Sei sulla pagina 1di 48

www.gazzetta.

it Domenica 9/10/2022 Anno LXXVIII - numero 41 |euro 1,50

NONA GIORNATA IERI SASSUOLO-INTER 1-2 CLASSIFICA NAPOLI 20 FIORENTINA 9


MILAN-JUVENTUS 2-0 ATALANTA 20 SPEZIA 8
Pari Stankovic OGGI
BOLOGNA-SAMPDORIA
TORINO-EMPOLI
1-1
12.30
MILAN
UDINESE
20
19
LECCE
SALERNITANA
7
7
Fischi Bologna MONZA-SPEZIA
SALERNITANA-VERONA
15
15
LAZIO
ROMA
17
16
EMPOLI
MONZA
7
7
A pranzo UDINESE-ATALANTA
CREMONESE-NAPOLI
15
18
Champions League
Europa League
INTER
JUVE
15
13
BOLOGNA
VERONA
7
5
c’è il Torino DOMANI
ROMA-LECCE
FIORENTINA-LAZIO
20.45
20.45
Conference League
Serie B
SASSUOLO
TORINO
12
10
CREMONESE
SAMPDORIA
3
3

IL DIAVOLO RIVEDE LE STELLE

FIESTA
L’ ANA LI SI

DECISIVE
LE SCELTE
DEI TECNICI
di Luigi Garlando
R Alle pagine 2-3

IL PROTAGONISTA

Brahim vola

MILAN
e conquista
il coro di Kakà
R 6-7

CHI RISPONDE IN VETTA?

Occasione Napoli
Udinese-Atalanta
sfida da sogno

JUVE AFFONDATA
di CERRUTI, ELEFANTE, NICITA,
VELLUZZI R 18-19-20-21

ALLEGRI CHE GUAI


Segna Tomori, lo spagnolo Diaz
parte da metà campo e raddoppia
Pioli: «Siamo tornati, Leao super»
Max:«Zeroalibi,mancacattiveria»
di BIANCHIN, DALLA VITE, DELLA VALLE, FALLISI, FROSIO, GUIDI
R DA 2 A 9 (Diaz portato sulle spalle da Leao)

SASSUOLO KO. CONVINCE ONANA TITOLARE

INTER
CI PENSA
DZEKO
Poste Italiane Sped. in A.P. - D.L. 353/2003 conv. L. 46/2004 art. 1, c1, DCB Milano

101
I gol di Edin
Dzeko (36 anni)
in Serie A

RECORD PAZZESCO IL ROMPIPALLONE


NESSUNO COME LUI: di Gene Gnocchi
56,792 CHILOMETRI Juve, Allegri: «La vetta della classifica non è così
lontana». Poi gli hanno fatto posare il binocolo.

GANNA
UN’ORA
MAI VISTA
21009

di SCOGNAMIGLIO
Due gol, Inzaghi riparte R 36-37 UN’IMPRESA E UN ADDIO
9 771120 506000

Commento di
anche in campionato PIER BERGONZI Fantastico Pogacar
Ma Lautaro si è perso
R 36
Filippo Ganna, bis al Lombardia
di CONTICELLO, STOPPINI, VERNAZZA
26 anni
Che affetto per Nibali
R DA 10 A 15 di GIALANELLA R 38-39
2 DO ME NI CA 9 OT TOB RE 2022 L A GA ZZET TA SPORTI VA

SERIE A

2
 Le volte in cui il Milan ha

NONA GIORNATA vinto contro Juventus e Inter


prima della 10ª partita
stagionale di Serie A: era
successo anche nel 1970-’71

L’ANA LI SI

TOMORI E BRAHIM DIAZ


CANCELLANO L’EUROFLOP
LA JUVENTUS AFFONDA
La squadra di Allegri, che era partita bene, rivede la crisi
I rossoneri si godono la vetta in attesa di Napoli e Atalanta

La strana coppia
Leao, Giroud? Macchè: è stato
Tomori, 24 anni, a portare in
vantaggio i rossoneri. Poi ci ha
pensato Diaz, 23, a sigillare il
risultato. Un 2-0 importante,
perché ha consentito al Milan di
tornare in testa alla classifica.
La Juve ora deve riscattarsi
almeno in Europa KULTA

E il Milan rived emergenza a chiudere la porta, tato in testa alla classifica. Un ri-
MILAN
20 JUVENTUS L’analisi come era riuscito solo due volte poso da capolista che aiuterà
in questo campionato. Pioli ha l’avvicinamento al Chelsea. Allegri al minimo
(PT)1 R Q0
di Luigi Garlando
lanciato a sorpresa Pobega e ha
risposto bene anche lui. Questo Minimum Max Rovesciate
Dopo 20’ discreti,
MILANO
lungo preambolo per spiegare quello che abbiamo appena det- la Juve a corto di

I
HERNANDEZ CUADRADO DANILO perché il Milan ha battuto netta- to e otterrete la Juve: ha perso soluzioni e forze si è
mente la Juve e si è rialzato a po- perché non è stata squadra in
POBEGA LEAO MILIK che ore dal tonfo di Londra. Per- nulla. Nello spirito, nel gioco: in accasciata. Ma l’idea
TOMORI LOCATELLI BREMER
ché è stato squadra in tutto: nel- nulla. Stasera potrebbe ritrovar- di gioco qual è?
l’empatia di gruppo, nella voglia si a 10 punti dalla vetta, dopo so-
di rivincita condivisa, nella sin- lo 9 giornate. Assurdo, alla luce
TATARUSANU BENNACER GIROUD SZCZESNY
tonia con il proprio allenatore, della rosa. Potremmo parlare di
Pioli al massimo
GABBIA RABIOT BONUCCI l primo gol del Milan lo segna nella rappresentazione di un di- un Bonucci irriconoscibile, di Invece il disegno
Fikayo Tomori, uno di quelli segno tattico impeccabile. E’ un Vlahovic mal servito e molle tattico del tecnico
usciti peggio da Stamford Brid- stata la vittoria di un organismo di suo e di altre colpe individua-
TONALI DIAZ VLAHOVIC
ge. Pioli gli ha confermato fidu- sano, ricco di conoscenze, che sa li, ma mai come questa volta è del Milan, con
4-3-3
KALULU KOSTIC ALEX SANDRO
4-4-2
cia e il difensore è stato il miglio- assorbire le delusioni e rispetta- difficile prescindere da quelle di Theo accentrato,
re. Al 46’ del primo tempo stop- re il copione a prescindere dai Allegri. Assente Di Maria (3 as-
MARCATORI: Tomori al 46’ p.t ; Diaz al 9’ s.t. pa un tiro di Giroud e lo scara- suonatori. Oggi la concorrenza sist su 3 gol in Champions), la
è stato spiazzante
venta in rete, sciogliendosi poi può allungare, ma intanto ieri Juve ha perso l’unico senso tatti-
8 7,5 4,5 r
4 nell’abbraccio dei compagni che
conoscono il suo momento cri-
notte il Diavolo si è addormen- co e, dopo una ventina di minuti

tico. Il secondo gol, splendido, al


MILAN ALL. PIOLI JUVENTUS ALL. ALLEGRI 9’ della ripresa, lo firma Brahim
Diaz che intercetta uno sciagu-
corner) nasce da un’azione
fallosa di Theo Hernandez su
Ecco le coppe
rato passaggio di Vlahovic e s’in- Cuadrado che Orsato non
MILAN (4-3-3)
Tatarusanu; Kalulu,
39,5 60,5 JUVENTUS (4-4-2)
Szczesny; Danilo, Bremer, vola verso la porta, da centro-
LA MOVIOL A
ravvisa come tale. Il fallo, non LA SETTIMANA DELLE ITALIANE
Gabbia, Tomori, Bonucci, Alex Sandro; campo, come sognano tutti i di Matteo Dalla Vite da Var (azione conclusa), è CHAMPIONS
Hernandez; Tonali, Cuadrado (dal 1’ s.t. bambini del mondo, nati con il però evidente. Nella ripresa, MARTEDÌ 11 OTTOBRE
Bennacer (dal 39’ s.t.
Vranckx), Pobega (dal 14’ POSSESSO %
McKennie), Locatelli
(dall’11’ s.t. Paredes),
10 sull’anima. S’ingoia Bonucci
come una mentina e supera Szc-
Prima rete regolare il 2-0 di Brahim e
colpo di braccio (22’ st) di
Maccabi Haifa
s.t. Krunic); Diaz (dal 20’
s.t. De Ketelaere), Giroud 3 3
Rabiot (dal 35’ s.t. Soule),
Kostic (dall’11’ s.t. Miretti); zesny mandando in estasi San viziata da fallo Bremer in area su palla
JUVENTUS ore 18.45
MILAN
(dal 20’ s.t. Rebic), Leao
(dal 39’ s.t. Origi)
Milik, Vlaohovic (dal 33’ s.t.
Kean)
Siro. Poi si toglie la maglietta e la
mostra al popolo, come a dire: Regolare calciata da Krunic: braccio
che si ritrae, non punibile.
Chelsea ore 21
MERCOLEDÌ 12 OTTOBRE
PANCHINA: Mirante,
Jungdal, Ballo-Touré, Adli, TIRI IN PORTA
PANCHINA: Pinsoglio,
Perin, Gatti, Rugani, Fagioli
“Questo 10 me lo merito”. Ha
dovuto farsi da parte e aspettare
il gol di Brahim Gialli a Tonali, Kean e Paredes
nel finale per reciproche
NAPOLI
Bakayoko, Dest, Thiaw, ALLENATORE: Allegri Ajax ore 18.45
all’ombra di De Ketelaere, il pre-  Nel Lato A del match, due scorrettezze.
ALLENATORE: Pioli
ESPULSI: nessuno
7 7 ESPULSI nessuno
AMMONITI Cuadrado per destinato, il “nuovo Kakà”. Ma episodi sui quali zoomare. Il Barcellona
ora San Siro canta “sono venuto primo avviene al minuto 30: su INTER ore 21
AMMONITI: Diaz e Tonali gioco scorretto, Paredes e
per c.n.r. Kean per c.n.r. fin qui per vedere segnare calcio d’angolo battuto da G LI AR B IT RI EUROPA LEAGUE
CAMBI DI SISTEMA: CAMBI DI SISTEMA:

6
FALLI FATTI
Brahim”. La canzoncina del bra- Rafael Leao, Dusan Vlahovic GIOVEDÌ 13 OTTOBRE
nessuno nessuno siliano. Leao se lo carica sulle tende il braccio (con mano Betis Siviglia
BARICENTRO: MEDIO
(54m) 349 547 BARICENTRO: BASSO
(49.3m)
spalle, tipo: «Sembra piccolo, dietro la schiena) verso il ROMA ore 18.45
ma, vedete? Sta più in alto di pallone ma da regolamento
LAZIO
ORSATO Conduzione alla…
me». Pioli ha dato fiducia anche non è sanzionabile in quanto
Orsato, con un neo evidente ma Sturm Graz ore 21
a Gabbia, che aveva sette minuti non si crea luce fra braccio anche altre scelte prese con un CONFERENCE LEAGUE
PASSAGGI RIUSCITI di campionato in tasca e contro stesso e corpo; certo la senso. Nel finale una serie di
il viola Vlahovic, un anno fa, malizia dell’arto verso la palla “capricci” gli fa estrarre 3 gialli in GIOVEDÌ 13 OTTOBRE
ARBITRO: Orsato di Schio VAR Chiffi di Padova un colpo.
passò una serataccia, condivisa lascia strascichi. Al 45’, il FIORENTINA
NOTE Tiri in porta 5-3. Tiri fuori 5-2. Angoli 9-2. In fuorigioco 1-0. Recuperi: 2’ p.t.; 6 CARBONE 6 GIALLATINI
con Tatarusanu. I due hanno vantaggio milanista (da Hearts ore 18.45
4‘ s.t. Spettatori 75.530, incasso 4.886.123
aiutato una difesa in piena GDS
D O ME N ICA 9 OTTO BR E 2 02 2 LA GAZZE TTA S PORTIVA 3

PERIODO NERO PER LA JUVE C’è stata un po’ di fortuna ma sono felice
 Questa è solo la seconda delle ultime 40 stagioni di Serie A in cui
la Juventus non ha vinto nessuna delle prime quattro gare fuori
per il gol . Mi sono riscattato dopo il Chelsea
casa del torneo: il precedente nel 1993-’94. Fikayo Tomori difensore Milan

La partita ai raggi X
MILAN
POSIZIONE MEDIA DEI GIOCATORI
L’UOMO CHIAVE

1
23 19
46 17
8 4 32
9
20
10

1 Tatarusanu 19 Hernandez 10 Diaz


20 Kalulu 8 Tonali 9 Giroud
46 Gabbia 4 Bennacer 17 Leao
23 Tomori 32 Pobega
% PASSAGGI RIUSCITI

71,6

CROSS EFFETTUATI

13
Chelsea arriviamo PERSI PALLONI RECUPERATI
Rossoneri in festa dopo il
2-0 sulla Juve: la sconfitta
143 66
di Londra sembra alle spalle.
Martedì c’è già la possibilità
di rivincita con i Blues IPP

de le stelle
JUVENTUS
POSIZIONE MEDIA DEI GIOCATORI
L’UOMO CHIAVE

1
19 12

3 25 17
5 9
14
6
11

discreti, si è accasciata come un riserva conclamata come Pobe- te: Pobega e Tonali su Locatelli e gol e la scivolata salvifica di Ka- 1 Szczesny 12 Alex Sandro 17 Kostic
sacco vuoto, a corto di idee e di ga. Aveva solo prime linee e na- Rabiot per bloccare le riparten- lulu su Kean nel finale spiega 6 Danilo 11 Cuadrado 14 Milik
forze. A ottobre non abbiamo zionali. A rileggere quei nomi ze; Theo (l’intuizione del giorno) tanto. Allegri toglie l’unico 3 Bremer 5 Locatelli 9 Vlaohovic
19 Bonucci 25 Rabiot
ancora capito che cos’è questa sembra impossibile, un vero accentrato per costruire al fian- esterno (Kostic) e gioca con due
Juve e come intende spostare la mistero, che la Juve riesca a gio- co di un ottimo Bennacer; Diaz a centrocampisti in fascia. Un 4- % PASSAGGI RIUSCITI
palla. E, a giudicare dallo spae- care così male e a produrre così destra per convergere e rifinire; 4-2 senza esterni è credibile co-
samento dei giocatori, non poco. Vlahovic non ha mai tirato Kalulu bloccato a destra su Ko- me un tiramisù senza mascar-
l’hanno capito nemmeno loro. verso la porta. Per questo, anche stic. Tutti hanno eseguito alla pone. I cambi successivi, anche
«Voglio vedere se al Milan man- se Max punta il dito contro i suoi perfezione, Leao ci ha messo un abbozzo di difesa a tre, au-
cano 5 titolari…», si chiedeva che passavano la palla indietro, una spruzzata di genio e il Milan mentano la confusione, esce un 84,6
Max. Lo ha visto: ha vinto in noi il dito lo puntiamo sul pilota, ha dominato, rischiando di dila- avvilito Vlahovic, entrano i ra-
scioltezza, colpendo anche due anche se ha vinto 6 scudetti. Fu gare: Origi, solo davanti a Szcze- gazzi. Il Diavolo fa festa. La Juve
pali con Leao e tirando 21 volte vera gloria. Ma nei due anni di sny , ha sprecato l’occasione per si mette in viaggio per Haifa, do- Gazzetta.it
verso Szczesny (record negativo stop dev’essere successo o non il primo gol in campionato. Alle- ve non può sbagliare, e poi sarà Sul nostro sito CROSS EFFETTUATI
della Juve in campionato). In 40 successo (aggiornamento) qual- gri ha risposto con un 4-4-2 sco- derby, dove è proibito avere il tutti i risultati in
anni di storia è solo la seconda cosa. Non è lo stesso della sua lastico, senz’anima, senza pres- cuore tiepido. Torna Di Maria. Al diretta della 8
volta che la Juve non vince nep- prima vita bianconera. E su sing e senza sbocchi: un tiro nel momento, è la sola buona noti- nona giornata di PERSI PALLONI RECUPERATI
pure una delle prime quattro questo è giusto che la proprietà primo tempo. Nel secondo an- zia. campionato e le
trasferte, in cui ha raccolto la ragioni. che peggio perché è mancata la © RIPRODUZIONE RISERVATA notizie su Milan, 134 62
miseria di 2 punti e un gol. Ieri reazione rabbiosa. La differenza Juventus e sulle
Allegri non schierava un Gabbia
con 7’ di campo e neppure una
Pioli spiazza Il disegno tattico
di Pioli è stato lucido e spiazzan-
tra la tenera opposizione di Bo-
nucci a Diaz nell’occasione del s TEMPO DI LETTURA 4’28” altre squadre
4 DO ME NI CA 9 OT TOB RE 2022 L A GA ZZET TA SPORTI VA
D O ME N ICA 9 OTTO BR E 2 02 2 LA GAZZE TTA S PORTIVA 5

SERIE A

21
 La Juventus ha subito 21

NONA GIORNATA tiri contro il Milan, record


negativo per i bianconeri
in una gara di questo
campionato

LE PAGELLE
di Alex Frosio
Bennacer rende tutto facile, Cuadrado nervoso
MILAN La reazione al ko e alle critiche post
Chelsea sono da squadra matura e JUVENTUS Autonomia limitata e incapacità di
reagire agli episodi avversi, sembra

8 consapevole. Ritrova anche la solidità


difensiva nonostante le assenze 4,5 una squadra senz’anima, oltre che
senza un piano di gioco ben preciso

L’ALLENATORE IL MIGLIORE IL VOTO PIÙ BASSO L’ALLENATORE IL MIGLIORE IL PEGGIORE

7,5 8 6 4 6 4
Pioli Tomori Tatarusanu Allegri Danilo Vlahovic
Batte per la prima volta Allegri perché Dopo le critiche per la nottataccia Non ha occasioni che gli possano Venti minuti promettenti, meglio del Ogni mattina di campionato, al sorgere Che non riesca mai a tirare in porta è
non si è fermato. Studio, analisi, col Chelsea, torna il segugio spietato causare tentennamenti — la Juve Milan, con occasioni e intensità. Ma 20 del pallone, un terzino sa che dovrà il meno. Rischia il rigore con il gomito
empatia. Così smonta e rimonta con tutto ciò che si muove, estende arriva poco dalle sue parti — e minuti. Poi un crollo netto. Quando correre più di Leao se vuole largo, sbaglia misura e scelta del
il Milan in base alle necessità, senza il terreno di caccia fino all’area prende fiducia. Vigila su Milik poi resta mette mano all’impianto con i cambi, sopravvivere. La gazzella brasiliana passaggio che lancia la cavalcata di
perdere filo del gioco e identità. Paga avversaria. Sterilizza Vlahovic a guardare, ma è attento quando alza non si capisce più cosa vorrebbe fare salva la pelle ed è pure coraggioso Diaz. Un errore dettato dalla
la scelta di Pobega, ripropone Diaz e gli ruba il lavoro: un altro gol il tiro di Kean. Con i piedi non azzarda: la Juve. Seconda sconfitta nelle ultime nell’andare a cercare spazi avanzati confusione, come se fosse un corpo
titolare e ricava il gol della sicurezza alla Signora, è l’ammazza-Juve. palla su Giroud e il suo l’ha fatto. 3 di A: le altre corrono, in tutti i sensi. da quella parte, andando pure al tiro. estraneo alla squadra. (Kean 6)

7 7 6,5 7 7,5 6,5 6 5 4,5 5,5 5 5,5


Kalulu Gabbia Hernandez Tonali Bennacer Pobega Szczesny Bremer Bonucci Alex Sandro Cuadrado Locatelli
L’ultima chiusura Niente male per Gioca “dentro” Più “gattusesco” Scivola da una È la mossa di Pioli Dà senso alla Il pressing del Il rinvio sghembo Le heat map Vivace nell’avvio Lui che si rivelò
estrema su Kean essere il quarto per lasciare che mai, alza il parte all’altra, per rinsaldare il propria partita Milan invita lui da cui nasce l’1-0 rivelano che da di pressione in un Milan-Juve
è un messaggio centrale della l’uno contro uno ritmo e l’altezza randella, centrocampo. rendendo meno a giocare palla sarebbe un quella parte il bianconera, ma cerca il riscatto
forte: qui non rosa, con appena a Leao, così del pressing anticipa, regge Si occupa di pesante da dietro: non i peccato veniale, Milan rinuncia sulla migliore a maglie
si molla un sette minuti il Theopardo portandosi l’urto con Milik Locatelli e il punteggio: piedi più raffinati se non fosse per quasi ad occasione invertite. Si
centimetro. di calcio nelle rossonero dietro tutta la che arretra nell’avvio della la chiusura della compagnia, il 2-0: resta attaccare. juventina sceglie abbassa per
E lui non lo fa gambe finora. è meno affilato squadra. Il senza perdere in Juve patisce le su Origi rimedia diciamo. inchiodato sul Ma l’Alex Sandro il tiro con tre iniziare l’azione,
mai. Riportato Dimostra di davanti - contributo in lucidità. Partita rincorse, poi agli errori altrui. E sembra dribbling di Diaz che ribaltava uomini liberi in riesce all’inizio
terzino destro, avere assimilato esagera con un costruzione è totale, a tutto impone il martello Aveva sfiorato depotenziato che vola via. in fretta il campo area. Ammonito, ad aggirare
sceglie sempre le necessità pallonetto - ma limitato ma mai campo. Isi rende di... Tom. Solido pure il mezzo anche nella sua E concede una è un ricordo: si innervosisce, Tonali. Ma il
i tempi giusti del difensore più spietato nella senza lucidità nel tutto easy come l’arma del miracolo sul caratteristica chance analoga mette poco fuori protesta, liscia il rossonero alza i
per “uscire” pioliano: fisico, propria tana: traffico di (Vranckx Dio del Tuono raddoppio di migliore, il duello a Origi che non è la testa. corner dell’1-0. giri, lui no.
o scappare anticipi anche alti difensivamente centrocampo s.v.) Diaz, ma toccare individuale: ne esattamente un E non gli riesce il E resta negli Lascia il posto a
ottimo non basta perde due su tre velocista recupero su Diaz spogliatoi Paredes

7,5 6,5 7 6,5 6 6 5,5 5 6 5 5 6


Diaz Giroud Leao Krunic De Ketelaere Rebic Rabiot Kostic Milik McKennie Paredes Miretti
Da ala destra Si spende nel Sonnacchioso in Rinfresca la Un giro in Il suo ingresso è Un promettente Al 3’ fa il Difesa palla, Non ha lo spunto La Juve aveva Il ragazzo si
sembrano lavoro sporco: avvio, ma sono i mediana con la panchina dopo le sempre come avvio da movimento sponde, tocchi di né il dribbling né bisogno di un prende il ruolo in
mancargli passo duelli aerei, suoi ruggiti a sua sostanza, critiche, entra e pescare dal ippodromo: giusto sul cross prima: la cazzimma di regista e lo tiene una mediana che
e fisico. Il gol pressing per rianimare il Milan fatica un po’ a si presenta con mazzo degli corsa rotonda, basso di benissimo. Ma Cuadrado. in panchina… E perde riferimenti
però ha il potere “liberare” timido di inizio trovare la la dolcezza di un imprevisti. Che brillantezza nello Cuadrado, ma non morde sotto Si sistema a quando entra e distanze, però
assolutorio che Bremer. Estende partita: un tiro, posizione ma nel invito a Theo. Ante giocherà? scatto, idee nel col piede porta: spara a destra ma non manca la nel caos trova
neanche la messa la magia del “l’ha un palo esterno finale trova Con poco tempo Questo è quello verticalizzare. sbagliato: liscia salve in avvio, dà un contributo sceneggiatura. spazi per
della domenica. girata Giroud” a di tacco, un’altra anche il tempo per incidere, imprevedibile, Poi “rompe”, col destro. chiude debole di significativo e Non dà la svolta, liberarsi.
E che gol. La Juve Tomori: il suo discesa con per inventare in dovrebbe per sé e per i perde la Doveva essere testa da solo in anzi Theo nemmeno Qualche errore
gli scatena dentro colpo diventa legno. Dà anche verticale per dimostrare un compagni, anche posizione, viene macchina da area. Insegue prende coraggio caratteriale, e dà in appoggio, sì,
qualcosa: è un assist una mano in Origi po’ più di se un po’ di confinato all’ala e cross: invece, Diaz-gol, e non da quella parte pure segnali di ma il suo
l’unica a cui in A involontario ripiegamento attitudine fastidio davanti sparisce zero. Lascia il toccherebbe a nervosismo atteggiamento è
ne ha fatti due ma prezioso (Origi s.v.) nell’inseguire lo dà (Soule s.v.) posto a Miretti lui... (ammonito) quello giusto
6 DO ME NI CA 9 OT TOB RE 2022 L A GA ZZET TA SPORTI VA

SERIE A
#

NONA GIORNATA

BRAHIM SORPASSA A DESTRA


E DAI TIFOSI ECCO IL CORO DI KAKÀ
I NUMERI DI IERI
Passaggi positivi Duelli vinti Palle recuperate Dribbling positivi

Lanci
13
Minuti
giocati 1 3
64 Occasioni create
2 2
3

Diaz 10 con lode DIAZ Bonucci


6 5 4 DIAZ
Scatto per 40 metri
prima di fare gol 3 2 Intercetta

Alex
Sandro

Milik

Bremer

La lunga cavalcata per il gol del raddoppio fa esplodere San Siro


Era stato sorpassato da De Ketelaere, ieri è tornato protagonista
in un ruolo inedito: esterno destro. E Leao lo porta in trionfo sulle spalle

Clic
stato sempre molto disponibi- lerazioni di Diaz aggiungono Questa è una squadra molto
di Luca Bianchin
le». Quella giocata, insomma, una dimensione. unita e io sono un bravo ragaz-
MILANO
ha cambiato la partita e forse zo». Il concetto inevitabilmente Che festa

S
può cambiare la stagione del Io e la Juve Il capitolo Juve in- ritorna: è la magia empatica di con Rafa
I NUMERI 10, che a inizio partita aveva fa-
ticato e sbagliato molto in una Premio Liedholm
vece merita qualche riga.
Brahim le aveva già segnato a
Pioli e Brahim l’ultima dimo-
strazione. E’ stato tra i migliori
Brahim Diaz, 23
anni, portato

2
posizione non sua: esterno de- Shevchenko maggio 2021, in un 3-0 allo Sta- trequartisti nei primi mesi del sulle spalle da
stro d’attacco. «Brahim è forte, dium in cui colpì anche Tomori 2021-22, poi si è eclissato, non Leao dopo il gol
era l’unico che potesse allar-
succede a Pioli (e anche qui, ci risiamo). «I ha segnato per quasi un anno LAPRESSE
garsi – ha detto Pioli -. Credo compagni, scherzando, mi han- ma è riapparso alla prima con-
Le reti an Siro è un tempio pagano e che abbia fatto bene, il gol è la  E’ stato deciso ieri, no detto che dovrei giocare sem- tro l’Udinese. Alti e bassi, con
segnate Brahim il suo cerimoniere. Alle ciliegina sulla torta e spero pos- nell’anniversario dei 100 pre contro la Juve – ha commen- una decisione all’orizzonte: a
da Brahim Diaz sette e un quarto salta Bonucci, sa dargli convinzione». E lui: anni dalla nascita di Nils tato Brahim -. La Juve è una giugno, il Milan dovrà scegliere
alla Juventus: evita la scivolata di Milik e corre «Io voglio giocare dove il mi- Liedholm, il nuovo grande squadra, è sempre bello se riscattarlo per 22 milioni. Il
è l’unica in porta, poi festeggia togliendo- ster mi mette, certo che non ho vincitore del premio a lui farle gol. A San Siro è anche me- Real, nel caso, se esercitare il
avversaria si la maglia per mostrarla al mai giocato così aperto». Il Mi- intitolato: sarà Andriy glio». E ancora: «Io qui mi sen- controriscatto a 27.
contro cui pubblico. Un’ostensione laica. E’ lan ora da quella parte ha biso- Shevchenko a succedere a to un tifoso in più. I tifosi mi fan-
ha realizzato a quel punto che Milano diventa gno di un po’ di pepe offensivo: Stefano Pioli. La cerimonia no impazzire, sono sempre con Seedorf e il diez A proposito
più di un gol la Feria de Malaga, la grande fe- con Saelemaekers fuori fino al- avverrà a metà novembre noi. Quando giochi, lo fai con il di Real Madrid, il numero 10 del
in Serie A sta della sua città: Rafa Leao lo l’anno nuovo e Messias ancora a Cuccaro Monferrato Milan nel cuore. E poi i compa- Milan non segnava alla Juventus

3
prende sulle spalle e Brahim out per una settimana, le acce- gni mi vogliono bene e io a loro. dal 10 maggio 2009: gol di See-
sorride, come un bambino por- dorf a San Siro con Orsato –
tato in giro per lo stadio dal suo sempre lui – ad arbitrare.
IL DIF E N SOR E IN GL ES E
fratellone. Lo stadio, che sa di Brahim quel numero deve sen-
I giocatori avere la partita in mano, trema e tirlo premere sulle scapole: per

Tomori, bomber anti-Juve: «Il gol?


spagnoli canta il vecchio coro di Kakà: esultare si è tolto la maglia e l’ha
che hanno «Siam venuti fin qui, per vedere mostrata al mondo, come ha fat-
realizzato più di segnare Brahim». Questo è sta- to Messi un giorno al Bernabeu.
una rete contro
la Juventus in
to il sabato di Diaz: una magia.
«Rafa mi ha messo lì e non mi Schema provato con Giroud a Milanello» Leggete qui chi ha segnato e non
dubitate. «Da piccolo vedevo
Serie A, insieme ero visto mai così alto – ha detto questo gesto e volevo farlo», ha
a Luis Suarez Brahim -. Ero felice ed emozio-  (fall) Ormai è assodato, la fortuna, ma sono felice per il spiegato alla fine, con l’aria sem-
(tre) e José nato». Quando un giorno met- Juve sta a Tomori come la gol e per la vittoria. Ora c’è il plice di un appassionato di cal-
Callejón (tre). terà in fila i giorni migliori della cabina telefonica sta a Clark ritorno con il Chelsea, cio. La stagione ora resta lunga e
Con loro Brahim carriera – di più, della vita – tro- Kent: quando incrocia vogliamo fare meglio in il posto da titolare tutto da con-
Diaz verà un posto per l’8 ottobre, il Madama, Fikayo sveste i panni campo, sia a livello di quistare: che tra De Ketelaere,
pomeriggio in cui ha attraversa- del difensore e si trasforma in prestazione che di risultato». Saelemaekers, Messias e tutti i
to San Siro palla al piede con un super centravanti, di quelli A Stamford Bridge Tomori era trequartisti atipici del Milan una
tutta la Juve a inseguirlo a sirene che segnano solo gol pesanti. stato il peggiore, ieri si è delle undici maglie vada a
spiegate. Le reti dell’inglese in A sono messo alle spalle quella Brahim è da dimostrare. Lo spa-
due, entrambe ai bianconeri. serataccia e magari anche il gnolo però si è guadagnato il sa-
Svolta a destra Adesso un A quella dello Stadium, nel 3-0 Certezza Fikayo Tomori, 24 anni, periodo un po’ così che stava bato della vita con una giocata
passo indietro. Nel calcio ci so- del maggio 2021 che rilanciò il 2 gol in 3 gare contro la Juve GETTY attraversando: i 75mila di San coraggiosa. La grande Juve dei
no verità non espresse ma note Milan nella corsa Champions, Siro hanno ammirato un giganti, oltre 1.86 di media, è sta-
e la delusione di Brahim Diaz ieri si è aggiunta la girata incroci, con la Juve è una media Tomori in un’area ed efficace ta abbattuta dall’avversario più
per lo sviluppo della stagione è sotto la traversa prima che da bomber. «Io e Olivier come ai bei tempi nell’altra: piccolo, che giocava col numero
una di queste. Titolare nelle Orsato mandasse tutti al abbiamo provato questo «Dopo il Chelsea avevamo una dei più grandi: Brahim Diez.
prime tre partite, poi nulla: ri- riposo negli spogliatoi, il tocco schema in allenamento… - ha voglia speciale. Ora pensiamo © RIPRODUZIONE RISERVATA

serva di De Ketelaere. Pioli lo ha “alla Giroud” che ha sbloccato detto sorridendo Tomori a a martedì e proviamo a
anche detto: «So che non è feli-
cissimo delle mie scelte, ma è
il risultato: due centri in tre Dazn -. Abbiamo avuto un po’ vincere».
s TEMPO DI LETTURA 3’12’’
D O ME N ICA 9 OTTO BR E 2 02 2 LA GAZZE TTA S PORTIVA 7

CARDINALE FA FESTA IN TRIBUNA Rafa mi ha messo sulle spalle e non mi ero


 Anche Gerry Cardinale, patron rossonero, spettatore a San
Siro: arrivato poco prima dell’inizio e poi uscito senza passare
mai visto così alto. Ero felice ed emozionato
dagli spogliatoi. Possibile che torni per Milan-Chelsea Brahim Diaz Trequartista Milan

detto il match col Chelsea, era


L’A L LE NA TOR E
che al Milan occorreva una alter-
nativa a Krunic sulla destra e che

PIOLI
il De Ketelaere di Stamford Brid-
ge non aveva ancora il passo per
prendere in mano la squadra:
Pioli ha risolto i problemi con un
giocatore solo, Diaz, e ha irrobu-

«Che reazione
stito il centrocampo con Pobega.
Risultato: Locatelli disinnescato
e Juve tagliata in due dal break di
Brahim. «Serviva equilibrio, lo

Siamo stati
abbiamo avuto – la ricetta di Pio-
li -. Tommaso è più abile ad inse-
HA DETTO rirsi che a palleggiare, e lo abbia-
mo alzato su Locatelli. In fase di

una squadra»
possesso Hernandez ha giocato
da mediano con Bennacer, per
lasciare spazi a Leao e anche per-
ché Theo non era ancora al top.

E applaude Leao
Strategia?
Volevo due Volevo due giocatori a costruire,
giocatori a Theo e Ismael, e due, Tonali a Po-
bega, a contrastare e inserirsi. A
costruire,
Londra ci eravamo disuniti dopo
Theo e
Bennacer, e Primo successo con Allegri al 17° i primi errori, stavolta abbiamo
avuto una grande reazione: sia-
due, Tonali
a Pobega, a
tentativo: «Serviva equilibrio, mo stati squadra». E ogni cosa è
tornata al proprio posto, prende-
contrastare Diaz e Pobega ce lo hanno dato te Leao: mercoledì era uscito a
E Rafa ha mezzi fantastici» testa bassa, ieri Pioli lo ha ab-
bracciato dopo averlo applaudito
per una giocata… particolare. Un
1 DIAZ Leao? gran recupero su un avversario a
L’ultimo metà ripresa, con la gara già in
tassello per alta velocità di questo Milan che sorprende gli avversari. È suc- pugno. «Rafa deve essere sem-
di Marco Fallisi
non conosce crisi: Stefano Pioli e cesso in passato, è successo ieri e pre attivo, quando lo vedo fare
crescere MILANO
i suoi hanno dormito da capo- potrà succedere in Champions.
Guida dei rientri difensivi così impor-
deve ha fatto un’altra volta: classifica, in attesa delle risposte rossonera tanti significa che è dentro la
avvenire

L’
più i fili si aggroviglia- di Napoli e Atalanta, e magari Stefano Pioli, Coppie vincenti Fino a ieri, partita. L’ultimo tassello per la
quando non no, più lui li sbroglia hanno sognato di come prender- 56 anni, al Milan Pioli non aveva mai battuto Alle- sua crescita deve avvenire pro-
abbiamo la con una “piolata” del- si la rivincita sul Chelsea martedì dall’ottobre gri in Serie A. Ci è riuscito al ten- prio quando non abbiamo la
palla le sue e arriva dritto a San Siro. Perché una cosa è si- del 2019 tativo numero 17, con il rossore palla. Gli manca poco, ha mezzi
all’obiettivo. Anche per questo la cura: quando i Blues si presente- GETTY delle tre sberle di Londra ancora fantastici».
Stefano Pioli
Vlahovic sbandata di Londra, rivista dagli ranno qui fra tre giorni, si trove- sulle guance e una lista di indi- © RIPRODUZIONE RISERVATA
passa la palla specchietti retrovisori del 2-0 al- ranno di fronte un altro Diavolo, sponibili lunga così, da Maignan
a centrocampo la Juve, somiglia un po’ di più a
un incidente lungo il percorso ad
una creatura fluida che cambia
pelle a seconda delle esigenze e
a Calabria, da Kjaer a Messias e
Saelemaekers. Se qualcosa aveva s TEMPO DI LETTURA 2’32’’
8 DO ME NI CA 9 OT TOB RE 2022 L A GA ZZET TA SPORTI VA

SERIE A

0
 Le vittorie in trasferta della

NONA GIORNATA Juve tra Serie A e Champions. I


bianconeri hanno perso contro
Psg, Monza, Milan e pareggiato
contro Sampdoria e Fiorentina

Juve, di nuovo poco Al


Max: «Ci siamo ricascati
Zero alibi, serve cattiveria»
«Dobbiamo fare un mea culpa per i punti buttati via
contro le medio-piccole. Adesso sotto con il Maccabi»
per la società continua a non es- fortunatamente è lungo, però bi-
di Fabiana Della Valle
MILANO
sere in discussione al momento, sogna fare mea culpa per i punti
però si dice più preoccupato dal- lasciati con le medio piccole».
I NUMERI

2
a lezione di San Siro è l’aspetto psicologico: «Più che

L
che si può vincere an- un problema fisico è un proble- Due gol evitabili Quanto al-
che senza sette gioca- ma di gestione delle situazioni. In l’analisi della partita, il tecnico
tori, perché quando la questo momento in cui non sia- ha visto troppi errori tecnici:
squadra ha un copio- mo ancora guariti certi errori li «Dobbiamo essere più cattivi. Ci I gol
HA DETTO ne da interpretare ed è abituata a
seguirlo è più facile riuscire a
paghi. Abbiamo giocato bene per sono dei passaggi che non pos-
25 minuti, ma se nei momenti in siamo sbagliare. Abbiamo preso
Realizzati dalla
Juve nelle 5
sopperire alle assenze. Massimi- cui crei non riesci a tirare in por- un gol evitabilissimo, lasciando trasferte
liano Allegri si è presentato a casa ta e a segnare tutto cambia». una palla su angolo, e poi abbia- disputate tra
dei campioni d’Italia senza Pog- Cambierà anche la classifica, che mo fatto lo stesso sbaglio sul se- Serie A e
Fino a ba, Chiesa e De Sciglio più lo in questo momento racconta di condo. Quando giochiamo in Champions: Milik
questo squalificato Di Maria ed è caduto un impietoso -7 dalla vetta e oggi, avanti siamo pericolosi, quando a segno nell’1-1 di
momento sotto i colpi di un Milan decisa- con le vittorie di Napoli e Atalan- cominciamo ad andare indietro Firenze e
mente più rimaneggiato. Ne con- ta potrebbe diventare -10. Perciò non possiamo più esserlo. Era McKennie nella
ho visto una
segue che l’alibi degli indisponi- la sconfitta di San Siro rischia di importante fare risultato oggi, in sconfitta col Psg
squadra

6
bili regge solo fino a un certo diventare una uno scontro
macchinosa punto. resa in pro- diretto. In più
in difficoltà spettiva scu- in trasferta
dal punto di Idee, testa e fisico Il proble- detto. Basta paure non abbiamo
vista fisico ma della Juventus è ritrovarsi «Bisogna vincere ancora vinto, I gol
P RI M AVE R A
quasi a metà ottobre senza iden- Mea culpa dobbiamo mi- Incassati dai
tità e senza il salvagente del gio- «Quando per- i contrasti e fare gliorare e sono bianconeri nelle
co, a cui la squadra dovrebbe po- diamo dobbia- dei passaggi giusti sicuro che lo
Vincono solo i baby di Montero
trasferte
Ancora non tersi aggrappare nei momenti di mo stare solo faremo. In disputate tra
zitti», dice il Dobbiamo toglierci
è stata vera
Juve, quella
difficoltà. E poi ci sono la condi-
zione atletica e l’aspetto psicolo- tecnico. «In questa paura»
queste situa-
zioni si può so-
campionato e
Champions Vola il Frosinone, Milan ko
gico, di cui il vice presidente Pa- qualche modo lo reagire, poi contro Psg (2),
combattiva
vel Nedved aveva parlato nel pre da questa situazione bisogna ci prepareremo per il derby». In- Fiorentina (1),  (p.s.) I gol di Yildiz, Mbangula (venerdì); Milan-Empoli 0-1,
che deve partita: «Ho visto una squadra uscire, con le buone o con le cat- fine la sostituzione di Cuadrado Monza (1) e e Turco regalano alla Juventus Juventus-Sampdoria 3-1,
essere. Se macchinosa, in difficoltà dal tive. Non è questione di giocare all’intervallo: «L’ho tolto perché Milan (2) di Montero il 3-1 sulla Samp e la Frosinone-Fiorentina 1-0 (ieri);
non sei così punto di vista fisico. Finora non è bene o male, bisogna ricomin- era già ammonito, si era innervo- conferma del primato. Roma-Inter (oggi, ore 11),
non vinci le stata vera Juve, quella combattiva ciare a vincere contrasti e fare sito sul gol. E’ entrato McKennie, Prosegue il grande campionato Napoli-Bologna (13), Lecce-
partite che deve essere. Se non sei così passaggi giusti. Dobbiamo to- abbiamo preso il 2-0 su una palla del Frosinone: battuta anche la Cagliari (15); Sassuolo-Udinese
non vinci le partite». glierci questa paura, continuia- gestita da noi e lì la partita è fini- Fiorentina e vetta a meno uno. (domani, 15).
Pavel
mo a essere in altalena e dopo ta». La stagione invece continua Dopo cinque risultati utili tra  Classifica Juventus 17;
Nedved
Vice presidente
Convalescenti Non è stata due vittorie di fila e un buon pri- e tra Maccabi e derby la Juve sarà campionato e Youth League, il Frosinone 16; Fiorentina 14;
combattiva neanche contro i ros- mo tempo siamo crollati. Abbia- obbligata a vincere, per non dire Milan cade in casa con l’Empoli. Lecce* e Torino 13; Roma* ed
della Juventus
soneri, anche se l’inizio non era mo perso tanti punti con Monza, addio già in autunno a scudetto e Nel programma di oggi – tutte Empoli 11; Sassuolo* e Bologna*
stato male, ma come sempre la Salernitana e Sampdoria, ma ora Champions League. le gare su Sportitalia – spicca 10; Milan 9; Atalanta e Verona 7;
Signora si è spenta prima della dobbiamo rimboccarci le mani- © RIPRODUZIONE RISERVATA Roma-Inter. Cagliari* e Sampdoria 6;
mezz’ora, come se fosse finita la che e cercare di ripartire per an-  7a giornata: Atalanta- Cesena 4; Inter* e Napoli* 3,
benzina, cosa già capitata spesso
in questa stagione. Allegri, che
dare a vincere martedì a Macca-
bi, in Champions. Il campionato s TEMPO DI LETTURA 2’56” Cesena 5-2, Verona-Torino 1-0 Udinese 1*. (*una gara in meno)

Martedì la trasferta in Israele

Per fortuna torna Di Maria Gli avversari La stessa conti-


nuità che sta venendo a mancare
anche al Maccabi Haifa, ieri

per la missione Champions


sconfitto per 1-0 in casa del Mac-
cabi Bnei Raina. Un ko che po-
trebbe costare la testa della clas-
sifica alla squadra allenata da
Bakhar se oggi il Maccabi Tel Aviv
C’è il Fideo contro il Maccabi Haifa, che ieri ha perso dovesse battere l’Hapoel nel der-
by. A differenza della gara di an-
di squalifica per la gomitata rifi- mersi dopo aver assaporato per data a Torino, i verdi israeliani
di Marco Guidi
lata a Izzo nel ko di Monza, prima due gare di fila (prima volta in non avranno da gestire situazioni
MILANO
della sosta per le nazionali. Un stagione) il sapore della vittoria. particolari. Mercoledì scorso, in-
ora? I tifosi della Juve gesto non da lui. Ma se vogliamo Ieri dagli spogliatoi di San Siro fatti, i giocatori di fede ebraica

E
se lo staranno chie- trovare per forza il lato positivo in non è uscita una parola. Solo Max avevano digiunato per lo Yom
dendo con la piva lun- una serata nefasta per i colori Allegri si è presentato ai microfo- Kippur e Bakhar li aveva esclusi
ga dopo la quarta bianconeri, ecco, almeno l’ar- ni delle tv e poi in conferenza. Per dall’undici titolare. Stavolta sa-
sconfitta in stagione. gentino si sarà riposato in vista il resto, bocche cucite. Anche Di ranno tutti abili e arruolati. Per la
E ora c’è bisogno più che mai di della decisiva sfida di Champions Maria non è uomo da tante Juventus, però, vincere sarà que-
lui, la risposta che va per la mag- contro il Maccabi Haifa. Lo stesso chiacchiere. Preferisce parlare in stione di sopravvivenza. Un pas-
giore. Lui è Angel Di Maria, l’uo- avversario che ha contribuito a campo con i piedi. Ma pure per il so falso vorrebbe dire addio quasi
mo di classe che ieri a San Siro è stendere con tre assist qualche Fideo vale il discorso sulla squa- certo all’Europa che conta, per la
mancato come il pane a Massi- giorno fa. Questi sì, colpi da lui. dra bianconera: sinora ha incan- prima volta alla fase a gironi con
miliano Allegri. Ok, non è che da tato in un paio di occasioni allo Massimiliano Allegri in panchi-
solo il Fideo poteva fare miracoli, Fattore Avere Di Maria dopodo- Stadium, ma per un motivo o per na.
ma insomma, uno così fa sempre mani in Israele, in una partita che l’altro non ha mai lasciato il se- © RIPRODUZIONE RISERVATA

comodo, specie nelle difficoltà. può segnare il futuro europeo gno in trasferta. Infortuni e car-
Di Maria contro il Milan ha scon-
tato la seconda e ultima giornata
della Juve, può dare una sferzata
all’ambiente, tornato a depri-
tellini rossi gli hanno impedito di
essere un fattore con continuità.
Il rientro Angel Di Maria, 34 anni: 6 gare e un gol con la
Juve. Ha saltato il match di ieri per squalifica LAPRESSE s TEMPO DI LETTURA 2’7’’
D O ME N ICA 9 OTTO BR E 2 02 2 LA GAZZE TTA S PORTIVA 9

ARTHUR, CHE GUAIO  Nuova grana per Arthur. Il regista strappato il retto femorale della coscia e
LA SERIE NEGATIVA NEI BIG MATCH juventino, trasferitosi in prestito al ieri è già finito sotto i ferri in una clinica
 Per la Juventus due scontri diretti stagionali in Serie A e zero
OPERATO A LONDRA Liverpool nelle ultime ore del mercato di Londra. Arthur starà fuori 3-4 mesi. Si
vittorie: dopo il pareggio con la Roma, ecco la sconfitta contro il STARÀ FUORI 4 MESI estivo, è di nuovo ko. Un guaio serio. L’ex complica così il possibile riscatto, fissato
Milan. Andamento negativo, come nella passata stagione Barcellona, durante un allenamento, si è a 37.5 milioni di euro, da parte dei Reds.

llegri
lare, che esce ancora una volta
IL PE RSON A GGIO
con il muso lungo da San Siro,
stadio in cui non ha mai fatto

VLAHOVIC
gol. L’errore sul gol di Brahim ha
riportato alla mente un’altra re-
te subita con la compartecipa-
zione del centravanti. Era il 26
settembre 2020, Dusan non era
ancora il bomber implacabile

Non segna più


chee giocava alla Fiorentina. I
viola erano sul 3-3 contro l’Inter,
dopo essere stati anche in van-
HA DETTO taggio due volte, quando Vlaho-

lontano da casa
vic si faceva sovrastare di testa
da D’Ambrosio per la rete della
vittoria nerazzurra. Il serbo in
precedenza aveva pure sbagliato

Dusan adesso
Più che un il colpo del ko, solo davanti ad
problema Handanovic. Una serata da in-
fisico è un cubo. Stavolta, di ghiotte occa-
sioni non ce ne sono state. Du-

è senza scuse
problema
san ha chiuso la gara contro il
di gestione Milan con zero tiri, la miseria di
delle 11 passaggi riusciti e il cambio
situazioni, con Kean al 33’ della ripresa.
non siamo
ancora Momento no: il serbo innesca Inceppato Dusan Vlahovic, Spalla Meglio è andato Milik,
guariti con un errore anche il gol di Diaz 22 anni, mai in rete a San Siro GETTY non a caso autore ieri di due del-
le tre conclusioni in porta bian-
coppa, la banda Allegri ha pro- pionato. Era l’unica volta negli conere e in generale dell’unico
di Marco Guidi
dotto due reti. Bottino strimin- ultimi 40 anni, ieri la seconda. gol in trasferta della Juve in A.
MILANO
In qualche zito per pretendere di compete- La fotografia della pessima sera- Arek non è stato perfetto in fase
modo da voler prenderla con re per le zone alte della classifica ta è il secondo gol subito. Vlaho- realizzativa, ma almeno ci ha

A
questa spirito, verrebbe da sia in Serie A che in Champions. vic si abbassa per ricevere palla e messo un pizzico di qualità nelle
dire che alla Juve Infatti, nel paniere della Vecchia con un (pericoloso) passaggio a giocate. Come il tocco per Kean,
situazione
hanno interpretato Signora sono finiti solo due tagliare il campo cerca il compa- poi murato da Kalulu. Niente di
bisogna un po’ troppo seria- punti, entrambi in Italia, frutto gno di reparto Milik. Risultato? trascendentale, ma non va di-
uscire, con mente il motto americano del- di due pareggi. Il primo a reti Il polacco viene anticipato da menticato che il polacco è stata
le buone o l’attacco che fa vendere i bigliet- bianche nel Marassi blucerchia- Brahim Diaz, che poi s’involerà l’ultima aggiunta sulla torta del-
con le ti. In trasferta, si sa, il botteghino to. E il secondo, quello di Firenze sino a battere Szczesny. Eppure i la campagna acquisti, la classica
Sconfortato Massimiliano cattive è appannaggio dell’avversario. contro la Fiorentina, dopo un due si erano cercati discreta- ciliegina di fine mercato. Pre-
Allegri, 55 anni, allenatore Così, anche ieri a San Siro i bian- secondo tempo record da zero mente bene nei primi 20’, quan- tendere che diventi il piatto forte
Max Allegri
della Juve: dope le vittorie coneri hanno fatto scena muta tiri verso la porta viola. I primati do l’inerzia della partita non era della casa sarebbe ingiusto.
Tecnico Juve
contro Bologna e Maccabi in zona gol, come già capitato a non finiscono qui: eguagliato ancora passata dalla parte del © RIPRODUZIONE RISERVATA
Haifa, nuova sconfitta per i Genova contro la Samp e a Mon- quello del 1993-94, quando la Milan. Un fuoco di paglia. Con
bianconeri LAPRESSE za. In cinque partite lontano
dallo Stadium, tra campionato e
Juve non vinse nessuna delle
prime quattro trasferte in cam-
Vlahovic (zero gol lontano dallo
Stadium in stagione), in partico- s TEMPO DI LETTURA 2’30”
10 DO ME NI CA 9 OT TOB RE 2022 L A GA ZZET TA SPORTI VA

SERIE A


 Dzeko è il terzo più anziano

NONA GIORNATA a raggiungere 100 reti in A (36


anni e 205 giorni), dietro a
Pandev (37 anni e 268 giorni) e
Pellissier (37 anni e 243 giorni).

