Sei sulla pagina 1di 56

www.gazzetta.

it Lunedì 19 aprile 2010 1 e


Redazione di Milano Via Solferino 28 - Tel. 026339 Redazione di Roma Piazza Venezia 5 - Tel. 06688281 Poste Italiane Sped. in A.P. - D.L. 353/2003 conv. L. 46/2004 art. 1, c1, DCB Milano Anno 114 - Numero 91

ZONA CHAMPIONS SAMP SOLA AL QUARTO POSTO: ROSSONERI ILLUSI DA BORRIELLO PARTITE CLASSIFICA
Atalanta-Fiorentina 2-1 Roma 71 Bari 43

Cassano+Pazzo, stop al Milan Bari-Napoli


Cagliari-Palermo
Catania-Siena
1-2 Inter
2-2 Milan
2-2 Sampdoria 57 Catania
70 Chievo
64 Cagliari
41
41
40

Palermo resiste e il Napoli è lì


Chievo-Livorno 2-0 Palermo 55 Udinese 39
Inter-Juventus 2-0 Napoli 52 Lazio 37
Lazio-Roma 1-2 Juventus 51 Bologna 36
Parma-Genoa 2-3 Genoa 48 Atalanta 34
Juve, ora è dura: si trova a sei punti dai doriani. Offerta dagli Usa per Del Piero Sampdoria-Milan 2-1 Parma 46 Siena 30
Cassano e Pazzini
Servizi alle pagine 12-13-14-16-19-20 esultano BOZZANI Udinese-Bologna 1-1 Fiorentina 46 Livorno 26

FORMULA 1 IN CINA
RISORPASSO Lazio battuta (2-1), Inter a -1

VUCINIC
Mirko Vucinic, 26 anni,
13 reti in campionato con
la Roma (due rigori) AFP

CUORE
Jenson Button, 30 anni AP

Pasticcio
di Alonso
Button
è perfetto

DI ROMA
Pioggia ed emozioni:
il ferrarista parte prima.
Penalizzato, chiude 4o
Pagine 32-33-35-36-37

Salta MotoGP
Derby tesissimo risolto da due gol del centravanti. in Giappone
Totti e De Rossi sostituiti all’intervallo. Rissa finale per il vulcano
Pagina 37 FALSAPERLA
in campo. Scontri fra tifosi: tre accoltellati, uno grave
il commento Come prima, più di prima.
La Roma vince anche il
due gol di Vucinic sono
figli di un capolavoro
IL ROMPI
w
derby e rimane davanti tattico del tecnico, che PALLONE
IL CAPOLAVORO all’Inter, sempre con un ribalta la Lazio con un’altra di Gene Gnocchi
punto in più ma una gara doppietta: la coraggiosa e
DI RANIERI in meno sulla strada verso clamorosa esclusione GP della Cina: ancora lento
lo scudetto. L’effetto di Totti e De Rossi Alle pagine 2-3-5-6 e Schumacher. Ieri è stato supe-
di ALBERTO CERRUTI Ranieri continua, perché i nell’intervallo. il commento a pag. 14 rato da due cinesi in risciò.

DOMANI SEMIFINALE CHAMPIONS LA SQUADRA CATALANA OGGI A MILANO: HA DORMITO A CANNES OGGI 2a USCITA

«I Love vino»
Inter: arriva il Barça dopo 1000 km in bus per tutti i gusti
Aeroporti chiusi, in Italia riaprono stamane: viaggio odissea per Messi e compagni Pagine 8-9-10-51 A 12,99 e, PIU’ IL QUOTIDIANO
00 4 1 9>

9 771120 506000

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


LUNEDÌ 19 APRILE 2010
R
2 LA GAZZETTA DELLO SPORT

SERIE A 34a GIORNATA


LA VOLATA PER IL TITOLO LA VOLATA SALVEZZA
35ª giornata 36ª giornata 37ª giornata 38ª giornata 35ª giornata 36ª giornata 37ª giornata 38ª giornata

LAZIO 37 GENOA Inter LIVORNO Udinese


ROMA 71 R Sampdoria R PARMA R Cagliari R CHIEVO
BOLOGNA 36 Parma ATALANTA Catania CAGLIARI
INTER 70 R Atalanta R LAZIO R Chievo R SIENA ATALANTA 34 INTER Bologna NAPOLI Palermo
SIENA 30 UDINESE Palermo FIORENTINA Inter
MILAN 64 R PALERMO R Fiorentina R GENOA R Juventus
LIVORNO 26 Catania SAMPDORIA Lazio PARMA

In MAIUSCOLO le partite in trasferta R DIFFICILE R MEDIO R FACILE In MAIUSCOLO le partite in trasferta. Retrocedono le ultime tre

In basso Claudio Ranieri,


58 anni, tecnico della Roma
REUTERS A destra Mirco
Vucinic, 26, festeggia a fine
partita insieme a Max
Tonetto, 35 EIDON

2’ SECONDO TEMPO 18’ SECONDO TEMPO


Kolarov steso in area da Cassetti: Menez si guadagna una punizione: botta tremenda di Vucinic
Floccari calcia debolmente il rigore e Julio Sergio respinge PIERANUNZI che buca la barriera e beffa un immobile Muslera PIERANUNZI

Ave Vucinic
Roma, doppio sorpasso
E alla fine rissa e sangue
Rocchi-gol illude la Lazio, ma Floccari sbaglia il rigore del k.o.
Poi si scatena il montenegrino e i giallorossi scavalcano l’Inter
LUIGI GARLANDO tornata sul prato senza i suoi to- ieri è stato un capolavoro di tat- Ranieri è riuscito a mungere uno contro uno contro i tre di-
tem: Totti e De Rossi. Due mi- tica e personalità. Non ha la- una vittoria forse determinan- fensori di Rejia. Ci sta, ma il
5 RIPRODUZIONE RISERVATA
nuti dopo: rigore contro. Ad- sciato in spogliatoio due gioca-
La squadra di Ranieri, te. E’ ancora primo. Tanto ono- progetto costa caro, perché i
ROMA d«Non succede, ma se dio... Invece Julio Sergio si tori, ma Romolo e Remo, ha irriconoscibile re a lui. tre non aiutano e la folta media-
succede...», come recita il tor- sdraia e para la frittata di Floc- cancellato il Colosseo dalla car- nel primo tempo, na laziale fa prigionieri in mez-
mentone scaramantico, il popo- cari. Lo spavento è la scossa tolina. Lui, presunto Signor si trasforma nella Tridente A suggerirgli la sterza- zo. I due tiri di Ledesma a ini-
lo romanista celebrerà il secon- che ridà colore alla faccia ter- Tentenna. Balle. Una rivoluzio- ta dell’intervallo è stato il ri- zio partita segnalano una liber-
do minuto della ripresa del der- rea della Roma, riattiva la circo- ne come quella di ieri, colonnel- ripresa: decisivo il morso per la scelta iniziale del tà pericolosa. E infatti al 14’
by come il parto dello scudetto. lazione del sangue, spolvera il li come Capello e Mourinho coraggio del tecnico tridente nobile (Totti, Toni, Vu- l’ideologo argentino spalanca
Floccari va sul dischetto. La La- terrore dalle spalle. In dieci mi- non l’hanno neppure concepi- cinic) che la piazza voleva. To- la strada a Rocchi, che non sba-
zio è in vantaggio. Se la palla nuti Vucinic ribalterà il risulta- ta. Taddei (entrato per Totti) si ni ci era rimasto male per glia. Ola ad Appiano per l’erro-
va dentro, 2-0 e tutti a casa. to. procura il rigore dell’1-1; Me- l’esclusione con l’Atalanta, Tot- re di Burdisso. Con le gambe
L’Inter resta a +2 e chi la pren- nez (entrato per De Rossi) rac- ti passeggia, ma è Totti... Ranie- piombate dalla tensione, la Ro-
de più? La Roma ha giocato un Capolavoro «Non succede, ma catta la punizione del 2-1. Co- ri si è adeguato e ha pagato per ma non riesce a smuovere gli
primo tempo orribile, senza se succede», la prima statua sa- sì, da una Roma affannata, che un tempo. L’idea è di raggiun- esterni (come invece fa bene la
mai tirare in porta, paralizzata rà per Claudio Ranieri, vero uo- non ha spedito altro di pericolo- gerli il più in fretta possibile Lazio) e a trovare le idee di Pi-
dalla tensione-scudetto ed è ri- mo-scudetto. Ciò che ha fatto so tra i pali in novanta minuti, per consentire loro di giocare zarro. Solo lanci lunghi per To-

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


LUNEDÌ 19 APRILE 2010
LA GAZZETTA DELLO SPORT R

1 2 Ranieri
LAZIO ROMA

GIUDIZIO 777

Fuori Totti
MARCATORI Rocchi (L) al 14’ p.t.; Vucinic (R) all’8’ su rigore e al 18’ s.t.

3-5-2 4-3-2-1
Muslera; Dias, Stendardo (dal 7’ p.t. Julio Sergio; Cassetti, Burdisso, Juan,
Biava), Radu; Lichtsteiner (dal 19’ s.t. Riise; Perrotta, Pizarro, De Rossi (dal
Zarate), Brocchi, Ledesma, Mauri, 1’ s.t. Menez); Totti (dal 1’ s.t. Taddei),

e De Rossi
Kolarov; Rocchi, Floccari (dal 29’ s.t. Vucinic (dal 38’ s.t. Brighi); Toni.
Cruz).
PANCHINA Doni, Mexes, Tonetto,
PANCHINA Berni, Diakite, Firmani, Baptista.
Baronio. ALLENATORE Reja. ALLENATORE Ranieri.
ESPULSI Ledesma al 46’ s.t. per ESPULSI nessuno.

«Troppo tesi»
comportamento non regolamentare.
AMMONITI Riise, De Rossi, Totti,
AMMONITI Brocchi e Kolarov per Cassetti, Juan, Taddei, Toni, Menez
gioco scorretto, Ledesma per c.n.r. per gioco scorretto.

ARBITRO Tagliavento di Terni.


NOTE Paganti 36.036, per un incasso non comunicato. Abbonati 25.579 per una
quota non comunicata. In fuorigioco 2-2. Angoli 7-4. Recuperi: p.t. 3’; s.t. 5’.
POSSESSO PALLA PALLONI GIOCATI Il tecnico cambia le due bandiere
LAZIO 51% ROMA 49% LAZIO 524 ROMA 494 all’intervallo: «Sentono il derby»
TIRI IN PORTA TIRI FUORI
MASSIMO CECCHINI perché era giusto toglierlo. Io
III III IIIIIIII III 5 R PRODUZIONE RISERVATA cerco sempre di fare il meglio
LAZIO 3 ROMA 3 LAZIO 8 ROMA 3 per la squadra. Totti e De Rossi
MOMENTI CHIAVE
ROMA dClic. Un’istantanea che sono i due punti di riferimento
farà epoca. Capitan Presente e della squadra, ma li avevo visti
PRIMO TEMPO SECONDO TEMPO
Capitan Futuro in panchina, a diversi dal solito in settimana,
c GOL! 14’ Ledesma lancia Rocchi. Non 2’ Floccari calcia su Julio Sergio un rigore testa bassa, come due alunni non gli riuscivano le cose che
scatta il fuorigioco, Burdisso scavalcato. guadagnato da Kolarov per fallo di Cassetti.
Rocchi mette dentro. dietro la lavagna. Chiamatela sanno fare. Ho deciso di taglia-
c GOL! 8’ Vucinic su rigore. Fallo su Taddei. epurazione romana, ma quella re la testa al toro. Ho messo chi
c GOL! 18’ Punizione-bomba di Vucinic dal che si è consumata all’interval- sente di meno la gara. Dispiace,
limite. lo del derby è un «evento» che ma hanno capito che l’allenato-
non si è mai visto e difficilmen- re fa le scelte per il bene della
te questa generazione calcisti- Roma. Continuerò a fare così.
ca vedrà ancora. Francesco Tot- La squadra? Direi che la squa-
ti e Daniele De Rossi sostituiti dra è al 70-80%: divertiamoci e
LA MOVIOLA
di Francesco Ceniti
2 con la squadra giallorossa. Co-
munque vada, Claudio Ranieri
entrerà nella storia: ha rischia-
to polemiche feroci e ha vinto.
poi vedremo alla fine. Ora vo-
gliamo ritrovare l’Inter anche
in finale di Coppa Italia. Io pun-
to sui miei cavallini».
Tagliavento sbaglia il minimo sindacale Non per l’aggancio consumato
ieri ai 24 risultati utili consecu- De Rossi & Sensi Come trasfor-
Tagliavento si conferma l’arbitro tivi di Fabio Capello mare la delusione in felicità, co-
più in forma: tiene in pugno il
(2001-2002) e la sfida lanciata munque, l’ha spiegato De Ros-
derby con personalità e sbaglia
a Nils Liedholm (30, ma in due si. «Ranieri avrà pensato che ho
annate diverse: dal 1980 al giocato male e che non ero in
il minimo sindacale. Due rigori,
1982), bensì per il «coraggio» grado di giocare la ripresa. Io
11 ammoniti e un espulso: questi
dimostrato in questo doppio non devo guardare alle sostitu-
i numeri più importanti della gara.
cambio, lui che già due volte, zione, faccio il giocatore della
Partiamo dai falli in area. Al 2’
comunque in questa stagione Roma. Il derby si poteva perde-
della ripresa Kolarov salta prima
(contro la Fiorentina ed il Paler- re, ma perderne uno che avreb-
Taddei (tunnel) e poi Cassetti che mo) aveva mandato in panchi- be potuto significare l’addio al-
cerca di togliere la gamba ma non Tagliavento espelle Ledesma AP na il capitano per «scelta tecni- lo scudetto avrebbe fatto male.
fa in tempo: l’impatto con il ca». Non succedeva dal 2001, L’Inter? È favorita (e sorride,
ni, come se la palla scottasse. a centrocampo e immesso cor- ginocchio è netto ed è a cavallo De Rossi (duro su Floccari) guarda caso, l’anno dell’ultimo ndr), ma stiamo coi piedi per
Irriconoscibili Totti e De Rossi, sa. La Lazio, avvilita dall’errore della linea. Dopo 5’ dribbling a e Totti (manata a Dias); eccessiva scudetto. terra». Ci resta anche Rosella
che si fanno ammonire e ri- di Floccari, non ha più trovato rientrare di Taddei su Kolarov quella a Riise (tackle su Mauri). Sensi, che per applaudire la
schiano l’espulsione per sbrac- gli spazi di prima e ha sparato a che lo aggancia sul piede destro: Nella ripresa gialli giusti per Condizionati «Francesco e Da- scelta di Ranieri infrange an-
ciate isteriche. Ranieri intuisce salve, nonostante l’ingresso di altro rigore netto. L’arbitro, Cassetti e Kolarov (sui rigori), niele sentono troppo il derby — che la sua consueta scaraman-
che i due «romani de Roma» vi- Zarate e Cruz. Ora la classifica invece, fa bene al 24’ p.t. a non Juan (affossato Lichtsteiner), spiega il tecnico —. Non c’è sta- zia. «Bellissima partita - spiega
brano più degli altri e li sostitui- è bruttina. Per guarirla, la La- fischiare sulla caduta di Rocchi Taddei (fallo su Ledesma) e Toni to bisogno di spiegarglielo, gli la presidente -. Totti e De Rossi
sce con due stranieri. Non è un zio, tra un paio di turni, rischia sull’intervento di Burdisso. (steso Ledesma). Al 45’ mini rissa ho detto di riposarsi, non erano li conosco, non saranno dispia-
caso che il carnefice sia stato di fare più male all’Inter, più di Così come non è da penalty tra Menez e Ledesma; al 100%, è normale che siano ciuti, tutti vogliamo che la Ro-
Vucinic. Andate a rivedervi l’in- quanto ne abbia fatto ieri. Ulti- il duello Toni-Biava (anzi, il fallo è Tagliavento mostra il giallo a rimasti delusi. Il derby è sem- ma vinca. La mia presenza? Co-
gresso dei giallorossi all’Olim- mo dato: la vergogna davanti del giallorosso). Qualche dubbio entrambi, il laziale non ci sta e pre il derby, la Lazio ha giocato munque andasse volevo metter-
pico: tra tante mascelle tese, il ai violenti scontri finiti nel san- al 35’ della ripresa quando Rocchi applaude: rosso diretto. A fine la partita della vita. La ripresa è ci la faccia oggi. È giusto che un
montenegrino è l’unico che sor- gue e per la rissa finale in cam- tira in acrobazia, subito dopo gara un calcio di Radu (prova andata meglio ma la svolta è presidente lo faccia. Ho pensa-
ride con le cuffie alle orecchie. po. Sarebbe utile che i giocato- Burdisso lo tocca sulla caviglia. tv?) a Perrotta scatena un stata il rigore. Dopo quello sia- to a quello che avrebbe fatto
La rimonta ha una spiegazione ri in campo tenessero a freno i Nel primo tempo ammonizioni parapiglia con Totti che mostra mo cambiati. Di decisione simi- mio padre in questi casi e sono
anche tattica: il 4-2-3-1 della ri- nervi e i pollici. Non serve altra ok per Brocchi (steso Pizarro), ai laziali i pollici versi. li ne ho prese molte. Al Valen- venuta». Impressioni? Non se
presa ha riequilibrato i numeri benzina. cia, ad esempio, tolsi Romario n’è pentita.

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• OR G NAL COPY • OR GINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIG NAL COPY • OR G NAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • OR G NAL COPY • OR GINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


LUNEDÌ 19 APRILE 2010
R LA GAZZETTA DELLO SPORT

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• OR G NAL COPY • OR GINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIG NAL COPY • OR G NAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • OR G NAL COPY • OR GINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


LUNEDÌ 19 APRILE 2010
LA GAZZETTA DELLO SPORT R

SERIE A 34a GIORNATA


LE PAGELLE di SEBASTIANO VERNAZZA

LAZIO 5,5 ROMA 6,5


MUSLERA 5,5 Sulla J. SERGIO 7,5 Di ginocchio, su
Vuci-punizione è in traiettoria, ma Floccari dal dischetto.
resta immobile, tradito dalla Parata-chiave, di frontiera: se la
barriera (che si apre) e annichilito Lazio avesse segnato il 2-0,
dalla violenza del tiro. racconteremmo altro.
DIAS 7 Fuori Stendardo, passa al CASSETTI 5 Burdisso esce dalla
centro e giganteggia su Toni, che linea, Cassetti resta giù e tiene in
basso non è (anzi). Va di anticipo, gioco Rocchi per l’1-0. In più
salta con tempismo, tappa decine commette il fallo da rigore su
di buchi. Kolarov.
STENDARDO s.v. Pochi minuti e si
BURDISSO 5 Movimento insano
rompe il naso. Ingiudicabile.
su Rocchi-gol: non si affronta così
BIAVA 5,5 Sul centro-destra, a una palla del genere. L’errore lo
battagliare con Vucinic. Non condiziona, gli toglie sicurezza.
tracolla, ma soffre.
JUAN 7 E’ lo scoglio su cui sbatte
RADU 5 Non male, anzi benino, se la disperata Lazio dell’ultima
non bene, però a partita chiusa mezz’ora. Decisivo con
sgambetta Perrotta: roba da asilo un’acrobatica spaccata, ad
infantile e probabilmente da prova anticipare Cruz.
tv.
LICHTSTEINER 5 Prestazione RIISE 6 A lungo timido, ancorato
contraddittoria. Per un po’ dietro. Poi prende coraggio e
schiaccia Riise, poi si mette la testa fuori. Zarate lo
Il pollice verso di Totti che indica la Lazio in B FOTOLINE La rissa scoppiata a fine gara: Muslera e Doni vengono addirittura alle mani ITALYPHOTOPRESS ributta indietro, lui resiste.
innervosisce. Falcia Menez,

Reja: «Pollice verso,


contesta Reja. Agitato. PERROTTA 6 Primo tempo, Roma
stizia, Radu tenta di colpirlo scollata. Perrotta vaga, rincorre
con una testata, ma ci pensa ZARATE 6 Non è più lo Zarate di
un anno fa, però qualche strappo chi può. Col 4-2-3-1, musica
De Rossi, con grande classe, a lo procura, due o tre palloni nuova. Fondamentale chiusura su
riportare la calma. A quel pun- interessanti li gioca. Ci prova ed è Rocchi.
to Totti, che era pure interve- già qualcosa.

10 giornate a Totti»
PIZARRO 6 Si veda sopra.
nuto nella rissa con Radu, va BROCCHI 5,5 Corre e raddoppia, Mediana romanista a due facce.
in curva per fare il pollice ver- questo sa fare e questo fa. Però Primo tempo da incubo, poi
so (secondo qualcuno Baronio ha la colpa di sguarnire la barriera Pizarro sfila le briglie a Ledesma e
lo avrebbe stuzzicato). I laziali sulla punizione-gol di Vucinic. qualcosa cambia.
non ci vedono più dalla rab- LEDESMA 5,5 L’assist per Rocchi, DE ROSSI 5 Romano, romanista.

E lui: «Mi scuso»


bia. Negli spogliatoi qualche la supremazia su Pizarro. Il primo Gli batte forte il cuore. Troppo
biancoceleste (pare ci siano lo tempo è suo. Il ribaltone lo fa stress, troppa carica. Così
stesso Radu, Kolarov e Baro- uscire di testa e si fa cacciare. «sbiella», va fuori giri e fuori
nio) tentano di raggiungere la MAURI 5,5 Più mediano che strada.
stanza dei giallorossi per rego- trequartista. Tante «vasche» MENEZ 6,5 Stressa la Lazio con
lare i conti. É il d.s. laziale Ta- avanti e indietro, a recuperare accelerazioni verticali, uno di
Il tecnico laziale furioso per il gesto a fine gara re ad evitare qualsiasi contat-
to. Ma anche lui è furibondo
palloni e a portarli su. Ma la
generosità gli sottrae creatività.
questi spunti frutta la punizione
dell’1-2. Mobile, rapido, ispirato.
con Totti: «Il suo è un gesto KOLAROV 5,5 Si procura il rigore
Il romanista si difende: «Non volevo offendere» che si commenta da solo: ha
mancato di rispetto». Ma è tut-
con un’incursione delle sue, però
stende Taddei in area e azzera il
TOTTI 5 La Roma non può
permettersi Totti più Toni e
bonus. Tira più volte, ma con Vucinic. Totti è un fuoriclasse, ma
STEFANO CIERI l’atmosfera caldissima. Non ta la società biancoceleste ad non corre più e questa cosa ha il
essere arrabbiata. scarsa precisione.
5 RIPRODUZIONE RISERVATA volevo offendere nessuno, ma suo peso.

ROMA dLazio sconfitta, nervo-


sa e arrabbiata. Con il destino,
che gli si è rivoltato contro do-
chiedo scusa se qualcuno si è
sentito toccato dal mio modo
di gioire per il risultato. D’al-
tra parte il derby è anche que-
la foto p Derby stregato La velenosa ap-
pendice arriva al termine di
una sfida che per la Lazio ha
h IL MIGLIORE
7 ROCCHI
Il gol, esempio di freddezza e
precisione. Il costante attacco alla
TADDEI 6,5 Sulla destra, a
raccordare le due fasi. Kolarov
abbocca alle sue finte, lo abbatte
e così arriva il rigore dell’1-1.
mille rimpianti. «Ah, quel rigo- profondità, la pericolosità come
po averla illusa, ma ancor di sto». re sbagliato da Floccari... — so- cifra. Di più era difficile chiedergli. IL MIGLIORE
più con gli avversari per un do-
popartita da far-west. «Spero Rissa finale Il gesto di Totti, pe-
spira Reja —. Se fossimo anda-
ti sul 2-0 la partita sarebbe fini-
Il suo l’ha fatto. h 7,5 VUCINIC
solo che al danno non si ag- raltro, arriva quando in mezzo ta lì. Invece la Roma si è rin- FLOCCARI 5 Kolarov (il rigorista) Due gol da fermo, su rigore e su
giunga la beffa di qualche al campo la situazione è già de- esce ammaccato dal fallo di punizione. Esecuzioni perfette.
francata ed ha avuto la me- Terribile la «papagna» del 2-1, di
squalifica dei miei giocatori — generata. Due gli episodi che Cassetti, così Reja ordina a
glio. Ma non meritava di vince- Floccari di tirare: rigore molle, collo pieno. Davanti è l’unico
attacca Reja —. Perché se così la scatenano. Il primo è l’in- re. I nostri avversari hanno ti- centrale, imbevuto di paura. insostituibile. (Brighi s.v.).
fosse allora Totti meriterebbe gresso in campo (in borghese) rato solo due volte in porta,
dieci giornate di stop per il ge- del terzo portiere romanista CRUZ 5,5 Cerca di far salire la
con un rigore ed una punizio- squadra, non trova mai la porta. TONI 5,5 Peso, forza, gomiti larghi,
sto che ha fatto (pollice verso, Lobont al fischio finale. Proba- ne: è l’anno loro. E poi l’arbi- tutto quello che vi pare, però Toni
L’unica volta in cui sembra che
a voler indicare Lazio in Serie bilmente vuole solo abbraccia- tro: a Toni non ha fischiato possa battere a rete è anticipato non tira mai né «spizza» il pallone
B, ndr). É un grandissimo gio- re Julio Sergio, ma i laziali neppure un fallo, e lui ne fa». da Juan. giusto. Volonteroso, ecco.
catore, ma come uomo... Si non gradiscono (o fraintendo- Oltre alla sconfitta la Lazio de- All. RANIERI 8 Fuori De Rossi e
All. REJA 6 Lazio padrona per un
predica tanto il fair-play, poi si no una sua esultanza) e gli ani- ve fare i conti anche le squalifi- tempo. Il rigore sbagliato fiacca Totti, che stanno alla Roma come
fanno cose così al termine di mi cominciano a surriscaldar- che in arrivo per due giocato- gambe e spirito. La Roma vince Romolo e Remo alla lupa. Mossa
una partita in cui c’erano pure
stati incidenti tra i tifosi». Il ca-
si. É Radu, però, ad accendere
la miccia. Fa uno sgambetto a
Stendardo operato ri, Ledesma e Kolarov, e un in-
fortunato, Stendardo. Il difen-
con due calci da fermo, il calcio sa
essere spietato.
storica, sconvolgente. Il gran
testardo di Testaccio.
pitano della Roma si è però Perrotta che corre verso la Sud Toni dà un calcione in faccia sore (frattura del setto nasale
scusato attraverso il suo sito in- per festeggiare insieme con i a Stendardo: il difensore in uno scontro con Toni) è sta- TERNA ARBITRALE: TAGLIAVENTO 7 Ammonizioni giuste, eccetto
ternet: «Dopo il fischio finale compagni e lì comincia la bara- (frattura del setto nasale) è to operato in serata alla clinica quella di Riise, e rigori corretti. Calcagno 5,5; Maggiani 5,5
mi sono lasciato travolgere del- onda. Cassetti prova a farsi giu- stato operato in serata. Paideia.

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• OR G NAL COPY • OR GINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIG NAL COPY • OR G NAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • OR G NAL COPY • OR GINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


LUNEDÌ 19 APRILE 2010
R
#
LA GAZZETTA DELLO SPORT

SERIE A 34a GIORNATA


ALESSANDRO CATAPANO
DAVIDE STOPPINI
5 R PRODUZIONE RISERVATA
QUANTA TENSIONE
Una serata
y
LE PAGINE
ROMA d«Sospendete la parti-
ta», urlavano gli ultrà nel der- da dimenticare NERE
by 2004 per la voce falsa della DEL DERBY

S
Paura
morte di un bambino. Quel
bambino in realtà non esiste-
va. Sei anni dopo una donna tu- Ecco alcune
nisina e due bambini di 9 e 11 delle pagine
anni, stavolta veri, per poco nere della storia
non hanno perso la vita dentro del derby di
la loro auto, una Clio, sommer- Roma
si dai petardi lanciati dai tifosi
sul Lungotevere Maresciallo
Diaz alla fine del derby. Passa- 31 marzo
vano lì per caso, sono vivi gra- 1974

ACCOLTELLATI
zie alla prontezza dei vigili del È l’anno dello
fuoco: per uno dei due bambi- scudetto della
ni «solo» una lieve ferita a un Lazio, che vince
ginocchio. E’ la follia di una se- 2-1 il derby.
rata romana, alla faccia dell’an- Dopo il rigore di

E AGGUATI
ticipo disposto dal Prefetto, in Chinaglia, un
pieno rispetto invece degli al- tifoso romanista
larmi suonati in settimana. invade il campo
e viene bloccato
Bilancio assurdo E’ stata una da Francesco
guerra, più fuori l’Olimpico RISSA SUGLI SPALTI Rocca. Incidenti
che dentro. Innanzitutto il bi- sugli spalti, il
Le forze dell’ordine hanno dovuto
lancio: tre tifosi accoltellati, di bilancio sarà di
effettuare cariche di alleggerimento
cui uno grave ma non in perico- 20 feriti e 20
anche all’interno dell’Olimpico IPP
lo di vita, operato in serata alla fermi.

Un tifoso sanguinante 28 ottobre


Un tifoso operato trascinato via da un
alla carotide poliziotto AP 1979
È il giorno più
al Policlinico Gemelli. tragico. Un

Dieci feriti, uno è grave


Probabile blocco pomeriggio
terribile. Un
delle trasferte per tifoso laziale,
laziali e romanisti Vincenzo
Paparelli, muore

Rogo auto: bimbi salvi


per un razzo
carotide al Policlinico Gemelli. sparato da un
E ancora: sono 10 gli arrestati giovane ultrà
tra cui un minorenne, tre per romanista,
gli incidenti in tribuna Tevere, Giovanni Fiorillo.
sette per gli scontri tra Lungo-
tevere Maresciallo Diaz e Pon-
te Duca D’Aosta, zone adiacen-
POLIZIA ALLA CARICA Colpita da petardi e bottiglie la macchina di una famiglia 21 marzo
tunisina di passaggio sul Lungotevere. Dieci arrestati
ti allo stadio. Dieci i feriti in to- Un poliziotto si scaglia contro uno 2004
tale: 4 tifosi, tre poliziotti, due dei tifosi che hanno generato il caos È il derby
carabinieri e uno steward. Nei al termine della partita EIDON sospeso per la
dintorni dell’Olimpico la poli- tranquilla. Le forze dell’ordine giorni) vengano bloccate. I ro- voce, infondata,
zia ha anche sequestrato un’ac- sembravano aver ripreso in ma- manisti, peraltro, sono recidi- della morte di
cetta, decine di coltelli e pezzi no la situazione. Ma non era co- vi: già gli incidenti di Livorno MAROCCO DOPO UN DERBY un bambino
di marmo, divelti da una scali- sì. A fine match gli animi sono avevano infatti portato allo
nata. Le prime scintille di scon- tornati caldi, e certo la ressa in stop della trasferta di Bologna. Incidenti a Casablanca: investito da una
camionetta della
tri tra romanisti e laziali si era- campo non ha avuto l’effetto «Queste violenze non hanno un centinaio di arresti Polizia. Le curve
no viste già un’ora prima della di un calmante sui tifosi. Tra nulla a che fare con lo sport — impongono la
partita in tribuna Tevere. Le Ponte Duca d’Aosta e il Lungo- ha detto il sindaco Gianni Ale- CASABLANCA - Un centinaio di persone sono sospensione
due tifoserie, venute a contat- tevere Maresciallo Diaz è scop- manno —. Sono sfoghi deliran- state arrestate ieri sera a Casablanca dopo gli della partita che
to a dispetto della zona cusci- piato l’inferno: polizia costret- ti di piccole minoranze che in- scontri scoppiati al termine del derby tra il Raja viene
netto voluta dal Prefetto, ave- ta a caricare più volte circa 100 quinano tutto l’ambiente calci- di Casablanca e il Wyada Casablanca terminato definitivamente
vano costretto le forze dell’or- romanisti. E poi la strage sfiora- stico. Abbiamo assistito a una 1-0. Lo ha reso noto la polizia. «Gli arrestati sono rinviata.
dine a entrare nello stadio: ta dell’auto, l’accoltellato por- gara bellissima, la Roma è in accusati di aver danneggiato autobus, vetture e
una prima carica e qualche la- tato subito all’ospedale con il testa alla classifica e la Lazio vetrine di negozi nel centro della città - ha riferito
crimogeno, e via così, nel fuggi codice rosso e salvato con un ha dimostrato di essere una la polizia - Sono atti di vandalismo compiuti da
fuggi generale. intervento chirurgico. grande squadra in grado di al- entrambe le parti: da chi voleva sfogare la
lontanare ogni spettro di retro- delusione e dagli altri che hanno esagerato con
Match «tranquillo» Durante la Le conseguenze E adesso chi pa- cessione. Nessuno si può per- l'entusiasmo». Con la vittoria di stasera, il Raja si
partita, salvo qualche scherma-
L’AUTO BRUCIATA ga? Probabile che le trasferte mettere di rovinare una festa è portato in testa alla classifica del campionato
glia subito dopo il gol della La- Un’auto bruciata. E’ uno dei tanti atti dei tifosi di Lazio (a Marassi così bella, mettendo oltretutto del Marocco. La partita si è giocata nello stadio
zio, la situazione in tribuna Te- vandalici di un derby cominciato e con il Genoa tra una settima- in pericolo l’incolumità di per- Mohammed V davanti a 60.000 spettatori.
vere sembrava tutto sommato finito male fuori dall’Olimpico ANSA na) e Roma (a Parma tra 14 sone innocenti».

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• OR G NAL COPY • OR GINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIG NAL COPY • OR G NAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • OR G NAL COPY • OR GINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


LUNEDÌ 19 APRILE 2010
LA GAZZETTA DELLO SPORT R

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• OR G NAL COPY • OR GINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIG NAL COPY • OR G NAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • OR G NAL COPY • OR GINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


LUNEDÌ 19 APRILE 2010
R LA GAZZETTA DELLO SPORT

SERIE A VERSO LA CHAMPIONS

Inter,
y
C’E’ PURE
LA COPPA
ITALIA
S
Il programma
della settimana Mario Balotelli, 19
anni, e Diego Milito,
30. I due attaccanti
Champions potrebbero entrare
in ballottaggio contro
Domani
il Barcellona AP
ore 20.45
Inter-Barcellona
(arbitro DA APPIANO GENTILE
Benquerença,
Portogallo, Oggi le prove
in tv su Rai1,
Sky Sport1, decisive
Sky Calcio1)
Ritorno
E parla Mou
Josè Mourinho, 47 anni, ora si affida alla Sampdoria di Antonio Cassano, 27, per tornare in vetta REUTERS
il 28 aprile

E Mou cosa fa?


In casa Inter restano ai
Mercoledì box solo Davide Santon
ore 20.45 e Francesco Toldo: per
Bayern entrambi la stagione
Monaco-Lione è praticamente
(Rai2, Sky Sport finita. Oggi

Si aggrappa
1, Sky Calcio 1, rifinitura in
ritorno il 27 programma
aprile) alle 16, ad
Appiano Gentile:
cancelli aperti
Coppa ai giornalisti solo

al tifoso Cassano
Italia per il primo quarto
d’ora. Subito dopo
la conferenza di José
Mercoledì
Mourinho (in silenzio
ore 18
stampa in campionato)
Udinese-Roma
e Wesley Sneijder.
(Rai2, and. 0-2)
Il Barcellona - che
arriverà a Milano intorno
Inevitabile la delusione dopo il crollo della Lazio all’ora di pranzo -
si allenerà invece

ma quella Samp in zona Champions fa sperare a San Siro, alle 19.

NICOLA CECERE Doccia gelata Gli errori commes- Perché nel prossimo turno è in
5 RIPRODUZIONE RISERVATA si dai giocatori laziali nel secon- programma appunto Ro- L’ARBITRO DI DOMANI SERA TOCCA A UN PORTOGHESE
do tempo del derby hanno avve- ma-Samp, e il fatto che la for-

Benquerença, nel 2001


MILANO dMettiamola così: sarà lenato la cena al clan di Mou- mazione blucerchiata ieri sia
assai difficile che plotoni di inte- rinho, che confidava appunto approdata al quarto posto che
risti si accalcheranno in giugno nella squadra di Julio Cruz. Il vale i preliminari Champions di-
sotto la sede per chiedere a Mo- fatto che Ranieri abbia saputo stanziando il Palermo è garan-
pilotare i suoi uomini alla vitto-
tre rigori contro Mou
ratti l’acquisto di Sergio Flocca- zia di massimo impegno contro
ri. E sono sorte perplessità an- ria ha inevitabilmente ridimen- la Roma. Per non parlare delle
che sul conto di Kolarov e Lede- sionato quell’ottimismo genera- motivazioni di Antonio da Bari:

«Ma li ho dimenticati»
sma, che erano stati molto vici- noto tifoso interista e avvelena-
ni al club nerazzurro lo scorso tissimo ex romanista. Il roman-
zo del campionato ha trovato
gennaio... Molto più facile che Il barese, ex così altra suspance in una sfida
ricominci il tormentone Cassa-
no nel caso in cui a Fantantonio
giallorosso, è un che altrimenti sarebbe stata di
domenica prossima riesca l’im- tifoso interista: i routine per la capolista.
José allenava il
presa sfuggita ai laziali: ferma- nerazzurri si affidano
re l’imperiosa marcia della Ro- a lui per frenare
Il Mou Come si accennava pri-
ma sul piano mentale Mou-
Leiria: «E’ acqua
ma verso lo scudetto. Eh sì il
mondo Inter ieri sera intorno al-
la capolista rinho è chiamato a una gestio- passata, ora siamo
ne delicatissima dei prossimi
le 20.30 ha mentalmente rivol- giorni. Perché se è vero che un migliori entrambi»
to ai giocatori della Lazio pen- tosi dopo il successo sulla Juve match col Barcellona non neces-
sieri tutt’altro che pieni di sti- di venerdì sera. E’ un contrac- sita di chissà quale preparazio- MILANO d La sua prima volta
ma ed affetto. Incollati alla tv i colpo che peserà sulla Cham- ne (ti carichi da solo) il riflesso con l’Inter, non con José Mou-
tifosi nerazzurri si erano dati il pions? della Champions sul campiona- rinho. L’arbitro di Inter-Barcel-
cinque all’intervallo (la Roma to sarà positivo nel caso in cui lona sarà il portoghese Bartolo
stava perdendo) sono poi esplo- L’impresa A parziale consolazio- in coppa andrà bene. Ma se do- Faustino Olegario Benque-
si in imprecazioni («ma come si ne, l’impresa pomeridiana del- mani viene fuori un risultato ri- rença: in questa stagione gli so-
fa?», è la versione soft) quando la Sampdoria di Cassano con- schioso, poi ci si saprà risolleva- no già state affidate Milan-Man-
Floccari si è fatto parare il rigo- tro il Milan. A Marassi stessa ri- re in tempo per l’Atalanta? Ec- chester United e Manchester
re per dare spazio a fine derby a monta, stesso punteggio del co quindi che la figura del tecni- United-Cska Mosca, mentre in Una stretta di fronti del connazionale: «Gli
una delusione forse ancora derby romano ma con un rifles- co, grande motivatore, si collo- carriera non ha mai diretto la mano fra José faccio molti auguri per la sua
maggiore di quella vissuta sulla so incoraggiante sul tentativo ca una volta di più al centro del- squadra nerazzurra. Il tecnico Mourinho e carriera: non è facile per un ar-
curva nord dell’Olimpico. dell’Inter di tornare in vetta. l’universo nerazzurro. interista, invece, lo conosce be- Faustino bitro portoghese arrivare a una
ne. Benquerença, semifinale di Champions e al
40 anni, Mondiale. Gare come Inter-Bar-
Qua la mano Bisogna risalire al portoghese. cellona e Milan-Manchester si
L’ANTICIPO / 1 L’ANTICIPO / 2 2001, 18 agosto, 2ª giornata Sarà lui a danno solo ai migliori».
del campionato portoghese, dirigere domani
Livorno sprofonda Rosso a Sissoko União Desportiva de Leiria-Clu- sera Portoghese, e allora? Mourinho
Con Pellissier e Abbruscato Magia di Maicon, poi Eto’o be Desportivo Santa Clara 2-2. Inter-Barcello- ha anche finto di aver dimenti-
Benquerença concede tre rigori na FOTO RECORD cato quei tre rigori contro del
3 punti salvezza per il Chievo La Juve va ancora k.o. (uno sbagliato) al Santa Clara, 2001: «Non li ricordo: sono un
CHIEVO-LIVORNO 2-0 INTER-JUVENTUS 2-0 dunque contro Mourinho: si di- allenatore migliore rispetto ad
rà che l’ha fatto per essere al di allora e Benquerença è un arbi-
MARCATORI Pellissier al 27’ p.t. e Abbruscato al 43’ s.t. MARCATORI Maicon 30', Eto'o 47' s.t.
INTER (4-2-3-1): Julio Cesar 6; Maicon 7,5, Lucio 6,5, Samuel 6,5, sopra di ogni sospetto, visto tro migliore di quello che era».
CHIEVO (4-3-1-2): Sorrentino 6; Sardo 5,5, Morero 5,5, Mandelli 6, J.Zanetti 6,5; Cambiasso 6,5, T.Motta 6 (1' s.t. Stankovic 6); Eto'o 6, che è di Leiria. Di sicuro se ne Purché non si dica che non va
Mantovani 6; Luciano 6 (dal 12’ s.t. Bentivoglio 5,5, dal 41’ s.t. Jokic Sneijder 5,5 (44' s.t. Muntari s.v.), Pandev 5 (10' s.t. Balotelli 6,5); Milito diranno due lui e lo Speciale, bene un portoghese per arbitra-
s.v.), Rigoni 6,5, Marcolini 6; Pinzi 6; De Paula 5 (dal 19’ s.t. 5. Panchina: Orlandoni, Cordoba, Materazzi, Arnautovic. All. Mourinho. che quel giorno non gradisce re Mourinho contro il Barcello-
Abbruscato 6), Pellissier 6. Panchina: Squizzi, Granoche, Iori, Frey. JUVE (4-3-1-2): Buffon 6,5; Zebina 5, F.Cannavaro 7, Chiellini 5, Grosso
All. Di Carlo. 5,5; Sissoko 4, F.Melo 6, Marchisio 6 (32' s.t. Salihamidzic 6); Diego 6,5; granché: non ne nasce quello na: «Dov’è il dramma? Nella se-
LIVORNO (3-5-1-1) De Lucia 6; Perticone 5, Knezevic 5, Galante 6; Del Piero 6 (42' p.t. Poulsen 6), Iaquinta 5,5 (27' s.t. Amauri 5,5). che si definisce un buon fee- mifinale Liverpool-Chelsea (2
Marchini 6 (dal 13’ s.t. Di Gennaro 5,5), Raimondi 6, Moro 5, Bergvold Panchina: Manninger, Legrottaglie, De Ceglie, Camoranesi. All. ling. Anche se ieri, in un’intervi- maggio 2007, Liverpool qualifi-
5,5 (dal 34’ s.t. Simeoni s.v.), Vitale 6; Pulzetti 5,5 (dal 1’ s.t. Zaccheroni. sta all’emittente portoghese Ra- cato ai rigori, ndr), con Benitez
Danilevicius 5); Tavano 5. Panchina: Bardi, Prutsch, Bernardini, ARBITRO: Damato 6.
Modica. All.Ruotolo. ESPULSO: Sissoko 37' p.t. per doppia amm. (g.s.). AMM.:
dio Antena 1, poi ripresa dal- allenatore, l’arbitro non fu
ARBITRO Rosetti 6,5. F.Melo, Chiellini, Sissoko, Samuel e Motta per g.s., Eto'o per l’agenzia Lusa, il tecnico ha spe- Mejuto Gonzalez?».
AMMONITI Luciano (C), Moro (L), Rigoni (C) e Perticone (L) per g.s. c.n.r. so parole concilianti nei con- a.e.

