Sei sulla pagina 1di 56

www.gazzetta.

it Venerdì 18/2/2022 Anno 126 - numero 41 |euro 1,50

BRONZO IN COMBINATA, STANOTTE TEAM EVENT DOMANI IN EDICOLA

Brignone che bis! SPORTWEEK


Pellegrini e... signora
«Non finisce qui» Il capitano della Roma
di ARCOBELLI, BATTAGGIA R 42-43 22 ci apre le porte di casa
NO 20
e il commento di PAOLO MARABINI R 31 PECHI (Con il quotidiano a 2 euro)

IN ESTATE Un trio per il salto


di qualità
In primo piano Jonathan

RIVOLUZIONE David, 22 anni, attaccante


canadese del Lilla che

IN ATTACCO
piace a tutta Europa.
Dietro di lui Paulo Dybala,
28, Gianluca Scamacca, 23

L’INTER
RIFÀ LE PUNTE
Il ko col Liverpool ha confermato che servono rinforzi. Oltre a Scamacca e Dybala
fari puntati su David del Lilla. Lautaro e Sanchez possono partire, Perisic verso il rinnovo
di D’ANGELO, STOPPINI R 2-3

ORE 20.45, SFIDA SPETTACOLO ALLO STADIUM Spazio


alla fantasia

JUVE-TORO La nuova
Ferrari F1-75
ha sorpreso IL POSTE

A TUTTO DERBY
R
I

con le sue
OGG

innovazioni
tecniche

CON MAX E JURIC EGA LO


di CECERE, DELLA VALLE R 6-7 IN R
(Max Allegri, 54 anni, a sinistra, e Ivan Juric, 46)

PLAYOFF DI EUROPA LEAGUE: 1-1 AL CAMP NOU

SUPER NAPOLI
ILBARÇASISALVA
SU RIGORE AL VAR
di NICITA, RICCI R 14-15 (Foto: il gol di Zielinski)
Poste Italiane Sped. in A.P. - D.L. 353/2003 conv. L. 46/2004 art. 1, c1, DCB Milano

VISTA DAL GRANDE EX BIANCONERO Commento di VOCALELLI R 31


IconsiglidiMarchisio RIBALTATO L’OLYMPIACOS IN TRE MINUTI (2-1)
«Partireforteepelledura» Atalanta rimonta lampo
di BIANCHIN R 10 (Claudio Marchisio, a sinistra, 36)
La Lazio cade col Porto
VISTA DAL GRANDE EX GRANATA di BERARDINO, BIANCHI, CIERI,
Sala va ancora in dribbling ELEFANTE, GUIDI R 16-17-19

«Si può, Belotti la chiave» PRESENTATA LA F1-75

ROSSA CORAGGIO
di PAGLIARA R 11 (Claudio Sala, 74 anni)

Binotto non si nasconde: «Cambio di mentalità, scelte estreme


VISTE
INTER e squadra affiatata, adesso vogliamo tornare a vincere»
Leclerc e Sainz già conquistati: «Non vediamo l’ora di guidarla»
20218

DONADONI: «CHANCE SCUDETTO» di CREMONESI, FERRONATO, FILISETTI, IANIERI, PERNA, SALVINI R 34-35-36-37-38-39-40-41

Da Pioli a Leao
il Milan ha 5 motivi I L C O M M E N T O
9 771120 506000

per volare alto QUESTA FERRARI È NATA PER ATTACCARE


di Gianluca Gasparini
di FALLISI, GOZZINI R 12-13 R A pag 31
(Rafael Leao, 22 anni)

di Gene Gnocchi Inzaghi visibilmente confuso dopo il ko dell’Inter


IL ROMPIPALLONE contro il Liverpool: «Forse avrei dovuto inserire Sensi».
https://overpost.biz https://overday.info
2 V E NE R D Ì 1 8 F E B B R AI O 2 02 2 L A GAZZE T TA DE L LO S P O RT

SERIE A
#

Paulo

NON SOLO SCAMACCA Dybala


NATO A LAGUNA LARGA (ARG)
IL 15 NOVEMBRE 1993
RUOLO SECONDA PUNTA

L’INTER CAMBIA
ALTEZZA PESO
177 cm 80 kg
● Dybala è cresciuto

C’È LA PISTA DAVID


nell’Istituto di Cordoba ed
esploso a Palermo. Con
l’Argentina 32 gare e 2 gol

STAGIONE SQUADRA P G
2011/12 INSTITUTO 14 8

ATTESA PER DYBALA


2012/15 PALERMO 93 21
DAL 2015 JUVENTUS 280 112

Possono partire sia Lautaro che Sanchez


Il ko con il Liverpool ha fissato i paletti:
l’obiettivo è accorciare il gap dai top club

Gianluca
Scamacca
NATO A ROMA
IL 1 GENNAIO 1999
RUOLO CENTRAVANTI

ALTEZZA PESO
195 cm 85 kg
Un Toro
in gabbia ● Proprietà Sassuolo dal 2017
Lautaro Martinez, 24, quarta
stagione all’Inter con cui ha STAGIONE SQUADRA P G
totalizzato 164 presenze e 2018 CREMONESE 14 1
realizzato 61 reti. In questo GEN. ‘19 ZWOLLE 8 0
campionato 11 gol in 22 partite, 2019/20 ASCOLI 33 9
ma non segna in A da dicembre 2020/21 GENOA 26 8
GETTY IMAGES 2021/22 SASSUOLO 23 9

Attacco all’Eur
di Davide Stoppini
quella del mercato, il famoso
player trading di cui la società
sta a secco. Detto che in pro-
spettiva la posizione di Dzeko
un’alternativa, come il doppio
incrocio Napoli-Liverpool di-
stione di caratteristiche. Marot-
ta e Ausilio hanno da tempo in-
primissima fila, in posizione di
forza. Marotta e Ausilio hanno
MILANO
nerazzurra ha parlato anche non si discute e che Correa, che mostra. Condizione che il cileno dividuato in Gianluca Scamac- pure accarezzato, anche solo

S
pubblicamente: vendere per fin qui poco ha dato per via de- continua a soffrire, come pole- ca il primo obiettivo per la per un giorno, la possibilità di
riacquistare meglio. Riguarderà gli infortuni, è per ovvi motivi micamente ricorda appena prossima stagione. Con il Sas- portarlo subito a Milano un me-
tutti i reparti, certo. Ma forse un impensabile che possa partire la può, anche attraverso i social. suolo ci sono incontri periodici, se fa, senza però trovare il modo
po’ di più l’attacco, il settore che prossima stagione, va invece af- All’Inter serve di più. Serve pro- il centravanti ha già concesso la di concretizzare la trattativa. Il
ha dimostrato di essere meno frontato il capitolo Sanchez. babilmente anche altro, se è ve- pole position ai nerazzurri rifiu- punto è che...Scamacca non ba-
«europeo» di tutti gli altri. Alexis pure ha acquisito una ro come è vero che la coppia tando la corte del Borussia sta, per un salto europeo. Pro-
centralità sconosciuta dentro Dzeko-Lautaro non è mai di- Dortmund a gennaio. E la stessa babilmente servirà anche altro,
e il gradino è troppo alto, due Pole Scamacca È logico l’Inter, ma resta pur sempre ventata realmente tale, per que- società nerazzurra si sente in vicino all’attaccante romano.
sono le vie: o resti giù e ti accon- pensare che il reparto offensivo
tenti. O provi a capire come sali- dell’Inter della prossima stagio-
re, come adeguare il tuo passo ne possa cambiare faccia. Anzi
AD APPIANO
alle difficoltà che la stagione ti facce, messo al plurale, nel nu-
mette davanti. Ecco, ci sentiamo
di garantire che l’Inter non ab-
bia alcuna intenzione di optare
mero di due. L’involuzione di
Lautaro è preoccupante - ulti-
mo gol su azione a dicembre,
Oggiilricorso MILANO

lle 13, di fronte alla


fatto schifo». Inzaghi aspetta la
sentenza. Le scelte in difesa sa-
ranno fatte di conseguenza:
per la prima strada. L’obiettivo è
crescere, il Liverpool ha indica-
to la via: aumento della compe-
zero totale in Champions, due
reti in meno rispetto al 25° turno
del campionato scorso nono-
perBastoni A
Corte sportiva d’ap-
pello, l’Inter proverà a
regalarsi Bastoni con-
possibile, in ogni caso, un turno
di riposo per De Vrij. Intanto ie-
ri l’allenatore ha tenuto a rassi-
titività della rosa, oltre l’undici
titolare, per ripresentarsi a un
ottavo di Champions tra 12 mesi
stante i tre rigori in più -, ancor
di più il fatto che le sue stagioni
procedano “a blocchi”, senza
EInzaghi tro il Sassuolo. Il lega-
le del club nerazzurro, Angelo
Capellini, ha infatti presentato il
curare la squadra, abbattuta
dopo la sconfitta con il Liverpo-
ol. Il tecnico ha ribadito in pri-
con una distanza, se possibile,
meno ampia in termini di orga-
nico. Mica facile, la strada è
continuità, un periodo in cui
segna consecutivamente in di-
verse partite e in altre in cui re-
rincuoraisuoi ricorso che sarà esaminato oggi:
l’Inter chiede di trasformazione
della seconda giornata di squali-
vato quanto detto pubblica-
mente dopo la partita: giocan-
do in questo modo, il concetto,
fica in ammenda. Se così fosse il in Italia le difficoltà saranno li-
LA SITUAZIONE
Il club spera nello sconto difensore, che già ha saltato la mitate. Ancora fuori Vecino, og-
di un turno per averlo domenica trasferta di Napoli, sarebbe a di- Difensore gi Gosens tornerà parzialmente
La punta del Sassuolo ha Il tecnico motivatore post Reds
sposizione di Inzaghi già dome-
nica. C’è ottimismo in casa Inter.
di qualità
Alessandro
in gruppo: l’obiettivo è il Genoa.
stop
rifiutato il Dortmund a gennaio La frase incriminata detta alla fi- Bastoni, 22, © RIPRODUZIONE RISERVATA

Il canadese è seguito dai tempi ne del derby, rivolta agli assistenti all’Inter dal

del Gent: ha il profilo giusto


e che portò allo stop di due turni,
sarebbe stata la seguente: «Avete
2019: 104 partite
e tre gol GETTY s TEMPO DI LETTURA 1’

https://overpost.org
VENERDÌ 18 FEBBRAIO 2022 LA GAZZETTA D ELLO S P O RT 3
#

Questione rinnovi
SCAMACCA
Valore
cartellino Perisic si riavvicina
40 Dopo il Sassuolo
gli agenti a Milano
milioni
Ingaggio attuale

La prossima settimana incontro chiave


400 mentre sarà ufficiale Brozovic al 2026
mila euro
di Vincenzo D’Angelo
MILANO

uardi Ivan Perisic e

G
pensi che il tempo si
sia fermato. Sembra
un robot, con i mu-
scoli sempre tirati al
I NUMERI massimo, la falcata potente sul-
l’allungo e il guizzo nello stretto.
Ma rispetto a quando è arrivato

11,7
Chilometri
all’Inter nell’estate 2015, riesci a
scorgere dal suo sguardo quando
entra in campo una consapevo-
lezzadiversa,unafiducianeipro-
a partita
primezzicheètipicadeicampio-
per Brozovic in ni, di chi ne ha passate tante, ha
Serie A: il masticato amaro e ora è passato

Jonathan
DYBALA regista è
maratoneta del
all’incasso della semina dei sacri-
fici. Ed è anche per questo che in
campionato, al
David Valore cartellino primo posto
casa Inter si lavora costantemen-
te da mesi per provare a non per-
NATO A BROOKLYN (USA) 0 (scadenza contratto) nella classifica dere questo inestimabile tesoro
IL 14 GENNAIO 2000 speciale davanti
RUOLO ATTACCANTE Ingaggio attuale tecnico, di esperienza e persona-
a Thorsby
lità fuori dal comune. Ed è così
ALTEZZA PESO
(Samp, 11,58 km) che un matrimonio che sembra-
7,3
180 cm 73 kg e Freuler va ai titoli di coda ha ritrovato la
(Atalanta, 11,46). scintilla che ha riacceso la pas-
Domenica
● Nato a Brooklyn da genitori milioni salterà per
sione: l’Inter vuole andare avanti
haitiani, all’età di 6 anni si con Perisic - che aspettava offerte
trasferisce ad Ottawa. È squalifica la da Premier e Bundesliga, mai ar-
nazionale canadese prima partita rivate - e adesso anche Ivan sem-
del campionato
JONATHAN DAVID bra aver deciso di fare un passo

6,52
STAGIONE SQUADRA P G verso il club. La forbice tra do-
2018/20 GENT 83 37 manda (6 milioni) e offerta (4) si è
DAL 2020 LILLA 80 29 ristretta nell’ultimo mese, con le
Valore La media parti che adesso sono vicine alla
cartellino

ropa
voto stretta di mano sulla via di mez-
di Perisic in zo: l’Inter è disposta a garantire a

50
questo Perisic per i prossimi due anni lo
campionato: per stesso stipendio di oggi, solo che
il croato 22 ai 5 milioni a stagione si arrive-
presenze, 5 reti rebbe includendo i bonus, che
milioni e un assist in A, nel contratto attuale sono un plus
mentre in ai 5 milioni garantiti.
Champions
Ingaggio attuale League ha Doppio sì La prossima setti-
collezionato in mana potrebbe essere quella de-
1 stagione 7
presenze, con
cisiva per la svolta: l’entourage di
Perisic è atteso a Milano per un
milione un assist e nuovo faccia a faccia con il club,
nessun gol dopo gli incontri esplorativi te-
nuti all’inizio della scorsa setti-
I nomi La soluzione perfetta qualora la fumata sul rinnovo stagione lascerà sicuramente il mana. Le parti sono per la prima il primo ritiro, con tanto di uscita
sarebbe Paulo Dybala, inutile dovesse essere nera. L’ingaggio Lilla». L’investimento è onero- volta più vicine, ma serve una pubblica durante la tournée in
nascondersi. L’Inter è attentissi- sarebbe, in fondo, lo stesso che il so. Ma per caratteristiche, Jona- stretta di mano reale per sancire Asia: «Non può fare il ruolo che Esterno
ma all’evoluzione della situa- club nerazzurro garantisce a than David rappresenta proprio l’intesa e buttar giù le bozze di gli chiedo». Ma dopo un anno in croato
zione tra l’argentino e la Juven- Sanchez, seppur senza i benefi- il profilo di calciatore che man- contratto. Ma l’incontro con gli prestito – e una Champions vinta Ivan Perisic,
tus. A breve, entro la fine del ci del Decreto Crescita utili per ca in organico a Inzaghi, ovvero agenti di Perisic non sarà l’unico – al Bayern, Ivan è tornato e ha 33 anni, all’Inter
mese, la società bianconera in- il cileno. Ma c’è un altro nome un attaccante in grado di attac- atto ufficiale dell’Inter della pros- stravolto anche le convinzioni dall’estate 2015,
contrerà Antun, il manager del che l’Inter tiene d’occhio: è Jo- care la profondità: non lo fa sima settimana. Nell’agenda di dell’ex c.t., risultando decisivo con una
calciatore. Un vertice durante il nathan David del Lilla, canade- Dzeko, poco o niente Lautaro, Marotta e Ausilio c’è l’ultima tap- nella volata verso lo scudetto nu- parentesi di una
quale si capiranno molte cose. se, classe 2000, protagonista in- Sanchez neppure a parlarne, lo pa della maratona Brozovic, con mero 19. Vice campione del stagione in
Marotta è pronto a intervenire, discusso della Ligue 1 in corso, stesso Correa ha altre caratteri- l’imminente ufficialità del rinno- mondo con la Croazia nel 2018, prestito al
erede di Osimhen nel club fran- stiche. In nerazzurro potrebbe vo fino al 2026 campione Bayern:

Clic
cese. Non è mica una novità, per sbarcare in caso di cessione di che porterà il d’Europaconil in nerazzurro
gli scout nerazzurri: l’attaccante Lautaro. E, ragionando in linea regista sui li- Bayern nel vanta 50 gol in
è seguito in da quando giocava puramente teorica, si complete- velli economi- La situazione 2020 e cam- 237 presenze
in Belgio, nel Gent, club nel rebbe alla perfezione con c i d e i t o p L’esterno prevedeva pione d’Italia in tutte le
quale l’Europa si è accorta di lui. Dzeko. Ma qui siamo troppo player d’Euro- con l’Inter nel competizioni
Marotta, Ausilio Ora il prezzo è cambiato: ci vo- avanti con i ragionamenti. Oggi pa: 6 milioni trattative con inglesi 2021: la carrie- GETTY IMAGES

e Baccin al 2025 gliono 50 milioni di euro per va registrato il sentimento che la netti a stagione o tedeschi. È pronto ra di Ivan è sta-
portarlo via dal Lilla, bottega sconfitta con il Liverpool ha sca- più uno di bo- ta tutta un cre-
nus. Insom- un biennale da 5
Oggi l’annuncio? storicamente cara. E sul cana- tenato dentro l’Inter: voglia di scendo di pre-
dese ci sono gli occhi di mezza crescere, di trovare nuove stra- ma, nello spo- milioni (con bonus) stazioni e sod-
● Possibile giornata di Europa: si è fatto il nome del de, di avvicinare i più forti. In gliatoio neraz- disfazioni e
annunci in casa Inter. Barcellona, pure del Milan, an- una parola, di rigiocarsela. zurro si continuerà a parlare il anche ora che ha appena com-
Perché non c’è solo la che dalla Premier sono arrivati © RIPRODUZIONE RISERVATA croato ancora per un po’. Per la piuto 33 anni, Perisic sembra
squadra da rinnovare, segnali di interesse. Il suo agen- gioia di Simone Inzaghi. avere ancora tanti chilometri da
anche la dirigenza in
blocco va verso un nuovo
te Nick Mavramaras ha dichia-
rato giusto un mese fa: «A fine s TEMPO DI LETTURA 3’ 45”
Gazzetta.it
percorrere nel motore per inse-
La rinascita Perché Brozovic e guire nuovi traguardi. Il secondo
contratto: il presidente Segui sul nostro Perisic sono ormai insostituibili tempodiquestalungacarrieraha
Zhang vuole blindare il L’ARGENTINO sito tutti gli nel disegno tattico dell’ex tecnico portato Perisic nel club dei vin-
progetto tecnico e dargli
continuità, così ha deciso
Entro fine mese l’incontro aggiornamenti
sull’Inter: dalle
della Lazio. Ma se l’ascesa di Bro- centi. Lo scudetto della stella lo
zoèstatadirompentedaitempidi porterebbe nel club degli interisti
di prolungare gli accordi
con l’a.d Marotta, il d.s.
tra Paulo e la Juve: in caso voci di mercato
al campo, con la
Spalletti in avanti, la parabola di indimenticabili.
Perisic in nerazzurro ha preso
di fumata nera, il club
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ausilio e il vice d.s. Baccin squadra che una svolta del tutto inaspettata
fino al 2025
è pronto a fare un’offerta prepara la sfida
al Sassuolo
nell’ultimo anno e mezzo. Anto-
nio Conte lo aveva bocciato dopo s TEMPO DI LETTURA 2’37”
https://overpost.biz https://overday.info
4 V E NE R D Ì 1 8 F E B B R AI O 2 02 2 L A GAZZE T TA DE L LO S P O RT

PRIMO PIANO

Quando gli inglesi


TRE GRANDI MOMENTI

La Juve di Vialli
Il Milan del 2003
e l’ultima: l’Inter
1 2
del Triplete
1 Nel 1996 la Juve conquista la sua
seconda Champions a Roma, ai
rigori, nella finale con l’Ajax (1-1
dopo 120’). Vialli solleva la coppa.
2 Finale storica nel 2003. Per la
prima (e unica) volta due italiane in
finale: il Milan batte la Juve ai rigori
(0-0 dopo 120’). Maldini in trionfo.
3 Ultima Champions italiana nel
2010: l’Inter batte il Bayern 2-0 a
Madrid, due gol di Milito. Capitan
Zanetti festeggia con la coppa

Inter-Liverpool 0-2, al di là della bella prova dei il Liverpool (l’anno giustiziere

NEL 1982 L’ITALIA


della Roma). Lo aveva già sconfit-
nerazzurri, conferma la superiorità del calcio to in Supercoppa. Il sorpasso si
inglese. Eppure un tempo gli inglesi eravamo noi. sta materializzando, l’Heysel lo
Dopo il Mundial ‘82 i nostri club attiravano i decreta: i club inglesi sono squa-
lificati per cinque anni, il Liver-
campioni e dominavano le coppe. La Juve di

PRENDE IL POTERE
pool sei. Nasce il mito della Juve
Platini e quella di Lippi, il Milan degli olandesi e di Platini e Boniek.
quello di Ancelotti, fino all’Inter di Mou. Ma è da
1986: il Milan di Silvio Il 20
Calciopoli che abbiamo perso il primato: la ricca febbraio 1986 Silvio Berlusconi
Premier League ci ha staccato ancora una volta.

JUVE, MILAN, INTER


diventa proprietario del Milan.
Storia di un sorpasso e del controsorpasso Coincide con la fine del ciclo ope-
raio bianconero di Boniperti e
1980. Stiamo per dire “bye-bye Trap. Ora ci sono i “galacticos”
di Fabio Licari
Inghilterra” e prenderci l’Europa. pre-Real Madrid. Il progetto di-

POI SOLO PREMIER L’


Un titolo che conserveremo per venta realtà nel 1987 con Sacchi
vent’anni. Tempi lontanissimi da in panchina più Gullit e Van Ba-
Chelsea-Juve 4-0, Liverpool-Mi- sten (e Rijkaard l’anno dopo). La
lan 3-2 e 2-1, Inter-Liverpool 0-2, squadra più internazionale del
United-Atalanta 3-2 e2-2(unpa- nostro calcio allunga il ciclo vin-
ri) di questa cente con la
Champions. gestione Ca-
urlo mondiale di Tardelli riempie pello. La chia-
le nostre vite: è fatta, non ci pren- 1982: Juve L’eredità Mundial ve del sorpasso
dono più. Siamo campioni, la La riscossa Arrivano i grandi la offre ancora
Germania piange. Non le uniche non può che l’Inghilterra:
lacrime tedesche di quell’indi- partire dalla campioni e vinto il primo
menticabile 1982. Anche il Juve di Trap, la Serie A diventa scudetto, in-
Bayern si arrende all’Aston Villa dei sei cam- fatti, il Milan
in finale di Coppa Campioni. Non pioni del mon- il torneo più gioca un’ami-
è una sorpresa: gli inglesi hanno do (Zoff, Gen- bello del mondo chevole a Old
conquistato le ultime sei con il Li- tile, Cabrini, Trafford a
verpool, il Nottingham Forest e i Scirea, Tardelli e Rossi) e di Plati- maggio ‘88 e domina lo United
“villains”. Sono i padroni, ma an- ni e Boniek. Tre finali europee oltre il 3-2 finale. Non si era mai
cora per poco. Con il Mondiale consecutive:nell’83la“fatal”Ate- vista un’italiana in trasferta pres-
nasce la nuova Italia internazio- ne con l’Amburgo, l’anno dopo la sare,attaccare,darespettacolo.In
nale. Il campionato più bello del Coppa Coppe contro il Porto, in- Inghilterra, poi... Una nuova era.
mondo. Aperte le frontiere entra- fine nell’85 la prima Coppa Cam- Tre Champions vinte (1988, ’89 e
no Platini, Boniek, Rummenigge, pioni. Nella notte più tragica, 94), due perse (’93 Marsiglia, ’95
Zico,Maradona.EFalcaoèquidal quella dell’Heysel. La Juve supera Ajax). I rivali sono spagnoli, fran-

Non vinciamo una Champions dal 2010,


mentre gli inglesi sono alla terza finale Platini, Maradona, Van Basten
I campioni degli anni indimenticabili

tutta “loro”. E anche quest’anno subiamo Michel Platini (Juventus), Diego Maradona (Napoli) e Marco Van Basten (Milan), simboli di un’epoca in cui l’Italia
prende il sopravvento sull’Inghilterra e consolida il primato internazionale GETTY, LAPRESSE, AFP

https://overpost.org
VENERDÌ 18 FEBBRAIO 2022 LA GAZZETTA D ELLO S P O RT 5

eravamo noi...
Storia di un confronto L’ASPETTO ECONOMICO

3
Serie A Premier League
1981-82 Nuovo contratto televisivo per la Lega
in miliardi di lire
Il boom in Inghilterra
con la svolta del 1992
(6,7 milioni di €) 13
(3,6 milioni di €) 7
(3,1 milioni di sterline)
1984-85 Media presenze allo stadio

38.847
a partita
record
assoluto
Serie A senza visione
21.055
a partita

1991-92 Prima della scissione della Premier

cesi, portoghesi. Ma l’Inghilterra fatturato in miliardi di lire


sta per rientrare. Nel ’91 lo United
del giovane Ferguson vince la
Coppa Coppe. L’anno prima c’era
riuscita la Samp di Vialli e Manci-
ni caduta nel ’92, a Wembley,
contro il Barça in Coppa Campio-
ni. In quel ’92 nasce la Premier.
Non possiamo immaginarlo, ma
sono i semi del controsorpasso.

1996: la Juve di Lippi Nel ‘95 350


il Milan perde contro l’ultimo
400 (180 milioni di €)
(200 milioni di €) (162 milioni di sterline)
Ajax prima di Bosman, intanto al-
la Juve è cominciata la ricostru- Football League: è qui che nasce la vendita collettiva dei diritti.
1999-00 5 italiane nella top ten dei ricavi europei di Marco Iaria
zione. La triade con Lippi in pan- la Premier, è qui che tutto L’Inghilterra, che ci è arrivata
in milioni di € TWITTER@MARCOIARIA1
china. La Juve va sempre in finale. cambia. Il Taylor Report rende molto prima e attraverso Champions
’95 Uefa: k.o. con il Parma. ’96,
1° Manchester
188 desso che misuriamo i sicuri gli stadi, la lotteria un’alleanza strategica, divide o Premier?
’97 e 98’ Champions: batte l’Ajax,
perdeconBorussiaeRealMadrid.
Resta la più forte perché l’Italia è 4°
United
Milan 144 A gradi di separazione
dal campionato più
bello e più ricco del
nazionale ne finanzia i progetti
assieme ai soldi della BSkyB di
Murdoch con cui i club
quei soldi in maniera più
democratica e, soprattutto, ne
produce molti, molti di più. Lo
Pep Guardiola
(Man. City) e
Thomas Tuchel
ancora la più forte: ci sono i feno-
meni Ronaldo e Zidane, la A è uno 5° Juventus 142 mondo, affiora un po’ di
nostalgia, mista a rabbia, nel
stringono un patto di ferro.
Occhio, questa è una semina che
fa costruendo un format, con
tanto di standardizzazione della
(Chelsea)
all’ultima finale
spettacolo. Anche Parma, Lazio e
Inter sollevano le coppe. Ma sta 6° Lazio 127 ricordare quando eravamo re.
Qualche flash, giusto per
richiede pazienza. Negli anni
Novanta il tricolore sventola
“scenografia” degli impianti, da
esportare in tutto il mondo. Nel
di Champions.
Due tecnici
arrivando l’Inghilterra. Il ’99 è
l’ultimo anno in testa al ranking 7° Chelsea 123 mettere a fuoco i ruoli capovolti.
Nella stagione che conduce al
ancora in alto perché l’avvento
delle pay tv e di nuovi capitalisti
momento in cui il calcio si
trasforma in fenomeno globale,
stranieri ma due
squadre di
Uefa e quello della finale simboli-
ca di Champions United-Bayern: 9° Inter 110 trionfo Mundial, il 1981-82,
l’avvento della Fininvest di
inietta soldi senza precedenti
nella Serie A. Ci sono le sette
le inglesi non si fanno trovare
impreparate, a differenza delle
Premier AP

i tedeschi sono 1-0 al ’91, Sherin-


gham e Solskjaer ribaltano tutto. 10° Roma 103 Berlusconi obbliga la Rai a
sborsare 13 miliardi di lire per i
sorelle. La competizione è feroce
e avvincente, i tifosi sognano, i
italiane prigioniere di un miope
provincialismo. Certo, la
La prima Champions dall’84. La 2006-07 Il gap esplode con Calciopoli diritti tv della Serie A e B (erano costi schizzano verso l’alto e nei diffusione della lingua aiuta
Premier moltiplica i ricavi, le stel- fatturato in miliardi di €
poco più di 2 miliardi l’anno bilanci si aprono voragini. parecchio ma conta anche e
le ora puntano oltremanica. prima). Oltremanica vige ancora Mentre le inglesi costruiscono soprattutto la perseveranza. È
il contratto siglato nel 1978, con un progetto di medio-lungo un circuito che si autoalimenta
2003: è Milan-Juve Eppure 2,273 tanto di disputa legale tra Bbc e termine, le italiane spandono e perché il benessere diffuso e le
l’Italia attira ancora. La Juve Itv sulla copertura del mitico spendono finché qualcuna prospettive di visibilità
prende Nedved dalla Lazio, il Mi- programma Match of the Day: salterà per aria (Fiorentina, internazionale attirano capitali e
lan Shevchenko e poi Kakà. Nel alla Football League vanno 3,1 Lazio, Parma, la Roma quasi). know-how oltre confine, dallo
2003 la finale è tutta italiana, Mi- milioni di sterline a stagione. sceicco Mansour del Manchester
lan-Juve. Storico. In semifinale i Tradotti in euro, sarebbero 3,6 Nel 1999-2000 la Serie A è City al conglomerato
rossoneri hanno eliminato l’In- 1,064 milioni paragonati ai 6,7 del ancora appaiata alla Premier in statunitense Fenway del
ter. Vince il Milan di Ancelotti ai campionato italiano. Negli anni termini di ricavi (1.059 milioni Liverpool.
rigori proprio a Manchester. Dai 2017-18 6 inglesi nella top ten dei ricavi europei Ottanta, mentre la Serie A di euro contro 1.192) e riesce a
tempi dell’Heysel manca una fi- in milioni di € accoglie le stelle del calcio piazzare cinque squadre nella La Premier crea un solco tra sé e
nale con i sudditi di sua Maestà.
Eccola: è quasi un’andata e ritor- 3° Manchester
United 666 mondiale e riempie gli stadi fino
al record di presenze del 1984-
top ten dei fatturati europei di
Deloitte. Gli ultimi fuochi. Le
il resto d’Europa. Nel 2018-19,
prima del Covid, i ricavi dei club


no. Nel 2005 a Istanbul il Milan si Manchester 85 (38.847 spettatori a partita), estati italiane si consumano tra inglesi superano i 5,9 miliardi di
fa recuperare dal Liverpool da City 568 la Premier League se la passa Tar (caso Catania) e scandali euro contro i 3,4 della Liga, i 3,3
3-0 a 3-3 e affonda ai rigori. Nel
2007 si rifà ad Atene con due gol 7° Liverpool 514 male: l’affluenza crolla, dalla
media di 31mila del 1972 alle
(Calciopoli). Prevalgono i
particolarismi ed è una legge
della Bundesliga, i 2,5 della Serie
A e gli 1,9 della Ligue 1. E
di Inzaghi. Fine. Calciopoli si ab-
batte sul calcio, il Mondiale 2006 8° Chelsea 506 19mila del 1984, a causa degli
stadi vecchi e degli hooligan,
dello Stato a imporre, dal 2010, proprio in questi giorni si
celebra lo storico sorpasso: dal
non fa il miracolo. La Premier (e
la Liga) sono i campionati più 9° Arsenal 439 con la vergogna dell’Heysel e il
bando di cinque anni dalle
Strade diverse
2022-23 i diritti esteri della
Premier (2,12 miliardi a
belli del mondo. Da allora addi-
rittura tre finali tutte inglesi: Uni- 10° Tottenham 428 coppe europee.
Fino a 20 anni fa
stagione) varranno più di quelli
domestici (2,04 miliardi), dieci
ted-Chelsea (‘08), Liverpool-Tot-
11° Juventus 395 All’inizio degli anni Novanta il avevamo gli stessi volte di più della raccolta
tenham (‘19), Chelsea-City (‘21), Manchester United viene internazionale della Serie A.
sempre più spesso. L’Inter solleva 2021-22 Diritti TV interni quotato in Borsa: è il secondo ricavi della Premier Orfana dei ricchi proventi del
la Champions 2010, quella di in milioni
2.040 991 club calcistico a farlo dopo il che ha poi raccolto Qatar, la Lega ha deciso di
Mourinho, ma è solo un momen- di € Tottenham. Deve accontentarsi esporre gratis il prodotto su
tomagico.LaJuvediAllegrisifer-
a stagione
di una raccolta che è la metà di
la lenta semina YouTube nell’area Mena. Una
(triennio 2021-24)
ma sul più bello nel 2015 e 2017, stagione quello che la Juve paga per semina che richiede tempo,
2021-22
illudendosi che basti Ronaldo per acquistare Roberto Baggio dalla proprio come l’apertura di nuovi
l’ultimo salto. L’Inghilterra è ir- 2022-23 Diritti TV esteri Fiorentina (25 miliardi di lire). uffici all’estero (dopo gli Usa sarà
raggiungibile, lo dice anche In- in milioni Nel 1991-92 la Serie A ha un la volta di Cina ed Emirati
ter-Liverpool. di € 2.120 221 fatturato di circa 400 miliardi Arabi). La Premier insegna.
© RIPRODUZIONE RISERVATA a stagione contro i 350 della Premier. Ma © RIPRODUZIONE RISERVATA
a stagione (triennio 2021-24) quella è l’ultima stagione della
RISULTATI E CLASSIFICHE SU
s TEMPO DI LETTURA 3’50”
(triennio 2022-25)
GDS
vecchia era. Nel 1992 la prima
divisione inglese si separa dalla Gazzetta.it s TEMPO DI LETTURA 3'31''
https://overpost.biz https://overday.info
6 V E NE R D Ì 1 8 F E B B R A I O 2 02 2 L A GAZZE T TA DE L LO S P O RT

SERIE A ANTICIPO 26ª GIORNATA


Strega
Sandro
Veronesi, 62
Allianz Stadium, ore 20.45 Tornato in estate
anni, scrittore, in bianconero
due volte Premio JUVENTUS TORINO Massimiliano Allegri, 54 anni, ha
Strega LAPRESSE n n allenato la Juventus dal 2014 al 2019,
1. SZCZESNY
vincendo 5 scudetti di fila. E’ tornato
12. ALEX SANDRO
nell’estate 2021, dopo due anni
24. RUGANI 25. RABIOT lontano dalla panchina GETTY

4. DE LIGT 9. MORATA
LO SCRITTORE JUVE 5. ARTHUR
11. CUADRADO

Veronesi: 28. ZAKARIA


7. VLAHOVIC
9. BELOTTI
4. POBEGA
17. SINGO

«TemoBremer 10. DYBALA

14. BREKALO
10. LUKIC 6. ZIMA

ConVlahovic ● PANCHINA 36 Perin,


38. MANDRAGORA
3. BREMER

32. MILINKOVIC ● PANCHINA

noiassatanati»
23 Pinsoglio, 2 De Sciglio, 17 27. VOJVODA 1 Berisha, 5 Izzo, 99
Lu. Pellegrini, 14 McKennie, 27 13. RODRIGUEZ Buongiorno, 26 Djidji, 15
Locatelli, 47 Miretti, 38 Aké, 18 Ansaldi, 77 Linetty, 70
Kean, 21 Kaio Jorge ALL. Allegri Warming, 34 Aina, 28 Ricci, 64
BALL. Zakaria-McKennie 70-30%, Pellegri, 23 Seck, 19 Sanabria
Arthur-Locatelli 60-40%, Alex Sandro-De ALL. Juric BALLOTTAGGI Belotti-
Sciglio 60-40% SQUAL Danilo (1) DIFF. Sanabria 60-40% SQUALIFICATI
Morata, Bernardeschi IND. Chiesa nessuno DIFFIDATI Aina, Buongiorno,
(stagione finita), Chiellini (5 giorni), Djidji e Mandragora INDISP. Fares
Bernardeschi e Bonucci (da valutare) (stagione finita), Praet (60 giorni)

ARBITRO Massa di Imperia ASSISTENTI Alassio - Tolfo QUARTO UOMO Ayroldi VAR Mazzoleni AVAR Bindoni
PREZZI 5-40 euro TV Dazn ANDATA 1-0 INTERNET www.gazzetta.it

Derby d
GDS

Gioia bianconera Un’esultanza della Juve GETTY

e dovesse dare un titolo a questo derby,

S Sandro Veronesi sceglierebbe «Stiamo


arrivando», rubandolo ai tifosi della
Fiorentina. «E’ anche il titolo che darei a
questo finale di stagione — racconta lo scrittore
tifoso della Juventus —, perché il mercato ci ha
ringalluzzito. Pensi che io ero talmente pessimista
che fino a poco tempo fa non avevo rinnovato
l’abbonamento a Dazn, ora l’ho fatto perché ho
visto quello che volevo: giocatori finalmente
assatanati, Morata e Dybala su tutti. Il club ha fatto
uno sforzo sul mercato, ora tocca alla squadra».

3 Il derby, quindi, arriva al momento giusto per


testare le ambizioni della Juventus?
«Sì perché un avversario di livello è quello che ci cuore, la Juve dovrà metterci la
IL TECNICO BIANCONERO
vuole per tenere alta l’attenzione. Non dobbiamo stessa intensità che le ha per-
ricascare nei momenti di nebbia che abbiamo messo di non andare sotto con

ALLEGRI PUNTA TUTTO


avuto in passato. Con le grandi ci mancava Verona e Atalanta, per poi fare la
qualcosa, con le piccole avevamo cali di tensione. differenza con le qualità tecni-
Problemi non episodici ma strutturali, che ci che. Ecco perché il tridente Dy-
portavamo dietro dalla scorsa stagione. Ora non ci Vla-Mo dovrebbe essere ripro-

SUL DNA DELLA JUVE


sono più scuse». posto dall’inizio, con Cuadrado
terzino. Contro il grande cuore
3 Prendiamo due giocatori: uno che può fare la Toro servirà una Juventus solida
differenza per la Juventus e uno che vorrebbe e concreta, differente dalla squa-
togliere al Toro. dra molle e confusa di inizio sta-

«ORA SIAMO SQUADRA


«L’ultima volta che hanno giocato contro in gione. Allegri è fiducioso: «Ab-
Torino-Fiorentina 4-0 si è visto tutto il talento di biamo messo da parte gli obietti-
Bremer, che ha annullato Vlahovic. Credo che la vi personali e ragioniamo più da
partita si giocherà molto su questo duello. Con squadra. Ora ci conosciamo me-

E NON MOLLIAMO PIÙ»


l’Atalanta Dusan è riuscito a tenere testa a glio, abbiamo ritrovato entusia-
Demiral e per questo sono fiducioso». smo e voglia di tornare a vincere.
Sappiamo che quest’anno sarà
3 Vlahovic può trascinare la Juve pure in Coppa? quasi impossibile, ma ci prepa-
«Può fare come Haaland, cioè segnare a riamo per il prossimo. Abbiamo
ripetizione in Europa, ma non basta per vincere
qualcosa. Servirà invece ad alzare il livello Max chiede intensità e pensa al tridente: obiettivi importanti e il derby è
fondamentale per il nostro cam-
dell’attacco, come era successo in passato con
Higuain, Tevez e Mandzukic. Ronaldo è più «Quest’anno scudetto quasi impossibile, mino».

Appagati? No, arrabbiati


selettivo, non tutti gli andavano a genio, Vlahovic
è perfetto per scatenare il talento degli altri». ma dobbiamo prepararci per il prossimo» La Champions, del presente e del
Subito in gol futuro, è al centro del pensieri di
3 Scelga un genere letterario per Juve e Toro. con la Juve Max, che deve fare i conti anche

Clic
«Il Toro è il romanzo storico in costume, la Dusan Vlahovic, nella conferenza stampa della vi- con l’emergenza in difesa: dopo
di Fabiana Della Valle
ricostruzione dell’epopea dell’età dell’oro che non 22 anni, 18 gol in gilia, ma stavolta vale anche Chiellini, il polpaccio ferma an-
TORINO
c’è più. Il Grande Torino è una delle poche cose A (17 con la qualcosa in più, perché «senza che Bonucci (affaticamento), a

D
pure che passano all’interno di una narrazione Fiorentina, 1 con una vittoria sul Torino il punto forte rischio pure per il Villarreal.
sporca come quella del calcio, i tifosi hanno la Juve) GETTY fatto con l’Atalanta non sarà ser- Niente alibi, tanto più che con
grande rispetto per la storia. La Juventus invece è vito a niente». Nel derby la Si- Stadium verso Rugani titolare (6 presenze in A),
il romanzo d’appendice: si introducono delle gnora cercherà di allungare la il tutto esaurito la Juve non ha mai perso. «Guar-
novità ma per mantenere risultati sempre alti. striscia che le ha permesso di ri- diamo il bicchiere mezzo pieno,
Può capitare di non vincere, ma per poco. Sono salire dalla 18ª (alla 4ª giornata)
Sarà pieno al 50% con l’Atalanta abbiamo fatto un
sicuro che dalla prossima stagione torneremo a alla 4ª posizione (l’Atalanta è die- buon punto. Ora però non dob-
farlo». icono che il primo derby non si tro di un punto ma ha una partita ● Si va verso il tutto biamo essere appagati ma arrab-
f.d.v. scorda mai: Massimiliano Allegri in meno) con il dodicesimo risul- esaurito all’Allianz biati. Un punto alla fine può fare
© RIPRODUZIONE RISERVATA lo vinse all’ultimo respiro grazie tato utile consecutivo e di rima- Stadium per il derby: ieri la differenza, per un punto si
a una rete di Pirlo ormai 7 anni e nere stabile in zona Europa, ma c’erano ancora pochi vince o si perde il campionato e si
s TEMPO DI LETTURA 1’49” mezzo fa (novembre 2014),
quando la sua Juventus veleggia-
anche di testare la squadra in vi-
sta dell’andata degli ottavi (mar-
posti disponibili nel
settore ospiti. La capienza
entra o si resta fuori dalla Cham-
pions. Certo, sarebbe stato suffi-
va placida verso il quarto scudet- tedì 22) a casa del Villarreal. sarà ancora al 50%. ciente pareggiare con Empoli e
to di fila e Ivan Juric allenava il «Giocheremo in casa e con Sassuolo all’andata e adesso la
Crotone in B. Altri tempi, ora Ma- Tridente e Dna Juve Il derby lo stadio tutto pieno — ha nostra classifica sarebbe diversa,
Il Toro è l’avversario dama non è più la regina incon-
trastata del campionato ed è co-
sarà una partita complicata, oltre
che speciale, perché «la squadra
detto Allegri — e avremo
bisogno del sostegno dei
ma i conti si fanno alla fine». Al-
legri è spiccio e pragmatico e
giusto per mantenere stretta a rincorrere un posto in con Juric ha ritrovato un’anima nostri tifosi». Allegri nei 5 spera che la Signora versione
alta l’attenzione. Ora Champions, obiettivo minimo
ma indispensabile per riaprire
da Toro. Ivan ha fatto molto bene
a Verona e sta facendo lo stesso a
precedenti con Juric ha
perso una sola volta,
derby gli assomigli.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

non abbiamo più scuse un nuovo ciclo vincente. Il derby Torino. E’ stata un’ottima scelta quando il croato allenava

Sandro Veronesi Scrittore


è sempre il derby, come il tecnico
bianconero ha ripetuto più volte
per le caratteristiche del club». Il
Toro gioca i derby sempre con il
il Genoa.
s TEMPO DI LETTURA 2’30”

https://overpost.org
VENERDÌ 18 FEBBRAIO 2022 LA GAZZETTA D ELLO S P O RT 7
#

Asimov
Marco Malvaldi,
Primo anno 48 anni,
in granata scrittore, ha
Il tecnico croato Ivan Juric, vinto il premio
46 anni, è dal primo luglio Asimov 2018
sulla panchina del Torino:
ha aperto in granata
CU S un ciclo triennale GETTY
IL FO
LO SCRITTORE TORO

Malvaldi:
«Ho fiducia,
a loro toglierei
Cuadrado»
I NUMERI

4
Miglior
a

da urlo
difesa
Il Toro di Juric
ha subito 25 gol
in questo
campionato: è la
quarta miglior
difesa della Va a mille Josip Brekalo, 23 anni, va di corsa LAPRESSE
Serie A, dopo
Napoli, Inter arco Malvaldi, se i nonnetti della sua
e Juventus.
M fortunata serie di romanzi polizieschi

6
fossero tifosi granata, come vivrebbero
questa vigilia seduti ai tavolini del Bar
Lume: con ottimismo o con ansia? «Vabbè, a
parte che Massimo Viviani, il protagonista dei
I gol segnati miei gialli, ha manifestato la fede torinista, i suoi
da Brekalo amici parlerebbero del derby con la fiducia di chi
Il trequartista sa che una vittoria trasmetterebbe un segnale
croato Josip preciso sulla ripartenza del Toro verso i quartieri
Brekalo è il nobili. Cosa che personalmente considero già
goleador del avvenuta, sarebbe bastato finire le partite all’80’…
Torino: 6 gol ora avremmo una classifica da Champions. Si
in campionato, accostano alla gara con fiducia e la speranza di
3 in questo non dover vedere De Ligt che gioca a pallavolo».
avere una visione più globale. avvio di 2022.
IL TECNICO GRANATA
Comunque questo è un mo- L’ultimo sabato 3 Potrebbe dissuaderlo Belotti, magari: lei lo
mento in cui dobbiamo dare un metterebbe in campo dal primo minuto?

JURIC CONSOLIDA
al Venezia.

150
segnale positivo, non per ritro- «No, me lo terrei per l’ultima mezz’ora».
vare l’entusiasmo perché lo ab-
biamo, ma per noi stessi. Quin- 3 L’arma decisiva per colpire la Juventus?
di, puntiamo a fare un grande «Proprio così, il Gallo può fare la differenza

LA FILOSOFIA TORO
match. Spesso con le grandi il Le panchine quando gli avversari saranno un po’ calati sul
Toro ha perso giocando bene, in A di Juric piano atletico. Non ha nelle gambe i 90’, ma nel
forse sarebbe il caso adesso di Nell’ultima sfida finale lo vedo protagonista come col Venezia. A
portare a casa qualcosa pur non contro il patto che ci capiti un arbitro in grado di dare un
dando spettacolo? Juric non sot- senso compiuto alle decisioni».