LA PA RTITA

EDIN REGALA A INZAGHI


UNA VITTORIA PREZIOSA
SASSUOLO CORAGGIOSO
Nerazzurri bravi a reagire dopo il pareggio di Frattesi
e attenti a non concedere occasioni alla squadra di Dionisi

Festa nerazzurra
Il gruppo dell’Inter festeggia la
vittoria di Reggio Emilia contro il
Sassuolo, che conferma la
crescita della squadra dopo la
bella prestazione e il successo
in Champions contro il
Barcellona. Nella foto grande
l’esultanza di Edin Dzeko, grande
protagonista LAPRESSE-GETTY

Doppio Dzeko: l’I bravo ad aggredirlo e provocargli Consigli – e molto per l’ansia da una trattenuta su Ceide, è stato
L’analisi SASSUOLO
12 INTER
insicurezza. L’Inter stava bassa e prestazione, Lautaro nell’Inter sostituito con Mkhitaryan. Rela-
fissa davanti a Onana e in co- non segna dal 30 agosto. L’ulti- tivo spostamento di Calhanoglu
struzione saltava il centrocam- ma Lauti-opportunità del primo in regia, mentre l’armeno si è ac- (PT) 0 R Q1
di Sebastiano Vernazza
po. All’opposto il Sassuolo a cen- atto ha lasciato l’eredità cruciale comodato nel ruolo di interno
INVIATO A REGGIO EMILIA
trocampo imperava, ma a tanto di un corner. Calhanoglu ha bat- sinistro. Per onore di verità, ag-

D
predominio di postura non cor- tuto, Dumfries ha spizzato e giungiamo che forse Asllani sa- ROGERIO DUMFRIES
rispondeva un adeguato fattura- Dzeko a due metri dalla porta ha rebbe uscito anche se fosse stato
to offensivo. Poche le occasioni impartito una lezione di coordi- immacolato quanto a cartellini, THORSTVEDT LAURIENTÉ D’AMBROSIO
create dai “dionisiaci”, su tutte nazione in controtempo. Nono- perché avrebbe pagato una certa BARELLA
FERRARI DZEKO
un diagonale di Frattesi disinne- stante fosse sbilanciato, è riusci- irrilevanza. L’Inter è risalita dagli
scato di piede da Onana. Sulle ali to con il destro a toccare di collo spogliatoi senza tanta voglia di
CONSIGLI M. LOPEZ PINAMONTI ASLLANI ACERBI ONANA
intrigava di più Ceide a destra di quel che tanto bastava. Inter in sbattersi per il secondo gol. Pre-
Laurienté a sinistra, quest’ulti- vantaggio alla faccia di una con- sto si è lasciata intiepidire dal re-
ERLIC LAUTARO
i mestiere e di esperienza, di ca- mo rapido e talentuoso, ma bene dotta opaca, di resistenza e ri- tropensiero che sarebbe bastata CALHANOGLU
rattere e di forza, l’Inter a Reggio o male arginato da D’Ambrosio. partenza. Morale dei primi 45 una fase difensiva accorta per FRATTESI CEIDE A. BASTONI
Emilia si è presa tre punti com- Inter ripartente e sprecona, nella minuti: le migliori intenzioni congelare lo 0-1 fino all’ultimo. TOLJAN DIMARCO
plicati, perché strappati a una prima frazione almeno quattro non pagano, la praticità sì. L’illusione è durata poco, intor-
squadra “giochista” come il Sas- le occasioni per Martinez, nes- no all’ora di partita il Sassuolo 4-3-3 3-5-2
suolo. Decisivo Edin Dzeko, il suna capitalizzata, un po’ per Punizione All’intervallo è ha pareggiato con un’azione MARCATORI: Dzeko (I) al 44’ p.t.; Frattesi (S) al 15’, Dzeko (I) al 30’ s.t.
grande vecchio che alcuni vor- imprecisione – in particolare la scattata inesorabile la legge di esemplare per semplicità e bel-
rebbero pensionare e che a 36
anni è salito a quota 101 gol in
seconda, in scivolata davanti a Inzaghi. Asllani, ammonito per lezza: sublime cross di Rogerio 6 6 6,5 6,5
Serie A. In campionato l’Inter
non conosce mezze misure: in
nove giornate, cinque vittorie e
I NUMERI turco. Per il resto Sozza
gestisce abbastanza bene la
SASSUOLO ALL. DIONISI INTER ALL. INZAGHI

101
quattro sconfitte, zero pareggi. gara che tutto sommato è
Contava vincere per prolungare
LA MOVIOL A
stata corretta e di non
SASSUOLO (4-3-3)
Consigli: Toljan, Erlic (dal
52,2 47,8 INTER (3-5-2)
Onana; D’Ambrosio (dal 13’
gli effetti della vittoria sul Bar- di m.pie. difficile lettura. Regolare il gol 44’ s.t. Tressoldi), Ferrari s.t. Skriniar), Acerbi, A.
cellona e per ossigenare la clas- di Dzeko: la spizzata di (dal 37’ s.t. Ayhan), Bastoni; Dumfries, Barella
sifica. Missione compiuta, anche
se per il bel gioco si prega di at-
Sozza se la cava Dumfries è con la spalla e
dunque non punibile. Corretta
Rogerio; Frattesi (dal 37’
s.t. Alvarez), Maxime POSSESSO %
(dal 39’ s.t. Gagliardini),
Asllani (dal 1’ s.t.
tendere, e temiamo che sarà una I gol di Dzeko in Serie A Unico dubbio la distribuzione dei cinque
Lopez, Thorstvedt (dal 26’
s.t. Harroui); Ceide (dal 3 4
Mkhitaryan), Calhanoglu,
Dimarco (dal 23’ s.t.
lunga attesa. L’Inter è questa, più
solida che incantevole.
Dal suo esordio in Serie A
nel 2015-16, solo Immobile (160)
il fallo prima cartellini di cui uno a Simone
Inzaghi.
26’ s.t. Antiste), Pinamonti,
Laurienté
Darmian); Dzeko, Lautaro
PANCHINA: Handanovic,

Bassi e fissi Inter passiva al co-


ha segnato più reti di Edin Dzeko
(101) nella competizione
del gol dell’1-0 © RIPRODUZIONE RISERVATA PANCHINA: Pegolo, Russo,
Marchizza, Henrique, TIRI IN PORTA
Botis, De Vrij, Gosens,
Bellanova, Curatolo, V.

200
Obiang, D’Andrea, Carboni, A. Stankovic
spetto del Sassuolo palleggiante.  Episodio dubbio poco
Nerazzurri raccolti, ripartenti prima del calcio d’angolo da
Kyriakopoulos
ALLENATORE: Dionisi
14 17 ALLENATORE: S. Inzaghi
ESPULSI nessuno
sugli esterni con Dumfries e Di- cui arriverà il gol che ESPULSI nessuo AMMONITI Asllani e
marco. La palla lunga sulla corsa sbloccherà la partita GLI A RBI TR I AMMONITI Ferrari, D’Ambrosio per gioco
Harroui e Tressoldi per scorretto;

6
del quattrocentista esterno olan- dell’Inter e di cui si è
FALLI FATTI
dese è stato lo “schema” preferi- lamentato Alessio Dionisi. gioco scorretto CAMBI DI SISTEMA:
to del primo tempo ed è stato Le presenze di Ferrari Sozza fischia un fallo per i
CAMBI DI SISTEMA: dal 37’
s.t. 4-2-3-1 496 450 nessuno
BARICENTRO: BASSO
giusto così, perché Dumfries Ieri Gian Marco Ferrari ha raggiunto nerazzurri dopo un contatto a BARICENTRO: BASSO (48.7m)
SOZZA (Arbitro) Tiene in pugno
aveva gamba, stressava Rogerio, quota 200 partite in Serie A, 133 centrocampo tra Ferrari e
abbastanza bene la partita: unico (48.8m)
andava via di forza e crossava delle quali arrivate con la maglia Calhanoglu con quest’ultimo dubbio il contatto Ferrari-
senza tregua. Dzeko regista di del Sassuolo che fa “ponte” e fa cadere Calhanoglu a centrocampo da cui PASSAGGI RIUSCITI
fatto poco oltre la metà di cam- l’avversario su un pallone poi l’angolo dell’1-0 Inter
6 VALERIANI (Guardalinee) ARBITRO: Sozza di Seregno VAR Guida di Torre Annunziata
po: il direttore d’orchestra desi- spiovente: in realtà il fallo
6 DEI GIUDICI (Guardalinee) NOTE Spettatori 17.574, incasso di 464.902 euro. Tiri in porta: 3-4. Tiri fuori: 5-6.
gnato, Asllani, veniva schiaccia- sembra più del giocatore In fuorigioco: 0-1. Angoli: 6-5. Recuperi: p.t. 0’; s.t. 4’
to all’indietro da Maxime Lopez,
D O ME N ICA 9 OTTO BR E 2 02 2 LA GAZZE TTA S PORTIVA 11

Continuiamo su questa strada. Grazie a tutti


i tifosi per il sopporto. Insieme è tutto più facile
Lautaro Martinez via social

La partita ai raggi X
SASSUOLO
POSIZIONE MEDIA DEI GIOCATORI
L’UOMO CHIAVE

47 6
13
28 42 45
27
27 16
9
15

47 Consigli 6 Rogerio 15 Ceide


22 Toljan 16 Frattesi 9 Pinamonti
28 Erlic 27 M. Lopez 45 Laurienté
13 Ferrari 42 Thorstvedt;
% PASSAGGI RIUSCITI

85,1

CROSS EFFETTUATI

13
PERSI PALLONI RECUPERATI

113 95

INTER

nter avanza
POSIZIONE MEDIA DEI GIOCATORI
L’UOMO CHIAVE

24
15 95
32
14 20
9
33 10
23
2

24 Onana 2 Dumfries 32 Dimarco


da sinistra e irruzione vincente Lautaro di testa e poco dopo nul- 25 minuti? L’Inter in campiona- 33 D’Ambrosio 23 Barella 9 Dzeko
di Frattesi, con la difesa interista la ha potuto sull’inzuccata di to ha già perso quattro partite, 15 Acerbi 14 Asllani 10 Lautaro
incapace di assorbire tanta spa- La tentazione Dzeko, servito al millimetro da troppe a questo punto della sta- 95 A. Bastoni 20 Calhanoglu
valderia. L’Inter è solida e Mkhitaryan. Qui l’Inter è stata
brava, non ha commesso l’erro-
gione per chi ha o aveva ambi-
zioni di scudetto. È il momento
% PASSAGGI RIUSCITI

Riscatto Sull’1-1 si sono incro- prevale di mestiere. re di ritrarsi un’altra volta. Non di osare, di uscire dai soliti cano-
ciate due tendenze. Dionisi ha Adesso perché ha più permesso al Sassuolo di ni. Serve una sterzata, ci vuole
onorato la sua idea di calcio e nel respirare, gli ha tolto aria e prato, un’idea. Dzeko e Lukaku sono
proprio ottimismo “guardiolia- non provare Dzeko e si è meritata la vittoria, tanto meno incompatibili e alternativi 86,4
no” ha pensato che ci fossero con Lukaku? che è naturale chiedersi perché di quel che sembra. In attesa che
margini per il colpo grosso. Così l’Inter non si comporti sempre Lautaro rompa la bolla di cui è
ha inserito Harroui e Antiste, così, non cerchi di imporsi dal- prigioniero, la strana coppia di 9
giocatori votati più alla creazio-
Rimpianto l’inizio e non a macchia di leo- potrebbe essere una soluzione. Gazzetta.it
ne che alla distruzione. L’Inter si Dionisi ha fatto pardo, secondo la necessità con- L’Inter ha un’anima e una strut- Sul nostro sito
CROSS EFFETTUATI
è scossa: Mkhitaryan l’ha presa cambi offensivi per tingente del risultato. Deve esse- tura, ma è sempre uguale a se notizie in tempo 18
per mano, Dumfries ha conti- re qualcosa di strutturale, di stessa, nel format di Inzaghi. reale, video,
nuato a scavallare. L’Inter ha ri- provare a vincere connaturato al calcio di Inzaghi. Sparigliare e sorprendere, per analisi, curiosità
PERSI PALLONI RECUPERATI

guadagnato campo e ha sottratto ed è stato colpito tentare l’impossibile. sulla nona 95 41


possesso al Sassuolo, che si è
dagli avversari E adesso? Lukaku è prossimo © RIPRODUZIONE RISERVATA giornata di
scoperto più fragile. La reazione al rientro: che cosa ne sarà di campionato
di spirito e di testa ha pagato.
Prima Consigli si è superato su
Dzeko? Ritornerà in panchina,
pronto all’uso per gli ultimi 20- s TEMPO DI LETTURA 4’05”
GDS
12 DO ME NI CA 9 OT TOB RE 2022 L A GA ZZET TA SPORTI VA
D O ME N ICA 9 OTTO BR E 2 02 2 LA GAZZE TTA S PORTIVA 13

SERIE A

6
 Mkhitaryan ha servito il suo

NONA GIORNATA sesto assist per un gol di Edin


Dzeko in A: solo Salah (9),
Nainggolan (7) e Pellegrini (7)
gliene hanno forniti di più

LE PAGELLE
di Sebastiano Vernazza
Laurienté piccolo Leao, Dumfries incontenibile
SASSUOLO Bello e possibile, ma concretezza poca
e cinismo zero. La tenerezza della INTER In un modo o nell’altro la vittoria
arriva, grazie a Dzeko e Dumfries.

6 gioventù, dei sogni e delle speranze.


L’Inter lo punisce con ferocia. 6,5 La prestazione non è esaltante,
ma non bisogna fare gli schizzinosi.

L’ALLENATORE IL MIGLIORE IL PEGGIORE L’ALLENATORE IL MIGLIORE IL PEGGIORE

6 7 5 6,5 7,5 5
Dionisi Frattesi Ferrari S. Inzaghi Dzeko Lautaro Martinez
Come si fa a bocciare l’allenatore di Il motore principale del Sassuolo, il Si presenta come meglio non Va bene così, se vincere è l’unica Regista offensivo e cannoniere. A noi risultano sei tentativi suoi. Sul
una squadra che gioca un calcio giocatore più pericoloso. Già nel potrebbe, con un recupero e una cosa che conta. Un po’ meno se si Dzeko interpreta molte parti nel penultimo incoccia in un grande
propositivo? Un filo di presunzione, primo tempo si avvicina al gol con un scivolata a sventare un tiro di persegue il bel gioco. Inter spigolosa, pomeriggio al Mapei. Si distingue per Consigli. Sugli altri soffre del
forse: sull’1-1 Dionisi fa cambi più diagonale. Sul gol è protagonista Lautaro. Poi pasticcia. Regala una a trazione laterale con Dumfries, ma cambi di gioco e sponde, è rapace e complesso da astinenza. Il gol con
offensivi che conservativi. Poteva dell’incursione perfetta, per potenza palla a Dzeko e si fa ammonire. Si fa a lungo contemplativa, guardava il tempista sotto porta. L’età non conta, l’Inter gli manca da oltre un mese e il
accontentarsi, ma sarebbe andato e decisione. DI tanta personalità sarà “bypassare” dallo stesso Dzeko per Sassuolo giocare. Bella la reazione quantomeno in Serie A, un tarlo lo manda fuori giri. Gli serve
contronatura. contento Mancini. l’1-2 (Tressoldi s.v.) post 1-1 campionato a intensità relativa una rete stura-ansia

6 6 5,5 6 6,5 6,5 6,5 6 6,5 6 7 6


Consigli Toljan Erlic Rogerio M. Lopez Thorstvedt Onana D’Ambrosio Acerbi Bastoni Dumfries Barella
Abbiamo qualche Comincia bene, I due centrali Il cross per l’1-1 Nel primo tempo Non l’avremmo Due parate di Gli tocca il Come se ci fosse Lo strappo Incontenibile, Sottotono, vota-
dubbio sulla sua si lega in cordata neroverdi, Erlic e concorre per il è una delle chiavi mai tolto, perché piede nel primo temuto Laurien- sempre stato. imperiale nel con il suo fisico to al compitino,
co-responsabili- con Ceide, e i Ferrari, non premio di perla tecnico-tattiche con la fisicità tempo, l’impoten- té, la variante ad L’adattamento di primo tempo, sottratto un po’ soggioga-
tà in occasione due sembrano decifrano le tecnica di del predominio reggeva il za non colposa alta velocità. Lo Acerbi all’Inter è assolo che sfocia all’atletica. to dalla possan-
del secondo gol promettere scelte di Dzeko giornata e il sassolese. centrocampo. sull’1-1 di Frattesi, contiene con stato subitaneo. in un’occasione Crossatore za di Thortsvedt.
di Dzeko: poteva triangoli e perché il gesto di per sé Bracca Asllani e Forse era dirompente l’astuzia del Sa quel che per Lautaro. seriale, i report Meno nervoso
tentare l’uscita? giocate. Via via bosniaco è bravo varrebbe un 7. in possesso si esausto, forse nell’inserimento. difensore che ha Inzaghi vuole e Nell’azione dell’1- gliene del solito e
Gli interventi su però si spegne e a scomparire e a Rogerio però sposta in zone aveva qualche Il Sassuolo rica- affrontato lui glielo offre 1 raddoppia su attribuiscono questo è un
Lautaro e lo non riesce più riapparire in viene martoriato sempre diverse, problema. Sta di ma, ma vede qualunque con la saggezza Pinamonti sette. La passo in avanti,
stesso Dzeko gli ad alimentare il area nei momenti da Dumfries. Ce con intelligenza. fatto che, uscito poco la porta. In tipologia di del centrale quando doveva deviazione da cui sulla via della
valgono però la compagno né a giusti. Si creano la caviamo con Come tanti lui, il Sassuolo è Onana nessun avversario. A ultra-esperto. opporsi a Fratte- la prima rete di stabilità
piena salire per così dei vuoti di un pilatesco 6. sfuma alla andato un’altra calo di attenzio- volte si rifugia Imbottiglia si. Nel complesso Dzeko. Qualcosa (Gagliardini
sufficienza. crossare. marcatura distanza. volta sott’acqua. ne, buon segno alle corde Pinamonti pare in ripresa di travolgente s.v.)
(Ayhan s.v.)

6 5 6,5 5,5 5,5 s.v. 5,5 6 6 6,5 6 6


Ceide Pinamonti Laurienté Antiste Harroui Alvarez Asllani Calhanoglu Dimarco Mkhitaryan Skriniar Darmian
Promette molto Impacchettato da Iil ragazzo è una Dovrebbe Inserito per Dentro verso la Lopez gli ribalta il Soffre il Le fasce sono le A rigor di logica Dentro per Lì per lì sembra
più di quel che Acerbi, non trova potenziale aumentare il creare, si fine, quando tavolo, lo obbliga dinamismo di principali dovrebbe D’Ambrosio, un un cambio
mantiene. mai lo specchio miniatura di tasso di estro e presenta con un Dionisi tenta il ad arretrare, gli Frattesi, del sorgenti di gioco essere l’uomo attimo dopo il astruso. Perché
Mezz’ora della porta. Le Leao. Difetta di di incisività, ma intervento da tutto per tutto. Si impedisce di quale non ha il dell’Inter, forse deputato ad giallo al capitano privarsi di
interessante, usa sue conclusioni astuzia, non è rimane ai ammonizione: posiziona alle pensare come passo. Si rifà le uniche. opporsi a di giornata. La Dimarco? In
la sua tecnica vengono sempre feroce margini della non un grande spalle di vorrebbe. In più con l’angolo del Dimarco si batte Frattesi nell’ mole di Skriniar realtà Inzaghi
con sagacia, gli respinte. Ci nell’attacco alla partita, respinto biglietto da Pinamonti, ma riceve un giallo e primo gol di come al solito, incursione-gol. viene bene per capisce che
manca un filo di chiediamo se sia porta, ma la sua nei suoi tentativi. visita. No, i non c’è sintonia e nella ritmica Dzeko e con la ma è meno Lo perdoniamo soffocare sul “Dima” non ne
sana cattiveria, il centravanti tecnica nella cambi di Dionisi neppure arrivano inzaghiana ripresa da brillante. Troppe perché dispensa nascere i ha più e così si
ma si capisce giusto per una velocità può fare non hanno palloni. L’Inter ammonizione fa regista al posto partite giocate a calcio e serve tentativi di affida all’energia
che c’è polpa. Si squadra male. Deve darsi inciso. tiene lontano il rima con di Asllani, un tutta, ci sta che l’assist per il bis rimonta del rinnovabile di
esaurisce intorno “giochista” come una mentalità Sassuolo da sostituzione ruolo in cui può sia un po’ di Dzeko, una Sassuolo Darmian
all’ora di gara. il Sassuolo. diversa. Onana. avere un futuro esausto grande palla
14 DO ME NI CA 9 OT TOB RE 2022 L A GA ZZET TA SPORTI VA

SERIE A

3
 Davide Frattesi ha già

NONA GIORNATA segnato 3 reti in 9 presenze di


questa Serie A: solo una in
meno di quelle registrate in 36
gare nello scorso campionato.

Meno male LA SUA GARA

che c’è Edin


AI RAGGI X

GOL

2
TIRI
IN PORTA FUORI
che non dobbiamo mica vergo-
gnarci se ci mettiamo ogni tanto
dietro ad aspettare. Ultimamen-
3 2
La doppietta te andavamo troppo avanti, non
del bosniaco tutti magari in pressing, e pren-
Un gol per tempo, ed Edin Dzeko devamo gol. Stavolta invece ab- SPONDE
mette la firma sulla vittoria biamo sofferto tutti insieme, vo- 0
in casa del Sassuolo. Il vantaggio levamo questa vittoria per dare DUELLI AEREI
con un appoggio al volo dopo una continuità a quella con il Barcel- 2 4
spizzata di Dumfries su azione lona». VINTI PERSI
d’angolo. Il secondo facile facile,
a spingere di testa un assist Toro seduto Continuità sa es-
di Mkhitaryan GETTY sere anche sostantivo dal retro-
gusto amaro. Chiedere a Lautaro
PASSAGGI
per conferma. «Se continua co-
sì, tornerà a segnare presto, è sta- POSITIVI NEGATIVI

Dzeko, carica dei 101


to sfortunato», ha detto di lui In-
di Davide Stoppini 19 7
zaghi. L’argentino ci ha provato
INVIATO A REGGIO EMILIA
per sei volte, sbagliando la con-
din mica per caso. clusione o trovando anche Con-

E
Perché Reggio Emilia sigli a bloccargli la strada. Non OCCASIONI CREATE

«Ora offrirò la cena»


è un giardino paradi- segna da otto partite ed è diven- 1
siaco per Dzeko. Il tata la sua seconda serie più lun-
calcio regala sempre ga di astinenza con l’Inter. E’ il li-
poche certezze, ma su una cosa si mite che ancora separa l’argenti- PALLE RECUPERATE

Ma Lautaro dov’è?
può andare praticamente sul si- no dal territorio dei grandi attac- 5
curo: un gol di Edin al Sassuolo, canti. Non c’è altra via che
nello stadio in cui ha segnato di attenderlo. Tanto questa sarà co-
più in Italia dopo quelli storica- munque una giornata da ricor-
mente di casa della sua carriera, dare, per lui: dopo l’uscita di
ovvero l’Olimpico e San Siro. In D’Ambrosio ha indossato per la
Edin leader Ma anziano a chi,
Bosnia, la scorsa settimana, ci
sono state le elezioni politiche: Il bosniaco poi? Dzeko si muove e ragiona da
mancando. «Una gara così, 3-4
settimane fa, l’avremmo sicura-
prima volta la fascia di capitano.
«Che onore», ha commentato Edin
Dzeko
in tripla cifra
ne è venuta fuori, ancora una leader. Come quando a un certo mente persa. Anzi, è successo», sui social. Per i cattivi pensieri,
volta, una nazione profonda- punto va a rimproverare Onana, dice. E poi svela anche un collo- ieri, c’era poco spazio. 36 anni
mente divisa tra le sue anime quando cerca Lautaro per farlo quio avuto con i compagni prima
in Serie A
© RIPRODUZIONE RISERVATA
storiche. Ecco, mettiamola così: sbloccare, quando si avvicina a della partita, che di fatto confer-
Dzeko è il bosniaco che non divi-
de mai. Unisce, perché su di lui Martinez
Inzaghi – è il cuore del secondo
tempo, sull’1-1 - e con la mano
ma il “nuovo” atteggiamento tat-
tico dell’Inter: «Ci siamo detti s TEMPO DI LETTURA 2’38”

Simone Inzaghi sa di poter con- davanti alla bocca gli indica cosa
tare sempre. Hai voglia ad aspet-
tare il numero 90: Lukaku salterà
resta ancora non sta funzionando. C’è tempo
per fare l’allenatore. L’Inter ha
QU I SA SSU OLO

pure il Barcellona, il tram giusto


lo guida Dzeko. Hai voglia pure
a digiuno, bisogno di lui in campo. Perché
un attacco in crisi – 8 reti in me-
ad aspettare Lautaro: la tanto te-
però prova no rispetto alla nona giornata di Dionisi amaro: «È un peccato...
muta febbre a 39 (come i giorni
di astinenza dall’ultimo gol) è ef-
a sorridere:
un campionato fa – si è aggrap-
pato a lui per immaginare una Sull’1-1 credevamo di vincere»
fettivamente arrivata. Il Toro è in rimonta ad alta quota. «Doveva-
una crisi realizzativa evidente e
la cosa comincia a pesare dal «Che onore no essere 103 i miei gol — ha
commentato Edin —, ma gli ulti-
 (stop) Il Sassuolo non ci sta.
«Avremmo meritato il pari»,
ho visto fischiare un fallo a
favore di chi ha fatto ponte»,
punto di vista psicologico. Dzeko
è leggero, invece. Di pesante ha la fascia...» mi due me li avevano annullati
per fuorigioco. Inviterò la squa-
ha detto il tecnico Alessio
Dionisi. Che ha fatto i
riferendosi all’azione che poi
ha portato all’angolo dello 0-1.
solo il curriculum: gol numero dra a cena, non è un traguardo complimenti ai suoi («Sull’1-1 «Dopo l’1-2 non si è più giocato,
100 e 101 in Serie A («Grazie al- che si raggiunge tutti i giorni… credevamo alla vittoria») e poi l’Inter perdeva 30” di tempo a
l’Inter e alla Roma» dice via so- Ho tanta voglia di continuare a se l’è presa anche con la ogni rimessa laterale… Chissà
cial), dopo Pandev e Pellissier il essere determinante, voglio con- direzione arbitrale: «Per la come sarebbe andata con
più anziano (36 anni e 205 gior- tinuare finché posso». A conti prima volta nella mia carriera Berardi: spero rientri presto».
ni) a raggiungere quella vetta. fatti, non è lui che lì davanti sta

LA NUOVA ERA T RA I PALI

Pastadicapitano
non scenderà dalla nave, anche potesse fare in soli due mesi,
di Filippo Conticello
se dovesse vedere diverse partite cioè dimostrare con gli allena-
INVIATO A REGGIO EMILIA
da fuori. Lo ha ripetuto in privato menti e le partite in Champions

Onanatitolare
eri, 8-10-22, data da allo stesso Onana: soprattutto di poter essere titolare dell’In-

I
segnare sul calenda- per il “rivale” l’aiuto del vecchio ter. Anche stavolta ha fatto la
rio interista: è ufficial- saggio è garantito e questa carez- gara che mi aspettavo: è un por-
mente iniziata l’era za è stata apprezzata da André. tiere dalle qualità importanti.

maHandacarica
Onana, potenzial- «Samir è un valore aggiunto, ha Può giocarsela con Handano-
mente nuovo portiere titolare fatto la storia dell’Inter, è stato il vic, tutte le volte lo valuterò co-
nerazzurro. Non significa, però, primo a spingere i compagni», me ho fatto stavolta con D’Am-

primadellagara
che Handanovic sparisca dal co- ha poi detto di lui Simone Inza- brosio-Skriniar e Acerbi-De
smo come una cometa: non è an- La festa Samir Handanovic, 38, ghi. Vrij». L’autostrada che porta
cora finito del tutto il tempo di e il saluto ai tifosi a dine partita Onana a parare ancora col Bar-
Samir, che quella porta ha difeso Verso Barcellona Quella cu- cellona sembra comunque ben
per un decennio, con dignità ma Una scena non nuova, ma questa riosa alternanza di portieri tra tracciata, anche se Simone non
Svolta storica, con Samir che va in panchina un pizzico di ingordigia. La fascia volta ha avuto per tutti un signifi- campionato e coppa scricchiola- si è voluto sbilanciare. Di certo,
di capitano arrotolata al suo cato diverso, quasi storico: quel- va da giorni, il tecnico meditava molte altre volte in stagione Sa-
per la prima volta in A per scelta tecnica braccio ha, infatti, un senso pro- l’incitare così veemente, proprio da tempo il cambio della guardia, mir indosserà i guanti: “riserva”
Inzaghi: «Un valore aggiunto pure da fuori» fondo: responsabilizza, anche se nel momento in cui per la prima confortato dalla crescita di Ona- è parola fino ad oggi a lui scono-
il camerunese sembra aver mes- volta veniva “panchinato” in A na e spinto anche dalla pressione sciuta, ma “capitano” è un ter-
so la freccia e lui adesso dovrà per scelta tecnica, serviva a riba- di tutto l’ambiente, dirigenti e mine che conta di più.
rincorrere. Lo si è capito all’inizio dire l’importanza di far gruppo, presidente Zhang compresi. Lo © RIPRODUZIONE RISERVATA
quando negli spogliatoi lo slove- con umiltà e difesa attenta. Come stesso Simone ha poi dato valore
no ha preso la parola, lui al centro
e attorno i dirigenti e la squadra.
se Handa avesse voluto far capire
alla compagnia che il capitano
al percorso fatto dal camerunese:
«Ha fatto la cosa più difficile che s TEMPO DI LETTURA 1’48”
D O ME N ICA 9 OTTO BR E 2 02 2 LA GAZZE TTA S PORTIVA 15

DOPPIETTA IN TRASFERTA Partita della svolta? Sì, ma già


 Edin Dzeko non realizzava una doppietta in una trasferta di
Serie A dal 23 febbraio 2019: quel giorno giocava con la maglia della
col Barça si era vista un’altra Inter
Roma contro il Frosinone. Henrikh Mkhitaryan Centrocampista nerazzurro

IL TE CNIC O N E RA ZZ U RR O
Lautaro
Martinez, 25

INZAGHI
«Altri ottimi segnali
Però per il Barcellona
ho poche rotazioni...»
Il tecnico: «Abbiamo avuto tanta voglia di vincere,
siamo andati oltre alla stanchezza fisica e mentale»
allargando le braccia. Semmai, la
di Filippo Conticello
vittoria insperata contro Xavi ha
INVIATO A REGGIO EMILIA
insegnato qualcosa che è stato già
aranno pure d’oro usato di nuovo col Sassuolo e che

S
massiccio questi tre servirà soprattutto in futuro: ri-
punti strappati a Reg- manere un po’ più bassi può per-
LA SUA GARA gio Emilia, ma forse mettere di governare meglio le Di nuovo
AI RAGGI X qualcosa intrigava di partite, ormai è chiaro. Uguale in sella
HA DETTO più Simone Inzaghi: il tecnico
nerazzurro guardava allo spirito
atteggiamento si rivedrà a Barcel-
lona, però la via l’ha indicata lo
Simone Inzaghi,
46, ha ritrovato
GOL almeno quanto ai gol, all’anima e stesso Simone nel momento in la sua Inter con
non solo alla classifica. Chiedeva cui era necessario sterzare: nien- le ultime due
0 la stessa umiltà vista col Barcello- te ritorni all’epoca di Conte, sia vittorie GETTY
TIRI Micki è na pure contro un rivale meno chiaro, quel tempo è finito anche
intelligente, nobile come il Sassuolo. Del resto, filosoficamente da quando c’è
IN PORTA FUORI
ci ha aiutati lo aveva ripetuto allo sfinimento Inzaghi, ma più prudenza e sag-
ai suoi nei giorni dopo l’impresa: gezza nell’attesa di stanare la pre-
a inizio solo con coesione e fatica di grup- da. Pescando magari qualche jol-
1 3 ripresa, po, l’Inter sarebbe tornata davve- ly dal mazzo, come quello di ieri
quando ro Inter. A Reggio Emilia le aspet- all’intervallo: Mkhitaryan, otti-
faticavamo tative di Inzaghi non sono state mo in Champions, ha fatto perfi-
SPONDE Potrei pure deluse e adesso può guardare alla no meglio ieri subentrando ad
2 avanzarlo Catalogna con ancor più fiducia, Asllani. «Abbiamo voltato pagi-
nonostante si prolunghi il via vai na: inizia la nostra remuntada»,
Inzaghi
DUELLI AEREI dai medici: «Abbiamo avuto tan- ha poi gioito l’armeno, prima che
2 2 Su Mkhitaryan
VINTI PERSI tissima voglia di vincere e questo il tecnico lo riempisse di elogi:
ha superato la stanchezza fisica e «Micki è entrato molto bene, ci
mentale dopo il martedì intenso ha aiutato tantissimo dopo che
che abbiamo passato — ha detto il nel primo quarto d’ora del secon-
tecnico —. Ma è solo e soltanto do tempo abbiamo giocato male
PASSAGGI l’inizio: sono due vittorie che fan- tecnicamente. È molto intelli-
POSITIVI NEGATIVI no morale in un momento deli- gente, in quel momento a metà
cato e importante. Abbiamo po- campo mi dava tutto quello che
che rotazioni soprattutto in attac- gli chiedevo, ma posso alzarlo
15 5
co, ora dobbiamo recuperare for- anche in avanti». L’indizio sull’ex
ze ed energie per andare a romanista quasi attaccante è più
OCCASIONI CREATE giocarcela a Barcellona nel mi- che altro una tentazione per il
gliore dei modi». Camp Nou. Saranno decisivi i
1 prossimi allenamenti, nutriti dal
Segnali per il Barça Lo spi- buon umore che regalano questi
rito ritrovato col Barça ha dunque due successi. Ma guai a parlare di
PALLE RECUPERATE guidato pure questa prima risali- autentica “svolta” alle orecchie di
2 ta in campionato e ora ispirerà la Simone: «Per me sono più che
preparazione della sfida-bis coi altro ottimi segnali: nonostante le
blaugrana. Mercoledì, senza critiche, io li avevo già intravisti
Lukaku-Correa davanti oltre a con la Roma…», ha concluso.
Brozo in mezzo, bisognerà lavo- © RIPRODUZIONE RISERVATA
rare ancora di fantasia e armarsi
di coraggio: «Gli uomini saranno
questi…», ha ammesso Simone s TEMPO DI LETTURA 2’10”
16 DO ME NI CA 9 OT TOB RE 2022 L A GA ZZET TA SPORTI VA

SERIE A

3
 La Samp ha ottenuto 3 punti

NONA GIORNATA nelle prime 9 partite di Serie A,


è la peggior partenza per i
blucerchiati a questo punto nel
massimo campionato.

Risveglio Samp
BOLOGNA
SAMPDORIA
1 1
(PT)1 R Q0

MARCATORI Dominguez (B)


al 31’ p.t.; Djuricic (S) al 27’ s.t.

4-2-3-1
SKORUPSKI

CAMBIASO SOUMAORO LUCUMÍ LYKOGIANNIS

SCHOUTEN MEDEL

AEBISCHER DOMINGUEZ ORSOLINI

ARNAUTOVIC

CAPUTO

DJURICIC SABIRI GABBIADINI

VIEIRA RINCON

AUGELLO COLLEY MURILLO BERESZYNSKI

4-2-3-1 AUDERO
BOLOGNA (4-2-3-1)
Skorupski; Cambiaso, Soumaoro,
Lucumi, Lykogiannis (dal 18’ p.t. De
Silvestri); Schouten (dal 27’ s.t.
Ferguson), Medel; Aebischer, Rimonta
Dominguez (dal 33’ s.t. Soriano), Filip Djuricic, 30 anni,
Orsolini (dal 27’ s.t. Sansone); realizza il pari della
Arnautovic (dal 33’ s.t. Zirkzee). Sampdoria GETTY IMAGES
PANCHINA: Bardi, Raffaelli, Sosa,
Bonifazi, Kasius, Posch, Moro, Soriano,

Stankovic, pari d’orgoglio


Vignato prio del nuovo tecnico che poco
ALLENATORE Motta
CAMBI DI SISTEMA: nessuno alla volta aveva infilato Leris,
ESPULSI: nessuno Villar e Quagliarella ridisegnan-
AMMONITI: Cambiaso, Orsolini g.s. do la struttura offensiva: il Bolo-
BARICENTRO: molto basso 47,1 m gna si è chiuso ricevendo schiaf-

Il Bologna si spegne presto


fi; la Samp ha invece lavorato sul
SAMPDORIA (4-2-3-1) 3+1 d’attacco cambiando gli uo-
Audero; Bereszynski, Murillo, Colley,
Augello; Rincon, Vieira (dal 13’ s.t. mini, modulo, facendo scelte,
Villar); Gabbiadini (dal 1’ s.t. Leris), spostando pedine che via via
Sabiri (dal 24’ s.t. Quagliarella), Djuricic hanno creato subbuglio nella
(dal 38’ s.t. Verre); Caputo zona mediana del Bologna: Leris
PANCHINA: Contini, Amione, Ferrari,
Murru, Conti, Trimboli, Yepes, Pussetto
ALLENATORE Stankovic
di Matteo Dalla Vite
capire anche la dirigenza, a fine
gara negli spogliatoi. «I fischi? – Primopunto prima dell’avvio, il Bologna ini-
zia con forza e idee arrivando
a destra, Djuricic trequartista e
poi a sinistra, quindi Verre e in-
perMotta,chesi
BOLOGNA
CAMBI DI SISTEMA: 4-4-2 dal 24’ s.t. dice Motta -Li rispetto ma sono proprio all’1-0 con quei prodotti fine Quagliarella dietro a Capu-
ESPULSI: nessuno on perde nessuno, concentrato sul mio lavoro che da “Alchimista” che Motta a me- to hanno creato l’iniezione di
eraillusocon
N
AMMONITI: Djuricic, Leris, Verre g.s. ma per Thiago Motta so darà frutti». tà del primo tempo cambia di adrenalina (e subbuglio) che
BARICENTRO: medio 52,9 m (che esce fra i fischi posizione: Orso va a destra, Ae- Stankovic cercava. Trovandola e
ARBITRO Piccinini di Forlì
scorticanti della Cur-
va) è un tremendo
Un tempo E pensare che il Bo-
logna aveva iniziato bene. Thia-
Dominguez bischer (aiutato da un no-look
superiore di Arnautovic) sfrec-
mettendo il Bologna dentro i fi-
schi dei tifosi che sono diventati
VAR: Banti
NOTE: spettatori 20871, incasso
passo a vuoto mentre per go Motta apparecchia il tutto an- L’agganciodei cia a destra e l’argentino infila potenti quando Motta ha sosti-
303.325 euro. Tiri in porta 3-3. Tiri fuori
4-3. Angoli 2-5. In fuorigioco 5-1,
Stankovic è il primo bel mattone
da mettere nel palazzo-Samp in
cora col 4-2-3-1 ma con tre ac-
corgimenti che, almeno nel blucerchiati l’1-0 da zona centrale ma dopo
aver galleggiato a ogni latitudi-
tuito Arnautovic. Una cosa è
certa: Motta è ancora a zero vit-
Recupero: 3’ p.t., 4’ s.t. via di ristrutturazione. La mora-
le sta tutta qui: il Bologna gioca
vantaggio infilato da Domin-
guez, sanno scavare il solco: c’è conDjuricic ne. Il Caos un po’ con un “frul-
lìo” di uomini che ha funzionato
torie e pare in confusione, men-
tre Deki ha trasmesso il segnale
un tempo vero e uno intriso di un inedito Orsolini su piede- Iltecnicoserbo: (45’) contro una Samp che in che lottare per la sopravvivenza
IL NUMERO mollezza irritante; la Samp ha
vissuto un tempo a capire come
forte e quindi ala sinistra, c’è Ae-
bischer all’ala destra con facoltà «Oravedola
quel primo tempo non ha mo-
strato linee-guida ancora effica-
è un dovere. Lui sì, ai suoi, l’ha
fatto capire. «Vedo la luce in

50
va il mondo e l’altro a schiumare (quasi un dovere) di rientrare ci. fondo al tunnel e la ripresa me lo
rabbia (e mezzo calcio) come per farcire la Terra di mezzo e c’è luce».Fischi ha detto – dice Stankovic -: a
Cambio e abbracci Ma a
una squadra che ha l’acqua alla
gola. Cosa che il Bologna non ha
Dominguez a fare quel trequar-
tista che negli ultimi tempi a So- perirossoblù uno come Deki Stankovic basta
questi ragazzi devo dare un
grande abbraccio e fiducia, ma
capito e che la Curva gli ha spie- riano non è riuscito bene. Ecco: uno spazzolino anche usurato mai mollare. Sinisa? Un abbrac-
gato applaudendo solo Arnauto- spronato anche da una Curva per togliere la ruggine: la sua cio anche a lui, è mio fratello. E
Le partite in Serie A vic e fischiando il resto del mon- che – dopo il faccia a faccia di Samp è un’altra nella ripresa e so che Motta si riprenderà».
di Thiago Motta come allenatore; do a fine gara. Ora Motta, zero giovedì scorso – espone uno l’aiuta anche Skorupski uscen- © RIPRODUZIONE RISERVATA

quella di Dominguez è stata la 50ª vittorie e nemmeno un briciolo striscione («Chi non lotta se ne do chissà dove e favorendo il pa-
marcatura realizzata da una
squadra da lui allenata
di fortuna, dovrà dare risposte
più consistenti: e gliel’ha fatto
deve andare») e intona un
«Fuori le palle» un secondo
reggio di Djuricic. Il tutto era
sfociato da un rimodellare pro- s TEMPO DI LETTURA 2’53’’

LE PAGELLE
di Filippo Grimaldi Arna lotta su ogni palla. Sabiri ha perso smalto
5,5 MOTTA L’ALLENATORE 6,5 DOMINGUEZ IL MIGLIORE 6 STANKOVIC L’ALLENATORE 6,5 DJURICIC IL MIGLIORE
BOLOGNA Arriva a un Il gol che illude i
SAMPDORIA Pari che pesa, Gol scacciacrisi.