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• OR G NAL COPY • OR GINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIG NAL COPY • OR G NAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • OR G NAL COPY • OR GINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


LUNEDÌ 19 APRILE 2010
LA GAZZETTA DELLO SPORT R

è pazza idea
dinario paga la totale mancan-
za della preparazione estiva. L’ALTRA SEMIFINALE

Ribery e Govou
Balotelli ci spera L’impressione
è che Mourinho alla fine non si
priverà mai di Milito, l’unico

indagati
che coi fatti ha finora conside-
rato insostituibile. E’ però trop-
po scaltro e intelligente per

Attaccante anti-Barça a luci rosse


non capire che contro i marzia-
ni di Guardiola occorrerà ave-
re tutti al top. Quindi, almeno
un pensierino a Balotelli lo fa-
rà di sicuro. Soprattutto se in
Mercoledì Bayern-Lione, ma

Mario sfida Milito


testa ha realmente un’Inter a
una punta, stile Coppa Italia.
Mario ha giocato la sua miglior
tiene banco lo scandalo francese
partita della stagione a Maras- ALESSANDRO GRANDESSO
si, contro il Genoa: fu schiera- 5 R PRODUZIONE RISERVATA
to unica punta (non c’erano
Mourinho pensa al modulo 4-1-4-1 Eto’o e Milito), mandò letteral-
mente in tilt la retroguardia
PARIGI dFranck Ribery è uno dei quattro gioca-
tori della nazionale francese coinvolti dall’af-

E Balotelli sembra più fresco


rossoblù, segnò un gol e l’Inter fare di prostituzione minorile. Secondo il suo
vinse 5-0. Meglio là davanti so- avvocato, Sophie Bottai, l’asso del Bayern Mo-
litario che in fascia, perché naco è già stato interrogato dagli inquirenti,
MIRKO GRAZIANO di autografi. Una disponibilità ogni tanto il baby nerazzurro ma «non avrebbe nulla da rimproverarsi». E
5 RIPRODUZIONE RISERVATA che non è mai mancata, va det- tende a distrarsi, e lasciare an- comunque, aggiunge il legale, «si tratta di affa-
to, nemmeno nei momenti più che il minimo spazio agli ester- ri privati». Il che confermerebbe le indiscrezio-
MILANO dLe premesse sono difficili, quelli che hanno segui- ni catalani potrebbe costare ca- ni su due giocatori interrogati come clienti del-
buone, almeno in Cham- to la Coppa d’Africa. ro. Insomma, se sarà 4-1-4-1 la minorenne che frequentava un night club
pions, in campionato meno. (ma solo oggi ne capiremo chic degli Elisi, il café Zaman. L’altro giocato-
Nell’immediata vigilia della se- Milito batte in testa Oggi Eto’o qualcosa in più) dieci maglie re in questione, e già sentito dal pm parigino
mifinale d’andata, infatti, la attraversa un periodo magico sembrano già assegnate: Julio Yves Dando che conduce l’inchiesta, è Sydney
buona stella strizza l’occhio al- (tre gol in sei giorni) e di fatto Cesar in porta; Cordoba, Lu- Govou, esterno del Lione, già un habitué delle
l’Inter: il Barcellona che a livel- sta dando il cambio al «gemel- cio, Samuel e Zanetti dietro; cronache notturne extracalcistiche. I due sa-
lo fisico fatica molto con lo» Milito, il cui motore comin- Cambiasso davanti alla difesa; ranno avversari domani in Champions.
l’Espanyol, poi il lungo viaggio cia invece a battere in testa: un Maicon ed Eto’o sulle fasce,
in pullman dei catalani - oltre gol nelle ultime cinque partite Sneijder e Motta in mezzo. E Anche Benzema Ma Govou avrebbe usufruito
1000 chilometri e tappa in per l’argentino, ma soprattut- nel cuore dell’area avversaria? dei servigi della escort di lusso quando era già
Francia - con arrivo a Milano to un evidente calo di forma. Milito, se nella rifinitura dimo- maggiorenne. Ribery invece sarebbe finito a
solo oggi, infine l’infermeria Inevitabile, tra l’altro, per chi strerà di aver recuperato un letto con la ragazza ancora minorenne e, se-
nerazzurra praticamente vuo- di fatto non ha mai riposato e po’ di lucidità. Ma l’impressio- condo le prime indiscrezioni, le avrebbe paga-
ta. Ieri seduta mattutina, fuori che in campo non sa proprio ri- ne è che oggi sarebbe più utile to trasferte aeree a Monaco. L’inchiesta po-
dalla Pinetina una manciata di sparmiarsi. E’ decisamente af- Balotelli: classe, freschezza e trebbe coinvolgere anche il giovane attaccan-
tifosi e uno striscione dedicato faticato Milito e avrebbe forse personalità giuste contro lo te del Real Madrid, Karim Benzema. L’altro
a Eto’o in versione Terminator. bisogno di tirare il fiato, di par- smisurato talento di questo giocatore sarebbe invece il fantasista del Mar-
All’uscita, il camerunese mo- tire dalla panchina per un paio Barcellona. E poi chi lo dice siglia, Hatem Ben Arfa. Altre quattro persone
stra di gradire e ricambia con di partite. Un po’ come Pan- che Milito non possa risultare sono state arrestate nell’ambito dell’indagine.
undici minuti (cronometrati) dev, che dopo un inizio straor- più decisivo a gara in corsa?

Christopher Lambert Nuovo Doblò Cargo


produttore del vino Piedra Negra. il motore della sua impresa.

NUOVO DOBLÒ CARGO. IL FURGONE DEI RECORD, TUO DA 8.500 EURO.


Record nella capacità di carico: fino a 4,6 m3 di volume e 1 tonnellata di portata. Record nell’ecologia: unico nel segmento con motori Euro 5 con Start & Stop e DPF.
Record nei consumi: solo 4,8 litri ogni 100 km con il 1.3 Multijet II Euro 5. Record nel comfort e nella sicurezza di guida: unico nel segmento con sospensioni Bi-link.

Esempio riferito a Nuovo Fiat Doblò Cargo 1.4 Bz 95 CV. Offerta promozionale € 8.500 (IVA, MIS e IPT escluse), valida fino al 30/04/2010 presso le concessionarie Fiat Professional aderenti all’iniziativa e rivolta a soggetti che esercitano attività imprenditoriale e professionale. Consumi riferiti
a Nuovo Doblo Cargo 1.3 Multijet II Euro 5 versione passo corto standard misurati su ciclo combinato.

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• OR G NAL COPY • OR GINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIG NAL COPY • OR G NAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • OR G NAL COPY • OR GINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


LUNEDÌ 19 APRILE 2010
R
10 LA GAZZETTA DELLO SPORT

SERIE A VERSO LA CHAMPIONS


corsi e ricorsi 1
di
GERMANO BOVOLENTA
5 RIPRODUZIONE RISERVATA

Un torpedone
fa sempre paura
Una volta viaggiavano in treno e in corriera.
Lo svedese Lennart Skoglund, detto Nacka,
arriva a Milano Centrale (e poi all’Inter) con
un convoglio partito da Stoccolma. Inebetito,
ma felice. Anche il famoso trio milanista
Gre-No-Li arriva dalla Svezia. Nils Liedholm
racconterà: «Quando il treno è entrato nella
stazione, io, Nordahl e Gren siamo stati
assaliti dai tifosi che tentavano di entrare
dai finestrini. Mamma mia, abbiamo
pensato, è questa l’Italia? Ma volevano solo
autografi».
Allora uomini e club volavano poco e male.
Si spostavano con mezzi di terra e di mare.
Molto treno con cuccetta, «Il calcio e il
ciclismo Illustrato», partite a briscola,
pokerini, due fette di salame e un bicchiere
di rosso. Questo per le lunghe distanze, metti
Udine-Bari.
Nei viaggi interregionali obbligatorio il
ricorso al torpedone, o alla corriera. Posti
stretti e scomodi, i calciatori alti in difficoltà
non riescono a infilare le gambe. Uno
strazio. Il torpedone negli Anni 50 è
un’avventura. In Italia e all’estero. Il Barça
viaggia molto con il torpedone e poi lo fa

Il Barça arriva
le botte e la delusione dello 0-0
w
entrare nel suo ricco museo, al Camp Nou
nel derby, era andato al Camp sul piazzale dell’antistadio, parcheggiato nei
Nou a studiare la strategia per la pressi della porta numero 20. È un
domenica. Si pensava ancora di I NUMERI torpedone dipinto di giallo (come la seconda
poter volare mentre era stato maglia catalana), marca Chevrolet, a bordo
escluso il treno per lo sciopero ci sono inquietanti manichini in cravatta.

in pullman 11
dei ferrovieri francesi. Ultima ra- Undici più l’autista, anche lui in divisa.
tio, il pullman. Alle 12 i Guardio-
la boys hanno cominciato l’alle- Di notte, dicono, la sagoma fa un po’ paura.
namento, poi sono andati a man- le reti segnate Quei manichini, quegli uomini di legno
giare e alle 14.45 sono partiti. dal Barcellona spaventano gli avversari, giocatori e tifosi. Il
nelle quattro Camp Nou è sempre pieno di luce, dentro e

«Un alibi? No»


Musica, film e giochi Dani Alves sfide a fuori, sul piazzale e in campo. Ma i
è salito sul pullman con un visto- eliminazione manichini sono un monito e una minaccia.
so cuscino. «Tanta pazienza, e diretta di Come a dire: venite, venite amici, ci sono
via andare. A una semifinale di questa posti liberi.
Champions io vado anche a pie- Champions Il Barcellona fermato nei cieli da un vulcano
di», ha detto Valdes. «Quella del islandese che si chiama Eyjafjallajökull
viaggio non può essere una scu- (occhio alle ultime quattro lettere) è in
Quasi mille chilometri, ieri sera sosta a Cannes
1
sa», la posizione ufficiale recita- viaggio verso Milano e l’Inter con due
ta da Busquets in conferenza nuovissimi «torpedoni». Autobus griffati,

Nessun dramma, ma le gambe ne risentiranno?


stampa. E allora i 20 convocati con salotti, satellite, bagni, comodità varie e
(ci sono Abidal, non ancora al la sconfitta assortite. Certo, è lunga. Mille chilometri
meglio, e il giovane Fontas, man- dei catalani in anche in due tappe, anche con notte a
VINCENZO MARTUCCI squets che «ruba» la telecamera cano Chygrynskyi che in Cham- questa Cannes, sono sempre mille chilometri.
FILIPPO MARIA RICCI all’operatore di Sky e fa finta di pions non può giocare e l’infortu- Champions: 1-2
5 RIPRODUZIONE RISERVATA
La squadra è partita riprendere Valdes, famiglie incu- nato Iniesta) si sono accomodati interno contro il Certo, Messi e i campeones possono
trequarti d’ora prima riosite, camionisti sorpresi. Per sul bus ufficiale del Barça. Un be- Rubin Kazan nel appisolarsi, evitare la coda ai check-in e i
dOre 19, Autoroute 49. All’au- che riaprissero tutti, foto e autografi. Poi di nuo- stione tirato da un motore Sca- girone body scanner. Possono (volendo) fermarsi,
togrill della località francese di l’aeroporto El Prat e vo a bordo. Si guida verso l’Ho- nia da 480 cavalli, alto 3 metri e eliminatorio alzarsi, sgranchirsi le gambe, farsi un giro
Villetelle Aire d’Ambrussum tel Martinez di Cannes. Albergo 70, lungo quasi 14 metri, 36 po- all’autogrill, consumare (volendo) un
sud, Messi, Busquets e Victor Val- ha viaggiato su un che, ça va sans dire, è sulla Croi- sti, due tavoli da gioco, un salo- «camogli» o una «rustichella» all’italiana.
bus extra lusso
8
des ordinano un caffé. I giovani sette, luogo di culto del cinema ne con un altro tavolo, 6 schermi Non è il massimo, ma i viaggiatori, questi
Jeffren e Pedro si comprano dei mondiale. Oggi la seconda tap- al plasma, 2 dvd, 2 impianti ste- viaggiatori, non sono manichini. Questi
biscotti Mikado, Gabi Milito re- Barcellona, alle 14.45. Arrivo a pa, Cannes-Milano, 351 chilome- reo attrezzati per Cd, Mp3 e digi- sono il Barça-spettacolo. E a bordo
spira solitario seduto sul muret- Cannes alle 22.45. I chilometri tri, stasera alle 19 si ripassa con tale terrestre, connessione wi-fi. i gol del dell’«autocar» non sono salite scuse. Fanno
to esterno. Ibrahimovic non si fa sono 634, i veicoli della comitiva l’allenamento a San Siro, doma- «Tanta musica, qualche film, un capocannoniere paura, anche se scenderanno dallo strano
vedere. È la cronaca di un viag- catalana due: quello superlusso ni l’esamone con l’Inter. po’ di giochi»: così descriveva il Messi in questa viaggio un po’ stanchini. Lo sanno i tifosi
gio un tempo normale ed oggi ufficiale della squadra e un altro viaggio l’alunno Busquets. Cro- Coppa. La metà interisti, lo sanno quelli di Facebook e dei
straordinario. Il Barcellona atter- torpedone con Guardiola e lo Niente aereo Il Barcellona è sta- naca di una gita scolastica che il è arrivata nel blog. Ieri sul pianeta Internet si sono
rato come migliaia di altri pas- staff. Sì, il maestro ha lasciato so- to costretto a questo faticoso di- maestro Guardiola avrebbe evi- 4-1 contro scatenati in battute e piccole perfidie sulla
seggeri dalle ceneri del vulcano li gli alunni. No, nessuno ha mo- versivo turistico dalla chiusura tato. Le gambe dei suoi pupilli l’Arsenal, ritorno nuvola, sulle ceneri e sulle autostrade. Ne
islandese è costretto a raggiun- strato il sedere dal finestrino. I dell’aeroporto El Prat (che ha ne risentiranno? Domani ne sa- dei quarti abbiamo scelta una: «Appello agli addetti
gere Milano in pullman. ragazzi si sono comportati bene. riaperto alle 15.30, trequarti premo di più. dell’autogrill: se vedete uno basso-basso con
Li hanno costretti a una tirata di d’ora dopo la partenza del pull- la maglia del Barcellona, è un bambino che
Guardiola in torpedone Partenza oltre quattro ore prima di arriva- man blaugrana) per gran parte Le notizie sul duello al si è perso. Tenetelo fino a mercoledì che poi
dalla Ciutat Esportiva blaugrana
di San Joan Despì, periferia di
re all’autogrill scelto per la so-
sta. Giocatori in bagno, con Bu-
della giornata. Nella notte tra sa-
bato e domenica il Barça, dopo
vertice della Liga fra
Barça e Real a pagina 28 & mando la mamma a prenderlo...».
Soprattutto se dice di chiamarsi Lionel.

DOPO IL PARI NELLA LIGA LA RIVALE CITTADINA SI CONFERMA LA SQUADRA CHE IL BARCELLONA NON VORREBBE MAI INCONTRARE

Pressing su Xavi: così si frena Guardiola


to però che l’Espanyol nel pri-
mo tempo ha giocato visibil-
mente sopra ritmo (un gol di
vantaggio l’avrebbe in effetti
PAOLO CONDO’ grana - i cugini poveri addirit- guardare alla stracittadina co- trobattere a ogni situazione, meritato), prova ne sia il fatto
5 RIPRODUZIONE RISERVATA tura vinsero 2-1 al Camp Nou. me a una gara fra tante, men- non è in grado di rispondere al- che l’espulsione di Dani Alves,
E nel 2007 fu proprio tre l’Espanyol - che ha orizzon- le intimidazioni. molto affrettata, ha attenuato
dL’Espanyol è la squadra che l’Espanyol, col pareggio in ex- ti assai più limitati - investe nei Il pressing asfissiante su Xavi ma non stravolto il copione del-
il Barcellona non vorrebbe mai tremis di Tamudo nel derby, a due confronti diretti la tensio- in particolare e sulla riparten- la ripresa, favorevole al Barcel-
affrontare, come testimoniano regalare la Liga al Real di Ca- ne nervosa di mezza stagione. za dell’azione in generale sono lona. Se fosse rimasto in undi-
i risultati anche recenti: all’an- pello. La cosa implica agonismo, co- «consigli» che Mourinho certa- ci, potendosi magari giocare
data in casa il Barça vinse 1-0 me si è visto sabato, che a volte mente ha annotato, perché la con maggiore tranquillità la
grazie a un rigore regalato, Vale tutta la stagione Il disagio sfocia nel gioco duro: e il Bar- serata grigia di Messi si spiega carta Ibrahimovic, la sensazio-
mentre nella scorsa stagione - del Barça è quello classico di cellona, a differenza del Real con la fatica a connettersi con ne è che avrebbe finito per pre-
che pure fu l’anno santo blau- un grande club che vorrebbe Madrid che ha uomini per con- la fase di impostazione. Va det- valere.

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


LUNEDÌ 19 APRILE 2010
LA GAZZETTA DELLO SPORT R

Nuovi TV 3D LED Samsung.

Emozioni in una
nuova dimensione.

Con i nuovi TV 3D LED Samsung ogni spettacolo è pura emozione. Vivi l’esperienza tridimensionale
più completa, realistica e coinvolgente, con il lettore Blu-ray 3D e gli occhialini dedicati.
E grazie alla conversione in tempo reale, puoi vedere in 3D qualunque trasmissione TV, evento sportivo,
film in Blu-ray o videogioco. Entra in una nuova dimensione.

Per la visione in 3D è necessario utilizzare gli occhialini 3D attivi.

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• OR G NAL COPY • OR GINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIG NAL COPY • OR G NAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • OR G NAL COPY • OR GINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


LUNEDÌ 19 APRILE 2010
R LA GAZZETTA DELLO SPORT

SERIE A 34ª GIORNATA


IL GOL DECISIVO
Capolavoro
di Pazzini
nel recupero

P
Il Milan scivola
Addio scudetto
La Samp vola:
quarta da sola
Segna Borriello, poi i rossoneri si sciolgono
nella ripresa. Espulso Bonera, Cassano
pareggia su rigore e alla fine decide Pazzini

DAL NOSTRO INVIATO bugdet ridimensionato e una Poteva essere il colpo del k.o..

2 1
SAMPDORIA MILAN LUCA CALAMAI
5 RIPRODUZIONE RISERVATA
raffica di infortuni che hanno
tolto a Leonardo pedine pre-
É un Milan frizzante, che reg-
ge bene a centrocampo grazie IL GOLEADOR
ziose. Il Milan di oggi ha lacu- alla grinta di Ambrosini e Gat-
GENOVA dC'è chi saluta lo scu- ne facili da individuare. La più tuso. Gioia Pazzini
GIUDIZIO 777
MARCATORI Borriello (M) al 20' p.t.; Cassano (S) rigore al 9', Pazzini (S) al 47' s.t.
detto e chi mette il cappello
sul preliminare di Champions.
evidente è alla voce «difensori
centrali». L'infortunio di Nesta Effetto Cassano Il problema è «Un’emozione
(4-4-2) (4-2-1-3)
La schiacciata di Giampaolo
Pazzini in pieno recupero la-
ha lasciato un vuoto incolma-
bile. Thiago Silva ha potenza e
che il Milan ha equilibri preca-
ri. Basta un piccolo intoppo a
pazzesca»
Storari; Zauri, Rossi, Lucchini, Ziegler; Dida; Abate, Thiago Silva, Bonera, scia un segno profondo sul qualità, ma non può tenere in mandare in tilt il meccanismo. GENOVA Quando capisce quel
Semioli, Palombo, Poli (dal 34' s.t. Antonini; Gattuso, Ambrosini (dal 2' campionato. La Samp allunga, piedi da solo il reparto. Ieri Le- Dopo appena due minuti della che ha combinato in campo,
Tissone), Guberti (dal 20' s.t. s.t. Zambrotta); Seedorf; Mancini (dal
Mannini); Cassano, Pazzini. 9' s.t. Oddo), Borriello, Ronaldinho.
solitaria, al quarto posto in onardo è partito con Bonera, ripresa esce Ambrosini per in- con quella zuccata vincente in
classifica, con due lunghezze che ha provocato il fallo da ri- fortunio. La Samp ne approfit- pieno recupero che ha spedito
ALLENATORE Del Neri. ALLENATORE Leonardo.
di vantaggio sul Palermo. Un' gore su Cassano, beccandosi ta subito. Al 9' Cassano si infila la Samp in paradiso, la sfida di
PANCHINA Guardalben, Scepovic, PANCHINA Abbiati, Inzaghi, impresa che porta la firma del anche il cartellino rosso. E il nell'area rossonera e viene at- Marassi è finita da un pezzo:
Regini, Cacciatore, Testardi. Huntelaar, Jankulovski, Albertazzi.
presidente Garrone e del d.g. suo sostituto, Oddo, si è fatto terrato da un disorientato Bo- «Fatico a trovare le parole.
ESPULSI nessuno. ESPULSI Bonera dall'8' s.t. per fallo Marotta capaci, qualche mese beffare da Pazzini sul 2 a 1. nera. Rigore ed espulsione del Un’emozione pazzesca, è vero
da ultimo uomo.
AMMONITI Lucchini, Tissone e Poli fa, di tenere in piedi la baracca Non serve un terzo indizio per centrale rossonero. Fantanto- — ammette Pazzini, al
per gioco falloso. AMMONITI Abate, Ambrosini e nonostante la rottura con Cas- fare una prova. In panchina nio non perdona Dida. Leonar- quindicesimo centro
Borriello per gioco falloso.
sano, un allenatore contestato c'era il giovane Albertazzi: bra- do, in inferiorità numerica, ri- stagionale — tanto che
dalla piazza e un gruppo in cri- vo, ma ancora acerbo. disegna la squadra. Dentro Od- soltanto ora sto cominciando
si d'identità. Oggi Fantantonio do, che va a fare il difensore a realizzare quanto è
abbraccia Del Neri mentre Bene Borriello E dire che il Mi- centrale, e fuori Mancini. La ri- successo. Una grande gioia,
trentamila tifosi impazziti ur- lan, stavolta, era partito bene. voluzione rossonera porta Ro- per me e per tutta la
lano: «Ma il cielo è sempre più Leonardo sceglie Mancini al naldinho al centro. E, d'incan- squadra».
ARBITRO Rizzoli di Bologna. blu». E la Samp punta dritta al- posto di Huntelaar e il brasilia- to, il Milan torna a produrre
NOTE Spettatori paganti 8.358, incasso di 216.076 euro; abbonati 20.405 per la Champions. Non c'è più spa- no al 20' pennella un angolo calcio di qualità. Ma come si La sfida azzurra Una rete per
una quota di 200.765,51. Angoli: 8-4. In fuorigioco: 4-3. Recuperi: p.t. 3', s.t. 4'. zio, invece, per i sogni di glo- che Borriello, di testa, trasfor- spenge Dinho, scompare il Mi- uno, lui e il suo rivale Borriello
POSSESSO PALLA CROSS ria del Milan. ma nel gol dell'1 a 0. Per il cen- lan. Del Neri azzecca le sostitu- (verso il Sudafrica): «E’ ovvio
travanti rossonero è il quinto zioni con Tissone e Mannini. che io ci terrei ad andare al
La chiave La squadra rossone- gol consecutivo. Lo stesso In pieno recupero proprio Mondiale, e proverò a
SAMPDORIA 47% MILAN 53% SAMPDORIA 41 MILAN 10 ra ha già compiuto un miraco- Mancini, tre minuti dopo, sba- quest'ultimo confeziona il continuare così, anche se
TIRI IN PORTA TIRI FUORI lo a restare in corsa fino a me- glia il raddoppio alzando so- cross sul quale Pazzini fa la fo- pure il mio avversario ha
tà aprile nonostante un pra la traversa a porta vuota. tografia a Oddo e beffa Dida. giocato bene». Il traguardo più
IIIIIIII IIII IIIII III immediato, però, si chiama
SAMPDORIA 8 MILAN 4 SAMPDORIA 5 MILAN 3 quarto posto, «ed è per
MOMENTI CHIAVE LA VOLATA PER LA CHAMPIONS E PER L’EUROPA LEAGUE questo motivo che adesso
cercheremo di sfruttare il
PRIMO TEMPO 0-1 SECONDO TEMPO
SQUADRA 35ª 36ª 37ª 38ª piccolo vantaggio in classifica
c GOL! 20' angolo di Mancini e deviazione c GOL! 9' Rigore per fallo di Bonera
vincente di testa di Borriello. (espulso) su Cassano. Lo stesso Cassano SAMPDORIA p.57 ROMA Livorno PALERMO Napoli maturato oggi. Resta il fatto
trasforma dal dischetto. che stiamo vivendo un
38' Girata di Cassano deviata in angolo da PALERMO p.55 Milan SIENA Sampdoria ATALANTA
Dida. 22' Servizio di Ronaldinho per Gattuso: campionato davvero strano.
NAPOLI p.52 Cagliari CHIEVO Atalanta SAMPDORIA
conclusione immediata respinta da Storari. Godiamoci questo successo,
39' Colpo di testa di Lucchini respinto da
Dida. c GOL! 47' Cross di Mannini e deviazione JUVENTUS p.51 Bari CATANIA Parma MILAN poi fra due giorni inizieremo a
vincente di testa di Pazzini. GENOA p.48 Lazio BARI Milan CATANIA pensare alla Roma».
fi.gri.
■ Legenda: in MAIUSCOLO le partite in trasferta

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• OR G NAL COPY • OR GINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIG NAL COPY • OR G NAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • OR G NAL COPY • OR GINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


LUNEDÌ 19 APRILE 2010
LA GAZZETTA DELLO SPORT R

20’
PRIMO TEMPO
Il Milan era
9’
SECONDO TEMPO
All’inizio della
x LE PAGELLE di L. CAL.

andato ripresa il HANNO


a segno con pareggio della DETTO SAMPDORIA STORARI SICURO, LUCCHINI DISTRATTO
Borriello, pronto Sampdoria.

7 h7 h7
ad anticipare Fallo di Bonera
tutti su un (espulso) e
calcio d’angolo rigore realizzato L’ALLENATORE IL MIGLIORE
battuto da dallo stesso Delneri Cassano
Mancini. Il Cassano. Poi, al Non si
disunisce ed E dire che i tifosi della Samp lo Prova di testa, di destro al volo, con
primo tempo si 47’, in pieno volevano cacciare. E’ un rasoterra in corsa. Dida sembra
esalta le doti
era chiuso con i recupero, V di Pazzini e stato bravo a non perdere la imbattibile. Poi segna con un rigore
rossoneri in arriverà il gol di Poli Il risultato Cassano testa e a non cedere a Cassano calciato con la freddezza del killer.
vantaggio Pazzini è giusto.
PEGASO FOTOPRESS Adesso
abbiamo
quattro gare
toste, Roma
sarà un test
mportante. 6,5 6 6 5,5 6 6
Storari Zauri Rossi Lucchini Ziegler Semioli
I VINCITORI FESTA DI GARRONE E DELLA SAMP Scatta come La sua benzina É uno bello Si «dimentica» Affonda senza Il suo calcio è

«Abbiamo
una molla per si chiama tosto. Ha Borriello sul gol paura sulla tutto scatti e
levare dai pali esperienza. É anche la che regala il corsia di pause.
una conclusione sempre nel personalità per momentaneo sinistra. I tempi L’impegno c’è,
avvelenata di posto giusto, al far partire vantaggio al sono giusti, la sostanza un
Gattuso. É momento l’azione: non ha Milan. E manca però di po’ meno. Non
come il vino: giusto. Anche i piedi sensibili quando si un pizzico di riesce mai ad

voglia di
V invecchiando se l’autonomia di Cassano, traveste lui da personalità in arrivare al tiro.
Lucchini migliora. è limitata. però bomber viene fase conclusiva. Può fare
Domenica ci tecnicamente gelato da un meglio.
aspetta un’altra non è male. miracolo di
battaglia contro Dida.

Champions»
una squadra
che si sta
giocando lo
scudetto.

FILIPPO GRIMALDI una parola speciale bisogna 6 6,5 s.v. 5,5 6,5 7
5 RIPRODUZIONE RISERVATA spenderla per l'allenatore. Palombo Poli Tissone Guberti Mannini Pazzini
Ora, però, cerchiamo comun- Non si Il ragazzino Entra e sbaglia Impacciato. Frizzante come Sente la sfida,
GENOVA d Mollate gli ormeggi que di rimanere con i piedi per nasconde mai. sfida senza il primo Insicuro. A una coppa di in chiave
e preparate i passaporti. Ades- terra». Da vero paura chiunque passaggio tratti sembra champagne. Il azzurra, con
so si può dire, semplicemente capitano. gli passa a tiro. scatenando che corra con il suo ingresso Borriello. Il
Commette, Anche un l’ira di Del Neri. freno a mano trasmette una «Pazzo»
perché è la verità. E il presiden- La speranza É una parola, per- V però, una serie simbolo del tirato. E’ il scossa alla pareggia il
te Riccardo Garrone lo ripete ché è qui la festa, e pure Del- Oddo Poi, però,
di errori calcio italiano primo che Del Samp. In più c’è conto andando
una, due, tre volte: «Abbiamo neri deve ammettere che certi Il nostro come Gattuso. regala alcune Neri richiama in l’assist per
incomprensibili in cielo a
voglia di Champions», mentre segnali fanno ben sperare, no- obiettivo in fase di Ha numeri veri. aperture panchina. Pazzini. deviare il
la sua voce, rotta dall'emozio- nostante lui non sia affatto in- adesso è costruzione di importanti. perfetto cross
ne, viene travolta dall’onda cline ai facili entusiasmi: «Mi è diventato quello gioco. di Mannini.
dei cori di uno stadio impazzi- piaciuto lo spirito dei miei gio- di mantenere il
to e di una tifoseria blucerchia- catori, perché non era facile terzo posto in
ta che, a fine gara, si è riversa- giocare contro un avversario classifica.
ta per strada come e forse più
della magica notte del derby,
così grande, dopo avere speso
tante energie nel derby. Evi- MILAN THIAGO SILVA UN GIGANTE, ODDO SBAGLIA
appena otto giorni fa. «Il mio

6
dentemente adesso i giocatori
momento più bello da quando
sono presidente».
credono fortemente nelle loro
h 6,5 h7
Giampaolo L’ALLENATORE IL MIGLIORE
Pazzini La premonizione Strana squa- Leonardo Borriello
festeggiato da dra, questa Sampdoria partita Delneri: «Per batterci Anche in dieci
Quel che resta del vero Milan Il gol è un gioiello. E poi il
Cassano e da troppo forte (lo hanno detto lo- nelle ultime due cerca la
non lo tradisce e sta in partita centravanti con la squadra in dieci
vittoria. Paga
Semioli dopo il ro, i protagonisti), smarritasi partite casalinghe a caro prezzo fino al recupero. Poi Oddo resta fa reparto da solo. La sfida con
gol che ha per strada, tornata a vivere e a a guardare Pazzini. Pazzini finisce pari per gol e voti.
sognare con il jolly Pozzi, in at-
dovranno venire qui le assenze
deciso la
partita tesa che Fantantonio si ripren- con i carrarmati. Con
GETTY IMAGES desse il suo posto al fianco di calma rinnoverò»
Pazzo Pazzini. «La nostra è sta-
ta una prova straordinaria —
sottolinea ancora il numero possibilità, e la tifoseria sta fa-
uno della società di Corte Lam- cendo altrettanto, anche se 6,5 6 7 5,5 6 6
bruschini —, ma ditemi cos'ha qualcuno dovesse sbagliare: si Dida Abate Thiago Silva Bonera Antonini Gattuso
fatto il Palermo. Pari? Allora è visto, contro il Milan non ha Schizza per Benino da Un gigante. E' il Combatte da Recita il Sfiora il gol con
siamo quarti da soli. Secondo mai smesso di sostenerci. E deviare un difensore presente e, tempo con compitino un destro a
me, a questo punto, possiamo poi si parla sempre tanto delle siluro di esterno, benino soprattutto il problemi senza mezza altezza.
farcela anche all'Olimpico con Cassano e vola da futuro, del muscolari. concedersi Unico acuto
giocate e dei gol di Pazzini e Milan. Per molti avventure.
a deviare un centrocampi- Leonardo lo dentro una
la Roma». Cassano, ma ci tengo a ribadi- tratti di gara Ordinato ma
colpo di testa sta. Una partita rilancia e lui prova da
re che per me i giocatori sono di Lucchini. da 6. Del resto, tiene in piedi da regge bene per banale. Sbanda gregario. Non è
La certezza Crederci è un dove- davvero tutti nell’Olimpo». Non è ancora non deve solo la difesa un tempo. Poi, con l’ingresso nemmeno
re, prima che un diritto. Lo era da pensione. essere lui a rossonera. rovina tutto dello scatenato lontano
sino a ieri, lo è a maggior ragio- Il sogno Non è ancora finita, Incolpevole sui fare la con il rigore e Mannini. parente del
ne adesso. «Questa squadra Delneri ha altri desideri in fon- gol. differenza. l’espulsione. vero Gattuso.
ha fatto una prestazione incre- do al cuore. Aspetta di vedere
dibile», racconta Garrone, che «Cassano in doppia cifra, per-
rivela pure un gustoso retro- ché per me lui è un vero golea-
scena: «Prima della gara ho in- dor, e può fare ancora di più»,
contrato Delneri e gli ho chie- nonostante i cinque gol segna-
sto come sarebbe potuta anda- ti nelle ultime sei partite. Poi
re a finire questa partita con il arriverà pure la firma sul rin- 6 5,5 6 6 5 6,5
Milan. "Ce la possiamo fare", novo del suo contratto: «Con Ambrosini Zambrotta Seedorf Mancini Oddo Ronaldinho
mi ha risposto. calma, però. Ci Porta legna al Le incursioni Appare e Non è più Leonardo lo Dorme per un
Aveva ragio- Luigi Delneri sono ancora centrocampo sono sempre scompare dalla esplosivo come schiera da tempo. Poi si
ne, eccome. due mesi di tem- rossonero. «telefonate». partita. una volta. difensore sveglia e il
Ce l'abbiamo Chiede il Peccato Trotterellando Conquista la centrale. Lui Milan cambia
po. E poi la fret- sufficienza per
cambio in avvio perché i in mezzo al prova ad colore.
fatta». É la vit- ta non ha mai come calcia
di ripresa per centrocampisti campo. Le sue adattarsi. Confeziona due
toria del grup- prodotto cose un fastidio rossoneri lo accelerazioni l’angolo che Pazzini lo brucia assist sprecati
po, non solo di giuste». Nel frat- muscolare. cercano in producono propizia il gol di nell’azione che da Gattuso e
Cassano o di Pazzi- tempo, Delneri Ammonito, continuazione. sempre testa di decide la Borriello. Poi,
ni, ma anche la rivin- lascerà parlare il salterà la gara Meglio in fase qualcosa di Borriello. partita. Un però, si
cita dopo la partita campo: «E, nelle di Palermo. difensiva. interessante. errore fatale. riaddormenta.
dell'andata. Il presi- due gare in casa,
dente: «Non vor- per batterci do-
rei parlare dei sin- vranno venire
goli, mi sono pia- TERNA ARBITRALE: RIZZOLI 6,5 Giusto il rigore, giusta l’espulsione di Bonera. Lo aiutano anche
qui con i car- i sorrisi di Cassano e Ronaldinho. DI LIBERATORE 6 - PAPI 6
ciuti tutti, ma rarmati».

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• OR G NAL COPY • OR GINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIG NAL COPY • OR G NAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • OR G NAL COPY • OR GINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


LUNEDÌ 19 APRILE 2010
R LA GAZZETTA DELLO SPORT

SERIE A 34a GIORNATA


Leonardo, dalla
prima T
è nostalgia? di
ALBERTO CERRUTI
5 RIPRODUZIONE RISERVATA

Capolavoro
«Io penso di Ranieri
Sotto di un gol e di due punti

a finir bene»
all’Inter, ma soprattutto mai
in partita nei primi 45’,
Ranieri sorprende tutti
togliendo il capitano di
sempre e quello del futuro.
Mossa tanto audace quanto
Galliani spiega: «Gli mancano i rischiosa, per le
ripercussioni in caso di

figli che vivono in Brasile». E il


sconfitta, che conferma una
scomoda verità. Nel calcio, a
qualsiasi livello, l’equilibrio
tecnico: «Non devo dire nulla» Una smorfia di Leonardo, 40 anni. Il tecnico brasiliano è alla prima stagione sulla panchina del Milan ANSA
conta più dei nomi, la cui
importanza è direttamente
proporzionale al
DAL NOSTRO INVIATO mio futuro evidentemente non Dice Galliani: «Ho letto cose in- Orgoglio E parla di infortuni e condizionamento psicologico
ALESSANDRA BOCCI disturba i miei giocatori». verosimili e fantasiose. Ma non sfortuna, parla di momenti bel- che può esercitare sui
Sembra vicina la fine ci sono problemi con la società, tecnici. In questo caso, il
li, di comportamenti commo-
5 RIPRODUZIONE RISERVATA
Una questione privata Il fiume dell’avventura di non c’è niente di tecnico, c’è venti da parte dei suoi giocato- fascino del tridente
GENOVA dIl Milan saluta la com- di parole parte da lontano e or- Leonardo sulla una sua nostalgia. Leonardo ha ri. «Abbiamo fatto una grande Totti-Vucinic-Toni, invocato
mai sembra sempre più eviden- parlato con il presidente Berlu- da tutti prima, si trasforma
pagnia-scudetto e se ne va, e
te che il Brasile è nella mente di
panchina del Milan: sconi anche ieri sera (sabato,
partita, meritavamo un pareg-
in un azzardo tattico poi,
magari se ne va anche Leonar- «Ma a Genova gio. E io sono felice perché que- perché la Lazio per un tempo
Leonardo, anche se non si sa in ndr). Non c’è un problema di sta squadra ha sempre cercato
do, che mantiene la consegna
del silenzio e del carpe diem, il
che forma. Certo non in quella meritavamo il pari» rafforzamento della squadra. il gioco. E non credo che questa
è padrona del centrocampo,
di panchina della nazionale, Se Leonardo dovesse partire, grazie anche
futuro è oggi e non vado oltre la stagione sia paragonabile a all’irriconoscibile De Rossi.
della quale non si è mai parla- e magari anche delle Olimpiadi ma credo proprio di no, sarà
partita. «Io penso a questo, ab- to, anche perché c’è un Mondia- del 2016. Però è tutto vago, vo- esclusivamente per problemi fa- quella passata, quando abbia- Ritrovato l’equilibrio con
biamo il dovere di finire bene. le da vivere con un c.t., Dunga, ci che si rincorrono, e il vicepre- miliari, per il rapporto con i mo fatto la coppa Uefa. Credo Taddei e Menez, la Roma
E vogliamo farlo, la squadra è che vorrebbe addirittura arriva- sidente del Milan Adriano Gal- suoi figli». Che sono tre, un ra- che non sia un paragone tanto viene graziata da Floccari
concentrata come me su que- re al 2014, cioè a giocarsi la liani dà invece una spiegazione gazzo e due ragazzine, il più logico». E già elogi a tutti quelli che spara sul bravissimo
sto. Abbiamo ancora quattro Coppa del mondo in casa. E nel diversa. Il Brasile, sì. Leonardo grande, Lucas, ha 16 anni, poi che hanno lavorato con lui. Julio Sergio il rigore del
partite, il nostro obiettivo è co- futuro di Leonardo potrebbe es- ci pensa. Ma in forma di fami- ci sono Julia e Joana. Richiesto Sembra la lista dei ringrazia- possibile 2-0. Poi la
me sempre giocare bene. Que- serci semmai questo, un ruolo glia, di figli, che sono tre, e so- di una spiegazione, Leonardo menti quando ti danno un doppietta di Vucinic, in 10
sta ricerca c’è stata per tutta la importante nel comitato orga- no tornati a vivere in Sud Ame- taglia corto: «Io non devo dire Oscar. Anzi, per la verità sem- minuti, allunga a 6 il
stagione e il fiume di parole sul nizzatore della manifestazione rica con la madre da un pezzo. niente. Penso alle partite». bra di stare ai titoli di coda. numero di vittorie
consecutive (in una serie di
24 partite senza sconfitte)
dei giallorossi che lottano
ALTRI PROBLEMI fino all’ultimo secondo come
lupi assatanati, per sbranare
A Palermo due prede in una volta: la
Lazio in campo e l’Inter
senza mezza davanti alla tv. L’ultima
ciliegina tattica di Ranieri,
squadra che non si vergogna di far
GENOVA Ignazio Abate ha
entrare un altro
centrocampista, Brighi, al
quasi gli occhi lucidi: «Il mister
posto del goleador Vucinic,
è una persona fantastica». Ma
diventa così la felice sintesi
non c’è solo il problema del
dell’esaltante campionato
possibile addio di Leonardo della Roma, capace di
nell’aria: c’è la speranza di rimontare 14 punti ai
arrivare in testa ormai svanita, campioni d’Italia, senza
c’è il terzo posto che smettere mai di stupire.
scricchiola, anche se 7 punti di Adesso è tutto più difficile
vantaggio sono tanti. E c’è il per l’Inter, anche perché
problema degli squalificati che dopo la trasferta a
si aggiunge a quello dei tanti Barcellona giocherà proprio
infortunati. Altro che scudetto: in casa della Lazio che non è
il Milan si conta e mette ancora salva e le ha già
insieme i cocci per Palermo. strappato la Supercoppa
Fuori Ambrosini (squalificato e italiana a Pechino, primo
infortunato), Bonera e titolo perso da Mourinho. Ma
Borriello (squalificati), Favalli in attesa di andare
(infortunato). Non recuperabili all’Olimpico, Zanetti e
Nesta (che tornerà nella compagni dovranno
prossima stagione) e Pato liquidare l’Atalanta, altra
(qualche tentativo si potrà squadra che si sta battendo
fare per le prossime partite). disperatamente per non
Incerti Kaladze e Flamini, che retrocedere. Anche la Roma,
ha ancora problemi a una però, rischierà contro le
spalla. La situazione non è vecchie conoscenze Delneri
allegra. Potrebbe esserci e Cassano, soli al quarto
spazio per Albertazzi, uno dei posto con vista Champions,
difensori centrali della dopo aver spento le ultime
Primavera che Leonardo non speranze da scudetto del
ha fatto giocare ieri, «perché Milan, in inferiorità
mi sembrava un momento numerica nella ripresa per
sbagliato per buttarlo dentro, l’espulsione di Bonera. Per il
in dieci contro undici, in una quarto posto Champions,
partita come questa», spiega. però, continuano a sperare
Molte alternative, per anche il Palermo, che passa
Palermo, non se ne vedono.
dallo 0-2 al 2-2 a Cagliari, e il
«Sarà il caso di cominciare a
Napoli lanciato dalla
buttare l’occhio dietro di noi»,
doppietta di Lavezzi a Bari.
Non spera quasi più, invece,
ammette Abate.
la Juventus mai così lontana
Fosse solo l’addio allo (6 punti) dal traguardo
scudetto, sarebbe pure minimo di una stagione
sopportabile. Ma dopo minima. Classico esempio di
Genova, il Milan è in capolavoro al contrario. E
emergenza totale. ogni riferimento a quello di
al.bo. Ranieri non è puramente
casuale.

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• OR G NAL COPY • OR GINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIG NAL COPY • OR G NAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • OR G NAL COPY • OR GINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


LUNEDÌ 19 APRILE 2010
LA GAZZETTA DELLO SPORT R
15

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


LUNEDÌ 19 APRILE 2010
R
16 LA GAZZETTA DELLO SPORT

SERIE A 34a GIORNATA


Miccoli scrive il finale LE PAGELLE
CAGLIARI 6,5 PALERMO 6,5
di ALESSIO D’URSO

di Cagliari-Palermo
IL MIGLIORE
h 7,5 MARCHETTI SIRIGU 6,5 Reattivo su Dessena e
Matri. Applausi.
Si oppone due volte a Goian e ad CASSANI 6 Guadagna metri di
un destro di Pastore, che riflessi campo nella ripresa, ispira Miccoli.
sul colpo di testa di Budan.
PISANO 6 Presidia la fascia con KJAER 6 Ragatzu e Matri non gli
ordine, balla nel finale. procurano dispiaceri. Baluardo.
MARZORATTI 6 Limita le GOIAN 6 Vicinissimo al gol di testa
Debutto sprint per il tandem Melis-Festa: sardi sul 2-0 all’88’ proiezioni offensive, Miccoli è un
brutto cliente.
in due occasioni, sbavature nel
convulso finale. Giallo pesante.