«VOGLIAMO VINCERE
Venezia Juric ha
toscrive: «Il rammarico ce l’ho raggiunto quota
per le gare contro Atalanta, Sas- 150 panchine in 3 Cosa si aspetta dall’annata del Toro di Juric?
suolo e Lazio. Quelle in cui si è Serie A tra «Che sia una stagione di transizione e non di
giocato bene e non si è vinto. Per Genoa, Verona rimbalzo all’indietro. Il Toro sta ridiventando una

CON UN BEL CALCIO»


il resto l’idea è sempre quella di e Torino. squadra appetibile per giovani in formazione. E
vincere attraverso il bel gioco. dev’esserlo ancora di più perché Juric sa
Poi esistono anche partite in cui plasmare i calciatori promettenti. A me, per fare
non sei brillante e allora devi te- un nome, piace molto Ricci, lo ritengo di valore
nere duro, non perderle alla fi- assoluto. Come lui ne abbiamo altri due o tre

Ivan si aspetta dai suoi una grande partita ne, non prendere due tiri e due destinati a crescere. Con Juric possono fare lo
gol. Noi dobbiamo puntare a fa- stesso percorso di Bremer, che era arrivato come

«Dobbiamo dare un segnale per noi stessi re una grande partita, poi se le un semisconosciuto e adesso è tra i due o tre
cose non girano bene, serve co- difensori più forti del campionato».

Belotti? Sì, adesso può partire dall’inizio» munque essere tosti fisicamente
e mentalmente». 3 Gran gesto quella firma sul rinnovo…
«Sì, un gesto signorile, estremamente positivo. Il
Un capitano
Anomalie Ora che l’ambien- da 107 gol mio sogno è che possa restare oltre il 2024».
quella dell’Atalanta di Gasp, il tamento è completato, cosa ha Andrea Belotti,
di Nicola Cecere LA CONFERMA
TORINO
caposcuola di cui Juric è convin- capito Juric della città e dell’am- 28 anni: è alla 3 Come giudica i movimenti di mercato?
to allievo. Con risultati che da biente granata? «Che esistono settima stagione «Molto positivamente. Mi sembra che siano stati

«B
buoni possono diventare ottimi, delle anomalie. C’è un grande fatti degli investimenti intelligenti, funzionali al
se questo finale di torneo gira La Corte d’Appello tifo, noti l’attenzione della gente
al Toro, 107 gol
LAPRESSE piano di rilancio avviato con Juric. Quel Brekalo
nel vero giusto. «Prima della so-
sta abbiamo fatto grandi partite,
«Con l’Atalanta e della stampa, percepisci anche
da questo la grandezza della so-
mi è piaciuto molto, Praet moltissimo, Zima mi
dà l’idea di uno che sappia fare tutto».
le ultime due sono state medie, si deve giocare» cietà. Però quando entri in cam-
cioè erano da pareggio e ci è an- po c’è poca gente sulle tribune. 3 Chiudiamo: chi toglierebbe alla Juve?
data male». ● Atalanta-Torino si deve E poi c’è poco equilibrio. Giusto «Cuadrado. Ogni volta che ha la palla può
elotti dal primo minuto? Ha fat- giocare. Lo aveva scritto il che ci sia ambizione perché il inventare. E non parlo solo di giocate».
to una buona settimana, al pari Percezioni La preparazione giudice sportivo, lo ha Toro diventi di nuovo grande, ni.ce.
degli altri, e quindi la possibilità alla stracittadina è stata scrupo- confermato la Corte Sportiva però alti e bassi ci possono stare, © RIPRODUZIONE RISERVATA

c’è». Ivan Juric inizia col botto la losa, lui assicura che il doppio d’Appello. Anche per i giudici serve un po’ di normalità. Sento
tradizionale chiacchierata della
vigilia: per le sue abitudini, la
stop non ha minato l’entusia-
smo e la sicurezza dei suoi gio-
di secondo grado, la decisione
della Asl «Città di Torino» di
che potrebbe esplodere tutto in
senso positivo, ma anche in sen- s TEMPO DI LETTURA 1’49’’

frase spesa sul capitano equivale catori. «Cosa percepisco attorno disporre un periodo di so negativo. Il mio obiettivo per-
a una investitura. Se lui fa molto alla squadra? Nel calcio è sem- quarantena domiciliare per il sonale, ma anche di tutta la so-
affidamento sul centravanti, il pre un po’ tutto esagerato, ma è gruppo squadra di fronte ai cietà, è quello di crescere, ma
Toro fa molto affidamento anzi-
tutto sul suo allenatore, che ha
bello anche per questo. Dopo il
Sassuolo pure io avevo delle
diversi casi di Covid emersi
nella comitiva granata
non è che se ci sono due passetti
meno positivi degli altri è tutto
Una vittoria darebbe
saputo battere la Signora sia sensazioni di un certo tipo, ma costituisce un motivo di forza finito. Per crescere ci vuole tem- il segnale di ripartenza
quando guidava il Genoa (no-
vembre 2016, 3-1 contro Allegri)
la squadra ha giocato meno be-
ne nelle gare successive. Va ac-
di maggiore. Quindi, niente 3-
0 a tavolino. A questo punto,
po, coraggio e scelte giuste».
© RIPRODUZIONE RISERVATA
verso i quartieri nobili
sia da timoniere del Verona (2-1 cettato. Bisogna analizzare me- al club bergamasco resta la della classifica
del febbraio 2020 contro Sarri).
L’aggressività del Toro somiglia a
no il lavoro partita per partita,
magari farlo ogni sei mesi, per
possibilità di un ricorso al
Collegio di garanzia. s TEMPO DI LETTURA 2’30’
Marco Malvaldi Scrittore
https://overpost.biz https://overday.info
8 V E NE R D Ì 1 8 F E B B R A I O 2 02 2 L A GAZZE T TA DE L LO S P O RT

https://overpost.org
VENERDÌ 18 FEBBRAIO 2022 LA GAZZETTA D ELLO S P O RT 9

SERIE A ANTICIPO 26a GIORNATA

Focustattico

Questione di spazio
Francese
Adrien Rabiot,
26 anni,
in questo
ALLEGRI LO CERCA Serbo
Sasa Lukic, 25
anni, in questo
campionato

JURIC LO TOGLIE
campionato 23 presenze
20 presenze e un gol
e nessun gol LAPRESSE
GETTY

SFIDA DI DUELLI
E DI INTUIZIONI
Juve con modulo variabile,
Toro alto e aggressivo
centro di Dybala aprirebbe un ul-
di G.B. Olivero
teriore corridoio per Cuadrado.

I
In questo modo la Juve si piazza-
rebbe quasi a specchio con il To-
ro, in una situazione poco gradita
agli avversari perché annullereb-
be quelle mezze posizioni nelle
quali la fisicità e l’aggressività
granata solitamente si scatenano.
l calcio è molto spesso una que- L’altra chiave bianconera è l’usci-
stione di tempo e di spazio e sta- ta dalla pressione che può avve-
sera lo sarà un po’ di più. La stra- nire in due modi: con il fraseggio,
tegia del Toro è quella di soffoca- motivo per il quale Allegri po-
re l’avversario togliendogli il trebbe puntare su Arthur, e con il
tempo per ragionare e lo spazio lancio lungo che scavalcherebbe
dove muoversi: dieci marcature, il centrocampo creando l’uno
dieci duelli che non ammettono contro uno soprattutto di Morata
deroghe. La Juve, invece, con il con Zima, ma anche di Dybala
tempo ci gioca (la consueta ri- con Rodriguez e di Vlahovic con
chiesta di «calma» da parte di Bremer.
Allegri non è un suggerimento
caratteriale, ma un’indicazione Il Toro I granata cercheranno di
tattica) e nello spazio vuole infi- rubare palla in avanti e di arriva-
larsi all’improvviso per esprime- re al tiro con pochi passaggi. Ecco
re la sua qualità. La partita del- perché la Juve dovrà essere molto
Mossa Juve l’andata, risolta da Locatelli nel
finale, lascia solo una traccia, ma
precisa se si affiderà alla costru-
zione dal basso. L’infortunato
Mossa Toro
lo svolgimento sarà diverso per- Praet dovrebbe essere rimpiaz-
ché le due squadre nel frattempo zato da Pobega: Juric bisserebbe
DYBALA sono cambiate e cresciute. I bian- quanto fatto con Lukic all’anda-
3
coneri hanno metabolizzato la ta, nell’unica occasione in cui il
nuova dimensione e hanno inse- tecnico ha rinunciato a un tre-
rito Vlahovic, i granata hanno al- quartista di ruolo. E’ evidente la
2 BREKALO
lungato la tenuta atletica e men- volontà di bloccare la Juve e di
tale e imparato a non chiudersi schierare tanti giocatori in grado
1
troppo nel finale, situazione che di inserirsi senza palla. A sinistra
CUADRADO fa emergere le lacune difensive. Vojvoda dovrà controllare Cua-
VOJVODA SINGO
drado, ma la miglior difesa può
TIRO-PASSAGGIO MOVIMENTO La Juve Immaginiamo che pre- essere l’attacco e quindi Juric TIRO-PASSAGGIO MOVIMENTO
GDS parando la gara Allegri abbia stu- chiederà al suo esterno di spinge- GDS
diato a fondo due recenti incontri re e di servire dalla parte opposta
del Toro: la vittoria contro la Fio- Singo, in una combinazione che
LE ULTIME DALLA CONTINASSA LE ULTIME DAL FILADELFIA
rentina e la sconfitta contro il Ve- la Juve ogni tanto ha dimostrato
nezia. Nel primo caso Juric rese di soffrire. La difesa sarà alta an-
inoffensivo un avversario schie- che per evidenziare le qualità in-
Cuadrado torna a fare il terzino rato con il 4-3-3 e con Vlahovic dividuali (chiuso in area il Toro Pobega sulla trequarti, Zima c’è
In difesa coppia Rugani-De Ligt centravanti. Bremer non fece re-
spirare il serbo e in ogni zona del
non sembra sicuro), ma contro
l’Udinese sulle palle lunghe i gra- Belotti-Sanabria, sarà staffetta
campo i granata vinsero i duelli nata hanno sofferto, quindi ser-
● Massimiliano Allegri la butta Pellegrini. In mezzo, i mettendo in discesa la gara. Con- virà grande attenzione nelle let- ● (paglia) La settimana del In difesa guiderà Bremer con
lì ma pare più che altro una ballottaggi sono Arthur- tro il Venezia, invece, il Toro do- ture. E in avanti il lavoro del cen- derby dovrebbe chiudersi oggi ai lati Rodriguez sulla sinistra
battuta: «Zakaria può fare il Locatelli e Zakaria-McKennie, minò i primi venti minuti ma travanti (che sia Belotti o Sana- senza sorprese: Tommaso e Zima (al rientro) sulla
difensore centrale». Senza con Rabiot verso una maglia da quando Zanetti virò dal 4-3-3 al bria) sarà duplice: cercare la Pobega è destinato a destra. Tornano in regia Lukic
Bonucci (affaticamento al titolare. In attacco, Dybala- 3-4-3 la gara cambiò. E questo profondità e il tiro, ma anche scivolare sulla trequarti di e Mandragora, sulle fasce ci
polpaccio), Allegri sembra Vlahovic-Morata è la soluzione può essere un insegnamento aprire spazi per chi arriva a ri- destra, posizione nella quale sono Singo e Vojvoda (un
intenzionato ad affidarsi più accreditata, con qualche prezioso per Allegri, non a caso morchio. La difesa della Juve sarà impiegato per la prima pensierino su Aina c’è, ma non
all’unico centrale di ruolo che chance per Kean di iniziare al intenzionato a schierare Cuadra- quando resta ordinata è compe- volta. Juric lo sta provando sembra così forte). Davanti
gli resta, Rugani, in coppia con posto dello spagnolo sulla do come terzino destro. Il colom- titiva: il compito granata sarà così da giorni, appare sarà staffetta Belotti-
De Ligt. Sulla corsia di destra sinistra. Ancora out biano può salire e trasformare il quello di toglierle punti di riferi- orientato a confermare la Sanabria: stando alla classica
Cuadrado sostituirà lo Bernardeschi: «Ha modulo della Juve in fase di pos- mento. scelta. Accanto a lui Brekalo rifinitura di ieri, il Gallo
squalificato Danilo, mentre a un’infiammazione sesso: Zakaria e Arthur compor- © RIPRODUZIONE RISERVATA torna sul centrosinistra, potrebbe partire titolare. In
sinistra Alex Sandro è in all’adduttore e un po’ al pube», rebbero la coppia centrale con mentre Pjaca dovrebbe uscire mattinata ultimo allenamento.
vantaggio su De Sciglio e Luca ha spiegato il tecnico. Rabiot più largo a sinistra. E il
movimento da destra verso il s TEMPO DI LETTURA 2’57” dai convocati insieme a Zaza. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LA CHIAVE

I granata hanno bloccato e battuto Vlahovic un mese fa, ma hanno sofferto quando il Venezia
è passato dal 4-3-3 al 3-4-3: una variazione tattica che anche i bianconeri potrebbero proporre
https://overpost.biz https://overday.info
10 V E NE R D Ì 1 8 F E B B R A I O 2 02 2 L A GAZZE T TA DE L LO S P O RT

SERIE A ANTICIPO 26a GIORNATA

Intervistedaderby
di Luca Bianchin IL PRINCIPINO

C I IL PIANO MARCHISIO
U l signor Marchisio avrebbe un di-
scorso da fare a Vlahovic e Zaka-
ria. Racconta il figlio Claudio: «JUVE, PARTI FORTE
O E NON RINUNCIARE
«Quando giocavo il derby, da
piccolo, mi prendeva e mi diceva
“preparati, perché oggi arrive-
ranno calci... dovrai avere la pelle
dura”. Il derby di Torino è diverso

R A DYBALA E DE LIGT»
dagli altri perché il Toro aggiunge
la cattiveria agonistica che ha nel
dna. Per noi della Juve, non è
quasi mai semplice».

E
3 Chi deciderà Juve-Toro?
«Il primo gol. La Juve è favorita
ma la partita è difficile e Allegri
deve sbloccarla. Questa Juve ha «Allegri favorito ma solo se va in vantaggio CHI È
un po’ perso la capacità di recu-
perare uno svantaggio». Servirà la “pelle dura”, come diceva papà
3 Tridente o non tridente? Vi racconto la mia Torino in otto luoghi» Claudio
Marchisio
«Per me Allegri lo terrà per il Vil-

B
è nato il 19
larreal e nel derby cambierà. gennaio 1986 a
Mancano Bonucci, Chiellini, tapalle: quello del 2001, con il ri- ciatore, per trovare pace. Tre: Torino.
Bernardeschi: è un problema». gore sbagliato da Salas per la bu- piazza Vittorio, che è fantastica. Ha giocato con
ca di Maspero. Dal campo, si era Da ragazzino pensavo “da grande la Juve dall’età

I
3 Allegri spesso è riuscito a por- capito? andrò a vivere in una mansarda di 7 anni e ha
tare la Juve al massimo nei gior- «Ero dietro la porta, certo che in piazza Vittorio”. Mai fatto». fatto tutta la
ni importanti. Da suo ex gioca- me ne sono accorto!». carriera in
tore, come fa? 3 Perché non è successo? bianconero,
«Se sei in difficoltà, lui riesce a 3 Da ex numero 8, raccontiamo «Perché mi piace il verde, infatti tranne un anno

A
darti fiducia preparando la parti- il derby e Torino in otto luoghi? il quarto luogo del cuore è Vino- all’Empoli (2007-
ta con leggerezza. Non è questio- «Ok. Uno: il campetto di Settimo vo, il mio borgo protettivo. Il 08) in prestito e
ne di informazioni supplemen- Torinese su cui giocavo da picco- quinto è l’ospedale Regina Mar- uno allo Zenit
tari o ore in sala video». lo. C’è una foto, io che esulto e al- gherita, dove andavo a portare i (2018-19).
Una foto storica

N
tri due bambini a due passi. Lo regali ai bambini. Ai genitori, in Con la Juve ha
Marchisio esulta da bambino.
3 La Juve post-mercato piace a juventino è Fabrizio Cacciatore,
Nelle foto anche Cacciatore
certe situazioni, non puoi nean- vinto 7 scudetti.
tutti. Se il campionato comin- dietro c’è il capitano del Toro, che chiedere “come sta, signo- Il suo derby
(Juve) e Vailatti (Toro), poi in A
ciasse ora, sarebbe favorita? Tommaso Vailatti, che poi ha gio- ra?”. Coi bambini è più facile». della vita è
«L’aria in spogliatoio è cambiata, cato nel Toro. Tre giocatori di A in quello del 1

C
ora c’è entusiasmo e questo con- una foto». 3 A proposito, che cosa vorreb- dicembre 2012:
ta, ma l’Inter per la rosa e il Milan be fare Marchisio per Torino? Il Juve-Toro 3-0
per il gioco mi sembrano ancora 3 Com’è cambiato il calcio da sindaco come si diceva? con sua
superiori». quei tempi? «No, non è il momento. Ecco, se doppietta e gol
«Mi mette paura vedere quanta parliamo di storia della città, mi di Giovinco.

O
3 E per il 2023, come risolvere il pressione abbiano i bambini og- piace il Museo dell’Automobile.
dilemma Dybala? gi. Dai genitori, dal sistema cal- Io sono uno che va a cercare co-
«Io credo che, se la Juve vuole cio, dal sistema dell’informazio- me viene costruito il motore, co-
avere uno zoccolo duro, sia obbli- ne. Troppa. Poi la velocità: oggi i me funzionano i cilindri...».

N
gata a costruirlo da subito. Dyba- giovani vanno il doppio rispetto a
Roberta e il Cacao
la e De Ligt non puoi perderli, per noi. Infatti vedo ragazzini che si
Claudio e la futura moglie
3 Restano due luoghi.
talento e carta d’identità devi te- rompono il crociato a 10-11 anni. «Il settimo è una discoteca che
Roberta al “Cacao”, discoteca
nerli. Con Chiesa, Vlahovic e al- A noi non succedeva». non c’è più, il Cacao. Lì abbiamo
scelta tra i suoi luoghi preferiti
tri, sono il futuro». festeggiato il primo scudetto ma

E
3 Avanti coi luoghi. ci andavo anche da ragazzo: c’è
3 Tra i derby di Marchisio ce n’è «Due: il Monte dei Cappuccini. una foto in cui chiedo a mia mo-
uno particolare, visto da raccat- Ci andavo da bambino e da cal- glie di fidanzarsi con me. Io seris-
simo, lei ride. Ultimo ma non per
importanza, Superga. Io ho pau-

R
ra di volare e quel luogo mette un
Max prepara benissimo queste po’ di paura. Eppure ha un potere
mistico, regala energie belle e a
gare: il suo segreto è la leggerezza me piace andarci ogni tanto, an-

O
che per salutare i giocatori del
A volte vado a Superga a salutare Il Monte dei Cappuccini Grande Torino».
i giocatori del Grande Torino Altro posto del cuore: il Monte
dei Cappuccini, dove Marchisio
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Claudio Marchisio Con la Juve ha vinto 7 scudetti


va a guardare Torino dall’alto
s TEMPO DI LETTURA 3’30’’

https://overpost.org
VENERDÌ 18 FEBBRAIO 2022 LA GAZZETTA D ELLO S P O RT 11
#

O
USIV
ESCL
IL POETA DEL GOL
3 Quanto può pesare il rientro
del Gallo?

SALA SPINGE A TUTTA


«Può essere la chiave. Negli ulti-

C
mi anni Belotti ha dimostrato di
essere cresciuto, di saper pren-
dere per mano la squadra. Sana-
bria sa pure far tutto, e anche lui

«TORO, SI PUÒ FARE U


potrà essere determinante, ma
Belotti è il capitano. È il trascina-
tore. Ma non mi sta bene se gli
annullano gol regolari…».

O
3 Torniamo al Venezia...

BELOTTI TRASCINA:
«Certo, ma dico io: come si fa ad
annullare un gol così? Non sono
d’accordo con questo calcio. La
scarpa di Pobega non c’entra

GRANDE OCCASIONE» R
proprio niente con Belotti: il
fuorigioco passivo non esiste».

3 Sono tanti i paragoni che av-

E
vicinano Juric a Radice: ma si
somigliano davvero così tanto?
«Secondo me non tanto, sono

CHI È «Le distanze adesso si sono accorciate: persone lontane. Forse l’unico
punto di contatto è il modo che

il progetto Juric sta nascendo molto bene hanno di condurre la partita,


per la personalità a bordo cam-
Claudio
Sala C’è un’idea interessante alle spalle» po. E un po’ per come preparano
le gare tatticamente. Ma questi
paragoni tra personaggi di epo-

G
è nato l’8
settembre 1947 che diverse sono difficili».
a Macherio sta partita. All’andata il Toro è
di Mario Pagliara
(Monza e stato vicino a portare via un 3 Milinkovic merita fiducia?

C
Brianza). punto, meritandolo, fregato poi «Certamente sì, perché ha fatto

R
È stato un da un colpo geniale nel finale». abbastanza bene nella stagione.
fuoriclasse della Capita a tutti di sbagliare».
fascia, eccelleva 3 Che cosa le trasmette la cre-
nel dribbling, scita della squadra di Juric? 3 Qual è il ricordo di un suo
soprannominato «È un progetto che a me piace derby a cui è più affezionato?

A
il poeta del gol. molto. Sono state fatte tante cose «Quello del 26 marzo 1972, con
Dopo Monza e laudio Sala è il poeta del gol del buone. Juric ha portato entusia- in panchina Giagnoni. Final-
Napoli, è al Toro calcio italiano dal cuore granata. smo, ha fatto risorgere la passio- mente riuscii a fare un gol su
dal 1969 al 1980: A lui è impossibile non chieder- ne dei tifosi. È sulla buona stra- una punizione dal limite. Segnai
È stato CS7

N
vince la Coppa lo: quanta poesia c’è in questo da, la continuità dei risultati gli l’1-1, vincemmo 2-1. Per la pri-
Claudio Sala è stato uno dei più
Italia del ‘71 e lo derby? «Il derby è il romanzo farà fare un salto di qualità». ma volta dopo Superga il Toro
forti numeri 7 in Italia e nel
scudetto del ‘76. della città tutto da scrivere. Però entrava in corsa per uno scudet-
Torino: 366 presenze, 33 gol
Chiude poi la di poesia, pensando a quello che 3 Qual è l’aspetto più interes- to: ci portammo subito dietro la
carriera al sta passando la Juventus, ne ve- sante del progetto? Juve, che alla fine ci beffò per un

A
Genoa. Vanta 18 do poca. Nonostante abbiano «La programmazione che c’è punto. Fu una gioia doppia per-
presenze in fatti degli acquisti a gennaio, sa- alle spalle e che è riconoscibile: ché segnai con una punizione a
Nazionale: è rà difficile per loro riprendere le c’è un programma della società, foglia morta, imitando Marioli-
stato quarto al tre squadre di testa. Lottano per un progetto chiaro. Se mi per- no Corso. Da brianzolo, con pa-
Mondiale 1978. il quarto posto, un obiettivo di- mette mi fa pensare al mio Toro pà interista, da ragazzo tifavo

T
verso da quello d’inizio anno». dello scudetto: quel progetto per l’Inter: lui era il mio idolo».
nacque da lontano prendendo
3 E per il suo Toro? Sala, Castellini, Graziani. Poi si 3 Chiudiamo: tra qualche ora
«Per il Toro potrebbe essere il buttarono nella mischia i giova- chi sarà per lei l’uomo derby?

A
derby della grande occasione. ni Patrizio Sala e Pecci, accanto «Voto Belotti. Ma confido che
Il dribbling al potere
Mai come quest’anno le distan- ai Pulici e ai Zaccarelli che già Juric saprà trovare uno spazio
Era favoloso nel dribbling:
ze si sono accorciate, c’è la pos- c’erano. Fu un Toro costruito anche per Ansaldi: lo reputo an-
nella foto è in azione in uno
sibilità di competere. Il rientro negli anni, anche questo Toro cora oggi importantissimo».
dei suoi 27 derby giocati
di un simbolo come Belotti è sta nascendo bene con un tecni- © RIPRODUZIONE RISERVATA

fondamentale. Dopo un percor- co che ha un triennale, garanzia


so di crescita così interessante,
nonostante i due inciampi che
di continuità. Le prime mosse
sul mercato mi sono piaciute». s TEMPO DI LETTURA 3’45’’

in un anno si mettono in conto,


può essere il derby della svolta».

3 Nel cammino intrapreso dal


Toro, questo derby che signifi-
Il Gallo sa come prendere per mano
cato può avere per Juric?
«Può significare tante cose: può
la squadra. Milinkovic? Merita
aiutare a trovare delle conferme, Nel nuovo Filadelfia fiducia. Juric è sulla buona strada,
ad avere lo slancio per costruire
il futuro con ancora più ambi-
Oggi è un opinionista stimato:
nella foto è all’inaugurazione
ma non somiglia molto a Radice
zione. Mette in palio qualcosa di del nuovo Filadelfia nel 2017
importante. Molto passa da que- Claudio Sala Campione d’Italia con il Torino nel 1976
https://overpost.biz https://overday.info
12 V E NE R D Ì 1 8 F E B B R AI O 2 02 2 L A GAZZE T TA DE L LO S P O RT

SERIE A
#

1 PUNTI, GOL E MATURITÀ


È IL DIAVOLO MIGLIORE
I R ISULTATI

Una macchina
contro le big

AL MOMENTO GIUSTO
E in trasferta vola

Che crescita rispetto all’anno scorso: dal rendimento


ai giovani diventati leader, rossoneri pronti a vincere
Guida Stefano Pioli, 56 anni ANSA

quilibrio e continuità,

E se vuoi vincere lo
scudetto, non possono
mancare. Se il Diavolo
di oggi si guarda indietro,
scoprirà che ne ha senz’altro
più dell’anno scorso: non
sappiamo ancora se sarà
abbastanza per finire davanti a
tutti anche a maggio, ma
possiamo essere certi che la
combinazione attuale dei due
fattori pompa la benzina che
alimenta il sogno rossonero.
Questo Milan è una squadra
rotonda, totale, perché ha
trovato la misura quasi perfetta
sotto ogni punto di vista. Negli
scontri diretti contro le altre sei
“sorelle”, Pioli ha infilato 5
successi e 3 pareggi, cadendo
solo con il Napoli. In casa,
tallone di Achille della stagione
passata, la media punti si è
alzata dall’1,57 del 2020-21 al
2,07 attuale: sono aumentate le
vittorie (9 contro 6), ma le
sconfitte restano 3 come un
anno fa (anche se sull’1-2 con
lo Spezia pesa come un

Più Milan per lo s


macigno l’errore dell’arbitro
Serra). Domani il Milan tornerà
a giocare lontano da San Siro
dopo un mese passato davanti
ai propri tifosi – sei partite di
fila, Coppa Italia e derby “in
trasferta” compresi –, ma qui
c’è poco da migliorare. Semmai
servono conferme: il bilancio in
trasferta è di 9 vittorie, 2
pareggi e una sola sconfitta
(con la Fiorentina a novembre),
si corre alla velocità di 2,23
punti a partita. Il rendimento di
oggi rispecchia quello di tutta
la gestione Pioli, perché da
quando il tecnico emiliano ha
preso il timone del Milan, lo ha
condotto a 33 successi su 46
partite esterne di Serie A, più di
ogni altra squadra nei cinque
grandi campionati europei.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 3 4
cottura perfetto per tutti gli accanto a Zlatan è diventato non succedeva, ecco i blackout e
ingredienti in rosa. I graduati uomo, adesso prepara il le crisi di risultati. Il Diavolo di
alla Giroud, Maignan o sorpasso: altre due reti e il re dei questa stagione ha imparato a
Florenzi, ingaggiati questa bomber milanisti in questa Serie gestire anche i momenti più
estate per alimentare la cultura A diventerà lui. Stesso discorso complicati, e il derby vinto in
della vittoria insieme al totem per Giroud, che a differenza del rimonta sull’Inter dopo oltre
GIOVANI E SAGGI NON SOLO IBRA LA GESTIONE
Ibra, stanno facendo il loro portoghese non ha nulla da un’ora in apnea è il manifesto
Tonaliveterano dovere guidando i più giovani
anche quando Zlatan non c’è. Affamati di gol imparare. Olivier di palloni ne
butta dentro da più di quindici Oltre la bellezza: della svolta.«Dobbiamo essere
capaci di restare dentro alla
Giroudvincente Gli under 25, nel frattempo,
hanno completato un ciclo
Rafa arma letale anni: con il suo arrivo Pioli ha
risolto i problemi di Ibra-
ora il gruppo partita e di leggerne i
momenti», ripete Pioli: i suoi
Ilmixèperfetto accelerato di maturazione e E segnano tutti dipendenza del passato. Ma è sa anche soffrire hanno imparato a farlo con
oggi sono capaci di trascinare il tutta la squadra a viaggiare a disinvoltura. Gestione nervosa
gruppo come veterani: da ritmo alto sotto porta: da alla quale si aggiunge
Calabria a Hernandez, la lista è Messias a Kessie, da ovviamente quella tattica, e
lunga, ma Tonali resta il caso Saelemaekers a Bennacer, il anche in questo caso il tecnico
più eclatante. Un anno fa Milan vede la porta ha dimostrato di aver lavorato
Sandro se ne stava chiuso nel praticamente da ogni zona del per sviluppare più soluzioni: il
suo guscio, in campo era un campo. In campionato sono già 4-2-3-1 è il dogma dal quale non
giocatore “orizzontale” e in quindici i rossoneri ad aver si deroga in partenza, ma il
partita dava l’impressione di festeggiato almeno una rete, e il Milan sa come reinterpretarlo a
chiedere il permesso prima di conto sale a sedici se partita in corso. Lo si è visto con
Talenti Diaz, 22 e Tonali, 21 LAPRESSE ogni giocata, come aveva fatto Qualità Rafael Leao, 22 GETTY aggiungiamo Tomori contro il Svolta Mike Maignan, 26, nel derby la Roma, quando Diaz si è
con l’idolo Gattuso prima di Liverpool in Champions. Il abbassato muovendosi da
iovani di prospettiva indossare la sua numero 8. latan Ibrahimovic è il risultato è di 50 reti segnate in 25 era una volta il pregio mezzala per costringere

G da valorizzare e da far
crescere accanto ai
saggi che hanno già
Oggi è il più “verticale” dei
centrocampisti rossoneri: è lui
a spingere la squadra in avanti
Z più democratico dei
dittatori: il miglior
marcatore del Milan in
giornate, due in più del 2020-21
dopo lo stesso numero di partite.
Anche in questo caso, il peso di
C’ del Milan che
all’improvviso si
tramutava anche nel
Pellegrini a inseguire, o a Empoli
con Kessie trequartista d’assalto
alla Boateng. Con la Samp, altra
vinto: la ricetta di Elliott per grazie a un mix di fisicità e campionato resta lui, ma lungo Ibra sui numeri in attacco si è suo più grande limite: la squadra mossa: Maignan “regista” per
riportare il Milan in alto è nota. geometrie che pochi colleghi questi due anni ha addestrato alleggerito: un anno fa era già a sembrava “condannata” a scavalcare la difesa alta di
Quest’anno però lo chef Pioli possono vantare in Serie A. anche i suoi compagni all’arte quota 14, oggi è “fermo” a 8. cercare il risultato solo attraverso Giampaolo. E l’Inter in classifica.
sembra aver trovato il punto di © RIPRODUZIONE RISERVATA del gol. E così Rafa Leao, che © RIPRODUZIONE RISERVATA i sentieri del bel gioco. Quando © RIPRODUZIONE RISERVATA

https://overpost.org
VENERDÌ 18 FEBBRAIO 2022 LA GAZZETTA D ELLO S P O RT 13

di Marco Fallisi
non pronunciare la parola ma-
gica, ma ripete che l’obiettivo
Le ultime
MILANO
che lui e i suoi ragazzi si sono

U
dati in estate è di migliorare lo
score dell’ultimo campionato,
Giroud davanti
chiuso al secondo posto. Per il
momento le consegne sono ri-
Rientra Kessie
spettate, visto che Romagnoli e
compagnia hanno superato sé
Per Ibra serve
n Milan così non si era mai visto
stessi: in classifica luccicano
due punti in più rispetto alla Festa
altro tempo Passato
glorioso
o quasi. La banda Pioli si è ar- stagione passata. Ma non solo rossonera Roberto
rampicata in cima alla classifica quelli: dalla maturità raggiunta La squadra, livier Giroud è an- Donadoni, 58

O
in solitaria (anche se con una da molti dei giovani talenti in con Stefano cora alla ricerca anni, 390 gare e
partita in più dell’Inter, che deve rosa all’esperienza che i vincen- Pioli al del suo primo gol 23 gol con il
recuperare il match con il Bolo- ti alla Giroud hanno aggiunto in centro, in trasferta: fa ec- Milan AFP
gna rinviato lo scorso gennaio) squadra, dalla tenuta difensiva festeggia cezione la dop-
grazie a 55 punti conquistati do- alla gestione dei momenti diffi- sotto la pietta nel derby in casa del-
po 25 giornate di campionato. cili, non mancano altri “più” nel Curva Sud la l’Inter, per cui ha esultato la
Nell’era dei tre punti a vittoria, campionato del Milan. Ne ab- vittoria nel parte rossonera di San Siro.
ovvero dal 1994-95, meglio di biamo individuati cinque: han- derby Lontano da Milano nessuna
questo Diavolo ha fatto solo no spinto i rossoneri fin lassù, contro festa: ci riproverà domani se-
quello di Ancelotti nel 2003-04, saranno i punti fermi dai quali l’Inter del 5 ra, quando la Salernitana gli
L’INTERVISTA
che a questo punto della stagio- riprenderà la corsa della capoli- febbraio opporrà la peggior difesa del
ne comandava a quota 64 e che sta nel testacoda di domani sera INSIDEFOTO campionato. Sarà ancora il

DONADONI
alla fine avrebbe vinto lo scu- a Salerno. francese, dieci gol totali di cui
detto. Pioli per adesso preferisce © RIPRODUZIONE RISERVATA sette in campionato, a guida-
re l’attacco del Milan. Alla fi-
sicità in area Pioli abbina di
nuovo la velocità di Leao e la
HA DETTO
«Tonali e Leao
fantasia di Brahim Diaz: per
la terza maglia sulla trequarti
Saelemaekers è favorito su
Messias.

Riecco Kessie Si cambia


anche negli altri reparti: die-
tro rientra Theo dalla squali-
Rafa ha
qualità ora sono grandi
L’arma di Pioli
sopra
fica, si accomoderà in pan-
la media,
china Florenzi. A centrocam-
po l’intoccabile è Tonali e in- solo il
fatti giocherà anche a tempo ci

è l’empatia»
Salerno: come partner della dirà la sua
mediana il favorito è Kessie, reale
con Bennacer in seconda fila. dimensione
Per Franck si tratterebbe del
ritorno da titolare dopo la
panchina iniziale con la
Samp: una scelta esclusiva-
L’ex rossonero: «Gruppo unito,
Se Giroud
mente tecnica e finalizzata al sta bene, così ricorda il mio Grande Milan»
pieno recupero fisico dopo le determina.
fatiche di Coppa d’Africa.
Non ci sarà il rischio dei fischi
Ibra
so livello di quando era in cate-
deciderà da di Alessandra Gozzini
di gran parte dello stadio di gorie inferiori. E’ indice di capa-

scudetto
casa, dove il pubblico non ap- solo sul MILANO
cità, valore, carattere, ovviamen-
prezza la mancata firma sul futuro, ma oberto Donadoni era te qualità. Se la competitività au-

R
rinnovo del contratto. l’età è tra le stelle del Grande menta e mantieni alto il
quella... Milan: un gruppo ca- rendimento significa che sei un
Zlatan out Un tema d’at- Roberto
pace di splendere in giocatore di spessore».
tualità anche per Ibra, ma per Italia, in Europa e nel
Donadoni
tutt’altre ragioni: Zlatan è an- mondo. Il Milan di oggi, con i do- 3 E Rafa?
cora fermo per infortunio e vuti paragoni, può mettersi in «Cresciuto anche lui. Ha qualità
neppure ieri a Milanello è scia: «Per l’unità di intenti che si sopra la media ma solo il tempo
uscito per allenarsi sul cam- percepisce non c’è differenza tra ci dirà la sua reale dimensione. Il
po. Prosegue invece il lavoro quello che succede oggi e quanto prossimo passo è la continuità
personalizzato, tra terapie e avveniva nel passato dei grandi unità alla consapevolezza di es-
palestra: sarà disponibile tra successi. Vedo la stessa condivi- sere un grande giocatore. Uno
una settimana per l’Udinese? sione, la stessa empatia: tutti step fondamentale non solo per i
Non possono esserci certezze. corrono nella stessa direzione, giudizi personali ma per tutta la
Il vero obiettivo è ritrovarlo al proprietà, dirigenti, allenatore e squadra: succederà quando i
top nel derby del due marzo. staff, giocatori. E’ così che si va compagni si affideranno a lui per
a.g. lontano». risolvere le situazioni più com-
© RIPRODUZIONE RISERVATA plesse. Allora sarà leader: non lo
3 Quanto lontano? si è per definizione, ma quando
s TEMPO DI LETTURA 1’01’’ «Non direi che il Milan va oltre le
aspettative: è una squadra at-
te lo riconoscono gli altri».

trezzata, era già stata prima in 3 Giroud lo è? Oggi tocca a lui


classifica, ha subito un periodo fare l’Ibra…

5 Clic
di difficoltà. E ora è di nuovo al «Prima era in difficoltà fisica,
pali i rossoneri non hanno comando. Ho sempre pensato non mi era piaciuto. Oggi sta be-
guadagnato soltanto un fosse competitiva per battersi fi- ne. I gol li ha sempre fatti, ma do-
eccezionale play all’occorrenza, no alla fine, ha grandi chance veva essere sostenuto dalla con-
ma anche un ottimo portiere, scudetto». dizione: se in forma, diventa un
lo stesso che del resto aveva Derby di Coppa giocatore determinante. Zlatan
D I F E S A S O L I D A
blindato il Lilla campione di Biglietti in vendita 3 E’ la squadra più forte? non ha bisogno di suggerimenti
Francia (miglior difesa della «Probabilmente no, non è l’or- per programmare il futuro, lo sa
da questa mattina
Tomori guida Ligue 1 2020-21). Ma la solidità
del Milan si misura anche
ganico più completo, però ormai
da anni dimostra grande conti-
benissimo da solo. Come il club
sa perfettamente cosa fare. Certo
Romagnoli c’è nell’ottima tenuta della coppia
Tomori-Romagnoli, che ha reso
● Si aprirà questa
mattina la vendita libera
nuità. E non rivedo in altri la
stessa organizzazione, la stessa
sull’anagrafe c’è poco da girarci
intorno, l’età è quella e certe dif-
Il muro regge meno traumatico l’infortunio per i biglietti del prossimo solidità: sono aspetti determi- ficoltà sono una conseguenza».
di Kjaer, leader carismatico – derby di Coppa: sarà il nanti. Pioli ha grandi meriti ma
oltre che tecnico – del reparto. Milan a ospitare l’andata. dietro c’è il lavoro di tutti. E’ una 3 In questo clima di grande
All’inglese ex Chelsea è bastato Ed è, ovviamente, già questione di spirito, di unità: se condivisione, la probabile sepa-
un anno di Serie A per scattata la corsa al anche a livello tecnico non sei il razione con Kessie può essere
“emanciparsi” dal danese e prezioso tagliando. Prima primo, il gruppo ti porta a dare un elemento di disturbo?
guidare la linea a quattro di della vendita libera infatti qualcosa in più. Se l’allenatore «No, perché anche in questo ca-
Pioli con l’autorevolezza di chi era già possibile crea empatia riesce a farsi dare so la società si è mossa con gran-
gioca nel Milan da una vita. Il procedere all’acquisto da qualcosa che va oltre le reali pos- de chiarezza, esprimendo senza
capitano ha ritrovato la parte di abbonati e sibilità: oltre la tecnica, oltre la giri di parole il proprio pensiero.
continuità di rendimento dei possessori della tessera tattica, c’è l’empatia. Non avere C’è stata coerenza fin da subito, il
Gazzetta.it Garanzia Fikayo Tomori, 24 AFP tempi migliori (e le imbucate Cuore rossonero. La sfida impegni europei può essere un club ha parlato onestamente
Tutti gli per i compagni d’attacco, vedi è in programma martedì 1 vantaggio. Da qui in avanti con- senza nascondersi dietro mezze
aggiornamenti n campionato fa il l’assist a Leao contro la Lazio in marzo, con inizio alle 21.00. tano testa e carattere: il Milan ce verità. Se poi Kessie accetterà be-
sui rossoneri
in preparazione
della prossima
U Milan aveva subito 30
reti, quattro in più
delle 26 attuali: alzi la
Coppa Italia). Alle loro spalle
cresce Kalulu, sempre più a suo
agio nelle vesti di centrale: con
Un derby speciale, che
oltre alla sfida in sé, mette
in palio l’accesso alla
l’ha».

3 E’ così che Tonali e Leao sono


ne, altrimenti farà le sue scelte
alternative: in campo è un pro-
fessionista».
trasferta di mano chi avrebbe scommesso il francese in campo, quando finale di un trofeo. Lo diventati grandi? © RIPRODUZIONE RISERVATA
Salerno sempre su un andamento simile dopo Tomori era ko, sono arrivati 10 stadio con ogni probabilità «La crescita di Tonali è stata
live sul nostro
sito
l’addio di Donnarumma. La
verità ormai assodata è che tra i
punti su 15.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
sarà aperto al 75%. esponenziale. Ora è capace di
esprimersi con il Milan allo stes- s TEMPO DI LETTURA 2’34’’
https://overpost.biz https://overday.info
14 V E NE R D Ì 1 8 F E B B R AI O 2 02 2 L A GAZZE T TA DE L LO S P O RT

EUROPA LEAGUE ANDATA PLAYOFF

LA PARTITA

ZIELINSKI CHE BEL COLPO


IL BARCELLONA SOFFRE
E FA PARI SOLO SU RIGORE
Gran primo tempo degli azzurri al Camp Nou, nella ripresa
1-1 di Ferran Torres. E nel finale Spalletti resiste a Xavi

Ferran no logo
Ferran Torres, 21 anni, con una
strana maglia senza stemma
del Barcellona e sponsor
tecnico, festeggia - con Pedri,
19 anni, e Aubameyang, 32, alle
sue spalle - il rigore
trasformato per l’1-1 del
Barcellona al 14’ s.t.

Napoli da Champi gli uomini di Spalletti meritano il di giovedì prossimo. Una presta- tira alto di poco. Poi Anguissa dà
L’analisi vantaggio costruendo una ragna-
tela quasi perfetta nell’intercet-
zione di questo livello, lascia
pensare che gli azzurri capaci di
ordine al pressing e il Napoli co-
mincia a salire come baricentro.
ha sfiorato la palla con la
punta delle dita della mano
tare i passaggi blaugrana e ripar- tenere testa a Inter e Barcellona Mai un pallone buttato via e usci- sinistra, ma il braccio è
di Maurizio Nicita LA MOVIOLA
tire con triangolazioni rapide e in pochi giorni, possano davvero te eleganti che colpiscono gli ol- effettivamente largo: rigore.
INVIATO A BARCELLONA
precise. Applausi per tutti perché mantenere un ritmo alto in que- tre settantamila del Camp Nou. di iandi Per il resto al 23’ p.t. fischia

D’
la partita è stata giocata su ritmi sto finale di campionato e restare Una verticalizzazione di Zielin- un fuorigioco di Traoré su cui
altissimi. E sarà un peccato che
una di queste squadre dovrà la-
in corsa per lo scudetto. ski per Osimhen con Ter Stegen
che si salva in angolo è l’allarme
IlVarrichiama interviene comunque
Koulibaly: la decisione
sciare le coppe europee. I catala- Che partita! Le aspettative che Piqué e compagni non sanno l’arbitro:penalty dell’assistente corretta. Sulla
ni non sono riusciti a far gol su
azione e per pareggiare hanno
della vigilia sono tutte rispettate.
Il Barcellona vuole dominare e
leggere.
JuanJesussfiora rete napoletana: gol check,
sulla posizione di Osimhen in

accordo la musichetta iniziale


dovuto ricorrere all’intervento
della Var, trasformatasi in “oc-
prende subito il pallino del gioco.
Xavi fa riposare Busquets e mette
Capolavoro Zielinski Già,
perché col passare dei minuti il
colbracciolargo partenza di azione, ma è
regolare. Primo giallo, giusto,
non era quella della Champions chio di falco” pallavolistico, per- De Jong vertice basso con Pedri e baricentro del Napoli sale di ren- ● Sull’episodio più importante al 39’ p.t. per Anguissa (non
ma tutto il resto sì. Perché questo ché sul cross di Adama Traoré la l’altro fenomeno Nico mezzali dimento. Ed arriva il gol, bellissi- del match del Camp Nou deve diffidato) che prende
Barcellona-Napoli ha offerto uno palla non cambia minimamente con libertà di inserimento nella mo. Perché Zielinski è bravo a re- intervenire il Var. Al 12’ del l’ammonizione per un fallo
spettacolo di altissimo livello. direzione e Juan Jesus è sfortuna- trequarti. E in effetti il Napoli ci cuperar palla e subito darla in secondo tempo, infatti, duro (e inutile) su Nico. Altra
Con i catalani che sono saliti di to e viene colpito sulla punta del- mette qualche minuto per trova- profondità per Elmas che arriva l’arbitro romeno Kovacs è ammonizione al 25’ s.t. di
rendimento col passare dei mi- le dita, manco il suo fosse un re tempi e misure per non farsi sino in fondo, sterza e passa an- richiamato al video: poco Fabian Ruiz per un intervento
nuti schiacciando gli azzurri ne- muro nel volley. Ma così vanno le travolgere dal forcing iniziale dei cora al polacco che tira di sinistro prima su un cross da destra in ritardo a centrocampo e a
gli ultimi 20 metri al tramonto cose. Il risultato lascia aperta e catalani che pressano altissimo. e, sulla respinta del portiere, rea- di Adama Traoré, Juan Jesus gamba alta su Busquets: ok.
della sfida, ma nel primo tempo affascinante la sfida al Maradona Solo un’occasione per Pedri che lizza di destro. L’urlo del Camp

LE PAGELLE
di Ricci-Nicita NicoePedri,ragazziniterribili.Traoréfumoso
L’ALLENATORE IL MIGLIORE IL VOTO PIÙ BASSO
BARCELLONA 7 Xavi 7 Nico 6 Ferran Torres
7 Arriva a 100 giorni sulla panchina del
Barcellona e il bilancio è senz’altro
positivo. Questa squadra, pur se
imperfetta e in costruzione, è
Nel primo tempo, quando il Napoli dà
il meglio di sé, il 19enne figlio d’arte
mostra personalità, leadership e
qualità guidando i suoi. Il futuro, e
Ha una maglia che sembra falsa,
senza sponsor tecnico e scudo del
Barcellona, e anche alla sua partita
manca qualcosa: segna il rigore del
decisamente migliore anche a breve termine, è pareggio ma divora almeno quattro
di quella che ha trovato 3 mesi fa. decisamente suo. occasioni.