5,5 6
passo dalla rossoblù, soprattutto sul Prima, però,
sua prima sfortunato sulla morale. sgasa a sinistra,
vittoria, ma nella traversa. Riaccende i ma è poco
ripresa il Prestazione di blucerchiati con i assistito. Ripresa
Bologna sostanza, ma cambi dopo da centrale, e fa
costruisce poco non basta. l’intervallo. danni.
e paga il conto. (Soriano s.v.) (Verre s.v.)

5 SKORUPSKI Sbaglia tutto complesso tiene. 6 AEBISCHER Si accentra e dà il 6 AUDERO Dice no a Aebischer, potevano costare caro. praticamente impalpabile.
nell’azione del gol sampdoriano. 6 LYKOGIANNIS Sfortunato. Buon via all’azione del gol rossoblù. nulla può sul gol. La traversa lo salva 6 AUGELLO Un po’ impacciato in 6,5 LERIS Entra, si piazza a sinistra,
Malinteso con Soumaoro, ma il suo impatto sulla gara, la testata con Preciso e concreto. dal 2-0. partenza, sbaglia la lettura dell’azione buon impatto sulla gara, dà
errore costa caro. Sabiri lo mette k.o. Esce in barella. 5 ORSOLINI Attacca la profondità 6 BERESZYNSKI Gli scappa sul gol del Bologna, ma la prestazione profondità al gioco e mette il piede
5,5 CAMBIASO Va a sinistra dopo 6 DE SILVESTRI Buon lavoro in in avvio di gara, poi perde lucidità. Orsolini in avvio, sbaglia su Aebischer nella ripresa è importante. nell’azione del pari.
l’uscita di Lykogiannis. Bene sul piano fase di copertura, tiene anche Rischia grosso per un fallo nell’azione dell’1-0, ma poi si riabilita 6 RINCON Lotta e s’arrabbia, clima 5,5 SABIRI Sbaglia molto, va a
del ritmo, meno preciso nella quando la Samp prova a sfondare. pericoloso su Rincon. (Sansone nella ripresa. da battaglia e lui si adegua. sinistra nella ripresa e cresce, ma ha
ripresa. 6 SCHOUTEN Bene in chiusura, si 5,5 Non incide, ai margini del gioco) 5,5 MURILLO Provvidenziale su 5,5 VIEIRA Non riesce ad imporsi perso un po’ di smalto, e non da ieri.
5,5 SOUMAORO Calo vistoso nella immola su Sabiri a fine primo tempo. 6,5 ARNAUTOVIC Lotta, si batte, Aebischer in apertura. Sbaglia un neppure sul piano fisico. Poca 6 QUAGLIARELLA Lucido, gara di
ripresa, concorso di colpo nell’azione (Ferguson 5,5 Sbaglia molto in conquista palloni, arretra sino a metà anticipo in mezzo e innesca il personalità. sacrificio, non spreca palloni e trova
dell’uno a uno. Si riabilita una fase cruciale della gara) campo per aiutare la squadra. contropiede di Arnautovic che dà il 6 VILLAR Il suo ingresso in campo il varco per innescare Caputo.
parzialmente salvando su Caputo 6,5 MEDEL Ringhia con e senza L’apertura di esterno destro che via all’azione del gol rossoblù. aumenta la qualità della squadra sul 5,5 CAPUTO Poco servito, nel
quasi allo scadere. palla e resta vivo sino alla fine, ma ha avvia l’azione del gol è un gioiello. 6 COLLEY Si batte, lotta, però palleggio. complesso incide poco, ma la
6 LUCUMÌ Luci e ombre. Ma nel poca assistenza dai compagni. (Zirkzee s.v.) commette un paio di errori che 5 GABBIADINI Un tempo solo, squadra non lo assiste a dovere.

GLI A RBITRI 6 PICCININI (Arbitro) L’ammonizione di Djuricic non esiste, le altre sono corrette e anche quella di Orsolini che rischia il rosso. Lucumi: braccio attaccato e fuori area. Assistenti ben… presenti
di Mdv 6 PRENNA (Assistente) 6 LOMBARDO (Assistente)
D O ME N ICA 9 OTTO BR E 2 02 2 LA GAZZE TTA S PORTIVA 17

SERIE A
#

2
 Le reti realizzate da Antonio

NONA GIORNATA Sanabria (e 1 assist) nelle


prime otto gare di campionato.
La scorsa stagione in granata 6
gol e 5 assist in 29 partite.

Zona Sanabria
Toro pronto alla carica
TORINO (3-4-1-2)
n EMPOLI (4-3-1-2)
n

e Tonny promette magie


OGGI ore 12.30 STADIO Olimpico
Grande Torino ARBITRO Forneau
ASSISTENTI Mastrodonato-Miniutti
IV Rutella VAR Mazzoleni AVAR Muto
PREZZI 20-190 euro TV Dazn, Sky

L’Empoli evoca bei ricordi


32
MILINKOVIC
26 3 13
DJIDJI SCHUURS RODRIGUEZ
19 10 77 27
LAZARO LUKIC LINETTY VOJVODA

Nel 2019 in Toscana segnò il suo primo gol in A


16
49 VLASIC 9
RADONJIC SANABRIA

Vuole spezzare il digiuno in casa lungo 9 mesi 23


DESTRO 10
7
LAMMERS
BAJRAMI
25 18 32
BANDINELLI MARIN HAAS
di Mario Pagliara
INVIATO A TORINO
65 33 6 24
PARISI LUPERTO DE WINTER EBUHEI
uel lunedì sera aveva 13

Q
un ciuffo pronuncia- VICARIO
to, a coprire lo sguar- ALLENATORE Paro
do di un ragazzino PANCHINA 89 Gemello, 1 Berisha, 2
Bayeye, 4 Buongiorno, 6 Zima, 21 Adopo,
oggi divenuto uomo e 34 Aina, 17 Singo, 14 Ilkhan, 28 Ricci, 59
padre. Tre anni e mezzo dopo, è Miranchuk, 7 Karamoh, 36 Garbett, 23
cambiato tutto nella vita di Ton- Seck, 11 Pellegri.
ny Sanabria. Quel lunedì era il SQUALIFICATI Juric (1) DIFF. nessuno
INDISP. nessuno BALLOTTAGGI
28 gennaio 2019 ed è una data Radonjic-Karamoh 60-40%.
che nella Genova rossoblù ricor- --------------------------------------------------------
dano bene: Tonny debuttò con il ALLENATORE Zanetti
Grifone, in trasferta, subentran- PANCHINA 1 Perisan, 22 Ujkani, 3
Cacace, 30 Stojanovic, 5 Grassi, 21
do al 68’ a Romulo. Cinque mi- Fazzini, 20 Degl’Innocenti, 36 Guarino, 8
nuti, tanto gli servì per firmare il Henderson, 17 Ekong, 14 Pjaca, 4
suo primo gol dei successivi Walukiewicz, 28 Cambiaghi, 35 Baldanzi, 9
ventidue in Serie A. Chi era l’av- Satriano. SQUALIFICATI nessuno
DIFF. nessuno IND. Grassi, Ismajli, Akpa
versario quella volta? Quell’Em- Akpro, Tonelli. BALLOTTAGGI Bajrami-
poli che, all’ora di pranzo, Sana- Pjaca 60-40%; Lammers-Satriano 55-45%
bria guarderà negli occhi per
spingere il Toro verso la ripar- governo di Juric, il centravanti di al tramonto della scorsa stagio- ric: «Sanabria fa giocare bene la
U LTI M IS SI M E
tenza. Ricordi, amarcord ma poi riferimento, messo al centro di ne, negli ultimi due mesi si è squadra – ieri l’allenatore grana-
tanto presente: Tonny, ti ricordi La prodezza un progetto. In questo campio- esaltato a Monza e a Napoli. Nel ta ha posto l’accento su di lui-.
come si fa? Viene da chiedergli. nato, sei volte su otto Juric lo ha giardino di casa c’è un digiuno Ha le sue qualità a noi note, nel
Allora, non c’è dubbio: stiamo
con il Genoa
Sopra, Sanabria lanciato titolare. Il bottino di lungo nove mesi che non vede Radonjic ora scatta in pole senso che ti permette di espri-
per entrare in zona-Sanabria. firma con un
tuffo di testa il
due gol può essere inteso come
un discreto trampolino di lan-
l’ora di archiviare. L’ultima volta
a bersaglio a Torino è una storia
C’è la tentazione Karamoh merti bene, partecipa molto be-
ne al gioco». La stima elevata va
Centrale Per colorare quella gol del 3-1 del cio: dopo i buoni segnali semi- che riporta al 23 gennaio, epoca  (paglia) Tre possibili novità rispetto al Toro di pari passo con le aspettative.
“zona grigia” tratteggiata da Ju- Genoa a Empoli nati da Sanabria al Maradona, di un Torino-Sassuolo (finito di Napoli. Una per reparto: Schuurs sarà al Juric gli invia una richiesta pre-
ric, servirà il miglior Sanabria. nel 2019. In alto adesso Juric si attende che con- 1-1). Oggi, all’ora di pranzo, sarà centro della difesa al posto di Buongiorno, cisa: «A livello di realizzazione,
Senza dubbio, lui è un centra- a destra, il tinui a mantenere la spina attac- il centravanti di un Toro che si è Vojvoda tornerà a correre sulla sinistra con lo dentro l’area, può fare ancora di
vanti atipico: non è una macchi- paraguaiano cata. Magari, ricordandosi di posto l’obiettivo di tornare a scivolamento possibile di Lazaro sulla destra più. Ha le qualità affinché la sua
na da gol, ma ha la qualità di far con la maglia quella prima volta a Empoli. correre per presentarsi a pari (Singo verso la panchina). Davanti sembra media gol possa essere più al-
esprimere bene le squadre nelle numero 9 del punti con la Juve nel derby di sa- essere Radonjic il terzo uomo che completerà ta». Il messaggio in bottiglia è
quali gioca. Riprende il discorso Toro, con cui 9 mesi La nuova sfida di Tonny bato prossimo. Radonjic e Vlasic l’attacco con Vlasic e Sanabria. Il serbo sta stato recapitato a casa Sanabria.
interrotto a Napoli. Da quel fina- gioca dalla è far riesplodere di gioia lo sta- sono i due candidati forti per af- per vincere il ballottaggio con Miranchuk e Lui e il Toro tra qualche ora par-
le di primo tempo quando ha scorsa stagione dio Olimpico. C’è una statistica fiancarlo in attacco, in un tri- anche con Karamoh, per il quale resta viva tiranno alla carica. Arriva l’Em-
segnato un gol delizioso, da at- LAPRESSE quanto meno insolita che lo ri- dente che potrebbe rimodellar- una tentazione da parte di Juric. Nel mezzo poli, si entra in zona-Sanabria.
taccante vero. Sfiorando, poco guarda: gli ultimi tre gol in Serie si, come già accaduto tante volte conferma per Linetty. Infermeria svuotata: © RIPRODUZIONE RISERVATA
dopo, anche il bis. È la base dalla A li ha segnati tutti fuori casa, tra finora, con un trequartista alle per la prima volta, il Toro sarà al completo.
quale il Toro sta per ripartire. Da
colui che è stato, nel biennio di
questo campionato e il prece-
dente. Era accaduto a Bergamo
spalle delle due punte. Fiducia
completa a Tonny da parte di Ju-
© RIPRODUZIONE RISERVATA
s TEMPO DI LETTURA 3’20’’

L’allenatore granata

Juric fiuta la svolta: «Sento brio, nasce qualcosa di bello»


«Viviamo il momento più piacevole, quella a cui il Toro ha sempre messo degli errori gravi e siamo sicità, ma abbiamo calciatori
abituato nei due anni di gover- stati puniti, ma dove ho visto che in attacco, se avranno la
sto realizzando che la squadra è pronta no-Juric («questi ragazzi sono anche molte cose belle, come la continuità, ci possono far gioca-
Ora usciamo presto dalla zona grigia» fantastici in settimana: hanno ricerca della sincronia, del gio- re meglio. Sta a me, anche cer-
spirito, anima e una voglia in- co. Adesso sono curioso di vede- cando nuove soluzioni, trasfor-
on è tanto, o non sol- re positivo. E lo ingolosisce non credibile di lavorare e di miglio- re cosa faremo in questa giorna- mare questa squadra in un

N
tanto, l’occasione per poco. «Sto vivendo il momento rare sempre»), c’è una trasfor- ta di campionato, di capire che gruppo vincente». Oggi Juric
muovere la classifica. più bello per un allenatore, per- mazione in atto nel modo di es- strada prenderemo. E dobbiamo sarà in tribuna perché squalifi-
Juric fiuta che la sfida ché percepisco che siamo sul sere, di interpretare le partite prenderne una positiva». cato, in panchina il vice Matteo
con l’Empoli potrà punto di trasformarci in qualco- che è figlia anche delle caratteri- Paro. «Matteo è un grande in
essere la strada per «uscire dalla sa di bello, di diverso rispetto all stiche cambiate nella rosa ri- Marito e moglie Juric ricor- tutto, ma per la squadra non
zona grigia nella quale ci trovia- passato – riflette Juric - . Sento spetto alla stagione precedente. da come «l’anno scorso erava- conterà avere l’allenatore a bor-
mo». Non è solo il manifesto di un certo brio. Mi auguro di usci- «Abbiamo perso alcune caratte- mo molto ma molto tosti, ma al- do campo perché i ragazzi sanno
una volontà quello che traccia re da questa zona grigia il prima ristiche, ma ne abbiamo guada- le volte peccavamo nella fluidità perfettamente cosa fare. E poi io
l’allenatore del Toro in un’ampia possibile: devo fare presto, l’alle- gnate delle altre – prosegue Juric del gioco, come accadde a no- e Matteo siamo marito e moglie,
e appassionata conferenza, spe- natore non ha mai molto tempo. -, sto lavorando per esaltare vembre quando sono caduto siamo sempre insieme».
sa, per larghi tratti, nel raccon- Spero che, già oggi, faremo il queste nuove caratteristiche quasi in depressione perché non Paglia
tare la mutazione in corso del passo in avanti». perché sono altrettanto impor- riuscivo a cambiare certe dina- © RIPRODUZIONE RISERVATA

suo Toro rispetto al passato. È tanti». Il pensiero torna rapida- miche. Adesso siamo tosti a trat-
soprattutto l’emersione di una
sensazione che invoglia a pensa-
In trasformazione Se
l’identità, lo spirito, la voglia è
Croato Ivan Juric, 47 anni, alla
seconda stagione col Toro LAPRESSE
mente alla sfida di Napoli: «Do-
ve, ad esempio, abbiamo com-
ti, perché sono andati via alcuni
giocatori che ci davano molta fi- s TEMPO DI LETTURA 2’20’’
18 DO ME NI CA 9 OT TOB RE 2022 L A GA ZZET TA SPORTI VA

SERIE A
#

5
 I gol di Kvaratskhelia in A:

NONA GIORNATA l’unico che ha fatto meglio al


suo esordio con il Napoli nelle
prime 10 giornate è stato
Edinson Cavani, nel 2010-11: 8

La staffetta
funziona
La loro stagione
RASPADORI SIMEONE COSÌ SENZA OSIMHEN
MINUTI GIOCATI NAPOLI-Liverpool
4-1 (SIMEONE)
NAPOLI-Spezia
390 244 1-0 (RASPADORI)
GOL SEGNATI Rangers-NAPOLI
0-3 (RASPADORI)
4
Milan-NAPOLI
3 1-2 (SIMEONE)
IN RETE OGNI NAPOLI-Torino
3-1
97 81 Ajax-NAPOLI
1-6 (2 RASPADORI, 1 SIMEONE)
GDS

PUNTE&GOL I NUMERI
RASPADORI E SIMEONE MAI IN COPPIA 0
Osimhen 2
MA IL GOL È GARANTITO: NAPOLI VOLA Vittorie
a Cremona
Per il Napoli
nelle sette gare
giocate in

L’alternanza tra le due punte dura da 6 partite: 7 reti e vittoria assicurata


In 5 presenze e Lombardia: due
425’ giocati il vittorie della
nigeriano ha Cremonese e
segnato due reti cinque pareggi
in campionato: co di responsabilità. che nella partita successiva al- gno, che cerca sostegno in area. tattica, perché Raspadori è un raccontano i
di Maurizio Nicita
al Verona l’eclatante esordio in Champions raffinato regista offensivo decisi- precedenti in
NAPOLI
e al Monza Cholito micidiale La media ha preferito schierare Raspadori Quattro su cinque I numeri vo nella partita col Torino anche Serie A

C 2
gol di Giovanni Simeone è davve- titolare contro lo Spezia, la vitto- dicono comunque che RaspaO- con i suoi movimenti, nell’unica
ro eccellente. E del resto lui ha ria più sofferta finora per la for- ne insieme hanno segnato in gara in cui questa staffetta non è
subito sfruttato l’attimo fuggente mazione azzurra. E anche Jack ha quattro di queste cinque partite andata in rete. Cholito invece as-
contro il Liverpool: appena en- dimostrato grande carattere, senza il nigeriano e ad Amster- sicura maggiore profondità e più
trato al posto dell’infortunato piazzando la zampata vincente dam la staffetta è diventata anche peso in area. Oggi a Cremona Gol per
Osimhen ha fatto gol al primo in coda a una partita non esaltan- del gol nella stessa partita: prima chissà dei due potrà essere deci- i 3500 in A
pallone toccato. Grande caratte- te per lui, nel quale ha avuto il doppietta del bolognese, poi il sivo. Il (leggero) favorito a rico- Con due reti il
on tutto il rispetto qui Mazzola e re, finora l’argentino ha segnato grande merito di non perdersi destro letale dell’argentino per la prire il ruolo di titolare “della pri- Napoli (3498)
Kvara 5 Rivera non c’entrano. Quella sempre partendo dalla panchina d’animo. Curiosità: delle cinque goleada. Da un punto di vista di ma ora”, appare Raspadori che può diventare la
Il georgiano è staffetta del 1970, la più famosa e ha raggiunto l’apoteosi a San Si- partite intere - senza Osimhen - minutaggio sinora ne ha più avu- nelle due versioni d’azzurro - Na- settima squadra
l’attaccante che del calcio italiano, a parte che ro, incornando il gol decisivo nel- prese in considerazione questa è to l’italiano, ma guai a dire che zionale compresa - ha segnato nella storia della
segna di più su non funzionò al Mondiale messi- la sfida con il Milan che ha lan- l’unica in cui il tecnico nel finale uno dei due sia riserva dell’altro. ben 6 reti in 25 giorni. Ma sicco- Serie A con
azione nel la cano, creò polemiche che dura- ciato in testa alla classifica la ha messo Simeone lasciando Ra- Spalletti rivendica questa rosa me torniamo in Lombardia può 3500 gol
Serie A: otto rono anni. E in effetti la staffetta Banda Spalletti. Ma siccome Ma- spadori. E per certi versi il suda- ampia di titolari che partita dopo essere pure che a Simeone basti- all’attivo (inclusi
presenze e 535’ nel pallone ha avuto sempre stro Luciano vuol tenere tutti mericano ha favorito nell’azione partita può regalargli soddisfa- no pochi minuti nel finale per risultati a
in campo un’accezione negativa, ma se “dentro” il progetto di gioco, ecco del gol l’intervento del compa- zioni. La scelta più spesso diventa sbancare. tavolino). Finora
parliamo di Napoli, di questo Na- hanno tagliato
Il progetto funziona Ciò che

Clic
poli, ecco che tutto cambia: ap- questo
I PA DR ONI D I CA SA
proccio e poi risultato sul campo. però più conta è che sta funzio- traguardo
nando il progetto di profonda ri- Juventus (5259),
Grande sintonia Chiamatelo strutturazione operato dalla so-
come volete, ma parliamo di una Alvini: «Cremonese più accorta» cietà nella scorsa estate. Perché
Inter (5160),
Milan (4900,
Cremona azzurra
sintonia che sta funzionando. Al-
l’indomani dell’infortunio di Dubbi in attacco: Dessers o Ciofani Allo Zini 10mila
con Raspadori e Simeone sono
stati ingaggiati giocatori non solo
Roma (4436),
Fiorentina
Politano 2 Victor Osimhen, la concorrenza “affamati” e vogliosi di affermar- (3948) e Lazio
Il nazionale ha per il posto di centravanti nel Na-  (g.b.) «Sappiamo di più bassa del solito, in grado di
tifosi napoletani si, ma anche con caratteristiche (3802).
segnato poli si è scatenata ma senza invi- affrontare una delle squadre fermare il gioco della squadra diverse che tutte ben si sposano
a Verona e a die, con un senso di squadra che più in forma e purtroppo ci di Spalletti e ripartire in  Difficile calcolare quanti al progetto di gioco portato avanti
San Siro contro Luciano Spalletti è riuscito a in- arriviamo con qualche contropiede. Sarà comunque saranno i tifosi azzurri a con Spalletti. Su tutto le parole
il Milan. Due reti nescare nei propri ragazzi. Gia- defezione importante». un grande stimolo giocare con seguire la capolista in dell’argentino alla Nacion:
in 8 presenze como Raspadori e Giovanni Si- Massimiliano Alvini, tecnico la capolista, abbiamo studiato trasferta. Infatti i «Quando parto dalla panchina
e 352’ in campo meone hanno iniziato ad alter- della Cremonese, ha ancora a fondo l’avversario». Meitè napoletani residenti al non mi lamento mai, ma cerco di
narsi lì davanti e hanno sempre qualche dubbio: «Devo ancora potrebbe essere l’uomo di nord hanno comprato capire perché non sono andato in
garantito gol e soluzioni utili alla decidere chi schierare in regia al fianco di Castagnetti e biglietti in ogni settore e campo». Un modo per essere
squadra. Completamente diver- attacco e soprattutto chi ad Escalante potrebbe c’è il tutto esaurito allo sempre carico.
si, per caratteristiche, e proprio mettere al vertice alto di toccare Lobotka. Da decidere Zini, in un clima di festa. © RIPRODUZIONE RISERVATA

per questo anche complementari centrocampo. Sarà anche la punta: Dessers o Probabile possano
all’occorrenza, si sono “sostenu-
ti” a vicenda, nel dividersi il cari-
certamente una Cremonese l’esperto Ciofani? sfiorare i 10mila.
s TEMPO DI LETTURA 3’03”
D O ME N ICA 9 OTTO BR E 2 02 2 LA GAZZE TTA S PORTIVA 19

AZZURRI: OCCHIO ALLE NEO PROMOSSE Scrive Berruto nel libro “Capolavori”: devi
 Il Napoli non ha trovato il successo in 3 delle ultime 6 gare
contro neopromosse (pari col Lecce, 2 sconfitte con l’Empoli la
essere felice di misurarti con avversari forti
scorsa stagione), tante volte quante nelle precedenti 31 sfide. Massimiliano Alvini Allenatore Cremonese

18
CREMONESE 4-2-3-1
Quanti complimenti ad Alvini n NAPOLI 4-3-3
n
Spalletti evita i rischi buna era piena di altri allenatori
per vedere cosa faceva Massimi-
liano in allenamento. Non fac-
OGGI ore 18 STADIO Zini ARBITRO
Abisso ASSISTENTI De Meo-Mondin
IV UOMO Sacchi VAR Di Bello
AVAR Paganessi TV Dazn

«Non porto Osimhen


ciamoci fregare dalla faccia da INTERNET diretta su gazzetta.it
bravo ragazzo, che è. È uno sve-
glissimo, gli farò i complimenti e 97
Gol in campionato RADU
lo incontrerò volentieri. Mi ha

Così recupera meglio»


17 15 44 3
Il Napoli vanta sempre detto che avremmo do- SERNICOLA BIANCHETTI LOKOSHWILI VALERI
il miglior attacco in Serie A vuto sfidarci e se lo merita, sono 19 28
(col Milan che ha io fortunato ad allenare nella sua CASTAGNETTI MEITE'
una partita in più) stessa categoria. Troveremo una 98 32 33
e in Champions League L’abbondanza in squadra forse più chiusa, ci darà ZANIMACCHIA J. ESCALANTE QUAGLIATA
90
(13 reti in tre turni ) meno campo, ma poi non lo so
attacco aiuta il perché nell’ultima gara sono an-
DESSERS

tecnico: «Victor dati addosso all’avversario e lui è 77 81 21


KVARATSKHELIA RASPADORI POLITANO
uno propositivo. Bisognerà che
resta a Napoli e il Napoli sia quello che ho visto 20 68 7

sarà più pronto all’allenamento. Perché per la ti-


17
ZIELINSKI
3
LOBOTKA
55
ELMAS
22
pologia di giocatori che abbiamo
per l’Ajax» non rischiamo di sottovalutare OLIVERA KIM OSTIGARD DI LORENZO

la partita. Poi gli imprevisti ci sa- 1


ranno, arriveranno le difficoltà e MERET
di Maurizio Nicita
saremo pronti ad affrontarle». PANCHINA 12 Carnesecchi, 13 Saro,
INVIATO A CASTEL VOLTURNO (CE)
5 Vasquez, 4 Aiwu, 60 Ndiaje, 23 Acella,
8 Ascacibar, 6 Pickel, 7 Baez, 62 Milanese,
simhen può attende- Ambiente maturo Osserva 10 Buonaiuto, 74 Tsadjout, 9 Ciofani,

O
re. E anche in questo ancora Spalletti: «Nel nostro 77 Okereke, 20 Felix. ALLENATORE Alvini
caso si vede la forza spogliatoio non c’è euforia. C’è BALLOTTAGGI Dessers-Ciofani 65%-
del Napoli, che non la consapevolezza di realizzare 35%, Escalante-Ascacibar 65%-35%
SQUALIFICATI e DIFFIDATI nessuno
ha mai sofferto l’as- cose sempre più importanti. INDISP. Hendry, Ghiglione, Chiriches
senza del suo centravanti in Non vedo eccessiva euforia PANCHINA 30 Sirigu, 12 Marfella, 5 Juan
questo periodo. Spiega Luciano che oggi. Fosse venuto con noi in nemmeno da parte dei tifosi. Jesus, 6 Mario Rui, 13 Rrahmani, 59 Zanoli,
Spalletti al centro sportivo, dopo trasferta non avrebbe potuto al- Tutti sanno che questo è un gio- 31 Zedadka, 4 Demme, 99 Anguissa,
11 Lozano, 23 Zerbin, 70 Gaetano,
Strana aver parlato anche col ragazzo: lenarsi con questa intensità. Co- Imbattuto co che bisogna continuare con 91 Ndombele, 18 Simeone. ALL Spalletti
coppia «Le valutazioni complessive si sì magari mercoledì ce lo ritro- Luciano Spalletti lucidità perché il campionato è BALLOTTAGGI Olivera-Mario Rui 60-
Giacomo fanno dopo gli esami clinici e viamo più pronto per l’Ajax». 63 anni, è alla molto lungo. C’è un ambiente 40%, Lobotka-Ndombele 60-40%,
Raspadori, 22 sulla condizione, perché non si sua seconda più maturo. In squadra ho l’en- Raspadori-Simeone 55-45%
SQUALIFICATI e DIFFIDATI nessuno
anni e Giovanni vuol rischiare niente. Noi vo- L’elogio dell’amico Luciano stagione con tusiasmo di bambini che si di- INDISPONIBILI Osimhen
Simeone, 27: gliamo Victor nelle condizioni poi parla del suo collega-avver- il Napoli: vertono. E questo vorrei non si
entrambi sono di fare il calciatore del livello che sario in termini entusiastici: nell’attuale disperdesse».
alla prima è. Mettendo insieme tutto abbia- «So cosa dà una squadra a Pec- è imbattuto © RIPRODUZIONE RISERVATA

stagione mo deciso di non portarlo a Cre- chia, conosco bene Alvini che li fra campionato
con il Napoli
GETTY
mona. Questo ha fatto sì che ieri
si sia allenato forte e lo farà an-
allena adesso. Quando allenava
in campo dilettantistico, la tri-
e Champions
LAPRESSE
s TEMPO DI LETTURA 1’40”

1 12 19
OFFERTE PRESTAZIONI TEMPORANEE 1.7 AZIENDE AUTOVEICOLI
DI COLLABORAZIONE CESSIONI E RILIEVI
COMMERCIALISTA pensionato
disponibile per amministrazione Il Corriere della Sera e La Gazzetta
IMPIEGATI 1.1 aziende medio/piccole in Milano dello Sport con le edizioni stampa e
e hinterland: S ARDEGNA vendesi agrituri-
AUTOVETTURE 19.2
digital offrono quotidianamente agli
CUSTODE cerca lavoro indeter- consul.amm.milano@gmail.com smo avviatissimo per raggiunto COMPRIAMO AUTOMOBILI inserzionisti un’audience di oltre 6,5
minato a Milano/provincia. Sri- limite d'età. Rendita 7% anno cer- qualsiasi cilindrata, massime va- milioni di lettori.
lankése 48 anni referenziato: INFORMATICO esperienza pro- tificati. lutazioni. Passaggio di proprietà,
info@lipireddi.it La nostra Agenzia di Milano è a dispo-
329.74.68.929 fessionale: assemblaggi pc fissi, pagamento immediato. Autogiol-
sizione per proporvi offerte dedicate a
formattazioni, installazioni sof- li - Milano 02.89.50.41.33 -
soddisfare le vostre esigenze e rendere
tware/sistema operativi: 327.33.81.299

18
333.57.25.477 VENDITE efficace la vostra comunicazione.
QUADRO - AMMINISTRATORE
della proprietà, property e fa- ACQUISTI E SCAMBI

23
TARIFFE PER PAROLA IVA ESCLUSA
AFFITTI

RUBRICA 7.2
cility manager, venticinquen-
nale esperienza, offresi in Mi-
lano. No perditempo. Tel.
2 RICERCHE
DI COLLABORATORI GIOIELLI, ORO, ARGENTO
18.2
MATRIMONIALI Rubriche in abbinata: Cor-
riere della Sera - Gazzetta
347.555.44.27 dello Sport:
Desideri affittare la tua casa in MATRIMONIALI 23.1
IMPIEGATI 2.1 n. 0 Eventi Temporary Shop: € 4,00;
autunno/inverno? GIOIELLERIA PUNTO D'ORO:
Contattaci per pubblicare il tuo n. 1 Offerte di collaborazione: €
STUDIO commercialisti. Milano. acquistiamo pagamento im-
annuncio sulla ns rubrica: DIVORZIATA milanese 64enne 2,08; n. 2 Ricerche di collaboratori: €
RAGIONIERE contabile/ammini- ricerca collaboratore o dipen- mediato, supervalutazione.
IMMOBILI TURISTICI - AFFITTI sportiva, raffinata, conoscerebbe 7,92; n. 3 Dirigenti: € 7,92; n. 4 Avvisi
strativo, pluriennale esperienza dente (tempo indeterminato) per Oro - Gioielli antichi, moderni
Tel. 02.6282.7404 - 02.6282.7414 gentiluomo vedovo/divorziato, legali: € 5,00; n. 5 Immobili residen-
co.ge, fatturazione, Iva, bilanci, gestione autonoma pacchetto - Diamanti - Rolex - Orologi
agenzia.solferino@cairorcsmedia.it 63/73enne laureato, sportivo. ziali compravendita: € 4,67; n. 6
banche, tesoreria, ottimo ingle- clienti. Mansioni: contabilità prestigiosi. 02.58.30.40.26 -
Scopo convivenza: Immobili residenziali affitto: € 4,67;
se. Milano nord/Saronno: semplificate/ordinarie, dichiara- Milano, Sabotino 14.
339.12.96.888. n. 7 Immobili turistici: € 4,67; n. 8
347.59.49.634. zioni fiscali/mod. 770, compila-
Immobili commerciali e industriali:
zione CU, stesura bilancio ante
RAGIONIERE senior Milano, plu- riclassificazione CEE, gestione €4,67; n. 9 Terreni: € 4,67; n. 10
riennale esperienza contabilità e pratiche CCIAA: Vacanze e turismo: € 2,92; n. 11
C'È POSTA PER TE!
bilanci, inglese, word excel, of- a.carseni@studiocarsenilepori.it Artigianato trasporti: € 3,25; n. 12
fresi per società e studi commer- Aziende cessioni e rilievi: € 4,67; n.
Avvenimenti - Ricorrenze

5
cialisti: 340.42.29.653. IMMOBILIARI RESIDENZIALI 13 Amici Animali: € 2,08; n. 14
Vuoi scrivere un messaggio di auguri ad
una persona cara che rimarrà impresso rbarisciani@yahoo.it COMPRAVENDITA Casa di cura e specialisti: € 7,92; n.
e che potrai conservare tra i tuoi ricordi? 15 Scuole corsi lezioni: € 4,17; n.
La rubrica 16 è quella che fa per te! OPERAI 1.4 16 Avvenimenti e Ricorrenze: € 2,08;
Contattaci per avere un preventivo. ACQUISTO 5.4 n. 17 Messaggi personali: € 4,58;
Tel. 02.6282.7404 - 02.6282.7414 AUTISTA esperto, patente B - C - n. 18 Vendite acquisti e scambi: €
agenzia.solferino@cairorcsmedia.it CQC, referenziato. Disponibile MANAGER Finanziario cerca ur- 3,33; n. 19 Autoveicoli: € 3,33; n.
h24. Italiano/inglese: gentemente a Milano apparta- 20 Informazioni e investigazioni: €
333.377.76.46 mento prestigioso: 4,67; n. 21 Palestre saune massaggi:
335.644.31.84 € 5,00; n. 22 Il Mondo dell’usato: €
COLLABORATORI FAMILIARI/ emanuele.barbera@grupposg.it 1,00; n. 23 Matrimoniali: € 5,00;
BABY SITTER/BADANTI 1.6 n. 24 Club e associazioni: € 5,42.

6
IL MONDO DEL PET IMMOBILI RESIDENZIALI
CERCO lavoro come portinaio AFFITTO RICHIESTE SPECIALI
condominiale / custode villa / do- Per tutte le rubriche tranne la 21e 24:
RUBRICA 13
mestico, ottima esperienza. Mila- Capolettera: +20%
Uno spazio di respiro nazionale sulla
rubrica: no 329.44.78.930 DIPENDENTI BANCHE Neretto riquadrato: +40%
AMICI ANIMALI E MULTINAZIONALI Colore evidenziato giallo: +75%
Contattaci per avere un preventivo! COPPIA italiana con esperienza S NECESSITANO urgentemen- In evidenza: +75%
Tel. 02.6282.7404 - 02.6282.7414 offresi quali custodi-giardino o te appartamenti in affitto a Mi- Prima fila: +100%
agenzia.solferino@cairorcsmedia.it assistenza anziani. cell: lano: 02.29.52.99.43 Tariffa a modulo: € 110 esclusa la
320.244.5046. rubrica 4
20 DO ME NI CA 9 OT TOB RE 2022 L A GA ZZET TA SPORTI VA

SERIE A

NONA GIORNATA 30
I gol prodotti nelle loro ultime
sei sfide da Udinese e Atalanta.
I nerazzurri contro i
bianconeri non perdono da 9
gare (7 vittorie e 2 pareggi)

SALTO
Così alla Dacia Arena, ore 15 BETO
AI RAGGI X
UDINESE 3-5-2 ATALANTA 4-2-3-1
13 ALL’UDINESE
UDOGIE 33
HATEBOER PARTITE
23 11

IN
EBOSSE LOOKMAN
6 9 15
MAKENGO BETO DE ROON 28 37
DEMIRAL

1 29 11 88 13 57
SILVESTRI BIJOL WALACE PASALIC EDERSON SPORTIELLO
MINUTI MEDIA
5
4 10 7 OKOLI GIOCATI MINUTI/GOL

ALTO
LOVRIC DEULOFEU KOOPMEINERS
18 9
PEREZ MURIEL
93 159,8’
37
PEREYRA SOPPY
2557’
ALLENATORE Sottil ALLENATORE Gasperini
GOL TOTALI
PANCHINA 20 Padelli, 99 Piana, 2 PANCHINA 31 Rossi, 47 Bertini, 3
Ebosele, 19 Ehizibue, 5 Arslan, 24 Maehle, 21 Zortea, 42 Scalvini, 22 16
Samardzic, 8 Jajalo, 30 Nestorovski, Ruggeri, 18 Malinovskyi, 10 Boga, 17
7 Success Hojlund. SQUALIFICATI nessuno
SQUALIFICATI nessuno DIFFIDATI Hateboer
DIFFIDATI Udogie, Becao INDISPONIBILI Musso (40 giorni), 2
INDISPONIBILI Becao Djimsiti (14), Zapata (7), Toloi (14),
(da valutare), Buta (4 mesi), Zappacosta (da valutare), Palomino GOL DA SUBENTRATO
Masina (6 mesi)
BALLOTTAGGI Makengo-Arslan 70-
(sospeso) BALLOTTAGGI Pasalic-
Scalvini 60-40%, Soppy-Scalvini 55- A Udine doppia sfida tra due squadre
30%, Lovric–Samardzic 60-40% 45%, Lookman-Hojlund 55-45%
che cercano un altro scatto e fra due
ARBITRO Doveri di Roma ASSISTENTI Tegoni-Moro
IV UOMO Rapuano VAR Di Paolo AVAR Di Martino attaccanti speciali. Perché mettono
firme d’autore anche dalla panchina
TV Dazn PREZZI stadio esaurito INTERNET www.gazzetta.it
GDS

L’INC ROC IO F RA LE R IVE LAZ IONI DE L C A M PIONA TO

UDINESE-ATALANTA DA SOGNO
I GOL IN PIÙ DI BETO E MURIEL
«Beto non è ancora al cento per Emilia col Sassuolo dove, entran- Muriel finora è stato scelto dal-
di Andrea Elefante
cento e va gestito con cautela e col do, ha cambiato la partita: dop- l’inizio solo tre volte su sette (a
e Francesco Velluzzi
bilancino». In estate l’abbiamo pietta e altra rimonta. Con l’Inter Monza era out per un fastidio al

S
visto camminare e poi corric- è partito titolare, ma non ha mes- ginocchio, con il Toro ha visto
chiare in ritiro, ora è ripartito. Il so il timbro sulla terza rimonta. Si tutta la gara dalla panchina) e le
13 agosto, dopo 67’, è stato gettato è rifatto lunedì sera a Verona, gol valutazioni per oggi saranno ov-
nellamischiaaSanSiroconilMi- del pari su assist di Deulofeu. Me- viamente tecniche e tattiche. Il
lan. Poi sempre ingresso dalla glio titolare o dalla panchina? colombiano gli offre soluzioni
panchina con la Salernitana e ti- Meglio non averlo contro. La per tutti tre i sistemi di gioco pos-
tolare alla terza a Monza, dove ha doppia cifra l’ha già prenotata. sibili: attaccante esterno a sini-
pecialità della casa: il gol in più. firmato il gol del pari. Ancora ti- Così come, forse, anche il futuro stra nel 4-2-3-1, in faccia a uno
Quello che magari mancava in tolare con la Fiorentina in casa e in una big. Il Milan lo segue. dei cardini del gioco bianconero
una gara complicata. Quello che gol decisivo. Quindi nuovamente (Becao), o chi per lui se il brasilia-
l’allenatore vede prima, girando- gestito con la Roma e a Reggio Luis in tre versioni Anche no non dovesse giocare; da punta
siversolapanchina.Perchésachi centrale con due esterni di un 3-
c’è seduto lì, alle sue spalle. E da 4-3; vicino ad un’altra punta con
quando ci sono le cinque sostitu- un trequartista alle spalle se il
zioni, i tecnici sanno di avere un tecnico riproporrà il 3-4-1-2. Ma
terzo in più di squadra a disposi- Costruiamo una mentalità vincente quella di Udine può essere una
zione, per cambiarla. E per cam-
biare la partita: tipo Udinese-
pensando sempre a cosa dobbiamo fare partita “da Muriel” in assoluto, a
prescindere dalla piega tattica
Atalanta di oggi, quarta (a 1 pun- E Samardzic farà una grande carriera che prenderà la partita: andare
to) contro prima e chi vince scat- ad attaccare gli spazi e la profon-
ta ancora più forte, aspettando le Andrea Sottil ALLENATORE DELL’UDINESE dità - e l’atteggimento coraggioso
altre. Non è detto - anzi - che oggi
Andrea Sottil e Gian Piero Gaspe-
rini per incrociare gli sguardi di
Beto e Muriel debbano voltarsi: ci
La sfida speciale
sono più che buone possibilità
che i due si diano un cinque a
metà campo all’inizio. Perché
stanno bene, sono funzionali al
tipo di gara che Udinese e Atalan-
Udogie-Soppy, sarà un abbraccio da fratellini
ta faranno prevedibilmente. Per- I due hanno un legame profondo nato l’amato cibo africano e con gli al- va il cambio di Molina a destra,
ché, soprattutto, sanno fare gol
comunque, non solo quando en- a Udine. E Brandon era con Destiny trifratelliMakengoeSuccess.Co-
me ai bei tempi di Udine.
GLI EX COMPAGNI non ha di questi problemi: fa il
suo percorso in Under 21, ma
trano a partita in corso. Però han- per il primo contatto con il Tottenham nella Dea ha già guadagnato un
no quella marcia in più. La sfida Udogie è indispensabi- minutaggio importante, con
cato per averlo. Mentre Destiny le per Sottil che dopo la svolta Gasp che sicuramente ne frene-
INVIATO A UDINE
Con il bilancino Alla vigilia di Udogie, stesso anno di nascita Tottenham (aveva saltato la pri- rà l’esuberanza caratteriale e lo
Udinese-Atalanta, Beto è già a anno separato i due dell’amichetto, è un esterno del ma) l’ha sempre schierato titola- disciplinerà anche di più tatti-

H
quota tre da subentrato, Muriel è fratellini. Che oggi si Tottenham che ha speso circa 20 re. Ha già segnato 2 gol (nello camente non pensando solo al-
ancora fermo a zero (assoluto), ritrovano, da avver- milioni, lasciandolo però in pre- scorso torneo furono 5, tutti nel la sua corsa. Finora i i minuti di
malostessoGaspierilohadefini- sari. Un campionato stito per questo torneo all’Udine- 2022), a Monza, quello decisivo, e impiego sono 322 in 5 appari-
to «in crescita». L’impatto di Be- insieme, quello se. Il primo viaggio a Londra per il primo contro la Roma. E’ inse- Udogie Soppy zioni. La prima di campionato
to in questa stagione invece è sta- scorso, con la maglia dell’Udi- vedere l’effetto che faceva, senza rito nell’Under 21 di Nicolato, ma Destiny Udogie, Brandon Soppy, l’aveva giocata in bianconero a
to da subito devastante. E non ab- nese, costruendo un’amicizia aver ancora messo la firma sul il rapporto è un po’ conflittuale 19 anni, arrivò a 20 anni: nel 2021 San Siro col Milan. Poi il decollo
biamo ancora visto tutto. Perché vera. Una stagione che li ha por- nuovo contratto con gli Spurs, anche se sembrava tutto risolto. A Udine nell’estate l’Udinese e l’atterraggio a Bergamo.
il portoghese è già a quota cinque tati al successo perché oggi Udogie lo ha fatto con Soppy. Og- sinistra è in concorrenza con 2021 dal Verona. lo acquistò fr.vell.
(nello scorso campionato, il pri- Brandon Soppy, francese, classe gi si ritrovano in campo, l’uno l’empolese Parisi, ma vorrebbe Già ceduto al dal Rennes. © RIPRODUZIONE RISERVATA

mo in bianconero, si fermò a 11), 2002, colonna dell’Under 21, è contro l’altro. Alla fine saranno già scattare nella Nazionale mag- Tottenham, Ad agosto
ma tre di questi li ha appunto
timbrati partendo dalla panchi-
un esterno dell’Atalanta, che ha
speso nove milioni a fine mer-
abbracci e scambio di maglia e
magari una cena insieme con
giore. Mancini è andato a vederlo
aMonza.Soppy,cheaUdineface-
è in prestito
fino a giugno
è arrivato
all’Atalanta s TEMPO DI LETTURA 1’35”

na. Perché, come ripete Sottil,


D O ME N ICA 9 OTTO BR E 2 02 2 LA GAZZE TTA S PORTIVA 21

IERI L’ULTIMO SALUTO A TOFFOLINI Ha messo in difficoltà Milan, Inter


 Duomo pieno, l’Udinese stretta attorno a Lorenzo Toffolini che ieri
è stato salutato e oggi verrà ricordato allo stadio. Fuori i tifosi con
e Roma: Sottil, uno bravo davvero
uno striscione, presenti tanti amici da Delneri a Calori a Bertotto Zico ALL’UDINESE DAL 1983 AL 1985

MURIEL L’I NTE R VISTA

ZICO
AI RAGGI X

ALL’ATALANTA
PARTITE

134

«Il segreto
dei friulani?
MINUTI MEDIA
GIOCATI MINUTI/GOL

L’amoredeltifo
101,6’
5995’

E basta l’1-0...»
GOL TOTALI A giugno ho
59 capito che
era l’anno
giusto. Ora
guai a porsi vuol dire che questa è più forte? subito. Evidentemente lui è bravo
25 di Alberto Cerruti Walace è
limiti e serve «Non si possono fare paragoni. davvero: non può essere un caso
GOL DA SUBENTRATO cresciuto
sempre

D
al Festival di Trento, Ci sono state anche l’Udinese di che l’Udinese abbia messo in dif- nel Gremio:
lo stesso dove è stato grande Amoroso e quella di Di Natale. ficoltà il Milan e poi abbia battuto
il ragazzo
ritmo protagonista con Fal- L’unica cosa in comune tra la mia l’Inter, la Fiorentina e vinto addi-
cao, al Giappone che squadra e questa è l’entusiasmo rittura 4-0 contro la Roma». prometteva
ormai è la sua terza dei tifosi. Noi giocavamo con lo molto già
patria, scoperta dopo stadio pieno e anche adesso i tifo- 3 Oggi può essere più difficile a 21 anni,
il Brasile e l’Italia. Zico a 69 anni si friulani, sempre meravigliosi, battere l’Atalanta che ha subito lo ricordo
non smette di insegnare calcio ai sono vicini alla squadra. All’ini- meno gol di tutti? a Rio 2016
ragazzi e agli allenatori. Amato zio di giugno sono stato a Udine e «L’Udinese ha già sorpreso tutti e
ovunque, a Rio de Janeiro, Kashi- mi ero reso conto che c’erano le può sorprendere ancora con
ma e ovviamente a Udine, dove condizioni ideali per una grande l’aiuto del pubblico di casa. In
anche oggi nello stadio in cui gio- stagione: i giocatori devono pen- fondo basta vincere 1-0, come
Brasiliano cò sarà esposto lo striscione “Zico sare soltanto a giocare con la testa avevamo fatto noi contro la Roma
Arthur Antunes club Orsaria”. libera e così danno il massimo». campione d’Italia, con un mio gol
Coimbra, per su passaggio di Causio».
tutti Zico, 69 3 Zico, lo sa che l’Udinese, se 3 Conosce i brasiliani dell’Udi-
anni, dal 2018 è battesse l’Atalanta, almeno per nese, Walace e Becao? 3 Quale può essere il traguardo
d.t. dei Kashima qualche ora potrebbe trovarsi «Ricordo Walace, un centro- dell’Udinese? Becao
Antlers, squadra da sola in testa alla classifica, vi- campista cresciuto nel Gremio «Io spero che rimanga sempre partì molto
giapponese con sto che il Napoli giocherà più che prometteva molto a ventuno così in alto. L’importante è non giovane,
cui giocò dal tardi? anni, nella nazionale olimpica in porsi limiti, continuando a gio-
1992 al 1994 e «Mi sembra un sogno, anche se campo nel 2016 a Rio. Poi è anda- care con lo stesso ritmo».
come tanti
che ha allenato l’Udinese sta facendo sul serio e to in Europa e ora sono contento che sono
della nuova Udinese potrebbe Samp e 10 con l’Atalanta (una tri- nel 1999-2000 merita di essere così in alto». che stia facendo bene. Becao, in- 3 Se arrivasse in Europa, torne- in Italia
concederne - è una delle sue oc- pletta e tre doppiette), digiunan- vece, è partito giovanissimo, co- rebbe a Udine per festeggiare? e non sono
cupazioni preferite. dosolounavoltasusei.Esolodue Giocatore 3 Ha visto qualche partita della me tanti altri brasiliani che sono «Magari! Io a Udine torno sem- conosciuti
stranieri ne hanno fatte di più Fu un simbolo sua vecchia squadra? in Italia e non sono conosciuti nel pre volentieri. Anche se non rie- in Brasile
Record assoluto Come se- contro una singola avversaria: 14 del Flamengo, «Purtroppo, né in Brasile, né qui nostro Paese». sco a vedere le partite, continuo a
gnare dalla panchina, appunto: Crespo, sempre contro l’Udinese, con cui giocò dal in Giappone trasmettono gare ricevere messaggi e foto da tutto il
al prossimo da subentrato, Mu- e 12 Higuaín, contro la Lazio. Per 1971 al 1983 e italiane. Ma so comunque tutto, 3 E poi c’è Beto, un portoghese Friuli e questo mi fa un immenso
riel diventerà il giocatore che in A l’Udinese una specie di sicario, poi ancora dal grazie ad Alessandro Scarbolo, il che sembra un brasiliano e ha piacere».
ha firmato più gol “in corsa” nel- tanto più che nel 2015 non se ne 1985 al 1989 presidente del club con il mio no- già segnato cinque gol, tutti su
l’era dei tre punti, primato che andò benissimo (eufemismo). (prima di volare me e al Barone, Franco Causio, azione. 3 Visto che non la potrà vedere
oggi condivide con Matri, a quota © RIPRODUZIONE RISERVATA in Giappone), che mi raccontano come gioca la «E’ vero, anche per il cognome e in diretta, come seguirà la parti-
25.Sempredal‘94-95adoggi,so- dopo essere squadra». per come si muove sembra un ta di oggi?
no invece 11 le reti con cui ha pu-
nito la sua ex squadra: uno con la s TEMPO DI LETTURA 3’16” venuto in Italia,
all’Udinese, nelle 3 Che idea si è fatto, quindi, del-
brasiliano. Ricordo qualche suo
gol dell’anno scorso, mi piace
«In Giappone siamo sette ore
avanti, per cui andrò a dormire
stagioni ‘83-84 l’Udinese? molto perché in area è fortissimo, senza sapere il risultato. Ma ap-
(19 gol in «L’idea di una squadra che non ma è tutta la squadra che è ben pena mi sveglierò lunedì mattina
campionato e 24 molla mai e infatti nell’ultima organizzata e non dipende sol- cercherò il risultato sul telefoni-
totali) e ‘84-85 partita contro il Verona era anda- tanto da un giocatore. E questo è no. E se l’Udinese avrà vinto, la
Trecento panchine con la Dea: storia ta in svantaggio, ma poi ha vinto un merito dell’allenatore». settimana incomincerà alla
meravigliosa, mi ha cambiato la vita dopo il 90’ nel recupero».
3 Eppure Sottil è al debutto in
grande. Per cui Alé Udin».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

L’Udinese è la nuova Atalanta? Ci sta 3 Sei vittorie di fila sono un re- Serie A...