Ma il rosanero non ci sta: gol e assist al 95’ per il clamoroso 2-2 ARIAUDO 6 Personalità da
vendere.
BALZARETTI 6,5 Assist di destro
per Goian, impacchetta cross.
ASTORI 6,5 Ringhia su Cavani. MIGLIACCIO 6 Sfortunata
deviazione sul gol di Cossu.
CAGLIARI 2 AGOSTINI 6 Ci mette muscoli ed
esperienza. LIVERANI 5,5 Detta i tempi,
erroraccio nel finale.
PALERMO 2 DESSENA 6 Ci prova dalla
distanza, alza il Cagliari quando il NOCERINO 6 Chiusura importante
Palermo si fa più pressante. su Cossu, fa a sportellate con
GIUDIZIO 777
PAROLA 6,5 Si batte come un Dessena.
PRIMO TEMPO 1-0
leone finchè ce n'è. Ordinato. BERTOLO 6 Il gaucho mantiene
MARCATORI Cossu (Ca) al 27' p.t., Jeda nerboruto il braccio sinistro del
(Ca) al 43' s.t., Miccoli (P) al 44' s.t., LAZZARI 6,5 Trasforma un
pallone sul fondo in un lancio per Palermo.
Hernandez (P) al 50' s.t.
Cossu in occasione dell'1-0. PASTORE 6,5 Più intraprendente
CAGLIARI (4-3-1-2) Marchetti; Pisa-
no (dal 13' s.t. Marzoratti), Ariaudo, COSSU 6,5 Traiettoria che beffa nel secondo tempo (Budan s.v.)
Astori, Agostini; Dessena, Parola, Laz- Sirigu, mezzi tecnici eccellenti. HERNANDEZ 7 Scelta premiante:
zari; Cossu (dal 30' s.t. Jeda); Nené, Ra- JEDA 6,5 Ricama sulla trequarti, l'uruguaiano, sempre in agguato,
gatzu (dal 10' s.t. Matri). ALLENATORE lascia ancora una volta il segno.
scatto da centometrista e gol.
Melis-Festa. PANCHINA Lupatelli, Baro-
ne, Naingollan, Larrivey. AMMONITI NENE' 6,5 Crea grattacapi a CAVANI 5 Irretito da Astori, non
Cossu per comportamento non regola- Goian, spina nel fianco. vede Pastore solo in area.
mentare, Ariaudo per gioco scorretto.
RAGATZU 6 Non graffia, ma IL MIGLIORE
PALERMO (4-3-1-2) Sirigu; Cassani,
Kjaer, Goian, Balzaretti; Migliaccio, Li-
almeno lotta con ardore. . h 7 MICCOLI
verani, Nocerino (dal 30' s.t. Bertolo); MATRI 6 Largo a sinistra, Ci prova da tutte le posizioni, firma
Pastore (dal 43' s.t. Budan); Hernan- intercetta il passaggio di Liverani il 16˚ gol stagionale e l'assist per
dez, Cavani (dal 16' s.t. Miccoli). ALLE- da cui origina il gol di Jeda. Spreca
Hernandez. Con lui il Palermo ha
NATORE Rossi. PANCHINA Benussi, Cal- il match-point nei titoli di coda.
gli occhi di tigre.
deroni, Celutska, Morgarella. AMMONI- 100ª presenza in A per lui.
TI Hernandez e Goian per gioco scor- All. MELIS-FESTA 6 Buon All. ROSSI 6 Inserisce Miccoli al
retto. impatto, poi il Cagliari rimette in momento giusto, Hernandez
ARBITRO Rocchi di Firenze. gioco il Palermo. ripaga la sua fiducia.
NOTE spettatori e incasso non comunicati. Ti-
ri in porta: 7-9 (1 traversa). Tiri fuori: 5-2. An-
goli: 5-8. In fuorigioco: 3-2. Recuperi: 1' p.t.,
TERNA ARBITRALE: ROCCHI 6 Tira alla cieca su alcuni contrasti, ma sul
4' s.t. recupero (del recupero) ha ragione lui. CARIOLATO 6-DE LUCA 6.
Stretta di mano tra i protagonisti della rimonta rosanero: da sinistra Abel Hernandez e Fabrizio Miccoli LAPRESSE

DAL NOSTRO INVIATO mio per tutto il primo tempo gli ciata di Goian al 24', poi, in
STEFANO BOLDRINI avversari, ma tentenna in due chiusura di tempo, è stato bra-
5 RIPRODUZIONE RISERVATA azioni di contropiede che po-
I padroni di casa vo a respingere la seconda zuc- IL DOPOPARTITA DEI PRESIDENTI
trebbero chiudere la partita. giocano meglio, ma cata del difensore. Tra i due ca-
CAGLIARI dUna bella partita im- L'uomo del ribaltone, nel Paler- sprecano. I siciliani polavori, il gol di Cossu, un de- Cellino: «Siamo stati sfortunati»
perfetta: avrebbe fatto saltare mo, è Miccoli. E' il grande esclu- concreti al momento stro al volo su suggerimento di
dalla sedia Gianni Brera. Un so, all'inizio. Entra al 16' della Lazzari, con deviazione di Mi- Zamparini replica: «Anche noi»
cocktail di invenzioni ed erro- ripresa e trasforma i siciliani: decisivo. Hernandez gliaccio.
racci, di mosse a sorpresa ed in- prima segna, poi ispira il pareg- inafferrabile CAGLIARI Rossoblù in silenzio stesso allenatore». Sul gol del
genuità. Finisce in parità per- gio. Strana storia, la sua esclu- La riscossa Nella ripresa, avan- stampa, Palermo in festa. Per il pari: «Quando capitano queste
ché il Cagliari gioca meglio, ma sione, ma il clan siciliano confe- toi nell'intervallo per dare le ti Palermo e indietro Cagliari. I Cagliari parlano solo Cellino e cose, c'è un po' di sfortuna».
spreca molto, mentre il Paler- ziona questa spiegazione: era dritte giuste: in quel momento sardi hanno cercato di sfrutta- Marchetti, migliore in campo tra Anche Zamparini scomoda la
mo per un'ora gira a vuoto, ma diffidato, quindi a rischio con- il Cagliari stava vincendo 1-0. re il contropiede, ma prima i sardi: «Grande rammarico, ci dea bendata: «Non ricordo che
al momento decisivo tira fuori tro il Milan. Non solo: le sue Il Palermo, in piena corsa Dessena e poi Cossu hanno fat- tenevamo a vincere. Ma è un la mia squadra — dice il
il cinismo della squadra vera, energie andavano centellina- Champions, si è presentato con to flanella. Un errore di Livera- periodo in cui ci va tutto storto» presidente del Palermo — abbia
trovando il pareggio al 49' e te. il duo d'attacco Cavani-Hernan- ni ha lanciato Jeda verso il 2-0: spiega il portiere. Il patron è mai fatto gol con una deviazione
14". Il presidente Cellino conte- dez ed ha sbagliato l'approc- cavalcata solitaria di 50 metri e scuro in volto: «Il Cagliari non ha fortunosa come quella di
sta la rete perché fuori tempo La chiave Era lecito attendersi cio: troppo compassato, trop- pallone rasoterra ad infilare Si- debiti con nessuno. Quest'anno Migliaccio sul tiro di Cossu».
massimo — Rocchi aveva con- un Cagliari choccato dopo l'eso- po sotto ritmo, troppo molle in rigu. Il 2-0 è maturato mentre non ci hanno regalato nulla, da Caustico Rossi: «Mi aspettavo
cesso 4’ di recupero —, ma un nero di Allegri. Sbagliato: è en- attacco. Le occasioni migliori, cominciavano a scorrere i titoli qui alla fine la squadra giocherà questo Cagliari». Alle stelle
infortunio di Astori e relativi trato in campo determinato ed per un'ora, sono arrivate dalle di coda, ma Miccoli, al 44', ha dando l'anima, lo garantisco io. Miccoli: «Un gol per me molto
soccorsi hanno costretto l'arbi- ha aggredito il Palermo. In pan- capocciate di Goian. Il difenso- piazzato il sinistro su cross di Così come con il Palermo, nelle importante. Sono a 2 reti da Di
tro ad allungare di un altro mi- china, Melis. In tribuna, il co-al- re romeno ha esaltato Marchet- Cassani e, all'ultimo sospiro, il ultime 4 partite daremo tutto». Maso. Oggi in 5' abbiamo fatto
nuto: tutto regolare, non c'è lenatore Festa e, soprattutto, il ti, migliore in campo davanti 2-2: tocco di Hernandez su as- Cellino allunga: «Non abbiamo un miracolo. Il Sudafrica?
scandalo. Cossu è l'uomo del presidente Cellino. Narrano gli all'inviato di Lippi, Peruzzi. sist di Miccoli. Gran festa del cambiato modulo e giochiamo Meglio non ci pensarci».
destino nel Cagliari: trova il spifferi di spogliatoio che Celli- Marchetti ha respinto con l'aiu- Palermo, ma per la zona Cham- come se ci fosse sempre lo Mario Frongia
gol dell'1-0, manda al manico- no sarebbe calato negli spoglia- to della traversa la prima capoc- pions c’è ancora da soffrire.

© 2010 Ubisoft Entertainment. All Rights Reserved. Splinter Cell, Splinter Cell Conviction, Sam Fisher, the Soldier Icon, Ubisoft, Ubi.com and the Ubisoft logo are trademarks of Ubisoft Entertainment in the U.S. and/or other countries. / Xbox, Xbox 360, Xbox LIVE, and the Xbox logos are trademarks of the Microsoft group of companies and are used under license from Microsoft.

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


LUNEDÌ 19 APRILE 2010
LA GAZZETTA DELLO SPORT R
17

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


LUNEDÌ 19 APRILE 2010
R
18 LA GAZZETTA DELLO SPORT

L’auto con grandi idee.

i20 tua a 9.900 euro con ESP, 6 airbag, clima,


radio CD, fendinebbia, finanziamento a tasso 0
e due anni di assicurazione incendio e furto gratuita*.
Nelle concessionarie Hyundai ad aprile anche di domenica**.

i20: consumo max (l/100 km) urbano da 5,5 a 8,8/extraurbano


da 3,8 a 6,0/combinato da 4,4 a 7,0. Emissioni CO2 max (g/Km): da 113 a 142.

*Hyundai i20 a 9.900 euro e Tasso Tan Zero con copertura Incendio e Furto per 24 mesi gratuita. Grazie al contributo della rete Hyundai. Hyundai i20: prezzo di vendita 9.900 euro,
antic. 1.400 euro, istruttoria 275 euro, finanziato 9.169,87 euro, 36 rate mensili da 255.00 euro comprensive di assicurazione del credito.
Copertura Incendio e Furto per 24 mesi gratuita. Tan 0,07%, Taeg 2,64%. Imposta sostitutiva 0,25% dell’importo finanziato. Incasso rata euro 2.50 con RID, euro 2.00 con boll. post.
Invio comunicazioni periodiche euro 2.81. Condizioni contrattuali di finanziamento e polizza ass.va su Fogli Informativi e Nota Informativa in concessionaria.
Salvo approvazione della banca erogante. Messaggio promozionale. Offerta valida fino al 30/04/2010. Prezzo riferito a: i20 1.2 Classic benzina 3 porte con 6 airbag, ESP, radio CD,
climatizzatore e fendinebbia . Versione fotografata i20 con allestimenti speciali. **Per le concessionarie Hyundai aderenti all’iniziativa.

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


LUNEDÌ 19 APRILE 2010
LA GAZZETTA DELLO SPORT R
19

SERIE A 34a GIORNATA


BARI 1 LE PAGELLE di MI.MAL.

NAPOLI 2 BARI 5 NAPOLI 6,5


GIUDIZIO 77
GILLET 5,5 E’ un po' troppo fuori DE SANCTIS 6 L’unico dubbio
PRIMO TEMPO 0-1 dai pali sul primo gol di Lavezzi. nasce sul gol subito, ma
MARCATORI Lavezzi (N) al 28’ p.t e 12’ nell’insieme non fa danni.
s.t, Almiron (B) al 31’ s.t.
BELMONTE 5,5 Nel primo tempo
subisce la spinta di Zuniga. SANTACROCE 6,5 Rientrava dopo
BARI (4-4-2) Gillet; Belmonte, Masiel-
MASIELLO A. 6 Non ha dovuto 7 mesi e ha annullato Castillo. Un
lo A., Bonucci, Parisi; Alvarez, Gazzi,
De Vezze (dal 13’ s.t. Almiron), Alle- faticare troppo per tenere a bada ritorno importante il suo in questo
gretti (dal 25’ s.t. Masiello S.); Barre- l’inconsistente Denis. Salterà la finale di stagione.
to, Castillo (dal 13’ s.t. Sforzini). PAN- Juve per squalifica. RINAUDO 6 Attento, non concede
CHINA Padelli, Stellini, Koman, nulla nemmeno a Sforzini, che è
Gasztonyi. ALLENATORE Ventura.
BONUCCI 5,5 Favorisce il
secondo gol di Lavezzi. alto quanto lui, sulle palle alte.
NAPOLI (3-4-1-2) De Sanctis; Santa-
croce, Rinaudo, Grava; Campagnaro, PARISI 5 Deve preoccuparsi di GRAVA 6 Dalle sue parti non
Pazienza (dal 39’ s.t. Bogliacino), Gar- Campagnaro, resta troppo dietro. succede nulla di rilevante.
gano, Zuniga; Lavezzi; Hamsik, Denis ALVAREZ 5 Esibisce una buona CAMPAGNARO 6 Non è nella
(dal 39’ s.t. Dossena) PANCHINA Iez-
tecnica individuale. E basta. condizione migliore, tuttavia non
zo, Rullo, Iuliano, Maiello, Hoffer. AL-
LENATORE Mazzarri. GAZZI 5 Fa fatica contro Pazienza demerita.
e si prende il giallo che gli farà PAZIENZA 5,5 Si frattura il setto
ARBITRO Bergonzi di Genova. scattare la squalifica. nasale, ma è stanco comunque.
AMMONITI: Masiello, Gazzi, Belmonte (Bogliacino s.v).
DE VEZZE 5 Il centrocampo Napoli
(B) , Santacroce, Grava, Zuniga (N)
per gioco scorretto.
non è in giornata. E lui pure. GARGANO 5,5 Anche per lui non è
un buon momento e il
NOTE Paganti 6.353, inc. di 132.019,00 euro. IL MIGLIORE
Abbonati 13.154 per una quota di 161.707,00
euro. Angoli: 0-1. Fuorigioco: 3-0. Tiri in por-
h 6,5 ALMIRON centrocampo ne risente.
ZUNIGA 6 La continuità ne sta
ta: 5-4. Tiri fuori: 3-3. Rec.: 1’ p.t., 5’ s.t. Entra lui ed il Bari inverte la favorendo la crescita.
Ezequiel Lavezzi, 24 anni, argentino, abbracciato dal suo grande amico, il colombiano Juan Camilo Zuniga CUOMO tendenza per una decina di minuti.
Segna il gol della speranza.

Lavezzi show a Bari


IL MIGLIORE
ALLEGRETTI 5,5 Qualche buona
h 7,5 LAVEZZI
giocata, nulla di più. La differenza l’ha fatta lui,
MASIELLO S. 5,5 Il suo ingresso segnando le due reti che hanno
non cambia nulla. rilanciato le ambizioni-Champions
del Napoli.
BARRETO 5 Rinaudo e Grava non

Napoli torna in corsa


gliela fanno vedere mai. HAMSIK 6 Una prestazione a
CASTILLO 5 E’ nervoso, cerca metà, senza entusiasmare.
sempre il fallo e non tira mai. DENIS 5,5 Un solo tiro in porta.
SFORZINI 5 Entra per dare (Dossena s.v.)
consistenza all’attacco: inutile. ALL. MAZZARRI 6,5 Complimenti:
ALL. VENTURA 5 L’emergenza è il primo allenatore del Napoli ad
non giustifica una prestazione così aver raggiunto quota 52 punti in
Due prodezze dell’argentino rilanciano le ambizioni europee della scialba. serie A.

squadra di Mazzarri. Il Bari è in caduta libera: terzo k.o. di fila TERNA ARBITRALE: BERGONZI 6,5 Sei ammonizioni e mette in riga
tutti. D’Agostino 6 - Lanciani 6

DAL NOSTRO INVIATO ra che ha dovuto sommare De Sanctis, intanto, viene im-
MIMMO MALFITANO un’altra sconfitta, la terza con- pegnato soltanto da Allegretti
5 RIPRODUZIONE RISERVATA secutiva. L’ultimo punto con-
Sfida fra squadre (3’) prima che Lavezzi chiuda MAZZARRI RACCONTA UN ANEDDOTO
quistato dai pugliesi risale al- in emergenza, ma la partita con un tocco di de-
BARI dLa differenza l’ha fatta la trasferta di Livorno. ai pugliesi non basta stro favorito da un intervento «Con me Lavezzi sfrutta il tiro
lui, realizzando i due gol che il rilancio di Almiron sbagliato di Bonucci.
hanno riacceso l’entusiasmo La chiave Entrambi gli allena- L’Europa? Facciamo il possibile»
napoletano. Una doppietta pe- tori devono fare i conti con che entra e va Illusione Almiron A quel punto,
sante, che ha rimarcato il mo- l’emergenza: a Mazzarri man- anche a segno Ventura decide di rischiare Al- BARI Nell’analisi di Walter arrivare il più in alto possibile.
mento critico del Bari ed ha cano quattro titolari, a Ventu- miron. E con lui in campo, il Mazzarri, c’è tutta l’evoluzione Non scordiamoci la situazione in
evidenziato le grandi motiva- ra ben sei. Il primo, però, rie- termina una situazione di po- Bari vive 10 minuti da leone, del goleador Lavezzi. «Da cui eravamo a un certo punto
zioni che il Napoli non ha volu- sce a gestire meglio le tante as- ca consistenza lì davanti. durante i quali accorcia le di- quando sono arrivato a Napoli, della stagione». Pur sconfitto,
to nascondere. Ezequiel La- senze. Ritrova Santacroce, stanze con lo stesso argentino l’ho spronato a sfruttare meglio l’allenatore del Bari Giampiero
vezzi è il campione che ritrovi per esempio, che può rappre- Lavezzi super Che sia in gior- (31’) e sfiora il pareggio con la sua potenza nel tiro, anche Ventura si gode il recupero di
nei momenti di magra, quan- sentare un valore aggiunto in nata lo si capisce dalle bellez- Sforzini che tutto solo dinanzi da fuori area. Ha un gran tiro, Almiron. «Reduce dall’infortunio,
do c’è la necessità di fare pun- questo emozionante finale di za del primo gol, un bolide a De Sanctis, fallisce il tocco forte e preciso, e non lo usava. mi ha sorpreso, accettando di
ti per evitare che la stagione stagione. Conferma Zuniga preciso da 25 metri col pallo- sotto misura. Vince il Napoli, Ma stavolta ha fatto anche degli giocare l’ultima mezz’ora. Con
diventi fallimentare oppure sulla fascia destra, mentre spo- ne che s’infila dritto all’incro- dunque, che ritorna sesto met- assist. Per quel che riguarda la lui in campo, abbiamo rivisto il
che l’obbiettivo dichiarato dal sta Campagnaro sulla sini- cio (28’) con Gillet troppo fuo- tendosi alle spalle la Juve. Nel partita, abbiamo sbagliato vero Bari. Era importante
club svanisca in un finale sen- stra. A differenza di Ventura ri dai pali. Una rete che non ha contempo tiene in piedi anche pochissimo contro un Bari offrire una prestazione
za risultati. Lui decide di fare che, oltre alle assenze, paga il potere di stimolare l’avversa- qualche speranza per arrivare rivelazione per il gioco espresso completamente diversa da
la differenza e ci riesce, ren- anche la stanchezza di Alva- rio, in ogni modo, che conti- al quarto posto utile per la e capace sul proprio campo di quella nella ripresa a Siena. E
dendo vano ogni tentativo del- rez che in pochissime occasio- nua a cercare Alvarez sulla fa- Champions League anche se mettere sotto anche le squadre con Sforzini abbiamo avuto
l’avversario di rimettere in pie- ni riesce a superare Zuniga e a scia di sua competenza. L’hon- l’allenatore nel dopo partita più blasonate. Un posto in l’occasione per agguantare il
di la partita. Un gol per tem- far prevalere la superiorità of- duregno va una, due, tre vol- ha ribadito che il Napoli guar- Europa? Facciamo la corsa solo pareggio col Napoli».
po, che ha reso più complicato fensiva. E la scarsa collabora- te, poi è costretto a rallentare da soltanto ai propri risultati e su noi stessi, cercando di Giuseppe Calvi
il compito di Gianpiero Ventu- zione di Barreto e Castillo de- perché la stanchezza affiora. non a quelli delle altre.

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


LUNEDÌ 19 APRILE 2010
R
20 LA GAZZETTA DELLO SPORT

SERIE A fLe strategie del club bianconero


per il prossimo anno tra tecnico e rosa

IL NUOVO CORSO
zupping g
E’ la settimana decisiva per Benitez
re... lo spagnolo. Il futuro lo
deciderò giorno dopo gior- di
no». Ma è chiaro che in pub- VINCENZO CITO
blico il tecnico madrileno 5 RIPRODUZIONE RISERVATA

non può scoprire le carte. In


FRANCESCO BRAMARDO
5 RIPRODUZIONE RISERVATA
tega, hanno le mani legate dal-
la proprietà. Pesa nella scelta
leno e manager di Benitez,
Garcia Quilon, e Bettega con
realtà con la Juve il suo rap- Di Natale
presentante ha già chiarito
dTORINO Inizia il conto alla
la partecipazione o meno alla
Champions, e una disponibili-
Prandelli, con la Exor, l'azioni-
sta di maggioranza del club,
molti dettagli e il progetto «Ci siamo
rovescia, sette i giorni che se-
parano Rafa Benitez dalla Ju-
tà di denaro per il mercato. impegnato ai piani alti a con-
triennale abbozzato lascia
molte porte aperte alla pro-
creduti»
vincere i Della Valle. Intanto a prietà bianconera. Ragion
ve, o meglio dalla risposta at-
tesa dalla società. Molto pro- Benitez La paura è perdere in Radio Marca Benitez ammet- per cui i prossimi giorni pos- L’inviata di «Quelli che il
babilmente ci saranno dei un colpo solo Benitez, tentato te che «Madrid è la mia città e sono risultare decisive. A pre- calcio e....» (Rai Due) Elisa
dal Real, e l'alternativa italia- il Real è stata la mia squadra, scindere dalle cortine fumo- Fusco dopo l’1-0 di Lavezzi a
rinvii; almeno formali. C'è Bari. «Gol! Gol! Gol! (salta)
troppa confusione in casa al- na, Prandelli (si riparla di Na- tornare a casa fa sempre piace- gene degli ultimi giorni. La gol! gol! gol! (si dimena) gol!
trui: il Liverpool è in vendita zionale). Quindi in settimana re». Sui contatti con la Juve ta- Juve e Benitez hanno biso- gol! gol! gol! (fa la piroetta).
(interessati i cinesi di Petro- in corso Galileo Ferraris si ri- glia corto con una battuta: gno di lavorare a fari spenti Dopo il 2-0: urla, applaude,
China e MGM), e gli stessi di- tornerà a lavorare su due fron- «Volete sapere se parlo italia- per non perdere la strada ma- dà di gomito al vicino. 10’
rigenti juventini, Blanc e Bet- ti, Blanc con l'avvocato madri- Rafa Benitez, 50 anni IMAGE SPORT no? Il mio obiettivo è migliora- estra. dopo «Simooooooo, grande
Lavezzi!!» (balla, mostra la v
in segno di vittoria) A 15’

Gli Usa chiamano y dalla fine: si agita, la


trattengono, fa gesti verso il
pubblico. Collegamento
I PIONIERI interrotto. A fine puntata
(stupita) «Mi hanno
CHINAGLIA

Del Piero ci pensa


insultato! Mi hanno dato
DONADONI della pu puntini sospensivi.
Ma io sto qua per i fatti
miei»
Negli Usa

Via già in estate?


In Pavia-Busto Arsizio di
Giorgio pallavolo, Lucia Crisanti,
Chinaglia dal 76 dolorante a un dito, lascia il
all'83 va ai campo senza un lamento.
Cosmos New Lei. Lorenzo Dallari (Sky)
York. Nel ’96 «Ooooooo, che male! che
anche Roberto
Proposta dei Red Bulls di New York al capitano Donadoni va ai
Metrostars di
male! Ha girato l’unghia,
che male! che male, che

della Juve. Invece Trezeguet ha già detto no


male! No, no di più! Fa più
New York: fu male che di più! Le unghie
raggiunto da fanno un male....».
CARLO LAUDISA è un mistero che dalla prossima tare che nel nuovo corso la sua NicolaCaricola.
stagione si punti a grandi inve- presenza possa creare spiacevo- Poi Giuseppe «Complimenti al Bologna,
MASSIMO LOPES PEGNA Galderisi: dal 96
stimenti. Non a caso la Major li equivoci. E’ chiaro che lui pen- perché ci ha messo in
5 RIPRODUZIONE RISERVATA
League ha appena deciso che sa ad un futuro in bianconero al 98 coi New difficoltà ma noi fino alla
ogni club possa avere i mezzi (magari da dirigente) e uno England di fine ci siamo creduti»
dAle Del Piero ci sta pensando per ingaggiare due stelle. Ora stacco al momento giusto può Boston (seguito (Antonio Di Natale, Stadio
seriamente: trasferirsi a New infatti solo un calciatore per aiutare tutto l’ambiente a meta- da Zenga). sprint, Rai Due)
York a fine stagione. Al capita- club può avere un ingaggio su- bolizzare il suo cambio di ruo-
no della Juventus è giunta un’al-
lettante offerta dai Red Bulls di
periore al tetto previsto dal sa- lo. Un po’ quel che fece a fine In Canada Franco Lauro (90˚ minuto,
lary cap. Ma dalla prossima sta- carriera proprio Roberto Bette- Anche Roberto Rai Due) una settimana fa
New York e lui sta riflettendo gione questo beneficio sarà ga quando scelse d’emigrare al Bettega, chiuso «L’Inter, pensate, aveva 14
sul da farsi e tra non molto darà esteso due giocatori per squa- Toronto Blizzard. con la Juve punti di vantaggio sulla
una risposta. E’ vero, Ale ha un dra. Ciò significa che a Del Pie- giocò nel Roma» «Il Parma, pensate,
altro anno di contratto con la so- ro potrebbe essere affiancato L’appeal E negli States Del Piero Toronto Blizzard non vinceva a Napoli dal
cietà di cui è ormai la bandiera un altro giocatore di grido. Non potrebbe togliersi non poche (83-84) 1997-98» «Con questa
indiscussa. Ma i cambiamenti a caso negli ambienti della soddisfazioni. I Red Bulls a iniziativa, pensate, sono già
in corso e le lusinghe dell’ambi- Major League viene dato per New York possono contare su state raccolte 350mila paia
ziosa franchigia del New York scontato anche l’assalto Raul una tifoseria appassionata in di occhiali usati». «Per il
potrebbero indurlo ad accelera- del Real ed Henry del Barcello- cui la colonia italiana pesa mo- Milan, pensate, terzo pari di
re i tempi di un progetto che il na. Se è per questo c’è stato an- to. E Del Piero può catalizzare fila in casa». Franco Lauro
fuoriclasse di San Vendemiano che un contatto con David Tre- entusiasmi importanti, sponsor ieri «Il Livorno, pensate, è
aveva già messo nel conto per zeguet, ma il francese non sem- compresi. Intanto a marzo con vicino al record di sconfitte
la stagione 2011-12. Ne aveva bra interessato a questa soluzio- un’amichevole contro il Santos del 1948-49». «Una striscia
già parlato in famiglia, pren- ne: magari perché è allettato è stata inaugurata la Red Bull positiva per l’Atalanta,
dendo in considerazione tutte da altre soluzioni in Europa. Arena di Harrison, gioiello da pensate, che non accadeva
le problematiche legate al tra- 25 mila posti: tutti a sedere e al R dal 2008». «Pensate, la
sloco dei bambini. La scelta Del Piero, invece, ha coperto. Un impianto avveniri- Roberto Bettega, Samp nelle ultime 26 partite
un altro approccio alla questio- stico, il primo nato ad uso esclu- 59 anni, attuale in casa ne ha vinte 15 e
Progetto Usa Negli States c’è ne. Se va via non lo fa per rom- sivo del calcio. E anche lì Del vice d.g. Juve pareggiate 11». Quando un
sempre più fame di calcio e non pere con l’ambiente ma per evi- Piero può fare il mattatore. Alessandro Del Piero, 35 anni, alla Juve dal ’93 AFP LAPRESSE conduttore fa pensare.

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


LUNEDÌ 19 APRILE 2010
LA GAZZETTA DELLO SPORT R
21

CALCIOPOLI fLe gelosie telefoniche fra i due designatori


e gli incontri segreti della donna con Moggi

Una Zarina
MAURIZIO GALDI IL PERSONAGGIO
VALERIO PICCIONI

Imputata
5 RIPRODUZIONE RISERVATA

ROMA dDomani in aula, tocche-

divideva Mai in aula


rà a loro. Ai primi «intercettato-
ri», quelli dell’inchiesta di Tori-
no, i carabinieri che sentirono
Moggi e Giraudo chiamare Pier-
luigi Pairetto «Pinochet» (ma il a Napoli
Bergamo
dittatore cileno non c’entrava)
e Paolo Bergamo «Atalanta».
Spiegheranno quelle prime tele- Alla Can per 14 anni
fonate, le «mamme», queste sì,
di Calciopoli. E anche i rapporti Fu Guariniello

e Pairetto
fra i designatori, apparente-
mente tranquilli ma con un sot-
il primo a sentirla
tofondo di gelosie e rancori sve- Maria Grazia Fazi è indicata co-
lato dalle intercettazioni. Il tut- me «la zarina» sin dalle prime
to con altre figure sul palcosce- battute di calciopoli: 14 anni al-
nico. Luciano Moggi, natural- la Can di A e B, poi segretaria
mente. Ma anche la «zarina»
Maria Grazia Fazi, la segretaria
più potente del pallone italia-
Fazi, segretaria Figc, suggeriva dei due designatori fino all’esta-
te del 2004. Quindi è al centro

a uno e ostacolava l’altro: così


dello scontro tra Bergamo e Pai-
no, a più riprese sponsor di Ber- retto. Per un periodo resta con
gamo proprio con l’ex d.g. ju- il primo, mentre il secondo si af-
ventino, sua protettrice nei con-
fronti del «furbo» Pairetto. Ma in un’intercettazione rilanciata Paolo Bergamo, 67, e Pierluigi Pairetto, 58, designatori dal ’99 al 2005 AP
fida a Manfredi Martino, poi
viene addirittura allontanata
non solo. Suggeritrice ufficiale
del designatore livornese an- dalla Can e inserita nel gruppo
che con altri interlocutori. È lei Lo scontro Insomma, fra «Pino- no» del numero uno degli arbi- lan. Da una parte la fedeltà a che dovrà curare la sfortunata
il 5 gennaio 2005 a fornire a chet» e «Atalanta» a un certo tri. Moggi, dunque. Che la Fazi ri- candidatura a ospitare gli Euro-
Bergamo una specie di va- punto non correvano rapporti vendica ancora per Bergamo. pei del 2012.
demecum in vista della cena formidabili. Pairetto, se non al- La rivalità La sfida fra i due desi- Dall’altra il vantare buone ami- È una delle prime a essere inter-
con Facchetti. La telefonata, cu- tro per ragioni di vicinanza geo- gnatori traversa dunque anche cizie con altri interlocutori, rogata dal procuratore aggiun-
riosamente, fu una delle prime grafica, sembra essere più con- le intercettazioni bis. Bergamo non si sa mai, in una partita an- to di Torino Raffaele Guariniel-
delle intercettazioni bis (in real- siderato da Moggi. Riesce a far e Pairetto sono incredibilmente cora lunga da giocare (siamo lo il 25 febbraio del 2005 nel-
tà figurava in una delle informa- fuori la Fazi dalla commissione loquaci, queste telefonate dai ancora all’inizio del 2005). E co- l’ambito del filone sul doping
tive dei carabinieri), ma non fa arbitrale, ma la «zarina» riparte mari e dai monti li gratificano, sì le intercettazioni bis (o quel- che portò alle prime intercetta-
parte delle 74 chiamate allega- spesso le incoraggiano. «Giacin- le rilanciate nei giorni scorsi), zioni di Moggi e, attraverso le
al contrattacco, convince Lucia-
te dalla difesa di Moggi con ri- to!», strillano felici quando sen- oltre a denunciare un «buco» sue telefonate, soprattutto di
none a un incontro, dove, paro- tono Facchetti o quando lo chia- che i magistrati ritengono co- Pairetto. Di quell’interrogato-
chiesta di «ammissibilità». In ef- le sue a Bergamo, «mi sono sen-
fetti a riascoltarla, oggi, dà mano. Non c’è mai un momen- munque penalmente non rile- rio riferisce proprio a Bergamo.
l’idea di un tentativo di trovare tita realizzata». Cioè: ho convin- to di insofferenza di fronte alla vante con altri soggetti non Nel processo di Napoli è impu-
nuovi alleati nella partita verso to Moggi che è meglio fare di- protesta, alla richiesta, o sem- coinvolti nell’inchiesta sporti- tata di associazione per delin-
la riconferma, o comunque il fu- ga. Anche perché, sono proprio plicemente al lamento. D’al- va, in controluce sembrano evi- quere proprio come i principali
turo. Forse questo può giustifi- quelle le settimane, Carraro co- tronde non è proprio Bergamo denziare il confronto vivace, imputati anche se per lei i pm
care il mancato inserimento nel- mincia a fare il filo a Collina per a lamentare con Galliani il suo senza esclusione di colpi (anzi non hanno ipotizzato la «pro-
la lista delle 74 che entreranno farlo diventare designatore pri- «essere solo» o il «trauma fami- di telefonate) fra i due designa- mozione» dell’associazione.
nelle carte del processo. Maria Grazia Fazi è ancora in Figc ma del «voglio fare un altro an- liare» per una sconfitta del Mi- tori. Non si è mai presentata in aula.

I «CONSIGLI» DELLA FAZI


«Fai che sia «Se attacchi
Facchetti Bergamo
a parlare» non vinci»
FAZI: «Ma chi chiami... solo lui?». BERGAMO: «Ti sei divertita o
BERGAMO: «Sì... sì sì». no? Dimmi il risultato finale!».
F.: «Paolo molto silenzioso, fai FAZI: «Guarda, mi sono non
parlare lui». divertita Paolo, mi son sentita
B.: «Beh sì, non mi posso mica realizzata credimi!».
mettermi a sbottonarmi troppo» B.: «Mi fa piacere!».
F.: «Più silenzioso che tu puoi...
F.: «E nel bel mezzo del discorso,
fai parlare lui... ti riesce così bene
che poi ti faccio, so scese due
far parlare... tu ascolta... rispondi
lacrime belle, ma due belle, l’ho
solo quello che ti dice... entrando
sconvolto Paolo!... Si! Ho dato
dentro l'argomento, ma dalla sua
guarda tante di quelle botte che
parte... da quello che è in
difficoltà.., hai capito mettila sotto se ne arrivano un quarto, ed
questo aspetto, la grande fatica, arrivano, ………».
la grande difficoltà che hai...». B.: «È strano perché mi ha
B.: «Ma gli si può mettere anche chiamato già GIGI (Pairetto,
qualche stupidata che ha fatto ndr)!..... ride…».
Mancini, eh, perché gli voglio far F.: «Ha chiamato davanti a me!».
fare un po' il discorso di Matteo B.: «Nooo?».
eh». F.: «Sì! L’ha dovuta fa vedè subito
F.: «Fa' finta eh... ti ci riporterà una! Alla fine gli ho detto: non è
lui». questa LUCIANO è il resto! Lui è
B.: «Ma tanto ci si arriva poi a convinto…. è sicuro che un altro
parlare di arbitri...» (...) anno ci siete ed io: LUCIANO,
F.: «Non fare che sia l'argomento lascia stare! Ci sono o no non
della serata però non è questo» conta niente! Pensa a te! Non è
B.: «Noooo». un discorso tra me e loro, è che a
F.: «L'argomento principale deve te! Che devi vincere questo ed il
essere quello della fatica che tu prossimo! Se seguita così, se non
fai minuto per minuto, il disagio, il
dai …. se hai tolto la credibilità
lavoro..., sempre quelle cose lì...
prima a BERGAMO e non gliela dai
per stare con tutti... non come
adesso, tu quest’anno non lo vinci
dicono... che tu stai solo con Juve
il campionato!».
e Milan» (...)
B.: «Ho capito ho capito». Si risentono alle 17 e Fazi parla di
F.: «Bravo.., capito... fagliela arbitri: «...Poi ce l’ha adesso con
capire più semplicemente». Massimo non ti dico “Ma gliel’ho
B.: «Lui non è un grande con fatto bene il cazziatone chi si
l'intelligenza». crede di essere, io non voglio che
F.: «Quindi hai capito... quindi devi mi regali niente, ma quello che c’è
essere non immediato ma me lo deve dare questo
incisivo.., la frase a effetto lui non bastardo”. Ah, gli ho detto lo
la capisce... devi girare intorno chiami tu bastardo?».
all'argomento e poi ci devi (si tratta di stralci, su Gazzetta.it
entrare con calma.. lo deve è possibile trovare i testi integrali
capire bene...». e ascoltare gli audio»)

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


LUNEDÌ 19 APRILE 2010
R LA GAZZETTA DELLO SPORT

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• OR G NAL COPY • OR GINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIG NAL COPY • OR G NAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • OR G NAL COPY • OR GINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


LUNEDÌ 19 APRILE 2010
LA GAZZETTA DELLO SPORT R

SERIE A 34a GIORNATA


Atalanta, la salvezza possibile
Gol di Ferreira Pinto e Tiribocchi: il quart’ultimo posto è a -2. K.o. una Fiorentina ormai in vacanza
ATALANTA 2 LE PAGELLE
FIORENTINA 1 di MATTEO DALLA VITE
GIUDIZIO777 PRIMO TEMPO 1-0
MARCATORI Ferreira Pinto (A) al 7' p.t.; ATALANTA 7,5
Tiribocchi (A) al 24', Montolivo (F) al 30' s.t.
CONSIGLI 6 Applaude Felipe e la traversa di Gila.
ATALANTA (4-4-2) Consigli (dal 2' s.t.
F. Coppola); Capelli, Bianco, T. Manfredini, COPPOLA 6 Prende il 2-1 ma anche palloni per la «no fly
Peluso; Ferreira Pinto (dal 31' s.t. De Ascen- zone».
tis), Guarente, Padoin, Valdes; Amoruso CAPELLI 6,5 E’ lui che sale e fa l’assist al Tir.
(dal 22' s.t. Doni), Tiribocchi (Canzian, Ra-
dovanovic, Volpi, Ceravolo). ALL. Mutti. BIANCO 6,5 Attento e respingente.
FIORENTINA (4-3-3) S.Frey; Comotto, T. MANFREDINI 7 Blocca Gila e vari proiettili.
Gamberini, Kroldrup, Felipe (dall'11' s.t. PELUSO 6 Gara vinta con Marchionni.
Gobbi); Montolivo, Bolatti (dall’11 s.t. Keirri-
son), Santana (dal 22’ s.t. C. Zanetti); Mar- FERREIRA PINTO 7 L’1-0 bruciando tutti, volate che
chionni, Gilardino, Vargas. (Seculin, De Sil- abbassano Felipe. (De Ascentis s.v. )
vestri, Jovetic, Ljajic). ALL. Prandelli GUARENTE 7 Puntualità, corposità e la palla per l’1-0.
ARBITRO Romeo di Verona
PADOIN 7 Partita vera. Fa espellere Gobbi.
ESPULSI Gobbi al 47' s.t. per doppia am-
monizione (gioco scorretto) IL MIGLIORE
AMMONITI Tiribocchi (A) c.n.r., Bolatti (F)
e T. Manfredini (A) g.scorretto.
h 7,5 VALDES
La lavatrice di Comotto: fantasia e astuzia.
NOTE paganti 5634, incasso euro 58.342 euro.
Abbonati 7980, quota 101. 692. Tiri in porta 8 (1 AMORUSO 6 Ha il 2-0, Frey lo mura. Lotta tanto.
palo) 5 (1 traversa). Tiri fuori 6 4. Angoli 9 9. In
fuorigioco 4 2. Recuperi 1' p.t., 3' s.t.
DONI 6 Ci mette la cavalcate di chi deve spendere tutto.
Sebastian Frey a terra dopo essere stato battuto dal colpo di testa di Ferreira Pinto, 31 anni: è il primo gol dell’Atalanta ANSA TIRIBOCCHI 7 Sempre a provarci. Fuori, palo e 2-0.

DAL NOSTRO INVIATO è che l'esito sia ingiusto. L'Ata- dietro e Guarente-Padoin da- All. MUTTI 7 Lo spirito che la Fiorentina non ha.
PIERFRANCESCO ARCHETTI lanta è una squadra, con repar- vanti sono reattivi e dinamici;
5 RIPRODUZIONE RISERVATA ti che si sostengono e aiutano ai lati se Capelli e Peluso han- PRANDELLI FIORENTINA 5,5
produzione e protezione. I vio- no qualche ritardo, vengono
BERGAMOdL'Atalanta non è in la sono fragili ovunque: lascia- soccorsi da Ferreira Pinto e pu- «Credo ancora nell’Europa» FREY 5,5 Due gol presi, una paratona (su Amoruso).
una situazione agiata, terz'ulti- no 11 occasioni e non colgono re Valdes. Il dubbio del portie- Mutu: udienza per il doping COMOTTO 5,5 Un match a rincorrere Valdes.
ma con due punti di distacco a i passaggi chiave: tipo gli sba- re, Consigli o Coppola, è risol- GAMBERINI 5,5 Che può fare sull’eurogol del 2-0?
quattro turni dalla fine (e saba- gli di Felipe (testa) e Vargas to dal destino: primo tempo BERGAMO «Adesso sì che siamo la vera Atalanta»:
KROLDRUP 5 Visti i movimenti sull’1-0, lui è l’indiziato
to c'è l'Inter). Però sono pro- (sinistro) al tramonto dei tem- per Consigli, che poi s'infortu- Simone Tiribocchi lancia la volata, il Bologna è a primo.
prio questi numeri ad alimen- pi. Mancano la porta e il pari, na e lascia al collega. Mai col- due punti «e fra due domeniche verrà qui: sarà il
1-1 o 2-2. pevoli. Montolivo, col destro match più importante dell’anno. In mezzo c’è FELIPE 5 Comotto gli regala l’1-1: errore pazzesco.
tare la passione, perché se ieri
non batteva la Fiorentina, po- al volo del 2-1, dimostra di es- l’Inter? Serve un’impresa». Lino Mutti si dice GOBBI 4,5 Non un pallone buono e l’espulsione.
teva scivolare nell'irrecupera- I motivi L'Atalanta guadagna sere stato bene educato al cal- «contento per lo spirito» mentre Cesare Prandelli
IL MIGLIORE
bile invece si è avvicinata co-
me mai, nel ritorno, alla quota
interessi da banca svizzera (è
il quarto successo interno con-
cio (dall'Atalanta). Prandelli,
un altro ex, sceglie di lasciar
toglie vari dubbi: «Le motivazioni le abbiamo. E
credo ancora nell’Europa League, ma dobbiamo
h 6 MONTOLIVO

secutivo), quando Ferreira Pin- fuori De Silvestri, Zanetti e Jo- ritrovare la giusta forza mentale. La Nazionale? Ho Sale per creare densità, bellissimo 2-1.
salvezza. Se mangia il distac-
co al Bologna, che tra due setti- to, travestito da centravanti, vetic. Ritorna Gamberini dopo un contratto di un altro anno e spero che, come ha BOLATTI 5,5 Essenziale, ma fumoso.
mane passa da Bergamo, resta infila subito Frey (7') alla con- due mesi, non fa gran figura. I detto il nostro vicepresidente, si possa costruire
KEIRRISON 6 Il 2-1 di Montolivo parte da lui.
in A. E potersela giocare è già clusione di una pessima lettu- viola difendono a 4-1-4-1 con una squadra importante per ripartire». Gilardino
ra difensiva sull'angolo de- Bolatti e Gilardino davanti al- giura fedeltà («Rimango, credo nel progetto»), SANTANA 5,5 Spesso lontano dalle cose migliori.
un lusso, visto l'affannosa an-
nata. stro. Valdes, sempre squisito, le linee; attaccano a 4-3-3 ma Montolivo ha fiducia («Crediamo ancora ZANETTI 6 Andava messo prima: con lui c’è linearità.
non aspetta altro per l'assist; gli esterni Vargas e Marchion- all’Europa») e stamattina Mutu vivrà la partita più MARCHIONNI 5 Impreciso, confuso, nervoso.
così come nella ripresa spadro- ni sono troppo distanti o im- dura: dalle 10.30, a Roma, udienza al Tribunale
Picchiata viola La Fiorentina GILARDINO 5,5 Manfredini lo tappa: stanco.
neggia per mandare più volte precisi per sorreggere Gilardi- nazionale antidoping, sentenza nel primo
ha chiuso la stagione: martedì VARGAS 5,5 A tre minuti dalla fine deve fare 2-2.
in porta il Tir. Che sbaglia e ri- no, il quale pizzica la traversa pomeriggio, la Procura ha chiesto un anno di
la separazione, in semifinale, sbaglia (anche un palo), ma nell'unica sua chance rilevan- squalifica, la difesa punta a una riduzione di ALL. PRANDELLI 5 Schema abusato. Servono due punte.
dalla Coppa Italia, frontiera dopo ascolta l'ovazione per te. Nella ripresa con Gobbi almeno due mesi. L’eventuale conferma di un anno
aperta per l'Europa; da ieri il l'acrobatico 2-0. La fase difen- (poi espulso al 92’), Zanetti e potrebbe essere appellabile al Tas.
7˚ posto, ultimo passaggio per TERNA ARBITRALE: ROMEO 6 Giusto rosso a
siva ha un quadrilatero centra- Keirrison per Felipe, Santana m.d.v. Gobbi. Padovan 6-Tonolini 6
l'estero, è a 5 lunghezze. E non le solido. Bianco-Talamonti e Bolatti viene disegnato un
4-4-2: non tritura i rivali.