6 6 6,5 6 6 6 6 6,5 7 6 6,5 6,5


Ter Stegen Mingueza Piqué Eric Garcia Jordi Alba Gavi F. de Jong Busquets Pedri A. Traoré Dembélé Aubameyang
Fa una sola Preferito a Dest, Il capitano è in Veniva da un Il gol del Napoli L’ultima volta che Provato come Un’altra storia Il duello con Tanto fumo che Il francese Al debutto il
parata, tanto viene da una mezzo a pessimo derby, viene costruito il Barça aveva pivote, come in rispetto a Zambo Anguissa trova il suo entra gabonese da
bella quanto stagione Mingueza e confermato nella sua zona, e giocato in Coppa altre posizioni, Frenkie de Jong. è stupendo e pezzo d’arrosto bombardato di titolare mette
inutile perché disastrosa: Eric Garcia e sa soltanto per a lungo fatica a Uefa, l’attuale l’olandese I catalani intenso. Il solo in sala Var fischi perché è subito Ferran
respinge il primo possibile anello che deve fare gli l’infortunio di spingere. EuroLeague, dà sempre cercano un ragazzino dove vedono la svincolato e Torres davanti a
tiro di Zielinski debole, si salva straordinari. Araujo, contiene Finisce in non era ancora l’impressione di sostituto per lui, delle Canarie mano da rigore poco attaccato Meret. Spesso
che poi però senza danni. Se la cava con Osimhen e non crescendo, nato. Entra per cercare la cosa faranno molta conferma le sue di Juan Jesus sul alla maglia, li pericoloso, si
lo batte sul (Dest 6) esperienza e era scontato, come tutto il Nico e più facile. fatica a trovarlo. straordinarie cross nella trasforma in sta lentamente
rimbalzo. solito 104 passaggi Barcellona. contribuisce qualità. ripresa. applausi con un ritrovando. (L.
mestiere. positivi. all’assedio finale. gran finale. de Jong 6).

GLI ARBITRI 6,5 KOVACS (Arbitro) Lascia scorrere una partita che va a lungo molto di fretta. Il monitor gli segnala l’impercettibile tocco di mano di Juan Jesus sul cross di Adama Traoré, qualche dubbio su un
contatto in area tra Eric Garcia e Osimhen che però dalla sala Var non giudicano falloso. 6 MARINESCU 6 ARTENE (Assistenti)

https://overpost.org
VENERDÌ 18 FEBBRAIO 2022 LA GAZZETTA D ELLO S P O RT 15

1 1
I L T E C N I C O
BARCELLONA NAPOLI

SPALLETTI
(PT)0 R Q1

J. ALBA DI LORENZO

«Meritavano il gol,
PEDRI F. TORRES ELMAS

E. GARCIA ANGUISSA RRAHMANI

ma non così...»
TER STEGEN F. DE JONG AUBAMEYANG OSIMHEN ZIELINSKI MERET

PIQUÉ FABIAN KOULIBALY


RUIZ

NICO A. TRAORÉ INSIGNE

Anguissa finisce ko
MINGUEZA J. JESUS
4-3-3 4-2-3-1
MARCATORI: Zielinski (N) al 29’ p.t.; Ferran Torres (B) su rigore al 14’ s.t.

7 7 7 7 «Il braccio di Juan Jesus era in posizione


normale». De Laurentiis: «Che maturità»
BARCELLONA ALL. XAVI NAPOLI ALL SPALLETTI

l’uno!». Il tecnico appare incon-


BARCELLONA 4-3-3
Ter Stegen; Mingueza (dal
5 4 NAPOLI 4-2-3-1
Meret; Di Lorenzo, tentabile: «Dentro la partita ci
36’ s.t. Dest), Piqué, Eric Rrahmani, Koulibaly, Juan sono questi momenti in cui non
Garcia, Jordi Alba; Nico Jesus; Fabian Ruiz, riusciamo a pressare alto, ripor-
(dal 20’ s.t. Gavi), F. de Anguissa (dal 39’ s.t. tiamo palla dietro e nel frattempo
Jong (dal 20’ s.t. TIRI IN PORTA Malcuit); Elmas (dal 39’ s.t.
Busquets), Pedri; Adama Mario Rui), Zielinski (dal 35’ loro ti vengono addosso e hanno
Traoré (dal 20’ s.t. 66,7 33,3 s.t. Demme), Insigne (dal questi uno contro uno sugli
Dembélé), Aubameyang 27’ s.t. Ounas); Osimhen esterni che ti mettono in difficol-
(dal 41’ s.t. L. de Jong), (dal 35’ s.t. Mertens). tà: strappi micidiali, per questo ti
Ferran Torres. PANCHINA: Ospina, abbassi. Dentro al campo però
PANCHINA Neto, Tenas, POSSESSO % Idasiak, Zanoli, Ghoulam, bisogna scalare in avanti altri-
Riqui Puig, Braithwaite. Petagna.
menti loro ti vengono con supe-
ALLENATORE: Xavi
ESPULSI nessuno
8 14 ALLENATORE: Spalletti
ESPULSI nessuno riorità fino all’area, possiamo sa-
AMMONITI nessuno AMMONITI Anguissa e lire lì”. Su Osimhen è quasi duro:

ions
CAMBI DI SISTEMA Fabian Ruiz per gioco «Ha questi strappi, devi dargliela
nessuno scorretto, Mario Rui e un po’ lunga per fargli prendere
BARICENTRO MOLTO FALLI FATTI Meret per comportamento metri, ti fa respirare, fa soffrire la
ALTO: 62,2 m
659 297 non regolamentare
CAMBI DI SISTEMA
difesa, poi sulla scelta dei movi-
nessuno menti deve migliorare e nel se-
BARICENTRO MOLTO condotempononpuònonaccor-
BASSO: 40 m gersi di essere 4-5 volte in fuori-
PASSAGGI RIUSCITI gioco».
ARBITRO: Kovacs (Rom)
NOTE: spettatori 73.524. Tiri in porta 5-4. Tiri fuori 12-0. In fuorigioco 1-4.
Crescita Poi il tecnico guarda
Calci d’angolo 5-2. Recuperi: 2’p.t., 9’ s.t. avanticonfiducia:«Sesianalizza
quello che abbiamo fatto in alcu-
ni momenti possiamo farlo per

Clic
Nou ti fa intendere che i napole- legge bene il momento e fa tre tutta la gara, non dobbiamo am-
INVIATO A BARCELLONA
tani sparsi sulle tribune sono ben cambi importanti. Perché con mucchiarci lì dietro, anche se poi
più di cinquemila. Il Barcellona Festa Busquets in regia, Gavi mezzala e Leader n sinistro, poi un de- difendiamo bene. Abbiamo avu-

U
accusa il colpo e chiude il tempo azzurra Dembélé (inizialmente fischiato) Luciano stro. Sembrano ganci to una palla importante anche
senza che Meret debba preoccu- In alto, Insigne, esterno alto a destra, il Barcello- Spalletti, da pugile i tiri con cui con Mertens». Purtroppo si fer-
parsi più di tanto. Osimhen ed na guadagna metri e alza il ritmo. Il Napoli passa 62 anni, e Xavi Zielinski mette alle ma per un problema muscolare
Elmas corrono Il Comandante Koulibaly però se vince: non c’è più Hernandez, 42, corde il Barcellona Anguissa, fra i migliori in campo
La reazione catalana In av- ad abbracciare coordina le operazioni e quella
il gol in trasferta a Barcellona che poi si rialza da grande squa- e che non ci sarà lunedì nel posti-
vio di ripresa il Napoli continua Zielinski LAPRESSE del Napoli si conferma fra le mi- dai primi di dra. Il presidente De Laurentiis, cipo di Cagliari. Assenza pesante,
ad essere propositivo e su un gliori difese nel panorama inter- novembre assente sul campo, twitta: calcolando che manca già Lo-
cross di Insigne, anche se il pallo- nazionale. Vero che gli azzurri ● Dopo l’1-1 del Camp Nou GETTY «Splendido Napoli europeo. Una botka.FabianRuizferitoallatesta
ne è lontano, Eric Garcia abbrac- non riescono più a salire con al ritorno il 24 febbraio al prova di grande maturità. Bravi ma nulla di preoccupante. Kouli-
cia e tira giù Osimhen. Il Var non continuità. Ma Mertens nel recu- Maradona di Napoli andrà tutti». I catalani rimontano con baly, fra i protagonisti, esalta la
ritiene di intervenire, cosa che fa pero ha l’occasione per segnare e avanti agli ottavi chi l’aiuto di un rigore che Spalletti squadra: «Nessuno palleggia co-
qualche minuto dopo su un cross lo stesso belga sta pressando nel- vince. Non c’è più la regola giudica inesistente: «Meritavano me il Barça e noi abbiamo saputo
quasi innocuo che sfiora le dita la sua area Piqué al 100’ di gioco del valore doppio del gol il pareggio, ma non così. Il brac- reggere l’urto. Giovedì prossimo
di Juan Jesus. Dal dischetto final- quando la gara finisce. Non si in trasferta, in caso di cio di Juan Jesus è in posizione avremo il nostro pubblico e sono
mente Ferran Torres centra la può proprio rimproverare nulla a parità, e quindi qualsiasi normale perché non puoi scatta- fiducioso sulla qualificazione».
porta, perché per il resto l’uomo questo Napoli. pareggio (0-0, 1-1, 2-2...) re con le mani dietro, poi tocca ma.ni.
arrivato dal Manchester City © RIPRODUZIONE RISERVATA andrà “superato” solo col mignolo e la palla non © RIPRODUZIONE RISERVATA

spreca qualsiasi cosa, chissà se è con i supplementari o cambia direzione. Loro sono for-
per via di quella maglia che pare
taroccata, senza marchio… Xavi s TEMPO DI LETTURA 3’10” eventualmente ai rigori. ti: a gennaio hanno comprato
giocatori che valgono 50 milioni s TEMPO DI LETTURA 1’38”

Koulibaly comanda, Elmas illumina, Insigne si spegne


L’ALLENATORE IL MIGLIORE IL VOTO PIÙ BASSO
NAPOLI 7 Spalletti 7 Zielinski 6 Insigne
7 La sua strategia è perfetta.
Per un tempo il Barça non ha trovato
spazi nella perfetta ragnatela
azzurra. È venuto in Spagna a
Queste sono le partite che
consegnano i campioni veri.
Piotr va a prendersi palla, imposta
l’azione e la conclude alla grande.
Il capitano parte bene, nella ripresa
si spegne un po’ e Spalletti lo
sostituisce. Un paio di giocate in
verticale da par suo. Dovrebbe
giocarsela e questo è da applausi. E tanta altra roba ancora. Bello provare di più a saltare Mingueza,
La squadra cresce da vedere nella casa del tiqui taka. poco difensivo.

6,5 6,5 6,5 7 6 6,5 6,5 6,5 6 6 6 6


Meret Di Lorenzo Rrahmani Koulibaly Juan Jesus Anguissa Fabian Ruiz Elmas Osimhen Ounas Demme Mertens
Due parate non Avvio molto Qualche I suoi recuperi Prevale nella Ha l’avversario L’emozione Non è quello Soltanto con un L’algerino non Deve arginare Difficile per
complicate su complicato, difficoltà iniziale in velocità sono battaglia più forte sulle iniziale per l’ex sbiadito contro test sul campo è riesce a calarsi nel momento di l’attaccante
Nico. Sul rigore poi sale di per il difensore straordinari. muscolare con sue zolle, il Betis è forte. l’Inter. Lo si stato sciolto il in una partita a difficoltà e lo fa belga incidere in
non può nulla ma rendimento. centrale Comanda il Adama Traoré. 19enne Pedri, e Poi stringe i capisce da come dubbio sulla sua cento all’ora. bene. Specie pochi minuti, ma
la deviazione sul Con una kosovaro, perde reparto. Tutti Forse doveva lo argina. Si fa denti sul Jordi Alba non presenza. Prova qualche quando Fabian al 91’ una sua
cross di diagonale e un una brutta palla gli attaccanti tagliare le male verso la fenomeno Nico. incida. Assist a Il bomber giocata. Ruiz si spacca la girata di piatto
Ousmane tackle sventa su Aubameyang, catalani unghie... fine e il Napoli E sale di Zielinski con nigeriano testa e si resta destro finisce
Dembélé è due volte i ma mentalmente sbattono su di Soffre sul soffre senza lui. rendimento, cambio strappa e fa in dieci. troppo centrale.
decisiva. tentativi di non molla mai e lui. Sontuoso. subentrato (Malcuit s.v.) anche soffrendo. direzione. paura, ma
Ferran Torres. regge l’urto. Come in Coppa Dembélé. (Mario Rui questa volta non
d’Africa. s.v.) morde.
https://overpost.biz https://overday.info
16 V E NE R D Ì 1 8 F E B B R AI O 2 02 2 L A GAZZE T TA DE L LO S P O RT

EUROPA LEAGUE ANDATA PLAYOFF

All’Atalanta bastano
Sotto nel primo tempo
L’Atalanta subisce il gol del
vantaggio dell’Olympiacos al 16’,
quando Tiquinho Soares dai
venti metri calcia troppo
indisturbato e mette la palla
all’angolo opposto, dove Juan
Musso non riesce proprio
ad arrivare LAPRESSE

LA PARTITA

DEA, CHE RIMONTA


CON LA FIRMA
DELL’EROE DJIMSITI Riscossa
Berat Djimsiti,
28 anni, viene
festeggiato dai

Olympiacos avanti, ma nel secondo tempo compagni per i


primi due gol in

ecco la fantastica doppietta del difensore stagione LAPRESSE

nuova avventura europea del- ne il campo ma sopratutto arri- tins invece dopo qualche mi- in crisi, Muriel acciaccato e serie di rimpalli, di destro sbat-
L’analisi l’Atalanta. L’Olympiacos sbar-
cato in Italia con un curriculum
vava spesso prima sui palloni e
la velocità nel coprire e riparti-
nuto dal vantaggio ha disposto
la squadra in un 5-4-1 facendo
Pessina, dentro Boga a sinistra
nell’attacco e Pasalic “falso” no-
teva in porta con violenza il gol
del sorpasso. A quel punto Pe-
praticamente immacolato, si re, con quei diavoletti di Agui- un discreto catenaccio e, di fat- ve. L’Olympiacos non è più dro Martins tornava sui suoi
di Fabio Bianchi
arrende all’assedio della Dea bou Camara, una copia di Tra- to, un harakiri. Con le corsie in- uscito dall’area. È iniziato un passi e riportava la squadra al-
INVIATO A BERGAMO
dopo essere stato in vantaggio oré, e Onyekuru, non consenti- tasate e il centro affollato, la assedio totale. L’Atalanta ha l’antico sistema, il 3-4-3, cam-

Z
per 60 minuti. Giusto così. Non va il famoso pressing uomo Dea ha cercato il giro palla con spinto da tutte le parti, Vaclik biando lo spaesato Masouras e
è stata ancora vera Atalanta, contro uomo e metteva in diffi- le imbucate per Muriel, che ha ha salvato la porta sul diagonale lo stanco Soares. Troppo tardi,
causa le assenze e malanni ag- coltà il centrocampo. Onyeku- cominciato presto a toccarsi la ben indirizzato di Boga e poi ormai l’inerzia della gara era
giuntivi, ma si sono visti ampi ru poi riusciva spesso e volen- coscia, o Malinovskyi. L’azione sulla bella punizione di Mali- cambiata. L’Olympiacos ha
cenni di ripartenza, nel gioco e tieri a eludere la marcatura di più pericolosa l’ha creata novskyi. Adesso era il centro- provato qualche sortita, spinto
nella determinazione. Buone Toloi. E al minuto 16 M’Vila re- l’ucraino entrando in area e fil- campo greco a non tenere più, su da Camara, ma con troppa
notizie per la resistenza in cuperava una palla persa da De trando un passaggio dove Toloi M’Vila subiva il ritmo della confusione, nelle poche chance
apata è ai box, Muriel non si campionato. Gasperini ci ha Roon e pescava Tiquinho Soa- non ci è arrivato. Poi solo cor- Dea, Aguiobou Camara doveva che ha concesso un’Atalanta
sente tanto bene e gli altri attac- messo lo zampino in questa ri- res, al limite dell’area, che in- ner, dove Pasalic ci ha provato fare quello per cui non è porta- che ha continuato a spingere fi-
canti non sono in vena? Ci pen- monta, con scelte decise, e la dovinava l’angolo in scivolata un paio di volte di testa. Alla fi- to, il difensore aggiunto. E no alla fine.
sa il centravanti per caso a ri- squadra lo ha ripagato. senza che né Maehle né Pessina ne il vero brivido lo hanno cre- Onyekuru non sapeva più dove
solvere la questione greca. Be- lo contrastassero. C’era qualco- ato ancora i greci sul retropas- mettersi. Fioccavano i calci Ottimismo Quella dell’alba-
rat Djimsiti, dalla difesa con fu- Empasse Il bello l’Atalanta lo sa da cambiare in mezzo e Gasp saggio sbagliato in zona difensi- d’angolo (alla fine saranno ben nese è la prima doppietta euro-
rore. Una doppietta, prima di ha mostrato nella seconda par- ha provato ad abbassare Pasalic va di Muriel dove per fortuna 13, a zero) e in due di questi Ko- pea per un difensore centrale
testa e poi di piede, e passa la te. Non è partita benissimo, no- e far salire Pessina, in chiaro Onyekuru ha perdonato la Dea. opmeiners imbeccava il centra- dell’Atalanta. Djimisti si ag-
paura di una sconfitta, che sa- nostante un piattone di Muriel imbarazzo con M’Vila. L’Ata- vanti per caso Djimsiti. Che giunge alla lista dei giocatori
rebbe stata totalmente immeri- fuori di poco dopo qualche mi- lanta ha cominciato a pressare Assedio Nell’intervallo Gasp prima anticipava Cissè, fin lì andati in gol in questa stagione
tata, alla prima uscita nella nuto. L’Olympiacos copriva be- e tenere il pallino, Pedro Mar- ha girato la squadra. Fuori i più impeccabile. E poi, dopo una e porta una ventata di necessa-

LE PAGELLE
di Elefante-Bianchi Demiral è un muro. Muriel si spegne presto
6,5 GASPERINI IL TECNICO 8 DJIMSITI IL MIGLIORE 5 PEDRO MARTINS IL TECNICO 6,5 A. CAMARA IL MIGLIORE
ATALANTA Inverte Pasalic e Dalla sua parte
OLYMPIACOS Schiera bene la Gran bel

6,5 5,5
Pessina, ma la gravita squadra, va in giocatore: qualità
svolta sono Masouras, vede vantaggio e poi la e dinamismo.
i cambi nella che non ha schiaccia in area Cerca di
ripresa. E problemi e va a con un 4–5-1. rianimare
rotazioni fare la punta: Quando la la squadra
pensando anche stacco di testa e rimette a posto, dopo lo
alla Fiorentina destro di rapina è tardi. svantaggio.

6 MUSSO Il tiro di Tiquinho sbuca 6 FREULER Venti minuti di governo 5,5 MIHAILA Gambe che frullano, 6,5 VACLIK La fatica nel secondo 5,5 LALA Pezzella lo mette spesso in 6 M. CAMARA Ha più spazio per le
velenoso e angolatissimo. dinamico. ma poco lucide. round. Neutralizza il tiro ben difficoltà, meglio quando può spingere. giocate, ma è bravo a disegnare le
6,5 TOLOI Errori insoliti, poi 5,5 PESSINA Mvila gli lascia spazi, 6 PASALIC Malino sulla trequarti, più indirizzato di Boga e la punizione di Ma non ha molte occasioni. azioni.
guadagna metri e aggressività. Un ma non trova lo spunto giusto. pericoloso con due colpi di testa Malinovskyi. Poi però arriva Djimsiti. 6 M’VILA geometrico e compassato. 6,5 SOARES Chirurgico. Una
attimo di ritardo in zona gol. Neanche quando si alza sulla trequarti. quando arretra da play basso. Ripresa 5,5 MANOLAS A destra della difesa, Bravo a innescare i compagni, non a occasione un gol. Ma lontano da
7 DEMIRAL Tiquinho segna lontano 6 KOOPMEINERS Il corner affilato da “centravanti”: buona presenza, nel primo round è ok, nel secondo contenere la furia nerazzurra. Demiral che lo tiene bene. Aiuta anche
dal suo radar: nei corpo a corpo c’è, per l’1-1 e un errore da palpitazione. Un anche se lo cercano poco. lascia subito una chance a Boga. (Boukolakis s.v.) in difesa.
anche con El-Arabi. Tutte sue di testa. po’ meno lineare del solito. 5 MURIEL Si spegne presto, su un 6 PAPASTATHOPOULOS L’ex 5,5 REABCIUK Perde ai punti il 6 EL-ARABI Un paio di buone
6 MAEHLE Troppo lontano da 6 PEZZELLA Subito quasi assist a piattone mirato male. Da lì solo un “scolaro” di Gasp al Genoa fila liscio duello con Maehle. Se ne sta a sgroppate.
Tiquinho sul gol, poi dà più dietro che Muriel, ripresa con delle incertezze. sinistro ovattato e un assist per... con Muriel, tiene Pasalic ma non ci marcare il territorio, ma quando 6 ONYEKURU Peperino dal moto
sulla profondità. (Hateboer s.v.) 6 MALINOVSKYI Può mandare Onyekuru. E inizia a toccarsi la gamba. mette pezze sui gol. infuria la tempesta soffre. perpetuo, entra in quasi tute le
6 DE ROON Pasticcia all’alba subito in porta Muriel però si perde. 6,5 BOGA Il motorino acceso subito - 6 CISSÈ Tra i migliori della prima 5 MASOURAS Male come ripartenze dei greci. Per fortuna
dell’azione dello 0-1, ma alza sempre il Più che con ghirigori e sterzate fa male serve un mezzo miracolo di Vaclik - parte, di testa son tutte sue. Ma poi si attaccante, malissimo come grazia l’Atalanta dopo l’errore di
pressing. su punizione. prometteva qualcosa in più. perde Djimsiti-gol. “contenitore”. Muriel. (Romy Lopes s.v.)

GLI ARBITRI 6,5 SCHARER (Arbitro) Buona direzione del fischietto svizzero, in una partita comunque non complicata. Corretti i cartellini gialli e buona la sinergia con gli assistenti e il Var sul gol annullato all’Atalanta
di g.sae. allo scadere del primo tempo per doppio fuorigioco di Pessina e Muriel 6,5 DE ALMEIDA (Assistente) 6,5 ERNI (Assistente)

https://overpost.org
VENERDÌ 18 FEBBRAIO 2022 LA GAZZETTA D ELLO S P O RT 17
#

tre minuti
Il tecnico nerazzurro I L R E T R O S C E N A

Club ceduto
a un fondo
americano?
Dalla società
nessuna
conferma
ATALANTA
(PT) 0 R 21 Q1
OLYMPIACOS
n’operazione

PEZZELLA
LALA U avvolta nel mistero
fino all’ultimo
giorno. Che
DJIMSITI MASOURAS MANOLAS Esperto Gian Piero Gasperini, 64 anni, sesta stagione all’Atalanta AFP sarebbe oggi, secondo i
rumors che si inseguono

Gasp avverte:
PESSINA MURIEL M’VILA sempre più insistentemente
VACLIK
nelle ultime ore e che
MUSSO DEMIRAL MALINOVSKYI TIQUINHO SOARES PAPASTATHOPOULOS
vorrebbero i Percassi già
DE ROON PASALIC CAMARA d’accordo per cedere la

«In Grecia
maggioranza dell’Atalanta
TOLOI ONYEKURU CISSÈ (una quota oscillante fra il
REABCIUK
70 e l’80 per cento) a un
MAEHLE fondo americano - il nome

l’ambiente
3-4-1-2 3-4-3 più attendibile sarebbe KKR
MARCATORI: Tiquinho Soares (O) al 16’ p.t.; Djimsiti (A) al 16’ e al 18’ s.t. (quotato alla Borsa di New
York, dove ha anche la sede
6,5 6,5 5,5 5 legale) - che avrebbe deciso

sarà caldo...»
di investire sul club
nerazzurro una cifra vicina
ATALANTA ALL. GASPERINI OLYMPIACOS ALL. MARTINS ai 350 milioni di euro. La
due diligence del club si
sarebbe conclusa negli
ATALANTA (3-4-1-2)
Musso; Toloi, Demiral,
5 1 OLYMPIACOS (3-4-3)
Vaclik; Manolas, L’allenatore: «Per il ritorno ultimi giorni, dopo mesi di
Djimsiti; Maehle (dal 42’
s.t. Hateboer), De Roon
Papastathopoulos, Cissè;
Lala, M’Vila (dal 41’ s.t. avremo un piccolo vantaggio trattative e oggi sarebbe il
giorno previsto per il
(dal 270 s.t. Freuler),
Pessina (dal 1’ s.t. TIRI IN PORTA
Bouchalakis); A. Camara,
Reabciuk; Masouras (dal e potremo giocare meglio» closing dell’operazione, per
la quale non sono mai
Koopmeiners), Pezzella; 19’ s.t. M. Camara),
Malinovskyi (dal 21 s.t. 72,4 27,6 Tiquinho Soares (dal 28’ arrivate conferme da parte
Mihaila), Pasalic; Muriel s.t. El-Arabi), Onyekuru moria di difensori, ora Gian Piero della società bergamasca,
di Andrea Elefante
(dal 1’ s.t. Boga) (dal 41’ s.t. Rony Lopes). Gasperini perde un attaccate die- che tornò di proprietà dei
INVIATO A BERGAMO
PANCHINA: Rossi, PANCHINA: Tzolakis, tro l’altro: ieri sera probabilmen- Percassi nel 2010: fu
Sportiello, Scalvini, POSSESSO % Kunde, Vrousi, Fadiga, Ba, olto, se non tutto, era te anche Muriel, che ha giocato rilevata per circa 14 milioni

M
Zappacosta Valbuena, Papadapoulos,
iniziato con un rove- gli ultimi 20’ con un problema al dall’attuale presidente
ALLENATORE:
Gasperini
9 11 Kitsos.
ALLENATORE: scio in casa, quello flessore, da verificare oggi. Antonio. La famiglia
ESPULSI nessuno Pedro Martins con il Villarreal che a resterebbe operativa
AMMONITI Pasalic, ESPULSI nessuno inizio dicembre aveva Gli infortuni «Cercheremo di all’interno del club, per
Demiral, Pezzella per AMMONITI Masouras per fatto traslocare l’Atalanta in Eu- sopperire: oggi lì ha giocato Pasa- garantire la necessaria
gioco scorretto FALLI FATTI comportamento non ropa League. Lì dove ieri sera for- lic, ma più che un difensore, visto continuità del progetto, che
CAMBI DI SISTEMA:
nessuno 550 162 regolamentare
CAMBI DI SISTEMA: dal 20’
se ha rovesciato un po’ del suo che non ne ho tanti, posso pensa- comprende fra le molte
BARICENTRO: ALTO p.t. 5-4-1, dal 19’ s.t. 4-3-3 destino. Sicuramente la “scim- re di metterci un portiere...». Ga- cose anche il
54,9 METRI BARICENTRO: mia” del Gewiss, dove non esul- sp ha provato a riderci su, ma sa completamento delle opere
ria serenità. Da un po’ di tempo MOLTO BASSO 46,6 M tava dal 12 gennaio e aveva vinto che ridere per ultimi fra una set- di ristrutturazione del
aleggiava il pessimismo intorno PASSAGGI RIUSCITI solo una delle ultime sette parti- timana non sarà così facile: «Non Gewiss Stadium.
alla Dea, detto anche da Gaspe- te. E sicuramente il “blocco” dei vedo una qualificazione in disce- a.e.
ARBITRO: Scharer (Svi)
rini. Che tra l’altro ha spesso il golsucalciopiazzato:daunalun- sa: in Grecia l’ambiente è caldo, © RIPRODUZIONE RISERVATA
NOTE: paganti 9.448, incasso di 248.820 euro.
vizietto di dover rimontare. Ma Tiri in porta 5-1. Tiri fuori 6-4. In fuorigioco 4-3. ga scena muta a due urli uno die- ma abbiamo un piccolo vantag-
questo risultato dà una spinta al
morale e soprattutto fa ben spe-
Angoli 13-0. Recuperi: 2’ p.t., 4’ s.t. tro l’altro, sfruttando finalmente
l’arma dei corner e le incursioni
gio e potremo giocare meglio di
stasera». E il tecnico sa, soprat- s TEMPO DI LETTURA 1’1”

rare nel ritorno ad Atene. Certo, dei difensori, ieri Djimsiti in ver- tutto, che il cammino verso

Clic
se anche Muriel si dovesse for- sione attaccante di lusso. Forse il un’altra qualificazione Cham-
mare, ci sarà da inventare qual- sconfitta con un gol di modo meno faticoso per aggirare pions sarà in salita su entrambi i
che altro centravanti per caso. scarto, la squadra di Gian il pullman a due ante, una da cin- fronti: «Ma la strada meno com-
Ma l’Atalanta ha già dimostrato Piero Gasperini potrebbe que uomini e una da quattro, che plicata è quella del campionato:
di riuscire a tirar fuori qualche comunque guadagnarsi la l’Olympiacos aveva piazzato da- l’ultima italiana a vincere l’Euro-
coniglio dal cilindro. Uno può Gasperini va avanti qualificazione ai vanti a Vaclik, sapendo quanto pa League è stata il Parma nel
essere Boga, che quando è en- se vince o pareggia supplementari o ai calci di l’Atalanta soffre questo atteggia- 1999. In A eravamo più vicini al-
trato, senza fare sfracelli, ha co- rigore. Una vittoria mento. Che però ora non potrà l’obiettivo, poi è successo un po’
munque dato la sveglia. La sen-
nel ritorno in Grecia dell’Olympiacos con più di replicare fra una settimana ad un patatrac. Ma con tre punti si
sazione è che nel rush finale, un gol di differenza Atene. Ma non tutto quanto sta può sempre recuperare, soprat-
tra coppa e campionato, sarà ● L’Atalanta accede agli significherebbe, invece, annebbiando un po’ gli orizzonti tutto se ritroviamo qualche in-
molto, molto utile. ottavi di Europa League se l’eliminazione dei della Dea è svaporato ieri sera: fortunato».
© RIPRODUZIONE RISERVATA vince o pareggia in casa nerazzurri e il passaggio ancora qualche errore di troppo © RIPRODUZIONE RISERVATA

dell’Olympiacos giovedì del turno per i giocatori (non solo quello di De Roon pri-
s TEMPO DI LETTURA 3’40” prossimo. In caso di greci. ma dello 0-1) e soprattutto qual-
che infortunio di troppo. Dopo la s TEMPO DI LETTURA 1’56’’ Presidente Antonio Percassi

Le altre gare

Poker Rangers al Dortmund TUTTI I MATCH DI ANDATA


BARCELLONA BORUSSIA DORTMUND
● Nelle sfide dei playoff non c’è più la
regola dei gol in trasferta, così come
negli ottavi di Champions League e in

La favola Sheriff non è finita


Conference League. Chi vince accede
NAPOLI RANGERS agli ottavi di finale (sorteggio il 25

1-1 2-4
febbraio), dove sono già qualificate le
otto squadre che hanno vinto il
proprio gruppo nella prima fase:
me lo Sheriff, che continua a sor- al 18’, Dzyuba (Z) al 25’, Malcom sono West Ham (Inghilterra),
di Marco Guidi ZENIT SHERIFF Leverkusen (Germania), Stella Rossa
prendere in Europa superando a (Z) al 28’, Guardado (B) al 41’ p.t. BETIS BRAGA
MILANO (Serbia), Galatasaray (Turchia),
Tiraspol per 2-0 i portoghesi del Porto (Por)-Lazio (Ita) 2-1 Zac-
2-3 2-0
Eintracht Francoforte (Germania),
l risultato più sor- Braga. Un rigore generoso con- cagni (L) al 23’, Martinez (P) al Spartak Mosca (Russia), Monaco

I
prendente dell’anda- sente al Lipsia di pareggiare nel 37’ p.t., Martinez (P) al 4’ (Francia) e Lione (Francia). Le date
ta dei playoff di Euro- finale contro la Real Sociedad. Lipsia (Ger)-Real Sociedad PORTO ATALANTA degli ottavi sono il 10 (andata) e il 17
pa League arriva da Risultati playoff (andata) (Spa) 2-2 Le Normand (R) all’8’, marzo (ritorno). Quarti il 7 (andata)
LAZIO OLYMPIACOS e il 14 aprile (ritorno). Semifinali il 28
Dortmund, dove il Dortmund (Ger)-Rangers (Sco) Nkunku (L) al 30’ p.t., Oyarzabal
aprile (andata) e il 5 maggio
Borussia privo di Haaland perde
4-2 con i Rangers, confermando
il periodo di scarsa solidità di-
2-4 Tavernier (R) su rigore al 38’,
Morelos (R) al 41’ p.t., Lund-
stram (R) al 4’, Bellingham (B) al
(R) su rigore al 19’, Forsberg (L)
su rigore al 37’ s.t,
Siviglia (Spa)-Dinamo Z. (Cro)
2-1 2-1 (ritorno). Finale allo stadio Ramon
Sanchez-Pizjuan di Siviglia (Spagna) il
18 maggio.
fensiva. Prezioso successo ester- 6’, autogol di Zagadou (B) al 9’, 3-1 Rakitic (S) su rigore al 10’, LIPSIA SIVIGLIA
no del Betis a San Pietroburgo, Guerreiro (B) al 37’ s.t. Orsic (D) al 41’, Ocampos (S) al REAL SOCIEDAD DINAMO ZAGABRIA
nonostante le assenze di Fekir e
Canales. Vince anche l’altra
squadra di Siviglia contro la Di-
Sheriff Tiraspol (Mol)-Braga
(Por) 2-0 Thill su rigore al 43’
p.t., Traore al 38’ s.t.
44’, Martial (S) al 46’ p.t.
© RIPRODUZIONE RISERVATA 2-2 3-1
namo Zagabria (a segno l’ex Ge-
noa e Milan Ocampos), così co-
Zenit (Rus)-Betis (Spa) 2-3 Ro-
driguez (B) all’8’, Willian José (B) s TEMPO DI LETTURA 1’12”
Le partite di ritorno si giocano il 24 febbraio
GDS
https://overpost.biz https://overday.info
18 V E NE R D Ì 1 8 F E B B R A I O 2 02 2 L A GAZZE T TA DE L LO S P O RT

https://overpost.org
VENERDÌ 18 FEBBRAIO 2022 LA GAZZETTA D ELLO S P O RT 19

EUROPA LEAGUE ANDATA PLAYOFF


#

PORTO LE PAGELLE
di s.cie.
LAZIO
PORTO
2 1
(PT)1 R Q1

MARCATORI: Zaccagni (L) al 23’,


Martinez (P) al 37 p.t;
6,5
Martinez (P) al 4’ s.t.
7,5 MARTINEZ IL MIGLIORE
4-2-3-1 Che elevazione
DIOGO COSTA
per il gol che
ristabilisce la
JOAO MARIO MBEMBA PEPE ZAIDU parità. E che
tempismo per il
GRUJIC URIBE raddoppio.
Strakosha gli
OTAVIO VIEIRA PEPE’
nega il tris.
MARTINEZ
6 DIOGO COSTA Non impeccabile
sul gol di Zaccagni, si riscatta però su
ZACCAGNI F. ANDERSON PEDRO Milinkovic e sullo stesso Zaccagni.
7 JOAO MARIO Il cross per l’1-1 di
LUIS ALBERTO LEIVA MILINKOVIC Martinez è fatto col contagiri. Regala al
centravanti anche la palla del
sorpasso. (BRUNO COSTA s.v.)
RADU PATRIC LUIZ FELIPE MARUSIC 5,5 MBEMBA Non ha una prima
punta da seguire e resta spaesato.
4-3-3 6 PEPE Solita grinta ai limiti. Nel finale
STRAKOSHA
la sua esperienza si sente.
PORTO (4-2-3-1) 5 ZAIDU Accettabile la fase di spinta,
Doppietta Toni
Diogo Costa; Joao Mario (dal 43’ s.t. ma dietro dalle sue parti la Lazio entra
Bruno Costa), Mbemba, Pepe, Zaidu; Martinez esulta con estrema facilità.
Grujic (dal 1’ s.t. Vitinha), Uribe; Otavio, con Pepe dopo il 5,5 GRUJIC Subito ammonito, gioca
Vieira (dal 1’ s.t. Galeno), Pepè (dal 43’ secondo gol AP col freno a mano tirato. Conceicao lo
s.t. Eustaquio); Martinez (dal 24’ s.t. toglie nell’intervallo.
Evanilson) PANCHINA: Ramos, 6 VITINHA Dispensa col contagocce

Lazio ribaltata dal Porto


Cardoso, Marcano, Taremi, F. le sue qualità. Ma si fa valere.
Conceicao, Semedo, Borges 6 URIBE Fa molto movimento. Tiene
ALLENATORE: S. Conceicao botta nella ripresa.
ESPULSI nessuno AMMONITI Grujic, 6,5 OTAVIO Costringe Radu a stare
Vieira, Galeno e Evanilson per gioco sulle sue. Apre spazi per Joao Mario.
scorretto CAMBI DI SISTEMA nessuno

Ma all’Olimpico si può fare


6 VIEIRA Addosso a Leiva per
BARICENTRO: medio (52,2 M) impedirgli di costruire. Becca un giallo
e Conceicao lo toglie.
LAZIO (4-3-3) 6 GALENO Presidia la fascia
Strakosha; Marusic, Luiz Felipe, Patric, preoccupandosi soprattutto di
Radu (dal 27’ s.t. Hysaj); Milinkovic, coprirla bene.
Leiva (dal 24’ s.t. Cataldi), Luis Alberto 6,5 PEPE’ Sfugge spesso a Marusic
(dal 39’ s.t. Basic); Pedro (dal 39’ s.t.
I biancocelesti avanti con un gol da rapace di Zaccagni,
nel primo tempo e a Radu nella
Cabral), F. Anderson, Zaccagni (dal 39’ ripresa. (EUSTAQUIO s.v.)
s.t. Moro) PANCHINA Reina, 6 EVANILSON Una conclusione
Furlanetto, Floriani Mussolini,
Kamenovic, Akpa Akpro, A. Anderson,
Romero ALLENATORE: Sarri
poi Martinez mette il turbo. La qualificazione è aperta pericolosa.
6 ALL. S. CONCEICAO Cambia
qualche uomo rispetto al campionato,
ESPULSI nessuno AMMONITI Milinkovic si fa sorprendere dalla Lazio, poi
gio per il match di ritorno, nel squadra di Sarri arriva, logico, a no nella ripresa (quando Pepè si
e Zaccagni per gioco scorretto di Stefano Cieri rimette le cose a posto.
CAMBI DI SISTEMA nessuno quale ai portoghesi andranno metà del primo tempo. Luis Al- sposta a destra). Il gol del pareg-
INVIATO A OPORTO (PORTOGALLO)
BARICENTRO: molto basso (47,2 m) bene due risultati su tre. berto finge il cross lungo per ser- gio, prima dell’intervallo, e poi

LAZIO
attuta, ma in partita vire poi Zaccagni rasoterra sul quello del sorpasso a inizio ri-

B
ARBITRO Gozubuyuk (Olanda) fino alla fine e soprat- Spartito giusto «Hanno per- primo palo. L’ex giocatore del presa sono la logica conseguenza

6
NOTE spettatori 32.929, incasso non tutto con un risultato so solo tre partite, e due con il Li- Verona piomba come un falco del cambio di spartito. Cross di
comunicato. Tiri in porta: 4-3. Tiri fuori:
7-3. In fuorigioco: 0-0. Angoli: 6-2.
che lascia assoluta- verpool», aveva detto alla vigilia sul pallone anticipando di tacco Joao Mario in entrambi i casi per
Recuperi: p.t. 1’; s.t. 4’ mente aperto il di- della gara Sarri a proposito del difensore e portiere per la sua la doppietta di Martinez (di testa
scorso qualificazione in vista Porto. Nella prima mezzora la prima marcatura europea. La il primo gol, girata di destro il se-

Clic
della gara di ritorno che si gio- Lazio sogna ad occhi aperti di formazione romana non si fer- condo). La Lazio accusa il colpo e 7 ZACCAGNI IL MIGLIORE
cherà tra una settimana al- poter infliggere alla formazione ma lì, continua a sciorinare il suo il Porto, rinfrancato anche dai Il primo gol in EL
l’Olimpico. La Lazio torna da di Conceicao la quarta sconfitta calcio e va vicina anche al rad- cambi di Conceicao (dentro Vi- fotografa la sua
Oporto con una sconfitta di mi- stagionale. Nonostante le assen- doppio con Milinkovic. Che si li- tinha e Galeno per gli ammoniti crescita: ottimo
pure da
sura che conferma i progressi ze pesanti di Immobile, Lazzari bera al tiro con la sua solita clas- Grujic e Vieira) pigia sull’accele-
Ibiancocelesti evidenziati ultimamente dalla ed Acerbi, infatti, la Lazio si cala se, ma poi conclude senza la ne- ratore sfiorando anche la terza
rapinatore d’area.
Diogo Costa gli
siqualificanose squadra di Sarri (al netto del 4-0 nella partita con lo spirito e gli cessaria cattiveria consentendo a rete, sempre con Martinez. La nega il 2-2
rimediato in Coppa Italia dal Mi- atteggiamenti giusti. Squadra Diogo Costa di respingere. Lazio, però, tiene botta, non si (Moro s.v.) .
segnano2golinpiù lan) e che rende ancora possibile compatta, reparti che si aiutano scompone come altre volte le era
5,5 STRAKOSHA Poco reattivo sui
il sogno di proseguire l’avventu- tra loro, palleggio fitto senza di- Esperienza Porto È la sliding capitato. Resta in partita con la
due gol di sul Martinez, gliene nega
● Dopo il 2-1 per la ra europea. Contro il Porto del- sdegnare la costruzione dal bas- door della partita. Il Porto, scam- testa prima ancora che con le però un terzo.
squadra di Conceicao in l’ex biancoceleste Sergio Concei- so e poi le improvvise ripartenze. pato il pericolo, si rimbocca le gambe. E nel finale rimette la te- 5,5 MARUSIC Pepé lo costringe agli
Portogallo, nel ritorno cao la formazione romana gioca L’assenza di Immobile, parados- maniche e riparte. La Lazio inve- sta fuori, sfiorando il 2-2 con Mi- straordinari nel primo temo, meglio su
dell’Olimpico del 24 a viso aperto e si esprime a tratti salmente, dà una mano alla La- ce perde l’ispirazione ed anche le linkovic, Zaccagni e Anderson. Il Galeno nella ripresa.
febbraio la Lazio per anche meglio dei più quotati av- zio perché il tridente leggero (Pe- misure tra i reparti. La squadra si doppio confronto col Porto è an- 5 LUIZ FELIPE Salva un gol su Pepé,
qualificarsi dovrà vincere versari. Peccato che la fase difen- dro, Anderson e Zaccagni si allunga e viene infilata sulle fa- cora tutto da giocare. Ma proprio ma poi non riesce ad opporsi su
Martinez sia sull’1-1 sia sul 2-1.
con due gol di scarto (con siva dei sarriani resti il loro in- scambiano spesso di posizione) sce, in particolare su quella de- Zaccagni non ci sarà: ammonito, 5,5 PATRIC Si scioglie quando il
uno si va ai supplementari guaribile tallone d’Achille. Così a non dà punti di riferimento alla stra dove Joao Mario impazza e verrà squalificato. Porto preme sull’acceleratore. Bene
visto che non c’è più la cavallo dei due tempi il Porto rie- difesa del Porto e finisce per con- Otavio gli regge il gioco. Ma an- © RIPRODUZIONE RISERVATA nei disimpegni.
regola del valore doppio sce a ribaltare la gara e a portare fonderla. La Lazio è più proposi- che sulla sinistra il Porto non è 5 RADU Buca l’intervento da cui
per i gol in trasferta). a casa una vittoria che le dà un
piccolo ma importante vantag-
tiva, il Porto non sa come pren-
derle le misure. Il vantaggio della
da meno, soprattutto con Pepè
nel primo tempo e poi con Gale- s TEMPO DI LETTURA 2’48”
nasce l’azione dell’1-1. In difficoltà sia
su Otavio sia su Pepè.
6 HYSAJ Ci mette una pezza in un
paio di occasioni.
6,5 MILINKOVIC Ha la palla del 2-0,
Il dopo partita potrebbe sfruttarla meglio, poi sfiora il
gol di tacco. Tiene in piedi la baracca.
6 LEIVA Vieira gli si appiccica

Sarri: «Un passo avanti per personalità»


addosso, ma riesce a barcamenarsi.
Cresce nella ripresa fino al cambio.
6 CATALDI Suona la carica nel finale
per inseguire il pareggio.
6 LUIS ALBERTO L’assist per il gol di
Il tecnico: «Ma dovevamo iniziare pensare a Udine. Il Porto è una mo acquisendo le idee del mi- Zaccagni, accelerazioni interessanti.
Meno bene in chiusura. (BASIC s.v. )
squadra forte, negli ultimi 11 ster, dobbiamo essere più con-
meglio la ripresa. Ora però bisogna mesi ha eliminato la Juventus e il creti e creare di più. Penso che 6,5 PEDRO Affondi, rientri e
conversioni. Si fa valere anche in fase
confermarsi nella gara di Udine» Milan dalla Champions, non è possiamo farlo». difensiva. (CABRAL s.v.)
semplice venire a giocare in casa 5,5 F. ANDERSON Qualche spunto,
loro. A livello di mentalità e di Il Mago e la Spagna In un’in- ma è troppo timido nelle occasioni che
2-0». Il tecnico non elude gli certezze sembriamo in crescita tervista di ieri mattina su Twich contano. Ci prova alla fine prima di
di Nicola Berardino uscire.
aspetti grigi della prestazione dei ora dobbiamo evitare ricadute e a Jijantes Fc, Luis Alberto ha riaf-
aurizio Sarri ha tutte biancocelesti: «Se devo fare un per questo ripeto che dobbiamo fermato la sua voglia di Spagna. 6 ALL. SARRI Lazio che non sfigura