Gian Piero Gasperini ALLENATORE DELL’ATALANTA


cord che nemmeno la sua Udi-
nese era riuscita a raggiungere:
«Non è la prima volta e non sarà
l’ultima che un allenatore fa bene s TEMPO DI LETTURA 3’11”
22 DO ME NI CA 9 OT TOB RE 2022 L A GA ZZET TA SPORTI VA

SERIE A

NONA GIORNATA

Roma serve la tes Decisivo Chris Smalling,


32 anni, difensore inglese
della Roma. Qui mentre segna
il gol della vittoria con la
Cremonese, alla 2a giornata di LE CLASSIFICHE
campionato GETTY IMAGES
Gol totali Gol di testa

di Andrea Pugliese
COSÌ IN ITALIA basta, insomma, per evitare di
sottovalutare un avversario co-

MOU NON VUOLE CALI


ROMA
ROMA
10 me il Lecce, che invece ha già di-

C
mostrato di aver trovato equili-
brio e pericolosità (5 punti nelle
4 40% ultime tre partite e il vanto di

PER RIPARTIRE SUBITO


UDINESE una delle due sole squadre ad
17
aver fermato il Napoli capolista,
tra l’altro fuori casa). Mourinho
6 35,29% su questo è stato categorico an-
i vorrà soprattutto la testa. Intesa che nelle ultime ore, a Trigoria.

UN FATTORE DECISIVO
come concentrazione, applica- VERONA Non vuole cali, non vuole atteg-
7
zione, gestione dei momenti e giamenti sbagliati. Soprattutto
scelta degli atteggiamenti giusti. dopo una sconfitta come quella
Ci vorrà testa perché poi queste 2 28,57% di giovedì e prima di un’altra

SONO LE PALLE ALTE


partite fanno la differenza e la EMPOLI partita, quella di Siviglia, che
Roma ha un bisogno assoluto di 7 comunque potrebbe rilanciare
battere stasera il Lecce e cancel- le ambizioni giallorosse in Euro-
lare subito la sconfitta di giovedì pa (almeno per la qualificazione
sera contro il Betis Siviglia. E 2 28,57% alla seconda fase della Europa
magari la partita Mourinho la NAPOLI League).

Il 40% dei gol giallorossi (primi in Italia


potrebbe anche vincere ancora 18
una volta con la testa, stavolta Mou e le neopromosse Tra
e terzi in Europa) sono stati segnati
inteso però come gesto tecnico, l’altro, Mourinho contro le neo-
come colpo di testa, uno dei fon- 5 27,78% promosse da quando è in Italia

con dei colpi di testa. E contro il Lecce


damentali su cui la squadra gial- ha uno score personale che met-
lorossa è più forte e pericolosa in COSÌ IN EUROPA te invidia: 15 vittorie, 4 pareggi e

servirà un rendimento più costante


questo inizio di stagione. Finora, MAIORCA una sola sconfitta, subita nella
infatti, in questo modo in cam- 6 scorsa stagione contro il Venezia
pionato sono arrivati i due gol di (3-2 allo stadio Penzo). In questa
Smalling (contro Cremonese e prima fase del torneo l’allenato-
Inter, entrambi decisivi per le mento del torneo. In termini e alla pari con i corsi dell’Ajaccio i due giganti di centrocampo 4 66,67% re portoghese, nel frattempo, si
vittorie romaniste), quello del percentuali, infatti, in questa e davanti agli inglesi del Fulham Cristante e Matic e il centravanti MONACO è già portato avanti con il lavoro,
3-0 di Ibañez al Monza (a tutti Serie A nessuno ha segnato così (38,46%) ed ai tedeschi dell’Her- inglese Abraham. 17 sconfiggendo sia la Cremonese
gli effetti ininfluente sul risulta- tanto di testa come la squadra di tha Berlino (37,50%, poi trovia- sia il Monza. Stasera punta a fare
to finale) e quello di Abraham in José Mourinho, che ha messo a mo il Tottenham di Antonio Concentrazione al top Ma 7 41,18% lo stesso pure con il Lecce, an-
casa della Juventus (anche que- segno con questa fattispecie il Conte con il 36,84%, l’Udinese stasera ci vorrà anche la testa in- che per sistemare un po’ le cose
sto decisivo, per l’1-1 finale). 40% dei suoi gol: 4 sui 10 realiz- appunto e il Friburgo con il tesa come concentrazione, ap- ROMA e mettere a posto i numeri. Da
10
zati. Alle spalle dei giallorossi 33,33%). È evidente come que- punto. Visto che vincere vorreb- inizio stagione la Roma ha infat-
Numeri vincenti Insomma, troviamo la sorprendente Udi- sto fondamentale sia stretta- be dire restare in scia al gruppo- ti già perso 4 partite su 11, più di
i gol di testa finora sono valsi ai nese (seconda con il 35,29%), mente collegato anche a quello ne che lotta per la Champions 4 40% un terzo del totale. Tante, trop-
giallorossi già ben 5 punti in più, poi Empoli e Verona con il delle palle inattive, altra specia- League, se non addirittura en- AJACCIO pe. Ecco, ci vuole testa anche per
a conti fatti un bel bottino, con- 28,57% e il Napoli con il 27,78%. lità della casa in casa giallorossa. trarci dentro a quel gruppo, se si 5 questo, per tornare a galleggiare
siderando che siamo appena al- Un dato questo dei gol di testa Su punizioni e angoli, infatti, la dovessero concretizzare una sulla giusta linea d’equilibrio.
la quinta giornata di campiona- che porta i giallorossi anche sul Roma diventa pericolosa, im- concomitanza di risultati (e cioè © RIPRODUZIONE RISERVATA
to. Del resto, la Roma da questo podio europeo, alle spalle degli piegando nella fase offensiva un l’Udinese che non fa punti in ca- 2 40%
punto di vista non ha rivali in
Italia, almeno fino a questo mo-
spagnoli del Maiorca (66,67%) e
dei francesi del Monaco (41,18%)
po’ tutte le sue torri: i tre difen-
sori Smalling, Mancini e Ibañez,
sa con l’Atalanta e la Lazio che
non vince a Firenze). Quanto 13
FULHAM
s TEMPO DI LETTURA 3’24’’

QUI TRIG ORIA 5 38,46%


Gli autori
Pellegrini-Dybala  (pug) Tanti dubbi per Mou,
ad iniziare dalle condizioni di
e potrebbe anche entrare in
corsa, giocando poi dal via
che possa trovare spazio Viña
a sinistra, magari per dare un
I quattro gol di testa
di Smalling (2),
sono da valutare Pellegrini e Dybala. Il primo si è
allenato solo ieri con i
giovedì a Siviglia. Ballottaggio
davanti anche tra Abraham e
turno di riposo a Spinazzola.
Ibanez ed Abraham
Ballottaggio compagni dopo aver saltato il
Betis per un problema al
Belotti, con il centravanti
inglese che però resta favorito
hanno portato
Abraham-Belotti flessore, il secondo è affaticato sull’azzurro. Possibile anche finora ben 5 punti
D O ME N ICA 9 OTTO BR E 2 02 2 LA GAZZE TTA S PORTIVA 23

UNA SERIE GIALLOROSSA CON IL LECCE Zalewski può agire un po’ ovunque,
 La Roma ha vinto otto delle ultime nove gare di Serie A contro
il Lecce (segnando una media di 2,4 gol a partita), l’unica eccezione
si è trasformato in un gran bel giocatore
è un 4-2 dei pugliesi il 7 aprile 2012. José Mourinho Allenatore Roma

ROMA (3-4-2-1)
n LECCE (4-3-3)
L’italopolacco LA CLASSIFICA
n
OGGI ore 20.45 STADIO Olimpico
ARBITRO Prontera ASSISTENTI
Alassio-Mokhtar IV UOMO Minelli VAR Zalewski, salto triplo SQUADRE

NAPOLI
PT

20
G
8
PARTITE
V
6
N
2
P
0
RETI
F
18
S
6

Ora è fondamentale
Banti AVAR Abbatista PREZZI 24-240
euro TV Dazn, Sky (con opzione Dazn) ATALANTA 20 8 6 2 0 12 3
MILAN 20 9 6 2 1 18 9
1 UDINESE 19 8 6 1 1 17 8

come terzino destro


RUI PATRICIO LAZIO 17 8 5 2 1 17 5
23 6 3 ROMA 16 8 5 1 2 10 8
MANCINI SMALLING IBANEZ INTER 15 9 5 0 4 16 14
59 4 8 37 JUVENTUS 13 9 3 4 2 12 7
ZALEWSKI CRISTANTE MATIC SPINAZZOLA SASSUOLO 12 9 3 3 3 11 10
Finora aveva giocato TORINO 10 8 3 1 4 7 10
ASSENTI
21 22
DYBALA 9
ABRAHAM
ZANIOLO a sinistra come FIORENTINA
SPEZIA
9
8
8
8
2
2
3
2
3
4
7
7
7
15
esterno e trequartista LECCE 7 8 1 4 3 7 9
22
BANDA
77
CEESAY
27
STREFEZZA Le assenze di Celik e SALERNITANA
EMPOLI
7
7
8
8
1
1
4
4
3
3
10
7
13
10
14 42 29 Karsdorp gli regalano MONZA 7 8 2 1 5 7 14
HELGASON HJULMAND BLIN una nuova vita BOLOGNA 7 9 1 4 4 8 14
97 6 93 17 VERONA 5 8 1 2 5 7 15
PEZZELLA BASCHIROTTO UMTITI GENDREY CREMONESE 3 8 0 3 5 6 15
ROMA SAMPDORIA 3 9 0 3 6 5 17
30

sta
FALCONE ieci partite, tutte d’un Zeki Celik CHAMPIONS E. LEAGUE CONFERENCE LEAGUE RETROCESSIONE

D
PANCHINA 99 Svilar, 66 Boer, 24 fiato. Da qui al 13 no- Il terzino turco
Kumbulla, 17 Viña, 7 Pellegrini, 65 Tripi, vembre, che poi è il si è infortunato
52 Bove, 20 Camara, 92 El Shaarawy,
14 Shomurodov, 11 Belotti
ALLENATORE Mourinho
giorno di Roma-Tori-
no, ultima fatica pri-
al legamento
collaterale
IL PROGRAMMA
BALLOTTAGGI Dybala-Pellegrini 60- ma della lunga sosta per il Mon- mediale giovedì IERI
40%, Abraham-Belotti 60-40%, diale. Dieci piccole sfide perso- in Europa SASSUOLO-INTER 1-2
Spinazzola-Viña 70-30%% nali, per tornare ad essere decisi- League col Betis MILAN-JUVENTUS 2-0
SQUALIFICATI nessuno BOLOGNA-SAMPDORIA 1-1
DIFFIDATI nessuno INDISPONIBILI
vo come nella scorsa stagione e OGGI
Wijnaldum, Karsdorp, Darboe, Celik mettereun’ipotecadefinitivasul- TORINO-EMPOLI ore 12.30
la convocazione proprio per la MONZA-SPEZIA ore 15
PANCHINA 1 Bleve, 21 Brancolini, rassegna iridata che si giocherà SALERNITANA-VERONA ore 15
3 Dermaku, 5 Pongracic, 4 Cetin, 13 Tuia, UDINESE-ATALANTA ore 15
25 Gallo, 16 Gonzalez, 7 Askildsen,
dal 20 novembre in Qatar. Per Ni-
cola Zalewski inizia una nuova CREMONESE-NAPOLI ore 18
11 Di Francesco, 19 Listkowski, 9 Colombo,
ROMA-LECCE ore 20.45
31 Persson, 99 Rodriguez, 28 Oudin vita, magari anche solo per un DOMANI
ALLENATORE Baroni po’: terzino destro, come succes-
BALLOTTAGGI Pezzella-Gallo 55-45%, FIORENTINA-LAZIO ore 20.45
Blin-Gonzalez 55-45%, Helgason-Askildsen
so già giovedì sera con il Betis Si- Rick
viglia, quando dopo l’infortunio Karsdorp
10a GIORNATA
55-45%
SQUALIFICATI nessuno DIFFIDATI a Celik è stato spostato dall’altra Talento Nicola Zalewski, 20 anni, Il terzino
nessuno INDISPONIBILI Bistrovic parte. Una situazione tattica su è cresciuto nella Roma LAPRESSE olandese
cui Mourinho lavorava da un po’ si è fermato SABATO 15 OTTOBRE
(era stata provata, ad esempio, bassolivello.Pernoièungiocato- dopo la gara di EMPOLI-MONZA ore 15
I S ALENTINI TORINO-JUVENTUS ore 18
anche la scorsa settimana prima re importante, a prescindere che Europa League
ATALANTA-SASSUOLO ore 20.45
della sfida con l’Inter), ma che stia in campo o in panchina». del 15 settembre DOMENICA 16 OTTOBRE
ora diventa inevitabilmente una Adesso il problema non c’è più,
Lecce, Baroni può lanciare Umtiti necessità. staràincampo,anchesepoibiso-
INTER-SALERNITANA
LAZIO-UDINESE
ore 12.30
ore 15

«Dimostreremo coraggio con umiltà» Versatile Con Celik e Karsdorp


gnerà vedere se riuscirà a giocare
bendiecipartitein35giorni.Cer-
SPEZIA CREMONESE
NAPOLI-BOLOGNA
VERONA-MILAN
ore 15
ore 18
ore 20.45
entrambi ai box per infortunio, to,isuoi20annidepongonoasuo
LUNEDÌ 17 OTTOBRE
 LECCE Il Lecce, da squadra presentarci con un Mou non ha altre soluzioni se favore, ma se ogni tanto Mou vor- SAMPDORIA-ROMA ore 18.30
più giovane della Serie A, si atteggiamento rinunciatario. non spostare lì proprio il giovane rà farlo riposare o girerà lì Spi- LECCE-FIORENTINA ore 20.45
presenta dinanzi alla Roma di Bensì dobbiamo entrare in esterno polacco. Uno che nasce nazzola (mettendo dentro Viña a
Josè Mourinho. Il gruppo di campo con la grande voglia di trequartista di sinistra e che poi sinistra) o ci adatterà El Shaa-
Marco Baroni cerca il quarto
risultato utile di fila, ma è
misurarci contro dei
campioni». Tra i salentini è
dallo scorso anno ha imparato a
giocare anche esterno a tutta fa-
rawy, un altro però che ama gio-
care dall’altra parte, a sinistra.
MARCATORI
consapevole delle difficoltà scoccato il momento scia, all’occorrenza anche terzi- 6 RETI Arnautovic (Bologna, 2)
dell’impegno. «Sarà una dell’esordio in A per il no. Sempre a sinistra, però, che Verso il Qatar In queste dieci 5 RETI Vlahovic (Juventus, 1),
partita complicata e difensore centrale campione poi è la fascia dove è cresciuto, partite, però, Zalewski si gioca Immobile (Lazio, 1), Kvaratskhelia
(Napoli), Beto (Udinese)
Mourinho è uno che vuol La guida del Mondo Umtiti. Mentre perché quando giocava trequar- tanto. C’è infatti da strappare la 4 RETI Koopmeiners (Atalanta, 2),
vincere anche quando gioca a Marco Baroni, torna titolare l’attaccante tista (nelle giovanili) da lì rientra- convocazione per il Mondiale, Giroud (1), Leao (Milan),
tombola – ha dichiarato il 59 anni, Ceesay. Sarà una serata di va con il piede destro. Adesso si anche se gli spifferi che arrivano Dybala (Roma)
tecnico del Lecce -. Dobbiamo ha vinto l’ultimo grandi emozioni per il tratta di adattarsi dall’altra parte, dalla Polonia ci dicono che il c.t. 3 RETI Dzeko, Martinez (Inter), Milik
essere pronti ad attaccare la campionato portiere Falcone, romano e un fattore che lo aiuterà anche Czesław Michniewicz creda cie- (Juventus), Milinkovic (Lazio),
palla e provare a metterli in di Serie B romanista dalla nascita. La nella maturazione e lo complete- camente nelle sue qualità. Meglio Strefezza (Lecce, 1), Rebic (Milan),
Dia (Salernitana), Frattesi
difficoltà. Ci sono dei punti in con il Lecce sua ultima volta all’Olimpico rà come bagaglio tecnico-tattico. però essere sicuri e metterci un (Sassuolo), Nzola (Spezia, 1), Vlasic
palio e dobbiamo proporci con EVANGELISTA contro la Roma, lo scorso 22 «Zalewski può giocare un po’ timbro. Di qualità, ovviamente. (Torino)
umiltà, dimostrando coraggio, dicembre, terminò con un ovunque, si è trasformato in un pug
determinazione e tanta pareggio (1-1) vestendo la bel giocatore – ha detto Mou- © RIPRODUZIONE RISERVATA

voglia. Troveremo una Roma maglia della Sampdoria. rinho mercoledì' scorso –. Nicola
accesa. Bisogna evitare di Pasquale Marzotta gioca anche in Nazionale e la Po-
lonia non è certo una selezione di s TEMPO DI LETTURA 1’55’’
24 DO ME NI CA 9 OT TOB RE 2022 L A GA ZZET TA SPORTI VA

SERIE A
#


 Palladino potrebbe essere il

NONA GIORNATA primo tecnico a vincere le sue


prime tre gare da esordiente in
A guidando una neopromossa
nell’era dei tre punti

Monza cerca il tris


12 maschili e 3 femminili sugli 8 Il capitano dei brianzoli
campi. Questo è il primo anno Matteo Pessina, 25 anni, è arrivato MONZA (3-4-2-1)
in cui ciò accade, mentre prima l’estate scorsa dall’Atalanta LAPRESSE n SPEZIA (3-5-2)
qualche formazione era costret- n
Berlusconi spinge ta a emigrare in zona. Il centro
comprende anche tre palestre e
16 spogliatoi.
OGGI ore 15 STADIO U-Power Stadium
ARBITRO Perenzoni ASSISTENTI
Meli-Peretti IV Volpi VAR Irrati

«Bene, avanti così»


AVAR S. Longo PREZZI 20-100 euro
TV Dazn
Il regalo Un lavoro enorme
fatto in tempi brevissimi. Un po’ 16
DI GREGORIO
come si è fatto allo U-Power Sta-
55 3 5
dium. «Sono soddisfatto della
di Matteo Brega IZZO PABLO MARI’ CALDIROLA
squadra. Adesso vedrete andan- 84 6 12 30
INVIATO A MONZA
do avanti» ha commentato da- CIURRIA ROVELLA SENSI CARLOS
na sfida che torna do- vanti ai giornalisti Berlusconi. Il 32 17
AUGUSTO

I NUMERI
U
po 11 anni e che passa quale poi insieme con Galliani PESSINA 47 CAPRARI
direttamente dalla C ha fatto il giro del centro sporti- MOTA CARVALHO
alla A vale già un pez- vo a bordo di una golf car. E 18 11
zetto di stagione. quando ha raggiunto il campo NZOLA GYASI
Monza e Spezia oggi pomeriggio sul quale Palladino e la squadra ELLERTSSON AGUDELO
si sfidano allo U-Power Stadium stavano terminando l’allena- 20 28 6 33 2
arrivando da un periodo decisa- mento, Berlusconi - che si è fer- BASTONI BOURABIA HOLM
PUNTI mente differente. Le ultime 3 mato con alcuni ragazzi dell’Un-
7
43 14 4
uscite dicono che i brianzoli der 15 - ha ricevuto in omaggio NIKOLAOU KIWIOR AMPADU
GOL stanno bene (7 punti, due vitto- una maglia del Monza dall’alle- 69
FATTI SUBITI rie di fila con il nuovo allenatore natore e dal capitano Matteo DRAGOWSKI
Raffaele Palladino) e che i liguri Pessina. «La indosserò quando PANCHINA 89 Cragno, 91 Sorrentino, 2
hanno meno certezze rispetto mi passerà il mal di schiena - ha Donati, 44 Carboni, 4 Marlon, 19 Birindelli,
7 14 all’avvio (3 punti, due sconfitte scherzato guardandola con il 7 Machin, 8 Barberis, 10 Valoti, 22
Ranocchia, 28 Colpani, 38 Bondo, 77
nello stesso lasso di tempo). Nuovo centro sportivo Paolo numero 1 stampato sulla schie- D’Alessandro, 9 Gytkjaer, 80 S. Vignato
e Silvio Berlusconi con Galliani na -. E a lei, mister, dico: avanti ALLENATORE Palladino
TIRI Qui Monza In casa Monza si così». In casa Spezia si vuole BALLOTTAGGI Mota Carvalho–Gytkjaer
IN PORTA FUORI 55-45% SQUALIFICATI nessuno
respirano entusiasmo e legge- società è passata nelle mani di cancellare lo 0-4 contro la Lazio: DIFFIDATI nessuno
rezza che non significano super- Berlusconi e dell’a.d. Adriano «Abbiamo lavorato con conti- INDISPONIBILI. Petagna (3 giorni),
25 38 ficialità e disinteresse. Tutt’altro.
La visita di ieri di Silvio Berlu-
Galliani. Monzello ora è stato in-
titolato a Luigi Berlusconi, il pa-
nuità e ci prepariamo per una
partita tosta» ha detto Luca
Marrone (5) ALTRI Siatounis, Antov,
Ferrarini, Lamanna, Molina, Paletta,
Scozzarella, Maric, Rigoni
POSSESSO sconi a Monzello ha avuto mol- dre di Silvio che ieri ha tagliato il Gotti, tecnico dei liguri.
PALLA MEDIO teplici significati. Innanzitutto nastro. Un centro sportivo dislo- © RIPRODUZIONE RISERVATA PANCHINA 1 Zoet, 40 Zovko, 21 Ferrer,
ha tagliato il nastro al centro cato su 87.300 metri quadrati in 27 Amian, 29 Caldara, 8 Ekdal, 16 Beck,

54,53%
sportivo ristrutturato e cambia-
to radicalmente da quando la
cui adesso si allenano tutte le
squadre comprese le giovanili: s TEMPO DI LETTURA 2’01”
24 Kovalenko, 31 Sher, 9 Nguiamba, 10
Verde, 30 Maldini, 44 Strelec, 89 Sanca
ALLENATORE Gotti

COLPI
BALLOTTAGGI Ampadu-Caldara 55-
45%, Ellertsson-Ekdal 55-45%
SQUALIFICATI nessuno DIFFIDATI
nessuno INDISPONIBILI Reca (14
giorni), Sala e Hristov (7) ALTRI Dido

PUNTI
8
GOL
FATTI SUBITI

DI CODA
7 15

I NUMERI
TIRI
IN PORTA FUORI

15 29
PUNTI
POSSESSO
PALLA MEDIO 7
GOL
43,54% FATTI SUBITI

Brividi a Salerno
Qui Salernitana Nicola inve-
SALERNITANA (3-5-2) ce in classifica sta meglio di
n VERONA (3-4-2-1) Cioffi, ma la brusca frenata del- 10 13
n le due ultime giornate ha ali-
OGGI ore 15 STADIO Arechi
ARBITRO Ghersini
ASSISTENTI Sechi-Massara IV Cosso
VAR Nasca AVAR Maggioni
Fra Nicola e Cioffi mentato non pochi malumori e
quasi cancellato il positivo av-
vio di campionato. A inizio set- IN PORTA
TIRI
FUORI

chi perde rischia


PREZZI 25-94 euro TV Dazn timana, dopo la batosta col Sas-
33
suolo, c’è voluto un lungo e to-
sto incontro tra il presidente
32 38
SEPE
Iervolino, il d.s. De Sanctis e il POSSESSO
23 5 66 tecnico dove si stemperata un PALLA MEDIO
GYOMBER DANILIUC LOVATO po’ di tensione e si è confermata
COULIBALY MAGGIORE di Bianchi-Guerriero
la fiducia, ma ora la Salernitana 50,83%
87 18 20 25 30
CANDREVA KASTANOS MAZZOCCHI
e non siamo al mors deve dare un segnale importan-

S
99 9
tua vita mea, poco ci te: la vittoria eviterebbe la crisi.
PIATEK BONAZZOLI manca. In una sfida «Da trent’anni mi metto in di-
sola, due panchine scussione, da dodici faccio l’al-
9
7 HENRY 10 bollenti. Salernitana- lenatore, conosco questo mon-
VERDI HRUSTIC Verona pericoloso crocevia per do – ha detto alla vigilia Nicola
3 4 61 8 Gabriele Cioffi e Davide Nicola. -. Sento la fiducia, sono sicuro
PUNTI
DOIG VELOSO TAMEZE LAZOVIC Chi fallisce, rischia seriamente che si può ancora migliorare;
17 21 6 di perdere la panchina. non dobbiamo drammatizzare 5
CECCHERINI GUNTER HIEN ma essere autocritici quando GOL
1 Qui Verona Dopo tre sconfitte serve». I segnali negativi emersi FATTI SUBITI
MONTIPÒ di fila (in tutto 5 su 8) e una classi- dopo le ultime gare, soprattutto
PANCHINA 1 Fiorillo, 71 De Matteis, 2 Bronn, 3 Futuro fica che piange, Cioffi è consape- gli 11 gol subiti in quattro gare,
Bradaric, 17 Fazio, 25 Motoc, 98 Pirola, 6 7 15
in bilico vole di giocarsi un po’ del suo fu- non sono passati inosservati.
Sambia, 16 Radovanovic, 10 Vilhena, 28 Capezzi,
39 Iervolino, 14 Valencia, 29 Dia, 11 Botheim
Davide turo.L’Hellasnonhaancorailgio- Per restituire brillantezza alla
ALL. Nicola BALL. Gyomber-Bronn 60-40%, Nicola, 49, co e il carattere definito del passa- squadra, Nicola ha annunciato
Kastanos-Vilhena 60-40%, Bonazzoli-Dia 60-40% da febbraio to. Ha perso parecchi big, sono In difficoltà Gabriele Cioffi, 47, cambi e qualche accorgimento TIRI
SQUAL. nessuno DIFF. nessuno INDISP. IN PORTA FUORI
alla arrivati tanti nuovi, Cioffi sta an- prima stagione al Verona LAPRESSE tattico. Le possibili novità po-
Ribery (da valutare) ALTRI Bohinen, Micai
Salernitana cora lavorando per trovare l'asset- trebbero essere Gyomber in di-
PANCHINA 34 Perilli, 22 Berardi, 27
Dawidowicz, 32 Cabal, 5 Faraoni, 24
LAPRESSE to giusto, ma il tempo ora stringe.
Lui però è ottimista: «La squadra
quando ho preso il Verona, Ogni
gara e allenamento sono determi-
fesa, Kastanos a centrocampo e
Bonazzoli in avanti, così la Sa-
24 39
Terracciano, 29 Depaoli, 18 Hongla, 72 è viva. Io ho lavorato più sul- nanti per me. Il confronto con la lernitana proverà a cambiare POSSESSO
Cortinovis, 77 Sulemana, 11 Lasagna, 30 Kallon,
19 Djuric, 20 Piccoli ALL. Cioffi BALL.
l’aspetto mentale, ovvero la legge- società? C’è stato come c’è dal- marcia. E a salvare Nicola. PALLA MEDIO
Ceccherini-Dawidowicz 70-30%, Hrustic-Kallon rezza con cui devono vivere la l’inizio». Se dovesse andar male, © RIPRODUZIONE RISERVATA

70-30% SQUAL. nessuno DIFF. Henry partita. Non credo abbiano biso- gira la voce di Paulo Sousa (in tri- 44,13%
INDISP. Coppola e Ilic (da valutare) ALTRI
Chiesa, Magnani, Praszelik
gno di ulteriori pesi sulle spalle».
Sulla sua posizione, ha detto: «Da
buna con l’ Udinese) come sosti-
tuto e in alternativa Ballardini. s TEMPO DI LETTURA 1’48”
D O ME N ICA 9 OTTO BR E 2 02 2 LA GAZZE TTA S PORTIVA 25

SERIE A
#

FIORENTINA (4-3-3)
n LAZIO (4-3-3)
n
DOMANI ore 20.45 STADIO Franchi
ARBITRO Maresca ASSISTENTI
Bindoni-Zingarelli IV UOMO Pezzuto
VAR Aurelianno AVAR Galetto
PREZZI 20-200 euro TV Dazn, Sky

1
TERRACCIANO
23 4 28 3
VENUTI MILENKOVIC QUARTA BIRAGHI
5 34 38
BONAVENTURA AMRABAT MANDRAGORA

99 7 11
I NUMERI KOUAME JOVIC IKONE

Caccia al poker 7
20 17 7
ZACCAGNI IMMOBILE F.ANDERSON
5 32 21
VECINO CATALDI MILINKOVIC

Successi 77 13 4 29
MARUSIC ROMAGNOLI PATRIC LAZZARI
laziali
Nelle ultime 94
dieci sfide di A PROVEDEL
i biancocelesti PANCHINA 95 Gollini, 31 Cerofolini, 2
hanno perso Dodo, 16 Ranieri, 98 Igor, 15 Terzic, 42

La Lazio ha una doppia missione


Bianco, 32 Duncan, 72 Barak, 27
solo una volta Zurkowski,14 Maleh, 9 Cabral, 8 Saponara,
(2-0, 8 maggio 22 Gonzalez ALL. Italiano BALL. Quarta-
2021) contro Igor 55%-45%; Mandragora-Duncan 55%-
i viola in un 45%; Ikone-Gonzalez 70%-30% SQUAL.
nessuno DIFF. Amrabat INDISP.

Quarta vittoria senza subire gol


bilancio Castrovilli (rientro 2023), Sottil (da valut.)
completato
da 7 vittorie PANCHINA 1 Maximiano,
e 2 pareggi 31 Adamonis, 23 Hysaj, 16 Kamenovic,

9
15 Casale, 4 Gila, 26 Radu, 6 Marcos
Antonio, 88 Basic, 10 Luis Alberto, 9 Pedro,
18 Romero, 11 Cancellieri ALL. Sarri

Domani a Firenze dopo tre successi di fila con la porta inviolata BALL. Romagnoli- Casale 70-30 %; Vecino-
Luis Alberto 60-40%; F. Anderson-Pedro70-

Da quando c’è Sarri la squadra biancoceleste mai così continua


30%. SQUAL. nessuno DIFF. nessuno
Clean sheet
INDISP. Bertini (20 giorni)
viola
Nel 2022
giornata, la formazione di Sarri se la sua squadra alla qualifica- la Fiorentina
di Nicola Berardino

Clic
era al quarto posto. Per restare zione in Champions League. non ha preso gol
Vincenti
ROMA
Come Pioli agganciati al treno Champions in nove gare
verso la n doppio poker nel Si può eguagliare la occorrono i tre punti prima di Nuova risorsa In questo casalinghe,

U
Champions mirino della Lazio tutto per nutrire le ambizioni in campionato la Lazio sta esiben- un primato nei
Da sinistra Ciro verso la trasferta di striscia inanellata classifica. do un’inedita forza difensiva. In cinque maggiori
Immobile, Mattia domani sera contro la nel 2014-15 sotto la otto giornate sono stati presi so- campionati Massimo Maestrelli
Zaccagni, Fiorentina. Domeni- Fuori casa Inoltre, la Lazio lo 5 gol (meglio solo l’Atalanta, europei in visita a Formello
Alessio ca scorsa contro lo Spezia i bian- guida dell’attuale punta a riassestare il suo score 3). Un riscontro che si rispec-
Romagnoli e cocelesti hanno incassato la ter- tecnico del Milan in trasferta. Una sola vittoria in chia in quanto ottenuto nel trat-
L’abbraccio di Sarri
Danilo Cataldi za vittoria consecutiva: prima tre gare lontano dall’Olimpico. to di partenza del campionato
volta nella gestione targata Sarri. La percentuale di successi ester- 2001-02. Anche allora i gol in-
esultano
nella gara vinta A Firenze cercheranno di anda-
Solidità ni è la più bassa tra le squadre cassati furono cinque e restaro-
contro lo Spezia re oltre. Quattro successi di fila I progressi in difesa che guardano in alto. I tre punti no tali anche dopo la nona gior-
LAPRESSE che si possono incastrare con un stanno dando una fuori casa sono arrivati nell’ulti- nata. Contro Verona, Cremone-
altro filotto a portata della squa- ma gara lontano dall’Olimpico, se e Spezia, Provedel ha mante-
dra di Sarri, che ha registrato tre nuova dimensione contro la Cremonese. Ma nel bi- nuto la sua porta involata (299
clean sheet di fila. Con la rete in- nel segno del lancio pesa tra tante recrimina- minuti senza gol). I clean sheet
violata anche a Firenze in ag- zioni il pareggio ottenuto dalla complessivi nell’annata di A so-
giunta ai tre punti, i biancocele-
Comandante Sampdoria sui titoli di coda alla no quattro (col Torino, alla se-
sti timbrerebbero una striscia si- quarta giornata dopo che i bian- conda giornata). E il pareggio
mile a quella inanellata dalla cocelesti avevano mancato il senza reti di giovedì in Austria,  (el. ber.) Una sorpresa
Lazio guidata da Stefano Pioli colpo per archiviare i tre punti. contro lo Sturm Graz, ha portato più che gradita. Massimo
nel campionato 2014-15: dalla Fuori casa la Lazio non si è esal- a quattro i clean sheet nelle ulti- Maestrelli, che ieri mattina
venticinquesima alla ventottesi- tata nemmeno in Europa Lea- me cinque partite disputate dal- ha portato a Prima Porta la
ma giornata, vittorie contro Sas- gue: flop assoluto nel 5-1 col Mi- la formazione di Sarri. La solidi- panchina a forma ellittica
suolo, Fiorentina, Torino e Vero- dtjylland e 0-0 giovedì contro lo tà difensiva richiama la crescita con i nomi scritti di tutta la
na, senza prendere gol. Di quel Sturm Graz. Un anno fa, nel pri- collettiva della squadra bianco- squadra del 1974,
gruppo sono ancora in bianco- mo campionato con Sarri, dopo celeste secondo le aspettative posizionandola di fronte
celeste Felipe Anderson, Catal- tre trasferte il bottino era di una del Comandante. Centrare do- alla Cappella nella quale
di, candidati per giocare da tito- sola vittoria tra un pareggio e mani a Firenze quel doppio po- riposa papà Tommaso, nel
lari domani sera al Franchi, e una sconfitta. Numeri del Co- ker nel mirino può significare pomeriggio è stato accolto
Radu, il fedelissimo ormai pan- mandante che si avvicinano a molto nel percorso che Lazio a Formello. La società gli ha
chinaro. Al termine del campio- quelli delle sue stagioni iniziali a vuol compiere per sentirsi una regalato una maglia
nato con il terzo posto la squa- Napoli. Anzi nella prima non ar- big del campionato. firmata da tutta la rosa.
dra allenata da Pioli conquistò rivò nessun successo nelle tre © RIPRODUZIONE RISERVATA Massimo Maestrelli ha poi
l’accesso al playoff di Cham- trasferte dal via della Serie A. incontrato Sarri (nella foto
RISULTATI E CLASSIFICHE SU
pions (k.o. contro il Bayer Leve-
rkusen). prima del via di questa Gazzetta.it
L’anno dopo, una vittoria. In en-
trambe le stagioni Sarri condus- s TEMPO DI LETTURA 2’36” l’abbraccio).

L’ex Real Madrid

Rilancio Jovic: ora la Fiorentina ha il bomber tanto atteso


La punta a segno giovedì in Conference viso col portiere della Cremonese secondo step, ovvero la conferma ieri ha rinnovato il contratto fino
Radu), capocannonieri di squa- e per questo il numero 7 viola do- al 2025. «Descrivere l’emozione
è pronta a ripetersi in campionato dra in coabitazione. vrebbe giocare nuovamente tito- con poche righe non è semplice,
Terracciano ha rinnovato fino al 2025 lare domani contro la Lazio. Da- posso solo dire che Firenze è casa
Cercasi conferme Dal- vanti ci sarà anche Kouame, il mia», ha scritto il numero 1 sui
tà ad emanare. E che dopo le pri- l’esplosione, o dalla “riesplosio- migliore insieme ad Amrabat propri social prima di aggiunge-
di Giovanni Sardelli
me luci intraviste a Bergamo, in ne” visto quanto fatto con la ma- della Fiorentina di questa stagio- re. «Ringrazio la Fiorentina per
FIRENZE
Conference ha proseguito il per- glia dell’Eintracht, di Jovic passa- ne e autore dell’assist proprio a avermi rinnovato la fiducia sia
a delusione a capo- corso di crescita. Jovic ha giocato no molte delle speranze viola. Per JovicinScozia.Perlaterzamaglia umana che professionale, ringra-

D
cannoniere. È bastato una partita piena sul piano tecni- questo riattivarlo, termine tratto offensiva ballottaggio tra Ikone zio Federico Pastorello e Andrea
un gol scozzese per co, ma anche atletico. Creando, del vocabolario di Italiano (Vin- (favorito) e Gonzalez, ancora non Moretti per tutto ciò che hanno
cambiare sensazioni e legando il gioco, facendo espelle- cenzo) è priorità per la Fiorenti- al meglio. Out Sottil che continua fatto per me in questi anni, da
prospettive di Luka re un avversario e trovando il gol. na. Parallelamente servono an- ad allenarsi a parte parte mia ci sarà la promessa di
Jovic. Ma la realtà è lontana dagli E il bottino con maggior precisio- che moti d’orgoglio del calciatore metteretuttomestessoperquesti
estremi e sta bella ferma nel mez- ne poteva essere più ghiotto. Ma, e un po’ di serenità: elementi vi- Il rinnovo In gruppo sono tor- colori». Ingaggio più che rad-
zo: raccontando di un giocatore vista la quantità (poca) di reti se- sibili nella partita contro gli He- nati Barak, assente in Scozia, e doppiatochesfioreràilmilionedi
che nelle prime settimane viola gnate fin qui dai viola, issandosi a arts. Agli accorgimenti tecnico Igor uscito acciaccato (fastidio euro.
ha avuto difficoltà palesi, parten- quota due gol stagionali come tattici utili per aiutarlo nello svi- muscolare) nell’intervallo con gli © RIPRODUZIONE RISERVATA

do dalla polvere sul fisico che an- Gonzalez, Kouame e parzial- luppo del proprio calcio sta inve- Hearts. In porta torna Terraccia-
dava spazzolata con l’energia che
VincenzoItalianononhadifficol-
mente Mandragora (considerato
che uno dei due centri va condi-
ce pensando l’allenatore con ri-
sultati evidenti. Adesso serve il
Serbo Luka Jovic, 24 anni, è
arrivato dal Real Madrid GETTY
no visto che ad ora Gollini è il
portiere di Coppa. E Terracciano s TEMPO DI LETTURA 2’16”
26 DO ME NI CA 9 OT TOB RE 2022 L A GA ZZET TA SPORTI VA

NAZIONALE
#

L’Euro del riscatto


IL “BORSINO” DELLE RIVALI
Queste le 6 fasce del sorteggio di qualificazione a Euro 2024 (oggi a Francoforte alle ore 12)
IL CALENDARIO

1ª giornata 23/25 marzo 2023


GRUPPI REGOLAMENTO TV Rai2
Partecipano 53 nazionali (la Russia è squalificata, la Germania qualificata di diritto). Si qualificano alla fase finale in Germania: le prime due di ogni e Sky Sport 2ª giornata 26/28 marzo
Saranno composti 10 gruppi: 3 gruppi da 6 squadre, 7 gruppi da 5 squadre. L’Italia, in quanto gruppo (20); le vincenti dei 3 playoff di Nations League non qualificate WEB
finalista di Nations, sarà in un gruppo da 5 con i gruppi (3); la Germania (Paese ospitante) Gazzetta.it 3ª giornata 16/17 giugno
4ª giornata 19/20 giugno
PRIMA FASCIA SECONDA FASCIA TERZA FASCIA QUARTA FASCIA QUINTA FASCIA SESTA FASCIA*
5ª giornata 7/9 settembre
ITALIA ★★★★★ Francia ★★★★★ Ucraina ★★★ Turchia ★★★ Slovacchia ★★ Andorra
6ª giornata 10/12 settembre
Spagna ★★★★★ Inghilterra ★★★★★ Norvegia ★★★ Georgia ★★★ Nord Irlanda ★★ Liechtenstein
7ª giornata 12/14 ottobre
Olanda ★★★★★ Serbia ★★★★ Romania ★★ Grecia ★★★ Cipro ★ San Marino
8ª giornata 15/17 ottobre
Croazia ★★★★★ Galles ★★★★ Svezia ★★ Kosovo ★★ Bielorussia ★
9ª giornata 16/18 novembre
Danimarca ★★★★★ Scozia ★★★★ Slovenia ★★ N. Macedonia ★★ Lituania ★
10ª giornata 19/21 novembre
Portogallo ★★★★★ Rep. Ceca ★★★ Irlanda ★★ Bulgaria ★★ Gibilterra ★
Playoff semifinali 21 marzo 2024
Belgio ★★★★★ Austria ★★★ Montenegro ★★ Lussemburgo ★★ Estonia ★
Playoff finali 26 marzo 2024
Ungheria ★★★★★ Israele ★★★ Islanda ★★ Kazakistan ★★ Moldova ★
LA FASE FINALE
Svizzera ★★★★★ Bosnia ★★ Albania ★★ Azerbaigian ★★ Lettonia ★
* Nessuna della 6° fascia sarà 14 giugno-14 luglio 2024
Finlandia ★★ Armenia ★★ Far Oer ★ sorteggiata nel gruppo dell’Italia (Germania)

Urna da brivido
per gli azzurri:
rischio Francia
o Inghilterra
L’Italia è testa di serie ma la
Nations ha stravolto le gerarchie
In terza fascia occhio ad Haaland
nia, Far Oer e Gibilterra. Siamo la Germania, è qualificata di di- qui serve una spiegazione. Se
di Fabio Licari
in prima fascia grazie al succes- ritto come ospitante della fase l’Italia non arriva tra le prime
INVIATO A FRANCOFORTE (GERMANIA)
so nel gruppo di Nations League, Il meglio finale (dal 14 giugno al 14 luglio due – il che sarebbe già motivo Campioni
on basta sfuggire a risultato però sfuggito a big co- In Germania le 2024). L’altra, la Russia, è fuori di rivoluzione – ha comunque la in carica
I NUMERI
N
Francia o Inghilterra, me Francia e Inghilterra che ora dai giochi chissà per quanto. Le chance dei playoff legati ai risul- Gli azzurri
il sorteggio di Euro sono pericoli vaganti in seconda prime 2 del girone. squadre sono divise in 6 fasce. tati della Nations League. Co- esultano a
Quello da sogno?