SERIE B Stasera i posticipi della 36a giornata


A Piacenza e Reggio PIACENZA
SASSUOLO
REGGINA
CROTONE
A TORINO LA SITUAZIONE

derby con l’incrocio PIACENZA (4-3-3)


1 PUGGIONI
22 ZAMMUTO
SASSUOLO (4-3-3)
32 BRESSAN
15 POLENGHI
REGGINA (3-5-2)
26 MARINO
2 ADEJO
CROTONE (4-2-3-1)
99 CONCETTI
13 LEGATI
Evitato assalto
al pullman Cesena
Venerdì l’anticipo
Cesena-Empoli
na ha subito un brutto k.o. Fer-
Sassuolo e Crotone me le prime, il passo avanti più
89 RINCON
5 IORIO
89 ROSSINI
30 MINELLI
16 VALDEZ
55 LANZARO
5 VIVIANI
36 ABRUZZESE
TORINO (f.t.) Tensione dopo
Toro-Cesena: un tifoso è stato
La classifica dopo la 36ª:
Lecce p. 64; Cesena e Brescia
inseguono i playoff vistoso è del Cittadella (8 vitto-
rie e 3 pareggi), mentre tiene il
27 MELINTE
18 PARFAIT
83 BIANCO
8 RICCIO
17 BARILLA’
22 CASCIONE
3 MORLEO
6 BEATI
arrestato e altri tre denunciati.
Un 36enne di Brescia è finito in
59; Grosseto e Cittadella 57;
Sassuolo* e Torino 55; Empoli
e vanno a sfidare Grosseto del dopo Pinilla.
84 SAMBUGARO
25 SIVAKOV
4 MAGNANELLI
19 SALVETTI
19 TEDESCO
70 MISSIROLI
4 GALARDO
20 CUTOLO carcere per aver tentato di 52; Crotone* (-2), Ancona (-2)
assaltare un pullman di e Ascoli 50; Piacenza*,
due pericolanti Che sfida Ma la volata promo-
9 FOTI
10 MOSCARDELLI
21 QUADRINI
10 MARTINETTI
23 RIZZATO
7 PAGANO
8 MAZZARANI
9 GABIONETTA romagnoli che stava lasciando Modena e AlbinoLeffe 46;
zione vede iscritte altre quattro 11 GUERRA 23 TITONE 99 BRIENZA 25 GINESTRA Torino. L'invasione del campo Vicenza 44; Reggina* e
All. FICCADENTI All. PIOLI All. BREDA All. LERDA
5 R PRODUZIONE RISERVATA squadre, a dimostrazione di un nel primo tempo è costata la Frosinone 43; Triestina 42;
equilibrio sempre più accentua- PANCHINA 12 Bianchi, PANCHINA 17 Pomini, 6 PANCHINA 1 Fiorillo, 3 Co PANCHINA 1 Farelli, 30 Gril denuncia a un 29enne di Mantova 41; Padova 40;
32 Tonucci, 4 Bini, 13 Piccioni, 14 Gorzegno, sta, 8 Vigiani, 4 Montiel, lo, 29 De Martino, 23 Dega
dDue posticipi e le volate pro- to: Empoli, Ascoli, Ancona e Avogadri, 29 Greco, 21 20 Fusani, 48 Valeri, 9 91 Rizzo, 21 Viola, 9 Bo no, 7 Zito, 90 Mendicino, 85 Cesena e a un 40enne di Gallipoli 37; Salernitana (-6) 17.
mozione e salvezza si allargano Crotone, che sarà impegnato Guzman, 23 Cani. Zampagna, 26 Falcinelli. nazzoli. Bonvissuto. Conselice (Ravenna): i due (*una gara in meno,
e s’incrociano. Il Sassuolo va a stasera in un derby che si prean- ARBITRO Giannoccaro di Lecce ARBITRO Mazzoleni di Bergamo avevano scavalcato le barriere Salernitana retrocessa).
Piacenza, una delle squadre più nuncia molto interessante. La GUARDALINEE Carretta Bagnoli GUARDALINEE Pirondini Pugiotto e raggiunto il campo dove sono Così sabato 24 (ore 15.30):
in forma (non è ancora al sicuro, Reggina è a 43 punti e ha l’op- PREZZI da 2 a 70 euro PREZZI da 8 a 70 euro stati bloccati. All'uscita dallo AlbinoLeffe-Frosinone (2-2);
ma ha appena raggiunto a quota portunità di staccare due squa- TV Sky Calcio 2 HD, Dahlia 2 Calcio TV Sky Calcio 1 HD, Dahlia Sport stadio è stato fermato anche Ascoli-Piacenza (1-2);
46 Modena e AlbinoLeffe, due dre in grave crisi, il Frosinone e un 29enne di Settimo Torinese Brescia-Reggina (0-4);
Ore 19 - Andata 2-1 Ore 21 - Andata 1-1
new entry) e ha la grande oppor- la Trestina, che ha subito la PIACENZA Ficcadenti cerca il nono risulta REGGINA Breda, per stabilire il record sta che aveva diretto un puntatore Cesena-Empoli (0-2, venerdì
tunità di ridurre a un solo punto quarta sconfitta consecutiva. to utile consecutivo, ma deve rinunciare al gionale di quattro risultati positivi di fila, pen laser verso il campo. Evitato il ore 20.45); Cittadella-Mantova
il distacco dalle seconde, e cioè In sintesi: undici squadre che regista Amodio e recupera Foti per l'attac sa a una formazione offensiva. Lanzaro è in contatto invece fra una (3-1); Crotone-Torino (2-1);
co. Squalificati Amodio e Serena (sospe dubbio, ma dovrebbe farcela. Barillà sarà
Cesena e Brescia, reduci dai pa- puntano a promozione diretta e so). Diffidati Anaclerio, Bini, Foti, Greco, preferito a Vigiani. Pagano è in vantaggio su quarantina di tifosi granata e il Gallipoli-Salernitana (3-1);
reggi con Torino e Lecce. Partita playoff, undici (anzi 10, visto Guerra, Iorio, Moscardelli, Puggioni e Tulli. Bonazzoli. Squalificati Cacia e Carmona. pullman del Cesena, che voleva Grosseto-Lecce (2-3);
SASSUOLO Pioli punta ancora sul 4 3 3. diffidati Adejo, Vigiani e Brienza.
fondamentale per capire il futu- che la Salernitana è già in Prima Tornano Riccio e Polenghi, potrebbe gioca CROTONE Lerda fa le scelte solo nel pome fermarsi a cenare in una Sassuolo-Ancona (2-2);
ro della squadra di Pioli che ha divisione. E’ una campionato di- re anche Quadrini. A sinistra solito ballottag riggio, anche se l’undici iniziale dovrebbe es pizzeria di Mirafiori. L'arrivo Vicenza-Padova (2-1);
gio tra Gorzegno e Bianco. Squalificati Ma sere quello che ha battuto il Modena. Squali-
ormai perso la brillantezza di un viso in due. succi, Noselli e Donazzan. Diffidati Bianco, ficati nessuno. Diffidati Zito, Abruzzese, degli ultrà ha consigliato di Triestina-Modena (0-2, lunedì
paio di mesi fa e che con la Reggi- g.lo. Bressan, Fusani e Magnanelli. Grillo, Beati, Galeoto, Legati e Mazzarani. rientrare subito. ore 20.45).

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• OR G NAL COPY • OR GINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIG NAL COPY • OR G NAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • OR G NAL COPY • OR GINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


LUNEDÌ 19 APRILE 2010
R LA GAZZETTA DELLO SPORT

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• OR G NAL COPY • OR GINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIG NAL COPY • OR G NAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • OR G NAL COPY • OR GINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


LUNEDÌ 19 APRILE 2010
LA GAZZETTA DELLO SPORT R

SERIE A 34a GIORNATA


Di Natale con il 24
fensivo, dopo 3’ trova l’autore-
te maldestra di Zapata — bom-
ber autolesionista nel tentati- LE PAGELLE di a.to.
vo di respingere un corner di
Adailton — a sciogliere la ten- UDINESE 6 BOLOGNA 6

inguaia il Bologna
sione gettandola addosso al-
l’Udinese che per tutto il primo HANDANOVIC 6 Gli attaccanti
IL MIGLIORE
tempo rumina un gioco preve-
dibile, statico e senza idee. La
bolognesi gli fanno il solletico, ma
è il suo stopper a bucarlo.
h 7 VIVIANO 7
Respinge in volo due stangate di
rinuncia iniziale alla regia di FERRONETTI 5,5 Pasticcia molti
Pepe destinate sotto la traversa,
Inler e all’estro di Pepe, nell’ot- palloni e non spinge come
non può nulla su Di Natale.
Sempre decisivo l’attaccante: il suo 24o centro tica del turnover per l’immi- dovrebbe (Inler sv)
nente impegno di Coppa Italia ZAPATA 5 L’autorete lo manda in RAGGI 6 Diligente e concreto: su
contro la Roma, penalizza i totale confusione, fallisce di lui può esserci un rigore,
regala un pari prezioso all’Udinese nel recupero bianconeri. Con l’ingresso nel-
la ripresa di Pepe, la manovra
un’opportunità sotto misura.
LUKOVIC 6 Il migliore dietro,
peraltro non reclamato.
PORTANOVA 6 Se la cava contro
DAL NOSTRO INVIATO dei padroni di casa diventa più sfortunato sul colpo di testa che Di Natale.
ANDREA TOSI incisiva con 4 attaccanti in li- colpisce il palo. MORAS 6 Un rientro confortante,
nea. «Sono contentissimo del PASQUALE 5,5 Meriterebbe per il greco prima viene la
5 R PRODUZIONE RISERVATA risultato — ammette Marino l’espulsione per un intervento su salvezza e poi il Mondiale.
— anche se abbiamo regalato Zalayeta. LANNA 5,5 Non fa la diagonale sul
UDINEdIl pareggio che alla vigi- il primo tempo con una prova pari, non ha il passo sugli
SAMMARCO 5 Fa poco filtro e
lia voleva il Bologna, e che alla al di sotto delle aspettative». poco gioco: per un attaccanti veloci di gamba.
fine non disdegna l’Udinese, centrocampista è troppo poco. BUSCÈ 6 Sta dietro a presidiare la
matura nel recupero quando Bologna vecchio stile Il pareg- sua fascia.
lo svelto Di Natale conferma la gio arriva in extremis: lancio IL MIGLIORE
sua leadership nella classifica lungo dalla trequarti, Corradi h 7 PEPE 7 MUDINGAYI 6,5 Il solito muro,
imprescindibile in questa squadra.
cannonieri infilzando l’ottimo «spizza» di testa per Asamoah Cambia il passo alla squadra,
Viviano e negando ai rossoblu che al volo assiste Di Natale, sfiora due volte il gol, adesso è CASARINI 5,5 Non migliora:
una vittoria che sarebbe stata bravo a bruciare Lanna e Vivia- insostituibile. comincia benino e finisce malino.
pesantissima nella lotta per la no con un tiro alla sua manie- ADAILTON 6 I suoi calci piazzati
salvezza. Invece il Bologna, ISLA 5,5 Molte amnesie e poca mettono sempre in apprensione la
ra. Nel bilancio dell’Udinese pazienza nel dettare i tempi.
sebbene abbia spezzato la se- Antonio Di Natale, 32 anni, 24 centro con l’Udinese in campionato LAPRESSE
o
va iscritto il palo di Lukovic in difesa friulana.
rie di cinque k.o. di fila, vede acrobazia. Il Bologna regge ASAMOAH 6 Fa molta quantità e MODESTO 5 Si mangia un
sempre più assottigliarsi il van- l’assist volante per il pareggio. contropiede tre contro due nel
cambiando assetto e tornando
taggio sull’Atalanta terzulti-
ma, ora scemato a +2: ma il
UDINESE 1 BOLOGNA 1 al vecchio 4-4-1-1 fino al pari
che lascia l’amaro in bocca a
SANCHEZ 6 Tanta corsa, qualche
buono spunto.
finale.
ZALAYETA 5 Più che attaccare gli
punto raccolto al Friuli fa alme- (4-3-3) (4-3-1-2) Colomba («peccato avere su- DI NATALE 6,5 Gol da rapinatore, spazi fa molto jogging dentro al
Handanovic; Ferronetti (29’ st Inler), Za- Viviano; Raggi, Portanova, Moras, Lan- campo. (Succi sv)
no morale in attesa che Di Va- bìto il gol nel recupero. Ma la il suo destro non perdona, sigillo
pata, Lukovic, Pasquale; Sammarco (5’ na; Buscè, Mudingayi, Casarini; Adail- del capocannoniere.
io, ancora sostituito, riprenda st Pepe), Isla, Asamoah; Sanchez, Di ton (11’ st Modesto); Zalayeta (42’ st mia squadra è in crescita»). DI VAIO 5 Troppo sbiadito per
a segnare. Natale, Floro Flores (40’ st Corradi). Succi), Di Vaio (32’ st Gimenez). PANCHI- Problemi invece per Di Vaio FLORO FLORES 5,5 Ci prova ma è essere vero, bisticcia coi tifosi.
PANCHINA Romo, Domizzi, Cuadrado, NA Colombo, Zenoni, Santos, Appiah. che battibecca con alcuni tifosi impreciso (Corradi sv) (Gimenez sv)
Udinese formula 4 Peraltro la Badu. ALLENATORE Marino. ALLENATORE Colomba. per eccesso di delusione. Tre All. MARINO 6 Dopo il brutto All. COLOMBA 6 Prima era un
partita del terrore (avesse per- di loro, tutti bolognesi, sono primo tempo, raddrizza la squadra santo, adesso lo criticano: il
GIUDIZIO 77 AMMONITI Mudingayi, Casarini, Moras,
so, il Bologna avrebbe firmato Zalayeta (B), Sammarco, Pasquale, Zapa-
stati fermati al casello di Udine con le quattro punte. Il turnover tridente non tiene palla ma ferma
un record negativo della sua PRIMO TEMPO 0-1
ta, Inler (U) gioco scor. Di Natale (U) c.n.r. Sud dalla Polizia che nella loro non lo assiste ma c’è Di Natale. l’emorragia dei cinque k.o. di fila.
storia centenaria) si mette su- MARCATORI autorete di Zapata (U) al NOTE paganti 3.610, incasso 109.116,95; abbo
auto ha trovato bastoni e un
bito in discesa per la squadra 3’ pt; Di Natale (U) al 46’ st nati 13.960, quota 27.177. Tiri in porta 7 (un coltello: in questura il trio è sta- TERNA ARBITRALE: MORGANTI 5 C’è l’ombra di un rigore non
emiliana che, tornata dopo 4 palo) 1. Tiri fuori 5 6. In fuorigioco 1 4. Angoli to denunciato per possesso di assegnato al Bologna. E Pasquale da espellere. Copelli 6-Ayroldi 6.
mesi al modulo col tridente of- ARBITRO Morganti di Ascoli. 10 6. Recuperi: 0 4’ oggetti atti ad offendere.

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• OR G NAL COPY • OR GINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIG NAL COPY • OR G NAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • OR G NAL COPY • OR GINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


LUNEDÌ 19 APRILE 2010
R LA GAZZETTA DELLO SPORT

SERIE A 34a GIORNATA


Nella festa LE PAGELLE
di ALESSIO DA RONCH Maxi Lopez LE PAGELLE
di F.C.

del gol PARMA 6


h IL MIGLIORE
7 MIRANTE spreca CATANIA 6
ANDUJAR 5,5 Non convince
nell’insieme, poche colpe sui gol.

la spunta Siena, il pari


Se la partita non si chiude molto ALVAREZ 6,5 Sempre attento in
prima è merito suo. copertura si concede numeri.
ZACCARDO 5,5 Solo contro due, SILVESTRE 5,5 Si lascia superare
viene spazzato via. da Maccarone sul primo gol.
PACI 6,5 Acquafresca non lo TERLIZZI 6,5 Bravo sulle chiusure

il Genoa non basta


sorprende mai. sbroglia situazioni complicate.
DELLAFIORE 6 Degno aiutante di CAPUANO 6 Molte discese, ma
Paci. concede il cross a Ghezzal sull’1-1.
LUCARELLI 5 Palacio lo RICCHIUTI 6 Assist preziosi per le
sorprende. punte e buon lavoro in mezzo.
JIMENEZ 6 Diligente e prezioso.
Il Parma rimonta da 0-2 a 2-2 LUNARDINI 5 Spaesato.
BOJINOV 6,5 Sbaglia parecchio
Sul 2-1 il Catania sbaglia DELVECCHIO 5,5 Il suo ingresso
in campo non sposta gli equilibri.
CARBONI 5,5 Lotta come sempre
ma Gasperini fa entrare Fatic ma spinge in avanti la squadra.
GALLOPPA 6 Corre tanto ma solo un rigore con l’argentino ma pecca per imprecisione.
a tratti ci mette pure qualità.
che dopo un minuto sigla il 3-2 Poi Vergassola firma il 2-2
IL MIGLIORE
LANZAFAME 5 Gli dicano che a h 7 BIAGIANTI
calcio si gioca anche quando hanno Un bel gol e tanta iniziativa.
la palla gli altri (Dzemaili s.v.).
CRESPO 6,5 Ci mette l’impegno di IZCO 5 Partita da dimenticare
un esordiente. (Sciacca s.v.).
ANTONELLI 6 Incisivo a tratti MAXI LOPEZ 6 Segna un gran gol
(Pasi s.v.). ma fallisce il rigore da 3 punti.
ALL. GUIDOLIN 6 Espulsione MORIMOTO 5,5 Propizia il rigore e
severa: nell’intervallo era riuscito a nient’altro (Ledesma s.v.).
cambiare la squadra. All. MIHAJLOVIC 6 Penalizzato
dalle assenze di Martinez e
GENOA 7 Mascara e dal rigore sbagliato.
SCARPI 6,5 Sbaglia su Zaccardo,
ma si riscatta alla grande. SIENA 6,5
PAPASTATHOPOULOS 6 Non si CURCI 6 Nulla può sulle 2 reti,
concede sortite in avanti. Solido. bravo a parare il rigore di Lopez.
DAINELLI 6 Difficile da saltare. ROSI 6 Finché gioca non demerita.
Ammonito, sarà squalificato.
REGINALDO 6,5 Il suo inserimento
BOCCHETTI 5 Ogni tanto sembra da una bella scossa in avanti.
andare in stand by.
MALAGO’ 6 Sorveglia con
MESTO 5 Impreciso. destrezza l’area di rigore.
FATIC 6,5 Entra e decide, come CRIBARI 6 Responsabile sul
nei sogni. primo gol ma salva su Capuano
MILANETTO 6 Spirito da leader. dopo il rigore sbagliato da Maxi.
ZAPATER 6 Farebbe pressing DEL GROSSO 5,5 Anche lui ha
anche sul portiere. qualche colpa sull’1-0.
IL MIGLIORE
h 7 TOMOVIC h IL MIGLIORE
7 VERGASSOLA
A sinistra, a centrocampo, più Costruisce tanto ma soprattutto
fuori ruolo di così si muore, lui azzecca il colpo del pari.
invece si trasforma in fuoriclasse.
EKDAL 5,5 Lavoro oscuro a volte
PALACIO 7 Determinante, anche anche un po’ impreciso.
fuori casa, in crescita (Lazarevic JAROLIM 6 Porta energie fresche.
Ivan Fatic, 21 anni, esulta mentre Luis Jimenez si dispera GETTY IMAGES s.v.). Simone Vergassola, 34 anni, festeggia il 2-2 con Malagò, 30 LAPRESSE TZIOLIS 6 Aiuta i suoi a risalire.
ACQUAFRESCA 5 L’unico squillo
viene cancellato dal guardalinee. GHEZZAL 6,5 Bene sia all’inizio da
DAL NOSTRO INVIATO 3-2 (Fatic al 28’ s.t.) nascono in FRANCESCO CARUSO ta. Ma non è solo per questo esterno, sia dopo in difesa.
ANDREA SCHIANCHI quella zona. Zaccardo, povero PALLADINO 6,5 Il dribbling 5 RIPRODUZIONE RISERVATA che il Catania manca il bersa-
lui, è spesso preso in mezzo da nell’azione del 2-0 è una magia. glio da 3 punti. Però è evidente LARRONDO 5,5 Si vede poco.
5 RIPRODUZIONE RISERVATA
due avversari e non può che ar- SCULLI 6 Gioca dopo una notte CATANIA dUndici metri di trop- che non può permettersi di per- CALAIO’ 6 Dà sostanza.
rendersi. passata a smaltire la febbre. po. Dopo un’ora di gioco il Cata- dere i 2 terzi del suo attacco ti- MACCARONE 6,5 Gran bel gol.
PARMA dSe la partita perfetta è ALL. GASPERINI 7 Con lui non nia ha sul piede di Maxi Lopez tolare. Ha ragione infatti il tec- ALL. MALESANI 6,5 Imposta bene
quella in cui si vedono tanti gol, Genoa in forma Questo successo esiste la parola resa. la palla che potrebbe valere la nico etneo a rimproverare ai la gara e azzecca i cambi.
tante azioni e il cuore batte im- è la risposta a chi parlava del Ge- salvezza quasi matematica e la suoi di non aver saputo chiude-
pazzito per più di 90 minuti, allo- noa come di una squadra alla TERNA ARBITRALE: BANTI 6 Non
5a vittoria consecutiva in casa re prima la gara. Ma l’altra fac- TERNA ARBITRALE: GAVA 5,5
ra è qui la festa. Qui al Tardini, frutta. Anzi: all’ammazza-caffè. spezzetta il gioco e anche lui dopo 2 anni. Ma l’argentino del- cia della medaglia è la forza di Indovina le scelte importanti
dove Parma e Genoa se le danno Se i giocatori di Gasperini hanno rende bella la partita.
la provvidenza, la rivelazione volontà senese che tiene anco- ma sbaglia diverse decisioni
di santa ragione (nel senso che poche energie, vorremmo veder- Giordano 5-Ghiandai 6.
rossazzurra e forse anche del ra acceso il barlume di speran- minori. Viazzi 6-Liberti 6.
spingono sull’acceleratore dal li quando ne hanno: diventeran- campionato, sbaglia il rigore za. Quella flebile luce che illu-
primo all’ultimo minuto), corro- no mica come il Barcellona, eh? del 3-1. Un errore che dà fiato mina il cammino ricco di volon-
no, lottano, regalano emozioni e Contro il Parma Tomovic sem- alle speranze del Siena, che di tà della formazione di Malesa-
segnano 5 reti. E pazienza se il
grande Annibale Frossi sostene-
bra il Roberto Carlos dei tempi
belli, Palladino delizia con toc-
PARMA 2 fatti 9’ dopo pareggia. E poi pro-
va anche a vincere ma alla fine
ni. Un allenatore che vale più
di quel che il calcio italiano gli
CATANIA 2
va che la gara ideale deve termi-
nare 0-0: lo diceva nell’era prei-
chi sapienti e Palacio timbra la
sua prima doppietta (stupendo GENOA 3 deve accontentarsi del bottino
minimo. La squadra toscana
ha fin qui riservato.
SIENA 2
storica del calcio, quando il pal- il primo gol con un colpo da bi- GIUDIZIO 7777 PRIMO TEMPO 0-1 non ruba nulla e dimostra anco- Film dei gol Il cammino del Cata- GIUDIZIO 777 PRIMO TEMPO 1-0
lone era color cuoio e le tv dove- liardo, di furbizia il secondo). Se MARCATORI Palacio (G) al 34’ p.t.; Pala- ra una volta di pagare un pe- nia inizia apparentemente in MARCATORI Maxi Lopez (C) all’11’ p.t.;
vano ancora nascere. Parma e poi l’allenatore mette dentro un cio (G) al 6’, Zaccardo (P) al 15’, autogol daggio ingeneroso alla classifi- discesa col bellissimo gol di Ma- Maccarone (S) al 4’, Biagianti (C) al 5’,
Genoa se la sono giocata, come panchinaro (Fatic) e, dopo nem- Bocchetti (G) al 17’, Fatic (G) al 28’ s.t. ca. Il Catania della resurrezio- xi, l’ottavo centro in 13 partite Vergassola (S) al 24’ s.t.
si dice in gergo e come il pubbli- meno 1’, questo s’inventa la rete PARMA (4-3-3) Mirante; Zaccardo, ne Mihajlovic può anche per- (e potevano già essere 9). Bia- CATANIA (4-3-3) Andujar; Alvarez,
Paci, Dellafiore, A. Lucarelli; Jimenez,
co chiede: alla fine è la squadra della vittoria, allora vuol dire Lunardini (Bojinov dal 1’ s.t.), Galloppa;
mettersi di gettare al vento 2 gianti lancia in area per l’argen- Silvestre, Terlizzi, Capuano; Ricchiuti
di Gasperini a mettere in valigia che è la domenica giusta. Lanzafame (Dzemaili dal 40’ s.t.), Cre- punti che avrebbero imprezio- tino che di forza si crea un var- (dal 18’ s.t. Delvecchio), Carboni, Bia-
i tre punti e a scappare verso l’Eu- sito ulteriormente il suo girone co per il tiro: gran botta dal bas- gianti; Izco (dal 36’ s.t. Sciacca), Maxi
spo, Antonelli (Pasi dal 35’ s.t.). PAN-
Lopez, Morimoto (dal 48’ s.t. Lede-
ropa League, interrompendo la Parma arrabbiato Il gruppo di CHINA Pavarini, Gigli, Castellini, Bacco- di ritorno straordinario. so verso l’alto, imprendibile sma). PANCHINA Campagnolo, Poten-
striscia di 8 risultati utili di fila di Guidolin urla di rabbia e il tec- lo. ALLENATORE Guidolin. per Curci. Il tempo scivola via
GENOA (3-4-3) Scarpi; Papastatho- za, Bellusci, Spolli. ALL. Mihajlovic.
Guidolin. nico finisce di guardare la par- poulos, Dainelli, Bocchetti; Mesto (Fa-
La chiave Le assenze di Masca- col Catania che controlla il van- SIENA (4-3-3) Curci; Rosi (dal 6’ s.t.
tita dalla tribuna (espulso per tic dal 27’ s.t.), Milanetto, Zapater, To- ra e Martinez costringono taggio senza patemi d’animo. Reginaldo), Malagò, Cribari, Del Gros-
La chiave Trovare un motivo tat- proteste). Sotto di due gol, il movic; Palacio (Lazarevic dal 40’ s.t.), Mihajlovic e schierare in avanti Ma il Siena riequilibra la gara so; Vergassola, Ekdal (dal 32’ s.t. Jaro-
in avvio di ripresa con la zucca- lin), Tziolis; Ghezzal, Larrondo (dal 6’
tico per spiegare questo 3-2 è co- Parma ha la forza di rimettersi Acquafresca, Palladino (Sculli dal 13’ Izco e Morimoto ai fianchi di
s.t.). PANCHINA Amelia, Boakye, Gu- s.t. Calaiò), Maccarone. PANCHINA
me cercare un ago nel pagliaio. in carreggiata (prima la zucca- Maxi Lopez. Il giapponese che ta di Maccarone che raccoglie Pegolo, Odibe, Terzi, Jajalo. ALL. Male-
cher, Terigi. ALLENATORE Gasperini.
Nel primo tempo le volate di To- ta di Zaccardo e poi il clamoro- non giocava titolare da oltre 2 un cross di Ghezzal. Il Siena sani.
movic sulla sinistra disintegra- so autogol di Bocchetti), ma ARBITRO Banti di Livorno mesi è bravo a procurare il rigo- non riesce a gioire perché i pa-
no la difesa del Parma, anche non la lucidità per rimanerci. re ma per il resto fa quasi scena droni di casa passano nuova- ARBITRO Gava di Conegliano.
ESPULSO Guidolin per proteste al 17’
perché Lanzafame non lo segue È vero che sul gol di Fatic pesa s.t. AMMONITI A. Lucarelli (P) per gioco muta. Sul dischetto vorrebbe mente in vantaggio con una bel- AMMONITI Morimoto (C) per c.n.r., Cri-
come dovrebbe. E anche nella ri- un sospetto di fuorigioco, però scorretto Dainelli (G) per proteste, andare Mori ma l’argentino la combinazione Biagianti-Ma- bari (S), Rosi (S), Ghezzal (S), Reginal-
Scarpi (G) per c.n.r. do (S) per gioco scorretto.
presa, pur con gli emiliani dispo- è altrettanto vero che non ci si non cede e calcia male. Se Ma- xi-Biagianti e rasoterra alla de-
NOTE Paganti 7.438, incasso 91.302 euro,
sti in un più ordinato 4-4-2, la può far trovare scoperti in simili NOTE Paganti 2.969, incasso 16.959,40 euro; scara non fosse stato squalifica- stra di Curci. Dopo il rigore abbonati 10.668, quota n.c. Tiri in porta 8 8.
abbonati 13.691, quota di 119.648,28 euro. Ti
fascia mancina del Genoa è risul- situazioni di gioco. Leggerezza, ri in porta 8 6. Tiri fuori 6 8. Angoli 8 5. In
to avrebbe tirato lui la massi- mancato, Vergassola con un ti- Tiri fuori 2 8. In fuorigioco 1 5. Angoli 2 11.
tata il terreno di conquista: i gol disattenzione o mancanza di fuorigioco 1 1. Rec. 0’ p.t.; 5’ s.t. ma punizione. Izco poi che non ro da fuori mette fine alla festa Recuperi: p.t. 1’, s.t 3’.
del 2-0 (Palacio al 6’ s.t.) e del birra nel finale? è un attaccante sbaglia la parti- anticipata del Catania.

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• OR G NAL COPY • OR GINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIG NAL COPY • OR G NAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • OR G NAL COPY • OR GINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


LUNEDÌ 19 APRILE 2010
LA GAZZETTA DELLO SPORT R #

SERIE A 34a GIORNATA


RISULTATI CLASSIFICA I MARCATORI
ATALANTA-FIORENTINA 2-1 PARTITE RETI RIGORI
PUNTI POSIZIONE ULTIME 24 RETI: Di Natale (5) (Udinese)
Ferreira Pinto (A), Tiribocchi (A), Montolivo (F) SQUADRE PUNTI IN CASA FUORI TOTALE IN CASA FUORI TOTALE DIFF. FAVORE CONTRO 2008-2009 E STAGIONE QUATTRO 19 RETI: Milito (4) (Inter)
RETI DIFFERENZA 2008-2009 GARE
BARI-NAPOLI 1-2 G. V. N. P. G. V. N. P. G. V. N. P. F. S. F. S. F. S. T. R. T. R. 16 RETI: Miccoli (5) (Palermo)
Lavezzi (N), Lavezzi (N), Almiron (B) ROMA 71 17 14 1 2 17 7 7 3 34 21 8 5 33 14 28 23 61 37 +24 10 8 6 5 53 (+18) 6 VVVV 15 RETI: Gilardino (1) (Fiorentina);
Pazzini (2) (Sampdoria)
CAGLIARI-PALERMO 2-2 INTER 70 17 13 4 0 17 7 6 4 34 20 10 4 35 11 30 19 65 30 +35 6 6 7 6 77 (-7) 1 PVNV
Cossu (C), Jeda (C), Miccoli (P), Hernandez (P) 14 RETI: Borriello (1) (Milan)
MILAN 64 17 10 5 2 17 8 5 4 34 18 10 6 33 20 22 15 55 35 +20 9 6 3 2 70 (-6) 2 NVNP 13 RETI: Matri (3) (Cagliari); Vucinic (2)
CATANIA-SIENA 2-2 (Roma)
Maxi Lopez (C), Maccarone (S), Biagianti (C), SAMPDORIA 57 17 11 6 0 17 5 3 9 34 16 9 9 28 10 15 29 43 39 +4 4 3 4 3 41 (+16) 13 NVVV
12 RETI: Barreto (4) (Bari); Eto'o (2)
Vergassola (S) PALERMO 55 17 12 5 0 17 3 5 9 34 15 10 9 30 12 21 31 51 43 +8 7 6 5 5 52 (+3) 7 VPVN (Inter); Pato (Milan); Hamsik (2) (Napoli);
CHIEVO-LIVORNO 2-0 NAPOLI 52 17 8 7 2 17 5 6 6 34 13 13 8 24 16 22 25 46 41 +5 5 2 8 5 42 (+10) 12 VNPV Maccarone (1) (Siena)
Pellissier (C), Abbruscato (C) 10 RETI: Tiribocchi (Atalanta); Adailton
JUVENTUS 51 17 8 4 5 17 7 2 8 34 15 6 13 27 23 22 26 49 49 0 3 2 5 4 66 (-15) 3 VPVP (1) (Bologna); Floccari (2) (4 con il
INTER-JUVENTUS 2-0
Maicon (I), Eto'o (I) GENOA 48 17 10 5 2 17 3 4 10 34 13 9 12 40 26 15 29 55 55 0 10 9 10 9 60 (-12) 5 NNPV Genoa) (Lazio); Cavani (1) (Palermo);
Totti (4) (Roma)
LAZIO-ROMA 1-2 PARMA 46 17 9 4 4 17 3 6 8 34 12 10 12 19 14 18 30 37 44 -7 4 2 4 3 in B in B NNVP
9 RETI: Di Vaio (2) (Bologna); Martinez
Rocchi (L), Vucinic (R) rigore, Vucinic (R) FIORENTINA 46 17 9 2 6 17 4 5 8 34 13 7 14 27 17 20 24 47 41 +6 2 2 4 3 61 (-15) 4 VNNP (1) (Catania); Pellissier (Chievo);
PARMA-GENOA 2-3 BARI 43 17 9 4 4 17 2 6 9 34 11 10 13 25 15 16 28 41 43 -2 9 4 5 3 in B in B NPPP Ronaldinho (4) (Milan); Quagliarella
Palacio (G), Palacio (G), Zaccardo (P), Bocchetti (G) (Napoli); Floro Flores (Udinese)
autorete, Fatic (G) CHIEVO 41 17 6 5 6 17 5 3 9 34 11 8 15 19 17 12 17 31 34 -3 2 1 9 6 35 (+6) 16 NPPV 8 RETI: Nené (1) (Cagliari); Mascara (5)
SAMPDORIA-MILAN 2-1 CAGLIARI 41 17 7 5 5 17 4 3 10 34 11 8 15 34 26 18 27 52 53 -1 7 6 5 5 49 (-8) 8 NPPN e Maxi Lopez (1) (Catania); Balotelli
Borriello (M), Cassano (S) rigore, Pazzini (S) (Inter); C. Lucarelli (2) (Livorno); Bojinov
CATANIA 40 17 7 6 4 17 2 7 8 34 9 13 12 23 14 17 26 40 40 0 9 7 4 2 40 (=) 14 PVNN (Parma); Cassano (1) (Sampdoria)
UDINESE-BOLOGNA 1-1 UDINESE 39 17 9 4 4 17 1 5 11 34 10 9 15 31 21 13 29 44 50 -6 6 5 7 5 48 (-9) 9 PVVN 7 RETI: Valdes (2) (Atalanta); Jeda (2)
Felipe (U) autorete, Di Natale (U) (Cagliari); Del Piero (2) e Trezeguet
LAZIO 37 17 4 6 7 17 4 7 6 34 8 13 13 16 18 16 20 32 38 -6 5 3 5 5 47 (-10) 10 NNVP
(Juventus); Huntelaar (1) (Milan); Lavezzi
BOLOGNA 36 17 6 4 7 17 3 5 9 34 9 9 16 22 25 15 26 37 51 -14 3 3 3 2 29 (+7) 18 PPPN (Napoli)
PROSSIMO TURNO ATALANTA 34 17 7 4 6 17 2 3 12 34 9 7 18 22 17 12 28 34 45 -11 3 3 6 2 44 (-10) 11 PVPV 6 RETI: Amoruso (2) (5 reti con il
Parma) (Atalanta); Jovetic (1)
sabato 24 aprile
INTER-ATALANTA (ore 18) (1-1) SIENA 30 17 4 7 6 17 3 2 12 34 7 9 18 16 22 21 37 37 59 -22 4 2 7 5 40 (-10) 14 NPVN (Fiorentina); Palacio (Genoa); Maicon
PALERMO-MILAN (ore 20.45) (2-0) (Inter); Hernandez (Palermo); De Rossi
domenica 25 aprile, ore 15 LIVORNO 26 17 4 5 8 17 2 3 12 34 6 8 20 15 22 7 30 22 52 -30 3 2 4 2 in B in B NNPP
BOLOGNA-PARMA (1-2); FIORENTINA-CHIEVO (1-2); (Roma); Calaiò e Ghezzal (1) (Siena)
GENOA-LAZIO (0-1); JUVENTUS-BARI (1-3); U DIRETTAMENTE IN CHAMPIONS U PRELIMINARI DI CHAMPIONS U DIRETTAMENTE IN EUROPA LEAGUE U RETROCESSIONE IN SERIE B. 5 RETI: Conti (Cagliari); Morimoto
LIVORNO-CATANIA (1-0); NAPOLI-CAGLIARI (3-3); A parità di partite giocate la nostra classifica tiene conto di quest’ordine preferenziale: 1o punti negli scontri diretti. 2o differenza reti negli scontri diretti. 3o differenza (Catania); Marchionni e Vargas
UDINESE-SIENA (1-2); ROMA-SAMPDORIA (ore 20.45) (0-0) reti globale. 4o gol segnati. 5o ordine alfabetico. (Fiorentina); Crespo, Mesto, M. Rossi e
Sculli (Genoa); Amauri e Diego
(Juventus); Rocchi (Lazio); Maggio
(Napoli); Budan (Palermo); Zaccardo
CONCORSI

2
(Parma); Perrotta, Riise e Toni (Roma);
Concorsi n. 40 del 18 aprile 2010 BONERA-CASSANO: SI’ RIGORE-ROSSO Mannini (Sampdoria)
TOTOCALCIO
4 RETI: Almiron e Meggiorini (Bari);

Parma, gol Genoa


Atalanta - Fiorentina 1
Bari - Napoli 2 Zalayeta (Bologna); Lazzari (Cagliari);
Cagliari - Palermo X Marcolini (1) (Chievo); Mutu Fiorentina);
Catania - Siena X Palladino (1) (Genoa); Sneijder (Inter);

in fuorigioco
La Moviola

Parma - Genoa 2 Chiellini (Juventus); Cruz (1) (Lazio);


Sampdoria - Milan 1 Danilevicius e Tavano (Livorno);
Udinese - Bologna X
Benevento - Novara 1 Seedorf (Milan); Denis (Napoli);
Spal - Verona X Biabiany e Paloschi (Parma); Brighi
Monza - Pergocrema X
ANTONELLO CAPONE CAGLIARI-PALERMO 2-2 (Roma); Vergassola (Siena); Pepe
Paganese - Alessandria 1 5 RIPRODUZIONE RISERVATA Cavani va su, colpo al vi- (Udinese)
Taranto - Virtus Lanciano X so a Pisano che Rocchi Fatic, in alto, è in fuorigioco quando riceve da Sculli SKY 3 RETI: 34 giocatori
Ternana - Cosenza X ATALANTA-FIORENTINA 2-1
Lazio - Roma 2 giudica involontario. 44’: 2 RETI: 48 giocatori
MONTEPREMI Ok l’1-0 (6’): Tiribocchi pareggio di Miccoli, tenu- Al 28’ st Fatic appena en- rigore e rosso da regola. 1 RETE: 70 giocatori
1.070.203,94 € in linea, tiene in campo la to in gioco da Marzoratti. trato realizza il gol vitto- Dida si salva dopo una pa- AUTORETI: Thiago Silva (Milan) pro
LE QUOTE ria, ma sul passaggio di pera: para sulla linea. Re- Lazio; Andreolli (Roma) pro Bari;
palla, passa a Valdes che
Ai 14 (1) 696.956 € Sculli è in fuorigioco: l’as- golare (47’) il gol di Pazzi- Castellini (Parma) pro Juventus; Gazzi
Ai 13 (33) 5.437 € fa l’assist a Pinto. Gilardi- CATANIA-SIENA 2-2 (Bari) pro Cagliari; Zaccardo (Parma)
Ai 12 (281) 638 € no trattenuto da Manfre- sistente Giordano non co- ni: Mannini che effettua
Tiratina di maglia di Ma- pro Cagliari; Belmonte (Bari) pro
Ai 9 (19) 9.696 € dini: punizione e giallo glie. Vede il fuorigioco di il passaggio non è in fuori-
TOTOGOL lagò, Morimoto si butta: Parma; Astori (Cagliari) pro Milan;
non dati. Sculli che fa togliere il gol gioco. Bocchetti (Genoa) pro Parma; Zapata
COMBINAZIONE VINCENTE giallo di Gava. Giusti rigo-
ad Acquafresca. (Udinese) pro Bologna
5 - 3 - 4 - 11 - 2 - 14 - 1 re e giallo (14’ st): Ghez- UDINESE-BOLOGNA 1-1
MONTEPREMI BARI-NAPOLI 1-2 RETI: in questo turno 31 (2 rigori, 2
377.003,13 € zal su Morimoto, regola- SAMPDORIA-MILAN 2-1 Al 4’ st Pasquale spinge autoreti); in totale 879 (82 rigori, 9
LE QUOTE Bergonzi richiama: De re la parata di Curci su Duretto Gattuso su Pa- Zalayeta che ha una chia- autoreti)
Ai 7 nessun vincitore Vezze su Lavezzi, Santa- Maxi. lombo e Guberti: Rizzoli ra occasione da gol: Mor-
Ai 6 (1) 8.977 €
Ai 5 (18) 498 € croce su Barreto e Barre- ammonisce con parole. ganti non dà punizione
Ai 4 (302) 35 € to su De Santis. Pazienza PARMA-GENOA 2-3 Cassano bravo: trattenu- con rosso. Rischia Luko-
commette fallo su Zuni- Palacio non è in fuorigio-
ISTICHE E
SEGUI LE STATTIZ
to da Bonera (30’) non ca- vic che trattiene e pizzica IE SULLE
ga, niente rigore per la co quando Palladino tira de, ma resiste e tenta di col piede Raggi (17’). Za- TUTT E LE NO
SQUADR E DI SE RI E A SUL
spinta di Alvarez. 0-2 di e quindi può ribattere in segnare. Pazzini a terra, layeta in fuorigioco (gol
Lavezzi (12’ st) tenuto in rete per lo 0-2 la respinta ma Thiago Silva non com- annullato), Di Natale die- NOSTRO SI TO
gioco da Andrea Masiel- di Mirante (6’ st). Crespo mette fallo. Bonera (9’ st) tro la linea del pallone
lo. Bonucci su Pazienza: segna, ma Lucarelli spin- aggancia da dietro Cassa- servito da Asamoah (46’:
veniale. ge Scarpi: Banti annulla. no che è davanti a Dida: 1-1).
Gazzetta.it