M
contro una nobile europea. Scelte
le ragioni per mettere appunto è l’approccio non catti- pensare solo a Udine». Con possibili scenari di mercato giuste prima e durante la partita.
in evidenza gli aspetti vissimo all’inizio del secondo che potrebbero riaprirsi. «Mi
positivi della prova tempo. Quando abbiamo preso Fiducia Pedro si proietta verso piacerebbe tornare in Spagna,
G L I A R B I T R I
della Lazio nonostan- il gol dello svantaggio abbiamo il ritorno con ottimismo: «La ho tanta voglia: lo farei per star
te la sconfitta subita in rimonta sbandato per cinque minuti nel partita è aperta per il ritorno. Su meglio sia fisicamente sia psico- di nic.ber.
contro il Porto. «Abbiamo fatto finale abbiamo avuto la palla per un campo difficile abbiamo cre- logicamente, sarebbe un’idea.
5,5 GOZUBUYUK (Arbitro) Vicino
un passo in avanti a livello di pareggiarla con Felipe Ander- ato delle occasioni importanti. Ho ancora tre anni di contratto,
all’azione. Inflessibile nel distribuire
personalità contro una squadra son». Il pensiero va al ritorno Penso che davanti ai nostri tifosi c’è tempo per tornare». ammonizioni, ma non recapita il
forte e in uno stadio difficile. Di- dell’Olimpico anche se prima c’è possiamo fare una buona partita © RIPRODUZIONE RISERVATA secondo giallo a Galeno per un fallo
spiace aver chiuso il primo tem- una partita di campionato. e ribaltarla. Dobbiamo cercare di su Felipe Anderson
po sull’1-1 perché abbiamo avu-
to le occasioni per segnare il
«Quella di ritorno sarà una gara
difficile, ma ora dobbiamo solo
Guida Maurizio Sarri, 63 anni,
prima stagione alla Lazio GETTY
più la porta, ma sono due mesi
che stiamo giocando bene. Stia- s TEMPO DI LETTURA 1’39”
6 VAN ZUILEN (Assistente)
6 BALDER (Assistente)
https://overpost.biz https://overday.info
20 V E NE R D Ì 1 8 F E B B R A I O 2 02 2 L A GAZZE T TA DE L LO S P O RT

SERIE A

Roma senza benzina


I giallorossi
non corrono
Ora serve
più intensità
La media-gara di 104,293 km
condizionata dalla strategia di Mou
l’Atalanta con 110,022). Insom- che spesso e volentieri «conge- gente che va quando trova spa-
di Andrea Pugliese
ma la Roma durante una gara la» la manovra, lasciando l’ini- zio per andare, il che inevitabil-
ROMA
corre come le squadre di medio- I problemi ziativa agli avversari e difenden- mente dovrebbe portare i giallo-
è una Roma che fatica bassa classifica. Anzi, meno di Fase difensiva poco do di reparto, il che è sicura- rossi ad avere numeri migliori di

C’
negli approcci alle tutte loro, se è vero come è vero mente meno dispendioso dal quelli attuali. È una corsa modu-
partite e che spesso e che in fondo alla classifica, da- aggressiva e squadra punto di vista fisico ed atletico lata quella della Roma, ma evi-
volentieri regala i pri- vanti ai giallorossi, ci sono a risa- lenta in fase di che non andare a marcare a uo- dentemente modulata al ribas-
mi 10-15 minuti di lire Udinese (104,812), Sassuolo mo, a tutto campo, come fa ad so.
impostazione: in A
L’ANALISI gioco senza neanche sapere il
perché. E c’è un’altra Roma, che
(104,979), Bologna (105,139) e
Salernitana (105,514). nessuno fa peggio
esempio il Verona che domani
scenderà in campo all’Olimpico La staticità Spesso e volentie- I NUMERI

11
poi è ovviamente la stessa degli (e che infatti è quinto in questa ri, infatti, quando si tratta di fare
In difesa approcci sbagliati, che quando si I motivi Ma come mai i giallo- classifica, con 109,259 chilome- la partita la Roma è troppo fer-
L’impostazione rialza da quelle false partenze fa- rossi hanno così poca benzina tri di media a gara). È anche ve- ma, lenta nell’impostazione,
difensiva di tica poi anche nel carburare, nel da mettere sul prato verde in ro, però, che proprio il calcio di compassata nella ricerca degli
Mourinho lascia far girare a pieni giri il motore ogni gara? Un po’ dipende dalla Mou prevede ripartenze im- spazi e nella dettatura delle Le sconfitte
spesso e per tutto il corso della partita. strategia di gioco di Mourinho, provvise, attacchi agli spazi, eventuali traiettorie di passag- già incassate da
volentieri il Insomma, la Roma di Mourinho gio, fattispecie che prevede mo- Mourinho in
pallone è una Roma statica, spesso pre- vimenti, contromovimenti, un questa stagione.
CONFERENCE LEAGUE -ANDATA PLAYOFF
all’avversario, vedibile, che vive di fiammate e moto quasi perpetuo che invece Di queste 9 in
difendendo di ripartenze improvvise, ma che non appartiene alle corde dei campionato, una
poi è lenta e compassata nella giallorossi. Insomma, quando
reparto e non
uomo contro manovra, soprattutto quando è Vincono Psv Eindhoven, RAPID VIENNA (AUT) MIDTJYALLAND (DAN)
c’è da creare gioco la squadra di
in Coppa Italia
e una in
VITESSE (OLA) PAOK SALONICCO (GRE)
uomo. Il che è lei che deve andare a fare la par- Marsiglia e Leicester 2-1 1-0
Mourinho è troppo statica, sen- Conference
una difesa più tita. E che il motore della Roma za eccessivo dinamismo, il che la League
statica che non abbia benzina a sufficienza ● Ieri si è giocata l’andata dei playoff della Conference rende anche prevedibile nelle
FENERBAHCE (TUR) PSV EINDHOVEN (OLA)

18
dinamica ce lo dicono anche le statistiche. League, il 24 febbraio in programma il ritorno. Le squadre letture. Ci vorrebbe più intensi-
Una in particolare, quella dei che si qualificheranno si andranno ad aggiungere alle otto SLAVIA PRAGA (REP. CECA) MACCABI TEL AVIV (ISR) tà, più voglia di andare a pren-
In attacco chilometri percorsi in media in già di diritto sgli ottavi di finale: oltre alla Roma ci sono 2-3 1-0 dersi gli spazi. E anche più velo-
Basilea (Svi), Az Alkmaar (Ola), Copenaghen (Dan), Lask
In fase offensiva ogni partita, dove la squadra di Linz (Aut), Feyenoord (Ola), Rennes (Fra) e Gent (Bel). La cità di pensiero, anche in fase di
la Roma tende a Mourinho è desolatamente ulti- finale è in programma all’Arena Kombetare di Tirana, in
SPARTA PRAGA (REP. CECA) CELTIC (SCO) impostazione, il che renderebbe I gol
ripartire, ad ma tra le venti di Serie A. Albania, il 25 maggio prossimo. Questi i risultati e i PARTIZAN BELGRADO (SER) BODO/GLIMT (NOR) sicuramente la squadra più pro- segnati da
andare e marcatori delle partite di ieri: Psv Eindhoven- 0-1 1-3 duttiva nella fase offensiva. La Abraham con la
attaccare egli La classifica Già, è proprio Maccabi Tel Aviv 1-0: Gapko all’11’ p.t.; verità è che la Roma corre poco Roma. Gli altri
Fenerbahce-Slavia Praga 2-3: Traoré (S) al 45’
spazi. Il che così, nessuno nel nostro cam-
p.t.; Pelkas (F) al 13’, Dorley (S) al 17’, Lingr (S) al 19’,
LEICESTER (ING) MARSIGLIA (FRA) un po’ per scelta, un po’ per ne- attaccanti
dovrebbe far pionato corre di meno della Kadoglu (F) all’38’ s.t.; Midtjyalland-Paok RANDERS (DAN) QARABAG (AZE) cessità ed un po’ perché eviden- giallorossi ne
correre di più squadra giallorossa. Che percor- Salonicco 1-0: Andersson al 20’ p.t.; Rapid temente non è predisposta a far- hanno fatti 20
4-1 3-1
la squadra re esattamente 104,293 chilome- Vienna-Vitesse 2-1: Druijf (R) al 1’, Grull (R) al 16’ p.t; lo. Per cambiare il corso della in cinque
tri a partita, oltre otto in meno Openda al 29’ s.t.; Marsiglia-Qarabag 3-1: Milik (M) Le partite di ritorno si giocano il 24 febbraio stagione bisogna migliorare an-
rispetto alla capolista di questa al 41’ e 44’ p.t.; Kady (Q) al 40’, Payet (M) al 47’ s.t.; che in questo. Almeno per non
Leicester-Randers 4-1: Ndidi (L) al 23’, Nelle sfide dei playoff non c’è più la regola del gol in trasferta.
speciale classifica, i cugini della Le vincenti andranno a sfidare negli ottavi le squadre già essere più mestamente ultimi.
Hammershoy-Mistrati (R) al 45’ p.t.; Barnes (L) al 4’, Daka
Lazio, che in ogni partita di chi- (L) al 10’, Dewsbury-Hall (L) al 29’ s.t.; Celtic- qualificate: la Roma, ma anche Az Alkmaar (Ola), Basilea (Svi), © RIPRODUZIONE RISERVATA
lometri ne percorrono 112,718 Bodo/Glimt 1-3: Espejord (B) al 7’ p.t.; Pellegrino (B) al Copenaghen (Dan), Feyenoord (Ola), Gent (Bel), Lask Linz (Aut)
(alle loro spalle l’Inter con
110,88, il Venezia con 110,259 e
10’. Maeda (C) al 34’, Vetlesen (B) al 36’ s.t.; Sparta
Praga-Partizan 0-1: Menig al 33’ s.t.
e Rennes (Fra). Il 25 febbraio ci sarà il sorteggio degli ottavi,
che si giocheranno il 10 e il 17 marzo. s TEMPO DI LETTURA 3'03’’

La novità a Trigoria

E i Friedkin varano l’iniziativa «digitale» per il derby


Chi ha fan token romanisti potrà sciarpa speciale in edizione li- dai gettoni digitali, continua ad attorno a quattro messaggi
mitata. Se fino a questo punto si avere per i tifosi: questi ultimi, d’amore: «Tu sei sempre mia»,
scegliere la frase da apporre su una tratta di un’iniziativa certa- pian piano, riescono sempre «Non mi stanco mai di te», «Io
sciarpa speciale per la sfida alla Lazio mente apprezzabile, ma vista più a incidere sul mondo della non vivo senza te» e «Cammi-
più volte nel mondo del calcio, Roma. Si era visto per esempio nerò insieme a te». A votazione
minciano a prendere piede al- è il passo successivo che avvici- con il nome da dare al nuovo conclusa, la sciarpa sarà dispo-
di Matteo Nava
cune iniziative. L’attesa, insom- na la società ai propri tifosi. I campo da calcio – Amedeo nibile negli store ufficiali ap-
MILANO
ma, inizia già a montare nella sostenitori potranno infatti sce- Amadei – e, dopo diverse ini- punto per un periodo limitato.
l derby di Roma, si Capitale, ma non solo. gliere la frase che si leggerà sul- ziative, lo si rivede anche in oc- Da qualche giorno, fino alle

I
sa, è molto più di una la sciarpa tramite un sondaggio casione dell’attesissimo derby prossime settimane, il sondag-
semplice stracittadi- Il sondaggio Da questo pun- che è già stato lanciato nei gior- contro gli eterni rivali della La- gio collegherà quindi San Va-
na. È l’appuntamen- to di vista, probabilmente per il ni scorsi dal club giallorosso. La zio, attualmente in programma lentino all’appuntamento di fi-
to cruciale di una ri- fatto che la squadra che gioche- modalità è la solita, riservata a per il fine settimana del 20 ne marzo, il derby Roma-Lazio.
valità che infuoca da sempre la rà ufficialmente in casa sarà la coloro che possiedono i fan to- marzo, ma con data e orari della D’altronde, l’amore dei tifosi
Capitale di giorno in giorno, nel Roma, è dall’ambiente giallo- ken della Roma sulla piattafor- 30a giornata di Serie A ancora romanisti per la propria squa-
corso di tutta la stagione agoni- rosso che è nata un’idea che va- ma Socios: sull’applicazione è da definire. dra non può che trovare il suo
stica: durante le partite, a scuo- le la pena sottolineare. Con lar- infatti possibile esprimere la apice nel giorno del derby.
la, al lavoro, in vacanza. Così, go anticipo il club della famiglia propria preferenza tra le diver- Le frasi Prendendo spunto © RIPRODUZIONE RISERVATA
quando manca ancora oltre un Friedkin ha infatti annunciato se opzioni a disposizione. Si dalla giornata di San Valentino
mese alla sfida di ritorno di Se-
rie A tra Roma e Lazio, già co-
che per l’occasione verrà pro-
dotta e commercializzata una Il tecnico Jodé Mourinho LAPRESSE
tratta dell’ennesima prova del-
l’attenzione che il club, spinto
di lunedì scorso, la scelta in ma-
no ai supporter giallorossi ruota s TEMPO DI LETTURA 1’39’’

https://overpost.org
VENERDÌ 18 FEBBRAIO 2022 LA GAZZETTA D ELLO S P O RT 21

SERIE A

Atupertucon...

Montipò
IDENTIKIT
Lorenzo
Montipò
NATO A NOVARA
IL 20 FEBBRAIO 1996
RUOLO PORTIERE

«VERONA È IDEALE
ALTEZZA PESO
1,91 cm 82 kg
● È cresciuto nel Novara con
cui ha debuttato in prima

PER POTER SOGNARE


squadra, in B, a 17 anni. Le
tappe con Robur Siena e
Carpi prima del ritorno al
Novara. Tre stagioni a

ANCHE LA NAZIONALE»
Benevento: promozione in A
nel 2020. Nella scorsa estate
è passato al Verona: prestito
con obbligo di riscatto.

STAGIONE SQUADRA P G

Il portiere gialloblù: «Qui posso rimanere 2012-15


2015-16
NOVARA
ROBUR SIENA
4
32
0
0

ad alti livelli per anni. Arrivato tardi in A? 2016-GEN 17 CARPI


GEN 2027-18 NOVARA
0
43
0
0

Sono orgoglioso della gavetta in B e in C» 2018-21


2021-22
BENEVENTO
VERONA
98
22
0
0

di Fabio Bianchi
capisco poco di musica. Ogni 3 Anche se ha solo 25 anni, l’av- è molto fisico e allo stesso tempo
tanto la rinnoviamo, ma Emi- ventura comincia a farsi succo- molto tecnico. E ha già segnato
INVIATO A VERONA
nem ci deve essere sempre, e di sa ora. Dove è stato tutto questo tantissimo per essere al primo

A
solito la canzone “Mocking- tempo? anno in italia. Giocarci contro è
bird”». «Sono arrivato un po’ tardi per- una grande opportunità per me:
ché son partito dal basso. Ma so- io le sfide le vedo così».
3 Intervistato subito dopo no orgoglioso di aver fatto la ga-
l’esordio, suo padre disse: “Pri- vetta in C e in B. Mi ha aiutato 3 Qual è l’attaccante che l’ha
ma la scuola, è fondamentale, molto e so che posso migliorare impressionata di più?
non so nemmeno se da grande ancora. Anche quando ho fatto «Humm, forse Giroud. Contro
un certo punto, all’ennesima farà il calciatore”. Lei invece ne l’Europeo con l’Under 21 ero di noi ha fatto uno stupendo gol
prodezza, il telecronista si è era già sicuro? l’unico a giocare in Serie B, con di testa, ne è stata sottovalutata la
messo a citare il bel tormentone «No, non avevo capito in che Tonali che però era già conside- difficoltà. È davvero un grande
della Rappresentante di Lista: mondo sarei andato a finire. Il rato un giocatore di grande pro- attaccante e sta dimostrando che
«Con le mani, con le mani, con i direttore mi voleva fare a tutti i spettiva. Di Biagio ha avuto fidu- vale ancora tanto. Complimenti
piedi, con i piedi, ciao ciao. costi un contratto, ma i miei mi cia in me e lo ringrazierò sem- al Milan, non molti avrebbero
Prende tutto». Ci stava bene: Lo- imposero prima lo studio e vole- pre». scommesso su di lui. E poi ha
renzo Montipò ha parato davve- vano che aspettassi almeno i 18 In ascesa Lorenzo Montipò, sfatato pure il tabù della maglia
ro di tutto contro l’Udinese, sen- anni. Non avevo nemmeno un 3 Non facile sostituire gatto Sil- 26 anni da compiere numero 9 rossonera».
za fare uso della terza strofa. Sor- procuratore. Poi presi Fontana, vestri, un beniamino dei tifosi. dopodomani, in campionato
ride: «Mi hanno mandato il vi- ancora oggi con me, e partì l’av- Ha trovato diffidenza, ha sentito ha una media voto di 6,29 IPP 3 E dei compagni?
deo, divertente. L’intervento più ventura». pressione? «Dire gli attaccanti, con tutti le
difficile? Quello del secondo «Sinceramente no. E comunque reti che segniamo, sarebbe facile
tempo con Deulofeu con la ma- nel calcio si vive di pressione, e stare la Nazionale: dopo l’Under, ora. Ma se devo scegliere in rap-
no sinistra, il tiro era da due pas-
si e molto forte».
SocialClub noi portieri la viviamo più di al-
tri. Qui a Verona sono stato subi-
è un sogno che coltivo da molto e
spero di arrivarci prima o poi. Ci
porto a età e qualità, dico Ivan
Ilic. È un 2001, mi impressiona
Al Madison per il basket to accolto bene da tutti. Sono ar- vuole ambizione e il posto giusto Giroud è stato la personalità che mette in cam-
3 Dicono che sia partito con rivato che ero infortunato, ma il per soddisfarla. Verona può es-
l’avversario più po: come se giocasse in A da an-
una prodezza, a 17 anni e 2 me- gruppo mi ha dato molta fiducia sere il posto giusto». ni. In generale comunque non
si… sempre, ora percepisco che con pericoloso. Ci fece mi aspettavo compagni così for-
«L’esordio in B lo ricordo come me si sente al sicuro. Siamo cre- 3 In società invece si tengono i un gol stupendo ti, anche quelli che subentrano
se fosse oggi: Novara-Lanciano, sciuti tanto, e insieme. I tifosi mi piedi per terra e si continua a sono di grande qualità. E Tudor
il mister mi disse che avrei gio- hanno persino dedicato un coro parlare di salvezza, ma i numeri aiuta tutti a esprimerla. Ci ha da-
cato solo durante il riscaldamen- a Venezia quando eravamo sotto dicono che si può ambire al- to una svolta sotto il profilo men-
to. Un’emozione unica, qualche di tre gol. Detto questo, Marco l’Europa. O no? tale. Diciamo che è un bel mar-
minuto di panico e poi basta. Sì, (Silvestri, ndr) è un grande nu- «Sognare è lecito, noi intanto tello. Ci spinge ad andare oltre i
ho fatto una bellissima parata sul mero uno, ma io sono arrivato puntiamo a restare in A. Poi se Domani contro nostri limiti e questo lo si vede in
lato destro con la mano di richia-
mo. Ogni tanto la vado a rivedere
qui con le idee chiare: per salvare
il Verona e puntare in alto».
nelle prossime due giornate arri-
viamo a 40, magari si possono Abraham? Per me partita, perché pressiamo per 90
minuti e cerchiamo di imporci a
perché mi dà tanta carica». fissare nuovi obiettivi». affrontarlo è una livello fisico. Anche all’Olimpico
● Montipò e la passione per il 3 Hellas trampolino di lancio? grande occasione ci proveremo».
3 Che altro le dà carica? basket. Eccolo, su Instagram, «Assolutamente sì. Trampolino 3 Intanto domani c’è già uno © RIPRODUZIONE RISERVATA

«Ho una play list di una dozzina con la fidanzata Eleonora, per per restare ad alti livelli in A, ma- scontro europeo con la Roma. Lorenzo Montipò
di canzoni che mi prepara la mia
fidanzata Eleonora, perché io
New York Knicks-Atlanta Hawks
al Madison Square Garden.
gari anche rimanendo qui per
anni. Ma soprattutto per conqui-
Studiato Abraham?
«Sì, chiaro. È pericoloso perché
Portiere del Verona
s TEMPO DI LETTURA 4’05”
https://overpost.biz https://overday.info
22 V E NE R D Ì 1 8 F E B B R A I O 2 02 2 L A GAZZE T TA DE L LO S P O RT

SERIE A IL BLOG

BOLOGNA
Saputo e i senatori
i video e Mihajlovic:
di Matteo Dalla Vite
BOLOGNA

a città bolle. Inutile far

L
finta di niente. Stri-

ora nessun dorma


scioni dei gruppi ultrà
bipartisan, responsa-
TRE BIG bilità che abbracciano
tutti, sette sconfitte nelle ultime 9
IN CAMPO gare, attenuanti da considerare
(gennaio pieno di quarantena e
Covid e... vuoto anche per l’as-
senza di 11 giocatori) ma soprat-
Il n°1 arriva domani per la gara decisiva
tutto classifica da muovere e
scosse da dare. Subito. con lo Spezia: sbagliare non si può più
Identità e diktat Il tempo del-
le critiche post ennesima sconfit-
ta è quasi esaurito: ora Sinisa
Capitano Mihajlovic sa benissimo di dover
Roberto ritrovare l’identità di squadra, la Bologna ricorda
Soriano, forza (anche in sé) trainante e an- il grande Dall’Ara
31 anni, che quei tre punti che potrebbero Allo spettacolo “Commendator
capitano del parzialmente mettere a posto le Paradiso”, di Giorgio Comaschi
Bologna cose. In due gare il Bologna - quel e dedicato al presidente Renato
dall’estate Bologna che a fine girone d’an- Dall’Ara, andato in scena
scorsa data aveva agguantato 27 punti, mercoledì sera, c’erano anche
record personale - si gioca la pos- Gianni Morandi e Mariolina
sibilità di fare un campionato di- Bernardini, figlia del tecnico
verso dal solito. Il tutto contro lo dello scudetto del ‘64
Spezia in casa e la Salernitana in
trasferta. In tutto questo, domani
arriverà Joey Saputo: manca dal
18 dicembre e un girone fa la
scossa la diede esautorando Wal-
Vice ter Sabatini nel giro di poche ore
dopo il ko contro l’Empoli. Tipo

Bologna, la scos
Lorenzo De
Silvestri, mai fuori dalle righe, il n°1 italo-
33 anni, canadese, ma l’interventismo sa
vicecapitano: cos’è. Al suo arrivo, il presidente
rientra del Bologna avrà colloqui sparsi:
dopo la sulla questione-stadio (Dall’Ara e
squalifica temporaneo) ma indirizzati al
voler capire senza se e senza ma il
perché di un periodo terribile
sotto il punto di vista dei risultati.
Il tema prioritario, quindi, sarà:
sbagliare non si potrà più.
forma fisica che sta riemergendo a tornare al modulo più caro, il 4- Tifosi e Morandi La città in-
3-4-3 e... 4-2-3-1 Intanto, il - per troppe settimane è sembra- 2-3-1. Tempo al tempo. tanto ribolle, in un senso o nel-
primo scossone annunciato che ta essere andata in vacanza. Il 3- Varianti l’altro. Per domenica mattina (al-
Bomber Sinisa Mihajlovic ha voluto dare 4-3 è la nuova frontiera per ri- Contro lo Spezia I Sinisa da campo In tutto le 10) è stato organizzato un ra-
Marko in queste settimane è stato tatti- prendere in mano la situazione: questo, il ruolo dei senatori (che duno davanti ai cancelli di Ca-
Arnautovic, 32, co: ne aveva parlato a giochi non ad ogni calo vistoso, Sinisa ha avanti col 3-4-3 avrebbero avuto un incontro con steldebole da due gruppi della
al Bologna da ancora provati, lo ha proposto 8’ Gazzetta.it sempre edificato una nuova via, ma Sinisa prima alcuni tifosi) sarà decisivo: Medel Curva con l’obiettivo di sostenere
questa stagione: contro l’Empoli, un po’ di più Sul nostro sito e questo tridente sarebbe già il è squalificato ma gli altri, da So- la squadra. Intanto, Gianni Mo-
finora ha contro la Lazio (sabato scorso) e potete quinto modulo adottato da o poi vorrà tornare riano ad Arnautovic e De Silve- randi ha la soluzione dopo il ter-
segnato per tutta la settimana ci ha lavo- trovare notizie, quando è a Bologna. Le prove da a fare il 4-2-3-1 stri, saranno i Sinisa da campo: zo posto a Sanremo con “Apri
solamente 6 gol rato assieme ai giocatori, provan- approfondimenti campo sono state accompagnate guidare è la parola-chiave. Per, tutte le porte”. «Ora - dice a E’tv
do e riprovando, attrezzando un interviste e da video, teoria e pratica, qual- soprattutto, ritrovare quella ten- - serve chiudere le porte, non
gioco che possa portare più pro- “flash news” che giorno fa e ieri (più sull’av- denza a imporsi piuttosto che - prendere più gol e spalancare
posizione e meno gioco d’attesa anche sul versario) ma resta il fatto che il come negli ultimi tempi - adat- quelle degli avversari». Le cose
ma anche servire di più il proprio campionato “new style” del Bologna sta na- tarsi per poi proporre. Tre anni più semplici, come sempre, sono
centravanti quando le cose biso- di Serie A scendo e che - ballottaggi a parte fa, Sinisa prese il Bologna e lo ri- anche le più sagge.
gna farle senza tanti fronzoli. Il - il 3-4-3 dovrà essere il nuovo baltò anche nell’autostima: la © RIPRODUZIONE RISERVATA

tutto con sedute video, esercita- propulsore per la ripartenza. Ma stessa cosa sta succedendo in
zioni, continui coinvolgimenti e
l’adrenalina che - assieme a una
attenzione: prima o poi, e magari
più poi che prima, Sinisa proverà
questi giorni che mancano alla
gara decisiva contro lo Spezia. s TEMPO DI LETTURA 2’31”

Ancora un ko Salernitana d’assalto

Lezzerini, altra botta nio di Torino è il terzo all’interno


di un anno “horribilis”: il 6 feb-
braio 2021 ha riportato nel match
Nicola vuole qualità
Lesione muscolare di Frosinone la rottura del lega-
mento crociato anteriore e del
menisco esterno del ginocchio
Bonazzoli cerca
Ora tocca a Romero destro con intervento a Villa
Stuart a Roma. Dopo il rientro
con l’Udinese a fine agosto, Lez-
il primo gol all’Arechi
Si è rotto il tendine del retto femorale: zerini si è infortunato alla schie- Il nuovo tecnico dovrà fare a meno di Verdi
na a Empoli tanto da essere co-
l’entità dello stop sarà definita da una visita stretto il 15 ottobre a un interven- ma non intende rinunciare alla tecnica
che si terrà in Finlandia lunedì prossimo to mini invasivo di nucleoplastica dei suoi giocatori: l’attaccante vuole stupire
discale percutanea eseguito al-
pleta del tendine del retto femo- l’ospedaleCa’FoncellodiTreviso. mi contrattempi soprattutto per

VENEZIA rale della gamba destra. Lezzerini


sarà visitato lunedì in Finlandia
dal dottor Lasse Lempainen pri-
Luci In questo anno nero a livel-
lo di infortuni, alcuni sprazzi di
SALERNITANA l’infortunio subito da Verdi (affa-
ticamento muscolare), uno dei
giocatori di maggiore talento. Il
ma di intervenire chirurgica- luceperLezzerini:lapromozione Assente Luca Lezzerini LAPRESSE suo forfait sembra inevitabile e
mente. Solo dopo, si avrà un’esat- in Serie A con il Venezia, il ritorno l’allenatore dovrà rivedere i suoi
ta entità sui tempi di recupero, da titolare nel massimo campio- piani. Come giocherà domani se-
di Michele Contessa di Roberto Guerriero
VENEZIA
ma stagione nuovamente com-
promessa a Torino.
nato a Udine e il prolungamento
del contratto fino al 2024 il 19 no-
NUMERO SALERNO
ra la sua Salernitana? L’idea del
4-2-3-1 sembra accantonata, al-

8
ezzerini, sempre sulle vembre scorso. Venezia che ades- oche vittorie, troppi meno per ora; rispetto al recente

L P
montagne russe, tra Stop Il portiere del Venezia si è so si affida a Romero, rientrato gol subiti e un attacco passato nessuna rivoluzione ma
gioie e dolori. Nem- infortunato sabato sera al 33’ del- dall’Argentina per la nascita del mai incisivo hanno solo qualche piccolo accorgi-
meno il tempo di riap- la ripresa, avvertendo un dolore quarto figlio, e Maenpaa, fonda- scandito il cammino mento tattico. Di sicuro Nicola
propriarsi della ma- alla coscia destra dopo un rinvio, mentale lo scorso anno nei della Salernitana ora punteràsuicalciatoridimaggiore
glia da titolare con Empoli, Inter, pochi secondi dopo che Zanetti playoff promozione. obbligata a cambiare passo per qualità. Ci potrebbe essere spazio
Napoli e Torino che il portiere del aveva utilizzato il terzo slot dei © RIPRODUZIONE RISERVATA le presenze stagionali evitare la retrocessione. La mis- per un solo trequartista, Franck
Venezia è costretto a fermarsi cambi. Lezzerini, fasciato, ha re- complessive di Luca Lezzerini sione salvezza di Nicola parte con Ribery in ballottaggio con Perot-
un’altra volta a causa di un nuovo
grave infortunio: lesione com-
sistito eroicamente fino al fino al
fischio finale di Giua. L’infortu- s TEMPO DI LETTURA 1’12” con il Venezia: 6 in campionato
e 2 in Coppa Italia
la sfida più difficile, quella al Mi-
lan capolista, ma anche con i pri-
ti. Il campione francese, quattor-
dici presenze fin qui, ha avuto un

https://overpost.org
VENERDÌ 18 FEBBRAIO 2022 LA GAZZETTA D ELLO S P O RT 23

Il compleanno Sinisa Blucerchiati in cerca di certezze


Mihajlovic compirà gli anni

La vecchia guardia di Giampaolo


(53) domenica, un giorno
prima di Bologna-Spezia,
gara diventata un crocevia
importante per il futuro

Samp, Murru torna protagonista


Il terzino valorizzato nella prima gestione del tecnico a Genova,
lo aveva poi seguìto anche a Torino: ora a Genova è di nuovo titolare

SAMPDORIA
di Filippo Grimaldi
GENOVA

erve una premessa.


I NUMERI I NUMERI
S
C’è un Giampaolo-
bis e un Giampaolo-

28 14
ter. Quest’ultimo
partirà alla fine della
stagione in corso e sarà una di-
retta emanazione della seconda
i punti gestione in corso del tecnico. le gare
in classifica Che, per tirarsi fuori dalle secche disputate in
del Bologna: di una classifica non complicata, questa stagione
27 li ha fatti nel ma neppure tranquilla, ha scelto da Nicola Murru

1
girone d’andata, logicamente di affidarsi ai suoi
l’altro nel uomini, quelli che già aveva co-
ritorno (0-0 nosciuto, valutato e apprezzato
contro l’Empoli nel suo primo triennio di lavoro
a Genova. Il suo ritorno sulla

ssa
in casa). Nelle il gol
ultime 9 gare, la panchina della Samp ha per- realizzato in
squadra di messo a Nicola Murru di ricon- questa stagione
Mihajlovic ha quistare un posto al sole, dopo dal laterale
perso sette un lungo periodo da gregario. sinistro, alla
volte. Da Giampaolo lo schierato terzino Sampdoria
recuperare una sinistro nel 4-3-1-2, con cui ha dall’estate 2021

3
gara, quella travolto il Sassuolo, poi esterno
saltata il 6 alto, sulla stessa corsia, nella ga-
gennaio 2022 ra persa a San Siro contro il Mi-
contro l’Inter lan. Così, da possibile uomo L’unica gioia Nicola Murru festeggia il gol contro il Verona al Ferraris il 27 novembre: con lui Candreva e Thorsby

7
mercato nell’ultima sessione di le stagioni

Clic
gennaio, il giocatore blucerchia- cezionale perché glielo chiedeva rimasta tale anche stavolta a Ge- Prima del ritorno di Giampaolo, vissute da Murru
to s’è riconquistato una maglia, la Samp. Quando nelle settima- nova. A maggior ragione doma- Murru aveva giocato quest’anno nella Sampdoria:
con il merito (tutto suo) di esser- ne precedenti c’erano stati ab- ni, in un appuntamento casalin- solo quattro gare su undici da ti- prima della
i rigori si fatto trovare pronto davanti al- boccamenti con altre società, la go contro l’Empoli che per am- tolare. Alla prima con il nuovo esperienza
subiti dal la chiamata del tecnico. Segno risposta era stata diversa. E in missione stessa della Samp pesa (vecchio) tecnico a La Spezia è attuale e
Per Skorupski Bologna che anche durante la prima par- una situazione di emergenza, moltissimo in chiave-salvezza, entrato nella ripresa, ma poi è dell’anno con il
mini affaticamento in questo te di campionato, con D’Aversa Giampaolo ha puntato anche a perché mette in palio punti pe- stato promosso titolare nelle Torino il terzino
campionato: in panchina, aveva comunque livello difensivo su chi lui stesso santi per allontanarsi da una zo- successive due partite. La Samp aveva vestito la
solo il Sassuolo lavorato bene. Il vero lavoro di aveva plasmato sul piano tattico. na rossa che dista solo due punti, ha perso cinque delle sei sfide di maglia
● Un mini affaticamento è ne ha ricevuti Giampaolo, per sua stessa am- La fiducia riposta sin da quegli ma con l’incognita dei recuperi campionato disputate a gennaio, blucerchiata dal
il motivo per il quale contro missione, quello in cui potrà da- anni in Murru è certificata dal di Venezia e Salernitana. Insom- perdendo terreno e un po’ di au- 2017 al 2020
Lukasz Skorupski sta altrettanti, re plasmare la squadra, dovrà fatto che il terzino aveva seguìto ma, meglio allontanarsi il più in tostima. Murru corre (tanto),
gestendo fra campo e segue lo Spezia iniziare necessariamente soltan- il mister anche a Torino, sebbene fretta possibile, e nasce da qui la pressa e spinge. Inoltre, ben co-
palestra la sua settimana: con sei to l’estate prossima, ma dipende quell’esperienza non si sia poi ragione per cui oltre a Murru do- nosce il calcio di Giampaolo. Il
per poterlo avere in gara, ovviamente dalla permanenza rivelata felicissima. mani toccherà sicuramente an- tempo scarseggia, serve dare
il portiere polacco ha al traguardo del 22 maggio pros- che a Quagliarella e, probabil- un’accelerata.
deciso di non forzare al simo. L’allenatore della Samp è Una certezza Ma la fiducia in mente, a Ekdal in una mediana © RIPRODUZIONE RISERVATA

fine di evitare ricadute. salito sul treno in corsa derogan- un elemento che con lui ha gio- che avrà un ruolo-chiave in una
Bardi si scalda, intanto... do per una volta ai suoi principi,
ma lo ha fatto soltanto in via ec-
cato una settantina di partite
nelle ultime quattro stagioni è
squadra che considera un solo
risultato utile a disposizione. s TEMPO DI LETTURA 2’31”

A gennaio stava per partire I L G U P D I F I R E N Z E

Morte Astori:
rendimento altalenante e non è
ancora andato in gol, l’ultimo lo
ha realizzato proprio al Milan
La svolta di Ekuban modulo (da 3-5-2 a 4-2-3-1) e,
soprattutto, del suo ruolo, han-
no permesso ad Ekuban di
i tre medici
(Fiorentina-Milan 2-3 a marzo).

All’Arechi Il gol è un marchio


Blessin lo rilancia esprimersi al meglio. Sulla fa-
scia, appena dietro Destro, e
non da attaccante puro come
rinviati a giudizio
per falso
di fabbrica di Federico Bonazzoli,
è il bomber della Salernitana
(sette reti in totale, di cui due in
e non lo toglie più era stato impiegato nelle sue
prime apparizioni rossoblù. A
dire la verità, però, Caleb un
● Nell’ambito dell’inchiesta
sulla morte di Davide Astori,
Coppa Italia) ma non è ancora L’italo-ghanese nell’ultimo mercato punto fermo del Genoa lo è da i tre medici coinvolti sono
andato a segno all’Arechi. Farlo tutta la stagione: dei 40 (finora…) stati rinviati a giudizio con
domani, in uno stadio con tanti sembrava destinato a tornare in Turchia giocatori rossoblù impiegati da l’ipotesi di reato di falso. Si
tifosi e sotto lo sguardo del c.t. az- ma l’allenatore tedesco lo ritiene intoccabile inizio anno ad oggi, nella classi- tratta del professor Giorgio
zurro Roberto Mancini atteso a fica per minutaggio lui si piazza Galanti, del medico dello
Salerno, avrebbe per lui un sapo- te italo-ghanese. Arrivato la al 5° posto con 24 partite giocate sport Loira Toncelli e Pietro
re particolare. «Tra le mie idee di
calcio c’è quella di schierare più
giocatori qualitativi possibili, le
GENOA scorsa estate da semi sconosciu-
to con un passato italiano diviso
principalmente tra Chievo, Re-
per un totale di 1519’, dietro solo
a Sirigu, Badelj, Cambiaso e Va-
squez. Più impiegato rispetto a
Amedeo Modesti. L’accusa
punta sulla presunta
falsificazione di un
qualità non sono soltanto tecni- Bomber Federico Bonazzoli, 24 nate e Lumezzane, Ekuban - fi- tre senatori come Destro, Crisci- certificato medico per un
che ma anche fisiche, mentali e no a gennaio - aveva ampia- to e Rovella. Ecco perché al Pen- esame a cui il giocatore,
caratteriali e, quindi, l’intendi- mente deluso le aspettative, an- zo di Venezia, nella partita della trovato senza vita il 4 marzo
di Gregorio Spigno
mento è esprimere il massimo
delle nostre potenzialità» ha det-
NUMERO GENOVA
che a causa di un lungo periodo
di ambientamento evidente-
vita per il Grifone, Ekuban do-
vrebbe ancora far parte dell’un-
2018 nella sua camera di
albergo a Udine dove era in

7
to Nicola nel giorno della presen- a partente a impre- mente necessario. dici titolare: in campionato è trasferta con la Fiorentina,

D
tazione.ConilMilanilprimoesa- scindibile: con l’arri- ancora a secco (un solo gol in in realtà non sarebbe mai
me, da affrontare probabilmente vo di Blessin sulla Cambio di passo A gennaio stagione - in Coppa Italia), ma stato sottoposto. Galanti e
con la stessa difesa e centrocam- panchina del Genoa, sembrava tutto fatto per un suo chissà che non possa essere pro- Toncelli devono rispondere
po di Genova ma con un’idea Ekuban si è (ri)con- ritorno in prestito in SuperLig, prio lui l’uomo della provviden- di una presunta
precisa: credere nell’impresa. quistato il Grifone. Questione di proprio nel Trabzonspor da cui za. falsificazione della data
© RIPRODUZIONE RISERVATA i gol stagionali di Federico un insieme di fattori, tutti deter- l’allora presidente Enrico Pre- © RIPRODUZIONE RISERVATA dell’esame presunto mentre
Bonazzoli in questa stagione: due di minanti, che hanno portato la ziosi l’aveva pescato. Poi la svol- Modesti della distruzione

s TEMPO DI LETTURA 1’12” questi la punta della Salernitana li ha


realizzati nelle gare di Coppa Italia
dirigenza rossoblu a bloccare il
ritorno in Turchia dell’attaccan-
ta: il mix tra la fiducia di società
e nuovo tecnico, il cambio di s TEMPO DI LETTURA 1’12” dello stesso documento.
https://overpost.biz https://overday.info
24 V E NE R D Ì 1 8 F E B B R A I O 2 02 2 L A GAZZE T TA DE L LO S P O RT

https://overpost.org
VENERDÌ 18 FEBBRAIO 2022 LA GAZZETTA D ELLO S P O RT 25

SERIE A LA GUIDA DELLA 26ª GIORNATA


IL 1° PREMIO LA NOVITÀ IL MONTEPREMI
CLASSIFICA BONUS AMAZON 260 MILA EURO
GENERALE SE FAI 100 PUNTI IL FANTA
JAGUAR E-PACE VINCI SEMPRE PIÙ RICCO

Serie A. È a quota nove e nella


storia dei toscani nessuno ci è
LA CLASSIFICA IL PROGRAMMA
riuscito prima di compiere 24 OGGI
MAGICAMENTE anni. La sua carta d’identità SQUADRE PT PARTITE RETI JUVENTUS-TORINO (and. 1-0) ore 20.45
porta il 19 maggio 1999 come G V N P F S
DOMANI
SAMPDORIA-EMPOLI (3-0) ore 15
di Marco Guidi data di nascita. Eppure, MILAN 55 25 17 4 4 50 26
ROMA-VERONA (2-3) ore 18
quando si parla di giovani INTER 54 24 16 6 2 55 20 SALERNITANA-MILAN (0-2) ore 20.45
Pinamonti attaccanti italiani in rampa di NAPOLI
JUVENTUS
53
46
25
25
16
13
5
7
4
5
46
37
17
22
DOMENICA
dà i numeri: lancio, spesso ci si dimentica
del “Pina”, sballottato da un ATALANTA 44 24 12 8 4 46 29
FIORENTINA-ATALANTA (2-1) ore 12.30
VENEZIA-GENOA (0-0) ore 15
quando il calcio prestito all’altro da quando LAZIO
ROMA
42
40
25
25
12
12
6
4
7
9
52
42
39
32
INTER-SASSUOLO
UDINESE-LAZIO
(2-1) ore 18
(4-4) ore 20.45
non è fantacalcio 17enne debuttò tra i pro con
l’Inter. Al fantacalcio, però,
FIORENTINA 39 24 12 3 9 43 34 LUNEDÌ
VERONA 36 25 10 6 9 47 40 CAGLIARI-NAPOLI (0-2) ore 19
contano solo i freddi numeri. TORINO 32 24 9 5 10 31 25 BOLOGNA-SPEZIA (1-0) ore 21
l fantacalcio non sarà E un attaccante da 7,22 di

I
EMPOLI 31 25 8 7 10 38 48
una scienza esatta, Magic media merita la giusta SASSUOLO 30 25 7 9 9 41 44
ma è fatto di numeri.
Impressioni, giudizi
considerazione. Per dire,
Pinamonti fa meglio di Beto,
BOLOGNA
SPEZIA
28
26
24
25
8
7
4
5
12
13
29
27
40
46 27a GIORNATA
tecnici o altre valutazioni qui Muriel, Raspadori, Barrow, UDINESE 24 23 5 9 9 30 40 VENERDÌ 25 FEBBRAIO
contano poco. Andrea Belotti, Morata e molti altri. E SAMPDORIA 23 25 6 5 14 33 42 MILAN-UDINESE (and. 1-1) ore 18.45
VENEZIA 21 24 5 6 13 22 43 GENOA-INTER (0-4) ore 21
Pinamonti potrebbe presto l’Inter corteggia Scamacca:
CAGLIARI 21 25 4 9 12 25 46 SABATO 26 FEBBRAIO
diventare il più giovane stessa età, stessi gol (9), media GENOA 15 25 1 12 12 21 46 SALERNITANA-BOLOGNA (2-3) ore 15
calciatore dell’Empoli ad leggermente superiore (7,39). SALERNITANA 13 23 3 4 16 17 53 EMPOLI-JUVENTUS (1-0) ore 18
andare in doppia cifra in Ma il calcio non è fantacalcio... SASSUOLO-FIORENTINA (2-2) ore 20.45
CHAMPIONS E. LEAGUE CONFERENCE LEAGUE RETROCESSIONE DOMENICA 27 FEBBRAIO
TORINO-CAGLIARI (1-1) ore 12.30
VERONA-VENEZIA (4-3) ore 15

Lo spagnolo SPEZIA-ROMA
LAZIO-NAPOLI
(0-2) ore 18
(0-4) ore 20.45
LUNEDÌ 28 FEBBRAIO

Arte, cavalli
ATALANTA-SAMPDORIA (3-1) ore 20.45
assist e segnato un gol al Genoa,
il primo in Serie A. Conosce il
fantacalcio, ma non ci gioca: 28a GIORNATA
e... Fiorentina
«Quando vado al ristorante o
entro in un negozio, la gente mi VENERDÌ 4 MARZO
dice che mi ha comprato al- INTER-SALERNITANA (and. 5-0) 20.45
l’asta». A Italiano, però, interes- SABATO 5 MARZO

Tutto il mondo
UDINESE-SAMPDORIA (3-3) ore 15
sano solo le prestazioni: «Alva- ROMA-ATALANTA (4-1) ore 18
ro si sente un trascinatore, ha lo CAGLIARI-LAZIO (2-2) ore 20.45
spirito che cerchiamo». Merito DOMENICA 6 MARZO

di Odriozola
della famiglia. Sua madre gesti- GENOA-EMPOLI (2-2) ore 12.30
sce la «Vinoteca Bernardina», BOLOGNA-TORINO (1-2) ore 15
sua zia ha giocato a basket a FIORENTINA-VERONA (1-1) ore 15
VENEZIA-SASSUOLO (1-3) ore 15
buoni livelli, mentre sua cugi- JUVENTUS-SPEZIA (3-2) ore 18
Il terzino si è innamorato na, Nora Azurmendi, è stata due
volte campionessa di pallama-
NAPOLI-MILAN (1-0) ore 20.45

di Firenze e in campo si vede no in Spagna.