10
2024 è disseminato di fascia. In terza c’è la Norvegia di Al sorteggio saranno composti me? Le prime tre serie del tor- Wembley dopo
pericoli. Sembra di Haaland. In quarta, oltre ai tur- 10 gruppi: l’Italia finirà in un gi- neo assegnano un posto ciascu- aver battuto
essere precipitati nel passato. chi, la Georgia di “Kvara” e ap- Finlandia, Armenia, rone da 5 perché a giugno sarà na. Le migliori quattro di ogni l’Inghilterra
Volevamo dimenticare, ma non punto la Macedonia del Nord Far Oer e Gibilterra impegnata nelle “finals” di Na- serie, non qualificate attraverso i nella finale
Le fasi finali si può. Quattro anni fa, dicem- che ci ha atterrati nel playoff tions League contro Spagna, gruppi, si giocano l’Europeo con dell’Europeo,
dell’Europeo bre 2018, Dublino: sorteggio di mondiale. Un gruppo medio? Olanda e Croazia. Avanti le pri- semifinali e finale. Essendo alle l’11 luglio 2021.
in cui l'Italia Euro 2020, con gli azzurri alla Austria, Irlanda, Bulgaria e Ci- me 2 di ogni girone, più la Ger- ”finals”, siamo di diritto tra le Bonucci ha in
ha partecipato. disperata ricerca di un riscatto pro. mania: 21 posti. Una missione quattro migliori, Naturalmente mano la coppa,
Solo la dopo aver visto alla tv il Mondia- non impossibile. Gli ultimi 3 slot l’ultimo dei desideri è passare a fianco Belotti
Germania (13) le russo. Il trionfo di Wembley Meccanismo Sono in gioco saranno assegnati via playoff in per i playoff. Anche perché, tra e Di Lorenzo
e la Spagna (11) regalò l’illusione che fosse stato 53 nazionali europee su 55. Una, base alle classifiche di Nations. E Svezia (2018) e Macedonia del RAMELLA
ne hanno soltanto un episodio. Invece no. Nord (2022), abbiamo già dato.
giocate di più. Oggi a Francoforte, al sorteggio
DA L VE R TICE
Anche la Francia di Euro 2024, è la stessa male- Gli azzurri Quale Italia, si ve-
è a quota 10 detta storia. Peggio: campioni drà presto: il calendario non

2 Ceferin verso la terza presidenza Uefa


d’Europa ma fuori dal Mondiale, concede troppe occasioni. Il 16
che paradosso. Rassegnati a ve- novembre amichevole in Alba-
dere in tv Qatar 2022 e aggrap- nia, il 20 in Austria, mentre le

I successi
pati all’ennesima occasione per
ripartire. Da teste di serie, sì, ma Novità Mondiale 2026: si arriva a 8 gare grandi volano o giocano in Qa-
tar (e prendono punti nel
degli azzurri lo stesso a rischio gruppo tre- ranking Fifa). A marzo 2023 co-
ai campionati mendo: perché la Nations Lea-  FRANCOFORTE (f.li.) Ora è 2028 non ci saranno più 10 minciano le qualificazioni: si fi-
europei: gue ha ribaltato le vecchie gerar- ufficiale: Aleksander Ceferin è gruppi ma 13 (da 4 e da 5 nisce a novembre, salvo propag-
è successo chie e dalla quinta fascia posso- candidato al terzo mandato da squadre), per evitare troppe gini nel 2024 per i playoff. In
nel 1968 e nel no arrivare anche seccature co- presidente Uefa. Tutte le 55 partite squilibrate. mezzo, a giugno, c’è la Nations
2021, l’ultimo. me Slovacchia o Irlanda del federazioni hanno firmato la Naturalmente non più le prime in Olanda. Poco tempo per gli
La Germania e Nord. lettera di supporto, non ci due qualificate, ma il sistema è esperimenti, a marzo si gioca già
la Spagna sono saranno avversari. Voto al ancora allo studio. per i tre punti. Mancini non è
a quota 3, anche Rischi e sogni A mezzogior- Congresso del 5 aprile 2023 in Mondiale a 8 partite Novità l’unico italiano in gara. De Biasi
la Francia è a 2 no, le mani di Klinsmann, Ried- Portogallo. anche per il Mondiale 2026 a 48 è c.t. dell’Azerbaigian. Rossi gui-
le, Zambrotta e Albertini po- Euro 2032 Il 2023 sarà un anno squadre. La Fifa sta da l’Ungheria e Calzona la Slo-
trebbero regalare agli azzurri un importante, al di là degli effetti in carica Aleksander Ceferin, 55 abbandonando l’idea di vacchia. Ci sarebbe stato anche
girone con Francia, Norvegia, della sentenza della Corte Ue anni, presidente Uefa dal 2016 EPA cominciare con i 16 gruppi da 3 Devis Mangia se Malta non
Turchia e Slovacchia. Si qualifi- sulla Superlega, l’Uefa (che avrebbero qualificato le l’avesse sospeso per questioni
cano le prime due, e da finalisti assegnerà a settembre gli Turchia outsider. I turchi, se prime due ai 32esimi). Si sta extra-sportive. L’Albania, dopo
di Nations abbiamo sempre la Europei 2028 e 2032. Per la perdenti, sfideranno l’Italia per studiando una formula con 12 l’addio a Reja, ha in mente, tra i
scappatoia del playoff, ma non prima fase finale è favorita il 2032. gruppi da 4 squadre: avanti le candidati, Gigi Di Biagio.
sarebbe una passeggiata. Tutto il l’alleanza tra britanniche Nuove qualificazioni Stanno prime 2 (24) più le 8 migliori © RIPRODUZIONE RISERVATA

contrario – anche se la Macedo- (Inghilterra, Scozia, Galles, per cambiare anche le terze. In pratica, nel 2026 le
nia suggerisce cautela – sarebbe
un girone con Finlandia, Arme-
Nord Irlanda) e Irlanda, con la qualificazioni all’Europeo. Dal partite saranno 8 e non più 7.
s TEMPO DI LETTURA 2’59”
D O ME N ICA 9 OTTO BR E 2 02 2 LA GAZZE TTA S PORTIVA 27

CALCIO

Storiedipanchineeamici

Pirlo e Mazzone
«CARLO ERA GIÀ
Una corsa
nella storia
30 settembre
2001: il Brescia

SUPER MODERNO
sotto 0-3 con

SIVO
l’Atalanta trova il
U
ESCL
pari e Mazzone,
a lungo insultato

MI CAMBIÒ RUOLO
dai tifosi della
Dea, si lancia
correndo sotto
la curva rivale AP

E CI PROTEGGEVA Baggio

GLI DEVO TANTO»


Per lui mi
sarei
buttato
nel fuoco.
Anche il Il nostro
rapporto è
di Elisabetta Esposito
di questo progetto mi ha fatto
davvero molto piacere. Ho avuto
tecnico ha qualcosa
ROMA
la fortuna di essere stato allenato preso parte di davvero

I
da un grande come lui e questo profondo
era anche un modo per far capi-
re a tutti quanto sia contento che
a “Come
sia stato lui a crescermi, perché,
ripeto, lo considero una delle
un padre”,
persone più importanti del mio
intero percorso».
docufilm su
mpossibile mancare. È bastato
pronunciare il suo nome, Carlo 3 Nel documentario dice che
‘Carletto’ in
Mazzone, anzi Carletto, per con-
vincere Guardiola, Baggio, Totti,
con Mazzone è stato amore a
prima vista. Aveva 21 anni, che
arrivo su Prime Totti
Se ci fosse
Materazzi, Ranieri e molti altri a cosa l’aveva affascinata di que-
prendere parte allo straordina- st’omone? «Veniva spesso considerato un 3 Manca un Carletto Mazzone stato lui
rio documentario firmato da
Alessio Di Cosimo, che abbiamo
«Mi fece capire subito quanto
credesse in me e poi mi indicò la
IL DOCUMENTARIO allenatore vecchio stampo, ma
aveva idee innovative. In quegli
al calcio di oggi?
«Sicuramente, allenatori come
forse sarei
ancora in
visto in anteprima, sull’allena- mia nuova posizione in campo, anni non erano tanti i tecnici lui mancano sempre, non solo campo.
tore che ancora vanta il record di davanti alla difesa, la svolta della A novembre che volevano giocare sempre la perché era una persona partico- Per me
panchine in Serie A: 795. Si inti-
tola Come un padre, perché
mia carriera. La cosa mi piaceva,
soprattutto per come riuscì a
su Prime Video palla da dietro, avere possesso e
iniziare l’azione. Noi lo faceva-
lare nelle interviste e nel modo
di fare, ma anche perché era un
Mazzone è
stato tutto
questo è stato Mazzone per tanti spiegarmela lui. Lì è scattata la TITOLO “COME UN PADRE” mo, anche se non eravamo una tecnico che ha fatto davvero del
REGIA ALESSIO DI COSIMO
campioni che adesso, di fronte scintilla di un’idea di gioco di- PRODOTTO DA 102 DISTRIBITUION,
grande squadra. Ti trasmetteva bene a tutto il calcio italiano e a
Guardiola alle telecamere, srotolano aned- versa». WELL ENOUGH E CD CINE DUBBING questa voglia di imporre il gioco, tanti giocatori».
Per prima doti su cui è impossibile non ri- voleva dominare la partita. E poi
cosa mi ha dere (meraviglioso quello di 3 Un’intuizione determinante. era un grande conoscitore di 3 C’è qualcuno che lo ricorda?
Guardiola, arrivato a Brescia il All’inizio non fece alcuna op- calcio e di giocatori: già al mar- Materazzi nel documentario lo
detto: non ti giorno della corsa di Carletto posizione? tedì ti sapeva dire tutto della ga- accosta a Mourinho nel modo
volevo. Poi sotto la curva dell’Atalanta) e ri- «No, ho subito assecondato le ra della domenica successiva». di fare gruppo.
l’ho amato. cordi pieni di gratitudine e com- sue esigenze, anche perché a me «Mourinho non l’ho avuto, ma
Lui lottava mozione. Tra loro c’è anche An- già piaceva venire a prendere la 3 Questo è il Mazzone tecnico, a dire il vero allenatori con il suo
contro Materazzi
drea Pirlo: ha avuto Mazzone al palla e iniziare il gioco dal basso. come uomo chi è stato per lei? carattere in questo mondo non
il potere Brescia e gli deve davvero tantis-
Vedo delle
Da quel momento ho potuto «Abbiamo avuto un bellissimo ne vedo, è difficile trovarne nel
simo. toccare sempre palloni, essere rapporto sia in campo che fuori. calcio di oggi. Prima una società analogie tra
sempre al centro del gioco e la Era molto simpatico, un romano era un ambiente molto più fa- lui e Mou:
3 È stato difficile convincerla a cosa mi divertiva un sacco». verace, non aveva paura di dire miliare, ora è dispersivo, c’è tan- creano un
partecipare? le cose in faccia e non faceva tissima gente. È cambiato anche tutt’uno con
«Ma no, ho accettato subito con 3 Ha divertito tutto il calcio ita- sconti a nessuno». lo spogliatoio, una volta non chiunque
entusiasmo perché il mister è liano. In “Come un padre” parla c’erano i telefoni, si stava molto sia nel club.
stato molto importante per me e di Mazzone come un tecnico 3 Per molti giocatori è stato più insieme, si scherzava, ci si Sono
per la mia carriera. Essere parte «super moderno».  «Come un padre» è un “come un padre”. concentrava... Adesso si parla di speciali
viaggio tra passato e «I giocatori erano parte della meno e si pensa soprattutto ai

«Non aveva paura di dire presente, che mostra la


carriera - prima da giocatore
sua famiglia. Guai a toccargli
qualcuno, eravamo veramente
come dei figli. Lui ti dava grande
social».

3 Mazzone avrebbe difficoltà in


le cose in faccia, mi ha
e poi da allenatore - di
Carletto Mazzone attraverso protezione, ma tu dovevi resti- uno spogliatoio così?
le parole dei suoi “figli”, i tuirgli quello che chiedeva. Ed «Si sarebbe arrabbiato moltissi-
era un tipo esigente». mo, forse avrebbe sequestrato i

insegnato a essere diretto»


giocatori che ha allenato e
amato. Così tutti, da Baggio a telefoni...».
Totti, da Materazzi ai gemelli 3 C’è qualcosa nel suo modo di
Filippini, hanno accettato essere allenatore che ha impa- 3 Vi sentite ancora?
l’invito del regista Alessio Di rato da Mazzone? «Ci siamo sentiti nel corso di
Cosimo. E il risultato è un «L’essere diretto con i giocatori, tutta la mia carriera, fino a qual-
TUTTI PER CA RLE TTO
documentario dai ritmi se qualcosa che non va si dice in che tempo fa. Sa bene cosa pro-
incalzanti, divertente e faccia ai diretti interessati. Biso- vo per lui e io quello che prova
commovente. «Perché gna essere sinceri e autentici, per me». Lo dice chiaro in chiu-
questo era Mazzone - dice Di come è stato lui, senza sotterfugi sura del documentario: «Io lo
Cosimo - una persona e bugie». ringrazierò per sempre».
autentica. Nessuno mi ha © RIPRODUZIONE RISERVATA
detto di no, tutti adorano 3 Di indole però siete diversi...
Carletto. L’ho incontrato,
siamo stati tanto insieme ed
«Sì certo, ma si può sempre im-
parare». s TEMPO DI LETTURA 3’40’’

è stato bellissimo, ma per il


documentario ho preferito
non intervistarlo e lasciar «Oggi negli spogliatoi si
pensa ai telefoni, Carletto
parlare i ragazzi, assieme al
Da Guardiola a Baggio, un cast stellare figlio Massimo e alla nipote
Iole. Mi ha ringraziato tanto.

li avrebbe sequestrati...»
 Oltre a Pirlo, sono tanti gli ex calciatori nel documentario: Ma vedrete, saprà ancora
Baggio, Guardiola, Totti, Materazzi, Ranieri, Signori, Giannini, sorprenderci...». E in effetti il
Hubner, Cappioli, Petruzzi, Di Biagio, Muzzi, Galli e i Filippini finale è uno spettacolo vero.
28 DO ME NI CA 9 OT TOB RE 2022 L A GA ZZET TA SPORTI VA
D O ME N ICA 9 OTTO BR E 2 02 2 LA GAZZE TTA S PORTIVA 29

LE NOSTRE OPINIONI

DENTROLENOTIZIE
Ajax, Cruijff avrebbe accettato la maglia di Kvara
Putin, la bomba atomica e il “pallone” di Biden

di Luigi Garlando

he delusione l’Ajax… Quelle maglie del

C Napoli rifiutate a fine partita. Per noi che


eravamo ragazzini mentre Johan Cruijff
faceva la rivoluzione è stato un trauma,
come vedere Babbo Natale che si scaccola davanti

E POI
al camino. Ma perché restituirle, egregi Lancieri?
Solo perché avrebbero ricordato una disfatta
storica? Per fare un dispetto al mare azzurro di

DO
Spalletti che vi ha inondato di gol? Guardate che ancora sott’acqua, noi vincevamo già i Mondiali». Ivan” e pesa 27 tonnellate, quella che distrusse
lo sgarro non l’avete fatto al Napoli, ma al vostro Un paio di consigli, distinti Lancieri. Il primo: Hiroshima durante la Seconda Guerra Mondiale
Profeta. Avete tradito la sua Rivoluzione: la fatevi un giro a casa di Luciano Spalletti che ha Stelle ne pesava “solo” 4. Si chiamava “Little Boy”.
bellezza prima di tutto. La sua Olanda non vinse una spettacolare collezione di maglie, chieste ai A sinistra Quella sganciata su Nagasaki invece “Fat Man”.
nulla e se ricordiamo il suo Ajax, non è per le calciatori che ha allenato e ai più forti che ha Khvicha Pallone nucleare, Grande Ivan, Piccolo Ragazzo,

ME
Coppe Campioni, ma per quel gioco meraviglioso, affrontato. Giocatori suoi e avversari mescolati Kvaratskhelia Uomo Grasso… Nomignoli leggeri, frivoli, come
educato dal mare contro cui lottate da sempre. insieme, una squadra sola: questo è il senso puro segna il quinto se fosse tutto un gioco, ma Piccolo Ragazzo e
Una marea di capelloni che ha abbattuto gli dello sport che avrebbe apprezzato Cruijff. Johan gol del Napoli Uomo Grasso hanno sterminato più di
steccati dei ruoli e ha insegnato al mondo il calcio avrebbe accettato volentieri la maglia di Kvara. contro lì'Ajax duecentomila giapponesi e le armi di oggi
totale. Il Napoli, nel suo piccolo, è venuto a Secondo consiglio: a caldo si può sbagliare, a (la partita possono spazzare via ogni forma di vita dal

NI
onorare quella idea, ha segnato con Di Lorenzo, freddo no. Mercoledì al Maradona, accettate le è finita 6-1 ). pianeta. Raramente c’è stata una domenica di
un terzino come Suurbier. Ci avete fatto caso che maglie azzurre, regalate le vostre e chiedete scusa. A destra Johan sport con la sensazione così angosciante che
nessun napoletano vestiva il 14 di Cruijff? Come E, alla vigilia, invece di pensare al risultato, Cruijff, stella qualcuno abbia il dito sul pulsante e qualcun
nessuno veste il 10 di Maradona. Con grande godetevi la bellezza di Napoli che è grande come e simbolo altro sia pronto a rispondere. Non bastasse, le
umiltà Kvara, che corre veloce e leggero, con la il mare e gratuita. Non dovete ricambiare con dei Lancieri partite di coppa sono state precedute da un

CA
palla attaccata al piede, ha celebrato il ricordo del zoccoli o tulipani. di Amsterdam minuto di silenzio perché si è combattuta una
padrone di casa. E voi, Lancieri, invece di onorare con cui ha guerra dopo una partita di calcio in Indonesia:
la bellezza del calcio totale napoletano, vi siete Disarmo lessicale È stata una settimana di giocato dal ’64 quasi 200 morti. Cosa possiamo fare? Una cosa,
abbruttiti per il risultato. Ricordate cosa inquietante escalation nucleare, la al ’73 e poi forse, noi che raccontiamo lo sport ce la
insegnava Cruijff? «Quando sento parlare di preoccupazione per il lancio di un’atomica russa dall’81 all’83 dovremmo imporre: se usano parole di sport in
educazione fisica, mi arrabbio perché c’è una in Ucraina si è gonfiata. Il presidente russo, Putin, guerra, cerchiamo di non usare quelle di guerra
parola di troppo. Lo sport è educazione e basta. lo ha minacciato, quello americano, Biden, non lo nello sport. Il sinistro di Haaland sia potente e
Dell’uomo, non solo dell’atleta». Appunto. La ha escluso e ha parlato di Apocalisse, qualcosa di non più atomico; un centravanti calcia un destro
vostra maleducazione ha sfregiato il Profeta molto molto più serio di Italia-Svezia. Biden viaggia con e non lo spara; un cestista fa un tiro da 3 punti e
più del Napoli. Maleducazione e presunzione da una valigetta chiamata “nuclear football” perché non una bomba; l’Inter sta in difesa e non in
nobili decaduti. Torna in mente Van Basten che, contiene i codici segreti per il “dropkick”, cioè trincea al Camp Nou. Un disarmo simbolico,
se doveva andare dal dentista o dal callista, per il “calcio d’inizio” del programma di difesa in uno speciale Trattato di non proliferazione
tornava in Olanda, perché non si fidava dei nostri. caso di attacco nucleare. Se Putin sgancia la bellica. Inutile? No, si può cambiare il mondo
Sacchi gli spiegava: «Guarda, Marco, che non bomba, Biden apre il “pallone”. L’atomica più anche tagliandosi una ciocca di capelli.
abbiamo l’anello al naso. Quando voi eravate potente in possesso della Russia si chiama “Big © RIPRODUZIONE RISERVATA

liberata, senso di amicizia, e


di complicità. Ci dicono che
vivere lo sport, anche ai
massimi livelli, con questo
LO SPUNTO spirito rende i risultati più
di Walter Veltroni accessibili, «si rende di più».
Gli stessi ragazzi del

Si può vincere sorridendo Mondiale di calcio del 1982,


che dopo quarant’anni

Ecco la lezione del volley hanno ancora una chat


dove si ritrovano, ci dicono
proprio questo.
In un tempo in cui la
i può vincere andare più volte da una parte pacatezza e il sorriso sono

S sorridendo? Si può
farlo anche quando
si sbaglia un colpo,
all’altra durante uno scambio.
Ma, per esempio, gli allenatori
sono in genere persone dotate
passibili di reato, quegli
allenatori sereni e sicuri e
quelle giocatrici solidali e
magari decisivo? Le due di una profondità umana non divertite sembrano fiori nel
nazionali italiane di pallavolo, sempre rintracciabile nei loro cemento.
maschile e femminile, stanno omologhi di altri sport. Mi Felicità Le ragazze della nazionale italiana durante la partita di ieri con la Cina vinta 3-0 GALBIATI Ci ricordano che lo sport
dimostrando che si può. vengono in mente Julio non è mai una comfort zone
È uno strano sport, il volley. Velasco e Mauro Berruto e ora registrano giacche tirate, Velasco, in un’intervista per si rende di più. Anche perché per chi non vuole vincere o
Ha tempi brevissimi, è il sono ammirato dal modo in bottiglie scagliate, giocatori questo giornale: «Io credo che siamo meno soli nei momenti per chi non sa perdere.
tempio della rapidità. Da cui Fefè De Giorgi e Davide insultati. il lavoro di squadra sia un difficili. Però quella è una Tifando per la spietata Egonu,
quando hanno tolto l’assai Mazzanti gestiscono le tensioni E sul tappeto del volley non metodo e non un imperativo conseguenza, non voluta». per la dolce Orro, per le mani
poco televisivo “cambio e i momenti più difficili di un succede di vedere, come faceva etico. Non è che giochiamo di Le ragazze del volley, di mattone di Danesi e per
palla” con il quale tutti siamo match. La nuova televisione fa Ronaldo, allargare le braccia squadra perché siamo poco sorridendo ad ogni colpo tutte le altre, si tifa per il
cresciuti nelle palestre delle ascoltare cosa dicono i coach sconsolati quando un egoisti, perché siamo buoni, riuscito e anche a ogni palla sorriso. Si tifa controvento,
scuole, il gioco si è fatto ai giocatori durante i time out. compagno di squadra sbaglia perché ci piace stare con gli persa, ci dicono che lo sport contro i gufi biliosi e i
vertiginosamente più veloce E difficilmente, in quei una giocata. altri. Giochiamo di squadra non è solo grinta e garra, ma sempiterni musi lunghi.
ed è difficile vedere la sfera momenti, si ascoltano urla o si Mi ha detto una volta Julio perché è più efficiente, perché anche puro divertimento, gioia © RIPRODUZIONE RISERVATA

RCS MediaGroup S.p.A. EDIZIONI TELETRASMESSE PREZZI D’ABBONAMENTO


Sede Legale: Via A. Rizzoli, 8 - Milano RCS Produzioni Milano S.p.A. - Via R. Luxemburg - 20060 C/C Postale n. 4267 intestato a:
Responsabile del trattamento dati PESSANO CON BORNAGO (MI) - Tel. 02.6282.8238 | RCS RCS MEDIAGROUP S.P.A. DIVISIONE QUOTIDIANI
(D. Lgs. 196/2003): Stefano Barigelli Produzioni S.p.A. - Via Ciamarra 351/353 - 00169 ROMA -
Tel. 06.68828917 | RCS Produzioni Padova S.p.A. - Corso ITALIA 7 numeri 6 numeri 5 numeri
CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE privacy.gasport@rcs.it - fax 02.62051000 Anno: € 514,90 € 464,90 € 356,90
DIRETTORE RESPONSABILE © 2022 COPYRIGHT RCS MEDIAGROUP S.P.A. Stati Uniti, 23 - 35100 PADOVA - Tel. 049.8704.559 |
Tipografia Sedit 4.zero S.r.l. - Via delle Orchidee, 1 Z.I. - Per i prezzi degli abbonamenti all’estero telefonare
STEFANO BARIGELLI PRESIDENTE E AMMINISTRATORE DELEGATO Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo quotidiano
70026 MODUGNO (BA) - Tel. 080.5857439 | Società all’Ufficio Abbonamenti 02.63798520
può essere riprodotta con mezzi grafici, meccanici, elettronici
sbarigelli@gazzetta.it Urbano Cairo o digitali. Ogni violazione sarà perseguita a norma di legge
Tipografica Siciliana S.p.A. - Zona Industriale Strada 5ª n.
35 - 95030 CATANIA - Tel. 095.591303 | L’Unione Sarda
S.p.A. - Centro Stampa Via Omodeo, 5 - 09034 ELMAS INFO PRODOTTI COLLATERALI E PROMOZIONI
CONSIGLIERI DIREZIONE, REDAZIONE E TIPOGRAFIA Tel. 02.63798511 - email: linea.aperta@rcs.it
VICEDIRETTORE VICARIO MILANO 20132 - Via A. Rizzoli, 8 - Tel. 02.62821 (CA) - Tel. 070.60131 | Miller Distributor Limited - Miller
Federica Calmi, Carlo Cimbri, ROMA 00187 - Via Campania, 59/C - Tel. 06.688281 House, Airport Way, Tarxien Road - Luqa LQA 1814 -
GIANNI VALENTI gvalenti@gazzetta.it Benedetta Corazza, Alessandra Dalmonte, MALTA | Eucles Daily SAS Rue Turgot, 24 - 75009 PARIS -
DISTRIBUZIONE
Francia | Digitaprint-Imprimerie de l’Avesnois s.r.l. 1 Rue
VICEDIRETTORI Diego Della Valle, Uberto Fornara, m-dis Distribuzione Media S.p.A. - Via Cazzaniga, 19 20132 Robert Bichet, 1 - 59440 AVESNELLES – Francia
Milano - Tel. 02.25821 - Fax 02.25825306
PIER BERGONZI pbergonzi@gazzetta.it Veronica Gava, Stefania Petruccioli, SERVIZIO CLIENTI Testata registrata presso il tribunale di Milano n. 419
ANDREA DI CARO adicaro@gazzetta.it ARRETRATI Rivolgersi al proprio edicolante, oppure
Marco Pompignoli, Stefano Simontacchi, Casella Postale 10601 - 20110 Milano CP Isola scrivere a arretrati@rcs.it . Il pagamento della copia, pari dell’ 1 settembre 1948 - ISSN 1120-5067
Tel. 02.63798511 - email: gazzetta.it@rcsdigital.it CERTIFICATO ADS N. 9014 DEL 06-04-2022
Marco Tronchetti Provera PUBBLICITÀ
al doppio del prezzo di copertina, deve essere eseguito su:
La Gazzetta dello Sport Digital Edition ISSN 2499-4782
iban IT 97 B 03069 09537 000015700117
CAIRORCS MEDIA S.p.A. BANCA INTESA - MILANO intestato a RCS MEDIAGROUP
Testata di proprietà de DIRETTORE GENERALE LA GAZZETTA DELLO SPORT Sede operativa: Via A. Rizzoli, 8 20132 Milano SPA. comunicando via e-mail l’indirizzo ed il numero La tiratura di sabato 8 ottobre 2022
“La Gazzetta dello Sport s.r.l.” - A. Bonacossa © 2022 Francesco Carione Tel. 02.25841 - Fax 02.25846848 - www.rcspubblicita.it richiesto è stata di 138.599 copie.
PREZZI ALL’ESTERO: Belgio € 3,50; Croazia Hrk 27/€ 3,58; Francia € 3,50; Germania € 3,50; Grecia € 3,50; Lussemburgo € 3,50; Malta € 3,50; Olanda € 3,50; Repubblica Ceca CZK 100; Slovenia € 3,50; Svizzera CHF 3,50.
GazzaMondo
30 DO ME NI CA 9 OT TOB RE 2022 L A GA ZZET TA SPORTI VA

Svizzera Balotelli in gol, il Sion risale 4-4


 Segna Mario Balotelli col Sion, suo secondo centro di fila in
campionato, e la squadra di Paolo Tramezzani rimonta e
pareggia 4-4 contro il Grasshopper, mantenendo il quarto
posto in classifica. Mario è entrato all’inizio del 2° tempo e ha
firmato il 3-4 al 37’; il pari definitivo di Giovanni Sio.

Spagna PR EM IE R

CONTE BATTE DE ZERBI


GRAZIE AL BOMBER
E SI COMMUOVONO
TUTTI PER VENTRONE
Gol Real Eder Militao, 24 anni, anticipa Duarte: 1-0
I NUMERI
Scatto del Real
Vince a Getafe 5
i gol di Eder
Italian job
Antonio Conte, 53 anni, tecnico
del Tottenham, e Roberto De
Zerbi, 43, del Brighton, prima

grazie a Militao Militao col


Real Madrid con
della sfida, la quinta fra i due
allenatori. Per il leccese è il

Oggi tocca al Barça


quello di ieri alla quarto successo, un pareggio
sua centesima nel 2020. A destra, il gol
partita decisivo di Kane, 29, GETTY

Ancelotti allunga a +3 sul club


catalano, che stasera prepara la
sfida di mercoledì contro l’Inter
al Camp Nou affrontando il Celta
19
le reti del
Real Madrid
in Liga in 8
di Filippo Maria Ricci

Derby italiano
match, le stesse
CORRISPONDENTE DA MADRID
del Barcellona
l Madrid riparte e in una serata poco bril- che ha disputato

I
lante ma efficace rimedia tre punti che una gara in
permettono a Ancelotti di dormire in te- meno
sta alla Liga in attesa del Barça-Celta di

9
stasera. Dopo il pari con l’Osasuna al Re-
al serviva una vittoria ed è arrivata: 1-0 a Getafe con
gol di Militão dopo 3 minuti. Per la prima volta in 8
giornate di Liga la difesa blanca non ha preso gol.
Del resto il Getafe era il rivale pro- i centri di
pizio in questo senso: ha fatto ap-
pena una rete negli ultimi 7 in-
Lewa del
Barcellona in
L’analisi
ma. Harry Kane, autore del gol
vittoria al 22’ (una splendida gi- Antonio: «Gian va la febbre, preoccupatissimo
però di non essere con la squa-
Carlo ha
mandato
contri con il Madrid. Prossima
avversario per Carletto: il Barça,
Liga, è il
Pichichi, a 6
rata di testa su assist di Son), in-
dica il cielo subito dopo aver se-
Piero in 10 mesi dra. «Questa situazione mi ha
colpito molto sotto l’aspetto
di Davide Chinellato
Rodrygo atteso al Bernabeu domenica Borja Iglesias
INVIATO A FALMER
gnato. Hugo Lloris, il capitano qui ha toccato emotivo - ha detto Conte -. Ho
a fare il prossima dopo la sfida con l’Inter degli Spurs, porta una maglietta saputo quanto era problematica
del Betis
il cuore di tutti»

P
centravanti, in Champions. con Gian Piero scritto sulla la sua situazione dopo la partita
tra Valverde
e Vinicius. Largo ai giovani
schiena dai tifosi arrivati da
Londra, che prima della partita
Il tecnico del di Champions a Francoforte. Era
malato, ma la malattia era sotto
Tchouameni Senza Benzema, affaticato, Ance-
lotti ha mandato Rodrygo a fare il
avevano colorato la curva con le
bandiere tricolori per ricordare
Brighton: controllo. Nessuno si aspettava
questa situazione. Ho dato io la
e Camavinga
in mediana,
centravanti, tra Valverde e Vini- il preparatore scomparso. «Punto di notizia ai giocatori: erano deva-
è il Real
cius. Gioventù al potere: con
l’eterno Modric, Tchouameni e er Gian Piero Ventrone. Il derby Spurs È di Ventrone, e non del riferimento per stati come me. Gian Piero in soli
10 mesi qui ha toccato il cuore di
del futuro Camavinga. In pratica il Madrid
del futuro, che è già molto pre-
italiano delle panchine di Pre-
mier League tra Antonio Conte e
Tottenham che ritrova la vitto-
ria, che Conte vuole parlare do-
generazioni» tutti». Conte oggi sarà a Napoli
con una delegazione del Tot-
sente. Riposo per Kroos e Mendy, Roberto De Zerbi diventa il com- po la partita. Si è commosso du- tenham per i funerali dell’uomo
Courtois sempre fermo per pro- mosso ricordo del preparatore rante il minuto di applausi, parla che aveva tirato a lucido gli
blemi al nervo sciatico. Tempo scomparso giovedì. Il Tot- con un filo di voce in sala stampa Spurs dal punto di vista fisico.
176 secondi e il Madrid è andato tenham vince 1-0 in casa del per quasi dieci minuti di quello Kane, 8 gol finora in campiona-
in vantaggio. Vinicius rimedia un Brighton di De Zerbi, alla prima “scienziato” che 10 giorni fa, già to, ha detto più volte di essere
corner e a tirarlo va Modric: para- nel suo nuovo stadio coi gabbia- malato, lo aveva chiamato chie- nella miglior condizione della
C. Ancelotti bola perfetta per la testa di Mili- ni che fanno la guardia dalla ci- dendo se stare a casa perché ave- carriera e si è visto anche sul
tecnico Real tão che sovrasta Duarte e segna
un gol che sarà decisivo. Il brasi-
liano festeggia con rabbia: il 2 gennaio scorso un suo
errore aveva propiziato la rete di Enes Unal che ave-
LE CLASSIFICHE
va condannato alla sconfitta il Real, che tra l’altro al
Coliseum Alfonso Perez non aveva segnato nelle ul- SPAGNA 8ª GIORN ATA GERMANIA 9 ª G IO R NATA
Osasuna - Valencia 1-2 Kluivert Hoffenheim - Werder 1-2 Ducksch
time due visite. Poi la partita si è spenta, lasciando al (V) 28’ pt, Diakhaby (V) 9’, Brasanac (W) 18’, Dabbur (H) 32’ pt, Füllkrug (W) rig.
SQUADRE PT PARTITE RETI SQUADRE PT PARTITE RETI
pubblico annoiato due fiammate spente dal Var: un (O) 48’ st. 42’ st. B. Leverkusen - Schalke 04
G V N P F S G V N P F S
rigore su Vinicius cancellato perché la palla era Almería - Rayo V. 3-1 Robertone 4-0 Diaby (B) 38’, Frimpong (B) 41’ pt,
REAL MADRID 22 8 7 1 0 19 7 (A) 8’, Babic (A) 17’, Touré (A) 39’ pt, UNION BERLINO 17 8 5 2 1 15 6 Frimpong (B) 7’, Paulinho (B) 45’ st.
uscita in fallo laterale (42’) e un bel gol di Rodrygo
BARCELLONA 19 7 6 1 0 19 1 Catena (R) 36’ st. FRIBURGO 17 8 5 2 1 12 6 Mainz - Lipsia 1-1 Ingvartsen (M) 45’
annullato per un fuorigioco di Valverde (57’). Anche ATHLETIC 17 8 5 2 1 17 5 Atletico - Girona 2-1 Correa (A) 5’ BAYERN 16 9 4 4 1 25 8 pt, Nkunku (L) 35’ st. Bochum -
per questo l’incontro è rimasto vivo fino alla fine, col ATLETICO 16 8 5 1 2 14 7 pt, Correa (A) 3’, Riquelme (G) 21’ st. BORUSSIA D. 16 9 5 1 3 13 12 Eintracht 3-0 Hofmann (B) 26’, Ndicka
Getafe però troppo timido per impensierire Lunin. BETIS 15 7 5 0 2 10 5 Siviglia - Athletic 1-1 Torres (S) 4’ WERDER 15 9 4 3 2 20 14 aut. (B) 42’, Förster (B) 46’ st.
pt, Vesga (A) 28’ st. Getafe - Real Augsburg - Wolfsburg 1-1 Gerhardt
VALENCIA 13 8 4 1 3 14 8 HOFFENHEIM 14 9 4 2 3 14 10
Madrid 0-1 Éder Militão (R) 3’ pt (W) 27’ pt, Gumny (A) 10’ st. Borussia
La famiglia Del Piero In tribuna, seduto accan- REAL SOCIEDAD 13 7 4 1 2 12 11
Valladolid - Betis oggi ore 14.00
EINTRACHT 14 9 4 2 3 16 16 D. - Bayern 2-2 Goretzka (Ba) 33’ pt,
to al ds del Getafe Ramon Planes e due file dietro i OSASUNA 13 8 4 1 3 9 8 Cadice - Espanyol oggi ore 16.15 COLONIA 13 8 3 4 1 14 10 Sané (Ba) 8’, Moukoko (BD) 29’, Modeste
madridisti Roberto Carlos e Butragueño, anche VILLARREAL 12 7 3 3 1 10 2 Real Sociedad - Villarreal oggi AUGSBURG 13 9 4 1 4 9 13 (BD) 50’ st. Borussia M. - Colonia
Alex Del Piero. L’ex juventino ha cambiato Los An- RAYO V. 10 8 3 1 4 10 12 ore 18.30 LIPSIA 12 9 3 3 3 14 13 oggi ore 15.30 Hertha B. - Friburgo
CELTA 10 7 3 1 3 9 13 Barcellona - Celta oggi ore 21.00 BORUSSIA M. 12 8 3 3 2 11 10 oggi ore 17.30 Stoccarda - Union
geles con Madrid e al Getafe ha trovato una seconda Elche - Maiorca domani ore 21.00 Berlino oggi ore 19.30
MAIORCA 8 7 2 2 3 6 8 MAINZ 12 9 3 3 3 9 13
casa per i figli. Tobias, 2007, e Sasha, che compirà 12 GIRONA 7 8 2 1 5 11 14 WOLFSBURG 9 9 2 3 4 9 15
anni in dicembre, si allenano col Getafe. Ieri erano ALMERIA 7 8 2 1 5 7 12 B. LEVERKUSEN 8 9 2 2 5 13 16 P RO SS IM O T UR N O
PR OSSIMO TUR N O
entrambi nel palco presidenziale, come mamma VALLADOLID 7 7 2 1 4 6 13 HERTHA B. 7 8 1 4 3 8 10 SCHALKE 04-HOFFENHEIM 14/10 ORE 20.30
Sonia e la sorella Dorotea. Tobias e Sasha sono nella RAYO V.-GETAFE 14/10 ORE 21.00 EINTRACHT-B. LEVERKUSEN 15/10 ORE 15.30
GETAFE 7 8 2 1 5 8 16 GIRONA-CADICE 15/10 ORE 14.00 SCHALKE 04 6 9 1 3 5 10 21
cantera azulón da qualche settimana ma non sono SIVIGLIA 6 8 1 3 4 8 14 STOCCARDA 5 8 0 5 3 9 13 WOLFSBURG-BORUSSIA M.
VALENCIA-ELCHE 15/10 ORE 16.15 STOCCARDA-BOCHUM
stati ancora tesserati ufficialmente e per il primo si ESPANYOL 5 7 1 2 4 9 14 MAIORCA-SIVIGLIA 15/10 ORE 18.30 BOCHUM 4 9 1 1 7 8 23
WERDER-MAINZ
parla anche di un interesse del Madrid. CADICE 4 7 1 1 5 1 14 ATHLETIC-ATLETICO 15/10 ORE 21.00 LIPSIA-HERTHA B. 15/10 ORE 18.30
ELCHE 1 7 0 1 6 3 18 CELTA-REAL SOCIEDAD 16/10 ORE 14.00 CHAMPIONS EUROPA L. PLAYOFF CONFERENCE L.
© RIPRODUZIONE RISERVATA COLONIA-AUGSBURG 16/10 ORE 15.30
REAL MADRID-BARCELLONA 16/10 ORE 16.15 PLAYOUT RETROCESSIONE UNION BERLINO-BORUSSIA D. 16/10 ORE 17.30
CHAMPIONS EUROPA L. P.OFF CONF. L. RETROCESSIONE ESPANYOL-VALLADOLID 16/10 ORE 18.30 BAYERN-FRIBURGO 16/10 ORE 19.30
s TEMPO DI LETTURA 2’3” BETIS-ALMERÍA
VILLARREAL-OSASUNA
16/10 ORE 21.00
17/10 ORE 21.00
D O ME N ICA 9 OTTO BR E 2 02 2 LA GAZZE TTA S PORTIVA 31

Francia  PARIGI (a.g.) Nel giorno in


cui il Marsiglia di Tudor
pieno. Nonostante
l’avversario a portata. In casa
Messi, acciaccato, e con
Neymar in campo nel
l’espulsione, severa, di Sergio
Ramos al termine del primo
Il Psg in dieci perde la prima gara della del Reims, quartultimo e in secondo tempo, neppure tempo. Il pareggio comunque
non passa a Reims stagione in Ligue 1, in casa zona retrocessione prima del Mbappé riesce a fare la porta la firma dell’ex
Il Marsiglia fa peggio subendo la rimonta dalla fischio d’inizio, la squadra di differenza, sprecando una milanista Gigio
neopromossa Ajaccio (1-2), il Galtier ottiene solo un buona occasione al 33’ p.t.. A Donnarumma, decisivo con
Psg non ne approfitta a pareggio, senza reti. Senza complicare le cose anche almeno tre parate.

BRIGHTON 0 Germania
TOTTENHAM 1 Impresa Dortmund
(PRIMO TEMPO)R0-1

MARCATORI Kane al 22’ p.t. rimonta il Bayern


BRIGHTON (3-4-2-1)
Sanchez 6,5; Veltman 6 (dal 43’ s.t.
Lamptey s.v.), Dunk 6,5, Webster 6;
Per Nagelsmann:
March 6, Mac Allister 5, Caicedo 6
(dal 44’ s.t. Gilmour s.v.), Estupinan 5
(dal 21’ s.t. Mitoma 6,5); Gross 5,5 (dal
«Più giusto così»
37’ s.t. Lallana s.v.), Trossard 5;
Welbeck 6,5. I bavaresi, in vantaggio per 2-0
PANCHINA: Steele, Colwill, Turns,
Undav, Sarmiento.
con Goretzka e Sané, sono
ALLENATORE De Zerbi 6 ripresi da Moukoko e da Modeste
AMMONITI Veltman per gioco
scorretto
all’ultimo secondo del match
TOTTENHAM (3-5-2)
Lloris 7; Romero 6,5, Dier 6,5, Davies
6,5; Doherty 6, Bentancur 5,5,
Bissouma 5 (dal 26’ s.t. Richarlison
I NUMERI

8
5,5), Højbjerg 6, Sessegnon 5; Kane
6,5 (dal 45’ s.t. Skipp s.v.), Son 6 (dal
35’ s.t. Perisic s.v.).
PANCHINA: Forster, Sánchez,
Lenglet, Spence, Sarr, Gil I gol di Kane
ALLENATORE Conte 6,5 in Premier in
AMMONITI Kane per fallo di mano,
Bissouma per gioco scorretto questa stagione,
è vice capo
ARBITRO Harrington 6,5 cannoniere

+5
NOTE: 31.498 spettatori. Tiri in porta
4-3. Tiri fuori 10-5. Angoli 6-2.
Fuorigioco 2-2. Recuperi 1’ p.t.; 5’ s.t.