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• OR G NAL COPY • OR GINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIG NAL COPY • OR G NAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • OR G NAL COPY • OR GINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


LUNEDÌ 19 APRILE 2010
R LA GAZZETTA DELLO SPORT

MONDO fSPAGNA / 33a giornata


Testa a testa emozionante a 5 turni dalla fine

Il Real batte INGHILTERRA


Crolla l’Arsenal
taccuino
GERMANIA

il Valencia
Torres grave k.o. Borussia Dortmund
LONDRA (g.c.g.) Rovinosa caduta stop con l’Hoffenheim
dell’Arsenal a Wigan, condannato d 31a GIORNATA Colonia-Bo-
alla 5a stagione a mani vuote. Da chum 2-0, Schalke-Borussia Möen-

Liga riaperta
2-0 a 2-3 negli ultimi 11’ per il colpo ch. 3-1, Amburgo-Mainz 0-1, Wolf-
di coda dei Latics che ipotecano la sburg-Werder 2-4, Friburgo-Norim-
salvezza. Londinesi padroni con berga 2-1, Stoccarda-Leverkusen
Walcott (41’) e Silvestre (3’ s.t.), ma 2-1, Bayern-Hannover 7-0, Borus-
Watson (80’) suona la sveglia con sia Do.-Hoffenheim 1-1, Eintracht
l’1-2, poi una papera del portiere F.-Hertha 2-2

Segnano Higuain e Ronaldo Fabianski regala a Bramble il 2-2


(89’) e N’Zogbia (91’) firma il trionfo
CLASSIFICA Bayern 63; Schalke
04 61; Werder e Leverkusen 54; Bo-
russia Dortmund 53; Stoccarda
Blancos a meno 1 dal Barcellona
del Wigan con un capolavoro dal
limite. Brivido per l’A.Villa: va sotto 50; Amburgo 48; Wolfsburg 46; Ein-
col Portsmouth (Brown 10’) poi tracht Francoforte 45; Mainz 44;
FILIPPO MARIA RICCI blo Hernandez, Silva, Mata e rimonta Carew (12’) e Delfouneso Colonia e Borussia Möench. 37;
5 R PRODUZIONE RISERVATA l'avanzato Villa. Guti sbaglia (82’). Oggi Liverpool senza Torres: Hoffenheim 35; Norimberga, Bo-
chum, Friburgo 28; Hannover 27;
un gol incredibile al 20' e 5 mi- stagione finita, dovrà sottoporsi a
Hertha 23.
MADRID Il Real Madrid approfit- nuti dopo serve a Higuain una un intervento chirurgico di
ta del gagliardo regalo del- palla delle sue: l'argentino non ricostruzione della cartilagine del
l’Espanyol, che sabato ha fer- sbaglia e infila il gol numero ginocchio destro, anche il
FRANCIA
mato il Barcellona, e riduce da 25 in Liga. Leo Messi è solo Mondiale è a rischio. Lilla travolgente
3 a 1 la distanza dai rivali. Hi- due gradini più su. 35a GIORNATA Man.City-Man.Utd Superato il Bordeaux
guain e Ronaldo segnano i gol 0-1, Sunderland-Burnley 2-1,
PARIGId (a.g.) Il Lilla scavalca il
del 2-0 sul Valencia, gara diver- Occasioni La partita segue il Gonzalo Higuain, 22 anni, attaccante argentino del Real Madrid: suo l’1-0 AP Stoke-Bolton 1-2,
Bordeaux calando il poker contro il
tente seppur confusa, col Ma- suo piacevole corso, poco ordi- Fulham-Wolverhampton 0-0,
Monaco. Frena il Montpellier con il
drid che perdona a lungo mo- ne e tante occasioni: Alexis sal- ignorandolo quando non do- per il Madrid speranze di Liga Blackburn-Everton 2-3, Tolosa (1-1). Scialbo pareggio tra
strando scarsa amicizia e nulla va sulla linea un tiro a colpo si- vrebbero. La ripresa comincia che si ravvivano. Birmingham-Hull 0-0, St.Etienne e Psg (0-0).
solidarietà tra i suoi uomini curo di Van der Vaart, Higuain con una bella parata di Cesar Tottenham-Chelsea 2-1, 33a GIORNATA Boulogne-Marsi-
più offensivi e finendo col ri- spreca un'occasione deponen- su Marcelo seguita da un sensi- 33a GIORNATA Ieri Malaga-Valladolid Wigan-Arsenal 3-2, glia 1-2; Rennes-Nancy 0-0; Niz-
schiare troppo a lungo. do il pallonetto sul tetto della bile calo di ritmo e interesse. 0-0, Tenerife-Getafe 3-2, Xerez-Ra- Portsmouth-Aston Villa 1-2. za-Lens 0-0; Grenoble-Sochaux
rete, Villa colpisce il palo, Van Guti si è stancato, Silva, obietti- cing 2-2, Deportivo-Almeria 0-0, Athle- Oggi Liverpool-West Ham 2-2; Auxerre-Lorient 4-1; Valen-
Confermati Pellegrini confer- der Vaart non approfitta della vo del Madrid, sembra non vo- tic Bilbao-Saragozza 0-0, Real Ma- CLASSIFICA Chelsea 77; ciennes-Le Mans 0-1; Bordeaux-Li-
ma gli 11 che hanno sofferto e generosità di Higuain. E Ronal- glia far male fino a quando al drid-Valencia 2-0. Oggi Maiorca-Osa- Manchester Utd 76; Arsenal 71; one 2-2; Montpellier-Tolosa 1-1; Lil-
vinto con l'Almeria: in mezzo do? In tutto questo bailamme 27' non spara un missile con- suna. Tottenham 64; Manchester City la-Monaco 4-0; St Etienne-Psg 0-0
Guti, capitano ispirato, si muo- offensivo il portoghese sembra- tro il palo di Casillas. La paura CLASSIFICA Barcellona 84, Real Ma- 62; Aston Villa 58; Liverpool 56; CLASSIFICA Marsiglia 68; Auxer-
ve a piacere tra Van der Vaart, re girare un film autobiografi- sveglia il Madrid, che al 33' drid 83, Valencia 59, Siviglia 57, Maior- Everton 54; Birmingham 47; re 63; Lione, Montpellier 59; Lilla
Xabi Alonso e Gago. Il Madrid co: ingobbito a rimirarsi le pro- con un'azione di Marcelo a sini- ca 52, Villarreal, Athletic Bilbao 49, Ge- Fulham, Stoke, Blackburn 43; 58; Bordeaux 57; Rennes 51; Lo-
prende il controllo della gara prie scarpette nuove cerca qua- stra (dove l'incerottato Bruno tafe 47, Deportivo 44, Atletico Madrid Sunderland 41; Bolton, Wigan 35; rient 50; Monaco 49; Psg 45; Valen-
col Valencia che lascia fare cer- si sempre la soluzione persona- ha sofferto per 90') finalizzata 40, Osasuna, Almeria, Espanyol 38, Wolverhampton 34; ciennes 44; Tolosa, Nancy 43; Lens
cando di innescare la sua arma le con poco beneficio persona- da un piattone di Cristiano Ro- Sporting Gijon 37, Racing Santander West Ham 31; Hull 28; 39; Sochaux 38; Nizza 37; St.Etien-
migliore, il contropiede gesti- le e altrui. E i compagni lo ripa- naldo chiude la gara. Per il por- 36, Saragozza 34, Malaga 33, Tenerife Burnley 27; Portsmouth 15 ne 36; Le Mans 28; Boulogne 24;
to dai suoi quattro piccoli: Pa- gano con la stessa moneta, toghese gol numero 20 in Liga, 32, Valladolid 29, Xerez 27. Grenoble 16.

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• OR G NAL COPY • OR GINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIG NAL COPY • OR G NAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • OR G NAL COPY • OR GINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


LUNEDÌ 19 APRILE 2010
LA GAZZETTA DELLO SPORT R

PRIMA DIVISIONE GIRONE A 31a GIORNATA


Il Novara sposta la festa Cremonese super
Al Figline cinquina
A Benevento il primo k.o. da secondo posto
BENEVENTO-NOVARA 1-0 ingenuo di Drascek) e rea- barella e il suo tecnico Gonzalez 40’ s.t., entra ed CREMONESE-FIGLINE 5-1 ria. E lo fa a suon di gol
GIUDIZIO ++++ lizza in modo impeccabi- non ha più cambi a dispo- è un fulmine), a margine GIUDIZIO +++ contro un Figline che or-
MARCATORE Evacuo su rigore al le. Ma cade in piedi la sizione. d’una gara dove altre MARCATORI Zanchetta (C) su mai ha poco da chiedere
20’ p.t. rigore al 5', Viali (C) al 42' p.t.;
BENEVENTO (4-2-3-1) Gori 7;
squadra di Tesser, che nel- quattro azioni-gol le as- Fioretti (F) su rigore al 6',
al campionato. Il 5-1 ser-
Pedrelli 6, Cattaneo 6,5, Landaida la ripresa attacca 4-3-3 po- La chiave E’ quel rigore sembla. Ma c’è Gori che Cremonesi (C) al 25', Musetti (C) ve a scrollarsi di dosso
7, Palermo 6; Vacca 7,5, De nendo Porcari quale per- che fa la differenza, per- para tutto: specie nel pri- al 45', Villar (C) al 47' s.t. Arezzo e Varese e rafforza-
Liguori 6,5; D’Anna 6 (dal 34’ s.t. no della linea mediana. ché il Novara si comporta mo tempo, specie a Vento- CREMONESE (4-4-2) Paoloni 6,5; A. re il secondo posto in chia-
Ignoffo 6), Castaldo 6,5, Ciarcià Bianchi 6,5, Viali 6,5, Cremonesi
6,5 (dal 25’ s.t. La Camera 6); Per di più in 10 uomini da prima della classe: bec- la. ve playoff. Domenica
6,5, Sales 6,5; Nizzetto 5,5 (25'
Evacuo 7 (dal 40’ s.t. Bueno s.v.). nella fase finale, visto co- ca una traversa (Porcari s.t. Villar 7), Fietta 6, Zanchetta prossima i grigiorossi sa-
(Baican, Agyriba, Cejas, me proprio Porcari esce in 21’ s.t.), un palo (solito La festa Che colpo quello 6,5, Pradolin 6,5 (dall'11' s.t. ranno in campo a Novara
Clemente). All. Acori 7.
NOVARA (4-3-1-2) Fontana 6;
di Acori: torna, batte la ca- Tacchinardi 6); Musetti 7,5, Coda a cui serve un punto per
polista, rientra nei playoff 6 (dal 33' s.t. Varricchio s.v.). (G. centrare la promozione in
Gheller 6, Lisuzzo 6,5, Centurioni GIRONE A RISULTATI
Bianchi, Galuppo, Carotti, Gilioli).
6, Gemiti 6; Porcari 7, Drascek 5 SQUADRE PT G V N P RF RS AREZZO VIAREGGIO 11 (Lumezzane penalizzato All. Venturato 6,5. B. La Cremonese ha chiu-
(dal 31’ s.t. Juliano 6), Rigoni 6; BENEVENTO NOVARA 10
NOVARA 66 31 18 12 1 48 18
CREMONESE FIGLINE 51
dagli scontri diretti). Cam- FIGLINE (4-3-1-2) Pardini 5,5; so la partita nel primo
Motta 5,5 (dal 12’ s.t. Rubino 6); CREMONESE 57 31 15 12 4 57 39
Bertani 6, Ventola 5,5 (dal 20’ s.t. AREZZO 55 31 15 10 6 50 32
FOLIGNO VARESE 11 bia modulo, uomini (Cle- Felice Evacuo, 27 anni, Mugnaini 6 (dal 36' p.t. Duravia 6), tempo: al 4' rigore trasfor-
LECCO PERUGIA 10 mente in panchina), Vac- esulta dopo il gol D’ADDONA Bettini 5, Consumi 5, Pasquini 5,5 mato da Zanchetta, al 42'
Gonzalez 6,5). (Ujkani, Ludi, VARESE 55 31 15 10 6 44 31 LUMEZZANE COMO 00 (dal 25' s.t. Redomi 6,5); Ghinassi
Tombesi, Evola). All. Tesser 6. BENEVENTO 49 31 14 7 10 43 33 MONZA PERGOCREMA 11 ca (20 anni) gioca da sena- 5,5, Campolattano 5,5, Guerri 5
raddoppio di Viali con un
ARBITRO Barbiero di Vicenza 6. LUMEZZANE 49 31 13 10 8 42 35 PAGANESE ALESSANDRIA 31 tore ed è più utile d’un colpo di testa. Il Figline
NOTE paganti 785, abbonati 3.329, SORRENTO PRO PATRIA 30
(dal 33' s.t. Villafane s.v.);
PERUGIA (-2) 40 31 12 6 13 30 32
incasso di 29.343 euro. Ammoniti
Gori, Pedrelli, Drascek, Gemiti e
ALESSANDRIA
FIGLINE (-1)
40 31 11 7 13 32 41
39 31 10 10 11 41 41 PROSSIMO TURNO
pozzo d’acqua in pieno de-
serto, sfiora il 2-0 con Ca- VA IN B SE... Fanucchi 7; Fioretti 6,5, Frediani
5,5. (Casini, Cosentini, Spuntarelli,
con Fioretti su rigore si il-
lude a inizio ripresa cer-
Sanni). All. Torricelli 5,5.
Gheller. Angoli 2-8. SORRENTO 39 31 10 9 12 40 40 domenica 25 aprile, ore 15 staldo (43’ p.t.), D’Anna cando di riaprire la parti-
MONZA
COMO
37 31 8 13 10 33 41
34 31 7 13 11 23 32
ALESSANDRIA LUMEZZANE
COMO SORRENTO
(2 1)
(0 0) (11’ s.t.) ed Evacuo (32’ Domenica può ARBITRO Giacomelli di Trieste 6.
NOTE paganti 937, abbonati 2.381, ta, ma al 25' uno stacco po-
s.t.). Alla fine Tesser la tente di testa di Cremone-
DAL NOSTRO INVIATO
GAETANO IMPARATO
FOLIGNO 33 31 8 9 14 46 51
FIGLINE AREZZO
NOVARA CREMONESE
(2 3)
(2 0)
prende con filosofia: «An- anche perdere incasso di 16.366 euro. Nessun
ammonito. Angoli 4-5. si ristabiliva le distanze.
VIAREGGIO 33 31 7 12 12 21 33 PERGOCREMA PAGANESE (0 3)
5 R PRODUZIONE RISERVATA PERGOCREMA 32 31 8 8 15 33 41 PERUGIA BENEVENTO (1 3) dremo in B in casa no- Il Novara rinvia a domenica Nei minuti finali Musetti
LECCO 31 31 8 7 16 32 45 PRO PATRIA FOLIGNO (1 1) stra». Acori si mette d’im- la festa per la serie B. Con 9 GIORGIO BARBIERI (il migliore in campo) e il
PRO PATRIA 29 31 5 14 12 31 44 VARESE MONZA (1 3) punti di vantaggio a 3 gare
BENEVENTO d Nella terre PAGANESE 27 31 6 9 16 30 47 VIAREGGIO LECCO (0 0) pegno: «Guarire ora dal dalla fine, attende la
5 RIPRODUZIONE RISERVATA giovane argentino Villar
delle streghe, il Novara MARCATORI: 18 RETI Le Noci 8, Pergocrema). mal di trasferta? Siamo Cremonese: è fatta se vince rendevano netto il succes-
perde la sua imbattibilità. 14 RETI Chianese (2, Arezzo); Motta (4, Novara); Paulinho (1, Sorrento). cambiati, sia io che la o pareggia, ma anche se CREMONA dDopo quattro so della Cremonese, al ter-
13 RETI Artico (2, Alessandria); Evacuo (2, Benevento).
Merito d’un rigore che 12 RETI Musetti (Cremonese); Frediani (Fig ine); Giacome li Fo igno).
squadra». Se ne sono ac- perde 1-0, avendo vinto 2-0 pareggi consecutivi la Cre- mine di una gara correttis-
Evacuo si procura (fallo 11 RETI Cozzolino (4, Como); Bertani (Novara); Ripa (3, Pro Patria); Ebagua (Varese). corti tutti. all’andata in trasferta. monese torna alla vitto- sima (nessun ammonito).

AREZZO-VIAREGGIO 1-1 FOLIGNO-VARESE 1-1 LUMEZZANE-COMO 0-0 LECCO-PERUGIA 1-0 MONZA-PERGOCREMA 1-1 SORRENTO-PRO PATRIA 3-0 PAGANESE-ALESSANDRIA 3-1
Eusepi gela l’Arezzo al 91’ Varese a segno con Ebagua Lumezzane, stop dal Como Antonioni che prodezza Monza: non basta Iacopino Paulinho esalta il Sorrento Ibekwe lancia la Paganese
Ma è giallo sul gol del pari Sciaudone salva il Foligno Faroni: gol annullato al 96’ Lecco ok con il Perugia Pergocrema, l’1-1 al 90’ Pro Patria troppo fragile L’Alessandria è a pezzi
MARCATORI Maniero (A) al 13’ MARCATORI Ebagua (V) al 26', LUMEZZANE (4-4-2) Trini 7; For- MARCATORE Antonioni al 32’ s.t. MARCATORI Iacopino (M) su rigo- MARCATORI Paulinho al 24’ p.t.; MARCATORI Ibekwe (P) al 2’ p.t.;
p.t.; Eusepi (V) al 46’ s.t. Sciaudone (F) al 42' s.t. miconi 5,5, Mei 6, Emerson 5,5, Pini LECCO (4-4-2) Orlandi 7; Cortese re al 10’ p.t.; Blanchard (P) al 45’ s.t. Paulinho al 20’, Carlini su rigore al Esposito (P) al 15’, Tortori (P) al 19’,
AREZZO (4-4-2) Mazzoni 6,5; Mu- FOLIGNO (3-4-3) Rossini 6; Gre- 6 (dal 40' s.t. Nicola s.v.); Pintori 6 6, Mateo 6, Pedotti 6,5, Bartolucci MONZA (3-4-1-2) Westerveld 25’ s.t. Artico (A) al 33’ s.t.
sic 6, Cannarsa 5,5, Figliomeni 6, gori 5,5, Furiani 6, Lispi 7; Gallozzi (dal 31' s.t. Faroni 6,5), Calliari 5,5, 5,5; Antonioni 6, Arrigoni 6,5, Cor- 5,5; Tuia 6, Cudini 5,5, Fiuzzi 6; Oua- SORRENTO (3-5-2) Marconato PAGANESE (4-3-3) Pantanelli
Rizza 6,5; Erpen 6 (dal 26’ s.t. Essa- 7 (dal 31' s.t. Calderini 6), Borgese Grippo 5 (dal 13' s.t. Lauria 6), Bra- rent 6 (dal 27’ s.t. Galli 6), Guglieri 6 lembo 5,5, Eramo 5,5, Prato 6 (dal 6,5; Di Nunzio 6, Lo Monaco 6, Fer- 6,5; Grimaldi 6, Panini 6, Esposito
br 5,5), Miglietta 6, Venitucci 6,5, 6 (dal 34' s.t. Fondi 6,5), Sciaudo- daschia 5; Galabinov 5,5, Daud 5. (dall’8’ s.t. Veronese 5,5); Ciano 5, 23’ s.t. Zebi 6), Campinoti 5,5 (dal nandez 6; Vanin 6, Fialdini 6, Greco 6, Sciannamè 6,5; Vicedomini 6,
Croce 6 (dal 23’ s.t. De Oliveira 6,5); ne 7, Rossi 6; Giacomelli 6, Cava- (Alberti, Checcucci, Romeo, Zanar- Sau 5,5 (dal 31’ s.t. Giannone 6,5). 35’ s.t. Barjie s.v.); Iacopino 6,5; Vi- 6 (dal 41’ s.t. Arcidiacono s.v.), Rag- Maisto 6 (dal 21’ s.t. Cucciniello 6),
Chianese 5,5, Maniero 6 (dal 30’ s.t. gna 6, Virdis 5 (dal 9' s.t. Turchi 6). dini). All. Menichini 6. (Pansera, Mandorlini, Ciasca, So- ola 6, Russo 6 (dal 37’ s.t. S. See- gio Garibaldi 6 (dal 36’ s.t. Esposito Memushaj 6; Izzo 6,5 (dal 24’ s.t.
Fofana s.v.). (Giusti, Pecorari, Sere- (Tomassini, Ambrogioni, Pencelli, COMO (5-4-1) Zappino 6; Maggioni derlund). All. Magoni 6. dorf s.v.). (Marcandalli, Scaccaba- s.v.), Angeli 6,5; Carlini 6, Paulinho Tufano 6), Ibekwe 6,5, Lasagna 4,5
ni, Laverone). All. Galderisi 5,5. Fedeli). All. Fusi 6. 6,5, Conti 5,5, Gonnella 6, Goretti 6 rozzi, Anghileri, C. Seedorf). All. Ce- 8 (dal 43’ s.t. Pignalosa s.v.). (Cri- (dal 14’ s.t. Tortori 6,5). (Saraò, In-
PERUGIA (3-4-3) Benassi 6,5;
VIAREGGIO (4-3-3) Ravaglia 6,5; VARESE (4-4-2) Moreau 6; Pisa- (dal 50' s.t. Fragiello s.v.), Franco voli 5,5. scuolo, Silvestri, Masiero, Gallo). grosso, Gambi, Giglio). All. Palum-
Taccucci 6, Urbano 6, Bonomi 6;
Carnesalini 6,5, Fiale 6, Benassi 6, no 6, Dos Santos 5,5, Camisa 6, 6,5; Zerzouri 5,5 (dal 38' s.t. Ko- PERGOCREMA (4-3-3) Rossi All. Simonelli 7. bo 6,5.
Stamilla 5,5 (dal 34’ s.t. Sansotta
Barsotti 5,5; Falivena 5,5 (dal 38’ Armenise 6; Carrozza 5,5, Buzze- lawole s.v.), Salvi 6,5, Riva 6, Filippi- Chauvenet 6; Lolaico 6 (dal 14’ s.t. PRO PATRIA (4-4-2) Caglioni 4; ALESSANDRIA (4-3-2-1) Servili
goli 7 (dal 43' s.t. Gambadori s.v.), ni 6,5; Cozzolino 5,5. (Malatesta, Ru- s.v.), La Vista 5,5, Forò 5,5, Lacrimi- Uliano 6), Pianu 6,5, Blanchard 6,5, Del Grosso 5 (dal 1’ s.t. Rudi 5,5), 6; Pucino 5,5, Signorini 5,5, Cam-
s.t. Costantino s.v.), Reccolani 6,
Mandorlini 5 (dal 1’ s.t. Pizza 6); Cri- Osuji 5,5, Zecchin 5,5 (dal 12' s.t. di, Ardito, Bruno, Kalambay). All. O. ni 5,5; Cazzola 5 (dal 13’ s.t. Perrulli Federici 6 (dal 31’ s.t. Tavares s.v.); Rinaldi 5, Chiecchi 5, Bruccini 6; Ur- maroto 5, Schettino 5 (dal 1’ s.t. Ar-
stiani 6 (dal 10’ s.t. Marolda 6,5), Eu- Corti 6); Ebagua 7, Neto Pereira 6 Brevi-Strano 7. 6), Federici 5 (dal 20’ s.t. Martini 6), Ghidotti 6, Cazzola 6,5, Galli 6 (dal bano 6, Serafini 6, Cristiano 5,5 (dal tico 6,5); A. Buglio 5,5, Briano 6, Da-
sepi 6, Guadalupi 6,5. (Babbini, Pa- (dal 18' s.t. Aloe 5,5). (Grandcle- ARBITRO Zanichelli di Genova 5,5. Paponi 5,5. (De Marco, Accursi, Pa- 14’ s.t. Florean 6); Gherardi 6,5, Fer- 25’ s.t. Giambruno 6), Palermo 6 monte 5,5 (dal 12’ s.t. Porrone 5);
nariello, Briotti, Fommei). All. Rossi ment, Grillo, Del Sante, Momentè). NOTE paganti 514, abbonati 334, in- gani, Radi). All. Buzzi-Zaffaroni 6. rari 6,5, Le Noci 6. (Colombi, Zani- (dal 44’ p.t. Chiodini 6); Sarno 6, Ri- Ciancio 6, Motta 5 (dal 24’ s.t. Vol-
6,5. All. Sannino 6. casso di 5.037 euro. Ammoniti Mag- ARBITRO Barbeno di Brescia 7. nelli, Brambilla, Romano). All. Ra- pa 5,5. (Nocciola, Marci, Ghidoli, para 6); Fantini 6. (Cicutti, Longhi,
ARBITRO Pasqua di Tivoli 5. ARBITRO Tidona di Torino 5. gioni, Gonnella, Grippo, Franco, NOTE paganti 583, abbonati 1.196, stelli 6. Baù). All. Di Fusco 5. Moracci, Rosso). All. Borla 6 (F. Bu-
NOTE paganti 680, abbonati 1.197, NOTE paganti 597, abbonati 691, Daud, Mei e Riva. Angoli 10-4. incasso di 7.937 euro. Ammoniti Cia- ARBITRO De Faveri di San Donà 5. ARBITRO Merchiori di Ferrara 6. glio squalificato).
incasso di 17.195,24 euro. Espulso incasso di 9.215 euro. Ammoniti GIUDIZIO++ no, Taccucci e Pedotti. Angoli 3-3. NOTE paganti 310, abbonati 876, NOTE paganti 230, abbonati 308, ARBITRO Peretti di Verona 6,5.
il tecnico Galderisi al 46’ s.t.; ammo- Rossi e Aloe. Angoli 5-2. incasso di 4.735 euro. Ammoniti incasso di 4.662,17 euro. Espulso NOTE paganti 234, abbonati 486,
LUMEZZANE (Bs) dCon un’accorta, GIUDIZIO++
niti Benassi, Fiale e Chianese. Ango- GIUDIZIO+++ Rossi Chauvenet, Tuia, Lolaico e Vi- Caglioni al 24’ s.t.; ammoniti Fialdini incasso di 1.462 euro. Ammonito
li 6-4. ma mai rinunciataria condotta di ga- LECCO dIl Lecco torna alla vittoria ola. Angoli 0-7. e Serafini. Angoli 3-2. Pucino. Angoli 8-2.
FOLIGNO (Pg) dUn punto ciascuno ra, il Como costringe al pari il Lumez- dopo due mesi e mezzo e torna an-
GIUDIZIO++ GIUDIZIO+++ GIUDIZIO+++ GIUDIZIO++
che non serve al Varese come al zane, raggiunto al quinto posto dal che a sperare nella salvezza diretta
AREZZO dAncora una rimonta subi- Foligno: entrambe debbono anco- Benevento (che è in vantaggio nei dopo una brutta partita in cui il Peru- MONZA dIl Pergocrema acciuffa al- SORRENTO (Na) dSorrento raziona- PAGANI (Sa) dColpo di coda della
ta dall’Arezzo e altri due punti getta- ra lottare per raggiungere i rispetti- confronti diretti). Malgrado il risulta- gia non avrebbe meritato la sconfit- lo scadere il meritato pari. I crema- le e concreto, in vantaggio con Pau- Paganese che supera con una tri-
ti alle ortiche. Questa volta il pari vi obiettivi. Primo tempo senza to è stata una gara ricca di occasio- schi sbagliano l’approccio alla parti- linho che approfitta di uno svarione pletta un Alessandria sotto tono e
ta. A illuminare la gara un eurogol di
del Viareggio arriva in extremis (al grandissimi sussulti. Il risveglio nel- ni gol, con Trini superlativo per tre ta e il Monza ne approfitta per por- difensivo di Rinaldi e Chiecchi per reduce da un lungo viaggio in pull-
Antonioni: palla di Arrigoni sulla fa-
91’) e con il «giallo» dato che l’arbi- la ripresa quando il Varese ha pi- volte su Cozzolino, e con il Lumezza- tarsi in vantaggio al 10’, quando Ia- battere di testa Caglioni (24 ). Con man per la chiusura degli aereopor-
scia sinistra, Antonioni si accentra,
tro Pasqua, su segnalazione del giato sull’acceleratore costruen- ne che a sua volta ha sprecato con copino realizza il rigore concesso la Pro Patria evanescente e distrat- ti. Dopo 2’ i locali passano in vantag-
entra in area, salta due avversari e
guardalinee Atta Alla Mustafa, ave- do anche pregevoli azioni. Ma la re- Galabinov, Daud e Bradaschia la per atterramento da parte dell’ex ta il 2-0 arriva così al 20’ della ripre- gio con Ibekwe, lesto ad insaccare
te del vantaggio è arrivata su cal- palla del vantaggio, prima di recrimi- «a giro» mette la sfera nell’angolino Rossi Chauvenet ai danni di Viola. Il sa con lo stesso Paulinho, che sfrut- un cross di Grimaldi. Il raddoppio
va annullato (fuorigioco?) la rete di
cio piazzato, al 26’, quando Buzze- nare per un gol annullato al 51’ della alto sul secondo palo. Prima solo Ar- Pergocrema inizia un lungo e frene- ta un’altra incertezza della difesa arriva al 15’ della ripresa su angolo
Eusepi per poi, dopo un consulto
goli ha scodellato una palla in area, ripresa a Faroni. L’arbitro, nella mi- rigoni (28’ p.t., punizione dai 35 me- tico forcing: prima Le Noci impe- per allungare a 14 reti il suo bottino di Sciannamè, la cui parabola trova
con lo stesso collaboratore, torna-
re sui suoi passi e convalidarla. Fu- Rossini ha respinto sulla testa di schia sull’angolo battuto da Daud, tri) e Sau (5’ s.t., tiro dal vertice del- gna Westerveld su punizione, poi stagionale. Poi Caglioni, dopo una l’incornata di Esposito che salta in-
riosa la reazione dei toscani con la Ebagua che lo ha trafitto. Il Foli- ha visto una dubbia trattenuta di un l’area piccola), avevano impegnato Prato salva sulla linea il colpo di te- parata, rifila a Carlini una manata disturbato e raddoppia. Al 19’ è an-
doppia espulsione di Galderisi e del gno, dopo aver inserito Turchi al giocatore del Lumezzane sul portie- Benassi. Ma al 37’ p.t. Cazzola ave- sta di Pianu. Il Monza si affida al prima di rinviare il pallone: su segna- cora Sciannamè ad ispirare ser-
d.g. Ceravolo. L’Arezzo era passato posto di uno spento Virdis, è giun- re Zappino. Per il Como un punto va fallito un gol fatto: solo davanti a contropiede, colpisce la traversa lazione di un guardalinee, l’arbitro vendo al centro per Tortori, abile in
in vantaggio dopo 13’ con Maniero, to al pareggio al 42’ con una gran prezioso sulla strada della salvez- Orlandi aveva sbagliato il «cucchia- con Russo, fallisce il 2-0 con Viola Merchiori espelle il portiere e con- acrobazia a deviare in rete. Al 33’
che un minuto prima si era divorato botta di Sciaudone che, dalla lunet- za, il Lumezzane, viceversa, ha ri- io» grazie anche alla pronta uscita e viene punito allo scadere dal toc- cede il rigore al Sorrento trasforma- Artico riduce le distanze fiondando
un gol (bravissimo Ravaglia). ta, ha messo fine alle ostilità. sentito delle fatiche di Coppa. del portiere bluceleste. co in mischia di Blanchard. to dallo stesso Carlini (25’). da centro area su assist di Ciancio.
Stefano Brandini Dini Roberto Di Meo Sergio Cassamali Marcello Villani Matteo Delbue Antonino Siniscalchi Antonio Campitiello

SECONDA DIVISIONE f L’Alto Adige (A) vince al 90’ ed è solo in vetta, ma mercoledì tocca a Feralpi e Alghero 31 a GIORNATA
dE’ sempre l’incertissimo GIRONE A RISULTATI GIRONE B RISULTATI GIRONE C RISULTATI
CANAVESE ALTO ADIGE 01 BASSANO FANO 20 BARLETTA BRINDISI 10
girone A a regalare SQUADRE PT G V N P RF RS
LEGNANO SAMBONIFACESE 20
SQUADRE PT G V N P RF RS
BELLARIA POGGIBONSI 01
SQUADRE PT G V N P RF RS
CATANZARO GELA 20
ALTO ADIGE 56 31 16 8 7 31 23 LUCCHESE 63 31 18 9 4 52 30 JUVE STABIA 66 31 20 6 5 59 25
sorprese: l’Alto Adige, SPEZIA 55 31 15 10 6 43 25
MEZZOCORONA PRO VERCELLI 13
SAN MARINO 55 31 15 10 6 52 33
COLLIGIANA SANGIUSTESE 12
CATANZARO (-3) 64 31 21 4 6 55 24
CISCO ROMA MONOPOLI 32
vincendo al 90’ in FERALPI SALÒ 53 30 13 14 3 38 24
OLBIA CARPENEDOLO rinviata
FANO 52 31 14 10 7 34 22
GUBBIO PRO VASTO 00
CISCO ROMA 59 31 16 11 4 46 20
IGEA NORMANNA n. d.
PAVIA RODENGO 21 ITALA SAN MARCO CELANO 22 ISOLA LIRI VICO EQUENSE 10
trasferta, resta solo, con ALGHERO (-1) 52 30 14 11 5 37 19 PRO BELVEDERE PRO SESTO 00 SANGIOVANNESE 48 31 11 15 5 36 28 LUCCHESE PRATO 20 BARLETTA (-1) 52 31 14 11 6 33 29 JUVE STABIA SCAFATESE 02
lo Spezia a un punto, ma PAVIA 51 31 13 12 6 43 30 SPEZIA CROCIATI NOCETO 10 BASSANO 47 31 11 14 6 44 32 NOCERINA CARRARESE 31 SIRACUSA 51 31 15 6 10 34 23 MANFREDONIA SIRACUSA 20
soltanto dopo i recuperi RODENGO (-1) 48 31 12 13 6 38 24 VALENZANA ALGHERO rinviata PRATO 46 31 12 10 9 45 36 SACILESE SAN MARINO 20 BRINDISI 50 31 14 8 9 47 31 NOICATTARO MELFI 10
LEGNANO (-2) 48 31 13 11 7 40 29 VILLACIDRESE FERALPI SALÒ rinviata GUBBIO 46 31 12 10 9 36 27 SANGIOVANNESE GIACOMENSE 30 CASSINO 47 31 14 5 12 39 39 VIBONESE CASSINO 10
di mercoledì (in campo
PRO VERCELLI 39 31 11 6 14 28 33 SANGIUSTESE 42 31 12 6 13 32 38 GELA 45 31 12 9 10 32 24
anche Feralpi Salò e CROCIATI NOCETO 38 31 8 14 9 32 34 ITALA SAN MARCO 41 31 10 11 10 38 35 PROSSIMO TURNO MELFI 43 31 12 7 12 44 38 PROSSIMO TURNO
PROSSIMO TURNO
Alghero) la vetta sarà CANAVESE 37 31 9 10 12 26 34 domenica 25 aprile, ore 15 CELANO 38 31 9 11 11 32 37 domenica 25 aprile, ore 15 MANFREDONIA 39 31 10 9 12 30 36 domenica 25 aprile, ore 15
veritiera. Colpo di scena SAMBONIFACESE (-1) 36 31 9 10 12 37 43 ALGHERO CANAVESE (0 1) NOCERINA 37 31 8 13 10 35 31 CARRARESE LUCCHESE (0 4) MONOPOLI 37 31 9 10 12 32 37 BRINDISI ISOLA LIRI (1 2)
anche nel girone C con la VALENZANA 35 30 7 14 9 19 24 ALTO ADIGE SPEZIA (0 1) PRO VASTO 36 31 8 12 11 32 42 CELANO BASSANO (2 2) SCAFATESE 35 31 7 14 10 31 36 CASSINO BARLETTA (2 0)
CARPENEDOLO 35 30 9 8 13 33 40 CARPENEDOLO PAVIA (0 3) GIACOMENSE 36 31 9 9 13 29 41 FANO SACILESE (1 0) ISOLA LIRI 35 31 9 8 14 21 39 GELA VIBONESE (0 1)
Juve Stabia battuta in CROCIATI NOCETO VALENZANA (0 0) GIACOMENSE GUBBIO (0 2) MELFI JUVE STABIA (1 2)
OLBIA 34 30 6 16 8 24 25 SACILESE 35 31 8 11 12 30 35 NORMANNA 34 30 8 10 12 27 34
casa: ora il Catanzaro è a MEZZOCORONA 33 31 9 6 16 39 41
FERALPI SALÒ LEGNANO (0 3)
POGGIBONSI 30 31 6 12 13 28 45
POGGIBONSI ITALA SAN MARCO (3 2)
NOICATTARO 31 31 7 10 14 28 47
MONOPOLI NOICATTARO (1 0)
-2. Invece nel girone B la PRO SESTO OLBIA (0 4) PRATO SANGIOVANNESE (0 0) NORMANNA MANFREDONIA (1 2)
VILLACIDRESE 31 30 8 7 15 30 42 PRO VERCELLI VILLACIDRESE (3 1) BELLARIA 29 31 6 11 14 22 36 PRO VASTO NOCERINA (2 1) VIBONESE (-1) 26 31 6 9 16 24 45 SCAFATESE CISCO ROMA (0 1)
Lucchese, vincendo il PRO BELVEDERE 25 31 4 13 14 13 35 RODENGO PRO BELVEDERE (0 0) CARRARESE 29 31 6 11 14 31 50 SAN MARINO COLLIGIANA (2 2) VICO EQUENSE 23 31 4 11 16 17 34 SIRACUSA CATANZARO (1 3)
derby con il Prato, PRO SESTO (-2) 20 31 5 7 19 24 50 SAMBONIFACESE MEZZOCORONA (2 1) COLLIGIANA (-1) 28 31 6 11 14 27 37 SANGIUSTESE BELLARIA (2 1) IGEA (-2) 11 30 1 10 19 23 61 VICO EQUENSE IGEA (2 1)
domenica può far festa. MARCATORI: 15 RETI Lazzaro (5, Spezia).
13 RETI Pietribiasi (Sambon facese).
MARCATORI: 19 RETI Marotta (2, Gubbio). 18 RETI Ce
sca (San Marino). 15 RETI Zubin (6, Itala San Marco). 14 RETI
MARCATORI: 20 RETI Ciofani (6, Cisco Roma). 15 RETI Moscia
ro (5, Catanzaro). 14 RETI De Ange is (3, Juve Stabia); Chiaria (Me f ).
12 RETI Cocco (4, Alghero); Carbone (3, Pavia); Chiaretti (3, Pro Vercelli). Basilico (Prato). 12 RETI Nico ini (4, Giacomense). 11 RETI Biggi 13 RETI Longoni (Catanzaro). 12 RETI W lliam (Brindis ). 11 RETI
TUTTI I TABELLINI 11 RETI Bachlechner (1, Canavese); G. Lorenzini (3, Carpenedolo). (2) e Scandurra (Lucchese). 10 RETI Vieri (4, Prato). 9 RETI Agostinelli (Gela; 6 nell'Igea); Vicentin (Juve Stabia). 10 RETI Infantino

LI TROVATE
A PAGINA 31 & 10 RETI Scavone (4, Alto Adige); Pietranera (2, Crociati Noceto); Bisso
(Legnano).
Guidone (Carrarese); Bartolini (2, Fano); Pera (Lucchese); Ca
vallaro (3, Nocerina); Staffolani (2, Poggibonsi).
(Barletta); Peluso (Juve Stabia); Franchini (Cisco Roma); Perna (1,
Normanna).