Per la gioia dei fantacalcisti Innamorato Basco di San Se-


MARCATORI
bastian, terra di surfisti e tradi- 19 RETI Immobile (Lazio, 4)
impegno, o niente». zioni, Alvaro è cresciuto passeg- 18 RETI Vlahovic (Juve; 17 alla
di Francesco Pietrella Fiorentina, 5)
giando sulla spiaggia della Con-
12 RETI Simeone (Verona)
driozola ha così tanti Sport nel sangue Nel calcio cha, a due passi dalle onde. Sal- 11 RETI Martinez (Inter, 3), Abraham

O
hobby che il pallone si è distinto a tal punto da con- sedine, pallone e cavalli. Con il (Roma, 1)
sembra contorno, vincere il Real a spendere trenta primo stipendio da calciatore si 10 RETI Joao Pedro (Cagliari, 3),
anche se in realtà è il milioni per portarlo al Berna- è comprato un puledro, altra Dzeko (Inter), Berardi (Sassuolo, 3)
suo “core business” beu. Ora si diverte a Firenze: grande passione. Appena torna 9 RETI Zapata (Atalanta, 3),
Pinamonti (Empoli, 3), Destro
da una vita. «Se mettessi il cal- «L’ambizione è tutto per un cal- a casa se ne va al maneggio e (Genoa), Scamacca (Sassuolo),
cio su una bilancia vincerebbe ciatore, e qui al Franchi sognia- stacca il telefono: «I cavalli mi Barak (4), Caprari (Verona, 1)
sempre lui». Il resto è curiosità, mo in grande». Soprattutto danno felicità». Dopo una vita 8 RETI Pasalic (Atalanta), Milinkovic-
scoperta. L’ultima foto postata grazie a Italiano, che ha preso alla Real Sociedad, 57 gare e un Savic (Lazio), Ibrahimovic (Milan),
su Instagram lo vede di spalle una tela Viola raggrinzita e l’ha gol, ha giochicchiato tra Madrid Beto (Udinese)
all’Accademia di Firenze. Da- stesa per bene, curando ogni e Bayern. Il suo posto nel mon- 7 RETI Dybala (Juventus, 1), Pedro
(Lazio), Giroud (2), Leao (Milan),
vanti a lui c’è il David di Miche- dettaglio. Ora sogna l’Europa Prima do, ora, ha la sacralità di un mu- Mertens (Napoli, 1), Candreva
langelo, sulla maglia c’è scritto con cognizione di causa, ottavo stagione seo a cielo aperto. Di Firenze (Sampdoria, 1), Raspadori (Sassuolo)
«dream big». Il suo motto in posto a -1 dalla Roma. Lì a de- Alvaro Odriozola, 26 ama gli Uffizi e l’Adorazione dei 6 RETI Malinovskyi (Atalanta),
ogni cosa: Alvaro ama la storia, stra c’è un terzino a tutta fascia anni, è arrivato alla Magi di Leonardo, un quadro Arnautovic (Bologna, 2), Bajrami
l’arte, i monumenti. È stato una che corre e non si ferma: Fiorentina in incompiuto. Quando lo vede si (Empoli, 3), Calhanoglu (Inter, 2),
promessa dello sci e uno stu- «Odriozola si è innamorato prestito dal Real emoziona. Innamorato, sì. Zaccagni (Lazio; 2 al Verona, 1),
Insigne (6), Osimhen (Napoli),
dente mancato, in quanto ha della città». Ormai l’hanno vi- Madrid. Real © RIPRODUZIONE RISERVATA
Pellegrini (Roma), Caputo, Gabbiadini
mollato economia al secondo sto tutti. Arrivato in prestito dai Sociedad e Bayern (Sampdoria), Brekalo (Torino),
anno a causa del pallone. «Odio
le cose a metà. O mi ci metto di
Blancos in estate, 26 anni, ha
giocato 19 partite, sfornato un
le altre sue maglie in
passato LAPRESSE s TEMPO DI LETTURA 2’6” Deulofeu (Udinese)

Il talento emergente

Asllani al centro del progetto Empoli: è lui il dopo Ricci


poli. Classe 2002, dieci presenze Andreazzoli: «Ha le stimmate l’Empoli». Aveva ragione.
di Oscar Maresca
e aiuole come spon-
in A e due ottime prove da titola-
re contro Bologna e Cagliari. Il
CHI È del calciatore importante. Non
sbaglia una partita, dal Dall’Ara a Sogno avverato Lo scorso

L
de, i vasi per le porte. giovane centrocampista ha ere- San Siro. E corre più di tutti. Sia- anno il titolo vinto da protagoni-
Il pallone rimbalza ditato il posto di Ricci, partito mo felici di averlo con noi». sta con la Primavera: 7 gol e 3 as-
sul selciato della piaz- destinazione Torino. Fa il regista, sist in 22 presenze. Ora gioca coi
zetta di Buti. Un ma nella Primavera di Buscè ha Empoli nel destino Alla Bu- grandi da protagonista. A genna-
gruppetto di amici si diverte fino giocato anche mezzala. Lancia, tese i primi calci. Il suo allenato- io 2021 Dionisi l’ha fatto esordire
al tramonto. Colline pisane, imposta, non ha paura dei con- re, Cristiano Filippi, per tutti era tra i pro in Coppa Italia contro il
quattromila abitanti. Asllani ci è trasti. Carattere da vendere. Watson. A Kristjan faceva ripete- Napoli. Un anno dopo guida il
arrivato a due anni con la fami- re ogni esercizio, voleva la perfe- centrocampo dell’Empoli. Da
glia. Mamma impiegata in un Il suo momento Fino a feb- Kristjan zione. E quando riusciva: «Ele- raccattapalle al Castellani a tito-
pastificio, padre operaio. Hanno braio, otto spezzoni in A e tre Asllani mentare, no?». L’Empoli nel de- lare in A. Esempio da seguire.
lasciato Elbasan, quarta città più presenze in Coppa Italia. Anche Nato a Elbasan stino. Da quando ha incrociato Suo fratello Leonardo, otto anni
grande d’Albania, per una vita tre gol in Youth League, dove ha (Albania) il 9 Francesco Pratali: 176 presenze più piccolo, fa il tifo per lui da
migliore. Kristjan ha talento, in realizzato una doppietta alla marzo 2002, si con la maglia dei toscani. Dopo il Buti. In piazza non si parla d’al-
paese lo sanno tutti. Dicono ab- Stella Rossa. Capitano e leader trasferisce a ritiro ha aperto una scuola calcio tro.
bia imparato prima a palleggiare del gruppo. È entrato a Montebo- due anni a Buti a Buti: «Kristjan aveva 6 anni e © RIPRODUZIONE RISERVATA
che a recitare le tabelline. Oggi ro quando aveva sette anni. Nel (Pisa). Dal 2012 batteva i calci d’angolo con en-
Andreazzoli gli ha consegnato le
chiavi del centrocampo dell’Em-
settore giovanile dell’Empoli si è
fatto notare. Lo ha visto anche
Albanese Kristjan Asllani, 19 anni, centrocampista
dell’Empoli: campione d’Italia con la Primavera GETTY
è un giocatore
dell’Empoli
trambi i piedi. Lo volevano tutti,
pure la Fiorentina. Gli consigliai s TEMPO DI LETTURA 1’54”
https://overpost.biz https://overday.info
26 V E NE R D Ì 1 8 F E B B R A I O 2 02 2 L A GAZZE T TA DE L LO S P O RT

MAGIC CAMPIONATO LA GUIDA

I nostri consigli OGGI A TORINO \ ORE 20.45 ALLIANZ STADIUM

JUVENTUS 4-3-3 TORINO 3-4-2-1

Piatek ha il piede caldo 1. SZCZESNY


12. ALEX SANDRO

Alex Sandro non al top


24. RUGANI 25. RABIOT

4. DE LIGT 9. MORATA
5. ARTHUR
11. CUADRADO

Alla Samp super Sensi


7. VLAHOVIC
4. POBEGA
28. ZAKARIA 17. SINGO
9. BELOTTI

10. DYBALA 10. LUKIC 6. ZIMA

Il polacco della Fiorentina è in gran forma 14. BREKALO


38. MANDRAGORA
Il brasiliano della Juventus ha perso smalto 3. BREMER

32. MILINKOVIC
PANCHINA 36 Perin, 27. VOJVODA PANCHINA
23 Pinsoglio, 2 De Sciglio, 13. RODRIGUEZ 1 Berisha, 5 Izzo,
17 Lu. Pellegrini, 14 McKennie, 99 Buongiorno, 26 Djidji,
di Matteo Nava 27 Locatelli, 47 Miretti, 38 Aké, 15 Ansaldi, 77 Linetty, 70 Warming,
MILANO 18 Kean, 21 Kaio Jorge 34 Aina, 28 Ricci, 64 Pellegri, 23 Seck,
bbiamo riassaporato ALLENATORE Allegri 19 Sanabria ALLENATORE Juric

A
l’aria di Champions BALLOTTAGGI Zakaria-McKennie 70-30%, BALLOTTAGGI Belotti-Sanabria 60-40%
Arthur-Locatelli 60-40%, Alex Sandro-De SQUALIFICATI nessuno
League, ma questo Sciglio 60-40% SQUAL. Danilo (1) DIFF. DIFFIDATI Aina, Buongiorno, Djidji e
non è un buon moti- Bernardeschi, Morata INDISPONIBILI Mandragora INDISPONIBILI Fares
vo per dimenticarsi Chiesa (stagione finita), Chiellini (5 giorni), (stagione finita), Praet (60 giorni)
di fare la formazione del fanta- Bernardeschi e Bonucci (da valutare) ALTRI ALTRI Edera, Gemello, Pjaca, Zaza
nessuno DRITTE SÌ Vlahovic NO Alex Sandro DRITTE SÌ Belotti NO Vojvoda
calcio. Ecco quindi qualche sug-
gerimento per la 26a giornata di ARBITRO Massa ASSISTENTI Alassio-Tolfo
campionato, che si apre questa IV UOMO Ayroldi VAR Mazzoleni AVAR Bindoni
sera con la stracittadina sotto la PREZZI 5-260 euro TV Dazn ANDATA 1-0
Mole.

Juventus-Torino In confe- Ritorno Krzysztof Piatek, ex Genoa e Milan, da gennaio alla Fiorentina GETTY
renza Juric ha alimentato le
DOMANI A SALERNO \ ORE 20.45 STADIO ARECHI
chance di vedere un Belotti tito- far bene a tutti. Diaz pare avere Udinese-Lazio Pablo Marì è
lare: e se tornasse con il botto? il fiato corto, non è detto che ancora da capire, da schierare SALERNITANA 4-3-1-2 MILAN 4-2-3-1
Vojvoda non infonde massima splenda. solo se privi di alternative. Basic
fiducia, Alex Sandro ultima- ha un’eredità pesante dalla
mente non sembra più il treno Fiorentina-Atalanta De- doppia squalifica, quindi vale il
55. SEPE
di qualche anno fa: ci sarà ten- miral rischia spesso il cartellino, medesimo discorso. Chi mette-
sione, meglio evitarli. Vlahovic Piatek ha già segnato due volte re in formazione? Beto e Zacca- 19. RANIERI
spera di essere decisivo anche contro la Dea: decisamente me- gni, tira aria di bonus per en- 15. FAZIO
contro i cugini granata. glio il polacco. Martinez Quarta trambi. 13. EDERSON
vive un 2022 complicato e ha 25. DRAGUSIN
Sampdoria-Empoli Sensi clienti scomodissimi all’oriz- Cagliari-Napoli Mertens 30. MAZZOCCHI 16. RADOVANOVIC
9. BONAZZOLI
ha margini per dare sfogo alla zonte, tra cui Boga che vuole su- non vede l’ora di pungere i ros- 7. RIBERY
56. SAELEMAEKERS
sua fantasia e pare rinvigorito bito diventare protagonista. soblù come è ben capace di fare,
18. L.COULIBALY
dall’approdo in blucerchiato, a L’atalantino va messo. Mario Rui pare il meno propen-
9. GIROUD 2. CALABRIA
centrocampo meno ispirato so a prendere “votoni”, tra pa- 11. DJURIC
Ekdal. Per i toscani Viti è in Venezia-Genoa Ampadu è gelle e bonus di ogni sorta. Nei 10. DIAZ 8. TONALI
grande forma, mentre Zu- un talento, ma per il fantacalcio sardi un bel sì per Pavoletti, più 23. TOMORI
rkowski ha visto giorni migliori. forse è presto: potrebbe valere lo dubbi su Altare, che avrà mol-
stesso per Ostigard, meglio dar tissimo da fare contro l’attacco 17. LEAO
79. KESSIE
Roma-Verona Maitland-Ni- loro tempo. Si suggeriscono azzurro. 13. ROMAGNOLI
16. MAIGNAN
les va e non va, Abraham vuole Henry ed Ekuban, reduci da PANCHINA 72 Belec, PANCHINA
continuare il suo ritmo di pro- buone gare e determinati a ripe- Bologna-Spezia Hickey e 31 Gagliolo, 5 Veseli, 21 Zortea, 1 Tatarusanu, 83 Mirante,
14 Di Tacchio, 15 Bohinen, 20 Kalulu, 25 Florenzi, 5 Ballo-
duzione di reti: i fantallenatori tersi domenica. Ferrer sono i due nomi che me- 20 Kastanos, 22 Obi, 24 Kechrida, 19. HERNANDEZ Touré, 41 Bakayoko, 4 Bennacer,
brinderanno. Nell’Hellas c’è Ba- glio promettono per il match 87 Mikael, 88 Perotti, 99 Mousset 33 Krunic, 30 Messias, 27 Maldini,
rak galvanizzato dalla rete dello Inter-Sassuolo Lasciar fuori del Dall’Ara e quindi un bel ALL. Nicola BALL. Ederson-Kastanos 60- 7 Castillejo, 12 Rebic
scorso weekend e in ottima for- Perisic proprio non si può, ac- “più” in pagella: sanno trovare il 40%, Ribery-Perotti 55-45%, Djuric-Mikael ALLENATORE Pioli
60-40% SQUAL. nessuno DIFF. Bonazzoli, BALLOTTAGGI Saelemaekers-Messias 60-
ma, mentre Ilic non sempre rie- cantonare D’Ambrosio potreb- modo di ingraziarsi i Magic alle- Obi INDISPONIBILI M. Coulibaly, Gyomber, 40% SQUAL nessuno DIFF Hernandez,
sce a dare soddisfazione ai Ma- be invece convenire perché non natori. Rimandiamo Bonifazi e Ruggeri, Schiavone, Verdi (da valutare) Bennacer, Diaz INDISP. Kjaer (stagione
gic allenatori. è esattamente un goleador se- Kiwior a quando daranno più ALTRI Capezzi, Delli Carri, Fiorillo, Guerrieri, finita), Gabbia e Ibrahimovic (da valutare)
riale. Tra i neroverdi Berardi è certezze: con loro è meglio non Jaroszynski, Strandberg, Vergani ALTRI Lazetic
DRITTE SÌ L. Coulibaly NO Mazzocchi DRITTE SÌ Bennacer NO Diaz
Salernitana-Milan Maz- già in “doppia doppia” di gol e farsi cogliere dalla fretta.
zocchi sarebbe un azzardo, si assist a 13 turni dalla fine del © RIPRODUZIONE RISERVATA
ARBITRO Fabbri ASSISTENTI Baccini-Rocca
trova dirimpettai letali. Da campionato, Chiriches corre il IV UOMO Baroni VAR Di Paolo AVAR Prenna
schierare Tonali e Coulibaly, un
testa a testa in mediana che può
rischio di faticare parecchio con
le folate nerazzurre. s TEMPO DI LETTURA 2’19” PREZZI 35-100 euro TV Dazn, Sky Sport 201, 202, 251 ANDATA 0-2

DOMENICA A MILANO \ ORE 18 STADIO MEAZZA DOMENICA A UDINE \ O RE 2 0. 4 5 S T ADIO FRIU LI DAC IA ARENA

INTER 3-5-2 SASSUOLO 4-2-3-1 UDINESE 3-5-2 LAZIO 4-3-3

1. HANDANOVIC 1. SILVESTRI

32. DIMARCO 2. NEHUEN PEREZ


14. PERISIC 13. UDOGIE
37. SKRINIAR 22. PABLO MARÍ
20. CALHANOGLU 6. MAKENGO
33. D’AMBROSIO 23. BARELLA 10. LAUTARO 50. BECAO 11. WALACE 9. BETO
9. PEDRO
22. VIDAL 25. BERARDI 5. ARSLAN
91. SCAMACCA
2. DUMFRIES 7. SANCHEZ 21. MILINKOVIC
17. MULDUR 16. MOLINA 10. DEULOFEU 7. F. ANDERSON 23. HYSAJ
18. RASPADORI
16. FRATTESI
21. CHIRICHES 32. CATALDI
3. LUIZ FELIPE
20. ZACCAGNI
23. TRAORE 8. LOPEZ
88. BASIC
47. CONSIGLI 1. STRAKOSHA
PANCHINA 97 Radu, PANCHINA PANCHINA 20 Padelli, 4. PATRIC PANCHINA 25 Reina,
5. AYHAN
21 Cordaz, 6 De Vrij, 56 Pegolo, 24 Satalino, 31 Gasparini, 17 Nuytinck, 31 Adamonis, 26 Radu,
11 Kolarov, 13 Ranocchia, 13 Peluso, 44 Ruan, 4 Zeegelaar, 28 Benkovic, 44 Floriani Mussolini,
36 Darmian, 38 Sangalli, 77 Kyriakopoulos, 4 Magnanelli, 25 Ballarini 93 Soppy, 8 Jajalo, 77. MARUSIC 16 Kamenovic, 8 Akpa Akpro,
6. ROGERIO
47 Carboni, 5 Gagliardini, 20 Harroui, 97 Henrique, 7 Oddei, 24 Samardzic, 37 Pereyra, 28 A. Anderson, 11 J.Cabral,
9 Dzeko, 88 Caicedo 11 Ciervo, 15 Ceide, 92 Defrel 30 Nestorovski, 23 Pussetto, 7 Success 18 Romero, 27 Moro
ALLENATORE Inzaghi ALL. Dionisi BALL. Rogerio-Kyriakopoulos 55- ALLENATORE Cioffi BALLOTTAGGI ALLENATORE Sarri
SQUALIFICATI Bastoni (1), Brozovic (1) 45%, Ayhan-Ruan 55-45% SQUAL. Ferrari (1) Nehuen Perez-Zeegelaar 55-45%, Udogie- BALLOTTAGGI Patric-Radu 60-40%
DIFFIDATI Lautaro, Vidal DIFF. Chiriches, Lopez, Frattesi INDISP. Zeegelaar 55-45%, Beto-Success 60-40% SQUALIFICATI Leiva (1), Luis Alberto (1)
INDISPONIBILI Gosens (7 giorni), Correa Obiang, Romagna, Djuricic, Romagna, Toljan SQUALIFICATI nessuno DIFFIDATI Soppy, DIFFIDATI Luiz Felipe, Marusic e Pedro
(10), Vecino (5) (da valutare) ALTRI Zacchi, Paz, Flamingo, Walace INDISP. Nuytinck (da valutare), INDISP. Acerbi (5 giorni), Lazzari (40),
ALTRI nessuno Abubakar, Samele Santurro (15 giorni) ALTRI Stryger Larsen Immobile (da valutare) ALTRI nessuno
DRITTE SÌ Perisic NO D’Ambrosio DRITTE SÌ Berardi NO Chiriches DRITTE SÌ Beto NO Pablo Marì DRITTE SÌ ZaccagniNO Basic

ARBITRO Fourneau ASSISTENTI Mondin-De Meo ARBITRO Massimi ASSISTENTI Vecchi-Cecconi


IV UOMO Camplone VAR Valeri AVAR Longo IV UOMO Marcenaro VAR Nasca AVAR Margani
PREZZI 19-150 euro TV Dazn ANDATA 2-1 PREZZI 20-40 euro TV Dazn ANDATA 4-4

https://overpost.org
VENERDÌ 18 FEBBRAIO 2022 LA GAZZETTA D ELLO S P O RT 27

D O M A N I A G E N O V A \ O R E 1 5 S T A D I O F E R R A R I S DOMANI A RO M A \ O R E 1 8 S T A D I O O L I M P I C O

SAMPDORIA 4-3-1-2 EMPOLI 4-3-2-1 ROMA 4-2-3-1 VERONA 3-4-2-1

33. FALCONE 1. RUI PATRICIO


29. MURRU 5. VINA

15. COLLEY 24. KUMBULLA

25. FERRARI 2. THORSBY 27. OLIVEIRA 77. MKHITARYAN


6. SMALLING

24. BERESZYNSKI 6. EKDAL 27. QUAGLIARELLA 15. MAITLAND-NILES 4. CRISTANTE


5. SENSI 7. PELLEGRINI 7. BARAK
9. ABRAHAM 5. FARAONI
8. HENDERSON
87. CANDREVA 27. ZURKOVSKI 99. SIMEONE
99. PINAMONTI
30. STOJANOVIC 22. ZANIOLO
10. CAPUTO 61. TAMEZE
16. CASALE
10. BAJRAMI 23. ASLLANI 6. ROMAGNOLI 10. CAPRARI
14. ILIC
21. GUNTER

25. BANDINELLI 42. VITI 13. VICARIO 8. LAZOVIC 96. MONTIPÒ


PANCHINA 1 Audero, PANCHINA 1 Ujkani, PANCHINA 63 Boer, PANCHINA
30 Ravaglia, 26 Magnani, 34 Ismajli, 33 Luperto, 87 Fuzato, 2 Karsdorp, 17. CECCHERINI 12 Chiesa, 22 Berardi,
3 Augello, 11 Sabiri, 13 Conti, 26 Tonelli, 20 Fiamozzi, 17 Veretout, 42 Diawara, 31 Sutalo, 42 Coppola,
88 Rincon, 14 Vieira, 16 Askildsen, 65. PARISI 21 Cacace, 15 Benassi, 7 Verre, 52 Bove, 55 Darboe, 11 Perez, 45 Retsos, 29 Depaoli,
70 Trimboli, 7 Supryaga 5 Stulac, 9 Cutrone, 19 La Mantia, 14 Shomurodov, 64 Felix, 59 Zalewski 30 Frabotta, 24 Bessa, 78 Hongla,
ALLENATORE Giampaolo 11 Di Francesco ALL. Andreazzoli ALLENATORE Mourinho 88 Praszelik, 11 Lasagna, 18 Cancellieri
BALLOTTAGGI Thorsby-Rincon 55-45% BALLOTTAGGI Henderson-Cutrone 60-40% BALLOTTAGGI Maitland-Niles-Karsdorp ALL. Tudor BALLOTTAGGI Faraoni 60-
SQUALIFICATI nessuno DIFF. Bereszynski, SQUALIFICATI nessuno 60-40% SQUALIFICATI Mancini (1) Depaoli 40% SQUALIFICATI nessuno
Candreva, Murru, Rincon, Thorsby DIFFIDATI Ismajli, Marchizza, Zurkowski DIFFIDATI nessuno DIFFIDATI Casale, Gunter, Faraoni, Depaoli,
INDISPONIBILI Askildsen, Damsgaard, Tonelli INDISPONIBILI Haas, Luperto, INDISPONIBILI Spinazzola (30 giorni), Ilic, Veloso, Tudor INDISP. Pandur (3 mesi),
Giovinco, Gabbiadini (stagione finita) Marchizza, Baldanzi, Ekong (da valutare) Ibanez (30), El Shaarawy (7) Dawidowicz (3 mesi), Veloso (da valutare)
ALTRI Yepes, Yoshida ALTRI nessuno ALTRI nessuno ALTRI Terracciano, Florio
DRITTE SÌ Sensi NO Ekdal DRITTE SÌ Viti NO Zurkowski DRITTE SÌ Abraham NO Maitland-Niles DRITTE SÌ Barak NO Ilic

ARBITRO Rapuano ASSISTENTI Giallatini-Mastrodonato ARBITRO Pairetto ASSISTENTI Paganessi-L. Rossi


IV UOMO Santoro VAR Abisso AVAR Dei Giudici IV UOMO Volpi VAR Manganiello AVAR Zufferli
PREZZI 20-150 euro TV Dazn ANDATA 3-0 PREZZI 24-45 euro TV Dazn ANDATA 2-3

D O M E N I C A A F I R E N Z E \ O R E 1 2 . 3 0 S T A D I O F R A N C H I DOMENICA A VE N E Z I A \ O R E 1 5 S T A D I O P E N Z O

FIORENTINA 4-3-3 ATALANTA 3-4-1-2 VENEZIA 4-3-3 GENOA 4-2-3-1

1. TERRACCIANO 1. ROMERO
3. BIRAGHI 55. HAPS

2. QUARTA 32. DUNCAN 32. CECCARONI


21. CUISANCE
4. MILENKOVIC 33. SOTTIL 31. CALDARA
20. NANI
18. TORREIRA 44. AMPADU
29. ODRIOZOLA 22. EBUEHI
19. PIATEK 18. MALINOVSKYI 14. HENRY 20. EKUBAN
5. BONAVENTURA 33. HATEBOER 33. CRNIGOJ
23. DESTRO
36. HEFTI
22. GONZALEZ 15. DE ROON 10. ARAMU 8. AMIRI 27. STURARO
10. BOGA 32. PESSINA 2. TOLOI
55. OSTIGARD

11. FREULER 28. DEMIRAL 11. GUDMUNDSSON 47. BADELJ


3. VANHEUSDEN
1. MUSSO 57. SIRIGU
PANCHINA 69 Dragowski, PANCHINA PANCHINA 1 Maenpaa, PANCHINA
77. ZAPPACOSTA
55 Nastasic, 98 Igor, 23 Venuti, 19. DJIMSITI 57 Sportiello, 31 Rossi, 34 Bertinato, 3 Molinaro, 22 Marchetti, 1 Semper,
17 Terzic, 34 Amrabat, 42 Scalvini, 3 Maehle, 13 Modolo, 19 Ullman, 30 Svoboda, 4 Criscito, 16 Calafiori,
10 Castrovilli, 14 Maleh, 11 Ikone, 13 Pezzella, 7 Koopmeiners, 5 Vacca, 8 Tessmann, 16 Fiordilino, 15. VASQUEZ 5 Masiello, 65 Rovella,
7 Callejon, 8 Saponara, 9 Cabral 88 Pasalic, 20 Mihaila, 9 Muriel 42 Peretz, 9 Nsame, 17 Johnsen 52 Maksimovic, 10 Melegoni,
ALLENATORE Italiano ALLENATORE Gasperini ALLENATORE Zanetti 45 Yeboah, 9 Piccoli, 90 Portanova,
BALLOTTAGGI Quarta-Igor 60-40%, Sottil- BALLOTTAGGI De Roon-Koopmeiners BALLOTTAGGI Ampadu-Vacca 60-40%, 50 Cambiaso ALL. Blessin BALL. Amiri-
Saponara 60-40%, Duncan-Castrovilli-55-45% 60-40%, Boga-Muriel 60-40%, Pessina-Pasalic Nani-Johnsen 55-45% Portanova 60-40%, Gudmundsson-Yeboah 55-
SQUALIFICATI nessuno 60-40% SQUALIFICATI nessuno DIFFIDATI SQUALIFICATI Busio (1), Okereke (1) 45%, Destro-Piccoli 60-40% SQUAL. nessuno
DIFFIDATI Odriozola, Milenkovic, Castrovilli Demiral, De Roon, Zappacosta INDISP. DIFFIDATI Aramu, Kiyine DIFF. Rovella INDISP. Bani (20 giorni)
INDISPONIBILI nessuno Zapata (80 giorni), Miranchuk (10), Palomino INDISPONIBILI Mateju (7 giorni), Lezzerini ALTRI Galdames, Frendrup, Czyborra,
ALTRI Kokorin, Rosati (7), Ilicic (da valutare) ALTRI nessuno (da valutare) ALTRI Sigurdsson, Kiyine Hernani, Ghiglione, Kallon, Buksa
DRITTE SÌ Piatek NO Quarta DRITTE SÌ Boga NO Demiral DRITTE SÌ Henry NO Ampadu DRITTE SÌ Ekuban NO Ostigard

ARBITRO Doveri ASSISTENTI Costanzo-Passeri ARBITRO Orsato ASSISTENTI Carbone-Bresmes


IV UOMO Meraviglia VAR Banti AVAR Liberti IV UOMO Colombo VAR Chiffi AVAR Zufferli
PREZZI 20-180 euro TV Dazn, Sky Sport 202, 213, 251 ANDATA 2-1 PREZZI 10-150 euro TV Dazn ANDATA 0-0

L U N E D Ì A C AGLIARI \ ORE 18 UNIPOL DOMUS LUNEDÌ A BO L O G N A \ O R E 2 1 S T A D I O D A L L ’ A R A

CAGLIARI 3-5-2 NAPOLI 4-2-3-1 BOLOGNA 3-4-3 SPEZIA 4-2-3-1

28. CRAGNO 28. SKORUPSKI

15. ALTARE 6. THEATE


22. LYKOGIANNIS 3. HICKEY
23. CEPPITELLI 2. BINKS
29. DALBERT 21. SORIANO
3. GOLDANIGA 27. GRASSI 10. JOAO PEDRO 5. SOUMAORO 99. BARROW
30. SCHOUTEN
8. MARIN 7. ELMAS 9. ARNAUTOVIC 11. GYASI
14. MERTENS
12. BELLANOVA 30. PAVOLETTI 29. DE SILVESTRI 9. MANAJ
22. DI LORENZO 21. FERRER
20. ZIELINSKI 7. ORSOLINI
25. MAGGIORE
4. DEMME 14. KIWIOR
13. RRAHMANI 28. ERLIC
24. INSIGNE 8. FABIAN RUIZ 10. VERDE
7. SALA
25. OSPINA 94. PROVEDEL
PANCHINA 31 Radunovic, 26. KOULIBALY PANCHINA 1 Meret, PANCHINA 22 Bardi, 43. NIKOLAOU PANCHINA 1 Zoet,
1 Aresti, 19 Gagliano, 12 Marfella, 2 Malcuit, 12 Molla, 31 Dijks, 71 Kasius, 40 Zovko, 15 Hristov,
44 Carboni, 4 Baselli, 33 Obert, 31 Ghoulam, 59 Zanoli, 4 Bonifazi, 33 Pyythia, 14 Viola, 77 Bertola, 6 Bourabia,
39 Kourfalidis, 9 Keita, 14 Deiola, 5 Juan Jesus, 37 Petagna, 20 Aebischer, 10 Sansone, 13. RECA 8 Kovalenko, 33 Agudelo,
6. MARIO RUI
25 Zappa, 20 Pereiro 33 Ounas, 9 Osimhen 91 Falcinelli, 55 Vignato 39 Nguiamba, 18 Nzola, 19 Colley,
ALL. Mazzarri BALL. Altare-Obert 70- ALLENATORE Spalletti ALLENATORE Mihajlovic 29 Salcedo, 22 Antiste
30%, Lykogiannis-Baselli 80-20% SQUAL. BALLOTTAGGI nessuno BALLOTTAGGI Barrow-Sansone 55-45%, ALLENATORE Motta
nessuno DIFF. Strootman INDISP. Rog (2 SQUALIFICATI nessuno Soriano-Aebischer 55-45%. BALLOTTAGGI Maggiore-Kovalenko 60-30%
mesi), Walukiewicz (2 mesi), Strootman (15 DIFFIDATI Anguissa, Demme SQUALIFICATI Medel (1), Svanberg (1) SQUALIFICATI Amian (1)
giorni), Lovato (10); Ceter e Nandez (da INDISPONIBILI Tuanzebe, Lobotka, DIFFIDATI Sansone, Theate DIFFIDATI Manaj, Kiwior
valutare) ALTRI Iovu, Desogus, Palomba, Politano, Anguissa e Lozano (da valutare) INDISP. Dominguez (3 mesi), Kingsley INDISPONIBILI Sher, Bastoni e Leo Sena (7
Cavuoti, Luvumbo ALTRI nessuno (10 giorni), Santander (30) ALTRI nessuno giorni) ALTRI Strelec, Pietra
DRITTE SÌ Pavoletti NO Altare DRITTE SÌ Mertens NO Mario Rui DRITTE SÌ Hickey NO Soumaoro DRITTE SÌ Ferrer NO Kiwior

ARBITRO Mariani ASSISTENTI Meli-Tegoni ARBITRO Marinelli ASSISTENTI Preti-Di Iorio


IV UOMO Marchetti VAR Valeri AVAR Raspollini IV UOMO Cosso VAR Di Bello AVAR Galetto
PREZZI biglietti esauriti TV Dazn ANDATA 1-0 PREZZI 15-100 euro TV Dazn, Sky Sport 201, 202, 251 ANDATA 1-0
https://overpost.biz https://overday.info
28 V E NE R D Ì 1 8 F E B B R A I O 2 02 2 L A GAZZE T TA DE L LO S P O RT

FERRARI

2022

F1­75
https://overpost.org
VENERDÌ 18 FEBBRAIO 2022 LA GAZZETTA D ELLO S P O RT 29

I Piloti
Carlos Sainz
Spagnolo, 27 anni, alla seconda
stagione con la Ferrari, finora
ha disputato 140 GP con 6 podi
Charles Leclerc
Monegasco, 24 anni, alla sua
quarta stagione con Maranello,
ha disputato sinora 80 GP
con 2 vittorie 9 pole e altri 11 podi

La scheda tecnica
Motore Power unit 066/7:
V6 a 90° da 1600 cmc. Turbo.
Alesaggio e corsa 80mmX53 mm;
iniezione diretta
Vettura Telaio in materiale
composito a nido d’ape in fibra
di carbonio. Cambio longitudinale
Ferrari a 8 marce. Sospensioni
anteriori a puntone (push-rod)
e posteriori a tirante (pull-rod)
https://overpost.biz https://overday.info
30 V E NE R D Ì 1 8 F E B B R A I O 2 02 2 L A GAZZE T TA DE L LO S P O RT

IL NOSTRO MAGAZINE / IN EDICOLA DOMANI

SPORTWEEK

Pellegrini in marcia
Roma e Nazionale
«Serve uno scatto
in campionato
e per il Mondiale»
all’arrivo e io sono fiducioso. Ma
di Chiara Zucchelli
serve uno scatto». A proposito di
ROMA
percorsi e cammini, Pellegrini

T
racconta di aver fatto quello di
Santiago («esperienza totaliz-
zante»)eraccontaanchedelpro-
blema al cuore che 10 anni fa gli
ha fatto temere di smettere: «Ho
avuto paura, ma è stata Veronica
a guarirmi il cuore». E allora, da
rascorrere un pomeriggio a casa lì, da un like su Facebook, non si
Pellegrini, un’elegante villa con sono più lasciati: si sono sposati
piscina a Casal Palocco, a due nel 2018, nel 2019 è nata Camilla,
passi dal mare di Ostia, significa nel 2020 è arrivata la gravidanza
venire travolti dall’energia dei di Thomas e contestualmente il
piccoli Thomas (quasi un anno) e Covid.
Camilla (due anni e mezzo), dalla
timidezza di Veronica, moglie del Immobile e gli haters Un
capitano della Roma, e accanto a La copertina periodo non semplice che, com-
lui da nove anni, e dalla voglia di Lorenzo e Veronica Pellegrini sono plice anche la stagione non bril-
Lorenzo di prendersi a morsi Ro- la coppia di copertina di Sportweek lante della Roma di Fonseca, gli
ma e la Roma. Entrambi classe in edicola domani insieme ha attirato critiche feroci da parte
1996, il numero 7 giallorosso e la alla Gazzetta dello Sport al prezzo dei tifosi. Quelle, Pellegrini, le ac-
suacompagnastannoiniziandoa complessivo di 2 euro cetta, gli insulti gratuiti no. Ne ha
fare i conti con la popolarità per- ricevuti quando ha pubblicato
ché se sei romano e romanista e una foto con Immobile o quando
indossi la fascia che è stata di Totti ha saltato una trasferta per rima-
e De Rossi non sei una persona nere vicino a Veronica che stava
qualunque. andarci da protagonista. A Spor- partorendo, non senza difficoltà.
tweek, in edicola domani, infatti Tutti argomenti che Pellegrini,
Il ritorno in campo In questa dice: «Si deve andare. Purtroppo nell’intervista su Sportweek, af-
stagione Pellegrini è partito a per nostri demeriti abbiamo im- fronta con sincerità, senza na-
mille, con 9 gol e 5 assist in 22 boccato una strada difficile, pen- scondersi, tanto da ammettere di
presenze, ma due infortuni mu- savamo di avere in mano la quali- essere un «rosicone» quando
scolari, da dicembre, lo hanno ficazione e invece… Marzo, per vede un brutto voto in pagella: Il numero 7 è tornato
costretto a giocare ad intermit- me, può essere un’occasione per «Ma anche quando gioco a carte Lorenzo Pellegrini, 25 anni, romano e capitano della Roma, domenica scorsa è tornato titolare contro il Sassuolo
tenza. È tornato contro il Sassuo- riprendere quello che ho perso». con mia figlia a me piace vincere dopo un periodo complicato per una serie di infortuni muscolari LAPRESSE
lo, non ancora al top. Vuole arri- sempre».Proprioperquestonon
varci presto, però: per se stesso, Parole da capitano Dall’Italia vede l’ora di farlo con la Roma. In
per la Roma e, tra un mese, per la alla Roma: Pellegrini dice che quel caso sarebbe disposto a fare Il capitano giallorosso e la moglie Veronica ci aprono le
Nazionale. Un problema, ancora vuole far capire ai compagni che un altro cammino…
una volta muscolare, lo ha co- Trigoria «non è un posto di pas- © RIPRODUZIONE RISERVATA porte di casa e si raccontano insieme tra rosicate, haters,
stretto a saltare l’Europeo a un saggio» e che la stagione si dovrà due figli, Mourinho e Mancini: «Si deve andare in Qatar,
passo dall’inizio del torneo, ades-
so vuole qualificarsi per il Qatar e
giudicare alla fine perché il per-
corso è lungo, «i cavalli si vedono s TEMPO DI LETTURA 2’40”
a marzo voglio riprendermi quel che ho perso in estate»

Su Sportweek anche...
Timothy Weah Francesco Moriero Alberto Tomba

Un altro Weah per il Milan Il c.t. della nazionale delle Maldive Più che una Bomba fu un vero big bang
«Sono ambizioso, vorrei giocare nel Milan e ne parlo spesso con Maignan Sole, mare, spiagge di sabbia bianchissima: nella vita, anche quella Trent’anni fa esatti, ad Albertville, arrivò uno dei tanti trionfi di Tomba: l’oro
e Leao: fa un po’ parte della storia della mia famiglia». Quattro passaporti, dell’allenatore, c’è di peggio. «Lavoro nel posto più bello del mondo, ma non olimpico nel gigante. Oltre a essere stato tra i più grandi sciatori di sempre,
un padre Pallone d’oro (oggi capo di stato), una mamma tifosa di Wenger. dite che sono in vacanza»: parla Moriero, l’ex giocatore di Inter e Roma il fuoriclasse bolognese ha riscritto usi, costumi e linguaggio di un intero
Il terzogenito di George si racconta: «Il mio cognome non è un peso» chiamato a trasformare i dilettanti delle Maldive in una nazionale competitiva sport. Ritratto del campione che ha fatto la storia dello sci italiano

https://overpost.org
VENERDÌ 18 FEBBRAIO 2022 LA GAZZETTA D ELLO S P O RT 31

LE NOSTRE OPINIONI

DENTROLENOTIZIE
era solo online, ma è stata
molto misurata e tecnica,
attenta a contenere
l’entusiasmo che invece un
IL TEMA DEL GIORNO Mondiale in cui tutti ripartono
di Gianluca Gasparini alla pari dovrebbe generare.
LO SPUNTO
C’era, va detto, il presidente di Paolo Marabini

La nuova Ferrari è nata per attaccare John Elkann, primo tifoso


delle rosse, ma non si è visto
l’amministratore delegato
Le imprese
Ora devono avere coraggio i suoi uomini Benedetto Vigna, per dire.
Quasi a certificare una
divisione tra le due grandi
della Brignone
e la tentazione
er essere bella, è
realtà di Maranello. Sarà così?
Si spera di no. L’azienda è in
Milano-Cortina
P bella. Anche con
tutto quel nero: sono
grandissima salute. Ma senza
tornare per forza al suo ur nella sua altalena
colori “diabolici”, se
vogliamo, e qualche diavoleria
servirà di sicuro per battere
fondatore, che ambiva a
vendere tante vetture da
strada per finanziare le corse,
P emotiva, e tra un
tormento e l’altro,
Federica Brignone si
fenomeni come Mercedes e deve tenere a mente che la F.1 ritrova con due medaglie al
Red Bull. La nuova Ferrari, la è profondamente nel suo Dna collo nella stessa edizione dei
F1-75, è stata presentata ieri a ed è in fondo ciò che ha Giochi: argento in gigante,
Maranello con lo stupore un creato il sogno. Sogno che bronzo in combinata. Al netto
filo attenuato dall’immagine Charles Leclerc e Carlos Sainz di quanto accadrà nel team
sfuggita sul web il giorno – loro sì, gasatissimi - hanno il event che stanotte chiuderà a
precedente. Ma è stata capace desiderio e il compito di Yanqing il programma dello
di colpire comunque. alimentare. A una F.1 che ha sci alpino - una gara aperta a
«Coraggiosa», l’ha definita il chiuso il 2021 con un risultato ogni pronostico, compresa
team principal Mattia Binotto. di audience spaventoso (la l’eventualità di un podio
Se sia davvero coraggiosa può gara di Abu Dhabi è stata vista azzurro - la valdostana si può
saperlo solo chi l’ha da 108 milioni di spettatori, il battere decisamente le mani,
progettata, e conosce quanto Super Bowl “solo” da 101 nonostante abbia fallito
estreme siano state certe Quarto anno insieme John Elkann (45 anni, a destra), presidente della Ferrari, insieme a Mattia Binotto, milioni...) manca una Ferrari l’assalto alla medaglia più
decisioni. Noi, da fuori, team principal in F.1, ai test di Barcellona nel marzo 2019: è la stagione in cui è iniziata la loro collaborazione vincente, o che lotti là davanti pronosticata, quella nel
possiamo definirla come con costanza. Festeggiando a superG, alla luce dei tre
minimo promettente. Ed è già Firenze il traguardo dei 1000 successi stagionali in Coppa
un bel cominciare. Alcune regolamento tecnico - quanto pare, è stato fatto. riuscire a rispettare le GP disputati dal Cavallino, era del Mondo. È la terza donna
scelte, legate soprattutto alle consentiva di imboccare strade Adesso tocca agli uomini in aspettative e rimanerne quindi il settembre 2020, Elkann italiana dello sci, dopo
fiancate, colpiscono molto. A inesplorate e dunque differenti. rosso essere coraggiosi come la scottati. A che serve? Meglio disse che nei 1000 successivi Compagnoni e Kostner, a
una prima analisi sembrano Solo il tempo ci dirà chi ha monoposto che hanno caricare un po’ i tifosi, di le vittorie sarebbero state di firmare la doppietta. E con il
azzeccate, curate e sposato la giusta filosofia, ma progettato. Credere nel loro recente un filo anestetizzati. più. Finora non è capitato. Ma bronzo in gigante vinto
intelligenti. «Bella idea», è la questo non poteva essere lavoro, senza arroganza, ma con Meglio rispolverare un orgoglio la rossa è la scuderia più quattro anni fa, Fede
riflessione che nasce più l’inverno della moderazione. molta fiducia. Trasmettendo la giustificato dalla gloria del importante nella storia della eguaglia anche nel colore le
spesso osservando forme e Soprattutto per chi, come la medesima sensazione a chi passato, ma anche dai mezzi e F.1. E non può restare a lungo tre medaglie di Isolde, alle
dettagli. D’altra parte, il foglio rossa, non vede il gradino più lavora tutti i giorni a Maranello dalle capacità del presente. A senza successo. In bocca al spalle della stessa Deborah,
bianco da cui tutti sono partiti alto del podio da ben 45 GP. e più ancora ai rivali. Significa partire dai piloti, sicuramente lupo, allora, alla “coraggiosa” che con tre ori e un argento
per ideare le nuove Niente vie di mezzo, serve abbandonare la politica fatta di di alto livello. Per questo, forse, F1-75. Volerle bene, a questo resta al momento su un altro
monoposto - figlie di un attaccare. E di conseguenza dichiarazioni controllate e serviva maggior calore e slancio punto, è doveroso. pianeta. Questo per far
radicale cambio del rischiare. Con la tecnica, a prudenti, per il timore di non nella cerimonia di ieri. Vero che © RIPRODUZIONE RISERVATA comprendere meglio il
valore della sua Olimpiade
cinese. Un’Olimpiade che, un
anno fa, dopo i deludenti
battuta in casa del Porto. Non è Mondiali di Cortina non era
bastato il gol iniziale di manco nei pensieri di
Zaccagni, giocatore vero per Federica. Poi per fortuna ha
intraprendenza e intuito, cambiato idea, si è buttata alle
IL COMMENTO perché poi la la squadra di spalle i propositi di ritiro e,
di Alessandro Vocalelli Sarri - che pure ce l’ha messa con rinnovato spirito, si è
tutta - ha finito per dover tuffata in questa stagione
È un Napoli di alto livello mettere in conto le sue
incomprensibili scelte di
mettendo nel mirino quegli
stessi Giochi su cui aveva

E che carattere l’Atalanta mercato. In difficoltà nei


centrali difensivi, dove si fa
segnato una croce. In questi
giorni Fede ha gettato lo
sentire l’assenza di un sguardo su Milano-Cortina
iù luci che ombre per legittimi motivi Spalletti per dominante come Acerbi, la 2026, dichiarando di essere

P le italiane impegnate
in Europa League,
con il Napoli capace
guardare con soddisfazione alla
trasferta spagnola. La sua
squadra è un concentrato
squadra ha pagato l’assenza
di Immobile, l’unico
attaccante in grado di tenere
arrivata probabilmente qui
all’ultima Olimpiade. Ma
visto il precedente, è lecito
di accendere i cinquemila tifosi assoluto di tecnica, qualità, che alta la squadra nei momenti di anche attendersi, lungo il
- e qualcuno ancora discute conosce i tempi dell’attesa e maggiore difficoltà. Ma forse cammino del quadriennio,
sulla passione del calcio? - mantiene intatta la sua armonia sarebbe più giusto dire l’unico un dietrofront. Ne possono
pronti a farsi sentire anche a anche nei momenti più ruvidi. attaccante, nel senso di prima cambiare così tante di cose da
Barcellona. È finita con un Merito di un collettivo che sa Gioia azzurra L’esultanza di Piotr Zielinski (27 anni, des.) e Victor punta, nell’organico qui al 2026... È vero, Fede
pareggio che premia sempre cosa fare: la dote Osimhen (23) dopo il gol del primo per l’1-0 del Napoli contro il Barça biancoceleste. Indispensabile avrebbe 35 anni, che non
il bel primo tempo della autentica di una squadra di riaverlo, e riaverlo al meglio, sono pochi. Ma l’età biologica
squadra di Spalletti e permette livello e il termometro per nella partita di ritorno. Anche e quella delle motivazioni non
di guardare con fiducia alla valutare il lavoro di un appunto Barcellona - che stanno particolarmente felice, poteva se, come detto, è sempre viaggiano al passo
sfida di ritorno, anche dopo allenatore. Perché più degli lì a testimoniare la forza e a succedere di lasciarsi un po’ incomprensibile che una dell’età anagrafica. E noi
un secondo tempo di grande schemi, che sono giustamente confermare le aspirazioni della andare: così non è stato e squadra come la Lazio, con le crediamo che, a un certo
sofferenza. Era impossibile soggetti all’ispirazione e squadra. Di una squadra Gasperini, ancora una volta, ha ambizioni e gli impegni della punto, le verrà pure voglia di
d’altronde immaginare una all’umore dei singoli, conta comunque protagonista in avuto la risposta che aspettava Lazio, decida di affrontare il godersela da protagonista, e
partita senza ostacoli, senza l’organizzazione della squadra. E questo finale di stagione. dal punto di vista del carattere. E cuore della stagione senza non solo da spettatrice,
ansia, in un teatro tanto il Napoli si muove sempre nel Ha conquistato la vittoria se non ci pensano gli attaccanti a frecce al suo arco. Chiamando un’Olimpiade italiana, con lo
prestigioso. Un rigore molto rispetto delle misure e degli l’Atalanta, che pure si era trovata ribaltare il destino, ecco ogni volta Immobile, e sarà così stimolo supplementare di un
(troppo?) moderno, alla fine, spazi da occupare. È da qui che nella condizione più scomoda, spuntare un goleador anche nella partita di ritorno, a oro da inseguire. Fede, dì la
ha impedito al Napoli di si riparte, che riparte Spalletti, in svantaggio con l’Olympiakos. inaspettato come Djimsiti. fare gli straordinari. verità: ci stai già ripensando...
prendersi la vittoria, ma ha dopo due pareggi - con Inter e In un momento non Sconfitta è stata invece la Lazio, © RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA

RCS MediaGroup S.p.A. EDIZIONI TELETRASMESSE PREZZI D’ABBONAMENTO


Sede Legale: Via A. Rizzoli, 8 - Milano RCS Produzioni Milano S.p.A. - Via R. Luxemburg - 20060 C/C Postale n. 4267 intestato a:
Responsabile del trattamento dati PESSANO CON BORNAGO (MI) - Tel. 02.6282.8238 | RCS RCS MEDIAGROUP S.P.A. DIVISIONE QUOTIDIANI
(D. Lgs. 196/2003): Stefano Barigelli Produzioni S.p.A. - Via Ciamarra 351/353 - 00169 ROMA -
CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE privacy.gasport@rcs.it - fax 02.62051000 Tel. 06.68828917 | RCS Produzioni Padova S.p.A. - Corso ITALIA 7 numeri 6 numeri 5 numeri
DIRETTORE RESPONSABILE © 2022 COPYRIGHT RCS MEDIAGROUP S.P.A. Stati Uniti, 23 - 35100 PADOVA - Tel. 049.8704.559 | Anno: € 514,90 € 464,90 € 356,90
STEFANO BARIGELLI PRESIDENTE E AMMINISTRATORE DELEGATO Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo quotidiano Tipografia Sedit 4.zero S.r.l. - Via delle Orchidee, 1 Z.I. -
Per i prezzi degli abbonamenti all’estero telefonare
può essere riprodotta con mezzi grafici, meccanici, elettronici 70026 MODUGNO (BA) - Tel. 080.5857439 | Società
sbarigelli@gazzetta.it Urbano Cairo o digitali. Ogni violazione sarà perseguita a norma di legge Tipografica Siciliana S.p.A. - Zona Industriale Strada 5ª n. all’Ufficio Abbonamenti 02.63798520
35 - 95030 CATANIA - Tel. 095.591303 | L’Unione Sarda INFO PRODOTTI COLLATERALI E PROMOZIONI
CONSIGLIERI DIREZIONE, REDAZIONE E TIPOGRAFIA S.p.A. - Centro Stampa Via Omodeo, 5 - 09034 ELMAS Tel. 02.63798511 - email: linea.aperta@rcs.it
VICEDIRETTORE VICARIO Marilù Capparelli, Carlo Cimbri, MILANO 20132 - Via A. Rizzoli, 8 - Tel. 02.62821 (CA) - Tel. 070.60131 | Miller Distributor Limited - Miller
GIANNI VALENTI gvalenti@gazzetta.it ROMA 00187 - Via Campania, 59/C - Tel. 06.688281 House, Airport Way, Tarxien Road - Luqa LQA 1814 -
Alessandra Dalmonte, Diego Della Valle, DISTRIBUZIONE MALTA | Eucles Daily SAS Rue Turgot, 24 - 75009 PARIS -
VICEDIRETTORI Giuseppe Ferrauto, Uberto Fornara, m-dis Distribuzione Media S.p.A. - Via Cazzaniga, 19 20132 Francia | Digitaprint-Imprimerie de l’Avesnois s.r.l. 1 Rue
Milano - Tel. 02.25821 - Fax 02.25825306 Robert Bichet, 1 - 59440 AVESNELLES – Francia Testata registrata presso il tribunale di Milano n. 419
PIER BERGONZI pbergonzi@gazzetta.it Veronica Gava, Stefania Petruccioli, SERVIZIO CLIENTI dell’ 1 settembre 1948
ANDREA DI CARO adicaro@gazzetta.it Marco Pompignoli, Stefano Simontacchi, Casella Postale 10601 - 20110 Milano CP Isola ARRETRATI Rivolgersi al proprio edicolante, oppure scrivere ISSN 1120-5067
Marco Tronchetti Provera Tel. 02.63798511 - email: gazzetta.it@rcsdigital.it a arretrati@rcs.it . Il pagamento della copia, pari al doppio del CERTIFICATO ADS N. 8899 DEL 05-05-2021
PUBBLICITÀ prezzo di copertina, deve essere eseguito su: La Gazzetta dello Sport Digital Edition ISSN 2499-4782
CAIRORCS MEDIA S.p.A. iban IT 97 B 03069 09537 000015700117
Testata di proprietà de DIRETTORE GENERALE LA GAZZETTA DELLO SPORT Sede operativa: Via A. Rizzoli, 8 20132 Milano BANCA INTESA - MILANO intestato a RCS MEDIAGROUP SPA. La tiratura di giovedì 17 febbraio 2022
“La Gazzetta dello Sport s.r.l.” - A. Bonacossa © 2022 Francesco Carione Tel. 02.25841 - Fax 02.25846848 - www.rcspubblicita.it comunicando via e-mail l’indirizzo ed il numero richiesto è stata di 135.381 copie.
PREZZI ALL’ESTERO: Belgio € 3,50; Croazia Hrk 27; Francia € 3,50; Germania € 3,50; Grecia € 3,50; Lussemburgo € 3,50; Malta € 3,50; Olanda € 3,50; Repubblica Ceca CZK 100; Slovenia € 3,50; Svizzera CHF 3,50.
https://overpost.biz https://overday.info

SerieB
32 V E NE R D Ì 1 8 F E B B R AI O 2 02 2 L A GAZZE T TA DE L LO S P O RT

Lapadula chiede scusa: reintegrato


● (l.m.) Il Benevento ritrova Gianluca Lapadula. Il bomber,
escluso dopo il rifiuto a giocare col Monza, ieri ha incontrato il
presidente Vigorito e il gruppo squadra, chiedendo scusa per
alcuni suoi comportamenti. Immediata la decisione di
reintegrarlo: potrebbe essere convocato già per Cittadella

Garanzia Tramoni LA CLASSIFICA


SQUADRE PT PARTITE RETI

Adesso il Brescia
G V N P F S
CREMONESE 44 23 13 5 5 38 22
LECCE 43 23 11 10 2 37 20
BRESCIA 43 23 12 7 4 35 22
PISA 42 23 11 9 3 30 18

ha una carta in più


MONZA 41 23 11 8 4 35 24
FROSINONE 37 23 9 10 4 35 23
BENEVENTO 37 23 10 7 6 34 23
PERUGIA 37 23 9 10 4 27 20
ASCOLI 36 23 10 6 7 32 29
CITTADELLA 35 23 9 8 6 26 24

con il suo talismano


COMO 31 23 7 10 6 30 28
REGGINA 29 23 8 5 10 20 30
PARMA 28 23 6 10 7 27 27
TERNANA 28 23 7 7 9 32 33
ALESSANDRIA 23 23 6 5 12 25 34
SPAL 23 23 5 8 10 25 35

Quando segna il fantasista francese,


COSENZA 19 23 4 7 12 18 35
CROTONE 14 23 2 8 13 22 36
VICENZA 13 23 3 4 16 23 42

Inzaghi vince: così la A è più vicina PORDENONE

SERIE A
12

PLAYOFF
23 2 6

PLAYOUT
15 18 44

SERIE C

di Gian Paolo Laffranchi


Che marcia Il Brescia ha tutto
per la Serie A e lo sta dimostrando
24a GIORNATA
BRESCIA
a suon di record. La nona vittoria
rmai è una certezza. Il esterna su 12 viaggi affrontati

O
suo talento ancora eguaglia il primato stabilito nel DOMANI
brado, da fantasista in 2014 (c’è il tempo di superarlo) e ASCOLI-ALESSANDRIA ore 14 (3-1)
cerca di un ruolo pre- consente a SuperPippo di festeg- MONZA-PISA (1-2)
PARMA-TERNANA (1-3)
ciso ma non del gusto giare il centesimo successo nella REGGINA-PORDENONE (1-1)
del guastatore. La sua personalità sua carriera da allenatore, ma so- VICENZA-SPAL (2-3)
straripante, la capacità di incidere prattutto consolida le ambizioni PERUGIA-CREMONESE ore 16.15 (3-0)
attestata dai numeri, la poesia di di promozione diretta nella ba- DOMENICA
una veronica elegante che si fa garre che si è creata ai piani alti, BRESCIA-FROSINONE ore 15.30 (2-2)
concretezza dal dischetto: così, con 5 formazioni racchiuse in un CITTADELLA-BENEVENTO (1-4)
COMO-COSENZA (0-2)
trasformandounrigorecongelida fazzoletto di tre punti. La sfida con
LECCE-CROTONE (3-0)
calma dopo aver incantato per Cremonese, Lecce, Pisa e Monza È nato in Corsica Matteo Tramoni, 22 anni, francese di Ajaccio:
qualità e quantità delle giocate, SuperPippo Inzaghi, 48 anni sarà bellissima e incerta fino al si- è arrivato a Brescia la scorsa estate, in prestito dal Cagliari LAPRESSE
Matteo Tramoni ha condotto il pario del campionato
Brescia alla vittoria sul campo di
Crotone. Così, soprattutto, pro- Prospettive Di sicuro la svolta LA CRISI DELLE CALABRESI 25a GIORNATA
mette di portarlo al traguardo che Decisivo del campionato per gli uomini di MARTEDÌ 22
più conta al termine della stagio-
ne. Se i biancazzurri riusciranno
A Crotone è stato il Inzaghi può arrivare adesso, con
due partite consecutive da dispu- La grinta di Bisoli per il Cosenza
ALESSANDRIA-PERUGIA ore18.30 (1-1)
CREMONESE-VICENZA (1-0)
migliore: Pippo sta PISA-PARMA (1-1)
allafineatornareinSerieA,obiet-
tivo dichiaratissimo, il jolly d’at- studiando la
tare al Rigamonti. Perché dome-
nica col Frosinone e mercoledì E Modesto traballa a Crotone PORDENONE-MONZA
SPAL-TERNANA
(1-3)
(0-1)
tacco pescato dal mazzo del Ca- con l’Ascoli il Brescia ha l’occasio-
gliari (da cui è arrivato in prestito maniera ideale ne di smentire la tendenza double ● Pierpaolo Bisoli ricomincia ricevuto la telefonata si è messo
MERCOLEDÌ 23
BENEVENTO-COMO ore 18.30 (1-1)
l’estate scorsa) avrà avuto la sua per valorizzarlo facediquestaannataunpo’dottor dal Cosenza. È lui il nuovo in auto nella notte e da Bologna BRESCIA-ASCOLI (3-2)
buona parte di merito. Quattro re- Jekyll e un po’ Mr. Hyde: corazzata allenatore, prende il posto di ha raggiunto Cosenza dove ha CROTONE-COSENZA (0-1)
FROSINONE-REGGINA (0-0)
ti all’attivo in questa prima stagio- quando va all’assalto in trasferta, Occhiuzzi esonerato dopo 7 firmato fino a giugno 2022. Lo ha
LECCE-CITTADELLA (2-1)
ne con la V sul petto, contro Co- compiuti il 20 gennaio, margini di terra di conquista se deve giocar- partite. È il terzo cambio in fortemente voluto Goretti, che
senza (5-1), Benevento (0-1) e Spal progresso ancora inesplorati. Mi- sela fra le mura amiche. I numeri, stagione: alla 16ª giornata lo aveva già avuto al Perugia nel
(0-2) su azione prima della rete gliore in campo a Crotone da tre- anche in questo caso, non mento- venne esonerato Zaffaroni, a 2015-16. «Contento di ritrovarlo
centrata da fermo allo Scida (0-1),
e 4 vittorie. Brillante e determi-
quartista in un 4-3-2-1, determi-
nante spesso e volentieri dall’ini-
no: tre sole vittorie a Mompiano,
sei in meno di quelle colte altrove;
un passo dal ritorno in
Calabria. Anzi, a dirla tutta
– ha detto il d.s. –: sono certo
che lui sia la persona giusta».
MARCATORI
nante, come attestano anche i dati zio del campionato. E pensare che 14 punti nel proprio stadio (media c’è tornato perché il 10 RETI Lapadula (2, Benevento);
della sua ultima prova: in 73 mi- il ragazzo di Ajaccio ha conosciuto 1,27 a incontro), 29 nelle gare di- presidente Guarascio lo ha Qui Crotone Momento Coda (2) e Strefezza (Lecce)
nuti 54 palloni toccati, 2 drib- anche la panchina per scelta tec- sputate da ospite (media 2,42). Al voluto incontrare di persona delicatissimo per il Crotone che 9 RETI Corazza (2, Alessandria);
De Luca (4, Perugia)
bling, 2 passaggi chiave, 2 tiri e 1 nica, ultimamente. Una conferma Brescia piace fare la valigia; dovrà dopo averci parlato al dopo la sconfitta di Reggio e
8 RETI Charpentier (Frosinone);
gol. palese della profondità della rosa imparare anche a disfarla, quan- telefono. Viaggio di andata e quella casalinga contro il Mota Carvalho (Monza); Falletti
a disposizione di Inzaghi, che pro- do torna, per ritrovarsi padrone in ritorno da Milano consumato Brescia si interroga sul futuro di (Ternana)
Il lavoro di Pippo «Difficile prio nell’ultima gara (per esem- casa propria. Condizione neces- nello stesso giorno. Nella Modesto in vista della gara di 7 RETI Dionisi (3, Ascoli); Baldini (4)
vederlo mezz’ala, avrebbe troppo pio) si è potuto giocare dalla pan- saria per puntare in alto. scelta sono state le forti Lecce. Un nuovo ko potrebbe e Okwonkwo (Cittadella); Cerri (5,
campo da coprire. Seconda punta china carte come Pajac e Papetti, © RIPRODUZIONE RISERVATA motivazioni di Bisoli e il suo determinare un nuovo Como); Buonaiuto (Cremonese);
Vazquez (Parma); Galabinov (2,
sì, ma deve lavorarci»: Inzaghi sta Bajic e Palacio. Non è da tutti, in carattere energico a fare la avvicendamento tecnico.
Reggina); Donnarumma (Ternana)
studiando la maniera ideale per
valorizzare Tramoni, 22 anni
Serie B. Un valore in più per la
zampata vincente. s TEMPO DI LETTURA 2’49” differenza. Appena ha Leone-Saporito

Serie C / I posticipi dei gironi A e B

Reggiana, riecco la vetta


GIRO NE C
JUVENTUS U23 4 OLBIA 0 PESCARA 0
Entella frenata a Pescara PIACENZA
MARCATORI Riccio al 10’, Poli al
0 REGGIANA
MARCATORE Lanini su rigore al 28’ s.t.
1 ENTELLA
PESCARA (4-2-3-1) Sorrentino
0 Svolta Avellino:
arriva Gautieri
6,5; Zappella 6 (dal 40’ s.t. Cancellotti
a Reggiana soffre, ri- sce a resistere a Pescara soffrendo
23’, Iocolano al 29’ p.t.; Soulé al 19’ s.t.
OLBIA (3-4-1-2) Ciocci 6; Emerson s.v.), Drudi 6, Ingrosso 6, Veroli 6,5; per la risalita
L
JUVENTUS U23 (4-2-3-1) Israel 6, Pisano 7, Travaglini 5,5; Arboleda 6 Pontisso 6,5 (dal 34’ s.t. Frascatore
schia di perdere l’im- e affidandosi alle parate di Borra: (dal 29’ s.t. Belloni 6), Lella 6 (dal 41’ s.t.
6; Leo 6 (dal 1’ s.t. Barbieri 6), Riccio s.v.), Pompetti 6,5; Clemenza 6,
battibilità, ma poi il un palo e almeno tre parate deci- Occhioni s.v.), Ladinetti 6 (dal 21’ s.t. Diambo 6,5 (dal 18’ s.t. De Risio 6),
● AVELLINO (l.z.) È Carmine
6,5, Poli 6,5, Anzolin 6; Zuelli 6, Miretti
cinismo e i cambi az- sive del portiere ligure valgono 6,5 (dal 26’ s.t. Leone 6); Compagnon Chierico 6), Pinna 6; Biancu 6,5; Udoh Rauti 6 (dal 34’ s.t. Cernigoi s.v.); Gautieri il nuovo allenatore
zeccati da Diana rega- un punto. Nel Girone A la Juve 6 (dal 18’ s.t. Sekulov s.v.), Soulé 6,5 (dal 41’ s.t. Saira s.v.), Ragatzu 7. Ferrari 6 (dal 40’ s.t. D’Ursi s.v.). dell’Avellino. Contratto fino a
lano agli emiliani la vittoria nu- Under 23 stende il Piacenza: 6,5, Iocolano 6,5 (dal 29’ s.t. Pecorino (Barone, Van der Want, Sanna, La (Iacobucci, Di Gennaro, Rasi, Illanes, giugno con rinnovo
mero 18 che consente di riaggan- quando è così ispirata, la squadra s.v.); Brighenti 5,5 (dal 1’ s.t. Cudrig Rosa, Perseu, Belloni, Mancini, Manca). Blanuta, Ierardi). All. Auteri 6 automatico in caso di
6). (Ratti, Siano, Verduci, Palumbo, All. Canzi 6
ciare il Modena in testa. L’Olbia bianconera diventa irresistibile. ENTELLA (4-3-1-2)
promozione o anche con il
non ha nulla da recriminare se Gara chiusa dopo mezz’ora, poi i Barrenchea, Boloca). All. Zauli 7 raggiungimento della finale
REGGIANA (3-5-2) Venturi 6; Borra 7; Coppolaro 6, Silvestre 6,
non l’imprecisione in zona gol di tecnici hanno pensato alla pros- PIACENZA (4-3-3) Pratelli 6; Parisi Cremonesi 6,5, Rozzio 6,5, Camigliano Chiosa 6 (dal 33’ s.t. Pellizzer s.v.), playoff. Ieri primo
Ragatzu, Udoh e Biancu. Ha deci- sima gara di domenica. 5,5 (dal 26’ s.t. Armini s.v.), Cosenza 6,5; Gugliemotti 6 (dal 13’ s.t. Libutti 6), Pavic 5,5; Dessena 5,5, Rada 5,5 (dal allenamento e presentazione
so il match un rigore fischiato da GIRONE A Südtirol 66 punti; Padova 58; 6, Marchi 6, Rillo 5 (dal 33’ s.t. Ruiz- D’Angelo 5,5 (dal 13’ s.t. Cigarini 7), 18’ s.t. Lipani 6), Karic 5,5; Morosini con il tecnico che ha detto:
Renate, Feralpisalò 49; Triestina e Juven- Giraldo 6); Bobb 6, Suljic 5,5 (dal 15’ Sciaudone 6, Neglia 6,5 (23’ s.t. Rosafio s.v. (dall’8’ p.t. Schenetti 6,5); Merkaj
Acanfora senza troppa convin- 6), Contessa 6; Zamparo 5,5 (dal 13’ s.t.
«L’obiettivo è arrivare il più
tus U23 38; Pro Vercelli 36; Lecco, Pia- s.t. Marino 5,5), Castiglia 5 (dal 1’ s.t. 6 (dal 33’ s.t. Morra s.v.), Lescano 6
zione (l’arbitro ci ha pensato per cenza 35; Albinoleffe, Mantova 31; Trento Lanini 7), Arrighini 6,5 (dal 76’ Muroni in alto possibile: con questa
Lamesta 5,5); Munari 5, Cesarini 5 (dal 18’ s.t. Magrassi 6). (Siaulys,
alcuni secondi) per un fallo di 30; Pergolettese (-1), Pro Patria, Virtus (dal 1’ s.t. Rabbi 5), Gonzi 6. (Tintori, s.v.). (Voltolini, Marconi, Luciani, Barlocco, Alesso, Palmieri, Di Cosmo, rosa si possono ottenere
Travaglini sullo scaltro Arrighini: Verona 27; Fiorenzuola 26; Seregno 25; Tortora, Nava, Tafa, Dubickas, Porcino, Scappini). All. Diana 7 Meazzi, Sadiki). All. Volpe 6 grandi risultati». Chiaiese è il
Canini, al dodicesimo centro sta- Giana, Pro Sesto 23; Legnago 21. Raicevic). All. Scazzola 5 nuovo allenatore in seconda.
GIRONE B Modena e Reggiana 62 punti; ARBITRO Acanfora di Castellammare ARBITRO Luciani di Roma 6
gionale, si è rivelato la bestia nera di Stabia 5,5
Dopo 4 anni torna nella sua
Cesena 48; Entella 46; Pescara 43; ARBITRO Ferrieri-Caputi di Livorno NOTE paganti 1.590, incasso di 7.717
dei sardi, visto che all’andata fir- NOTE spettatori 903, incasso di 5.720 Irpinia il d.s. Vincenzo De
Ancona Matelica 42; Vis Pesaro 35; Siena 6,5 euro. Ammoniti Lescano, Coppolaro.
mò una doppietta negli ultimi NOTE spettatori 220 circa, paganti e euro. Espulso Travaglini al 28’ s.t.; Angoli 4-4 Vito, artefice di ottimi
34; Gubbio 33; Carrarese 32; Pontedera
minuti di gioco, con l’Olbia che 30; Olbia, Lucchese, Teramo 29; Ferma- incasso non comunicati. Ammonito amm. Ladinetti, Pinna, D’Angelo, risultati nell’Avellino dal 2011
aveva fatto paura alla Reggiana. na 25; Viterbese, Imolese (-2) 24; Monte- Suljic. Angoli 7-4 Guglielmotti, Emerson, Camigliano. al 2018.
Sempre nel Girone B l’Entella rie- varchi 23; Grosseto, Pistoiese 21. Angoli 3-2

https://overpost.org
VENERDÌ 18 FEBBRAIO 2022 LA GAZZETTA D ELLO S P O RT 33

SERIE B

Acasadellacapolista

Cremonese,chisirivede
Festa I giocatori della
Cremonese alla fine della
partita vinta contro il Parma
che ha sancito il primo posto
da soli dei grigiorossi LAPRESSE

PECCHIA, GIOVANI, SOCIETÀ MODELLO


COSÌ È NATA LA CORSA PER TORNARE IN A
LA STORIA
di Nicola Binda Il tecnico, cresciuto accanto a Gigi Simoni, nel solco di quello che era la Cre-
monese di una volta, quella che
SIMBOLI
ha portato un cambio di mentalità con il bel
INVIATO A CREMONA
lanciò Vialli e Cabrini e tanti al-

N
tri. Allora proporre talenti era
gioco e talenti da lanciare: da Carnesecchi una necessità, adesso una scelta.
L’input della proprietà è stato
a Okoli e Fagioli. Dopo anni di magra, adesso chiaro: «Meno gente affermata,
più gente affamata». E’ cambia-
si sogna quella Serie A che manca dal 1996 ta la filosofia, non il budget. Da
qui la scelta di Giacchetta, uno
ell’ufficio di Fabio Pecchia, alle che alla Reggina ha lanciato i fu-
Fondata spalle della sua comoda poltro- turi campioni d’Europa Acerbi e Gianluca
nel 1903 na, c’è una bella foto di Gigi Si- Di Lorenzo: «Per far crescere i Vialli
La Cremonese
nasce nel 1903 e
moni portato in trionfo dopo
una promozione in Serie A.
1 2 2 giovani bisogna dare loro riferi-
menti importanti, ossia compa-
Nato a
Cremona, ha
si iscrive al Quella del 1993, l’ultima ottenu- gni più esperti con la testa giusta. giocato coi
campionato di ta dalla Cremonese che poi la- Per noi Ciofani non è il più vec- grigiorossi 4
Promozione nel scerà la massima serie nel 1996. chio, ma il primo dei giovani: un stagioni dal
1913. Nel 1924 lo Da allora non è mai stata così vi- esempio. Così è nato questo 1980 al 1984
stadio è cina come oggi. Ma guai a parlar- gruppo, ancor prima dei risulta-
intitolato a ne. La parola d’ordine del cava- ti, sin dal ritiro. Di base non c’è
Giovanni Zini, lier Giovanni Arvedi è «pruden- l’interesse singolo, ma quello
primo storico za», alla quale il saggio manager collettivo». Un esempio? «Pec-
portiere, caduto Ariedo Braida, uno che ha vinto chia cambia spesso uno o due
durante la prima tutto col Milan, aggiunge «umil- giocatori all’intervallo: non sono
Guerra tà», fino al tecnico che ci mette il bocciature, ma letture delle par-
Mondiale. I carico dicendo che «io la classi- Gioielli in vetrina 1. Marco Carnesecchi, 21 anni, portiere, è in prestito dall’Atalanta 2. Nicolò Fagioli, 21 anni, tite. E tutti accettano serena-
grigiorossi fica non la guardo». E c’è da dire centrocampista, è in prestito dalla Juventus 3. Caleb Okoli, 21 anni, difensore, anche lui in prestito dall’Atalanta LAPRESSE mente. Il suo è un lavoro aggre- Gigi
hanno disputato che nemmeno dai tifosi arrivano gante». Simoni

Clic
sette campionati segnali differenti: soddisfazione (arrivato a metà della stagione Rafa Benitez (Napoli, Real Ma- Artefice
della Serie A a per il rendimento della squadra scorsa) ha costruito la nuova ca- drid, Newcastle), è molto euro- I numeri E così è stato un cre- dell’ultima
girone unico, dopo anni di magra, poche illu- polista proprio sul solco di quello pea: ricerca del gioco, calcio pro- scendo di risultati. Nelle ultime 8 promozione in
l’ultimo nel 1995- sioni. Prudenza, appunto. che era accaduto con Simoni. positivo, nessuna speculazione partite sono arrivate 7 vittorie A, a Cremona è
1996. Dall’estate Che di Pecchia è stato maestro. sul risultato. Vinci di misura e con 20 reti segnate da 12 giocato- stato anche
2007 la società è La svolta Cremona è così. Non Nessuno meglio l’avversario tenta il tutto per tut- ri; l’unica sconfitta è stata quella dirigente
di proprietà di svolazza, ma se la gode. Non si il- I maestri «E’ stato l’unico a ve- dei grigiorossi to inserendo altri attaccanti? di Lecce per l’autorete di Okoli
Giovanni Arvedi lude e non si lamenta. Era così ai nire alla mia festa di laurea» an- Pecchia risponde allo stesso mo- nel recupero, e nel 2022 nessuno
(foto sotto). Ora tempi della squadra pane e sala- ticipa Pecchia, che ha avuto Si-
nel nuovo anno do, non cambia la linea della di- ha corso così. Non solo. A fine
il tecnico è Fabio me, è così nella versione 2.0. La moni allenatore a Napoli e Siena. fesa e cerca un altro gol per chiu- andata la Cremonese ha totaliz-
Pecchia (foto gente sa che la Cremo è in ottime Quando il buon Gigi diventò d.t. ● A fine 2021 (18 partite) la dere la gara. «Preferisco rischia- zato 7.463 minuti con under 23
sopra), arrivato mani, vista la del Gubbio, lo Cremonese era quinta a -6 re, so che è co- i n camp o,
a gennaio 2021 proprietà, ma scelse come dal Pisa campione sì. Ma la nostra quelli del mi-
da anni non allenatore fa- d’inverno. Nelle 5 partite mentalità è nutaggio pre-
raccoglie sod- Filosofia cendolo de- del 2022 nessuno ha corso questa». Progetto visto dalla Le- Antonio
disfazioni, se Pecchia: «I tifosi buttare in B quanto la squadra di Il d.s. Giacchetta ga. Nessuno è Cabrini
non la promo- nel 2011. «Per Pecchia, che ha raccolto 12 Giovani Po- così giovane in Nato a Cremona,
zione dalla C sono contenti non me lui rappre- punti (4 vittorie, 1 ko a ter lavorare «Ai giovani serve B, segue il Co- è cresciuto nel
del 2017. Poco solo del primo posto sentava la Cre- Lecce) ed è balzata in con i giovani lo un riferimento s en za co n vivaio grigiorosso
per quello che monese – ri- testa. Nel 2022 sono partiti aiuta. Giac- quasi 1.000’ in e ha giocato due
A r ve d i ha in classifica, ma corda il tecni- forte anche Ascoli, Monza e chetta ha ag- per crescere: per meno. E in più stagioni in C
me s s o su l anche del gioco» co – e quella Perugia (10 punti), davanti giunto a quelli noi è Ciofani» c’è il primo
piatto. Per sua squadra a Brescia, Frosinone e dell’ anno posto. Impor-
cambiare registro, dopo quattro aveva una forte identità tecnica e Lecce (9), mentre il Pisa ha scorso (Carnesecchi, Gaetano, terà poco, la prudenza e l’umiltà
tornei di B partiti tra le fanfare di di gruppo». Gli stessi valori di fatto solo 4 punti, meglio Valeri…) talenti come Fagioli, regnano, ma la classifica parla
campagne acquisti sontuose e fi- oggi, cosa che rende Pecchia an- solo di Benevento, Okoli, Rafia e Zanimacchia. Tutti chiaro. Gli occhi di Pecchia sono
niti nel nulla, c’è voluto un netto cor più felice rispetto al primato. Cosenza, Crotone e Spal prestiti secchi (solo Valeri è di furbi, e sorridono. Da lassù lo
cambio di mentalità. Basta nomi, «Anche i tifosi sono contenti, (3). Nel 2022 non hanno proprietà) da Juventus, Atalanta sguardo dolce di Simoni lo ac-
basta ingaggi faraonici, dentro non solo di avere la squadra pri- perso solo Brescia e Lecce, e Napoli, tutti pronti al salto. La compagna soddisfatto.
giovani di alto livello alla ricerca ma, ma di vederla giocare così: mentre non hanno ancora chiamata di Mancini per Carne- © RIPRODUZIONE RISERVATA

di uno spirito nuovo. Un proget- per me è un attestato di stima». vinto Benevento, Cosenza, secchi, Okoli e Fagioli allo stage a
to affidato in estate al d.s. Simo- La mentalità di Pecchia, matura-
ne Giacchetta, che con Pecchia ta anche nei tre anni accanto a
Crotone, Pisa e Spal. Coverciano è stata la certificazio-
ne di questo lavoro. Anche qui sTEMPO DI LETTURA 4’12”
https://overpost.biz https://overday.info

L’AltraCopertina
34 V E NE R D Ì 1 8 F E B B R AI O 2 02 2 L A GAZZE T TA DE L LO S P O RT

FERRARI SPAZIO ALLA FANTASIA


PER TORNARE VINCENTE NEI GP
La vettura 2022 un concentrato di novità. Binotto: «Non si può più fallire»

IL CORAGGIO DI
di Luigi Perna
cerca e innovazioni tecnologiche
estreme come non se ne vedeva-
che passa sotto la vettura al fine di
generare carico aerodinamico e
trare le risorse economiche con-
cesse dal “budget cap” sulla mac-
diversissime fra loro. La nuova
sospensione posteriore non si era
chiesta della Fia per la presunta
irregolaritàdellapowerunit,eun

F
no da anni sulle monoposto del aderenza in curva (effetto suolo). china di quest’anno, nel tentativo mai vista su una rossa e i flussi 2021 di faticosa risalita. Non c’è
Cavallino. Il team principal Mat- Un concetto degli Anni 70 rein- di annullare il distacco (notevole) d’aria calda in uscita dal cofano spazio per gli errori. Lo ha am-
tia Binotto l’ha definita «corag- ventato dai tecnici con gli stru- dal vertice. Impresa ardua come motore sono sfruttati per au- messo anche il team principal:
giosa». E i piloti Charles Leclerc e menti di calcolo e di simulazione scalare l’Everest, considerato che mentare il carico dell’ala dietro. È «Non considero la possibilità del
Carlos Sainz sono rimasti a bocca moderni. Ma questa rivoluziona- Max Verstappen e Lewis Hamil- servita la consulenza di Rory fallimento». Anche perché non
aperta la prima volta che l’hanno ria Ferrari, che ritrova il tradizio- ton nel 2021 hanno duellato su Byrne, artefice dei trionfi ai tem- può esserci un piano B di recupe-
vista dal vivo. Tutto è radicale sul- nale colore rosso scuro, sarà bella un altro pianeta. La F1-75 è stata pi di Michael Schumacher, che ro con gli sviluppi limitati dal tet-
acile paragonarla a uno squalo, la macchina che celebra i 75 anni davvero solo se vincerà, come di- concepita osando proprio per aveva già lavorato sull’effetto suo- to ai costi e la vettura 2023 da im-
con quel muso appuntito come dalla fondazione dell’azienda. Gli ceva il grande Enzo. questa ragione. Le prese d’aria ai lo. Altrettanto estrema la power postare. Il nuovo a.d. Benedetto
una freccia e le grandi “branchie” ingegneri guidati da Enrico Car- lati dell’abitacolo ricordano va- unit, di cui è stato riprogettato il Vignasembraalmomentopiùfo-
per il raffreddamento ai lati del dile (aerodinamica), Fabio Mon- Sfida ai rivali La missione è gamente la Ferrari SF70H del motore V6 turbo, con una dispo- calizzato sulla parte industriale
cofano motore. Ma più che al tecchi (telaio) ed Enrico Gualtieri tornare a conquistare delle gare 2017 e la SF71H del 2018, due sizione inedita dei radiatori e del- dell’azienda. Ma a vigiliare sul-
mondo animale, bisogna pensa- (power unit) hanno potuto dare già quest’anno e possibilmente macchine che rompevano gli le componenti interne a favore l’operato della squadra c’è il pre-
re a una navicella spaziale della libero sfogo allo loro creatività lottare subito per il titolo iridato schemi con soluzioni ardite, poi dell’aerodinamica. sidente John Elkann, che ieri ha
Nasapertrovareunasimilitudine con scelte non convenzionali, e il contro Mercedes e Red Bull. Per copiate dalla concorrenza. Come lanciato un messaggio piuttosto
degna della nuova Ferrari F1-75. risultato è un progetto che inter- provarci, non bastava fare il com- allora è stata applicata la stessa fi- Sotto pressione Per Binotto è chiaro: «La Ferrari è l’unico team
La vettura con cui la scuderia di preta in modo molto originale i pitino,bisognavaosare.Eccoper- losofia del rischio, discostandosi un anno verità. Gli ultimi succes- a essere stato sempre presente
Maranello affronterà il prossimo regolamenti del 2022, caratteriz- ché a Maranello non si sono posti nel “design” della carrozzeria si, sotto la sua gestione, risalgono dalla prima edizione del Mondia-
Mondiale, al via il 20 marzo in zati dal ritorno dei fondi “tridi- limiti, sacrificando gli sviluppi (fiancate concave in alto) dalle al- al 2019. Dopo c’è stato un 2020 le di F.1. Vogliamo scrivere altri
Bahrain, è un concentrato di ri- mensionali” per sfruttare l’aria della scorsa stagione per concen- tre vetture presentate finora, già amarissimo, in seguito all’in- capitoli di storia seguendo

LA FILOSOFIA

Dal muso alle fiancate un progetto che interpreta in modo originale il nuovo regolamento a cui
ha contribuito Byrne, artefice dei successi di Schumi. Motore riprogettato. L’avvertimento di Elkann
https://overpost.org
VENERDÌ 18 FEBBRAIO 2022 LA GAZZETTA D ELLO S P O RT 35
#
L A G U I D A ● CALCIO 20.45 Dazn All Star Game Nba Rising Stars Terza tappa 2.30-.3.4-6-7-7.25-8.35-9.30-
Mainz-Bayer Lverkusen Elche-Rayo Vallecano Liga Challenge 17 Eurosport 2 9.45-10.55-11.30-12-13-14.45
Dirette olimpiche Bundesliga 21 Dazn 3 Sky Sport Uno ● JUDO Rai 2, Rai Sport, Discovery+,
20.30 Sky Sport Football Lille-Metz Ligue CICLISMO Grand Slam Tel Aviv Eurosport 1 e 2, Now, Dazn
Derby di Torino Juventus-Torino Serie A 21 Sky Sport Arena Vuelta Andalucia 16 Sky Sport Arena ● TENNIS
Notte All Stars Nba 20.45 Dazn ● BASKET
All Star Game Nba Celebrity
Terza tappa
16 Eurosport 2
● OLIMPIADI
Pechino Dirette Terz’ultima
Ato 500 Rio Quarti
20.30-22.30 Sky Sport Uno-Super
Bournemouth-Nottingham F.
Championship 1 Sky Sport Uno Giro dell’Algarve giornata Tennis

31
I P ILOTI

Sainz e Leclerc
I mondiali vinti già conquistati:
«Pare un’auto
La Ferrari dal 1950 ad oggi ha
vinto 15 mondiali piloti (1952,
‘53, ‘56, ‘58, ‘61, ‘64, ‘75, ‘77, ‘79,
2000-04, ‘07) e 16 costruttori

futuristica»
(1961, ‘64, ‘75, ‘76, ‘77, ‘79, ‘82,
‘83,’99, 2000-04, ‘07 e ‘08)

238 I successi iridati


La prima vittoria risale al GP
IDENTIKIT
Charles
Leclerc
Nato a
Montecarlo
(Principato di
Monaco) il 16
ottobre 1997.
IDENTIKIT
Carlos Sainz
Nato a Madrid il
1 settembre
1994, figlio
dell’omonimo
due volte iridato
rally (1990-92).
di Gran Bretagna del 14 luglio Alto 179 cm, Alto 177 cm,
1951 con Froilan Gonzalez, pesa 69 kg pesa 66 chili.
l’ultima al GP di Singapore Gli inizi Gli inizi
del 22 settembre 2019 con Dopo il debutto Dopo il kart
Sebastian Vettel. nei kart, passa corre in F. Bmw,
alle monoposto, quindi F.
vincendo il titolo Renault, F.3 e
GP3 nel 2016 e la GP3.
F.2 nel 2017. alte, ovvero di lottare per le Formula 1
di Paolo Ianieri
Formula 1 vittorie» riprende il figlio del Ha disputato
Nel 2018 debutta ntusiasti ed impazienti. grande omonimo due volte sinora 140 GP
alla Sauber e
chiude 13° con
39 punti. Nel
E Charles Leclerc e
Carlos Sainz mirano e
riammirano il loro
iridato rally e tre re della Dakar.
«Se la pressione mi fa paura? -
continua — E perché dovrebbe?
con Toro Rosso
(2015-17),
Renault (2017-
2019 passa alla nuovo giocattolo, quella F1-75 È tutta la vita che sogno di 18), McLaren
Ferrari, sale sul che entrambi sperano possa lottare per vincere delle gare e (2019-20) e
podio in Bahrain, portarli al sogno immaginato e di giocarmi il Mondiale, Ferrari (dal
vince in Belgio e poi cullato sin da quando erano qualunque cosa io faccia, in un 2021). Ha colto 5
a Monza, 4° bambini. Dopo tre stagioni di angolo della mia mente c’è podi, tre con la
assoluto a fine pochi alti e troppi bassi, il questo pensiero. Finora non ho Ferrari. L’anno
stagione. Nel monegasco, e un debutto che ha mai avuto una vera opportunità scorso ha chiuso
2020 chiude 8° e spalancato a molti gli occhi sul di poter vincere, non vedo l’ora il Mondiale al
7° nel 2021 suo vero valore, lo spagnolo, che di scoprire se adesso avrò quinto posto con
senza vittorie possa essere questa della l’occasione». 164,6 punti
ripartenza da zero, quella della
grande impresa? «Le aspettative Testa a testa Il primo anno di
sono alte perché noi siamo la Sainz in Ferrari, è stato anche la
Ferrari — va diretto al punto prima stagione in cui Leclerc,
Leclerc —, e quello che mi rende che nel 2019 e 2020 aveva
molto fiducioso è il lavoro sopravanzato Sebastian Vettel,
assolutamente incredibile che ha dovuto inchinarsi al
ho visto fare negli ultimi mesi. compagno di squadra. «Mi ha

OSARE
Siamo tutti motivati, e io ho una fatto male? Sì. Ma credo che
grandissima voglia di salire in questo valga per tutti i piloti.
auto e guidare». Gli fa eco il suo Però sono ugualmente
compagno: «La macchina mi soddisfatto del 2021, a volte
piace, è molto futuristica. Gli sono stato sfortunato, altre ho
ingegneri ci hanno pensato sbagliato io, spesso sono stato
tanto per andare al limite della troppo ottimista e questo a volte
prestazione. Spero che abbiano mi è costato dei punti. Ma ho
fatto le scelte giuste e la imparato dai miei errori e
macchina sia competitiva». adesso mi sento pronto»
asserisce il monegasco. Che
Pensiero fisso Già, dopo tanti morde il freno, sapendo che nei
anni durante i quali la strada da primi test la Ferrari tutto gli
l’esempio vincente del nostro gione («Mi ha fatto male finire seguire era più o meno quella, la chiederà tranne che di andare a
fondatore. Le nostre aspettative e dietro a Carlos»). Lo spagnolo, nuova rotta impressa dalla caccia della prestazione. «Ho
quelle dei tifosi sono nelle mani invece, va avanti con la solita me- Formula 1 per ridurre il divario una voglia matta di spingere,
di Mattia, dei piloti e della squa- todicità che finora ha fatto la sua Le aspettative tra le squadre e favorire gare più invece i primi test serviranno
dra».Larossahapersoneglianni
scorsi figure chiave come Aldo
fortuna, consentendogli di sor-
prendere molti. Resteranno ami- nostre e dei tifosi combattute in questo momento
è soprattutto un grosso punto di
soprattutto a costruire il nostro
futuro, provando mille cose
Costa e James Allison, andati a fa- ci anche se la Ferrari lotterà per la sono nelle mani di domanda, tra tante auto molto sulla macchina, cercando di
re la fortuna della Mercedes,
adesso chi è rimasto deve evitare
vittoria oppure tornerà un duali-
smo come quelli vissuti con Vil- Mattia e del team diverse l’una dall’altra, mille
aspettative e altrettante
capire qual è lo stile di guida più
redditizio...». Lo pensa anche
di farli rimpiangere. leneuve e Pironi, Prost e Mansell, incognite. «Prima delle varie Sainz: «Sono i test più
Vettel e Leclerc? Per non rischia- presentazioni, pensavo che avrei importanti che la Formula 1
Lotta in casa Infine c’è la sfida re, Binotto li ha già messi intorno visto auto molto simili, invece abbia disputato negli ultimi
in famiglia fra Leclerc e Sainz a a un tavolo a discuterne e la con- ognuno ha seguito una propria anni e noi dovremo scoprire più Gazzetta.it
creare interesse intorno al 2022 clusione è stata che i due saranno strada. Cosa che secondo me cose possibili». Perché anche se Sul nostro sito la
ferrarista. Il Principino monega- liberi di battagliare in pista senza rende il Mondiale ancora più nessuno dei due lo dice foto gallery con
sco scalpita, vorrebbe subito gerarchie, ma evitando rischi interessante» pensa Leclerc. apertamente, la missione è solo la scheda
spingere al massimo nei test per stupidi nell’interesse superiore «Le regole che hanno permesso una: provare a vincere il tecnica della
capire se la F1-75 ha il potenziale della squadra. Bello, a parole. di esplorare aree diverse, in Mondiale. Ferrari F1-75
giusto, muore dalla voglia di © RIPRODUZIONE RISERVATA questo momento ti fanno dire © RIPRODUZIONE RISERVATA e i video degli
prendersi la rivincita sul compa- che è impossibile dire dove ingegneri
gno di squadra che l’ha precedu-
to in classifica nella passata sta- s TEMPO DI LETTURA 4’03” John Elkann
Presidente Ferrari
saremo quando scenderemo in
pista, ma le aspettative sono s TEMPO DI LETTURA 2’44” Cardile, Gualtieri
e Montecchi

I B U O N I P R O P O S I T I

Charles: «Negli ultimi mesi ho visto fare un lavoro incredibile. Essere battuto da Carlos nel 2021 mi
ha fatto male». Lo spagnolo: «Non vedo l’ora di scoprire se finalmente avrò l’opportunità di vincere»
https://overpost.biz https://overday.info
36 V E NE R D Ì 1 8 F E B B R AI O 2 02 2 L A GAZZE T TA DE L LO S P O RT

FORMULA 1 LA PRESENTAZIONE

IL TEAM PRINCIPAL

Binotto guida la r
DIETRO LE QUINTE

«CAMBIO DI MENTALITÀ
E SQUADRA AFFIATATA
COSÌ È NATA LA F1-75»
Tre vittorie sotto la sua gestione
2019 2020 2021

Miglior
pilota
4º Leclerc 8º Leclerc 5º Sainz

Classifica
costruttori/ 504 pt 3º
punti 6º 323,5
131
Vittorie 3 0 0
Podi 19 3 5

«Abbiamo spazzato via


vecchie abitudini e pensato
con una testa nuova. Adesso
vogliamo tornare a vincere»

Clic
migliorare. E che ha sfornato sfida. Che ovviamente compor- Binotto ha descritto così: «Tutte termica, come ha illustrato
di Mario Salvini
questa bellissima F1-75». ta rischi, anche molto alti. «Ge- le novità non sono solo effetti Gualtieri, e dando seguito agli