I punti in più
del Tottenham
dopo 9 turni in Gioia Anthony Modeste, 34 anni, 1° da destra, festeggia
questa Premier,
rispetto alla
di Gianluca Spessot

decide Kane
precedente
LE A L TR E BIG MONACO
iniziata con
Espírito Santo n finale pazzesco, un 2-2 che vale come

9 U
una vittoria per il Dortmund. Succede
Il Chelsea domina nel giorno del riscatto di Anthony Mode-
A segno ancora ste con la curva che festeggia il suo eroe,
invocando a gran voce il nome del cen-
Haaland col City Gli assist travanti ma il Bayern butta via un 2-0 e il provvisorio
di De Bruyne 1° posto in classifica in attesa delle partite del Fribur-
 Terza vittoria di fila per il del City finora go e dell’Union. Nel primo tempo vale il principio di
Chelsea del mago Potter - in Premier, n. 1 non offrire il fianco e gli spazi agli
campo del Brighton: oltre al gol, mento per un’intera generazio- momento di concludere. Anche avversario del Milan martedì della specialità; avversari, con Sabitzer che vede il
le occasioni migliori le ha avute ne», come De Zerbi ha definito per questo la squadra nella ri- a San Siro - contro i Wolves, l’anno scorso cartellino giallo già dopo 90 se-
lui. Lloris, il capitano che ha Ventrone, ha toccato anche l’al- presa non è riuscita a sfondare. ieri rinforzati da Diego erano stati 8 condi, seguito da De Ligt all’11’, Caso Davies,
portato la maglietta per Ventro- lenatore del Brighton, accolto De Zerbi parla apertamente di Costa, ex Atletico Madrid e Bellingham al 14’ e Can al 40’. colpito da
ne sotto la curva, nel primo tem- dai suoi nuovi tifosi con una ma- «risultato ingiusto, ma che va Blues. Vittoria dei londinesi Tanta fisicità e poche azioni da Bellingham
po ha fatto le parate che hanno xi bandiera italiana col suo volto accettato» e confessa di vedere per 3-0 con gol di Havertz, gol. Il Dortmund mette alla prova in faccia.
tenuto il Tottenham avanti nel sopra e la scritta “Forza De Zer- già qualcosa di suo in questa Pulisic e del subentrato i riflessi di Neuer con Guerreiro e L’arbitro:
momento migliore della squa- bi”. «Sono emozionato, vera- squadra. Di sicuro c’è il coraggio, Broja, con due assist di Malen ma è il Bayern a segnare «Non ero
dra di De Zerbi, poi calata alla di- mente. E spero di dare loro sod- l’ambizione di giocare alla pari Mount. Hanno riposato con l’unico tiro in porta dei primi convinto
stanza. Gli Spurs, 20 punti in disfazioni, di essere all’altezza con squadre più quotate come Sterling e Aubameyang, fuori 45’. Musiala ha la solita freddezza al 100 per
classifica in 9 gare, ritrovano la delle loro aspettative». Il Bri- Tottenham e Liverpool. «Non so gli infortunati Fofana e in area e trova Goretzka libero al
cento di
vittoria ma continuano a non ghton in campo è stato sicura- se siamo da prime sei, ma so che Kanté. A Manchester il City limite. Il destro secco dell’ex
giocare bene, nemmeno stavolta mente all’altezza delle aspettati- non mi fa paura alzare l’asticella, ha travolto anche il Schalke sblocca il risultato ma a estrarre
che Conte ci ha provato col 3-5-2 ve nella seconda metà del primo avere un obiettivo alto», raccon- Southampton 4-0, con reti di far discutere è un calcio di Bellin- il secondo
solo per trovare la conferma che tempo, quando dopo il gol di ta, alternando inglese e italiano Cancelo (migliore in campo), gham in faccia a Davies, portato giallo»
Bissouma, l’ex di turno, non ha Kane ha messo in seria difficoltà quando vuole chiarire un con- Foden, Mahrez e Haaland, precauzionalmente in ospedale.
ancora capito in pieno il suo stile il Tottenham. Rispetto al bel de- cetto. Nemmeno il Brighton ha che aveva preso un palo nel
di gioco. Tutto passa in secondo butto di Liverpool è mancato il paura di puntare in alto. Anche 1° tempo. Per il norvegese Mosse di Terzic L’intervento è
piano, però, di fronte al lutto per gol, con Trossard imbrigliato per questo ha scelto lui. decima gara a segno di fila involontario ma, ai microfoni di
Ventrone. dalla difesa degli Spurs e il punto © RIPRODUZIONE RISERVATA col City (record), con 18 gol, Sky, sia Nagelsmann che Neuer
di riferimento centrale Welbeck 15 centri in Premier, 20 gol in rimarcano il fatto che, prima di
Emozione DeZ La scomparsa
del preparatore «punto di riferi-
che si è sbattuto anche per gli al-
tri arrivando però spremuto al s TEMPO DI LETTURA 3’11” 13 presenze totali finora. inizio stagione, era stato spiegato
che gli arbitri avrebbero mostrato Aytekin
il rosso diretto in azioni simili. A Arbitro
fine gara, l’arbitro Aytekin ha
detto: «In quel momento non ero convinto al 100%
di estrarre il 2° giallo». Nella ripresa succede di tutto.
Un Gnabry incolore deve lasciare il posto a Coman
INGHILTERRA 9ª GIORNATA FRANCIA 1 0 ª GIOR NATA
con Mané che va a fare il falso 9. Il senegalese non è
Bournemouth - Leicester 2-1 Daka (L) Lione - Tolosa 1-1
10’ pt, Billing (B) 22’, Christie (B) 26’ st. Tetê (L) 2’ pt, Rafael Ratão (T) 22’ st. in partita e sbaglia un gol di testa da pochi passi. Al
SQUADRE PT PARTITE RETI SQUADRE PT PARTITE RETI
Chelsea - Wolverhampton 3-0 Marsiglia - Ajaccio 1-2 53’ Sané sembra chiudere la partita con un sinistro
G V N P F S G V N P F S
Havertz (C) 45’ pt, Pulisic (C) 9’, Broja (C) 44’ Payet (M) rig. 15’, Moussiti-Oko (A) 25’ pt, da fuori, che Meyer sfiora ma non blocca. Il portiere
MANCHESTER CITY 23 9 7 2 0 33 9 st. Manchester City - Southampton PSG 26 10 8 2 0 28 5 Balerdi aut. (A) 2’ st. del Dortmund si riscatta poco dopo su Musiala. Il
ARSENAL 21 8 7 0 1 20 8 4-0 João Cancelo (M) 20’, Foden (M) 32’ pt, MARSIGLIA 23 10 7 2 1 20 7 Reims - PSG 0-0
TOTTENHAM 20 9 6 2 1 20 10 Mahrez (M) 4’, Haaland (M) 20’ st. LORIENT 22 9 7 1 1 19 13 Montpellier - Monaco oggi ore 13.00 Bayern controlla la gara ed il Dortmund è a terra ma
CHELSEA 16 8 5 1 2 13 10 Newcastle - Brentford 5-1 Bruno LENS 21 9 6 3 0 17 7 Angers - Strasburgo oggi ore 15.00 i bavaresi non ne approfittano anche perché il neo
NEWCASTLE 14 9 3 5 1 17 9 Guimarães (N) 21’, Murphy (N) 28’ pt, Toney MONACO 17 9 5 2 2 17 13 Clermont - Auxerre oggi ore 15.00 entrato Coman va via sulla fascia ma alza la testa e
(B) rig. 9’, Bruno Guimarães (N) 11’, Almirón Nizza - Troyes oggi ore 15.00 non trova un “Lewandowski” in area. Terzic prova il
BRIGHTON 14 8 4 2 2 14 9 RENNES 15 9 4 3 2 17 9
(N) 37’, Pinnock aut. (N) 45’ st. Brighton - Brest - Lorient oggi ore 15.00
MAN. UNITED 12 7 4 0 3 11 14
Tottenham 0-1 Kane (T) 22’ pt Crystal
LIONE 14 10 4 2 4 17 12 Rennes - Nantes oggi ore 17.05 tutto per tutto e mette dentro Adeyemi e Modeste. Il
BOURNEMOUTH 12 9 3 3 3 8 20 Palace - Leeds oggi ore 15.00 West LILLE 13 9 4 1 4 17 18 Lille - Lens oggi ore 20.45 centravanti diventa il protagonista. Al 75’ serve l’as-
FULHAM 11 8 3 2 3 13 15 Ham - Fulham oggi ore 15.00 Arsenal - CLERMONT 13 9 4 1 4 12 14 sist a Moukoko, sbaglia un gol fatto su palla di
LIVERPOOL 10 7 2 4 1 18 9 Liverpool oggi ore 17.30 Everton - MONTPELLIER 12 9 4 0 5 21 19 Adeyemi e segna al 95’ con gli avversari in 10 per
EVERTON 10 8 2 4 2 7 7 Man. United oggi ore 20.00 Nottingham TOLOSA 12 10 3 3 4 14 16
Forest - Aston Villa domani ore 21.00
doppia ammonizione di Coman. Dal 62’ il Bayern
BRENTFORD 10 9 2 4 3 16 17 TROYES 11 9 3 2 4 16 18
LEEDS 9 7 2 3 2 10 10 NIZZA 8 9 2 2 5 6 11
aveva una difesa improvvisata con Pavard e
ASTON VILLA 8 8 2 2 4 6 10 REIMS 8 10 1 5 4 12 19 PR OSSIMO TUR N O Upamecano al centro e Stanisic e Mazraoui ai lati.
PROS SIMO TU R NO
WEST HAM 7 8 2 1 5 5 9 AUXERRE 8 9 2 2 5 9 20 STRASBURGO-LILLE 14/10 ORE 21.00 Sul gol di Modeste Pavard è fuori posizione e Mazra-
BRENTFORD-BRIGHTON 14/10 ORE 21.00 LORIENT-REIMS 15/10 ORE 17.00 oui è dietro al centravanti del Dortmund. Nagel-
SOUTHAMPTON 7 9 2 1 6 8 17 LEICESTER-CRYSTAL PALACE 15/10 ORE 13.30 ANGERS 8 9 2 2 5 9 21
CRYSTAL PALACE 6 7 1 3 3 8 11 NANTES 7 9 1 4 4 9 15 LENS-MONTPELLIER 15/10 ORE 21.00 smann parla di risultato giusto, ma per il Bayern so-
FULHAM-BOURNEMOUTH 15/10 ORE 16.00 TOLOSA-ANGERS 16/10 ORE 13.00
WOLVERHAMPTON 6 9 1 3 5 3 12 WOLVERHAMPTON-NOTTINGHAM FOREST AJACCIO 7 10 2 1 7 7 15
AUXERRE-NIZZA 16/10 ORE 15.00
no 2 punti persi e Kahn, in tribuna, torna ad essere,
LEICESTER 4 9 1 1 7 15 24 TOTTENHAM-EVERTON 15/10 ORE 18.30 BREST 6 9 1 3 5 9 19 NANTES-BREST per qualche secondo, il Vulkan dei tempi migliori.
NOTTINGHAM FOREST 4 8 1 1 6 6 21 ASTON VILLA-CHELSEA 16/10 ORE 15.00 STRASBURGO 5 9 0 5 4 7 12 RENNES-LIONE © RIPRODUZIONE RISERVATA
LEEDS-ARSENAL TROYES-AJACCIO
CHAMPIONS EUROPA L. P.OFF CONF. L. RETROCESSIONE MAN. UNITED-NEWCASTLE CHAMPIONS PREL. CHAMPIONS L. EUROPA L.
MONACO-CLERMONT 16/10 ORE 17.05
SOUTHAMPTON-WEST HAM
LIVERPOOL-MANCHESTER CITY 16/10 ORE 17.30
PLAYOFF CONFERENCE L. PLAYOUT RETROCESSIONE PSG-MARSIGLIA 16/10 ORE 20.45 s TEMPO DI LETTURA 2’13”
SerieB
32 DO ME NI CA 9 OT TOB RE 2022 L A GA ZZET TA SPORTI VA

offia il vento caldo del lasciano strada agli altri. Qui


LA PENSIAMO
COSÌ
di Nicola Binda
S Sud sulla vetta della
classifica. Con il
passare delle giornate
solo il tempo dirà se succederà
lo stesso, ma intanto le squadre
di Inzaghi (nella foto) e
prende sempre più consistenza Mignani sono solide ed efficaci,
Le lepri contro la credibilità di Reggina e Bari. ogni turno che passa trovano
il loro destino Le lepri di solito scattano e poi certezze e convinzioni, con

In vetta soffia
LA CLASSIFICA
SQUADRE PT PARTITE RETI
G V N P F S
REGGINA 18 8 6 0 2 17 3
BARI 18 8 5 3 0 18 9
TERNANA 16 8 5 1 2 13 9
BRESCIA 16 8 5 1 2 12 12
FROSINONE 15 8 5 0 3 11 5
GENOA 15 8 4 3 1 9 5
PARMA 13 8 3 4 1 13 10

Cheddira scatenato
COSENZA 11 8 3 2 3 8 9
CAGLIARI 11 8 3 2 3 7 8
SÜDTIROL
MODENA
10
9
7
8
3
3
1
0
3
5
7
9
10
10
VENEZIA 1
ASCOLI
SPAL
9
9
8
8
2
2
3
3
3
3
9
10
11
13 BARI 2

Il Bari vince ancora


CITTADELLA 9 8 2 3 3 8 12 (PRIMO TEMPO)R0-0
BENEVENTO 8 7 2 2 3 5 6 MARCATORI Antenucci (B) al 1’,
VENEZIA 8 8 2 2 4 10 12 Ceccaroni (V) al 25’, Cheddira (B) su
PALERMO 7 8 2 1 5 6 12 rigore al 36’ s.t.
PISA 6 8 1 3 4 10 12
VENEZIA (3-4-1-2)

Venezia, che rabbia


PERUGIA 4 7 1 1 5 4 11
COMO 3 7 0 3 4 7 14 Joronen 6; Wisniewski 6, Modolo 6,
Ceccaroni 6; Zampano 6,5 (dal 39’ s.t.
SERIE A PLAYOFF PLAYOUT SERIE C Pierini 6), Busio 6 (dal 29’ s.t. Fiordilino
6), Andersen 5,5 (dal 9’ s.t. Tessmann
5,5), Haps 6; Cuisance 6 (dal 30’ s.t.

8a GIORNATA
Johnsen 5,5); Novakovich 5 (dal 10’s.t.
Cheryshev 6), Pohjanpalo 5,5

VENERDì
PANCHINA Bertinato, Ceppitelli, De
Vries, Candela, Svoboda, Zabala, St Ottavo gol in 8 gare per il re dei bomber
GENOA-CAGLIARI
IERI
ASCOLI-MODENA
0-0

1-2
Clair ALLENATORE Javorcic 6
BARI (4-3-1-2)
La squadra di Javorcic invoca due rigori
BRESCIA-CITTADELLA 1-1 Caprile 6,5; Pucino 6, Vicari 6,5, Di
Cesare 6,5, Ricci 6 (44’ s.t. Mazzotta scita, non ha concesso molto al- nella ripresa, mandando in or-
FROSINONE-SPAL 2-0 di Michele Contessa
PISA-PARMA 0-0 s.v.); Maita 6 (32’ s.t. Benedetti s.v.), la capolista, ma Sant’Elena ri- bita gli oltre 1.500 tifosi ospiti.
VENEZIA
REGGINA-COSENZA 3-0 Maiello 6, Folorunsho 7; Bellomo 6,5 mane tabù: terza sconfitta in 4 Vantaggio nato da una palla per-
TERNANA-PALERMO 3-0 (dal 26’ s.t. D’Errico 5,5); Antenucci 6,5 ally Cheddira spedi- gare e un solo punto all’attivo. sa da Cuisance davanti all’area

W
VENEZIA-BARI 1-2 (26’ s.t. Salcedo 6,5), Cheddira 7 (44’ sce il Bari in paradiso, del Bari, con Bellomo a innesca-
OGGI s.t. Terranova 6) PANCHINA Frattali,
COMO-PERUGIA ore 16.15 Zuzek, Dorval, Scheidler, Botta, Ceter, solo la Reggina tiene Equilibrio Javorcic e Mignani re la corsa di Cheddira, traverso-
SÜDTIROL-BENEVENTO Mallamo ALLENATORE Mignani 6,5 il suo ritmo. Il Vene- non hanno sorpreso in avvio, ne al bacio e Antenucci a scaval- La festa dell’ex
zia recita il mea culpa formazioni scontate, solo Puci- care Joronen. Il Venezia ha sban- Mirco Antenucci, 38 anni,
ARBITRO Giua di Olbia 5,5 per i due gol incassati in contro- no si è ripreso la fascia destra dato vistosamente con Ander- esulta dopo la rete
a
9 GIORNATA ASSISTENTI Del Giovane 6-C. Rossi 6
ESPULSI nessuno
AMMONITI Joronen (V), Antenucci
piede, ma protesta per un paio
di episodi dubbi in pieno recu-
avendo scontato la giornata di
squalifica, Cuisance si è siste-
sen a salvare sulla linea la
conclusione di Cheddira. Javor-
che ha dato il via alla vittoria
del Bari sul campo
VENERDÌ (B) e Di Cesare (B) per gioco pero nell’area barese (contatto mato alle spalle di Novakovich e cic è corso ai ripari, inserendo del Venezia LAPRESSE
VENEZIA-FROSINONE ore 20.30 scorretto; Haps (V) e Pucino (B) per Di Cesare-Pohjanpalo in mi- Pohjanpalo, Bellomo in fotoco- Cheryshev per uno spento No-
SABATO c.n.r.; Modolo (V) per proteste schia, fallo di mano a terra di pia dietro a Cheddira e all’ex vakovich, passando al 3-4-2-1.
BENEVENTO-TERNANA ore 14 NOTE paganti 5.515, abbonati 958,
CAGLIARI-BRESCIA
Terranova sul tiro di Fiordilino). Antenucci. Primo tempo d’atte- Ritmo più alto del Venezia, Ca- tropiede da Salcedo e atterrato
incasso totale di 80.304 euro. Tiri in Organizzato e cinico, il Bari sa, mosse prevedibili su un fron- prile ha continuato a trascorrere da Joronen. Esecuzione perfetta
CITTADELLA-SPAL porta 4-6. Tiri fuori 5-4. In fuorigioco
COSENZA-GENOA 0-2. Angoli 9-9. Recuperi: p.t. 1’, s.t. 4’ morde come un crotalo il Vene- te e sull’altro con Joronen e Ca- un pomeriggio tranquillo fino a e Bari nuovamente avanti, otta-
MODENA-COMO zia con due ripartenze micidiali, prile a limitarsi al minimo sin- quando non è stato infilato di te- vo centro in otto partite per
PALERMO-PISA
PARMA-REGGINA Top in mezzo il pareggio di Ceccaro-
ni che ha illuso la squadra di Ja-
dacale. Cuisance ha illuminato il
Penzo con alcune giocate di
sta da Ceccaroni che è svettato,
tra Maita e Folorunsho, sul cor-
Cheddira, in gol per il settimo
match consecutivo. Il Venezia ha
BARI-ASCOLI ore 16.15
vorcic. Poteva finire pari, invece classe finissima, tanto che Mi- ner di Cuisance. reagito d’orgoglio, Javorcic ha
DOMENICA 7 Cheddira
PERUGIA-SÜDTIROL ore 16.15 l’incontro è terminato con il gnani ha spedito Maita sulle inserito Pierini e Johnsen per al-
Prima innesca
Antenucci, quarto successo consecutivo tracce del fantasista transalpino, Protagonista Il Venezia ha largare la manovra offensiva,
poi conquista della squadra di Mignani e quar- impressionante la forza fisica di creduto di poter rovesciare l’in- l’ex Cesena ha esaltato la reatti-
10a GIORNATA e trasforma
il rigore del 2-1
to di fila in trasferta. Il Venezia
ha confermato di essere in cre-
Folorunsho fino alla fine. La ga-
ra si è sbloccata dopo 25 secondi
contro, ma non ha fatto i conti
con Cheddira, innescato in con-
vità di Caprile che ha alzato una
botta tremenda dal limite, poi in
SABATO 22
BRESCIA-VENEZIA ore 14
COMO-BENEVENTO
FROSINONE-BARI Le partite di oggi In grande ascesa
REGGINA-PERUGIA

Frosinone, in casa è il top


SPAL-COSENZA
SÜDTIROL-PARMA COMO 4-3-1-2 SÜDTIROL 4-4-2
TERNANA-GENOA ore 16.15 n PERUGIA 4-2-3-1 n BENEVENTO 4-3-2-1 FROSINONE 2
La Spal non è pervenuta
DOMENICA 23
PALERMO-CITTADELLA ore 16.15 n n
PISA-MODENA OGGI ore 16.15 STADIO Sinigaglia
ARBITRO Gariglio
OGGI ore 16.15 STADIO Druso
ARBITRO Meraviglia
SPAL 0
LUNEDì 24
ASCOLI-CAGLIARI ore 20.30 ASSISTENTI C. Gualtieri-Ricci ASSISTENTI Preti-Fontemurato (PRIMO TEMPO)R0-0
IV Bordin VAR Marini AVAR Baroni IV Kumara VAR Zufferli AVAR M. Gualtieri tà ma dobbiamo avere maggiore MARCATORI Caso al 2’, Mazzitelli al
TV Sky, Dazn, Helbiz PREZZI 14-62 euro TV Sky, Dazn, Helbiz PREZZI 15-45 euro di Alessandro Salines 42’ s.t.
equilibrio», ha detto Venturato
MARCATORI
FROSINONE
1 1 dopo la partita. FROSINONE (4-3-3)
GHIDOTTI POLUZZI l Frosinone in casa Turati 6; Sampirisi 6, Lucioni 6,5,

I
8 RETI Cheddira (1, Bari) 28 23 16 3 non fa prigionieri. Protagonista Nel Frosinone Szyminski 6,5, Cotali 6; Garritano 6,5
5 RETI Antenucci (1, Bari) VIGNALI SCAGLIA SOLINI CAGNANO 2 19 55 11
Anche la Spal si è do- esordio da titolare per l’attac- (dal 43’ s.t. Frabotta s.v.), Mazzitelli 7,
4 RETI Gondo (1, Ascoli); Inglese 19 10 21 BERRA ZARO MASIELLO D'ORAZIO Kone 6 (dal 35’ s.t. Rohden s.v.);
vuta inchinare alla cante Ciervo. Spazio poi a Cotali,
(Parma); La Mantia (Spal) BLANCO BASELLI ARRIGONI 26 99 21 24 Ciervo 6 (dal 25’ s.t. Insigne 6), Moro
3 RETI Folorunsho (Bari); Ayé e 4 legge dello Stirpe: 4 Moro ed in extremis Szyminski
DE COL SCHIAVONE TAIT DAVI 6 (dal 35’ s.t. Mulattieri s.v.), Caso 7,5
Bianchi (1, Brescia); Diaw (1, FABREGAS vittorie di fila (11 nelle ultime 13, (al posto di Ravanelli infortuna- (dal 24’ s.t. Lulic 6)
90 9
Modena); Brunori (1, Palermo); Man 63 77 record in Serie B nell’anno sola- tosi nel riscaldamento). A sor- PANCHINA Loria, Monterisi,
ODOGWU MAZZOCCHI
(1, Parma); Gliozzi (1, Pisa); Fabbian e CUTRONE MANCUSO re) senza subire reti. La squadra presa Venturato ha schierato Ravanelli, Kalaj, Oliveri, Bocic, Borrelli
Menez (Reggina); Rover (2, Südtirol); 18 25 di Grosso ha cambiato passo ed Fiordaliso, Rabbi e Finotto, ALLENATORE Morrone 7 (Grosso
Favilli e Partipilo (Ternana) DI CARMINE SIMY squalificato)
8 28
ha vinto nel secondo tempo gra- mentre Arena ha sostituito lo
2 RETI Botteghin (Ascoli); Forte 23 11 13
TELLO CIANO zie a una perla di Caso e alla pu- squalificato Meccariello. Primo SPAL (4-3-1-2)
(Benevento); Moreo (Brescia); LISI OLIVIERI LUPERINI
Mancosu (Cagliari); Antonucci, 25 16 4 27 7 nizione di Mazzitelli. La mini ri- tempo bloccato, l’unica palla- Alfonso 6,5 (dal 13’ s.t. Thiam 5,5);
Asencio (1) e Baldini (1, Cittadella); SANTORO BARTOLOMEI ACAMPORA SCHIATTARELLA KARIC voluzione di Venturato non ha gol è stata di Garritano (gran pa- Fiordaliso 5,5 (dal 13’ s.t. Dickmann
Cutrone (Como); Caso, Moro e 33 15 5 17 5 33 96 3 pagato: la Spal ha retto nel pri- rata di Alfonso). Nella ripresa la 5,5), Arena 5, Dalle Mura 6, Celia 5,5;
BEGHETTO DELL’ORCO ANGELLA PAZ MASCIANGELO LEVERBE CAPELLINI LETIZIA Zanellato 5, Esposito 6,5, Valzania 5,5
Mulattieri (Frosinone); Coda (1, mo tempo, guidata da un ottimo musica è cambiata. Caso al 2’
Genoa); Bonfanti e Falcinelli 1 29 (dal 27’ s.t. Proia s.v.); Rabbi 6 (dal
GORI PALEARI Esposito, ma dopo l’intervallo si con una travolgente azione per-
(Modena); Mihaila e Tutino (1, Parma); 35’ s.t. Rauti s.v.); Finotto 5 (dal 27’
è sciolta. Il Frosinone è balzato al sonale ha rotto l’equilibrio. Il s.t. Moncini s.v.), La Mantia 5
Strizzolo (Perugia); Pierozzi e Rivas COMO SÜDTIROL
(Reggina); Maistro (Spal); Odogwu PANCHINA 99 Vigorito, 5 Da Riva, PANCHINA 22 Iacobucci, 37 Capone, quinto posto a -3 dalla vetta. Per Frosinone ha acquisito sicurez- PANCHINA Tripaldelli, Prati, Murgia,
(Südtirol); Coulibaly e Palumbo 6 Iovine, 7 Chajia, 11 Parigini, 14 Bellemo, 10 Carretta, 16 Belardinelli, 30 Crociata, la Spal secondo ko consecutivo e za, la Spal non ha saputo reagire. Peda, Almici, Maistro, Tunjov
(Ternana); Cheryshev e Cuisance 24 Celeghin, 26 Odenthal, 27 Cerri, 17 Casiraghi, 6 Barison, 23 Pompetti, soprattutto una prova incolore. Nel finale il raddoppio di Mazzi- ALLENATORE Venturato 5
(Venezia) 33 Delli Carri, 44 Ioannou, 70 Ambrosino 4 Curto, 5 Vinetot, 14 Nicolussi Caviglia «Gara condizionata dal primo telli su punizione per fallo di
ALLENATORE Longo ALLENATORE Bisoli SQUALIFICATI e ARBITRO Camplone di Pescara 6
SQUALIFICATI Binks DIFFIDATI nessuno INDISPONIBILI gol subito a causa di un’ingenui- Arena (espulso) su Mulattieri ASSISTENTI Laudato 6-Vigile 6
DIFFIDATI nessuno Siega, Sprocati, Marconi, Voltan, Rover lanciato a rete. «Abbiamo avuto ESPULSI Arena (S) al 40’ s.t. per
INDISP. Faragò, Gabrielloni, Kerrigan grande solidità e poi in casa c’è gioco scorretto
PERUGIA
BENEVENTO
PANCHINA 12 Manfredini, 22 Lucatelli, Top una magia vincente. Grosso? Era
felice, offrirà una cena”, ha com-
AMMONITI Szyminski (F), Rabbi
(S), Kone (F) e Cotali (F) per gioco
PANCHINA 12 Furlan, 22 Moro, 18 Foulon, 37 Veltri, 58 Pastina, 10 Farias,
mentato il vice Morrone che ha scorretto; Mazzitelli (F) per
24 Casasola, 6 Vulikic, 21 Curado, 80 Koutsoupias, 16 Improta, 30 Basit, 7,5 Caso
comportamento non regolamentare
3 Righetti, 4 Iannoni, 28 Kouan, 7 Vulic, 72 Vokic, 14 Pape Samba, 20 La Gumina Un gol d’antologia sostituito il tecnico squalificato. NOTE paganti 7.268, incasso di
20 Di Serio, 9 Melchiorri, 41 Strizzolo ALLENATORE Cannavaro che è valso da
ALLENATORE Baldini SQUALIFICATI e DIFFIDATI nessuno
© RIPRODUZIONE RISERVATA 46.988 euro; abbonati e quota non
solo il prezzo del
SQUALIFICATI e DIFFIDATI nessuno INDISPONIBILI Viviani, El Kaouakibi, comunicati. Tiri in porta 7-2.
SEGUITE TUTTA LA SERIE B SU biglietto. E quando
Gazzetta.it
INDISPONIBILI Rosi, Matos, Sgarbi Glik, Veseli, Kubica, Forte accelera... s TEMPO DI LETTURA 1’21” Tiri fuori 7-4. In fuorigioco 1-2.
Angoli 5-7. Recuperi: p.t. 2’, s.t. 4’
D O ME N ICA 9 OTTO BR E 2 02 2 LA GAZZE TTA S PORTIVA 33
#
l’entusiasmo delle piazze che soltanto piacevoli sorprese. bassi, caro presidente Südtirol ha già dimostrato di debutto negativo di Longo e
pompa il clima giusto, mentre Guardate anche la Ternana, Bandecchi? Certo, tutto è in aver svoltato, adesso tocca al Baldini. Sì, è un campionato
gli avversari balbettano e non salita al terzo posto accanto al itinere, non c’è dubbio, e il vero Benevento (incuriosisce il che ha ancora tanto da dire.
sembrano così convincenti. Ci Brescia in un processo di volto di tante squadre ancora si faccia a faccia di oggi tra Bisoli Forse tutto. Intanto le lepri del
sono ancora trenta giornate crescita molto interessante: deve vedere. Oggi ne scendono e Cannavaro a Bolzano), ma Sud corrono che è una
davanti, ma qui invece di avere perché non godersi il momento in campo quattro che hanno anche al Como e al Perugia, che meraviglia. Attenzione...
segnali dalle big abbiamo invece di scegliere di volare appena cambiato allenatore: il si trovano di fronte dopo il © RIPRODUZIONE RISERVATA

il vento del Sud


Reggina, un altro 3-0
e non Nasti, out per influenza.
REGGINA 3 Tre le novità per Inzaghi: prima
da titolare per Hernani (capitan
Crisetig è finito in panchina), in
COSENZA 0 attacco Ricci è stato preferito a

Il derby è un trionfo
(PRIMO TEMPO)R1-0 Canotto, mentre è ritornato Ri-
MARCATORI Rivas al 9’ p.t.; Menez vas al posto di Cicerelli.
al 7’, Pierozzi al 18’ s.t.
REGGINA (4-3-3)
La partita Le due formazioni

Cosenza spazzato via


Colombi 6; Pierozzi 7, Cionek 6,5, si sono presentate allineate e in
Gagliolo 6,5, Di Chiara 7 (dal 38’ s.t. situazione di sostanziale equili-
Giraudo s.v.); Fabbian 6, Majer 6,5, brio, poi il Cosenza ha spinto per
Hernani 6,5 (dal 23’ s.t. Liotti 6); Ricci sorprendere l’avversario e nello
6,5 (dal 15’ s.t. Canotto 6), Menez 7,5 spazio di un minuto ha battuto
(dal 23’ s.t. Gori 6), Rivas 7 (dal 38’ s.t.
Cicerelli s.v.)
tre calci d’angolo: nel secondo
PANCHINA Ravaglia, Bouah,
Camporese, Loiacono, Crisetig,
La sblocca Rivas c’è stato un silent check per un
presunto fallo di mano. Scrollati
Lombardi, Santander
ALLENATORE Inzaghi 7
e poi entra i timori la Reggina si è scossa e al
primo affondo, minuto 9, si è
COSENZA (4-3-2-1)
in scena Menez portata in vantaggio. Ricci dalla
Matosevic 5,5; Rispoli 5, Rigione 5,
Venturi 6, Panico 5 (dall’11’ s.t. Gozzi 6); che raddoppia destra ha cambiato gioco per Ri-
vas, il quale è entrato in area, si è
Voca 5 (dal 21’ s.t. Caló 6), Brescianini
6, Vallocchia 5 (dall’11’ s.t. Kornvig 5); e chiude la gara. spostato il pallone sul destro e ha
calciato sul primo palo con Ma-
Brignola 5 (dall’11’ s.t. Martino 4),
D’Urso 6 (dal 21’ s.t. Butic 6); Larrivey 5 Tris di Pierozzi tosevic che avrebbe potuto fare
PANCHINA Marson, Meroni, Merola, di più. Il Cosenza ha cercato di
Camigliano, Sidibe, Zilli, Arioli reagire e c’è voluta tutta l’espe-
di Lorenzo Vitto
ALLENATORE Dionigi 5 rienza di Cionek a spazzare in
REGGIO CALABRIA
angolo un servizio di Bresciani-
ARBITRO Valeri di Roma 6,5
ASSISTENTI Imperiale 6-Politi 6 a Reggina regola il ni per Larrivey che era pronto

L
ESPULSI Martino (C) al 43’ s.t. per Cosenza con la legge alla battuta. Ad inizio ripresa è
gioco scorretto del 3: per la terza gara Protagonista Jeremy Menez, 35 anni, festeggia la rete al Cosenza LAPRESSE salito in cattedra Menez, che pri-
AMMONITI D’Urso (C), Rispoli (C) e interna consecutiva ma si è visto respingere il tiro da
Butic (C) per gioco scorretto si impone sull’avver- in una posizione di classifica co- centrazione nonostante la deli- Matosevic e poi, partendo dalla
NOTE paganti 11.287, incasso non
comunicato; abbonati 4.130, quota non
sario per 3-0, identico punteg- sì in alto da stare con il fiato sul catezza tipica del match, alla fi- trequarti, appena dentro l’area
pieno recupero le vibranti pro- comunicata. Tiri in porta 7-1 (con un gio dopo Palermo e Cittadella. collo alla capolista. La partita è ne ha premiato chi partiva con i ha calciato nell’angolo più lon-
teste (Modolo ammonito) prima palo). Tiri fuori 6-3. In fuorigioco 1-1. Testa, cuore e tanta voglia di stata giocata in un Granillo ag- favori del pronostico, ovvero la tano per il 2-0. Per Menez è il
per un contatto in mischia Di Angoli 4-8. Recuperi: p.t. 1’, s.t. 3’ vincere. Questi gli ingredienti ghindato a festa, che ha fatto re- Reggina che adesso comanda terzo gol: con Fabbian è il capo-
Cesare-Pohjanpalo, poi per una fondamentali che hanno per- gistrare il record di spettatori: insieme al Bari. L’ex Dionigi per cannoniere della squadra. Dopo
scivolata a terra di mano di Ter-
ranova sul tiro dal limite di Fior- Top messo ai ragazzi di Inzaghi di di-
menticare Modena e aggiudi-
più di 15 mila sugli spalti. La vit-
toria è stata meritatissima, con
scombussolare i piani di Inzaghi
ha cambiato modulo rispetto al-
il tris di Pierozzi, il Cosenza s’è
arreso anche se nel nervoso fi-
dilino. Il Var ha dato ragione a carsi il 10° derby giocato sulle un risultato che poteva essere l’ultima gara, passando dal 4-2- nale s’è visto qualche colpo di
7,5 Menez
Giua, ma i dubbi rimangono. sponde dello Stretto in Serie B, più rotondo. 3-1 al 4-3-2-1: dentro il centro- troppo (vedi il rosso di Martino).
Altra gara da
© RIPRODUZIONE RISERVATA
incorniciare con davanti al presidente della Lega campista Vallocchia e panchina © RIPRODUZIONE RISERVATA

giocate di classe Mauro Balata. Il derby più deli- Qualità L’atteggiamento con- per il trequartista Merola, men-
s TEMPO DI LETTURA 2’59” e un altro gol:
sono già tre
cato considerando che il Cosen-
za si era presentato alla contesa
vinto e determinato, insieme al-
la capacità di mantenere la con-
tre in attacco, rispetto alla sfida
contro il Como, s’è visto Larrivey s TEMPO DI LETTURA 2’29”

L’altra vittoria esterna L’unico incontro senza gol

Diaw al 90’: il Modena va ASCOLI 1 Il Pisa fermato dai pali PISA 0


L’Ascoli si fa ribaltare MODENA 2 Parma: l’Arena resta tabù PARMA 0
(PRIMO TEMPO)R1-0 PISA (4-3-2-1)
Non è accaduto niente di tutto MARCATORI Dionisi (A) al 26’ p.t.; Marin a proteggere la difesa e Io- Nicolas 7; Calabresi 6,5, Canestrelli 6,
di Massimiliano Mariotti Falcinelli (M) al 10’, Diaw (M) al 45’ s.t.
di Alessio Carli Barba 6, Beruatto 5,5 (dal 42’ s.t.
questo, seppur inizialmente nita inedito trequartista per in-
ASCOLI PICENO PISA Mastinu s.v.); Touré 6 (dal 26’ s.t.
Dionisi aveva fatto illudere il ASCOLI (3-5-2)
nescare veloci ripartenze, ruolo
Esteves 6), Nagy 6,5, Marin 7; Ionita
esecuzione esatta pubblico amico del Del Duca. Guarna 6; Bellusci 5, Botteghin 6, n po’ bugiardo e in in cui però deve ancora trovare 5,5 (dal 15’ s.t. M. Tramoni 5,5), Sibilli

L’ U
della famosa prova Quaranta 6; Falzerano 5,5 (dal 9’ s.t. buona parte fotogra- le misure, come dimostra l’oc- 6,5 (dal 26’ s.t. Morutan 5,5); Gliozzi 6
del nove riesce al Mo- La mossa Una manovra ragio- Adjapong 6), Collocolo 5,5, Buchel 6, fia di Pisa e Parma lo casione fallita di testa a inizio ri- (dal 42’ s.t. Cissé s.v.)
dena. Gli uomini di nata fatta di geometrie ben pre- Caligara 6 (dal 21’ s.t. Ciciretti 5), 0-0 dell’Arena Gari- presa (a cui è seguito l’errore di PANCHINA Livieri, Hermannsson,
Tesser giocano un’ot- cise. È stata questa la strategia Falasco 6,5 (dal 9’ s.t. Salvi 5); Dionisi baldi, stadio-tabù per Touré, tiro fiacco a porta vuota Jureskin, De Vitis, Piccinini, Rus,
6 (dal 22’ s.t. Mendes 5), Gondo 6 (dal L. Tramoni
tima gara, andando sotto e ribal- vincente dell’esperto ex Tesser. 31’ s.t. Lungoyi s.v.)
gli emiliani (qui mai vittoriosi in intercettato da Valenti). E nel
ALLENATORE D’Angelo 6
tandola nella ripresa con una La matematica non è un’opinio- PANCHINA Baumann, Donati, B). Le squadre hanno provato a primo tempo solo la traversa (te-
grande reazione d’orgoglio fino ne. E questo in campo il Modena Giordano, Bidaoui, Eramo, Giovane, vincerla fino all’ultimo secondo, sta di Gliozzi) e il palo (tiro-cross PARMA (4-2-3-1)
al 2-1 finale. A trascinare gli lo ha espresso alla perfezione Tavcar non riuscendoci (oltreché per di Beruatto) hanno salvato il Chichizola 6; Delprato 5,5, Osorio 6,
emiliani al successo, il primo ot- con triangolazioni in grado di ALLENATORE Bucchi 5,5 gli episodi) perché il Parma, Parma, che nei primi 25’ non Valenti 7, Oosterwolde 6; Estevez 6,5,
tenuto in trasferta, è stato anco- creare molti disagi al terzetto quando non gira Inglese, perde aveva tradotto in gol l’insistito Juric 6 (dall’11’ s.t. Ansaldi 6,5); Man 6
MODENA (4-3-2-1) (dal 26’ s.t. Coulibaly 6,5), Vazquez
ra una volta l’incontenibile mediano dell’Ascoli chiamato a Gagno 6,5; Coppolaro 6 (dal 24’ s.t. molto della sua potenzialità of- possesso palla per la poca fred-
6,5, Sohm 6 (dal 1’ s.t. Benedyczak 6);
Diaw dopo il momentaneo pari fare filtro. Lo svantaggio emilia- Oukhadda 6), Pergreffi 6,5, Silvestri 6, fensiva. E il Pisa, seppure già ri- dezza di Inglese, solo due volte Inglese 5,5 (dal 45’ s.t. Charpentier
di Falcinelli. Le splendide gioca- no è stato un incidente di per- Azzi 5,5; Duca 6 (dal 33’ s.t. Mosti generato dalla cura D’Angelo (4 davanti a un Nicolas abile a mu- s.v.)
te dei due attaccanti hanno corso che poteva essere pagato a s.v.), Gerli 6 (dal 37’ s.t. Bonfanti s.v.), punti, applaudito al ritorno in rarlo e che in precedenza era vo- PANCHINA Corvi, Borriello,
spinto verso l’inferno un Ascoli caro prezzo. L’intervallo ha sa- Magnino 6,5; Tremolada 6 (dal 25’ s.t. casa) si portano ancora dietro le lato su botta di Man (una delle Balogh, Tutino, Bonny, Circati,
Panada 6,5), Marsura 6 (dal 1’ s.t. Zagaritis, Sits
che sperava di tornare a festeg- puto liberare il Modena, mentre scorie della partenza shock in tre novità insieme a Sohm sul-
Falcinelli 6,5); Diaw 7 ALLENATORE Pecchia 6
giare davanti ai propri tifosi con l’Ascoli è rimasto negli spoglia- PANCHINA Seculin, Ponsi, campionato e in alcuni momen- l’altro lato e Osorio in difesa).
tre punti. A maggior ragione do- toi. I cambi di Tesser hanno fatto Giovannini, De Maio, Renzetti, ti appaiono poco sicuri. Anche nel secondo tempo erano ARBITRO Pairetto di Nichelino 6
po la buona prova di Benevento il resto. Grazie al primo, Falci- Piacentini partiti meglio gli ospiti, che però ASSISTENTI Paglardini 6-Cortese 6
e le incomprensioni superate in nelli ha fatto 1-1 con un diago- ALLENATORE Tesser 7 Errori Il Pisa comunque ha si disunivano rischiando grosso ESPULSI nessuno
settimana tra tecnico e tifoseria. nale imparabile. Il doppio giallo ben interpretato la partita, con e solo con i cambi nel finale ri- AMMONITI Juric (Pa), Marin (Pi) e
ARBITRO Serra di Torino 5,5 Beruatto (Pi) per gioco scorretto; il
rimediato dall’ingenuo Bellusci ASSISTENTI Vono 5,5-Fiore 6 prendevano l’assedio per cerca-
tecnico Pecchia (Pa) per proteste
apre un’autostrada al sucesso ESPULSI Bellusci (A) al 30’ s.t. per re quella terza vittoria di fila che
Top Top
NOTE paganti 3.140, incasso non
del Modena. Diaw si conferma doppia ammonizione (entrambe per in B manca dal 2018, negata dal- comunicato; abbonati 4.961, quota
spietato e regala altri tre punti. gioco scorretto) le respinte di Nicolas sui tiri da non comunicata. Tiri in porta 3 (con
7 Diaw Quelli che proiettano il Modena AMMONITI Tremolada (M) e 7 Valenti fuori dei subentrati Ansaldi e un palo e una traversa)-6.
Ci ha preso gusto fuori dalla zona che scotta. Pergreffi (M) per gioco scorretto Mai una Coulibaly. Tiri fuori 0-2. In fuorigioco 3-2.
nel segnare gol NOTE paganti 2.147, incasso di 18.488 distrazione Angoli 6-6. Recuperi: p.t. 0’, s.t. 4’
© RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA
pesanti. Stavolta euro; abbonati 3.912, quota di e un salvataggio
è freddo al 90’: 31.165,70 euro. Tiri in porta 3-5. su Gliozzi
un gol d’oro s TEMPO DI LETTURA 1’21” Tiri fuori 8-7. In fuorigioco 1-2.
Angoli 6-4. Recuperi: p.t. 2’, s.t. 4’
da applausi s TEMPO DI LETTURA 1’21”
34 DO ME NI CA 9 OT TOB RE 2022 L A GA ZZET TA SPORTI VA

SERIE B 8a GIORNATA

TERNANA 3 L’ex capolista


PALERMO 0
(PRIMO TEMPO)R0-0
MARCATORI Partipilo al 12’, Palumbo Il Brescia ha Ayé
Ma il Cittadella c’è
al 32’, Moro al 46’ s.t.

TERNANA (4-3-2-1)
Iannarilli 6; Mantovani 6,5, Sorensen 7,

ed è un brutto pari
Capuano 6 (dal 36’ p.t. Diakité 6),
Corrado 6,5 (dal 34’ s.t. Moro 6,5);
Cassata 6,5 (dal 19’ s.t. Defendi 6),
Di Tacchio 7, Coulibaly 6,5; Partipilo 7,5,
Palumbo 8 (dal 36’ s.t. Celli s.v.);
Donnarumma 5,5 (dal 36’ s.t.
za ritrovata schierando Ayé pun-
Pettinari s.v.) di Gian Paolo Laffranchi
PANCHINA Krapikas, Capanni, to di riferimento avanzato di un
BRESCIA
Proietti, Rovaglia, Paghera, 4-3-2-1 che diventa 4-5-1 quan-
Ghiringhelli, Martella uando si parla di par- do Benali e Galazzi si allargano,

Q
ALLENATORE Lucarelli 7 titaccia, per chiarire mentre Gorini collega i reparti
PALERMO (4-3-3) il concetto si può con i movimenti intelligenti fra
Pigliacelli 5,5; Mateju 5, Nedelcearu 5,5, tranquillamente ri- le linee di Antonucci e si affida
Marconi 6, Sala 6 (dal 34’ p.t. Buttaro vedere la sfida fra alle fiammate di Lores Varela. La
5,5); Segre 5 (dal 34’ s.t. Floriano s.v.), Brescia e Cittadella. Troppo con- partita a scacchi si sblocca sol-
Stulac 5, Saric 6 (dal 23’ s.t. Broh 5); tratta l’ex capolista, reduce dalla tanto su calcio da fermo: Galazzi
Elia 6 (dal 23’ s.t. Valente 5,5), Brunori
batosta di Bari e rimontata in ca- pesca Ayé che insacca con un
5, Di Mariano 5,5 (dal 34’ s.t. Vido s.v.)
PANCHINA Massolo, Gomes, Soleri, sa dai veneti, che sul piano del colpo di testa imparabile. Il Bre-
Damiani, Devetak, Bettella, Lancini gioco manovrano pure meglio - scia esulta ma nemmeno in van-
ALLENATORE Corini 5 e più a lungo nella metà campo taggio è padrone del campo. La
avversaria - meritando appieno risposta di Vita va a sbattere sul-
ARBITRO Manganiello di Pinerolo 6,5
il pareggio. Ma ci sono più con- l’opposizione di Lezzerini, ma il
ASSISTENTI Liberti 6-Cipriani 6
ESPULSI nessuno Che rovesciata Anthony Partipilo, 27 anni, ha segnato così la prima rete della Ternana contro il Palermo LAPRESSE trasti che guizzi, più ripiega- Cittadella dimostra subito di es-
AMMONITI Segre (P), Cassata (T), menti che occasioni. Alla fine serci e non accusa il colpo.