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• OR G NAL COPY • OR GINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIG NAL COPY • OR G NAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • OR G NAL COPY • OR GINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


LUNEDÌ 19 APRILE 2010
R LA GAZZETTA DELLO SPORT

PRIMA DIVISIONE GIRONE B 31a GIORNATA


Tutti insieme: che mischione per la B
LA PRIMA LA SECONDA LA TERZA GIRONE B
SQUADRE PT G V N P RF RS
PORTOGRUARO 52 31 14 10 7 34 25
VERONA 52 31 12 16 3 35 16

Stop Portogruaro Verona, beffa al 90’ Pescara che show PESCARA


REGGIANA
TERNANA
52
46
46
31
31
31
13
12
13
13
10
7
5
9
11
34
43
32
21
35
29
Espinal firma il pari Meloni guastafeste La Reggiana non c’è RIMINI
COSENZA
45
41
31
31
13
10
6
11
12
10
34
40
33
41
SPAL 39 31 8 15 8 31 26
TARANTO 39 31 8 15 8 24 23
PORTOGRUARO–FOGGIA 1-1 SPAL-VERONA 1-1 PESCARA-REGGIANA 3-0 RAVENNA 38 31 9 11 11 36 33
CAVESE 38 31 8 14 9 23 25
GIUDIZIO +++ GIUDIZIO ++++ GIUDIZIO ++++ MARCIANISE (-1) 37 31 9 11 11 35 35
MARCATORI Burzigotti (F) al 17’, Espinal (P) al 35’ s.t. MARCATORI Selva (V) al 23’, Meloni (S) al 45’ s.t. MARCATORI Tognozzi all’8’, Ganci al 26’ p.t.; Coletti al 29’ s.t. LANCIANO 37 31 7 16 8 29 36
PORTOGRUARO (4-3-1-2) Rossi 6,5; Cardin 7, Gargiulo 6 (dal 1’ SPAL (4-4-2) Capecchi 7; Ghetti 6, Zamboni 6,5, Bortel 6,5, PESCARA (4-4-2) Pinna s.v.; Zanon 6, Olivi 6, Mengoni 6, Petterini ANDRIA 36 31 8 12 11 28 34
s.t. Gardella 6,5), Madaschi 6, Gotti 6,5; Espinal 7,5, Mattielig Smit 7; Quintavalla 5,5 (dal 29’ s.t. Bazzani 6), Bedin 6, 6; Soddimo 6,5 (dal 33’ s.t. Vitale s.v.), Coletti 6,5, Tognozzi 6,5, FOGGIA (-1) 36 31 8 13 10 26 34
6,5, Puccio 6 (dal 20’ s.t. Scapuzzi 7); Cunico 6,5; Marchi 6 Schiavon 6, Rossi 6,5 (dal 35’ s.t. Migliorini 6); Cipriani 7, Dettori 6,5; Sansovini 6 (dal 28’ s.t. Gessa s.v.), Ganci 7 (dal 24’ GIULIANOVA 32 31 6 14 11 28 37
(dal 27’ s.t. Bocalon 7), Altinier 6. (Marcato, Pondaco, Valtulina 6 (dal 21’ p.t. Meloni 7). (Ioime, Licata, Pedruzzi, s.t. Zizzari s.v.). (Bartoletti, Sembroni, Medda, Carboni). All. Di PESCINA 31 31 7 10 14 30 44
Fusciello, Romano). All. Calori 6,5. Marongiu). All. Notaristefano 6,5. Francesco 7. POTENZA* 31 31 7 10 14 28 43
FOGGIA (4-3-3) Milan 7; Carbone 6, Burzigotti 7 (dal 32’ s.t. VERONA (4-3-3) Rafael 6,5; Cangi 6, Ceccarelli 6, Anselmi 6 REGGIANA (4-4-1-1) Tomasig 7; D’Alessandro 5 (dal 31’ s.t. Mallus
Torta s.v.), Di Dio 5,5, Sgambato 6; Mancino 6, Agnelli 6, (dal 42’ s.t. Massoni s.v.), Pugliese 6,5; Pensalfini 6, Esposito s.v.), Girelli 5,5, Zini 5,5, Mei 5,5; Nardini 5 (dal 10’ s.t. Temelin 6), *Il Potenza è ultimo per sentenza della giustizia sportiva.
Colomba 6 (dal 12’ s.t. Velardi 6); Millesi 6, Morini 7 (dal 24’ s.t. 6,5, Russo 5,5; Ciotola 5,5 (dal 22’ s.t. Farias 7), Selva 6,5 (dal Saverino 5, Maschio 6, Viapiana 6 (dal 38’ s.t. Castiglia s.v.);
MARCATORI: 13 RETI Altinier (Portogruaro). 12 RETI Piovaccari (1, Ravenna). 11 RETI Biancolino
Ceccarelli 6,5), Desideri 6. (Bindi, D’Agostino, Trezzi, 31’ s.t. Di Gennaro 6), Berrettoni 6,5. (Ingrassia, Campagna, Alessi 5,5; Ingari 5,5. (Manfredini, Ferrando, Romizi, Ferrari). All. (2, Cosenza); Sy (3, Andria). 10 RETI Rossi (1, Reggiana). 9 RETI Tedesco (2, Marcianise). 8 RETI
Caraccio). All. Ugolotti 6,5. Garzon, Dalla Bona). All. Remondina 6,5. Dominissini 5. Campagnacci (3, Giu ianova); Stefani (6, Reggiana); Tu li (1, Rimini); Corona (1, Taranto).
ARBITRO Irrati di Pistoia 5,5. ARBITRO Baratta di Salerno 6. ARBITRO Del Giovane di Albano Laziale 5,5. RISULTATI PROSSIMO TURNO
NOTE paganti 1.100, abbonati 162, incasso non comunicato. NOTE paganti 1.124, abbonati 1.933, incasso di 23.766 euro. NOTE paganti 5.432, abbonati 5.366, incasso di 54.055 euro. CAVESE ANDRIA 11
domenica 25 aprile, ore 15
Amm. Agnelli, Di Dio, Altinier, Desideri e Ceccarelli. Angoli 8-9. Ammonito Smit. Angoli 8-5. Ammoniti Sansovini, Coletti, Alessi e Dettori. Angoli 11-0. PESCARA REGGIANA 30 ANDRIA PESCINA (1 1)
PESCINA GIULIANOVA 12 COSENZA RAVENNA (1 3)
PORTOGRUARO FOGGIA 11 FOGGIA PESCARA (0 0)
ROSARIO PADOVANO ALESSANDRO SOVRANI ORLANDO D’ANGELO GIULIANOVA CAVESE (2 2)
RAVENNA MARCIANISE 11
5 RIPRODUZIONE RISERVATA 5 RIPRODUZIONE RISERVATA 5 R PRODUZIONE RISERVATA LANCIANO RIMINI (0 0)
RIMINI POTENZA 20 MARCIANISE TERNANA (3 0)
SPAL VERONA 11 POTENZA PORTOGRUARO (0 1)
PORTOGRUARO (Ve) dIl Portogruaro rischia gros- FERRARA dIl sogno del Verona di tornare solita- PESCARA dVentisei minuti per archiviare la prati- TARANTO LANCIANO 11 REGGIANA SPAL (1 1)
VERONA TARANTO (0 0)
so nella sfida interna contro il Foggia, ma resta rio al comando della classifica è sfumato al 90’, ca Reggiana e risalire in cima alla classifica assie- TERNANA COSENZA 00

aggrappato alla vetta (e primo in virtù degli quando Meloni ha incornato un traversone dal- me a Verona e Portogruaro. Il Pescara segna due
scontri diretti). I granata affrontano la gara la sinistra di Smit, regalando alla Spal la rete volte nella prima mezzora, con Tognozzi e Gan-
con eccessiva tensione, acciuffando il pari a po- del pareggio. Primo tempo all’insegna dell’equi- ci, chiude i conti nella ripresa con Coletti e sogna
chi minuti dal termine. I rossoneri disputano librio, mentre la ripresa ha visto entrambe le la B. Il vantaggio arriva sugli sviluppi di un ango- CLASSIFICA AVULSA
un’ottima gara, imbrigliano il Portogruaro per
tutto il primo tempo e nella ripresa passano me-
squadre cercare la vittoria. Veneti in vantaggio
al 23’ con l’ex Selva, che appoggia in rete un
lo. Il raddoppio al 26’ porta la firma di Ganci, che
gira di testa un cross di Dettori. Saverino e com- Così il Porto è primo
ritatamente in vantaggio con un colpo di testa pallone servitogli da Farias, appena subentrato pagni escono di scena. Nel secondo tempo Toma-
Gli scontri diretti fra le Portogruaro 0-1,
di Burzigotti, lasciato completamente solo su a Ciotola. Il Verona, sulla pressione della Spal, sig deve compiere due miracoli in pochi minuti
tre squadre in vetta: Verona-Pescara 0-0,
azione d’angolo. Calori manda in campo i gio- che prendeva il sopravvento anche grazie agli su Soddimo e Sansovini, ma non può fare nulla
Portogruaro-Pescara Verona-Portogruaro è
iellini Scapuzzi e Bocalon per raddrizzare l’in- inserimenti di Bazzani e Migliorini, lasciava sul colpo di testa di Coletti, al 29’ (Alessi prova a
2-2, Pescara-Verona alla 34ª. La classifica:
contro. Al 35’ su una percussione centrale Boca- l’iniziativa nelle mani dei ferraresi che nel recu- fermare il pallone con la mano ma senza fortu-
0-0, Portogruaro- Portogruaro p. 5,
lon di testa serve Espinal che si sistema il pallo- pero, in contropiede, ha fallito per mancanza na). Vittoria limpida, ma non basta per la B: Vero-
Verona 0-0, Pescara- Verona e Pescara 3.
ne battendo l’ottimo Milan. di lucidità qualche contropiede per la vittoria. na e Portogruaro soffrono, ma non mollano.

RIMINI-POTENZA 2-0 TERNANA-COSENZA 0-0 TARANTO-LANCIANO 1-1 CAVESE-ANDRIA 1-1 RAVENNA-MARCIANISE 1-1 PESCINA-GIULIANOVA 1-2
Rimini, vittoria con vista playoff Ternana rimaneggiata: punto ok Moi risponde a Ferraro Segna Turienzo, risponde Sy Tomi lancia il Marcianise Campagnacci, perla da 3 punti
Il Potenza paga la stanchezza Il Cosenza sbatte sulla traversa E’ un pari che accontenta tutti E’ un pareggio di rigore Ravenna salvo con Ciuffetelli Pescina, cambia il presidente
MARCATORI Nolè al 35’ p.t.; Frara su TERNANA (4-4-2) Cunzi 7; Perney 5,5 MARCATORI Ferraro (T) all’8’, Moi (L) al MARCATORI Turienzo (C) su rigore al MARCATORI Tomi (M) al 21’ p.t.; Ciuffetel- MARCATORI Schneider (G) al 33’ p.t.; Bet-
rigore al 3’ s.t. (dal 24’ s.t. Negrini s.v.), Bertoli 6, Tede- 38’ p.t. 10’, Sy (A) su rigore al 38’ s.t. li (R) al 36’ s.t. tini (P) al 29’, Campagnacci (G) al 35’ s.t.
RIMINI (4-3-3) Pugliesi 6; Catacchini schi 6, Imburgia 5,5; Concas 5, Di Deo 6, TARANTO (4-4-2) Bremec 6; Imparato CAVESE (3-4-3) Russo 6; Cipriani 5,5, RAVENNA (4-4-2) Rossi 6,5; Rizzo 5,5, PESCINA (4-4-2) Bifulco 5; Locatelli 5,5,
6,5, Vitiello 6, Lebran 6, Regonesi 6; Mar- Costantini 5, Piccioni 5,5 (dal 9’ s.t. Ales- 5,5, Migliaccio 5,5, Prosperi 6, Colombini Nocerino 6, D’Orsi 5,5; Bacchiocchi 6 Ciuffetelli 6,5, Fasano 6, Sabato 6 (dal 38’ Molinari 6,5, Birindelli 5, Pomponi 5; Re-
chi 6,5, Malaccari s.v. (dal 20’ p.t. D’Anto- sandro 5,5); Noviello 5,5, Perna 5,5 (dal 5,5; Di Roberto 5, Giorgino 6,5, Rajcic 5 (dal 33’ s.t. Lagnena 5,5), Spinelli 5,5, Fa- s.t. Biserni s.v.); Rossetti 5,5 (dall’8’ s.t. Ca- becchi 5 (dal 1’ s.t. Negro 5,5), Bettega
ni 7), Frara 6,5; Nolè 6,5 (dal 29’ s.t. Bac- 43’ s.t. Balistreri s.v.). (Piacenti, Procida, (dal 20’ s.t. Quadri 5,5), Cuneaz 6 (dal 31’ vasuli 6, Radi 5,5; Schetter 5,5 (dal 23’ vagna 6), Giordano 6 (dal 22’ s.t. Correa 5,5, De Angelis 5,5, Capparella 5,5 (dal 1’
cin s.v.), Longobardi 6,5 (dal 35’ s.t. Mat- Confalone, Ferrari). All. Giorgini 6. s.t. Russo s.v.); Ferraro 6 (dal 25’ s.t. Coro- s.t. Maiorano 6), Turienzo 6,5, Insigne 5 6,5), Sciaccaluga 6, Toledo 6; Gerbino Po- s.t. Cesar 6); Cipolla 5,5 (dal 22’ s.t. Bettini
teini s.v.), Tulli 6. (Migani, Rinaldi, Giaco- COSENZA (3-5-2) Gabrieli 6; Musca 6, na 5,5), Falconieri 5,5. (Barasso, Bolzan, (dal 1’ s.t. Cruz 5). (Santi, Scartozzi, Ber- lo 6, Piovaccari 5,5. (Menegatti, Squillace, 6,5), Dall’Acqua 5. (Merletti, Di Bella, Suria-
mini, Morante). All. Melotti 6,5. Fanucci 6,5, Scognamiglio 6; Bernardi Taulo, Triarico). All. Passiatore 5,5. retti, Bernardo). All. Stringara 5,5. Packer, Scappini). All. Soda 6. no, Ferraresi). All. Cappellacci 5,5.
POTENZA (5-3-1-1) Della Corte 6,5; Be- 5,5, Porchia 6 (dal 31’ s.t. De Pascalis s.v.), LANCIANO (4-4-1-1) Aridità 6; Colomba- ANDRIA (4-4-2) Spadavecchia 6; Pie- MARCIANISE (4-2-3-1) Fumagalli 6,5; Pi- GIULIANOVA (4-3-3) Dazzi 6,5; Lieti 6,5,
rardi 6, Chiavaro 6, Taccola 5,5, Barbato De Rose 6, La Canna 6 (dal 43’ s.t. Giardi- retti 5,5, Antonioli 6, Moi 6, Mammarella 6; rotti 6, Pomante 6, Sibilano 5,5, Ceppitel- scitelli 6, Porpora 6, Filosa 6,5, Tomi 6,5; Sosi 6,5, Vinetot 7, Migliore 7; Dezi s.v. (dal
5,5, Frezza 5,5; Profeta 5,5 (dal 1’ s.t. na s.v.), Chianello 5,5; Danti 6, Biancolino Turchi 6 (dal 1’ s.t. Vastola 5,5), Di Cecco li 5,5 (dal 33’ s.t. Lacarra 6); Rizzi 6 (dal Alfano 6,5 (dal 38’ s.t. Di Napoli s.v.), D’Am- 9’ p.t. Del Grande 6), Carratta 6,5, Censori
Nappello 5,5), De Simone 6 (dal 16’ s.t. 6. (Ameltonis, Amico, Virga, Marsili, Scot- 6, Amenta 5,5 (dal 12’ s.t. Aquilanti 6), 12’ s.t. Doumbia 6), Mezavilla 6, Paolucci brosio 6,5; Manco 6, Della Ventura 6, Gali- 6; Schneider 6,5 (dal 28’ s.t. Garaffoni 6),
Giannusa 5,5), Evangelisti 6; Prisco 6; to). All. Glerean 6. Zeytulaev 6 (dal 28’ p.t. Improta 5,5); San- 6, Chiaretti 6; Anaclerio 6 (dal 40’ s.t. Pol- zia 6 (dal 43’ s.t. Murolo s.v.); Poziello 6 Maritato 6,5 (dal 39’ s.t. Bebeto 6,5), Cam-
Magliocco 5,5 (dal 28’ s.t. Aquino s.v.). ARBITRO Corletto di Castelfranco V. 6. sone 6,5; Colussi 5. (Bellucci, Coppini, verini s.v.), Sy 6,5. (Locatelli, Iennaco, (dal 46’ s.t. Tedesco s.v.). (Mezzacapo, pagnacci 7,5. (Gasparri, Faragalli, Pucello,
(Di Matteo, Langella, Mazzetto, Porcaro). NOTE spettatori 3.500 circa, paganti, ab- Oshadogan, Sinigaglia). All. Pagliari 6. Dionigi, Milella). All. Papagni 6. Ciano, D’Apice, Montanari). All. Boccolini Mariani). All. Bitetto 7.
All. Capuano 6. bonati e incasso non comunicati. Ammoni- ARBITRO Merlino di Udine 5,5. ARBITRO Ruini di Reggio Emilia 5,5. 6,5. ARBITRO Bagalini di Fermo 6.
ARBITRO Bergher di Rovigo 6,5. ti Musca, Perna, Piccioni, Costantini e Te- NOTE paganti 799, abbonati 3.201, incas- NOTE paganti 1.623, non ci sono abbona- ARBITRO Sguizzato di Verona 5. NOTE paganti 675, abbonati 428, incasso
NOTE paganti 689, abbonati 1.153, incas- deschi. Angoli 6-6. so di 36.937 euro. Espulso Migliaccio al ti, incasso di 17.560 euro. Ammoniti Bac- NOTE paganti non comunicati, abbonati di 3.855 euro. Ammoniti Maritato, Vinetot,
so di 17.975 euro. Ammoniti Barbato, GIUDIZIO++ 46’ s.t.; ammoniti Prosperi, Moi, Migliac- chiocchi, Ceppitelli e Radi. Angoli 6-1. 1.655, incasso n.c. Ammoniti Porpora, Del- Cipolla e Censori. Angoli 4-3.
Evangelisti e Regonesi. Angoli 6-4. cio, Mammarella e Vastola. Angoli 3-7. GIUDIZIO++ la Ventura e Correa. Angoli 13-3. GIUDIZIO++
TERNI dUn tempo combattuto e ben gio-
GIUDIZIO+++ GIUDIZIO++ GIUDIZIO++
cato da una Ternana largamente rimaneg- CAVA DE’ TIRRENI (Sa) dIl pareggio di ri- AVEZZANO (Aq) dIl Giulianova torna alla
RIMINI dIl Rimini vince, lo fa con merito e giata (cinque squalificati) e un Cosenza de- TARANTO dPiù di un pareggio non poteva gore sta meglio all’Andria che alla Cave- RAVENNA dSfiora il colpaccio il Marciani- vittoria dopo 7 turni e manda all’inferno il
si avvicina ai playoff che fino alla rivolu- ciso ad interrompere la serie negativa. essere. Perché Taranto e Lanciano sono se, che resta impelagata in zona playout, se che, già in vantaggio per 1-0, si divora Pescina, nel primo giorno di presidenza di
zione negli uomini da utilizzare di Melotti Ospiti pericolosi al 20’ con Fanucci che ha due squadre in affanno, ci provano a fasi con un calendario insidioso. I padroni di con Poziello il gol del possibile 2-0 e subi- Di Martino (si è dimesso Stornelli). Nel pri-
sembravano un traguardo impossibile. Il impegnato Cunzi in rovesciata. Dall’angolo alterne (nel primo tempo più i padroni di casa iniziano bene al 1’ con Insigne che, sce immediatamente il pareggio di Ciuffe- mo tempo Schneider approfitta di un’in-
Rimini ha vinto grazie al maggior di clas- palla per Biancolini che di testa ha colpito casa, nella ripresa più gli ospiti) e infine si lanciato da Turienzo, alza troppo la mira. telli. Un pareggio che il Ravenna merita comprensione clamorosa tra Bifulco e
se che Nolé ha utilizzato per realizzare il la traversa. Due minuti più tardi ancora accontentano del punto, che tiene parzial- Al 43’ su punizione defilata di Radi, Spada- (primo punto per Soda) se non altro per la Pomponi e insacca. Ripresa più vivace,
gol che ha sbloccato il risultato. Poi, il ri- Cunzi bravo su Danti. La replica della Ter- mente al riparo da guai imprevisti. Dopo 8’ vecchia vola all’incrocio. I gol arrivano grande mole di gioco, sostenuta però da grazie anche al nuovo entrato Cesar. Il me-
gore ha chiuso la gara. Nella ripresa il Ri- nana al 28’ con Perna che di testa ha chia- l’equilibrio è già rotto: cross di Falconieri, nella ripresa. Al 9’ Sibilano atterra Fava- scarsa lucidità. I gol: al 21’ Tomi trasforma ritato pareggio di Bettini, però, dura solo
mini ha dato l’impressione di acconten- mato Gabrieli ad un difficile intervento. Nel- colpo di testa di Ferraro e Taranto avanti. suli per il fallo da rigore che realizza Tu- di sinistro una punizione da 30 metri, nel sei minuti. Campagnacci, al 35’, fa tutto da
tarsi, mentre il Potenza ha accusato evi- la ripresa la stanchezza ha preso il soprav- Il Lanciano si riorganizza: fuori Zeytulaev rienzo. Al 37’ il pareggio, ancora su rigo- secondo tempo il Ravenna ci prova in ogni solo, salta anche Bifulco e deposita in rete
denti limiti fisici per le quattro partite di- vento e le due squadre non sono riuscite a (noie muscolari) dentro Improta e il pari re, trasformato da Sy, dopo un fallo subi- modo e pareggia al 36’ con un colpo di te- il definitivo 1-2. Nel finale il palo di Bebeto
sputate in dieci giorni. creare nemmeno una opportunità da rete. arriva con un tiro da 30 metri di Moi. to da Lacarra. sta di Ciuffetelli su punizione di Correa. legittima la vittoria del Giulianova.
Gian Maria Fuiano Massimo Laureti Fulvio Paglialunga Mauro Senatore Ugo Bentivogli Alessandro Cavasinni

SERIE D f Savona, Montichiari, Pisa: è arrivata la promozione! Girone F: la nebbia ferma il Chieti. Altre 2 retrocesse 30 a GIORNATA
GIRONE A GIRONE B GIRONE C (34ª Giornata) GIRONE D (34ª Giornata) GIRONE E GIRONE F GIRONE G GIRONE H (34ª Giornata) GIRONE I
ACQUI SAVONA 11 ALZANOCENE INSUBRIA 31 BELLUNO MONTECCHIO 20 CARPI CHIOGGIA 20 DERUTA SCANDICCI 21 ATLETICO TRIVENTO CHIETI sospesa ARZACHENA FLAMINIA 21 ANGRI NEAPOLIS 03 ADRANO TRAPANI 04
ALBESE PRO SETTIMO 11 BORGOSESIA PONTISOLA 13 DOMEGLIARA ALBIGNASEGO 11 CASTELLANA CASTELFRANCO 20 FORTIS JUVENTUS GUIDONIA 21 CAMPOBASSO RECANATESE 00 ASTREA CASTELSARDO 11 FASANO FRANCAVILLA S. 20 AVELLINO MESSINA 10
CASALE CHIERI 11 CANTÙ SAN PAOLO DARFO 21 ESTE VILLAFRANCA 21 CASTELLARANO ADRIESE 00 GAVORRANO ORVIETANA 11 CASOLI ATESSA VDS 01 BOVILLE ERNICA GAETA 00 FORZA E CORAGGIO ISCHIA 20 HINTERREGGIO CASTROVILLARI 34
LAVAGNESE CUNEO 30 CARATESE VOGHERA 10 JESOLO PORFIDO ALBIANO 61 MEZZOLARA BOCA PIETRI 10 GROUP CITTÀ DI CASTELLO FORCOLI 01 CENTOBUCHI ELPIDIENSE 00 BUDONI LATINA 22 FRANCAVILLA F. OSTUNI 21 MAZARA NISSA 10
RIVOLI DERTHONA 11 COLOGNESE OLTREPO 22 MANZANESE PALAZZOLO 01 PISA PONTEDERA 10 MONTEVARCHI SANSEPOLCRO 01 L'AQUILA RENATO CURI 12 CYNTHIA FONDI 30 MATERA GROTTAGLIE 11 MILAZZO ACICATENA 21
SESTRESE SARZANESE 12 FIORENZUOLA SESTESE 11 MONTICHIARI MONTEBELLUNA 31 PONSACCO BORGO A BUGGIANO 00 PONTEVECCHIO CALENZANO 10 LUCO CANISTRO BOJANO 11 MOROLO TAVOLARA 11 PIANURA SANT'ANTONIO ABATE 11 PALAZZOLO SAPRI 22
SETTIMO ENTELLA 21 PIZZIGHETTONE RENATE 23 SANVITESE CONCORDIA 52 ROSIGNANO RICCIONE 01 SANGIMIGNANO CASTEL RIGONE 11 MIGLIANICO CIVITANOVESE 11 POMEZIA SANLURI 01 PISTICCI TURRIS 10 ROSARNO VIGOR LAMEZIA 10
VALLE D'AOSTA AQUANERA 02 SOLBIATESE OLGINATESE 02 VENEZIA PORDENONE 00 ROVIGO FOSSOMBRONE 11 SESTESE MONTEROTONDO 21 REAL MONTECCHIO MORRO D'ORO 1 2 RONDINELLE RIETI 41 POMIGLIANO CASARANO 10 SAMBIASE ROSSANESE 11
VIGEVANO BORGOROSSO 21 TRITIUM CARAVAGGIO 32 VEROLESE UNION QUINTO 03 RUSSI CASTEL SAN PIETRO 11 SPORTING TERNI MONTERIGGIONI 32 SANTEGIDIESE OLYMPIA AGNONESE 2 2 VITERBESE SELARGIUS 11 SIBILLA BACOLI BITONTO 34 VIRIBUS UNITIS MODICA 20
VIRTUS VECOMP TAMAI 21 SANTARCANGELO CECINA 22 ha riposato CASERTANA

CLASSIFICA CLASSIFICA CLASSIFICA CLASSIFICA CLASSIFICA CLASSIFICA CLASSIFICA CLASSIFICA CLASSIFICA


Savona p. 73; Casale 60; Entel Tritium p. 71; Renate 52; Alza Montichiari p. 79; Venezia e Este Pisa p. 75; Carpi 59; Fossombro Gavorrano p. 56; Group Città di Ca L'Aquila e Chieti* p. 57; Atessa VdS Neapolis* p. 73; Pianura* 65; Milazzo p. 59; Trapani e Rosar
la 59; Sarzanese e Albese 52; noCene 50; Colognese e Ponti 66; Jesolo 63; Union Quinto 57; ne e Santarcangelo 58; Chioggia stello 51; Monterotondo 48; Deruta 56; Santegidiese 54; Civitanovese Fondi p. 57; Pomezia e Sanluri Casarano* 61; Forza e Coraggio* 58; no 55; Avellino 53; Vigor Lame
sola 48; Darfo 47; Insubria 44; Montebelluna e Tamai 54; Porde 55; Russi e Rovigo 51; Rosignano 47; Castel Rigone 46; Guidonia 45; 53; Atletico Trivento ( 1)*, Recanate 52; Flaminia 50; Gaeta 48; Se Sant'Antonio Abate 57; Pomigliano zia 50; Rossanese 49; Sapri
Aquanera 44; Acqui e Settimo largius 47; Rondinelle 43; Viter
Olginatese e Cantù San Paolo none 53; Albignasego e Virtus Ve 49; Castelfranco 47; Mezzolara Sansepolcro 44; Forcoli 43; Seste se ( 1) e Olympia Agnonese 46; Cam 55; Casertana* 49; Francavilla S.* 47; Modica 46; Nissa 42; Sam
41; Lavagnese e Borgorosso 44; Cecina 42; Riccione 40; Bor bese e Latina 42; Budoni 37;
42; Voghera 41; Pizzighettone comp 46; Villafranca e Sanvitese se 42; Pontevecchio 39; Montevar pobasso 41; Casoli 39; Bojano ( 2) 48; Matera* 46; Grottaglie* 44; biase 41; Mazara e Hinterreg
38; Vigevano 35; Cuneo e Chie 39; Fiorenzuola e Solbiatese 44; Concordia 43; Verolese 42; Do go a Buggiano ( 1) 39; Pontedera, chi ( 1), Orvietana e Scandicci 38; 37; Centobuchi 36; Miglianico 34; Lu Tavolara e Cynthia 35; Castel Angri* 39; Turris* 38; Ostuni* 37; Bi gio 38; Messina e Palazzolo
ri 34; Rivoli ( 1) 30; Pro Setti 33; Caratese 30; Sestese 29; megliara 40; Belluno 34; Palazzolo Castellana e Ponsacco 38; Adrie Fortis Juventus 36; Monteriggioni co Canistro e Morro d'Oro 33; Rena sardo e Astrea 33; Arzachena tonto 32; Pisticci 29; Ischia* 28; Fran ( 2) 34; Viribus Unitis 31; Acica
mo e Sestrese 27; Derthona Borgosesia 26; Oltrepo ( 1) 21; 27; Porfido Albiano 22; Manzanese se 33; Castel San Pietro 29; Bo 34; Calenzano 32; Sangimignano to Curi 31; Real Montecchio e Elpi 31; Rieti 30; Boville Ernica 29; cavilla F.* e Sibilla Bacoli* 27; tena 21; Castrovillari ( 1) e
24; Valle d'Aosta ( 1) 14. Caravaggio 20. 21; Montecchio 13. ca Pietri 25; Castellarano 24. 29; Sporting Terni 28. diense 13. (* una gara in meno). Morolo 27. Fasano* 23. (* una gara in meno). Adrano ( 1) 20.

PROSSIMO TURNO PROSSIMO TURNO PROSSIMO TURNO PROSSIMO TURNO PROSSIMO TURNO PROSSIMO TURNO PROSSIMO TURNO PROSSIMO TURNO PROSSIMO TURNO
domenica 25 aprile, ore 15 domenica 25 aprile, ore 15 domenica 25 aprile, ore 15 domenica 25 aprile, ore 15 domenica 25 aprile, ore 15 domenica 25 aprile, ore 15 domenica 25 aprile, ore 15 domenica 25 aprile, ore 15 domenica 25 aprile, ore 15
Aquanera Settimo (2 2); Borgoros Caravaggio Fiorenzuola (0 2); Dar Albignasego Virtus Vecomp (2 0); Concor Adriese Castellana (3 2); Boca Pietri Rus Calenzano Group Città di Castello (0 2); Atessa VdS Luco Canistro (0 0); Boja Castelsardo Boville Ernica (0 3); Bitonto Pianura (1 6); Casarano Pistic Acicatena Avellino (1 2); Castrovilla
so Sestrese (2 1); Chieri Valle d'Ao fo Colognese (1 3); Insubria Cantù dia Venezia (2 2); Montebe luna Verolese si (1 2); Borgo a Buggiano Rosignano Castel Rigone Montevarchi (1 0); Forco no Real Montecchio (0 0); Chieti Miglianico Flaminia Budoni (2 2); Fondi Po ci (1 0); Casertana Pomigliano (2 0); ri Viribus Unitis (1 1); Messina Adra
sta (2 1); Cuneo Vigevano (2 0); Der San Paolo (4 2); Olginatese Borgose (0 0); Montecchio Este (0 2); Palazzolo Do (2 2); Castel San Pietro Carpi (1 4); Ca li Sangimignano (1 2); Guidonia Orvietana (0 1); Civitanovese Campobasso (1 0); Elpi mezia (1 1); Gaeta Arzachena (1 1); Francav lla S. Angri (2 1); Grottaglie Si no (2 0); Modica Sambiase (2 3); Nis
thona Casale (0 1); Entella Lavagne sia (1 1); Oltrepo Tritium (1 4); Ponti meg iara (0 1); Pordenone Jesolo (2 1); Por stelfranco Rovigo (1 2); Cecina Pisa (2 2); Monteriggioni Deruta (1 0); Montero diense Atletico Trivento (0 3); Morro Latina Cynthia (2 1); Rieti Viterbe bi la Bacoli (3 0); Ischia Fasano (1 1); sa Milazzo (1 2); Rossanese Mazara
se (2 0); Pro Settimo Acqui (0 0); sola Caratese (1 1); Renate Alzano fido Albiano Manzanese (1 0); Tamai Bellu (0 1); Chioggia Santarcangelo (0 1); Fos tondo Gavorrano (2 2); Sansepolcro Se d'Oro Centobuchi (1 2); Olympia Agnone se (1 3); Sanluri Rondinelle (2 0); Neapolis Matera (4 0); Ostuni Forza e (1 1); Sapri Rosarno (0 0); Trapa
Sarzanese Albese (0 0); Savona Ri Cene (1 1); Sestese Solbiatese (0 2); no (0 0); Union Quinto Sanvitese (2 0); Vil sombrone Ponsacco (2 1); Pontedera Ca stese (1 0); Scandicci Fortis Juventus se Casoli (2 4); Recanatese L'Aquila (0 0); Selargius Morolo (1 0); Tavola Coraggio (0 3); Turris Francavilla F. ni Palazzolo (2 1); Vigor Lamezia Hin
vo i (5 2). Voghera Pizzighettone (0 0). lafranca Montichiari (1 4). stellarano (1 1); Riccione Mezzolara (0 5). (0 2); Sporting Terni Pontevecchio (2 1). Renato Curi Santegidiese (0 1). ra Astrea (0 1). (2 0); riposa Sant'Antonio Abate. terreggio (1 1).

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• OR G NAL COPY • OR GINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIG NAL COPY • OR G NAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • OR G NAL COPY • OR GINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


LUNEDÌ 19 APRILE 2010
LA GAZZETTA DELLO SPORT R

SECONDA DIVISIONE 31a GIORNATA


GIRONE A f Lo Spezia è secondo e si prepara a tre scontri diretti, il Pavia vince lo spareggio per i playoff
CANAVESE 0 SPEZIA 1 PAVIA 2 LEGNANO 2 MEZZOCORONA 1 PRO BELVEDERE 0
VOLATA DEL GIRONE A ALTO ADIGE 1 CROCIATI NOCETO 0 RODENGO 1 SAMBONIFACESE 0 PRO VERCELLI 3 PRO SESTO 0
Caos aerei
SQUADRA Punti 32ª 33ª 34ª GIUDIZIO+++ GIUDIZIO+++ GIUDIZIO+++ GIUDIZIO+++ GIUDIZIO+++ GIUDIZIO+ Tre partite
ALTO ADIGE 56 Spezia PAVIA Valenzana
MARCATORE Marchi al
45’ s.t.
MARCATORE Capuano al
3’ s.t.
MARCATORI Ferretti (P)
al 30’ p.t.; Boldrini (P) al 3’,
MARCATORI Gaeta al 37’,
D’Onofrio al 43’ p.t.
MARCATORI Galli (M) al
20’, Chiaretti (PV) al 39’
PRO BELVEDERE
(4-4-2) Coser 6; Gritti 6,5,
rinviate al 21
CANAVESE (4-3-1-2) SPEZIA (4-5-1) Aprea 6; Bonomi (R) al 12’ s.t. LEGNANO (4-4-2) Furlan p.t.; Agostinone (PV) all’8’, Borin 6, Citterio 6, Murante
SPEZIA 55 ALTO ADIGE Alghero FERALPI SALÒ Pozzato 6; Conrotto 6,5, Cintoi 6 (dal 27’ s.t. Santoni PAVIA (4-3-3) Mandrelli 6; Marchetti 6,5, Zaccanti Chiaretti (PV) al 19’ s.t. 6; Cagliano 6, Lorenzini 6, Sabato, a causa
Carretto 6,5, Pagliarulo 6), Buscaroli 6, Milone 6, 6; Ricci 6 (dal 38’ s.t. Stefa- 6, Marietti 6, Silva Fernan- MEZZOCORONA (4-3-3) Arioli 6, Mauri 6 (dal 41’ s.t. della chiusura
FERALPI SALÒ* 53 Legnano PRO BELVEDERE Spezia
6,5, Riggio 5; Koffi 6, Russo Scantamburlo 6; Chianese nini s.v.), Fogacci 6,5, Acer- des 6; Pontarollo 6,5, Leto Gadignani 6; Traversi 6,5, Pasqui s.v.); Scapini 6 (dal
degli aereoporti,
ALGHERO* 52 Canavese SPEZIA Pro Belvedere 6,5, Girasole 5,5 (dal 14’ s.t. 6, Capuano 7, Del Padrone bi 6, Ferrini 6; D’Amico 6, Colombo 6,5 (dal 18’ s.t. Ca- Berardo 5, Giacomoni 6, 35’ s.t. De Lorentiis s.v.),
Niada 6); Casisa 6 (dal 35’ 5,5 (dal 1’ s.t. Grieco 6), Her- Mazzocco 6 (dal 33’ s.t. pellupo 6), Monticciolo 6, Nazari 5 (dal 16’ s.t. Pianetti Bertolini 6 (dal 37’ s.t. Ca- erano state
* una gara in meno s.t. Parisi s.v.); Santoni 5,5 zan 6, Ferrarese 6; Moro Thomas s.v.), Bonacina 6; Cilona 7 (dal 37’ s.t. Minin- 6); Donati 5,5 (dal 37’ s.t. redda s.v.). (Dan, Candi, Bi- rinviate tre
Legenda: in maiuscolo le gare in trasferta (dal 39’ s.t. Ottonello s.v.), 5,5 (dal 1’ s.t. Cesarini 6). Boldrini 7, Carbone 6,5, cleri s.v.); Gaeta 7,5, D’Ono- De Cesare s.v.), Tarantino gatti, A. Coletto). All. Disce- partite delle
Bachlechner 5. (Merlano, (Conti, Salvalaggio, Ferda- Ferretti 7 (dal 40’ s.t. Pavo- frio 6,5 (dal 40’ s.t. Lamen- 6 (dal 19’ s.t. Capodaglio 6), poli 6,5. squadre sarde: si
Vettori, Provenzano, Cur- ni, Dura). All. D’Adderio 6. letti s.v.). (Facchin, D’Erri- za s.v.). (Redaelli, Simone, Oretti 6; Ferretti 6, Galli PRO SESTO (4-4-2) Va-
tratta di Olbia-
cio). All. Prina 5,5. CROCIATI NOCETO co, Camilluzzi, De Vincenzi- Fioroni, Bisso). All. Scienza 6,5, Panizza 6. (Nodari, La lentini 6; Perico 5,5, Perfet-
ALTO ADIGE (4-4-2) Zo- (4-4-1-1) Mondini 6; Bersa- is). All. Sobhy 6,5 (Mango- 6,5. Forgia, Corradi, Donzelli). ti 6, Ungari 6, Ceriani 5,5; Carpenedolo,
VOLATA DEL GIRONE B mer 6; Brugger 6, Cascone
6, Kiem 6,5, Artuso 6; Cer-
nelli 5, Coppola 6, Addona
6,5, Delledonne 6; Ferretti
ne squalificato).
RODENDO (4-2-3-1) Pe-
SAMBONIFACESE
(4-4-2) Milan 6,5; Beghin
All. Erbetta 5,5.
PRO VERCELLI (4-3-1-2)
Rota 6 (dal 9’ s.t. Mautone
6,5), Marinoni 6, Fracasset-
Valenzana-
Alghero e
SQUADRA Punti 32ª 33ª 34ª chia 6,5, Fink 5,5 (dal 23’ 6 (dal 13’ s.t. Pin 5,5), Mi- dersoli 6; Zentil 5,5 (dal 13’ 5,5, Barbetti 5, Orfei s.v. Castagnone 6; Grancitelli ti 5,5, Di Quinzio 6 (dal 22’ Villacidrese-
s.t. Bigeschi 6), Bacher 6, gliaccio 6 (dal 25’ s.t. Ma- s.t. Pigoni 6), Belotti 6, Ber- (dal 12’ p.t. Viskovic 6), Fio- 6,5, Corallo 6,5, Labriola 6, s.t. Predko s.v.); Sehic 5,5
LUCCHESE 63 CARRARESE San Marino SANGIUSTESE (dal 39’ s.t. Fumarolo s.v.),
Feralpi Salò.
Scavone 6 (dal 46’ s.t. Fi- gnani 5,5), Castagnetti 5,5 toni 6, Wilson 6; Altobelli 6 retto 6; Sarzi 5, Creati 6, Mariani 7; Cristini 6 (dal 30’
schnaller s.v.); Sorrentino (dal 13’ s.t. Mora 6), Guare- (dal 33’ s.t. Prandini s.v.), Pettarin 6 (dal 18’ s.t. Tisci s.t. Ruffini 6), La Marca Iadaresta 6. (Boerchio, Re- Tutte queste
SAN MARINO 55 Colligiana LUCCHESE Sangiovannese
5,5 (dal 23’ s.t. Polito 6), schi 5,5; La Cagnina 6; Mif- Preti 6; Lisi 5 (dal 1’ s.t. Cal- 5), Staiti 5; Dimas 6, Bri- 6,5, Da Matta 5 (dal 1’ s.t. buscini, De Filippis, Gavaz- partite
Legenda: in maiuscolo le gare in trasferta Marchi 7. (Mair, Ortolan, tah 6. (Indolfi Raia, Tagliavi- vi 6,5), Bonomi 6,5, Marti- ghenti 5 (dal 20’ s.t. Grazia- Didu 6,5); Agostinone 7 (dal zi). All. Cotta 6. dovrebbero
Zullo, Vinatzer). All. Seba- ni, Verdi, Famà). All. Torre- nelli 6,5; Sinato 6. (Portesi, ni 5). (Fantin, Castellan, 39’ s.t. De Toma s.v.); Lo ARBITRO Di Stefano di Al- essere
stiani 6,5. sani 6. Brognoli, Florian, Sandri- Schettino, Pietribiasi). All. Bosco 6,5, Chiaretti 7. (Pet- ghero 6,5.
recuperate
ARBITRO Aureliano di Bo- ARBITRO Mangialardi di ni). All. Trainini-Bertoni 6. Viviani 5,5. titti, Prizio, Paonessa, Pola- NOTE spettatori 600 cir-
logna 6. ni) All Sesia 6,5 ca, incasso di 1.040 euro. mercoledì alle ore
VOLATA DEL GIRONE C
Pistoia 6. ARBITRO Zonno di Bari ARBITRO Vallorani di San
NOTE spettatori 150 circa, NOTE spettatori 2.400 cir- 6,5. Benedetto 5,5. ARBITRO Citro di Battipa- Ammoniti Lorenzini, Mauri, 15, sempre che la
incasso non comunicato. ca, incasso di 17.873 euro. NOTE spettatori 1.200 cir- NOTE spettatori 700 circa, glia 6,5. Rota, Fracassetti, Di Quin- situazione negli
SQUADRA Punti 32ª 33ª 34ª Nessun ammonito. Angoli Espulso Bersanelli al 45’ ca, incasso non comunica- incasso non comunicato. NOTE spettatori 150 circa, zio e Mautone. Angoli 10-1. aereoporti di
5-5 (a.b.) s.t.; ammoniti Castagnetti, to. Ammoniti Stefanini, Si- Ammoniti Viskovic, D'Ono- incasso non comunicato. (p.m.f.)
JUVE STABIA 66 MELFI Cassino NORMANNA sblocchi e le
Milone e Chianese. Angoli nato e Altobelli. Angoli 4-3 frio, Dimas, Barbetti e Silva Ammoniti Tarantino e Pa-
CATANZARO 64 SIRACUSA Brindisi MELFI 7-2. (m.m.) (m.l.) Fernandes. Angoli 3-3. nizza. Angoli 3-4. (cr.c.) squadre possano
(c.s.) partire.
Legenda: in maiuscolo le gare in trasferta