I
stire la pressione è fondamen- del regolamento, è stata anche sviluppi già iniziati negli ultimi
ll coraggio Un’auto di cui Bi- talmente restare concentrati su una questione di approccio. Il GP del 2021 su quella ibrida. Le
notto ha detto di essere orgo- quello che si sta facendo. E noi budget cap si è fatto sentire, ab- stesse sospensioni (meccaniche,
glioso e che ha più volte descrit- da fare ne abbiamo avuto molto. Progetto del 2019 biamo sacrificato il 2021, per non più idrauliche) sono l’effet-
to come «coraggiosa». Nel sen- Sento la responsabilità, questo poi bloccato questa macchina. E gli effetti to delle linee volute dagli aero-
so di «frutto di scelte non con- sì: negli ultimi anni i risultati delle limitazioni di spesa si sen- dinamici. «La Ferrari non ha
venzionali». Il responsabile non sono stati all’altezza del no-
dalla pandemia tiranno ancora di più nei prossi- mai avuto sospensioni posterio-
l momento della verità è comin- della power unit, Enrico Gual- me che portiamo. Ma penso che mi anni, tanto è vero che parti di ri di questo tipo», ha precisato il
ciato ieri, e durerà un anno inte- tieri l’ha addirittura definita il 2022 sia una grande opportu- ● La progettazione della questa F1-75 saranno anche sul- responsabile del telaio Enrico
ro. È il benedetto 2022 che è arri- «estrema». «Abbiamo cercato nità per tornare ad essere com- vettura 2022 è iniziata a la Ferrari del 2023». Nella con- Cardile. Insomma, è cambiato
vato, segna uno spartiacque di di avere un approccio mentale petitivi. E dunque non sono metà del 2019, come ha vinzione che il progetto funzio- tutto perché è di un nuovo corso
regole. Ed è soprattutto il segna- diverso - ha proseguito il team nervoso, perché ho visto come ricordato ieri Fabio ni. Un progetto originato dal fo- che tutti sentono il bisogno. Con
tempo indicato già molti mesi fa principal – un atteggiamento la squadra è migliorata l’anno Montecchi, perché la glio bianco, «con l’intenzione di anche un particolare, un flap so-
da Mattia Binotto come l’ora più aperto alla novità, evitando scorso e ha continuato a farlo nuova formula avrebbe avere una macchina perfor- pra lo splitter, che per stessa am-
della redenzione. Lui, il team di partire dalle nostre abitudini. con questo progetto: sono orgo- dovuto debuttare l’anno mante dal punto di vista aerodi- missione di Binotto è stato co-
principal di Maranello, se ne Ed è stato difficile, perché per far glioso e soddisfatto di come ab- scorso ma a causa del namico. Le scelte meccaniche piato in corsa dalla Aston Martin
rende perfettamente conto: sa entrare in testa un’idea nuova biamo lavorato». Covid la Fia ha congelato sono venute di conseguenza. A vista pochi giorni fa.
che la F1-75 è l’auto su cui la Fer- bisogna farne uscire quelle vec- gli sviluppi da marzo a cominciare dalla power unit che
rari si gioca tutto. Per il suo bla- chie». È il progresso, il vero si- Aerodinamica Ovvero par- dicembre 2020. è stata rivista in tutti i suoi aspet- L’orgoglio «Fin qui – ha detto
sone,«perché - come hanno ri- gnificato della Formula 1 e della tendo da una convinzione che ti». In modo radicale nella parte ancora il team principal - si sono
petuto tutti ieri - deve tornare ad
essere protagonista». E perché il
motore montato nella prima ga-
LE DECISIONI DELLA FIA
ra tra un mese in Bahrain resterà
poi congelato per quattro anni.
Un’eternità che non consente
errori. Tutte consapevolezze che
Due direttori di Andrea Cremonesi
24 ore dalla presenta-
2016. E Masi? «Gli abbiamo of-
ferto un altro ruolo all’interno
della Fia», ha annunciato ieri il
Struttura Intanto la Alpine ha
annunciato la ristrutturazione
della scuderia: Otmar Szafnauer
hanno conferito solennità al va-
ro di ieri. È stata come la parten-
za per un’avventura che non
nel dopo Masi A zione della W13, la
Mercedes centra una
vittoria politica otte-
presidente, Mohammed Ben Su-
layem, attraverso un video in cui
ha confermato altre novità già
(ex Aston Martin) è stato ingag-
giato come team principal e co-
ordinerà sia Enstone sia Viry ol-
ammette vie di mezzo: o si
trionfa o si fallisce. Ma, ha chia-
rito Binotto, «il fallimento non
Sono Freitas nendo la testa di Mi-
chael Masi (foto): nel suo ruolo
di direttore gara a partire dal GP
circolate nei giorni scorsi. Sarà
istituita una Video Race Control
Room, allestita presso gli auto-
tre che il team in pista; Bruno
Famin sarà invece direttore ese-
cutivo della divisione Racing.
lo prendo in considerazione». E
allora, forte di questa certezza, il
capo della Scuderia ha esordito
e Wittich del Bahrain si alterneranno
Eduardo Freitas e Niels Wittich.
Il primo, 60enne portoghese di
dromi, che assisterà il direttore
di corsa. Da questa stagione, poi,
non saranno più trasmesse le
«Davide Brivio avrà invece il
compito di scovare talenti - ha
detto l’amministratore delegato Gazzetta.it
dicendo di essere emozionato. Cascais, si è fatto apprezzare co- comunicazioni radio tra team e del team Laurent Rossi -. Non Sul nostro sito
«Quest’auto – ha spiegato - è il Debutta anche la me “arbitro” del Wec e della 24 direzione corsa («potranno es- solo piloti, ma anche meccanici potete rivedere
frutto di impegno, dedizione e Var nei gran premi Ore di Le Mans; il secondo, sere poste domande attraverso e ingegneri e sarà determinante il video di
passione di una squadra che ci 49enne tedesco di Erlensee, è un processo pre definito e non nello sviluppo della Alpine co- presentazione
ha investito ogni risorsa di co- Szafnauer team stato direttore di gara del DTM, invasivo») per togliere pressio- me marchio multidisciplinare». della nuova
raggio, creatività e spirito di col- principal Alpine, ma anche di Formula E e F.3. I ne. Infine, riviste le regole che © RIPRODUZIONE RISERVATA Ferrari F1-75
laborazione. Un team che ha la- Brivio talent scout due saranno assistiti da Herbie prevedono la fase di doppiaggio
vorato unito nelle difficoltà,
penso soprattutto al 2020, rea-
Blash, già braccio destro di
Charlie Withing dal 1995 al
in regime di Safety Car, che sono
costate a Masi il posto. s TEMPO DI LETTURA 1’27”

gendo alle critiche, cercando di

https://overpost.org
VENERDÌ 18 FEBBRAIO 2022 LA GAZZETTA D ELLO S P O RT 37

rivoluzione rossa
Ai primi test i piloti non
spingeranno per fare DICONO
i tempi. Penseremo alla
correlazione tra pista,
galleria e simulatore Migliorati
il simulatore
e gli altri
Mattia Binotto team principal Ferrari
strumenti
per portare
luce negli
angoli bui
avuti nel
passato

L’aspetto tecnico

Le fiancate concave
E. Cardile
capo telaio

Tutti i
componenti e il muso appuntito
Che studio sui flussi
della power
unit sono
stati rivisti:
alcuni
ottimizzati,
altri Originale la
innovati
disposizione delle
masse radianti
Quanto è sottile
il cofano motore
viste auto molto diverse, ma cre- stagione». Con l’inevitabile in-
do che le performance andran- cognita dei progressi fatti dagli
di Paolo Filisetti
Abbraccio no poi a convergere. Noi ai primi altri team, Red Bull e Mercedes
Mattia Binotto, test, al Montmelò, non cerchere- su tutti. Incertezza spaventosa e E. Gualtieri oraggiosa, è stato

C
52 anni, al mo la prestazione, penseremo di al tempo stesso affascinate. «La capo motori questo l’aggettivo più
centro tra i suoi più alle correlazioni tra pista e nostra ambizione è tornare ad ricorrente nel corso
piloti per la galleria del vento e tra pista e si- essere campioni del mondo», della presentazione
stagione 2022: a mulatore, per avere certezze in ha messo in chiaro Binotto. An- della F1-75 per defi-
sinistra Charles più nel nostro lavoro. Non gire- che se verosimilmente «sappia- Ci hanno nirne il DNA. Lo ha detto Mattia Canale La fiancata concava e gli sfoghi d’aria verso l’ala posteriore
Leclerc, 24 anni, remo scarichi, i piloti non spin- mo quanto è difficile recuperare guidato Binotto e l’hanno ripetuto i suoi
alla quarta geranno». Al tempo, cioè, Char- il divario dai team migliori». E passione, uomini: Enrico Cardile, Enrico
stagione in les Leclerc e Carlos Sainz mire- allora: «L’obiettivo è tornare a Gualtieri,Fabio Montecchi e Lau- flussi che lambiscono queste su- livello della testa del pilota e le
rosso; a destra ranno casomai ai secondi test, essere competitivi, il che signifi-
entusiasmo rent Mekies. In effetti la F1-75, perfici è stato minuzioso, con il pinnette verticali ai lati dell’air-
Carlos Sainz, 27, quelli in Bahrain. «In generale ca ricominciare a vincere gare. e curiosità. oltre ad essere molto curata nei doppio obiettivo di estrarre il ca- scope, unico retaggio della SF21.
secondo anno a penso che il gap tra le varie Vorrei che questa fosse la mono- Abbiamo dettagli, è soprattutto estrema. lore e indirizzare il flusso verso il Le sospensioni sono push rod
Maranello squadre si ridurrà, ma ci vorran- posto che consentirà a nostri ti- esplorato Le fiancate, sono l’elemento che profilo inferiore dell’ala poste- davanti e pull al retrotreno, ma
no cinque-sei gare per ottenere fosi e a tutti noi di essere orgo- terreni più di altri mette in risalto come i riore. La presa dinamica è di se- quest’ultima è caratterizzata da
le massime prestazioni, perché gliosi della Ferrari». sconosciuti tecnici siano partiti da una totale zione minima, triangolare. Col- un tirante molto inclinato in
ci sarà tanto da imparare, sulla © RIPRODUZIONE RISERVATA ridefinizione del packaging della piscono le dimensioni contenute avanti.
macchina, sulle nuove gomme. Power Unit 066/7. del cofano motore sovrastato da
Capire la vettura sarà un ele-
mento fondamentale di questa s TEMPO DI LETTURA 4’09”
Radiatori Soprattutto i suoi
una vistosa pinna verticale. Cucchiaio Colpisce il muso
con l’estremità appuntita e, no-
accessori hanno subito una Fondo Apprezzabili gli ele- vità assoluta, intercambiabile
complessiva ricollocazione, con i menti di micro aerodinamica che si infulcra nel cucchiaio cen-
SGUARDO AL FUTURO
pacchi radianti posti in modo come il taglio arrotondato pre- trale dell’ala, anch’essa inedita.
«Sacrificata la SF21 per questa F. Montecchi
non convenzionale all’interno
delle fiancate che presentano un
sente all’inizio del diffusore nel
suo punto di attacco al fondo.
Ora spetterà alla pista dire quan-
to sarà veloce.
vettura e alcune parti saranno capo progetto profondo incavo sinuoso nella L’obiettivo è dare “energia” al © RIPRODUZIONE RISERVATA

trasferite su quella del 2023» parte superiore all’altezza delle flusso che lambisce il lato inter-
feritoie a branchie per lo smalti-
mento del calore. Lo studio dei
no del diffusore. Di rilievo anche
i i mini deflettori posti sull’halo a s TEMPO DI LETTURA 1’26”

Pance lunghe
A sinistra la Ferrari F1-75 nella vista
laterale: spiccano le pance che
degradano dolcemente
https://overpost.biz https://overday.info
38 V E NE R D Ì 1 8 F E B B R AI O 2 02 2 L A GAZZE T TA DE L LO S P O RT

FORMULA 1 LA PRESENTAZIONE
#

L’INTERVISTA

Massa
1 2

PARLA IL BRASILIANO

«NUOVE REGOLE
BELLA CHANCE 3
BASTA POCO
E TORNI AL TOP»
«Sainz ha spinto Leclerc a
lavorare di più: i due sono un
punto di forza. Le mie rosse? 1. Felipe Massa, 40 anni, sposato con Raffaella Bassi,
ha un figlio, Felipinho, che ha 12 anni;

Che brutta quella del 2009...» 2. Il brasiliano sul podio della sprint race di Interlagos
mentre premia Carlos Sainz, 27 anni;
3. Il brasiliano al volante della F2008 GETTY AFP

presentazione della Ferrari? «Ho sempre avuto con lui un no bene insieme anche se ovvia- simulatore non basta».
di Andrea Cremonesi
«Il primo pensiero è sempre lo rapporto eccellente, stava a sen-
IDENTIKIT mente cercano di battersi. Car-

H
stesso: sarà vincente? E visto che tire i piloti, sempre molto dispo- los ha aiutato Charles a crescere, 3 Lei ha vissuto le presentazio-
non ci si riesce da un po’ di anni. nibile. Quando ci troviamo, mi lo ha spinto a lavorare ancora di ni accanto a Michael Schuma-
Le aspettative sono maggiori». fa sempre delle domande, chie- Felipe più. Lo spagnolo vive lì a Mara- cher, Kimi Raikkonen e Fer-

3 Leclerc e Sainz quando han-


de il mio parere. Ma ho una otti-
ma impressione anche di Lau-
Massa nello, va ogni giorno in fabbri-
ca».
nando Alonso.
«Michael vedeva sempre il bic-
no visto la F1-75 tutta intera rent Mekies, un grande lavora- NATO A SAN PAOLO (BRASILE) chiere mezzo vuoto e questo
IL 25 APRILE 1981
erano entusiasti. Lei è mai ri- tore, un serio professionista». IN F.1 DAL 2002 AL 2017 3 Ai suoi tempi dopo la presen- spingeva il team a a inseguire la
a aperto il cellulare come un ti- masto a bocca aperta? tazione si andava subito in pista perfezione. Di Kimi era persino
foso qualsiasi, dal suo Brasile, «Sì, per esempio quando ho vi- 3 Leclerc e Sainz? e si capiva se la macchina anda- difficile capire che cosa pensas-
colmo di curiosità per la sua sto le vetture del 2006, 2007 e «Il problema della Ferrari non ● Felipe ha disputato 269 GP va forte o no. Come vivranno se, parlava poco con chi lavorava
Ferrari. Perché anche se ha la- 2008. Ma è successo anche di sono i piloti. Sono forti, bravi e in F.1. Prima con la Sauber ora Leclerc e Sainz questi giorni con lui, a volte si dimenticava
sciato il Cavallino ormai da 9 an- sorprendersi per quando le vicini come prestazioni. Lavora- (2002-2005), quindi dal 2006 di attesa sino ai Montmelò? persino di salutare, ma in pista
ni, il cuore di Felipe Massa batte macchine fossero brutte, come al volante della Ferrari, dove «Mah, i piloti di oggi sono abi- forniva sempre ottime analisi.
ancora per la rossa. Otto stagio- nel 2009: avevano un aspetto era stato collaudatore. Ha tuati ormai a non girare. Certo Fernando era diretto, se c’era
ni, 15 pole, 11 vittorie e un Mon- terribile per colpa dei regola- corso con il Cavallino per 8 sentiranno l’ansia di guidare, di qualcosa che non gli piaceva, fa-
diale perso all’ultima curva del- menti. In quei casi la osservi e stagioni, vincendo 11 volte. capire se c'è feeling. In questo il ceva di tutto perché cambiasse.
l’ultimo giro dell’ultimo GP. preghi “Mamma mia, speriamo In carriera ha colto 16 pole Il suo guaio è che aveva una
che i tecnici abbiano azzeccato e altri 30 podi. Ha chiuso doppia personalità: quando ca-
3 Felipe, che ne pensa di questa qualcosa”. Purtroppo non fu co- secondo nel Mondiale 2008 e lava la visiera diventava un altro,
F1-75? sì, quella vettura è stata una del- terzo in quello del 2006. tendeva a dividere un po’ la
«Difficile farsi un’idea. Il mio le peggiori che ho guidato». squadra, si chiudeva con i suoi
augurio è che Mattia Binotto sia uomini e cercava di portare il te-
riuscito a rendere la squadra più 3 Quando lei era a Maranello, am dalla sua parte».
efficente». John Elkann era poco più che
un ragazzo. Mai parlato di cor- 3 Sarebbe soddisfatto a fine
3 Si è ripartiti da un foglio se? stagione se...
bianco: basta per azzerare il di- «Sì, lo ricordo appassionato ma «La Ferrari fosse vincente, l’an-
vario da Red Bull e Mercedes? anche riservato. Timido. Il con- Per Schumacher no scorso era partita male ma è
«Facile immaginare che siano
avanti. Ma con simili cambia-
trario di Montezemolo che par-
lava a volte anche troppo (ride)
il bicchiere Quasi campione
Che beffa nel 2008
cresciuta, io sono un tifoso co-
me gli altri e spero che sia la vol-
menti, le sorprese possono capi- ma ci metteva sempre la faccia. era sempre Felipe Massa alza ta buona».
tare. Basta scovare qualcosa e ti
ritrovi davanti».
Due personalità molto diverse».
mezzo vuoto le braccia sul podio
del GP Brasile: per
© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 Cosa prova ad assistere alla


3 Conosce molto bene invece
Mattia Binotto.
Felipe Massa
In Ferrari dal 2006 al 2013
pochi secondi è stato
campione del mondo EPA s TEMPO DI LETTURA 2’45”

www.richardmille.com

https://overpost.org
VENERDÌ 18 FEBBRAIO 2022 LA GAZZETTA D ELLO S P O RT 39

FORMULA 1 LA PRESENTAZIONE
#

IL PARERE DEGLI EX

Regalateci una gioia


E D D I E I R V I N E R E N È A R N O U X

«Leclerc-Sainz
coppia super
Mi aspetto
FERRARI ZERO ALIBI «Nuoveregole
maitecnici
sonorimasti
delle vittorie»
ADESSO DIMOSTRA glistessi...»

CHE SAI ANCORA


IDENTIKIT IDENTIKIT
artire dal foglio bianco urtroppo non la vedo

P è una ghiotta
opportunità per chi P bene, perché non sono
cambiate le persone:

COME SI FA A VINCERE
come la Ferrari deve sono le persone che
chiudere il divario da Red Bull e fanno la macchina. Alla Ferrari
Mercedes. Difficile dire quanto non manca niente, le capacità ci
la F1-75 potrà essere competitiva sono , ma con questa guida
sino a quando non le vedremo in tecnica abbiamo sperato nel
pista a Montmelò ma Eddie Irvine 2019, nel 2020, nel 2021...Ora René Arnoux
ovviamente io mi auguro che Nato a continuo a sperare nel 2022, Nato a Grenoble
possa subito essere all’altezza Newtownards DI CHE COSA anche se non so perché: non è (Fra) il 4 luglio
delle due scuderie migliori. Qual (Irlanda del PARLIAMO che possiamo sperare fino al del 1948. In
è il target realistico? Nord) il 10 2030. Cambia il regolamento, è Formula 1 tra il
Innanzitutto con un simile novembre 1965. vero: ma quello può cambiare 1978 e il 1989 con
cambiamento regolamentare, è In F.1 dal 1993 al Il cambiamento anche dieci volte in un anno e i 149 GP, 7 vittorie
determinante azzeccare gli 2002 disputa regolamentare promette, se bravi restano sempre bravi, e 22 podi.
sviluppi, prendere la giusta 146 GP 4 vittorie non un rimescolamento delle perché hanno i soldi e gli
direzione. Conosco la forza della e 26 podi forze, almeno la possibilità di ingegneri validi. Alla Ferrari In Ferrari
rossa e sono ottimista. Mi auguro colmare il divario. Sarà la sono anni che sul piano della Ha disputato due
che dopo oltre due anni si possa In Ferrari stagione del rilancio per la tecnologia siamo indietro, parlo stagioni piene,
finalmente festeggiare qualche Dal 1996 e 1999 Ferrari dopo due annate in prima persona perché amo la 1983 e 1984, più il
vittoria. Anche perché i due con 4 vittorie e senza vittorie? Abbiamo Ferrari. I piloti sono bravi, tutti e primo GP del
piloti sono di altissima qualità. 23 podi. Vice- rivolto la domanda ad alcuni due al livello dei migliori: ma nel 1985, con 3
Charles Leclerc e Carlos Sainz campione del piloti che conoscono bene 2021 ho avuto l’impressione che vittorie e 1 1
secondo me sono la miglior Mondo 1999 Maranello perché hanno soprattutto Leclerc avesse perso podi. Terzo nel
coppia quest’anno. Charles è avuto la fortuna di indossare un po’ la fiducia: non c’è niente Mondiale 1983.
leggermente più veloce, ma lo la tuta rossa. di peggio che essere in un
spagnolo si è subito dimostrato Ultimo campione del Cavallino grande team e avere risultati
capace di fare i risultati che la di Andrea Cremonesi, Kimi Raikkonen bacia la coppa del vincitore al GP del Brasile 2007 e mediocri, mi ricorda il mio 1984.
Ferrari si aspetta da lui. In cosa Paolo Ianieri, Luigi Perna, festeggia il titolo iridato. Il finlandese ha vinto con la rossa 10 GP EPA Se avrà un’auto competitiva
dovrebbero migliorare? Mah, io Mario Salvini ritroverà subito la sicurezza. La
credo che vadano già bene così. fiducia nel team è tutto.

G E R H A R D B E R G E R IVAN CAPELLI GIANCARLO FISICHELLA ARTURO MERZARIO

«Lapowerunit «Difficile «Pilotiaffiatati «Resto


ècresciuta tornare al top comeeravamo pessimista
Sperolottino senza innesti ioeAlonso Non credo
perilMondiale» da altri team» allaRenault» alla svolta»
IDENTIKIT IDENTIKIT IDENTIKIT IDENTIKIT
pero in una Ferrari on so cosa aspettarmi, eclerc e Sainz hanno o sono pessimista. E lo

S competitiva. Hanno
fatto un grosso passo
avanti sul motore e mi
N con queste
presentazioni farsa,
sembra che ci
L dimostrato di andare
decisamente forte.
Tutte e due hanno
I sono perché da troppo
tempo la Ferrari ci ha
abituati ad essere tali.
auguro che anche il resto della prendano per i fondelli. Ma grandi doti di guida. Charles è La mia opinione è che non siano
vettura sia abbastanza buono da partendo da un foglio bianco la velocissimo, Carlos grande in alto mare...ma di più!
lottare per il titolo. La F.1 ha Ferrari ha grandi chance di fare esperienza e sa gestire bene la Purtroppo. L’anno scorso ci
bisogno di una Ferrari al vertice. la differenza. Il solo dubbio è che gara. Se avranno tra le mani hanno raccontato che avevano
Sono convinto che, col pacchetto Gerhard se in questi anni non ha mai Ivan Capelli una macchina buona potranno Giancarlo stoppato lo sviluppo per lavorare Arturo
giusto, sia Leclerc sia Sainz Berger trovato il bandolo della matassa, Nato a Milano il giocarsela tutte e due alla pari e Fisichella sulla nuova auto. Una storia che Merzario
possano vincere delle gare e il Nato Wörgl (Aut) come può riuscirci ora, senza 24 maggio 1963. a quel punto la differenza la Nato a Roma il non regge più e che purtroppo Nato a Civenna
campionato. Interessante come il 27 agosto 1959. l’innesto di qualcuno che porti In Formula 1 tra fanno i dettagli, l’errore o 14 gennaio 1973, vedremo strada facendo. Lo dico (Como) l’11
gli ingegneri dei vari team finora In F.1 tra 1994 e qualcosa di diverso? La Ferrari il 1985 e il 1993, l’esperienza. Oltretutto in Formula 1 tra con rammarico. Mi spiace marzo 1943, in
abbiano sviluppato idee diverse. 1997 con 210 GP non vince il Mondiale piloti dal 93 GP con due lavorano molto bene insieme, 1996 e 2009 con perché hanno due piloti come F.1 tra il 1972 e il
Può essere che qualcuno abbia 10 vittorie 2007, e da allora si sono stravolti secondi posti e ho notato che tra loro c’è un 229 GP, 3 Leclerc e Sainz che sono ottimi, 1979: ha
trovato una soluzione più e 48 podi. gli equilibri: per il mercato un terzo. bel affiatamento come c’era tra vittorie e 19 anche se io ritengo che abbiamo disputato 57 GP.
efficace all’inizio della stagione, commerciale che vinca o meno me e Fernando Alonso quando podi. un po’ frenato Carlos perché Iridato Sport
ma credo che poi si andrà verso In Ferrari in F.1 non fa differenza. Ma per In Ferrari vincemmo il titolo piloti e come avviene in tutte le squadre con l’Alfa.
un maggiore equilibrio. Tutti Sei stagioni a nome e per storia è obbligata a Ha corso col costruttori con la Renault nel In Ferrari c’è uno che deve primeggiare.
speriamo che il duello del 2021 Maranello tra farlo, e questi anni duri pesano. Cavallino nel 2005 e 2006. Questo Ha corso solo 5 Sembra di essere tornati ai miei In Ferrari
fra Verstappen e Hamilton si 1987 e 1989 e tra Con Leclerc e Sainz ha due piloti 1992 sino al cambiamento regolamentare gran premi con tempi, ai primi anni Settanta:, ci In rosso ha
trasformi in una sfida allargata a 1993 e 1995, con veloci, esperti e complementari: Portogallo: può provocare un la rossa, quelli sono fazioni, uno che fa le corso 2 GP nel
4 o 5 squadre, fra cui la Ferrari, e 5 vittorie e 24 Charles è veloce in qualifica, miglior risultato rimescolamento delle carte che finali della scarpe all’altro. Che piaccia o no 1972 e 9 del 1973
che il nuovo regolamento, unito podi: terzo nel Carlos più completo in gara e 5° al GP del può risultare favorevole alla stagione 2009, Luca di Montezemolo, quando con due quarti
al budget cap, possa dare chance Mondiale nel questo può far crescere tutti e Brasile Ferrari, speriamo. Parlo di un senza ottenere ha avuto la possibilità di posti in Brasile e
ai team di metà classifica. Il 1988 e nel 1994 due. Il pilota di carattere, poi, team numero 1 che può avere punti comandare, ha dato una svolta e Sud Africa
lancio delle auto del Cavallino ha darà l’indirizzo al team.Per me le stesse possibilità di Red Bull non solo nelle corse. Perché? Ha
sempre avuto un’atmosfera può essere Sainz, perché ha e Mercedes anche perché avuto l’abilità e la fortuna di
speciale, ai miei tempi come ora, imparato da papà Carlos a stare lavorano da un anno mezzo sul prendere Jean Todt, Ross Brawn
ricordo quanto fossi orgoglioso nell’ombra ma a muoversi bene 2022. Spero che possa lottare e Rory Byrne. Mattia Binotto è
di essere un pilota della rossa. Mi dal punto di vista tecnico e per vincere gare e magari il squisito, ma avrebbe dovuto
sento ancora uno di loro. politico, e questo è impagabile. mondiale. restare motorista.

LE OPINIONI

Il fronte di chi ha guidato per Maranello è spaccato. Berger, Irvine e Fisichella sono convinti che le nuove
regole costituiscano una opportunità mentre Merzario, Capelli e Arnoux non ci credono: troppe delusioni
https://overpost.biz https://overday.info
40 V E NE R D Ì 1 8 F E B B R A I O 2 02 2 L A GAZZE T TA DE L LO S P O RT

FORMULA 1 LA PRESENTAZIONE
#

LE MERAVIGLIE ROSSE

75 anni di passione
1947 2022
125 F1­75
La prima L’ultima
La 125 era spinta La F1-75 è spinta
da un 12 cilindri dal V6 da 1,5 litri
da 1500 cmc abbinato a MGU-H
per 118 cavalli e MGU-K

ANNI CINQUANTA: 500 F2 DI CHE COSA ANNI SESSANTA: 158


PARLIAMO
Ascari trionfa col V4 disegnato di domenica Surtees re nel ‘64 col Cavallino “americano”
● La prima Ferrari a La Ferrari festeggia quest’anno i ● La 158 spinta dal V8 a 90° è
conquistare il Mondiale è una 75 anni dalla fondazione. Tra le passata alla storia perché
…Formula 2, che monta un 4 68 vetture che hanno corso il conquistò il Mondiale con John
cilindri 2 litri da 185 cavalli Mondiale di F.1 dal 1950 ad oggi Surtees non “vestita” di rosso ma
creato da Aurelio Lampredi in ne abbiamo scelta una per con una livrea bianco blu della
una domenica pomeriggio: «Io decennio - dalla prima vettura Nart dell’importatore americano
ero seduto da lato del tavolo e iridata con Alberto Ascari a Luigi Chinetti. Ferrari decise di
dall’altra c’era Ferrari - quella che ha sfiorato il titolo nel rinunciare al colore nazionale
racconterà il progettista - che 2018 con Sebastian Vettel - che, per ripicca contro le autorità
mi rifocillava con panini alla secondo noii, hanno segnato la sportive nazionali, colpevoli di
mortadella e lambrusco». storia di Maranello nei GP. non aver appoggiato con dovuta
Alberto Ascari domina le energia la richiesta di
stagioni 1952-53. di Andrea Cremonesi omologazione della 250 LMN.

ANNI SETTANTA: 312 T GP disputati ANNI OTTANTA: 126 C2

LaprimadiNikinel‘75colboxereilcambioaT 1030 Nel terribile ‘82 centra col turbo il costruttori


● La saga della 312 iniziata nel ● La prima Ferrari turbo è la
1966, 3 litri 12 cilindri, ritrova la CK del 1981: monta un V6
strada iridata nel 1975 quando VITTORIE POLE GIRI derivato dal 1500 che aveva
Mauro Forghieri decide di VELOCI corso dal 1961 al 1965 a cui
assemblare al boxer un cambio viene abbinata una turbina
trasversale. La vettura, grazie a 238 230 254 KKK. Gilles Villeneuve vince
una differente geometria delle Monaco e Spagna ma è la C2,
sospensioni e una barra che nel 1982 vince il titolo
antirollio cortissima, si dimostra
Allori costruttori malgrado la morte
più agile e maneggevole rispetto
Mondiali piloti del canadese e il terribile
alle rivali inglesi. Niki Lauda incidente a Pironi grazie
con 5 vittorie conquista a all’apporto di Patrick Tambay e
Monza il suo primo mondiale Mario Andretti.

ANNI NOVANTA: 641/2 ANNI DUEMILA:F 2002

Senna sperona Prost: impresa sfiorata nel ‘90 15 La preferita di Schumi: nel 2002 vince 14 GP
● John Barnard lascia a ● La F2002, spinta dal 10
Maranello un bel regalino: la cilindri di 3 litri, che debutta
641/2, dotata come 640 del alla terza gara per sostituire la
cambio semiautomatico, spinta Allori F2001 (prima al GP inaugurale
dal 12 cilindri di 3 litri a 5 Mondiali costruttori in Australia), conquista 14 gare
valvole per cilindro da 600 Cv: su 17: 10 con Michael
la guidano Nigel Mansell e Schumacher e le restanti con
Alain Prost, coppia fortissima. Rubens Barrichello, perdendo
Vincono sei gare ma il soltanto Montecarlo che va a
Mondiale va a Senna perché Coulthard. «Con la F2002 ho
nella decisiva gara di Suzuka, potuto guidare quasi alla
Ayrton si vendica del botto
subito da Alain l’anno prima 16 perfezione», spiegherà
Schumi.

Clic I piloti più vittoriosi della rossa? ANNI DUEMILA E DIECI: SF71-H

Schumacher, Lauda e Vettel Vettel illude nel ‘18, vincendo a casa di Lewis
I podi
● (g.cor.) Il pilota più vittorioso della ● Le stagioni dell’ibrido hanno
riservato alla Ferrari più
238
Ferrari pare al momento irraggiungibile:
Michael Schumacher si trova infatti a Secondi posti amarezze che gioie. Ma nel
quota 72 successi su 179 gran premi 2018 con Sebastian Vettel e
disputati con la tuta rossa dal 1996 al 2006.
Dietro di lui a distanza siderale Niki Lauda
Vittorie
276 Kimi Raikkonen la SF71-H,
spinta dal V6 ibrido appoggiato
che dal 1974 al 1977 ha realizzato 15 vittorie
in 57 corse; terzo Sebastian Vettel che ha 264 da MGU-H e MGU-K conquista
sei successi (e altrettante pole),
conquistato 14 successi in rosso dal 2015 al mai così tanti dal 2008. Seb
2019, disputando 116 GP. Dal 1950 a oggi sono vince a Silverstone, a casa di
stati 39 i piloti a vincere almeno un GP con Hamilton e se non fosse finito
la Ferrari. Terzi posti a muro a Hockenheim, mentre
era al comando...

https://overpost.org
VENERDÌ 18 FEBBRAIO 2022 LA GAZZETTA D ELLO S P O RT 41

FORMULA 1 LA STAGIONE 2022

CHE COSA CAMBIA


Le novità in otto punti

ALA POSTERIORE DEVIATORI DI FLUSSO MUSO


Con paratie prive Vietati quelli davanti Deve essere basso
dell’estremità alle fiancate per regolamento
superiore

ALA POSTERIORE/2
Spunta un profilo inferiore CERCHI FONDO COPRICERCHI ALA ANTERIORE
che incrementa l’estrazione Da 18 pollici Con canale Venturi Debuttano i copricerchi Altezza minima 100 mm
del flusso dal fondo anziché da 13 per produrre effetto suolo per ridurre le turbolenze (+25 mm rispetto al 2021)

Bentornato effetto suolo visto un incremento delle com-


di Giusto Ferronato
ponenti rinnovabili pari al 20%.

MONOPOSTO RIVOLUZIONATE
D PER FAVORIRE I SORPASSI
L’Eco carburante passa dal 5,75%
del 2021 al 10 per cento.

Tetto alle spese


Cala a 140 milioni
di dollari
imenticate la Formula 1 vista dal Le trasmissioni saranno omolo-
2014 al 2021: nel 2022 vedremo in gate per cinque anni, con limiti

SARÀ FORMULA SPETTACOLO


pista monoposto tutte nuove. dimensionali delle scatole del
Duplice la filosofia: aerodinami- cambio. Il tetto ai costi dei team
ca semplificata ed effetto suolo (esclusi stipendi di piloti e top
per consentire a chi è in scia di manager e spese per finalità di
non perdere aderenza e tentare marketing e welfare dei dipen-
l’attacco, regalando più azione e denti) scende da 145 a 140 milioni
divertimento. E con la limitazio-
ne del budget, chi sarà inizial-
L’anno scorso seguendo di dollari annui.

mente indietro, dovrebbe riusci-


re a colmare il gap in minor tem-
un’altra vettura si perdeva Qualificazione
Tre gare sprint
po. Sarà così? Vediamo in sintesi
le principali novità del 2022.
molto carico aerodinamico, con punti ai primi 8

Aerodinamica
adesso dovrebbero esserci La Qualifica Sprint cambia nome
in Sprint. Sono ancora tre, sem-
Canali Venturi meno turbolenze in scia pre al sabato pomeriggio per de-
signare la griglia del GP, saranno
sul fondo a Imola, Zeltweg (Austria) e San
La gran novità è il ritorno dell’ef- Paolo (Brasile). Rispetto al 2021
fetto suolo grazie a canali Venturi quando assegnava punti ai primi
che si estenderanno anterior- tre ora va a premiare i primi 8 (8
mente, dove ora sono posizionati punti al primo fino a 1 per l’8°),

Clic
i deviatori di flusso (saranno vie- ma la pole è assegnata all’autore
tati) sino a dietro le ruote poste- del giro più veloce del venerdì.
riori. Il ruolo delle ali sarà ridi-
mensionato, con quella anteriore Punteggio
composta di soli tre elementi e la Sparisce l’obbligo per i primi 10
posteriore di due. Resterà il Drs, il
GP brevissimi?
sistema che consente lo stallo di scattare con le gomme del Q2 Niente punti
dell’ala posteriore per guadagna- In caso di gara interrotta dopo
re velocità in rettilineo. Le F.1 at- ● Cambia il regolamento sulle gomme da utilizzare appena due giri come a Spa 2021
tuali «in scia perdono circa il 47% al via di un GP: sino all’anno scorso i primi 10 sulla niente punti. Istituita una scala di
del carico - ha detto Charles Le- griglia erano obbligati a scattare con le gomme con punteggio in base ai km percorsi.
clerc - con le regole 2022 do- cui si era passato il Q2. Ora la scelta è libera, resta Se il leader completa meno del
vremmo essere al 18%». L’aero- obbligatorio compiere il Gp usando due mescole 25% della distanza, assegnati

23
dinamica sarà molto limitata: punti ai primi cinque (6 al vinci-
vietati i complessi deviatori di tore, 4 al secondo, 3 al terzo, 2 al
flusso davanti alle fiancate e nelle no Pirelli con fianco ribassato con tuali a 795, per l’incremento di 5 quarto e 1 al quinto); se si copre
zone delle prese d’aria dei freni, di cerchi da 18 pollici. Ciò implica kg delle power unit e per la mag- una porzione di gara compresa
specie le posteriori. Le carenature una riprogettazione delle so- giore massa dei 18 pollici. tra il 25 e il 50% punti ai primi no-
dei freni, incluse le prese d’aria, spensioni che dovranno assicu- ve (13 al primo, 10 al secondo, 8 al
saranno separate dagli elementi
delle sospensioni. Il passo avrà
rare un molleggio più elevato, ma
non potranno più essere idrauli-
Power unit terzo, 6 al quarto, 5 al quinto, 4 al
sesto, 3 al settimo, 2 all’ottavo e 1
lunghezza massima di 3600 mm, che né usare smorzatori inerziali.
Verranno congelate al nono). Se viene percorsa tra il
la larghezza resta invariata a Si torna a sospensioni con soli sino a fine 2025 50 e il 75% della lunghezza, punti
2000 mm. due ammortizzatori a molla su La stagione più lunga di sempre Congelate le power unit fino al ai primi dieci: 19 al primo, 14 al
ogni asse. I freni avranno dischi 2025. Dal 2026 il nuovo regola- secondo, 12 al terzo, 9 al quarto 8
Le gomme di diametro massimo che passa Con 23 GP sarà la stagione più lunga di sempre. Tornano mento semplificherà i propulsori al quinto 6 al sesto, 5 al settimo, 3
da 278 a 330 mm. Le nuove gom- Australia, Canada, Singapore e Giappone. Debutta il GP di consentendo l’ingresso di nuovi all’ottavo, 2 al nono e 1 al decimo.
Debutta il ribassato me, come da richiesta dei piloti, Miami. Due le tappe in Italia con Imola (GP Emilia-Romagna) in costruttori. Le differenze più tan- © RIPRODUZIONE RISERVATA
della Pirelli dovrebbero garantire meno sur- programma il 24 aprile e Monza l’11 settembre. Sei i giorni di gibili nel 2022 riguardano carbu-
L’altra grande e vistosa novità ri-
guarda gli pneumatici: debutta-
riscaldamento e meno degrado.
Aumenterà il peso dai 752 kg at-
test prestagionali: dal 23 al 25 febbraio a Montmeló (Spagna) e
dal 10 al 12 marzo in Bahrain, dove il 20 marzo inizia il Mondiale
ranti e lubrificanti che progressi-
vamente da quest’anno hanno s TEMPO DI LETTURA 3’50”

COME CAMBIA

Incrementato il peso: da 752 a 795 kg. Spariscono i deflettori e i motori saranno congelati all’inizio
della stagione sino a fine 2025. Punti ai primi 8 nelle tre gare sprint del sabato (con pole al venerdì)
https://overpost.biz https://overday.info
42 V E NE R D Ì 1 8 F E B B R AI O 2 02 2 L A GAZZE T TA DE L LO S P O RT

OLIMPIADE INVERNALE

PECHINO 2022

La donna che vinse


LA PROTAGONISTA

BRIGNONE SHOW
DOPO L’ARGENTO
ANCHE IL BRONZO
«E NON FINISCE QUI»
Fede stella in combinata: «Ora il Team Event
La medaglia di Sofia? In discesa è la più forte»

a Federica che la madre ha detto E poi ero stanca, stressata».


di Simone Battaggia CONTRO LA GOGGIA
la sua su Sofia Goggia, di proteg-
INVIATO A YANQING (CINA)
gerla dalle domande che i giorna- 3 La polivalenza è faticosa?

C
listi - anche stranieri - inevitabil- «Sì. Ma a me piace gareggiare. È
mente le vorranno fare. Perché Il fratello Davide difficile stare al top ovunque, ma
“Federica patisce queste cose”, «Lei patisce hai anche più occasioni».
come dice il fratello Davide. Dopo
la premiazione Fede viene a sape-
le frasi di mamma» 3 Che voto dà ai suoi Giochi?
re tutto ma giustamente si barrica ● Subito dopo la «Due medaglie ai Giochi è tanto.
dietro a un “non so nulla”. Se non premiazione, Davide Guardate la Shiffrin: il nostro
he poi a furia di parlare di altro, di altro perché è giusto parlare di lei, Brignone racconta così la sport è talmente difficile che due
concentrarsi su invidie, ingerenze della sua Olimpiade finalmente gestione della sorella dopo medaglie sono tanta roba. Non
e rivalità, si rischia di perdere riuscita, di come ha costruito un che, il giorno prima, la madre facciamo uno sport con una cor-
d’occhio la sostanza delle cose. bronzo tutt’altro che scontato in Ninna Quario aveva parlato sia o una piscina, ma dobbiamo
Federica Brignone è bronzo in una specialità che spesso domina di Sofia Goggia: «Federica interpretare al momento».
combinata, ma che in Cop- non sa niente. In realtà
prima donna pa si vede po- anch’io non so niente. Ho 3 In Italia si sta parlando di lei
italiana meda- co, di quanto ricevuto solo dei messaggi suo malgrado. Lo sa?
gliata ai Giochi Fatta la storia più forti siano del tipo “Non fatevi «Io non so niente e non ho letto
in questa disci- È la prima atleta state Michelle coinvolgere”, ma non so niente. Altrimenti al posto di ve-
plina vetusta e Gisin - oro co- esattamente cosa sia nire qui con una medaglia, mi sa-
fuori moda ma italiana a salire me a Pyeon- successo. Abbiamo chiesto rei presentata talmente arrabbia-
comunque af- sul podio ai Giochi gChang – e all’ufficio stampa Fisi che ta e incavolata che non sarei riu-
fascinante. Fa Wendy Holde- prevenisse le domande dei scita a fare il massimo. Non ho
il bis di podi in questa disciplina ner, di come giornalisti durante la niente da dire. Se è per quella sto-
olimpici: tra le Oro alla Gisin sia affondata giornata. Tra l’altro devo ria di Milano-Cortina 2026, avrò
donne ci sono Mikaela Shif- dire che sono anche un po’ 35 anni e non so se correrò».
riuscite solo a Isolde Kostner frin. «Ho sempre creduto nella stufo. Federica patisce per
(1994) e Compagnoni (1998) e combinata. Secondo me è diffici- queste cose. Io non capisco 3 No, è per l’articolo di sua ma-
questa notte nel team event potrà le nella stessa giornata essere così mia madre: ha tutte le dre Ninna Quario.
puntare a ciò che nessuno sciato- costanti. L’ho sempre fatto in ragioni per pensarle queste «Non so niente. Prima della gara
re italiano ha mai raggiunto, tre Coppa del Mondo ma nei grandi cose, non è la prima che le non accendo nemmeno il telefo-
medaglie nella stessa edizione. eventi non mi era mai venuto. È pensa né l’ultima che le no».
Poi, certo, c’è il contorno, ci sono una grande soddisfazione». penserà, ma che bisogno ha
le coincidenze - Federica a podio di dirlo? Da un altro punto di 3 Resta il Team Event.
nei giorni in cui Sofia Goggia è ar- 3 Come ha fatto amicizia con la vista la apprezzo, pensa una «Ci proverò, farò il massimo. Se-
rivata a Pechino e se ne è andata -, pista? cosa e ha il coraggio di dirla, condo me siamo molto competi-
c’è il racconto di una giornata «Ha studiato i video. In realtà la ma cosa gliene viene?». tivi. Nel parallelo può succedere
surreale, con gli addetti stampa sezione bassa ce l’avevo, era quel- si.ba. di tutto, tante squadre hanno
Fisi incaricati di “non far sapere” la alta a darmi un po’ di problemi. schierato grandi atleti (per gli Usa

I GIOCHI DI FEDE

Secondo posto nel gigante, delusioni, polemiche e resurrezione

Lunedì 7 febbraio Gioia all’esordio Mercoledì 9 Il test in slalom Venerdì 11 La delusione in SuperG Lunedì 14 No a Milano-Cortina e dietrofront
Dopo una stagione senza podi nella specialità, Federica Federica partecipa allo slalom olimpico per prepararsi Attesissima nel superG dopo tre vittorie in Coppa del Ultima prova prima della discesa: «Non sono riuscita
Brignone è argento nel gigante, prima gara femminile ai alla combinata. Ventesima dopo la prima manche, esce Mondo, è solo settima nella gara vinta da Lara Gut- fare amicizia con questa pista». Su Milano-Cortina 2026:
Giochi di Pechino. Più forte di lei solo Sara Hector. nella seconda. «La neve è strana, mi sono ambientata Behrami: «Non saprei cosa fare di diverso, non era «Non ci sarà atmosfera olimpica, non credo ci sarò».
«Questa medaglia mi dà grande serenità», dice l’azzurra meglio in gigante che non in slalom» abbastanza. Per la combinata non ci sono contromisure» Poi precisa: «Non me li perderò»

https://overpost.org
VENERDÌ 18 FEBBRAIO 2022 LA GAZZETTA D ELLO S P O RT 43

2 volte
A M A L P E N S A

IL RITORNO
Goggia: «Voglio la Coppa
Regina
Io finta infortunata?
Parla la risonanza...»
di coppa
Federica
Brignone è nata
a Milano il 14
luglio 1990 ma
vive a La Salle,
in Valle d’Aosta.
Accolta dai
È figlia di Ninna genitori, Sofia
Quario, ex
sciatrice sceglie l’ironia
con 4 successi
in Coppa. La
per rispondere
Brignone ha alle accuse
vinto la Coppa
del Mondo della Quario.
2019/20,
unica italiana
E poi spunta
a riuscire il tapiro
nell’impresa,
ed è l’azzurra
più vincente
di sempre con 19
successi. Oltre Olimpionica
alle tre medaglie Sofia Goggia, 29 anni, finanziera,
olimpiche, vanta oro nel 2018, mostra l’argento 2022
un argento con papà Ezio e mamma Giuliana
mondiale in
gigante nel 2011
ci sarà anche Mikaela Shiffrin, pronti nel momento giusto».
di Stefano Arcobelli
Verso la Coppa Non sono an-
ndr), ma siamo gasati». cora giorni di festeggiamenti per-
MALPENSA
3 Sa che ha gareggiato con gli sci ché «c’è una riabilitazione da
3 Vi siete allenati? di Sofia Goggia? oggia di cristallo. For- Ho pianto tanto, proseguire e una Coppa da ricon-

G l’argento non è
«Non faccio parallelo dall’anno «Non lo sapevo, non so niente. So se già in aeroporto So- quistare. Adesso mi prendo un
scorso ai Mondiali, mi sono rifiu- solo che ho corso con i miei sci e fia, ancora spossata solo giorno e mezzo di riposo, poi
tata di farlo. Ma credo che come non con quelli della Gisin». dal volo diretto da Pe- l’oro. Ma l’affetto mi concentrerò per le discese di
team sia bello. Oltre a me e a Mar- chino, intuisce che
della gente è tutto Crans Montana». E se fosse ri-
ta, Alex Vinatzer si è qualificato a
Lech e Luca De Aliprandini è
3 Ha conquistato la medaglia in
discesa o in slalom?
L’ULTIMA l’impresa d’argento ai Giochi in
discesa ha conquistato gli italiani Sofia
chiamata a fare la portabandiera
nel 2026? «Sarebbe un onore».
competitivo». «Ho fatto la vera combinatista, quasiquantol’orodiquattroanni Goggia Le chiedono degli sci da discesa
cioè ho fatto schifo da tutte e due Team Event prima: «Per la storia che si è por- regalati alla Shiffrin: «Erano
3 Stupita dall’argento di Sofia le parti, ma alla fine me la sono per Fede tata dietro, la sofferenza, le tante plimenti». Il souvenir che si è quelli della seconda prova, non
Goggia e dal bronzo di Nadia De- cavata (ride, ndr). Mi sono difesa Dalle 4 Federica lacrime». Ora è il momento di portata dalla Cina? «Io torno dal- quelli della gara, e i miei numero
lago in discesa? dappertutto, ho giocato con la te- Brignone sarà in abbracciare i genitori Ezio e Giu- le Olimpiadi con un solo gadget: 27 si sono pure bruciati. Se penso
«Nadia ha sta. Sono stata gara nel team liana, mentre riceve i compli- la medaglia». Stavolta, ha un co- a Mikaela, sembra la Biles di To-
sciato benissi- intelligente in Event con Marta menti del sindaco di Bergamo, lore diverso: e dove la metterà? kyo. La testa può fare più del fisi-
mo, è stata una slalom, ma an- Bassino, Luca Giorgio Gori, e del gruppo della «L’oro è l’oro, l’argento lo metto co. La consapevolezza che io ave-
grande. Sap- Le spine che in discesa De Aliprandini Finanza guidato dal generale al suo fianco ma sono due meda- vo mi ha aiutato a tornare a sciare
piamo cosa ha «Non so nulla delle ho cercato di e Alex Vinatzer. Vincenzo Parrinello, che le dona glie dal sapore diverso. Nel 2018 ad ottimi livelli pur in condizioni
vissuto Sofia, difendermi Formula fiori naturalmente gialli. ero al debutto, battei la Vonn e c’è precarie». E ricorda quel viaggio
ma vista la sua parole di mia madre dove non ero a eliminazione sempre il calibro dell’avversaria a da Cortina a Milano dopo la ca-
superiorità in sulla Goggia. Su sicura e di at- diretta dagli Polemica, no grazie C’è la definire la grandezza dell’impre- duta «piangendo per tutto il per-
discesa non
avevo dubbi». Milano-Cortina dico taccare dove
sapevo di aver-
ottavi. Si sfidano
squadre di
diretta tv e nell’assedio di do-
mande, l’olimpionica si racconta
sa. In Cina arrivavo in condizioni
pietose e ho avuto la forza di fare
corso». E racconta le giornate
trascorse in sala riabilitazione:
solo: avrò 35 anni» la in testa». 4 elementi (2 distesa e decisa a non alimentare le cose giuste. In condizioni nor- «Dalla mattina alla sera non an-
3 E la Shif- uomini, 2 donne) la polemica innescata da mam- mali avrei potuto spingere di più davo neanche a cena». Pur di
frin? 3 Dopo la discesa si è messa a ur- sulle 4 prove ma Brignone, Ninna Quario: «Io nelle curve ma a un certo punto tornare a sperare, a lottare, a gioi-
«Fa capire quanto sia tosto il no- lare. Ha detto a suo fratello Davi- e passerà la egocentica? Io egoista? Non vo- ho temuto di non partire. Non è re. Diventerà ancora più popola-
stro sport e quanto importante la de “Non so sciare”. Come mai? squadra chi ne glio proferire parola e alimentare stato semplice ho dato il meglio re? «Non cambierò, sarò sempre
testa. Prima dei Giochi si è isolata, «Si è innervosito e ha ragione, avrà vinte di più. inutili questioni. Preferisco glis- della Sofia in Cina: mi è dispia- la stessa. Mi ha solo fatto piacere
è andata in crisi, non andava a fa- perché perdo energie così. Io non In caso di pari sare, come quando sorvolo in di- ciuto tantissimo aver perso l’oro, che tutta l’Italia mi abbia soste-
re colazione negli hotel, non la sono così sicura di me stessa. Ho 2-2, si calcolano scesa che mi viene bene. La riso- ma quell’oro è stato l’unico ele- nuto nel momento più difficile.
vedevi in nessuna parte. Si è tal- bisogno di conferme, mi basta i tempi globali. nanza magnetica parla chiaro. Il mento che mi ha spinto a credere Indipendentemente dal colore
mente stressata, ha saltato così sbagliare una prova per andare in Nel 2018 medico che mi ha visitato mostra di poter avere più di quanto po- della medaglia ho fatto qualcosa
tante gare e probabilmente si è bomba». Svizzera oro, ai suoi praticanti il video della ca- tessi avere. Sembra un parados- di grandioso». Riceverà il Tapiro.
messa troppa pressione addosso. © RIPRODUZIONE RISERVATA Italia 5a. duta di Cortina come esempio di so: ma devo ringraziare quell’oro © RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbiamo capito che è umana. Mi come ci si rompe un crociato: la che non sono riuscita ad agguan-
dispiace per lei, ma questo fa ca-
pire quanto sia difficile essere s TEMPO DI LETTURA 4’25” bontà di quel volo è chiara. Fede-
rica? L’ho sentita per farle i com-
tare se ho potuto gareggiare».
s TEMPO DI LETTURA 2’45”

LA REGINA ANCORA SENZA MEDAGLIE round. Prima con i cronisti.