Un Partipilo da urlo
Broh (P) e Marconi (P) per gioco l’1-1 è l’esito naturale di una sfi-
scorretto; Moro (T) per da combattuta e poco spettaco- Risposta La ripresa si apre con
comportamento non regolamentare lare, un match che si chiudereb- un regalo di Visentin, che grazia
NOTE paganti 4.894, incasso di
56.217euro ; abbonati 1.723, quota di
be pari anche ai punti: nessuno Lezzerini da due passi alzando
13.785,39 euro. Tiri in porta 4-0. domina, l’equilibrio regna. sopra la traversa. Scampato il

Ternana, che festa


Tiri fuori 7-1. In fuorigioco 3-0. pericolo, il Brescia si fa ancora
Angoli 7-2. Recuperi: p.t. 3’, s.t. 4’ Le mosse Clotet scioglie i dub- più prudente. Gorini cambia in-
bi che gli consente l’abbondan- serendo Mattioli sulla destra e
Top aggiungendo Beretta all’attacco,
Clotet passa allora al 4-4-2 per

Il Palermo è in crisi
8 Palumbo BRESCIA 1 sfruttare meglio l’ampiezza ma
il nuovo entrato Ndoj si fa saltare
Quinto assist e
da Antonucci, che firma una ve-
secondo gol.
Quando si
CITTADELLA 1 ra prodezza (controllo di destro,
accende lui, la (PRIMO TEMPO)R1-0 mancino all’incrocio). Ancora
Ternana vola MARCATORI: Ayé (B) al 29’ p.t.; Ayé, in giornata-sì, ha la chance
Antonucci (C) al 24’ s.t. del bis con un’altra incornata da
di Massimo Laureti La squadra di Lucarelli Palermo non ha mai centrato la
porta.
BRESCIA (4-3-2-1)
Lezzerini 6,5; Jallow 5,5, Papetti 5,
applausi, ma stavolta trova sulla
sua strada Kastrati. Nel finale,

prima sbaglia, poi dilaga


TERNI
Adorni 6,5, Mangraviti 6; Bertagnoli 6 con il Cittadella ormai stanco, il
ltro che trattore, im- Goleada La Ternana invece, (dal 22’ s.t. Ndoj 5), Van de Looi 5,5 Brescia prova a conquistare la

A Corini: tre sconfitte di fila


magine evocata da una volta in vantaggio, ha trova- (dal 32’ s.t. Viviani 5,5), Bisoli 6; quarta vittoria stagionale su 4 al
Cristiano Lucarelli a to gli spazi che hanno esaltato Benali 6 (dal 22’ s.t. Moreo 6), Rigamonti facendo leva sulla fa-
Galazzi 6,5 (dal 32’ s.t. Olzer 6);
inizio stagione per Palumbo e Partipilo ma anche me di gol di Bianchi, mandato in
Ayé 7 (dal 32’ s.t. Bianchi 5,5)
dare il senso del- Moro e Pettinari. Proprio il capi- PANCHINA Andrenacci, Huard, campo da Clotet per dimostrarsi
l’umiltà con la quale chiede ai stagione 2003-04 per ritrovare soluti in una Ternana che è al tano ha messo il sigillo con una Garofalo ancora una volta l’uomo della
suoi di affrontare questa secon- un dato tanto negativo. quarto clean sheet (porta invio- rasoiata dal limite prima di con- ALLENATORE Clotet 6 provvidenza. L’ex genoano però
da stagione in Serie B. La Terna- lata nelle ultime tre partite) ma cedersi alla standing ovation di sciupa l’unica opportunità utile
CITTADELLA (4-3-1-2)
na ammirata contro il Palermo La partita Eppure il Palermo che è tornata a proporre una un Liberati euforico. Quell’eu-
Kastrati 6; Vita 6,5, Visentin 5, Frare
sparacchiando a lato. A tempo
è parsa piuttosto un rullo com- in avvio non aveva dato la sen- manovra offensiva di qualità. foria che Lucarelli alla fine ha 6, Cassandro 5,5; Carriero 6 (dal 16’ scaduto Visentin stende Moreo e
pressore capace di creare tanto, sazione di squadra in disarmo. Palumbo ha segnato due gol chiesto di contenere «perché la s.t. Mattioli 6), Pavan 6 (dal 16’ s.t. per l’arbitro Miele sarebbe am-
di concedere quasi niente e poi, Lo stesso Corini, nel dopo parti- nelle ultime due gare, Partipilo, squadra sta crescendo, gioca Beretta 6,5), Branca 6; Antonucci 7 monizione con punizione dal li-
una volta sfondato l’argine, ca- ta, sintetizzando il match dei al gol numero 37 nella Ternana, bene, ma siamo soltanto all’ot- (dal 28’ s.t. Danzi 6); Varela 6,5 (dal mite, ma il Var ravvisa un fuori-
pace anche di concedersi allo suoi ha parlato di «un primo è diventato il quinto marcatore tava giornata. Fa piacere vivere 36’ s.t. Mazzocco s.v.), Asencio 6 gioco precedente: nulla di fatto,
spettacolo. Così è finita in glo- tempo discreto e di una ripresa del club nel nuovo millennio. La questi momenti, essere nelle (dal 28’ s.t. Magrassi 6) giallo compreso, e pareggio or-
PANCHINA Manfrin, Maniero,
ria: quarta vittoria consecutiva nella quale, subito il primo gol, loro intesa avrebbe potuto fare zone nobili della classifica, però Perticone, Felicioli, Del Fabro, mai scritto.
in campionato, cosa che in pas- sono tornati i fantasmi». Quei breccia già nel primo tempo: non dobbiamo esaltarci. La B è Embalo, Ciriello © RIPRODUZIONE RISERVATA
sato era capitata due volte, nel fantasmi che sembrano blocca- Partipilo non è arrivato al tap in un campionato maledetto che ALLENATORE Gorini 6,5
1946 e più recentemente, nel
2012. Quattro vittorie che pro-
re testa e gambe. Effetto oppo-
sto a quello prodotto dal van-
sul cross di Corrado e Palumbo
ha mandato fuori di centimetri
può cambiare gli scenari da una
settimana all’altra». Però anche ARBITRO G. Miele di Nola 6
ASSISTENTI Berti 6-Garzelli 6
s TEMPO DI LETTURA 2’07”

iettano la squadra di Lucarelli al taggio di Partipilo (splendida un diagonale. Alle loro spalle tre lui si è concesso l’esultanza in ESPULSI nessuno
terzo posto pareggiando il mi-
gliore avvio in campionato fatto
rovesciata dopo un gran nume-
ro di Palumbo in rifinitura) che
centrocampisti (un super Di
Tacchio) in grado di coprire
campo al gol di Moro (primo in
B) dopo fuga solitaria. In fin dei
AMMONITI Van de Looi (B),
Asencio (C), Varela (C), Top
registrare nel 2003-04 con 16 invece ha liberato la Ternana, l’avvio di manovra del Palermo, conti il momento è troppo bello Cassandro (C) e Branca (C) per
gioco scorretto 7 Ayé
punti nelle prime 8. Per il Paler- l’ha proiettata con sempre mag- che raramente è riuscito a inne- per non goderselo.
NOTE paganti 1.681, incasso non Segna un gran
mo invece è arrivata la terza giore sicurezza verso una vitto- scare gli attaccanti. Soltanto Sa- © RIPRODUZIONE RISERVATA
gol, ne sfiora
comunicato; abbonati 3.600, quota
sconfitta consecutiva, sempre ria che alla fine ha anche strap- ric ha creato per Elia che ha non comunicata. Tiri in porta 2-4. un altro ed è
con l’attacco a secco. Anche in
questo caso bisogna tornare alla
pato applausi. Palumbo e Parti-
pilo sono stati protagonisti as-
mancato la deviazione decisiva.
Ma è stato un lampo perché il s TEMPO DI LETTURA 2’54” Tiri fuori 4-3. In fuorigioco 1-1.
Angoli 2-4. Recuperi: p.t. 1’, s.t. 6’
sempre nel vivo
del gioco
D O ME N ICA 9 OTTO BR E 2 02 2 LA GAZZE TTA S PORTIVA 35

SERIE C GIRONE C 7a GIORNATA

LA CLASSIFICA Catanzaro travolgente


Poker anche ad Andria:
SQUADRE PT PARTITE RETI
G V N P F S
CATANZARO 19 7 6 1 0 25 2
CROTONE 19 7 6 1 0 12 3

miglior attacco d’Italia


PESCARA 16 7 5 1 1 13 5
JUVE STABIA 13 7 4 1 2 7 4
LATINA 13 7 4 1 2 13 11
TURRIS 13 7 4 1 2 9 11
MONOPOLI 12 7 4 0 3 10 9
GIUGLIANO 11 7 3 2 2 12 7 La squadra di Vivarini a quota 25
GELBISON
CERIGNOLA
11
10
7
7
3
3
2
1
2
3
8
9
5
9 FIDELIS ANDRIA 0 Vandeputte apre e chiude la gara
Il tecnico: «Approccio perfetto»
FRANCAVILLA 10 7 3 1 3 7 8
MONTEROSI 8 7 2 2 3 9 8 CATANZARO 4
AVELLINO 7 7 2 1 4 5 7
VITERBESE 6 7 1 3 3 5 11 MARCATORI Vandeputte al 30’, brano poter reggere il ritmo, ma
TARANTO 6 7 2 0 5 5 14 Iemmello al 39’, Biasci al 45’ p.t.; di Giuseppe Ernesto
Vandeputte al 29’ s.t. non sarà facile per nessuno con-
PICERNO 5 7 1 2 4 7 11 ANDRIA
trastare lo strapotere di una
POTENZA 5 7 0 5 2 6 10 FIDELIS ANDRIA (3-5-2) l Catanzaro passeggia squadra che può permettersi

I
MESSINA 4 7 1 1 5 5 14 Zamarion 4,5; Milillo 5,5, Dalmazzi 5,5,
FOGGIA 4 7 1 1 5 3 14
sulle difficoltà della anche in panchina importanti
Delvino 5 (dal 26’ s.t. Mariani 6); Fidelis Andria, sem- soluzioni alternative.
FIDELIS ANDRIA 3 7 0 3 4 6 13 Fabriani 5,5, Candellori 5,5, Arrigoni 6
(dal 38’ s.t. Zenelaj s.v.), Urso 5 (dal 1’ pre più ultima, e lan-
SERIE B PLAYOFF PLAYOUT SERIE D
s.t. Sipos 5,5), Hadziosmanovic 5; cia un altro forte La partita La sfida con l’An-
Bolsius 5,5 (dal 38’ s.t. Pavone s.v.), messaggio al campionato. Come dria è durata circa mezz’ora, con
a
7 GIORNATA Orfei 5 (dal 1’ s.t. Djibril 5,5). (Savini,
Graziano, Pinelli, Mercurio, Ciotti,
una settimana fa a Torre del
Greco i calabresi piazzano un al-
i padroni di casa che hanno cre-
ato un paio di situazioni perico-
CERIGNOLA-MESSINA 3-0 Alba, Tulli, Paolini). All. Cudini 5 tro largo successo in trasferta: lose. Ma proprio al 30’ un errato
CROTONE-AVELLINO 2-0 CATANZARO (3-5-2) Fulignati 6; un doppio 0-4 che non solo an- retropassaggio di Bolsius ha in-
FIDELIS ANDRIA-CATANZARO 0-4 Martinelli 6,5, Brighenti 6,5, nichilisce gli avversari, ma dà la nescato una veloce ripartenza, Esultanza Jari Vandeputte, 26 anni, festeggiato dopo lo 0-1 US CATANZARO
GELBISON-FOGGIA 2-0
GIUGLIANO-FRANCAVILLA 2-0
Scognamillo 6,5; Vandeputte 7,5, netta sensazione di una squadra finalizzata da Vandeputte con
Sounas 7 (dal 21’ s.t. Bombagi 6), dagli elevati contenuti tecnici, un destro chirurgico dal limite. vagante in area dopo un’errata dai sempre il massimo rischi di
JUVE STABIA-PICERNO 1-0 Ghion 7, Verna 6,5 (dal 21’ s.t. Pontisso
LATINA-TARANTO 1-0 solida in difesa e devastante in Sbloccato il risultato, in campo uscita del portiere. Nella ripresa perdere punti. Stiamo curando
6,5), Tentardini 6,5 (dal 42’ s.t.
MONOPOLI-VITERBESE 0-1 Katseris s.v.); Iemmello 7 (dal 35’ s.t. fase offensiva. I numeri di que- si è vista una sola squadra che il Catanzaro ha gestito l’incontro molto proprio l’approccio alla
MONTEROSI-TURRIS 3-5 Cianci s.v.), Biasci 7 (dal 1’ s.t. Curcio sto avvio di stagione sono im- ha creato gioco, ha mantenuto a e ha trovato il modo di arroton- gara e, quando riusciamo a do-
POTENZA-PESCARA 1-3 6,5). (Sala, Chilà, Welbeck, Fazio, pressionanti: la squadra di Viva- lungo il possesso palla e ha dare il risultato con Vandeputte. minare, sono particolarmente
Gatti, Mulè, Cinelli). All. Vivarini 7 rini ha subito appena due gol e chiuso l’incontro prima ancora soddisfatto. Ciò non toglie che è
Il tecnico «Il Catanzaro ha
8a GIORNATA ARBITRO Saia di Palermo 6
NOTE paganti 601, abbonati 1.358,
ne ha realizzati addirittura 25 in
sette giornate, decisamente la
dell’intervallo con Iemmello,
partito sul filo del fuorigioco ed calciatori di grande qualità e di
presto per esaltarsi».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

SABATO incasso di 14.405 euro. Ammoniti squadra più prolifica del calcio implacabile nel mettere alle notevole spessore tecnico – ha
MESSINA-GELBISON
TARANTO-JUVE STABIA
ore 14.30 Biasci, Scognamillo, Delvino,
Iemmello, Arrigoni e Djibril. Angoli 4-3
italiano. Solo il Crotone e in
qualche modo il Pescara sem-
spalle di Zamarion, e con Biasci,
veloce nello sfruttare una palla
detto Vivarini - ma questo è un
campionato complicato e se non s TEMPO DI LETTURA 1’45”

AVELLINO-CERIGNOLA ore 17.30


CATANZARO-VITERBESE
FOGGIA-CROTONE
FRANCAVILLA-LATINA
MONTEROSI-GIUGLIANO
Le altre partite
PESCARA-FIDELIS ANDRIA
TURRIS-MONOPOLI
PICERNO-POTENZA ore 20.30 Il Crotone tiene CROTONE 2 POTENZA 1 JUVE STABIA 1 MONTEROSI 3
Pescara tris
MARCATORI e Turris show
AVELLINO 0 PESCARA 3 PICERNO 0 TURRIS 5
6 RETI Costantino (2, Monterosi) MARCATORI Chiricò al 30’ p.t.; MARCATORI Lescano (Pe) al 7’, MARCATORE Mignanelli al 22’ s.t. MARCATORI Mbende (M) al 15’,
5 RETI Biasci e Iemmello Petriccione al 40’ s.t. Matino (Po) al 29’, Cuppone (Pe) al 46’ Leonetti (T) al 25’, Giannone (T) al 29’
(Catanzaro); Fabrizi (Latina)
l Crotone tiene il pas- p.t.; Crecco (Pe) al 49’ s.t. JUVE STABIA (4-3-3) Barosi 6,5; p.t.; Santaniello (T) al 5’ , Carlini (M) al

I
4 RETI Sounas e Vandeputte so del Catanzaro: con CROTONE (4-3-3) Branduani 6,5; Maggioni 6, Cinaglia 6, Caldore 6, 10’ e al 16’, Giannone (T) al 20’, Leonetti
(Catanzaro); Malcore (1, Cerignola); le firme d’autore di Calapai 6,5, Golemic 6,5, Cuomo 6,5, POTENZA (4-3-3) Gasparini 6; Mignanelli 7; Scaccabarozzi 6,5, (T) al 33’ s.t.
Giron 6,5 (40’ s.t. Mogos s.v.); Awua 6 Polito 5 (dal 1’ s.t. Armini 6), Matino 6,5, Gerbo 6 (dal 28’ s.t. Maselli 6),
Chiricò (1, Crotone); Patierno (2, Chiricò e Petriccione, Girasole 6, Rillo 6; Del Pinto 5 (dal 1’ s.t. Altobelli 6; Silipo 6 (dal 28’ s.t. MONTEROSI (4-3-2-1) Alia 5,5;
Francavilla); Starita (Monopoli); (dal 23’ s.t. Carraro 6), Petriccione
la squadra di Lerda 6,5, Tribuzzi 6,5 (dal 31’ s.t. Vitale 6); Steffè 6), Laaribi 5,5, Sandri 6 (25’ s.t. D’Agostino 6), Pandolfi 5,5 (dal 45’ s.t. Piroli 6 (dal 26’ s.t. Giordani 5,5),
Guida (1, Taranto); Leonetti (Turris)
3 RETI Piovaccari (Giugliano);
ha liquidato un Avellino che non Chiricò 6,5, Gomez 6 (dal 31’ s.t. Belloni 6); Volpe 6 (15’ s.t. Del Sole 5,5), Tonucci s.v.), Ricci s.v. (dal 22’ p.t. Mbende 5,5, Tartaglia 5, Di Renzo 5;
Montini (Monopoli); Carlini ha sfigurato. Si riprende bene il Tumminello 6,5), Kargbo 7 (41’ s.t. Caturano 5,5, Di Grazia 6 (36’ s.t. Em- Bentivegna 6). (Russo, Maresca, Tolomello 5,5 (dal 7’ s.t. Di Paolantonio
(Monterosi); Lescano e Mora Pescara con il quarto successo Pannitteri s.v.). (Dini, Gattuso, Bove, mausso 5,5). (Uva, Celesia, Masella, Dell’Orfanello, Carbone, Zigoni, 6), Lipani 6, Parlati 6; Verde 6 (dal 7’ s.t.
(Pescara); Giannone (Turris) esterno consecutivo: a Potenza Giannotti, Bernardotto, Papini, Rojas, Riccardi, Legittimo, Schimmenti, Talia, Guarracino, Della Pietra, Picardi, Rossi 4,5), Santarpia 5 (dal 33’ s.t. Liga
Crialese, Panico). All. Lerda 6,5 Logoluso, Verrengia). All. Siviglia 5,5 Peluso). All. Colucci 6,5 6), Carlini 7. (Moretti, Danca,
gol da ex per Lescano e Cuppone
Di Francesco, D’Antonio, Cirone,
C OS Ì OGG I (a segno anche il rientrante AVELLINO (4-3-3) Marcone 6; PESCARA (4-3-3) Plizzari 6; PICERNO (4-2-3-1) Crespi 6; Ferreri). All. Menichini 5,5
Crecco). Nelle altre gare spicca la Ricciardi 5,5 (dal 32’ s.t. Rizzo s.v.), Cancellotti 6, Brosco 6,5, Boben 6,5, Garcia 6, De Franco 6, Allegretto 6,
vittoria della Turris (5 reti, la se- Aya 6, Moretti 5,5, Zanandrea 6 (dal Milani 6; Mora 6 (36’ s.t. Crecco 6,5), Monti 6; De Cristofaro 5,5 (dal 27’ s.t. TURRIS (4-3-3) Perina 6; Ercolano 6
Tocca ai gironi A e B conda di Giannone direttamen- 42’ p.t. Auriletto 5); Casarini 5,5,
Franco 6 (dal 19’ s.t. Ceccarelli 5,5),
Palmiero 6 (dal 18’ s.t. Aloi 6), Kraja 6,5;
Cuppone 7 (45’ s.t. Ingrosso s.v.),
Diop 6), De Ciancio 6 (dal 36’ s.t.
Dettori s.v.); Golfo 5,5, Kouda 6,5 (dal
( 28’ s.t. Di Nunzio 6), Manzi 6, Boccia 6,
Contessa 6,5; Gallo 7, Finardi 6,5 (dal
In futuro più gare te da angolo) contro il Monterosi
Matera 5; Micovschi 5,5 (dal 32’ s.t. Lescano 6,5, Desogus 5,5 (18’ s.t. Kolaj 14’ s.t. D’Angelo 6), Esposito 5,5 (dal 21’ s.t. Taugourdeau 6,5), Haoudi 6,5
del nuovo proprietario e presi-
con inizio alle 12.30 dente Mauro Fusano. Terza vit-
Murano s.v.), Trotta 5 (dal 32’ s.t.
Gambale 5), Russo 6. (Pane, Tito,
6). (Sommariva, D’Aniello, Vergani,
Delle Monache, De Marino, Tupta,
27’ s.t. Santarcangelo 5,5); Reginaldo
6,5 (dal 14’ s.t. Gerardi 6). (Albertazzi,
(dal 21’ s.t. Acquadro 6); Giannone
7,5, Santaniello 6,5 (dal 21’ s.t. Maniero
 (p.s.) Ricco il programma toria consecutiva per il Latina Garetto, Dell’Oglio, Maisto, Illanes). Saccani, Germinario). All. Colombo 7 Finizio, Liurni, Pagliai, Novella, 6), Leonetti 7 (38’ s.t. Invernizzi s.v.).
domenicale, con tutto il girone A – la (primo gol tra i pro di Sannipoli, All. Taurino 5 Montesano). All. Longo 6 (Donini, Fasolino, Di Franco, Stampete,
capolista Novara va in casa ARBITRO Arena di Torre Del Greco 6 Aquino, Longo). All. Padalino 7
ancora a secco in trasferta il Ta-
dell’AlbinoLeffe - e nove partite del ARBITRO Giordano di Novara 6 NOTE spettatori 2.600 circa; paganti e ARBITRO Lovison di Padova 5,5
ranto) e per la Gelbison (debutto NOTE paganti 1.074, abbonati 3.422, abbonati non comunicati, incasso di NOTE spettatori 2.000 circa; paganti ARBITRO Turrini di Firenze 6
girone B (spicca Reggiana-Ancona).
negativo sulla panchina del Fog- incasso di 11.855,62 euro (senza quota 32.514 euro. Ammoniti Caturano, e incasso non comunicati. Ammoniti NOTE paganti 217, incasso di 1.720
Intanto, per contrastare il caro
energia, il Direttivo di Lega Pro ha gia per Fabio Gallo). abbonati). Ammoniti Ricciardi, Lescano, Armini, Brosco, Emmausso, Kouda, De Ciancio, Cinaglia, Monti e euro. Espulso Rossi al 23’ s.t.; ammoniti
invitato i club a utilizzare il più © RIPRODUZIONE RISERVATA Micovschi e Petriccione. Angoli 6-4 Mora e il tecnico Siviglia. Angoli 8-5 D’Agostino. Angoli 6-3 Mbende, Finardi e Piroli. Angoli 3-3
possibile l’orario domenicale delle
12.30 (o al massimo le 14.30), dando
facoltà di chiedere l’anticipo delle
partite in quella fascia oraria. Ecco il MONOPOLI 0 LATINA 1 GIUGLIANO 2 GELBISON 2 CERIGNOLA 3
programma odierno:
GIRONE A Ore 14.30 AlbinoLeffe-
Novara, Feralpisalò-Pro Vercelli,
VITERBESE 1 TARANTO 0 FRANCAVILLA 0 FOGGIA 0 MESSINA 0
Lecco-Sangiuliano, Pergolettese- MARCATORE Nesta al 25’ p.t. MARCATORE Sannipoli al 4’ s.t. MARCATORI Gladestony al 30’, MARCATORI Faella al 7’, Gilli al 20’ MARCATORI Achik al 30’ p.t.;
Padova, Piacenza-Juventus Next Gen, Nocciolini al 45’ p.t. s.t. D’Andrea al 26’, Malcore su rigore al
Pordenone-Arzignano, Pro Sesto- MONOPOLI (4-2-3-1) Nocchi 6,5; LATINA (3-5-2) Cardinali 6,5; 44’ s.t.
Triestina, Trento-Renate, Vicenza-Pro Viteritti 5,5, De Santis 5,5, Fornasier De Santis 6, Esposito 6,5, Giorgini 6,5; GIUGLIANO (3-5-2) Sassi 6; Biasiol GELBISON (3-5-2) D’Agostino 6,5;
Patria e Virtus Verona-Mantova. 6, Falbo 5,5 (dal 21’ s.t. Pinto 5,5); Sannipoli 7, Di Livio 6,5 (dal 17’ s.t. 6,5, Sullo 6, C. Poziello 6; Rondinella 6 Loreto 6,5, Bonalumi 6,5, Gilli 7; CERIGNOLA (4-3-3) Saracco 6;
Classifica Novara p. 14; Padova e De Risio 5, Piccinni 5,5 (dal 36’ s.t. Bordin 6), Amadio 6,5, Tessiore 7 (dal (dal 17’ s.t. Iglio 6), Gladestony 7, Graziani 6, Papa 6, Fornito 6,5 (dal 42’ Russo 6, Ligi 6, Blondett 6, Botta 6 (dal
Feralpisalò 13; Sangiuliano 12; Corti s.v.); Rolando 5,5 (dal 1’ s.t. 37’ s.t. Riccardi s.v.), Carissoni 6; Felippe 6 (dal 36’ s.t. Ceparano s.v.), s.t. Savini s.v.), Correnti 6 (dal 30’ s.t. 19’ s.t. D’Ausilio 6); Tascone 6,5,
Pordenone e Pro Patria 11; Arzignano Bussaglia 5), Montini 5 (dal 21’ s.t. Carletti 5,5, Fabrizi 6 (dal 23’ s.t. Ghisolfi 7, Oyewale 6,5 (dall’11’ s.t. Onda 6), Nunziante 6; Faella 7 (dal Bianco 6 (dal 14’ s.t. Capomaggio 6),
10; Renate 9; Lecco e Pergolettese 8; Manzari 5), Starita 5 (dal 1’ s.t. Fella Rosseti s.v.; dal 37’ s.t. Margiotta Gomez 6); Nocciolini 6,5 (dall’11’ s.t. 17’ s.t. Statella 6), De Sena 6 (dal 17’ Sainz-Maza 6 (dal 41’ s.t. Ruggiero
Vicenza* e Triestina 7; Juventus Next 5); Simeri 5. (Avogadri, Iurino, s.v.). (Giannini, Tonti, Barberini, Piovaccari 6,5), Salvemini 6,5 (dal 36’ s.t. Sorrentino 6). (Vitale, Cannizzaro, s.v.); Achik 7 (dal 19’ s.t. D’Andrea
Gen*, Trento, Pro Sesto e Pro Vercelli Ahmetaj, Cascella, Piarulli, Cristallo). Di Mino, Celli, Rossi). s.t. Kyeremateng s.v.). (Viscovo, Rob Marong, Di Fiore, Mesisca, Citarella, 6,5), Malcore 7, Neglia 6 (dal 19’ s.t.
5; AlbinoLeffe e Mantova 4; Virtus All. Laterza 5,5 All. Di Donato 6,5 Coprean, Berman, D’Alessio, Rizzo, Paoloni, Sane). All. De Sanzo 7 Gonnelli 6). (Fares, Trezza, Oliveira,
Verona 3; Piacenza 2. (*una partita in R. Poziello, Scanagatta, De Inguscio, Farucci, Langella, Vitali).
meno) VITERBESE (3-5-2) Fumagalli 6,5; TARANTO (3-5-2) Vannucchi 6 (dal Francesco, Di Dio). All. Di Napoli 6,5 FOGGIA (4-3-3) Nobile 5,5; All. Pazienza 6,5
GIRONE B Ore 14.30 Fermana- Semenzato 6,5 (dall’11’ s.t. Mbaye 6), 1’ s.t. Russo 6); Evangelisti 5,5 (dal 39’ Garattoni 5,5, Papazov 5,5, Sciacca
Entella, Montevarchi-Carrarese, Ricci 6,5, Monteagudo 6,5; s.t. La Monica s.v.), Antonini 6, FRANCAVILLA (3-5-2) Avella 5,5; 5,5, Nicolao 5,5; Odjer 5,5, Petermann MESSINA (3-4-3) Daga 6; Trasciani
Olbia-Fiorenzuola e Vis Pesaro-San Nesta 7, Andreis 6 (dal 31’ s.t. Manetta 5,5; Mastromonaco 6,5, Idda 5, Miceli 5,5, Caporale 5,5; Solcia 5,5 (dal 27’ s.t. Frigerio 5,5), Di Noia 6 5,5, Ferrini 5,5, Filì 6 (dal 24’ s.t.
Donato Tavarnelle; ore 17.30 Simonelli s.v.), Megelaitis 7, Mungo 6 A. Romano 5,5 (dal 7’ s.t. Raicevic 4,5 (dal 1’ s.t. Carella 6), Risolo 5, (dal 39’ s.t. Chierico s.v.); D’Ursi 5,5 Napoletano 5); Versienti 5 (dal 20’ s.t.
Alessandria-Pontedera, Gubbio- (dall’11’ s.t. Riggio s.v.; dal 21’ s.t. 5,5), Labriola 6, De Maria 7, Ferrara Cardoselli 6 (dal 1’ s.t. Ekuban 5,5), (dal 13’ s.t. Iacoponi 5,5), Ogunseye 5 Konate 5,5), Fiorani 5 (dal 34’ s.t.
Rimini, Imolese-Recanatese, Marenco 6), Rodio 6; Polidori 6, 5,5 (dal 22’ s.t. Mazza 6,5); Guida 7, Giorno 5 (dal 16’ s.t. Macca 5,5), (dal 27’ s.t. Tonin 5,5), Schenetti 5,5 Fofana 5), Marino 5, Fazzi 5; Balde 5
Lucchese-Torres e Reggiana-Ancona; Marotta 6,5. (Bisogno, Volpicelli, Infantino 6,5. (Granata, Panattoni, Pierno 5,5 (dal 22’ s.t. Cisco 6); (dal 13’ s.t. Peschetola 5,5). (20’ s.t. Grillo 5,5), Curiale 6, Catania
domani, ore 20.30 Siena-Cesena. D’Uffizi, Manarelli). All. Filippi 7 G. Romano, Vona). All. Capuano 6 Murilo 5 (dal 33’ s.t. Maiorino s.v.), (Raccichini, Illuzzi, Rizzo, Leo, 5,5 (dal 34’ s.t. Zuppel 5).
Classifica Siena e Gubbio p. 14; Patierno 5. (Milli, Romagnoli, Perez, Peralta). All. Gallo 5,5 (Lewandowski, Angileri, Camilleri,
ARBITRO Nicolini di Brescia 6 ARBITRO Taricone di Perugia 5,5 Mastropietro, Ejesi, Enyan, Minelli). Berto, Mallamo, Iannone). All. Auteri 5
Fiorenzuola, Carrarese e Reggiana
NOTE paganti 441, abbonati 816, NOTE spettatori 1.600 circa; All. Calabro 5 ARBITRO Petrella di Viterbo 6,5
12; Lucchese e Rimini 10; Vis Pesaro
incasso non comunicato. Ammoniti abbonati 468, paganti e incasso non NOTE spettatori 700 circa; paganti e ARBITRO Angelucci di Foligno 6,5
9; Ancona, Cesena ed Entella 8;
Mungo, Semenzato, Mbaye, De Risio, comunicati. Espulso Carletti al 1’ s.t.; ARBITRO Scarpa di Collegno 6,5 incasso non comunicati. Ammoniti NOTE spettatori 2.000 circa; paganti,
Fermana 7; Torres e Olbia 6; San
Marotta, Fumagalli, e Megelaitis. ammoniti Fabrizi, Cardinali, De Maria NOTE spettatori 300 circa; paganti e Petermann, Faella e Di Noia. abbonati e incasso n.c. Espulso il
Donato Tavarnelle, Montevarchi e
Angoli 5-6 e il tecnico Di Donato. Angoli 1-4 incasso non comunicati. Ammoniti Angoli 5-3 tecnico Pazienza al 37’ s.t.; ammoniti
Imolese 5; Pontedera 4; Recanatese
Ghisolfi, Caporale e Biasiol. Angoli 6-8 Fiorani, Fazzi, Curiale e Ligi. Angoli 3-4
e Alessandria 3.
L’AltraCopertina
36 DO ME NI CA 9 OT TOB RE 2022 L A GA ZZET TA SPORTI VA

Da mercoledì sarà ai Mondiali su pista


 Da mercoledì a domenica spazio ai Mondiali su pista in
programma a Saint-Quentin-en-Yvenlines (Francia). Ganna
farà la sua apparizione col quartetto campione olimpico (nella
foto Milan, Lamon, Ganna e Consonni) nel giorno d’apertura
in qualificazione, mentre le sfide per le medaglie sono giovedì .

Ganna spaziale: è
Ha fatto meglio di un chilometro e 244 metri
ILCOMMENTO GANNA 11’00”623 21’41”457 32’14”329 42’36”477
Vantaggio di Vantaggio di Vantaggio di Vantaggio di
di Pier Bergonzi 8”382 20”018 30”831 49”325

Ora è leggenda
BIGHAM
E può fare 11’09”005 22’01”475 32’45”160 43’25”802
anche di più
10 km 20 km 30 km 40 km
op Ganna vola nei

T cieli del mito. Il


record dell’Ora
proietta Filippo
di Ciro Scognamiglio
INVIATO A GRENCHEN (SVIZZERA)
IN SVIZ ZE RA

NESSUNO COME SUPERPIPPO


C
Ganna in una nuova
dimensione. Che fosse un
gigante del suo tempo lo
sapevamo già. Olimpionico

RECORD BOOM A 56,792 KM


del quartetto e campione del
mondo sia della crono sia
dell’inseguimento su pista, a
26 anni aveva già la patente
del fuoriclasse. Ma sulla
IDENTIKIT hissà dove avrà trovato la forza di
ballare dopo uno sforzo così

«FELICE, MA FATICA BESTIA»


rapidissima pista di estremo, massacrante. Eppure
Grenchen, Filippo ha fatto di sì, quello che accenna qualche
più. Ha scritto il suo nome passo di danza in mezzo alla pi-
su un libro d’oro sul quale sta di Grenchen è proprio il neo-
compaiono, tra gli italiani, primatista dell’Ora. Proprio Fi-
soltanto Gepin Olmo, Fausto lippo Ganna, sì, davanti alle cen-
Coppi, Ercole Baldini e
Francesco Moser. Leggende!
tinaia di persone che sono venu-
te a tifare per lui ricreando
L’azzurro sbriciola il primato
L’impresa di Ganna ha un
gigantesco valore emotivo,
Filippo
Ganna
l’atmosfera di un piccolo stadio:
«Sono felice perché non sono
di Bigham e cancella pure Boardman
ma non deve sfuggire la
dimensione tecnica. Filippo
è nato a
Verbania
diventato Merckx, Coppi, Wig-
gins, Moser, però ho fatto un
e le bici non regolamentari: «Fatto
ha lanciato la sua Pinarello il 25 luglio 1996 qualcosa che mi fa sentire un qualcosa che mi avvicina ai miti
spaziale con calcolata ed è pochino vicino a loro, per un
R ESA
progressione fino a chiudere
con il pazzesco record di
professionista
dal 2017:
istante». Più di qualcosa: 56,792
km orari, dunque 227 giri, spin-
Coppi, Merckx, Wiggins e Moser...» L’IMP
56,792 chilometri. Il prima con Uae gendo il 65x14 da quasi 10 metri
piemontese ha superato Emirates a pedalata. Mai visto. Il 26enne
anche il vecchio primato e dal 2019 piemontese non si è limitato a
(quello cancellato dai nuovi con Sky/Ineos. battere il precedente record del
regolamenti) di Chris Su pista è stato «suo» (lavora per Ineos-Grena- ckx disse che non lo avrebbe fat- no a palla le note di Seven Nation che la dedica è per me stesso. So-
Boardman (56,375). Ganna oro olimpico diers) ingegnere-cronoman Dan to mai più - scherza Filippo dopo Army, colonna sonora del trion- no felice, questo è un pezzo di
ha avuto una piccola, 2021 col Bigham, che il 19 agosto sempre essere stato innaffiato dallo spu- fo dell’Italia del calcio ai Mon- storia e sì, sono stato coraggioso Un bici da
comprensibile flessione, quartetto e ha a Grenchen era arrivato a mante da Elia Viviani e dai ra- diali 2006. Sorrisi e lacrime di a provarci dopo una stagione che 75mila euro
negli ultimi minuti di una vinto 5 Mondiali 55,548. No, un Ganna in modali- gazzi della pista tutti qui per lui, gioia, a profusione: succede non era andata come avevo spe- Il valore della
gara gestita con potenza (4 inseguimento tà-bestia è come se si fosse spin- la sua seconda famiglia —. Io per sempre così quando assisti sotto rato. Ho ricevuto tante critiche, bici Pinarello
devastante e altrettanta individuale e to oltre la linea, oltre la migliore ora mi fermo ai tuoi occhi ma non ero finito e neppure che Filippo
saggezza. L’impressione è 1 col quartetto). prestazione umana vecchia 26 qui, non farò alla storia che stanco. Al Mondiale a crono (set- Ganna ha usato
che il muro dei 57 all’ora sia Su strada vanta anni, il 56,375 di Boardman (non un altro tenta- si compie. I timo dopo 2 titoli consecutivi, a Grenchen
ampiamente alla sua portata. 22 vittorie, di cui più record per questioni legate a tivo. Penso che Serata magica primi abbracci ndr) avevo avuto una giornata per il record
Filippo può condividere il 20 cronometro, bici e regolamenti). «Compli- sarà battuto, Nel velodromo di Ganna sono no, come può capitare a chiun- dell’Ora
record con le sue famiglie a compresi i titoli menti, è stato bellissimo vederti, sì, perché la per la fami- que. Chi critica dovrebbe pen- è di circa
pedali. La sua squadra mondiali 2020 e sono felice di averti seguito», le tecnologia va di Grenchen glia, natural- sarci qualche secondo prima di 75mila euro
inglese, la Ineos e in 2021 parole dell’inglese. «A un certo avanti. Magari va in scena lo show mente per l’al- parlare e esprimere giudizi trop- BETTINI
particolare il suo tecnico punto gli ho detto di rallentare — ci riproverò a lenatore Cioni, po frettolosi e ingenerosi».
David Cioni e il gruppo fa Marco Villa, il c.t. della pista quel punto, di Ganna : «Dedica? naturalmente
azzurro guidato dal c.t. che gli dava il ritmo come nelle ma facendo A me stesso...» per il costrut- Legame Che Filippo Ganna
Marco Villa. Ma non possono grandi occasioni —, lui mi ha fat- una cosa tipo tore Pinarello, porti lo stesso cognome del Luigi
essere dimenticati Giovanni to cenno con il pollice che stava Wiggins, a fine carriera». perché dietro un’impresa così primo vincitore del Giro d’Italia
Lombardi, molto più che un bene, che poteva dare ancora c’è il lavoro di tanti. «Ma se mi (1909) è notorio. Da ieri c’è al-
procuratore, e Fausto gas». Inseguendo a quel punto Gioia Nel velodromo, 27 gradi chiedete una dedica - fa Ganna, meno un altro punto di contatto,
Pinarello, il costruttore di la barriera dei 57 all’ora, già: uno di temperatura e un entusiasmo che oggi si muove verso Saint nella famosa frase del pioniere
bici e amico, che ieri sera dei suoi fedelissimi si era spinto impossibile da quantificare, si Quentin en Yvelines dove da «Me brusa el cul» che è stata ri-
piangeva abbracciato al papà a pronosticare 57,227. Non è ar- mischiano sorrisi e lacrime di mercoledì sarà impegnato nei petuta da Filippo, un umanissi-
di Filippo. L’impresa è rivata, ma che importa. «Mer- gioia mentre in sottofondo van- Mondiali su pista —, allora vi dico mo: «Mi fa male il sedere». La
convincente quanto
commovente. Non c’è prova
del ciclismo più crudele e
LA F A MIGLIA
suggestiva del record

La festa delle donne T


dell’Ora. Ganna ha portato antissima tecnologia, mare lo faremo») e la sorella. Da tanto non lo sentivo così.
su quella bici, stampata in chiaramente: Ganna L’amico Matteo Sobrero ha Ora però sul carro del vincitore
3D e ispirata al movimento ha battuto il record su corso il Lombardia (ritirato) e non c’è posto, ha dovuto

Mamma, sorella
delle balene, lo spirito di una Pinarello dal poi è apparso nel velodromo incassare tante critiche, tante
quel gruppo di competenti valore stimato tra i 60 e i 75.000 alle 20.28, quando si era ormai cattiverie». E papà Marco:
amici, che in questi anni euro concepita pure studiando il capita la portata dell’impresa «Non penso che la sua stagione

e fidanzata al bacio:
hanno creduto in lui. Adesso movimento dei cetacei. Ma che Filippo stava realizzando. fosse stata così negativa. E poi
Filippo è tra i signori l’umanità vissuta ieri nel post- E poi, o meglio prima di tutto, ci diciamolo, fino a qualche anno
dell’Ora, quei maghi che record a Grenchen, quanto a sono i genitori di Ganna: Marco fa per un settimo posto al

«Lo porto al mare»


sanno trasformare il tempo importanza vale almeno e Daniela. Una mamma certe Mondiale a crono avremmo
in distanze sconosciute a noi altrettanto. Si abbracciano le cose le sa, le capisce prima di fatto festa. E il Tour? Nella
umani, quei campioni due Carlotte della vita di chiunque. E svela: «Mi ha fatto prima crono aveva bucato a 2
capaci di soffrire fino a Filippo, la fidanzata («Dopo i una telefonata due giorni fa ed chilometri dalla fine, mica a 500
sublimare un risultato che Mondiali finalmente le vacanze, era particolarmente gioioso. Gli metri... Sono orgoglioso di lui»:
resta. Nel tempo. Appunto. non ci potremo allontanare ho detto ‘il regalo più bello è ci. sco.
© RIPRODUZIONE RISERVATA molto ma qualche giorno al sentirti così adesso’. Scherzava. © RIPRODUZIONE RISERVATA
D O ME N ICA 9 OTTO BR E 2 02 2 LA GAZZE TTA S PORTIVA 37
#
LA GUIDA TV  CALCIO Serie A 15 Dazn Cremonese-Napoli Brindisi-Napoli 15.30 Sky Sport Action
Torino-Empoli Como-Perugia Serie A 18 Dazn Serie A 19.30 Eurosport 2  TENNIS
Calcio, Serie A Serie A 12.30 Dazn, Sky Sport 202 Serie B Roma-Lecce  PALLAVOLO Atp 500 Tokyo
Udinese-Atalanta 16.15 Dazn, Helbiz, Sky Calcio 252 Serie A 20.45 Dazn Cina-Belgio Finale 9.30 Super Tennis
apre Torino-Empoli Serie A 15 Dazn Sudtirol-Benevento  AUTOMOBILISMO Mondiali donne, 2a fase Atp 500 Nur Sultan
12.30 su Dazn e Sky Salernitana-Verona Serie B
16.15 Dazn, Helbiz, Sky Sport 202 e
GP Giappone
Formula 1 7 Sky Sport 1, Sky Sport F1
12.30 Rai Sport, Sky Sport Action
Giappone-Olanda
Finale 12.30 Super Tennis
Wta 500 Ostrava
Serie A 15 Dazn
Monza-Spezia Sky Calcio 251  BASKET Mondiali donne, 2a fase Finale 14.30 Super Tennis

un’Ora mai vista


I G R AN DI LO IN CO R ON AN O

52’55”915
Vantaggio di 56,792 km Merckx stupito:
«Impressionante»
1’08”533
NUOVO RECORD

54’04”448 55,548 km TUTTI I RE Omaggio Wiggins:


50 km Cronologia
del record
Desgrange 1893
«Ha fatto la storia»
35,325 km
Dubois 1894
38,220
di Ciro Scognamiglio
Carisma Bradley Wiggins è
Van Den Eynde sempre stato uno degli idoli di
INVIATO A GRENCHEN
1897 Ganna, vedi la foto che si fecero
39,240 e si «sciolgono» assieme dopo il Mondiale
Hamilton 1898
40,781
Petit-Breton
S personaggi così allora
vuole dire che
qualcosa di grande è
dell’inseguimento che il
piemontese firmò a Londra nel
2016. Il re del Tour de France
1905 davvero successo. Se Eddy 2012 stabilì il proprio primato a
41,110 Merckx e Bradley Wiggins, due Londra, il 7 giugno 2015: 54 km
Berthet 1907 che non regalano complimenti e 526 metri, prestazione meno
41,520 e a volte possono risultare pure clamorosa di quanto si pensasse
Egg 1912 un po’ rudi, spingono perché nel velodromo non si
42,122 sull’acceleratore dei superlativi erano ricreate le condizioni
Berthet 1913 allora ci sentiamo autorizzati a ideali ma comunque di assoluto
42,741 farlo anche noi. Il Cannibale valore. Wiggins aveva fatto
Egg 1913 davanti alla tv non si è perso un capire nei giorni scorsi di potere
43,525 secondo del tentativo di Ganna essere a Grenchen, ieri sera non
Berthet 1913 (iniziato con 3 minuti di si è visto a favore di telecamera
43,775 anticipo rispetto alle 20 ma ha lasciato il dubbio di
Egg 1914 previste) e d’impeto ha scritto essere venuto comunque,
44,247 questo messaggio alla Gazzetta: rimanendo però in disparte.
Van Hout 1933 «Grande Pippo!!!». Testuale, «Ganna è una persona speciale
44,588 con tre punti esclamativi. Allora e un atleta unico — ci ha detto
Richard 1933 non si può che argomentare un con un messaggio —. Non
Cartolina ricordo 44,777 po’: «Filippo mi è sempre avremmo mai potuto vivere
Filippo Ganna, 26 anni, posa con il poster dell’Unione ciclistica Olmo 1935 piaciuto come corridore. Anzi, una giornata così se non ci fosse
internazionale che certifica il nuovo record dell’Ora BETTINI 45,090 piaciuto non rende bene l’idea. stato lui. Questa è storia, è il più
Richard 1936 Meglio dire che mi ha sempre grande record dell’Ora che si sia
45,325 impressionato per la mai visto per la prestazione e la
strategia è stata rispettata alla che troppo ottimista! E gli ultimi Slaats 1937 combinazione di potenza e distanza coperta. Essere stato
perfezione: Ganna è partito più dieci minuti... ho sofferto. Pre- 45,485 forza, è un atleta unico nel testimone di questa impresa
veloce di Bigham del primo chi- gavo che finisse. Ho pensato che Archambaud ‘37 panorama del ciclismo storica è un vero privilegio. Ha
lometro, per poi accumulare un all’indomani non avrei dovuto 45,767 attuale». tremato anche la barriera dei
po’ di ritardo (ma sempre meno pedalare, solo passare delle ore Coppi 1942 Non manca molto al 57, vi rendete conto?». Intanto
di 4”) nella prima fase. Il sorpas- in un furgone verso Parigi e re- 45,798 cinquantennale dell’Ora di le dieci della sera a Grenchen
so all’inglese è cuperare. Però Anquetil 1956 Eddy: il 25 ottobre 1972 — sono passate da un pezzo e il
avvenuto do- fin dal mattino 46,159 sempre su una bici italiana, nel velodromo non ne vuole sapere
po quasi 19 ho capito che Baldini 1956 suo caso Colnago — a Città del di svuotarsi. Non se ne va
km, un altro Ritmo indiavolato sarebbe stata 46,394 Messico (dunque in altura) si nessuno, anche perché dopo
momento to- Il giro (250 metri) una grande Riviere 1957 spinse fino a 49.432, primato tutta la processione delle
pico è stato giornata». 46,923 che resistette per 12 anni, fino al interviste Filippo Ganna si è
dopo 41 chilo- più veloce a quasi Tutte le perso- Riviere 1958 doppio record stabilito da ripreso il centro della scena per
metri percorsi 60 all’ora. «Ma gli ne che gli vo- 47,347 Francesco Moser insomma nel l’ennesima ovazione. Sale su un
perché è stato gliono bene Bracke 1967 1984. Quello stesso Moser che fuoristrada dello sponsor del
lì che per la ultimi 10’ ho sofferto. sono qui, a 48,093 in tempi non sospetti si era team, prende una bandiera
prima volta Pregavo che finisse» differenza del Ritter 1968 fiducioso che Ganna potesse italiana e la sventola mentre i
Ganna ha su- Giappone e 48,653 superare i 56 all’ora, anche se il cori riattaccano ancora più forti
perato Boardman stampando dell’oro olimpico: sarà per que- Merckx 1972 trentino gli aveva consigliato di di prima e lui si può concedere
anche un giro a quasi 59 all’ora sto che forse mai a Filippo abbia- 49,432 andare in altura. «Il limite che un sorso di birra. Alla tua
(nella seconda metà della gara!), mo visto brillare gli occhi così. Boardman 2000 ha raggiunto Filippo è enorme, salute, campione.
e alcuni al pazzesco ritmo di © RIPRODUZIONE RISERVATA 49,441 tantissimo — conclude il belga © RIPRODUZIONE RISERVATA
15”2. «Mi sono sentito bene e ho Sosenka 2005 —. Mi sbilancio e dico che ora
cercato di andare più lontano
che potevo. Forse sono stato an- s
TEMPO DI LETTURA 4’03” 49,700
Voigt 2014
non vedo nessuno che possa
batterlo. Sì, nessuno». s TEMPO DI LETTURA 2’35”

51,115

Clic
Brandle 2014
 L’ultimo re italiano 51,852
dell’Ora era stato Francesco Dennis 2015
Moser (nella foto), ma i suoi 52,491
due record stabiliti nell’84 in Dowsett 2015
L’ultimo re italiano Messico (50,808 e 51,151) sono 52,937
era stato Moser inseriti in una lista a parte, Wiggins 2015
definiti “miglior prestazione 54,526
Nel 1984 in Messico umana sull’Ora”. Lo stesso Campenaerts
dicasi per Obree, Rominger, 2019
Indurain e Boardman 55,089
(arrivato a 56,375), tra il ‘93 Bigham 2022
Coppia e il ‘96. Nel settembre 2000 55,548
Il bacio l’Uci ha vietato le bici Ganna 2022
a fine prova ipertecnologiche tipo quelle 56,792
di Pippo di Moser. Spazio a quelle da
a Carlotta, pista e ai telai commerciali,
la sua anche se studiati nei minimi
fidanzata dettagli per l’occasione.
Eredità Bradley Wiggins con Filippo Ganna al Mondiale su pista 2016
38 DO ME NI CA 9 OT TOB RE 2022 L A GA ZZET TA SPORTI VA

CICLISMO LA CLASSICA DI CHIUSURA

LE PAGELLE
di l.gial.