GIRONE B f Il derby va alla Lucchese, che domenica può fare festa. Sangiovannese e Bassano irrompono nei playoff
LUCCHESE 2 SANGIOVANNESE 3 BASSANO 2 SACILESE 2 GUBBIO 0 NOCERINA 3 BELLARIA 0 COLLIGIANA 1 ITALA SAN MARCO 2
PRATO 0 GIACOMESE 0 FANO 0 SAN MARINO 0 PRO VASTO 0 CARRARESE 1 POGGIBONSI 1 SANGIUSTESE 2 CELANO 2
GIUDIZIO+++ GIUDIZIO++++ GIUDIZIO++++ GIUDIZIO++++ GIUDIZIO+++ GIUDIZIO+++ GIUDIZIO++ GIUDIZIO+++ GIUDIZIO+++
MARCATORI Taddeucci MARCATORI Romanelli al MARCATORI Fabiano su MARCATORI Corbanese GUBBIO (4-3-3) Laman- MARCATORI Gaeta (N) al MARCATORE Alteri al 45’ MARCATORI Vitali (S) al MARCATORI Zubin (ISM)
al 23’, Pera al 40’ s.t. 25’ p.t.; Dianda al 19’, De Cri- rigore al 42’ p.t.; Anaclerio al 44’, Dal Cin al 48’ s.t. na 6; Anania 7, Marconi 6, 1’, Pignatta (N) al 35’ p.t.; Ca- p.t. 31’ p.t.; Iannelli (C) su rigore al 20’, Marasco (C) al 27’
LUCCHESE (3-4-3) Nica- stofaro al 47’ s.t. al 13’ s.t. SACILESE (4-3-3) Calliga- Briganti 6, Allegrini s.v. (dal vallaro (N) su rigore al 21’, BELLARIA (4-3-3) Simon- al 16’, Vitali (S) su rigore al p.t.; Marasco (C) al 6’, Zu-
stro 6,5; Mariotti 6, Lollini SANGIOVANNESE BASSANO (4-4-2) Grillo ro 7,5; Grazzolo 6,5, Vec- 19’ p.t. Bruscagin 6,5); Ri- Guidone (C) al 38’ s.t. cini 6; Arrigoni 5,5, Camilli- 42’ s.t. bin (ISM) al 7’ s.t.
6, Bova 6; Potenza 6, Cha- (4-3-3) Vaccarecci 6,5; 6,5; Basso 6,5, Pellizzer 7, chiato 7, Faloppa 7, Fantin valdo 6 (dal 29’ s.t. Perez NOCERINA (4-4-2) Ter- ni 5,5 (dal 38’ s.t. Lerda COLLIGIANA (4-4-2) Vi- ITALA SAN MARCO
di 6, Carloto 6,5, Michelotti Sacenti 6,5, Salvatori 6, Pavesi 7, Beccia 6,5; Ioco- 6,5; Romito 6 (dall’11’ s.t. s.v.), Boisfer 6, Sandreani racciano 6,5; Camorani 6 s.v.), Paganotto 5,5, Pezzi van 6; Furno 6 (dal 14’ s.t. (4-4-1-1) Tusini 6; Montina
6 (dal 10’ s.t. Pera 6,5); Galli D’Ambrosio 6, Dianda 6,5; lano 6,5 (dal 34’ s.t. Verone- Dal Cin 7), Gardin 6,5, Ber- 6,5 (dal 44’ s.t. Gaggiotti (dal 37’ s.t. Musacco s.v.), 5,5; Tacchinardi 5, Briglia Calà Campana 6,5), Felipe 6,5, Aliberti 6,5, Visintin 6
6 (dal 26’ s.t. Vannucci 6), De Cristofaro 6,5, Bernic- se s.v.), Favret 6 (dal 1’ s.t. tagno 5,5; Da Ros 6,5 (dal s.v.); Casoli 6, Marotta 6, Olorunleke 6 (dal 33’ s.t. 5, Nazzani 5 (dal 15’ s.t. Cri- 6, Ferracuti 5, Cibocchi (dal 18’ p.t. Piscopo 6,5),
Scandurra 6 (dal 20’ s.t. chi 6, Zane 5,5; Romanelli Anaclerio 7), Caciagli 6,5 13’ s.t. Favero 6), Ligori 6 Gomez 6. (Marinelli, Antoni- Riccio s.v.), Giuliano 6,5, Vi- sci 5); Elia 5 (dal 6’ s.t. Peda- 4,5; Pietrobattista 6, Viso- Colavetta 6 (dal 15’ s.t. Pio-
Taddeucci 6,5), Biggi 6,5. 6,5 (dal 42’ s.t. Merini s.v.), (dal 40’ s.t. Vecchio s.v.), (dal 26’ s.t. Corbanese 7), ni, Taddei, Bertinelli). All. cari 6; Gaeta 7, Iannini 6,5, lino 5), Trotta 5, Uccello 5. ne 6 (dal 25’ s.t. Gaveglia vesan 6); Benvenuto 6 (dal
(Pennesi, Venturelli, Petri, Cori 6,5 (dal 36’ s.t. Di Cre- Fabiano 7; Baido 7, Guari- Kabine 7,5. (Sartorello, Co- Torrente 6,5. Serrapica 6,5, Cavallaro (Temeroli, Ferrani, Severi, 6), Collini 6,5 (dal 37’ s.t. 9’ s.t. Roveretto 6), Moras
Kras). All. Favarin 6. scenzo s.v.), Raimondi 5,5 niello 6,5. (Zattin, Zanetti, lombera, Roveredo, Fur- PRO VASTO (4-4-2) Gau- 6,5; Pignatta 6,5 (dal 30’ Nobili). All. Russo 5,5. Pellegrini s.v.), Tortolano 6,5, Petris 6,5, Lestani 7;
PRATO (4-3-1-2) Pazzagli (dal 16’ s.t. Garufo 6). (Des- Martina, Buelli). All. Beghet- lan). All. De Agostini 6,5. dino 7,5; Arvia 6, Servi 6, s.t. Babatunde s.v.), Palum- POGGIBONSI (4-3-1-2) 6,5; Smith 6, Iannelli 6,5. Buonocunto 7,5; Zubin 7.
6; Collacchioni 6, Acciai 6, sena, Pelagatti, Tabacco, to 7. SAN MARINO (4-2-3-1) Okoroji 6, Ambrosecchia 6; bo 6,5. (Franzese, Margari- Bini 6,5; Narducci 6, Dierna (Gatti, Conte, Billio, D’Ami- (Brunner, Adani, Puddu).
Lamma 6, De Agostini 6; Fo- Aperuta). All. Fraschetti 7. FANO (3-4-3) Lombardi Scotti 6; Gilardi 5,5, Tafani Berra 6,5 (dal 22’ s.t. Della ta, Giraldi, Laens) All. Pasto- 6,5, Machetti 6, Francini co). All. Vanoli 6. All. Zoratti 6,5.
garoli 6,5 (dal 32' s.t. Pa- GIACOMENSE (4-5-1) 6; Savini 6,5, Cacioli 7, Ama- 6, Ligi 5,5 (dal 28’ s.t. Sorbe- Penna 6), Digno 6 (dal 34’ re 6,5. 6,5 (dal 6’ s.t. Forino 6); Ro- SANGIUSTESE (4-4-1-1) CELANO (4-3-3) Amabile
gnotta s.v.), Corvesi 6, Za- Spironelli 6; Franceschini ranti 6,5 (dal 24’ s.t. Pazzi ra 5), Pennucci 6; Cazza- s.t. Soria s.v.), Bevo 6, CARRARESE (5-3-2) Dei vrena 6, Dall’Ara 6, Nolè 6; Fanti 6; Carelli 6, De March 6,5; Rambaudi 6,5, Tambur-
gaglioni 6 (dal 32’ s.t. Pagliu- 5,5, Caidi 6, Minardi 5,5, 5,5); Bruno 5,5 (dal 1’ s.t. malli 6,5 (dal 13’ s.t. Gaspa- Bombara 6; Cammarata 5,5; Vannini 5 (dal 1’ s.t. Del Turetta 6 (dal 38’ s.t. Preve- 4,5, Bordoni 6, Di Emma 6; ro 5,5, Fruci 5,5, Bacchi 6
ca s.v.); Silva Reis 6; Ferra- Rossi 6; Nicolini 6, Branza- Ambrosini 6), Marinucci Pa- rello 5), Grassi 6,5; Furlan 5,5, Suriano 5,5 (dal 29’ s.t. Sole 5,5), Russo 6, Del Ne- te s.v.); Staffolani 6,5, Alte- Carboni 6, Pigini 6, Bagalini (dal 1’ s.t. Zaccardi 6); Fran-
rio 6 (dal 12’ s.t. Ouchene ni 5 (dal 20’ s.t. Bravo 6), lermo 5, Terrenzio 5,5 (dal 5,5 (dal 45’ s.t. Massaro Di Berardino s.v.). (Sassa- ro 6, Del Vivo 5,5, Doga ri 6,5 (dal 20’ s.t. Mattiuzzo 6,5 (dal 23’ s.t. Scarsella zese 7, P. Barbetti 6,5, Rug-
6), Basilico 6. (D’Oria, Va- Conti 5 (dal 10’ s.t. Errico 19’ s.t. Baldazzi 6), Ionni s.v.), Amantini 6, Poletti nelli, Avantaggiato, Caccia- 5,5; Bariti 6, Vaira 5, Vin- 6). (Lanzano, Coppari, Car- 6), Monti 6,5 (dal 43’ s.t. De giero 6; Cesaro 6,5, Falomi
rutti, Pelliccia, Gialdini). All. 6), Perelli 6, Madiotto 5 (dal 5,5; Baratteri 5,5, Bartolini 5,5; Cesca 6. (Bicchiarelli, glia, Fiore). All. Di Meo 6. cenzi 5,5 (dal 19’ s.t. Bon- dini, Guaita). All. Firicano Marco s.v.); Vitali 7,5; Beha 6, Marasco 7,5 (dal 35’ s.t.
Bellini 6. 30’ s.t. Gennari s.v.); Espi- 5,5, Invernizzi 5. (Allegrini, Di Benedetto, Loiodice, Bal- ARBITRO Stefanini di Li- fanti 5,5); Guidone 6, Grani- 6,5. 5,5 (dall’11’ s.t. Marozzi Franchi s.v.). (Goletti, Ioz-
ARBITRO Ostinelli di Co- nal 5,5. (Pazzini, Giorgi, Fenucci, Marchetti, Tru- dini). All. Evani 5,5. vorno 6,5. to 5 (dal 25’ s.t. Khabashi ARBITRO De Meo di Fog- 6,5). (Pandolfi, Iovino, Iaz- zia, Bucolo, Agate, L. Bar-
mo 6,5. Cherubini, Marini). All. Gad- do). All. Cornacchini 6. ARBITRO Aversano di Tre- NOTE spettatori 950 cir- 5,5). (Giarnera, Camilli, Tra- gia 6. zetta, Guidi). All. Giudici betti). All. Modica 6.
NOTE spettatori 3.500 cir- da 6. ARBITRO Donati di Raven- viso 5,5. ca, incasso di 5.505 euro. bace, Volpini). All. Tazzioli NOTE spettatori 200 cir- 6,5. ARBITRO Giorgetti di Ce-
ca, incasso di quasi ARBITRO Pairetto di Ni- na 6. NOTE spettatori 350 cir- Ammoniti Marotta, Digno, 5,5. ca, incasso di quasi 300 eu- ARBITRO Moretti di Bari sena 5.
23.000 euro. Espulso Cor- chelino 6. NOTE spettatori 1.600 cir- ca, incasso di 1.215 euro. Marconi, Boisfer, Ambro- ARBITRO Fogliano di An- ro. Ammoniti Elia e Dierna. 6. NOTE spettatori 300 cir-
vesi al 4’ s.t.; ammoniti Ou- NOTE spettatori 900 cir- ca, incasso non comunica- Espulsi Bertagno al 3’ s.t. e secchia, Servi, Bevo e Di cona 6. Angoli 5-5. (a.p.) NOTE spettatori 300 cir- ca, incasso di 447 euro.
chene e Biggi. Angoli 4-4. ca, incasso non comunica- to. Espulso Invernizzi al 44’ l’allenatore De Agostini al 4’ Berardino. Angoli 5-3. NOTE spettatori 1.000 cir- ca, incasso non comunica- Nessun ammonito. Angoli
(d.c.) to. Ammoniti Espinal, Dian- p.t.; ammoniti Marinucci s.t.; ammoniti Cazzamalli, (eu.gri.) ca, incasso non comunica- to. Espulsi De March al 15’ 3-7. (pi.ai.)
da e Franceschini. Angoli Palermo, Terrenzio, Ionni, Grazzolo, Pennucci, Sorbe- to. Ammoniti Gaeta, Giulia- s.t. e Cibocchi al 16’ s.t.; am-
2-5. (a.f.) Pazzi, Basso e Pellizzer. An- ra e Cesca. Angoli 7-5. no e Vincenzi. Angoli 4-5. monito De March. Angoli
goli 5-1. (v.pitt.) (p.s.) (b.f.) 4-2. (f.t.)

GIRONE C f La Scafatese batte la Juve Stabia, che adesso ha il Catanzaro a 2 punti. Barletta, che derby con il Brindisi
JUVE STABIA 0 CATANZARO 2 CISCO ROMA 3 BARLETTA 1 MANFREDONIA 2 VIBONESE 1 NOICATTARO 1 ISOLA LIRI 1
SCAFATESE 2 GELA 0 MONOPOLI 2 BRINDISI 0 SIRACUSA 0 CASSINO 0 MELFI 0 VICO EQUENSE 0
Igea rinuncia
GIUDIZIO+++ GIUDIZIO+++ GIUDIZIO+++ GIUDIZIO+++ GIUDIZIO+++ GIUDIZIO+++ GIUDIZIO++ GIUDIZIO++ e retrocede
MARCATORE Napoli al 3’
p.t. e al 10’ s.t.
MARCATORI Mosciaro su
rigore al 22’ p.t.; Longoni al
MARCATORI Franchini
(CR) al 3’, Mastrolilli (M) al
MARCATORE Simoncelli
al 30’ p.t.
MARCATORI Maiorino al
23’, Ferrari al 28’ s.t.
MARCATORE Pirrone al
5’ s.t.
MARCATORE Delorenzo
al 28’ s.t.
MARCATORE autorete di
Gargiulo al 27’ s.t.
Normanna ok
JUVE STABIA (4-4-2) Pa- 25’ s.t. 12’, Lisi (M) al 27’, Ciofani BARLETTA (4-3-1-2) Di MANFREDONIA (4-3-3) VIBONESE (4-3-3) Men- NOICATTARO (4-3-1-2) ISOLA LIRI (4-3-3) Man-
nico 6; Ametrano 6, Maury CATANZARO (3-4-3) Vo- (CR) al 43’ p.t.; Caputo (CR) Masi 7; Cutrupi 6, Marchet- Fortunato 6,5; Moro 6 (dal goni 7; Orefice 6,5, Bertini Musacco 6; Perrone 6,5, giapelo 7; Mirarchi 5, Matri- Igea-Normanna
5,5, Gritti 5, Moretti 6; Ta- no 6; Ciano 7, Gimmelli 6,5, al 39’ s.t. ti 7, Gambuzza 7, Legittimo 48’ s.t. Parisi s.v.), Nossa 7, Vallefuoco 6,5, Rugiero Be. Lorusso 6,5, Coppola sciano 7, Mucciarelli 6,5, non è stata
rantino 5 (dal 23’ s.t. Go- Di Maio 7; Di Cuonzo 6, Lodi CISCO ROMA (4-3-3) Am- 6; Menicozzo 6, Muwana 6, 6,5, Carrieri 6,5, Sabatino 6; Piroli 6, Pirrone 6,5, Di 6,5, Fumai 6,5; Piano 5,5 La Rocca 6,5; Gennari 6
giocata per la
mes 5), Ruscio 5, Ottobre 6,5, Bruno 6,5 (dal 26’ s.t. brosi 6; Balzano 6, Padella D’Allocco 6; Rescio 6 (dal 6,5; Vitiello 6,5, Pirrone 7, Mauro 6; Biava 6,5 (dal 28’ (dal 16’ s.t. De Santis 6), (dal 48’ s.t. Falco s.v.), Co-
5,5, Amore 5 (dal 1’ s.t. Pelu- Donati 6), Corapi 6,5 (dal 5, Doudou 5,5 (dal 14’ s.t. Di 31’ s.t. Romeo s.v.); Infanti- Arcuri 7; Arigò 6 (dal 20’ s.t. s.t. Sperandeo 6,5), Ike 7 Strambelli 6,5, Aliperta 6 stanzo 5, Raffaello 5; Car- rinuncia del club
so 5); Varriale 5,5 (dall’8’ 33’ s.t. Berger s.v.); Montel- Fiordo 6,5), Angeletti 5,5; no 6,5 (dal 40’ s.t. Ben- Maiorino 7), Ferrari 7 (dal (dal 43’ s.t. Barbera s.v.), (dal 1’ s.t. Sassarini 6); Zotti boni 5 (dal 36’ s.t. Paolacci siciliano.
s.t. Vicentin 5), De Angelis la 6,5, Mosciaro 6,5, Longo- Toukam 6,5, Romondini 6, djema s.v.), Simoncelli 7,5 39’ s.t. Napolitano s.v.), Paternò 6,5 (dal 37’ s.t. Lo- 5,5; Doria 5 (dal 1’ s.t. Delo- 6), Simonetta 5 (dal 10’ s.t. I giocatori
5,5. (D’Oriano, Iorio, Pezzel- ni 7 (dal 27’ s.t. Benincasa Mazzarani 6; Lanteri 6 (dal (dal 33’ s.t. Shiba s.v.). (Vur- Carminati 6,5. (Groppioni, petrone s.v.). (Senatore, renzo 7), Manca 5,5. (Pe- Fofana 6), D’Alessandro 6. sarebbero scesi
la, Bocchetti). All. Rastelli 6). (Mancinelli, De Franco, 34’ s.t. Babù 6), Ciofani 6,5 chio, Manganaro, Cavalie- Pisa, Di Toro, Fiore). All. Bu- Perna, Beccaria, Panagia). truzzelli, Loseto, Libera, (Fiorini, Sperati, Bussi, Zap-
in campo, ma la
5,5. Di Meglio, Orosz). All. Aute- (dal 14’ s.t. Caputo 6,5), re, Lanotte). All. Sciannima- caro 7,5. All. Galfano 6,5. Colluto). All. Trillini 6,5. pacosta). All. Grossi 6
SCAFATESE (5-2-3) De ri 7. Franchini 6,5. (Previti, Lo nico 7. SIRACUSA (4-4-2) Ca- CASSINO (4-3-3) Amadio MELFI (4-4-2) Manis 6; VICO EQUENSE (4-4-2) società ha deciso
Felice 7; Colella 6,5, Ma- GELA (4-3-3) Nordi 6; Ric- Piccolo, Goretti, Di Vicino). BRINDISI (4-4-2) Pinzan stelli 6; Strigari 5,5 (dal 30’ 4,5; Lolli 5,5, Bianciardi Marino 6,5 (dal 40’ p.t. Tur- Munao s.v.; Gargiulo 6, Rus- di chiudere e
stronicola 6,5, Braca 6,5, ca 6, Lucioni 6, Di Muro All. Incocciati 6,5. 6; Maulella 5,5, Trinchera s.t. Matinella 5), De Pasca- 5,5, Goisis 5,5, Martinelli 6; si 6), Agius 6, Vignati 5,5, so 6, Scognamiglio 6, Lore- l’arbitro Saia di
Pagano 6,5, De Girolamo 7; 5,5, Memè 5,5; Zaminga 6, MONOPOLI (4-4-2) Pelle- 6, Taurino 6, Idda 6 (dal 30’ le 6, Donadoni 5, Perricone Conti 5,5, Kone 5,5 (dal 15’ Sicignano 6; Loiacono 5,5, to 6; Morfù 6,5 (dal 20’ s.t. Palermo non ha
Basile 6,5, Corsale 6,5; Na- Carraro 5 (dal 1’ s.t. Piva 6), grino 7; Colella 6, Terraccia- s.t. Galetti s.v.); Fiore 6, Pic- 5,5; Bufalino 5 (dal 24’ s.t. s.t. Mezgour 5,5), Berardi Viola 6, El Kamch 7, Naglieri Donnarumma 5), Armellino
potuto fare altro
poli 7 (dal 27’ s.t. Poziello Cruciani 6; Rosamilia 5 (dal no 5,5, Lanzolla 5,5, Scrò cinni 6 (dal 5’ s.t. Montella Mignogna 6), Cardinale 5,5; Bracaletti 5, Jefferson 5,5 (dal 29’ s.t. Pellecchia 6, Marciano 6,5, Lupico 6;
6,5), Ramaglia 6,5 (dal 15’ 1’ s.t. Cunzi 6), Agostinelli 6; Di Miceli 6 (dal 34’ s.t. Ca- 5,5), Battisti 6, Carcione 6; 6,5, Berti 6, Lewandowski 5, Vigna 5,5 (dal 23’ s.t. Mo- s.v.); Chiaria 6 (dal 26’ s.t. Esposito 5 (dal 16’ s.t. Napo- che constatare la
s.t. Borrelli 6,5), Sifonetti 7 5,5 (dal 27’ s.t. Franciel 6), racciolese s.v.), Cortesi Moscelli 5,5, Albadoro 5,5 5; Di Piazza 5,5 (dal 24’ s.t. rello 5). (Paoletti, Merli Sa- Mitra s.v.), Guazzo 5. (Della li 5), Trapani 6. (Izzo, Palum- rinuncia.
(dal 38’ s.t. Pepe s.v.). (Sor- La Porta 5,5. (Ferla, Geral- 6,5, Tranchina 6 (dal 22’ (dal 5’ s.t. William 5,5). (Fer- Dalì 5), Dal Rio 6. (Forconi, la, Romeo, Bica Badan, Luna, Bulla, Mangiacasale, bo, Chiarello, Cinque, Bian- La Normanna così
riso, Avallone, Cerasuolo, di, Cammarota, Schiavon). s.t. Bonfardino 6), Lisi 6; rante, Minopoli, Pasqualini, Di Silvestro, Giurdanella, Bardeggia). All. Pellegrino D’Andria). All. Rodolfi 6. ciardi). All. Ferraro 6. domani avrà il 3-0
Nunziata). All. Rossi 7. All. Provenza 6. Mastrolilli 6,5, Volpe 6 (dal Mortelliti). All. Silva 6. Rosella). All. Sonzogni 5. 5,5. ARBITRO Affinito di Fratta- ARBITRO De Benedictis di
a tavolino, mentre
ARBITRO Santonocito di ARBITRO Colasanti di Sie- 14’ s.t. Ciminà 5,5). (Corno, ARBITRO D’Alesio di Forlì ARBITRO Ceccarelli di Ter- ARBITRO Lo Castro di Ca- maggiore 7. Bari 5.
Abbiategrasso 6,5. na 6. Vincenti, Corsi, Iannazzo). 7. ni 6. tania 6. NOTE spettatori 400 cir- NOTE spettatori 700 circa, l’Igea a oggi è già
NOTE spettatori 1.300 cir- NOTE spettatori 2.000 cir- All. Chiricallo 6. NOTE spettatori 4.000 cir- NOTE spettatori 1.000 cir- NOTE spettatori 200 cir- ca, incasso non comunica- incasso non comunicato. retrocessa (sarà
ca, incasso di 12.866 euro. ca, incasso non comunica- ARBITRO Russo di Milano ca, incasso non comunica- ca, incasso di 7.740 euro. ca, incasso di 525 euro. to. Ammoniti Coppola, Do- Ammoniti Mirarchi, Raffael- anche
Ammoniti De Felice, Ma- to. Ammoniti Cruciani, Vo- 6,5. to. Ammoniti Menicozzo, Ammoniti Sabatino, Pirro- Ammoniti Vigna, Piroli, ria e Delorenzo. Angoli lo, Carboni, Gargiulo, Mar- penalizzata) e se
stronicola e Borrelli. Angoli no, Zaminga, Di Maio e Ric- NOTE spettatori 350 cir- Marchetti, Muwana, Infanti- ne, Arcuri, Carminati e Ma- Amadio e Rugiero. Angoli 10-0. (a.latt.) ciano e Armellino. Angoli
rinuncerà ad altre
7-6. (n.d.s.) ca. Angoli 3-4. (i.m.) ca, incasso non comunica- no, Fiore, Piccinni e Montel- iorino. Angoli 8-2. 6-4. (mi.fa.) 1-5. (g.p.)
to. Ammoniti Franchini, Co- la. Angoli 2-2. (m.t.) (sav.ser.) tre partite sarà
lella, Doudou e Mazzarani. radiata.
Angoli 4-4. (gu.l.g.)

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• OR G NAL COPY • OR GINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIG NAL COPY • OR G NAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • OR G NAL COPY • OR GINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


LUNEDÌ 19 APRILE 2010
R LA GAZZETTA DELLO SPORT

F.1 GP CINA
VUNA PIOGGIA DI EMOZIONI
La F10 scatta prima
Contatti in corsia box
e trionfo di Woking

Fernando
Alonso, 28 anni
COLOMBO

w
Ferrari
IL FERRARISTA

«Il mio errore I NUMERI

in partenza è
inaccettabile»
Fernando fa autocritica per
5
che spreco
Alonso ieri ha
passato
parecchio
tempo ai box.

Alonso butta via


Cinque i suoi
il via anticipato: «Pensavo rientri: un drive
through e 4
fosse scattato il verde, è la cambi gomme.
prima volta nella carriera»
DAL NOSTRO INVIATO
PAOLO IANIERI
5 RIPRODUZIONE RISERVATA
6 una vittoria sicura
Le soste ai box

Button è perfetto
(primato nella
SHANGHAI d«Se cercate di farmi dire delle paro- storia recente
le sbagliate, state perdendo il vostro tempo». della F.1) di
Per la prima volta da quando veste rosso, Fer- Jaime
nando Alonso per un attimo sembra perdere la Alguersuari e
pazienza, quando gli viene chiesto se il suo sor- Nico Hulkenberg
passo all’inizio della corsia box su Felipe Massa
potrebbe avere conseguenze sul rapporto tra i
ieri a Shanghai.
Lo spagnolo penalizzato fa una gran rimonta 4o
due. «Non è successo nulla — è la spiegazione
dello spagnolo —, lui ha pattinato troppo al- Doppietta McLaren: Jenson 1o e Hamilton 2o
l’uscita dell’ultima curva, io sono uscito meglio
e l’ho passato. Se si fosse trattato di un sorpasso
tra due auto di colori diversi sono sicuro che
2
I Mondiali vinti
DAL NOSTRO INVIATO
PINO ALLIEVI
Alonso accollandosi ogni col-
pa, con l’aria contrita di chi non
violento ai danni di Massa quan-
do i due stavano rientrando ai
ma al cambio gomme. Da lì è
iniziata una rimonta furiosa
nessuno avrebbe scritto una riga, purtroppo è da Fernando si perdonerà mai. box: un modo brusco per recla- che lo ha portato, complice la
successo tra noi e se ne parlerà, inutilmente, a Alonso,
5 RIPRODUZIONE RISERVATA
mare la leadership in squadra safety-car, al 4˚ posto, a soli
lungo». entrambi con la Delusione Senza la penalizzazio- con una manovra improvvisa e 11"8 dal vincitore. Senza il pas-
SHANGHAI (Cina) dIn un sol colpo,
Renault, nel la Ferrari perde il comando del ne per scatto anticipato la gara gelida. Tipica di chi, dietro l’ap- saggio punitivo ai box avrebbe
Mea culpa È arrabbiato, il due volte campione 2005 e nel sarebbe stata sua. E la Ferrari parenza paciosa, nasconde vinto.
del mondo, ma il sorpasso a Felipe non c’entra. 2006. Mondiale piloti e costruttori.
sarebbe tornata in Europa — l’istinto-killer del campione:
Perché ieri Fernando aveva in mano una ghiot- Pur avendo una macchina vin- metaforicamente, la F.1 è bloc- Massa, che era davanti, ha avu- Gelido Invece, sul gradino più al-
tissima occasione di fare bottino pieno e invece cente. Autolesionismo? Sì. cata a Shanghai dal problema to un’esitazione nella curvetta to del podio, con una gara esal-
è finito soltanto quarto. «Pensavo fosse scatta- «È stata colpa mia, dovevo esse- dei voli — col sorriso. che immette nella corsia dei tante, è finito Button, l’uomo
to il verde e invece verde non era» prova a re più bravo e non commettere L’Alonso che si fustiga è lo stes- box e Alonso si è infilato di for- che quasi mai sbaglia la tattica
sdrammatizzare. Ma il sorriso si spegne subito. l’errore in partenza. Mai avevo so che poi ha disputato una cor- za, rischiando il botto se l’altro nel caos. Jenson, al pari di Ro-
«Bastava un decimo e non ci sarebbe stata nes-
suna penalizzazione. È la prima partenza antici- sbagliato così», dice Fernando sa magistrale, con un sorpasso avesse reagito, arrivando pri- sberg (3˚), Kubica (5˚) e Pe-
pata della mia carriera. È un errore gravissimo,
inaccettabile per me. Non si può ripetere».

Strategia Ad Alonso non basta essere riuscito a VETTEL SEBASTIAN stavolta la velocità c’era e senza — grosse difficoltà nel portare le
contenere alla fine i danni. «Ho salvato una si- VETTEL tanti problemi sarei potuto anche gomme in temperatura». Per non

«Cavolo
tuazione al limite dopo il primo giro — dice —. 22 ANNI arrivare un po’ più avanti. Ma è parlare anche della quasi
È stata una gara difficile, cambiare quattro vol- PILOTA RED BULL facile dirlo dopo». collisione, molto spettacolare, con
2O NEL 2009 Una partenza poco felice, la sua: Lewis Hamilton in corsia box. Con
Lewis, volevi
te le gomme non è normale e una scelta errata
può condizionare il risultato: in questo senso, «Che certamente non mi ha il tedesco non molto benevolo nei
la squadra è stata bravissima sia nelle soste sia SHANGHAI Ancora una delusione aiutato ed ora devo esaminare confronti del collega: «Ho pensato:
nella strategia».
E sulla prima sosta che ha poi influito sulla ga-
affettarmi per Sebastian Vettel, il grande
favorito della corsa dopo la pole:
seriamente perché non è stata
così buona come quella di
cavolo, questo mi vuole fare a
fette le gomme posteriori»,
ra: «È stata una scelta di tutti, ci consultavamo
via radio. Alla fine la decisione giusta per vince- le gomme?» «Poteva anche andare molto
peggio, tutto sommato posso
Webber», ammette Sebastian.
Un ritardo al cambio gomme,
riferisce Vettel tra il divertito e
l’arrabbiato, aggiungendo: «Lewis
re l’ha presa Button. Non so se noi saremmo essere contento del 6O posto. È sempre dietro il compagno Mark, a mi ha stretto, nonostante io fossi
stati capaci di fare la stessa scelta. Certo, dopo stata una lotteria scegliere il sua volta attardato nella nettamente davanti a lui. Non
la gara vedi e capisci cosa sia giusto e cosa no. momento giusto per cambiare le sostituzione di una delle ruote, ha capisco proprio perché l’abbia
Ma la boccia di vetro ancora non ce l’abbiamo. gomme. Quanto a prestazioni della ulteriormente peggiorato la fatto».
Arriverà al Montmelò». vettura però, devo dire che anche situazione. «Ed ancora — continua m.d.i.

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• OR G NAL COPY • OR GINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIG NAL COPY • OR G NAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • OR G NAL COPY • OR GINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


LUNEDÌ 19 APRILE 2010
LA GAZZETTA DELLO SPORT R
2 3
1. FERNANDO ALONSO
dalla terza posizione sullo schieramento passa al comando della gara
con la Ferrari, davanti alle Red Bull di Sebastian Vettel (in pole) e
Mark Webber (secondo). Ma il pilota spagnolo si muove in anticipo e
successivamente sarà punito con un «drive through» (passaggio nella
corsia box) COLOMBO-REUTERS

2. IL RITORNO DI MICHAEL SCHUMACHER


a 41 anni e dopo tre stagioni di stop, finora si è rivelato un mezzo
disastro. Il 7 volte campione del mondo è stato costantemente più lento
del compagno Nico Rosberg e in Cina ha dovuto subire una serie di
sorpassi per certi versi imbarazzanti. Qui è alle prese con la rimonta di
Fernando Alonso che lo passa senza troppi complimenti COLOMBO

3. GRANDE BATTAGLIA
tra la Red Bull di Sebastian Vettel (a destra), 22 anni, e la McLaren di
Lewis Hamilton, 25. I due hanno iniziato a duellare fin dall’ingresso
nella corsia box, con l’inglese davanti. Poi sono tornati in pista uno
affiancato all’altro, ma il tedesco ha avuto la meglio COLOMBO

di cambi gomme impressionan-


te: 4 per Hamilton, Alonso,
Massa, Vettel, Webber, Schumi
e la maggioranza degli altri; so-
lo 2 per Button, Rosberg, Kubi-
ca e Petrov.

Fulmine In mezzo a tutto questo


c’è stata la rimonta furiosa di
Hamilton con qualche scorret-
tezza nel folle tentativo di pas-
sare Vettel nella parte inter-
na della corsia-box e un mo- Jenson Button,
do poco gentile (lo ha but- 30 anni, si gode
tato fuori) di superare sul podio il trionfo
Webber che lo aveva inav- di Shanghai AFP

vertitamente passato pri-


ma, mentre c’era la sa-
w IL VINCITORE

«Non è fortuna
fety-car per togliere i rotta-
mi dell’ala di Alguersuari. I NUMERI
L’entrata della vettura di si-

Facciamo
curezza ha ricompattato il

9
gruppo a 31 giri dal termine,
ma Button non ha mollato,

le scelte giuste»
mentre Rosberg ha dovuto ce-
dere, causa gomme intermedie Le vittorie di
deteriorate, all’incalzare del ci- Jenson Button
Button, 30 anni, clone Hamilton. in F.1: una nel
ed Hamilton, Le Red Bull sono andate k.o. 2006 con la
25, festeggiano nella fase centrale, con le coper- Honda, 6 nel Jenson: «Però mi è schizzato il
la doppietta nel GP Cina
abbracciandosi sul podio.
ture dure: sia Vettel (6˚), sia
Webber (8˚) hanno sofferto.
2009 con la
Brawn e 2
cuore in gola quando è entrata
Sotto, parcheggiate, le loro Senza eccessive ambizioni, in- quest’anno la seconda Safety Car. Alla
McLaren. Button, alla 2a vece, hanno fatto un figurone
vittoria stagionale, le Renault, con Kubica grande fine eravamo 2" più veloci»

5
sta difendendo il titolo 5˚ e Petrov splendido 7˚.
2009. Hamilton invece Se Alonso si è reso protagonista MARCO DEGL’INNOCENTI
ha vinto il Mondiale di sorpassi-spettacolo su Sutil, 5 RIPRODUZIONE RISERVATA
2008. La coppia iridata Vettel, Schumacher, evitando I piloti andati
della McLaren per ora sta poi rischi dietro a Rosberg, Mas- sempre a punti SHANGHAId«È stata la mia vittoria più bella»,
facendo il suo dovere. sa è invece andato nel pallone. nei primi 4 GP gioisce Jenson Button. Il campione del mondo
Button è primo nel Il 9˚ posto, scavalcando Schu- del 2010: coglie il secondo successo stagionale e si cata-
Mondiale piloti, Hamilton mi dopo un dritto, è poco. Button, pulta in testa alla classifica iridata, davanti al
quarto (ma a pari punti Ma Schumacher (superato per- Rosberg, compagno Lewis Hamilton. Una classifica che
con Alonso). E la McLaren sino dal russo Petrov!) ha fatto Hamilton, Massa dopo 4 gare è rivoluzionata ai vertici. Con le
capeggia il campionato ancora meno, incappando nel- e Webber Ferrari scavalcate e la Red Bull che sembrava
costruttori la peggior giornata della sua dominatrice ridimensionata: «Aver battuto le
REUTERS carriera: 50" da Rosberg, a pari Red Bull, alla vigilia imprendibili, per noi signi-
fica molto e dà tanta soddisfazione».

1
macchina, dicono tutto. Micha-
el soffre: chi gliel’ha fatto fare?
trov (7˚), è rimasto con le gom- ha dovuto subire anche il dri- La McLaren, pur non essendo Merito suo, della macchina e del team.
me da asciutto quando, subito ve-through e così al comando si migliore né della Red Bull, né Jenson Button «Niente fortuna. Siamo arrivati davanti perché
dopo il via, cominciava a scen-
Fernando infila sono ritrovati Rosberg (incre- della Ferrari, ha vinto balzando ha vinto un in condizioni difficili abbiamo fatto scelte giu-
dere una pioggerellina leggera Massa mentre dulo ma efficace) seguito da in testa ai due campionati. Il titolo Mondiale ste, in particolare al via. La pista era insidiosa,
che preannunciava, secondo il tornano ai box. Button. confronto fra le tre squadre re- F.1, nel 2009 l’asfalto viscido per l’acqua, ma sapevamo che
solito meteo ubriaco, un tempo- sta apertissimo. Con la speran- con la BrawnGP, le gomme morbide sarebbero andate bene».
ralone.
Mercedes: disastro Trambusto Dopo 19 giri lo stili- za che la Ferrari la smetta di ed è quindi il
Hamilton, Alonso, Massa, Vet- Schumi 10˚ a 50" sta inglese, meno aggressivo di buttar via occasioni d’oro, tra campione in La rinuncia al cambio gomme nella prima fase
tel, Webber, Schumacher pri- da Rosberg terzo tanti, ma capace di una guida errori dei piloti e strategie, co- carica. della Safety–Car è stato decisivo per la sua vit-
toria.
ma hanno montato le interme- che preserva macchina e gom- me ieri, sbagliate. Perché, se
die, un paio di giri dopo sono me, ha effettuato il sorpasso. uno tra Massa e Alonso avesse «È proprio quella che ha deciso la gara».
tornati a coperture da asciutto, Ha vinto lì, in un’altalena di pi- fatto la scelta di Button, la clas-
Ha mai avuto paura di non farcela?
con una perdita enorme di tem- sta scivolosa, semi-asciutta e di sifica della Cina sarebbe stata
«Quando la Safety è entrata in pista perché biso-
po. Aggiungiamo che Alonso nuovo bagnata, con una serie diversa.
gnava ripulirla dai detriti di un’altra macchina.
Lì il cuore mi è schizzato in gola. Non sapevo
che cosa sarebbe successo. Avevamo guadagna-
to un bel vantaggio e all’improvviso tutti ci ave-
HAMILTON LEWIS Ciò nondimeno, l’inglese ha riuscirci. Lo stesso con Rosberg. vano ripreso. Poi però alla fine del GP, quando
HAMILTON disputato una splendida gara, con Forse ho perso un po’ di tempo sono passato alle gomme intermedie mi sono
«No, sono
25 ANNI una serie di sorpassi. «È stata una dietro Nico, ma una volta che l’ho sentito a mio agio, fino al traguardo».
PILOTA MCLAREN corsa molto dura, anche se passato ho capito che il più era Button elogia la McLaren per le sue prestazioni
IRIDATO 2008 eccitante. Ogni volta che in fatto». Poco da dire, invece, sulla
stato tradito
complessive: «La nostra velocità era notevole,
qualche modo guadagnavo una quasi collisione in corsia box con nel finale giravamo 2" più rapidi degli altri. E
SHANGHAI Lewis Hamilton si posizione, la riperdevo di nuovo. Vettel: «Purtroppo la linea azzurra non ho neppure sfruttato troppo le gomme.
dalla vernice congratula con il compagno di
squadra nel dopo gara: «Jenson
Se recuperavo tre posti, ne
perdevo due. Li riconquistavo e li
che delimita la corsia col bagnato
è scivolosa. Così ho perso un po’
Manca la controprova di quanto possiamo esse-
re veloci sull’asciutto, ma per il momento pos-
della pit lane» ha sempre fatto la scelta giusta
quando c’era da cambiare le
riperdevo. Alla fine, però, sono
davvero contento per il risultato:
di trazione ed ho sbandato proprio
mentre Vettel mi sfilava accanto».
siamo non pensarci».
Nuovamente nel ruolo di leader, come l’anno
gomme. Io invece no e quando essermi letteralmente arrampicato Infine ha sorpreso parlando del scorso con la BrawnGP, Button conferma la sua
sono rientrato ai box la seconda fino al secondo posto è stato un futuro: «Potrei fare altre cose, per soddisfazione per essere passato alla McLaren:
volta le mie erano finite, perché buon lavoro». esempio mi piacerebbe correre in «Questi miei primi mesi con la nuova scuderia
avevo spinto troppo per Tra le gemme anche il sorpasso su MotoGP!» sono stati eccezionali. Ora mi sento assoluta-
recuperare lo svantaggio». Schumi: «C’è voluta una vita per m.d.i. mente parte integrante».

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• OR G NAL COPY • OR GINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIG NAL COPY • OR G NAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • OR G NAL COPY • OR GINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


LUNEDÌ 19 APRILE 2010
R LA GAZZETTA DELLO SPORT

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• OR G NAL COPY • OR GINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIG NAL COPY • OR G NAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • OR G NAL COPY • OR GINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


LUNEDÌ 19 APRILE 2010
LA GAZZETTA DELLO SPORT R
35

FORMULA 1 GP CINA
LA MANOVRA
Alonso attacca
all’ingresso
della corsia box

P Alla fine del 18˚ giro i ferraristi rientrano contemporaneamente per il pit stop. Massa (a sinistra) è davanti ad Alonso ma fa pattinare le ruote e lo spagnolo si infila all’interno IPP DA TV

«Non ho voluto fare un botto» glio fare i miei complimenti al- fatto capire a un Alonso molto macigno del drive-through per re: non ho voluto creare rischi o
Massa abbassa
DAL NOSTRO INVIATO
PAOLO IANIERI la squadra, per il modo perfetto più veloce (e in grado di tenta- partenza anticipata, sentiva di incidenti».
in cui ha lavorato effettuando re di dare l’assalto al secondo avere la Ferrari giusta per risali-
i toni, chiarirà
5 RIPRODUZIONE RISERVATA
tre doppi pit-stop», la prende al- posto di Robert Kubica) che re rapidamente la china. Così, Giù dalla vetta E mentre Alonso
SHANGHAI (Cina) d Nessun caso. la larga il responsabile della Ge- non era il caso di attaccare Mas- quando ingenuamente Massa con un ritmo per Felipe impossi-
in squadra Nessuna polemica. Almeno al- stione Sportiva, Stefano Dome- sa. Quel giorno Fernando alzò gli ha lasciato uno spiffero, bile risaliva posizioni su posizio-
l’esterno. «Il sorpasso di Alon- nicali. Che, incalzato, sull’attac- il piede dall’acceleratore («Ho Alonso si è gettato dentro. ni fino ad annusare il podio,
so? No comment» scappa via co improvviso di Alonso ammet- per il brasiliano la gara si tramu-
con un mezzo sorriso un tecni- te come sia «avvenuto in una zo- Affondato Bastava guardarlo in tava in una strenua caccia a un
co della Ferrari. Nel giorno in na dove uno non se lo aspetta. faccia per capire come a Massa paio di punticini. «Nel subire
cui Fernando va a prendersi di Per noi, comunque, si è trattato
Domenicali: «Sono quella manovra non fosse affat- quel sorpasso ho perso anche
forza il ruolo di capitano della di un normale episodio di gara, professionisti, per to piaciuta. Ma i panni sporchi tante altre posizioni — si giusti-
Ferrari, gli uomini della rossa si i piloti sono entrambi veri pro- noi è un normale si lavano in famiglia. Davanti ai fica Massa, costretto ad acco-
affrettano a smorzare le polemi- fessionisti e una cosa simile fa episodio di gara» microfoni le parole di Felipe darsi in corsia box ad Alonso
che per quel sorpasso in fami- parte delle corse». raccontano quel sorpasso come —. Poi nel finale ho lottato con
glia alla fine del 18˚ giro, all’in- se si trattasse di qualcosa di as- Schumacher, avevo molto de-
gresso della corsia box. Liberi tutti Come a dire che Alon- pensato al capo» disse). Ieri, in- solutamente normale. «Le mie grado alle gomme, ma lui era
so e Massa sono assolutamente vece, ha capito che se davvero ruote hanno pattinato uscendo messo peggio di me e sono riu-
Sorpresa «Noi non abbiamo vi- liberi di fare la propria corsa, di vuole lottare per il titolo non po- dal tornantino, non sapevo che scito a passarlo». Oltre alla pro-
sto il sorpasso, sono stati bravi i lottare tra loro e superarsi (sen- teva permettersi di lasciare an- anche lui sarebbe entrato ai babile leadership interna, Mas-
piloti ad avvertirci, altrimenti za buttarsi fuori), anche se alla cora per strada punti pesanti. box, invece mi ha affiancato e sa ha perso anche quella irida-
avremmo rischiato di montare memoria torna il recente GP di Sul passo di gara era molto più quando l’ho visto all’interno ta: da leader a sesto in classifi-
Felipe Massa, 28 anni LAPRESSE a uno le gomme dell’altro. Vo- Australia, quando nel finale fu veloce di Felipe, e malgrado il non c’era molto che potessi fa- ca, a 19 punti da Button.

RALLY MONDIALE
Loeb solito fenomeno
Raikkonen cresce: 5˚
Ha evitato le trappole nelle
I rivali fanno errori, quali, uno dopo l’altro, sono
Seb dà spettacolo caduti i tre che lo inseguivano:
Hirvonen andando fuori stra-
e domina in Turchia da abbastanza da massacrare
un pneumatico, Solberg ap-
GUIDO RANCATI poggiandosi a un albero e Sor-
5 RIPRODUZIONE RISERVATA do centrando un masso fatale
alla sospensione della sua C4.
ISTANBUL (Turchia) dLassù qual- Raikkonen è giunto 5˚ alla fi-
cuno lo ama. A sentirselo dire, ne di una gara che gli è servita
Loeb abbozza un sorriso e am- per mandare segnali incorag-
mette che sì, il cielo in qualche gianti. E incoraggianti sono
modo questa volta gli ha dato state le prestazioni di almeno
una mano. Aprendo nottetem-
po i rubinetti quel tanto che ba-
tre dei ragazzini del program-
ma Pirelli Star Drivers. Quelle
cresce
stava a imporre un paio di sfor-
biciate al percorso e annullan-
di Ott Tannak, Hayden Pad-
don e Alex Raschi.
la nuova economia.
do lo svantaggio di essere il pri-
mo ad aggredire quel che re- CLASSIFICA 1. Loeb (Fra-Citröen
stava dell’ultima tappa. C4) 3h01’38"7; 2. P. Solberg (Nor-Ci-
Loeb-Elena hanno vinto anche tröen C4) a 54"5; 3. Hirvonen
perché sono stati gli unici a fiu- (Fin-Ford Focus) a 1’43"4; 4. Ogier
tare l’aria e ad accettare il ri- (Fra-Citroën C4) a 3’46"0; 5. Raikko-
schio di fare da lepri. Il resto lo nen (Fin-Citröen C4) a 6’44"3.
ha fatto l’ormai leggendaria, Mondiale: 1. Loeb p. 93; 2. P. Solberg
mostruosa abilità dell’asso del- 53; Hirvonen 52; 4. Latvala 47.
1.200 ESPOSITORI • 100.000 MQ DI SUPERFICIE ESPOSITIVA • 70.000 VISITATORI PROFESSIONALI ATTESI
la Citroën. Loeb ha imposto la Prossima gara: 7-9 maggio, Rally
sua legge. Quella del più forte. Nuova Zelanda.

SUPERSTARS

Biagi e Pigoli vincono a Imola mostra e convegno internazionale


su energie rinnovabili
mostra e convegno internazionale
su efficienza energetica
Un secondo posto per Herbert e generazione distribuita e architettura sostenibile
IMOLA (a.s.) Thomas Biagi Pigoli ora è in testa al
www.solarexpo.com www.greenbuildingexpo.eu
(Bmw) e Massimo Pigoli campionato con 60 punti,
(Mercedes) si sono spartiti le inseguito da Biagi a 3
2 gare Superstars. I podi sono lunghezze. Le Audi, partite
stati completati da Johnny dalla pole, hanno pagato i 60 Fiera di Verona • 5 - 7 maggio 2010
Herbert (Chevrolet) 2˚ e il Cv in meno sulle Bmw e i 100 new business format: DA MERCOLEDÌ A VENERDÌ
giovane Alberto Cola (Audi), su Mercedes. Nelle gare GT
23 anni, nella prima gara e da Sprint vittorie Ferrari con
Biagi e Cola nella seconda. Bonetti e Mediani.