«Ora ci sarà un enorme caos.
La bergamasca le dà gli sci Tutta quella gente parlerà di
come sia riuscita
Ma la Shiffrin cade ancora splendidamente a fallire nelle 2
settimane che contano.
Sembrerà strano, ma non sono
a regina è a terra. per nulla preoccupata di

L Attesa come la grande


protagonista dei
Giochi, la
questo. Forse perché ho zero
energie emotive da spendere
ancora». Poi sui social, con un
statunitense Mikaela Shiffrin doppio post dedicato in cui
chiude le gare individuali di elenca gli insulti che le sono
Pechino 2022 senza podi: fuori piovuti addosso, si riferisce alla
in gigante, in slalom, nona in gente «che ha addosso così
superG, diciottesima in discesa tanto odio», annunciando che
e di nuovo fuori in combinata, ci sarà nella gara a squadre. Un
uscita a poche porte dal via oro la farebbe entrare nella
Mercoledì 16 La mamma contro la Goggia Giovedì 17 La rinascita dopo una buona prova di storia, affiancandola a Deborah
L’ex azzurra Ninna Quario (nella foto), mamma di Fede, Bronzo in combinata, prima italiana discesa, corsa con gli sci forniti Compagnoni per i 3 titoli in 3
a Radio Capital dice che Sofia Goggia è egocentrica, nella specialità. Fede è stata tenuta da Sofia Goggia. La reazione Che botta Mikaela Shiffrin, edizioni consecutive.
mette in dubbio la gravità dell’infortunio e ribadisce che all’oscuro della polemica della della statunitense è in due 26 anni, fuori anche in combinata si.ba.
la bergamasca e la figlia «non si sono mai prese» madre: «Non ne so nulla»
https://overpost.biz https://overday.info
44 V E NE R D Ì 1 8 F E B B R A I O 2 02 2 L A GAZZE T TA DE L LO S P O RT

OLIMPIADE INVERNALE

PECHINO 2022

Stellina cadente
Crollo Valieva
E il quarto posto
toglie il mondo I NUMERI
dall’imbarazzo 8
record

La 15enne russa travolta dal caso Kamila Valieva,


campionessa

doping: niente podio sub iudice europea in


carica vanta 8
record mondiali.
corto, al quarto posto finale, pre- È diventata la
di Paolo Marabini
ceduta dalle connazionali Anna prima europea
INVIATO A PECHINO
Shcherbakova e Alexandra Tru- ad atterrare
lla fine, suo malgrado, sova (che dopo la gara imprezio- un triplo Axel

A
ha accontentato tutti. sita da cinque quadrupli, rite- e la prima donna
E, pagando sulla pro- nendo di essere stata scippata a effettuare
pria pelle, ha levato di dell’oro, si è lasciata andare a uno un quadruplo
torno un po’ di imba- sfogo clamoroso: «Vi odio tutti, ai Giochi
LA GUIDA
15
razzo. Perché non ci sarà un aste- non voglio più praticare questo
risco su nessuna medaglia. Non sport, lo detesto e non andrò più
ci sarà poi una fredda premiazio- in pista») , mentre il bronzo è an-
Doppietta ne postuma, a coté di un campio- dato alla giapponese Kaori Saka-
russa nato mondiale o di qualche festa moto al bronzo. Mancavano 10’ e Delusa Kamila Valieva in lacrime alla fine dell’esibizione: la caduta nel programma libero (foto piccola) è costata cara anni
1. Shcherbakova dall’altra parte del mondo. Non ci 20’’ allo scoccare delle dieci della Kamila Valieva

Clic
(Roc/Rus) sarà nemmeno il seguito della sera cinese. Da leader della clas- ci ha provato. Ha provato a batte- primi passi. Quel ghiaccio che avendo 15 anni,
255.95 punti protesta, perché se Kamila Valie- sifica a metà gara, Kamila era re, prima delle avversarie, quel mai l’aveva vista così in difficoltà fa parte
(80.20+175.25) va avesse vinto - o anche se fosse l’ultima a scendere sul ghiaccio magone che aveva dentro, quel sièrivelatoinqueipochimaeter- di una categoria
2. Trusova salita su un altro dei due gradini di Pechino. Conosceva i risultati macigno pesantissimo posato ni minuti una sorta di trappola, la protetta.
(Roc/Rus) del podio - e nessun verdetto fos- delle avversarie, era al corrente sulle sue spalle. Ha provato a non tomba delle sue velleità sportive, Il codice
251.73 se poi arrivato a cancellare il suo che le due compagne avevano ra- Resta l’oro col team farsi stritolare dalle guerre politi- il cimitero dei suoi sogni di ragaz- antidoping
(74.60+177.13) risultato, il polverone avrebbe sentato la perfezione, sapeva Ma la premiazione che, di cui evidentemente non zinaprodigio,capacesinoapochi non prevede
3. Sakamoto continuato ad avvolgere l’aria quindi che per batterle avrebbe conosce i risvolti e gli intrecci. E giorni fa di incantare il mondo la sospensione
(Giap) 233.13 mefitica del pattinaggio artistico dovuto essere più forte delle ten-
è sempre congelata sembrava anche in grado di po- conlasuagrazia,isuoisalti,lesue cautelare
(79.84+153.29) mondiale per mesi e mesi. Co- sioni di questi 10 giorni terribili, tercela fare, dall’alto della sua trottoledirarabellezza.Nuovela-
4. Valieva munque vada ora a finire la triste incuisiètrovatanell’occhiodiun ● Kamila Valieva aveva classe. Ma ieri, sul Bolero di Ra- crime, dopo tutte quelle versate
(Roc/Rus) vicenda doping che ha travolto ciclone incontrollabile, dentro preso parte anche alla vel, la libellula russa è crollata. in questi giorni, hanno rigato il
224.09 una ragazzina di quindici anni, un gioco ben più grande dei suoi gara a squadre, il 6 e 7 Appena ha posato le lame su quel suo viso acerbo di ragazzina. E a
(82.16+141.93) libellula sublime, la più forte di 15 anni, vittima più che colpevole febbraio, trascinando la pavimento bianco, aveva lo nulla le sono valsi gli applausi di
5. Higuchi (Giap) tutte, lascerà strascichi soprattut- per quello stimolante trovato Russia (Roc) con una sua sguardo impietrito. Già al primo incoraggiamento, di affetto, di
214.44 to nel suo animo giovane ma già nelle sue urine a un controllo ef- magnifica prestazione, quadruplo Salchow ha avuto comprensione. A quel punto la
(73.51+140.93) così tristemente ferito. fettuato il giorno di Natale: per- premiata con un punteggio un’incertezza nell’atterraggio, parola è passata alla giuria. Ma si
ché chi può mai credere che una di 269.10 (90.18+178.92), ben poi il triplo Axel le è venuto sotto- è capito subito che una medaglia
Crollo Con buona pace di molti, ragazzina della sua età possa aver superiore rispetto a quello ruotato, con un tocco di mano sul difficilmente le sarebbe finita al
Kamila si è squagliata come mai assunto coscientemente e che ieri ha dato l’oro ghiaccio, quindi l’errore più gra- collo. Quarta, niente podio. Sì, le
ghiaccio al sole, tramutando il spontaneamente quella sostanza alla connazionale ve, sulla combinazione quadru- sue cadute hanno tolto le casta-
suo programma libero, decisivo vietata, un farmaco per il tratta- Shcherbakova. Poche ore plo e triplo Toeloop, quest’ultimo gne dal fuoco a tutti. Adesso, pe-
per definire il podio olimpico di mento dell’angina pectoris? dopo è emerso il caso chiuso come doppio, con caduta rò, Kamila non va lasciata sola. E
Pechino, in un supplizio. Un’ago- doping e la premiazione è annessa. Ma non era ancora fini- semmai va lasciata in pace.
nia di 8 minuti, costellata di ca- Protetta Il Tribunale arbitrale stata congelata in attesa ta. Un nuova caduta, altre imper- © RIPRODUZIONE RISERVATA
dute, di passi falsi, che alla fine di Losanna l’aveva momentanea- delle indagini e relativo fezioni. Sembrava un cucciolo
l’hanno fatta scivolare dalla pri-
ma posizione del programma
mente protetta dandole il via li-
bera a gareggiare, sub iudice. E lei
verdetto. impaurito. Un neonato di antilo-
pe in grado a stento di muovere i s TEMPO DI LETTURA 4’23”

Giochi express
SKICROSS BIATHLON

Ilbronzoconteso temperature, l’organizzazione


ha deciso di concentrare le due
HOCKEY GHIACCIO RetrocessalaSmith mass start nella giornata di oggi.
Glisvizzeriinfuriati Alle 15 locali (le 8 in Italia)

Rivincita delle canadesi ● L’onta è lavata. Dopo la


delusione di PyeongChang 2018,
quando gli Stati Uniti riuscirono
● Bronzo con polemica nello
skicross donne: a Zhangjiakou
toccherà alle donne,
originariamente previste nella
giornata di domani. Al via per
Oro sfilato agli Usa: 3-2 a batterle in finale, le canadesi si
sono riprese il titolo olimpico di
trionfa la superfavorita svedese
Sandra Naeslund davanti alla
l’Italia ci sarà Dorothea Wierer.
Alle 17 cinesi, le 10 in Italia,
hockey ghiaccio. Nella finale di canadese Marielle Thompson, Sul podio Dorothea Wierer, 31 toccherà invece agli uomini, con
Wukesong, hanno battuto le ma l’attenzione è riservata a ciò anni, ha vinto il bronzo nella sprint Lukas Hofer e Dominik
storiche rivali per 3-2, che è successo alla svizzera Windisch iscritti tra i 30 aventi
conquistando il quinto titolo Fanny Smith, terza ma poi Previsto gelo diritto. Dorothea Wierer ha
nelle sette finali olimpiche che retrocessa dalla giuria all’ultimo conquistato venerdì scorso la
finora si sono giocate. «Dopo posto per aver ostacolato la La mass start medaglia di bronzo nella sprint
l’argento del 2018 avevamo
l’impressione che sulle nostre
tedesca Daniela Maier,
promossa sul podio. Furioso
con la Wierer femminile, alle spalle della
norvegese Marte Roeiseland e
spalle ci fosse il peso del l’allenatore della svizzera, Ralph anticipata a oggi della svedese Elvira Oeberg.
mondo» ha raccontato Sarah Pfaeffli, «è un clamoroso Nella gara maschile invece c’è
Nurse, prima marcatrice equivoco» ha detto. Poi ha ● Cambio di programma per le grande attesa per la sfida che
dell’incontro. «Siamo riuscite a spiegato: «Il contatto tra loro gare di chiusura del programma vedrà contrapporsi i due
fare un match straordinario, è la due? Chiaramente accidentale». olimpico di biathlon a Pechino dominatori dei Giochi, il
nostra resurrezione» ha Sorpresa Maier: «Ero delusa per 2022 previste oggi a francese Quentin Fillon Maillet -
aggiunto Marie-Philip Poulin, il 4° posto e non mi sono resa Zhangjiakou. Per via delle due ori e tre argenti - il
autrice della rete decisiva e già a conto». Lucrezia Fantelli out agli previsioni meteo che parlano di norvegese Johannes Thingnes
Dominio La gioia delle canadesi: è il quinto oro in sette partecipazioni segno nelle finali del 2010-2014. ottavi, Jole Galli ai quarti. un ulteriore abbassamento delle Boe, tre ori e un bronzo.

https://overpost.org
VENERDÌ 18 FEBBRAIO 2022 LA GAZZETTA D ELLO S P O RT 45

OLIMPIADE INVERNALE

PECHINO 2022
La Fontana lady Europa
Le finali di ieri
LE FINALI
DI OGGI

per la cerimonia
S C I A L P I N O

COMBINATA DONNE

1. M. GISIN (SVI) 2’25”67

E resta un caso aperto


2. W. HOLDENER (SVI) A 1”05
3. F. BRIGNONE (ITA) A 1”85
4. E. LEDECKA (R.CEC) A 2”65
5. K. HUBER (AUT) A 3”13

Arianna riceve l’argento dello short track ed è scelta come


C O M B I N A T A N O R D I C A atleta-simbolo. «Le diatribe? Il primo passo non tocca a me»
Pista Francesca Lollobrigida, 31
GARA A SQUADRE di Paolo Marabini
INVIATO A PECHINO
1. NORVEGIA 50’45”1
2. GERMANIA A 54”9 iù che un filo, è un no- 7.45

P
do: il nodo di Arianna. FREESTYLE
3. GIAPPONE A 55”2 Skicross uomini
4. AUSTRIA A 59”6 Il ghiaccio azzurro è (Deromedis)
9. ITALIA A 6’21”9 sempre più freddo. E 8
non c’entra il termo- BIATHLON
metro di Pechino, ampiamente Mass start 12,5 km donne
soto lo zero. «Non spetta a me fa- (Wierer)
FREESTYLE 9.30
re il primo passo» dice Arianna
PATTINAGGIO P. LUNGA
Fontana a Casa Italia, fresca di
SKICROSS DONNE 1000 uomini
premiazione nella Medal Plaza, (Bosa, Rosanelli)
dove ha ricevuto la medaglia 10
1. S. NAESLUND (SVE) 1000 d’argento conquistata la sera pri- BIATHLON
2. M. THOMPSON (CAN) 800 ma per una manciata di millesi- Mass start 15 km uomini
3. D. MAIER (GER) 600 mi nei 1500 metri. Con l’aggiunta (Hofer, Windisch)
4. F. SMITH (SVI) 500 di una bella notizia: domenica
5. B. PHELAN (CAN) 450 sera, alla cerimonia di chiusura
dei Giochi, sfilerà in rappresen-
tanza dell’Europa. Il riferimento LE FINALI
HOCKEY GHIACCIO è alla diatriba con la Federazione DI DOMANI
denunciata a più riprese in questi Pluridecorata Arianna Fontana, 31 anni, valtellinese, con 11 podi olimpici,
DONNE giorni, dopo ciascuna delle tre (l’ultimo è l’argento nei 1500 short track), è diventata l’azzurra più medagliata
medaglie - ogni volta rincarando 2.30
FREESTYLE
1. CANADA la dose - che la Fontana ha con- l’olimpionica.«Inquattroannila Halfpipe uomini
2. USA quistato nel Capital Stadium. Il medagliere squadra italiana ha cambiato
quattro allenatori, l’ultimo due
5.46
SCI ALPINO
3. FINLANDIA
4. SVIZZERA Mediazione Il nodo è risaputo: mesi prima delle Olimpiadi. Non Parallelo a squadre miste
Arianna, la regina dello short è normale». (De Aliprandini, Vinatzer;
5. ROC O A B TOT.
track,hadichiaratodiesserestata Brignone, Bassino)
Norvegia 14 7 8 29 7
ostacolata dalla Fisg nell’avvici- Germania 10 7 5 22 Malagò Il presidente Andrea FONDO
namento all’Olimpiade, anziché Usa 8 8 5 21 Gios ha rimandato alla conferen- 50 km TC mass start uomini
PATTINAGGIO FIGURA Svezia 7 4 4 15
aiutata. E ora urge una mediazio- za stampa odierna un suo inter- (De Fabiani, Salvadori, Graz)
Cina 7 4 2 13
ne, un punto di incontro tra le Austria 6 7 4 17 vento in merito. Intanto però lo 7.05
SINGOLO DONNE, LIBERO due parti, per ricucire lo strappo. Olanda 6 5 4 15 ha fatto il presidente del Coni, CURLING
Svizzera 6 1 5 12 Finale uomini
1. A. SHCHERBAKOVA (ROC) 255.95 «Abbiamo cercato tante volte (lei Roc* 5 9 12 26
Giovanni Malagò: «Da tempo
9.30
2. A. TRUSOVA (ROC) 251.73 e il marito-allenatore Anthony Francia 4 7 2 13 Arianna ha avuto una gestione PATTINAGGIO P. LUNGA
Lobello; ndr) di fare il primo pas- Canada 4 5 11 20 autonoma delle tappe che l’han-
3. K. SAKAMOTO (GIAP) 233.13 Giappone 3 5 9 17 Mass start uomini
4. K. VALIEVA (ROC) 224.09 so per cercare di trovare una so- ITALIA 2 7 7 16 no portata a Pechino. È normale? (Giovannini, Malfatti)
5. W. HIGUCHI (GIAP) 214.44 luzione, un modo di lavorare e Corea del Sud 2 4 1 7 No e non dovrebbe succedere. Ne 10
migliorare insieme. Vogliono Slovenia 2 3 2 7 ho parlato tante volte con lei, sa PATTINAGGIO P. LUNGA
Finlandia 1 2 3 6 Mass start donne
mettermi in una scatola, dalla Australia 1 2 1 4 quanto le sono stato vicino. Non è
(Lollobrigida)
quale sono dovuta uscire negli Nuova Zelanda 1 1 0 2 la prima volta che un atleta ha
Ungheria 1 0 2 3 12.08
PISTA LUNGA ultimi anni per poter essere qui Rep. Ceca 1 0 1 2 una visione diversa dalla sua Fe- PATTINAGGIO FIGURA
competitiva. Se partiamo così, Slovacchia 1 0 0 1 derazione e s’allena col coach Coppie, programma libero
non si può manco andare avan- Bielorussia 0 2 0 2 personale». Ieri Malagò ha cena- (Della Monica-Guarise, Ghilardi-Ambrosini)
1000 DONNE Spagna 0 1 0 1
ti». Il nodo è pure la figura di Lo- Ucraina 0 1 0 1 to con Arianna e il marito. Facile 13
1. M. TAKAGI (GIAP) 1’13”19 bello, per il quale Arianna riven- Belgio 0 0 1 1 che sia già iniziata la mediazione. BOB
2. J. LEERDAM (OLA) A 0”64 dicherebbe un ruolo ufficiale in Estonia 0 0 1 1 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Bob a 2 donne, 3a e 4a manche
3. B. BOWE (USA) A 1”42 Lettonia 0 0 1 1
seno ai quadri tecnici federali. Polonia 0 0 1 1 ● TV E GAZZETTA.IT Dirette Rai 2,
4.
5.
A. GOLIKOVA (ROC)
A. DE JONG (OLA)
A 1”52
A 1”73
«Devono capire che sono stati
fatti degli errori» ha buttato lì
*Comitato olimpico russo
GDS s TEMPO DI LETTURA 2’12” Rai Sport, Discovery+, Eurosport 1
e 2, Now e sul nostro sito
ti
ca
rm ei
er
pe i n
su nn
ri 5 a
lio 4
ig Da
m

Uno spumante italiano, ideale per esaltare l'aperitivo e nobilitare la tavola.


Lasciatevi sedurre dal suo finissimo perlage. Una scelta di gusto, una questione di etichetta.
www.maximilianspumante.it
https://overpost.biz https://overday.info
46 V E NE R D Ì 1 8 F E B B R A I O 2 02 2 L A GAZZE T TA DE L LO S P O RT

https://overpost.org
VENERDÌ 18 FEBBRAIO 2022 LA GAZZETTA D ELLO S P O RT 47

CICLISMO DEBUTTO IN SPAGNA

Sorelle d’Italia, Lo stesso gesto


Esulta Elisa Balsamo,
23 anni, e festeggia
pure la tricolore Elisa

è “prima” da sogno
Longo Borghini, 30 GETTY

Balsamo che regina


L’iridata vince lanciata dalla tricolore
Longo Borghini. Come Viviani e Ganna

Quelle braccia alzate


al Tour de Provence
I due olimpionici
Elia Viviani, 33 anni, esulta
per la sua prima vittoria
stagionale al Tour de
Provence: in fondo al gruppo
alza le braccia il grande
amico Filippo Ganna, decisivo
per lanciare il veronese BETTINI

condizioni migliori per vincere, avevamo capito che c’era l’occa- sport di squadra». Oggi la secon-
di Davide Romani
non potevo chiedere di più. Un sione per giocarsi le chance di da tappa (Altea-Cocentaina, 117
a Ganna-Viviani a successo che voglio dedicare a Alla Valenciana vittoria – racconta Elisa Longo km ): «Questa e la terza sono du-
DICONO IDENTIKIT
D Tappa di apertura
Longo Borghini-Bal- mio cugino morto a ottobre». Borghini, 30 anni, due volte re e non sono molto adatte alle
samo. Dai gemelli bronzo olimpico e campionessa mie caratteristiche. Mi metterò a
Ineos, alle sorelle Cambio di maglia Insieme a della stagione: italiana -. Con Ellen abbiamo disposizione delle compagne –
Trek-Segafredo. Il tre- Longo Borghini in casa Trek-Se- la cuneese Balsamo aspettato la Balsamo e siamo riu- ammette la campionessa del
no dei desideri azzurri spopola gafredo è stato fondamentale an- sciti a riportarla in gruppo. Lei è mondo Balsamo -. Intanto do-
I 2 km finali anche in campo femminile. Nella che l’apporto dell’olandese Ellen con il nuovo team stata bravissima a completare al mani (oggi, ndr) cambierò ma-
sono per me prima uscita stagionale, la cam- van Dijk. Un piano studiato a ta- Trek-Segafredo meglio il nostro lavoro. Anche se glia: da quella iridata a quella
come il toro pionessa del mondo Elisa Balsa- volino. «La sera prima della gara vince un solo corridore, spesso ci arancione di leader della corsa».
mo trionfa a Gandia nella tappa avevamo studiato il percorso e si dimentica che il ciclismo è uno
e la bandiera d’apertura della Settimana Va- Gigante Lo sforzo di Elisa Lon-
rossa. Una lenciana, pilotata alla perfezione go Borghini per riportare nel Elisa
sinfonia con da Elisa Longo Borghini. Un bis
RUTA DEL SOL / SU C C E S S O D E L V A R E S I N O
cuore della corsa Balsamo ha ri- Balsamo
un ultimo del copione ammirato solo una cordato il lavoro di Ganna per il è nata a Cuneo
tempo molto
Novità Covi, cresciuto con super Pippo
settimana fa al Tour de la Proven- compagno Viviani. Un paralleli- il 27 febbraio
agitato ce, quando Filippo Ganna ha lan- smo azzurro che, nonostante il 1998 e corre
ciato al meglio la volata del com- Mondiale australiano sia ancora dal 2022 con la
Elisa
Balsamo
pagno Elia Viviani. «Una sinfo-
nia... con un ultimo tempo molto «Questa sofferenza ripaga i sacrifici» invisibile all’orizzonte, scalda i
cuori degli appassionati. «L’uni-
Trek-Segafredo.
Diplomata
agitato» ammette Elisa Balsamo. cadifferenzaècheiononsonoun al Conservatorio
Per la 23enne pianista, il modo ● Ha 23 anni e alla terza Taino” (la cittadina dove è nato gigante di quasi 2 metri come (pianoforte),
migliore per onorare la maglia stagione da professionista e cresciuto) ha allungato Ganna... – scherza Longo Borghi- le mancano
Che bello iridata in un crescendo Rossinia- con la Uae Emirates nell’ultimo chilometro ni -. Certo è bello vedere come due esami alla
vedere due no che ricorda il Barbiere di Sivi- sta diventando uno dei volti su pendenze anche del 25% una coppia di atleti azzurri riesca Laurea in lettere
azzurri che glia. Un finale agitato che la Trek- nuovi del ciclismo italiano. e ha vinto staccando alavorareinsiemeperarrivareal- a Torino
Segafredo ha gestito al meglio. Alessandro Covi, varesino due colombiani: a 3” Lopez la vittoria. Così ci sono riusciti lo- Successi
lavorano «La tappa presentava due salite di Taino, è cresciuto da (Astana), a 4” Sosa (Movistar). ro e così siamo state brave io ed Nel 2016 è stata
insieme per nel finale e sulla seconda mi sono dilettante nel Team Colpack di Covi è anche leader Elisa». Un dato statistico esalta iridata jr; nel
la vittoria: staccata scollinando in ritardo ri- Antonio Bevilacqua, la stessa della corsa con 5” sul basco ancora di più la giornata di sole 2020 l’Europeo
anche io ed spetto alle prime – ricorda Balsa- formazione che ha lanciato Okamika e 10” su Sosa. del ciclismo italiano al femmini- Under 23 e nel
Elisa siamo mo, diretta in ammiraglia da Pa- Pippo Ganna (e poi Consonni, Puma di Taino Alessandro Covi, «Ho sofferto tanto negli ultimi le: con il quinto posto di Longo 2021 il Mondiale
state brave olo Slongo -. Mancava 14 km al- l’ultimo iridato Under 23, varesino di 23 anni, pro’ dal 2020 metri — spiega Covi —, ma ne Borghini, il sesto di Soraya Pala- élite. In pista:
l’arrivo, ma con l’aiuto delle mie Baroncini, e lo spagnolo valeva la pena perché sono din e l’ottavo di Silvia Zanardi so- ai Mondiali ha
Elisa Longo
compagnechemihannoaspetta- Ayuso...): è nato una settimana (l’ultimo vincitore italiano era felicissimo di aver ripagato con no 4 azzurre nelle prime dieci. vinto 1 argento
Borghini
to sono riuscita a riportarmi sulle dopo il suo amico Tadej stato Pantani nel 1999), ieri Covi la vittoria il lavoro di tutta la Nella stagione record per il cicli- (quartetto 2021)
battistrada poco prima della bel- Pogacar e adesso si sta ha conquistato di autorità squadra. Sono in un momento smo in rosa l’Italia si conferma al e 3 bronzi
lissima volata. Gli ultimi due-tre imponendo con autorità il durissimo strappo di Alcalà de di ottima forma e me lo sto vertice. (quartetto 2018,
chilometri, per una velocista, so- nel panorama internazionale. La Real, traguardo della godendo: mi sono allenato con © RIPRODUZIONE RISERVATA Americana 2020,
no come un toro che vede la ban- Dopo il colpo nella Vuelta seconda tappa della Ruta del dedizione durante l’inverno». Omnium 2021)
diera rossa. Molto, o forse tutto, si
gioca d’istinto. Mi sentivo nelle
Murcia la settimana scorsa Sol-Vuelta Andalucia. Il “Puma di © RIPRODUZIONE RISERVATA
s TEMPO DI LETTURA 2’30”

PALLAVOLO CHAMPIONS LEAGUE PALLAVOLO SUPERLEGA

Oggi sorteggio Berlino su San Pietroburgo (3-2)


in campo maschile si sono defi-
Festa Modena
MILANO 2
SQUADRE PT G V P SV SP

Abdel-Aziz fa 23
PERUGIA 52 19 17 2 55 15
Nei quarti nite le due fasce: la prima è for-
mata da Jastrzebski (Pol), Dina-
CIVITANOVA 45 18 15 3 49 12

e gli emiliani MODENA 3 TRENTO 42 19 13 6 47 26


c’è il rischio mo Mosca (Rus), Berlino (Ger) e
Perugia mentre nella seconda è (25-21, 21-25, 21-25, 27-25, 10-15)
MODENA 38 18 14 4 47 24

Perugia-Lube scivolata Civitanova - peggior


prima - insieme a Trento, Zaksa
piegano Milano ALLIANZ MILANO
MONZA
MILANO
31
31
21
19
11
10
10
9
40
39
41
36
Chinenyeze 11, Patry 20, PIACENZA 28 18 9 9 35 34
(Pol) e San Pietroburgo (Rus). È Jaeschke 13, Piano 9, Porro 1, CISTERNA 22 20 7 13 33 46
ggi alle 13 è in pro- quindi possibile l’accoppiamen- odena si conferma Ishikawa 11; Pesaresi (L), Daldello, PADOVA 21 19 8 11 31 45

O M
gramma il sorteggio to ai quarti di finale tra le ambi- squadra da tie-break. Romanò 2, Maiocchi, Mosca, Djokic 1. VERONA 21 19 8 11 29 45
dei quarti di finale di ziose Perugia e Civitanova. In Per la quinta volta su N.e. Staforini. All.: Piazza TARANTO 20 20 6 14 30 45
Champions League. campo femminile in prima fa- sei, la squadra di Giani VIBO VALENTIA 19 19 6 13 26 44
Saranno 5 le forma- scia Vakifbank (Tur), Fener- riesce a portare a casa LEO SHOES MODENA
Stankovic 6, Bruno 3, RAVENNA 2 19 0 19 9 57
zioni italiane interessate dal- bahce (Tur), Conegliano e Dina- il successo al 5° set. Nel recupero E. Ngapeth 21, Mazzone 11,
l’evento: Perugia, Civitanova e mo Mosca (Rus) mentre in se- dell’11a di ritorno Milano parte PLAYOFF RETROCESSIONE
Abdel-Aziz 23, Leal 14; Rossini (L),
Trento in campo maschile, Co- conda fascia Resovia (Pol), Mon- forte, vince il 1° set, poi subisce la Sanguinetti, Sala 2. N.e. Van Garderen,
negliano e Monza nel femmini- za, Dinamo Kazan (Rus) e rimonta degli emiliani nel 2° e 3° Gollini (L), S. Ngapeth, Salsi. All.: Giani PROSSIMO TURNO
le. Saranno due le fasce: nella Lokomotiv Kaliningrad (Rus). parziale, prima di trovare la forza Domani
prima le 4 migliori prime, nella Anche al femminile possibile di allungare il match al 5°. Decisi- NOTE Durata set: 30’, 29’, 29’, 35’, 16’; Ore 18: Monza-Vibo Valentia.
tot. 139’. Milano: b.s. 20, v. 7, m. 14, Domenica
seconda la peggior prima e le tre derby italiano nei quarti di fina- vi i 23 punti di Nimir Abdel-Aziz, Ore 15.30: Taranto-Piacenza;
e. 31. Modena: b.s. 22, v. 5, m. 8, e. 36.
migliori seconde della fase a gi- le tra Conegliano e Monza. ex della partita (ha giocato a Mi- T.G.: 6 Abdel-Aziz, 5 Jaeschke, 18: Perugia-Padova;
roni. Con le ultime due partite di d. rom. Regista Simone Giannelli, 25 anni, lano dal 2017 al 2020). 4 E. Ngapeth, 3 Chinenyeze, 2 Leal, 20.30: Verona-Modena (Rai Sport), Milano-
ieri e l’importante successo di © RIPRODUZIONE RISERVATA alla prima stagione con Perugia © RIPRODUZIONE RISERVATA 1 Patry. Ravenna. Rinviata: Civitanova-Cisterna
https://overpost.biz https://overday.info
48 V E NE R D Ì 1 8 F E B B R AI O 2 02 2 L A GAZZE T TA DE L LO S P O RT

https://overpost.org
VENERDÌ 18 FEBBRAIO 2022 LA GAZZETTA D ELLO S P O RT 49

BASKET COPPA ITALIA A PESARO

Riecco Teodosic e torna la vera Virtus


Bologna ok col rientro del play: piegata Brindisi. Scariolo: «Ora Tortona? Brutti ricordi»
di Andrea Tosi
l tocco magico di Mi-
VIRTUS BOLOGNA 93

I
los Teodosic, il talento
immenso di Marco BRINDISI 81
Belinelli e la classe di 26-20, 51-42; 70-60
Kyle Weems, di nuovo
combinati insieme anche se in VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA
Pajola 2 (1/4, 0/2), Belinelli 23
momenti diversi, hanno un ef- (0/1, 5/10), Weems 17 (4/6, 2/6),
fetto taumaturgico sulla Virtus Alibegovic 8 (2/4, 1/2),
in difficoltà in Europa e spesso Sampson 3 (1/1); Tessitori,
deludente in Coppa Italia. So- Mannion 3 (1/1, 0/1), Hervey 12 (4/5,
prattutto il ritorno tanto atteso 1/2), Jaiteh 17 (7/9), Teodosic 8 (1/2,
del fuoriclasse di Valjevo a 39 2/4), Cordiner (0/1, 0/3). All. Scariolo
giorni dall’infortunio al ginoc- HAPPY CASA BRINDISI
chio sinistro che aveva fatto te- Clark 19 (3/6, 4/7), Chappell 11
mere il peggio, illumina l’attacco (1/5, 3/6), Gaspardo 9 (3/5,
dei campioni di Bologna tornati 0/3), Adrian 8 (4/7, 0/3),
sopra quota 90 punti mentre Perkins 8 (2/7, 0/1); Gentile 3 (1/6,
nelle 8 partite giocate senza il 0/1), Zanelli 6 (1/3 da 3), Visconti 13
(2/2, 3/4), Redivo, De Zeeuw 4 (2/2,
suo top player non era mai riu-
0/2), Udom (0/2 da 3). All. Vitucci
scita ad avvicinare gli 80. Re Mi-
los dà sicurezza ai compagni che ARBITRI Sahin, Baldini, Grigioni
si tolgono la scimmia dalle spalle NOTE Tiri liberi: Virtus 16/22, Brindisi
per le eliminazioni al primo tur- 8/20. Rimbalzi: Virtus 39 (Weems 8),
no subite nelle ultime due edi- Brindisi 41 (Adrian, Perkins 7). Assist:
zioni. Il quarto con Brindisi, un 16 (Teodosic 6), Brindisi 15 (Gentile 5).
Tecnico: Vitucci 22’00” (53-44),
test per entrambe, passa sotto il Alibegovic 34’12” (61-45). Antisportivo:
controllo dei tre veterani. Ma è Belinelli 39’13” (91-77). Infortunio: Clark
Teodosic ad accendere la scintil- 38’03” (88-77). Progressione: 5’ 12-8,
la. Al suo ingresso in campo do- 15’ 40-33, 25’ 61-49, 35’ 82-67. Massimo
po 7’ il regista serbo regala subito vantaggio: Virtus 15 (82-67), Brindisi 2
spettacolo mandando a canestro (0-2). Spettatori 2517.
Jaiteh e Hervey, anche quest’ulti- Il ritorno Milos Teodosic, 34 anni, contrastato da Nathan Adrian, 26, ala di Brindisi: il playmaker serbo della Virtus è tornato in campo dopo 39 giorni CIAMILLO
mo al rientro dopo l’intervento
di menisco, con assist abbaglian- va a segnare in penetrazione sto punto del torneo tutti hanno
ti. In mezzo c’è una tripla da otto
metri. Con lui la Virtus gioca
spezzando la difesa avversaria
con palleggi e magheggi alla sua
Domani le semifinali da perdere e tutti hanno da vin-
cere. Due mesi fa ci hanno dato
S E R I E A

sciolta ritrovando sincronismi e maniera. Sul +15 Re Milos può una bella ripassata. Dovremo ri-
percentuali e quando esce per ri- scendere dal suo trono con la se- QUARTI SEMIFINALE FINALE SEMIFINALE QUARTI cordarcene per essere pronti e Oggi alle 20.30
fiatare lascia a Beli il ruolo di lea-
der. Peraltro la Virtus fa l’allungo
mifinale in tasca. Per lui 13’ col
50% al tiro e 6 assist non solo
MERCOLEDÌ IERI concentrati». il recupero
ore 18 ore 18
per mettersi al sicuro solo al 35’ spettacolari ma anche molto Zero rimpianti Nel successo Reggio-Varese
perché Brindisi è squadra vera e concreti con l’obiettivo di au- di Bologna, oltre al trio dei big
avversaria tosta che sa tornare in mentare l’autonomia domani DOMENICA capeggiati da Re Milos, voti alti ● Stasera si gioca il
partita in un amen con tanti pro- contro la sorpresa Tortona, già Vitrifrigo Arena anche per Jaiteh e Hervey in at- recupero della 17a giornata
tagonisti: le triple di Clark e Vi- affrontata due volte in stagione 1. MILANO 88 Pesaro 82 3. TRIESTE tacco e Sampson utile nel taglia- Reggio Emilia-Varese (ore
sconti, l’energia di Chappell e con una vittoria in Supercoppa e 8. SASSARI 68 ore 18 94 6. TORTONA re fuori lo spauracchio Perkins. 20.30; Discovery+). In campo
anche il coraggio di coach Vituc- un duro ko (-17) subito in cam- Da rivedere Mannion e Cordi- due squadre in crescita:
ci che non ha paura di schierare pionato in casa della matricola - nier. Invece Brindisi saluta senza Reggio 3 vittorie nelle ultime
un quintetto con 4 italiani nel- piemontese. «Avevamo bisogno - rimpianti dopo una prova di 4 partite, Varese 4 nelle
DOMANI ore 18.15 DOMANI ore 21
l’ultimo decisivo periodo per- di dare campo a Teodosic e an- spessore di tutta la squadra, gio- ultime 5 (gestione coach
dendo Clark uscito per un colpo che Hervey per togliergli la rug- 1. MILANO 6. TORTONA cando tre quarti alla pari con un Roijakkers).
duro alla spalla sinistra. gine e riportarli in forma - com- 5. BRESCIA 2. VIRTUS BOLOGNA avversario più forte e profondo. Classifica: Milano 16-2;
menta coach Scariolo — . Ripro- Vitucci non è proprio fortunato: Virtus Bologna 15-3;
Lavoro e ruggine Quando porli in una partita secca poteva MERCOLEDÌ IERI quando è in corsa per un obietti- Brescia 12-7; Trieste 10-8;
bisogna finire il lavoro, invece essere rischioso ma andava fatto. ore 20.45 ore 20.45 vo importante, la sua squadra Brindisi, Tortona 10-9;
coach Scariolo si affida a Teodo- Intanto abbiamo sfatato la male- sbatte sempre contro l’ostacolo Reggio 9-9; Trento 9-10;
sic che ritorna nel finale del terzo dizione dell’uscita al primo tur- più alto. Ma l’importante è conti- Napoli, Sassari 8-9;
quarto per piazzare un altro ca- no che aleggiava nel nostro spo- nuare a provarci. Treviso 8-10;
nestro da tre e poi un altro assist gliatoio e si avvertiva. Ora siamo © RIPRODUZIONE RISERVATA Varese, Venezia 7-11;
nel cuore dell’area per l’ennesi- in semifinale, un passo avanti. 4. TRENTO 73 93 2.VIRTUSBOLOGNA Pesaro 7-12; Cremona 5-13;
5. BRESCIA 78 81 7. BRINDISI
ma schiacciata di un lungo vir-
tussino e, per finire il suo show
Tortona più leggera? Gioca bene
e ha il nostro rispetto, ma a que- RCS s TEMPO DI LETTURA 3’01” Fortitudo Bologna 5-14

TRIESTE 82 L’altro quarto


TORTONA 94
23-21, 36-46; 53-71 Tortona, altro che neopromossa
ALLIANZ TRIESTE
Davis 7 (2/6, 1/3), Banks 21
(6/10, 3/4), Mian 5 (1/2, 1/2),
Grazulis 13 (3/7, 1/1), Konate 13
Macura e Daum schiacciano Trieste
(6/10); Delia 4 (2/5), Campogrande La coppia di americani mette insieme 45 punti e lancia la
15 (4/6 da 3), Cavaliero (0/1, 0/1),
Alexander 4 (2/4, 0/4), Campani (0/1), squadra esordiente, qualificata in una storica semifinale
Deangeli, Longo. All: Ciani
e a travolgere Trieste come se guente ha battuto proprio la Vir-
BERTRAM TORTONA di Paolo Bartezzaghi
Mascolo 9 (2/5, 1/1), Macura questa fosse una neopromossa. tus Bologna di 17 punti.
23 (3/3, 5/12), Sanders 17 (3/3, a neopromossa Torto- Dopo aver raggiunto i quarti in

L
3/6), Daum 22 (3/5, 4/5), Cain 4 na non è più da tratta- Supercoppa, torneo che spesso Americani Tortona ha preso
(2/5); Filloy 8 (4/6. 0/3), Cannon 11 re come una bella fa- esprime valori volatili da inizio in mano la partita con un parzia-
(4/6, 1/1), Severini (0/1, 0/2), Baldi. All: vola. Alla prima sta- stagione, Tortona si è confermata le di 12-0 nel secondo quarto fir-
Ramondino
gione in Serie A e, ov- con una prima parte di campio- mato da Macura, ala dagli ottimi
ARBITRI Lanzarini, Lo Guzzo, viamente, all’esordio in Coppa nato con ritmi da qualificazione fondamentali, capace di segnare
Bongiorni Italia, gioca una partita da gran- ai playoff. La peggiore partita del da tre, di penetrare in modo effi- I protagonisti JP Macura, 26 anni, e il coetaneo Mike Daum CIAMILLO
NOTE Tiri liberi: Trieste 8/11, Tortona de squadra contro Trieste e si girone d’andata l’ha giocata pro- cace e creativo, e di scelte a volte
10/11. Rimbalzi: Trieste 30 (Konate 8), presenta alla semifinale grazie a prio contro Trieste: ha perso di 31 discutibili. Il 26enne Jonathan South Dakota. L’ala di Kimball maglia blu, si è spenta dopo un
Tortona 32 (Mascolo 8). una sicurezza pari all’efficacia punti, segnando solo 57 punti, il Paul è un giocatore dal multifor- nel Nebraska ha messo in fila tre primo quarto ad alto ritmo. Ha
Assist: Trieste 15 (Davis 5), Tortona 22
che esprime la sua pallacanestro. minimo stagionale. La partita se- me ingegno, trovato in Turchia triple (con tre liberi su fallo subi- esordito l’ex virtussino Alexan-
(Sanders 6). Progressione: 5’ 17-12, 15’
30-30, 25’ 45-59, 35’ 61-82. Solo due anni fa la Fortitudo su- all’Afjon Belediye, dopo il college to al tiro da 3) che hanno per- der che prenderà il posto di Juan
Fallo antisportivo: Davis 19’00” (33- però i quarti di Coppa arrivando a Xavier e tre partite di numero in messo al Derthona di arrivare a Fernandez (passando al format 6
44). Massimo vantaggio: Trieste 5 (17- dalla A2, ma non era certo Nba. Non dev’essere facile da ge- +18 e chiudere la partita con un stranieri e 6 italiani), visto che il
12), Tortona 24 (66-90) un’esordiente a questi livelli. Il gioco stire se dopo l’intervallo Ramon- quarto ancora da giocare. Al loro play resterà in Argentina per pro-
Senza il playmaker titolare, l’ex
Chris Wright, dal secondo quarto
Senza Wright, play dino lo ha lasciato in panchina
per oltre 7 minuti. E qui Tortona
fianco un buon Jamarr Sanders,
altro ex di Trieste e con Ramon-
blemi personali. La stella Adrian
Banks ha chiuso con 21 punti, 10
in poi Tortona accelera senza più titolare, il quintetto ha dato la spallata decisiva con dino già a Veroli e Casale, 16 pun- dei quali a partita già finita.
fermarsi. I protagonisti sono i di Ramondino l’altro americano pescato nel ti e 6 assist (22 di squadra), Bruno © RIPRODUZIONE RISERVATA

due statunitensi Mike Daum e JP sommerso: Mike Daum, 26 anni, Mascolo con 8 rimbalzi (e sei pal-
domina con triple
Macura, ma è tutta la squadra di
Marco Ramondino a funzionare (45%) e assist (22)
ala forte proveniente dall’Obra-
doiro in Spagna, dopo il college a
le perse), e un positivo Jalen Can-
non sotto canestro. Trieste, in s TEMPO DI LETTURA 2’22”
https://overpost.biz https://overday.info
50 V E NE R D Ì 1 8 F E B B R AI O 2 02 2 L A GAZZE T TA DE L LO S P O RT

VARIE
#

Inbreve
BOXE: AVEVA 79 ANNI