VINCE
1O E LODE TADEJ POGACAR
Finalizza un
fantastico lavoro
di squadra:
l’avesse avuta al
Tour... Formolo,
Ulissi, Hirschi e
Almeida hanno

SEMPRE
fatto male ai rivali

9 ENRIC MAS
Tre volte 2° alla
Vuelta in quattro
edizioni, primo
all’Emilia: a 27

LUI
anni lo spagnolo
sta finalmente
salendo il gradino
che mancava

8 MIKEL LANDA
Lo aspettavamo
al Giro (3°), e lo
ritroviamo in
grande spolvero
nella classica più
dura: mai così
bene in una prova
di un giorno

6 JONAS VINGEGAARD
Si stacca sul
Civiglio ma lotta
fino all’ultimo:
16° a 2’03”. Ha
accettato la sfida
e lo applaudiamo:
anche se Pogacar
l’ha distrutto

5 JULIAN ALAPHILIPPE
La squadra c’era,
eccome, ma è
mancato LouLou.
È stato un anno
nero per le Bergamo 2021 Il trionfo di Tadej Pogacar un
cadute e il Covid: anno fa a Bergamo davanti a Fausto Masnada
Alaphilippe
non è questo

di Luca Gialanella IL PE RSONA G GIO


INVIATO A COMO

È POGACAR È LOMBARDIA BIS


un messaggio al mondo, per far
capire a tutti che io, Tadej Poga- «VOLEVO QUESTO TRIONFO
STAGIONE QUASI PERFETTA»
car, ci sono ancora. Va bene Vin-
gegaard re del Tour, va bene Eve-
nepoel che ha conquistato Mon-
diale e Vuelta, ma lo sloveno ave-
va dentro il desiderio di
riprendersi il trono. Ed ecco la
doppietta consecutiva al Giro di
Lombardia alla maniera forte:
attacco sul Civiglio a 20 chilome- un eccellente Enric Mas, che
IL RICON OSCIM E NT O
Le cifre E allora guardiamo i car, due Tour e due Lombardia
tri dall’arrivo, la salita più dura, aveva battuto lo sloveno in cima suoi numeri: appena 54 giorni di prima di compiere 25 anni.
quando il gruppo dei 40 al co- al San Luca del Giro dell’Emilia. corsa e 9210 chilometri di gara,
mando si sgretola. Progressione Terzo un altro spagnolo, Mikel con ben 16 successi: uno ogni tre La scommessa Con Pogacar
sul secondo passaggio dal San Landa, mai così bene in una giorni. La prima il 23 febbraio vince anche la scelta di Rcs Sport
Fermo della Battaglia, un balco- classica. sull’arrivo in salita di Jebel Jais di cambiare il finale di Como. Il
ne nel cuore del ciclismo, dove si nell’Uae Tour ad Abu Dhabi, e circuito di 36 km con il doppio
sente a pochi centimetri il respi- Rabbia Signori, questo è Tadej l’ultima l’8 ottobre. In Italia le San Fermo della Battaglia e la
ro dei campioni, per quanto è af- Pogacar. Il fenomenale sloveno perle più belle: la fuga di 50 km scalata del Civiglio è uno spetta-
follato di tifosi: siamo a sei chilo- scarica tutta la rabbia sui pedali alle Strade colo di gente.
metri dal traguardo. E volata im- nell’ultima classica Monumen- Bianche, il bis Mai visto così
peccabile sul lungolago di Como, to, e si prende la rivincita sul da- alla Tirreno- tanto pubblico
uno sprint comunque più diffi- nese Jonas Vingegaard, che al Adriatico, la Gli altri big sulle due asce-
cile del solito per la resistenza di Tour l’aveva battuto e qui com- volata alla Tre Vingegaard, se: vedere pas-
batte con dignità, quando altri se Valli Varesine. sare due volte
ne sarebbero andati in vacanza. Mauro Gianet- re del Tour, davanti agli
IL NUMERO E manda un segnale anche a
Remco Evenepoel: con il Lom-
ti, il team e Alaphilippe non
principal della
occhi i cam-
pioni è un’oc-
Uae Emirates, tengono il passo.

54
bardia sono 16 successi stagiona- casione trop-
li, una in più del giovane fiam- squadra che Bene Landa: terzo po ghiotta:
mingo, e soprattutto nessuno co- sta cambiando una linea
me lui nel 2022. Pogacar lo dice anche lo stile di vita degli Emira- aperta al Giro d’Italia dalle mera-
chiaramente: «Questo è il modo E Tadej vince anche il premio Todisco ti e ha portato decine di migliaia vigliose tappe in circuito di Na-
in cui io intendo il ciclismo. Otti- di persone in bicicletta, ha gli oc- poli e Torino, e degna di essere
I giorni di gara nel 2022 ma forma all’inizio di stagione  Tadej Pogacar ha ricevuto il premio Pierluigi Todisco, il nostro chi che luccicano: «Tadej mi ri- ripetuta. È come sedersi in pri-
Pogacar ha corso dal 20 febbraio con la vittoria all’Uae Tour, e ot- collega travolto da un camion nel 2011 mentre in bicicletta veniva corda Bernard Hinault. La prio- ma fila al teatro alla Scala per la
(Uae Tour) a ieri: 9210 km in 18 gare, tima anche alla fine con il Lom- alla Gazzetta. Il riconoscimento premia chi passa primo in cima al rità nel 2023 sarà vincere il terzo “prima” del 7 dicembre. E co-
di cui 4 a tappe (Uae, Tirreno, bardia. Voglio continuare così e Ghisallo: ieri è stato il portoghese Joao Almeida ma s’è ritirato. Tour». Del resto, soltanto il bre- munque il tracciato, cambiato
Slovenia, Tour) e 14 in linea (1 crono) non cambiare». tone aveva vinto, prima di Poga- anche nella prima parte dopo la

Fantastico ripetere il successo dello scorso anno, ed ero convinto di battere Mas allo sprint.
L’unico rimpianto che ho è il Mondiale, avevo una buona forma e mi aspettavo che fosse più duro
Tadej Pogacar Uae Emirates
D O ME N ICA 9 OTTO BR E 2 02 2 LA GAZZE TTA S PORTIVA 39

Clic
I L R I TIR O

Striscia consecutiva
Coppi guida con 4
A 3 segue Binda
NIBALI SALUTA

 Con 4 successi Fausto


Coppi (nella foto) è il
corridore con la striscia
LA GUIDA
consecutiva più lunga al
Lombardia (1946, ‘47, ‘48 e Ordine
‘49). Alle sue spalle con 3 d’arrivo
Alfredo Binda (‘25, ‘26, ‘27), 116a edizione
mentre con 2 Tadej 1. Tadej

Lo Squalo esce dal gruppo


Pogacar va a far POGACAR (Slo,
compagnia a Costante Uae Emirates)
Girardengo (‘21, ‘22), Gino km 253 in
Bartali (‘39, ‘40), Damiano 6.21’22”, media

«Gli ultimi chilometri?


Cunego (2007, ‘08), Giovanni di 39.804 km/h;
Brunero (‘23, ‘24), Jo de Roo 2. Enric MAS
(‘62, ‘63), Eddy Merckx (‘71, (Spa, Movistar);

Pedalati con il sorriso»


‘72), Michele Bartoli (‘02, 3. Mikel LANDA
‘03), Paolo Bettini (‘05, ‘06), (Spa, Bahrain
Philippe Gilbert (‘09, ‘10), Victorius) a 10”;
Joaquim Rodriguez (‘12, ‘13) 4. S. Higuita
(Col) a 52”;
5. C. Rodriguez
(Spa);
6. A. Valverde L’omaggio meglio di me stesso. Sul Civiglio
devi essere al 100% per fare bene,
Volata senza storia
Mas si inchina
(Spa) a 1’24”;
7. B. Mollema
a Vincenzo ma mi sono goduto al massimo la
gara».
L’arrivo di Tadej Pogacar a Como, (Ola); e a Valverde,
3 Ha visto che accoglienza alla
pure lui
dove ha battuto in volata lo spagnolo 8. R. Molard
Enric Mas, 27, grande protagonista (Fra); partenza da Bergamo?
con lo sloveno negli ultimi 20 km
BETTINI
9. R. Bardet
(Fra);
alla gara d’addio «È stato emozionante sin da que-
sta mattina, gli striscioni, l’affetto
10. A. Yates del pubblico è stato straordina-
una stagione fantastica, e la vit- (Gb) a 1’26”; rio. C’è stato qualche ragazzino
di Luca Gialanella
toria la rende quasi perfetta. 11. A. Piccolo che piangeva. I cartelli, il pubbli-
Lo sloveno L’unico rimpianto che ho è il
Mondiale, avevo una buona for-
a 1’58”;
12. W. Barguil
INVIATO A COMO

alla fine la gente l’ha


co, e non te lo sai spiegare. Ho vi-
sto tanti ragazzini, tanti bimbi ti-
attacca in salita
E
ma e mi aspettavo che fosse più (Fra); capito. Si è svegliata fare per me, quando corri in Italia
e poi batte duro. Però sono molto contento,
vincere da febbraio a ottobre...
13. I. Van Wilder
(Bel);
dal sogno, sì, Nibali si
ferma, lo Squalo si ri-
e trovi un pubblico così, non puoi
che essere contento. E questo un
in volata Fantastico ripetere il successo
dello scorso anno, ed ero con-
14. C. Berthet
(Fra);
tira. Eh no, non può
fare così, ma perché Vincenzo
po’ mi mancherà».

un superbo Mas vinto di battere Mas allo sprint». 15. G. Ciccone non continui, tu sei il figlio di 3 E il finale a Como?
«Da febbraio a Quinto alla Sanremo, dopo aver
attaccato sul Poggio; quarto al
a 2’01”;
16. J.
ogni famiglia italiana, l’uomo
che ha fatto innamorare di nuovo
«Gli ultimi 10 chilometri li ho
pedalati con il sorriso, perché in
ottobre, ci sono Fiandre, dove in volata è caduto
nella rete di Van der Poel; secon-
Vingegaard
(Dan) a 2’03”;
l’Italia del ciclismo dopo la trage-
dia di Pantani.
gruppo c’è stata la riconoscenza e
il saluto di tanti corridori, anche
sempre...» do al Tour, in cui ha pagato il Co- 24. V. Nibali Eh sì, Vincenzo è sceso di sella. Il questo è stato emozionante».
vid che gli ha messo ko due a 2’17” sogno fa puf quando lui saluta dal
compagni. «Volevo vincere il 51. J. podio di Bergamo alla partenza, 3 Quando si toglierà sul pull-
Lombardia per dimostrare che Alaphilippe (Fra) gli occhi lucidi, l’abbraccio con man il completino da corridore,
io ci sono sempre. Ho tirato una a 7’40” Valverde, anche lui all’ultima sta- a che cosa penserà?
linea e sono molto soddisfatto: zione a due ruote, le congratula- «Adesso mi godo il momento.
partenza da Bergamo, si dimo- posso andare in vacanza felice. Partenti: 175 zioni del presidente mondiale Penso che nei prossimi giorni lo
stra altamente selettivo (4600 Mi chiedete di Evenepoel? Non Fuori tempo David Lappartient (Uci) ed euro- sentirò di più. Adesso non ci pen-
Corsa metri di dislivello in totale): negli ci siamo sfidati tante volte, ve- massimo: 1 peo, Enrico Della Casa (Uec), ve- so perché sono stanco. Domatti-
da padrone ultimi 30 km si giocano la vitto- dremo nei prossimi anni». La Ritirati: 67 nuti apposta a salutarli. Ma so- na sicuramente farò il riposo... da
Tadej Pogacar, ria non più di una quarantina di chiusura è per Nibali: «Il mio prattutto l’applauso di tutto il ex corridore. Ma la bici sicura-
24 anni, col corridori, e sul Civiglio saltano amico Vincenzo, un onore cor- gruppo, schierato per il via, Luoghi, amici e rivali mente non mancherà, è sempre
trofeo del Nibali, Alaphilippe e Vinge- rere con lui. L’ho visto estrema- quando Nibali e Valverde, ab- dell’ultima “recita” stata parte della mia vita e conti-
Lombardia gaard. I due spagnoli Mas (2° alla mente emozionato, questo gran- bracciati come due fratelli, pas- In alto Vincenzo Nibali, 37 anni, nuerà a esserlo. Avrò anche più
BETTINI Vuelta) e Landa si dimostrano de campione ci mancherà tan- sano in mezzo per arrivare da- con lo spagnolo Alejandro tempo per tutti quei tifosi che mi
avversari tosti fino alla fine. E nel to». vanti a tutti. È come se quel batti- Valverde, 42; qui sopra l’ultimo hanno visto di sfuggita».
giorno dell’addio dello Squalo e © RIPRODUZIONE RISERVATA mani fosse il riconoscimento di passaggio sul Ghisallo
di Valverde (sesto), il miglior ita- ogni tifoso, in ogni nazione, pae- e all’arrivo di Como con il 3 Ha metabolizzato il ritiro?
liano è il milanese Andrea Picco-
lo, 21 anni, che corre nella Ef, s TEMPO DI LETTURA 4’30” se, comune e corsa toccati da
questi due inimitabili campioni.
polacco Rafal Majka, 33 BETTINI «No, ancora no. Ci vorrà un po’ di
tempo, è normale. Però stanotte
undicesimo a 1’58”: si è ritrovato Si concede ogni momento, Vin- avevo dormito bene».
dopo momenti difficili e sta di- cenzo, si vuole godere ogni foto e «Molto diverso dalle altre edizio-
mostrando le qualità che aveva-
mo intravisto da juniores.
IL NUMERO selfie. Spuntano le pagine gialle
della Gazzetta del Tour 2014.
ni, ma sono molto contento. L’at-
tenzione era tutta per la corsa,
3 Il ricordo più bello?
«In 18 anni ho fatto tanti passaggi

16
Ogni minuto è un’incitazione, perché il Lombardia significa importanti. Quello della crescita
Le parole Pogacar si prepara “forza Vincenzo, sei il migliore, tanto per me: nel primo anno da regolare, e poi tutti i trionfi fino a
adesso a un mese di stop: ripren- sei il più grande”, gli urlano. Ci professionista questa era gara oggi. Chiudere con la maglia del-
derà gli allenamenti a metà no- sono mamma e papà, la moglie che nemmeno pensavo mai di l’Astana era il mio desiderio, è la
vembre. «La squadra è stata in- Rachele con Emma che tiene il vincere, e l’ho vinta due volte maglia che mi ha regalato le sod-
credibile e ricevere le congratu- cagnolino e si va a riprendere il (2015 e 2017, ndr). Non potevo fa- disfazioni più grandi, ed è un
lazioni dei compagni è stato Le sue vittorie nel 2022 papà dalla zona mista delle tv. Da re diversamente, ho combattuto giusto omaggio anche per loro».
estremamente bello - spiega lo Uae Tour (con 2 tappe), Strade oggi Nibali cambia vita. dal primo metro, con la gente che © RIPRODUZIONE RISERVATA
sloveno, pro’ dal 2019, 46 suc- Bianche, Tirreno-Adriatico (2 tappe), mi ha incitato senza sosta. E
cessi -. Io il migliore dell’anno?
Non lo so, però so che ho fatto
Slovenia (2 tappe), 3 tappe al Tour,
Gp Montreal, Tre Valli e Lombardia
3 Nibali, che Giro di Lombardia
è stato?
quando dai il massimo, non ci
sono rimpianti. Ho tirato fuori il s TEMPO DI LETTURA 3’10”

Ho visto tanti ragazzini, tanti bimbi tifare per me: quando corri in Italia e trovi un pubblico così,
non puoi che essere contento, e questo un po’ mi mancherà. Ci vorrà tempo per metabolizzare il ritiro
Vincenzo Nibali Astana
40 DO ME NI CA 9 OT TOB RE 2022 L A GA ZZET TA SPORTI VA

PALLAVOLO SUPERLEGA, 2a GIORNATA


#

MONZA 2 La sorpresa
MILANO 3
(25-23, 25-23, 20-25, 23-25, 11-
15) Questo Verona
VERO VOLLEY MONZA
Grozer 28, Maar 14, Galassi 5,
Visic 3, Davyskiba 20, Beretta continua a stupire
Trento si arrende
10; Federici (L), Pirazzoli, Marttila, Di
Martino, Szwarc. N.e. Pisoni, magliano,
Mariani. All.: Eccheli

ALLIANZ MILANO
Ebadipour 14, Loser 5, Patry 15,
Ishikawa 15, Piano 8, Porro;
Pesaresi (L), Melgarejo 18, Lawrence,
Bonacchi, Vitelli. N.e. Colombo. All.:
Piazza

ARBITRI Zanussi e Giardini


NOTE Spett.2200. D.s. 30’, 34’, 34’,
30’, 19’; tot. 147’. Monza: battute
sbagliate 11, vincenti 7, muro 10, errori
34. Milano: b.s. 19, v. 7, m. 9, e. 24. T.
G.: 6 Melgarejo, 5 Grozer, 4 Patry, 3
Davyskiba, 2 Pesaresi, 1 Beretta.

di Rodolfo Palermo
LA GUIDA
MONZA
2a giornata
uando Roberto Piaz- Oggi ore 16

Q
za, sotto 2-0 e 6-1 nel Cisterna-
terzo set (più avanti Taranto
andrà sotto anche ore 18
11-4) si è girato in Siena-Perugia
panchina per cambiare Milad ore 20.30
Ebadipour, non sapeva ancora Modena-
che stava, con quella semplice Piacenza
decisione, per ribaltare una par- Cubano In primo piano Osniel Lazaro Melgarejo, 24 anni, schiacciatore di Milano PIZZI/GALBIATI (dir.Raisport)
tita che sembrava indirizzata Civitanova- Murati Michieletto contro il muro di Verona che ieri ha vinto la seconda gara

Melgarejo super
verso una sconfitta (sarebbe sta- Padova
ta la prima in campionato in ca-
sa di Monza dal 2016). Invece Prossimo
Seconda vittoria volley come Rado Stoytchev.
Non solo due vittorie su due,
l’Allianz ha rimontato nell’are- turno al tie break: veneti ma due successi ai danni di
na brianzola, davanti ad un Sabato 15
insieme ai rivali squadre che sono fra le candi-

Milano rimonta
pubblico caldissimo, vincendo ore 20.30 date a contendersi i trofei in
2-3. E quella partita l’ha girata Perugia-Verona al primo posto in questa stagione: prima Piacen-
Osniel Lazaro Melgarejo Her-
nandez. Lo schiacciatore cuba-
Domenica
ore 15.30
classifica almeno za in Emilia e poi l’Itas Trentino
dei campioni del Mondo Lavia,
no classe 1997 ha chiuso il ma- Milano-Siena per un giorno Michieletto e Sbertoli nell’esor-

Monza che beffa


tch con 18 punti e 4 muri, trasci- ore 18 dio al Palaolimpia. Due scalpi
nando l’Allianz ad un successo Civitanova- erona lo fa di nuovo. non da poco per i ragazzi di

V
incredibile, il primo da protago- Modena Tutta gioventù (pal- Stoytchev.
nista in un ambiente caldissimo (dir. Raisport) leggiatore a parte) e
senza tradire emozione. Taranto-Monza spavalderia, incassa Gioventù È quella che ha
ore 20.30 la seconda vittoria su scelto l’allenatore bulgaro per
Giramondo «Sono conten-
tissimo del risultato raggiunto, e Da 0-2 il cubano decide il derby Piacenza-Trento
(dir. Raisport)
due in questo avvio di Superle-
ga mettendosi per una sera in
la sua squadra. I tre attaccanti
principali sono tutti degli anni
di essere entrato di essere entra-
to ed aver cambiato l’inerzia del- con punti e muri: «Sogno i playoff» Cisterna-
Padova
cima alla classifica. Panorama
poco abituale per la squadra
2000: Sapozhkov 2000, Keita
2001, Mozic 2002. Ed è proprio
la partita. Venivamo da una veneta che si è meritata in pie- quest’ultimo, talento puro slo-
sconfitta in casa, questo succes- no questa posizione con due veno, già alla seconda stagione
so è fondamentale per la squa- ga è un sogno, come lo sarà gio- prestazioni ferocemente agoni- in Superlega da titolare, a tra-
dra. La cosa più importante è
stata la qualità del team, ma so-
HA DETTO care contro il suo idolo Wilfredo
Leon, ma all’inizio le prospettive
stiche e che incassa i risultati
per aver investito su un allena-
scinare nei momenti difficili la
squadra, supportato dal gigante
prattutto la compattezza, abbia- erano altre, rivolte ad un’altra tore esperto e intenditore di russo (220 cm per lui) arrivato
mo vinto insieme di squadra. disciplina. Da piccolo, Osniel SPUNTO quest’anno e che con 35 punti
Abbiamo avuto la “garra”, la fa- inizia con la pallacanestro, so- ROSA (di cui 8 muri e tre ace) ha mes-
me di vittoria, e l’aggressività
giusta pe vincere». Melgarejo
Ho avuto gnando un altro suo idolo, Le-
Bron James. «Poi un allenatore, di Valeria Benedetti VERONA 3 so in chiaro l’apporto che è in
grado di dare in campo. «Una
Silvano
arriva dallo Chaumont di Pran- a 12 anni, mi ha detto che il prova senza dubbio di grande
di, dove ha giocato due anni vin-
al Tours
basket non era l’opzione miglio- Un avvio caldo TRENTO 2 spessore - dice il tecnico - da
e mi ha
cendo una Coppa di Francia e
una Supercoppa e vincendo il ti- dato tanti
re, meglio giocare a pallavolo.
Così ho deciso di provare e mi tra emozioni (23-25, 27-25, 25-20, 28-30, 17-15) parte nostro contro un avversa-
rio di livello superiore. Abbia-
consigli per
tolo di miglior schiacciatore e
capocannoniere. «Prandi è un riuscire nel
sono innamorato subito e non
ho più smesso».
e tante sorprese WITHU VERONA
Cortesia 8, Raphael 1, Keita 8,
mo saputo reggere bene nei
momenti di difficoltà, riuscen-
Mosca 4, Sapozhkov 39, Mozic
allenatore di grande esperienza. campionato 28; Gaggini (L), Bonisoli, Perrin 2, do a portare a casa un risultato
Mi ha dato dei consigli, mi ha italiano Gara da ricordare Un derby pettacolo ed Grozdanov, Spirito e Zanotti. N.e. molto importante per la nostra
detto che dovevo assolutamente
rimanere focalizzato sugli alle-
namenti e sul gioco, solo così
vinto in rimonta da protagonista
e miglior realizzatore dei suoi,
che merita anche delle dediche
S emozioni. La
Superlega è appena
alla seconda
Jensen, Magalini. All.: Stoytchev

ITAS TRENTINO
stagione».

Lavori in corso Per Trento a


Lisinac 11, Sbertoli 1,
l’esperienza sarebbe potuta an- Devo speciali: «Le prime persone che giornata e le sfide si fanno Michieletto 18, Podrascanin 9,
cui non basta giocare a memo-
dare bene». Un consiglio che ha lavorare chiamerò sono mia madre, Rosa subito incandescenti fra Lavia 20, Kaziyski 28; Laurenzano ria in certi momenti per tenere
messo a frutto, con una buona al massimo Helena, a Cuba, e la mia fidan- derby, rimonte, tie break, (L), D’heer, Nelli 1, Dzavoronok, Pace a bada l’arrembante Verona,
dose di coraggio, già alla secon- zata in Argentina». Già, perché nuovi protagonisti e punti (L). N.e. Cavuto, Berger, Depalma. All.: nonostante Lavia e soprattutto
da partita in Italia. «La Superle-
per nel percorso dello schiacciatore Lorenzetti
contestati. E alla fine la Kaziyski si siano caricati sulle
ga è il sogno di ogni giocatore di mettermi al ci sono anche tre stagioni nel spunta chi è capace di spalle il gioco e abbiano cercato
pallavolo, e per me lo è anche livello della paese sudamericano (con tre accettare la battaglia in un ARBITRI Simbari e Florian
di rimanere in partita fino alla
Superlega: NOTE Spett. 3145. Durata set: 31’, 34’,
giocare a Milano. Il mio obiettivo squadre diverse, con Coppa e clima che sembra già quasi 28’, 42’, 22’; tot.157’. Verona: b.s. 16, v. fine . «Sapevamo che avrem-
è dare sempre tutto quello che grazie al Supercoppa vinte) dopo l’esor- da playoff. Temperature alte 9, m. 16, e. 27. Trento: b.s. 24, v. 8, m. mo subito la loro fisicità - dice
ho, anche solo per uno o due club dio fuori dalla sua patria in Gre- e molte proteste anche, oltre 7, e. 30. T. G.: 6 Mozic, 5 Kaziyski, 4 l’allenatore Angelo Lorenzetti -
punti, subentrando a gara in cia, al Panathinaikos (stagione a risultati sorprendenti. Ne Sapozhkov, 3 Lavia, 2 Raphael, 1 , abbiamo giocato male la fine
Osniel Lisinac.
corso. Devo lavorare al massi- 16/17). Ora però, nei suoi pen- sa qualcosa Verona che aveva del terzo set, ci siamo disuniti.
Melgarejo
mo, perché Milano è una squa- sieri c’è solo l’Italia: «Voglio arri- strappato la vittoria al tie Nel resto della partita siamo
LA CLASSIFICA
Schiacciatore
dra ormai stabile all’interno del- vare al massimo livello delle mie break nella prima giornata a sempre stati lì. In alcuni mo-
la Superlega, e voglio arrivare possibilità, lavorando duro, in- Piacenza con coda di menti abbiamo battuto più for-
anche io ai playoff». La Superle- tegrarmi al meglio nel gruppo e reclamo da parte della Gas ti. Ogni partita racconta tante
ovviamente voglio giocare i Sales (su un punto annullato SQUADRE PT G V P SV SP cose, la dobbiamo analizzare
playoff. Tutta la società del a Leal che avrebbe dato la VERONA 4 2 2 0 6 4 per capire cosa dice. È l’inizio
IL NUMERO Powervolley mi fa sentire come
in famiglia, questa esperienza
vittoria ai piacentini,
reclamo respinto dopo
TRENTO
PERUGIA
4
3
2
1
1
1
1
0
5
3
4
0
del campionato. Sapevamo che
la partenza non era proprio

4
mi dà tante emozioni. E mi en- parecchie polemiche) e bissa CISTERNA 3 1 1 0 3 0 agevole. Sappiamo che dobbia-
tusiasma ogni volta giocare da- l’impresa con Trento nella Gazzetta.it CIVITANOVA 3 1 1 0 3 0 mo stare attenti - conclude l’al-
vanti al pubblico della Superle- prima in casa travolgendo al Risultati, PADOVA 2 1 1 0 3 2 lenatore trentino - ed essere
ga. Nel tempo libero, invece, mi tie break Lavia e compagni. classifiche, MILANO 2 2 1 1 3 5 più scaltri in certe situazioni di
piace riposarmi, guardare qual- Dopo la sorpresa di Padova a approfondimenti MODENA 1 1 0 1 2 3 gara».
che film, ma soprattutto studia- Modena. Insomma, un avvio sul massimo PIACENZA 1 1 0 1 2 3 v.b.
Campionati diversi re italiano». all’insegna delle sorprese e campionato MONZA 1 2 0 2 2 6
Dopo aver lasciato Cuba, © RIPRODUZIONE RISERVATA dell’incertezza. La Superlega maschile di SIENA 0 1 0 1 1 3 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Melgarejo ha giocato in Grecia, non annoia di certo volley si trovano TARANTO 0 1 0 1 0 3
Argentina, Francia e adesso
nella Superlega italiana s TEMPO DI LETTURA 2’42” © RIPRODUZIONE RISERVATA sul sito
Gazzetta PLAYOFF RETROCESSIONE s TEMPO DI LETTURA 2’03
D O ME N ICA 9 OTTO BR E 2 02 2 LA GAZZE TTA S PORTIVA 41

PALLAVOLO IL MONDIALE

ITALIA
CINA
3
0 Italia, c’è super Egonu La guida
IL PROGRAMMA

Si scioglie anche la Cina


26-24, 25-16, 25-20)
Pool E (Rotterdam)
ITALIA
MARTEDÌ 4 OTTOBRE
Lubian 9, Orro 2, Sylla 10,
Danesi 12, Egonu 25, Bosetti 8; Giappone-Belgio 3-1
De Gennaro (L), Malinov, Pietrini.

«Non temiamo nessuno»


ITALIA-Brasile 2-3
N.e. Gennari, Bonifacio, Fersino, Olanda-Argentina 3-1
Chirichella, Nwakalor.
All.: Mazzanti MERCOLEDÌ 5 OTTOBRE
ITALIA-Giappone 3-1
CINA Cina-Portorico 3-0
Diao 2, Li 8, Wang Y.Y. 3, Gong 8,
Wang Y.L. 11, Yuan 7; Wang M. (L), Belgio-Argentina 3-0
Gao 1, Jin 1. N.e. Yang, Wang Y.Z.,
Wang W.Y., Ding, Chen. All.: Bin Cai
Azzurre prime GIOVEDÌ 6 OTTOBRE

ARBITRI Myoi (Giap) e Collados


nel girone Brasile-Portorico
Cina-Olanda
3-0
3-2
(Fra)
NOTE Durata set: 25’, 20’, 25’; totale
e nei quarti VENERDÌ 7 OTTOBRE
70’. Punti Italia: battute sbagliate 9,
vincenti 7, muri 7, errori 19. Cina: b.s.
potrebbero Giappone-Portorico
ITALIA-Argentina
3-0
3-0
2, v. 3, m. 4, e. 20. ritrovare le Brasile-Olanda 3-0
orientali. IERI
3-0
Mazzanti: «Non ITALIA-Cina
Brasile-Belgio 3-1
LE PAGELLE fa differenza» OGGI
di g.l.p. 12.30 Cina-Belgio
15.30 Giappone-Olanda
di Gian Luca Pasini 18.30 Portorico-Argentina
ITALIA INVIATO A ROTTERDAM (OLANDA)
CLASSIFICA V-P P SV SP

8
otterdam è sopran-

R
nominata la porta ITALIA 8-1 25 26 6
d’Europa, per via del O RD EM E
P RO
GR
E SSO

BRASILE 8-1 23 25 8
suo porto, il più gran-
8 EGONU LA MIGLIORE de del Vecchio Conti- GIAPPONE 6-2 18 19 8
Ha messo a nente. Nel caso dell’Italia di
segno 25 punti CINA 6-2 17 19 8
Mazzanti questa città diventa la
complessivi, 10 Porta del Mondo. I numeri aiu- BELGIO 5-3 15 18 10
nel 1° set dove è
tano. Le azzurre chiudono la se-
decisiva. Sembra
conda fase di questo infinito OLANDA 4-4 13 16 14
stia entrando nel
mood adatto al Mondiale con 8 vittorie su 9 ma- PORTORICO 2-6 6 7 19
momento topico tch giocati, una sola sconfitta,
quella con il Brasile, peraltro al ARGENTINA 2-6 5 7 21
8 DANESI Altra prova super tiebreak (con 2 soli punti di dif- Decisiva Paola Egonu, 23 anni, opposta dell’Italia, nella prossima stagione giocherà nel Vakifbank Istanbul GALBIATI
della centrale bresciana, 80% di Pool F (Lodz)
efficienza in attacco e altri 4 muri ferenza). Vinto il primo rag-

Clic
7,5 LUBIAN Deve sostituire gruppamento, vinto il secondo l’Italia ha sofferto. O addirittura reggiato, nulla di più. «Possia-
raggruppamento. Ora devono perso. mo sempre fare meglio - ha MERCOLEDÌ 5 OTTOBRE
Chirichella (precauzionalmente
fermata per un piccolo guaio fisico) solo attendere oggi pomeriggio commentato Miryam Sylla - ma Thailandia-Germania 1-3
e risponde nel modo migliore: in per scoprire chi toccherà loro Ricordo Tokyo La mente del diciamo che siamo contente di Turchia-Canada 3-0
attacco, a muro e in battuta martedì, ad Apeldoorn, nei ct Davide Mazzanti - per qual- quello che abbiamo fatto». La Serbia-Dominicana 3-0
8 DE GENNARO Se potete,
clonatela: una sicurezza assoluta
quarti di finale (si giocherà alle Avanti le prime 4 che momento - è andata anche Cina, per via della formula, po- Usa-Polonia 0-3
per l’Italia 17 o alle 20). «Abbiamo fatto tut- di ciascun girone alla gara di un anno fa all’Olim- trebbe anche essere la stessa av- VENERDÌ 7 OTTOBRE
7,5 BOSETTI Soffre un po’ in to bene: in attacco, in difesa, a piade: stesso avversario, ma ri- versaria che varrà lo sbarco in
Serbia-Thailandia 3-0
attacco nel primo set, ma è decisiva muro, in battuta. Ma non dicia-  Le 16 squadre rimaste sultato diametralmente opposto semifinale martedì. «Chiunque
in seconda linea Usa-Turchia 3-1
mo ancora nulla perché non si nella 2a fase sono state a favore delle cinesi che - peral- ci sarà dall’altra parte della rete
7,5 SYLLA Bene in attacco, può in questo momento (causa divise in 2 gironi da 8. Ogni tro - allora erano già fuori dai sappiamo che non avrà voglia di Dominicana-Germania 3-1
reattiva in difesa, un punto di Polonia-Canada 3-1
riferimento
scaramanzia, ndr)...», dice Pao- squadra si porta dietro i Giochi. L’Italia non si accese mai regalarci nulla e che giocherà al
7,5 ORRO Apre di più il gioco al la Egonu scappando via, al ter- risultati e gioca 4 gare. Al in quel match e si spensero tutte massimo per eliminarci. Questo IERI
centro e coinvolge tutte le compagne mine della partita contro la Ci- termine le prime 4 di ogni le speranze di vedere l’azzurro è il gioco - dice sorridente il ct Usa-Thailandia 3-2
Sv MALINOV Qualche ingresso na. Una gara che doveva servire gruppo giocano i quarti sul podio olimpico. Poi arrivaro- Mazzanti -, ma onestamente Serbia-Turchia
per la stessa Orro: si fa trovare 3-0
molto di più a scoprire le condi- con abbinamento 1°-4° e no altre due sconfitte, con l’eli- non sono preoccupato anche se
pronta Dominicana-Canada 2-3
zioni dell’Italia, in vista dell’ulti- 2°-3° (dello stesso minazione ai quarti di finale. dovesse essere la stessa Cina.
Sv PIETRINI Solo un ingresso
ma settimana di questo torneo, girone). Le vincenti si Questa volta, nella partita che Vorrà dire che le conosciamo già Polonia-Germania 3-2
8 ALL.MAZZANTI Praticamente
non sbaglia nulla anche nelle più che lanciarci verso un quar- sfidano in semifinale. Le riservava alcune incognite, l’Ita- bene». Più che altro l’Italia - an- CLASSIFICA V-P P SV SP
chiamate del challenge to di finale più “agevole”. Con finali ad Apeldoorn il 15 lia è stata quanto mai lucida. Ha che se non torna sull’argomento
tante gare ancora sul tavolo è as- ottobre giocato la sua pallavolo migliore - rispetto al passato ha coscienza
SERBIA 9-0 26 27 2
solutamente impossibile fare in questo Mondiale, non ancora dei propri mezzi e delle proprie USA 7-2 20 21 11
CINA calcoli, ma si è visto (ancora una
volta), che le ragazze italiane
perfetta magari in quel primo
parziale, ma sufficientemente
potenzialità. Ha ben chiaro
l’obiettivo e la forza degli avver- TURCHIA 6-3 17 21 13

5,5 non sono qui pensando a evitare


un avversario. Molto di più vo-
gliono essere pronte per il pros-
simo appuntamento, consape-
Sylla
«Possiamo ancora
spietata per mettere al tappeto,
con il secondo e terzo set, un av-
versario di rango. Doveva essere
la prova generale per i quarti di
sari. La gara con la Cina (e per
certi versi anche quella con il
Brasile) ha confermato le certez-
ze. Non resta che aspettare i
POLONIA
CANADA
6-3 17 21 14
5-4 14 15 16

6,5 Y. WANG,
voli dei propri mezzi. È un po’ migliorare ma finale. E per le azzurre non ci so- quarti di Apeldoorn...
DOMINICANA 4-5 15 19 17
5,5 DIAO, 5,5 GONG, quello che è successo contro la siamo contente di no stati momenti di panico. © RIPRODUZIONE RISERVATA THAILANDIA 4-5 11 16 19
Cina, una delle scuole pallavoli- Tranne appunto una piccola
6 YUAN , 6 LI,
quello che abbiamo GERMANIA 3-6 11 14 20
6 M.WANG, 6 Y. WANG
SV GAO, SV JIN,
stiche più forti del mondo, una
di quelle squadre con cui spesso fatto in gara»
sbavatura alla fine della prima
frazione quando la Cina ha pa- s TEMPO DI LETTURA 3’04”
RCS
42 DO ME NI CA 9 OT TOB RE 2022 L A GA ZZET TA SPORTI VA
D O ME N ICA 9 OTTO BR E 2 02 2 LA GAZZE TTA S PORTIVA 43

FORMULA 1 GP GIAPPONE

LA GUIDA
Classifiche
Piloti
1. Verstappen
(Ola) 341; 2.
Leclerc (Mon)
237; 3. Perez
(Mes) 235; 4.
Russell (GB) 203;
5. Sainz (Spa)
202; 6. Hamilton
(GB) 170
Costruttori
1. Red Bull 576;
2. Ferrari 439;
3. Mercedes 373

Verstappen
campione a
Suzuka se...

Prime verità
R vince il GP e
fa il giro veloce
R vince e
Leclerc non fa
meglio di 3°
R è 2°, Leclerc
non fa meglio di
5° e Perez non
meglio di 4°
(senza giro
veloce)

Domani il giorno più lungo


ti, per molte squadre è la stessa R fa 3° con giro
LE TAPPE cosa. Per una questione di prin-
cipio, per non dare precedenti.
veloce, Leclerc
non meglio di 6°
Per questo lo spettro che aleggia e Perez non
30 settembre sulla testa di tutti è la sentenza meglio di 5°

Budget cap, ecco il dossier


La Gazzetta sul budget cap. Che era annun- R è 4°, Leclerc
dello Sport svela ciata per mercoledì scorso, che è non meglio di 8°
un’indagine Fia slittata, e che è attesa per doma- e Perez non
su alcuni team ni. Per questo in tanti sembrano meglio di 7°
(si parla di Red un po’ distratti da quel che acca- (senza giro
Bull e Aston de in pista. Il solo fatto che a veloce)
Martin) per
presunte Wolff e Binotto assenti a Suzuka, atteso il report Fia Suzuka non ci siano né Mattia
Binotto né Totò Wolff — i team
R è 5°, Leclerc
non meglio di 9°
violazioni del
budget cap 2021
(145 milioni
Il n°1 Ferrari: «Io pessimista, finirà come neve al sole» principal di Ferrari e Mercedes —
rende bene il concetto. Entram-
bi, da casa ma lo facevano già dai
e Perez non
meglio di 8°
(senza giro
di dollari) giorni di Singapore, auspicano veloce)
quazioni, di pochi, spesso po- Formula 1, del più ricco prende noscenze da analista finanziario provvedimenti esemplari. An- R è 6°, Leclerc
di Mario Salvini
1 ottobre chissimi, ricchi aspiranti alla vit- tutto, con la sensibilità sportiva né da indovino per immaginare che se proprio Binotto, in colle- fuori dai punti e
INVIATO A SUZUKA (GIAPPONE)
A Singapore nel toria e di una pletora di costrut- statunitense, dove nelle grandi che l’arrivo imminente di Audi, gamento da Maranello con Sky Perez non
paddock circola Suzuka sembra che la tori, sponsor, sognatori e piloti leghe degli sport di squadra han- oltre che la lista d’attesa di altri Sport, si è detto pessimista sulla meglio di 9°

A
la voce che Formula 1 stia tratte- all’inseguimento. Adesso gli no inventato il draft, il farm sy- importanti soggetti interessati vicenda: «La decisione è stata (senza giro
l’infrazione nendo il respiro. La americani proprietari della F.1 e stem, il salary cap per rendere la (Porsche in prima fila), non sia posticipata e questo significa che veloce)
sarebbe oltre il cappa di nuvole e Stefano Domenicali, l’italiano lotta più democratica e i cam- casuale, ma diretta conseguenza ci sono delle discussioni in atto -
5% del tetto alle pioggia che l’ha av- che la dirige, hanno deciso che le pionati più incerti. Ecco, Liberty del tetto dei costi. ha detto - significa che ci sono
spese. Ferrari e volta giovedì e venerdì era quasi cose devono cambiare. I più at- Media non è stata ad aspettare. dei punti in cui ci sono delle
Mercedes una metafora. La rappresenta- tenti, gli osservatori con più raf- «“Se non fosse per il budget cap, Pessimismo Ecco, per tutto contestazioni della Fia e il team
chiedono zione dello stato d’animo di tutto finate capacità di analisi, è dal- noi non avremmo fatto il nostro questo, però, tale limite, tale ga- sta cercando di difendersi. Indi-
sanzioni severe, il paddock, raramente così poco l’arrivo di Liberty che si chiede- progetto», ha detto alla Gazzetta ranzia, deve essere una certezza. pendentemente da quanto
la Fia annuncia popolato. Eppure è evidente a vano come sarebbe stato conci- un paio di giorni fa l’a.d. Alpine, Che lo sforamento sia di milioni emergerà, temo si tratterà di ne-
la pubblicazione tutti che le prossime ore saranno liabile lo spirito “calvinista” della Laurent Rossi. E non servono co- o di pochi dollari, dicono in tan- ve che si è sciolta al sole. Ma il
del dossier il 5 storiche. Perché per vedere duel- modo in cui è stato interpretato il
ottobre li credibili tra i vari Max Verstap- regolamento finanziario e quello
SB K, OK RA Z GA T LIOGL U
pen, Charles Leclerc, George che verrà concesso, perché se-
5 ottobre Russell, Lando Norris, auspica- condo me alla fine verrà conces-
bilmente di Carlos Sainz, dell’Al- so qualcosa, deve venire fuori e
Incidente a Portimao: ansia Steeman in Supersport
Dopo lunga
attesa, dalla pine tutta francese (con Esteban in modo trasparente». E se si ag-
Federazione Ocon e Pierre Gasly, ufficializza- giunge che il team del domina-
arriva la notizia to ieri per il 2023) e magari an-  Sta lottando per la vita punti da Alvaro Diaz, è caduto capire se e come operare. La tore Verstappen, la Red Bull, è
dello slittamento che di Oscar Piastri sia equili- all’ospedale di Faro alla curva 14, venendo centrato gara-1 Sbk, iniziata con un’ora anche il principale sospettato, si
del dossier al 10 brato, occorrono prima di tutto (Portogallo) Victor Steeman, da Jose Luis Perez Gonzalez che di ritardo, è stata vinta da capisce come l’atmosfera e l’at-
ottobre, domani le garanzie. Non le certezze, che 22enne pilota olandese del lo tallonava. Bandiera rossa e Toprak Razgatliouglu (Yamaha) tesa degli eventi, a Suzuka per
in Formula 1 non ci sono mai sta- team Mtm Kawasaki, coinvolto pilota trasportato dopo le prime su Alvaro Bautista (Ducati) e tutto il fine settimana, hanno
te. Ma la sicurezza che tutti cor- in un brutto incidente all’avvio cure a Faro, dove è stato Jonathan Rea (Kawasaki). Ora avuto contorni surreali.
rano ad armi pari. della gara Supersport 300 di stabilizzato, con i medici Alvaro è a +54 su Toprak. Oggi © RIPRODUZIONE RISERVATA
Portimao. Steeman, 4° sulla impegnati a drenare un alle 12 Superpole Race, 15 gara-
Sistema La Formula 1 é sempre
stato il campionato delle spere-
griglia e 2° in generale a 50 ematoma alla testa, in attesa di 2 (dirette Tv8, Sky e Now).
s TEMPO DI LETTURA 2’50”

Il via del GP alle 7, Verstappen in pole - Dirette Sky e Now, replica Tv8 alle 16
1ª FILA 2ª FILA 3ª FILA 4ª FILA 5ª FILA 6ª FILA 7ª FILA 8ª FILA 9ª FILA 10ª FILA

PMedia: 234,090 km/h


VERSTAPPEN SAINZ OCON ALONSO VETTEL RICCIARDO TSUNODA SCHUMACHER GASLY STROLL
RED BULL-HONDA FERRARI ALPINE-RENAULT ALPINE-RENAULT ASTON MARTIN-MERCEDES MCLAREN-MERCEDES ALPHATAURI-HONDA HAAS-FERRARI ALPHATAURI-HONDA ASTON MARTIN-MERCEDES

1 55 31 14 5 3 22 47 10 18

1 1'29''304 3 1'29''361 5 1'30''165 7 1'30''322 9 1'30''554 11 1'30''659 13 1'30''808 15 1'31''439 17 1'31''322 19 1'31''419

LECLERC PEREZ HAMILTON RUSSELL NORRIS BOTTAS ZHOU ALBON MAGNUSSEN LATIFI*
FERRARI RED BULL-HONDA MERCEDES MERCEDES MCLAREN-MERCEDES ALFA ROMEO-FERRARI ALFA ROMEO-FERRARI WILLIAMS-MERCEDES HAAS-FERRARI WILLIAMS-MERCEDES

16 11 44 63 4 77 24 23 20 6

2 1'29''314 4 1'29''709 6 1'30''261 8 1'30''389 10 1'31''003 12 1'30''709 14 1'30''953 16 1'31''311 18 1'31''352 20 1'31''511
*LATIFI PENALIZZATO DI 5 POSIZIONI PER INCIDENTE PROVOCATO A SINGAPORE - METEO: PREVISTA PIOGGIA, 19°C
44 DO ME NI CA 9 OT TOB RE 2022 L A GA ZZET TA SPORTI VA

BASKET SERIE A: 2a GIORNATA

LE PAGELLE
di p.b.
Petrucelli show: 31 punti PESARO
VENEZIA
90
89
BRESCIA
Brescia ribalta Varese
26-18, 51-37; 75-65

7 Rahkman decisivo
Pesaro, notte
da capolista
9 PETRUCELLI IL MIGLIORE
Record di punti Sotto di 16, la squadra di casa agguanta la partita Venezia battuta
in Serie A, 6 su 6
da tre punti,
recuperi decisivi
con l’italo americano (6 su 6 da tre) e Della Valle CARPEGNA PESARO
perché ricorda Moretti 15 (4/7, 1/5), Abdur-
di essere La squadra di Alessandro Magro Rahkman 13 (5/7, 1/2),
sempre un vince la partita ribaltandola nella Charalampopoulos 8 (1/5 2/4),
ottimo difensore. seconda parte con la difesa. Una Mazzola 12 (3/3, 2/3), Kravic 15
sfida iniziata con un ritmo altis- (7/12);