri: ci sarà all’Italian E’ la superficie dei green che no un sistema di tubi d’aria cal- so ferro rotola per 12». potrà vincere. Personalmente
so fine settimana ha quasi gua- Open? cambia, giusto? da con cui aspirano l’umidità. credo che dopo cinque mesi di
dagnato i soldi per avere ac- «Sì, penso che ci sarò». «Esattamente. In allenamento Le faccio un esempio. Al merco- Lei che chance si dà? assenza trionfare in un Major
cesso l’anno prossimo al Pga. sono morbidi e lenti, in gara te ledì, con un ferro sette la palli- «Vengo da un ottimo piazza- sia dura. Ma con Tiger non si sa
Ha già deciso cosa fare? Lei è l’unico dei tre italiani in ga- li trovi duri e velocissimi. Tren- na va avanti di un metro. Al pri- mento, sono in buona forma. mai. Penso che neppure lui sap-
«Se effettivamente entro fra i ra al Masters ad averlo giocato ta centimetri sotto l’erba han- mo giorno di torneo, con lo stes- Ma a un Major come il Masters pia bene che cosa aspettarsi».

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


DOMENICA 4 APRILE 2010
R
34 LA GAZZETTA SPORTIVA

CICLISMO GIRO DELLE FIANDRE


Tom Boonen, 29 anni,
w LO SVIZZERO È L’ALTRO FAVORITO

Con Cancellara
in azione sul pavè
DE WAELE
I NUMERI

4 sarà un duello
le triplette
al Fiandre
Il primo a
tra giganti
vincere 3 volte
fu Achiel Buysse Difficilmente Boonen lascerà
(1940, ’41 e ’43).
Poi Fiorenzo
ancora l’iniziativa a Devolder
Magni (1949, ’50, L’Italia si aggrappa a Oss
’51), Eric Leman
(1970, ’72 e ’73) e DAL NOSTRO INVIATO
Johan Museeuw 5 RIPRODUZIONE RISERVATA
(1993, ’95 e ’98)
BRUGES dFabian Cancellara l’ha definita una cor-
sa tra «moto». Il Giro delle Fiandre di oggi si reg-

2
ge sulla sfida tra due colossi: da una parte lo sviz-
zero trionfatore sabato scorso nel Gp Harelbeke,

Boonen
dall’altra l’idolo belga Tom Boonen. Sullo sfondo
i trionfi c’è la feroce rivalità tra due corridori che non si
di Boonen piacciono e non perdono occasione per alimenta-
Tom ha vinto re l’antipatia reciproca. L’affronto di Cancellara
due volte (2005 ad Harelbeke, quando nel finale staccò Boonen
e 2006) come il in pianura dopo un lungo braccio di ferro sui Mu-
connazionale ri, ha allargato lo strappo. Quella sera Boonen
Stijn Devolder telefonò all’amico Pozzato, oggi assente per pro-
(2008-2009), blemi di salute, e gli confidò: «Avrei preferito

Un Paese spinge
fotografò nudo in una vasca pie- che oggi può una tua vittoria». Una frase eloquente. Lo svizze-
na di fagioli (Boonen in belga eguagliare il tris ro non ha rinunciato a punzecchiare Boonen, in
vuol dire appunto «fagiolo»). consecutivo di una snervante guerra psicologica. Alla vigilia di
Questa settimana «Humo», che Magni questo Fiandre ha dichiarato: «Temevo soprat-
vende 1,5 milioni di copie, ha tutto Pozzato».

il signor fagiolo:
intervistato la fidanzata Lore

10
(considerata l’ancora di salvez- Sete Perciò Boonen ha voglia di dare una lezione
za di Boonen) e ha messo in co- a Cancellara e potrebbe attaccare già sul Koppen-
pertina l’immagine di un cagno- berg, come quattro anni fa quando fece il bis al
lino con la maglia di campione le vittorie Fiandre in maglia iridata. Dal canto suo, il rivale

corre per la storia


belga e la faccia di Tom. italiane in questo momento ha fin troppa sicurezza. Si
Oltre al filotto di sente il più forte. Perciò deve evitare il rischio di
Al ristorante Umorismo dubbio, Magni, l’Italia esagerare. La resa dei conti oggi sul pavé e i 15
che è lo specchio del sentimen- vanta i trionfi di: strappi del Fiandre, che quest’anno promette di
to del pubblico belga. Per Boo- Zandegù (1967) essere tra i più duri della storia. Si prevede un
nen c’è un attaccamento morbo- Argentin (1990) tempo da fiamminghi, con vento gelido e pioggia
Boonen vuol dire proprio fagiolo: bello e vincente, so, che va ben al di là dell’affet-
to. «Quando vuole andare al ri-
Bugno (1994)
Bartoli (1996)
a sprazzi. La serie iniziale dei Muri è più serrata e
non consente respiro. Prima del finale, il Molen-