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


LUNEDÌ 19 APRILE 2010
R LA GAZZETTA DELLO SPORT

FORMULA 1 GP CINA
Hamilton, lo show non basta
Dopo lo zig-zag in Malesia, sportella con Vettel nei box. Corre da campione, ma poi vince Button

LE PAGELLE di PINO ALLIEVI


GLI ALTRI w taccuino
Kubica I NUMERI
TRICOLORE VELOCITA’
specialista
Così farà in miracoli
0
Superbike a Cruciani
d(p.g.) Pareggio Ducati-Aprilia nel-
l’apertura del Tricolore moto a Val-

diventare BERNIE ECCLESTONE 10


La battuta più bella del gran
premio: «Mi sono organizzato
Le vittorie
ottenute da chi
quest’anno è
lelunga. Stefano Cruciani ha vinto
di forza la Superbike precedendo
Federico Sandi. Riscatto di Noale

matto Lewis
per fare piovere e avere più con Ivan Goi nella Stock 1000.
partito in pole:
NICO ROSBERG LEWIS HAMILTON spettacolo. Ho buoni amici
Vettel ne ha Giovani leoni in evidenza: Fabio

7,5 7 lassù!».
ROBERT KUBICA 7
fatte 3 ma ha
vinto in Malesia
Massei, 19enne romano, ha domina-
to la Stock 600, Alex Tonucci (Apri-
Vive nell’incubo di Schumacher. Qualche zig-zag di troppo, in Il terribile polacco non perde lia), 16, ha rotto il ghiaccio nella 125
partendo 3o

P8
Perché qualunque cosa faccia, Malesia, nella lotta con Petrov. E una battuta. La sua Renault è su Mattia Tarozzi (Aprilia), 18, al pri-
arriva il solito paragone. Il podio di ieri la voglia di superare Vettel una macchina decente, nulla di mo podio: 3 anni fa rischiò di perde-
ieri lo proietta al 2o posto nel (tutti e due ammoniti) nei box. Poi più. La squadra, dopo il re una gamba in un terribile inciden-

JENSON BUTTON
Non è il pilota più veloce che ci sia. E si sa
Mondiale. Dovrebbe essere una
festa. Invece tutti piangono, alla
Mercedes, per Schumi che
delude. Questa è la F.1! LA PRESSE
una spallata a Webber. Hamilton
non è un santo ma è un campione
anche se alla resa dei conti Button
vince e lui no...LAPRESSE
ciclone dello scorso anno, ha
un diverso organigramma, ma
alla fine Kubica è a 4 punti da
Vettel e a 9 dal duo
55
gli anni trascorsi
te a Misano. Ilario Dionisi (Honda) si
è imposto nella Supersport.

MONDIALE ENDURO
dall’ultimo podio
da tempo. Ma siccome andar forte non è il
solo elemento che conta per vincere,
Alonso-Hamilton. Un miracolo. tutto Mercedes Albergoni, due podi
Grazie a un pilota che prima di ieri: GP
Button nel complesso batte gli altri. E ottimizza tutto, rischi di Gran Bretagna d(d.a.) Bella impresa dei bergama-
soprattutto fa impazzire il compagno di compresi, lottando a schi Albergoni (Ktm) e Oldrati (Ktm)
del ’55 con Moss a Fafe (Portogallo) nella 2ª gara del
squadra Lewis Hamilton con il quale il sciabolate coi grandi. Senza 1o, Fangio 2o e Mondiale enduro. Nella E3, domina-
conto, dopo appena 4 gare, è di due alcun complesso d’inferiorità, Kling 3o ta da Knight (Ktm), Albergoni ha
successi a zero. Button non butta mai via se non quello della vettura.
niente. E dato che ha una guida, come si JAIME ALGUERSUARI 7 chiuso 3˚ e 2˚, nella E2, vinta da Cer-
dice in gergo, «sulle uova», non consuma le Un po’ casinista nel contatto vantes (Ktm), Oldrati è stato 5˚ e
gomme né chiede troppo alla macchina.
Inoltre è freddo nel pericolo: quando ha
respinto l’attacco finale di Hamilton è stato
magico. E’ la sua più bella vittoria in F.1. La
FERNANDO ALONSO
6,5
Ha buttato via una vittoria
SEBASTIAN VETTEL
5
Partenza sbagliata. Sequenza dei
con una HRT, quando ha
perso l’ala davanti, però in
costante e visibile progresso.
11
Gli anni passati
3˚. Nella E1 doppietta per l’ita-
lo-francese Meo (Husqvarna).

LE MANS (p.g.) Successo Kawa-


Con un temperamento dall’ultima
vacanza in Thailandia, con fidanzata da possibilissima con quella partenza cambi-gomme e dei tipi di saki con i francesi Da Costa, Four e
insospettabile. doppietta di due
sballo, è meritatissima. anticipata, con implacabile coperture sbagliata. Approccio alla Leblanc nella 24 Ore di Le Mans
VITALY PETROV 7 piloti britannici, (Francia) apertura del Mondiale En-
penalizzazione. Del sorpasso gara in difesa. Il tutto su un asfalto
Un testone russo che non si ovvero dal GP durance. Catena rotta per Bo-
fulmineo a Massa, in ingresso box, bagnato che è il terreno sul quale
si parlerà a lungo. Mai vista una Vettel ha sempre fatto miracoli. È il arrende mai. E se va fuori Austria del ’99: no-Bellucci-Devoyon (Yamaha)
cosa così tra i piloti Ferrari AP vero sconfitto del GP ANSA pista (come gli è capitato), il primo Irvine quando erano terzi nella Stock.
giro dopo è di nuovo lì a (Ferrari) davanti
rischiare e a rimontare. Una a Coulthard
sorpresa. (McLaren)
MARK WEBBER 5 F. RENAULT 3.5
Vale il discorso fatto per
Vettel, con qualche errore in Ricciardo leader
più. Però ieri mancava anche
la Red Bull.
Zampieri sul podio
VITANTONIO LIUZZI 4,5 Soffia il vento dell’Est sulla
Rovina tutto con un incidente World Series by Renault,
FELIPE MASSA M. SCHUMACHER subito dopo il via, dovuto a scattata sul circuito di
Jenson
Button, 30 5 4,5 eccessiva precipitazione.
Peccato, poteva fare bene.
Aragona (Spagna): sabato ha
vinto il russo Mikhail Aleshin
anni, ha Un errore in qualifica, piccolo ma «È una gara che non vorrei NICO HULKENBERG 3 (Carlin), ieri l’estone Sten
centrato ieri determinante. E un disagio ricordare», dice il povero Michael, Mette le gomme da asciutto Pentus (Fortec). Bene
costante sull’asfalto viscido o travolto su quello che una volta
la 9a vittoria bagnato. Da leader del Mondiale si era l'elemento che lo esaltava: la
quando piove a dirotto. E va l’australiano Daniel Ricciardo
in carriera ritrova 6˚. Ma con Alonso che si è pioggia. Non ci sono scusanti fuori. Il piccolo fenomeno (Tech), 3˚ e 2˚ e ora leader.
LA PRESSE preso i galloni di capitano in Ferrari. anche perché la Mercedes non è tedesco deve tornare con i Il debuttante Daniel Zampieri
Situazione non facile, però Massa da buttare, se Rosberg continua piedi per terra. (Pons), è stato secondo
ha superato ben altre prove ANSA ad andare sul podio AFP sabato, mentre ieri si è ritirato

L’ARRIVO LE CLASSIFICHE GIRI VELOCI CALENDARIO FERRARI COLLECTION


PILOTI
1. Hamilton 1’42"061 (13˚) 14-3 BAHRAIN (vincitore Alonso)
POS PILOTA

1. BUTTON
NAZ

GB
TEAM

McLaren-Mercedes
DISTACCO (PIT STOP)
POS PILOTA
1 BUTTON
NAZ
GB
PUNTI
60
BAH
6
AUS
25
MAL
4
CIN
25
2. Vettel 1’42"358 (14˚) 28-3 AUSTRALIA (vincitore Button) Venerdì in edicola
1h46’42"163 (2)
media 171,541 km/h 2. ROSBERG GER 50 10 10 15 15 3. Webber 1’42"609 (14˚)
4. Button 1’42"886 (14˚)
4-4 MALESIA (vincitore Vettel)
18-4 CINA (vincitore Button)
la 158 F1 di Surtees
3. ALONSO SPA 49 25 12 - 12
2. HAMILTON GB McLaren-Mercedes a 1"530 (4) 4. HAMILTON GB 49 15 8 8 18 5. Rosberg 1’43"245 (14˚) 9-5 SPAGNA (Montmelò)
5 VETTEL GER 45 12 - 25 8 6. Kubica 1’43"630 (14˚) 16-5 MONACO (Montecarlo)
3. ROSBERG GER Mercedes a 9"484 (2)
6. MASSA BRA 41 18 15 6 2 7. Alguersuari 1’43"755 (14˚) 30-5 TURCHIA (Istanbul)
4. ALONSO SPA Ferrari a 11"869 (5) 13-6 CANADA (Montreal)
7. KUBICA POL 40 - 18 12 10 8. Petrov 1’43"801 (14˚)
5. KUBICA POL Renault a 22"213 (2) 8. WEBBER AUS 28 4 2 18 4 9. Alonso 1’44"134 (14˚) 27-6 EUROPA (Valencia)
9 SUTIL GER 10 - - 10 - 11-7 GB (Silverstone)
6. VETTEL GER Red Bull-Renault a 33"310 (4) 10. Schumacher 1’44"298 (14˚)
10. SCHUMACHER GER 10 8 1 - 1 25-7 GERMANIA (Hockenheim)
7. PETROV RUS Renault a 47"600 (2) 11. Sutil 1’44"364 (14˚)
11. LIUZZI ITA 8 2 6 - - 1-8 UNGHERIA (Budapest)
12. Hulkenberg 1’44"549 (13˚) 29-8 BELGIO (Spa)
8. WEBBER AUS Red Bull-Renault a 52"172 (4) 12. PETROV RUS 6 - - - 6
13. Massa 1’44"594 (14˚) 12-9 ITALIA (Monza)
9. MASSA BRA Ferrari a 57"796 (4) 13 BARRICHELLO BRA 5 1 4 - -
14. ALGUERSUARI SPA 2 - - 2 - 14. Barrichello 1’45"559 (17˚) 26-9 SINGAPORE (Singapore)*
10. SCHUMACHER GER Mercedes a 1’01"749 (4) 15. HULKENBERG GER 1 - - 1 - 15. Kovalainen 1’47"141 (14˚) 10-10 GIAPPONE (Suzuka)
11. SUTIL GER Force India-Mercedes a 1’02"874 (4) 16. BUEMI SVI 0 - - - - 16. De La Rosa 1’47"739 (6˚) 24-10 COREA (Yeongam)**
17. DE LA ROSA SPA 0 - - - - 17. Senna 1’48"216 (16˚) 7-11 BRASILE (San Paolo)
12. BARRICHELLO BRA Williams-Cosworth a 1’03"665 (4) Torna in edicola Ferrari
18. KOVALAINEN FIN 0 - - - - 18. Chandhok 1’48"788 (15˚) 14-11 ABU DHABI (Abu Dhabi)
13. ALGUERSUARI SPA Toro Rosso-Ferrari a 1’11"416 (6) 19. CHANDHOK IND 0 - - - - 19. Trulli 1’49"675 (14˚) * Gara in notturna. ** Il circuito deve Collection, con nuovi modellini.
14. KOVALAINEN FIN Lotus-Cosworth a 1 giro (2) 20 DI GRASSI BRA 0 - - - - 20. Di Grassi 1’53"185 (7˚) ancora essere approvato dalla Fia. Venerdì a 9,99 euro più La
21. SENNA BRA 0 - - - - Gazzetta dello Sport c’è la
15. HULKENBERG GER Williams-Cosworth a 1 giro (6)
22. TRULLI ITA 0 - - - -
16. SENNA BRA HRT-Cosworth a 2 giri (4) 23. GLOCK GER 0 - - - -
158 F1 bianco-blu con la quale
24. KOBAYASHI GIA 0 - - - John Surtees centrò il titolo
17. CHANDHOK IND HRT-Cosworth a 4 giri (4)
COSTRUTTORI 1964 in Messico. Il bianco-blu
RITIRATI: al 1˚ giro GLOCK (Ger-Virgin Cosworth) motore, POS COSTRUTTORE PUNTI AUS
BAH MAL CIN erano i colori nazionali degli
LIUZZI (Ita-Force India Mercedes) incidente, KOBAYASHI 1. MCLAREN-MERCEDES 109 21 33 12 43
Usa. Enzo Ferrari la schierò
(Gia-Sauber Ferrari) incidente, BUEMI (Svi-Toro Rosso 2 FERRARI 90 43 27 6 14
Ferrari) incidente; all’8˚ DE LA ROSA (Spa-Sauber Ferrari) 3. RED BULL-RENAULT 73 16 2 43 12 con quei colori perché, in
problema tecnico; al 9˚ DI GRASSI (Bra-Virgin Cosworth) 4. MERCEDES 60 18 11 15 16 polemica con la Csai, aveva
frizione; al 27˚ TRULLI (Ita-Lotus Cosworth) idraulica. 5 RENAULT 46 - 18 12 16 restituito la licenza italiana.
GIRO PIÙ VELOCE: il 13˚ di Hamilton in 1’42"061 (192,273 km/h). 6. FORCE INDIA-MERCEDES 18 2 6 10 - Per i conclusivi GP di Usa e
LEADER DELLA CORSA: Il 1˚ e 2˚ giro Alonso; dal 3˚ al 18˚ 7. WILLIAMS-COSWORTH 6 1 4 1 -
Messico usò la licenza della
8 TORO ROSSO-FERRARI 2 - - 2 -
Rosberg; dal 19˚ al 56˚ Button. scuderia americana Nart.
9. SAUBER-FERRARI 0; 10. LOTUS-COSWORTH 0; 11.
Safety car: dal 1˚ al 3˚ giro e dal 22˚ al 25˚ giro HRT-COSWORTH 0; 12 VIRGIN-COSWORTH 0 Lewis Hamilton, 25 anni LAPRESSE

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• OR G NAL COPY • OR GINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIG NAL COPY • OR G NAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • OR G NAL COPY • OR GINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


LUNEDÌ 19 APRILE 2010
LA GAZZETTA DELLO SPORT R

FORMULA 1 GP CINA MOTOMONDIALE


A Motegi
che deve arrivare dalla Feder-
moto internazionale. Ieri era
domenica e, evidentemente, a
Ginevra non si lavora. Anche
se di comunicati della 24 Ore

non si corre
di Le Mans, organizzata diret-
tamente dalla Fim, ne sono ar-
rivati a decine...

Tris Motegi si correrà con ogni

Valentino
probabilità il 3 ottobre, per ri-
mettere in piedi quel tris di ga-
re di fila (Giappone, Malesia,
Australia) che i piloti avevano
bocciato nel 2006. Tra l’altro

ringrazia
sarà la seconda serie di gare
consecutive (tra giugno e lu-
glio ci sono Gran Bretagna,
Olanda, Barcellona) in questo
Michael Schumacher, 41 anni, sconsolato dopo aver preso dal compagno Rosberg la quarta batosta in 4 GP EPA calendario schizofrenico, che
ha tenuto fermi tutti fino ad
Gara rinviata al 3 ottobre per il
Schumi è giù
troppo le gomme alla fine non aprile e poi impone a piloti e
avevano quasi più battistrada e squadra massacranti tour de

caos voli. Rossi può recuperare


non mi potevo più difendere». force. L’unico che ringrazia è
Valentino Rossi, infortunato

«Una giornata
Duelli È successo con Petrov e in allenamento giovedì scor-
Massa. «È stato interessante e so, che avrà così 2 settimane
divertente confrontarmi con Fe- FILIPPO FALSAPERLA per recuperare, fino alla gara
lipe alla vecchia maniera dei 5 RIPRODUZIONE RISERVATA di Jerez del 2 maggio.

da scordare»
kart. Ma purtroppo anche sen-
za speranze. All’inizio della cor- d La cenere del vulcano Superbike Non si ferma invece
sa ho fatto una dura battaglia Eyjafjallajoekull è stata più for- la Sbk, che domenica corre ad
con Hamilton e ci siamo anche te. O forse è stata soltanto la Assen, in Olanda. Lo ha confer-
toccati piuttosto violentemen- paura che qualcosa andasse mato la Infront, che organizza
«Ho esagerato con le gomme, erano finite te. Ora dobbiamo capire se la storto e bloccasse tutto alla vi- il campionato.
mia macchina ne abbia sofferto gilia della gara: meglio antici- «Le moto — ha spiegato Paolo
Lo ammetto, non ho fatto un buon lavoro» o no». pare la decisione. Così domeni- Ciabatti, direttore sportivo del-
E in vista del GP di Spagna, ca non si correrà il GP del Giap- l’organizzazione — sono tutte
MARCO DEGL’INNOCENTI sberg è salito di nuovo sul po- Schumi mette già le mani avan- pone a Motegi, 2ª gara del in Europa (la settimana scorsa
5 RIPRODUZIONE RISERVATA dio ed è 2o nel Mondiale: «Non ti: «Ci saranno modifiche sulla Mondiale (la F.1 è già a quota si è corso a Valencia, n.d.r.),
resta che scordarla in fretta». vettura, ma non si tratterà di un 4...) e la gara verrà recuperata così come i piloti. Nessun pro-
SHANGHAI (Cina) d«Non è stata I problemi, riferisce Schumi, so- cambiamento radicale». il 3 ottobre. blema anche per il pubblico,
una bella gara per me ed anche no arrivati soprattutto dalla In realtà ci vorrebbe il condi- in gran parte locale o tede-
per colpa mia». Non cerca scuse scelta delle gomme, che defini- Rosberg Dal canto suo Nico ri- zionale, perché, se la notizia è sco». Le squadre si stanno or-
Michael Schumacher, nel com- sce «una partita di poker». Ma badisce di non sentirsi già il nu- sicura, visto che le squadre ganizzando per coprire il tra-
mentare questo 10o posto condi- ammette di averci messo anche mero 1 del team: «Non è il caso. che dovevano partire in massa gitto (1000 chilometri da Mila-
to dai sorpassi subiti dall’esor- del suo per peggiorare la situa- Però prima della stagione, spe- oggi sono state fermate dall’Ir- no) in auto. Come ai vecchi
diente Petrov e da Massa. Per zione: «Devo dirlo: non ho fat- ravo di misurarmi con Michael ta (la loro associazione), man- tempi...
non parlare del fatto che Ro- to un buon lavoro. Ho usurato alla pari». Valentino Rossi, 31 anni CANONIERO ca la comunicazione ufficiale, (ha collaborato Paolo Gozzi)
Mercedes-Benz è un marchio Daimler.

Mercedes-Benz Vito. Porta il tuo potere


d’acquisto a livelli super.
Service Leasing con canoni da
290€*
• Garanzia inclusa per quattro anni.
• Manutenzione Excellent inclusa per quattro anni.
• Aria condizionata.

In alternativa, finanziamento a tasso zero sul resto


della gamma Vito e Sprinter.**

*Esempio di leasing su Vito 109 CDI Furgone Compact. Prezzo


netto di vendita 20.341 euro; anticipo 4.510 euro; riscatto (a
120.000 km) 5.468 euro; durata 48 mesi; 47 canoni mensili da
290 euro; T.A.N. 2,08%; T.A.E.G. 3,35%. Spese di istruttoria 230
euro. I valori sono IVA esclusa.
**Importo finanziato 20.000 euro, durata 36 mesi, 36 rate
mensili da 565,50 euro, spese di istruttoria 210 euro, T.A.N. 0%,
T.A.E.G. 1,28%. Polizza Feel Care (inclusa) a carico del cliente.
Offerte valide fino al 30/06/2010 salvo approvazione di Mercedes-
Benz Financial Services Italia S.p.A. nelle Concessionarie aderenti.
www.mercedes-benz.it/van - 800 11 22 77

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• OR G NAL COPY • OR GINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIG NAL COPY • OR G NAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • OR G NAL COPY • OR GINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


LUNEDÌ 19 APRILE 2010
R
38 LA GAZZETTA DELLO SPORT

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


LUNEDÌ 19 APRILE 2010
LA GAZZETTA DELLO SPORT R

CICLISMO AMSTEL GOLD RACE IN OLANDA


PARLANO GLI ITALIANI

«Che peccato
In quella fuga
ci credevo»
Ora Cunego aspetta fiducioso
le Ardenne. Gasparotto astuto

Cunego
dà la sveglia
all’Italia Alcol-test prima del via per ds e motociclisti BETTINI

Vince Gilbert Philippe Gilbert scatta


sul Keutenberg, con Damiano
Cunego (a destra), Frank Schleck
e l’iridato Cadel Evans SUNADA
CLAUDIO GHISALBERTI
5 RIPRODUZIONE RISERVATA

d«Gilbert era imbattibile. Fossi arrivato secon-


do sarebbe stata come una vittoria, terzo...va
bene lo stesso». Enrico Gasparotto, al termine
anche nei modi. Quando la cor- provato a evadere da solo, fi- di un’Amstel corsa con astuzia, è stato il miglior
MARCO PASTONESI
5 RIPRODUZIONE RISERVATA
sa si fa dura, lui — duro — co-
mincia a correre. Se fosse un
calciatore: attaccante. Se fos-
Dopo le classiche
del pavé sottotono,
no all’ultimo chilometro si è di-
feso ancora su Kolobnev, a
mezzo chilometro dal traguar-
y italiano al traguardo. «E’ vero — prosegue il
biondo dell’Astana —. Sono tornato giovedì
dall’altura e qui ho sofferto tutto il giorno.
dIl bello è che il suo Fan club HESJEDAL
ha organizzato la festa ufficia- se un boxeur: picchiatore. Se finalmente i nostri do, ha sentito e annusato, poi
È SECONDO
Quando non sei super, corri con più testa. Così
fosse un rugbista: All Black. ha accarezzato e sedotto, infi- quando ho capito che non potevo reagire alle
le venerdì, sabato e domenica sono protagonisti. ne si è impossessato e impadro- fiammate del finale ho curato Freire perché ero
prossimi, in occasione della
Trincea I primi 240 km del- Il veronese attacca nito della corsa. ARRIVO: 1. sicuro che gli olandesi avrebbero corso per met-
Liegi-Bastogne-Liegi. Sulla Re-
doute, a poche centinaia di me- l’Amstel li ha vissuti cercando più volte nel finale Philippe GILBERT terlo nella posizione ideale ai piedi del Cau-
Etilico L’Amstel, la corsa della (Bel, Omega berg». Ieri sera Gasparotto è rientrato in Italia,
tri dalla casa del campione. In di risparmiare, un po’ in fure- con il belga Gilbert, birra, è cominciata con un test la sua prossima corsa sarà il Giro. Alla Freccia e
ria, un po’ in trincea. Poi è en- Pharma- Lotto)
programma: una cicloturisti-
trato in azione, in prima linea, che se ne va da solo a etilico mattutino ai direttori 257,8 km in alla Liegi il suo posto sarà preso nientemeno
ca, musica con dj e orchestri- 350 metri dall’arrivo sportivi alla guida delle ammi- che da Alberto Contador.
na, e la possibilità di partecipa-
all’aria, al fuoco. Ai -20 ha ri- 6h22’54", media
raglie, poi si è confermata ga-
re alla Liegi su un’auto, massi-
sposto all’offensiva di Marco sul Cauberg: terzo ra nervosa, anzi, nevrotica:
42,7; 2. Hesjedal
Damiano e la gastroenterite Alla vigilia la Lam-
Marcato, ai -19 si è messo nel- (Can, Garmin) a
mo cinque passeggeri, colazio-
la scia di Andy Schleck, ai -15
Gasparotto. Bene ogni metro un tranello, cioè 2"; 3. Gasparotto pre era un po’ in ansia per le condizioni del suo
ne e pranzo compresi, totale
si è lanciato con Damiano Cu- Marcato e Nibali. possibilità e imprevisti, ogni (Astana); 4. De capitano, Damiano Cunego, colpito da gastro-
70 euro a persona, 80 per il li- metro un segreto, cioè oppor- enterite dieci giorni fa ai Paesi Baschi. Invece il
vello vip. Ma Philippe Gilbert
nego, Frank Schleck e Alexan- Mercoledì la Freccia tunità e rischi, anche se poi tut-
Waele (Bel) a 5";
veronese nel finale è stato nel vivo della corsa
der Kolobnev, ai -13 ha inse- 5. Kreuziger
ha anticipato il Fan club vin- to si risolve sul Cauberg, una entrando anche nella fuga con Gilbert, Ivanov,
guito Sergei Ivanov, ai -10 ha (Cec); 6. Cunego;
cendo ieri l’Amstel Gold Race. salitella che, dopo quasi 260 Kolobnev e Frank Schleck. «Ho corso all’attac-
7. F. Schleck co credendo nella fuga - racconta Damiano -.
A meno che non abbia conside- km volati a più di 40 all’ora,
(Lus) a 7"; 8. Poi ho cercato di riprendere fiato per lo sprint,
rato l’Amstel come l’anticipo diventa un piccolo Pordoi. Ai
piedi si è sciolto Kolobnev, a
Marcato a 9"; 9. ma mi è mancato qualcosa negli ultimi 300 me-
di un trionfo nella sua Liegi. Kroon (Ola) a 11";
metà ha ceduto Cunego, poi tri. Vado alla Freccia e alla Liegi con fiducia».
6˚, in cima non ce l’ha fatta En- 10. Horner (Usa);
Seduttore Con Gilbert si va sul 11. Martens (Ger);
classico. È il Contador delle rico Gasparotto, poi 3˚. Nibali con i crampi Ai meno 5 ieri ci ha provato
Gli italiani si sono dimostrati 12. Ivanov (Rus); anche Vincenzo Nibali, alla prima corsa dopo
corse di un giorno: le sente, le 13. Evans (Aus);
annusa, poi le accarezza, le se- più da cotes che da muri, più la Sanremo e due settimane di allenamento in
da asfalto che da pavè. Bravo 14. Freire (Spa) a altura. «Nel finale — spiega il siciliano della Li-
duce, infine se ne impossessa, 17"; 15. Vorganov
Gasparotto: alla vigilia anche quigas-Doimo — ho avuto dei leggeri crampi,
se ne impadronisce. Non sem- (Rus); 18. A.
noi lo avevamo sottovalutato. per questo sul Cauberg mi sentivo battuto. A
pre riesce a catturarle e domi- Schleck (Lus) a questo punto ho provato il contropiede».
Brillante Cunego: ha corso da
narle, comunque è sempre lì. vincente, da capitano, da uo- 25"; 21. Nibali a
Quest’anno: 9˚ alla Sanremo, mo. Volitivo Vincenzo Nibali: 56"; 22. Kolobnev Marcato e la benzina Ad accendere il finale, a
2˚ alla Gand-Wevelgem, 3˚ al ai -4 ha tentato una sparata, (Rus) a 1’11"; 31. poco più di 20 km dal traguardo, era stato Mar-
Fiandre, 1˚ ieri all’Amstel. Lui un po’ per sé, un po’ per il com- F. Gavazzi a co Marcato. «Mi sono mosso perché sugli ultimi
è quello che lo scorso anno, pagno Roman Kreuziger. Co- 2’29"; 32. Felline due strappi temevo di non riuscire a tenere il
nel giro di due settimane si pre- raggioso Marcato: è stato lui a a 2’34"; 34. Mori passo dei migliori. Speravo che sull’Eyersbo-
se Sabatini, Piemonte, Pari- incendiare la corsa. Invece Pip- a 2’56"; 80. sweg mi seguisse qualcuno, poi sul Cauberg è
gi-Tours e Lombardia. Canni- po Pozzato si è spento: la Rou- Pozzato a finita la benzina». La benzina gli è servita poi
bale no, ma affamato sì. Philippe Gilbert, 27 anni, abita ai piedi della Redoute, la salita della baix è dura da correre, ma an- 10’31". Partiti 177, per tornare a Padova: 1200 km in auto col pa-
Con Gilbert si va sul classico Liegi. Nel 2009 ha vinto la Parigi-Tours e il Giro di Lombardia BETTINI che da digerire. arrivati 119 dre passando da Liegi a recuperare Ongarato.

GIRO DI TURCHIA TRIONFO DEL PALERMITANO DELLA ISD-NERI. CINQUINA DI GREIPEL NELL’ULTIMA TAPPA IN SPAGNA TRIS ALLA VUELTA CASTILLA Y LEON

Visconti, una laurea in turco Contador non sbaglia un colpo


SANTIAGO DE COMPOSTELA — 2010 figurano altre due corse a
dDoveva arrivare fino in Tur- «Questo successo per me è mol- primo posto in classifica: è sta- «Una prima parte di stagione tappe, cioè Vuelta Algarve e
chia per vincere la sua prima ga- to particolare, serve a farmi ac- to fondamentale l’aiuto di Luca ineguagliabile e un Parigi-Nizza. Sempre con una
ra a tappe. Giovanni Visconti è quisire maggiore consapevolez- (il d.s. Scinto) e l’appoggio dei avvicinamento al Tour perfetto. vittoria di tappa. Nella corsa
cucito per le classiche, ma chi za. Non ero abituato a gestire il compagni». Ieri, nell’8ª e ulti- I risultati mi hanno dato ragione spagnola, ha preceduto i
ha memoria si ricorderà anche ma tappa, con arrivo ad Alan- fin dalla prima corsa. Sono connazionali Igor Anton (a 41")
gli otto giorni in maglia rosa al ya, gli è bastato controllare, per andato sempre forte. Mi sono ed Ezequiel Mosquera (a 1'20").
Giro d’Italia 2008, quando cor- TE chiudere in classifica con 29" trovato bene sia in salita sia a La tappa finale al portoghese
reva al fianco di Paolo Bettini. LEGGI LE INTERVIMISO IN sull’americano Van Garderen e cronometro. Ho vinto Sergio Riberio.
A VISC ON TI, PR
Oggi il palermitano della OR, 33" sul francese Moncoutié (4˚ abbastanza per guardare con
Isd-Neri è un corridore più ma- TURCHIA, E CONTAD Cheula; 5˚ Salerno). Volata fi- ottimismo al resto della DOMANI TRENTINO — Scatta
turo, in cerca finalmente della RE IN SPAG NA nale al tedesco Andre Greipel stagione». Alberto Contador, domani da Riva del Garda, con
consacrazione. Il Giro di Tur- (Htc-Columbia), già vincitore dopo la vittoria nella Vuelta una crono, il Giro del Trentino:
chia lo rilancia, con due tappe di quattro tappe e all’11˚ cen- Castilla y Leon, la 6ª stagionale, ci sono Basso, Pellizotti, Simoni,
vinte e la maglia di leader tenu- tro 2010, che ha preceduto Fur- è raggiante. Tra le sue perle del Scarponi, Garzelli e Riccò
ta per cinque giorni. Gazzetta.it lan, Van Hummel e Modolo. Giovanni Visconti, 27 anni BETTINI

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• OR G NAL COPY • OR GINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIG NAL COPY • OR G NAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • OR G NAL COPY • OR GINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


LUNEDÌ 19 APRILE 2010
R LA GAZZETTA DELLO SPORT

BASKET SERIE A: 26A GIORNATA


Ancora Bulleri
«Kaukenas non viene — dice
Bucchi — vuole giocarsi le sue
chance e finire la stagione al Re-
al». E il contratto che il lituano
ha anche per l’anno prossimo è
un peso che Milano non è sicu-

Milano rimonta
ra di volersi accollare. Le alter-
native sono Brad Newley e Ja-
mont Gordon, ma «come anche
Igor Rakocevic — continua Buc-
chi — non sono liberi dalle loro
società». Di certo l’innesto sarà

Cremona sciupa
Morris Finley che da domani ri-
prende ad allenarsi con la squa-
dra. «E si vedrà a che punto è —
spiega il tecnico — come reagi-
rà alle sollecitazioni vere».

In area Mentre sul perimetro

Sotto di 10, l’AJ recupera col pressing e il play spreme il Bullo (16 punti in
16’), Mordente (2/2 da 3) e Be-
cirovic (7 assist), l’Olimpia co-
Kaukenas resta a Madrid, ma oggi torna Finley mincia a raccogliere anche da
sotto canestro. Il canestro fina-
DAL NOSTRO INVIATO Ad esempio le palle perse da le, grazie a una rimessa ben gio-
cata e mal difesa, è del solito
CREMONA 78 PAOLO BARTEZZAGHI
5 RIPRODUZIONE RISERVATA
Rowland non solo nel finale ma
contro il pressing. Non è colpa
Mason Rocca che prende 4 rim-
balzi offensivi solo nel 1o quar-
MILANO 81 CREMONA dÈ il 27’, Cremona è
sua, è un’ottima guardia ma
non un play».
to quando Cremona impone un
ritmo alto, a lei più congeniale,
(25-25, 41-41; 62-61) in vantaggio 60-50 quando Mi- ma va sotto anche di 8 (13-21)
VANOLI CREMONA: Rowland 13 (3/7, lano comincia a pressare sulla No Kaukenas Quello che si è con un’azione da 4 punti (e uni-
2/3), Bell 21 (1/2, 4/10), Anderson 13 rimessa da fondo. Massimo Bul- spesso detto dello stesso Bulle- ci) di Viggiano con il terzo fallo
(1/2, 3/6), Milic 16 (6/9), Cusin (0/1, leri recupera subito un pallone ri il quale nei momenti chiavi di Cusin. Poi è Mancinelli, dal
0/1); Brown 4 (2/2), Formenti 6 (0/1, raddoppiando Rowland con ha tolto dai guai Milano ancora
2/5), Aguiar 5 (1/1, 1/3), Piazza (0/1 post basso, a ricucire con 4 ca-
da 3). N.e.: Bona, Bencaster, Skla- Mordente. Canestro di Milano, alla ricerca di un sostituto di Ac- nestri consecutivi un altro -10
vos. All.: Caja. altro raddoppio, altro recupe- ker che chissà se arriverà mai. nella 2o quarto. E Petravicius
ARMANI JEANS MILANO: Becirovic 7 ro, tripla di Hall. Il Bullo segna i chiude con 14 punti e 6 rimbal-
(2/6, 1/2), Mordente 10 (2/5, 2/2), Ma- successivi 5 punti, i suoi primi zi, dopo lo sconfortante 1/7 di
ciulis 2 (1/1), Hall 8 (1/3, 2/2), Rocca 12 nella giornata, tra cui una tri- una settimana fa.
(5/6); Mancinelli 8 (4/6, 0/2), Bulleri pla per il -1 di Milano al 30’, pri- A DILETTANTI Alla fine Milano avrà tirato solo
16 (2/4, 1/3), Petravicius 14 (6/8),
mo intervallo della partita che
Viggiano 4 (0/4, 1/3). N.e.: Ianes.
All.: Bucchi. non si chiude in parità. Fortitudo 2a 14 volte da 3 (6 nel 1o quarto),
minimo stagionale eppure con
ARBITRI: Chiari, Pozzana, Barni. Nell’ultimo quarto ancora lui: Così i playoff un ottimo 50% di realizzazio-
NOTE - T.l.: Cre 14/17, Mil 14/18. tap-in con fallo subito ed esul- ne. «Con Petravicius e Manci-
Rimb.: Cre 28 (Cusin 6), Mil 30 (Roc- tanza («Forse perché è stato il La Fortitudo chiude al 2o posto. nelli, oltre a Rocca — dice Buc-
ca 10). Ass.: Cre 12 (Bell 5), Mil 14 primo in carriera con il libero Così i playoff (gara 1, 25/4). chi — possiamo finalmente al-
(Becirovic 7). Nessun usc. 5 f. Pro- aggiuntivo», dirà il Bullo ridac- Girone A: Forli- Treviglio,
gr.: 5’ 11-15, 15’, 35-27, 25’ 49-46, leggerire il perimetro». Cremo-
35’ 67-70. Spett.: 3600. chiando) e gli 8 tiri liberi che Omegna- Brescia, Fortitudo na invece paga le 14 palle perse
dal -3 a 2’ dalla fine (74-71) por- Bologna-Castelletto, Ozzano- complessive tra Rowland, Bell
tano Milano sul +3 a 13". «È la Verona. Girone B: Barcellona- e Rashad Anderson, sparito do-
terza volta che perdiamo così S. Antimo, Perugia- Trapani, po le prime tre triple di fila.
— dice Caja — nei momenti cru- Ostuni-Siena, S.Severo-Ruvo «Ma con difesa e contropiede ci
ciali emergono i nostri limiti. possiamo salvare» dice Caja.

AVELLINO K.O. ANGELICO AGGANCIATA

Il talento Pesaro passa


CASERTA 81 dei muscoli, quelli dei lunghi di Avellino PESARO 79 Ferrara e aggancia Biella in classifica,
che caricano subito di falli i pari ruolo ca- bissando il successo dell’andata. Gara a
AVELLINO 79 sertani e si fanno valere (15-5) a rimbalzo BIELLA 61 senso unico, segnata dalla partenza bru-

di Caserta (14-18, 38-39; 60-57)


dopo 10’. Szewczyk e Troutman consen-
tono all’Air di mettere il naso avanti (11-16
all’8’ con tripla di Akyol). Jumaine Jones
con la difesa (24-19, 44-27; 66-41)
ciante dei biancorossi (10-0 dopo 2 ) che
hanno mantenuto e allargato il vantaggio
col passare dei minuti.

ferma l’Air Biella molla


PEPSI CASERTA: Di Bella 10 (3/3, SCAVOLINI SPAR PESARO: Green 10
1/2), Bowers 8 (3/9, 0/1), Ere 16 (4/10, prende i suoi per mano, prima pareg- (2/3, 2/5), Van Rossom 10 (2/3, 2/4), «Bravi tutti, ora pensiamo alla Virtus
2/8), Jones 25 (5/6, 4/7), Marquis 4 gia 18-18 all’11, poi mette una tripla, stop- Hicks 11 (3/5, 1/2), Sakota 13 (2/3, che mercoledì arriva all’Adriatic Are-
(2/2); Martin 12 (1/4 2/3), Koszarek (0/2, pa Szewczyk e porta i suoi avanti 30-27 3/4), Williams 10 (5/8); Shaw 6 (3/6), na» dice Dalmonte, riferendosi all’antici-
0/1), Doornekamp 2 (0/2, 0/2), Michelori 4 al 16’, ma Akyol e i lunghi irpini sono sem- Cvetkovic 7 (2/7, 1/3), Tomassini 6 (2/3 da po della 28a giornata in vista delle Final
(1/2). N.e.: Parrillo, Zamo, Cardinale. All.: pre pronti agli inviti di Brown e dopo 20’ 3), Flamini 3 (1/2 da 3), Amici 3 (1/1 da 3), Four di Eurochallenge della Scavo il 30
Sacripanti. Caserta è solo sotto di un punto (38-39). Gjinaj. N.e.: Longoni. All.: Dalmonte. aprile e 2 maggio. Biella senza giustifica-
AIR AVELLINO: Troutman 12 (5/8), Dopo il riposo, parte la raffica di triple, ANGELICO BIELLA: Chessa 6 (2/6 da zioni: atteggiamento svogliato e poca
Nelson 4 (1/5, 0/2), Brown 16 (2/2, con Brown pronto a replicare a quelle ca- 3), Smith 7 (1/4, 1/7), Aradori 15 (3/6, difesa. Pesaro anche questa volta ha vin-
4/9), Szewczyk 13 (6/9, 0/3), Akyol 21 sertane (48-50 al 23’). La prima tripla di 1/3), Garri 11 (3/5, 1/2), Pasco 5 (2/4); to partendo da lì, dalla difesa. E mandan-
(5/6, 3/6); Dylewicz 5 (1/2, 1/2), Lauwers Phil Martin (65-59 al 31’) fa capire a Ca- Achara 2 (1/2, 0/2), Soragna 3 (0/2, 1/5), do cinque uomini in doppia cifra, sempre
8 (1/1, 2/4), Porta. N.e.: Casoli, Cortese, serta che la vittoria è a portata di mano. Ona Embo (0/1, 0/1), Johnson 12 (2/3, 2/3), più all’insegna del gioco di squadra, que-
Napodano e Iannicelli. All.: Pancotto. Ere (6 punti al riposo e 16 alla fine) prose- Plisnic (0/1 da 3). N.e.: Lombardi, Maggiot- sta volta con Hicks e Sakota su tutti. Con
ARBITRI: Paternicò, Taurino e Capurro. gue il lavoro iniziato da Jones mentre to. All.: Bechi. Cinciarini già in tribuna si è temuto per
NOTE - T.l.: Cas 16/25, Ave 7/9. Rimb.: Martin mette la seconda tripla che vale il ARBITRI: Facchini, D’Este, Caiazza. Van Rossom, uscito al 12’ claudicante: lo
Cas 32 (Jones 10), Ave 37 (Szewczyk 14). 77-66 al 37’. «Caserta è stata brava a NOTE - T.l.: Sca 2/10, Bie 13/19. Rimb.: si è rivisto nella ripresa. Per Biella di-
Ass.: Cas 8 (2 con 2), Ave 10 (Brown 5). farci pesare il suo talento nel corso Sca 41 (Hicks 12), Bie 33 (Aradori 8). screto l’esordio di Trey Johnson, den-
Progr.: 5’ 6-8, 15’ 24-27, 25’ 50-54, 35’ delle situazioni che hanno deciso la parti- Ass.: Sca 14 (Van Rossom, Sakota 3), Bie tro dal secondo quarto. Chiaramente
72-66. F. antisp.: Lauwers 35’15”. Spett. ta» afferma Pancotto, Sacripanti spiega. 3 (tre con 1). Progr.: 5’ 13-9, 15’ 33-26, 25’ spaesato, ha fatto intravvedere che la
4868, per 38.300 euro. «Abbiamo fatto una buona gara, molto fi- 55-32, 35’ 73-45. F.antisp.: Hicks 3’26” stoffa c’è. «Abbiamo subito l’aggressivi-
sica all’inizio, poi, prese le misure, abbia- (13-3). Spett.: 4490 per 27.637 euro. tà di Pesaro, che ci è stata superiore.
mo vinto, spiace non aver ribaltato il 7 Quando tiri con il 35% è difficile vincere
CASERTA La Pepsi vince il derby cam-
dell’andata». in trasferta», ha commentato Bechi.
pano meritatamente dopo un incontro PESARO La Scavolini Spar vince sul-
Jumaine Jones, 31 anni CASTORIA emozionante fino alla sirena. E’ la sfida Lucio Bernardo Eric Williams, 26 anni CIAMILLO l’onda del successo di sette giorni fa a Camilla Cataldo

PLAYOFF NBA RISSA SFIORATA IN GARA-1: QUENTIN RICHARDSON PROVOCA PIERCE, KG REAGISCE CON UNA GOMITATA LE ALTRE GARE

Guerra di nervi con Miami: la spunta Boston Denver vola con


i 42 di Anthony
Atlanta domina Milwaukee
Troppo presto per capire se val- avuto battibecchi con le star da giocare nel terzo quarto,
Garnett espulso, gono di più i primi 26’ o gli ulti- bostoniane. A Garnett sono sta- con Flash già a quota 20 punti,
nonostante i 34 punti di
Jennings. Denver piega Utah
rischia lo stop in mi 22.
Quel che conta, per ora, è l’1-0
ti fischiati due tecnici, che gli
sono costati l’espulsione. Man-
«l’altro» Allen lo ha annullato,
concedendogli un solo cane-
(che perde Okur per infortunio)
con 42 punti di Anthony e JR
gara-2. Tony Allen nella serie, anche se su gara-2 cavano 40" alla fine e i Celtics stro, a 1’26" dalla fine, con Bo- Smith, che segna 18 dei suoi
(domani notte) si staglia l’om- avevano già la vittoria in ma- ston già avanti di 8, con un 20 punti nel 4o periodo.
limita Wade bra della probabile sospensio- no, dopo aver piazzato un par- plus-minus (differenza punti Risultati, Est, gara-1:
ne di Garnett, reo d’aver colpi- ziale di 27-7, che gli aveva per- tra le due squadre con un deter- Atlanta-Milwaukee 102-92
d(m.o.) Due quarti e mezzo di to con